Issuu on Google+

Martedì 22 Giugno 2010

Anno XIII - Numero 170

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

MANOVRA

ECONOMIA

CALABRIA

L’appello di Napolitano a tutte le forze politiche: non litigate

Lo yuan sale ai massimi da 5 anni Godono i mercati: ma quanto dura?

di Valentina Lavalle a pag » 19

di Carlo Bassi a pag » 24

Pdl, i dirigenti calabresi fanno quadrato contro Angela Napoli di Alessandro Caruso a pag » 5

Il governatore illustra a Vibo Valentia i contenuti del suo programma per raddrizzare la Sanità calabrese e ridurre il disavanzo

Scopelliti: una sanità migliore e a prezzi bassi

«L’obiettivo è di fornire servizi coinvolgendo anche realtà fuori dalla Calabria e disponibili ad aiutarci» IL COMMENTO

Perché ho deciso di arrendermi

«Abbiamo la volontà di ridurre drasticamente la migrazione sanitaria per una quota del 10 per cento nei prossimi tre anni. Questo varrebbe un risparmio di 23 milioni di euro all’anno» di Alessio De Grano a pag » 4

ME NE VADO

L’INTERVENTO

Razionalità vs. Creatività: la sfida all’incertezza al via

di Grazioso Manno

di Rocco Reina

Presidente dell’Urbi

Docente di Organizzazione aziendale Catanzaro

Sulla Diga del Melito ho deciso di arrendermi! Mi sono convinto che è una battaglia persa, me ne sono convinto col passare degli anni. Me ne sono convinto perché, aldilà dei tanti attestati di solidarietà di cui sono grato, chi di dovere non prende posizione, i tempi si allungano sempre di più e dunque una cricca occulta (che magari fra alcuni anni verrà fuori con nomi e cognomi) continua ad averla vinta. Ho deciso di arrendermi, non avendo più forze per combattere quella che ritengo una vera ingiustizia, una truffa attuata con metodi scientifici. Ho deciso di arrendermi, perché ritengo che una battaglia del genere avrebbe dovuto far prendere posizioni forti... segue a pag » 2

Studi di settore: sanatoria a costo zero dei codici

Il sindaco di Catanzaro si dimette CATANZARO - Colpo di scena in consiglio comunale: sconfitto al voto, il sindaco Rosario Olivo si dimette dichiarando che la situazione politica è ormai diversa da quella che emerse dal responso delle urne. L’opposizione annusa la grande opportunità, il Pd procedeconcautela.

Relativamente agli studi di settore, il modello deve essere utilizzato dai soggetti che esercitano, in maniera prevalente, una delle attività per le quali sono approvati i relativi studi di settore. Per "attività prevalente" si intende l’attività dalla quale è derivato, nel corso del periodo d’imposta, il maggiore ammontare dei ricavi, nel caso di più attività esercitate in forma di impresa, e dei compensi, in caso di più attività esercitate professionalmente.

segue a pag » 2

di Gaia Mutone a pag » 18

COSENZA Chiusura ospedale di Rogliano: «No ai tagli indiscriminati» dice il consigliere Gallo a pag » 30

CATANZARO Furti e danneggiamenti: È allarme criminalità. Preoccupa la zona sud a pag » 28

VIBO VALENTIA Incendiato il casolare portato all’onore delle cronache nazionali dalle "Iene" a pag » 35

È sotto gli occhi di tutti le tensioni e gli sforzi che la maggiore azienda di autoveicoli nazionale sta sostenendo in questi giorni - anche attraverso la gestione di complessi tavoli negoziali - per ritrovare energie e risorse da utilizzare per superare il momento di crisi economica in atto. La descrizione anche con dovizia di particolari, relativa ai tentativi proposti dall’azienda per recuperare efficienza nei processi produttivi, finisce - per chi come me si occupa per mestiere dello studio e della comprensione dei fenomeni organizzativi connessi alle realtà aziendali, pubbliche e private - per far riemergere vecchie teorie e tempi passati. L’analisi particolareggiata dei tempi utilizzati nelle fasi di produzione dell’auto e nei tre turni di produzione, richiama infatti le analisi scientifiche di tayloristica memoria e le applicazioni su larga scala del fordismo. Lo studio specifico dell’ambiente di lavoro e delle postazioni stesse attraverso le quali gli operai svolgono i compiti assegnati - leggasi ergonomia - richiama le logiche di importazione orientale. Come conseguenza, la riduzione delle pause di lavoro di soli 10 minuti e gli interventi sui processi, sulla scorta delle analisi organizzative prodotte dall’azienda determinerebbe una produttività maggiore di qualche migliaio di auto in più all’anno. È questa la sintesi del ragionamento aziendale, per cui appare necessario giungere all’accordo sindacale ed evitare rallentamenti decisionali. segue a pag » 2


2

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Grazioso Manno Perché ho deciso di arrendermi

da parte dell’ex Giunta regionale di centrosinistra e degli attuali vertici istituzionali di centrodestra: così non è stato e così non è. Ho deciso di arrendermi, perché oggi prendo atto che i vari Ministri succedutisi nel tempo (Lunardi-Di Pietro-Matteoli) al di là delle parole, non hanno fatto nulla, e sottolineo nulla, per la soluzione del problema. Ho deciso di arrendermi, perché leggendo le prime pagine dei giornali negli ultimi mesi ho visto, coinvolti in numerosi scandali, nomi altisonanti di funzionari pubblici, alcuni dei quali hanno ruotato intorno alla vicenda Diga

L’INTERVENTO di Rocco Reina Razionalità vs. Creatività: la sfida all’incertezza al via

Melito. Ho deciso di arrendermi, perchè nonostante da tempo abbia dichiarato alla Giustizia come l’Astaldi abbia posto in essere una vera e propria truffa, la stessa Astaldi pretende di incamerare molti milioni di euro in forza di un lodo arbitrale che io oso, anche qui, definire ingiusto e, senza giri di parole, truffaldino. Ho deciso di arrendermi, di fronte ad una forza d’urto potente come Astaldi che ha messo in campo avvocati professori del calibro di Romano Vaccarella e Marco Annoni. Ho deciso di arrendermi, ripensando a Claudio Rinaldi, inviato nel 2007 dal Ministro Di Pietro per risolvere (si fa per dire) la questione Melito. Ho deciso di arrendermi, perché perfino Gianni Letta (in cui riponevo ingenuamente grande fiducia) non ha risposto alle accorate sollecitazioni. Ho deciso di arrendermi, perché comincio a pensare che forse non vi sia, purtroppo, vera giustizia né vera volontà politica di realizzare le cose.

COSE DELL’ALTRO MONDO

di Carlo Bassi

Sarà matura? Se lo chiedono in mezzo milione Come dormirà la notte prima degli esami? Come mezzo milione di altri diciottenne italiani che da oggi sono alle prese con gli esami di maturità, che qualche sessantenne ancora sogna, svegliandosi tutto sudato e tremando. Auguri a tutti i cinquecentomila (anche se forse un terzo si ritroveranno non ammessi) . A cominciare naturalmente da Maria Perrusi, Miss Italia in carica, che dovrà sfilare con passo da modella per raggiungere uno dei banchi dell’istituto Tecnico commerciale «Pizzini» di Paola (Cosenza).Non sappiamo gli altri, ma lei giura di essere pronta. Per dimostrare che le passerelle (ha sfilato per Gattinoni), le ospitate tv ( Porta Porta d’obbligo) i set fotografici e le conduzioni video (ha debuttato lo scorso 17 maggio come conduttrice di My fair Miss, in onda sul sito di Miss Italia) impegnano ma non distraggono si è preparata da privatista. Scelta obbligata per non rischiare di non essere ammessa agli esami a causa delle assenze che ha fatto a scuola per il lavoro, che l’ha tenuta lontana dalla Calabria tutti questi mesi. «Ho studiato in treno e in aereo,», racconta Maria. «Non e stato sempre facile, ma voglio esserci perché l’ho promesso alla mia famiglia otto mesi fa, quando sono diventata Miss Italia. La maturita prima di tutto: eccomi pronta».

Rallentamenti decisionali che impatterebbero inevitabilmente sugli investimenti aziendali in sviluppo. Quanto riportato però finisce per approfondire quel concetto di razionalità cui alludeva il titolo dell’articolo. Ma se la razionalità finisce per migliorare i processi e consentire aumenti di produttività aziendale, la stessa finisce per essere la principale avversaria della creatività, sintesi di innovazione, rottura degli schemi, ricerca di emozioni, generazione di conoscenza ed alla fine creazione. Le regole allora cambiano e se lo stimolo è vs. la creatività - elemento ampiamente riconosciuto quale fattore generalmente distintivo dell’industria nazionale - allora evidentemente comincia ad essere complesso il modo attraverso il quale ricercare equilibri tra le due opposte esigenze ed approcci. Ora tale situazione finirebbe per ridurre la contrapposizione su posizioni ideologiche, che poco potrebbero servire ad uno sviluppo concreto delle conoscenze in chiave economica. Viceversa, si vorrebbe volgere l’attenzione del lettore rispetto un ulteriore elemento finora sfociato nelle precedenti considerazioni: quello del contesto di riferimento. Credo che sia evidente, a questo punto, come il contesto nel quale viviamo sia molto poco certo nelle sue rappresentazioni, come la complessità di alcune dinamiche sociali, economiche, anche ambientali, dia poca sicurezza sia alle previsioni che alle rappresentazione, che con sforzi di esemplificazione vengono pur fatte. Appare pertanto lapalissiano come nel confronto con l’incertezza, ricorrere unicamente e strettamente alla razionalità, risulti uno strumento spuntato ed inadatto. Applicare la razionalità significa conoscere prima cosa e come fare, l’incertezza mi proietta in dimensioni che conosco poco...quanto sarà possibile utilizzarla? E quanto tale "riuso" mi porterà ad allontanarmi ulteriormente dalla strada più adeguata? Forse dovremmo essere più disponibili a cedere qualcosa, a dimenticare parte delle "cose apprese", che diventano vere gabbie dalle quali diventa sempre più arduo fare uscire la crea-

tività e l’"improvvisazione generatrice". Ecco forse anche rispetto temi caldi, sarebbe utile sviluppare un approccio più "critical" e verificare nello spazio e nel tempo, con un allargamento contestuale di prospettiva, nuove modalità competitive da suggerire e da implementare nelle nostre realtà organizzative. La sfida all’incertezza sta proprio in noi, occorre solo volerla affrontare.

Le regole allora cambiano e se lo stimolo è vs. la creatività allora evidentemente comincia ad essere complesso il modo in cui ricercare equilibri tra le opposte esigenze

www.ildomani.it

::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.3098239

calabria@ildomani.it

Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it

appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

PRIMO PIANO

A Vibo il presidente ha illustrato la situazione della sanità e le strategie per migliorarla

Scopelliti: «Sanità migliore e a prezzi più bassi per i calabresi» di Alessio De Grano VIBO VALENTIA - «È stata una riunione utile e proficua che ha fatto emergere dati importanti. Soprattutto mi sembra di capire che esiste una linea comune che riguarda tutta la coalizione di governo, è questo risulterà decisivo nel cammino futuro, perché bisognerà prendere delle decisioni difficili ma coraggiose». Così il presidente della Giunta regionale e coordinatore regionale del Pdl, Giuseppe Scopelliti, a margine della riunione tenutasi ieri al 501 di Vibo Valentia dove ha illustrato ai parlamentari, ai «Il nostro obiettivo consiglieri regionali ed ai dirigenti della coaliè di fornire servizi gruppi zione di Governo la situazione della sanità calabmigliori a prezzi rese in relazione agli adempiù bassi pimenti previsti dal piano di rientro nonché, alcune coinvolgendo riflessioni sulle necessità di anche realtà che migliorare i servizi della rete di assistenza. sono fuori dalla Si è partiti dalla genesi della situazione debitoria e Calabria e che dalle incertezze dei conti, alle manovre dilatorie possono disponibili te in essere dalla precedenad aiutarci in te Giunta per non aderire condizioni necessarie questo percorso» alle di ottimizzazione imposte dal Governo centrale. Il Presidente ha poi svolto un excursus dettagliato dei centri di spesa e delle criticità, pur in presenza di un quadro complessivo confuso e determinato da incertezze dovute principalmente alla inaffidabilità dei dati forniti. Scopelliti ha preannunciato una serie di attività istituzionali di partenariato prestigioso con grandi centri nazionali che saranno in grado di drenare, progressivamente, almeno del 10% i

costi dell’emigrazione sanitaria. «Il nostro obiettivo - ha detto Scopelliti - è quello di fornire servizi migliori a prezzi più bassi coinvolgendo anche realtà che sono fuori dalla Calabria e che sono di- «Abbiamo la sponibili ad aiutarci in questo percorvolontà di ridurre so». Oncologia, ortopedia e cardiologia in- drasticamente terventistica sono le tre branche principali che causano esodo e le presta- la migrazione zioni più richieste nei trasferimenti di pazienti in altre Regioni sono, in ordi- sanitaria per una ne di successione, la chemioterapia, gli quota del 10% nei interventi per le artrosi al ginocchio e quelli inerenti le angine e idisturbi car- prossimi tre anni. diovascolari. Scopelliti intervistato dal Questo varrebbe domani ha dichiarato che «intraprenderemo una strada fatta non solo di un risparmio di 23 recupero di risorse finanziarie ma anche di capacità di fornire prestazioni milioni di euro adeguate sul piano sanitario, di dare all’anno» quindi una risposta ai bisogna del territorio. C’è grandissima condivisione, e questo è importante perché bisognerà assumersi delle responsabilità, ma questa strada

noncispaventa.Dobbiamo fornire ai calabresi una sanità differente. Penso che nessuno sia contento di avere un ospedale sottocasa, ma che questo sia efficiente, che fornisca prestazioni adeguate e che sappia trovale risposte e soluzioni ai problemi sanitari. Uno dei nostri obiettivi è ridurre drasticamente la migrazione sanitaria per una quota del 10% nei prossimi tre anni, questo significherebbe un risparmio di 23 milioni di euro all’anno», ha continuato fornendo poi anche i numeri del deficit attuale: «Abbiamo un deficit che ammonta a circa 150 milioni l’anno, dobbiamo intervenire anche su questo e in parte l’abbiamo già fatto tentando di razionalizzare la spesa farmaceutico. Ma il problema della Calabria non è come tagliare o dove tagliare per non essere la cenerentola del paese, ma offrire un servizio di qualità ai calabresi e su questo lavoreremo perché la gente deve comprendere che la classe dirigente punta a fornire un servizio di qualità per tutti e non per pochi. Il percorso verrà eseguito sin dalle prossime settimane, iniziando dal piano di rientro, che secondo noi non è del tutto applicabile, ma anche dalla rete ospedaliere territoriale, dalla sanità privata, un altro comparto delicato dove si sono consolidate situazioni non più accettabili». La riunione di ieri ha evidenziato come ci siano 11 dei 20 ospedali oggetto di approfondimento per la riconversione hanno seri problemi di sicurezza. Il Presidente ha messo in evidenza come la Giunta abbia già recuperato, attraverso la farmaceutica e i tagli alla Fondazione Tommaso Campanella, il 30% circa del disavanzo annuale. Altre risorse considerevoli saranno recuperate dalla riconversione e dai tagli delle strutture, oltre che dalle dismissioni immobiliari. La media del costo del personale è del 72% in Regione, con medie di costo per posto letto che oscillano e arrivano addirittura, in alcuni casi, al 400% in più della spesa nazionale. Scopelliti ha parlato di assistenza domiciliare e palliativa, eccellenza nelle prestazioni , riduzione copiosa delle liste di attesa. «Dobbiamo garantire l’ impegno già assunto, cioè quello consentire a tutti il diritto di curarsi nella propria regione e di avere un’assistenza qualitativa adeguata, principio che sarà la bussola che orienterà ogni nostra azione».

Gentile e Santelli, bene Scopelliti sul piano di rientro Bianchi: «Informatizzare per razionalizzare la spesa» VIBO VALENTIA - Il vice Calabria ci sono e vanno salvacoordinatore regionale vica- guardate». rio del Pdl, Antonio Gentile, «Il piano di rientro esposto da nel corso della riunione del Scopelliti - ha detto Jole Santelli, Pdl sulla sanità ha dichiarato vice presidente del Pdl alla che «la strada intrapresa da Camera - è necessario dal punto Scopelliti è quella giusta e do- di vista economico e doveroso vrà restituire fiducia e sere- per ottenere una sanità efficiente. nità ai cittadini, espellendo gli Il percorso non sarà semplice, affarismi e la crima può essere reso minalità e i suoi meno gravoso se interessi. Stiamo tutta la maggiorancompletando la za politica farà diagnosi e subito quadrato attorno al dopo ci vorrà presidente della unaterapiaforte, Regioneimpegnanadeguata alla se- Antonio Gentile dosi ad interloquire rietà di una patocon il territorio, e se logiachevaestirla stessa opposipata guardando solo ai bisog- zione saprà rinunciare ad un opni della popolazione e alle esi- posizione preconcetta ed al congenze di valorizzazione delle trario a cooperare con senso di professionalità eccelse che in responsabilità».

Dorina Bianchi, senatore Udc, crede invece sia «giusto puntare a razionalizzare la spesa e prendere delle decisione rigorose e importanti, queste però vanno prese con trasparenza. Sono convinta,adesempio,chebisognerebbe puntare più sull’informatizzazionedelsistemasanitario che razionalizzerebbe in maniera cospicua la spesa sulla sanità, magari utilizzando anche i fondi Fas, adoperati in maniera adeguata, e non per ripianare il debito, aiuterebbero la sanità a livello strutturale. Detto questo, non so quanto sia proficuo portare i medici del San Raffaele a operare in Calabria, potrebbe sfiduciare i cittadini che sentirebbero un distacco anche con i medici calabresi, che hanno ottime qualità».

Dorina Bianchi


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

Dopo la formazione di Generazione Italia arrivano le prime voci di dissenso

Pdl, i dirigenti calabresi fanno quadrato contro Angela Napoli di Alessandro Caruso ROMA - Hanno storto il naso in molti dopo avere letto le dichiarazioni di Angela Napoli, pronunciate domenica scorsa da Lamezia Terme, relative al programma di Generazione Italia, la corrente interna al Popolo della libertà che fa riferimento direttamente al presidente della Camera e cofondatore del Pdl Gianfranco Fini. Giuseppe Caputo, da un lato, e Michele Traversa, dall’altro, hanno entrambi espresso un certo disappunto nei confronti di questa manovra politica, ma si sono detti tranquilli sugli eventuali contraccolpi in termini di consenso. La svolta annunciata in maniera drastica da Fini il 22 aprile scorso, nel corso della tanto discussa direzione nazionale del partito, ha avuto in breve tempo le sue conseguenze sul territorio. E In Calabria Angela Napoli, deputato della commisCaputo: sione Antimafia, ha fatto da cata«Non era lizzatore di tutti gli aderenti alla finiana. necessario. linea «Non era necessario - ha detto La creazione Caputo, consigliere regionale ed ex presidente di Alleanza di queste nazionale a Cosenza -. La di queste componenti componenti creazione non mi interessa, mi sento parte del Pdl e basta. Non è certamente non mi utile dividere il partito con delle interessa, mi posizioni critiche nei confronti della linea generale. Tuttavia, se sento parte questa mossa si rivelerà solo una opportunità di confronto interno, del Pdl non mi preoccupa affatto per gli e basta» effetti politici che può avere». La Napoli ha spiegato, tra l’altro, che nella sua componente non ci saranno "capi né capetti", riferendosi di fatto ai colonnelli e caporali della vecchia An, poi confluiti, anche se con alcune virate in termini di amicizie, nel Pdl. Traversa, dal canto suo, ha visto come una divisione questa mossa. Parlandonelo descrivecome un altro partito, di fatto, «a cui noi non siamo interessati ad aderire». L’auspicio, tuttavia, resta quello che non si allontanino troppo dalle posizioni del Pdl: «Noi non siamo d’accordo, ma ne prendiamo atto. Ognuno può pensarlacome meglio

Michele Traversa

Puccio critica il Pd descrivendolo come un partito da rifare LAMEZIA TERME - Il dirigente regionale del Partito democratico Giovanni Puccio ha espresso grande insoddisfazione per la linea assunta dal suo partito in questa fase. Un partito che, alla luce degli ultimi avvenimenti, sembra ormai sempre più allo sbando. «Non riusciamo a cogliere sempre con tempestività i segnali positivi che vengono dall’Assemblea nazionale del Partito e dalla manifestazione che si è tenuta sabato 19 giugno a Roma contro una finanziaria iniqua, ingiusta, fatta solo di tagli agli enti locali, alla scuola, ai servizi essenziali, e che penalizza, ancora una volta, pesantemente la Calabria». Lo ha detto Puccio in una nota diffusa ieri. «L’Assemblea nazionale è riuscita a mandare un messaggio forte a tutto il corpo del partito, che è quello che l’unità dei gruppi dirigenti» ha detto. Quando si ragiona del destino dei singoli allora la discussione diventa altro. Si registrano difficoltà, frammentarietà, conflittualità, guerre intestine che nulla hanno a che fare con i valori fondativi del Pd. «La discussione politica, nella quale è impantanato il Partito Democratico calabrese, secondo me, si può superare solo se riusciamo ad evitare una discussione tra sordi e si abbandona definitivamente un tatticismo esasperato che già gravi danni ha portato al nostro partito, sia all’ultima consultazione regionale».

crede. Fini su alcuni temi - ha detto - nutre opinioni diverse e, come Traversa: «Noi non siamo lui, molti suoi seguaci, ma questo non creerà squilibri. Anche a livel- d’accordo, ma ne lo provinciale». prendiamo atto. Ognuno Angela Napoli, però, nella sua conferenza stampa di due giorni può pensarla come fa, ha voluto sollineare proprio questoaspetto:GenerazioneItalia meglio crede, ma questo non vuole vivere la sua identità co- non creerà squilibri» me quella di un partito nuovo. Vogliono solo rappresentare un’alternativa ideologica su alcune questioni, le stesse su cui Fini ha manifestato una divergenza di vedute con la linea berlusconiana. Nulla di preoccupante, quindi, almeno così sembra dagli esordi e dai propositi. Traversa lo ha fatto capire velatamente con il E’ venutoa mancareall’affettodei suo: «Vedremo cosa succederà» che questo passuoi cari il Signor so potrebbe essere stato troppo lungo, ma solo il TOMMASO SCERBO tempo potrà rivelarlo. La Napoli, intanto, ha coI funerali saranno celebrati mardificato il programma della corrente di cui è tedì 22 giugno alle ore 16,00 nel coordinatore regionale in Calabria: rivambio Duomo di Catanzaro. generazionale e confronto son le parole d’ordine. Ma anche la integrità etica e morale dei comIn occasione del 1° Anniversario ponenti: per far parte di della morte del Signor GenerazioneItalia,infatti,nonsarà LUIGI TAVANO richiesta un’appartenenza sarà celebrata una messa in sufideologica al centrodestra né una fragio martedì 22 giugno alle ore tessera di partito, ma solo la pulizia 17,30 nella Chiesa di Madonna della fedina penale. La Napoli, dei Cieli a Catanzaro. quindi, si appropria, a tutti gli effetti, di una battaglia che ha sempre In occasione del 1° Anniversario considerato prioritaria. della morte del Signor ARMANDO COLACINO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 22 giugno alle ore 18,00 nella Chiesa di Santa Croce a Pontepiccolo, in Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora ANNA CANINO sarà celebrata una messa in suffragio della sua anima benedetta martedì 22 giugno alle ore 18,00 nella Chiesa di Pontegrande, in Catanzaro.

In occasione del Trigesimo della morte del Preside Dottor ANTONIO SQUILLACE sarà celebrata una messa in suffragio martedì 22 giugno alle ore 18,00 nella Chiesa del Monte dei Morti a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora EUGENIA STAIBANO sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 23 giugno alle ore 16,30 nella Chiesa di S. Pio X a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor ELIO COLOSIMO sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 23 giugno alle ore 18,00 nella Chiesa del SS. Salvatore a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte del dott. DOMENICO CHIRIACO sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 23 giugno alle ore 19,00 nella Chiesa di S. Giovanni Battista a Catanzaro.

Accettazione telefono

0961 996.802 ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00 La famosa Direzione nazionale del 22 aprile scorso. L'intervento di Fini con, sullo sfondo, i contrariati La Russa, Verdini e Berlusconi

In occ della m

sarà ce fragio 18.30 n Pompe


6

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

PRIMO PIANO

Maggioranza spaccata, il centrosinistra va sotto e il Pdl pensa già a Traversa sindaco

Dimissioni di Olivo, Catanzaro annusa il cambiamento, ma dal Pd tutti calmi di Alessandro Caruso CATANZARO - Le dimissioni del sindaco di Catanzaro Rosario Olivo hanno agitato le acque della politica comunale. Ieri tra i corridoi del Municipio di respirava aria di grande tensione, dopo l’annuncio di Olivo, scaturito da una constatazione che è stata resa possibile da un passo falso della sua maggioranza in Consiglio comunale. Il centrosinistra, infatti, ieri si è fatto superare dall’opposto schieramento nella votazione relativa alla nomina del componente del collegio dei dei Domenico Tallini: revisori conti del Comune,in «La città di sostituCatanzaro ha zione dell’avvobisogno di cato Salvatore Muleo, un’energica dimissterzata. La sionario. Il motiv nostra coalizione leit del pomeriggio è pronta con è stato il i suoi grande riuomini migliori e spetto nei confronti con Traversa» della decisione del sindaco. Una decisione che è stata vissuta, anche dagli avversari come una manifestazionedidignitàpolitica. Lo ha voluto ribadire Wanda Ferro, presidente della provincia catanzarese: «Si è trattato di una presa d’atto da parte di una maggioranza che da tempo era cambiata. È stato quindi un gesto molto responsabile». E sugli scenari politici non si è sbilanciata: «Per noi non cambia nulla», ma ammette che per l’evenienza «il nostro candidato ce l’abbiamo già», facendo riferimento all’onorevole Michele Traversa. Dall’altra parte, invece, si getta acqua sul fuoco. Dal Pd arrivano segnali sdrammatizzanti. Alcide Lodari, capogruppo in Consiglio del partito

Wanda Ferro

In piedi, il sindaco Rosario Olivo

ha ammesso: «Si è trattato di una leggerezza nel corso della votazione, non ci siamo capiti. Ma siamo scivolatisu una pratica, non su una votazione politica». Del resto, spiega Lodari, se così fosse stato, avremmo votato contro quando ci siamo dovuti esprimere sul bilancio, una ventina di giorni fa». E allora resta un quesito. Ma perché Olivo ha deciso di dimettersi, dando così un significato "politico" a un incidente di percorso che natura "politica" non ha? Lodari fa capire che è stata una decisione assolutamente arbitraria: «Si è disturbato, evidentemente, per la superficialità con cui è stata affrontata la votazione». Per questo lancia un appello di distensione: «Siamo convinti che il sindaco tornerà sui suoi passi, la maggioranza non si è sciolta, esiste ancora, è solo inciampata, ma Olivo può tornare a governare la città di Catanzaro tranquillamente. Solo se constatasse che tale maggioranza non sussiste più, allora gli daremmo ragione». L’ipotesi di un passo indietro da parte di Olivo fa scongiurare al Pd il rischio di un commissariamento fino alle prossime elezioni, che sarebbe, dicono «un dramma per Catanzaro». ma dal centrodestra c’è chi gongola. Come Domenico Tallini, consigliere comunale del Pdl: «Il centrosinistra si è dimostrato incapace di reggere la sfida del governo della città capoluogo di Regione. Crollato il sistema di potere regionale - ha detto - la cosiddetta maggioranza consiliare si è sbriciolata, anche per l’evi-

dente e irreversibile crisi del Partito democratico». Il Popolo delle Libertà, rendendo l’onore delle armi al sindaco Olivo per il suo scatto d’orgoglio, ri-

badisce con Tallini «che la città di Catanzaro ha bisogno di un’energicasterzata.Lanostracoalizione è pronta con i suoi uomini migliori e più rappresentativi, a cominciare dall’on. Traversa». Gli fa eco Pietropaolo Filippo, del coordinamento cittadino del Pdl: «Se il sindaco Olivo si è dimesso ha detto - è evidente che egli stesso ritiene impossibile proseguire nel suo mandato perseguendo la politica del “tirare a campare”. I fatti di queste ore confermano la giustezzadelle posizionidel PdL e l’ormai inderogabile necessità di una svolta nella politica cittadina». Adesso il sindaco Rosario Olivo

avrà 20 giorni di tempo per decidere cosa fare. Se confermare le dimissioni o altro. Il Pdl lo sa bene è non anticipa i tempi. E anche Pietropaolo Filippo riconosce: «A prescindere dagli sviluppi della crisi aperta dalle dimissioni dell’on. Olivo - ha concluso - noi siamo fin d’ora attrezzati ad aprire, anche grazie alla prestigiosa disponibilità dell’onorevole Michele Traversa, una nuova stagione di rinascita per il capoluogo di Regione». Ma a tranquillizzare gli animi intervengono le voci di corridoio, che parlano già di un possibile riassestamento degli attuali equilibri.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO

L’intersecazione degli appuntamenti istituzionali della settimana, a livello locale e nazionale, fa capire che nei prossimi giorni si avrà un’idea più precisa sul futuro della sanità calabrese

Regioni, questa settimana è decisiva per sapere come sciogliere i loro nodi Giuseppe Scopelliti

di Andrea Morrone ROMA - La partita della sanità resta aperta ancora per questa settimana. La definizione delle misure che la regione Calabria prenderà non può prescindere dalla discussione della manovra correttiva studiata dal Governo. Da quello che è emerso dalla Conferenza delle Regioni, infatti, sembra che nella progettazione dei piani sanitari potrebbe essere determinante l’eventuale modifi-

ca del Patto della Salute 2010 2012, l’accordo finanziario e programmatico siglato il 3 dicembre 2009 tra il Governo e le Regioni, di valenza triennale, in merito alla spesa e alla programmazione del Servizio sanitario nazionale, finalizzato a migliorare la qualità dei servizi, a promuovere l’appropriazione delle prestazioni e a garantire l’unitarietà del sistema. La manovra ha ritoccato anche l’entità dei trasferimenti in favore degli enti locali rispondenti alle voci di spesa sulla sanità, quindi

finché non si avrà un’idea più precisa del budget a disposizione delle regioni per la loro sanità, potrebbe essere difficile dare delle lineeguidadefinitive.El’occasione perconoscerel’atteggiamentodel Governopotrebbeesseregiàoggi, nel corso della Conferenza Unificata, che si svolgerà a Roma. Un appuntamento convocato, formalmente, solo per discutere di tematiche ambientali, ma dove non si può escludere che si faranno opportuni riferimenti alle questioni sanitarie. La conferma

di ciò arriva dalla convocazione della Conferenza delle Regioni per giovedi prossimo, nel cui ordine del giorno è stato anche previsto un punto specifico. Finora si è solo svolto, giovedì scorso, un tavolo tra tecnici delle Regioni e del ministero dell’Economia che tuttavia non avrebbe portato a sostanziali passi avanti nello scontro che divide Governo e Regioni in questa fase. Per stamattina, mentre si riunirà la Giunta calabrese, è prevista anche, a molti chilometri di distanza, una seduta straordinaria del Consiglio regionale della Lombardia, regione che si è molto esposta nella fase interlocutoria col Governo, interamente dedicata alla manovra e ai tagli che essa prevede: l’assessore lombardo al Bilancio, Romano Colozzi, che è anche coordinatore degli assessori al Bilancio delle Regioni, che tratteggerà il quadro finanziario della Regione sulla base delle sforbiciate attualmente previste dalla finanziaria del Governo, ha detto che dall’assemblea lombarda si augura emerga «un richiamo unanime al Governo di rivedere alcuni aspetti di questa manovra seguendo la falsariga del documento che hanno elaborato le regioni a livello nazionale e che, essendo stato votato in maniera bipartisan, rappresenta una base di partenza utile per un confronto istituzionale e non venato da pre-

Le regioni sono molto unite in questa fase esembrano aver superato vincoli e ostacoli di carattere geografico. Da Scopelliti a Formigoni, infatti, il coro sembra unanime giudizi di appartenenza politica». Le regioni sono molto unite in questa fase esembrano aver superato vincoli e ostacoli di carattere geografico. Da Scopelliti a Formigoni, infatti, il coro sembra unanime allo stesso destinatario, il Governo: vogliamo più soldi.

Roberto Formigoni

Gratteri ribadisce il suo no al ddl sulle intercettazioni FIRENZE - Il ddl del ministro della Giustizia Angelino Alfano sulle intercettazioni continua a far discutere. Ieri, per manifestare la suacontrarietàalprovvedimento, è sceso in campo anche il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri. Il dilemma relativo all’incisività sulle indagini sui reati mafiosi, su cui i tecnici hanno imporntato il dibattito, non ha trovato in Gratteri un sostenitore della linea del Governo. È assolutamente negativo, infatti, il suo giudizio sul ddl. «L’unica cosa che andava fatta e modificata - ha argomentato il magistrato era quella sulla fuga di notizie. Il resto è un grosso danno alle investigazioni». Parlando a margine di un suo intervento al Consiglio straordina-

rio della Provincia di Firenze, Gratteri ha ricordato che oggi ci sono mezzi tecnici con i quali è possibile stabilire l’ora, il minuto e il secondo in cui un file audio passa da un pc ad una chiavetta usb o ad un cd». Secondo Gratteri, inoltre, le intercettazioni sono il metodo più economico e garantista per sapere dove va una persona. Per seguire una persona, infatti, ci sono due metodi «intercetti il suo telefono con un costo di 11 euro per 24 ore - ha concluso Gratteri - o faccio un pedinamento che costa 2-3 mila euro, senza dimenticare che l’intercettazione è anche il metodo più garantista perché è la voce degli indagati che forma la prova». Il ddl ora è all’esame della Camera.


8

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

PRIMO PIANO

di Ludovico Casaburi ROMA - Qualche giorno fa parlavamo degli stipendi dei politici italiani e calabresi in particolari. Oggi, grazie al quotidiano Il Giornale, possiamo approfondire un’altra questione sempre legata alla trasparenza economica di chi ci governa. È proprio il quotidiano milanese infatti che porta allo scoperto il dato più appariscente relativo agli stipendi dei dirigenti regionali calabresi, per non parlare della moltitudine di

183

È il compenso annuale in migliaia di euro di Andrea Guerzoni, a capo del settore "Tutela della salute"

Il Giornale svuota le tasche a dirigenti e consulenti calabresi consulenze di cui la Regione si avvale: nella pagina a fianco riportiamo una selezione delle oltre 170 stipulate solo negli ultimi 12 mesi. Ma tornando al dato di cui sopra come scrive anche il giornale diretto da Vittorio Feltri - «colpisce che il più pagato tra i dirigenti regionali sia proprio il capo del settore "Tutela della salute", grazie a una ricca indennità che fa salire il totale della retribuzione. Ma chissà, di sicuro ci saranno ottime ragioni».

«In generale i dati pubblicati dalla Regione Calabria in ottemperanza alla normativa sulla trasparenza - prosegue il quotidiano - sono piuttosto chiari e completi su dirigenti e consulenti. Silenzio invece sugli emolumenti dei politici. Che sarebbero, stando alle notizie di stampa, tra i più alti d’Italia». «Per quanto riguarda i dirigenti, la percentuale rispetto al totale dei dipendenti è di 39 ogni mille, un dato che non è tra i più alti d’Italia. E anche il numero dei dipendenti in rapporto alla

popolazione, pur più alto della media, non è stratosferico. Colpisce, invece, il numero delle consulenze». «Una pioggia di prebende - sottolinea il quotidiano il Giornale - alcune anche da poche migliaia di euro, destinate a personale dedicato a vari "sportelli", "sistemi informativi" didubbia comprensibilità per il profano ma probabilmente anche questi utilissimi. Così come i sei autisti assunti a contratto per portare a spasso gli assessori regionali».

STIPENDI CALABRESI Nella Calabria della sanità martoriata e mortificata, il dirigente regionale più pagato è proprio il capo della Sanità

Andrea Guerzoni


MartedĂŹ 22 Giugno 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO

Gli stipendi dei dirigenti

Gli stipendi dei consulenti


10

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

IMPRESE E LAVORO Si è svolta ieri una conferenza con i vertici dell’associazione nazionale

Federproprietà, inaugurata una sede regionale a Catanzaro di Rosaria Ionà CATANZARO - E’ stata l’inaugurazione di una sede regionale di Federproprietà l’occasione per un incontro tra i vertici dell’associazione nazionale e per un dibattito dal titolo "La proprietà edilizia per la ripresa economica, sociale e culturale in tempi di crisi". A sedere al tavolo dei relatori, durante la conferenza stampa tenutasi presso la sala Giunta della Camera di Commercio di Catanzaro: Massimo Anderson, presidente nazionale dell’associazione; Francesco Granato, vicepresidente nazionale vicario; Antonella Freno, presidente della commissione confederale del patrimonio artistico-sviluppo; Francesco Paviglioniti della Casaconsum. Ad aprire il dibattito, l’avvocato Granato che, dopo aver ringraA sedere al ziato il presidente nazionale Anderson per la sua presenza in tertavolo dei ra calabra, ha voluto sottolineare come «la proprietà edilizia raprelatori: presenti la croce e la delizia di ogMassimo An- ni giorno. La casa - ha detto - è la proprietà edilizia intorno a noi derson, cheviviamoelavoriamo,dunque, intorno all’edilizia». Molti i temi Francesco toccati, durante il suo intervento, Granato, dal vicepresidente vicario. Francesco Granato si è soffermaAntonella to sulle Aterp, sottolineando come, dopo la trasformazione degli Freno e Iacp (Istituti autonomi case Francesco popolari) in aziende territoriali per l’edilizia residenziale pubbliPaviglioniti ca, tardano a vedersi gli effetti che riguardano la riorganizzazione dell’edilizia residenziale pubblica. Ha parlato, ancora, di "Piano casa": «Vogliamo dirvi che la Giunta regionale ha approvato una proposta di legge che dà respiro allo sviluppo della casa». Tale legge, ora, passa al vaglio del Consiglio regionale. Essa è finalizzata al rilancio dell’economia mediante il sostegno all’attività edilizia e al miglioramento della qualità architettonica, energetica e ambientale del patrimonio edilizio esistente. La legge prevede, tra le varie tipologie di intervento, quelle relative all’ampliamento, alla demolizione e alla ricostruzione. Il condominio è stato un altro argomento al centro del dibattito. E così, si è appreso che le modifiche in itinere al codice civile dovrebbero garantire maggiore dinamicità nelle decisioni e nelle

La Federproprietà (Federazione nazionale della proprietà edilizia già Anpe) ha sede a Roma. La Federproprietà raggiunge una lusinghiera articolazione su tutto il territorio nazionale, ha un assetto organizzativo tale da consentirle l’assunzione di un significativo ruolo di rappresentatività permettendole la cura degli interessi di piccoli proprietari che hanno affidato al risparmio immobiliare il proprio futuro, e ha una dirigenza che ha creato una articolata ed importante rete di relazioni con tutte le organizzazioni rappresentanti la proprietà. La Federazione Nazionale della Proprietà Edilizia si propone i seguenti scopi: tutelare gli interessi della proprietà edilizia e curarne lo sviluppo in armonia con l’ambiente ed il territorio, rappresentandola, sul piano

Francesco Granato

azioni condominiali. Essendo previsto, infatti, un sistema di maggioranze diverso da quello finora adottato, servirà un minor numero di condomini per adottare deliberazioni sia a carattere ordinario che straordinario. Ci si è soffermati sull’energia elettrica, nello specifico sull’introduzione dei nuovi prezzi biorari: «Apparentemente - ha detto Granato - le nuove tariffe dovrebbero favorire il risparmio, ma è prevedibile un incongruo aumento dei costi stante il fatto che l’energia costerà di più nei giorni feriali tra le ore 8.00 e le ore 19.00, fasce nelle quali alcuni consumi risultano obbligati come, ad esempio, quello dell’aria condizionata. Sul patrimonio artistico ha concentrato la propria attenzione Antonella Freno, eletta presidente della commissione nazionale del patrimonio artistico di Federproprietà per il triennio 2010-2012, già assessore regionale ai Beni culturali e Grandi eventi della città di Reggio Calabria. «La commissione - ha tenuto a precisare la Freno - si pone l’obiettivo di valorizzare e promuovere i tesori della proprietà immobiliare artistica privata all’esigenza di un’economia che vede l’Italia caratterizzata dal più ampio patrimonio culturale a livello mondiale con oltre 3.400 musei, circa 2.100 aree e parchi archeologici e 43 siti Unesco». «A fronte - ha proseguito - della ricchezza del patrimonio culturale irtaliano, rispetto alle realtà estere, emergono enormi potenzialità di crescita e valorizzazione intrinsecamente connessi allo sviluppo di una reale economia turistica con ricadute positive nei settori dell’industria e delle infrastrutture di supporto».

Curare gli interessi di piccoli proprietari, un obiettivo

Granato: «La Giunta regionale ha approvato una proposta di legge che dà respiro allo sviluppo delle case. Ora passa al Consiglio»

nazionale ed internazionale, nei confronti delle istituzioni e delle forze politiche, sociali ed. economiche nonché dei gestori dei pubbliciservizi,delleassociazionidell’inquilinato e degli amministratori di condominio; promuovere l’afflusso del risparmio verso l’investimento immobiliare ed edilizio favorendo in particolare l’accesso alla proprietà dell’abitazione in conformità con i principi costituzionali; curare, anche attraverso lo studio di soluzioni tecnico-economiche, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare, artistico e naturalistico; assicurare ai soci mezzi ed occasioni per il proprio arricchimento culturale e formativo, tutelare la loro qualità di consumatori, concorrere con gli enti pubblici e privati a promuovere la conoscenza, la tutela e la valorizzazione della proprietà edilizia e dell’ambiente; incentivare la partecipazione dei proprietari ed utenti di immobili alla realizzazione di condizioni favorevoli allo sviluppo equilibrato ed armonico del contesto in cui vivono ed alla valorizzazione degli spazi comuni e delle risorse ambientali.

r. i.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 11

IMPRESE E LAVORO La Camera di commercio di Catanzaro, tramite la sua azienda Promocatanzaro, avvia una nuova iniziativa

“La promozione di nuova imprenditorialità e il sostegno all’occupazione”, un progetto di Mario Besso CATANZARO - La Camera di Commercio di Catanzaro, per il tramite della sua Azienda Speciale Promocatanzaro, in collaborazione con il Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza, avvia il progetto "Strumenti per favorire l’accesso al credito delle micro e piccole imprese, la promozione di nuova imprenditorialità e il sostegno all’occupazione". Il progetto prevede di sviluppare un modello operativo sul territorio avente l’obiettivo di contribuire fattivamente a far crescere le iniziative per il L’idea premicrocredito con ricadute positive in termini di mivede di svilupgliori condizioni di accesso alcredito.Elementoquesto pare un modello considerato tra le misure operativo sul chiave per aiutare le micro e piccole imprese. Per territorio avente questa ragione la Camera di Commercio di Catanzal’obiettivo di ro ha previsto l’organizzacontribuire zione di due incontri formativi. Si procederà con fattivamente a un modello specialistico di formazione congiunta. Atfar crescere traverso di esso i responsale iniziative per bili delle Associazioni, dei Confidi,i consulentiesterni il microcredito e anche i risk manager delle banche avranno l’opportunità di approfondire la loro conoscenza sul funzionamento delle micro e piccole imprese e fornire il loro apporto per migliorare il loro grado di trasparenza. Gli argomenti trattati negli incontri di martedì 22 e mercoledì 23 giugno saranno i seguenti: come è venuto a modificarsi il rapporto con la banca dopo Basilea 2? Le aziende sono sufficientemente informate o procedono per sentito dire?

«Ancora una iniziativa della Camera di commercio provinciale nella sua nuova veste di promotrice diretta di sviluppo attraverso l’accrescimento del background culturale dei piccoli e medi imprenditori» Il progetto bancabile per facilitare l’accesso al credito; in cosa consiste un pronto intervento nelle micro imprese e quali gli strumenti da utilizzare? Ma quanto ci costa il denaI responsabili ro e come si può risparmiare? Quando le uscite anticipano le entrate delle associazioni, cosa si deve fare? La gestione dei flussi monetari per la so- dei Confidi, i pravvivenza (budget di cassa). Ma il buconsulenti esterni siness plan è poi così impegnativo? Una formula semplificata per rappree anche i risk sentare la validità della propria iniziativa. manager delle Per fare un buon prezzo bisogna abbattere i costi; per abbattere i costi bisogna banche avranno prima conoscerli. l’opportunità di Le nozioni di base per avviare un pratico controllo di gestione. approfondire la Ancora una iniziativa della Camera di Commercio provinciale nella sua nuova conoscenza sulle veste di promotrice diretta di sviluppo piccole imprese attraverso l’accrescimento del background culturale dei piccoli e medi imprenditori.

Appalti, nuovo regolamento CROTONE - «Il nuovo regolamento di attuazione del Codice dei Contratti, per la cui stesura anche il nostro Collegio, ha attivamente contribuito con i propri esperti in seno alla Commissione Opere Pubbliche,è un provvedimento importante che mira ad assicurare la qualità delle opere e la trasparenza dei meccanismi di valutazione e di responsabilità. Il regolamento, che di fatto unifica e sostituisce i Dpr 554/99 E 34/2000, rappresenta un importante passo in avanti nella semplificazione delle norme, della qualità delle opere, della responsabilità della pubblica amministrazione e delle imprese,principisuiqualil’Ance e tutte le organizzazioni datoriali del settore insistono da tempo», questo il commento

del presidente di Ance Crotone, Luigi D’Alessandro. «L’Ance, interagendo con lo staff ministeriale del Ministro Matteoli, ha studiato e proposto le soluzioni per migliorare l`attuale sistema in un’ottica di efficienza, di trasparenza e di tutela del mercato - aggiunge D’Alessandro il quale ritiene bene precisare che - Le nuove norme entreranno in vigore dopo 180 giorni dalla pubblicazione sulla G.U. Ci sarà tempo, quindi, per divulgare anche tramite apposite riunioni illustrative le novità contenute nel provvedimenti che sono volte a favorire le imprese sane con un occhio di riguardo a quelle medio piccole che soffrono di più in questo particolare periodo di crisi`». I principali contenuti del provvedimento riguardano: la conferma, al momento, della discipli-

na delle lavorazioni specialistiche (sulla quale l’aspro scontro tra Finco ed Aniem da una parte ed Ance dall’altra ha visto prevalere le tesi di quest’ultima); una maggiore attenzione alla programmazione e progettazione delle opere mediante una più analitica definizione di cosa si intende per progetto preliminare e definitivo; a richiesta di "Un’idonea professionalità" per i Rup; l’introduzione della verifica del progetto (sarà obbligatoria e dovrà svolgersi in parallelo e in contemporanea con la progettazione e non dopo la sua conclusione; i controlli sulle Soa ed il potere dell’Autorità`divigilanzadiannullare le attestazioni e comminare sanzioni alle imprese che non forniscano le informazioni richieste. (si rischia fino a 51 mila euro per i certificati falsi e

fino a 25 mila per le mancate risposte); l’introduzione di due nuove classificazioni, fino a 1,5 milioni e fino a 3 milioni di euro, per consentire alle pmi di poter partecipare a appalti di importi intermedi; il ridimensionamento dell’incidenza della cifra d’affari in lavori, a favore di elementi

Un'immagine di Crotone

maggiormente significativi dell’affidabilità dell’impresa, quali il patrimonio netto, l’indice di liquidità ed i requisiti riferiti al personale e alle attrezzature.

Massimo Gioia


12

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

IMPRESE E LAVORO Si è svolto, presso Confagricoltura, l’incontro promosso da Giovanni Dima

«Il progetto dell’Enel rischia di vanificare gli sforzi fatti» di Mattia Vero COSENZA - Si è svolto ieri mattina, nella sede di Confagricoltura Cosenza, l’incontro promosso dal deputato Giovanni Dima, presidente della consulta nazionale agricoltura del Pdl, con le organizzazioni agricole provincialiper affrontare le problematiche derivanti dalla riconversione della centrale di Rossano. «Camillo Nola, vice presidentedi Confagricoltura,Pietro Tarasi,presidente di Coldiretti eFrancesco Barbarossa, presidente di Cia, nel sostenere - spiega una nota - che il progetto presentato dall’Enel rischia di vanificare gli sforzi fatti in tutti questi anni dalle associazioni di settore e dagli imprenditori agricoli per costruire una rete produttiva di qualita’ e di avanguardia nella Sibaritide, hanno ribadito la contrarieta’ delle confederazioni di appartenenza nei con«La Sibaritide fronti di un’iniziativache penalizza fortemente il territorio, impeha il dendo di fatto la possibilita’ di puntare alla valorizzazione di un dovere di settore che, per numero di addetti avviare una e superficie interessata, rappresenta l’asse portante dell’econoriflessione mia locale. Alla luce dell’articolato ed approseria sulle fonditodibattitoche e’ emerso nel sue opporcorso dell’incontro, e’ apparso chiaro ai presenti che un progetto tunità definito policombustile, ma che nei fatti prevede l’utilizzo sostandi crescita ziale del carbone ed in misura e anche molto residuale di altre fonti rinmal si concilia con le di sviluppo» novabili, vocazioni di un territorio in cui da qualche anno, e dopo un processo che ha coinvolto le Istituzioni locali, la Regione e le associazioni di categoria, e’ presente il Distretto Agroalimentaredi Qualita’ che, nei fatti, sancisce le peculiarita’ di un comprensorio proiettato verso

Sono 150 mila i liberi professionisti che stanno per ricevere una comunicazione dall’Inps come primo atto di verifica della loro posizione contributiva. Si tratta dell’avvio operativo di una delle attività previste dal progetto "Poseidone 2", l’operazioneche, incrociando i dati presenti negli archivi dell’Inps e le dichiarazioni dei redditi presentate all’Agenzia delle entrate, con gli elenchi di Infocamere, consente la verifica delle posizioni previdenziali dei liberi professionisti e dei soci di società non iscritti ad alcuna gestione previdenziale. Con il programma "Poseidone 2", come anticipato nella circolare n. 23 del 16 febbraio scorso, l’Inps si propone di verificare nel 2010 le posizioni di almeno 120 mila professionisti e 450 mila soci di società. «L’attività di contra-

Giovanni Dima

il raggiungimento di obiettivi di sostenibilita’ ambientale e di produzioni di qualita’. La Sibaritide - secondo i rappresentanti delle tre confederazioni - ha complessivamente come territorio, e di conseguenza anche attraverso le sue rappresentanze istituzionali e sociali, il dovere di avviare una riflessione seria sulle sue opportunita’ di crescita e di sviluppo che non possono che passare da una netta presa di posizione contro una riconversione della Centrale che penalizza il settore primario». I presenti hanno poi sostenuto la necessita’ che occorra dare un chiaro segnaleanche nella programmazione degli interventi infrastrutturali che devono essere considerati strategici per agevolare produzione e commercializzazione". Il deputato Giovanni Dima, nel ringraziare i presenti per la disponibilita’ mostrata, ha ribadito l’attenzione della Consulta Agricoltura del Pdl nei confronti di un tema strategico per lo sviluppo e la contrarieta’ personale e del proprio partitoversoun’operazionecheappare sempre piu’ slegata da qualsiasi ipotesi di confronto con il territorio e quindi imposta dall’alto. Dima ha evidenziato come sia necessario avviare con i vertici dell’Enel un confronto diretto.

Inps,continua la lotta all’evasione contributiva

L’incontro è stato promosso dal deputato Dima

sto all’evasione contributiva è uno degli impegni che l’Inps si è assunto con maggiore determinazione - commenta il presidente dell’Istituto, Antonio Mastrapasqua - dopo aver recuperato quasi 5 miliardi di euro lo scorso anno, nel corso del 2010 contiamo di superare i 6 miliardi. Un obiettivo ambizioso ma perseguibile, anche grazie ai nuovi strumenti che ci mette a disposizione il decreto legge 78 del 31 maggio scorso». "Poseidone 2" è il proseguimento, per l’anno in corso, di "Poseidone 1", operazione sperimentale che ha portato nel 2009 oltre 20 mila nuovi iscritti all’Istituto (7 mila nella Gestione commercianti e 13 mila nella Gestione separata). I 150 mila professionisti - oggetto della prima fase di "Poseidone 2" - sono stati individuati fra coloro che non risultano iscritti alla Gestione separata e che hanno dichiarato un reddito compreso fra i 5 mila e i 20 mila euro nel 2006, coloro che hanno avuto un reddito superiore ai 5 mila euro nel 2004 e quelli che nel 2005 hanno dichiarato più di 5 mila euro. Ha avuto inizio anche l’attività di verifica che si rivolge ai soci di società, per i quali viene vagliata attentamente l’attività svolta, con l’accertamento del lavoro abitualmente compiuto e della prevalenza nello svolgimento dell’attività commerciale.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 13

IMPRESE E LAVORO Incontro a Lamezia sul tema: «Per una rinnovata politica di sviluppo del territorio»

Fai-Cisl calabrese, proposte per lo sviluppo dell’intera regione di Monica Benincasa CATANZARO - Nel corso della tavola rotonda "Per una rinnovata politica di sviluppo del territorio: lavoro, imprese, qualità della vita. Il ruolo delle istituzioni e delle forze sociali", tenuta nei giorni scorsi a Lamezia Terme, la Fai-Cisl calabrese ha portato all’attenzione della politica regionale e degli attori economici le sue proposte per lo sviluppo della regione. Alla relazione del segretario generale Giuseppe Gualtieri, sono seguiti importanti contributi del mondo produttivo agricolo (Coldiretti e Confagricoltura), dell’asAlla relazione sessore regionale all’Agricoltura e Forestazione Midel segretario chele Trematerra, del vice generale Giuseppe presidente dell’Unione regionale dei Consorzi di Gualtieri, sono BonificaVincenzoTorchia, presidente dell’Uncem seguiti importanti del calabrese Vincenzo Mazzei. La Cisl regionaleè stata contributi del presente con il segretario mondo produttivo generale Paolo Tramonti. Nella sua relazione Gualagricolo con tieri ha proposto un’analisi rappresentanti di delle debolezze del settore agricolo calabrese, ma anColdiretti e di che individuato idee per superarle a partire da una Confagricoltura innovativa capacità delle imprese di fare sistema valorizzando le strutture e le dinamiche imprenditoriali della filiera. «La debolezza delle aziende agricole - ha rilevato Gualtieri - causata dalla eccessiva frammentazione, va aiutata non più con i tradizionali e deresponsabilizzanti aiuti a pioggia, ma con interventi finalizzati a obiettivi riconosciuti strategici e verificabili, anche condizionati al rispetto delle leggi fiscali, previdenziali e dei contratti di

Un'immagine della Calabria

lavoro. Decenni di spesa pubblica a favore dell’agricoltura nel Sud - ha insistito Gualtieri non hanno migliorato la struttura delle aziende e non le hanno incentivate verso forme associative o moderne filiere, ca- Gualtieri: «La paci di opporsi alla speculazione dei cardebolezza delle telli commerciali» Una ferrea distinzione tra vere imprese orientate al mer- aziende agricole cato e percettori di sussidi, rilancio della missione primaria delle organizzazioni va aiutata con professionalialla concentrazionedell’ofinterventi finaferta, sostegno ad un progetto per una diffusa ed efficiente rete irrigua e idrauli- lizzati a obiettivi ca cui responsabilizzare i Consorzi di Bonifica, governati da forme di non finta riconosciuti stratedemocrazia e con parametri di produttigici e verificabili, vità non equivoci, una straordinaria capacità di spendere le ingenti risorse eu- anche condizionati ropee ad alto rischio di restituzione, la cantierizzazione di progetti di sviluppo al rispetto delle finanziati dai Fondi FAS dismettendo la leggi fiscali» consuetudine di uno sterile e pauperistico rivendicazionismo di titolarità sono stati alcuni degli argomenti trattati dai numerosi protagonisti del dibattito. Altri temi

proposti dalla relazione del segretario della Fai sono stati quelli della tutela del territorio, della valorizzazione delle risorse ambientali e della Montagna. «La Montagna - ha detto il segretario generale della Fai-Cisl Augusto Cianfoni nel suo intervento conclusivo - è metafora diretta del Mezzogiorno! Grande risorsa purtroppo inespressa per mancanza di programmazione e per l’interesse della politica a fare business del pronto soccorso nelle calamità naturali. Parlare di montagna, specie in Calabria, è parlare di forestazione. La Fai - ha precisato il segretario vuole una volta per tutte sfatare un equivoco antico alibi per tutti i salotti radical-chic e per politici ignoranti e talvolta disonesti: il lavoro forestale che noi difendiamo è quello necessario alla regimentazione delle acque,alle opere idraulico agrarie, alla manutenzione ordinaria del bosco, alle attività di prevenzione incendi e loro spegnimento, alla gestione in forma di impresa di tutte le risorse della filiera: bosco, acque, legname, turismo, agriturismo, energie rinnovabili, prodotti del sottobosco. Per fare tutto ciò la gestione solo pubblica non basta. Vogliamo che all’Afor sia riconsegnata la nobile missione delle origini, mortificata da una invadente politica che ne ha amputato ogni carattere di impresa. Una nuova Afor che agisca secondo una programmazione (questa sì!) regionale, ma responsabilizzata a pianificare le proprie attività e a realizzarle con piena e inequivocabile managerialità di responsabili, scelti non secondo il solito criterio delle fedeltà e delle appartenenze politiche, ma per titoli e capacità dimostrabili. Una Afor così - ha insistito Cianfoni - può e, secondo noi, deve accettare la positiva sfida di concorrere attivamente con Comunità montane, Consorzi di Bonifica e Consorzi o Associazioni tra Comuni».

Cisl, manifestazione regionale CATANZARO - "Crisi, riforme e Mezzogiorno: l’impegno della Cisl per lo sviluppo e il lavoro" è il tema della manifestazioneregionale,organizzata dalla Cisl Calabria, che si svolgerà giovedì 24 giugno, a partire dalle ore 9.30, presso la Casa delle Culture (Palazzo Amministrazione Provin-

ciale) di Catanzaro. Con questa iniziativa la Cisl intende rilanciare i temi dello sviluppo e della crescita economica e sociale della nostra Regione, nel più ampio contesto nazionale e internazionalefortemente segnato dalla crisi dei mercati finanziari che sta mettendo a dura prova i sistemi eco-

nomici dei Paesi europei. In questo senso la Cisl esprime un giudizio articolato rispetto alla recente manovra economica varata dal Governo in quanto non tocca, come in altri Paesi europei, diritti acquisiti pur giudicando particolarmente grave il blocco dei contratti del pubblico impiego e, con le sue specificità, della sicurezza. Per la Cisl va comunque salvaguardatala contrattazioneintegrativa decentrata su efficienza, produttività, economie di gestione delle pubbliche amministrazioni. Analoga preoccupazione viene espressa per i comparti della scuola, ricerca e università. Per quanto riguarda la riduzione dei trasferimenti statali operati nei confronti di Regioni ed enti locali, la Cisl esprime forte contrarietà rispetto ad og-

ni ipotesi di riduzione dei servizi essenziali e di aumenti di tributi e tariffe nei confronti dei cittadini; mentre ritiene fondamentale agire sul fronte dei costi della politica eliminando i tanti sprechi che tuttora si annidano nella macchina pubblica. Alla manifestazione, i cui lavori

saranno conclusi dal Segretario Confederale Luigi Sbarra, parteciperanno dirigenti, quadri, delegati e rsu provenienti da tutta la Calabria.

Marika Maiolo


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 15

DIRITTO & LAVORO

di Sofia Ricciardi

Licenziamento disciplinare: per la Cassazione si può modificare l’addebito in corso di giudizio La sezione lavoro della Cassazione, con la sentenza 14212/2010, nel respingere il ricorso di un cassiere di banca, licenziato a seguito di un provvedimento disciplinare e nei confronti del quale erano stati mossi due addebiti specifici, è intervenuta in materia. La Corte, in particolare, ha stabilito che è possibile modificare nel corso del giudizio la contestazione disciplinare che ha dato luogo al licenziamento, a condizione che i nuovi fatti addebitati al dipendente non configurino una fattispecie di illecito diversa e più grave di quella iniziale. Secondo i giudici della Cassazione, i principi di

specifica contestazione preventiva degli addebiti e di necessaria corrispondenza fra quelli contestati e quelli addotti a sostegno del licenziamento svolgono una funzione di salvaguardia del lavoratore. Tuttavia, non si possono escludere, in linea di principio, modificazioni dei fatti contestati concernenti circostanze non significative rispetto alla fattispecie. Infatti, quando le modifiche non configurano elementi integrativi di una diversa ipotesi di illecito, non risulta preclusa la difesa del lavoratore e, quindi, la modifica dell’addebito si deve considerare legittima.

Con il messaggio n° 16214 del 18 giugno 2010, l’Inps ha comunicato alle aziende e ai consulenti, che dalle ore 15,00 del 21 giugno alle ore 23,00 del 11 luglio 2010, sarà possibile trasmettere via internet, singolarmente e tramite i flussi Xml, le domande utili a richiedere lo sgravio contributivo per l’incentivazionedella contrattazionedi secondo livello, riferito agli importi corrisposti nell’anno 2009. Sono autorizzati all’utilizzo dell’applicazione i consulenti e le aziende abilitati alla trasmissione dei flussi Dm/Uniemens o dei Dmag. L’Inps ha precisato che: il beneficio segue una logica di "cassa" per cui potranno essere proposte domande con esclusivo riferimento ad importi - collegati alla contrattazione di secondo livello - corrisposti nel periodo 1 gennaio-31 dicembre 2009; nei casi in cui si debba fare riferimento a più contratti aventi incidenza sul medesimo anno 2009, vanno proposte separate domande riportanti le diverse indicazioni riferite ai dati contrattuali; laddove, nel corso del 2009, sia stato corrisposto un premio riferito ad un contratto scaduto entro il 2008, ai fini della richiesta di

Al via le domande per la contrattazione di II livello

sgravio, dovrà essere valorizzato il flag relativo all’ultrattivitàdel contratto; nelle ipotesi di operazioni societarie (es: fusione, incorporazione) - che comportano il passaggio di lavoratori ai sensi dell’art. 2112 c.c. - con estinzione del soggetto incorporato, le richiesta di sgravio dovranno essere inoltrate dal datore di lavoro subentrante; ai fini della

determinazione del tetto (2,25%) entro il quale richiedere il beneficio, occorrerà fare riferimento alle retribuzioni complessivamente percepite nell’anno dai lavoratori, ancorché in parte erogate dal precedente datore di lavoro. Per richieste di chiarimento: SgraviContrattazione.IILivello@inps.it

Italylaw 2010: una missione per mettere in contatto avvocati e partner di business locali Inail: cumulabile lo sconto edile dell’11,50% per il 2009

di Gaia Mutone Anche le law firm italiane guardano alla Cina per allargare le loro opportunità di business. Questo infatti è l’obiettivo della missione di Italylaw 2010 che, nella settimana che va dal 26 giugno al 3 luglio, vedrà una delegazione composta da 50 avvocati italiani esperti in diritto internazionale e commerciale cinese e rappresentanti del mondo accademico recarsi a Shangai Nella settimana per aprire un tache va dal 26 volo di confronto aspetti giurigiugno al 3 luglio, sugli dici in materia di una delegazione investimentiesteri nei due paesi, i cui composta da 50 rapporti di intersecondo avvocati italiani si scambio, i dati del ministerecherà a Shangai ro dello Sviluppo economico, hanper parlare degli no subito negli ulanni un noteaspetti giuridici e timi vole incremento. I investimenti esteri professionisti italiani, in rappresentanza di 17 tra i più importanti studi legali per i quali lavorano circa 3mila avvocati, si confronteranno con rettori, arbitri, professionisti e un gruppo di imprenditori cinesi selezionati tra le aziende al top.

Con la nota n. 4736 del 16 giugno 2010, l’Inail ha reso noto che per le aziende edili che eseguono interventi per migliorare le condizioni di sicurezza e igiene sul lavoro, lo sconto edile per gli operai a tempo pieno può essere cumulato con le altre agevolazionidell’Istituto assicurativo. Pertanto, lo sconto dell’11,50% previsto per il 2009 per le imprese edili ( i datori di lavoro che esercitano attività Il ragionamento alla base di quella che si preannuncia come una vera e propria missione di "marketing legale", è semplice: se i rapporti economici e finanziari tra Italia e Cina diventano sempre più stretti, e se, soprattutto, aumenta il numero degli imprenditori e operatori economici sul territorio e quindi la concorrenza,

I professionisti rappresentano 17 tra i più importanti studi legali per i quali lavorano circa 3mila avvocati

è fondamentale poter contare su professionalità preparate. Oltre agli incontri B2B, il 29 giugno si parlerà di come gestire le operazioni bilaterali, le questioni fiscali collegate alle acquisizioni di società o marchi italiani, le fusioni transfrontaliere di società di capitali e le risoluzioni arbitrali.

edile, anche in economia, sul territorio nazionale) può essere riconosciuto a tutte le aziende del settore che sono in regola con i versamenti e che hanno iscritto i propri operai alla cassa edile. La nota puntualizza inoltre che a due anni dall’inizio delle attività, si possono presentare le domande per la riduzione del tasso medio di tariffa per il calcolo dei premi assicurativi.


16

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

AMBIENTE & SICUREZZA

di Giulio Crocitti Enel e Rushydro, il più grande produttore di energia idroelettrica russo hanno firmato qualche giorno fa, nell’ambito del Forum economico di San Pietroburgo, una intesa per sviluppare la cooperazione nel settore energetico. Un fatto importante in quanto le due aziende analizzeranno opportunità commerciali e di investimento congiunte, in particolare in progetti nelRushydro è la più le fonti rinnovabili in Russia e nella grande società vendita di elettricità a clienti finali. di generazione Viene avviato anidroelettrica russa cheuno scambiodi best practices nel con 60 impianti campo della ricerche producono ca, dello sviluppo e energia da fonti dell’innovazione per dare vita a progetti scientifici corinnovabili muni nel settore elettrico. Un passo importante dunque anche perché Enel è presente da tempo in Russia. Oggi è un operatore verticalmente integrato dall’upstream alla vendita di energia elettrica. Nel settore

Enel, siglata intesa con la russa Rushydro

upstream, Enel partecipa al consorzio SeverEnergia insieme a Gazprom ed Eni. Inoltre, Enel possiede il 55,86% del capitale di "Enel OGK-5", che dispone di quattro centrali termoelettriche per circa 8.750 MW situate nelle aree a più alta crescita del Paese e di due impianti a ciclo combinato in costruzione per un totale di 820 MW. Nel settore della vendita, Enel possiede il 49,5% di RusEnergoSbyt, importante trader di elettricità in Russia. Infine, nell’aprile di quest’anno, è stato sottoscritto con Inter Rao

Ues un memorandum of understanding per la cooperazione in diversi settori, tra cui la valutazione di un progetto di sviluppo congiunto di una centrale nucleare a Kaliningrad. Rushydro è la più grande società di generazione idroelettrica russa, con 60 impianti che producono energia da fonti rinnovabili. La capacità installata di Rushydro è di 25.400 MW, inclusa la centrale Sayano-Shushenskaya, (6.400 MW), attualmente in corso di ristrutturazione.

Cresce l’nergia "fai da te", al 6,8% la produzione Italia con 31mila centrali mini-fotovoltaico L’Italia si affida ai piccoli e piccolissimi impianti per soddisfare la propria sete di energia. È la generazione distribuita, vale a dire il sistema di piccoli centri di produzione di elettricità delocalizzati sul territorio, che, stando agli ultimi dati dell’Autorità per l’energia, cresce sempre di più. Nel 2008 risultavano infatti installati quasi 35mila impianti, contro i 10.371 dell’anno precedente, con una potenza efficiente lorda corrispon-

dente di 6.627 MW, vale a dire circa il 6,5% del totale nazionale, e una produzione lorda di 21,6 TWh (6,8% dell’intera produzione nazionale di energia). Fortissimo è il contributo alla crescita del numero delle mini-centrali fotovoltaiche che sono infatti passate da poco più di 4mila del 2006 a oltre 31mila del 2008.

Rinnovabili e risparmio energetico: patto Anci–Acri per l’ambiente di Giuseppe Tetto Promuovere tra i Comuni per l’Anci e gli associati all’Acri, il risparmio energetico e l’utilizzo delle fonti rinnovabili anche attraverso delle iniziative congiunte. È questo il senso dell’importante patto in favore della tutela ambintale siglato giovedi scorso 17 giugno da Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri, l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria, e Sergio Chiamparino,presidentedell’Anci, l’Associazione «L’impegno delle due nazionalecomuniitaUn protocollo associazioni sarà di liani. questochepartedalla consapevolezza che diffondere presso i la sua buona riuscita propri associati le dipende dalla necessità di sviluppare teconoscenze e le matiche che stanno alla base della crescimodalità operative ta ambientalista di individualmente ogni sicolo individuo sviluppate e stimolare come la formazione, l’educazione ambienattività congiunte» tale e la valorizzae la tutela delle afferma Chiamparino zione biodiversità. «Il protocollo nasce da un’iniziativa pilota fatta in Lombardia nelle province di Novara e Verbania promossa da Fondazione Cariplo che ha messo a disposi-

zione strumenti di monitoraggio ambientale ed energetico dei singoli comuni ed ha predisposto progetti di intervento. Sulla scia di questo successo - ha dichiarato il presidente dell’Anci - da oggi l’impegno delle due associazioni sarà di diffondere presso i propri associati le conoscenze e le modalità operative individualmente sviluppate ma anche di stimolare la realizzazione di atti-

vità congiunte». Nel dettaglio, l’Associazione nazionale comuni italiani si occuperà di sensibilizzare i comuni ad adottare politiche e condotte incentrate sul risparmio energetico, ad incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili, e a gestire al meglio gli edifici che sono di proprietà pubblica degli Enti locali. E questi ultimi hanno dato la conferma nel corso de-

gli ultimi mesi come tutto questo sia possibile: è andata crescendo infatti la tendenza a valorizzare il proprio patrimonio immobiliare sfruttando pensiline, tetti e tettoie installando impianti di produzione di energia elettrica da fonte solare, a partire dalla tecnologia del fotovoltaico, coinvolgendo anche le imprese private e garantendo da un lato il risparmio ambientale, e dall’altro minori spese per le casse comunali riguardo ai costi della bolletta energetica. A sua volta l’Acri si impegnerà a sollecitare proprio gli Associati, L’Acri si impegnerà che già sono impegnate con erogazioni filantro- a sollecitare i pichenellasalvaguardia propri Associati dell’ambienteedelterritorio, a destinare delle a destinare risorse economiche; questo al fine di mettere risorse economiche a punto congiuntamen- per incentivare con te con i Comuni iniziative che permettano, co- i Comuni iniziative me sopra detto, di involte a diffondere centivare e diffondere la cultura del risparmio la cultura del energetico,l’educazione e la formazioneambien- risparmio energetico tale, e l’utilizzo delle fonti rinnovabili anche attraverso la messa a disposizione, a favore dell’Anci, di dati sull’attività svolta dagli Associati Acri.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 17

BANDI & AVVISI DI GARA

Procedura aperta sotto soglia comunitaria per affidamento servizio sviluppo del sistema informatico per costituzione del Nodo Regionale di Borsa Lavoro ad integrazione del Sil della Regione Calabria Ente appaltante: Azienda Calabria Lavoro Scadenza presentazione offerte: 5 luglio 2010, ore 13.00. Contatti per informazioni , tel. e fax 0965.27926, Email garaborsa@aziendacalabrialavoro.com I.1) Amministrazione Appaltante: Azienda Calabria Lavoro, Via Vittorio Veneto n. 60, 89123 Reggio Calabria, Tel. e Fax 0965.27926, Email garaborsa@aziendacalabrialavoro.com; Sito internet www.aziendacalabrialavoro.it. I.2) Indirizzo per ottenere ulteriori informazioni: punto I.1). I.3) Il Disciplinare di gara, il Capitolato speciale d’appalto e l’ulteriore documentazione sono disponibili presso : punto I.1). I.4) Le offerte vanno inviate a: punto I.1). I.5) Tipo amministrazione aggiudicatrice Ente pubblico economico. II.1.1) Denominazione dell’appalto: Procedura aperta sotto soglia comunitaria per l’affidamento del servizio di sviluppo del sistema informatico per la costituzione del Nodo Regionale di Borsa Lavoro ad integrazione del Sistema Informativo Lavoro della Regione Calabria. II.1.2) Tipo appalto, luogo esecuzione, consegna o prestazione di servizi: Servizi; Categoria 7 Servizi informatici ed affini. Luogo di esecuzione del servizio: sede di Azienda Calabria Lavoro in Reggio Calabria. Codice NUTS: ITF65. II.1.3) L’avviso riguarda: Un appalto pubblico. II.1.5) Breve descrizione appalto: Il servizio ha ad oggetto la realizzazione di un sistema informatico che favorisca l’incrocio domanda/offerta di lavoro e che al contempo garantisca un’analisi temporale puntuale del mercato ("Nodo regionale della Borsa Lavoro"), consentendo di indirizzare in maniera mirata l’azione nei possibili campi d’intervento delle politiche attive del lavoro. Il servizio principale comprende lo sviluppo e personalizzazione del sistema applicativo, la sua integrazione nel già esistente Sistema Informativo Lavoro - comunicazioni obbligatorie; è previsto altresì un servizio aggiuntivo, relativo alla creazione del sistema di Osservatorio del Mercato del Lavoro (OML); i servizi accessori hanno ad oggetto l’installazione del software, il supporto all’avviamento del sistema, la formazione del personale indicato da Azienda Calabria Lavoro e fornitura della manualistica, l’assistenza tecnica e manutenzione anche attraverso un apposito Help Desk telefonico. II.1.6) CPV : Oggetto principale: 72230000-6 Servizi di sviluppo di software personalizzati. Oggetti complementari: 72253000-3 Servizi di assistenza informatica e di supporto, 79632000-3 Servizi di formazione del personale. II.1.7) L’appalto rientra campo applicazione accordo appalti pubblici? No. II.1.8) Divisione in lotti: No. II.1.9) Ammissibilità di varianti: Sono ammesse offerte tec-

niche migliorative, nei limiti di quanto specificato nel Disciplinare di gara e nel Capitolato speciale d’appalto. II.2.1) Entità dell’appalto: importo a base di gara 175.000,00 IVA esclusa. II.2.2) Opzioni: Azienda Calabria Lavoro si riserva la facoltà di autorizzare la ripetizione di servizi analoghi a quelli oggetto del presente bando secondo le modalità e i limiti di cui all’art. 57, comma 5 lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 ed entro il limite d’importo fissato all’art. 28 comma 1 lett. b) del medesimo D.Lgs. n. 163/2006. II.3) Durata dell’appalto o termine di esecuzione: entro 120 giorni, o minor termine offerto in gara, dalla sottoscrizione del contratto per il servizio principale; entro 140 giorni dalla stessa data per il servizio di formazione del personale; fino al 20 dicembre 2010 per gli ulteriori servizi accessori, secondo quanto specificato all’art. 6 del Capitolato speciale d’appalto. III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: Cauzione provvisoria e definitiva, secondo quanto specificato nel Disciplinare di gara e nel Capitolato speciale d’appalto, ai quali si rinvia. III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia: L’appalto è finanziato con fondi trasferiti dalla Regione Calabria, a valere sul POR Calabria FSE 2007-2013. I pagamenti sono regolati secondo quanto previsto nel Capitolato speciale d’appalto. III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell’appalto: Secondo quanto specificato al punto 2.1 del Disciplinare di gara, al quale si rinvia. III.2.1.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale: Secondo quanto richiesto ai punti 2.2, 2.2.1 e 2.2.2 del Disciplinare di gara, ai quali si rinvia. III.2.1.2) Capacità economica e finanziaria: Secondo quanto richiesto al punto 2.2.3 del Disciplinare di gara, al quale si rinvia. III.2.1.3) Capacità tecnica: Secondo quanto richiesto al punto 2.2.4 del Disciplinare di gara, al quale si rinvia. III.3.1) La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione?: No. IV.2) Criteri di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs. n. 163/2006, con i criteri e i punteggi specificati al punto 7 del Disciplinare di gara, al quale si rinvia. IV.3.4) Termine ricezione offerte e domande di partecipazione: 5 luglio 2010 ore 13:00.

*Su richiesta di alcuni lettori, oggi ripubblichiamo. Il testo integrale del bando è disponibile su www.regione.calabria.it nella sezione "Bandi e avvisi di gara" alla voce "Regione Calabria"


18

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Studi di settore: la "sanatoria" a costo zero dei codici attività La procedura di regolarizzazione che il contribuente può seguire per evitare le sanzioni previste Può accadere che in sede di redazione degli studi in occasione di Unico ci si accorga che il codice dell’attività prevalente risulti diverso da quello già comunicato all’amministrazionefinanziariao addirittura il codice comunicato sia diverso rispetto all’attività effettivamente svolta dal contribuente. Nella suddetta ipotesi si versa nella violazione di quanto previsto nell’art. 35 del Dpr 633 con applicazione della relativa sanzione. Pertanto nel caso in cui il contribuente si accorga di avere un "codice attività" non rispondente all’attività effettivamente esercitata avrebbe dovuto provvedere, entro trenta giorni dal verificarsi dell’evento che ha modificato la tipologia di attività svolta, a presentare una comunicazione di variazione (Modd. AA9/9-AA7/9) dei dati comunicati nel documento di inizio attività (art. 35, c.3, del Dpr, 63/72). Tuttavia è possibile procedere alla regolarizzazione del codice attività

potendo contare su una "sanatoria a costo zero": i contribuenti che non hanno provveduto a presentare la dichiarazione di variazione attività (disciplinata dall’art. 35, terzo comma, Dpr, 26 ottobre 1972, n. 633); o che abbiano effettuato tale dichiarazione in modo errato,possono indicare nel modello Unico 2010 (in particolare, nei modelli per gli studi di settore), il codice attività prevalente non precedentemente comunicato o comunicato in modo errato, senza incorrere nell’irrogazione di sanzioni, purché provvedano anche a comunicare la variazione agli uffici locali dell’Agenzia dell’entrate entro il termine di presentazione di Unico 2010 (30 settembre 2010). In tal caso, infatti, trova applicazione la causa di non punibilità (art. 6, comma 5-bis, D. Lgs. n. 472/1997), in quanto: la violazione commessa non incide sulla determinazione della base imponibile dell’imposta e sul versamento del tributo; la violazione, una volta

regolarizzata mediante l’indicazione in Unico 2010 e la comunicazione della variazione dati, non arreca pregiudizio all’attività di accertamento. Procedura: indicare nel modello degli studi di settore ed in Unico 2010 il codice attività "esatto" e presentare il modello variazione dati all’Agenzia delle entrate, inserendo come data variazione 01/01/2009. In caso di sanatoria di attività non prevalente, è sufficiente la sola variazione dati da comunicare all’Ufficio. Quindi, il contribuente che non ha comunicato in precedenza una seconda attività esercitata dalla quale derivi oltre il 30% dei ricavi complessivi, potrà beneficiare della sanatoria indicando il relativo codice con la percentuale di incidenza sui ricavi complessivi nel riquadro "Imprese Multiattività". Gaia Mutone

Correttivi sugli studi di settore

Iscrizione all’Inps dei soci di s.r.l. Con un decreto del Governo vengono meno i presupposti per contrastare la doppia iscrizione e per chiedere all’Inps i rimborsi

Il decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010, relativo alle disposizioni che disciplinano l’obbligo di iscrizione dei soci di s.r.l. commerciali, alla gestione previdenziale dei commercianti, introduce una norma d’interpretazione autentica dell’art. 1, comma 208, della legge n. 662/1996 che dopo anni di contenzioso interpreta la materia in senso opposto alla definizione delle sezioni unite della Cassazione, avvenuta con la sentenza n. 3240/2010, ritornando alla situazione dell’obbligo di doppia iscrizione. Secondo il comma 11 dell’articolo 12 del decreto, l’articolo 1 della legge in esame, si interpreta nel senso che le attività autonome, per le quali opera il principio di assoggettamento all’assicurazione prevista per l’attività prevalente, sono quelle esercitate in forma d’im-

presa dai commercianti, dagli artigiani e dai coltivatori diretti, i quali vengono iscritti in una delle corrispondenti gestioni dell’Inps. Trattandosi di una norma interpretativa, quindi con effetto retroattivo, vengono meno i presupposti per contrastare la doppia iscrizione nonché per richiedere all’Inps eventuali rimborsi. I soci di s.r.l. operanti nel settore del commercio che prestano in modo prevalente ed abituale la propria attività nell’impresa saranno, pertanto, tenuti così come già gli artigiani, i coltivatori diretti, ed i lavoratori subordinati, ad iscriversi alla specifica gestione previdenziale, iscrivendosi anche nella gestione separata del lavoro autonomo quando percepiscano un compenso per l’attività di amministratore. Sono, quindi, esclusi dall’applicazione dell’art. 1, comma 208, della Legge n.662/96 i rapporti di lavoro per i quali è obbligatoriamente prevista l’iscrizione alla gestione previdenziale di cui all’art. 2, comma 26, della Legge 16 agosto 1995, n. 335. Pertanto non trova applicazione la disposizione che prevede che, qualora i suddetti soggetti esercitino contemporaneamente, anche in un’unica impresa, varie attività autonome assoggettabili a diverse forme di assicurazione obbligatoria per l’I.v.s., siano iscritti nell’assicurazione prevista per l’attività alla quale gli stessi dedicano personalmente la loro opera professionale in misura prevalente. Per la Cassazione è l’Inps che deve indicare la Gestione afferentel’attivitàprevalentee solo a questal’interessato è tenuto ad iscriversi precisando che la base imponibile per la contribuzione è data esclusivamente dal reddito prodotto con l’attività che dà titolo all’iscrizione.

Con la circolare n. 34/E del 18 giugno, l’Agenzia delle entrate illustra le novità sull’applicazione degli studi per il 2009, per adeguarli alla caratteristiche delle singole aree. Quattro le tipologie di correttivi messe in campo. La prima categoria di interventi riguarda l’analisi della normalità economica per chi presenta una riduzione dei ricavi/compensi. I secondi sono quelli "specifici per la crisi", che adeguano ai suoi effetti i risultati degli studi. Per i professionisti che operano a prestazioni tengono conto del possibile aumento del peso degli acconti sul totale dei compensi, e sono nati mettendo in relazione l’andamento dei compensi dichiarati con il posizionamento nell’analisi di congruità e la percentuale di quelli relativi ad incarichi iniziati e completatinell’anno. I correttivi congiunturali di settore, calcolati per singolo modello organizzativo, considerando la contrazione dei margini e il minor utilizzo degli impianti, per leimprese. Infine, la quarta linea d’azione riguarda i "correttivi congiunturali individuali", che interessano i soggetti non congrui che presentano una riduzione dei ricavi/compensi dichiarati. In questo caso, i coefficienti congiunturali strutturali e territoriali vanno a cogliere il grado di crisi registrato dal singolo contribuente. PAGINA REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON "FISCAL FOCUS" diANTONIOGIGLIOTTI


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 19

POLITICA NAZIONALE

Tutte le forze politiche reagiscono positivamente all’invito a chiudere presto questa importante procedura

Manovra: appello di Napolitano di Valentina Lavalle ROMA - Il presidente della Repubblica a conclusione dell’incontro con una delegazione del Cnel (Consiglio nazionale dell’Economia e del lavoro) ha pacatamente esortato tutte le "forze politiche e sociali" e le "componenti istituzionali" a convertire in legge la manovra finanziaria prima della pausa estiva. Approvare la manovra entro luglio «sarebbe espressione del senso di una comune responsabilità nazionale nell’attuale, grave momento, evitando che il confronto su una materia già tanto ardua come quella dei provvedimenti urgenti per la finanza e l’economia sia negativamente condizionata da tensioni politiche già acute su tutt’altra materia», ha continuato il Presidente, secondo il quale il tema del con-

«Mi auguro che l’intervento di oggi del Presidente della Repubblica venga letto riga per riga. Sono parole sagge e illuminanti» creto raggiungimento di adeguati obiettivi di consolidamento dei bilanci pubblici va di pari passo con quello del rilancio della crescita economica. «I due punti appaiono abbinati in tutte le formulazioni dei più recenti documenti, innanzitutto dell’Unione Europea ; il secondo non può essere posto trascurando il primo, ma la combinazione risulta controversa e difficile. Essa - ha aggiunto dipende anche dall’apporto che ad una ripresa europea ancora flebile verrà dato da qualcuna tra le maggiori economie dell’Unione, se non ci si preoccuperà troppo del rafforzamento delle finanze e della competitività del proprio paese; e dipenderà, una positiva combinazione tra risanamento finanziario e crescita economica, dagli specifici contenuti della manovra di stabilizzazione in paesi come il nostro». Per concludere il Presidente sottolinea come «dall’equilibrio e dall’equità di tale manovra potranno di-

20%

Fra le migliaia di emendamenti rispunta anche la cedolare secca sugli affitti e tante altre idee: fuori tema?

scendere effetti importanti in termini di dialogo e coesione sociale». L’appello del capo del Quirinale ha accolto il favore di tutte le forze politiche. Nella maggioranza il monito del presidente Napolitano viene letto come una raccomandazione ad evitare irruzioni di un tema sull’altro. Così da non fare di una materia sensibile come la manovra economica un terreno di possibili mercanteggiamenti politici in relazione agli altri provvedimenti all’esame del Parlamento. La manovra economica, la cui priorità sottolineata dal capo dello stato non è in discussione, può camminare di pari passo con gli altri provvedimenti che la maggioranza intende approvare entro la pausa estiva. Tra cui il ddl intercettazioni. A rafforzare questa lettura del messaggio presidenziale è intervenuto Enrico Costa, capogruppo Pdl in commissione Giustizia alla Camera che ha dichiarato: «Le parole del capo dello stato devono essere sempre prese seriamente in considerazione perché sono oggetto di riflessione e di analisi puntuale. Ritengo che la manovra deve essere analizzata e approvata con grande istruttoria da parte del parlamento ma

ciò non toglie che dove emergano altri spazi di lavori parlamentari possano essere portati avanti altri provvedimenti come quello sulle intercettazioni». Dalle fila dell’opposizione alla dichiarazione del vicesegretario Enrico Letta per cui: «Napolitano ha ragione, la manovra è la questione essenziale perché la crisi economica è il dato centrale per la vita del nostro Paese oggi», ha fatto eco Pierluigi Bersani, che in una nota ha precisato: «Mi auguro che l’intervento di oggi del Presidente della Repubblica venga letto riga per riga. Sono parole sagge e illuminanti». Procede intanto l’elaborazione di migliaia di emendamenti al testo della Finanziaria. Tra quelli proposti dai rappresen-

Sarebbe espressione del senso di una comune responsabilità nazionale nell’attuale, grave momento, evitare che il confronto sia negativamente condizionato tanti del Partito della Libertà da segnalare: la riapertura del condono edilizio, esteso agli abusi compiuti nelle aree sottoposte a vincoli paesaggistici; la cosidetta "cedolare secca" al 20% per i contratti d’affitto a canone calmierato (per cui il canone di locazione, sulla base della decisione del locatore, possa essere assoggettato a un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e delle relative addizionali nella misura del 20%); l’imposta straordinaria del 2%, aggiuntiva a quelle sui redditi e all’Irap. Dalla Lega presentato, invece, un emendamento per incentivare l’emersione dei falsi invalidi attraverso una sorta di "scudo". Sul fronte sindacale intanto sulla scia della Cgil anche la Cub (Confederazione unitaria di base) ha indetto per l’intera giornata del 25 giugno lo sciopero generale per tutte le categorie, sia del pubblico che del privato, contro la manovra.


22

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

BANCHE

Frattura fra Silvio e Angela su tasse a banche e tranzazioni Fonti diplomatiche europee confermano ad Apcom la dura presa di posizione del presidente del Consiglio: la prima ridicola, la seconda sarebbe bocciata dal G20 di Daniele Tosatti ROMA - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha effettivamente espresso una forte opposizione, durante il vertice Ue di giovedì scorso, sia alla proposta di una tassa sulle transazioni finanziarie a livello internazionale, sia alla raccomandazione di un prelievo sulle banche da parte degli Stati membri (punti 16 e 17 delle conclusioni del summit), senza tuttavia arrivare alla minaccia del veto. Lo hanno riferito ad Apcom fonti diplomatiche europee ieri a Bruxelles. Secondo le fonti, nel suo intervento sulla tassa sulle transazioni finanziarie Berlusconi ha fatto riferimento al summit G8 dell’Aquila, quando la presidenza di turno italiana aveva messo sul tavolo la proposta di una tale misura, da adottare a livello internazionale. Il premier ha ricordato che, in quella occasione, Stati Uniti, Canada e Giappone non vollero neanche discuterne, e ha osservato che con tutta probabilità lo scenario si ripeterà anche al prossimo G20. Inoltre,sempre secondole fonti,il premier ha espresso la sua per-

plessità su una tale imposizione, che, ha avvertito, le banche finirebberocolrecuperarerifacendosi sui propri clienti. Anche sul punto 16 (dove si afferma testualmente: «il Consiglio europeo conviene che gli Stati membri dovrebbero introdurre sistemi di prelievi o tasse sulle istituzioni finanziarie per assicurare unagiustaripartizionedeglioneri (delle crisi, ndr) e per predisporre incentivial contenimentodeirischi sistemici»), Berlusconi ha espresso il suo disaccordo. Secondo le fonti, anzi, ci sarebbe stata anche una discussione per convincere l’Italia a non aggiungersi alla Repubblica Ceca nella nota a piè di pagina (rarissima nelle conclusioni di un vertice Ue, che sono sempre adottate per consenso), in cui Praga si riserva

il diritto di non introdurre tali misure. Nel testo finale, comunque, non figurano riserve italiane nella nota.Sul fronte della tassa sulle transazioni finanziarie a livello europeo nascecomunque unbattibecco «Se fosse stata adottata tra Italia e solo dall’Ue e non dagli Germania. Berlusconi è altri grandi Paesi duro verso una misura avrebbe spostato negli nei cui confronti l’Italia Usa e in altri Paesi la è stata da mole delle transazioni» sempre molto fredda, al contrario della Germania, sostenuta anche dalla Francia. La tassa sulla finanza è "ridicola", ha spiegato Berlusconi, intervenendo telefonicamente al debutto della Fondazione Liberamente e sottolineando di credere di «aver reso un buon servizio al mio Paese e anche all’Europa con il veto sulla tassa sulle transazioni finanziarie». A giudizio del premier, questa imposizione «se fosse stata approntata solo dall’Ue e non dagli altri grandi Paesi avrebbe spostato negli Usa e in altri Paesi» la mole delle transazioni, una sorta di sui-

Sono 97 i miliardi "scudati" tra settembre e aprile: 11,4 nel 2010 ROMA - I capitali fisicamente rientrati in Italia ammontano a 39,376 miliardi su 97 complessivamente emersi con lo scudo fiscale in due tempi che lo scorso anno tra settembre e dicembre e I capitali "scudati" quest’anno tra gennaio dalla Svizzera sono e aprile ha consentito di sanare i soldi esportati 66,788 miliardi, illegalmente all’estero. Lo comunica la Banca di cui 27,736 miliardi d’Italia aggiornando le sono fisicamente statistiche sulla bilancia dei pagamenti. Nel dettornati in Italia taglio, l’ammontare delleattivitàsegnalatedalle banche tra gennaio e aprile 2010 è pari a 11,4 miliardi, di cui

4,146 miliardi sono rimpatri con liquidazione, ossia rimpatri fisici. Il resto, 7,255 miliardi, sono capitali rimasti all’estero ed emersi tramite i regimi del rimpatrio giuridico o della regolarizzazione. Tra settembre e dicembre 2009 lo scudo fiscale ha fatto emergere 85,607 miliardi ma di questi solo 35,23 miliardi sono rientrati in Italia a tutti gli effetti. Come già spiegato lo scorso 17 febbraio, Bankitalia ricorda che i dati differiscono dalle stime del Tesoro per via di una diversa copertura delle fonti e di sfasamenti temporali nelle registrazioni delle operazioni. L’Agenzia delle entrate, desume subito l’ammontare dei capitali sanati in base al pagamento dell’aliquota, le banche hanno tempo fino a fine 2010 per i calcoli.

Intanto Citigroup ... Nuovi Cct indicizzati sull’euribor: il Tesoro li affida a pool di banche ROMA - Il Tesoro italiano ha dato mandato a un pool di banche per il collocamento, nel prossimo futuro, del suo nuovo strumento indicizzato, il Cccteu, uno strumento di investimento indicizzato in euro. Il Tesoro ha anche annunciato contestualmente la possbilità per gli investitori di un concambio con Cct preselezionati. Lo dice una nota ufficiale del Tesoro. Il nuovo titolo, indicizzato all’euribor a sei mesi, ha scadenza 15 dicembre 2015. Le banche a guida dell’operazione sindacata sono Banca Imi, Bnp Paribas (che in Italia controlla Banca nazionale del

lavoro), JP Morgan, Mps Capital Service (Monte dei Paschi di Siena) e Unicredit Bank, mentre i rimanenti specialisti sono invitati in qualità di co-lead. I lead manager organizzaeranno anche il concambio. I Cct oggetti del concambio saranno annunciati successivamente. Intanto, ieri Citigroup, ha rilasciato una valutazione positiva per le banche italiane per il 2010: il loro Le banche a guida della principale punto di debolezza resta il Roe (ritorno sul casyndacation sono pitale) basso, che rimarrà Banca Imi, Bnp Paribas, sotto pressione nel 2010 in quanto l’euribor è destinato a JP Morgan, Mps Capital essere piatto fino a fine anno, ha spiegato un analista della Service banca. e Unicredit Bank Il mercato tuttavia prevede un’inversione di tendenza su euribor e costo del credito, che dovrebbe spingere al rialzo la redditività a partire dal 2011. «Ma il Roe probabilmente resterà più basso del ciclo precedente anche a causa dei requisiti patrimoniali più elevati».


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 23

ECONOMIA NAZIONALE

Attesa per il referendum di oggi a Pomigliano A Termini si sciopera

ROMA - Mentre l’attenzione di tutti è concentrata sul referendum di domani a Pomiglianom D’Arco, referendum la cui validità la Fiom contesta ritenendo incostituzionale l’accordo proposto dalla Fiat, gli operai di Termini Imerese hanno deciso di scioperare per protesta contro le parole dell’amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne che aveva criticato i lavoratori siciliani accusandoli di avere scioperato lunedì scorso solo per poter vedere la partita di calcio dei Mondiali Italia-Paraguay. Intanto si sta surriscaldando l’attesa per il referendum di oggi, quando i lavoratoridello stabilimentocampano si dovranno pronunciare sul pianoelaboratodall’amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne per spostare lì la produ-

zione della Panda, e con un investimento da 700 milioni. L’accordo è stato accettato da tutte le sigle sindacali meno la Fiom, il ramo dei metalmeccanici della Cgil. Pesanti considerazionidireciprocacontestazione sono state fatte dalla Fiom, nella personam del segretario Maurizio Landini e dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi, confrontandosi in tv nella trasmissione "In mezz’ora" su Rai Tre Il ministro del Welfare si dice «molto preoccupato circa le possibili decisioni della Fiat», anche se «il governo ovviamente farà in modo che il gruppoFiat aderiscaa questaipotesi di investimento». Oltre alla scansione della produzione in 18 turni, l’aumento degli straordinari e una serie di sanzioni, dal blocco dei contributi fino al licenziamento, in caso

di sciopero in giorni di straordinario obbligatorio. Due commissioni paritetiche saranno chiamate a gestire questi meccanismi: la prima si occuperà del «raffreddamento»delle sanzioni legate agli scioperi, l’altra passerà al vaglio i casi di assenteismo «anomalo» per i quali l’azienda chiede di non pagare la quota di malattia.

Bilancia commerciale non Ue in su a causa della bolletta energia Saldo negativo di 1416 milioni di euro contro un saldo attivo di 464 milioni 2009 di Roberto Carli ROMA - A maggio 2010, rispetto allo stesso mese del 2009, le esportazioni sono aumentate del 15,8 per cento e le importazioni del 35,5 per cento. Il saldo commerciale con i paesi extra Ue è risultato in deficit per 1.416 milioni di euro, in netto peggioramento rispetto all’avanzo (più 464 milioni di euro) dello stesso mese del 2009. Al netto della stagionalità, rispetto al mese di aprile 2010, le esportazioni sono cresciute dell’1,5 per cento e le importazioni del 3,2 per cento, secondo i dati ufficiali diramati ieri dall’Istituto di statistica nazionale. Nel trimestre marzo-maggio 2010, rispettoal trimestreprecedente,le esportazioni sono aumentate del 5,8 per cento e le importazioni del 12,5 per cento. Nel periodo gennaio-maggio 2010, rispetto allo stesso periodo del 2009, si sono registrati incrementi significativi sia per le esportazioni (più 10,4 per cenAl netto del settore to)siaperleimportazioni (più 18,5 energetico, la per cento). bilancia con i paesi Il saldo commerciale dei primi cinextra Ue è in attivo que mesi del 2010 risultato pari a di 11.524 milioni di èmeno 9.151 milioni di euro, in euro, in ribasso peggioramento ririspetto allo stesso spetto al deficit di 4.355milionidieuperiodo del 2009 ro registrato nello (più 13.092 milioni) stesso periodo del 2009. Ma al netto del comparto energetico, la bilancia commerciale con i paesi extra Ue mostra sempre un attivo di 11.524 milioni di euro, in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2009 (più 13.092 milioni di euro).

A maggio 2010 si sono rilevati incrementi tendenziali delle esportazioni verso la maggior parte dei principali partner commerciali, ad eccezione dei paesi Opec produttori di petrolio (meno 7,6 per cento). In particolare, le esportazioni sono aumentate verso i paesi Mercosur (più 58,3 per cento), la Turchia (più 46,4 per cento), la Svizzera (più 26,2 per cento), l’India (più 20,1 per cento), il Giappone (più 18,9 percento), l’Oceania e altri ter-

15,8% L’aumento delle esportazioni in maggio rispetto allo stesso mese del 2009

ritori (più 18,6 per cento), gli Stati Uniti di consumo (più 20,4 per cento) e per i (più 17,9 per cento) e la Cina (più 16,6 prodotti intermedi (più 18,8 per cento). per cento). Anche per le importazioni i segnali di Dal lato delle importazioni, la crescita ha crescita sono generalizzati, con increinteressato tutti i principali menti molto rilevanti per paesi ed aree geoeconomii prodotti intermedi (più Il saldo dei primi che di origine, ed in parti71,4 per cento). colare i paesi Opec (più cinque mesi del Come si vede, alcuni dati 63,1 per cento), i paesi Eda spingonoad uncertootti(Singapore, Corea del Sud, 2010 è pari a meno mismo, altri - in particoTaiwan, Hong Kong, lare quelli relativi alle im9.151 milioni di Malaysia e Thailandia) (più portazioni di fonti ener48,6 per cento), la Cina (più euro, peggio del getiche - confermano la 40,6 per cento), l’India (più nostra dipendenza dalle 36 per cento) ed i paesi deficit di 4.355 importazioni. Mercosur (più 35,8 per milioni di euro Da questo punto di vista, cento). un ulteriore elemento di I flussi relativi ai raggrup- nello stesso sconforto viene tuttavia pamenti principali per tidall’euro, la cui debolezpologia di beni mostrano periodo del 2009 za ha di fatto creato incrementi tendenziali rincari dell’ordine del 15 generalizzati. per cento per quanto riPer le esportazioni, andamenti positivi guarda la bolletta energetica rispetto ai superiori alla media si sono rilevati per giorni in cui l’euro quotava un dollaro e l’energia (più 58,8 per cento), per i beni mezzo invece degli attuali 1,20 dollari.


24

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

ECONOMIA INTERNAZIONALE E BORSE Se ne parlerà al vertice G20 del 26 e 27 a Toronto: i leader vogliono capire bene

Lo yuan sale ai massimi livelli da 5 anni: euforia e anche dubbi di Carlo Bassi ROMA - La decisione della Cina di aprire al cambio flessibile per lo yuan, annunciata sabato dalla Banca centrale di Pechino, sarà passata al vaglio al G20 di Toronto. È quanto sostengono alcuni esperti secondo i quali i capi di Stato e di governo presenti in Canada al summit dei capi di Stato e di governo delle prime venti economie del mondo il 26 e 27 giugno prossimi vorranno saggiare la portata reale dell’annuncio cinese. Ma intanto gli effetti positivi si sono sentiti fin da oggi, il primo giorno feriale dopo l’annuncio di Pechino. Il dollaro australiano e quello neozelandese sono in netto rialzo dopo che la Cina ha lasciato che lo yuan salisse ai massimi da 5 anni, alimentando l’ottimismo sulla crescita della domanda interna del paese asiatico e quindi sulla ripresa dell’economia mondiale. L’euro inizialmente ha esteso il rialzo contro dollaro, toccando i massimi da un mese, ma ha perso terreno nella mattinata prima dell’apertura a New York. A causa della forte domanda di materie prime della Cina la mossa sostiene i prezzi di greggio dal momento che uno yuan più forte rafforza il potere d’acquisto di Pechino. Lo yuan è salito sul mercato spot al massimo del suo periodo di rivalutazione iniziato cinque anni fa, aumentando le speranze che si traduca gradatamente in

Gli economisti, da parte loro, sono divisi sul fatto se Pechino sia pronta ad accettare una rivalutazione importante dello yuan sotto apprezzato del 40 per cento

Marea nera: ormai è salito a 2 miliardi di dollari il danno alla Bp

realtà la promessa fatta dalla Cina nel fine settimana di aumentare la flessibilità della sua divisa. La riforma del sistema di cambio verso una maggiore libertà alle forze di mercato aiuterebbe a ridurre gli squilibri a livello globale e, nel breve periodo, potrebbe allentera le tensioni tra le grandi potenze economiche in vista dell’incontro del G20. Per Fred Bergsten, ex segretario agli Affari internazionali del Tesoro americano,oggidirettoredel PetersonInstitute for International Economics, «con tutta evidenza i cinesi vogliono far vedere che fanno qualcosa prima della riunione del

5

Anni fa la Cina aveva già accennato ad una rivalutazione ma nel 2008 si era bloccata

G20». «La reazione del summit all’iniziativa cinese dipenderà, credo, dal livello al qualePechinolasceràeffettivamentefluttuare il cambio all’inizio, nelle prime settimane, fra adesso e il vertice», ha aggiunto. Gli ha fatto eco Sander Levin, l’influente presidente della Commissione affari fiscali della Camera dei rappresentanti, che supervisiona il Commercio estero, per il quale «resta da vedere se l’iniziativa di Pechino sarà più che simbolica». Gli economisti, da parte loro, sono divisi sul fatto se Pechino sia pronta ad accettare una rivalutazione importante dello yuan, che molti ritengono sottoapprezzato del 40 per cento rispetto al dollaro. Per Eswar Prasad, ex responsabile del servizio incaricato del dossier Cina all’ Fmi, Pechino ha fornito già segnali che la rivalutazione sarà modesta. Se lo yuan non si riapprezza fortemente e rapidamente rispetto al dollaro, «la pressione politica su Pechino persisterà», ha avvertito Prasad, oggi professore all’Università Cornell. Già nel luglio del 2005 la Cina aveva adottato una politica monetaria del genere.

Milano e le altre borse mondiali in positivo: grazie yuan di Carlin MILANO - Piazza Affari chiude in leggero rialzo al termine di una giornata che ha visto buoni guadagni su tutte le borse mondiali dopo la promessa della Cina di consentire allo yuan una maggiore flessibilità. L’indice principale della borsa milanese sconta tuttavia l’effetto negativo dello stacco della cedola, pari a circa 0,5-0,6%, per alcune società di grosso calibro come Enel, A2A, Tenaris e Terna e dell’idebolimento di qualche bancario nel finale di seduta. La mossa cinese, interpretata come un segnale di fiducia nell’economia mondiale, ha offerto una boccata di ossigeno soprattutto a quelle società che da un più forte yuan possono guadagnare in termini di maggiore competitività sui mercati asiatici come auto e lusso. A Milano pesa parzialmente lo stacco dei dividendi, ma è stata una giornata serena. Qualche bancario è penalizzato da profit taking dopo i recenti guadagni", commenta un trader. L’indice Ftse Mib ha terminato la seduta in rialzo dello 0,28 per cento, l’AllShare dello 0,23 per cento mentre il MidCap ha ceduto lo 0,69 per cento. Volumi per circa 2,3 miliardi di euro.

Hu Jintao e Barack Obama

ROMA - Bp ha annunciato che il costo delle misure assunte dalla compagnia stessa per fermare la "marea nera" nel Golfo del Messico ha raggiunto ormai i 2 miliardi di dollari (1,6 miliardi di euro), e che ha versato finora 105 milioni di dollari di indennizzi a coloro che sono stati colpiti dalla catastrofe. La settimana scorsa il gigante petrolifero ha convenuto di versare 20 miliardi di dollari in un fondo speciale destinato a indennizzare i danni della fuoriuscita di petrolio da un suo pozzo offshore. Secondo l’edizione domenicale del quotidiano inglese Times , comunque, Bp avrebbe in programma di portare a 50 miliardi di dollari il fondo, grazie a 10 miliardi dalla vendita di un nuovo bond, 20 miliardi dalle banche e altri 20 dalla vendita di as-

set nei prossimi due anni. Intanto, una stima della compagnia - contenuta in un documento interno reso noto da un deputato statunitense - valuta che nella peggiore delle ipotesi nelle acque del Golfo potrebbero riversarsi circa 100mila barili (16 milioni di litri) di petrolio al giorno. Il dato è di gran lunga superiore a quello fornito dal governo Usa, che fissa la quantità di greggio che fuoriesce dal pozzo danneggiato a 60mila barili (9,5 milioni di litri) al giorno. A 63 giorni dal disastro, intanto, il sindaco di New Orleans Mitch Landrieu porta in visita i sindaci di 17 città americane nel delta del Mississippi, dove il petrolio ha ricoperto le paludi e danneggiato flora e fauna. Un portavoce di Bp, Toby Odone, ha

detto che il documento dovrebbe essere autentico, ma la stima si applica soltanto se un pezzo fondamentale dell’attrezzatura venisse rimosso. «Siccome non ci sono progretti di rimuoverlo... la stima è irrilevante», ha detto Odone. Intanto resta tesissima la situazione dei rapporti fra il colosso petrolifero con base a Londra e l’amministrazione Obama.


il Domani Martedì 22 Giugno 2010 25

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI VAR. %

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

21.344,08 0,23 20.810,44 0,28 23.632,08 -0,69 21.886,99 0,25 21.114,68 -0,72 10.792,94 0,30

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1237,70

32,24

18,93

0,495

PLATINO

1602,50

42,09

PALLADIO

502,50

13,37

1 Euro

1.0

1.2326

0.83430 112.04

ORO

1 US $

0.81100

1.0

0.67670 90.890

ARGENTO

1 UK £

1.1980

1.4771

1.0 134.26

1 ¥en

0.0089166 0.010997 0.0074442

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

A.S. Roma 0,8405 -0,94 16.30.19 0,8405 0,868 A2A 1,218 -2,17 17.30.27 1,215 1,262 Acea 8,445 -0,94 17.30.36 8,42 8,54 3,9925 -0,19 16.30.28 3,98 4,04 Acegas-Aps Acotel Group 53,90 +0,75 17.30.29 53,59 54,46 Acque Potabili 1,545 +0,65 16.30.45 1,51 1,545 Acsm-Agam 1,02 +0,49 16.30.20 1,001 1,024 Actelios 3,05 +3,39 17.30.06 2,95 3,12 Aedes 0,2077 +0,63 16.30.13 0,2061 0,209 Aeffe 0,33 -5,44 17.30.42 0,3285 0,36 Aegon 5,11 +3,39 11.32.53 5,10 5,11 Aeroporto Firenze 12,23 -1,37 15.42.38 12,23 12,40 Ageas 2,07 +2,48 17.30.32 2,065 2,1025 Ahold Kon Aicon 0,2795 +1,82 16.30.20 0,269 0,286 Alcatel-Lucent 2,315 +1,20 15.47.22 2,315 2,3425 Alerion 0,555 +1,84 16.30.14 0,552 0,558 Allianz 82,15 -2,60 17.30.45 82,00 85,65 Amplifon 3,80 -1,23 17.30.50 3,80 3,93 13,17 +1,62 17.30.42 13,10 13,22 Ansaldo Sts Antichi Pellettieri 0,595 +0,34 16.30.23 0,5785 0,599 Apulia Prontop 0,369 -1,99 16.30.46 0,3655 0,384 Arena 0,028 +1,08 16.23.43 0,0278 0,0283 Arkimedica 0,57 -5,00 16.30.13 0,569 0,61 Arkimedica 2012 Cv5% 99,20 -0,10 16.30.24 99,20 99,80 Ascopiave 1,559 -0,83 17.30.58 1,546 1,587 4,615 -1,02 17.30.52 4,6025 4,7425 Astaldi Atlantia 15,28 +0,93 17.30.04 15,22 15,43 Autogrill Spa 10,25 +0,69 17.30.21 10,22 10,44 10,46 +0,00 17.30.53 10,41 10,64 Autostrada To-Mi 19,90 -0,50 16.30.16 19,65 20,00 Autostrade Merid 13,86 -0,29 17.30.36 13,86 14,18 Axa 7,405 +0,95 17.30.39 7,38 7,485 Azimut 91,50 +0,00 12.33.36 91,50 91,50 B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers 2,865 +1,60 15.45.28 2,7875 2,865 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 105,37 -0,23 15.49.08 105,37 105,57 Banca Generali 8,06 -1,59 17.30.18 8,02 8,285 Banca Ifis 7,30 +0,34 17.30.13 7,215 7,35 Banca Intermobiliare 4,16 +0,12 16.02.55 4,1525 4,16 Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 105,55 -0,24 17.30.05 105,45 4,7575 -1,30 17.30.06 4,7225 4,93 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 105,71 +0,02 17.11.48 105,61 105,98 9,45 -0,32 17.18.30 9,16 9,715 Banco Santander Basf 46,80 +1,15 14.27.06 46,80 47,12 2,98 2,96 +2,07 16.30.44 2,905 Basicnet Bastogi Spa 1,71 -2,29 16.30.07 1,683 1,75 48,48 -0,10 17.19.25 48,39 49,15 Bayer Bb Biotech 45,64 +0,75 16.54.15 45,30 45,86 1,654 -1,19 17.30.56 1,643 1,689 Bca Carige Bca Carige R 2,68 +1,52 9.43.18 2,67 2,685 Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat 0,537 +0,37 17.30.51 0,537 0,5485 0,9985 -0,84 17.30.16 0,993 1,029 Bca Mps Bca Pop Di Spoleto 4,245 +1,37 13.33.53 4,05 4,245 9,40 8,96 -1,92 17.30.18 8,90 Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio 3,40 -0,51 17.30.00 3,38 3,5475 3,7225 -1,65 17.30.08 3,7125 3,875 Bca Pop Milano 6,96 -3,60 17.30.36 6,91 7,15 Bca Pop Sondrio 0,4975 -1,39 16.30.15 0,495 0,5145 Bca Profilo 3,65 3,65 +0,69 11.30.30 3,65 Bco Desio Bria Rnc 3,70 3,6925 +1,30 16.30.46 3,665 Bco Desio Brianza 9,895 +0,56 16.30.43 9,88 10,10 Bco Sardegna Risp Bee Team 0,3755 -0,92 16.30.47 0,3725 0,392 Beghelli 0,642 -0,46 16.30.47 0,639 0,65 Benetton Group 5,94 +0,00 17.30.55 5,92 6,05 Beni Sta 2011 Cv2,5% 99,38 +0,08 17.30.30 99,25 99,38 Beni Stabili 0,614 +0,41 17.30.41 0,6005 0,62 Best Union Company 0,47 -0,42 16.02.59 0,453 0,4885 Bialetti Industrie Biancamano 1,46 +2,82 16.30.15 1,45 1,488 5,235 +1,85 17.30.18 5,105 5,455 Biesse Bioera Sosp. 41,63 +2,66 17.24.34 40,60 42,17 Bmw Bnp Paribas 50,24 -0,32 17.30.09 50,18 51,60 Boero Bartolomeo Bolzoni 2,09 +1,95 17.30.50 2,00 2,11 28,72 -0,90 16.30.45 28,63 29,30 Bonifiche Ferraresi Borgosesia 0,99 -0,85 15.15.00 0,976 1,00 Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% 101,94 +0,92 16.15.10 101,03 101,94 Brembo 5,28 -0,47 17.30.06 5,27 5,42 0,17 -0,70 16.30.03 0,17 0,1744 Brioschi 6,55 +3,48 17.30.12 6,41 6,555 Bulgari 0,975 -0,46 17.30.39 0,9725 1,00 Buongiorno 9,085 +1,68 17.30.46 9,03 9,15 Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc 5,415 +0,74 17.30.58 5,415 5,535 Cad It 4,105 +0,12 16.56.58 4,105 4,1725 2,55 +2,00 17.30.44 2,5075 2,6275 Cairo Communication Caleffi 1,054 -0,57 16.17.06 1,054 1,07 Caltagirone 2,20 +4,76 16.30.20 2,00 2,20 Caltagirone Edit 1,84 +1,10 16.30.26 1,786 1,88 0,261 +1,56 16.30.51 0,2585 0,2635 Camfin Campari 4,135 -0,30 17.30.02 4,125 4,2025 Cape Live 0,349 +0,00 11.00.06 0,349 0,349 Cape Live Cv 5% 2009-2014 88,20 +0,00 11.36.13 88,20 88,25 2,33 2,31 +0,87 16.30.47 2,26 Carraro Carrefour 21,73 +0,37 17.30.07 21,37 21,99 Cattolica Ass

Apertura

AZIONI

0,843 1,256 8,535 3,98

Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Sosp. Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi

1,535 1,015 2,9925 0,209 0,349 2,075 0,2765 0,558 3,89 13,18 0,028 0,61 99,80 4,70 15,38 10,34 10,63 7,455 91,50 2,82 8,215 7,345 105,90 4,8925 9,16 2,905 1,71 45,30 1,689

1,023 4,18 9,19 3,44 3,8125 7,14 0,51 3,68 0,65 6,00 0,62 0,471 1,48 5,455 51,35 2,01 29,00 0,9765 5,335 0,1701 6,41 0,9795 9,135 2,5375 1,06 1,81 0,2635 4,17 0,349 2,27 21,99

Prezzo ultimo contr. Var %

1,89 0,3925 5,04 2,4325 2,44 0,3615 0,1379 0,2965 0,7955 1,542 0,4855 1,36 0,692 0,569 100,95 0,83 22,56 4,9225 9,93 1,368 3,925 0,148 100,97 0,957 1,163 3,79 44,33 0,9035 16,54 9,155 45,09 3,2275 3,4125 1,185 50,22 9,65 33,45 1,44 4,10 14,39 24,43 0,9705 1,29 1,541 11,63 1,698 3,90 3,86 1,123 21,31 16,23 5,71 9,75 0,80 0,705 6,85 1,899

+2,16 -0,25 +0,80 -3,76 -1,21 -1,63 -1,92 -0,17 +1,21 +0,98 +1,15 -1,23 -2,05 -0,17 -0,44 -0,60 -0,18 +0,82 +2,48 +2,47 +0,19 -1,99 -0,02 -4,20 +0,26 +6,46 +3,12 -2,85 +1,54 +2,29 +2,48 +2,38 -3,53 +0,42 -0,38 -0,51 +0,06 +1,41 -1,44 +5,42 +1,50 +0,26 -0,23 -0,45 +0,43 -0,70 +1,04 +1,18 +0,27 -2,34 +1,31 -1,97 -0,20 +1,65 +1,44 -1,72 +1,55

Ora

16.30.03 16.30.47 14.23.00 17.30.59 17.30.25 16.30.21 16.30.18 16.30.44 16.30.02 17.30.33 16.30.09 17.30.29 16.30.44 16.30.31 11.42.32 15.46.39 17.30.23 17.30.58 16.53.34 16.30.01 17.30.34 15.24.04 17.30.52 16.30.35 17.30.47 17.30.36 17.17.06 17.23.47 16.30.20 16.30.57 17.01.52 17.30.07 16.30.37 17.30.37 16.54.51 17.01.29 17.30.38 17.20.45 17.30.40 17.30.25 17.10.31 17.30.06 16.50.47 17.30.55 16.47.52 17.09.57 17.30.37 17.30.51 11.09.07 17.30.25 17.30.39 17.30.56 17.30.29 16.30.30 16.24.08 17.30.34 17.30.00

Min

1,80 0,391 5,04 2,4325 2,40 0,359 0,1379 0,29 0,7955 1,536 0,473 1,353 0,692 0,5615 100,95 0,817 22,51 4,8875 9,90 1,343 3,905 0,148 100,90 0,948 1,154 3,55 44,10 0,8915 16,40 9,05 44,00 3,11 3,385 1,165 50,17 9,635 33,38 1,415 4,10 13,72 24,37 0,9695 1,288 1,53 11,58 1,679 3,90 3,8375 1,123 21,20 16,18 5,71 9,745 0,784 0,7025 6,85 1,876

Max

Apertura

1,90 0,4035 5,06 2,555 2,47 0,37 0,142 0,2965 0,823 1,566 0,489 1,385 0,705 0,575 101,47 0,848 22,70 5,00 10,20 1,368 3,96 0,1509 101,10 0,9995 1,176 3,87 44,78 0,93 16,69 9,155 45,09 3,25 3,50 1,20 51,24 9,75 33,97 1,466 4,20 14,60 24,50 0,984 1,29 1,581 11,73 1,739 3,95 3,895 1,123 22,00 16,35 5,915 9,905 0,805 0,719 7,08 1,937

1,81 0,3955 2,5225 0,14 0,29 0,823 1,54 0,4805 1,378 0,705 0,57 101,47 0,848 4,9075 9,90 1,356 3,94 100,90 0,99

0,93 16,40 9,05 3,1525 3,50

33,73 1,444 13,80 0,9785 1,565

3,89 16,28 9,90 0,79 0,7025 1,901

14,43 +1,98 17.30.38 14,25 14,47 14,37 9,92 9,59 9,80 +4,03 17.30.31 9,545 10,83 +3,14 17.20.29 10,47 10,84 0,9685 -1,17 17.30.57 0,9455 0,993 0,9825 12,91 -1,22 17.30.56 12,90 13,22 13,15 9,62 +1,75 17.30.22 9,555 9,74 9,60 5,675 +2,25 17.30.13 5,61 5,72 5,61 5,965 +0,85 17.30.14 5,90 6,05 3,88 +2,44 11.27.42 3,8175 3,88 4,3375 +14,15 17.30.48 3,90 4,3775 4,1525 0,1569 -3,15 15.38.52 0,1536 0,165 0,162 9,235 -0,16 17.30.56 9,20 9,36 9,35 1,858 -1,69 17.30.14 1,858 1,858 0,5255 -0,85 16.24.37 0,525 0,5395 8,70 8,665 8,575 +0,53 17.30.56 8,55 5,44 +1,02 17.30.25 5,40 5,49 5,49 15,28 -0,78 17.15.13 15,25 15,44 0,355 5,32 26,78 2,385 0,565 1,40 15,49 3,8875 4,19 1,891 2,935 7,00 4,965 5,525 1,48

+0,57 +0,00 +3,92 +0,00 +1,89 +0,36 +1,04 -0,06 +0,00 +6,24 -1,18 +3,70 +2,80 -1,34 -1,07

16.30.13 16.30.14 11.08.20 16.34.31 17.30.22 12.36.42 17.30.01 17.30.01 16.30.31 17.30.02 17.30.17 16.30.13 16.30.58 16.30.23 17.30.11

0,349 0,3585 0,3585 5,32 5,355 5,34 26,78 26,78 2,38 2,39 0,56 0,58 0,572 1,349 1,409 15,44 15,67 15,59 3,87 3,9425 3,9425 4,19 4,195 4,19 1,828 1,93 1,836 2,9325 3,0425 3,0425 6,81 7,325 7,00 4,965 5,30 5,10 5,44 5,68 5,505 1,476 1,517 1,512

0,939 13,26 1,154 0,8695 1,41 0,797

+4,45 +1,53 -0,94 +1,11 +6,02 -3,39

16.30.37 17.30.14 17.30.24 12.32.35 16.30.51 16.30.00

0,882 0,94 13,10 13,43 1,154 1,197 0,845 0,8695 1,333 1,45 0,7905 0,81

0,906 1,183 1,355 0,81

AZIONI

Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding Sosp. It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Azxaz Kme Group Rsp Kme Group Rsp Axa L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Sosp. Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

2,095 7,99 10,15 7,89 1,913 6,935 0,4795 0,76 4,18 2,3875 1,848 0,045 1,365 1,37 2,7875

+0,48 +0,13 +1,96 +1,48 +2,96 +1,24 +1,59 -1,93 +1,52 -0,31 -1,33 +2,98 -0,22 -2,35 +8,89

17.30.43 16.38.25 17.30.35 15.24.35 16.24.54 17.30.03 16.30.58 16.36.25 17.30.54 17.30.06 17.30.46 16.08.13 15.54.13 17.30.49 17.30.22

2,09 2,14 2,14 7,985 7,99 10,07 10,34 10,07 7,61 7,945 1,913 1,95 1,95 6,935 7,04 0,472 0,485 0,711 0,76 0,711 4,10 4,1975 4,1525 2,3725 2,485 2,45 1,843 1,925 1,91 0,044 0,045 0,045 1,329 1,368 1,37 1,425 1,41 2,52 2,80 2,79

3,4575 7,105 3,87 24,40 17,07 1,575 0,8155 0,0668 4,415 2,5525 0,293 0,0025 0,512 0,0076 79,50 1,90 3,015 0,522 11,60 21,32 96,46 2,8925 0,1589 2,18

-0,07 +2,53 +0,07 -2,40 -0,47 +0,45 +0,00 -1,76 +2,50 -1,83 -1,35 -75,00 -3,58 -49,67 +0,46 -2,56 +0,75 +8,75 -1,11 -0,09 +2,73 +2,12 -0,62 +0,46

13.56.21 17.30.55 17.30.23 17.30.41 17.30.41 15.09.30 17.30.34 16.30.47 17.30.23 16.30.31 16.30.03 16.30.32 16.30.25 16.35.48 15.56.52 17.30.38 17.30.56 16.30.45 17.30.44 17.30.24 16.37.07 17.30.38 16.24.35 16.30.43

3,3825 7,005 3,87 24,40 17,07 1,56 0,8125 0,0662 4,3725 2,53 0,289 0,0017 0,508 0,0075 79,50 1,877 2,995 0,479 11,56 21,26 95,84 2,855 0,157 2,13

6,49 2,70 5,085 6,66 3,4975 2,99 0,11 0,399 10,89 1,534 1,675 3,35 1,497 2,6725 0,1398 6,715 0,449 0,176 0,472 1,24

+0,78 -0,92 +2,78 -0,45 +0,72 +0,00 -1,17 -0,25 -0,09 -1,85 +1,15 -0,15 -1,51 +0,94 +1,16 +1,28 -2,07 +0,69 +1,51 -4,61

17.30.36 16.30.39 17.30.51 17.30.24 17.30.04 16.20.27 16.30.33 16.24.20 16.30.19 17.30.30 17.30.05 16.30.34 16.30.41 17.30.18 16.30.27 17.30.57 15.59.30 16.30.30 15.46.50 16.30.36

6,465 6,54 2,65 2,70 2,70 5,065 5,115 5,065 6,635 6,80 6,785 3,485 3,545 3,51 2,99 2,99 2,99 0,1082 0,1107 0,3865 0,405 0,3865 10,89 10,89 1,534 1,593 1,587 1,67 1,736 3,37 3,3425 3,3425 1,497 1,539 1,539 2,65 2,69 2,6725 0,137 0,144 0,137 6,715 7,05 0,436 0,449 0,1732 0,18 0,174 0,46 0,472 1,217 1,35 1,35

4,75 1,22 3,045 6,08 7,11

-1,45 -1,61 +1,16 +0,83 -1,18

17.30.19 15.24.46 16.49.28 16.11.27 17.23.31

0,369

-2,12 16.30.43 0,367

3,4575 7,20 3,98 25,20 17,45 1,575 0,8215 0,0694 4,5475 2,64 0,2975 0,0051 0,5385 0,0136 79,50 1,95 3,07 0,53 11,90 21,70 96,99 2,91 0,1592 2,23

4,90 4,75 1,20 1,25 3,00 3,0475 5,95 6,08 7,10 7,30 0,384

7,075 3,92 24,99 17,28 1,565 0,8125 0,068 4,395 0,294 0,0027 0,5385 0,009 3,015 0,51 11,88 21,59 2,89 0,1592 2,15

7,25 0,367

1,799 2,015 26,99 2,15 3,8275 1,902 1,283 0,49 0,474 0,387

+1,18 +0,80 +3,02 +0,00 +2,14 -1,19 -1,91 +1,55 +2,71 +0,00

17.30.34 17.30.41 16.34.43 16.30.31 12.55.37 16.30.25 16.24.09 17.30.14 17.30.15 17.30.24

1,76 1,799 2,0075 2,0275 2,025 26,02 27,09 2,15 2,19 2,18 3,80 3,83 3,83 1,902 1,945 1,925 1,274 1,319 1,308 0,489 0,493 0,4905 0,467 0,476 0,471 0,3835 0,3975 0,3915

10,70 0,5005 0,741 0,792 108,00 1,317 0,94 0,75 7,20 13,45 0,186 0,844 1,068 0,658 1,999 5,85

+3,88 +0,10 +0,14 -0,25 +2,32 +1,78 -2,89 -0,07 +0,00 +1,89 +0,54 +0,00 +3,59 +2,10 -0,05 -1,43

15.35.58 15.39.26 14.50.17 17.30.46 11.52.37 16.30.27 16.30.05 14.48.46 16.40.47 17.30.29 15.56.28 16.30.58 17.30.09 17.30.37 17.30.44 17.30.38

10,25 10,70 0,5005 0,5095 0,5095 0,7395 0,741 0,7395 0,791 0,808 105,55 108,00 1,302 1,327 1,327 0,94 0,968 0,75 0,76 7,125 7,445 7,30 13,26 13,51 13,46 0,186 0,1898 0,8105 0,844 1,035 1,077 1,055 0,643 0,664 1,99 2,00 5,825 5,96 5,95


26 Martedì 22 Giugno 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Sosp. Snia 3% Cv 2010 Sosp. So Pa F Societe Generale Socotherm Sosp. Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875%

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,1986 15,82 0,3465 0,0555 0,362 1,74 57,80 0,31 16,91 0,4395 5,84 4,64 8,335 27,52

-0,35 -0,13 +0,00 +0,91 +1,40 -3,60 +1,80 +2,31 +0,00 +1,15 +1,92 +3,75 +0,42 +2,27

17.30.20 17.30.57 16.30.59 15.22.59 16.30.55 16.30.13 15.59.07 16.10.44 17.30.09 15.54.09 17.30.14 15.27.29 16.30.45 17.30.22

0,1935 0,2027 15,56 15,87 0,345 0,3565 0,345 0,054 0,0559 0,0555 0,356 0,363 0,3585 1,74 1,864 1,821 57,80 58,00 0,3015 0,31 0,3015 16,91 17,60 17,15 0,433 0,444 0,433 5,70 5,855 5,825 4,50 4,64 4,50 8,335 8,60 8,58 27,35 28,12 27,50

49,80 37,70 1,771 9,00 6,78 0,6065 0,1405 1,15 5,15 7,005 93,00 78,69 2,75 3,4425

+0,69 +1,13 +1,78 +0,00 -0,22 -0,57 -2,43 +4,55 +1,78 +0,07 +0,00 +1,76 -2,65 +1,03

16.57.03 14.01.03 17.30.14 14.45.33 16.30.11 16.30.42 17.30.18 17.30.19 16.01.57 17.30.05 17.24.49 16.25.49 16.30.19 17.30.23

49,66 50,06 37,57 37,94 1,748 1,773 1,767 9,00 9,08 6,78 6,83 0,592 0,6065 0,597 0,1392 0,1467 0,1467 1,15 1,15 5,04 5,15 6,955 7,10 6,955 93,00 93,30 78,69 79,58 2,75 2,86 2,835 3,415 3,4525 3,4275

0,0725 38,74

-1,49 16.30.59 0,0725 +0,57 17.05.22 38,65

2,145 4,2875 48,50

+4,89 17.30.17 2,035 2,145 -2,33 16.30.26 4,2675 4,3675 +4,28 16.30.48 46,90 48,50

0,075 0,0747 39,44 2,08 4,285

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tme Azxaz Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Sosp. Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Azxaz+W Unipol Priv Unipol Prv Azxaz+W Valsoia Viaggi Del Ventaglio Sosp. Vianini Industria Vianini Lavori

Max

Apertura

1,46 9,105

+0,69 16.30.32 1,444 +3,47 16.12.58 8,84

Ora

Min

1,484 9,28

1,45

7,025 1,17

+0,50 17.30.25 7,005 -0,43 16.19.26 1,16

7,14 1,19

7,12 1,16

1,94 0,44 0,972 0,2164 0,78 16,52 15,71 3,0375 3,5925 0,1258 0,0001 55,51 1,46 40,76 13,03

+0,00 +4,76 +0,10 -1,19 +0,58 +1,29 +3,15 -1,06 +1,34 -2,63 -75,00 +0,54 +0,00 +1,39 +0,62

12.22.43 11.01.19 17.30.39 16.30.15 17.30.44 17.21.39 17.30.20 17.30.07 16.30.09 17.30.33 11.00.30 17.30.12 14.43.07 17.17.04 16.30.33

5,905 7,66 106,91 0,618 1,957 2,415

-1,50 +0,79 +0,13 -0,08 +0,82 +2,77

16.35.58 5,90 6,00 17.30.12 7,62 7,80 17.21.14 106,72 107,17 17.23.03 0,61 0,63 17.30.14 1,942 1,999 17.30.01 2,38 2,495

0,624 0,0799 0,40 0,0415 4,24

-1,19 -1,36 -4,42 -20,19 -3,47

17.30.36 17.30.32 17.30.18 17.30.32 15.34.08

1,33 4,255

1,94 0,42 0,97 0,216 0,7755 16,31 15,51 3,0325 3,58 0,1253 0,0001 55,15 1,46 40,74 13,02

1,94 0,44 0,42 0,985 0,985 0,2195 0,219 0,7915 0,789 16,60 16,40 15,73 15,59 3,10 3,09 3,62 3,58 0,1326 0,1313 0,0001 55,92 55,56 1,461 40,95 13,14 13,10 7,71 0,62 1,983 2,38

0,618 0,649 0,649 0,0741 0,0855 0,0852 0,397 0,422 0,419 0,0401 0,048 0,0436 4,16 4,255 4,255

-2,21 16.30.38 1,33 1,35 1,35 +2,65 16.30.25 4,1525 4,2875 4,1875

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Sosp. Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

3,69

0,065 0,0204 2,65 0,0328 0,146 0,3155 0,10 0,083

Ora

-0,81 17.30.32

+0,00 +2,00 -1,85 +7,90 -14,12 -1,10 +3,09 +2,22

15.44.00 17.30.13 16.49.19 14.16.25 17.30.33 16.46.56 15.49.28 16.24.06

Min

Max

3,69

3,745

0,0643 0,019 2,65 0,031 0,1411 0,313 0,0963 0,083

Apertura

0,065 0,065 0,0225 0,019 2,82 0,0329 0,0329 0,184 0,143 0,329 0,313 0,1055 0,0963 0,0893 0,083

0,0527 +14,57 16.30.51 0,0527 0,0527 0,3495 +2,79 17.18.17 0,329 0,3495 0,028 +16,67 14.44.49 0,028 0,0285 0,0285 0,016 -4,19 11.44.56 0,016 0,016 0,019 -8,65 16.30.42 0,0181 0,021 0,02 0,041 +3,54 17.24.47 0,0401 0,0428 0,0136 -14,46 13.22.54 0,0136 0,0136 0,0136 1,014 +1,60 17.21.12 1,003 1,029 2,05 0,075 0,0029 0,018 6,175 0,10 4,1525 0,538 0,52

-5,53 10.39.17 1,953 +7,14 12.29.49 0,075 +0,00 +0,56 -0,64 -0,10 -0,48 +5,49 +2,77

17.22.01 17.24.51 17.30.10 16.30.50 17.30.11 16.30.32 15.42.52

2,05 0,075

1,953 0,075

0,0029 0,003 0,003 0,018 0,0185 6,155 6,40 6,315 0,0979 0,10 0,10 4,15 4,23 0,5195 0,5445 0,5195 0,481 0,52

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia A Bpvi Azionario Italia B Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Bancoposta Azionario Euro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Amundi Europe Equity

-0,30 +0,05 -0,12 -0,04 -0,04 +0,02 +0,21 -0,01 +0,20 -0,02 +0,11 +0,13 +0,18 +0,18 +0,44 +0,51 +0,06 -0,07 +0,03 +0,00 +0,45 +0,08 -0,02 -0,02 +0,00 +0,00 +0,06 -0,03 -0,02 +0,00 +0,06 +0,47 +0,12 +0,13 +0,02 +0,07 +0,09 -0,01 -0,01 -0,04 +0,00 -0,06 +0,12 +0,07 -0,13 +0,10 +0,16 +0,16 +0,22 +0,05 +0,36 +0,17 +0,23 +0,18 +0,22 +0,28 +0,18 +0,05 -0,02 +0,28 +0,27 +0,48 +0,25 +0,33 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06 -0,36 +0,11 +0,11 +0,20 +0,36

14,843 5,566 4,105 19,717 19,387 18,944 6,713 6,839 16,629 5,069 4,597 4,601 5,038 5,118 3,621 3,324 16,041 4,522 11,436 18,992 18,23 15,102 10,674 10,778 12,085 12,414 9,891 21,224 8,321 14,853 8,52 4,506 6,018 6,062 5,344 5,463 12,577 13,087 13,466 16,462 5,00 3,552 10,405 5,682 5,509 4,798 9,022 8,897 4,52 4,011 14,056 12,223 4,325 4,389 24,751 13,041 4,345 5,52 5,191 6,112 6,307 5,408 4,842 5,439 7,055 7,055 4,672 4,648 5,329 16,113 15,906 6,981 4,165

VARIAZ. QUOT.

+0,08 Anima Europa +0,11 Arca Azioni Europa Bim Azionario Europa +0,34 Bnl Azioni Europa Crescita -0,02 Bnl Azioni Europa Dividendo -0,14 Bpvi Azionario Europa A +0,19 Bpvi Azionario Europa B +0,19 Carige Azionario Europa A +0,17 Carige Azionario Europa B +0,18 +0,19 Carismi Dynamic Europe A +0,43 Carismi Dynamic Europe B +0,02 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue +0,08 Eurizon Az. Europa Multimanager +0,29 Eurizon Az. Pmi Europa -0,22 Eurizon Focus Az. Europa +0,10 +0,15 Euromobiliare Europe Eq. Europa +0,21 Fideuram Master Sel.Equity Europe +0,40 +0,19 Fondaco Eu Sri Equity Beta +0,12 Fondersel Europa Fonditalia Eq. Europe R +0,16 +0,17 Fonditalia Eq. Europe T Gestielle Europa A +0,00 Gestielle Europa B +0,00 +0,12 Gestnord Azioni Europa Imieurope +0,14 Iniziativa Europa -0,03 Interfund Eq. Europe -0,07 +0,12 Investitori Europa +0,00 Laurin Eurostock Mc G.Fdf Europa A +0,03 +0,03 Mc G.Fdf Europa B Mediolanum Amerigo Vespucci +0,98 Mediolanum Europa 2000 +0,99 +0,17 Nextam P. Az. Europa Norvega Az. Europa A +0,07 Norvega Az. Europa B +0,07 +0,18 Optima Azionario Europa +0,15 Pioneer Azionario Europa A Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A +0,11 Prima Geo Europa A +0,06 -0,16 Prima Geo Europa Pmi A Prima Geo Europa Pmi Y -0,16 Prima Geo Europa Y +0,06 Ras Lux Equity Europe +0,12 Sai Europa +0,11 Soprarno Azioni Euro 50 +0,27 -0,06 Symphonia Europa +0,34 Synergia Az. Europa Talento Comp. Europa +0,16 Ubi Pramerica Azioni Europa +0,11 +0,10 Unibanca Azionario Europa AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime -0,26 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente -0,10 AZ. FINANZA -0,29 Eurizon Az. Finanza Fonditalia Euro Financials R +0,39 Fonditalia Euro Financials T +0,41 AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate +0,00 AZ. ALTRI SETTORI +0,17 Alpi Risorse Naturali Ducato Immobiliare A +0,21 +0,22 Ducato Immobiliare Y Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources -0,07 +0,38 Fonditalia Euro Cyclicals R Fonditalia Euro Cyclicals T +0,38 Fonditalia Euro Defensive R -0,03 Fonditalia Euro Defensive T -0,03 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,21 +0,20 Fonditalia Euro Tmt T Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,08 +0,03 Interfund Int.Sec.New Economy

3,90 9,175 9,425 11,732 2,762 3,764 3,766 5,329 5,576 4,189 3,96 8,51 5,218 5,559 8,006 8,041 13,434 12,644 8,796 85,777 12,881 8,875 8,961 6,849 7,022 8,237 18,101 6,618 5,767 4,926 3,626 6,324 3,581 5,854 15,001 4,842 4,518 4,581 2,862 14,223 6,612 10,673 19,631 20,252 11,023 39,207 9,959 3,771 5,37 5,901 118,505 5,624 5,946 9,15

15,144

17,918 5,371 5,413 4,138

5,884 8,432 8,662 10,88 11,09 11,213 11,241 11,366 5,372 5,418 2,475 34,506

VARIAZ. QUOT.

Norvega Mobiliare Re A Norvega Mobiliare Re B Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Primaclasse Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 B Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Primaclasse Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Bilanciato Internazionale Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 B Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced Arca Te - Titoli Esteri

VARIAZ. QUOT.

+0,24 4,252 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 +0,24 4,252 Aureo Primaclasse Valore +0,07 2,815 Azimut Scudo Bancoposta Investimento Protetto 90 +0,14 2,849 Bnl Protezione +0,14 2,917 Bpvi Obiettivo Incremento A -0,24 5,808 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 30 +0,10 5,101 Carige Bilanciato 30 -1,77 8,196 Carismi Dynamic Mix 15 Carismi Dynamic Mix 30 -0,05 3,751 Euromobiliare Moderato +0,23 3,907 Fonditalia Core 1 R +0,23 3,961 Fonditalia Core 1 T +0,05 32,495 Gestielle Global Asset 1 +0,10 10,193 Managers & Co. Comparto 30 +0,11 10,297 Mediolanum Elite 30 L -0,02 4,437 Mediolanum Elite 30 S -0,04 4,491 Mix -0,05 12,478 Norvega Sintesi Audace -0,06 4,613 Prima Forza 2 A +0,05 3,943 Prima Forza 2 B +0,08 3,946 Prima Forza 2 Y +0,07 4,016 Prima Forza 3 A -0,04 5,241 Prima Forza 3 B +0,14 5,18 Prima Forza 3 Y Symphonia Adagio -0,03 17,594 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,02 4,935 Synergia Bilanciato 30 +0,08 16,56 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. +0,14 30,484 Ubi Pra. Portafoglio Moderato +0,00 4,59 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,15 3,979 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,01 23,186 Visconteo +0,03 5,996 OB. EURO GOVERNATIVI BT +0,09 22,19 Allianz Monetario +0,10 5,78 Alto Monetario +0,12 5,897 Amundi Breve Termine -0,10 5,201 Arca Mm - Monetario +0,16 4,273 Bancoposta Monetario +0,16 4,329 Bg Focus Monetario +0,10 6,121 Bim Obb.Breve Termine +0,09 35,379 Bnl Obbligazioni Euro Bt -0,06 6,161 Bpvi Breve Termine A -0,11 24,207 Bpvi Breve Termine B +0,09 26,863 Carige Monetario Euro A +0,00 12,498 Carige Monetario Euro B -0,06 46,488 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,08 10,18 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,09 10,268 Consultinvest Breve Termine -0,09 12,476 Cr Cento Monetario Plus +0,06 14,474 Cs Monetario Italia B -0,05 30,492 Cs Monetario Italia I -0,02 12,653 Ducato Fix Euro Bt A +0,00 5,088 Ducato Fix Euro Bt Y +0,02 6,065 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,04 4,498 Euromobiliare Prudente +0,31 5,199 Fideuram Security +0,30 9,937 Fondersel Reddito +0,03 6,10 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R -0,02 5,802 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,05 4,364 Fonditalia Euro Currency R +0,05 4,365 Fonditalia Euro Currency T +0,05 4,444 Gestielle Bt Cedola -0,21 3,744 Gestielle Bt Cedola B +0,05 4,403 Gestielle Bt Euro A -0,19 5,747 Gestielle Bt Euro B +0,02 5,21 Imi 2000 +0,21 5,611 Interfund Euro Currency -0,04 5,607 Intra Obb. Euro Bt +0,05 5,465 Laurin Money +0,01 6,85 Leonardo Monetario Mediolanum Risparmio Corrente -0,04 9,36 Mediolanum Risparmio Dinamico -0,02 5,911 Monetario +0,08 8,514 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine +0,01 16,431 Norvega Obb. Euro Breve Termine A

+0,00 -0,14 +0,13 +0,04 +0,01 -0,08 +0,02 +0,12 +0,08 +0,15 -0,02 +0,09 +0,10 -0,12 +0,04 -0,13 -0,16 +0,07 -0,09 +0,06 +0,06 +0,09 -0,02 -0,02 -0,02 -0,12 +0,06 +0,13 +0,09 +0,02 -0,02 +0,02 +0,08

-0,02 +0,01 +0,04 +0,03 +0,05 +0,04 +0,00 +0,00 +0,00 +0,02 +0,01 +0,02 +0,05 +0,05 +0,02 -0,02 +0,03 +0,01 -0,05 -0,05 +0,02 +0,02 +0,01 +0,07 +0,04 +0,05 +0,01 +0,01 +0,06 +0,05 +0,04 +0,05 +0,01 +0,01 +0,05 +0,01 +0,03 -0,05 -0,02 +0,03 +0,03 +0,05

5,454 4,969 7,619 5,43 22,573 5,051 5,013 5,144 3,976 3,98 6,529 10,413 10,494 8,83 5,379 5,242 10,061 5,656 5,66 4,654 4,656 4,705 4,97 4,97 5,053 5,982 5,347 5,439 5,848 5,971 5,592 5,586 34,64

15,856 7,05 7,448 14,681 6,177 16,335 6,541 7,524 6,276 6,277 11,651 11,433 5,459 5,515 4,959 5,765 7,768 7,825 6,285 6,327 15,162 8,471 9,54 14,077 7,939 7,981 7,856 7,89 6,332 6,332 7,507 7,562 16,846 6,679 5,632 6,893 6,048 13,841 5,469 12,109 8,945 5,815

VARIAZ. QUOT.

Norvega Obb. Euro Breve Termine B Optima Reddito B.T. Optima Riserva Euro Passadore Monetario Pioneer Monetario Euro A Prima Fix Obbligazionario Bt A Prima Fix Obbligazionario Bt Y Soprarno Pronti Termine Synergia Obb Euro B.T. Teodorico Monetario Tesoreria Fondo Per Le Imprese Ubi Pramerica Euro B.T. Unibanca Monetario Valori Responsabili Monetario Zenit Monetario I Zenit Monetario R OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L Allianz Reddito Euro T Anfiteatro Bond Corporate Anima Obb. Euro Arca Rr Azimut Reddito Euro Bancoposta Obbligazionario Euro Bim Obb. Euro Bnl Obbligazioni Euro M/Lt Bpvi Obblig. Euro Medio Termine A Bpvi Obblig. Euro Medio Termine B Bpvi Obiettivo Reddito A Bpvi Obiettivo Reddito B Capitale Pi¿ Comparto Obbligazionario Carige Obbligazionario Euro A Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A Carige Obbligazionario Euro L.Termine B Carismi Bond Euro A Carismi Bond Euro B Ducato Fix Euro Mt A Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome Eurizon Focus Obb. Euro Euromobiliare Reddito Europe Bond Fondaco Euro Gov. Beta Fondersel Euro Fonditalia Euro Bond Long Term R Fonditalia Euro Bond Long Term T Fonditalia Euro Bond Medium Term R Fonditalia Euro Bond Medium Term T Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B Gestielle Mt Euro A Gestielle Mt Euro B Imirend Interfund Euro Bond Long Term Interfund Euro Bond Medium Term Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 Intra Obb. Euro Italfortune Euro Bonds Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney Mediolanum Italmoney Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine Norvega Obb. Euro A Norvega Obb. Euro B Optima Obbligazionario Euro Prima Fix Obbligazionario Mlt A Prima Fix Obbligazionario Mlt Y Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario Synergia Obb Euro M.T. Ubi Pra. Euro M/L Termine Unibanca Obbligazionario Euro Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B

+0,05 +0,03 +0,02 -0,01 +0,04 +0,01 +0,01 -0,02 -0,02 +0,00 +0,03 +0,03 +0,00 -0,03 +0,03 +0,03

+0,03 +0,03 +0,00 +0,01 +0,10 -0,04 +0,07 +0,01 +0,09 +0,09 +0,09 +0,09 +0,07 -0,02 -0,06 -0,05 +0,05 +0,07 -0,14 -0,13 -0,13 -0,14 +0,12 +0,03 +0,06 -0,08 +0,09 +0,10 +0,19 +0,19 +0,16 +0,16 +0,20 +0,20 +0,07 +0,07 +0,10 +0,17 +0,17 +0,00 +0,08 +0,13 +0,00 +0,04 -0,12 -0,08 +0,01 +0,11 +0,11 +0,10 +0,10 +0,10 +0,00 +0,01 +0,02 +0,09 +0,05 -0,10 -0,10

5,861 6,641 5,278 7,109 13,185 10,137 10,156 5,131 5,063 7,446 6,885 6,731 5,718 5,878 7,512 7,467

32,787 32,119 4,977 7,056 8,908 15,576 6,861 6,928 6,895 6,684 6,686 5,702 5,703 5,455 10,86 11,007 5,659 5,77 5,527 5,584 7,594 7,676 7,403 13,905 15,417 7,586 120,229 8,023 7,283 7,344 10,938 11,009 8,096 8,183 14,921 15,068 9,296 8,257 8,243 6,981 11,623 5,999 8,42 7,561 6,411 6,561 17,215 6,545 6,625 6,896 5,745 5,76 58,172 12,823 5,20 6,932 5,802 6,252 6,252

VARIAZ. QUOT.

OB. EURO CORPORATE INV. GRADE -0,43 101,568 Amundi Corporate 3 Anni Amundi Corporate Giugno 2012 -0,47 5,04 Arca Bond Corporate +0,07 7,03 Carige Corporate Euro A +0,03 6,541 Carige Corporate Euro B +0,03 6,619 Corporate Bond +0,04 7,297 Ducato Etico Fix Y -0,08 5,313 Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 +0,07 5,569 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine+0,04 7,438 +0,06 8,775 Euromobiliare Euro Corporate Bt Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,06 8,379 Fonditalia Euro Corporate Bond T +0,05 8,427 Interfund Euro Corporate Bond +0,04 4,993 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,08 7,567 +0,08 4,77 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A Prima Fix Imprese A +0,08 6,474 Prima Fix Imprese Y +0,08 6,559 +0,05 6,584 Sai Obbligazionario Corporate +0,02 5,389 Synergia Obb Corporate Ubi Pramerica Euro Corporate +0,06 7,731 OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,30 7,058 Fonditalia Bond Euro High Yield R +0,26 13,715 +0,25 13,778 Fonditalia Bond Euro High Yield T Interfund Bond Euro High Yield +0,27 7,541 Prima Fix High Yield A +0,41 7,679 Prima Fix High Yield Y +0,41 7,831 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM -0,03 9,511 Arca Bond Dollari Azimut Reddito Usa +0,08 6,298 -0,02 6,601 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt Ducato Fix Dollaro A +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 -0,03 9,046 Fonditalia Bond Usa R Fonditalia Bond Usa T -0,03 9,116 Gestielle Bond Dollars A +0,18 9,763 +0,19 9,903 Gestielle Bond Dollars B -0,03 7,869 Interfund Bond Usa +0,00 15,144 Nordfondo Obbligazioni Dollari OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI +0,08 16,595 Allianz Reddito Globale L Allianz Reddito Globale T +0,08 16,273 Alpi Obbligazionario Internazionale -0,01 7,198 Alto Internazionale Obb. +0,00 6,632 Arca Bond - Obbligazioni Estere +0,07 13,021 Aureo Obbligazioni Globale +0,12 8,051 -0,21 6,066 Bim Obb. Globale -0,25 6,089 Bpvi Obblig. Internazionale A Bpvi Obblig. Internazionale B -0,25 6,091 Carige Obbligazionario Internazionale A -0,27 6,165 Carige Obbligazionario Internazionale B -0,27 6,289 -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. A Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 +0,10 8,839 Eurizon Obb. Internazionali -0,16 14,772 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A +0,15 6,681 Gestielle Obbligazionario Intern. B +0,16 6,787 +0,13 16,754 Imibond Mc G.Fdf Global Bond A -0,04 5,292 Mc G.Fdf Global Bond B -0,04 5,237 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds Norvega Obb. Internazionale A -0,17 6,021 -0,16 6,093 Norvega Obb. Internazionale B Optima Obb. Euro Global +0,15 6,90 +0,01 10,073 Pianeta Prima Fix Obbligazionario Globale A +0,11 9,328 Prima Fix Obbligazionario Globale Y +0,12 9,359 Prima Forza 1 A +0,08 5,11 Prima Forza 1 B +0,08 5,111 +0,08 5,146 Prima Forza 1 Y Sai Obb.Internazionale -0,15 8,245 +0,10 5,978 Ubi Pra. Obbligazioni Globali


il Domani Martedì 22 Giugno 2010 27

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,07 5,609 Fonditalia Euro Yield Plus R +0,05 9,393 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,25 6,765 OB. YEN Ducato Fix Yen A -0,04 4,54 Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576 Interfund Bond Japan +0,31 6,156 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Amundi Multicorp. Dic. 2012 +0,08 5,01 Amundi Obbligazionario Euro +0,09 5,489 Anima Convertible +0,12 6,062 Azimut Trend Tassi -0,06 8,881 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,04 5,091 Consultinvest Obbligazionario +0,04 5,121 Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 +0,03 6,078 Eurizon Focus Obb. Cedola Eurizon Obb. Etico +0,07 5,405 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,05 9,457 Fonditalia Inflation Linked R +0,39 13,795 Fonditalia Inflation Linked T +0,39 13,879 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,09 7,029 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,10 7,14 Groupama It. Bond Sel. Fund -0,09 5,813 Interfund Inflation Linked +0,40 13,717 -0,22 11,115 Mediolanum Risparmio Reddito Nordfondo Obbligazioni Convertibili +0,04 5,26 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income +0,13 15,898 Pioneer Obb. Euro Dis. A +0,11 6,554 Prima Fix Emergenti Y +0,28 13,122 +0,00 144,563 Ras Lux Short Term $ Ras Lux Short Term Euro +0,08 65,471 Symphonia Comp.Obb. Area Europa +0,01 9,531 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari +0,02 5,413 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario +0,17 5,396 +0,08 8,778 Alto Obbligazionario Anima Fondimpiego -0,09 19,793 Arca Obbligazioni Europa +0,10 8,333 Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity +0,06 7,878 Bancoposta Mix 1 +0,07 5,889 Bim Corporate Mix +0,04 5,482 Bnl Telethon +0,05 5,949 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 15 +0,02 5,263 Carige Bilanciato 10 +0,11 5,482 Cividale Forum Iulii Rendita A +0,22 5,444 Cividale Forum Iulii Rendita B +0,22 5,576 Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 Eurizon Diversificato Etico +0,00 7,902 Eurizon Rendita +0,00 5,971 Eurizon Soluzione 10 +0,07 6,86 Fucino Challenger -0,06 4,682 Gestielle Etico Per Ail A +0,03 6,318 +0,03 6,372 Gestielle Etico Per Ail B Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica +0,00 5,673 Nextam P. Obbligazionario Misto +0,15 5,987 Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni-0,02 6,59 Norvega Sintesi Moderato -0,11 5,623 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A +0,07 8,276 -0,12 4,902 Sai Multi Fund Linea Prudente Sai Performance +0,02 17,216 Sforzesco +0,03 10,037 +0,03 7,076 Symphonia Patr.Globale Reddito Synergia Bilanciato 15 +0,08 5,281 Total Return Obbligazionario -0,44 4,284 Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,03 6,125 Valori Responsabili Obbligaz. Misto -0,02 6,165 Zenit Obb. I -0,01 8,164 Zenit Obb. R -0,02 8,111 OB. FLESSIBILI Amundi Soluzioni Tassi -0,04 4,83 Arca Cedola 2015 Alto Potenziale +0,14 4,905 Arca Cedola Bond Globale Euro +0,00 4,997 -0,02 5,334 Arca Cedola Corp. Bond Arca Cedola Corp. Bond Ii +0,00 5,042 Arca Cedola Corporate Bond Iii +0,06 4,995 +0,10 5,082 Arca Cedola Gov. Euro Bond Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii +0,12 4,937 Arca Cedola Gov. Euro Bond Iii +0,04 4,993 +0,00 5,20 Aureo Cash Dynamic Bg Focus Obbligazionario +0,06 6,733 Bnl Target Return Liquidita' +0,01 9,956 +0,13 5,545 Cividale Forum Iulii Strategia A Cividale Forum Iulii Strategia B +0,14 5,66 Consultinvest High Yield -0,12 5,703 +0,07 5,377 Consultinvest Monetario +0,24 7,181 Consultinvest Reddito Ducato Fix Rendita A -0,02 18,313 -0,01 18,583 Ducato Fix Rendita Y Euromobiliare Tr Flex 2 +0,02 6,608 Mediolanum Flessibile Obblig. Globale +0,16 10,07 +0,03 6,518 Premium Risparmio +0,01 7,747 -0,02 5,822 Ritorni Reali +0,04 5,163 Symphonia Bond Flessibile Ubi Pra. Active Duration -0,04 5,638 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,03 10,537 +0,02 5,268 Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,06 5,20 Volterra Tr Obblig. LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,02 5,541 Allianz Liquidita' A +0,00 5,581 +0,02 5,054 Allianz Liquidita' At +0,00 5,705 Allianz Liquidita' B Amundi Eonia +0,00 102,094 Amundi Liquidita' +0,02 8,937 Anfiteatro Tesoreria +0,04 5,669 Anima Liquidita' +0,02 6,602 Arca Bt - Breve Termine +0,02 8,726 Arca Bt - Tesoreria +0,03 5,754 Aureo Liquidita' +0,00 5,714 Azimut Garanzia +0,01 12,293 Bnl Cash +0,02 22,113 Bpvi Tesoreria A +0,02 5,639 Bpvi Tesoreria B +0,02 5,64 Carige Liquidita' Euro A +0,00 6,318 Carige Liquidita' Euro B +0,00 6,38 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297

VARIAZ. QUOT.

Epsilon Cash +0,02 6,274 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,01 7,648 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,01 7,69 Eurizon Liquidita' A +0,03 7,274 Eurizon Liquidita' B +0,03 7,45 Euromobiliare Conservativo +0,01 11,067 Euromobiliare Contovivo +0,01 11,84 Fideuram Moneta +0,01 14,61 Fondaco Euro Cash +0,02 116,108 Fondo Liquidita' +0,01 7,573 Gestielle Cash Euro A +0,04 7,02 Gestielle Cash Euro B +0,04 7,056 Nextam P. Liquidita' +0,05 5,767 Nordfondo Liquidita' +0,03 6,178 Norvega Monetario A +0,03 5,854 Norvega Monetario B +0,03 5,895 Optima Money +0,03 6,135 +0,07 5,924 Pensplan Invest Cash Fund Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 5,064 Prima Fix Monetario A +0,01 8,496 Prima Fix Monetario I +0,00 8,593 Prima Fix Monetario Y +0,01 8,58 Sai Liquidita' +0,01 11,461 Symphonia Comp.Monetario +0,00 7,436 Synergia Monetario +0,02 5,012 Synergia Tesoreria +0,00 5,041 +0,04 7,27 Ubi Pramerica Euro Cash LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,28 13,33 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,03 16,47 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,04 5,271 +0,06 5,11 8a+ Latemar 8a+ Monviso +0,00 5,122 Abis Flessibile +0,00 5,709 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 Agora Flex -0,09 6,774 Agora Selection +0,04 4,875 +0,02 6,307 Agora Valore Protetto Alarico Re +0,16 4,388 Alkimis Capital Ucits -0,24 4,922 Allianz F100 L -0,10 4,154 Allianz F100 T -0,10 4,079 Allianz F15 L -0,02 5,386 Allianz F15 T -0,02 5,309 Allianz F30 L +0,00 5,202 Allianz F30 T +0,00 5,126 Allianz F70 L -0,02 27,621 Allianz F70 T -0,02 27,066 Amundi Absolute -0,06 5,207 Amundi Azionario Trend +0,06 96,642 Amundi Dynamic Allocation -0,08 5,226 Amundi Equipe 1 +0,04 5,245 Amundi Equipe 2 +0,06 5,178 Amundi Equipe 3 +0,00 5,176 Amundi Equipe 4 -0,04 4,81 Amundi Eureka Bric Ripresa 2014 +0,97 5,21 +1,90 5,538 Amundi Eureka China Double Wine Amundi Eureka China Ripresa 2015 +1,47 4,957 Amundi Eureka Doppia Opportunit¿ 2014 +1,85 5,06 Amundi Eureka Double Call +1,46 5,433 Amundi Eureka Double Win +4,02 5,567 Amundi Eureka Double Win 2013 +4,30 4,872 +1,69 6,205 Amundi Eureka Dragon Amundi Eureka Oriente 2015 +1,61 4,915 Amundi Eureka Ripresa 2014 +3,47 5,189 +3,96 4,909 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi Eureka Settori 2016 +1,05 4,811 Amundi Eureka Usa 2015 +2,54 4,795 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,24 5,016 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,10 4,908 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 +1,00 5,248 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,08 4,909 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014 +0,50 5,028 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. -0,09 5,706 Amundi Form. Private Div. Opp. -0,12 4,956 Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 +3,43 4,465 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013 +3,05 4,453 Amundi Formula Garantita 2012 -0,02 5,092 Amundi Formula Garantita 2013 -0,06 4,918 Amundi Formula Garantita Due - 2013 +0,02 4,95 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014 +0,00 4,934 Amundi Piu +0,02 5,603 +0,10 5,104 Amundi Premium Power Amundi Private Alpha +0,02 4,778 Amundi Qreturn -0,02 5,452 +0,06 4,674 Amundi Soluzione Azioni Amundi Strategia 95 -0,06 4,952 Anfiteatro Bond Plus +0,04 7,402 -0,02 5,081 Anfiteatro Conservative Flex Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,02 5,615 Anfiteatro Corporate Bt +0,02 5,122 +0,00 3,498 Anfiteatro Total Return Anima Fondattivo -0,07 13,717 Aqqua +0,00 4,866 +0,00 5,208 Arca Capitale Garantito Dic 2013 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 +0,14 5,002 +0,04 5,474 Arca Corporate Breve Termine +0,04 5,071 Arca Rendimento Assoluto T3 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,00 4,825 +0,04 5,065 Aureo Defensive +0,02 6,102 Aureo Finanza Etica +0,18 9,58 Aureo Flex Euro Aureo Flex Italia -0,17 16,668 Aureo Flex Opportunity +0,12 4,847 Aureo Plus +0,00 5,926 +0,02 5,402 Aureo Primaclasse Flessibile -0,14 5,569 Aureo Rendimento Assoluto Azimut Strategic Trend -0,04 5,07 Azimut Trend +0,03 18,844 Azimut Trend America -0,37 9,162 Azimut Trend Europa +0,07 11,886 Azimut Trend Italia +0,06 14,564 Azimut Trend Pacifico -0,14 6,466 Bancoposta Centopiu' +0,00 5,289 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,00 5,25 Bancoposta Extra +0,02 5,293 Bancoposta Step -0,02 4,994 Bancoposta Trend +0,12 4,951 Bg Focus Azionario -0,08 22,378 Bim Flessibile -0,08 3,843 Bnl Target Return Conservativo -0,04 5,082

VARIAZ. QUOT.

Bnl Target Return Dinamico -0,07 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Asia -0,04 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Europa +0,08 Bnpp Equipe Attacco +0,00 Bnpp Equipe Centrocampo +0,02 Bnpp Equipe Difesa -0,02 Bpvi Obiettivo Rendimento A +0,08 Bpvi Obiettivo Rendimento B +0,08 Carige Flessibile +0,02 Carige Flessibile B +0,04 Carige Flessibile Piu' A +0,00 Carige Flessibile Piu' B +0,00 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo -0,25 -0,20 Consultinvest Mercati Emerg. Consultinvest Multi Flex +0,02 Consultinvest Plus +0,04 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita A -0,07 Ducato Etico Flex Civita Y -0,05 Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,12 Epsilon Qreturn -0,02 Eurizon Focus Capital. Protetto 12/2014 +0,10 Eurizon Focus Garantito 03/13 +0,06 Eurizon Focus Garantito 06/12 +0,04 +0,04 Eurizon Focus Garantito 09/12 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,08 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,02 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 +0,02 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,00 Eurizon Focus Profilo Dinamico -0,04 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,00 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,00 Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni +0,04 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A +0,03 Eurizon Team 1 G +0,03 Eurizon Team 2 A +0,07 Eurizon Team 2 G +0,07 Eurizon Team 3 A +0,08 Eurizon Team 3 G +0,08 Eurizon Team 4 A -0,07 Eurizon Team 4 G -0,07 Eurizon Team 5 A -0,05 Eurizon Team 5 G -0,03 +0,10 Euromobiliare Real Assets Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex +0,00 Euromobiliare Tr Flex 3 +0,00 Euromobiliare Tr Flex 4 +0,01 Federico Re +0,08 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,09 Flessibile +0,18 Fondaco Global Opportunities +0,00 +0,00 Fondersel Duemila Fonditalia Flex. Emerging Mkts T +0,08 Fonditalia Flexible Dynamic R -0,17 Fonditalia Flexible Dynamic T -0,17 Fonditalia Flexible Growth R +0,16 Fonditalia Flexible Growth T +0,17 Fonditalia Flexible Income R +0,02 Fonditalia Flexible Income T +0,01 Fonditalia Flexible Multimanager R +0,10 Fonditalia Flexible Multimanager T +0,10 Fonditalia Flexible Opportunity R +0,01 +0,01 Fonditalia Flexible Opportunity T Formula 1 Alpha Plus 20 +0,03 Formula 1 Conservative +0,00 +0,06 Formula 1 High Risk Formula 1 Low Risk +0,00 Formula 1 Risk +0,02 -0,08 Gestielle Brasile Gestielle Global Asset Plus +0,00 Gestielle Harmonia Dinamico +0,02 +0,04 Gestielle Harmonia Moderato Gestielle Harmonia Vivace +0,02 Gestielle Total Return -0,03 +0,04 Gestielle Total Return Obiettivo Piu' +0,04 Gestielle Tr Obiettivo Cedola Gestnord Asset Allocation +0,02 -0,02 Igm Flessibile A Igm Flessibile B -0,02 Interfund System 100 +0,04 +0,04 Interfund System 40 Interfund System Evolution +0,03 +0,13 Interfund System Flex +0,21 Intra Assoluto Intra Flessibile -0,11 -0,15 Investitori Flessibile -0,14 Kairos Partners Fund +0,00 Kairos Partners Income Kairos Partners Small Cap -0,20 Leonardo Trend -0,03 Macro F.0. +0,21 +0,02 Mc G.Fdf Flx Low A +0,04 Mc G.Fdf Flx Low B Mc G.Fdf Flx.High B -0,03 Mc G.Fdf Flx.Med. A +0,02 Mc G.Fdf Flx.Med. B +0,03 Mediolanum Flessibile Globale -0,16 Mediolanum Flessibile Italia -0,06 Mediolanum Flessibile Strategico +0,13 Nextam P. Flessibile +0,00 Nordest Sicav -0,25 Norvega Flessibile A -0,24 Norvega Flessibile B -0,23 Norvega Mb Absolut -0,07 Norvega Mb Strategic -0,07 Norvega Rendimento A -0,04 Norvega Rendimento B -0,04

12,594 5,421 5,09 4,59 4,851 5,417 5,282 5,287 5,195 5,208 4,502 4,56 4,819 4,897 6,075 6,122 3,236 5,059 4,802 5,136 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,964 6,181 5,047 5,16 5,13 5,108 5,122 5,299 5,169 5,253 5,13 4,969 5,224 5,325 5,354 5,465 5,476 5,225 4,861 8,059 5,996 5,996 5,674 5,666 4,755 4,775 4,01 4,032 3,872 3,894 4,195 3,206 13,385 4,577 6,877 5,191 9,116 2,833 97,139 93,945 2,499 5,984 6,00 8,723 8,801 8,471 8,51 9,378 9,439 7,752 7,798 6,417 6,428 6,685 6,637 6,409 5,035 5,352 5,364 5,301 5,424 14,094 5,031 4,956 4,784 4,03 4,072 9,499 11,109 10,089 10,27 5,814 6,243 6,154 5,633 6,689 9,139 6,034 3,898 5,221 5,212 3,731 5,706 3,777 14,286 15,81 6,337 4,745 3,96 7,399 7,428 3,014 2,97 5,366 5,39

VARIAZ. QUOT.

Ob. Rendimento +0,02 5,79 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 -0,31 4,453 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 -0,24 3,702 Paritalia Orchestra C +0,00 72,187 Pioneer Target Controllo A +0,02 5,353 Pioneer Target Equilibrio A +0,02 5,36 Pioneer Target Sviluppo A +0,03 22,54 Prima Strategia A-Rt 100 A +0,23 5,189 Prima Strategia A-Rt 100 Y +0,23 5,202 Prima Strategia A-Rt 200 A +0,26 4,959 Prima Strategia A-Rt 200 Y +0,26 4,972 Prima Strategia A-Rt 50 A -0,02 16,359 Prima Strategia A-Rt 50 Y -0,02 16,391 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A -0,09 2,229 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y -0,09 2,248 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A+0,05 13,936 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y+0,05 13,924 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A -0,04 4,681 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y -0,04 4,73 Profilo Best Funds -0,02 5,881 Profilo Elite Flessibile +0,13 5,471 Sofia Flex +0,14 0,697 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A -0,25 5,226 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A -0,19 5,252 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B -0,19 5,274 -0,19 3,682 Soprarno Contrarian A Soprarno Contrarian B -0,19 3,692 Soprarno Global Macro A -0,24 5,008 Soprarno Global Macro B -0,24 5,062 Soprarno Inflazione +1,5% A +0,00 5,487 Soprarno Inflazione +1,5% B -0,02 5,516 -0,20 5,437 Soprarno Relative Value A Soprarno Relative Value B -0,22 5,493 Symphonia Asia Flessibile -0,13 6,007 Symphonia Comp.Fortissimo +0,04 2,592 Symphonia Italia Flessibile +0,00 4,896 Synergia Total Return -0,02 5,187 -0,23 2,205 Total Return Ubi Pra. Active Beta +0,02 4,731 Ubi Pra. Alpha Equity +0,04 5,142 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A +0,02 5,117 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,02 5,136 Ubi Pra. Total Return Dinamico +0,06 4,982 Unibanca Plus +0,04 5,244 Volterra Dinamico +0,02 5,337 Volterra Tr Glob. -0,02 5,448 Zenit Absolute Return I +0,00 5,849 Zenit Absolute Return R +0,00 5,764 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 -0,11 4,568 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico +2,46 11,239 Antonveneta Vita Armonico 2007 +2,39 9,676 Antonveneta Vita Attivo +3,41 12,056 Antonveneta Vita Attivo 2007 +3,07 9,289 +4,57 14,275 Antonveneta Vita Azionario Antonveneta Vita Azionario Globale +1,89 8,376 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +3,05 9,869 Antonveneta Vita Bilanciato Euro +3,26 11,255 Antonveneta Vita Bilanciato Globale +1,72 10,976 Antonveneta Vita Dinamico +2,86 13,335 +0,53 14,47 Antonveneta Vita Equilibrato Antonveneta Vita Euromoneta +0,15 11,404 Antonveneta Vita Monetario +0,24 11,813 +0,07 11,708 Antonveneta Vita Obbligazionario Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,11 13,237 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +1,85 12,372 Antonveneta Vita Protetto +0,36 12,427 Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,39 10,53 Antonveneta Vita Sicuro +0,34 12,762 Antonveneta Vita Trend +3,10 12,048 Antonveneta Vita Trend Dinamico +2,85 8,445 Antonveneta Vita Trend Equilibrato +0,52 9,957 Antonveneta Vita Trend Plus +3,10 7,448 Antonveneta Vita Trend Protetto +0,47 10,447 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +0,51 10,938 Aurora New Bond -1,11 10,672 +1,41 11,614 Aurora New Share Aurora Unietic +0,50 10,537 Aurora Unit Balanced -0,18 10,755 -0,91 9,243 Aurora Unit Bond Aurora Unit Share +0,72 9,588 Aurora Winvest Bilanciata +0,80 11,608 +1,03 10,33 Aurora Winvest Dinamica Aurora Winvest Prudente +0,61 12,502 AXA MPS FINANCIAL +0,62 9,638 Axa Mps Aggressivo +0,18 8,999 Axa Mps Carattere Forte Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 -0,07 7,205 Axa Mps Fin. Az. Giappone Axa Mps Fin. Az. Pacifico -0,08 15,86 Axa Mps Fin. Az. Sector +0,41 6,603 -0,04 11,124 Axa Mps Fin. Az. Top Ten Axa Mps Fin. Carattere Attento -0,01 10,754 +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Carattere Sereno Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 11,785 +0,18 10,168 Axa Mps Fin. Dinamico +0,19 11,658 Axa Mps Fin. Dinamico A Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +0,69 21,99 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 9,112 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield +0,04 11,232 +0,03 10,79 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,12 11,889 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,00 10,003 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 -0,05 10,027 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,00 9,565 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Secure A -0,04 13,00 Axa Mps Fin. Usa Equity A -0,05 5,926 BCC VITA Bcc Vita Equity America +4,04 4,942 Bcc Vita Equity Asia +2,52 5,369 Bcc Vita Equity Europa +5,79 4,55 Bcc Vita World Global Bond -0,26 5,413 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,34 5,97

VARIAZ. QUOT.

Bpm Az 50 +0,70 5,73 Bpm Az 80 +1,53 5,32 Bpm Az Flex +0,67 4,49 Bpm Financial Audace +1,29 3,92 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,00 5,53 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,00 5,59 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,00 5,53 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,00 5,53 Bpm Financial Equilibrato +0,87 4,64 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,58 Bpm Financial Geographic Areas +1,23 3,30 Bpm Financial Global Bond -0,47 6,34 Bpm Financial Industrial Sector +1,19 3,39 Bpm Financial Prudente +0,57 5,26 Bpm Financial Riserva Euro +0,00 6,51 Bpm Financial Vita Azionario +1,53 4,65 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,89 5,64 -0,28 7,15 Bpm Financial Vita Obbligazionario BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 -0,02 11,04 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,04 8,943 Bnl Vita Capital Unit 90 +0,01 6,892 Cardif Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B +1,23 138,419 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Azionario Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 Cardif Bilanciato A -0,89 123,124 Cardif Bilanciato B +0,18 192,372 Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario A Cardif Obbligazionario B -0,53 219,653 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,52 186,522 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 Cardif Spazio Naturale +0,29 173,009 CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta -0,19 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica +2,51 3,886 Carige Gestilink Blu Moderata +0,82 5,41 Carige Gestilink Verde Prudente +0,25 6,692 Carige Protezione Attiva +0,56 104,791 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario +2,50 4,30 Cattolica Bilanciato +1,73 4,539 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 Cattolica Bpbari Freeway Desert +0,27 3,353 Cattolica Bpbari Freeway Jungle +2,23 0,275 Cattolica Cividale Percorso Azionario +3,59 11,934 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario +0,38 11,309 Cattolica Ferrara Investire Azionario +2,52 3,493 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario -0,09 5,577 Cattolica Fondo Protetto +0,00 5,206 Cattolica Formula Life Azionaria +0,09 4,603 +0,14 5,043 Cattolica Formula Life Bilanciata Cattolica Fuoriclasse Balanced +0,47 4,732 Cattolica Fuoriclasse Bond +0,09 5,775 Cattolica Fuoriclasse Equity +1,43 3,194 Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,00 1,399 Cattolica Nuove Rotte +0,16 5,577 +0,54 5,004 Cattolica Obbligazionario Cattolica Progetto Attivo Bond +0,53 4,714 Cattolica Progetto Attivo Equity +2,53 3,938 +1,70 4,541 Cattolica Progetto Attivo Mix Cattolica Soluzione Dinamica +0,17 5,415 Cattolica Soluzione Prudente +0,23 6,659 Cattolica Soluzione Vivace +0,21 3,783 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,42 72,187 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 Centrovita Anni 40 +0,00 149,921 Centrovita Anni 50 +0,12 168,635 Centrovita Anni 60 +0,85 125,087 Centrovita Anni 70 +1,65 125,902 +2,15 99,177 Centrovita Anni 80 Centrovita Azionario +1,96 111,167 Centrovita Azionario Blue +1,84 58,844 +1,97 59,235 Centrovita Azionario Green Centrovita Azionario Plus +1,97 135,598 Centrovita Bilanciato +0,95 152,687 +0,98 180,091 Centrovita Bilanciato Plus Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 Centrovita Eag 2006 +0,00 1.049,92 +0,02 194,932 Centrovita Obbligazionario Centrovita Obbligazionario Blue +0,02 128,223 Centrovita Obbligazionario Plus +0,02 217,00 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. +3,00 2,06 Duomo Unit Dynamic Unit Moderate +0,18 4,897 GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio -0,02 5,94 Genertellife Aptus 1 +0,04 4,892 -0,13 4,47 Genertellife Aptus 2 Genertellife Aptus 3 -0,24 3,723 +0,52 10,24 Genertellife Bg 2005-2015 +1,18 9,628 Genertellife Bg 2005-2020 Genertellife Bg 2005-2025 +0,58 8,654 +0,62 8,166 Genertellife Bg 2005-2030 -0,09 2,226 Genertellife Bg Azionario 1 -0,12 2,556 Genertellife Bg Azionario 2 Genertellife Bg Bilanciato 1 +0,18 3,932 Genertellife Bg Bilanciato 2 +0,26 5,093 Genertellife Bg Dinamico -1,06 8,143 +0,18 2,832 Genertellife Espansione -0,18 2,841 Genertellife Espansione2000 Genertellife Sviluppo +0,02 4,214 Genertellife Sviluppo2000 +0,05 3,785 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio +0,42 5,94 Genertellife Tirreno Unit Protezione +0,27 5,84 Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +0,78 5,163 Genertellife Valore +0,54 6,116 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,07 4,122 Ina Fondo Valute Estere -0,08 1,20 Ina Nuovo Fondo Ina +0,05 7,841 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione +0,68 5,364 Intesa Vita Azionario America Growth +1,66 9,433 Intesa Vita Azionario America Value +1,81 10,181

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Azionario Cina +2,90 22,92 Intesa Vita Azionario Europa Growth +4,61 10,527 Intesa Vita Azionario Europa Value +3,40 11,037 Intesa Vita Crescita +0,53 6,112 Intesa Vita Dinamica +0,74 4,794 Intesa Vita Eurounit Azionario +0,37 3,22 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,08 5,084 Intesa Vita Eurounit Equilibrato -0,04 5,583 Intesa Vita Eurounit Prudente -0,11 6,392 Intesa Vita Gpa Accordo +0,06 687,32 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,06 660,31 Intesa Vita Gpa Acuto -0,54 409,17 Intesa Vita Gpa Acuto 2 -0,56 343,74 Intesa Vita Gpa Armonia -0,15 519,90 Intesa Vita Gpa Armonia 2 -0,15 456,99 Intesa Vita Gpa Motivo +0,01 634,03 Intesa Vita Gpa Motivo 2 +0,01 595,06 Intesa Vita Monetario Dollaro -0,35 10,106 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 10,84 -0,45 11,362 Intesa Vita Obbligazionario Euro Intesavita Gpa Private Bond +1,22 736,03 -0,22 590,02 Intesavita Gpa Private Global Guar. Intesavita Gpa Private Global High -6,23 333,95 Intesavita Gpa Private Global Low -0,21 673,02 Intesavita Gpa Private Global Medium -1,93 544,26 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo +0,17 3,587 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis +0,17 4,114 Mediolanum Azionario Fedelt¿ +0,00 1,864 Mediolanum Azionario Lntraprendenza +0,21 3,333 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis+0,22 4,091 Mediolanum Azionario Protezione +0,02 5,871 Mediolanum Balanced +0,10 4,801 +0,06 4,883 Mediolanum Balanced Bis Mediolanum Country +0,17 3,492 Mediolanum Country Bis +0,17 4,072 Mediolanum Dynamic +0,09 4,246 Mediolanum Dynamic Bis +0,11 4,662 Mediolanum Eurobond Breve Termine -0,03 6,726 Mediolanum Eurobond Opportunita' -0,03 6,991 -0,04 6,748 Mediolanum Eurobond Sviluppo Mediolanum Euroequity Opportunita' +0,21 4,341 +0,02 6,488 Mediolanum Euroequity Protezione Mediolanum Euroequity Sviluppo +0,17 4,612 Mediolanum Moderate +0,04 5,202 Mediolanum Moderate Bis +0,02 5,234 -0,02 5,511 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis -0,04 5,521 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,02 5,221 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis Mediolanum Obb. Moderazione Bis -0,05 5,499 Mediolanum Obbligazionario Crescita -0,03 6,862 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' -0,02 6,636 Mediolanum Obbligazionario Moderazione -0,06 6,643 +0,23 3,888 Mediolanum Opportunity Mediolanum Opportunity Bis +0,24 4,254 Mediolanum Prudent -0,03 6,184 Mediolanum Prudent Bis -0,02 5,483 +0,20 3,455 Mediolanum Sector Mediolanum Sector Bis +0,21 4,297 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario -0,16 3,135 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato -0,09 4,443 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,02 6,159 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,09 5,582 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. -2,68 3,013 Risparmio Crfc Gentile Dinamica Risparmio Crfc Gentile Equilibrata -1,67 5,416 Risparmio Eurolink Cv Dinamico -1,70 12,861 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato -0,45 12,797 Risparmio Eurolink Cv Risparmio -0,29 11,871 +0,03 11,632 Risparmio Formula Link In Prima Risparmio Formula Link In Seconda -0,16 10,123 Risparmio Formula Link In Terza -0,96 8,075 Risparmio Gestivita Azionario +0,09 9,145 Risparmio Gestivita Bilanciato +0,18 11,04 +0,43 12,946 Risparmio Gestivita Obbligazionario +0,00 7,57 Risparmio Patavium Ul Dinamico Risparmio Patavium Ul Equilibrato -0,12 8,88 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A +3,60 8,457 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale +3,77 8,112 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo -0,45 9,121 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale -0,02 9,527 Sara Vita Profilo Guardian -0,21 9,73 Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno +0,01 119,54 Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,29 109,109 +1,46 13,617 Unipol Uninvest Crescita Unipol Uninvest Equilibrio +1,48 13,155 +2,03 7,194 Unipol Uninvest Flessibile Unipol Uninvest Grande7 +0,29 108,838 Unipol Uninvest Grandevita +0,26 105,034 +0,71 111,096 Unipol Uninvest Mach 7 Unipol Uninvest Otto&Mezzo +0,66 103,562 Unipol Uninvest Performance Europa +6,08 7,48 -0,69 13,56 Unipol Uninvest Risparmio +3,11 12,978 Unipol Uninvest Valore ZURICH LIFE AND PENSION Zlap Controllo -0,05 5,486 Zlap Crescita -0,06 6,57 -0,04 7,706 Zlap Equilibrio Zlap Evoluzione -0,06 4,892 Zlap Protezione -0,05 7,936 -0,05 5,791 Zlap Prudenza Zlap Sicurezza +0,04 5,522 Zlap Sviluppo -0,18 3,779


28

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

CRONACHE

Furti e danneggiamenti E’ allarme criminalità di Carmela Mirarchi CATANZARO- Cresce l’allarme sicurezza nella città di Catanzaro, dove negli ultimi giorni si stanno susseguendo diversi episodi che hanno provocato la preoccupazione dei cittadini e le prime prese di posizione da partedelleistituzioni.I quartieri maggiormente interessati dai fenomeni di macro e micro Diversi gli criminalità sono quelli a sud episodi che del capoluogo preoccupano di regione, da anniinteressai cittadini ti da una forte dell’area sud presenza della comunità rom di Catanzaro che controlla, tra l’altro, l’attività del traffico di sostanze stupefacenti e delleestorsioni.Nelleultimeore sono state prese di mira una scuola ed una chiesa con ripetuti furti. Ignoti sono entrati nella scuola media "Casalinuovo", portando via diversi computer dai laboratori di informatica e dalla segreteria. Nella Basilica dell’Immacolata, invece, in pieno centro e di fronte alla Prefettura, le ripetute azioni che hanno portato al furto di oggetti sacri e di valore, hanno convinto il parroco a chiudere il luogo di culto nelle ore in cui lo stesso non può essere sorvegliato. Sempre nel corso del week end, qualcuno ha danneggiato l’autovettura del vicepresidente del Consiglio provinciale di Catanzaro, Emilio Verrengia, mentre lo stesso stava partecipando ad una manifestazione in

un quartiere a suddella città. A fare scattare un allarme ancora più forte è stato, poi, l’omicidio di Nicola Duro, un giovane idraulico di 25 anni, senza precedenti penali, raggiunto giovedì da sei colpi di arma da fuoco mentre usciva da una ricevitoria di viale Isonzo, proprio nell’area dove vive la comunita’ dei rom e al centro di diverse operazioni delle forze dell’ordine. Un omicidio ancora da chiarire, per il quale si seguirebbe una pista privata, ma che ha preoccupato per le modalità, dal momento che l’agguato è avvenuto poco dopo le 19,30, mentre nella zona c’erano diverse persone. Per affrontare questa situazione di crescente preoccupazione, il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, ha chiesto la convocazione di un Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, mentre il capogruppo di opposizione al Comune di Catanzaro, Franco Cimino, ha sottolineato la necessità di convocare una seduta straordinaria del Consiglio per discutere del tema della sicurezza. Anche il consigliere provinciale Nicola Armignacca è intervenuto sui gravi episodi che si sono verificati sul territorio. «Il danneggiamento dell’autovettura subìto dall’amico Emilio Verrengia nei

giorni scorsi, non fa che acuire l’ansia per il pesantissimo clima che si respira ormai nella zona sud della città a causa dei gravissimi fatti di criminalità registratisi» ha dichiarato. «Emilio Verrengia da anni ha profuso un’azione politica mirata a favore della sicurezza dei cittadini e dei più deboli. Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà e auspichiamo che i responsabili, ad oggi ignoti, del vile gesto, possano essere individuati e consegnati alla giustizia. Deploriamo altresì le gravissime ed irresponsabili parole dell’assessore Ventura, che abbiamo notato distinguersi nel passato per pressappochismo da bar dello sport.e per scarsa contezza del ruolo istituzionale ricoperto. Dichiarazioni poco felici che giungono da Palazzo de Nobili - ha concluso Armignacca - e che certamente non contribuiscono a smorzare il grave clima di tensione che si registra nella città Capoluogo di Regione». Anche il coordinamento provinciale PdL con in testa l’on. le Michele Traversa, ed il suo vice Maurizio Vento, esprimono vicinanza al vicepresidente del Consiglio Provinciale e lo invitano a non farsi intimorire e a continuare nella sua azione politico - amministrativa.

I sindaci della fascia costiera Ionica uniti per risolvere il problema ambientale SIMERI CRICHI - Uniti per risolvere insieme le problematiche ambientali, questo è stato il leit motiv che ha contraddistinto la conferenza stampa di cinque sindaci della fascia costiera ionica del catanzarese che si è svolta presso la sala conferenze del Villaggio Valtur di Simeri. All’incontro promosso dal Sindaco di Simeri Crichi Saverio Loiero hanno preso parte i Sindaci di Belcastro, Ivan Ciacci; di Botricello, Giovanni Camastra; di Cropani, Bruno Colosimo e di Sellia Marina, Giuseppe Amelio; cinque amministrazioni che hanno compreso l’importanza di sedersi attorno ad un tavolo per sviscerare i problemi relativi alla questione ambientale e trovare una soluzione comune. E’ stato il Sindaco Loiero che , nell’apertura dei lavori, ha parlato di condivisione dei problemi che vanno dalla depurazione ai rifiuti urbani, dalle acque marine alla raccolta degli ingombranti, dalla pulizia delle spiagge ai corsi dei fiumi che sfociano in mare. «Il mio comune - afferma Loiero- spende ogni anno dai 30 ai 40 mila euro per lo smaltimento degli ingombranti e nonostante vi sia un numero telefonico disponibile h24 per la segnalazione di ingombranti da ritirare, questo servizio non viene utilizzato dai cittadini che costantemente ritengono più giusto abbandonarli sul territorio. E’ necessario avviare una discussione con la Regione Calabria». Parole condivise pienamente dai sindaci presenti; lo stesso Bruno Colosimo dice «basta alla guerra tra poveri, serve maggiore sorveglianza da parte degli amministratorisui propri territori comunali» ed in questo senso chiede che venga sancito una sorta di «patto d’onore tra sindaci».

Anniversario dell’uccisione di Losardo Il ricordo di Gianni Speranza LAMEZIA TERME - Ieri è stato il trentesimo anniversario della barbara uccisione di Giovanni Losardo, amministratore del Comune di Cetraro e segretario capo della Procura di Paola. Il sindaco Speranza, lo ha ricordato con commozione e ha scritto anche al sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta. «E’ una pagina dolorosa della mia vita personale - ha detto il sindaco-. Avevo conosciuto Giovanni Losardo come assessore comunale di Cetraro. Questo episodio terribile stravolse la vita di tutti e a trenta anni di distanza il ricordo è ancora molto vivo e toccante». Giovanni Losardo, fu barbaramente ucciso dalla mafia la notte del 21 giugno 1980. Nel libro "Quel giugno dell‘80", a cura di Gaetano Benicivinni e Francesca Villani, si può leggere la testimonianza di Gianni Speranza che subito dopo l’assassinio di Losardo così commentava: «E’ stato anche grazie al suo contributo che abbiamo potuto condurre in questi anni una lotta coerente contro l’ingresso della mafia in questa parte della regione».


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 29

CRONACHE

Comune, si è dimesso «Centrosinistra inadeguato», il Pdl il sindaco Rosario Olivo è pronto alla sfida di Giulio Rossi CATANZARO - Il sindaco Rosario Olivo si è dimesso. Lo ha fatto nel corso della seduta di ieri del Consiglio comunale dopo che la maggioranza è andata sotto nella votazione, posta al quarto punto dell’odg, relativa alla nomina del membro del collegio dei revisori dei conti del Comune di Catanzaro, in sostituzione dell’avvocato «La Salvatore Mumaggioranza leo, dimissionario. «Prenon è più ndo atto che la maggioranza quella non è più quella scaturita scaturita dalle urne neldalle urne» le elezioni del 2006 - ha detto

il primo cittadino - ma un’altra nella quale non mi riconosco. Ringrazio la città che mi ha voluto sindaco e i consiglieri che sono rimasti fedeli al loro mandato elettorale. Auguro buona fortuna alla nuova maggioranza». Il voto del nuovo membro del collegio dei revisori dei conti, a scrutinio segreto, ha visto l’affermarsi del dottore Giuseppe Corea con 15 preferenze. Undici sono andate al dottore Francesco Muraca, nome proposto dal centrosinistra. Una la scheda nulla e una quella bianca. In precedenza il Consiglio aveva approvato, dopo la relazione dell’assessore al Turismo Roberto Talarico, un debito fuori bilancioper le manifestazioni inserite nella rassegna "Carnevale d’amare 2010" con 16 voti favorevoli e 9 contrari. Approvata anche una proposta del consigliere Sini-

baldo Esposito per la stesura di una relazione di sintesi sull’elaborato trasmesso dalla Corte dei Conti "contenente indirizzi interpretativi in materia di riscossionee di relativo affidamento ai concessionari". Relazione che dovrà stilare la Commissione Bilancio assiemeai capigruppoe all’assessore al ramo e che dovrà essere discussa in Consiglio.

di Anna Bolle CATANZARO - In merito alle dimissioni del sindaco Olivo il Pdl in nota comunica di non esultare. «Quando una legislatura si interrompe in modo traumatico, è sempre la democrazia a registrare una sconfitta - si legge -. Ma non possiamo non sottolineare che mesi di estenuanti trattative, interpartitiche, incontri bilaterali hanno fatto piombare la città capoluogo di Regione in una grave crisi istituzionale che quasi certamente, se l’on. Olivo manterrà le sue dimissioni, porteranno al commissariamento del Comune fino alle prossime elezioni di primavera. Il Pdl esprime con sincerità solidarietà personale e politica all’on. Olivo, a cui riconosce senso delle istituzioni e indubbie qualità politiche e morali. La città, nonostante l’impegno dell’on. Olivo, ha purtroppo compiuto notevoli passi indietro. Basti pensare alla sciagurata operazione "isola pedonale" che ha condannato all’asfissia e all’impenetrabilità tutto il centro storico. A prescindere dagli sviluppi della crisi aperta dalle dimissioni dell’on. Olivo, il Pdl di Catanzaro è fin d’ora attrezzato ad aprire, anche grazie alla prestigiosa disponibilità dell’on. Michele Traversa, una nuova stagione di rinascita per il Capoluogo di Regione». «Le dimissioni del sindaco Rosario Olivo, per le modalità che le hanno determinate, costitui-

scono una pagina nera per la città di Catanzaro». E’ questo invece il commento del consigliere Mimmo Tallini. «E’ la prima volta, da quando è stata introdotta l’elezione diretta del sindaco, che si verifica una situazione del genere, anche se c’è da dire che uno sbocco così traumatico poteva essere nella logica delle cose. Il centrosinistra si è dimostrato incapace di reggere la sfida del governo della città capoluogo di Regione. Il sindaco Olivo è stato messo nelle condizioni di non governare proprio dalla condotta arrogante, demagogica e supponente di alcuni spezzoni della sua coalizione che hanno coltivato solo interessi di parte. In questo senso, le dimissioni del sindaco appaiono come un gesto dignitoso da parte di chi non intende più sottostare alla logica ricattatoria del "ventunesimo consigliere". La nostra coalizione è pronta - conclude con i suoi uomini migliori e più rappresentativi, a cominciare dall’on. Traversa, a raccogliere questa sfida, pur nella consapevolezza delle difficoltà che si presenteranno a causa dei gravi guasti creati dal centrosinistra».


30

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

CRONACHE

Il consigliere Gallo chiede un tavolo di concertazione. Sono 5 i giorni d’occupazione

Chiusura ospedale di Rogliano «No ai tagli indiscriminati» di Carmela Mirarchi ROGLIANO - «La sanità va riformata, non abbattuta. Ed ogni scelta va presa nell’ambito del più articolato piano di rilancio che il governo regionale è in queste ore impegnato a definire». Così il presidente del comitato regionale di controllo contabile, Gianluca Gallo, commenta la decisione della direzione generale dell’azienda ospedaliera di Cosenza di chiudere il Pronto Soccorso e l’unità di Chirurgia dell’ospedale di Rogliano. «Le scelte insensate ed in alcuni scellerate del precedente governo regionale di centrosinistra - osserva il consigliere regionale dell’Udc Gianluca Gallo - hanno fatto della sanità calabrese un vortice in cui sono state risucchiate ingenti risorse, tante professionalità e, soprattutto, i diritti dei cittadini. Gli errori del passato rendono oggi necessaria una razionalizzazione ed una riorganizzazione, sia per far quadrare i conti pubblici, sia soprattutto per migliorare la qualità del servizio sanitario ed evitare i viaggi della speranza. Questo, tuttavia, non vuol dire tagliare indiscriminatamente e senza neppure il garbo istituzionale di mettere al corrente delle proprie decisioni i sindaci del territorio, come accaduto a Rogliano». Chiosa Gianluca Gallo: «Auspico che la direzione generale dell’azienda ospedaliera di Cosenza voglia rivedere le proprie decisioni, nelle forme come nella sostanza, avviando per contro un serrato confronto con i sindaci e le forze politiche, sociali ed economiche del territorio, tenendo conto di quelle che saranno le linee guida che il governo regionale emanerà in fatto di riforma della sanità già nei prossimi giorni». Duro anche l’intervento del vicesindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, al quinto giorno di occupazione della sede della direzione sanitaria dell’ospedale locale, dopo la paventata chiusura di Chirurgia e Pronto soccorso da parte della direzione generale dell’Ao di Cosenza. «L’ospedale "Santa Barbara" di Rogliano non è un doppione dell’ "Annunziata" di Cosenza, sia perché ne è la faccia esattamente opposta rispetto alle situazioni di sfascio che il presidio della città espone, sia perchéi ruoli sono diversi ancorché integrabili. All’"Annunziata" potrebbero far capo gli interventi più importanti; al "Santa Barbara" i piccoli interventi, in un ruolo di presidio satellitare, utile in prospettivaall’ospedaleregionale.Cidevono spiegare - ha aggiunto il vicesindaco di Rogliano Altomare - dove andranno a finire i quattromila interventi annui assicurati dal "Santa Barbara", sempre con riconosciuta efficienza e senza mai, dico mai, aver causato casi di malasanità. Andrebbero, inevitabilmente, a sovraccaricare ancora il gravame della congestione dell’"Annunziata" di Cosenza». Altomare ha inoltre espresso apprezzamento per la

dichiarazione rilasciata dal senatore Antonio Gentile del Pdl, che ha riproposto la sfiducia nei confronti del direttore generale dell’Ao Puzzonia e sostenuto, sostanzialmente, le ragioni della protesta. «E’ auspicabile - ha affermato il vicesindaco - che il senatore Gentile possa dare una spinta versola giusta direzione del potenziamento del nosocomio nell’ottica più ragionevole possibile, da noi stessi delineata, in una logica di integrazione, che è la destinazione più elementarmente logica nel quadro della rete ospedaliera aziendale. I piccoli ospedali vanno tagliati. La congiuntura è quella che è. Tuttavia, i tagli non possono né debbono essere indiscriminati. Bisogna distinguere tra piccoli ospedali che funzionano, piccoli ospedali che non funzionano e piccoli ospedali che hanno il già denunciato rapporto abnorme tra posti letto e personale. Non ci stiamo ad omologare tutto nello sfascio generale del sistema sanitario regionale, le cui responsabilità politiche

A Saracena si dimette l’assessore comunale Russo. Il Prc: il disagio non ci sorprende

sono generali. Bisogna valorizzare - ha concluso - quel poco che funziona e premiarlo per i meriti acquisiti sul campo, che, nella fattispecie, sono ben superiori a quelli apparenti proprio per i disastri circostanti e per i guasti dell’intero sistema, ma anche per le manovre di depauperamento poste in essere, negli anni, ai danni del nosocomio roglianese»

Franco Corbelli: «Situazione grave all’Annunziata» COSENZA - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, in una nota denuncia «l’incredibile, gravissima e drammatica situazione che stanno vivendo molti pazienti prenotati da mesi per un intervento chirurgico all’Annunziata di Cosenza che stanno in questi giorni ricevendo la comunicazione che le operazioni sono annullate, rinviate a data da destinarsi e che vengono effettuati solo interventi urgenti per gravi casi di tumore». Corbelli parla di «vera e propria emergenza sanità e sociale a Cosenza, di fatto di inaudita gravità, ai limiti dell’inverosimile, che non si verifica nemmeno in un ospedale del Terzo mondo» e chiede al Presidente della Regione e responsabile della sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti, di «intervenire immediatamente per garantire il diritto all’assistenza sanitaria, la tutela della salute, la possibilità di poter essere sottoposti a un intervento chirurgico in un importante ospedale regionale, come quello dell’Annunziata, che continua ad andare avanti solo grazie alla professionalità, spirito di servizio e sacrifici del personale medico, paramedico e ausiliario».

«La direzione generale dell’Ao di Cosenza riveda le proprie decisioni, nelle forme come nella sostanza, avviando per contro un serrato confronto con i sindaci» SARACENA - «Abbiamo appreso la notizia della grave crisi politica che investe l’Amministrazione Comunale di Saracena e delle dimissioni dell’Assessore Russo, il quale ha affermato "Tra i motivi che mi hanno indotto alle dimissioni la mancanza di libertà di espressione e l’autonomia di azione amministrativa, nonché il mancato rispetto verso le istituzioni"». E’ quanto si legge in una nota del capogruppo del Prc, Biagio Diana, e del consigliere comunale del Prc, Vincenzo Di Sanzo. «Per quanto ci riguarda, aggiungiamo che non ci sorprende molto lo stato di disagio che regna nella Giunta. Lo si era capito - continuano - da tempo che qualcosa non funzionava, considerato che nelle riunioni di Giunta gli assessori parteci-

pano in modo saltuario. Durante questi primi anni di Giunta Gagliardi il nostro compito di consiglieri di minoranza lo abbiamo svolto con grande senso di responsabilità, manifestando le nostre posizioni politiche volte al rispetto delle regole e della trasparenza. In qualche occasione siamo riusciti a far cambiare idea alla maggioranza. Oggi, se la fiducia al Sindaco è venuta meno all’exAssessoreRusso,figuriamocia noi che lo abbiamo avversato politicamente durante questi anni. A noi non sorprende affatto il modo con il quale Gagliardi è solito governare. In conclusione - dichiarano infine auspichiamo che questo nostro paese possa ritornare ad avere una guida autorevole e non autoritaria attraverso il giudizio popolare».


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 31

CRONACHE Gli studenti, il sindaco e il Prefetto al concorso della Fondazione Napoli Novantanove

Verso i 150 anni dell’Unità d’Italia Le iniziative sono già in partenza COSENZA - Ci vorrà ancora qualche mese perché il soffio di un’intera nazione spenga quelle 150 candeline che fanno il compleanno dell’Unità d’Italia. Ma l’atmosfera di grande festa a Cosenza si è già sentita tutta nella manifestazione che l’Amministrazionecomunalehaorganizzato per presentare alla città gli spot realizzati per l’importante anniversario da dieci scuole cittadine. Tante sono quelle che hanno risposto all’invito della Fondazione Napoli Novantanove che, sul tema dell’identità nazionale, ha organizzato un concorso. E Cosenza, ancora una volta - lo ha sottolineato la Presidente Mirella Barracco che non ha fatto mancare la sua affettuosa presenza - è stata puntuale, partecipe, la prima della Calabria a presentare i suoi lavori, seconda solo dopo Ancona a livello nazionale. E’ un progetto dai grandi numeri "Verso il 150° anniversariodell’Unitàd’Italia"e sono quelli della rete "La Scuola adotta un monumento": hanno partecipato 16 regioni su 21, 52 Comuni, 192 Istituti e 540 classi. Ad una apposita commissione, interna al Comitato nazionale per le celebrazioni del 150esimo, il compito di selezionare e premiare i migliori. Dal cinema Italia Tieri - che ha aperto il suo sipario sui giovani cantori del Piccolo Coro del teatro Rendano che ha intonato l’Inno di Mameli guidati dai Maestri Ranieri e Bruno - è partito un benaugurante "in bocca al lupo" alle scuole cosentine ma inqueste cose non ci sono vincitori e vinti, e l’entusiasmo con il quale i ragazzi hanno presentato il loro lavoro ne è stata viva testimonianza. A cominciare dal piccolo Giuseppe, 6 anni, portavoce di una prima classe elementare che "ha l’Italia nel cuore" a finire alle produzioni più sofisticate degli studenti delle superiori che hanno volto il loro sguardo verso l’Europa, interpretando il sentire dei giovani che, fieri della loro identità nazionale, si

Idv, Portella ritira la propria candidatura a segretario provinciale per favorire una soluzione unitaria

sentono anche cittadini di una Europa unita. Il Sindaco Salvatore Perugini ed il Prefetto Antonio Reppucci, agli studenti, ai loro docenti e alle famiglie hanno voluto indirizzare un saluto ed un ringraziamento che non nascondevano la con-

sapevolezza e l’orgoglio che i nostri giovani siano portatori di messaggi di unità e condivisione. Sentimenti espressi anche dall’assessore alle politiche educative Franco Napoli, che con i suoi uffici ha coordinato l’iniziativa, il quale ha evidenziato il dialogo che unisce l’istituzione scolastica all’ente locale, l’ascolto e la condivisione quali valori indispensabili di un rapporto che non è fatto solo di interventi materiali. L’iniziativa è stata arricchita dalla collaborazione della Biblioteca Civica di Cosenza che, presente con il rappresentante del Comune in Cda Antonio Ciacco ed il funzionario Michele Chiodo, ha allestito nell’atrio del teatro una significativa mostra dei materiali bibliografici ed iconografici che fanno parte del fondo bibliotecario dedicato agli anni del Risorgimento. E delle iconografie, due in particolare - quelle dei nostri eroi - simbolo, i fratelli Attilio ed Emilio Bandiera - sono state realizzate delle riproduzioni omaggiate nell’occasione al Prefetto di Cosenza e a Mirella Barracco, e poi consegnate a tutte le scuole del progetto.

Presentazione "Scuola estiva in Management dell’identità" CARIATI - Si terrà domani alle 14, presso la sala stampa del Parlamento Europeo, a Bruxelles, la conferenza stampa di presentazione della Scuola estiva in Management dell’identità dedicata al tema della "Qualità della Vita" ed alla cultura dello sviluppo sostenibile. All’importante iniziativa parteciperanno anche l’on. Pittella e l’eurodeputata on. Matera. Dal premio di rappresentanza del Presi-

COSENZA - Franco Portella, candidato alla segreteria Provinciale Cosentina del partito dell’Italia dei valori, con una mozione che ha raccoltoampie adesionie contributi oltre che il sostegno di numerosi circoli, per forte senso di responsabilità nei confronti del Partito in cui crede profondamente avendone sposato i valori da tempo, ritiene opportuno ritirare la propria candidatura per favorire l’approdo verso una soluzione unitaria della gestione del Partito che sarebbe gradita a tutti gli iscritti. «Sono un soldato, un calciatorein una squadra e per il bene della mia squadra, non mi comporterò da tifoso ma da sportivo bandendo gli egoismi mettendo a disposizione il mio lavoro e

dente della Repubblica Italiana al sostegno morale ed economico del Governo; dalle 90 borse di studio alle eccellenze economiche della Calabria; dai temi dell’edizione 2010 alle rispettive docenze e testimonianze. Sono, questi, alcuni dei dettagli che saranno illustrati nel corso della presentazione, alla stampa europea, della più grande scuola estiva che si tiene ogni anno in Calabria.

il mio contributo - dice Portella - affinchè non vi siano divisioni in Idv ma un’unica candidatura, condivisa e sostenuta all’unanimità come accaduto ieri a Reggio Calabria.Voglio dare un apporto anche al centrosinistra - continua Portella- perché un partito unito e compatto darà un contributo maggiore all’unità della coalizione. Faccio un passo indietro dunque rispetto alla mia proposta che mi vedeva come candidato e invito Emilio De Bartolo, candidato alle scorse elezioni regionali, anche in considerazione dell’importante risultato conseguito, ad assumere questo ruolo di responsabilità. Ritengo sia una candidatura assolutamente neutra e di garanzia che potrebbe mettere d’accordo tutte le anime. Auspico pertanto - conclude

San Marco Argentano è ormai una città a misura di bambino SAN MARCO ARGENTANO - Se per molti genitori l’arrivo dell’estate e la chiusura delle scuole può rappresentare un problema per la gestione temporale dei propri figli, l’Amministrazione Comunale di San Marco Argentano va incontro alle esigenze delle famiglie attraverso un altro servizio, denominato "Un mare di vacanze". Si tratta di numerose attività ludico-ricreative per minori frequentanti la scuola primaria, di età compresa tra i 7 e gli 11 anni. «Oltre il servizio di ludoteca, pensata per impegnare i bambini delle contrade e del centro storico della nostra cittadina - riferisce l’assessore alla cultura e pubblica istruzione, Anna Maria Di Cianni - abbiamo deciso di far godere ai bambini di San Marco Argentano un pò di quei benefici che derivano dallo stare insieme e dal frequentare il nostro mare, con tutti i suoi risvolti positivi per la salute degli stessi. Lo scorso mese, attraverso un bando pubblico e con la valutazione delle risorse economiche delle famiglie, abbiamo selezionato 60 bambini per fargli trascorrere un pò delle loro vacanze al mare. Dal 28 giugno al 30 luglio, tranne il sabato e la domenica, degli appositi automezzi e degli animatori specializzati accompagneranno sulle spiagge i nostri piccoli concittadini». Dalle iniziative, possiamo affermare che San Marco Argentano stia maturando nel tempo un’offerta dei propri servizi all’infanzia che somiglia a quella di una città a misura di bambino.

Portella - che questo invito venga raccolto innanzitutto da De Bartolo e che, trattandosi di una candidatura neutra, vi sia su essa la più ampia convergenza e un’assunzione di responsabilità da parte di tutti per il bene del partito, mettendo da parte personalismi come ho fatto io unitamente a tutto il gruppo di cui sono espressione».


32

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

CRONACHE

Messa in sicurezza di Palmi e San Roberto, firmata l’intesa di Nicola Amodio PALMI - Il Presidente Giuseppe Morabito ha sottoscritto ieri due importanti documenti per la messa in sicurezza dei territori di Palmi e San Roberto. Morabito, con

il sindaco di Palmi Ennio Gaudio, ha firmato l’atto di concessione per i lavori di consolidamento del costone Marinella. La Provincia, che per garantire celerità ai lavori ha assunto le competenze relative alle funzioni amministrative e finanziarie, eserciterà i controlli sull’attivitàesercitatadal soggetto attuatore, individuato nel Comune di Palmi, e procederà alla rendicontazione finale dell’esecuzione dell’intervento, finanziato dalla Regione Calabria. Con Roberto Vizzari, sindaco di San Roberto, il Presidente Morabito ha invece siglato un accordo di programma per l’intervento di consolidamento del centro abitato. I lavori, finanziati con fondi di bilancio provinciale, interesseranno la località di via Mulino e la strada provinciale di collegamen-

to tra il centro abitato e la frazione di Acquacalda. Soddisfazione è stata espressa dai sindaci, che hanno voluto ringraziare il Presidente Morabito che

«ancora una volta, dimostra di essere amico dell’intero territorio provinciale e attento alle esigenze di tutte le comunità». Il sindaco Gaudio ha voluto poi rimarcare l’importanza della Stazione Unica Appaltante quale

strumento di legalità e trasparenza, riconoscendo l’importante ruolo assunto in questo campo dalla Provincia. Il primo cittadino di San Roberto ha invece posto l’accento sulla tempestività che contraddistingue gli uffici provinciali e la disponibilità del Presidente Giuseppe Morabito. «Sono interventi importanti - ha dichiarato Morabito - che consentiranno di mettere in sicurezza luoghi che hanno una marcata potenzialità turistica. L’obiettivo di questa Amministrazione è sostenere lo sviluppo dell’intero territorio provinciale attraverso la messa in sicurezza dei luoghi e la promozione degli stessi. Abbiamo una visone ampia che non prevede differenze e campanilismi. Siamo stati, siamo e lo saremo in futuro, sempre vicini alle esigenze di tutto il territorio». All’incontro di ieri ha preso parte l’ingegner Domenico Cuzzola.

Polizia, denunciate tre persone REGGIO CALABRIA - Nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona, personale delle "volanti" ha denunciato in stato di libertà una cittadina bulgara, P.G.M. 39 anni, per non aver ottemperato alla misura di prevenzione del Foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Reggio Calabria nel settembre del 2007 con divieto di ritorno nel Comune di Reggio Calabria per tre anni. E’ stato inoltre denunciato, in circostanze diverse, in stato di libertà, S.D. Di 66 anni per i reati di minacce, lesioni personali e violazione di domicilio. Il terzo denunciato è un giovane reggino di 20 anni, S.D., il quale si è reso responsabile di maltrattamenti infamiglia.

Pubblicato il bando del premio "Giomo Trichilo" SIDERNO - E’ stato pubblicato il bando del premio letterario "Giomo Trichilo" che quest’anno giungerà alla sua settima edizione. Particolarmente entusiasta, spiega una nota, il presidente dell’associazione culturale "L’Eco di Siderno", Antonio Tassone, il quale ha voluto rimarcare che la manifestazione, « di notevole spessoreculturale, sia nata con la chiara finalità di tutelare, valorizzare e promuovere l’uso del dialetto.Anchequest’anno- dichiaraTassone - siamo riusciti a creare un qualcosa che orava al di là dei confini regionali. Le già tante adesioni di quest’anno da parte di autori provenienti da ogni regione d’Italia ne è la testimonianza. Lo scorso anno ha trionfato la poesia "Patri Poeti" di Vincenzo

Cordì. Il dato incontestabile è che ogni anno, senza grandi risorse, siamo riusciti a creare uno spettacolo capace di richiamare il grande pubblico. Non è fantasia - continua - se dico che nell’edizione passata abbiamo sfiorato in Piazza Municipio, tradizionale luogo della manifestazione, mille presenze. Basta questo per capire come sia cresciuta questa manifestazione. La caratteristica della manifestazione è la sua "mediaticità". Saranno presenti tutte le emittenti regionali, sia televisive che radiofoniche. Negli anni scorsi il premio ha ottenuto ascolti record nelle programmazioni televisive andate in onda. L’unica cosa che vorrei eliminare nel premio sono gli interventi lunghi dei relatori».

L’Auser apre una sede a Pazzano Organizzerà eventi per gli anziani PAZZANO - L’Auser festeggerà oggi l’inaugurazione di una sede anche a Pazzano, nella valle dello Stilaro. Numerosi i partecipanti che presenzieranno alla cerimonia tra le quali autorità locali, simpatizzanti, oltre ai vertici dell’Auser regionale,associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnataa promuovere l’invecchiamento attivo degli anziani e a far crescere il loro ruolo nella società. A fare gli onori di casa Sandro Taverniti segretario generale dello Cgil-Spi Molise, saggista e scrittore nativo di Pazzano. Durante l’inaugurazioneil sindaco di Pazzano Franco Depace e l’assessore al Bilancio Sergio Tassone rivolgeranno un saluto ai presenti sottolinenando l’importanza di un evento di questa portata in un così difficile momento di crisi. Saranno presenti inoltre il presidente della locale Pro Loco, Renzo Campanella, Antonio Levato, presidente Auser Calabria, Valeria Bonforte presidente della sede Auser di Reggio Calabria. Tra le tante azioni inprogramma vi è l’organizzazione di eventi culturali e sociali, l’aiuto nel disbrigo di pratiche, ma anche attività di compagnia, per aiutare gli anziani soli a uscire dall’isolamento, offrendo loro amicizia, ascolto e opportunità di partecipazione.

Piano Urbano della mobilità, oggi Canale illustra il piano per la redazione REGGIO CALABRIA - Oggi alle ore 10 e 30 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, l’Assessore ai Trasporti Amedeo Canale, il Comandante Alfredo Priolo ed i tecnici della Società che se n’è aggiudicato l’incarico, illustreranno il programma delle attività per la redazione del Piano Urbano della Mobilità. Il Pum ha l’obiettivo primario di fornire all’Amministrazione comunale uno strumento di pianificazione della mobilità che si coordini con gli altri strumenti di pianificazione territoriale. Con l’elaborazione del Pum saranno identificate le criticità del sistema della mobilità con riferimento ad una serie di obiettivi dichiarati e saranno identificate e propostele opportunesoluzioni.È intenzionedell’Amministrazione privilegiare cinque aree tematiche: Reggio Calabria propulsore del Mediterraneo. Meno auto in circolazione, più rispetto per l’ambiente. I bambini saranno coinvolti nella promozione del rispetto dell’ambiente attraverso una comunicazione easy realizzata con fumetti e momenti di gioco.Il trasporto pubblico locale: comodo, puntuale, economico. I lavoratori e gli studenti potranno raggiungere la loro destinazione in maniera veloce e sicura. La sicurezza sulla strada patrimonio di tutti. Rispettare se stessi e gli altri per rispettare la vita. Il Pum a misura di persona in una comunicazione efficace.

Marocchino denuncia aggressione e viene arrestato perchè irregolare REGGIO CALABRIA - Un cittadino marocchino, Kamal El Moussaouvi, 26 anni, è stato tratto in arresto e ristretto nelle camere di sicurezza della Questura a disposizione dell’A.g. procedente in quanto era in Italiano nostante fosse stato espulso dal territorio nazionale con provvedimento del Prefetto di Reggio Calabria che gli aveva intimato di lasciare il territorio dello Stato entro 5 giorni. L’arresto, reso noto ieri, è avvenuto, nella nottata di sabato quando personale delle "volanti" è intervenuto nella zona di via della Giudecca a seguito di una segnalazione per rapina. Il marocchino, presunta vittima, lamentava di essere stato aggredito da un gruppo di ragazzi di origine italiana, i quali gli avevano sottratto il telefonino. Accompagnato in Questura per l’attività di identificazione, in quanto privo di documenti, dagli accertamenti eseguiti nella Banca Dati del Ministero dell’Interno, il personale operante ha appreso della situazione del giovane. Da qui l’arresto.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 33

CRONACHE

Il discorso del sindaco Raffa alla festa per i 50 anni di sacerdozio del Vescovo

«Mons. Mondello, tra gli artefici della metamorfosi di Reggio» di Carmelo Morise REGGIO CALABRIA - Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa, nel corso della cerimonia per i 50 anni di sacerdozio di Mons. Vittorio Mondello, svoltasi ieri sera nella Basilica cattedrale della città dello Stretto, hapronunciato un discorso. «Siamo qui - ha detto Raffa - per esprimere la gratitudine della Città a Mons. Vittorio Mondello che, assieme alla Chiesa locale, festeggia i cinquant’anni dalla sua ordinazione sacerdotale. Una ricorrenza che registra anche la presenza di Sua Eminenza Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano, al quale, a nome della polis reggina, porgiamo un sincero benvenuto nella terra evangelizzata dall’Apostolo Paolo. Nei venti anni di permanenza alla guida della nostra diocesi - ha continuato - lei è stato uno degli artefici della metamorfosi di una Città che, in quegli anni, a causa di dolorosi avvenimenti, sembrava avesse tagliato le radici con la sua millenaria cultura magnogreca. Il suo lavoro socio - pastorale, eccellenzaMetropolita,è stato da stimolo per le classi dirigenti che si sono alternate alla guida politico - amministrativa di questo territorio, orgoglioso di averla come Padre e fratello in Cristo, custode di fede e della secolare devozione alla Madonna della Consolazione a cui Reggio Calabria, nei momenti difficili della sua storia, ha sempre trovato conforto per andare avanti. In tutto questo tempo, - ha detto ancora Raffa - noi cittadini e amministratori ci siamo trovati a fianco un leale sostenitore della crescita di Reggio Calabria, il cui impegno non è stato soltanto di guida spirituale e morale, ma anche di un meridionalista a cui stanno a cuore le sorti di questa parte del Paese che lotta contro i suoi atavici mali che le impediscono di stare al passo con altre

Aprirà il 27 giugno il parco Aercheoderi della sinagoga ebraica di Bova Marina

importanti aree geografiche. A lei, Mons. Modello, - ha aggiunto - riconosciamo il merito di essere rimasto sempre neutrale e dall’alto della sua missione pastorale è stato prodigo di consigli, richiamando la politica all’etica cristiana per realizzare il bene comune, valorizzare l’uomo, garantire il sistema di accoglienza e di tutela delle fasce deboli. Due decenni sono trascorsi da quando lei, Eccellenza Reverendissima, - ha sottolineato Raffa - proveniente dalla patria di don Sturzo, si è insediato alla guida della nostra Diocesi. Anni che sono trascorsi veloci e che ci hanno visto impegnati, su fronti diversi ma convergenti, ad aiutare la crescita umana e sociale di una comunità che ha sempre avuto nel suo vescovo un importante punto di riferimento non solo per il popolo cattolico ma anche per quanti professano altre religioni. In questo giorno di festa e di ringraziamento al Signore, a nome della Città, ancora una volta, le formuliamo - ha concluso - i sentimenti della nostra immensa gratitudine».

Strage di Duisburg, Strangio ha accettato il prelievo per la comparazione del suo Dna LOCRI - Giovanni Strangio, accusato di essere uno degli autori della strage di Duisburg, ha dato il suo consenso al prelievo del dna per la comparazione con le tracce trovate a bordo di una Renault Clio usata dagli autori della strage. Lo ha annunciato lo stesso Strangio nel corso del processo che si sta svolgendo davanti ai giudici della Corte d’assise di Locri che hanno disposto la comparazione nel corso della scorsa udienza. Nel processo sono imputate 14 persone coinvolte, secondo l’accusa, nella faida di San Luca. La Corte ha deciso che nella prossima udienza, fissata per domani sarà conferito ad un tecnico dei carabinieri del Ris di Messina di effettuare la comparazione.

BOVA MARINA - Giovedì 24 giugno alle ore 11,30 nella sala Giuditta Levato del Consiglio Regionale sarà presentato alla stampa il nuovo Parco archeologico della Sinagoga ebraica di Bova marina, che aprirà i battenti domenica 27 giugno alle ore 17. Nel 1983 durante i lavori per la realizzazione di un tratto della Ss 106 Jonica, che da Reggio Calabria va a Locri, in località Deri nel comune di Bova Marina, presso la foce della fiumara San Pasquale fu rinvenuto un monumento di eccezionale interesse, una sinagoga ebraica tardo imperiale, tra le pochissime della diaspora di cui resta una documentazione materiale. In un primo momentol’impiantoritrovatodagli operai fece pensare ad una villa romana, ma successivamente, dal-

le figure riprodotte nel mosaico che ornava una delle sale dell’impianto, fu chiaro che ci si trovava davanti ad una sinagoga identificata grazie ai simboli di culto rappresentati a mosaico: il nodo di Salomone e la menorah, il candelabro a sette bracci. Le testimonianze portate alla luce dagli scavi condotti successivamente dalla SoprintendenzaArcheologicadella Calabria sono significative per laricostruzionedell’interastruttura che si identifica come la più antica sinagoga della diaspora ebraica in Occidente seconda solo a quella di Ostia (I sec. d.C.). L’area contiene numerose tracce che testimoniano l’intreccio di culture differenti che si svilupparono nel territorio calabrese. Il primo progetto di valorizzazione nasce nel

Giovani Comunisti in piazza con gli studenti per dire no al terzo liceo REGGIO CALABRIA - I Giovani/e Comunisti/e di Reggio Calabria hanno espresso ieri in una nota «solidarietà al coordinamento dei genitori degli alunni iscritti ai licei reggini e agli studenti stessi. Allo stesso tempo rendiamo nota la nostra piena adesione al corteo silenzioso del 26 giugno sostenendo qualsiasi forma di protesta utile a porre fine l’annosa vicenda del trasferimento coatto degli studenti verso il fantomatico Terzo Liceo. I Gc sono pronti ad intraprendere qualsiasi forma di lotta necessaria ad arrestare questa azione dittatoriale da parte degli uffici scolasti competenti, in pieno contrasto con i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana, che tutelano e garantiscono il diritto/dovere di istruire ed educare i figli presso la scuola pubblica scelta in ragione della offerta formativa, delle inclinazioni soggettive dei ragazzi e delle esigenze logistiche delle proprie famiglie. L’intenzione hanno aggiunto - di procedere al sorteggio coatto degli studenti, ignorando la decisione assunta dall’amministrazione Provinciale, ci convince sempre di più, che ci sia la ferma volontà di ubbidire al capriccio dettato da qualche potente di turno. Noi Giovani/e Comunisti/e - hanno concluso - alzeremo la voce, anche tramite i nostri rappresentanti istituzionali, portando dentro le aule delle amministrazioni le istanze delle centinaia di genitori e studenti. Ribadiamo nuovamente la nostra vicinanza, e continueremo a vigilare».

luglio del 2006 grazie a un bando della Regione Calabria. Nel 2009 vengono completati i lavori per la realizzazione del Parco Archeologico della Vallata del San Pasquale - ArcheoDeri, testimonianza concreta dell’utilizzo di quest’area ionica, in età romana imperiale, anche da parte di una comunità ebraica. All’interno di questa area sottopostaa vincolo archeologico si trova il complesso edilizio appartenente ai baroni Nesci di Sant’Agata. L’ex frantoio è stato ristrutturato per ospitare al suo interno un Centro di documentazione del territorio che ospita il percorso che presenta la storia del territorio di Bova Marina e della presenza ebraica in Calabria. Il progetto museale nasce da un’idea di Rosa Maria Cagliostro.


34

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

CRONACHE

Processo Ghibli Prima trebbiatura nei terreni chieste 15 confiscati alla ’ndrangheta condanne di Camillo Murra CROTONE - «Tutti insieme si può fare. Con l’apporto fondamentale del prefetto, del Corpo Forestale, dell’amministrazione comunale e la collaborazione dell’associazioni di categorie in particolare la Coldiretti e delle associazionismo locale e l’agenzia nazionale beni confiscati, ieri il noi ha vinto sul potere criminale. Un noi umile, attento, ricco della partecipazione e del protagonismo delle realtà del posto. Un esempio concreto di cittadinanza attiva e responsabile per un raccolto di legalità». Con queste parole Don Luigi Ciotti, presidente di "Libera", ha Il plauso commentato di Don Ciotti l’inizio della prima trebbiae di Molinaro: tura dell’orzo nei terreni un esempio confiscati al clan Area nel concreto territorio di di legalità Isola Capo Rizzato. «Il raccolto dell’orzo seminato nei terreni confiscati alla cosca Arena in località Cepa del Comune di Isola Capo Rizzuto - si legge in una nota - una volta lavorato sarà primo orzo della legalità di "Libera Terra". Dopo la raccolta dei Finocchi in località Vermica con il contributo della Cia, il raccolto di ieri è il secondo passo del percorso che prosegue da oltre un anno grazie al coordinamento della Prefettura ed al sostegno di soggetti imprenditoriali che si occupano di produzione biologica, in collaborazione con le organizzazioni agricole verso la costituzione, con bando pub-

blico, della prima cooperativa sociale di Libera Terra in terra crotonese. La cooperativa sarà costituita da giovani del territorio per portare avanti sui terreni confiscati produzioni biologiche e di alta qualità rispettose dell’ambiente , del territorio e dei principi di legalità». Importante anche il commento di Pietro Molinaro, presidente della Coldiretti che ha detto: «Non doveva e poteva essere un regalo alla malavita organizzata e cosi non è stato, la società responsabile grazie alla sensibilità del Prefetto di Crotone ha reagito e finalmente si è concretizzata la raccolta e trebbiatura dell’orzo sui terreni confiscati alla criminalità organizzata. Non è solo un gesto simbolico quello di ieri - prosegue Molinaro ma la convinzione che si può fare fronte comune per debellare questo cancro che opprime la società. L’utilizzo ai fini sociali dei patrimoni confiscati ha un valore rilevante e insostituibile - aggiunto il Presidente della Coldiretti Calabria, Molinaro -: in primo luogo di

riaffermazione dell’autorità dello Stato,che restituisceallecomunità locali i beni illecitamente sottratti dalle organizzazioni criminali ed in secondo luogo la promozione di iniziative sociali (educative, culturali, di lotta all’emarginazione, di sostegno alla legalità) ed economiche (attività lavorativa di produzione di prodotti agricoli) volte a ricostruire parte di quel tessuto sociale depauperato dalla criminalità e in territori dove la prossimità fra disoccupazione e criminalità è fattore di rischio per i giovani. Per la l’organizzazione agricola e forza sociale, questo esempio deve diventare cultura stabile, esempio da emulare e crescita della coscienza quindi sono necessari percorsi formativi nelle scuole attuando anche il protocollo d’intesa tra l’Assessorato Regionale Pubblica Istruzione e Cultura stipulato con la Coldiretti questo è un investimento che darà sicuramente frutti. Possiamo ben dire - conclude il Presidente della Coldiretti Molinaro - che ora la criminalità è più povera».

CROTONE - La richiesta di quindici condanne è stata avanzata ieri nell’ambito di altrettanti giudizi abbreviati in corso a carico di presunti affiliati ai clan di ’ndrangheta del Crotonese coinvolti nell’operazione Ghibli. Il blitz scattòla notte del 20 aprile 2009 tra la Calabria e l’Emilia Romagna per l’esecuzione di 20 ordini di custodia cautelare in carcere e numerosi sequestri per un valore di 30 milioni di euro, al culmine dell’inchiesta diretta a ricostruire la sanguinosa guerra fra gli Arena ed i Nicoscia. Il pm della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Salvatore Curcio, ieri davanti al giudice dell’udienza preliminare distrettuale Antonio Saraco, ha tenuto la propria requisitoria, che ha concluso chiedendo pene pesanti per coloro i quali hanno ottenuto di essere giudicati con rito abbreviato. In particolare, il pm ha chiesto: 16 anni di reclusione per Giuseppe Arena; 20 anni per Nicola Arena; 4 anni e 6 mesi per Pasquale Arena; 2 anni e 6 mesi per Valerio Frio; 16 anni per Francesco Gentile; 10 anni per Tommaso Gentile; 4 anni e 6 mesi per Maurizio Greco; 4 anni e 6 mesi per Nicola Lentini; 16 anni per Paolo Lentini; 4 anni e 6 mesi per Giuseppe Lequoque; 10 anni per Antonio Morelli; 4 anni e 6 mesi per Luigi Morelli; 2 anni e 6 mesi per Caterina Petrolillo; 2 anni per Annalisa Spadea; 2 anni e 6 mesi per Rosaria Vittimberga. I riti alternativi proseguiranno con le discus-

sioni degli avvocati il 28 e 29 giugno, ed il 19 luglio, giorno in cui è attesa la sentenza. L’operazione Ghibli si è chiusa lo scorso ottobre con un avviso di conclusione delle indagini emesso a carico di 38 persone dall’allora sostituto procuratore antimafia Sandro Dolce. L’inchiesta ha consentito di contestare l’associazione mafiosa e numerosi reaticonnessi, soprattutto in tema di armi, riciclaggio ed intestazione fittizia di beni, tra i quali l’omicidio di Pasquale Nicoscia, avvenuto nel 2004, che sarebbe stato la risposta al precedente assassinio di Carmine Arena, a sua volta ucciso in un attentato portato a termine con l’uso di un bazooka, a seguito del quale rimase gravemente ferito anche Giuseppe Arena, nipote del primo; ed il tentato omicidio di Domenico Bevilacqua, più noto come "Toro seduto" e considerato uno dei capi della criminalità zingara catanzarese, uscito miracolosamente vivo da un agguato che avvenne a Catanzaro Lido il 4 aprile del 2005, secondo gli investigatori come punizione per i tentativi di rendersi autonomo rispetto alla cosca catanzarese, storicamente sottoposta agli Arena.

Impegnati 600 mila euro per il Museo civico CROTONE - Seicentomila euro per la rifunzionalizzazione del Museo civico e della Biblioteca del Castello Carlo V sono già stati impegnati dall’Amministrazione comunale di Crotone con l’utilizzo dei fondi derivanti dall’Apq (Accordo di programma quadro) in materia di Beni ed attivita’ comunali. Il progetto degli interventi, approvato dalla Giunta comunale con delibera n. 346 del 26 novembre 2009, è denominato "La Rete dei Saperi" ed è stato redatto nell’ambito del Settore VI dell’Amministrazione comunale, con la collaborazione di altri settori, dando vita ad un lavoro interdisciplinare la cui importanza strategica e novità è stata più volte sottolineata nel corso della conferenza di presentazione, ospitata questa mattina dalla sala "Dionigi Caiazza" della Casa della cultura. Ad illustrare nel dettaglio gli interventi che interesseranno il Museo e la Biblioteca del Castello è stato l’assessore alla cultura, Silvano Cavarretta. Il progetto prevede il rifacimento dei servizi igienici interni alla biblioteca e di quelli esterni, incluso un servizio a norma per la fruizione da parte di diversamente abili.

Saranno, poi, sostituiti gli infissi esterni di Biblioteca e Museo e realizzato un impianto di climatizzazione. Il progetto "La Rete dei Saperi" prevede, inoltre, l’allestimento e l’adeguamento funzionale del museo secondo i più moderni standard. Sono già stati predisposti gli atti per l’acquisizione di strumentazioni informatiche per la Biblioteca, altro intervento previsto dal progetto, mentre sono in fase di elaborazioni quelli per l’acquisizione delle forniture di arredi e scaffalature per la biblioteca, ed in particolare per la sezione "storia locale". Il progetto, inoltre, come è stato sottolineato da Luciana Proietto, responsabile della Biblioteca, prevede l’acquisto di un ulteriore fondo librario consistente per la maggior parte in narrativa ed il restauro della prima edizione dell’enciclopedia Treccani, un’opera storica in possesso del Comune. Ma il progetto su cui si punta maggiormente nell’ambito de "La Rete dei Saperi" è la realizzazione di una mappa interattiva dell’archeologia. Si tratta, come ha sottolineato l’assessore Cavarretta, di un progetto inserito in un secondo momento all’interno degli interventi di

rifunzionalizzazione del Museo civico e della Biblioteca comunale che era già stato annunciato dal precedente assessore alla Cultura. Si tratta di una mappa che, come ha spiegato il dirigente del Settorecultura, Vincenzo Scalera, consentirà di localizzare i beni archeologici del territorio cittadino che sarà consultabile in maniera interattiva attraverso un grande schermo touch screen. Come negli altri interventi presentati dall’Amministrazione comunale nell’ambito de "La Rete dei Saperi", la fornitura dell’apparecchiatura informativa è stata aggiudicata dalla ditta "Geosystem group srl" di Benevento che avrà anche il compito di coordinare 4 figure professionali, selezionate mediante bando dal Comune, cui sarà affidato, per 8 mesi, lo svolgimento di attività di rilievo e restituzione grafica dei beni archeologici presenti nel territorio comunale. La mappa ha un duplice obiettivo: la fruizione di questo strumento all’avanguardia da parte dei visitatori del Museo, e la realizzazione di uno studio scientifico monitorato dalla Soprintendenza per i Beni archeologici che sarà di ausilio pergli studi futuri.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 35

CRONACHE

Occupato da una famiglia del luogo era di una donna che vive altrove

Incendiato un casolare, era al centro di una controversia RICADI - Un fabbricato rurale è stato dato alle fiamme in località "Pavone" del comune di Ricadi, sulla costa vibonese. Un fabbricato su un terreno a vocazione turistica, occupato da una famiglia del luogo, nota alle forze dell’ordine, ma di proprietà di una donna, pure del luogo, che vive altrove. A denunciarlo la figlia della legittima proprietaria, Ines Sigona, 39 anni, residente a Napoli. L’assurda vicenda Nonostante la suprema Corte di Cassazione dopo una lunè stata riportata ga causa abbia respinto la pretesa dei coloni che ne vannazionale tavano l’usucapione, non è alla ribalta riuscitaancoraarientrarenel E ciò nonostante la qualche mese fa possesso. notifica dello sfratto da parte dell’ufficiale giudiziario avvedalle "Iene" nuto una ventina di anni fa. Ma c’è di più, i legittimi proprietari non hanno il diritto nemmeno di mettervi piede. L’assurda vicenda è stata riportata alla ribalta nazionale qualche mese fa dalle "Iene" che hanno rischiato di essere aggredite unitamente alla proprietaria quando sono andati a fare delle riprese. Sia la troupe delle "Iene" sia la proprietaria sono state denunciate per violazionedi domicilio a cui sono seguite delle controdenunce. La vicenda è adesso passata nelle mani della Procu-

ra della Repubblica di Vibo Valentia per quanto riguarda gli aspetti penali, mentre per quanto riguarda quelli civili, è in atto una nuova richiesta di sfratto. Ma prima che la vicenda potesse giungere ad una conclusione, l’altra notte c’è stato l’incendio del casolare, su cui stanno indagando i carabinieri della stazione di Spilinga diretti dal luogotenente Francesco Cocciolo. Domenico Morise

Domani la presentazione del primo rapporto dell’Osservatorio per le politiche sociali e sanitarie VIBO VALENTIA - Il presidente della Provincia Francesco De Nisi e l’assessore alle Politiche sociali Maria Salvia, d’intesacon l’assessoreregionaleFrancescantonio Stillitani, hanno promosso per domani, alle ore 10.30, nella sala del Consiglio provinciale, un incontro per la presentazione del primo rapporto dell’Osservatorio provinciale per le politiche sociali e sanitarie. Nel quadro della legislazione nazionale in materia, secondo la quale le Province devono concorrere

alla programmazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali sul territorio, il rapporto rappresenta un importante strumento a disposizione di Comuni e operatori del terzo settore per individuare con puntualità il fabbisogno di servizi e di assistenza espresso in ambito provinciale.All’incontrosono stati invitati tutti i sindaci vibonesi, i rappresentanti del Csv, nonché tutte le associazioni e le cooperative sociali che operano in questo campo.

De Nisi: eliminare le buche dalle strade provinciali VIBO VALENTIA - «Non voglio più vedere una buca su quelle strade». Perentoria la richiesta del presidente della Provincia Francesco De Nisi, che dopo aver effettuato personalmente un lungo e accurato sopralluogo nella giornata di sabato, domenica ha chiamato a raccolta tecnici e dirigenti di settore per risolvere in maniera definitiva la problematica rappresentata dallo stato della rete viaria nell’area montana. D’intesa con l’assessore ai Lavori pubblici, Barbuto, De Nisi ha analizzato nel dettaglio la situazione stabilendo alcune priorità: innanzitutto una serie di interventi di sistemazione immediata delle strade che hanno subito danni nel periodo invernale; in secondo luogo, l’elaborazione di un articolato programma per il pieno adeguamentostrutturaledellearteriein questione, da completare entro la fine dell’anno.Sei le strade

L’Italia ha un nuovo vulcano È di fronte Capo Vaticano

che necessitano di urgenti lavori di riparazione: Arena-Serra; Serra-Mongiana; Mongiana-Fabrizia; Mongiana-Nardodipace; strada Faggio del Re che collega Dinami e Fabrizia; strada della Mongianella. «Su queste arterie si interverrà subito per eliminare le buche e le depressioni causate dal maltempo dei mesi scorsi - ha spiegato De Nisi -. Una situazione che intendiamo risolvere in pochi giorni, dando una prima risposta alle legittime istanze di sicurezza che vengono dagli utenti. Contestualmente avvieremo un programma di interventi strutturali da concludere entro l’anno, che riguarderà non soltanto il manto stradale, ma anche tutte le opere connesse, dalla razionalizzazione degli incroci ai guard rail, dalle cunette alla segnaletica. L’obiettivo è agire con risolutezza per migliorare concretamente la viabilità».

ROMA - L’Italia ha un nuovovulcano:nonhaancora un nome, è spento da un periodo ormai lunghissimo, compreso fra 670.000 e un milione di anni, e si trova nel Tirreno meridionale, al largo della Calabria, di fronte a Capo Vaticano. La scoperta, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) in collaborazione con l’università della Calabria,è inviadipubblicazione sul Journal of Geophysical Research. Il nuovo vulcano è di medie dimensioni, la sua sommità si trova a 120 metri sotto il livello del mare, si estende per circa 15 chilometri e si trova sulla stessa faglia che ha dato origine al terremoto di Messina del 1908. «E’ un vulcano che ormai non desta più alcuna preoccupazione - ha detto Massimo Chiappini, che fa parte del gruppo di ri-

cerca composta da RiccardoDeRitis,GuidoVentura, Iacopo Nicolosi e Fabio Speranza -. La sua scoperta - aggiunge - rimette però in discussione i modelli geodinamici della zona», per esempio quelli che spiegano la formazione delle Eolie. Il numero dei vulcani italiani sale così a 29. Di questi, 16 sono spenti; 9 attivi (Vesuvio, Etna, Vulcano, Lipari, Stromboli, Panarea, Ischia, Campi Flegrei e Pantelleria) e quattro sono in fase di studio (Palinuro, Salina, Marsili, Colli Albani).

Anna Bolle


36

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Pablo Picasso, "Guernica", 1937

In Calabria, il castello Aragonese ospita fino al 26 settembre la mostra La materia e il segno, pittura, ceramica, grafica

Materia da Picasso, il genio della Guernica celebrato da Otranto per le sue ceramiche Alessia Cervio «Quando ero piccolo sapevo dipingere come Raffaello, mi ci è voluta però una vita intera per imparare a disegnare come un bambino». Non aveva bisogno di lavorare lui, il genio della "Guernica", uno degli artisti più famosi del secolo scorso, autore di opere che ancora oggi vengono battute all’asta con prezzi da capogiro. Oggi lo splendido castello Aragonese,fortezzaedificatatrail 1485 e il 1498 e cuore della città di Otranto, apre "i bastioni" a una spettacolare mostra dedicata al genio della pittura iberica Pablo Picasso. L’esposizione s’intitola Pablo Picasso. La materia e il segno. Pittura, ceramica, scultura e riunisce quasi novanta opere realizzate dall’artista in un vasto periodo temporale, dal 1904 al 1971. Oltre alla primissima incisione Il

pasto frugale, appartenente alla serie "Suites des saltimbaques" quattordici preziose tavole dedicate al mondo dei saltimbanchi eseguite con la tecnica dell’acquaforte e della puntasecca - vi si trovano la serie di 26 incisioni ispirate al trattato sulla corrida di Josè Delgrado, in cui le scene di lotta tra l’uomo e il toro sono enfatizzate dalle tecnica dell’acquatinta allo zucchero e dai contrasti tra il bianco e il nero. La mostra presenta anche quattro opere miste - un disegno a pastello del 1919 ("Olga’s left profile"),"Deuxfemmes,gouache"(tecnica del guazzo) del 1920, "Tête de femme", un olio del 1943, e ll pittore e la modella, disegno a china del 1971 - oltre a un corpo unico di 38 ceramiche. Dopo le prime sperimentazioni nel 1947 a Vallauris, centro di produzione della ceramica della Francia meridionale,Picasso non abbandonò più quest’arte antica.

Picasso fece confluire nella ceramica le tematiche della mitologia, sessualità e della storia dell’arte

Nel primo anno realizzò quasi duemila opere e nel tempo vi fece confluire le tematiche della mitologia, della sessualità e della storia dell’arte, finendo per rivitalizzare e fare propria questa tecnica secolare. Un corpus di opere eterogenee dunque, che in questa mostra te-

Nelle mani di Mattia Bonetti (Svizzera, 1952) il design diventa arte. La sua è una figura versatile, un creativo capace di unire nei suoi lavoriunagrandeabilitànella pratica del disegno e notevoli capacità artigianali nel passaggio dal modello alla realizzazione tridimensionale di esso. Per le sue creazioni Bonetti utilizza i materialipiùdiversi:metalli, diverse essenze del legno, resine in una costante e bizzarra commistione tra artigianato antico e tecnologia contemporanea. La dimostrazione di questa affermazione sarà palpabile alla Cardi Black Box fino al 31 luglio: si accende in Bonetti una comunicazione continuativa delle pratiche artistiche che apre una forte influenza reciproca tra arte

contemporanea e progettualità artigiana. Stili differenti si uniscono in un armonioso e bizzarro walzer, mentre metallo, legno, resine, materiali plastici fondono l’antico con il contemporaneo. Mattia Bonetti, figlio di antiquari, sperimenta dapprima il disegno e la fotografia per approdare in un mondo dove regna la versatilità e la poliedricità. Bonetti produce Bonetti: questo è il modo più appropriatoper descrivere un artista raro e fantasioso come lui. Infatti, non si può né definirlo Neo-barocco né appartenente al nuovo realismo, né post moderno e né nascente dal realismo magico. La sua carriera è intrisa di esperienze artistiche diversificate: dalla linea 1 e 2 del tramway di Montpellier al mobilio liturgico per la cattedrale di Metz, dalla sala da pranzo di una lussureggiante villa di Miami al novello

Hotel Cristal Champs Elysées di Parigi. Le atmosfere di sogno create dall’artista in fondo non sono che specchi delle interiorità degli uomini. Fino al 31 luglio Cardi Black Box corso di Porta Nuova 38, Milano. Info: 0245478189.

Inedito Marotta Dopo il Macro la galleria La nuvola svela le capacità creative dell’artista Gianmarco Volpe

Pablo Picasso, "Mujer", 1961

Gino Marotta, s. t.

stimoniano l’estremo eclettismo di uno degli artisti più autorevoli del Novecento. Fino al 26 settembre Pablo Picasso. La materia e il segno. Pittura, ceramica, scultura. Otranto, castello Aragonese. Info: 199151123; www.picassoaotranto.it.

L’incanto della Savana, Una natura rielaborata con opere in plexiglass


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 37

IL DOMANI DELLA CULTURA

Svelando l’utopia delle donne con tre artiste mediorientali Alla galleria Alberto Peola di Torino, un’ampia collettiva a tre voci tutte al femminile Flavia Montecchi Il Karachi del Pakistan si stringe in una collettiva femminile a tre voci, anzi a tre anime. La galleria Alberto Peola di Torino dal 10 giugno presenta con il progetto Svelando l’utopia i lavori di Naiza H. Khan, Seema Nusrat e Adeela Suleman, rivelando la delicata concretezza della loro femminilità. Chiamate in causa le problematiche sociali legate alla tradizione musulmana e sufica, le opere delle tre artiste fabbricano cimeli di luoghi comuni e ingiustizie, trasformando i concetti in materia. È il caso dei lavori della Nusrat che con cinture in pelle e cravatte veste lo spazio in assenza di un corpo, che disegna la sua anima nel contorno di stoffe e tessuti colorati.

Mentre i corsetti in metallo della Khan imprigionano la castità storica di una cultura femminile castrata. Burqua e veli giocano il ruolo di stereotipi occidentali a cui però resta ancorata una negazione di fondo e l’artista diviene una sarta di denuncia, in cui le sue sculture assumono forti connotati di difesa simbolica nei confronti della donna. Meno vincolata alla figura femminile è l’opera di Adeela Suleman, che al contrario mette in mostra la tattilità del paese: cimeli di utensili segnano il suo peregrinare per mercatini e bancarelle, dove scodelle e vasi ma anche marmitte di motociclette ed elmetti reinventano il loro ruolo connaturato nel significato dell’oggetto stesso: «The whole idea that they can be moved and placed differently would change the story excites me» dice l’artista, conclu-

Naiza H Khan, "Robe the robe", 2008

dendo questo cerchio espositivo che mette in mostra l’arte contemporanea pakistana insieme con la sua tradizione, culturale, storica e quotidiana. Fino al 24 luglio. Galleria Alberto Peolavia della Rocca 29, Torino. Info: 0118124460; www.albertopeola.com.

La ricerca sul paesaggio industriale e urbano in una collettiva romana. Capire come spazi atipici siano capaci di emozionare

Architetture sensazionali A Roma si gioca con le linee Massimo Canorro «Le teorie ispirate da Yona Friedman nel suo primo manifesto, "Mobile architecture" (1958) e la relazione tra la città, la sua costruzione e la società unite nell’interpretare l’organismo umano, con il corpo a fungere da modello per l’architettura». Questi gli elementi cardine dell’iter che ha definito la mostra "Sensational architecture" - dal 16 giugno al primo luglio all’Auditorium Parco della musica di Roma - espressi dalla curatrice Camilla Boemio. La rassegna affronta il tema dell’architettura sondando panoramiche poliedriche di città internazionali che vengono lette in chiave onirica ed artificiale, do-

ve lo spazio muta in una visione psichica capace di rimodellare le metropoli e la sua visione, trasformandola in sensazionale e stravagante. «Il taglio della ricerca della rassegna è complementare alla mostra precedente, organizzata per la preview della festa dell’architettura, "Cities - places visionaires"», spiega la Boemio, aggiungendo che «mentre nella prima rassegna avevo dato rilievo alla fotografia documentaristica e ad alcuni lavori video dove l’uomo è al centro della città, in questa ho voluto abbattere il concetto di metropoli canonica». "Sensational architecture" propone alcuni dei più noti artisti internazionali - Mark Lewis, Spencer Tunick, Andrea Garuti, Isidro Ramirez - accomunati dall’aver

dedicato la propria ricerca artistica al paesaggio industriale e alle aree urbane, spesso con scelte inedite. In esposizione video e fotografie «che esprimono una poliedricità dei linguaggi, un’idea disomogenea e di altissimo livello», precisa la curatrice. Si va dall’architettura funzionale del paesaggio antropizzato di Ramirez, che all’esordio in Italia propone l’inedita serie "360° degrees", ai lavori di Tunick «nei quali le linee di confine dell’ispirazione del corpo nella costruzione dell’architettura si travalicano per delineare un flusso dirompente di coesione palese», illustra la Boemio. E ancora, i film di Lewis dove la narrazione d’impattocostituisce«unamagniloquenza formale che si plasma

Spencer Tunick, s. t.

con la figura umana subordinata al paesaggio che la accoglie», e le serie "Cardinal points" e "Views" del fiorentino Garuti, nelle quali quattro punti del globo vengono

immortalati in maniera pittorica, svariando dalle tinte scure dei palazzi berlinesi allo scintillio delle luci caotiche di Las Vegas. Info: www.festarchitetturadiroma.it.

Cuneo e Monforte d’Alba si vestono di rosa con le opere di Spender

Eva, è lei la madre di tutti i viventi Una mostra in due città italiane sulla donna di sempre cercando di trovare in lei dei nessi sulla femminilità di oggi

Valentina Cavera Sulle tracce di Eva, è il titolo dell’esibizione che si è inaugurata il 18 giugno alla fondazione Peano a Cuneo e il 19 giugno alla fondazione Bottari Lattes a Monforte D’Alba. La mostra elegge a figuracentraleMatthewSpender, l’artista di natali inglesi che da anni vive nel cuore della Toscana, nelle campagne del Chianti, che ha realizzato le opere in mostra: donne in terracotta, in legno, opere su tela, create forse per riprodurre efficacemente la figura di Eva in tutti i lati della sua bellezza prima. Eva rappresenta nella mitologia

Matthew Spender, Dormiente

biblica, la prima donna; la radice di questo nome è la medesima di quella del verbo "vivere" e, com’è scritto nel testo, Eva è definita "la madre di tutti i viventi". Donne che dormono, che pensano, che osservano, all’interno degli spazi espositivi e nell’ambiente esterno, sull’erba, sotto lo sguardo del sole. Donne scrutabili e al contempo imperscrutabili. Ques-

to è il risultato della ricerca sulle forme realizzata da Spender, già molto famoso tra i collezionisti. Amato da Francis Bacon e dal regista Bertolucci, il quale scelse quarantasette sculture dell’artista per il suo film Io ballo da sola, oltre che aver esposto in prestigiosi spazi, come la Berkeley square gallery di Londra (1989), è anche professore onorario all’Accademia delle Belle arti di Carrara e professore ordinario all’accademia delle Belle arti di Firenze. Fino al 30 luglio. Fondazione Peano corso Francia 47, Cuneo e fondazione Bottari lattes, via Marconi 18, Monforte D’Alba. Info: 0171603649; www.fondazionepeano.it.

l’artista di natali inglesi ha realizzato le opere: donne in terracotta in legno, su tela create per riprodurre tutti i lati della bellezza prima


38

il Domani Martedì 22 Giugno 2010

MOTORI

In vendita il nuovo coupé compatto della maison francese

Peugeot RCZ pronta a graffiare l’asfalto Andrea Celia Magno

Opel sta per lanciare la nuova Astra SW Opel sta per lanciare sul mercatolanuovaversionestation wagon di Astra. Si chiamerà Astra Sports Tourer e avrà fra le novità di serie i fari anteriori che si adattano all’andamento della strada e una particolare videocamera che riconoscerà i segnali stradali e avviserà il conducente quando si sposterà inavvertitamente dallapropriacorsiadimarcia.

Auto elettriche: "Altri 10 anni di sviluppo" Secondo l’Istituto di Ingegneria Tecnologica della Gran Bretagna le auto elettriche avrebbero ancora bisogno di un paio di lustri di ricerca per poter sviluppare al meglio le potenzialità di questo tipo di veicoli. I dubbi sono relativi soprattutto all’utilizzo, al consumo e al deterioramento dellebatterie,prestazionimai chiaritedallecaseproduttrici. RCZ, nuovo coupé Peugeot

Peugeot si è rifatta al proprio stemma per modellare l’ultima creatura del suo parco macchine. L’intento era quello di graffiare, come un leone, il mercato. E la nuova RCZ, coupé compatto da 4 posti, ha tutte le carte in regola per riuscirci. La prima cosa che colpisce, della RCZ (che è la prima vettura Peugeot a non avere una denominazione in numeri dal 1930) è il design. Molto Belle linee, particolare,sinuosoeorigisfrutta al massimo motori dalle buone nale, l’aerodinamcità d’obbligo per una coupé, ma lo fa prestazioni e con stile, restando impresdai consumi so nella mente di chi guarda. Curve molto marcate; ridotti. Interni tetto e lunotto posteriore con doppia bombatura; araccattivanti chi in alluminio per e prezzi valorizzarne al massimo l’aerodinamica e la comabbastanza pattezza; linea di cintura laterale molto alta che si contenuti per adatta al meglio alle forme la nuova coupé muscolose della RCZ sono i principali trend stilistici Peugeot RCZ della vettura. Il vano motore è bombato ed è praticamente un tutt’uno con il paraurti, mentre il cofano posteriore (che all’interno è abbastanza ampio) è leggermente più allungato e si specchia nell’eleganza delle luci rosso rubino, mentre il doppio terminale cromato ricorda a tutti l’attitudine sportiva della RCZ, mantenuta in dimensioni abbastanza ri-

dotte (4 m e 28 cm per poco più di 2 m in larghezza). L’abitacolo è molto ben rifinito, con sedili ergonomici rivestiti in pelle così come il volante. La plancia comandi è ampia e composta con un tessuto tecnologico, mentre l’orologio centrale e i quadranti sono stati realizzati in alluminio. La sicurezza parte già dal muso, dotato di un sistema di "cofano attivo" che limita le conseguenze in caso di impatto frontale, mentre il sistema frenante è reso ancora più preciso grazie

Hyunday sostituisce Tucson con l’iX35 Il nuovo suv compatto dell’azienda automobilistica coreana si presenta con una linea piacevole alla vista, un comodo abitacolo e una lista di optional di serie invidiabile: climatizzatore, sedili riscaldabili,radiomp3, connettore Usb, sensori di parcheggio, 8 airbag e controllo elettronico della stabilità. Le motorizzazioni sono 2.0 sia benzina da 162 cv, che turbo diesel da 136 e 186 cv.

Fiat ha presentato le sue due sorelle sportive allo spoiler posteriore automatico. In caso di incidente, qualora dovessero attivarsi gli airbag, parte automaticamente il sistema "Peugeot Connect SOS" che permette di localizzare via satellite la vettura. Le motorizzazioni sono tre: due benzina 1.6 da 156 o da 200 cv; una diesel 2.0 da 163 cv HDI, che oltre alle prestazioni ovviamente sportive non dimenticano l’importanza del risparmio nei consumi, con la versione diesel capace di "spendere" solo 5,3 l ogni 100 km, mentre quelle benzina variano dai 6,7 ai 6,9, sempre nei circuiti misti. Da luglio sarà disponibile anche un cambio sequenziale a 6 rapporti sul 1.6 da 156 cv. Prezzi a partire da 27.500 euro per salire fino ai 35000, chiavi in mano.

Fiat rilancia la 500 e la Punto Evo nelle versioni sportive Abarth. Le nuove versioni sono pensate per chi ama la guida aggressiva e scattante, e sono dotate di una particolare leva che permette di passare da un assetto normale, da città, ad un assetto sportivo rafforzato da un occhio di riguardo alla sicurezza con i suoi 7 airbag, l’ABS e l’ESP di serie. Grande risposta in accelerazione e grande tenuta di strada sono il marchio di fabbricadelleduenuoveFiat.


Martedì 22 Giugno 2010

il Domani 39

CARTELLONE

Fiera Mercato Città di Gerace Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BOTRICELLO Concerto del Parto delle Nuvole Pesanti Sabato 26 giugno , alle 21.30, in PiazzaStazionediBotricello,siterrà ilconcertodelPartodelleNuvolePesanti, con il nuovo album "Magnagrecia".

CATANZARO Sottoscrizione del contratto dei 100 Giovani Laureati Si comunica che oggi , alle ore 9.30, presso la Provincia di Catanzaro, sala Giunta, avverrà la sottoscrizione del contratto dei 100 Giovani Laureati. All’incontro prenderanno parte: il presidente della Regione Calabria, on. Giuseppe Scopelliti; l’assessore al personale della Regione Calabria, on. Domenico Tallini; il dirigente generale al personale della Regione Calabria, dott. Francesco Nucara. Rassegna cinematografica "Effetti Collaterali" Effetti collaterali, cinema sperimentale italiano tra arte, architettura e design, Pettena, Mendini, Mosconi, Munari, Piccardo, La Pietra. Rassegna cinematografica a cura di Andrea La Porta. Interventi di Andrea LaPorta,AlbertoFiz,AndreaPiccardo Matteo Giacomelli presso il Museo Marca, oggi e 29 giugno . La Compagnia Studio Danza, spettacolo di fine anno La Compagnia Studio Danza di CatanzaroLido,invitaallospettacolodi fine anno Accademico 2009/2010 domenica27giugno,alleore21.15, presso il Teatro Politeama a Catanzaro. Musical "Il Mondo di Patty" Domenica 25 luglio , arriva a Catanzaro il musical "Il Mondo di Patty" con la protagonista della telenovela argentina Laura Natalia Esquivel nei panni di Patty Castro, allo stadio di Catanzaro alle ore 21.00, unica data in Calabria promossa dalla Provincia di Catanzaro in collaborazione la Ruggero Pegna show-net. Mostra di pittura Dopo il grande successo ottenuto dalla personale dedicata a Antoni Tàpies. Materia e Tempo, il museo MARCA di Catanzaro apre le porte al design e all’architettura organizzando un’ampia retrospettiva dedicata a Alessandro Mendini, architetto e designer tra i più celebri a livello internazionale. Alchimie.Dal ControdesignalleNuoveUtopieèiltitolo della rassegna curata da Alberto Fiz, direttore artistico del MARCA. L’evento è promosso dalla Provincia di Catanzaro Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria,delMinisteroperiBeniele Attività Culturali e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria. Sono oltre 70 le opere esposte sino al 25 luglio in un percorso che comprende dipinti, sculture, mobili, oggetti, sc-

Si è tenuta presso la sala consigliare del Comune di Gerace la conferenza stampa di presentazione della prossima Fiera Mercato Città di Gerace. La prossima Fiera Mercato si aprirà grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione locale e l’Associazione Commercianti di Gerace a partire dal 2 luglio, per seguire il 3 e il 4 del prossimo mese. “Un avvenimento – ha sottolineato il Sindaco SalvatoreGalluzzo,presente con gli assessori RudiLizzieilvicesindaco Aurelio Romano cheintendeavviareleattività estive previste per questoarcodistagionee che va a coniugare il rilancio dell’artigianato locale con il recupero e la promozione delle vie piùbelledelcentrostorico e delle sue attività produttive e commerciali. Un avvenimento che sicuramente avrà dei futuri strascichi interessantiperlacittà,siprevedeinfatti grazie alla collaborazione con la Confcommercio regionale fare di Gerace la piazza per l’appunta-

mento annuale dell’artigianato e dellaproduzionediqualitàdeicentri storici della Regione”. “Tante – ha sottolineatoa nome dell’Associazione cittadina dei Commer-

hizzi e progetti con alcune testimonianze inedite o mai viste prima d’ora in Italia.

zione di una sede anche a Pazzano, nella valle dello Stilaro. Numerosi i partecipantichepresenzierannoalla cerimonia tra le quali autorità locali, simpatizzanti, oltre ai vertici dell’Auser Regionale: associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnata a promuovere l’invecchiamentoattivodeglianzianiea far crescere il loro ruolo nella società.

Premio di poesia L’editore Ursini, presidente dell’Associazione “Accademia dei Bronzi” di Catanzaro, ha presentato la prima edizione del Premio “Alda Merini” di poesia,promossodalsodalizioculturale catanzarese. Al Premio, suddiviso in due sezioni, (la prima a partecipazione libera e la seconda riservata a tutti coloro che ruotano intorno ai Centri Diurni dei CSM o reparti di Psichiatria d’Italia) si può partecipare con tre poesie inedite a tema libero, ciascuna delle quali non dovrà superare i 30 versi. Gli elaborati, firmati e corredati di relativo indirizzo, dovranno essere spediti con posta ordinaria, in duplice copia, insieme alla scheda di adesione, entro il 31 luglio 2010, all’Associazione “Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia, 26 88100 Catanzaro. Le migliori poesie sarannopubblicategratuitamentein una prestigiosa antologia dal titolo “Cara Alda, ti scrivo…” che sarà presentata nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà a Catanzaro, nel mese di novembre, in occasione del primo anniversario della mortediAldaMerini.Nelcorsodella cerimonia di premiazione l’Associazione “Nuova Accademia dei Bronzi”consegneràanchedeipremi speciali (targhe in argento realizzate da esperti orafi) a giornalisti o scrittori che si sono particolarmente distintinelcampodellecomunicazioni sociali. Il regolamento può essere scaricato dal sito internet www.ursiniedizioni.it,orichiestovia fax al n. 0961.782980.

PAZZANO Inaugurazione sede dell’Auser Oggi , l’Auser festeggerà l’inaugura-

cianti Bruno Siciliano - sono già le iscrizioni registrate da parte di coloro che intendono partecipare attivamente con gli stand espositivi, e’ ancora possibile iscriversi fino al 20giugno.

REGGIO CALABRIA Programma Anassilaos Oggi , alle ore 18.00, presso la sala San Giorgio al Corso, nel 1050° Anniversario della morte di Sant’Elia lo Speleota, incontro sulla figura e l’opera del Santo italo-greco.Interverrà Daniele Castrizio; venerdì 25 giugno , alle ore 19.15, presso la chiesa SanGiorgio al Corso, inaugurazione della mostra di arte sacra in onore diS.e.Rev.ma Mons. Vittorio Mondello, nel 50° della OrdinazioneSacerdotale e incontro con i giovani che hanno partecipato al concorso Anassilaos “Danila Pizzimenti e Roberta Rocca”. martedì 29 giugno , alle ore 18.00, presso la sala San Giorgio alCorso, invito alla lettura. Maxence Fermine “Neve”. Interviene Pina DeFelice. Convegno su "L’economia della Calabria" La Banca d’Italia Eurosistema e l’Università degli studi di Reggio Calabria Mediterranea organizzano il 28 giugno , presso l’aula magna "Antonio Quistelli" cittadella università - salita Melissari, unconvegno su "L’economia della Calabria". Programma: apertura lavori: Massimo Giovannini; Antonio Signorello; GiovanniCarosio;FrancescoPierro; Giuseppe Albanese; Luca Antelmo; discussioni generale. Interventi: Francesco Forte; Edoar-

Èun’attivitàcuiilcomunehasubitodatoilsuopatrocinioediquesto siamo come operatori commerciali riconoscenti al Sindaco; un’attività che intende lanciare l’azione dell’Associazione appena siglata tra i commercianti di Geracechecosìavviano un percorso comune di attivismo per il rilancio della città per un turismo non più mordi e fuggi”. Le azioni previste per la tregiornideiprimidiluglio saranno caratterizzate da un’esposizionemercato dei prodotti commerciali del territorio nelle principali piazzedelcentrostoricoattiva a partire dalle ore 16.00. In concomitanza con l’evento espositivo vi saranno momenti ludici come il suono itinerante garantito complesso degliArgagnari.Lamanifestazionesi sposa inoltre con la beneficienza ed il rilancio di un’importante Associazione attiva sul territorio locrideo, quella dei Giovani Diabetici guidatadaFrancoMammì. do Reviglio; Francesco De Bonis.

La mostra prevede quattro installazioni esterne site-specific dedicate ai quattro elementi naturali indispensabili e insostituibili per la vita. Sabato 3 luglio, alle 18.30, presso la sala Rossa di Palazzo San Bernardino, presentazione di Flowers, un volume curato da Anna Lauria e pubblicato in occasione del progetto.

SQUILLACE Premiazione imprenditori agricoli calabresi Oggi , alle ore 10.30, all’agriturismo “Villa Ceraso” a Squillace in località colazocca saranno premiati gli imprenditori agricoli calabresi che hanno partecipato al primo Oscar Green 2010 regionale. Per il 2010 lo slogan scelto è stato “Firma l’innovazione”: le idee più nuove per una filiera agricola tutta italiana.

TAVERNA IIª Edizione "Sila Festival" Selezionati 12 corti e 4 lunghi per il concorso cinematorgrafico Sila Festival - Mostra del cinema Eco-ambientale e della Terra d’Origine, alla II edizione, che avrà luogo il 25/26/27 giugno nello spendido scenario della presila catanzarese di Villaggio Mancuso.

RENDE

CALABRIA

Incontri su responsabilità penale di enti e società. “Weekend 231” Responsabilità penale di enti e società. “Weekend 231”. È,questo,iltitolodellaseriediincontri di formazione, dedicati all’approfondimentodelD.Lgs.231/2001,che prenderà il via venerdì 25 e sabato 26 giugno , a Rende. L’evento formativo, organizzato dall’associazione“Uomo Impresa e Business” si terrà presso la Fattoria Stocchi, in Via F.Todaro.

Incontro Internazionale di cittadini per affrontare i problemi ecologici Gaia International Festival organizza fino al 27 giugno , vari luoghi lungo la costa tirrenica di Calabria e Basilicata. Un incontro internazionale di cittadini, per affrontare iproblemi socio/ecologici che stanno colpendo il nostro mare e la nostraterra. Dibattiti,workshop,slowfood,musica, cinema, arte, teatro e danza. Saranno presenti delegazioni di tutti i paesi che affacciano sul Mediterraneo e da tutto il mondo.

ROSSANO Presentazione del nuovo portale internet del Comune di Rossano E’ convocata per venerdì 25 giugno , alle ore 12.00, in sala Giunta la conferenza stampa di presentazione del nuovo portale internet del Comune di Rossano. Saranno presenti il sindaco Francesco Filareto, il vice sindaco con delega alla comunicazione Giovanni Zagarese, il dirigente del settore informazione Giuseppe Passavanti, il responsabile della comunicazione istituzionale Francesco Sapia, il responsabile di Netconn Giovanni Magliarella. Progetto Arcanum Naturae Progetto Arcanum Naturae, a cura di Settimio Ferrari e Francesca Londino, patrocinato dal dipartimento politiche dell’ambiente della Regione Calabria e dal Comune di Rossano, assessorato turismo, spettacolo e manifestazioni culturali. Sabato 3 luglio , alle 17.30, nel Centro storico di Rossano si inaugura la mostra urbana Arte + Elementi – Aer, Terra, Ignis, Aqua.

Selezioni 53ª Edizione Zecchino d’Oro Fa tappa in Calabria dal 3 al 9 luglio il tour nazionale di selezioni per trovare i piccoli interpreti della 53ª edizione dello Zecchino d’oro, la prima trasmissione televisiva ad essere inserita dall’Unesco nella lista dei patrimoni per una cultura della Pace, in onda a Novembre su Rai Uno. L’appuntamento per i bimbi calabresi che vogliano diventare protagonisti della celebre gara canora è fissato sabato3luglio a Diamante(CS), in piazza Mancini, dalle 15 alle 18. Le audizioni proseguiranno con gli stessi orari martedì 6 luglio a Torre Melissa (KR), all’istituto scolastico in via Berlinguer, e venerdì 9 luglio a Pellaro (RC), alla scuola media Don Bosco, in via Nazionale. La commissione è formata da rappresentanti dell’Antoniano di Bologna. L’iscrizione alle audizioni è gratuita. Basta compilare l’apposito form sul sito www.selezionizecchinodoro.it. Per informazioni,telefonareallasegreteria dell’Antoniano, al numero 051.3940206, oppure 051.3940216 dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 17.



il domani