Issuu on Google+

Mercoledì 22 Aprile 2009 Anno XII - Numero 110 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

COSENZA

COSENZA

PRAIA A MARE

CATANZARO

SPORT - CALCIO

La mano dell’usura dietro il suicidio

Alleanza riformista Principe-Loiero

Il servizio 118 scippato all’ospedale

Nasce il progetto per i disabili

2ª Divisione Vibonese d’assalto

Le indagini si concentrano sui prestiti a strozzo

Per le Provinciali lista al di fuori del Pd

La preoccupazione di Mario Russo

Nuove figure professionali presentate in Provincia

Domenica arriva il Pescina una sfida da vincere

di Melissa Cosenza > Pag 25

di Domenico Martelli > Pag 24

di Antonello Troya > Pag 27

di Oriana Tavano > Pag 21

di Maurizio Bonanno > Pag 41

Beni per oltre 30 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini dei Carabinieri del Ros nell’ambito di un’operazione disposta dalla Dda di Catanzaro

Colpo al cuore del clan Arena Venti le ordinanze di custodia cautelare. Sigilli ad alberghi di lusso e complessi industriali del Crotonese CROTONE — Beni per oltre 30 milioni di

REGIONE

euro sono stati sequestrati dagli uomini dei Carabinieri del Ros nell’ambito di un’operazione disposta dalla Dda di Catanzaro che ha emesso una serie di ordinanze di misura cautelare per associazione mafiosa, omicidio, tentato omicidio, porto abusivo di armi, estorsioni ed altri reati. Le ordinanze sono state eseguite in Calabria ed Emilia-Romagna. Fra i beni sequestrati, alberghi di lusso e complessi industriali del crotonese. Al centro delle indagini la guerra di mafia fra i clan del crotonese, culminata nell’agguato mortale a colpi di bazooka al boss Carmine Arena. Tra gli episodi contestati, numerose estorsioni a commercianti e l'imposizione di tangenti ai titolari di strutture alberghiere.

Greco: rifiuti, tolleranza zero CATANZARO — «Dal primo gennaio 2009 è partita

la bonifica delle 660 discariche inattive della Regione Calabria». Ad annunciarlo è stato ieri l’assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco. di Carmela Mirarchi > Pag 18

LA CALABRIA A VINITALY E SOL / 2 Attaccamento al territorio e imprenditoria femminile Prosegue, con la seconda puntata, lo Speciale che Il Domani sta dedicando alla presenza delle aziende vitivinicole e olivicole calabresi a Vinitaly e Sol 2009 che si sono svolte di recente a Verona. Il settore agroalimentare si conferma come un grande potenziale di sviluppo per la Calabria.

di Francesco Ciampa > Pag 30 e 31

di Rosalba Paletta > Pag 44

IL FATTO DEL GIORNO

L’IDEA

Sarah Connor aveva ragione di Ludovico Casaburi

Sarah Connor è la madre di John Connor. John, in un futuro non così lontano diverrà il leader della resistenza umana nella guerra contro le macchine. Macchine coscienti, programmate e guidate allo sterminio degli uomini da un supercomputer di nome Skynet, a sua volta progettato dalla Difesa Usa e subito dopo ribellatosi ad essa. Sarah, che conosce la storia, passerà la vita a cercare di convincere gli strizzacervelli che la credono pazza dell’imminente guerra. Nessuno le crederà. Ma Sarah Connor aveva ragione, eccome. Quanto appena descritto, è pura finzione. È la geniale trama di una delle saghe cinematografiche più ispirate della storia, quella di “Terminator”, parto della mente del regista americano James Cameron. Finzione, si diceva. E se invece... Per il lancio della versione britannica della brillante rivista “Wired” - edita anche in Italia e diretta da Riccardo Luna - si è pensato bene di riunire in gruppo 46 esperti di varie discipline perché discutessero e quindi decidessero quali sono gli avvenimenti che nei prossimi 40 anni caratterizzeranno la nostra storia. > Pag 2

Vibo, tragico incidente stradale Muore il dirigente del Sert Franco Carchedi

POLITICA

VIBO VALENTIA — Un morto e tre feriti gravi: è questo il bilancio di un in-

cidente della strada avvenuto ieri intorno alle 8 nei pressi dello svincolo della A/3 Sant’Onofrio - Vibo. A perdere la vita Franco Carchedi, 53 anni, medico psichiatra, dirigente del Sert dell’Asp vibonese.

CATANZARO — D’un colpo mai così lontano il cuore dell’Europa per il Pd di Calabria. Chilometri di umiliazione e di frustrazione. E dire che se le sono date di santa ragione i “nostri” fino all’altro ieri...

> Pag 33

di Domenico Martelli > Pag 15

Elezioni, Pd lontano dall’Europa

SPETTACOLI

REGIONE

Concerto di Daniele Paolillo

Opere acquedottistiche, tre rinvii a giudizio

SOVERATO — Sarà in scena oggi alle 20.30 presso il teatro comunale di

Soverato il concerto di Daniele Paolillo. Il giovane ha vinto il premio “Antonio Viscomi” promosso dall’associazione “Soverato nel Cuore” guidata da Giovanni Sgrò.

CATANZARO — Si è conclusa con due proscioglimenti e tre rinvii a giudizio, ma solo per alcuni dei capi d’accusa contestati, l’udienza preliminare per le cinque persone indagate nell’inchiesta che ha riguardato la Regione Calabria, ed in particolare il settore delle opere acquedottistiche.

di Rita Macrì > Pag 43

di Ludovico Casaburi > Pag 17

CRONACA

CRONACA

Accusato di abuso d’ufficio dirigente scolastico prosciolto

Sindacalista ucciso a Reggio arrestato il presunto killer

CATANZARO — E’ stato prosciolto da ogni accusa

REGGIO CALABRIA — La polizia ha arrestato a

Giuseppe Scopelliti, 71enne reggino ma residente a Catanzaro, accusato di abuso d’ufficio continuato nella sua veste di dirigente scolastico dell’Istituto tecnico commerciale “Einaudi” di Catanzaro, per aver, secondo la Procura, aperto di propria iniziativa una “succursale” della scuola. La sentenza di non luogo a procedere è arrivata ieri pomeriggio dal giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro Antonio Rizzuti, cui invece il pm d’udienza Francesco De Tommasi aveva chiesto il rinvio a giudizio, come anche l’avvocato Carlo Pullano, nell'interesse di una docente costituita parte civile. Hanno prevalso però le tesi del difensore dell’indagato, l’avvocato Enzo Ioppoli, che ha dimostrato la estraneità del suo assistito.

Salonicco, in Grecia, un giovane di 27 anni, Sviadi Ardazishvili, di nazionalità georgiana, ricercato per l’omicidio del sindacalista Pietro Logoteta, responsabile di un patronato agricolo, ucciso a Reggio Calabria il 9 luglio dello scorso anno. Ardazishvili è stato arrestato dalla polizia greca in collaborazione con la squadra mobile di Reggio Calabria. Contro il georgiano il gip di Reggio, su richiesta della Procura della Repubblica, aveva emesso un mandato di arresto europeo con l’accusa di omicidio volontario e rapina. Lototeta fu ucciso con alcune coltellate nel corso di un tentativo di rapina. Ardazishvili avrebbe commesso l’omicidio in complicità con un’altra persona che è tuttora ricercata.

> Pag 19

di Antonio Latella > Pag 35


2 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI L’idea

Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

Arrivano le macchine senzienti

Regione, quadro territoriale paesaggistico su web

Un ebook reader in braille per i non vedenti

E’ stato pubblicato oggi, sul sito web della Regione Calabria, la bozza del documento preliminare del Quadro territoriale regionale a valenza paesaggistica, che l’Ente, attraverso l’assessorato all’Urbanistica e Governo del Territorio, sta redigendo in attuazione della Legge urbanistica della Calabria 19/02. ’’Coerentemente con il metodo gia’ messo in atto nel 2005 per la redazione delle Linee guida della pianificazione regionale, ha affermato l’assessore Michelangelo Tripodi - ho voluto attivare la partecipazione allargata mettendo on line la bozza di lavoro del Documento preliminare, quale documento aperto rispetto al quale l’intera comunita’ calabrese puo’ fare osservazioni’’. tratto da ansa.it

La tecnologia informatica si rivela davvero democratica quando è in grado di includere la maggior parte degli utenti, rendendosi accessibile anche a chi è diversamente abile. Concepito dai designer Seon-Keun Park, Byung-Min Woo, Sun-Hye Woo e Jin-Sun Park, il Braille E-Book ricorda molto da vicino il famoso lettore di libri elettronici Kindle. A differenza del dispositivo prodotto da Amazon, il display del concept da poco presentato è in grado di riprodurre sullo schermo le piccole asperità tipiche della scrittura per non vedenti. I piccoli punti in rilievo consentono a chi ha problemi di vista di leggere un testo facendo scorrere le dita sulla superficie. Una soluzione geniale, concepita da Louis Braille, che permette ai non vedenti di leggere i testi attraverso il tatto. tratto da Webnews.it

Unical: domani primo gr radio web d’ateneo

iPhone e iPod Touch nuovi strumenti di guerra

Domani alle ore 14, andra’ in onda il primo GR della Radio Web d’Ateneo dell’Uni.Cal. L’avvio del palinsesto informativo, sara’ caratterizzato da una trasmissione speciale alla quale parteciperanno, tra gli altri, il Rettore, Giovanni Latorre, e Daniele Gambarara, ispiratore del progetto della Radio Web d’Ateneo. Numerosi gli interventi previsti da parte di docenti e studenti dell’Universita’ della Calabria, a partire da quelli che, all’interno del Corso di Laurea in Filosofia e Scienze della Comunicazione, fanno parte della giovane redazione della Radio Web d’Ateneo; ma anche di giornalisti dei quotidiani e delle principali emittenti televisive e radiofoniche cittadine, che porteranno il loro saluto ai neo colleghi universitari.Lo speciale sara’ preceduto, alle ore 12,30, da una conferenza stampa, che si terra’ al settimo piano del Cubo 18/C, dove ha sede la redazione della Radio d’Ateneo. tratto da asca.it

Gli iPod Touch e gli iPhone potrebbero presto diventare i nuovi alleati delle forze militari statunitensi nelle principali aree di guerra come Iraq e Afghanistan. Secondo un recente articolo pubblicato sulla versione online della rivista Newsweek, la forze armate statunitensi potrebbero definitivamente scegliere gli iPod Touch e gli iPhone come dispositivi per la gestione della guerra attraverso un network digitale. L’adozione di dispositivi commerciali, al posto dei tradizionali terminali sviluppati specificamente per l’esercito, costituirebbe un forte segno di discontinuità con il passato. Le soluzioni mobili di Apple consentirebbero non solo di accorciare i tempi per l’adozione di nuovi terminali da utilizzare al fronte, ma anche di risparmiare notevoli quantità di denaro grazie ai costi contenuti di un prodotto realizzato in serie e già affermato sul mercato. tratto da Webnews.it

Ebbene, le 46 menti hanno stabilito che ci vorranno appena 11 anni - a partire da oggi - perché l’uomo sbarchi su Marte (previsto atterraggio per il 2020); hanno predetto che entro il 2023 in Occidente aumenterà esponenzialmente la percentuale di ultracentenari; che nel 2024 troveremo un vaccino contro l’Aids e che nelle nostre automobili metteremo carburante ricavato da batteri geneticamente modificati; ancora, che nel 2030 saremo in grado di dotare i non vedenti di occhi artificiali, mentre è fissata per il 2032 l’epocale scoperta di una cura per il cancro. Nel 2035 le patenti di guida diverranno superflue, dato che le auto penseranno da sole a portarci da qui a lì. Quanto all’immortalità, tranquilli. Dal 2037 ci si potrà far ibernare; unico effetto collaterale, non si sa bene quando si metterà a punto una tecnica di scongelamento... Per il 2038 è invece previsto il primo incontro ravvicinato del terzo tipo: peccato che gli alieni in questione saranno non più grossi di... un microbo spaziale. Per tornare alla cara Sarah Connor, e a ciò che concerne l’argomento “macchine senzienti”, le date che forse le premerebbe di più conoscere sono due: 2020 e 2045. Se gli esperti dovessero aver ragione infatti, tra appena 11 anni l’uomo metterà a punto una macchina (meglio, un robot) dotato di intelligenza artificiale limitata in grado di superare con successo il cosiddetto “Test di Turing”: ovvero, parlandoci, non noteremo la differenza con un essere umano. Il vero errore (per alcuni) in materia di I.A. l’uomo lo commetterà però nel 2045, quando doterà di intelligenza artificiale illimitata una cpu. Essa crescerà in maniera autonoma, voracemente acquisirà nozioni di ogni tipo, imparerà prima ad autogestirsi e quindi a costruire nuove macchine superintelligenti. Questa nuova "razza", se fuori controllo, è presumibile pensare che arriverà a sottomettere la nostra specie, riducendola in schiavitù o peggio, provocandone l’estinzione. Ma è solo un’ipotesi. «Il sistema andò online il 4 agosto 1997. Skynet cominciò a imparare a ritmo esponenziale. Divenne autocosciente alle 2:14 del mattino, ora dell’Atlantico, del 29 agosto» (da “Terminator”, 1984, regia di James Cameron).

La foto del giorno

Ripristinata la webcam sul tirreno calabrese

Net Sinergy: online il nuovo sito della web agency di Bologna

Il nuovo sito di Net Sinergy nasce Torna rinnovato il servizio web-cam per comunicare e interagire con dell’A.S.C. Tirrenia Waves sul Tirreno quanti sono interessati a cogliere le calabrese. “Abbiamo completato oggi le Tratta da Corriere.it opportunità offerte da internet e dal ultime verifiche e siamo lieti di offrirvi web 2.0 . Attraverso il nuovo la vista sul mare di San Lucido con la Ragno meccanico in Giappone - Membri del gruppo frannetsinergy.it è oggi possibile appropossibilità di ingrandire fino a 4 fattori cese «La Machine» cavalcano un ragno meccanico alto fondire la conoscenza dei CMS di zoom. Fattore X1 per controllare la 12 metri e dal peso di 37 tonnellate mentre sfilano per le content management system , dei situzione global.Fattore X2 e X3 per strade di Yokohama, nell’ambito dei festeggiamenti per il sistemi di gestione delle operazioni controllare la possibile altezza delle oncentocinquantesimo anniversario di apertura del porto di e-mailing marketing , delle newsde Fattore X4 se vuoi controllare che il letter , delle applicazioni di e-busituo fidanzato sia andato veramente a ness e di e-commerce , del CRM pescare sulla quinta scogliera di San Lucido con addosso la customer relationship management.La galleria progetti garantirà al maglietta rossa che gli hai regalato” www.tirreniawaves.com navigatore un aggiornamento continuo grazie alla presentazione di tratto da surfcorner.it casi concreti di sviluppo di siti web. tratto da Googlenews.com

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da Panorama.it

Da unavignetta.splinder.it

Dicono che le donne fossero alla testa della cosca sgominata a Seminara. Non si comprende lo stupore. Le donne comandano nelle case prima che nelle cosche...

Ludovico Casaburi

il Domani

Editore

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Pubblicità

Centro stampa

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


23

DOMANI APRILE BRICOCENTER RADDOPPIA. APRE A CATANZARO UN NUOVO NEGOZIO, PIÙ GRANDE, PIÙ BELLO E PIÙ CONVENIENTE CON OLTRE 40.000 ARTICOLI IN ASSORTIMENTO.

249,00

349,00

anziché € 310,00 sconto 19,67%

anziché € 550,00 sconto 36,54%

Mobile bagno monoblocco “Eco”

Composizione bagno sospesa“Monik”

• finitura bianco lucido • specchio con pensile dx • mobiletto base con 2 ante e 3 cassetti • lavabo integrale ceramico • illuminazione alogena 2 faretti • (esclusa rubinetteria)

• composta da: base 2 ante + 2 cassetti mis:. L98xP33xH57 cm, lavabo integrale in ceramica bianca 105 cm, specchio filo lucido reversibile mis.: 72x83 cm con faretto alogeno, pensile 1 anta reversibile mis.: L26xH83 cm • (esclusa rubinetteria)

Ref. 500101

reversibile pensile incluso

190 cm

Ref. 500156/510120/22/23/28

50

,5/

33

cm

99,00

399,00

anziché € 155,00 sconto 36,12%

anziché € 650,00 sconto 38,61%

8 getti idromassaggio

cristallo 3 mm

ante in cristallo 5 mm fumé

Cabina doccia idromassaggio “Galassia”

• apertura scorrevole reversibile • 2 ante su ruote in nylon • colore profili in alluminio bianco • finitura granito

• ventilatore/aspiratore • soffione centrale in ABS • 2 piani portaoggetti • 1 massaggio plantare • 1 miscelatore • 1 deviatore 4 vie • ante in cristallo 5 mm trasparente fumé e profili in alluminio colore satinato • maniglie cromate • tetto con luce • radio • asta saliscendi • specchio • seduta • piatto doccia in metacrilato semicircolare 90x90 cm

cm /8

0

Ref. 242185

68

180 cm

Ref. 242700

220 cm

Box doccia angolare in cristallo

90

cm

90 cm

68/80 cm

CENTRO COMM.LE “LE FONTANE”

CATANZARO LIDO (CZ)

SS 106 (dietro Decathlon) Località Frasso Barone - Tel. 0961/71.00.17 da lunedì a domenica 9,00-21,00 DOMENICA SEMPRE APERTO

Bricolage

Decorazione casa

Arredo bagno

Giardino

Offerte valide fino al 17 maggio. Salvo esaurimento scorte. Le foto rappresentano oggetti che possono non corrispondere a quanto esposto in negozio.

85 cm


4 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Il Fmi invita gli Stati a non allentare la presa Il sistema finanziario resta sotto “forte stress”

Lacrisisiallarga e presenta il conto 4milamiliardi WASHINGTON - La crisi potrebbe arrivare a costare oltre 4.000 miliardi di dollari in termini di svalutazioni: nonostante i «lievi segnali di miglioramento» dovuti alle azioni «senza precedenti» adottate, il sistema finanziario resta sotto «forte stress, mentre la crisi si allarga includendo famiglie, aziende e banche sia nelle economie avanzate sia in quelle emergenti». «Siamo a un punto di svolta». Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) invita i governi a non allentare la presa e a proseguire sulla strada dell’azione, adottando misure «forti e decise» in grado di restituire ulteriore fiducia ai mercati e rafforzare le basi per una crescita economica sostenibile. È necessario - osserva il Fmi nel Global Financial Stability Report - spezzare la spirale negativa fra mercati finanziarie ed economia reale, «che ancora non è stata fermata». La crisi si è allargata a macchia d’olio ai paesi emergenti, fra i quali - scrive il Fondo nel rapporto - l’Europa dell’Est è stata fra le più colpi-

te anche se la situazione è di recente migliorata rispetto a subito dopo Lehman Brothers, grazie agli interventi dei governi delle banche occidentali. In ogni caso - avverte il Fmi - le forti interconnessioni finanziarie esistenti fra l’Europa dell’Est e dell’Ovest aumentano il pericolo di un «un circoclo vizioso avverso» all’interno di tutto il Vecchio Continente, «creando un ciclo di azioni e reazioni che potrebbero esacerbare la crisi». Delle svalutazioni totali (circa 4.000 miliardi di dollari) circa due terzi sono nei bilanci delle banche. Per gli Usa le svalutazioni fino al 2010 dovrebbero raggiungere i 2.700 miliardi di dollari. Del totale di competenza delle banche «circa un terzo delle svalutazioni è già avvenuto nel fra il 2007 e 2008, mentre i due terzi restanti sono potenziali per il 2009 e il 2010. Naturalmente se la ripresa economica sarà migliore di quanto previsto attualmente potremmo ridurre le stime», spiega il capo del dipartimento dei mercati di capi-

Berlusconi promette di intervenire Nulla ci sarebbe per gli azionisti

Obbligazioni Alitalia Risarcimenti più alti ai piccoli risparmiatori I bond Alitalia 40.000 PRIVATI

300

milioni di euro

38%

quota rappresentata all'Assemblea di lunedì*

6,3% Stanziamento della "legge incentivi"

62%

100 milioni di euro

*sotto il quorum del 20%

500

milioni di euro ANSA-CENTIMETRI

ROMA - Il governo pensa ad un ritocco al rialzo del risarcimento per gli obbligazionisti di Alitalia, soprattutto per i piccoli risparmiatori. In che misura? Il presidnte Berlusconi non ha fatto cifre. Prevedendo un risarcimento per gli obbligazionisti: rimborso del 32,5% ma con un tetto massimo di centomila euro per obbligazionista, non cash ma in titoli di Stato scadenza dicembre 2012, il Governo ha considerato «lo stato della finanza pubblica». «Raccogliendo sollecitazioni da più parti pervenute - dice Berlusconi - ho messo allo studio l’ipotesi di elevare, soprattutto per i piccoli risparmiatori, le misure dell’intervento statale già disposte a favore degli obbligazionisti Alitalia». L’associazione di piccoli risparmiatori Siti apprezza l’apertura ma sollecita la stessa attenzione per gli azionisti «rimasti con un palmo di naso. Per loro non è previsto nulla». Il Codacons chiede rimborsi al 100%.

Stati Uniti e 149 miliardi per il Giappone. Per L’Europa il Fondo stima in 737 miliardi le svalutazioni delle banche e in 75 miliardi quelle degli assicuratori. Per gli Usa le svalutazioni su prestiti e titoli potrebbero

complessivamente risultare pari a 2.712 miliardi, di cui 1.604 miliardi per le banche e 218 per gli assicuratori. Per rafforzare il proprio capitale le banche di Eurolandia potrebbero aver bisogno - se la situazione

economica non migliora - di capitali fra i 375 e i 725 miliardi, quelle americane fra i 275 e i 500 miliardi mentre quelle inglesi fra i 125 e i 250 miliardi. La cifra può variare a seconda del livello di capitale che si

La dinamica dei redditi negli anni dal 1993 al 2008 in uno studio della Banca d’Italia

Stabile la percentuale di r Ma resta forte la diseguag

ROMA - La povertà e la disuguaglianza dei redditi in Italia restano elevate ma non sono aumentate negli ultimi 15 anni e, in generale, la classe media non si è assottigliata e le famiglie non si sono impoverite. Tuttavia mentre autonomi, dirigenti e pensionati hanno visto salire i loro redditi, a pagare pegno sono stati operai e impiegati fra i quali è cresciuta la quota di famiglie povere. A spiegare la dinamica dei redditi e della ricchezza nel periodo 1993-2008 è il direttore del servizio studi di struttura economica e finanziaria della Banca d’Italia, Andrea Brandolini, in un’audizione alla commissione Lavoro del Senato secondo cui la rete di tutela sociale italiana è debole e carente in momenti di crisi. Se quindi la percentuale di ’ricchi’ e ’poveri’ rimane stabile, il rimescolamento delle carte all’interno delle classi sociali negli ultimi anni è profondo e avviene da prima dell’introduzione dell’euro, da molti indicato come principale fonte di perdita di reddito per i dipendenti. Nel periodo esaminato la crescita delle retribuzioni lorde reali unitarie è stata contenuta e pari solo allo 0,6%, anche inferiore per le retribuzioni al netto del carico fiscale, soprattutto per coloro che non hanno familiari a

La dinamica dei redditi Crescita del reddito disponibile dal 1993 al 2006 (espresso in termini reali, al netto dell'inflazione)

+1,5%

+1,6%

dirigenti

pensionati

+0,6%

+0,3% impiegati

operai

LE DISEGUAGLIANZE ricchi

+2,6%

ricchezza na zio

1%

classe media

autonomi

15%

39%

poveri

sotto il 60% del reddito medio Fonte: Bankitalia

carico. Tra il 1993 e il 2006 il reddito disponibile equivalente (espresso in termini reali con il deflattore dei consumi delle famiglie) è cresciuto dell’1,2% l’anno ma per le famiglie degli autonomi la crescita è stata del 2,6%, per i dirigenti (pubblici e privati) dell’1,5% e per i pensionati dell’1,6%. Aumenti molto più contenuti si sono verificati invece per operai (+0,6%) e soprattutto im-

eduta poss

32,5% del valore nominale fino a 100.000 euro in titoli di stato con scadenza 2012

TESORO

tale, Josè Vinals, sottolineando come le banche americane sono «a metà strada nel riconoscere le perdite mentre l’Europa è un po’ indietro». «Nel Vecchio Continente il deterioramento economico sta avendo luogo ora, così come sta venendo allo scoperto l’esposizione verso l’Europa emergente», aggiunge Vinals. In base ai dati diffusi dal Fmi, le stime sulle potenziali svalutazioni del settore finanziario si potrebbero attestare, per il periodo 2007-2010, a 1.193 miliardi per l’Europa (Euro area più Regno Unito), 2.712 miliardi per gli

le na

Limiti dei rimborsi ai privati

Il debito dell’Italia salirà nel 2010 al 121% del Pil

68,3% 60%

16,7%

ANSA-CENTIMETRI

piegati (+0,3%) fra i quali vanno compresi anche i quadri intermedi, gli impiegati direttivi e gli insegnanti. Come risultato la percentuale dei poveri (coloro che percepiscono un reddito inferiore al 60% di quello medio) appartenenti a queste due classi sociali è salita dal 27 al 31% fra gli operai e dal 7 all’8% fra gli impiegati mentre è scesa fra gli autonomi. Il quadro si fa più grave per i lavoratori atipici

in caso di recessione anche perchè questi sono «i meno protetti dagli ammortizzatori sociali» e pesa «la mancanza di strumenti di sostegno al reddito». Per i più giovani inoltre i salari all’ingresso si sono ridotti in termini reali. In generale, comunque, il livello della povertà e della diseguaglianza dei redditi familiari in Italia è elevato nel confronto internazionale, ben superiore a quello dei paesi


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 5

Primo piano

Il logo del Fondo monetario internazionale: il sistema finanziario globale resta sotto un severo stress, mentre la crisi si allarga

Il costo della crisi Svalutazioni compiute e prevedibili dal 2007 al 2010 (per 2/3 a carico delle banche) asset tossici originati negli Usa

2.712

4.054 miliardi

Il calcolo si farà sui giorni effettivamente non lavorati

Cambiano le regole per la Cig Tutti d’accordo tranne la Cgil

ROMA - Migliora la possibilità di utilizzo della cassa integrazione ordinaria, per le aziende: il conteggio del periodo di integrazione salariale per le situazioni temporanee di mercato, infatti - secondo la circolare diffusa ieri dall’Inps -

utilizzati. Il tetto massimo di utilizzo resta quello di legge a 52 settimane (13 settimane con eventuali proroghe fino a 12 mesi). Per il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, questo nuovo meccanismo di calcolo, insieme alla ri-

sarà fatto d’ora in poi sui giorni effettivi e non sulle settimane di sospensione dal lavoro. In pratica quindi, nel caso in cui un’azienda debba fermare il lavoro per due giorni in una settimana non avrà conteggiata l’intera settimana come accaduto finora ma solo i giorni di sospensione effettivamente

definizione nell’accesso alla cassa straordinaria «soddisfa tutti i soggetti», da Confindustria alle organizzazioni sindacali. «Tranne uno, come al solito», ha detto riferendosi esplicitamente alla Cgil. Da parte sua, però, il sindacato di Corso d’Italia insiste nel chiedere il raddoppio della durata della cas-

asset originati in Europa

1.193

in Giappone Dati in miliardi di dollari

149

L'escalation delle stime per gli States 2.712 2.200 1.400 a ottobre 2008 Fonte: Fmi

vuole raggiungere: cioè del rapporto fra il Tangible common asset e il Tangible asset. Il Fmi ribadisce la propria ricetta contro la crisi del sistema finanziario: assicurare liquidità alle banche,

identificare e affrontare il problema degli asset tossici e ricapitalizzare le istituzioni creditizie deboli ma fondamentalmente sane. La «ristrutturazione» di un’istituzione «potrebbe anche richiedere una nazionalizza-

, manca una rete vera di protezione sociale

ricchi e poveri glianza sociale Da sx il ministro dell’Economia Giulio Tremonti e il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi

nordici e dell’Europa continentale e in linea con i paesi mediterranei e di lingua inglese. L’1% della popolazione più ricca possiede infatti il 15% della quota di ricchezza netta del paese e il 60% più povero possiede solo il 16,7%. La situazione italiana comunque sconta il profondo contrasto fra Nord e Sud dove assistiamo a una distribuzione dei redditi diseguale. «Si conferma come, purtroppo, le

diseguaglianze siano cresciute realizzando una distribuzione della ricchezza che ha premiato le famiglie di imprenditori e di lavoratori autonomi mentre, allo stesso tempo, ha penalizzato quelle di operai e impiegati». Così il segretario confederale della Cgil, Agostino Megale, commenta i dati della Banca d’Italia. Per Megale, «le diseguaglianze nella distribuzione del reddito sono causa e origine della crisi globale. Il nostro paese già si colloca al sesto posto tra i paesi Ocse in termini di disuguaglianze nella distribuzione del reddito. Con la crisi tali diseguaglianze si stanno accentuando: i cassintegrati a zero ore guadagnano non più di 700 euro, i collaboratori a progetto, che prima della crisi guadagnavano mediamente 600 euro mensili, adesso si ritrovano senza tutele. Per questo nella necessità di ricercare una via di uscita dalla crisi, bisogna mettere al primo posto una idea di uguaglianza che abbia al centro il valore, la tutela e la dignità del lavoro».

a gennaio 2009

stima attuale ANSA-CENTIMETRI

zione temporanea». Venendo all’Italia, a causa della crisi finanziaria, il debito pubblico italiano salirà nel 2010 al 121% con un incremento di 15 punti percentuali dal 106% del 2008. Il deterioramento dei conti pubblici non è comunque un fenomeno limitato: in Germania il debito 2010 si attesterà all’87% con un aumento di 19 punti percentuali. In Giappone l’incremento sarà di 30 punti percentuali al 227%, mentre negli Usa il balzo sarà di 27 punti al 98%. In Francia, l’aumento sarà di 13 punti percentuali all’80%.

I dati sono stati illustrati dall’Ordine dei commercialisti Il peso dell’erario nel nostro Paese oscilla dal 30% al 50%

Del prezzo delle sigarette il Fisco se ne prende l’80% Tra tasse e il resto raggiunge il 62% anche il prelievo sul superenalotto VENEZIA - Il prelievo fiscale su sigarette e superenalotto ha il peso record rispettivamente dell’80% e del 62%. Nel caso della lotteria, quindi, solo il 38% degli introiti viene rimesso in gioco. I dati sono stati illustrati ieri a Venezia dai vertici del locale Ordine dei commercialisti, i quali hanno sottolineato come il peso del fisco in Italia oscilli sui redditi dal 30% al 50%. Sulla sigaretta - hanno ricordato i commercialisti veneziani - pesa l’Iva al 20% e l’accisa o imposta di consumo al 58,5%. A questi due elementi si aggiunge l’eventuale dazio se il prodotto è di provenienza extra europea. Il prezzo finale è poi composto dall’aggio del rivenditore (10%) e la quota di spettanza al produttore. Per quanto riguarda il superenalotto, il 62% di prelievo fiscale è tra tasse e accise e una minima percentuale destinata al rivenditore di tagliandi. Con le accise sulla benzina gli italiani pagano ancora i danni della guerra d’Abissinia del 1935

Il peso delle tasse sulle sigarette

Quota di prelievo fiscale

80%

20%

a produttore e rivenditori

sull'Enalotto

38%

62%

in premi ai giocatori

su benzina e diesel

30%

70% Fonte: Ordine commercialisti-Venezia

ma anche la crisi di Suez (1956), il disastro del Vajont (1963) e l’alluvione di Firenze (1966). A queste quattro voci si aggiungono anche i terremoti di Belice, Friuli, Irpinia, nonchè la missione in Libano del 1983, quella in Bosnia del 1996 e il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004. L’Ordine dei commercialisti ha sottolineato l’eccessivo peso del fisco - dal 30 al 50% dei redditi - in Italia. In pratica, le voci

a produttori e distributori ANSA-CENTIMETRI

ricordate dai commercialisti pesano sulle accise della benzina per 0,25 centesimi. Guardando al prezzo complessivo del carburante, per i commercialisti veneziani, il peso delle tasse è del 70% con le accise che incidono per un valore compreso fra i 50 centesimi sulla benzina e i 40 sul gasolio. Infine alle accise e al prezzo del carburante va aggiunto il 20% dell’Iva che è un’imposta applicata anche sull’accisa.

sa integrazione ordinaria a 104 settimane: «Sarebbe stato giusto il raddoppio, utilizzando la cassa in deroga dove non fosse stato possibile», ha detto il numero uno Guglielmo Epifani(nella foto), sostenendo che «la cig in deroga non basta, in alcune regioni le risorse sono già quasi tutte impegnate». Nei fatti, invece, secondo Sacconi, queste novità consentono già un «corposo allungamento» del periodo di cig. La cassa integrazione ordinaria a causa della crisi economica ha registrato nel primo trimestre del 2009 un vero e proprio boom (+589%) rispetto al primo trimestre 2008. Per molte aziende il rischio era di raggiungere il limite di utilizzo e dover prendere provvedimenti più pesanti per i lavoratori se dovesse proseguire la contrazione dell’attività produttiva. «Nell’attuale fase di temporaneo rallentamento dell’attività produttiva - scrive l’Inps - risulta cruciale consentire un utilizzo flessibile degli strumenti di sostegno al reddito al fine di consentire alle imprese il superamento dell’attuale periodo di crisi modulando l’utilizzo della forza lavoro in relazione all’andamento dei mercati nazionale e internazionale. A tal fine - prosegue l’Inps - si è definita una interpretazione evolutiva della norma per l’individuare, d’intesa con il ministero del Lavoro, un nuovo e più flessibile criterio di computo dei limiti temporali di concessione del trattamento di integrazione salariale ordinaria».

Bilancia commerciale Rosso di 4,4 miliardi

Si produce meno e cala pure l’export

ROMA - La crisi continua a pesare sulla bilancia commerciale italiana che - comunica l’Istat - archivia i primi due mesi dell’anno con un rosso di 4,4 miliardi (43 miliardi di esportazioni, contro 47,7 di importazioni). Un calo poco meno pronunciato rispetto al primo bimestre 2007 (era di 4,5 miliardi) ma dipende comunque da una contrazione a due cifre (25,5%) per le esportazioni e del 23,8% per le importazioni. Il Governo, per bocca del ministro all’Innovazione, Claudio Scajola, però rassicura: a marzo gli ordini per le imprese italiane che arrivano dall’estero segneranno un +3,5%. Intanto però l’Istat non lancia segnali particolarmente rassicuranti. Insomma il Paese, causa rallentamento, produce meno e quindi esporta (e importa) meno. Soprattutto verso l’Ue: a febbraio infatti il calo verso i partner del Vecchio Continente è di oltre il 27%. Il dato peggiore dal 1993, l’inizio delle serie storiche. Scajola però rassicura e spiega che quelli di marzo saranno «dati in controtendenza rispetto a quelli negativi di febbraio. Il mese di febbraio segnava il periodo nel quale abbiamo toccato il fondo e ora in diversi settori, a partire da quello dell’auto e anche delle moto, vediamo segnali di ripresa. La situazione è seria, difficile, ma forse il peggio è passato».


6 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Borsa

Il Mibtel poco sotto la parità a meno 0,05%

4 580 220 0 24 222 11.195 19 9 65 87 11 23 1.208 46 9 84 3.905 12 202 3.278 556 8 5 113 15 1.095 585 171 1.494 31 336 27 678 0 16 42 41 992 125 1.986 136 2.857 443

79,19 3,09 7,51 100,01 2,65 1,48 4,62 6,46 25,81 1,36 2,19 38,40 42,53 2,69 3,24 127,21 0,49 1,18 5,42 4,36 4,00 0,63 7,45 4,23 4,19 9,75 0,80 5,62 88,89 0,46 0,29 4,32 25,28 36,57 21,90 1,69 33,17 101,64 4,15 0,18 3,83 0,66 9,50 5,43

-0,31 -4,06 -2,22 0,00 -0,55 -0,03 -1,08 -4,76 -2,06 -2,82 -2,64 +0,76 +0,60 -2,22 -3,07 +0,14 -2,17 -3,53 +0,24 -1,70 -3,84 -1,37 -3,29 +0,10 -2,86 -0,58 +9,62 -4,08 +0,08 -2,78 +1,38 -6,01 -5,08 -5,15 0,00 +0,73 -0,99 +0,08 -4,69 -0,93 -1,36 -3,90 -3,99 -3,20

28 53 0 56 107 2.499 5 262 4 328 10 1.110 14 247 1 8 133 25 1.977 45 749 222 9 41 781 23 57 1.000 12 39

5,43 2,04 2,56 1,80 0,21 5,20 0,40 2,54 28,47 23,47 1,19 0,23 3,28 2,41 1,77 0,94 0,15 0,79 0,86 0,66 1,77 0,37 99,55 25,97 3,72 9,62 2,23 6,03 0,22 0,71

275 187 12 16 398 480 0 35 7 30 98 185 236 197 255 7 495

1,17 4,92 24,70 1,09 7,81 4,62 36,38 0,94 3,97 1,65 1,11 36,97 9,09 15,68 2,66 3,99 6,16

8 637 75 288 37 101 13 10.133 24 14.131 639 1.459 52 85 389 178 429 73 0

0,70 +19,45 1,15 -0,35 8,92 -0,17 4,69 +0,43 62,48 +1,59 1,27 -4,09 0,81 +0,18 3,86 +2,93 0,57 +1,69 0,64 -2,51 3,17 -1,48 15,33 0,00 8,27 0,00 0,34 +3,35 1,75 +2,22 0,39 -1,90 4,77 -0,83 69,12 -0,12 1,70 +2,97 11,68 +3,45 1,35 -3,57 0,04 +2,82 1,49 +0,13 3,63 -0,68 12,54 +2,03 5,38 -2,09 5,01 -2,72 11,13 +0,72 5,05 +1,00 -0,08 -3,96 +5,07 0,00 -1,89 +0,07 +0,76 -4,69 -1,34 -1,16 -2,28 +1,21 +1,19 -0,09 -4,83 +1,66 -0,62 +0,42 +2,05 +0,06 -2,08 +2,97 -7,70 +4,64 -1,18 +0,57 -1,10 +1,50 +0,80 -0,55 +3,94 -2,49 -3,21 -1,86 0,00 -0,53 -1,92 +0,30 -3,04 -0,11 +1,64 0,00 -2,72 -1,35

79,15 3,10 7,57 0,00 2,64 1,48 4,67 6,20 25,70 1,35 2,15 38,60 42,50 2,71 3,15 129,00 0,49 1,19 5,47 4,40 4,02 0,62 7,07 4,40 4,18 9,77 0,78 5,73 89,10 0,45 0,29 4,33 25,50 36,70 0,00 1,69 33,30 101,75 4,16 0,18 3,87 0,67 9,63 5,50

+0,07 -1,88 0,00 +0,59 -4,09 +3,74 +2,25 -4,02 -1,91 -0,79 -1,14 -0,55 -3,28 -3,24 -3,17 +2,46 -4,30 -2,02 -4,35 -3,17 +9,99 -4,88 +0,01 -0,41 -4,03 -6,10 -0,63 -3,67 -1,91 -1,47

5,45 0,00 2,06 +1,98 2,58 0,00 1,77 -1,67 0,22 -3,59 5,24 +4,17 0,39 -4,65 2,52 -3,17 28,48 -0,07 23,87 +2,67 1,18 -2,48 0,23 -0,79 3,27 -0,98 2,41 -1,84 1,77 -3,12 0,94 -0,21 0,15 -5,57 0,78 -0,26 0,87 -3,50 0,65 -2,69 1,86 +16,32 0,37 -3,69 99,55 +0,05 25,82 -2,16 3,73 -1,06 9,78 -1,95 2,23 0,00 6,06 -1,54 0,23 +0,99 0,72 +0,91

5,45 2,08 0,00 1,77 0,21 5,22 0,39 2,50 28,48 23,80 1,18 0,23 3,27 2,41 1,77 0,94 0,16 0,78 0,87 0,65 1,86 0,37 99,60 26,00 3,77 9,78 2,23 6,05 0,23 0,70

-1,45 -2,71 -2,50 -0,96 -1,48 -1,76 0,00 -3,64 +0,78 +0,92 -4,63 -7,13 -7,29 -1,41 +3,30 -1,42 -2,76

1,18 4,94 24,37 1,09 7,87 4,62 36,34 0,94 3,99 1,62 1,12 37,93 8,99 15,70 2,63 4,08 6,30

+1,90 -1,00 -0,33 -0,18 -1,63 -0,65 0,00 +0,48 -0,06 +1,89 -0,71 -0,63 -8,03 0,00 -1,77 0,00 +4,05

1,17 5,00 24,37 1,09 7,79 4,56 0,00 0,94 3,99 1,62 1,11 37,94 8,95 15,73 2,65 3,95 6,30

22,17 +1,23 0,88 -0,57 1,16 -3,33 1,07 +5,42 11,02 +3,18 0,82 +0,68 3,29 +0,54 3,80 +1,60 16,60 -1,48 14,63 +0,83 4,04 +0,31 11,39 0,00 0,88 -2,22 0,69 +13,11 5,43 +0,93 0,09 -0,23 2,84 +1,89 0,31 -2,56 0,00 0,00

22,17 0,88 1,16 1,07 11,02 0,83 3,29 3,82 16,60 14,66 4,05 11,35 0,88 0,00 5,43 0,09 2,83 0,31 0,00

22,23 -1,74 0,87 -2,39 1,18 -3,51 1,07 +0,98 10,68 -0,76 0,84 +0,92 3,28 -0,43 3,78 -1,19 16,60 -4,59 14,60 -0,72 3,98 -3,09 11,26 -3,32 0,89 +0,29 0,69 +19,67 5,40 -2,09 0,09 -0,53 2,80 -2,25 0,31 -1,73 0,00 0,00

79,15 3,04 7,88 100,00 2,60 1,49 4,66 6,20 25,70 1,37 2,15 38,60 42,50 2,68 3,15 129,00 0,48 1,19 5,47 4,37 4,01 0,62 7,07 4,40 4,20 9,77 0,76 5,75 89,10 0,46 0,29 4,30 25,00 36,90 21,90 1,69 32,77 101,75 4,15 0,18 3,86 0,67 9,67 5,50

0,67 1,15 8,87 4,69 62,65 1,29 0,81 3,86 0,57 0,64 3,17 0,00 0,00 0,33 1,72 0,39 4,81 68,99 1,71 11,46 1,34 0,04 1,48 3,62 12,52 5,34 4,98 10,96 5,01

I bancari vanno in ordine sparso Giù Fiat in attesa dei conti di domani MILANO - Seduta in altalena per Piazza Affari che apre in rialzo, scivola pesantemente in negativo, come il resto d’Europa, per poi limare le perdite nel finale. Il Mibtel chiude così poco sotto la parità a -0,05% (14.045 punti) mentre lo S&P/Mib arretra dello 0,24% a 17.688 punti. Scivola Fiat in attesa dei conti A gravare sul listino principale, per per buona parte della seduta, l’andamento pesante di Fiat che arretra anche oltre il 6% per poi terminare con una flessione del 3,32% a 7,28 euro in attesa dei conti trimestrali che saranno diffusi domani. Il mercato attende notizie sulla vicenda Chrysler e il titolo si muove per ragioni tecniche e riduzioni di portafogli dopo i forti rialzi dell’ultimo mese. In spolvero Pirelli Corrente di acquisti su Pirelli (+5,3% a 0,2 euro) con il ritorno all’utile nel primo trimestre e la fiducia manifestata dal presidente della gruppo della Bicocca, Marco Trochetti Provera per un 2009 in attivo. In volo anche a Geox (+5,43% a 6,1 euro) nel giorno dell’assemblea. Perde terreno, invece, Telecom Italia (-1,66% a 0,9 euro). Banche in ordine sparso Seduta in terreno negativo per Unicredit (-2,18% a 1,7 euro) e Mediobanca (-2,93% a 7,2 euro) seguita da Bpm (-2,08%) mentre è più lieve il calo di Intesa Sanpaolo (-0,56% a 2,2 euro). In deciso rialzo Ubi Banca (+2,45% a 9,8 euro). Guadagni marginale per il

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+0,78

Nasdaq New York *

+1,34

Parigi

+0,15

Londra

-0,09

Milano

-0,05

Amsterdam

+0,41

Zurigo

+0,23

Francoforte

+0,34

Tokyo

-2,39

Hong Kong

-2,95

*dati di metà giornata

ANSA-CENTIMETRI

Banco Popolare (+0,76% 4,6 euro) e Mps (+0,42% a 1,1 euro). Anche gli assicurativi mostrano andamenti ben distinti. Giù Generali (-1,68% a 14,64 euro), così

come Unipol (-1,15% a 0,9 euro) e Alleanza (-0,83% a 4,7 euro) mentre riesce a muoversi in controtendenza Fondiaria-Sai (+3,38% a 11,25 euro).

I dati del Fondo monetario avevano depresso i listini

L’Europa limita i danni Pesano le parole di Geithner

MILANO - Le Borse europee, dopo una giornata passata in gran parte in territorio negativo, si sono rimesse in piedi nel finale. I listini del Vecchio Continente hanno beneficiato sul finire della seduta delle dichiarazioni del segretario al Tesoro americano, Timothy Geithner, che ha indicato come la maggior parte delle banche disponga di più liquidità e maggiori capitali di quanto necessario. L’indice Dj stoxx 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio Continente, ha guadagnato così un marginale 0,14 per cento. In realtà la giornata, dopo lo scivolone della vigilia, non sembrava poi essere tanto positiva con tutti i listini ampiamente in flessione al giro di boa di metà seduta. A pesare i dati del Fondo monetario internazionale che ha nuovamente rivisto in peggio le stime sulle svalutazioni portandole a 4mila miliardi nel 2010 di cui 2.700 miliardi solo negli Stati Uniti. Le parole di Geithner hanno però stemperato il pessimismo.

MIDEX

0,65 +12,07 1,15 -2,29 8,81 -0,29 4,79 +0,11 62,12 +0,42 1,29 -3,20 0,79 -3,46 3,79 +1,89 0,58 +1,68 0,64 -2,26 3,09 -8,38 15,34 0,00 8,26 0,00 0,34 -0,27 1,70 -4,49 0,40 -1,43 4,72 -3,24 68,70 -1,56 1,71 +0,90 11,33 -0,98 1,36 -3,53 0,04 +5,07 1,48 +0,02 3,65 -3,60 12,26 -1,04 5,37 -2,47 5,02 -5,26 11,01 -2,63 5,02 -2,36

Piazza Affari si salva nel finale Seduta difficile, poi il recupero

VAR % PREZZO P. RIF ULT

17.960 (-0,02)

14.045 (-0,05)

ALL STARS

571 3.119 889 7 247 28 43 275 123 42 30 0 0 65 27 211 2.303 110 550 1.311 160 192 83 365 4.424 2.130 428 62 673

PREZZO RIF

MIBTEL

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

TITOLO

8.821 (+0,46)

17.688 (-0,24)

TITOLO

EXOR EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

873 862 97 369

9,65 6,13 7,19 1,06

-5,28 -5,74 -1,31 -1,84

9,46 6,02 6,82 1,10

-2,73 -3,14 -2,57 +4,08

9,54 5,97 6,82 1,10

660 45.084 1.693 1.631 353 42 9 30 7.651 15 2.288 447 344 3 21

16,55 7,33 4,22 4,41 4,57 4,20 0,37 0,16 9,20 4,91 11,05 8,54 1,54 16,94 1,70

-1,91 -5,76 -6,18 -7,43 -3,37 -0,09 +2,39 -1,70 -0,75 -0,05 +0,11 -0,34 -4,69 -0,87 -0,27

17,00 7,28 4,23 4,40 4,49 4,12 0,36 0,16 9,43 4,91 11,25 8,59 1,60 16,91 1,72

+3,85 -3,32 -0,82 -2,22 -2,76 -2,43 +0,14 -6,00 +2,61 -0,10 +3,88 -0,17 +2,90 -0,59 +0,88

16,95 7,30 4,23 4,40 4,48 4,17 0,38 0,16 9,39 4,91 11,10 8,58 1,59 16,91 1,72

15 8 0 17 584 10 11.804 1.950 41

0,81 6,63 24,09 2,19 0,36 0,64 14,48 6,00 2,64

-4,27 +0,24 0,00 -0,71 -7,01 -6,64 -4,02 +1,10 -2,58

0,80 6,72 24,00 2,16 0,36 0,64 14,64 6,12 2,60

-0,63 +1,66 0,00 -1,37 -2,81 0,00 -1,68 +5,43 -3,80

0,81 6,50 0,00 2,16 0,36 0,64 14,72 6,13 2,60

TITOLO

GR EDIT L’ESPRESSO GRANITIFIANDRE GRUP MINERALI MAFFEI GRUPPO COIN H HERA I I GRANDI VIAGGI I.M.A IGD IL SOLE 24 ORE IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RP INDESIT COMPANY INDESIT COMPANY RNC ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED IPI IRCE IRIDE ISAGRO IT HOLDING IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

310 63 13 51

0,78 2,24 3,59 2,14

-4,56 -2,08 -3,81 +2,09

0,77 2,21 3,59 2,10

-2,21 -2,21 -3,88 +0,96

0,77 2,20 3,59 2,15

1.494

1,48

+1,87

1,49

+2,90

1,49

73 233 178 33 123 5.303 17 727 3 163 95 2 319 14.171 2.688 41 5 17 17 885 50 0 6

0,93 13,24 0,96 2,16 0,65 2,08 9,04 2,62 4,60 5,90 0,38 1,00 2,94 2,19 1,56 0,09 0,67 1,29 1,53 0,99 2,92 0,18 3,60

+1,67 -0,48 -3,06 +1,01 +1,27 -3,59 -2,58 -4,08 -0,07 -6,13 -3,18 -3,80 -1,76 -3,48 -4,60 +1,24 +5,80 -0,80 +1,51 -2,78 -2,34 0,00 +0,27

0,93 13,32 0,99 2,15 0,65 2,10 9,10 2,66 4,59 6,02 0,38 1,00 2,94 2,23 1,57 0,09 0,67 1,29 1,55 1,01 2,96 0,18 3,59

+1,70 +0,15 +2,54 -1,26 -2,91 -1,99 +0,55 -2,12 -0,22 +1,52 -2,44 -3,85 -0,76 -0,56 -1,88 -4,89 +5,87 -0,62 -0,64 +3,00 +1,20 0,00 -0,35

0,93 13,18 0,98 2,15 0,65 2,09 9,10 2,65 4,59 6,03 0,38 1,00 2,94 2,22 1,57 0,09 0,00 1,29 1,55 1,00 2,95 0,00 3,59

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KINEXIA AXA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

1.655 460 253 186

8,60 4,40 24,98 16,32

-0,99 -5,33 -3,07 -1,97

8,72 4,43 24,40 16,60

+1,34 +0,51 -5,06 +0,97

8,70 4,41 24,85 16,59

63

0,69

-0,78

0,69

-0,22

0,69

52 24 3 74 26

0,18 2,08 0,00 0,68 1,01

-3,96 +0,06 0,00 +0,37 +1,15

0,17 2,14 0,00 0,68 1,02

-6,05 0,00 0,00 +0,22 0,00

0,18 2,08 0,00 0,68 0,99

0 27 2.013 2.542 3.651 3

54,39 1,59 2,95 14,19 12,79 55,02

0,00 -2,94 -5,44 +1,66 -1,97 +5,67

54,39 1,57 2,95 14,30 12,76 55,10

0,00 -3,21 -3,75 +3,03 -1,47 +5,82

0,00 1,56 2,95 14,24 12,69 55,10

940 146 49 212 48 20 3.653 4.185 1.162 17 1 696 57 27 6 21 679 41 2 115 8 1 38

1,38 0,56 1,35 6,18 5,38 2,72 3,85 7,27 3,11 1,96 15,41 2,18 2,31 4,39 2,67 1,04 2,60 4,61 0,42 0,14 0,17 101,10 4,30

-3,43 -1,23 -0,66 -1,20 -1,65 +4,57 -1,32 -4,54 -0,53 -1,34 -2,47 -0,88 +0,03 -0,21 +0,47 -2,56 -1,48 -4,87 -1,34 -1,40 +0,97 -0,58 +3,56

1,40 0,57 1,40 6,27 5,34 2,75 3,87 7,30 3,18 1,97 15,41 2,20 2,34 4,33 2,64 1,01 2,65 4,69 0,42 0,14 0,17 101,10 4,24

+1,82 0,00 +1,38 -0,16 0,00 +3,00 +0,45 -2,93 +3,92 -1,50 -2,47 +1,38 +3,43 -2,31 +0,76 -1,46 +3,62 +3,08 0,00 -0,63 +1,76 +0,10 +2,42

1,40 0,56 1,39 6,28 5,34 2,75 3,88 7,32 3,15 1,97 0,00 2,22 2,34 4,40 2,64 1,01 2,65 4,69 0,42 0,14 0,17 101,10 4,25

12 82 25

0,60 2,47 11,24

-0,22 -0,51 -3,07

0,60 2,42 11,49

-0,66 -0,82 +2,32

0,60 2,50 11,49

37 0

0,45 0,30

-2,42 0,00

0,45 0,30

-1,55 0,00

0,45 0,00

30 4.808 361 9 373 199 4.683 70 908 117 20 56 1 159 3 46 4.008

1,34 1,47 9,95 12,42 1,14 4,45 0,24 0,27 4,29 12,07 0,34 0,76 57,84 0,95 0,91 9,36 8,12

-5,24 -3,54 +7,39 -4,64 -2,08 -2,19 +1,44 +0,45 -4,15 -5,88 -4,47 -1,54 -0,44 -1,12 -0,71 -3,70 -4,54

1,34 1,45 10,00 12,35 1,14 4,33 0,25 0,27 4,20 12,76 0,33 0,75 57,84 0,96 0,91 9,30 8,11

-2,41 -2,88 +7,99 -5,15 -0,87 -1,59 +5,37 +1,51 -3,00 +3,32 -7,00 -0,67 -0,99 -0,10 -2,15 -2,16 -1,34

1,34 1,45 9,90 12,35 1,12 4,33 0,25 0,27 4,26 12,76 0,33 0,75 57,84 0,94 0,91 9,30 8,11

22 187 61 16 1.076 12 27 68 40 202 433 2

0,20 0,79 0,62 2,26 4,34 21,70 0,18 14,88 0,34 0,11 0,21 57,69

+1,38 -3,57 -0,52 +0,23 -0,07 -2,80 -1,12 -3,27 -0,49 -4,10 -7,21 +0,86

0,20 0,80 0,63 2,27 4,19 21,01 0,18 14,98 0,34 0,11 0,20 57,15

-2,86 +1,71 -0,08 +0,22 -4,67 -3,18 +0,56 -1,25 +1,49 -2,86 -6,10 0,00

0,20 0,80 0,61 2,27 4,21 21,01 0,18 14,83 0,34 0,11 0,20 57,15

25 39 17 214 304 638 6.172 1 9 3 1.245 19 61 11.056 20 147 8 16 277 3.017 143 8 32 32 246 186 20 7 140 55 2 6.742

0,33 9,48 0,47 8,26 7,23 0,44 15,35 16,50 42,95 29,23 2,13 8,60 4,32 0,18 0,64 4,16 83,02 45,84 2,49 3,74 0,14 90,79 0,17 36,23 1,20 1,00 3,00 81,39 0,61 0,37 2,43 4,82

-0,56 -0,46 -0,02 -1,43 -0,50 +5,65 -0,61 +1,23 -0,09 -0,05 -3,86 -2,44 -1,50 +2,32 0,00 -1,16 +0,19 -1,71 -1,05 -1,14 -6,56 +2,01 -4,93 -6,92 -2,26 +1,94 -0,76 +0,81 -1,01 +2,65 +5,65 -1,35

0,33 9,50 0,47 8,31 7,29 0,42 15,35 16,50 42,24 28,99 2,13 8,50 4,22 0,18 0,64 4,15 83,15 45,61 2,53 3,76 0,14 90,50 0,18 36,45 1,21 0,98 3,00 81,24 0,60 0,36 2,43 4,91

+4,57 +1,71 -0,11 +1,90 +1,82 +1,81 -0,52 +1,23 -2,47 -0,85 -1,16 -2,91 -3,60 +3,60 0,00 -1,07 +0,67 -0,76 +1,40 -0,46 -4,35 +1,69 -0,56 -1,17 -2,33 -1,55 -3,07 +0,25 -0,74 +2,86 +5,65 +4,97

0,34 9,50 0,47 8,37 7,29 0,42 15,33 0,00 42,24 28,99 2,14 8,75 4,30 0,18 0,00 4,16 83,15 45,61 2,52 3,73 0,14 90,50 0,17 37,00 1,21 1,00 3,00 81,24 0,61 0,36 0,00 4,92

38 16 21 11.500 245 4.244 15 5.294 3.761 1.607 780 39 1.230 267 65

16,45 0,09 116,58 0,93 0,08 0,67 14,77 8,67 2,31 0,32 37,75 35,06 6,90 0,73 6,71

+0,76 +2,87 -0,19 -3,45 -2,97 -3,53 -5,58 -3,10 -0,23 -2,08 -1,71 -1,65 +0,60 -8,30 -5,90

16,82 +12,13 0,09 -1,11 116,56 -0,30 0,92 -1,66 0,08 -2,73 0,66 -0,08 14,56 -7,79 8,87 +0,57 2,32 +0,98 0,32 0,00 37,68 -0,84 35,30 +0,20 6,69 +2,14 0,73 -5,71 6,69 -2,90

16,61 0,09 116,56 0,92 0,08 0,67 14,56 8,85 2,32 0,32 37,70 35,30 6,70 0,73 6,69

4.308 85 44.890 49 1 3.020 1.999

9,74 0,52 1,70 2,45 14,70 0,89 0,59

-0,02 -0,95 -5,83 +0,62 -0,79 -3,81 -4,76

9,82 0,53 1,70 2,41 14,70 0,90 0,60

+2,45 -0,94 -2,18 +0,10 -0,54 -1,15 +0,50

9,83 0,53 1,72 2,41 14,70 0,91 0,60

181 11 53 45 0 5

0,13 1,49 3,89 4,26 249,00 19,16

-6,23 -0,57 -2,07 -3,52 0,00 -2,73

0,13 1,50 3,83 4,30 249,00 19,06

-5,43 -0,07 -2,92 -0,92 0,00 -3,49

0,13 0,00 3,78 4,28 0,00 19,06

234 51 1

3,67 0,41 1,41

-0,99 -1,51 +0,39

3,63 0,40 1,41

-0,75 -1,47 0,00

3,72 0,40 1,41


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 7

Attualità

Seguono l’Emilia Romagna, Toscana e Lazio. 144 casi nel 2008

Guida in contromano La Liguria batte tutti

Più incidenti per errore di carreggiata ma meno vittime FORLÌ - Forse la nuova segnaletica sperimentale sta dando dei frutti. I vistosi cartelli gialli e rossi hanno ridotto gli errori di carreggiata. Nel 2008 sono però leggermente cresciuti (in tutto 144) gli “eventi significativi” contromano monitorati sulle strade dall’Asaps, l’Associazione sostenitori della Polstrada, ma sono diminuite le vittime: venti gli incidenti mortali (13,9%) con 24 vittime (-29,4%). «Sappiamo che non tutti gli incidenti contromano sono stati registrati, ma senza dubbio tutti gli eventi più gravi sono finiti sui nostri tavoli», commenta il presidente Giordano Biserni. Nel 2007 gli episodi annotati erano stati 136, dei quali 22 con esito mortale (34 vittime). L’elevato tasso di alcol o droghe negli episodi più gravi (60 in

L’elevato tasso di alcol o droghe negli episodi più gravi (60 in tutto, il 41,6%) dimostra un certa stabilità del dato rispetto al 2007 (42,6%), ma soprattutto attribuisce ancora al fenomeno la peculiarità di essere a tutti gli effetti ’Pac’ (Problema alcol correlato)

tutto, il 41,6%) dimostra un certa stabilità del dato rispetto al 2007 (42,6%), ma soprattutto attribuisce ancora al fenomeno la peculiarità

Wwf: “Azioni concrete dai governi”

di essere a tutti gli effetti ’Pac’ (Problema alcol correlato). «Questo - dice Biserni - ci impone di trovare soluzioni al più presto: controlli più

capillari su strada e protocolli di intervento per la grande viabilità, a carreggiate separate, che sembra particolarmente soggetta e che regi-

stra le punte di maggiore drammaticità». Sono stati 82 gli episodi contromano bloccati grazie all’intervento di forze di Polizia (il 56,9% dei

casi). Ed è nel contesto della grande viabilità che sono avvenuti 79 dei 144 episodi (54,9%), in gran parte ’plurimortalì: «in questo caso però assistiamo ad un decremento dell’incidenza rispetto all’anno precedente, quando gli episodi sulla grande viabilità (con carreggiate separate) erano stati il 59,6%. La localizzazione geografica dei contromano, infine, vede la Liguria regione maggiormente a rischio con 20 episodi, pari al 13,9% del totale, seguita da Emilia-Romagna (11,8%), Toscana e Lazio ex aequo (11,1%).

Tardivi: i mariti alla prima esperienza hanno in media 32,8 anni e le spose 29,7 anni

ASiracusa si parla d’ambiente Istat: in Italia aumentano riti civili e seconde nozze Al via G8 su clima e biodiversità Ma il matrimonio è in calo costante da trent’anni Rilevante anche il numero dei legami in cui almeno uno dei due sposi è straniero

Agenti vigiliano l’accesso alla sede del G8

PALERMO - Disegnare la mappa di un mondo migliore lanciando un messaggio legato alla biodiversità e al rapporto tra salute e ambiente, in particolare per i bambini. È l’idea di fondo del G8 Ambiente che si apre oggi a Siracusa e durante il quale si parlerà anche di come, sfruttando i sistemi di produzione di energia amici dell’ambiente, si possa uscire dalla crisi economica mondiale. Fino a venerdì vedrà impegnati i ministri dell’ambiente di Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, Canada, Russia e le delegazioni di Cina,India, Brasile, Messico, Indonesia, Sud Africa, Australia, Repubblica di Corea, Egitto e la partecipazione della Repubblica Ceca e della Danimarca. Il Wwf, presente a Siracusa con una delegazione, chiede ai Paesi del G8 un impulso concreto per un accordo ONU sul clima entro l’anno, misure concrete per una nuova economia taglia-emissioni e il riconoscimento del ruolo imprescindibile della biodiversità per le nostre economie e il benessere della specie umana.

Così facendo il lavoratore ritarda la guarigione e crea danno

In malattia e non si riguarda Per Cassazione è licenziabile

ROMA - Può essere licenziato il lavoratore in malattia che non si riguarda e fa delle attività che in qualche modo ritardano la sua guarigione e quindi il suo rientro in ufficio. Lo ha sancito, riporta Cassazione.net, la Corte Suprema che, con una sentenza depositata ieri ha accolto il ricorso di un’azienda sanitaria che aveva licenziato un dipendente part-time perché sorpreso in attività extralavorative che avevano provocato un ritardo nella guarigione. «Ciò viola i doveri contrattuali, posto che il fatto di guidare una moto di gros-

Malato, lavorava nei bagni

sa cilindrata, recarsi in spiaggia e prestare una seconda attività lavorativa sono di per sé indici di scarsa attenzione alla propria salute.

ROMA - Nell’immaginario femminile, almeno fino a qualche anno fa, era il giorno più bello per ogni donna. Parliamo del matrimonio naturalmente, religioso o civile, che in questi anni però, come tutte le cose, ha subito notevoli variaizoni. Parla chiaro l’Istat, che ha diffuso ieri i dati sulle unioni. Lieve aumento per i matrimoni celebrati in Italia nel 2007, anche se non c’è l’inversione di tendenza rispetto al calo registrato da circa 30 anni. Sono in diminuzione i primi matrimoni, aumentano le seconde nozze e quelle successive, così come crescono notevolmente i riti civili; rilevante anche il numero dei matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è straniero, mentre ci si sposa sempre più tardi. È quanto emerge, in sintesi, dai dati Istat diffusi oggi. Nel 2007, sono stati celebrati 250.360 matrimoni (4,2 ogni mille abitanti): rispetto al 2006 sono 4.368 in più, di cui 3.144 sono rappresentati da primi matrimoni. Per gli esperti dell’istituto di statistica «si tratta di un’oscillazione congiunturale che da sola non permette di ipotizzare un’inversione di tendenza nella diminuzione delle nozze in atto dal 1972». In quell’anno, infatti, furono celebrati quasi 419mila matrimoni (7,7 nozze per mille abitanti). A diminuire, spiega l’Istat, sono i primi matrimoni, ovvero la quota più consistente. Le nozze tra celibi e nubili sono passate da quasi 392mila nel 1972 (il 93,5%

Matrimoni all’italiana Nozze celebrate 419.000 245.992 250.360

1972

2006

2007

Prime nozze (incidenza sul totale)

392.000

217.290

1972

2007

(93,5%)

MATRIMONI CON CITTADINI STRANIERI

MATRIMONI CON RITO CIVILE

13,8

34,6

del totale (34.559)

del totale (83.628)

SECONDE NOZZE

13,2

del totale (33.070)

(86,7%)

Età degli sposi al primo matrimonio

32,8 anni

29,7 anni

Maschi

Femmine

Fonte: Istat, dati 2007

del totale) a 217.290 nel 2007 (l’86,7% del totale). Il calo delle prime nozze è il risultato della «minore propensione delle coppie a sancire la loro unione con il vincolo del matrimonio». Nel 2007, infatti, si sono registrati 524,5 primi matrimoni per mille celibi e 589,6 per mille nubili, valori di poco superiori a quelli del 2006 (rispettivamente

ANSA-CENTIMETRI

511,2 e 576,7) ma pressoché dimezzati rispetto al 1972. Matrimoni sempre più tardivi: gli sposi alle prime nozze hanno in media 32,8 anni e le spose 29,7 anni. E cambiano anche i modi di formazione delle unioni: notevole è l’aumento delle nozze celebrate con rito civile. Sono state 86.639 nel 2007 (contro le 83.628 nel

Nel 2007 si sono registrati 524,5 primi matrimoni per mille celibi e 589,6 per mille nubili, valori di poco superiori al 2006 ma dimezzati rispetto al 1972

2006), aumentate del 50% in 15 anni e che rappresentano attualmente il 34,6% del totale delle unioni. Il rito civile è scelto sempre più spesso anche in occasione delle prime unioni: oltre un quarto delle nozze tra celibi e nubili, spiega l’Istat, è stato celebrato di fronte al sindaco nel 2007, una proporzione raddoppiata in 15 anni. I secondi matrimoni o quelli successivi sono in aumento. Nel 2007 sono stati 33.070 (contro i 31.846 nel 2006) e rappresentano il 13,2% del totale. Si conferma, infine, la rilevanza dei matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è di cittadinanza straniera. Nel 2007, sono stati 34.559, con il 13,8% del totale dei matrimoni.

L’epidemia continua a essere un fronte “vivo” per l’allentamento della prevenzione

Virus dell’Aids: diminuiscono gli ammalati In crescita i sieropositivi, anche con l’età

ROMA - Una minaccia che cambia intensità e fisionomia: l’epidemia di Hiv e Aids in Italia continua ad essere un fronte «vivo» in costante mutamento. Secondo i dati forniti diminuisce il numero degli ammalati e, conseguentemente, è aumentato quello dei sieropositivi che, però grazie alle nuove terapie vivono più a lungo e meglio. Le dimensioni della diffusione, però, restano preoccupanti a causa di un’allentamento sul fronte della prevenzione. Sempre più persone scoprono di essere sieropositive solo al momento della diagnosi di

Malata di Aids

Aids, ovvero in uno stadio di malattia molto avanzato. La percentuale degli «inconsapevoli» è aumentata dal 21% nel 1996 al 60% nel 2008. Aumentata l’età: se nel 1988 l’età media degli ammalati era di 29 anni per i maschi e 27 per le femmine, nel 2008 si arriva rispettivamente a 43 e 40 anni. Mutati sensibilmente anche i fattori di rischio: la proporzione dei casi attribuibili alla tossicodipendenza è diminuita dal 66% prima del 1997 al 25% nel 2007-08, mentre i contatti eterosessuali sono passati nello stesso periodo dall’15% al 45%.


8 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Causa dell’esplosione un fornello lasciato acceso dall’inquilino del piano terra

Fuga di gas, crolla edificio Un morto sotto le macerie BERGAMO - Un uomo di 41 anni, Enrico Monzio Compagnoni, ha perso la vita ieri mattina nel crollo di una palazzina a Treviglio, in provincia di Bergamo. Lo scoppio si è verificato intorno alle 7 in via Vittorio Veneto. A causare la deflagrazione sarebbe stata una fuga di gas dalla cucina dell’appartamento al piano terra, dove la vittima viveva da sola. Il forte boato è stato udito anche a centinaia di metri di distanza: i primi ad accorrere sono stati i residenti degli edifici attigui alla palazzina crollata, che hanno avvertito i soccorsi. Il crollo ha ridotto la casa in mattoni e travi di legno al 64 di via Veneto in un ammasso di macerie; le due palazzine accanto sono state fatte evacuare in via precauzionale, ma non hanno subito danni. Enrico Compagnoni è stato scaraventato fuori dall’edificio e i soccorritori hanno trovato il suo corpo senza vita sotto a un calcinaccio. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e le unità cinofile, che hanno cercato even-

Tra le ipotesi una distrazione della vittima che viveva da solo Vigili del fuoco tra le macerie della palazzina esplosa ieri a Treviglio, nel Bergamasco. Il cadavere di un uomo di 41 anni è stato estratto dalle macerie

tuali altre persone finite sotto le macerie, senza però alcun risultato. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti ci sono un guasto dell’impianto a metano, oppure una distrazione della vittima, che lunedì sera prima di andare a dormire potrebbe aver lasciato aperta la valvola di

un fornello. Ancora da valutare, anche se sembra assai improbabile, l’ipotesi di un tentativo di suicidio. La vittima viveva da sola nell’abitazione a due piani ereditata dai genitori e pare che non avesse mai avuto problemi mentali. Enrico Compagnoni abitava al pia-

no terra, mentre l’appartamento del primo piano - un tempo occupato dalla madre - era disabitato ormai da quattro anni. Lunedì sera la vittima ha cenato con un fratello, poi è andato a dormire. Ieri mattina sarebbe dovuto rientrare al lavoro dopo un breve periodo di malattia per un’influen-

za. Era dipendente da circa nove anni della Servizi Ambientali Bassa Bergamasca, un’azienda che raccoglie i rifiuti e lava le strade per conto del Comune di Treviglio. L’uomo era il settimo di otto fratelli e non si era mai sposato. «Eravamo tutti molto legati - racconta

Francesco, uno dei fratelli - L’ho visto venerdì per l’ultima volta, era tranquillo. È un momento drammatico per tutti». Il sostituto procuratore di Bergamo Carmen Pugliese ha aperto un fascicolo per fare chiarezza sull’accaduto, ma al momento non ci sono ipotesi di reato.

L’ex giardiniere degli Ambrosio incastrato da altra rapina

La polizia scientifica sul luogo dell'agguato a Siponto

Agguato nel Foggiano ai danni di Franco Romito

Boss freddato in auto a colpi di mitragliatrice

BARI - Il boss Franco Romito è stato ucciso ieri mattina in un agguato vicino Manfredonia(Foggia). Giuseppe Trotta, l’altra vittima della sparatoria, secondo quanto accertato dagli investigatori, era l’autista di Romito. I due uomini stavano viaggiando a bordo di una Chrysler Voyager guidata da Trotta. Si trovavano in viale degli Eucalipti e stavano andando verso il maneggio e la pista dei go-kart di proprietà di Romito. Sarebbero stati affiancati da un’auto proveniente nel senso opposto di marcia dalla quale hanno cominciato a sparare. Secondo quanto accertato dagli agenti del Commissariato di polizia di Manfredonia sarebbero tre le armi utilizzate per uccidere Romito e Trotta. Sul luogo del duplice

delitto sono stati trovati una quindicina di bossoli di mitragliatrice e cinque o sei bossoli di fucile a pallettoni. Ritenuto dagli investigatori al vertice della mafia garganica, Romito era legato alla famiglia Libergolis che per oltre 30 anni è stata in guerra in una faida con la famiglia dei Primosa-Alfieri che ha causato più di 35 morti e alcune ’lupare bianche’. Dai Libergolis Franco Romito si era poi allontanato. Lo scorso anno era stato scarcerato dopo aver scontato una condanna di quattro anni per armi. Teste nel processo «Quasimodo» del 2008 contro 19 imputati apricenesi e del Gargano accusati a vario titolo di duplice omicidio, traffici di droga e estorsioni. Testimoniò contro i Libergolis.

La clinica di Milano nel mirino dei consulenti della Procura

I principali imputati Claudio Latino e Alfredo Davanzo

Per la difesa: “Le intercettazioni non sono vere”

L’inchiesta sulle nuove Br basata su falso investigativo MILANO - L’inchiesta sulle cosiddette ’Nuove Br’ sarebbe basata «su un falso investigativo», ossia «su una intercettazione che non esiste e con la quale si è voluto giustificare l’impianto accusatorio»: lo ha affermato, nel corso della sua arringa, l’avvocato Sandro Clementi, difensore di Massimiliano Gaeta, uno dei 17 imputati nel processo milanese a carico di presunti appartenenti al Partito comunista politico-militare. Il legale ha spiegato che l’intercettazione del 20 settembre 2006 attribuita al suo assistito e riportata nell’ordinanza di custodia cautelare, nella quale Gaeta parlerebbe di armi da utilizzare contro il manager della Breda Vito Schirone, «in realtà non esiste, perchè questa frase non

c’è nelle perizie ambientali». Questo, ha proseguito Clementi, «è un fatto di una gravità inaudita, perchè con un falso investigativo si giustifica un intento omicidiario, e il falso l’ha commesso il vice questore aggiunto che ha diretto tutta l’inchiesta». Secondo l’avvocato, anche le intercettazioni nelle quali gli imputati parlerebbero del giuslavorista Pietro Ichino, non riportano «nulla di più di alcune frasi malevoli,». Nel chiedere l’assoluzione perchè il fatto non sussiste, l’avvocato Clementi ha parlato di un «processo politico» e ha chiarito che gli imputati «agivano socialmente secondo la loro identità comunista e rivoluzionaria, con l’obiettivo magari di costruire il Partito comunista».

L’operaio colpito in testa mentre lavorava ad un macchinario

Abuso di bisturi al Santa Rita

Schiacciato da una lastra d’alluminio

MILANO - Hanno parlato di un «abuso» di Paolo Squicciarini, hanno analizzato casi di interventi chirurgici «inutili» effettuati spesso pazienti finiti sotto i ferri nonostante avessero su pazienti ultraottantenni i consulenti della patologie come polmonite, broncopolmoniti Procura di Milano chiamati a o pleuriti croniche e ai quali deporre al processo con al I medici effettuavano sono stati asportati lobi di polinterventi inutili centro la clinica Santa Rita, e mone o sono stati sottoposti a nel quale tra gli imputati figubiopsie multiple. Il professor su pazienti rano l’ex primario della chiSartori ha sottolineato che è ultraottantenni rurgia toracica Pier Paolo Brestato fatto un abuso degli inga Massone e i suoi aiuti Fabio Presicci e terventi chirurgici ed ha aggiunto che «quello Marco Pansera. Ieri Dario Ulivieri e France- che colpisce è il ricorso di queste metodiche sco Sartori, rispettivamente docenti alle uni- in persone anziane in condizioni precarie per versità di Pavia e Padova, insieme al dottor l’età e per le patologie concomitanti».

BOLOGNA - Un operaio di 32 anni, di origi- fuori il pezzo di alluminio, presso il quale ne egiziana residente a Bazzano, è morto ieri lavorava un collega. Il materiale ha colpito intorno alle 13 all’ospedale Maggiore di Bolo- alla testa il trentaduenne provocandogli una gna dove è stato trasportato ferita molto grave. I sanitari d’urgenza in mattina per un Vana la rianimazione del 118 l’hanno trasportato Lo stabilimento incidente sul luogo di lavoro. d’urgenza all’ospedale, ma doL’uomo è stato colpito da una ora sotto il sequestro po diversi tentativi di rianilastra di alluminio di 30/40 marlo è morto. Sul posto sono dei carabinieri cm dello spessone di 1 cm intervenuti, oltre ai carabiniepartita mentre lavorava a una macchina filet- ri di Bologna e al pm di turno Marco Mescolitatrice per la produzione di allumini. Intorno ni, anche i medici della Medicina del lavoro. alle dieci l’operaio si trovava, per caso, a Lo stabilimento è ora sotto sequestro. Il magifianco del macchinario dal quale è schizzato strato disporrà una perizia sul macchinario.

NAPOLI - Due rapine in villa, la stessa violenza feroce con le vittime ferite in maniera grave o addirittura uccise, un autore sicuro - finora - secondo la polizia, il romeno Marius Vasile Acsiniei, 22 anni. Era stato arrestato con l’accusa di aver compiuto, con altri due connazionali, la rapina nella lussuosa abitazione a Posillipo del re del grano, Franco Ambrosio, sfociata nell’omicidio dell’imprenditore e della moglie. Ora, la vittima di un’altra sua irruzione, pochi giorni prima della rapina mortale, lo ha riconosciuto descrivendolo alla polizia che ne ha tracciato un identikit. Un mosaico - quello realizzato dagli uomini della Polizia scientifica della Questura di Napoli - combinato con le impronte, palmari e digitali, lasciate da Acsiniei nelle due circostanze. «L’identikit - spiega la Mancone - corrisponde alle foto segnaletiche». Ad accusare il romeno una donna di circa 40 anni, straniera, ospite di una villa in via Giustiniano, nel quartiere di Soccavo. La mattina del 6 aprile, mentre si trova su un balcone al piano terra, in assenza dei padroni di casa, sente dei rumori. Nell’abitazione entrano due uomini. La donna vede i rapinatori, cerca di scappare ma rotola per le scale. I due si scagliano con violenza nei suoi confronti colpendola a pugni e calci. Prendono gioielli e 5.000 euro e fuggono. La donna riesce a chiamare aiuto. Con il volto tumefatto ha la forza di andare in Questura e fornire il suo racconto che porta alla realizzazione di un identikit che consente di identificare il romeno.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 9

Attualità

La direzione del Pd ha deciso a maggioranza il voto all’abrogazione della riforma elettorale: cinque i contrari e quattro gli astenuti

Referendum, Franceschini dice “sì” Il Segretario del Pd vuol dare una “spallata” al Porcellum

Dario Franceschini leader del Pd e Paolo Gentiloni alla direzione del Partito democratico

Federico Del Bianco

ROMA - Il Pd ha scelto di dire sì ai referendum elettorali per «abrogare il ’porcellum’», ma sin da ora lancia una «sfida» alla maggioranza affinché si approvi in Parlamento una nuova legge elettorale. Lo dice il segretario democratico Dario Franceschini, incontrando i giornalisti al termine della direzione del partito. Sul tema del referendum, spiega Franceschini, in direzione c’è stata «una discussione approfondita» al termine della quale è stata «accolta la mia proposta di dire sì ai referendum. Ci sono stati solo 5 voti contrari e 4 astenuti su una direzione di circa 150 persone». Il segretario del Pd spiega le motivazioni di questa scelta: «Di fronte alla domanda se si debba abrogare il ’porcellum’ la risposta del Pd non può che essere sì, per abrogare quella legge sbagliata, inaccettabile soprattutto perché toglie agli elettori la possibilità di scegliere gli eletti». Al tempo stesso, precisa Franceschini, questo non significa che da parte del Pd vi sia «convinzione del sistema che esce dal referendum. Dunque sfidiamo la maggioranza perché, qualunque sia l’esito del referendum, si approvi in Parlamento una legge elettorale per consentire agli italiani di scegliere non solo un partito ma anche i singoli parlamentari». A chi gli chiede se il Pd abbia anche definito un modello di legge elettorale da

portare al tavolo di confronto con la maggioranza Franceschini risponde: «Abbiamo parlato solo di referendum». «Per l’Italia dei Valori esiste una sola data per il referendum: il 6 e il 7 giugno. Tutto il resto è una truffa, un furto di democrazia. Non discutiamo sull’eventuale rinvio o sull’opportunità di presentare un disegno di legge o un decreto. Invitia-

mo il Pd a fare altrettanto e gli chiediamo di non accettare nessun compromesso». Lo afferma in una nota il presidente dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che continua: «La democrazia non si baratta e la discussione sul referendum è già stata fatta a suo tempo, oggi serve solo calendarizzarlo nello stesso giorno delle elezioni europee. Il fatto che il governo chieda all’opposi-

zione di appoggiare una decisione già presa è il solito escamotage per non assumersi le responsabilità per una scelta così imbarazzante e scellerata». «La scelta di Franceschini e del Pd di votare sì» al referendum elettorale proposto dai referendari Segni e Guzzetta, afferma Paolo Ferrero, segretario del Prc, «che introdurrebbe in Italia un bipartitismo coatto e ridurrebbe la legge elettorale italiana a una legge peggiore della legge truffa del ’53 e molto simile alla legge fascista e liberticida Acerbo del ’24 indica semplicemente che la connivenza del Pd con Berlusconi è totale». Ma indica, secondo Ferrero, «anche il masochismo dell’attuale centrosinistra. Con una legge elettorale come quella proposta dai referendari, infatti, Berlusconi e il centrodestra vincerebbero le elezioni per i prossimi trent’anni. Risulta sempre più evidente, quindi, che l’unico obiettivo di Franceschini e del Pd non è battere Berlusconi e strappare il Paese al governo delle destre ma cercare di distruggere tutto quello che si muove a sinistra, imponendo agli italiani un bipartitismo coatto, illogico e contrario allo spirito della Costituzione». Per questo, conclude Ferrero «contro il referendum ci batteremo in ogni sede, a prescidere da quando verrà deciso che la consultazione debba svolgersi».

Il dibattito sulle date dell’appuntamento referendario In basso Grazia Francescato portavoce nazionale dei Verdi

L’esponente di Sinistra e Libertà critica la scelta del Pd

“Con il miraggio del bipolarismo finiremo per avere un solo partito”

ROMA - «A furia di perseguire il progetto di avere due soli partiti Franceschini ed il Partito democratico condanneranno il nostro Paese ad averne uno solo», afferma Grazia Francescato di Sinistra e Libertà e Portavoce nazionale dei Verdi che aggiunge: «Errare è umano, perseverare è diabolico. Con il sì al referendum elettorale il piano per una finta democrazia ad uso e consumo delle oligarchie dei partiti andrebbe a buon fine». «In questo modo - prosegue Grazia Francescato - il Partito Democratico fa solo gli interessi della destra e rischia di diventare complice dello spegnimento della nostra democrazia. Franceschini sta regalando l’Italia a Berlusconi per i prossimi cinquant’anni».

Il Presidente del Consiglio ha deciso la data della terza decade di giugno

Secondo Antonio di Pietro esiste solo una posibilità: il 6 o il 7 giugno per votare

Antonio di Pietro leader dell’Idv: “E’ solo una truffa”

la data del 7 giugno per il referendum e l’election day. Ora bisogna ridurre il danno: per questo chiediamo che si voti il referendum nel turno dei ballottaggi il 21 giugno». Quanto all’Udc, il leader Pier Ferdinando Casini aveva detto nei giorni scorsi di essere favorevole a qualsiasi data scegliesse l’esecutivo, purché fosse quest’anno. L’unica a mettersi di traverso finora sembra essere l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro che attacca: «Esiste una sola data per il referendum, il 6 e il 7 giugno. Tutto il resto è una truffa, un furto di democrazia». Una contrarietà, quella dell’Idv, che tuttavia non pregiudica l’eventuale iter sprint della ’legginà: la decisione di assegnarla in sede legislativa infatti cadrebbe, da regolamento parlamentare, solo se ci fosse la contrarietà di 1/10 dei componenti l’Assemblea o di un quinto della Commissione. Numeri fuori dalla disponibilità del partito di Di Pietro non arriva. Oggi Maroni sottoporrà la ’soluzione’ trovata anche al Comitato promotore del referendum ricevendolo finalmente al Viminale, dopo mesi di pressanti richieste di Guzzetta.

Il 21 giugno si vota e poi una “leggina” Selvaggia d’Urso

ROMA - Il dibattito sulla data del referendum elettorale sembra essere arrivato al capolinea: il giorno scelto dal governo - su cui convergerebbe anche l’opposizione - per svolgere la consultazione popolare è il 21 giugno. La conferma dell’accorpamento con il secondo turno delle elezioni amministrative arriva dal premier Silvio Berlusconi e incontra la disponibilità del Pd. La decisione di votare il 21 giugno necessita una deroga alla legge 352 del 1970 che prevede che i referendum si possano svolgere dal 15 aprile al 15 giugno di ogni anno. La deroga non arriverà per decreto - soluzione questa non gradita al Quirinale - ma con una «leggina», per usare le parole del premier Silvio Berlusconi, che con ogni probabilità sarà approvata dalle Commissioni di Camera e Senato in sede legislativa (cioè senza il passaggio in Aula). Il percorso è stato illustrato ieri dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il capo dello Stato, su delibera del Consiglio dei ministri, indirà comunque la consultazione popolare per il 14 giugno, ultima data possibile a legislazione vigente. Poi arriverà dal Parlamento la

’leggina’ che dovrebbe prevedere una deroga specifica a ’sforare’ il tetto del 15 giugno (e votare quindi il 21) valida solo per la consultazione sui quesiti di Guzzetta&co., oltre che una norma sulla convocazione dei comizi elettorali che, secondo la legge vigente, deve arrivare 50 giorni

prima della data del referendum. La verifica definitiva sulla data del 21 giugno avverrà oggi in sede di conferenza di capigruppo di Senato e Camera (convocate rispettivamente alle 9 e alle 12), come spiega il presidente della Camera, Gianfranco Fini: «Se c’è accordo, e lo verificheremo oggi alla conferenza dei capigruppo, è possibile predisporre una legge da approvare in commissione, in sede legislativa, per consentire lo svolgimento del referendum il 21 giugno».

Ma il capogruppo del Pd a Montecitorio, Antonello Soro, anticipa la disponibilità dei Democrati-

ci: «Il governo è responsabile di avere già bruciato diverse centinaia di milioni di euro negando

Berlusconi risponde all’invito di Franceschini: “Non sarò a Milano ma non lo lascerò alla sinistra”

“Per il 25 aprile ci sarò ma non dico dove”

Il Premier tra i terremotati

ROMA - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha annunciato che celebrerà per la prima volta il 25 aprile - data che commemora la liberazione dell’Italia dal nazifasci-

smo al termine della seconda guerra mondia- aggiunge: «La decisione del premier di rile - per non lasciare campo libero in questa spondere positivamente all’invito di Dario ricorrenza alla sola opposizione. Franceschini di celebrare il giorno della Libe"Ho preso la decisione di celebrare il 25 razione va valutata positivamente. Ma con aprile ma dove, lo comunicherò più avanti e franchezza mi sarei aspettato una motivaziocredo che ci sia da dire qualne diversa». cosa per non lasciare che sol- Luigi Zanda, Pd: «Mi sarei aspettato - spiega tanto una parte possa approfit- “Positivo ma Luigi Zanda- che Berlusconi tarsene", ha detto Berlusconi mi sarei aspettato affermasse di voler partecipaai giornalisti. alle celebrazioni del 25 un’altra motivazione” re «La motivazione data dal preaprile perchè si riconosce nei sidente Berlusconi per la sua partecipazione valori della resistenza su cui si fonda la Costialle celebrazioni del 25 aprile è incomprensi- tuzione e la Repubblica. Sostenere di partecibile». pare alla celebrazione del 25 aprile per non Lo dice il vicepresidente dei senatori del Pd, lasciarlo alla sinistra non è un’affermazione Luigi Zanda, ai microfoni di Sky Tg24, e da presidente del Consiglio».


10 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Frattini sul rimorchiatore italiano: “Non trasportava rifiuti”

“Nessuna richiesta di riscatto per Buccaneer” Il ministro ha autorizzato ispezioni sull’imbarcazione ferma da due settimane nelle acque africane

La nave italiana bloccata in Somalia

ROMA - Non è giunta la richiesta di alcun riscatto per il rilascio della nave italiana Buccaneer, ferma nelle acque somale da due settimane e accusata dalle autorità locali di trasportare rifiuti tossici. Quel che è certo è che «vi sono delle fotografie che dimostrano che la nave non trasporta alcun carico». Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini al termine della sua audizione al Copasir, il Comitato parlamentare di sicurezza, presieduto da Francesco Rutelli. «Abbiamo espresso alle autorità somale - ha detto Frattini - la disponibilità a far ispezionare la nave. La nave era vuota, come ci ha assicurato l’armatore e come dicono anche le nostre

Il governo incontrerà le autorità somale il 10 giugno a Roma

autorità. Noi offriamo la possibilità di verificare e ci auguriamo che questo porti ad una conclusione della vicenda». Il 10 giugno il governo italiano incontrerà a Roma le autorità del nuovo governo somalo.

Giovane pirata somalo in tribunale a New York per il primo processo in oltre un secolo Assaltò un mercantile nell’aprile scorso. Unico sopravvissuto dopo il blitz della Marina

L’incubo dei mari alla sbarra La madre del ragazzo a Obama: “Perdonalo” NEW YORK - Primo giorno negli Usa e primo giorno in tribunale per Abdul Kadhir Muse, il giovane pirata somalo che è diventato la prima persona sotto processo per pirateria negli Stati Uniti da oltre un secolo. Il ragazzo, arrivato lunedì su un volo militare a New York, è stato subito portato in manette al quartier generale dell’Fbi prima di venir incriminato formalmente nella Federal Court di Manhattan. Muse - che nei documenti del tribunale è identificato come Abduhl Wali-iMusi - è l’unico sopravvissuto al blitz effettuato dalla Marina militare Usa per salvare il capitano del mercantile americano Maersk Alabama, preso in ostaggio su una scialuppa dai sequestratori dopo che l’equipaggio era riuscito a riprendere possesso della nave assaltata l’8 aprile scorso. Le accuse formali contro Muse sono state in dubbio fino all’ultimo momento. «Non succedeva da oltre cent’anni negli Stati Unitì, ha detto Michael Passman, un avvocato di Chicago che ha studiato diritto in relazione ai pirati da quando frequentava la Brooklyn Law School. L’ultimo processo per pirateria negli Stati Uniti risale al 1861 quando un gruppo di marinai del mercantile confederato Savannah finirono alla sbarra a New York. Stavolta nei confronti di Muse sono state usate due poco note leggi federali sulla pirateria e la presa di ostaggi: “Quest’uomo si è arreso portando bandiera bianca e con l’intenzione di negoziare. È stato catturato. Il suo arresto - ha detto Ron Kuby, un avvocato specializzato in diritti civili - potrebbe non essere legale”. Kuby sta cercado di mettere assieme una squadra di avvocati per la difesa del giovane: a suo giudizio il caso solleva la questione se gli Stati Uniti hanno violato i principi della tregua in tempi di guerra in mare aperto. Intanto dalla città di Galkayo in Somalia, la madre del giovane pirata Adar Abdirarman Hassan ha scritto al presidente Usa Barack Obama chiedendo la grazia per suo figlio e sostenendo, come ha fatto anche il padre con la Voice of

Ma assaltata nuova nave

Rilasciato cargo filippino

Il pirata Abduhl Wali-i-Musi verrà processato a New York per l’assalto ad un mercantile americano nell’aprile scorso

America, che ha solo 16 anni, due in meno di quello che pensano gli investigatori: “Chiedo a Obama di perdonare il mio ragazzo. Che sia rilasciato, ma se deve essere pro-

cessato mi sia consentito di vederlo e di essere con lui per tutto il procedimento”. Se Muse fosse effettivamente minorenne, il processo nei suoi confronti risulterebbe

complicato e la magistratura americana non potrebbe giudicarlo come adulto. Un processo penale contro Muse sarebbe storico e potenzialmente utile ad affrontare il

problema della pirateria al largo delle coste somale che finora ha tenuto in scacco gli sforzi militari e diplomatici messi in campo per fronteggiarlo.

NAIROBI - I pirati somali hanno liberato il cargo filippino Stolt Strength con un carico di prodotti chimici e 23 membri di equipaggio, che era stato sequestrato alla fine dell’anno scorso. Lo ha detto ieri un gruppo marittimo. Il Programma di Assistenza per gli operatori marittimi dell’Africa orientale, che monitora la pirateria nella regione, ha dichiarato che l’equipaggio filippino era diretto in India. Non è chiaro se sia stato pagato un riscatto. La Stolt Strength trasportava quasi 24.000 tonnellate di prodotti petroliferi quando è stata sequestrata il 10 novembre 2008. Intanto una nave turca è stata attaccata nella lunedì notte al largo di Port-Harcourt. I pirati nigeriani hanno preso in ostaggio il capitano e l’ufficiale di macchina per poi darsi alla fuga. La nave Ilena Mercan trasportava materiali da consegnare al gruppo petrolifero francese Total.

Per il quotidiano The Independent: alle spalle dei pirati l’azione di vaste organizzazioni criminali

Burattinai islamici dietro gli attacchi corsari Le incursioni nel mondo raddoppiate rispetto al 2008 Lo scorso anno pagati riscatti pari a 80 milioni di dollari LONDRA - Altro che favole per bambini e relitti del tempo che fu, i pirati del XXIesimo secolo sembrano proprio essersi lanciati alla conquista dell’Oceano Indiano. Il Bureau Maritime International (BMI), che ha sede a Kuala Lumpur, ha infatti calcolato che nel primo trimestre del 2009 gli attachi totali dei corsari sono raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2008. Non solo. In Somalia - vera e propria Tortuga del nostro tempo - gli attacchi da gennaio a oggi sono decuplicati - passando dai sei del primo trimestre 2008 ai 61 del 2009. Il ritorno dei pirati sugli oceani del mondo è dunque tut-

Gli attacchi dei pirati, secondo le statistiche, sono raddoppiati nel 2009 rispetto alle incursioni registrate nel passato

t’altro che un fenomeno passeggero. Un’inchiesta del quotidiano britannico The Independent, infatti, ha rivelato come alle spalle degli uomini che materialmente portano a termine gli attacchi si muovono vaste organizzazioni criminali con basi in Kenya, So-

malia ed Emirati Arabi Uniti. E il giro d’affari dei pirati è molto più consistente di quanto non si pensasse. Solo l’anno passato - dice l’Independent - sono stati pagati riscatti pari a 80 milioni di dollari. Parte del denaro è finito nelle basi dei pirati. Ma il grosso è

stato ripulito attraverso conti bancari di Dubai e di altri paesi del Medio Oriente. Secondo le informazioni raccolte dal quotidiano britannico persino alcuni gruppi di estremisti islamici avrebbero ricevuto parte del bottino, una circostanza che inquadrerebbe il problema della pirateria in una cornice ancora più ampia. «Ci sono prove che organizzazioni criminali con base nel Golfo Persico giocano un ruolo significativo nella pirateria - ha detto Christopher Ledger, ex ufficiale della marina britannica - «Ingenti somme di denaro che danno accesso ai pirati a tecniche di abbordaggio sempre più sofisticate».


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Si barrica in casa e tenta il suicidio SANREMO (IMPERIA) - Un’anziana si è barricata in casa ieri a Sanremo, dando in escandescenze. In un primo momento sembrava anche che la donna minacciasse di gettarsi dal balcone situato al terzo piano di una palazzina. I vigili del fuoco sono entrati nell’abitazione utilizzando una scaletta agganciata ad un balconcino situato al piano inferiore. L’anziana è stata sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio.

La biondissima Kristen Dalton eletta reginetta di bellezza degli Usa La 21enne del North Carolina parteciperà al concorso Miss Universo

La regina spegne 83 candeline ROMA - Spegne 83 candeline la regina Elisabetta II, che per l’occasione ieri ha trascorso la giornata nel Castello di Windsor con il marito, il Duca di Edimburgo. In suo onore le bandiere del Union Jack hanno sventolato sui palazzi di We s t m i n s t e r per tutta la giornata mentre alle 12 i King’s Troop Royal Horse Artillery, le guardie reali a cavallo, si sono esibite a Green Park sparando una salva di 41 colpi di cannone con artiglieria.

Anziana tenta furto in un supermarket MILANO - Una donna di 77 anni è stata denunciata dalla polizia a Milano per aver tentato di rubare in un supermercato merce del valore di circa duecento euro. L’anziana è stata bloccata da un addetto antitaccheggio dell’esercizio commerciale subito dopo aver superato senza pagare una delle casse con un carrello. All’interno articoli vari, tra cui forbici, materiale elettrico e vestiti, ma non generi di prima necessità.

Fiamme in capannone Salvi i clochard FIRENZE - Un incendio, che sembra di natura accidentale secondo i primi rilievi dei vigili del fuoco, si è sviluppato ieri mattina all’Osmannoro, in un capannone abbandonato. Nell’immobile vivevano alcuni senza fissa dimora che all’arrivo dei pompieri avevano già lasciato il posto.

In chiesa per sposarsi Ladri svaligiano casa BENEVENTO - Mentre è in chiesa per sposarsi gli svaligiano l’appartamento. La brutta avventura è capitata a un muratore di 37 anni di Telese Terme (Benevento) che mentre stava pronunciando il sì davanti al sacerdote ha subito un furto nell’appartamento appena arredato per la sua nuova vita coniugale.

GENOVA - Una tabaccaia ed una commessa che praticavano abusivamente il piercing nel loro negozio di Busalla (Genova) sono state denunciate dai carabinieri del Nas anche per aver provocato un’infezione ad una ragazzina di 12 anni alla quale avevano applicato un anellino al naso senza autorizzazione dei genitori. Le donne, di 39 e 35 anni, dovranno rispondere di lesioni personali e di violazione delle norme amministrative della Regione Liguria sulla pratica del piercing. L’attività è stata scoperta in seguito alla querela presentata dalla madre della ragazzina. I carabinieri hanno accertato che nè la commessa della tabaccheria nè la titolare avevano seguito i corsi prescritti; inoltre il locale in cui venivano eseguiti gli interventi non avevano i requisiti minimi igienici.

A Tokyo tutti pazzi per l’olio toscano FIRENZE - Successo in Giappone per l’olio extravergine di oliva Toscano IGP che viene spiegato alle donne del Sole levante grazie ad una iniziativa del Consorzio per la tutela di questo tipico prodotto e della scuola di cucina italiana Kotokotopasta di Tokyo. Per alcune settimane i piatti italiani che le allieve sono state chiamate a realizzare, sono stati abbinati al pregiato prodotto toscano e l’interesse è stato alto.

Auto cade da dirupo Illeso il conducente SANREMO (IMPERIA) - Finisce in un torrente con l’auto dopo un volo di una quarantina di metri e resta illeso: protagonista dell’episodio avvenuto lunedì sera in frazione Verezzo è un giovane di Sanremo di 19 anni, Jacopo Vaniglia. Secondo quanto ricostruito dai soccorritori, il giovane è stato salvato dalla fitta vegetazione boschiva, che ha frenato la caduta del veicolo.

Piercing abusivo tabaccaia denunciata

Deposito a fuoco Nube di polveri Kristen Dalton è la nuova Miss America

Nuova miss a stelle e strisce

WASHINGTON - La nuova reginetta di bellezza degli Stati Uniti si chiama Kristen Dalton, ha 21 anni e viene da Wilmington, in North Carolina. È stata eletta a Las Vegas al termine di una competizione che l’ha vista prevalere su Miss California e Miss Arizona; il prossimo agosto rappresenterà di Stati Uniti alle Bahamas al concorso per Miss Universo. Il titolo di Miss Usa (che è diverso da quello di Miss America)

Minacce per oltre un anno, arrestato MILANO - Un uomo di 37 anni è stato arrestato a Milano con l’accusa di aver perseguitato per oltre un anno con minacce e percosse una donna di 42 anni. Rocco Lionello è stato colto in flagranza di reato dagli agenti sabato scorso ad un appuntamento con la vittima in zona Washington a Milano, preso dalla donna dietro suggerimento della polizia. L’uomo ha precedenti per reati analoghi e di altro tipo.

Statua Cristo mutilata Fini si impegna per restauro ISOLA DEL GIGLIO (GR) - Il presidente della Camera Gianfranco Fini si dice pronto ad impegnarsi per il restauro del Cristo degli abissi, la statua collocata sui fondali dell’isola del Giglio, a cui sono state amputate le braccia. La notizia dell’atto vandalico era emersa nei giorni scorsi e, in una intervista al Tirreno, Fini manifesta la volontà di seguire passo passo il recupero della statua e il suo ricollocamento. «Sono pronto a impegnarmi in tutti i modi per il restauro del Cristo delle Scole mutilato, anche contribuendo alle spese necessarie».

ha portato in dote alla giovane Kristen un appartamento per un anno a New York, una squadra addetta in nome e per conto suo alle pubbliche relazioni e due anni di scuola presso la New York Film Academy, oltre ad un compenso che non è stato rivelato. Intanto in Italia inizieranno a giorni le selezioni locali per trovare la nuova Miss Italia 2009, che a settembre riceverà la corona e lo scettro dalla Miss Italia uscente Miriam Leone.

Nessun 6 nè 5+ Estrazioni del 21/04/2009 BARI

61

21

79

36

45

CAGLIARI

28

48

79

76

61

FIRENZE

22

72

62

26

10

GENOVA

11

12

88

50

58

MILANO

71

21

19

56

20

NAPOLI

59

49

15

8

19

PALERMO

19

87

52

78

33

ROMA

26

13

56

16

45

TORINO

61

18

68

85

8

VENEZIA

57

64

83

8

17

NAZIONALE

88

45

74

1

24

Jolly

Super Star

59

61

71

57

88

19

22

26

ANSA-CENTIMETRI

Nessun 6 nè 5+ al Superenalotto. Quote Superenalotto. Ai 5: 41.437,44 euro; ai 4: 352,54 euro; ai 3: 18,05 euro. Quote Superstar. Ai 4: 35.254 euro; ai 3: 1.805 euro; ai 2: 100 euro; agli 1: 10 euro; agli 0: 5 euro

RIESE PIO X (TREVISO) - Un incendio si è sviluppato poco dopo le 11 in un’azienda che produce pedane in legno a Riese Pio X e le fiamme si sono propagate anche in un deposito di magnesio di una vicina ditta. I residenti della zona, preoccupati, hanno riferito alle forze dell’ordine di aver sentito una forte esplosione e quindi visto levarsi in cielo una grande nube grigiastra. Sul posto i vigili del fuoco di Treviso, la polizia locale, che ha chiuso al traffico le strade attorno alla zona interessata, e i tecnici dell’Arpav per valutare l’eventuale grado di inquinamento.

Non ha i soldi per l’auto Si impicca al ventilatore NEW DELHI - Un uomo si è impiccato perchè non aveva i soldi per pagare le rate della Tata Nano. Faceva l’agente assicurativo nella città voluta da Nusserwanji Tata, fondatore della casa che produce l’auto più economica del mondo. Proprio verso quest’auto si erano rivolte le sue attenzioni, ma lo stipendio non era sufficiente. Ha chiesto aiuto alla moglie, che non ha potuto. Si è impiccato al ventilatore del soffitto.

Hotel opera d’arte a Parigi Ultima notte a 3500 euro PARIGI - È andata all’asta al miglior offerente per 3.600 euro l’ultima notte (il prossimo 30 aprile) nella camera-albergo-opera d’arte di una sola stanza aperta poco meno di due anni fa in cima al Palais di Tokyo, a Parigi, e che verrà poi smontata. Ad aggiudicarsela è stata un’americana che sborserà la bella somma per passare la notte con vista magica sulla Tour Eiffel. L’Hotel Everland, così si chiama l’albergo monocamera, è stato creato da due artisti svizzeri a forma di capsula verde pistacchio con ampie vetrate, posto sul tempio della creazione parigino.


AsteInfoappalti

12 Mercoledì 22 Aprile 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.276/95 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei beni indicati nel prospetto allegato e ai seguenti prezzi: Lotto n.2: Terreno Agricolo in Badolato (CZ), loc. Orto di Provvidenza (F.21, P.lla 20) Euro 337,50 Lotto n.3: Abitazione con Corte esclusiva in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552, sub 1 - 8) Euro 37.125,00 Lotto n.4: Locali pluriuso saltuariamente utilizzati come residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552, sub 3) Euro 20.587,50 Lotto n.5: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552 - sub 4 - 11) Euro 22.882,50 Lotto n.6: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via C. Alvaro (F.28, P.lla 552 - sub 5 - 12) Euro 22.072,50 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e dí diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 17 giugno 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n............” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 08 aprile 2009 °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava Nella procedura esecutiva n. 7/1991 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n.3 Locale sito in Catanzaro alla via Barlaam da Seminara n.47, della superficie di mq. 8,90, ubicato al piano seminterrato e riportato in catasto alla partita 21044 foglio 43 particella 194 sub 66 s Lotto n.4 Locale sito Catanzaro alla via Barlaam da Seminara n.47, della superficie di mq. 10.40, ubicato al piano seminterrato e riportato in catasto alla partita 21044 foglio 43 particella 194 sub 67 prezzo base euro 1.899,00 Lotto n.5 Locale sito Catanzaro alla via Barlaam da Seminara n.47, della superficie di mq. 11.10, ubicato al piano seminterrato e riportato in catasto alla partita 21044 foglio 43 particella 194 sub 68 prezzo base euro 2.058,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 3/6/2009 ore 9,30 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita e il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonchè un assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N.7/1991” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00 per tutti i lotti. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: www.aste.eugenius.it Il Domani Catanzaro, 26 marzo 2009 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

COMMA 3 C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 53/2001 R.E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione nella procedura n. 53/01 R.E., promossa da: xxxx, con ordinanza del 06/03/2009 ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: 1) Terreno sito nel comune di Maida, località Motta, Via Adorno, superficie di mq 4.950, foglio 56, particella 298, qualità uliveto, classe 2, reddito dominicale euro 26,84, reddito agrario euro 14,06 Valore del bene euro 31.324,30; 2) Terreno sito nel comune di Maida, località Motta, Via Adorno, superficie di mq 3.151 mq, foglio 56, particella 485, qualità uliveto, classe 1, reddito dominicale euro 22,78, reddito agrario euro 9,76 Valore del bene euro 19.189,80; 3) Fabbricato sito nel comune di Maida, località Motta, Via Adorno, superficie catastale 138 mq, foglio 56, particella 486, categoria A/3, classe 2, consistenza 6,5 vani, rendita euro 312,20 Valore del bene euro 33.697,28 4) Magazzino, per la quota di 1/4, sito nel comune di Maida, località Motta, Via Adorno, consistenza 86,00 mq, foglio 56, particella 304, sub 2, categoria C/6, classe 1, rendita euro 124,36 Valore del bene euro 7.593,80 Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare i beni in vendita chiedendo di accede agli immobili, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 cpc. FISSA La vendita senza incanto per il 10.06.2009 ore 9,30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 24.06.2009 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 10.06.2009 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad. es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l’assegno circolare non trasferibile, intestato a “Poste Italiane S.p.a “tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 09.06.2009 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13:00 del 23.06.2009 per la vendita con incanto; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione. L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.a.” b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipocatastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà a inserire l’avviso di vendita sul sito internet www.astegiudiziarie.it, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta per una sola volta sulla rivista “Aste giudiziarie” Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì CANCELLIERE C1 F.to (Bruna BERNARDI) °°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°109/2007 R.E., con ordinanza emessa il 05.03.2009 ha disposto la vendita senza incanto, dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: Lotto uno: “appartamento sito in Falerna, località Saraceno, costituito da soggiorno-cucina, disimpegno, camera da letto singola, bagno, camera da letto matrimoniale, per una superficie commerciale di 74 mq., riportato nel NCEU di detto comune al foglio 14, p.lla 393, sub.10, cat. A/3, classe 2, vani 4,5”; Prezzo base euro 44.074,00. Lotto due: “capannone industriale in cemento armato a due piani con forma pressoché rettangolare e superficie in pianta di mq. 338, sito in Falerna, località Marevitano. L’immobile, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9, p.lla 1538, sub 3, 4 e 5,

A CURA DELLA

MEDIATAG

insiste su un appezzamento di terreno di mq. 1000, riportato nel relativo catasto al foglio 9, p.lla 731”; Prezzo base euro 685.000,00. Lotto tre: “quota pari ad 1/2 della piena proprietà di un appartamento sito in Falerna, alla via P. Nenni, n.7, costituito da disimpegno, rispostiglio, bagno, stanza multiuso, bagno di servizio, camera da letto singola, camera da letto matrimoniale, cucina-pranzo, per una superficie commerciale di mq. 164,37. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 23, p.lla 1175, sub 2”; Prezzo base euro 55.208,00. Lotto quattro: “quota pari ad 1/2 della piena proprietà di un appartamento sito in Falerna, alla via P. Nenni, n.7, costituito corridoio, camera da letto singola, bagno, camera da letto singola, bagno di servizio, camera da letto matrimoniale, ambiente unico adibito a cucina-pranzo-soggiorno, con unico balcone disposto lungo tre lati dello stesso, per una superficie commerciale di mq. 160,90. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 23, p.lla 1175, sub 3, cat.A/3, classe 2, vani 6”; Prezzo base euro 69.911,00. Lotto cinque: “quota pari ad 1/2 della piena proprietà di un appartamento sito in Falerna, alla via P. Nenni, n.7, costituito da ingresso,soggiorno-pranzo, cucina, disimpegno, camera da letto matrimoniale, bagno, camera da letto singola, bagno di servizio, camera da letto singola, con unico balcone disposto lungo tre lati dello stesso, per una superficie commerciale di mq. 160,90. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 23, p.lla 1175, sub 4, cat. A/3, classe 2, vani 6”; Prezzo base euro 76.719,00. Gli interessati a presentare offerte di acquisto possono esaminare i beni in vendita, chiedendo di accedere ai beni immobili, previa comunicazione scritta al custode giudiziario, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.; FISSA La vendita senza incanto per il giorno 10.06.2009 ore 9,30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il giorno 24.06.2009 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 10.06.2009 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 09.06.2009 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13,00 del giorno 23.06.2009 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 2.100,00 per il lotto n.1, ad euro 30.000,00 per il lotto n.2, ad euro 2.500,00 per il lotto n.3, ad euro 3.000,00 per il lotto n. 4, ad euro 3.500,00 per il lotto n.5; Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipocatastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì 15.04.2009 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°° UFFICIO FALLIMENTI BANDO DI VENDITA ALL’INCANTO DI BENE IMMOBILE PROCEDURA FALLIMENTARE N. 443/1995 R.F. SI RENDE NOTO CHE Il Giudice Delegato al Fallimento n. 443/1995 R.F.; Con ordinanza del 09/04/2009 ha disposto la vendita all’incanto al prezzo base di euro 78.400,00 del seguente bene immobile: lotto uno: “Appartamento per civile abitazione al primo piano, composto da cinque stanze, cucina ed accessori, sito in via Alemanni di Pianopoli (CZ); in NCEU al foglio di mappa 3, p.lla 152 sub 4 e sub 5”.. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare, istanza di partecipazione, in regola con il

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e,se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento.; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del fallimento, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; Le spese di trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità: FISSA Per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del 08/06/2009 con le modalità di cui sopra. FISSA Il giorno 09/06/2009 ore 12.00 la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento e per il prezzo base appresso indicato: lotto uno euro 78.400,00 Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 4.000,00 L’ immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui esso si trova, così come identificato e descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerate, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; L’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di giorni 60 dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela fallimentare, in mancanza si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c. All’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Lamezia Terme,li 10/04/2009 °°°°°°°°° UFFICIO FALLIMENTI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILIARI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 623/2003 R.F. SI RENDE NOTO CHE Il Giudice Delegato al Fallimento n. 623/2003 R.F.; Con ordinanza del 10/03/2009 ha disposto la vendita all’incanto al prezzo base di euro 144.753,00 per il lotto n. 1; di euro 103.546,91 per il lotto n.2; di euro 55.019,36 per il lotto n. 3; di euro 3776,55 per il lotto n. 4; di euro 776,67 per il lotto n. 5; di euro 1.147,12 per il lotto n. 6 di euro 11.610,00 per il lotto n. 7; di euro 112.500,00 per il lotto n. 9 dei seguenti beni immobili: lotto n. 1- “locale interrato sito nel comune di Lamezia Terme, Nicastro, via Adda, n.46, di mq. 246,24, riportato in catasto al foglio 24, p.lla 246, sub 11, cat. C2”; lotto n. 2- “mansarda al terzo piano del fabbricato sito in Lamezia Terme, Nicastro, via S. Miceli, di mq. 155,70, vani 5,5, distinta in catasto al foglio 24, p.lla 77, sub 11, cat. A/3. Il fabbricato è difforme dai vigenti strumenti urbanistici: le spese di condono occorrenti ammontano ad euro 17.637,45”; lotto n. 3 “mansarda al terzo piano del fabbricato sito in Lamezia Terme, Nicastro, via S. Miceli, di mq. 82,32, vani 3, distinta in catasto al foglio 24, p.lla 77, sub 15, cat. A/3. Il fabbricato è difforme dai vigenti strumenti urbanistici: le spese di condono occorrenti ammontano ad euro 8.690,85”; lotto n. 4 - “quota di proprietà di 1/10 della abitazione di tipo rurale a cinque piani fuori terra, sita in Lamezia Terme, Sambiase, via Vittorio Veneto, di 76,26 mq. Per piano, formanti 9,5 vani, distinta al catasto al foglio 74, p.lla 712, sub 1,2,3,4, cat. A6C2-C6”; lotto n. 5- “quota di proprietà di 1/9 di terreno sito in Lamezia Terme, Sant’Eufemia, in loc. BoscoAmatello, esteso per mq. 2.330, destinazione vigneto, distinto in catasto al foglio 5, p.lla 355”; lotto n. 6- “quota di proprietà di 1/9 di terreno sito in Gizzeria, esteso per mq. 1.835, destinazione seminativo arboreo, distinto in catasto al foglio 36, p.lla 859”; lotto n. 7- “piena proprietà di un terreno sito in Lamezia Terme, Sant’Eufemia, esteso per mq. 2.580, destinazione ficheto, distinto in catasto al foglio 6,p.lle 16-718”; lotto n. 9- “Hotel- ristorante denominato Playa Hotel, fornito di attrezzature, sito nel comune di Gizzeria, loc.vota- Piraina, distinto in catasto al foglio 35,p.lla 143, cat. D2. Immobile non commerciabile, non sanabile dal punto di vista urbanistico ed edilizio, costruito abusivamente su suolo demaniale, in fase di incameramento tra le pertinenze demaniale marittime. Valore d’uso euro 150.000,00; Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve


AsteInfoappalti

13 Mercoledì 22 Aprile 2009 presentare, istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita,codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela fallimentare, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; Le spese di trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. FISSA Per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 12.00 del 08/06/2009 con le modalità di cui sopra. FISSA Il giorno 09/06/2009 ore 12,00 la vendita ai pubblici incanti degli immobili sopra indicati e meglio descritti nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento e per il prezzo base appresso indicato: lotto n. 1 euro 144.753,00; lotto n. 2 euro 103.546,91; lotto n. 3 euro 55.019,36; lotto n. 4 euro 3.776,55; lotto n. 5 euro 776,67; lotto n. 6 euro 1.147,12; lotto n. 7 euro 11.610,00; lotto n. 9 euro 112.500,00. Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base: Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui esso si trovano, così come identificato e descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerate, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; L’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di giorni 60 dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela fallimentare, in mancanza si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c. All’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, sarà emesso i decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Lamezia Terme,li 25/03/2009 Il Cancelliere Dott.ssa Leonilde Bonaddio °°°°°°°°° UFFICIO FALLIMENTI BANDO DI VENDITA ALL’INCANTO DI BENI IMMOBILI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 343/1991 R.F. SI RENDE NOTO CHE Il Giudice Delegato al Fallimento n. 343/1991 R.F.; Con ordinanza del 10/03/2009, ha disposto la vendita all’incanto al prezzo base di euro 7.699,22 del seguente bene immobile: lotto uno:- “Terreno sito nel comune di Soveria Mannelli, località Scaglioni- S. Andrea, esteso per 1860 mq., distinto nel NCT di detto comune al foglio 10, p.lla 337, classe 2; Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del fallimento, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. FISSA Per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 12.00 del 09/06/2009 con le modalità di cui sopra. FISSA

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

Il giorno 10/06/2009 ore 12,00 la vendita ai pubblici incanti degli immobili sopra indicati e meglio descritti nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento e per il prezzo base appresso indicato: lotto uno euro 7.699,22; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base. L’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui esso si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerate, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; L’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di giorni 60 dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del “Fallimento n. 343/1991”, in mancanza si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c. All’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Lamezia Terme, li 25.03.2009 Il Cancelliere C1 (Dott.ssa Leonilde Bonaddio) TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 25/2006 promossa da BANCA Di ROMA SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO n. 1: Piena proprietà di un abitazione a 2 piani fuori terra sita nel comune di Siderno in via Santa Caterina n. 35, ricadente in zona Ar-sottozona AR2 - recupero edilizio urbanistico, geostatico e sismico; in Catasto Urbano al foglio 13 particella 616 - sub.2 - piano T -1 - categoria A5 - consistenza 4 vani - rendita Euro 109,49; PREZZO BASE: Euro 45.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO n. 2: Piena proprietà di un abitazione a 2 piani fuori terra sita nel comune di Siderno in via Santa Nicola n. 2/4, ricadente in zona Ar-sottozona AR2 - recupero edilizio urbanistico, geostatico e sismico; in Catasto Urbano - Comune di Siderno vicolo Primo Petrazza al foglio 13 particella 234 - sub 1 - piano T -1 - categoria A4 - consistenza 2,5 vani rendita Euro 67,14; sub 2 - piano T - categoria C/2 consistenza mq 14 rendita Euro 28,92; sub 3 - piano T - categoria C/2 - consistenza mq 12 rendita Euro 24,79; PREZZO BASE: Euro 50.400,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 13.11.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 13.11.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 04.06.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente;

A CURA DELLA

MEDIATAG

- le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. Antonio Riccio (Tel. 0964.342030) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 15.04.2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI - Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 25/2006 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode l’Avv Antonio Riccio con studio in Siderno Via Amendola Tel 0964342030, il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Arch. V. Macrì) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica e strutturale del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 02.04.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Siderno e Locri (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 04.06.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. ...... OMISSIS.......


AsteInfoappalti

14 Mercoledì 22 Aprile 2009 Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 13,11,2008 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO Che Il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 32/96 promossa da BANCO AMBROSIANO VENETO (ORA IGC) ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1^ LOTTO Diritti vantati, in ragione di 10/96, sull’unità immobiliare costituita da una casa per civile abitazione che sviluppa su tre piani sita nel Comune di Locri alla Via Silvio Pellico n. 8 riportato nel NCEU alla partita 1000583 foglio di mappa 27 particella 206 cat. A/3 classe 3^ vani 7, con annessa unità immobiliare destinata a garage e adibita allo stato a “sala ristorante” identificata alla particella 550 cat. C/6 classe 3^ mq 17 via Silvio Pellico n. 10, e con annessa corte riportata nel NCT al foglio di mappa 27 particella 639 mq 263. Prezzo base del lotto: Euro 13.426,00 Deposito per cauzione: Euro 1.342,80 Deposito per spese: Euro 2.014,00 2^ LOTTO Diritti di colonia perpetua per 10/96, responsiva per 5/16 dei prodotti del suolo e per 9/16 dei prodotti del soprassuolo sui terreni siti nel Comune di Locri località Patarriti riportati nel NCT alla partita 607904 foglio 12 particella 116 uliveto classe 3^ di ha 01.28.00; particella 124 vigneto classe 2^ di are 00.253.70; particella 125 uliveto classe 2^ di are 00.93.90; diritti di proprietà, in ragione di 10/96, sul terreno sito nel Comune di Locri Loc. S. Ignazio o Patarriti riportato nel NCT alla partita 607895, foglio di mappa 12 particella 126 querceto classe 2^ di ha 02.57.30; foglio di mappa 12 particella 105 querceto classe 2^ di are 00.76.00. Prezzo base del lotto: Euro 4.870,00 Deposito per cauzione: Euro 487,00 Deposito per spese: Euro 730,00 3^ LOTTO Diritti di proprietà, in ragione di 4/96, sul terreno sito nel Comune di Locri loc. Paterriti riportato nel NCT alla partita 607895 foglio di mappa 12 particella 6 seminativo classe 3^ di ha 04.34.00; particella 7 seminativo classe 3^ di are 00.09.10; particella 31 seminativo classe 2^ di ha 11.83.30. Prezzo base del lotto: Euro 700,00 Deposito per cauzione: Euro 70,00 Deposito per spese: Euro 105,00 4^ LOTTO Diritti di colonia perpetua per 10/96 responsiva per 5/16 dei prodotti del suolo e per 9/16 dei prodotti del soprassuolo sui terreni siti nel Comune di Locri località Ianchina Caracciolo riportati nel NCT alla partita 607905 foglio 20 particella 5 seminativo arborato classe 3^ di are 00.16.70; particella 175 pascolo classe U^ di are 00.01.50; particella 181 pascolo classe U^ di are 00.00.45; particella 170 uliveto classe 4^ di are 00.14.90; particella 174 classe 4^ di are 00.24.20; particella 34 seminativo arborato classe 3^ di are 00.07.40; particella 49 uliveto classe 4^ di are 00.20.00. Prezzo base del lotto: Euro 1.124,00 Deposito per cauzione: Euro 112,40 Deposito per spese: Euro 168,00 5^ LOTTO Diritti di colonia perpetua per 10/96 responsiva per 5/16 dei prodotti del suolo e per 9/16 dei prodotti del soprassuolo sui terreni siti nel Comune di Locri località Ianchina Caracciolo riportati nel NCT alla partita 607906 foglio 20 particella 140 uliveto classe 4^ di are 00.50.50; Diritti di proprietà, in ragione di 10/96, sui terreni siti nel Comune di Locri loc. Ianchina Caracciolo riportati nel NCT alla partita 607895 foglio di mappa 20 particella 86 uliveto classe 3^ di are 14.16.40; particella 94 uliveto classe 3^ di are 07.97.20; particella 125 uliveto classe 3^ di are 01.50.20; particella 146 uliveto classe 3^ di are 00.21.40; particella 137 uliveto classe 3^ di are 05.98.80; particella 88 fabbricato rurale di ca. 00.00.47; particella 91 fabbricato rurale di are 00.01.50; particella 95 fabbricato rurale di are 00.00.80; particella 96 fabbricato rurale di are 00.00.40; particella 104 fabbricato rurale di are 00.00.39; particella 105 fabbricato rurale di are 00.00.39; particella 128 fabbricato rurale di are 00.01.30; particella 129 fabbricato rurale di are 00.00.36; particella 131 fabbricato rurale di are 00.00.42; particella 132 fabbricato rurale di are 00.00.64; particella 133 fabbricato promiscuo di are 00.03.40; particella 134 fabbricato rurale di are 00.02.20; particella 136 fabbricato rurale di are 00.08.30; particella 92 querceto classe 2^ di ha 01.07.40; particella 139 querceto classe 2^ di ha 00.21.30; particella 93 seminativo irriguo arborato classe 1^ di are 00.30.60; particella 97 seminativo irriguo arborato classe 3^ di are 00.08.80; particella 135 seminativo classe 2^ di are 00.06.30; particella 123 seminativo irriguo arborato classe 3^ di are 00.09.60; particella 292 pascolo arborato classe 1^ di ha 01.65.90. Prezzo base del lotto: Euro 13.355,00 Deposito per cauzione: Euro 1.335,50 Deposito per spese: Euro 2.003,00 6^ LOTTO Unità immobiliare per civile abitazione con struttura in muratura ordinaria sito nel Comune di Locri alla via Don Vittorio n. 2, riportato nel NCEU alla partita 1002575 foglio di mappa 25 particella 728 sub 2 P1 cat. A/3 classe 2^ vani 6. Prezzo base del lotto: Euro 54.400,00 Deposito per cauzione: Euro 5.440,00 Deposito per spese: Euro 8.157,00 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 22.05.2009 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data —- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

450,00 per il 1^ lotto, a Euro 150,00 per il 2^ lotto, a Euro 25,00 per il 3^ lotto, a Euro 40,00 per il 4^ lotto, a Euro 450,00 per il 5^ lotto, a Euro 450,00 per il 6^ lotto. - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.05.2009. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 10.04.2009 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 7,10 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 31/99 promossa da UNICREDITO ITALIANO BANCA SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione costituita da un vecchio fabbricato realizzato in muratura di pietra e mattoni che si sviluppa su due livelli sito nel Comune di Antonimina alla via Gorizia nn. 63-65, riportato nel NCEU alla partita 1000066 foglio di mappa 13 particella 974 (ex 50) cat. A/5 classe 2^ vani 2,5 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 14.300,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.430,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.145,00 2° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Antonimina, località Ariella riportato nel NCT alla partita 3019, foglio di mappa 13, particella 49 di are 00.03.90 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 4.030,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 403,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 605,00 3° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Gaspa o Foresta riportato nel NCT alla partita 1509, foglio di mappa 13, particella 235 seminativo irriguo arborato classe 2^ di are 00.11.30 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 675,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 67,50 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 101,00 4° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Gaspa o Foresta riportato nel NCT alla partita 1509, foglio di mappa 13, particella 324 bosco alto classe 1^ di are 00.17.00 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 435,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 43,50 - DEPOSITO PER SPESE: Euro 65,00 5° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 1498, foglio di mappa 12, particella 36 bosco alto classe 1^ di are 04.24.20 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 26.300,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 2.630,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 3.945,00 6° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 1498, foglio di mappa 12, particella 38 seminativo classe 4^ di are 00.43.80 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.085,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 108,50 DEPOSITO PER SPESE: Euro 162,00 7° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Bosco Moleti riportato nel NCT alla partita 24826, foglio di mappa 8, particella 6 seminativo irriguo classe 3^ di are 01.02.20 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 4.250,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 425,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 637,00 8° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Cummaria riportato nel NCT alla partita 1503, foglio di mappa 5, particella 99 seminativo arborato classe 3^ di are 00.34.10 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.130,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 113,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 169,00 9° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Ciminà, località Cummaria riportato nel NCT alla partita 1503, foglio di mappa 5, particella 100 bosco alto classe 1^ di are 00.21.50 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.350,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 135,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 202,00 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all’udienza del 22.05.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 600,00 per il 1° Lotto; Euro 200,00 per il 2°; Euro 30,00 per il 3°; Euro 20,00 per il 4°; Euro 1.000,00 per il 5°; Euro 50,00 per il 6°; Euro 200,00 per il 7°; Euro 50,00 per l’ 8° ed Euro 60,00 per il 9°. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 22.05.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 16 febbraio 2009 IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI PALMI Avviso d’Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 100/01 promosso da INTESA GESTIONE CREDITI Il sottoscritto notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell’Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 20 dicembre 2005; Avvisa

A CURA DELLA

MEDIATAG

in data 15 giugno 2009 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell’intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto degli immobili di seguito descritti: LOTTO 1: Ubicazione: appezzamento di terreno con entrostanti fabbricato rurale e opificio, ubicato in contrada Profania del Comune di Palmi; Consistenza: terreno agricolo di superficie catastale pari a 3.227 mq., con entrostanti due tettoie con struttura portante metallica e copertura in lamiera e due piccoli vani con struttura in muratura; fabbricato a un piano f.t., articolato in tre vani, un bagno ed un cucinino, per una superficie commerciale pari a mq. 140, costruito in epoca anteriore al 1967; opificio ad un piano f.t., articolato in due ampi vani e due servizi igienici, per una superficie commerciale pari a 271 mq. costruito dietro rilascio di concessione edilizia comunale per la pratica n.2075 del 1977. Diritti dell’esecutato: piena proprietà. Abusi edilizi: due tettoie (adibite al ricovero di macchine ed attrezzi agricoli) due vani (una cucina ed un wc), suscettibili di sanatoria edilizia ai sensi della Legge n.ro 47/85 nelle modalità descritte nella consulenza tecnica disposta dal G.E.; Impianti: per il fabbricato rurale non conformi alla Legge 46/90, per l’opificio conformi alla Legge 46/90; Notizie utili per la vendita: l’intero lotto possiede accesso diretto dalla SS18, mediante una stradella interpoderale sterrata, ed è ubicato in un’area a destinazione agricola, in zona periferica rispetto al centro abitato di Palmi, il terreno è di conformazione pianeggiante, coltivato con piante di ulivo secolari produttive, ed è in buono stato di manutenzione, il fabbricato rurale è destinato a civile abitazione ed è in discreto stato di conservazione, così come l’opificio. Prezzo base d’asta euro 89.491,86 (ottantanovemilaquattrocentonovantuno/86). I beni di cui sopra meglio descritti nelle relazioni del C.T.U. agli atti, alle quali si fa espresso rinvio, saranno posti in vendita al prezzo base indicato, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano. Le offerte in aumento ammissibili non potranno essere inferiori ad euro 1.000,00 (mille). Ciascun offerente, non oltre le ore dodici (12.00) del giorno precedente l’incanto (Venerdì), dovrà depositare una somma pari al 20% del prezzo base per cauzione con assegno circolare (Banca Carime o Banca Monte dei Paschi di Siena spa, Filiali di Polistena) intestato al notaio e recante il numero della procedura, presso lo studio di quest’ultimo, unitamente ad apposita domanda di partecipazione all’asta. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 (sessanta) giorni dall’incanto il prezzo dell’aggiudicazione detratta la cauzione versata, a mezzo di assegno circolare “non trasferibile”, intestato al notaio e recante il numero della procedura esecutiva. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del Notaio Delegato. Polistena, 17 aprile 2009. Maria Tripodi notaio in Polistena °°°°°°°°° Avviso d’Asta Procedimento di esecuzione immobiliare n.ro 86/2001 promosso da: INTESA BCI GESTIONE CREDITI Il sottoscritto notaio Maria Tripodi, con studio in Polistena alla via Cavour n.ro 5, delegato dal Giudice dell’Esecuzione Immobiliare con provvedimento del 16 luglio 2004; Avvisa in data 15 giugno 2009 alle ore dieci e minuti trenta, (10.30), presso i locali dell’intestato Tribunale (aula delle pubbliche udienze denominata Aula Corte di Assise) si procederà alla vendita al pubblico incanto dell’immobile di seguito descritto: LOTTO UNICO Ubicazione: terreno ubicato in contrada Marotta, di Rizziconi; Consistenza: piena proprietà di un fondo rustico della superficie originaria di ettari 1.59.10., con annessi manufatti (n.ro 7 serre a tunnel in struttura tubolare), per la produzione di funghi in celle climatizzate (n.ro 2 celle di mq. 540 cadauna e n.ro 1 cella di incubazione); un pozzo per irrigazione; una vasca coperta di raccolta acque da 150 mc, con sovrastante vano in muratura utilizzato come deposito attrezzi vari; un serbatoio per il gasolio contenuto in vasca in c.a. per contenere eventuali perdite, ed un edificio in cemento armato, a due elevazioni fuori terra, costituito da due locali deposito al piano terra e due appartamenti al piano primo. Diritto da vendere: intero; Stato di possesso: utilizzato dagli esecutati; Conformità urbanistico-edilizia Pratiche edilizie: Concessione edilizia dell’8.7.91 Prot. 4539, pratica n.1002, parere C. Edilizia dell’11.10.88; Nulla Osta di Genio Civile n.6069 2° TER/Rep. 8° dell’11.7.91; Concessione Edilizia dell’8.7.91 Prot.4540, pratica n.1003, parere C.Edilizia dell’1.7.88; Nulla Osta di Genio Civile n.6428 2° TER/Rep. 8° dell’1.7.91; Parere favorevole della C. Edilizia del 29.12.93 relativo ad una variante in corso d’opera sul fabbricato in c.a. autorizzato con Concessione Edilizia n.1002. Relativamente al fabbricato in c.a. a due elevazioni esiste una leggera difformità rispetto al progetto di variante che consiste nella costruzione di una seconda scala esterna di accesso al piano superiore e nella realizzazione di un modesto vano spogliatoio al piano terra, tuttavia già autorizzato nel progetto originario. La difformità è sanabile con la presentazione di un nuovo progetto di assestamento. Si osserva, pertanto, fatte salve le determinazioni dell’Autorità Amministrativa, che per le opere abusive si configura la necessità di richiedere la sanatoria ex. art. 36 D.P.R. 6 giugno 2001 n.ro 380 modificato ed integrato dal D.lgs 301/01. Impianti: non conformi alla L. n.ro 46/90. Prezzo base d’asta euro 133.942,83 (centotrentatremilanovecentoquarantadue/83). Il bene di cui sopra meglio descritto nelle relazioni del C.T.U. agli atti, alle quali si fa espresso rinvio, sarà posto in vendita al prezzo base indicato, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Le offerte in aumento ammissibili non potranno essere inferiori ad euro 1.000,00 (mille).

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

Ciascun offerente, non oltre le ore dodici (12.00) del giorno precedente l’incanto (Venerdì), dovrà depositare una somma pari al 20% del prezzo base per cauzione con assegno circolare (Banca Carime o Banca Monte dei Paschi di Siena spa, Filiali di Polistena) intestato al notaio e recante il numero della procedura, presso lo studio di quest’ultimo, unitamente ad apposita domanda di partecipazione all’asta. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 (sessanta) giorni dall’incanto il prezzo dell’aggiudicazione detratta la cauzione versata, a mezzo assegno circolare “non trasferibile” intestato al notaio e recante il numero della procedura esecutiva. Ulteriori informazioni potranno essere acquisite presso lo studio del Notaio Delegato. Polistena, 17 aprile 2009. Maria Tripodi notaio in Polistena TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONE IMMOBILIARE Procedura Esecutiva Immobiliare N. 52/83 SI RENDE NOTO Che il GE con ordinanza ha disposto la vendita in unico lotto per l’udienza del giorno 16/06/2009 ore 11:00 dei seguenti beni pignorati: LOTTO n°01: quota pari ad 1/2 indiviso della piena proprietà di un terreno sito in Stefanaconi, località “Brevi” urbanisticamente di natura agricola, superficie complessiva mq 8.585, riportato in NCT al foglio 10, p.lle 32-33-34. I terreni confinano con altra parte, strada comunale Brevi, altra proprietà e passo carrabile. Prezzo base d’asta Euro 6.881,04 così ridotto di 1/5 Lotto n°02: terreno sito in Stefanaconi località Brevi urbanisticamente di natura agricola, superficie complessiva mq 4.205 su cui vi sono una stalla per bovini (mq 90) una stalla per ovini (mq 126), una casa rurale (mq 49) riportati al NCT foglio 10 p.lle 352,353,354. I terreni confinano con strada comunale Brevi, Burrone Gallo ed altra proprietà. Prezzo base d’asta Euro 21.372,80 così ridotto di 1/5 Lotto n°03: quota pari ad 1/2 indiviso della piena proprietà di un immobile sito in Stefanaconi Via Santa Croce n°5 composto da due piani, piano terra composto da tre vani e mezzo e primo piano abusivo riportato al NCEU foglio di mappa 5 p.lla 586. Confina a nord con fabbricato di altra ditta, a sud con altra proprietà, a est con la Via Comunale Marzano. Prezzo base d’asta Euro 8.960,00 così ridotto di 1/5 Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad euro 500,00. Ogni offerente, per poter essere ammesso all’incanto dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 11 del giorno precedente a quello fissato per l’incanto, il 10% del prezzo base d’asta a titolo di cauzione nonché altro 15% a titolo di spese, da versarsi su libretto giudiziario intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione. Maggiori informazioni potranno essere chieste presso la Cancelleria del Tribunale, Ufficio Esecuzione Immobiliare di Vibo Valentia. Vibo Valentia, lì 13/2/2009 Il cancelliere C2 Dott.ssa Liliana Addesi °°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI PROCEDURA DI ESPROPRIAZIONE IMOBILIARE N. 81/98 PROMOSSA DALLA BANCA POPOLARE DI CROTONE S.P.A. AVVISO DI VENDITA CON INCANTO Il sottoscritto Cancelliere responsabile dell’Ufficio Esecuzioni Immobiliari dell’intestato Tribunale comunica che il G.E. ha disposto di procedersi alla vendita con incanto dei seguenti beni immobili: LOTTO N. 1: Quota indivisa pari ad un 1/3 della proprieta’ di un terreno sito in Francica alla Localita’ “Centro Urbano “di superficie complessiva pari a mq. 190 confinante con fabbricati xxxxxxx, strada comunale. Il suddetto immobile e’ riportato in NCT al foglio di mappa 8, p.lla 1332, qualita’ seminativo, classe 1, Rd. euro 0,88, R.A. euro 0,34. Prezzo base d’asta euro 2.512,26 LOTTO N. 2: Fabbricato sito in Francica alla Localita’ “Centro Urbano “costituito da un piano terra di 2,5 vani, oltre il deposito (mq. 148), primo piano di 5 vani, oltre bagno e ripostiglio (superificie complessiva mq. 140), un terrazzino (mq. 10,40) un balcone (mq. 4,59), un ballatoio d’ingresso (mq. 5,34), scala esterna. Il suddetto immobile e’ riportato in NCEU al foglio di mappa 8, p.lla 1100, sub 2, categoria A/4, classe U, rendita euro 86,51 (piano terra destinato a civile abitazione), per quanto riguarda il deposito ubicato a piano terra e tutto il primo piano manca la denuncia di accatastamento. Il terreno su cui insiste il fabbricato e’ riportato in catasto al foglio 8, p.lla 1331. Prezzo a base d’asta: euro 64.277,76 La vendita all’incanto dei beni pignorati avra’ luogo davanti al G.E. nella stanza delle udienze delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Vibo Valentia il giorno 19 MAGGIO 2009, alle ore 11,00, con seguito, alle seguenti condizioni: 1) ogni offerente, per poter essere ammesso all’incanto dovra’ presentare, entro le ore 11,00 del giorno precedente la vendita, domanda e versare in Cancelleria il 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% in conto spese, mediante deposito su libretto bancario intestato alla procedura); 2) le offerte di aumento non potranno essere inferiori a euro 500,00 per il bene di cui al Lotto N.1 e di euro 1.000,00 per il bene di cui al Lotto N.2; 3) L’aggiudicatario, dovra’, entro trenta giorni dall’aggiudicazione definitiva, versare il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo della cauzione, presso la Banca di Roma- Capitalia - Filiale di Vibo Valentia; 4) saranno a carico dell’aggiudicatario le spese di trasferimento e di cancellazione delle ipoteche. Maggiori informazioni presso la Cancelleria del tribunale di Vibo Valentia - Ufficio Esecuzioni Immobiliari. Vibo Valentia li, 20/11/2008 Il cancelliere


CALABRIA il Domani

Mercoledì 22 Aprile 2009

www.ildomani.it

La direzione nazionale del Partito democratico mette nomi di peso nella circoscrizione centromeridionale

Convocata a domani la riunione dell’assemblea

Europa lontana per il Pd di Calabria

Piano di rientro del disavanzo all’esame del Consiglio regionale

Veraldi si chiama fuori, per Pirillo e Frascà servirebbero almeno 150mila voti di Domenico Martelli

D’un colpo mai così lontano il cuore dell’Europa per il Pd di Calabria.Chilometri diumiliazione e di frustrazione. E dire che se le sono date di santa ragione i "nostri" fino all’altro ieri per prenotare un sedile sul treno per Bruxelles ma si è trattato di una scazzotta quasi certamente decorativa, per non dire inutile. È servita a poco perché nel frattempo, giusto ieri, la direzione nazionale del Pd ha confezionato solo l’ultimo degli affronti ai dirigenti conterranei travestiti da leader. Per farsi un’idea di quanto conti attualmente la Calabria al tavolo nazionale del Partito democratico è sufficiente chiarire subito che si sono create le condizioni perché nessuno dei "nostri" siederà nel prossimo Parlamento comunitario. Ci vorrà un Cristoforo Colombo dei giorni nostri per conquistare un seggio e mettere insieme almeno 150mila voti. Se anche Mario Pirillo e Liliana Frascà (le nomination calabresi) si coalizzassero decidendo a priori di mutilare una delle due pretese la conquista dell’Europa rimarrebbe sempre un miraggio a forma di beffa. Lo ha capito per tempo e s’è regolato con conseguente malizia Donato Veraldi, il deputato uscente nell’ex quota della Margherita. Doveva salire a Roma a fare casino, rivendicando un posto di diritto come parlamentare uscente non sfiduciato dalla base. S’è accorto però strada facendo che pur riuscendo a spuntarla avrebbe raccolto solo qualche nemico in più e un credito in meno. Al "tavolo" della direzione, quello che

Liliana Frascà

Giuseppe Bova

conta davvero, altro era il progetto e cioè quello di piazzare colossi dell’elettorato nella circoscrizione centromeridionale.Pezzidanovanta del partito sponsorizzati direttamente dai leader nazionali e per di più con grossi bacini elettorali al seguito. Un trappolone, per i "nostri". CapolistadellacircoscrizioneSudè stato designato l’ex ministro Paolo De Castro, seguito da Rosaria Capacchione, la giornalista del "Mattino" minacciata dalla camorra e poi dall’europarlamentare uscente Gianni Pittella. Come se non bastasse ecco due assessori della giunta Bassolino e cioè Montemarano e Cozzolino. Stiamo parlando di Napoli, non so se mi spiego e stiamo parlando soprattutto di Bassolino che per rimanere al sicuro dov’è ha piazzato e probabilmente blindato due dei suoi. Paolo De castro, ex ministro dell’Agricoltura e col vento in poppa di Massimo D’Alema si porta l’olio d’oliva delle terre che già conosce dai tempi del dicastero. Il suo unico problema è Enzo Lavarra, anche lui quotato tra gli agricoltori che però non ha gradito e ha lasciato in modo furibondo la direzione di ieri. Sullo sfondo una resa dei conti tra dalemiani della terra di Puglia ma è altra roba rispetti ai voti dai "campi" che sperava di avere collegialmente Mario Pirillo. La semina è stata spesa per altro, pare di capire. E De Castro è già pronto a raccoglierla il 6 e 7 di giugno. La Campania poi con i milioni di voti che impasta sulle sche-

de e il potere di Bassolino ha da giocare solo una partita in casa con Sommessa, in quota Fioroni. Oltre a questo è solo derby sotto il Vesuvio con la cronista del Mattino che tira mediaticamente e due assessori della giunta regionale a fare da riporto. Roda da grandi numeri, insomma. E da regioni che si fanno rispettare. A fare quattro conti almeno 150mila i voti che servirebbero ad uno solo dei "nostri", Frasca o Pirillo che sia. Con i tempi che corrono è un po’ come chiedere ai conterranei di vincere un gran premio in bicicletta. E chi non aveva nessuna intenzione di pedalare a vuoto s’è chiamato fuori subito, così avanza sempre qualcosa. Parliamo di Donato Veraldi che prende carta e penna e saluta tutti, Franceschini per primo... «Se è vero che "si annunciano tempi nuovi", ed io ne sono serenamente consapevole, consegno a te, per intero, il mio intenso "vissuto" di Parlamentare europeo dellaCalabriaedellacircoscrizione meridionaledeclinandotilamiadecisione, intima e non sofferta ma irrevocabile, di rinunciare alla riconferma della candidatura alle prossime Europee nel Partito democratico per contribuire di più e meglio alla affermazione della nostra lista e, soprattutto, dei candidati calabresi del Partito democratico». Qui Ninì Veraldi da Catanzaro centro è stato perfido. Lascia prima di farsi umiliare a fa pure un figurone. Tanto gli è uscito gratis, in Europa non ci andrà nessuno.

Calamità naturali, lettera dell’assessore all’Agricoltura al Dipartimento delle Politiche di Sviluppo

Piril o al Ministero: «Ripristinate gli stanziamenti originari» CATANZARO - L’assessore all’Agricoltura della Regione Calabria, Mario Pirillo, ha scritto al capo del dipartimento delle politiche di sviluppo del Ministero dell’Agricoltura, Giuseppe Nezzo, al quale ha fatto presente che i fondi assegnati alla Calabria per le calamità naturali, con decreto ministeriale del 16 settembre scorso, pari a 15.242.000 euro, nel frattempo ridotti a 5.147.587 euro, erano già stati ripartiti per come dettato dallo stesso decreto ministeriale. In sostanza, le Province, alle quali sono state delegate le funzioni in materia di calamità naturali, hanno assunto impegni per la somma di 15.242.000 euro. Per questi motivi, Pirillo ha chiesto a Nezzo

di ripristinare l’originario stanziamento, cifra che comunque ricoprirebbe in misura minima le tante esigenze delle aziende agricole danneggiate. In applicazione della finanziaria 2008 e della legge 205/08 la disponibilità complessiva è stata ridotta dai precedenti 48.151.000 euro agli attuali 16.362.769 euro, da cui è conseguita la quota di soli 5.147.587 euro alla Calabria; quota che peraltro non è ancora stata trasferita. Da qui la richiesta di Pirillo a Nezzo, indirizzata al fine di ripristinare lo stanziamento a suo tempo decretato dal Ministero. L.W.

REGGIO CALABRIA - È stata fissata a domani, giovedi 23 aprile, la prossima riunione del Consiglio Regionale. A convocare l’Assemblea è stato il presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Bova. Sarà un appuntamento di grande rilevanza perchè saranno trattati punti di elevato interesse regionale, su cui in questo periodo si concentrano l’attenzione e le attese dei calabresi. Nella scala delle priorità attualmente non si può che annoverare la questione legata al recupero di risorse economiche e alla gestione dei fondi, soprattutto quelli destinati alla sanità regionale. I temi cardine della riunione, infatti, si confermano quelli di natura prettamente finanziaria, come la discussione sul ripiano del disavanzo di esercizio per l’anno 2008 e l’ accordo con lo Stato per il rientro dai disavanzi del Servizio sanitario regionale. Al vaglio dell’Aula ci saranno anche altre importanti decisioni da sottoporre al voto dell’assemblea, come il documento di Programmazione Economico della Regione Calabria (DPEFR) per gli anni 2009/2011 e la delega alla Giunta regionale per la redazione di Testi unici in materia di agricoltura e lavori pubblici. A questo si aggiunge il rendiconto generale relativo all’esercizio finanziario 2007. Altri provvedimenti su cui il Consiglio è chiamato a pronunciarsi sono quelli di cui si è discusso molto di recente, in particolare con riferimento al settore agricolo e alla cultura. Potrebbe infatti essere approvatadefinitivamentel’iniziativa legislativa, già esaminata nella commissione competente, relativa all’esercizio dell’attività agrituristica didattica e sociale nelle aziende agricole e per l’attività di ittiturismo e pescaturismo. A questo proposito, ricordiamo che proprio due giorni fa si è tenuta la conferenza stampa, presieduta dall’assessore all’Agricoltura Pirillo, per la presentazione dei fondi stanziati dal Fondo europeo in favore della pesca. A questo si aggiunge la normativa riguardante il sostegno, in termini economici, sociali e culturali, ai

cittadini calabresi illustri che versano in condizioni di disagio economico. Quest’ultimo intervento è stato il frutto di un interessamento da parte di larga parte dell’agone politico regionale, sollecitato dall’opinione pubblica, nei confronti delle condizioni in cui versa lo scrittore Saverio Strati, per cui in molti si stanno mobilitando per recuperarne la dignità artistica. Traiprovvedimentiamministrativi, la discussione sul rendiconto consuntivo23007ATERPCrotone, il bilancio di previsione dell’Aterp della Provincia di Cosenza e Vibo per l’anno 2009 e l’approvazione del rendiconto generale relativo all’esercizio finanziario 2006 Azienda Calabria Lavoro. L’Assemblea è chiamata anche a prendere atto dei criteri di selezione del Por Calabria (Fers

Il Consiglio Regionale

2007-2013) e a pronunciarsi sul programma degli interventi per la promozione dell’attività culturale obiettivi, azioni prioritarie, modalitàdiattuazione,procedure per il triennio 2008-2010, sul Piano annuale 2008 (L.R. n. 16/85) e sulla organizzazione della rete scolastica. Gli ultimi punti dell’ordine del giorno sono quelli relativi all’approvazione del Piano regionale di dimensionamento dell’anno scolastico 2009-2010 e, infine, una serie di nomine di competenza dell’Assemblea regionale. Alessandro Caruso

CONFIDI CALABRIA SCESA EROI 1799, 23 - CATANZARO C.F. 97000690798 Catanzaro, 16/04/2009

AI SIGNORI SOCI

LORO SEDI

AI SIGNORI COMPONENTI IL COLLEGIO SINDACALE

LORO SEDI

Oggetto: Convocazione Assemblea ordinaria È convocata, presso la sede sociale sita in Catanzaro Scesa Eroi 1799, 23 , per il giorno 29 Aprile 2009 alle ore 7.00 in prima convocazione e per il giorno

18 Maggio 2009, ore 15,30

L'assessore Mario Pirillo

in seconda convocazione l’Assemblea Ordinaria dei Soci per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno 1. Approvazione bilancio consuntivo esercizio 2008 e relativi allegati; 2. Approvazione bilancio preventivo esercizio 2009; 3. Varie ed eventuali. Distinti saluti IL PRESIDENTE (Dott.Giuseppe Speziali)


16 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

CALABRIA L’assessore all’Urbanistica ha incontrato il nucleo di valutazione

Il responsabile riforme per la Regione torna sulla legge elettorale

Tripodi avvia il confronto per il quadro territoriale regionale

Parla Naccarato: «Non c’è alcuna ipotesi di diminuzione dello sbarramento al 4%»

CATANZARO L’assessore regionale all’Urbanistica e Governo del Territorio Michelangelo Tripodi ha presieduto ieri, al Centro Agroalimentare di Lamezia Terme, la riunione con il Nucleo di valutazione urbanistico-territoriale per la presentazione della bozza del documento preliminare del Quadro Territoriale Regionale (Qtr) Paesaggistico. Obiettivo dell’incontro è stato quello di elaborare tale documento sulla base della concertazione e del confronto tra tutti coloro che sono coinvolti nella redazione del quadro. «La riunione - ha affermato Tripodi rappresenta uno dei momenti più importanti di confronto sulle scelte che questo assessorato sta effettuando in termini di programmazione e governo del territorio. Soprattutto oggi, a valle dei terribili momenti di lutto e devastazione vissuti all’Aquila, è oltremodo indi-

L’obiettivo dell’incontro era quello di elaborare il documento sulla base della concertazione con i soggetti coinvolti nella stesura del quadro. Il testo sarà approvato nel mese di maggio

CATANZARO - Continua il botta e all’Interno Nitto Palma. Le parole risposta tra gli opposti schiera- di Palma erano state pronunciate menti in merito al presunto rinno- in occasione dell’incontro a Vibo vo della legge elettoValentia dei principarale. «Non c’é alcuna li vertici del Pdl, tenuipotesi relativa alla tosi due giorni fa, a diminuzione del tetto cui era presente andi sbarramento del che il coordinatore 4% della legge elettoregionale del partito, rale regionale». È Giuseppe Scopelliti, questa la risposta, arcon il suo vice Tonino rivata repentina, Gentile. «Per quanto dell’ex sottosegretane so - sostiene NacPaolo Naccarato rio di stato Paolo carato - allo stato atNaccarato, attuale tuale non esiste alcuresponsabile Riforme per la na ipotesi di diminuire il tetto delRegione Calabria, a quanto dic- lo sbarramento elettorale, che già hiarato, circa alcune possibili nelle scorse elezioni regionali una modifiche alla legge elettorale legge approvata dal Consiglio ha regionale, dal sottosegretario fissato al 4%».

L'assessore Michelangelo Tripodi

spensabile dare un ulteriore impulso ai lavori di redazione del Qtr che rappresenta lo strumento principale di coordinamento e di indirizzo territoriale per un buon governo del territorio». L’assessore Tripodi ha poi sottolineato che il Qtr non rappresenta un documento avulso dalle attività in essere in questo assessorato. Ha spiegato che a partire dall’approvazione delle linee guida alla legge urbanistica e passando attraverso l’individuazione delle polarità urbane, presentate qualche giorno fa, tutta l’attività è stata improntata ad una visione coesa secondo le direttrici di valorizzazione e tutela del territorio calabrese. Il documento preliminare del Qtr sarà approvato nel mese di maggio a conclusione degli incontri che si terranno nelle province calabresi. «Una serie di

incontri utili - ha precisato l’assessore all’Urbanistica - per raccogliere le istanze che provengono dal territorio ed evitare che il Qtr venga vissuto dalla Calabria come un documento di pianificazione calato dall’alto e frutto di un mero esercizio professionale». All’incontro di ieri erano presenti i rappresentanti delle Province, degli Ordini professionali, dell’Upi Calabria, dei Parchi, dell’Anci, dell’Anpci, Uncem, Ance, delle Università, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori, delle associazioni ambientaliste e protezioniste, della Lega delle Autonomie Locali e dalle Sovrintendenze per i beni Culturali, paesaggistici e archeologici della Calabria. Alessio De Grano

Ancora caos dopo la sentenza del Tribunale del Riesame

Gioacchino Genchi contro Procura di Roma: «Non possono trattenere il mio archivio» ROMA - Il superconsulente informati- questrato dai carabinieri del Ros. co Gioacchino Genchi ha denunciato Siamo in presenza di un atto eversivo presunti abusi da parte della Procura di proporzioni inaudite e per questo di Roma, per la mancachiediamo l’immediato tarestituzione dei dispointerventodelCapodello sitivi elettronici e dei daStato, del procuratore ti sequestrati allo stesso generale di Roma e del Genchi il 13 marzo e di procuratore di Perugia». cui il Tribunale del Quest’ultimointervento, Riesame della capitale secondo Genchi, è neaveva ordinato la resticessario, vista la riservatuzione. «LaProcura di tezza delle informazioni Gioacchino Genchi Roma - si lamenta Gene delle intercettazioni richi - rifiuta illegittimaguardanti,traglialtri,anmente la restituzione di quanto, altret- che un magistrato di recente nominato tanto illegittimamente, era stato se- a incarichi ministeriali».


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 17

CALABRIA Al processo dell’8 luglio vanno Tommaso Laporta, Carmelo Salvino, Domenico Barrile. Due i prosciolti

Inchiesta opere acquedottistiche, tre funzionari rinviati a giudizio CATANZARO - Sono due i proscioglimenti e tre i rinvii a giudizio, ma solo per alcuni dei capi d’accusa contestati, decisi nella serata di ieri dal gup Antonio Giglio a seguito dell’udienza preliminare per le cinque persone indagate nell’inchiesta che ha riguardato la Regione Calabria, ed in particolare il settore delle opere acquedottistiche. I cinque erano tutti dirigenti e funzionari dell’Ente. Il non luogo a procedere è stato dichiarato nei confronti di Giuseppe Tortorella, 64enne di Villa San Giovanni, quale dirigente di settore pro tempore della Ragioneria della Regione (difeso dall’avvocato Tripepi), ed Elisabetta Vivaldi, funzionario del settore Ragioneria (difesa dall’avvocato Antonietta De Nicolò). Sono stati mandati al processo, che inizierà l’8 luglio del 2009, invece, Tommaso Laporta, 56enne di Botricello, ex consigliere provinciale di Catanzaro, coinvolto nella sua qualità di responsabile del procedimento del dipartimento Lavori pubblici ed Acque della Regione Calabria (relativamente agli anni dal 2001 al 2004); Carmelo Salvi-

no, 55enne di Rogliano (Cs), dirigente di settore pro tempore dello stesso dipartimento; Domenico Barrile, 64enne di Patti (Me), responsabile del procedimento del dipartimento Lavori pubblici e Acque della Regione (relativamente all’anno 2000) (fra i difensori Nunzio Raimondi). Abuso d’ufficio, falso, truffa aggravata e tentata truffa, i reati inizialmente contestati dall’ex sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris, titolare dell’indagine condotta dai militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, che «passarono al setaccio» documenti, disciplinari d’incarico, decreti di «impegni di spesa» e di «liquidazione», relativi agli anni compresi fra il 2000 e il 2004, per scoprirne, stando ai risultati delle investigazioni, alcuni retrodatati, altri ingiustamente «frazionati» o «duplicati», altri privi della necessaria firma del dirigente generale, insomma emessi in violazione di norme. Il tutto, secondo le accuse, per una gestione alquanto allegra dell’assegnazione di incarichi di consulenze a professionisti esterni alla Regione. Accuse che però

Il tribunale di Catanzaro

il nuovo pm titolare, Alessia Miele, non ha mantenuto in toto, chiedendo al termine della sua requisitoria tenuta alla scorsa udienza di mandare gli indagati sotto processo solo per alcuni capi, e contestualmente di proscioglierli per altri. Il gup, alla fine, ha accolto parzialmente le richieste del pm e quelle dei difensori, disponendo il rinvio a giudizio per tre persone e scagionandone due. Lu.Cas.

Promosso dalla regione si terrà a Lamezia il 22 presso il THotel

Una convetion per conoscere il mercato del Sol Levante di Alessio De Grano Che l’economia del Sol Levante fosse una delle più ricche al mondo già era noto da tempo. La Regione Calabria, e in particolare il dipartimento delle Attività produttive presieduto dall’assessore Francesco Sulla, hanno quindi avuto un ottima intuizione a puntare sul paese dei samurai per promuovere il sistema produttivo regionale e attrarre da questo investimenti. Supportato dallo sportello SPRINT Calabria cioè lo Sportello Regionale per l’internazionalizzazione delle imprese, l’intento che si occuperà di mediare con il tessuto imprenditoriale del territorio calabrese al fine di migliorarel’attivitàdiinformazionesul Sistema Paese Giappone e sulle eventuali opportunità di cooperazione con la nostra Regione. Il tutto sarà oggetto di una convention Calabria/Giappone , che si terrà mercoledì 22 aprile presso il THotel di Lamezia Terme a partire dalle 9.30 e che si svolgerà durante tutta la giornata. Divisa in due parti; in mattinata per la presentazione dell’Operazione Giappone parteciperanno: l’ON. Francesco Sulla, Assessore alla Attività Produttive della Regione Calabria; l’On. Mario Pirillo, Assessore all’Agricolture; il Dott. Antonio Martini, Direttore Generale dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Calabria. E’ inoltre previsto l’intervento del Prof. Paolo Puddinu, Ordinario di storia e istituzioni estremo oriente dell’Università di Sassari, per discutere sulle tradizioni e l’etica del lavoro in Giappone. Nel pomeriggio, invece, si susseguiranno gli interventi del Dott. Paolo Di Marco della SIMEST (Società Italiana delle Imprese all’Estero), del Dott. Paolo Abramo di UNIONCAMERE, del Dott. Tommaso Cafora di INVITALIA, del Dott. Paolo Quattrocchi di ICE

Roma, del Dott. Giacomo Nicastro di ICE Calabria ( Istituto Commercio Estero) e ancora interverranno i rappresentanti del Gruppo SACE Assicurazioni che tratteranno le "Opportunità di Sviluppo Economico e Commerciale". Senza dubbio un’occasione da non perdere per tutte quelle aziende che intendo, anche in tempi di crisi, investire

all’estero, o che sono interessate ad un mercato sempre in espansione come quello giapponese.Una delle maggiori forze della Calabria infatti è l’esportazione di prodotti all’estero, ma resta ancora una chimera l’attrazione di investimenti. In effetti l’appeal della nostra regione, sugli investitori oltre i confini italiani, risulta piuttosto scarso.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CATANZARO

Lettera aperta dei rappresentanti sindacali: «preoccupazione e angoscia»

Pensionati Cgil, Cisl e Uil all’ass. Naiolo: «Urge confronto sulle politiche sociali» Con una lettera aperta, i rappresentanti dei pensionati Cgil, Cisl e Uil della Calabria chiedono all’assessore regionale Mario Naiolo «un confronto urgente sulle politiche sociali». «Nell’incontro del 17 aprile scorso, i segretari generali del Sindacato Unitario dei Pensionati calabresi Mungari, Mercurio e Cirasa, hanno fatto il punto sulla situazione a dir poco disastrosa delle politiche sociali e della sanità, che in Calabria sta determinando angoscia e preoccupazione tra i pensionati e le persone non autosufficienti. Sono state analizzate le tante criticità, le mancate risposte e le vane attese delle migliaia di persone che il sindacato rappresenta; persone che vivono nel disagio causato dall’assenza di politiche organiche e strutturali sia

Il presidente dell’organizzazione: «Chiusi di domenica»

La Coldiretti propone di regolamentare l’apertura dei centri commerciali CATANZARO - «Occorre che la Regione Calabria, nello specifico l’assessorato alle Attività Produttive, tenendo conto del mutato quadro normativo, intervenga e regolamenti l’apertura domenicale dei Centri Commerciali della Calabria». È l’appello di Coldiretti Calabria a fronte deidaticheindicano una costante, persistente chiusura e un ridimensionamento nella regione di attività commerciali dislocate nei comuni ed in particolare nei centri storici. «Un patrimonio di esperienza e di vicinanza che si rischia di perdere definitivamente - commenta Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria - che arreca notevoli conseguenze sia sul piano occu-

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

SETTORE PATRIMONIO - DEMANIO - PROVVEDITORATO -ECONOMATO ESTRATTO DI AVVISO Di SELEZIONE PUBBLICA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE A PRIVATI DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE (EX S.T.A.C.), SITI IN PIAZZA MATTEOTTI, DA DESTINARE AD ATTIVITA’ COMMERCIALE, CULTURALE SOCIALE

IL DIRIGENTE DEL SETTORE; in esecuzione della delibera G.C. n. 139 del 25/03/2009; vista la delibera G.C. n. 202 del 22 maggio 2006; vista la delibera G.C. n. 445 del 21 agosto 2007; vista la delibera G.C. n. 529 del 15 Ottobre 2008; RENDE NOTO che è indetta una selezione pubblica per la locazione a privati dei locali citati in oggetto. Trattasi della locazione di vari locali per complessivi 370,00 mq. circa di superficie utile, posti al piano terra e primo piano dell’edificio di proprietà comunale, ex S. T. A. C. (Società Tranvia Automotofunicolare di Catanzaro), ubicato in Piazza Matteotti tra il fabbricato di proprietà ENEL e l’Istituto Tecnico Indusriale, individuato al N.C.E.U. del Comune di Catanzaro al foglio 39, particelle: -n. 54 sub. 1, sub. 3, sub. 4 per il piano terra; n. 54 sub 2 per il primo piano. Verrà altresì messa a disposizione del futuro locatario anche il loggiato, posto al primo piano, prospettante sulla stessa Piazza Matteotti, esteso a circa 200,00 mq., affinché l’attività possa essere svolta anche in detti spazi. In conformità all’art. 4, comma 3° e con le modalità di cui all’art. 5 del vigente Regolamento del Patrimonio immobiliare dell’Ente, la selezione in oggetto si svolgerà per gara pubblica mediante procedura aperta, con il criterio dell’offerta globalmente più vantaggiosa. L’offerta dovrà, al riguardo, essere composta da un’offerta economica, da una proposta tecnica e da un’offerta tecnica (“Progetto di gestione”). L’offerta economica è ritenuta valida solo se uguale o superiore al canone di locazione annuo, pari ad euro 81.000,00 (euroottantaunomila/OO), quantificato dal Settore Patrimonio dell’ Ammninistrazione Comunale. Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12,00 a.m. del giorno 08 Giugno 2009. Le norme che regolano la locazione risultano dall’apposito Disciplinare a disposizione degli interessati presso il Settore Patrimonio, sito in Piazza Duomo,9 (tel. 0961/ 881751, rag. Aldo Giordano- fax 0961/881781), cui è possibile rivolgersi i giorni feriali (escluso il sabato) dalle ore 9 alle 13 anche per ottenere copia dd presente avviso ed allegati, copia delle citate planimetrie nonché per concordare eventuali sopralluoghi. . Copia integrale del presente avviso è disponibile sul sito internet del Comune di Catanzaro all’indirizzo: www.comune.catanzaro.it Il Responsabile del Procedimento è il Funzionario, Rag. Aldo Giordano. Catanzaro li, 20 Aprile 2009 Il Dirigente del Settore: Ing. Alba Felicetti

in campo sociale sia sanitario. È stata messa a punto una strategia di pre-allerta al fine di scuotere la Giunta ed il consiglio regionale, che ancora una volta non dimostrano di voler affrontare ed onorare in modo serio e coerente gli impegni assunti: la legge regionale 23/2003, ancora inattuata; un piano sanitario regionale trionfalisticamente annunciato ma purtroppo ancora assente; una legge sulla famiglia ancora priva di copertura finanziaria; l’assistenza domiciliare e gli strumenti in favore della non autosufficienza relegati a un ruolo marginale; i trasporti pubblici regionali, la cui fruizione gratuita per gli ultra sessantacinquenni è diventata un’avventura a causa delle complicazioni burocratiche per l’esercizio del relativo diritto».

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

pazionale per intere famiglie poiché gli esercizi commerciali, sono a gestione prevalentemente familiare, che sul versante della tutela del territorio. Non si giustifica nemmeno sul versante economico questo autentico "far west" che prevede l’apertura nella regione per 52 domeniche e che compromette territori ed èsovradimensionato rispetto alla popolazioneresidente in regione. La chiusura di piccoli e medi esercizi commerciali, rappresenta una perdita di non poco conto anche sul piano di servizi di prossimità nei confronti di anziani e altre persone che hanno disagi di vario tipo ed impoverisce i tessuti urbanistici». COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA Estratto: il Comune di San Nicola Arcella indice procedura aperta, art. 83 D.lgs 163/06, per Espletamento del servizio di raccolta e trasporto all‚impianto di conferimento r.s.u, r.d, ingombranti e pericolosi, prodotti sul territorio comunale; dei servizi connessi (fornitura, lavaggio, disinfezione e manutenzione della necessaria attrezzatura) e complementari (spazzamento e igiene del suolo pubblico); del servizio di rimozione dei rifiuti da eventuali discariche abusive localizzate sul territorio, con ripristino ambientale dei luoghi d‚intervento; della realizzazione e sistemazione dei siti prescelti, con la gestione delle piattaforme ecologiche. CIG 03009049D3; importo complessivo appalto E. 1.161.750,00 oltre IVA. Presentazione offerte: h 12 del 19/5/09, apertura: 20/5/09 h 10. GUCE: 8/4/09. RESP.SERV. AREA TECNICA LL.PP. MANUTENTIVA GEOM. EUSTORGIO GENNARO

SOCIETA’ PRECAVE S.R.L. PIZZO CAL. (VV) RICHIESTA VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A)

La società Precave S.r.l. con sede a Pizzo (VV) ha presentato presso la Regione Calabria Ass. Ambiente Nucleo V.I.A ai sensi del Regolamento Regionale n. 3 del 04/08/2008, l’avvio della fase di valutazione Impatto Ambientale per l’apertura di una Cava sita nel comune di Motta Santa Lucia (CZ) Foglio di mappa n. 10 part. 1-2-28-29-30-39-40-44-71-80 il progetto ai sensi del regolamento è stato inviato al comune di Motta S. Lucia (CZ). Entro il termine di 60 giorni, dalla pubblicazione chiunque abbia interesse può prendere visione del Progetto e del relativo studio ambientale, presentare proprie osservazioni, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi. Catanzaro, 22 aprile 2009


il Domani

CATANZARO

Mercoledì 22 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

AMBIENTE L’assessore regionale Greco ha reso noti ieri gli interventi sui 660 siti della Calabria. Ma ha precisato: «Ora tolleranza zero»

Discariche inattive, è partita la bonifica «Basta seppellire i rifiuti. E' arrivato il momento della raccolta differenziata» CATANZARO — «Dal primo gennaio 2009 è partita la bonifica delle 660 discariche inattive della Regione Calabria». Ad annunciarlo è stato ieri l'assessore regionale all'Ambiente Silvio Greco durante una conferenza stampa a Palazzo Alemanni. Le discariche abbandonate sono un rischio potenziale per l'ecosistema naturale. «Abbiamo iniziato i lavori solo il primo gennaio 2009 in quanto da quel momento le competenze sono passate dall’Ufficio del Commissario per l’emergenza all'assessorato regionale» ha detto l'assessore Greco. «Abbiamo già siglato le convenzioni con 160 i sindaci e abbiamo già aperto un confronto con tutti i comuni che hanno nel loro territorio delle discariche». «Ci sono a disposizione 70 milioni di euro per bonificare queste strutture, per questo sono sicuro che il progetto andrà a buon fine». I principi che guideranno questa opera di bonifica saranno: dare garanzia a cittadini i quali possono essere certi di non correre nessun rischio e il recupero del territorio. L'assessore ha infatti sottolineato che «la speranza è che queste discariche siano tutte rsu, ma se abbiamo già le risorse per intervenire». Il problema fondamentale è che in Calabria ci sono sia le piccole discariche che quelle grandi come 44 campi da calcio. «Abbiamo un ambiente negato ha continuato Greco - che vogliamo recuperare». Ma la disponibilità di 70 milioni di euro in un periodo di crisi potrebbe essere utile anche per attivare delle realtà economiche importanti. Greco ha infatti precisato che: «La misura fa parte del piano anticrisi generale perché consentirà soprattutto in presenza di piccole discariche con rifiuti solidi urbani, di far lavorare imprese del luogo». Sono dunque 660 le discariche non attive conosciute ma secondo l'assessore Greco «molte altre non sono ancora state scoperte. Con la forestale dobbiamo individuarle. Lanceremo un vero e proprio allarme ed un piano di intervento». Fondamentale per la differenziata continuerà ad essere il porta a porta che si può fare però bene solo nei grandi centri. «Abbiamo messo in atto linee per lo smaltimento dei rifiuti in particolare in vista della stagione balneare. Stiamo studiando una serie di misure da mettere in pratica a cominciare dalla difesa del mare, dove spesso finiscono scarichi il-

AMBIENTE L’oncologo Montilla sul sito di Gimigliano

«Grave rischio per la salute» di Pasquale Montilla*

La conferenza stampa dell’assessore Greco

legali ed inquinanti. Aumenteremo i controlli e le verifiche con l'obiettivo di reprimere tutti gli attacchi al nostro straordinario patrimonio ambientale» ha proseguito Greco. Il motto della Regione è ora quello della tolleranza zero. L’obiettivo è dunque quello di avere un piano ambientale per bonificare diverse zone della Calabria. Per il momento delle 660 discariche su cui intervenire se ne sono analizzate 40 che risultano tutte rsu, ma non è escluso che in alcune in futuro potrebbe trovarsi di tutto. Per far comprendere meglio come viene attuata l'opera di bonifica l'assessore Greco ha parlato della “Carratterizzazione”. La caratterizzazione è una analisi che determina le caratteristiche dei rifiuti attraverso la raccolta di tutte le informazioni necessarie per lo smaltimento finale in condizioni di sicurezza. Per ottenere queste informazioni è necessario sottoporre il rifiuto ad analisi. La permanenza di questi per lunghi periodi di tempo in discarica (su terreno demaniale) comporta pochi oneri economici di gestione, se non ci si preoccupa dell'impatto ambientale. «Mentre un volta la discarica veniva riempita -ha spiegato Greco - fino a quando non era satura ora è invece necessario bonificare» per evitare che si creino situazioni di incertezza circa la qualità dei rifiuti che occupano un determinato sito. «Da tutto ciò - ha spiegato l'assessore regionale - bisogna trarre un monito. Basta seppellire i rifiuti. E' arrivato il momento di differenziare. Attualmente ci sono 250 comuni che fanno la differenziata ma ci sono le risorse anche per proseguire su questa strada e ampliare

il raggio degli enti che potranno partecipare». Ci sono infatti a disposizione 24 milioni di euro per i nuovi bandi che subiranno comunque modifiche nella impostazione. «Allo stato delle cose - ha precisato Greco - bisogna dire tuttavia che la differenziata non ha funzionato in questa regione. Era del resto umano che potessero verificarsi degli errori in buona fede. Noi utilizzeremo questi errori per individuare un nuovo modello puntando anche ad un forte coinvolgimento delle Province». La necessità della differenziata è stata compresa anche dagli amministratori locali. In tanti hanno fatto richiesta di partecipazione al bando. Dunque ai comuni che già in precedenza avevano partecipato ai progetti sulla differenziata se ne andranno ad aggiungere altri nei prossimi mesi. «Puntiamo ad allargare la raccolta differenziata magari a tutti i 409 comuni della regione». Ma quali sono i dati della raccolta differenziata in Calabria? Ufficialmente si parla anche del 26% di media ma l'assessore Greco ha precisato che la regione Calabria è indietro. «In realtà dal 4% siamo passati al 12% - ha dichiarato -, il dato è modesto ma ci sono i segnali per farcela». Tra i vantaggi della differenziata, oltre quello della salvaguardia dell'ambiente e del territorio, anche la creazione di posti di lavoro stabili. «Il piano di caratterizzazione - ha concluso Greco - sarà trasparente. Verrà creato un documento unico e se ci saranno zone con problemi legati alla qualità dei rifiuti contenuti nelle discariche verrà reso pubblico».

Riceviamo e pubblichiamo CATANZARO — Un pesante ritardo organizzativo e strutturale nell’attivazione dei registri tumori, utili strumenti di prevenzione epidemiologica primaria rappresenta un fallimento tecnico-scientifico e politico di commissioni incapaci di cogliere l’evidenza di quanto la scienza ci mostri come realta’indiscutibile. Un sito inquinante ad alto rischio ambientale è definito in tossicologia ambientale un area enorme di volume di rifiuti costituite da grosse discariche dismesse per lo più a ridosso di corsi d’acqua con danno ambientale in atto ed elevato rischio per le popolazioni. Il metodo di rischio applicato definito Hazard Ranking System utilizza un modello che effettua il “risk assessment” sulla base dei contaminanti pericolosi presenti della tipologia dei bersagli e dei potenziali percorsi di contaminazione. Sulla base di tale modello applicato dall’Arpacal di Catanzaro la discarica di Gimigliano in contrada Marra è stata recentemente classificata come sito inquinante ad alto rischio ambientale e idrogeologico per il volume dei contaminanti, per la presenza nell’area della discarica di pozzi a uso irriguo o idropotabile, per la presenza nell’area della discarica di corsi d’acqua, per presenza di falde sospese o profonde nell’area. La relazione redatta dal dirigente dell’Arpacal dr. Clemente Migliorino dirigente del servizio suolo e rifiuti e del suo tecnico Alessandro Barone confermerebbero le iniziali ipotesi sul rischio di inquinamento ambientale sviluppate dall’oncologo dr. Montilla che nel Maggio del 2008 aveva ipotizzato un impatto ambientale e un danno sulla salute umana proponendo una immediata bonifica e messa in sicurezza. La relazione sollecita la immediata messa in sicurezza secondo un trattamento “off site” considerato l’elevato rischio idrogeologico dovuti alla stabilità del corpo e al probabile inquinamento di una falda idrica bersaglio potenziale. In considerazione

inoltre delle analisi geologiche effettuate l’Arpacal richiede di procedere immediatamente con la costruzione di un fosso lungo il perimetro della discarica per la raccolta delle acque di ruscellamento, nel contempo di ricoprire la superficie della discarica con geotessile impermeabile in modo da non consentire l’infiltrazione delle acque meteoriche che comprometterebbero alla lunga la stabilità dei rifiuti. In sintesi la discarica di Gimigliano si colloca da una analisi al quinto posto come sito inquinante pericoloso su 68 individuati nella provincia di Catanzaro e al 270 posto tra i 670 di tutta la regione Calabria. I 670 siti inquinanti individuati in Calabria con un volume di 20.000.000 di m3 di materiale contaminante e l’esteso potenziale inquinamento prodotto potrebbero rappresentare uno dei fattori dell’incremento attuale dei tassi di incidenza neoplastica. Incrociare i dati dei siti individuati sensibili come aree ad alto rischio con i dati dei Tso per patologia oncologica nei comuni calabresi bersaglio dei siti potrebbe suggerire un importante approfondimento epidemiologico per una futura tutela attiva dell’ambiente e di prevenzione primaria alle neoplasie. E’ ben noto agli epidemiologi che l’esposizione ad una ampia gamma di contaminanti ambientali sia occasionale che di lunga durata esercita una documentata alterazione dei delicati meccanismi genetici e che le discariche antropogeniche di rifiuti non controllati rappresentano un perfetto modello non sperimentale di cancerogenesi per l’elevata concentrazione di nanoparticelle ecogenotossiche per l’uomo, una evidente sorta di bomba tossica ecologica ad innesco casuale sulla salute umana. Il patrimonio genetico va considerato come un bene collettivo da salvaguardare che non può restare alla portata di un sistema politico-sociale non responsabile che tende a frantumarsi perché non più raccolto attorno a un principio di identità e al rispetto dello statuto antropologico. *Oncologo Medico

Carmela Mirarchi

PROVINCIADurante l’ultimo consiglio sono state approvate le modifiche per rispondere agli adeguamenti ministeriali

Impianti termici, c’è un nuovo regolamento CATANZARO — «Nell’ultima seduta il Consiglio Provinciale, ha approvato all’unanimità il nuovo regolamento per l’effettuazione degli accertamenti sugli impianti termici sul territorio provinciale» si legge in una nota del Consigliere Provinciale Nicola Armignacca. «Le modifiche rispetto al precedente regolamento - continua -, oltre a rispondere a doverosi adeguamenti legislativi ministeriali, promulgati successivamente, il cosiddetto Testo Unico Ambientale, introduce im-

portanti e significative misure in tema di sicurezza degli impianti. Le motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione a procedere alla riattivazione delle operazioni di verifica dello stato di esercizio degli impianti termici si pone in perfetta sintonia con le più generali politiche di tutela della qualità dell’aria già attivate o in corso di predisposizione. Nella definizione delle procedure sarà possibile dare risposte limitando i disagi per gli utenti, contenendo i costi generali del si-

stema, favorendo la manutenzione programmata degli impianti. Chi oggi decidesse di aderire alle procedure previste nel nuovo regolamento - conclude - dovrà corrispondere degli importi di gran lunga inferiori rispetto a quelli previsti dal precedente strumento regolamentare. Con il nuovo sistema previste facilitazioni anche nella trasmissione dei dati da parte dei manutentori che potranno accedere al servizio da un’interfaccia usando un qualsiasi browser web».

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 19

CATANZARO CITTA ABUSO D’UFFICIO Il 71 enne ex preside dell’Einaudi era accusato di aver aperto di propria iniziativa una "succursale" e di aver denigrato una docente

Dirigente scolastico prosciolto Per il Gup nessuna delle ipotesi era fondata e lo ha assolto «perché il fatto non sussiste» CATANZARO — E' stato prosciolto da ogni accusa Giuseppe Scopelliti, 71enne reggino ma residente a Catanzaro, accusato di abuso d'ufficio continuato nella sua veste di dirigente scolastico dell'Istituto tecnico commerciale "Einaudi" di Catanzaro, per aver, secondo la Procura, aperto di propria iniziativa una "succursale" della scuola. La sentenza di non luogo a procedere è arrivata ieri pomeriggio dal giudice dell'udienza preliminare di Catanzaro Antonio Rizzuti, cui invece il pm d'udienza Francesco De Tommasi aveva chiesto il rinvio a giudizio, come anche l'avvocato Carlo Pullano, nell'interesse di una docente costituita parte civile. Hanno prevalso però le tesi del difensore dell'indagato, l'avvocato Enzo Ioppoli, che ha dimostrato la estraneità del suo assistito rispetto alle accuse, e la sua buona fede rispetto a condotte che non avrebbero rappresentato abusi. A Scopelliti erano contestati fatti che sarebbero andati avanti fino al 2006. Secondo le ipotesi dell'ex sostituto procuratore Luigi De Magistris, titolare delle indagini, il dirigente scolastico decretò «autonomamente, senza averne alcuna competenza», l'apertura di una sede distaccata dell'Einaudi

nel comune di Caraffa, in violazione delle diverse disposizioni normative citate, e peraltro in contrasto con il relativo piano per laRegione Calabria approvato nell'agosto del 2000. Scopelliti inoltre, sempre secondo le accuse, avrebbe «imposto illecitamente al personale docente assegnato presso l'unica sede legale di Catanzaro, l'insegnamento serale presso quella aperta abusivamente in Caraffa, senza peraltro corrispondergli alcuna indennità di missione; determinando l'aumento del numero degli alunni iscritti presso l'Itc Einaudi" e, di conseguenza, ottenendo il mantenimento delle risorse umane ed economiche destinate alla scuola, in cui insegnava anche sua moglie. L'ultimo capo d'accusa contestato a Scopelliti contemplava infine presunti abusi che egli avrebbe commesso ai danni dell'insegnante Fiammetta Paone - costituita parte civile - tentando di indurla a chiedere il trasferimento ad un'altra scuola. La donna, stando all'imputazione, sarebbe stata vittima di una «costante attività vessatoria», rappresentata da un trattamento ostile e umiliante riservatole dal preside, anche davanti ai colleghi; da continue richieste di provvedimenti disciplinari a ca-

La Fsi a sostegno degli autisti del 118: cosa devono fare ora?

Galluppi, la replica di Wanda Ferro: Stabilizzazione personale Asp, Lanzellotti, una voce fuori dal coro la Cisl fp si dichiara soddisfatta

CATANZARO — Con una lettera indirizzata al direttore generale dell’Asp, il segretario aziendale della Fsi, Vincenzo Ursini, ha chiesto un incontro urgente «per tentare di pervenire alla revoca della disposizione del 9 aprile, a firma del direttore amministrativo con la quale agli autisti del 118, ex As 7, è stata abolita l’indennità di disagio corrisposta sino adesso in busta paga». «La nostra richiesta d’incontro nasce dalla convinzione che con la direzione generale ci possa essere ancora un margine di trattativa». «Il concetto della Fsi - conclude - è semplice. Senza la corresponsione di una specifica indennità, considerata illegittima dall’Asp in virtù di recenti interventi giurisprudenziali cosa devono realmente fare gli autisti?».

CATANZARO — «La vicenda relativa al-

l’allarme sul rischio sismico del Convitto Galluppi ha creato una importante sinergia tra tutti i protagonisti attivi ed ho già dato atto della collaborazione del Vicesindaco Tassoni con il quale abbiamo condiviso ogni scelta e strategia» si legge in una nota di Wanda Ferro. «Purtroppo, come spesso accade in questi casi, c’è una voce assolutamente fuori dal coro, che è quella del dirigente scolastico del II Circolo dott. Lanzellotti - continua - al quale sono costretta a rispondere personalmente per aggiungere la dovuta chiarezza alle fasi evolutive della vicenda. A parte il tentativo maldestro di mettere su posizioni opposte Provincia e Comune evidentemente il dirigente scolastico non apprezza la posizione

rico della docente; da denigrazioni del suo operato specialmente in seguito agli esposti che lei cominciò a presentare contro Scopelliti «per segnalare le angherie subite». L'indagato, infine, secondo la Procura avrebbe «imposto alla Paone l'insegnamento serale presso la sede illecita di Caraffa», e le avrebbe assegnato «illecitamente un team di supervisori, tra cui anche la moglie, atto a verificare le competenze didattiche dell'interessata». Un provvedimento, quest'ultimo, «la cui illegittimità ed altre abnormi anomalie - si leggeva nella richiesta di rinvio a giudizio - sono state contestate al dirigente anche dal coordinatore dell'ex Csa di Catanzaro», il quale chiese al dirigente scolastico l'immediata revoca dell'atto, rammentandogli di seguire se necessario l'iter procedurale previsto per legge, considerato che la competenza a stabilire l'inadeguatezza professionale dei docenti èriservata alla Direzione generale, sentito il consiglio nazionale della Pubblica istruzione. Ma nessuna di queste ipotesi era fondata, secondo il gup, che ha prosciolto Scopelliti dai primi due capi d'accusa «perchè il fatto non sussiste», e dall'ultimo «perché il fatto non costituisce reato».

assunta dalla Provincia. La decisione di sospendere provvisoriamente le attività è stato un atto sofferto e comunque dovuto in attesa di approfondimenti, perché sulla salute pubblica non si può ragionare come nelle favole; quindi ogni volta che avremo sentore del benché minimo allarme il nostro primo pensiero sarà quello di garantire la sicurezza. Sapevamo -conclude - che sarebbero stati generati dei disagi ed abbiamo messo a disposizione del Convitto ogni struttura a nostra disposizione per supportare quelle famiglie che nelle giornate di venerdì e sabato non avevano modo di affidare a nessuno i propri figli. In quanto ai risultati dell’analisi di primo livello, sarebbe giusto che il dott. Lanzellotti si rivolgesse all’Ente di competenza».

Esami venduti, il Tribunale del riesame ha confermato il sequestro di 14 lauree CATANZARO — Il tribunale del riesame di Catanzaro ha respinto i ricorsi presentati da alcuni laureati in Giurisprudenza presso l'Ateneo Magna Graecia del capoluogo, contro il provvedimento di sequestro emesso dalla Procura della Repubblica nell'ambito dell'inchiesta su presunti casi di esami "venduti" in cui compaiono le accuse di corruzione, falso ideologico e materiale del pubblico ufficiale in atto pubblico, falso per indurre in errore l'Ateneo, soppressione e distruzione di atti, esercizio abusivo della professione. Quindici le persone che avevano fatto istanza al collegio del riesame ma, in un caso, la difesa ha preferito non discutere il ricorso. Restano dunque sotto sequestro 14 lauree "incriminate", che fanno capo a indagati raggiunti da avviso di garanzia nell'ultima tranche dell'inchiesta, il cui primo filone venne alla ribalta nel novembre del 2007, travolgendo prima la facoltà di Scienze economiche aziendali e, solo in seguito quella di Legge, facenti capo entrambe all'unica segreteria didattica

CATANZARO — «La segreteria

provinciale in collaborazione con il Coordinamento Sanità ha portato a termine l’impegno nei confronti dei lavoratori precari per la loro stabilizzazione, definendo il piano di assunzione a tempo indeterminato nell’arco del triennio 2009-2011 delle tre Aziende Sanitarie: Azienda ”Pugliese Ciaccio” personale da stabilizzare numero 43, Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro 124 e nell’Azienda Mater Domini 82» si legge in una nota della Cisl fp. «In questa fase delicata per la sanità in Calabria continua -, ciò è avvenuto attraverso un confronto serio e approfondito con le Organizzazio-

di cui era responsabile il 50enne Francesco Marcello, principale accusato, finito in manette il 13 novembre di quell'anno. Il caso attinente al corso di Economia si concluse con tre patteggiamenti ed una condanna ma, intanto, l'inchiesta proseguì, allargandosi fino a ricomprendere il corso di Giurisprudenza. Il "secondo capitolo" dell'inchiesta risale all'estate scorsa, quando altre 16 persone vennero raggiunte da avviso di garanzia, e due lauree vennero sequestrate. A fine marzo, da ultimo, i pm titolari, Salvatore Curcio e Paolo Petrolo, hanno emesso altre 52 informazioni di garanzia (ed anche in questo caso un cinquantatreesimo avviso è per Marcello), sequestrando ancora molte altre lauree in Legge a Catanzaro. Fra gli indagati molti sono avvocati iscritti ai vari Ordini calabresi (due a quello di Catanzaro), ma anche a qualcuno del nord Italia; 25 sono praticanti; e 13 non risultano iscritti ad alcun Ordine forense e, dunque, presumibilmente svolgono professioni in diverso campo.

ni Sindacali, dovuto al disavanzo della regione e sottoposta a piano di rientro per il grave dissesto economico del Servizio Sanitario Regionale. La Cisl Fp di Catanzaro si dichiara soddisfatta del risultato, concreto, raggiunto perché è stato affrontato un problema complesso e articolato. Per questo la Cisl fp settore sanità della provincia di Catanzaro si è impegnato al fine di raggiungere l’obiettivo e stabilizzare centinaia di lavoratori precari che con le caratteristiche di professionalità e di esperienza necessaria contribuiscono con impegno all’erogazione e al miglioramento delle prestazioni e dei servizi sanitari pubblici».


20 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO CTTÀ CONFCOMMERCIO La minaccia degli esercenti: se entro venerdì l’amministrazione Olivo non troverà una soluzione si darà il via alla protesta

«E’ necessario riaprire il Corso» Casa del consumatore: ci aspettiamo la solidarietà dei cittadini catanzaresi CATANZARO — Si è svolta lunedì sera

la riunione organizzata da Confcommercio e dal consorzio “Catanzaro 88100” per chiedere risposte certe all’amministrazione comunale relativa alla chiusura al traffico di corso Mazzini, che secondo gli esercenti cittadini, sta conducendo alla rovina le attività commerciali del centro storico. Se entro venerdì la situazione non verrà risolta Confcommercio minaccia una protesta sul corso. Le richieste sono: apertura, totale o parziale, del traffico su corso Mazzini, apertura parcheggio di Piazza Prefettura, inversione di via Poerio, doppio senso di circolazione in via Italia, istituzione del parcheggio per i clienti delle farmacie del centro, controllo per l'abusivismo, randagismo, decoro e pulizia della città, aree di scarico e carico merci per agenti di commercio con campionari voluminosi. All’incontro era presente anche il presidente dell’associazione Casa del Consumatore, Luigi Costa. «La città è moribonda» ha affermato Costa. «L’apertura del Corso Mazzini alle auto è assolutamente indispensabile - ha spiegato - anche se limitatamente ad alcuni giorni o ad alcune ore della giornata, rappresenta solo un’aspirina per l’ammalato. Troppo gravi e troppo antichi i problemi del Capoluogo che non nascono col sindaco Olivo: Catanzaro manca di tutto, del piano-parcheggi, del piano-commerciale, di quello del traffico, e così via. Oggi - continua Costa -, con il dramma della nascita dei nuovi Centri Commerciali come “Le Fontane” “Romani” ed altri, non ci si può illudere che

Il mercatino di Lido si sposta nell’area Magna Graecia CATANZARO — «Il mercatino di Ca-

basta il passaggio automobilistico in centro a salvare la città e se le associazioni dei commercianti si rendessero conto che la loro inerzia durata decenni è la vera causa dell’attuale stato di degrado del Capoluogo, allora tutti quanti ritroveremo la forza essere compatti ed uniti. Per il raggiungimento di questa compattezza è necessario che la protesta non sia politica, che i Consumatori e cittadini tutti affianchino i commercianti del centro/città: da piazza Roma a via Mario Greco». L’avv. Giovanna Diaco, consulente della Casa del Consumatore e componente dell’Associazione “Caduceo”, ha aggiunto: «Una città non può appoggiarsi ad una economia fatta solo di Centri Commerciali: le persone anziane ed i soggetti normali hanno bisogno di contatti umani e di presenze in città, se muore il picciolo com-

mercio muore ogni aggregazione umana. Non può esistere una classe politica che non tenga conto di tali esigenze primarie. Lo statuto Comunale rappresenta per una città ciò che la Carta Costituzionale significa per un’intera Nazione e, quindi, le associazioni e le categorie dei vari cittadini hanno il diritto di essere ascoltate. Salvare il commercio significa salvare anche la città. Ecco perché la “Casa del Consumatore” - ha concluso la Diaco si attiverà nei confronti dei cittadiniutenti, per spiegare che il degrado del “centro-storico” non riguarda solo la protesta dei Commercianti, ma investe l’intera città, ovvero tutti gli abitanti. Per raggiungere questo obiettivo utilizzeremo volantini e manifesti e cercheremo la solidarietà di tutti gli abitanti perché si eviti che il centro diventi una cattedrale nel deserto».

ll sindaco parla anche delle scuole di specializzazione. Chiederà al Rettore di dedicare un’aula al premio Nobel

Olivo invita la Montalcini a Catanzaro CATANZARO — Una lettera con gli auguri «più sinceri e affettuosi per il suo bellissimo e straordinario compleanno» e l’invito a tornare al più presto nella “sua” Catanzaro. E’ il messaggio che il sindaco Rosario Olivo ha fatto pervenire alla senatrice a vita professoressa Rita Levi Montalcini in occasione del centesimo compleanno della grande ricercatrice, premio Nobel per la medicina, cittadina onoraria di Catanzaro dall’ottobre del 1993. La cittadinanza onoraria fu conferita dal Consiglio comunale su proposta dell’allora sindaco Antonio Bevacqua. La Levi Montalcini ha sempre mantenuto un rapporto stretto con la Città di Catanzaro, dove ha costituito un centro della Fondazione “Montalcini”, anche grazie all’opera dell’avv. Aldo Pegora-

ri, già sindaco di Catanzaro. Olivo - che nella lettera ha anche fatto cenno alla “vertenza” sulle Scuole di Specializzazione - ha annunciato che chiederà al Rettore dell’Università “Magna Grecia”, prof. Costanzo, di dedicare un’aula del campus alla Levi Montalcini, così come ha fatto nei giorni scorsi l’Istituto Superiore di Sanità. «La Città di Catanzaro - scrive Olivo - che ha l’onore di annoverarla tra i suoi illustri “cittadini onorari” - le rivolge, mio tramite, gli auguri più sinceri e affettuosi per il suo bellissimo e straordinario compleanno. E’ ancora vivo il ricordo di quella giornata dell’ottobre del 1993 quando le venne conferita la cittadinanza onoraria. Sono passati tanti anni, ma l’affetto, la stima e l’ammirazione dei Catanzaresi nei suoi confronti

non si sono mai allentati. A Catanzaro - Città che ha dato i natali anche ad un altro Nobel come Renato Dulbecco - è attiva una giovane Università che, soprattutto nel campo della medicina, ha compiuto grandi passi in avanti. Stiamo lottando per impedire che la cancellazione di molte Scuole di Specializzazione blocchi il processo di crescita di questo Ateneo che rappresenta la speranza e il futuro del nostro territorio. L’esempio costituito dalla sua straordinaria vita, dalla sua tenacia anche contro le più forti avversità, ci darà ulteriore forza e motivazione. Le chiedo di accettare il nostro invito a tornare in quella che - conclude -, dal 1993, è anche la “sua” Città per partecipare ad un incontro con i giovani dell’Università “Magna Grecia»

tanzaro Lido si sposterà dalla zona del porto e si ubicherà nella zona dell’area Magna Graecia». È questa la soluzione definita dopo un incontro tra il Consigliere Regionale Pietro Amato, l’assessore comunale alle Attività Produttive Francesco Curcio, il presidente della commissione comunale alle Attività Produttive Andrea Ranieri e Luigi Bulotta, dirigente generale del dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione Calabria, sancita attraverso la stipulazione di un contratto della durata di quattro anni che prevede la concessione d’uso a titolo oneroso dell’area polifunzionale e dei parcheggi adiacenti tra la Regione Calabria ed il comune di Catanzaro. «Una soluzione attesa da tempo sia dai cittadini e sia dagli operatori di settore quella emersa in questi giorni, che risolverà un effettivo disagio riscontrato nel quartiere Lido» si legge in una nota del Pd. «Tanti - continua la nota - sono infatti gli incomodi provocati il giovedì dall’allestimento del mercato rionale, che paralizza di fatto la circolazione e non permette all’utenza di usufruire a pieno della possibilità di accedere al mercato stesso. Nell’area polifunzionale adiacente alla stazione ferroviaria in gestione alla regione Calabria sarà invece possibile organizzare nel migliore dei modi la disposizione del mercato e l’accesso sarà favorito dall’ampia zona parcheggi situata sia a lato della stazione che a lato di via Stretto Antico». Il comune di Catanzaro potrà dunque avere in fitto l’area dalle 8 alle 14 di ogni giovedì facendosi carico della gestione e della manutenzione dei servizi offerti ai cittadini, assumendosi di fatto la responsabilità della stessa struttura nel periodo di concessione. Tale provvedimento, atteso da tempo, permet-

terà ad operatori ed utenti di poter contare sulla migliore condizione del servizio e sarà di certo evidente il vantaggio che questo spostamento renderà al quartiere ed ai suoi abitanti. «Il quartiere attendeva da tempo l’individuazione e l’assegnazione di una nuova area da adibire al mercato rionale - ha detto il presidente della II commissione regionale Pietro Amato - ed il lavoro fatto dall’amministrazione comunale e dalla Regione ha portato ad un ottimo risultato. Per questo è doveroso ringraziare per il loro impegno il governatore Agazio Loiero ed il sindaco Rosario Olivo, oltre all’assessore comunale al bilancio Beppe Marcucci, che hanno contribuito al raggiungimento di quella che si ritiene essere la soluzione migliore nei confronti di un problema che era diventato insostenibile per l’intero quartiere. Sono certo - ha concluso Amato - che tale provvedimento sarà apprezzato in ugual misura sia dai cittadini che dai commercianti».

IN BREVE ... Mercatino di via Paglia Si svolgerà regolarmente il 25 aprile, il mercatino di via Paglia in deroga alla chiusura prevista dal regolamento in occasione della festività ricorrente. Lo ha stabilito il dirigente del settore attività economiche, Costantino, che ha emesso un’ordinanza che accoglie la richiesta di Cicas, Cisal, Adiconsum. Nel decreto viene sottolineato che il provvedimento prende spunto dal «momento di crisi commerciale» e dal fatto che la giornata festiva «potrà favorire una maggiore affluenza di cittadini».

CIRCOSCRIZIONI Maruca sul rifacimento del manto stradale «E' stato ripristinato dall'Enel Distribuzione il manto stradale sulla battutissima via Lenza di Gagliano e nel tratto compreso tra la cabina elettrica di Madonna del Pozzo e il nuovo complesso edilizio residenziale Loac» si legge in una nota di Franco Maruca (Sinistra Democratica) della I Circoscrizione. «Lo scavo realizzato dall'azienda elettrica lungo l'arteria stradale ha sicuramente causato notevoli disagi e difficoltà ma si è reso necessario. Non intendo ora entrare nel merito dei lavori di potenziamento della linea elettrica ma pò più di sensibilità e un pò più di rispetto verso i cittadini non guasterebbe».


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 21

CATANZARO CITTÀ INTEGRAZIONE SCOLASTICA Nuove figure professionali a sostegno dei portatori di handicap della provincia di Catanzaro

Nasce il progetto “I Care” per i disabili Frutto della concertazione tra l’amministrazione provinciale, Csa e Regione Calabria CATANZARO — Nella sala Giunta dell’amministrazione provinciale di Catanzaro è stato presentato ieri il progetto “I care”, finalizzato all’integrazione scolastica dei disabili iscritti negli istituti superiori della provincia di Catanzaro durante l’anno scolastico 2008-2009. Il presidente della provincia, Wanda Ferro, ha voluto promuovere i contenuti del progetto, frutto della concertazione di più soggetti istituzionali coinvolti nel campo delle politiche sociali, offrendo una risposta concreta al problema della disabilità. Sono intervenute alla conferenza stampa tutte le personalità che hanno partecipato alla definizione degli obiettivi e delle modalità di attuazione del progetto: Nicola Armignacca, consigliere provinciale del Pdl, Enzo Bruno, capogruppo del Pd alla Provincia, Enzo Caserta, dirigente del Servizio pianificazione e sviluppo del settore Politiche sociali della Regione Calabria, Giacomo Coluccio, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Giacomo Matacera, assessore provincia-

Un momento della conferenza stampa di ieri alla Provincia

le alla Pubblica Istruzione, Antonia Panucci, assessore alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità e Servizi sociali, responsabile del Servizio integrazione disabili, Claudio Parente, presidente dell’Associazione Vivere

IN BREVE... Il vescovo nella sede di Confindustria Il 20 aprile scorso Monsignor Antonio Ciliberti, Arcivescovo di Catanzaro, ha incontrato, presso la sede di Confindustria, gli imprenditori della provincia nell’ambito della prevista Visita Pastorale. Il Presidente di Confindustria, Giuseppe Speziali, nel ringraziare Monsignor Ciliberti per la visita nella casa degli imprenditori, ha sottolineato, la necessità, per chi si occupa di impresa, soprattutto in questo particolare momento di difficoltà economica e sociale, di caratterizzare la propria condotta ad un’etica di profilo elevato idonea a rispettare le regole del mercato e quelle in materia di sicurezza sul lavoro.

insieme Onlus, e Anna Perani, dirigente del settore Pubblica Istruzione per la Provincia di Catanzaro. Il tavolo della concertazione si è arricchito, in fase di programmazione, anche dell’importante contributo di alcuni spe-

cialisti in Neuropsichiatria infantile, che, insieme ai dirigenti degli istituti scolastici superiori hanno affrontato il nuovo approccio alla disabilità di cui il progetto si fa promotore. Si tratterà di identificare delle figure professionali qualificate che si occupino di assistere i ragazzi diversamente abili, limitandosi non solo all’aspetto didattico, come i vecchi insegnanti di sostegno, ma predisponendo per loro una serie di attività che li impegnino anche durante le ore pomeridiane. «Un progetto importante - ha sottolineato il Presidente della Provincia - che si propone di sostenere non solo i ragazzi portatori di handicap, ma anche le loro famiglie, che spesso si trovano costrette ad affrontare il problema in completa solitudine. I finanziamenti che hanno permesso la realizzazione di “I care” - ha continuato la Ferro provengono dal Por, il programma operativo regionale, che sfrutta i fondi strutturali messi a disposizione dall’Unione Europea, per un totale di 426.311,58 euro, in un ottica di colle-

Oggi si svolgerà la presentazione del Premio giornalistico Stigliano CATANZARO — Oggi alle ore 11,

nella sala conferenze dell'Ordine dei Giornalisti, si terrà la conferenza stampa di presentazione della II edizione del Premio giornalistico "Gianpaolo

Stigliano Messuti". Quest'anno, il premio - che è indetto dalla famiglia Stigliano e dall'Ordine dei giornalisti della Calabria avrà anche il sostegno della Provincia di Catanzaro e di

gamento delle risorse ai vari progetti e in una logica di trasparenza dei fondi impiegati nelle varie attività realizzate». Nei prossimi mesi verrà presentato il bando di assunzione di 42 educatori professionali che si affiancheranno ai 326 ragazzi diversamente abili che frequentano gli istituti scolastici superiori della provincia di Catanzaro. Per la selezione del personale, che rispetterà rigidi criteri di meritocrazia, si procederà ad una diagnosi funzionale che permetterà di assegnare al tipo di disabilità la figura professionale più idonea, permettendo la creazione di nuovi posti di lavoro. In un periodo particolarmente delicato che vede il Governo nazionale tagliare dappertutto, dal mondo della scuola a quello delle politiche sociali, è importante segnalare l’investimento che l’amministrazione provinciale ha voluto perseguire nel campo del sociale offrendo un sostegno concreto ai giovani diversamente abili del territorio. Oriana Tavano

Confindustria Catanzaro. Saranno presenti alla conferenza stampa: il presidente dell'ordine dei giornalisti, Giuseppe Soluri, i componenti della giuria Guido Talarico e Sergio Dragone, i rappresentanti della famiglia Stigliano Messuti, il sindaco Rosario Olivo, il presidente della provincia, Wanda Ferro, il presidente di Confindustria Catanzaro, Giuseppe Speziali.


22 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO CROPANI Il Lions ha organizzato un importante convegno dal tema “Territorio e crisi di identità” condotto dall’avv. Piero Funaro

Incontro sullo sviluppo del Medio Ionio Tra le proposte anche la realizzazione di una stazione di metropolitana leggera con annessi parcheggi CROPANI — L’Associazione Internazionale dei Lions, Distretto 108Ya, Club di Cropani-Botricello-Sellia Marina-Medio Ionio, ha organizzato un importante convegno dal tema “Territorio e crisi di identità - Il caso delle aree costiere del Medio Ionio” condotto dall’avv. Piero Funaro, che ha che si è tenuto presso la sala convegni del ristorante San Marco a Cropani Marina e che ha visto la preziosa partecipazione di Rosaria Amantea, Dir. Gen. Dip. Urbanistica e Governo del territorio Regione Calabria, Giuseppe Lonetti, docente della Facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Carla Martire, Architetto, Franco Scarpino, Coordinatore Compartimento 3 ambiente e territorio Distretto 108 Ya, Vincenzo Falcone, sottosegretario alla Presidenza della Regione Calabria, Domenico Catricalà, Presidente della XIV Circoscrizione Distretto 108 Ya e dei sindaci di Sellia Marina, Giuseppe Amelio e di Zagarise, Pietro Raimondi. L’iniziativa rivolta ai 4 comuni dell’alto Ionio catanzarese, compresi tra le aree ricadenti nel territorio di competenza della Valle del Simeri e della Valle del Crocchio, Cropani, Botricello, Sellia Marina e Simeri Crichi, mira a fornire alle amministrazioni locali un progetto pilota facendo riferimento ai fondi Por Calabria 2009-2013 utili per favorire lo sviluppo del territorio in modo programmato. Da un attendo studio del territorio e da un’analisi dettagliata dei bisogni nasce la proposta di sviluppo e di interventi per rendere fruibili i territori interessati, favorendo la

Squillace, la proposta del sindaco Rhodio: per il monitoraggio servono più tecnici

Il tavolo dei relatori

cultura del territorio e la permanenza sui luoghi di origine, quindi il rispetto della storia del territorio. Nella fattispecie la proposta progettuale che riguarda Cropani Marina consiste nella realizzazione di una stazione di metropolitana leggera con annessi parcheggi e organizzazione di trasporti pubblici, di rotatorie sulla statale 106 per favorire il collegamento con il mare, di piste ciclabili, di un orto botanico, di un centro di monitoraggio ambientale e dalla creazione di un lungomare attrezzato e della realizzazione di una strada di collegamento alle altre realtà turistiche limitrofi posta alle spalle della pineta. Ma gli interventi previsti riguardano anche indicazioni in materia urbanistica, turistica, promozionale, di ricettività e di identità,

tutti elementi utili da tenere in considerazione nella redazione dei piani strutturali comunali e dei piani spiaggia che dovranno essere redatti in sinergia tra i comuni interessati in modo da poter organizzare e migliorare l’offerta turistica. Interessanti le relazione dei tecnici che hanno lavorato alla redazione del progetto, a loro è stato rivolto il plauso del sottosegretario Falcone, il quale ha affermato che la Calabria ha bisogno di un insieme funzionale e si rende dunque necessario creare un gioco di squadra per far decollare definitivamente il turismo ma anche per mettere fine alla litigiosità che caratterizza negativamente la vita politica calabrese. Giuseppe Fittante

SQUILLACE — Promuovere un’iniziativa che, in attesa di normative mirate di livello nazionale e regionale, consenta ai piccoli Comuni, sprovvisti di figure di tecnici qualificati, di poter disporre di squadre tecniche onde assicurare tempestivamente lo svolgimento delle indagini e la stima dei fabbisogni finanziari per gli interventi prioritari ed urgenti da eseguire e per programmare, secondo criteri e metodologie di indagine ben definiti, un monitoraggio urgente del rischio di vulnerabilità sismica di tutti gli edifici pubblici o adibiti ad uso pubblico e delle infrastrutture locali connesse, realizzati prima dell’introduzione della normativa antisismica del 1974 e, in parallelo, effettuare una verifica del rispetto di tale normativa per quegli edifici realizzati successivamente. E’ la proposta che il sindaco di Squillace, Guido Rhodio, rivolge alla Regione Calabria e al Capo dipartimento della Protezione civile regionale. I recenti tragici avvenimenti del terremoto in Abruzzo ripropongono con urgenza il problema del monitoraggio e del conseguente adeguamento antisismico degli edifici pubblici, con particolare riguardo a quelli scolastici e di maggiore concentrazione di persone. «Alla lu-

Sellia Marina, la Fiamma tricolore Ristrutturazione della rete idrica sosterrà il sindaco Giuseppe Amelio l’ordinanza del sindaco Mancini SELLIA MARINA — «In relazione alle continue note stampa riguardanti lo stato della formazione della lista civica che alla ormai prossima tornata elettorale al Comune di Sellia Marina appoggerà la candidatura a Sindaco di Giuseppe Amelio» si legge in una nota di Mellace, Responsabile Elettorale della Segreteria Provinciale del Ms-ft «si informa che della lista dovrebbe far parte continua - anche l’esponente del-

la Fiamma Tricolore, Mario Valentino». La Fiamma precisa di sostenere Amelio anche se «qualcuno tenta di boicottare la nostra presenza nella squadra del sindaco Amelio». Mario Valentino, che negli scorsi mesi ha aderito alla Fiamma Tricolore di Luca Romagnoli, è attualmente Dirigente Provinciale e membro della Segreteria Regionale del Movimento, nonché responsabile del Collegio Provinciale n° 2».

SOVERATO — Il sindaco Manci-

ni ha emesso una ordinanza per la chiusura del tratto di strada di via Galliano, della larghezza di tre metri adiacente i numeri civici 33-35. Motivo della deci-

PLATANIA — «Peggiora la situazione lungo le strade che collegano il centro di Platania con alcune nostre frazioni» si legge in una nota del circolo cittadino. «Percorrendo le strade - continua - che portano alle frazioni di Mercuri, Sambate, Panetti, Pietra, Campo Chiesa ed ad altre località platanesi abbiamo constatato che la situazione non è assolutamente migliorata. La strada che porta alle suddette frazioni è sempre più dissestata e sta quasi per essere completamente invasa da una frana che interessa tutta la zona. A meravigliarci questa volta però non sono stati i cumuli di terra per le strade, o la scuola di Sambate quasi inghiottita da una frana ma, le grandi crepe createsi lungo la strada nei pressi di località Cuvoli. Queste ultime qualche settimana fa non erano presenti o almeno presenti di queste dimensioni. Queste lesioni rappresentano un grande pericolo per gli automobilisti e per i nostri concittadini e ci preoccupa che non sono state se-

gnalate in alcun modo. Subito dopo una curva ci si trova sopra queste grandi crepe! Ne un segnale di avviso, niente. Più si scende e più la situazione peggiora. Come già da noi denunciato - prosegue - il rischio di dissesto idrogeologico in queste località diventa sempre più grave. Dobbiamo far notare inoltre che il rischio idrogeologico è fortemente condizionato anche dall’azione dell’uomo e dalle continue modifiche del territorio, quindi pensiamo che l’abbandono dei terreni e delle frazioni, l’abusivismo edilizio, il continuo disboscamento, l’apertura di cave di prestito, l’occupazione di zone di pertinenza fluviale, il prelievo abusivo di inerti dagli alvei fluviali, la mancata manutenzione dei versanti e dei corsi d’acqua hanno sicuramente aggravato il dissesto di queste zone. Pensiamo - conclude - che l’abbandono di queste aree da decenni dalle amministrazioni comunali sicuramente ha influenzato e ci ha portati all’attuale situazione».

Salvatore Taverniti

zione della rete idrica dell'importo complessivo di 140.000 euro - scrive il sindaco -. Considerato che per consentire il prosieguo dei lavori si rende necessario, in primo luogo, installare il cantiere dei lavori» il sindaco ha «ritenuto pertanto che si rende necessario chiudere il tratto di strada di via Galliano antistante i numeri civici 33 e 35».

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA GARIBALDI snc 88067 SAN VITO SULLO IONIO (CZ) Tel. 0967/96028 Fax 0967 96439

UNIONE EUROPEA

Platania, peggiorano le condizioni delle strade che portano alle frazioni

sione del primo cittadino è il prosieguo dei lavori di ristrutturazione della rete idrica in via Galliano. «In seguito all’approvazione del progetto esecutivo relativo ai lavori di ristruttura-

ce di tali dolorosi fatti - sottolinea Rhodio - il problema diventa più che mai presente ed assillante per quelle amministrazioni comunali che da molti anni attendono una normativa di carattere generale, che possa sostenere i loro impegni con fattive collaborazioni tecniche e soprattutto con le necessarie risorse finanziarie, peraltro ipotizzate da diversi disegni di legge parlamentari. Sono assillate e preoccupate soprattutto le amministrazioni dei piccoli Comuni, dove spesso la carenza di personale, numerica e qualificata (architetti, ingegneri, geologi) e le limitazioni delle leggi finanziarie per le assunzioni impediscono cronicamente di affrontare un problema così enorme e sproporzionato rispetto alle risorse disponibili nei magri bilanci di questi Enti. Il problema s’impone ormai in modo immediato e risolutivo per consentire a questi Comuni almeno di programmare in un arco di tempo plausibile progetti ed interventi confacenti, anche per non trovarsi impreparati nel caso di eventi che nei nostri territori sono possibili e prevedibili data la natura di essi, fortemente a rischio sotto l’aspetto sismico».

REGIONE CALABRIA Assessorato Istruzione, Alta Formazione e Ricerca

REPUBBLICA ITALIANA

ESTRATTO BANDO di gara per la fornitura di attrezzature musicali,materiale tecnologico, di arredo e adattamento edilizio - isolamento acustico con messa in opera di pannelli – del locale adibito ad aula di registrazione. Prot. n.1763 /A16 San Vito sullo Ionio, lì 20.04.2009 L’Istituto Comprensivo Statale di SAN VITO SULLO IONIO (CZ) , dovendo realizzare un laboratorio musicale con fondi FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) nell’ambito del P.O.R. Calabria 2000/2006 misura 3.15 «Adeguamento delle infrastrutture e delle tecnologie del Sistema Scolastico» Azione «d» Laboratori per l’educazione musicale (Progetto:Laboratorio Musicale –Codice Progetto 3.15d/2008-078), INDICE gara mediante procedura ristretta secondo il sistema dell’offerta del prezzo più basso per la fornitura di attrezzature musicali,materiale tecnologico, di arredo e adattamento edilizio – isolamento acustico con messa in opera di pannelli – del locale adibito ad aula di registrazione, da istallare presso il plesso di Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Statale di San Vito Sullo Ionio, sita in Via Trovato snc 88067 SAN VITO SULLO IONIO (CZ). I fondi disponibili per gli acquisti di attrezzature,Strumentazione,Software,hardware, ecc. ,l’adeguamento edilizio, l’impianto elettrico, porta blindata, climatizzazione e l’insonorizzazione del locale adibito a sala incisione sono euro 47.500,00 IVA inclusa. Le Ditte interessate dovranno inoltrare domanda di ammissione alla gara, consegnando l’istanza direttamente al protocollo dell’Ufficio di segreteria della Istituzione scolastica o a mezzo lettera raccomandata che deve pervenire entro le ore 12,00 del decimo giorno dalla pubblicazione del presente “22.04.2009”. Non farà fede il timbro postale. Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegata: copia attestazione rilasciata dalla scuola di aver effettuato il sopralluogo ed aver preso visione dei locali oggetto del bando, autocertificazione attestante il possesso dei requisiti generali di idoneità professionale previsti dall’art.39 e l’inesistenza delle condizioni previste dall’art. 38 del D.Lvo n. 163/2006. I predetti requisiti dovranno essere elencati all’autocertificazione e dovrà essere allegata copia fotostatica di un documento di identità valido. La richiesta di partecipazione, firmata dal titolare della Ditta o dal legale rappresentante, deve essere indirizzata al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale di San Vito Sullo Ionio Via Garibaldi snc – 88067 SAN VITO SULLO IONIO (CZ). Non saranno prese in considerazione le domande di partecipazione eventualmente presentate prima della pubblicazione del presente bando e successivamente alla scadenza dello stesso. Le domande di partecipazione non vincolano in alcun modo la Scuola che si riserva la più ampia libertà di giudizio nella valutazione delle domande. Responsabile del procedimento: il DSGA Cosimo Natale Maiolo. Il Dirigente Scolastico (F.toProf.ssa Giuseppina VOCI)


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 23

LAMEZIA TERME CITTÀ DISCARICA Ieri l’ennesima riunione per risolvere un problema che potrebbe degenerare portando la Calabria al collasso. Oggi altro incontro

Ancora nessuna risposta concreta Il sindaco Speranza dovrà puntare i piedi per tutelare l’intera comunità lametina LAMEZIA TERME — La problematica della discarica comunale lametina che ha fortemente acceso gli animi in questi ultimi tempi a poco meno di dieci mesi della preventivata saturazione della seconda vasca, sarà discussa ancora oggi alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente, al presidente della provincia di Catanzaro e al sindaco di Lamezia Terme, durante una seduta ad hoc voluta dal commissario per l’emergenza ambientale Goffredo Sottile. L’ennesima riunione per cercare di risolvere un problema che potrebbe degenerare portando non solo la città di Lamezia ma la Calabria tutta, al collasso così come è accaduto per la regione Campania, e che è stata anticipata nella tarda mattinata di ieri durata una conferenza stampa indetta dal sindaco Gianni Speranza. Riunione questa, che ha chiarito la posizione di una Amministrazione comunale che pur avendo in tutti i modi cercato soluzioni alternative all’ampliamento e alla costruzione di una terza vasca il località Stretto, non ha ancora ricevuto concrete risposte ma solo “repliche generalizzate alimentate da commedie degli inganni”. Nello specifico, il sindaco Speranza sostenuto dall’intera Giunta, parlando di emergenza ancor prima dello “scadere” dei tempi previsti per il suo esaurimento, pericolo

La conferenza stampa di ieri

questo “mitigato” in qualche modo dall’autorizzazione a conferire i rifiuti in altezza, ha sottolineato le priorità sue e dell’Amministrazione che consistono, nello specifico, in soluzioni compatibili nei modi e con i tempi di esaurimento dell’attuale discarica e appianamenti condivisi da tutte la parti interessati e quindi, anche della famiglia Statti. Fermo restando che per evitare il peggio già dalle prossime settimane si dovrà rivedere il problema dei quantitativi conferiti, e in questo caso la critica del primo cittadino è andata al concentramento su Lamezia delle circa 70 tonnellate giornaliere di combustibile da rifiuti che la

Daneco anziché conferire al termovalorizzatore di Gioia Tauro scarica nell’impianto lametino, così come avviene per i rifiuti della provincia di Vibo Valentia e di alcuni comune del cosentino, aperte restano eventuali nuove ipotesi risolutive per le quali ci si è già mossi nell’autunno del 2008. Nel mese di ottobre, infatti, la Lamezia Multiservizi, attraverso il suo presidente Miletta e su volere del sindaco Gianni Speranza, ha ascritto a tutti i Comuni del circondario per indicare altre possibilità basate, comunque, all’autogoverno del ciclo dei rifiuti tenendo fuori i rifiuti di tutte le altre province calabresi. Richiesta que-

Cronaca, un falso ispettore Inps rapina una anziana di 85 anni

entrato nell'appartamento della donna, che vive da sola, e, spacciandosi per funzionario dell'ente di previdenza, ha chiesto di poter controllare la documentazione relativa alla pensione. L'ignara signora si è recata in camera da letto a prendere i documenti che custodiva in una cassaforte, seguita dall'uomo che, alla vista dei soldi, l'ha spinta sul letto impossessandosi delle banconote e dileguandosi.

LAMEZIA TERME — Una donna di 85 anni è stata rapinata da un finto funzionario dell'Inps che siè introdotto nella sua abitazione col pretesto di un'ispezione sui documenti pensionistici. E' successo ieri mattina in-

torno alle 10 a Lamezia Terme, in pieno centro cittadino. Alla donna il sedicente ispettore dell'Inps ha sottratto cinquemila euro. L'uomo viene attivante ricercato dai Carabinieri della locale compagnia. L'uomo è

Il Cles e la scuola Perri organizzano il progetto “Crea lo spot per dire stop” LAMEZIA TERME — Il Centro Lametino Educazione Sociale (Cles), in collaborazione con la Scuola Primaria Statale “Maggiore Perri”, ha indetto il concorso “Crea lo spot per dire stop”, a cui potranno aderire tutte le classi

terze, quarte e quinte del I circolo didattico che abbiano avviato il progetto “Una scuola senza fumo”, realizzato in collaborazione con l’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga - Ossfad - dell’Istituto Superiore di Sanità di Ro-

ma. Tutti gli spot, che dovranno contenere una frase convincente e chiara, associata ad un disegno, che induca a smettere di fumare, dovranno essere consegnati al Cles entro il 15 maggio 2009. Il progetto “Una scuola senza fumo” è già stato portato avanti con successo all’interno del I circolo didattico: attraverso una serie di brevi ed incisivi messaggi, ai bambini è stato insegnato tutto quello che della sigaretta e del fumo occorre sapere.

st’ultima, che non ha trovato risposta se non quella verbale del Comune di Gizzeria e quella del Comune di Maida che piuttosto di discarica, ha avanzato l’idea di realizzazione di termovalorizzatore. Potrebbe essere questa una soluzione? Forse, ma i tempi saranno comunque lunghi. Certo è, che la decisione dovrà essere presa, e al più presto, dal commissario per l’Emergenza rifiuti che dovrà valutare, fermo restando l’esclusione da Lamezia da altri territori, causa primaria dell’emergenza attuale questa, la possibilità di realizzare una terza piccola discarica sempre in località Stretto, nell’attuale sito di un ettaro circa, che ospita oggi il canile municipale accollandosi il Comune, il trasferimento di quest’ultimo in altra area. Una terza vasca in quell’area già individuata più di 30 anni fa dalla varie Giunte che per risolvere un problema grave che ha portato negli anni ’80 anche all’uccisione di due netturbini, alla decisione di realizzare, previa i dovuti accertamenti e valutazioni biologiche ad opera degli geologi Cerminara, Benincasa e Aganippe, di una discarica controllata. Una soluzione ottimale a quel tempo, che sta ora degenerando proprio per via di autorizzazioni esterne al conferimento. Di questo, in conferenza, ne ha parlato anche l’assessore comunale al ramo, France-

sco Muraca che non si spiega come mai, per Lamezia, città virtuosa e che è sempre corsa in aiuto ad altre realtà accogliendo l’emergenza Crotone e i rifiuti di Vibo, il tutto volendo rispettare le regole, si trova oggi a non avere risposte concrete da parte degli organi competenti. «Il Comune e il mio assessorato in modo particolare - ha aggiunto Muraca - ha lavorato tanto per contenere il problema anche attraverso la raccolta differenziata (che al momento si attesta ad un buon 30% ndr) e ha cercato di allinearsi alle altre amministrazioni virtuose d’Italia, ma come la nostra, tutte le altre dovrebbero fare del proprio, non costruendo tante piccole discariche ma affrontando bene il problema non appesantendo alcuni territori piuttosto che altri, come se la questione non li riguardasse». Lamezia dunque, in attesa di risposte che dovranno venire al più presto. Certo è, che allo stato attuale, una presa di posizione dovrà venire anche dal sindaco Speranza che oggi, a tutela dell’intera comunità, dovrà puntare i piedi affinchè i rifiuti esterni a Lamezia e al suo hinterland, trovino spazio altrove. Che Crotone risolva presto i suoi problemi e che Vibo si dia da fare per la discarica di San Calogero. Antonietta Bruno

DISCARICA La deputata del Pd è contraria alla terza vasca

Il netto no della Lo Moro LAMEZIA TERME — «E’ poco credibile

e politicamente scorretto che per proseguire sulla strada sbagliata della realizzazione di una terza discarica a Lamezia, nelle vicinanze delle altre due, su un terreno investito a vigneto doc, si drammatizzi paventando il pericolo per la Calabria di un’emergenza rifiuti simile a quella che ha messo in ginocchio la Campania, quasi che la realizzazione della terza vasca in quel sito sia l’unica possibilità per la Calabria oltre che per Lamezia» si legge in una nota dell’on. Doris Lo Moro. «Si afferma - continua - con apparente generosità che l’emergenza rifiuti non è scoppiata nella nostra Regione, da tempo commissariata per l’ambiente, anche perché a Lamezia sono state realizzate senza particolari problemi

ben due discariche, entrambe gestite con professionalità dalla Multiservizi. Trovo strano che la bandiera della buona amministrazione degli anni in cui sono stata sindaco di Lamezia sia agitata oggi da altri per operazioni che non sembrano altrettanto oculate, non rispettando il principio dell’equilibrio territoriale. A chi pensa che Lamezia, che ha dimostrato di essere una città moderna e civile, deve continuare a pagare prezzi, mi sento di controbattere che tutto questo è ingiusto e sbagliato. Né serve sostenere che il dado è tratto e tutto dipende dal Commissario. Non vorrei - conclude - che si pensasse ad una ipotesi di polarità urbana Catanzaro-Lamezia in cui a Lamezia sia riservato il ruolo di zona dei servizi scomodi e di supporto».


24 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

LAMEZIA TERME CITTÀ L’INTERVISTA Gli strali del presidente del comitato Lamezia Terme Provincia, Aldo Gatti, contro la classe politica

«La nostra città è asservita!» “L’Amministrazione comunale vive alla giornata senza una corretta programmazione” di Antonio Cannone LAMEZIA TERME — Amministrazione civica, autonomia della città, Piano strategico e Piano strutturale. E ancora, “questione discarica” e sicurezza urbana. Sono solo alcuni dei temi trattati in questa intervista con Aldo Gatti, presidente del comitato Lamezia Terme Provincia. In questi giorni è ripreso il dibattito sul ruolo di Lamezia. Lei cosa pensa dell’attuale situazione politica legata anche alla gestione amministrativa? «Su l’attuale Amministrazione lametina pesano una serie di problemi, nei quali deve dimenarsi, senza la possibilità di uscirne indenne. Governare nel dubbio che il giorno dopo potrà non sedersi più su quelle poltrone, è un tormento che non li lascia concentrarsi su una corretta programmazione, che d’altronde mai, in quattro anni, sono riusciti a darsi. Vivere alla giornata e tormentarsi fra il condizionamento del proprio variegato gruppo, non è dignitoso né per loro stessi, né per la cittadinanza che è costretta a tollerarli. Non vi è certezza di pensieri e di comportamento nel vivere alla giornata. E non si tratta di essere di sinistra, ma di essere lametini di sinistra, perché di sinistra è stata ed è l’Amministrazione di Rende, e questo piccolo sperduto paese di montagna, per esclusivo merito del suo sindaco, è diventata una città che ha fagociLAMEZIA TERME — «A nome del

gruppo consiliare del Popolo della Libertà, esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà ai 32 lavoratori della Trofan che da qualche giorno sono in assemblea permanente per la difesa del posto di lavoro e contro la politica messa in atto dalla società che è intenzionata a chiudere lo stabilimento situato presso l’area industriale exSir di Lamezia Terme». Si è espresso in questi termini, Mario Magno, capogrupp consiliare del Pdl in riferimento allo stato di agitazione in atto tra i lavoratori della Trofan. «L’azienda nata nel 1989 - prosegue Magno - a seguito del fallimento della Montecatini, acquisì lo stabilimento dal Comitato Ruoppolo, attraverso le società, Texmet, Lamespun e Lamezia Specialità Film, ed iniziò la sua attività arrivando già nel 1991 ad avere un organico di 134 unità lavorative anche grazie ad una serie di finanziamenti pubblici che la colloca-

tato Cosenza; come il precedente sindaco di sinistra di Reggio ha fatto grande la città, e quello attuale l’ha fatta elevare a città metropolitana; il sindaco di sinistra di Maida ha fatto quello che ogni ora è sotto i nostri occhi, per merito e grazia dei sindaci di sinistra di Lamezia. Ma la genialità del nostro sindaco ci stupisce: Lamezia deve essere la città centro della spazzatura. E su questo argomento ha mostrato i muscoli appellandosi al presidente Berlusconi. I nostri sindaci di sinistra hanno regalato a Maida e Feroleto immense ricchezze e benessere, poiché quelle meravigliose opere non si addicevano al nostro territorio, ma la spazzatura si, anche se richiesta dal sindaco di Maida, deve rimanere concentrata in Lamezia. Ha ragione, perché noi cittadini meritiamo di vivere respirando il profumo dei rifiuti urbani, e lui non vuole scontentarci». Cosa pensa delle recenti polemiche sulla discarica? E ancora, qual è il suo giudizo su Piano strategico e sul Piano strutturale? «Lamezia non Provincia, ma orgoglioso centro di raccolta della spazzatura di mezza Calabria, e, onorato di sedersi a quel tavolo, concorda col sindaco di Catanzaro e il presidente della Regione, l’asservimento della città per un piatto di lenticchie. Egli ci vuole bene, ci ama, a condizione di non mettere il naso in tutto il suo operato assieme ai quattro amici di turno, che sceglie secondo le convenienze del mo-

le, e ne indica, non impone, gli intenti principali preferibilmente e possibilmente da realizzare nel suo arco di tempo di validità, normalmente pari, o addirittura inferiore, a quello dello stesso Piano strutturale. Oltre quel tempo gli intenti della cittadinanza possono essere altri non prevedibili, anche se ipotizzabili in anticipo, e sempre in funzione di quanto si è già realizzato. Quindi non è un documento di eterna durata, né impositivo del suo contenuto. E quanto, inutilmente, è costato, e quanto, inutilmente, sono costati quei vari Piani di fattibilità che non sono mai valsi a nulla e sono costati molto. Uno di questi addirittura ha registrato oltre 20 progettisti fra i quali più di 15 erano semplici impiegati comunali. E pantalone ha pagato. Però non hanno mai corredato il Piano strutturale dei dovuti strumenti attuativi per far crescere la città. A Lamezia si doveva costruire solo abusivamente in piena luce del sole. E non parliamo del Piano Api, un disastro tecnico e culturale. La stampa può testimoniare quanto l’Amministrazione o suoi tecnici si sono sperticati a convincere la cittadinanza che quell’opera ubicata all’estremo ovest della città, era necessaria “avendo la funzione di dare unione e continuità ai due centri di Lamezia ovest e Lamezia est”». L’ultimo Consiglio comunale, dopo il primo punto, si è arenato poco prima della discussione sulle linee guida del Piano strutturale.

Il consesso non ha fatto una bella figura... «Imperterriti nelle loro intenzioni di fare tutto “segretamente in famiglia”, questa volta gli è andata male nella prima discussione in Consiglio, presente il progettista che doveva relazionare. Non permetteremo che al buio della cittadinanza, al quale l’illustre Professore certamente non si adeguerà, tutto l’iter progettuale si svolga nel segreto dei soliti quattro amici del sindaco, con la complicità di quei tecnici locali eletti, senza renderne noto il loro curricula, in ausilio al Professore Crocioni». In tema di sicurezza, e anche alla luce dei disastri in terra d’Abruzzo, lei che fa parte dell’Enea ha qualche suggerimento particolare da offrire alla città? «Il recente grave terremoto che ha distrutto l’Aquilano, ha risvegliato in tutti i Lametini la paura di un possibile terremoto nella nostra zona, in passato gravemente colpita, ma questa Amministrazione non ha mai preso in considerazione l’importanza della prevenzione sismica. Cultutaralmente ne è ben lontana, e tale prevenzione non ha mai avuto accoglienza nei progetti urbanistici della città. Anche se Lamezia, per iniziativa e capacità di privati cittadini, è stata sede preferenziale, unica nel meridione, di un convegno nazionale presieduto dall’Enea, proprio sulla prevenzione antisismica in prospettiva mondiale».

IL CASO Assemblea permanente dei 32 operai. Interviene Mario Magno capogruppo consiliare del Pdl

dell’accordo sottoscritto con le parti sindacali dai commissari liquidatori, che prevede la messa in cassa integrazione dei lavoratori e la successiva assunzione a carico degli eventuali nuovi acquirenti, chiediamo ai Commissari liquidatori di accelerare le procedure di vendita, al fine di poter consentire agli eventuali nuovi proprietari di rientrare velocemente nel mercato degli imballaggi alimentari e salvaguardare gli attuali livelli occupazionali. Chiediamo altresì - conclude Magno - al sindaco della città, all’assessore regionale all’Industria ed ai parlamentari lametini di intervenire, ognuno per la propria parte, sui vari livelli istituzionali affinché, in questo momento di grave crisi economica, non si perdano ulteriori posti di lavoro in una città ed in una Regione già fortemente interessate da alti tassi di disoccupazione e di crisi nei settori produttivi».

Aldo Gatti

mento, non in funzione delle loro specifiche capacità, ma valutando il loro peso in voti. E’ importante non il bene dei cittadini ma che la sua sedia sia stabile. Si è trastullato per quasi due anni nel cogitare su un documento di nessuna importanza esecutiva e contrattuale, il Piano strategico, arricchendolo di tutto e del contrario di tutto. Documento questo propositivo, ma non attuativo, che per sua natura deve essere di piena competenza e conoscenza di tutta la cittadinanza. Dopo la prima e unica giusta stesura, se ne sono impadroniti, deformandone il vero significato. Detto strumento, di solo indirizzo per la programmazione, è prettamente propedeutico ad ogni Piano struttura-

«Solidarietà ai lavoratori della Trofan» rono in una posizione di privilegio nel mercato mondiale. Nel 1995 le tre società diventarono Monplefan Gruppo Montell e a questo si affiancò anche la Lameskin che iniziò la sua attività nello stabilimento lametino ed oggi conta 16 addetti. Man mano che si è andati avanti negli anni la società, acquisendo una grossa fetta di mercato mondiale, diventa una multinazionale e si trasforma in Trefan Group e tutti pensavano che anche lo stabilimento di Lamezia Terme avrebbe avuto uno sviluppo in linea con la politica del gruppo che ha il suo quartier generale in Germania. Tutto ciò non si verificò, anzi, nel corso degli anni gli occupati diminuiscono per arrivare ai 60 dipendenti all’inizio del 2008 per poi scendere a 38 nel mese di

Mario Magno

marzo dello stesso anno ed ai 32 di oggi. Tale risultato - aggiunge l’esponente del Pdl - si è verificato a causa di una politica di abbandono della produzione nello stabilimento di Lamezia Terme, motivato dalla società con la giustificazione di un alto costo del lavoro in rapporto alla produzione, cosa che non si è però riscontrata per altri siti industriali della medesima società posti in altre regioni d’Italia ed all’estero. Il disinteresse ed il disimpegno dell’azienda ha comportato un rallentamento progressivo della produzione a causa, per come dichiarato dai responsabili, di una perdita di ordini che sono alla base della posta in liquidazione e quindi della messa in vendita della Lamezia Specialità Film. A questo punto, a seguito

r. l.


il Domani

Mercoledì 22 Aprile 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Troppe le esigenze da “contenere” nel Pd che Franco Bruno vuole invece blindare e allora si ipotizzano nuovi scenari per il voto

Una lista riformista per la Provincia? L’asse Principe, Guccione e Loiero starebbe lavorando ad un gruppo in grado di ribaltare i rapporti di forza COSENZA — Le manovre sotto l’ombrello del Pd sono quotidiane e silenti, impostate e ambiziose. L’appuntamento alla fine sempre quello è, il voto provinciale del 6 e 7 giugno. Ma sbaglia chi recinta nel Palazzo di piazza XV Marzo tutta la partita che c’è in giro che invece è più complessa e articolata e bisogna dare atto al segretario Franco Bruno. Quando ci vuole ci vuole. Nessuno prima di lui è stato in grado di far scappare così tanta gente dal Pd. L’ultima delle cordate eccellenti che trama una via collaterale in verità sta trattando le ultime mosse e nei prossimi giorni è previsto un incontro risolutivo ma è questione di dettagli, il più è fatto. La “cosa” s’ha probabilmente da fare e i muscoli che la cordata dimostra di avere, sulla carta, è capace di ribaltare il tavolo dei rapporti di

Sandro Principe

forza all’interno del partito. Starebbe per nascere un’alleanza riformista con assi di bastone calati sul tavolo. Due le impalcature portanti. Sandro Principe e Carlo Guccione da una parte e Agazio Loiero dall’altra. Tradotto in trincea vuol dire poi Vittorio Cavalcanti, Giuseppe Mazzuca, Saverio Greco, Umberto Bernaudo, Cesare Marini, Mario Pirillo, Franco Petramala e via così. Non si fa fatica a dedurne che in consiglio comunale di Cosenza così come nella futuribile amministrazione provinciale se dovesse vincer Oliverio “l’asse” rischia di dettare legge. Solo la corrente che si rifà alla furbizia di Loiero ha preso in provincia il 27% dell’assise complessiva, il parlamentino del potere. Se ci aggiungiamo Principe e Guccione e poi un paio di ex manciniani non dovrebbe essere

Agazio Loiero

complicato immaginare che sarà poi la stessa leadership del Pd a rimanerne imbrigliata. L’alleanza riformista, se confermata, dovrebbe poi presentare una lista per il voto provinciale del 6 e 7 giugno. Una lista in grado di trovare spazio e forme a tutte quelle ambizioni che il didascalico metodo del Pd non riesce a soddisfare. Ne guadagnerebe certamente Mario Oliverio che dei cazzotti degli altri non può che trarne beneficio. Faranno a gara tra cordate per contare il peso specifico e a lui interessa la somma finale, alla fin fine. C’è tempo poi per analizzarla a mente fredda, la somma. Peggio sarebbe se dentro una sigla sola si concentrassero tutte le delusioni sparse in giro. Lì la “trasversale” di Cosenza avrebbe gioco facile. Domenico Martelli

L’ex sindaco, tra i primi a fondare il Pd, correrà invece con “Sinistra e libertà” per l’Europa Il vicesegretario nazionale Adolfo Collice parla delle liste per la Provincia

Eva a Bari da Nichi Vendola «Io l’unica manciniana doc» COSENZA — Per Eva Catizone è arrivato il giorno della sfida. Subito dopo il “divorzio” con il Pd. Con tempismo notevole, l'ex sindaca di Cosenza presenterà oggi, a Bari, assieme a Nichi Vendola, il presidente della Puglia, e a Grazia Francescato, la portavoce dei Verdi, la propria candidatura per le prossime elezioni europee, nelle liste di Sinistra e Libertà. Cioè il progetto messo in campo da Vendola che, in caso di successo, dovrebbe essere l'incubatrice di un'area di sinistra alternativa a quella “classica”, spazzata via alle ultime elezioni. A sentire l'interessata, il suo cambiamento politico, che l'ha vista abbandonare il Pd «in cui mi sentivo davvero stretta, vista la linea moderata intrapresa su troppe, importanti questioni politiche, in materia di ambiente, di bioetica e di libertà individuali e collettive» per approdare in quest'embrionale soggetto politico sarebbe un ritorno alla casa del padre (in senso politico, va da se). Nella fattispecie, in quella di Giacomo Mancini, il leader socialista di cui ieri si è celebrato l'anniversario della nascita.

Eva Catizone

Una candidatura, quella della Catizone, che suona come una forte rivendicazione di eredità: «Io fui sua allieva. Il primo incarico politico importante, di assessore ai fondi comunitari, quando appena si parlava di Europa, lo ebbi

proprio da lui. Da lui ho imparato i valori del garantismo, della giustizia e della libertà». Sebbene sia “spalmata” in un unico collegio meridionale, la candidatura dell'ex sindaca ha un epicentro cosentino. Non potrebbe essere altrimenti, vista la portata dell'eredità politica «che è collettiva -come tiene a precisare- anche se ognuno la porta avanti a modo suo. Io ho scelto una casa riformista per investirla». E non potrebbe essere altrimenti, visto che Cosenza resta ancora la capitale del socialismo meridionale. «Per battere le destre non serve una destra di segno rovesciato. Ma occorre una sinistra: quella che voglio contribuire a costruire». E, polemiche a parte, lo vuole fare da manciniana. «Tra le tante cose che Mancini mi ha insegnato ce n'è una che apprezzo particolarmente: mi disse di tenere sempre la barra dritta. E la mia barra è sempre stata a sinistra». Ha inizio così la sfida di Eva Catizone. L'ennesima sfida giocata in casa socialista. Saverio Paletta

Nostalgia Mancini La Fondazione celebra il “suo” 21 aprile

Dopo la kermesse di Oliverio Gentile passa al contrattacco

COSENZA — È tempo di anniversari,

COSENZA — Dopo la presentazione in

per la politica regionale. Ieri correva quello della nascita di Giacomo Mancini, ricordato dalla fondazione che porta il suo nome come «una figura originale di leader socialista e di governante del fare, nel panorama politico del Novecento». Mancini, prosegue la nota, «ha lasciato a noi familiari e ai suoi tanti estimatori una grande eredità di valori, di battaglie politiche, civili e culturali, combattute senza mai piegare la schiena e senza mai levarsi il cappello al cospetto dei potenti della politica e dell'economia, che lo temettero e lo avversarono con feroci campagne di stampa». Non mancano i cenni polemici nei confronti dell'«oblio della classe dirigente regionale e cittadina». Che stride con i ricordi e le nostalgie dei cittadini.

piazza di Oliverio, tenutasi lunedì, arriva puntuale la replica di Pino Gentile, lo sfidante principale. Una replica che si articola in due punti. Uno propositivo e uno polemico. Sotto il primo aspetto, il candidato del Pdl fa leva sulle infrastrutture: «La realizzazione del Ponte sullo Stretto, l'ammodernamento della 106 jonica, l'aeroporto di Sibari sono le tre chiavi di una nuova Calabria: i grandi investimenti che ci saranno nella nostra regione daranno il via ad una fase che cambierà il futuro dei nostri giovani». Determinante, secondo Gentile, la potenziale sinergia che, in caso di vittoria, si avrebbe con la politica del governo: «16 miliardi di euro finiranno negli investimenti che riguarderanno Calabria e Sicilia e che con-

sentiranno di avere finalmente le infrastrutture necessarie anche nella nostra Provincia. L'aeroporto di Sibari e il trasporto ferrato rientreranno in questa strategia e sono certo che la grande attenzione che il Governo riserverà alla Calabria saprà bloccare la 'ndrangheta». Ed eccoci alle polemiche: «Chi non capisce questo continua a chiudersi nella visione antica e stantia di una Regione che è stata ingessata dal ricatto delle forze comuniste per tanti, troppi lustri. C'è chi non vuole che si spenda un euro per la Calabria e per la nostra Provincia e c'è chi ancora confligge con le istituzioni: la sinistra ci porta un consuntivo deludente dei suoi cinque anni di governo provinciale e ciò è dimostra che non sa rivolgersi al futuro».

Il Nuvo Psi si dice sicuro di superare lo sbarramento «Abbiamo messo in piedi una squadra molto competitiva» COSENZA — Nel socialismo rendese si

registra un momento di bonacce. Le agitazioni dei giorni scorsi sembrano rientrate poiché sembrerebbe che il Pd abbia alla fine accettato che Umberto Bernaudo e Pietro Ruffolo saranno candidati nei due collegi cittadini. Permangono malumori da parte degli esclusi come l'assessore provinciale uscente che signorilmente incassa un uppercut senza reazione. Adolfo Collice, deus ex machina del Nuovo Psi, rispondendo alle domande, sottolinea il buon successo che registra il reclutamento dei suoi candidati. «Noi siamo organicamente nel Pdl, ma abbiamo avuto una deroga per poter presentare in piena autonomia le nostre liste nelle competizioni elettorali in tutta Italia», dichiara, «per poter rappresentare la componente socialista e garantire loro una visibilità». «In provincia di Cosenza abbiamo 36 candidati tutti con un pedigree socialista. Il più giovane in assoluto, avendo da poco compiuto diciotto anni, è Gabriele D'Ambrosio candidato a via degli Stadi a Cosenza: ha un for-

te legame familiare con la storia e le lotte del socialismo calabrese. Socialista era il nonno Gabriele ed anche il padre Francesco». «Nel collegio di Rende 1 abbiamo la presenza di Domenico Ziccarelli, un altro rappresentante di una famiglia storica socialista. Il padre Vincenzo è un noto drammaturgo e ha ricoperto il ruolo di presidente della Provincia negli anni passati. Mi limito a loro due solo per citare qualche esempio, ma tutti gli altri meriterebbero una menzione». «La nostra rappresentanza è forte. Siamo sicure di poter raccogliere un rilevante successo, che ci consentirà di poter superare agevolmente lo sbarramento». «Sono sicuro che Pino Gentile raccoglierà un ampio consenso che potrebbe assicurargli la vittoria al primo turno. Noi lo sosterremo con grande entusiasmo, perché lo riconosciamo come un appartenente alla grande tradizione del socialismo cosentino, che trae la sua origine nei quartieri più popolari della città». Oreste Parise

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


26 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Il corpo riverso sul volante di un'utilitaria, la mano destra che impugnava ancora la pistola, una Beretta modello 70 dal calibro 7,65, il finestrino del guidatore forato dal proiettile uscito dalla tempia sinistra ed una lettera sul sedile destro dell'auto, poche righe ed un unico messaggio: «Sono stanco». È questa la scena che si sono trovati davanti sia la Polstrada che la Squadra Mobile, rinvenendo il corpo di Giuseppe Perfetti in una piazzola di sosta, sul tratto autostradale di Cosenza Nord. Sin dalle prime analisi balistiche si è parlato di suicidio, ma il pm Claudio Curreli ha comunque disposto le indagini e non solo per dimostrare la provenienza della pistola, che ha la matrice abrasa, ma soprattutto per capire il movente che ha spinto Perfetti ad un gesto così estremo. I problemi economici dell'imprenditore, ricordato per essere stato pilota della Cosenza Corse e per aver gestito l'edicola del padre nella città bruzia, a piazza Cappello, sembrano indicare un unico movente: la lunga mano dell'usura che aveva teso il suo cappio attorno al collo di Perfetti. La sua automobile era un'auto noleggiata e, da alcune indiscrezioni, sembrerebbe che a poche ore dalla sua morte diversi debitori si siano già fatti avanti, per chiedere somme dai diecimila ai ventimila euro singolarmente. Perfetti era noto alle forze dell'ordine ma per motivi di ben piccola portata. Il suo ultimo ruolo sembra esser stato invece quello della vittima, costretto al giogo dei cravattai. Giuseppe Perfetti aveva un figlio ed un nipotino di pochi anni d'età. Il suo gesto disperato lascia il vuoto tra i familiari e problemi irrisolti che forse i suoi cari non conoscevano fino in fondo. A colpire sembra essere stata l'usura, macabra protagonista di troppe vite spezzate di imprenditori del Sud.

Il suicidio di Giuseppe Perfetti in una piazzola di servizio dell’autostrada al vaglio degli inquirenti

L’usura ha armato la pistola In pm Curreli indaga sui problemi finanziari che lo attanagliavano Li ha inaugurati la Provincia a San Marco Argentano e a Cariati

Due uffici per l’occupazione COSENZA — Doppio appuntamento per la Provincia di Cosenza per quanto riguarda l’occupazione. A San Marco Argentano e a Cariati, dove ieri sono stati inaugurati due uffici locali coordinati che agiranno nel mercato del lavoro. «La Provincia di Cosenza, attraverso l'assessorato alle Politiche del lavoro, potenzia gli uffici locali coordinati sul territorio, rendendoli punti di riferimento, assieme ai centri per l'impiego ed ai punti informativi, quasi in ogni

L’usura è una piaga per Cosenza

Il comitato “città 2000” a difesa del territorio Il Comitato Città 2000, nato in difesa di un quartiere sottoposto a gravi abusi edilizi, continua ad operare come organismo di controllo sul territorio. Tale esempio di politica dal basso è stato seguito anche dagli abitanti di altri quartieri, costituitisi in comitati civici: Colle Triglio, via Simonetta e piazza Autolinee. I comitati si sono incontrati nel pomeriggio di ieri presso la sala convegni dell'Holiday Inn e, a seguito di un ampio dibattito, hanno espresso la volontà di andare verso la costituzione di un coordinamento unico degli organismi civici da loro rappresentati. Il presidente del comitato Città 2000 Benedetto De Rango ha ricostruito le vicende che hanno portato all'inchiesta condotta dall'amministrazione comunale sul quartiere residenziale alla periferia di Cosenza. Nonostante questa inchiesta, De Rango denuncia «una grave assenza istituzionale che viene meno solo quando l'amministrazione può trarre un proprio profitto da un suo eventuale intervento». All'incontro ha partecipato Mario Tocci, consigliere nazionale dell'Agit che ha sottolineato «il valore giuridico dei comitati civici, anche se venissero un giorno soppresse le circoscrizioni». m.c.

Melissa Cosenza

Comune. Il progetto degli Ulc completa una rete di interventi per favorire l'incontro tra domanda e offerta di lavoro, ed agisce a supporto del cittadino nel suo impatto con il mercato del lavoro, passando attraverso la consulenza e l'orientamento, fino alle incombenze burocratiche». La grande novità -sottolinea lancora 'assessore provinciale Donatella Laudadio- «è che tutti gli Uffici Locali Coordinati avranno le stesse funzioni dei Centri per l'Impiego».

Beni e viveri per i terremotati Ecco l’iniziativa di Fare Verde COSENZA - La sezione calabrese di Fare Verde Onlus aveva lanciato nei giorni scorsi una campagna di raccolta di beni di prima necessità da destinare alle popolazioni dell'Abruzzo, duramente colpite dal terremoto. Come si legge in un comunicato, a questa campagna hanno aderito l'associazione denominata "Gruppo Volontari Amici di Altomonte" (Gvaa) e l'associazione "Voce Libera Fagnano", oltre al Centro Servizi per il Volontariato di Cosenza (Csv).

In 10 giorni ad Altomonte e a Fagnano Castello sono stati raccolti generi di prima necessità per un peso complessivo di oltre 12 quintali, suddivisi in generi alimentari e per l'igiene personali. Inoltre, si legge sempre nella nota, sono stati raccolti circa 50 scatoloni di indumenti selezionati e nuovi per donna, uomo e bambino. L'iniziativa verrà ripetuta, dietro una pressante richiesta da parte di molti cittadini.

Sanità, infrastrutture, istruzione e settore pubblico nel mirino del sindacato Nomina prestigiosa per l’ex presidente di Confindustria

Lavoro, la Cisl individua un poker di guai in vista COSENZA — Anche la Cisl punta il dito sulla questione, ormai più che evidente, della particolare recessione che attanaglia la provincia di Cosenza. A tal proposito, si è riunito ieri il comitato esecutivo provinciale del sindacato, durante il quale il segretario generale, Paolo Tramonti, ha messo i problemi sul tappeto con una lunga relazione introduttiva. Sebbene le tematiche siano state ampie, il problema principale affrontato, può ridursi ad uno: la crisi di quel settore di economia “mista”, il cui fulcro ruota essenzialmente sulla sanità e sui servizi. Una crisi che sta mettendo letteralmente in ginocchio il tutto il territorio provinciale. Che, da solo, è la metà della Calabria. Gli indicatori sociali segnano tutti rosso, com'è ribadito in una nota: «Prodotto interno lordo, esportazioni e qualità della vita in calo, precariato, lavoro nero e irregolare, criminalità e disoccupazione in aumento. Tutto ciò è reso particolarmente evidente dal ricorso sempre più massiccio agli ammortizzatori sociali come dimostra la collocazione in mobilità e cassa integrazione di un numero sempre maggiore di lavoratori». La preoccupazione principale del comitato esecutivo della Cisl riguarda (e non poteva essere altrimenti) la sanità. Che è il settore a maggior rischio occupazionale, vista la politica di rientro del governo regionale: «Una politica di lacrime e sangue, come annunciato dal go-

Paolo Tramonti

verno regionale, -ha affermato Tramonti -rischia di avere un effetto devastante per la nostra provincia». Da qui la controproposta della Cisl cosentina, secondo la quale «una problematica di tale rilevanza non può essere affrontata solo in termini di tagli ma anche predisponendo adeguate misure di rilancio. Perciò occorre mettere in campo scelte e provvedimenti per razionalizzare i costi, migliorare la medicina territoriale, frenare la mobilità sanitaria, contenere la spesa farmaceutica, riqualificare il personale, equilibrare il rapporto pubblico-privato, abbattere le liste d'attesa, potenziare la rete ospedaliera». In particolare, è stato chiesto l'adempimento di una

promessa ormai in agenda da tempo: la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza. Non solo: per venire incontro alle esigenze degli utenti, la Cisl ha inoltre chiesto la convocazione di un incontro con la direzione generale dell'Asp di Cosenza, sul problema delle liste d'attesa: «È impensabile -ha proseguito Tramonti- che soprattutto le fasce della popolazione più penalizzate dal punto di vista economico, siano costrette, per evitare i tempi lunghi di attesa del pubblico, ad affidarsi ai servizi a pagamento». Sempre a proposito di sanità, non poteva mancare il problema dell'Istituto Papa Giovanni che, da solo, esemplifica la portata della crisi sanitaria regionale. A tal proposito, la Cisl, assieme ai custodi giudiziari dell'Ipg, ha chiesto una riunione per definire l'iter per la concessione degli ammortizzatori sociali ed accelerare i tempi per la ricollocazione produttiva dei lavoratori. Per finire, la scuola. Anche in questo settore, a preoccupare sono i tagli. Nella provincia di Cosenza saranno più di 700 i docenti (sui 2.000 in tutta la Regione) che dall'anno scolastico 2009/2010 non si vedranno riconfermati incarichi annuali e supplenze. Nella scuola primaria ci saranno 214 posti in meno, nella scuola secondaria di I grado 210 e nella secondaria di II grado meno 317. s.p.

De Rango entra nel Cda della Popolare di Bari Perugini: tutelerà gli interessi delle imprese COSENZA — Nel corso del conve-

gno per la presentazione dello studio “Reti d'impresa oltre i distretti” tenutosi presso al sede della Confindustria di Cosenza, Salvatore Perugini ha comunicato la nomina di Raffaele De Rango a consigliere di amministrazione della Banca Popolare di Bari. Raffaele De Rango, 68 anni, commercialista ed imprenditore edile di successo, vanta una lunga militanza nel sistema confindustriale. Già Presidente di Confindustria Cosenza, è stato anche Vice Presidente di Ance Calabria, componente del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza di Confindustria Calabria, Componente del Consiglio della Camera di Commercio di Cosenza. «Per Raffaele De Rango - commenta il sindaco Perugini - è un riconoscimento che premia le qualità dell'uomo, le sue competenze, la dedizione con la quale si è sempre dedicato all'attività imprenditoriale e negli incarichi di rappresentanza che ha ricoperto nel tempo, sia nell'attività politica da Sindaco di Rende e da Consigliere regionale che nel campo della rappresentanza economica». «L'incarico di Raffaele De Rango - dichiara il presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore ci riempie di particolare soddisfazione e riguarda un ambito, quello del credito, che a ragione è considerato nevralgico per l'attività imprenditoriale. Poter contare

sulla presenza di un imprenditore competente come Raffaele De Rango nel Consiglio di amministrazione di una tra le più importanti banche del Mezzogiorno, è una iniezione di fiducia che si unisce alla certezza che la strategia di politica creditizia avrà sempre una particolare attenzione alle esigenze del mondo delle imprese. D'altra parte - continua Pastore l'impegno in questa direzione del collega De Rango affonda le sue radici nel tempo, dalla fondazione della Banca Popolare di Calabria di cui è stato a lungo amministratore, fino alla costituzione del Consorzio di garanzia Confindustria Cosenza Fidi». La presenza di un uomo di grande esperienza in una delle realtà bancarie più importanti del Mezzogiorno assume un importanza strategica per la sofferenza delle imprese calabrese soffocate dal “credit crunch”. In un momento di crisi come quella che stiamo attraversando il ruolo del credito è determinante per poter rilanciare gli investimenti. Lo stesso studio sulle reti mette ancora una volta in evidenza l'intrinseca debolezza del nostro sistema produttivo. L'unico esempio di rete menzionato è il sistema Cotec, un consorzio di produttori olivicoli nato come un Pif, programma integrato di filiera, finanziato dalla Regione Calabria e diventato oggi una Op. Oreste Parise


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 27

TIRRENO COSENTINO SCALEA La denuncia è del portavoce Palmiro Manco: «Tra i punti da discutere in Consiglio c’è la ricognizione di immobili da svendere»

I Verdi: «Il sindaco mette in vendita Scalea» «L’assise comunale è stata convocata all’ora di pranzo perchè non si gradisce la presenza dei cittadini» SCALEA - Il sindaco Russo met-

te Scalea in svendita. Il perche è che tra i sei punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale c’è la ricognizione di immobili di proprietà comunale suscettibili di valorizzazione e/o alienazione ai sensi della normativa di legge vigente. La Federazione dei Verdi Scalea attraverso il portavoce Palmiro Manco lancia un appello e lo rivolge a tutti i consiglieri comunali di qualsiasi gruppo ed appartenenza “dimostrate di amare Scalea, non votando per la vendita del nostro patrimonio”. “Convocare un consiglio comunale all’ora di pranzo – proseguono i Verdi - significa non graPRAIA A MARE – Spostamento del 118 di Praia a Mare. Necessario un intervento delle istituzioni. Immediato quello del sindaco di Scalea, Mario Russo. «Se ci sono problemi - dice Russo - è necessario coinvolgere i sindaci e cercare soluzioni» «Notizie insistenti pongono sempre più a rischio la tenuta del 118 di Praia a Mare». E’ preoccupato il sindaco di Scalea, Mario Russo, che interviene sulle voci che circolano sempre più ricorrentemente negli ambienti sanitari. «Pare che esista una lettera di dubbia interpretazione – ha affermato il sindaco di Scale e consigliere provinciale Russo - che circola in questi giorni e che potrebbe essere il preludio dell’esclusione del servizio del 118 da Praia a Mare. Un presidio essenziale che da anni opera nel migliore dei modi nell’ospedale praiese e che ha contribuito a salvare tante vite umane. Se la notizia si rivelasse fondata – ha continuato il sindaco Russo che è anche consigliere provinciale e capogruppo di Forza Italia - si tratterebbe di un ennesimo scippo operato ai danni del noso-

dire la partecipazione dei cittadini, leggendo i punti all’ordine del giorno comprendiamo il perché e in un punto troviamo l’alienazione di beni di proprietà comunale con una ridicola frase “suscettibili di valorizzazione e poi li vende?. In pratica si preparano a svendere la città, ma questo non glielo permetteremo! In un altro punto troviamo il bilancio pluriennale 2009/2011 dove, probabilmente, si nascondono tutte le insidie in particolare a causa degli Swap contratti derivati, ed enormi debiti che lasceranno alla prossima amministrazione che si insidierà tra poco. Infine la variazione del Piano Com-

merciale che dovrà adeguarsi al Psc, presumibilmente si parlerà di aree dove questa amministrazione, può darsi, ha concesso la costruzione di edifici in terreni non ad uso commerciale, che adesso probabilmente lo diventeranno”. Per i Verdi è importante che i beni patrimoniali sono fondamentali e molte volte servono anche per programmare, come per accedere a mutui e le amministrazioni che “programmano il futuro per le nuove generazioni sono quelle che acquistano e realizzano beni e non quelle che vendono”. Emilia Manco

Il Comune di Scalea

PRAIA A MARE L’ipotesi fa riferimento ad una lettera di “dubbia interpretazione”

118 “scippato” all’ospedale civile Le preoccupazioni di Mario Russo «La politica sanitaria degli ultimi anni ha penalizzato il territorio» comio praiese già pesantemente penalizzato da una cieca politica sanitaria operata negli ultimi anni. Non si comprende, infatti, se l’iniziativa proviene dai vertici dell’azienda o da qualche dirigente locale. Una decisione che nulla ha a che vedere con una politica seria e che guardi esclusivamente all’interesse dei cittadini. L’esclusione del 118 dall’ospedale di Praia a Mare andrebbe ad assommarsi alla perdita di reparti importanti che, come tutti sanno, in passato hanno rappresentato sicuri punti di riferimento per le popolazioni dell’alto Tirreno. Un ulteriore ridimensionamento di tali servizi sarebbe incomprensibile, ma rappre-

Il pronto soccorso dell’ospedale di Praia a Mare

SAN LUCIDO L’ex sindaco presenta le sue credenziali agli avversari per le prossime elezioni

Borsani: «Liberare la Provincia dalla sinistra» SAN LUCIDO — “Liberare la

provincia dalle strozzature della sinistra”. Si presenta con un attacco agli avversari politici l’ex sindaco di San Lucido, Carlo Borsani, che sarà in lista con i Popolari europei nel collegio provinciale n.23 di Paola-San Lucido. Due ragioni fondamentali lo hanno indotto a candidarsi: l’appartenenza politica ed il legame con il territorio. Borsani è presidente del Circolo della libertà di San Lucido “G. Tatarella”. E in merito afferma: “a questo nome al quale siamo tutti profondamente legati da una comune opinione. In esso sono racchiuse la storia, le abitudini, la cultura di quello che ormai è riconosciuto comunemente il Partito degli italiani”. Carlo Borsani spiega poi che: “il legame con il territorio e l’autorevolezza del candidato alla presidenza, Pino Gentile, hanno completato la mia scelta”. E ancora: “non c’è dubbio che bisogna liberare la provincia dal centrosinistra, che governa il nostro territorio con logiche che nulla hanno a

Scorcio poanoramico di San Lucido

che fare con le esigenze dei cittadini e del territorio. Il modus operandi della sinistra è sempre quello: risponde esclusivamente a sollecitazioni politiche di natura elettoralistica senza alcuna concretezza e senza alcuna programmazione. Tiene in considerazione solo le richieste di committenti, amici politici, a dispetto delle necessità comuni con grande spreco delle risorse disponibili”. Infine sulle

questioni di sanità, degrado ambientale, la riconversione del turismo, piani di rinnovamento energetico, i trasporti, il credito alle imprese, l’ammodernamento delle infrastrutture: “rappresentano al netto l’incapacità di una classe dirigente che per un trentennio sostituisce il “da fare” con una autoironia che vilipenda le nostre persone”. Silvia Navarra

senterebbe anche un segnale inequivocabile che potrebbe essere propedeutico ad una definitiva chiusura del presidio ospedaliero praiese. Una vera calamità per le popolazioni dell’alto Tirreno cosentino! Ed è per questo motivo, che contro tali decisioni io e la mia parte politica – conferma Mario Russo - ci opporremo con ogni mezzo e con forza per salvaguardare la realtà dell’ospedale di Praia a Mare e del servizio del 118 necessari al nostro territorio. Chiedo, allora, al direttore generale dell’Azienda se risponde al vero che il servizio del 118 stia per essere eliminato dal presidio ospedaliero di Praia a Mare, se esistono determinazioni dirigenziali in tal senso e se sono stati ascoltati i sindaci dei comuni di Praia a Mare, Aieta, Tortora e San Nicola Arcella che sono quelli più direttamente interessati al problema». Una situazione cui la direzione generale deve dare in tempi brevi una risposta e chiarire così la posizione della Regione Calabria sul futuro della sanità sul Tirreno cosentino. Antonello Troya

IN BREVE TORTORA - Raffaele Papa candidato con L’Mpa Raffaele Papa, candidato dell’Mpa alle prossime provinciali per il collegio n° 34 di Scalea ha inviato un messaggio rivolgendosi soprattutto ai tantissimi giovani. Papa afferma che l’MpA è un Movimento che nasce per portare in politica l’amore per la propria gente, il proprio territorio e l’orgoglio delle proprie origini ed identità. In questa terra di Calabria persino la natura si ribella, frane, erosioni, allagamenti… e pare voglia dirci di non poterne più del degrado di ogni angolo del suo territorio. “Purtroppo non si tratta solo di scempio ambientale, vi è soprattutto una insipiente, cieca e poco lungimirante classe politica, abbarbicata al potere e che fa della poltrona l’unica ragione della sua stessa esistenza: il potere per il potere e non quale strumento per risolvere i tanti problemi che soffocano le speranze di ogni giovane e cittadino calabrese. La forza di ogni uomo – afferma Raffaele Papa unitamente al candidato presidente Orlandino Greco - sta nel potere delle sue decisioni, decidete dunque di scendere nell’arena ed accettare questa sfida per la costruzione del domani, le nostre porte sono spalancate, vi stiamo aspettando; insieme daremo un volto giovane e di certezze alla nostra amata terra di Calabria ed a tutto il Sud”. emi.man. SCALEA - Convocato il Consiglio Comunale E’ stato convocato per domani giovedì 23 aprile, alle ore 12.00, il consiglio comunale di Scalea. Ne dà notizia il presidente del Consiglio comunale, Gennaro Licursi. Sono sei i punti inseriti all’ordine del giorno: Ricognizione di immobili di proprietà comunale suscettibili di valorizzazione e/ o alienazione ai sensi della normativa di legge vigente; Approvazione del Bilancio di previsione per l’anno 2009, del bilancio pluriennale 2009-2011, della relazione previsionale e programmatica 2009-2011 e del programma delle opere pubbliche; Incarichi professionali esterni, approvazione indirizzi; Adozione Piano strutturale comunale; Approvazione Piano colore; Piano commerciale rete distribuzione commercio in sede fissa. Adeguamento al Psc.


28 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

IONIO COSENTINO CORIGLIANO «Il sostegno alla candidatura a sindaco è la naturale conseguenza di quanto ho sempre pensato»

Tra Algieri e De Rosis unione d’intenti L’ex primo cittadino si dichiara disponibile a percorre la scelta condivisa dal centrosinistra CORIGLIANO – «Il sostegno alla candidatura a Sindaco di Aldo Algieri è la naturale conseguenza di quanto ho sempre pensato ed espresso». A dichiararlo è l'ex primo cittadino di Corigliano, Armando De Rosis. «Infatti, non ho mai fatto mistero dell’idea che, al di là di legittime ambizioni personali, la sintesi del percorso che doveva condurre alla scelta dovesse essere condivisa da tutte le forze politiche e dai movimenti che si richiamano al centrosinistra. Sono convinto che così è stato, nel momento in cui tale scelta è ricaduta sull’avvocato Aldo Algieri, persona, peraltro, già indicata alla carica in occasione delle ultime consultazioni elettorali. La mia presenza all’inaugurazione della sede elettorale ed alla presentazione ufficiale della candidatura a Sindaco di Aldo Algieri - dichiara De Rosis - rientra nei normali parametri di chi aderisce ad un progetto senza falsi infingimenti e con l’obiettivo di offrire un minimo contributo ad una comune visione. Oggi più che mai occorre bandire rivalità, personalismi e rivincite. Tantomeno non giova a nessuno polemizzare su percorsi che non hanno trovato condivisione nè addirittura pensare, stupidamente, di posizionarsi, per ripicca, su altri schieramenti. Corigliano è una realtà troppo

Armando De Rosis

importante e dobbiamo, insieme, porre in essere idee e strumenti collettivi che uniscano, senza lasciarsi andare ad isterismi individuali che non producono nulla di buono. In tal senso il movimento “Città Aperta” che, pur fra travagliate vicende, mi ha dato la possibilità di aprire uno spaccato sulla nostra comunità, sarà presente in questa campagna elettorale, con diretto impegno di esponenti di primo piano, a sostegno della candidatura a Sindaco dell’avvocato Aldo Algieri».

IN BREVE Pollino - Cattura dei cinghiali per il contenimento della specie Parte la cattura dei Cinghiali prevista nell'ambito del Piano sperimentale adottato dal Parco Nazionale del Pollino per il contenimento della specie. E' stato siglato ieri dal direttore dell'Ente, Filippo Aliquo' il contratto per la cattura con la ditta "Valle delle Ginestre", di Tursi (MT) che provvedera' a fare le catture di circa 500 capi sotto la stretta sorveglianza del Corpo Forestale dello Stato. Il contratto, della durata di sei mesi, che non ha nessun costo per l'Ente, prevede la cattura in otto comuni del Parco, due in Basilicata e sei in Calabria. I capi che saranno catturati saranno destinati agli scopi dell'azienda, compatibili con quanto previsto dal Piano sperimentale. Intanto, l'Ente sta procedendo alla liquidazione dei danni da fauna selvatica, perlopiu' dovuti proprio ai cinghiali, per l'anno 2008, danni che ammontano a circa 500mila euro. "Erano anni - ha dichiarato il presidente del Parco, Pappaterra - che l'Ente non liquidava i danni cosi' velocemente data l'indisponibilita' finanziaria esistente. Con la previsione in bilancio delle somme dovute siamo riusciti ad accelerare i tempi dell'indennizzo, ferma restando la volonta' di riuscire a contenere all'origine i danni causati”.

CORIGLIANO La denuncia è della candidata del Pdl, Straface

«Discariche abusive in aumento» CORIGLIANO - "Che la Regione

Calabria stia bonificando dal primo gennaio scorso circa 660 discariche lo sapevano evidentemente in pochi. Anzi l'impressione che si ha, attraversando alcuni territori, e' che vanno aumentando le discariche abusive". A sostenerlo e' Pasqualina Straface, consigliere provinciale a Cosenza e candidata alla carica di sindaco per il centrodestra al Comune di Corigliano Calabro, commentando quanto reso noto ieri dall'assessore regionale all'Ambiente, Silvio Greco, nel corso di un incontro con la stampa. Se proprio in questo periodo si vuole fare propaganda - sottolinea Straface- allora sarebbe meglio scegliere un altro argomento perche' quello dei rifiuti in Calabria 'puzza' anche a distanza. Abbiamo appreso che sono stati stanziati 70 milioni di euro ed interessati 160 Sindaci. Ora sappiamo finalmente dove poter attingere - prosegue Pasqualina Straface - per migliorare la situazione di degrado che attualmente Corigliano Calabro, cosi come

CORIGLIANO— Tutto è pronto per il giorno 29 aprile ad Avellaneda (Buenos Aires) per la premiazione riservata agli studenti dell’America del sud. La manifestazione si svolgerà nel pomeriggio del 29 aprile nel teatro Roma alle ore 19. Saranno presenti il presidente dell’Associazione ”Sibariti nel mondo”, nonché direttore editoriale Prof.Antonio Benvenuto per consegnare i premi messi in concorso dall’Editrice Aurora di Corigliano. Essi consistono per le scuole medie una somma di 8,00 euro, libro e pergamena per la prima classificata Julietta Hermosi. La commissione esaminatrice non ha ritenuto premiare altri partecipanti per lavori non conformi al bando. A tutti i partecipanti l’editrice Aurora offrirà un attestato di partecipazione. Agli studenti delle scuole superiori verranno consegnati la somma di ? 100,00 una pergamena e un li-

CORIGLIANO Il prossimo 29 aprile saranno consegnati i riconoscimenti agli studenti dell’America del sud

CORIGLIANO — Il mese di aprile è dedicato alla Festa del Libro. Con le iniziative che avvengono in questo periodo l’Unesco intende incoraggiare il piacere della lettura e il suo insostituibile ruolo per lo sviluppo della cultura; la cultura quale strumento essenziale per l’emancipazione dei popoli e quale base insostituibile per una società civile e partecipata. Acquista maggiore significato se la Festa è dedicata ai giovanissimi lettori. Come è ampiamente noto un bambino che sa leggere, che sa apprendere, che sa ampliare le proprie conoscenze è un bambino che va lontano, che sa camminare con le proprie gambe “senza che nessuno lo tenga per mano”, senza essere condizionato da altri, perché saprà “leggere” e interpretare i fatti della vita con consapevolezza e libertà. In questo conte-

CORIGLIANO La fondazione “Carmine De Luca” domenica prossima inaugura la festa del libro

Sibariti nel mondo, un premio alle scuole bro per il primo classificato Ignazio Paniagua Mantelli, la somma di 75,00 euro, pergamena e libro per il secondo classificato Giancarlo Reanda, un vocabolario , una pergamena per il terzo, quarto e quinto classificati Sebastiano Pinto, Julietta Martiarena e Cecilia Huberman. Agli altri verranno consegnati attestati di partecipazione. Agli studenti dell’Università verranno consegnati 100,00 euro, pergamena e libro al primo classificato Sofia Ramirez Fionda, un vocabolario maggiore di italiano, una pergamena al secondo classificato Calabrò Maria Antonella. Agli altri partecipanti non vincenti sarà rilasciato attestato di

Una pabnoramica di Corigliano

Un viaggio affascinante con la lettura sto anche la Fondazione Carmine De Luca con la sua Biblioteca dei bambini e ragazzi intende partecipare alle tantissime iniziative che in questo mese si svolgono in molti paesi del mondo.Domenica 26 aprile 2009, con inizio alle ore 17.00, presso la Biblioteca dei bambini e ragazzi, si terranno alcune iniziative. Questo il programma: C’era una volta San Francesco…. Racconto-gioco di alcuni miracoli di San Francesco, in onore del santo Protettore di Corigliano Calabro, e anche in occasione dei festeggiamenti che si tengono nella città proprio nel mese di aprile; Realizzazione di un “mini” li-

Pasqualina Straface

molte altre cittadine, soffrono. Sappiamo anche come poter recuperare il pesante contenzioso di circa 400mila euro incoscientemente lasciato dalla Sinistra che amministrava la nostra cittadina, aperto con la Societa' Marco Polo per la bonifica della discarica di Corigliano. Scopriremo anche se queste intese con i Comuni possono interessare tutti i Sindaci oppure - conclude Straface - soltanto qualcuno”. partecipazione. Ai primi vincitori verrà concesso un viaggio aereo dalla regione Calabria-emigrazione come negli anni precedenti salvo conferma. Nella manifestazione è prevista la consegna di pergamene e targhe al prof. Antonio Caruso, di origini di Cariati, quale personalità emerita distintosi all’estero con iscrizione nell’albo di merito. Per l’occasione il comune di Cariati è rappresentato dal vice sindaco dr. Cataldo Perri. Hanno confermato la presenza. Graciela Laino, Presidente del Comites, Antonio Ferraiuolo, presidente della Calabresa, Eugenio Sangregorio e la figlia, vice console di San Isidro, Irma Rizzuri ex Presidente della Calabresa, il dr. Antonio Napoli e Francisco Castellucci, i giornalisti Michele Munno, Galli e Teresa Fantasia. Prevista la presenza dei presidi, docenti e familiari degli studenti partecipanti. bro da portare a casa: “Giardino in fiore” di Stefano Bordiglioni; Lettura animata della favola… con le parole colorate: “I colori delle parole” di Marcello Argilli. La lettura ad alta voce, la preparazione di un mini-libro, la lettura animata di favole e filastrocche sarà effettuata dai bambini e dalle operatrici della biblioteca. La partecipazione dei bambini sarà quindi attiva e partecipata cosi come quella dei genitori o educatori che accompagneranno i ragazzi. Sarà anche una occasione per trascorrere un pomeriggio di primavera nei locali della biblioteca, in particolare per quanti ancora non hanno avuto modo di visitarla. A tutti i bambini presenti sarà fatto dono di una bellissima filastrocca dal titolo “In viaggio con la … lettura”, che è anche il titolo dato alla manifestazione.


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 29

IONIO COSENTINO CORIGLIANO Riunioni interlocutorie tra imprenditori e azionisti per far ritornare competitiva la squadra

Volley, presto la rifondazione della società CORIGLIANO — A distanza di qual-

che mese dal baratro dell'uscita di scena dal panorama nazionale, a Corigliano si torna a parlare di pallavolo con l'intenzione di rinascere e rifondare una squadra che rappresenti in primis la città. L'intento è venuto fuori chiaramente a seguito della riunione tenutasi presso la pizzeria “Antico Arco” di Corigliano scalo, da sempre luogo di ritrovo legato al mondo della pallavolo locale. Questo primo momento d'incontro è stato promosso dal gruppo “I Mille del Brillia”, il nocciolo vero del tifo coriglianese legato al volley, i quali per l'occasione hanno invitato a partecipare alcuni imprenditori già vicini alla pallavolo locale. Alla riunione

hanno quindi preso parte Franco Famigliulo, Gennaro Cilento (che attualmente rappresenta la giovane società di pallavolo che sta affrontando il campionato provinciale di I Divisione) e Natale Gallo, cui va aggiunta naturalmente la presenza di un folto gruppo di tifosi, capeggiati ovviamente dal presidente dell'associazione “I Mille del Brillia”, Gianni La Forza. La prima buona notizia venuta fuori dal dibattito è stata che questo gruppo di imprenditori, che s'è espresso anche in rappresentanza di altri impossibilitati a partecipare, è intenzionato comunque a ripartire nella stagione 2009-2010. Dal punto di vista amministrativo

si ripartirà facendo capo alla “Volley Corigliano Spa”, società pulita, senza contenziosi né debiti, che attualmente vede a capo proprio Gallo. Da qui si muoveranno i primi passi verso la partecipazione ad un torneo già per la prossima stagione, in modo tale da restituire a Corigliano quell'importante movimento sportivo e sociale a suo tempo strappatole. Per quanto riguarda la categoria alla quale iscriversi, fermo restando al disponibilità di titoli da comprare e portare a Corigliano, il nuovo gruppo dirigenziale ha fatto presente che in questa fase vuole “confrontarsi con il territorio” e capire di che in-

I tifosi del Corigliano

tensità sarà la risposta al richiamo del volley. Le ipotesi prese in considerazione variano dalla Serie B2 alla A2, senza preclusione alcuna se non quella del budget economico che si riuscirà a mettere insieme, per una ripartenza che appare ormai scontata. A tal proposito, in questi giorni si lavorerà per coinvolgere un primo nocciolo di imprenditori intenzionati ad investire nel nuovo progetto; e al contempo è stata anche decisa una riunione pubblica per fare il punto sulla situazione, fissata già per il 4 maggio presso il Centro di Eccellenza di Corigliano. Oltre agli imprenditori citati, sono in fermento gli stessi tifosi del gruppo de “I Mille”, che hanno promesso iniziative a sostegno del nuovo progetto a stretto giro di tempi. Ieri sera, in definitiva, è stata posta la prima pietra del nuovo corso della Volley Corigliano. AtPress

CASSANO Se n’è discusso nel corso di un convegno-dibattito organizzato dall’amministrazione comunale. Presenti autorevoli personalità della finanza

Enti locali in crisi, cosa si deve fare? Il Comune di Cassano, risanato con il provvedimento “milleproroghe”, ora gode di ottima salute CASSANO — L’amministrazione

comunale della Città di Cassano All’Ionio, ha promosso e organizzato un convegno-dibattito sul tema: “Il risanamento dell’Ente Locale dissestato. – L’esperienza Cassano – Corretta gestione delle risorse finanziarie, strumentali e umane”. L’assise si è, dunque, svolta nel salone di rappresentanza del Palazzo di Città. Gremito di automobili il parcheggio del palazzo di città già dalle prime ore della mattina. Il programma dei lavori,che sono stati coordinati dal giornalista Pasqualino Pandullo, della redazione regionale della RAI Calabria, ha visto, in apertura, i saluti del sindaco Gianluca Gallo e del presidente della Commissione Straordinaria di Liquidazione, il dottor Sebastiano Giangrande. Si sono, in seguito, snodati gli interventi del dottor Giancarlo Verde, direttore centrale per la finanza locale presso il Ministero dell’Interno – Dipartimento affari interni e territoriali; del dottor Ottavio Attanasio, componente della CSL del comune di Cassano stesso; del dottor Francesco Zito, Vice Prefetto del Ministero delCARIATI — “Freundshatft bereichert uns” (Gli amici ci hanno accolto). “Langst ein teil der deutschen gesellshaft” (Il mezzo secolo degli italiani in Germania). Sono questi alcuni dei titoli, a tutta pagina su quasi tutti i quotidiani locali e regionali del Mittel Baden, dedicati alla tre giorni di visite istituzionali e di incontro tra le comunità, co-organizzato dall’Associazione dei Calabresi a Bhüll Baden con l’Amministrazione Comunale di Cariati. Nelle pagine interne l’immagine che immortala il Sindaco di Cariati Filippo Sero nel momento simbolico in cui firma il Libro d’Oro nel Comune di Achern, assieme agli emigrati calabresi pionieri, premiati con la medaglia dell’Herakles e quella della Provincia di Cosenza, consegnata dal Presidente del Consiglio Leonardo Trento. Iniziativa più che riuscita, quindi, e la cui grande soddisfazione è equamente ripartita tra italiani e tedeschi, così come sta a dimostrare, tra le altre cose, anche l’at-

muni ricadenti nel perimetro territoriale della provincia di Cosenza che hanno deliberato lo stato di dissesto finanziario dell’ente. Per tutti, questa di martedì mattina è stata un’occasione da non perdere per incontrare e confrontarsi sulle proprie e medesime questioni, con alcuni dirigenti del dipartimento della finanza locale del ministero dell’interno, che, peraltro, hanno sollecitato e voluto fortemente tale contatto. La partita del dissesto finanziario del comune di Cassano, è stata aperta nel 1992, si è conclusa nel dicembre del 2008, grazie all’approvazione del Decreto conosciuto con il nome di “Milleproroghe” che ha previsto cospicue risorse per il risanamento dell’ente locale, spesso sponsorizzato come “Il Comune più dissestato d’Italia”. Quello di Cassano allo Ionio è il secondo Comune d’Italia che è riuscito a rientrare in tale provvedimento. Ora che il Comune è in salute ci sono tutte le premesse per un proficuo futuro di governo, sempre se saputo amministrare.

CASSANO Deve affrontare cure appropriate al Niguarda di Milano

Leucemia, raccolta fondi per un 30enne CASSANO — Per chi conosce il popolo cassanese, sa che è formato da gente semplice, lavoratrice con un grande cuore. Questi sentimenti sono stati il fondamento dell’Associazione Pace Ascolto e Solidarietà che milita nella città delle Terme che lancia un accorato appello a tutte le istituzioni locali, le forze politiche e sociali in favore di un ragazzo residente in città gravemente malato e bisognoso di aiuto economico. “Facciamo appello alla sensibilità della gente e dei politici” – scrive il presidente dell’associazione cassanese Biagio Galizia – “per organizzare una raccolta fondi a favore di un ragazzo di trent’anni, M.M. queste le iniziali originario di Cassano allo Ionio, affetto da leucemia ed ora con complicazione dovute a gravi problemi ai polmoni. Il giovane M. M. in questi giorni deve recarsi per

le appropriate cure all’Ospedale Niguarda di Milano, ma i suoi genitori non hanno i soldi necessari per affrontare il viaggio e le settimane di degenza nella città lombarda. Da qui abbiamo deciso di avviare una raccolta fondi a cui speriamo partecipino in molti per regalare a questo ragazzo e dalla sua famiglia un piccolo sorriso”. L’Associazione Pace Ascolto e Solidarietà informa che eventuali informazioni in merito e per donazioni è possibile rivolgersi direttamente al presidente Biagio Galizia personalmente o via telefono al numero 329 1181835. Un aiuto dalla gente di Cassano per un ragazzo del posto dunque, nella speranza che prima o poi il povero ragazzo torni a sorridere. Uno di noi, come noi.

CARIATI Visita di tre giorni di una delegazione dell’amministrazione cariatese presso l’associazione Bhull Baden

senza di oltre 350 persone, nella cittadina Bühll, nella giornata di Domenica il gruppo ha avuto modo di rinsaldare contatti ed affetti personali e familiari, nei diversi comuni del mittel baden, senza tralasciare una visita nella vicina Strasburgo, sede del Parlamento Europeo. Il programma di domenica, sostanzialmente libero, ha però previsto una tappa identitaria condivisa: la visita alla famosa pizzeria “Da Giorgio”, nel territorio di Bhüll. Chi è Giorgio, è presto detto. Un cariatese emigrato che, come tanti altri in questa zona, delizia ogni giorno i palati tedeschi, con la pizza certo ma soprattutto con i più autentici prodotti della tradizione calabrese e cariatese, a cominciare dalla “pitta curj iti”, farcita con l’inimitabile ed inconfondibile sardella cariatese. Altro momento sociale comune, è stata la tappa al Circolo dei Calabresi, la cui sede (una ex caserma francese) è stata donata dal Comune agli emigrati.

Veduta di Cassano

l’Interno; e del segretario comunale, il dottor Vincenzo Iannuzzi. Le conclusioni, sono state tratte dal Senatore Michelino Davico, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno con delega agli Enti Locali che ha espresso la felicità per non dover sentir parlare più di Cassano come il comune più dissestato d’Italia. Ricordiamo che all’importante convegno, sono stati invitati a partecipare, tra gli altri, tutti i sindaci dei circa cinquanta co-

Caterina La Banca

Italiani in Germania da mezzo secolo tenzione che la stampa tedesca sta destinando all’evento. Quella odierna, dunque, è la giornata conclusiva per la delegazione cariatese nei luoghi dell’emigrazione calabrese in Germania. Giunge al termine una tre giorni fitta di incontri istituzionali, di importanti intese di collaborazione e gemellaggio avviate tra le due comunità ma, soprattutto, di grande amicizia e storia comune, ripercorsa e rivissuta con passione commozione e orgoglio delle rispettive identità. Nel primo pomeriggio, dopo una sosta mattutina nel Centro Storico di Freiburg, il gruppo, a bordo dell’autobus Andirivieni Travel, è partito per la Calabria. Dopo l’accoglienza calorosa presso i comuni di Achern e Kappelrodeck e la grande festa a suon di tarantelle, svoltasi alla pre-

Un momento della firma del sindaco Sero al libro d’oro

c.l.b.


30 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

CROTONE E PROVINCIA Beni per oltre 30 milioni sequestrati dai Ros e 20 ordinanze di custodia cautelare nell’ambito dell’indagine coordinata dalla Dda

Duro colpo al clan Arena OPERAZIONE GHIBLI

Al centro dell’inchiesta la guerra di sangue tra le cosche di Isola

CATANZARO — Una operazione scat-

tata alle prime luci dell’alba per sferrare un duro colpo al clan degli Arena. Beni per oltre 30 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini dei Carabinieri del Ros nell’ambito dell’operazione disposta dalla Dda di Catanzaro, che ha emesso una serie di ordinanze di misura cautelare per associazione mafiosa, omicidio, tentato omicidio, porto abusivo di armi, estorsioni ed altri reati. Le ordinanze sono state eseguite in Calabria ed Emilia-Romagna. Fra i beni sequestrati, alberghi di lusso e complessi industriali del crotonese. Al centro delle indagini la guerra di mafia fra i clan del crotonese, culminata nell’agguato mortale a colpi di bazooka al boss Carmine Arena. Tra gli episodi contestati, numerose estorsioni a commercianti e l’imposizione di tangenti ai titolari di strutture alberghiere. I particolari dell’operazione, denominata in codice “Ghibli”, sono stati resi noti ieri mattina a Catanzaro presso la sede del comando regionale dei Carabinieri. Sono 20 le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla Dda di Catanzaro. Fra i destinatari delle misure, capi e gregari dei clan del crotonese, operanti in Calabria ed in Emilia-Romagna. I destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip distrettuale nell'ambito dell'operazione portata a termine ieri mattina a Isola Capo Rizzuto (Kr) sono: Fabrizio Arena, 29 anni; Giuseppe Arena, 47 anni; Giuseppe Arena, 43 anni; Nicola Arena, 27 anni; Pasquale Arena, 52 anni; Salvatore Arena, 50 anni; Luigi Francesco Colacchio, 46 anni; Saverio Friio, 42 anni; Luigi Gareri, 51 anni; Francesco Gentile, 50 anni; Fiore Gentile, 48 anni; Tommaso Gentile, 29 anni; Maurizio Greco, 29 anni; Paolo Lentini, 45 anni; Nicola Lentini, 22 anni; Giuseppe Lequoque 65 anni; Antonio Morelli, 58 anni; Luigi Morelli, 36 anni; Domenico Tolone, 49 anni, tutti di Isola Capo Rizzuto, e Nicolino Gioffré, 34 anni, di Taurianova. La faida tra le cosche di Isola Capo Rizzuto, da cui ha preso le mosse l'operazione, che si intreccia con quella avvenuta nello stesso periodo tra le organizzazioni criminali che operavano a Cutro (Kr), ha inizio sul finire degli anni Novanta, quando si crea una frattura all’interno della storica famiglia di mafia degli Arena, il cui capo riconosciuto, Nicola Arena, è detenuto da tempo. In quel momento il gruppo capeggiato da Pasquale Nicoscia, che degli Arena era considerato il braccio armato, decide si staccarsene per assumere una propria leadership. I Nicoscia si alleano con la cosca GrandeAracri di Cutro, che intende espandersi anche a Isola Capo Rizzuto, e che è in contrasto aperto con l’altra cosca storica di Cutro, quella dei Dragone, da sempre alleati con gli Arena. La spaccatura definitiva avviene nel febbraio del 2000, quando in un bar viene ucciso il reggente di allora, Franco Arena; un delitto che per gli inquirenti sarebbe stato commesso dai Nicoscia con la collaborazione dei Grande Aracri. Capo della famiglia a quel punto diviene Carmine Arena che da quel momento diventa il nuovo bersaglio dei Nicoscia. La tensione rimane latente per alcuni anni finché la faida esplode cruenta nel 2004. Il 5 marzo viene ucciso a Steccato di Cutro, Sergio Iazzolino, e il 22 dello stesso mese Salvatore Blasco, entrambi uomini dei Grande Aracri di Cutro; Blasco peraltro era ritenuto uno dei killer di Franco Arena. Il 6 maggio a Isola Capo Rizzuto tocca a due giovani del clan Nicoscia: Rocco Corda e Bruno Ranieri. La riposta ar-

riva cinque giorni più tardi, il 10 maggio: in un agguato che sembra la scena di un film viene ucciso a Cutro Antonio Dragone, il vecchio boss di Cutro che nel frattempo era stato scarcerato dopo una lunga detenzione.

Da quel momento i morti sono tutti da una parte. Francesco Scerbo, legato agli Arena, ad agosto; Gaetano Ciampà, genero di Antonio Dragone, a settembre. Il 2 ottobre Carmine Arena viene uc-

ciso a colpi di bazooka nell'auto blindata che sta entrando nel giardino della sua casa a Isola Capo Rizzuto; resta ferito il cugino Giuseppe Arena, che poi ne prenderà il posto al vertice della cosca. Il 15 novembre scampa ad un agguato Salvatore Arena, ferito a colpi di fucile; finché l'11 dicembre viene ucciso Pasquale Nicoscia, cugino omonimo del capo cosca. La tregua dura circa un anno; il 3 dicembre 2005 viene ucciso, mentre rientra al carcere di Crotone, Mario Manfredi, legato ai Nicoscia anche da vincoli di sangue; il 24 dicembre dello stesso anno tocca a Pasquale Tipaldi, ritenuto affiliato agli Arena. E anche l'ultimo delitto, quello di Antonio La Porta, avvenuto il 30 dicembre 2008 a Isola Capo Rizzuto, sarebbe un colpo alla famiglia Arena. Nell'ambito dell'operazione "Ghibli" sono tre le persone accusate dell’omicidio di Pasquale Nicoscia. Si tratta di Fabrizio Arena, 29 anni, figlio del defunto Carmine Arena; Fiore Gentile, 48 anni; Nicola Arena, 27 anni e Pao-

Giuseppe Lequoque

Luigi Morelli

Domenico Tolone

Giuseppe Arena

Nicola Arena

Pasquale Arena

Salvatore Arena

Luigi Francesco Colacchio

Saverio Friio

Luigi Gareri

Fiore Gentile

Francesco Gentile

Tommaso Gentile

Nicolino Gioffrè

Maurizio Greco

Nicola Lentini

Uno dei presunti mafiosi arrestati all’alba di ieri

Il capo della criminalità rom catanzarese doveva essere eliminato: “Cominciava a dare fastidio”

“Toro seduto” bersaglio di Carminuzzo CATANZARO — Il capo della criminalità nomade catanzarese, Domenico Bevilacqua, detto Toro Seduto, doveva morire perché dava fastidio agli Arena. In una delle intercettazioni effettuate dai Carabinieri dei Ros nel-

l’ambito dell’operazione Ghibli, si fanno nitide le dinamiche alla base dell’agguato compiuto a danno del rom. Per gli investigatori, a decretare l’attentato fu l’allora reggente della cosca Arena, Carmine, detto Carminuzzo,

freddato nel 2004 al culmine della faida tra i clan di Isola: «Dà fastidio a Carminuzzo», è una delle frasi captate dai carabinieri. Come emerso dall’operazione Revenge, il salto di qualità, Toro seduto e con

lo Lentini, 45 anni. Secondo l'accusa, avrebbero concorso «nella decisione, assunta nella consorteria, di uccidere Pasquale Nicoscia, conferendo il mandato omicidiario a soggetti allo stato ignoti». In particolare Fabrizio Arena e Fiore Gentile si sarebbero appostati prima del delitto nei pressi dell'abitazione della vittima in via Buonarroti per verificarne la presenza e intervenire in caso di necessità mentre Nicola Arena sarebbe rimasto in stretto contatto telefonico con i due attendendo poco distante in un altro veicolo. Sono accusati, inoltre, del concorso nella detenzione delle armi usate per il delitto, un fucile calibro 12 e una pistola calibro 9x21, e inoltre di un kalashnikov e di una pistola Mauser lasciati dai killer all'interno di una Renault Scenic usata per il delitto rinvenuta poco distante bruciata. L'auto sarebbe stata procurata da Paolo Lentini. Questi ultimi particolari testimoniano la potenza militare raggiunta dalle cosche colpite da forze dell’ordine e magistratura.

lui la componente rom della cosca dei Gaglianesi, lo aveva già compiuto: aveva ricevuto dagli Arena la “benedizione” ad agire nella zona sud di Catanzaro, vedi i fortini della droga in quell’area della città. Ma il rom voleva di più. «Voleva staccarsi dai Gaglianesi - hanno confermato ieri gli investigatori - per gestire da solo le attività illecite nella zona». Francesco Ciampa


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 31

CROTONE E PROVINCIA La lunga serie di attività commerciali poste sotto sequestro riconducono al potere economico delle ’ndrine

«Soffocata una intera economia» OPERAZIONE GHIBLI

Una impressionante quantità di armi a dare forza intimidatoria

CATANZARO — «Un’inchiesta

particolarmente importante, che ha consentito di chiarire le dinamiche che hanno portato ai nuovi assetti criminali nel crotonese, confermando le mire della 'ndrangheta di quella zona non solo verso il catanzarese, ma anche fuori dalla Calabria». Così l'operazione "Ghibli", scattata nella notte di ieri tra la Calabria e l'Emilia Romagna, è stata descritta nel corso della conferenza stampa che investigatori e magistrati hanno tenuto ieri a Catanzaro. Il blitz, che ha consentito ai militari di catturare 16 dei 20 destinatari del provvedimento cautelare emesso dal gip distrettuale di Catanzaro (4 le persone ancora irreperibili), nonché di apporre i sigilli a beni del valore complessivo di circa 30 milioni di euro, giunge a seguito di indagini partite nel lontano 2004, rispetto alle quali il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro Sandro Dolce, titolare dell'inchiesta, ha avanzato due distinte richieste cautelari, una nel 2007 e una nel 2009.

Il tavolo della conferenza stampa indetta per la presentazione del blitz “Ghibli”

«Si tratta di un segmento di indagini relative al territorio crotonese - ha spiegato Vincenzo Lombardo, procuratore della Repubblica presso il tribunale di Catanzaro - che costituisce un seguito di altre inchieste e, certamente, darà luogo ad altre ancora». Alla conferenza stampa erano inoltre presenti il procuratore nazionale antimafia aggiunto Emilio Ledonne; il procurato-

re aggiunto di Catanzaro, nonché coordinatore per la Dda dell'area ionica Salvatore Murone; il vice comandante del Ros, colonnello Mario Parente; il comandante del Reparto analisi del Ros centrale, tenente colonnello Roberto Pugnetti; i comandanti provinciali dei carabinieri di Crotone e Catanzaro, colonnelli Mario Conio e Claudio D'Angelo.

La pressione mafiosa per creare un impero. Anche un albergo a cinque stelle nell’asse del clan

Due gli aspetti “investigativi” su cui Ledonne e Parente, in particolare, hanno posto l'accento: anzitutto la potenza militare delle cosche aggredite con l'operazione Ghibli, che hanno dimostrato la disponibilità di una impressionante quantità di armi e dunque la pervasività e l'altissimo potere intimidatorio che esse esercitano. Ed inoltre la capacità imprenditoriale delle cosche.

«La lunga serie di attività commerciali sequestrate, e tutte le altre attività di cui è risultata provata la gestione da parte della criminalità la dicono lunga sul fatto che a Crotone risiede una “mente economica” che, di fatto, soffoca completamente l’economia locale, ed inquina quella dell’intero paese. E' una cosa su cui riflettere, per via della assoluta necessità di intercettare e sottrarre beni alla criminalità prima che essi si dissolvano, entrando nel circuito grazie al quale, alla fine, vanno in mano a gente libera e “pulita”». La 'ndrangheta, è stato ricordato, grazie alle attività illegali gode di una straordinaria disponibilità di soldi liquidi che, poi, vengono reinvestiti anche in attività apparentemente lecite, sfuggendo così al controllo dello Stato. Non a caso, tra i numerosi beni sequestrati, figurano tante attività imprenditoriali, ed una lunga lista di ville ed appartamenti almeno diciotto dei quali, riconducibili al gruppo Gentile, sequestrati a Milano.

Sotto scacco commercianti e villaggi turistici

I tentacoli degli Arena estesi in Emilia e oltre

CROTONE — Tra i beni sottoposti a se-

CATANZARO — L’Emilia è la

questro dai Carabinieri nel corso dell’operazione “Ghibli” figurano l’albergo “Il Corsaro” e la discoteca “Tropicana”, nel comune di Isola Capo Rizzuto, gestiti da Domenico Tolone, 49 anni, per conto della famiglia Arena. E ancora le “Lavanderie Industriali Nettuno” a Isola Capo Rizzuto (Kr), riconducibili a Carmine Arena e ai figli Fabrizio e Francesco. Sono stati sequestrati anche conto correnti in istituti bancari di Maranello e Sassuolo, in provincia di Modena, riconducibili a Francesco Gentile. L’hotel “Il Corsaro” di Isola Capo Rizzuto è un cinque stelle. Era ristrutturato grazie ad un finanziamento pubblico ottenuto con la legge 488/92 da 750.000 euro. La discoteca “Tropicana” sorge vicino ad esso. Ma la lista dei beni sequestrati comprende le due lavanderie industriali, che si trovano in capannoni di circa 2.000 metri quadri ciascuno; diverse imprese tra cui una edile, una ortofrutticola, una di attività informatiche, quote so-

cietarie, polizze assicurative, rapporti bancari, numerosi autoveicoli, molti dei quali blindati, e svariati appartamenti e ville, 18 dei quali si trovano a Milano. «L’indagine - è stato spiegato dagli investigatori - ha consentito anche di accertare le modalità di reinvestimento dei capitali illeciti attuate, anche attraverso prestanome, dall'imprenditore isolitano Domenico Tolone, referente economico della consorteria, con l’acquisizione di due lussuose strutture alberghiere, e complessi aziendali». Strutture che sono finite sotto sequestro, anche se non chiuse, ma affidate all'amministrazione giudiziario, in modo da non avere ricadute occupazionali negative, insieme agli altri beni ritenuti ricollegabili al patrimonio illecito degli Arena. Un patrimonio veramente imponente «che - ha sottolineato il procuratore nazionale antimafia aggiunto Emilio Ledonne - ci deve far riflettere, specie nel momento in cui la ricchezza delle cosche viene reinve-

stita in operazioni lecite, sfuggendo così al nostro controllo». L’accento è stato posto inoltre sulla possibilità delle cosche di contare su un'inesauribile disponibilità di soldi liquidi, provento delle più tipiche attività illecite della criminalità organizzata. La droga e le estorsioni, soprattutto. Non a caso, nell'inchiesta “Ghibli” è emerso ancora, come in passato, lo stato di assoluta soggezione di qualunque operatore economico del crotonese alle estorsioni, specie per gli operatori turistici. «Oltre alle responsabilità relative ai fatti di sangue che per un lungo periodo hanno coinvolto i più importanti sodalizi del crotonese - hanno spiegato gli investigatori -, sono state anche documentate le diffuse attività estorsive degli Arena nei confronti di commercianti ed imprenditori locali, nonché l'esazione di tangenti da rinomati villaggi turistici, dissimulate dalla fittizia assunzione di affiliati». Su tutti gli operatori presi di mira spicca il prestigioso villaggio turistico Valtur.

«meta notoriamente prescelta dai crotonesi»: lo confermano, ieri ai giornalisti, i magistrati della Dda di Catanzaro. Proprio in Emilia-Romagna si concentra una intensa attività investigativa su cui, però, nulla gli investigatori hanno voluto dire ieri nel corso della conferenza stampa. Il riserbo investigativo dietro a cui gli inquirenti si sono trincerati, comunque, non ha impedito di comprendere che proprio in Emilia, dove non ci sono destinatari delle misure cautelari eseguite ieri notte, ma risiedono persone indagate, è comunque in corso un'attività condotta dalla Dda di Bologna che è parallela a quella dei colleghi di Catanzaro. Sotto la lente degli investigatori, in particolare, le attività imprenditoriali su cui le cosche crotonesi avrebbero al-

lungato le mani, come risulta confermato dall'inchiesta Ghibli che, hanno detto gli investigatori «mostra ancora una volta le mire degli Arena e dei gruppi collegati su altre zone della Calabria e dell'Italia, nonché la loro notevole capacità economico-imprenditoriale. Basti pensare ai beni mobili e immobili sequestrati, - è stato fatto rilevare - tra cui numerose imprese, due capannoni industriali, importanti attività turistiche, quote societarie, mezzi di trasporto, e tantissimi appartamenti e ville, diciotto dei quali si trovano a Milano». A parte gli interessi in EmiliaRomagna, dall'inchiesta emerge come la compagine criminale facente capo agli Arena «possa contare su qualificati collegamenti con le maggiori cosche ioniche e tirreniche del reggino e del vibonese».


32 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

VIBO VALENTIA E PROVINCIA Alloggi popolari occupati abusivamente. I carabinieri di Vibo hanno riconsegnato le abitazioni ai legittimi proprietari

Violazione di domicilio, quattro denunce Avevano approfittato dell’assenza degli aventi diritto, che si trovavano fuori per la Pasqua VIBO VALENTIA — Ancora occupazioni abusive di alloggi popolari dell’Aterp a Pizzo ed ancora interventi degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia. Questa volta l’occupazione illecita di appartamenti ha riguardato due case occupate rispettivamente da un anziano pensionato e da una giovane donna. L’irruzione, da parte di due nuclei familiari molto noti in paese, è avvenuta in piena notte approfittando della circostanza che i legittimi assegnatari si trovavano fuori dal comune per festeggiare con i propri parenti la Pasqua.

Le due famiglie, in tutto cinque persone compreso un figlio minorenne, hanno dapprima sfondato le porte di ingresso dei due appartamenti, posti a poca distanza l’uno dall’altro, e poi si sono introdotti in casa con tutte le masserizie, ammassando gli effetti personali degli occupanti in una stanza ed appropriandosi, di fatto, della casa. I Carabinieri della Stazione di Pizzo con il supporto dei loro

VIBO VALENTIA — Un morto e tre feriti gravi: è questo il bilancio di un incidente della strada avvenuto ieri mattina intorno alle 8 nei pressi dello svincolo della A/3 Sant'Onofrio - Vibo. A perdere la vita Franco Carchedi, 53anni, medico psichiatra, dirigente del Sert dell'Asp vibonese. Nell'incidente, in cui sono state coinvolte tre autovetture, vi sono anche tre feriti gravi, componenti di un'unica famiglia, tutti trasportati in ospedale, mentre il professionista che viaggiava a bordo di una BMW è morto sul colpo. Sul luogo, oltre alla Polizia per i rilievi, sono intervenuti i Vigili del fuoco per estrarre le vittime dalle la-

Il responsabile del Sert dell’azienda sanitaria, Francesco Carchedi, perde la vita in uno scontro d’auto

VIBO VALENTIA — Si sarebbe incon-

trato con il segretario provinciale Francescantonio Stillitani poco prima della conferenza stampa e per questo era uscito dalla sua casa di S. Onofrio. Francesco Carchedi, il medico responsabile del Sert dell’Asp di Vibo Valentia morto nell’incidente stradale, era anche un esponente politico, commissario cittadino dell’Udc a S. Onofrio, paese dove Carchedi viveva ed era consigliere comunale e dove si era candidato a sindaco, dopo che lo stesso tentativo lo aveva fatto a Vibo Valentia. Per questo motivo, la conferenza stampa convocata dai vertici dell’Udc per ufficializzare il passaggio allo scudocrociato del vice sindaco Tonino Daffinà è stata rinviata: «Considerato il grave lutto - viene spiegato in un comunicato stampa che ha colpito la famiglia Carchedi per la tragico scomparsa dell’amico Franco». Oltrettutto Stillitani era amico personale del medico scom-

Denunciate due coppie una di Pizzo e una di Acquaro

colleghi del Gruppo Operativo Calabria, avvertiti dai vicini quando ormai il più era stato fatto, hanno dapprima identificato tutti gli autori del gesto, dopodiché hanno avviato una lunga trattativa, insieme ai titolari degli immobili, per ottenerne il rilascio senza dover ricorrere ad azioni più incisive e sicuramente controproducenti. Alla fine, i due appartamenti sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari ma per le due coppie, una di Pizzo e l’altra di Acquaro, è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria con l’accusa di violazione aggravata di domicilio in concorso.

Sportelli Unici dei Comuni Riunione in Prefettura, presieduta dal Vice Prefetto Giovanni Cirillo, tra la Vibo Sviluppo Spa (rappresentata dal presidente Paolo Restuccia, dall’amministratore delegato Pasquale Barbuto e da Francesco Proto), l’amministrazione provinciale (rappresentata dall’assessore Paolo Barbieri) ed i sindaci dei Comuni di Cessaniti, Filandari, Ionadi, Maierato, Mileto, Nicotera, Parghelia, Ricadi, Rombiolo, San Calogero, San Costantino Calabro, Sant’Onofrio e Tropea, i quali hanno aderito al progetto “Formazione PA - Reti di cooperazione tra Enti per la realizzazione di servizi comuni” predisposto dalla Vibo Sviluppo Spa in partnership con l’Università degli studi Magna Graecia di Catanzaro e l’Anap Calabria, per la formazione dei responsabili degli Sportelli Unici per le attività produttive. Durante l’incontro è stata presentata la convenzione tra la Vibo Sviluppo Spa ed i Comuni, che sancisce l’adesione dei Comuni alla Rete provinciale degli Sportelli Unici per le attività produttive predisposta dalla Vibo Sviluppo Spa nell’ambito delle attività di coordinamento provinciale, raggiungibile al’indirizzo www. sportellounicodellaprovinciadivibovalentia. it I Comuni si sono impegnati ad approvare la Convenzione entro i prossimi trenta giorni. (Ma. Bo.)

Medico dell’Asp muore in un incidente miere. Franco Carchedi, persona molto stimata, era stato candidato a sindaco sia al comune di Sant'Onofrio, dove risiedeva, sia in quello di Vibo. L'Azienda sanitaria provincia di Vibo Valentia, in un nota stampa del commissario Luigi Rubens Curia, esprime cordoglio per la morte del medico. «Questa mattina, poco dopo le ore 8,30 nel corso di un tragico incidente stradale ha perso prematuramente la vi-

ta il dott. Francesco Carchedi, responsabile dell'alcoldipendenza dell'Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia. Serio, qualificato ed apprezzato professionista - si legge nella nota di Curia - il dottor Francesco Carchedi si era affermato anche per la sua umanità ed il suo alto senso del dovere e dell'appartenenza. Il suo impegno e le sue ricerche in un settore così delicato come quello della prevenzione dell'alcol lo

hanno visto giusto punto di riferimento per le tante patologie che hanno attinto molti giovani del territorio. L'Asp di Vibo Valentia perde con la scomparsa del dottor Francesco Carchedi uno dei suoi più validi e intelligenti professionisti. A nome mio personale e dei dipendenti aziendali - conclude Curia - esprimo alla moglie dottor Pina Gemelli, al figlio Amedeo e alla famiglia tutti, il senso del più sentito cordoglio».

Carchedi era candidato a sindaco a Sant’Onofrio. Daffinà lascia ma per il lutto salta la conferenza stampa

Spezzato il sogno della sindacatura parso. In attesa della conferenza stampa, comunque, il processo di aggregazione di Daffinà alla nuova realtà politica (l’Udc è all’opposizione in Consiglio comunale) è andata avanti. E così sono state protocollate le dimissioni da vice sindaco e da assessore al Bilancio ed al Personale. Nella lettera di dimissioni indirizzata al sindaco Franco Sammarco, Tonino Daffinà evidenzia innanzitutto: «La diatriba interna al partito democratico, con la creazione di correnti in costante contrapposizione», che, a suo giudizio, «ci ha progressivamente allontanato dalla gente che non comprende come mai esponenti dello stesso partito continuino a farsi una guerra senza quartiere

malgrado appartengano alla medesima identità politica». «Sinceramente - afferma Daffinà non riesco più a riconoscermi in un partito che, al momento, non si è dimostrato all’altezza delle speranze che ognuno di noi aveva riposto nella sua nascita. Cercavamo ed auspicavamo un partito diverso, nuovo, che sapesse riconoscersi nella gente ed offrire alla gente un luogo in cui rispecchiarsi; purtroppo, però, il Pd oggi non è questo». Importante, sottolineare un passaggio di Daffinà, allorquando ricorda che: «Il mio stesso gruppo consiliare di riferimento già da alcune settimane ha abbandonato il gruppo consiliare del Pd per costituirsi in gruppo autonomo, ciò a dimostrazione del

disagio che serpeggia da tempo». Alla luce di queste considerazioni, c’è da immaginare che la scelta di Daffinà, che finora si richiamava ai cosiddetti “bruniani”, ovvero a quanti erano rimasti al fianco dell’ex presidente della Provincia, Ottavio Bruni, non sia stata improvvisa, tenendo presente che, prima di lui, altri due “bruniani”, Bruno Greco e Santino Gurzillo, avevano fatto la stessa scelta di aderire all’Udc. E sarà legittimo capire cosa accadrà nella residua pattuglia bruniana in Consiglio comunale; ovvero, ci sarà da capire quanto sia ancora maggioranza (numericamente parlando) la maggioranza che regge il sindaco Sammarco. Cioè, come si comporterà il gruppo autonomo ex Pdm si-

Francesco Carchedi

stematosi per il momento in un posizione di “sostegno critico” al sindaco? Intanto, Tonino Daffinà spiega i motivi delle sue dimissioni da vice sindaco ed assessore: «La mia onestà intellettuale, a questo punto - scrive nella lettera al sindaco - non può non portarmi alla logica conseguenza che, non riconoscendomi più nel Pd e facendo parte della giunta in quota al Pd, sia mio preciso dovere rimettere nelle sue mani il mandato assessorile e le conseguenti deleghe da lei conferitemi, onde permetterle di compiere le opportune valutazioni sull’eventuale formazione di una nuova giunta che possa tenere conto dei nuovi equilibri politici e consiliari creatisi in queste ultime settimane». Appunto, i “nuovi equilibri politici e consiliari”: come li gestirà il sindaco? Maurizio Bonanno


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 33

VIBO VALENTIA E PROVINCIA Promozione on line delle imprese turistiche: finisce in tribunale la polemica sollevata dall’esponente di Sinistra democratica

La “Di Tarso” querela Pino Tassi «La nostra Fondazione non ha mai chiesto né ricevuto contributi pubblici» VIBO VALENTIA — Finisce in tribunale la querelle, che sembrava politica, tra l’esponente di Sinistra Democratica Pino Tassi e l’assessore provinciale al Turismo Gianluca Callipo. Finisce in tribunale per iniziativa della Fondazione “Paolo di Tarso”, coinvolta in questa querelle, che ha letto «con profonda amarezza le considerazioni di Pino Tassi, espresse a mezzo stampa, sulle attività istituzionali svolte dalla Fondazione “Paolo di Tarso” in Calabria»; ha giudicato che: «Le sue dichiarazioni sono false. Frutto della fantasia. E costituiscono un reato: la diffamazione»; e di conseguenza: «Delle sue affermazioni si occuperanno uno o più Tribunali della Repubblica, quella italiana e non quella delle Banane alla quale sembrano appartenere le dichiarazioni di Tassi pubblicate dalla stampa locale». Secondo l’esponente della Sinistra Democratica, la Fondazione Paolo di Tarso per la realizzazione della

Piattaforma di promo- commercializzazione del turismo Italiano, percepirebbe fondi pubblici, quindi dei contribuenti; per la Fondazione, invece: «Non è vero. È falso! Ed è anche falso che Pino Tassi abbia gli strumenti per valutare il nostro lavoro poiché non lo ha mai visto. È coperto da segreto industriale e non è raggiungibile on line da chiunque. Lo hanno visto solo industriali, operatori e istituzioni di governo in via riservata». Per cui, «sarà semplice per l’autorità giudiziaria confermare la sua mala fede. Il sistema è stato visionato e apprezzato a chiari termini dal ministro Renato Brunetta in persona per quanto riguarda il settore innovazione e dal sottosegretariato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di Turismo. Anche in questa sede ITALIAEXCELSA ha entusiasmato il Governo. Tutto gratis. La Fondazione non ha mai inoltrato in tal senso richieste di contributi e

neanche ne ha ricevuti. Nemmeno un centesimo». La scelta di adire le vie legali, viene così spiegata da Luana Gallo, presidente della “Paolo di Tarso”: «Nessuno può esprimere un giudizio di tale peso e gravità, senza almeno aver prima visto o preso coscienza direttamente di quanto pubblicamente si va a denigrare. La Piattaforma è stata realizzata dalla Fondazione Paolo di Tarso con i soli fondi della stessa ed è stata giudicata, da autorità istituzionali, utile per rendere competitiva l’offerta turistica del sistema Italia. La Fondazione Paolo di Tarso è titolare di uno specifico know-how sul quale ricerca da anni e non si improvvisa». A supportare queste affermazioni, un po’ di ricostruzione storica: «Già nel 2003, per dirne solo una, insieme al Governo Italiano, grazie alle capacità tecniche e tecnologiche della Fondazione, in nome del diritto allo studio è stato messo

Gli allievi dell’Ipssctp hanno partecipato al concorso per la creazione del nuovo logo del Csv

Premio agli studenti a indirizzo grafico VIBO VALENTIA — Cerimonia nei locali dell’IPSSCTP di Vibo Valentia, sede staccata di palazzo Vangeli, durante la quale i responsabili del Csv (Centro di servizio per il volontariato) hanno premiato gli alunni dell’istituto, frequentanti l’indirizzo di grafica pubblicitaria, che hanno partecipato al concorso bandito dal Centro per la creazione del nuovo simbolo del sodalizio. All’incontro sono intervenuti per il Csv il presidente Roberto Garzulli, insieme ai vice presidenti Serafino Pesce e Antonello Murone, Maurizio Greco membro del consiglio direttivo, il direttore Antonio Maida, Katia Gaccetta dello staff tecnico del Centro; a fare gli onori di casa il dirigente scolastico Michele Piraino; a moderare i lavori i lavori Pino Cinquegrana. A scegliere quello che è ormai diventato a tutti gli effetti il nuovo simbolo del Csv sono stati i visitatori del sito web del Centro, una specie di sondaggio on line che alla fine ha premiato il lavoro di Alessandro La Torre. Al secondo posto, la proposta di Bruno Moisé, al terzo quella di Gaetano Milidoni. A loro sono andati i premi assegnati dal CSV consistenti in

Un sondaggio ha premiato il lavoro di Alessandro La Torre. Secondo Moisé terzo Milidoni un attestato e in un buono acquisto personale di materiale informatico e didattico. Un attestato di partecipazione è andato a tutti gli alunni protagonisti di questo evento. Il dirigente scolastico Piraino, parlando di iniziativa interessante e proficua, ha espresso grande soddisfazione per l’impegno profuso dagli alunni (“tutti molto capaci e meritevoli”) che hanno evidenziato significative capacità sul piano dell’ideazione del simbolo e della sua realizzazione grafica: «Siamo orgogliosi di voi - ha affermato il preside dell’IPSSCTP di Vibo Valentia - grazie a voi il nostro istituto ha dimostrato ancora una volta la sua validità

teorico-pratica. La stretta interazione tra la nostra scuola e la società è oggi ancora più significativa considerato che si trattava di rendere un servizio al settore del volontariato. È nostro fermo intendimento continuare su questa strada». Il presidente Garzulli, nel ringraziare il dirigente scolastico per aver subito accolto l’idea del concorso, ha sottolineato ai giovani presenti il valore del volontariato: «Dobbiamo pensare agli altri, soprattutto a quelli meno fortunati di noi, dobbiamo aprire il nostro cuore al prossimo. E voi a questo riguardo, impegnandovi in questo nostro concorso, avete dimostrato grande sensibilità». Nel rilevare che l’istituto guidato da Piraino è un esempio concreto della scuola che si apre al territorio, Garzulli ha annunciato che entro l’anno il Csv promuoverà una “Giornata del Volontariato” alla quale parteciperanno tutte le associazioni del Vibonese attive nel III settore e, al riguardo, ha lanciato l’idea di un nuovo concorso per la realizzazione del logo ufficiale dell’iniziativa. Ma. Bo.

a disposizione del mondo intero (dunque perfino di Pino Tassi), l’Archivio di Musica Sacra più importante della storia. È stata inoltre istituita dalla Fondazione la “Carta della Pace” per la Tutela della Memoria e dei Diritti dell’Uomo, segno del nostro alto senso dello Stato. Su queste basi la “Paolo di Tarso” ha istituito anche la “Città della Pace” alla quale converge la fiducia dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana. In Calabria, inoltre, la Fondazione ha recentemente avuto l’onore di rappresentare la Regione Calabria con il Governo Loiero alla Bit del 2008. Altrettanto onorata di aver rappresentato ben quattro Dipartimenti della stessa Regione al Forum Pa 2008. Alla Piattaforma della Fondazione Paolo di Tarso è stata perfino dedicata una tesi di specializzazione presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata. L’Accademia ha definito la Piat-

taforma un modello fondamentale per lo sviluppo delle nuove economie della rete». Secondo Luana Gallo, «probabilmente Pino Tassi quando si riferisce a sperpero di danaro pubblico intende parlare di altre piattaforme regionali che come membro di un partito di sinistra dovrebbe conoscere molto bene. Forse, a questo punto, sarebbe il caso di parlarne e magari nelle sedi competenti e pubblicamente. Intanto ringraziamo con ancora più forza l’assessorato al Turismo della Provincia di Vibo Valentia per l’intuito e la determinazione che hanno consentito alla Fondazione di portare a conoscenza degli operatori del territorio uno strumento di sviluppo del tutto gratuito. Ringraziamo altresì tutti gli operatori turistici che hanno già aderito e che hanno chiesto di aderire, comprendendone l’opportunità offerta». Ma. Bo.

Il Lions Club di Vibo compie 50 anni Il Lions Club di Vibo Valentia ha raggiunto il prestigioso traguardo dei 50 anni dalla sua fondazione. Infatti, il 23 aprile 1959 veniva consegnata la Charter, ovvero la Carta costitutiva che inseriva il Club nella struttura della International Association of Lions Clubs che oggi è considerata la terza organizzazione no-profit a livello mondiale. Per l’occasione si è pensato di realizzare una giornata commemorativa da tenersi lo stesso 23 aprile. Piccoli momenti che possano rappresentare questo che comunque, a suo modo, rappresenta un passaggio storico per la città, in considerazione del fatto che il Club ha offerto negli anni una serie di iniziative che si sono dimostrate utili alla comunità (basti pensare alla creazione del Museo Archeologico, alla messa in posa degli alberi di viale della Pace, giusto per citare appena due delle tante iniziative che ancora oggi rappresentano un punto di riferimento certo in città) Come spiega il presidente del Lions Club di Vibo Valentia, Maurizio Bonanno, si comincia alle 17.30, quando presso l’aiuola posta all’incrocio tra viale De Gasperi e viale della Accademie Vibonesi, là dove oltre quarant’anni fa il Lions Club donò alla città la scultura raffigurante un leone ed opera dell’artista vibonese Gregorio Prestia (un riconoscimento che il Club pensò di fare ad uno scultore il cui valore solo oggi altri stanno scoprendo ed apprezzando per come merita), nel corso di una solenne cerimonia, il Club si farà promotore di installare un “cippo celebrativo” che sarà ufficialmente inaugurato alla presenza delle Autorità civili, militari e religiose. Quindi, alle ore 19, nei saloni del 501 hotel, il Lions Club di Vibo Valentia, offrirà, a chiunque vorrà partecipare, un concerto con musiche eseguite dal Trio Fausto Torrefranca, che tanti successi e consensi sta riscuotendo: “un’iniziativa – spiega il presidente Maurizio Bonanno – pensata con l’intenzione di mettere in evidenza le eccellenze della nostra città avendo trovato in questo senso la sincera e spontanea collaborazione dei musicisti Marco Misciagna, Maurizio Simonelli e Sergio Coniglio e la collaborazione entusiasta del Direttore del Conservatorio, il M° Antonella Barbarossa”. Infine, la cerimonia vera e propria legata alla tradizione sionistica di celebrare la cosiddetta Charter Night, alla presenza delle massime autorità lionistiche.


Mercoledì 22 Aprile 2009

REGGIO il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

La presidente della Commissione regionale per le pari opportunità, Antonia Lanucara, sul ruolo femminile nell’operazione “Artemisia”

«Inquietante connubio tra ‘ndrangheta e Stato» «Perché mai le donne, che delle famiglie sono il perno, non dovrebbero stare al centro della malavita?» REGGIO CALABRIA — «Non posso

non complimentarmi ed essere riconoscente con i 200 carabinieri del Gruppo Operativo Calabria per l’operazione “Artemisia” e con il Pubblico Ministero, Dr. Di Palma, Coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia reggina. Sono persone coraggiose, capaci e veri servitori dello Stato. Dobbiamo tutti congratularci con il loro operato. La loro professionalità ed il loro impegno costruiscono la nostra democrazia e la nostra libertà». Questo quanto ha dichiarato la presidente della Commissione regionale per le pari opportunità, Antonia Lanucara facendo riferimento all'operazione Artemisia, fatta lunedì scorso dai carabinieri di Reggio Calabria, soffermandosi, in particolare, sul ruolo delle donne. «E’ tuttavia inquietante - prosegue - quanto emerge a proposito del connubio tra ‘ndrangheta e Stato e come le ‘ndrine in questione affermano i loro interessi ed affari in

Antonia Lanucara

una Calabria che appare fortemente inquinata ed in ginocchio e prostrata dalla dilagante disoccupazione. Sappiamo tutti e non da ora che il danaro pubblico ed i fondi europei sono fortemente attenzionati

da chi ruba a mani basse ed impunemente; ma sapere che il connubio, che è alla base degli affari si concretizza attraverso il forte abbraccio tra la politica che decide i rappresentanti dei partiti nelle istituzioni, ci dovrà fare riflettere molto. La prima domanda che mi pongo è se è credibile la nostra democrazia “ingessata” da parte di soggetti che “abitano” illegalmente le istituzioni e che comunque ad ogni tornata elettorale si spostano da una Istituzione all’altra con estrema disinvoltura. In assenza di proposte forti, serie ed innovative che si propongono di misurarsi con il cambiamento, necessario e rischioso, ogni cosa appare quanto meno velleitaria. E’ noto - prosegue - che la ‘ndrangheta non è corpo separato da ciò che dovrebbe essere la “casa della legalità” ed allora perché mai le donne, che delle famiglie sono il perno, non dovrebbero stare al centro anche delle famiglie malavitose? Pertanto non

Nuove bacheche per i manifesti mortuari Il vicesindaco Raffa: «Importante per una città che vuole fare del decoro urbano il primo biglietto da visita» REGGIO CALABRIA — Il decoro di una città passa attraverso i comportamenti di tutti i componenti del suo corpo sociale. Uno di questi, soprattutto nelle città del Mezzogiorno, misura il grado di civiltà di intere comunità: l’affissione selvaggia di manifesti listati a lutto, sui quali viene dato... “il triste annuncio” delle dipartita del caro estinto. Recentemente, nel centro storico e nei rioni, sono state installate delle bacheche dove, soprattutto da parte delle imprese funebri, sarà possibile affiggere i manifesti mortuari. «Inizia a prendere corpo la nuova organizzazione degli impianti pubblicitari in città anche grazie all’installazione delle nuove edicole funerarie». Lo sostiene il vicesindaco Giuseppe Raffa. «Un percorso portato avanti dall’assessore Candeloro Imbalzano che ha tramutato in fatti concreti un’esigenza particolarmente

Il vice sindaco Giuseppe Raffa

avvertita dalla popolazione, soprattutto per una città che vuole fare del decoro urbano il primo biglietto da visita all’interno di un percorso ambizioso ed in parte realizzato che è quello del-

la città turistica». Giuseppe Raffa evidenzia che «è sicuramente meritorio aver eliminato questa cattiva abitudine perchè vedere affissi, anche su palazzi storici, non solo al centro della città ma anche in periferia, i manifesti funerari, non era più sopportabile. Adesso - sottolinea il vicesindaco - confidiamo nella collaborazione delle imprese del settore che ci auguriamo utilizzino in modo corretto le apposite bacheche. Le aziende che non rispetteranno le regole saranno sanzionate. E’ inoltre prevista la pulizia di tutti i muri cittadini al fine di eliminare i necrologi abusivi ed a breve sarà completata la rimozione dei vecchi impianti pubblicitari “3 per 6” e sostituiti con nuovi e più decorosi. Il gradimento dei cittadini, su questo percorso che abbiamo intrapreso – conclude Raffa - ci da forza per continuare a lavorare in questa direzione».

«Il loro coinvolgimento mi appare ovvio, sono amareggiata dallo scadimento dei valori che consente la penetrazione del malaffare» sono impressionata dal loro coinvolgimento, che mi appare ovvio; semmai sono amareggiata, allo stesso modo di tutti i calabresi, dallo scadimento dei valori, che consente la penetrazione del malaffa-

REGGIO CALABRIA — Sabato 25 aprile alle ore 10.30 presso la Villa Comunale di Reggio Calabria i dirigenti e militanti del Partito dei Comunisti Italiani e di Rifondazione Comunista depositeranno una corona al monumento dei caduti per ricordare, «in un momento - è scritto in una nota del partito - in cui forte è il tentativo di cancellare la storia e i valori della resistenza, il sacrificio di coloro che nella seconda guerra mondiale si batteremo per sconfiggere in Italia il nazi-fascismo. Grazie a quella lotta di liberazione il nostro paese ha conosciuto la libertà e la democrazia. C’è da dire, purtroppo, che

questi valori e principi oggi sono messi in seria discussione tramite il tentativo di revisionare la nostra Carta Costituzionale, il cui primo firmatario, ricordiamo, è stato il Comunista Umberto Terracini. I Comunisti anche per questa ragione saranno uniti nella prossima elezione per il rinnovo del parlamento europeo per ribadire la necessità di una presenza che sia non soltanto a tutela delle fasce più deboli della popolazione ma anche a difesa di quei principi e valori di democrazia per i quali si batterono e morirono i partigiani comunisti». La villa comunale

r. r.

Claudia Vellone

In breve... Settimana della Cultura L’Archivio di Stato di Reggio Calabria, anche quest’anno, partecipa alla XI Settimana della Cultura. Per riflettere su questi temi si terrà presso l’Archivio di Stato di Reggio Calabria un incontro durante il quale parleranno della ricerca d’Archivio gli studiosi Maurizio de Marco- Dalla famiglia alla comunità. La genealogia come strumento di ricerca, Roberta Filardi- Ricerca documentaria e didattica. Le "Giornate Fai di Primavera – Apprendisti ciceroni" a Reggio Calabria, Alessandra RomeoL’amore per la ricerca alla base del volontariato in Archivio, Antonino Sapone- Storie dell’altro mondo. L’emigrazione calabrese tra gli archivi nazionali e americani. L’incontro avrà luogo oggi alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria sito in via Lia traversa Casalotto. Presentazione Danone Cup 36 società sportive dalla Calabria e della Sicilia, 700 piccoli atleti dai 10 ai 12 anni in campo: il torneo internazionale “Danone Cup” di Calcio a 9 vedrà Reggio Calabria, come una degli otto palcoscenici più ambiti d’Italia in cui si sfideranno i baby calciatori più promettenti dello Stivale. La presentazione dell’evento, incluso il sorteggio pubblico dei gironi, si terrà presso la Sala Assemblea del Coni Calabria oggi alle ore 18. “Reggio Calabria film fest” Al via la 5ª edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria da oggi al 25 aprile al Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto.

Il prossimo 25 aprile, nella Villa Comunale, Rifondazione porrà una corona sul monumento dei caduti

I comunisti Italiani festeggiano la liberazione

re nei gangli vitali dell’organizzazione sociale ed economica». Secondo Antonia Lanucara «non possiamo più rinviare un approfondimento democratico, che individui in modo inedito la strada che blocca la penetrazione malavitosa, che sicuramente non può essere lasciata solo a chi è preposto all’ordine pubblico. La democrazia dell’azione dei partiti, da destra a sinistra, se vuole rilegittimarsi afferma - deve muoversi con il desiderio della gente perbene di questa terra. Con un comportamento inedito ed intellettualmente rigoroso può essere praticabile la necessaria separazione tra “legalità” e malavita organizzata. Ringrazio ancora - conclude -chi è impegnato in questa lotta dura in prima linea e le loro famiglie; non penso che le ’ndrine siano colorate né di rosa, né di celeste: il solo colore che li caratterizza è il nero».

MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 35

REGGIO CALABRIA CITTÀ La polizia ha arrestato a Salonicco, in Grecia, un giovane di 27 anni, Sviadi Ardazishvili ricercato per l’assassinio di Pietro Logoteta

Omicidio sindacalista, arrestato georgiano Il responsabile del patronato agricolo fu ucciso il 9 luglio dello scorso anno da due persone REGGIO CALABRIA — Dalla Que-

stura di Reggio Calabria, riceviamo e pubblichiamo: «Nella giornata di ieri, 20 aprile, personale della Polizia greca ha tratto in arresto Ardazishvili Sviadi, nato in Georgia il 07.04.1982, in esecuzione del Mandato di Arresto Europeo N. 2/09 emesso dal G. i. p. del Tribunale di Reggio Calabria Dott. ssa Kate Tassone in data 15/01/2009. Il predetto mandato scaturisce dall’Ordinanza di custodia cautelare in carcere nr. 4360/2008 R. g. n. r. – nr. 4557/2008 R. g. i. p. - 376/2008 R. oo. cc., emessa in data 11/12/2008 dalla Dott. ssa Tassone che, su richiesta del P. m. della Procura della Repubblica, Dott. ssa Carmela Squicciarini, aveva recepito in toto le risultanze investigative prodotte a carico di Ardazishvili Zviadi e Dolaberidze Shota, nato in Georgia il 04.05.1980, responsabili, in concorso tra loro, e al fine di commettere una rapina aggravata, di aver cagionato, avvalendosi di un’arma da taglio, la morte di Logoteta Pietro attingendolo con numerosi colpi al cranio e in varie regioni del corpo. L’indagine traeva spunto dal brutale assassinio di Logoteta REGGIO CALABRIA — Il giorno dopo il vertice dei rettori delle università del Mezzogiorno, svoltosi a Reggio Calabria, il prof. Massimo Giovannini ha illustrato - nel corso di una conferenza stampa - i risultati del confronto dei 16 atenei, finalizzato alla costituzione di una rete tra le università meridionali. Il rettore Giovannini ha parlato delle iniziative a sostegno del diritto allo studio, nell'ambito di una generale coprogrammazione di questi centri di sapere, alta formazione e cultura del Mezzogiorno. E si è soffermato anche sulle politiche della formazione e della ricerca, con particolare attenzione all'internazionalizzazione. «Una politica di sviluppo - ha detto Giovannini - che punti sull'innovazione, non può non fondarsi su contenuti ed azioni sinergiche fra la Regione ed il sistema universitario». Ed ha aggiunto: “Questa iniziativa non deve essere considerata comparativa o antagonista alla Crui (Associazione delle Università italiane statali e non statali, nata nel 1963 come associazione privata dei Rettori), ma deve essere interpretata come impegno sostanzioso nei riguardi dei nostri studenti”. Nel corso della conferenza stampa, a cui ha preso parte anche il direttore amministrativo della “MediREGGIO CALABRIA — «Per rete intendiamo fare sistema a livello di Mediterraneo e di Meridione», dice il rettore dell’Università “Mediterranea” di Reggio Massimo Giovannini a margine della conferenza stampa di ieri, convocata insieme al direttore amministrativo dell’Ateneo, Antonino Romeo, per illustrare i risultati del vertice del giorno precedente con gli altri responsabili delle Università del Mezzogiorno. «Rete che però - sostiene Giovannini - non è la somma dei singoli Atenei, ma la sua integrazione e che significa, laddove un sapere non c’è, da qualche parte lo si può integrare con un altro che dimora da un’altra parte. Per far fronte ad una domanda, per esempio, che proviene dalla re-

Pietro Giovanni, nato a Reggio Calabria il 02/02/1939, perpetrato in data 9 luglio 2008 negli uffici della sede zonale della F. n. a. (Federazione Nazionale Agricoltura) di questa città. La scena del crimine e le condizioni nelle quali versava il cadavere, oltre ad evidenziare una particolare efferatezza nell’esecuzione dell’omicidio, hanno indotto ad individuarne il movente in una rapina conclusasi tragicamente. In particolare, la rilevazione sul luogo del delitto di impronte e tracce di sangue appartenenti a due profili genetici differenti, oltre quello riferibile alla vittima, attestava la presenza di due aggressori, rimasti feriti durante la colluttazione. L’attenzione veniva quindi indirizzata su soggetti che, essendo a conoscenza delle consuetudini della vittima e della presenza della cassaforte, potevano aver informato gli autori dell’omicidio. I vari servizi investigativi po-

Ardazishvili Sviadi

sti in essere permettevano di identificare gli autori dell’efferato delitto nei cittadini georgiani Ardazishvili Sviadi e Dolaberidze Shota, entrambi clandestini. Veniva accertato, infatti, che i prevenuti

Le condizioni nelle quali versava il cadavere hanno indotto gli inquirenti ad individuarne il movente in una rapina conclusasi tragicamente

erano a conoscenza delle abitudini della vittima, poiché informati precedentemente da due loro connazionali, Didebashwili Eka e Ardazishvili Irma, che presso quell’ufficio avevano effettuato attività di pulizia. Nelle fasi immediatamente successive all’omicidio le due donne, inoltre, unitamente al compagno della Didebashvili, identificato in Buda Claudio, avevano fatto medicare Ardazishvili Sviadi, rimasto ferito ad una mano nel corso del tragico tentativo di rapina, e gli avevano procurato indumenti puliti in sostituzione di quelli intrisi di sangue. A seguito delle risultanze investigative prodotte dalla Sezione “Omicidi” di questa Squadra Mobile, Didebashwili Eka, Ardazishvili Irma e Buda Claudio, in data 12/01/2009 venivano tratti in arresto in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere nr. 4360/2008 R. g. n. r. – nr. 4557/2008 R. g. i. p. –

Il sangue, sul luogo del delitto, attestava la presenza di due aggressori, rimasti feriti durante la colluttazione

Antonio Latella

UNIVERSITA’ Il rettore della Mediterranea ha illustrato i risultati del confronto dei 16 atenei meridionali

Iniziative a sostegno del diritto allo studio terranea”, Antonino Romeo, sono stati presi in esame quattro punti fondamentali: i PON ricerca e competitività, per rispondere al meglio con finanziamenti ai fabbisogni necessari; l’idea di l’Università, intesa come baluardo della legalità e nel contesto dell’importante ruolo sociale che essa assume; gli indicatori di contesto per un equa spartizione dei fondi; il giusto inquadramento nell’area mediterranea. Il professore Giovannini ha poi lanciato un appello a non chiudersi, ravvisando la necessita di un’alleanza fra le varie università, al fine di ottenere maggiori ed importanti risultati. Il direttore amministrativo, da parte sua, ha detto: “Vogliamo rintracciare e portare a termine obiettivi importanti partendo dai servizi per gli studenti”. E su quest’aspetto si è soffermato sulla casa dello studente, “che sta passan-

375/2008 R. oo. cc., emessa il 05/01/2009 dal G. i. p. Dott. ssa Kate Tassone, in quanto responsabili di aver aiutato Ardazishvili Sviadi e Dolaberidze Shota ad eludere le investigazioni dell’autorità e a sottrarsi alle ricerche di questa. Infatti, in sede di esecuzione della predetta ordinanza di custodia cautelare i due georgiani risultavano irreperibili sul territorio italiano. La serrata e complessa attività d’indagine posta in essere dalla Sezione “Omicidi” ha consentito di localizzare Ardazishvili Sviadi in Grecia, in particolare nella città di Salonicco, ove è stato effettivamente rintracciato dalla Polizia ellenica. Il cittadino georgiano è in attesa di essere consegnato all’Autorità Giudiziaria italiana procedente. P. S. Solo che noi che lavoriamo per Il Domani abbiamo ricevuto la notizia il giorno dopo rispetto ad altri organi di stampa, i quali, probabilmente, sono stati informati dalle loro barbe finte che operano in Grecia. Per la sua rilevanza sociale la notizia appartiene a tutti. Buon lavoro, Signor questore.

Il Rettore Giovannini e il direttore Romeo

«Una politica di sviluppo non può non fondarsi su azioni sinergiche fra la Regione ed il sistema universitario»

do concretamente ad una fase operativa, grazie anche all’impegno dell’Aterp, oppure la realizzazione della mensa, della palestra, dell’emeroteca, ed il rafforzamento dei servizi web per un maggiore rapporto comunicativo studente - Università”. Nel corso del vertice di lunedì, i rettori hanno affrontato il tema della programmazione dei fondi comunitari 2007 -2013, ritenendo che solo attraverso un sistema, una rete è possibile affidare alle Università un ruolo propositivo, anche rispetto alle altre scelte che dovranno essere fatte sugli interventi che riguardano il territorio. Al vertice hanno preso parte rappresentanti degli atenei di Calabria, Sicilia, Campania, Molise e Sardegna. All’appello mancavano solo i responsabili delle università dell’Abruzzo, regione alle prese con i problemi del disastroso sisma delle scorse settimane. La riunione, svoltasi rigidamente a porte chiuse (si è protratta per diverse ore) è servita anche per confermare la necessità di promuovere un concreto rapporto con l’imprenditoria locale e di impegnare anche le istituzioni in un percorso comune in grado di agevolare e promuovere sviluppo. Ant. Lat.

Per il prof. Giovannini: «Si tratta di lavorare affinché si possa fare massa critica, attraverso la rete o l’associazione»

«L’occasione per mettere assieme i nostri saperi» gione Puglia, piuttosto che dalla Campania o dalla Calabria». Per il Rettore della “Mediterranea” «si tratta di lavorare affinché si possa fare massa critica, attraverso la rete o l’associazione, che non è competitiva ma solamente ai fini dei Pon ricerca e competitività. Una massa quantitativa e qualitativa più forte in modo che si possa essere preparati a fare progetti che poi possono essere accolti». Sul fronte della collaborazione con il territorio e soprattutto con le amministrazioni lo-

cali, il Rettore ha ricordato l’esperienza dello scorso gennaio quando, alla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano, vi fu l’inaugurazione dell’Anno Accademico in modo inusuale rispetto alla tradizionale formula. «Quello - ribadisce il prof. Giovannini - è stato il primo passo, con l’incontro al quale abbiamo invitato i quattro rettori delle regioni convergenza ed i tre delle regioni competitività. Lo scopo fu quello di vedere se ci fosse l’occasione per mettere assieme

i nostri saperi, il volano di sviluppo che le università rappresentano per coincidere in parte, laddove è possibile farlo, nello sviluppo del Meridione. Abbiamo collocato quell’iniziativa all’interno del Mediterraneo, perché riteniamo che esso sia ancora un territorio abbastanza inesplorato da questo punto di vista. Quindi aperto ad altre possibilità nelle quali noi possiamo mettere la nostra competenza». A. L.

Il rettore Massimo Giovannini


36 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ COMUNE Siglato ieri mattina in Municipio un accordo tra l’Amministrazione di palazzo San Giorgio e la Camera di Commercio

Turismo, progetti per crescere Scopelliti: «Eventi per promuovere la città». Dattola: «Incremento dei prodotti artigianali» REGGIO CALABRIA — L’ipotesi di sviluppo turistico della città affidato ad un protocollo d’intesa tra l’Amministrazione di palazzo San Giorgio e la Camera di Commercio. L’obiettivo dei due enti è quello di far giungere più turisti possibili sulla riva continentale dello Stretto. Per questo è importante proseguire lungo la strada intrapresa da tempo che, in questi ultimi anni, ha fatto registrare un discreto aumento di presenze. Il protocollo, comprendente una serie di iniziative promozionali, è stato siglato, ieri mattina in Municipio, dal sindaco Giuseppe Scopelliti e dal presidente dell’ente camerale Lucio Dattola. All’incontro ha preso parte anche l’assessore comunale al Turismo e Spettacolo Enzo Sidari. L’iniziativa è la prosecuzione di un percorso già avviato con gli incontri di Madrid e Londra e che proseguirà con la presenza al Villaggio “Casa Italia” in occasione dei mondiali di atletica leggera di Berlino, al Salone internazionale svizzero delle vacanze (in programma a Lugano dal 29 ottobre al primo novembre), al Roadshow di Praga e nell’ambito del progetto “Terra, Ma-

Il tavolo della conferenza sul protocollo d’intesa tra Comune e Camera di Commercio

re e cibo degli dei” inserito in un programma di collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Svizzera. All’interno degli stand allestiti in tali importanti manifestazioni, saranno promosse le peculiarità della città, attraverso le attrattive culturali e turistiche presenti sul territorio, valorizzando i prodotti agro-alimentari, dell’artigianato artistico e tradizionale con l’obiettivo di inserirli nei merca-

L’iniziativa è la prosecuzione di un percorso già avviato con gli incontri di Madrid e Londra e che proseguirà con la presenza al Villaggio “Casa Italia” in occasione dei mondiali di atletica leggera di Berlino

ti internazionali. Nel protocollo si legge tra l’altro che «nel contesto dei processi di globalizzazione del mercato e della società, il compito fondamentale è quello di promuovere e sostenere la competitività del sistema imprenditoriale e del territorio nel suo complesso, favorendone l’inserimento, senza tradirne specificità ed identità, dentro la rete dei rapporti internazionali». L’accordo - ha spiegato il sindaco Scopelliti - «ci consente di proseguire nel percorso già avviato nell’ambito del progetto “Reggio Città Turistica” con iniziative importanti che si terranno nelle principali capitali europee. Una serie di eventi per promuovere il pacchetto Reggio Calabria che continua ad avere riscontri positivi nonostante il calo nazionale delle presenze turistiche. La nostra città regge bene e siamo particolarmente soddisfatti che, secondo il sondaggio dell’Is. na. rt (Istituto Nazionale delle Ricerche Turistiche), è al primo posto quanto a gradimento dei turisti e questo torna a merito anche degli operatori che riescono ad offrire servizi di qualità sul territorio». Tra gli obiettivi program-

matici del comune di Reggio vi è il riposizionamento strategico dell’immagine della città, attraverso una serie di azioni di comunicazione istituzionale. In questo contesto l’Amministrazione comunale ha deciso di «favorire un’azione informativa ed educativa finalizzata alla promozione ed alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale, paesaggistico e sociale del territorio». Il presidente della Camera di Commercio reggina Lucio Dattola, da parte sua, ha sottolineato il dato di gradimento dei turisti verso la città aggiungendo che «c’è una crescita costante nell’ambito dello sviluppo turistico che con il tempo darà risultati importanti. Ma c’è anche un sensibile incremento della vendita dei prodotti artigianali. Comune e Camera di commercio, con il protocollo, si sono impegnati, tra l’altro, a costituire gruppi di lavoro congiunti che definiscano le attività specifiche della collaborazione nel quadro di alcuni filoni d’intervento, tenendo conto delle diverse esperienze già realizzate o da cantierizzare». Angela Latella

L’EVENTO L’inaugurazione è fissata per il 23 maggio e chiuderà i battenti l’1 giugno La cerimonia si svolgerà al teatro “Francesco Cilea”

i riconoscimenti Celebrazioni dell’Anno Paolino Undici al “San Giorgio d’oro” la mostra filatelica sul santuario Personalità che hanno contribuito a dare lustro alla città REGGIO CALABRIA — Anche la

città di Reggio è interessata alle celebrazioni dell’Anno Paolino. Tante le manifestazioni in onore dell’Apostolo delle genti, il quale, nel 1980, è stato dichiarato dal Pontefice Giovanni Paolo II Patrono Principale dell’arcidiocesi di Reggio Calabria. L’anno Paolino ospiterà anche una mostra filatelica che interesserà il santuario San Paolo alla Rotonda, la cui inaugurazione è fissata per il 23 maggio e chiuderà i battenti l’uno giugno successivo. «Nella sua peculiare forma espressiva il francobollo diviene un’occasionale, ma efficace coefficiente… di educazione e dialogo. Si può affermare che un’importante missione di pace è stata sottesa a questo semplice e comune strumento di comunicazione». Si tratta delle parole pronunciate dal Santo Padre Giovanni Paolo II, in occasione dell’esposizione mondiale di filatelia “Italia 85” e che oggi, attualissime, costituiscono il fondamento della mostra filatelica in questione che ha come titolo “Sulle orme di San Paolo”. Nel 1943 a Ginevra veniva emesso un francobollo con la stampa Ihs, monogramma del nome di Gesù; così, suore e sacerdoti cominciarono a scambiarsi marchi postali a tema religioso. Uomini e donne di fede non fecero mai mistero di considerare il francobollo uno strumento di evangelizzazione. «Ecco perché viene predisposta la mostra filatelica a Reggio Calabria - ha spiegato il professor Domenico Corso, organizzatore e curatore dell’importante evento -. La Città dello Stretto è il luogo dove Paolo di

La statua di San Paolo

Tarso sbarcò per l’annuncio del Vangelo e per generare alla nuova fede i padri reggini. San Paolo è patrono principale della Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova e la mostra è intesa come strumento di comunicazione della fede». Ed in occasione dell’inaugurazione dell’esposizione, verrà emesso un annullo speciale a cura del Rotary Club Service di Reggio e presentata una cartolina commemorativa a cura dell’associazione culturale “Anassilaos”. La mostra racchiude numerose tematiche e propone copioso materiale sul Bimillennio Paolino 2008-2009, e sullo svolgimento storico delle tre religioni monoteistiche: l’Ebraismo, il Cristianesimo e l’Islamismo. La vetrina, inoltre, è completata dall’esposizione di cartoline e francobolli di più Stati, di Cattedrali, Basiliche, Chiese Cattoliche e Protestanti in Italia e nel mondo, degli

antichi Monasteri ortodossi della Russia, delle Sinagoghe in Italia e nel mondo e dei Monasteri di Monte Athos in Grecia. a. l.

In breve... “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per “De Andrè canta De Andrè” del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cosenza), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione della rassegna “Fatti di Musica Radio Juke Box”, la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla “Lotta a Leucemie e Linfom” dell' A. m. e. n. a. di Catanzaro.

REGGIO CALABRIA — Il Presidente del comitato per le celebrazioni in onore di San Giorgio, Giuseppe Agliano, ha comunicato le personalità a cui l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria ha conferito il “San Giorgio d’oro 2009”. La cerimonia si svolgerà al teatro comunale “Francesco Cilea” giovedì prossimo 23 aprile, con inizio alle ore 20.30 e i riconoscimenti I premiati dell’annuale edizione sono undici e: Roberto Bettarini, ambasciatore d’Italia in Lussemburgo, il quale ha favorito la promozione imprenditoriale della città di Reggio sostenendo le richieste di finanziamento per i nostri progetti presso la Banca Europea; Aurelia Patrizia Calabrò, funzionaria delle nazioni unite, consulente e special advisor del ministro del Commercio e dell’Industria dell’Etiopia; Corrado Calabrò, presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni; Stefano Caporossi, maggiore dell’Arma dei Carabinieri, già comandante della Compagnia di Reggio. Ed ancora: Domenico Chindemi, magistrato e docente di materie giuridiche, consigliere della Corte di Cassazione; Gianluca Curti, produttore cinematografico, presidente del gruppo Minerva pictures ed organizzatore del Reggio Calabria Filmfest; Antonio D’Agostino, presidente regionale dell’associazione nazionale Arma aeronautica. Tra i premiati anche Franco Iacopino, segretario generale e direttore sportivo del Modena F. C.: Marco Silvio Pizzi, presidente della Camera di Commercio ed Industria italiana in Spagna, il quale ha contribuito alle strategie dei progetti di

Giuseppe Agliano

Il nuovo conio del premio disegnato dal maestro Sacco sviluppo turistico della città di Reggio Calabria, collaborato al progetto Passaporto per l’Europa; Luciano Rispoli, giornalista e scrittore e conduttore televisivo e Seby Siviglia, calciatore della Lazio. Si tratta, come ha evidenziato Giuseppe Agliano, di personalità reggine e non che, con il loro operato e le loro professionalità, hanno contribuito a dare lustro alla città dello Stretto promuovendola in Italia e nel mondo. Inoltre, ha spiegato ancora Agliano – l’edizione di quest’anno si impreziosisce di una venatura artistica, attraverso il nuovo conio del San Giorgio, disegnato dal maestro orafo Gerardo Sacco: una preziosa miniatura in oro e argento.


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 37

REGGIO CALABRIA CITTÀ L’appello di Demetrio Costantino, presidente del Comitato Interprovinciale per il Diritto alla Sicurezza, per un maggiore controllo dei giardini pubblici

«Villa comunale, situazione grave» «Teatro di degrado, luogo di criminalità, di spaccio di stupefacenti, di sfruttamento della prostituzione» REGGIO CALABRIA — «Rivolgiamo

un pressante invito alle istituzioni e alle forze politiche cittadine per un impegno serio per l’adozione di misure adeguate e tempestive per garantire l’ordine pubblico nell’area della villa comunale e dintorni». L’appello di Demetrio Costantino, presidente del Comitato Interprovinciale per il Diritto alla Sicurezza, può essere fatto proprio da tutti gli altri abitanti della città dello Stretto che, soprattutto nelle ore serali e notturne, considerano una vera e propria giungla i giardini pubblici che si trovano nel cuore di Reggio ed a pochi passi dalla Questura. «E’ grave e preoccupante - scrive Costantino in una nota - quanto verificatosi nel pomeriggio e nella serata di domenica con ripetute risse tra immigrati con bigliardini del bar situato all’interno della struttura rotti, bottiglie frantumate». Il presidente del Cids denuncia la presenza di coltelli, lo svenimento di una donna (forse sotto l’effetto della droga) nei pressi della “Montagnola” e trasferita nei pressi dei bagni pubblici in attesa che un’ambulanza l’accompagnasse in ospedale. Demetrio Costantino da tempo si batte per una “bonifica” della Villa Co-

Demetro Costantino

Uno scorcio della villa comunale

Il Cids denuncia la presenza di coltelli, lo svenimento di una donna (forse sotto l’effetto della droga) nei pressi della “Montagnola” e trasferita nei pressi dei bagni pubblici in attesa che un’ambulanza l’accompagnasse in ospedale

munale con iniziative pubbliche, organizzate con il concorso della Chiesa, dei rappresentanti delle professioni, dell’associazionismo. Ma sul problema della sicurezza non sono stati fatti passi in avanti. «Non è più tollerabile – scrive il Cids - che la Villa comunale, invece di essere polmone verde e luogo per far trascorrere a bambini e a famiglie momenti tranquilli e sereni, sia teatro di degrado, luogo di criminalità, di spaccio di stupefa-

Al di là di questo, il problema oltre che di natura sociale, è, soprattutto, di ordine pubblico che dovrà essere garantito dallo Stato: dalla polizia, in primo piano, visto che è vicina prossima di questa giungla

centi, di sfruttamento della prostituzione». La Villa Comunale, uno dei vecchi problemi della città dello Stretto, è una sorta di zona franca che neanche le forze dell’ordine, in particolare la polizia di Stato, riesce a controllare per più di una sera di seguito. Demetrio Costantino, nella nota, evidenzia che nel corso dell’ultima iniziativa pubblica, svoltasi proprio all’interno della villa comunale lo scorso 28 marzo, è stato dato mandato al Cids di guidare una delegazione per discutere con il Sindaco il problema. In quell’assemblea pubblica, tra gli altri, presero parte la presidente del Cif (Centro Italiano Femminile) Giovanna Ferrara, il primario ospedaliero Salvatore Costarella e lo storico Francesco Arilotta. Con la nota, Costantino reitera la richiesta di incontrare i vertici di palazzo San Giorgio. Al di là di questo, il problema della Villa Comunale, oltre che di natura sociale, è, soprattutto, di ordine pubblico che dovrà essere garantito dallo Stato: dalla polizia, in primo piano, visto che è vicina prossima di questa giungla, poi delle altre forze dell’ordine. Ant. Lat.

Le primarie a Roccella Jonica grande prova di democrazia

ROCCELLA JONICA Il peschereccio arriva nel porto del comune reggino sabato prossimo

REGGIO CALABRIA — «Le ele-

ROCCELLA — Sabato 25 aprile

zioni primarie, che si sono svolte a Roccella domenica scorsa, hanno rappresentato una bella e grande prova di democrazia e una forte risposta a coloro i quali hanno tentato di inquinare la civile storia del comune jonico attraverso il fallito incendio che è stato perpetrato ai danni della sede unitaria dei Comunisti Italiani e Rifondazione». A dichiararlo Enzo Infantino, segretario provinciale PdCi. «Oltre mille sono stati gli elettori roccellesi che si sono recati al seggio per esprimere la propria preferenza ai due candidati in lizza - prosegue Infantino -. Il nostro compagno Pino Mazzaferro ce l’ha fatta a prevalere nei confronti di un uomo politico di grande spessore come è Mimmo Bova, da sempre impegnato nella battaglia per il riscatto ed il cambiamento della nostra terra. Mazzaferro ha saputo condurre una battaglia elettorale con correttezza e lealtà valori questi che lo hanno sempre accompagnato nei dieci anni di attività istituzionale nel suo comune e da oltre due anni come capogruppo del SAN LUCA — Il Movimento donne

San Luca e della Locride partecipa da sabato 25 aprile a domenica 3 maggio alla Fiera Internazionale dell’Artigianato a Firenze. Lo stand concesso dalla Regione Calabria si trova all’interno del prestigioso Padiglione Cavaniglia quest’anno dedicato ai temi dell’etica & estetica, in cui espongo artigiani di grande spessore artistico e culturale anche della Regione Toscana. Un gemellaggio tra le due regioni, basato sulla cooperazione, sulla costruzione di una rete civica tesa allo scambio per dare spazio e visibilità alle numerose e laboriose realtà della nostra terra. La Fiera ha confermato anno dopo anno il suo primato di vetrina di

PdCI in Consiglio Povinciale». Infantino, inoltre, «nell’esprimere, dunque, soddisfazione per il brillante successo del candidato unitario dei Comunisti Italiani e Rifondazione auspico che a Roccella si ricompongano le divisioni interne al Partito Democratico così come, peraltro, espresso dal loro Segretario Provinciale Giuseppe Strangio - prosegue -. Il centrosinistra in questi anni di Governo è stato, grazie anche al contributo dei comunisti italiani e rifondazione comunista, protagonista di una stagione di crescita e di progresso del comune di Roccella. Noi con il compagno Mazzaferro e con i compagni di Rifondazione abbiamo sempre dimostrato grande lealtà nei confronti degli uomini e delle forze che compongono la coalizione di centrosinistra a partire dal Sindaco uscente Zito Le dichiarazioni post elettorali di Mimmo Bova e del Segretario Provinciale del Pd, Giuseppe Strangio sotto questo aspetto ci appaiono assolutamente rassicuranti».

Approda l’imbarcazione di S. Rita approda nel porto di Roccella Jonica l’imbarcazione S. Rita. Il peschereccio salperà il 23 aprile dal porto di San Cataldo, nel leccese è dovrà raggiungere la darsena Acton di Napoli entro le ore 10.30 del prossimo 30 aprile. Tale evento rientra nell’ambito di “Un Progetto Napolitano” e vuole costruire le basi della legalità, del senso dello Stato e dei valori fondanti della vita nell’acquisizione e nella ristrutturazione di un’imbarcazione utilizzata per traffico di sostanze stupefacenti, sequestrata dalle fiamme gialle del Gico di Lecce e confiscata dallo Stato che, tramite il Demanio di Bari, l’ha affidata all’Asgam Onlus. L’imbarcazione, un peschereccio di circa undici metri, in ottime condizioni, è dotato di un motore eccellente e di uno scafo ideale per praticare le attività che l’Associazione svolge per i bambini disagiati nella città di Napoli e provincia. Questo mezzo è il cuore pulsante de “Un Progetto Napolitano”, progetto che l’Asgam ha deciso di dedicare al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e che vuole

suscitare il più fervido apprezzamento delle Istituzioni e della Società tutta, perché il messaggio che vuole essere lanciato è fondato su tre importantissimi concetti, contrasto alla criminalità organizzata, sottraendo manovalanza, coinvolgimento dei giovani verso la cultura della Legalità e dei veri valori della vita e sfruttamento della Risorsa Mare. Anche i giovani coinvolti dall’Asgam lavoreranno alla ri-

strutturazione dell’imbarcazione e il tutto sarà documentato ed inviato costantemente all’attenzione del Presidente Napolitano che potrebbe presenziare alla cerimonia di varo dell’imbarcazione per il prossimo mese di luglio. A Roccella Jonica l’imbarcazione S. Rita, proveniente da Capo colonna, arriverà alle ore 16 del 25 aprile per poi salpare il giorno successivo alle ore 6 per il porto di Catania.

Per l’VIII edizione testimonial e atleta simbolo della kermesse sarà Stefano Baldini

La Corribianco Road-Race BIANCO — Ritorna l’8 agosto la grande corsa su strada marchiata Corribianco International road - race. Nei suoi otto anni di vita è riuscita a conquistarsi un ruolo di primaria importanza nel panorama nazionale e internazionale. La passione e la competenza tecnica del Comitato Organizzativo, ben coordinato da Mario Carone, con il patrocinio del Comune di Bianco, della Provincia di Reggio Calabria e della Regione Calabria, sono riusciti a dare vita e a far crescere, in

uno scenario marino come quello di Bianco (R. C.), dalla storia antica legata ai Greci, una competizione che nelle sue prime sette edizioni ha visto una evoluzione sempre crescente, tanto da farla diventare un vero e proprio evento. L'8ª edizione che si svolgerà sabato 8 agosto sullo splendido lungomare di Bianco, ha già il suo testimonial e atleta simbolo: Stefano Baldini, Campione Olimpico di Maratona e detentore del primato italiano sulla distanza.

Le donne di S. Luca alla Fiera Internazionale dell’Artigianato

Giulia Stranges, che ha coordinato il trasferimento dei ricami e del telaio. L’esposizione è stata curata dalla maestra di telaio Saveria Giorgi, che per l’occasione ha messo a disposizione le stesse manifatture e un telaio antico su cui, lei personalmente, farà una dimostrazione sul lavoro di tessitura durante l’inaugurazione della fiera. L’unione fa la forza, e in questo momento siamo una squadra motivata a dare risposte concrete». L’iniziativa si svolge all’interno delle azioni di promozione e rilancio dei mestieri artigianali di tessitrice e ricamatrice a San Luca, che sono parte integrante del progetto “Museo del telaio antico e del ricamo” già presentato all’Ente Parco Aspromonte.

r. r.

Sabato 25 aprile a domenica 3 maggio a Firenze nello stand concesso dalla Regione Calabria eccellenza dell’artigianato artistico di qualità, importante patrimonio di ogni cultura ed economia. Dieci giorni nella cornice della Fortezza da Basso, nel cuore di Firenze, per valorizzare le culture innovative e tradizioni artigianali a cui si legano i diversi comparti artigiani nell’ottica di un proficuo incontro e scambio fra il “made in Italy” e la multiculturalità. «Mostrare le nostre manifatture in un contesto così prestigioso e internazionale, non a caso a Firenze,

capitale per antonomasia dell’arte e del “fatto a mano” per noi è un traguardo straordinario - dichiara Rosy Canale, presidente del movimento donne San Luca e della Locride -. Sarà un’ottima occasione non solo per mostrare i ricami delle signore, ma oltremodo per entrare in contatto con altre realtà e quindi scambiare competenze ed esperienze. Il comune di Firenze ha offerto una concreta mano di aiuto al movimento donne - continua la Canale - Eros

Cruccolini, presidente del Consiglio Comunale di Palazzo Vecchio, si è già attivato per far giungere una cospicua donazione di materiale didattico e ludico per il progetto della ludoteca che, in accordo con l’amministrazione comunale di San Luca, vorremmo far partire il prossimo Settembre. Il Sindaco Giorgi parteciperà all’inaugurazione della Fiera, con una delegazione comunale composta dagli assessori Domenico Alvaro e Paolo Femia e dalla signora


38 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

LECCE

MILAN

Il tecnico De Canio e il vicepresidente deferiti per i giudizi espressi sugli arbitri

Emerson lascia Rescisso il contratto Gattuso in gruppo a 4 mesi dall’operazione

Coppa Italia Alle 20,45 semifinale di ritorno a Torino con la Juve I biancocelesti devono difendere il 2-1 dell’incontro di andata Uno striscione polemico per i calciatori allo stadio

I presidenti finalmente d’accordo Ma il voto resta ancora in dubbio

Lo striscione esposto al “Franchi”

L’ex dg della Confindustria

Tifosi duri con la Fiorentina “Vergogna”

La Lega calcio ha scelto Beretta E’ lui il candidato

FIRENZE - ’Vergogna!!! Pretendiamo rispetto per la nostra città, basta discoteche e più serietà. Curva Fiesole’. E’ il messaggio dello striscione di circa 30 metri apparso ieri mattina sui cancelli dello stadio, tra l’ingresso degli spogliatoi e quello alla tribuna d’onore, attraverso cui il settore più caldo e appassionato del tifo viola ha voluto esternare rabbia e delusione dopo il ko per 3-1 e la brutta prova contro l’Udinese. «E’ ingeneroso, ma nessuno di noi si è offeso. La rabbia della curva è la nostra rabbia, vogliamo battere la Roma», ha replicato per la squadra Riccardo Montolivo. Il tutto aspettando la gara con la Roma di sabato al “Franchi” che può valere un pezzo del quarto posto.

MILANO - A nove giorni dal termine ultimo per il rinnovo dei vertici della Lega Calcio, riuscire ad andare al voto è ancora tutt’altro che una certezza. Di sicuro, però, qualora si aprissero le urne, il presidente uscente Antonio Matarrese dovrà vedersela con l’ex direttore generale di Confindustria, Maurizio Beretta, che ieri ha ricevuto l’investitura unanime della serie A. Beretta ha convinto i dirigenti della massima categoria durante un pranzo di circa tre ore in un albergo milanese. Non ha presentato alcun programma, ma semplicemente se stesso, le proprie competenze e un curriculum di tutto rispetto. Milanese, classe 1955, ha lavorato in Rai oltre vent’anni, prima al Tg1, poi come direttore delle Relazioni Istituzionali e Internazionali.

La Lazio prepara il bis Rocchi e Zarate: saranno ancora loro a guidare l’attacco laziale

Tra i bianconeri tiene banco più il futuro che la gara odierna

L’Uefa annuncia il pugno di ferro

TORINO - «Con la Juventus sarà una partita delicata ma non l’ultima dell’anno. Quindi non si può dire che si tratta di una partita che salva la stagione, i bilanci si fanno alla fine, quelli parziali non contano». L’allenatore della Lazio, Delio Rossi, alla vigilia della semifinale di ritorno di coppa Italia (si gioca stasera alle 20,45), cerca di allentare la pressione su quello che a tutti gli effetti è rimasto l’ultimo traguardo per la squadra biancoceleste. «Questa partita vale per la Lazio, non per il mio futuro - ha spiegato il tecnico - Non credo che si possa legare il futuro di un tecnico a una partita. Bisogna guardare l’andamento nel lungo periodo, altrimenti è sbagliata qualunque valutazione». «Io comunque voglio restare qui - ha confessato Rossi -. A Roma sto bene anche perchè è una città solare e a me non piacciono quelle tristi. Per questo non andrò mai ad allenare in certe piazze all’estero». Rocchi e

MILANO - L’Uefa sospenderà le partite in caso di cori razzisti. Lo ha annunciato il presidente Michel Platini. «Ci vorrà coraggio - ha detto ma la decisione d’ora in poi è di fermare le partite in caso di cori razzisti per 10’ e in caso continuino nonostante gli annunci di chiuderle». Non ce l’ha con la Juventus. Massimo Moratti lo ripete più volte per chiarire che la vicenda Balotelli non è una questione sportiva con la nemica di sempre. I cori razzisti vanno condannati sempre e comunque. Anche i tifosi dell’Inter hanno sbagliato in passato e Moratti lo sa bene. «Abbiamo avuto torto noi come ora hanno torto loro», spiega ricordando la lunga e odiosa disputa tra la curva nerazzurra e il giocatore del Messina Marc Zoro, insultato per quasi tutta la stagione 2005/06. «Ma allora mi ricordo che noi ci mettemmo dalla parte di Zoro», è l’unico distinguo che Moratti vuole fare. Per il resto, il presidente nerazzurro comprende le ragioni che hanno portato la Juve a fare ricorso e definisce «parole di buon senso» quelle usate dal presidente Cobolli Gigli per motivare la decisione della società bianconera. I tifosi della Juve fanno sapere di non aver intenzione di chiedere scusa a Balotelli. Intanto il giudice sportivo della Lega Pro ha multato di 10.000 euro il Padova (I divisione girone A) perchè «suoi sostenitori, in occasione delle giocate di un calciatore di colore della squadra avversaria, hanno intonato ululati di disapprovazione».

Stop alle partite in caso di razzismo

Il tabellone di Coppa Italia Quarti

Semifinali

Semifinali

Quarti

X Inter

Il risultato dell'andata

C

Lazio

C

2

Ritorno: domani

Ritorno: oggi

3

1

Inter 0

Lazio 2

1

Roma

Torino

FINALE

Sampdoria

Napoli

13 maggio

1

3 Sampdoria

(5-2 d.c.r.)

3

1 Juventus

4

1 Udinese

C

C

Juventus

Le semifinali si giocheranno con partite di andata e ritorno C partite a turno unico giocate in casa ANSA-CENTIMETRI

compagni scenderanno in campo a Torino con la consapevolezza che anche un pareggio potrebbe bastare

per accedere alla finale: «Ma non bisognerà tenere conto dell’andata (in cui la Lazio vinse 2-1). Dovremo

giocare partendo dal presupposto che è come se fossimo sullo 0-0 - ha sottolineato il tecnico riminese -

Questa è una partita secca, non conta l’andata, è una gara come il derby, come la trasferta di Genova e

Delio Rossi chiude il mercato “A Roma sto bene, voglio restare” andrà giocata con quella stessa intensità. Loro saranno arrabbiati, ci terranno tantissimo, sono abituati a vincere e sono superiori a noi ma io voglio che la Lazio giochi da Lazio». Per quanto riguarda la formazione, Rossi non potrà disporre dell’infortunato Pandev e rilancerà quindi in coppia con Zarate il capitano Rocchi, cui però riserva una piccola stoccata: «Non capisco perchè al Milan possa andare in panchina Ronaldinho e nessuno si crea il problema, mentre alla Lazio è un fatto di lesa maestà» le parole del tecnico biancoceleste. In casa Juve più che alla gara di questa sera si pensa al futuro. Ranieri ammette di aver dato il consenso all’acquisto del 36enne Fabio Cannavaro. Poi il tecnico guarda oltre: «Non è vero che sia stato deciso tutto per il futuro. Il mio problema non è Lippi, ma costruire, il motivo per cui mi hanno chiamato a Torino».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 39

Sport

Moto Rossi vuole ridurre il distacco già domenica Anche Capirossi punta a vincere il Gp del Giappone

Calcio Vucinic vicino al rientro

Valentino corre veloce Stoner resta il favorito

ROMA - Italpetroli non ha sottoscritto alcun contratto per la cessione del pacchetto di controllo della Roma. La compagnia definisce in una nota «del tutto fantasiose e prive di fondamento» le ricostruzioni giornalistiche su una tempistica della vendita della quota. Intanto il centrocampista Aquilani (nella foto) oggi ad Amsterdam verrà visitato alla caviglia destra. Visite già effettuate invece per Juan che ha un nuovo infortunio, sempre al flessore, ma lunedì si è procurato una nuova piccola lesione su un punto diverso rispetto a quello che era in via di guarigione che al momento si ipotizza dovrebbe necessitare di una decina di giorni di stop, diagnosi che verrà aggiornata con nuovi controlli già in programma, come si legge sul sito della Roma. La buona notizia arriva da Vucinic. L’attaccante sembra avere smaltito lo stiramento al gluteo destro ed essere in grado di partecipare alla delicata partita di Firenze.

Tolta la patente a Marco Simoncelli Ha superato i limiti alla guida dell’auto ROMA - Ridurre il distacco accusato in Qatar rispetto alla super Ducati di Casey Stoner e «provare a lottare» con il pilota australiano. Come a Losail anche a Motegi, in Giappone, il Motomondiale classe MotoGp dovrebbe vivere l’ennesima sfida tra il campione del mondo in carica, Valentino Rossi, e l’iridato del 2007. Il primo a riconoscerlo è proprio il pesarese della Yamaha, che tornerà sul circuito che lo scorso anno celebrò il suo sesto titolo nella classe regina. Valentino - come ammette in un’intervista al sito ufficiale della MotoGp - sa già chi sarà il suo rivale principale per la corona numero 7, ed è lo stesso pilota che lo ha preceduto nell’appuntamento in Qatar. «Mi aspetto che Stoner sia molto forte anche qui, dove noi dovremo ridurre il gap e provare a lottare con lui. In passato - prosegue il campione di Tavullia - Motegi non è stato un gran tracciato per me, ho avuto gare da dimenticare, ma con la prova dello scorso anno ho cancellato tutto il resto e spero che quest’anno sia un altro fine settimana da ricordare». Rossi vinse nel 2008 a Motegi mettendo il punto esclamativo alla sua già strepitosa stagione. «Quest’anno sarà tutto diverso, è solo la seconda gara

La Roma non è in vendita Messe a tacere le voci

Il processo riprenderà il cinque maggio

Tabulati e intercettazioni le prove di Calciopoli Il pilota italiano si lancia alla rincorsa del giovane ducatista

e sarà abbastanza strano arrivare lì così presto - spiegato Vale - In Qatar c’erano un paio di punti in cui saremmo potuti migliorare, quindi qui proveremo a preparare alla perfezione il nostro setting per arrivare al top domenica». A mettere i bastoni tra le ruote dei due piloti di punta di Yamaha e Ducati potrebbe essere l’italiano della Suzuki Loris Capirossi che, tre volte vincitore a Motegi,

cerca la prima affermazione per la casa giapponese. Dopo lo sfortunato Gp del Qatar per l’ex della Ducati l’obiettivo è rifarsi subito su un tracciato che lo ha visto sul gradino più alto del podio dal 2005 al 2007. «Arriviamo in un circuito dove ho passato un sacco di buoni momenti. Ero molto contrariato a Losail, ma la gara è acqua passata ormai e abbiamo avuto modo di capire cosa non è

andato», ha detto Capirossi. Simoncelli troppo veloce A 108 chilometri orari, in auto, in un tratto con il limite di 50. Patente ritirata per Marco Simoncelli, campione del mondo nelle 250. L’episodio lungo la superstrada che da San Marino porta a Rimini. L’infrazione al codice sammarinese è costata il ritiro immediato della patente e 400 euro di ammenda.

F1 La Ferrari prepara la riscossa Calcio Vincono le due di testa nel recupero della 35a di serie B

Massa ottimista: “Faremo risultato”

Il Bari non conosce ostacoli Il Parma insegue a tre punti

Serie B SQUADRA

Il pilota brasiliano in pista

ROMA - «In questo momento, parlare di ciascuna gara è diventato più una sofferenza che un piacere, ma non ho perso la speranza e ci sono stati momenti di luce nel buio e bagnato fine settimana in Cina». Nonostante i tre ko consecutivi dall’inizio della stagione - non succedeva dal lontano 1981 - Felipe Massa conta di essere «più competitivo» in Bahrein dove la Ferrari ha effettuato i test invernali mostrando di trovarsi a proprio agio. In più sul tracciato di Sakhir il brasiliano ha vinto gli ultimi due Gran Premi: «Sono sempre andato bene su questo circuito, quindi spero davvero che sia un buon precedente». «In termini più pratici - spiega Massa - qui abbiamo fatto i test invernali e la vettura si è comportata abbastanza bene e le gomme sembravano ben adattarsi al pacchetto che avevamo. Mi aspetto davvero di essere più competitivo, specialmente se useremo il Kers, che dovrebbe costituire un vantaggio su questo tracciato. Spero che, alla fine, riusciremo a rendere la vita difficile alle altre squadre e combattere per un buon risultato. Sono molto motivato, nonostante i momenti difficili che ho attraversato fino a oggi. Ma dei cambiamenti prima o poi arriveranno».

Bari Parma Livorno Sassuolo Brescia Albinoleffe Triestina Empoli Grosseto Vicenza Ascoli Piacenza Pisa Rimini Frosinone Mantova Ancona Cittadella Salernitana Modena Avellino Treviso

IN CASA N P RF

Pt

G

V

66 65 58 55 55 54 52 52 48 46 46 45 43 43 42 42 41 39 37 33 32 28

35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35 35

9 5 10 8 7 9 10 4 11 5 10 4 8 5 8 6 10 5 7 7 9 4 8 5 8 5 6 6 8 5 6 6 10 2 3 10 7 3 6 8 5 8 6 5

Tennis Agassi e la Graf i testimonial

Wimbledon si copre col tetto anti pioggia

RISULTATI

3 0 1 3 2 3 4 4 3 3 4 5 5 6 5 5 6 4 7 4 4 7

22 26 26 25 27 23 26 27 38 23 19 23 22 18 20 17 31 17 24 25 19 22

RS

15 9 13 14 10 14 18 24 23 13 12 16 19 18 16 20 24 15 21 20 18 27

V

TRASFERTA N P RF RS

9 7 2 24 7 6 4 24 6 10 2 27 4 9 5 23 4 5 8 18 4 8 6 17 6 5 7 22 6 4 7 14 3 4 10 14 4 6 8 15 4 5 9 12 4 4 9 15 3 5 9 18 5 4 8 18 2 7 8 20 4 6 8 15 2 3 12 13 5 5 8 18 3 4 11 11 1 4 12 18 2 5 11 13 0 9 8 10

ROMA - Il Bari sbanca il campo dell’Ancona per 3-0 e conserva il primato solitario nella classifica del campionato di serie B. Nella 35.ma giornata, recuperata ieri sera dopo il rinvio deciso in seguito al terremoto che ha colpito lo scorso 6 aprile la provincia de L’Aquila, il Parma supera 2-0 l’Ascoli restando al secondo posto con tre punti di distacco dalla capolista pugliese. Il Livorno travolge il Treviso e resta al terzo posto; il Brescia si sbarazza dell’Avellino e si tiene la quarta posizione. Finisce 2-2 il derby toscano dal sapore di play off tra Grosseto ed Empoli. Il nuovo tecnico del Pisa, Bruno Giordano, esordisce con un pareggio casa-

12 16 17 22 24 18 20 17 35 17 23 24 27 26 31 19 30 22 28 36 33 23

F

RETI S DR PE MI

46 50 53 48 45 40 48 41 52 38 31 38 40 36 40 32 44 35 35 43 32 32

27 19 -3 25 25 -6 30 23 -11 36 12 -14 34 11 -16 32 8 -15 38 10 -17 41 0 -19 58 -6 -23 30 8 -23 35 -4 -2 -21 40 -2 -26 46 -6 -28 44 -8 -28 47 -7 -29 39 -7 -27 54-10 -30 37 -2 -30 49-14 -32 56-13 -38 51-19 -2 -35 50-18 -4 -39

Albinoleffe - Cittadella Ancona - Bari Brescia - Avellino Frosinone - Modena Grosseto - Empoli Parma - Ascoli Pisa - Mantova Rimini - Salernitana Sassuolo - Piacenza Treviso - Livorno Vicenza - Triestina

NAPOLI - Udienza nel processo di calciopoli ieri al Tribunale di Napoli dedicata interamente alla richiesta di ammissione delle prove. Queste, secondo i pm, sono costituite dalle numerose intercettazioni e dai tabulati delle conversazioni con schede sim ’segrete’, di gestori stranieri, che l’ex Dg della Juventus Luciano Moggi (nella foto) avrebbe fornito ad arbitri e designatori. Chiesta inoltre l’acquisizione di indagini e sentenze emesse dalla giustizia sportiva. Il processo riprenderà il cinque maggio.

2-0 0-3 3-0 1-0 2-2 2-0 1-1 2-0 2-1 0-4 1-0

PROSSIMO TURNO Albinoleffe - Bari Ancona - Cittadella Brescia - Mantova Frosinone - Pisa Grosseto - Vicenza Livorno - Modena Parma - Salernitana Piacenza - Empoli Rimini - Avellino Sassuolo - Ascoli Treviso - Triestina

lingo con il Mantova. La nota stonata Incidenti tra ultras prima della partita Ancona-Bari allo stadio Del Conero, e due sostenitori ospiti denunciati dalla polizia. E’ accaduto circa mezz’ora prima dell’inizio della gara proprio davanti all’impianto sportivo quando i supporter sono venuti a contatto. Non è ancora chiara la dinamica degli scontri. Un ultras barese ha subito un trauma cranico ed è stato portato al pronto soccorso all’ospedale di Torrette dai sanitari del 118. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, però, il ragazzo sarebbe scivolato accidentalmente mentre correva, battendo con forza il capo.

LONDRA - Saranno Andre Agassi e Steffi Graf a tenere a battesimo il nuovo Centrale di Wimbledon che da quest’anno potrà essere coperto, in caso di pioggia, da un tetto retrattile. L’inaugurazione è in programma il 17 maggio quando l’All England Club aprirà i cancelli per un evento speciale, tre match tra quattro dei protagonisti del recente passato dei Championship: i coniugi Agassi, Tim Henman e Kim Clijsters.

Antidoping Nuova norma in Spagna

No ai test notturni Va contro la privacy MADRID - «Proibiti i controlli antidoping di notte»: lo stabilisce un decreto del governo spagnolo che vieta gli esami fra le 23 e le 8. La nuova norma commenta El Pais intende allentare la morsa soprattutto in materia di controlli fuori competizione e garantisce il diritto all’intimità e alla vita familiare dello sportivo. La regola imposta dalla Spagna segue le linee generali indicate dalla Ue, ma va in controtendenza rispetto alle norme della Wada, l’Agenzia Mondiale Antidoping.


40 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

SPORT Il difensore amaranto, che domenica mancherà per squalifica, ha esternato la sua soddisfazione per la vittoria sull’Atalanta

S E R I E

A

Costa: la Reggina darà battaglia “Anche contro la Juve i miei compagni cercheranno di conquistare i tre punti”

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Stagione

conclusa per Alessio Sestu. Il centrocampista della Reggina, durante uno scontro di gioco domenica a Bergamo, si è procurato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, che l’equipe del professor Pierpaolo Mariani ha già provveduto a ricostruire lunedì presso la clinica Villa Stuart di Roma. Per il giocatore saranno lungi i tempi di recupero. Una brutta notizia per Nevio Orlandi che, nel corso di questo campionato, ha dovuto fare i conti con qualche infortunio di troppo. Sestu si va ad aggiungere all’elenco degli assenti per domenica prossima, attualmente composta da Barreto, Costa e Lanzaro, tutti e tre appiedati dal giudice sportivo. Ancora è presto per dire se Carmona riuscirà a recuperare in tempo per la Juve, dopo la botta rimediata al ginocchio a metà della scorsa settimana. Anche ieri infatti il centrocampista ha lavorato a parte, insieme ad Alvarez, Adejo e Valdez. Buone notizie, invece, per Corradi: ieri l’attaccante è tornato a lavorare con il gruppo e ci sono buone possibilità che possa scendere in campo domenica prossima. Costa. Il difensore della Reggina, che domenica mancherà per squalifica, ieri ha esternato la sua soddisfazione per la vittoria ritrovata sul campo dell’Atalanta. «Finalmente è arrivato il successo - ha detto -, in una partita in cui abbiamo sofferto di più rispetto ad altre gare. A mio avviso abbiamo fatto prestazioni migliori, in cui meritavamo maggiormente i tre punti. Siamo molto contenti di aver conquistato la vittoria, è un premio secondo me per tutte quelle partite in cui invece non abbiamo conquistato nulla». La vittoria ha permesso alla Reggina di accorciare le distanze su Lecce, Bologna e Torino, che lottano come gli amaranto per non retrocedere. I tre punti daranno un input in più alla squadra di Orlandi a ricercare la salvezza. «Il successo per noi è prezioso ha spiegato il giocatore - perché

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

APPUNTI PER LA SQUADRA

Il difensore della Reggina, Costa

ci ha fatto riagganciare al gruppo di squadre che ci precede e che sta facendo fatica, molto più di noi. Anche le altre, infatti, non riescono a fare punti e noi dobbiamo cercare di approfittarne». La ripresa degli allenamenti ha visto una squadra un po’ più risollevata psicologicamente, rispetto alla ultime settimane, nonostante domenica al Granillo sarà di scena una grande come la Juventus. «Affronteremo una squadra che ha fame di punti - ha affermato , ma saremo in casa nostra e pertanto daremo battaglia. Non c’è più tempo per pensare a chi avremo di fronte. Sarà una gara dura perché la Juventus è una delle squadre più forti del campionato. E cercherà di vincere. Noi faremo il nostro lavoro con la speranza di conquistare punti importanti per la nostra classifica». Angela Latella

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Ottica Piemme Gruppo Piemme Lab. Sas

Società espansione in tutto territorio nazionale SE LE Z IONA

personale dinamico motivati e possibilità di carriera

• •

Responsabile marketing Responsabile amministrazione

• • •

Commerciale Addetti alle vendite Rappresentanti

Per informazioni inviare curriculum

info@otticapiemme.it fax

on è più la Juve di Moggi, Giraudo e Bettega. E’ quella di Cobolli Gigli e Lapo Elkann, che vince poco, si sforza di cancellare l´onta della retrocessione in serie B e, soprattutto, non regala niente a nessuno (almeno così dicono). L’avversario che la Reggina sarà chiamato ad affrontare domenica prossima non ha nulla a che vedere con la squadra di qualche anno fa. Al “Granillo” sarà una partita vera, perché la vecchia Signora deve guardarsi dall’allungo del Milan che, in questo momento, appare più fresco in vista dello sprint finale. Sembrerà paradossale, ma ora come ora gli amaranto godono di una condizione psicofisica migliore rispetto a quella dei bianconeri. La Reggina, ancora oggi, ha veramente poco da perdere. E’ il fanalino di coda della classifica e, tra le quattro formazioni in corsa per evitare gli ultimi tre posti, è quella messa peggio. Bisogna essere realisti e partire dal presupposto che per i calabresi ci sono alte probabilità di retrocedere. Eppure è proprio questa la forza del complesso di Nevio Orlandi. Sul piano tecnico è evidente che, contro una Juventus in giornata, ci sarebbe ben poco da fare. Quella allenata da Ranieri è una squadra che fatica parecchio a imporre il proprio gioco, so-

N

0961/391914

N. Verde 800-925225

2ª D I V I S I O N E

prattutto quando non è supportata dalla necessaria freschezza atletica. Tuttavia dispone di elemento di elevatissimo valore che possono risolvere la partita da soli, con un episodio. Su questi spunti bisognerà continuare a lavorare nel corso della settimana al “Sant’Agata”. La Reggina deve cancellare al più presto lo stato di euforia derivante dal successo di Bergamo; quella vittoria deve servire solo a restituire un po’ di sicurezza nei propri mezzi ad un gruppo di uomini non certo dotati di straripante personalità. L’invito a mantenere un atteggiamento equilibrato vale ancor più per la tifoseria. Guai a credere che la strada sia in discesa. Non è da escludere che domenica sera possa essere ripristinata una distanza di sette lunghezze tra la Reggina e la zona salvezza. Ma questo non significa nulla, perché a determinare le sorti di questo campionato saranno le ultime cinque gare, a cominciare da quella di Bologna. Intanto c’è da concentrarsi sulla Juventus. Il nostro desiderio è di rivedere il “Granillo” gremito. La Signora potrebbe essere l’ultima “big” di scena sullo Stretto. Ma oggi a questo non vogliamo pensare.

L’attaccante torna disponibile dopo la squalifica E i tifosi rossoblù preparano una grande festa

COSENZA

COSENZA — A ormai si fa il con-

to alla rovescia, aspettando il Cassino per cominciare la festa. I rossoblù intendono, pertanto, proseguire la serie positiva che va avanti da ormai molte giornate. Fatta eccezione per la sconfitta patita nella partita di Scafati del ventinove marzo, il Cosenza non perde in campionato da lunghissimo tempo. Oramai in città si aspetta soprattutto la matematica promozione come ribadiscono anche i dirigenti da diverse settimane. Domenica per il Cosenza ci sarà l’ostacolo Cassino che richiamerà al San Vito una ottima cornice di pubblico. Le prevendite stanno andato abbastanza bene considerato che sono stati già staccati mille biglietti e che mancano ancora diverse ore alla gara. Certo il boom si avrebbe nel caso in cui oggi il Gela dovesse incappare in un risultato negativo nel recupero contro la Val di Sangro, gara rinviata in seguito al sisma che ha colpito l’Abruzzo. Infatti se dovesse arrivare un risultato positivo il Cosenza potrebbe sperare, vincendo contro la squadra di Patania, di raggiungere la promozione con diverse giornate d’anticipo sulla fine del torneo. In casa rossoblù, alla ripresa degli allenamenti, da verificare le condizioni degli infortunati che non hanno preso parte alla gara di domenica in Puglia. Per Chia-

Domenica col Cassino rientra Polani

L’attaccante rossoblù, Enrico Polani

nello pare non ci siano molte possibilità di partecipare alla partita contro il Cassino mentre per Danti e Parisi (che sono andati in panchina a Monopoli ma solo per far numero) potrebbe essere previsto un pieno recupero e un posto dal primo minuto contro i laziali. Rientrerà in squadra Enrico Polani che ha scontato la squalifica di un turno inflittagli la scorsa settimana e che oramai (si spera) sarà dispo-

nibile fino alla fine del torneo. In attesa della promozione in Lega Pro 1 e delle novità annunciate dal presidente Paletta per gli ingressi di nuovi imprenditori all’interno della società, il Cosenza calcio 1914 srl comunica che oggi pomeriggio, mercoledì 22 aprile 2009, alle ore 17.30, l’allenatore Mimmo Toscano e i calciatori Ambrosi, Polani, Parisi, Mortelliti, Moschella, Battisti e Occhiuzzi, saranno presenti all’inaugurazione del campo polivalente situato in località Collina Salerno a Settimo di Montalto Uffugo, che verrà intitolato al piccolo Mattia Facciolla, giovane tifoso del Cosenza prematuramente scomparso. La società Cosenza calcio 1914 srl comunica inoltre che in occasione della partita di domenica con il Cassino, saranno ospiti in Tribuna Vip, Michael Cipolla il piccolo di San Marco Argentano, insieme a suo padre Aldo, alla mamma Virginia e al fratello Salvatore. Due gesti di attenzione nei confronti del territorio che da tempo segue in modo incessante le sorti della squadra rossoblù. Carmelo Grandinetti


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 41

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Ripresa degli allenamenti ieri allo stadio provinciale “Carlei”. La Vigor Lamezia, ormai praticamente con entrambi i piedi in serie D, si è ritrovata agli ordini di mister Barone, allenatore della Berretti, e del preparatore dei portieri, Strangio. Ufficializzato, dunque, l’addio di mister Pierini, i giocatori biancoverdi si sono rivisti sul prato del Provinciale per la consueta seduta del martedì. Mentre la squadra si allenava, nel primo pomeriggio intanto riunione societaria per vagliare la situazione e decidere cosa fare in vista del finale di campionato. Secondo le poche notizie filtrate, ancora nessuna decisione importante sarebbe stata ratificata, in merito al paventato “allontanamento” di alcuni giocatori. Pertanto, si attende nelle prossime ore un comunicato ufficiale della società, anche in riferimento all’assetto interno ad essa. Sia per quanto riguarda il momento attuale, si per ciò che concerne il futuro. Per tornare alla seduta di ieri pomeriggio, vi è da evidenziare le assenze per i postumi dei rispettivi infortuni, di Riccobono, Filippi, Ciminari e Pascuccio. Per il resto, i lavoro prosegue e solo nel test di giovedì si potrà conoscere meglio quale schieramento scenderà in campo in occasione del match di domenica contro l’Aversa Normanna. In città, intanto, si continua a dibattere sulla quasi retrocessione in serie D, anche se fra

2ª D I V I S I O N E

E’ ripresa ieri la preparazione dei biancoverdi in vista del match di domenica contro l’Aversa Normanna

La Vigor a Barone e Strangio Il tecnico della Berretti e il preparatore dei portieri guideranno la squadra fino alla fine del torneo L’editoriale

Cosenza ormai vicino al traguardo Mancano soltanto cinque punti... di Valter leone

na settimana decisamente diversa rispetto a quelle vissute fino a oggi. Il campionato di Seconda divisione ha staccato il tagliando numero trenta ma nel pomeriggio si torna in campo per il recupero delle due partite della ventinovesima giornata rinviate dopo il terremoto che ha colpito l’Abruzzo. In palio punti importanti, sia per la parte alta sia per la coda della classifica. Ma procediamo per ordine, ripartendo da quello che è successo domenica scorsa a cominciare dalla capolista Cosenza che torna dalla trasferta di Monopoli con l’obiettivo che si era prefissato alla vigilia: non perdere. In attesa di conoscere il risultato di uno dei recuperi odierni, ai rossoblù mancano ancora cinque punti per la matematica certezza di festeggiare la Prima divisione a quattro partite dal termine. Il traguardo, tranne clamorosi colpi di scena, è sempre più vicino. Il big match della giornata se lo aggiudica il Gela battendo nettamente il Catanzaro, lanciando così l’allungo decisivo per il secondo posto. La matematica lascia ancora aperta una porticina per il primo posto alla squadra di Cosco, mentre quella di Provenza, al terzo ko di fila, deve salutarlo definitivamente. Il crollo dei giallorossi sta tutto nei numeri delle ultime nove giornate nel corso delle quali hanno subito ben cinque sconfitte, un pareggio e soltanto tre vittorie; una serie negativa giunta dopo le ventuno partite senza sconfitte. Arcamone piega il

U

Francesco Strangio, preparatore dei portieri della Vigor Lamezia.

un paio di settimane si conosceranno anche i criteri per stabilire i rispescaggi. Certo, nessuno si illude più di tanto, ma è legittimo pensare che nonostante il pessimo risultato ottenuto sul campo - una società come la Vigor Lamezia, cosiddetta “virtuosa” e con i bilanci a posto, possa aspirare a disputare il prossimo anno il campionato di Seconda divisione.

Notiziario. Dopo la ripresa di ieri, la preparazione proseguirà oggi con la consueta doppia seduta del mercoledì alle ore 10,00 e alle ore 15,00. Per giovedì è in programma il test infrasettimanale previsto alle ore 15,00 sempre allo stadio “Carlei”. Venerdì, una sola seduta pomeridiana e sabato mattina la rifinitura. r. s.

Intanto, occhi puntati sul recupero di oggi pomeriggio tra Gela e Val di Sangro

VIBONESE

Vibonese già concentrata Domenica arriva il Pescina

VIBO VALENTIA — Riprendono gli al-

lenamenti, in condizioni atmosferiche per niente in linea con quanto dice il calendario e il terreno del Luigi Razza di conseguenza nuovamente allentato dalla pioggia che incessante torna a cadere. Riprendono gli allenamenti con la consapevolezza che, dopo Atessa, la Vibonese ha ancora nelle sue corde le possibilità di una reazione, le capacità di non mollare così come Angelo Galfano continua a ripetere. Riprendono gli allenamenti ma con l’orecchio rivolto e tutte le attenzioni concentrate a quanto accadrà in terra di Sicilia, dove una diretta concorrente come la Val di Sangro incontrata appena domenica scorsa giocherà nel pomeriggio il recupero col Gela. Si confida sulla forza della formazione siciliana sempre più lanciata al secondo posto, dopo il crollo repentino del Catanzaro. Si confida che un Gela non ancora pago regoli gli avversari e mantenga la formazione abruzzese appena un punto sopra i rossoblù, com’è la situazione al momento. Poi, domenica prossima si potrà affrontare un Pescina, che deve difendersi dall’assalto dell’Andria, con la speranza di ritrovare quella vittoria che manca da troppo tempo e con essa i gol confidando sulle sfide incrociate che aspettano le altre concor-

Barfletta e regala al Pescina tre punti d’oro in chiave playoff, visto che il Cassino non va oltre il pari interno con il Manfredonia e addirittura l’Andria viene colpita in casa da Lucioni che regala così la gioia del derby al Noicattaro. Un ko che è costata la panchina a Chiancone, il quale in sette partite ha centrato tre vittorie, più un pareggio e tre sconfitte nelle ultime quattro; la squadra è stata affidata a Loconte, allenatore della Berretti. Anche a Lamezia si è registrato l’ennesimo cambio in panchina dopo le dimissioni di Pierini in seguito al ko interno con l’Igea Virtus. La squadra è stata affidata, anche in questo caso, al tecnico della Berretti, Barone affiancato dall’allenatore dei portieri Strangio. La serie D è dietro l’angolo e in casa biancoverde si spera di chiudere la stagione nel migliore dei modi magari affidandosi all’orgoglio e alla voglia di mettersi in mostra dei più giovani. E’ un buon punto quello conquistato dalla Vibonese sul campo della Val di Sangro ma è chiaro che per alimentare le speranze di salvezza diretta adesso c’è bisogno di qualche vittoria, anche perché laggiù nessuno ha intenzione di mollare. L’Aversa ha riaperto i giochi grazie ai tre punti nel derby con la Scafatese, il bunker del Manfredonia ha portato un punto da Cassino e l’Isola Liri è tornata imbattuta da Melfi. E oggi pomeriggio si avrà il quadro della situazione ancora più chiaro visto che la Val di Sangro, nonostante in trasferta su 14 partite ne abbia perse 11i e pareggiate 3, sarà di scena a Gela e l’Isola Liri ospiterà il Pescina. renti per la salvezza (l’Isola Liri ospiterà il Monopoli rinfrancato dalla cura De Rosa, Manfredonia e Val di Sangro si sfidano l’un contro l’altro, l’Aversa a fare visita ad una Vigor talmente in disarmo da confidare su un’impennata d’orgoglio dei lametini). Mancherà ancora, per squalifica Gaetano Di Mauro, ma l’ottima prestazione di Kulenthiran ad Atessa fa stare tranquilli, sempre sperando che prima o poi Taua riesca da re il supporto sperato e che gli altri giovani (soprattutto Di Franco e Polito) ricomincino a giocare così come avevano dato prova di saper fare, in attesa che ritrovi la forma pure Melis. I problemi della Vibonese sono tutti qui, dalla cintola in su, come si suol dire; e d’altronde, la cronica mancanza di gol, il non riuscire a concretizzare la mole di gioco prodotta è stato il limite anche dell’ultima buona prova di domenica scorsa, che non a caso ha fruttato solo un pareggio a reti bianche. E’ su questo che Galfano dovrà lavorare per tutta la settimana. Certo, se il Gela facesse un regalo, tutto si potrebbe affrontare in un’atmosfera più serena… e non sarebbe male! Maurizio Bonanno

Parteciperanno numerosi giovani. Presente anche Luigi Schiavon, allenatore della nazionale juniores maschile

Pallavolo, a Vibo Valentia il “Regional Day” VIBO VALENTIA — Una ventina di giovani promesse della pallavolo calabrese insieme a Luigi Schiavon, il responsabile tecnico delle nazionali maschili e allenatore della nazionale juniores maschile prenderanno

parte al “Regional Day” che si terrà al palasport di Vibo Valentia oggi mercoledì 22 aprile con inizio alle ore 15. A seguire, intorno alle 17.30 clinic di formazione con gli allenatori di vol-

ley della Calabria. Luigi Schiavon parteciperà anche ad un incontro con la stampa previsto per le ore 16.45 presso il palasport di Vibo Valentia, a margine dell’allenamento con i migliori prospetti del volley re-

gionale. E’ prevista la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni, insieme al presidente regionale del Coni Mimmo Praticò, al presidente regionale Fipav Carmelo Sestito e al consigliere federale Filippo Callipo. Nell’occasione verrà presentato un torneo internazionale di pallavolo maschile che si svolgerà in Calabria nel mese di luglio. Ma. Bo.


42 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’attaccante giallorosso parla del momento attuale e promette il massimo impegno in vista dei play-off

CATANZARO

CATANZARO — Max Caputo, cosa sta succedendo al Catanzaro? «Partiamo da una considerazione. Nell’arco di una stagione, i periodi-no possono capitare. Ci sta e fa parte del gioco. E’ un po’ quel che sta accadendo a noi. Nell’ultimo mese, abbiamo offerto prestazioni buone, meno buone e prove decisamente sfortunate…». Stando a quel che lei dice, in gergo, gli addetti ai lavori parlerebbero di un momento di appannamento… «Può capitare un periodo di appannamento, non fisico, ma mentale…». Proprio l’aspetto mentale è quel che più preoccupa. Il presidente Bove, nel dopo gara di Gela, ha parlato di una squadra distratta da diverse situazioni, tra cui le troppe “voci” che circolano nell’ambiente sportivo. E’ d’accordo con la definizione del Catanzaro come formazione distratta? «Il presidente ha sempre ragione. Io la vedo in questo modo. Tra l’alCATANZARO — Ripresa nel pomeriggio di ieri al “Pala Giovino” la preparazione del Catanzaro, in vista della seconda consecutiva trasferta, sul campo del Barletta. Per l’impegno in terra pugliese il tecnico Provenza non potrà disporre del difensore esterno Ciano, che, espulso domenica scorsa a Gela, è stato appiedato dal giudice sportivo. Dopo l’analisi del match di domenica scorsa, avvenuta, come consue-

Caputo rassicura: ci tireremo fuori da questa crisi... tro, il massimo dirigente del club che, tra l’altro non è solito parlare spesso sulla Stampa, ha deciso di affrontare un tema, per così dire, extracalcistico. Se ha fatto alcune dichiarazioni avrà avuto i suoi buoni motivi. Io posso solo parlare dal punto di vista tecnico, non posso e non voglio entrare nel merito di situazioni che poco mi competono quale giocatore». Mi permetta di insistere. Lei che idea s’è fatto sulle “voci”, a volte incontrollate, che agitano l’universo giallorosso? «Più o meno è quel che accadeva l’anno scorso o due stagioni fa…». Si spieghi meglio… «In giro, si parla di problemi che vengono a galla o che sono tirati

fuori alla prima sconfitta. Quando siamo rimasti imbattuti per ventun gare non ho mai sentito parlare di stipendi, o altre cose. Eppure, sino a febbraio, è capitato anche di vincere qualche gara immeritatamente, magari, non esprimendoci al massimo delle nostre potenzialità. Però, la fortuna girava dalla nostra parte. Adesso, le cose non girano per il verso giusto, però, si sente nell’aria qualsiasi tipo di discorso. Ritengo che le sconfitte facciano parte del gioco. L’importante è tirarsi fuori, quanto prima, da un periodo negativo, magari, già domenica prossima in quel di Barletta». E’ preoccupato per il periodo-no del Catanzaro?

Massimiliano Caputo

«Preoccupato non lo sono. Semmai, credo nel lavoro. Quest’ultimo, alla fine, paga sempre. Se ti alleni bene, i risultati vengono. E poi diciamocela tutta, il Catanzaro è una squadra costruita per fare un buon campionato ed è quel che sta

NOTIZIARIO Intanto è ripresa ieri pomeriggio a Giovino la preparazione della squadra

Lavoro differenziato per Di Maio tudine, nel chiuso dello spogliatoio, la squadra ha svolto nella palestra attigua all’impianto marinaro, sotto l’occhio vigile dei preparatori Ferragina e Raione, un lavoro incentrato sul potenziamento della forza

esplosiva, per poi trasferirsi sul terreno di gioco per una serie di variazioni di velocità e lavoro intermittente. La prima giornata lavorativa settimanale si è conclusa con una partitella a ranghi misti su campo ri-

dotto, della durata di circa venti minuti. Lavoro differenziato per il difensore centrale Di Maio e per l’attaccante Caputo, il primo per un affaticamento al bicipite femorale sinistro,

avvenendo. Stiamo rispettando i programmi iniziali. E’ normale che quando si perde si rosica un po’ ed io sono il primo. Tuttavia, è anche vero come l’obiettivo play-off sia stato centrato ormai da mesi. Se, invece, pensiamo al Cosenza vedremo sempre il bicchiere mezzo vuoto…». Cosa serve per chiudere bene il campionato e per affrontare i play off nel migliore dei modi? «Solo un po’ di tranquillità. E magari un paio di risultati utili per ritrovare morale. Ripeto, se si lavora bene, alla fine, i risultati arrivano. Si può anche perdere ma, obiettivamente, non è possibile sbagliare prestazione come accaduto a Gela. D’ora in poi, non sono più ammessi errori di concentrazione. Bisogna lavorare meglio da tutti i punti di vista. Del resto, quando perdi tre gare di fila c’è qualcosa da migliorare sotto più aspetti». Ai tifosi cosa si sente di dire? «Mi scuso per la prestazione offerta dal Catanzaro a Gela. Mi spiace tantissimo per coloro che si sono sobbarcati chilometri su chilometri per vedere la partita. I nostri supporter fanno sempre grossi sacrifici per sostenerci e meritano le giuste soddisfazioni. Purtroppo, domenica scorsa, abbiamo proprio sbagliato approccio alla gara…». Vittorio Ranieri

il secondo per un trauma contusivo tensore fascio lato destro. A parte, con il preparatore Della Porta, si sono invece allenati i due portieri Mancinelli e Parisi. Assente il solo Cardascio, che continua le cure fisio-terapiche presso un centro esterno, dopo l’infortunio al ginocchio. Per oggi in programma due sedute, una al mattino e l’altra nel pomeriggio. Mario Mirabello


APPUNTAMENTI il Domani

Mercoledì 22 Aprile 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

SOVERATO L’associazione “Soverato nel cuore”ha assegnato il premio “Antonio Viscomi” al giovane e brillante artista

Daniele Paolillo in concerto al teatro comunale «Un talento che si distingue nel panorama nazionale con un curriculum di tutto rispetto» CATANZARO — Sarà in scena og-

gi presso il teatro comunale di Soverato alle 20.30 il concerto di Daniele Paolillo, vincitore della prima edizione del premio “Antonio Viscomi” promosso dall’Associazione “Soverato nel cuore” che ha scelto come protagonista di questa kermesse un artista che, pur essendo giovanissimo, vanta un curriculum di tutto rispetto. Vincitore di importanti concorsi nazionali, è ritenuto un talento nella musica per pianoforte. Tra i suoi ultimi successi: l’esibizione dello scorso aprile al Teatro Argentina di Roma nella serata di gala organizzata dal Ministero dell’Università e della Ricerca in occasione del “Premio delle arti”; a maggio in diretta nella “Rubrica Tg2”, negli studi Rai di Saxa Rubra a Roma e al teatro Bibiena di Mantova in occasione del Mantova Musik Festival; a luglio nel cortile della sede del Ministero dell’Università e della ricerca per “I concerti dell’estate 2008”; a dicembre si è esibito con l’orchestra nella basilica di S. Maria Maggiore a Roma, alla presenza del Ministro Gelmini e del segretario di Stato Cardinale Bertone, nel concerto di Mozart K491. Attualmente frequenta l’ot-

Gianni Sgrò

tavo anno di Pianoforte presso il Conservatorio “F.Torrefranca” di Vibo Valentia, nella classe del M° Giorgia Alessandra Brustia. Il presidente dell’Associazione “Soverato nel cuore” Gianni Sgrò ha sottolineato: «Ogni anno la nostra associazione avrà come obiettivo quello di premiare un giovane talento che si distinguerà nel panorama nazionale per le sue particolari capacità nel campo delle arti ricreative. Vorrem-

Lo spettacolo potrà essere seguito in modo gratuito, questa sera alle 20.30

mo che anche in Calabria venissero meglio valorizzati i nostri artisti. Le famiglie devono comprendere che anche nella nostra regione si può ambire ai più alti livelli nazionali, sempre che alla base ci siano impegno e dedizione. Il premio è stato dedicato ad Antonio Viscomi, un diciottenne prematuramente scomparso che nel corso del suo cammino aveva dimostrato vivo interesse per sport, musica, arte. Daniele Paolillo sarà il primo giovane premiato dalla nostra associazione. Tutti coloro volessero apprezzare le sue doti artistiche potranno gratuitamente assitere alla serata, che verrà introdotta da un breve dibattito a cura di Don Mimmo Battaglia e dell’imprenditore Pippo Callipo sulle problematiche giovanili». Infine il presidente Sgrò ha concluso: «L’obiettivo è quello di sollecitare la classe politica calabrese ad avere maggiore attenzione verso le attività ricreative dedicate alle nuove generazioni; tra queste lo sport, la musica, i laboratori artistici. Sarebbe opportuno, infatti, che in ogni piccola comunità vengano messi a disposizione gratuitamente professionisti in grado di coinvolgere i giovani in

attività ludico-culturali che non solo stimolino la loro creatività e conoscenza ma che gli diano la possibilità di formarsi in modo costruttivo. Spesso assistiamo a fenomeni di degenerazioni caratteriali che sfociano in violenze di ogni genere. Credo che uno dei fattori scatenanti di tali situazoni sia la noia». Infine Gianni Sgrò ha concluso il suo commento soffermandosi sulla crisi economica: «Proprio nei momenti di crisi, purtroppo, i primi tagli che le famiglie attuano sono quelli legati alla spesa culturale-ricreativa. E’ più comodo “posteggiare i figli” davanti al computer o ai videogames. In tali situazioni, anche se virtualmente i nostri giovani sono in compagnia, nella realtà si scontrano con una spaventosa solitudine. Lo sport, così come le altre attività ricreative, penso sia al contrario un modo per socializzare e far star bene mente e corpo. Un’opportunità per evadere dalla solita routine quotidiana e acquisire le regole di base che indirizzeranno i nostri ragazzi nel loro percorso di vita». Rita Macrì

ROMA Si svolgerà oggi un convegno per discutere sulla prevenzione dei danni provocati dai disastri naturali REGGIO CALABRIA Un’iniziativa promossa dallo staff di Ghenos

Isat e Amici della terra per un’Italia più sicura Per il turista: “Cultura in viaggio” ROMA — Ci saranno tutti i club

calabresi dell’associazione “Amici della terra” al convegno “Dopo il terremoto de L’Aquila e a cento anni dalla tragedia del 1908, per un’Italia più sicura. Le vie dimenticate della prevenzione” promosso da “Amici della terra” e dall’Istituto per le scelte ambientali e tecnologiche (Isat) con il patrocinio della Regione Calabria e della Regione Sicilia, si terrà a Roma oggi alle ore 9,30 nella sala di Confcooper. «La Calabria, regione a più elevato rischio sismico d’Italia – ha sottolineato il geologo Mario Pileggi del Consiglio nazionale dell’associazione Amici della terra e presidente del club di Lamezia Terme – anche per il grave e diffuso dissesto idrogeologico evidenziato nei mesi scorsi, ha necessità di rilevanti interventi e ingenti risorse per la messa in sicurezza del proprio territorio». «In Italia – ha spiegato l’on. Rosa Filippini, Presidente nazionale di Amici della Terra – non si investe sufficientemente in prevenzione sismica, come invece accade in altri paesi, come il Giappone. Ciò è dovuto alla difficoltà e al costo delle opere, ma anche ai lunghi periodi di assenza di sismicità rilevante, che inducono cittadini e decisori a sottovalutare o rimuovere il problema fino al disastro successivo. Occorre una svolta. La tragedia abruzzese si è aggiunta al centenario del terremoto che nel 1908 colpì Messina e la Calabria, per rilanciare un messaggio che la politica ha finora trascurato: la messa in sicurezza del paese è possibile e non è più rinviabile». Nel corso del convegno sarà presentato il dossier “Per un’Italia più

«La Calabria è la regione a più elevato rischio sismico della nostra Penisola» sicura” da Leonello Serva dell’Istituto superiore per protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Seguirà la tavola rotonda con Mario Signorino dell’Isat, i deputati Benedetto Della Vedova,

Agazio Loiero

Enrico Letta, Aurelio Misiti, il senatore Silvio Sircana, Gianluca Valensise dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e Giuseppe Zamberletti presidente della Commissione grandi rischi e dell’Ispro. Concluderanno il convegno il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero e il presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo. All’incontro è stato invitato il capo del Dipartimento della protezione civile Guido Bertolaso. Ai partecipanti verranno distribuiti il dossier “Per un’Italia più sicura: prevenire è meglio che ricostruire”, realizzato dall’Isat e il volume “Disastri naturali: conoscere per prevenire” realizzato dall’Isat con la collaborazione del Dipartimento della protezione civile. Il dossier offre, in forma semplificata ma scientificamente fondata, una visione d’insieme dei disastri naturali che minacciano il nostro paese. «L’Italia è il paese dei vulcani, dei terremoti, delle alluvioni e delle frane – ha spiegato Mario Signorino – rischi non sempre di livello elevato, ma intrecciati in una miscela che ha pochi riscontri al mondo e che produce effetti catastrofici. La questione che si pone è la messa in campo di una politica adeguata di prevenzione, che finora è mancata malgrado significativi progressi realizzati nel campo della protezione civile. La prevenzione infatti è un problema di sistema, quindi innanzitutto politico, che impone di affrontare questioni di lungo periodo, fare scelte di priorità, mobilitare risorse adeguate, e riguarda perciò l’azione di governo nel suo complesso».

REGGIO CALABRIA — “Cultura

in viaggio”. Si tratta di un evento formativo promosso dall’associazione culturale Ghenos, nel quale saranno coinvolti docenti e professionisti con grande esperienza e competenza nel settore. L’iniziativa si svolgerà durante la Settimana della Cultura (18-26 aprile 2009) e sarà articolata in due momenti: il convegno di oggi, nel quale saranno affrontate tematiche sul turismo culturale e sulla valorizzazione dell’offerta, e le visite guidate gratuite al Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria previste per giorno 23 e 24 aprile, attivate dalla ditta Artes. Il fine del convegno è quello di

analizzare la situazione calabrese, di porre l’attenzione nei confronti del patrimonio culturale e dare delle basi per perseguire una gestione eticamente corretta del turismo. Attraverso le visiste guidate si metterà in evidenza l’importanza dell’accoglienza, come il turista va informato in modo personalizzato e seguito lungo tutto il suo percorso. A tal proposito la Ghenos presenterà con l’occasione il suo catalogo: “L’arte dell’accoglienza”, con l’augurio che sia un buon inizio per valorizzare concretamente l’offerta turistica. Rita Macrì


44 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

SPECIALE VINITALY - SOL /2 Prosegue con la seconda uscita dedicata alle aziende vitivinicole calabresi la rassegna in dieci puntate realizzata a Verona al Vinitaly

Continua il viaggio in Enotria: terra di vini e cultura Imprenditoria femminile, recupero dei territori e comunicazione: ecco la Calabria nel bicchiere VERONA — Continua il viaggio in quella che vogliamo ricordare come Enotria, l’antica terra del vino che conobbero i coloni Greci al loro arrivo nei luoghi fertili e ospitali oggi chiamati Calabria. Caratteri, questi, che la nostra regione conserva ancora e che sono emersi a Verona, nel corso del Vinitaly. Ormai è chiaro a chi segue il mondo del vino che la ricchezza produttiva del territorio, la conservazione delle colture autoctone, il mantenimento di un paesaggio geometricamente allineato, è fra le caratteristiche più ricercate dai cosiddetti “gastronauti”, ovvero viaggiatori che si muovono alla scoperta di territori ed esperienze culturali avendo per mappa la buona tavola e per bussola il cavatappi. Lo fecero i Greci, per necessità, lo fanno ancora oggi, appunto, coloro i quali si muovono, per piacere, alla ricerca di esperienze uniche. E ancora oggi la nostra regione è capace di presentarsi come “Enotria”, offrire situazioni paesaggistiche e suggestioni culturali di ineguagliabile bellezza: vigneti soleggiati che digradano verso il mare, filari in collina geometricamente perfetti solcati dal vento, palmenti in pietra antichissimi in aperta campagna, oppure in case rurali oggi assorbite dai tessuti urbani. Tutto questo potenziale è ben chiaro a quanti si sono presentati al Vinitaly con le carte in regola: il vino è cultura, è territorio, è tradizione. Saperlo valorizzare in tutta la sua complessità significa fare impresa e allo stesso tempo promuovere il territorio. E’ per questo che Massimo Tigani Sava, direttore della testata che ospita questa colonne, ha voluto seguire la Calabria al Vinitaly: perchè in tempo di crisi economica, di globalizzazione, di omologazione culturale, troppe preziose potenzialità rischiano di essere scarsamente valorizzate dalle nostre parti: «Siamo eredi di una tradizione plurimillenaria: questo patrimonio può significare per la nostra regione sviluppo sano, duraturo e sostenibile. A sostegno di questa Calabria credo debba schierarsi il mondo della comunicazione, perchè veicolare concetti chiave come le risorse del territorio, la cultura dei luoghi, la specializzazione che fa evolvere la tradizione, significa aiutare la Calabria a credere in se stessa e nelle proprie capacità di sviluppo e per chi fa il nostro

prendere che bere è cultura, non abuso, aiuta nella ricerca di nuovi mercati, esalta le diversità e le peculiarità dei territori. In sintesi coniuga il modello culturale con quello economico: per questo vale la pena esserci. Non possiamo che imparare a fare meglio». Ancora carattere e attaccamento al territorio per Demetrio Stancati e Flaviana Bilotti: a Bisignano, un meraviglioso balcone affacciato sulla Valle del Crati, in provincia di Cosenza, si trova l’azienda agricola Serracavallo”. «La nostra presenza qui al Vinitaly rappresenta un modo per dire che il vino è prendersi cura del territorio in cui si produce, è cultura, è dedicare anche anni ad mestiere non è un obiettivo da poco». Diamo nuovamente la parola, dunque, a chi ha incontrato i tanti visitatori del Vinitaly e ha parlato loro della nostra terra, oltre che dei propri marchi. Le cantine “Tenuta del Conte”, per iniziare, erano lì: «Passione per la vite è, semplicemente, il nostro motto - afferma Mariangela Parrilla, che abbiamo inconcontrato all’interno dello spazio allestito dalla Regione Calabria -: insieme a mio fratello stiamo lavorando per vincere la sfida del territorio al di sopra di tutto. Abbiamo la fortuna di operare a Cirò, una terra antica, la cui fama ci precede nel mondo. Capiamo, trovandoci qui e potendoci confrontare con altre regioni e altri modi di operare, che non abbiamo assolutamente nulla da invidiare ad altri territori. L’importante, però, è acquisire, noi per primi, consapevolezza del

«Abbiamo la fortuna di operare a Cirò, terra antica, la cui fama ci precede nel mondo. Capiamo, trovandoci qui e confrontandoci con altre regioni, che non abbiamo assolutamente nulla da invidiare ad altri territori. L’importante, però, è acquisire, noi per primi, consapevolezza». Mariangela Parrilla

Vinitaly ‘09: Tenuta del Conte

«Abbiamo portato il nostro modo di essere donne in cantina: i nostri sono vini decisi, di carattere, autoctoni, lontani dall’omologazione del gusto. Sono questi caratteri in comune, fra noi sorelle e i nostri vini, che ci hanno permesso di fare strada nel mondo del vino». Vinitaly ‘09: Cantine Malaspina

valore che hanno le tradizioni, i territori, la cultura dei luoghi, e valorizzarli». Da Cirò, sulle coste del Mare Jonio, ci spostiamo fino a Melito di Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria, ma in realtà, nel “padiglione 7”, non facciamo che qualche passo per trovare l’azienda vinicola “Malaspina”. Risponde alle nostre domande Domenica Malaspina, che insieme alle sue tre sorelle porta avanti “al femminile” l’azienda avviata dal padre, Consolato Malaspina, nel 1967. «E’ un’azienda storica, a tradizione familiare, che oggi abbiamo preso in mano con lo spirito d’iniziativa e l’intraprendenza che caratterizza il mondo femminile. Non senza difficoltà, perchè siamo madri, mogli e imprenditrici allo stesso tempo, e questo in un’attività totalizzante com’è quella che ruota attorno al vino, non è cosa da poco. Nonostante questo siamo sempre

Domenica Malaspina

più convinte della nostra impresa, anche perchè il mondo del vino è sempre più donna!». Pare sia proprio così, soprattutto il modo sano, misurato e colto di bere vino pare sia sempre più al femminile. C’è chi dice che il palato della donna sia meglio dotato di quello dell’uomo per percepire e gustare il vino nelle sue innumerevoli sfaccettature; certo è che quattro donne a capo di un’azienda sono una bella scommessa, e non solo “di genere”: «Abbiamo portato il nostro modo di essere donne in cantina prosegue -: i nostri sono vini decisi, di carattere, autoctoni, lontani dall’omologazione del gusto. Sono questi caratteri in comune, fra noi sorelle e i nostri vini, che ci hanno permesso di fare strada nel mondo del vino, non solo in Italia. In fondo la Calabria è una terra che insegna a resistere alle avversità, come fanno le radici dei nostri vigneti, prendendo il

«La nostra presenza qui è un modo per dire che il vino è prendersi cura del territorio, è cultura, è dedicare anche anni ad un progetto senza vedere un risultato per poi comprendere che si è fatto bene a non avere fretta, a rispettare i tempi, a innovare dove era giusto innovare, e a rispettare la tradizione dove era giusto farlo». Demetrio Stancati

Vinitaly 2009: Az.Agricola Serracavallo

meglio dalla terra. E le difficoltà si trasformano in potenzialità». E’ ancora "donna" la terza realtà aziendale che vi raccontiamo seguendo la Calabria che si è mossa alla volta del Veneto nelle scorse settimane. Lidia Matera è agronoma e lo è diventata proprio per meglio seguire l’attività vitivinicola familiare. Si prende cura dell’azienda del padre da una ventina d’anni e le stanno a cuore tre concetti: educare al vino, aprirsi a nuovi mercati e valorizzare i territori di provenienza. “Terre Nobili”, così si chiama la sua azienda, sorge a Montalto Uffugo (Cs) e si è presentata al Vinitaly «proprio perchè questo spazio aiuta a com-

un progetto senza vedere un risultato per poi comprendere che si è fatto bene a non avere fretta, a rispettare i tempi, a innovare dove era giusto innovare, e a rispettare la tradizione dove era giusto farlo. Troppo spesso si trascura il valore del tempo: produrre vino aiuta a comprendere che il tempo è uno strumento per operare bene, il tempo serve per raccogliere frutti, e anche la nostra regione, così ricca di potenzialità e cultura, deve comprendere che non ci si può sottrarre o opporre alle leggi di natura. Non hannno senso le scorciatoie e l’unica strada che paga, come il Vinitaly nella complessità delle esperienze che propone insegna, è la qualità e la perseveranza nel proprio lavoro». “In vino veritas”, potremmo concludere. Certi che di queste parole in molti potranno fare tesoro.

(continua)

Rosalba Paletta

I servizi sono stati realizzati in collaborazione con l’Associazione Jonici impegnata nel progetto culturale “Consuma e Spendi Calabrese”.

«Questo spazio aiuta a comprendere che bere è cultura, non abuso, aiuta nella ricerca di nuovi mercati, esalta le diversità e le peculiarità dei territori. In sintesi coniuga il modello culturale con quello economico: per questo vale la pena esserci. Non si può che imparare a fare meglio». Vinitaly ‘09: Terre Nobili

Lidia Matera


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA Sono numerosi i premi che, per differenti categorie, verranno assegnati nella giornata di venerdì nella Città dello Stretto

Anassilaos San Giorgio: un premio per i reggini Un riconoscimento giunto quest’anno alla sua XI edizione per cittadini meritevoli e valorosi REGGIO CALABRIA— Nell'ambi-

to delle celebrazioni religiose e civili dedicate a San Giorgio Martire, Patrono di Reggio Calabria, si terrà venerdì 24 aprile presso la Chiesa di San Giorgio al Corso/Tempo della Vittoria la cerimonia di consegna della XI edizione del Premio Anassilaos San Giorgio Città di Reggio Calabria 2009 promosso dalla Civica Amministrazione,dalla Parrocchia di San Giorgio e dall'Associazione Anassilaos, con il Patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria e della Amministrazione Provinciale. La cerimonia si aprirà alle ore 19,15 con il saluto delle autorità presenti e la proiezione di un documentario sul tema “San Giorgio a Reggio Calabria tra storia, leggenda e arte” realizzato da Giacomo Marcianò, Responsabile dell'Anassilaos, e proseguirà con la consegna dei riconoscimenti. Il Premio Anassilaos San Giorgio Città di Reggio Calabria che ha preso il suo avvio nel 1999, si propone dunque di esprimere la gratitudine dei cittadini di Reggio a quei reggini che in patria, o lontani dalla patria, hanno contribuito e contribuiscono alla crescita civile, culturale, economica della Città. Per l' Attivita' di Promozione Umana e Sociale premio alla Congregazione delle Sorelle della Croce di Reggio Calabria, fondata a Siviglia nel 1875 da Santa Angela della Croce, che oggi opera in Spagna, in America Latina e a Reggio, assistendo gli infermi e gli anziani della Fondazione Lucianum e al Centro Italiano Femminile Provinciale di Reggio Calabria (Cif), presieduto dalla Dr.ssa Giovanna Ferrara. Il Cif è nato nella città dello Stretto nel 1945 (primo Presidente Maria Cappelleri, coadiuvata da Maria Mariotti), grazie all'impegno di Mons. Antonio Lanza, al tempo Arcivescovo di Reggio, che si proponeva di utilizzare le risorse del mondo femminile cattolico orientandolo verso l'obiettivo della crescita sociale e civile del territorio, e che fin dal suo nascere si è dedicato alle problematiche sociali gestendo colonie marine e montane, attività in favore dei poveri nel dopoguerra, corsi di economia domestica e rurale, sempre

ponendo grande attenzione alla formazione culturale e professionale della donna. Per l'impegno profuso nell'attività pastorale riconoscimento a due religiosi, Fra' Eugenio Clemenza, dell'Ordine dei Frati Minori Francescani, per dieci anni (1991/2001) missionario in Africa,nel Congo-Brazzaville, a Reggio Calabria per sei anni Maestro degli studenti teologi e oggi guardiano nel Convento Santuario di Bisignano (Cs), e a Padre Severino Kyalondawa Kazamwakli, Amministratore Parrocchiale San Giuseppe e S.S. Salvatore di Cataforio, studioso delle vicende della Chiesa nei primi secoli. Per il suo impegno a favore dello sport premio a Demetrio Praticò, Presidente del Comitato Regionale del Comitato Olimpico Nazionale (Coni) che da anni alla guida dell'importante organismo sportivo regionale si adopera affinchè lo sport calabrese e reggino, che ha vantato e vanta atleti di grande livello in ogni campo di attività sportiva, possa ancora al presente mante-

Il Premio Anassilaos San Giorgio Città di Reggio Calabria si propone di esprimere la gratitudine dei cittadini di Reggio a quei reggini che hanno contribuito e contribuiscono alla crescita civile, culturale, economica della Città nere tale splendida tradizione. Per la sua attività di medico, congiunta all'impegno sociale, riconoscimento a Giovanni Uslenghi, Dirigente Medico dell' Unità Operativa di Chirurgia Vascolare nell'Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria, che autore di numerose pubblicazioni scientifiche in patologia vascolare, ha applicato nuove tecno-

logie nelle arteriopatie e nelle malattie venose. Impegnato nel sociale, quale Governatore della Confraternita della Misericordia di Reggio Calabria, ha organizzato diversi eventi sia nel campo della protezione civile, sia nei servizi sanitari. Per il Teatro premio al Gruppo Artistico Blu Sky CabaretSperimentazioni, gruppo teatrale prestigioso nato 1974 con il proposito di poter parlare liberamente il linguaggio sperimentale del cabaret. Di successo in successo e di anno in anno Mimmo Raffa, Angela Costantino, Peppe Piromalli, Carmelo Nucera, Mariella Fonte, Patrizia Britti, Antonio Scorziello, Pino De Gregorio ed altri sette promettenti elementi hanno mantenuta viva in Reggio la tradizione del teatro popolare divenendo beniamini di un crescente numero di spettatori che ogni mese riempie la sala del Teatro Loreto. La collaborazione con i più famosi cabaret romani, “Il giardino dei supplizi” e “Il Bagaglino”, che ha consentito al Blu Sky di affinare la propria satira senza mai rasentare la volgarità e la barzelletta fine a se stesse, le tournèe all'estero (Germania, Olanda, Francia, Belgio, Canada) e in Italia pongono il Grup-po reggino nei primi posti dei gruppi di base nel vasto panorama artistico italiano. Per la Poesia ma anche per l'impegno svolto negli Stati Uniti a favore della lingua e della cultura italiana riconoscimento a Giovanna Sciarrone Brancatisano, docente e raffinata poetessa. Per la Fotografia premio a Francesco Turano, fotografo subacqueo, illustratore naturalista, le cui immagini e i cui disegni sono stati pubblicati su riviste come Oasis, Bell'Italia, Aqva, Sub, Il Subacqueo, La Conchiglia, su quotidiani, periodici e riviste scientifiche, su libri ed enciclopedie, e premiate in numerosi concorsi fotografici di prestigio. Appassionato naturalista e legato alla sua città di cui ha fotografato gli splendidi, quanto spesso sconosciuti fondali, allo scopo di contribuire alla preservazione di un patrimonio naturalistico bello e fragile. Premio in Memoria ad Arcangelo Papalia, figura esimia di docente ed

La cerimonia si aprirà con il saluto delle autorità e la proiezione di un documentario sul tema “San Giorgio a Reggio Calabria tra storia, leggenda e arte” realizzato da Giacomo Marcianò, e proseguirà con la consegna dei riconoscimenti educatore in molti centri della provvincia e infine a Reggio, già sindao di Staiti, sviluppò nella Città dello Stretto una intensa attività associativa, sindacale e sociale, e a Ninì Sapone, presepista per eccellenza o come lui amava definirsi: “l'artigiano del presepe”. Animatore, insieme a Don Matteo Plutino della sezione reggina “Amici del Presepe”, di cui diviene dirigente alla morte di don Matteo Plutino, associazione che ha promosso e organizzato, tra l'altro, il concorso “L'arte nel Presepio”, egli ha offerto alla sua Città ineguagliabili gioielli artistici, basti pensare ai presepi meccanizzati allestiti presso la Catte-drale, la Parrocchia Santa Maria della Cattolica dei Greci, la Chiesa del Divin Soccorso, coronando nel 1998, con l'istituzione a Reggio Calabria del “Museo del Presepe”, uno dei suoi più grandi sogni. Premio per la Ricerca all'Arch. Vincenzo Cannizzaro, Disaster Manager-Esperto di Pianificazione Territoriale e Protezione Civile-Dipartimento di Scienze Ambientali- Coordinatore Rischio Sismico Università Mediterranea di Reggio Calabria, che ha rivolto una particolare attenzione al rischio sismico e ai rischi ambientali e alle connesse strategie di riduzione della vulnerabilità del territorio, oggetti di ricerche e studi resi, purtroppo di grande attualità, dal terremoto in Abruzzo

che rivelato la fragilità del territorio sottoposto a sforzo sismico. Premio Una Vita per la Ricerca all'Arch. Salvatore Giacco che si è attivamente occupato di diversi aspetti della storia di Reggio Calabria, dalla ricerca storico -urbanistica (Reggio Calabria in epoca bizantina; i centri abitati della provincia; studi sul centro storico di Cosenza) alle vie di comunicazione (strade ferrate negli ex stati italiani preunitari, studi sulla viabilità in Calabria dal periodo romano alla fine del regno borbonico), dalle condizioni socio economiche (studi sulle condizioni socioeconomiche della regione aspromontana dal VII sec. A.C. al 1890; studi sulla politica economica del governo borbonico dopo la Restaurazione) fino alle importanti ricerche sulle fortificazioni medievali, rinascimentali e moderne sulla costa calabra dello Stretto di Messina e la ricostruzione di Reggio dopo il sisma del 1783. Per l'Imprenditoria riconoscimento al reggino Giorgio Verduci, oggi imprenditore, che dopo la laurea in chimica, conseguita presso l'Università di Messina, partitosene da Reggio Calabria ha lavorato quale Direttore di Ricerche e Sviluppo nella società Gallino di Torino, fabbrica di componenti plastici per autoveicoli. In tale veste ha anche lavorato nell'allora Unione Sovietica con la ditta “Plastik”. Nel periodo di dissoluzione dell'Urss si è adoperato per non permettere la fermata produttiva dello stabilimento nella città di Syzran consentendo alla Plastik di uscire dalla crisi e ai lavoratori di mantenere il proprio posto di lavoro. Proprio per questo, nel 2000, è stato insignito della cittadinanza onoraria di Syzran. Oggi prosegue la sua attività di imprenditore autonomo dimostrando come i reggini abbiano non poche qualità organizzative e imprenditoriali, nelle quale portano comunque una sensibilità e attenzione ai problemi del lavoro. Riconoscimento infine al Marescial-lo Aiutante s. U.P.S. Giuseppe Amaddeo, impegnato in numerose missioni di pace all'estero, prima come osservatore Onu in Cambogia poi in Irak nella missione Antica Babilonia.


46 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Mediterraneo in arte”, rassegna di arte contemporanea al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia

Mostra di pittura a Catanzaro IL CARTELLONE

Domenico Codispoti in concerto domani sera al Teatro Politeama

BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. BORGIA (Cz) - “Mediterraneo in arte” Dal 25 aprile al 4 maggio, rassegna d'arte contemporanea itinerante "Mediterraneo in arte" presso il parco archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia. Il giorno dell'inaugurazione della mostra, il 25 aprile, ore 10.30, alla presenza del sindaco e dell’assessore alla Cultura del Comune di Borgia, della direttrice del Parco Archeologico ci saranno i saluti delle autorità, ed è inoltre prevista una presentazione introduttiva alla collettiva da parte del critico d’arte Lara Caccia. Artisti: Aleph - Augusto Ambrosone - Giuseppe Amoroso - Lucio Alfonsi - Enzo Angiuoni - (Lorenzo viscidi) Bluer Kika Boker - Andrea Lacasa - Letizia Caiazzo - Giancarlo Caneva - Paolo Contin - Roberto Di Giampaolo Maria Teresa Di Nardo - Carlo Feruglio - Maria Arvelaiz Gordon - Nicola Guarino - Andrea Lacasa - Nadia Lolletti - Marinka - Attilio Melati - Concetta Palmitesta - Serpic - Rosa Spina. In mostra le ceramiche di Michela Angiuoni. Patrocinio: Comune di Borgia - Area-Scolastica, cultura, ricreativa. Presentazione: Lara Caccia, critico e curatore d’arte. Interventi: Domenico Cersosimo, vice pres. della giunta Regionale Pubb. istruzione, assessore per i beni archeologici della Calabria; Domenico Rijllo, sindaco del Comune di Borgia; Riccardo Bruno, assessore alla cultura Comune di Borgia; Maria Grazia Aisa, archeologo direttore coordinatore della soprintentenza per i beni archeologici della Calabria; Lara Caccia, critico d’arte Catanzaro; Lucia Basile, critico d’arte Taranto; Enzo Angiuoni, artista Avellino; Rosa Spina artista Catanzaro. Informazioni: 335/8182991 - artespina@libero.it - www.arterosaspina.com.

ronato vincitori, anche quest’anno, due corti ex aequo. Si tratta di "Asade", di Daniele Balboni e "Anna Politkovskaja concerto per voce solitaria", di Ferdinando Maddaloni. La rassegna prosegue con la “sezione film”, iniziata l’8 aprile, in programma sino al 6 maggio, sempre alle ore 21: oggi sarà la volta di “Non uno di meno”, di Zhang Yimou, Leone d’oro alla Mostra del Cinema di Venezia del 1999. Mercoledì 29 aprile “4 mesi, 3 settimane, 2 giorni”, di Cristian Mungiu, Palma d’oro al Festival di Cannes 2007 e, infine, mercoledì 6 maggio “Primavera in Kurdistan”, di Stefano Savona, vincitore del Trento Film Festival 2007. CASTROVILLARI (Cs) - “Settimana della Cultura”

La manifestazione “Settimana della Cultura”che quest’anno ha lo slogan “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”, ha lo scopo di favorirne la conoscenza e di trasmettere l’amore per l’arte, per i documenti ad una sempre più ampia platea di cittadini. Il tema della mostra esposta nei locali della Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari fino al 9 maggio 2009, esclusi i giorni festivi, orario di visita dal lunedì al giovedì ore 9,00-16,00, venerdì-sabato ore 9,0013,00, vuole far conoscere attraverso i documenti “L’Evoluzione del Territorio del Pollino attraverso la Cartografia”.

CARIATI (Cs) - Presentazione libro Oggi, si terrà la presentazione del volume "Sette storie sulla scala di seta. Sguardi e conquiste di donne calabresi, di Assunta Scorpinti, edito da Progetto 2000, con inizio alle ore 18.30, presso il salone parrocchiale di "Cristo Re" di Cariati Marina. Oltre ad Assunta Scorpiniti, interverranno il parroco don Mosè Cariati, l’editore Demetrio Guzzardi, rappresentanti delle locali associazioni femminili e della comunità parrocchiale. Nel corso dell'incontro, alcuni testimonial delle storie leggeranno brani del libro. CASTROVILLARI (Cs) - “La Tela di Penelope” La terza edizione de "La tela di Penepole - La figura femminile nello specchio del Mediterraneo", rassegna di cortometraggi dedicata alla figura femminile, organizzata da "Il teatro della Sirena" di Castrovillari, diretto da Giuseppe Maradei, in collaborazione con la Provincia di Cosenza ha inco-

CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore 16:00) 0961.752545.

CATANZARO - “Luci alla ribalta”, mostra La storica sede della galleria Verduci, presenta la mostra "Luci alla ribalta", Marco Lodola; Ugo Nespolo; Giorgio CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Chiesi; 50 pezzi unici, fino al al 4 maggio. Mostra a cura di: Di seguito il programma al completo della stagione teatra- Salvatore Falbo. Realizzazione e progetto mostra: Stefano le 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 apri- Falbo. Orari galleria: tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00; e dalle: giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; il le 16.30 alle 19.30 - domenica su appuntamento.

4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola CannatelBOTRICELLO (Cz) - Aspiranti miss, selezioni lo; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e La Roma Touirng di Francesco Corea esclusivista per la pro- Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; vincia di Catanzaro 2009, comunica che sono aperte le iscri- 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e zioni per tutte le eventuali partecipanti al gran galà di sele- Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il mezione per le aspiranti miss. Tale evento si svolgerà il 7 giugno glio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. presso il Copacabana di Botricello. Per informazioni ed iscrizioni contattare il 338-7699009 oppure scrivere a maria.ciambrone@libero.it. L' iscrizione è gratuita.

CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375.

CATANZARO - Settimana della Cultura, programma Programma della XI Settimana della Cultura fino al 17 maggio: oggi, ore 17.30, incontro “Il santo dei sarti: Omobono o Homo Buono”, conversazione a cura di Oreste Sergi. Luogo: Chiesa S. Omobono. Promotore: Comune di Catanzaro, Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace, Area Cultura Soc. Coop. Prenotazione visite guidate: 0961/794388. oggi, ore 18.00, presentazione documento video “Vivi Calabria Vivi”, presentazione del documento video di Walter Fratto che invita la comunità calabrese alla sobria valorizzazione delle proprie aspettative future. Luogo: Complesso Monumentale San Giovanni. Promotore: Comune di Catanzaro. 23 aprile, ore 17.30, presentazione libro “Sonja l’albanese”, presentazione del libro di Michele Torrusio sulla prostituzione giovanile. Luogo: Complesso Monumentale San Giovanni. Promotore: Comune di Catanzaro. 26 aprile, ore 17.30, incontro “A tavola fra ‘600 e ‘700: le ceramiche di S. Omobono”, conversazione a cura di Eugenio Donato. Luogo: Chiesa S. Omobono. Promotore: Comune di Catanzaro, Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace, Area Cultura Soc. Coop. Prenotazione visite guidate: 0961/794388.

CATANZARO - Documentario di Walter Fratto Oggi, ore 17, ridotto del San Giovanni, documentario di Walter Fratto. CATANZARO - Progetto Fondimpresa Le società Crotone Sviluppo Scpa e Kernel Srl illustrno i risultati dei lavori del Progetto Fondimpresa “Fic. Formare insieme per la Calabria” e degli interventi formativi rivolti alle società: Biomasse Italia Kr - Aziende Gruppo Calbrodental Kr – Clinica S. Anna Kr di Crotone e le aziende Caffo, Cof e Metal Sud di Vibo Valentia. Il progetto Fic Formare insieme per la Calabria - è stato realizzato grazie alla collaborazione di Confindustria Calabria, Confindustria Crotone, Confindustria Vibo Valentia e dell’Articolazione Territoriale di Fondimpresa: Obr Calabria -Organismo Bilaterale Regionale. La presentazione si terrà oggi, presso Confindustria Calabria - Via A. Lombardi, 10 – Catanzaro. CATANZARO - “Il bambino che sono stato...” Oggi l’associazione Aurora Onlus presenterà, come corollario di un lungo e intenso lavoro iniziato nel settembre 2007, un convegno di importanza nazionale che porta il nome dell’ancora attualissimo progetto: “Il bambino che sono stato, il bambino che ho davanti”.L’iniziativa è stata sostenuta in parte dagli assessorati alle Politiche Sociali della Provincia e del Comune di Catanzaro e dalla II Circoscrione. Il Ctm (Centro Tutela Minori), si propone di contribuire, attraverso la sensibilizzazione, l’informazione e la formazione degli addetti ai lavori, all’opera di contrasto di tutte le forme di disagio di bambini e adolescenti.


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Manifestazione finale del progetto “Piccola scuola, piccolo giardino” nella Città dei Tre Colli

“Emozioni in punta di matita” a Catanzaro IL CARTELLONE

“I due gemelli veneziani” di Carlo Goldoni a Chiaravalle Centrale

CATANZARO - “Giro automobilistico” Conferenza stampa del presidente dell’Automobile Club Catanzaro Eugenio Ripepe, in programma oggi presso la sede dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro piazza L. Rossi, alle ore 10,00, di presentazione della rievocazione storica della manifestazione “Giro automobilistico delle Calabrie”. CATANZARO - “Emozioni in punta di matita” “Volti femminili per scavare nell'interiorità umana”: questo il soggetto scelto da Nicola De Luca, artista ed architetto calabrese, che vive ed opera a Torre Ruggiero, per una serie di disegni, dai toni intimisti, che saranno protagonisti di una sua mostra personale, dal 23 al 30 aprile 2009, presso la Galleria Zeusi di Catanzaro Lido. "Emozioni in punta di matita", questo il titolo dell’esposizione, permetterà al visitatore un viaggio virtuale nell’universo femminile, laddove si nasconde il senso profondo dell’essere. CATANZARO - “Piccola scuola, piccolo giardino” Giovedì 23 aprile 2009, alle ore 9,30, nell’ Auditorium “Casalinuovo” di Catanzaro, alla presenza delle autorità, avrà luogo la manifestazione finale del progetto educativo - didattico “Piccola scuola, piccolo giardino”, destinato agli alunni delle scuole dell’Infanzia, elementari e secondarie di 1° grado della provincia. Il progetto è stato organizzato dall’Ufficio di Pastorale Scolastica dell’Arcidiocesi di Catanzaro – Squillace in partenariato con la Coldiretti Calabria. Presiederà S.E. Rev. ma l’Arcivescovo Metropolita di Catanzaro - Squillace, Mons. Antonio Ciliberti; interverranno la dr.ssa Annamaria Fonti Iembo, Direttore dell’Ufficio Pastorale e il dott. Angelo Milo, Direttore della Coldiretti Calabria. Presenterà il dr. Domenico Gareri. Le scuole che hanno aderito all’iniziativa si esibiranno presentando i lavori preparati durante il percorso didattico -educativo svolto nell’ arco dell’anno scolastico. CATANZARO - “Pilu e cuntrapilu”, replica A cura del Teatro Hercules di Piero Procopio – Trav. Viale degli Angioini – Cz Sala - giovedì 23 aprile ore 21,00, replica “Pilu e cuntrapilu”. Testo e regia di Piero Procopio. Trucchi e costumi Angela Rotella, fonica Francesco Iacopino, Direttore di scena Andrea Saccardi. Sul palcoscenico oltre allo stesso Piero Procopio, Angela Rotella, Martina Procopio, Biagio Bianco, Stella Surace, Antonella Apa, Franco Procopio, Tonino Angeletti, Gori Mirarchi e Marianna Rotella. CATANZARO - Iniziativa Fondazione Politeama La Fondazione Politeama contribuirà alla ripresa delle attività del Teatro Stabile d’Abruzzo, duramente colpito dal recente sisma. L’incasso del recital del pianista Domenico Codispoti, in programma il 23 aprile, sarà interamente devoluto allo “stabile” diretto da Alessandro Gassman. L’indicazione, immediatamente raccolta dal management del teatro, è venuta dal sindaco di Cz, Rosario Olivo, e dall’assessore alla Cultura, Antonio Argirò, rispettivamente presidente e vicepresidente della Fondazione. Allo scopo di favorire al massimo la partecipazione di pubblico al concerto di Domenico Codispoti, la direzione del teatro ha deciso

di applicare prezzi speciali: 20 euro per la platea, 15 euro per i palchi di primo e secondo ordine, 10 euro per i restanti ordini.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: aprile: 24 aprile 2009, ore 18, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: 8 maggio, ore 18, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CATANZARO - “Riabilitazione della spalla” Venerdì 29 e sabato 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CATANZARO - Diagonal Jazz L’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Calabria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle attività culturali rivolte agli studenti universitari della città, presentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artisticamente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Canzone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del contemporaneo. La forma canzone”. Giovedì 30 aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e composizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio concerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 concerti 25,00 euro. Per informazioni e e prenotazioni telefonare al numero 360/985949. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - Degustazione gratuita di gelato Sono già a “buon punto” i preparativi per festeggiare An-

tonio Cosentino “maestro gelataio” catanzarese affermatosi in occasione del Salone Internazionale di Gelateria che si è svolto a Rimini. Al concorso dedicato al gelato gusto nocciola hanno partecipato decine di gelatieri provenienti da tutta Italia e dall’estero. Primo posto alla Gelateria Marron Glacè di A. Cosentino di Catanzaro Lido. L’8 maggio, ore 17,00, nella stessa Gelateria “Il Marron Glacè”, degustazione gratuita del “Gelato Mondiale” gusto dell’anno 2009, sapientemente preparato dal “maestro”. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009,“Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Marta sui Tubi Catanzaro Concerti in collaborazione con Barley Arts presenta il 14 maggio presso l’ Hemingway Rock Pub di Catanzaro Lido, l’unica data in Calabria di Marta sui Tubi. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it.


48 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il chiostro: silenzio mistico e messaggio di cultura”, mostra curata da Adele Bonofiglio nella Città dei Bruzi

“Le Nuvole di De Andrè” a Cosenza IL CARTELLONE

Quarto appuntamento per “Barabba il musical” al Teatro Rendano

COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negativi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha caratterizzato per secoli”. Così il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della Mostra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio del nastro presso la Galleria d’Arte Provinciale Santa Chiara, in Salita Liceo, che rimarrà aperta al pubblico fino a lunedì 15 giugno prossimo. COSENZA - Calendario eventi La Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De Chirico, ha in programma, fino al 23 aprile, un ricco e variegato calendario di eventi: convegni, conferenze scientifiche, anteprime di mostre, spettacoli, presentazione di libri e periodici. Eventi culturali a Palazzo Arnone - Palazzo Arnone, fino al 23 aprile; settimana della cultura fino al 26 aprile. Oggi, alle ore 16.00, "Esperide - cultura artistica in Calabria. Storia - documenti - restauro"; giovedì 23 aprile, alle ore 16.30, "Vallet e ciftit Vallje: danze tradizionali coreutiche". COSENZA - Barabba il musical Quarto appuntamento per Barabba il musical, oggi alle ore 21.00, al Teatro Rendano. COSENZA - “Il chiostro: silenzio mistico...” La Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per la Calabria, nell’ambito delle manifestazioni legate all’XI Settimana della cultura presenta la mostra “Il chiostro: silenzio mistico e messaggio di cultura” con 14 capolavori architettonici traboccanti di fascino. La mostra è stata curata dall'archeologa Adele Bonofiglio, mentre Michele Lanzillotti è il coordinatore della comunicazione della Sezione Didattica. Si percorrerà la storia, la cronologia dei tempi e si respirerà l'arte vera nelle note con un programma di concerti, a cura del Conservatorio “Giacomantonio” che iniziano venerdì 24 aprile alle 17.30 si esibirà il Cisentia guitar trio, mentre domenica 26alle ore 17.30 ci sarà un concerto di flauti dolci degli allievi del conservatorio. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collabora-

zione con il Comune di Cosenza. Programma: il 24 aprile, sempre al teatro Rendano, concerto dei Pan Atlantic, uno straordinario quintetto jazz composto da musicisti italiani, francesi, austriaci, danesi e americani, guidati da BOBBY PREVITE e GIANLUCA PETRELLA.Mercoledì 6 maggioin programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembreal teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembrearriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro. COSENZA - Ciclo di seminari monografici Si terrà nei prossimi giorni (27 e 30 aprile), presso la Casa delle Culture di Cosenza, un ciclo di seminari monografici organizzati dall’Associazione Nazionale Docenti. Si tratta di un’attività formativa rivolta a docenti e dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado condotta da qualificati docenti universitari e della scuola su tematiche di grande attualità che interessano sia le metodologie didattiche che il sistema dei finanziamenti dell’Unione Europea a favore dell’istruzione e della formazione nonché la rilevazione della customer satisfaction nell’istruzione e la valutazione della qualità della formazione. Più specificamente, le tematiche trattate riguardano: “Le competenze per lo sviluppo - Le risorse finanziarie dell'Unione Europea a sostegno delle politiche dell'istruzione e della formazione”; “Clil (Content and Language Integrated Learning)”; “Un sistema statistico integrato per la rilevazione della customer satisfaction e per la valutazione della qualità della formazione”. L’Associazione nazionale docenti è un ente qualificato per la formazione, ai sensi del Dm 177/2000, per cui si tratta di un’attività di formazio-

ne riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione. Il programma dettagliato dei seminari è consultabile sul sito dell’And www.associazionedocenti.it. COSENZA - “Le Nuvole di De Andrè” Il 29 aprile, Cosenza ospiterà Le Nuvole di De Andrè, manifestazione in ricordo del celebre cantautore italiano a dieci anni dalla sua scomparsa. La giornata si aprirà alle 11.00, nella sala degli Specchi della Palazzo della Provincia con un convegno sulla poetica e i personaggi di Faber, alla presenza del presidente Mario Oliverio e di ospiti di eccezione quali il giornalista Rai Vincenzo Mollica. Nel pomeriggio, alle 18.00, nel Chiostro di Santa Chiara e presso la Biblioteca Nazionale nel centro storico, undici artisti del mondo del fumetto italiano ed internazionale, tra cui Tanino Liberatore e Bruno Brindisi, disegneranno dal vivo i personaggi delle canzoni di De Andrè. Seguirà l'inaugurazione di una mostra curata dallo stesso Vincenzo Mollica: esposte al pubblico le opere di artisti come Milo Manara, Dario Fo e Marina Comandini. La giornata si concluderà con un concerto di Mauro Pagani. Le Nuvole di De Andrè è un evento promosso della Provincia di Cosenza con il patrocinio morale della Fondazione "Fabrizio De Andrè". L'organizzazione e la direzione artistica sono a cura dalle associazioni culturali Grifo Cult e Gommalacca Factory. Programma: ore 11.00, presso la sala degli Specchi, Palazzo della Provincia di Cosenza Piazza XV Marzo incontro sul tema "I personaggi di De André" con: Vincenzo Mollica (giornalista Rai); Tanino Liberatore (autore e disegnatore); Ivo Milazzo (autore e disegnatore); Mauro Paganelli (Grifo Edizioni); Sergio Nazzaro (giornalista e scrittore); Giovanni Soda (dirigente settore Programmazione provincia di Cosenza); Luca Scornaienchi (Gommalacca Factory); Lorenzo Paganelli (Grifo Cult); Mario Oliverio (Presidente della Provincia di Cosenza); ore 18.00, presso il Chiostro di Santa Chiara, Biblioteca Nazionale Corso Telesio - Cosenza, i grandi maestri del fumetto italiano ed internazionale disegnano dal vivo i personaggi di Fabrizio De Andrè - Comics contest, Tanino Liberatore (Grifo Edizioni); Max Frezzato (Grifo Edizioni); Ivo Milazzo (Grifo Edizioni); Bruno Brindisi (disegnatore Tex, Dylan Dog Sergio Bonelli Editore); Giancarlo Caracuzzo (Starcomics, Idw Publishing e Delcourt); Diavù, Alberto Corradi, Ale Giorgini (Xl, La Repubblica); Marina Comandini (Grifo Edizioni); Elena Rapa (Mondo Pop); Manuel De Carli (Centro Fumetto "Andrea Pazienza"); ore 19.00, presso il Museo di Santa Chiara, Salita Liceo Vecchio Corso Telesio - Cosenza, inaugurazione della mostra "Segni De Andrè" a cura di Vincenzo Mollica. Opere di Dario Fo, Ivo Milazzo, Vittorio Giardino, Milo Manara, Stefano Casini, Max Frezzato, Tanino Liberatore, Marina Comandini, Josè Munoz, Franco Matticchio, Lemma, Pasquale Carpinteri, Massino Cavezzali, Franco Bruna, Sergio Staino, Bruno Bozzetto, Hot Stuff, Massimo Bucchi, Stano, Vincenzo Mollica, Mauro Borselli, Danijel Zezelj, Giulia Sagramola, Gabriele Dell'Otto, Mauro Cicarè, Pablo Echaurren, Paolo Eleutieri Serpieri, Marco Nizzoli, Gradamir Smudja, Massimo Carnevale, Luca Tarlazzi, Jordi Bernet, Aldo Barrese, Patrizio Evangelisti, Corrado Mastrantuono, Sergio Tisselli, Elena Rapa, Bruno Brindisi, Giancarlo Caracuzzo, Diavù, Alberto Corradi, Ale Giorgini Manuel De Carli, Caktus & Maria, Paco Desiato, francesca Follini, e more & more. Presentazione del catalogo edito da Grifo Edizioni; ore 21.30, presso il teatro "A. Rendano" Piazza XV Marzo - Cosenza Ingresso libero Faber Musice Alessandro Castriota Skanderberg, Massimo Garritano, Piero Gallina , Nicola Pisani, Carlo Cimino, Checco Pallone. Progetto a cura del Conservatorio Giacomantonio - Cosenza. A seguire Mauro Pagani in concerto.


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Nuove opportunità per l’economia calabrese”, convegno il 27 aprile a Lamezia Terme

“Pino e gli anticorpi” a Isca sullo Jonio IL CARTELLONE

“Quanto è bello pedalare sotto questo sole...”, iniziativa a Crotone

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre,opp.22 opp. 23 Harlem gospel; giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Lilt, raccolta fondi Moda Movie non è solo glamour, cinema e spettacolo ma è anche momento di riflessione sulle tematiche sociali. Infatti anche quest’anno per la XIII Edizione, la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori di Cosenza) è partnership nel sociale con l’associazione Creazione e Immagine presieduta da Sante Orrico. Per questa edizione l’associazione Creazione e Immagine devolverà un abito realizzato dallo stilista Nino Massa alla Lilt, al fine di raccogliere fondi utili a quest’ultima. La raccolta fondi avverrà tramite una manifestazione, nella quale saranno venduti dei biglietti, che daranno la possibilità di partecipare ad una riffa conclusiva in cui sarà estratto il vincitore dell’abito in oggetto. Inoltre l’abito, sarà presentato in anteprima durante la conferenza stampa che si terrà il 18 maggio nel Salone degli Specchi presso il Palazzo della Provincia di Cosenza, e ufficialmente lo vedremo protagonista della passerella nella serata conclusiva del 25 maggio al Teatro Rendano.

COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio. COSENZA - “Itinerari sperimentali”, gruppo teatrale

Il gruppo teatrale “Itinerari sperimentali”, composto da operatori, volontari ed utenti del Centro di Salute Mentale (Csm) di Cosenza è stato selezionato- mediante concorso a cui hanno partecipato le compagnie di teatro del disagio di tutt’ Italia-, per la 4ª Biennale di Teatro Impegnato Nel Disagio Psichico “Treatrò anch’io”. La manifestazione si svolgerà il prossimo 25 maggio presso il Teatro Comunale “P.A. Guglielmi” di Massa. I teatranti porteranno in scena “La Luna in Maschera”, regia di Jerry Mussaro, una rivisitazione della maschera di Pulcinella che diventa pretesto e stimolo per rappresentare l’universalità della condizione umana. Lo spettacolo è stato ideato e realizzato all’interno del Corso di Formazione svoltosi nell’ottobre 2008, attivato da Itinerari Sperimentali, in collaborazione con altre associazioni di volontariato e dalla Formazione Asp Cosenza e finanziato dal Centro Servizi Volontariato (Csv) di Cosenza. COSENZA - Concerto di Claudio Baglioni

Dopo i Negramaro e Roberto Benigni, Piazza XV Marzo (piazza Prefettura), il 29 giugno ospiterà un big della canzone italiana, Claudio Baglioni. Si chiamerà “Gran Concerto – Qpga”, il nuovo spettacolo live del cantautore romano. Il terzo progetto, ispirato a Qpga, dopo il film e il romanzo, non è un semplice tour, ma una vera e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell’artista. Una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. Una rappresentazione nella quale, grazie ad un superschermo ciclorama, saranno le grandi immagini a fare da commento alla musica. Immagini inedite, che cinque troupe cinematografiche stanno filmando e che consentiranno di interpretare i passaggi della storia, attraverso una serie suggestiva e incalzante di salti temporali, interazioni fantastiche tra passato e presente. L’organizzazione dell’intero evento è curata dalla Iacobino Team.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

CROTONE - Università telematica, presentazione Si svolgerà il prossimo giovedì 23 aprile, alle ore 15.00, presso la sede della Camera di commercio di Crotone, l’incontro di presentazione dell’Universitas Mercatorum, l’Università telematica creata dal sistema camerale. L’incontro vedrà l’intervento della responsabile relazioni esterne e comunicazione dell’Universitas Mercatorum, Monica Didò. Nel corso della presentazione saranno illustrate anche le convenzioni/agevolazioni che l’Ateneo ha in essere con i diversi soggetti del mondo imprenditoriale. CROTONE - “Giornata dell’Economia” La Camera di Commercio di Crotone, in collaborazione con Uniontrasporti, ha realizzato un Osservatorio sulle infrastrutture della provincia con particolare riferimento all’analisi dei costi della logistica. L’osservatorio sarà presentato in occasione della prossima “Giornata dell’Economia”, prevista per mercoledì 8 maggio 2009, e reso disponibile a tutti gli interessati. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre. ISCA SULLO J. (Cz) - Rassegna di cabaret La 1ª edizione di una rassegna di cabaret all’ Open Space Studios di Isca sullo Jonio. Saranno presenti: sabato 2 maggio “ I Fichi d’India”; sabato 9 maggio, “ Pino e gli anticorpi”; sabato 23 maggio “ I ditelo voi”; domenica 31 maggio, “Baz” che concluderà la rassegna comica. I biglietti saranno disponibili da mercoledì 22 aprile nelle prevendite abituali. I posti saranno rigorosamente numerati e si divideranno in due ordini di prezzi, quali euro 20,00 per poltronissima ed euro 15,00 per poltrona e galleria. I prezzi sono compresi di prevendita. Per info: 0967/45165 3334121670 - www.essemmemusica.it - www.openspacestudio.it. ISOLA C. RIZZUTO (Kr) - Presentazione festa Conferenza stampa di presentazione della programmazione Mariana, in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna Greca, che si svolgerà venerdì 24 aprile, alle ore 11.00, presso i locali del Palazzo Vescovile, siti in Piazza Duomo a Isola Capo Rizzuto. LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - Settimana della Cultura Il Comune di Lamezia Terme aderisce alla XI edizione della “Settimana della Cultura” che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dedica ogni anno alla promozione del patrimonio culturale, con l'organizzazione di eventi e l'apertura gratuita di tutti i luoghi statali, e che quest'anno si svolgerà fino al 26 aprile 2009. A questo scopo, per promuovere la conoscenza del patrimonio storico-archeologico della

città tutte le mattine dalle ore 9,00 alle 12,30 e giovedì 23,sabato 25 e domenica 26 dalle 15,30 alle 18,00, l'Amministrazione Comunale di Lamezia Terme garantirà l'apertura del Castello Normanno-Svevo e, in via straordinaria, dell'Abbazia Benedettina di Sant' Eufemia con visite guidate, previamente prenotate, a cura dell'Associazi0one Archeologica Lametina. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al presidente dell'Associazione Archeologica Lametina, prof. ssa Vincenzina Purri, cell. 347/7744099 oppure all'Ufficio Beni Culturali del Comune di Lamezia Terme Tel. 0968/207278-279, e-mail c.brunetti@comune.lamezia-terme.cz.it. LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, ore 17.00: oggi: prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, La Storia: il più celebre e discusso tra i romanzi di Elsa Morante; 24 venerdì: prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 29 mercoledì: Bruno Tassone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6: prof. Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13:don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566; venerdì 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte; mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter. LAMEZIA T. (Cz) - I 13 Ricrea Domenica 26 aprile, in occasione del Salone Internazionale del Mobile 2009, dalle ore 17:00, in via valenza 5, presso il cafè restaurant, gastronomy Y 13 Ricrea festeggerà i suoi successi. All’interno della serata, oltre ad ammirare le creazioni di 13 Ricrea, potranno essere degustati prodotti raffinati e vini pregiati provenienti dalle più interessanti realtà biologiche italiane. LAMEZIA (Cz) - “... Opportunità per l’economia calabrese” Lunedì 27 aprile, a partire dalle ore 10.30, si svolgerà al Centro Agroalimentare un importante convegno organizzato dall’assessorato regionale all’Agricoltura, Foreste, Forestazione, Caccia e Pesca della Regione Calabria. Tema: “Distretti rurali ed agroalimentari. Raccolta funghi e tartufi. Attività agrituristiche. Pescaturismo e Ittiturismo. Nuove opportunità per l’economia calabrese”. Introdurrà i lavori l’on. Piero Amato, presidente della Seconda Commissione del Consiglio regionale. Relazionerà l’on. Mario Pirillo, assessore regionale all’Agricoltura. Sono previsti interventi dei rappresentanti regionali di Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Agcipesca, Federcoopesca, Federpesca, Legapesca, Uncipesca. Concluderà i lavori l’on. Agazio Loiero, presidente della Regione Calabria.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


50 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Conferenza stampa di presentazione del “Reggio Calabria Film Festival” in programma oggi

Gianni Morandi in concerto a Maida IL CARTELLONE

Mostra dell’artista Thomas Diego fino al 3 maggio a Praia a Mare

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LOCRI (Rc) - “Condoni edilizi”, incontro L’Amministrazione comunale della Città di Locri, il sindaco Francesco Macrì, l’assessore all’Urbanistica, Rosario Scarfò, rendono noto che giovedì 23 aprile 2009 presso il Palazzo Nieddu Del Rio, alle ore 17,30, si terrà un incontro pubblico tra i responsabili dell’Ufficio Condono del Comune di Locri e i Tecnici sul tema: “Condoni Edilizi anni 1986, 1994, 2005. Proposte, chiarimenti, definizioni”. Interverranno, oltre al sindaco Macrì e all’assessore Scarfò, l’architetto Maria Amalia Marando, l’ingegnere Salvatore Esposito. LOCRI (Rc) - “Futbolito”, calcio a 5 Per il terzo anno consecutivo l’Associazione giovanile “Portale Giovani”, organizza l’evento sportivo “Campionato di calcio a 5. Città di Locri” denominato Futbolito. La manifestazione, patrocinata come sempre dall’assessorato alle Politiche giovanili e sportive della città locrese, vedrà per il 2009 gareggiare ben 12 squadre che tenteranno di conquistare il titolo della terza edizione. Il gruppo di “Portale Giovani” sarà accompagnato per tutto il campionato dalla collaborazione della cooperativa G.o.a.l. (Giovani Operatori Animazione Legalità) e dalla società “Amatori Calcio Locri”. Quest'anno il torneo è aperto ad atleti di ogni età, le iscrizioni sono già iniziate e il 5 maggio si inizierà a disputare il campionato a girone unico, dove le prime 8 squadre si qualificheranno per le sfide infuocate dei quarti di finale, le vincenti accederanno alle semifinali e poi alla finale secca. LOCRI (Rc) - “Cantieri culturali”, rinvio L’Amministrazione comunale della Città di Locri rende noto che a causa del persistere delle condizioni di maltempo le date della manifestazione “Cantieri culturali”, previste dal 20 al 22 aprile, subiscono un rinvio. L’evento si svolgerà nelle seguenti date: 8, 9, e 10 maggio presso la corte del Palazzo di Città Locri. LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” Al via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. Il concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le categorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria della “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fotografico.Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 giugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenuta nella corte del Palazzo di Città. MAIDA (Cz) - Festa regionale minivolley L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Catanzaro organizzano la festa regionale minivolley giorno 25 aprile, presso il centro commerciale Due Mari - Maida. La prima tappa regionale di minivolley e U13. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Ra-

dio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. PARGHELIA (Vv) - Accademia Kronos, assemblea L'assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria si terrà sabato 25 e domenica 26 aprile, presso il Villaggio Aurum "Sabbie Bianche" di Parghelìa. L'incontro si svolge pochi giorni prima dell'assemblea Nazionale di Roma del 30 aprile. Lorario è il seguente: sabato 25, dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle ore 16.00 alle ore 19.00; domenica 26, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; con l’ordine del giorno: presentazione del consiglio Regionale Ak della Calabria, ruoli nazionali, ruoli regionali, funzionamento coordinamento; presenza di Accademia Kronos in Calabria (Sezioni, comitati, delegazioni) e presentazione responsabili - presidenti - segretari; costituzione nuove sezioni (modalità, obblighi, programma - tipo delle iniziative); relazione sulle iniziative 2008 e primi mesi 2009 delle sezioni; promozione attività regionali. PRAIA A MARE (Cs) - Mostra Il Museo Comunale di Praia a Mare apre alla mostra dell'artista Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'adozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio 2009. REGGIO C. - “Cultura in viaggio” L’associazione culturale Ghenos promuove “Cultura in viaggio”, un evento formativo di rilievo nel panorama reggino e calabrese, nel quale saranno coinvolti docenti e professionisti con grande esperienza e competenza nel settore. La manifestazione si svolgerà durante la Settimana della Cultura (fino al 26 aprile 2009) e sarà articolata in due momenti: oggi si svolgerà il convegno, nel quale saranno affrontate tematiche sul turismo culturale e sulla valorizzazione dell’offerta culturale e turistica, mentreil 23 e 24 aprilesaranno attivate dalla ditta Artes delle visite guidate gratuite al Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria.

baby calciatori più promettenti dello Stivale. La presentazione dell’evento, incluso il sorteggio pubblico dei gironi, si terrà presso la Sala Assemblea del Coni Calabriaoggialle ore 18. REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria da oggi al 25 aprileal Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: giovedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

REGGIO C. - Programma aprile Anassilaos L'associazione culturale Anassilaos presenta il programma aprile. Venerdì 24 aprile, presso la Chiesa San Giorgio al Corso, consegna del premio Anassilaos San Giorgio Città di Reggio Calabria. Ore 19.15, saluto delle autorità; ore 19.30, proiezione del video realizzato da Giacomo Marcianò "San Giorgio tra arte storia e leggenda"; ore 19.45, consegna del premio; martedì 28 aprile, ore 18.00, presso la sala san Giorgio al Corso, incontro sul tema "La donna nella letteratura calabrese". Interviene la dr.ssa Maria Festa, saggista e stuREGGIO C. - Settimana della Cultura dioso di letteratura. Presidente d’onore dell’associazione L’Archivio di Stato di Reggio Calabria, anche quest’anno, Anassilaos. partecipa alla XI Settimana della Cultura. Per riflettere su questi temi si terrà presso l’Archivio di Stato di Reggio Calabria un incontro durante il quale parleranno della ricerca d’Archivio gli studiosi Maurizio de Marco- Dalla famiglia alla comunità. La genealogia come strumento di ricerca, RoPer ottenere la pubblicazione berta Filardi- Ricerca documentaria e didattica. Le "Giornate Fai di Primavera – Apprendisti ciceroni" a Reggio Calabria, in questa rubrica Alessandra Romeo- L’amore per la ricerca alla base del vodi appuntamenti riguardanti lontariato in Archivio, Antonino Sapone- Storie dell’altro mondo. L’emigrazione calabrese tra gli archivi nazionali e la cultura, l’arte, lo spettacolo, americani. L’incontro avrà luogo oggi alle ore 17,00 presso la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria la convegnistica, e qualsivoglia sito in via Lia traversa Casalotto.

AVVISO AI LETTORI

REGGIO C. - “Film Festival”, conferenza stampa Oggi, alle ore 12.00, presso la Sala dei Lampadari del Comune di Reggio Calabria, si terrà la conferenza stampa del “Reggio Calabria Film Festival”. REGGIO C. - Presentazione Danone Cup 36 società sportive dalla Calabria e della Sicilia, 700 piccoli atleti dai 10 ai 12 anni in campo: il torneo internazionale “Danone Cup” di Calcio a 9 vedrà Reggio Calabria, come una degli otto palcoscenici più ambiti d’Italia in cui si sfideranno i

altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Dibattito con il giornalista del Corriere della Sera, Carlo Vulpio, venerdì 24 a Reggio Calabria

Festival delle migrazioni a Riace IL CARTELLONE

Primo raduno delle mongolfiere in Calabria in programma a Rogliano

REGGIO C. - Dibattito con Carlo Vulpio Il Comitato interprovinciale per il diritto alla sicurezza ha indetto , per venerdì 24 aprile 2009, alle ore 21, nel salone dei Lampadari di Palazzo S.Giorgio, un dibattito con il giornalista del “ Corriere della Sera “ Carlo Vulpio, autore del libro “ Roba Nostra “. Introdurrà : avv Francesco Toscano, Vice Presidente del Cids. Interverrà : dottor Luigi De Magistris, ex magistrato. REGGIO C. - “Una giornata per De Andrè” Sabato 25 aprilealle ore 17,00 presso la saletta convegni della Chiesa di San Giorgio al Corso in Reggio Calabria, il Circolo Culturale “L'Agorà” organizza la settima edizione de “Una giornata per De Andrè – Popoli e Culture nel Mediterraneo”. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.cooperativaimep.it Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - “Il Primo Maggio non si scorda mai” Cgil, Cisl e Uil ripropongono l’appuntamento unitario dal titolo “Il Primo Maggio non si scorda mai”.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia del-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801

la Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Interpretazione musicale, concorso E’ pronta a partire la seconda edizione del concorso nazionale di interpretazione musicale “Città di Reggio Calabria”, bandito dall’“Accademia del tempo libero” col patrocinio del Comune. Il concorso si svolgerà dall’1 al 7 giugno 2009presso l’Auditorium “Il Cipresseto”, sede dell’“Accademia”.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: 9 giugno. RENDE (Cs) - Settimana della Cultura “Un Festival dell’arte per valorizzare la cultura in tutti i suoi significati e per sostenere gli uomini e le donne del nostro territorio impegnate in questo campo”. E’ questa l’idea che Delly Fabiano, assessore alla Cultura del Comune di Rende, lancerà a tutti gli artisti rendesi convocati per il 24 aprile pres-

so il Museo del Presente di piazza Robert Kennedy, in occasione della XI edizione della Settimana della Cultura. RENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” Partita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" del 15 maggio 2009 alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cosenza), grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione della rassegna "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adulto). RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio:un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROGLIANO (Cs) - Raduno mongolfiere “Primo raduno mongolfiere in Calabria”da giovedì 23 a domenica 26 aprile a Santo Stefano di Rogliano. L’evento è organizzato dall’Associazione Acli di Santo Stefano di Rogliano.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


52 Mercoledì 22 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto del complesso bandistico “Giovanni Paolo II” sabato 30 maggio a San Pietro a Maida

“La notte dei fuochi di San Marco” a Rossano IL CARTELLONE

“Organizzazione e servizi: il senso della misura” a San Vincenzo La Costa

ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagion 2009 presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: oggi, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo. Informazioni generali saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute.

guagliabile a disposizione, ogni giorno, di ciascun cittadino. L’associazione “Amici della Musica” di San Mango d’Aquino, con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune ed in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Nocera Terinese, ha organizzato per sabato 25 e domenica 26 aprile 2009la mostra di documenti antichi dal titolo: “Le radici della nostra storia”, con intermezzo di musica popolare.

ROSSANO (Cs) - “La notte dei fuochi di San Marco” L'Amministrazione comunale di Rossano, assessorato al Turismo e Spettacolo in collaborazione con la Pro Loco di Rossano organizzano la 1ª edizione del concorso "La notte dei fuochi di San Marco" presso il centro storicoil 24 aprile. Programma: venerdì 24 aprile, Piazza Steri ore 20.00, inizio passeggiata guidata tra i quartieri del centro storico a cura del "Club trekking Rossano" Lorenzo Cara e della cooperativa "Neilos". I fuochi si svolgeranno in: S. Stefano, S. Maria della Pace (Cozzo), S. Antonio, XX Settembre, P.zza del Popolo, Bancato, Catiniti, S. Nico, S. Marco, S. Martino, S. Biagio, Amendola, S. Giovanni di Dio, S. Nilo, Cozzo Interzati, Vico II Torre, Vittorio Emanuele, Teatro, II Martucci, S. Bernardino, Ciglio della Torre, Fontana, T. Mandatoriccio, S. Michele, Piazza Steri, Sant'Anna, ospedale vecchio, Aqua di Vale. Nel corso della passeggiata, l'associazione folcloristica "Antiche melodie", della chitarra battente, allieterà i rioni; sabato 25 aprile, in piazza Steri, ore 20.00, festa di S. marco e della liberazione. Serata musicale con il gruppo "I mito 60", presenta Michele Conversano. Nel corso della serata avverrà la premiazione dei quartieri che hanno partecipato alla I edizione del concorso "La notte dei fuochi di S. marco". Per l'occasione in piazza Steri sarà allestita la festa della pizza a cura di Tommy pizza. Il ricavato dell'intera vendita delle pizze sarà devoluto alla popolazione terremotata dell'Abruzzo; domenica 26 aprile, palazzo S. Bernardino, alle ore 20.00, concerto dei "Nova Quartet", eseguono: S. Cauteruccio, fisarmonica; E. Campagna, chitarra; A. Mango, contrabbasso; A. Sirufo, batteria.

mix di tarantella, pizzica, ska e reggae.

ROSSANO (Cs) - Master in Politiche ambientali Dall’1 al 19 giugno la Città di Rossano sarà sede del master universitario di secondo livello in “Politiche ambientali e territoriali per la sostenibilità e lo sviluppo” detto Eco-Polis, organizzato dall’Università di Ferrara e dall’Università della Calabria. SAN MANGO D’A. (Cs) - Settimana della Cultura San Mango d’Aquino, insieme con Catanzaro e Lamezia Terme, è l’unico comune della provincia ad aderire alla Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. In questa settimana (18-26 aprile 2009) l’intera amministrazione dei beni culturali si mobilita per presentare restauri, servizi e iniziative, per realizzare manifestazioni, concerti e spettacoli, per organizzare visite in luoghi meno noti al pubblico. Alla Settimana aderiscono anche Istituzioni private quali musei, associazioni, fondazioni, gli Istituti di cultura italiana all’estero. Con lo slogan scelto, “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”, si vuole mettere l’accento su due concetti fondamentali: il valore inestimabile del patrimonio culturale, e la sua natura di risorsa preziosa e ine-

SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. SAN VINCENZO LA COSTA - Convegno Mpa Movimento per le auotnomie, organizza presso la sala consiliare, ore 17.00, di venerdì 1 maggio, il convegno “Città di stato. Organizzazione e servizi: il senso della misura”. Interverranno: Franco Cavaliere, segr. Mpa S.V. La Costa; Pierino Fallico, ass. bilancio Comune di S. Vincenzo; Mimmo Leonetti; Pasquale Naccarato; Orlandino Greco, vice segretario nazionale dell'Mpa.

derno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1°gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio comporta la piena accettazione del presente bando. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichiil 14 giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per ulteriori informazioni: 368/560945 - 333/9725089.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandSCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., se- lo con tesy voice superkaraoke. 1, 2, 3 maggio festa della birrata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un ra. SOVERATO (Cz) - Slow food, inziative culturali SCILLA (Rc) - “Giro d’Europa a nuoto” La prima tappa del “Giro d' Europa a nuoto per un mondo senza barriere e senza frontiere”, domenica 3 maggio 2009, vedrà impegnato Salvatore Cimmino nello spazio di mare che divide la Sicilia dalla Calabria nel difficile tratto di mare da Messina a Scilla per realizzare la simbolica unione tra Scilla e Cariddi.

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito www.movidacommunity.it. SIBARI - Settimana della Cultura

Il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con tutti i suoi istituti, promuove la Settimana della Cultura, quest’anno giunta all’XI edizione con lo slogan "la cultura è di tutti, partecipa anche tu". In questo contesto Silvio Vigliaturo - che da anni ha una solida collaborazione con l’Unical ed è, insieme a Gerardo Sacco e Santo Versace, testimonial nel mondo dell’ateneo calabrese - espone una collezione di sculture in terracotta e una serie di installazioni e opere in vetro presso il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, che raccoglie tutte le testimonianze materiali della Sibaritide dall’età protostorica all’età romana, ed in particolare il ricco e glorioso passato di quella che fu una delle più importanti poleis della Magna Grecia: Sybaris. Mostra: Kleombrotos Vigliaturo, una lettera dal passato, presso il museo nazionale archeologico della Sibaritide, località Casa Bianca, a Sibari (CS); vernissage: fino al 31 maggio. Info: 0981/79391-2 - www.museovigliaturo.it.

L’associazione Slow food di Soverato promuove una serie di iniziative culturali rivolte alla conoscenza e valorizzazione delle caratteristiche culturali e sociali del territorio e si pone l’obiettivo di promuovere iniziative rivolte all’acquisizione di strumenti di conoscenza del "gusto" da parte di cittadini sempre più attenti e numerosi. Tra queste azioni rientra il progetto in corso presso l’istituto alberghiero di Soverato che pone l’accento sulla necessità che i futuri operatori del settore enogastronomico diventino i depositari della cultura e della tradizione del territorio. Gli incontri di educazione sensoriale e alimentare, con presentazione dei prodotti calabresi (Olio, formaggio, miele, vino, salumi), hanno un contributo economico di compartecipazione concesso dall'assessorato alla pubblica istruzione della Provincia di Catanzaro. Gli incontri sono articolati in 5 moduli, uno per ogni prodotto, curati dagli esperti Slow Food e si tengono nell’istituto alberghiero Ipssar di Soverato durante le attività didattiche di valorizzazione della cucina tradizionale. In questa esperienza sono coinvolte alcune classi del corso serale, coordinate dal professore Raffaele Colosimo, docente di scienza dell’alimentazione. La programmazione è così articolata: presentazione e discussioni preliminari in aula: aprile. Presentazione con proiezioni presso la sala biblioteca dell'ipssar: formaggi, giovedì 23 aprile, ore 17.00-20.00; vino, lunedì 27 aprile, ore 17.00-20.00; olio, giovedì 30 aprile, 17.00-20.00. Conclusione: martedì 5 maggio, ore 17.00-20.00: presentazione dei prodotti, incontri con i produttori, laboratori del gusto.

SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione preSIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” cedente possono confermare il posto telefonando o laE’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Si- sciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite derno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di nar- e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riporrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Si- tato "teatrodelgrillo@libero.it".


il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al via i preparativi per la seconda edizione della Fiera nautica della Calabrie a Vibo Valentia

“Lezioni americane” a Soverato IL CARTELLONE

Esposizione di opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 25 aprile 2009 Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio 2009 Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soveratese deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riservato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una somma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'organizzazione. Programma: ve-

nerdì 1 maggio, apertura ore 17.00; ore 17.30, Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo - in gara i quartieri di Soverato ; ore 18.30 , Festival Di Cabaret - Ospiti Iduecò... (Duo Cabarettistico Calabrese); ore 20.30, sagra della melanzana – Piatto unico a base di melanzane; ore 21.00, ironia e cabaret con le Drag Queen (Francys); ore 22.00, concerto Dei Marasà. Sabato 2 maggio, ore 17.30, finale regionale del Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo; ore 19.00, Mago Florius (spettacolo di Magia e Cabaret); ore 20.00, sagra del panino con la salsiccia; ore 20.30, festival di cabaret - Ospite Cesare Gallarini (Comico e autore, collabora ai testi con Aldo, Giovanni e Giacomo e I Fichi D’India); ore 22.00, concerto degli Ariacorte (Pizzica Salentina). Domenica 3 maggio, ore 17.30, Il Fantastico mondo dei Bambini – Festa con maschere e gadgedts per i bambini; ore 18.30, festa del mangione – Gara a premi per chi mangia più panini; ore 19.30, Tesy Voice - Gara di Superkaraoke e Superpremio; ore 20.30, sagra della trippa; ore 21.00, finale del Festival Di Cabaret - Ospite Francesco Addeo e il Suo Cabaret Magico; ore 22.00, concerto di Mimmo Cavallaro ( Tarantapower).Per ulteriori infor-

mondo. Per il saluti, sarà presente il sindaco spezzanese Ferdinando Nociti. Gli altri due appuntamenti che chiudono il ciclo 2009 delle iniziative della MeEduSA nell’ambito della “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto D’Autore” si terranno l’11 maggio, quando sarà presentato il lavoro del giornalista e scrittore Paride Leporace dal titolo “Toghe Rosso Sangue”. In programma per questa giornata ci saranno due appuntamenti di presentazione: al mattino, l’incontro tra gli studenti dell’Ipsia “Aletti” di Trebisacce e l’autore; nel pomeriggio lo scenario sarà ancora Spezzano Albanese, che ospiterà, sempre presso la Sala Consiliare, un altro incontro con l'autore.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it.

VIBO V. - Fiera nautica, seconda edizione Al via i preparativi per la seconda edizione della Fiera Nautica delle Calabrie, l’unica di genere realizzata nella regione, che anche quest’anno avrà luogo nell’area Portuale di Vibo Marina dall’1 al 3 maggio. VILLA S. GIOVANNI (Rc) - Magnagrecia bianconera Si terrà il 26 aprile 2009 presso l’Altafiumara Resort, nella splendida cornice naturale di Santa Trada tra Villa San Giovanni e Scilla, la prima edizione del "Premio Magnagrecia bianconera”, istituito dal Coordinamento Juventus Club Doc della Calabria. Il Coordinamento regionale ha deciso di assegnare il primo "Premio Magnagrecia bianconera” alla società Fc Juventus, al fine di testimoniare il grande amore e la profonda passione che lega moltissimi calabresi alla Vecchia Signora del calcio italiano. In rappresentanza della Juventus sarà presente una nutrita e prestigiosa delegazione, costituita dal team manager Gianluca Pessotto, i calciatori Sebastian Giovinco e Giorgio Chiellini, il presidente onorario del coordinamento Juventus Club doc Mariella Scirea, il responsabile del Coordinamento Club doc Ezio Morina. Alla kermesse juventina saranno inoltre presenti numerose autorità del mondo calabrese sportivo, giornalistico, culturale ed anche religioso. La manifestazione, che si concluderà con una cena di gala, rigorosamente ad inviti, sarà presentata dalla giornalista e conduttrice di Juventus Channel, Valeria Ciardiello. Il "Premio Magnagrecia bianconera" verrà realizzato dal celebre maestro orafo Gerardo Sacco.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il CALABRIA - Concorso enologico internazionale sito www.calabriaguide.it. La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali

mazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collemail a barmario.vs@libero.it. SPEZZANO A. (Cs) - Giornata mondiale del libro Dopo la positiva esperienza del 2006, l’Associazione Culturale MeEduSA di Spezzano Albanese torna a prendere parte attiva alle celebrazioni de “La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, promossa dall’Unesco in tutto il mondo il 23 aprile di ogni anno. L’idea di questa giornata, storicamente, ha la sua origine in Catalogna dove, il 23 aprile, festa di San Giorgio, viene offerta una rosa per ogni libro venduto. La data ha, inoltre, un particolare valore simbolico poiché il 23 aprile del 1616 vennero a mancare contemporaneamente Cervantes, Shakespeare e l’ Inca Garcilaso de la Vega. Attraverso la celebrazione in tutto il mondo della Giornata del Libro e del Diritto d’autore, l’Unesco intende pagare un tributo universale ai libri e agli autori, incoraggiando il piacere della lettura ed il rispetto per l’insostituibile ruolo di coloro che hanno costruito il progresso sociale e culturale dell’Umanità. In tal senso l’associazione spezzanese ha inteso organizzare alcuni eventi da inserire nel ciclo di quelli previsti dall’Unesco. In particolare, giorno 26 aprile a Spezzano Albanese ci sarà l’iniziativa “Un Mondo di Libri”, che vedrà a confronto una serie di autori chiamati a presentare uno dei propri libri già pubblicati. Entrando nel merito, giorno 26 arriveranno a Spezzano la scrittrice Clelia Rimoli, che proporrà il volume di liriche intitolato “Attimi rubati al tempo”; lo scrittore Pino Marasco, con il suo volume di letteratura per l’infanzia dal titolo “Pasticci di parole”; Wilma Pellegrini presenterà il proprio testo “Io, la Vita e... il Cancro”, un viaggio toccante nella malattia che l’ha colpita; Vincenzo Viteritti esporrà ai presenti lo studio contenuto ne “Il Castello di Corigliano Calabro”; con Lucia Scuteri, infine, si entrerà nel merito nel mondo dell’insegnamento scorrendo le pagine di “Scuola, famiglia e società in cammino”. Nell'ambito della manifestazione spazio anche ai neofiti della scrittura, con la presentazione dell’opera prima della giovanissima scrittrice di Spezzano Albanese Angela Toma, autrice del romanzo dal titolo “Ti prego amami!”. Sul testo sarà chiamato a relazionare il poeta Francesco Fusca. I lavori, coordinati dal presidente MeEduSA Emanuele Armentano, saranno arricchiti dall'intervento del Funzionario della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, Flaminia Brigante Colonna, che da Roma porterà nella cittadina arbëreshe il proprio messaggio sulla manifestazione promossa in tutto il

Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vibo Valentia organizzano 4° minibeachvolley - 3° memoriale Gaglioti, giorno 24 maggio, al lido Chiringuito di Pizzo Calabro (Vv). Inoltre saranno allestite due aree per permettere ai bambini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter colorare o giocare con la sabbia.

da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale: www.dilloconilvino.it. Questo portale prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio.

zione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con i seguenti orari 9.30-12.30 e 16.00- CALABRIA - Tournèe teatrale dei Fichi d’India 19.00. Quattro le date in Calabria della lunga tournèe teatrale di TAVERNA (Cz) - Al Mattia Pub Programma del Mattia Pub di Taverna: sabato 25, Il cervellone con movida Calabria. Per info Lia Tommaso 338/1065099 - myspace.com/mattiapub - mattiapublia@libero.it. TROPEA (Vv) - Incontro Club Unesco Venerdì 24 aprile, alle ore 15.00, incontro dei Club Unesco della Calabria Re Italo Reggio C., Palmi, Lamezia Terme, Cosenza a Tropea - Parghelia, presso il villaggio turistico Aurum "Sabbie Bianche", saletta riunioni. VIBO V. - Rapporto sulla finanza locale Giovedì 23 aprile, alle ore 11,00, presso la sala consiliare del Comune di Vibo Valentia verrà presentato alla stampa il Rapporto sulla finanza locale dei Comuni calabresi sulla base dei consuntivi 2007. Aggregato allo studio ci sarà un aggiornamento anche dei dati sulla polizia locale. VIBO V. - Memorial Gaglioti L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore

Bruno Arena e Massimo Cavallaro, in arte “I Fichi d’India”. Programma: il 29 e il 30 aprile al Cinema Teatro Garden di Rende, il 1 Maggio al Palamilone di Crotone e il 2 maggio al polifunzionale Open Space di Isca Marina. Per informazioni www.essemmemusica.it. ROMA - “Amici della terra”, iniziativa Ci saranno tutti i club calabresi dell’associazione “Amici della terra” al convegno “Dopo il terremoto de L'Aquila e a cento anni dalla tragedia del 1908, per un’Italia più sicura. Le vie dimenticate della prevenzione” promosso da “Amici della terra” e dall’Istituto per le scelte ambientali e tecnologiche (Isat) con il patrocinio della Regione Ca-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 22 Aprile 2009 55

Spettacoli e tv filmintv La7 08.00 08.20 09.00 09.30 09.35 10.00 10.50 11.00 11.25 11.30 12.00 13.30 14.00

TG1 (Ultime notizie) TG1 TURBO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) TG1 FLASH (Ultime notizie) LINEA VERDE - METEO VERDE (Ambiente) VERDETTO FINALE APPUNTAMENTO AL CINEMA OCCHIO ALLA SPESA (Attualità) CHE TEMPO CHE FA TG1 (Ultime notizie) LA PROVA DEL CUOCO (Gastronomia) TELEGIORNALE (Ultime notizie) TG1 ECONOMIA (Affari)

Ore 20.30 - “Juventus-Lazio” Semifinale di ritorno di coppa Italia Nella foto Delio Rossi, tecnico laziale 14.10 16.15 16.50 17.00 17.10 17.15 18.50 20.00 20.30 23.00 23.05 00.40 01.10 01.15 01.20 01.50 02.25 03.00 04.35 05.25 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45 07.00 07.30

FESTA ITALIANA LA VITA IN DIRETTA TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) LA VITA IN DIRETTA L’EREDITÀ TELEGIORNALE (Ultime notizie) RAI SPORT (Calcio) TG1 (Ultime notizie) PORTA A PORTA (Attualità) TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) MAGAZZINI EINSTEIN (Cultura) SUPERSTAR IL MARESCIALLO ROCCA 5 DETECTIVE JOE GAILLARD (Poliziesco) HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA TG1 (Ultime notizie) TG1 L.I.S. (Ultime notizie)

08.05 LOLA E VIRGINIA (Animazione) 08.20 I MIEI AMICI TIGRO E POOH (Animazione) 08.40 LE AUDACI INCHIESTE DI MISS PRUDENZA (Animazione) 09.10 HARRY E I DINOSAURI NEL MAGICO SECCHIELLO BLU (Animazione) 09.20 I LUNNIS (Animazione) 09.35 PUCCA (Animazione) 09.45 UN MONDO A COLORI (Attualità) 09.55 METEO 2 (Ultime notizie) 10.00 TG2PUNTO.IT 11.00 INSIEME SUL DUE (Attualità) 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETÀ (Attualità) 13.55 TG2 MEDICINA 33 (Salute) 14.00 ITALIAN ACADEMY 2 15.00 ITALIA ALLO SPECCHIO (Attualità) 16.15 RICOMINCIO DA QUI 17.20 LAW AND ORDER - I DUE VOLTI DELLA GIUSTIZIA (Poliziesco) 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI TG SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 PILOTI (Sitcoms) 19.30 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 20.30 TG2 (Ultime notizie) 21.05 TUTTA COLPA DELL’AMORE (Commedia) 23.00 TG2 (Ultime notizie) 23.15 LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 00.15 XII ROUND (Cultura) 00.45 TG PARLAMENTO (Attualità) 00.55 REPARTO CORSE 01.25 ALMANACCO 01.35 METEO 2 (Ultime notizie) 01.40 APPUNTAMENTO AL CINEMA

Ore 21.05 “Tutta colpa dell’amore Sweet home Alabama” Film commedia con Josh Lucas 01.50 NEBBIE E DELITTI 2 (Poliziesco) 03.25 TG2 COSTUME E SOCIETÀ. REPLICA (Attualità) 03.40 CERCANDO CERCANDO 04.10 I NOSTRI PROBLEMI

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (Attualità) 08.15 RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.15 VERBA VOLANT (Tempo libero) 09.20 COMINCIAMO BENE - PRIMA

Ore 23.10 -“Parla con me” Varietà con Serena Dandini e Dario Vergassola 10.00 12.00 12.25 12.45 13.05 14.00 14.20 14.50 15.00 15.10 15.15 15.20 16.00 16.30 17.00 17.50 18.15 18.20 19.00 19.30 20.00 20.10 20.35 21.05 21.10 23.10 00.00 00.10 01.00 01.10 02.10 02.15 02.50 03.00

COMINCIAMO BENE (Talk show) TG3 - RAI SPORT NOTIZIE TG3 AGRITRE LE STORIE - DIARIO ITALIANO (Attualità) TERRA NOSTRA (Telenovela) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) TG3 (Ultime notizie) TGR LEONARDO (Attualità) TGR NEAPOLIS (Attualità) TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) TREBISONDA PRESENTA LA TV DEI RAGAZZI (Magazin) DOUBLE TROUBLE TG3 GT RAGAZZI (Cultura giovanile) MELEVISIONE COSE DELL’ALTRO GEO GEO & GEO METEO 3 (Ultime notizie) GEO & GEO TG3 (Ultime notizie) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) BLOB (Attualità) AGRODOLCE (Telenovela) UN POSTO AL SOLE (Telenovela) TG3 (Ultime notizie) CHI L’HA VISTO? (Attualità) PARLA CON ME (Talk show) TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE VENT’ANNI PRIMA (Cinema) SHOWNET (Ultime notizie) NEXT - 1 PARTE (Attualità) NEWS METEO (Ultime notizie)

ITALIA

RETE

TG5 MATTINA (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) TG5 (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) CENTOVETRINE (Telenovela) UOMINI E DONNE (Talk show) POMERIGGIO CINQUE TG5 MINUTI (Ultime notizie) POMERIGGIO CINQUE CHI VUOL ESSERE MILIONARIO (Spettacolo con giochi) 20.00 TG5 (Ultime notizie)

08.15 EVVIVA PALM TOWN (Animazione) 08.30 NAPO ORSO CAPO (Animazione) 09.00 WILLY IL PRINCIPE DI BEL AIR (Sitcoms) 09.25 XENA PRINCIPESSA GUERRIERA (Fantasia) 10.20 BAYWATCH (Azione) 11.15 SUPERCAR (Azione) 12.15 SECONDO VOI (Attualità) 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.02 STUDIO SPORT 13.40 DRAGON BALL GT (Animazione) 14.05 DETECTIVE CONAN (Animazione) 14.30 I SIMPSON (Animazione) 15.00 SMALLVILLE 15.50 KYLE XY (Fantascienza) 16.40 SCOOBY-DOO E IL TERRORE DEL MESSICO (Animazione) 17.37 TGCOM (Ultime notizie) 17.43 SCOOBY-DOO E IL TERRORE DEL MESSICO (Animazione) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 19.00 STUDIO SPORT 19.30 I SIMPSON (Animazione) 19.50 CAMERA CAFÉ RISTRETTO (Sitcoms) 20.05 CAMERA CAFÉ (Sitcoms) 20.30 LA RUOTA DELLA FORTUNA (Spettacolo con giochi) 21.10 CAMBIA LA TUA VITA CON UN CLICK (Commedia) 22.10 TGCOM (Ultime notizie) 22.13 CAMBIA LA TUA VITA CON UN CLICK (Commedia) 23.20 CHIAMBRETTI NIGHT - SOLO PER NUMERI UNO 01.45 STUDIO SPORT 02.10 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 02.25 TALENT 1 - PLAYER 02.45 MEDIA SHOPPING (Acquisti)

08.10 09.00 10.10 10.30 11.30

Ore 23.45 - “Matrix” Programma di attualità condotto da Alessio Vinci 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 21.11 AL DI LÀ DEL LAGO 22.00 TGCOM (Ultime notizie) 22.03 AL DI LÀ DEL LAGO 22.45 TGCOM (Ultime notizie) 22.48 AL DI LÀ DEL LAGO 23.45 MATRIX (Attualità) 01.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 02.00 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 02.32 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.45 THE GUARDIAN 03.30 MEDIASHOPPING (Acquisti) 03.42 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 04.13 SQUADRA EMERGENZA (Azione) 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

Ore 23.20 - “Chiambretti night Solo per numeri uno” Varietà con Piero Chiambretti 03.05 03.50 04.05 05.55

I SOPRANO (Azione) MEDIASHOPPING (Acquisti) PERDIDA DURANGO (Poliziesco) STUDIO SPORT

“Il cappotto di Astrakan” Un uomo per due donne (Italia 1980) Con Johnny Dorelli e Marcel Bozzuffi. Vitellone lombardo in vacanza a Parigi diventa il surrogato dell’uomo amato da due donne – marito per l'una, amante per l'altra. Tratto da un romanzo (1978) di Piero Chiara. Commedia

Italia1 Ore 21.10

CANALE 08.00 08.40 10.00 10.05 11.00 13.00 13.41 14.10 14.45 16.15 18.00 18.05 18.50

Ore 14.00

“Cambia la tua vita con un click”

17.05 CAOS CALMO (SkyCinema1) 17.10 TRANSFORMERS (SkyCinemaMax) PALLOTTOLE D’AMORE (SkyCinemaFamily) 17.15 STEP UP 2 - LA STRADA PER IL SUCCESSO (SkyCinemaPiu24) 17.25 TOTO’ STORY (SkyCinemaClassics) 17.50 LAST MINUTE MAROCCO (SkyCinemaHits) 18.50 FRENCH KISS (SkyCinemaFamily) 18.55 CASA SADDAM (SkyCinemaPiu24) 19.15 I CAVALIERI DALLE LUNGHE OMBRE (SkyCinemaClassics) 19.35 REC - LA PAURA IN DIRETTA (SkyCinemaMax) 19.40 DOPPIA IPOTESI PER UN DELITTO (SkyCinemaHits) 21.00 DUE SCONOSCIUTI, UN DESTINO (SkyCinemaFamily) GIOCO LETALE (SkyCinemaMax)

(Usa 2006) Con Adam Sandler e Henry Winkler. Quando la tua vita è divisa tra una moglie e due figli con cui stare, i genitori da accontentare e un lavoro pressante a cui stare dietro quello di cui avresti bisogno è un telecomando. Commedia

Rete4 Ore 23.25

“Terapia d’urto” Jack Nicholson da ridere (Usa 2002) Con Adam Sandler e Jack Nicholson. Dave Buznik è un bravo ragazzo mite e pacato. La sua unica colpa è quella di aver perso la pazienza durante un volo aereo. Ed è costretto a sottoporsi a una terapia comportamentale. Commedia

Ore 21.00 - “Mr. Brooks” Sky cinema 1 Film thriller con Kevin Costner

21.15 22.25 22.30 22.40 22.50

Per Ferdi il riscatto è al Grande Fratello

L’Italia premia il giovane rom

HUNTER (Poliziesco) NASH BRIDGES FEBBRE D’AMORE (Telenovela) ULTIME DAL CIELO (Fantasia) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

23.05 23.10 00.10 00.40 00.50 00.55 01.00

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.05

Ore 01.50 - “L’erba di Grace” Film commedia con Brenda Blethyn e Craig Ferguson 11.40 UN DETECTIVE IN CORSIA (Poliziesco) 12.25 RENEGADE 13.25 ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) 13.30 TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 14.05 SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM 15.10 WOLFF - UN POLIZIOTTO A BERLINO (Poliziesco) 16.10 AGGUATO SUL FONDO (Guerra) 16.47 TGCOM (Ultime notizie) 16.54 AGGUATO SUL FONDO (Guerra) 18.04 TGCOM (Ultime notizie) 18.11 AGGUATO SUL FONDO (Guerra) 18.40 TEMPESTA D’AMORE 18.45 ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) 18.55 TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 19.35 TEMPESTA D’AMORE 20.30 WALKER, TEXAS RANGER (Azione) 21.10 STRANAMORE E POI... 23.20 I BELLISSIMI DI RETE 4 (Cinema) 23.25 TERAPIA D’URTO (Commedia) 00.25 TGCOM (Ultime notizie) 00.32 TERAPIA D’URTO (Commedia) 01.25 TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) 01.50 L’ERBA DI GRACE (Commedia) 03.20 PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA 03.25 BLUE MURDER (Poliziesco) 04.05 PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA 04.25 FEBBRE D’AMORE (Telenovela) 05.10 TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) 05.30 SECONDO VOI (Attualità) 05.35 PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA 05.40 KOJAK (Poliziesco) 06.40 MEDIASHOPPING (Acquisti)

ROMA - E’ Ferdi il vincitore del Grande Fratello 9. Il ragazzo di 22 anni di origini rom, arrivato clandestinamente in Italia più di 10 anni fa dal Montenegro a bordo di un gommone e ora perfettamente integrato da noi, si è aggiudicato il montepremi finale di 300 mila euro, battendo gli altri tre finalisti, il playboy Gianluca, la supermaggiorata Cristina e il fornaio Marcello. Abbandonato dalla madre quando era piccolissimo (l’ha rivista in un videomessaggio grazie al Gf) e separato dalla sorella, Ferdi è arrivato nel nostro paese col padre che lo ha costretto a rubare e a partecipare a combattimenti clandestini tra minorenni. Poi Ferdi è andato in un istituto.

curiosità dalla rete Su Google ricerca con le immagini

Record di telefilm su Nbc web

D’ora in poi su Google si potranno fare ricerche di immagini a partire da altre immagini. “Google Similar Images” dà la possibilità di fare ricerche a partire da immagini anzichè da parole, come di consueto.

La rete americana Nbc ha annunciato che i telefilm in versione integrale visti sul suo sito web hanno superato il traguardo di un miliardo.

Pc ultraportatile L’ultima dal Giappone Dal Giappone a 630 euro arriva un pc ultra-portatile che per la prima volta monta un touchpad ottico con schermo a cristalli liquidi.

Il romanzo fiume è su Facebook Loro si chiamano Quelli del romanzo infinito e l’ obiettivo è di entrare a far parte della storia della letteratura mondiale attraverso la realizzazione del romanzo più lungo, il romanzo infinito, appunto.

19.00 20.00 20.30 21.10 23.35 00.50 01.10 01.15 01.55 02.55 03.00

09.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 18.00 18.05 19.00 19.05 20.00 20.05 21.00 23.00 23.05 23.30 00.00 00.30 01.30 03.00 05.40

CHE FATICA FARE LA STAR! (SkyCinemaPiu24) DETENUTO IN ATTESA DI GIUDIZIO (SkyCinemaClassics) MR. BROOKS (SkyCinema1) NORBIT (SkyCinemaHits) INTO THE WILD - NELLE TERRE SELVAGGE (SkyCinemaMania) FUGA PERICOLOSA (SkyCinemaMax) WATER HORSE - LA LEGGENDA DEGLI ABISSI (SkyCinemaPiu24) PAPILLON (SkyCinemaClassics) MAJOR LEAGUE-LA SQUADRA PIU’ SCASSATA... (SkyCinemaFamily) LE VERITA’ NASCOSTE (SkyCinemaHits) ALLA RICERCA DELL’ISOLA DI NIM (SkyCinema1) IL PARAMEDICO (SkyCinemaMax) FRACCHIA CONTRO DRACULA (SkyCinemaFamily) ONORA IL PADRE E LA MADRE (SkyCinema1) CASA SADDAM (SkyCinemaPiu24) RIPRENDIMI (SkyCinemaMania)

OMNIBUS LIFE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH F/X MOVIE FLASH MATLOCK (Poliziesco) TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS (Poliziesco) IL CAPPOTTO DI ASTRAKAN (Commedia) MOVIE FLASH RELIC HUNTER (Azione) ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI JAG - AVVOCATI IN DIVISA TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) EXIT - USCITA DI SICUREZZA (Attualità) VICTOR VICTORIA TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH OTTO E MEZZO (Attualità) ALLA CORTE DI ALICE DUE MINUTI, UN LIBRO CNN - NEWS (Ultime notizie)

PURE MORNING LOVE TEST CHART BLAST THE HILLS MTV CONFIDENTIAL (Reality-TV) ROOM RAIDERS TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) CHART BLAST FLASH (Ultime notizie) TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) PUSSYCAT DOLLS PRESENTS: GIRLICIOUS LA VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA FLASH (Ultime notizie) I SOLITI IDIOTI (Commedia) NEUROVISIONE SOUTH PARK (Animazione) BRAND: NEW INTO THE MUSIC INSOMNIA NEWS (Ultime notizie)



il domani