Issuu on Google+

Domenica 21 Dicembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 351

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 33 a pag. 42) CATANZARO Tutto esaurito per l’ennesimo, interessante appuntamento con Parole Chiave

VIBO VALENTIA Un giro nei luoghi sacri della città ipponica

Ernesto Galli della Loggia è sold out La presenza dei Templari CATANZARO — Ancora il tutto esaurito al-

l’Auditorium “E. Scalfaro” per il terzo atteso appuntamento della rassegna “Parole Chiave”. Ospite dell’incontro che si è rivelato ricchissimo di spunti di riflessione, il noto storico e editorialista del “Corriere della Sera” Ernesto Galli della Loggia. A PAGINA 34

ROSSANO

Gegé Telesforo al Jazz Festival A PAGINA 34

VIBO VALENTIA — Chi vuole farsi una

idea dei segni lasciati dalla presenza dei Templari in Calabria può fare un giro nei luoghi sacri della città di Vibo Valentia. Noterà sicuramente che all’interno della Chiesa del Rosario c’è un sarcofago marmoreo.

CATANZARO

Grande musica e solidarietà A PAGINA 33

A PAGINA 33

Il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp, Francesco Massara, chiarisce che non vi è alcun problema per la popolazione

Aviaria a Vibo, situazione sotto controllo «Non c’è rischio perché il focolaio del virus è stato circoscritto immediatamente» VIBO VALENTIA — La mobilitazione è

massima dopo la diffusione dell’allarme aviaria. Il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia, Francesco Massara, chiarisce che non vi è alcun problema e che non è il caso di essere preoccupati: «Il virus che è stato individuato nell’allevamento di Mileto è meno patogeno del virus H5, quello che alcuni anni fa creò particolari allarmi anche a livello internazionale. Non c’è rischio - risponde deciso - perché il focolaio è stato circoscritto immediatamente. Io mi sento di garantire che il pollo e pure le uova si possono consumare». MAURIZIO BONANNO A PAG. 19

CATANZARO Tradizionale appuntamento dei Giovani Imprenditori

Reportage sul treno che accorcia le distanze tra Reggio Calabria e Roma

IL PUNTO SULLE CALABRESI

In viaggio sul Frecciargento

Dalla A in giù Natale porti bene

CATANZARO — Una settimana esatta è trascorsa dalla inaugurazione di Frecciargento, il treno che accorcia le distanze tra Reggio Calabria e Roma. A una settimana dal battesimo vi raccontiamo frammenti e impressioni del viaggio inaugurale dell’Etr 600 Eurostar. FRANCESCO CIAMPA A PAG. 13

COSENZA

Napolitano all’Unical A PAGINA 14

CONSUMA E SPENDI CALABRESE

Il Galà di beneficenza Il “Cesto” edizione 2008 CATANZARO — Tradizionale Gran

Galà di beneficenza presso l’Hotel Guglielmo. Ad organizzare l’appuntamento, giunto alla sua sesta edizione, sono i Giovani Imprenditori di Confindustria di Catanzaro, che da diversi anni svolgono una importante azione nel sociale, mettendo in campo iniziative indirizzate ad aiutare e a sostenere le fasce di popolazione più bisognose.

Nuova importante iniziativa dell’Associazione “Jonici” nell’ambito del grande progetto culturale “Consuma e Spendi Calabrese”. Realizzato il “Cesto” edizione 2008, ancora più bello e più ricco di significati, a partire dalla “culla” realizzata in castagno a San Giorgio Morgeto e dalla maschera dei ceramisti di Seminara. All’interno prodotti enogastronomici d’eccellenza.

A PAGINA 21

A PAGINA 12

di Maurizio Bonanno

Cagliari inizia il nuovo campionato della Reggina. Non è la solita frase fatta. Il cambio della panchina, infatti, è un cambio netto, deciso, un taglio profondo. Tra Orlandi e Pillon le differenze sono tantissime per mentalità, visione di gioco, filosofia del lavoro che deve portare poi alla gara della domenica. Proprio per questo, Cagliari rappresenta per la formazione amaranto una tappa fondamentale per far capire, innanzitutto a se stessi, che tipo di squadra affronterà l’impegnativo compito di centrare un’altra salvezza che avrà il sapore dell’impresa. Aver scelto un allenatore come Pillon rappresenta già di per sé un messaggio all’ambiente intero: si cambia. Si cambia per ritrovare la forza di resistere, anche quest’anno come tutti i precedenti anni, e realizzare così una nuova, grande impresa. Discorso diverso per il Crotone nel campionato di Prima Divisione. Sono almeno tre i motivi, tutti di uguale importanza, per vincere e vincere senza patemi. Innanzitutto, per riprendere un cammino interrotto troppo bruscamente, poi per ribadire che la legge dello Scida resiste ancora e quell’episodio tale rimarrà perché tale deve rimanere. Poi, vi è un altro motivo che assume un valore importante nel rapporto con la propria tifoseria: quando è di scena, il Foggia, infatti, la partita non può mai essere come le altre, per storie antiche ed antiche rivalità. Vincere e vincere bene contro il Foggia sarebbe, insomma, il regalo di Natale più bello da fare ai propri tifosi. Ed andiamo in Seconda Divisione, dove la truppa calabrese è ben rappresentata...

A

CONTINUA A PAGINA 49


2 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Lockerbie ricorda i suoi morti vent’anni dopo la strage

Il Fronte Popolare della Liberazione Palestina ha 41 anni

Il 21 dicembre 1988 un aereo della PanAm precipitò per una bomba Le vittime furono 270

Cortei e bandiere nella città di Hebron Il nuovo leader spagnolo

Sindacato operai Eletto Toxo Simpatizzanti del Fronte Popolare Liberazione Palestina manifestano nella parte Ovest di Hebron in occasione del 41esimo anniversario del movimento

Il nuovo segretario della Confederazione operaia (CCOO) Ignacio Toxo

La località durante gli anni della rivolta palestinese era stata off limits per i cristiani

A Betlemme i fedeli cristiani pregano nel luogo della nascita di Gesù

Una foto di archivio datata 24 dicembre 1998 mostra alcune case distrutte a Lockerbie dopo che un aereo della PanAm precipitò a terra a causa di una bomba collocata all'interno. L'attentato provocò la morte di 259 persone a bordo, più 11 a terra

Il Taj Mahal riapre: Mumbai supera lo choc del terrorismo

Lo storico albergo era stato al centro dell’attacco il 26 novembre, costato la vita a 170 persone

Una vista suggestiva e notturna dell’albergo Taj Mahal di Mumbai in India che ieri ha riaperto i battenti dopo l’attacco terroristico del 26 novembre scorso

Clima impazzito e nubifragi anche in Afghanistan

Fedeli cristiani pregano nella Chiesa della Natività a Betlemme, il luogo della nascita di Gesù. La località adesso torna ad essere affollata

Nel mirino il piano della General Motors

Crisi dell’auto in Spagna Proteste a Saragozza

Colleghi giordani pro giornalista “anti-Bush”

Gli operai della General Motors a Saragozza protestano contro l’azienda

Dozzina di giornalisti giordani manifestano per Montazer Al Zaidi

Mobilitati nel nome di Saddam Hussein

A complicare la situazione dello stato il maltempo Acquazzoni e innalzamento delle temperature

La religione ebraica celebra un rito antico legato alla consacrazione di un nuovo tempio

Un uomo cambiavalute in strada a Kabul attende i clienti dopo un violento acquazzone. Anche in Afghanistan il clima è cambiato come sostiene l’Organizzazione Meteorologica mondiale. Il problema è lo scioglimento dei ghiacci del mare Artico

Una immagine del candelabro Hannukiah con nove braccia a Piazza Barberini a Roma ieri per il rito ebraico della festa della luce

L’Hannukiah, candelabro che simboleggia la festa della luce ebraica


4 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

L’Euphorbia è la regina delle piante Regali speciali nel fine settimana ai mercatini della Coldiretti

Fugge dai domiciliari per fare spese

ROMA - La stella di Natale è la regina delle prossime feste (90% delle vendite floreali). Saranno più di 20 milioni le piante di Euphorbia Pulcherrima (o Poinsietta) acquistate per abbellire l’ingresso di casa o come decoro sulla tavola e addobbo nei negozi.

ROMA - Era stanco di stare sempre in casa, essendo ai domiciliari, e non ha saputo resistere all’invito della fidanzata di uscire ed andare a Trastevere per acquistare i regali di Natale. Ma A.M., romano, di 31 anni, è stato riconosciuto e arrestato per evasione.

Stelle al top delle vendite

Otto milioni di italiani alle bancarelle

ROMA - «Si stima che quasi otto milioni di italiani sceglierà nei mercatini il regalo di Natale per sfuggire alle offerte standardizzate». È quanto afferma la Coldiretti in vista del fine settimana pre-natalizio, tradizionalmente dedicato allo shopping, che ha visto

nella capitale l’apertura del primo mercato degli agricoltori (i farmer’s market). Alcuni produttori agricoli hanno deciso anche di aderire alla social card lanciata dal Comune in occasione dell’iniziativa Coldiretti ’Cavalieri dell’agricoltura’ per favorire le fasce più deboli.

Shopping da... evasione

In viaggio il 15% in meno degli italiani, mete locali più che europee Le previsioni annunciano un’ondata di aria polare da Natale in poi

Esodo al via con l’incubo neve Fine mese con temperature che crollano, vento e gelo ROMA - Via alle partenze per le festività di Natale, quest’anno sotto l’ombra della crisi economica e con l’incubo maltempo. La fotografia di Intesaconsumatori (che riunisce Federconsumatori, Codacons, Adoc e Adusbef) illustra un Paese che tira la cinghia: rispetto a un anno fa, infatti, ha deciso di rimanere a casa il 15% in più degli italiani; calano anche le partenze per i weekend (-3%) e i viaggi di una settimana (-5%). Saranno comunque circa 15 milioni, secondo un’indagine ConfesercentiPublicares-Swg, gli italiani in viaggio per le festività natalizie e spenderanno circa 9 miliardi di euro. La spesa individuale si attesterà sui 593 euro a persona, al di sotto della media dello scorso anno. Rispetto al 2007 salirà la percentuale di coloro che alloggeranno presso amici e parenti (30%), seguita da un 25% che sceglierà come soluzione l’albergo o la pensione. Cresce poi dell’11% la quota di chi opterà per i bed and breakfast. Rispetto al 2007 si registra una minore propensione a viaggiare in Europa, mentre la meta preferita è l’Italia. La scelgono il 76% delle persone con preferenze per Lazio, Trentino Alto Adige, Lombardia e Veneto. Per quanto riguarda le mete di montagna, rileva uno studio di

La Polstrada in campo per prevenire gli incidenti

In viaggio il 15% in meno degli italiani

Da Natale fino a gennaio torna la neve

La Polstrada intensificherà i controlli

Meno addobbi ma il cibo è sempre ricco ROMA - Addobbi e tavole di Natale più modeste nell’allestimento, nelle case delle famiglie italiane, che non rinunciano però alle tradizionali scorpacciate culinarie del 24 e del 25 dicembre. Anche le vetrine dei negozi e gli alberi di Natale cittadini sono meno sfarzosi. La tendenza delle famiglie è invece quella di riciclare l’abete finto dell’anno prima, come suggeriscono a Torino, oppure di comprare un vero abete, addobbandolo con peperoncini, pigne e mele secche, all’insegna del risparmio e dell’ecologia, come fanno a Roma. Da Torino a Palermo gli italiani non rinunciano a scambiarsi i regali, ma se ne fanno meno come numero, preferendo destinarli solo ai bambini e ai partner. Si risparTrademark, verranno scelte da 2,2 milioni di persone, il 6% in meno dell’anno scorso. Oltre al portafoglio che piange, però, i va-

canzieri di fine anno dovranno fare i conti anche con il maltempo. Infatti, secondo il meteorologo Andrea Giuliacci del Centro Ep-

I manifestanti già ne hanno dato uno alle fiamme all’inizio di dicembre

mia invece sugli addobbi, che in tutte le città italiane, anche a livello cittadino, fuori dai centri storici sono visibilmente più modesti, essenziali, poco sfarzosi. Viceversa, i cuori delle metropoli sono illuminati dal lusso delle vetrine delle grandi firme. Irrinunciabili invece, le scorpacciate alimentari del 24 e 25 dicembre, e chi non va al ristorante a Natale, visto che 4,9 milioni di connazionali sembrano aver optato per questa soluzione, ha scelto tavole più attente alla qualità delle pietanze che non all’allestimento. A tutte le latitudini dello stivale per rendere la tavola natalizia, bastano poche candele e un centrotavola. In un contesto di rinuncia al superfluo vince la tradizione. son Meteo, freddo, vento e neve ci accompagneranno dal 25 dicembre ai primi giorni del 2009. Fra oggi e mercoledì 24, rileva

Giuliacci, l’alta pressione garantirà prevalenza di tempo bello e temperature pomeridiane piuttosto miti su gran parte dell’Italia.

Ma il giorno di Natale la Penisola verrà investita da un nucleo di aria gelida polare che farà crollare ovunque le temperature, spingerà nuove nuvole su quasi tutte le regioni e darà vita a un vortice di bassa pressione che poi a Santo Stefano porterà maltempo in gran parte del Paese, con la neve che oltre alle montagne imbiancherà anche la Valpadana Occidentale e le coste centrali adriatiche. Molto probabilmente nevicherà anche a Torino, Milano, Bologna e Ancona. L’esodo natalizio si svolgerà comunque sotto gli occhi di centinaia di pattuglie della polizia stradale, che intensificheranno i controlli. Occhio, in particolare, agli ubriachi alla guida: gli etilometri in dotazione agli agenti toccheranno a breve quota 1.200. «Proprio l’abuso di alcol e droga al volante - sottolinea Roberto Sgalla direttore del servizio di Polizia stradale causa circa il 30-40% degli incidenti». Ma l’aumento dei controlli, secondo Sgalla, «non basta ad evitare gli incidenti: occorre un comportamento più responsabile da parte degli automobilisti. L’invito è quindi quello di godersi le vacanze guidando con prudenza e rispettando le regole, specialmente in momenti difficili per il maltempo come quelli attuali».

Portato a Mosca, sarà decorato con 2000 addobbi e un chilometro di ghirlande

Feste agitate ad Atene. E l’abete finisce sotto scorta Si accende il più grande albero della Russia ATENE - Albero di Natale blindato nel centro di Atene. Poliziotti in tenuta anti-sommossa presidiano infatti da ieri il nuovo, grande abete sistemato al centro della piazza Syntagma, davanti al parlamento, per evitare che venga dato alle fiamme come quello sistemato all’inizio di dicembre e bruciato durante le proteste studentesche per l’uccisione di uno studente di 15 anni da parte di un poliziotto. Alcune centinaia di persone hanno manifestato anche ieri ad Atene per protestare contro l’accordo europeo sull’immigrazione e il diritto d’asilo adottato dall’Ue il 16 ottobre scorso. «Uccidono gli immigra-

Continuano le proteste di piazza in Grecia Agenti schierati davanti al Parlamento e all’albero di Atene

ti, uccidono gli studenti», gridavano i manifestanti, che hanno anche lanciato pietre contro i poliziotti schierati davanti al parlamento e a difesa del nuovo albero di Natale. La manifestazione di ieri si inqua-

dra in una mobilitazione studentesca senza precedenti ad Atene e nelle principali città greche dopo l’uccisione, il 6 dicembre scorso, di Alexis Grigoropoulos, colpito a morte da un agente di polizia.

MOSCA - É arrivato ieri sera al Cremlino, scortato dalla polizia stradale, un albero di Natale record, il più importante e grande del Paese: una ’iolka’ di nove tonellate, alta 33 metri e con 109 anni alle spalle, proveniente dalla riserva ecologica di Svenigorod, alle porte della capitale. L’abete passerà attraverso la porta di San Silvestro e oggi sarà sistemato nella piazza delle cattedrali, il cuore artistico del Cremlino, secondo una tradizione che si fa risalire a Pietro il Grande e rispolverata nel 1996 dal presidente Boris Ieltsin. Entro il 23 dicembre, come riferisce il tabloid ’Komsomolskaia Pravdà, verrà decorato con 2000 ad-

Resterà fino al 13 gennaio, il capodanno ortodosso Pesa nove tonnellate, è alto 33 metri e ha 109 anni l’albero record di Mosca

dobbi e un chilometro di ghirlande. Poi il pellegrinaggio dei turisti e delle scolaresche: quest’annogli alunni arriveranno anche dalle regioni georgiane separatiste dell’Abkhazia e dell’Ossezia del Sud, di cui Mosca

ha riconosciuto l’indipendenza dopo la guerra con Tbilisi. L’albero resterà fino al 13 gennaio, il capodanno secondo il calendario della chiesa ortodossa russa (il Natale ortodosso invece cade il 7 gennaio).


il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 5

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

L’euro compie 10 anni E li porta “bene” ROMA - Era stato il sogno degli europeisti, ha suscitato entusiasmo e critiche, oggi l’euro è una delle monete di riferimento nel mondo. L’euro è nato il primo gennaio 1999, quando valeva 1,1667 dollari. A pochi giorni dal suo anniversario la moneta unica ha all’attivo 10 anni di storia vissuti tra alti e bassi. Arrivato nelle tasche dei cittadini nel gennaio 2002, l’euro ha iniziato addirittura a minare, nell’ultimo anno, valute del peso del dollaro e anche della sterlina. Dopo il debutto, anche se solo virtuale, il primo gennaio del 1999, la moneta unica ha iniziato a riempire fisicamente i portafogli dei cittadini degli 11 paesi che lo avevano adottato fin dall’inizio a partire dal gennaio 2002.

Social card: quasi 200mila sono già attive

L’Italia batte tutti per numero di piccole e medie imprese

ROMA - Sono circa 200mila le cariche effettuate dall’Inps sulle carte acquisti, pari a circa il 60% del totale delle domande presentate dal primo dicembre. Delle richieste presentate (oltre 366 mila), sottolinea l’Inps in una nota, per circa 6.000 è stata riscontrata l’assenza di dati anagrafici essenziali per il buon esito della domanda; per circa 60mila si è in attesa di ricevere il completamento della documentazione necessaria per concludere la verifica di congruità. Circa 100mila richieste non sono state accolte poiché effettuate da soggetti che superano i limiti di reddito previsti. A ciascuno di questi richiedenti, spiega l’Inps, è stata inviata una lettera in cui sono indicati le motivazioni del mancato accoglimento.

VENEZIA - L’Italia batte largamente il resto d’Europa in fatto di piccole e medie imprese: rivela un’indagine della Cgia di Mestre. L’inchiesta sul peso dell’economia non finanziaria (escluse le imprese pubbliche e dell’intermediazione finanziaria) dei 27 paesi dell’Ue evidenzia che le pmi del Belpaese (con meno di 250 dipendenti) sono oltre 3.800.000, pari al 99,9% del totale delle imprese. Più del doppio delle pmi presenti sia in GB (1.535.000) sia in Germania (1.654.000). Le Pmi italiane danno lavoro a oltre 12 milioni di occupati, pari all’81,3% del totale nazionale contro una media del 61,4% presente in Francia, del 60,6% in Germania e del 54% registrato nel Regno Unito.

I consumatori accusano le banche di non trasferire i vantaggi sui clienti L’Abi si difende: limiti fissati dal contratto e impossibili da modificare

La battaglia sui tassi del mutuo E’ il momento di tagliare la rata ROMA - Il calo dei tassi di interesse porta con sè una dote insperata per le famiglie italiane, un bonus che può arrivare fino a 3.400 euro all’anno. A tanto ammonta il risparmio a vantaggio di chi ha contratto un mutuo a tasso variabile, calcolato fra il momento di massimo rialzo dell’Euribor e il valore attuale. Secondo le associazioni dei consumatori le banche non trasferiscono però sui clienti tutti i vantaggi della discesa dei tassi di interesse, con l’Abi che ricorda invece come gli spread dei mutui in essere siano fissati dal contratto e quindi impossibili da modificare. Il picco dell’Euribor a tre mesi è stato toccato il 9 ottobre scorso al 5,39%: a quei valori la rata di un mutuo da 200.000 euro a 30 anni (a tasso variabile con uno spread dell’1%) aveva raggiunto un massimo di 1.250 euro al mese. Oggi, dopo 50 sedute di cali consecutivi e l’Euribor sceso al 3,08%, la stessa rata vale 964 euro, con un risparmio di 286 euro al mese, pari a 3.432 euro l’anno. Se i risparmi sono più consistenti per mutui di lunga durata ed importo elevato, non sono certo da trascurare quelli su mutui a durata e importo minori: su un finanziamento da 100.000 euro a 20 anni il risparmio è di ’soli’ 129 euro al mese

Con il giusto adeguamento risparmi fino 3400 euro l’anno

Stilato il calendario

Il confronto OGGETTO

Mutuo da 200.000 euro a 30 anni (tasso variabile con uno spread dell'1%)

INDICE DI RIFERIMENTO

Euribor a 3 mesi

0 9

1 9

OTTOBRE

DICEMBRE

2008

2008

Euribor 5,39%

Euribor 3,08%

RATA MUTUO

RATA MUTUO

(euro/mese)

(euro/mese)

1.250

964

RISPARMIO MENSILE

286 euro

RISPARMIO ANNUALE

3.432 euro ANSA-CENTIMETRI

Il picco dell’Euribor a tre mesi è stato toccato il 9 ottobre scorso al 5,39% e oggi, dopo 50 sedute di cali, è sceso al 3,08%

(dai 739 euro di ottobre, la rata è scesa a 610 euro), pari comunque a 1.548 euro all’anno. Per chi accende un nuovo mutuo, però, rimane l’incognita spread, ovvero la maggiorazione applicata sul tasso Euribor, che varia in maniera decisa da banca a banca. Attraverso le simulazioni di Mu-

tuiOnLine, si nota come gli spread applicati su un mutuo da 100.000 euro a 20 anni varino da un minimo dello 0,52% ad un massimo di un +1,39%. Con una rata che di conseguenza può passare da 585 a 631 euro, con una differenza di 46 euro al mese e 552 euro in un anno.

Ed è proprio su questo punto che si concentrano i consumatori:«Le banche continuano a manovrare a proprio piacimento gli spread, che adesso continuano ad aumentare» in modo da «conservare elevati i propri guadagni», dichiarano Adusbef e Federconsumatori, sottolineando che i risparmiatori

Il premier durante la conferenza di fine anno ha toccato diversi punti “caldi”

Giustizia e presidenzialismo, i nodi di Berlusconi Il presidente del Consiglio ieri sera durante la conferenza di fine anno. Tra i temi trattati, le questioni economiche

Separazione degli ordini a gennaio, ma la riforma costituzionale non sarà varata il prossimo anno ROMA - Di tutto, di più. Dalla riforma della giustizia alla legge elettorale. Dal presidenzialismo alle ricette economiche. E poi Eluana, il testamento biologico e anche un accenno dedicato ai giornalisti e al loro contratto da rinnovare. Giornalisti definiti «birichini». Nella conferenza stampa di fine anno durata due ore il premier Silvio Berlusconi è riuscito a spaziare su diversi argomenti. Quelli più caldi, naturalmente. Sulla riforma della giustizia e la separazione degli ordini, ha detto «presenteremo al primo consiglio dei ministri di gennaio la

riforma della giustizia penale promettendo comunque ascolto per tutti. Anche per l’opposizione». Un riferimento alle intercettazioni, particolarmente osteggia-

te da Berlusconi e poi il presidenzialismo. «Sono convinto - ha detto rispondendo proprio all’ultima domanda in scaletta - che il presidenzialismo sia la formula

costituzionale che può portare al migliore risultato per il governo del paese». Una riforma, ha aggiunto, che però non verrà esaminata quest’anno. Passando all’economia, le donne in pensione a 65 anni? Solo se vorranno. Arrivano invece più soldi per la cassa integrazione dei lavoratori con aziende in difficoltà, ma anche maggiori controlli - forse un’authority - per evitare che ci siano abusi da parte delle aziende. Sul tappeto, poi, spunta anche l’ipotesi tedesca di introdurre una settimana corta, di 4 giorni.

italiani sono già costretti a «pagare sul mutuo uno 0,54% in più rispetto alla media europea». Alla fine di un mutuo di 100.000 euro a 30 anni, spiegano le sigle, «un mutuatario dovrà pagare 14.000-16.000 interessi in più». Gli spread sui mutui in circolazione sono definiti dal contratto e, pertanto, non possono essere oggetto di variazione, se non ristrutturando il finanziamento, rispondono dall’Abi. Sui nuovi mutui, invece, sottolineano, come non sia «incoerente» che in una fase caratterizzata da elevata rischiosità come questa gli spread vengano ritoccati al rialzo. Con il crollo della produzione industriale aumenta il rischio di fallimento delle imprese e con esso anche quello associato ai lavoratori impiegati nelle stesse, che possono vedere il proprio reddito ridotto a causa della cassa integrazione o addirittura azzerato in caso di licenziamento. Intanto, sono stati circa 50.000 i clienti, alla fine di novembre 2008, che hanno deciso di aderire alla rinegoziazione del proprio mutuo secondo la convenzione tra il ministero dell’Economia e l’Abi. È quanto si legge in una nota dell’associazione, che spiega come il controvalore dei mutui a tasso variabile rinegoziati con tale modalità sia pari ad oltre 5 miliardi di euro. A questo obiettivo ha contribuito il 92,22% del sistema bancario in termini di sportelli sul territorio che hanno aderito alla convenzione, informato 2 milioni di clienti e gestito 107.000 contatti.

Si cerca la riscossa con i saldi ROMA - Si scaldano i motori per la stagione dei saldi invernali, quest’anno molto delicata per i commercianti, alle prese con famiglie preoccupate per la crisi economica. La prima città a partire, come ormai tradizione, sarà Napoli dove, da venerdì 2 gennaio, i negozi potranno vendere la merce rimasta a prezzo ribassato. Il capoluogo partenopeo non sarà però il solo, quest’anno, ad avviare i saldi dal giorno dopo Capodanno: sempre il 2 partirà anche Trieste, che andrà avanti fino al 30 marzo. Nella maggior parte delle città (Roma, Milano, Palermo, Bari, Catanzaro, Genova, Bologna, Venezia e Torino) bisognerà invece aspettare il giorno successivo, sabato 3 gennaio. Il giorno dell’Epifania, 6 gennaio, sarà la volta di Ancona. A Firenze, Potenza e Perugia l’ora ’x’ scatterà il 7 gennaio, mentre a Cagliari l’8 gennaio. Più in là partiranno Aosta e l’Aquila (10 gennaio) e per ultima Campobasso (15 gennaio). I consumatori avranno tempo tra sei settimane e due mesi per gli acquisti a prezzo ribassato, prestando la massima attenzione al cartellino del prezzo che dovrà mostrare tre numeri: il prezzo originario del prodotto, la percentuale di sconto e il prezzo finale. L’aspettativa, da parte dei commercianti, è alta: «I mesi di ottobre e novembre - spiega il presidente di Federmoditalia sono stati un periodo di crisi molto pesante. Poi in dicembre le cose sono andate meglio e la situazione sembra che tenga. Però i negozi, proprio per la debolezza dei consumi nel periodo autunnale, hanno molte giacenze, quindi l’aspettativa è buona, perchè l’offerta è molto ampia e gli sconti medi sono molto elevati, dell’ordine del 40%». Diversa l’attesa delle associazioni dei consumatori, che hanno già lanciato l’allarme: secondo Adusbef e Federconsumatori solo il 45% delle famiglie ne approfitterà.


6 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

E’ polemica nel Reggiano per una frana non segnalata e causa di un incidente

Ancora morti sulle strade Sette vittime in poche ore Una ragazza Gli incidenti stradali in Italia L'ANDAMENTO DEGLI INCIDENTI ha perso la vita OGNI GIORNO 633 il giorno 263.100 265.402 incidenti stradali 256.546 252.271 del compleanno 243.490 240.011 14 ROMA - Un inizio di week-end tragico sulle strade: sette morti solo ieri, molti dei quali giovani di ritorno da una festa. Per uno di questi, Chiara Maffei, l’incidente - avvenuto per una beffa del destino dopo che la vittima aveva festeggiato il suo diciannovesimo compleanno ha acceso una polemica: la ragazza è morta annegata dopo che l’auto era finita nel fiume Secchia a causa - denunciano gli abitanti del luogo - della strada «franata e senza segnalazioni». L’incidente è avvenuto poco dopo le 3 in località Muraglione Baiso, sull’appennino reggiano. Sull’auto si trovavano cinque ragazzi; il conducente (negativo all’alcotest) ha imboccato una strada sterrata che costeggia il Secchia. Ma la strada è interrotta per alcune centi-

230.871 incidenti stradali

5.131

238.124

morti

morti

893

325.580

feriti

feriti 2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

QUANDO

17,4% altre strade DOVE autostrade AVVENGONO

5,9%

76,6% strade urbane

14,9%

Martedì

14,7%

Mercoledì

14,8%

Giovedì

14,7% 15,7%

Venerdì Sabato

14,1% 11,1%

Una nuova perizia sul pc di Alberto Stasi

Alberto Stasi e la madre di Chiara Poggi

GARLASCO (PAVIA) - Una nuova perizia potrebbe essere disposta sul computer di Alberto Stasi, il giovane di 25 anni di Garlasco accusato dell’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa il 13 agosto del 2007 nella sua villetta di via Pascoli a Garlasco. A chiederla è stato l’avvocato Gianluigi Tizzoni, il legale della famiglia della ragazza uccisa. L’avvocato Tizzoni ha spiegato di avere assegnato l’incarico di eseguire la perizia a Paolo Reale, romano di 43 anni, ingegnere informatico. In particolare, si vuole sapere se la sera prima del delitto il computer si sia stato spento in modo improvviso. Alberto aveva, infatti, portato con sè il portatile a casa della fidanzata, per lavorare alla sua tesi in economia. Un particolare che potrebbe avere un peso rilevante nell’indagine che da un anno viene portata avanti per arrivare al colpevole dell’assassinio di Chiara.

E’ successo nel Salernitano: una 78enne ha perso la vita

Anziana travolta da un pirata che fugge dopo l’impatto

Travolta e uccisa da un pirata

donna non ha saputo riferire se a travolgere la vittima sia stata una motocicletta oppure un’automobile.

-9,5% -2,1%

2007

11,4% Tra le 8 e le 9

12,8% Tra le 12 e le 13

14,8% Tra le 18 e le 19 ANSA-CENTIMETRI

Fonte: Istat, dati 2007

naia di metri a causa dell’erosione delle recenti piogge. E proprio in corrispondenza dell’interruzione, l’auto è uscita di strada, si è ribalta-

-3%

LE FASCE ORARIE PIÙ A RISCHIO

Lunedì

Domenica

Il giallo di Garlasco ancora nel mistero

SALERNO - Un’anziana donna di 78 anni è stata travolta e uccisa, ieri sera, a Salerno da un pirata della strada. Angela Pucciarelli, originaria di Polla (in provincia Salerno), è morta mentre camminava, in via Parmenide, nel popoloso quartiere di Mercatello. La donna, che non aveva con sè i documenti di riconoscimento, è stata riconosciuta da un nipote, accorso sul posto immediatamente dopo l’incidente. L’unico testimone che ha assistito al violento impatto costato la vita alla

COSÌ NEL 2007

ta ed è finita nel fiume capovolta. Tutti i giovani, tranne Chiara, sono riusciti ad uscire dalla vettura. Bilancio pesante anche nel nisseno,

dove due persone, Davide Cutrera di 25 anni e Salvatore Blasco di 53, entrambi su una Panda, sono morti dopo essersi scontrati con un fur-

L'auto finita nel Secchia, a Muraglione Baiso, sull'Appennino reggiano, nella nottata di ieri Nell'incidente è annegata una diciannovenne che stava rientrando a casa dopo una serata in cui aveva festeggiato il suo compleanno

gone. Anche il 23enne Cristian Villella, di Albiano Magra, è morto sulla strada dopo essere stato ad una festa di compleanno. Il giova-

ne è sbandato sulla bretella autostradale della Spezia. Sempre ieri mattina, un tifoso del Bari è morto, nei pressi di Gioia del Colle, mentre insieme con quattro amici (feriti) stava andando a Modena per assistere alla partita del pomeriggio. La vittima è Giovanni Conforte, di 31 anni. Poco dopo la mezzanotte, a Fosdondo di Correggio, nel reggiano, è morto per un incidente stradale un uomo di 54 anni. Alla periferia di Viterbo, a seguito di uno scontro fra auto, è morto un pensionato.

Sei assessori sono indagati per uso improprio di auto blu. La Iervolino non molla

La bufera su Napoli non accenna a placarsi E dopo gli appalti spunta un’altra inchiesta Continuano gli interrogatori per l’affaire Global Service

Giulio Riccio, assessore alla Nettezza Urbana del Comune di Napoli Sei amministratori indagati sull’uso improprio delle auto blu

NAPOLI - La bufera sul Comune di Napoli non accenna a placarsi. Anzi, ad alimentare un clima tutt’altro che sereno ci si è messa pure l’inchiesta sulle auto blu che aleggiava da tempo su Palazzo San Giacomo. Ma la notifica degli avvisi di fine indagini sull’utilizzazione impropria delle auto di servizio da parte di sei amministratori del comune di Napoli - due assessori in carica, Gennaro Mola e Giulio Riccio e quattro ex, Bruno Terracciano, Donata Rizzo, Dolores Madaro e Giuseppe Gambale (quest’ultimo agli arresti domiciliari per l’inchiesta sugli appalti) non modifica i piani di Rosa Russo Iervolino, al lavoro per la definizione della nuova giunta comunale: «Non cambia assolutamente nulla - dice - aspetto di leggere gli atti ma vado avanti con il mio programma». L’avviso di garanzia per gli assessori comunali Riccio, che ha la delega alle Politiche sociali, e Mola, alla Nettezza urbana, rappresenta la conclusione di un’indagine della Procura sull’utilizzazione delle vetture blu per usi diversi da quelli istituzionali iniziata nel mese di ottobre del 2007. Diversi gli episodi individuati. Mola - secondo l’accusa - se ne sarebbe servito per partecipare a una riunione in quanto rappresentante di un ente privato, Riccio si sarebbe spostato sull’auto blu per partecipare come teste della difesa al processo di Cosenza nei confronti dei no global oltre che a Buccino, nel Salernitano, per motivi personali. A Terracciano viene contestato un trasferimento alla festa dell’Udeur a Telese, in provincia di Beneven-

ro per partecipare a un congresso del suo partito, il Pdci. Intanto vanno avanti gli interrogatori sull’indagine relativa agli appalti. Il finanziere arrestato, presunto artefice di una fuga di notizie, accusa il procuratore della Repubblica di Napoli Giovandomenico Lepore: avrebbe segnalato per un’assunzione ad Alfredo Romeo il parente di un autista della Procura. Mazzucco ha fatto riferimento anche ad un’altra richiesta di assunzione, anch’essa non andata in porto, proveniente dall’assessore Giuseppe Gambale in favore del padre di Annalisa Durante, la ragazza uccisa per errore dalla camorra a Forcella. Lepore replica denunciando, a sua volta, un «tentativo di delegittimazione». E “Magnanapoli”, arroventa il clima in città.

to, così come alla Rizzo. Gambale - coinvolto nella vicenda Romeo sarebbe stato accompagnato in un viaggio da Marina di Camerota,

nel Cilento, a Napoli, e poi da Napoli a Capo Vaticano e da Napoli a Rimini. Località, quest’ultima, dov’è andata anche la Mada-

Si moltiplicano nelle ultime ore gli appelli al governatore da parte dei partiti

Pressing sul presidente del Friuli Venezia Giulia perchè non lasci morire Eluana Englaro UDINE - Sul dramma di Eluana Englaro, la donna da 17 anni in stato vegetativo permanente, l’Italia si sta dividendo. E mentre papà Beppino chiede un po’ di silenzio «per riflettere», il pressing politico sul presidente del Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo (Pdl), si fa più stringente e assordante. Lega nord e Udc chiedono espressamente che Eluana non muoia in Friuli Venezia Giulia e pretendono da Tondo una dichiarazione ufficiale in questo senso, pena l’apertura di una possibile crisi politica. Dalla clinica, nel pomeriggio, è giunta la ri-

La clinica “Città di Udine”

chiesta di «un rapido e definitivo approfondimento» sull’atto di indirizzo del ministro Sacconi. La struttura mantiene «immutata» la disponibilità all’accoglimento a titolo gratuito e volontario di Eluana Englaro, ma chiede chiarimenti sull’applicabilità dell’atto ministeriale. La Cei ha ripetuto che «fare morire Eluana ripugna le coscienze individuale e civile». Tondo non intende più parlare della questione, avendo già detto che «si tratta di una questione tra privati». E il segretario de La Destra Storace “supplica” di “evitare una tragedia”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 7

Attualità

Abbandonati all’interno dell’edificio

La donna all’ergastolo chiede permessi premio Scoccava frecce esplosive: arrestato in ospedale Condannati 39 imputati vicini ai Lo Piccolo

Gemellini di due anni Uccise la figlia 18enne Perde quattro dita Due secoli di carcere muoiono in un incendio Ora vuole uscire di cella usando una balestra per i galoppini dei boss

Due gemelli muoiono in un incendio

PARIGI - Due gemelli di due anni sono morti ieri pomeriggio nell’incendio di un appartamento in pieno centro di Marsiglia. Il fuoco si è sviluppato nell’abitazione, al quinto piano di un palazzo, per cause ancora da determinare. A dare l’ allarme è stata la nonna dei gemelli, 53 anni, che è riuscita, invece, a portare con sè un altro bambino di sei mesi. Un altro dei quattro nipoti della donna, di sei anni, si è salvato, uscendo da solo dall’appartamento.

MILANO - Dopo 15 anni trascorsi in carcere vorrebbe poter usufruire di permessi premio, Rosalia Quartaro, condannata all’ergastolo per aver ucciso nel 1993 la figlia di 18 anni nell’agosto 1993, per motivi di gelosia. Secondo l’accusa la donna, che all’epoca aveva 39 anni, era, infatti, innamorata dello stesso uomo di 50 anni, con il quale la figlia aveva allacciato una relazione. «La mia assistita ha intrapreso un profondo percorso di rivisitazione del proprio vissuto - ha detto il suo legale Gianluca Arrighi - ha sempre tenuto una condotta impeccabile e ormai non può certo considerarsi socialmente pericolosa». Rosalia Quartararo è stata la protagonista di uno dei più atroci fatti di cronaca nera agli inizi degli anni ’90. Il 19 agosto 1993 a Pozzuolo Martesana, nel Milanese, uccise la figlia, Maria Concetta Romano, colpendola più volte con uno spazzolone e poi strangolandola. Quindi nascose il cadavere in un sacco e lo gettò in una roggia. Denunciò poi la scomparsa della figlia e fece anche appelli in tv. Il corpo della ragazza venne ritrovato subito e in breve le indagini fecero luci sul delitto.

Si ferisce con la balestra da lui costruita

PALERMO - Ha perso quattro dita di una mano mentre maneggiava una balestra con frecce esplosive da lui costruita. Dopo il ricovero in ospedale, Gaetano Marra, 24 anni, pregiudicato, con la passione per le armi e gli esplosivi, è stato arrestato a Cinisi, nel Palermitano, dai carabinieri della compagnia di Carini. La balestra artigianale era anche munita di un dispositivo di puntamento ottico di precisione.

Sei gli indagati: avrebbero violato il sistema informatico e ritoccato le ore di servizio

Carabinieritruffanol’Arma e si “gonfiano” le buste paga Sei carabinieri indagati Avrebbero violato il sistema informatico dell’Arma per ritoccare il monte ore di servizio e farsi pagare straordinari non dovuti e gonfiare così la busta paga

Si sarebbero pure “intascati” buoni pasto di altre caserme BERGAMO - Sei carabinieri del Comando provinciale di Bergamo sono finiti sotto inchiesta con l’accusa di aver “gonfiato” le loro buste paga intascando, illecitamente, buoni pasto non dovuti e straordinari non fatti. I fatti cui si riferisce l’accusa formulata dalla Procura di Bergamo, che ha portato all’individuazione dei sei militari e alla loro iscrizione nel registro degli indagati, risalgono al 2004. In particolare i sei, attraverso una serie di abili “ritocchi” nel sistema informatico dell’Arma dei carabinieri, avrebbero intascato buoni pasto destinati ad altre caserme del territorio e avrebbero fatto figurare la loro presenza in servizio per godere delle relative indennità - come, ad esempio, gli straordinari. Secondo la Procura di Bergamo, titolare dell’inchiesta, i militari

avrebbero sottratto alle casse pubbliche guadagni illeciti per un bottino di tutto rispetto, che ammonterebbe a oltre 36mila euro. Il punto di riferimento della presunta truffa, sempre secondo l’accusa, sarebbe addirittura un maresciallo che, all’epoca dei fatti, quattro anni fa, dirigeva l’ufficio amministrativo del Comando

In manette per estorsione un 40enne ferrarese

provinciale di via delle Valli, a Bergamo. Dei sei indagati, cinque dovranno rispondere a vario titolo dei reati di truffa aggravata ai danni dello Stato, falso per induzione, peculato, falso materiale e falso ideologico, falso per distruzione e appropriazione indebita. Il sesto militare è accusato, invece, di omessa denuncia, omissio-

ne d’atti d’ufficio e reati militari. L’inchiesta è partita dopo che la Procura di Bergamo ha ricevuto alcune segnalazioni, anonime ma molto dettagliate, in merito alle operazioni di contabilità truccata che hanno permesso ai sei di “gonfiarsi” a piacimento gli stipendi e di mangiare a spese dell’Arma. Nei guai sono finiti un maresciallo e un brigadiere in servizio all’epoca all’interno dell’ufficio amministrativo dove si poteva avere accesso al sistema informatico per truccare i dati sulle ore di servizio e sui buoni pasto; un ex maresciallo di Romano di Lombardia (sempre in provincia di Bergamo), un appuntato del nucleo operativo radiomobile di Bergamo; il maresciallo all’epoca responsabile del nucleo comando; un altro maresciallo del comando provinciale.

PALERMO - La quarta sezione della Corte d’appello di Palermo ha confermato quasi del tutto le condanne nei confronti dei 39 imputati del processo cosiddetto «San Lorenzo V», contro un gruppo di persone considerate vicine ai boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo e della parte occidentale del capoluogo siciliano, fino ai paesi di Carini, Capaci e altri della costa che va verso Trapani. La sentenza è stata pronunciata alle tre e mezza del mattino, dopo dodici ore di camera di consiglio, dal collegio presieduto da Rosario Luzio, a latere Renato Grillo e Gabriella Di Marco, che ha accolto le richieste del pg Carmelo Carrara e di alcuni difensori. Ribadite anche le assoluzioni di Carlo D’Arpa e Giuseppe Prati, impugnate dalla pubblica accusa. Rispetto alla sentenza emessa dal Gup Donatella Puleo (anche in quel caso col rito abbreviato) il 22 dicembre 2006, sono state pronunciate altre tre assoluzioni, nei confronti di Francesco Balestrieri e Filippo Cinà (che avevano avuto 5 anni ciascuno), e Michele Di Chiara, che ne aveva avuti quattro e quattro mesi. Nel complesso le pene ammontano a circa due secoli di carcere.

Vittime due bambini molto piccoli

Due bambini sono stati vittime delle violenze del nonno, del convivente della mamma e della sorella

Per anni violentati dal nonno e dal convivente della madre PALERMO - Due uomini di 22 e 68 anni e una donna di 23 sono stati arrestati perchè accusati di violenza sessuale nei confronti di due bambini di età inferiore a 10 anni. Gli arresti sono stati eseguiti dai poliziotti della sezione Reati in danno di minori e sessuali della Mobile di Palermo, i quali hanno eseguito l’ordinanza emessa dal gip Fabio Licata. La donna è stata arrestata alla stazione di Sant’Agata di Militello (Messina), nascosta nel bagno di un treno, mentre tentava la fuga dopo l’arresto dei primi due. I bimbi vivevano con la madre, il convivente e, per un breve periodo, con la sorella di quest’ultimo e il nonno materno. I bambini non frequentavano la scuola. Ricoverati in comunità, con l’ausilio del consulente tecnico nominato dal pm Claudia Caramanna, è emerso il racconto di ripetute violenze sessuali subite dal nonno, dal convivente della madre e della sorella di quest’ultimo, che aveva addestrato i bimbi a rubare nelle bancarelle dei mercati rionali. Il nonno era già stato condannato con sentenza definitiva per avere abusato sessualmente di una minore di 6 anni e per atti osceni. La sorella del convivente era stata denunciata per reati contro il patrimonio e coinvolta in vicende penali di sfruttamento della prostituzione.

Ricatta un amico che ha un’amante

Due persone arrestate, una ricercata

Denunciato, si trova ora ai domiciliari

Lanciavano sassi alle auto Perseguita e minaccia Esperto di arrampicate per rapinare i conducenti la sua ex fidanzata precipita dalla parete

FERRARA - Aveva una relazione extraconiugale con una donna e non voleva che la sua famiglia lo sapesse: per questo motivo un sessantenne ferrarese ha subìto i ricatti di un amico di 40 anni, ferrarese anche lui, che, venuto a conoscenza della relazione, ha pensato bene di “monetizzare” quel segreto, chiedendo in cambio del suo silenzio 6mila euro, altrimenti avrebbe informato la moglie del sessantenne. Il ricatto, alla fine, ha portato il quarantenne in carcere, con l’accusa di estorsione. L’operazione è scattata a conclusione di un’indagine lampo compiuta dai carabinieri di Ferrara, dopo che la vittima aveva fatto finta di accettare il ricatto. Dettagli sulla vicenda, che sarebbe avvenuta nell’Alto ferrarese-Centese, non sono stati forniti dai militari. All’appuntamento, fissato alla luce del sole in una zona centrale di un paese del Centese, c’erano anche i carabinieri, che sono intervenuti bloccando l’estorsore dopo aver incassato la prima tranche del pagamento di 3mila euro. L’uomo è stato condotto in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Finisce in carcere una banda di rapinatori

PARMA - Un parmigiano di 42 anni, incensurato, è stato arrestato per violenza sessuale aggravata, violenza privata, minacce, lesioni e introduzione abusiva in sistema informatico. La vittima è la sua ex fidanzata, di trent’anni, che da due anni, dopo la fine del loro rapporto, era stata oggetto di continue violenze da parte dell’uomo, sia fisiche che psicologiche. La storia fra i due era nata una decina di anni fa, ma dopo avere trascorso alcuni anni insieme il rapporto si era incrinato e la donna aveva deciso di interrompere la relazione. A quel punto l’uomo aveva iniziato con le minacce e le violenze, anche di tipo sessuale. La trentenne veniva seguita fin sotto casa e lui, grazie alla sua esperienza di perito informatico, era arrivato anche a leggere le e-mail private della donna. La donna alla fine ha avuto il coraggio di denunciare il suo ex alla Squadra Mobile della Questura di Parma e il giudice per le indagini preliminari ha ordinato la custodia cautelare. L’uomo si trova ora agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Parma.

NAPOLI - Lanciavano sassi sulle auto per costringere i conducenti a fermarsi: quando i malcapitati verificavano i danni venivano aggrediti e rapinati. Successivamente, in alcuni casi, attuavano l’estorsione chiedendo, con il sistema del “cavallo di ritorno”, soldi per restituire l’auto. Quella che è stata definita la banda dei rapinatori del lancio del sasso è stata scoperta a Napoli dalla squadra di Polizia giudiziaria della Polstrada di Campania e Molise. Due gli arrestati, uno è ricercato.

Ricoverato nel reparto di rianimazione

Esperto scalatore precipita dalla parete

AOSTA - La guida alpina valdostana Massimo Bal, 40 anni, campione internazionale di arrampicata sportiva, è rimasto gravemente ferito precipitando per 11 metri da una parete artificiale a Ollomont, in Valle d’Aosta. L’alpinista è caduto al suolo dal punto più alto della parete mentre stava tracciando una via in preparazione di una gara amatoriale. Ha riportato fratture multiple ed è stato subito trasportato all’ospedale, dove è stato operato. È ora nel reparto di rianimazione.


8 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Due convinti assertori della lotta ai gas serra entrano nello staff del presidente Usa Così la nuova amministrazione vuole “smarcarsi” dall’immobilismo di quella Bush

La svolta ambientalista di Obama E dopo le nomine l’uomo più potente del mondo sceglie il Natale alle Hawaii WASHINGTON - «È arrivato il momento di rimettere la scienza in cima alla nostra agenda e lavorare per ridare all’America il primo posto nella scienza e nella tecnologia»: il presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato in un discorso radiofonico la politica scientifica della sua amministrazione, presentando nell’occasione anche i suoi due principali consiglieri in materia. Si tratta del fisico di Harvard John Holdren e della biologa marina Jane Lubchenco: una scelta che rappresenta una svolta rispetto all’amministrazione Bush in quanto entrambi sono esperti di cambiamenti climatici e difensori di una decisa iniziativa governativa a favore della riduzione dei gas serra. «Il riscaldamento globale è un nome infelice: implica un che di graduale, di uniforme, magari anche benigno; ma quel che stiamo vedendo non è nulla del genere, vi sono già dei danni ingenti derivati dai cambi climatici e non è un problema che riguardi solo i nostri figli o nipoti», aveva avvertito Holdren già lo scorso anno. Holdren occuperà l’incarico di direttore dell’Ufficio della Casa Bianca per le politiche scientifiche e tecnologiche e presiederà il consiglio scientifico del Presidente con il Nobel per la medicina Harold Varmus e il genetista del Mit Eric Lander come vice; Lubchenco guiderà invece l’Amministrazione Nazionale Oce-

Un fisico e una biologa ambientalisti convinti saranno i consulenti scientifici di Obama (a lato il presidente si imbarca per le Hawaii)

anica e Atmosferica (Nooa), l’ente che si occupa della maggior parte degli studi federali sui cambiamenti climatici. «Dall’allunaggio alla sequenza del genoma umano all’invenzione di Internet, l’America è stata la prima ad attraversare le nuove frontiere perché avevamo

dei leader che aprivano la strada: leader che non solo investivano nei nostri scienziati, ma che rispettavano l’integrità del processo scientifico», ha ricordato Obama annunciando le nomine. Il presidente eletto ha sottolineato come la promozione della ricerca

non consista soltanto nel fornire le risorse necessarie, ma anche e soprattutto nel proteggere «la ricerca libera etrasparente, assicurando che fatti e prove non vengano oscurate dall’ideologia o dalla politica». Il compito che attende la squadra scientifica di Obama non è facile, data la sostanziale passività dell’Amministrazione Bush, che per anni ha definito la lotta ai cambiamenti climatici come una «causa liberal», mettendo la sordina alle pubblicazioni che sottolineavano la pericolosità della situazione e privilegiando la politica rispetto alla scienza. Quanto alle vacanze natalizie di Obama, si è saputo che con la famiglia, cioè la moglie Michelle e le due figlie Malia e Sasha, per almeno dieci giorni, dirà basta al gelo del lago Michigan, per passare le vacanze di Natale alle Hawaii, dove è nato. La vacanza, sulla spiaggia, una delle più esclusive dell’isola di Oahu, è il primo viaggio alle Hawaii dalla visita lampo alla nonna Madelyn Payne Dunham, che si è poi spenta il 2 novembre, l’antivigilia dello storico voto presidenziale. Sul resto della vacanza tuttavia c’è grande riserbo. Ad agosto, nell’ultima trasferta alle Hawaii con la famiglia, il presidente eletto ha fatto surf e immersioni con le figlie nella baia di Hanauma, una riserva naturale dell’arcipelago.

L’Italia avrà la presidenza nel 2009

Al G8 della Maddalena il clima in primo piano ROMA - Gestire la globalizzazione: si può riassumere così il compito del G8 a guida italiana, che comincerà a gennaio e avrà il suo clou nel vertice della Maddalena a luglio. Finito il mondo in cui il fallimento di una banca, un attentato o un disastro ecologico avevano ripercussioni solo locali, tutti i leader mondiali sanno oggi che le sfide da affrontare sono sempre più globali: dalla crisi finanziaria ai cambiamenti climatici, dalla lotta al terrorismo a quella contro la povertà. E questo l’Italia lo ha tenuto ben presente nell’avvicinarsi alla presidenza del G8. Crisi finanziaria. Sebbene lo tsunami finanziario abbia portato alla ribalta un altro forum internazionale, il G20, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è convinto che sarà attorno al «tavolo ristretto» degli Otto (dove «si creano legami diretti di vera amicizia») che la strategia anti crisi «troverà una sintesi». Paesi emergenti. Sugli altri temi invece - meno finanziari e più politici - l’Italia manterrà l’impegno di coinvolgere sempre di più i Paesi emergenti: dal G5 (Brasile, India, Cina, Sudafrica e Messico) all’Egitto (fortemente voluto dal governo italiano per l’«autorevolezza» di cui gode sullo scenario mediorientale), ma anche l’Australia, l’Indonesia e l’Unione africana. Lotta al terrorismo. La stabilizzazione delle aeree di crisi, intesa come strategia contro il terrorismo, è un’altra grande sfida che vede l’Italia impegnata in prima linea. Una delle iniziative del G8 italiano sarà quella di una conferenza regionale con il coinvolgimento di Afghanistan, Pakistan e India, da tenersi a giugno a Trieste. Invitato anche l’Iran, sul quale si continuerà a rivolgere particolare attenzione, anche nel quadro della non proliferazione nucleare. Energia e clima. Il tema dello sviluppo del nucleare sarà tra le priorità in agenda nell’ambito della sicurezza energetica, mentre sui cambiamenti climatici, dopo il via libera al pacchetto Ue e in vista della riunione di Copenaghen, si lavora a un accordo «ambizioso» per il post-Kyoto. Un accordo, ha spiegato Giampiero Massolo, segretario generale della Farnesina e ’sherpa’ del governo per il G8, «basato sulla responsabilità comune di Unione europea, Stati Uniti e Paesi emergenti come Cina e India. Ed è quello che al G8 della Maddalena siamo impegnati a cercare di realizzare». Internet. Strettamente legato al tema dello sviluppo e della lotta alla povertà, è quello dell’innovazione tecnologica. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, e quello della Funzione pubblica, Renato Brunetta, hanno annunciato un progetto da 50 milioni di euro per finanziare l’innovazione digitale e l’e-governance nei Paesi in via di sviluppo.

Roberto Vittori si addestra a Houston, Paolo Nespoli a Mosca

Per l’Agenzia spaziale italiana (Asi) missioni in vista. Vittori si prepara per lo shuttle a Houston, Nespoli per la Soyuz in un centro di Mosca

Il Belpaese alla conquista dello spazio Nuovi “ingaggi” per i nostri astronauti Tutto iniziò nel 1992 Ora sono in ballo due missioni di lunga durata ROMA - È un futuro intenso, quello che nei prossimi anni attende gli astronauti italiani. Con una missione di lunga durata nel 2010, una missione breve da decidere entro lo stesso anno e, all’orizzonte, la prima missione di sei mesi dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) sulla Stazione Spaziale, lo spazio italiano sta raccogliendo i frutti di una tradizione cominciata 16 anni fa. Oggi sono Roberto Vittori e Paolo Nespoli i volti dell’Italia spaziale: entrambi appartengono al corpo astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), hanno già volato e si preparano a tornare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). Hanno cominciato l’addestramento alcune settimane fa in vista delle nuove missioni. Vittori, che con la Soyuz ha raggiunto la stazione orbitale per la prima volta nel 2002 con la missione dell’Asi Marco Polo, e poi nel 2005 con la missione Eneide, si

Nuovi traguardi in vista anche per Roberto Vittori

prepara a volare sullo shuttle a Houston, nella prospettiva della probabile assegnazione di una missione di breve durata prima della fine 2010. Si sta poi delineando uno scenario nel quale Vittori potrebbe essere candidato alla prima missione di lunga durata dell’Asi nell’ambito degli accordi fra Asi e

Nasa in seguito alla fornitura italiana dei tre moduli logistici pressurizzati Mmplm (Multipurpose Logistic Pressurised Modules) in cambio di tre missioni brevi e due lunghe (sei mesi) sulla Iss. «Sono in Italia per una pausa natalizia - ha dichiarato Vittori - e il 5 gennaio rientrerò a Houston per riprendere

l’addestramento nella prospettiva della probabile assegnazione di una missione di breve durata prima della fine 2010» Nespoli ha invece affrontato sullo shuttle nel 2007 la sua prima missione, Esperia, nella quale è stato il regista delle passeggiate spaziali per l’installazione del Nodo 2, o

Harmony, ossia lo snodo al quale è stato successivamente agganciato il laboratorio europeo Columbus. Adesso Nespoli si prepara a volare sulla Soyuz e si sta addestrando nel centro russo di Città delle Stelle, vicino Mosca. Affronterà una missione Esa di lunga durata da novembre 2010 a maggio 2011 con la

qualifica di ingegnere di volo e probabilmente sarà il responsabile tecnico dei tre laboratori della Stazione Spaziale Internazionale (l’europeo Columbus, l’americano Destiny e il giapponese Kibo). Potrebbero quindi esserci ben due missioni di lunga durata nel futuro degli astronauti italiani. Una prova di maturità che poggia sulle basi gettate dai primissimi voli con italiani a bordo. Ad aprire la via è stato Franco Malerba, che il 31 luglio 1992 ha volato sullo shuttle Atlantis per sperimentare il primo satellite «al guinzaglio», il Tethered 1 dell’Asi, progettato per dimostrare la possibilità di produrre energia nello spazio, e per portare in orbita la piattaforma scientifica Eureca. Il 1996 è stato l’anno della prima missione con due astronauti italiani, Umberto Guidoni e Maurizio Cheli. È stata anche la prima volta nella cabina di pilotaggio dello shuttle, poiché Cheli divise con il pilota la responsabilità del controllo dei sistemi del Columbia. Obiettivo della missione era l’esperimento con il Tethered 2 (Asi), ma il filo si spezzò e il satellite andò perduto. Nel 2001 Guidoni è stato il primo italiano a salire sulla Stazione Spaziale per agganciare ad essa il modulo logistico «Raffaello».


il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 9

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve La polizia sventa nozze combinate FIRENZE - Stavano convolando a nozze ma, secondo la polizia, si trattava di un matrimonio di convenienza, per permettere allo sposo, un pakistano di 30 anni, di essere regolarizzato. Per questo gli agenti hanno interrotto la cerimonia, in corso al Comune di Sesto Fiorentino. La sposa era una fiorentina di 30 anni. Il blitz è stato organizzato dopo una segnalazione del Comune.

L’ereditiera non era nella casa di Los Angeles quando qualcuno si è introdotto Portati via alla “party girl” gioielli e oggetti per circa due milioni di dollari

Intercettato a Livorno bracconiere 67enne LIVORNO - Una pattuglia della polizia provinciale di Livorno ha intercettato un bracconiere in possesso di una carabina dotata di visore notturno e silenziatore. L’uomo, un livornese di 67 anni, nascondeva l’arma nell’auto, una calibro 22, che le Guardie Provinciali hanno trovato dopo una perquisizione: l’arma è stata sequestrata. Il cacciatore è stato notato mentre saliva su un albero per tenere sotto controllo le esche lasciate a pochi metri.

NEW YORK - Geraldine Ferraro boccia Caroline Kennedy per il posto di senatrice di New York lasciata libera da Hillary Clinton: «Caroline non è pronta», ha detto la Ferraro, che nel 1984 fu la prima donna candidata alla vicepresidenza. In una lettera al governatore Paterson, a cui spetta la nomina, la Ferraro ha chiesto che al posto della figlia di Jfk la scelta ricada su una delle sei donne che oggi rappresentano New York alla Camera.

BRUXELLES - Perchè le “lucciole” possono detrarre dalla dichiarazione dei redditi i costi professionali per lingerie, trucco e trattamenti di bellezza e i maestri d’orchestra non possono dedurre quelli per comprarsi lo smoking? La questione sta appassionando l’Olanda e in particolare i deputati cristianodemocratici e centristi, i quali vogliono vederci chiaro. Vogliono, in particolare, sapere se esosta un “accordo” a luci rosse.

Gli trapiantano il volto Si spegne dopo 2 anni PECHINO - Un contadino cinese di 32 anni che aveva ricevuto un trapianto di volto nel 2006, Li Guoxing, è morto, dopo aver abbandonato i farmaci. L’uomo aveva smesso di prendere le medicine antirigetto in favore di piante medicinali. Lo ha annunciato il suo medico.

Mettono al mondo il diciottesimo figlio NEW YORK - Una donna dell’Arkansas ha dato alla luce il diciottesimo figlio. Michelle Duggar ha partorito col cesareo una bambina che è stata chiamata Jordyn-Grace Makiya. «È il miglior regalo di Natale che Dio poteva farci», ha detto Jim Bob Duggar, il padre della vasta famiglia. I Duggar hanno dieci maschi e otto femmine.

Mette in rete il numero della ex, condannato Colpo milionario in casa di Paris Hilton. Lei per fortuna non era in casa

Anche i ladri “amano” la Hilton LOS ANGELES - Furto a casa dell’ereditiera americana Paris Hilton a Los Angeles. Lo conferma la polizia di L.A., mentre i media scrivono che i «soliti ignoti» questa volta si sarebbero portati via gioielli e altri oggetti per un valore di due milioni di dollari. Il furto è avvenuto verso le 5 locali di ieri mattina (le 14 in Italia) nella casa che la party girl possiede a Sherman Oaks, un quartiere a 25 chilometri a nord-ovest dal centro di Los Angeles (California), ha precisato all’Afp un portavoce

Ucciso dalla scarica di una pistola elettrica SAN FRANCISCO - Un uomo è morto in California dopo aver ricevuto una scarica da una pistola elettrica Taser nel corso di un’operazione di polizia. I poliziotti sono intervenuti per sedare una rissa in un ospedale di San Josè e hanno tentato di fermare la persona ritenuta all’origine dei disordini. Il giovane, 26 anni di origine ispanica, è morto dopo diversi tentativi di rianimazione.

Record di esecuzioni in Arabia Saudita RIAD - Un saudita, accusato di aver ucciso suo padre, è stato decapitato nella provincia d’Assyr, nel sud dell’Arabia Saudita. Obeid Ben Said Al-Qahtani era stato condannato a morte per aver sparato a suo padre dopo una violenta lite. Con la sua decapitazione, il numero di esecuzioni in Arabia Saudita sale a 97 nel solo 2008. Amnesty International, lo scorso ottobre, ha protestato contro il governo di Riad, colpevole di applicare in modo troppo rigoroso la sharia, la legge islamica. L’anno scorso il numero di giustiziati aveva raggiunto la quota record di 153.

della Lapd (Los Angeles Police Department), Richard French. «Secondo gli inquirenti, un uomo con una felpa con il cappuccio e dei guanti è entrato illegalmente, ha messo la camera di Paris sotto sopra e si è dato alla fuga portando via degli oggetti il cui valore non è stato stabilito», ha aggiunto French, secondo il quale la signorina Hilton non era a casa in quel momento. Il Los Angeles Times scrive che il valore dei gioielli e degli altri oggetti rubati ammonta a due milioni di dollari.

Ai 5 vanno 56mila euro Estrazioni

del 20/12/2008 Bari 85

4

54

65

87

Cagliari

11

38

70

71

4

Firenze

48

29

88

28

4

Genova

71

75

56

43

78

Milano

49

54

8

67

17

Napoli

14

53

62

27

18

Palermo

12

37

32

53

33

Roma

29

4

50

24

32

Torino

51

30

13

28

89

Venezia

79

68

52

87

84

RUOTA NAZ. 14

27

1

80

77

12

14

29

48

49

85

Jolly

Super Star

79

14

ANSA-CENTIMETRI

Se le lucciole possono “detrarre” la lingerie

BORGO A MOZZANO (LUCCA) - Una passione che si trasforma in tragedia. Stavano facendo parapendio ma si sono scontrati in volo e sono precipitati. Uno di loro, Gabriele Garzelli, 47 anni, di Livorno, è morto. L’altro, L.C., 18 anni, pisano, è rimasto gravemente ferito. L’incidente è avvenuto nel Comune di Borgo a Mozzano (Lucca). In base a quanto ricostruito dai carabinieri, lo scontro sarebbe avvenuto poco dopo il decollo, ad alcune decine di metri dal suolo, durante una manovra. Garzelli è precipitato su un versante montuoso e accidentato: la caduta gli è stata fatale. Il compagno di volo è stato portato all’ospedale di Lucca. Ha riportato numerose fratture. Ieri sera le sue condizioni erano stabili.

“La figlia di Kennedy non diventi senatrice”

Il casinò di Sanremo “sgonfia” le puntate SANREMO (IMPERIA) - Il Casinò di Sanremo ha diminuito le puntate minime ad alcune slot machines: i gettoni base calano da 25 a 5 centesimi. A Montecarlo si può giocare anche con mezzo centesimo. La scelta di contrarre la puntata coincide con le richieste della clientela che apprezza sia le vincite più frequenti che i gettoni a prezzi contenuti, che consentono di giocare più a lungo con una spesa inferiore.

Parapendio fatale: un morto e un ferito

Nessun 6 nè 5+ al Superenalotto. Le quote: ai 5: 56.992,88 euro; ai 4: 354,50 euro; ai 3: 18,48 euro. Quote Superstar: nessun vincitore con 5; ai 4: 35.450 euro; ai 3: 1.848 euro; ai 2 100 euro; agli 1: 10 euro; agli 0: 5 euro.

ROMA - No alle web-vendette, si pagano care in termini di condanna penale e di risarcimento civile. La Cassazione ha, infatti, confermato sei mesi di reclusione e 6mila euro di liquidazione danni morali nei confronti di un ragazzo romano, Alessio M., che dopo essere stato piantato dalla fidanzata, Lisa M., aveva creato una casella di posta con il nome della “ex” accompagnato dalla promessa di una prestazione sessuale e dal cellulare della giovane, poi tempestata di chiamate da utenti. Senza successo Alessio si è difeso sostenendo che non è violazione della privacy diffondere il numero di una persona della quale non si fornisce il cognome.

Truffa un anziano e gli ruba 400 euro CHIAVARI (GENOVA) - Con il pretesto di leggere il contatore dell’acqua, un uomo è riuscito ad introdursi in casa di un anziano pensionato di 82 anni, a Chiavari, e a rubare circa 400 euro in contanti e una collana d’oro, del valore di circa mille euro. L’anziano non è riuscito a fornire ai carabinieri della stazione di Chiavari, intervenuti sul posto, elementi utili per rintracciare il ladro.

Muore di overdose nel bagno del treno BOLOGNA - Un giovane di 28 anni, romano, è morto per una overdose di stupefacenti in un bagno dell’Eurostar 9436 diretto da Salerno a Milano. Il giovane ieri si è chiuso nel bagno del convoglio attorno alle 14 e quando i passeggeri si sono accorti che stava male, il personale delle Fs ha bloccato il treno nella stazione di Pianoro, a pochi chilometri da Bologna. È stata chiamata una ambulanza mentre si è cercato di rianimare il giovane, ma quando i sanitari hanno raggiunto il convoglio non c’era più nulla da fare.


10 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

IL PERSONAGGIO

Strappo. Genio. Rotella Con i suoi celebri decollages, l'artista catanzarese ha creato un linguaggio nuovo. E anche provocatorio di Nadine Solano Mancano pochi giorni all'anniversario della morte di Mimmo Rotella. L'inventore del decollage si è spento a Milano l'8 gennaio del 2006. Però ha lavorato fino a un mese prima, nonostante la malattia. Ha creato, anzi ha "strappato" le sue ultime dodici Marylin. Era sereno: "Non ho paura - diceva - di morire. I grandi artisti hanno avuto il privilegio di parlare con Dio. Il mio sogno è proprio questo: parlare con Dio". Rotella abitava da tempo nel capoluogo lombardo. Ma è sempre stato un calabrese, dall'inizio alla fine. E sempre rimarrà tale. E' il 7 ottobre 1918, quando apre gli occhi sul mondo. A Catanzaro. Resta nella città natale fino all'ultimo anno della scuola media, poi si trasferisce a Napoli e intraprende gli studi artistici. Nel '41 viene assunto al Ministero delle Poste e delle telecomunicazioni e va a Roma. Ci resta poco: riceve la chiamata alle armi ed entra nel corso allievi ufficiali della scuola di Nocera, da dove viene mandato alla Scuola allievi sottufficiali di Caserta. Tre anni dopo si congeda e consegue

Nel '53, a Roma, vide un manifesto pubblicitario ed ebbe quella che lui stesso definì un'illuminazione zen: fu così che nacque il decollage il diploma all'Accademia di belle arti. Ma la Capitale lo attrae. E, nel '45, decide di tornarci. Comincia a definire meglio la propria arte: utilizza pastelli, matite, olii; partecipa a molte mostre, passa attraverso diverse sperimentazioni. Inventa la poesia ‘epistaltica': un insieme di parole, anche inventate, di fischi, suoni, numeri e iterazioni ono-

matopeiche. Il tutto legato senza un senso, ma in base all'istinto. Poi, nel 1951, arriva la prima personale. Ma la critica è piuttosto fredda. Tra il 1951 e il 1952, grazie a una borsa di studio, si reca in Kansas city e approfondisce i suoi studi. Conosce i maggiori esponenti delle nuove correnti artistiche: Rauschemberg, Oldenburg, Twombly, Pollock e Kline. Torna a Roma. Ma c'è qualcosa che non va. Ha la sensazione che in arte sia stato fatto tutto, ormai. E questo pensiero lo

manda in crisi. Fino al giorno in cui il suo sguardo si posa su un manifesto pubblicitario lacerato. Mimmo ha quella che lui stesso ha definito "un'illuminazione zen": "Mi fermo. Ho un colpo al cuore, una specie di choc. Forse è questo il nuovo messaggio, mi dico". E così nasce il decollage, ovvero l'arte di incollare pezzi di manifesti adottando il collage dei cubisti e contaminandolo con la matrice dadaista del ready made. Nel 1955, a Roma, Rotella espone per la prima volta un "manifesto lacerato".

"Strappare dai muri i manifesti - spiegava - è l'unico mezzo di protesta che ci resta contro una società che ha perduto il gusto dei mutamenti e delle meravigliose trasformazioni". Poi è la volta del doppio decollage: armato di ironia e creatività (e di un temperino), Mimmo si aggira di notte per le vie di Roma, si avvicina ai muri e tira via i manifesti interi. In laboratorio, li incolla su tela e li strappa. I riconoscimenti non si fanno attendere: nel '56 Rotella riceve il Premio Graziano, nel ‘57 il Premio Battistoni e

della Pubblica Istruzione. Con la serie "Cinecittà", del 1958, sceglie le figure ed i volti dell'affiche cinematografico orientando la produzione verso opere di tipo più figurativo. Mimmo è stravagante, vive da bohemien. Il suo nome è sempre più noto. Nel 1960 aderisce al Nouveau réalisme, insieme a - fra gli altri - Klein, Arman e Christo. Oltre ai decollages, crea anche assemblages di oggetti acquistati da rigattieri: tappi di bottiglia, corde, etc. Fonti di ispirazione, per lui, sono la Pop art e l'Espressionismo astratto americani, l'Informale e le ricerche materiche di Fontana e Burri. Ormai espone non solo in Italia, ma in varie parti del mondo: Parigi, New York, Cuba, Los Angeles. Tra il '67 e il '73 realizza, servendosi prodotti tipografici, gli "Art-typo", prove di stampa scelte e riprodotte liberamente sulla tela. Con questo procedimento si diverte a sovrapporre le immagini pubblicitarie. Nello stesso periodo utilizza anche le pagine pubblicitarie delle riviste, modificandole con solventi, riducendole o allo stadio di impronta o cancellandole. Dopo un lungo soggiorno parigino, nel 1980 si stabilisce a Milano ed elabora le "blanks": manife-

Strappare dai muri i manifesti, diceva, "è l'unico mezzo di protesta che ci resta contro una società che ha perduto il gusto dei mutamenti" sti pubblicitari azzerati, ricoperti da fogli bianchi. Come a dire che ormai si tratta di prodotti inservibili, scaduti. Nel 1984, Rotella riprende i pennelli ed i colori acrilici per realizzare il secondo ciclo di opere dedicate al cinema. Nonostante l'età avanzi, Rotella è instancabile. Lavora, crea, pensa, prova. Sempre. Fino a un mese prima di morire.

Mimmo Rotella, "A star is born" 1984

Al Museo d'arte dell'Otto e Novecento, fino al 18 gennaio 2009

Quaranta opere in mostra a Rende "Around Rotella. L'artista e il suo tempo": questo il titolo della mostra che ha aperto i battenti lo scorso 14 dicembre a Rende, in provincia di Cosenza, presso il Museo d'arte dell'Otto e Novecento (il Maon, a Palazzo Vitari). L'evento espositivo è curato da Bruno Corà e Tonino Sicoli e s'inquadra nel programma regionale "Visioni Simultanee", ideato e promosso nel 2006 dall'allora assessore alla Cultu-

ra Sandro Principe. I visitatori possono ammirare circa ottanta opere, di cui quaranta di Mimmo Rotella, realizzate fra la fine degli anni Quaranta e gli anni Sessanta, e quaranta di artisti rappresentativi del medesimo periodo: fra gli altri Carla Accardi, Afro, Getulio Alviani e Franco Angeli. La selezione di opere di Rotella (provenienti da collezioni pubbliche e private) mira a descrivere e sottolineare il rap-

porto fra la sua attività e il contesto di ricerche entro il quale la sua creatività ha avuto modo di svilupparsi. In altre parole, il confronto con altri artisti di spessore serve a meglio definire quelle che furono le grandi intuizioni di Rotella, in uno spaccato di storia dell'arte che prende forma dallo spirito neoavanguardistico d'iniziazione astrattista. La mostra resterà aperta fino al 18 gennaio 2009.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 11

IL PERSONAGGIO

Da sinistra Renato Dulbecco, Michael Gorbaciov e Fabio Fazio

Dalla Calabria al Nobel Renato Dulbecco nel '75 ha ricevuto il premio più prestigioso per le ricerche nella biologia molecolare di Alessandro Caruso

ROMA - I più giovani ricorderanno sicuramente il volto più faceto di Renato Dulbecco. Quando nel 1999 presentò il Festival di Sanremo, infatti, riuscì a strabiliare l'audience grazie alla sua sottile ironia e grande simpatia, prodotti entrambi della sua intelligenza e capacità fuori dal comune. Renato Dulbecco è un altro dei tanti insigni personaggi calabresi che ha coltivato il suo genio lontano dalla sua terra. E' nato a Catanzaro nel 1914 da madre calabrese e da padre ligure. All'età di cinque anni la sua famiglia si trasferì in Liguria, a Porto Maurizio, dove il piccolo genio ha avuto modo di vivere un'infanzia nel corso della quale uscì fuori un'inclinazione per le materie scientifiche. Lo dimostra il fatto che da bambino, oltre a frequentare la scuola e la spiaggia di Imperia con gli amici, la curiosità lo spingeva a trascorrere delle ore in un piccolo osservatorio. Nel 1930, completati gli studi superiori, scelse di iscriversi al-

Nel 1930 si iscrisse alla facoltà di Medicina all'Università di Torino qui entrò nel corso di Anatomia del luminare Giuseppe Levi e diventò amico e collega di Rita Levi Montalcini la facoltà di Medicina presso l'Università di Torino. Qui trovò un maestro longanime e dottissimo: il professore Giuseppe Levi, anatomo-biologo, che lo accolse nel suo cenacolo prestigioso, il corso di anatomia, di cui faceva parte anche Rita Levi Montalcini. Dopo la laurea iniziò a lavorare come medico, ma, scoppiata la guerra, venne richiamato in servizio militare

a Sanremo, da dove, nel 1942, partì prima per la Francia e poi per la campagna di Russia, sul Don. Fu tra coloro che riuscirono fortunatamente a tornare e solo anni dopo la nazione potè realizzare quanto fortunosa fu questa fatalità. Dopo la caduta del regime fascista entrò a far parte delle Resistenza e fece parte del Cln della città di Torino, diventando anche membro della giunta popolare guidata dal sindaco Giovanni Roveda. Finita la guerra nel 1946 Dulbecco tornò all'Istituto di Anatomia Patologica di Torino, dove ritrovò Rita Levi Montalcini e diventò assistente del Professor Giuseppe Levi. Si laureò in Fìsica e poco dopo conobbe Salvador Luria, che gli offrì la possibilità di lavorare per un anno nel suo laboratorio di Bloomington, nell'Indiana. L'esperienza americana ha costituito la svolta della sua vita. Arrivò a New York nell'autunno del 1947 e il successo, subito raggiunto, gli fece accettare l'offerta del Caltech di Pasade-

Il genio ha rappresentato un nuovo modo di vivere la scienza, più vicino alla gente

Uno scienziato al Festival di Sanremo ROMA - Quando Renato Dulbecco accettò la proposta di Fabio Fazio di affiancarlo nella presentazione della quarantanovesima edizione del Festival di Sanremo la notizia fu accolta con evidente stupore dalla critica e dalla stampa. Uno dei più importanti scienziati del mondo metteva in discussione se stesso in una delle manifestazioni più mondane e popolari del nostro costume. All'epoca il commento di Fazio fu: "Perchè ho scelto Dulbecco?

piu' grande gioco della tv, e Dulbecco è il più grande giocatore che potessimo trovare. Anzi, il solo fatto che Dulbecco metta piede lì è già fantastico. E poi, quantomeno mi aiuterà a spiegare il regolamento". Se qualcuno pensava che il genio potesse sentirsi in difficoltà nei panni di un presentatore, affiancato peraltro dal Laetitia Casta, le aspettative furono senz'altro disdette dall'esperienza. Dulbecco fece sfoggio della sua grande simpatia delicata e

nica. Diede l'idea di divertirsi immensamente nell'improvvisazione delle gag con Fazio e con i vari ospiti di quell'edizione. Lo spirito, non da tutti compreso, di questo gesto stravagante fu quello di porre la scienza e i suoi protagonisti alla portata del pubblico. Abbattere le distanze tra chi fa la scienza e chi ne riceve i risultati è stata una scelta simbolica di grande significato e utilità.

Gli importanti risultati conseguiti nel campo della biologia molecolare gli permisero di vincere il premio Nobel, nel 1975 insieme a Howard Temin e David Baltimore na, in California, dove potè anche insegnare microbiologia. Nel 1964 si trasferì al Salk Institute di La Jolla (San Diego) in California, ed è qui che raggiunse il risultato che cambierà lo studio della virologia (1968) e consacrerà la nascita della biologia molecolare. Gli importanti risultati conseguiti nel corso delle ricerche in questo campo gli permisero, nel 1975, di ricevere il Premio

Nobel, insieme a Howard Temin e David Baltimore. Dopo un lungo periodo trascorso in Inghilterra, in cui continua le ricerche sul cancro, Dulbecco ritornò in California nel 1977, al Salk Institute, che continuò a presiedere. In questi ultimi anni si riavvicinò molto all'Italia. Nel 1986 propone l'ambizioso "Progetto Homo Sapiens", di cui fu il coordinatore, che aveva lo scopo di determinare la sequenza del genoma umano, individuare cioè i tre miliardi di elementi che costituiscono il patrimonio genetico dell'uomo. Il progetto, di respiro internazionale, ha completato la mappa di una delle parti più importanti del cromosoma X, responsabile dello sviluppo sessuale e di numerose malattie ereditarie. Renato Dulbecco nel corso della sua vita è riuscito ad essere l'interprete ideale del passaggio di mano tra il vecchio e il nuovo modo di concepire la ricerca scientifica. Più aperta verso la società e fondata sul cosmopolitismo e la solidarietà tra scienziati.


12 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE CONSUMA E SPENDI

CONSUMA E SPENDI CALABRESE Una nuova importante azione di comunicazione

Il “Cesto” edizione 2008 CALABRESE Continua a fare breccia il grande e articolato progetto culturale denominato “Consuma e Spendi Calabrese”, portato avanti, con tanto entusiasmo e passione dall’Associazione “Jonici”. Sono sempre più numerose, infatti, le adesioni a questa vasta campagna d’informazione e mediatica che mira a dare un sostegno reale, immediato ed efficace all’economia calabrese, partendo dalla funzione basilare che svolgono i consumatori. Contro ogni idea, stantia e superata, di politica parolaia e inconcludente, fatta di slogan inutili se non addirittura dannosi, il progetto culturale “Consuma e Spendi Calabrese” sta fornendo un valido supporto alle aziende dei settori agricolo, alimentare e artigianale della regione che rappresentano, se opportunamente valorizzate e promosse, un enorme volàno di sviluppo economico, sociale e quindi anche civile. In questi giorni l’Associazione “Jonici” sta lanciando la nuova edizione del fortunato “Cesto di Consuma e Spendi Calabrese”, Quest’anno, ancora più che nel 2007, il “Cesto” diventa anche una messaggero, elegante e ricco di valori simbolici, della Calabresità più vera e antica, frutto di culture e tradizioni millenarie stratificatesi nei secoli. Il cesto, come si noterà dalle fotografie che appaiono qui a lato, è frutto della laboriosità di un nobile artigiano della Piana di Gioia Tauro (Mammoliti di San Giorgio Morgeto), specializzato nella difficile e affascinante lavora-

Civiltà contadina, culture millenarie, agroalimentare d’eccellenza e artigianato

Al centro, la maschera dei ceramisti di Seminara contenuta nel Cesto

Un’immagine del Cesto di Consuma e Spendi Calabrese, Edizione 2008

Un particolare del Cesto di Consuma e Spendi Calabrese (Associazione Jonici)

zione del castagno. Questo manufatto è stato poi arricchito da un rivestimento in juta e da due manici in canapa. La forma è quella dell’antica “culla”, usata nella civiltà contadina per accudire i neonati durante i lavori nei campi. Analoghi cesti, di varie fogge, erano molto utilizzati per il trasporto delle derrate alimentari. Tra i tanti prodotti agroalimentari calabresi d’eccellenza inseriti nel Cesto, è stata poi collocata una maschera apotropaica opera di ceramisti di Seminara (Ferraro). La maschera, ancora oggi, per le sue tecniche di lavorazione, i suoi significati e i suoi colori, è una testimonianza vivente delle tante culture che, nei millenni, hanno contaminato la Calabria: nella fattispecie, in modo parti-

colare, quella magnogreca e quella araba. Il Cesto, come ogni anno, verrà donato dall’Associazione ad esponenti autorevoli del mondo delle professioni, dell’imprenditoria, delle istituzioni, quale momento di comunicazione importante per continuare in un’azione di sensibilizzazione che sta ottenendo risultati davvero importanti. Una buona parte dei Cesti è stata realizzata in collaborazione con Coldiretti Calabria, legata a “Jonici” da un apposito protocollo d’intesa. I prodotti agroalimentari sono stati selezionati tra le aziende coinvolte nell’ambito del progetto “Consuma e Spendi Calabrese”. c. a.


Pag. 13

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Domenica 21 Dicembre 2008

IL REPORTAGE Viaggio a bordo del nuovo treno Fs: l’illusione di essere vicini all’Europa e la realtà di un Paese che arranca

Frecciargento, metafora di un altro Sud All’andata la compostezza del passeggero “emancipato”. Al ritorno nei vecchi vagoni caciara e abusivi di Francesco Ciampa CATANZARO — Una settimana esatta è trascorsa dalla inaugurazione di Frecciargento, il treno che accorcia le distanze tra Reggio Calabria e Roma presentato in pompa magna da autorità e mezzi di comunicazione di massa. A una settimana dal battesimo del super treno, vi raccontiamo frammenti e impressioni del viaggio inaugurale dell’Etr 600 Eurostar Fas sulle nostre strade ferrate. Domenica 14 dicembre 2008, ore 8,01. Sono le coordinate temporali della partenza di Frecciargento da Lamezia Terme direzione Roma, coordinate rispettate con precisione svizzera (poco meno elvetici si apprende da fonti giornalistiche sulla via del ritorno). Saliamo a bordo della neonata creatura di Trenitalia, troviamo già seduti i calabresi partiti da Reggio e qualche siciliano. Rassicurante il clima tiepido e

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Frecciargento è il nuovo treno superveloce della scuderia Fs inaugurato domenica scorsa

ovattato in carrozza, che strida con l’aria umida e la pioggia che lasciamo alla stazione. E notiamo presto lo scorrere più fluido del nuovo treno: il classico tum tum dei tradizionali Eurostar si assottiglia quasi scomparendo. Non sono dettagli da poco. Con il tum tum in fase di eclissi si afferma un nuovo modo di viaggiare. Più fluido, più veloce: con 55 euro e 10 centesimi si fa Reggio-Roma in poco più di cinque ore (5 ore e 14 minuti) risparmiando circa due ore e mezza da macinare con il “vecchio” ICPLUS (che costa solo una decina di euro in meno). Ma la novità del viaggiare non è solo economica. Essa assume una valenza antropologico-culturale e simbolica. Il silenzio ovattato del treno, lo ritroviamo nella condotta del passeggero. Il treno questa volta è più vicino al cugino aereo, dove la compostezza e la discrezione sono un obbligo, perché fanno status, rimandano alla emancipazione italiana dall’immagine di caciaroni poco europei, poco “continentali”. Il capotreno come il collega comandante dell’aereo, poco dopo il benvenuto, in italiano e in inglese, raccomanda in lingua madre e poi con vocabolario britannico, di tenere bassa la suoneria dei cellulari in modo - è la motivazione espressa - da non disturbare gli altri compagni di viaggio. Un’altra novità: gli stuart e le ho-

Il nuovo treno narra un Sud più europeo. E’ metafora di una mutazione antropologica stess che, rigorosamente in divisa Trenitalia, attraversano il corridoio con il carrello dei giornali (precedenza alla prima classe). Insomma, il quotidiano a bordo come in aereo. Perché la nuova Italia vicina all’Europa non può farsi mancare la carta stampata, non basta più averla mentre si sta tra le nuvole, ora è d’obbligo, fa status, anche coi piedi sopra il ferro delle rotaie. Anche le bevande viaggiano su carrelli accompagnati da uomini e donne in divisa, che - rispettando l’ordine della società borghese - si muovono dalla prima alla seconda classe. Su questi treni scompaiono i “paninari” abusivi, che sui vecchi treni (la maggior parte) sono ormai “una istituzione”. Su Frecciargento non troviamo più l’uomo, spesso dall’accento campano, che grida “panini”. Nel treno che narra una Italia nuova sparisce la figura che incarna

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Cittadinanzattiva: «Pochi Alta velocità in cambio di tanti treni ad alto ritardo» ROMA — «Su www. cittadinanzat-

tiva. it petizione on line per rimuovere i vertici di Trenitalia. Pochi treni ad alta velocità in cambio di tanti treni ad alto ritardo. Questi - sostiene Cittadinanzattiva - gli effetti dell’entrata in vigore del nuovo orario ferroviario di Trenitalia che fa acqua da tutte le parti: il 56% dei viaggiatori si lamenta per il ritardo, il 28% per gli alti costi e il 16% per la scarsa pulizia dei convogli. Cittadinanzattiva invita i cittadini e gli utenti del servizio ferroviario a sottoscrivere la petizione on-line su www. cittadinanzattiva. it per chiedere le dimissioni dei responsabili di Trenitalia e la ridefinizione di un nuovo orario ferroviario con i co-

mitati pendolari e le Associazioni a tutela dei diritti dei cittadini». «“Ben vengano i treni ad alta velocità -commenta nella nota Giustino Trincia, responsabile delle politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva - non fosse altro per l’enorme investimento fatto con i soldi dei contribuenti, purché questo non comporti un ulteriore peggioramento degli altri collegamenti periodici ogni giorno utilizzati da milioni di pendolari, come puntualmente avvenuto con l’entrata in vigore del nuovo orario. Per questo lanciamo una petizione on line per non rassegnarci ad un servizio ferroviario che vede i pendolari abbonati innanzitutto al ritardo”».

l’arte di arrangiarsi propria dell’Italia tradizionale e del suo Sud. Non c’è più - ma solo perché relegato ai bordi dei binari - il venditore che per vivere impara a muoversi nei meandri della economia illegale o, come dicono i sociologi in chiave meno poliziesca, che praticano l’economia informale, oltre i codici dello Stato. L’Italia “emancipata”, poi, non ammette le espressioni e gli accenti folclorici, che sanno di provinciale, di paesano, di poco europeo. Frecciargento è allora una metafora. E’ il simbolo dell’Italia che accorcia le distanze - materiali e immateriali - dalla parte più evoluta del Continente e che fa dell’Italia un Paese meno paese. Ma Frecciargento è anche la speranza (o forse l’illusione) di una realtà ancora lontana dalle nostre latitudini e dal nostro presente. La nostra illusione dura infatti poco, giusto due ore e mezza. Il tempo di arrivare a Napoli, la capitale, nel male ma anche nel bene, dell’Italia negata da Frecciargento. La dimensione composta dell’Etr 600 si scioglie nella scompostezza partenopea; la freddezza del pensiero meccanico incarnato dalla tecnologia su rotaie cozza con il calore dei presepi nati dal pensiero artistico napoletano per il gusto di una disordinata fiumana di visitatori nel cuore della città. Finita l’avventura domenicale ai piedi del Vesuvio, all’imbrunire è ora di tornare in Calabria. Questa volta, però, prendiamo L’Icplus Standard. E le illusioni si rivelano tali per la seconda volta. La prima cosa che ci fa ripiombare nell’Italia meno europea è il classico cattivo odore da treno che ti fa pensare subito alla doccia da fare non appena arrivi a casa. Stavolta come da copione spunta di nuovo “il paninaro” che promuove i suoi prodotti in modi simpaticamente “caratteristici”. Ma non c’è più il capotreno che offre informazioni e raccomandazioni in italiano e in inglese; nessuno annuncia un bel niente; neanche alla stazione informano della partenza del treno, che ave-

vamo scambiato per un regionale. Spariscono anche i toni ovattati dei passeggeri. Nel male e nel bene, torna la caciara, le risate, il piacere di scoprirsi in sintonia con qualcuno che poco prima era un perfetto sconosciuto. L’Italia che si arrangia, l’Italia dell’equilibrio dentro la follia del precariato, stavolta è bella e scoperchiata. Nel treno dell’Italia di sempre è lecito scomporsi, e assistiamo al chiacchiericcio colorito di un gruppo di giovani catanzaresi che parla di lavoro: c’è l’operatore di call center, c’è il parcheggiatore e chi saluta con un “meglio che niente” l’occupazione part-time che ha avuto la “fortuna” di trovare. Il treno del ritorno significa per noi tornare coi piedi per terra. Con la lentezza di quasi quattro ore di viaggio, ci catapulta nell’Italia che arranca, ma anche nell’Italia creativa (vedi Napoli), dell’ingegno, dei sentimenti e della speranza. Alla fine della corsa ci accorgiamo che Frecciargento è solo un assaggio (sia pur importante) di una Italia e soprattutto di un Sud in buona parte ancora immaginati. E’ il frammento di una realtà ancora imprigionata nel virtuale. Ben vengano allora dieci cento mille Frecciargento, per accorciare le distanze tra le città ma anche - si spera - tra le periferie; per avvicinare imprese e burocrazia, politica e società. Dopodiché, però, non dimentichiamo di portare a bordo del nuovo treno la parte buona del vecchio: il calore umano, la speranza, il genio creativo che ha fatto la forza dell’Italia e del Sud.

I treni più vecchi ci riportano alla realtà oltre l’immagine. Ai mali del Sud e alle sue virtù


14 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Il segretario regionale di Sinistra democratica, Nuccio Iovene, ha presentato un documento unitario da proporre alla Giunta

«Sanità, debito superiore a due miliardi di euro» «Alla sfascio della gestione Chiaravalloti, al fallimento del centrodestra si doveva rispondere con altri mezzi» LAMEZIA TERME — «Un debito

superiore ai due miliardi di euro è quello che riguarda la sanità calabrese». Lo ha dichiarato ieri il segretario regionale di Sinistra democratica, Nuccio Iovene, in una conferenza indetta in un albergo di Lamezia, presentando un Documento unitario da proporre all'attenzione della giunta regionale. «Si abbia il coraggio di portare i dati reali in pubblico e si chiamino i cittadini a una scelta di cambiamento. Fino a oggi - ha detto - si è nascosta la drammaticità della situazione, rifiutando anche i fondi previsti dal governo Prodi per le regioni meridionali per il ripiano dei debiti. Solo oggi con una situazione non più gestibile, si è costretti ad ammettere che la condizione reale è catastrofica». Per Iovene, la responsabilità politica principale del governatore Loiero è quella di non aver voluto e saputo introdurre scelte di discontinuità, di rottura con il passato: «Alla sfascio della gestione Chiaravalloti, al fallimento del centrodestra si doveva rispondere con altri mezzi ha dichiarato - con il coraggio dell'innovazione e del cambiamento». L'ex senatore è del parere che «è continuato l'andazzo di considerare la sanità non come servizio volto alla collettività, ma come settore dove rafforzare il proprio potere politico. La politica faccia un passo indietro rispetto alla sanità e si modificano i criteri di nomina dei direttori generali delle Asp, introducendo concorsi pubblici e di selezione dei primari ospedalieri. Troppi inte-

ressi privati gravano intorno alla sanità come hanno evidenziato la relazione Riccio e quella Forgione». Dati alla mano, poi, Iovene ha dettagliato che la Calabria «è la regione con la maggior percentuale di posti letto in strutture private, ben il 32% contro una media nazionale del 19%. Il ricorso alle strutture private accreditate è maggiore al meridione e la Calabria con il 27% detiene la percentuale più alta. La spesa per la sanità privata è tra le maggiori d'Italia, pari a 1,190 milioni di euro per il 2005, mentre per la sanità pubblica, sempre per il 2005, è di 1,618 milioni di euro. Il secondo dato è che ben il 94%

Nuccio Iovene

delle strutture socio-assistenziali presenti in Calabria sono private. La nostra regione -secondo l’esponente di Sd - inoltre, è l'unica in cui vi sono strutture di pronto soccorso in enti privati convenzionati con la sanità pubblica». Presentati, quindi, 7 punti prioritari di intervento. Intanto, per Sd va predisposto un piano di ristrutturazione della sanità privata, con convenzioni in base al reale fabbisogno. Necessario anche un progetto per la realizzazione delle nuove strutture ospedaliere, a partire da quella di Vibo Valentia, tagliando le lungaggini burocratiche e i ritardi. A riguardo, sostengono i

CATANZARO Una scenografia semplice, ma curata nei minimi particolari, ha fatto da sfondo ai piccoli attori

Il Recital natalizio della scuola di Siano CATANZARO — Ieri, presso la scuola Primaria Siano Nord, il 7°circolo Didattico di Catanzaro, ha messo in scena il trdizionale recital natalazio in attesa delle festivià . Una scenografia semplice, ma curata nei minimi particolari per dare massimo risalto ai vari protagonisti: gli alunni di tutte e cinque classi. La manifestazione dal titolo “Natale è” è stata improntata sui concetti della pace, della solidarietà e dell'amore. I piccoli grandi attori hanno recitato alcune divertenti scenette, hanno interpretato poesie e canzoni tipiche del periodo natalizio. Lo spettacolo è stato spesso interrotto dagli applausi di tanti spettatori, che alla fine della manifestazione ha esresso gratitudine agli insegnanti.

I bambini della scuola di Siano

rappresenti di sinistra democratica, si deve creare una rete degli ospedali collegati tra di loro con un sistema di informatizzazione adeguato, che faccia interagire in tempo reale le strutture tra di loro, liberando l'operatore sanitario da incombenze amministrative e l'utente da peregrinazioni estenuanti e snervanti. Bisogna, inoltre, intervenire per razionalizzare il personale e stabilizzare quello precario, medico e paramedico, spingendo il personale anche alla scelta del tempo pieno per la sanità pubblica. Importante poi apportare tagli alla spesa farmaceutica per evitare sprechi e acquisti inutili, che tuteli i ceti deboli e le fasce meno ricche. Rivista infine la gestione della medicina sul territorio che va riorganizzata e riqualificata. Sd insisterà inoltre a livello regionale per la collocazione del Trauma center a Lamezia. Iovene ha fatto sapere che il partito sosterrà, nel segno della coerenza, la proposta avanzata dal coordinamento lametino di Sd che ha presentato alla regione e ai parlamentari un proprio documento. La richiesta è che nell'ambito del Piano sanitario regionale venga definitivamente destinato alla città della piana il Trauma center, visto che finora non si è dato concreto seguito all'annuncio prevedendo i giusti finanziamenti e l'avvio della realizzazione. Diversamente il partito ha fatto sapere che insisterà nella rivendicazione di una revisione della decisione di ridurre le Asl da 11 a 5, con il ripristino di quella lametina. Settimio News


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 15

CALABRIA L’EVENTO Il 15 gennaio il Presidente della Repubblica inaugurerà l’anno accademico dell’Università della Calabria

Napolitano in visita all’Unical Il Capo dello Stato ai giovani della Sapienza: «La ricerca dovrebbe essere una priorità» CATANZARO — La visita del Capo dello Stato in Calabria è attesa come la manna dal cielo. Col vento del federalismo (a tratti secessionistico) che tira, Giorgio Napolitano incarna l’unità nazionale che fa da collante contro le spaccature del Paese. Da Catanzaro a Lamezia tutti vogliono il Presidente della Repubblica. Una tappa sicura: l’Università della Calabria, a Cosenza. Napolitano - si apprende in una nota dell’ateneo - il prossimo 15 gennaio, alle ore 11, parteciperà alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2008/2009 che si svolgerà nell’Aula Magna; la stessa Aula - si apprende ancora -, nel corso della cerimonia, sarà intitolata al professor Beniamino Andreatta, fondatore e primo rettore dell’ateneo. La speranza di essere graziati da una visita di tale calibri, fiocca da più parti. La città di Lamezia Terme, ade sempio, aspetta da tempo il Capo dello Stato e il Comune starebbe trattando con gli uffici del Quirinale e la Prefettura per avere l’ospite d’onore nella Piana: ROSSANO — «Sottrarre, di fatto, alla politica ed alle istituzioni calabresi la gestione dei fondi comunitari previsti per la programmazione 2007-2013. Allo stesso tempo tradurre i benefici di quel fiume di denaro europeo in concrete agevolazioni fiscali, da destinare direttamente all’imprenditoria e a quanti hanno realmente intenzione di investire nello sviluppo di questa regione. Prevedendo ed attuando, in sostanza, una no tax area per tutta la regione, addirittura per un periodo superiore allo stesso 2013. È questa - si legge in una nota di Otto Torri sullo Jonio - la proposta, a quanto pare condivisa e sostenuta dai giovani industriali della Calabria, sostenuta dal presidente dei Giovani Industriali della Provincia di Crotone, Pier Luigi Balzano, nel corso di un evento (Settimana Cultura d’Impresa - proiezione film “Il mio

ta a ottobre all’Università La Sapienza di Roma da una rappresentanza di studenti, dottorandi e ricercatori. «Al Presidente della Repubblica - scrive Napolitano nella lettera di risposta che appare in versione integrale sul sito del quotidiano La Repubblica - non spetta pronunciarsi nel merito dell’una o dell’altra soluzione in discussione (stare col Governo o con chi si oppone alle sue riforme, ndr) ma spetta solo richiamarsi ai principi e alle regole della Costituzione». «Ciò - prosegue il Capo dello Stato - non significa - sia chiaro - che io mi senta estraneo (“abbandonandole a se stesse”, per usare la vostra espressione) alle esigenze della scuola, della ricerca, dell’Università. Al contrario: a queste esigenze, e alle problematiche connesse, ho dedicato, nello svolgimento delle mie attuali funzioni, da più di due anni, la più convinta e appassionata attenzione e iniziativa». Poi la considerazione che sa di monito: «E’ davvero in giuoco il futuro del Paese: se l’Italia vuole evitare un’emorra-

gia di preziosi giovani talenti, che trovano riconoscimento all’estero, gli investimenti nella ricerca - soprattutto dovrebbero costituire una priorità, anche nella allocazione delle risorse, pubbliche e private». «Dico “dovrebbero” perché in realtà - osserva Napolitano - le scelte pubbliche (e anche quelle del sistema delle imprese) non sembrano riconoscere tale “priorità”, a cui troppe altre ne vengono affiancate - in particolare quando si discute di legge finanziaria e di bilancio -. Di qui le preoccupazioni di fondo che spiegano la vostra ansietà, fatta di gravi incertezze per l’avvenire vostro e della nazione». Un messaggio che ben si sposa alle ambizioni di crescita della rete universitaria e di ricerca nutrite in Calabria, con l’ateneo di Cosenza che - commenta Loiero dopo la visita ad Arcavacata - «con i suoi 35 mila studenti, in un territorio dove non ci sono Fiat rappresenta la vita vera e pulsante».

“Otto Torri sullo Jonio” propone di affidare al mondo economico la gestione delle risorse comunitarie

tratezza - sia utile sottolinearlo per nulla scalfita dai milioni di euro che per questi sette anni passati sono scesi a Sud come fiumare. Milioni e Milioni di euro lamenta Otto Torri sullo Jonio sprecati, mal investiti, inutilizzati, ovviamente quando non rubati, come spesso è accaduto. E le inchieste della magistratura assieme alla Guardia di Finanza, cui va il nostro sostegno convinto, per quel che ci riguarda rappresentano solo la punta di un iceberg. Per queste ragioni interpretiamo la proposta, ragionata e studiata dei Giovani industriali, come un appello serio e responsabile su cui riflettere, in fretta. Si tolga alla politica regionale la gestione della prossima programmazione comunitaria. Per un motivo semplicissimo: non ha, oggi, le credenziali sufficienti per garantire efficienza, efficacia e moralità».

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è atteso per la sua visita in Calabria. Il 15 gennaio sarà all’Unical per l’inaugurazione del nuovo anno accademico. Significativa la lettera del Capo dello Stato agli studenti della Sapienza di Roma.

l’area centrale della Calabria che, nonostante la morsa della criminalità, si candida a divenire elemento di traino per l’intera economia regionale. Ma tant’è, pretendenti a parte, quel che si sa è che Napolitano sceglie di affacciare il suo sguardo ravvicinato su uno dei più importanti simboli dei fermenti culturali che ravvivano la Calabria.

E di questi tempi - con la furia dell’Ondaalimentata dal Governo - non è scelta da poco. Del resto - al netto dell’equilibrio dettato dal proprio ruolo istituzionale Napolitano si è già mostrato sensibile al tema della cultura, della formazione e della ricerca. Un esempio è la risposta alla lettera che gli è stata consegna-

«Via dalla politica i fondi del Por» paese” di Daniele Vicari) svoltosi nei giorni scorsi presso il Centro Documentazione di Cariati, coorganizzato dalla locale Amministrazione Comunale in partnership con Confindustria Giovani - Provincia di Cosenza. Erano presenti, tra gli altri, anche i sdaci di Cariati e Rossano, Filippo Sero e Francesco Filareto ed il presidente dei Giovani industriali cosentini, Fortunato Amarelli». «Condividendo le profonde ragioni poste con evidenza a base della proposta dei giovani industriali, ben illustrata dal Presidente Balzano, Otto Torri sullo Jonio - prosegue la nota - ne rilancia l’urgenza e la imperdibile opportunità. E’ sotto gli occhi di

tutti, l’esperienza penosa e fallimentare dell’utilizzo calabrese dei fondi strutturali 2000-2006; fallimento per altro largamente annunciato, il 14 marzo 2003, sempre a Cariati, in occasione di un pionieristico ed importante evento pubblico di Otto Torri alla presenza di tutti i consiglieri regionali, da parte dello stesso allora relatore unico sul Bilancio Ue, l’eurodeputato Gianni Pittella. Quello che è successo dopo continua la nota -, è oggettivamente la cronaca di un fallimento colossale, trasversale e che non risparmia alcuna coalizione, alcun partito, alcun consigliere regionale, alcun deputato o eurodeputato, più tanti pseudo-im-

L’allarme lanciato dall’assessore regionale Michelangelo Tripodi dopo i recenti fatti di Rosarno

prenditori. La medaglia per i primati negativi di questa regione, a tutt’oggi, ha due facce, tanto tristi quanto avvilenti: da una parte il record regionale, con la Sibaritide a prua, di truffe ai fondi comunitari, con il coinvolgimento come dimostrerebbe il sacco dell’informatica a Rende ed il verminaio bipartisan dell’affaire Why Not - di tutta la classe politica e dirigente regionale; dall’altra, il record di arretratezza totale, dai servizi alle infrastrutture, dalla qualità della vita alla difesa dell’ambiente alla mafia dei rifiuti, dalla sanità al sistema creditizio con tassi usurai, che scandisce la vita di una società civile praticamente inesistente; arre-

Francesco Ciampa

«Immigrati vittime di criminali senza scrupoli»

Banche e imprese, Limido: «La Destra è con De Masi»

REGGIO CALABRIA — «Un quadro

REGGIO CALABRIA — Il consigliere

criminale allarmante che conferma quanto siano giustificate le nostre preoccupazioni». Ad affermarlo, in una nota, è il segretario regionale del Pdci e assessore all’Urbanistica del Governo del Territorio, Michelangelo Tripodi, alla luce della svolta delle indagini che hanno portato all’arresto di uno dei presunti autori dell’agguato compiuto a Rosarno contro quattro immigrati africani, due dei quali feriti con alcuni colpi di pistola. «Quello che sta emergendo dalle indagini - sottolinea Michelangelo Tripodi - rappresenta la dimostrazione che la nostra denuncia era motivata. L’aggressione di persone indifese per scippargli una parte della loro già misera paga è allucinante. La dice tutta su quanto di grave sta succedendo nella piana di Gioia Tauro, così come in altre zone del nostro Paese, nei confronti degli extracomunitari, sfruttati in modo bestiale e lasciati alla mercé di una criminalità dilagante e senza scrupoli». «Decine, centinaia di persone - prosegue Tripodi - costretti a turni di lavoro massacranti e a vivere in modo pietoso, sotto la minaccia della violenza e della sopraffazione e nella totale indifferenza delle istitu-

zioni e anche di una buona parte della cosiddetta società che si dice civile. Nel caso specifico braccianti agricoli utilizzati per la raccolta degli agrumi da “caporali” senza scrupoli, spesso al soldo della criminalità che imperversa nella zona. Un lavoro, come hanno spiegato le forze dell’ordine, da sfruttati, che comincia all’alba e finisce al tramonto, retribuito con un salario che non supera i 20 euro al giorno». Per Tripodi si è davanti ad «una vera e propria vergogna di fronte alla quale tutti noi dobbiamo ribellarci. Uno spaccato di miseria, sfruttamento e violenza da far venire la pelle d’oca e a cui non è più possibile assistere senza reagire con forza e determinazione». «Bisogna afferma ancora il segretario regionale del Pdci - schierarsi contro qualsiasi tipo di sfruttamento, minacce e forma di violenza. Contro una criminalità che ha varcato ogni limite effettuando, come hanno riferito i carabinieri, un vero e proprio blitz punitivo nella famigerata ex cartiera di Rosarno, dove sono ospitati in condizioni a dir poco raccapriccianti ben cinquecento immigrati. In questo contesto - prosegue l’assessore - l’unico segnale positivo è rappresentato dall’ini-

ziativa assunta dalla giunta regionale della Calabria, che proprio nell’ultima seduta del 16 dicembre, ha approvato una delibera cha dà il via libera alla stipula di un protocollo d’intesa con l’organizzazione dei Medici senza frontiere e che prevede lo stanziamento di risorse finanziarie per interventi di carattere umanitario e la sistemazione dei servizi nella zona». Infine, Michelangelo Tripodi, rinnova quindi il suo appello: «Quello - dice - di un forte impegno civile e politico affinché ci sia un cambiamento repentino di rotta, iniziando con una legge adeguata che tuteli diritti e garantisca agli immigrati la dignità che ognuno di noi merita. Una dignità che non può che essere fondata sul lavoro, sulla capacità cioè di ognuno di noi di soddisfare attraverso i lavoro i propri bisogni e quelli della propria famiglia. Insieme a tutto questo - conclude il segretario del Pdci - va tutta la mia vicinanza e il plauso alle forze dell’ordine per i primi risultati ottenuti nel corso delle indagini, con la speranza che la vicenda sia chiarita in tutti i suoi aspetti in modo da assicurare alla giustizia chi si è macchiato di questo grave crimine».

regionale Gabriele Limido, «a nome di tutta la Destra Calabria, esprime - si legge in una nota - solidarietà e sostegno all’imprenditore Antonio De Masi per il coraggio che avuto di combattere negli anni lo strozzinaggio dei “colletti bianchi” e di portare alla sbarra i vertici delle principali banche nazionali per un reato abbietto come l’usura, quella istituzionalizzata e garantita dal governo. Ed esprime la massima fiducia che il prossimo 9 gennaio, venga fatta giustizia per De Masi e l’intera Calabria. Un giorno importante - prosegue Limido nella nota - dove davanti alla seconda sezione della Corte di appello di Reggio Calabria, saranno presenti gli amministratori e i presidenti dei principali istituti di credito del Paese assolti in primo grado dal tribunale di Palmi». «Quale sviluppo economico possiamo dare alla nostra regione - si chiede il consigliere regionale - se le aziende, oltre a far fronte alla pressione della criminalità organizzata, si trovano davanti delle banche che applicano tassi tre volte superiori alla media nazionale. È uno stato di cose che deve cessare. Noi come Destra Calabria ci mobiliteremo con

ogni forza contro l’usura garantita dalle istituzioni. Con il nuovo anno partirà una campagna nazionale e regionale per attirare l’attenzione del governo su questa situazione di emergenza. E rileviamo che in Parlamento, ormai da qualche anno, giace un progetto di legge presentato dal presidente del partito Teodoro Buontempo contro il “signoraggio bancario”. Se applicata, questa legge, sposterebbe l’asse economico e finanziario verso i lavoratori e a tutela delle imprese. Condividiamo - afferma Limido - l’appello del presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose che si è detto pronto, insieme agli altri associati della confederazione, a denunciare alla Procura i tassi bancari considerati usurai. E su questo punto la Destra sosterrà, se eventualmente prendesse corpo questa iniziativa, la scelta forte dell’associazione. Condividiamo, inoltre, la tesi del sostituto procuratore generale Francesco Neri di Reggio Calabria, che ha proposto l’appello contro la sentenza del Tribunale di Palmi». «Il 9 gennaio - avverte l’esponente della Destra - saremo lì, davanti al tribunale, a sostenere con la nostra presenza e le nostre bandiere l’imprenditore Antonio De Masi».


16 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CRONACA L’operazione dei militari dell’Arma, denominata Mini One, ha interessato le province di Reggio Calabria ed Agrigento

Droga, 13 arresti tra Calabria e Sicilia Per dieci di essi è stata disposta la custodia in carcere mentre per tre l’obbligo di dimora REGGIO CALABRIA — Un’altra operazione è stata portata a buon fine dai militari dell’Arma nell’ambito della lotta allo spaccio di droga. Questa volta i carabinieri della compagnia di Agrigento, in stratta collaborazione con i colleghi di Reggio Calabria, hanno eseguito nella notte di venerdì scorso tredici provvedimenti cautelari - dieci di custodia in carcere e tre obblighi di dimora - firmate dal gip di Agrigento Alfonso Zammuto su richiesta della Procura di Agrigento nei confronti di altrettante persone accusate di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina. L’operazione antidroga dei carabinieri, che è stata denominata dagli inquirenti “Mini One”, ha interessato le province di Agrigento e Reggio Calabria. I particolari delle indagini sono stati resi noti nel corso

Maltempo, neve e ghiaccio tornano nella nostra regione

di una conferenza stampa che si è svolta ieri alle 9,30 presso il Comando provinciale dei carabinieri di Agrigento alla presenza del procuratore della repubblica Roberto Di Natale, del

comandante provinciale dei carabinieri di Agrigento colonnello Mario Di Iulio e del comandante della compagnia dei carabinieri di Agrigento capitano Giuseppe Asti.

MAIERATO I carabinieri di Vibo Valentia hanno scoperto l’innalzamento illegale dell’immobile

Palazzina abusiva, sequestrati due piani MAIERATO — I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia si sono presentati davanti alla palazzina di B. G., commerciante maieratese, proprio mentre i lavori di sopraelevazione dell’immobile di sua proprietà erano in pieno svolgimento, con tanto di operai e macchinari a lavoro. Gli uomini della Stazione carabinieri di Maierato, che avevano notato l’inusuale cantiere a pochi centimetri da una scuola nel corso di un servizio di perlustrazione aerea con i loro colleghi dell’8° Elinucleo dell’Arma di stanza a Vibo Valentia, hanno immediatamente interrotto le febbrili attività degli operai chiedendo l’esibizione della documentazione autorizzativa dei lavori edili in corso. Lavori che prevedevano l’innalzamento di ulteriori due piani, da adibire ad appartamenti per ben 400 mq complessivi, della palazzina. Il proprietario dell’immobile, messo alle strette dagli uomini della Benemerita e dopo aver tentato inutilmente di accampare scuse e guadagnare tempo per sviare le domande dei militari, è stato così costretto ad ammettere come tutta l’opera edilizia fosse completamente illegale e svolta in assenza di qualsiasi tipo di autorizzazione. È così scattato il sequestro di tutti e due i piani abusivi dell’edificio, del valore di ben 400 mila euro, e la denuncia dell’uomo per la costruzione abusiva dell’immobile. Nonostante le condizioni metereologiche avverse e l’avvicinarsi del periodo natalizio continuano quindi a ritmo serrato i controlli degli uomini della Benemerita sul territorio.

I piani della palazzina sequestrati

Vibo Valentia, manganello in auto denunciato un muratore 27enne

Botricello, incendiato da anonimi furgone di negoziante cinese

VIBO VALENTIA — «Non sapevo

BOTRICELLO — Un furgone Fiat Scu-

che in Italia non si potesse portare»: così ha risposto un cittadino della Repubblica CeKa ai carabinieri che lo hanno fermato ad un posto di blocco con un manganello metallico trovatao nella sua auto. L’uomo è stato denunciato dai militari dell’Arma per porto illegale di arnesi atti ad offendere. Il fatto è avvenuto ieri mattina a Santa Domenica, una frazione di Ricadi,

sulla costa vibonese, lungo la strada provinciale che porta a Tropea, dove i militari della stazione di Spilinga, diretti dal luogotenente Francesco Cocciolo, lo hanno fermato a bordo di una Skoda. Si tratta di P. D., ventisette anni, muratore, originario della Repubblica CeKa. L’arma era seminascosta nel porta oggetti dello sportello lato guida. (Agi)

do, di proprietà di un commerciante di origini cinesi, èstato completamente distrutto da un incendio, la scorsa notte, a Botricello, nel catanzarese. Nel rogo è rimasta danneggiata anche la facciata di un'abitazione vicina al luogo dove l'automezzo era parcheggiato. Secondo le prime verifiche dei vigili del fuoco, l’incendio potrebbe essere dovuto a un guasto del furgone, ma sono in corso ulteriori indagini da parte dei Carabinieri della locale stazione.

Torna il maltempo, con neve e presenza di ghiaccio sulle strade italiane e anche al Sud. L’allarme è stato lanciato dall'Anas, con il bollettino aggiornato nel quale segnalava ieri che al momento si registravano nevicate in Friuli Venezia Giulia, ma anche in Calabria e Sicilia. L’Anas inviata a fare attenzione al ghiaccio sulla statale 179 in Calabria e sulla statale 73bis nelle Marche. Anche nella giornata di ieri il personale Anas sra in attività per garantire la circolazione, in stretta collaborazione con la Protezione Civile, la Polizia stradale e i carabinieri. Queste le principali segnalazioni sulla rete Anas: in Calabria neve sulla ss177 dal km 22, con traffico rallentato; obbligo catene a bordo, e intanto mezzi spargisale sono in azione; sempre in Calabria, ghiaccio sulla ss179 dal km 0 al 14+300, con traffico rallentato e quindi invito alla prudenza, e anche qui mezzi

spargisale all'opera. Poi in Friuli Venezia Giulia per possibili nevicate sulla ss52 dal km 26 al 32+875 strada chiusa, come pure è chiuso il confine con l'Austria; nelle Marche c’è presenza di ghiaccio sulla ss73bis dal km16+804 al 33, con traffico rallentato, e conseguente invito alla prudenza, e mezzi spargisale su strada; in Sicilia sulla ss289 dal km 26 al 50 c’è neve, con traffico rallentato e obbligo catene a bordo. L'Anas ricorda, inoltre, che in caso di nevicata in corso è sempre obbligatorio, su tutta la rete, il transito con catene montate o pneumatici da neve, raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l'informazione sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il sito Anas www. stradeanas. it e tramite il numero unico “Pronto Anas” 841.148. (Agi)

Maltempo, ritardi per i treni a causa degli smottamenti CATANZARO — Ritardi e disagi si

registreranno nella circolazione ferroviaria Nord Sud, in Calabria, da ieri e per due giorni a causa dei danni provocati nei giorni scorsi dal maltempo lungo la linea tirrenica Lamezia Terme - Reggio Calabria. Lo rende noto in un comunicato Trenitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato). «I forti smottamenti a ridosso della linea tra le stazioni di Vibo-Pizzo e Mileto - è scritto nel comunicato - continuano infatti ad imporre rallentamenti e deviazioni di percorrenza a tutti i convogli nord - sud, provenienti o diretti a Reggio Calabria e in Sicilia». «Dal tardo pomeriggio di oggi - prosegue la

nota - è prevista l'interruzione completa della circolazione per consentire ai tecnici di Reti ferroviarie italiane gli indispensabili interventi di consolidamento e manutenzione straordinaria dell'infrastruttura ferroviaria. L'interruzione si protrarrà per circa 36 - 48 ore durante le quali tutti i treni in transito saranno deviati lungo la linea via Tropea, con allungamenti di percorrenza di circa 100 - 120 minuti». Trenitalia ha annunciato che durante l'interruzione potenzierà i presidi di assistenza ai viaggiatori nelle stazioni di Lamezia Terme, Paola, Villa San Giovanni e Reggio Calabria. (Ansa)

Reggio Calabria, cd pirata denunciato un marocchino REGGIO CALABRIA — Nell’am-

bito delle attività istituzionali della Polizia Municipale e, in particolare, a seguito di specifici controlli per la tutela dei consumatori e del regolare svolgimento delle attività commerciali, personale del Corpo ha fermato e denunciato a piede libero un cittadino extracomunitario, di nazionalità marocchina, tale H. M., di anni 30. Nello specifico il personale del Corpo è intervenuto sul C. so Garibaldi alt. Via Diana, ove era stata installata una struttura destinata alla vendita di Cd e Dvd, provvedendo al sequestro penale di circa 200 supporti contraffatti e all’irrogazione delle sanzioni amministrative previste. Il cittadino extracomunitario è stato deferito alla A. G. per il reato di vendita di prodotti privi del marchio Siae. Nel corso dell’identificazione presso la locale Questura di Reggio Cala-

bria si è accertato che lo stesso in precedenza aveva declinato false generalità alla Polizia di Stato di Lampedusa ed inoltre si è verificata la sua posizione irregolare relativamente alle norme che disciplinano la permanenza sul territorio nazionale. Nell’ambito delle altre attività di controllo del territorio, sempre il personale della Polizia Municipale ha inoltre provveduto ad accertare violazioni amministrative relative alle norme che disciplinano il commercio su aree pubbliche a carico di soggetti che, benché titolari di autorizzazione amministrativa, sostavano per oltre un’ora nella stessa località per porre in vendita piante ornamentali denominate stelle di Natale. Durante tali servizi di controllo, infatti, si è proceduto al sequestro di circa vanti piante donate poi in beneficenza.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 17

CALABRIA WHY NOT Per il componente della commissione Antimafia, Amedeo Laboccetta, il deputato del Pdl «è sotto un bombardamento mediatico»

«Pittelli non deve lasciare il Parlamento» Intanto a Catanzaro si continua a lavorare per predisporre la copia degli atti dell’inchiesta ROMA — «Comprendo perfetta-

mente l’amarezza e lo stato d’animo dell’amico Giancarlo Pittelli». Lo dice, in una nota, il deputato napoletano Amedeo Laboccetta, componente della commissione Antimafia. «Da tempo continua Laboccetta - l’amico Pittelli è sotto un bombardamento mediatico dalle proporzioni sconvolgenti. E’ circondato da una campagna di criminalizzazione e di demonizzazione senza precedenti. In questa torbida vicenda si annidano e si muovono vari personaggi, molti sciacalli, che lanciano fango su un valoroso avvocato di caratura nazionale, ma soprattutto su un Parlamentare che arricchisce sul piano culturale e del merito, l’istituzione alla quale appartengo. Non condivido - sottolinea Laboccetta - la decisione di Pittelli. «Non è Pittelli che deve lasciare il Parlamento. E’ il giudice De Magistris - secondo Laboccetta - che va ri-

Il Palazzo di Giustizia di Catanzaro

mosso dall’ordine giudiziario per la sua conclamata incapacità, per i suoi gravi comportamenti e per i veleni che da troppo tempo sta spargendo nel paese con i suoi sodali. Nel corso della trasmis-

sione Anno Zero di Santoro, la Rai è stata sostanzialmente asservita alla suddetta campagna di criminalizzazione contro il collega Pittelli e con la sua complicità ha pesantemente amplificato le

COSENZA Lo ha chiesto al presidente della Provincia il leader del movimento Diritti civili, Franco Corbelli

«Verificare la sicurezza delle Scuole» COSENZA — Il leader del movimento Diritti civili e consigliere provinciale, Franco Corbelli, ha chiesto al presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, e al competente assessorato, di voler disporre, nel periodo delle festività natalizie, una verifica delle condizioni di sicurezza di tutti gli edifici scolastici della provincia di Cosenza. Lo stesso appello Corbelli lo ha rivolto alle altre Province calabresi, a tutti i sindaci e alla Regione per quanto attiene agli edi-

calunnie contro lo stesso. Invito conclude Laboccetta - il presidente Villari ad assumere ad horas tutte le opportune iniziative». Dalla Procura della Repubblica di Salerno arriva «la massima deferenza istituzionale per la figura del presidente della Repubblica». Così il procuratore di Salerno, Luigi Apicella, in merito alle dichiarazioni del procuratore generale di Catanzaro Enzo Jannelli, che al Csm avrebbe parlato dell'esistenza di un complotto della stessa procura di Salerno contro Giorgio Napolitano. «La nostra precisazione - continua Apicella fa riferimento alle dichiarazioni del procuratore generale Jannelli i cui contenuti sono destituiti di ogni fondamento». C’é un clima di tranquillità al palazzo di giustizia di Catanzaro dopo il lavoro intenso delle ultime settimane che ha portato alla chiusura delle indagini dell'inchiesta Why Not. Negli uffici del-

la procura generale del capoluogo ieri mattina si continua a lavorare per predisporre la copia degli atti dell’inchiesta che saranno inviati al giudice per le indagini preliminari per le richieste di archiviazione, tra cui dovrebbe esserci anche quella dell’ex presidente del consiglio dei ministri, Romano Prodi. I sostituti procuratori generali che hanno lavorato a Why Not sono in fase di partenza per Roma dove lunedì saranno sentiti dalla prima commissione del consiglio superiore della magistratura che hanno avviato per loro ed i magistrati della Procura di Salerno la procedura per il trasferimento d’ufficio. Già a partire dalla prossima settimana potrebbero iniziare ad essere depositate le prime richieste di interrogatorio e le memorie dei 106 indagati di Why Not ai quali è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini. (Ansa)

Incidente stradale a La Spezia perde la vita 23enne di Lamezia

fici scolastici di loro competenza. «Dopo il nuovo crollo - ha sostenuto - di un pezzo di soffitto in una scuola di Biella, che fa seguito ad un analogo episodio di pochi giorni fa in un istituto di Agrigento, che solo per un miracolo non si sono trasformati in una nuova tragedia, come quella di Rivoli, ancora in Piemonte, che ha visto la morte di un giovanissimo studente, e dopo la grave e inquietante denuncia del responsabile della Protezione civile, Guido Bertolaso, sul-

la pericolosità del 50% delle scuole italiane, è assolutamente urgente, doveroso, intervenire con una opportuna ed efficace opera di prevenzione. Occorre prevenire - ha aggiunto Corbelli - non serve a nulla denunciare dopo. Dopo quanto sta accadendo è da irresponsabile far finta di nulla e non intervenire soprattutto in una provincia, come quella cosentina, che è anche quella con il più alto rischio sismico d’Italia». (Ansa)

LA SPEZIA — Un giovane di 23

Vibo Valentia, cugini assassinati ieri la celebrazione dei funerali

Cosenza, botti illegali sequestrati dall’Arma. Denunciato proprietario

Cosenza, omicidio Mannarino convalidati ieri i quattro fermi

VIBO VALENTIA — Sono stati celebrati a Mandaradoni, nel vibonese, i funerali di Vincenzo Rizzo e Vincenzo Grasso, uccisi sei giorni addietro. A dare loro l’addio tantissima gente arrivata anche dai paesi vicini, tra cui qualche sindaco. A celebrare il rito funebre nella piccola chiesa che a malapena è riuscita a contenere i parenti, i padri “Dehoniani”. I feretri, senza fiori per volontà dei congiunti, sono stati accompa-

gnati in spalla dai giovani nipoti nel piccolo cimitero poco distante dal borgo. Dopo tre giorni di latitanza, si è consegnato l’omicida, Francesco Grasso, 67 anni. L’uomo, che ha sparato per futili motivi, aveva rivolto l'arma anche contro uno scuolabus di passaggio, con a bordo sette bambini, rimasti per fortuna illesi, ferendo lievemente l'autista del mezzo. (Agi)

COSENZA — I militari del Nucleo Operativo di Rende, unitamente all'artificiere del Comando Provinciale di Cosenza, hanno sequestrato 600 Kg di artifizi pirotecnici classificati categoria IV e V (quindi non di libera vendita) illegalmente detenuti, rinvenuti in via Rossini all'interno di un magazzino in uso a F. G., cosentino, commerciante all'ingrosso di cancelleria. Gli artifizi sono stati sequestrati ed il commerciante è stato denunciato.

COSENZA — Sono stati tutti con-

CARDINALE — All’inaugurazione

CARDINALE Tanti i militanti accomunati dalla voglia di continuare a giocare un ruolo fondamentale nella politica locale

della sezione del Partito Socialista a Cardinale si sono ritrovati a dibattere di socialismo tanti vecchi e nuovi militanti accomunati dalla voglia di continuare a giocare un ruolo fondamentale nella politica locale e a lottare per i propri ideali. E’ con questo sentimento che alla presenza dell'On. Giuseppe Guerriero, del nuovo segretario eletto Serafino Posca, di Domenico De Fazio e del giovane socialista Ivan Posca si è dato il via a Cardinale ad una nuova stagione politica che vede la sezione del Partito di Nencini recitare un ruolo centrale nelle battaglie politiche e sociali di Cardinale. Il primo a prendere la parola è stato il neo eletto segretario di sezione Serafino Posca, il quale ha dichiarato: «gli obiettivi che ci prefiggiamo di raggiungere attraverso l’apertura di questa sezione, che abbiamo voluto dedicare al compagno Sandro Pertini, non sono certo semplici viste le

anni, V. C., residente ad Albiano Magra (Massa Carrara) ma originario di Lamezia Terme, è morto all'alba nello scontro frontale fra la sua auto e quella di un altro giovane, residente a Fivizzano (Massa), che è rimasto ferito. L’incidente è avvenuto poco prima delle 6 all’inizio della bretella autostradale di Santo Stefano Magra, che collega il piccolo centro della Val

validati i fermi delle quattro persone accusate di aver partecipato, in concorso, all’omicidio di Stefano Mannarino, avvenuto il 24 novembre scorso a Paola. Gli arrestati sono i fratelli Domenico e Vincenzo La Rosa, di 51 e 53 anni rispettivamente; la mamma dei due, Elena Serpa, 70 anni, e un amico romano, Stefano di Vanno, 43 anni. I tre uomini erano stati fermati dai carabinieri

di Magra alla Spezia. E' probabile che i due giovani fossero entrambi diretti al lavoro. V. C. è morto sul colpo: inutili i tentativi di rianimazione, eseguiti dall'equipe medica del 118. Le condizioni dell'altro giovane coinvolto nell'incidente non risultano gravi. La bretella è molto utilizzata, fin dalle prime ore della mattina, dai pendolari diretti al lavoro in città. (Ansa)

all'alba del 18 dicembre a Roma, nel quartiere di Tor Bella Monaca. La donna si trovava invece nella sua casa di Paola, all'esterno della quale, secondo gli inquirenti, è avvenuto l'efferato omicidio. La vittima sarebbe stata sospettata dai quattro di aver avuto un ruolo nell’omicidio di Antonello La Rosa, loro congiunto, ucciso un mese prima in un agguato mafioso. (Agi)

L’inaugurazione della sezione del Partito Socialista condizioni del nostro paese, riflesso di un malcontento anche a livello nazionale: come primo punto vogliamo avere un ruolo centrale nelle prossime amministrative comunali, perché crediamo nelle potenzialità di Cardinale non ancora completamente espresse, e anche dare un supporto alle prossime elezioni europee al Partito Socialista». L'intervento di Domenico De Fazio, già sindaco di Cardinale e da sempre aderente alla tradizione socialista, ha sottolineato come «a Cardinale ci sia sempre stata una forte cultura socialista fatta di battaglie sociali e di scontri politici forti. La breve pausa della voce socialista - ha aggiunto De Fazio - non ha coinciso con la perdita degli ideali socialisti e la testimo-

Guerriero: «Solo il Partito Socialista oggi può e deve tentare di risolvere i problemi di questo paese» nianza di questo è proprio la nascita della sezione e il nostro impegno nelle prossime elezioni. L'impegno conclude De Fazio - è appunto quello di fornire delle risposte ai tanti problemi dei cardinalesi che in momen-

ti di crisi come questi non sanno come arrivare a fine mese e come mantenere la propria famiglia». Su questa linea anche le parole del consigliere regionale On. Giuseppe Guerriero, preoccupato soprattutto della perdita di fiducia delle piccole comunità come Cardinale: «il problema di questa terra è che manca l'elemento di assistenza sociale e questo si vede giorno per giorno e con questo mi riferisco ai tanti anziani soli, alle famiglie con problemi abbandonate a se stesse senza uno stralcio di assistenza e soprattutto senza strutture adeguate. Quello che ha sempre fatto il partito socialista è mettere al centro della vita politica il valore dell'uomo, i suoi diritti e i suoi doveri, ma anche i suoi bisogni e i suoi sentimenti.

Per questo credo - ha concluso Guerriero - che solo il Partito Socialista, soggetto politico da sempre nato dal basso, nelle piccole comunità come Cardinale, oggi può e deve tentare di risolvere i problemi di questo paese appunto perché solo noi come soggetto politico siamo vicini ai veri problemi dei cittadini». La lunga discussione si è conclusa con l'intervento di Ivan Posca, giovane socialista e presidente della Proloco di Cardinale, il quale ha messo in risalto la grave crisi che attanaglia l'Italia in generale e il meridione in particolare addicendo come causa non secondaria il trasformismo della politica che con i suoi compromessi sono spesso causa di una deriva causa spesso del malcontento dei cittadini.


18 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA Si fanno sempre più insistenti le voci sulla candidatura dell’esponente azzurro per la corsa alla presidenza

Provincia, Gentile vicino a dire sì Ma se il pensiero va alle prossime regionali può sempre rimpiazzarlo Chiappetta COSENZA — Guai a dare per consolidati i vecchi schemi, quelli di una volta in terra di Calabria. Con i tempi che corrono non puoi mai sapere come si mette di giorno in giorno e l’esperienza da sola fa fatica dare una mano. E’ il caso di Pino Gentile, capogruppo regionale di Forza Italia. Nelle ultime ore si dà per imminente, oltreché certa, una sua candidatura per la presidenza della Provincia di Cosenza. Altro non sarebbe, la sua nomination, che la fine di un’estenuante attesa che il centrodestra versione “ingenua” e allineata pratica sotto casa sua, di Pino, da almeno due anni. La storia ha inizio nel 2006, si vota per il municipio di Cosenza. Tutti danno per certa una sua corsa a sindaco ma a poche ore dal fischio d’inizio il Pino cittadino si chiama fuori e la lista di Forza Italia, probabilmente unico caso in Italia, non riesce ad entrare neanche dal portone e rimane fuori dalla competizione. I soliti e assai diffusi ma-

ligni in riva al Crati hanno poi detto che la vittoria di Perugini bastava e avanzava anche per il centrodestra ma sono cose che si dicono senza averne contezza. Altro giro, altro rito. Si compete per la poltrona di Oliverio che fatica un po’ per essere ricandidato ma poi alla fine la spunta. Sono i giorni delle mosse sotto il tavolo, dei veti incrociati, dei contatti che non t’aspetti. Più è dilaniato e in prospettiva diviso il Pd e più prende quota la nomination di Pino Gentile dall’altra parte. E’ una competizione difficile quella della Provincia di Cosenza. Strapparla al centrosinistra la poltrona è come vincere di questi tempi a San Siro contro l’Inter e poi per uno che non ama gareggiare con rischi dietro l’etichetta (Pino Gentile appunto) e con altri obiettivi in testa (la Regione da leader) è sempre stata più una rogna da sbrigare che un’opportunità. Si può sempre vincere senza gareggiare del tutto, avrà politicamente pensato la grif-

te sul tavolo. L’ex sottosegretario cogliendo nell’aria il trappolone di Cosenza per il centrodestra è venuto sbattendo in faccia, e in trasferta, la nomination di Gianpaolo Chiappetta. Che è stata un bingo, in ogni caso. Curriculum alla mano Chiappetta è stato chiaro. O Pino Gentile o vado avanti io, candidature di servizio non ce ne saranno, si corre comunque per vincere. Per cui se Pino si decide vada pure avanti, se si vince si vince tutti e se si perde perde lui. Meglio questo che la solita solfa delle competizioni precedenti, con sconfitte certe e Gentile a commentarle per primo una volta completato lo spoglio. Se non si decide allora che tutti sappiano che è toccato al coraggio di Chiappetta e alla furbizia di Galati correre con una maglietta sul petto. Evidentemente troppo per Pino Gentile che in “casa” non può certo permettersi di farsi dettare regole e tempi da Pino Galati. Come se non bastasse, a vantaggio di una

candidatura definitiva e senza tentennamenti di Pino Gentile, un clima nuovo e preoccupante che si respira dall’altra parte. Non c’è aria buon e logiche bipartizan di vecchia data possono entrare in crisi, anche per causa di forza maggiore. E’ un Pd sbandato quello che si profila all’orizzonte e per un uomo moderato come Gentile non è detto che questa sia una buona notizia. Meglio correre in proprio, stavolta. Non è possibile vincere comunque, senza gareggiare. Bisogna rischiare, questa la conclusione alla quale sarebbero giunti i fratelli Gentile. Certo c’è da mettere a posto alleanze e strategie. Si cerca disperatamente una linea di redito con l’Mpa e un ritorno dell’Udc. Ma questi sono dettagli, che se arrivano sono ciliegine sennò fa lo stesso. La notizia è che stavolta Pino Gentile, anche suo malgrado, sarà della partita.

CATANZARO — Rifiuti a peso d’oro: in

Cittadinanzattiva fa i conti sul costo della Tarsu. In Calabria situazione a macchia di leopardo

ciale, che può pesare fino al 5% del totale della spesa sostenuta per i rifiuti; 2) esenzioni di Tarsu e Tia per i beneficiari della social card; 3) per il 2009 blocco delle tariffe rifiuti e, dal 2010, introduzione di un tetto massimo agli aumenti annuali delle tariffe pari al tasso di inflazione programmato; 4) attuare Legge Finanziaria 2008 che prevede l’obbligo per i Comuni di strumenti di partecipazione civica degli utenti e di tutela dei diritti dei cittadini nei servizi pubblici locali; 5) piano nazionale di educazione e di responsabilizzazione, mediante incentivi fiscali a beneficio di famiglie, imprese e grande distribuzione, per lo sviluppo della raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti, a partire da imballaggi e confezioni dei prodotti; 6) piano pluriennale di incentivi e sanzioni per i Comuni e i rispettivi amministratori locali che non raggiungeranno l’obiettivo stabilito della copertura del 40% di raccolta differenziata dei rifiuti entro il 2010/11.

Calabria, la spesa media annua del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani è di 170 euro, con un incremento dell’1,8% rispetto all’ultimo anno, a fronte di un incremento tariffario che in Italia dal 2006 al 2007 è stato del 3,8% su base nazionale. Il risultato è che in Calabria si paga 47 euro in meno rispetto alla media nazionale, pari a 217 euro. In assoluto, in Italia la spesa media annua più alta si registra in Sicilia con 280 euro, la più bassa in Molise (117 euro), a dimostrazione di una marcata differenza tra aree geografiche del Paese, che trova conferma anche all’interno di una stessa regione: in Calabria, a Crotone la Tarsu arriva a costare 256 euro, 60 euro in più rispetto alla Tarsu che si paga a Cosenza, 80 euro in più rispetto alla Tarsu che si paga a Catanzaro, 127 euro in più rispetto alla Tarsu che si paga a Vibo Valentia (tra le 10 città italiane dove il servizio costa meno) e ben 161 euro COSENZA — «Giudichiamo co-

raggiosa e coerente con la sua storia la decisione di Giacomo Mancini di aderire al Pdl e per questo anche noi seguiamo con convinzione la strada da lui tracciata ed aderiamo al Popolo della libertà». Così, in una nota, Roberto Aiello, già segretario della sezione “Giacomo Mancini” del Partito socialista di Cosenza. «Ci siamo formati - prosegue Aiello - alla poliCOSENZA — Per il secondo anno la

Provincia di Cosenza ha visto riproposto nella sua sede il ricordo degli straordinari eventi di Betlemme, grazie alle rappresentazioni dei Presepi viventi che saranno allestiti nel giorni delle festività natalizie nei paesi di Laino Castello e Panettieri. Due borghi che segnano i confini provinciali a nord e a sud del territorio, per loro stessa strutturazione di nuclei abitati antichi e di rara suggestione naturalmente “presepi”, nei quali è viva e viene mantenuta la tradizione della ricostruzione della Natività, fattasi attrazione ormai nazionale per turisti e visitatori. Presso la sala delle adunanze consiliari, nel pomeriggio dell’altroieri, i figuranti di Laino e Panettieri intenti nelle loro attività, l’ultima nata Nicole che sarà Gesù Bambino a Laino Castello, gli esperti suonatori di zampogne si sono ritrovati per una anteprima alla quale hanno assistito il presidente Mario Oliverio, l’assessore al Turismo Ro-

Pino Gentile

fe Gentile. E poi se la bilancia dei rischi e dei benefici piange a vantaggio dei primi chi se ne frega della coalizione e dei sit-in sotto casa. Pareva fatta insomma per una corsa trionfale di Mario Oliverio e una candidatura di squadra, di “servizio” per il Pdl. Questo fino all’altro ieri, però. Poi c’ha pensato Pino Galati da una parte e la vita di tutti i giorni dall’altra a cambiare la car-

Rifiuti, tariffe a peso d’oro in più rispetto alla Tarsu che si paga a Reggio Calabria (95 euro), la città italiana dove tale servizio costa meno. A più di dieci anni dal Decreto Ronchi del 1997, ancora nessun capoluogo della Calabria è passato dalla Tarsu alla Tia. In positivo, rispetto al 2006, solo Cosenza, tra i capoluoghi di regione calabresi, ha fatto registrare un incremento tariffario (+10%). Il commento di Giustino Trincia, responsabile politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva: «Come dimostra il caso dei rifiuti, l’escalation delle tariffe locali è ormai un fenomeno fuori controllo ma del tutto ignorato da Governo e Parlamento, che avrebbero potuto inserire nelle misure anticrisi il loro blocco per il 2009 e l’eli-

Foto generica

minazione della addizionale provinciale. Da Tarsu a Tia, per le tasche dei cittadini il risultato è quasi sempre un aumento delle spese: nel 2007, in ben 30 capoluoghi di provincia, le tariffe rifiuti sono aumentate oltre il tasso di

inflazione (2,6%). La situazione socio-economica, ambientale e sanitaria del nostro Paese richiede di far pagare di meno il servizio rifiuti ai molti cittadini in difficoltà, di produrne tutti di meno e di puntare sulla raccolta differenziata. In Italia, invece, il più delle volte il servizio di smaltimento rifiuti meno funziona e più lo si paga; non c’è una vera politica di riduzione della produzione di rifiuti e due terzi del Paese fa troppo poco la raccolta differenziata, specie al Sud. Sono lussi che non possiamo più permetterci e per evitare i quali occorre far emergere la cultura della responsabilità e della sobrietà». Le proposte di Cittadinanzattiva: 1) inserire nel pacchetto anticrisi l’eliminazione della addizionale provin-

COSENZA Tempo di scelte per i socialisti. Il gruppo di Aiello sceglie il centrodestra

Ps, la sezione “Mancini” è per il Pdl tica del fare che ha sempre contraddistinto l’azione del compianto sindaco Mancini e per questo oggi ci ritroviamo nell’azione determinata del governo del Paese. Intitolammo la nostra

sezione al compianto sindaco Mancini anche perché un ricordo indelebile della sua opera è ancora molto diffuso nella nostra comunità. personale incolto e incapace».

«Cosenza, rialzati. Da qui - afferma Aiello - vorremmo che partisse la riscossa delle donne e degli uomini che amano la nostra città per costruire una nuova prospettiva di buon governo. L’inaugura-

Domenico Martelli

zione del nuovo punto di riferimento del Popolo della libertà si svolgerà martedì 23 dicembre alle ore 17.30 con la partecipazione di Giacomo Mancini, Pino Gentile, del vice coordinatore Calabria di Forza Italia Maurizio Vento, dei coordinatori provinciali Sergio Bartoletti di Fi e Geppino Caputo di An di deputati, senatori e consiglieri regionali, consiglieri provinciali e comunali del Pd».

COSENZA I borghi di Panettieri e di Laino Castello faranno rivivere il fascino antico del Natale Comissario al Parco della Sila

La Provincia e la tradizione del presepe

L’appello di Gasparri e Dima: «Fare chiarezza sulla nomina»

setta Console, i sindaci Giovanni Bonacci (Panettieri) e Giovanni Cosenza (Laino Castello), di Mormanno Guglielmo Armentano oltre che i consiglieri Biagio Diana e Michele Ambroggio, la presidente della Pro Loco di Laino, Rosy Laino, la rappresentante del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Pollino Liliana Bernaudo. Ben 130 gli abitanti impegnati a Panettieri i prossimi 25-26-28 Dicembre e 1-4 e 6 Gennaio per il Presepe Vivente, oltre 100 quelli che si metteranno in scena a Laino Castello il 26 Dicembre ed il 6 Gennaio. Per le stradine, nelle case, nei vicoli dei due splendidi borghi inseriti in cornici naturali davvero d’eccezione, oltre ai personaggi dei quadri sacri, anche merlettaie al tombolo, ciabattini, nu-

ROMA — «Apprendiamo dalla stampa regionale che il Governo avrebbe nominato il nuovo commissario del Parco Nazionale della Sila in Calabria. La notizia dell’avvenuta nomina, se confermata, ci meraviglierebbe non poco perché sarebbe il frutto di una decisione che non tiene in adeguato conto competenze e valutazioni del territorio». E’ quanto dichiarano in una nota congiunta il senatore del Pdl Maurizio Gasparri e il coordinatore regionale di An, il deputato Giovanni Dima. «Ci auguriamo, pertanto - concludono -, che su questa vicenda si possa fare al più presto chiarezza, certi della disponibilità al confronto del ministro competente».

A Penettieri ben 130 abitanti impegnati per il Presepe vivente. Più di 100 a Laino Castello merosi artigiani, pastori in una ricostruzione accurata che offrirà un vero salto nel tempo. Una offerta culturale e turistica, che viene da realtà che vogliono con questo partecipare anche valori identitari, che di certo confer-

merà le straordinarie presenze registrate negli scorsi anni. «I Presepi viventi allestiti in Panettieri e Laino Castello - ha detto il Presidente Oliverio - hanno il pregio non solo di recuperare una sentita tradizione, ma quello di ridare il senso di valori e dimensioni anche urbane che meritano di essere conosciute, oltre che agevolare un contatto con comunità che hanno deciso di rimanere nei luoghi, non abbandonarli. Scelte forti, importanti che vanno sostenute anche dalle istituzioni, come ha inteso fare la Provincia, che proprio recentemente ha avviato con l’Università della Calabria un composito progetto che contrasta il fenomeno dello spopolamento delle aree interne e le sue gravi implicazioni».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 19

CALABRIA AVIARIA Parla il responsabile del Dipartimento Prevenzione dell’Asp di Vibo dopo il sequestro di 15mila polli

«Nessun rischio per la salute dell’uomo» «Non c’è nulla da temere. Ogni provvedimento previsto è stato adottato» VIBO VALENTIA — L’ufficio distac-

cato dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, in via S. Maria dell’Imperio, sta vivendo una mattinata frenetica. Anche se il sabato abitualmente gli uffici pubblici vivono una giornata quasi dimessa, questa volta non è così. La notizia di un allarme aviaria in provincia di Vibo Valentia si è diffusa rapidamente creando non poca preoccupazione nell’opinione pubblica. La mobilitazione, comunque, è massima. Il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia, Francesco Massara, ha ribadito le ultime disposizioni, ora al telefono sta aggiornando il commissario straordinario Rubens Curia che chiede di sapere quanto è stato predisposto per la giornata. I contatti e gli aggiornamenti sono continui e lo stesso commissario si dimostra sereno e rassicurato per qunto è stato fatto. I casi di influenza aviaria sono staCATANZARO — «Preoccupa e non

poco la Coldiretti, la situazione venutasi a creare relativamente alla vicenda della messa in commercio da parte di aziende e grossisti a dir poco disonesti che fanno passare per cipolla rossa di Tropea IGP - tutelata da apposito marchio -; produzioni che nulla hanno a che fare con questa produzione di eccellenza dell’agricoltura calabrese. La Coldiretti - si legge in una nota dell’organizzazione -, per fare il punto della situazione ha incontrato un nutrito numero di produttori facenti parte del Consorzio di Tutela e la stampa presso l’azienda Veltri a Campora San Giovanni. Alla presenza del presidente regionale Pietro Molinaro e di Pietro Tarasi presidente della Coldiretti di Cosenza, è stato fatto il punto sulla situazione che si sta determinando, che sta causando gravi danni all’economia che ruota attorno a questa produzione unica nel suo genere. Basti VIBO VALENTIA — «Pizzo non ci sta a perdere nessuna dirigenza scolastica sulla base del piano che la Provincia di Vibo Valentia si appresta ad adottare in base alla proposta di dimensionamento della rete scolastica». Così la giunta comunale di Pizzo in merito alle ultime, già contestate, decisioni relative al dimensionamento scolastico del territorio provinciale ritenendo che il nuovo Piano penalizza fortemente Pizzo e le sue strutture scolastiche. «Il problema era stato già sottoposto all’attenzione della Provincia ricordano in municipio - che ha fatto orecchie da mercante. Pizzo è la seconda realtà urbana della provinCATANZARO — «Esprimiamo le

più vive felicitazioni alle due aziende calabresi, l’Olearia San Giorgio dei Fratelli Fazari di San Giorgio Morgeto e l’azienda agricola Pasquale Librandi di Vaccarizzo Albanese, incluse tra le prime 15 al mondo nella Guida ai migliori oli del mondo di qualità accertata, incluse quindi nella “Top 15”, e per questo premiate nel corso dell’evento organizzato presso il Palazzo Rospigliosi di Roma». Lo affermano i deputati del Pd Maria Grazia Laganà e Nicodemo Oliverio. «Le aziende calabresi aggiungono - sono state scelte tra più di tremila concorrenti

ti riscontrati nel territorio di Mileto. Come si è arrivati alla scoperta lo spiega lo stesso responsabile del Dipartimento Prevenzione: «È un tipo di attività che si predispone di routine. Perché è nostro obbligo e dovere controllare e monitorare la situazione in qualunque momento e non solo quando scattano le emergenze. Questo credo sia utile che la gente lo sappia: i controlli si fanno con periodicità ed a prescindere. Ora è successo che nel momento in cui abbiamo fatto dei prelievi negli allevamenti di galline ovaiole presenti sul territorio della provincia di Vibo Valentia, proprio in seguito a questi monitoraggi periodici, l’istituto zooprofilattico di Catanzaro ha riscontrato una conferma sierologica del virus H7 in un allevamento a Mileto. Questa positività sierologica poi è stata confermata anche dall’istituto zooprofilattico di Padova, che è il centro di riferimento nazionale per l’influenza aviaria».

e circa quarantamila uova sono stati sequestrati; inoltre, nel raggio di dieci chilometri è stato dichiarato uno stato che tecnicamente viene definito «zona di protezione per influenza aviaria». Francesco Massara, comunque, chiarisce che non vi è alcun problema e che non è il caso di essere preoccupati: «Il virus H7 (quello che è stato individuato nell’allevamento di Mileto, ndr) è meno patogeno del virus H5, quello che alcuni anni fa creò particolari allarmi anche a livello internazionale». Ma c’è un rischio per l’uomo? «Non c’è rischio - risponde deciso perché il focolaio è stato circoscritto immediatamente. Il virus è da considerare circolante ma solo in quella precisa zona, in quell’allevamento che è stato sequestrato. E poi, abbiamo eseguito tutto quanto previsto dal protocollo e dalle leggi vigenti, compresa un’ordinanza del comune di Mileto stilata su nostre precise indicazioni, e

quindi tutto quello che si doveva fare per circoscrivere il fenomeno ed eliminare dal mercato partite di uova e quant’altro potesse essere in qualche modo coinvolto è stato fatto. L’allevamento è stato posto sotto sequestro e la produzione è stata interrotta». Proviamo ad insistere, con una domanda più secca e diretta: insomma, in provincia di Vibo Valentia, a Natale si potrà mangiare pollo? «Io mi sento di garantire - è la risposta altrettanto decisa del responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia - che il pollo e pure le uova si possono consumare senza alcun dubbio o preoccupazione. Tutti i provvedimenti che si potevano e si dovevano prendere, ed a giorni vi sarà anche l’intervento della Regione, sono stati emanati da questo ufficio. Dunque non c’è nulla da temere».

La Coldiretti incontra gli agricoltori per fare il punto sulla frode alimentare che investe il famoso tubero

dotto. Oggi, grazie anche alla iniziativa pressante condotta dalla Coldiretti, c’è una consapevolezza sia del produttore che del cittadino consumatore che guarda sempre di più con maggiore interesse all’origine del prodotto. Basti pensare che la denuncia del mancato rispetto delle norme è stato fatto da un produttore che immediatamente ha fatto rapporto alla guardia di Finanza. Il falso made in Calabria, è parte consistente - afferma perentorio il presidente Tarasi - dei falsi esistenti nell’agroalimentare mondiale”». «“Ancora di più - conclude Molinaro - acquista importanza il ruolo del Consorzio di tutela dei produttori, che svolge l’essenziale azione di rispetto dei disciplinari di produzione. Un particolare invito è stato rivolto agli organi di informazione affinché diano tempestivamente notizie su evidenti abusi e inganni nel settore alimentare a danno di cittadini e imprese».

Francesco Massara

«Subito è scattato l’allarme e si è proceduto a quanto previsto dai protocolli e dalle leggi. È sono stati posti sotto sequestro l’allevamento e le uova». Il risultato è che quindicimila polli

«Allarme per la falsa cipolla rossa» pensare hanno detto a chiare note i dirigenti dell’organizzazione, che a fronte di una produzione in Calabria di cipolla rossa di 200mila quintali annua, viene immessa sul mercato cipolla Rossa di Tropea per ben un milione di quintali. Tra l’altro - avvertono da Coldiretti - in una fase che vede aumentare nell’imminenza delle festività la vendita, si mette sul mercato cipolla rossa di Tropea che in questo momento, nel rispetto della stagionalità non viene prodotta. Come sia possibile i produttori non riescono a spiegarselo. Certamente, viene compiuto un reato di frode alimentare, che va perseguito con controlli a trecentosessanta gradi destinando anche le necessarie risorse

altrimenti, risultano inefficaci quelle stanziate per la promozione, e coinvolgendo come già è stato fatto il Ministero ed i suoi organi ispettivi periferici, ma anche altri “organi ispettivi” tra i quali - segnala la Coldiretti -, i comuni attraverso la polizia municipale, che devono fare rispettare la normativa nazionale del 2005 relativa all’obbligo di etichettatura dei prodotti ortofrutticoli. Occorre intervenire tempestivamente e severamente, applicando le sanzioni, poiché non si può assistere passivamente - dichiara Molinaro nella nota - ad un danno all’economia reale che, come emerge dai dati, ha ampi margini di crescita e può creare sviluppo e occupazione diretta e nell’in-

PIZZO La Giunta comunale contraria al piani di dimensionamento prospettato dalla Provincia

«Giù le mani dalle nostre scuole» cia vibonese e non può essere assolutamente penalizzata. Quindi giù le mani dalla scuole napitine, anche perché il comune ha inoltrato una sua ipotesi di lavoro in base alla quale si prevedeva il mantenimento di tutte le dirigenze scolastiche presenti sul territorio comunale». L’esempio emblematico è quello relativo alla scuola media "A. Anile”, ad oggi frequentata da 328 alunni, numero più alto in assoluto di tutte le medie della provincia di Vibo Va-

lentia ad esclusione di quelle ubicate nel Comune capoluogo ed unica scuola secondaria di primo grado esistente nel Comune di Pizzo. Oppure, l'Istituto Tecnico Nautico che rappresenta la storia di questa città quale unicità dì indirizzo didattico in tutta la provincia vibonese, la tradizione marinaresca di Pizzo e, non ultimo, gli ingenti investimenti che attira alla luce della proposta formulata dalla sua dirigente di istituire l'Istituto Tecnico per il Turismo

Aziende calabresi nella guida dei migliori oli su scala mondiale provenienti da 27 Paesi del mondo e valutati da un panel di assaggiatori esperti di riconosciuta fama internazionale. Un riconoscimento assai importante in quanto la Guida è uno strumento aggiornato e completo di informazione trasparente sul settore olivicolo mondiale. Un viaggio guidato attraverso il mondo dell'extravergine e un manuale che permette al lettore di conoscere in modo approfon-

dito il frutto di una pianta, l'olivo, che è parte indissolubile della vita di intere popolazioni da migliaia di anni». «Congratulazioni ancora, dunque - concludono i due deputati del Pd - alle due aziende della Calabria per l'ambito premio che manifesta, oltretutto, l'apprezzamento per la grande capacità dei nostri imprenditori di ottenere marchi importanti e di qualità grazie alla bontà del loro olio». (Ansa).

nel suo contesto, tale da garantire agli allievi una formazione di ampio respiro che consenta di delineare nuove figure professionali (che ha già ottenuto il placet a livello provinciale ed e stato benevolmente accolto in sede regionale). Secondo l’amministrazione comunale, dunque, non è possibile che questi istituti «possano essere oggetto di eventuali accorpamenti o di ridimensionamenti tali da comprometterne la loro autonomia. E fer-

Maurizio Bonanno

ma pertanto la nostra volontà di batterci per il mantenimento delle tre dirigenze oggi presenti a Pizzo ognuna delle quali con la sua specificità, potenzialità e storia propria e nostra comune ricchezza nonché presidio di moralità, civiltà ed integrazione sociale». «Non abbiamo nessuna intenzione di sottometterci a pacchetti preconfezionati - è la conclusione - né si può spacciare per approvato un piano di ridimensionamento che non reca l'accettazione di nessun comune e che per essere operativo deve essere approvato dalla Regione Calabria». M. Bonanno

Vibo, la Provincia adotta la convenzione Onu sulla disabilità Nell’ultima seduta del 2008, il Consiglio provinciale ha eletto i componenti della commissione e della sottocommissione elettorale circondariale. Questo il risultato delle quattro votazioni a scrutinio segreto: commissione elettorale circondariale, membri effettivi Raffaello Molè, Giuseppe Ciccone e Michelino Tavano; membri supplenti Giovanna Ceraso, Antonello Corigliano e Eleonora Crupi; sottocommissione elettorale circondariale, membri effettivi Walter Lagrotteria, Giuseppe Anello e Natale Giampà; membri supplenti Ferdinando Scarmozzino, Michelangelo Gennaro e Giuseppina Natale. L'altro punto all'ordine del giorno riguardava la proposta di adesione della Provincia ai principi e alle indicazioni della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, avanzata dal consigliere Barbara Citton. Nella sua relazione introduttiva, Citton ha rimarcato le finalità della convenzione Onu, ponendo l'accento sui principi ispiratori del documento: rispetto della dignità, dell'autonomia e della libertà delle persone, lotta ad ogni forma di discriminazione, piena e effettiva partecipazione delle persone disabili alle dinamiche sociali, rispetto per le differenze, pari opportunità. La proposta è stata accolta all'unanimità dall'Assemblea consiliare.


20 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Riunione dei capigruppo consiliari per la discussione del Beach village. Presente anche il dirigente del settore, architetto Cantisani

Tutti d’accordo con il progetto di Vavalà «L’idea cambierà il volto di un intero quartiere creando ricaduta occupazionale ed indotto turistico» CATANZARO — A Palazzo De No-

bili si è svolta la riunione dei capigruppo consiliari relativa alla riqualificazione delle aree dismesse per il progetto del Beach village. Tutti hanno espresso la loro soddisfazione nei confronti di un progetto definito fondamentale per lo sviluppo di Lido. All'incontro era presente anche il dirigente del settore Biagio Cantisani. La riunione ha avuto inizio alle ore 11 e vi hanno preso parte: Vavalà, capogruppo di democrazia e centralità, Tallini, capogruppo Gruppo misto, Albano, capogruppo di Forza Italia, Rizzuto, in rappresentanza del Pd, Occhini, capogruppo di Rifondazione Comunista, Esposito, capogruppo Catanzaro da vivere, Elia, capogruppo del Pdm, Riccio, capogruppo di Catanzaro nel cuore, Cimino, capogruppo di Nuova Alleanza. Erano inoltre presenti anche i consiglieri De Gaetano, Merante, Mancuso e l'architetto Sanserverino. Ad introdurre l'incontro è stato il consigliere Luigi Vavalà che ha spiegato ai presenti l'idea del Beach village e l'evoluzione di questo importante progetto. «Premesso che - ha iniziato Vavalà -, già lo scorso anno, ho organizzato una conferenza di servizi, durante la quale, il sindaco Rosario Olivo, con grande entusiasmo per l’idea da me illustrata e portata avanti ormai da 4 anni, ha invitato i proponenti detta idea a predisporre un progetto che specificasse meglio e nei dettagli la proposta. Ad un anno di distanza - ha continuato -, si è svolta a palazzo De Nobili una seconda conferenza servizi, alla quale hanno preso parte, il vice sindaco Antonio Tassoni, alcuni assessori, alcuni colleghi consiglieri, dirigenti dello studio Troni & Partners di Milano ed il dott. Ettore Troni (interessati alla realizzazione dell’opera) e dirigenti di settore del comune di Catanzaro, nel corso dell’incontro sono stati consegnati ai presenti gli elaborati dell’intero progetto di massima e il dott. Ettore Troni, responsabile della società, ha illustrato il progetto della struttura polivalente denominata Beach Village, che dovrebbe nascere nell’area dell’ex Tonnina di Catanzaro Lido». Il prodotto finale del Beach village dovreb-

Luigi Vavalà

Eugenio Riccio

Domenico Tallini

Amedea Rizzuto

be essere, secondo quanto esposto da Vavalà la sintesi di innumerevoli e costruttivi incontri con professionisti ed imprenditori locali che ben conoscevano la realtà del territorio in cui si inserisce l’iniziativa. L'idea della riqualificazione dell'area ha subito in itinere, cambiamenti radicali, si è arrivati così alla fine ad un progetto che ha lo scopo di ridefinire dal punto di vista urbanistico e sociale l'intero quartiere di Lido. «L’idea ha un duplice scopo - ha spiegato Vavalà -: da una parte ha il compito di fornire al territorio una struttura polivalente che possa colmare la carenza cronica di strutture destinate agli eventi, al turismo, al tempo libero e all’attività sportiva, dall’altra ha l’obiettivo di riqualificare e restituire alla collettività un’area (oggi critica) del quartiere di Catanzaro Lido che, in mancanza di iniziative di spessore, re-

sterebbe per sempre una ferita nel tessuto urbano. Proprio per questo motivo ho chiesto ai progettisti dello studio Troni & Partners di Milano interessato alla realizzazione dell’opera, di trasformare quello spazio urbano dismesso, in qualcosa di nuovo, così da potersi integrare con il contesto e capace di attivare nuovi processi sociali ed economici». Il consigliere dopo aver esposto dunque gli obiettivi del progetto ha invitato i capigruppo ad ascoltare con attenzione l'illustrazione dell'architetto Carlo Sanseverino prima di avanzare un giudizio finale. Dopo l'intervento chiaro e preciso dell’architetto ad intervenire è stato il consigliere Tallini. Da sempre favorevole al progetto del Beach village il consigliere Tallini ha però precisato «l'esistenza di vincoli tutori che gravano sull’area» e quindi «l’importanza dell’amministra-

zione comunale per la soluzione dei problemi». I dubbi del capogruppo del Gruppo misto sono più forti nei in relazione alla compatibilità del progetto con il piano spiaggia. L'idea di Tallini è inoltre quella di far riferimento anche ad investimenti privati, questione che il Comune non aveva precedentemente considerato e conclude sottolineando la necessità di dare evidenza pubblica al progetto, anche tramite un eventuale bando. Il consigliere Occhini, si è invece complimentato con Vavalà e si è dichiarato favorevole alla realizzazione del progetto, sostenendo però la necessità di porre particolare attenzione sulla sostenibilità pubblica e ambientale. Dello stesso avviso il consigliere Elia che però ha dichiarato la necessità di una approfondimento prima di una sua totale approvazione del progetto proposto da Vavalà. «L’idea di Vavalà riequilibra Catanzaro Lido rispetto a Giovino» ha invece detto Cimino sottolineando di condividere l’intervento di Tallini, sulla trasparenza. «L’iniziativa di Vavalà - ha dichiarato invece Albano - è importante per la città per ricaduta occupazionale» gli unici dubbi del consigliere sono relativi alla vicina presenza del depuratore. Entusiasta dell'iniziativa il consigliere De Gaetano soddisfatto dell'idea di una eventuale riqualificazione e recupero dell’area dismessa della Tonnina. Le sue richieste aggiuntive sono: l'inserimento nel progetto anche l’area della vecchia fabbrica ( Torre) e la realizzazione di un progetto per la sua rivalutazione creando un museo all’interno della stessa. La richiesta di De Gaetano è stata anche relativa al problema della della viabilità. L'idea è quella di un collegamento Catanzaro Lido Borgia e Catanzaro -cimitero per creare così flussi di collegamento di tipo turistico. L'architetto Cantisani, partendo dal concetto espresso dal Consigliere Tallini relativamente al pregiudizio sul rapporto pubblico-privato, ha fatto notare «che è proprio questo nuovo binomio l'elemento che condizionerà il nuovo modello di trasformazione del territorio individuato dalla legge di governo del territorio». Per quanto riguarda invece gli aspetti urba-

nistici del progetto presentato, ha fatto notare che «è possibile pensare non solo a varianti al Prg, ma anche ad altri strumenti previsti dalla Lur quali ad esempio l'accordo di programma. L'aspetto più importante comunque rimane nel tipo di progetto che verrà presentato che dovrà sicuramente prendere in considerazione aspetti legati alla sostenibilità, alla riqualificazione urbana e alle infrastrutture che dovranno sicuramente essere rivisitate». «Importante - ha ribadito - sarà anche l'inserimento nel contesto che rimane uno dei più importanti dal punto di vista strategico per lo sviluppo di Catanzaro. Infine per quanto riguarda i vincoli esistenti, fa notare che la loro riduzione è funzionale al progetto presentato». Il Consigliere Riccio ha espresso infine la piena condivisione del progetto che «si propone di riqualificare una zona importante della città, che una volta realizzato, restituirà agli abitanti una parte vivibile e di pregio di una vasta area, immettendo una struttura polifunzionale ed un albergo sicuri attrattori per la rinascita dell’intera zona, riattivando, nel contempo, un tratto di circolazione urbana ormai abbandonato«. A condividere il progetto del Beach village sono stati anche il consigliere Rizzuto e il consigliere Merante. Qust'ultimo ha detto che «l’idea del collega Vavalà determina una positiva rivoluzione relativamente al rapporto pubblico/privato e che cambierà il volto di un intero quartiere, riqualificando un’area dismessa, creando ricaduta occupazionale ed indotto turistico che confermerebbe per Catanzaro lido la sua vocazione turistica» Al termine della riunione i consigliere Vavalà ha ringraziato tutti i presenti «per la collaborazione su un progetto che non solo può fornire al territorio una struttura polivalente che possa colmare la carenza cronica di strutture destinate agli eventi, al turismo, al tempo libero e all’attività sportiva, ma riqualificherebbe un’area dismessa del quartiere Lido che cambierebbe il volto del quartiere marinaro». Carmela Mirarchi


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 21

CALABRIA CATANZARO Per il sesto anno il Gruppo Giovani imprenditori di Confindustria ha organizzato la serata per raccogliere fondi da donare ai più bisognosi

All’Hotel Guglielmo il Galà di beneficenza Nel 2007 grazie alla solidarietà fu acquistato un lettino di fototerapia per il trattamento dell’ittero CATANZARO — Si è svolto il 19 di-

cembre il tradizionale Gran Galà di Beneficenza presso l’Hotel Guglielmo. Quest’anno però la grande novità è stata la struttura totalmente rinnovata che ha ospitato la serata, che è soprattutto un momento di grande solidarietà. Ad organizzare il Gran Galà, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, sono i Giovani Imprenditori di Confindustria della provincia di Catanzaro, che da sempre svolgono una importante azione sul versante sociale, mettendo in campo iniziative indirizzate ad aiutare e a sostenere le fasce di popolazione più bisognose. Presente come ogni anno anche il Presidente del Gruppo Giovani imprenditori di Confindustria Catanzaro, Daniele Rossi che ha dichiarato: «Il Gruppo Giovani con la collaborazione di Guglielmo spa, Gruppo Speziali, Gruppo Abramo, Camera di Commercio, Agenzia di viaggi D’Elia, Monterosso, Area consulting, Sartoria Mancuso 1906, Impresa costruzioni Cogeman, Metis spa, Agenzia Bb Promo Service, Cpt ed Ente Scuola per le industrie edilizia ed affini, ha voluto che il consueto incontro per lo scambio di auguri sia finalizzato alla raccolta di fondi da destinare all’acquisto di attrezzature o strumenti che migliorino la qualità della vita dei bambini che soffrono negli ospedali del territorio». A tal proposito è da sottolineare che i proventi degli ultimi anni sono stati utilizzati per l’acquisto di apparecchiature nelle strutture ospedaliere di Catanzaro, Lamezia Terme e Soverato. Nel 2007 ad esempio è stato acquistato un lettino di fototerapia per il trattamento dell’ittero che permette di curare il neonato proprio vicino al letto della madre, un tiralatte elettrico destinato ai bambini ricoverati critici prematuri, un test Bayley, apparecchio che evidenzia lo sviluppo funzionale e psicomotorio dei bambini da 1 a 42 mesi di età per il reparto di neonatologia dell’Ospedale Civile - Pugliese - Ciaccio di Catanzaro, mentre un carrello multifunzionale ed un test neuropsichiatrico all’Unità operativa di Pediatria dell’Ospedale di lamezia Terme. «Quando i bambini soffrono - ha continuato Daniele Rossi - bisogna intervenire sem-

La serata di beneficenza all’Hotel Guglielmo

pre. un bambino che vive uno stato di malattia genera grande sconforto nelle famiglie e nelle comunità». «Nell’auspicare una numerosa partecipazione - ha concluso Rossi - voglio ringra-

ziare colleghi e giovani imprenditori che, senza risparmiare sforzi e sottraendo tempo prezioso alle loro attività, hanno consentito anche quest’anno di mettere in piedi un evento di

TI HANNO NEGATO UN PRESTITO PERCHÉ SEI

grande rilievo». Si tratta di una iniziativa lodevole portata avanti da anni per dare un pò di serenità anche ai meno fortunati. Da sei anni la serata del Gran Galà è stata uti-

PROTESTATO

NO DA BANCHE E FINANZIARIE? MediaConsult AGENZIA D’AFFARI

SEI STANCO DI SENTIRTI DIRE

Via Italia, 51/53 - Info 0961.743398 - 334.6690330 - 334.6690331 88100 CATANZARO - mediaconsultcz@gmail.com

RIABILITAZIONE

TI FINANZIA LA TUA TELEFONA O INVIA UN SMS CON IL TUO NOME E I TUOI DATI ANAGRAFICI UNO STAFF DI ESPERTI E’ A TUA DISPOSIZIONE

GRATUITAMENTE

le per donare fondi a chi ne ha davvero bisogno, donando a volte anche una speranza e un sorriso ai bambini più disagiati. Carmela Mirarchi

Finanziamenti e mutui • Cancellazione e riabilitazione • protesti (cambiali o assegni) Aggiornamento • Banche Dati Prestiti personali • Istruzioni pratiche • finanza agevolata Leasing • strumentale e immobiliare Cessione • del Quinto e Delega di Pagamento Visure • on line u.i.c. A 60164


22 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’incontro di ieri è stato organizzato dall’amministrazione provinciale e dal Comando regionale della Guardia di Finanza

Presentato il catalogo del Musmi Con questa seconda edizione viene ribadita la mission del museo: tutelare la memoria ed educare alla pace CATANZARO — L’amministrazione

provinciale di Catanzaro e il Comando regionale “Calabria” Guardia di Finanza hanno organizzato nella mattinata di ieri presso le sale del Musmi Museo storico militare “Brigata Catanzaro” - una cerimonia ufficiale di presentazione del nuovo catalogo del Museo. Di fronte alle massime autorità militari, civili e religiose, il Presidente della Provincia, Wanda Ferro ed il Comandante regionale, Generale Giancarlo Giancane, hanno presentato il volume che racconta, attraverso fotografie ed approfondimenti testuali, una nuova fase del percorso di crescita del Musmi. Tra conservazione e rinnovamento il Musmi prosegue un dialogo dinamico con il territorio e la sua storia rafforzando così al propria identità di museo relazionale, attraverso il contributo dei collezionisti: nuovi cimeli, altre vicende sottratte all’oblio, la ricostruzione in scala reale di un ospedale da campo, ma soprattutto, la creazione di una rete culturale con il prestigioso Museo storico della Guardia di finanza di Roma che da qualche tempo occupa permanentemente un’ala del Musmi con una selezione di interessanti pezzi che consentono la ricognizione del faticoso cammino della Calabria verso l’Unità: sciabole, uniformi, armi sequestrate ai briganti, solo per citarne alcuni, e il cappello “alla calabrese” (scelto come immagine di copertina del catalogo), simbolo di libertà e di riscossa ispirato all’Ernani di Verdi, in uso tra i soldati della Truppa di Finanza Pontificia nel Risorgimento. Il catalogo è stato illustrato dal Professore Glauco Angeletti, alla presenza, al tavolo dei relatori, anche l’onorevole Michele Traversa, promotore della nascita del Musmi. Articolato in due macrosezioni, Ottocento e Novecento, il volume è stato curato per i tipi di Rubettino, da Daniela PietraCATANZARO — «Da alcune notizie verbali apprese presso gli Uffici Comunali, sembrerebbe che la telenovela riguardante i “Lavori di Completamento per il Consolidamento del Dissesto Franoso ed Idrogeologico di Janò Rombolotto” dovrebbe vedere una nuova puntata. Infatti la ditta che si era aggiudicata gli stessi Lavori sembrerebbe forse essere rinunciataria e dunque il Settore Grandi Opere dell’Assessorato Lavori Pubblici Comunale starebbero per provvedere all’affidamento degli stessi lavori all’aggiudicataria giunta al secondo posto nella gara che si svolse lo scorso 17 -09 - 2008, Lavori aggiudicati per la somma di 663.528 euro» si legge in una nota di

La presentazione del catalogo alla presenza delle massime autorità

galla, dallo stesso professor Angeletti e da Salvatore Scalise. In esso attraverso i cimeli esposti nel Musmi, vengono ripercorsi due secoli di avvenimenti tumultuosi dell’epoca napoleonica all’ultimo tragico conflitto mondiale, ap-

profondendo alcuni aspetti legati non solo alla storia nazionale e sovranazionale, ma anche a quella più specificamente calabrese: gli albori dell’industrializzazione con le ferriere di Mongiana, l’affermarsi di un apparato

burocratico omogeneo, anche per mezzo di un adeguato controllo finanziario, con l’istituzione in Calabria delle Guardie Doganali, l’apparato dei calabresi alla Grande Guerra, le vicende del campo di concentramento Ferra-

monti, i bombardamenti del 1943 a Catanzaro. Con questa seconda edizione del catalogo il Musmi ribadisce la propria mission: contribuire alla creazione di una società civile, tutelare la memoria ed educare alla pace.

CATANZARO Mungo dell’associazione “I quartieri” rende note alcune situazioni irrisolte

ta Comunale n. 635 del 1/12/2008 sono stati stanziati e Deliberati anche alcuni “Lavori di Somma Urgente” per l’eliminazione di situazioni di pericolo per Località Vincenzale Via Genovesi Quartiere Pontegrande dove necessita un serio intervento tecnico per l’intasatura della rete Fognatura delle Acque Bianche. Inoltre - conclude - ancora con la Delibera di Giunta Comunale n. 658 del 5/12/2008 sono stati stanziati e deliberati anche alcuni “Lavori di Somma Urgente” per l’eliminazione di situazioni di pericolo per il Quartiere S. Elia interventi riguardanti la rimozione di rami ed alberi pericolosi sulle presenti sulla sede stradale».

«Necessari interventi nella zona nord della città» Giampaolo Mungo, direttivo Associazione I Quartieri. «Ci auguriamo - prosegue - quindi che al di là dei proclami e degli sterili annunci, almeno questa volta vi sia una volontà e celerità istituzionale, concreta e tangibile, volta a dare le giuste e attese risposte sul martoriato territorio del quartiere Janò. Inoltre avendo nelle scorse settimane avuto segnalazioni da parte dei Concittadini di alcune necessità di intervento tecnico che l’amministrazione co-

«Ci auguriamo che almeno questa volta vi sia una volontà e celerità istituzionale»

munale dovrebbe porre in essere sul territorio a nord della città, avevamo così sollecitato e segnalato verbalmente nei giorni scorsi l’urgenza di alcuni interventi mirati alla messa in sicurezza di strade e situazioni di pericolo venutosi a verificare a causa delle cattive condizioni metereologiche, nei quartieri di S. Elia, Piterà, Janò e Pontegrande. Vogliamo - continua - allora informare e rassicurare i nostri Concittadini, che con la Delibera di Giun-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 23

CALABRIA CATANZARO La Cna rende noto: «E’ stata una battaglia lunga quella per difendere la “pluralità” nelle forniture dell’assistenza protesica»

«Asp, annullata una gara d’appalto» Mastroianni: «Ristabilite le condizioni di parità dopo un periodo travagliato per alcuni esclusi» CATANZARO — «Dopo la battaglia

della Cna arrivano i risultati: annullata la gara per la fornitura di ausilii per incontinenti» si legge in una nota Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa Sede Provinciale. «E’ stata una battaglia lunga e difficile - prosegue -quella per difendere la “pluralità” nelle forniture dell’assistenza protesica, condotta dall’avvocato Andrea Alvaro nell’interesse di un coordinamento di aziende calabresi del settore sanitario, ed in stretta sinergia con la Cna. Ma, adesso, dopo che è stato sancito il principio che le gare d’appalto nel settore devono individuare solo il prezzo più basso, e non i fornitori, i risultati arrivano. L’ultimo, in ordine di tempo, è l’intervento dell’Azienda Sanitaria provinciale di Catanzaro che, a seguito della diffida, inviata proprio dalla Cna, ad adeguarsi a quanto stabilito dal Consiglio di Stato (ma già in precedenza dal Dm n° 332/99) nell’espletamento della nuova gara per le “forniture di ausilii monouso ad assorbenza per incontinenti”, ha deciso, in via di autotutela, l’annullamento della delibera avente ad oggetto “indizione procedura appalto fornitura…”, e conseguentemente di tutti gli atti di gara relativi. Il banCATANZARO — Fabio Lagonia,

presidente del Movimento Civico “CatanzaroNelCuore”, interviene sull’Asi. «Ma l’Asi è un ente che attiene allo sviluppo dell’intera provincia di Catanzaro o riguarda solo Lamezia? La domanda è solo apparentemente provocatoria giacché, negli ultimi giorni, la confusione sull’argomento sembra aver preso il sopravvento sull’effettiva missione del Consorzio. Eppure è dal 2002 che si è realizzata la trasformazione in Asi-Cat, cioè in quell’organismo deputato allo sviluppo dell’intero territorio provinciale catanzarese attraverso la promozione di iniziative produttive, industriali, artigianali, commerciali nonché servizi terziari. Probabilmente qualcuno l’ha dimenticato oppure, fingendo una perdita di memoria, rivendica esclusivamente per Lamezia Terme qualsiasi prerogativa e influenza attinente al Consorzio. Invece è quanto mai opportuno rammentare che quest’ultimo è uno strumento della Regione avente impatto sulla crescita industriale di tutta la provincia. Fra l’altro non sarà superfluo

tenuto opportuno che “le Aziende sanitarie della regione si attengano, per le procedure da definire, alle modalità indicate dalla Ddg 1004/04 e dalla sentenza del Consiglio di Stato. Per quelle già definite - hanno scritto dalla Giunta -, con l’aggiudicazione al fornitore risultato miglior offerente per il singolo lotto, si dovrà consentire agli altri soggetti che accettino il prezzo di fornire il presidio, qualora venga loro richiesto dall’assistito”. Il bando dell’Asp di Catanzaro era stato predisposto dopo la sentenza del Cds, che però, forse, poteva essere sfuggita. La successiva circolare di ottobre della Regione, comunque, imponeva di adeguarne i termini, oppure di annullarlo. E così - dopo la sollecitazione del coordinamento di aziende con la Cna in testa - è stato. Adesso, in questa fase successiva all’azzeramento del bando, l’avvocato Alvaro, per conto del coordinamento di aziende che rappresenta, e della Cna stessa, ha scritto all’Asp di Catanzaro, sottolineando come “l’annullamento in autotutela impone l’immediato avvio di corrette procedure finalizzate alla determinazione del prezzo massimo di remunerazione degli ausili per incontinenti”. Ma intanto? Nel frattempo, “per garantire in ogni ca-

so l’erogazione degli ausili di specie - scrive ancora il legale - dovrà convenirsi un prezzo di remunerazione che, in attesa dell’esito della procedure di evidenza pubblica da indirsi, consenta a tutti i fornitori di erogare i prodotti per l’incontinenza”. Il legale precisa che, evidentemente, confermare sia pur in attesa della nuova gara il prezzo offerto fin ad ora dal precedente fornitore significherebbe, di fatto, legittimare il ritorno ad una situazione di monopolio. Di qui la proposta a tornare al prezzo praticato dall’Azienda sanitaria prima dell’appalto che ha generato la situazione ora definita ingiusta - dal Cds ma anche dalla Regione -, secondo precise modalità e solo temporaneamente, in attesa dell’espletamento del bando calibrato sui principi asseriti in sede giurisdizionale e recepiti dalla Regione Calabria». «Ristabilire le condizioni di parità e di assoluta legittimità – dice il segretario provinciale della Cna Nicola Mastroianni -, dopo un periodo così lungo e travagliato per i fornitori rimasti prepotentemente esclusi, costretti ad una lotta estenuante per il riconoscimento del diritto alla salute dei cittadini, nonché quello proprio alla libera concorrenza, pare veramente dovuto».

CATANZARO La domanda provocatoria di Fabio Lagonia, presidente del Movimento Civico “CatanzaroNelCuore”

quali basi razionali si produce tale ragionamento? Crediamo che un tanto di dignità in più al linguaggio politico, sforzandoci tutti, la si può dare anche per rispetto ai cittadini che proprio tonti non sono. Il problema è dire la verità, partendo dalla situazione reale: l’Asi-Cat dovrebbe prevedere e attrarre investimenti lungo tutta la fascia istmica catanzarese e non soltanto in un piccolo circoscritto territorio intorno a Lamezia. Ecco perché ci appaiono assurde e fuorvianti le intemperanze, scomposte nella forma e ingannevoli nella sostanza, di chi propugna barricate. Invitiamo pertanto - conclude il presidente del Movimento Civico “CatanzaroNelCuore” - Regione e Provincia ad una riflessione approfondita sull’eventuale assenza nel Cda di un membro del comune capoluogo. Il focus della discussione deve tornare sul concetto stesso di Asi-Cat e sulle ragioni per cui esso è nato: non già un consorzio di stampo egoisticamente condominiale (come il “masaniello” di turno auspicherebbe), ma uno strumento di sviluppo provinciale».

Ospedale Pugliese

do, che era stato già reso pubblico (la scadenza per la ricezione delle offerte era fissata al 17 dicembre 2008), era per un importo presunto annuo di 1.634.295 euro (l’appalto ha una durata di 36 mesi), ma, ancora una volta, in esso la procedura era tesa ad assegnare la “fornitura, con consegna a domicilio e servizi annessi”, e non ad individuare il prezzo massimo rimborsabile. Una cosa - continua - che andava contro il principio, ormai cristallizzato con

la sentenza emessa dalla Quinta sezione del Consiglio di Stato, nell’aprile del 2008, in cui é sancito una volta per tutte che la procedura ad evidenza pubblica è volta “non ad individuare, mediante gara, i fornitori di una certa quantità di dispositivi ad un determinato prezzo, ma soltanto il prezzo più favorevole di un determinato dispositivo sanitario”. Un principio, peraltro, fatto proprio dalla Regione Calabria che, con la circolare del 15 ottobre 2008 ha ri-

«L’Asi serve solo allo sviluppo di Lamezia?» sottolineare che il comune di Catanzaro è il maggiore azionista dopo Regione e Provincia, gli enti più importanti. Non solo. E’ quello che versa nelle casse dell’Asi la sua quota, ben 60.000 euro, con perfetta regolarità, differentemente dagli altri azionisti che risultano debitori. A fronte di tutto questo riscontriamo un’anomalia: Catanzaro non ha alcun esponente nel Cda; ed anche nell’ultima assemblea, andata deserta, non si è minimamente discusso della doverosa presenza di un membro nel Cda di un’azionista così importante come quello della città capoluogo. Ma l’anomalia più inaccettabile è la bozza del piano strutturale 2009 laddove si prevedono ingenti spese nella sola zona tirrenica del territorio catanzarese ed escludendo, incomprensibilmente, tutta l’area jonica con ragioni che sembrano rispondere più ad un criterio campanilistico

Fabio Lagonia

che non ad una razionale logica di sviluppo industriale integrato e che interessi quanto più possibile l’intera area istmica catanzarese. Anche le associazioni di categoria (che rappresentano le principali figure dell’Asi-Cat), quali Confindustria, Cciaa e Cna, conformemente a quanto fatto dal comune di Catanzaro non hanno inteso approvare un piano strutturale 2009 così maldestramente concepito.

Dunque oggi si pone più che legittimamente il problema della presenza del comune capoluogo anche quale collante di garanzia per tutto il territorio. Nostro malgrado dobbiamo rilevare le populistiche sortite del “masaniello” di turno che furoreggia sulla piana e che farebbe bene a guardare la realtà delle cose con serenità e oggettività, evitando di tornare a menarsela e a menarcela con la storia della lametinità quale fattore unico per scegliere il presidente dell’Asi (è una storia che ci ricorda molto da vicino il concetto che qualcuno ha dell’aeroporto). E farebbe bene a non parlare di barricate qualora il presidente medesimo non sia un lametino: così facendo la discussione inevitabilmente scivola sul ridicolo. Ma si può essere credibili se si auspica l’esclusione del comune capoluogo, nonché maggiore azionista, dal Cda dell’Asi e da tutto il resto? Su


24 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Una nota del Cub, coordinamento regionale della Calabria, sulle condizioni dell’azienda del trasporto pubblico

«Il volto dell’Amc non è così tecnologico» «I lavoratori hanno un contratto scaduto da anni e le norme di sicurezza non sono sempre rispettate» CATANZARO — Il Cub, coordinamento regionale della Calabria, Trasporti, interviene criticamente sull’Amc. «Abbiamo avuto modo di leggere dalla stampa ultimamente (13 dic u. s.) scrive in una nota i coordinamento Amc della RdB/Cub, Antonio Jiritano -Jeso Rocca - la presentazione e le linee di sviluppo dell’azienda con tanto di foto di rito. In un primo momento sgomenti dalla terminologia efficient reisource … technological innovation.. amc logistic… ci siamo ricreduti sulla inefficienza di questa azienda, si è ritenuto che fossero arrivate risorse dal centro oppure qualche cambio al vertice della Amc!! Alla luce anche delle nostre denuncie di questi anni di mancata sicurezza nei luoghi di lavoro e mezzi fatiscenti.

Niente di tutto ciò! Ed abbiamo atteso un pò di tempo prima di aprire un tavolo politico con gli addetti ai lavori, ed il risultato invece è ancora più drammatico di come lo abbiamo evidenziato in questi periodi. efficent reisorce: non è altro una distribuzione di clientele per amici sindacalisti in termini di riqualificazione del personale. Technological innovation: acquisto di nuovi mezzi! Per il momento registriamo e denunciamo che i mezzi sono fatiscenti rotti lasciati in condizioni pietose una per tutte: un tubo di acciaio adattato nel cofano del motore che porta l’aria calda nell’abitacolo dove viaggia l’utenza ed il conducente, come dire: se non si muore di vecchiaia si muore per intossicazione! E ricambi acqui-

menti di difficoltà con l’opinione pubblica, i problemi i disagi dei lavoratori e di conseguenza dell’utenza sono evidenti e sotto gli occhi di tutti. E visto che, si continua sempre a mascherare la realtà a discapito dei lavoratori che non percepiscono premi di produttività, devono avere soldi del Ccnl ancora dal 2001, hanno un contratto di lavoro scaduto da anni, le norme di sicurezza non sono rispettate, - in termini di viabilità mancano i margini di sicurezza dettati dal codice della strada, i capolinea non esistono ed il personale rimane giornate intere sotto le intemperie, turnazioni festive soppresse a discapito dell’utenza. Turnazioni prima approvati dai sindacalisti ed oggi giudicate massacranti dagli stessi. Turna-

zioni scuola bus scoperti per mancanza di personale addetto. Nessuna divisa invernale. Il coordinamento Cub- trasporti oltre a riproporre nuove denuncie, fino a quando qualcuno prenderà provvedimenti, avvierà una serie di iniziative sindacali per mettere l’opinione pubblica a conoscenza della realtà dei trasporti catanzarese - prima che la propaganda aziendale finisca per distruggere l’ultimo barlume di trasporto locale, nelle more vorremmo ricordare alla Amc tanto per restare in tema di lingue straniere che il personale ha necessita di “pecunia che non olez” e vespasiani per problemi fisiologici…. E garantire il programma di esercizio invernale per risposte immediate all’utenza».

CATANZARO — Intensi ed assidui allenamenti, hanno visto i ragazzi del Dojian Young Club dell'Adelaide Sporting Club preparare il torneo regionale Taekwondo che si è svolto nei giorni scorsi presso il Palagallo di Santa Maria di Catanzaro. L'ultimo traguardo conseguito, appaga al meglio il lavoro svolto con tenacia dal singolare maestro Vincenzo Mannaioli che ha visto gli allievi dare il meglio di loro stessi divertendosi e aiutandosi l'un l'altro con grande spirito di squadra. I primi a confrontarsi nella tanto attesa competizione sono i piccoli sportivi della classe cadetti B, che sono scesi sul tappetino di gara, carichi di grinta e voglia di combattere, soddisfacendo al meglio le aspettative del loro maestro. Hanno dato sfoggio della loro preparazione, per ciò che concerne la categoria B cinture verde/blu, Mellace Michael, Costa Manuel e Franzè Stefano terzi classificati, Torcia Francesco e Fulciniti Simone secondi classificati, e il piccolo campio-

CATANZARO Il team primo al torneo regionale di Taekwondo che si è svolto al Palagallo di Santa Maria

non poco conto, e per l'impegno profuso durante la gara ottengono il primo posto. Riconfermano inoltre il loro giovane talento, gli atleti Rosi Antonio(-53), Carputi Gianmarco(-57), Guzzo Enrico(-45), Piccoli Gabriele(49), vanno ad aggiungersi ai fiori all'occhiello della Dojian Young Club, che si esibiscono in combattimenti spettacolari, lasciandosi sfuggire il grandino più alto del podio nella finale, per sfortuna e per qualche discutibile interpretazione arbitrale. A concludere la giornata il solo ma degno di nota Jonathan Di Fatta nella categoria Juniores cinture verdi/blu, alla sua prima competizione sportiva. A coronare una giornata tanto strepitosa è il momento della premiazione delle varie società in gara, che vede il maestro Vincenzo Mannaioli alzare la coppa del primo posto nella categoria cadetti A cinture rosse/nere. Un sorriso colmo d'orgoglio scorge sul volto del maestro che fiero incita i suoi ragazzi a continuare ad allenarsi con serietà.

CATAZNARO — L’associazione socio culturale “Nuova Era”, in collaborazione con il proprio movimento studentesco, per mezzo del presente comunicato, annuncia che martedì 23 dicembre alle ore 18.30, presso la sala concerti del Comune di Catanzaro si terrà la presentazione del libro: “Ossessione: breviario di una storia d’amore”, edito dalla casa editrice Montedit e scritto da Elisa Viapiana. Introdotti dal Presidente dell’associazione “Nuova Era” Roberto Rizza e moderati da Mauro Lamanna, uno dei responsabili del movimento studentesco Nes, interverranno il Prof. Luigi La Rosa docente del Liceo Classico “Galluppi”, la dott. ssa Teresa Rizzo Presidente della società Dante

stati allo “scasso”!!! Amc logistic: adeguamento “alle esigenze dell’azienda “ non dei lavoratori che ci professano le attività giornalmente di tutti i locali di via Magna Grecia, un ammodernamento che abbiamo messo in evidenza con un esposto alla procura della repubblica ed a tutti gli enti preposti alla sicurezza nei luoghi di lavoro e di cui ancora oggi non solo non abbiamo visto miglioramenti se non una “passata” di spugna nelle parti più visibili, ma la situazione è tornata peggio di prima perpetrando le stesse inadempienze. Ma lasciando le “Americanate “ fantasie dell’azienda di cui riteniamo che la propaganda gratuita di cose futuristiche non hanno nessun scopo se non quello di pavoneggiarsi nei mo-

Successo per l'Adelaide Sporting Club ne Stefano Caglioti che con la sua assiduità e la sua competizione raggiunge il gradino più alto del podio nella 51 kg. A perfezionare l'opera i ragazzi della classe cadetti A cinture rosse/nere e Juniores cinture verdi/blu, i frutti quasi maturi della Dojian Young Club. A sostenerli nelle loro straordinarie performance, il maestro Vincenzo Mannaioli e il vigile allenatore Raffaele Donato, i quali con grande maestria rassicurano i propri ragazzi, donando loro la carica necessaria per scendere in campo e travolgere gli avversari con la massima lealtà. Non deludono infatti le loro aspettative Papaleo Andrea, Sinopoli Annette e Luigi Scarfone, i quali nonostante i faticosi incontri, si distinguono per le difficoltà superate, contro avversari di

I ragazzi dell’Adelaide Sporting Club

CATANZAROL’appuntamento è per martedì 23 dicembre a Palazzo De Nobili con la scrittrice Elisa Viapiana

Nuova Era presenta “Ossessione” alighieri ed infine l’autrice stessa del libro Elisa Viapiana. Non solo parole però, perché la presentazione sarà accompagnata ed intervallata dalle note del pianoforte di un giovane artista Alessandro Tolomeo e dalla lettura, da parte di Azzurra Conforto, di alcune parti del breviario presentato. Scritto dalla catanzarese Elisa Viapiana, vincitrice, lo scorso anno, del premio internazionale Cesare De Lollis, il libro “Ossessione” secondo le definizioni della critica non è né un

romanzo, né un racconto, né una poesia, bensì un breviario che parla di una storia d’amore a metà tra la voce soffocata di una storia e il riecheggiare di una poesia. Nell’occasione i responsabili dell’associazione faranno il punto su tutte le iniziative promosse durante l’anno che sta per concludersi. Si tireranno, dunque, le somme di un anno che ha visto l’associazione protagonista di tante iniziative di confronto e aggregazione sempre finalizzate alla cre-

scita socio-culturale del nostro territorio. In 12 mesi si è svariato dalla festa di S. Patrizio alla presentazione del libro anime nere, dall’esposizioni d’arte a cura di alcuni artisti della città al ricordo delle vittime delle foibe, passando per momenti ludici e cineforum. In pratica la ricetta scelta dall’associazione “Nuova Era” per la cura dei mali della nostra terra è stata e sarà, come spesso ripetuto, il voler puntare su interessi e passioni diverse per stimolare e spronare la par-

tecipazione alla vita pubblica da parte di tutta la popolazione. La presentazione del libro in programma sarà il 16esimo appuntamento organizzato negli ultimi 12 mesi e segna la fine di un anno solare che ci ha riempito di grandi soddisfazioni soprattutto dal punto di vista aggregativo e formativo. L’obiettivo in movimento, per il quale è nata la stessa associazione, della creazione di una vera comunità che sia davvero in grado di rispondere alle sfide ed alle esigenze del territorio e«di essere un punto di riferimento per tutta quella gente che poco si sente rappresentata continua, anche grazie a questi risultati, con l’ottimismo di tutti, soprattutto dei più giovani».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 25

CALABRIA CATANZARO Un progetto dedicato a Riccardo Pio, bimbo calabrese affetto da una grave malattia genetica e costretto a nutrirsi con un tubicino

Babbo natale show, prima edizione Una serata all’insegna della beneficenza ma con il contorno di un grande spettacolo CATANZARO — Quale migliore pensiero alle soglie del dolce natale se non quello di regalare un sorriso ad un bimbo speciale? E’stato questo il motto che ha dato il via ad un progetto importante come quello della prima edizione del Babbo natale show a Catanzaro dedicato a Riccardo Pio bimbo calabrese affetto da una grave malattia genetica e costretto a nutrirsi con un tubicino, parliamo dello stesso bimbo al quale Albano ha dedicato diversi suoi spettacoli in beneficenza affinché i viaggi di una madre disperata e coraggiosa come la sua non rimangano vaghi, e sulla stessa linea del noto cantautore Italiano Christian Napoli e Francesco Costabile hanno voluto dedicare una serata di arte e spettacolo per raccogliere fondi per la terapia del piccolo Riccardino. «Una serata - spiega una nota - perciò all’insegna della beneficenza ma con il contorno di un grande spettacolo curato dall’agente Christian Napoli, il quale è riuscito con il suo staff a riscaldare l’auditorium Casalinuovo nonostante il pessimo tempo. La serata è stata presentata da Rino Rotundo, il quale è stato sostenuto da Emilio Barone e Antonio Vono, in-

L’esibizione al Casalinuovo

cantevole la scenografia creata da Grazia Addamo con un meraviglioso augurio di buone feste, si è partiti subito alla Grande con il balletto delle ballerine Moulin rouge per poi proseguire con dolci canti natalizi della parrocchia del Duomo, inoltre incantevole a dir poco ed emozionante la sfilata bimbi delle migliori griffe teti, che insieme a modelli e modelle sono stati testimonial del progetto moda e solidarietà, pace e amore alle

soglie del natale e per lanciare questo messaggio forte Christian Napoli ha fatto sfilare anche una sua ultima promessa la giovanissima è già famosa Carlotta Lopez che ha appunto indossato l’abito della Pace ideato da stessa. Nel finale Christian insieme a Francesco hanno fortemente voluto ringraziare l’assessore Comunale alla Cultura Antonio Argirò il quale patrocinando la manifestazione ha dato un segnale

importante, così come Francesco Teti giovane imprenditore Calabrese che insieme agli altri sponsor hanno dato luce all’iniziativa, salutati dal pubblico con grande ovazione anche i tre ragazzi che hanno sorvolato con i deltaplani il San Vito di Cosenza in occasione della partita di calcio, ospiti di Christian per la serata, hanno avuto parole di elogio per l’organizzazione e l’accoglienza riservatagli. Il babbo natale show si è concluso

tra balli natalizi, Danza del ventre realizzata da una piccola allieva della scuola Ars Nova, ed un commovente Nastro del Ciel cantato da 2 piccole fanciulle vestite da Angioletti, in conclusione premi per tutti ed un forte augurio da parte di Christian e Francesco affinché sia l’inizio di tante Edizioni per far colorare il cielo di un sorriso speciale quello di Riccardino che tornerà a mangiare come una persona normale».

CATANZARO Ad animare la mattinata la musica dell’orchestra della scuola “Verdi note”

Alla Casalinuovo la messa del Vescovo CATANZARO — «Di fronte alle difficoltà di oggi, non ci resta che implorare Dio, mai sordo alle richieste dell’uomo». Monsignor Antonio Ciliberti lancia questo messaggio dalla scuola media “G. Casalinuovo”, dove ha celebrato una santa Messa in vista del Natale. Un momento di preghiera molto suggestivo, voluto dal dirigente scolastico Concetta Carrozza che ha invitato a partecipare anche i genitori, «perché - ha detto nei saluti iniziali - la famiglia, la scuola, la Chiesa, le istituzioni qui rappresentate costituiscono una sfida culturale ed organizzativa che punta a una qualità alta della scuola. Motore di tutto il processo è l’idea di scuola come ambiente educativo di rappresentanza e di convivenza democratica. Conoscenza, formazione, sapere e ricerca - ha proseguito - devono essere al servizio dell’uomo». Un concetto rimarcato dall’arcivescovo nella sua omelia, in cui ha ribadito la necessità di lavorare tutti insieme per costruire una nuova realtà alternativa a quella attuale. «Nel mondo ci sono guerre, lotte fratricide, malattie, sofferenze - ha detto Ciliberti - e davanti a tutto questo dobbiamo rivolgerci a Dio che non è mai sordo alle richieste dell’uomo. Dio che non ci dà una risposta astratta ma suggestiva: scende in mezzo all’uomo ed eleva la nostra condizione. Egli si dona incondizionatamente. Così è importante cogliere l’essenza del Natale cristiano che significa collaborare con Dio e accogliere Gesù nel mistero della nostra vita, nelle nostre case, nelle nostre istituzioni. Si può sperimentare la sua presenza ha concluso Ciliberti - accogliendolo come ha fatto Maria, attraverso un rapporto intimo, possibile con l’accostarsi ai sacramenti, in particolare con l’eucarestia». Ad animare la Santa Messa la musica dell’orchestra della scuola “Verdi note” e il coro dei bambini del X circolo che ha proposto alcuni brani tipicamente natalizi alla presenza,

Ciliberti al Casalinuovo e l’orchestra

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI tra gli altri, del proprio dirigente scolastico Salvatore Scalzi e del presidente della circoscrizione Ennio Macrì. Oltre alla celebrazione, in occasione del Santo Natale i docenti e i ragazzi della “Casalinuovo” hanno dato vita alla giornata della “creatività” presentando ai genitori canti, danze, recite e una mostra di oggetti artigianali da loro realizzati. Un interessante momento di riflessione è stato poi quello voluto dalla professoressa

Rosellina Comito che ha fatto dialogare gli alunni della I D con i propri nonni. Un modo per far capire loro quelli che un tempo erano i valori di questa festa. Ma anche l’occasione per fare un tuffo nel passato cercando di comprendere tradizioni, usi e costumi di una generazione che ha vissuto la guerra ed è lontana, lontanissima dal consumismo di oggi che soltanto la grande crisi economica di questo inizio millennio sta in parte limitando.

VENDESI

ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746


26 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Gli appuntamenti sono oggi presso la Casa comunale degli inabili e domani nel reparto di pediatria dell’Ospedale

Il Coro della Diocesi compie 20 anni «ll nostro compito è portare un raggio di speranza trasmettendo agli ascoltatori lo spirito del Natale» LAMEZIA TERME — Proseguono gli appuntamenti del Coro polifonico della diocesi di Lamezia Terme previsti nell’ambito delle festività natalizie e di quanto programmato con il patrocinio del Comune di Lamezia Terme per festeggiare i venti anni della sua nascita e di grandi successi con esibizioni in tutto il territorio nazionale di alto valore artistico-musicale. Infatti, dopo il successo del concerto di Domenica 8 dicembre, giorno dell'Immacolata che si è tenuto alla presenza del sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, del consigliere Gennaro Talaia e di un numero e attento pubblico, si esibirà oggi la Casa comunale degli inabili sita sul Colle di Sant’Antonio alle ore 18.30 e domani alle ore 18.00 nel reparto di pediatria dell’Ospedale civile della città della piana. «L’iniziativa, resa possibile grazie alla amministrazione comunale e alla disponibilità e alla sensibilità dei coristi della corale polifonica verso coloro che tante volte soffrono il dramma della solitudine e verso i bambini ammalati», rileva il Maestro Don Pino Latelli, «ha il compito di portare un raggio di luce e speranza trasmettendo agli ascoltatori lo spirito, la gioia e il calore del Natale attraverso l’esecuzione di brani dal sapore natalizio».

Nel corso delle due manifestazioni il Coro eseguirà dei brani polifonici a carattere sacro natalizio e mariano: da Adeste fideles armonizzata da Antonio Sartori, ad Astro del ciel armonizzato da Dino Menichetti; dal famoso Bianco natale, alla dolcissima Vergine degli Angeli tratta dall’opera La forza del destino” di Giuseppe Verdi; da Magnum nomen Domini trascritta da M. Scapin, all’intramontabile Panis Angelicus di Frank. E a seguire: da Mille Cherubini in coro di F. Schubert, alla Pastorale di Couperin; da Sorgete Pastori di Capaccioli, al Tollite Hostias di Camillo Sean Saens; dalla Pa-

storale e Preghiera di Santo Sesto, alla celeberrima Tu scendi dalle stelle di Refice. Il Coro diocesano, che opera oramai da venti anni, è diretto dal Maestro Don Pino Latelli coadiuvato all’organo dal Maestro Elena Calipari e al clarinetto dal Maestro Fabrizio Gigliotti. La voce solista del gruppo corale appartiene al soprano Enza Mirabelli, considerata dalla critica una delle voci più belle e più valide della lirica in campo locale, regionale e nazionale. A mezzo del suo presidente, avvocato Antonio Arcuri, è iscritta alla Organizzazione Cori Calabria. I due concerti si concluderanno

con l’esecuzione dell’Ave Verum di Amadeus Mozart e l’esaltante Canticorum Giubilo di Georg Friedrich Haendel. «Sono giorni di grande impegno per il coro della diocesi, ha ancora una volta evidenziato il presidente della corale Antonio Arcuri, che attraverso le soavi melodie natalizie porterà sollievo presso la casa di cura della città della piana e gioia dal colore natalizio ai bambini degenti presso il nosocomio cittadino». Il Coro polifonico “Diocesi di Lamezia Terme”, nato per iniziativa dell’attuale direttore don Pino Latelli e del vescovo del tempo Monsignor Vincenzo Rimedio, vanta un

gruppo di ventidue coristi a quattro voci miste. Esegue musiche sacre di epoca antica e recente ma anche, quando le manifestazioni lo impongono, brani profani e di musica leggera calabrese, come nella manifestazione di Gerace del 15 Marzo 1999. Prosegue in suo impegno anche con l’esecuzione di brani inediti di compositori locali scoprendo e valorizzando in tal modo il patrimonio musicale lametino. Ha partecipato a numerosi raduni di cori polifonici e ha animato, nel recente passato, la solenne Messa trasmessa da Rai Uno, riscuotendo unanimi consensi anche all’estero.

CATANZARO Saranno otto i punti all’ordine del giorno da discutere in aula il 22 mattina Oggi la Messa

Provincia, lunedì si riunisce il Consiglio

in ricordo di Maria Pasqualina Costa

CATANZARO — Lunedì 22 dicembre ore 09. 30, presso la Sala Consiglio (primo piano) della Provincia di Catanzaro, si terrà la riunione del consiglio provinciale con all’ordine del giorno i seguenti argomenti: 1. Approvazione verbale seduta precedente; 2. Variazione Bilancio 2008 e pluriennale 2008 2010 Ratifica delibera di Giunta N. 242 del 27 novembre 2008; 3. Piano Annuale e Triennale delle Oo. Pp.2009 – 2011; 4. Bilancio

CATANZARO — Si celebrerà oggi alle

Wanda Ferro

previsione anno 2009 e relazione programmatica 2009 2011; 5. Regolamento disciplina esami per il conseguimento della idoneita’ attivita’ studi di consulenza automobilistica; 6. Regolamento vigilanza scuole nautiche; 7. Regolamento rilascio autorizzazioni e vigilanza tecnico amministrativa studi di consulenza automobilistica; 8. Modifica regolamento per l’assegnazione e la gestione delle aree comprese nel P. i. p.

ore 10.30, la S. Messa del 1° anniversario della dipartita della signora Maria Pasqualina Costa, ved. Miniaci, madre esemplare degli edicolanti f. lli Annamaria e Domenico, e di Patrizia. La ricordano a quanti la conobbero e poterono amarla, sconsolati, i nipoti ed i parenti tutti. La celebrazione sarà officiata nella Chiesa di S. Anna di Catanzaro Lido, nel Rione Fortuna e la famiglia ringrazia quanti parteciperanno al mesto rito.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 27

CALABRIA LAMEZIA TERME Una riunione tra Comune e Aterp per fare il punto sulla situazione difficile che crea disagi ai meno abbienti

«Porre fine alla carenza di alloggi pubblici» Falvo:«Gli “scheletri” della zona Savutano sono l’emblema dello spreco e delle lungaggini burocratiche» LAMEZIA TERME — Il 18 dicem-

bre scorso presso i locali comunali di Contrada Maddame si è tenuta un’importante conferenza dei servizi sulla situazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Presenti per il Comune di Lamezia Terme, l’assessore alle Politiche sociali Elvira Falvo e l’assessore ai lavori pubblici avv. Pino Zaffina, per l’Aterp di Catanzaro il dott. Gianfranco Colosimo e l’Ing Concolino. «A partire dal lontano 82/8388/89 e 1991 sono stati avviati, per conto dell’Aterp, una serie di lavori per dare alloggi in locazione ai meno abbienti, ma sono rimasti fermi per lunghissimi anni a causa di finanziamenti insufficienti per il loro completamento o ristrutturazione o per contenziosi giuridici con le ditte appaltatrici» si legge in una nota di Elvira Falvo. «Tutto ciò - prosegue - ha comportato per la nostra città la presenza di quartieri giovani, in espansione, ma relegati in uno stato di abbandono e di degrado urbano, spesso preda della delinquenza comune con le poche famiglie insediate lasciate senza altri servizi utili. Gli “scheletri” presenti in zona Savutano, per esempio, sono l’emblema dello spreco e delle lungaggini burocratiche. L’attuale Amministrazione Comunale di Lamezia Terme ha perciò deciso di intraprendere tutte le vie possibili per pervenire alla soluzione del problema abitativo per le fasce più deboli della cittadinanza. Grazie alla disponibilità degli attuali vertici dell’Aterp, i numerosi incontri avviati ormai da qualche anno, hanno permesso di raggiungere un importante accordo. Gli incontri preparatori, le delibere di Giunta Comunale come quella dell’agosto di quest’anno, hanno portato ad un percorso di attiva e proficua collaborazione tra Enti per svolgere azioni ed interventi concreti in piena sintonia. Quanto definito ha il pregio di sbloccare quasi 8 milioni di euro e di far uscire dall’immobilismo e dallo stallo l’edilizia residenziale pubblica di Lamezia. Si stabilisce, infatti, che i finanziamenti finora inutilizzati per la costruzione di 82 alloggi in Savutano insieme ad ulteriori finanziamenti, scaturiti da somme non utilizzate da altri Comuni non interessati ad edlizia Erp, insieme ad altre somme che l’Amministrazione di Lamezia ha provveduto ad ottenere con la legge 159 /07, saranno completamente convogliati ed investiti per l’eliminazione degli “scheletri “attualmente presenti e che fanno apparire l’intero quartiere in uno stato di abbandono. Attraverso una ormai improcrastinabile azione congiunta si provvederà a partecipare a bandi con finanziamento regionale e nazionale, quali il programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile (Legge 133/08) e quello relativo all’utilizzo delle somme residue, quote riserva per il completamento di tutti gli alloggi Erp incompiuti (Lr 36/08) per completare i lavori sospesi. I 28 alloggi in Cda Carrà Marchese continua -, fermi per rescissione del contratto in danno da parte del Comune, avranno un progetto rimodulato dall’Aterp nel più breve tempo possibile con un

adeguamento ai prezzi correnti, i 46 alloggi in Via Matteotti saranno ristrutturati a brevissimo ed i tempi di consegna saranno concordati tra i due enti anche al fine di prevenire occupazioni abusive. L’Aterp si impegna a determinare progettazione e definizione degli eventuali interventi, a presentare un programma completo per l’utilizzo dei fondi disponibili quantificando le somme necessarie per il completamento, in tempi certi, dei previsti 152 alloggi, a formulare una proposta per il bando di riqualificazione urbana, comprensiva dei siti e delle opere comunali per la definitiva sistemazione alloggiativa delle fasce più fragili. I convenuti -conclude - hanno concordato di partecipare di comune accordo a bandi e a progetti atti a definire l’implementazione della dotazione di alloggi Erp nella città, per porre fine ad una situazione di cronica carenza di alloggi, per permettere la fruibilità di quelli già presenti sul territorio attraverso un piano ragionato che porti non solo all’incremento del numero di alloggi disponibili ma anche ad una efficace integrazione urbana».

LAMEZIA Il Comune ha organizzato una serie di iniziative culturali, musicali, ricreative e sociali

Il ricco cartellone degli eventi natalizi LAMEZIA TERME — Ricco e variegato

il cartellone degli eventi natalizi del Comune di Lamezia Terme, composto da una serie di iniziative culturali, musicali, ricreative e sociali, realizzate in collaborazione con le associazioni partecipanti, che animeranno il centro storico e anche le periferie della città. «La Giunta comunale - si legge in una nota - ha deliberato di finanziare, in particolare, il concerto del 31 dicembre che prevede l’esibizione di Caparezza e il concerto di Capodanno curato dall’associazione Ama Calabria, il 2 gennaio all’auditorium Magistrale. Un inizio dell’anno pimpante per Lamezia Terme. L’artista di Molfetta, infatti, alle 00.30 in piazza Ardito, festeggerà con noi l’arrivo del 2009 presentando il suo ultimo lavoro “Le dimensioni del mio caos”, che include il singolo “Vieni a ballare in Puglia” che quest’estate ha fatto scatenare tutti gli italiani a colpi di pizzica-rap». «Speriamo che - ha detto il sindaco, Gianni Speranza, - il programma riuscirà a far trascorrere delle feste serene a tut-

ta la comunità. Il cartellone è vasto e per tutti i gusti. In più c’è un’importante novità: quest’anno l’Amministrazione comunale festeggia la notte di Capodanno con un artista molto amato dai giovani. Sarà un bell’inizio dell’anno per Lamezia e per tutti i lametini». Parte del programma: «Già da oggii il corso Nicotera si tingerà di festa con vari spettacoli che animeranno il centro. Alle ore 9 al chiostro di San Francesco ci sarà l’inaugurazione della mostra di pittura “Natale nell’arte”; l’omaggio a Gesù Bambino da parte dei ragazzi del Coro Domi Sol; il prologo del Presepe Vivente di San Teodoro; la mostra di artigianato artistico al Chiostro San Domenico; canti natalizi tradizionali (I Calabruzi) nella chiesa del Carmine alle 11; La “The Marching Jazz Band”, organizzata dall’associazione Ecdance, suonerà a piazza Diaz alle 11. Iniziative, organizzate dall’associazione “Rinascita Mediterraneo”, sono anche previste nella casa di riposo comunale alle 12; Aism e Arn pre-

sentano il quartetto di sassofoni “Sax 4 Music” a Savutano alle 17; canti e balli natalizi (“Gli Amici del Villaggio”) nella chiesa di San Giovanni Calabria alle 18,30. Chiude il concerto Natalizio organizzato dall’associazione Musica Sacra “Santa Cecilia nella Cattedrale alle 20. Lunedì 22 si celebra la festa degli anziani a S. Caterina (associazione Ada). Alle 17.30 si svolgeranno iniziative di animazione a Sant’Eufemia Vetere a cura della Pro Loco; il gruppo folk “I Nuovi Zampognari” a Sant'Eufemia Vetere alle 18; la mostra Luminance a cura dell’associazione Aleph Arte si inaugura alle 17,30 e potrà essere visitata fino al 6.01.09; il concerto di musica etnico popolare “Terra di Calabria” chiude la serata al Teatro Umberto alle 19. Il 23 il Coro Gospel si esibirà alla chiesa matrice alle 18, organizzato dall’associazione “Le Ali della Musica”; il concerto del coro polifonico dell’associazione Aulos si esibirà nella Chiesa S. Domenico alle 19. La serata si conclude con due iniziative musicali».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Societa’ finanziaria leader del mercato

CERCA in Calabria

per completamento organico

n. 2 figure professionali cosi delineate:

a) Professionista esperto di mutui b) Figura commerciale prestiti personali. I candidati interessati dovranno far pervenire curriculum vitae ed espressa autorizzazione al trattamento dati al seguente indirizzo:

Silf ubi><banca, via Leopoldo Muzii 22, 65123 Pescara indicando sul retro della busta:

selezione area Calabria.

Ica Foods SpA

azienda leader nel settore alimentare, ricerca per le provincie di CATANZARO e CROTONE

VENDITORI per attività di vendita con furgone Garantiamo: provvigioni mensili, premi ed incentivi, automezzo (Ducato), formazione retribuita. Requisiti: patente di guida B, disponibilità ad operare con p. iva. Per info. e colloqui 0968. 727809 (ore ufficio) oppure 335.7274580

www.icafoods.it

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo: la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo; un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità. incentivi al raggiungimento degli obiettivi; mandato Agente Enasarco sede di lavoro: Calabria Si richiede: disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria. SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.


28 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SATRIANO Oggi gli scouts affidandola ai Parroci porteranno il simbolo nella zona marina. Accendendo una lanterna si avrà la serenità nelle proprie case

Il viaggio della luce della pace di Betlemme L'occasione della distribuzione può essere motivo di buone azioni: fare compagnia a chi è solo, visitare gli ammalati SATRIANO — Oggi gli scouts del gruppo Agesci Satriano 1, affidandola ai parroci, porteranno alle comunità di Satriano e Satriano Marina la luce della pace di Betlemme. Chiunque alla fine della S. Messa mattutina domenicale potrà accendere una lanterna, candela, o altro e portare la luce della pace alla propria casa, comunità, da un bisognoso,.... Ognuno può dare alla Luce della Pace significati diversi, ma deve dare identico valore. La Luce della Pace non ha solo un significato religioso, ma traduce in sé molti valori civili, etici, morali accettati anche da chi non pensa di condividere una fede. Perciò accogliamo coloro che vorranno partecipare alla distribuzione anche se non cristiani, purché condividano i valori di Pace e Fratellanza che la Luce della Pace porta con sé.

Cos'è la Luce della Pace Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall' olio donato a turno da tutte le nzioni cristiane della Terra. La tradizione nasce dall' iniziativa natalizia di beneficenza "Lichts in Dunkel " - Luce nel buio della Radio-Televisione ORFLandestudio Oberoesterreich di Linz. Nell' ambito di tale iniziativa sono raccolte offerte sponta-

nee con cui si vuole aiutare bambini invalidi, emarginati sociali, ma anche stranieri bisognosi, come ad esempio i profughi. Nel quadro di questa iniziativa di beneficenza, la Orf per la prima volta nel 1986 ha dato vita a questa "Operazione Luce della Pace da Betlemme", pensando alla tradizione natalizia e come segno di ringraziamento per le numerose offerte. Poco prima di Natale un bambino, venuto appositamente dall' Austria, accende una luce dalla lampada nella Grotta di Betlemme che è poi portata a Linz con un aereo della linea Austriaca. Da Linz con la collaborazione delle Ferrovie Austriache, la Luce è distribuita in tutto il territorio federale. Dal 1986 gli Scout viennesi hanno deciso di collaborare alla distribuzione della Luce della Pace, mettendo così in pratica uno dei punti chiave dello scoutismo, l'amore per il prossimo espresso nella "Buona Azione" quotidiana. Di anno in anno è cresciuta la partecipazione e l'entusiasmo per la consegna della "Luce della Pace" tramite i Gruppi Scout. Sempre più numerosi sono gli scout che vi prendono parte. Quasi ogni anno la Luce della Pace di Betlemme è stata portata in un "nuovo" Paese europeo. La Luce della Pace arriva in Italia già nel 1986, ad opera degli Scout sud-tirolese di madre lingua tedesca.

Nel 1993, un Capo scout austriaco, Fritz, viene a Trieste in occasione di una delle molteplici attività di grande accoglienza effettuate dall' Ostello Scout AMIS, associazione scout locale. Nel Natale dello stesso anno, chiamato ed ospitato dai Capi di questa Associazione Fritz ritorna in Italia con la Luce della Pace per la Messa scout di Natale cittadina ed interassociativa, le associazioni che aderirono allora furono Agesci - Amis - Fse - Szso. Nel 1994 viene costituito un comitato spontaneo locale, e nel Natale dello stesso anno partecipa fattivamente alla manifestazione per la Luce della Pace, accendendola a Vienna e portandola in Italia con un furgone fino a Trieste. Da Trieste la distribuzione iniziò prima localmente e poi a Gruppi scout di Genova - Milano - Venezia/Mestre. Nel 1996 c'è stata la prima distribuzione a livello na-

La luce della pace va diffusa a più gente possibile: ricchi e poveri, colti e ignoranti, religiosi ed atei

zionale della Luce della Pace, similare a quanto avviene in Austria, utilizzando il mezzo ferroviario per una staffetta di stazione in stazione su due linee: Trieste-Genova e Trieste-Napoli, la Luce in quell' anno ha toccato oltre 100.000 persone, 5000 scout, 48 città e paesi. Nel 1997 le linee ferroviarie sono aumentate, da Napoli si è arrivati fino a Salerno, si è scesi giù lungo la linea Adriatica fino a Lecce, la linea per Genova è rimasta invariata, sono stati coinvolti 108 gruppi scout e ben 102 città tra grandi e piccole. Quest'anno la distribuzione avviene su tre direttrici: Ts -Lecce; Ts - Siracusa; Ts -Mi - To - Genova. Ogni gruppo è composto da sei scout provenienti da Associazioni scout triestine diverse in adempimento allo spirito di fratellanza proprio dello scoutismo e che si sposa idealmente con l'iniziativa della "Luce". La luce della Pace va diffusa a più gente possibile: ricchi e poveri, colti e ignoranti, bianchi e neri, religiosi ed atei, ….. La Pace è patrimonio di tutti e la Luce deve andare a tutti. Si vorrebbe che la luce della Pace arrivasse in special modo nei luoghi di sofferenza, ai gruppi di emarginati, a coloro che non vedono Speranza e futuro nelle vita. L'occasione della distribuzione può essere occasione di buone azioni: fare compagnia a chi è solo, visitare

gli ammalati, dar da mangiare a chi ha fame, … anche il carcere è un posto ove la Pace va Portata! Costruttori di Pace. La parola "pace" ci richiama alla mente immagini di serenità, di tranquillità e non leghiamo questo termine a concetti dinamici. Mentre invece la pace richiede impegno e tenacia. Quale migliore occasione ci offre la "Luce di Betlemme" per farci costruttori di pace? Ogni anno riceviamo dai vari gruppi testimonianze e relazioni sulle attività svolte in occasione della distribuzione della "luce" nelle varie realtà locali. Ci arrivano le vostre veglie, poesie, pensieri, relazioni degli incontri, fotografie. Queste testimonianze noi le raduniamo in un libro che viene stampato e distribuito nel viaggio successivo. La stessa cosa avviene in Austria dove riuniscono le relazioni di tutti gli stati aderenti per poi stamparle in una relazione unica. Nessuno ha l'imprimatur sulla Luce della Pace. Chi organizza una distribuzione, una manifestazione o qualsiasi altra cosa in suo onore non si può arrogare il diritto di esserne l'unico gestore. Sarebbe come dire di essere padroni dell' aria, perché la Pace non discende dagli uomini ma da Dio, e nessuno deve arrogarsi il diritto di "gestire" ciò che Dio ci ha dato.


30 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Anche se dall’assemblea di ieri è emersa una situazione politica tutt’altro che fluida, i relatori hanno dimostrato grande volontà di cambiamento

Pd, gettate le basi per il rilancio Due aspetti sono emersi: lavoro di squadra e scelta condivisa di un segretario autorevole CATANZARO — Se la durata della

riunione e la partecipazione sono un buon segno, certamente quest’ultima manifestazione del Pd catanzarese è stato un successo. Purtroppo le cose non sono così semplici ed inevitabilmente occorre registrare gli evidenti malumori e le forti divergenze ancora presenti in questo partito. Divergenze, che non riguardano le differenze politiche, come l’identità europea o quale strategia politica-economica occorrerebbe adottare per la nostra terra, se fosse così sarebbero quanto meno dignitose, in realtà riguardano le solite difficoltà nell’ amalgamare i tre gruppi che hanno costituito questo partito nella provincia, per la costituzione degli organi dirigenti. Gli spunti positivi della riunione sono certamente due: il primo è indubbiamente il lavoro fatto per coinvolgere tutti i gruppi dirigenti e non solo alcune aree, aspetto che non sempre si è riscontrato in altre riunioni. L’altro è stato il tentativo di porre in discussione la possibilità di convergere, attraverso una partecipazione allargata, di tutto il partito, nella scelta di un segretario autorevole e garante di tutti. Questo è stato certamente uno dei motivi centrali della discussione. Gli altri aspetti discussi sono stati inevitabilmente l’Assemblea Nazionale di ieri e la situazione del partito sia a livello nazionale che locale. A prendere la parole ci ha pensato l’on Franco Amendola che ha voluto sottolineare come abbiano fatto bene in Assemblea nazionale a discutere sul terremoto giustizialista che sta colpendo il Pd. In particolare Amendola, ha espresso apprezzamento nei riguardi del segretario calabrese Marco Minniti «il quale ieri ha si rinnovato l’invito al necessario rigore, che un partito come il nostro deve sempre avere, ma che ha francamente ritenuto eccessivo e azzardato, l’idea di porre la questione morale all’interno del Pd». Amendola quindi non ha evitato di parlare delle scottante situazione degl’ultimi tempi, non solo a livello nazionale, ma anche quelle riguardante la situazione provinciale. Non sono andate giù ad Amendola le iniziative di alcuni esponenti del Pd, volte a pre-

La riunione degli esponenti del Pd

sentare il loro candidato. ««Ritengo sia necessario uno sforzo da parte di tutti per fare sintesi e non rappresentare soltanto la propria storia politica, altrimenti così non riusciremo a superare questo difficile momento». Sulla necessità particolare di discutere maggiormente, di tutelare le origini politiche, le identità che sono confluite nel Pd anche il Sindaco di Catanzaro ha voluto dire la sua, esprimendo nonostante non sia semplice, la necessità di esser ottimisti nell’affrontare questa importante sfida: «Tutte le grandi forze riformiste dei socialisti, degl’ex comunisti e dei democristiani, hanno da tempo lavorato per la costituzione di un unico gruppo riformista, e noi dobbiamo riuscirci, principalmente per ostacolare questa deriva populista e giustizialista, che non fa bene al paese. Inoltre occorre, perché il paese lo chiede, fare partire un era riformista che risollevi la nostra Nazione e le nostre realtà. Noi qui a Catanzaro abbiamo cominciato una stagione riformista e la metropolitana, il nuovo piano regolatore ne sono l’esempio. Certamente la situazione non è semplice ed è per questo che dobbiamo sforzarci ad essere tutti partito democratico, altrimenti queste vecchie lotte intestine ci distruggeranno». Infine il sindaco Rosario Olivo ha espresso la necessità di un partito che sia ben organizzato e soprattutto che ci sia una ricerca forte di partecipazio-

ne, ricette queste, necessarie per la creazione di un partito stabile. La discussione ha successivamente preso un carattere più locale, dove sono state espresse differenti critiche ai dirigenti nazionali e regionali, che, con le loro scelte, hanno causato le evidenti divisioni politiche nel pd catanzarese. La scelta del segretario, ma soprattutto le decisioni politiche prese dal 14 ottobre in poi sono stati duramente analizzate. Lo ha detto a chiare lettere l’Euro-parlamentare Veraldi, il quale ha prima voluto ironizzare sull’eccessiva presenza in questa federazione dei “benaltristi”, coloro cioè che nell’ascoltare le analisi politiche esprimono, senza mai dare un contributo di nuove idee, la parola “ serve ben altro”. Un modo che secondo Veraldi non aiuta certamente la costituzione di un partito, che deve ancora essere riempito di contenuti. Per Veraldi quindi bisogna innanzitutto capire quali sono le problematiche. ««Una su tutte è l’evidente difficoltà di fare il tesseramento, forse perché non sappiamo dire alla gente, quali sono i motivi per cui una persona dovrebbe tesserarsi in questo Pd. Io ad esempio sarei costretto a dirgli, perché questa classe dirigente mi ha costretto a fare così, che il motivo per cui mi sono tesserato è dovuto al fatto che sono un democristiano confluito nel Pd». Veraldi ha voluto così mettere in evidenza uno dei problemi maggiori che questo partito deve af-

frontare, e cioè la difficoltà di raggiungere una sintesi, che Veraldi crede sia ben lungi dall’arrivare, per colpa delle decisioni politiche prese. «Parliamo della difficoltà di coinvolgere, quando siamo noi stessi a crearci i problemi. Avevamo fatto le primarie, avevamo fatto un regolamento per la costituzione dei circoli, sarebbe bastato richiamare i protagonisti di quelle votazioni ed avremmo fatto la classe dirigente. Ed invece no! Viene creato un nuovo regolamento, si ripropongono nuove primarie, con il risultato evidente di uno stallo e di un rallentamento nella costituzione degli organismi». Anche il coordinatore Pietro Amato ha posto alcuni dubbi sulle scelte fatte dal gruppo dirigente nazionale, che ha contribuito a creare delle frizioni tra i vari dirigenti locali. «Se pensate che durante le politiche nella nostra provincia abbiamo indicato un numero di sessantasei papabili candidati, dove è stato fatto un lavoro duro di ascolto, di sintesi Il risultato che abbiamo ottenuto però, è stato che hanno indicato una persona che noi non avevamo segnalato. Questo fa capire con quali difficoltà siamo partiti». Ma proprio Amato, ha voluto successivamente ricordare il fatto che si stia attraversando una fase nuova, dove non si possono portare avanti le vecchie lacerazioni, ma occorre essere costruttivi. «Io in particolare ho lavorato instancabilmente per cercare di dare ascolto a tutte la varie

anime che in questo partito vogliono stare, e credo che ci sia la necessità di voltare pagina. In particolare occorre strutturarsi come partito, dobbiamo sforzarci perché sia unito e forte, ed io personalmente riteng, o che se vogliamo apparire veramente democratici agl’occhi dell’opinione pubblica, dovremmo utilizzare con serietà e serenità lo strumento delle primarie». Insomma di sassolini da togliersi ne avevano in molti, bisogna però registrare la volontà da parte di tutta l’assemblea di andare avanti, come ha sostenuto il giovane Davide Zicchinella, il quale ha voluto avvertire tutti sulla necessità di cambiare la strada da percorrere. ««Se non ci accorgiamo che da troppo tempo non facciamo altro che parlare solo male di noi stessi, dimenticando i motivi politici programmatici che ci hanno fatto scegliere questo partito, ne usciremo sconfitti. Dobbiamo riacquistare l’entusiasmo e riprendere a parlare dei tanti problemi che attanagliano il paese, dando delle soluzioni rapide e durature». E’ abbastanza chiaro che dall’assemblea di ieri è emerso una situazione politica tutt’altro che fluida, sarebbe però un errore non evidenziare la ricerca di questa dirigenza politica, di traghettare questo partito in acque più tranquille, sperando magari che almeno in questo caso il vento sia favorevole. Luca Giovannone


32 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERIA SIMERI Da circa venti anni l’associazione “Croce Bianca” svolge un servizio, riconosciuto alla pari del moderno 118

Convegno sulla “rianimazione cardiopolmonare” Da poco si è inoltre concluso un corso rivolto a 16 volontari per migliorare specifiche competenze di pronto intervento SOVERIA SIMERI — Tra i piccoli

comuni della Provincia di Catanzaro, la palma del volontariato spetta senza ombra di dubbio a Soveria Simeri. Da circa venti anni l’associazione di volontari “Croce Bianca”, presieduta da Antonio Caputo, svolge un servizio, riconosciuto da più parti, alla pari del moderno 118. La sinergia d’intenti con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco, nonché consigliere provinciale, Amedeo Mormile, ha fatto sì che il volontariato locale acquisisse maggiori competenze d’intervento. È stato infatti svolto, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro e dell’’assessore Sergio Polisicchio in prima persona, un corso di “Rianimazione cardiovascolare”, coordinato dal dott. Eliseo Ciccone, direttore della centrale operativa Suem 118 Catanzaro, che ha dato la possibilità a 16 volontari del luogo di acquisire le competenze di pronto intervento nell’uso del defibrillatore e la capacità di saper effettuare la ventilazione polmonare. È da sottolineare che tali tipi di interventi, per essere efficaci devono essere effettuati nell’arco dei primi 5 minuti, decorso tale periodo si causano danni cerebrali dovuti alla mancanza di ossigeno. Soveria Simeri è il primo piccolo comune ad aver messo a disposizione della comunità un servizio così importante per la vita dei cittadini. Quanto detto è emerso dal convegno dal tema “Rianimazione Cardiopolmonare” che si è tenuto nei locali del comune di Soveria Simeri, dove hanno partecipato inoltre, il dott. Ferdinando Cosco, direttore dipartimento amministrativo Asp Catanzaro,

Momenti del convegno acui hanno preso aprte/ Mormile, Polisicchio e Tallini

l’on. Domenico Tallini, consigliere regionale e la dott. ssa Daniela Tropiano, medico istruttore Blsd, nel corso del quale, sono stati consegnati gli attestati ai partecipanti al corso, che sanciscono l’auto-

rizzazione a poter utilizzare il defibrillatore in caso di necessità. Un corso che è stato gestito con la massima scrupolosità da parte degli istruttori, si è trattato di formare delle persone che potranno

essere chiamate a salvare una vita umana. Dal mese di gennaio, dopo che il defibrillatore sarà aggiornato, è un macchinario acquistato 3 anni fa e mai messo in funzione, dunque, a Soveria Simeri, si potrà ridurre l’incisività di mortalità a causa di arresto cardiopolmonare. Purtroppo non sarà ancora così per la quasi totalità del territorio della provincia, dove mancano sia mezzi che personale formato. Lo stesso presidio ospedaliero Pugliese-Ciaccio, solo da due mesi ha iniziato la formazione del personale, ne dovranno essere formati ancora 800. La soddisfazione del sindaco Mormile per l’importante risultato conseguito dai volontari locali, per il quale, riconosce il merito dei formatori e dell’associazione “Croce Bianca”, la quale, nei suoi vent’anni di attività, ha sopperito, con brillanti risultati, alle carenze degli enti preposti all’emergenza. Il suo ringraziamento all’amministrazione provinciale e all’assessore Polisicchio che ha voluto sponsorizzare l’iniziativa. «L’importante ruolo delle associazioni di volontariato potrà essere maggiormente riconosciuto se svolto in perfetta sinergia con le istituzioni - ha sostenuto il presidente dell’associazione Croce Bianca, Antonio Caputo - che saprà, come sempre, coordinare gli interventi dei volontari in caso di necessità. L’Oms (Organizzazione Mondiale della Salute) indica che per ridurre i tempi di intervento, il 25% della popolazione dovrebbe essere formata ad utilizzare il defibrillatore o altri interventi di carattere urgente - ha sostenuto il dott. Ciccone - non solo, nella Provincia di Catanzaro

necessitano 280 Dae, e al momento sono pochissime le strutture che lo posseggono». Il dott. Cosco ha denunciato i ritardi gravi della sanità calabrese che manca di personale e di mezzi e ha fatto un plauso alle associazioni di volontariato che aiutano l’ente pubblico ad esser più presente sul territorio. Un momento gioioso per l’amministrazione provinciale e per Simeri Crichi, ha affermato l’assessore Polisicchio secondo cui sono riusciti a trovare una perfetta sinergia nella realizzazione del corso. Un riconoscimento dall’on. Tallini per il lavoro svolto dal 118 che, nella fattispecie della Provincia di Catanzaro ha raggiunto buoni livelli, di parere contrario invece per la funzionalità del Pronto Soccorso ospedaliero, secondo cui dovrebbe avere maggiore capacità di intervento e di diagnostica. Guarda al potenziamento delle strutture d’eccellenza Tallini a discapito di tutte quelle che non riescono a dare servizi qualificati e che nello stesso tempo sono un maggiore peso economico per la già bistrattata economia sanitaria. Giuseppe Fittante

Avis Simeri Crichi per Telethon Quest'anno l’Avis comunale ha scelto di partecipare alla raccolta Telethon. E' stata organizzata una tombolata di beneficenza per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulle malattie genetiche. Inoltre sono stati diffuse per il paese delle cassette di raccolta fondi nei principali esercizi commerciali. L'Avisha raccolto la somma di 500 euro.

SQUILLACE Presentato il primo convegno alla memoria di Mimì Nuciforo, ex sindaco e socio Avis

“Amicizia, solidarietà e donazione” SQUILLACE — «Abbiamo voluto organizzare questa manifestazione per ricordare un amico». Lo ha detto Pino Manoiero, presidente dell’Avis di Squillace, presentando il primo convegno su “Amicizia, solidarietà e donazione”, dedicato alla memoria di Mimì Nuciforo, ex sindaco di Squillace e socio Avis, scomparso prematuramente. La manifestazione si è svolta sabato 20 dicembre presso la sala conferenze dell’Istituto Cassiodoro. «Mimì - ha detto Manoiero - era una persona cara: i valori che hanno caratterizzato la sua vita ne hanno fatto un esempio di donazione gratuita per tutti coloro che lo hanno conosciuto». L’Avis squillacese ha pensato anche ad un concorso per le scuole del territorio: i ragazzi hanno presentato temi, poesie, disegni e persino una favola sul tema della solidarietà. I premi, borse di studio, sono andati a Martina Vitale e alla prima classe della scuola media di Vallefiorita; al secondo posto, Martina Panaia e il quartetto composto da Martina Vatrano, Angelica Narda, Carmela Candiloro e Rosalba Narda; terzo premio a Giorgia Riey, Ilaria Totaro, Raffaele Iannone, Alina Letyago e Pietro Giampà. Il sindaco di Squillace, Guido Rhodio, si è complimentato con l’Avis per la bella iniziativa e ha ricordato la figura di Nuciforo, come uomo degno di essere posto all’attenzione dei cittadini. Il presidente del-

Il convegno e i ragazzi che hanno recitato le poesie

l’Avis regionale, Salvatore Barbieri, ha messo in risalto il grande contributo fornito dalla sezione avisina di Squillace, ricordando che l’associazione in questi anni ha registrato una crescita esponenziale. Rocco Chiriano, presidente dell’Avis provinciale di Catanzaro, ha aggiunto che grazie ai tantissimi donatori si è raggiunta l’autosufficienza di sangue: cultura della solidarietà espressa attraverso la donazione. Il vicepresidente regionale dell’Aido, Giovanni Mazzitelli, si è soffermato sull’importanza della donazione di organi e tessuti, un atto che va a favore dei nostri stessi interessi personali. L’assessore provinciale alle Politiche sociali, Sergio Po-

lisicchio, ha portato il saluto del presidente Wanda Ferro e ha ricordato anch’egli la figura di Mimì Nuciforo, che fu anche consigliere provinciale. «Solidarietà e amicizia - ha affermato don Mimmo Battaglia, presidente della Federazione nazionale delle Comunità Terapeutiche - sono valori che ci portiamo dentro senza accorgercene». Rivolgendosi, infine, ai tanti ragazzi presenti, don Mimmo ha lasciato loro una emozionante riflessione sul Natale. Il baby sindaco Tommaso Ruga ha poi presentato un bellissimo video realizzato dai ragazzi della scuola in memoria di Nuciforo. Presenti sindaci del comprensorio, autorità scolastiche e rappre-

sentanti sindacali e dell’associazionismo, il presidente Manoiero e il suo vice Enzo Spanò hanno consegnato un premio speciale a don Mimmo Battaglia; altri riconoscimenti sono andati al presi-

dente della Comunità Montana “Fossa del Lupo”, Enzo Bruno e all’assessore comunale di Amaroni, Rocco Devito. Salvatore Taverniti


Pag. 33

APPUNTAMENTI il Domani

Domenica 21 Dicembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Continuano a giungere volti noti del panorama musicale nazionale a sostegno di un importante progetto umanitario

Tris d’assi per i fratelli Scicchitano Agostino Marangolo, Gigi De Rienzo ed Ernesto Vitolo ospiti della Yara Record CATANZARO — Continuano a giungere volti noti del panorama musicale nazionale in sostegno del progetto umanitario ideato dai fratelli Maurizio e don Piero Scicchitano sulla base di un’intima devozione verso la figura di San Giuseppe Moscati ed in omaggio alla città di Napoli. Un itinerario travolgente che ha portato ultimamente nel capoluogo di regione dei straordinari musicisti: il batterista Agostino Marangolo; il bassista, nonché produttore di Irene Grandi, Gigi De Rienzo ed Ernesto Vitolo, storico tastierista della formazione di Pino Daniele. Un tris d’assi impegnato per rifinire ottimi brani composti dai fratelli catanzaresi,

dei quali certamente si discuterà tanto anche in vista dei numerosi attestati di simpatia pervenuti ai due artisti e del crescente interesse rivolto su di essi. De Rienzo, curatore tra gli altri della brava Teresa De Sio, ha inteso sottolineare la forza e l’entusiasmo comunicatogli dal duo e la vitalità emergente dall’iniziativa benefica che sicuramente consiglia. A suo dire è sembrato come ritrovarsi insieme a vecchi amici, non escludendo un futuro coinvolgimento della Grandi. Agostino Marangolo che ha fatto parte dei Goblin, si è soffermato intorno ai modi affettuosi di Maurizio e don Piero e sull’entusiasmo manifestatogli che è difficile oggi trova-

CALOPEZZATI Manifestazione inserita nell’ambito delle festività natalizie

La visita degli illustri ospiti a Catanzaro

re in una produzione. Poi, ha registrato un’esecuzione strumentale memorabile accompagnato al pianoforte da Ernesto Vitolo, ormai preso dalla lavorazione. E chi ha visto le performance non ha esitato a formulare lusinghieri apprezzamenti. Molto contenti anche: Lucio Fabio Ranieri, titolare della “Yara Record”, sede dei recenti incontri e fonico per l’occasione; Angelo Guzzo e la giovanissima Annarita Ippolito, la cui voce sta accompagnando nel tempo i vari provini. E’ un momento bellissimo che certo fruttificherà dalla nostra terra qualcosa di unico, di meravigliosamente solidale, di indelebile ricordo.

VIBO VALENTIA Opere artistiche, chiese e simbolismi che rimandano ai mitici Cavalieri

Torna il presepe vivente La tangibile presenza dei Templari CALOPEZZATI — Il circolo delle Acli “L’Isola che non c’è” è lieto di presentare la IIª edizione del Presepe Vivente di Calopezzati. La manifestazione è inserita nell’ambito delle festività natalizie indette dalla Pro-Loco con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e con la collaborazione della Parrocchia S. Maria Assunta. Anche quest’anno abbiamo cercato di migliorare le varie ambientazioni scenografiche che saranno rese ancora più suggestive. Il circolo delle Acli “L’Isola che non c’è” di Calopezzati promuove, organizza e realizza il Presepe Vivente di Calopezzati. Nato nel novembre 2007 per volontà di un gruppo di giovani del posto, che hanno deciso di riunirsi e costituire un circolo, che servisse per rendere un servizio di formazione e di accrescimento per l’intera comunità. La Comunità di Calopezzati, contribuisce a rendere viva e sempre più partecipata la manifestazione del Presepe Vivente. Sono oltre 50 le persone della nostra comunità che, a vario titolo, prendono parte alla organizzazione e rappresentazione della manifestazione, valorizzando così l'importanza religiosa, spirituale e di fede, che è alla base del ricorrente avvenimento annuale. Il Natale è per tutti la nascita del Signore, il simbolo di pace e di solidarietà. Con questa iniziativa il Comitato Presepe Vivente di Calopezzati si propone di perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale e nel settore della tutela e della valorizzazione della natura e dell’ambiente, nonché della beneficenza. In particolare questa attività consiste nel: recuperare e valorizzare aree di interesse paesaggistico, che caratterizzano il territorio ed assumono il valore di memoria e testimonianza della storia e dell’identità popolare, a mezzo dell’allestimento e la realizzazione del presepe vivente, ossia la sacra rappresentazione della Natività di Cristo, recuperare il valore dei centri storici valorizzandoli quanto in maniera più ampia; creare delle sinergie con la comunità locale, e con il territorio. La manifestazione focalizza l'interesse e la partecipazione delle varie associazioni presenti nel territorio. La qualità e il realismo della Rappresentazione sono assicurate da un’accorta regia e cura dei costumi, dei personaggi e dei percorsi rappresentativi. Il presepe è un’antichissima tradizione italiana, che ha origine nel XIII secolo e che ha subito mutazioni e sviluppi rimanendo però un punto fermo del Natale in Italia. L’importanza dell’evento vede sempre la partecipazione della comunità e del territorio limitrofo e di riaffermarne il suo ruolo non solo come oggetto decorativo, ma soprattutto come simbolo di importanti valori quali la famiglia, la pace e la fratellanza. Il percorso dell’edizione 2008/2009 sarà rivoluzionato rispetto alla prima edizione. Si snoda sempre nelle tortuose viuzze del centro storico ma sono stati introdotti due nuove vie. I visitatori possono scoprire un borgo spettacolare: l’animazione del mercato o delle caratteristiche botteghe dove sono intense e vivaci le contrattazioni; le massaie che portano in bilico sul capo le tavole col pane da cuocere; i compari all’osteria che si scolano il vino; i molinari intenti a macinare le ultime olive; il fabbro che già di lontano annuncia con il fragore del ferro la fatica del suo lavoro; i panettieri che impastano e lavandaie che si approcciano a lavare i panni e poi ancora la suggestiva presenza dei falegnami, i fruttivendoli, i pastori che vigilano la grotta celeste e poi altre suggestive presenza come il pescivendolo, le sarte, i fabbri, i contadini, il calzolaio, il fruttivendolo e le guardie romane che si snodano sull’intero percorso. Due gli appuntamenti previsti: Piazza Garibaldi giorno 23 dicembre 2008 dalle ore 18.30 e poi giorno 5 gennaio 2008 allo stesso orario con l’arrivo dei Re Magi.

VIBO VALENTIA — Chi vuole farsi una idea dei segni lasciati dalla presenza dei Templari in Calabria può fare un giro nei luoghi sacri della città di Vibo Valentia. Noterà sicuramente che all’interno della Chiesa del Rosario di Vibo Valentia, eretta sui ruderi del convento di San Francesco di Assisi (1280), dove si trova la cappella De SiricaCrispo, in stile gotico-angioino eretta nel 1346, c’è un sarcofago marmoreo che presenta sul coperchio, in rilievo, la figura del cavaliere angioino con le braccia incrociate. Il titolo della cappella è sotto l’invocazione di Santa Caterina Vergine e Martire. All'interno si possono ammirare i “costoloni” in stile gotico con i fiordalisi francesi in uso nell’arte templare. Sulla parete, una grande immagine raffigura San Francesco di Assisi con la croce dei Gerofanti, l’odierna francese dei Rosacroce. «Si tratta soltanto di alcune delle tracce che rimandano alla cultura dei cavalieri di Cristo». A sostenerlo lo storico e ricercatore vibonese Pino Cinquegrana, da anni impegnato in un studio sui Templari nel vibonese e nella Calabria medioevale, in via di pubblicazione. Ma non è questo il solo segno della loro presenza. Perché, sempre secondo Cinquegrana, nella chiesa del Ss Crocefisso, verso cui la comunità vibonese nutre una grande devozione, nel periodo che precede la Pasqua, l’opera artistica è completamente da leggere secondo i linguaggi templari: il modo in cui si riversa il sangue dal costato di Cristo nel calice (il santo Graal), la presenza ai piedi del Crocefisso di Maria Maddalena, la donna che si vuole custodisca il mistero di Cristo e San Giovanni ovvero Lazzaro il fratello della Maddalena, figure a cui i Templari erano molto legati. Continuando nelle sue ricerche nell’hinterland vibonese, lo studioso ha scoperto come anche a Filadelfia, precisamente nel vecchio abitato di “Castelmonardo”, in alcune case, incastonati nei muri, si notino blocchi di

pietra con ritaglio quadrato con all'interno il fiore a otto petali di richiamo all’ottagono, simbolo della rinascita nello studio esoterico templare. Da osservare che sia in Francia, sia nell'Italia del Nord, nelle cattedrali veniva realizzato “lo chemin de Je'rusalem” ovvero il percorso dei fedeli che, in ginocchio, pregando, giungevano lentamente ai piedi dell’altare dopo un’ora, gesto che la Chiesa assimilava simbolicamente al pellegrinaggio in Terrasanta. Similitudini comportamentali si vedono ancora oggi in diversi paesi del vibonese in cui fedeli, in ginocchio, a volte strisciando persino la lingua, attraversano la navata centrale, lentamente, fino a giungere ai piedi dell’altare o di fronte al santo intercessore. Tutti segni che confermerebbero la presenza dei templari nelle terre vibonese. Del resto, la recente fondazione in città dell’associazione culturale dell’ordine di Gerusalemme, parente dei “Cavalieri di Cristo” fa pensare che qualcosa di importante ci sia stata davvero e che la si voglia far rivivere. (Agi)


34 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Tutto esaurito all’Auditorium dell’Istituto Industriale “E. Scalfaro” per il terzo appuntamento della rassegna “Parole Chiave”

Ernesto Galli della Loggia, sold out Gaetano: «Mai come oggi la storia desta l’interesse dell’opinione pubblica» CATANZARO — Ancora il tutto

esaurito all’Auditorium dell’Istituto Industriale “E. Scalfaro” di Catanzaro per il terzo atteso appuntamento della rassegna “Parole Chiave”. Ospite dell’incontro che si è rivelato ricchissimo di spunti di riflessione, il noto storico e editorialista del “Corriere della Sera” Ernesto Galli della Loggia. Si è trattato di un faccia a faccia senza esclusione di colpi su una parola chiave tra le più attuali e dibattute del nostro tempo, “Storia”, che Galli della Loggia ha affrontato con profondità e spirito dissacratorio catturando l’attenzione del vastissimo pubblico accorso. Alla fine dell’incontro il Direttore artistico della rassegna Raffaele Gaetano ha dichiarato: «Parole Chiave ha aggiunto un altro eccezionale evento al suo già ricco carnet di ospiti proponendo Ernesto Galli della Loggia, tra i più autorevoli storici dell’età contemporanea e firma di punta del “Corriere della Sera”. Stiamo dunque proseguendo lungo il crinale tracciato sin dal primo appuntamento con Franco di Mare convinti che mai come oggi la storia desti l’interesse dell’opinione pubblica. Infatti, mentre si discuteva di fine della storia, essa si rimetteva in moto a partire da eventi traumatici, dalla seconda guerra del Golfo all’11 settembre, dalla ripresa dell’Intifada agli attentati di Madrid e Londra. Un’analisi attenta di questi avvenimenti e di altri più recenti ne individua le radici in questioni e problemi mai risolti, lontani nel tempo, che solo la lente di uno storico dello spessore di Ernesto Galli della Loggia può aiutare a mettere a fuoco. Con gli eventi si sono riaccese anche

L’incontro con Ernesto Galli della Loggia

discussioni intorno a concetti fondamentali. La questione dell’identità, la globalizzazione e la ridefinizione di un mondo oramai irriducibile alle semplici categorie di Oriente e Occidente, il tema della democrazia e della sua esportabilità sono solo alcuni dei punti toccati dal dibattito culturale più aggiornato. Mi è sembrato quindi utile ripartire, per questo penultimo appuntamento di Parole Chiave, dall’insegnamento di Marc Bloch: “Se non ci si china sul presente è impossibile capire il passato”». Per talento ed esperienza maturata sul campo, Ernesto Galli della Loggia è tra le personalità più idonee a discutere di “Storia”. In un incontro emozionante, egli ha cercato di farci capire che cos’è la storia e perché ha senso parlarne. Il tutto attualizzando il tema e magari anche provocando per offrire ancora maggiori spunti di riflessione al vasto pubblico della ras-

segna. Un altro bellissimo appuntamento all’interno di un cartellone dalla silhouette brillante, fluida e icastica nato per fare del sapere uno sciame di parole in fuga dall’alveare della banalità. Ora qualche cenno biografico sul protagonista della serata. Intellettuale di statura europea, Ernesto Galli della Loggia è tra i massimi storici dell’età contemporanea. Editorialista di punta del “Corriere della Sera”, ha fondato e diret-

L’ultimo appuntamento martedì 20 gennaio con Liliana De Curtis, la figlia del grande Totò

to il mensile “Liberal”. È stato Preside della Facoltà di Filosofia della prestigiosa Università San Raffaele di Milano, dove attualmente è Professore ordinario di Storia contemporanea. Tra le sue più recenti pubblicazioni, alcune delle quali classiche nel dibattito storiografico: Miti e storia dell’Italia unita, Il Mulino; L’identità italiana, Il Mulino; La morte della patria, Laterza; Intervista sulla Destra, Laterza. Ricordiamo che il cartellone culturale “Parole Chiave” si propone di comporre una piccola enciclopedia attraverso quattro raffinatissimi dialoghi tematici che di volta in volta prendono in esame una pregnante “parola” del nostro tempo. Un personaggio, moderato da Raffaele Gaetano, dialoga su una “parola chiave”, dando vita ad un confronto senza esclusione di colpi. Il pubblico è avvolto dai ragionamenti, preso nel vortice dei riferimenti. I temi sono caldi, vi-

branti, attuali. Una rassegna pensata per restituire emozioni e stimoli culturali alla Calabria grazie all’incontro tra differenti punti di vista. “Parole Chiave” è promossa dalla Presidenza della Giunta Regionale della Calabria, in collaborazione con la presidenza della Provincia di Catanzaro, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, la Presidenza della Camera di Commercio di Catanzaro e da altri importanti partners privati che hanno inteso legare la propria immagine ad una rassegna di alta cultura che calamita mensilmente l’attenzione regionale. L’ultimo appuntamento di “Parole Chiave” è previsto per martedì 20 gennaio 2009 con un ospite veramente d’eccezione, Liliana De Curtis, la figlia del grande Totò. Per l’occasione l’incontro si svolgerà all’Auditorium “A. Casalinuovo” per consentire un’ancora maggiore partecipazione di pubblico.

COSENZA Spettacolo dedicato al Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ROSSANO Tutto pronto per l’avvio della 4ª edizione del Jazz Festival

A teatro le liriche di Corrado Calabrò Oggi c’è Gegé Telesforo COSENZA — Questa volta la poesia di Corrado Calabrò torna a casa. Giovedì 18 dicembre alle ore 21 si è tenuto a Cosenza, nella prestigiosissima cornice del Teatro Rendano, il Recital Spettacolo delle liriche scritte dal Presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Lo spettacolo che ha già toccato Roma, Perugia, Vercelli, Vicenza, Pesaro, Torino, Aosta, Genova e Milano oltre a Sidney, Melbourne e Varsavia, riscuotendo enorme successo di pubblico e critica, arriva in Calabria a pochi chilometri dai luoghi che hanno ispirato e continuano a nutrire i versi di Corrado Calabrò. Parimenti uomo di lettere e di diritto, Calabrò è nato a Reggio Calabria, in una casa in riva al mare. Il mediterraneo è da sempre la fonte prediletta di ispirazione e il protagonista della sua poesia, tradotta in diciotto lingue e pubblicata dalle più importanti case editrici italiane. Ad organizzare e promuovere il tour del Recital di Poesia e Musica che dà voce alle sue liriche è il C3 International, Associazione dei Calabresi nel Mondo, che riunisce 74.000 calabresi che vivono a Roma e che è presente nelle altre Città e Paesi del mondo che ospitano immigrati dalla Calabria. L'evento ha raccolto il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia e della Città di Cosenza, dell'Università della Calabria, e con la sponsorizzazione di Banca Intesa, della Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e Lucania, Banca Popolare del Mezzogiorno, in collaborazione dell'EISE e di Postonove. Lo spettacolo è arrivato sul palco del Teatro Rendano, in via XV Marzo a Cosenza, nella formula già sperimentata e di grande successo, nella quale alle poesie, recitate da Walter Maestosi e Daniela Barra, si sono affiancate alle musiche del Maestro Giovanni Monti. «La bellezza delle liriche di Corrado Calabrò, accompagnate dalle musiche composte ed eseguite da Giovanni Monti, - spiega il Presidente dell'associazione dei Calabresi del Mondo, On. Dr. Peppino Accroglianò - ha il potere, proprio dell'arte, di elevare le anime e aprire la mente a nuove speranze e, in questo momento di crisi, tutto ciò è quanto mai importante».

«Corrado Calabrò - prosegue l'On. Accroglianò - è uno tra i figli più illustri della Calabria. Un grande poeta e giurista, che sa fondere le qualità della nostra Regione, insieme ricca di bellezza e di rigore». L'attuale Presidente dell'Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni vanta, nel suo curriculum vitae, un doppia carriera, due vocazioni apparentemente inconciliabili, entrambe condotte fino ai massimi livelli. Calabrò aveva solo 18 anni quando cominciò a scrivere il suo primo romanzo e fino ad ora ha pubblicato svariati libri di poesie e il romanzo “Ricorda di dimenticarla”, da cui è stato tratto il libro “Il mercante di Pietre”. Per il suo impegno letterario ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, tra i quali due lauree honoris causa. Parimenti eccellenti i risultati raggiunti in campo giuridico, a partire dalla sua carriera in Magistratura nella Corte dei Conti e nel Consiglio di Stato, fino all'incarico attuale alla presidenza dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Professionisti eccellenti anche gli interpreti, che sono saliti sul palco del Rendano, per dare voce ad un Recital che vuole sottolineare l'importanza della poesia di Corrado Calabrò e che vuole essere un momento importante nella vita culturale della città di Cosenza. A partire da Walter Maestosi, attore di grande esperienza in teatro, al cinema e in televisione. La voce femminile è stata affidata a Daniela Barra, attrice, cantante e doppiatrice, definita da molti poeti moderni, la "voce" della poesia. La musica è stata sapientemente eseguita dal Maestro Giovanni Monti, pianista, compositore e direttore di coro che nel Recital propone musiche da lui composte. Sono intervenuti alla manifestazione il Rettore dell'Università della Calabria, Prof. Giovanni Latorre, il Sindaco di Cosenza, Avv. Salvatore Perugini, il Dr. Raffaele Gallucci, già prefetto di Cosenza e di altre importanti città italiane, Dr. Antonio Madeo, Magistrato già Presidente del Tribunale di Cosenza, il Dr. Melchiorre Fallica Prefetto di Cosenza,, il Dr. Bonifati, costruttore ed imprenditore, il Dr. Gennaro Smurra, Presidente Simet Spa.

COSENZA — Tutto pronto per l’avvio della 4ª edizione del Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia, rassegna musicale itinerante organizzata dall’Associazione Gaia in collaborazione con l’Associazione Picanto con il patrocinio della Soprintendenza Base della Calabria e dell'Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza, che come di consueto si svolgerà nel corso di tutto il periodo natalizio e coinvolgerà nel suo itinerario concertistico e culturale i maggiori centri del Cosentino. L'evento, che quest’anno avrà un’appendice di grandissima qualità in programma nel mese di febbraio a Cosenza (i concerti del quartetto Scannapieco/Ionata/Rogers/Penn e del Jimmy Greene 4tet in programma nello splendido Palazzo Arnone) e prima di approdare nel capoluogo farà tappa in ben 11 comuni del territorio provinciale, verrà inaugurato oggi a Rossano dall'inconfondibile e carismatico Gegé Telesforo che si esibirà accompagnato dal suo nuovo quintetto jazz. Il concerto, organizzato con il patrocinio dell'Assessorato al Turismo e Spettacolo del Comune di Rossano e con il contributo di tre importanti aziende del territorio come La Pietra Srl, Amarelli Sas e Simet Spa si svolgerà nella Sala Rossa sita all'interno del Palazzo San Bernardino con inizio alle ore 21.30 e, come tutti gli altri concerti in cartellone che interesseranno il territorio provinciale, sarà ad ingresso gratuito.

Cantante, percussionista e producer, ma anche giornalista, conduttore radio-televisivo, entertainer, Gegè Telesforo rappresenta una figura professionale dai mille contorni, e dalle altrettante sfumature. Nato, artisticamente parlando, con Renzo Arbore, che ne ha scoperto le incredibili doti vocali e di showman, nel corso degli anni Telesforo ha saputo individuare un proprio progetto di ricerca che ha nello scat (ossia l'improvvisazione con la voce) il suo nodo centrale. Vanta collaborazioni con artisti come Jon Hendricks, Dizzy Gillespie, Clark Terry, Dee Dee Bridgewater e molti altri e soprattutto grazie al sodalizio con il pianista e cantante Ben Sidran, ha trovato una seconda patria negli Stati Uniti, incidendo i suoi dischi nello studio di registrazione di Prince e trovando il modo per esportare la sua indiscutibile classe anche in Giappone, dove ha collezionato una serie impressionante di "sold out". Ad accompagnarlo sul palco, alcuni tra i migliori musicisti italiani del momento: Max Ionata al sax, Alfonso Deidda al pianoforte, Dario Deidda al basso e Amedeo Ariano alla batteria. Il quintetto proporrà un concerto di gran classe (anche se con un sound carico di swing e di energia), in cui verranno eseguite composizioni di Monk, Gillespie, Allison accanto a brani in perfetto stile Blue Note anni Sessanta e a brani all'insegna di un funk coinvolgente e puro.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La città di Castrovillari si prepara al “51º Carnevale cittadino & festival internazionale del folklore”

Festa del Natale a Borgia IL CARTELLONE

Le foto in bianco e nero della Fototeca di Catanzaro sulle vetrine della città

ALBI (Cz) - Nera Luce in tour Per le festività natalizie, i Nera Luce presentano le serate “Christmas in rock tour”. Domenica 28 dicembre spettacolo presso il Circolo Auser di Albi. Martedì 30 dicembre, spettacolo presso la sede UnPluggEd @ Simon Pub, nelle adiacenze del teatro Politeama di Catazaro. ALTOMONTE (Cs) - Iniziative di Carnevale Pronto il cartellone del 1° Carnevale delle Tradizioni che si terrà ad Altomonte da oggi al 24 febbraio 2009. Un’iniziativa, patrocinata dal Comune di Altomonte, ideata e promossa dai giovani dell’associazione culturale “Altomonte in Movimento”. BORGIA (Cz) - Festa del Natale La Roma Touring di Francesco Corea,con il patrocinio dell’assessorato allo Sport e Spettacolo del Comune di Borgia, presenta la “Festa del Natale”. Oggi, dalle ore 17.00, Animazione e sagra delle crespelle. Ore 18.30 presso la Chiesa Matrice, il concerto del Tenore Amerigo Marino. BORGIA (Cz) - Concerto natalizio Sabato 27 dicembre,alle ore 18.00 presso la Chiesa del Rosario a Borgia, a cura dell’Amministrazione comunale si terrà il concerto di Natale “per conservare il gusto del bello” con il soprano Anna Maria Bagnato, il tenore Francesco Carmine Fera e il pianista Salvatore Gallo. BOVA (Rc) - Presepe vivente Al via la 7ª Edizione del “Presepe vivente” tra i vicoli suggestivi di Bova. Mercoledì 31 dicembre, alle ore 22.00 in piazza Roma, “Capodanno della Chora” - Kalò Cinurio Chrono, aspettando il nuovo anno in piazza con falò, musica etnica popolare e le sonate a ballu dei musicisti grecanici. Martedì 6 gennaio alle ore 15.00, presso le scuole elementari cittadine, l’evento “la befana dei bambini”. CASTROVILLARI (Cs) - Mostra d’arte Ri-uso L’associazione culturale FormaEventi, con il patrocinio della Provincia di Cosenza, assessorato all’Ambiente e del Comune di Castrolibero, presenta la mostra “Ri-uso d’arte ovvero la fantasia ri-trovata” che sarà allestita presso la sala conferenze del “Centro Associazioni” dell’Amministrazione comunale di Castrolibero con apertura al pubblico fino al 23 dicembre prossimi. La mostra sarà visitabile fino al 23 dicembre, tutti giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle16.00 alle ore 20.00. CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila Riparte la 7° edizione di Primafila. Gli abbonamenti per la rassegna che si terrà a Castrovillari presso il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano dal 26 dicembre al 7 marzo (ore 21.30) e che prevede sette spettacoli ha il costo di 70,00, sono già in vendita presso la Dany Music di via Mazzini 57/A e la sede Dell’associazione Culturale Novecento in Via G. Boccaccio n.14 mentre, tra le novità di quest’anno, per tutti coloro che saranno presenti sul territorio cosentino, solo nel periodo Natalizio, è in vendita l’ abbonamento Festività che prevede tre spettacoli al costo di 37,00.

Il programma degli spettacoli: venerdì 26 dicembre, Festival del Cabaret con Sergio Giuffrida, Giuliano Chiarello e Alessandro Bolide. Martedì 30 dicembre, Dario Cassini in “In caso d’amore scappa”. Venerdì 2 gennaio, Antonio e Michele in “Non è chiaro”. Sabato 24 gennaio, Compagnia teatrale Tisette gruppo del Pierrot in “L’arte della commedia”di E. De Filippo. Sabato 7 febbraio, Compagnia B-Way in “Grease” il Musical. 28 Febbraio, Gianluca Belardi in “danni di piombo”. 7 Marzo, Compagnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo. CASTROVILLARI (Cs) - Carnevale e festival folk Dal 15 al 24 febbraio, prenderà il via il “51° carnevale di Castrovillari & festival internazionale del folklore”. L’evento, organizzato dalla Pro Loco del Pollino di Castrovillari – presieduta da Giovanni Amato - in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Castrovillari e con il contributo degli Assessorati al Turismo e Spettacolo di Provincia di Cosenza e Regione Calabria e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, sarà diretto artisticamente da Gerardo Bonifati. CATANZARO - Arte in corso Fino a oggi, in diversi punti di corso Mazzini, ritornerà la magia di “Arte in Corso”, il festival degli artisti di strada promosso dall’Assessorato al Turismo del Comune di Catanzaro, guidato da Roberto Talarico. CATANZARO - Il cosmo sul comò Programmazione cinema comunale Catanzaro: fino a mercoledì 31 dicembre "Il cosmo sul comò" con Aldo Baglio, Giacomo Poretti, Giovanni Storti, Angela Finocchiaro eIsabella Ragonese". Orari Spettacoli: 16.00 -18.00 20.10 - 22.15. Chiusura settimanale, giovedì. Prezzo biglietto: Intero 6,00 - Ridotto 5,00 . CATANZARO - Pensieri di libertà Il Circolo unione-università permanente ufficializza il suo programm: fino al 31 dicembre, rimarrà aperta la mostra pittorica dell’artista Luciano Blanc, visitabile dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00; ore 17.30: Scambio d’auguri e tradizionale tombolata. Lunedì 22 dicembre ore 17.30, momento di riflessione e spiritualità sul Santo Natale con monsignor Antonio Ciliberto, arcivescovo metropolita della Diocesi Catanzaro-Squillace. Sabato 27 dicembre ore 17.30, “Hotel Hallah” racconti di ambientazione e vissuto arabo di Giorgio Gigliotti. Intervengono il prof. Francesco Tigani Sava e Gabriel Cacho Millet. CATANZARO - Programmazione Polvere di stelle Fino a mercoledì 31 dicembre, nella zona adiacente allo stadio comunale, ed in particolare da via Pio x fino a piazza F.lli Bandiera per poi risalire per via Paglia, si svolgeranno una serie di iniziative con eposizioni varie, sagre e spettacolo di magia. Il Programma: oggi, Free Style, modellini con motore a scoppio ore 10.00, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30 , Babbo Natale incontra i bambini ore 18.00, musica ore 18.30, Insieme a Piero Procopio ore 21.30. Martedì 23 dicembre, giornata del caffè offerta dal Bar Oasi del Caffè ore 8.00 in poi , tombolata e Musica alle ore 20.30. Mercoledì 24 dicembre, brindisi di

Natale offerto dal Rocks Bar ore 18.30. Sabato 27 dicembre, esposizione bancarelle dell’artigianato ore 17.30. Musica di Salvatore Cuffaro ore 20.30. Domenica 28 dicembre, Musica, Insieme a Piero Procopio Atto II e mercoledì 31 dicembre, brindisi fine anno offerto dal Rocks Bar dalle ore 18.00 in poi. CATANZARO - Foto in bianco e nero L'Associazione fotografica “La Fototeca” a Catanzaro Marina, espone fino a martedì 6 gennaio, sulle vetrine degli esercenti di corso Progresso e via T. Gulli, foto in bianco e nero. CATANZARO - Eventi natalizi L’Associazione Culturale “Sala365” con il contributo dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, organizza nell’ambito della manifestazione “Natale Insieme 2008”, una serie di eventi. Fino al 7 gennaio prossimo, presso i locali Bivio Sala, mostra di presepi artigianali del “maestro” Antonio Mancuso. I “Binghillo Blues Band” nella mattinata di domenica 28 dicembre allieteranno i presenti con la loro musica pmentre presso lo stadio federale di Catanzaro Sala si terrà il torneo di calcio “Quadrangolare dell’Amicizia”. La Tombolatissima è prevista invece per lunedì 29 dicembre. Domenica 11 gennaio, torneo individuale di Burraco presso i locali Bocciofila Sala. Serata a teatro lunedì 12 gennaio con la commedia in vernacolo presso il Teatro Hercules. Martedì 13 gennaio, premiazione dei vincitori del primo concorso di poesia “Natale Insieme” e del primo concorso di fotografia “Il Natale in un clik”. CATANZARO - Mostra In-Out quattro Rimarrà aperta fino al 12 gennaio prossimo, presso il Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzarola quarta edizione della rassegna “In-Out quattro”, un ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2008/09. Tra questi, anche la personale di Max Marra artista calabrese e lombardo di adozione, che presenta la sua più recente produzione artistica intitolata Humana Res (segni e disegni, inchiostri, acrilici su carta e tela). Inoltre, per l’occasione è stato edito un catalogo per le Edizioni “Rubbettino”, contenente testo critico del curatore, apparato iconografico e nota bio-bibliografica sull'artista. La mostra resterà aperta fino al 12 gennaio 2009 (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 21.00). CATANZARO - Concorso di pittura e di scultura L’associazione di volontariato “Angologiro”, presieduta da Bianca Maria De Angelis, ha indetto un concorso di pittura e scultura per i ragazzi frequentanti l’ultimo anno all’Istituto d’Arte di Squillace ed al liceo artistico di Catanzaro. I ragazzi avranno tempo fino al 15 gennaio per aderire al concorso con le loro opere, che saranno visionate da un’apposita giuria. Per fine maggio si conosceranno, poi, i nomi dei sei vincitori che riceveranno premi in denaro, dell’importo di 750 euro (per i primi due classificati delle categorie “pittura” e “scultura”), di 500 (per i secondi classificati) e di 250 euro (per i terzi classificati). Le opere resteranno esposte nella bellissima “Villa Linda” di Sant’Elia, a cui fa capo l’associazione.


36 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Oggi, nella città capoluogo di regione, l’atteso evento “Natale in polizia” curato dal Coisp e dall’Anmis e dedicato ai bambini

Mostra di modellismo a Catanzaro IL CARTELLONE

Le opere di Mimmo Rotella al Museo e alla Galleria Verduci della città dei Tre Colli

CATANZARO - Mostra di Mimmo Rotella Fino al 20 gennaio, presso la F.lli Verduci Arte di via Duomo al n.18, si terrà la mostra dell’artista Mimmo Rotella. Orario galleria: feriali 9.00 - 13.00, 16.00 - 20.00 Festivi 10.00 - 13.00, 17.00 - 20.00.

ai residenti del rione De Filippis, si terrà la manifestazione natalizia “AlQuartiere Christmas Fest 2008”. Una giornata ricca di appuntamenti che avrà inizio alle ore 11.00 con un torneo di calcetto e proseguirà secondo programma alle ore 17.00 con “il quizzone”; alle ore 19.00 con l’esibizione del gruppo folk “I strinari”; alle ore 20.00 con la sagra della salsiccia e del buon vino; alle ore 21.00 con lo spettacolo teatrale “Il padrino” e alle ore 22.30 con il “Karaoke night Christmas”. L’iniziativa, patrocinata dalla Provincia di Catanzaro, si svolgerà nell’area della parrocchia SS. Salvatore.

CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Rinnovata al Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella. Dopo cinque mesi di successi ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo.

CATANZARO - Tombolata di solidarietà Oggi, alle ore 17.30, presso la sede dell’associazione Il Pungolo di Catanzaro, si svolgerà presso il locale Moma (ex Zula) di Catanzaro una tombolata di solidarietà. L’intero ricavato delle serata sarà utilizzato per acquistare beni e strumenti utile al reparto di chirurgia pediatrica dell’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio.

CATANZARO - Rassegna espositiva Inaugurata presso il Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro, un’ampia rassegna espositiva dedicata ai più grandi pittori calabresi del Seicento, attivi a Roma: Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti, a cura di Rossella Vodret e Giorgio Leone. L’esposizione, voluta dalla Regione Calabria e dalla città di Catanzaro, con il contributo del Comitato Nazionale per le celebrazioni del III centenario della morte di Mattia Preti, presieduto dall’On. Vittorio Sgarbi, è stata organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, diretta da Rossella Vodret. La mostra, visitabile fino al 15 marzo 2009, resterà aperta tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

CATANZARO - Natale in Polizia Oggi, alle ore 16.00 presso il parco dei Principi di Catanzaro, a cura del Coisp - sindacato di Polizia e dell’Anmic, con il patrocinio della provincia di Catanzaro, del Comune di Catanzaro e della Camera di Commercio di Catanzaro, si terrà la manifestazione “Natale in polizia - Giornata del cuore” in favore dei ragazzi diversamente abili della provincia di Catanzaro. Il Programma: Ore 16.00, spettacolo di magia e illusionismo, distribuzione doni, dolcini, dolcezze e tanta musica in compagnia di Ernestino e dei personaggi Disney. Ore 18.30 buffet e brindisi. Ore 19.00, “The Best Family” (A famigghja d’e besti), rappresentazione teatrale in vernacolo di Francesco Passafaro a cura del Teatro Incanto.

CATANZARO - Prevendita biglietti Fc Catanzaro La segreteria sportiva Fc Catanzaro, rende noto che in ottemperanza alla normativa vigente, relativa alla vendita dei biglietti ai tifosi della squadra ospite, sono già disponibili, presso “Ricevitoria Rotundo Domenico” di Catanzaro Sala, via Della Stazione, 30 - i tagliandi del Settore Ospiti relativi alla gara Isola Liri - Fc Catanzaro di oggi. Il costo unitario è di 10,00 + d.p.

CATANZARO - Mostra di Modellismo Lunedì 22 dicembre alle ore 17.00 presso i locali del Convitto Galluppi di Corso Mazzini, si inaugurerà la 13ª edizione della “Mostra di modellismo - città di Catanzaro”. La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 31 dicembre e sarà visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

CATANZARO - Conferenza su “Diritto di difesa” Oggi, alle ore 17.00, presso il Museo delle Arti di Catanzaro, via Alessandro Turco, organizzata dall’associazione forense “Diritto di Difesa”, si terrà il primo incontro dei caffè giuridico - letterari. Interverranno, Wanda Ferro, presidente della provincia di Catanzaro e Daniela Palaia presidente dell’associazione Diritto di Difesa. CATANZARO - Mostra di tessuti preziosi Oggi, alle ore 17.30 presso il museo diocesano di Catanzaro - Palazzo vescovile, si inaugurerà una mostra di tessuti pregiati. CATANZARO - Natale in acqua Oggi, presso la piscina comunale di Catanzaro, si svolgerà la tradizionale manifestazione “Natale in acqua”. Gara non agonistica che coinvolgerà nel periodo di festa, principianti e nuotatori esperti. CATANZARO - Natale al quartiere Siano L’Associazione quartiere Siano, organizza per le festività natalizie, una serie di eventi. Il programma: oggi, ore 10.00, esposizione da parte dell’ Asd Traktor club Calabria, di particolari esemplari di trattori su tutto il territorio del quartiere. Ore11.30, gara dei trattori con relativa premiazione che si svolgerà presso l'agriturismo ai reduci. Ore 17.30 sagra della crespella (Siano centro); Ore 18.00, Franco Nocera in concerto. CATANZARO - Tombolata di Babbo Natale Oggi, presso la parrocchia di S. Croce a Pontepiccolo, a cura dell’Associazione Chiaridea, con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, si terrà la tombolata di Babbo Natale. CATANZARO - Al quartiere Christmas fest Oggi, a cura dell’associazione socio-culturale “Occhio al quartiere” presieduta da Domenico Concolino, riservata

CATANZARO - Conferenza di fine anno Lunedì 22 dicembre, alle ore 11.00 presso i locali della Direzione dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciacciodi di Via Cortese a Catanzaro, il direttore generale, Vincenzo Ciconte terrà una conferenza stampa di fine anno CATANZARO - Consegna medaglie ricordo Lunedì 22 dicembre alle ore 17.30 nella sala concerti di palazzo de Nobili, si terrà la cerimonia di consegna delle medaglie ricordo ai dipendenti andati in quiescenza nel corso dell’anno 2007. L’iniziativa è stata intrapresa dal settore risorse umane e professionali, diretto da Carmelina Screnci, su indirizzo dell’assessore Francesco Granato. Il programma: Ore 17.30, saluti del sindaco Rosario Olivo e dell’assessore al Personale, Francesco Granato. Ore 18.00, intrattenimento culturale e musicale. Ore 18.30 consegna medaglie e pergamene ricordo. Ore 20.00, aperitivo buffet e scambio di auguri.

Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio 2009, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio 2009, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio 2009, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio 2009, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio 2009- Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio 2009 - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio 2009 - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo 2009 - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo 2009- Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo 2009 - Mare notrum. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo 2009 - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo 2009, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile 2009, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile 2009, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile 2009, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile 2009, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio 2009, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio 2009, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre 2009, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre 2009, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Prevendita biglietti Politeama La direzione del Politeama, in considerazione delle numerose richieste che stanno arrivando da tutta la regione, ha deciso di anticipare l’inizio delle prevendite per i cinque spettacoli in programma nel mese di gennaio. I cinque spettacoli sono: Concerto di Capodanno (1 Gennaio); Il giorno della tartaruga (5-6 Gennaio); Miguel Angel Zotto (9-10 Gennaio); Portami tante rose (14-15 Gennaio); Madre Coraggio (27-28 Gennaio). Il botteghino del Politeama, come è noto, è aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama per la stagione 2008-2009 è stato definito. La richiesta che arriva al botteghino del Politeama un po’ da tutta la regione ha indotto la direzione del teatro ad anticipare per il doppio show di Massimo Ranieri (22 e 23 dicembre). Il botteghino del Politeama è aperto da lunedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30.

Ogni lunedì sul Domani CATANZARO - Play Day Lunedì 22 dicembre il Centro Polivalente per i Giovani sito in via Fontana Vecchia a Catanzaro, presenta il progetto “Play Day - Giocando/suonando per la solidarietà”. L’iniziativa, ideata e realizzata da una rete di associazioni guidata dall’associazione di volontariato Clemens e dal Centro Calabrese di Solidarietà e composta da Amistrada, Aism, Gossace, Meristema, Emergency, Motore della vita, Metanoya, Confine incerto, I Sotterranei – in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Catanzaro e che ha come obiettivo la raccolta fondi a favore delle diverse compagini associative e dei progetti legati al volontariato e alla ricerca. Alle 18.00, è prevista la conferenza di presentazione dell’associazione Clemens. CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama, programma 2008/2009: 22/23 dicembre 2008, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Lo show è accompagnato da un orchestra tutta al femminile; 1 gennaio 2009, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio 2009, Il giorno della Tartaruga - con Garinei e

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al Circolo Unione della città dei Tre Colli, il concerto del giovane cantante di Fossato Serralta, Fabio Parrottino

Evento Sonic Crash a Catanzaro IL CARTELLONE

Christmas show al teatro tenda della città capoluogo di regione, con il gruppo danza “La Croce”

CATANZARO - Consegna risorse finanziarie Martedì 23 dicembre, alle ore 10.00, presso l’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro, i dipendenti della Abramo Customer Care (Datel-Telic) insieme all’amministratore delegato Andrea Abramo, incontreranno il primario del reparto di Chirurgia Pediatrica del nosocomio catanzarese, Renato Rubino, per consegnare le risorse che annualmente l’azienda destina loro per i regali natalizi al reparto di Pediatria delle aziende ospedaliere locali. CATANZARO - Regaliamoci un sorriso Da sabato 27 dicembre, piazza Procopio che ospiterà per la prima volta il suo teatro tenda sarà interessata da un sei giorni di eventi dal titolo “Regaliamoci un sorriso”. Sabato 27 dicembre alle ore 11.00, inaugurazione della manifestazione e in serata esibizione del gruppo di danza dell’Associazione “Riccardo La Croce” con lo spettacolo “Cristhman show”. Domenica 28 dicembre, torneo di calcio balilla nella mattinata e la sera l’esibizione del trio “I Ditelo Voi”. Il Teatro Hercules di Piero Procopio, sarà impegnato la sera di lunedì 29 dicembre con la commedia in vernacolo “Bell’e papà” mentre nel primo pomeriggio, una mostra cinematografica a cura dell’Associazione “Il Borgo” verrà allestita all’interno del teatro tenda. In contemporanea alla mostra cinematografica è prevista la proiezione di un film per tutta la famiglia. Nelle ore pomeridiane di ciascuna giornata sono previsti incontri con i giovani, con la terza età e con tutti gli associati delle varie associazioni socio- culturali e di volontariato che hanno collaborato all’evento. L’Istituto delle Poverelle “Palazzolo” di S. Maria di Catanzaro, l’Associazione L’Alveare, l’Unione ciechi ed Ipovedenti, la Parrochia S. Maria Zarapoti e la Cooperativa Sociale Zarapoti saranno impegnati nei giorni in programmazione per una campagna di sensibilizzazione sui problemi legati alla terza età nonché in una campagna di prevenzione all’uso dell’alcol e delle droghe, promossa dalla Cooperativa Sociale Zarapoti. sempre a seguire, concerto di Capodanno a cura dell’Associazione “Accademia Leonardo Vinci”, il concerto lirico-leggero di Francesco Carmine Fera, il Karaoke di Francesco Procopio e la musica dal vivo di Annarita Chiarella, Patrizio Pirri ed Aurelio Pirri per finire con la serata del 31 dicembre per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno. CATANZARO - Crespelle Acli La 3ª Circoscrizione di Catanzaro e l’associazione Acli Zarapoti, organizzano per sabato 27 dicembre in piazza Santa Maria una iniziativa gustosa.Dalle ore 18.00 in poi, i soci dell’Acli distribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Nera Luce in tour Per le festività natalizie, i Nera Luce presentano le serate “Christmas in rock tour”. Domenica 28 dicembre spettacolo presso il Circolo Auser di Albi. Martedì 30 dicembre, spettacolo presso la sede UnPluggEd @ Simon Pub, nelle adiacenze del teatro Politeama di Catazaro. CATANZARO - Torneo di calcio balilla Domenica 28 dicembre alle ore 10.00, in piazza Procopio di S. Maria di Catanzaro, avrà inizio il torneo di calcio ba-

lilla organizzato dall’”Associazione sportivo Asd Azzurro Bonifacio” in collaborazione con i ragazzi dell’Associazione “L’altra metà del mondo”. Il torno si inserisce nel conteso della manifestazione “Regaliamoci un Sorriso” che avrà inizio sabato 27 dicembre. Le iscrizioni, completamente gratuite, dovranno avvenire entro mercoledì 24 dicembre mentre il torneo si concluderà martedì 30 dicembre. CATANZARO - Dj Cristian Marchi al No Màs Club Lunedì 29 dicembre, con inizio alle ore 23.30 presso il No Màs Club di Catanzaro, la Confusion Night presenta lo spettacolo del Dj Cristian Marchi. CATANZARO - Sonic Crash Martedì 30 dicembre, alle ore 22.00 presso l’Hemingway Rock Pub di località Giovino a Catanzaro Lido, in scena il Sonic Crash - Indipendent Music Festival 2008. Ingresso 5 euro. CATANZARO - Iniziative Lilt La sezione provinciale di Catanzaro della Lilt (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), ha in programma per il mese di dicembre, una serie di iniziative denominate “Decora il Natale...dai cuore alla vita”, al fine di avvicinare tutti a un corretto stile di vita. Per chiunque fosse interessato a compiere un gesto di solidarietà, presso la sede della sezione provinciale di Catanzaro, è iniziata la distribuzione delle palline per addobbare l’albero di Natale, tutte realizzate in vetro soffiato e decorate a mano. Con un piccolo contributo, acquistando una pallina natalizia, si può aderire al sostegno delle attività di prevenzione oncologica e di diagnosi precoce. Per i dettagli sulle iniziative e per maggiori informazioni telefonare allo 0961-725026, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. CATANZARO - Concerto al Circolo Unione L’iniziativa, a cura dell’Accademia dei Bronzi e della Casa editrice Ursini, sarà ripetutasabato 3 gennaioalle ore 18.00 con ingresso gratuito, a cura dell’Accademia dei Bronzi e della Casa editrice Ursini, si terrà nei locali del Circolo Unione di Catanzaro, il concerto di Fabio Parrottino, giovane cantante di Fossato Serralta. CATANZARO - Testimoni di giustizia Sabato10 gennaio a Catanzaro, attraverso una serie di manifestazioni itineranti, a cura della Fondazione Don Francesco Caporale Onlus, si terrà la “1ª giornata nazionale per i testimoni di giustizia” . CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling”, presenta il programma 2008/2009: 14 febbraio, sul Don Giovanni di Mozart ore 17.30, presso San Giovanni; 14 marzo, grandi scene da opere Verdiane ore 17.30, presso il Circolo Unione; 11 aprile, sulla direzione e concertazione d’orchestra nell’opera lirica ore 17.30, presso il Cir.Unione; maggio(data e ora da definire), messa in scena de “La Serva Padrona” di Pergolesi, presso l'Auditorium Casalinuovo.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Programma: nel mese di gennaio 2009, giovedì 15, ore 19.00, presso Teatro Politeama, concerto di capodanno Moscow state radio and tv synphony orchestra, Nicola Giuliani, direttore; Giuseppe Albanese, pianista; sabato 17, ore 18.00, presso Palazzo de Nobili, Daniela Ramacher, violino; Mario Cavaceppi, pianoforte; venerdì 30, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Claudia Antonelli, arpa; Lidia Osha Vkova, flauto. Febbraio: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, musica e immagini concerto per grandi e piccoli, Maria Vacca, compositrice e interprete al pianoforte; venerdì 13, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Mattia Zappa, violoncello; Massimiliano Mainolfi, pianoforte; venerdì 27, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; mercoledì 13, ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Mostra Molè Da lunedì 19 gennaio a mercoledì 28 gennaio, presso la chiesetta di San Omobono di Catanzaro, il maestro Francesco Molè esporrà una serie di disegni e pitture ispirati alla maternità. CATANZARO - Concorso Unicef In occasione della ricorrenza del 60° anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, il Comitato provinciale dell’Unicef di Catanzaro ha bandito un concorso a premi sul tema “Ti racconto i miei Diritti” per gli alunni delle scuole elementari, medie e del biennio degli istituti superiori della provincia. I termini per l’adesione al concorso da parte delle scuole avverrà attraverso una scheda di adesione che dovrà essere trasmessa al Comitato Provinciale Unicef (c/o Direzione Didattica del 5° circolo- Viale Tommaso Campanella 125-Catanzaro) entro il 20 gennaio; I lavori degli alunni, raccolti a cura dei Dirigenti Scolastici dovranno essere trasmessi dagli stessi, in plico sigillato e allo stesso indirizzo su esteso, entro il 20 aprile 2009.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


38 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al Rendano di Cosenza, “Madre coraggio” di Bertolt Brecht, con la Compagnia degli Ipocriti

Eventi Natale 2008 a Caulonia IL CARTELLONE

Continua a Catanzaro il reclutamento Luiss indirizzato ai giovani talenti italiani

CATANZARO - Assemblea provinciale Pd Giovedì 25 gennaio 2009, il Partito Democratico calabrese terrà una serie di congressi provinciali per l’elezione degli organismi dirigenti.

COSENZA - Mostra d’arte Rimarrà aperta fino a sabato 10 gennaio presso la sede di piazza Bilotti, la mostra d’arte dei maestri contemporanei promossa dal Centro d’arte “La Bussola” di Cosenza.

CATANZARO - Reclutamento Luiss La Luiss, - Libera università internazionale degli studi sociaali “Guido Carli”, sta reclutando i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma con cultura d’impresa e vocazione internazionale “classe dirigente” per il Paese. L’evento, organizzato in collaborazione con Confindustria Catanzaro, avrà come oggetto le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti dalla Luiss: uno dei più importanti atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. La prova di ammissione ai Corsi della Luiss si terrà il 6 aprile 2009 a Roma e, contemporaneamente, in altre città italiane, tra cui Catanzaro per agevolare gli studenti a svolgere la prova stessa nella propria regione di residenza.

COSENZA - Mostra d’arte contemporanea Organizzata dal Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti visive contemporanee, presenta, a sei anni di attività a Vertico, la mostra ”Rivocati 63“.La vetriva artistica, rimarrà aperta fino al 15 gennaio prossimo.

CAULONIA (Rc) - Eventi Natale a Caulonia Natale a Caulonia, il programma: fino a mercoledì 6 gennaio, con la prima edizione di “Natale nel gusto” nell’area espositiva del mercato coperto di Caulonia Marina, mostra mercato con esposizione e degustazione di prodotti tipici calabresi. Oggi, alle ore 21.00, concerto del complesso bandistico Città di Caulonia diretto dal maetro Pietro Di Mauro presso la Parrocchia di Ss. Silvestro e Barbara di Caulonia Marina. Mercoledì 24 e giovedì 25 dicembre, le “Nenie di Natale” con i suonatori tradizionali di zampogna per le vie del centro storico e delle Frazioni (Marina, Focà, ecc). Domenica 28 dicembre, il cabaret con “El Sombrero” spettacolo d’intrattenimento con il comico reggino Gennaro Calabrese. mentre a partire dalle 16.20, presso i locali delle scuole di Caulonia capoluogo, si terranno corsi di danza e strumenti tradizionali. Mercoledì 31 dicembre alle ore 22.00 in Piazza Bottari, Veglionissimo della Tarantella con Mimmo Cavallaro e Cosimo Papandrea, Mimmo Epifani & Epifani Barbers, la mandola da barbiere e il ballo di San Vito. Per il 2009, la programmazione prosegue giovedì 1 gennaio alle ore 20.30 presso la chiesa matrice con il Concerto di Capodanno del complesso bandistico Città Di Caulonia, domenica 5 gennaio, nella chiesa di San Zaccaria, concerto dell’Epifania “Feminae” dell’Associazione culturale Arlesiana – diretto dal Carlo Frascà e martedì 6 gennaio a partire dalle ore 15.00, presso l’area espositiva del mercato coperto di Caulonia Marina, “e’ arrivata la befana” con giochi e animazione per i bambini. CHIARAVALLE (Cz) - Stagione teatrale 2009 Venerdi 16 gennaio 2009 “Lascio alle mie donne” di Diego Fabbri con Lello Arena, A.Baggi,S.Tringali, regia di Nanni Fabbri. Domenica 15 febbraio “Edipo a Colono” di Sofocle premio olimpico 2008 con Roberto Herlitzka, regia di Ruggero Cappuccio. Sabato 28 febbraio “Lisetta” di T. Falvo con P. Cristiano,Sabina Ermio, T.Falvo, regia di Tonino Falvo. Sabato 14 marzo “Marlene” di Guseppe Manfridi con Pamela Villoresi, David Sebasti, Orso Maria Guerrini, regia di Maurizio Panici. Sabato 21 marzo “L‘amore mio non può”di Lia Levi con Manuela Kustermann regia di Manuela Kustermann. Sabato 4 aprile “La Cena Dei Cretini” di Francis Veber con S. Douani, F. Calderoni,R. Graziosi, regia di F.Calderoni e S. Douani . Sabato 18 aprile “Goodnight Italia” di N. Leonzio,G.Giugliarelli, S.Marino con S. Marino, Federica Innocenzi regia di Lamberto Dorigo. Ssabato 9 maggio “I due gemelli veneziani”di Carlo Goldoni, Compagnia teatrale Tempo Nuovo. Abbonamenti: Poltrona 140,00 - ridotto 100,00. CORIGLIANO C. (Cs) - Albanesi d’Italia Sabato 3 gennaio, presso le sale del Castello di Corigliano Calabro si terrà la presentazione del supplemento «Arbèreshè - Albanesi d’Italia – Storia, cultura, musica». CORTALE (Cz) - Spettacolo Radio M2o Giovedì 25 dicembre, presso lo Sthendal Club di Cortale sito in contrada Malittoro, Radio M2o e il suo dj, Alberto Remondini, allieterà la notte di Natale. COSENZA - Natale itinerante & Mab Natale Itinerante&Mab, “Spettacolo e arte a spasso nel corso”. Questo la denominazione scelta dall’Assessorato allo Spettacolo del Comune di Cosenza per il programma degli artisti di strada che animeranno Corso Mazzini fino a martedì 6 gennaio.

COSENZA - Jazz festival & musica in provincia Da oggi al 16 febbraio 2009 si svolgeràla 4ª edizione del Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia 2008/2009. Oltre al capoluogo di regione, ccoinvolgerà altri 10 Paesi del territorio provinciale quali Belvedere, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Civita, Frascineto, Rossano, San Nicola Arcella, Scalea, Spezzano Albanese e Trebisacce. COSENZA - Jonica, stagione 2008 Riprende la stagione concertistica 2008 organizzata dall’Associazione Culturale Jonica. Il programma: Lunedì 22 dicembre Sarah Jane Morris, vera e propria stella della musica leggera internazionale, sensuale cantautrice che si muove agilmente fra rock, blues, jazz e soul accompagnata al pianoforte dal grande Danilo Rea per un recital dal titolo “Angels at Christmas”. Ultimo appuntamento della stagione, sabato 27 dicembre al teatro Rendano di Cosenza con un coro di grande bravura per la prima volta in Italia:il concerto gospel di Earnest Pugh & The Assembly per rinnovare la tradizione natalizia che coniuga musica e preghiera. Tutti i concerti inizieranno alle ore 20.30. Per ulteriori informazioni: 0984/21412 - info@profserv.it. COSENZA - Brindisi di Natale Lunedì 22 dicembre alle ore 17.30 presso la sede di Assindustria in via Tocci a Cosenza, il Comitato di Presidenza e del Consiglio direttivo si riuniranno per scambiare gli auguri di Natale con gli imprenditori che fanno parte della famiglia di Confindustria Cosenza. COSENZA - Presentazione schema di Bilancio Martedì 23 dicembre, alle ore 11.00, presso la Sala degli Stemmi della sede della Provincia, il presidente Oliverio terrà nel primo pomeriggio una conferenza stampa per spiegare i contenuti che hanno portato all’approvazione dello schema di Bilancio di previsione 2009 ed il Piano Triennale di investimenti delle Opere Pubbliche relativo ala viabilità, all’edilizia scolastica ed all’impiantistica sportiva. COSENZA - Servizio intrattenimento ragazzi Sono aperte le iscrizioni al servizio di intrattenimento che si terrà presso la Città dei Ragazzi del Comune di Cosenza durante il periodo delle vacanze natalizie nei giorni 22, 23, 29, 30 dicembre 2008 e 2 e 5 gennaio 2009. Per l’occasione, la struttura varierà i propri orari, prevedendo un’apertura antimeridiana dalle ore 8.00 alle ore 14.00. Come di consuetudine verranno proposte, ai bambini e alle bambine che aderiranno all’iniziativa, interessanti e creative mattinate attraverso l'offerta di itinerari ludici e laboratoriali che coniugano l'impegno costruttivo con il divertimento, valorizzando le potenzialità del gioco e della socialità. Le iscrizioni al servizio potranno essere effettuate presso gli uffici amministrativi di Città dei Ragazzi entro e non oltre venerdì 19 dicembre, tempo utile per consentire alla struttura di programmare, modulare e attivare i percorsi ludico-creativi secondo le diverse fasce di età degli iscritti. COSENZA - Concerto di Natale Martedì 23 dicembre la città di Cosenza ospiterà l’Orchestra della Magna Grecia insieme al soprano Francesca Pipitone, sotto la direzione del M° Luciano Acocella, che vanta un’intensa attività concertistica e collaborazioni con importanti artisti. La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù in Piazza Loreto alle ore 19.30 sarà la location ideale per assistere al Concerto di Natale. COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e

superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: dal 23 al 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale Alfonso Rendano, anteprima stagione di prosa. Concerti: 2 gennaio 2009, gran concerto di Capodanno; 11 marzo, Ornella Vanoni; 1 aprile, Franco Battiato. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: mercoledì21 e giovedì 22 gennaio, Tognazzi, "La panne"; 5 - 6 febbraio, Bianca Guaccero "Poveri ma belli"; 2 - 3 marzo, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; 23 - 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; 17 - 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; 16 - 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: 6 novembre, Lucio Dalla; 3 dicembre, Gianluca Grignani; 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; 7 - 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008 presso il teatro comunale "A. Rendano". Sabato 17 gennaio,ore 21.00,domenica 18 gennaio, ore 18.00, Teatro Stabile della Sardegna "Pensaci Giacomino" di Luigi Pirandello, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi; sabato 24 gennaio, ore 21.00, domenica 25 gennaio, ore 18.00, Compagnia Gli Ipocriti "Madre coraggio" di Bertolt Brecht, con Isa Danieli; sabato 14 febbraio, ore 21.00, domenica 15 febbraio, ore 18.00, Artisti associati "La variante di Lunenburg" dal romanzo di Paolo Maurensig, con Milva; sabato 21 febbraio,ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti; sabato 21 marzo, ore 21.00, domenica 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - Congresso Fnp-Cisl Su decisione del Consiglio generale, il 13 febbraio prossimo si svolgerà a Cosenza, l’ottavo congresso territoriale della Federazione pensionati Fnp-Cisl. COSENZA - Più di me tour 2009 Per i 50 anni di Carriera, la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni, si esibirà nei principali teatri della penisola. Il suo debutto con il “Più di me tour 2009” il 7 marzo a Cesena. Il Calabria, sarà al Teatro Rendano di Cosenza l’ 11 marzo 2009.

AVVISO AI LETTORI Per ottenere la pubblicazione in questa rubrica di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Il “divo Garry” di Noel Coward, sotto la regia di Francesco Macedonio, al Teatro Apollo di Crotone

A Lamezia “Natale sui pattini” IL CARTELLONE

La città della Piana, festeggia oggi gli anziani della casa di riposo comunale

CROTONE - Gazebo della solidarietà Organizzati dall’associazione di volontariato Meklaie Onlus, fino a oggi, si svolgeranno due appuntamenti natalizi. Oggi, i volontari di Meklaie saranno ‘on the road’ sul lungomare di Crotone (presso la piscina Coni) ed in piazza della Resistenza per sensibilizzare sulle tematiche relative al Sud del mondo e raccogliere fondi anche grazie ai prodotti generosamente offerti da molti commercianti e amici di Crotone. Lunedì 22 dicembre, alle ore 19.00, presso la sala Sant'Agostino della Parrocchia Santa Rita in Crotone, sarà presentata la seconda edizione del Progetto Gonxha, finalizzato a dare la possibilità di vivere una breve esperienza missionaria. CROTONE - Progetto Gonxha Lunedì 22 dicembre, alle ore 19.00, presso la sala Sant'Agostino della parrocchia Santa Rita di Crotone,si presenterà la seconda edizione del Progetto Gonxha nato salla collaborazione con il Centro Missionario Diocesano e con il Gruppo Aug (Andiamo in Uruguay Giovani) di Lamezia Terme. CROTONE - Presentazione service UniLeo Martedì 23 dicembre presso la Sala Azzurra della Provincia di Crotone, alle ore 17.00, sarà presentato il nuovo service dei pandorini da parte dei ragazzi del Leo club Crotone. Il ricavato sarà devoluto a favore del progetto “UniLeo 4 Light” per garantire gli studi ed un futuro professionale ai disabili della vista. CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone. 8, 9 gennaio 2009, gli ipocriti, A. Casagrande, G. Esposito, T. Taiuti in "La scampagnata dei tre disperati" "Francesca Da Rimini" due atti unici tratti da Antonio Petito, regia di Antonio Casagrande; 14 - 15 gennaio, teatro stabile del Veneto, teatro biondo stabile di Palermo, teatro stabile di Verona Gat Gaia aprea "Peccato che sia una sgualdrina" di John Ford, traduzione Enrico Groppati adattamento e regia di Luca De Fusco; 27 - 28 gennaio 2009, Nautilus pictures Remo Girone, Eleonora Giorgi "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy traduzione Gerardo Guerrieri, regia di Guglielmo Ferro; 11 - 12 febbraio, La contrada - teatro stabile di Trieste Gianfranco Jannuzzo, Daniela Poggi "Il divo Garry" di Noel Coward traduzione Masolino D'Amico regia di Francesco Macedonio; 19 20 febbraio, teatro Bellini, Tato Russo "Il paese degli idioti" di Tato Russo - da Fedor Dostoevskij regia di Alvaro Piccardi; 17 - 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di si" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; 2 - 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; 18-19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: 26 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. Inizio spettacoli ore 20.30. CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre 2009. CROTONEI (Kr) - Presentazione romanzo Lunedì 22 dicembre alle ore 18.00 presso il salone delle conferenze, verrà presentato il nuovo romanzo di Carmine Abate, “Gli anni veloci” Mondadori 2008. GASPERINA (Cz) - Christmas show La Asd palestra Gymnica Fitness Club di Gasperina presenta il gran prix “christmas show”. La 3° edizione delle gare bench press e braccio di ferro che si terranno oggi presso la sala comunale dell’ex scuola elementare di Corso Mazzini. Il programma: Bench Press - ore 09.00 pesatura, ore 10.30 gara. Braccio di ferro - ore 15.00 pesatura - ore 16.00 gara.

e premiazione giovedì 19 febbraio alle ore 11.30 nel parGIRIFALCO (Cz) - Presentazione FreeAid Oggi, alle ore 17.00, presso la sala convegni del Comples- terre del Teatro Umberto. Le iscrizioni al concorso si chiuso Monumentale, saranno presentati gli scopi e gli obietti- deranno il 30 dicembre prossimo. vi di “FreeAid - un passo dai sogni”. LAMEZIA T. (Cz) - Musica etnico - popolare Lunedì 22 dicembre alle ore 20.30 presso il Teatro UmbeLAMEZIA T. (Cz) - Mostra biblica Esposta presso la Casa del Giovane della parrocchia del ro di Lamezia Terme, si terrà il concerto di Musica EtnicoRedentore di Lamezia Terme, la Mostra Biblica curata dal popolare del gruppo lametino Terra di Calabria. padre Michele Perruggini. L’importante iniziativa culturale intitolata La Bibbia, libro di vita e di cultura è artico- LAMEZIA T. (Cz) - Concerti di Natale lata in tre itinerari: quello storico che comprendente un itinerario storico-didattico sulle vicende del popolo d’I- Nell'ambito degli avvenimenti natalizi che si terranno a Lasraele; quello bibliografico con esposizione di numerose mezia Terme, i concerti dell'Orchestra di Fiati "Tommaso edizioni di pregio di Bibbie e altri testi e quello iconogra- Colloca" si terranno, venerdì 26 dicembre alle ore 11.00 fico con una ricca rassegna di illustrazioni d'arte dei gran- concerto su C.so Giovanni Nicotera (Isola pedonale) sotto di maestri su soggetto biblico. La mostra sarà visitabile tut- la direzione del maestro Francesco Rotella e martedì 6 genti i giorni fino al 7 gennaio prossimo dalle ore 10.00 alle naio alle ore 20.30 presso la Cattedrale di Lamezia Terme con coro e orchestra sempre diretti dal maestro Francesco ore 11.30 e dalle 17.00 alle 18.30. Rotella.

LAMEZIA T. (Cz) - Nevicata nella dimora Fino al 15 gennaio, presso il Centro per l’arte contemporanea “Angelo Savelli-Sukiya dimora di raffinatezza” di Lamezia Terme, si terrà la rassegna “Nevica nella dimora, ventiquattro presenze nell'arte contemporanea”. La vetrina sarà visitabile dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00. LAMEZIA T. (Cz) - Assemblea donne Idv Le donne di Italia dei Valori si riuniranno in assemblea oggi,alle ore 15.30, a Lamezia Terme. Un primo incontro dopo l'assemblea nazionale di Vasto e in seguito al quale state impegnate nell'attività del partito, soprattutto nella raccolta delle firme per il referendum contro il Lodo Alfano. LAMEZIA T. (Cz) - Proiezione cortometraggi In occasione del 60º anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, oggi, alle ore 17.30 la Amnesty International e Pax Christi di Lamezia Terme, propongono presso il Rua SÃo Joao a piazza S.Giovanni, l’associazione Culturale “Algo Mas” La bottega del mondo equo e solidale, una riflessione sulla problematica attraverso la proiezione di alcuni cortometraggi. “All Human Rights for All” lavori realizzati da trenta registi italiani, tra cui il maestro Vittorio De Seta, ospite della serata. LAMEZIA T. (Cz) - Festa con gli anziani Oggi, presso la casa di riposo comunale di Lamezia Terme si terrà una giornata di “festa con gli anziani” con pranzo, musica, danze e giochi, per portare un momento di “gioia insieme” anche a chi rischia di restare da solo in un periodo importante come il Natale. L’iniziativa, con il patrocinio dell’assessorato ai servizi sociali, è organizzata e gestita da Rinascita Del Mediterraneo, l’associazione onlus che fra le proprie finalità statutarie riporta anche il sostegno sociale e la qualità della vita.

LAMEZIA T. (Cz) - Consiglio comunale Martedì 23 dicembre, alle ore 9,30 ed eventuale seconda seduta lunedì 29 dicembre alle ore 16,30, presso la sala consiliare dell’ex Comune di Nicastro, si terrà un Consiglio comunale per la discussione di ventiquattro punti all’ordine del giorno. LAMEZIA T. (Cz) - Natale sui pattini Sabato 27 dicembre alle ore 18.00 presso il palazzetto dello Sport di Lamezia Terme, per la ricorrenza dei 25 anni di attività, l’associazione Pattinaggio Lamezia presenterà lo spettacolo “Natale sui pattini”. Oltre agli atleti dell’Asp Lamezia, saranno presenti anche l’atleta Kimon Fusco di Napoli e la coppia danza Alessandra Basile della Società sportiva Calabria e Marco Mondello dell’associazione Futura 90 di Messina. LAMEZIA T. (Cz) - Concerto gospel Sabato 27 dicembre,con inizio alle ore 19.30 presso la Cattedrale di Lamezia Terme si terrà, proposto dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, il concerto Gospel, “The inspirational choir of harlem”. Lo spettacolo vede la collaborazione organizzativa dell’Associazione Culturale Ecsdance e della Diocesi di Lamezia Terme Ufficio Beni Culturali. LAMEZIA T. (Cz) - 1º torneo della comunicazione Domenica 28 dicembre a partire dalle ore 9.30 presso il palasport di Lamezia Terme si terrà il 1° torneo della comunicazione. Kermesse di calcio a 5 tra squadre di testate giornalistiche patrocinato da Comune di Lamezia, assessorato allo Sport, provincia di Catanzaro e Rai sede regionale per la calabria. Squadre partecipanti: Il Domani, Il Quotidiano, Calabria Ora, Rai Calabria, ReteKalabria, Rtc-Calabria Channel, Ten, Lameziaweb.biz. Ospite della manifestazione l'attore Gianni Pellegrino. Ingresso libero.

LAMEZIA T. (Cz) - Concerto Ama Calabria LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Oggi, alle ore 18.30 al teatro Umberto di Lamezia Terme, Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza per la stagione Ama Calabria, si terrà il Concerto del piaetà e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso delnista Emanuele Arciuli. la programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntaLAMEZIA T. (Cz) - Natale in piazza Fiorentino Oggi, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, si svolgerà nell’omoni- menti. Il Programma: Alle ore 17.00, di venerdì 9 gennaio, ma piazza del quartiere di Sambiase a Lamezia Terme, il Giuseppe Masi e Antonio Serra con un economista calabrese del ‘600. Mercoledì 14 gennaio Italo Leone, Dal “veprimo mercatino "Natale in piazza Fiorentino". ro” secondo il mito al nuovo “vero” della filosofia nella cultura greca del VI sec. a. C. . Venerdì 16 gennaio, Filomena Stancati con Il dialetto nicastrese nella sua origine storica, LAMEZIA T. (Cz) - Concerto natalizio Domenica 21 dicembre, presso la Cattedrale di Lamezia con lettura di composizioni poetiche in vernacolo. MercoTerme, la Diocesi lametina con il patrocinio dell’Ammini- ledì 21 gennaio, Cesare Perri con Anoressia e bulimia: il cistrazione comunale, presenta a cura dell’Associazione di bo come metafora della relazione. Venerdì 23 gennaio, Monica Sdanganelli e prof.ssa Maria Antonietta Torchia, La musica sacra “Santa Cecilia”, il Concerto di Natale. romanza e il melodramma (rinviata a febbraio-marzo). Mercoledì 28 gennaio, Vincenzo Villella con Il vero viaggio di Ulisse di Armin Wolf (con proiezione). LAMEZIA T. (Cz) - Biennale d’arte Lunedì 22 dicembre, con inaugurazione alle ore 17.00, presso il Complesso Monumentale di San Domenico e con Segnala un appuntamento l’apertura della Sezione storica, prenderà il via la seconda edizione del concorso nazionale biennale d’arte di Laa questa rubrica regionale: mezia. La rassegna verrà quest’anno dedicata a due pittori calabresi recentemente scomparsi, il lametino Nicovia mail: appuntamenti@ildomani.it lino Romeo e il tropeano Albino Lorenzo. Inoltre, da giovedì 22 gennaio la rassegna si arricchirà con la mostra di via fax: 0961-903801 tutte le opere in concorso e fuori concorso, con chiusura


40 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Per Paola in scena arriva la commedia romantica con Marco Columbro il prossimo 22 dicembre

Il Tango argentino per “Lamezia Jazz” IL CARTELLONE

A Polistena si parlerà oggi di sanità con gli europarlamentari Donnici e Braghetto

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival Attesa in tutta la regione per l’avvio del Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: Sabato 17 gennaio 2009, presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi alle ore 20.30, concerto dedicato al tango argentino con musiche di Astor Piazzolla, il gruppo che suonerà Soscia/Iodice Italian Tango 4tet. Sabato 31 gennaio, si ritorna si ritorna al Teatro Umberto e Lamezia Jazz ospiterà una formazione con un organico particolare due bassi e batteria. Progetto titolato Bassproject nato dall'incontro di due artisti "fuoriclasse". Pippo Matino e Dario Deidda. Sabato 7 febbraio 2009, presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi, esibizione del Quartetto Tenor Legacy. Il 21 marzo 2009, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzo 2009sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. Sabato 17 gennaio 2009 alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 07 febbraio 2009, alle ore 18.00 Concessionaria FiatLancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. Domenica 1 febbraio 2009 ore 10.00, Yara Records – Catanzaro, Workshop di Basso elettrico – Docente Pippo Matino. Venerdì 13 febbraio 2009ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044 - bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra-evento “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Il versamento di euro 25,00 dovrà essere effettuato con bonifico bancario intestato ad: associazione culturale 400Kc, via dei mille 79, 88046 Lamezia Terme; coordinate bancarie: Iban it 78 y O1030 42841 000003790008 monte dei paschi di Siena filiale di Sambiase; causale del versamento: contributo realizzazione mostra moti urbani stazionimpossibili; termine perentorio fissato per le iscrizioni (incluso versamento): 4 febbraio 2009. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro il 4 marzo 2009. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LOCRI (Rc) - Calendario Palcoscenico 2008 L’Amministrazione comunale di Locri ha stilato il calendario delle manifestazioni che si svolgeranno nel mese di dicembre 2008 e nella prima settimana del mese di gennaio 2009. Un ricco e completo calendario di eventi in programma per festeggiare il Natale e il nuovo anno, tra conferme e novità importanti. Il programma: oggi, alle ore 18.30 presso l’auditorium dell’Istituto Magistrale, con il concerto “Arie e Romanze” a cura del soprano Rosalba Dominichelli, violinista Graziella Barillà, pianista Andrea Calabrese. Nel proseguo del calendario degli eventi della Città di Locri si giunge a venerdì 26 dicembre quando, alle ore 18.30, presso l’auditorium del Centro Giovanile Salesiano, sarà di scena l’Orchestra e Coro Polifonico Diocesano, diretto dal Maestro Natale Femia. Altri eventi in eventi in programmazione per sabato 27 dicembre, ore 18.30 presso l’auditorium del Centro Giovanile Salesiano, il concerto del “Two Jazz Guiters”. Domenica 28 dicembre sarà di scena a Palazzo Nieddu Del Rio, con inizio alle ore 18.30, “Iti-

nerari Gospel”. Sabato 27, domenica 28 e lunedì 29 dicembre, i saloni di Palazzo Nieddu ospiteranno la mostra concorso: “Resti di Luce”, a cura dell’associazione Ape 03. Per festeggiare l’inizio del 2009 l’Amministrazione Comunale della Città di Locri rinnova l’appuntamento con “Capodanno in Piazza”, dalle ore 00.30 ed a seguire uno spettacolo musicale. L’evento, in caso di pioggia, si sposterà da Piazza Dei Martiri a Palazzo Nieddu. Sabato 3 gennaio 2009 presso Palazzo Nieddu a partire dalle ore 19.00 il premio di poesia “Trofeo del Mare” a cura dell’associazione Nazionale Marinai d’Italia. Martedì 6 gennaio altro importante avvenimento di solidarietà presso il reparto pediatria dell’ospedale di Locri si terrà la “Festa dell’Epifania”. Pomeriggio del 6 gennaio alle ore 16.30 a Palazzo Nieddu “Festa della Befana” a cura delle associazioni Portale Giovani e Fiadda Labor. Ancora il 6 gennaio, alle ore 18.00 presso l’auditorium “Sant’Antonio” del centro giovanile Salesiani si terrà “Flussi del mare ed echi di montagna”, a cura del Campo Scuola “Speriment –Arti”. Infine da mercoledì 7 gennaio a mercoledì 14 gennaio si rinnova l’appuntamento con l’arte a Palazzo Nieddu, con la mostra “La Donna in Arte” a cura della “Fondazione Nosside”. PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2008. 22 dicembre, "Romantic commedy" con Marco Columbro e Mariangela D’Abbraccio; 17 gennaio, "Sognando il mare" con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri; 29 gennaio, "Miseria e nobiltà" con Francesco Paolantoni e Nando Paone; 6 febbraio, "Sunshine" con Sebastiano Somma e Benedicta Boccoli; 28 febbraio, "Da giovedì a giovidì" con Marco Marzocco; 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - Profumi e sapori d’inverno La Pro-loco di Petronà, nell’ambito del programma della settimana natalizia e nella rassegna “Profumi e sapori di inverno”, presenta con il patrocinio dell’assessorato provinciale al turismo di Catanzaro, la II sagra della pittanchiusa e del maiale. Il programma della manifestazione che si terra in piazza Muraca prevede il canto della strina per le vie del paese domenica 28 dicembre. Oggi, alle ore16.00, distribuzione di carne di maiale con vino locale. Completerà la serata il gruppo folcloristico Petrania. POLISTENA (Rc) - Discussione sulla Sanità L’Associazione la Città del sole, con il patrocinio di numerosi partner a partire dal Comune di Polistena, presenta per oggi, alle ore 9.30 presso il salone delle feste di Polistena, il dibattito “Calabria: che sanita”.Le conclusioni dell’incontro saranno affidate ai due parlamentari europei, Beniamino Donnici e Iles Braghetto. REGGIO C. - Mostra “Estrusioni” La Galleria Technè Contemporary Art ospiterà fino a martedì 30 dicembre , la personale “Estrusioni”, sculture in ceramica marmo e alluminio di Maria Teresa Oliva. L’inaugurazione della mostra è prevista per oggi alle ore 18.00 in via dei Correttori n°6 di Reggio Calabria. REGGIO C. - Aspettando il Natale Aspettando il Natale, la Biblioteca e la Mediateca comunale di Siderno e la Med2000rc, hanno organizzato alcune attività culturali per augurare buone feste all'Aministrazione Comunale, alle Istituzioni, alle associazioni del territorio e ai ittadini. La mostra sarà aperta fino al 31 gennaio. L’ultimo appuntamento è per domenica 28 dicembre alle ore 17.00 con la presentazione del libro di Giorgio Gigliotti "Hotel Allah. Racconti dall'Islam". REGGIO C. - Concerto lirico di Natale Lunedì 22 e sabato 23 dicembre, presso il Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, si terrà il concerto lirico di Natale.

REGGIO C. - Programmazione Anassilaos L’Associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria presenta il cartellone degli eventi del mese di dicembre. Programma: Domenica 28 dicembre ore 20.45 chiesa San Giorgio al Corso “testimonianze dal terremoto” in memoria delle vittime del terremoto del 28 dicembre - proiezione di un documentario realizzato da Giacomo Marcianò e letture di sopravvissuti e testimoni. Nel corso della manifestazione in omaggio una speciale cartolina con annullo filatelico. REGGIO C. - Programma natalizio L’Accademia del tempo libero di Reggio Calabria presenta il suo ricco calendario del mese di dicembre. Trascorso il Natale gli amici del sodalizio si incontreranno il giorno di San Silvestro (31 dicembre) con “Aspettando il 2009…”, cenone, musica e animazione. Il nuovo anno si aprirà domenica 4 gennaio con la visita alla mostra dei Presepi. REGGIO C. - Incontri di filosofia Riprendono presso la saletta parrocchiale di San Giorgio al Corso (ingresso Lungomare) gli incontri di filosofia e gli Inviti alla Lettura dei Classici della Letteratura, della Filosofia, della Scienza promossi dall’Associazione Culturale Anassilaos che si alterneranno nei giorni di venerdì con inizio alle ore 21.00. Venerdì 9 gennaio 2009, ore 21.00, dott. Gianfranco Cordì. Supervisione scientifica: dott. Gianfranco Cordì.Gli incontri si terranno presso la saletta della chiesa san Giorgio al Corso. REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma prevede: gennaio: 10-11, compagnia opera Italia (danza) - Carmen..una storia mediterranea; 16-17-18, Teatro stabile del Veneto (prosa) - Peccato che sia una sgualdrina; 24-25, concerti sinfonici - M° J. Kovatchev; 30-31, Komiko procduction - Miseria e nobiltà; febbraio: 7-8, compagnia del balletto Mimma Testa - Capricci e bisticci ovvero la Principessa sul pisello; 13-14-15, Teatro stabile La contrada di Trieste (prosa) - Il divo Garry; 22-24, Il pipistrello (lirica); 25-26, Nautilus pictures - Fiore di cactus; marzo: 12, concerti sinfonici - M° Veronesi; 21-22, Ballet de 2Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; 27-28-29, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; aprile: 3-4-5, I due della Città del sole (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; 9-10, concerti sinfonici - M° Moranti; 15-16, Candoco dance company London (danza) - Double bill; 18-20, Werther (lirica); 26-27-28, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; maggio: 9, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino al 7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30, al mattino, e dalle 16.30 alle 19.00, al pomeriggio. REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 21 gennaio 2009,ore 17.00-19.00, autore Kafka, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa S. Cordiani; 18 febbraio, ore 17.00-19.00, autore D'Annunzio, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dott.ssa D. Belmondo, dott.ssa R. Nucera; 18 marzo, ore 17.00-19.00, autore Faulkner, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa F. Farano; 15 aprile, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 13 maggio, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; 10 giugno, ore 17.00-19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 15 luglio, ore 17.00-19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dr. Paolo Praticò.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al cineteatro Garden di Rende, l’atteso concerto “Angels at Christmas” con Sarah Jane Morris e Danilo Rea

A Sersale l’evento “Natale 2008” IL CARTELLONE

In programma ancora fino all’Epifania il “presepe sulla torre Talao” a Scalea

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: martedì 13 gennaio 2009, martedì 10 febbraio, martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno 2009. REGGIO C. - Gianni Morandi con “Grazie a tutti” Confermati i due concerti reggini del tour "Grazie a tutti" del cantante Gianni Morandi per l’ 8 e il 9 aprile 2009. I concerti inizieranno alle ore 21.00. La tendostruttura sarà installata in località Pentimele, nei pressi del Palasport. Previsti due tipi di biglietto: poltronissima euro 40.00 e tribuna euro 30, compreso diritti di prevendita. I due concerti di Gianni Morandi a Reggio Calabria fanno parte di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore italiano e godono del patrocinio e della collaborazione dell' assessorato comunale alla Cultura. RENDE (Cs) - Mostra Hemingway Una mostra di Franco Azzinnari dedicata ad Ernest Hemingway si terrà presso l’Università della Calabria fino all’8 gennaio 2009. La mostra dedicata al grande scrittore americano, del quale il prossimo anno ricorre il 110 anniversario della nascita. L’iniziativa è stata promossa dall’Ateneo di Arcavacata in collaborazione con il pittore calabrese Franco Azzinari, che ha vissuto a lungo nei luoghi più amati da Hemingway durante la sua vita, Cuba e l’Africa, e che in splendide tele ha dipinto i momenti, i personaggi, gli ambienti e le peculiarità più significativi di quelle realtà. RENDE (Cs) - Concerto Angels at Christmas Lunedì 22 dicembre, alle ore 20.30 presso il cineteatro Garden di Rende, l’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza e di Rende presenta il conrceto “Angels at Christmas” con Sarah-Jane Morris – voce e Danilo Rea – pianoforte RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende ed il 13 marzo al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per informazioni 0968.441888). ROCCA IMPERIALE (Cs) - P-assaggi sonori Sabato 27 dicembre, patrocinata dall’Amministrazione comunale di Rocca Imperiale, in collaborazione con il Consorzio per la tutela e la valorizzazione del limone di Rocca Imperiale e dell’Alto Jonio Cosentino, sotto la direzione artistica di Enzo Arcuri ed il coordinamento musicologico di Clara Tufarelli, si terrà la manifestazione “P-assaggi sonori – L’arte di guardarsi intorno”. ROCCELLA I. (Rc) - Roccella Folk Fest Al via la seconda edizione del Roccella Folk Fest. Da venerdì 26 a domenica 28 dicembre, presso il Borgo antico di Roccella Jonica si aprirà l’evento patrocinato dall’Amministrazione del Comune ionico e dell’assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili della Provincia di Reggio Calabria. Le sere di venerdì 26 e sabato 27 dicembre, esibizione nel Rione Junno dei calabresi Marasà. Domenica 28 dicembre alle 17.30 presso l’ex Convento dei Minimi, la perfomance delle sonorità create all’interno del laboratorio musicale. ROSSANO (Cs) - Maratona artistica Presso la sede dell’associazione Internazionale Centro Arte Club di Rossano, su iniziativa del pittore Ercolino Ferraina si terrà una maratona artistica di fine anno. Il programma: fino al 27 dicembre negli stessi locali si potranno ammirare le straordinarie distese di fiori e campiture

dei paesaggi calabresi del Trebisaccese Franco Abate. Nello stesso periodo, fino al 27 dicembre si terrà in contemporanea una importante mostra di grafica d’autore con le opere di Franco Azzinari, Antoni Addamiano, Ulisse, Sciarrano, Fiorentini, Cascella, Bocchi e Claudio Malacarne. ROSSANO (Cs) - Città bizantina...a Natale La città di Rossano, assessorato al Turismo, spettacolo e manifestazioni culturali, presenta la terza edizione di “Rossano la bizantina...a Natale”. Per l’occasione, oltre agli eventi musicali inseriti nel cartellone “Rossano città della musica”, il programma natalizio prevede: Domenica 26 dicembre, ore 17.00, quartiere Santo Stefano “Presepe vivente” a cura del Comitato Santa Maria della Pace. Domenica 28 dicembre, ore 19.00, “Concerto di capodanno” a cura della Fidapa sezione di Rossano. Domenica 4 gennaioore 18.30 “Scanderbeg Jazz Trio in standarede extra”. Lunedì 5 gennaio, ore 18.30 “Mi ritorni in mente...” “Ricordando Battisti” a cura dell’Accademia musicale Rossanese e Grafosud. Martedì 6 gennaio ore 15.30, Palazzetto sportivo dei padri Giuseppini di Rossano Scalo, “Festa della Befana 2009 per i diversamente abili” a cura dell’associazione Lions Club Rossano Sybaris e 1ª edizione della Befana interforze“ a cura di Genius management Sas. Alle ore 17.00, piazza Steri “Arrivano i Re Magi” realizzati nel laboratorio di cartapesta del prof. Isidoro Esposito. Domenica 11 gennaio, ore 18.30, premiazione della “vetrina più bella”.

29 dicembre ore 20.30, alla scoperta dei talenti, la Corrida dei cedri – VII edizione. Nella sala polifunzionale, a cura dell’associazione Libero forum. Martedì 30 dicembre ore 20.00, concerto di Natale presso sala polifunzionale, a cura della banda musicale Città di Scalea. Mercoledì 31 dicembre ore 24.00, Fuochi d’artificio di fine anno dalla Torre Talao, a cura dell’Associazione sporting club La Valle. Sabato 3 gennaio ore 17.00. Rappresentazione teatrale: ‘A vrascera d’u mis(i) i Natal(i). Nella sala polifunzionale. A cura del Comitato Cimalonga. Domenica 4 gennaio ore 21.30, Gospel, concert con Wendy Lewis Duet. Nella sala polifunzionale, a cura dell’associazione culturale Picanto. Lunedì 5 gennaio dalle ore 15.00, il rito del ceppo, con l’assaggio delle gaimelle. In piaza Cimalonga, a cura del ComitatoCimalonga. Alle ore 20.30, concerto del coro polifonico Harmonia di Santa Maria del Cedro, diretto dalla maestra Caria. Nella sala polifunzionale a cura del Coro polifonico Harmonia. Martedì 6 gennaio ore 20.30, concorso regionale “Miss Mondo Italia 2009”.Sabato 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia Maria, serata al Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae.

SCALEA (Cs) - Consiglio comunale Lunedì 22 dicembre, si riunirà a Scalea alle ore 16.00, un Consiglio comunale con tre i punti all’ordine del giorno: Ratifica della delibera di giunta comunale n.136 del 10 novembre 2008 ad oggetto “Variazione al Bilancio di previsione 2008”; Delibera di giunta n.137 del 10 novembre 2008; comunicazione al Consiglio comunale del prelevamento dal fondo di riserva ordinario; Piano di localizzaROSSANO (Cs) - La città della Musica zione degli impianti stradali di distribuzione carburantiAl via la terza edizione de “La città della Musica”. Il ricco Variante al vigente Piano comunale. cartellone degli eventi, allestito dall’assessorato al Turismo e Spettacolo del Comune di Rossano, prevede le esibizioni di artisti e formazioni da camera di levatura na- SERSALE (Cz) - Natale a Sersale 2008 zionale, provenienti dalla Calabria e da Bologna, Venezia, L’assessorato alla Cultura e allo Spettacolo, retto dal viceTorino e Firenze. Il programma: Oggi, Virginio Aiello (fi- sindaco Salvatore Torchia, in collaborazione con le assosarmonica) e Paolo Lucani (pianoforte). Sabato 27 di- ciazioni Pro Loco, Teatrarci, Avis, Amici del Teatro e i Semcembre, Aurelio Schiavoni (soprano) e Francesco Addob- pre Verdi, presenta l’evento “Natale a Sersale 2008. Il probo (pianoforte). Sabato 3 gennaio, Quartetto Telesio: Fa- gramma: Oggi, a cura della Pro Loco, concerto di Natale, bio Falsetta (pianoforte), Giovanni Azzinnari (violino), Quartetto “Calliope Wind Chamber Orchestra”, chiesa MaAlessio Vilardo (viola) e Stefano Amato (violoncello). Tut- dre ore 18.00. Mercoledì 24 dicembrea cura dell’Avis, Babti gli eventi si terranno presso Palazzo San Bernardino di bo Natale per le vie del paese piazza casolini dalle ore 17.00, Rossano Centro e avranno inizio alle ore 18.30. venerdì 26 dicembre a cura della compagnia “teatrarci” “haju nu figliu avvocatu” commedia in vernacolo in tre atti di giuseppe spadafora con la partecipazione straordinaS.ANDREA IONIO (Cz) - Festa d’inverno ria di manuela lupia stra Scuola Elementare dalle ore Sabato 27 dicembre, in piazza Enrico Berlinguer a S.An- 17.30. Da venerdì 26 dicembre a sabato 3 gennaio, a cura drea Jonio, si svolgerà la “Festa d’inverno”. Il programma della pro loco, mostra di arte varia Casa della Cultura - Via prevede alle ore 20.30, dibattito sul tema: “In basso a Si- Roma, inaugurazione 26 dicembre ore 10.30. Apertura dal nistra, ricominciamo” con Sara Corasaniti, segretaria del 27 dicembre al 3 gennaio dalle 16.00 alle 19.00. Sabato 27 Circolo del Partito della Rifondazione Comunista e Ra- dicembre III edizione “premio sersale” sala consiliare ore mon Mantovani, membro della direzione nazionale. Ore 17.30. Domenica 28 dicembre a cura della compagnia 21.30 concerto di Includepicture. Nel pomeriggio funzio- “amici del teatro” “u daverranu e mbecchiare mancu e neranno stand gastronomici, dell’artigianato, dei libri, di rrobbe” commedia in vernacolo in due atti di Tommaso Cuba e Emergency mentre in chiusura, alle ore 24.00, ci Buccafurri Palestra Scuola Elementare ore 18.00. Martedì sarà l’estrazione dei cinque numeri vincenti della sotto- 30 dicembre a cura dell’Avis, tombolata in allegria presso scrizione a premi. la palestra della scuola elementare ore 17.00. Venerdì 2 gennaio a cura della pro loco, “Elvi’s tribute rock’n roll band” alla Palestra Scuola Elementare ore 21.00. Sabato 3 SCALEA (Cs) - Appuntamenti “Vivi il Natale” gennaio a cura del circolo “I sempre verdi” pittefritte in alDiffuso il programma del “Vivi il Natale a Scalea”: Fino al legria Locali Circolo Via Marconi dalle ore 18.00. Dome27 dicembre e fino a sabato 3 gennaio, dalle ore 14.00 al- nica 4 gennaio a cura della compagnia “amici del teatro”, le16.00, La natività; rappresentazione artistica del prese- “u daverranu e mbecchiare mancu e rrobbe” commedia in pio con la mostra antropologica. Nella saletta Cimalonga, vernacolo in due atti di Tommaso Buccafurri, Palestra a cura del Comitato Cimalonga. Fino al 6 gennaio, Prese- Scuola Elementare ore 18.00. Martedì 6 gennaio a cura pe sulla Torre Talao. Orario: 15.00 -19.30 (Giorni feriali). della compagnia “teatrarci”, “haju nu figliu avvocatu” com9.30 -13.00 e 15.00 -19.30 (Giorni festivi). A cura dell’as- media in vernacolo in tre atti di giuseppe spadafora con la sociazione Sporting club La valle. Oggi, alle ore 20.30, con- partecipazione straordinaria di manuela lupia e del corpo certo con i maestri Perrone, al violino, Tramontano, al flau- di ballo del gruppo folkarci, Palestra Scuola Elementare to, Miele, al violoncello. Sala della biblioteca comunale a dalle ore 17.00. cura dei Solisti dell’accademia musicale del Vallo di Diano. Lunedì 22 dicembre ore 19.00. Concerto di pianoforte con i maestri Perciaccante e Dominici. Nella sala polifun- SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo zionale. Martedì 23 dicembre ore 21.00. Quinta edizione, Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settintombolata scout. Nella sala polifunzionale a cura del Grup- giano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali po Scout. Giovedì 25 dicembre. ore 10.00 –13.00, Babbo (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Natale in vespa in Piazza Caloprese, a cura del Vespa club. Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, meDal 26 dicembre al 30 dicembre torneo interparrocchiale, rengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 Allo Sporting club La Valle, a cura dell’associazione La euro se segnali la tua presenza su www.movidacommuValle. Venerdì 26 dicembre ore 14.30, memorial di calcio nity.it. “T.Barletta”, Stadio Longobucco, a cura del Comitato Tonino Barletta. Venerdì 26 dicembre ore 20.30. Rappresentazione teatrale: Stanott’ pass’ ‘u bommino. Nella sala Segnala un appuntamento polifunzionale a cura dell’associazione Carnem levare. Sabato 27 dicembreForum. Nella sala polifunzionale a cua questa rubrica regionale: ra della Diocesi, San Marco Argentano-Scalea e alle ore 18.00, coro polifonico presso la chiesa di San Nicola in Plavia mail: appuntamenti@ildomani.it tea, a cura del Coro Laudate Dominum. Domenica 28 dicembre ore 18.00. Serata pa’ Scalia. Nella sala polifunvia fax: 0961-903801 zionale, a cura dell’associazione Sporting la valle. Lunedì


42 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue a Soveria il percorso di degustazione e riscoperta dei prodotti della cucina tradizionale “La rosa nel bicchiere”

Carlo Lucarelli a Soverato IL CARTELLONE

A Stalettì la manifestazione dell’Unaie, “Natale sul posto di lavoro”

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center, promozioni Il Booling Center di località Campo, sempre aperto tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Eventi natalizi Al Bar Mario: Oggi, Isa e il suo karaoke con tombolata e ricchi premi; lunedì 22 dicembre, Francesco Ioccisano Trio; martedì 23 dicembre le rivoltelle; giovedì 25 dicembre tombolata con karaoke; venerdì 26 e sabato 27 dicembre da Roma binario 3 cover band ufficiale di Ligabue; domenica 28 e lunedì 29 dicembre, da Catania Siculblasko cover band Vasco Rossi; Martedì 30 dicembre da Reggio Calabria cover band Deep Purple; giovedì 1 gennaio Isa e il suo karaoke; venerdì 2 gennaio, Baboomba band cover band ufficiale di Zucchero; sabato 3 gennaio le rivoltelle; domenica 4 gennaio, Mimmo Cavallaro; lunedì 5 gennaio, Mister muscolo e i suoi estrogeni;martedì 6 gennaio ancora Isa e il suo karaoke con befanaparty e sabato10 gennaio, Brillant Disguise in concerto. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: Oggi, l’Accademia internazionale dello spettacolo “Officina Teatrale” alle ore 21.00 presenterà il saggio – spettacolo “Antologia di Spoon River” di E.L. Master. Costo del biglietto per studenti, 8 euro. Lo spettacolo è collegato a Telethon, per cui la metà dell’ incasso sarà devoluta in beneficenza. Sabato 3 gennaio Caprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraio Hair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprileSorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Eventi musicali alla Braxator Eventi musicali alla birreria “Braxator” di via Maria a Soverato: Venerdì 26 dicembre alle ore 23.00, Tributo live “Sotto i cieli di Rino Gaetano”. Domenica 28 dicembre alle ore 23.00, i Baboomba band in concerto. Martedì 30 dicembre alle ore 23.00, i Parafonè con “Il ritorno dei suoni”. SOVERATO (Cz) - Concerto di Natale 2008 Il Lions Club di Soverato e versante Ionico delle Serre, presenta il concerto di Natale 2008. Con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Soverato e la collaborazione dell’Istituto Alberghiero, la manifestazione si terrà sabato 27 dicembre alle ore 21.00 presso il teatro comunale di Soverato. Protagonista della serata, l’Orchestra sinfonica di Pazardjik (Bulgaria) diretta dal maestro Giovanni Froio, di Ponchielli-Strauss e Rossigni ed è prevista la partecipazione straordinaria di Gerardo Sacco con “Frammenti di luce”. SOVERATO (Cz) - Evento Teatro/Canzone Domenca 4 gennaio ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Soverato, evento teatro/canzone con Carlo Lucarelli, Simona Vinci e gli Arangara. SOVERIA M. (Cz) - “La Rosa nel bicchiere” La Rosa nel bicchiere propone un percorso di degustazione, riscoperta e rivalutazione dei prodotti e della cucina tradizionali attraverso un calendario di serate a tema legate allo scorrere delle stagioni. Programma: Tutti i sabato sera e per tutto il periodo natalizio nella tavernetta de La Rosa nel bicchiere Wine bar, degustazione taglieri di salumi e formaggi, musica e crêpes flambées. Per ulteriori e più dettagliate informazioni è possile contattare i numeri di telefono di seguito riportati: 0968/666668 – 349/6886589; o ancora consultare il seguente sito internet www.larosanelbicchiere.it. SOVERIA S. (Cz) - Non c’è due senza s...tre...ss “Non c’è duo senza s..tre..ss” del duo Battaglia & Miseferi,

sabato 27 dicembre, presso la palestra comunale di Soveria Simeri, a partire dalle ore 21.30, i famosi comici del Bagaglino si supereranno in materia di risata. L’evento è stato voluto l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco e consigliere provinciale Mario Amedeo Mormile, in collaborazione della Provincia di Catanzaro e della “Onofrio Concerts” di Giuseppe Onofrio. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Info: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it. STALETTI’ (Cz) - Natale sul posto di lavoro L’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo, aderente all’Unaie, celebra i suoi XXVI anni con la manifestazione “Natale sul posto di lavoro”. L’incontro si svolgerà martedì 23 dicembre alle ore 18.00 presso la torrefazione della Caffè Guglielmo sita a Copanello di Stalettì in via Nazionale e si comporrà di due momenti: una Santa Messa celebrata da Sua Eccellenza Monsignor Antonio Ciliberti Arcivescovo metropolita di Catanzaro - Squillace e la consegna del premio “Calabria Mondo 2008” destinato a calabresi che si sono particolarmente distinti nei propri settori di attività. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TORRE DI RUGGIERO (Cz) - Teatro/canzone Venerdì 2 gennaio alle ore 20.30 presso la sala Conferenze del Comune di Torre di Ruggiero si terrà l’evento Teatro/canzone con Carlo Lucarelli, Simona Vinci, Mimmo Martino (Mattanza), Mario Lo Cascio (Discanto), Carlo Grillo (Calabria Logos), Marcello Piccioni, Roberta Parravano, Gianfranco Riccelli (Arangara). Letteratura, musiche e canti. la stessa iniziativa si ripeterà sabato 3 gennaio alle ore 21.00 all’auditorium Casalinuovo di Catanzaro e domenica 4 gennaio al teatro comunale di Soverato. VIBO V. - Scambio di auguri e consuntivo 2008 Lunedì 22 dicembre, alle ore 11.30, presso la sala Giunta dell'Amministrazione provinciale, il presidente Francesco De Nisi e gli assessori incontreranno i giornalisti per il tradizionale scambio d'auguri di fine anno. L'occasione servirà anche per tracciare un rapido consuntivo dell'attività svolta e illustrare priorità e prospettive d'azione per il 2009. VIBO V. - Auguri di Natale Martedì 23 dicembre, alle ore 10.00 presso la Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Luigi Razza, il sindaco della città Franco Sammarco incontrerà i rappresentanti degli Organi di stampa per il tradizionale scambio di auguri. Al-

la conferenza stampa, che come negli anni passati è anche circostanza utile per tracciare un breve consuntivo del lavoro svolto, è prevista la partecipazione dei componenti l’esecutivo comunale. VIBO V. - “Vibo Presepi 2008” La Pro Loco di Vibo organizza la IV edizione della mostraconcorso “Vibo-Presepi 2008” che si terrà nella Chiesa rinascimentale di San Michele. La partecipazione è gratuita e suddivisa in due sezioni: privati; scuole, associazioni, enti, ecc.. Ogni partecipante può presentare più presepi per la mostra, ma solo due per il concorso. Ogni partecipante che avrà fatto pervenire nei termini stabiliti, i presepi presso la Chiesa di San Michele, potrà ritirarli entro e non oltre lunedì 12 gennaio 2009. I presepi non ritirati entro tale data resteranno in proprietà alla Pro Loco. Giorno ed ora della consegna e del ritiro, vanno preventivamente concordati con la Pro Loco. I presepi verranno giudicati da una giuria competente ed il giudizio sarà insindacabile. La mostra resterà aperta fino al 5 gennaio 2009, nei seguenti orari: tutti i giorni: ore 10.00 - 12.00/ 17.00 - 20.00. A mezzanotte di mercoledì 24 dicembre, la Chiesa accoglierà la suggestiva “ Processione del Bambinello” con personaggi in costume ed accompagnata dalla dolce musica degli zampognari e dal “Gran Falò di Natale”. CALABRIA - Notti di Natale Ha ufficialmente preso il via presso la stazione Vaglio Lise di Cosenza, la manifestazione “Notti di Natale 2008/2009”: “In carrozza tra stelle e presepi”. La rassegna itinerante su rotaie che promuove il percorso tra arte, cultura, ambiente, storia e territorio, e che coinvolge i Comuni della provincia di Cosenza e Catanzaro fino al prossimo 18 gennaio. Le tappe programmate della mostra itinerante, nelle stazioni ferroviarie della Calabria sono: fino al 23 dicembre Soveria Mannelli; dal 27 al 30 dicembre Catanzaro; 2-3 gennaio 2009 Serrastretta; dal 4 al 6 gennaio Camigliatello Silano; dal 7 al 10 gennaio San Giovanni in Fiore; 11-12 gennaio Serra Pedace e dal 13 al 18 gennaio Cosenza centro. CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese” di Vibo Valentia, fino al 20 marzo 2009 presso il nuovissimo Auditorium della Chiesa “Gesù Salvatore” in Vena di Jonadi, presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: Venerdì 9 gennaio, Compagnia Teatrale “Hercules” di Catanzaro “A scacammi n’atra”. Venerdì 23 gennaio Associazione Teatrale “Roccella Jonica”. “ Nta casa i Don Rafeli”. Il 6 febbraio, Piero Procopio & Band Cabaret e Musica Popolare. Il 20 febbraio, Associazione Culturale “Nuovo Teatro Aquila” di Pellaro “L’eredità e a jettatura”. Il 6 marzo, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Il 20 marzo, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico ore 20.30 – Sipario ore 21.00. CALABRIA - Concerti Acam La Società Beethoven Acam di Crotone presenta la stagione concertistica 2008. Il programma: Oggi, concerto dell’Orchestra da Camera “Orfeo Stillo”, Basilica Cattedrale di Crotone, ore 19.00. Domenica 26 dicembre, concerto dell’Orchestra da Camera “Orfeo Stillo”, chiesa Madre di Cutroore 19.00. Domenica 27 dicembre concerto del duo Aurelio Schiavoni - Francesco Addabbo, sala Complesso San Bernardino di Rossano, ore 18.30. Domenica 28 dicembre concerto del duo Aurelio Schiavoni - Francesco Addabbo, auditorium Liceo Musicale “O. Stillo” di Crotone, ore 19.00. CALABRIA - Concerti di Natale Stagione concertistica 2008 “Concerti di Natale” curata dall’orchestra della provincia di Catanzaro e che vedrà protagonista il giovane direttore calabrese, Vito Cristofaro. Il Programma: Carlopoli, Chiesa Madre, Oggi, ore 18.00. Curinga, Chiesa Matrice, lunedì 22 dicembre ore 18.30. Soverato, Parrocchia dell’Immacolata, martedì 23 dicembre ore 19.00. CALABRIA - Prim’olio IX edizione L’associazione “Saperi e sapori” presenta la IX edizione di Prim’Olio (giornate internazionali per la valorizzazione dell'olivicoltura Mediterranea). Giovedì 29 gennaio, presso la Facoltà di Agraria di Bologna si terrà la presentazione nazionale della “Guida agli extravergini Calabresi”, a conclusione della nona edizione di “Primolio”.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 43

Sport

LA TELENOVELA

CALCIO E TV

Il Real Madrid ora nega l’affare: “Cristiano Ronaldo non verrà da noi”

Mourinho sulla Rai Oggi sarà ospite della trasmissione “Quelli che...”

Al Franchi di Siena, i bianconeri di Giampaolo tengono testa alla capolista “Mou” chiude con tre attaccanti schierati. Ma decisivo è l’arbitro De Marco

Inter, campione d’inverno tra i fischi Spalletti: “Per l’Arsenal ci sarà tempo” Il giallorosso non vuole distrazioni

In fuorigioco il gol decisivo per la doppietta di Maicon Siena (4-3-1-2): Curci 6, Zuniga 6 (45’ st Calaiò sv), Brandao 6, Portanova 6.5, Del Grosso 6.5, Vergassola 7, Codrea 6, Galloppa 6, Kharja 7, Ghezzal 6, Frick 5.5 (30’ st Maccarone sv). (46 Manitta, 16 Moti, 21 Rossi, 23 Jarolim, 6 Barusso). All. Giampaolo 6.5 Inter (4-3-1-2): Julio Cesar 6, Maicon 8, Cordoba 6.5, Samuel 6, Maxwell 5.5, Zanetti 6, Cambiasso 6, Muntari 6 (28’ st Quaresma sv), Jimenez 5 (10’ st Figo 5.5), Ibrahimovic 5.5, Balotelli 5 (10’ st Crespo 5). (22 Orlandoni, 26 Chivu, 23 Materazzi, 33 Mancini). All. Mourinho 6 Arbitro: De Marco 4.5 Reti: nel pt 34’ Maicon, 44’ Kharja; nel st 38’ Maicon Ammoniti: Balotelli, Maicon, Kharja, Del Grosso, Vergassola e Samuel Spettatori: 14.500 SIENA - Inter in fuorigioco, e fuori dai giochi. 2-1 al Siena, con una doppietta di Maicon e il secondo gol che non ha bisogno di moviole: un metro abbondante di miopia arbitrale e tre punti sgarrupati, «immeritati» per stessa ammissione di Mourinho. Punti brutti e pesantissimi. Aspettando la Juve- o magari sognando Beckham - il vantaggio è più 9. Una fuga prenatalizia. Campioni d’inverno con due giornate d’anticipo. Tu chiamale, se vuoi, motivazioni. L’Inter manda le chiacchiere su un altro pianeta. Hai voglia a millantare sicurezze al sorteggio Champions, poi il Siena fa il Manchester United ed ecco uno strano 2-1. Meglio non parlare di meriti. Perchè la partita è alla pari. Un «no contest» tra un peso massimo e una piuma. Brutta storia tra l’altro, stirata su un tema fin troppo scontato: l’Inter che attacca (anzi, dovrebbe) e l’avversario in difesa. Teoricamente esatto. Peccato che Giampaolo invece la legga al contrario: meglio

La Roma a piccoli passi: “Pensiamo solo al Catania”

Maicon esulta: l’Inter è campione d’inverno grazie alla doppietta del difensore

Serie A 2008-2009 GLI INCONTRI DI OGGI arbitro

CLASSIFICA

Atalanta-Juventus

Farina

Inter

42

Udinese

22

Cagliari-Reggina

Tommasi

Juventus

33

Catania

22

Catania-Roma

Rosetti

Napoli

30

Cagliari

20

Chievo-Genoa

Celi

Milan

30

Sampdoria* 19

Lecce-Bologna

Morganti

Fiorentina 29

ore 15.00

Siena

19

Sampdoria-Fiorentina Orsato

Lazio

27

Bologna

14

Torino-Napoli

Genoa

26

Lecce

13

ore 20.30 Milan-Udinese

Nicoletti

Atalanta

24

Torino

12

arbitro

Palermo

23

Reggina

12

Saccani

Roma*

23

Chievo

9

*una partita in meno

giocare di sorpresa e affogare nella sostanza Ibrahimovic e Balotelli. Dietro, a proposito, c’è Jimenez. I nomi sono lì, le palle gol dall’altro lato. Dopo un quarto d’ora Frick, dopo una presa incerta di Julio Ce-

ANSA-CENTIMETRI

sar in uscita, non riesce a trovare la porta. E becca il gol, il Siena. Angolo orribile di Balotelli che trafigge la copertura di Frick, Maicon aggira la difesa come un uomo invisibile e devia a pochi centime-

tri dalla porta. Uno a zero. Che non significa niente. Perchè a un minuto dall’intervallo il Siena pareggia: cross dalla trequarti di Del Grosso, Kharja anticipa di testa Maxwell ed ecco fatto. E chi lo sente, Mourinho nell’intervallo... L’Inter infatti torna in campo a testa bassa, ma quelli del Siena ce l’hanno invece altissima. Se ne fregano del blasone e attaccano. Ibra ci prova in prima persona: botta e traversa. Poi manda in porta Crespo, ma lo ferma il guardalinee in posizione regolare. Sono lampi senza luce. Dentro pure Quaresma, ma non è una questione di uomini. Poi il gol decisivo e irregolare: tiro di Cordoba stoppato da Maxwell, tacco-assist per Maicon oltre la linea dei difensori, e palla a scavalcare Curci in uscita. Una festa da Champions, altrochè. Mourinho non sta nel cappotto, Maicon si spoglia. Il Siena si arrabbia. E attacca fino alla fine. Ghezzal si mangia una gran palla gol e lancia così l’Inter campione d’inverno tra le polemiche. In fuorigioco, fuori dai giochi.

Il centravanti parte dalla panchina, poi sostituisce l’argentino e piega il Palermo 1-0

La Lazio va con la “riserva” Rocchi Lazio (4-3-2-1): Carrizo 6, De Silvestri 5.5 (1’ st Dabo 6), Diakite 6, Cribari 6, Radu 5.5, Lichtsteiner 6 (30’ Kolarov st), Ledesma 7, Meghni 6, Foggia 6.5, Pandev 5, Zarate 5 (13’ st Rocchi 7). (86 Muslera, 4 Firmani, 68 Manfredini, 81 Del Nero). All. D. Rossi 6.5 Palermo (4-3-1-2): Amelia 6.5, Cassani 5.5, Kjaer 5.5, Bovo 6, Balzaretti 5, Nocerino 6, Liverani 6.5, Bresciano 5 (40’ st Guana sv), Simplicio 5.5, Miccoli 5.5 (33’ st Mchedlidze sv), Succi 4.5. (1 Ujkani, 15 Dellafiore, 46 Raggi, 8 Migliaccio, 18 Ciaramitaro). All. Ballardini 6

Arbitro: Gava di Conegliano 5.5 Reti: nel st 21’ Rocchi Espulso: nel st 28’ Balzaretti Ammoniti: Cassani, Bovo, Balzaretti, Meghni, Dabo e Foggia ROMA - Basta un gol di Tommaso Rocchi alla Lazio per piegare il Palermo e festeggiare con una vittoria il Natale. Delio Rossi lo ha inserito nella ripresa al posto di Zarate, suscitando lo sdegno del pubblico, il centravanti lo ha ’ringraziato’, decidendo un match tutt’altro che spettacolare. Si è avuta l’impressione che avrebbe vinto la squadra in grado di segnare per prima, e così

è stato. L’impresa è riuscita alla Lazio, ma avrebbe potuto riuscirvi anche la squadra ospite, che ci ha provato sia pure senza precisione.

La partita non è bella, nè veloce, sembra di assistere a un match di fine stagione (agonistica), invece siamo solo a fine anno (solare). Lazio a fari spenti, Palermo un po più volenteroso. Nel primo tempo c’è più Palermo che Lazio in campo. Nella ripresa entra Rocchi per Zarate (i tifosi fischiano Rossi per la scelta) e il gol della Lazio arriva su cross da sinistra di Meghni e Rocchi brucia tutti e fa gol. Tifosi denunciati Poco prima dell’inizio della partita la polizia hanno denunciato tre tifosi: verranno sottoposti a Daspo.

CATANIA - «Quella di oggi è la partita più importante della stagione». Luciano Spalletti parla della gara con il Catania e richiama l’attenzione della sua Roma, distratta forse dall’idea Champions e dal richiamo dell’Arsenal. Nella trasferta che chiude il 2008 della serie A, ci sarà anche Totti che ha recuperato dalla febbre: ma non basta a Spalletti per sentirsi sicuro. «Il nostro Arsenal per noi ora si chiama Catania - le parole del tecnico che ricorda la gara dello scorso anno che ha chiuso la stagione - Giocano bene in casa, sarà una partita difficile. Loro hanno un pubblico calorosissimo che sta molto vicino alla squadra, tanto che l’anno scorso sembrava giocassero anche loro, una cosa che non deve succedere». Tra i convo-

cati ci sono Totti e Doni. Assenti invece Panucci, Tonetto, Taddei, Aquilani, Pizarro e Montella. Zenga ha convocato 22 giocatori per la sfida ai giallorossi.

L’attaccante sarà l’osservato speciale di Samp-Fiorentina

Prandelli ha fiutato il pericolo: “Massima attenzione a Cassano” GENOVA - «Affrontiamo una squadra ostica come la Sampdoria, trascinata da un Cassano che si è ritrovato confermando le doti straordinarie. Stiamo lavorando per cercare di limitarne le giocate per-

chè sarà lui il pericolo numero uno». Lo ha detto l’allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli, alla vigilia della trasferta di Genova contro la Samp, ultimo impegno del 2008 prima della sosta natalizia. «Nonostante le fatiche di Coppa Uefa, troveremo un avversario motivato che vorrà chiudere in bellezza l’anno. Ma anche noi siamo pronti e decisi a fare bene - ha continuato il tecnico viola - Un allenatore non è mai contento, però posso dire che questa squadra ha potenzialità tali da avere sempre più margini di miglioramento». Per l’impegno contro la Samp, Prandelli recupererà Frey, Montolivo e Pazzini, assenti mercoledì in Coppa Italia, ma dovrà rinunciare ancora a Dainelli, Osvaldo e Almiron. Mazzarri si affida ancora a Bellucci e Cassano.

Il tecnico contento per il successo sui siciliani

Rossi e gli equilibri da trovare: “Zarate accetti la concorrenza” ROMA - Una vittoria all’ultima partita dell’anno. La Lazio alza la testa e guarda il 2009 con ottimismo. Delio Rossi è finalmente soddisfatto: «Dovevamo tornare a vincere perchè giocavamo con una diretta concorrente - dice il tecnico biancoceleste - Abbiamo trovato un po’ di difficoltà ma ci abbiamo creduto. Abbiamo perso 2-3 giocatori in settimana ma abbiamo riaggiustato la partita». Ha deciso la ’riserva’ Rocchi... «Sono contento per lui, si sta riprendendo e sta tornando il gran giocatore che è. Ho tre attaccanti forti, e sta a me trovare la formula giusta. Zara-

te? Ha 21 anni ed è esploso, e ora ha concorrenza in una grande squadra. Chi non vuole concorrenza va in una squadra più piccola».


44 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Liguri privi di tre pedine fondamentali in casa del Chievo

Napoli senza Lavezzi e Hamsik, spazio a Zalayeta

Genoa con l’attacco di scorta Il Toro carica a testa bassa Milito alza bandiera bianca Novellino cerca la prima gioia Jankovic, Modesto e Oliveira in campo A Di Carlo manca soltanto Morero Morero oggi non sarà in campo: è squalificato

VERONA - Emergenza in attacco per Gasperini. Alle assenze di Sculli e Palladino si aggiunge anche quella di Milito, che non è tra i convocati. In avanti toccherà a Jankovic, Olivera e Modesto. Il Chievo, ultimo in classifica, proverà ad approfittarne. Di Carlo può contare su tutta la rosa a eccezione dello squalificato Morero.

TORINO - Novellino cerca la prima vittoria in campionato da quando è tornato sulla panchina del Torino. Il tecnico deve anche rifarsi dopo i cinque schiaffi presi la scorsa settimana a Bologna. Il Napoli, invece, vuol continuare a respirare l’aria di alta classifica. Tanto che Edy Reja promette che se la squadra nel 2009 si qualificherà per l’Europa salirà a piedi sulla vetta del Vesuvio. Oggi il Napoli sarà privo degli squalificati Cannavaro e Lavezzi e di Hamsik, infortunato. In attacco la coppia Denis-Zalayeta.

La vittoria manca al Lecce ormai da troppo tempo

Lecce-Bologna a nervi scoperti Beretta: “E’ uno scontro diretto” Il Napoli vuole correre anche senza Lavezzi

All’allenatore fanno paura i troppi complimenti ricevuti dalla squadra “L’Atalanta è un avversario da rispettare, soprattutto a Bergamo”

Ranieri avverte la Juve

LECCE - E’ tempo di tornare alla vittoria per il Lecce, scavalcato la settimana scorsa dal Bologna rivitalizzato dall’arrivo di Mihajlovic sulla panchina rossoblù. Beretta deve rinunciare al difensore Esposito che durante la rifinitura ha accusato un problema alla schiena. In attacco ballottaggio

tra Cacia e Castillo per un posto al fianco di Tiribocchi. Beretta carica i suoi: «Ci sarà tensione, ma questo è normale quando affronti uno scontro diretto per la salvezza». Nel Bologna Volpi torna a centrocampo dal primo minuto. In attacco Bernacci favorito a Marazzina per fare coppia con Di Vaio.

Esordio duro per il nuovo allenatore dei calabresi

Pillon alla conquista dell’isola Reggina di scena a Cagliari Allegri avvisa i rossoblù: “Guai ai cali di concentrazione”

Zanetti pronto ma la presenza dal primo minuto resta in dubbio

TORINO - Attenti alle sirene delle vittorie, il rischio è di distrarsi e di buttare via tutto. Un messaggio fin troppo chiaro, quello di Claudio Ranieri. E non gli si può dare torto, perchè gli argomenti sono davvero credibili, alla vigilia di un match come quello di Bergamo contro una Atalanta che in casa si trasforma. «E’ stata una settimana particolare - spiega il tecnico - Prima i grandi elogi per il match con il Milan, poi le feste di Natale, poi il sorteggio di Champions. Dell’Atalanta si è parlato pochissimo e soprattutto si è pensato pochissimo a questa partita. Sarebbe stupido buttare via per colpevole distrazione questi due mesi stupendi. I numeri, d’altra parte, parlano chiaro: i nerazzurri hanno fatto 19 su 24 punti in casa, sappiamo dunque come si trasformano e quali motivazioni abbiano, li conosciamo bene e oltretutto sono in un

Mihajlovic conta ancora su Di Vaio e ritrova Volpi

CAGLIARI - Pillon debutta sulla panchina della Reggina nella delicata trasferta di Cagliari. L’allenatore dei calabresi schiera al centro dell’attacco Ceravolo al posto di Corradi squalificato. Sestu e Barillà per gli infortunati Vigiani e Cozza. Nel Cagliari c’è Cossu al posto dello squalificato Conti. Lazzari dietro le due punte. Il tecnico dei sardi Allegri invita la squadra a non sottovalutare l’avversaria. «La Reggina è in salute, nonostante la sconfitta di domenica, e il cambio dell’allenatore avrà certamente portato nuovi sti-

Lo squalificato Conti sarà rimpiazzato da Cossu

moli. Dobbiamo tenere alta la concentrazione, abbiamo un buon margine di vantaggio in classifica, ma bastano due partite sbagliate che gli altri ti stanno subito addosso».

Nel sabato inglese vittorie per Bolton e Sunderland

Arsenal-Liverpool da brividi E domani tocca al Chelsea

momento di buona forma». “Noi- aggiunge il tecnico -, non guardiamo ai risultati nè di chi ci sta davanti, nè dietro. Dobbiamo sempre bussare all’avversario e vedere chi hai di fronte quel giorno. Ci vorrà la miglior Juve». Quella con gli uomini contati, s’intende. Perchè anche oggi ci sarà la defezione dell’ultimo momento, Iaquinta, che ha accusato l’ennesi-

mo guaio, una contrattura. Buone notizie invece per Grygera, vittima di una infiammazione, che ci sarà. Zanetti è pronto per disputare i novanta minuti e Ranieri è molto soddisfatto per questo, ma non ha ancora deciso se sarà lui o Marchisio a fare il partner di Sissoko. «Ci siamo amalgamati quasi per forza nel periodo delle tante assen-

ze - ricorda il tecnico - Una esperienza che ci servirà per il futuro, quando torneremo a pieno organico». Così come è servito il riconoscimento di «Giocatore dell’anno» tributato a Del Piero dalla giuria del TG1: «Fa bene a lui ma soprattutto alla squadra, che sa quanto un campione così le serva, ma sa anche di averlo aiutato a rendere al massimo».

LONDRA - Vittorie per Bolton, Sunderland, Blackburn e Fulham nella 18/a di Premier League. Il Bolton ha superato il Portsmouth 2-1, Fulham e Blackburn hanno travolto 3-0 Middlesbrough e Stoke City, il Sunderland ha vinto 4-1 in casa dell’Hull City. Oggi c’è Arsenal-Liverpool. Domani Everton-Chelsea.

I rossoneri chiudono il 2008 nel posticipo casalingo. Marino pensa a qualche cambio nell’undici di partenza

Spagna e Portogallo in lizza per organizzare i Mondiali

Ancelotti sorride per il recupero di Kakà e pensa solo all’Udinese Una nazionale per il Regno unito Al tridente brasiliano il compito di far saltare la difesa bianconera La Fifa ha concesso il permesso CARNAGO (VARESE) - David Beckham, che era atteso da un manipolo di tifosi rossoneri, non arriva a Milanello, dove la squadra è concentrata sulla partita di stasera contro l’Udinese, che deve segnare una svolta nel campionato del Milan. «Il Milan - ha spiegato Ancelotti dovrà ottenere la vittoria nonostante i molti problemi e le molte assenze». La buona notizia è che Kakà è recuperato al 100% della condizione, mentre Flamini non sarà tra i convocati. Verificate nell’ultimo allenamento le condizioni di Emerson, Pirlo e Seedorf, e Ancelotti non dispera di poterli impiegare. «Non c’è il rischio di deconcentrazione - ha assicurato Ancelotti, alludendo all’arrivo del fuoriclasse inglese e anche al sorteggio di Uefa, che opporrà il

Filippo Inzaghi è pronto a dare il proprio contributo a partita in corso

Milan al Werder Brema - non avremo altri pensieri per la testa». Ancelotti ha comunque poche scelte ed ha quindi rivelato in anticipo 9/11 della formazione che affronterà l’Udinese: giocheranno Abbiati, Favalli, Kaladze, Maldini, Jankulovski, Antonini (probabilmente uno dei due sarà schierato a centrocampo), poi Kakà, Pato e Ronaldinho. Per l’ultimo atto del 2008, rovinato dagli ultimi due mesi di «pazzie» dell’Udinese, Pasquale Marino recupera quasi tutti gli uomini, in particolare Isla e Ferronetti e contro il Milan sera manderà in campo quella che al momento è la formazione migliore. Appare scontato il rientro di Ferronetti al posto di Motta, mentre Sala dovrebbe debuttare a tempo pieno al posto di Coda.

TOKYO - La Fifa ha dato il via libera al riallestimento di una Nazionale della Gran Bretagna, in vista delle Olimpiadi del 2012 a Lon-

dra. La creazione di un team del Regno Unito non avrebbe ripercussioni sulle singole federazioni, inglese, scozzese, gallese e nordirlandese. La Fifa ha anche riammesso le Federazioni di Kuwait, Isole Samoa e Perù sospese a ottobre: lo ha comunicato il presidente Joseph Blatter. L’organizzazione dei Mondiali 2018 e 2022 verrà assegnata simultaneamente. Le sedi della Coppa del mondo 2018 e 2022 verranno scelte a dicembre del 2010. In lizza l’Inghilterra oltre a Spagna e Portogallo che si candidano insieme.


il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 45

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Livorno, Parma e Brescia dividono il primo posto della classifica con Empoli e Sassuolo Il Bari passa a Modena e insegue a un solo punto di distanza. Triestina cade ad Ancona

Il ruggito delle cinque sorelle Serie B

ROMA - Tavano porta in vetta il Livorno. Una vetta della classifica che sembra un condominio: affollata, con ben cinque squadre a farsi compagnia a 32 punti. Se il Sassuolo rimane bloccato, l’Empoli e la squadra di Acori rispondono all’acuto di Parma e Brescia, vincenti negli anticipi. Il Livorno, dicevamo, deve gran parte del primato a Ciccio Tavano, che a dire la verità trova il riscatto dopo essersi fatto parare un rigore. Amaranto già in vantaggio dopo 3’ con Loviso su uscita clamorosa di Bressan. Ma il portiere si fa perdonare (parzialmente) al 31’, quando intuisce la traiettoria del rigore di Tavano. Lo stesso attaccante non perdona però al 38’, in gol con il sinistro. Il Sassuolo accorcia le distanze al 43’: la difesa lascia solo Zampagna a centro area, che con un tocco al volo di destro su cross di Pensalfini batte De Lucia. E lo stesso portiere è costretto ad arrendersi anche al 31’, quando Masucci riporta l’equilibrio nel risultato. Sembra finire così ma al 5’ di recupero Tavano completa il capolavoro toscano. Pareggio sofferto per l’Empoli, invece, costretto a inseguire dopo l’espulsione di Vannucchi al 31’ per fallo di reazione su Fissore. In superiorità numerica, il Manto-

Ancona Triestina

2 1

RISULTATI

SQUADRA

Corona del Mantova; sotto l’allenatore del Brescia Sonetti

va in tre minuti va in gol grazie a Corona e all’esterno destro sotto l’incrocio su sponda di testa di Locatelli. Il punto che vale la testa della graduatoria arriva solo al 34’ della ripresa per merito di Saudati. Ma le cinque sorelle non possono certo concentrarsi, perchè alle loro spalle preme il Bari, staccato solo di una lunghezza. La squadra di Conte, che giocava con il lutto al braccio per la morte di un tifo-

Empoli Mantova

so in un incidente stradale, batte 2-0 il Modena (ultimo in classifica) al Braglia: in vantaggio al 17’ Bari con Barreto su calcio di rigore, raddoppia grazie a Caputo al 37’ della ripresa. Niente da fare per la Triestina, ancora ferma a quota 28. Marchigiani in vantaggio al 41’ con il colpo di testa di Rincon ma la squadra di Maran pareggia al 6’ della ripresa grazie alla punizione di Allegretti su cui

Livorno Sassuolo Parma Empoli Brescia Bari Grosseto Triestina Vicenza Albinoleffe Pisa Mantova Ancona Rimini Frosinone Cittadella Piacenza Salernitana Treviso Ascoli Avellino Modena

Pt

G

32 32 32 32 32 31 29 28 27 27 26 25 23 23 21 20 20 20 18 18 17 15

19 19 19 19 19 19 19 19 18 19 19 19 19 19 18 19 19 19 19 19 19 19

IN CASA N P RF

V

5 7 5 4 7 5 6 4 3 4 5 3 5 3 5 1 3 3 4 2 1 3

4 0 5 4 2 3 2 5 4 3 2 4 2 2 2 5 4 2 5 3 6 3

si inserisce Ardemagni. Il gol vittoria per l’Ancona porta la firma dell’ex Empoli Vanigli. Secondo successo consecutivo per Colomba da quando siede sulla panchina dell’Ascoli. E’ Soncin l’autore del primo gol, realizzato su calcio di rigore. Raddoppio al 22’ di Cani che sfrutta alla perfezione il cross di Pesce, mentre la rete che accorcia le distanze è di Gerardi al 24’ del secondo tempo. L’altro pareg-

0 2 0 2 1 2 1 0 2 2 3 2 3 4 1 3 3 5 1 4 3 4

RS

17 18 13 15 12 11 21 13 14 10 14 10 18 10 10 3 9 11 15 6 7 11

7 8 6 14 6 9 10 8 7 10 13 10 11 11 4 6 9 13 11 9 12 12

V

2 2 3 5 2 3 2 3 4 2 2 3 1 3 0 3 2 2 0 2 2 0

TRASFERTA N P RF RS

7 5 3 1 3 4 3 2 2 6 3 3 3 3 4 3 1 3 5 3 2 3

1 3 3 3 4 2 5 5 3 2 4 4 5 4 6 4 6 4 4 5 5 6

Ancona (4-4-2): Da Costa 6; Rincon 6,5, Olivieri 6, Vanigli 6,5, Rizzato 6; Surraco 5,5 (27’ st Soddimo sv), Catinali 5,5, Camillucci 6, Siqueira 5,5 (16’ st Miramontes 6); Mastronunzio 6 (42’ st Colacone sv), Nassi 6. All. Monaco 6,5 Triestina (4-4-2): Agazzi 6; Milani 5,5 (32’ st Petras sv), Cottafava 5,5, Minelli 5,5, Cacciatore 6; Antonelli 5,5, Allegretti 5,5 (12’ st Gorgone 6), Princivalli 6, Testini 6; Ardemagni 6,5 (12’ st Cia 6), Della Rocca 5,5. All. Maran 5,5 Arbitro: Brighi di Cesena 6 Marcatori: 41’ pt Rincon (A), 6’ st Ardemagni (T), 41’ st Vanigli (A) Ammoniti: Milani, Camillucci, Surraco, Cottafava, Princivalli, Rincon, Nassi, Miramontes, Da Costa

Empoli (4-3-2-1): Bassi 6; Marzoratti 6,5, Piccolo 5,5 (34’ st Musacci 6), Kokoszka 6,5, Cupi 6 (1’ st Saudati 7); Marianini 6,5, Moro 6,5, Vannucchi 5; Lodi 5,5, Tosto 6; Pozzi 6 (41’ st Corvia sv). A disp. Dossena, Angella, Valdifiori, Pasquato. All. S. Baldini 5,5 Mantova (4-2-3-1): Handanovic 6; Sacchetti 6, Notari 6, Fissore 6, Rizzi 6; Spinale 6,5, Passoni 6; Tarana 6, Locatelli 6,5 (27’ st Venitucci 5,5), Caridi 5,5 (22’ st Sedivec 5,5); Corona 6,5 (27’ st Godeas 5,5). A disp. Bellodi, Cristante, Jiday, Marchesetti. All. Costacurta 5,5 Arbitro: Peruzzo di Schio 5,5 Marcatori: 36’ pt Corona (M), 34’ st Saudati (E) Note: espulso al 31’ st Vannucchi (E) per gioco scorretto. Ammoniti Rizzi, Passoni, Tosto. Spett. 3.000

Piacenza Pisa

1 0

Rimini 1 Albinolfeffe 1

Salernitana 1 Ascoli 2

Treviso Avellino

Piacenza (4-4-2): Cassano 7; Avogadri 6, Iorio 6,5, Rickler 6,5, Zammuto 6 (39’ st Eramo sv); Nainggolan 7,5, Riccio 5,5, Calderoni 6,5 (33’ st Stamilla 6), Aspas 6,5; Rantier 5,5 (11’ st Moscardelli 5,5), Guzman 6,5. A disp. Maurantonio, Visconti, Bianchi, Ferraro. All. Pioli 6,5 Pisa (4-4-2): Morello 5,5; Birindelli 6,5, Viviani 6, Trevisan 6, Zavagno 5,5; Degano 5,5 (14’ st Buzzegoli 5,5), Genevier 5,5, Braiati 5,5 (46’ st Radovanovic sv), Job 5 (3’ st Alvarez 6); Joelson 5,5, Greco 5. A disp. Piccinni, Alfonso, Feussi, Raggio G. All. Ventura 5,5 Arbitro: Tozzi di Ostia 6,5 Marcatore: 8’ st Guzman Ammoniti: Avogadri, Viviani, Iorio, Calderoni, Zavagno, Birindelli, Nainggolan. Al 48’ st Greco (Pis) si è fatto parare un rigore

Rimini (4-3-1-2): Pugliesi 6,5; Vitiello 6, Sottil 6, Milone 6, Regonesi 5,5; Cardinale 6, Basha 5,5 (22’ st La Camera 6); Frara 6, Ricchiuti 6 (37’ st Cipriani sv); Docente 6 (16’ st Pagano 6), Vantaggiato 6,5. A disp. Agliardi, Rinaldi, Lunardini, Catacchini. All. Selighini 6 Albinoleffe (4-4-2): Coser 6,5; Perico 6, Gervasoni 6, Conteh 6,5, Garlini 6; N. Madonna 6,5, Previtali 5,5 (6’ st Luoni 6), Carobbio 6, Laner 6; Ruopolo 6 (35’ st Ferrari sv), Cellini 5 (6’ st Sau 6). A disp. Offredi, Geroni, Serafini, Bombardieri. All. A. Madonna 6,5 Arbitro: Cavarretta di Trapani 6,5 Marcatori: 26’ st Madonna (A), 27’ st Vantaggiato (R) Note: ammoniti Garlini, Basha, Luoni, Sottil, Regonesi, Frara Spettatori 5.000 circa

Salernitana (4-4-2): Pinna 5,5; Kyriazis 6, Fusco 5,5, Cardinale 6, Marchese 5,5 (6’ st Ciarcià 6,5); Giampà 6, Soligo 6, Pestrin 6, Scarpa 6 (22’ st Carcione 6); Di Napoli 5,5, Turienzo 5 (22’ st Gerardi 6,5). A disp. Iuliano, Russo, Tricarico, Peccarisi. All. Mutti 5,5 Ascoli (4-4-2): Guarna 6; Nastos 6,5, Bellusci 6, Micolucci 6, Giallombardo 6; Sommese 6 (7’ st Cioffi 6,5), Di Donato 6,5, Belingheri 6, Pesce 6,5 (38’ st Aloe sv); Cani 7 (25’ st Masini 6), Soncin 6,5. A disp. Pennesi, Camillini, Gaeta, Melucci. All. Colomba 6,5 Arbitro: N. Ayroldi di Molfetta 6 Marcatori: 11’ pt rig. Soncin (A), 22’ st Cani (A), 24’ st Gerardi (S) Note: ammoniti Di Napoli, Turienzo, Pesce, Pestrin, Fusco, Giallombardo, Kyriazis, Ciarcià, Micolucci, Soncin. Spettatori 8.000

Treviso (4-3-2-1): Pellegrino 6; Pianu 6, Bonucci 6, Scurto 6, Smit 5,5 (21’ st Beghetto 5); D’Aversa 6,5 (31’ st Fonjock sv), Gissi 6, Guigou 6,5 (38’ st Pedrelli sv); Scaglia 6, Missiroli 6,5; Musetti 6,5. A disp. Guardalben, Zaninelli, Baccin, Piovaccari. All. Gotti 6,5 Avellino (4-4-1-1): Padelli 6,5; N’Ze 6 (44’ st De Martino sv), Vasko 5, Defendi 6, Ghomsi 6,5; Pepe 6,5, Di Cecco 6, Dettori 6,5 (38’ st Aubameyang sv), Koman 6,5; Ciotola 6 (22’ st Mesbah 6); Pellicori 6,5. A disp. Gragnaniello, Gazzola, Romondini, Doudou. All. Campilongo 5,5 Arbitro: Baracani di Firenze 6 Marcatori: 1’ pt Musetti (T), 7’ st Pepe (A), 27’ st Guigou (T) Note: espulso al 47’ st Pepe (A) per fallo di reazione. Amm. Di Cecco, N’Ze, Smit, Gissi, D’Aversa, Guigou

2 1

RETI S DR PE MI

9 7 26 14 12 -5 13 12 31 20 11 -5 10 9 23 15 8 -7 10 5 25 19 6 -7 9 13 21 19 2 -7 9 8 20 17 3 -8 9 19 30 29 1 -8 12 13 25 21 4 -9 10 5 24 12 12 -9 9 8 19 18 1 -10 12 12 26 25 1 -13 9 9 19 19 0 -12 8 13 26 24 2 -16 12 16 22 27 -5 -14 12 23 22 27 -5 -13 12 12 15 18 -3 -17 6 12 15 21 -6 -19 7 14 18 27 -9 -19 4 11 19 22 -3 -4 -17 6 13 12 22-10 -19 8 14 15 26 -11 -22 10 20 21 32 -11 -24

gio della giornata, dopo quello fra Empoli e Mantova vede protagonisti Rimini e Albinoleffe. Apre Madonna ma il vantaggio dura appena un minuto perchè Vantaggiato pareggia segnando l’undicesimo gol in campionato. Terza vittoria consecutiva per il Piacenza (1-0) sul Pisa. Succede tutto nella ripresa, con il gol decisivo di Guzman per riportare la squadra di Pioli alla vittoria che mancava da più di

Livorno Sassuolo

1 1

F

3 2

Ancona - Triestina Brescia - Grosseto Empoli - Mantova Frosinone - Vicenza Livorno - Sassuolo Modena - Bari Parma - Cittadella Piacenza - Pisa Rimini - Albinoleffe Salernitana - Ascoli Treviso - Avellino

2-1 1-0 1-1 oggi 3-2 0-2 1-0 1-0 1-1 1-2 2-1

PROSSIMO TURNO Albinoleffe - Livorno Ascoli - Treviso Avellino - Modena Bari - Salernitana Cittadella - Frosinone Grosseto - Ancona Mantova - Piacenza Pisa - Rimini Sassuolo - Brescia Triestina - Empoli Vicenza - Parma

un mese. In coda alla classifica bella vittoria del Treviso, che apre alla grande la gara: al 1’ passaggio filtrante di Missiroli per Musetti che controlla con il destro e infila Padelli con un sinistro sul secondo palo. Bisogna aspettare il secondo tempo per la reazione concreta dell’Avellino, che all’8’ pareggia i conti con Pepe, sinistro sotto il sette. Ma Guigou vanifica il recupero e colpisce su punizione.

Modena Bari

0 2

Livorno (4-3-1-2): De Lucia 6; Pulzetti 5,5, Perticone 6 (26’ st Galante 6), Miglionico 6, Rizza 6; A. Filippini 5,5 (13’ st Grandoni 6), Loviso 6,5, Candreva 6; Diamanti 6 (36’ st Volpe sv); Danilevicius 5,5, Tavano 7. A disp. Mazzoni, Migliorini, E. Filippini, Rossini. All. Acori 6 Sassuolo (4-3-1-2): Bressan 6; Rea 6,5, Andreolli 6, Anselmi 6, Donazzan 6,5; Poli 6,5 (36’ st Fusani sv), Magnanelli 6,5 (24’ st Masucci 7), Pensalfini 6,5; Salvetti 6; Zampagna 6,5, Noselli 6 (42’ st Erpen sv). A disp. Pomini, Consolini, Jidayi, Della Rocca. All. Mandorlini6 Arbitro: Gervasoni di Mantova 6,5 Marcatori: 2’ pt Loviso (L), 37’ pt Tavano (L), 44’ pt Zampagna (S), 31’ st Mauscci (S), 50’ st Tavano (L) Ammoniti: Anselmi, Magnanelli, Zampagna, Loviso

Modena (4-3-2-1): Frezzolini 6; Daino 5,5 (18’ st Diagouraga 6), Perna 6, Gozzi 6, Gemiti 6; Bolano 6, Amerini 6, Troiano 5 (1’ st Fantini 6); Biabiany 6, Catellani 6 (24’ st Longo 6); Bruno 5,5. A disp. Castelli, Tamburini, Stanco, De Oliveira. All. Zoratto 5,5 Bari (4-4-2): Gillet 6,5; Bianco 6, Esposito 6,5, Stellini 6, Parisi 6,5 (28’ st Bonomi 6); Kamata 6,5 (1’ st De Pascalis 6), Gazzi 6, Donda 6, S. Masiello 6,5; Caputo 6,5, Barreto 7 (38’ st Cavalli sv). A disp. Santoni, Colombo, Ranocchia, Volpato. All. A. Conte 6,5 Arbitro: Stefanini di Prato 6 Marcatori: 17’ pt rig. Barreto, 37’ st Caputo Note: espulso al 30’ st Bolano (M) per gioco scorretto. Ammoniti Perna, Gozzi, Amerini, Catellani, Fantini, Esposito. Spettatori 5.000 circa

Brescia Grosseto

Parma Cittadella

1 0

Brescia (4-3-1-2): Viviano 6; Zambelli 6, Mareco 6,5, Rispoli 6, Martinez 6,5; Szetela 6, Vass 6, Zambrella 6 (31’ st Salamon sv); Jadid 5; Possanzini 6, Caracciolo 6,5. A disp. Feczesin, Zoboli, Arcari, Taddei, Maccan, El Kaddouri. All. Sonetti 6 Grosseto (4-4-1-1): Caparco 5,5; Porchia 6 (26’ st Pichlmann 6), Stendardo 5,5, Abruzzese 5,5, Garofalo 6; Gessa 6, Valeri 6, Vitiello 6, Lazzari 6,5; Sansovini 6 (11’ st Sforzini 6,5); Carparelli 6,5 (36’ st Mora sv). A disp. Acerbis, Freddi, Innocenti, Suppa. All. Gustinetti 5,5 Arbitro: Pierpaoli di Firenze 6 Marcatore: 34’ pt Caracciolo Espulso: al 2’ st Jadid (B) Ammoniti: Valeri, Szetela, Possanzini e Stendardo (anticipo di venerdì)

1 0

Parma (3-4-3): Pavarini 6; Troest 6,5, Falcone 4,5, A. Lucarelli 6; Castellini 6, Morrone 6, Mariga 6, Antonelli 6; Reginaldo 6 (30’ pt Paloschi 6,5), Kutuzov 6 (1’ st M. Rossi 6,5), C. Lucarelli 6,5. A disp. Pegolo, Pambianchi, Galli, Matteini, Paponi. All. Guidolin 6,5 Cittadella (4-4-2): Pierobon 5,5; Turato 5,5, Pesoli 5,5, Cherubin 6, Teoldi 6; Volpe 6 (40’ st De Gasperi sv), Castiglia 6, Iori 6, Carteri 6 (34’ st Oliveira sv); Bonvissuto 6 (25’ st P. Rossi 6), Meggiorini 5,5. A disp. Zotti, Manucci, Gorini, Musso. All. Foscarini 5,5 Arbitro: Pinzani di Empoli 6 Marcatore: 29’ st Paloschi Espulso: al 38’ pt Falcone Ammoniti: Volpe, Cherubin, A. Lucarelli, Morrone, Antonelli, Castiglia, Teoldi (anticipo di venerdì)


46 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

L’inglese è pronto a dare il massimo negli allenamenti Ressa per vederlo nel suo primo giorno a Milano

Rossonero fino l’8 marzo Beckham affare in prestito

Red Devils affrontano Quito In palio c’è il titolo mondiale

YOKOHAMA (GIAPPONE) - Il Manchester United sposta le lancette del suo tempo sul fuso d’Oriente, e prova a fermare l’attimo sull’ultimo trofeo dell’anno, quello che completerebbe un 2008 d’oro per i Red Devils: dopo aver conquistato l’Inghilterra e l’Europa, e il Pallone d’Oro con Cristiano Ronaldo, il Manchester United prova a diventare Campione del Mondo Sulla strada degli inglesi la squadra ecuadoriana del Ldu Quito, stamani alle 11.30 in Italia «In campionato siamo in una buona posizione e tornare a casa da campioni del mondo sarebbe un ulteriore stimolo per la seconda parte della stagione» ha detto Wayne Rooney, con Ronaldo (foto) l’altro grande protagonista atteso in campo. Alex Ferguson, nel frattempo, ha confermato che l’attaccante bulgaro Dimitar Berbatov è tornato ad allenarsi con la squadra, dopo essersi fermato nella semifinale contro Osaka.

“Voglio divertirmi” Galliani lo accoglie e lascia intendere intese possibili MILANO - «Sono qui e sono pronto a giocare». David Beckham taglia corto. Il centrocampista inglese vuole la fatica del campo, il pieno a San Siro nel derby e la nazionale di Fabio Capello. Tutto il resto è rimasto a Los Angeles con i Galaxy, che gli hanno concesso poco più di due mesi al Milan nella pausa del campionato americano. Nessuna maglietta firmata nella conferenza stampa di presentazione al Meazza, niente orecchini o gel tra i capelli. Solo la barba di due giorni e il gessato ufficiale del Milan. Beckham si presenta così, con un inizio un pò incerto in italiano. «Un grazie di cuore a tutti gli italiani. Mi piace tantissimo il vostro Paese e sono felice di... Scusate mi manca l’ultima parola...». L’atmosfera è quella delle grandi occasioni, con il solito Adriano Galliani raggiante a fare da spalla nel botta e risposta con i giornalisti. Tra i due c’è complicità, soprattutto nell’occhiata maliziosa che Beckham lancia all’amministratore delegato rossonero quando si parla del suo rientro negli Usa il prossimo 9 marzo. Il giorno in cui dovrebbe finire la sua avventura al Milan. «Il contratto in effetti arriva fino a quella data - dice

Stamani in Giappone la finalissima della Coppa per Club

Il patron furioso per le accuse di Montezemolo

Ecclestone ribatte alla Ferrari “A voi 80 milioni più degli altri” David Beckham riceve la maglia 32 da Adriano Galliani: la terrà fino all’8 marzo

Beckham- E questo fa parte degli accordi presi. Giocherò nel Milan ma fin da ora so già che sarà difficile andarmene via. Mi è già successo due volte nella mia carriera, quando ho dovuto lasciare Manchester e Madrid. Per il momento voglio pensare a lavorare e a divertirmi». Ma per un divertimento genuino, niente passerelle nella mondana Milano. «La moda non ha avuto

nulla a che fare con questa scelta che ho fatto- precisa - Sono qui per portare la maglietta rossa e nera, e non altre maglie. Giocare nel Milan è un sogno che diventa realtà. Milano è una bella città, c’è la moda, ma non sono qui per quello». In prima fila, la Spice-moglie Victoria Adams, capello corto e abito nero, guarda il marito tranquilla. Anche per lei il primo giorno a Milano è

stato impegnativo, dovendo girare alla ricerca di un albergo dove stabilirsi, mentre Beckham stava svolgendo le visite mediche a Milanello nella mattinata. «È veramente un onore e un piacere giocare nel Milan - commenta - Questo è un momento molto fortunato. Dopo aver giocato con le squadre principali del mondo, per fortuna ora sono al Milan, il club più titolato del pianeta».

Nulla da fare per gli uomini in Val Gardena Alla seconda stagione da panchinaro il cestista sfonda nel basket Nba

LONDRA - A Bernie Ecclestone (foto) non sono piaciute le dichiarazioni di Luca di Montezemolo, presidente della Ferrari e della Fota (l’associazione dei Costruttori) a proposito dell’attuale spartizione degli introiti della F1 gestiti dalla Formula One Management di Ecclestone. Montezemolo aveva detto che avrebbe discusso con Ecclestone per rivedere le cifre che incassano attualmente le squadre, che sono circa il 50% degli introiti della F1. La replica non si è fatta attendere: «Ferrari prende 80 milioni di dollari in più quando vince il campionato Costruttori e li prende anche quando non lo vince”.

farfalla in vasca corta chiude in 51”3 Nadia Fanchini è terza Belinelli fa un altro record sottocanestro NeiIl 100 nuoto riscopre Belotti: Resta leader nel SuperG L’ex bolognese ora è davvero “guerriero” tricolore su tempi europei VITERBO - Marco Belotti del Circolo Canotteri Aniene ha stabilito con 51”33 il record italiano dei 100 farfalla uomini in vasca corta nel concentramento di Viterbo della finale del campionato italiano a squadre «Coppa Caduti di Brema». Il limite precedente era il 51”60 di Rudy Goldin l’11 dicembre scorso nelle semifinali degli Europei di Fiume in Croazia.

Ventisette punti in azione per Marco Golden State perde Ma al coach va bene

Walchhofer con Bode Miller e Paradis

ST.MORITZ (SVIZZERA) - È toccato alle ragazze azzurre salvare oggi l’onore dello sci italiano con il brillante 3˚ posto di Nadia Fanchini nel supergigante di St.Moritz. Venerdì, in Val Gardena, la gloria era stata tutta dei maschi con il successo a sorpresa in Superg dell’altoatesino Werner Heel. Sulla Saslong ieri però era di scena la discesa con condizioni meteo quasi regolari. Il migliore, ma è davvero un eufemismo, è stato Peter Fill finito però 17˚. Il successo è andato così all’austriaco Michael Walchhofer, davanti all’americano Bode Miller e al canadese Manuel Paradis. Ben diversa è stata la musica per il supergigante donne di St.Moritz sulla famosa pista mondiale Corviglia. Sulla prestigiosa località elvetica nevicava abbondantemente, con visibilità precaria in pista. Gli organizzatori della Fis hanno fatto abbassare precauzionalmente di qualche centinaio di metri la partenza. E ne è venuto fuori un supergigante corto, al di sotto del minuto di gara, ma con passaggi difficili. In difficoltà, infatti, sono finite moltissime atlete Alla fine l’ha spuntata Lara Gut, 18 anni il prossimo 27 aprile, davanti alla connazionale Fabienne Suter.

ROMA - «Sono molto felice per Marco, ha disputato la migliore partita dell’anno». Sono state le poche parole di Don Nelson, coach dei Golden States Warriors, al termine della partita contro gli Atlanta Hawks. Lo aveva lasciato in panchina per un bel po’, fino all’infortunio delle due ’star’ dei Warriors, Maggette e Jackson. Poi, «costretto» a scendere in campo, Belinelli è diventato l’uomo dei record. In poco più di 48 ore, il cestista bolognese è riuscito a conquistare la fiducia del suo allenatore, anche se i Golden States continuano a perdere. Prima contro l’Indiana, mettendo a segno 21 punti in 39 minuti giocati. Poi si è superato ad Atlanta, dove ha portato a casa 27 punti in 42 minuti. Belinelli va a canestro, tocca più palloni, va in attacco senza problemi, e conquista il campionato statunitense. Dà la dimostrazione, insomma, del perchè un anno e mezzo fa, nel corso del draft NBA, i Golden State Warriors lo selezionarono come 18/a scelta assoluta. Era l’8 luglio 2007, e Beli-

Seppi e Pennetta a Arezzo per il memorial Luzzi

Il meglio del tennis italiano oggi “insieme per Federico” Nel 2008 Belinelli ha preferito la Nba alla nazionale

nelli esordì in Summer League di Las Vegas realizzando 37 punti in 40 minuti di gioco, seconda migliore prestazione nella storia del precampionato americano. L’avventura a stelle e strisce, però, fino ad oggi, non gli aveva regalato grandi soddisfazioni: nella prima stagione aveva partecipato in tutto a 33 delle 82 gare, con una media di 7 mi-

nuti. Alla fine del campionato voci di corridoio lo volevano nella NDBL, la Lega di Sviluppo dell’NBA. Invece Belinelli è rimasto, e vuole dimostrare che è stata una scelta azzeccata. In Italia èstato una bandiera della Fortitudo Bologna, ma in serie A aveva esordito con Messina sulla sponda avversa della Virtus di Ettore Messina.

AREZZO - Oggi il primo memorial Federico Luzzi, dedicato al tennista aretino morto il 25 ottobre scorso a 28 anni per leucemia fulminante. La manifestazione, chiamata «Insieme per Federico», sarà trasmessa in diretta da «SuperTennis», il canale televisivo della Fit dalle ore 15. In campo al palazzetto dello sport Le Caselle ci saranno i numero uno italiani Andreas Seppi (foto) e Flavia Pennetta, Daniele Bracciali, Fabio Fognini, Mara Santangelo, Francesca Schiavone, Potito Starace, Filippo Volandri e Roberta Vinci.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 47

SPORT Giuseppe Pillon, oggi all’esordio sulla panchina amaranto nella delicata trasferta di Cagliari

S E R I E

A

Serve un segnale di riscossa REGGINA

L’undici non si discosterà molto da quello impiegato fino alla scorsa settimana

REGGIO CALABRIA — La strenna

più attesa dai tifosi della Reggina è un segnale di riscossa, una speranza concreta di salvezza. Giuseppe Pillon, oggi all'esordio sulla panchina amaranto nella delicata trasferta di Cagliari, cercherà di portare questo regalo ai supporter calabresi, che sono consapevoli delle chance ancora esistenti per mantenere la categoria, ma che hanno vissuto con forte apprensione le vicende delle ultime settimane: quelle che hanno visto la squadra amaranto non riuscire ad approfittare del doppio turno casalingo e che hanno comportato l'esonero di Nevio Orlandi. Giuseppe Pillon, giunto a Reggio nella serata di lunedì, nel corso di questa sua prima settimana alla guida dei calabresi, ha dovuto lavorare su più fronti. Intanto sulle teste dei suoi uomini, reduci dalla sconfitta con la Sampdoria che ha prodotto un pericoloso passo indietro in classifica; poi sulla conoscenza delle pedine che compongono l'organico; infine sulla preparazione all'importante scontro diretto di questo pomeriggio. E' stata dunque una settimana particolarmente intensa per squadra e tecnico, che sin da subito ha chiarito un concetto: «Non intendo fare stravolgimenti anche perché rischierei di provocare confusione nelle teste dei ragazzi». Una frase questa che lascia intendere come l'undici cui si affiderà per la gara di questo pomeriggio non si discosterà molto da quello impiegato fino alla scorsa settimana da Nevio Orlandi. Il modulo sarà sempre il 4 - 4 - 2, almeno fino a quando non darà la sua impronta con soluzioni diverse. Cambierà qualche pedina, più per indisponibilità che per vere e proprie scelte. Venerdì sera, al momento del trasferimento in Sardegna, con

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

RICETTA IPOCALORICA

Il portiere della Reggina, Campagnolo

la comitiva amaranto non sono partiti né Cozza, né Vigiani, entrambi infortunati, nè Corradi, squalificato per una giornata. Tre elementi dello scacchiere amaranto che saranno sostituiti con Sestu sulla fascia destra, Barillà sulla sinistra, mentre ad affiancare Brienza in attacco sarà Ceravolo. Queste almeno sembrano le indicazioni. Dunque la formazione sarà schierata con Campagnolo tra i pali, Cirillo, Lanzaro, Santos e Costa in difesa, Sestu, Barreto, Carmona e Barillà a centrocampo, Brienza e Ceravolo in attacco. Il Cagliari, che proviene da una

sconfitta immeritata all'Olimpico contro la Roma, ha intenzione di imporre la sua legge tra le mura amiche, come fa ormai da settimane. Assente Conti per squalifica, il trainer rossoblu Allegri si affiderà al 4 - 3 - 1 - 2 con Marchetti tra i pali, Pisano, Lopez, Bianco ed Agostini in difesa, Fini, Cossu e Biondini a centrocampo, Lazzari alle spalle di Jeda ed Acquafresca. A dirigere l’incontro sarà l'arbitro Tommasi di Bassano del Grappa con assistenti Biasutto, De Pinto e Ciampi.

Buon senso, difesa attenta e contropiede. Gli ingredienti che Giuseppe Pillon ha scelto per la sua prima ricetta amaranto sarebbero questi. Oggi pomeriggio, al “Sant’Elia” di Cagliari, l’allenatore della Reggina proporrà una formazione non molto diversa da quella messa in campo da Nevio Orlandi nelle ultime settimane. Ma l'effetto novità esiste, eccome: si registra ogniqualvolta una squadra cambi allenatore. Per un paio di partite, tutti si mostreranno disposti al sacrificio, volenterosi e, addirittura, capaci di sorridere. Anche in caso di sostituzione. Ma a metà gennaio giorno più, giorno meno - è facile prevedere che la vita dello spogliatoio torni a scorrere nell'alveo di prima. Di tutte le affermazioni rese da Pillon nei suoi primi giorni alla guida della compagine dello Stretto, una ci ha particolarmente colpiti e rinfrancati: «Per il momento - ha sostenuto - è inutile parlare di schemi tattici e di moduli, di 4-4-2 o di tridente. Adesso bisogna, più che altro, compiere un'attenta valutazione sull'organico». Ha detto tutto e niente, il mister, in quella circostanza. Non ha svelato quale sarà il volto della sua squadra, ma al tempo stesso ha dimostrato a

Angela Latella

Al “D’Ippolito” sfida da ultima spiaggia per la squadra di Fofò Ammirata

Biancoverdi senza alternative Col Monopoli per i tre punti...

LAMEZIA TERME — Ultima gara

del girone d’andata. La Vigor Lamezia riceve in casa il Monopoli per cercare almeno di “girare” a quota 13 punti, aspettando che dal mercato arrivino altre novità dopo quella del ritorno in biancoverde dell’attaccante, Sergi. Oggi, per la compagine allenata da Fofò Ammirata la posta in palio è davvero alta. Un match che metterà tutti in discussione: dal tecnico ai giocatori che dovranno dare il massimo per conquistare la vittoria. E’ chiaro, tuttavia, che ancora una volta Ammirata sarà costretto a giocare con una formazione “monca”. Di fatto senza attacco, nonostante la presenza del generoso Ragatzu che fino ad oggi purtroppo per lui e per la squadra, non ha dimostrato di poter risolvere le partite. Insomma, la sfida contro la lanciatissima compagine di mister Geretto è davvero vitale per tutti. La Vigor

tutti di avere un cervello. E l'intelligenza dovrebbe essere la prerogativa fondamentale di un allenatore subentrante, come dimostrò a suo tempo Orlandi, quando riuscì a conquistare la salvezza nonostante la «guerra tra bande» in atto tra i calciatori. In linea di principio, a Cagliari saranno appena accennati i tratti caratterizzanti il gioco del nuovo allenatore. Bisognerà prima di tutto badare a non prenderle, senza abbassare troppo il baricentro del gioco, e ripartire il più velocemente possibile. Non è certo una strategia da calcio d'avanguardia, ma è senz'altro un'opzione tattica che può rivelarsi utile a portare a casa almeno un punticino. Il “Sant'Elia” è un fortino quasi inespugnabile e la squadra sarda, pur cambiando diversi allenatori negli ultimi anni, ha sempre mantenuto le stesse caratteristiche: gagliardia, spregiudicatezza, ardore agonistico. Quando vogliono, i rossoblu sanno anche porre la questione sul piano della rissa. A Roma, sette giorni fa, hanno perso pur giocando bene. Banco di prova più difficile, Pillon non lo avrebbe potuto trovare all'esordio. Ma non possiamo non nutrire un pizzico di speranza ed ottimismo: in bocca al lupo, mister.

A sinistra, il jolly Massimo Ciotti uno dei pochi punti fermi della formazione biancoverde. Sopra, il tecnico della Vigor Lamezia, Fofò Ammirata.

è obbligata a lasciare l'ultimo posto in classifica, pena una rincorsa nel girone di ritorno oltremodo difficile ne son del tutto impossibile. Ci vorrà un autentico miracolo per salvare la stagione e soprattutto - la categoria. Contro il temibile Monopoli che ormai orbita in zona play-off e nelle cui fila milita il capocannoniere Ceccarelli, Fofò Ammirata ovviamente schiererà una formazione che contemplerà l’unica punta Ragatzu, così come provato durante il test di giovedì scorso. Ovvero, Panìco tra i pali. Linea difensiva con Stroffolino, Ciminari, Filippi e Marinelli. Più avanti il duo Clasadonte-Carraro. Quindi, a ridosso di Ragatzu, il trio composto da Ciotti a destra, Sanso al centro e Riccobono a sinistra. Un modulo che, evidentemente, Ammirata ad oggi ritiene più congeniale per cercare di scardinare la difesa pugliese. Un 4-2-31 sul quale il tecnico siciliano fa affidamento per centrare la prima vittoria stagionale in casa. Da Monopoli sono attesi 100 sostenitori pugliesi, tanti quanti sono stati i tagliandi inviati in settimana. Arbitrerà l’incontro il signor Fabrizio Pasqua di Tivoli, coadiuvato da Tiziano Palatta di Tivoli e Davide Quadrano di Ostia Lido. r. s.


48 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’ultima gara del girone d’andata vede le Aquile impegnate sul campo della matricola Isola Liri

Difendere l’imbattibilità CATANZARO

CATANZARO — Quella di oggi è l’ultima domenica calcistica del 2008, ma è anche l’ultima gara del girone di andata, che vede il Catanzaro impegnato sul campo della matricola Isola Liri. Per i giallorossi c’è da difendere una imbattibilità, che dura da sedici giornate, ovvero dall’inizio del campionato e che, se come ci si augura, diventeranno diciassette, sarebbe già un prestigioso traguardo raggiunto, oltre a dare una spinta in più alla ripresa delle ostilità, dopo la lunga pausa in coincidenza con le feste natalizie e di fine anno. Un impegno, quello appunto ad Isola Liri, che sulla carta dovrebbe essere alla portata di Mancinelli e compagni, anche se il tecnico Provenza continua a predicare modestia, cercando di fare capire alla sua truppa che non esistono avversari facili e che ogni partita fa storia a sé. «L’Isola Liri è squadra abbastanza tosta - ha sottolineato -; una squadra che annovera tra le proprie fila dei buoni giocatori, sia in avanti che nella zona nevralgica del campo, il tutto con un tasso di esperienza elevato. Sicuramente - ha proseguito il mister - non ha una classifica importante, ma come si è potuto constatare, la stessa conta poco, tanto è che, domenica scorsa, proprio i laziali sono andati vicinissimi alla vittoria sul terreno del Gela, ovvero sul campo di una delle due compagini imbattute di tutti i campionati professionistici (l’altra è il Catanzaro n. d. r. ). Un vantaggio, quello dell’Isola Liri, sfumato sul filo di lana, grazie ad un inventiva del portiere siciliano Cecere, che ha portato in parità le sorti del match. Un’ennesima conferma, allora, che non bisogna mai giudicare l’avversario dalla classifica». Un’analisi che non fa una grinza; cosa dovrà fare allora il Catanzaro per ottenere l’ennesimo risultato positivo... «Essere bravo, umile e volenteroso, rimanendo sempre concentrato dal primo minuto della gara, senza accusare cali di tensione. Il tutto sfoderando una prestazione ancora una volta di sostanza e di concretezza, oltre che di grande collaborazione. Dobbiamo assolutamente essere convinti e consapevoli che questa di oggi è un’ulteriore tappa di un percorso che, fino a questo momento, ci ha portato ad essere una squadra che si è fatta apprezzare per qualità di gioco, per continuità e di conseguenza per i risultati ottenuti». Le preoccupano le defezioni in seno alla formazione? «Premesso che qualsiasi assenza è rilevante, nella gestione di un gruppo sono abituato a considerare tutti gli elementi a disposizione importanti, perché, tra l’altro, è giusto che sia così. Non si può però negare che alcuni calciatori che hanno giocato con una certa continuità possano avere nella gambe un ritmo di gioco più intenso. Diciamo allora che il gruppo, all’unisono, ha raggiunto un certo equilibrio, sia pure con una competizione interna che non guasta mai e che è frutto di un lavoro durissimo, non automatico, nel senso che non è stato raggiunto con facilità, ma che va a merito di chi stà lavorando dal 19 luglio scorso, con in testa il sottoscritto e fino all’ultimo dei collaboratori. Del resto, non operando in tal senso, non si può dare per scontato che la squadra abbia tutti gli elementi pronti a scendere in campo soltanto per opera e virtù dello spirito santo. Assolutamente no! E’ invece frutto di un lavoro che deve essere da tutti apprezzato, anche perché, caso

Provenza: «Dobbiamo farci apprezzare per la qualità di gioco»

contrario, significherebbe non avere una conoscenza culturale calcistica». Un Catanzaro quindi pronto a questa ultima fatica del girone di andata...

Diario di bordo di VITTORIO RANIERI Voglia di proseguire la rincorsa alla vetta. Ecco l’obiettivo del Catanzaro in occasione dell'ultima domenica calcistica del 2008. Poco importa che l’avversario odierno, ovvero l’Isola Liri di mister Zecchini, sia invischiato nei bassifondi della classifica. Quel che più conta, infatti, in casa giallorossa, è non perdere terreno nei confronti del Cosenza dopo il mezzo passo falso casalingo di sette giorni fa. Nella giornata di ieri, non s’è tenuta alcuna seduta di rifinitura. Di buon mattino, le Aquile si son messe in viaggio alla volta del basso Lazio. Nel quartier generale di Sora, il Catanzaro è sbarcato nel tardo pomeriggio. Provenza ha portato con sè quasi tutti effettivi a disposizione ad eccezione degli infortunati Corapi, Ciano e Gimmelli e dello squalificato Armenise. Tra i convocati figura anche Max Caputo le cui chance di giocare, però, sono ridotte al lumicino. Iannelli, invece, sembra aver recupero dall'infortunio muscolare che l’ha tenuto a riposo nella giornata di venerdì e dovrebbe accomodarsi in panchina. Il tecnico dell’Fc potrebbe affidarsi a un offensivo 4-3-3, con Criniti e Mangiacasale a supporto dell’unica punta Antonio Montella. Per Rino Frisenda si prospetta un impiego a partita in corso. Difesa a quattro con Francesco Montella a destra, Tomi a sinistra e con la riconfermata coppia centrale Di Meglio-Di Maio. Centrocampo robusto con Zaminga, Berardi e Bruno. Una volta rientrati dalla trasferta di Isola Liri, per Gimmelli e compagni scoccherà l'ora del rompete le righe. Le Aquile torneranno ad allenarsi il 28 dicembre.

«I nomi degli undici che scenderanno in campo, così come quelli che comporranno la panchina ed anche quelli che andranno in tribuna, sono e restano solo dei nomi, con tutto quello che ho asserito prima.

Quello che conta, ribadisco, è il gruppo, che è poi sinonimo di squadra. E quando un gruppo è compatto, come quello che ho il piacere di avere a disposizione, i risultati non possono mai venire meno. Una sola

condizione, ripeto: essere costanti nel rendimento, mantenere sempre un giusto equilibrio e non abbassare mai la guardia». Arrivare a quota diciassette d’imbattibilità, potrebbe essere il primo obiettivo raggiunto dalla squadra... «L’imbattibilità non deve considerarsi un obiettivo, che invece è sempre la prestazione. Certamente può considerarsi una base di garanzia, perché una squadra imbattuta è una squadra che ha carattere, che ha nerbo, che ha grossa personalità. Diciamo pure che proprio l’imbattibilità è qualcosa dalla quale poi trarre delle utili conclusioni, anche se nel tempo. Non dimentichiamo che il girone di ritorno sarà un altro campionato: le prerogative ci stanno già da ora tutte, grazie alla riapertura del mercato. Vedremo allora squadre che cambieranno molto per ciò che concerne le rispettive rose, altre che si rinforzeranno per fare meglio, poche invece quelle che andranno fino al termine del torneo con l’attuale organico». A proposito, mister, il Catanzaro…? «Ho tirato in ballo il mercato, per rispondere alla sua domanda e per sottolineare come il girone di ritorno, nelle linee generali, si prospetti in maniera un po’ diverso da quello d’andata. Al momento però siamo concentrati sull’impegno odierno, che, ripeto, non è dei più semplici, augurando che tutto vada per il verso giusto. Poi staccheremo la spina per una settimana ed eventualmente, in seguito, parleremo di mercato». Anche questo fa parte dell’equilibrio del medico dottore, Nicola Provenza. Mario Mirabello

LA NOTA Impegni difficili per tutte le formazioni di terra bruzia. E i giallorossi sognano il record

Sotto l’albero cosa regaleranno le calabresi? CATANZARO — Dopo una lunga

cavalcata che ha percorso quasi 3 stagioni, estate, autunno e inizio d’inverno, si conclude oggi la prima parte del campionato. Una prima parte che ha messo in rilievo 3 squadre su tutte le altre. Il Cosenza, in primo piano, poi la coppia di squadre imbattute Catanzaro e Gela che viaggiano a braccetto tanto per non perdersi di vista. Queste due squadre, infatti, sono le uniche imbattute dei campionati professionisti. E quindi è chiaro che si controllano con una marcatura stretta che più stretta non potrebbe essere. Sotto l’albero di Natale l’unica squadra che ha dato il migliore regalo ai suoi supporters, è stato il Cosenza, campione d’inverno con una partita di anticipo sulla conclusione del girone di ritorno. Le altre due squadre, Catanzaro e Gela, si sono dovute accontentare del secondo posto, un secondo posto comunque onorevole, che bisogna difendere appunto oggi con le due squadre impegnate in trasferta. Sulla carta la trasferta più proibitiva sembra quella del Gela impegnato in casa dell’Andria che nelle ultime settimane è riuscita a risalire al 5° posto in classifica. Il Catanzaro, invece, dovrà vedersela con la matricola Isola Liri che appare pure in crescita. Dopo queste considerazioni di rito è chiaro che l’ultima parola passa al campo di gioco dove le squadre dovranno confrontar-

si. Il Catanzaro tenterà di conquistare in trasferta quello che inopinatamente ha perso in casa domenica scorsa contro il Noicattaro in un campo di gioco ridotto ad una risaia. Privo di 3 elementi importanti come Ciano, Gimmelli e Caputo, la squadra di Provenza dovrà dimostrare, ove ve ne fosse bisogno, che la compagine sa reagire ai momenti sfavorevoli cercando di prolungare l’imbattibilità che dura da ben 16 giornate di campionato. Non sarà una partita facile. L’Isola Liri, quart’ultima in classifica, è chiaro che farà di tutto per rendere

difficile la vita agli illustri ospiti. Il Catanzaro, dal canto suo, dovrà lottare per sé ma anche per fare, indirettamente, un favore ai cugini lametini fermando L’Isola Liri che, nella zona pericolo, è a 3 punti dalla Vigor Lamezia che oggi ospiterà il Monopoli sperando di conquistare la prima vittoria in casa, che renderebbe molto felice, tra gli altri, il simpatico presidente Cantafio. Riusciranno i giallorossi a farsi onore anche oggi? Tra poco lo sapremo e intanto buona partita a tutti. Orlando Rotondaro


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 49

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Una compagine ampiamente rimaneggiata oggi contro il Pescina. Ma la capolista non può deludere

Lupi “costretti” a vincere COSENZA

COSENZA — Chi si trova in testa alla classifica non può trovare alibi. Questa è una delle tante difficoltà che coglie la capolista di un campionato lungo e difficile. Il Cosenza si trova lì e deve fare di necessità virtù. I due turni inflitti a Polani, lo stop per recidiva in ammonizioni per Ciccio De Rose e gli infortuni che hanno colpito Catania, Chianello, Morelli, Galantucci, fanno si che la formazione che oggi affronterà il Pescina Valle del Giovenco di Mister Chiappini, sia del tutto nuova. La prima volta con questi equilibri fa sì che ci sia molta attesa per i tifosi del Cosenza. L’idea del trequartista dietro le punte stimola molto la fantasia degli esteti del calcio e stuzzica molto la curiosità di chi affollerà gli spalti del San Vito per capire come il Cosenza può dar fastidio alla squadra che ha di fronte. Oggi dietro le punte si sistemerà Roberto Occhiuzzi che dalla fascia destra si

2ª D I V I S I O N E

Dietro le punte Roberto Occhiuzzi che dalla fascia destra si sposterà al centro sposterà al centro. Conoscendo il calciatore di Cetraro non disdegnerà di riportarsi sulla fascia per cercare di scombinare i piani della formazione di Avezzano. Ventisei punti per la squadra bianco verde che viene da tre pari consecutivi e che scende a Cosenza per restare in scia della zona play off. Dieci i punti di differenza con la squadra di Toscano che sul terreno del San Vito sarà costretta, come dicevamo poco sopra, a fare di necessità virtù. In porta confermato Ambrosi, sulla linea di difesa si rivedrà Bernardi sulla destra con il confermato Musacco a sinistra. Confermata anche la coppia centrale di difesa: Braca e Parisi non fanno sconti e solo gli infortuni li hanno tenuti lontano dal campo. Talmente costanti che oramai certa appare la partenza di Bacillieri che ad ora non ha timbrato mai il cartellino in campionato. A centrocampo le note dolenti.

All’assenza di De Rose e all’infortunio di Catania, Toscano risponderà facendo scendere in campo Fabio e Profeta. Anche per loro poco spazio ma certo una buona occasione per mettersi in mostra. Dietro Cantoro e Danti (quest’ultimo agirà con ogni probabilità leggermente più avanti rispetto al solito), giostrerà, come dicevamo Roberto Occhiuzzi. Polani. Domani, al’ospedale di Castrovillari, Enrico Polani si sottoporrà ad un intervento per sistemare definitivamente la mano che da tempo gli da fastidio. All’intervento, che sarà effettuato dal Dott. Pino Parisi, parteciperà anche il medico sociale dei rossoblù, Pino Canonaco. Polani sarà comunque disponibile per la ripresa delle attività agonistiche dopo avere scontato la squalifica. Carmelo Grandinetti

(Ediratio)

Gli ultimi risultati premiano la squadra di Vibo che chiama a raccolta la carovana degli appassionati

VIBONESE

VIBO VALENTIA — La classica attesa della vigilia è vissuta in casa rossoblu con una tensione insolita. La sfida da vincere stavolta comincia prima del fischio dell’arbitro, inizia prima che sul campo. La sfida che la Vibonese vuole vincere innanzitutto per questa domenica è il pubblico, i suoi tifosi. L’attesa è proprio questa: squadra e società vogliono capire se questi bei risultati, questa serie di soddisfazioni superiore alle previsioni, questo bel calcio messo in mostra riusciranno finalmente a riportare allo stadio i vibonesi, riusciranno a riconquistare i cuori rossoblu. Insomma, questa volta il regalo di Natale è la squadra a chiederlo per capire quanto coinvolgimento si riesce ad attirare. Poi, sarà compito dei giocatori in campo ripagare i presenti al Luigi Razza con una prestazione da applausi… e una vittoria! Ma che Vibonese si presenterà contro l’Aversa Normanna? Scontata la presenza di Amabile tra i pali, gli altri reparti saranno tutti rivisitati per via delle assenze che caratterizzeranno anche questa domenica. È certa l’assenza di capitan Ruscio per squalifica, così come quella di Bianciardi per infortunio. Non sarà della partita nemmeno Vincenti Taua. L’attaccante della Nuova Caledonia per tutta la settimana si è allenato a parte per via di piccoli segnali giunti dai suoi muscoli. E così, come già accaduto a proposito di Melis, Galfano preferisce assegnargli un ulteriore turno di riposo, in modo da averlo nelle migliori condizioni per la partita successiva. Andrà, comunque, in panchina e questo

I reparti saranno tutti rivisitati per via delle assenze

Rossoblù carichi e motivatissimi Serve il gran pubblico ipponico per tre ordini di motivi: innanzitutto perché le preoccupazioni non sono tali da richiedere il riposo assoluto; poi perché il giocatore scalpita ed allora meglio averlo a portata di mano se la partita ne richiedesse l’impiego per utilizzare le sua caratteristiche che lo rendono capace di svariare lungo tutto l’arco della zona d’attacco; infine, e non meno importate, l’ipotesi che, se la partita si è ormai incanalata lungo sentieri di assoluta tranquillità, farlo entrare tornerebbe utile per mettere ulteriori minuti nelle sue gambe ed aiutarne così il pieno e definitivo recupero. Ciò detto e chiarito, proviamo a disegnare la Vibonese anti Aversa. Con Amabile in porta, la linea difensiva dovrebbe essere composta dalla coppia centrale RanellucciOrefice, con ai lati Bica Baden e probabilmente Di Stani preferito a Poli. Centrocampo con Pirrone a fare da raccordo e Di Mauro a dettare i tempi con Di Franco e Polito ai lati per spingere Melis a ridosso dell’unica punta Mastrolilli. È questa l’ipotesi più accreditata, ma non mancano le varianti, tutte interessanti. Una, davvero stuzzicante, immagina un’inedita coppia d’attacco Mastrolilli-Oudira, sostenuti da Melis a destra e Polito a sinistra a far da stantuffi tra attacco e centrocampo in mano sempre a Pirrone e Di Mauro. L’altra, presuppone la presenza di un altro dei “ragazzini terribili della banda”: Santino Kulenthiran, da sistemare a centrocampo con Pirrone e Di Mauro lasciando a Polito e Melis il compito di sostenere Mastrolilli, unica punta. Insomma, solo al momento di scendere in campo si potrà scoprire quale Vibonese sarà uscitao dal cilindro di Angelo Galfano, pronto come sempre ad affrontare le emergenze che non mancano mai.

Il Cosenza deve mantenere il ritmo ritrovato per tenere a debita distanza le più dirette concorrenti, ma si ritrova di fronte un Piscina che rimane tra le squadre più interessanti del torneo. Ecco perché impegno e concentrazione dovranno essere al massimo. Il Catanzaro deve riprendersi contro l’Isola Liri quello che domenica scorsa gli è sfuggito. Provenza deve affrontare qualche problema in più, ma le condizioni per trovare la strada maestra ci sono ed il Catanzaro ha il dovere di tentare di prendersi l’intera posta in palio. Obiettivo che deve raggiungere anche la Vibonese. Contro l’Aversa Normanna, Angelo Galfano sarà ancora una volta costretto a preparare una squadra figlia dell’emergenza, con una serie di assenze importanti. Bisogna vincere, ma bisogna fare anche molta attenzione: il rischio di lasciarsi prendere da facili entusiasmi è sempre in agguato, soprattutto al termine di una settimana durante la quale tanto si è parlato della “sorpresa Vibonese” e dei “miracoli” della Banda Galfano: sirene pericolose da rifuggire per riprendere quel ritmo partita che prevede umiltà e consapevolezza dei propri mezzi, rispetto dell’avversario e capacità di imporre il proprio gioco. Partita delicata, delicatissima, quella alla quale è chiamata la Vigor Lamezia. Ospitare il Monopoli in una fase come questa nasconde insidie e rischi. Ma c’è poco da ragionare: per i biancoverdi, ogni domenica deve essere affrontata con un unico obiettivo: la vittoria. E vittoria dovrà essere! Che sia per gli sportivi calabresi il più bel Natale di sempre.

Maurizio Bonanno

Maurizio Bonanno

MAURIZIO BONANNO dalla prima


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

50 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani TRIBUNALE DI CATANZARO Il Giudice dell’esecuzione,esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n.112/98 Dispone Procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto 1: appartamento sito nel Comune di Girifalco via Macchiavelli 6 con tre camere di cui una con bagno esclusivo,un vano destinato a pranzo-soggiorno,un bagno di servizio e una cucina,piano 1 sup.mq.152 in catasto fol. 10,P.lla 342 sub 2 PREZZO BASE D’ASTA euro 32.274,00 Lotto 3: rudere sito nel Comune di Girifalco via Macchiavelli 6 piano T,,sup.mq. 30,in catasto fol. 18,P.lla 742 sub 1 PREZZO BASE D’ASTA euro 808,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 25 febbraio 2009 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo,fotocopia del documento di identità,nonché assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc.n.112/98 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti,l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 per il lotto 1; euro 200,00 per il lotto 3. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto in Cancelleria,dedotta la già versata cauzione,entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. °°°°°°°°° AVVISO VENDITA PRIMA SEZIONE CIVILE Procedura esecutiva n. 199/96 R.G. Espr. Il Giudice, dott. Giuseppe Cava, con provvedimento del 29 ottobre 2008, visti gli artt. 569 e ss c.p.c. e vista la richiesta di vendita, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1 “unità immobiliare in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub 2” al prezzo base di euro. 60.624,00; lotto 2 “unità immobiliare in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub. 3” al prezzo base di euro. 34.173,00; lotto 3 “unità abitativa in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub. 4” al prezzo base di euro. 54.675,00; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 10.02.2009 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad euro. 1.000,00, l’udienza dell’11.02.2009 ore 9,30; dispone che le offerte siano presentate in busta chiusa unitamente ad assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - proc. N. 199/96” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; l’immobile meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, della notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento sul sito internet WWW.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executivis Manda alla Cancelleria di procedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nella pubblicità sia omessa l’indicazione del debitore. Catanzaro 29.10.2008 Il Giudice fto Giuseppe Cava Il Cancelliere fto dott. Salvatore Aiello TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME N. 162/1995 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA il professionista delegato NOTAIO DOTTOR SEBASTIANO PANZARELLA presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da I.N.A.I.L. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 20/03/2007 nella Procedura n. 162/1995 R.E.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 13 febbraio 2009 alle ore 10,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO n. 11: In Lamezia Terme, sezione Nicastro alla località “Cafossi”: - quota di comproprietà pari ad un quarto dell’intero di: - unità immobiliare facente parte del fabbricato condominiale per civili abitazioni a cinque piani fuori terra, e precisamente l’appartamento posto al piano quarto, composto da salone-pranzo, quattro vani, cucina, due bagni, gabinetto, ripostiglio, corridoio, balconata ricorrente lungo tutto il perimetro, per una superficie lorda di mq.. 247,45, e una superficie utile mq. 230,00; nonché sottotetto (dove vi si accede da una scala interna a chioccola) della superficie utile di mq. 45,00; Riportato nel corrispondente Catasto Fabbricati al foglio di mappa 11 particella: - 352/subalterno 12, via Provinciale, piano 4-5, zc.3°, cat.A/2, cl.2°, vani 9, superficie catastale mq. 274, rendita catastale euro 627,50. La descritta particella 352/sub.12 deriva dalla fusio-

PROGETTO

A CURA DELLA

ne delle particelle originarie 352/sub.10 e 352/sub.11. Sono pertinenza dell’unità immobiliare sopra descritta una quota indivisa dei seguenti immobili: a) appezzamento di terreno esteso mq. 1.882,00, riportato nel Catasto Terreni di Lamezia Terme, sezione Nicastro, al foglio di mappa 11, particelle 958960-966-967-351-969-976-980-981; b) appezzamento di terreno esteso mq. 910,00, destinato a viabilità, riportato nel Catasto Terreni di Lamezia Terme, sezione Nicastro al foglio di mappa 11, particelle 965-970-974-977. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, i sopra descritti quozienti di terreno hanno la seguente destinazione urbanistica: Zona “E2”: agricola collinare. Prezzo base euro 107.068,50 (euro centosettemila zerosessantotto euro virgola/50) Cauzione euro 10.706,85 (euro diecimila settecentosei virgola/85) Aumento minimo euro 5.353,43 (euro cinquemila trecentocinquantatre virgola/43) LOTTO n. 14: In Lamezia Terme, sezione Nicastro alla località”Magolà”: - quota di comproprietà pari ad una metà dell’intero di: - appezzamento di terreno agricolo della superficie catastale di are 37.40 (are trentasette e centiare quaranta); riportato nel Catasto Terreni del predetto comune al foglio di mappa n. 17, particella 424, seminativo arborato classe 3°, are 37.40, r.d. euro 11,59 e r.a. euro 4,83. Pertinenza di detto appezzamento di terreno è un piccolo locale a piano terra a destinazione deposito materiali della superficie lorda di mq. 30,36 realizzato abusivamente e non accatastato. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme, il sopra descritto terreno ha la seguente destinazione urbanistica: Zona “E2”: agricola collinare. Prezzo base euro 84.579,75 (euro ottantaquattromila cinquecentosettantanove euro virgola/75) Cauzione euro 8.457,98 (euro ottomila quattrocentocinquantasette virgola/98) Aumento minimo euro 4.228,99 (euro quattromila duecentoventotto virgola/99) - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto geom. Francesco Serrao, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile presso i locali dell’Associazione, mentre l’ordinanza è consultabile sul sito internet www. aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte in sede di incanto non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base del singolo lotto. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, 4 dicembre 2008 il notaio delegato dottor Sebastiano Panzarella CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12.00 del giorno 9 febbraio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima.

MEDIATAG

All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante distinti assegni circolari intestati al sottoscritto Notaio uno per il saldo prezzo e uno pari al 20% del prezzo di aggiudicazione quale presumibile importo spese di trasferimento sia in caso di aggiudicazione senza incanto sia con l’incanto. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. L’aggiudicazione in sede di gara sarà di regola definitiva non essendo ammesso l’aumento di quinto nelle vendite senza incanto. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili nella proc.esec.imm. N. 35/90 R.E. richiesta da Intesa Gestione Crediti S.p.A. Si rende noto che il giorno 18.2.09 ore 12 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale avanti al Giudice delle Esecuzioni si procederà alla vendita all’incanto degli immobili elencati in calce alle seguenti condizioni: prezzo base Euro 5.158,21 Secondo Lotto prezzo base Euro 9.460,10 Terzo Lotto prezzo base Euro 6.314,49 Quarto Lotto ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare nella Cancelleria di questo Tribunale, almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l’incanto per tutti i lotti: 10 % per cauzione e 20 % per spese L’aumento minimo da apportare alle offerte è del 5 % del prezzo base d’asta per tutti i lotti. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro il termine di trenta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definiva (quaranta giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione; Maggiori informazioni in Cancelleria Elenco beni immobili: Secondo lotto: Magazzino sito in Lamezia Terme, via Bianchi, ora via Indipendenza, posto al piano terra, riportato in catasto al foglio 21, p.lla 340 sub 1, superficie lorda mq. 30,48, netta mq. 15,70; Terzo lotto: Magazzino sito in Lamezia Terme, via Bianchi, ora via Indipendenza, posto al piano terra, riportato in catasto al foglio 21, p.lla 340 sub 2, superficie lorda mq. 55,90, netta mq. 32,80. Quarto lotto: Appartamento sito in Lamezia Terme, via Bianchi, ora via Indipendenza, posto al secondo piano, riportato in catasto al foglio 21, p.lla 340 sub 7 (ex sub 4), superficie lorda mq. 57,87, convenzionale di vendita mq. 59,70. Il Cancelliere (C/1) F.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569

Per informazioni 0961 996802

COMMA 3 C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 12/95 R.E. SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’esecuzione nella procedura n. 12/95 R.E., con ordinanza del 09/04/2008 ha disposto la vendita all’incanto, in più lotti dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano. LOTTO n. 1: Appartamento sito nel Comune di Platania, Loc. Zingari, facente parte di un fabbricato per civile abitazione a tre piani fuori terra, composto a piano terra da soggiorno, pranzo, cucina, bagno, disimpegno ed una veranda; al piano primo da quattro camere da letto, soggiorno, bagno, ripostiglio ed un balcone); superficie dell’appartamento mq 165,12, più mq. 15,80 di balconi e mq. 38 di veranda; in NCEU al foglio 7, particella 51 sub. 3 (int. 1); presenta irregolarità edilizie sanabili a cura e spese dell’aggiudicatario entro 120 giorni dal trasferimento mediante il pagamento di una somma pari a 18.000.000 circa delle vecchie lire, già detratte dal prezzo base d’asta”. Prezzo base d’asta euro 28.293,58. LOTTO n. 2: Appartamento sito nel Comune di Platania, Loc. Zingari, facente parte di un fabbricato per civile abitazione a tre piani fuori terra, composto a piano terra da soggiorno-pranzo, cucina, bagno, ripostiglio ed una veranda; al primo piano da tre camere da letto, bagno ed un balcone ad angolo; superficie dell’appartamento mq. 95,02, più mq. 26,55 di balcone e mq. 71,20 di veranda; in NCEU al foglio 7, particella 51 sub. 4 (int. 2); presenta irregolarità edilizie sanabili a cura e spese dell’aggiudicatario entro 120 giorni dal trasferimento mediante il pagamento di una somma pari a 14.000.000 circa delle vecchie lire, già detratte dal prezzo base d’asta”. Prezzo base d’asta euro 18.615,60. LOTTO n. 3: appartamento sito nel Comune di Platania, Loc. Zingari, facente parte di un fabbricato per civile abitazione a tre piani fuori terra, composto da soggiorno-pranzo, cucina, bagno, ripostiglio, disimpegno, tre camere da letto ed un balcone; superficie dell’appartamento mq. 82,56, più mq. 10,60 di balcone; in NCEU al foglio 7, particella 51 sub. 5 (int. 3); presenta irregolarità edilizie sanabili a cura e spese dell’aggiudicatario entro 120 giorni dal trasferimento mediante il pagamento di una somma pari a 6.500.000 circa delle vecchie lire, già detratte dal prezzo base d’asta”. Prezzo base d’asta euro 13.750,16. LOTTO n. 4: appartamento sito nel Comune di Platania, Loc. Zingari, facente parte di un fabbricato per civile abitazione a tre piani fuori terra, composto da soggiorno-pranzo, angolo cottura, bagno, due camere da letto e due balconi; superficie dell’appartamento mq. 62,81, più mq. 8,80 di balconi; in NCEU al foglio 7, particella 51 sub. 6 (int. 4); presenta irregolarità edilizie sanabili a cura e spese dell’aggiudicatario entro 120 giorni dal trasferimento mediante il pagamento di una somma pari a 5.000.000 circa delle vecchie lire, già detratte dal prezzo base d’asta”. Prezzo base d’asta euro 10.577,04. LOTTO n. 5: terreno agricolo sito nel Comune di Platania, Loc. Zingari, di mq. 2.110, bosco ceduo, individuato in NCT al foglio 7, particelle 84 e 85. Prezzo base d’asta euro 3.596,19. FISSA La vendita all’incanto per il giorno 18.02.2009 ore 9,30 e ss. al prezzo base d’asta di cui sopra. Chiunque, tranne il debitore, intenderà partecipare alla vendita, dovrà presentare entro le ore 12,00 del giovedì precedente la vendita nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, istanza di partecipazione in bollo recante a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g. e della procedura il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale) in caso di partecipazione di più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, dovranno essere depositati distinti assegni circolari, intestati a “Poste Italiane S.p.A.” cui versare a titolo di cauzione, il 10% del prezzo base d’asta e a titolo di spesa il 20% del prezzo base d’asta. La misura minima dell’aumento da apportare all’offerta a pena di inammissibilità, è pari al 5% del prezzo base d’asta. Il pagamento del prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione già prestata, deve essere effettuato dall’aggiudicatario nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari entro il sessantesimo giorno della data di aggiudicazione, mediante assegno circolare intestato alle “Poste Italiane S.p.A.”. Soltanto all’esito dell’adempimento precedente, della produzioni di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità, sarò emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. Ulteriori informazioni potranno essere chiede in cancelleria. Lamezia Terme, lì 30.10.2008 °°°°°°°°° N.R.G.E. 13/1993 -SEZ. ES. IMM.IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Letti gli atti del procedimento esecutivo; preso atto dell’istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode del bene pignorato è la debitrice esecutata; considerato che la natura ed il valore di tale bene inducono a ritenere che la sostituzione della debitrice con un terzo quale custode giudiziario non abbia, allo stato, utilità o proficuità per i creditori, che, di conto, vedrebbero incrementare ulteriormente i costi procedurali per le liquidazione di un cespite di modesto valore economico; rilevato, in ogni caso, l’obbligo per la debitrice di presentazione del rendiconto, ai sensi degli artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell’esperto, in ordine sia all’individuazione del compendio immobiliare che della stima del relativo valore di mercato; rilevato che, essendo già stata in precedenza disposta la vendita, sono applicabili, nel caso di specie, le disposizioni del codice di rito anteriori alla riforma introdotta dalle leggi 263/2005 e 51/2006; visto l’art. 576 c.p.c. ORDINA


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 51 per il giorno 11 febbraio 2009, ore 9.30, la vendita all’incanto del seguente bene immobile: lotto unico: “”appezzamento di terreno sito nel Comune di Maida, Località Valle di Marrà, distinto in NCT del predetto Ente alla partita 2861, foglio di mappa 27, p.lle 124 -mq 510, qualità pascolo cespugliato, e 126 -mq.2780, qualità seminativo; il terreno è servito da una strada vicinale denominata Carrà ed è incluso nello strumento urbanistico in zona territoriale di tipo E con destinazione agricola “”. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente a quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere -ivi compresi -, ad es. quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Il prezzo base d’asta è di euro 8.877,89. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare, entro le ore 13 del 10 febbraio 2009, nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, devono essere depositati distinti assegni circolari, intestati alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui versare le rispettive, seguenti somme: a titolo di cauzione, e nella misura del 10% del prezzo posto a base d’asta, euro 887,79; - quali presumibili spese di vendita, e nella misura del 20% del prezzo posto a base d’asta, euro 1.775,57. All’esterno della busta vanno annotati, a cura del Cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, ci chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; La misura minima dell’aumento da apportare all’offerta, a pena di inammissibilità, è pari ad euro 600,00. Il pagamento del prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione già prestata, deve essere effettuato dall’aggiudicatario nella Cancelleria delle esecuzioni Immobiliari entro il sessantesimo giorno dalla data di aggiudicazione, mediante assegno circolare intestato alle “Poste Italiane s.p.a.” Soltanto all’esito dell’adempimento precedente, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. La pubblicità dell’incanto deve essere effettuata nel termine di quarantacinque giorni prima del 30 aprile 2008: - affissione, da parte della predetta Cancelleria, nell’albo di questo Tribunale, di un avviso contenente tutti i dati riportati nella presente ordinanza; - affissione, a cura del creditore procedente, per almeno 10 giorni consecutivi, di un numero non inferiore a 50 manifesti nel centro urbano del Comune di Lamezia Terme e di un numero non inferiore a 20 manifesti nel Comune ove è sito il compendio pignorato, se diverso da quello di Lamezia Terme; - inserzione, a cura del creditore procedente, per almeno una volta, sul quotidiano di informazione locale “Il Domani”. ORDINA alla debitrice la presentazione del rendiconto dalla data di pignoramento, ex artt. 560 e 593 c.p.c., entro e non oltre il giorno 2 febbraio 2009. Manda alla Cancelleria per le comunicazioni di rito. Lamezia Terme, 22 ottobre2008. Il Cancelliere Bruna Bernardi Il Giudice dell’Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.2/89 R.G.E., richiesta da CREDITO FONDIARIO SPA SI RENDE NOTO che il giorno 11.02.2009 alle ore 12:00 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro13.687,50 lotto unico Elenco beni immobili: lotto unico: quota parte pari alla metà del locale magazzino in Lamezia Terme Sambiase via Re di Puglia angolo via Caparello avente una superficie netta di mq 101 circa con relativa area di pertinenza scoperta avente una superficie di mq 31,50 attualmente destinato ad attività commerciale, riportato in NCEU del predetto Comune al foglio di mappa n.74, part.lla 844 sub 4 relativamente al magazzino e sub 13 relativamente all’attinenza scoperta. Ciascun offerente, per partecipare alla vendita, dovrà depositare presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 12:00 del giovedì precedente la vendita dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del prezzo, del tempo del modo di pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, nonché dell’indicazione del numero di RE della procedura, del bene (e del lotto), nonché ancora generalità dell’offerente incluso codice fiscale e copia di documento di identità dell’o’ferente o valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale); all’offerta in busta chiusa e senza segni di riconoscimento deve essere inserito libretto di deposito postale intestato alla procedura

PROGETTO

A CURA DELLA

per l’importo del 10% del prezzo base quale cauzione e libretto di deposito postale per il 20% del prezzo base d’asta a titolo di spese intestato a chi partecipa alla vendita. In caso di unica offerta che non superi di almeno un quarto il valore dell’immobile sarà sufficiente il dissenso di un creditore intervenuto a farla respingere. In caso di pluralità di offerte non si effettuerà gara sull’offerta più alta se questa supera di almeno un quarto il valore dell’immobile semprecché da parte degli altri offerenti non ci sia espressa adesione alla gara sull’offerta più alta. In tal caso il Giudice inviterà gli offerenti alla gara mediante offerta scheda segreta sull’offerta più alta con rialzo minimo non inferiore ad euro 1.000,00. Il termine per il versamento del residuo prezzo non potrà essere superiore ai 60 giorni dall’aggiudicazione. Le spese relative alla vendita ed al passaggio di proprietà saranno poste a carico dell’aggiudicatario. Gli offerenti dovranno indicare il proprio CF, la propria residenza ed eleggere domicilio nel Comune di Lamezia Terme. Lamezia Terme, °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.36/98 R.G.E., richiesta da ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO S.p.A. SI RENDE NOTO che il giorno 18.02.2009 alle ore 12:00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 25.958,25 per il lotto n.1 prezzo base: euro 17.971,50 per il lotto n.2 prezzo base: euro 28.354,50 per il lotto n.3 Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno depositare nella Cancelleria di questo Tribunale, almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l’incanto, il 10% del prezzo base d’asta a titolo di cauzione, nonché, altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L’aumento minimo da apportare all’offerta è sin d’ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d’asta. Entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà diventata definitiva (settanta giorni dalla vendita), l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D. Lgs n.385/93), l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva (settanta giorni dalla vendita), dovrà pagare all’Istituto mutuante quella parte del prezzo che corrispone al credito dell’Istituto stesso in capitale, accessori e spese, salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso, in ottemperanza all’art. 41 comma 5 del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.L. n.385/93), l’aggiudicatario dovrà: a) pagare al mutuante nel termine di 15 gg dalla data di aggiudicazione, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di voler profittare del mutuo stesso; b) depositare, entro il termine di 60 gg. dall’aggiudicazione definitiva, nelle forme di cui al precedente punto 1, l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare del residuo capitale accollato; c) depositare in Cancelleria, ai fini del trasferimento, idonea ed aggiornata certificazione, concernente l’immobile sub - astato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari del Tribunale di Lamezia Terme. Elenco beni immobili: lotto n.1: intera proprietà dell’appartamento per civile abitazione sito in loc. Salice del Comune di Curinga, posto al corpo 2, piano terra e piano seminterrato (garage) di 130 mq, con garage e annessi spazi condominiali pavimentati con ampie aiuole piantumate, ultimato in ogni sua parte; individuato al Catasto Urbano al foglio n.18, part. n.605 sub 6, cat. A/2 - classe 1, consistenza 6,5 vani, p.TR-S1, rendita euro 281,99 confinante a est ed a ovest con parti condominiali, a sud con vano scale e stessa proprietà, a nord con il fabbricato denominato corpo 3. Lotto n.2: intera proprietà dell’appartamento per civile abitazione sito in loc. Salice del Comune di Curinga, posto al corpo 2, piano terra e piano seminterrato (garage) di 130 mq, con garage e annessi spazi condominiali pavimentati con ampie aiuole piantumate, ultimato solo in parte; individuato al Catasto Urbano al foglio n.18, part. N.605 sub 20 ex sub 7, cat. A/2, classe 1, consistenza 6,5, vani p.TR-S1, rendita euro 281,99 confinante a est ed a ovest con parti condominiali, a sud con vano scale e stessa proprietà, a nord con il fabbricato denominato corpo 1. Lotto n.3: intera proprietà dell’appartamento per civile abitazione sito in loc. Salice del Comune di Curinga, posto al corpo 3, piano secondo e piano seminterrato (garage) di 142 mq, con garage e annessi spazi condominiali pavimentati con ampie aiuole piantumate, ultimato in ogni sua parte; individuato al Catasto Urbano al foglio n.18, part. N.605 sub 21, cat. A/2, classe 1, consistenza 6,5, vani p.2-S1, rendita euro 281,99. Lamezia Terme, il Giudice dell’Esecuzione °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.68/96 R.G.E., richiesta da ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO S.p.A. SI RENDE NOTO che il giorno 18.02.2009 alle ore 12:00 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita all’incanto dei beni immobili elencati in calce, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 32.727,20 lotto unico Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno depositare nella Cancelleria di questo Tribunale, almeno quattro giorni prima del giorno fissato per l’incanto, il 10% del prezzo base d’asta a titolo di cauzione, nonché, altro 20% a titolo di deposito per il presumibile importo delle spese di trasferimento. L’aumento minimo da apportare all’offerta è sin d’ora, fissato nella misura del 5% del prezzo base d’asta. Entro sessanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà diventata definitiva (settanta giorni dalla vendita), l’aggiudicatario dovrà versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione, detratto l’importo già versato a titolo di cauzione.

MEDIATAG

Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D. Lgs n.385/93), l’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva (settanta giorni dalla vendita), dovrà pagare all’Istituto mutuante quella parte del prezzo che corrispone al credito dell’Istituto stesso in capitale, accessori e spese, salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato. In tal caso, in ottemperanza all’art. 41 comma 5 del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.L. n.385/93), l’aggiudicatario dovrà: a) pagare al mutuante nel termine di 15 gg dalla data di aggiudicazione, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di voler profittare del mutuo stesso; b) depositare, entro il termine di 60 gg. dall’aggiudicazione definitiva, nelle forme di cui al precedente punto 1, l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante nonché l’eventuale ammontare del residuo capitale accollato; c) depositare in Cancelleria, ai fini del trasferimento, idonea ed aggiornata certificazione, concernente l’immobile sub - astato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, fermi restando gli obblighi di legge imposti alla parte debitrice. Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari del Tribunale di Lamezia Terme. Elenco beni immobili: lotto unico: appartamento posto al primo piano (secondo fuori terra) di fabbricato di maggiore consistenza sito in via Piero Ciampi n.23 già via dei Pini; composto da una cucina, tre stanze, un bagno, un disimpegno, un ripostiglio per un totale di mq 104,71 di superficie utile; più un garage posto al piano seminterrato raggiungibile attraverso la scala condominiale e con superficie di mq 30,35, lo stesso è pertinenza dell’appartamento. Individuati catastalmente al NCEU foglio 10 di Soveria Mannelli, part.lla 531 sub 4. Lamezia Terme, il Giudice dell’Esecuzione °°°°°°°°° N. 94/2002 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR MARIO BILANGIONE Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da INTERNATIONAL CREDIT RECOVERY Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 01/03/2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti di vendita e che non appare opportuno ridurre ulteriormente il prezzo base d’asta; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 11 febbraio 2009 alle ore 11,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto dei seguenti immobili: LOTTO 1: In Lamezia Terme, sezione S.Eufemia Lamezia (CZ), località “Ginepri”, porzione immobiliare inserita nel Complesso Turistico denominato “Lamezia Golfo”, compresa nel Corpo di Fabbrica 1/D, Scala C, e precisamente l’appartamento ubicato al piano terra-rialzato, distinto con il n.int.7 (sette) composto di vani catastali sei e mezzo; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione S.Eufemia, con le indicazioni: - foglio di mappa 23, particella 183/sub.15, contrada Ginepri, piano P., z.c.1°, cat.A/3, cl.4°, vani 6,5, rend.cat. 419,62; Prezzo base euro 81.506,25 (euro ottantunomila cinquecentosei virgola/25). Cauzione euro 8.150,63 (euro ottomila centocinquanta virgola/63). Aumento minimo euro 4.075,32 (euro quattromila settantacinque virgola/32). LOTTO 2: In Lamezia Terme, sezione S.Eufemia Lamezia (CZ), località “Ginepri”, porzione immobiliare inserita nel Complesso Turistico denominato “Lamezia Golfo”, compresa nel Corpo di Fabbrica 1/D, Scala C, e precisamente l’appartamento ubicato al piano terra-rialzato, distinto con il n.int.8 (otto), composto di vani catastali sei e mezzo; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme, sezione S.Eufemia, con le indicazioni: - foglio di mappa 23, particella 183/sub.16, contrada Ginepri, piano P., z.c.1°, cat.A/3, cl.4°, vani 6,5, rend.cat. 419,62; Prezzo base euro 77.034,38 (euro settantasettemila trentaquattro virgola/38). Cauzione euro 7.703,44 (euro settemila settecentotre virgola/44). Aumento minimo euro 3.851,72 (euro tremila ottocentocinquantuno virgola/72). - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto arch. Rosa Viceconte che può essere consultata dall’offerente alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile presso i locali dell’Associazione, mentre l’ordinanza è consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e su “Il Domani” della Calabria. Custode Giudiziario dei beni è il dott. Guzzo Sigismondo, via G.Guzzo n.35 - 88020 - Vena di Maida. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della

Per informazioni 0961 996802

gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 10 dicembre 2008 il notaio delegato dottor Mario Bilangione CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 5 febbraio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura esecutiva. Nessuna altra indicazione - né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro - deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione, mediante assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20% del prezzo di aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: -il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; -i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; -l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; -l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. -All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c.. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 gior-


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

52 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani ni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°° N. 123/1998 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA Il professionista delegato NOTAIO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva proposta da “BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A.” Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 18/11/2006 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; Ritenuto che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta e che è opportuno ridurre il prezzo base di un ulteriore quarto su richiesta del creditore procedente; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 23 febbraio 2009 alle ore 11,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà dei seguenti immobili: LOTTO N. 1 (C.T.U: lotti n. 1 e 2): In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione S. Eufemia Lamezia alla località “Ginepri”, porzione immobiliare inserita nel complesso residenziale denominato “I Ginepri”, e precisamente l’appartamento posto al piano terra-rialzato, distinto con il n.int.5 della scala E; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme sez. Sant’Eufemia Lamezia al foglio di mappa 23 particella 289/sub.1101, Contrada Ginepri, piano 1°, int.5, scala E, zc.1°, cat.A/3, cl.2°. Tale particella deriva dalla soppressione delle originarie particelle 289/sub.8 e 289/sub.10, giusta variazione del 19.4.2000, n.C01243.1/2000 in atti all’U.T.E. di Catanzaro dal 19.4.2000. Prezzo base euro 50.285,83 (euro cinquantamiladuecentoottantacinque virgola ottantatre). LOTTO N. 2 (C.T.U. lotto n. 3): In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione S.Eufemia Lamezia alla località “Ginepri”, porzione immobiliare inserita nel complesso residenziale denominato “I Ginepri”, e precisamente il posto auto ubicato al piano terra-seminterrato; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme sez. Sant’Eufemia Lamezia al foglio di mappa 23 particella 289/sub.283, Contrada Ginepri, piano S1, zc.1°, cat.C/6, cl.1°, mq.16, rend. cat.euro17,35; Prezzo base euro 3.519,85 (euro tremilacinquecentodiciannove virgola ottantacinque) LOTTO N. 3 (C.t.u. lotto n. 4): In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione S.Eufemia Lamezia alla località “Ginepri”, porzione immobiliare inserita nel complesso residenziale denominato “I Ginepri”, e precisamente il posto auto ubicato al piano terra-seminterrato; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Lamezia Terme sez. Sant’Eufemia Lamezia al foglio di mappa 23 particella 289/sub.284, Contrada Ginepri, piano S1, zc.1°, cat.C/6, cl.1°, mq.28, rend. cat.euro.30,37; Prezzo base euro 6.626,92 (euro seimilaseicentoventisei virgola novantadue). AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: - non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; - le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; - si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; - la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: -16 marzo 2009 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile. LOTTO N. 1: Prezzo base euro 50.285,83 (euro cinquantamiladuecentoottantacinque virgola ottantatre). Cauzione euro 5.028,59 (euro cinquemilaventotto virgola cinquantanove) Aumento minino euro 2.514,30 (euro duemilacinquecentoquattordici virgola trenta) LOTTO N. 2: Prezzo base euro 3.519,85 (euro tremilacinquecentodiciannove virgola ottantacinque) Cauzione euro 351,99 (euro trecentocinquantuno virgola novantanove) Aumento minimo euro 175,99 (euro centosettantacinque virgola novantanove) LOTTO N. 3: Prezzo base euro 6.626,92 (euro seimilaseicentoventisei virgola novantadue). Cauzione euro 662,69 (euro seicentosessantadue virgola sessantanove) Aumento minimo euro 331,35 (euro trecentotrentuno virgola trentacinque) - In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto arch.Rosa Viceconte da Lamezia Terme, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “Il Domani” della Calabria. Custode dei beni posti in vendita è il Dr. Fabio Massimiliano Canzoniere con studio in Lamezia Terme via dei Mille n. 150, nominato dal G.E. Dr. Alessandro

PROGETTO

A CURA DELLA

Brancaccio, cui tutti gli interessati all’acquisto potranno rivolgersi per esaminare gli immobili. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - La misura dell’aumento da apportare alle offerte (sia in sede di gara a seguito di più offerte ex art. 571 c.p.c., sia in sede di incanto) non potrà essere inferiore al 5% del prezzo base del singolo lotto. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 1 dicembre 2008 il notaio delegato dottor Gianluca Perrella CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Quanto alla vendita senza incanto: - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno 19 febbraio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; - il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. - l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; - L’offerta presentata è irrevocabile. - L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare. - In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati al sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - l’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. - la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. - l’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione

MEDIATAG

dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. - ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. - per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. - Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Quanto alla vendita con incanto: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 12 marzo 2009 busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a) - se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione - qualora coniugato in regime di comunione legale - delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e de codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b) - se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c) - assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato al sottoscritto professionista delegato. Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio quale presumibile importo spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°° N. 154/1995 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica - Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N.154/95 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal giudice dell’esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 18/01/2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal creditore procedente CREDITO FONDIARIO FONSPA; Considerato che sono andati deserti i precedenti esperimenti d’asta; Ritenuto necessario pertanto rifissare la vendita dei beni pignorati alle stesse condizioni di cui al precedente bando; Visto l’art. 569 c.p.c. AVVISA che in data 2 febbraio 2009 alle ore 11,00, nel Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terrà la vendita con incanto della piena proprietà delle unità immobiliari facenti parte del fabbricato posto in Filadelfia alla frazione Montesoro, località “Prato” n.9, e precisamente: LOTTO N. 1: Unità immobiliare posta al piano seminterrato, composta da tre vani adibiti a deposito con annesso servizio igienico; riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.8, Contrada Prato, categoria C/2, cl.2°, consistenza mq. 70, rend. cat. Euro 94,00 (già particella 245/sub.2); E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 19.912,50 (euro diciannovemila novecentododici virgola cinquanta). CAUZIONE euro 1.991,25 (euro millenovecentonovantuno virgola venticinque). AUMENTO MINIMO euro 995.63 (euro novecentonovantacinque virgola sessantatre). LOTTO N. 2: Unità immobiliare posta al piano seminterrato, composta da due vani adibiti a garage e da tavernetta, con annesso portico e rampa di accesso; riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.9, Contrada Prato, categoria C/6, cl.2°, consistenza mq. 119, rend. cat. Euro 122,92 (già particella 245/sub.2); E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 50.625,00 (euro cinquantamila seicentoventicinque virgola zero zero). CAUZIONE euro 5.062,50 (euro cinquemila sessantadue virgola cinquanta). AUMENTO MINIMO euro 2.531,25 (euro duemila cinquecentotrentuno virgola venticinque). LOTTO N. 3: Unità immobiliare posta al piano terra (lato est), composta da due vani adibiti a negozio (farmacia) con annesso servizio igienico, rampa

Per informazioni 0961 996802

d’accesso e terrazzo-porticato; riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.10, Contrada Prato, P.T., categoria C/1, cl.1°, consistenza mq. 100, rend. cat. Euro 521,62 (già particella 245/sub.3); E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 80.062,50 (euro ottantamila sessantadue virgola cinquanta) CAUZIONE euro 8.006,25 (euro ottomilasei virgola venticinque). AUMENTO MINIMO euro 4.003,13 (euro quattromilatre virgola tredici). LOTTO N. 4: Unità immobiliare posta al piano terra (lato ovest), composta da due vani adibiti rispettivamente ad ambulatorio e deposito con rampa esterna; riportata nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.11, Contrada Prato, P.T., categoria C/2, cl.1°, consistenza mq. 41, rend. cat. Euro 46,58 (già particella 245/sub.3). E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 30.037,50 (euro trentamila trentasette virgola cinquanta). CAUZIONE euro 3.003,75 (euro tremilatre virgola settantacinque). AUMENTO MINIMO euro 1.501,88 (euro mille cinquecentouno virgola ottantotto). LOTTO N. 5: Appartamento posto al piano primo (lato est), composto da tre camere, cucina-soggiorno, ripostiglio e servizio igienico; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.4, Contrada Prato, P.1°, categoria A/3, cl.2°, consistenza vani 5, rend. cat. Euro 185,92. E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 65.625,00 (euro sessantacinquemila seicentoventicinque virgola zero zero). CAUZIONE euro 6.562,50 (euro seimila cinquecentosessantadue virgola cinquanta). AUMENTO MINIMO euro 3.281,25 (euro tremila duecentoottantuno virgola venticinque). LOTTO N. 6: Appartamento posto al piano primo (lato ovest), composto da tre camere, cucina-soggiorno, ripostiglio e servizio igienico; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.5, Contrada Prato, P.1°, categoria A/3, cl.2°, consistenza vani 5, rend. cat. Euro 185,92. E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 55.875,00 (euro cinquantacinquemila ottocentosettantacinque virgola zero zero). CAUZIONE euro 5.587,50 (euro cinquemila cinquecentoottantasette virgola cinquanta). AUMENTO MINIMO euro 2.793,75 (euro duemila settecentonovantatre virgola settantacinque). LOTTO N. 7: Sottotetto posto al piano secondo (lato ovest), composto da tre locali adibiti a deposito ed annesso servizio igienico; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.6, Contrada Prato, P.2°, categoria A/3, cl.2°, consistenza vani 3,5, rend. cat. Euro 130,15. E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 24.375,00 (euro ventiquattromila trecentosettantacinque virgola zero zero). CAUZIONE euro 2.437,50 (euro duemila quattrocentotrentasette virgola cinquanta). AUMENTO MINIMO euro 1.218,75 (euro mille duecentodiciotto virgola settantacinque). LOTTO N. 8: Sottotetto posto al piano secondo (lato est), composto da tre locali adibiti a deposito ed annesso servizio igienico; riportato nel Catasto Fabbricati del Comune di Filadelfia (Vibo Valentia), al foglio di mappa 5, particella 245/sub.7, Contrada Prato, P.2°, categoria A/3, cl.2°, consistenza vani 2,5, rend. cat. Euro 92,96. E’ “aggregata” all’unità immobiliare appena descritta la quota parte di giardino condominiale pari a mq.62,50. PREZZO BASE euro 23.062,25 (euro ventitremila sessantadue virgola venticinque). CAUZIONE euro 2.306,23 (euro duemila trecentosei virgola ventitre). AUMENTO MINIMO euro 1.153,12 (euro mille centocinquantatre virgola dodici). - Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). - I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto architetto Annamaria Scavelli da Lamezia Terme, che può essere consultata dall’offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabile presso i locali dell’Associazione mentre l’ordinanza è consultabile sul sito internet www.aste.eugenius.it, sul mensile “Aste Infoappalti” del mese antecedente la vendita e sul quotidiano “ Il Domani” della Calabria. Custode dei beni posti in vendita è la dott.ssa Maria Rosaria Surace con studio in Lamezia Terme nominata dal G.E. Dr. Alessandro Brancaccio, cui tutti gli interessati all’acquisto potranno rivolgersi per esaminare gli immobili. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMI-Banco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. - Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda.


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 53 - A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 1 dicembre 2008 il notaio delegato dottor Gianluca Perrella CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12.00 del giorno 29 gennaio 2009. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta; - il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dalla aggiudicazione. - l’offerta dovrà contenere: - il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; - l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - all’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Ove l’offerta riguardi più lotti ai sensi dell’articolo precedente, potrà versarsi una sola cauzione, determinata con riferimento al lotto di maggior prezzo. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese; - L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona o a mezzo di procuratore speciale. I procuratori speciali possono presentare offerta per persona da nominare. - In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dalla aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a me sottoscritto Notaio, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - l’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale; - in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. - la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore -, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. - l’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e saranno cancellate a spese e cura dell’aggiudicatario; che se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione dell’immobile sarà effettuata a cura del custode giudiziario. - ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. - per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. - Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versta nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a me sottoscritto Notaio nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato al sottoscritto Notaio quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c.,

PROGETTO

A CURA DELLA

prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. °°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 12 / 93 R.E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione nella procedura n. 12/93 R.E., con ordinanza dell’8.10.2008 ha disposto la vendita all’incanto, in più lotti dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: LOTTO n. 1 “Costituito dal terreno individuato al NCT al foglio 23 del Comune di S. Eufemia part. 249 ex 27/b per intero nonché dalle particelle 27 - 32 - 33 274 e 278 per quest’ultime escluso la superficie occupata dall’area di sedime e di rispetto dei fabbricati di proprietà della omissis Superficie complessiva di mq. 88.660 “. prezzo base d’asta euro 257.884,04 LOTTO n. 2 “ Terreno individuato al NCT al foglio 23 del Comune di S. Eufemia L. e costituito dalle part. 16 34 - 252 - 253 - 254 - 255 - 257 - 273 - 280 - 281 - 282. Superficie complessiva di mq. 96.355. prezzo base d’asta euro 280.266,96 FISSA la vendita con l’incanto per il 18/02/2009 ore 12,00 e ss. al prezzo base d’asta di cui sopra. Chiunque, tranne il debitore, intenderà partecipare alla vendita, dovrà presentare entro le ore 12.00 del giovedì precedente la vendita nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, istanza di partecipazione in bollo recante a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale) in caso di partecipazione di più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento, dovranno essere depositati distinti assegni circolari, intestati a “ Poste Italiane spa “ cui versare a titolo di cauzione, il 10 % del prezzo base d’asta e a titolo di spesa il 20 % del prezzo base d’asta. La misura minima dell’aumento da apportare all’offerta a pena di inammissibilità, è pari ad 5 % del prezzo base. Il pagamento del prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione già prestata, deve essere effettuato dall’aggiudicatario nella Cancelleria delle Esecuzione Immobiliari entro il sessantesimo giorno dalla data di aggiudicazione, mediante assegno circolare intestato alle “ Poste Italiane s.p.a.”. Soltanto all’esito dell’adempimento precedente, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Ulteriori informazioni potranno essere richieste in cancelleria. Lamezia Terme, Il Cancelliere Bruna Bernardi °°°°°°°°°°° Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’Esecuzione, Dott. Alessandro Brancaccio, nella procedura esecutiva immobiliare n. 102/88 R.G.E. promossa da Borsotti Marco contro omissis ORDINA vendita all’incanto per il giorno 18.02.2009 dei seguenti immobili: Lotto n. 1): appartamento in Falerna (CZ), località Litorale di Falerna alla Via Marina, distinto coma fabbricato C interno 3 - foglio di mappa nr. 9 part. 271 sub. 27 Cat. A/2 Classe 1 Consistenza 1,5 vani.Costituito da un ambiente unico (letto-soggiorno) con servizi (angolo cottura e bagnetto) per complessivi mq 15. (Valore Euro 5.760,00) Lotto n. 2): appartamento in Falerna (CZ), località Litorale di Falerna alla Via Marina, distinto coma fabbricato C interno 5 - foglio di mappa nr. 9 part. 271 sub. 29 Cat. A/2 Classe 1 Consistenza 4 vani.Costituito da nr. 3 vani (2 letto ed 1 soggiornopranzo) oltre i servizi (bagno, wc, ingresso, cucina e 3 balconcini) per complessivi mq 54.(Valore Euro 19.440,00) Lotto n. 3): appartamento in Falerna (CZ), località Litorale di Falerna alla Via Marina, distinto coma fabbricato C interno 4 - foglio di mappa nr. 9 part. 271 sub. 28 Cat. A/2 Classe 1 Consistenza 4 vani.Costituito da nr. 3 vani (2 letto ed 1 soggiornopranzo) oltre i servizi (bagno, wc, ingresso, cucina e 3 balconcini) per complessivi mq 50.(Valore Euro 18.000,00) Gli immobili periziati nella relazione di stima in atti, pignorato ai danni di omissis, sono venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano anche in relazione alla vigente normativa urbanistica. STABILISCE Quanto segue: 1) La vendita si svolgerà in data 18.02.2009 alle ore 12.00 presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme. 2) Chiunque,tranne il debitore, intenderà partecipare alla vendita dovrà depositare a titolo di cauzione, il decimo del prezzo base d’asta nel caso di partecipazione all’incanto. 3) La presentazione dell’offerta di acquisto irrevocabile fino al giorno alla vendita dovrà: a) Essere depositata nella cancelleria esecuzioni immobiliari di questo tribunale a decorrere dal nono giorno antecedente e fino alle ore 12.00 del giorno precedente la vendita; b) Contenere la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio ex art. 174 disp. Att. Cpc. c) Prevedere l’espressa dichiarazione di conoscenza ed accettazione dell’elaborato peritale, acquisito agli atti della procedura e consultabile in cancelleria.

MEDIATAG

d) Manifestare la volontà di avvalersi della facoltà prevista dall’art. 585 c. 3 cpc in tema di finanziamento degli aggiudicatari da parte degli istituti di credito. 4) Entro il termine di settanta giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva in favore dell’unico offerente ovvero del miglior offerente l’aggiudicatario dovrà: a) Versare nelle forme dei depositi giudiziari il prezzo di aggiudicazione detratto l’importo già versato a titolo di cauzione e contestualmente b) versare ex art. 179 bis Disp. Att. c.p.c nelle forme dei depositi giudiziari il 20% del prezzo di aggiudicazione a titolo di deposito per il presumibile ed approssimativo ammontare delle spese di vendita e trasferimento, ivi incluse quelle concernenti le attività di controllo della documentazione ipocatastale e di redazione del decreto di trasferimento ove eventualmente delegate. La somma così depositata verrà imputata prima di tutto alle spese; c) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipocatastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. 5) Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario, ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.Lgs n. 385/93), l’aggiudicatario entro il termine di settanta giorni dall’aggiudicazione definitiva, dovrà pagare all’Istituto Mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell’istituto stesso in capitale, accessori e spese,salvo che non preferisca accollarsi, in conto prezzo di aggiudicazione, il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all’immobile aggiudicato.In tal caso, in ottemperanza all’art. 41 comma 5 del Testo Unico delle Leggi in materia bancaria e creditizia (DL n. 385/93), l’aggiudicatario dovrà: a) pagare all’istituto mutuante, nel termine di quindici giorni dalla data dell’aggiudicazione definitiva, le rate scadute, gli accessori e le spese, dichiarando di volere profittare del mutuo stesso, b) depositare, entro il termine di settanta giorni dall’aggiudicazione definitiva, nelle forme di cui al punto 3b), l’eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione, ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l’importo del versamento effettuato all’istituto mutuante, nonché l’eventuale ammontare del residuo capitale accollato; 6) L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese: a) alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli; b) alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento; 7) la presente ordinanza dovrà essere inserita in apposito sito internet gestito dalla Società “Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A.”, nonchè pubblicata entro il termine di 45 giorni prima della data dell’ incanto per estratto e per una volta su un quotidiano di informazione locale scelto, dal creditore procedente, tra quelli aventi maggiore diffusione nel circondario di questo Tribunale oppure in alternativa, sulla rivista ASTE del mese anteriore alla vendita; - affissione murale in almeno 70 punti del comune di Lamezia Terme (50) e Falerna (20); DETERMINA Le seguenti ulteriori specifiche modalità di vendita: 1) all’offerente che ometta di partecipare all’incanto personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documento e giustificativo motivo, sarà restituita, nella misura di nove decimi dell’intero, la prestata cauzione essendo la restante parte della stessa trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; 2) l’aumento minimo da apportare all’offerta è, sin d’ora, fissato nella misura di Euro 2.000,00 rispetto al prezzo base d’asta, sicchè, in presenza di più offerte, l’Ufficio inviterà gli offerenti alla gara, sull’offerta più alta, mediante offerta palese, ovvero, scheda segreta; 3) in caso di offerte l’Ufficio procederà ai sensi dell’art. 584 cpc sempre che l’offerta d’acquisto, formulata in aumento, entro il termine perentorio di dieci giorni dalla vendita, superi di almeno 1/5 quello raggiunto nell’incanto e risulti accompagnata da cauzione pari al doppio di quella fissata dall’ Ufficio per partecipare all’incanto.Con espressa avvertenza che nel caso di diserzione della gara l’aggiudicazione diventerà comunque definitiva ed a carico degli offerenti in aumento sarà pronunciata la perdita della prestata cauzione, il cui importo sarà in tal modo trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. 8) Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale Ordinario di Lamezia Terme. Lamezia Terme, Il Giudice dell’Esecuzione (F.to dr. Alessandro Brancaccio) TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI GARA A SEGUITO DI INTERVENUTA OFFERTA DI AUMENTO DI SESTO (artt. 584 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 21-23/04/2007, VISTO -l’ordinanza di vendita emanata del Giudice dell’Esecuzione dottoressa Maria Luisa ARIENZO in data 0710/05/2004 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 110/94 R.E. e sono state delegate al sottoscritto professionista le relative operazioni; -il verbale in data 10 novembre 2008 con il quale si è dato atto dell’aggiudicazione provvisoria per il prezzo di euro 110.000,00 (centodiecimila/00); -che dopo l’incanto è stata presentata rituale offerta in aumento del sesto ex art. 584 c.p.c. per il prezzo di euro 130.000,00 (centotrentamila/00); VERIFICATA La validità dell’offerta in aumento RITENUTO Che occorre indire la gara ex art. 573 c.p.c su detta offerta in aumento di sesto RENDE NOTO Che il giorno 20 aprile 2009, alle ore 12.30, presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà la gara su detta maggiore offerta di euro 130.000,00 (centotrentamila/00) con offerte minime in aumento di euro 1.000,00 euro (mille/00) per la vendita in un unico lotto, della piena proprietà dei beni assoggettati ad espropriazione, e precisamente: - Nel Comune di SANGINETO (CS) alla località Le Crete, via Ignazio Giunti n. 18: - Appartamento con corti esclusive posto al piano primo interno 3, facente parte di un fabbricato a carattere residenziale, costituito da n. 2 appartamenti al piano primo e da due attività commerciali al piano terra. La superficie complessiva dell’appartamento, al lordo delle murature, è di mq. 109,00. La superficie scoperta,

Per informazioni 0961 996802

destinata a corte di pertinenza esclusiva (terrazzo) è di mq. 46,30; la corte esclusiva è di mq. 178 totali di cui mq. 61, 00 sono costituiti da una unità immobiliare realizzata con struttura portante in legno, destinata ad attività commerciale. L’appartamento confina a nord appartamento proprietà G. A., ad est proprietà G. R., a sud con strada comunale mentre la corte e la unità immobiliare adibita ad attività commerciale confinano a nord con attività commerciale G.A., ad est con proprietà G.R., a sud con strada comunale e ad ovest con lungomare di Sangineto. Catasto fabbricati del Comune di Sangineto foglio 24 p.lla 602 sub 3 piano primo, int. 3, z.c. 1, Categ A/3, classe 1, consistenza vani 6, rendita euro 291,28 (appartamento) e foglio 24 p.lla 605 (la corte dove insiste l’unità destinata ad attività commerciale) Ai sensi e per gli effetti della legge 47/85 e della normativa vigente, dalla perizia del C.T.U. in atti, ed alle quali espressamente si rinvia, risulta che: il fabbricato di cui è parte il cespite in vendita ha visto la realizzazione previa concessione edilizia —n.prot. 96 del 5/5/1974; -in data 23/12/1975 è stato rilasciato certificato di abitabilità; -l’appartamento in vendita non trova rispondenza con gli elaborati progettuali di cui alla licenza edilizia sopra indicata e precisamente è stato ampliato il terrazzo lato mare e ci sono piccole modifiche interne e prospettiche; -non ci sono procedimenti amministrativi in corso; - l’unità immobiliare adibita ad attività commerciale è stata realizzata con struttura portante in legno, con un’autorizzazione comunale n. 4863 del 23/12/1993; tale struttura non è conforme alla detta autorizzazione pertanto in data 17/03/1994 è stato emesso verbale da parte della polizia municipale n. 1/94 dove si verbalizzavano le opere abusive; successivamente in data 23/05/1994 è stato elevato ulteriore verbale n. 3/94; infine è stata rilasciata autorizzazione in sanatoria n. 2657 del 10/07/1997 per le opere precedentemente verbalizzate ma con la precisazione che doveva essere ripristinato lo stato dei luoghi originario entro e non oltre il 30/09/1997; -a tutt’oggi lo stato dei luoghi non è stato ripristinato e l’immobile dove si svolge l’attività commerciale non è conforme agli elaborati allegati all’autorizzazione in sanatoria, pertanto è da ritenersi non regolare sotto il profilo amministrativo. -l’appartamento è utilizzato dagli esecutati come abitazione mentre la corte esclusiva è utilizzata dagli stessi esecutati come attività commerciale a carattere stagionale. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente, purché presenti domanda di concessione o permesso in sanatoria entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Alla gara ha diritto di partecipare l’aggiudicatario provvisorio, che non deve effettuare alcun ulteriore deposito. Ciascun offerente, per poter essere ammesso alla gara, dovrà depositare, presso lo studio del professionista delegato, entro le ore 12,30 del giorno feriale precedente la vendita (escluso il sabato), domanda di partecipazione alla gara, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 20 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, la parte del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione eventualmente residuo, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’inizia consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/). I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le Banche convenzionate. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. Una copia del presente avviso verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c., altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano IL DOMANI DELLA CALABRIA, sul mensile ASTE e sul sito www.aste.eugenius.it; la gara sarà inoltre pubblicizzata tramite affissione nel comune di Sangineto (CS). Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra e si notifichi ai sensi di legge. Cetraro 24/11/2008 Il professionista delegato Dott. Fernando Caldiero


54 Domenica 21 Dicembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA EDIZIONE 2009 Una nuova bellezza calabrese che punta con convinzione a conquistare il titolo

Rosa sogna il successo Ama la pallavolo e il suo fisico perfetto è scolpito in palestra MISS DOMANI CATANZARO — Continuano con

crescente entusiasmo le selezioni delle aspiranti reginette per il concorso Miss Domani 2009. In questa occasione è di scena la settima concorrente mentre gli organizzatori Franco e Veneranda Arena guardano già alla finale di primavera che si terrà anche quest’anno in un prestigioso locale della costa jonica. Ancora una splendida apirante reginetta del fortunato concorso giunto quest’anno alla sesta edizione. La concorrente di oggi si chiama Rosa Lagani, è una ragazza veramente bella, col suo sguardo profondo, dei bellissimi occhi e dei lunghi capelli castani: un fisico perfetto. Rosa è una studentessa del Liceo Classico, ama la pallavolo e frequenta la palestra. Ma la sua vera passione è sfilare in passerella. Del concorso e di Franco e Veneranda, l’aspirante reginetta ha detto: «Ho accettato di partecipare a Miss Domani perché conoscevo il duo Arena, li ho seguiti leggendo Il Domani con le loro simpatiche e originali iniziative nel nostro territorio». Rosa ha sfilato presso il New Living by Scalzo & Santini in via Magna Grecia 77/D, a Santa Maria di Catanzaro, un’azienda che propone vendita di mobili per la casa di di-

La concorrent e di oggi si chiama Rosa Lagani, è una ragazza veramente bella, col suo sguardo profondo, dei bellissimi occhi e dei lunghi capelli castani: un fisico perfetto. Rosa è una studentess a del Liceo Classico, ama la pallavolo e frequenta la palestra.

versi stili, vendita di cucine classiche e moderne, salotti, soggiorni e zona notte. L’ampia esposizione è gestita da personale qualificato con consulenza pre e post vendita, con contatti allo 0961/789290. Gli orari di apertura: 9/13 e 16/20 da lunedì a sabato. Nell’occasione l’organizzazione ringrazia il sig. Scalzo che ancora una volta ha voluto

collaborare e ospitare le concorrenti del concorso Miss Domani. In occasione della sfilata Rosa è stata fotografata dall’ormai bravo Salvatore Servello collaboratore della F&V. La signora Veneranda invita le ragazze a partecipare al concorso telefonando ai numeri: 368/654551 - o al 340-4898845 o inviando e-mail a fvarena@tiscali. it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 RUBRICA Quello che 06:30 RUBRICA Sabato & domenica 09:30 RUBRICA Stella del Sud 10:00 RUBRICA Linea Verde Orizzonti 10:30 RUBRICA A sua immagine 10:55 Santa Messa 12:00 Recita dell'Angelus 12:20 MUSICALE Concerto di Natale dal Senato della Repubblica 13:30 TELEGIORNALE Telegiornale 14:00 TALK SHOW Domenica In L'Arena 15:15 SPETTACOLO Domenica In...sieme 16:30 Tg 1 L.I.S. 16:35 SPETTACOLO Domenica In 100 e lode 18:00 VARIETÀ Domenica In 7 giorni 20:00 Telegiornale 20:35 NEWS Rai Tg Sport 20:40 GIOCO Affari tuoi 21:30 MINISERIE Tutti pazzi per amore 23:30 Tg 1 23:35 Speciale Tg 1 00:35 RUBRICA Oltremoda 01:10 Tg 1 Notte 01:25 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:30 RUBRICA Cinematografo 02:30 RUBRICA Così è la mia vita... Sottovoce 03:30 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 04:10 FILM Highwaymen 05:30 RUBRICA Ultime dalla notte 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 Tg 2 Sì, viaggiare 06:10 RUBRICA L'avvocato risponde 06:20 RUBRICA Non è un paese per vecchi ma per rimbambiti si 06:45 VARIETÀ Mattina in famiglia 07:00 Tg 2 Mattina 08:00 Tg 2 Mattina 09:00 Tg 2 Mattina 09:30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10:00 Tg 2 10:05 RUBRICA Ragazzi c'è Voyager! 10:30 MUSICALE Concerto di Natale della coralità di montagna 11:30 VARIETÀ Mezzogiorno in famiglia 13:00 Tg 2 Giorno 13:25 Tg 2 Motori 13:35 Tg 2 Eat Parade 13:45 VARIETÀ Quelli che... aspettano 15:30 SHOW Quelli che il calcio e... 17:05 RUBRICA Stadio Sprint 18:00 Tg 2 18:05 RUBRICA 90° minuto 19:00 RUBRICA Numero 1 19:25 EVENTO Speciale MotorShow 2008 20:30 Tg 2 20.30 21:00 TELEFILM NCIS 22:35 RUBRICA La domenica sportiva 01:00 Tg 2 01:20 RUBRICA Protestantesimo 01:50 REAL TV X Factor I casting 02:20 RUBRICA Almanacco 02:25 Meteo 2 02:30 RUBRICA Non è un paese per vecchi ma per rimbambiti si 03:45 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 VARIETÀ Cercando cercando

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

(mai) viste

08:00 Tg 5 Mattina

07:00 RUBRICA Aspettando E' do08:50 RUBRICA Le frontiere dello spi-

menica papà 07:45 RUBRICA E' domenica papà 08:50 CARTONI ANIMATI Aia!

rito 09:45 ROTOCALCO Verissimo Tutti i

09:40 RUBRICA Rai Sport 10:50 Coppa del mondo Sci alpino 12:15 Tg 3

colori della cronaca 13:00 Tg 5

12:25 RUBRICA TeleCamere

13:40 SITUATION COMEDY Belli den-

12:40 Coppa del mondo Sci alpino 13:50 RUBRICA Appuntamento al cinema

tro 14:10 REALITY SHOW Amici

14:00 Tg Regione

16:30 SHOW Questa domenica

14:15 Tg 3 14:30 ATTUALITÀ In 1/2 h

18:50 VIDEOFRAMMENTI Supershow

15:05 RUBRICA Alle falde del Kili-

20:00 Tg 5

mangiaro 18:00 GIOCO Per un pugno di libri

20:40 SHOW Paperissima Sprint

18:55 Meteo 3

21:50 FILM Chiedimi se sono felice

19:00 Tg 3

23:50 FILM Ravanello pallido

19:30 Tg Regione 01:30 Tg 5 Notte

20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TALK SHOW Che tempo che fa

02:00 TELEVENDITA Mediashopping 02:15 SHOW Paperissima Sprint

21:30 RUBRICA Elisir 02:45 FILM Arizona junior

23:20 Tg 3 23:30 Tg Regione

04:15 TELEVENDITA Mediashopping

23:35 SHOW Glob, l'osceno del vil-

04:30 Tg 5 Notte

laggio 05:00 SITUATION COMEDY Otto sot-

00:35 Tg 3

to un tetto

00:45 RUBRICA TeleCamere 01:35 RUBRICA Appuntamento al ci-

05:25 TELEVENDITA Tre minuti con

nema 01:45 RUBRICA Fuori orario. Cose

Mediashopping 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus Weekend 09:20 ATTUALITÀ La settimana 09:35 DOCUMENTARIO I segreti dell'archeologia 10:15 FILM Gli attendenti 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM Mai dire sì 14:00 TELEFILM L'ispettore Barnaby 16:05 FILM Aggrappato ad un albero in bilico su un precipizio a strapiombo sul mare... 18:00 FILM Cambio marito

06:55 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 07:00 TELEFILM Due gemelle e una tata 07:45 CARTONI ANIMATI I Puffi 08:00 CARTONI ANIMATI Tom & Jerry Kids 08:15 CARTONI ANIMATI Le avventure di Jimmy Neutron 08:35 CARTONI ANIMATI Imbarchiamoci in un grande viaggio 09:00 CARTONI ANIMATI Mermaid Melody Principesse sirene 09:25 CARTONI ANIMATI Mostri e pirati 09:45 CARTONI ANIMATI Il laboratorio di Dexter 10:00 CARTONI ANIMATI Biker Mice from Mars 10:25 CARTONI ANIMATI I cavalieri dello zodiaco 10:45 CARTONI ANIMATI Mototopo Autogatto 10:55 SITUATION COMEDY Raven 11:25 SITUATION COMEDY Willy il principe di Bel Air 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 RUBRICA Guida al campionato 14:00 FILM TV Il viaggio dell'unicorno Fantastico 17:00 FILM Fievel conquista il West 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:05 FILM The Mask Da zero a mito 21:30 SERIE TV Merlin 23:20 MINISERIE Taken 01:45 NEWS Studio Sport 02:10 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 02:20 TELEVENDITA Shopping By Night 02:35 FILM Fantasmi da Marte 04:15 TELEVENDITA Shopping By Night 04:30 TELEFILM Lois & Clark 05:15 NEWS Studio Sport 05:40 SERIE TV Classe di ferro

MTV

20:00 Tg La7 20:30 NEWS Sport 7 20:35 REAL TV Chef per un giorno 21:30 DOCUMENTARIO Micro Safari 23:30 DOCUFICTION Prehistoric Park 00:30 NEWS Sport 7 01:00 Tg La7 01:25 FILM L'ultimo cinema del mondo 03:15 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:00 RUBRICA Lovetest 11:30 RUBRICA Making the Movie 12:00 RUBRICA European Top 20 14:00 TELEFILM Reaper 15:00 SITUATION COMEDY Scrubs Medici ai primi ferri 15:30 ATTUALITÀ Il testimone 16:00 MUSICALE Hitlist Italia 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 MUSICALE Into the Music 19:00 MUSICALE Mtv The Most 20:00 TELEGIORNALE

Flash 20:05 SHOW From G's to Gents 21:00 REAL TV Pimp My Ride 21:30 SHOW The Fabulous Life of 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 MUSICALE MTV Live 23:30 RUBRICA MTV Special 00:00 PUPAZZI ANIMATI Fur Tv 00:30 TELEFILM Death Note 01:00 MUSICALE Superock 02:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE News

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 RUBRICA Fuori orario. Cose

(mai) viste

il Domani Domenica 21 Dicembre 2008 55

06:05 TELEFILM Commissariato Saint Martin 06:55 Tg 4 Rassegna stampa 07:05 TELEVENDITA Mediashopping 07:25 SERIE TV Sei forte maestro 09:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 09:35 DOCUMENTARIO Storie di confine 10:00 Santa Messa 11:00 RUBRICA Pianeta mare 12:10 RUBRICA Melaverde 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:15 FILM I figli del deserto 15:40 FILM Cimarron 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 TELEFILM Colombo 20:35 TELEFILM Siska 22:30 RUBRICA Controcampo posticipo 22:40 RUBRICA Controcampo 00:55 RUBRICA Fuori campo 01:20 NEWS Sipario notte 02:10 Tg 4 Rassegna stampa 02:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 02:30 FILM L'idolo della città 04:15 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN T Ravanello pallido Canale 5 ore 23,50 Regia: Gianni Costantino.

Cast: Luciana Littizzetto, Massimo Venturiello, Gianfranco Barra, Margherita Antonelli, Renato Scarpa, Neri Marcorè, Michele Di Mauro, Germana Pasquero, Enrico Papi Genere: Commedia Durata 89 min Produzione: Italia 2001. Bruttarella e insicura, con fidanzato smidollato a carico, Gemma Mirtilli lavora come segretaria tuttofare in un'agenzia di modelle. Il caso e una tintura rosa con cui un amico le colora i capelli la trasformano in un sex symbol, esaltato dai mass media, in cui il pubblico femminile s'identifica. Scritto da Fabio Boniffacci col regista su misura per la torinese L. Luttizzetto che in TV ha conquistato una meritata popolarità come commediante di aguzzo umorismo caricaturale, è una commedia a tesi che si propone di sbeffeggiare la società dell'apparire e dello spettacolo, non senza una lieta fine consolatoria.

Chiedimi se sono felice Canale 5 ore 21.50

Regia: Aldo Baglio, Giacomo Poretti, Giovanni Storti, Massimo Venier. Cast: Antonio Catania, Marina Massironi, Giacomo Poretti, Aldo Baglio, Giovanni Storti, Silvana Fallisi, Paola Cortellesi, Augusto Zucchi, Ines Nobili, Daniela Cristofori, Max Pisu, Valentino Picone, Giuseppe Battiston Genere: Commedia Produzione - Italia 2000. Prima di una tremenda lite che li divise a causa di una donna, a Milano tre attori marginali erano amici per la pelle con un sogno: mettere in scena Cyrano de Bergerac di E. Rostand. Tre anni più tardi, dopo un improbabile viaggio in Sicilia, realizzano il sogno. 3° film del trio cabarettistico con cui, oltre al regista operativo M. Venier, hanno collaborato in sceneggiatura Paolo Cananzi, Walter

100’

Fontana e Graziano Ferrari. Prodotto ancora da Paolo Guerra per A.GI.DI e Medusa, è il film più maturo e strutturato di un trio la cui alchimia nasce da un cocktail Nord-Sud, dal fertile contrasto dell'umorismo soft, reticente e allusivo dei padani Giovanni e Giacomo con la buffoneria estroversa, acrobatica e straparlante del siculo Aldo che non a caso fa la voce narrante e il deus ex machina del finale della vicenda. I primi 2 giocano sul togliere, il 3° sul mettere. Più accentuato che nei precedenti, il tema dell'amicizia maschile con un filo di misoginia benevola, quasi cavalleresca. Da segnalare almeno lo sketch dei provini e la partita di basket alla Loggia dei Mercanti. Distribuzione record: 700 copie. Campione d'incassi nella stagione 2000-2001, con 70 miliardi d'incasso.


Olio Extra Vergine di Oliva Fra’Ntoio Desantis

Lasagne all’Uovo Barilla

1 Litro

500g

Pasta di Semola Barilla 1 Kg

1

1

0 ,10

Latte Parz. Scremato Parmalat 1 Litro

6

0 ,90

0

al Kg

0 ,99

6

0 ,90

1 Kg

Brandy 84 Stock 70cl

0 ,69

Grana Padano Soresina

2

0 ,39

Insalata di Mare con Verdure Buscema

8

2

0 ,90

0 ,79

Panettone o Pandoro Battistero 1 Kg

. S G e l a t Na

a i g a m a n U ! e r a i g g e t s da fe Gran Festa Bauli

Caffè Espresso Guglielmo

composto da: panettone o pandoro da 750g + spumante da 75cl

e

5,99

conf. da 4 x 250g

Dal 10 al 31 dicembre.

e

4,99

Prezzi validi fino ad esaurimento scorte. I prezzi possono subire variazioni in caso di eventuali errori tipografici, ribassi o modifiche fiscali. Le foto sono puramente indicative.

Via Colelli, Lamezia Terme (CZ)

Loc. Giordano, Lamezia Terme (CZ)

Via del Mare, S. Eufemia L. (CZ)

Via P. Nenni, Lamezia Terme (CZ)

Via del Progresso, Lamezia Terme (CZ)

C.da Spanò, Lamezia Terme (CZ)

Via Terina, Lamezia Terme (CZ)

Via Iuliano, Decollatura (CZ)


il domani