Issuu on Google+

Domenica 21 Giugno 2009 Anno XII - Numero 169 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

PAOLA

VILLAPIANA

VIBO VALENTIA

CATANZARO

REGGIO CALABRIA

Detenzione di droga, giovane condannato

Costruzioni abusive, tolleranza zero

Rubano pistola in casa di un impiegato

Sarà sistemato l’alveo della Fiumarella

Scovato il latitante Carlo Buscemi

Quattro anni di reclusione e 18 mila euro di multa

La Capitaneria di Porto scopre edifici non autorizzati

Nella cassaforte un’arma ora in mano ai ladri

Lo rende noto il consigliere circoscrizionale Correale

A carico dell’uomo un’accusa per rapina in banca

di Emilia Manco > Pag 33

> Pag 35

> Pag 38

> Pag 20

di Antonio Latella > Pag 40

Un medico E.L., 60 anni, di Cosenza accusato di aver palpeggiato una donna di 28 anni, residente in un centro della provincia

Dermatologo ai domiciliari per violenza sessuale Secondo gli inquirenti il professionista già negli anni scorsi avrebbe cercato di approfittare di alcune pazienti COSENZA — Un medico dermatologo è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Cosenza principale con l'accusa di violenza sessuale. Si tratta di E. L., 60 anni, di Cosenza, in servizio all'ospedale "Mariano Santo" della città. Secondo l'accusa il professionista per due volte avrebbe palpeggiato una donna di 28 anni, residente in un centro della provincia cosentina. La giovane, che era in cura dal dermatologo, una prima volta ha subito cercato di allontanarsi, abbandonando lo studio. In una seconda circostanza, invece, il professionista, eccitato, avrebbe tentato di abusare di lei. La vittima si è quindi rivolta ai carabinieri che, dopo le indagini coordinatore dal procuratore di Cosenza, Dario Granieri, che in città guida anche un pool di magistrati che si occupa di violenze sulle donne, ieri mattina hanno eseguito l'ordine di arresto. Il medico dermatologo si trova ora agli arresti domiciliari. Secondo quanto accertato dagli inquirenti già negli scorsi anni lo stesso professionista avrebbe tentato di approfittare sessualmente di alcune pazienti.

SOVERATO Carabinieri, presidio a Copanello SOVERATO — Da ieri mattina è attivo il quattordicesimo presidio della Compagnia Carabinieri di Soverato che avrà carattere stagionale e rimarrà aperto sino al 10 di settembre. > Pag 24

REGGIO CALABRIA Sorical, consensi e dissensi in Consiglio REGGIO CALABRIA — La decisione di ricapitalizzare la Sogas è un segno di grande responsabilità dimostrata dal Consiglio comunale nei confronti di una struttura vitale per lo sviluppo della neo città metropolitana. Anche se l’Assemblea ha registrato, in modo trasversale, consensi e dissensi.

di Angela Latella > Pag 39

LA FOTO DEL GIORNO Scontri e feriti a Teheran Durante la marcia di protesta contro l’esito del voto

REGIONE

Scontri a piazza Enghelab, gli agenti colpiscono chi tenta di andare alla manifestazione, usano idranti, lacrimogeni e sparano in aria. Incendiata la sede del partito di Ahmadinejad. La marcia di protesta organizzata nella capitale per contestare l'esito del voto non è stata annullata. Arrestato il direttore del quotidiano di uno dei candidati sconfitti alle presidenziali, Mehdi Karroubi.

CATANZARO — La Regione stanzia 7 milioni di euro in favore della Provincia di Vibo Valentia e 1 milione in favore del Consorzio per lo sviluppo Industriale della Provincia di Vibo Valentia.

APPUNTAMENTI/ROCCELLA JONICA

CATANZARO

Sarà di scena ad agosto il vulcanico Piero Pelù

Due arresti in flagranza di reato

ROCCELLA JONICA — Grande appuntamento, sabato 22 agosto a Roccella

Jonica. Piero Pelù presenterà “Acquasantissima”, due ore di spettacolo in cui saranno riarrangiati brani tratti dal repertorio storico di Piero Pelù insieme ai brani del repertorio degli Acquaragia Drom.

CATANZARO — I carabinieri nell’ambito di un serrato pattugliamento dei quartieri sud della città al fine di scongiurare qualsivoglia reato specie nel periodo di vacanza, hanno tratto in arresto in flagranza di reato 2 persone in due diversi episodi di criminalità.

> Pag 47

di Carmela Mirarchi > Pag 19

> Pag 30

SOVERIA M.

Edilizia popolare SOVERIA MANNELLI — Il sindaco

Mario Caligiuri ha incontrato il direttore generale dell’Aterp Gianfranco Colosimo insieme ai suoi collaboratori tecnici, per fare un punto sulla situazione dell’edilizia popolare a Soveria Mannelli. > Pag 28

VIBO VALENTIA

Recidivo torna dentro VIBO VALENTIA — Viola le condizioni degli arresti domiciliari dopo essere stato arrestato pochi giorni fa in possesso di oltre 200 grammi di marijuana. Ritorna in galera il 19enne Manuel De Luca

di Claudia Vellone > Pag 38

REGGIO C.

In manette nipote boss REGGIO CALABRIA — L’insoffe-

renza nei confronti degli “sbirri”, alla fine, è costata cara al nipote del boss “Tiradritto”, Carmelo Morabito, 26 anni, studente di Africo Nuovo. di Antonio Latella > Pag 40

STALETTÌ

Convegno su “Microcredito e politiche attive del lavoro” CATANZARO — Con la prima sessione su “Il microcredito strumento per l’occupazione” ha preso il via ieri mattina presso il villaggio “Guglielmo” di Copanello di Stalettì (Catanzaro) il convegno nazionale su “Microcredito e politiche attive del lavoro” promosso dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. «Il microcredito è diventato uno dei più diffusi strumenti di lotta alla povertà su scala planetaria - ha spiegato a margine del convegno l’assessore provinciale alle Politiche sociali e al Lavoro Sergio Polisicchio -. Si è calcolato che quasi un miliardo di persone sia stato coinvolto in operazione di piccoli prestiti, capaci di consentire un’opportunità di reddito e di vera e propria liberazione dalla condizione di indigenza. Ecco perché abbiamo ritenuto opportuno parlarne anche qui da noi, dove non c’è solo l’impresa che deve riuscire a restare sul mercato ma c’è anche l’economia domestica che, in tempi di crisi, deve poter soddisfare i bisogni facendo al contempo quadrare i bilanci familiari».

di Vittorio Ranieri > Pag 23

Sicurezza, 8 mln di euro per Vibo

di Ludovico Casaburi > Pag 14


2 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI Il meglio del web nazionale

L’idea

Il meglio del web calabrese

Contrappasso irrisorio?

Lamezia musica etnica su corso Numistrano

Web mobile, esplodono i social network

Fervono i preparativi per la prima edizione dell’Etnica Lamezia Festival in programma domenica 28 su corso Numistrano. Si tratta di una vera e propria festa di musica popolare che vedrà alternarsi sul palco i gruppi calabresi tra i più conosciuti e applauditi, oltre ad un ospite d’eccezione come Eugenio Bennato, uno che della musica popolare ha voluto fare una bandiera. Fortemente voluto dal primo cittadino della città della Piana l’Etnica Lamezia Festival avrà inizio intorno alle 19, quando si succederanno i badolatesi Marasa’, gli Hantura da Petilia Policastro, i lametini Terra di Calabria, i Quartaumentata da Locri e Mimmo Cavallaro con il suo Taran Project che arrivano dritti da Caulonia. Ma l’Etnica Lamezia Festival non finisce qui: a chiudere la kermesse di musica popolare ci sarà il concerto di Bennato attualmente alla prese con la registrazione del suo nuovo album. Tratto da calabrianotizie.it

Nel corso del 2008, il mercato consumer indirizzato al Mobile Content e Mobile Internet, è stato segnato da due comportamenti che potremmo definire opposti. Se da un lato gli utenti hanno navigato maggiormente su internet dal proprio telefono cellulare, dall’altro le vendite di videogames, informazioni e contenuti multimediali come video e musica sono nettamente calate. Il quadro, appena descritto, emerge da uno studio condotto dall’Osservatorio Mobile Content & Internet della School of Management del Politecnico di Milano, presentato oggi in un convegno "Mobile Content & Internet: niente è più come prima!". Nel dettaglio, la relazione rivela che gli utenti amano collegarsi ad internet dal proprio cellulare, tanto che la percentuale del 2008 è crescita del 20% rispetto all’anno precedente, con circa 14 milioni di internauti attivi. Internet e cellulari. In controtendenza ed in calo del 2%, invece, i profitti derivati dalla vendita di contenuti digitali con 13 milioni di acquisti in Italia. Tratto da kataweb.it

A Stalettì convegno “Microcredito e politiche attive del lavoro”

Artista italiano crea rete web di creativi per cause sociali

di Simone Camassa La grande Italia campione del mondo si fa piccola piccola contro l’Egitto. Una piccola rivalsa per gli immigrati onesti che vivono nel nuovo clima ostile del nostro paese? Sul momento ci sono rimasto malissimo. Come tutti gli italiani che seguono il calcio. Subito dopo l’amarezza iniziale, però, si è fatto strada in me un pensiero che a molti apparirà disfattista: quanto ci sta bene! A ben pensarci, quante ambizioni può avere una Nazionale il cui numero dieci è De Rossi? De Rossi con il numero di Maradona, Baggio e Platini? Davvero qualcuno si fa illusioni? Fin qui, le derive isteriche cui spesso mi abbandono dopo aver visto un incontro di calcio disputato in questo modo dagli azzurri. Per quanto mi vengano in odio i calciatori in sé e per sé, però, alla fin fine mi appassiono sempre e comunque alle sorti di quella maglia a cui voglio bene. Quello che davvero mi ha colpito, al termine della partita, è l’esultanza dei giocatori egiziani. Più che comprensibile, mi sono detto, hanno vinto contro i campioni del mondo, contro l’Italia. Questa partita se la ricorderanno finchè campano. E immediatamente dopo, un paio di clacson da motorino, forse appena appena un accenno, quasi timoroso ed educato, di carosello, e niente più. Chissà cosa avrà significato questa vittoria per tutti gli egiziani, ma non solo, che vivono qui. Che cosa avranno pensato quando il paese dei Borghezio, dei Berlusconi, dei Maroni, si è dovuto piegare davanti al piccolo Egitto dei kebabbari e dei (neo)pizzaioli? Le soddisfazioni del calcio sono tra le più effimere che esistano, e la dimostrazione sono proprio io che stanotte penso male di quelli che tre anni fa mi hanno fatto vincere un mondiale. Questo però per gli egiziani residenti in Italia sarà stato qualcosa di impareggiabile. Ricordate come ci sentimmo noi dopo aver battuto due a zero la Germania in casa loro nel 2006, dopo la polemica dei pizzaioli (sì, una volta lo eravamo noi), dei mandolini, degli spaghetti? Pensiamoci. Forse anche il vostro kebabbaro egiziano sotto casa, al gol di Homos, si sarà sentito un po’ come Nino Manfredi in "Pane e Cioccolata". Forse ce lo meritiamo. Tiè.

«In Calabria e nel Mezzogiorno è importante parlare di temi Lavorare per associazioni benefiche è bello ma non aiuta a pagare come quelli del mediocredito e dell’occupazione, perché in le bollette. Cosa frustrante per i professionisti della comunicazione, tema di lavoro bisogna rafforzare i servizi e le politiche attive, dice un giovane artista italiano. Che ha trovato nel web il modo per e dentro le politiche attive utilizzare il mediocredito come aprire una finestra globale sui temi sociali. spinta all’autoimpresa e all’autoimPer professionisti troppo spesso piego». Ad affermarlo è stato il sottoseconcentrati su prodotti e stili, invegretario al Lavoro Pasquale Viespoli, ce che sul comunicare ala gente un nel corso della terza e ultima sessione messaggio su temi mondiali che la del convegno su "Microcredito e politiinduca ad agire. Per giovani artisti che attive del lavoro" organizzato dalla e studenti, che con l’idea giusta Provincia di Catanzaro. Il sen. Viespoli possono finire s una ribalta intersi è soffermato anche sui rapporti tra nazionale. impresa e credito in Calabria: «C’è un "Quando abbiamo iniziato nel 2007 problema di rapporto con il credito non avevamo idea di come sarebbe che fa parte storicamente della quesstata accolta dalla comunità del tione meridionale, e non è un caso che design, dal pubblico e dalle stesse il Governo già nella sua prima espeassociazioni benefiche per le quali rienza - quindi in periodo pre-crisi stavamo lavorando", dice Pasquale lanciò con Tremonti l’idea della Banca Volpe, 30 anni, ideatore assieme a del Sud. Era quello un modo per sottoTommaso Minnetti di "Good lineare come fosse importante la ques50×70" , che stasera alla Triennale tione del credito nel Mezzogiorno. Noi di Milano inaugura la sua terza abbiamo puntato su tre grandi quesedizione, con una mostra che protioni: stabilità del sistema del credito, pone 210 poster selezionati da una liquidità del sistema del credito, e infigiuria, tra i 4.126 arrivati da 67 ne abbiamo detto anche ai prefetti di Paesi, dal Suriname alo ZimbaMurici d’oro - La bellissima cantante libanese Haifa Wehbe alla attivare gli osservatori sul piano probwe. serata dei Murici d’oro al Casino de Liban a Beirut. Si tratta del vinciale, non per valutare il rischio che "Ora crediamo di essere decisapremio per i migliori cantanti e attori del mondo libanese e arabo deve essere valutato dalle banche o per mente sulla strada giusta per ragassumere ruoli che attengono le pregiungere il nostro obbiettivo di ofrogative e l’autonomia della Banca frire gratis creatività alle assod’Italia, ma per verificare se, territorio per territorio, vi è la ciazioni benefiche e stimolare la comunità dei creativi ad esser congaranzia del flusso del credito in particolare verso la piccola sapevoli del potere che ha di essere un’energia a fin di bene ", spiega e piccolissima impresa». Tratto da strill.it in una nota. Tratto da reuters.com

La foto del giorno

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da Corriere.it

Da Unità.it

Le elezioni dimostrano che aveva ragione Talleyrand: «In fondo la politica non è altro che un modo di agitare il popolo prima dell’uso»...

Tratto da www.vorrei.org

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro stampa

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network - Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro - Fondazione Roma


4 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

PRIMO PIANO

Rapporto sul terziario di Confcommercio

Il dato sulla previdenza fa discutere i sindacati

Meglio lavorare che pensionarsi Questione di reddito Sale verso il 10% la disoccupazione, molte richieste di aiuto

Fino a maggio 2009 una riduzione del 67% sul 2008 delle richieste all’istituto

Il confronto gen - mag 2008 gen - mag 2009 Totale pensioni di anzianità liquidate 132.343

43.247

-67,3%

Dipendenti

Indietro di dieci anni per il soffio delle crisi ROMA - Un salto indietro di dieci l’inflazione, in molti si aspettavaanni. La crisi riporta indietro le no una possibile spinta all’econolancette dell’orologio e gli italiani mia. «Perdura e si approfondisce si ritroveranno nel 2010 più poveri la tendenza negativa della spesa di quanto non lo erano nel 2001. È reale per consumi durante il 2009», spiega Conl’allarme che lanfcommercio, che cia Confcommerprevede una concio per mezzo del trazione dell’1,4% suo Rapporto sul per l’anno in corTerziario: se non si so, dopo il calo delconsiderano le valo 0,9% del 2008. riazioni di popolaSolo nel 2010, spiezione residente, si ga Confcommerlegge, «nel 2010 cio, ci sarà «una reavremo un prodotto lordo pro-capite “Volto della crisi” in corteo azione relativamente vivace, per inferiore a quello del 2001: in breve, avremo perso gli standard italiani (+0,4%), cui dieci anni di crescita economica». sarebbe assegnata la concreta posE non va certo meglio sul fronte sibilità di uscita dalla recessione». dei consumi, dal quale invece, Le maggiori preoccupazioni arricomplice una costante frenata del- vano però sul fronte del Pil.

ROMA - Gli italiani restano al lavoro più a lungo e, potendo, rimandano l’ora della pensione. A dimostrarlo i dati sulle pensioni di anzianità, che nei primi cinque mesi del 2009 vedono poco più di 43mila assegni liquidati, contro gli oltre 132mila dello stesso periodo dello scorso anno, con un crollo del 67%. Si tratta, secondo il presidente dell’Inps Antonio Mastropasqua, dell’effetto delle nuove norme, ma anche del frutto di un atteggiamento diverso nei confronti del lavoro. Secondo gli ultimi dati Inps - anticipati dall’Ansa - nei primi cinque mesi le pensioni d’anzianità sono state 43.247, a fronte di 132.343 trattamenti liquidati nello stesso periodo del 2008. Il dato riferito al periodo gennaiomaggio è inferiore anche alle previsioni che stimavano nei primi cinque mesi, grazie alle nuove norme per l’accesso alla pensione di anzianità, 44.600 assegni. Nel

92.139

26.362

-71,3%

Coltivatori diretti 7.916

3.580

19.535

8.878

-54,7%

Artigiani -54,5%

Commercianti 4.427

12.753

Fonte: Inps

complesso nel periodo sono state erogate 89.096 pensioni in meno (-67,3%) con un crollo concentrato nel fondo pensioni dipendenti, passato dalla liquidazione di 92.139 pensioni nei primi cinque mesi del 2008 a 26.362 nello stesso periodo del 2009 (-71,3%). Per i coltivatori diretti le pensioni di anzianità liquidate sono state 3.580 a fronte delle 7.916 dei primi cinque mesi del 2008 (-54,7%) mentre per gli artigiani le pensioni liquidate nel 2009 sono state

-65% ANSA-CENTIMETRI

8.878 rispetto alle 19.535 dei primi cinque mesi del 2009 (-54,5%). Per i commercianti le anzianità accertate nei primi cinque mesi di quest’anno sono state 4.427 a fronte delle 12.753 dello stesso periodo del 2008 (-65%). L’Inps, che ha anche revocato 6-7mila pensioni di invalidità indebitamente assegnate, ricorda comunque che il numero delle nuove liquidazioni di pensioni di anzianità è molto variabile nella sua distribuzione mensile di anno in

anno, poiché dipende dalle caratteristiche demografiche e contributive degli assicurati, ma anche dalle norme sui requisiti di accesso alla pensione e da quelle sulle

Antibiotici e analgesici coprono il 60% delle prescrizioni. In testa l’amoxicillina-acido clavulanico con il 9%, seguito dal paracetamolo (7%)

Farmaci, le donne ne sprecano la quantità maggiore Secondo uno studio dell’Istituto Negri il 63% dei prodotti vanno in pattumiera ROMA - Confezioni lasciate a metà, per lo più abbandonate nell’armadietto, pronte per un eventuale uso futuro: questo il destino del 51 per cento delle confezioni di farmaci che acquistiamo. Un fenomeno che si ripercuote anche sulle nostre tasche. Su 10 euro spesi, sei sarebbero del tutto sprecati. È il risultato di uno studio condotto da ricercatori del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell’Istituto Mario Negri di Milano. Lo studio, guidato da Maurizio Bonati, è stato pubblicato sull’ultimo numero della rivista Ricerca e Pratica. Secondo i ricercatori milanesi, per ridurre lo spreco di farmaci si dovrebbero adottare terapie personalizzate a cui associare confezioni con un numero di dosi ad hoc. Inoltre, dovrebbero essere prodotte confezioni piccole per le fasi acute, e grandi per le terapie croniche. «L’alternativa - scrivono i ricercatori - potrebbe essere la vendita sfusa del medicinale, così come avviene negli Stati Uniti e nel Canada». LO STUDIO: nel corso di quattro mesi, sono stati raccolti 651 questionari relativi alla prescri-

Turismo, la montagna non sente il morso della crisi

Buone sensazioni per le Dolomiti Ma il “last minute” è un problema BOLZANO - Il fascino delle Dolomiti è intramontabile. La stagione turistica estiva è alle porte e, nonostante la crisi, le strutture alberghiere nella zona dei Monti Pallidi si stanno preparando ad accogliere i propri ospiti. Le sensazioni degli addetti ai lavori sono positive, ma tutti rimarcano la difficoltà nel fare delle previsioni a causa delle nuove abitudini dei turisti, orientati sempre più a prenotazioni last minute. «Abbiamo delle buone sensazioni zione di 155 principi attivi. Il 58% degli intervistati era donna, mentre il 42% uomo. Gli intervistati appartenevano a qualsiasi fascia di età. I bambini ed adolescenti di età compresa tra 0-17 anni sono stati sottoposti a 103 questionari; 279 riguardavano soggetti di età compresa tra 18-44 anni; 169 per la fascia di età 45-64 e cento questionari riguardavano gli over 65 potenzialmente i maggiori utiliz-

zatori. I FARMACI PIÙ PRESCRITTI: l’influenza e le infezioni delle vie aeree sono risultate le patologie che hanno richiesto il maggior numero di prescrizioni (16%), seguite dai dolori muscolo-scheletrici (14%) e dalle infezioni dell’apparato urinario, con il 7% delle prescrizioni. Farmaci antibiotici e analgesiciantinfiammatori hanno coperto il 60% delle prescrizioni.

Il farmaco più prescritto è stato l’antibiotico amoxicillina-acido clavulanico, con il 9% delle prescrizioni totali, seguito dal paracetamolo (7%). Il 67% dei farmaci prescritti era confezionato in blister. I FARMACI PIÙ ABBANDONATI: su 651 farmaci prescritti, 329 medicine, il 51 per cento, non sono state consumate completamente. Le donne, con il 63% delle confe-

per la stagione estiva - ha detto Damiano Dapunt, direttore dell’Associazione turistica Alta Badia - gli unici che potranno risentire un po’ della crisi saranno forse gli alberghi a quattro stelle. A luglio avremo il pienone con la gara ciclistica Maratona de les Dolomites». Il vero problema del turismo nelle Dolomiti non sembra essere la crisi economica ma piuttosto la tendenza dei turisti di decidere all’ultimo momento. zioni aperte ma non finite, sono quelle che abbandonano più spesso i farmaci a metà. Più ligi nel finire le terapie sarebbero i bambini-adolescenti da 0-17 anni con il 65% di confezioni finite, mentre gli over 65 sono fermi al 43%. Tutte le confezioni di farmaci per la diarrea, per l’asma e per le infezioni urinarie, sono state lasciate a metà. Tra gli analgesici, il 93% delle

Un farnmaco del momento rivelatosi utile nelle terapie anti influenzali e potenzialmente efficace contro la Nuova Influenza

confezioni di nimesulide è stato abbandonato, seguono il paracetamolo e l’ibuprofene, con l’88%. IL DESTINO DELLE CONFEZIONI APERTE: l’89% delle confezioni non finite è stato conservato per un uso futuro almeno fino alla data di scadenza, l’8% è stato gettato negli appositi container delle farmacie, il 3% nella spazzatura di casa. Secondo quanto riportato, i pazienti usano i farmaci in un secondo momento con il rischio che, oltre all’inappropriatezza della cura, possano verificarsi effetti indesiderati. Inoltre, c’è il problema di come il farmaco viene conservato, visto che la maggior parte di quelli non consumati sono supposte e prodotti per uso topico (creme, unguenti, gel), le formulazioni più deteriorabili. I COSTI: considerando lo spreco finanziario, il 40% della spesa per l’acquisto di medicinali è destinato a farmaci che i pazienti italianinon consumeranno completamente. Per il 65%, le prescrizioni erano di farmaci rimborsabili da parte del Servizio sanitario nazionale ed il 35% erano di medicinali a carico del malato.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Giugno 2009 5

PRIMO PIANO

Revocati da Inps 6-7 mila assegni di invalidità non dovuti

Vecchi conteggi per i nati nel ’50 che lavorano dal ’73

L’anzianità a quote 95 e 96 Con luglio si cambia sistema

Per Cisle Uil è la dimostrazione che l’aumento dell’età pensionabile può avvenire con la semplice creazione di incentivi. Per la Cgil è invece la dimostrazione che il sistema tiene e c’è margine per affrontare la questione dei giovani e dei lavori usuranti Colla legge del 2007 la vecchiaia scatterà a 65 anni per gli uomini

cosiddette. Tuttavia, secondo Mastropasqua (che stima una flessione consistente delle pensioni d’anzianità per il 2009 e anche per il 2010), il calo non è solo l’effetto

delle nuove norme, ma è anche frutto di un atteggiamento diverso nei confronti del lavoro, essendo questo tipo di uscita dall’attività esclusivamente volontaria.

Gli italiani, insomma, tra pensione e lavoro privilegiano il secondo: è finita «l’isteria dello scalone» che «va avanti da anni», ha commentato il segretario generale

della Cisl, Raffaele Bonanni, secondo cui il dato dell’Inps «segue la logica che noi abbiamo sempre sostenuto: se si è realisti e si pensa al futuro è naturale che chi ha libertà di restare lo fa»: perciò «bisogna mettere gli incentivi per far restare al lavoro le persone che puntano ad un reddito più alto». Secondo Luigi Angeletti (Uil), è la conferma che «aumentare l’età pensionabile con incentivi è praticabile e la maggioranza dei lavoratori ne approfitterebbe», perché «quando si va in pensione si perde reddito e quindi tutti quelli che possono cercano di non andare». L’andamento, per il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani, è invece «la riprova che il sistema previdenziale regge e che non bisogna fare allarmismi» e quindi c’è il tempo per affrontare le questioni che riguardano «i lavori usuranti, le pensioni future dei giovani lavoratori e il ripristino della flessibilità in uscita delle pensioni di vecchiaia».

ROMA - Se entro il 30 giugno di quest’anno non hai compiuto 58 anni di età e 35 di contributi dovrai aspettare per andare in pensione almeno luglio 2011. È quanto prevedono le nuove regole sulla pensione di anzianità. Dal primo luglio infatti scatta il sistema delle quote che prevede che i lavoratori dipendenti possano uscire dal lavoro solo con quota 95 (quota 96 gli autonomi) ed almeno 59 anni di età (60 gli autonomi). Ma poiché i requisiti vanno maturati almeno sei mesi prima dell’uscita effettiva (un anno per gli autonomi), di fatto quest’anno ci saranno ancora lavoratori che potranno uscire dal lavoro a 58 anni (poiché avranno maturato i requisiti entro dicembre 2008 o giugno 2009 e quindi prima dell’entrata in vigore delle nuove quote). Gli ultimi che potranno andare in pensione con le vecchie regole sono nati entro giugno del 1951 (quindi con 58 anni compiuti prima del primo luglio 2009) e andranno a riposo a gennaio 2010 mentre per coloro che sono nati a luglio del 1951 l’attesa si prolungherà almeno fino a luglio del 2011, sempre che si sia raggiunta quota 95. Se si hanno almeno 40 anni di contributi l’attesa si riduce poiché le finestre di uscita per ogni anno sono quattro (gennaio, aprile, luglio, ottobre) e i requisiti vanno maturati almeno tre mesi prima della finestra. La legge del 2007 ha introdotto il sistema delle finestre anche per chi va in pensione di vecchiaia (65 anni gli uomini, 60 le donne). Se dal primo luglio i dipendenti andranno in pensione con quota 95 tra età e contributi (e almeno 59 anni di età) gli autonomi dovranno aspettare di aver raggiunto quota 96 con almeno 60 anni di età. Dal primo gennaio 2011 la quota è 96 per i dipendenti (con 60 anni di età) e 97 per gli autonomi (con almeno 61 anni) mentre dal primo gennaio 2013 la quota è 97 per i dipendenti (con almeno 61 anni) e 98 per gli autonomi (con 62 anni di età). Quindi per andare in pensione questo luglio basterà essere nati entro dicembre del 1950 e aver cominciato a lavorare entro la fine del 1973 (35 anni di contributi entro dicembre 2008).

In una sola settimana perdita secca del 5%. Su base annua -36%

L’orso torna alla Borsa raggruppa i titoli principali e una peggioramento del giudizio sul titodiscesa del 4,52% dell’indice Ftse lo». E in effetti i ’big’ bancari, che MILANO - Meno 54% in due an- All Share, nel quale sono compre- pesano particolarmente sul listino ni, -36% in un anno, sostanziale se tutte le società quotate. «Anche milanese rispetto ad altre piazze pareggio negli ultimi sei mesi, con nell’ultima giornata di contratta- azionarie europee e mondiali, soil grande crollo che si è fermato a zioni abbiamo lavorato tra segnali no andati male, a volte con andacontrastanti: da un menti contrastanti nelle diverse inizio marzo e le Borse mondiali Sulla Fiat corsa a parte - afferma un giornate di scambi. Nell’ultima altro operatore di settimana, il titolo Mediobanca ha che hanno corso fi- prese di beneficio Borsa - qualcuno perso il 10%, tra i peggiori ’big’ di no all’ultima settimana, quando in- Banche, investitori ha guardato all’ipo- Piazza Affari insieme a Pirelli e tesi che il Fondo Geox, la prima appesantita anche vece sono stati raf- molto perplessi monetario interna- dall’aumento di capitale della confreddati gli entusiasmi di primavera: in Piazza Affari zionale possa rialzare le stime sul- trollata Pirelli Real estate, la seconil calo complessivo dei cinque gior- la crescita mondiale attesa per il da in parte dall’acquisto da parte ni di lavoro è stato del 5%. Allora è 2010, dall’altro a Milano ha inciso del ’patron’ Mario Moretti Polegagià finito il recupero? Alla doman- la scelta di Moody’s di porre sotto to del marchio Diadora. Deboli peda nessun operatore della piazza osservazione praticamente tutte le rò anche i giganti del ’retail’ bancafinanziaria milanese osa risponde- banche italiane per un possibile rio italiano: in una settimana il tito- L’orso ha preso il sopravvento sul toro nei mercati re, «anche perché sono saltati tutti i punti di riferimento, a partire dalle oscillazioni dei prezzi di petroA Portofino, Cortina D’Ampezzo e Capri quotazioni da capogiro lio e dollaro, che prima di questa crisi un indirizzo alle Borse l’hanno sempre dato», spiega uno dei più anziani ’trader’ di Piazza Affari. Una piazza che di suo ha vissuto un po’ peggio gli ultimi giorni Milano. A Portofino, pre- top ten delle località da sogno non figuri la A rispetto agli altri listini europei: cisamente a Calata Mar- Sardegna. Nè Porto cervo, nè Porto Rotondo Portofino, l’indice Dj stoxx 600, che fotografa coni e a Piazza Martiri figurano tra le 20 zone più esclusive d’Italia. La una casa l’andamento dei titoli a maggior dell’Olivetta, una casa co- top ten delle zone più care d’Italia, per l’acquicosta in capitalizzazione quotati nel Vecsta in media 17.560 al sto di immobili, si ricava consultando la banca media chio continente, è sceso del 2,8%, metro quadrato. Roba da dati dell’Osservatorio Immobiliare dell’Agen17.560 al segnando il primo ribasso settimaquasi due milioni di euro zia del Territorio, aggiornato al 2008. La classimetro nale dell’ultimo mese appesantito per un’abitazione da cen- fica dei paesi in cui una casa si vende letteralquadrato soprattutto dai titoli delle materie to metri quadrati. A Piaz- mente a peso d’oro vede tutti posti di vacanza prime minerarie che tanto avevaROMA - Camere con vista mozzafiato sul mare za Navona a Roma, quartiere più caro tra quel- super-esclusivi: Portofino, Cortina d’Ampezzo, no corso nella tarda primavera e o sulle più belle montagne del Paese. Le case li nei Comuni capoluogo, l’affaccio con vista Capri, Madonna di Campiglio, Santa Margherida quelli delle automobili, con i più care d’Italia sono a Portofino, Cortina sulla fontana del Bernini costa oltre un terzo in ta Ligure, Forte dei Marmi, Selva di Val Gardemarchi tedeschi particolarmente d’Ampezzo e Capri. Quotazioni da capogiro, in meno rispetto alla cittadina ligure. Nella piazza na, Camogli, Alassio, Finale Ligure. La metà deboli. La Borsa di Milano ha sequeste tre mete di vacanza, che lasciano indie- romana infatti il prezzo in media a metro qua- delle mete per ’paperoni’ è in Liguria e il mare gnato una perdita settimanale del tro anche i quartieri più esclusivi di Roma o di drato è di 10.950 euro. Stupisce poi che nella batte la montagna 7 a 3. 5,08% dell’indice Ftse Mib che Alfonso Neri

Le case più care sono quelle della vacanza

Senza riferimenti certi di petrolio e dollaro, mercati più instabili lo Monte dei Paschi di Siena ha ceduto il 9,15%, Intesa SanPaolo l’8,06% e Unicredit il 7,41%. Peggio ha fatto Banco popolare (-11,57%), che è sceso sotto la soglia psicologica dei 5 euro, ma che molto aveva corso negli ultimi mesi. Non è andata molto meglio per il settore assicurativo, dove Generali ha ceduto l’8,31%, Unipol l’8,08%, Fondiaria Sai il 7,88%. Ancora più consistente il calo di Fiat, che ha perso in una settimana l’11,71% tornando sotto i 7 euro, chiudendo venerdì a un prezzo di 6,93. Sulla casa torinese gli scambi sono stati però piuttosto ridotti e gli operatori imputano la correzione a vendite «per portare a casa» i forti guadagni realizzati dal titolo negli ultimi mesi. In attesa che si chiarisca la situazione anche sindacale negli stabilimenti italiani e che si capisca quali frutti potrà portare l’intesa con Chrysler. Pochi i titoli principali del listino milanese che hanno saputo andare controcorrente in questa settimana di correzione, in attesa che riaprano i mercati a inizio settimana: a parte di ’difensivi’ Snam rete gas (+1,13%) e Terna (+1,84%), bene hanno fatto A2A (+2,92%) e Ansaldo, cresciuta del 3,98% insieme alla controllante Finmeccanica, che ha messo a segno a un aumento settimanale del 4,61% grazie alle voci di interessamento, del fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala.


6 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

PRIMO PIANO

Con uno scatto finale la presidenza ceca salva in extremis il suo semestre

Il presidente Ue Barroso, in corsa per un mandato bis, con il premier ceco Jan Fischer

In Europa la Svezia prende il timone BRUXELLES - Con il risultato del vertice di giovedì e venerdì scorsi, l’ultimo del suo semestre, la presidenza ceca di turno della Ue ha in parte riscattato il giudizio non proprio lusinghiero sui sei mesi di gestione degli affari europei rendendo più semplice il passaggio del timone alla Svezia alla quale ieri, durante una cerimonia a Praga, è stata consegnata una torcia simbolica. Le ultime settimane del semestre ceco sono state decisive per raggiungere un’intesa tra i 27 sulla candidatura di Josè Manuel Durao Barroso ad un mandato bis al-

la presidenza della Commissione Ue e per rimettere sulla carreggiata la riforma istituzionale, con l’accordo sulle garanzie offerte all’Irlanda per un nuovo referendum sul Trattato di Lisbona. Il Vertice Ue conclusosi venerdì, ha inoltre consentito un’intesa sulla nuova architettura paneuropea sulla nuova supervisione finanziaria, ha confermato le ambizioni europee nella lotta al cambio climatico e ha sancito una più stretta e solidale cooperazione contro gli sbarchi dei clandestini. «La presidenza ceca si chiude bene», ha riconosciuto il presidente francese Nicolas

Sarkozy, che al suo debutto aveva stigmatizzato la presidenza di Praga come troppo debole e inesperta. Primo paese tra gli ex satelliti della Federazione russa a guidare la Ue, la Repubblica ceca si è trovata a gestire la crisi del gas scoppiata tra Ucraina e Russia in uno degli inverni più freddi degli ultimi anni e ad affrontare una crisi finanziaria ed economica che non ha precedenti dal 1929. Sul fronte della politica estera si è trovata di fronte alla guerra di Israele contro la striscia di Gaza e all’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente Obama, che ha voluto

a Praga per il primo summit UeUsa sotto la nuova Amministrazione americana. «La nostra presiden-

za scade solo alla fine di giugno e nei prossimi giorni non vogliamo restare inattivi», ha detto il pre-

mier ceco Jan Fischer, concludendo i lavori del Consiglio. A Bruxelles, il semestre di Praga sara ricordato anche per un’opera artistica molto controversa, ma anche molto ammirata: il grande plastico ’Entropà, dello scultore David Cerny, che raffigura con una somma di stereotipi e una buona dose di sarcasmo i paesi dell’Unione europea, dalla Francia perennemente in sciopero all’Italia schiava del calcio. E la Bulgaria, offesa per essere stata rappresentata in forma di latrina turca, coperta da un drappo nero dopo le proteste dell’ambasciatore.

Oltre 50 milioni alle urne oggi e domani per le amministrative e per decidere sulla legge elettorale: le ragioni del

Il referendum chiama ancor Sandro Marchi

ROMA - A due settimane alle elezioni europee e amministrative l’Italia torna alle urne: oggi e domani oltre 50 milioni di cittadini sono chiamati ad esprimere il loro voto per il referendum sulla legge elettorale e per i ballottaggi delle elezioni locali (su queste vedi servizio a lato, ndr). Per quanto riguarda il referendum, sono variegate le posizioni dei partiti: c’è chi chiede un sì per ridurre la frammentazione e garantire maggiore governabilità anche in vista di una successiva riforma in Parlamento; chi un no per evitare una deriva personalistica del sistema politico e contro un rafforzamento e una legittimazione popolare dell’attuale legge; e infine c’è chi è per l’astensione per far fallire il quorum. Ecco una guida alle ragioni del sì, del no e del non voto. Le ragioni del sì - Chi chiede ai cittadini di esprimere un sì, comitato in testa, sostiene che se il referendum passasse verrebbe prima di tutto garantita maggiore governabilità al Paese. La lista che ha più voti, è il ragionamento, vincendo il premio di maggioranza avrebbe la maggioranza dei seggi, sfilandosi di conseguenza dal «ricatto» dei partitini. Il referendum, dice chi sostiene le ragioni del sì, riduce inoltre la frammentazione visto che, cancellando la possibilità di correre in coalizione ha come effetto l’innalzamento delle soglie di sbarramento, perchè ’cancellà quelle del 2% nazionale per la Camera e del 3% regionale al Senato previste per chi corre collegato ad altre liste. Con il terzo quesito, inoltre, secon-

I tre quesiti

Il vademecum

Premio di maggioranza alla lista più votata - Camera

Quando si vota OGGI

DOMANI

Scheda viola

Abrogazione della possibilità per i partiti che concorrono all'elezione alla Camera di collegarsi tra loro e di attribuire il premio di maggioranza alla coalizione più votata

Dalle ore 8 alle 22

Gli elettori

Dalle ore 7 alle 15

I documenti per il voto

50.664.596 in totale 24.432.720 maschi 26.231.876 femmine

Tessera elettorale

Documento d'identità

Per che cosa si vota

Come si vota

Referendum abrogativo di alcuni articoli del Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato e della Camera. In particolare si chiede l'abrogazione, sia per la Camera sia per il Senato: - del collegamento tra liste e della possibilità di attribuire il premio di maggioranza alle coalizioni di liste - delle candidature multiple

Si vota tracciando un segno sul riquadro del “SI” (se si vuole che gli articoli siano abrogati) o del “NO” (se si vuole che non siano abrogati)

do i referendari, c’è una possibilità di incidere sul meccanismo della ’nominà dei parlamentari perchè impedendo le candidature multiple si ripristina un minimo di rapporto tra il candidato e l’elettore anche se non si tocca il meccanismo delle liste bloccate. Infine c’è chi, Pd in testa, sostiene che una vittoria del sì metterebbe in discussione l’attuale legge elettora-

le e aprirebbe la via a una riforma in Parlamento. Le ragioni del no - Chi è schierato per il no critica la deriva «personalistica» che potrebbe scaturire da un sistema che assegna il 55% dei seggi alla sola lista che ha più voti (anche nel caso ottenga una ’bassà percentuale di consensi). Insiste sul fatto che il referendum non incide sul vero «vulnus» della

Il referendum è valido Se partecipano alla votazione il 50% +1 degli aventi diritto

2˚ quesito

Abrogazione delle candidature multiple

Scheda beige

Abrogazione della possibilità per i partiti che concorrono all'elezione al Senato di collegarsi tra loro e di attribuire il premio di maggioranza alla coalizione più votata

3˚ quesito

Scheda verde

Abrogazione della possibilità di essere candidato alla Camera e quindi eletto in più di una circoscrizione. L'abrogazione si estende anche al Senato

COSA SUCCEDE SE VINCE IL SÌ Il premio di maggioranza sarà attribuito al partito più votato e non più alla coalizione

SE VINCE IL NO o NON VIENE RAGGIUNTO IL QUORUM La legge elettorale non cambia È ammessa la presentazione delle coalizioni per l'elezione di Camera e Senato

La soglia di sbarramento sarà per ogni partito del 4% alla Camera e dell'8% al Senato Ogni candidato potrà presentarsi in una sola circoscrizione

Il premio di maggioranza è attribuito alla coalizione o al partito che ottiene più voti 50%+1 %

Ogni candidato può presentarsi in più circoscrizioni ANSA-CENTIMETRI

Roberto Calderoli, autore della legge elettorale, da lui stesso definita “porcellum” ma poi difesa

ANSA-CENTIMETRI

legge, le liste bloccate ed è infine convinto che se vincesse il sì non ci sarebbe spazio per alcuna riforma visto che la norma sarebbe immediatamente applicabile. Anzi. Il ’Porcellum’ ne uscirebbe rafforzato e legittimato dal voto popolare. Le ragioni dell’astensione Chi chiede ai cittadini di non votare o di non ritirare le schede in

caso di concomitanza con i ballottaggi puntando a far fallire il quorum sostiene le stesse ragioni del no. La Lega, in particolare, la più decisa su questo fronte è contraria alla spinta bipartitica che scaturirebbe da una vittoria del referendum. I partiti Il Popolo della Libertà non ha dato indicazioni di voto. Il presidente del Consiglio Silvio

Berlusconi, che pure andrà a votare sì, ha assicurato alla Lega che non ci sarebbe stata campagna elettorale in favore del referendum. Diversi esponenti del Pdl fanno parte del comitato promotore del referendum. In una riunione della direzione il Pd ha deciso di schierarsi per il sì con l’obiettivo che poi in Parlamento venga discussa una più ampia riforma del sistema di voto. L’ala ulivista chiede invece un maggiore impegno perchè il referendum passi. Nel partito ci sono anche i contrari. Tra questi, Francesco Rutelli e l’ex ministro delle Riforme Vannino Chiti. Contrarissima a un referendum dall’esito fortemente bipartitico, la Lega ha dato ai propri elettori, in particolare quelli che andranno a votare ai ballottaggi, indicazione di non ritirare le tre schede relative ai referendum. Inizialmente fa-

Due riguardano il premio di maggioranza, uno le pluricandidature

L’elettore che vota per il referendum riceve tre schede: viola, beige e verde

ROMA - Oggi e domani si vota per il referendum sul sistema elettorale per le politiche. Tre i quesiti sui quali i cittadini sono chiamati a rispondere con un sì o con un no e che sono abrogativi di alcune parti della legge. Gli elettori possono scegliere anche per l’astensione visto che per il referendum abrogativo la Costituzione prevede la necessità che partecipi al voto il 50% più uno degli elettori. Se dovesse passare il sì, la legge sarà immediatamente applicabile. Ecco, in pillole, una guida al voto. Il quorum - Perchè il referen-

1˚ quesito

Premio di maggioranza alla lista più votata - Senato

I tre quesiti: ecco che cosa significano

dum sia considerato valido, dovrà aver votato almeno il 50% più uno dei cittadini, cioè più di

25 milioni di italiani. In caso di vittoria del no o non raggiungimento del quorum lo stesso refe-

rendum non può essere ripresentato per 5 anni. Scheda viola - La prima scheda, quella viola, riguarda la modalità di elezione della Camera dei deputati. L’attuale legge prevede che il premio di maggioranza (pari a circa il 55% dei seggi e assegnato su base nazionale) vada alla «lista o coalizione di liste» che abbia raggiunto il maggior numero di voti. Il primo quesito chiede di cancellare le parole «o coalizione di liste» attribuendo dunque il premio alla sola lista che abbia ottenuto il maggiore consenso.

Scheda beige - La seconda scheda, quella beige, riguarda l’elezione del Senato. L’attuale legge prevede, infatti, l’attribuzione del premio di maggioranza, su base regionale, alla «lista o coalizione di liste» che ottenga più voti. Anche in questo caso il quesito chiede di approvare la cancellazione della dizione «o coalizione di liste», attribuendo, dunque, il premio solo alla lista che abbia avuto il maggior consenso. Sbarramento - I primi due quesiti intervengono implicitamente anche sulla soglia di sbarramento. L’attuale legge elettorale preve-

de, infatti, un doppio meccanismo di soglie, più basso per i partiti che si presentano in coalizione (2% nazionale per la Camera e 3% regionale per il Senato) rispetto a quelle per le liste che corrono da sole (4% alla Camera e 8% al Senato) il primo ’livellò verrebbe però cancellato visto che non ci sarebbe più la possibilità di presentarsi in coalizione. Scheda verde - La terza scheda, quella verde, interviene sulle candidature per Camera e Senato. E propone di abrogare la possibilità per una stessa persona di candidarsi in più circoscrizioni.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Giugno 2009 7

PRIMO PIANO

Berlusconi e Franceschini sì, Bossi si astiene

Bossi ha annunciato che andrà al seggio per il referendum ma non ritirerà la scheda

Leader al voto ma c’è chi non va ROMA - Al voto, ma non tutti. Alcuni leader politici si presenteranno puntuali all’ appuntamento con le urne, per votare “sì” o “no” al referendum sulla legge elettorale. Altri hanno scelto l’astensione e, nel primo fine settimana d’estate, potranno concedersi di andare al mare. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e la signora Clio voteranno domattina, di ritorno da Castelporziano, all’istituto Margherita di Savoia, in via Panisperna, nel centro di Roma. Nella capitale, ma in via Novara, non lontano da Piazza Fiume, voterà il

presidente della Camera Gianfranco Fini che è tra i promotori dei quesiti e si è espresso a favore del sì. Il presidente del Senato, Renato Schifani, andrà alle urne stasera o domattina nella sua Palermo, presso la scuola elementare Lambruschini in via Don Minzoni. Il premier Silvio Berlusconi voterà oggi a Milano, probabilmente tra le 12 e le 13, presso la scuola media Dante Alighieri di via Scrosati, nella zona in cui ha la residenza e dove abitava la madre, signora Rosa. Il premier ha già annunciato il suo sì al referendum, ma dovrà esprimere la preferenza anche per

l sì, quelle del no e le posizioni dei partiti

ra l’Italia

il ballottaggio della provincia di Milano. Il segretario del Partito democratico, Dario Franceschini, voterà oggi alle 11.30 a Roma, dove è resi-

dente, nel seggio di via Lavatore 38, vicino Fontana di Trevi. Franceschini voterà per il sì, secondo la linea del partito, con cui è in disaccordo, tra gli altri, il presiden-

te del Copasir, Francesco Rutelli. Il leader della Lega, Umberto Bossi, non voterà per i referendum, ma potrebbe presentarsi al suo seggio e chiedere al presidente di met-

tere a verbale che non ritira la scheda, così come hanno annunciato che faranno gli altri dirigenti del Carroccio. Il Pdl ha lasciato libertà di coscienza. Il presidente dei senatori Maurizio Gasparri andrà al seggio di via Vittorio Emanuele a Roma, non distante da piazza Navona, è voterà sì. Il coordinatore nazionale Denis Verdini sarà a Firenze, dove voterà sì ai primi due quesiti e non ritirerà la scheda del terzo, quello che riguarda l’abrogazione delle candidature in più di una circoscrizione per uno stesso candidato.

Ballottaggi, dove si vota OGGI

DOMANI

di cui 99 COMUNI 16 comuni capoluogo X elezioni comunali (capoluoghi) 22 PROVINCE X elezioni provinciali

Sezioni elettorali

16.897 Gli elettori Dalle ore 8 alle 22

13.724.000

Dalle ore 7 alle 15

VENETO Padova

LOMBARDIA 1 1

Belluno Rovigo Venezia

Cremona Milano

2

PIEMONTE

1

1

UMBRIA

1

3

3

2

2

3

3

Bologna Ferrara Forlì Ferrara Parma Rimini

PUGLIA

Terni

Firenze Prato Arezzo Grosseto Prato

EMILIA ROMAGNA

Ancona Ascoli Piceno Ascoli Piceno Fermo

Imperia

TOSCANA 2 3

3

MARCHE

Alessandria Torino

LIGURIA

1

LAZIO

2

Frosinone Rieti

CAMPANIA 1

Bari Brindisi Foggia Brindisi Lecce Taranto

Avellino

SICILIA

CALABRIA

1

2

Cosenza Crotone

Caltanissetta

ANSA-CENTIMETRI

Giovanni Guzzetta del comitato per il referendum

vorevole al referendum, l’Idv di Antonio Di Pietro dallo scorso maggio si è schierato apertamente contro la legge che uscirebbe in caso di vittoria del sì. L’indicazione dell’Idv è di andare a votare ed esprimersi per il no. L’Udc di Pier Ferdinando Casini si è da subito schierato per l’astensione con l’obiettivo di far mancare il quorum. La sua tesi è che

l’attuale legge uscirebbe di fatto rafforzata da una vittoria del sì. Forza referendaria per eccellenza, i Radicali, contrari alla legge che emergerebbe se vincesse il sì, andranno dunque a votare ma metteranno la crocetta sul ’no’. Tutta la sinistra, dal Prc al Pdci a Sinistra e Libertà è schierata per l’astensione, così come la Destra e l’Mpa siciliano.

Il suo esito conta solo se vota il 50,1% di chi ha diritto

Incubo quorum sulla consultazione Da tredici anni non viene raggiunto ROMA - Sarà una partita tutta in salita quella per il raggiungimento del quorum al referendum di ogi e domani. I due scogli più grandi sono rappresentati dall’astensionismo e dalla scarsa informazione dei cittadini. Il primo dato, quello dell’astensione, si evince innanzi tutto dalla storia recente: è dal 1995 che i referendum abrogativi non raggiungono la soglia del 50,1% dei votanti necessaria perchè producano i loro effetti. Gli elettori sono stati chiamati a pronunciarsi successivamente nel ’99, nel 2000, nel 2001, nel 2003 e nel 2005, in tutti questi casi la percentuale di elettori che si è recata alle urne è stata inferiore alla maggioranza più uno degli aventi diritto, ed è avvenuto anche per il referendum sulla riforma del titolo V della Costituzione (7 ottobre 2001) dove il sì è passato con soltanto il 34,1%, perchè per questo tipo di consultazione, confermativa, il quorum non è richiesto. Il trend insomma è confermato da più di 10 anni: la percentuale di elettori che ha votato al referendum è stata tra il 49% (picco più alto nel ’99) quando si chiese agli italiani di abolire il voto proporzionale alla Camera e il 25,6% (picco più basso nel 2005) del referendum sulla procreazione assistita.

Il centrodestra punta a completare il successo del primo turno, il Pd difende le roccaforti

In 99 Comuni e 22 Province si decidono le sfide rimaste in sospeso Dai ballottaggi può emergere una nuova mappa politica locale ROMA - Non solo referendum: gli italiani tornano alle urne oggi e domani anche per il turno di ballottaggio delle amministrative. Sfide clou sono quelle per le Province di Milano e Torino e per i Comuni di Bologna, Firenze e Bari. Ma la seconda tornata elettorale riguarda in tutto 22 Province e 99 Comuni, 16 dei quali capoluogo, con oltre 13 milioni e mezzo di elettori chiamati al voto. I seggi resteranno aperti dalle 8 alle 22 di domani e dalle 7 alle 15 di lunedì. Subito dopo inizieranno le operazioni di scrutinio. I ballottaggi da cui usciranno i nuovi presidenti di Provincia e sindaci rappresentano ancora un test politico. Due settimane fa, al primo turno, c’è stata una sostanziale affermazione del centrodestra con Pdl e Lega che hanno vinto in 26 Province contro le 14 del centrosinistra, e in nove Comuni capoluogo, contro i cinque degli avversari. Ora, le sfide chiave sono quelle alle provinciali di Milano e Torino e alle comunali di Bologna, Firenze, Padova e Bari. Partendo dal nord, queste le sfide più attese Provinciali - Torino: la sfida è tra il presidente uscente Antonio Saitta (Pd) e Claudia Porchietto, sostenuta da 10 liste di centro destra, tra le quali il Pdl, la Lega, l’Mpa e la Destra. Saitta ha il 44,3%,Porchietto il 41.5. Milano: si va al ballottaggio tra Filippo Penati (Pd) che ha ottenuto il 38,8%, mentre il suo

sfidante, Guido Podestà, sostenuto dal Pdl, Lega, Democrazia cristiana e Nuovo Psi, ha ottenuto il 48,8%. Venezia: il presidente uscente Davide Zoggia (Pd) si guadagna il 41,9%,sua sfidante una donna,Francesca Zaccariotto sostenuta da Pdl e Lega, che ha raggiunto il 48.4%. Rimini: i due contendenti sono Stefano Vitali per il centro sinistra con il 48,3% e Marco Lombardi (centro destra) con il 42,5%. Lecce: qui gli sfidanti sono Antonio Maria Gabellone (centrodestra) che ha ottenuto il 41,3% e Loredana Capone (centrosinistra) con il 36,7%. Cosenza: Gerardo Mario Oliverio(centrosinistra) ha il 46,9%, l’avversario Giuseppe Gentile (centrodestra) il 37,2%. - Comunali - Padova: Fabio Zanonato (pd), sindaco uscente contro Marco Marin:il primo ha il 45,7% e il secondo il 44,9%. Bologna: con il 49,4% Flavio Delbono (Pd) è in vantaggio su Alfredo Cazzola (Pdl) che ha ottenuto il 29,1%. Firenze: il Pdl che ha puntato su un ex calciatore, Giovanni Galli, ottiene il 32% mentre l’avversario del centro sinistra con Matteo Renzi( Pd), il 47,6%. Prato:si contendono la carica di sindaco Silvano Carlesi per il centro sinistra con il 47,5% e Giacomo Bugaro (centrodestra)con il 33,7.

Ancona:Fiorello Gramillano, preside di liceo, su cui puntano Pd e parte del centro sinistra ha ottenuto il 40,9% mentre Pdl e Lega con Giacomo Bugaro, consigliere regionale, ha ottenuto il 33,8%. Bari: Michele Emiliano (centrosinistra, sindaco uscente, ha raggiunto il 49,1% e l’ex sindaco Simeone di Cagno Abbrescia (Pdl)il 46,5%. San Giovanni in Galdo (Campobasso): qui salta il ballottaggio. Al primo turno i due candidati a sindaco, Eugenio Fiorilli e Mario Piunno, avevano ottenuto lo stesso numero di voti (241). La legge prevede in questo caso che si vada al secondo turno, anche se il paese in questione non raggiunge i 15.000 abitanti. Il Tar venerdì si è pronunciato su un ricorso presentato da Fiorilli in merito a cinque schede non assegnate durante lo scrutinio e che invece potrebbero essere attribuite proprio a Fiorilli. Il Tar ha ritenuto fondate le motivazioni dell’istanza e ha quindi deciso la sospensiva, bloccando così il ballottaggio. Mercoledì prossimo si entrerà nel merito, ma allo stato attuale delle cose la vittoria dovrebbe andare alla lista di Fiorilli. La tv Stasera alle 23.10 circa, la Tgr realizzerà nelle redazioni interessate dalle elezioni amministrative dei “Fuori Spazio” regionali di 20 minuti distaccandosi dalla programmazione nazionale.


8 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITÀ

Si inaspriscono gli scontri a Teheran, la polizia carica i manifestanti Kamikaze si lascia esplodere al mausoleo di Khomeini, 2 morti e 8 feriti

Tumulto in Iran, Mousavi pronto al martirio Di fronte alle proteste dilaganti Obama si rivolge ad Ahmadinejad: «Governare attraverso il consenso, non con la coercizione»

Il riformista sfida Khamenei: “Così minaccia la Repubblica” TEHERAN - Un attentatore suicida si è fatto esplodere ieri nel mausoleo dell’ayatollah Khomeini, a sud di Teheran. Lo ha annunciato la polizia, mentre nel centro della capitale la polizia interveniva per stroncare le manifestazioni dei sostenitori di Mousavi, che chiede l’annullamento della consultazione del 12 giugno denunciando brogli pianificati da mesi. In un momento in cui il Governo iraniano ha messo a tacere la stampa è difficile ricostruire le notizie. La televisione di stato Press TV parla di due morti e otto feriti. In una giornata costellata da notizie che i giornalisti indipendenti - ai cui è vietato avvicinarsi alle manifestazioni - non sono in grado di verificare personalmente, spetta a testimoni anonimi e blogger a raccontare quanto sta accadendo. Fin dall’alba, centinaia di poliziotti antisommossa si sono dispiegati in piazza Enghelab teatro degli ultimi raduni. Per ore migliaia di dimostranti hanno cercato inutilmente di raggiungere la piazza: poi si sono divisi ma a questo punto sono cominciati gli scontri con la polizia. «Si sente sparare, un uomo è stato ferito». Verso sera, mentre le testimonianze si accaval-

lano, arriva la notizia dell’uso di armi da fuoco contro i dimostranti e la conferma del ferimento di uno di loro. E ancora, l’incendio di un edificio usato dai simpatizzanti di Ahmadinejad. Si appren-

de anche di un altro arresto tra i riformisti. A finire in carcere è stavolta il giornalista Ghuchani. E per unirsi alle incessanti proteste, per pochi minuti è sceso in strada anche Mousavi dicendo di essere

pronto al martirio e di volere continuare la lotta. Il leader riformista non abbandona la battaglia per ottenere l’annullamento delle elezioni, e torna a chiedere l’intervento del Consiglio per tornare al voto, ribadendo di essere pronto a morire per portare avanti la causa. Ma per ora il Consiglio è irremovibile, l’unica azione possibile saebbe il riconteggio del solo 10% delle schede, estratte a caso. Ma Mousavi non si stanca di dire che i risultati del voto erano pianificati. In una lettera al Consiglio scrive: «Queste misure (conteggi scorretti) sono pronte da mesi, le elezioni vanno annullate». E Mousavi non risparmia neanche la guida suprema Khamenei che ha convalidato le elezioni, accusandolo, senza nominarlo, di minacciare il carattere repubblicano dell’Iran. Nessun politico iraniano mai aveva osato fare un critica di questa portata all’ayatollah. Duro anche l’intervento di Obama, che si è rivolto direttamente al governo iraniano affinchè siano fermate «tutte le azioni ingiuste e violente». Per guadagnarsi il rispetto globale, l’Iran deve «governare attraverso il consenso» e non facendo ricorso «alla coercizione».

Oltre 50 vittime e 170 feriti nell’ennesimo attentato

Iraq, è ancora strage Gli Usa lasciano il Paese

BAGHDAD - A pochi giorni dal previsto ritiro delle forze Usa dai centri urbani di tutto l’Iraq, in un villaggio nord-iracheno ieri è stato compiuto un attentato devastante, una vera carneficina, con un camion stracarico di esplosivo. Il bilancio è di 50 morti e quasi 170 feriti. Obiettivo dei terroristi i fedeli sciiti che uscivano dalla moschea: L’esplosione è stata così potente che il boato si è udito a 25 km di distanza, nel centro della città petrolifera di Kirkuk. Hussein Abdul, un commerciante di frutta ha raccontato di aver visto il camion-bomba passargli davanti per poi esplodere, radendo al suolo diversi edifici. «C’erano corpi ovunque, coperti di fango e terra, misti a sangue, tanto sangue. Molte persone urlavano e chiedevano aiuto, molte altre erano in terra, senza vita, a pezzi». Il villaggio di Taza è abitato in prevalenza da turcomanni sciiti. E proprio in una riunione con i leader della comunità turcomanna, ieri mattina il premier Maliki aveva affermato che il ritiro dalle città delle forze Usa rappresenta «il primo passo verso la fine della presenza militare straniera in Iraq» e «una grande vittoria». Ma allo stesso tempo, aveva ammonito che «come è noto, ci sono molti che non ci vogliono far celebrare questa vittoria, che si preparano a muoversi nelle tenebre per destabilizzare il Paese. Ma noi - ha detto - saremo pronti». In alcuni casi, le forze Usa hanno già iniziato a ritirarsi dalle città. Ieri è stata la volta di una caserma a Sadr City, il gran quartiere sciita di Baghdad, uno dei luoghi più difficili di tutto l’Iraq. In base ad un accordo tra Baghdad e Washington, le forze americane si ritireranno dai centri urbani in tutto il Paese entro il 30 giugno, per poi lasciare definitivamente l’Iraq entro il 31 dicembre 2011.

Il presidente francese espone la sua tattica di governo fino al 2012 Il presidente Usa deciso ad istituire un’agenzia di controllo sulla finanza

Da palazzo reale la strategia di Sarkozy PARIGI - Ancora nel pieno di una acuta crisi economica che sta facendo strage di posti di lavoro, ma rafforzato da un ottimo successo elettorale alle Europee - 27,8% - e da sondaggi che danno la sua popolarità in decisa risalita, Sarkozy convoca per domani deputati e senatori in seduta congiunta per annunciare le «scelte stragiche» economiche e sociali che segneranno la II parte del suo mandato presidenziale, fino al 2012. E’ la prima volta, da un secolo e mezzo, che un capo dello Stato francese parla alle camere riunite nel Castello di Versailles, luogo simbolo di quella Francia dei re, di Luigi XIV - il Re Sole. L’ultimo fu il principe-presidente Luigi Napoleone Bonaparte che nel 1848 giurò davanti ai deputati. Sarkozy sceglie bene, da abile politico, i tempi e i luoghi della comunicazione. Un sondaggio indica che oggi Sarkozy arriverebbe sempre in testa al primo turno delle elezioni presidenziali con il 33%. Nel 2007 passò al ballottaggio con il 31%. Sarkozy «con il vento in poppa», scrivono gli osservatori politici. Approfitta certo, il presidente, di una debolezza dell’ opposizione, in primo luogo quella socialista, alle prese con lacerazioni profonde sulla linea politica e su una leadership, quella di Martine Aubry, non consolidata e sempre insidiata dall’ ex candidata all’Eliseo, Segolene Royal.Un’ opposizione che si è divisa sull’opportunità di andare a Versailles: «simulacro di democrazia» e «buffonata», hanno denunciato Verdi e comunisti, che boicotteranno la seduta. La facoltà data al presidente di par-

Il programma socio-economico verrà presentato a camere riunite lare davanti alle Camere riunite inquadrata dal nuovo articolo 18 della Costituzione - prevede infatti un rigido rituale: c’ è l’intervento del capo dello Stato - che poi abbandona l’aula - quindi in sua assenza si aprirà il dibattito, ma non ci sarà alcuna votazione. Cosa dirà Sarkozy a Versailles? In

un intervento di circa 45’, che sarà trasmesso in diretta dalle reti ’all news’, il capo dello Stato parlerà ancora della crisi economica, della riforma delle autonomie locali per ridurre la spesa pubblica, del lavoro degli anziani, ma anche del velo integrale, burqa o niqab, che in questo momento sembra agitare i francesi. Non parlerà, si dice, del rimpasto di governo che farà la prossima settimana, determinato dall’uscita di due ministri - Rachida Dati, della Giustizia, e Michel Barnier, dell’Agricoltura - eletti al parlamento europeo.

Il premier britannico si confessa al “The Guardian”

Brown: “Io me ne andrei” ROMA - Ferito dalla fronda in- partito. «Non sono interessato a terna al partito e per gli «attac- ciò che accompagna il potere chi personali», il premier britan- ha detto -. Non mi preoccuperei nico Gordon Brown ammette se non dovessi mai più tornare per la prima volta di essere pron- in posti come Downing Street o to a lasciare «anche domani», i Chequers (residenza di campapur dicendosi tuttora convinto gna del I ministro britannico dal di poter portare il partito laburi- 1921)». Il quotidiano scrive che «con una appasta, a picco nei rente ammissiosondaggi, alla Il primo ministro, ne di responsabivittoria anche incalzato dal crack, nelle prossime ammette di non avere lità davanti alle critiche di non elezioni. «Per diuna visione globale aver avuto una vire la verità, mi dimetterei domani mattina», ha sione globale», Brown ha detto confessato Brown al quotidiano di trovare difficile concentrarsi sulle strategie «quando devi af’The Guardian’. Brown, che ha dovuto affrontare frontare problemi pratici con lo scandalo rimborsi, ha confida- conseguenze immediate, come to di sentirsi «ferito» dagli attac- quello di una banca che sta anchi subiti da esponenti del suo dando in bancarotta».

Obama: “Disposto a lottare” WASHINGTON - Gli Stati Uniti sono precipitati nella più grave crisi della loro storia dai tempi della Grande Depressione a causa di «un’epidemia di irresponsabilità» che, generatasi a Wall Street, ha colpito e contagiato tutti, da Washington all’intero sistema economico-finanziario. È necessario che tutto ciò non si ripeta in futuro. Per questo la Casa Bianca vuole istituire un organismo di controllo che vigili sul buon funzionamento del sistema e Barack Obama è «pronto alla lotta» pur di istituirlo. Il presidente Usa ieri si è rivolto in questi termini agli americani, nel suo consueto discorso del sabato. La riforma finanziaria presentata in settimana dalla sua amministrazione è «essenziale» ha detto. Perchè se oggi migliaia di americani sono alle prese con difficoltà inimmaginabili, lo devono ai mancati controlli che hanno consentito alla crisi di contagiare l’intero sistema. Tutto ciò «non può, non deve ripetersi» ha affermato il presidente. Se gli Stati Uniti vogliono davvero uscire dalla crisi in cui sono precipitati, devono trovare la forza di appoggiare le proposte della Casa Bianca, prima fra tutte quella dell’istituzione della Consumer Financial Protection Agency. Sarà l’agenzia che, in nome e per conto della Federal Reserve, vigilerà sulla correttezza e sulla trasparenza delle operazioni finanziarie, «nell’interesse dei consumatori». «È essenziale», ha detto Obama. «Questa crisi può essere partita da Wall Street, ma il suo impatto è stato avvertito dagli americani comuni

Il Presidente si batterà per istituire l’Agenzia col compito di vigilare le operazioni finanziarie per tutelare i consumatori americani ora e in futuro

che fanno affidamento a carte di credito, mutui e altri strumenti finanziari». La nuova agenzia, ha proseguito, il presidente «avrà il potere di fissare nuove regole in modo che le compagnie possano competere offrendo prodotti innovativi e comprensibili per i consumatori». «Quei ridicoli contratti - pagine di bei caratteri che nessuno poteva capire - saranno una cosa del passato. I consumatori - ha concluso il presidente - potranno valutare i prodotti, con spiegazioni chiare, per scegliere ciò che è meglio per loro». Per quante critiche possa incontrare, la Casa Bianca crede fermamente nell’opportunità di istituire questa agenzia di controllo. Che non significa affatto mettere un freno al libero mercato, ma proteggere i consumatori dal rischio come è avvenuto - di perdere all’improvviso tutto ciò che hanno. «Anche se non ne ho una gran vo-

glia, sono pronto alla lotta se necessario» ha detto Obama, difendendo la proposta di riforma del sistema finanziario presentata in settimana dal ministro del tesoro Geithner. «Mano a mano che usciamo da questa crisi di proporzioni storiche, è sempre più chiaro che una delle sue principali cause è stata l’interruzione di sorveglianza che ha consentito la diffusione di abusi nell’intero sistema finanziario» ha sottolineato Obama. Secondo il presidente vi è stata una «epidemia di irresponsabilità che, generatasi a Wall Street, ha contagiato tutto il sistema economico, con conseguenze disastrose». Per questo - ha sottolineato Obama - la proposta avanzata dalla sua Amministrazione di dotare la Federal Reserve di maggiori poteri di sorveglianza istituendo l’agenzia va difesa per evitare che in futuro possa ripetersi una crisi analoga.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Giugno 2009 9

ATTUALITÀ

Giovedì iniziano le prove per cinquecentomila studenti Con il nuovo regolamento i 5 in condotta non fanno i test

Ultimi giorni di ripasso Arriva l’esame di maturità

Baby gang a Mondello Cittadina a ferro e fuoco

PALERMO - Hanno messo a ferro e fuoco Mondello, la borgata marinara di Palermo, dando fuoco a cassonetti della spazzatura, tirando sassi contro un autobus parcheggiato e seminando oggetti in mezzo alla strada in modo da bloccare il traffico. Una notte brava di cui sono stati protagonisti cinque minorenni tra i 14 e i 16 anni individuati e denunciati dalla polizia. «Volevamo solo divertici», si è giustificato uno dei ragazzini interrogato dagli agenti. Ad avvertire il 113 sono stati decine di cittadini che hanno assistito, impauriti, alle scorribande del gruppo. Perlustrando il quartiere, gli agenti si son trovati davanti scene di devastazione: immondizia bruciata, sedie accatastate in mezzo alla strada e persino un bus trasformato in bersaglio dai minorenni. Tra i cinque ci sono tre fratelli gemelli, uno dei quali già con precedenti penali.

Primo scoglio lo scritto di italiano, uguale per tutti gli indirizzi ROMA - Ultimi giorni di ripasso frenetico per i circa 500 mila studenti che dovranno affrontare quest’anno l’esame di maturità in programma a partire da giovedì prossimo. Per accedere al più importante appuntamento del percorso scolastico, quest’anno i ragazzi hanno dovuto conseguire nello scrutinio finale almeno la media del sei, calcolata comprendendo anche il voto sul comportamento. E per chi ha avuto il 5 in condotta niente ammissione all’esame di Stato. Anche quest’anno saranno, invece, ammessi direttamente alla maturità i cosiddetti «ottisti» e cioè gli studenti che in quarta hanno conseguito 8 decimi in ciascuna materia e nel comportamento e che hanno riportato una votazione non inferiore al 7 in ciascuna disciplina, 8 per la condotta nelle classi seconda e terza. Primo scoglio, come di consueto, sarà lo scritto di italiano, uguale per tutti gli indirizzi, in calendario per il 25 giugno. Il secondo scritto, diverso da indirizzo a indirizzo (quest’anno al clas-

Denunciati in cinque, tra i 14 e 16 anni

In un raptus le ha colpite con un coltello

In cura per problemi psichici Uccide la madre e la sorella Il secondo scritto cambia da inidirizzo a indirizzo, il terzo e ultimo è il collaudato quizzone

sico è uscito latino) si svolgerà il giorno successivo. L’ultimo scritto, l’ormai collaudato quizzone (definito anche quest’anno collegialmente da ogni commissione) è previsto per il 29 giugno. Dopo

Indagine sugli italiani e il cibo

la correzione degli scritti scatteranno gli orali. La commissione dispone di 45 punti per la valutazione delle prove scritte, ripartiti in parti uguali tra le tre prove: a ciascuna di esse non può essere

attribuito un punteggio inferiore a dieci. Per la valutazione del colloquio la commissione dispone di 30 punti invece dei consueti 35 (per la sufficienza il punteggio non può essere inferiore a 20).

Delitto di Garlasco Ancora nuovi accertamenti dei periti

Bravi a fare la spesa Sotto analisi la bicicletta di Alberto meno a cucinare e piastrelle del pavimento di casa Poggi

Nel 69% dei casi la spesa la fa la moglie

ROMA - Italiani bravi a leggere le etichette alimentare, meno a far da mangiare. O quanto meno, così si percepiscono, secondo una indagine Fipe-Confcommercio che attesta come gran parte dei connazionali dichiari una «più che sufficiente» cultura dei prodotti, in particolare si ritengono «più bravi rispetto ai genitori» sulla capacità di scelta degli ingredienti, la conoscenza delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti e le tecniche di preparazione. Ma tanta teoria sembra poi non si riflettersi nei risultati a tavola; come cuochi, insomma, siamo più fumo che arrosto. Nei preparativi del pasto, a fare la spesa è la moglie, nel 69% delle famiglie intervistate, anche se in un significativo, soprattutto al Sud, terzo delle famiglie è il marito a riempire il carrello al supermarket. Il tempo ai fornelli dedicato al pasto principale - il pranzo per il 75% degli italiani - durante la settimana è mediamente un’ora, mentre il pasto principale dei fine settimana appare più ricco e laborioso, con un’ora e mezza di preparazione. Dunque una tradizione, quella del pranzo della domenica, che ancora resiste. Le ricette classiche e quelle tipiche della zona in cui si vive sono un baluardo, soprattutto nel Mezzogiorno. Peraltro dedicare più tempo in cucina, riduce il costo della spesa del 50% senza rinunciare alla qualità, come sottolinea Coldiretti.

Lividi sul corpo trovato a Bareggio

Il guardiano del laghetto morì per un’aggressione

Serviranno per capire perché il ragazzo non si è macchiato di sangue le suole MILANO - L’analisi dei pedali della bicicletta sequestrata ad Alberto Stasi, il giovane sotto processo a Vigevano per l’omicidio della sua fidanzata Chiara Poggi, sarà al centro del nuovo incontro in calendario domani tra uno dei periti nominati lo scorso 30 aprile dal gup Stefano Vitelli e i consulenti di parte. Lunedì nel laboratorio del dipartimento di medicina legale dell’università di Torino, si riuniranno il professor Lorenzo Varetto, incaricato dal giudice e il capitano Alberto Marino del Ris di Parma, i professori Marzio Massimilano Capra e Francesco Maria Avato, rispettivamente consulenti di accusa, parte civile e difesa, per proseguire le operazioni relative alla perizia medico-legale, una delle quattro disposte dal giudice. Il lavoro, tra l’altro, riguarderà l’analisi dei pedali della bici da uomo bordeaux, marca Umberto Dei Milano, sulla quale, in base alle indagini della Procura e l’esame del prof. Capra, erano state rinvenute microtracce di Dna riconducibili, a differenza della tesi della difesa, al sangue di Chiara. Gli esperti genetisti, in particolare dovranno rilevare se sui pedali sono rimaste ancora tracce di Dna per poi, eventualmente, analizzarle

VERONA - È stato arrestato dai carabinieri Alessandro Chiaramonte, l’uomo che ha ucciso sabato pomeriggio a Bovolone la madre Bruna Giusti di 69 anni e la sorella Marta (44). L’uomo sebbene in un profondo stato confusionale è stato in grado di ammettere le proprie responsabilità. Gli investigatori hanno già ritrovato l’arma del delitto. Il duplice omicidio sarebbe stato fulmineo. L’uomo, che con le due donne abitava in una villetta, avrebbe impugnato il coltello e raggiunto le vittime, che si trovavano in due diverse stanze, per colpirle a morte, forse in preda ad un raptus.

MILANO - I lividi e le ecchimosi trovate sul corpo di Salvatore Sarrullo, 46 anni, il guardiano del laghetto di Bareggio (Milano) trovato morto la notte del 16 giugno scorso, sono state sicuramente provocate da un’ aggressione. Ha trovato conferma l’ipotesi secondo la quale il guardiano dell’ex cava abbia probabilmente sorpreso degli intrusi, e che sia stato aggredito.

Ferita alla testa a Ameglia in Liguria

Alberto Stasi, unico imputato per l’omicidio di Chiara Poggi

In due ruote contro l’auto Una dodicenne è grave

ta della morte (punto su cui si sono scontrate accusa, parte civile e difesa). Inoltre verranno acquisiti i campioni di alcune piastrelle, identiche a quelle del pavimento del pian terreno dove Chiara venne assassinata, che serviranno per individuare il tempo di coagulazione del sangue. Dato questo che verrà incrociato con l’esame sull’idrorepellenza delle scarpe indossate da Stasi quando ha ritrovato il corpo senza vita della fidanzata e capire come mai non si è macchiato le suole.

LA SPEZIA - Una ragazzina di dodici anni è rimasta ferita in modo grave alla testa dopo essersi scontrata con la bicicletta contro un’automobile. La ragazzina è stata ricoverata all’ospedale ’Santa Chiarà di Pisa. Il personale del ’118’, constatato il trauma, ha preferito disporre l’intervento dell’elicottero Pegaso, convenzionato con il servizio di Massa Carrara. La bambina è stata stabilizzata sul posto, quindi adagiata su una apposita barella e portata al Santa Chiara.

e individuarne la natura. Un’altra tappa dei nuovi accertamenti ordinati dal giudice è prevista per sabato 27 giugno: ancora un sopralluogo da parte dei medici legali - periti e consulenti di parte - nella villetta dei Poggi a Garlasco, dove il 13 agosto del 2007 Chiara venne brutalmente uccisa. Oltre a un’ispezione della scena del crimine, i genitori della ragazza consegneranno i certificati medici e alcuni indumenti della figlia al fine di individuare il suo peso corporeo, elemento importante per determinare l’ora esat-


10 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITÀ

Indagate 253 persone, sequestrati 150mila file. Il procuratore: “Immagini ripugnanti” L'operazione "Smasher"

Operazione anti pedofilia Quattordici arresti in Italia

I NUMERI

La maxioperazione contro l'acquisto su Internet e la detenzione di materiale pedo-pornografico Cremona Treviso Milano

persone arrestate

253

indagati

300 perquisizioni MATERIALE SEQUESTRATO Padova Reggio E.

Modena

Mimmo Trovato

CATANIA - Una persona che distribuiva pasti negli asili, due commercianti nel settore informatico, un istruttore di nuoto per bambini che di nascosto faceva riprese dei suoi allievi negli spogliatoi ma anche un pensionato di 64 anni. Sono alcuni dei 14 uomini arrestati dalla polizia postale nell’ambito della maxioperazione ’Smasher’ della Procura di Catania contro l’acquisto su Internet e la detenzione su computer o supporti informatici di materiale pedo-pornografico. Complessivamente sono 253 le persone indagate in 68 città italiane, tra loro anche un cuoco di un asilo e un insegnante di educazione fisica di una scuola media. La polizia postale ha eseguito 300 perquisizioni e sequestrato 150mila file, 800 computer e 4 mila supporti per quella che gli stessi investigatori definiscono «la maggiore operazione antipedofilia online compiuta sinora in Italia». I quattordici arrestati, durante le perquisizioni, sono stati trovati in possesso di video particolarmente violenti e cruenti di pornografia infantile. Parte delle immagini erano state scaricate da un sito Internet per pedofili il cui server è in Germania ed è stato oggetto delle attenzioni della polizia bavarese. Gli investigatori tedeschi hanno accertato che i file incriminati sono stati prelevati tramite Internet gratuitamente ma con un password da utenti attraverso provider di 99 nazioni in tutto il mondo. Sedicimila filmati sono stati trovati nell’abitazione di uno dei 14 arrestati, che li aveva conservati come se fossero parte di una biblioteca: catalogandoli per età, sesso e tipo di violenze esercitate sui bambini. Nei filmati, molti dei quali sarebbero stati girati da recente, si vedono abusi e torture su bambini di piccolissima età, anche di 5-6 anni, compiuti non soltanto da uomini e donne ma anche da animali. La Procura distrettuale di Catania, che ha coordinato le indagini del dipartimento Sicilia orientale della polizia postale, punta adesso a «far salire il livello delle indagini, passando dall’individuazione dell’utilizzatore finale al produttore di filmati così aberranti». L’ipotesi, avanzata dal responsabile della divisione investigativa del dipartimento centrale della Polizia postale, Diego Buso, è che «almeno uno degli arrestati abbia prodotto in Italia dei filmati con

14

800

computer

40.000 Dvd, cd, pen drive

In casa di uno dei fermati 16mila filmati catalogati con cura

L’Operazione “Smasher” contro l’acquisto e la detenzione di file pedopornografici ha indagato 253 persone in 68 città italiane

Imperia

Firenze

150.000 filmati sequestrati Teramo

Perugia ROMA

Arresti

Palermo

Le 68 città interessate dalle perquisizioni ANSA-CENTIMETRI

contenuti pedopornografici». «Se in alcune immagini ci sono degli sfondi che riconducono all’Italia - spiega Buso - o si sentono come sottofondo musiche di artisti italiani è lecito avere dei sospetti, che dobbiamo adesso verifica-

re». Il procuratore capo di Catania, Vincenzo D’Agata, definisce le immagini agli atti dell’inchiesta «ripugnanti». Per il questore Domenico Pinzello sono «filmati aberranti con un livello di violen-

za che sbalordisce» e auspica «da padre e nonno, il massimo della pena per i colpevoli accertati ». Don Di Noto, presidente e fondatore di Meter, sottolinea come «le violenze sessuali sui bambini si fanno sempre più cruente e l’età

si abbassa fino ad arrivare anche a pochi giorni di vita». Il presidente dell’Osservatorio sui diritti dei Minori Antonio Marziale segnala «il rischio che l’efficienza della polizia postale sia vanificata da legislazioni inadeguate».

Maria Rita Parsi, presidente della Fondazione Movimento bambino segnala che «la pedopornografia on line rappresenta per le organizzazioni criminali un business più lucroso di quello delle armi».

“Una sola persona uccise Meredith”

Un’immagine di Villa Certosa, il «buen retiro» di Portorotondo del presidente del consiglio

Berlusconi intanto vorrebbe vendere Villa Certosa: “Me l’hanno violata”

Un’altra ragazza nell’inchiesta di Bari BARI - “Silvio Berlusconi, alla mia partenza da Villa Certosa, mi ha consegnato una busta contenente 10.000 euro in contanti". E' quanto sostiene di aver detto alla Guardia di Finanza Barbara Montereale, la ventitreenne di Modugno (Bari) ascoltata come testimone assieme ad altre ragazze che, come lei, sarebbero state pagate da Gianpaolo Tarantini per partecipare a feste a Palazzo Grazioli e Villa Certosa. La giovane, che dice di non essere una escort ma una ragazza immagine, ha specificato ai militari di non "aver avuto alcun rapporto sessuale con Silvio, che non mi ha chiesto nulla in tal senso, anzi mi ha trattato come una figlia". "Mi ha solo aiutato economicamente - ha spiegato - dopo

aver saputo che vivevo un momento triste poiché con la mia bambina, che ha un anno e mezzo, non riuscivo ad arrivare a fine mese". A quanto si è saputo, Montereale ha detto agli investigatori che il suo compenso per partecipare alle feste è di 1.000 euro. La giovane ha spiegato di essere stata invitata comunque alla festa nonostante avesse spiegato di non essere disponibile a un "dopocena". Barbara Montereale racconta di essere stata anche a Villa Certosa con una ventina di altre ragazze. Anche in quella circostanza e di aver partecipato solo ad una grande festa. Di Berlusconi Montereale parla come di una persona 'molto dolce', "disponibilissima". Dice di avergli raccontato a Villa Certo-

Di ventitre mesi, perde l’equilibrio e muore in 70 centimetri d’acqua

sa di aver "perso i genitori. Che la mia bimba non stava bene. Che non ce la facevo a tirare avanti da sola. Lui mi diede un bacio sulla fronte e prima che partissi mi consegnò una busta" con "una cifra molto generosa in contanti" . "E io, lo giuro su mia figlia, con lui non ebbi nessun rapporto sessuale". Intanto sembra che ilpremier sia intenzionato a vendere Villa Certosa. E’ stato proprio il Cavaliere, in alcune conversazioni private con diversi interlocutori, a confidare la tentazione di vendere il ’buen retirò sardo. «Me l’hanno violata», ha spiegato il presidente del Consiglio ad alcuni interlocutori. Un riferimento ad Antonello Zappadu, il fotografo sardo i cui scatti sono al centro di un caso giudiziariO.

Tromba d’aria sbatte su un cancello di ferro un uomo che fa kitesurf

Bimbo annega nella piscina gonfiabile Il maltempo di inizio estate fa una vittima MILANO - Tragico incidente in provincia divertimento, nel prato dietro casa, per i di Cremona, vittima un bambino. Per gio- figli ancora in tenera età di una coppia di co, o forse per dimostrare di essere forte assistenti sociali. A morire è stato il più piccolo, dallo scorso autuncome i fratellini più grandi, no affidato alla famiglia che un bambino di 23 mesi ha Tragico incidente da anni collabora con il tritentato di scavalcare il bor- Era stato affidato bunale dei Minori di Bredo della piscina gonfiabile a una coppia scia. I settanta centimetri di allestita nel giardino ma, di assistenti sociali acqua della piscina gonfiabiperdendo l’equilibrio, è cale gli sono stati fatali. duto ed è morto annegato. La tragedia è avvenuta venerdì sera intorno Dalle testimonianze raccolte dai carabinieri alle 20 a Pandino, cittadina in provincia di sembra certo che si sia trattato di un inciCremona, al termine di un pomeriggio di dente.

ROMA - Pioggia e vento in tutta Italia, e sono rimasti feriti. I tre, come hanno riferito persino neve sopra i 1.700 metri in Friuli: alcuni testimoni, sono stati sollevati e sbalzadopo una primavera tra le più calde della ti a diversi metri di distanza. L’uomo deceduto è stato sbattuto sul tetto di storia, l’estate si fa precedere un palazzo del lungomare di dal maltempo e temperature La penisola sferzata via delle Margherite e, ricadieci gradi sotto la media sta- da pioggia e vento dendo a terra, è finito contro gionale. E c’è anche una vitti- Anche neve sopra una cancellata di ferro moma, un 33enne travolto da i 1.700 metri in Friuli rendo sul colpo. Un altro è una tromba d’aria mentre stava facendo kitesurf, a Campo di Mare, finito contro le auto in transito, riportando frazione balneare di Cerveteri a nord di Ro- parecchie fratture per le quali è stato ricovema. Altre due giovani che stavano facendo rato al Policlinico Gemelli, dove è stato trakitesurf sono stati sbalzati dal forte vento e sportato in eliambulanza.

PERUGIA - Meredith Kercher venne aggredita e poi uccisa intorno alle 21.30 del primo novembre del 2007. A sostenerlo è stato ieri il medicolegale Francesco Introna, consulente della difesa di Raffaele Sollecito, deponendo nel processo per l'omicidio della ragazza inglese. L'esperto ritiene quindi che il decesso sia avvenuto prima di quanto sostenuto dal consulente dell' accusa che lo aveva collocato intorno alle 23.30. Introna ha quindi escluso una morte per strozzamento ma ha parlato di "presa al collo fugace". Ha inoltre sostenuto che la ferita rilevata sul collo della vittima venne provocata da una lama "lunga al massimo otto-nove centimetri". L'avvocato Luca Maori, uno dei difensori di Sollecito, ha spiegato che quello sequestrato in casa del giovane e considerato dagli inquirenti come l'arma del delitto aveva una lama di una trentina di centimetri. Secondo il consulente comunque, Meredith Kercher e' stata aggredita da una sola persona. Introna ha riferito di avere operato una ricostruzione delle dimensioni della camera dove venne uccisa Mez risultata - a suo avviso - più piccola rispetto a quanto ritenuto dalla polizia scientifica. Secondo Introna era quindi "fisicamente impossibile" che lì ci fossero tre aggressori. Ha inoltre escluso che le "lesioni da afferramento" riscontrate siano riconducibili a più persone. Per il medico legale, poi, la Kercher venne afferrata al collo e quindi pugnalata.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITÀ

A Pitti le precollezioni donna come nel 2008

Cavalleria Toscana Polo Challenge per il Meyer

La Petraia. La coppia è ospite d’onore per il settore precollezioni donna, salone che ha visto il debutto di un gruppo di nuovi talenti.

FIRENZE - Spazio anche alla solidarietà con il “Cavalleria Toscana Polo Challenge”. Grande successo ed affluenza di pubblico per la serata di beneficenza che ha visto come ospite protagonista Gabriel Batistuta. I proventi della serata saranno a favore dell’Ospedale Pedratico Mayer.

Il bilancio della manifestazione registra recessione e vie d’uscita possibili

Per lei è “california style” Batistuta a cavallo per charity Visitatori e buyer in calo, ma più qualità

FIRENZE - Gran finale a Pitti Uomo con la performance a base di Californian style del duo americano Proenza Schouler a Villa

FIRENZE - Più qualità ma visitatori e buyer in calo. Sono i primi dati finali della 76/a edizione di Pitti Uomo che ha registrato un calo di circa l’8% di presenza

rispetto alla scorsa edizione estiva. Il numero dei visitatori dovrebbe attestarsi sopra le 30.000 unità, circa 8.700 i punti vendita e oltre 18.000 i compratori. «E’

un risultato davvero buono - afferma Raffaello Napoleone, A.d. di Pitti Immagine - voglio ringraziare le aziende per l’impegno nel proporre qualità».

Si è chiusa venerdì a Firenze la 76esima edizione di Pitti Immagine, la kermesse di moda maschile Protagonista del 2010 sarà un guardaroba classico, ma essenziale, leggero e soprattutto variopinto

L’uomo scorda la crisi coi colori Tornano in auge anche i mocassini dai toni eccentrici e pellami esclusivi FIRENZE - Nel guardaroba maschile della primavera-estate che verranno il colore entrerà dalla porta principale. E’ quanto emerge dalle 832 aziende della 76esima edizione di Pitti Immagine Uomo, conclusa venerdì a Firenze. Il colore porta ottimismo, invoglia a comprare, è anticrisi. E’ un segnale di reazione al momento difficile che il tessile-moda sta attraversando. Ma sarà soprattutto il genere classico ad appropriarsi del nuovo linguaggio, puntando su una palette vitaminica. La cura sartoriale incontrerà la ricerca dei materiali, in un percorso che parte dalla tradizione manifatturiera per scoprire nuove modalità. Così, il nuovo guardaroba classico sarà costruito su pesi leggeri, su capi belli da guardare e piacevoli da indossare. La giacca maschile si ammorbidirà, scivolando lungo il corpo, in tessuti trattati con enzimi che regalano una patina vintage. L’uomo nuovo sarà a suo agio in atmosfere chic e retrò, vissute con uno sguardo allo stile riviera, e l’atro agli sport blasonati: golf, polo, equitazione. Giacche e capispalla diventeranno leggeri, confortevoli, arricchiti da dettagli artigianali. Il vestito avrà revers piccoli, la giacca proporzioni giovani, slim e compatte. Tutti i capi saranno asciutti, super leggeri e avranno nuova vestibilità: un codice che si esprime svuotando la costruzione dei capi fino a trasformare le fodere in elementi decorativi, rendendo protagonisti i tessuti reversibili. Must di stagione sarà la giacca sfoderata e iperlight, assieme al classico blazer aderente, rinnovato con jersey e fantasie. Ai piedi si porteranno scarpe da golf, mocassini college e stringate Oxford in camoscio e vitello tamponato, ma anche slipper e francesine artigianali, in colori eccentrici e pellami esclusivi, come rodi forato, lino, denim e cervo supersoft. Anche l’avanguardia punterà sul colore, a cui aggiungerà citazioni anni ’70, sviluppate tra proporzioni slim, fantasie e dettagli sofisticati, sul tema dello stile riviera, o di St.Tropez.

La prossima estate vista da un giapponese A Boboli le idee dell’eccentrico Takahashi

Come fossi una bambola “tradizionale e street style” FIRENZE - Viaggi, musica punk, street style nipponica e tradizione sartoriale, si fondono nella collezione maschile di Jun Takahashi, stilista giapponese, ospite d’onore di Pitti Immagine Uomo, che ha fatto sfilare in anteprima mondiale le sue proposte per l’uomo, nel Giardino di Boboli. Le sue celebri bambole un po’ manga e un po’ horror, stile tradizionale, contaminato dall’esigenza del design (punk e street style nipponica), senza dimenticare la funzionalità.

Lo stilista Takahashi

Cura nei dettagli per Italia Indipendent

Ed Elkan disse: basta coi velini

Lo stand di Siwy Denim a Pitti Uomo

FIRENZE - Eleganza maschile raffinata, curata nei dettagli e caratterizzata da uno stile inconfondibile, nella nuova collezione del marchio Italia Indipendent, firmato da Lapo Elkann, presentato a Pitti Uomo a Firenze. «Bisogna che l’uomo ritrovi la sua attitudine all’eleganza spiega Lapo - senza voler sembrare un calciatore, un velino, un palestrato burino». Sulla crisi l’imprenditore aggiunge: «Bisogna rimboccarsi le maniche. La crisi si vince con qualità, dettagli e perfezionismo».

Il designer presenta una rivoluzionaria collezione per Ballantyne

L’ex calciatore lancia una sua linea di calzature

Starck taglia le stagioni, cachemire sempre

Cruyff toglie le scarpe dal chiodo

FIRENZE - Il genio francese del design Philippe Starck debutta oggi a Pitti Uomo come stilista per Ballantyne (Fondo Charme) con una collezione rivoluzionaria. Le proposte di Starck, presentate alla Stazione Leopolda con una performance di musica classica, annunciano una svolta del mercato della moda. Quel mercato che finora ha imposto nuove collezioni ad ogni cambio di stagione e che Starck contesta. Il designer propone infatti soltanto 30 capi per l’uomo e altrettanti per la donna, ma a base di cachemire tecnologico, che considera «il goretex delle fibre naturali», e che permette di «tramandare questi capi di padre e madre in figlio/a, come gioielli». A spiegare il nuovo concetto di moda è lo stesso Starck, accompagnato dalla moglie Jasmine (che ha collaborato con lui nella realizzazione della collezione) e in presenza di Matteo Montezemolo, ad del Fondo Charme, a cui

fa capo il marchio. Il designer rivela di essere già al lavoro con la griffe S+arch with Ballantyne per realizzare una collezione di calzature. Parametro utilizzato da Starck nelle sue proposte-moda «è la longevità dei capi, la loro durata - spiega lui stesso - che dev’essere per tutta la vita». «Non sono uno stilista - aggiunge ma li conosco tutti. Da anni i miei fan mi chiedevano di disegnare moda. Dopo un’esperienza con Woldford dove ho realizzato un abito tubolare in maglia ingualcibile, ho atteso il momento giusto per dare il mio apporto ad un sistema monolitico di mercato che non ha più senso. La moda dev’essere atemporale e rispettare i principi base di un buon prodotto: qualità, taglio e innovazione». Da questa filosofia è nato un guardaroba per Ballantyne a base di cachemire, considerato da Starck «il prodotto naturale più tecnologico, duttile, facile da abbinare a tutti i materiali tecno».

FIRENZE - Giornata toscana per Johan Cruyff nella sua nuova veste di imprenditore della moda. L’ex calciatore di Ajax e Nazionale Olandese è stato a Firenze per presentare la sua collezione di scarpe Cruyff Classics alla rassegna Pitti Immagine Uomo. Cruyff si è ritirato dal calcio nel 1997, quando era tecnico del Barcellona, per problemi cardiaci. Oggi torna alla ribalta delle cronache, non sportive, ma del fashion.

Lapo Elkann a Pitti

Cruyff con le sue scarpe


12 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CRONACHE IN BREVE Con l’auto nel canale Salvata da tre uomini

I dermatologi lanciano l’allarme per le patite dell’abbronzatura selvaggia E coniano il termine “tanoressia”, per le donne che eccedono con la tintarella

UDINE - Si rovescia con l’auto nel canale in piena di Ledra e viene salvata da tre uomini che si tuffano e la tirano fuori dall’abitacolo. È successo ieri alla periferia del capoluogo friulano protagonista una donna di 60 anni che, per cause imprecisate, ha perso il controllo della sua Bmw, finita in acqua dopo aver sfondato il parapetto. Per salvarla si sono tuffati in tre: due 30enni della zona e un giovane ragazzo rumeno.

CAGLIARI - Se un cane si perde a Siliqua, non lontano da Cagliari, potrebbe morire di fame e sete. Una ordinanza del Sindaco dell’1 aprile scorso vieta, infatti, i cittadini di nutrire un randagio. A farne le spese una pensionata di 62 anni, Natalina Todde, che vedendo un setter malandato ad un angolo della strada poco distante dalla propria casa gli ha dato un pò d’acqua ed una manciata di crocchette per animali. Ma è stata multata dai vigili comunali (105 euro). La donna ha detto che pagherà la multa aggiungendo però che «i vigili sono stati solerti nel sanzionarmi ma non sono stati puntuali quando li ho invitati a far ospitare il cane in un centro in grado di curarlo». Secondo i vigili vi è una ordinanza che deve esser rispettata e «se la signora Todde voleva dare conforto al setter poteva portarselo nel suo cortile», avrebbero detto.

Statua ecologica per Padre Pio SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) Una statua di circa 60 metri, la più grande che sia stata mai eretta in onore di san Pio da Pietrelcina, realizzata utilizzando tecnologie speciali per il recupero del calore e della luce dai raggi solari: è quanto si prefigge un comitato affiancato dal Comune di Rignano Garganico (Foggia), il piccolo centro a 20 chilometri circa da San Giovanni Rotondo, sul cui ’belevederè dovrebbe essere collocata la statua.

Obama super eroe in un film di 2 minuti ROMA - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è il protagonista di un film d’animazione di due minuti in cui veste i panni del più classico supereroe. Correndo in aiuto dei più deboli, vince la guerra in Iraq e si sbarazza dei talebani a colpi di kung fu. Il video, intitolato «He’s Barack Obama», prodotto da Jib Jab Media, è stato presentato durante l’annuale cena dell’Associazione dei corrispondenti radio e tv a Washington.

Meccanico di giorno deruba le squillo di notte TORINO - Di giorno lavorava come meccanico, la sera usciva con la fidanzata, poi di notte rapinava prostitute: era una doppia vita quella di un insospettabile 25enne di San Mauro Torinese, catturato dai carabinieri dopoindagini su un misterioso personaggio che per tre mesi ha terrorizzato le prostitute straniere della zona nord di Torino. A Gianluca Bortolotti, definito «rapinatore seriale», sono ora attribuiti 5 colpi.

Giro di dipinti falsi Tre arresti a Roma L’identikit della tanoressica: donna, magra, tra i 16 e i 40 anni, risiede al Nord

Si riaccende la passione tra Harry e l’ex Chelsy ROMA - Il principe Harry ha passato una nottata a festeggiare con la sua ex Chelsy Davy, e il Sun brinda al ritorno di fiamma. Sembra che la coppia abbia trascorso ore ed ore a chiacchierare intimamente durante un party di amici comuni. È la prima volta che Harry, 24 anni, è stato visto insieme alla bionda bellezza sudafricana, di un anno più giovane, da quando la loro storia è finita in gennaio dopo cinque anni passati insieme.

Si rompe la condotta Mezza Roma a secco ROMA - Alcuni quartieri a nord di Roma, in particolare Portonaccio, Tiburtino, Nomentano Italia, Parioli, Trieste, Salario e Pinciano, sono rimasti senza acqua ieri a causa della rottura di una condotta idrica in largo Camesena, nella zona di Portonaccio.

In difficoltà, simula un furto nel suo bar POGGIO A CAIANO (PRATO)- Ha denunciato il furto di 3 mila euro di monetine dai videogames del suo bar di Poggio a Caiano (Prato) ma scoperto dai carabinieri ora dovrà rispondere di simulazione di reato e restituire gli incassi alla società proprietaria dei videopoker. «L’ho fatto perchè sono in difficoltà economiche» ha ammesso.

Sfama cane randagio Multata dai vigili

Se il sole diventa una malattia ROMA - È donna, magra, ha tra i 16 e i 40 anni e risiede al nord: questo l’identikit della persona che ha fatto dell’abbronzatura una malattia. Mentre il 90% degli italiani continua, nonostante gli avvisi, a prendere un’abbronzatura a rischio. Lo riferisce un dermatologo italiano, Matteo Cagnone, presidente dell’Istituto di ricerca e cura di dermatologia globale (Irdeg), spiegando che gli esperti hanno coniato un nuovo termine: la tanoressia, da tan, che significa abbronzatura, e anoressia. Se-

Muore in spiaggia a Sharm el Sheik IL CAIRO - È arrivata ieri al Cairo, per essere traslata nei prossimi giorni in Italia, la salma di una turista italiana, Antonella Capellazzo, di 37 anni, di Treviso, morta per un malore che l’ha colpita giovedì scorso mentre era in spiaggia a Sharm el Sheikh. Soccorsa da altri bagnanti è stata accompagnata in un ambulatorio medico, ma è morta di prima di essere visitata.

Reperti archeologici nel golfo di Alghero ALGHERO - A una ventina di metri di profondità fra il golfo di Alghero e quello dell’Asinara è stato recuperato un giacimento archeologico. Si tratta di alcune macine litiche e lingotti di piombo, carico di una nave romana del I secolo avanti Cristo. Il recupero è stato portato a termine dai Carabinieri del Nucleo subacqueo di Cagliari in collaborazione con gli archeologi della Soprintendenza e con il supporto dei militari della Motovedetta della Compagnia di Alghero.

condo Cagnone, la tanoressia «è una dispercezione corporea e spiega - così come l’anoressico non si vede mai abbastanza magro, il tanoressico ritiene di non essere mai sufficientemente abbronzato, un eccesso che porta alla dipendenza da abbronzatura». L’Italia è fanalino di coda nell’Unione Europea per quanto riguarda la risposta alla campagna informativa sui rischi di una errata esposizione al sole. Nonostante la campagna il 90% degli italiani continua ad abbronzarsi in modo inopportuno.

ROMA - Opere d’arte fasulle. Con il sequestro di oltre ottanta dipinti, per un valore di 2 milioni di euro, attribuiti ad autori come De Chirico, Guttuso, Modigliani, Balla e Schifano, e l’arresto di tre persone si è conclusa l’operazione della sezione falsificazione e arte contemporanea del reparto operativo carabinieri tutela patrimonio culturale di Roma. I soggetti finiti in manette, tra cui una nota ex gallerista della Capitale, sono accusate a vario titolo di ricettazione e commercializzazione di opere false. Gli accertamenti sono durati oltre un anno e sono stati avviati dopo il controllo di un corniciaio che esponeva un’opera del maestro Mario Schifano.

Teddy Reno Il 5 prende 65mila euro Dimesso Presto la tournèe Estrazioni del 20/06/2009 BARI

7

23

45

36

56

CAGLIARI

4

20

46

58

41

FIRENZE

62

7

36

6

9

GENOVA

7

46

50

52

65

MILANO

1

52

12

85

89

NAPOLI

78

29

3

64

69

PALERMO

38

82

73

81

65

ROMA

58

39

22

46

41

TORINO

35

48

1

27

41

VENEZIA

79

76

35

23

68

NAZIONALE

74

6

11

65

66

Jolly

Super Star

58

62

78

79

74

1

7

38

ANSA-CENTIMETRI

Nessun 6 e 5+ al Superenalotto. Ai 5: 65.822,46 euro. Ai 4: 376,84 euro. Ai 3: 18,47 euro. Superstar: nessun 5. Ai 4: 37.684,00 euro. Ai 3: 1.847,00 euro. Ai 2: 100,00 euro. Agli1: 10,00 euro. Agli 0: 5,00 euro.

ROMA - Dopo l’esito positivo del delicato intervento al cuore, subito il 3 giugno al Policlinico di Monza, Teddy Reno è tornato a casa. Il cantante, 83 anni, marito di Rita Pavone, era stato ricoverato il 31 maggio per problemi alle coronarie. Oggi è pronto a tornare in tournee da agosto. «Ringrazio di cuore - dice Teddy Reno - il professor Spagnolo e l’intero staff del Policlinico di Monza, che mi hanno salvato la vita ».

Esce dall’ospedale fa rapina e rientra ROMA - Ricoverato in clinica per una bronchite, esce di notte per fare una rapina e rientra. Arrestato. L’uomo di 53 anni, con precedenti, nonostante fosse ricoverato ha deciso di fare una rapina in un supermarket con due complici di 17 e 18 anni. I tre, incappucciati, hanno minacciato la cassiera con una pistola facendosi consegnare l’incasso. I carabinieri hanno individuato il degente, che nel frattempo, rientrato in clinica, rioccupava il suo letto. Nell’armadietto della stanza l’uomo aveva nascosto la refurtiva, la pistola ed i passamontagna.


Pag. 14

CALABRIA il Domani

Domenica 21 Giugno 2009

www.ildomani.it

La cifra è stata stanziata da Agazio Loiero in qualità di Commissario per l’emergenza alluvione del luglio 2006

8 milioni per la sicurezza del territorio di Vibo L’ammontare della manovra servirà a sbloccare lo stallo dell’attività edilizia e per l’agibilità delle strutture pericolanti di Ludovico Casaburi CATANZARO - Agazio Loiero, in qualità di Commissario delegato per l’emergenza alluvione dello scorso 3 luglio 2006 a Vibo Valentia, tramite il suo incaricato Eugenio Ripepe, ha emesso l’ordinanza n. 97 con la quale vengono stanziati 7 milioni di euro in favore della Provincia di Vibo Valentia e 1 milione in favore del Consorzio per lo sviluppo Industriale della Provincia di Vibo Valentia: questi fondi sono destinati all’esecuzione di lavori necessari per la messa in sicurezza di buona parte del territorio del comune di Vibo Valentia e per sbloccare la situazione di stallo dell’attività edilizia, venutasi a creare nel territorio a seguito delle prescrizioni resesi necessarie all’indomani dell’alluvione per la sicurezza e l’incolumità della popolazione. «Con tali interventi - si legge nella nota rilasciata dall’ufficio stampa del presidente della Regione - verranno rese fruibili le aree scelte per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia, la messa in sicurezza del costone sottostante il castello di Vibo a rischio frana, la prosecuzione e completamento delle opere già avviate dal Commissario per la sistemazione dei fossi che interessano le aree industriali di Vibo Marina e parte delle aree residenziali gravemente colpite dall’alluvione del 2006, il completamento della rete di smaltimento delle acque bianche della zona di Portosalvo». «I progetti finanziati - prosegue la nota - sono stati presentati dai soggetti attuatori, a seguito delle numerosi riunioni tecniche e conferenze di servizio convocate dal presidente Loiero nella sua qualità di Commissario delegato con i soggetti attuatori e le autorità interessate della gestione del territorio della provincia di Vibo, nelle quali sono state individuate le priorità degli interventi urgenti e indifferibili da mettere in atto».

Interessate le province di Cosenza e Crotone e il comune di Corigliano

Calabresi ai ballottaggi, oggi e domani sfida finale

Il governatore Agazio Loiero

«Verranno rese fruibili le aree per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo, per la messa in sicurezza del costone del castello di Vibo, per il completamento delle opere per la sistemazione dei fossi delle aree industriali di Vibo Marina e parte delle aree residenziali colpite dall’alluvione, e per terminare la rete di smaltimento delle acque bianche di Portosalvo» Infine, ecco i dettagli della manovra: alla Provincia di Vibo Valentia sono stati finanziati i progetti relativi a lavori di ripristino dell’officiosità idraulica Fosso Calzone; i lavori di con-

solidamento costone est della frana Vibo Valentia; i lavori di ripristino dell’officiosità idraulica dei Fossi Cutura - La Badessa; o lavori di ripristino dell’officiosità idraulica del Fosso Trainiti - Candrilli e quelli del fosso Galera Antonucci. Al Consorzio per lo sviluppo Industriale di Vibo Valentia stati finanziati i progetti relativi a lavori di completamento necessari per il perfezionamento dei lavori in corso di esecuzione relativi alla sistemazione e completamento delle reti di smaltimento delle acque bianche dell’agglomerato industriale di Porto Salvo, realizzazione di area polifunzionale per esigenze di protezione civile, ripristino officiosità degli scoli a mare dei fossi esistenti al disotto della linea FS in zona industriale Porto Salvo.

Gestione delle acque, l’associazione degli utenti calabresi è con l’assessore Incarnato

Assoutenti: «Regione e Sorical lavorano bene» CATANZARO - «La politica dell’assessore regionale ai lavori pubblici, Luigi Incarnato, e di Sorical sulla gestione delle acque è positiva. Si nota un processo di infrastrutturazione in grado, probabilmente, di poter raggiungere in tempi brevi buoni risultati». È quanto espresso in una nota dall’associazione degli utenti della Calabria. «Il buon processo di infrastrutturazione spiegano all’assoutenti - dovrebbe portare a realizzare in tempi relativamente brevi le stazioni del Menta e dell’Esaro in grado di portare un flusso di acqua più che sufficiente per coprire i

bisogni della popolazione calabrese. Permane, però, un preoccupante costo dell’energia che assorbe gran parte dei costi sostenuti da Sorical e che richiama la necessità di poter disporre di strumenti alternativi in grado, peraltro, di poter abbassare i costi per le utenze. Si tratta di una necessità a cui la classe politica nella sua interezza - conclude il comunicato - è chiamata a dover far fronte predisponendo tutte le misure necessarie per poter addivenire ad una formulazione concreta migliore di quella attuale». L.W.

Luigi Incarnato

COSENZA - Due province ed un comune chiamate al voto per il turno di ballottaggio in programma oggi e domani in Calabria. Per quanto riguarda la Provincia di Cosenza la sfida è tra l’uscente Mario Oliverio (Pd), che al primo turno ha ottenuto il 46,9%, e il consigliere regionale del Pdl, Pino Gentile, che parte dal 37,2% del primo turno. In campo anche gli accordi di questi ultimi giorni, considerato che l’Udc, che aveva corso con il deputato Roberto Occhiuto guadagnando il 10,4%, si è apparentato con il centrodestra di Pino Gentile, mentre l’Mpa che aveva presentato Orlandino Greco, conquistando il 4,1%, ha espresso voto libero per i propri elettori. Per la Provincia di Crotone, invece, il confronto è tra il dirigente del Pd Ubaldo Schifino ed il rappresentante del Pdl Stanislao Zurlo. Il primo ha ottenuto il 33,2% nella prima tornata, il secondo il 29,6%. Un ruolo fondamentale lo ricorpiranno gli elettori che il 6 e 7 giu-

gno scorsi hanno dato fiducia al presidente uscente della Provincia, Sergio Iritale,che si è attestato al 20,5%. Dopo la rottura con il Pd, partito al quale appartengono sia Iritale che Schifino, l’uscente ha deciso di disimpegnarsi per il secondoturno,lasciandolibertàdi voto ai suoi sostenitori. Accordo raggiunto tra Schifino e Italia dei valori, che con Emilio De Masi aveva ottenuto il 6,1%, così come tra Zurlo e l’Udc di Proto che si era attestato al 4,6%. Al ballottaggio saranno chiamati anche gli elettori dell’unico comune superiore a 15 mila abitanti interessato al voto: Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza. Lo scontro è tra Pasqualina Straface, esponente Pdl che parte dal 38,2% della prima tornata, e Aldo Algieri, rappresentante Pd che si è attestato al 25,8%. Un ruolo importante potranno averle le due liste che al primo turno hanno conquistato un buon risultato: quella guidata da Giuseppe Geraci, 23,1%, e quella di Giorgio Aversente, 10,9%.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 15

CALABRIA Celebrata ieri in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato indetta dall’UNHCR A rischio lo storico Circolo Polimeni di Reggio Calabria

Tripodi: «La realtà calabrese sia Vendita immobili a Reggio, d’esempio per una legge nazionale» scontro Urbanistica-Demanio REGGIO CALABRIA - «È con estremo orgoglio e soddisfazione che come calabresi partecipiamo oggi alla giornatamondialedelrifugiato».Ad affermarlo, in una nota, Michelangelo Tripodi, assessore regionale all’Urbanistica e Governo del Territorio e segretario regionale del PdCI. «La Regione Calabria - ha sottolineato Tripodi - è, infatti, l’unica regione italiana ad essersi dotata di un’apposita e innovativa legge sull’accoglienza per i rifugiati, persone costrette a fuggire dal proprio paese dove la loro vita è in serio pericolo a causa di guerre, regimi violenti, condizioni economiche disperate e fame. Un esempio da seguire, e non solo in Italia, che ci rende estremamente fieri». «Non a caso - ha aggiunto l’assessore regionale - abbiamo ricevuto moltissimi attestati di stima e riconoscimenti, ultimo in ordine di tempo quello di ieri del rappresentante delle Nazioni Unite per i rifugiati in Italia, Laurens Jolles, che da Roma in occasionedellaconferenzadell’Alto Commissariatodell’Onu,haparlato di una legge, quella messa a punto in Calabria dalla giunta di centrosinistra, che sa coniugare l’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo politico con lo sviluppo delle comunità locali, puntando sui migranti come risorsa per il territorio e non come costo sociale da sostenere, come dimostrano le positive esperienze di alcuni comuni della Locride che hanno aperto le loro porte ai rifugiati». Da qui la necessità, secon-

Il Colosseo illuminato per la Giornata Mondiale del Rifugiato

do Tripodi, di una legge nazionale in materia «che forte dell’esperienza calabrese promuova l’accoglienza e l’integrazione attraverso meccanismi di coordinamento e finanziamento che coinvolgono vari ambiti territoriali, regioni incluse». «Una legge - ha affermato ancora l’assessore - che contribuisca ad incidere nel tessuto sociale, economico e culturale dell’intero paese, contro qualsiasi tipo di intolleranza e forma di xenofobia. Nel momento in cui il nostro paese viene addirittura additato dall’ONU come uno dei paesi che pratica una politica razzista e discriminatoria, è importante infatti dare voce e forza ai valori di solidarietà e di accoglienza che sono parte essenziale della civiltà e della cultura del popolo ita-

liano». «In tal senso - conclude Michelangelo Tripodi - la Regione Calabria sta facendo al meglio la sua parte, promuovendo e attuando interventi che sono in chiara controtendenza rispetto alle politiche del Governo Berlusconi che stanno producendo un attacco indiscriminato agli immigrati colpendoli nei diritti e nelle libertà. Con questa linea avanzata sul piano civile e culturale, la Calabria, nel solco delle sue migliori tradizioni e della sua storia millenaria, si pone all’avanguardia di un vasto movimento democratico all’insegna di alti valori civili e culturali che costituiscono la bussola di una società moderna e progredita». Lu.cas.

CATANZARO L’assessore regionale all’Urbanistica Michelangelo Tripodi interviene in merito alla notizia, resa nota nei giorni scorsi attraverso i quotidiani nazionale e locali, secondo la quale l’Agenzia del Demanio ha disposto la vendita di vari immobili di sua proprietà. Lo comunica l’ufficio stampa della Giunta regionale. «Esaminando con attenzione il bando di vendita sostiene Tripodi - si è potuto constatare che il suddetto piano interessa anche la città di Reggio Calabria per due lotti, entrambi ricadenti nell’area di Pentimele. In particolare uno dei due lotti messi in vendita interessa l’area sulla quale ricade il Circolo del Tennis ’Rocco Polimeni’. Risulta davvero inspiegabile come tra i tanti immobili di proprietà demaniale, anche ricadenti nella città, si sia ritenuto di procedere alla vendita dell’area dove è localizzato uno dei più importanti impianti sportivi cittadini che offre qualificatiservizidicaratteresportivo e ricreativo, da decenni punto di ritrovo e di incontro per migliaia di appassionati (il Circolo conta circa 5 mila soci). Peraltro il Circolo possiede strutture di altissimo livello qualitativo tanto che proprio nei giorni scorsi al Polimeni è stato affidato il compito di ospitare nei prossimi mesi addirittura la finale della Fed Cup di tennis (la Coppa Davis femminile) che vedrà il confronto tra l’Italia e gli Stati Uniti. Un’occasione davvero importantissima per far conoscere la città a livello inter-

nazionale. E proprio mentre il Circolo Polimeni riscuote riconoscimenti così importanti sul piano internazionale, l’Agenzia del Demanio si è inventata di punto in bianco la vendita dell’immobile mettendo in crisi il futuro del Circolo». Insomma, secondo l’assessore all’Urbanistica «sembra che per far fronte all’esigenza di "far cassa", l’Agenzia del Demanio abbia agito in maniera indiscriminata, operando una scelta assai discutibile, che potrebbe incidere sul già precario equilibrio tra aree urbanizzate e aree a servizi e che costituisce l’unico polmone non edificato del perimetro cittadino ed all’interno del quale gravita la più qualificata struttura sportiva e ricreativa cittadina. Tanto più che la zona di Pentimele in cui ricade l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientaleedèdestinata dal PRG di Reggio Calabria a zona ’F’, cioè servizi sportivi». «Anche e soprattutto per tale ragione - annuncia - ci attiveremo con tempestività per porre in essere ogni azione utile e compatibile con i compiti e le funzioni, quale Ente sovraordinato al Governo del Territorio, affinchè si possa evitare un simile scempio e affinché venga tutelato il Circolo del tennis ’Rocco Polimeni’. Una cosa è certa: è giusto che il Circolo del Tennis ’Rocco Polimeni’ possa continuare a svolgere la sua funzione sociale, sportiva e ricreativa anche per il futuro e sempre nell’area dove attualmente si trova».


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 17

CALABRIA Organizzato da Salvatore Spadafora, l’evento ha visto protagonista il team del maestro Sergio Sacco

Iniziative lungo le coste italiane. A Vibo Marina pescatori a "lezione"

Adrenalina e Taekwondo Turtle Week 2009 in Calabria, al Dynamic Club di Sersale WWF per le tartarughe marine

Un'immagine della premiazione

SERSALE (CZ) - Venerdì 19 giugno 2009, un venerdì diverso dal solito, un venerdì all’insegna del Taekwondo per gli atleti, tutti riuniti presso la Palestra Dynamic Club di Sersale, sede delle lezioni del Maestro Sergio Sacco Cintura nera III° Dan. Cosa succede quando pochi atleti ma con grandi doti si ritrovano sotto la guida di un grande maestro attento ad ognuno di essi? Sicuramente un’esplosione di energia e impegno, sorretta da una grande voglia di mettersi in gioco. E così Carmine Spadafora, Riccardo Sacco, Antonio Spadafora, Salvatore Spadafora, Ilenia Schipani, Annalisa La Manna, Enrico Raimondo, tutti in fila per il saluto, sono pronti per iniziare quello che sarà una bellissimo pomeriggio. Il riscaldamento è la merenda degli atleti e quindi, dopo una leggera preparazione individuale si inizia con una serie di esercizi mirati a riattivare la muscolatura e le articolazioni. A questo punto, sotto l’occhio attento del Maestro Sergio Sacco, affiancato da Stefano Marcello cintura nera I° Dan e Ufficiale di gara Regionale, tutti gli atleti sono pronti ad entrare nel pieno degli esami di passaggio di cintura , sia individualmente che in collaborazione con gli altri. Gli esercizi, le forme, le tecniche

per gli esami si susseguono vari e coinvolgenti, nessuno ha il tempo di distrarsi perché la concentrazione è palpabile e nessuno si rende conto che il tempo passa velocemente. Esercizi intriganti e coinvolgenti, ed una tecnica precisa e mirata, efficace ed alla portata di tutte le cinture presenti, perchè preparate meticolosamente dal Maestro, hanno creato un’atmosfera in cui imparare serenamente ad usare al meglio le proprie capacità. Così alla fine di questo pomeriggio all’insegna del Taekwon-Do, che si chiude come di consueto con un saluto riconoscente ai Maestri presenti, tutti se ne vanno soddisfatti e un po’ più ricchi, fiduciosi che questa bellissima esperienza si possa ripetere al più presto. Già lo scorso 31 maggio lo stesso team di atleti sempre accompagnati e diretti dal Maestro Sergio Sacco avevano partecipato al Primo Trofeo Regionale Città Di Sersale del quale lo stesso Maestro era l’organizzatore, e in cui aveva conquistato due primi posti grazie alle prove di Riccardo Sacco e Ilenia Schpani e un secondo posto con Roberto Schpani. Il 14 giugno sempre lo stesso team ha anche partecipato al Primo Trofeo Taekwondo Taegeuk-Poomsae (gara di forme) nel bellissimo centro spor-

tivo di Isca Marina (Cz) dove ha conquistato, due primi posti con Antonio Spadafora (categoria 6/8 anni) e Ilenia Schipani, due secondi posti con Riccardo Sacco e Annalisa La Manna. Nella stessa giornata Antonio Spadafora, oltre ad aggiudicarsi il primo posto nella sua categoria, ha conquistato il trofeo come migliore atleta della giornata tra quasi cento partecipanti provenienti da diversi luoghi della regione. I due eventi del 31 maggio e del 14 giugno sono stati sponsorizzati da Salvatore Spadafora, titolare dell’Agenzia di rappresentanza responsabile vendite Calabria Utility - Diadora SpA e Leica-Geosystems SpA, con «estremo piacere e grande soddisfazione, anche perché io stesso sono atleta dello stesso team e nella giornata del 19 giugno, con lo stesso spirito dei giovani atleti presenti, ho conseguito il passaggio di cintura». «Un grande ringraziamento va al Maestro Sergio Sacco per la sua professionalità e la passione con cui segue i ragazzi tra cui i suoi due figli Antonio e Carmine. Ringrazio in particolar modo Giorgio Paparo, titolare della Ditta Idea srl di Satriano Marina, che ha contribuito in maniera importante alla sponsorizzazione dell’evento di Isca Marina».

BARI - È partita dal porto di Molfetta la grande festa per le tartarughe marine organizzata ieri dal WWF a conclusione della Turtle Week, che ha interessato molti dei Paesi impegnati nella conservazione di questa specie in tutto il mondo, dalla Malesia alla Turchia, dal Senegal all’India e all’America Latina. Ieri lungo le coste italiane del centro-sud, mostre, incontri pubblici con i pescatori, feste a tema sulla spiaggia e liberazioni degli esemplari curati nei centri di recupero hanno portato all’attenzione di tutti l’importanza di tutelare una specie simbolo dei nostri mari e degli oceani, tuttora minacciata dall’impatto con le attività umane e in particolare dalla pesca accidentale, che "cattura" ogni anno solo in Italia almeno 20.000 esemplari di cui probabilmente il 30% non sopravvive. Agli eventi italiani, organizzati in Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia e Toscana, hanno partecipato in centinaia, dalle autorità costiere alle istituzioni locali, dai cittadini comuni ai pescatori, che hanno seguito numerosi le "lezioni" organizzate dal WWF nei porti per spiegare come trattare una tartaruga pescata accidentalmente, come tagliare la lenza nel caso della pesca con l’amo o come recuperare a bordo

una tartaruga pescata con le reti a strascico. Il WWF ha incontrato i pescatori nei porti di Molfetta, Taranto, Sciacca e Porto Empedocle, a Vibo Valentia Marina e a Lampedusa. In tutto sono state liberate una decina di tartarughe marine. «La salvaguardia delle tartarughe marine richiede sforzi coordinati di molti enti e organizzazioni in molti Paesi del mondo - ha dichiarato Paolo Casale, responsabile Progetto Tartarughe del WWF Italia - per questo il WWF ha creato il network tartarughe e lavora insieme a Università, istituzioni, pescatori e operatori locali, perché uniscano le proprie forze nella tutela dei singoli esemplari e delle intere specie. Nel Mediterraneo il problema principale è la cattura accidentale negli attrezzi da pesca e vista l’entità della flotta italiana e l’importanza dei nostri mari per le tartarughe, l’Italia ha in questo una grandissima responsabilità, ma finora è stato fatto ben poco. I pescatori possono fare molto per ridurre il danno che involontariamente provocano, per questo il WWF chiede il loro aiuto. Questo evento è un momento importante per promuovere ogni giorno di più questa collaborazione». Lu.cas.

Esemplare di Caretta Caretta


Pag. 19

il Domani

CATANZARO

Domenica 21 Giugno 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

Nell’ambito del pattugliamento dei quartieri sud della città i carabinieri hanno fermato un operaio del ’59 sorpreso mentre asportava 15 metri di rame

Due arresti in flagranza di reato In manette anche un pregiudicato rumeno beccato mentre tentava il furto di un’autovettura CATANZARO — I carabinieri nell’am-

bito di un serrato pattugliamento dei quartieri sud della città al fine di scongiurare qualsivoglia reato specie nel periodo di vacanza, hanno tratto in arresto in flagranza di reato 2 persone in due diversi episodi di criminalità. Il primo, Giuseppe Miniaci classe 1959, operaio catanzarese, è stato sorpreso dalla pattuglia di settore mentre asportava 15 metri di rame presso lo stabilimento della Italcementi di viale degli Angioini. L’uomo si era intrufolato scavalcando un alto muro di cinta e stava tagliando dei tubi in rame, quando è sopraggiunta una pattuglia del 112. Alla vista dei militari il Miniaci aveva cercato la fuga nascondendosi nei meandri del cantiere ma i militari lo hanno subito sco-

perto e lo hanno prontamente bloccato con lo zaino pieno di attrezzi da taglio e scasso. Il secondo, invece, Marius Ionut Tiuga rumeno del ‘86, senza fissa dimora, pregiudicato noto alle forze dell’ordine, era riuscito forzando la portiera lato passeggero ad entrare in un’autovettura parcheggiata sotto casa della legittima proprietaria, e stava per accendere il quadro strumenti quando è stato fermato dai carabinieri della compagnia speciale unitamente ai colleghi cittadini. Entrambi sono stati portati presso il carcere di Siano su disposizione del pm di turno dott. Francesco De Tommasi. Giuseppe Miniaci

car. mir.

VIGILI URBANI Durante la conferenza dei capigruppo si esaminerà la rilevante questione

Martedì incontro sui bandi del Comune CATANZARO — Il presidente del

Consiglio comunale, Francesco Passafaro, ha convocato per martedì prossimo la conferenza dei capigruppo che si occuperà delle procedure relative alle selezioni e ai concorsi banditi dall’Ente e, in particolare, per il reclutamento dei vigili urbani. La vicenda infatti ha dato il via negli ultimi mesi a diverse polemiche a cui si vuole mettere fine.

«Ho aderito alla richiesta venuta da più consiglieri, di maggioranza e di opposizione - ha precisato il presidente Passafaro allo scopo di favorire una discussione su una tematica così delicata. Sono del parere che oggi più che mai dalle istituzioni debba venire un messaggio chiaro e trasparente, soprattutto quando si tratta di materia occupazionale che coinvolge centinaia di giovani. La confe-

renza dei capigruppo - ha concluso Passafaro - non farà mancare il suo contributo all’azione meritoria che il sindaco Rosario Olivo sta svolgendo, da anni, nella direzione della trasparenza e della legalità. Lo spirito della riunione della conferenza dei capigruppo è certamente costruttivo e sono certo che le risoluzioni alle quali perverrà saranno di grande aiuto all’Amministrazione attiva».

VIGILI URBANI Il consigliere comunale Eugenio Riccio parla di: «Nuovo corso nell’organizzazione del Corpo»

«Inversione di tendenza nell’operatività» CATANZARO — «Al di là delle solite e stucchevoli polemiche che di tanto in tanto si leggono sulla stampa, si può affermare con buona ragionevolezza che sia in atto un nuovo corso nell’organizzazione dei Vigili Urbani di Catanzaro» si legge in una nota di Eugenio Riccio, Capogruppo Consiliare Movimento Civico “CatanzaroNelCuore”. «Infatti - continua Eugenio Riccio - pur nella limitatezza delle risorse e nel sottodimensionamento dell’organico che risulta insufficiente per una città di circa centomila abitanti come la nostra, territorialmente molto estesa e policentrica, si può dire che vi sia una oggettiva inversione di tendenza nella operatività del corpo. Fra l’altro i vigili urbani oggi sono protagonisti di una evoluzione della categoria che sottolinea compiti non più esclusivamente legati al traffico - così come clas-

sicamente il loro ruolo è concepito - ma inerenti una più ampia vigilanza urbana e del territorio atta a svolgere attività di prevenzione e repressione in campo amministrativo e penale, con particolare attitudine ed attenzione verso problemi riguardanti il rispetto dei regolamenti locali e delle ordinanze del sindaco, delle norme che regolano la circolazione stradale, ispezioni in esercizi commerciali, problemi inerenti l’inquinamento, attività di natura sanitaria ed ambientale, l’abusivismo edilizio. Insomma - sottolinea - un controllo ampio e diversificato del territorio comunale, come attestano alcuni lodevoli e recenti interventi come quello sul parcheggiatore abusivo nei pressi dell’Ospedale Pugliese o sull’imprenditore che aveva lasciato materiale nei giardinetti Green in pieno centro storico. Per non parlare

dell’egregio e difficile lavoro sull’ambulantato in corso già da diversi mesi su cui, comunque, vi è la necessità di ulteriori controlli per garantire il rispetto delle regole e dell’ordine. Nei prossimi giorni il corpo dei vigili urbani sarà pure impegnato in alcune ottime iniziative di natura ambientale: saranno scandagliati la Fiumarella ed il Corace. Dunque un compito, quello dei vigili urbani, al servizio e a disposizione della città, della collettività, del cittadino. Un servizio di interesse pubblico - conclude il consigliere comunale che va di pari passo con le altre forze di polizia alle quali, è bene rammentarlo, compete nella stessa misura in cui compete ai vigili urbani l’obbligo di far rispettare le ordinanze comunali e di qualsiasi altra regola del vivere comune».

Scuole di specializzazione, Gualtieri: riserve su alcuni settori del Comune

ragioni giuridiche della università “Magna Graecia” di Catanzaro, ha voluto dare un segnale chiaro di sostegno all’unica facoltà di Medicina e Chirurgia esistente nella nostra terra. Nella vicenda qualche perplessità dev’essere tuttavia espressa nei riguardi di alcuni settori dell’amministrazione Comunale che non hanno ritenuto di dover attivare alcuna iniziativa volta a sostenere le legittime ragioni della medesima facoltà».

CATANZARO — Il consigliere comunale dr. Giuseppe Gualtieri, delegato da Olivo ai rapporti con l’università “Magna Graecia”, esprime «soddisfazione per il provvedimento cautelare adottato dal Tar Lazio con il quale sono stati sospe-

si tutti i provvedimenti ministeriali, relativi all’accorpamento delle scuole di specializzazione con le università di Bari e Napoli». «Un plauso - continua - va anche alla Regione Calabria che con il suo atto di intervento pur sostenendo le

Costanzo sulla Catanzaro Servizi: le mancanze sono della dirigenza CATANZARO — «Premesso che non ho nulla da obiettare circa la professionalità e l’abnegazione di questi lavoratori e che nei loro confronti nutro un sentimento profondo di riconoscimento per il lavoro che quotidianamente svolgo nell’ambito del nostro territorio e senza non poche difficoltà» si legge in una nota del consigliere comunale Sergio Costanzo. «Conosco bene le problematiche del loro lavoro e comprendo anche il loro stato di frustrazione continua Costanzo -, sia per le condizioni precarie in cui si trovano a compiere il loro dovere, sia per il numero esiguo di personale che si occupa fattivamente della manutenzione delle aree verdi di competenza, se è vero quanto si dice circa alcuni lavoratori “raccomandati e imboscati”, a dire il vero anche colpa della passata gestione, che non svolgerebbero le mansioni per cui sono preposti ovvero, il diserbo delle aree verdi. Se quei pochi e sfortunati operari della Catanzaro Servizi addetti al verde, loro malgrado, vengono impiegati giornalmente per il diserbo, la piantumazione e la manutenzione di aree private o di dubbia proprietà, vedi via de Rada, via G. di Tarsia e via Miraglia, il risultato non può che essere quello di vedere aree pubbliche in uno stato di degrado e di abbandono. Mi sembra, per queste ragioni, quantomeno anomala la difesa d’ufficio dei colleghi Riccio e Ranieri che certamente non condivideranno, come il sottoscritto, detti interventi su aree di dubita proprietà pubblica. Nulla dunque contro i lavoratori della Catanzaro Servizi ai quali precisa il consigliere - al contrario, offro la mia disponibilità e la ferma volontà a voler contribuire, anche attraverso i miei interventi, al miglioramento complessivo delle loro condizioni lavora-

tive, al fine di poter meglio garantire un servizio più efficiente e soprattutto tangibile su tutto il territorio comunale. Se da un lato, è vero ed apprezzabile l’aspetto della gestione finanziari della società, visto il notevole decremento del disavanzo 2008 che ammonterebbe a circa 170milaeuro a fronte dei circa 600milaeuro del 2007, è vero anche che da anni chiediamo un confronto aperto in consiglio comunale proprio sulla gestione delle compartecipare. Se una riduzione del disavanzo di bilancio c’è stata (cosa da dimostrare), non sarà forse dovuta ad una drastica riduzione dei costi visto che, ad esempio, la Catanzaro Servizi non gestisce più il “Polifunzionale di Giovino” o strutture similari? A questo punto, chiudiamo al Presidente della Catanzaro Servizi Arch. Grillo, di intervenire in durante una seduta di consiglio comunale proprio per relazionare sulla strategia complessiva che egli ha adottato e che intenderà adottare nel prossimo futuro. L’unica cosa certa, sotto gli occhi di tutti i cittadini, è che dopo le mie vibrate e ripetute segnalazioni/proteste, il Presidente Grillo a ritenuto di dover dirottare gli operatori impegnati nella manutenzione di aree di dubita proprietà pubblica verso quelle aree pubbliche che necessitavano di manutenzione vedi: bivio Catanzaro Sala, bivio stazione FS Cz Sala, Via M. Preti, Parco giochi Piano Casa, quartiere Piano Casa e quartiere Sant’Antonio. Concludendo - si legge in fine nella nota di Sergio Costanzo - vorrei rassicurare i cittadini di Catanzaro e i lavoratori della Catanzaro Servizi che continuerò a vigilare sull’operato della Dirigenza, affinché non faccia distinzione tra lavoratori e cittadini di serie A e lavoratori e cittadini di serie B».


20 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ A dare la buona notizia è stato il consigliere della IV Circoscrizione Giuseppe Correale dopo un colloquio con Grazioso Manno

«Sarà risistemato l’alveo della Fiumarella» «L’intervento produrrà molti vantaggi come il recupero di un tratto di mare balneabile verso Casciolino» CATANZARO — A Lido si interverrà sull’alveo della fiumarella. «Nella prossima settimana sarà risistemato l’alveo del torrente Fiumarella di Casciolino». Lo ha reso noto il consigliere della IV Circoscrizione Giuseppe Correale (Pd), intervenuto per segnalare la «necessità dell’opera alle autorità competenti, considerati i disagi provocati dalla deviazione dello stesso torrente, nel quale alla foce ristagnano le acque provocando evidente carenza d’igiene e sacrificando la balneabilità del tratto rispetto a quello che sarà quando sarà ripristinato il tratto naturale del corso dell’acqua». Correale ha infatti avuto un colloquio con Grazioso Manno, presidente del consorzio di bonifica Alli-punta di Copanello, che ha assicurato l’imminente intervento nei prossimi giorni. «L’intervento di ripristino produrrà effettivi vantaggi - ha dichiarato il consigliere Correale - poiché migliorerà l’attuale condizione dell’alveo, oggi decisamente poco idoneo alle semplici norme di igiene e tutela della salute del cittadino. Inoltre, si recupererà un tratto di mare balneabile verso Casciolino e si potrà riutilizzare il tratto di mare antistante anche per le imbarca-

Catanzaro Marina e il Movimento per l’autonomia: «La posa in mare degli atolli non c’è ancora stata»

«Oasi Marina, una leggenda metropolitana» CATANZARO — «L’amministrazione

Giuseppe Correale

zioni, come si è fatto ogni anno. La deviazione, resa necessaria dai lavori in corso, non può permanere d’estate quando i cittadini usufruiscono della spiaggia. Pertanto conclude Correale -, ho considerato doveroso appellarmi al presidente Manno, che immediatamente si è reso disponibile e comprensivo, assicurando un pronto intervento già all’inizio della prossima settimana e sono certo che in pochi giorni il problema sarà risolto».

Giuseppe Corapi, responsabile Giovanile Politiche Sociali dell’Mpa

«Si pensi anche all’ordinario» CATANZARO — «Mentre il Comune

continua ad investire fondi per la riqualificazione del quartiere di S. Maria di Catanzaro nelle opere di ristrutturazione del ponte “storico” del quartiere e nell'appena iniziata costruzione della rotatoria, opere importanti per la viabilità del quartiere, tralascia la presenza di buche e avvallamenti presenti sul manto stradale per tutto il quartiere di S. Maria di Catanzaro che, non solo provocano seri danneggiamenti ai mezzi di locomozione ma mettono anche a serio repentaglio l’ incolumità degli utenti della strada» si legge in una nota di Giuseppe Corapi, Responsabile del Dipartimento Giovanile Politiche Sociali dell’Mpa. «Nulla togliendo all’importanza e all'utilità degli investi-

menti nelle grandi opere persistono seri problemi di vivibilità quotidiana del nostro territorio. Ci si chiede - continua -, quindi, come mai nn si trova il tempo e il modo di effettuare anche quella che è considerata "manutezione ordinaria" che richiede tra l'altro investimenti minori ma un risultato sociale e strutturale immediato? Invito pertanto l’amministrazione competente a dare importanza alle problematiche che affliggono la maggioranza dei cittadini che vivono quotidianamente il nostro territorio. Ci si augura inoltre - conclude - che interventi ordinari quali la bonifica della fiumarella di Corace, la ripulita delle erbacce diventino oggetto di preoccupazione quotidiana se non altro per vivere nella civiltà e nel decoro».

comunale e la maggioranza attuale ed in particolare i soliti buontemponi delle millanterie a buon mercato, non finiscono mai di stupire, snocciolando giorno dopo giorno le solite opere virtuali». Questo il succo della nota congiunta, inviata dal Movimento Catanzaro Marina e dal Coordinamento Cittadino Mpa. «Dopo quindi il bluff della riqualificazione della strada della polvere di località Giovino -continua la nota -, in questi giorni in cui i catanzaresi si sono riversati sulle spiagge di Marina, ad attenderli, un’altra amara sorpresa. Infatti nelle scorse settimane, alcuni consiglieri comunali della maggioranza, in gran pompa magna, come è loro solito, annunciavano con tanto di foto, la fine della telenovela, riguardante la realizzazione dell’Oasi Marina di località Giovino, che più di una volta è stata dagli stessi sbandierata ai quattro venti. Più volte gli atolli e le strutture, in questi anni, con vere e proprie operazioni mediatiche, sono stati dati già in fondo al mare, con meravigliosi pesci che già li popolano e con scenari degni di Sharm El Sheik o dei mari tropicali. E’ accaduto anche di recente - prosegue la nota -, con l’annuncio dei lavori di posa delle strutture che dovrebbero formare l’Oasi. E giusto quindi dare contezza ai cittadini di questa leggenda metropolitana e bufala nostrana. Infatti in data 2 giugno, veniva reso noto che dal Porto (quale Porto?) di Catanzaro sarebbero iniziati i lavori di posa degli atolli artificiali in mare. Addirittura veniva specificato che la ditta preposta era già al lavoro. Nei giorni successivi, ad oggi nulla di quanto annunciato si è verificato. Anzi l’Assessore dalle mille deleghe Roberto Talarico, il giorno dopo, rendeva noto che era in atto un vero e proprio complotto ad opera di ignoti, che non volevano la realizzazione dell’opera e che avevano danneggiato i materiali e le strutture facendo sparire nella notte alcuni bulloni necessari per il montaggio

Le strutture che sono ancora sulla spiaggia di Giovino

ed assemblaggio dei componenti. Ma la telenovela non finisce qui. Infatti in pari data (3 giugno), sempre con le strutture ospitate presso il secondo molo del Porto di Casciolino e sulla spiaggia, apprendevamo, che le condizioni meteo marine non avevano consentito la posa del primo dei 70 atolli artificiali. Eppure il mare assicuriamo che è stato sempre calmo, se non addirittura piatto!. Si aggiungeva al proclama, che ormai era però questione di ore e che era in arrivo una speciale imbarcazione da Salerno grazie alla quale sarebbe stato possibile posizionare le strutture di cemento. Ad oggi, come è possibile rendersi conto gli atolli giacciono ancora, dove sono stati originariamente posizionati. Ora il posizionamento delle strutture -si sottolinea nel comunicato -, ad oggi ad estate iniziata, per ovvi ed intuibili motivi non è più compatibile con la sicurezza dei bagnanti e soprattutto dei bambini. Infatti, nessuna rete di protezione e/o recinzione e nessun cartello, vieta ai più piccini di “visitare” da vicino, le strutture, di salirvi sopra, di giocare, di farvi entrare un braccio e/o una gamba per gioco. Non vorremmo che l’estate di qualcuno ed il sano divertimento si trasformasse in qualcosa di negati-

vo e che qualche malcapitato, ripetiamo soprattutto minori, si facesse del male. In quel caso di chi sarebbe la responsabilità?. Si chiede quindi, in primis all’autorità militare e quindi alla Capitaneria di Porto, in via immediata che le strutture o vengano posizionate in fondo al mare o vengano rimosse dalla spiaggia, per i evidenti motivi di sicurezza. Crediamo che le operazioni di facciata e qualche fotografia sui giornali, non valgano la salute di nessuno. Chiediamo quindi un minimo di serietà a questi personaggi che occupano gli scranni di Palazzo De Nobili e delle spiegazioni. Come mai ancora gli atolli non sono stati “calati” in acqua?. Esistono questioni amministrative e burocratiche che impediscono ciò? Sono state ottenute tutte le autorizzazioni necessarie all’operazione, soprattutto quelle di natura ambientale? E la fantomatica barca campana che fine ha fatto? E’ stata forse assaltata da non meglio identificati pirati ionici? Speriamo - si legge infine - in una immediata risposta, almeno da parte del Sindaco che non può assolutamente consentire il verificarsi di simili situazioni, soprattutto a stagione iniziata, e soprattutto non può consentire queste boutade».


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 21

CATANZARO CITTÀ L’assessore alla Mobilità, Roberto Talarico, accompagnato da Cantisani ha firmato la convenzione con Reti Ferroviarie Italiane

La stazione di Sala è del Comune L’area dovrebbe servire per creare uno dei tre terminal bus previsti dal nuovo Pum CATANZARO — L’Assessore alla Mobilità, Roberto Talarico accompagnato dal dirigente Arch. Biagio Cantisani ha firmato la convenzione con Rfi (Reti Ferroviarie Italiane) - rappresentati dall’ing. Teofolio e dal dott. Polifone - che assegna al Comune di Catanzaro la stazione del quartiere Sala e il relativo piazzale. L’acquisizione temporanea dell’immobile e dell’area adiacente, nell’intenzione dell’Amministrazione, dovrebbe servire per creare uno dei tre terminal bus previsti dal nuovo Pum (piano urbano della mobilità) di cui sarà dotata a breve Catanzaro. L’auspicio è quello di spostare il capolinea dei bus delle Ferrovie della Calabria da via Milano a via della Stazione. Il sindaco Rosario Olivo e l’Assessore al ramo Roberto Talarico hanno già incontrato i vertici delle Ferrovie della Calabria che si sono dimostrati sensibili alle richieste dell’Amministrazione finalizzate a migliorare i servizi dell’utenza catanzarese. Il trasferimento degli autobus, dal centro della città al quartiere Sala, produrrebbe molteplici benefici: si potrebbero creare a via Milano almeno 200-250 posti auto utilissimi per tutti coloro devono recarsi in centro nelle ore diurne e per i residenti nelle ore notturne; si potrebbero eliminare gli intasamenti dei bus delle Ferrovie della Calabria su via Schiavi, San Leonardo e Via Indipendenza; si troverebbe una collocazione ottimale ai bus extraurbani e ci sarebbe anche l’opportunità di creare

SCALE MOBILI Il commento del presidente della II Circoscrizione Lomonaco

«Fatto storico per la città»

il centro direzionale dedicato al personale viaggiante delle Ferrovie della Calabria nei locali, già sistemati, dell’ex stazione delle Ferrovie dello Stato. Nell’ottica di fornire servizi efficienti per i cittadini, la stazione del quartiere Sala, sarà uno dei punti intermodali della città. Grazie ai progettati tapis roulant si potrà raggiungere la stazione della funicolare e le scale mobili per salire in centro. E ancora, vista l’importanza strategica dell’area nell’ambito della nuova metropolitana cittadina, si potrà raggiungere il quartiere direzionale di Germaneto mentre per coloro volessero raggiungere i quartieri a Nord sarà possibile utilizzare il treno delle Fdc Sala - via Milano - Gagliano. Stesso discorso

vale per coloro volessero raggiungere i quartieri a sud e la marina di Catanzaro. E’ quindi intenzione dell’Assessore Talarico lavorare nel breve periodo affinché si realizzi questo terminal bus, mentre nel medio - lungo periodo si lavorerà per dotare Catanzaro di un sistema metropolitano importante per la città Capoluogo di Regione. La logica che ha ispirato il progetto è quella di avere una città accogliente, cosi come previsto nel programma del Sindaco, On. le Rosario Olivo ed altresì individuato nel nuovo piano strategico ultimamente approvato dal Consiglio Comunale e finalizzato a far svolgere le funzioni di città capoluogo vivibile e con una qualità della vita più alta per i suoi abitanti.

Le precisazioni dell’assessore regionale Greco in merito ad alcune dichiarazioni

rito solo ed esclusivamente ad alcuni rimpalli di responsabilità tra Amministrazioni Comunali» si legge in una nota dell’assessore regionale all’Ambinete Silvio Greco. «Non riguarda quindi conclude - in nessun caso l’Amministrazione Provinciale del capoluogo di Regione, con la quale il sottoscritto e l’Assessorato da me diretto lavora in maniera proficua e solidale».

«Lavoro bene con la Provincia» CATANZARO — «In relazione alla dichiarazione apparsa su alcuni organi d’informazione regionale, nei quali il sottoscritto commentando i rapporti tra Ato e Comuni dove non è avvenuto il pas-

saggio di competenze tra i due Enti, dichiara “…si tratta di balletti legati solo alla provincia di Catanzaro”, mi preme precisare che il riferimento autentico e reale della mia dichiarazione è rife-

CATANZARO — Le famiglie Fiorentino, Cubello, Pugliese e Bagnato hannno inviato una lettera al sindaco, al Prefetto, al dirigente Asp e al comandante della polizia municipale per denunciare che «esiste in via vico piazza, altezza civica n. 3 a Gagliano da più tempo uno stabile nel più totale stato di degrado e abbandono divenuto ricettacolo di insetti e animali di ogni specie nonché erbacce e rifiuti di ogni genere.

La denuncia di alcune famiglie del quartiere Gagliano: si intervenga presto

«Uno stabile in degrado» Oltre ad essere divenuta un ottima residenza per topi - scrivono i cittadini -, all’interno della stessa area si è formata una vera e propria foresta selvaggia con rischio d’incendio, essendo uno stabile privo di

porte e finestre senza alcun sistema di sicurezza e quindi facilmente accessibile per tutto e tutti. Il fetore ha raggiunto livelli insopportabili prosegue -, in particolar modo quando il clima è caldo, le pareti

CATANZARO — «Un fatto storico, un intervento destinato a cambiare le abitudini dei cittadini e il volto del centro cittadino. Di scale mobili si parlava a Catanzaro da 20 anni, ma solo ora, grazie al sindaco Olivo, l’obiettivo è a portata di mano». Il presidente della II Circoscrizione Massimo Lomonaco ha commentato così la presentazione del sistema di trasporto collettivo e l’affidamento ufficiale delle progettazioni esecutive. «Come presidente della Circoscrizione direttamente interessata all’intervento - ha detto Lomonaco - non posso non salutare con entusiasmo l’ormai imminente realizzazione di un sistema di trasporto da lungo tempo atteso dalla cittadinanza. Nessuna delle precedenti amministrazioni era riuscita a concretizzare un obiettivo così ambizioso. Il sindaco Olivo non solo ha avviato la progettazione definitiva delle opere, ma soprattutto si è assicurato la copertura finanziaria dell’intera operazione, circa 9 milioni di euro, ricavato dall’Accordo di programma regionale sui trasporti. Tutto ciò conferma che il governo del sindaco Olivo è stato, nei fatti, un “governo del fare”, come dimostrano le numerose opere inaugurate o avviate nei giorni scorsi. Mi riferisco alla nuova villa Trieste, al piazzale del San Giovanni, alla rotatoria di Santa Maria ed altre ancora». Secondo Lomonaco, la realizzazione delle scale mobili modificherà soprattutto le abitudini dei cittadini che potranno fare a meno dell’automobile per muoversi da una parte all’altra del centro storico.

della stessa evidenziano pericolose crepe che potrebbero cedere da un momento all’altro. Uno stabile divenuto un proprio e vero pericolo pubblico. Chiediamo - concludono - alle autorità preposte di voler prendere atto e intervenire nel più breve tempo possibile in modo da poter far adottare seri provvedimenti in merito al caso sopra descritto essendo in serio rischio la salute della pubblica incolumità».

«Basta fare qualche esempio concreto - ha precisato il presidente della II Circoscrizione -. Tutti coloro che abitano nella zona San Leonardo - Stadio sono oggi costretti ad usare l’auto per raggiungere piazza Matteotti e corso Mazzini a causa della forte pendenza che rende difficile la risalita: con le scale mobili, tale abitudine non avrà più ragione di essere. E ancora: sarà possibile raggiungere il centro storico dalle due stazioni delle Ferrovie della Calabria di Sala e di Pratica. Lo stesso Parco della Biodiversità, che soffre di carenza di parcheggi vista la grande affluenza, sarà raggiungibile a piedi da piazza Matteotti, via Milano, San Leonardo. La stessa area ospedaliera di viale Pio X risulterà più facilmente raggiungibile. Ma l’elenco dei vantaggi pratici delle scale mobili potrebbe continuare a lungo». Lomonaco si è detto certo che l’Amministrazione comunale rispetterà il cronoprogramma indicato dal sindaco Rosario Olivo. «Ho ragione di ritenere – ha detto il presidente della II – che alla ripresa autunnale saranno presentati ufficialmente i due progetti definitivi affidati alla Sintagma e alla Silec. Ciò significherebbe che prima della fine dell’anno, vista anche l’immediata disponibilità dei 9 milioni di euro, il Comune sarebbe nelle condizioni di appaltare le opere. I tecnici hanno sostenuto nella recente conferenza stampa di presentazione del progetto che un anno di lavori è sufficiente per realizzare le scale mobili. La traduzione è che, salvo intoppi clamorosi, almeno una parte delle scale mobili potrebbe entrare in funzione già nei primi mesi del 2011. Si tratterebbe di un traguardo storico, tale da caratterizzare l’intera legislatura. Non ho dubbi che tutte le strutture tecniche e burocratiche dell’Ente daranno il massimo per rispettare il cronoprogramma. La II Circoscrizione, che ha sempre agito in piena sintonia con l’Amministrazione centrale, svolgerà un’azione di forte collaborazione, ma anche di vigilanza».


22 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ Erano ben duecento persone al San Giovanni venerdì per applaudire ad uno spettacolo in cui si sono fuse la musica, il ballo e le arie operistiche

“Sogni di quasi estate” stupisce tutti La reginetta della serata è stata la giovanissima liceale Alessia Bava parrucche maestose, per poi dare vita ad una serie di musiche che hanno rapito gli spettatori. Sarebbe veramente impossibile trovare qualche difetto alla serata o individuare, come si usa, il punto di forza. Qui i punti di forza sono stati tutti: il tenore Carlo Messeri, con la sua voce suadente e calda, il baritono Massimo Naccarato, di Rende, che ha deliziato con un Figaro strepitoso, Silvia Casillet che ha magistralmente eseguito la magia degli spartiti, Flavio Flaminio che ha impresso la giusta gravità ai suoni, Marilena Cutruzzulà, di Montepaone lido, che con il violoncello ha disteso un tappeto armonico quasi di voce umana, Giulia Boschi che a dispetto della sua giovanissima età si è rivelata pianista dal tocco eccezionale ed appassionato. Tutti sono stati diretti da Michele Manfrin, fantastico primo violino e perfetto armonizzatore del gruppo. E poi c’è lei, il soprano Barbara Luccini, che Catanzaro già ha adottato per la sua voce meravigliosa e la presenza scenica che rapisce il pubblico. La reginetta della serata è stata, però, la giovanissima liceale (sedici anni appena!) Alessia Bava che con la sua danza ha veramente incanta-

to. Con quella leggiadria di movenze. Con la sua figura esile sembrava volesse librarsi nell’aria, in una nuvola dorata, insieme con le note musicali che accompagnavano la sua armonia. Alessia viene fuori da una scuola di danza, la “Centro danza maison d’art” di Francesco Piro e Irma Opipari. E’ questo genere artistico che ella ha abbracciato sin da bambina. Allorché, piccola piccola, vide in Tv una danzatrice che si esibiva vestita con il tutù. Di quell’indumento si innamorò a prima vista e voleva indossarlo, ma non aveva ragione di farlo se non per danzare. L’altra sera, l’ha indossato anche al “San Giovanni” per esibirsi con quella sua mimica dolce con la quale trasmetteva le sue parole. Perché anche attraverso la danza si parla. Ad Alessia ho domandato del suo impegno in quella serata e mi ha risposto così: «Il mondo della danza è un mondo fatto di sacrificio e duro impegno, ma quando mi trovo a ballare in una cornice fantastica come quella del San Giovanni non sento più la stanchezza, ma soltanto il realizzarsi di un sogno che accarezzo sin da piccola». Sarebbe auspicabile che spettacoli del genere si ripetessero in città.

Mazza, Presidente della sezione podolica associazione allevatori: ci rivolgeremo al Governo

mi tre anni almeno, nessun caso di brucellosi umana sia stato mai diagnosticato da parte dei nosocomi dell'intera regione Calabria. E dall'altro, che la burocratizzazione del comparto, stante l'enormità delle procedure indotte dall'ordinanza, ha comportato in Calabria l'assunzione da parte della Pubblica Amministrazione di oltre trecento nuovi veterinari; un esercito! Allorquando nel Veneto, a parità di casi accertati di brucellosi, ne sono stati assunti soltanto venticinque. Il tutto con notevoli, gravi e pregiudizievoli conseguenze per i conti pubblici della sanità calabrese, già sull'orlo del commissariamento da parte dell'attuale Governo Nazionale. La brucellosi in Calabria è dunque solo ed unicamente “politica”, concepita a tavolino per giustificare l'esistenza, a spese del contribuente, di un imponente apparato burocratico incredibilmente dispiegato a vessare e tartassare a suo piacere, ammannendo “fermo aziende” di qua e di là, guarda caso sempre e solo alla vigilia delle transumanze. E sono proprio queste abnormità - conclude Mazza -, giuridiche che gli allevatori podolici calabresi intendono denunciare con forza, appellandosi al nuovo Ministro della Sanità del Governo Berlusconi».

di Franco Brescia CATANZARO — Pur avendoci or-

mai abituati al pregio delle sue iniziative, l’Assessore alla Cultura del Comune riesce a stupirci con iniziative che meriterebbero elogi superlativi, che qui non facciamo per evitare che si monti la testa. Ma, per lo stesso motivo, non facciamo neppure elogi superlativi a lui, al dott. Giulio La Rosa, che di queste iniziative è stato non solo l’autore bensì l’organizzatore onnipresente e infaticabile. Sorprende veramente per le capacità che riesce ad esprimere. In effetti siamo loro grati, e oltre a loro al Sindaco Olivo, perché la serata di venerdì è stata a dir poco entusiasmante. Basterebbe chiedere alle circa duecento persone, alcune rimaste in piedi per tutto lo spettacolo, che hanno applaudito a scena aperta, hanno richiesto in continuazione il bis e hanno mostrato il loro gradimento con un interminabile applauso finale e con commenti estremamente positivi. Quella dell’altra sera è stata la prima di due serate. E’ sufficiente dire che le due serate hanno un titolo “Sogni di quasi estate” e che già nella prima sera il sogno c’è stato. CATANZARO — «E' uno dei tanti guasti lasciati in eredità dall'ultimo Governo Prodi; un tentativo a dir poco maldestro per risolvere il problema della brucellosi in Italia, ed una delle tante vessazioni burocratiche architettate per penalizzare i soliti noti: quei pochi allevatori meridionali che ancora sopravvivono nonostante tutto» si legge in una nota dell’avvocato Michela Mazza, Presidente Sezione Podolica Associazione Allevatori Catanzaro. «Queste, in sostanza, le possibili chiavi di lettura dell'Ordinanza del 14 novembre 2006, voluta dall'allora Ministro della Sanità Livia Turco e concepita col supporto degli alti burocrati ministeriali, in totale deroga al buon senso, ed in assoluto sprezzo delle più elementari regole costituzionalmente garantite - prosegue -. Ma procediamo per gradi, ed iniziamo col puntualizzare che la Brucellosi è una grave malattia, endemica nell'Italia meridionale, che colpisce prevalentemente la popolazione bovina, ovvero le mucche, ma che può trasferirsi all'uomo tramite il latte proveniente da capi infetti. Giusto, dunque, e sacrosanto in via di principio, tentare di estirpare tale patologia una volta per tutte. Ancor più giusto, ed obbligatorio in questo caso, rispondere positi-

Si è trattato di uno spettacolo in cui si sono fuse la magia della musica, quella del ballo, delle celebri arie operistiche, delle famose canzoni napoletane e dei meravigliosi costumi. Il tutto nella cornice che più era appropriata, quella del San Giovanni, che ha aggiunto suggestioni ed atmosfere veramente irripetibili. Cantanti e musicisti si sono presentati in scena vestiti di magnifici costumi settecenteschi, con tanto di maschere e

Cantanti e musicisti si sono presentati in scena vestiti di magnifici costumi settecenteschi

«Brucellosi, così si fermano le aziende!» vamente alle pressanti richieste in tal senso provenienti dalla Comunità Europea. Ma allora, dov’è che casca l'asino? Ebbene, casca sulla manifesta incapacità degli estensori di leggere la pluralità del più complessivo sistema degli allevamenti bovini italiani. L'ordinanza penalizza pesantemente anche quegli allevamenti di linea carni, come quelli podolici calabresi, che invece di latte non ne producono una sola goccia. Tanto che la carne di un bovino brucellotico viene regolarmente venduta sul mercato. Da ciò deriva una sorta di sciacallaggio da parte dei distributori del settore, i quali acquisiscono i capi infetti a costo zero, commercializzandoli poi invece ai prezzi pieni di mercato; ciò con gravissimo nocumento per le già grame economie degli allevatori della nostra regione. Ma cosa dice, in sostanza, il famigerato diktat ministeriale "turchiano"? E perché mai sta conducendo a definitiva chiusura l'intero comparto degli allevatori podolici calabresi, gettando sul lastrico intere famiglie e

creando alcune migliaia di ulteriori disoccupati? Ebbene - spiega -, le peculiarità gestionali di un allevamento podolico in Calabria nulla hanno a che vedere con qualunque contesto similare di altre regioni italiane, in quanto rigorosamente caratterizzate dal millenario fenomeno della transumanza, ovvero dal trasferimento delle mandrie, due volte l'anno, dai pascoli di montagna a quelli costieri e viceversa. E ciò per ovvie ragioni di opportunità climatico-ambientali. Inoltre, per sua natura, il bovino podolico è ingovernabile in stalla, e vive allo stato brado nutrendosi esclusivamente di quello che trova liberamente sui pascoli. Caratteristiche che rendono le sue carni le più genuine in assoluto tra le cinque razze italiane ufficialmente riconosciute, ma che parallelamente impediscono il cosiddetto "Fermo Azienda", ovvero la procedura dell'Ordinanza Ministeriale in base alla quale un intero allevamento, qualunque esso sia, venga posto in quarantena e bloccato territorial-

mente per un intero anno, qualora venga paventato anche un solo caso di brucellosi nella mandria. Operazione dunque che, applicata ad un allevamento podolico, equivale di fatto alla chiusura definitiva di quell'azienda. Ma c'é molto di più, in quanto l'ordinanza medesima viene applicata al di fuori di qualunque contesto giuridico, vietando agli allevatori l'esercizio del più elementare diritto di difesa costituzionalmente garantito. Vige infatti il diniego assoluto di poter richiedere controanalisi, e finanche di poter accedere ai meri atti degli Istituti Zooprofilattici zonali investiti della faccenda. Tutto ciò pur se l'incidenza dei falsi positivi, ovvero della probabilità che il test risulti sbagliato, sia pari ad oltre il 16% dei casi, così come ufficialmente indicato dalla stessa casa farmaceutica produttrice. Tanto che l'esito delle analisi autoptiche successive all'abbattimento degli animali ritenuti infetti, quasi mai rivela la brucella. Crediamo infine sia opportuno sottolineare, da un lato, che negli ulti-


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 23

CATANZARO CITTÀ Ieri mattina presso il villaggio “Guglielmo” di Copanello di Stalettì ha preso il via il convegno nazionale promosso dalla Provincia

Microcredito, strumento contro la povertà «Occorre finanziare il lavoro anziché i consumi e su questo è indispensabile coinvolgere gli enti locali» CATANZARO — Con la prima sessione su “Il microcredito strumento per l’occupazione” ha preso il via ieri mattina presso il villaggio “Guglielmo” di Copanello di Stalettì (Catanzaro) il convegno nazionale su “Microcredito e politiche attive del lavoro” promosso dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. «Il microcredito è diventato uno dei più diffusi strumenti di lotta alla povertà su scala planetaria - ha spiegato a margine del convegno l’assessore provinciale alle Politiche sociali e al Lavoro Sergio Polisicchio. Si è calcolato che quasi un miliardo di persone sia stato coinvolto in operazione di piccoli prestiti, capaci di consentire un’opportunità di reddito e di vera e propria liberazione dalla condizione di indigenza. Ecco perché abbiamo ritenuto opportuno parlarne anche qui da noi, dove non c’è solo l’impresa che deve riuscire a restare sul mercato ma c’è anche l’economia domestica che, in tempi di crisi, deve poter soddisfare i bisogni facendo al contempo quadrare i bilanci familiari». Il dirigente del Settore Politiche Sociali e Lavoro dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, dott. Filippo Pietropaolo, ha ribadito la necessità di realizzare sul territorio iniziative «che possano creare sinergie tra il mondo della finanza, quello del lavoro e quello delle politiche sociali». Da qui la proposta operativa, elaborata preliminarmente dall’Amministrazione provinciale e che sarà definita al termine del convegno di oggi, che punta ad avviare e sostenere esperienze micro-imprenditoriali. Il moderatore della prima sessione, Nino Amadore, giornalista del “Sole 24 Ore - Sud”, ha sottolineato come in una situazione difficile come quella della Calabria iniziative dirette a sostenere il microcredito possono concretamente realizzare condizioni di sviluppo. Secondo il dott. Giovanni Acquati, presidente di Soliles, bisogna tornare alle esigenze del territorio, e pertanto gli enti locali hanno un ruolo fondamentale per l’avvio di politiche del microcredito: «La finanza e l’economia devono lavorare insieme sul territorio, ed avere un ruolo nella valutazione dei progetti imprenditoriali». Il prof. Alberto Manelli, docente di Finanza aziendale dell’Università politecnica delle Marche, ha sottolineato come per fare funzionare le iniziative di microcredito occorre in ogni caso rispettare le regole proprie della finanza, come quella del

Il convegno di ieri al villaggio Guglielmo

profitto, ed in ogni caso il rapporto con gli enti locali «è fondamentale per la buona riuscita delle iniziative». Il prof. Vincenzo Porcasi, docente di Economia internazionale dell’Università di Trieste ha illustrato al vasto e qualificato uditorio il successo delle esperienze avviate in altri paesi, e ha sottolineato come «la finanza ha le sue regole, ma ciò non impedisce al finanziere di partecipare al rischio di impresa». Il dott. Romano Benini, esperto di Politiche del Lavoro dell’Upi, ha proposto di coinvolgere direttamente le Province perché queste siano protagoniste delle iniziative sul microcredito. Puntando, soprattutto, sulla possibilità di riportare fiducia nel sistema: «Abbiamo verificato come la caratteristica dell’imprenditore del Sud è soprattutto quella di sentirsi solo. Occorre darsi reciproco credito, sostenersi, alimentare il tessuto sociale che attraverso la fiducia alimenta il tessuto economico. Bisogna ricreare le condizioni di fiducia tra chi opera nell’economia». Le performance migliori delle iniziative sul microcredito, è emerso nel corso del dibattito, si sono registrate in quelle regioni che hanno affrontato il rapporto con i territori in maniera efficiente. Un importante ruolo è quindi affidato alle Regioni, e in particolare alla Calabria che può proporsi come regione pilota su queste iniziative. In particolare, la dott. ssa Marinella Marino, dirigente del Dipartimento Lavoro della Regione Calabria, ha parlato di una norma del collegato alla finanziaria 2008 che permette di avviare da subito i primi interventi, puntando soprattutto sulla lotta alla povertà. Al termine della prima sessione, ha preso il via la discussione sui profili etici del microcredito. Nel pomerig-

gio di ieri si è svolto il tavolo politico-istituzionale su “Prospettive operative per la Calabria”. «Occorre finanziare il lavoro anziché i consumi, e su questo è indispensabile coinvolgere gli enti locali che devono attivare fondi di garanzia per sostenere progetti mirati». A sostenerlo è stato l’on. Mario Baccini, presidente del Comitato nazionale italiano permanente sul microcredito, intervenuto oggi a Copanello di Stalettì (Catanzaro) al convegno su “Microcredito e politiche attive del lavoro” organizzato dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro. «L’ente che io presiedo - ha detto Baccini - intende sviluppare in Calabria e in questa provincia iniziative e sinergie con gli enti locali, con le associazioni, le banche, le fondazioni, affinché il credito diventi un diritto e non soltanto una scorciatoia per pochi. Finanziare il lavoro e non i consumi è un altro obiettivo importante. Vogliamo partire dai giovani per restituire dignità alla persona ma soprattutto per recupe-

rare ai contribuenti migliaia di persone che oggi sono escluse dal credito bancario e soprattutto escluse dal modello di società. Noi faremo delle proposte per la formazione dei giovani, per avvicinare alla microfinanza una nuova cultura di cooperazione nazionale e internazionale. Su questo - ha ribadito Baccini - gli enti locali hanno un ruolo decisivo per mettere in piedi progetti che possano servire a finanziare fondi di garanzia, perché in sinergia con le fondazioni e le istituzioni bancarie si possa ritornare a fare credito su progetti mirati». Baccini è intervenuto durante la seconda sessione del convegno nazionale, dedicata ai profili etici del microcredito e moderata dal giornalista vaticanista Piero Schiavazzi, il quale, tra l’altro, ha sottolineato il valore sociale della finanza etica. Valore che consiste nel dare credito alle fasce più deboli della popolazione, il cui miglioramento delle condizioni di vita rappresenta forse il più importante indicatore di sviluppo umano ed economico. Il microcredito punta a stimolare l’autonomia, la responsabilità, le capacità di chi riceve il finanziamento, mettendolo nella condizione di realizzare il proprio progetto di vita. Nell’ambito della sessione “Il cucchiaio di Sant’Agostino: l’etica è un investimento”, dopo i saluti di don Salvino Cognetti - intervenuto in rappresentanza dell’arcivescovo metropolita della diocesi di CatanzaroSquillace mons. Antonio Ciliberti sono intervenuti anche il prof. Daniele Ciravegna, presidente della Rete italiana di Microfinanza, il dott. Agostino Megale, segretario confederale Cgil e presidente Ires, e mons. Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone - Santa Severina. I relatori hanno sottolineato come il

microcredito, che assume una funzione etica-sociale e risponde alla logica dell’equa remunerazione piuttosto che a quella della speculazione, può portare a includere nel processo economico e produttivo persone capaci e intraprendenti, ma povere di mezzi. Occorre quindi “moltiplicare istituzioni di microfinanza”, sia per sostenere iniziative imprenditoriali, sia per “fornire piccoli prestiti a famiglie in difficoltà”. «Il microcredito - ha sottolineato Ciravegna - è da intendere anche come strumento di solidarietà attiva e come modello per creare formazione e occupazione. La solidarietà attiva serve a creare speranza, non è una forma di carità». Una solidarietà che - ha sottolineato Megale - «rafforza il valore della coesione sociale in un momento estremamente critico dal punto di vista economico». Per questo si rende necessario il coinvolgimento nei processi decisionali delle parti sociali e in particolare del sindacato, che deve dar vita a una vera e propria “alleanza” con il microcredito. Mons. Graziani, tra l’altro, si è soffermato sui temi della finanza etica: «Non si vogliono mettere briglie alla finanza - ha detto l’arcivescovo di Crotone - ma si tratta di ricondurre la finanza, nel suo tessuto intimo, a considerare la valenza storica ed economica dell’impegno etico. L’etica e la finanza partono dal soggetto primo che è la persona. Bisogna partire dal primato della persona e del bene comune, che non è l’aggregato di tanti beni individuali, ma il prerequisito senza il quale non è possibile realizzare il bene individuale». Nel pomeriggio il convegno è proseguito con il tavolo politicoistituzionale su “Prospettive operative per la Calabria”. (continua) Vittorio Ranieri


24 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO STALETTI’ A Copanello è attiva da ieri la stazione stagionale dell’Arma. Rimarrà aperta sino al 10 settembre

Istituito un presidio dei Carabinieri Garantita anche la presenza di pattuglie appiedate che vigileranno sull’ordine pubblico STALETTÌ — Da ieri mattina è attivo il quattordicesimo presidio della Compagnia Carabinieri di Soverato che avrà carattere stagionale e rimarrà aperto sino al 10 di settembre. Tale presidio temporaneo, unico nel suo genere sotto la giurisdizione della Legione Carabinieri Calabria, nasce dall’esigenza di offrire ai cittadini ed in particolar modo ai villeggianti un punto di riferimento per quanti ne hanno bisogno e di integrare il dispositivo di controllo del territorio. Infatti la giurisdizione di competenza, che si estende sulla fascia costiera da Copanello a Pietragrande, è una zona ad alta densità turistica per la presenza di numerosi residence, hotel e locali notturni che attirano una considerevole mole di persone. La caserma è ubicata in un stabile in via del Mare della località Copanello di Stalettì messo a disposizione dall’amministrazione Comunale di Stalettì di intesa con la Regione Cala-

GIRIFALCO Trovati nell’abitazione del giovane 30 grammi di sostanza stupefacente

Droga, arrestato un 33enne

bria. La Stazione, che potrà contare su un gruppo di militari provenienti dalle diverse sedi dell’Arma del Comando Provinciale di Catanzaro, garantirà anche la presenza di pattuglie appiedate che vi-

gileranno sull’ordine e sulla sicurezza pubblica. Per tutti gli utenti che dovessero avere necessità di contattare la Stazione Carabinieri di Copanello è stata attivata l’utenza telefonica 0961/911449.

Punti focali del dibattito: la paventata introduzione delle gabbie salariali e il ruolo defilato dei parlamentari calabresi

GIRIFALCO — Nella tarda serata di venerdì personale dipendente della compagnia di Girifalco al comando del Cap. Purcedda, hanno tratto in arresto a seguito di perquisizione domiciliare migliazza Domenico Salvatore Migliazza di 33 anni. Nell’abitazione del giovane sono state trovati circa trenta grammi di sostanza stupefacente del tipo hascisch e mariuana. Il 33enne beccato in possesso della droga ha trascorso la notte all’interno del Comando di sicurezza di Girifalco. Ieri il giovane è stato condotto nel capoluogo in attesa di giudizio.

Domenico Salvatore Migliazza

MONTEPAONE La due giorni dedicata a San Giovanni Battista

“L'indiscreto”: oggi su Telejonio Martedì la festa patronale SOVERATO — Scenari politici regio-

nali e locali, contrapposizioni NordSud. Sono gli argomenti al centro della puntata de “L'indiscreto” in onda oggi alle 14 e alle 20,30 sui canali di Telejonio. Ospiti del giornalista Francesco Pungitore: il coordinatore provinciale di Italia dei Valori, Matteo Caridi, il leader e portavoce del movimento “Soverato nel Cuore”, Gianni Sgrò, e il docente di Economia Politica dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, Vittorio Daniele. Un'ora di intenso confronto televisivo con numerosi spunti di interesse. Particolarmente acceso il dibattito sulla paventata introduzione delle gabbie salariali e sul ruolo defilato dei parlamentari calabresi, di Destra e di Sinistra, nel contrastare l’egemonia della Lega, sempre più decisiva in seno al Governo nazionale. Caridi ha poi analizzato le questioni di politica regionale esprimendo forti dubbi sulla chiusura della partita per la presidenza del governo calabrese al solo duello tra Loiero e Scopelliti. Novità all'orizzonte?

Ospiti del giornalista Pungitore: il coordinatore provinciale di Idv Matteo Caridi, il leader e portavoce del movimento “Soverato nel Cuore” Gianni Sgrò e il docente di Economia politica dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, Vittorio Daniele

MONTEPAONE — Il 23 e il 24 giugno si svolgeranno i solenni festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono di Montepaone Lido. Martedì 23 giugno ore 18,30 avranno luogo il Canto dei vespri e la santa messa. Mercoledì 24 giugno, natività di San Giovanni Battista, si terranno: alle ore 9,00 la santa messa e alle ore 17 e 30 l’omaggio musicale al Santo. Alle 18 la messa solenne presieduta da S. E. Mons. Antonio Cantisani con offerta del cero votivo da parte dell’amministrazione Comunale e l’atto di affidamento della comunità al Santo. la processione per le vie di Montepaone Lido si svolgerà alle 19. Nella serata di martedì 23 giugno ore 22,00 tutti i fedeli potranno assistere allo spettacolo dell’orchestra Abracadabra orchestra. Ricca anche la giornata di mercoledì 24 giugno. Alle ore 9 ci sarà la sfilata per le vie della cittadina del complesso bandistico.

Alle 22 il concerto dei Marasà. Alla fine della due giorni alle ore 24,00 avrà luogo il grandioso spettacolo pirotecnico con giochi pirici sull’ acqua a cura della ditta “Sfas” di De Rosa di Stalettì.

SOVERATO La nota di Gianni Sgrò «Bankitalia dimentica di presentare i numeri degli incassi dei giochi e lotterie che nel 2008 sono stati di 1 miliardo e 350 milioni di euro e nei primi 5 mesi del 2009 siamo giá con incrementi del 13,5% con questi dati si spiegano i -16% -5% -7% di tutti i settori produttivi! Perché si nasconde al Paese questa realtà che è una tassa volontaria ma a pagarla sono solo i poveri cittadini meno fortunati? Di tasse sul gioco i calabresi hanno pagato nel 2008 295 milioni di euro nel 2009 le proiezioni sono di 358 milioni di euro».


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 25

DALLA PAROLA ALLA FEDE Celebrato il settimo Convegno pastorale diocesano di Catanzaro-Squlilace

La testimonianza come elemento essenziale per la vita cristiana Si è concluso ieri sera a Squillace lido, presso il villaggio "Porto Rhoca", il settimo convegno pastorale diocesano sul tema: "La Testimonianza elemento privilegiato di evangelizzazione". Le due giornate presiedute dall'Arcivescovo Metropolita di Catanzaro. Mons. Antonio Ciliberti, hanno visto come relatori ospiti illustri come: l'Arcivescovo Metropolita di Po t e n z a - M u r o Lucano -Marsico Nuovo, Mons. Agostino Superbo; Padre Salvatore Perrella, docente di mariologia nella Pontificia Facoltà Teologica "Marianum" di Roma; e il prof. Luciano Corradini, docente universitario e già Sottosegretario alla Pubblica Istruzione. Assente per motivi pastorali l'Arcivescovo Metropolita di Campobasso - Boiano, Mons. Giancarlo Maria Bregantini, che ha inviato ugualmente la relazione. Oltre al contributo di presentazione del convegno da parte del Vicario generale, Mons.

Raffaele Facciolo, e del Vicario per la pastorale, don Giuseppe Silvestre, vi sono state anche le comunicazioni di don Ennio Stamile, delegato regionale Caritas Calabria, e di don Mimmo Battaglia, presidente nazionale FICT. Dalla parole dei relatori è stato letto il contenuto cristiano, sto-

rico, sociale, culturale del cammino del credente, facendo emergere le positività ma soprattutto le difficoltà dell'annuncio evangelico in un mondo che ancor oggi grida la crisi dei valori umani e cristiani. Sono state offerte ai fedeli di Catanzaro-Squillace relazioni

pastorali e magisteriali, ma soprattutto proposte e input per capire sul come relazionarsi dinanzi alle sfide future. Momento significativo del convegno è stata anche la tavola rotonda sul tema: "Il contributo delle istituzioni per il bene comune nella testimonianza della giustizia, della legalità e della trasparenza" con gli interventi del giudice onorario minorile, Massimo Martelli, del Presidente del Centro Servizi Volontariato, Caterina Salerno, del Sindaco di Squillace, Guido Rodio, e dell'Assessore ai Servizi Sociali Comune di Catanzaro, Nicola Ventura. E' stato infine Mons. Arcivescovo a delineare le conclusioni del convegno, indicando le linee programmatiche dell'anno pastorale 2009-2010. Per l'occasione è stata consegnata dall'Arcivescovo anche la sua recente lettera pastorale "Sarete miei testimoni". Cettina Marraffa

Don Domenico Pompili a Reggio Calabria

«Curare il primo annuncio in lingua corrente»” "Curare il primo annuncio in lingua corrente". E' l'invito rivolto da don Domenico Pompili (in foto), sottosegretario della Cei e direttore dell'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, al Convegno tenuto nei giorni scorsi a Reggio Calabria. "La Chiesa - ha affermato il relatore - ha progressivamente sguarnito il campo dell'immaginazione popolare lasciandolo in mano all'industria culturale che spesso coincide con quella del puro intrattenimento. Nel frattempo i media popolari e commerciali hanno avuto campo libero per 'ri-evangelizzare', colonizzando di fatto l'immaginario pubblico con suggestioni e provocazioni nel segno delle rappresentazioni religiose utilizzati a scopi addirittura pubblicitari". Di qui la

necessità di "misurarsi con l'ambiente culturale all'interno del quale si svolge ogni comunicazione religiosa e in cui si dà o si nega la possibilità di incontrare Dio". "Chi oggi voglia impegnarsi ad annunciare il Vangelo - la proposta di don Pompili - deve conoscere in modo professionale i meccanismi del linguaggio narrativo e simbolico e le regole comunicative. Conoscere i film, le canzoni, i programmi e le trasmissioni non è facoltativo per chi cerca vie nuove per far risuonare la parola del Vangelo". Anche i preti devono dotarsi di una particolare "abilità linguistica": "Non è possibile che si studi per anni e non si curino le regole fondamentali della comunicazione orale". c.m.

per comunicare con gioia l'apertura di un Monastero di Monache Agostiniane. La prima presenza agostinia-

commento del teologo Mons. Costantino Di Bruno

MAESTRO, NON T’IMPORTA CHE SIAMO PERDUTI? (XII DOMENICA T.O. - ANNO B)

Prima lettura FIN QUI GIUNGERAI E NON OLTRE (Gb 38,1.8-11)

Giobbe è nell’angoscia mortale. Non sa spiegare il mistero della sua sofferenza. Non comprende perché questa si abbatta sul giusto fino a condurlo alla morte. Vuole penetrare questo mistero e si rivolge a Dio perché glielo spieghi. Il Signore ascolta il grido di Giobbe, ma non spiega nulla, perché tutta la vita è un arcano. Tutto l’universo è avvolto dal mistero. Se tutto viene dall’onnipotenza di Dio e dalla sua divina sapienza, ci potrà mai essere sulla terra un solo uomo capace di penetrare nella mente di Dio e comprendere il perché delle cose esistenti? Cosa c’è di più imponente del mare? Cosa esiste di più furioso delle sue onde? Cosa vive nell’universo che abbia un potenza paragonabile alla massa delle acque che minacciose sembrano inghiottire la terra? Eppure questa meraviglia di forza, di grandezza, di impetuosità giunge a riva e non va oltre. Lì arriva e lì si ferma. È come se la sua forza all’istante svanisse, venisse meno. Nel mistero di ciò che accade si adora il Signore, la cui sapienza l’uomo mai potrà penetrare e questo vale anche per la sofferenza del giusto.

Seconda lettura L’AMORE DI CRISTO CI POSSIEDE (2Cor 5,14-17)

Convegno Regionale

"La realta’ sociale della famiglia in Calabria" Dal 3 al 5 luglio 2009 si terrà presso il Grande Albergo di Gambarie d’Aspromonte un convegno su "La realtà sociale della Famiglia in Calabria"; Il Convegno è organizzato dalla FEDERAZIONE REGIONALE CALABRESE CONSULTORI FAMILIARI DI ISPIRAZIONE CRISTIANA. Per informazioni contattare il Centro Servizi Sociali per la Famiglia (Tel. e Fax 0965-890004) - E-mail consultoriorc@libero.it .

Il primo monastero di Agostiniane in Calabria dal 1860 "In un tempo sempre più orientato all'effimero, al produttivo, al consumistico, ai risultati immediati, al soggettivismo esasperato, tutta la vita consacrata, ma quella monastica in particolare, tiene l'umanità orientata a Dio". Sono le parole di Mons. Santo Marcianò, arcivescovo di Rossano-Cariati, in una lettera indirizzata alla diocesi

Il giorno del Signore

na in Calabria dopo il 1860, anno in cui furono aboliti gli ultimi due conventi: quello di Terranova e quello di Francavilla Angitola. "Che questo momento di grazia - prosegue il presule - ci aiuti tutti ad abbracciare la beatitudine della contemplazione, a desiderarla, per conoscere Dio più autenticamente". c.m.

Siamo possesso di Cristo Gesù. Siamo sua proprietà. Siamo suoi. Non ci apparteniamo più. Siamo suoi nel corpo, nello spirito, nell’anima, nei pensieri, nei sentimenti, nella volontà, nel presente, nel futuro, per sempre, in ogni cosa. Se siamo suoi è Lui che ci deve governare, “usare”, comandare. Lui si è consumato per noi. Per noi è nato, è morto ed è risorto. Ha preso su di sé i nostri peccati e li ha espiati sul legno della croce. Chi è di Cristo, deve vivere la sua stessa vita: deve farsi sacrificio, olocausto di amore per il mondo intero. Non deve vivere più per se stesso, ma per Cristo che è morto per noi. Deve fare della sua vita un’offerta nella pietà e nella grande misericordia a favore dei suoi fratelli. Chi è posseduto dall’amore di Cristo fa della sua vita un sacrificio d’amore. Il cristiano è un consegnato all’amore. Vive solo per amare. Ama donandosi, non donando cose. Ama donando se stesso. Tutta intera la vita in ogni singolo momento e in qualsiasi ministero la si viva deve essere una consegna all’amore. Siamo di Cristo. Non ci apparteniamo più.

Vangelo PERCHÉ AVETE PAURA? NON AVETE ANCORA FEDE? (MC 4,35-41)

Non era forse fede quella di avere svegliato Gesù e di chiedere a Lui soccorso e aiuto immediato contro l’infuriare del vento e l’incalzare delle onde minacciose, che stavano per affondare la barca? La fede che Gesù vuole e che chiede ad ogni suo discepolo è questa: nella traversata verso l’altra riva ci sarà sempre il più forte vento e sempre le onde più minacciose. Il vento mai si calmerà e le onde mai verranno meno. Il discepolo di Gesù ha fede se crede che per l’attraversamento fino a giungere all’altra riva, la barca con Cristo in essa è capace di toccare terra vincendo sempre il vento impetuoso e navigando sulle acque tempestose. La barca è inaffondabile, non in virtù della nostra bravura, ma perché è Lui con noi e quando Lui è con noi nessuna tempesta potrà mai sconfiggerci. Gesù ci fa vittoriosi nella tempesta, passando attraverso di essa. Le tempeste accompagneranno sempre la vita del credente in Cristo Gesù. Da una persecuzione si passerà ad un’altra, da una menzogna e da una calunnia si avanzerà verso infinite altre calunnie e menzogne. Il vento del male mai si fermerà. Ma Cristo Gesù ha vinto il male, il mondo, la morte passando attraverso di essi. Questa fede Gesù vuole da ogni suo discepolo.


26 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO ISCA SULLO JONIO I carabinieri durante un servizio di identificazione di alcuni cittadini extracomunitari hanno scovato il 30enne

Rumeno arrestato su mandato europeo L’uomo nel suo paese d’origine si era reso responsabile del furto di alcune rotaie ISCA SULLO JONIO — Nella mat-

tinata di ieri a Isca Marina, i militari della locale Stazione Carabinieri, nel corso di un servizio finalizzato al controllo e all’identificazione di alcuni cittadini extracomunitari, hanno tratto in arresto Valentin Ciungu Marinica, cittadino rumeno di 30 anni domiciliato a Isca, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo emesso a marzo di quest’anno dal Tribunale di Dragasani in Romania. Il soggetto, nel gennaio del 2006, nel suo paese d’origine, si era reso responsabile, insieme ad altri due complici, del furto di alcune rotaie e pertanto era stato condannato alla pena di un anno e tre mesi di reclusione. Da allora Ciungu si era reso irreperibile ed aveva fatto perdere le sue tracce per eludere la giustizia rumena. Dopo diverse peregrinazioni in tutta Europa, da diverso tempo era ormai residente in Italia e lavorava come pastore nelle campagne di Isca. I carabinieri della locale Stazione, nel corso del servizio, dopo aver identificato altri cittadini stranieri, hanno rivolto la loro attenzione su questo rumeno individuato in località “Petina” del comune di Isca mentre era intento a lavorare presso alcune stalle. Dopo alcuni accertamenti alla Banca Dati delle Forze di Polizia, hanno scoperto che sulla

Valentin Ciungu Marinica

Dopo diverse peregrinazioni in tutta Europa il giovane rumeno da diverso tempo era ormai residente in Italia e lavorava come pastore nelle campagne di Isca

testa del giovane pendeva un mandato d’arresto europeo per i motivi citati prima. Appena avuta la conferma della sua identità, i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi del cittadino rumeno, mettendo così fine alla sua fuga. Dopo aver espletato le formalità di rito presso il Comando Compagnia Carabinieri di Soverato, Ciungu è stato accompagnato presso il carcere di Catanzaro-Siano a disposizione della Corte di Appello di Catanzaro. Il giovane verrà, con ogni probabilità, consegnato quanto prima alle autorità rumene per poter scontare la condanna nelle carceri del paese d’origine. I controlli cui hanno proceduto ieri i militari della Stazione di Isca rientrano in un più articolato piano di controllo dei cittadini stranieri disposto dalla Compagnia di Soverato, al fine di rintracciare eventuali cittadini extracomunitari privi del permesso di soggiorno, ma anche soprattutto per cercare di individuare chi favorisce la loro permanenza nel territorio italiano. Tali controlli avevano permesso agli stessi militari della Stazione di Isca di arrestare nel mese di marzo di quest’anno un albanese irregolare e di denunciare colui che gli aveva affittato casa.

PETRONA’ Una borsa di studio per non dimenticare

In ricordo di Capellupo PETRONÀ — Una borsa di studio come

esplicita intenzione di non dimenticare chi è stato un esempio di sapienza e filantropia. Non ci si è scordati a Petronà del dottor Salvatore Capellupo. E al compianto medico di famiglia, anche ufficiale sanitario, si vuol dedicare una borsa di studio. Il tutto è già stato deciso dai congiunti e non c’è proprio nulla di casuale. Uno: la borsa di studio era un’idea dello stesso medico scomparso il 21 maggio scorso. Due: si investe in cultura perché con la cultura il dottore Capellupo, specializzato in neuropsichiatria infantile, è diventato qualcuno, spendendo una vita per allontanare le malattie da migliaia di pazienti. Un desiderio che diventa realtà anche per asserita volontà dei tre figli, i quali utilizzeranno le offerte raccolte in occasione delle esequie. 500 euro, già a partire dal prossimo anno scolastico, andranno ogni anno al discente della scuola secondaria di primo grado che si dimostrerà meritevole e che rientri anche nella categoria dei meno abbienti. Un modo intelligente per dire che lo studio rimuove ogni ostacolo e schiude le porte della felicità, della conoscenza. L’idea è stata accolta dagli educatori dall’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro” e ne hanno bene donde. Una borsa di studio

Salvatore Capellupo

vuol dire credere con forza che ci sono persone, episodi e avvenimenti che non vanno rimossi: Capellupo ha esercitato la sua nobile professione per più di mezzo secolo ed era, senza timor di smentita, il petronese più conosciuto in giro. E ancora: una borsa di studio vuol dire scorgere il segno di una dedica e chiedersi perchè è lì. E Salvatore Capellupo ha tutto per essere un modello positivo per i posteri. Vincenzo Bubbo


Pag. 27

il Domani

Domenica 21 Giugno 2009

L AMEZIA

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomanionline.it

TURISMO Francesco Grandinetti di Lameziaprovinciaenonsolo interviene sulla destinazione dei terreni fronte mare dell’Asi

«Sì all’industria del divertimento» «Il Comune si sbrighi a deliberare. I tour operator si muovono dove ci sono servizi» LAMEZIA TERME — «Le aziende che

vogliono investire nel turismo non aspettano. In genere si indirizzano verso luoghi dove è più agevole ottenere le relative autorizzazioni» si legge in una nota di Francesco Grandinetti presidente del Movimento Lameziaprovinciaenonsolo. «Che fine ha fatto il cambiamento di destinazione turistica dei terreni fronte mare dell’Asi di Lamezia Terme? Da quanto ci risulta l’Asi ha già deliberato ed attende i pareri del Comune di Lamezia Terme. Se così è sarebbe il caso di muoversi. Molti investimenti del Nord Europa - continua - si stanno dirigendo verso la nostra Calabria e se Lamezia fosse pronta, per la propria ubicazione e centralità rispetto alle vie di comunicazione, potrebbe oscurare l’interesse per altri luoghi. Allora se è vero che il Comune non ha ancora dato il parere indispensabile affinché l’Asi continui il suo iter, invito il Consiglio Comunale a provvedere immediatamente. Noi del movimento proponemmo all’inizio del-

l’insediamento di questo Consesso Comunale la trasformazione della destinazione d’uso dei terreni da industriale a turistico dei terreni in oggetto con in più la relativa individuazione di un luogo dove far sviluppare l’industria del divertimento, il Medipark (una grande Gardland) con conseguente incremento dei flussi turistici in Lamezia Terme e della occupazione. Fummo quasi derisi dal sindaco e dalla sua compagine. Oggi, come tante altre nostre idee (Lungomare, Metropolitana di superficie, Piazza d’armi, Piazza Garibaldi,), sono diventate patrimonio di tutti; ce ne rallegriamo, ma sbrighiamoci a deliberare. Non prendiamo in giro più i cittadini e i tanti disoccupati della città. Tutti i politici di alto rango sono preoccupati per le condizioni del nostro mare. Ma se da quattro anni non sono riusciti a fare niente, loro che comandano e dispongono tutto, cosa devono dire e fare i cittadini che subiscono giornalmente? Parliamo di turismo nella nostra città facendo

conferenze sulle bellezze mancate di Lamezia Terme - sottolinea - e non teniamo per niente presente che le persone che vogliono divertirsi e i tour operator si muovono dove ci sono servizi e ricettività alberghiera. Dove dovrebbe dormire la moltitudine di turisti a Lamezia? Cosa ha fatto l’amministrazione per favorire gli imprenditori a costruire alberghi? Quali politiche di incentivazioni ha fatto? Ormai si parla di cosa si farà non di cosa si è fatto in questo settore. La mia gente di Lamezia Terme deve poter lavorare senza chiedere “il posto di lavoro” al potente di turno, e chi amministra ha il dovere di predisporre un piano di attacco che favorisca l’incremento della occupazione. Non lasciamoci prendere in giro più - conclude Grandinetti -. Deve nascere una coscienza collettiva di difesa del territorio che vada e veda oltre perché chi è eletto nella propria città ha il dovere di difenderla e proiettarla nel futuro con le massime aspirazioni, costi quel che costi».

Importante riunione tra i vertici del Consorzio per lo Sviluppo Industriale e quelli della Gmz Solenergy srl

Riqualificazione del Centro fotovoltaico LAMEZIA TERME — Si è tenuto nei giorni scorsi, negli uffici dell’Asi di Lamezia Terme, un incontro tra i vertici del Consorzio per lo Sviluppo Industriale e quelli della della Gmz Solenergy srl. All’importante riunione con il nuovo gruppo tedesco hanno partecipato il Presidente dell’Asi, Fabrizio Muraca, il vicedirettore dello stesso Consorzio Fabrizio D’Agostino che hanno incontrato la società italo-tedesca Gmz Solenergy rappresentata dall’ ideatore del progetto, Herbert Zankl. Presente anche il direttore della sede calabrese della Herbert Zankl, Giacomo Caruso e il direttore tecnico Teodoro Bartucca. Nell’ambito di questo incontro sono stati affrontati i punti ritenuti più importanti del progetto che riguarda sostanzialmente la riqualificazione del Centro Eolo Fotovoltaico. Il progetto è indirizzato alla dismissione del vecchio impianto fotovoltaico e delle due pale eoliche presenti nell’area con due generatori fotovoltaici da 1,5 Mwp ciascuno. La realizzazione, oltre che a contribuire al progetto mondiale per la creazione di energia elettrica da fonti rinnovabili, rappresenterà, una volta realizzato senza dubbio un importante passo in avanti verso la riqualificazione ambientale. Prospettiva plausibile e

«La città non è sicura» LAMEZIA TERME — «Alcuni cittadini residenti in alcune vie del quartiere "Capizzaglie" mi comunicano che sono stanchi di vivere in una città in cui i furti sono quotidiani, dove non si è più sicuri né di giorno né di notte, dove giri in Via S. d'Ippolito o via G. Paladino o via sen. A. Perugini e scopri che i ladri hanno aperto e saccheggiato in sole due notti decine di box, dove quando incontro i vicini di casa ti parlano solo di cosa gli sia stato portato via da casa e ti dicono che sono esasperati ed impauriti, dove c'è chi rinforza le serrature delle porte, dove c'è chi le raddoppia, dove c'è chi lascia l'auto di notte parcheggiata nel proprio box piuttosto che fuori all'aperto, dove c'è chi vorrebbe installare costosissimi impianti di videosorveglianza, dove c'è chi si barrica in casa con le inferriate, dove c'è chi ha installato l'impianto di allarme nel proprio appartamento, sul proprio terrazzo, nel proprio giardino, nel proprio box, nella propria cantina e sulla propria automobile, dove la gente ha ormai perso il conto dei telecomandi, dei codici e delle chiavi che porta sempre con se, dove al

mattino quando ti alzi dal letto controlli che non ti abbiano svaligiato la casa, svuotato il box o rubato l'auto o addirittura svuotato il serbatoio» scrive in una nota Danilo De Fazio vice presidente della Lamezia Futura. «Questi sono danni gravi - continua - e incidono non solo sull'aspetto economico ma anche sulla tranquillità delle persone. Il disagio è crescente - conclude -, l'indignazione anche, la paura ci trascina verso forme di autoesclusione, si vive in una prigione materiale e psicologica (non esco dopo una certa ora, chiudo con il chiavistello porte e finestre, non frequento il parco, non mi reco in quel locale, non passeggio solo/a ecc.) o, ancora peggio, ci spinge a imboccare le scorciatoie dell'organizzazione in proprio, della giustizia cotta e mangiata, del moralismo ipocrita e a basso costo che ripulirà le nostre strade dal male (ronde contro i drogati, contro i ladri e così via). Sicurezza, tranquillità e una maggiore attenzione da parte delle istituzioni ai reali problemi dei cittadini lametini, questo è ciò che auspichiamo».

RELIGIONE

La riunione negli uffici dell’Asi

certamente non indifferente se legata allo sviluppo complessivo dell’intera area. I progetti di riqualificazione del Centro Eolo Fotovoltaico sono depositati presso gli uffici della Regione Calabria - Dipartimento Politiche Energetiche e aspettano di essere approvati ne corso delle prossime settimane. Soddisfatto il Presidente Muraca ha dichiarato: «Abbiamo compiuto un ulteriore passo importante, un altro tassello che si aggiunge al percorso di riqualifica-

zione dell’area, nostro intenti prioritario per la realizzazione di un area attrezzata sul piano dell’energia pulita. Un altro gruppo tedesco di primario livello ha deciso di investire nell’area di Lamezia Terme. Per quanto mi riguarda inoltre la prossima settimana incontrerò l’Assessore regionale alle Attività Produttive, Francesco Sulla. Sarà l’occasione per definire e velocizzare gli investimenti nel settore dell’energia rinnovabile all’interno dell’area dell’Asi».

In totale sono stati consegnati ben 160 lavori. In tutto sono stati duecento gli studenti coinvolti

Il concorso della Fondazione Paolo VI LAMEZIA TERME — La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia Terme ha organizzato un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado della Diocesi di Lamezia Terme. La proposta si è inserita nelle iniziative diocesane per l’Anno Paolino allo scopo di invogliare gli studenti a conoscere in maniera corretta e approfondita la figura dell’Apostolo Paolo, l’attualità della sua figura e del suo pensiero. Il tema assegnato è stato «San

La nota di Danilo De Fazio vice presidente della Lamezia Futura

Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza». Il concorso si è articolato in un’unica categoria, per la quale sono state previste tre sezioni: Elaborati scritti di qualsiasi genere letterario; Ogni forma di creazione artistica; Creazioni multimediali o fotografie. La Fondazione “Centro Culturale Paolo VI” di Lamezia Terme ha indetto, inoltre, un concorso di composizione musicale libera e liturgica, accogliendo l’indicazione del vesco-

vo, mons. Luigi Antonio Cantafora. Il concorso per gli studenti indetto dalla Fondazione Centro Culturale Paolo VI, ha visto la consegna di oltre 160 lavori (testi scritti, creazioni artistiche, elaborati multimediali) e, considerate le opere di gruppo, sono stati coinvolti oltre 200 studenti delle varie scuole secondarie presenti nella Diocesi. Vincitrici del concorso sono tre giovani. Di Cello Marilena, Fruci Felicia Grazia e Lucia Chieffallo.

L’intervento del vescovo Monsignor Luigi Cantafora «Il prete non deve essere un funzionario. Il prete è uno che c'é, è presente, è per tutti, anche se non arriva, non può arrivare dappertutto». Ad affermarlo il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Luigi Cantafora, nell'omelia con cui ha ufficialmente aperto in diocesi l'anno del sacerdote voluto da Papa Benedetto XVI nel 150/mo anniversario della morte di San Giovanni Maria Vianney. «Esserci per tutti - ha aggiunto - significa anche muoversi, visitare, vivere la passione pastorale, l'inquietudine missionaria, accettando i propri limiti, ma senza pigrizia. Soprattutto, occorre qualificare la nostra presenza per una vicinanza non dettata da criteri mondani». «Le varie iniziative di quest'anno sacerdotale - ha proseguito secondo gli auspici del Papa, dovranno aiutare a far comprendere l'importanza del sacerdote per la Chiesa e la società, contro i tentativi di diluizione della dignità sacerdotale. Il Santo Padre lo ha indetto per favorire la tensione dei sacerdoti verso la perfezione spirituale dalla quale soprattutto dipende l'efficacia del loro ministero».


28 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

LAMETINO Proficuo incontro tra il sindaco del centro montano lametino, Mario Caligiuri e il direttore generale dell’Aterp Gianfranco Colosimo

Il “modello Soveria” nell’edilizia popolare Prevista a breve la ripresa dei lavori per i nuovi 12 alloggi nella zona Colicella SOVERIA MANNELLI — Il sindaco Mario Caligiuri ha incontrato il direttore generale dell’Aterp (l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica) Gianfranco Colosimo insieme ai suoi collaboratori tecnici, per fare un punto sulla situazione dell’edilizia popolare a Soveria Mannelli. Nel corso dell’incontro, secondo quanto reso noto, sono state individuati i tre filoni di interventi da realizzare e pianificare sul territorio di Soveria Mannelli per consolidare il patrimonio già esistente e per ultimare le abitazioni in costruzione. E’ prevista, infatti, a breve la ripresa dei lavori per i nuovi 12 alloggi in località Colicella, per procedere nel modo più veloce e concreto possibile al completamento e all’assegnazione, secondo il team, i lavori potrebbero essere ultimati già entro la fine dell’anno. Sono previsti, inoltre, lavori di adeguamento degli alloggi ubicatio all’interno della frazione Pirillo, per cui - sempre stando a quanto reso noto - in fase di assegnazione sono emerse esigenze abitative delle famiglie diverse da quelle previste in fase di progettazione, questi alloggi saranno accorpati per ospitare 3 famiglie già assegnatarie di edilizia residenziale pubblica. Un’altra idea che si collega ai

Il sopralluogo effettuato dai tecnici del’Aterp a Soveria Mannelli

programmi della nuova amministrazione è quella di realizzare un’opera di manutenzione e risanamento dei 48 alloggi di via Gabriele Costanzo, in seguito alle segnalazioni delle famiglie e a un sopralluogo del sindaco, Mario Caligiuri che ha visitato insieme al Commissario straordinario dell’Aterp gli alloggi e le aree circostanti. Il comune darà il suo contributo a questi lavori di risanamento intervenendo sulle aree comuni e sul verde e ripristinando il campetto di calcio, ma soprattutto rinnovando alle famiglie di via professor G. Costanzo l’invito alla collaborazione per mantenere questi luoghi ospitali sia per chi ci abita, sia per chi li visita. Infine, dal sindaco Caligiuri è partita una proposta innovativa per il direttore generale Colosimo e il suo Ente: ovvero, dotare tutti i fabbricati di Soveria Mannelli esistenti e in costruzione di impianti fotovoltaici per realizzare l’autonomia energetica e soddisfare in parte o totalmente il fabbisogno energetico delle famiglie. La proposta, sempre stando a quantpo reso noto dall’Amministrazione comunale del centro lametino, è stata accolta in modo favorevole. L’Aterp, infatti, ha già avviato i contatti con una società che si occupa di fonti di energia rinnovabile e

dall’Ufficio tecnico del Comune sono già arrivate molte utili indicazioni sulla tipologia di impianti più adatti ai fabbricati e sulla loro sistemazione. Il direttore generale, Gianfranco Colosimo ha sottolineato come «portare avanti una positiva e produttiva collaborazione come quella esistente fra l’Amministrazioni comunale di Soveria Mannelli e Aterp sia l’unica strategia d’intervento per garantire interventi appropriati e la doverosa risposta ai bisogni dei cittadini». Per il sindaco, Mario Caligiuri questa collaborazione che si è consolidata rappresenta la premessa per realizzare un nuovo modello di edilizia popolare, “il modello Soveria Mennli” da esportare su tutto il territorio e da utilizzare come stimolo per altre amministrazioni pubbliche locali. Il primo cittadino, dal canto suo ha dichiarato che: «la priorità amministrativa è quella di realizzare in tutti i campi interventi a supporto della fascia di popolazione più bisognosa e nello specifico dell’edilizia popolare consolidare e potenziare il patrimonio edilizio popolare di Soveria Mannelli in modo da creare i presupposti per un innalzamento della qualità della vita dei cittadini». r. l.


Pag. 30

il Domani

Domenica 21 Giugno 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Fine della rissa elettorale. Da stamattina e fino alle 15 di lunedì urne aperte per scegliere tra Mario Oliverio e Pino Gentile

Il giorno del voto, domani il presidente L’incubo dell’astensione sullo sfondo. I riflettori politici: sarà premiato chi ha voluto il corpo a corpo? E cosa faranno gli elettori dell’Udc? COSENZA — È il giorno del voto a Cosenza e in provincia. Qui, dalle 7 di stamattina fino alle 22 di stasera e dalle 7 di domattina fino alle 15, è alta la tensione per il ballottaggio della presidenza della Provincia. Si vota anche per il referendum, ovviamente. Ma è superfluo ribadire che la corsa per il Palazzo della Provincia tira molto di più e per mille motivi. Urne aperte quindi e modelli e scuole di pensiero a confronto. Poco meno di un giorno di attesa e sapremo come è andata ma la tensione tra Mario Oliverio e Pino Gentile è crollata solo perché per legge la propaganda è stata stoppata. L'uscente Mario Oliverio, del Pd, al primo turno ha ottenuto il 46,9%, mentre il consigliere regionale del Pdl, Pino Gentile, parte dal 37,2% del primo turno. In campo anche gli accordi di questi ultimi giorni, considerato che l'Udc, che aveva corso con il deputato Roberto Occhiuto guadagnando il 10,4%, si è apparentato con il centrodestra di Pino Gentile, mentre l'Mpa che aveva presentato Orlandino Greco, conquistando il 4,1%, ha espresso voto libero per i propri elettori. C’è grande attesa anche sul flusso interno di consensi di questi due schieramenti. E cioè se l’elettorato di Roberto Occhiuto trasferirà in massa il consenso seguendo l’indicazione di scuderia o invece rimarrà “freddo” dopo la decisione dell’apparentamento con Gentile. E, per quanto riguarda l’Mpa, c’è attesa circa l’espressione di voto del 4,3% totalizzato al primo turno anche se non sapremo mai come andrà realmente, se non attraverso analisi complicate del giorno dopo. Nemica di tutti, di Oliverio come di Gentile e perché no, di Occhiuto è la temutissima astensione. Le previsioni meteo non incoraggiano gite fuori porta ma conta relativamente questo. Sullo sfondo un disamoramento complessivo e generalizzato nei confronti del “sistema” ma anche il venir meno dei 1.600 candidati di lista che gioco o forza hanno fatto da traino al primo turno. Al ballottaggio, nella provincia, saranno chiamati anche gli elettori dell'unico comune superiore a 15mila abitanti interessato al voto: Corigliano Calabro. Lo scontro è tra Pasqualina Straface, esponente del Pdl che parte dal 38,2% della prima tornata, e Aldo Algieri, rappresentante del Pd

Corbelli, Diritti Civili, chiede di monitorare sui lavori di ricostruzione

«Bertolaso torni a Cavallerizzo» COSENZA — Si ferma per qualche

Il Palazzo conteso, quello tutto nuovo della Provincia

che si è attestato al 25,8%. Un ruolo importante potranno averle le due liste che al primo turno hanno conquistato un buon risultato: quella guidata da Giuseppe Geraci, 23,1%, e quella di Giorgio Aversente, 10,9%. Il Viminale, in una nota, ricorda che «tutti i risultati elettorali e i dati relativi all'affluenza alle urne (riferiti alle 12 di oggi, alle 19, alle 22 e alle 15 di lunedì) per i referendum popolari abrogativi e il turno di ballottaggio saranno consultabili in tempo reale sui siti www.interno.it e www.elezioni2009.interno.it». «Per assicurare la segretezza dell'espressione del diritto di voto - continua la nota del Viminale - è vietato introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini». Il presidente dell'ufficio elettorale di sezione - spiega una nota - «inviterà l'elettore, all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale, a depositare le predette apparecchiature di cui è al momento in possesso. Le apparecchiature depositate dall'elettore, prese in consegna dal presidente dell'ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l'espressione del voto. Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie». L'elettore, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle

cui liste risulta iscritto, dovrà esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale personale a carattere permanente. Chi avesse smarrito la propria tessera potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali, che saranno aperti per tutta la durata delle operazioni di voto». Dunque l’attesa ha le ore contate. Domani sera, con ogni probabilità, sarà noto il nome del presidente dell’amministrazione provinciale di Cosenza. Da più mesi ormai nessuno ha fatto mistero di considerare questa partita come fondamentale per gli equilibri politici dell’intera regione. Il rischio, di un gioco al rialzo del genere, è stato quello di prendere sottogamba invece l’importanza in sé della carica di presidente della Provincia più grande e più impegnativa con l’evidente risultato che tanto in uno schieramento quanto di riflesso in un altro si è finiti per prestare più attenzione agli equilibri interni che alla campagna elettorale vera e propria. I toni della propaganda, infatti, sono stati alti e insidiosi e il primo e unico duello televisovo tra i due contendenti ne è stata la testimonianza lampante. Un clima di scientifica aggresione e demolizione dell’avversario ha preso il posto del dialogo e del duro confronto costruttivo e questo ha inevitabilmente finito per agevolare chi invece un programma lo ha sempre avuto e non ha mai avuto nulla da temere dal confronto. Aggressioni a parte. Domani sera sapremo quale linea avrà avuto ragione. r.c.

ora la politica propagandistica ma non quella che si dà da fare ed è per questo che trova sempre spazio un’iniziativa di Franco Corbelli, leader di Diritti civili. Franco Corbelli, dopo le intimidazioni, le minacce della mafia del racket all'impresa costruttrice della nuova Cavallerizzo, la frazione di Cerzeto, crollata per un movimento franoso nel marzo del 2005, chiede «l'intervento delle istituzioni, del responsabile della Protezione civile, Guido Bertolaso, e la presenza dell'Esercito a presidio del cantiere». Corbelli chiede a Bertolaso, di «ritornare subito in questo paesino del Cosentino per verificare personalmente la nuova emergenza legata alla minaccia della criminalità, coordinare insieme alla magistratura un'azione di contrasto all'offensiva criminale e programmare il futuro di questo piccolo centro, cancellato da una frana. Cavallerizzo e Cerzeto devono sentire vicina e forte la presenza dello Stato, la popolazione locale, così duramente colpita, non deve essere abbandonata, né dimenticata, ma aiutata nell'opera di ricostruzione del piccolo centro albanese. Oggi c' è - afferma Corbelli - una nuova emergenza da affrontare: la minaccia del racket delle estorsioni.

Un vero trionfo il concerto di De André COSENZA — È stata un vero trionfo

l'anteprima nazionale del concerto di Cristiano De André in omaggio al padre Fabrizio, intitolato "De Andre' canta De Andre'" al Teatro Garden di Rende, terminato con una lunga e toccante standing ovation. Dopo diversi anni di lontananza dal palcoscenico Cristiano De André è tornato dal vivo con uno straordinario concerto durante il quale ha ripercorso alcuni momenti della sua vita, attraverso ricordi, aneddoti e,

gi a mezzogiorno all’interno del Parco nazionale della Sila. Viene presentato il film “Vorrei vederti ballare” interamente girato in Calabria, con nomi di risonanza internazionale, come Gianmarco Tognazzi, Alessandro Haber, Paola Barale, Chiara Chiti, Giulio Forges Davanzati. La conferenza stampa si terrà al Cupone, nel territorio del Parco Nazionale della Sila. All'incontro non mancheranno il regista del film, Nicola Deorsola, il produttore, Giuseppe Fulcheri, il montatore, Osvaldo Bargero, il critico cinematografico e consulente artistico del Reggio Calabria Film Festival, Bruno Di Marino, la giornalista Rai, Lara Vicoli, e molti degli attori sopra

re un’occhiata da vicino ai loro beniamini. La nuova dirigenza del Parco, guidato come è noto da Sonia Ferrari, sta tentando in ogni modo di rivitalizzare l’attenzione attorno a quello che indubbiamente si offre al pubblico come uno stupendo hub naturale che in questi anni però raramente è salito alla ribalta. Il film interamente girato all’interno del Parco, con un cast di attori di primissimo livello nazionale, richiama in questo senso l’attenzione di pubblico curioso e addetti ai lavori. Staremo a vedere se avranno seguito iniziative del genere e se saranno supportate adeguatamente dalle istituzioni. r.c.

soprattutto, i grandi successi del padre, da "La canzone di Marinella" a "Don Raffae'", da "Oceano" ad "Amico Fragile", fino al "Pescatore". Due ore di applausi, cori, emozioni fino alla commozione, per i mille presenti che hanno gremito il Teatro. Un tutto esaurito con largo anticipo per quello che si è confermato come l´omaggio più vero ed autentico a Fabrizio De André. r.c.

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA

La presentazione del film di Deorsola citati. L'occasione sarà utile per discutere di cinema, territorio e turismo con alcuni rappresentanti del Corso di laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (Dams) e del Corso di Laurea in Scienze Turistiche dell'Università della Calabria. Interverranno Sonia Ferrari, Presidente dell'Ente Parco Nazionale della Sila e del Corso di Laurea in Scienze Turistiche, Roberto De Gaetano, Presidente del Corso di Laurea in Dams, Bruno Roberti, docente del Dams e drettore del Festival “Visioni di Fata Morgana”, Alessandro Canadè, Docente del Dams e Scienze turistiche. Nei giorni scorsi centinaia di curiosi hanno fatto capolino all’interno del Parco della Sila proprio per poter da-

r.c.

Cristiano a Rende incanta il pubblico in omaggio al padre Fabrizio

Conferenza stampa nel Parco della Sila, dove è stata girata la pellicola. Presenti anche Tognazzi e Barale

COSENZA — Conferenza stampa og-

Per questo occorre una reazione forte dello Stato, del governo centrale. Una prima importante, significativa risposta deve essere il presidio del cantiere della costruendo nuova Cavallerizzo, anche ricorrendo all'utilizzo dei soldati, così come si è fatto in diverse occasioni per affrontare altre emergenze criminalità. Chiedo a Bertolaso una sua immediata visita a Cavallerizzo per affrontare, insieme alla magistratura, la nuova emergenza legata alle intimidazioni e ala minaccia del racket. Cavallerizzo non deve essere abbandonato e lasciato solo in questo momento di difficoltà. Superata questa emergenza conclude il leader di Diritti Civili Franco Corbelli - si penserà poi a ripristinare la vecchia strada provinciale di collegamento ai paesi vicini e a recuperare l'antico, splendido borgo, non interessato dal movimento franoso di quattro anni fa». Coem si ricorderà Cavallerizzo di Cerzeto è andato completamente distrutto da una frana peraltro ampiamente annunciata e prevedibile. Seguì una ricostruzione per certi aspetti a tempo di record ma che, a detto di molti, ha finito per edificare tutt’altro rispetto alla Cavallerizzo che tutti quanti ricordano.

Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 31

COSENZA COSENZA — «”La casa dei Pom-

pieri va a fuoco!”. Questo è quanto viene da pensare interpretando l'allarme lanciato dall'assessore regionale all'Ambiente Silvio Greco, sullo stato di salute dei mari calabresi». Pungente ma niente affatto morbido l’incipit di Enrico Marcianò, presidente del club Unesco Cosenza a proposito della “quasi resa” dell’assessore regionale all’Ambiente circa lo stato di salute delle coste calabrese. Dato questo che i bagnanti di Cosenza e del Cosentino hanno già potuto sperimentare sulla propria pelle appena alle prime timide apparizioni in costume da bagno. «È paradossale - continua Marcianò - che proprio il massimo esponente responsabile della gestione e programmazione dell'ambiente calabrese, alla vigilia della nuova stagione balneare (come ormai da anni avviene), si ricordi della drammatica situazione esistente sulle nostre spiagge. Tale stato di fatto, che sicuramente inciderà sulla già difficile e problematica economia turistica, andrebbe in realtà affrontato per tempo e di concerto con le cinque amministrazioni provinciali e con tutti i Comuni interessati. Oltretutto, non si tratterebbe soltanto di effettuare seri e puntuali controlli sulla qualità biologica delle acque (con i preoccupanti interrogativi, mai del tutto fugati, sulle possibili contaminazioni chimiche e radioattive), ma si dovrebbe intervenire per giungere ad una rapida e definitiva soluzione del problema, piuttosto che porre banali ed inutili divieti di balneazione, che puntualmente vengono ignorati, dimenticati e procrastinati per l'anno successivo; senza mai trascurare anche la necessaria pulizia e manutenzione dei litorali che, all'i-

Stessa spiaggia, stessa sporcizia ogni anno. È così anche per la stagione 2009

Il club Unesco di Cosenza critico con le dichiarazioni dell’assessore regionale all’Ambiente

«E proprio adesso Greco scopre il mare sporco?» nizio di ogni estate, si presentano costellati da rifiuti di ogni genere, deturpanti nonché potenzialmente pericolosi per la salute dei cittadini». «Ciò detto - conclude il presidente del club Unesco Cosenza non si sa come e su chi l'assessore voglia addossare tali e tante

responsabilità, né come immagini di poter intervenire per risolvere l'ormai triste e penoso problema; a meno che il responsabile regionale non speri che a dare una mano possano essere i poveri bagnanti, i quali, alla meno peggio, armati di buona volontà, di paletta e secchiello e

con una robusta profilassi antibiotica, inizino a rimuovere i liquami che ormai costantemente galleggiano nel nostro mare». Una questione annosa e deprimente, quella del mare improponibile che si “offre” ai calabresi all’inizio di ogni estate. Punto nero sulla cartina proprio

l’immediato sfogo al mare dei cosentini e cioè la costa tirrenica che va da Paola e Diamante. In questo tratto, chiazza in più chiazza in meno, è opinione diffusa che una piscina fatta in casa sarebbe la cosa migliore per rinfrescarsi un po’. Eppure la questione “mare” è entrata solo di striscio nell’ultima campagna elettorale per la presidenza della Provincia. La parte del leone l’ha fatta la gestione più completa e complessa del ciclo dei rifiuti e sottofondo dominante è stato quello della chisura della gestione commissariale. Giusto un paio di giorni fa il presidente Oliverio è tornato sull’argomento proponendo di «chiudere definitivamente la gestione commissariale per l'emergenza ambientale che in questi anni non ha risolto in Calabria e nella nostra provincia i problemi per i quali l'Ufficio del Commissario era stato istituito nel 1998». «Il commissario per l'emergenza, infatti - ha aggiunto Oliverio - non solo non ha risolto il problema dei rifiuti, ma ha finito per aggravarli. Da tempo chiediamo inascoltati di chiudere la gestione commissariale e di passare i poteri alla Provincia in materia di rifiuti. Se i poteri passassero a noi, come chiediamo da tempo, sarà incentivata fortemente la raccolta differenziata, organizzato in maniera radicalmente diverso il sistema di raccolta dei rifiuti e organizzati impianti di valorizzazione». «Le società miste - ha concluso - hanno fallito. Noi ci proponiamo di organizzare un sistema di raccolta che preveda la riscossione della tassa al soggetto pubblico che dovrà organizzare il servizio garantendo efficienza e occupazione stabile ai lavoratori che oggi vivono una situazione di grande preoccupazione».


32 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Forse è proprio vero

che con il caldo aumentano i reati. Soprattutto quelli contro le persone. L’ultimo caso si è verificato ieri. Con l’arresto di E. L.,di 60 anni, operato ieri dai Carabinieri della stazione principale di Cosenza al termine di un’indagine condotta dal pool cosentino di magistrati specializzato in violenza contro le donne, in particolare dal procuratore Dario Granieri (che è a capo del pool in questione) e dalla sostituta Donatella Donato. L’accusa, firmata dalla gip Giusy Ferrucci, è di violenza sessuale continuata. L’inchiesta è partita in seguito alle denunce di una giovane di 28 anni. Che per ben due volte avrebbe subito le “attenzioni” del sessanenne. Attenzioni alle quali, tra l’altro, non poteva nemmeno sottrarsi con facilità, visto che -e qui sorge l’aspetto più particolare e morboso della vicenda- era una sua paziente. E.L., infatti, è un medico. Per la precisione un dermatologo. E lavora al Mariano Santo, un importante ospedale di Mendicino, una cittadina tranquilla e civile alle porte di Cosenza. Un ospedale che è meta di migliaia di pazienti di tutta la provincia per le sue specialità. Tra cui pneumologia e, appunto, dermatologia. Ed è tra proprio tra le pareti del Mariano Santo che si sarebbe vericata questa storia, degna di una fiction televisiva o di un romanzo giallo. La giovane donna era, per l’appunto in cura proprio da E.L.. E, sembrerebbe, che, per sottoporsi a visita e ricevere le relative terapie, dovesse mettersi in costume da bagno. Più precisamente, in bikini. Ovviamente per motivi sanitari, è opportuno ribadirlo. Purtroppo, alla docilità con cui la paziente si sottoponeva alle cure, non sarebbe corrisposto, nel medico, il distacco professionale che si dovrebbe pretendere dalla sua categoria. Questo, al-

E.L., un dermatologo del Mariano Santo di Mendicino è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale continuata

Ai domiciliari un medico dalle mani “lunghe” Lo ha inchiodato la testimonianza di una giovane paziente di cui avrebbe tentato di abusare due volte Cordoglio all’Unical

L’ospedale Mariano Santo di Mendicino

meno, stando alla denuncia della giovane, che si è rivolta ai carabinieri dopo il secondo “approccio” di E.L.. Infatti, la 28enne, già nel corso di una precedente visita, avrebbe subito dei palpeggiamenti, che l’avevano lasciata perplessa. Ma avrebbe soprasseduto, convincendosi di aver lei stessa equivocato sulle intenzioni del medico. Durante la seconda visita, il dermatologo l’avrebbe condotta in uno stanzino adiacente all’ambulatorio. E lì avrebbe tentato di abusare del tutto della paziente. La quale, sottrattasi alle

attenzioni, che a questo punto non erano davvero più professionali, del medico, è andata dai carabinieri e lo ha denunciato. Ma la storia di E.L., che adesso si trova ristretto agli arresti domiciliari, non finisce qui. Nel corso delle indagini, infatti, sarebbero emersi altri poco lusinghieri dettagli a suo carico. Il dermatologo, ifatti, sarebbe un recidivo in questo tipo di approcci con le pazienti. Negli scorsi anni avrebbe tentato più volte di abusare di altre donne. Un genere di “vittime” che, evidentemente, gli era facile avvicinare

proprio per la sua specialità. Avvicinare, s’intende, anche sotto il profilo fisico. Su di lui, come già datto in apertura, pende l’accusa di violenza sessuale continuata. Anche se ancora non è chiaro se E.L. sia arrivato a “consumare” del tutto i suoi abusi. Resta il dato di fatto di una situazione particolare, in cui il ruolo sociale e il prestigio professionale del professionista ha creato una variante sessuale dei crimini da colletti bianchi. Anzi, da camici. Saverio Paletta

È scomparso ieri negli Stati Uniti il Giovanni Arrighi, uno dei padri fondatori e, per qualche anno, docente dell'università della Calabria. Economista e sociologo di caratura internazionale, Arrighi ha lasciato in tutti un indimenticabile ricordo di sé e della straordinaria capacità di interpretare il ruolo scientifico in cui era impegnato, valorizzando il rapporto con gli studenti, dai quali non si stancava mai di ripetere che imparava molto. «Con la morte di Arrighi - afferma il rettore Latorre - purtroppo si assottiglia ulteriormente quella straordinaria pattuglia di docenti e di rappresentanti delle Istituzioni che, a partire da Beniamino Andreatta, hanno fatto la storia dell'università della Calabria. Non saprei sinceramente aggiungere altro su Arrighi rispetto a quanto chi l'ha conosciuto ha già avuto modo di esprimere, ricordandone l'impegno, la serietà, la passione e, soprattutto, l'umiltà che ne arricchiva a dismisura le qualita' scientifiche e accademiche». «Questo momento, invece -prosegue Latorre-, mi permette di riflettere sulla eccezionale fase avviata in Calabria, sul finire degli anni sessanta, con l'università di Arcavacata, e sul lavoro serio, appassionato, senza sosta, che alcune persone, tra cui, appunto, anche Giovanni Arrighi, dedicarono alla realizzazione di un progetto strategico per lo sviluppo della regione».

La proposta del manager della Asp in un congresso sulla medicina interna e le patologie arteriose Le critiche del movimento di Lombardo alle politiche della pubblica istruzione

Petramala: il futuro della sanità è nell’assistenza a domicilio

Greco (Mpa): La Gelmini non spenda per le scuole private

COSENZA — “Le patologie artereo-venose e la loro gestione nell'integrazione ospedale territorio”. È stato questo il tema delle due giornate di congresso, organizzato dall' unità operativa di medicina Interna dell'ospedale di Mormanno, coordinata dal dott. Francesco Lione. L'iniziativa, tenutasi nel protoconvento francescano a Castrovillari, è stata un'occasione di approfondimento e confronto tra i tanti cattedratici e specialisti intervenuti. Il simposio ha focalizzato l'interesse dei medici ospedalieri e territoriali sulle patologie vascolari artero-venose, malattie molto studiate e alla base anche di patologie giovanili come l'ictus cerebrale. Ma, soprattutto, il congresso ha valuto fare da pungolo al tema dell'integrazione e del dialogo tra le diverse figure professionali che si occupano di sanità: medici di famiglia, medici del territorio (spe-

Contro la recente proposta del ministro Gelmini, di voler finanziare la scuola privata, interviene Francesco Greco, responsabile nazionale scuola dell'Mpa. Greco parte dal Rapporto Ocse utilizzato dalla Gelmini a conforto dei tagli operati con i suoi provvedimenti per contestarne interpretazioni fuorvianti che travisano i risultati dell'indagine internazionale e le reali condizioni della scuola italiana.«Il Rapporto Ocse-Talis (Teaching and learning international survey), presentato lo scorso 17 giugno al Ministero dell'Istruzione, sostiene Greco, evidenzia la situazione allarmante della scuola italiana e conferma quanto già evidenziato in altri studi. Per la scuola italiana la questione principe non è solo quanto si spende, ma soprattutto come si spende. Va fugata ogni semplificazione e le comparazioni per essere significative devono tener conto delle specificità del nostro sistema educativo». In Italia, la spesa per il personale risulta particolarmente elevata, non già per le re-

cialisti ambulatoriali), medici ospedalieri e dell'assistenza domiciliare integrata. Franco Petramala, direttore generale dell'Asp di Cosenza, intervenuto a margine dei lavori, ha rilanciato l'importante tematica: «Da amministratore - ha affermato- sono quasi ossessionato dalla necessità di tenere insieme i comparti della sanità. Non solo quelli ospedalieri e territoriali, ma anche all'interno dello stesso sistema ospedaliero e dello stesso sistema territoriale». Il manager è poi passato ad analizzare il delicato rapporto tra la sfera sanitaria e quella sociale. «Un rapporto che nel Mezzogiorno- ha spiegato- si è interrotto nonostante ci fossero tutti i presupposti per l'attuazione della legge 833 del 1978. Ora, però - ha continuato- si sono poste le condizioni perché si affrontino due questioni centrali: il ruolo fondamentale dei medi-

ci di medicina generale e quello dell'assistenza domiciliare. Il medico di base - ha affermato il dg- deve riassumere il ruolo di tutor del paziente. Esso rappresenta, infatti, non solo la finestra d'accesso al sistema sanitario, ma deve continuare a seguire l'assistito in tutte le fasi che lo riguardano, a cominciare dalla prevenzione». In riferimento all'assistenza domiciliare Petramala ha, invece, evidenziato che essa ha assunto nel meridione il carattere di sperimentalità. E' tempo, però, - ha precisato- che venga strutturata in forma istituzionalmente riconosciuta. Sulla capacità di fare esplodere le potenzialità della medicina generale e dell'assistenza domiciliare - ha concluso il dg- si deciderà il destino della sanità e non solo di quella calabrese». r.c.

Alla base della polemica una recente relazione dell’Ocse tribuzioni percepite dai docenti - tra le più basse dei paesi Ocse -, ma, essenzialmente, per l'alto rapporto docenti/studenti, per il maggior impegno orario degli studenti e per il minor rapporto studenti/classe. Tuttavia, se si considera che in Italia, a differenza di altri Paesi, sono presenti docenti per il sostegno (oltre 90.000) e che esiste in ogni scuola e in ogni classe un docente di religione cattolica (quasi 27.000), il cui organico a carico dello Stato è gestito buona parte direttamente dalle gerarchie della Chiesa, si può ben vedere come, escludendo dal computo queste due figure, il rapporto docenti/studenti si avvicini molto alla media Ocse. Per quanto riguarda il rapporto studenti/classe, bisogna considerare l'inadeguatezza dell'edilizia scolastica, le particolarità morfologiche del nostro territorio e delle sue strutture di collegamento, oltre che la presenza, giova ricordarlo, di 8.100 comuni, in cui si polverizza il nostro sistema di amministrazioni locali.

Pedofili on line, indagini anche a Cosenza

Roggiano, denunciato un giovane coltivatore abusivo

Quattordici persone finite in manette, 253 indagate, 300 perquisizioni in 68 città italiane (tra cui Cosenza e Reggio), coinvolti provider di 99 nazioni, 150 mila filmati sequestrati: questo il bilancio della polizia postale nell'ambito della maxioperazione antipedofilia Smasher contro l'acquisto su Internet e la detenzione di materiale pedo-pornografico. Sedicimila filmati sono stati trovati nell'abitazione di uno 14 indagati, che li aveva catalogati per età, sesso e tipo di violenze esercitate sui bambini. Nei filmati, molti dei quali sarebbero stati girati da recente, si vedono abusi e torture su bambini di piccolissima età compiuti non soltanto da uomini e donne ma anche da animali. Complessivamente sono stati sequestrati circa 800 computer, tra laptop e desktop, e oltre 40.000 supporti, tra Dvd, Cd e pen drive. Parte delle immagini erano state scaricate da un sito Internet per pedofili il cui server è in Germania.

I Carabinieri di Roggiano Gravina hanno denunciato un giovane del luogo, di 32 anni, per mancata esecuzione di un provvedimento del giudice. Due coniugi sessantenni lo avevano citato in giudizio per impedirgli di accedere ad un loro fondo agricolo e di lavorarlo per proprio conto, non avendone il giovane alcun titolo. Il giudice ha accolto la richiesta della coppia ed emesso un provvedimento in tal senso. Ma il giovane è stato ugualmente sorpreso dai militari intento a lavorare proprio sul quel terreno.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 33

PROVINCIA DI COSENZA TORTORA Sulle decisioni del ballottaggio interviene l’esponente locale Giuseppe Messineo

la Provincia di Cosenza. Il 21 e 22 giugno andiamo a votare. E' un nostro diritto e un nostro dovere, e grazie ad esso saremo i soli artefici del cambiamento». Insomma del ballottaggio e degli apparentamenti se ne parlerà ancora per molto. Le strategie politiche cambieranno già da dopodomani. A seconda di chi vincerà l’attenzione sarà tutta rivolta alle prossime elezioni, quelle regionali, dove si attende un fortissimo scontro.

SCALEA - Sorpreso con hascisc in territorio lucano. Giovane di Rossano deferito alla Procura della Repubblica Calabrese sorpreso in possesso di sostanza stupefacente in territorio lucano. Nei giorni scorsi G.C. 42enne originario di Cosenza ma domiciliato a Rossano è rimasto intrappolato nella fitta rete tesa dalle forze dell’ordine lungo la Ss 585 Fondovalle del Noce in agro del comune di Nemoli, nel potentino. Questa volta il giovane cosentino è stato fermato lungo l’arteria statale che stava percorrendo a bordo della sua vettura e, dopo un’attenta perquisizione dell’auto, sono saltati fuori ben quindici grammi di hashish, ora spetta l’esame del laboratorio analisi sostanze stupefacenti che dovrà stabilire il grado di purezza della droga sequestrata e quante dosi potevano essere ricavate dalla sostanza stupefacente. Infatti la droga per il quantitativo superiore ai limiti massimi indicati nel decreto del ministro della salute appariva destinata ad un uso non esclusivamente personale. Il giovane al termine delle operazioni di polizia giudiziaria è stato deferito a piede libero presso la procura della repubblica di Lagonegro.

Martino Ciano

Emilia Manco

Udc perentorio, bene Occhiuto TIRRENO – «L’ UDC non può

essere ambiguo». Così l'esponente tortorese dell'Udc, Giuseppe Messineo, difende le scelte del suo capogruppo Occhiuto e ribadisce l'importanza dell'accordo tra il suo partito e Pino Gentile. Il chiacchierato accordo è stato giudicato dai più come “dimostrazione della più becera convenienza politica” ma l'esponente tortorese non è stato di questo avviso e ha rispedito al mittente le accuse. «Abbiamo condotto una campagna elettorale portando avanti un programma volto a creare una

Provincia diversa, con proposte fattive, non fantasiose e per carpire il voto dei giovani e meno giovani. L’ accordo con il PdL nasce dalla convergenza di due gruppi verso una Amministrazione Provinciale che dia una maggiore attenzione alle periferie, alla diminuzione degli assessori e tante altre nostre proposte sulle quali il nostro elettorato ci ha dato fiducia. Chiediamo di continuare a credere in noi e li invitiamo a votare alla Presidenza Pino Gentile. Insieme possiamo mettere fine ad una gestione a circolo chiuso del-

IN BREVE

BELVEDERE Intervento sul filo di lana per il locale circolo di centrosinistra, “per smentire un presunto disimpegno degli iscritti e simpatizzanti”

Il Pd precisa, siamo con Oliverio «Le ragioni della politica devono prevalere sulle comprensibili amarezze dopo la sconfitta alle comunali» BELVEDERE - Il circolo del P.d. di

Belvedere Marittimo alle elezioni del 21 e 22 giugno si schiera compatto con il presidente uscente Mario Oliverio. Una precisazione doverosa, viene evidenziato nel documento, “per smentire il presunto disimpegno degli iscritti e dei simpatizzanti in questa delicata fase della vita politica calabrese. La riconferma del presidente Mario Oliverio alla guida della provincia di Cosenza assume, infatti, un significato politico che va ben oltre la pur importante necessita’ di confermare un’amministrazione che si e’ distinta tra le province italiane per trasparenza, efficienza e progettualita’. La vittoria del centrosinistra ed il ballottaggio del 21 e 22 giugno e’ fondamentale soprattutto in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio regionale e per rilanciare in calabria il P.d., fulcro dell’unica credibile alternativa di governo al centrodestra”. E’ per queste ragioni che gli iscritti ed i simpatizzanti del circolo del P.d. di Belvedere hanno fatto e faranno prevalere fino all’ultimo le ragioni della politica sulle comprensibili amarezze originate dal disinteresse di parte dei gruppi dirigenti provinciali alle vicende politiche di Belvedere M.mo. “E’ noto infatti che la netta sconfitta del centro sinistra alle recenti elezioni comunali e’ in gran parte imputabile alle divisioni del partito

Aveva droga, giovane di Paola condannato a Lagonegro

Paola

PAOLA – Condannato un 30enne, originario di Paola, per detenzione di

per poi tenere, in vista del ballottaggio, manifestazioni politiche unitarie. L’amarezza e lo sconcerto provocati negli elettori del P.d. da questi comportamenti contraddittori non sono pero’ prevalsi e non prevarranno in queste ultime ore, sulla coscienza politica dei militanti che, come sempre, hanno condotto un’efficace e tradizionale campagna di mobilitazione “porta a porta”.

sostanza stupefacente. Il giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Lagonegro ha condannato V.A. alla pena di quattro anni di reclusione e 18 mila euro di multa oltre che al pagamento delle spese processuali. Il giovane era stato fermato a bordo di una Fiat Stilo lungo la Ss 585 Fondovalle del Noce in agro del Comune di Trecchina. All’atto del controllo i militari hanno rinvenuto ben occultati sotto il sedile anteriore lato passeggero dell’autovettura sulla quale viaggiava ben 572,3435 grammi circa di hashish con un principio attivo pari a grammi 62,958. La sostanza stupefacente per il quantitativo e per le modalità di occultamento, appariva destinata ad un uso non esclusivamente personale e quindi il giovane è stato tratto in arresto. Nelle scorse settimane il Gip Vincenzo Landolfi, su richiesta del difensore dell’imputato munito di procura speciale, con il consenso del pubblico ministero, ha applicato al giovane paolano la pena quattro di quattro anni di reclusione e 18 mila euro di multa oltre che al pagamento delle spese processuali e l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni.

Antonello Troya

emi.man.

Belvedere Marittimo

che solo i dirigenti Midaglia, Bruno Bossio e Corigliano hanno, invano, cercato di superare. E’ noto, inoltre, che non tutti i candidati alla provincia del nostro collegio, facenti capo allo schieramento del presidente Oliverio, hanno inteso appoggiare il centrosinistra nella competizione elettorale comunale. E’ noto, altresi’, che gli stessi, pur concorrendo al fianco di Mario Oliverio hanno condotto una campagna elettorale dai toni alti ed aspri,

PRAIA A MARE Si è tenuta una serata a scopo benefico a sostegno dell’associazione onlus

“Teniamoci per mano” per i disabili PRAIA A MARE - Venerdì 19 giu-

gno presso il Plaza Cafè in Piazza della Resistenza si è tenuta una serata a scopo benefico organizzato dall’associazione “Teniamoci per mano onlus”. L’associazione ha lavorato duramente per tutto questo inverno con i bambini diversamente abili, portando avanti dei progetti per far conoscere la natura, gli animali e il mondo che ci circonda a delle persone che purtroppo non hanno piena autonomia. La serata è stata finalizzata alla raccolta di fondi per le attività che l’associazione svolge e vuole portare avanti per regalare felicità a questi bambini. Gli ospiti che

hanno intrattenuto la serata con le loro canzoni tradizionali pugliesi sono stati i “Tarantati”, gruppo che fonda le loro radici in Puglia, portando avanti la loro cultura popolare ed esibendosi sul palco con un gruppo di ballerini. La presidente dell’associazione “Teniamoci per mano” Daniela Depresbiteris interviene dicendo che:”In nome di tutta l’associazione ringrazio tutti i commercianti che hanno contribuito alla festa con la donazione di alcuni prodotti venduti da loro. Ringrazio soprattutto Alessandro Argirò, titolare del Plaza Cafè che volontariamente si è offerto a mettere a disposizione il

proprio locale senza fini di lucro”. Infine La presidente dell’associazione conclude dicendo che:”Un altro ringraziamento speciale va fatto alle signore del comitato organizzativo di Tortora “Il corso in festa” che hanno partecipato alla manifestazione preparando un ricco e gustoso buffet. E’ stata comunque una giornata speciale per tutti i presenti. Poter scorpire le particolari affinità che questa associazione ha con il mondo del sociale e del culturale ha aperto la strada a nuovi importanti impegni da mettere in campo. Angelo De Presbiteris


34 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

PROVINCIA DI COSENZA SIBARI Incarico affidato alla Demoter Spa di Messina. La Coldiretti ha espresso la sua soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto

Condotte irrigue, consegnati i lavori Riguardano l’installazione di moderne tubature nel destra Crati e nella fascia costiera fino al Trionto SIBARI – Coldiretti Cosenza esprime viva soddisfazione per la consegna dei lavori, per un importo di dieci milioni di euro (10.640.073), che il Commissario Straordinario del Consorzio di Bonifica Sibari Crati, Salvatore Gargiulo, ha affidato all’Impresa Demoter SpA di Messina per il “riordino irriguo destra Crati e della fascia costiera fino al Trionto”. In concreto si tratta della sostituzione della obsoleta condotta irrigua, formata da canalette a cielo aperto, con moderne tubazioni interrate che dalla Diga di Tarsia servirà l’intera Piana di Sibari per arrivare con ulteriori lotti sino ai territori del Trionfo, nel rossanese. Coldiretti Cosenza – afferma il direttore provinciale Salvatore Loffreda, - è soddisfatta dell’obiettivo raggiunto in quanto una moderna rete irrigua è alla base dello sviluppo del comparto agricolo di un territorio come quello della Piana di Sibari, al centro del Distretto Agroalimentare di Qualità, che genera la maggior parte del PIL agricolo della Calabria ed è fonte di reddito per centinaia di imprese agricole e di occupazione per migliaia di addetti. Il riordino delle condotte irrigue della Piana di Sibari – continua Loffreda – da parte del Consorzio Sibari Crati e dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Calabria va nella direzione di tutelare e difendere gli interessi economiMORANO CALABRO - Francesco

Di Leone festeggia la sua elezione. Il Sindaco ha tenuto un breve comizio e ribadito le linee guida del suo programma. In Piazza Giovanni XXIII, per l’occasione gremita all’inverosimile, il sindaco di Morano, Francesco Di Leone ha tenuto l’atteso comizio di ringraziamento alla popolazione. Un incontro tanto atteso anche da quella perte degli elettori che lo ha sostenuto, e anche da quelli che non lo hanno votato. Il Primo cittadino è salito sullo stesso palchetto utilizzato per le manifestazioni della campagna elettorale. Ma questa volta lo ha fatto da vincitore. Insieme a tutti gli uomini e le donne della sua lista. Fra gli applausi di tanta gente comune e di molti supporter. Col proverbiale sorriso e l’aplomb che lo distingue, non senza emozione, dopo aver dedicaMORMANNO – La cittadina di Mormanno ha chiuso la sua esperienza nella trasmissione di Rai 2 “Mezzogiorno in Famiglia”. Il secondo posto nella classifica finale lascia certamente un pò di amaro in bocca, anche perché la vittoria è stata a portata di mano fino alle ultime battute della gara. “Il primo premio sarebbe stato “la ciliegina sulla torta”, il giusto coronamento al grande impegno profuso ma accettiamo sportivamente il verdetto del gioco e riconosciamo all’avversario meriti e valore. Di queste dieci settimane su Rai2 resterà sicuramente un bel ricordo – afferma il primo cittadino di Mormanno - abbiamo aperto una finestra dalla quale la nostra Mormanno ha ben figurato promuovendo nell’intera nazione un’immagine positiva di se e dell’intera Calabria di cui era vessillo. Siamo partiti con l’idea di promuovere turisticamente il nostro paese ed abbiamo raccolto

IN BREVE

Una condotta irrigua

ci ed occupazionali di questo territorio che esprime prodotti di eccellenza e di qualità (ortofrutta, clementine, latte, olio, etc..) del vero Made in Calabria esportato in tutta Europa. Coldiretti Cosenza, pertanto, continua Salvatore Loffreda - coglie l’occasione per ringraziare il Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria ed il Commissario del Consorzio di Bonifica “Sibari – Crati”, Salvatore Gargiulo per la sensibilità e l’impegno profuso per la risoluzione delle annose problematiche legate all’ammodernamento della rete irrigua della Piana di Sibari. Certo ancora molteplici sono le difficoltà che quotidianamente emergono nella campagna irri-

gua in corso che, comunque, pur con grandi difficoltà si riesce a garantire su tutto il comprensorio irriguo consortile. Riteniamo – conclude il direttore provinciale di Coldiretti, Salvatore Loffreda - che tali lavori siano una prima risposta alla grande attività di programmazione che il Commissario Straordinario, Salvatore Gargiulo, assieme alla Consulta delle organizzazioni dei produttori agricoli hanno profuso al fine di consegnare ai legittimi proprietari (gli agricoltori) che, attraverso gli organi previsti dal rinnovo delle prossime elezioni, potranno amministrare un comprensorio che per decenni è stato mortificato da gestioni commissariali.

ROSSANO - Croce Rossa, Margherita Carignola è il nuovo commissario del comitato locale E’ Margherita Carignola il nuovo commissario del Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Rossano. Subentra a Raffaella De Florio. Intanto sabato prossimo la sede di Viale Sant’Angelo festeggia i 150 dell’Associazione di volontariato. Un riconoscimento imporrtante che qualifica maggioramente chi si impegna giornalmente in difesa dei più deboli e dei malati. Umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità, universalità. Sono questi i 7 principi fondamentali della Croce Rossa Italiana fatti propri, ribaditi dal comitato locale di Rossano che dallo scorso 29 Maggio 2009, attraverso un’ordinanza commissariale, è rappresentata dalla Prof.ssa Margherita Carignola. Volontari del Soccorso, Donatori di Sangue, Pionieri, Comitato Femminile, Infermiere Volontarie, Unità Specialistiche. Sono questi i nuclei che lavorano intorno alla sede di Viale Sant’Angelo e che il prossimo Sabato 27 Giugno 2009 festeggeranno insieme i 150 della prestigiosa e storica associazione internazionale. Sono diversi gli appuntamenti e gli impegni che il Comitato Locale di Rossano ha già messo in calendario per i prossimi mesi estivi. Dalle iniziative di sensibilizzazione alla sicurezza stradale; alla distribuzione di viveri; dal monitoraggio delle spiagge per la sicurezza dei bagnanti ai presidi in occasione di eventi come quello previsto nelle prossime settimane presso il Centro Commerciale “I Portali” di Corigliano e dedicato ad una tre giorni di sport. Il Comitato Locale di Rossano, con i suoi volontari continuerà ad offrire inoltre diversi servizi, come il trasporto di infermi a corto, medio e lungo raggio, il primo soccorso in ausilio al Suem 118, assistenza ricreativa ai bambini disabili grazie al centro ricreativo "Mamma Luisa", servizio dialisi convenzionato, divulgazione di una corretta educazione sanitaria, raccolta sangue e sensibilizzazione sulla donazione di sangue.

MORANO C. Il neo sindaco ha tenuto un breve comizio ed un incontro con i suoi elettori. Subito al lavoro

Di Leone festeggia la sua elezione to il successo ad una persona scomparsa, ha richiamato i punti salienti del suo programma sintetizzandone i punti qualificanti. Di Leone ha anche ripercorso i momenti più significativi della campagna elettorale sottolineando come “l’eccellente risultato” sia figlio di un “progetto innovativo ma anche di una condotta mite, osservata a tutela delle persone e dei candidati”. “Non abbiamo risposto ai numerosi attacchi di carattere personale che abbiamo dovuto registrare in tutto il periodo preelettorale – ha detto Di Leone – né mai abbiamo ceduto ad intemperanze lesive della dignità altrui. Con queste premes-

Francesco Di Leone

se, che sono di uguaglianza, solidarietà, rispetto e apertura verso tutti, siamo pronti ad affrontare le sfide del futuro. Ci sarà una Giunta che avrà mera valenza formale, giacché tutti i componenti la lista avranno una delega e anche chi non è riuscito ad entrare nel novero degli eletti sarà adeguatamente coinvolto”. Il Sindaco ha poi ribadito quanto dichiarato alla stampa, e cioè, che sia lui sia l’intero esecutivo rinunceranno alle indennità di carica destinandola all’implementazione di iniziative e gruppi di lavoro dei quali faranno parte i candidati dell’Olmo. A margine del suo discorso, sobrio ma concreto, privo di ac-

MORMANNO Archiviata l’esperienza a Mezzogiorno in famiglia con un autorevole seconda piazza

Posto d’onore per la città di Mormanno molto di più. Abbiamo mobilitato energie, saperi e tradizioni di cui oggi apprezziamo maggiormente il valore, abbiamo risvegliato un sano orgoglio di appartenenza e di comunità che sarà di grande aiuto per le prove che il futuro ci pone. La prossima sfida è quella di non vanificare la formidabile occasione che la partecipazione a “Mezzogiorno in Famiglia” ci ha dato. Se oggi Mormanno – prosegue il sindaco - non è più l’anonimo paese di un anno fa per il domani occorre tenere viva l’ambizione a diventare centro di attrazione turistica. L’amministrazione comunale continuerà su questa rotta ma ora, più che in passato, è richiesto uno sforzo collettivo dell’intera comunità.

centi retorici, in un tripudio di applausi e auguri, dopo aver invitato ancora una volta a votare per il centrosinistra al turno di ballottaggio che in caso di vittoria di Mario Oliverio lo vedrebbe tra i banchi dell’assise provinciale, Di Leone, attorniato dal suo entourage, sulle note di “Bella ciao” ha dato il via alla festa popolare, protrattasi sino a notte fonda tra canti, balli e manicaretti. Intanto, il primo Consiglio comunale della legislatura si è tenuto lo scorso 17 giugno nella sala convegni del Monastero di San Bernardino da Siena. Cinque i punti in agenda affrontati: Convalida dei consiglieri eletti; Giuramento del Sindaco; Comunicazione nomina componenti Giunta municipale e Vicesindaco; Costituzione Gruppi consiliari; Costituzione Commissione elettorale comunale. Non partiamo da zero. Possiamo contare su un patrimonio di energie per le quali non troverò mai parole sufficienti ad esprimere la gratitudine che meritano per quanto hanno fatto in questi mesi. L’assessore Zaccaria ed il suo gruppo di lavoro con particolare menzione alle donne instancabili, i ragazzi della squadra in studio, i cantanti, i ballerini ed i tanti che si sono cimentati nei giochi in piazza, gli artigiani e gli operatori turistici di Mormanno e dell’intera regione che hanno dato un prezioso segno di disponibilità ben oltre il particolare interesse di promozione aziendale, la “gente comune”, depositaria di antiche tradizioni, che per loro merito oggi sono state riscoperte ed apprezzate, le associazioni, preziosissime, e tutti coloro che a vario titolo sono stati direttamente interessati dall’organizzazione”. Emilia Manco


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 35

PROVINCIA DI COSENZA CARIATI – Marketing territoria-

le; management dell’identità, promozione della educazione civica, della cultura della legalità, della letteratura mediterranea, della ricerca scientifica, della creatività e dell’innovazione e del dialogo interculturale; giornalismo d’inchiesta; promozione e divulgazione della cittadinanza europea; riconoscimento ai concittadini cariatesi che si siano particolarmente distinti, a Cariati e nel mondo, per le loro attività ed iniziative, nel settore pubblico o privato. È attraverso queste 6 menzioni speciali, corrispondenti a sei distinte sezioni, che il Premio Herakles vuole rappresentare, anche per l’edizione 2009, il massimo riconoscimento da parte della Comunità di Cariati, a personalità pubbliche, italiane e straniere, che si siano partico-

CARIATI La cerimonia è in programma per il prossimo 4 luglio. Nei giorni scorsi la presentazione

Herakles, sei premiati di prestigio larmente distinte per l’impegno, l’originalità, la passione e i risultati. Dopo la modifica del regolamento (composto da 5 articoli) e l’indicazione, nei giorni scorsi in Consiglio Comunale, dei 6 componenti della commissione (2 consiglieri comunali più 4 rappresentanti della cultura e del mondo della scuola), si sta lavorando, in queste ore, per l’individuazione dei 6 prestigiosi ed autorevoli premiandi 2009 la cui ufficializzazione pubblica dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. La cerimonia ufficiale di premiazione, con la consegna delle

6 statuette in bronzo, realizzate artigianalmente dal Maestro Franco Salvato, raffiguranti la singolare statuetta brezia dell’herakles di Cariati, rinvenuto nel 1925 a Cariati ed oggi custodita presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, si terrà Sabato 4 Luglio a Cariati, in Piazza Friozzi nel Centro Storico. La Commissione è composta, dal Sindaco pro tempore che la presiede o da un suo delegato; da due membri in rappresentanza del consiglio comunale (individuati in Leonardo Montesanto e Giancarlo Greco) e da 4 rappresentanti di spicco del mondo della cultura e della Scuola (la scrittrice Assunta Scorpiniti, lo storico Franco Liguori, il poeta ed intellettuale Rocco Taliano Grasso ed il Dirigente Scolastico Serafino Donnici).

IONIO Le verifiche su tutto il litorale sono state disposte dal comandante della capitaneria di porto finalizzate al contrasto dell’abusivismo

Costruzioni abusive, tolleranza zero A Villapiana i militari hanno accertato la realizzazione di lavori abusivi in una struttura turistica IN BREVE

IONIO - Militari della Guardia Co-

stiera, nel corso delle verifiche disposte dal Comandante della Capitaneria di Porto di Corigliano sul litorale del Compartimento Marittimo finalizzate al contrasto dell’abusivismo, hanno accertato che all’interno di una struttura turistico-balneare ubicata sulla spiaggia del Comune di Villapiana erano in corso lavori edili non autorizzati da parte della locale Amministrazione con regolare concessione demaniale marittima. Le innovazioni riscontrate riguardano tanto modificazioni interne a manufatti (di proprietà dello Stato) in concessione al titolare della struttura turistica quanto la realizzazione di nuovi interventi all’esterno degli stessi immobili consistenti nella predisposizione di nuove piattaforme, docce e impianti idricofognanti. Le innovazioni in corso d’opera sono state poste sotto sequestro penale preventivo da parte dei militari della Guardia Costiera ed il responsabile degli abusi è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Castrovillari per la violazione delle norme demaniali, paesaggistiche ed urbanistiche. La Capitaneria di Porto di Corigliano nell’imminenza dell’apertura delle strutture balneari ha intensificato l’attività di vigilanza su tutto il territorio di competenza allo scopo di prevenire e reprimere quelle condotte illecite

TARSIA - Smontavano un motore ad un’auto rubata Denunciati due meccanici I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di San Marco Argentano hanno effettuato una perquisizione all'interno di un'officina meccanica di Tarsia, sorprendendo due meccanici intenti a smontare il motore di un'auto. L'autovettura, una Fiat Stilo, e' risultata rubata. Gli investigatori erano sulle tracce dell'auto dal giorno prima, quando ne era stato denunciato il furto a Cosenza. I due meccanici, il titolare dell'officina, di 29 anni, e il suo aiutante, di 40 anni, sono stati denunciati in stato di liberta' per ricettazione alla Procura della Repubblica di Castrovillari. L'auto e' stata restituita al proprietario. SPEZZANO A. - Guidavano senza patente. Denunciati I Carabinieri di Spezzano Albanese hanno denunciato un pregiudicato di 18 anni di Castrovillari. Il giovane e' stato sorpreso alla guida dell'autovettura del padre, senza aver mai conseguito la patente. A Roggiano Gravina, invece, sempre i carabinieri, hanno sorpreso un pregiudicato di 53 anni alla guida della propria autovettura. L'uomo, che non era in possesso di patente, perche' revocatagli su disposizione del Prefetto di Cosenza, e' stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cosenza.

La Guardia costiera durante un controllo

che potenzialmente rappresentano minaccia per l’ambiente ed il paesaggio. Non è insolito infatti che nel corso delle operazioni di manutenzione ordinaria dei lidi balneari prima della loro apertura estiva qualche concessionario si "senta” autorizzato ad apportare modifiche alle strutture, alterandone, arbitrariamente, la sagoma e le destinazioni attraverso innovazioni di varia natura. In proposito il Comandante della

Capitaneria di Porto informa come qualsiasi innovazione che venga apportata sul pubblico demanio marittimo e a manufatti sullo stesso esistenti necessiti di essere preventivamente autorizzata, dai competenti uffici comunali, secondo le pertinenti norme del Codice della navigazione e del relativo Regolamento d’esecuzione nonché ai sensi delle disposizioni urbanistiche, edilizie e paesaggistiche.

CORIGLIANO E’ quanto auspica la candidata a sindaco del Pdl alla luce dei fatti accaduti la volta scorsa

Straface: «Operazioni elettorali regolari» CORIGLIANO – Pasqualina Stra-

face invita alla calma e rigetta le accuse strumentali e faziose del centrosinistra. Una situazion e che potrebbe crare non pochi prolemi anche infase di spoglio o di voto. Ad ogni modo auspica il controllo da parte delle forze dell’ordine sul normale svolgimento dell’operazione di voto.“Considerare la partecipazione attenta e vigile – dice la Straface - anche se animata, di alcuni rappresentanti di lista nei seggi elettorali come un tentativo di condizionamento delle normali operazioni elettorali o addirittura di minaccia e di pressione nei confronti di candidati e di cittadi-

ni espressione del centrosinistra, significa sollevare inutili polveroni e non contribuire affatto ad una serena conclusione della campagna elettorale. Se si fossero verificati gli episodi descritti dal candidato a Sindaco del centrosinistra, saremmo stati proprio noi a denunciarli con forza ma siccome questa sortita ha molto di strumentale e di fazioso non possiamo che rigettarla al mittente. Tutti sappiamo che nei seggi elettorali è sempre presente una rappresentanza delle forze dell’ordine che ha il compito di vigilare sul sereno svolgimento delle operazioni elettorali tanto è vero che proprio le stesse

forze dell’ordine non hanno in alcun modo segnalato quei casi di cui parla il centrosinistra né ci sono state denuncie ufficiali da parte di chi si è sentito leso nell’esercizio del proprio diritto a fare il rappresentante di lista. Questa verità – evidenzia ancora la candidata a sindaco - si contrappone, pertanto, alla falsità di una denuncia che sa tanto di doppia morale e di volontà di dividere i “buoni” dai “cattivi”. E’ ora di dire basta alle provocazioni ed alle strumentalizzazioni del centrosinistra; è ora di concludere la campagna elettorale con serenità e con lo sguardo rivolto ai problemi della città”.

SPEZZANO A. - Violazione ordine del giudice, napoletano finisce in manette I Carabinieri di Spezzano Albanese hanno arrestato I.A., 44 anni, napoletano, su disposizione dell'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Catanzaro. L'uomo, che beneficiava della misura, alternativa alla detenzione, dell'affidamento in prova ai servizi sociali, era sottoposto ad un programma di recupero presso la comunita' "Regina Pacis". Le ripetute violazioni al programma hanno indotto i giudici ad emettere il provvedimento. L'uomo e' stato quindi ristretto nella casa circondariale di Castrovillari.


36 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

INTEGRAZIONE E RETTIFICA Avviso di avvio del procedimento per l’approvazione del progetto definitivo e contestuale dichiarazione di pubblica utilita’ dell’opera a integrazione e rettifica dell’avviso pubblicato sul Sito Telematico della Regione Calabria in data 06.03.2008, su “Il Domani” in data 05.03.2008, su “Il Messaggero” in data 05.03.2008, sull’Albo Pretorio del Comune di Maida in data 04.03.2008 e sull’Albo Pretorio del Comune di San Pietro a Maida in data 04.03.2008, ai sensi e per gli effetti delle seguenti disposizioni di legge: • Artt. 10, 11, 16, 18, 19 e 22 del D.P.R. n° 327/2001, e s.m.i.; • Art. 12 del D. Lgs. n° 387/2003; • Art. 7 e seguenti della Legge 7 Agosto 1990 n°241 e s.m.i. OGGETTO: Lavori di realizzazione di un Impianto Eolico denominato “Piano Barone” per la produzione di energia della potenza nominale di 52,5 MW e delle relative infrastrutture, ricadenti nei Comuni di San Pietro a Maida (CZ) e Maida (CZ). La Regione Calabria nella qualità di Autorità Espropriante delle aree occorrenti alla realizzazione dei lavori riportati in oggetto VISTA • la domanda presentata in data 29 Gennaio 2008 prot. n. 777, dalla società Gemsa Energia Fonti Rinnovabili SAPI s.r.l., quale promotore dell’espropriazione, con sede in Rende (CS) alla piazza Martin Luther King scala U , iscritta al Registro delle Imprese di Cosenza al n. 02883320786, diretta ad ottenere dalla Regione Calabria Dipartimento Attività Produttive Settore Energia autorizzazione unica alla costruzione ed all’esercizio del Parco Eolico indicato in oggetto; • la necessità di procedere ad un adeguamento del progetto definitivo dell’Impianto Eolico al fine di conformare lo stesso a quanto richiesto dalla L.R. 42/08; AVVISA ad integrazione e rettifica di quanto pubblicato precedentemente sul Sito Telematico della Regione Calabria in data 06.03.2008, su “Il Domani” in data 05.03.2008, su “Il Messaggero” in data 05.03.2008, sull’Albo Pretorio del Comune di Maida in data 04.03.2008e sull’Albo Pretorio del Comune di San Pietro a Maida in data 04.03.2008, dell’avvio del procedimento di approvazione del “Progetto Definitivo” dei lavori citati in oggetto e del contestuale procedimento di “Dichiarazione di Pubblica Utilità”., Si indica quale Responsabile del Procedimento Ing. Ilario de Marco Il presente avviso rimarrà affisso agli albi pretori dei Comune di San Pietro a Maida (CZ) e Maida (CZ) interessati dai lavori, per un periodo di trenta (30) giorni consecutivi a partire dalla data di pubblicazione dello stesso, nonché pubblicato su uno o più quotidiani a diffusione nazionale e regionale e sul sito informatico della Regione Calabria (htt://www.regione.calabria.it). Tutti gli atti relativi al progetto, unitamente ad una relazione descrittiva dell’opera ed ai nulla osta, alle autorizzazione ed agli atti di assenso acquisiti, sono depositati presso Regione Calabria - Settore Energia - Viale Cassiodoro – Pal.zo Europa. Santa Maria di Catanzaro 88100, tel. 0961-858360, dove potranno essere visionati – previo contatto telefonico al numero sopra riportato nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 09,00 alle ore 12,00 e nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00. Per giorni 30 (trenta) a decorrere dalla data del presente avviso – a pena di decadenza – gli eventuali portatori di interessi pubblici o privati, individuali o collettivi, potranno far pervenire al Responsabile del Procedimento, presso il Settore Energia, le proprie osservazioni (idonee memorie scritte e documenti a mezzo raccomandata A.R.) che saranno valutate da questa Amministrazione Regionale, qualora pertinenti all’oggetto del procedimento. Ai sensi del comma 3 dell’art. 3 del citato DPR 327/2001, qualora gli intestatari non siano più proprietari degli immobili in esame e/o la situazione reale degli interessati catastali sia stata variata rispetto a quella riportata nel prospetto che segue, sono tenuti a comunicarlo allo scrivente Settore entro 30 giorni, indicando altresì, ove ne siano a conoscenza, il nuovo proprietario, o comunque fornendo copia degli atti in possesso utile a ricostruire le vicende degli immobili interessati. Ai sensi del comma 11 dell’art. 16 del DPR 327/2001 il proprietario, nel formulare le proprie osservazioni, può chiedere che l’espropriazione riguardi anche le frazioni residue di non rilevante entità dei suoi beni che non siano state prese in considerazione, qualora per esse risulti una disagevole utilizzazione ovvero siano necessari considerevoli lavori per disporre una agevole utilizzazione. All’uopo si indicano i dati catastali degli immobili interessati dalla presente procedura individuati presso l’Agenzia del Territorio di Catanzaro. Terreni ricadenti nel Comune di MAIDA Foglio 49: Part 132: Sciambata Francesco; Saverio nato a Caraffa di Catanzaro il 15/03/1935 CF. SCMFMC35C15B717W; Sciumbata Antonio nato a Caraffa di Catanzaro il 23/05/1932 CF.SCMNTN32E23B717F Part.244: Spina Maria Teresa nata a Catanzaro il 28/09/1966 CF.SPNMTR66P68C352C; Spina Pasquale nato a Catanzaro il 12/07/1974 CF.SPNPQL74L12C352Z; Spina Rossella nata a Catanzaro il 23/09/1964 CF.SPNRSL64P63C352L; Spina Simone nato a Caraffa di Catanzaro il 23/12/1934 CF.SPNSMN34T23B717K Part.121: Camas Energy S.r.l. con sede in Catanzaro CF.02765800798 Part.120: Camas Energy S.r.l. con sede in Catanzaro CF.02765800798 Part.119: Sulla Rosario nato a Caraffa di Catanzaro il 26/10/1944 CF.SLLRSR44R26B717R Part.106: Sulla Luigi nato a Caraffa di Catanzaro il 14/11/1961 CF.SLLLGU61S14B717R Part.97: Sciumbata Gervasio;fu Giuseppe nato a Caraffa di Catanzaro Part.89: Peta Francesco;di Agostino; Scimbata Rosa; mar Peta fu Giuseppe Part.81: Peta Tommaso;fu Pietro Part.74: Comita Antonio nato a Caraffa del Bianco il 07/09/1932 CF. CMTNTN32P07B717G Part. 57: Ferragina Alessandro nato a Catanzaro il 14/05/1984 CF. FRLLSN84E14C352F Part 56: Trino Domenico nato a Caraffa di Catanzaro il 10/12/1939 Part 40: Sciumbata Gervasio;fu Giuseppe nato a Caraffa di Catanzaro Terreni ricadenti nel Comune di MAIDA Foglio 36: Part. 388: Donato Luigi nato a Caraffa di Catanzaro il 19/9/1924 CF. DNTLGU24P19B717U Part.389: Donato Luigi nato a Caraffa di Catanzaro il 19/9/1924 CF. DNTLGU24P19B717U Part.172: Iania Angelo nato a Caraffa di Catanzaro il 11/4/196 CF. NIANGL60D11B717X Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 2: Part. 16: Pantani Domenico nato a Maida il 10/03/1948 CF. PNTDNC48C10E834K; Part. 26: Costantino Francesco, Fu Domenico; Part. 76: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 25: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 279: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 280: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 45: Costantino Giovanni, Fu Francesco; Part. 282: Costantino Giovanni, Fu Francesco; Part. 283: Costantino Giovanni, Fu Francesco; Part. 207: Isabella Giuseppe nato a Lamezia Terme l’11/05/1979 CF. SBLGPP79E11M208J; Part. 27: Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 05/06/1945 C.F. LLAMRC45H05I093D; Part. 28: Aiello Gregorio nato a San Pietro a Maida il 08/11/1947 CF. LLAGGR47S08I093W; Part. 288: Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 05/06/1945 C.F. LLAMRC45H05I093D; Part. 29: Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 05/06/1945 C.F. LLAMRC45H05I093D; Part. 290: Aiello Gregorio nato a San Pietro a Maida il 08/11/1947 CF. LLAGGR47S08I093W; Part. 30: Azzarito Caterina, Fu Pietroantonio; Part. 31: Bonello Elisabetta, Fu Pietroantonio; Part. 32: Nosdeo Domenica nata a San Pietro a Maida il 02/12/1921 CF NSDDNC21T42I093U; Part. 314: Nosdeo Maria nata a San Pietro a Maida il 19/11/1911; Part. 33: Bonello Domenico nato a San Pietro a Maida il 24/06/1916; Bonello Francesco nato a San Pietro a Maida il 18/04/1928 CF BNLFNC28D18I093F; Bonello Maria nata a San Pietro a Maida il 04/09/1918 CF. BNLMRA18P44I093I; Part. 34: Marinaro Rina nata a San Pietro a Maida il 29/09/1942 CF MRNRNI42P69I093K; Part. 35: Lombardo Caterina nata a San Pietro a Maida il 18/12/1936 CF LMBCRN36T58I093L; Lombardo Nicola nato a San Pietro a Maida il 14/03/1942 CF LMBNCL42C14I093S; Marinaro Francescoantonio; Part. 36: Azzarito Angela, Fu Luca; Azzarito Antonio, Fu Luca; Azzarito Elisabetta; Ved Azzarito, Fu Nicola; Azzarito Nicola, Fu Luca; Azzarito Teresa, Fu Luca; Azzarito Vincenzo, Fu Luca; Part. 37: Grottini Giovanna nata a San Pietro a Maida il 07/07/1933 CF. GRTGNN33L47I093P; Serratore Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 21/05/1929 CF SRRGPP29E21I093H; Part. 20: Grottini Giovanna nata a San Pietro a Maida il 07/07/1933 CF. GRTGNN33L47I093P; Serratore Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 21/05/1929 CF SRRGPP29E21I093H; Part. 22: Grottini Giovanna nata a San Pietro a Maida il 07/07/1933 CF. GRTGNN33L47I093P; Serratore Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 21/05/1929 CF SRRGPP29E21I093H; Part. 46: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 93: Marinaro Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 12/02/1921; Part. 47: Marinaro Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 12/02/1921; Part. 38: Pileggi Elisabetta nata a San Pietro a Maida l’11/06/1950 CF PLGLBT50H51I093P; Provenzano Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 03/06/1950 CF. PRVGPP50H03I093M; Part. 39: Pileggi Elisabetta nata a San Pietro a Maida l’11/06/1950 CF PLGLBT50H51I093P; Provenzano Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 03/06/1950 CF. PRVGPP50H03I093M; Part. 48: Gualtieri Giuseppe nato a Maida il 24/09/1934 CF GLTGPP34P24E834U; Iuffrida Caterina nata a San Pietro a Maida il 09/02/1937 CF. FFRCRN37B49I093J; Part. 15: Azzarito Angela, Fu Luca; Azzarito Antonio, Fu Luca; Azzarito Elisabetta; Ved Azzarito, Fu Nicola; Azzarito Nicola, Fu Luca; Azzarito Teresa, Fu Luca; Azzarito Vincenzo, Fu Luca; Part. 23: Azzarito Angela, Fu Luca; Azzarito Antonio, Fu Luca; Azzarito Elisabetta; Ved Azzarito, Fu Nicola; Azzarito Nicola, Fu Luca; Azzarito Teresa, Fu Luca; Azzarito Vincenzo, Fu Luca; Part. 41: Gualtieri Giuseppe nato a Maida il 24/09/1934 CF GLTGPP34P24E834U; Iuffrida Caterina nata a San Pietro a Maida il 09/02/1937 CF. FFRCRN37B49I093J; Part. 42: Gualtieri Giuseppe nato a Maida il 24/09/1934 CF GLTGPP34P24E834U; Iuffrida Caterina nata a San Pietro a Maida il 09/02/1937 CF. FFRCRN37B49I093J; Part. 50: Seminara Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 19/03/1947 CF SMNGPP47C19I093G; Part. 49: Gualtieri Giuseppe nato a Maida il 24/09/1934 CF GLTGPP34P24E834U; Iuffrida Caterina nata a San Pietro a Maida il 09/02/1937 CF. FFRCRN37B49I093J; Part. 51: Azzarito Luca nato a San Pietro a Maida il 02/03/1957 CF ZZRLCU57C02I093R; Part. 55: Arena Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 04/06/1964 CF RNAVCN64H04I0983B; Part. 98: Gualtieri Giuseppe nato a Maida il 24/09/1934 CF GLTGPP34P24E834U; Iuffrida Caterina nata a San Pietro a Maida il 09/02/1937 CF. FFRCRN37B49I093J; Part. 102: Arena Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 04/06/1964 CF RNAVCN64H04I0983B; Part. 62: Bonello Caterina Ved Nosdeo, Fu Domenico; D’agostino Caterina, Di Giuseppe; Gullo Francesco, Fu Domenico; Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 95: Limardi Domenico nato a San Pietro a Maida il 02/07/1946 CF LMRDNC46L02I093U; Part. 117: Arena Rocco Giuseppe Di Giuseppe; Part. 71: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 198: Spano’ Elisabetta nata a San Pietro Maida il 04/02/1914 CF SPNLBT14B44I093P; Part. 243: Nosdeo Michelangelo nato a San Pietro a Maida il 26/ 11/1934 CF NSDMHL34S26I093U; Part. 244: Nosdeo Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/06/1943 CF NSDFNC43H07I093N; Part. 245: Nosdeo Francesco nato a San Pietro a Maida il 16/03/1972 CF

NSDFNC72C16I093H; Part. 247: Nosdeo Michelina nata a San Pietro a Maida il 25/03/1940 CF NSDMHL40C65I093N; Part. 248: Nosdeo Giuseppina nata a San Pietro a Maida i 15/04/1945 CF NSDGPP45D55I093D; Part. 86: Nosdeo Michelina nata a San Pietro a Maida il 25/03/1940 CF NSDMHL40C65I093N; Part. 222: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Part. 306: Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Part. 307: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Part. 126: Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part. 221: Russo Marco nato a San Pietro a Maida il 10/09/1929 CF RSSMRC29P10I093A; Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part. 137: Arena Teresa nata a San Pietro a Maida il 11/01/1977 CF RNATRS77A51I093S; Azzarito Ippolita nata San Pietro a Maida il 06/04/1944 CF ZZRPLT44D46I093C; Azzarito Maria nata a San Pietro a Maida il 01/04/1945 CF ZZRMRA45D41I093W; Azzarito Vito Rosario Pietro nato a San Pietro a Maida il 26/10/1933 CF ZZRVRS33R26I093H; Cerra Angela nata a San Pietro a Maida il 12/10/1914 CF CRRNGL14R52I093M; Sonetto Bruno nato a San Pietro a Maida il 21/11/1969 CF SNTBRN69S21I093U; Sonetto Caterina nata a San Pietro a Maida il 03/08/1953 CF SNTCRN53M43I093C; Sonetto Domenico nato a San Pietro a Maida il 22/01/1947 CF SNTDNC47A22I093J; Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il01/10/1949 CF SNTGPP49R01I093K; Zangaro Caterina nata a San Pietro a Maida il 22/03/1949 CF ZNGCRN49C62I093D; Part. 150: Talese Nicola nato a Maida il 25/02/1974 CF TLSNCL74B25E834H; Part. 317: Ferraiolo Caterina; Di Nicola; Marinaro Francescantonio; Fu Domenico; Part. 308: Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Part. 286: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme con sede in LAMEZIA TERME C.F. 92002720792; Part. 284: Costantino Giovanni;Fu Francesco; Part. 285: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme con sede in LAMEZIA TERME C.F. 92002720792; Part. 56: Costantino Giovanni;Fu Francesco; Part. 287: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme con sede in LAMEZIA TERME C.F. 92002720792; Part. 210 Isabella Giuseppe nato a Lamezia Terme il 11/05/1979 CF. SBLGPP79E11M208J; Part. 109: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme con sede in LAMEZIA TERME C.F. 92002720792; Part. 187: Arena Rocco;Giuseppe Di Giuseppe; Part. 94: Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 29/01/1937 C.F. LLAMRC37A29I093X; Part. 179: Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 01/10/1949 C.F. SNTGPP49R01I093K; Part. 159: Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 01/10/1949 C.F. SNTGPP49R01I093K; Part. 161: Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 01/10/1949 C.F. SNTGPP49R01I093K; Part. 162: Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 01/10/1949 C.F. SNTGPP49R01I093K; Part. 96: Giardino Liberata nata a Maida il 06/07/1967 CF GRDLRT67L46E834B; Gullo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 19/03/1959 CF GLLGPP59C19I093Y; Part. 335: Colistra Fabio nato a Maida il 26/02/1974 CF CLSFBA74B26E834C; Colistra Vincenzo Ivan nato a Maida il 10/09/1969 CF CLSVCN69P10E834B ; Colistra Vittoria nata a Maida il 14/12/1967 CF CLSVTR67TO54834J; Perri Marianna nata a Nicastro il 21/02/1937; Part. 336: Colistra Fabio nato a Maida il 26/02/1974 CF CLSFBA74B26E834C; Colistra Vincenzo Ivan nato a Maida il 10/09/1969 CF CLSVCN69P10E834B ; Colistra Vittoria nata a Maida il 14/12/1967 CF CLSVTR67TO54834J; Perri Marianna nata a Nicastro il 21/02/1937; Part. 54: Pileggi Elisabetta nata a San Pietro a Maida l’11/06/1950 CF PLGLBT50H51I093P; Provenzano Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 03/06/1950 CF. PRVGPP50H03I093M Part. 97: Giardino Liberata nata a Maida il 06/07/1967 CF GRDLRT67L46E834B; Gullo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 19/03/1959 CF GLLGPP59C19I093Y; Part. 152: Costantino Annamaria nata a Lamezia Terme il 16/05/1970 CF CSTNMR70E56M208L; Costantino Annibale Domenico nato a Nicastro il 29/11/1965 CF CSTNBL65S29F888L; Costantino Giovanni nato a Nicastro il 19/09/1963; Part. 278: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 208: Gullo Franco nato in Svizzera il 21/09/1968 CF. GLLFNC68P21Z133Q; Part. 197: D’agostino Antonio nato a San Pietro a Maida il 05/06/1953 CF DGSNTN53H05I093G; Part. 309: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 9: Part. 71: Carchidi Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 17/04/1958 CF CRCGPP58D57I093W; Part. 300: Ferraiolo Nicola nato a San Pietro a Maida il 02/071945 CF FRRNCL45L02I093L; Part. 63: Carchidi Marco nato a San Pietro a Maida il 28/03/1954 CF CRCMRC54C28I093N; Part. 299: Ferraiolo Bruno nato a San Pietro a Maida il 19/07/1949 CF FRRBRN49L19I093Z; Part. 302: Ferraiolo Bruno nato a San Pietro a Maida il 19/07/1949 CF FRRBRN49L19I093Z; Part. 392: Azzarito Carmela nata a San Pietro a Maida il 21/03/1940 CF ZZRCML40C61I093C; Cortese Francesco nato a San Pietro a Maida il 11/01/1914 CF CRTFNC14A11I093Q; Cortese Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 02/11/1942 CF CTRGPP42S02I093J; Part. 56 : Ferraiolo Nicola nato a San Pietro a Maida il 02/07/1945 CF FRRNCL45L02I093L; Part. 61: Cortese Francesco nato a San Pietro a Maida il 11/01/1914 CF CRTFNC14A11I093Q; Cortese Gregorio nato a San Pietro a Maida il 30/04/1952 CF CRTGGR52D30I093V; Provenzano Mariannina nata a San Pietro a Maida il 25/10/1955 CF PRVMNN55R65I093P; Part. 55: Ferraiolo Maria nata a San Pietro a Maida il 22/12/1911 CF FRRMRA11T62I093F; Part. 245: Cortese Gregorio nato a San Pietro a Maida il 30/04/1952 CF CRTGGR52D30I093V; Provenzano Mariannina nata a San Pietro a Maida il 25/10/1955 CF PRVMNN55R65I093P; Part. 301: Azzarito Andrea nato a San Pietro a Maida il 26/03/1939 CF ZZRNDR39C26I093A; Part. 53; Part. 238: Ferraiolo Bruno;Fu Domenico; Part. 46: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/09/1945 CF CSTDNC45P16I093Q; Part. 41: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/09/1945 CF CSTDNC45P16I093Q; Part. 396: Ferraiolo Giuseppe nata il 25/09/1947; Part. 397: Ferraiolo Angela nata 14/12/1949; Part. 398: Ferraiolo Domenico nata il 14/03/1954; Part. 399: Ferraiolo Domenico nata il 14/03/1954; Part. 400: Ferraiolo Angela nata 14/12/1949; Part. 39: Cerra Pietro;Fu Bruno; Part. 40: Cerra Pietro;Fu Bruno; Part. 175: Cerra Pietro;Fu Bruno; Part. 65: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme con sede in LAMEZIA TERME CF 92002720792; Part. 248: Panzarella Maria nata a Curinga il 31/05/1965 CF PNZMRA65E71D218T; Panzarella Michelina Maria nata a Curinga il 31/05/1960 CF PNZMHL60E71D218I; Part. 106: Ferraiolo Caterina nata a San Pietro a Maida il 01/10/1945 CF FRRCRN45R41I094I; Greco Vincenzo nato a Maida il 01/01/1948 CF GRCVCN48A01E834Z; Part. 266: Cortese Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 02/11/1942 CF CRTGPP42S02I093J; Part. 322: Diaco Elia nato a San Pietro a Maida il 10/12/1933 CF DCILEI33T10I093D; Part. 23: Carchidi Antonia nata a San Pietro a Maida il 26/04/1955 CF CRCNTN55D66I093I; Trovato Rocco nato a San Pietro a Maida il 16/08/1955 CF TRVRCN55M16E834H; Part. 87: Ferraiolo Caterina nata a San Pietro a Maida il 01/10/1945 CF FRRCRN45R41I094I; Greco Vincenzo nato a Maida il 01/01/1948 CF GRCVCN48A01E834Z; Part 323: Carchidi Antonia nata a San Pietro a Maida il 26/04/1955 CF CRCNTN55D66I093I; Trovato Rocco natio a Maida il 16/08/1955 Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 4: Part. 289: Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/01/1957 CF CMPFNC57A071093G; Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 28/07/1949 CF CMPMRA49L68I093I; Part. 218: Aiello Maria Rosa nata a San Pietro a Maida il 28/04/1950 CF LLAMRS50D68I093U; Campisano Fabio nato a Lamezia Terme il 13/10/1983 CF CMPFBA83R13M208V; Campisano Franco nato in Svizzera il 22/12/1974 CF CMPFNC74T22Z133U; Campisano Vincenzo nato in Svizzera il 19/04/1971 CF CMPVCN71D19Z133L. Part. 75: Lapiana Maria nata a Borgia il 25/01/1959 CF LPNMRA59A65B002E; Maggisano Federica nata a Soverato il 19/05/1989 CF MGGFRC89E59I872A; Maggisano Maria nata a Catanzaro il 28/07/1978 CF MGGMRA78L68C352C; Maggisano Valentina nata a Catanzaro il 20/12/1983 CF MGGVNT83T60C352F. Part. 389: Campisano Antonino nato a San Pietro a Maida il 05/09/1913 CF CMPNNN13P05I093G; Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W; Campisano Elisabetta nata a San Pietro a Maida il 13/11/1902; Campisano Francesca nata a San Pietro a Maida il 30/11/1909; Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 23/11/1948 CF CMPFNC48S23I093G; Campisano Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 31/01/1917 CF CMPGPP17A31I093C; Campisano Ippolita nata a San Pietro a Maida il 29/01/1921 CF CMPPLT21A69I093N; Campisano Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 15/06/1919 CF CMPVCN19H15I093U. Part. 390: Campisano Antonino nato a San Pietro a Maida il 05/09/1913 CF CMPNNN13P05I093G; Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W; Campisano Elisabetta nata a San Pietro a Maida il 13/11/1902; Campisano Francesca nata a San Pietro a Maida il 30/11/1909; Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 23/1171948 CF CMPFNC48S23I093G; Campisano Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 31/01/1917 CF CMPGPP17A31I093C; Campisano Ippolita nata a San Pietro a Maida il 29/01/1921 CF CMPPLT21A69I093N; Campisano Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 15/06/1919 CF CMPVCN19H15I093U. Part. 71: De Fiore Maria –Mar Ciriaco nata a Maida il 02/05/1908 CF DFRMRA08E42E834Y. Part. 391: Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/01/1957 CF CMPFNC57A071093G; Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 28/07/1949 CF CMPMRA49L68I093I. Part. 42: Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 10/07/1925 CF CMPMRA25L50I093H; Campisano Nicola nato a San Pietro a Maida il 27/01/1927 CF CMPNCL27A27I093C. Part. 242: Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 10/07/1925 CF CMPMRA25L50I093H; Campisano Nicola nato a San Pietro a Maida il 27/01/1927 CF CMPNCL27A27I093C. Part. 421: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/01/1964 CF CSTDNC64A16I093T. Part. 420: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/01/1964 CF CSTDNC64A16I093T. Part. 232: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/01/1964 CF CSTDNC64A16I093T; Maglia Francesca nata a Curinga il 01/04/1966 CF MGLFNC66D41D218L. Part. 419: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 16/01/1964 CF CSTDNC64A16I093T; Maglia Francesca nata a Curinga il 01/04/1966 CF MGLFNC66D41D218L. Part. 60: Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W. Part. 299: Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/01/1957 CF CMPFNC57A071093G; Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 28/07/1949 CF CMPMRA49L68I093I. Part. 211: Costantino Francesco nato a San Pietro a Maida il 21/01/1947 CF CSTFNC47A21I093E. Part. 292: Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W. Part. 244: Costantino Francesco nato a San Pietro a Maida il 21/01/1947 CF CSTFNC47A21I093E.

Part. 297: Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W. Part. 54: Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/01/1957 CF CMPFNC57A071093G; Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 28/07/1949 CF CMPMRA49L68I093I. Part. 287: Campisano Caterina nata a San Pietro a Maida il 07/05/1901 CF CMPCRN01E47I093W. Part. 41: Campisano Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/07/1950 CF CMPDNC50L01I093J; Falbo Caterina nata a San Pietro a Maida il 08/01/1955 CF FLBCRN55A48I093J. Part.53: Campisano Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/07/1950 CF CMPDNC50L01I093J; Falbo Caterina nata a San Pietro a Maida il 08/01/1955 CF FLBCRN55A48I093J. Part. 99: Greto Angela Maria nata a San Pietro a Maida il 16/04/1934 CF GRTNLM34D56I093I. Part. 245: Greto Angela Di Salvatore. Part. 101: Cerra Giovanni nato a San Pietro a Maida il 12/03/1956 CF CRRGNN56C12I093U; Cerra Maria nata a San Pietro a Maida il 08/09/1959. Part. 126: Russo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 26/03/1960 CF RSSGPP60C26I093U. Part. 270: Azzarito Maria nata a San Pietro a Maida il 04/06/1962 CF ZZRMRA62H44I093S. Part. 298: Campisano Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/07/1950 CF CMPDNC50L01I093J; Falbo Caterina nata a San Pietro a Maida il 08/01/1955 CF FLBCRN55A48I093K. Part. 290: Lio Antonietta nata a Serrastretta il 24/09/1927 CF LIONNT27P64I655Q; Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 8: Part. 147: Ferraiolo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 10/04/1946 CF FRRGPP46D10I093H; Sonetto Elisabetta nata a San Pietro a Maida il 31/01/1953 CF SNTLBT53A71I093O; Part. 123: Varrese Francesco nato a San Pietro a Maida il 21/06/1944 CF VRRFNC44H21I093P Part. 510: Costantno Angela; Di Giovanni Part. 626: : Aiello Caterina nata a San Pietro a Maida il 28/06/1956 CF LLACRN56H68I093V Part. 197: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y Part 161: Umbro Caterina nata a Nicastro il 21/07/1961 CF MBRCRN61L61F888X; Part 435: Marrello Angela nata a San Pietro a Maida il 20/03/1920; Marrello Francesco nato a San Pietro a Maida il 20/05/1914; Marrello Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 10/05/1926; Part. 676: Costantino Marco Antonio nato a San Pietro a Maida il 16/04/1955 CF CSTMCN55D16I093D; Part.601: Falbo Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/03/1948 CF FLBPQL48C28I093U; Gullo Veronica nata a San Pietro a Maida il 05/04/1954 CF GLLVNC54D45I093J; Part.180: Ferraiolo Maria nata a San Pietro a Maida il 23/08/1933 CF FRRMRA33M63I093U; Tedesco Domenico nato a San Pietro a Maida il 30/05/1927 CF TDSDNC27E30I093A; Part.526: Azzarito Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 30/11/1966 CF. ZZRGPP66S30I093M; Part.143: Grasso Caterina nata a San Pietro a Maida il 20/03/1960 CF GRSCRN60CI093P; Grasso Raffaele nato a San Pietro a Maida il 22/06/1956 CF GRSRFL56H22I093X; Grasso Vincenzo Nato a San Pietro a Maida il 06/10/1958 CF GRSVCN58R06093W; Zacchi Gliuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/09/1921 CF ZCCGPP21P41I093O Part.599: Falbo Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/03/1948 CF.FLBPQL48C28I093U; Gullo Veronica nato a San Pietro a Maida il 05/04/1954 CF. GLLVNC54D45I093J Part.20: Signoretti Elisabetta;mar Iuffrida di Vincenzo Part.438: Costantino Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 27/10/1946 CF. CSTVCN46R27I093N Part 443: Spano Carmelo nato a San Pietro a Maida il 15/07/1944 CF. SPNCML44L15I093E Part. 361: Costantino Giovanni Di Giovan Domenico; Costantino Mariano Di Giovanni; Costantino Giovan Domenico Di Giovanni; Gullo Francesco Fu Elia; Gullo Pietro Fu Elia Part. 12: Butruce Angela nata a San Pietro a Maida il 19/06/1914 CF BTRNGL14H59I093I; Campisano Domenico nato a San Pietro a Maida il 03/2/1915 CF CMPDNC15B03I093E; Campisano Francesco nato a San Pietro a Maida il 23/11/1948 CF CMPFNC48S23I093G; Part. 13: Marinaro Caterina Ved Bonello, Fu Vincenzo; Part. 14: Costantino Franca nata a San Pietro a Maida il 07/03/1956 CF CSTFNC56C47I093E; Part. 15: Sonetto Caterina nata a San Pietro a Maida il 05/04/1972 CF SNTCRN72D45I093A; Sonetto Concettina nata a San Pietro a Maida il 30/10/1969 CF SNTCCT69R70I093A; Part. 16: Costantino Franca nata a San Pietro a Maida il 07/03/1956 CF CSTFNC56C47I093E; Part. 25: Michienzi Caterina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1963 CF MCHCRN63P67I093Z; Serratore Giovanni nato a San Pietro a Maida il 21/01/1953 CF SRRGNN53A21I093Q; Part. 24: Michienzi Caterina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1963 CF MCHCRN63P67I093Z; Serratore Giovanni nato a San Pietro a Maida il 21/01/1953 CF SRRGNN53A21I093Q; Part. 23: Serratore; Fu Giuseppe; Part. 40: Diaco Angela; Fu Antonino; Part. 47: Russo Domenico nato a San Pietro a Maida il 13/12/1964 CFRSSDNC64T13I093Z; Russo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 06/12/1936 CF RSSGPP36T06I093Z; Part. 600: Signoretti Elisabetta; Mar Iuffrida Di Vincenzo; Part. 70: Signoretti Elisabetta; Mar Iuffrida Di Vincenzo; Part. 69: Signoretti Elisabetta; Mar Iuffrida Di Vincenzo; Part. 92: Asilo Infantile Pietrantonio Sgro S Pietro A Maida; Part. : 82: Costantino Franca nata a San Pietro a Maida il 07/03/1956 CF CSTFNC56C47I093E; Part. 68: Iufrida Maria Elisabetta, Fu Marco; Mancuso Teresina Di Giuseppe; Pagliaro Giuseppe Domenico nato a San Pietro a Maida il 26/09/1972 CF PGLGPP72P26I093X; Pagliaro Guglielmo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 21/01/1969 CF PGLGLL69A21I093I; Pagliaro Michela Maria Grazia nata a San Pietro a Maida il 09/08/1970 CF PGLMHL70M49I093I Part. 36: Azzarito Vito Rosario Pietro nato a San Pietro a Maida il 26/10/1933 CF ZZRVRS33R26I093H; Signoretti Ippolita nata a San Pietro a Maida il 20/06/1894 CF SGNPLT94H60I093U; Part. 81: Iuffrida Gregorio;Fu Marco; Part. 84: Azzarito Tommasina nata a San Pietro a Maida il 05/02/1923 CF ZZRMS23B45I093F; Part. 80: Costantino Angela nata a San Pietro a Maida il 10/02/1925 CF CSTNGL25B50I093N; IUFRIDA CHIARA nata a Lamezia Terme il 25/08/1988 CF FFRCHR88M65M208G; Iuffrida Giovanni Pasquale nato a San Pietro a Maida il 19/04/1954 CF FFRGNN54D19I093G; Iuffrida Gregorio nata a San Pietro a Maida il 25/10/1956 CF FFRGGR56R25I093B; Iuffrida Valentina nata a Lamezia Terme il 01/05/1981 CF FFRVNT81E41M208Z; Vasta Stefanina Luigia nata a San Pietro a Maida il 16/11/1957 CF VSTSFN57S56I093H; Part. 493: Costantino Antonio nato a San Pietro a Maida il 13/06/1950 CF CSTNTN50H13I093K; Costantino Concetta nata a San Pietro a Maida il 25/11/1947 CF CSTCCT47S65I093F; Costantino Francesco nato a San Pietro a Maida il 17/09/1944 CF CSTFNC44P17I093T; Costantino Gregorio nato a San Pietro a Maida il 12/08/1937 CF CSTGGR37M12I093I; Marasco Angela nata a San Pietro a Maida il 09/12/1930 CF MRSNGL30T49I093B; Marasco Peppino nato a San Pietro a Maida il 15/04/1946 CF MRSPPN46D15I093J; Marasco Tina nata a Nicastro il 02/12/1942 CF MRSTNI42T42F888X; Marasco Tullio nato a Lamezia Terme il 12/03/1941 CF MRSTLL41C12M208I; Part. 473: Asilo Infantile Pietrantonio Sgro S Pietro A Maida; Part. 496: Costantino Antonio nato a San Pietro a Maida il 13/06/1950 CF CSTNTN50H13I093K; Costantino Concetta nata a San Pietro a Maida il 25/11/1947 CF CSTCCT47S65I093F; Costantino Francesco nato a San Pietro a Maida il 17/09/1944 CF CSTFNC44P17I093T; Costantino Gregorio nato a San Pietro a Maida il 12/08/1937 CF CSTGGR37M12I093I; Marasco Angela nata a San Pietro a Maida il 09/12/1930 CF MRSNGL30T49I093B; Marasco Peppino nato a San Pietro a Maida il 15/04/1946 CF MRSPPN46D15I093J; Marasco Tina nata a Nicastro il 02/12/1942 CF MRSTNI42T42F888X; Marasco Tullio nato a Lamezia Terme il 12/03/1941 CF MRSTLL41C12M208I; Part. 123: Varrese Francesco nato a San Pietro a Maida il 21/06/1944 CF VRRFNC44H21I093P; Part. 129: Aiello Angela nata a San Pietro a Maida il 29/02/1924 CF 29/02/1924 CF LLANGL24B69I093M; Aiello Antonia nata a San Pietro a Maida il 08/02/1937 CF LLANTN37B48I093O; Aiello Carmela nata a San Pietro a Maida il 02/05/1927 CF LLACML27E42I093Y; Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 31/03/1933 CF LLAMRC33C31I093D; Aiello Maria nata a San Pietro a Maida il 14/03/1902; Aiello Nicola nato a San Pietro a Maida il 24/03/1895 CF LLANCL95C24I093I; Part. 130: De Sando Nicola;Fu Tommaso. Part. 157: Grasso Caterina nata a San Pietro a Maida il 20/03/1960 CF GRSCRN60CI093P; Grasso Raffaele nato a San Pietro a Maida il 22/06/1956 CF GRSRFL56H22I093X; Grasso Vincenzo Nato a San Pietro a Maida il 06/10/1958 CF GRSVCN58R06093W; Zacchi Gliuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/09/1921 CF ZCCGPP21P41I093O. Part. 158: Colagiuri Giacomo nato a San Pietro a Maida il 16/01/1968 CF CLCGCM68A16I093F; Maggisano Vincenzina nata a San Pietro a Maida il 28/04/1945 CF MGGVCN45D68I093T. Part. 176: Conestabile Antonia nata a San Pietro a Maida il 28/11/1949 CF. CNSNTN49S68I093U; Limardi Domenico nato a San Pietro a Maida il 02/07/1946 CF LMRDNC46L02I093U. Part. 177: Carchidi Bruno; Fu Pasquale Part. 483: Conestabile Antonia nata a San Pietro a Maida il 28/11/1949 CF. CNSNTN49S68I093U; Limardi Domenico nato a San Pietro a Maida il 02/07/1946 CF LMRDNC46L02I093U. Part. 189: Greto Vincenzo;Fu Salvatore Part. 188: Grasso Caterina nata a San Pietro a Maida il 20/03/1960 CF GRSCRN60CI093P; Grasso Raffaele nato a San Pietro a Maida il 22/06/1956 CF GRSRFL56H22I093X; Grasso Vincenzo Nato a San Pietro a Maida il 06/10/1958 CF GRSVCN58R06093W; Zacchi Gliuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/09/1921 CF ZCCGPP21P41I093O; Part. 210: Ferraiolo Bruno nato a San Pietro a Maida il 16/02/1952 CF FRRBRN52B16I093M; Part. 194: Grasso Caterina nata a San Pietro a Maida il 20/03/1960 CF GRSCRN60CI093P; Grasso Raffaele nato a San Pietro a Maida il 22/06/1956 CF GRSRFL56H22I093X; Grasso Vincenzo Nato a San Pietro a Maida il 06/10/1958 CF GRSVCN58R06093W; Zacchi Gliuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/09/1921 CF ZCCGPP21P41I093O; Part. 222: Nosdeo Angela nata a San Pietro a Maida il 29/10/1936 CF NSDNGL36R69I093B; Part. 576: Nosdeo Antonino nato a San Pietro a Maida il 10/10/1949 CF NSDNNN49R10I093O; Nosdeo Pietrantonio nato a Roma il 23/01/1964 CF NSDPRN64A23H501A; Part. 223: Iuffrida Angela nata a San Pietro a Maida il 21/08/1964 CF FFRNGL64M61I093D; Iuffrida Bruna nata a San Pietro a Maida il 01/02/1969 CF FFRBRN69B41I093X; Iuffrida Domenico nato a San Pietro a Maida il 02/09/1930 CF FFRDNC30P02I093N; Iuffrida Francesco nato a San Pietro a Maida il 14/11/1960 CF FFRFNC60S14I093L; Iuffrida Maria nata a San Pietro a Maida il 07/07/1959 CF FFRMRA59L47I093O; Juffrida Antonio nato a San Pietro a Maida il 22/01/1953 CF JFFNTN53A22I093Y; Part. 267: Butruce Angela; Fu Luca nata a San Pietro a Maida il 15/10/1928 CF BTRNGL28R55I093A; Part. 266:Azzarito Marianna nata a San Pietro a Maida il 21/08/1925 CF ZZRMNN25M61I093E; Sgro’ Francesco nato a San Pietro a Maida il 12/01/1949 CF SGRFNC49A12I093Z; Sgro’ Mario nato a San Pietro a Maida il 04/02/1954 CF SGRMRA54B04I093T; Part. 456: Marinaro Teresa nata a San Pietro a Maida il 30/09/1960 CF MRNTRS60P70I093V; Part. 283: Maggisano Giovanni nato in Svizzera il 13/0871962 CF MGGGNN62M13Z133A; Suppa Rita nata a San Pietro a Maida il 07/09/1966 CF SPPRTI66P47I093J; Part. 4: Marinaro Annamaria Nata a San Pietro a Maida il 30/03/1959 CF MRNNMR59C70I093H; Part. 736: Marasco Angela nata a San Pietro a Maida il 09/12/1930 CF MRSNGL30T49I093B; Part. 737: Marasco Angela nata a San Pietro a Maida il 09/12/1930 CF MRSNGL30T49I093B; Part. 284: Azzarito Marianna nata a San Pietro a Maida il 21/08/1925 CF ZZRMNN25M61I093E; Sgro’ Francesco nato a San Pietro a Maida il 12/01/1949 CF SGRFNC49A12I093Z; Sgro’ Mario nato a San


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 37 Pieto a Maida il 04/02/1954 CF SGRMRA54B04I093T; Part. 307: Suppa Francesca nata a San Pietro a Maida il 18/07/1933 CF SPPFNC33L58I093Q; Part. 317: Azzarito Marianna nata a San Pietro a Maida il 21/08/1925 CF ZZRMNN25M61I093E; Sgro’ Francesco nato a San Pietro a Maida il 12/0171949 CF SGRFNC49A12I093Z; Sgro’ Mario nato a San Pietro a Maida il 04/02/1954 CF SGRMRA54B04I093T; Part. 716: Marinaro Teresa nata a San Pietro a Maida il 30/09/1960 CF MRNTRS60P70I093V; Part. 714: Manduca Maria Teresa nata a San Pietro a Maida il 01/10/1903 CF MNDMTR03R41I093S; Sonetto Bruno nato a San Pietro a Maida il 27/07/1928 CFSNTBRN28L27I093S; Sonetto Carmela nata a San Pietro a Maida il 12/03/1931 CF SNTCML31C52I093O; Sonetto Francesco nato a San Pietro a Maida il 19/10/1941 CF SNTFNC41R19I093B; Sonetto Maria; Mar Cerra Di Santo; Sonetto Maria nata a San Pietro a Maida il 05/08/1936 CF SNTMRA36M45I093C; Sonetto Santo nato a San Pietro a Maida il 10/12/1923; Part. 717: Manduca Maria Teresa nata a San Pietro a Maida il 01/10/1903 CF MNDMTR03R41I093S; Sonetto Bruno nato a San Pietro a Maida il 27/07/1928 CFSNTBRN28L27I093S; Sonetto Carmela nata a San Pietro a Maida il 12/03/1931 CF SNTCML31C52I093O; Sonetto Francesco nato a San Pietro a Maida il 19/10/1941 CF SNTFNC41R19I093B; Sonetto Maria; Mar Cerra Di Santo; Sonetto Maria nata a San Pietro a Maida il 05/08/1936 CF SNTMRA36M45I093C; Sonetto Santo nato a San Pietro a Maida il 10/12/1923; Part. 318: Seminara Bruno nato a Novi Ligure il 18/10/1962 CF SMNBRN62R18F965A; Part. 715: Marinaro Teresa nata a San Pietro a Maida il 30/09/1960 CF MRNTRS60P70I093V; Part. 718: Marinaro Teresa nata a San Pietro a Maida il 30/09/1960 CF MRNTRS60P70I093V; Part. 474: Seminara Bruno nato a Novi Ligure il 18/10/1962 CF SMNBRN62R18F965A; Part. 338: Giardino Lucia nata a San Pietro a Maida il 08/04/1942 CF GRDLCU42D48I093L; Part. 285: Seminara Bruno nato a Novi Ligure il 18/10/1962 CF SMNBRN62R18F965A; Part. 350: Giardino Lucia nata a San Pietro a Maida il 08/04/1942 CF GRDLCU42D48I093L; Part. 366: Costantino Giovanni Di Giovan Domenico ;Costantino Mariano Di Giovanni; Costantino Giovan Domenico Di Giovanni; Gullo Francesco, Fu Elia; Gullo Pietro, Fu Elia; Part. 381: Costantino Mariano;Di Giovanni Part. 484:Zacchi Angelina nata a San Pietro a Maida il 22/02/1964 CF ZCCNLN64B62I0983L; Zacchi Antonio nato a San Pietro a Maida il 07/08/1966 CF ZCCNTN66M07I093V; Zacchi Vincenzo nato a Nicastro il 17/08/1957 CF ZCCVCN57M17F888U; Part. 397: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 CF CSTNMRA53B21I093W; Part. 411:Seminara Antonino nato a San Pietro a Maida il 11/03/1913; Seminara Francesco nato a San Pietro a Maida il 22/11/1921 CF SMNFNC21S22I093R; Seminara Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 26/03/1923 ;Seminara Nicola nato a San Pietro a Maida il 11/05/1942; Part. 553: Chirumbulo Roberto nato a Melito Porto Salvo il 12/05/1975 CF CHRRRT75E12F112I; Part. 610: Limardi Marianna nata in Svizzera il 07/11/1971 CFLMRMNN71S47Z133Z; Part. 50: Asilo Infantile Pietrantonio Sgro S Pietro A Maida; Part. 187: Costantino Concetta, Fu Giovanni; Costantino Francesco, Fu Giovanni; Costantino Giovanni, Fu Antonio; Costantino Giovanni, Fu Giovanni; Vatalaro Vincenzina Di Antonio; Part. 609: Condoleo Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 06/08/1930 CF CNDVCN30M06I093Z; Part. 155: Manduca Antonio nato a San Pietro a Maida il 29/10/1971 CF MNDNTN71R29I093W; Part. 175: Giardino Domenico Pietro nato a San Pietro a Maida il 29/06/1936 CF GRDDNC36H29I093M; Torcassio Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 04/05/1941 CF TRCGPP41E44093N; Part. 142: Cerra Angela nata a San Pietro a Maida il 12/10/1914 CF CRRNGL14R52I093M; Varano Francesco nato a San Pietro a Maida il 28/10/1940 CF VRNFNC40R28I093H; Varano Vincenzo Di Francesco con sede in San Pietro a Maida CF 00000000018; Part. 140: Signoretti Antonio nato a San Pietro a Maida il 17/07/1948 CF SGNNTN48L17I093M; Part. 532: Sonetto Francesco nato a San Pietro a Maida il 12/03/1937 CF SNTFNC37C12I093M; Part. 87 : Grande Luigi Di Luigi; Spano Caterina, Fu Marco; Spano Domenico, Fu Marco;Spano Elisabetta, Fu Marco; Spano Giuseppina, Fu Marco; Spano Vincenzina, Fu Marco; Spano Vincenzo, Fu Marco. Part. 139: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U; Part. 106: Ferraiolo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 10/04/1946 CF FRRGPP46D10I093H; Sonetto Elisabetta nata a San Pietro a Maida il 31/01/1953 CF SNTLBT53A71I093O; Part. 121: Ferraiolo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 10/04/1946 CF FRRGPP46D10I093H; Sonetto Elisabetta nata a San Pietro a Maida il 31/01/1953 CF SNTLBT53A71I093O; Part. 86: Limardi Vincenzo Fu Piero; Part. 85: Limardi Vincenzo Fu Piero; Part. 76: Limardi Vincenzo Fu Piero; Part. 138: Giardino Caterina nata a San Pietro a Maida il 04/12/1947 CF GRDCRN47T44I093A; Part. 127: Giardino Caterina nata a San Pietro a Maida il 04/12/1947 CF GRDCRN47T44I093A; Part. 104: Ferraiolo Antonio nato a San Pietro a Maida il 08/06/1975 CF FRRNTN75H08I093F; Part. 119: Ferraiolo Antonio nato a San Pietro a Maida il 08/06/1975 CF FRRNTN75H08I093F; Part. 120: Ferraiolo Antonio nato a San Pietro a Maida il 08/06/1975 CF FRRNTN75H08I093F; Part. 83: Aleardi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 20/11/1939 CF LRDPQL39S20I093M; Part. 487: Aleardi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 20/11/1939 CF LRDPQL39S20I093M; Part. 573: Tedesco Stefano nato a San Pietro a Maida il 29/07/1939 CF TDSSFN39L29I093L; Part. 45: Arena Francesco nato il 02/10/1944, Part. 572: Tedesco Stefano nato a San Pietro a Maida il 29/07/1939 CF TDSSFN39L29I093L; Part. 59: Tedesco Antonio nato a San Pietro a Maida il 16/01/1935 CF TDSNTN35A16I093T; Part. 571: Tedesco Antonio nato a San Pietro a Maida il 16/01/1935 CF TDSNTN35A16I093T; Part. 77: Tedesco Antonio nato a San Pietro a Maida il 16/01/1935 CF TDSNTN35A16I093T; Part. 44: Arena Francesco nato il 02/10/1944, Part. 31: Aiello Angelo, Fu Tommaso; Aiello Maria, Fu Tommaso; Aiello Raffaele, Fu Tommaso; Signoretti Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 23/06/1929 CF SGNVCN29H23I093M; Part. 525: Azzarito Ippolita nata San Pietro a Maida il 06/04/1944 CF ZZRPLT44D46I093C; Azzarito Maria Giuseppa nata a San Pietro a Maida il 10/04/1923 CF ZZRMGS23D50I093R; Derro Marcello nato a Lamezia Terme 25/04/1971 CF DRRMCL71D25M208G; Signoretti Ippolita nata a San Pietro a Maida il 20/06/1894 CF SGNPLT94H60I093U; Part. 150: Umbro Caterina nata a Nicasto il 21/07/1961 CF MBRCRN61L61F88X; Part. 29: : Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 507: Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F88Q ; Leone Pasquale Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/01/1930 CF LNEPQL30A01I093N; Part. 51: Sgro’ Domenico nato a San Pietro a Maida il 20/09/1957 CF SGRDNC57P20I093Y; Part. 181: Davoli Lorenzo nato a San Pietro a Maida il 12/01/1946 CF DVLLNZ46A12I093F; Davoli Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 08/05/1947 CF DVLVCN47E08I093K; Part. 53: Sgro’ Domenico nato a San Pietro a Maida il 20/09/1957 CF SGRDNC57P20I093Y; Part. 510: Costantno Angela; Di Giovanni; Part. 227: Frijia Eleonora nata a Curinga il 06/12/1956 CF FRJLNR56T46D218X; Part. 93: : Costantino Angela nata a San Pietro a Maida il 10/02/1925 CF CSTNGL25B50I093N; Costantino Tommasina nata a San Pietro a Maida il 13/08/1928 CF CSTTMS28M53I093E; Part. 551: Aiello Maria nata a San Pietro a Maida il 12/03/1958 CF LLAMRA58C52I093T; INTESTAZIONE PARZIALE; Sonetto Giuseppe nato a Curinga il 23/03/1951 CF SNTGPP51C23D218P; Part. 71.Costantino Giovanni;Fu Giovanni; Part. 54: Aiello Caterina nata a San Pietro a Maida il 28/06/1956 CF LLACRN56H68I093V; Part. 631: Aiello Caterina nata a San Pietro a Maida il 28/06/1956 CF LLACRN56H68I093V; Part. 552: Aiello Marco nato a San Pietro a Maida il 05/06/1945 CF LLAMRC45H05I093D; Part. 18: Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F88Q ; Leone Pasquale Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/01/1930 CF LNEPQL30A01I093N; Part. 30: Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F88Q ; Leone Pasquale Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/01/1930 CF LNEPQL30A01I093N; Part. 675: Costantino Marco Antonio nato a San Pietro a Maida il 16/04/1955 CF CSTMCN55D16I093D; Iuffrida Pina nata in Svizzera il 24/03/1962 CF FFRPDI62C64Z133L; Part. 646: Arena Angela Giuseppa nata a San Pietro a Maida il 04/01/1937 CF RNANLG37A44I093U; Sorrenti Angela nata a San Pietro a Maida il 16/02/1959 CF SRRNGL59B56I093N; Sorrenti Carmela nata a San Pietro a Maida il 12/05/1963 CF SRRCML63E52I093A; Part. 647: Arena Angela Giuseppa nata a San Pietro a Maida il 04/01/1937 CF RNANLG37A44I093U; Sorrenti Angela nata a San Pietro a Maida il 16/02/1959 CF SRRNGL59B56I093N; Sorrenti Carmela nata a San Pietro a Maida il 12/05/1963 CF SRRCML63E52I093A; Part. 465: De Sando Domenico nato a San Pietro a Maida il 13/10/1918 CF BSNDC18R13I093P; Part. 508; Serratore Carmela;Di Giuseppe; Part. 100: Cassese Carmela Ved. Serratore nata a San Pietro a Maida il 24/02/1984; Maggisano Angela Ved Serratore, Fu Giovanni; Serratore Antonio nato a San Pietro a Maida il 21/08/1912 CF SRRNTN12M21I093U; Serratore Carmela nata a San Pietro a Maida il 23/06/1927 CF SRRCML27H63I093F; Serratore Francesco nato a San Pietro a Maida il 10/07/1924 CF SRRFNC24L10I093A; Serratore Giovanni nato a San Pietro a Maida il 17/04/1933 CF SRRGNN33D17I093G; Serratore Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/08/04 ; Serratore Lucrezia nata a San Pietro a Maida il 12/03/1931 CF SRRLRZ31C52I093Z; Serratore Vinenzo nato a San Pietro a Maida il 01/06/1925; Part. 471: Asilo Infantile Pietrantonio Sgro S Pietro A Maida; Part. 574: Giampa Domenico nato a San Pietro a Maida il 06/08/1936 CF GMPDNC36M06I093W; Part.162: Umbro Caterina nata a Nicastro il 21/07/1961 CF MBRCRN61L61F88X; Part. 198: Conidi Caterina nata a San Pietro a Maida il 18/05/1951 CF CNDCRN51E58I093Q; Iuffrida Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 28/03/1937 CF FFRGPP37C29I093N; Part. 403: Iuffrida Domenico nato a san Pietro a Maida il 15/08/1933 CF FFRDNC33M15I093O; Varano Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/04/1940 CF VRNGPP40D41I093M; Part. 213: Conidi Caterina nata a San Pietro a Maida il 18/05/1951 CF CNDCRN51E58I093Q; Iuffrida Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 29/03/1947; Part. 212: Diaco Maria Concetta Immacolata nata a San Pietro a Maida il 08/03/1935 CF DCIMCN35C48I093T; Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/03/1925 CF VRRNTN25C02I083Q; Part. 486: Diaco Maria Concetta Immac nata a San Pietro a Maida il 08/03/1935 CF DCIMCN35C48I093T; Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/03/1925 CF VRRNTN25C02I083Q; Part. 549: : Diaco Maria Concetta Immac nata a San Pietro a Maida il 08/03/1935 CF DCIMCN35C48I093T; Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/03/1925 CF VRRNTN25C02I083Q; Part. 6: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 209: Satraniti Francesco nato a San Pietro a Maida il 04/07/1931 CF STRFNC31L04I093I; Part. 235: Satraniti Caterina nata a San Pietro a Maida il 13/12/1934 CF STRCRN34T53I093U; Part. 268: Petrocca Costantino Rosamaria nata a Lamezia Terme il 11/07/1970 CF PTRRMR70L51M208O; Part. 464: De Sando Angela nata a San Pietro a Maida il 01/01/1929 C.F. DSNNGL29A41I093Y; Part. 417: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 433: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 434: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 436: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 437: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 584: Costantino Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 27/10/1946 C.F. CSTVCN46R27I093N; Part. 585: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 586: Costantino Mario nato a San Pietro a Maida il 21/02/1953 C.F. CSTMRA53B21I093W; Part. 380: Costantino Giovanni,Di Giovan Domenico; Costantino Mariano,Di Giovanni; Costantino Giovan Domenico,Di Giovanni; Gullo Francesco,Fu Elia; Gullo Pietro,Fu Elia; Part. 730: Aiello Claudio nato in Svizzera il 18/12/1972 CF LLACLD72T18Z133J; Aiello Daniele nato in Svizzera il 23/02/1981 CF LLADNL81B23Z133K; Aiello Giovanni nato a San Pietro a Maida il 28/07/1954 CF LLAGNN54L28I093S; Intestazione Parziale;

Part. 731: Aiello Claudio nato in Svizzera il 18/12/1972 CF LLACLD72T18Z133J; Aiello Daniele nato in Svizzera il 23/02/1981 CF LLADNL81B23Z133K; Aiello Giovanni nato a San Pietro a Maida il 28/07/1954 CF LLAGNN54L28I093S; INTESTAZIONE PARZIALE; Part. 691: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U; Part. 692: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U; Part. 693: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U; Part. 694: Limardi Pietro nato in Svizzera il 10/04/1975 CF LMRPTR75D10Z133G; Part. 695 : Limardi Pietro nato in Svizzera il 10/04/1975 CF LMRPTR75D10Z133G; Part. 705: Limardi Pietro nato in Svizzera il 10/04/1975 CF LMRPTR75D10Z133G; Part. 362: Costantino Giovanni Di Giovan Domenico ;Costantino Mariano Di Giovanni; Costantino Giovan Domenico Di Giovanni; Gullo Francesco, Fu Elia; Gullo Pietro, Fu Elia; Part. 570 : Iuffrida Domenico nato a san Pietro a Maida il 15/08/1933 CF FFRDNC33M15I093O; Varano Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 01/04/1940 CF VRNGPP40D41I093M; Part. 246: Sonetto Santo nato a San Pietro a Maida il 10/12/1925 CF SNTSNT25T10I093R; Part. 696: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U Part. 697: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U Part. 698: Notaris Maria nata a Lamezia Terme il 26/07/1983 CF NTRMRA83L66M208U Part. 699: Limardi Marianna nata in Svizzera il 07/11/1971 CF LMRMNN71S47Z133Z Part. 700: Limardi Marianna nata in Svizzera il 07/11/1971 CF LMRMNN71S47Z133Z Part. 701: Limardi Marianna nata in Svizzera il 07/11/1971 CF LMRMNN71S47Z133Z Part 583: Costantino Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 27/10/1946 CF CSTVCN46R27I093N; Part 321: De Sando Angela; Mar Davoli Fu Bruno: Part 245: Giardino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 20/02/1954 CF GRDGNN54B20I093T; Serratore Peppina nata a San Pietro a Maida il 18/10/1957 CF SRRPPN57R58I093P; Part 39: Signoretti Elisabetta; Mar Di Vincenzo; Part 21: Spano Carmelo nato a San Pietro a Maida il 15/07/1944 CF SPNCML44L15I093E; Part. 508: Serratore Carmela;di Giuseppe; Part. 150: Umbro Caterina nata a Nicasto il 21/07/1961 CF . MBRCRN61L61F88X; Part. 183: Giampa Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 11/04/1941 CF GMPGPP41D11I093T; Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 7: Part. 43: Panzarella Salvatore nato a Curinga il 20/06/1933 CF PNZSVT33H20D218O; Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 3: Part 313: Nosdeo Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/06/1943 CF NSDFNC43H07I093N; Nosdeo Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 15/04/1945 CF NSDGPP45D55I093D, Nosdeo Michelangelo nato a San Pietro a Maida il 26/11/1934 CF NSDMHL34S26I093U; Nosdeo Michelina nata a San Pietro a Maida il 25/03/1940 CF NSDMHL40C65I093N; Varrese Maria Teresa nata a San Pietro a Maida il 31/08/1912 CF VRRMTR12M71I093A; Part 201: Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part 254: Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 11/01/1949 CF VRRNTN49A11I093Q; Part. 94: Azzarito Luca nato a San Pietro a Maida il 02/03/1957 CF ZZRLCU57C02I093R; Part. 95: Lombardo Michele Fu Michele; Part. 131: Costantino Giovandomenico nato a San Pietro a Maida il 18/08/1942 CF CSTGND42M18I093K; Part. 312: Nosdeo Francesco nato a San Pietro a Maida il 07/06/1943 CF NSDFNC43H07I093N; Part. 117: Nosdeo Michelangelo nato a San Pietro a Maida il 26/11/1934 CF NSDMHL34S26I093U; Part. 118: Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 11/01/1949 CF VRRNTN49A11I093Q; Part. 122: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 259 : Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 123: : Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 261: : Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 253: Lombardo Nicola nato a San Pietro a Maida il 14/03/1942 CF LMBNCL42C14I093S; Part. 229: Lombardo Nicola nato a San Pietro a Maida il 14/03/1942 CF LMBNCL42C14I093S; Part. 388: Ferraiolo Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 21/09/1952 CF FRRGPP52P61I093H; Part. 389: Ferraiolo Maria nata a San Pietro a Maida il 12/06/1965 CF FRRMRA65H52I093A; Part. 105: Varrese Nicola nato a San Pietro a Maida il 28/05/1927 CF VRRNCL27E28I093; Part. 293: Aiello Caterina nata in Svizzera il 20/07/1968 CF LLACRN68L60Z133E; Part. 385: Aiello Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 28/05/1935 CF LLAGPP35E28I093D; Part. 292: Colombo Angelina nata a San Pietro a Maida il 10/03/1961 CF CLMNLN61C50I093M; Colombo Domenico nato a San Pietro a Maida il 09/12/1968 CF CLMDNC68T09I093M; Colombo Franco nato a San Pietro a Maida il 21/10/1963 CF CLMFNC63R21I093K; Colombo Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 09/07/1973 CF CLMGPP73L09I093Y; Colombo Nicolino nato a San Pietro a Maida il 23/11/1970 CF CLMNLN70S23I093X; Lombardo Caterina nata a San Pietro a Maida il 18/12/1936 CF LMBCRN36T58I093L; Part. 294: Lombardo Caterina nata a San Pietro a Maida il 18/12/1936 CF LMBCRN36T58I093L; Part. 336: Cerra Domenico nato a San Pietro a Maida il 31/01/1955 CF CRRDNC55A31I093Y; Part. 333: Varrese Nicola nato a San Pietro a Maida il 28/05/1927 CF VRRNCL27E28I093; Part. 335: Provenzano Antonio nato a San Pietro a Maida il 20/11/1941 CF PRVNTN41S20I093Q; UMBRO CATERINA nata a San Pietro a Maida il 14/04/1942 CF MBRCRN42D54I093D; Part. 331: Varrese Nicola nato a San Pietro a Maida il 28/05/1927 CF VRRNCL27E28I093; Part. 130: Azzarito Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 10/06/1934 CF ZZRGPP34H10I093F; Part. 125 : Provenzano Antonio nato a San Pietro a Maida il 20/11/1941 CF PRVNTN41S20I093Q; Umbro Caterina nata a San Pietro a Maida il 14/04/1942 CF MBRCRN42D54I093D; Part. 135: De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part. 141: De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part.140: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 144: De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part. 154: De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part. 230: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 160: : De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part. 159: : De Sando Nicola nato a San Pietro a Maida il 21/01/1945 CF DSNNCL45A21I093M; Perri Caterina Maria nata a Nicastro il 02/02/1951 CF PRRCRN51B42F888V; Part. 231: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 248: Leone Rosalba;Mar Sgro Di Giovanni; Part. 153: Melito Angela Maria nata a San Pietro a Maida il 28/10/1957 CF MLTNLM57R68I093U; Melito Francesco nato a Nicastro il 18/06/1953 CF MLTFNC53H18F888S; Part. 206: Asilo Infantile Pietrantonio Sgro S Pietro A Maida; Part. 237: Melito Angela Maria nata a San Pietro a Maida il 28/10/1957 CF MLTNLM57R68I093U; Melito Francesco nato a Nicastro il 18/06/1953 CF MLTFNC53H18F888S; Part. 152: Melito Angela Maria nata a San Pietro a Maida il 28/10/1957 CF MLTNLM57R68I093U; Melito Francesco nato a Nicastro il 18/06/1953 CF MLTFNC53H18F888S; Part. 205: Cristaudo Luigi Antonino nato a Vibo Valentia il 27/04/1968 CF CRSLGU68D27F537L; Part. 158: Diaco Angela, Fu Antonino; Diaco Angela Di Andrea; Diaco Antonino Di Andrea;Diaco Vincenzo Di Andrea; Part. 195: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 171: Azzarito Nicola nato a Catanzaro il 06/12/1976 CF ZZRNCL76T06C352A; Part 177: Azzarito Francesco nato a San Pietro a Maida il 22/08/1949 CF ZZRFNC49M22I093V; Part. 176: Azzarito Francesco nato a San Pietro a Maida il 22/08/1949 CF ZZRFNC49M22I093V; Part. 178: Cortese Maria; Elisabetta Mar Carchidi Fu Giuseppe; Part. 194: Diaco Andrea, Fu Antonino; Diaco Angela Di Andrea; Diaco Antonino Di Andrea; Diaco Vincenzo Di Andrea; Part. 364: Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Part. 256: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Part. 202: Istituto Diocesano Per Il Sostentamento Del Clero Della Diocesi Di Lamezia Terme CF. 92002720792; Part. 257: Russo Marco nato a San Pietro a Maida il 10/09/1929 CF RSSMRC29P10I093A; Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part.203: Russo Marco nato a San Pietro a Maida il 10/09/1929 CF RSSMRC29P10I093A; Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part. 204: Russo Marco nato a San Pietro a Maida il 10/09/1929 CF RSSMRC29P10I093A; Servello Marianna nata a San Pietro a Maida il 16/04/1927 CF SRVMNN27D56I093S; Part. 212: Azzarito Angelina nata in Svizzera il 22/12/1960 CF ZZRNLN60T62Z133F; Azzarito Carmelina nata a San Pietro a Maida il 14/09/1955 CF ZZRCML55P54I093R; Azzarito Mariagrazia nata a San Pietro a Maida il 22/11/1970 CF ZZRMGR70S62I093J; Part. 217: Azzarito Pietrantonio nato a San Pietro a Maida il 17/07/1929 CF ZZRPRN29L17I093X; Varano Caterina nata a San Pietro a Maida il 26/07/1935 CF VRNCRN35L66I093C; Part. 136: Cerra Domenico nato a San Pietro a Maida il 31/01/1955 CF CRRDNC55A31I093Y; Part. 196: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Biondo Raffaele nato a San Pietro a Maida il 06/11/1952 CF BNDRFL52S06I093Y; Part. 363: Biondo Domenico nato a Catanzaro il 25/09/1963 CF BNDDNC63P25C352W; Part. 142: Azzarito Francesco Fu Antonio nato a San Pietro a Maida il 24/05/1988; Azzarito Maria Antonia nata a Vibo Valentia il 28/12/1961; Part. 255: Cerra Domenico nato a San Pietro a Maida il 31/01/1955 CF CRRDNC55A31I093Y; Part. 233: Varrese Antonio nato a San Pietro a Maida il 01/01/1954 CF VRRNTN54A01I093O;Varrese Maria Rita nata a San Pietro a Maida il 14/10/1965 CF VRRMRT65R54I093L; Varrese Nicola nato a San Pietro a Maida il 01/11/1948 CF VRRNCL48S01I093O; Part. 156: Azzarito Maria Antonia nata a Vibo Valentia il 28/12/1961 CF ZZRMNT61T68F537S; Part. 167: Azzarito Caterina nata a San Pietro a Maida il 13/11/1963 CF ZZRCRN63S53I093Q; Azzarito Marco nato a San Pietro a Maida il 21/11/1957 CF ZZRMRC57S21I093H; Azzarito Maria nata a San Pietro a Maida il 15/0171953 CF ZZRMRA53A55I093G; Part. 318: Costantino Saverio nato a San Pietro a Maida il 25/02/1948 CF CSTSVR48B25I093J; Part. 147:Cristaudo Antonio nato a San Pietro a Maida il 05/06/1938 CF CRSNTN38H05I093O; Diaco Concetta nata a San Pietro a Maida il 28/01/1940 CF DCICCT40A68I093K; Part. 410: Costantino Angela nata a San Pietro a Maida il 15/12/1968 CF CSTNGL68T55I093A; Costantino Antonino nato a San Pietro a Maida il 22/09/1947 CF CSTNNN47P22I093E; Costantino Cecilia nata a San Pietro a Maida il 12/01/1979 CF CSTCCL79A52I093N; Costantino Franca nata a San Pietro a Maida il 07/03/1956 CF CSTFNC56C47I093E; Costantino Francesco Domenico nato a San Pietro a Maida il 27/05/1970 CF CSTFNC70E27I093E; Sgro’maria nata a San Pietro a Maida il 03/01/1948 CF SGRMRA48A43I093W; Part.424: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 423: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 266: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 267: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A; Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part. 369: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A; Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part.269: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X;

Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A;Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part. 270: Condoleo Alessandra nata in Svizzera il 30/03/1967 CF CNDLSN67C70Z133B; Condoleo Teresina nata a San Pietro a Maida 18/01/1958 CF CNDTSN58A58I093K; Condoleo Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 21/12/1955 CF CNDVCN55T21I093T; Grande Lucia nata a San Pietro a Maida il 12/09/1934 CF GRNLCU34P52I093H; Part. 149: Costantino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 10/09/1940 CF CSTGNN40P10I093L; Part. 273: Costantino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 10/09/1940 CF CSTGNN40P10I093L; Part. 406: Condoleo Alessandra nata in Svizzera il 30/03/1967 CF CNDLSN67C70Z133B; Condoleo Teresina nata a San Pietro a Maida 18/01/1958 CF CNDTSN58A58I093K; Condoleo Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 21/12/1955 CF CNDVCN55T21I093T; Grande Lucia nata a San Pietro a Maida il 12/09/1934 CF GRNLCU34P52I093H; Part. 426: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 425: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 268: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Part. 148: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A; Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part. 190: Spinelli Antonino nato a San Pietro a Maida il 17/03/1949 CF SPNNNN49C17093D; Part. 367: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A; Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part. 272: Condoleo Michelina nata a San Pietro a Maida il 27/09/1926 CF CNDMHL26P67I093X; Porcaro Albino nato a San Pietro a Maida il 04/02/1953 CF PRCLBN53B04I093V; Porcaro Francesco nato a San Pietro a Maida il 27/07/1949 CF PRCFNC49L27I093O; Porcaro Maria nata a San Pietro a Maida il 13/07/1955 CF PRCMRA55L53I093A; Porcaro Teresa nata a Catanzaro il 22/04/1962 CF PRCTRS62D62C352U; Part. 191: Spinelli Angela nata a San Pietro a Maida il 02/11/1920 ;Spinelli Domenico nato a San Pietro a Maida il 14/04/1925; Spinelli Francescantonio nato a San Pietro a Maida il 11/10/1922; Spinelli Gennaro nato a San Pietro a Maida il 13/10/1908 CF SPNGNR08R13I093K; Part. 192: Spinelli Angela nata a San Pietro a Maida il 02/11/1920 ;Spinelli Domenico nato a San Pietro a Maida il 14/04/1925; Spinelli Francescantonio nato a San Pietro a Maida il 11/10/1922; Spinelli Gennaro nato a San Pietro a Maida il 13/10/1908 CF SPNGNR08R13I093K; Part. 200: Costantino Antonino nato a San Pietro a Maida il 01/01/1955 CF CSTNNN55A01I093X; Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 30/03/1946 ; Costantino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 10/09/1940 CF CSTGNN40P10I093L; Costantino Maria nata a San Pietro a Maida il 17/06/1943 CF CSTMRA43H57I093D; Part. 242: Costantino Antonino nato a San Pietro a Maida il 01/01/1955 CF CSTNNN55A01I093X; Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 30/03/1946 ; Costantino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 10/09/1940 CF CSTGNN40P10I093L;Costantino Maria nata a San Pietro a Maida il 17/06/1943 CF CSTMRA43H57I093D; Part. 433: Costantino Maria nata a San Pietro a Maida il 16/02/1951 CF CSTMRA51B56I093M; Gullo Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 12/06/1947 GLLVCN47H12I093D; Part. 430: Seminara Pietrantonio nato a San Pietro a Maida il 16/09/1899 CF SMNPRN99P16I093Y; Part. 244: Leone Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/04/1926 CF LNENTN26D02I093K; Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F888Q; Part. 432: Seminara Pietrantonio nato a San Pietro a Maida il 16/09/1899 CF SMNPRN99P16I093Y; Part. 356: Aiello Gregorio nato a San Pietro a Maida il 08/11/1947 CF LLAGGR47S08I093W; Part. 357:Aiello Maria Rosa nata a San Pietro a Maida il 28/04/1950 CF LLAMRS50D68I093U; Part. 221: Leone Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/04/1926 CF LNENTN26D02I093K; Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F888Q; Part. 223: Leone Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/04/1926 CF LNENTN26D02I093K; Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F888Q; Part.225: Aiello Maria nata a San Pietro a Maida il 12/03/1958 CF LLAMRA58C52I093T; Sonetto Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 23/03/1951 CF SNTGPP51C23D218P; Part. 222: Leone Antonio nato a San Pietro a Maida il 02/04/1926 CF LNENTN26D02I093K; Leone Giovanni nato a Nicastro il 01/09/1896 CF LNEGNN96P01F888Q; Part. 351: Part 434: Aiello Claudio nato in Svizzera il 18/12/1972;Aiello Daniele nato in Svizzera il 23/02/1981;Aiello Giovanni nato a San Pietro a Maida il 28/07/1954 Part 435: Aiello Claudio nato in Svizzera il 18/12/1972;Aiello Daniele nato in Svizzera il 23/02/1981;Aiello Giovanni nato a San Pietro a Maida il 28/07/1954 Part. 262: D’agostino Antonio nato a San Pietro a Maida il 05/06/1953 CF DGSNTN53H05I093G; Part. 276: Vinci Francesco nato a Maida il 05/01/1939 CF VNCFNC39A05E834Q; Part. 405: Ielapi Pasquale nato a San Pietro a Maida il 28/02/1954 CF LPIPQL54B28I093D; Part. 271: Costantino Giovanni nato a San Pietro a Maida il 10/09/1940 CF CSTGNN40P10I093L; Part. 162: Grottini Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 09/09/1941 CF GRTGPP41P093Z; Seminara Isabella nata a San Pietro a Maida il 29/01/1945 CF SMNSLL45A69I093O; Part. 353: Aiello Gregorio nato a San Pietro a Maida il 08/11/1947 CF LLAGGR47S08I093W Part. 168: Costantino Maria nata a San Pietro a Maida il 05/12/1950 CF CSTMRA50T45I093W; Gullo Angela Francesca nata a San Pietro a Maida il 22/09/1972 CF GLLNLF72P62I093G; Gullo Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 22/06/1968 CF GLLGPP68H62I093A Terreni ricadenti nel Comune di SAN PIETRO A MAIDA Foglio 10: Part. 22: Costantino Domenico nato a San Pietro a Maida il 01/01/1913 CF CSTDNC13A01I093N; Part. 252: Cortese Veronica nata a San Pietro a Maida il 31/03/1945 CF CRTVNC45C71I093A; Manduca Antonino nato a Lamezia Terme il 28/07/1969 CF MNDNNN69L28M208N; Manduca Francesco nato a San Pietro a Maida il 18/09/1972 CF MNDFNC72P18I093C; Manduca Maria nata a San Pietro a Maida il 16/02/1981 CF MNDMRA81B56I093T; Manduca Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 11/01/1979 CF MNDVCN79A11I093A; Part. 235: : Cerra Veronica Mar Manduca, Fu Domenico; Part. 299: Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 08/08/1942 CF CMPMRA42M48I093N; Part. 212: Cerra Domenico Di Domenico; Part. 197: Campisano Maria nata a San Pietro a Maida il 08/08/1942 CF CMPMRA42M48I093N; Part. 633: Catanzaro Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/09/1973 CF CTNGPP73P13I093U; Part. 624: Catanzaro Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/09/1973 CF CTNGPP73P13I093U; Part. 630: Catanzaro Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/09/1973 CF CTNGPP73P13I093U; Part. 634: Catanzaro Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/09/1973 CF CTNGPP73P13I093U; Part. 631: Catanzaro Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 13/09/1973 CF CTNGPP73P13I093U; Part. 623: Butruce Caterina nata a San Pietro a Maida il 12/08/1940 CF BTRCRN40M52I093I; Part. 635: Butruce Andrea, Fu Michelangelo; Part. 196: De Sando Angela nata a San Pietro a Maida il 01/11/1968 CF DSNNGL68S41I093S; De Sando Francesco nato in Svizzera il 02/12/1966 CF DSNFNC66T02Z133R; De Sando Lucia nata a Lamezia Terme il 08/08/1990 CF DSNLCU90M48M208X; De Sando Marco nato in Svizzera il 15/10/1970 CF DSNMRC70R15Z133L; Muraca Concetta Maria nata a San Pietro a Maida il 11/04/1948 CF MRCCCT48D51I093Q; Part. 636: Bertuca Rosa nata a San Pietro a Maida il 16/04/1945 CF BRTRSO45D56I093K; Torquassio Marco nato a San Pietro a Maida il 26/06/1938 CF TRQMRC38H26I093D; Part. 154: Bertuca Rosa nata a San Pietro a Maida il 16/04/1945 CF BRTRSO45D56I093K; Torquassio Marco nato a San Pietro a Maida il 26/06/1938 CF TRQMRC38H26I093D; Part. 554: Condoleo Maria nata a Catanzaro il 01/01/1963 CF CNDMRA63A41C35J; Signoretti Mario nato a San Pietro a Maida il 19/10/1958 CF SGNMRA58R19I093E; Part. 122: Condoleo Maria nata a Catanzaro il 01/01/1963 CF CNDMRA63A41C35J; Signoretti Mario nato a San Pietro a Maida il 19/10/1958 CF SGNMRA58R19I093E; Part. 106: Condoleo Maria nata a Catanzaro il 01/01/1963 CF CNDMRA63A41C35J; Signoretti Mario nato a San Pietro a Maida il 19/10/1958 CF SGNMRA58R19I093E; Part. 121: De Sando Angela nata a San Pietro a Maida il 01/11/1968 CF DSNNGL68S41I093S; De Sando Francesco nato in Svizzera il 02/12/1966 CF DSNFNC66T02Z133R; De Sando Lucia nata a Lamezia Terme il 08/08/1990 CF DSNLCU90M48M208X; De Sando Marco nato in Svizzera il 15/10/1970 CF DSNMRC70R15Z133L; Muraca Concetta Maria nata a San Pietro a Maida il 11/04/1948 CF MRCCCT48D51I093Q; Part. 77: Roselli Antonella nata in Svizzera il 14/10/1975 CF RSLNNL75R54Z133X; Roselli Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 07/10/1936 CF RSLGPP36R07I093N; Part. 582: Sonetto Ippolita nata a San Pietro a Maida il 17/05/1944 CF SNTPLT44E57I093Q; Part. 49: Azzarito Angela nata a San Pietro a Maida il 16/01/1963 CF ZZRNGL63A56I093D; Azzarito Domenico nato a San Pietro a Maida il 25/08/1955 CF ZZRDNC55M25I093B; Azzarito Francesco nato a San Pietro a Maida il 21/03/1960 CF ZZRFNC60C21I093A; Azzarito Mario Nato a Vibo Valentia il 08/02/1969 CF ZZRMRA69B08F537B; Azzarito Roberto nato a Vibo Valentia il 17/09/1973 CF ZZRRRT73P17F537X; Azzarito Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 30/10/1928 CF ZZRVCN28R30I093P; Lombardo Andrea Fu Domenico; Lombardo Antonino Fu Domenico; Lombardo Antonio Fu Domenico; Lombardo Caterina Fu Domenico; Lombardo Giovanni Fu Domenico; Part. 40: Gullo Domenico nato a San Pietro a Maida il 06/02/1959 CF GLLDNC59B06I093N; Gullo Francesco nato a San Pietro a Maida il 23/01/1954 CF GLLFNC54A23I093F; Gullo Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 04/08/1961 CF GLLVCN61M94I093H; Spano’ Giuseppina nata a San Pietro a Maida il 31/01/1931 CF SPNGPP31A71I093I; Part. 213: Arcuri Antonio nato Serrastretta il 25/03/1942 CF RCRNTN42C25I655A; Part. 253: Cortese Veronica nata a San Pietro a Maida il 31/03/1945 CF CRTVNC45C71I093A; Part. 274: Cerra Vincenzo nato a San Pietro a Maida il 15/10/1962 CF CRRVCN62R15I093D; Part. 282: Cerra Pietro nato a San Pietro a Maida il 20/09/1890; Varrese Angela Mar Ferraiolo nata a San Pietro a Maida il 15/02/1930 CF VRRNGL30B55I093U; Part. 307: Rodinelli Domenico nato a San Pietro a Maida il 24/06/1941 CF RNDDNC41H24I093M; Part. 312: Cerra Veronica Mar Manduca, Fu Domenico; Part. 314: Aiello Antonia Mar Cerra nata a San Pietro a Maida il 24/01/1934 CF LLANTN34A64I093E; Cerra Bruno nato a San Pietro a Maida il 03/08/1930 CF CRRBRN30M03I093F; Part. 346: Iellamo Michele nato a San Pietro a Maida il 25/01/1957 CF LLMMHL57A25I093E; Part. 383: Gullo Maria Ved Azzarito, Fu Bruno; Part. 393: Arcuri Antonio nato Serrastretta il 25/03/1942 CF RCRNTN42C25I655A; Part. 562: Cerra Domenico Di Domenio; Part. 632: Butruce Andrea, Fu Michelangelo; Part. 637: Cerra Pietro nato a San Pietro a Maida il 03/09/1949 CF CRRPTR49P03I093Z; Cerra Pietro nato a San Pietro a Maida il 20/09/1890; Cerra Rosa nata a San Pietro a Maida il 23/12/1950 CF CRRRSO50T63I093I; Part. 638: Cerra Pietro nato a San Pietro a Maida il 20/09/1890; Part. 639: Cerra Pietro nato a San Pietro a Maida il 20/09/1890; Part. 750: Cosentino Ippolita nata a San Pietro a Maida il 01/03/1953 CF CSNPLT53C41I093B; Part. 776: Cosentino Antonio nato a San Pietro a Maida il 24/05/1948 CF CSNNTN48E24I093P; Part. 1112: Cosentino Giuseppe nato a San Pietro a Maida il 23/10/1962 CF CSNGPP62R23I093W; Part. 345: Cerra Veronica Mar Manduca, Fu Domenico; Part. 563: Cosentino Ippolita nata a San Pietro a Maida il 01/03/1953 CF CSNPLT53C41I093B; Part 765: Costantino Domenico,Fu Giovanni Catanzaro, lì 09/06/2009 Il Dirigente del Servizio


38 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

VIBO VALENTIA CITTÀ E PROVINCIA Era stato beccato dai Carabinieri il giorno della Festa della Repubblica insieme a un amico con 200 grammi di marijuana

Giovane recidivo torna in carcere Il 19enne Manuel De Luca viola le condizioni degli arresti domiciliari nella propria casa VIBO VALENTIA — Era stato arrestato

Segnalato all’autorità giudiziaria con richiesta di aggravamento della misura a cui era sottoposto

dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia insieme ad un amico il giorno della Festa della Repubblica mentre, a bordo di una macchina, trasportavano oltre 200 grammi di marijuana. Dopo la convalida dell’arresto, grazie ad i suoi buoni precedenti, Manuel De Luca, studente appena 19enne, era riuscito ad ottenere gli arresti domiciliari nella propria casa di S. Gregorio dove contava di stare sino al processo. Evidentemente però il ragazzo non deve aver ben capito la lezione sul rispetto della legge se, pochi giorni dopo essere tornato a casa con il divieto di comunicare con persone differenti dal proprio nucleo familiare, gli uomini del Norm di Vibo Valentia lo han-

no sorpreso mentre era tranquillamente intento a fare due chiacchiere con una persona nella propria abitazione. Per lui è così immediatamente scattata la segnalazione all’autorità giudi-

Un animato dibattito promosso dal Rotary Club di Nicotera per approfondire lo scottante argomento

Criticità della sicurezza nell’edilizia VIBO VALENTIA — Il terribile terremoto dell’Aquila ha sì scosso emotivamente l’opinione pubblica nazionale e internazionale ma non sembra aver propiziato eccessive precauzioni o seri momenti di riflessione in chi, addetto ai lavori, avrebbe dovuto adoperarsi per capire come diventa possibile approfondire lo studio del fenomeno sismico allertando più di quanto non sia stato fatto politica, istituzioni e enti professionali per tentare di ridurre al minimo, visto che non è possibile prevenirlo, il rischio della tragedia. Questa, in sostanza, la conclusione dell’animato dibattito promosso dal Rotary Club di Nicotera, presieduto da Pasquale Sodano, sul tema “Criticità della sicurezza nell’edilizia”, argomento di scottante provocazione, che ha visto protagonista principale Giovanni Angotti, una delle figure più carismatiche del mondo calabrese dell’edilizia pubblica e privata. Presidente per un decennio del Consiglio nazionale dell’ordine degli ingegneri, cattedratico, componente più volte di commissioni universitarie e di categoria, Giovanni Angotti, ha richiamato l’attenzione del folto pubblico presente con una relazione che ha finito col tracciare un percorso storico ricco di luci ed ombre del pianeta sicurezza nell’edilizia, definendo la Calabria una regione che da questo punto di vista accusa lentezze burocratiche e disattenzioni.

Giovanni Angotti ha delineato lo stato di salute dell’edilizia in Calabria sottolineando quanto sia attuale il rischio sismico sul territorio e come possono essere interessate opere pubbliche e private da ogni possibile effetto catastrofico del fenomeno. Il gravissimo sisma registratosi nel capoluogo abruzzese rappresenta, infatti, un campanello d’allarme sul quale occorre concentrare un immediato studio da parte della classe politico-istituzionale e dello stesso ordine professionale degli ingegneri proprio per tentare di meglio affrontare e quindi contenere i possibili danni che possono scaturire da ogni sinistro. Il dopo L’Aquila, per Giovanni Angotti, viene dibattuto con forse eccessiva moderatezza quando imporrebbe una severa presa di coscienza da parte di tutti i cittadini, nessuno escluso: “Quanto accaduto è da allarme rosso ma non sembra, alla luce di quanto avviene oggi, soprattutto nella politica, essere intervenuta quella determinazione che i tragici eventi ci hanno trasferito sotto gli occhi prendendo atto di quanto sia importante pensare al fenomeno in maniera diversa rispetto al passato”. Nel suo intervento non sono mancate autocritiche, ma Giovanni Angotti non ha potuto fare a meno di rilevare che s’impone una presa di coscienza che non si limiti solo all’esame del dopo evento: “Le criticità nel sistema della sicurezza

In breve... Protesta vigili del Fuoco Il Sindacato di Base dei Vigili del Fuoco, del Comando Provinciale di Vibo Valentia protesta per la mancata approvazione da parte del Governo dell’emendamento, proposto in sede di conversione del decreto legge 28 aprile 2009 n. 39 sul “terremoto Abruzzo”, che prevedeva adeguamenti di organici, mezzi ed l’indennità di soccorso per i Vigili del Fuoco. Protestiamo contro la disattenzione della politica nei confronti dei Vigili del Fuoco, contro il Ministro dell’Interno Maroni e questo Governo che puntualmente ha disatteso gli impegni assunti in favore dei vv. f. Come Rdb\Cub Vigili del Fuoco, sottolinea che il sisma dell’Abruzzo, ha ulteriormente messo a dura prova il Cnvvf; questo evento ha evidenza, se mai fosse stato necessario, la carenza d’organico del Corpo, la mancanza di risorse ed adeguamento economico del personale, le condizioni vetuste ed inaccettabile di mezzi ed attrezzature di colonna mobile, pertanto chiediamo un piano di ammodernamento dei mezzi e delle attrezzature di soccorso del Corpo, la stabilizzazione dei precari del Cnvvf attraverso l’assunzione di tutti gli idonei ed un adeguamento economico alla luce della professionalità da sempre dimostrata dai Vigili del Fuoco. Esprimiamo la assoluta contrarietà alla nota del Dipartimento relativa al limite delle ore retribuite al personale che si reca in Abruzzo evidenziando che al momento non ci sono le risorse per poter fare fronte al pagamento di quanto spetta al personale e per quanto riguarda la questione delle 75 ore max effettuabili da remunerare.

edilizia sono tante – ha avvertito – ed è utile quanto opportuno cambiare pagina richiamando il pieno senso di responsabilità della politica, delle istituzioni e delle professioni, tutte corresponsabili di un modello di sviluppo che se non rivisitato e pienamente rimodulato non potrà che fare registrare nuovi ed ennesimi numeri neri nella storia dell’edilizia”. m. b.

ziaria con la richiesta dell’aggravamento della misura a cui era sottoposto che, evidentemente, non era stata sufficiente a fargli capire l’importanza del rispetto delle regole. Così, in meno di 24 ore, il Tribunale Monocratico di Vibo Valentia ha accolto in pieno le motivazioni addotte dai Carabinieri ed ha disposto per il giovane un nuovo arresto con immediato trasferimento in carcere. Anche questo risultato è stato dovuto all’attenta azione di controllo del territorio degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia che stanno aumentando progressivamente la stretta in tutto il territorio al fine di rimarcare la presenza dello Stato. Claudia Vellone

Furto in casa di impiegato a Vibo Valentia Marina VIBO VALENTIA — Era uscito con la famiglia per consumare una pizza, ma al ritorno ha trovato la cassaforte infranta e priva del contenuto tra cui una pistola regolarmente detenuta. Il fatto è avvenuto nella serata di due giorni fa a Bivona, una frazione turistica di Vibo Valentia, in località "Fonde Calacare". Vittima O. M. 54 anni, impiegato presso lo studio legale della

Trova cassaforte infranta e priva di una pistola moglie, un noto avvocato del luogo. Sul posto è intervenuta una volante della polizia di Stato di Vibo e la squadra scientifica per i rilievi. (Agi)

l’azienda informa

L’acqua sorge limpida a 1000 mt d’altezza nel Parco Naturale delle Serre

Il benessere naturale della “Fonte del Principe” Mongiana “L’acqua è vita e aiuta a mantenere sano il tuo organismo”. Nelle scelte che riguardano la tua vita e la tua salute, scegli il meglio, scegli l’acqua oligominerale Fonte del Principe, batteriologicamente pura e cristallina, con caratteristiche chimico-fisiche eccellenti. I suoi effetti benefici e salutari furono scoperti e valorizzati fin dal 1591, dal principe Fabrizio Cafara, il quale, percorrendo a cavallo un luogo pittoresco formato da rigogliose foreste in un’atmosfera di fascino e di stupore, fu attratto dalla limpidezza dell’acqua e la bevve, ravvisandone immediati e benefici effetti. Da allora, quell’ameno luogo, fra i comuni di Mongiana e Fabrizia, denominato Cropani, rappresenta una fonte di benessere naturale e da qualche anno,

alcuni imprenditori locali, hanno deciso di far conoscere le peculiarità di questa importane acqua anche a chi non ha lo fortuna di frequentare l’affascinante territorio ricoperto dal verde oro della foresta in estate e di candida neve in inverno, imbottigliando e commercializzando in Italia e all’estero il prezioso liquido. L’acqua “Fonte del Principe”, leggerissima, indicata per le diete povere di sodio, caratterizzata da un basso residuo fisso e da una bassa durezza, sorge limpida a 1000 m di altitudine tra le montagne calabresi del Parco Naturale Regionale delle Serre. Quando bevi acqua, pensa alla tua salute, bevi acqua Fonte del Principe e sarai sempre in piena forma. Per info: www.fontedelprincipe.it


Pag. 39

REGGIO

Domenica 21 Giugno 2009

il Domani

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Per i “No” anche il presidente Aurelio Cizzoniti da sempre critico sui metodi di gestione e sui progetti politici legati all’attività societaria

Sogas, consensi e dissensi in Consiglio Comune impegnato per circa 900 mila euro che dovrebbero essere prelevati dal “tesoretto” REGGIO CALABRIA — La decisione di ricapitalizzare la Sogas è un segno di grande responsabilità dimostrata dal Consiglio comunale nei confronti di una struttura vitale per lo sviluppo della neo città metropolitana. Ed il fatto che la decisione dell’Assemblea elettiva di palazzo San Giorgio abbia registrato, in modo trasversale, consensi e dissensi evidenzia quanto sia travagliata la vita di questa SpA. La società di gestione dell’Aeroporto dello Stretto assomiglia, infatti, ad una vera e propria macchina mangiasoldi, pomo della discordia in tutte le alternanze gestionali sia riconducibili al centrosinistra che al centrodestra. La periodica ricapitalizzazione non è certo un buon segno. E questo lo sanno bene gli economisti, un po’ meno, forse, la politica che ha sempre visto nella gestione dello scalo aereo “Tito Minniti” una sorta di status simbol, un’occasione per vere o presunte clientele. L’aeroporto che registra attorno a 500 mila passeggeri l’anno continua ad avere i bilanci in rosso e le prospettive, dopo il disimpegno della Regione ed il prossimo della Camera di Commercio, non può gravare interamente sulle spalle della collettività, con i soci (Comune e Provincia in particolare) chiamati pe-

L’aerostazione e il pontile

riodicamente a ripianare le perdite. Il passato, il presente ed il futuro della Sogas fanno comprendere le perplessità di quanti, in sede di Consiglio comunale, hanno votato contro la ricapitalizzazione della Spa. Primo fra tutti il presidente Aurelio Cizzoniti, da sempre critico, sui metodi di gestione e sui progetti politici legati all’attività della Sogas e, più in generale, allo sviluppo dello scalo che, nonostante le promesse e le belle parole, continua a farsi sfuggire

Per gli esperti: “l’aeroporto registra circa 500 mila passeggeri l’anno ma continua ad avere bilanci in rosso”

non solo l’utenza messinese, ma anche quella della periferie della provincia, in particolare della Locride. Il Comune si è impegnato per quasi 900 mila euro, che dovrebbero essere prelevati dal “tesoretto” delle contravvenzioni per le infrazioni del codice della strada elevate dalla polizia municipale. Ma anche su questo aspetto, c’è chi evidenzia che le multe siano in numero minore rispetto alle previsioni. E se l’andamento dovesse continuare così, ci si chiede: da

dove il Comune prenderà i soldi per la ricapitalizzazione? Ad un centinaio di chilometri dal “Tito Minniti” c’è lo scalo di Lamezia Terme: struttura in grande sviluppo con sempre maggiori collegamenti nazionali ed esteri. Lamezia è un esempio di lungimiranza, di operatività, di presenza di professionisti del settore. Ed a Reggio? Si litiga per chi deve sedersi sulla poltrone di amministratore. Angela Latella

Bova plaude ai vincitori della 19ª edizione dei Giochi logico-linguistico-matematici

Olimpiade della matematica premiati a Bari 4 calabresi REGGIO CALABRIA — Alla vigi-

lia della seconda prova dei concorsi pubblici iper-trasparenti banditi da palazzo Campanella, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Bova, ha voluto lanciare un altro messaggio di valorizzazione del merito dei giovanissimi talenti, premiando quattro studenti calabresi che si sono distinti nella vera e propria “olimpiade della matematica” svoltasi recentemente a Bari. Nel corso di una breve quanto significativa cerimonia, ciascuno dei ragazzi della scuola “Cassiodoro” di Pellaro è stato insignito di una targa celebrativa, per sottolineare gli ottimi risultati ottenuti in occasione della diciannovesima edizione dei Giochi logico-linguistico-matematici che sono stati disputati al Politecnico del capoluogo pugliese. I riconoscimenti sono stati conferiti ad Antonino Abramo, Paolo Cardile e Ilaria Caminiti (tutti della categoria 9-10 anni) e Sebastiano Tripodo (categoria 7-8 anni). All’incontro, che ha fatto registrare la presenza di una folta delegazione di studenti e genitori, hanno partecipato, oltre al presidente Bova, l’assessore regionale Liliana Frascà, l’assessore comunale Candeloro Imbalzano, il consigliere comunale Antonino Zimbalatti e il dirigente scolastico della “Cassiodoro” Giuseppina

Zimbalatti, Princi, Bova, Imbalzano e Frascà

Targhe celebrative per Antonino Abramo, Paolo Cardile, Ilaria Caminiti e Sebastiano Tripodo MEDIATAG RICERCA SU REGGIO CALABRIA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Reggio C. e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) Princi. «Con questa iniziativa ha detto il massimo rappresentante dell’Assemblea regionale - abbiamo inteso evidenziare il valore di un risultato che è il frutto dell’impegno dei ragazzi ma soprattutto della capacità gestionale della dirigente Princi e della passione del corpo docente. La scuola “Cassiodoro” ha aggiunto - è riuscita a dimostrare che gli studenti del sud, calabresi e reggini in particolare, sanno competere ai massimi livelli, portando a casa successi che non gratificano solo i diretti protagonisti e le loro famiglie, ma l’intera comunità di cui essi fanno parte». Bova ha rimarcato che «il Consiglio re-

gionale crede fermamente nei giovani e nella loro formazione, dalla scuola primaria fino al diploma e all’università. Anche in questa occasione abbiamo inteso ribadire la volontà di sostenere e premiare chi studia e s’impegna, contribuendo così alla crescita sociale e culturale della nostra regione. E’ quanto abbiamo già fatto con i voucher per i migliori giovani laureati ha poi concluso - e che stiamo continuando a fare con i concorsi pubblici in corso di svolgimento per la selezione di 170 nuovi dipendenti dell’Assemblea, i cui candidati da lunedì prossimo saranno impegnati nelle prove scritte».

per la seguenti zone:

Reggio Calabria città Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: ......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: .... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


40 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA Un’aggressione verbale durante un normale controllo da parte dei militari dell’Arma, è costato il carcere al giovane Carmelo Morabito

In manette il nipote del boss “Tiradritto” Il 26enne, recidivo, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa circondariale di Locri REGGIO CALABRIA — L’insoffe-

renza nei confronti degli “sbirri”, alla fine, è costata cara al nipote del boss “Tiradritto”. Carmelo Morabito, 26 anni, studente di Africo Nuovo, con precedenti, ieri è stato raggiunto da ordinanza di custodia cautelare in carcere del Gip del tribunale di Reggio Calabria, notificata all’interessato dai carabinieri della compagnia di Bianco. Il giovane è indagato di minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Un reato quasi “naturale” per quanti abitano nelle zona ad alta densità mafiosa che, fin dall’adolescenza, vedono nelle forze dell’ordine una sorta di nemico che entra nelle loro case per arrestare, portarsi via i congiunti, effettuare perquisizioni. Un reato, quello di cui è accusato Morabito, commesso in modo recidivo in più occasioni nel periodo compreso tra il marzo del 2006 e lo stesso mese dell’anno

Carmelo Morabito

in corso: la prima volta Morabito aveva ancora 23 anni, quando, in compagnia di altri due suoi compaesani, si dimostrò intemperante nei confronti di una pattuglia di Carabinieri che

lo fermarono per un controllo stradale. Il secondo episodio, sempre secondo i militari dell’Arma, avvenne cinque mesi dopo in occasione di un vasto servizio di controllo effettuato dagli stessi, che cinturarono il paese di Africo alcuni giorni dopo il ferimento di Francesco Pelle. In quella circostanza, il nipote di “Tiradritto” aggredì fisicamente le forze dell’ordine. Il terzo episodio, quello che ha fatto scattare le manette, risale al marzo scorso: un’aggressione verbale durante un normale controllo da parte degli uomini della Benemerita. Tre episodi sufficienti per la Procura della Repubblica del tribunale di Reggio di chiedere ed ottenere dal Gip un provvedimento restrittivo a carico di Carmelo Morabito, il quale si trova “ospite” del carcere di Locri.

A carico dell’uomo, già un’accusa per rapina in banca

Arrestato il latitante Carlo Buscemi Trasferitosi a Reggio distribuiva volantini

a. l.

Il giovane siciliano, al momento del fermo si trovava a bordo dell’Intercity 727

“Spacciatore in trasferta” Siringhe e droga nel bagaglio REGGIO CALABRIA — Nel bagaglio, oltre agli effetti personali, anche ventidue capsule di cocaina, quattro di eroina, quattro siringhe ed una fiala di acqua distillata. Per questo Andrea Giambrone, 30 anni, da quasi 48 ore, si trova ospite dell’hotel San Pietro (la casa Circondariale del Ministero della Giustizia) dove è stato accompagnato dagli uomini della Polfer. Quello che all’apparenza sembrava fosse un “commesso viaggiatore”, in realtà, secondo la polizia, è uno “spacciatore in trasferta”. Il giovane siciliano, infatti, si trovava a bordo dell’Intercity 727 che collega Roma alla Sicilia. In prossimità della stazione di Bagnara Calabra, i poliziotti, in servizio sul convoglio, hanno deciso di controllare alcuni viaggiatori e tra questi lo stesso Giambrone. Attraverso il terminale del REGGIO CALABRIA — Dopo lo scippo, utilizza il bancomat della vittima per prelevare 250 euro. Ma Enzo Bevilacqua, 21 anni, nomade del rione Ciccarello non è riuscito a farla franca. Il giovane è stato beccato poco dopo il colpo grazie anche alla collaborazione di alcuni cittadini che hanno fornito agli agenti di una Volante il numero di targa e il tipo dell’autovettura dello scippatore, il quale è stato associato alla Casa circondariale “S. Pietro” per un periodo di “meditazione e riposo”. Bevilacqua dovrà rispondere di rapina aggravata dall’uso fraudolento. La vittima, una casalinga di 66 anni, ha dovuto far ricorso alle cure mediche e guarirà in sei giorni. All’interno della borsa la malcapitata aveva, tra le altre cose, dieci euro, un paio d’occhiali con la montatura in oro, il bancomat e il numero di codice. Una ghiotta occasione per Bevilacqua, il quale si è

Andrea Giambrone

Ministero dell’Interno, è risultato che il giovane della provincia di Caltanissetta “vantava” precedenti per violazione della legge su armi, droga e contro il patrimonio.

Quindici minuti di viaggio e quando il convoglio si è fermato alla stazione di Villa San Giovanni, il siciliano è stato accompagnato presso gli uffici del posto fisso della polizia ferroviaria. E’ stata disposta una perquisizione personale e sui bagagli. All’interno di una scatola di scarpe, i poliziotti hanno rinvenuto capsule colore celeste e rosa per distinguere la tipologia della sostanza stupefacente in esse contenuta. A svelare quella strana sostanza sono state le verifiche chimico - tossicologiche con il narco-test. Fine del viaggio in treno. Ne è iniziato un altro, quello con le manette ai polsi fino alla casa circondariale di Reggio, dove il giovane è stato rinchiuso in attesa di una decisione da parte della competente autorità giudiziaria. Antonio Latella

La conferenza stampa in Questura

REGGIO CALABRIA — Aveva attraver-

sato lo Stretto per sfuggire all’arresto trapiantandosi a Reggio dove si guadagnava da vivere distribuendo volantini pubblicitari. Ma il conto con la giustizia era rimasto aperto. A presentarlo all’interessato, Carlo Buscemi, 45 anni, di Misterbianco (Catania) sono stati gli agenti della sezione Volanti, diretta dal vicequestore Gerlando Costa. L’uomo era latitante dall’agosto dello scorso anno, dopo che nei suoi confronti il Gip del capoluogo etneo aveva emesso a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuto responsabile di una precedente rapina ai danni della filiale della banca Antonveneta di Paternò. In quella circostanza l’istituto di credito venne rapinato di settemila euro. A seguito dell’emissione del provvedimento, Buscemi si era trasferito a Reggio. Nel corso di specifici servizi di controllo del territorio i poliziotti di una Volante, in via Carrera del rione San Gregorio, hanno incrociato una Fiat Lancia Lybra con due persone a bordo. Insospettivi dalla circostanza che l’auto fosse appesantita nella parte posteriore, gli agenti hanno deciso di intervenire per un controllo. Identificato il conducente per Dprf, 32 anni, titolare di una piccola agenzia pubblicitaria,

Vittima una casalinga di 66 anni che dopo il fatto è dovuta ricorrere alle cure mediche

Nomade rapina anziana signora

Enzo Bevilacqua

Carlo Buscemi

hanno deciso di portarlo assieme al passeggero in questura per ulteriori e più approfonditi accertamenti. E dai controlli incrociati è emerso che Carlo Buscemi era stato dichiarato latitante. Per questo gli è stato notificato il provvedimento restrittivo che pendeva sul suo capo e, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Reggio a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Ant. Lat.

portato in uno sportello da dove ha prelevato 250 euro. Il prelievo di danaro, fatto vicino alla sede provinciale dei Vigili del Fuoco, è avvenuto un paio di centinaia di metri dopo il luogo dello scippo, la zona di Via Labboccetta. E quando la polizia lo ha “pizzicato”, il giovane aveva ancora in tasca i soldi prelevati poco prima. Dai successivi controlli presso la banca dove la donna ha il conto corrente, è emerso che il prelievo è stato fatto pochissimo tempo dopo lo scippo. L’arresto del nomade evidenzia il perfetto funzionamento dell’apparato di prevenzione della polizia di Stato sempre più presente sul territorio nel contrasto alla cosiddetta “criminalità diffusa”. In questo caso si è realizzata la tanto auspicata “sicurezza partecipata” grazie alla fondamentale collaborazione dei cittadini. Ant. Lat.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 41

REGGIO CALABRIA CITTÀ E PROVINCIA Terzo appuntamento con la relazione della commissione speciale d’indagine sulle unità operative lavori pubblici, urbanistica, manutenzione del comune

Abusi edilizi, l’altra foto della città Si è costruito dappertutto... esistono perfino edifici realizzati in zone franose REGGIO CALABRIA — Il terzo appuntamento con la ricca relazione, a cura del coordinatore Angelo (Nuccio) Barillà, illustrata al consiglio comunale della commissione speciale d’indagine sulle unità operative lavori pubblici, urbanistica, manutenzione del comune di Reggio Calabria durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 15 giugno.

La città rosso mattone e l’illegalità legalizzata Per comprendere le dimensioni del “sacco” urbanistico della Città bisognerebbe ripercorrere a ritroso gli avvenimenti amministrativi e sociali che ne hanno caratterizzato la storia, almeno dopo il 1970, con l’incapacità di capire e la non volontà di governare il processo di urbanizzazione travolgente e disordinato. A partire, da un Piano Regolatore Generale, da subito, ignorato, violato e calpestato, privo di piani particolareggiati (annunciati ma mai realizzati), necessari e fondamentali per una pianificazione di scala più prossima. L’abusivismo, di cui qui non è il caso di approfondire le variegate cause, è stato per lungo tempo il connotato delle trasformazioni urbanistiche di Reggio. Imponente per quantità (circa 1.400.000 mc abusivi tra il ‘71 e l’’80, addirittura 3.000.000 di mc tra il 1980 e il 1985) scadente per qualità, oltre a stravolgere il senso dei luoghi, ha forgiato una vera e propria cultura i cui connotati sono ancora oggi fortemente persistenti e di cui le patologie riscontrate sono in gran parte figlie. In questi decenni, accanto al fenomeno dell’abusivismo selvaggio e della cosi detta “edificazione spontanea”, o “autocostruzione” si è andata affermando anche una sorta di “illegalità autorizzata”. Non è certo raro il caso di mostruosità edilizie consentite ed “assentite”, spesso sotto il mantello protettivo degli “escamotage”, individuati nel dedalo della legge e delle norme( tra varianti, condoni e deroghe). Questa riflessione, crediamo, sia importante, per comprendere la storia e la “cultura” del territorio e della legalità – illegalità che abbiamo alle spalle e che, inevitabilmente, continua a pesare. In molte denunce si fa riferimento a costruzioni lungo la costa o presso il letto delle fiumare, in aree che dovrebbero essere di vincolo e in contrasto con norme elementari di pianificazione, a partire da quelle sismiche, che pure hanno pareri autorizzativi da parte degli Enti preposti alla tutela dell’ambiente, del territorio e del paesaggio. Con relazioni redatte e sottoscritte da tanti professionisti (ingegneri, architetti, geologi, geometri) e concessioni dell’Ente comunale. Ci sono, certo, poi, tanti altri casi in cui edificazioni che “ad occhio” sembrerebbero “inconcepibili”, in realtà poi si dimostrano, carte alla mano, realizzate in piena regola e in totale sicurezza grazie alla disposizione di misure di contenimento. In tanti di questi aspetti, fatta eccezione per alcuni casi, la Commissione non avendo gli strumenti tecnici non ha potuto, oltre un certo punto, addentrarsi. Tra le denunce presentate alla Commissione ce n’è, ad esempio, una che si collega a tante altre inviate in precedenza agli indirizzi istituzionali più vari, compresa Regione e Autorità di Bacino e che riguarda due grandi e vistosi complessi edilizi (fabbricati a sette piani f. t. più seminterrato e villette a

due piani più seminterrato) sorti all’ingresso di uno dei centri collinari più importanti del nostro territorio. In particolare sotto accusa era, insieme all’impatto paesaggistico, l’ubicazione “in un’area di vincolo idrogeologico su un terreno soggetto ad evidentissimo movimento franoso, con inclinazione intorno a cinque gradi”. Come accertato, dalla documentazione acquisita, effettivamente l’area su cui sorge il complesso edilizio è sottoposta a numerosi vincoli tra cui quello paesaggistico – ambientale e P. a. i. (Rischio frane-aree di rispetto): Vi sono, però, agli atti i permessi rilasciati dagli Enti interessati e, per quanto riguarda i rischi franosi e sismici, uno studio redatto da un professionista geologo regolarmente abilitato. E’ stato anche accertato, attraverso sopralluogo congiunto della sezione vigilanza di urbanistica e i carabinieri, che hanno avviato indagini in merito, che i lavori realizzati risultano conformi al progetto assentito, che ha avuto autorizzata anche una macrovariante. Stesso discorso per altri due vistosi complessi realizzati nell’area a mare a Pentimele, zona motorizzazione, e alla foce dell’Annunziata, accanto all’area del Lido, a pochissima a distanza dal mare. Oppure la casa dello studente, realizzata dall’Università, che ci impartisce giornalmente lezioni di “buona edilizia”, nell’alveo della fiumara. Oppure per l’enorme Centro Commerciale sorto di recente in una popolosa frazione della periferia sud della Città, istituzionalmente segnalato alla Commissione, che ha accertato esser stato autorizzato attraverso la conferenza dei servizi presso lo Sportello Unico per l’Imprenditoria (settore politiche comunitarie) che ha trattato la pratica. Una conferenza dei servizi in cui forse non sono stati sufficientemente tenuti in conto le norme di sicurezza nè gli impatti paesaggistici e quelli urbanistici relativi soprattutto alla viabilità circostante, e allo sconvolgimento di un contesto abitativo (rilievi posti in prima battuta dal rappresentante del Comune). In casi come questi, i dubbi legittimamente restano, ma, formalmente, è tutto a posto. Se per quella realtà che si colloca sul confine della legge, dove è difficile stabilire con certezza assoluta se “la palla sia uscita”, la Commissione non sempre ha potuto trarre conclusioni definite, ha, però, scrupolosamente selezionato, dentro il magma di questo preoccupante fenomeno dell’ “incertezza”, casi emblematici, che nel corso dei lavori emergevano, utili ad approfondirne la genesi e le dinamiche prevalenti. Riteniamo, a questo proposito, che i preziosi documenti e supporti informatici che, al servizio del Psc sono stati prodotti, con il contributo di esperti dell’Università, appena disponibili, renderanno possibile una ricognizione severa e puntuale delle varie “abnormità” e, rendere incontestabile la lettura del “fuori campo”, per il passato ma, soprattutto, per il futuro. In tale contesto abbiamo, ad esempio, potuto osservare che lo stesso utilizzo delle scappatoie delle norme tecniche di attuazione (di cui è un esempio quello su cui si approfondirà più avanti, cioè l’utilizzo disinvolto dell’articolo 22), abbia contribuito in molti casi a cambiare le carte in tavola, come in modo puntuale viene documentato in questa relazione. Lo stesso dicasi delle deroghe o del perimetro ristretto assegnato alla zona A nel Centro Storico che ha

consentito e consente di abbattere e ricostruire con il 20% in più. Tornando ad un ragionamento generale, si è costruito dappertutto, si sono realizzate superfetazioni e chiusure terrazzi al centro, sopraelevati piani, realizzati edifici in zone franose. Ci sono in questo responsabilità della politica per il cattivo, o forse più propriamente mancato, governo del territorio. Però anche i tecnici privati e i funzionari comunali e degli altri Enti, hanno dato il loro contributo. Per non parlare di quelle imprese improvvisate, moltiplicatesi per un processo di atomizzazione selvaggia, a scapito della qualità, della professionalità, della sicurezza dei cantieri e del rispetto dei diritti dei lavoratori. Il sistema autorizzativo e di controllo del Comune come della Soprintendenza, del Genio Civile o di altri Enti ha mostrato insufficienze e cedimenti. Non è affatto semplice ora venirne fuori. La foglia di fico Ad offrire uno spaccato dell’approssimazione e dell’inaffidabilità con cui molto spesso vengono fatte le cose, ha contribuito quanto emerso dall’audizione dell’Ordine dei Geologi, completata da una successiva relazione che è agli atti. Un vero e proprio “j’accuse” che, nei giorni del dopo-terremoto in Abruzzo, è ancora più giusto evidenziare. In premessa i professionisti hanno richiamato il Dpr 328/01, articolo 41, una corposa giurisprudenza pregressa rappresentata da Sentenze del Consiglio di Stato e vari pareri ministeriali che affermano, in maniera inequivocabile, che soltanto i geologi iscritti all’Albo professionale hanno la competenza esclusiva ad eseguire, timbrare e firmare relazioni geologiche. Invece, nei fatti, avviene di tutto. Si va dall’utilizzo di perizie geologiche redatte in precedenza per altri siti, alla presentazione di vecchie relazioni riferite magari all’area limitrofa, con leggi differenti e con opere differenti, fino alla presentazione di perizie geologiche firmate da professionisti non aventi titolo o addirittura contraffatte. Questo accade anche in un territorio, come il nostro, dichiarato zona sismica ad elevata intensità (prima categoria) dalle varie leggi e interamente soggetta alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (decreto Min. Infrastrutture 14 gennaio 2008) dalle quali è considerato ad altissimo rischio sismico, con obbligo, per ogni progetto, di partire da una caratterizzazione e modellazione geologica del sito. Inoltre la giurisprudenza ha considerato la relazione geologica come “parte integrante degli atti progettuali”. C’è da dire a scanso di equivoci che il problema del controllo qui non riguarda tanto il Comune quanto il Genio Civile dove le perizie devono essere depositate. Fino al 1998 il Genio Civile competente, dietro istruttoria ed esame del progetto provvedeva al rilascio del “nulla osta”. Dal 1998, in seguito alla Legge Regionale n° 7, l’Ufficio del Genio Civile, nel frattempo passato di competenza regionale, provvedeva semplicemente ad accettare i progetti, disponendone il deposito, salvo controllo a campione di una modesta percentuale di pratiche. Peraltro la Commissione interna addetta ai controlli non prevedeva, tra i professionisti - ed è un fatto senza dubbio singolare - la specifica figura del geologo.

Questa procedura ha consentito ai professionisti poco seri, di omettere o raggirare l’obbligatorietà e la correttezza dello studio e delle indagini geologiche, sfuggendo alle maglie delle verifiche. A supporto delle pesanti affermazioni, l’Ordine dei Geologi ha richiamato numerosi procedimenti giudiziari (alcuni dei quali già conclusi) che hanno interessato numerose procure calabresi ed anche quella reggina. C’è da dire che negli ultimi mesi, anche in seguito al cambio del dirigente nel settore edilizia antisismica regionale e del dirigente del Genio Civile di Reggio Calabria, pur permanendo il regime di deposito, i funzionari preposti hanno messo più attenzione nell’accettare i progetti. Ne consegue che, mentre prima il deposito era solo una mera applicazione di bolli, oggi quantomeno i funzionari aprono il progetto e, nei limiti delle proprie competenze, verificano la presenza o meno degli elaborati ed in qualche caso, seppur superficialmente, ne verificano l’aderenza alle norme. La conferma è data dai progetti respinti al Genio Civile che, negli ultimi mesi, cominciano ad arrivare, anche se riguardano soprattutto opere di modesta entità (sostituzione tetti, sopraelevazioni in sanatoria). In ogni caso, al di là di variazioni sul tema: ”pesci piccoli, pesci grossi” sono interventi di cui prima non c’era traccia. Qualcosa sembra finalmente, faticosamente cambiare. Proprio in questi giorni si annuncia dall’assessorato regionale LL. PP un nuovo regolamento che prevede, tra l’altro, il deposito del progetto per via telematica e la compilazione completa di un “questionario” in cui sono riportati anche i dati geologici e di tutti i professionisti intervenuti nel corso della progettazione. Se il “questionario” è compilato in maniera corretta il progetto va a deposito. Con sorteggio pubblico si sceglie il 3 % dei progetti depositati in un mese. Se il questionario è compilato male, o incompleto, automaticamente, il progetto passa a verifica. Un dato importante di novità: tutte le opere in classe d’uso III^ e IV^ (opere d’interesse strategico, opere che prevedono grandi affollamenti come edifici pubblici, scuole, centri commerciali, cinema, ecc.) vanno a verifica, prima dell’eventuale rilascio dell’autorizzazione. Una adempienza interessante, da introdurre nell’iter procedurale, secondo l’Ordine dei Geologi, dovrebbe essere la redazione di una relazione geologico - tecnica ad opere ultimate, nella quale siano esposte e dettagliatamente rendicontate le conferme o le variazioni degli studi eseguiti in fase di progettazione. Questa prassi è già attuata in altre regioni d’Italia e, particolarmente, nella vicina Sicilia. Un altro aspetto emerso dalla interlocuzione con l’Ordine dei Geologi e che, questa volta riguarda direttamente la nostra Amministrazione, si riferisce ad una sorta di discriminazione in atto di questa figura professionale. Non solo viene denunciata l’esclusione sistematica dei geologi dagli avvisi pubblici per le opere relative al piano triennale ma, addirittura, ci sarebbe, da parte degli uffici tecnici comunali, il ricorso dell’affidamento della prestazione geologica per mezzo di subappalto, per il tramite del cosiddetto progettista. Ciò è tassativamente vietato dalla legge. Infine, a conferma di come anche la

nostra struttura comunale considererebbe la relazione geologica una sorta di “optional” viene richiamato il ricorso, per quasi tutti i progetti pubblici, ad uno dei due geologi in servizio al Comune ( ora da poche settimane in pensione). In merito alla questione, l’ingegnere Crucitti, dirigente del Settore Programmazione e Progettazione ha, però, spiegato che il settore Lavori Pubblici ha utilizzato la professionalità del Geologo interno, in considerazione che il costo di una parcella, riferita ad un Geologo esterno, è sempre sproporzionata rispetto alla effettiva prestazione fornita. La stessa costituzione dei gruppi di lavoro sarebbe improntata all’insegna di una economia dei costi. L’Ordine, a distanza, ha replicato che lo stesso criterio non vale per le altre professionalità, selezionate in gran parte all’esterno. Non solo: ha affondato il bisturi riportando qualche vicenda clamorosa. E’ il caso - solo accennato e dichiarato “in via di verifica” da parte degli stessi Geologi - di un progetto di opera pubblica del Comune, di cui sarebbe già stato approvato il definitivo, senza relazione geologica, che, poi, si sarebbe tentato di far passare dal Genio Civile con una relazione geologica redatta per un progetto realizzato su un suolo vicino a quello effettivamente interessato, 30 anni fa. Non accettato dal Genio Civile, il RUP starebbe affidando ad un geologo non una nuova, seria perizia, ma, semplicemente, “l’adeguamento dello studio vecchio alla normativa vigente”. Se questo fatto fosse vero, varrebbe più di cento tomi. La Commissione ritiene, comunque, tutta la partita geologica meritevole di approfondimento non solo sul piano tecnico-procedurale ma anche politico- amministrativo e meritevole di decisioni conseguenti. Fotografia dell’altra città Una fotografia allucinante della vastità e caratteristica della violenza al territorio è impressa dalla recentissima cartografia aereo fotogrammetrica, redatte dall’Ufficio Speciale di Piano, funzionale alla realizzazione della “Carta dello stato di fatto”. In 34 tavole -che la Commissione di Indagine ha voluto esaminare in anteprima – sono rappresentati i tessuti edilizi costruiti abusivamente. Zona per zona, edificio per edificio, particella per particella, balza in evidenza tutta la volumetria realizzata fuori dal Piano. Viene fuori una città ufficialmente “inesistente”, una “città sovrapposta” “una città nella città”. Il colore “rosso mattone” che la distingue è in alcune zone, da Pellaro ad Arangea, da Catona a Gallina, le aree di costa come i centri collinari -il colore dominante. Visivamente si coglie come l’abusivismo sia stato l’anello di saldatura di fasce compattamente edificate. Sono sorti quelli che qualcuno ha chiamato “quartieri senza architettura” o semplicemente “quartieri. senza”. A fronte di questo “sacco della Città” vi è stata per un lunghissimo periodo la compiacenza e la resa delle Istituzioni, a partire dall’Amministrazione Comunale del tutto incapace di guidare i processi di espansione urbana e di stroncare gli abusi. Alla quantità abnorme di costruito non ha corrisposto la qualità, in molti casi sono stati inibite definitivamente potenzialità e soluzioni di uno sviluppo moderno ed equilibrato. (continua)


42 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

CROTONE CITTÀ E PROVINCIA CROTONE — Gli agenti della squadra Mobile della Questura hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un uomo di Crotone con le accuse di rapina, minaccia e lesioni personali. Si tratta di Felice Torromino, 35 anni, pregiudicato, sospettato di essere l'autore della rapina avvenuta nei giorni scorsi ai

Arrestato il 35enne Felice Torromino sospettato di essere l’autore della rapina avvenuta in un negozio di generi alimentari

Rapina negozio e picchia il titolare danni del titolare di un negozio di generi alimentari del centro cittadino. In base agli elementi raccolti dalla Polizia, Torromi-

no sarebbe la persona che l’altro ieri mattina, all'orario di apertura, si è introdotto nell'esercizio commerciale avver-

tendo il proprietario che da quel momento avrebbe dovuto pagare a lui somme di denaro a titolo estorsivo.

Ha preteso somme di denaro a titolo estorsivo Quindi ha aggredito l'uomo a calci e pugni e gli ha sottratto il portafogli nel quale erano contenuti 105 euro. (agi)

Ancora sul piede di guerra i lavoratori della società mista Akro di Crotone per quanto riguarda la scottante tematica Rsu

Emergenza rifiuti nel Crotonese Nessuna soluzione neppure per quel che riguarda il pagamento di stipendi e servizi CROTONE — Continua a Crotone lo stato di agitazione dei lavoratori dell’Akros, in “rivolta” da qualche giorno ormai, per sollecitare l’Amministrazione comunale ad intervenire opportunamente, in qualità di Comune capofila dell’ambito territoriale, sull’emergenza rifiuti. Una problematica questa, che potrebbe aggravarsi ulteriormente nei prossimi giorni poichè, nonostante i disagi e le continue lamentele degli addetti ai lavori, continuano a mancare quelle risorse finanziarie utili a pagare gli stipendi dei lavorari del settore e di conseguenza, anche quelli per i fornitori del servizio pubblico. Per tutti loro, urge dunque, una presa di posizione forte a partire dal rispetto delle regole che dovrebbero portare le Amministrazioni creditrici, a rientrare delle somme spettanti dei Comuni che invece tardano a pagare o, peggio ancora, non pagano il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti da anni. Intanto, nell’attesa che si riunisca l’assemblea dei soci della Akros per rinnovare l’organico e nominare i nuovi amministratori, assemblea questa che dovrebbe riunirsi il prossimo 26 giugno, uno spiraglio potrebbe venire dallo stesso Comune

di Crotone che a quanto pare, punta sul rilancio della società mista optando per la sua messa in liquidazione per poi ricostruire tutto il ciclo dei rifiuti partendo dalla ex municipalizzata Akrea Spa. Ipotesi questa, avanzata nei giorni scorsi dallo stesso primo cittadino Peppino Vallone, che in un suo intervento, ha evidenziato la volontà, nel caso in cui non si trovassero altre soluzioni con “Enti e clienti”, ad agire

CROTONE — Oggi e lunedì a Crotone come in altri numerosi comuni e province d’Italia, si ritornerà alle urne non solo per votare i tre referendum abbrogativi di parte dell’attuale legge elettorale per il Parlamento, quanto per il turno di ballottaggio per l’elezione, nel caso di Crotone ad esmepio, del nuovo presidente della provincia. L’appuntamento alle urne, come noto, è previsto dalle ore 8 alle ore 22 di oggi e dalle 7 alle 15 di lunedì, mentre le operazioni di scrutinio, avranno inizio subito dopo previo dell’accertamento del numero dei votanti. A tale proposito, il ministero dell’Interno attraverso i media, ricorda agli aventi diritto, di non man-

Le operazioni di voto per eleggere il nuovo rappresentante

Prevista per il prossimo 26 giugno, l’assemblea per il rinnovo dell’organico e la nomina dei nuovi amministratori della Akros

da soli portando avanti proprio l’idea sulla quale si sta già lavorando e cioè, quella di realizzare di un nuovo ciclo completo dello smaltimento dei rifiuti di Crotone, tamponando lo stato di pre-emergenza che si sta venendo a creare in città. E a questo proposito, pare bene ricordare che già gli interessati al delicato settore abbiano in mano una bozza di quello che dovrà essere il nuovo piano sui rifiuti della città di Crotone. Piano, che prevede anche la salvaguardia dei livelli occupazionali, la logistica di Akrea e tutto quello che riguarda la differenziata, eccezion fatta per uno specifico selezionatore, e ovviamente, il servizio base di raccolta e smaltimento dei rifiuti solido urbani. E per quanto riguarda i tempi e costi dell’operazione? Considerata l’urgenza, secondo i tecnici comunali l’attivazione di un nuovo impianto potrebbe aggirarsi attorno ai 180 giorni buoni mentre il tutto si potrebbe acquistare in leasing con costi ammortizzabili entro i prossimi sei anni. Altro aspetto non certo sottovalutato dagli addetti ai lavori, è la capacità sulla quantità da trattare. Numeri che, rimanendo sempre nello stato delle ipotesi, si aggirerebbe attorno alle

Ballottaggio per la provincia care all’appuntamento e di recarsi nei tempi previsti, presso le sezioni elettorali di appartenenza e meglio indicate nelle liste d’iscrizione. Altra raccomandazione, oltre a quella di “non introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini” al fine di assicurare la segretezza del voto espresso, è quella riferita alla consegna di un valido documento di riconoscimento e la tessera elettorale che, in

caso di smarrimento, potrà essere ancora richiesta in duplicato nelle due giornate di voto durante le fasce orarie utili per esprimere le proprie preferenze. Essendo unificate in un’unica tornata, gli stessi uffici ministariali, comunicano che a fine operazione di voto, nel pomeriggio di lunedì si procederà prima allo scrutinio delle schede referendarie e solo successivamente, senza interruzione alcuna, a quelle per l’elezione del presidente dell’Ente intermedio.

100 mila tonnellate annue di cui, 70 mila tonnellate circa prodotti nella provincia e 30 mila nella sola città di Crotone. La prima cosa da fare però, in mancanza di alternativa, allo stato è ridare vita all’impianto chiuso di Ponticelli e mai attivato perchè pare che la Veolia servizi ambientali Spa si riufiuterebbe di rimettere in moto poichè ritenuto obsoleto e antieconomico per il solo territorio di Crotone. E questo spie-

Secondo il primo cittadino, una soluzione potrebbe essere quella della realizzare di un nuovo ciclo completo dei rifiuti

gherebbe in parte anche la chiusura di Salvaguardia ambientale sul ciclo dei rifiuti nel crotonese, avviato diversi mesi fa con il certificato antimafia negato al gruppo Vrenna. Nota a tutti infatti, è la vicenda del commissariamento ambientale che ha visto nell’occhio del ciclone l’imprenditore Vrenna per “strani intrecci tra pubblico e privato e speculazioni” nel settore e con esso il gruppo capofila della stessa società considerata il principale operatore privato di Crotone nonchè azionista per il 49% della Akros. Vicenda delicata e fa sì che mancanza di quel certificato ad operare, impedisce di fatto di contrarre con la pubblica Amministrazione e di conseguenza, anche di fare uscire di scena il socio privato. La questione pertanto, non è per niente facile e se da una parte si cerca di venire a capo del problema individuando quella che potrebbe essere la soluzione ottimale, dall’altra rimane il nodo dell’aumento dei costi per lo smaltimento della differenziata con parte di rifiuti, quali ad esempio carta, cartone, platica, vetro e alluminio destinati al selezionatore di Catanzaro e quelli ingombranti che partono invece alla destinazione di Cosenza.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Giugno 2009 43

SPORT

IL CASO DI MERCATO

A MANCHESTER

L’agente di Cissokho “Il difensore è di nuovo vicino al Milan”

Carlos Tevez lascia lo United Liverpool e City se lo contendono

Confederations La Nazionale deve vincere con due gol di scarto Solo così avrà la certezza di andare avanti senza dipendere dagli altri Il rosso a Balotelli getta ombre sul primo posto nel girone

Per le “Furie rosse” 15˚ successo di fila Iraq e Nuova Zelanda 0-0: eliminate

L’Italia martedì sfida la Bielorussia

Un contrasto tra Torres e Mokoena

L’ultimo sforzo All’Under 21 serve un altro punto

Spagna col record Sudafrica battuto ma qualificato

HELSINGBORG - Il dopo Svezia è dolceamaro per l’Italia. La vittoria sui padroni di casa ha spedito l’Under 21 di Casiraghi in testa al girone e adesso le manca un solo punto per avere l’aritmetica certezza di disputare le semifinali. Dall’altra parte, però, c’è la grana Balotelli da gestire. L’attaccante dell’Inter, con l’ingenua espulsione rimediata contro gli scandinavi, ha confermato di avere ancora molta strada da fare sul piano della maturazione. Intanto, dalla sua ha il supporto del gruppo e della Figc. «Il fallo è stato normalissimo» dice il capo delegazione azzurro, Gabriele Gravina. Comunque sia, Casiraghi dovrà trovare il modo di sostituirlo per la gara con la Bielorussia che si gioca martedì sera.

BLOEMFONTEIN - Il Sudafrica si è qualificato per le semifinali della Confederations Cup nonostante sia battuto per 2-0 dalla Spagna in una partita della terza e ultima giornata della prima fase. I Bafana Bafana chiudono il girone con quttro punti, uno in più dell’Iraq, che ieri ha soltanto pareggiato (0-0) contro la Nuova Zelanda. Iraq e Nuova Zelanda tornano a casa. La Spagna ha ottenuto il primato mondiale assoluto di vittorie consecutive, ottenendo contro il Sudafrica (2-0) il suo 15/mo successo di seguito. Gli spagnoli hanno anche eguagliato il record di 35 partite utili, sempre consecutive, che finora apparteneva soltanto al Brasile che lo aveva ottenuto nel triennio 1993-1996.

Fabio Cannavaro raggiunge Paolo Maldini

Italia, il momento della verità La provocazione dei sudamericani “Manca Cassano, meglio per noi” PRETORIA - «Giochiamo con gioia». La dichiarazione, alla vigilia di un’altra sfida dei sogni, ancora Italia-Brasile (alle 20,30), arriva dal ritiro verdeoro. D’altra parte scartare la paternità azzurra e indovinarne l’origine era facile, e non solo per il concetto che si adatta molto più al gruppo della Selecao che non a quello dell’Italia. Il fatto è che a 24 ore dalla sfida di Pretoria, nella quale la Nazionale di Lippi deve a tutti i costi vincere con due gol di scarto per essere sicura di andare avanti in Confederations Cup e Cannavaro fa il record di presenze a quota 126, si è aggiunto un silenzio azzurro. Un’improvvisa voglia di tener le bocche chiuse, da parte dei giocatori. In questa vigilia fatta di coincidenze - quella della data del 21 giugno, la stessa di Brasile-Italia a Mexico ’70, è notata molto più dai brasiliani, perchè in Italia «si ricorda il 3-2 del Mundial ’82, come ha sottolineato Lippi - le

Cannavaro come Maldini: oggi raggiunge le 126 presenze

Confederations Gruppo B: in campo alle 20,30

Egitto a caccia dell’impresa Con gli Usa manca Zidan PRETORIA - Dopo aver battuto i campioni del Mondo dell’Italia, gli Stati Uniti non possono certo fare paura all’Egitto di Hassan Shehata. I ’Faraoni’ hanno a portata di mano la qualificazione alle semifinali di Confederations Cup e questa sera alle 20,30, al Royal Bafokeng Stadium di Rustenburg, cercheranno di portare a termine la missione. Contro gli Usa non ci sarà Mohamed Zidan, autore di una doppietta nella prima sfida contro il Brasile e infortunato nel corso della partita contro gli azzurri. L’attaccante del Borussia Dortmund non ha recuperato. L’Egitto, che ha 3 punti dopo 2 giornate come l’Italia, ha ancora tutte le carte in regola per qualificarsi come seconda del gruppo B, lo stesso degli azzurri e del Brasile. «Sarà un incontro decisivo per noi - ha ammesso l’altro attaccante Aboutrika - Se vogliamo arrivare in semifinale dobbiamo vincere». In realtà, anche gli Stati Uniti potrebbero ancora aspirare alle semifinali ma dovrebbero verificarsi una serie di circostanze alquanto improbabili. L’obiettivo principale della squadra di Bob Bradley sarà innanzitutto quello di evitare un ulteriore ko e regalerebbe un pessimo ricordo al capitano Landon Donovan che, proprio oggi, toccherà le 100 presenze con la maglia a stelle e strisce. ’mummie’ hanno deciso di tacere, e non certo per evocare il silenzio stampa di quel mondiale spagnolo: «I giocatori vogliono concentrasi sul Brasile», la spiegazione dell’ufficio stampa della federcalcio. Non un vero e proprio silenzio stampa, dunque, con la promessa di tornare

a raccontare le proprie impressioni stasera dopo la sfida a Kakà e compagni: quando l’Italia saprà se questa Confederations è un fallimento sul piano dei risultati, o se la reazione chiesta da Lippi e da Abete è arrivata. E però era da tempi immemorabili che l’Italia non teneva la

L’egiziano Zidan questa sera non sarà in campo

bocca cucita, ct a parte: «Non ne sapevo nulla, è una decisione dei giocatori», ha detto Lippi. L’avviso dei malumori interni allo spogliatoio era arrivato venerdì da Buffon, a conferma di quanto il gruppo - soprattutto i senatori - fosse stato infastidito da certe critiche. E in spe-

cial modo da quel termine ’mummie’ usato per loro dopo il ko con l’Egitto. Il clima della foto ufficiale, ieri mattina, era di allegria con Gattuso in testa. E Lippi a ironizzare sulle critiche: «le mummie sedute qua, i giovani dall’altra parte». Fabio Cannavaro fa 126 presenze az-

zurre, e raggiunge il record assoluto di Paolo Maldini. Il pronostico a senso unico potrebbe essere uno stimolo in più per gli uomini di Lippi che si sono chiusi in silenzio, mentre invece quelli del Brasile hanno parlato fin troppo, con Julio Cesar che ha provocato Lippi («Cassano non c’è? Meglio per noi, Antonio è imprevedibile e ricco di fantasia») e Robinho che ha fatto lo stesso con Cannavaro («segno, così poi posso prenderlo in giro»). A riportare la squadra sulla terra provvede Dunga, ora ct ma nel 1994 capitano della quarta Coppa conquistata dal Brasile, ancora a spese dell’Italia, nella fornace di Pasadena e dopo i tiri dal dischetto, quando i brasiliani fecero piangere Baggio, Baresi e tanti altri. Ricordi che il ct brasiliano tira fuori perchè anche per lui questa non può essere una partita normale. «Non dimenticherò mai quel giorno» ha detto Dunga.


44 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

Calcio L’agente Fifa stringe i tempi per acquistare la società Italpetroli, però, fa sapere che l’affare non si chiuderà a breve

Serie B Play off decisi nella ripresa

Livorno torna in A Travolto 3-0 il Brescia

LIVORNO - Il Livorno torna in serie A. La squadra toscana supera 3-0 il Brescia nella finale di ritorno dei play off del campionato cadetto. Le reti del successo labronico arrivano tutte nella ripresa: al 5’ Tavano, al 15’ Diamanti e al 29’ Bergvold. Nel finale espulsi Caracciolo e Galante. All’andata la partita era finita 2-2. Il Livorno, dopo una sola stagione fra i cadetti, si unisce a Parma e Bari, promosse al termine della stagione regolare. La sfida è stata preceduta da uno spiacevole episodio. Nottata movimentata tra venerdì e sabato per giocatori, tecnici e accompagnatori del Brescia, ospiti del Grand Hotel Palazzo a Livorno, alla vigilia della finale di ritorno dei play. L’altra notte intorno alle 2 un chiassoso gruppo di tifosi livornesi ha scandito cori, slogan e fatto esplodere qualche petardo nei pressi dell’albergo. Sul posto sono giunte in pochi minuti alcune volanti della polizia che hanno messo fine alla gazzarra.

La Roma di Fioranelli parte dal nuovo stadio L’agente Fifa Vinicio Fioranelli è interessato all’acquisto della Roma. Ma Italpetroli ha già fatto sapere che la trattativa per il passaggio della società non sarà chiusa a breve In alto Francesco Totti

Conferme in vista per Totti e Spalletti Possibile il ritorno di Franco Baldini ROMA - Serio, competente, ambizioso. Questo il Vinicio Fioranelli descritto dai suoi colleghi procuratori. Una persona che in carriera ha aperto le porte del calcio che conta. Un uomo di 59 anni partito dalla Svizzera che ha adesso un solo obiettivo: diventare il nuovo proprietario della Roma dopo 16 anni di gestione Sensi. «Per la società giallorossa, affidarsi a Fioranelli non rappresenterebbe un salto nel buio» ha spiegato Carlo Regalia, ex direttore sportivo di Lazio, Bari e Lecce che per anni ha intessuto rapporti col Vinicio procuratore. «E’ una persona conosciuta e apprezzata nel mondo del calcio - le parole di Regalia Parla cinque lingue e sul lavoro è molto scrupoloso, serio. Insomma, non è uno sprovveduto. E’ un tipo ambizioso». Già, ambizioso. Ma anche capace visto che sembrerebbe sul punto di convincere le banche della bontà del suo progetto. Progetto che, stando al comunicato emesso dalla Compagnia Italpetroli (controllante indiretta della Roma), sarebbe ancora sotto la lente d’ingrandimento dell’advisor Mediobanca. Nella nota, inoltre, si esclude la possibilità che il passaggio di consegne dai Sensi alla società di diritto svizzero (Fio Agency) rappresentata da Fioranelli possa avvenire già domani alla riapertura della Borsa. Insomma, la prossima settimana potrebbe non essere ancora quella decisiva, «ma se la trattativa dovesse andare in porto - ha aggiunto Regalia - dimostrerebbe la serietà di Vinicio». Sulle mosse che Fioranelli potrebbe fare una volta arrivato al timone della Roma, si è espresso anche l’agente Claudio Pasqualin: «Il mercato di Fioranelli non lo vedo da grandi nomi, in stile Real Madrid. Però ha le competenze necessarie per ottene-

re risultati anche migliori senza svenarsi». Secondo Pasqualin, poi, nel progetto della Fio Agency, oltre al rafforzamento della squadra, ci sarebbero anche la valo-

rizzazione del marchio e, aspetto fondamentale, la costruzione del nuovo stadio. A condividere il punto di vista di Pasqualin è Dario Canovi, altro veterano

nell’ambiente degli agenti dei calciatori: «Mi auguro solo che l’investimento non sia limitato all’acquisizione della società - ha detto Canovi - ma anche alla campagna di rafforzamento. Sulla struttura societaria, invece, pur riconoscendo la grande professionalità di Franco Baldini, credo che ci possa anche essere la riconferma degli attuali dirigenti». Nonostante i presunti contatti tra Fioranelli e Baldini, infatti, non è affatto scontato che il braccio destro di Capello nell’Inghilterra decida di mollare a meno di un anno dal Mondiale in Sudafrica. Più sicure appaiono, se il progetto Fioranelli dovesse andare in porto, le conferme sia di Spalletti che di tutti i big, a partire da Totti, con innesti oculati volti a garantire una rinnovata competitività della squadra in campo nazionale ed europeo.

Calcio Secondo Marca il prezzo per lo svedese è di 80 milioni

Ibra e Maicon, trattative con il Real MADRID - «Il Real Madrid già tratta per Ibrahimovic». E’ questo il titolo a tutta pagina di Marca, quotidiano sportivo spagnolo che rivela come Florentino Perez, dopo Kakà e Crsitiano Ronaldo voglia acquistare anche il bomber dell’Inter, «anche se il preferito del Real sarebbe Benzema». L’articolo è rilanciato anche dall’edizione online del quotidiano, secondo cui c’è già stata una riunione tra i dirigenti del club 9 volte campione d’Europa e i rappresentati dell’attaccante dell’Inter. In più viene sottolineato che il d.g. interista Marco Branca sarebbe in arrivo a Madrid: secondo altre fonti, però, per concludere la cessione di Maicon (nella foto). Comunque ’Marca’ scrive che «l’Inter e Josè Mourinho sono pronti a lasciare andare lo svedese davanti all’offerta giusta», che sarebbe quantificata in almeno 80 milioni di euro. L’offerta, avrebbe fatto sapere l’Inter a Perez, va presentata obbligatoriamente entro il 12 luglio, scadenza data allo svedese per decidere il suo futuro.

Calcio Fiorentina attiva sul mercato

Sfuma il viola per Drenthe L’Inter ammalia Melo FIRENZE - Si è improvvisamente bloccata la trattativa tra Real Madrid e Fiorentina, per portare in viola il centrocampista olandese Royston Drenthe. Tutto sembrava andato in porto, ma nelle ultime ore si sarebbe fatto avanti prepotentemente anche l’Ajax, destinazione che sarebbe particolarmente gradita a Drenthe. Le sirene dell’Inter potrebbero tentare il Felipe Melo (nella foto). Il ds Corvino continua a tenere sotto osservazione alcuni centrocampisti che potrebbero fare comodo alla Fiorentina: oltre a Barreto della Reggina e Dzemaili, il nome nuovo è quello di Ignazio Abate, anch’esso del Torino.

Calcio Eremenko passa alla Dinamo Kiev

Linea verde Udinese Preso Romero Gomez UDINE - L’Udinese ha ufficializzato l’acquisto di Jaime Romero Gomez dal club spagnolo dell’Albacete. L’esterno sinistro, classe 1990, fa parte anche della nazionale spagnola under 21. Il club friulano ha inoltre fatto sapere di avere ceduto a titolo definitivo il finlandese Roman Eremenko (nella foto) agli ucraini della Dinamo Kiev, dove il centrocampista aveva già giocato in quest’ultima stagione con la formula del prestito.

Calcio Balotelli piace in Inghilterra

“Voglio solo l’Inter” Arnautovic ha deciso MILANO - Marko Arnautovic del Twente vuole solo l’Inter. Lo ha ripetuto il suo agente italiano, Claudio Vigorelli, a calciomercatonews.com. «Il Milan? No, nessuno del Milan si è fatto avanti - ha detto - e neanche la Lazio. Il giocatore ha già un preaccordo con l’Inter e la sua scelta è l’Inter: l’ipotesi è il prestito con diritto di riscatto a fine stagione». Gianfranco Zola vuole portare Mario Balotelli (nella foto) a Londra. Il West Ham sta per chiudere il trasferimento del nerazzurro Jimenez. Anche il Tottenham è interessato a Balotelli.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Domenica 21 Giugno 2009 45

SPORT

MotoGp Scintille col compagno di squadra

Tennis Il cipriota assente come Nadal

Tra Rossi e Lorenzo “è sempre guerra”

Il ginocchio fa i capricci Baghdatis salta Wimbledon

ROMA - «Lorenzo? Tra noi è sempre stata guerra perchè lui ha sempre voluto battermi». Lo ha detto Valentino Rossi intervistato in esclusiva da Italia 1 per la trasmissione ’Grand Prix’ che andrà in onda oggi e di cui ieri è stata fornita una breve anticipazione. Rossi ha parlato della sua rivalità con la spagnolo e la competizione interna che ciò provoca nel team Fiat Yamaha. «Per me l’importante resta sempre riuscire a fare delle belle gare», ha aggiunto il ’Dottore’. Quanto a Jorge Lorenzo, intervistato anche lui e battuto da Rossi nel Gp di Barcellona con uno spettacolare sorpasso all’ultimo giro, lo spagnolo ha detto di essere «preoccupato soltanto di fare delle belle gare e di rendere orgoglioso il team Yamaha per il fatto di avere in squadra due piloti che si contendono a ogni tappa i gradini più alti del podio».

LONDRA - Come Rafael Nadal anche il cipriota Marcos Baghdatis ha dichiarato forfait per il torneo di tennis di Wimbledon. Anche il motivo della rinuncia è analogo a quello del n.1 del mondo: un infortunio a un ginocchio. Baghdatis, attualmente n.95 del mondo, a Wimbledon ha raggiunto le semifinali nel 2006 e i quarti l’anno dopo. In tabellone è stato rimpiazzato dal ’lucky loser’ slovacco Karol Beck, proveniente dalle qualificazioni. Dopo il forfait di Rafa Nadal, cambia l’avversario di Andreas Seppi. L’azzurro aveva «pescato» Juan Martin Del Potro, testa di serie numero 5, che prende il posto di Nadal nella parte alta del tabellone. L’azzurro affronterà dunque al primo turno lo statunitense James Blake, testa di serie n. 17. Nadal adesso rischia di perdere il primo della classifica mondiale, se Federer o Murray dovessero vincere il torneo.

Il testa a testa tra Valentino e Jorge Lorenzo nella corsa in Catalogna

Il tennista cipriota non prenderà parte al torneo inglese

Formula Uno Nuova pole position per il tedesco della Red Bull Seconda la Brawn Gp di Barrichello, le Ferrari ancora staccate

Vettel mette tutti in fila A Silverstone solo sesto posto sulla linea di partenza per Jenson Button SILVERSTONE - Ancora una pole position, la quarta della sua precocissima carriera e la seconda consecutiva. Sebastian Vettel ci sta prendendo gusto: oggi il giovane allievo di Michael Schumacher, 22 anni il prossimo 3 luglio, partirà di nuovo con il musetto della sua Red Bull davanti a tutti. Accanto a lui la solita BrawnGp. Non come a Istanbul quella del leader mondiale Janson Button, soltanto sesto, ma di Rubens Barrichello. Poi un’altra Red Bull, quella del compagno di squadra Mark Webber che se l’è presa con il ferrarista Raikkonen per essere stato ostacolato al termine delle qualifiche. «Forse aveva bevuto della vodka, o stava sognando», ha detto a proposito del finlandese che a sua volta ha ribattuto «Io ubriaco? Ma se non l’ho ostacolato». La sua F60 si è piazzata soltanto nona. Ancora peggio quella del compagno Felipe Massa, undicesimo e fuori dalla Q3. «E’ un week end fantastico:

Così al via in Inghilterra Diretta TV: ore 14.00 Rai 1 e Sky Sport 2 1 Sebastian Vettel Red Bull 3

Rubens Barrichello Brawn Gp 4

Mark Webber Red Bull 5

2ª FILA

Jarno Trulli Toyota 6

Kazuki Nakajima Williams

3ª FILA

Jenson Button Brawn Gp

7 Nico Rosberg Williams 9

Il leader del mondiale piloti Jenson Button si deve accontentare di partire dalla sesta posizione

non abbiamo avuto nessun problema e le parti nuove hanno funzionato alla grande», dice un sorridente Vettel. Dopo aver dominato le prove libere di venerdì, il tedesco di Heppenheim, si è preso la pole. «Sono stato quasi perfetto», dice il pilota, dividendo però

subito i meriti del suo successo con il resto della squadra. «Grazie - sottolinea - Vettel - a tutti quelli che hanno lavorato in fabbrica», che è a due passi dal circuito di Silverstone. «E’ grazie a loro - continua - che ho fatto la pole: abbiamo fatto un grande passo avanti».

Gli avversari, a cominciare dalle Brawn Gp, cercheranno di rovinargli la festa. E lo stesso faranno i piloti delle altre scuderie. Come la Toyota di Trulli, che partirà dalla seconda fila, e le Williams di Nakajima e Rosberg, rispettivamente quinto e settimo.

2 1ª FILA

4ª FILA

8 Timo Glock Toyota 10

Kimi Raikkonen Ferrari 11

5ª FILA

Fernando Alonso Renault 12

Felipe Massa Ferrari 13

6ª FILA

Robert Kubica Bmw-Sauber 14

Heikki Kovalainen McLaren 15

7ª FILA

Nelson Piquet Jr. Renault 16

Nick Heidfeld Bmw-Sauber 17

8ª FILA

Giancarlo Fisichella Force India 18

Sebastien Bourdais Toro Rosso

9ª FILA

Adrian Sutil Force India 20

19 Lewis Hamilton McLaren

10ª FILA

Sebastien Buemi Toro Rosso

Superbike Oggi si corre a Misano

Formula Uno “Non lascio un’organizzazione in crisi”

Rugby I canguri segnano cinque mete

Superpole a Smrz Spies segue da vicino

Mosley si incolla alla poltrona

L’Italia crolla nel finale L’Australia passa 34-12

Ben Spies terzo nella griglia di partenza del Gran premio di San Marino

MISANO ADRIATICO - Jakub Smrz su Ducati del team Guandalini ha conquistato la Superpole del GP di San Marino a Misano, ottava prova del Mondiale Superbike. Il ceco ha girato in 1’35’’435, precedendo di 134 millesimi la Honda del britannico Jonathan Rea. Terzo posto per lo statunitense Ben Spies su Yamaha, davanti alla Ducati ufficiale di Michel Fabrizio. Sesto tempo per il suo compagno di squadra, il leader del Mondiale, Noriyuki Haga. Max Biaggi è invece nono con l’Aprilia a causa di un problema sulla sua RVS4 durante la seconda fase della Superpole. Oggi le due manche, in diretta su La7, alle 12 e alle 15,30.

- afferma - ma i problemi che SILVERSTONE - I team vogliono la Il presidente della Fia lungo mi stanno creando rendono difficile sua testa e i tifosi gli chiedono di vuole andare avanti il mio addio a ottobre». Il braccio di andarsene. Max Mosley, il discusso presidente della Fia, non ha nessuIeri durante le prove ferro tra la Fia e la Fota - che a Silverstone, dove si corre il Gp di na intenzione di mollare. Non lo striscioni contro di lui Gran Bretagna, ha annunciato di farà di certo mercoledì, al Consiglio preparare un campiomondiale della Fia di nato alternativo - semParigi che ospiterà il bra destinato a contiprossimo round dello nuare a lungo. «Tutto scontro con i team ’riquello che stanno fabelli’ della Fota. E procendo - sottolinea Mobabilmente neanche sley - è controprodua ottobre, quando il cente: non possono suo mandato scadrà e permettersi di lasciadovrà essere rieletto. re la Formula 1». Sen«Non lascio un’orgaza contare la montanizzazione in crisi», digna di denaro che, a ce respingendo le acsentire il presidente cuse nei suoi confrondella Fia, le scuderie ti. «Io un dittatore? dovrebbero versare al Ma se sono le squadre Lo striscione contro Mosley e Ecclestone patron del Circus Ber- ribatte - a voler gestire tutto, denaro compreso». Chi pro- to gli scandali sexy e la morte per nie Ecclestone, gestore dei diritti fetizza «l’ultimo giro» per il contro- overdose del figlio Alexander, do- commerciali della Formula 1. «I teverso presidente, attaccato anche vrà fare i conti con la determinazio- am vogliono il loro mondiale e lo dal punto di vista personale dai ta- ne di questo avvocato di 69 anni. faranno», taglia corto Flavio Briatobloid inglesi che ne hanno ricorda- «Non voglio andare avanti troppo a re.

Gli azzurri non hanno demeritato, ma a imporsi è stata ancora la squadra di casa

MELBOURNE - Per settanta minuti, l’Italia dei giovani mandata in campo dal ct Nick Mallett a Melbourne nel secondo test-match del tour estivo tiene testa e, a tratti, spaventa i due volte campioni del mondo dell’Australia. Come una settimana fa a Canberra, Parisse e compagni concedono cinque mete ai Wallabies, realizzano quattro calci ma il 34-12 finale non rende giustizia alla prestazione degli azzurri che, fino a 10’ dal termine, riescono a tenere aperta la partita su un campo da gioco asciutto - si è giocato con il tetto dell’Etihad Stadium chiuso - ideale per consentire alla squadra di casa di sfruttare un velocissimo gioco di attacco.


46 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

SPORT Obiettivo societario: reperire pedine utili a rafforzare tutti i reparti, a partire dal carente settore dell’attacco

S E R I E

B

Trattative calciomercato REGGINA

REGGIO CALABRIA — Fine settimana di riposo per la dirigenza amaranto. Il presidente Lillo Foti e il direttore sportivo Gabriele Martino sono rientrati in sede per trascorrere un paio di giorni di relax prima di tuffarsi da domani nelle trattative di calciomercato. La priorità della dirigenza al momento riguarda le comproprietà e la definizione dei prestiti. Poi si passerà alla fase successiva, cioè alle cessioni e ai movimenti in entrata. La società, anche dopo aver parlato con il tecnico Walter Novellino, sembra avere le idee chiare sulle compartecipazioni. La Reggina ha infatti deciso di trattenere in riva allo Stretto i tre giocato-

2ª D I V I S I O N E

La squadra si radunerà il 9 luglio al centro sportivo Sant’Agata ri il cui cartellino è a metà con altri club: Alessio Sestu (Avellino), Santos Dos Pintos (Genoa) e Josè Montiel (Udinese). I primi due si sono distinti nel campionato che si è appena concluso. Nonostante i pesanti infortuni rimediati (Sestu ha subito la rottura del legamento crociato del ginocchio e Santos quella del tendine d’Achille), che li hanno costretti a chiudere il torneo in netto anticipo, la società ha deciso di riconfermarli entrambi. I due, ancora in fase di ripresa, hanno già conosciuto Novellino il giorno della sua presentazione avvenuta lunedì scorso. Per quanto riguarda Montiel la sensazione è che la società abbia in-

tenzione di trattenerlo, dopo la stagione in prestito al club rumeno del Politehnica Iasi. Solo dopo aver definito le comproprietà la dirigenza si dedicherà esclusivamente alla composizione dell’organico da consegnare a Novellino in tempo per l’avvio della nuova stagione. La squadra infatti si radunerà il 9 luglio al centro sportivo Sant’Agata dove sosterrà le visite mediche ed i primi allenamenti prima di trasferirsi, tre giorni dopo, nella sede del ritiro di Roccaporena, frazione di Cascia. Il club si è prefissato l’obiettivo di reperire quattro - cinque pedine, che rafforzino tutti i reparti. Il settore più carente al momento sem-

bra l’attacco. Attualmente in rosa, dopo le partenze di Corradi, Cozza (entrambi in scadenza di contratto) e di Rakic (fine prestito), sono rimasti Brienza, Stuani e Ceravolo. Ed in previsione delle probabili partenze dei primi due (Brienza è conteso da Parma, Cagliari e Bari, mentre Stuani sembra destinato alla Spagna), urgono interventi. Gli obiettivi sono stati individuati in Emiliano Bonazzoli, ex amaranto ed attualmente alla Sampdoria, Salvatore Mastronunzio dell’Ancona e Salvatore Bruno del Modena. Tramontata invece l’ipotesi Flachi. Angela Latella

Due le ipotesi “drammatiche” paventate: la non iscrizione della squadra e la vendita del titolo

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Pippo Caffo appare come “ostaggio” di una sorta di “patto di solidarietà” con il resto dei soci. Puntualmente, al momento di serrare le fila, lui resta invischiato in queste operazioni: quello che è accaduto lo scorso anno, si ripete ora. Perché? Perché un imprenditore di sicuro successo, lanciato a livello internazionale non trova il coraggio di assumersi in prima persona una simile responsabilità? Caffo è come soffrisse di una sorta di “Sindrome Callipo”. L’altro importante imprenditore di questa provincia ha scelto la pallavolo, si è impegnato in prima persona ed è riuscito nel miracolo di portare una squadra vibonese nella serie A. Caffo avrebbe tutti i numeri per ripetere nel calcio l’exploit di Callipo, eppure al momento di fare “il grande passo” frena, si ferma, si aggrega alle manovre del resto del gruppo e vanifica anche quel patrimonio di simpatia che lo avvicina, lui più di tutti gli altri so-

Patto di solidarietà con i soci o solo “Sindrome Callipo”? ci storici della Vibonese, ai tifosi rossoblu. È questo uno dei misteri più strani che da tempo ormai avvinghiano la Vibonese: Caffo avrebbe titoli, numeri e forza economica per essere nel calcio vibonese quello che Callipo è nel volley, ma qualcosa lo frena, qualcosa lo tiene in ostaggio, qualcosa ne limita l’entusiasmo che, invece, nel corso della stagione è palese, evidente e particolarmente apprezzato dai tifosi. Ed allora, in attesa che Caffo scelga di “spiccare il volo” facendolo spiccare anche alla Vibonese rimane il sospetto di un “gioco al massacro” che lo stesso gruppo minaccia, dopo quel comunicato dai toni ultimativi, sfruttando il fattore tempo che in questo caso è poco, pochissimo essendo fissato all’imminente 30 giugno la scadenza per iscrivere la squadra. Ed allora, qual è il senso di questa improvvisa, quanto pericolosa accelerazione? Cui prodest, verrebbe da dire? Ed alcuni pensieri maligni

Il Dg Pippo Caffo, buttarà al vento la stima guadagnatasi sul campo con una tifoseria? finali sorgono spontanei. Quali? È possibile che i cinque intendano assumersi la responsabilità di fare scomparire il calcio a Vibo Valentia, dopo aver lottato per anni e dopo essersi impegnati in tutti i sensi (anche economicamente) per portarlo prima e mantenerlo poi tra i professionisti? Questa domanda è fondamentale, perché in questa vicenda si nascondono due ipotesi sportivamente drammatiche per la città di Vibo Valentia: la non iscri-

zione della squadra con tutte le conseguenze del caso; la vendita del titolo ad un acquirente lontano da Vibo Valentia (abbiamo già riferito giorni fa dell’interessamento del Corigliano). Ora una simile responsabilità se la può assumere chi, per impegni professionali, sociali o imprenditoriali opera nel Vibonese ed a Vibo Valentia vive con la propria famiglia? Gurzillo è un avvocato con uno studio molto avviato ed una carriera politica iniziata da pochi anni (è attualmente consigliere comunale in quota Udc), potrebbe ancora chiedere voti ai vibonesi dopo essersi macchiato di un simile delitto sportivo? Massimo Colistra è titolare di un’attività imprenditoriale con fortissimi interessi in città ed in tutto il territorio: può macchiarsi di un simile delitto sportivo? Della “stanchezza” di Rino Figliano si è detto da tempo ed è cosa nota, ma se finora non ha mollato è solo perché è letteralmente “innamo-

rato” della Vibonese: potrebbe trasformarsi nell’esecutore testamentario della sua fine? L’altro vicepresidente, Patania, aveva da tempo annunciato di offrire gratuitamente le sue quote, deciso ad andarsene; ora è stato costretto a metterle in vendita dall’azione comune e congiunta degli altri soci, come mai? E poi rimane, appunto, Pippo Caffo, un imprenditore di livello internazionale che ha la sua sede in provincia di Vibo Valentia ed un figlio di straordinarie capacità lanciatissimo, perché particolarmente stimato, in Confindustria: potrebbe mettere a repentaglio la credibilità sua e del suo gruppo macchiandosi di un simile delitto sportivo? Potrebbe buttare al vento tutta quella stima finora guadagnatasi sul campo con una tifoseria che lo ha eletto a proprio punto di riferimento? Maurizio Bonanno


Pag. 47

APPUNTAMENTI il Domani

Domenica 21 Giugno 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

“Acquasantissima” è il titolo dello spettacolo che il celebre cantante presenterà al pubblico la sera di sabato 22 agosto

Il vulcanico Piero Pelù di scena a Roccella Jonica Nella sua band: Elia Ciricillo, Cosimo “Zanna”, Rita Tumminia, Sandokan Gruia ROCCELLA JONICA — Grande appuntamento, sabato 22 agosto a Roccella Jonica. Piero Pelù presenterà “Acquasantissima”. Nelle due ore di spettacolo saranno completamente riarrangiati in chiave “Rock and Rom” brani tratti dal repertorio storico di Piero Pelù insieme ai brani del repertorio degli Acquaragia Drom. La formazione che si esibirà sul palco insieme a Piero Pelù prevede: Elia Ciricillo (voce, chitarra acustica e tamburello), Cosimo “Zanna” Zannelli (chitarra rock e cori), Rita Tumminia (accordion e cori), Sandokan Gruia (contrabbasso ed evoluzioni), Marcus Colonna (clarone, clarinetti e tamburello), Erasmo Treglia (violino, ciaramella, tromba degli zingari e cori), Pol Baglioni (batteria). Baritono dotato di un timbro unico e potente Pelù è cresciuto a Firenze. Da giovane inizia ad appassionarsi alla musica e soprattutto al canto mentre frequenta il liceo classico, divenendo il frontman di una band liceale, i Mugnions, dal nome del fiume (Mugnone) che da Fiesole scende a Firenze e passava adiacente al condominio dove abitava la famiglia Pelù. Terminate le

Nella foto, Piero Pelù. Nelle due ore di spettacolo saranno riarrangiati in chiave “Rock and Rom” brani tratti dal suo repertorio storico

scuole, parte per un viaggio a Londra ispirato dal punk inglese, deciso a trasferirsi per sempre nella capitale inglese, ma deluso dai punk ormai imborghesiti torna a Firenze e si unisce, insieme ad Antonio

Aiazzi, ai Litfiba fondati da Ghigo Renzulli, Gianni Maroccolo e Sandro Dotta (quest'ultimo uscito dal gruppo poche settimane dopo), nei quali era confluito Francesco Calamai. La svolta artistica si ha nel

“Le Troiane” al Parco della Biodiversità

1982 grazie alla vittoria del Festival Rock di Bologna con la quale incidono il singolo "Luna/La preda". Seguono numerosi altri Ep ma il vero e proprio album arriva solo nel 1985, questo si intitolava Desaparecido Prima di Desaparecido il repertorio Litfiba già contava numerosi pregevoli lavori, grazie ai quali furono inseriti dai critici dell'epoca nel panorama new wave nazionale, assieme ad altri gruppi fiorentini contemporanei quali Diaframma e Neon. Gli anni della grande notorietà dell'accoppiata Pelù-Renzulli e dei nuovi Litfiba sono quelli che vanno dal 1991 al 1999. Pelù firmò tutti i testi delle canzoni contenute negli album pubblicati in quel periodo, ossia El Diablo, Terremoto, Spirito, Mondi Sommersi e Infinito. Il debutto di Pelù da solista è nel 1999, quando è ancora impegnato nella promozione del disco e nei preparativi del tour con i Litfiba, con il singolo Il mio nome è mai più firmato LigaJovaPelù. Il suo primo periodo come solista pare caratterizzato dalla volontà di prendere le distanze dal suo passato, come in parte evidente nel libro autobiografico "Perfetto difettoso", poi si è man mano riconciliato con esso e nel

2005, dopo averne acquistato i master originali, ha pubblicato un nostalgico Litfiba '99 Live, testimonianza dell'ultimo suo tour con la band. Nel 2008 esce il singolo "Tutti fenomeni" che anticipa l'uscita dell'album "Fenomeni" che avviene il 18 aprile 2008 ed entra subito al terzo posto nella classifica degli album più venduti in Italia secondo Fimi. Lo stesso album si può scaricare da internet in versione "deluxe edition", con le tracce bonus Revolution, cover dei Beatles, e Jeeg Robot.Durante l'inverno 2009, Piero è protagonista del proprio tour invernale Fenomeni che lo vede impegnato in vari teatri italiani, diretto dal regista Sergio Bustric. Piero propone al gruppo tzigano Acquaragia Drom (Elia Ciricillo: voce, chitarra, tamburelli, danza / Rita Tumminia: organetto, danza / Erasmo Treglia: violino, tromba de' zingari, ciaramella / Marcus Colonna: clarinetto, clarone / Sandu Gruia "Sandokan": contrabasso a 3 corde) un progetto intitolato Acquasantissima. Pelù, quindi, starà in tour nell'estate 2009. Pelù canterà sia alcune canzoni del repertorio Litfiba e sia alcune canzoni da solista insieme ad alcune canzoni degli Acquaragia Drom.

L’iniziativa ha il fine di sperimentare percorsi di didattica

Lo spettacolo è stato portato in scena dagli alunni del Liceo classico “P. Galluppi” di Catanzaro

Bandito un concorso per le scuole

CATANZARO — Il suggestivo scenario dell’Anfiteatro del Parco della Biodiversità di Catanzaro, concesso dall’Amministrazione provinciale, ha fatto da sfondo, nei giorni 16 e 17 giugno, alla rappresentazione della tragedia di Euripide “Le Troiane”, effettuata dal Laboratorio di Teatro Classico del Liceo ginnasio “P. Galluppi”. Il lavoro è stato realizzato da alunni appartenenti a varie classi dell’Istituto, guidati da docenti interni che da oltre quindici anni, ormai, curano la messa in scena di opere del mondo classico. Il testo è stato scelto in relazione al tema del Progetto Gutenberg 7 “Macrocosmi e Microcosmi”,poiché esprime il dolore privato delle donne fatte schiave. La rappresentazione ha suscita-

CATANZARO — Il prof. Guido Leone,coordinatore regionale del gruppo di lavoro “Cittadinanza e Costituzione” istituito presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria informa che, come preannunciato il 4 marzo 2009 in occasione della presentazione del documento di indirizzo per la sperimentazione dell’insegnamento “cittadinanza e costituzione”, previsto dalla legge 169/2008, è stato bandito un concorso indirizzato alle scuole di ogni ordine e grado per la progettazione e la sperimentazione di percorsi di innovazione organizzativa e didattica su “Cittadinanza e Costituzione”. Le scuole che intendono partecipare al bando, sia singolarmente sia in forma associata con altre scuole, dovranno compilare on line la domanda - utilizzando la scheda allegata al bando stesso - entro le ore 16 del 3 luglio 2009. Il prof. Leone ricorda che i progetti andranno attuati entro l’anno scolastico 2009/2010.I progetti presentati antro la data suddetta sono valutati da una apposita Commissione costituita presso l’Ansas. Per accedere al formulario on line, le scuole utilizzeranno i dati di accesso in loro possesso, ovvero login e password di istituto abitualmente usati per la partecipazione ad iniziative di formazione dell’Ansas. Qualora la scuola non fosse in possesso di tali dati e per qualsiasi ulteriore informazione utile, potrà rivolgersi via mail al servizio di help ( helpcittadinanza@indire.it).

to vivi apprezzamenti nel folto pubblico presente, che ha seguito con estrema attenzione e partecipazione lo svilupparsi dell’azione, catturato dall’abilità con cui giovani attori dilettanti hanno saputo rendere sentimenti sempre forti ma spesso contrastanti, quali l’amore, la tenerezza, la disperazione, l’odio, la sensualità, la dignitosa compostezza. Gli spettatori hanno apprezzato non solo l’intensità della recitazione dei singoli attori e del coro, ma anche il singolare controllo dello spazio scenico, l’armonia dei movimenti, perfettamente adeguati alle situazioni e sottolineati dalle splendide musiche scelte. Momenti di grande effetto e suggestione sono stati soprattutto l’entra-

ta in scena di Andromaca e del figlioletto Astianatte su un carro con le armi paterne e, nella parte conclusiva, l’esodo, l’accompagnamento funebre del corpo del povero bimbo ucciso e la desolazione delle donne che hanno perso con lui ogni speranza di riscatto e devono accettare il loro destino di schiave. L’evento teatrale è stato, insomma, un equilibrato insieme di abilità recitativa ed interpretativa, di gestualità e movimento, di scelta musicale, costumi ed attrezzature, oltre che, come sottolineato dal Dirigente Scolastico, prof. Vitale, la manifestazione chiara che i giovani possono comprendere e comunicare sentimenti e mentalità lontani nel tempo ma spesso attuali.

CROTONE

“I Calabresi di Milano...”

Le Camere di commercio del Mediterraneo approdano a Crotone. Si svolgerà nei giorni del 2 e 3 luglio prossimi l’evento che vedrà nella nostra provincia i Segretari Generali delle Camere di Commercio italiane all’estero (Ccie) di Casablanca (Marocco), Istanbul (Turchia), Tel Aviv (Israele), Atene (Grecia), Salonicco (Grecia), Madrid (Spagna), La Valletta (Malta). Mentre la giornata del 2 luglio sarà destinata alla presentazione della delegazione ed agli incontri istituzionali, il giorno seguente sarà dedicato alle imprese. In particolare nella mattinata del 3 luglio le imprese dei seguenti settori: turismo, agroalimentare, orafo, carpenteria metallica e cosmetica, avranno la possibilità di realizzare degli incontri diretti con i singoli Segretari Generali delle Camere di commercio italiane all’estero di interesse. L’evento si inserisce tra le attività svolte dall’Ente camerale nell’ambito dell’internazionalizzazione, in particolare, non solo offre l’occasione di instaurare importanti collaborazioni istituzionali tra i principali attori del Mediterraneo ma consente direttamente alle imprese del territorio di avviare proficui scambi commerciali con l’estero. Al fine di preparare gli imprenditori a valorizzare al meglio gli incontri, è stata organizzata un’idonea attività formativa che si svolgerà il prossimo 23 giugno, dalle ore 14.30 fino alle ore 17.00, presso la sede della Camera di commercio (I piano). La formazione sarà effettuata da un funzionario di Mondimpresa, l’agenzia del sistema camerale che si occupa di internazionalizzazione, che presenterà i paesi di cui sopra; oltre alle informazioni generali, saranno forniti dati sulle opportunità di mercato e indicazioni sulle tecniche per gestire in maniera ottimale gli incontri. Per maggiori informazioni e per richiedere la scheda di adesione, è possibile contattare l’ufficio Promozione (tel. 0962.66.34.207/215/228/229 e-mail: promozione@kr.camcom.it).

Domenica 16 agosto 2009 nella centro storico in Piazza del Popolo, l'Associazione Calabrolombarda, col patrocinio del Comune di Paola ha organizzato la quinta edizione della manifestazione "I Calabresi di Milano incontrano le origini" dedicato alla devozione dei calabresi ovunque emigrati per San Francesco. La serata prevede alcuni momenti di consegna di riconoscimenti a calabresi affermatisi in Italia e nel mondo conferiti dalla Fderazione Italiana delle Associazioni Calabresi e dalla FondazioneHeritage Calabria di Ginevra. Le allieve del Conservatorio musicale di Cosenza allieteranno con un concerto musicale la serata. Nelle vie adiacenti alla piazza, anche il giorno 15, numerosi espositori di prodotti enogastronomici ed artgianali tipici della Calabria metteranno in mostra le tante specialità del territorio.


48 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La quarantaquattresima edizione del Gran galà del Pescespada l’ultima domenica di luglio a Bagnara Calabra

“Torneo dell’Amicizia” a Catanzaro IL CARTELLONE

“A Minnazza”, spettacolo di Leo Gullotta l’1 agosto ad Amantea

ACRI (Cs) - Inaugurazione di Assises Sedute in Opera Domenica 5 luglio, alle ore 18.00, si terrà l'inaugurazione di Assises Sedute in Opera, collezione Philippe Delaunay a cura di Boris Brollo che si terrà dal 5 luglio - 20 settembre, presso il Maca - Museo Arte Contemporanea Acri Palazzo Sanseverino - Piazza Falcone, 1 - Acri. Orari: 9.00/13.00 16.00/20.00 - chiuso lunedì. Info: 0984.953309 - www.museovigliaturo.it - maca@museovigliaturo.it. AMANTEA (Cs) - Nino Frassica, concerto-spettacolo Concerto-spettacolo di Nino Frassica & Los Plaggers band, 18 luglio, ore 21.30, Parco della Grotta di Amantea. Ingresso libero (organizzazione Comune di Amantea, Mira Marketing & Service); informazioni www.ruggeropegna.it. AMANTEA (Cs) - Spettacolo di Leo Gullotta Spettacolo di Leo Gullotta, "A Minnazza", 1 agosto, ore 21.30, Parco della Grotta di Amantea. Ingresso libero (organizzazione Comune di Amantea, Mira Marketing & Service); informazioni www.ruggeropegna.it. AMANTEA (Cs) - Concerto dei Napoli Opera Concerto dei Napoli Opera con Barbara Bonaiuto (dall'Orchestra Italiana), 13 agosto, ore 21.30, Parco della Grotta di Amantea. Ingresso libero (organizzazione Comune di Amantea, Mira Marketing & Service). Informazioni: www.ruggeropegna.it. BAGNARA C. (Rc) - Sagra dell’Alalunga La Città Bagnara si prepara per la seconda Sagra dell’Alalunga – Festa del Mediterraneo. Per ciò che concerne l’evento in sé, è riconfermata la partecipazione e la preziosa collaborazione dei Pescatori bagnaresi della Cooperativa Maria di Porto Salvo, i quali saranno protagonisti indiscussi della serata finale del 5 luglio. Si prevedono altre collaborazioni da parte di cooperative e associazioni calabresi. L’evento prevederà oltre agli appuntamenti sportivi, anche altri di natura culturale, sociale e d’intrattenimento che presto saranno rese note su www.sagradellalalunga.it. Alla riunione del gruppo “Le Bagnarote”, si è discusso soprattutto sul metodo dell’ospitalità nella nostra città, ed inoltre scelta comune è stata quella di far assaporare al visitatore tutte le tradizioni, culinarie e non, tipiche della città del basso tirreno. BAGNARA C. (Rc) - Gran Galà del Pescespada L’ultima domenica di luglio si terrà a Bagnara Calabra la 44 edizione del Gran Galà del Pescespada. La manifestazione ideata dall’Associazione turistica Pro Loco, patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Reggio Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra, ha l’obiettivo di promuovere una delle più antiche tradizioni del territorio, la caccia del pescespada, e valorizzare la gastronomia locale. Falk, ballo in piazza, momenti culturali e degustazione animeranno i giorni del gran galà per rivivere le antiche tradizioni bagnaresi legate al mare e contribuire alla rievocazione, per non dimenticare le antiche origini marinare. La manifestazione prevede la collaborazione del Consorzio Turistico “Costa Viola” delle Pro Loco e sarà seguito dalla Protezione Civile e dalle forze dell’ordine “Aquile di Gioia Tauro”. Tra le novità la manifestazione prevede la filodiffusione sul corso principale a creare un’atmosfera unica nella cittadina e la collaborazione artistica di Otello Profazio, cantautore italiano nonché cantautore dialettale calabrese di genere folk. L’Associazione ha inoltre pensato di sorteggiare 5 kg del prelibato pesce tra chi acquisterà il biglietto della sagra, attendendo il gran finale del galà. Biglietti famiglia e special soci unpli saranno acquistabili nei giorni precedenti direttamente presso la sede dell’associazione. L’appuntamento è per le ore 18.00 in Piazza Matteotti. A far da cornice a quest’evento parteciperanno diversi produttori locali con stand e area de gustative di prodotti locali. Le televisioni a diffusione regionale danno una notevole rilevanza a tale avvenimento, che rappresenta non solo un immancabile appuntamento gastronomico con squisite pietanze a base del prelibato pesce, preparate ad arte da esperti cuochi, ma anche un importante e significativo momento di crescita culturale e sociale. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino Giorno 1-2 agosto, presso il lido "Le dune bianche", 3° memorial "Paolo Musolino", torneo internazionale di scacchi. Consegna di borse di studio e computers a studenti delle scuole elementari e medie della Locride. Tra tutti gli scolari delle scuole elementari e medie presenti alla cerimonia di premiazione del 2 agosto, purchè regolarmente accompagnati da almeno un genitore, verranno sortegiati due computers supplementari donati personalmente dal presidente dell'associazione. Si ricorda che il 30 giugno, è la data limite per l'invio online, a cura degli insegnanti e dirigenti scolastici, della domanda di partecipazione al bando per le borse

di studio ed i computers riservati a studenti delle scuole ele- Perri (classe ’96), il primo tesserato della Società F.C. Catanzaro Lido 2004 di Maurizio Caglioti ed il secondo in prementari e medie dei 42 comuni della locride. stito in occasione della manifestazione, sono stati visionati e di conseguenza acquistati rispettivamente dalla Società BOVALINO (Rc) - Memorial Peppe Sansotta F.C. Torino Alcio e Parma Calcio dove quest’anno hanno diSi disputerà, a Bovalino, oggi, alle ore 17:45 la prima edizio- sputato il campionato dei Giovanissimi Regionali con ottine del “Memorial Peppe Sansotta”, triangolare organizzato mi risultati. Info: 338-3239850 oppure 345-4782044. dalla società del Bovalino Calcio a 5 per ricordare, ad un anno dalla scomparsa, uno dei suoi soci fondatori. L’amico Sansotta, infatti, fu uno dei principali promotori per la fondazio- CATANZARO - Rassegna di giovani concertisti ne della squadra Bovalino Calcio 5. Purtroppo però, soltanto L’Accademia Musicale “Fryderyk Chopin” presieduta dal M° pochi mesi dopo la nascita della società, un incidente strada- Elvira Mirabelli, organizza la XVIII Rassegna internaziole gli tolse prematuramente la vita. In suo onore, i dirigenti del- nale di giovani concertisti che si terrà oggi presso la Sala la Bovalino Calcio a 5, subito dopo la tragica scomparsa deci- Concerti di Palazzo De Nobili in Catanzaro. Agli artisti che sero di togliere, dalla numerazione delle casacche di gioco del- si saranno particolarmente distinti sarà offerta la possibilità la squadra, la maglia numero 4. Era, infatti, proprio quel nu- di accedere direttamente alla Serata Finale della XII selemero di maglia che Peppe usava durante le partite a calcetto zione internazionale Fryderyk Chopin che si terrà nel magche allietavano le serate tra amici, in una delle quali, tra l’al- gio 2010 e che metterà in palio borse di studio, premi spetro, nacque l’idea di fondare la prima squadra di calcio a 5 a ciali, trofei, inserimento nel sito internet www.accademiaBovalino. Adesso, la società e tutti i ragazzi del Bovalino Cal- chopin.it. Per informazioni scrivere all’indirizzo mail: cio a 5 hanno pensato che un triangolare possa essere il modo amfc@libero.it; oppure consultare il sito internet www.acmigliore per commemorare l’amico Peppe Sansotta, uomo di cademiachopin.it - Tele/fax 0961-1916239 - 348 0980689. sport, generoso ed umile, conosciuto ed apprezzato in città. Le squadre, dunque, che domenica parteciperanno al primo Memorial “Peppe Sansotta”, il quale si svolgerà presso il campo CATANZARO - Concerto orchestra “G. Rossi” “Pelle Stadium” sito in contrada Donna Palumba, saranno, ol- Oggi alle ore 19, in occasione della Festa europea della Mutre la squadra padrona di casa, Bovalino Calcio 5, Lokron e sica, l’orchestra giovanile di fiati ”Giuseppe Rossi”, nata alComprensorio. Squadre queste che nella stagione appena ter- l’interno del Polo didattico di Catanzaro del Conservatorio minata hanno militato nel campionato di serie D, vinto pro- di musica di Vibo, terrà un concerto nel chiostro della sede, prio dal Lokron. ex istituto Rossi. L’orchestra, diretta dai maestri:Antonio La Torre e Tommaso Rotella, è stata costituita allo scopo di diffondere la musica sinfonica e originale per fiati, miranBRIATICO (Vv) - “Infiorata”, premiazione concorso do a valorizzare le potenzialità tecniche - artistiche degli Anche quest’anno è arrivato il tempo dell’infiorata per la gen- allievi. L’orchestra rinnova la tradizione musicale della Bante di Potenzoni di Briatico. L'idea, oramai consolidata da an- da musicale dell’ex orfanotrofio “G;Rossi”, oggi sede del Poni, è quella di decorare le vineje del paese con i petali colorati lo didattico, fondata alla fine del 1800. La manifestazione di fiori. I quattro rioni paesani di Potenzoni, Glicine, Torre, di domenica è stata realizzata in collaborazione con il coChiesa e Agave, si affrontano e si confrontano annualmente mune di Catanzaro, assessorato al Pubblica istruzione. con i petali colorati. La partecipazione è gratuita. Ogni artista parteciperà al concorso con un quadro floreale realizzato nello spazio assegnato dal Comitato. La scelta dei temi è libera ma CATANZARO - “Play Energy” a carattere religioso. I quadri floreali devono essere realizzati E’ arrivato alla fine della fase regionale “Play Energy”, il procon materiale d’origine floreale e vegetale: fiori e foglie. La pre- getto formativo promosso da Enel e dedicato a docenti e stumiazione avverrà oggi, alle ore 16.00, presso la chiesa parroc- denti di ogni ordine e grado,lunedì 22 giugnola giuria comchiale di Potenzoni. I premi previsti consistono in: per il I clas- posta da dirigenti dell’ufficio scolastico regionale, da espersificato: euro 700,00; per il II classificato: euro 500,00 e per ti Enel e da giornalisti, decreterà quali “idee”, superando il III 250,00 euro. questo primo step, accederanno al “girone” nazionale. CATANZARO - Serata caraibica al Flamingo Beach Estate loca! Flamingo Beach presenta: ogni giovedì “serata caraibica” per trascorrere un’estate con la mejor musica Quesuena Ahora. Zona Porto Cz Lido (località Giovino). Ingresso gratuito! Inizio ore 21.30.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Programma al completo della stagione 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: il 21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdìpresso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Ulteriori informazioni: 347/0379298 - Per la prenotazione dei tavoli chiamare, a partire dalle ore 16:00, al numero 0961.752545. CATANZARO - Torneo dell’Amicizia L’Associazione Sportiva Dilettantistica Casciolino 2007 con la collaborazione dell’assessore allo Sport Danilo Gatto, organizza per l’anno 2009 la II Edizione del Torneo dell’Amicizia riservato alla categoria Esordienti 11 Vs 11. La manifestazione si svolgerà presso il campo in erba sintetica dello stadio A. Curto di Catanzaro Lido fino al 27 giugno 2009 con la disputa di tre partite giornaliere e inizio alle ore 16.00. Da evidenziare che nella precedente edizione, vista la presenza alla finalissima di numerosi osservatori di società professionistiche, i calciatori Pasquale Mattia Ottobre (classe ’95) premiato quale miglior calciatore assoluto della manifestazione e Davide

CATANZARO - “La sicurezza a Tavola”, convegno Il Soroptimist International Club di Catanzaro, presieduto da Daniela Marasco Gualtieri, terrà nell’ambito delle proprie attività istituzionali, il 22 giugnoalle 18,00 all’Hotel Guglielmo un convegno su “La sicurezza a Tavola”. L’appuntamento è svolto in collaborazione e sinergia con la Coldiretti di Catanzaro e con la Fondazione Campagna Amica. Il programma prevede il saluto delle autorità, a seguire l’introduzione della presidente Daniela Marasco Gualtieri e le relazioni che saranno svolte da: prof.ssa Maria Pavia –professore ordinario di igiene della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro; dr.ssa Elisabetta Vacca Global Scientific and Health Claims Manager Heinz Infant Nutrition; dr. Francesco Faragò dirigente Medico Responsabile U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione A.S.P. di Catanzaro; Roberto Torchia Presidente Coldiretti Interprovinciale di Catanzaro – Crotone –Vibo Valentia. Modererà i lavori il dr. Claudio Venditti. CATANZARO - “Opportunità dalla Ue alle Pmi” Il Consorzio Dream - Distretto Ricerca & Innovazione del Mediterraneo - costituito nell’ambito dell'Associazione Industriali, organizza per lunedì 22 giugno, ore 16,00, presso la sede di Confindustria Catanzaro, l’incontro “Europrogettazione seminario sulle opportunità offerte dalla Ue alle Pmi”.I lavori prenderanno il via con il saluto del presidente del Consorzio, dott. Luciano Ricci, e proseguiranno con l’intervento della dott.ssa Annalisa Ceccarelli dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea – Apre – che illustrerà le principali fonti di finanziamento comunitarie e le modalità di approccio alle stesse. Vi sarà, infine, la testimonianza diretta della dott.ssa Elena Console amministratore della T.E.A. Sas, che descriverà la propria esperienza di coordinatore di un progetto di ricerca europeo (Isyreadet, finanziato con i fondi del V Programma Quadro): a quest’ultimo intervento seguirà la sessione di domande e risposte che orienteranno il dibattito a chiusura del seminario. CATANZARO - Festival Artisticamenteio L'estate è alle porte e la sua brezza ci accompagna alla IV edizione del Festival Nazionale Artisticamenteio. Il gruppo dei partecipanti al festival è già folto ed ancora mancano alcune città dove la carovana di Artisticamenteio farà sosta per le selezioni. La prossima, per l'appunto, sarà Catanzaro! E precisamente: dal 22 al 27 giugno presso il Centro di Arte tessile, via XX Settembre n° 41 di Catanzaro.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La seconda edizione del motoraduno interregionale Fmi il 12 luglio a Catanzaro

I Nomadi in concerto a Casignana IL CARTELLONE

MiniMaratona della Magna Graecia oggi a Cirò Marina

CATANZARO - “Catanzaro Sotterranea” L’associazione Assoformac, in collaborazione con l'assessorato all'Urbanistica e l'assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, presenta martedì 23 giugno, alle ore 18.00, presso la sala Concerti - Palazzo Comunale di Catanzaro- il documentario "Catanzaro Sotterranea – Segreti Passaggi". Programma: ore 18.00, saluti: Rosario Olivo - Sindaco di Catanzaro; Domenico Iaconantonio- Assessore all’ Urbanistica del Comune di Catanzaro; Antonio Argirò - assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro; ore 18.15, presentazione e proiezione del documentario; "Catanzaro Sotterranea - Segreti Passaggi", Domenico Marino - ideatore e produttore; Giuseppe Rachetta - autore e regista; ore 19.00, interventi: Biagio Cantisani - dirigente Comune di Catanzaro; Antonio De Marco - dirigente Regione Calabria; ore 19.15, dibattito: Francesco Cristiano - archeologo; Francesco Cuteri – archeologo, docente Univ. Mediterranea di Reggio Calabria; Cesare Pitto - antropologo culturale, docente Unical; ore 19.45, chiusura lavori, Francesca Prestia - presidente Assoformac. CATANZARO - Consiglio comunale Il presidente, Francesco Passafaro, ha convocato, per mercoledì 24 giugno alle ore 10,30, in seduta ordinaria di primo appello, il Consiglio comunale. L’eventuale seconda convocazione, invece, è stata fissata per mercoledì 25 alla stessa ora. In un primo momento era stato stabilita la data del 26 giugno. Sette gli argomenti iscritti all’ordine del giorno dei lavori, tra le quali, l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, una delibera di riconoscimento di debito fuori bilancio, tre pratiche di altrettante Ditte che hanno presentato elaborati grafici del piano di riassetto idrogeologico modificati ai sensi dell’articolo 2 delle norme tecniche di attuazione e misure di salvaguardia del Pai. All’attenzione dell’aula anche la modifica del regolamento per la discip0lina dell’occupazione di suolo pubblico degli spazi di ristoro all’aperto(Dehors) quali elementi di arredo urbano, e la nomina del Difensore civico.

quella del 2009 sarà l’edizione che verrà ricordata per il raddoppio delle competizioni per l’affiancamento del “I Trofeo yacht Club Marina di Catanzaro” del neonato sodalizio marinaro. Nell’ultimo week-end di giugno (26-27-28 giugno) la località Giovino e tutto il Lungomare di Catanzaro Lido saranno la tribuna naturale dove ammirare questi centauri del mare , difatti oltre alle consuete gare di circuito e di Free-style che si disputeranno nello specchio acqueo antistante allo stabilimento balneare Santa Fè, con due manche di 45 minuti ciascuna il sabato 27 e una la domenica 28 ci sarà il primo gran premio di Endurance, il circuito di questa altra disciplina nautica sarà disputata lungo tutto lo specchio acqueo di Catanzaro Lido e precisamente dall’altezza dell’imboccatura del costruendo porto alla foce del Fiume Corace. Il circuito posizionato a distanza di sicurezza dalla riva secondo le regole del codice della Navigazione sarà visibile da tutta la passeggiata del lungomare. Sabato sera sul lungomare di lido sarà anche organizzato uno spettacolo in notturna di moto d’acqua Free-Style, dove si esibiranno i migliori piloti nazionali di questa disciplina. Quindi sarà un week-end pieno zeppo di eventi, dall’arrivo del venerdì dei concorrenti da tutte le regioni italiane con il loro coloratissimi motorhome con al seguito le loro moto d’acqua altrettanto sgargianti nelle loro livree, alle gare di circuito e di Free-style del sabato e della domenica a Giovino , esibizione in notturna del sabato e gare di Endurance visibili da tutto il Lungomare di Catanzaro Lido del sabato e della domenica. Sono già arrivate alla segreteria del comitato organizzatore dell’Associazione Amici del Mare oltre 50 iscrizioni, si prevedono, per i giorni delle gare, l’arrivo di oltre 120 piloti da tutta Italia. CATANZARO - “Gran Galà della moda” L'agenzia di Musica e Moda organizza per il secondo anno consecutivo il "Gran Galà della moda" che vedrà come ospiti le ragazze di Domenica In "Le belle ma belle". La serata si svolgerà giorno 27 giugno, presso il Parco delle Biodiversità di Catanzaro, dalle ore 21.00, presso l'anfiteatro sito all'interno del parco. Ingresso libero, posti prenotabili presso il 339/2690740.

CATANZARO - Commedia in vernacolo Sabato 27 giugno ore 21,00, l’associazione Hercules di Piero Procopio, in occasione delle festività di San Giovanni, mette in scena la commedia in due atti di Nino Gemelli “A scacammi n’atra”. Cast: Rotella Angela, Stefano Corrado, Tonino Angeletti, Franco Procopio, Vanessa Curto, Lina Rotella, Piero Procopio, Gori Mirarchi, Stella Surace, Cristian Procopio, Martina Procopio, Vincenzo Pitingolo. Fonica: Francesco IacopiCATANZARO - “Epatite C nel tossicodipendente” no. Collaborazione: Vania Gsesualdo. Direttore di scena: AnUn incontro scientifico sul tema “Gestione della terapia del- drea Saccardi. Regia di Piero Procopio. l’epatite C nel tossicodipendente nel mondo reale” si terrà il prossimo 25 giugno al Campus “Salvatore Venuta” di Germaneto. All’incontro, promosso dalla Cattedra di Malattie CATANZARO - “Matrimoni e viscuvati” Infettive dell’Università Magna Graecia e dalla sezione ca- Domenica 5 luglio ore 21,00 ca l’Ass. Hercules mette in scena labrese della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropica- la commedia dialettale brillante in due atti “Matrimoni e vili, dirette da Vincenzo Guadagnino, prenderanno parte in- scuvati” di Piero Procopio. Cast: Stella Surace, Franco Bisurfettivologi e dirigenti dei SerT della Calabria. I lavori si apri- gi, Antonella Apa, Piero Procopio, Biagio Bianco, Gori Mirarranno alle ore 9 con una lezione magistrale sul tema del con- chi, Vincenzo Pitingolo, Vanessa Curto e con la partecipaziovegno, a cura del prof. Guadagnino, intorno alla quale si svi- ne di Domenico Ammendolia. Fonica: Francesco Iacopino. lupperà la discussione della prima sessione riservata pro- Collaborazione: Vania Gesualdo. Direttore di scena Andrea prio alle difficoltà pratiche nell’attuazione della terapia. Mo- Saccardi. Regia: Piero Procopio. dereranno Giuseppe Foti e Francesco De Matteis. Alle ore 10 si parlerà di “evidenze scientifiche e problemi di trasferimento nella pratica clinica”. Seguirà la presentazione di al- CATANZARO - Motoraduno Fmi cuni casi clinici a cura di Benedetto Caroleo e Franco Cesa- Il Moto club d'epoca Santo Ianni Catanzaro organizza il 2°moreo. Per le ore 12 è prevista una tavola rotonda, coordinata toraduno storico interregionale Fmi Città di Catanzaro il 12 da Franco Montesano, dirigente del SerT di Soverato, sul te- luglio. Programma: ore 8.00, raduno dei partecipanti presso ma “L’esperienza dei SerT in Calabria”. Con Montesano par- la piazza della scuola Agraria - Parco della Biodiversità - iscriteciperanno Bernardo Grande, Francesco De Matteis, Gio- zione ed esposizione moto in piazza; ore 9.30, visita al museo vanni Falvo, Caterina De Stefano, Agata Salimbeni e Dome- storico delle armi, con ingresso gratuito; ore 11.00 - 11.30, parnico Cortese. I lavori riprenderanno alle ore 14 con una di- tenza dal Parco della Biodiversità per Catanzaro Lido percorscussione su “Possibili soluzioni per le difficoltà gestionali”. rendo Corso Mazzini con esposizione itinerante delle moto; Presiederà Giovabattista De Sarro, Preside della Facoltà di ore 12.30 - 13.00, arrivo a Catanzaro Lido con giro panoramiMedicina. Modereranno Lucio Cosco e Fernanda Magnelli. co del quartiere marinaro ed esposizione delle moto sul LunSuccessivamente Bernardo Grande analizzerà i “Modelli gomare nei pressi del ristorante "Da Maruzza" dove si pranorganizzativi nei SerT, in riferimento al mondo che cambia”. zerà; ore 16.30 - 17.00, chiusura della manifestazione con preAlle 15 Orietta Staltari e Salvatore De Fazio relazioneranno miazione e scambio di targhe e/o coppe. Iscrizione comprensu “L’inserimento dell’educazione all’infezione da Hcv nei siva di consumazione presso il bar del Parco e gadget: tesseprogrammi di trattamento delle droghe”. L’incontro si con- rati Fmi conducente euro 5, passeggero euro 5; non tesserati cluderà alle ore 16 con una tavola rotonda, moderata da Gua- Fmi: conducente euro 10, passeggero euro 10; pranzo euro 20 dagnino, sul tema “Sviluppo di modelli integrati di gestione pro capite. I partecipanti sono pregati di comunicare entro il per l’attuazione della terapia dell’epatite cronica C nel tos- 30 giugno, l'adesione alla manifestazione. Info: 0961/799673. sicodipendente”. Alla discussione parteciperanno Benedetto Caroleo, Salvatore De Santis, Luca Gallelli, Fernanda Magnelli, Vincenzo Mellace e Giuseppe Palucci. L’incontro sarà CATANZARO - “Intersezioni”, quarta edizione concluso dal preside della Facoltà, Giovambattista De Sar- La Provincia di Catanzaro presenta la quarta edizione di “Inro. tersezioni”, ormai consolidato luogo di contaminazione tra la scultura contemporanea e l'archeologia, e una rassegna di importanti progetti e modelli dagli anni 60 ad oggi al Museo MarCATANZARO - Trofeo Città di Catanzaro ca di Catanzaro, a cura di Alberto Fiz, direttore artistico del Come da sei anni, il mese di giugno viene atteso dai patiti degli Museo. Il 31 luglio, prenderà il via Intersezioni IV, grande sport motoristici nautici in maniera spasmodica per un appun- esposizione dedicata a Dennis Oppenheim uno dei più imtamento che è diventato un classico per le moto d’acqua, par- portanti artisti della scena contemporanea. Intersezioni IV veliamo del “Trofeo Città di Catanzaro” organizzato dall’Asso- drà come suo protagonista l'artista americano con alcune tra ciazione Amici del Mare che è giunto al sesto anno appunto, e le sue più importanti sculture come Electric Kisses, Splash CATANZARO - Programma Pro loco Programma 2009 della Pro loco Cz:25 giugno 2009:Ragazzi Erasmus in città; 25 giugno 2009: partecipazione al concorso ippico; 16 luglio 2009: Festa di S. Vitaliano.

Building e Safety Cones alle quali si aggiungeranno molte installazioni ambientali inedite direttamente dal suo Studio di New York e da altre Fondazioni private europee. La mostra dedicata ad uno dei maggiori artefici della Land Art si svolgerà dal 31 luglio al 3 novembre 2009. Electa pubblica per la collana Intersezioni una monografia in inglese e italiano che comprende 150 opere di Oppenheim fra cui quelle esposte al Parco. CATANZARO - Concerto di Marina Rei e Paola Turci Concerto di Marina Rei & Paola Turci con band, 1 agosto, ore 21.30, Piazza Anfiteatro di Gagliano (Catanzaro). Ingresso libero (organizzazione Comitato Festeggiamenti Madonna del Carmine). Informazioni: www.ruggeropegna.it. CATANZARO - Marco Carta in tour La Media Service di Maurizio Rafele in prossimità dell’estate prepara l’organizzazione del Marco Carta in tour. Il vincitore del 59°Festival di Sanremo Marco Carta terrà il suo concerto a Catanzaro Lido il 7 agosto 2009presso il Centro Polifunzionale “ Magna Graecia “. Per info: Maurizio Rafele 334/2637312 - www.mauriziorafele.it. CATANZARO - Concerto di Claudio Baglioni, prevendite “Gran Concerto – Qpga” di Claudio Baglioni all’Area Magna Graecia di Catanzaro Lido il 23 agosto. La data, organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese, rientra nel nuovo tour del celebre cantautore romano, che torna ad esibirsi dopo lo straordinario successo dell’ultimo record-tour “Tutti qui”. Anche a Catanzaro Baglioni presenterà una formula fortemente innovativa e altamente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile scoprire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. I biglietti per il concerto all’Area Magna Graecia potranno essere acquistati presso le abituali prevendite di tutta la regione, con i seguenti prezzi per singolo posto a sedere: poltronissima (posti numerati) 58,50 euro, poltrona (posti numerati) 48,50 euro, gradinate (non numerate) 38,50 euro. I costi sono comprensivi di prevendita. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335. CASIGNANA (Rc) - Nomadi in concerto Domenica 16 agosto 2009, alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Casignana (Rc). In piazza centrale con ingresso gratuito. CHIARAVALLE (Cz) - Concerto di Enrico Ruggeri Concerto di Enrico Ruggeriil 22 agostoa Chiaravalle, in occasione della festa del patrono con inizio alle ore 21.30, presso il centro storico con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Oggisi svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. CORTALE (Cz) - Torneo di Calcio a 5 A Cortale(cz)presso il Clara Tennis Club in località S. Cosma e Damiano il 25 giugno avrà luogo un torneo di calcio a 5 che vedrà coinvolte squadre provenienti da tutta la provincia di catanzaro. Per partecipazioni chiamare il: 3283774807. CORTALE (Cz) - Concerto di Ludovico Einaudi Concerto di Ludovico Einaudi, 5 agosto, ore 21.30, Piazza Italia di Cortale; (organizzazione Festival Jazz & Vento, Comune di Cortale). Informazioni 0968.441888 - www.ruggeropegna.it.


50 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il festino degli dei, diciotto sapori d’atista”, rassegna fino al 30 giugno a Cosenza

Musical “Oliver” al Teatro Rendano IL CARTELLONE

Personale dell’artista Silvio Vigliaturo fino al 30 agosto a Crotone

COSENZA - “Il festino degli dei” Il festino degli dei, diciotto sapori d'artista, fino al 30 giugno 2009, Galleria Verigo. Curatore Angela Sanna. La rassegna è promossa e organizzata dal Centro per l'arte contemporanea “Open Space” di Catanzaro, dal Centro “Angelo Savelli” di Lamezia Terme e dall’Associazione “Vertigo” di Cosenza. Tre istituzioni calabresi per l'Arte Contemporanea, unite nella progettazione di una particolare, atipica e significativa rassegna che vede la presenza di diciotto noti artisti del panorama italiano, differenti per geografie, formazione e linguaggi visivi, accomunati dall'idea-progetto del piatto, “simbolo di ricchezza e di nuova vita nei tempi passati che si tinge in questa occasione – come scrive il curatore dell'evento Angela Sanna – di nuovi significati generando curiosità negli artisti contemporanei e offrendo loro nuovi spunti di sperimentazione. La rassegna è frutto di sinergie di queste tre realtà artistiche che operano da anni nell'ambito della ricerca e della sperimentazione visiva con linguaggi afferenti alle dinamiche fenomenologiche del contemporaneo, dimostrando singolarmente l'impegno culturale in una Regione spesso priva di quegli apporti vitali necessari per la divulgazione dell'arte contemporanea.Catalogo in galleria Vertigo Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti Visive Contemporanee, Via Rivocati 63, 87100 Cosenza, tel. e fax 0984 75212 e-mail: vertigoarte@libero.it, www.vertigoarte.org. COSENZA - Festa nazionale della musica L’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) Comitato Cosenza, in collaborazione con Stefano Battaglia che ne curerà la direzione artistica e Pino De Rose di Publiepa a cui è affidato il coordinamento organizzativo, ha programmato la manifestazione “Pro loco Calabria pro Abruzzo”. Si tratta di un concerto di musica dal vivo, che si terrà oggi “festa nazionale della musica” promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in piazza 11 settembre a Cosenza, con il quale gli ideatori si pongono l’obiettivo di raccogliere fondi a favore dei terremotati della provincia dell’Aquila. L’evento, che avrà inizio alle ore 18.00, nasce dalla volontà delle Pro Loco cosentine di contribuire, in maniera concreta, alla ricostruzione delle zone terremotate raccogliendo economie da destinare ad un intervento di recupero del patrimonio culturale di quell’area. Una scelta che viene dall’attenzione al territorio alla base dell’esistenza stessa e del lavoro quotidiano delle Pro Loco. Il Comitato Unpli di Cosenza, sapientemente guidato dal Presidente Domenico Bloise, ha pensato di unire il fine benefico dell’iniziativa all’animazione dell’area urbana cosentina coinvolgendo in modo particolare i giovani schierando in maniera attiva i Volontari impegnati nello svolgimento del Servizio Civile Nazionale presso le Pro Loco. I ragazzi delle Pro Loco, contraddistinti da t-shirt e cappellino saranno per strada in mezzo alla gente a raccogliere i contributi volontari mentre sul palco si susseguiranno, uno dopo l’altro, giovani gruppi, musicisti e artisti, accuratamente selezionati dalla Direzione Artistica, provenienti dall’intera Provincia che si sono offerti di mettere a disposizione il proprio talento per sostenere questa iniziativa. COSENZA - “Vorrei vederti ballare”, conferenza Conferenza stampa del regista e degli attori del film “Vorrei vederti ballare” al Centro Visita Cupone, su iniziativa dell’Ente Parco Nazionale della Sila- oggi, ore 12.00. Finalmente, dopo due settimane di lavorazione e incontri sui set, il regista e gli attori coinvolti nel cast del film “Vorrei vederti ballare” (il titolo è ancora provvisorio), interamente girato in Calabria, con nomi di risonanza internazionale, come Gianmarco Tognazzi, Alessandro Haber, Paola Barale, Chiara Chiti, Giulio Forges Davanzati, avranno il piacere di incontrare gli operatori del mondo dell’informazione ed il pubblico, nel corso di una conferenza stampa, che avrà luogo, domenica 21 giugno 2009, alle ore 12:00, presso il Centro Visita Cupone (Spezzano della Sila). Non a caso la conferenza stampa si terrà al Cupone, nel territorio del Parco Nazionale della Sila, se si pensa che, oltre a diversi luoghi della Calabria scelti per girare, anche la Sila è stata individuata come location per i ciak degli esterni. All’incontro non mancheranno il regista del film, Nicola Deorsola, il produttore, Giuseppe Fulcheri, il montatore, Osvaldo Bargero, il critico cinematografico e consulente artistico del Reggio Calabria Film Festival, Bruno Di Marino, la giornalista Rai, Lara Vicoli, e molti degli attori sopra citati. L'occasione sarà utile per discutere di cinema, territorio e turismo con alcuni rappresentanti del Corso di laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (Dams) e del Corso di Laurea in Scienze Turistiche dell’Università della Calabria. Interverranno Sonia Ferrari, Presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila e del Corso di Laurea in Scienze Turistiche, Roberto De Gaetano, Presidente del Corso di Laurea in Dams, Bruno Roberti, Docente del Dams e Direttore del Festival “Visioni di Fata Morgana”, Alessandro Canadè, Docente del Dams e Scienze Turistiche.

COSENZA - Spettacolo di danza e musical Il 22 e 23 giugno, al Teatro Rendano di Cosenza, l’Associazione Dance Project di Paolo Gagliardi presenta, rispettivamente, lo spettacolo di danza Giselle e il musical Oliver, per la regia di Paolo Gagliardi e con le coreografie dello stesso Gagliardi e di Helena Gosling. Gli spettacoli vedono impegnate le diplomande della scuola di danza Nilde Greco, Erika Guercio, Giada Mazzuca, Giada Napoli, Elena Ricci, Teresa Sesti e buona parte del cast di Bruzia Ballet – Orlando Capitano, Francesco Lappano, Carmine Reda, con le ballerine Francesca Bartucci, Valentina Critandi, Rossella Greco, Margaret Ivanyuk, Ilaria Prete e Cristina Reda. COSENZA - Attivita Camera arbitrale La Camera di Commercio di Cosenza invita alla conferenza stampa che si terrà il giorno 25 giugno, alle ore 10.00, presso la Sala Petraglia della sede camerale (Via Calabria n. 33), per comunicazioni inerenti l'attività della Camera Arbitrale "Costantino Mortati". Ogni rappresentante di categoria professionale avrà l'opportunità di fare il suo intervento nel corso della conferenza stampa cogliendo la peculiarità della materia e dell'arbitrato nel contesto che rappresenta, così da far conoscere l'attività arbitrale e promuovere il ricorso a tale strumento nell'ambito di competenza. COSENZA - Radio Ciroma presenta... Radio Ciroma 105.7 presenta: Ctrl + Alt + Canc Riavvia il Sistema, sabato 27 giugno, in P.zza Toscano, ore 21.00, presentazione del libro "Anarchy in the Eu" di Alex Foti (Agenzia X 2009); ore 22.00, concerto/proiezione - Free Radicals sonorizzano "Tempi Moderni" di Charlie Chaplin. Per info: 0984/28250 - www.ciroma.org - info@ciroma.org. COSENZA - InPrimaFila, eventi Nuovi eventi da InPrimaFila, orario apertura agenzia:lunedì 29 giugno, ore 21.30, Piazza XV Marzo (Piazza Prefettura) Cosenza, Claudio Baglioni in gran concerto - Qpga, I settore numerato euro 58,50; II settore numerato euro 48,50; III settore non numerato euro 38,50; tribuna non numerato euro 38,50; martedì 7 luglio, ore 20.00, mercoledì 8 luglio, ore 20.00, presso Stadio San Siro Milano, U2 disponibilità di biglietti per la seconda data. COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m°Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembre 2009 al teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre 2009 arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro. CROTONE - Personale di Silvio Vigliaturo Fino al 30 agosto il Mack – Museo d’Arte Contemporanea di Crotone dedica una personale all’artista e maestro della vetrofusione Silvio Vigliaturo. Le svariate tematiche affrontate in questa mostra attestano dell’enorme curiosità che ha contraddistinto tutto il percorso artistico di Vigliaturo, ed in particolare quello degli ultimi anni. Ogni sala del museo è infatti caratterizzata da un’installazione o da un insieme di opere legate da uno stesso tema, tutte, ad ogni modo, riflessi di un pensiero vivace, attento e capace di dare un’interpretazione critica del presente in cui viviamo. Testimonianza lampante di ciò sono la serie di dipinti dal significativo titolo Dispersone=Disperonie+Persone e l’installazione Babele, Torre dell’Amore?; che ci restituiscono la lettura problematica che l’artista da dell’uomo contemporaneo e della sua incapacità di instaurare rapporti significativi, costantemente circondato dai suoi simili e tuttavia disperso, preda del caos dei moderni baccana-

li, vere e proprie affermazioni di una confusione che sembra intridere ormai ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Le due sculture in vetro dal titolo Vibrazioni Musicali e La Ballerina ci regalano, invece, un tributo allo spirito di leggerezza, alla vitalità e alla poeticità di quei corpi capaci di diventare suoni e accenti, all’eleganza della danza e all’armonia della musica che per l’artista sono un tutt’uno inscindibile. Un’altra sala accoglie i Segni di luce, sculture in vetro che rappresentarono i XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, di cui Vigliaturo fu unico testimonial artistico.Vi sono ancora i Monoliti, maestosi risultati delle ultime innovative ricerche fatte dall’artista sulle infinite possibilità espressive del vetro. Ma ad essere il vero centro di questa mostra è il Mediterraneo, di cui Vigliaturo fa propri i colori caldi ed intensi tipici delle sue coste, attraverso la costruzione in vetro con parti mobili ritraente la pianta del fico d’india – vero e proprio emblema della mediterraneità – e l’ acqua del mare, che l’artista appare in grado di includere all’interno delle proprie sculture in vetro. Vigliaturo è un illusionista che, soffiando nel vetro, sembra saper rendere densa, solida, ogni singola particella d’acqua, pur mantenendone inalterata la fluidità, tanto che le stesse figure dei suoi personaggi sembrano fluttuare in un mare che ne trasforma i lineamenti restituendoli incredibilmente sinuosi e armonici, come, appunto, le onde delicate del Mediterraneo. CROTONE - “Quiz & Go” Si svolgerà fino al 5 luglio “Quiz & Go”, la più grande caccia al tesoro in automobile che si sia mai svolta sulle strade italiane. La manifestazione, promossa dall’Aci in collaborazione con la Rai e l’Automobile Club di Crotone, si articola in una serie di prove provinciali che daranno accesso a selezioni regionali e alla finale nazionale nel Centro di Guida Sicura Aci di Vallelunga, alle porte di Roma. L’evento, organizzato da “In Lucina Associati” ripropone in chiave moderna l’Autoradioraduno degli anni ’60 e unisce alle emozioni di una gara di regolarità il fascino della riscoperta turistica del territorio crotonese, all’insegna di una nuova cultura della mobilità più sicura e responsabile. “Quiz and Go” è una gara sportiva a punteggio, il cui regolamento è stato scritto da Aci-Csai Commissione Sportiva Automobilistica Italiana. Partecipare è facile. Tutti possono prendere parte all’evento a bordo della propria auto in qualità di piloti, copiloti o accompagnatori. E’ sufficiente formare un equipaggio di almeno due persone dotate di un telefono cellulare. Il giorno della gara arriverà per sms un indovinello con gli indizi della prima delle quattro tappe da completare durante la giornata. Raggiunta la prima tappa, si riceve un nuovo indizio sul cellulare per la destinazione successiva, e così via. Ogni messaggio rappresenta un enigma da risolvere, un territorio da esplorare e una meta da conquistare. Chi risponderà correttamente al maggior numero di quesiti proseguirà nel gioco. Non ci sono limiti di tempo per lo svolgimento della prova: non è una corsa. L’evento si svolge su strade aperte al traffico, nel rispetto delle norme di circolazione e dei limiti di velocità. Le domande del gioco riguardano anche il Codice della Strada e le tecniche di guida sicura. CROTONE - “O del mio dolce ardor”, concerto Oggi, alle ore 20,00, presso la chiesa dell’Immacolata di Crotone,si terrà il concerto dal titolo “O del mio dolce ardor”. Interpreti: Francesco Pupa voce recitante, Maurizio Guerra tenore, Francesco De Siena pianoforte, Angelo Gallo scene. Iniziativa promossa dall’associazione E20 Music e patrocinata da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con la Direzione Generale per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica del Miur. Musiche di: Caccini, Pergolesi, Gluck, Cesti, Lehar. Testi di Prévert, Hasse, Pupa, De Siena. CROTONE - Farmer Market Il Farmer Market, il mercato dei contadini all’insegna dei prodotti tipici e di qualità a prezzo contenuto, riaprirà oggi, non più di mattina, ma nel pomeriggio. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: Strongoli Marina per oggi, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto dei Modena City Ramblers il 16 agosto a Girifalco. Dolcenera canta a Limbadi

“I viaggi della mente” a Lamezia IL CARTELLONE

Giro ciclistico della Locride in programma oggi con partenza da Gerace

CROTONE - Camere di Commercio a Crotone Le Camere di commercio del Mediterraneo approdano a Crotone. Si svolgerà nei giorni del 2 e 3 luglio prossimi l’importante evento che vedrà nella nostra provincia i segretari generali delle Camere di Commercio italiane all’estero (Ccie) di Casablanca (Marocco), Istanbul (Turchia), Tel Aviv (Israele), Atene (Grecia), Salonicco (Grecia), Madrid (Spagna), La Valletta (Malta). Mentre la giornata del 2 luglio sarà destinata alla presentazione della delegazione ed agli incontri istituzionali, il giorno seguente sarà dedicato alle imprese. In particolare nella mattinata del 3 luglio le imprese dei seguenti settori: turismo, agroalimentare, orafo, carpenteria metallica e cosmetica, avranno la possibilità di realizzare degli incontri diretti con i singoli Segretari Generali delle Camere di commercio italiane all’estero di interesse.L’evento si inserisce tra le attività svolte dall’Ente camerale nell’ambito dell’internazionalizzazione, in particolare, non solo offre l’occasione di instaurare importanti collaborazioni istituzionali tra i principali attori del Mediterraneo ma consente direttamente alle imprese del territorio di avviare proficui scambi commerciali con l’estero. Al fine di preparare gli imprenditori a valorizzare al meglio gli incontri, è stata organizzata un’idonea attività formativa che si svolgerà il prossimo23 giugno, dalle ore 14.30 fino alle ore 17.00, presso la sede della Camera di commercio (I piano). La formazione sarà effettuata da un funzionario di Mondimpresa, l’agenzia del sistema camerale che si occupa di internazionalizzazione, che presenterà i paesi di cui sopra; oltre alle informazioni generali, saranno forniti dati sulle opportunità di mercato e indicazioni sulle tecniche per gestire in maniera ottimale gli incontri. Per maggiori informazioni e per richiedere la scheda di adesione, è possibile contattare l’ufficio Promozione (tel. 0962.66.34.207/215/228/229 e-mail: promozione@kr.camcom.it).

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà a Crotone dal 16 al 20 settembre. DAVOLI M. (Cz) - Lisa live aperitive e lounge bar Oggi, dalle ore 20.00, Buddha bar aperitive con bollicine di pregio vini e distillati esclusivi by Divo Cafè. Sabato 27 giugno, ancora Lisa Live aperitive in una atmosfera unica con l'aperitivo esclusivo e louge bar con Dj Set 2.0 corbetto notte tutti i sabato; domenica 28 giugno, Buddha bar aperitive con Dj Set. Info e prenotazioni: 329/2478294. DAVOLI (Cz) - Torneo di calcetto Torneo di calcetto (1° memorial Francesco Notaro) presso il centro sportivo San Francesco loc. piani di bella, giorno 22 giugno, terreno di gioco sintetico di ultima generazione. Inizio torneo ore 20.00, si sfideranno 24 squadre in 4 gironi da 6 (fase eliminatoria). La fase finale prevede: quarti, semifinale, terzo e quarto posto, finale. Le squadre sono formate da 8 componenti, totale concorrenti 200. Info: 3665219096. GERACE (Rc) - Giro ciclistico della Locride La XIX edizione del “Giro ciclistico della Locride”, valevole come prova della Coppa Calabria 2009 e del Campionato regionale di cicloturismo, si svolgerà oggi con partenza prevista alle ore 9 da Piazza Del Tocco a Gerace, in provincia di Reggio Calabria. La gara, specialità medio fondo nazionale, organizzata dall’Associazione sportiva dilettantistica “Magna Grecia” del vicepresidente del Comitato regionale calabro della Federazione ciclistica italiana, Cosimo Varacalli, è aperta agli amatori tutti, affiliati alla Fci e agli Enti riconosciuti dalla Consulta. Il circuito complessivo di 86 km comprende una prima fase cicloturistica, con andatura media consigliata di 25 km/h, fino ad Ardore, ed una seconda fase agonistica, di 52 km, con traguardo finale in via Circonvallazione, a Gerace. Pietro Gangemi, scalatore della “Cicli Gatto”, si sta preparando al meglio per difendere l’imbattibilità che, da tre anni a questa parte, lo rende dominatore indiscusso di questa prestigiosa manifestazione. Campione regionale e vincitore della Coppa Calabria 2008 nella categoria M2, Pietro Gangemi, arriverà caricato dalla vittoria conseguita domenica scorsa nel “Trofeo Monte Scafi”, dopo aver messo in riga gli avversari sulle salite di Condofuri che presentano pendenze tra l’8 e il 15%. Le iscrizioni per partecipare al “Giro ciclistico della Locride” sono già aperte e possono essere inoltrate contattando il sito della società, www.clubmagnagrecia.it, o i numeri 3294221619 e 3284743406. GIOIOSA M. (Rc) - Grignani in concerto Concerto di Gian Luca Grignani a “Gioiosa Marina” il 12 agosto. L'evento è organizzato dall'Amministrazione comu-

nale di Gioiosa Marina, si svolgerà presso il centro storico, avrà inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonare al numero di seguito riportato 327.7705335. GIRIFALCO (Cz) - Modena City Ramblers Domenica 16 agosto, alle ore 21.30, Modena City Ramblers in concerto a Girifalco (Cz). In piazza con ingresso gratuito. ISOLA CAPO RIZZUTO (Kr) - Cicloturistica Anche a Sant’Anna, frazione di Isola Cr ,il circolo locale Uisp, in collaborazione con la sede provinciale di Crotone, ha inteso organizzare la prima edizione della cicloturistica con un percorso suggestivo immerso nel verde. Il raduno della manifestazione è fissato per domenica 28 giugnoalle ore 09.00 presso la piazzetta del villaggio e della chiesa, per poi partire alle ore 10.00 circa verso il lago lungo la strada che conduce a Cutro o al bivio per Le Castella, entrando dentro il percorso dell’anello che costeggia tutto il lago artificiale per quasi 4 km. Successivamente, si ritorna indietro ,attraversando la statale 106 per immergersi nel verde della Villa Margherita attraversando i vari percorsi di querce e altri alberi non riscontrabili nel resto della nostra provincia. All’arrivo presso l’atrio della Villa, i partecipanti potranno ristorarsi con bevande offerte dall’organizzazione. La manifestazione terminerà poco dopo l’estrazione di premi e regali offerti dai vari negozi della città di Isola Cr, mentre alcune autorità comunali e religiose daranno il benvenuto a tutti i partecipanti e alle varie associazioni che avranno collaborato sia per la sicurezza dei partecipanti che all’intera manifestazione.

Lamezia Terme, la prima edizione dell’Etnica Lamezia Festival. La manifestazione, fortemente voluta dal primo cittadino Gianni Speranza, organizzata dunque dall’Amministrazione comunale, sarà una vera e propria festa di musica popolare: a partire dalle ore 19.00 la via principale del Comune della Piana ospitera’ le note di alcuni fra i piu’ famosi e applauditi gruppi musicali calabresi. Sul palco si succederanno i Marasa’, gli Hantura, i Terra di Calabria, i QuartAumentata e Mimmo Cavallaro con il suo Taran Project. Ma l’Etnica Lamezia Festival non finisce qui: a chiudere la kermesse di musica popolare ci sara’ il concerto di Eugenio Bennato. La serata, ad ingresso rigorosamente gratuito, sarà presentata dall’inedito duo formato da Antonio Tavella e Piero Procopio, in questa occasione nell’insolita veste di conduttore. Tutti i gruppi che si esibiranno sul palcoscenico dell’Etnica Lamezia Festival, riceveranno l’omaggio di un’opera del maestro orafo Michele Affidato. I riconoscimenti verranno consegnati dal sindaco Speranza insieme all’on. Francesco Talarico. Il programma dettagliato della manifestazione sarà illustrato nei prossimi giorni in una conferenza stampa di presentazione dell’evento. Info: www.essemmemusica - 327.7705335. LAMEZIA T. (Cz) - Concerto dei Pooh Concerto dei Pooh ("Ancora una notte insieme tour 2009"unico in Calabria), 14 agosto, ore 21.30, presso lo Stadio Guido d'Ippolito. Disponibili solo 4.000 biglietti tutti con posto a sedere: euro 44.50 platea numerata, euro 33.50 tribuna. Informazioni 0968.441888 - www.ruggeropegna.it. LIMBADI (Vv) - Dolcenera in concerto Il 2 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a Limbadi (Vv), in piazza. Ingresso gratuito.

JACURSO (Vv) - Spettacolo di Edoardo Vianello Il 25 luglio, alle 22.00, spettacolo di Edoardo Vianello, nell'ambito dei festeggiamenti in onore della Madonna della Sal- LOCRI (Rc) - Appuntamenti con la cultura vazione. Otto appuntamenti con la cultura, fino a domenica 28 giugno, una settimana ricca di manifestazioni organizzate dall’Amministrazione comunale della Città di Locri, in creLAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... scendo di arte, letteratura, sociale e intellettuale. ProgramIl Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mer- ma: lunedì 22 giugno, ore 19,00 , presentazione de “La Ticoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stoc- rannide e Democrazia a Locri nel IV secolo a.C.”, presenti co. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sa- il professore Giacinto Nania e il professore Ignazio D’Anbato con il movimiento latino. Aperto anche a pranzo con gelo. Mentre venerdì 26 giugno, ore 19,00 Omaggio a Franmenù a prezzo fisso. Info: 0968/53459. cesco Perri: - “Il Fascismo” 1922: la battaglia di Pan -, a cura dell’Associazione Culturale “F. Perri”. Il ricco cartellone culturale si concluderà domenica 28 giugno, sempre nella LAMEZIA T. (Cz) - “I viaggi della mente” corte del Palazzo di Città, quando a partire dalle ore 21,00 Fino al 30 giugno, presso il centro acquisti "I Pini", centro d'ar- inizia la cerimonia di premiazione della XLIII edizione del te moderna esposizione permanente, si terrà la personale di Concorso “Giugno Locrese”, fiore all’occhiello della Città di Diego Minuti "I viaggi della mente". Locri, comprensivo dei primi: “Umberto Ferraro”, Poesia in lingua ed in vernacolo, Estemporanea di pittura, Concorso Fotografico.Gli appuntamenti culturali della Città di Locri LAMEZIA T. (Cz) - II raduno dei sordi continueranno anche nei prossimi mesi, è in fase di com27 e 28 giugno, 2° raduno dei sordi "Poste Italiane". L’iniziati- pletamento il ricco calendario delle manifestazioni estive. va si svolgerà presso la struttura del "Grand Hotel Lamezia". Programma: 27 giugno, ore 9.00, apertura; ore 9.20, introduzione dell’organizzatore Pasquale Loprete; ore 9.30, saluti: LOCRI (Rc) - Giugno Locrese, poesie vincitrici Sindaco del Comune di Lamezia Terme Gianni Speranza; con- Il Comitato Scientifico del Giugno Locrese, attraverso le sigliere regionale Calabria Egidio Chiarella; Antonino Muru- due sottocommissioni, ha individuato le poesie in lingua e mura; Alberto Tiriolo in memoria del padre On.le Elio Tiriolo; in vernacolo che saranno premiate nel corso della cerimopresidente regionale Ens Calabria Antonio Mirijello; inter- nia di consegna dell’ambito concorso giunto alla 43esima venti: responsabile del servizio operations Vincenzo Mac- edizione, cerimonia che si terrà domenica 28 giugno nella chione; ore 10.30, coffee pause; ore 11.00, relazioni: sindaca- corte del Palazzo di Città di Locri. A rendere note le poesie to Slp-Cisl Provincia di Catanzaro Vincenzo Cufari; sindaca- vincitrici ed i rispettivi poeti che hanno ottenuto il riconoto Slp-Cisl Regione Calabria Franco Sergio; sindacato Slp-Ci- scimento il Sindaco della Città di Locri, Francesco Macrì, sl di Roma Ettore Margutti (Sordo); vice sindacato Slp-Cisl di l’assessore alla Cultura, Francesco Commisso, e il presiRoma Patrizia Pirani (Sorda); ore 12.00, dibattito; ore 13.00, dente del Comitato Scientifico del “Giugno Locrese”, dotproposta per il "3° Raduno dei Sordi - Poste italiane" nel 2010; tore Franco Maria Ferraro. ore 13.30, pranzo presso la struttura dell’hotel "Grand hotel Lamezia"; ore 16.00, dibattito; ore 18.00, consegna attestato di partecipazione (solo per dipendenti e pensionati di Poste Ita- LOCRI (Rc) - Fiorella Mannoia in concerto liane); ore 18.30, chiusura. E’ garantito servizio di interpre- Fiorella Mannoia con il suo “ In Movimento Tour 2009”, sarà tariato Lis. Giorno 28 giugno, la giornata della sorpresa. presente anche in Calabria, sul lungomare di Locri il 2 agosto. Il concerto è organizzato dall’Amministrazione Comunale, assessorato al Turismo, e avrà inizio alle 21.30. InLAMEZIA T. (Cz) - Iniziative per l’estate gresso libero. Info: www.essemmemusica.it . L’Amministrazione comunale, in linea con gli anni precedenti, ha organizzato per il mese di giugno, il tradizionale programma di manifestazioni, che, costituiscono alcuni dei momenti più signi- LOCRI (Rc) - Concerto di Pino Daniele ficativi e sentiti per la comunità cittadina sotto l’aspetto religioso È partito il 14 aprile da Genova “ L’electric jam” European e civile, in occasione delle quali si verifica il rientro di molti con- Tour 2009 di Pino Daniele. Il tour toccherà le maggiori città cittadini emigrati per motivi di lavoro. Ricco il carnet delle ini- italiane ed europee, la città di Locri ospiterà la tappa calaziative che, globalmente, hanno richiesto un investimento di ol- brese il prossimo 7 agosto. Il concerto è organizzato daltre 150.000 euro. Programma:28 giugno, ore 21,00, su Corso Nu- l’Amministrazione comunale, assessorato ala Turismo. L’emistrano, “Etnica Lamezia Festival”, con la partecipazione di Eu- vento si svolgerà presso il Lungomare con inizio alle ore genio Bennato; 29 giugno, ore 22,30, su Corso Numistrano, sfila- 21.30 ad ingresso libero. Per ulteriori informazioni Esse ta Primavera-Estate 2009, con l’esibizione del Duo Battaglia e Mi- Emme Maurizio Senese www.essemmemusica.it. seferi. Lo spettacolo pirotecnico del 29 giugno inizierà a conclusione della solenne processione dei SS. Pietro e Paolo, patroni delMONTALTO U. (Cs) - Nomadi in concerto la Città di Lamezia Terme. Il 15 agosto alle ore 21.00, Nomadi in concerto a Montalto Uffugo (Cs).In Piazza con ingresso gratuito, in occasione del LAMEZIA T. (Cz) - Etnica Lamezia Festival concerto saranno presenti i fans club di Brattirò (Vv) "Solo Si svolgerà domenica 28 giugno, lungo corso Numistrano, a Nomadi" e di Mesoraca (Kr) "Nomadi - Il viaggio continua".


52 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Sentieri del Suono”, iniziativa volta alla valorizzazione del territorio a Palizzi

Noa e Mira Awad a Paola IL CARTELLONE

Spettacolo dei Fichi d’India lunedì 10 agosto a Roccella Jonica

PALIZZI (Rc) - “Sentieri del Suono” Il 26, il 27 e il 28 giugno 2009, “Sentieri del Suono”. Con questa iniziativa si vuole valorizzare il nostro territorio. Non esportare, ma portare le persone nei luoghi stessi della musica e della tradizione, rendere il visitatore protagonista in momenti di pratiche di vita quotidiana, nel pieno rispetto di un mondo che sta scomparendo. Si vuole offrire attraverso itinerari legati alla cultura, all’enogastronomia, all’artigianato, oltre che alla danza e alla musica, l’occasione di ripercorrere la vita dei nostri paesi ormai quasi abbandonati. Programma: incontri con i suonatori locali sulla danza e sugli strumenti tradizionali; pranzi e cene con prodotti tipici e suono d’accompagnamento; interventi storico–culturali sull’area grecanica e visione film; visite nelle contrade per la lavorazione del pane, produzione ricotta, tessitura al telaio a mano, intaglio grecanico del legno; a banda Pilusa, passeggiate musicali nelle vie del Borgo - i Catoi saranno aperti; serate dedicate al canto tradizionale e Sonu a Ballu con i suonatori e cantori dell'area. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria. Il numero massimo dei partecipanti è 15 persone. Il costo totale è di 180 euro e comprende tre pernottamenti nelle case ristrutturate del Borgo di Palizzi tre pranzi e tre cene tipiche, spostamenti in pulmino/auto. Info e prenotazioni: sentieridelsuono@gmail.com/ www.leradicidelsuono.blogspot.com. PALMI (Rc) - Grignani in concerto Gian Luca Grignani in concerto a Palmiil 22 agosto. L'evento è organizzato in occasione della sagra del pesce Stocco, organizzata da Stocco & Stocco presso il centro storico con inizio alle ore 21.30 con ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese www.essemmemusica.it - 327.7705335. PAOLA (Cs) - “Notte di stelle e di pace” Evento artistico ed umanitario dai molteplici significati, voluto dalla Curia dei Padri Minimi, giorno 11 agosto alle ore 21.30 nel Piazzale del Santuario di San Francesco di Paola, di cui è stato da poco festeggiato il V Centenario della Morte. Questo luogo simbolo della fede, in cui visse parte della sua vita il Santo calabrese, meta di meditazione e preghiera per credenti di tutto il mondo, si trasformerà per una sera in un palcoscenico sotto le stelle. "Notte di stelle e di pace" è infatti il sottotitolo del concerto benefico "San Francesco di Paola per l'Abruzzo" i cui ricavati, derivanti da biglietti, contributi e sponsor, saranno devoluti per il recupero delle Chiese danneggiate dal terremoto. Il messaggio di solidarietà che partirà da Paola si unirà a quello di pace ed amore legato a San Francesco, sottolineati entrambi dalla musica di due stelle internazionali, l'israeliana Noa e la palestinese Mira Awad, accompagnate dai loro musicisti, in concerto insieme in una delle cornici mistiche e paesaggistiche più suggestive del mondo. La serata sarà aperta da "Imagine" di John Lennon, vero inno alla pace, eseguita in una preziosa versione jazz dalla cosentina Rosa Martirano e dal chitarrista brasiliano Roberto Taufic. Poi arriveranno tutti i loro grandi successi che spaziano in un universo musicale senza confini ed i brani inclusi nell'album di duetti: "There must be another way", che prende il titolo dal pezzo presentato in rappresentanza di Israele allo European Song Contest 2009 di Mosca. Probabili anche altri contributi artistici e la presenza di numerose autorità religiose e civili. PAOLA (Cs) - I Calabresi di Milano incontrano le origini Domenica 16 agosto 2009nel centro storico in Piazza del Popolo, l'Associazione Calabrolombarda, col patrocinio del Comune di Paola ha organizzato la quinta edizione della manifestazione "I Calabresi di Milano incontrano le origini" dedicato alla devozione dei calabresi ovunque emigrati per San Francesco. La serata prevede alcuni momenti di consegna di riconoscimenti a calabresi affermatisi in Italia e nel mondo conferiti dalla Fderazione Italiana delle Associazioni Calabresi e dalla FondazioneHeritage Calabria di Ginevra. Le allieve del Conservatorio musicale di Cosenza allieteranno con un concerto musicale la serata. Nelle vie adiacenti alla piazza, anche il giorno 15, numerosi espositori di prodotti enogastronomici ed artgianali tipici della Calabria metteranno in mostra le tante specialità del territorio per farli conoscere ai tanti turisti pesenti insieme alla cittadinanza locale. L'evento è coordinato dalla Astro Sud Srl di Paola - Tour Operatr e Agenzia di Viaggi e Spttacoli. PETRONA’ (Cz) - Raduno nazionale 4X4 Petronà club 4x4 off road, responsabile Domenico Caligiuri, organizza, con il patrocinio del Comune di Petronà, raduno nazionale “Mare e monti” per oggi . Partenza dal laghetto collinare per i boschi della Sila piccola. Previsti premi per il club più numeroso e che proviene da più lontano. PIANOPOLI (Cz) - Personale di Franco Fortunato Continuano senza sosta gli appuntamenti artistici di 17 Gra-

dicentigradi srl. Dopo il successo dell’informale Charaka Simoncelli, espone nella Galleria di Via Roma a Pianopoli il maestro Franco Fortunato, surrealista iperrealista, con una produzione psichica artistica sviluppata non dal sonno ma dalla mano dell’uomo sveglio. Personale aperta ogni giorno fino al 10 luglio.

re: M. Gallanti, Erse - Enea Ricerca sul Sistema Elettrico.

ROCCELLA J. - Concerto di Franco Battiato Franco Battiatoin concerto il 16 luglio a Roccella Jonica. Si tratta dell’unica data in Calabria – organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese – del tour estivo del cantautore siciliano, che ritorna nella nostra regione dopo i sucPOLISTENA (Rc) - Sud Sound System cessi registrati lo scorso inverno nell’ambito del lungo tour A Polistena il 3 agosto “I Sud Sound System��� in concerto. L'e- Live in Theatre 2009. vento è organizzato dall'Amministrazione comunale, assessorato al Turismo, in occasione dell’Estate a Polistena con ingresso libero e inizio alle ore 21.30. Info: www.essemmemu- ROCCELLA J. (Rc) - Morgan in concerto sica.it - 327.7705335. Dopo il grande successo da X Factor 2009, “ Morgan “ partirà per una tournèe italiana, tantissime le date da nord a sud nei posti più suggestivi della Penisola. Marco Castaldi in arREGGIO C. - Degustazione vini te Morgan, una delle voci più suggestivi della canzone d’auEleganza, finezza, equilibrio e soprattutto godibilità a tavola. tore Italiana, da sempre personaggio atipico, dopo l’espeIl vino è sempre più scelta di gusto per un pubblico che va cre- rienza con i “Bluvertigo” farà tappa anche in Calabria, per scendo, in numero e conoscenza enologica, e sempre meno og- l’unica data, il prossimo 31 luglio nel meraviglioso scenario getto di culto per un’elite di esperti. Va così morendo la divi- dell’anfiteatro, al Castello di Roccella Ionica. I biglietti sosione tra i cosiddetti vini da degustazione e quelli di pronta be- no disponibili in tutte le prevendite abituali della Calabria, vibilità, quotidiani. Questo chiede il mercato e lungo queste li- e avranno tre ordini di posto: settore vip (posti numerati) eunee sempre più si muove la Guida dei vini d’Italia 2010 de L’e- ro 38.00, settore platea ( posti a sedere non numerati) euro spresso giunta alla nona edizione, a novembre in edicola e li- 28.00, settore gradinata euro 20.00, (posto non numerato), breria con le schede di assaggio delle etichette di circa 2300 i prezzi sono compresi di prevendita. Per qualsiasi inforproduttori. La raccolta delle campionature e la loro cataloga- mazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Sezione da diversi anni in Calabria, è stata affidata a Rosario nese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al Franco Divulgatore Agricolo dell’Arssa. Quest’anno, per la 327.7705335. priva volta, le degustazioni dei vini, per la nuova edizione 2010, verranno fatte in Calabria, il 22 giugno, presso il Ristorante Luna Rossa di San Giorgio Morgeto. Di questo se ne occupe- ROCCELLA J. (Rc) - Spettacolo dei Fichi D’India ranno direttamente i curatori della guida unitamente al loro Ritorna il cabaret dei Fichi D’India, dopo il successo della staff. Nel pomeriggio di domenica 21 giugno 2009, presso la loro tournèe teatrale. I due comici si esibiranno, lunedì 10 biblioteca del Comune di San Giorgio Morgeto, Giampaolo agosto, presso l’Anfiteatro di Roccella, lo spettacolo avrà iniGravina uno dei curatori della guida, terrà una conferenza sul zio alle ore 21.30. Tre saranno gli ordini dei posti, “Settore tema “I Vini di Calabria, particolarità e prospettive commer- Vip” (posti numerati) euro 25.00, “Settore Parter” (posti non ciali”. All’incontro parteciperanno il sindaco di San Giorgio numerati) euro 20.00, Settore “Gradinate” (posti non nuMorgeto Nicola Gargano, il presidente dell’Associazione Pri- merato) euro 15.00, i prezzi sono compresi di prevendita. molio Saperi e Sapori di Calabria Domenico Fazari, produt- Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musitori ed esperti del mondo dell’enologia calabrese. ca di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335 . REGGIO C. - Progetto Megabyte-Megalife Giorno 22 giugno alle ore 10 presso il Salone dei Lampadari a ROCCELLA J. (Rc) - Piero Pelù in concerto Palazzo San Giorgio, si terrà la conferenza conclusiva del pro- Piero Pelù presenta, il 22 agosto a Roccella Jonica, “cquagetto Megabyte – Megalife realizzato in collaborazione con il santissima”. Nelle 2 ore di spettacolo saranno completaComune di Reggio Calabria, nell’ambito del Psu, con il Settomente riarrangiati in chiave “Rock and Rom” brani tratti dal re Lavoro, Sviluppo, Risorse U.E. Saranno presenti: dott. Giuseppe Scopelliti – Sindaco di Reggio Calabria: dott. Pasquale repertorio storico di Piero Pelù insieme ai brani del reperZito – U.O. Assessore Lavoro, Sviluppo, Risorse UE – Comu- torio degli Acquaragia Drom. La formazione che si esibirà ne di Reggio Calabria; avv. Francesco Barreca – U.O. Lavoro, sul palco insieme a Piero Pelù prevede: Elia Ciricillo (voce, Sviluppo, Risorse UE – Comune di Reggio Calabria; sac. Prof. chitarra acustica e tamburello), Cosimo “Zanna” Zannelli Valerio Chiovaro – Presidente Associazione Attendiamoci On- (chitarra rock e cori), Rita Tumminia (accordion e cori), lus; dott. Giovanni Mazza – Vicepresidente Associazione At- Sandokan Gruia (contrabbasso ed evoluzioni), Marcus Cotendiamoci Onlus; prof.Ing. Alfredo Pudano – Associazione lonna (clarone, clarinetti e tamburello), Erasmo Treglia (violino, ciaramella, tromba degli zingari e cori), Pol BaAttendiamoci Onlus. glioni (batteria). RENDE (Cs) - “Elettricità da rinnovabili”, incontro Unae Calabria, Aeit federazione italiana di elettrotecnica, elettronica, automazione, informazione e telecomunicazioni in collaborazione con: Cesi Ricerca, Università della Calabria, con il patrocinio di: ordine Ingegneri Provincia di Catanzaro, ordine Ingegneri Provincia di Cosenza, Aias sedi provinciali di Catanzaro e Cosenza, invitano all'incontro tecnico su: "Elettricità da rinnovabili: opportunità e problemi alla luce del Decreto Attuativo del 18 dicembre 2008" che si terrà giorno 24 giugno, ore 9.30, presso l'aula Caldora, Università della Calabria, Rende. Programma: ore 9.00, registrazione; ore 9.30, saluti: F. Giammanco, presidente Aeit sez. Calabra, rappresentanti Unae/Aias/Odi; ore 9.40, La mini e la micro generazione distribuita e sviluppo locale: con D. Menniti, professore in Sistemi Elettrici per l’Energia Università della Calabria; ore 10.00, Le politica energetica regionale per lo sviluppo della produzione di energia da fonte rinnovaile da piccola taglia, con I. De Marco, Regione Calabria; ore 10.20, Obiettivi comunitari e italiani di sviluppo delle fonti rinnovabili, con M. Borgarello, Erse - Enea Ricerca sul Sistema Elettrico; ore 10.40, L'incentivazione delle fonti rinnovabili alla luce del nuovo Dm 18 dicembre 2008, con L. Benedetti, Gse; ore 11.30, La delibera sul Tica (Testo Integrato Connessione Attive) di Aeeg e la problematica delle procedure autorizzative dei piccoli e medi impianti, con A. Arena, Aeeg; ore 12.00, La norma Cei 0-16 sulla connessione alla rete elettrica con Q. Jirillo, Enel Distribuzione Spa; ore 12.30, Connessioni alle reti di bassa tensione. Situazione attuale e prospettive con S. Sartore, Enel Distribuzione Spa; ore 13.00, dibattito; ore 13.30, pausa pranzo; ore 14.30, Tecnologia dei sistemi fotovoltaici con F. Paletta, Erse - Enea Ricerca sul Sistema Elettrico; ore 15.00, Medio Eolico: opportunità di investimento alla luce dei Decreti Attuativi con A. Rizzo, Jonica Impianti; ore 15.30, Gli impianti di cogenerazionetrigenerazione con P. De Luca, Cofatech; ore 16.00, Uno sguardo sul futuro: le "nuove" fonti rinnovabili con M. Meghella, Erse - Enea Ricerca sul Sistema Elettrico; ore 16.30, conclusioni della Giornata e dibattito; coordinato-

SAN GIORGIO M. (Rc)- “I vini di Calabria” Oggi, alle ore 18.00, presso la biblioteca comunale, conferenza “I vini di Calabria. Particolarità e prospettive”. Interverranno: Ernesto Gentili, curatore della Guida dei Vini d'Italia dell'Espresso; produttori, esperti, giornalisti, appassionati. SAN MARCO A. (Cs) - Concerto di Luca Carboni Concerto di Luca Carboni a San Marco Argentanoil 14 agosto. Il concerto si terrà in occasione della festa del patrono presso il centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefonare al 327.7705335. S. PIETRO APOSTOLO (Cz) - Concorso di pittura La Pro loco di San Pietro Apostolo, in collabborazione con l'Amministrazione comunale, assessorato alla Cultura e al Turismo, presenta la 1ª edizione del concorso di pittura intitolato all'artista Guglielmo Tomaini. Le opere in concorso verranno esposte nei locali del "Palazzo Mazza" dal 30 giugno al 5 luglio 2009. La premiazione del vincitore decretato da apposita giuria verrà effettuata la sera del 5 luglio in occasione della "Festa della ciliegia". Il tema del concorso e le iscrizioni sono libere - Le opere non devono superare i 100 cm di base e devono essere incorniciate solo da un listello di protezione senza vetro - Le opere dovranno essere consegnate sabato 27 giugno dalle ore 10,00 alle ore 19,00 presso la sede espositiva - L'organizzazione si riserva di trattenere l'opera vincitrice del concorso o in alternativa un'altra opera dell'artista premiato. Per le adesioni e e la presa visione del regolamento contattare i numeri: 0961.994115 320.1524499 - 349.2895089. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“CortoVisione”, concorso per cortometraggi a Tiriolo. Concerto di Francesco Baccini a Satriano

Festa della gioventù a Stalettì IL CARTELLONE

“Segni, forme, colori e suoni”, mostra di pittura a Taverna

SAN VITO SULLO J. (Cz) - Presentazione Rosario Giorno 16 luglio, alle ore 11.00, presso il convento del Carmine in S. Vito sullo Jonio ci sarà la presentazione del Rosario "Miriam". Seguirà aperitivo nel giardino Carmelo.

SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo con tesy voice superkaraoke.

SATRIANO M. (Cz) - Sud Sound System A Satriano Marina il 4 agosto “I Sud Sound System” in concerto. L'evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale, assessorato al turismo, in occasione dell’estate Satriano con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it - 327.7705335.

SOVERATO (Cz) - Dolcenera in concerto Venerdì 14 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a Soverato (Cz). In piazza con ingresso gratuito.

SATRIANO S. (Cz) - Francesco Baccini in concerto Francesco Baccini in concerto il 27 agosto. L'evento è organizzato in occasione dei festeggiamenti della festa del Patrono si svolgerà a Satriano Superiore nel centro storico, con inizio alle ore 21.30, ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet www.essemmemusica.it oppure telefonando al numero di seguito riportato 327.7705335.

SOVERATO (Cz) - Vini calabresi in vetrina Il 28 giugno, Slow Food Soverato con il patrocinio ed il contributo di Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Comune di Soverato, organizza Vini Calabresi in vetrina ed in degustazione, VI edizione 2009. 50 aziende vitivinicole invitate tra cui quelle incluse nella "Guida al vino quotidiano" Slow Food editore. Info: 0967/22010 - 329/1930011 - www.slowfoodsoverato.it. STALETTI’ (Cz) - Night fever Evento: Night fever, “Sabato Blu disco remember and latin room”, organizzato dal Blu Lovers, fino a oggi alle ore 4.40, presso il Blu Club.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un STALETTI’ (Cz) - Festa della gioventù A Stalettì, oggi: festa della gioventù “Francescando insieme”, mix di tarantella, pizzica, ska e reggae. SCILLA (Rc) - Serate teatrali Nell’ambito delle attività statutarie e per la valorizzazione del Castello di Scilla, il Cerere ospita in apertura della stagione estiva un’originale manifestazione di video-teatro ideata e realizzata da Rachele Ammendola. Seguiranno al Castello di Scilla una serie di appuntamenti al tramonto con dibattiti su temi di attualità culturale e presentazione di recenti pubblicazioni alla presenza di illustri autori ed editori. In agosto una anteprima del Museo-Laboratorio su Arte e cultura nell’area dello Stretto con la partecipazione di designer, fotografi, pittori, scultori, critici d’arte, manager culturali, operatori turistici che culminerà con il premio “Cerere per le arti, scienze, economia e territorio”.L’Ass. Cult. Oneiros - Teatro in collaborazione con Cerere srl e l'Ass. Cult. Ulysses oggi alla ore 21.30 presenterà la performance di videoteatro "Colors_ pop (r)esistenza al femminile in regime di mediocrazia" di e con Rachele Ammendola presso il Castello dei Ruffo di Calabria di Scilla. Dopo "Viaggio alla sesta Notte", che ha avuto l'onore di essere il primo spettacolo sull'artista italo-franco-egiziana ospitato dall' Associazione Dalida, e "IOlanda" pièce ideata con Reno Riggi finalista al Palermo Teatro Festival, Rachele Ammendola propone un lavoro dai toni meno introspettivi e drammatici. Le due serate teatrali che aprono la stagione estiva al Castello sono state organizzate in collaborazione von il consorzio Cerere, nella persona della sua presidente Prof.ssa Rosa Maria Cagliostro, e dell'Associazione Ulysses. L'attività di entrambi gli enti è da sempre volta a riqualificare e rendere fruibili beni del patrimonio architettonico e paesaggistico calabrese anche attraverso manifestazioni culturali di varia natura.

organizzata dalla Fraternità dell’Ordine Francescano secolare e dalla Gioventù Francescana. Ore 10: raduno e registrazione dei ragazzi ai giochi popolari; ore 11: giochi popolari; ore 12: santa messa; ore 13.30: buffet; ore 15.30: karaoke e giochi vari; ore 17: dibattito sul tema “Nell’agorà di oggi essere giovani come segno di speranza”; ore 19: torneo francescano; ore 21: sagra dello spezzatino e intrattenimento musicale; ore 22: concerto dei Parafonè; ore 24: fuochi d’artificio.

TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - TIRIOLO (Cz) - “Muoversi”, concorso fotografico 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il si- L’Associazione videofotografica “l’Obiettivo” Onlus di Tito www.calabriaguide.it. riolo, con il patrocinio dell’Aism (Associazione Italiana

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di AmministraSETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo zione della banca presilana presieduto dal presidente NiOgni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Set- coletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per lo- tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) cali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito TAVERNA (Cz) - Mostra di pittura E’ stata inaugurata, nello storico Complesso Monumentale di www.movidacommunity.it). SIBARI - Comitato di sorveglianza Por Si terrà a Sibari presso il Minerva Club Resort, la due giorni del Comitato di Sorveglianza del Por Calabria 2000/2006, Por Calabria Fesr 2007/2013 e Por Calabria Fse 2007/2013. L’organismo, previsto dalle norme comunitarie con il compito di accertare la qualità e l’efficacia dell’attuazione dei Programmi Comunitari, si riunirà lunedì 22 giugno, a partire dalle 14.00 e martedì 23 giugno dalle 9.00. A presiedere il Comitato di Sorveglianza saranno l’assessore regionale alla Programmazione Nazionale e Comunitaria, Mario Maiolo, e l' Ing. Salvatore Orlando, Dirigente Generale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria. Parteciperanno ai lavori del Comitato di Sorveglianza i rappresentanti della Commissione Europea, dei Ministeri competenti in materia, delle Province, delle Parti sociali regionali, la consigliera regionale di Parità e il rappresentante delle Direzioni Generali regionali responsabili della Programmazione dei Fondi Strutturali. Nel corso della due giorni saranno valutati i progressi compiuti nel conseguimento degli obiettivi specifici dei Programmi Operativi ed esaminati i risultati ottenuti.

internazionale del concorso per cortometraggi “CortoVisione”. Il concorso è a tema libero. Una sezione è riservata ai cortometraggi stranieri in lingua originale. La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti. Ogni autore può partecipare con una o più opere anche non inedite a tutte le sezioni. I filmati devono essere presentati solo ed esclusivamente su supporto dvd e non avere una durata superiore a 12 minuti titoli compresi. Tutte le opere pervenute, saranno esaminate da un apposita giuria tecnica che sceglierà i 30 migliori cortometraggi che parteciperanno alle serate del festival nel comune di Tiriolo (Catanzaro) alla proiezione pubblica, assisterà una giuria composta da critici ed esperti nonché da una popolare che designeranno il vincitore del 2° festival internazionale Cortovisione, al quale sarà assegnato il premio “CortoVisione 2009 “ Premio speciale per il miglior corto straniero". Termine ultimo per aderire alla manifestazione concorso è il 30 giugno 2009( fa fede la data del timbro postale). Tutte le spese di spedizione sono a carico dei partecipanti. Se esplicitamente richiesto i dvd saranno rispediti all’indirizzo del partecipante, altrimenti saranno trattenuti dall’ Associazione Culturale Visione e conservati a solo scopo culturale. Ai 30 finalisti sarà comunicata entro il 15 luglio 2009 con posta elettronica la loro ammissione al festival. I partecipanti possono inviare i loro lavori con relativa scheda d’iscrizione, compilata in tutte le sue parti e firmata a: Festival internazionale Cortometraggio “Cortovisione” - 88056 Tiriolo (Cz) Italia. Per la realizzazione del catalogo del festival si richiede anche una foto scena tratta dal corto o rappresentativa del titolo dell’opera presentata al concorso, in formato jpg a: cortovisione@gmail.com. La serata del 18 prevede la presenza in piazza del regista spagnolo Miguel Ángel Escudero e direttore tecnico della Ace "Agenzia dei Cortometraggi Spagnola" che insieme al regista italiano Antonello Novellino, terranno un work schoop sul cinema corto e nella stessa serata saranno proiettati i cortometraggi in lingua originale stranieri partecipanti al festival sempre nell'arco della serata Antonello Novellino presenterà una retrospettiva di suoi lavori. La giuria del festival sarà presieduta dall'attore catanzarese Paolo Turrà. Attualmente sono moltissimi i partecipanti iscritti al festival sia registi italiani che spagnoli. Al festival collara anche il "Kimuak" dei paesi Baschi.

Sclerosi Multipla), dell’Uif (unione Italiana Fotoamatori) della Comunità Montana dei Monti Reventino-Tiriolo e Mancuso, del Comune di Tiriolo – Assessorato alla Cultura, del mensile Turismo in Calabria-Magazine, da Photo4U, dal Residence Due Mari e da numerosi altri partner, organizza in occasione del 12° anno associativo, la 12ª edizione del Concorso Fotografico Nazionale edizione digitale Città di Tiriolo dal titolo “Muoversi, - un viaggio nel movimento totale, dal movimento estremo al quotidiano vivere, una riflessione, un’interpretazione, una lettura sintetica del movimento a 360 gradi”. Il concorso prevede che ogni concorrente invii fino a 4 foto digitali all’indirizzo di posta elettronica concorsi@asobiettivo.it entro e non oltre il 29 novembre 2009. Le foto in concorso, saranno valutate da una giuria di esperti, nominata dall’Associazione, il cui giudizio è insindacabile. Numerosi i premi da assegnare ai vincitori; si parte da un premio in denaro di euro.250,00 per il primo classificato, per arrivare a euro.100,00 per il terzo classificato; altri premi saranno assegnati nel corso della manifestazione. Parte dell’incasso, sarà devoluto in beneficenza all’Aism. Il presidente de “l’Obiettivo”, illustra che da tre anni a questa parte, il sodalizio tiriolese organizza attività tese a sostegno di altrettante associazioni di volontariato, che si adoperano a favore di persone disabili. L’appello dell’Aism invece, rimane quello che ogni gesto e ogni contributo è fondamentale per far correre più veloce la ricerca scientifica. Per questo l’invito dell’Aism continua: è grazie al contributo di tutti se Aism, insieme alla sua Fondazione Fism, nel 2008 ha potuto incrementare le risorse destinate alla ricerca scientifica e le ore di assistenza erogate alle persone con Sm e diventare oggi il principale finanziatore della ricerca in Italia, al terzo posto tra le Associazioni che finanziano la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla nel mondo. Le foto premiate e quelle ammesse al concorso, saranno oggetto di una mostra virtuale, quindi pubblicate sul sito internet dell’Associazione consultabile all’indirizzo www.asobiettivo.it .

San Domenico, sede del Museo e della Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna (Cz), la mostra “Segni, forme, colori e suoni” – opere di Ercole Drei, Lia Drei, Francesco Guerrieri, Elisabetta Gut, Mario Parentela, Gloria Persiani, Alfredo Pino e Marco Samorè, appositamente selezionate dalla Collezione d’Arte Contemporanea del Museo Civico di Taverna; promossa e organizzata, nell’ambito della quinta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2009” che prevede inoltre, la presentazione alle ore 21,30 dei concerti jazz : “Jazz Workshop” con la partecipazione straordinaria della cantante Laura Fedele e del gruppo “Luca Cosi Quartet”. Il doppio evento curato da Giuseppe Valentino, direttore del Museo Civico di Taverna è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; Unesco; Consiglio d’Europa; Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Icom International e Comune di Taverna. La mostra resterà aperta fino al 30 agosto 2009 e sarà visitabile TORTORA - Enrico Ruggeri in concerto tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 Enrico Ruggeri in Concerto a Tortora il 13 agosto, il concerto si terrà presso il centro storico in occasione della festa e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì. del patrono con inizio alle ore 21.30 ingresso libero. Per qualsiasi informazione, contattare la Esse Emme Musica di TIRIOLO (Cz) - Concorso per cortometraggi Maurizio Senese: www.essemmemusica.it oppure telefoL’ Associazione Culturale Visione, indice la seconda edizione nare al 327.7705335.


54 Domenica 21 Giugno 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Assemblea annuale dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri a Vibo Valentia

Tropea Film Festival, a partire dal 18 agosto IL CARTELLONE

Il 26 giugno presentazione della III edizione del Film Festival a Tropea

TROPEA (Vv) - Presentazione Tropea Film Festival Venerdì 26 giugno, alle ore 17.00, si terrà la conferenza stampadi presentazione della III edizione del Tropea Film Festival, presso i locali dello Yachting club - Porto di Tropea. Intervengono: Antonio La Torre, presidente onorario; Bruno Cimino, presidente; Francesco De Nisi, presidente provincia di Vibo Valentia; Gianluca Callipo, assessore al turismo provincia di Vibo Val.; Giovanni Cirillo, commissario straordinario città di Tropea; Francesco Zinnato, presidente fondazione film commission Calabria; Eduardo Meligrana, giornalista; Giovanni Guagliardi, Agis - Anec Calabria; Domenico laria, sindaco comune di Ricadi; Alessandro Porcelli, sindaco comune di Drapia; Giuseppe Navarra, sindaco comune di Rombiolo, assessore al turismo Rombiolo; Pasquale Arnone, produttore cinematografico; Michele Lico, commissario camera di commercio di Vibo Valentia; Deborah Valente, presidente Valentour; Giuseppe Rodolico, consigliere provincia di Vibo Valentia. Coordinatrice: Bruna Fiorentino, responsabile ufficio stampa. TROPEA (Vv) - Tropea Film Festival Si sono chiuse il 15 maggio 2009 le iscrizioni alla III edizione della manifestazione cinematografica Tropea Film Festival che si terrà nel Teatro del Porto dal 18 al 23 agosto prossimi. I film iscritti sono stati 211 tra lungometraggi e corti, una cifra davvero interessante a quanto riferiscono gli organizzatori, soprattutto perché quest’anno sono state eliminate due sezioni importanti quali quella dei documentari e dei corti dedicati al mare. Adesso si aspettano i titoli dei finalisti che si contenderanno gli otto premi: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio.Intanto, i contatti ed i lavori del Tropea

Film Festival, una manifestazione a cura dell’Associazione Culturale Tropeana e della Società Porto di Tropea, continuano incessanti, nonostante le difficoltà economiche e di regressione che si sono abbattute sull’Italia e di converso su tutti i tipi di attività, soprattutto culturali. Ma l’instancabile Presidente, Bruno Cimino, tra tagli di scure e defezioni istituzionali, non demorde, ed anche per questa edizione promette nomi e volti conosciuti e di rilievo che verranno premiati con la Statuetta, opera unica ed originale, creata dalle mani esperte degli artisti della Bottega Mortet a Roma. Ma soprattutto promette film di qualità e di spessore che non potranno che ammaliare il pubblico del Teatro del Porto. Confermata la diretta mondiale della prima e ultima serata del Festival grazie alla tecnologia stream live. Le iscrizioni dei film per partecipare alla seconda edizione del Tropea Film Festival sono state 211. Questi i 36 film finalisti selezionati, di cui cinque lungometraggi e 31 corti, che saranno proiettati al Teatro del Porto di Tropea dal 18 al 23 agosto 2009: lungometraggi: La canarina assassinata - Daniele Cascella; Mar nero - Federico Bondi; Il segreto di Rahil - Cinzia Bomoll; Aisberg - Alexader Cimini; Pochi giorni per capire - Carlo Fusco. Corti: Ti voglio bene assai - Fernando Muraca; Ago di madre - Marco Fisichella; Granosangue - Alberto Gatto; Non succede mai niente - Giorgio Gobbi; Se ci dobbiamo andare andiamoci - Vito Palmieri; Io parlo - Marco Gianfreda; Grigioscuro - Vincenzo Carone; Il cappellino - Giuseppe Marco Albano; La ritirata - Elisabetta Bernardini; I ragazzi che si amano - Tommaso Valente; I colpevoli Svevo Moltrasio; Al contrario ovvero l'istinto distrugge le regole ovvero Ettore e Marika - Elena L. Pirozzi; Ad arte -Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo; La vita attraverso una porta - Paride Gallo; Alice - Stefano Anselmi; Roma, un giorno - Matteo Botrugno; Esperàndote - Clara Salgado; Ordalìa (dentro di me) - Marco Bonfanti; Il tronco muto - Matteo Parenti; Eroico Furore - Francesco Afro de Falco; L’opportunità - Samantha Caselli; L’amore non esiste - Massimiliano Camaiti; Basette Gabriele Mainetti; Fuera - Michele Bertelli; La migliore amica - Daniele Santonicola; TV - Andrea Zaccariello; L’uomo per-

fetto - Ivano Fachin; Fuori gioco - Fabrizio Felli; Incisioni Carlo Tozzi; I passi dell’anima - Matteo Galante; La vita è già finita? - Claudio Lattanzi. Gli otto riconoscimenti ufficiali che verranno assegnati la sera del 23 agosto 2009 ai vincitori, decretati dalla Giuria presieduta dal Presidente Carlo Freccero, Vice Presidente Melania Di Bella e dal Garante Giuseppe Mazzitelli, sono: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio. La conferenza stampa di presentazione del Tropea Film Festival si terrà il 26 giugno 2009 alle ore 17.00 presso lo Yachting Club del Porto di Tropea. Per ulteriori informazioni www.tropeafilmfestival.it. VIBO V. - Assemblea annuale Ordine medici In data 23 giugno 2009presso l’Hotel San Leonardo Resort, SS 18, Km 434, Località Longobardi di Vibo Valentia, si terrà l’assemblea annuale dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Vibo Valentia per l’approvazione del Conto Consuntivo anno 2008, del Bilancio di Previsione anno 2009, per il giuramento professionale dei Neoiscritti e per la premiazione con medaglia d’oro dei Medici che hanno compiuto il 45° anno di iscrizione all’Albo Professionale. Ai lavori assembleali, che saranno diretti dal Presidente dell’Ordine, Dott. Michele Soriano, interverranno anche per portare un loro indirizzo di saluto il Direttore Generale della Azienda Sanitaria Provinciale Dott. Rubens Curia, il Presidente della Federazione Regionale degli Ordini dei Medici della Calabria, Dott. Giuseppe Varrina ed i presidenti degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri della nostra Regione, Dott. Vincenzo Ciconte, Presidente Ordine Catanzaro, Dott. Eugenio Corcioni, Presidente Ordine Cosenza, Dott. Enrico Ciliberto Presidente Ordine Crotone, e Dott. Pasquale Veneziano, Presidente Ordine Reggio Calabria.


il Domani Domenica 21 Giugno 2009 55

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI E TV filmintv Can5 Ore 18,05 STELLA DEL SUD (Viaggiare) A SUA IMMAGINE (Religione) SANTA MESSA (Religione) LINEA VERDE ESTATE (Ambiente) POLE POSITION (Automobilismo) TELEGIORNALE (Ultime notizie) POLE POSITION (Automobilismo) RAI SPORT POLE POSITION (Automobilismo) TG1 L.I.S. (Ultime notizie) LA VALLE DELLE ROSE SELVATICHE - UN AMORE PER GRACE (Romantico) 18.10 L’ISPETTORE DERRICK 08.45 09.15 09.40 12.20 13.10 13.30 13.40 14.00 15.45 16.30 16.35

08.00 08.20 08.40 09.05 09.25 09.30 09.35 09.45 09.50 10.00 11.30 12.05 13.00 13.25 13.35 13.45 15.25 16.50 18.00 18.05 18.25 18.50

Ore 20,30 Italia-Brasile Calcio, Confederations cup Nella foto l’attaccante Luca Toni 19.05 20.00 20.10 20.30 23.15 23.30 00.30 01.10 01.25 01.30 02.30 03.30 04.05 05.00 05.40 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45 06.50 07.00 07.30 07.35 08.00

IL COMMISSARIO REX TELEGIORNALE (Ultime notizie) RAI SPORT CALCIO: ITALIA-BRASILE (Calcio) TG1 (Ultime notizie) SPECIALE TG 1 (Attualità) OLTREMODA RELOADED TG1 NOTTE - BENJAMIN CHE TEMPO FA (Ultime notizie) CINEMATOGRAFO COSÌ È LA MIA VITA... SOTTOVOCE (Talk show) RAINOTTE DON MATTEO STELLA DEL SUD (Viaggiare) ULTIME DALLA NOTTE (Attualità) EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA ESTATE TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) TG1 L.I.S. (Ultime notizie) TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie)

CANALE 08.00 08.51 09.54 10.56 13.00 13.40 16.02 18.04 20.04 20.45 22.51 00.30 01.30 02.00

TG5 MATTINA (Ultime notizie) DOCUMENTARI FINALMENTE ARRIVA KALLE AVVENTURA NEL DESERTO TG5 (Ultime notizie) ELISA DI RIVOMBROSA ACQUA E SAPONE (Commedia) VITA DA STREGA - BEWITCHED (Commedia) TG5 (Ultime notizie) FRANCESCA E NUNZIATA ZELIG OFF BIG SHOTS TG5 NOTTE (Ultime notizie) MEDIASHOPPING (Acquisti)

Ore 16 “Acqua e sapone” Film commedia con Carlo Verdone e Natasha Hovey 02.14 03.42 04.13 05.30 06.00 08.00

AMERICAN GRAFFITI (Commedia) TG5 NOTTE (Ultime notizie) SQUADRA EMERGENZA TG5 NOTTE (Ultime notizie) TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) TG5 MATTINA (Ultime notizie)

19.35 20.30 21.05 23.05 23.20 23.55 01.55 02.30 03.15 03.40 04.10

TG2 MATTINA (Ultime notizie) LE COSE CHE AMO DI TE (Sitcoms) THE CLASS FLIGHT 29 DOWN (Azione) ACQUA IN BOCCA (Animazione) SHAUN, VITA DA PECORA (Animazione) PSICOVIP (Shows) TG2 MATTINA L.I.S. (Ultime notizie) RAI SPORT NUMERO UNO AUTOMOBILISMO (Automobilismo) AMERICAN DREAMS DESPERATE HOUSEWIVES - I SEGRETI DI WISTERIA LANE TG2 - GIORNO (Ultime notizie) TG2 MOTORI (Automobilismo) TG2 EAT PARADE (Gastronomia) TURBO (Poliziesco) JANE DOE TRADIMENTO (Poliziesco) IL COMMISSARIO KRESS (Poliziesco) TG2 (Ultime notizie) RAI SPORT NUMERO 1 LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE LA PEGGIORE SETTIMANA DELLA NOSTRA VITA (Sitcoms) LAW & ORDER TG2 - 20.30 (Ultime notizie) COME FARSI LASCIARE IN 10 GIORNI (Commedia) TG2 (Ultime notizie) LA DOMENICA SPORTIVA ESTATE RAI SPORT SORGENTE DI VITA (Religione) INCONSCIO E MAGIA LA RUTA MAYA CERCANDO CERCANDO LA VOCE DEI CITTADINI (Attualità)

Ore 21,05 “Come farsi lasciare in dieci giorni” Film commedia con Kate Hudson 04.15 NET.T.UN.O. - NETWORK PER L’UNIVERSITÀ OVUNQUE (Cultura) 05.45 VIDEOCOMIC 06.00 TG2 COSTUME E SOCIETÀ. REPLICA (Attualità)

08.20 TARATABONG (Animazione) 08.30 ARTURO E KIWI (Animazione) 09.25 FERDINANDO I RE DI NAPOLI (Commedia) 11.10 APPUNTAMENTO AL CINEMA

Ore 20,30 “L’uomo che sussurrava ai cavalli” Film drammatico con Robert Redford 11.15 TGR BUONGIORNO EUROPA (Ultime notizie) 11.45 TGR REGIONEUROPA (Ultime notizie) 12.00 TG3 - RAI SPORT NOTIZIE 12.25 TELECAMERE (Attualità) 12.55 RACCONTI DI VITA (Attualità) 13.25 TIMBUCTU 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.15 TG3 (Ultime notizie) 14.30 POVERI MA BELLI 15.00 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 16.15 AUDACE COLPO DEI SOLITI IGNOTI (Commedia) 17.55 ARSENIO LUPIN - IL TAPPO DI CRISTALLO 18.55 METEO 3 (Ultime notizie) 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 BLOB (Attualità) 20.25 TG REGIONE (Ultime notizie) 20.30 L’UOMO CHE SUSSURRAVA AI CAVALLI (Dramma) 23.25 TG3 (Ultime notizie) 23.35 TG REGIONE (Ultime notizie) 23.40 NUMBER 23 (Poliziesco) 00.30 TG3 (Ultime notizie) 01.25 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.35 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) 01.40 LA COSA DA UN ALTRO MONDO (Fantascienza) 03.00 IL GRANDE CIELO (Western) 06.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (Attualità) 06.30 IL CAFFÈ (Attualità) 06.45 ITALIA, ISTRUZIONI PER L’USO (Attualità) 07.30 TGR BUONGIORNO REGIONE (Ultime notizie)

RETE

08.00 I PUFFI (Animazione) 08.15 BEETHOVEN (Animazione) 08.35 TWIN PRINCESS - PRINCIPESSE GEMELLE (Animazione) 09.00 MY MELODY SOGNI DI MAGIA (Animazione) 09.25 HI! HAMTARO (Animazione) 09.45 CATTIVIK (Animazione) 10.00 SPIDER RIDERS (Animazione) 10.25 BATMAN (Animazione) 10.50 TORNADO KID E SONNACCHIA (Animazione) 10.55 ROBIN HOOD 11.50 GRAND PRIX 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.00 LE REGOLE DELL’AMORE 13.55 INCANTESIMO DEL LAGO 3 - LO SCRIGNO MAGICO 15.20 VIAGGIO NEL MONDO CHE NON C’È (Film) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 18.30 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 19.00 UN CICLONE IN FAMIGLIA 2 20.45 IL PRINCIPE CERCA MOGLIE (Commedia) 21.42 TGCOM (Ultime notizie) 21.48 IL PRINCIPE CERCA MOGLIE (Commedia) 23.00 STANDOFF (Azione) 00.12 TGCOM (Ultime notizie) 00.18 OPERAZIONE VENOMOUS (Orrore) 01.15 POKER1MANIA 02.10 STUDIO SPORT 02.40 MEDIA SHOPPING (Acquisti) 02.55 KIMBERLY (Commedia) 04.35 ANCHORMAN - LA LEGGENDA DI RON BURGUNDY (Commedia) 06.25 TRE NIPOTI E UN MAGGIORDOMO 07.00 HERCULES

08.55 VITA DA STREGA (Fantasia) 09.30 LIGURIA - DA SAN FRUTTUOSO A GENOVA 10.00 SANTA MESSA (Religione) 11.00 PIANETA MARE

Ore 16,30 “Sugarland Express” Film drammatico con Goldie Hawn e Michael Sacks 11.30 11.40 12.10 13.25 13.30 14.07 14.42 14.49 15.30 15.48 15.55 16.25 17.36 17.43 18.14 18.21 18.50 18.55 19.35 21.10 21.52 21.59 22.35 22.42

07.50 DORAEMON (Animazione)

(Usa 2005) Con Nicole Kidman, Will Ferrell e Shirley MacLaine. Una giovane, Isabel, strega pentita desidera intraprendere una nuova esistenza con un marito e dei figli. Incontra il divo televisivo Jack Wyatt. Commedia

Italia1 Ore 20,45

ITALIA

Ore 1,40 “Tandem” Film commedia con Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu

“Vita da strega” I poteri di Nicole Kidman

23.15 23.20 00.06 00.13 00.57 01.04 01.25 01.50 04.10

TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) PIANETA MARE MELAVERDE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) GLI ALLEGRI IMBROGLIONI (Commedia) TGCOM (Ultime notizie) GLI ALLEGRI IMBROGLIONI (Commedia) BOCCACCIO ‘70 (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) BOCCACCIO ‘70 (Dramma) SUGARLAND EXPRESS (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) SUGARLAND EXPRESS (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) SUGARLAND EXPRESS (Dramma) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) COLOMBO MAIGRET E L’AFFITTACAMERE (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) MAIGRET E L’AFFITTACAMERE (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) MAIGRET E L’AFFITTACAMERE (Poliziesco) CINEMA FESTIVAL (Cinema) CARNE TREMULA (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) CARNE TREMULA (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) CARNE TREMULA (Dramma) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) 8 1/2 L.A. DRAGNET (Poliziesco)

“Il principe cerca moglie” Eddie Murphy scatenato

17.00 GOOD MORNING, VIETNAM (SkyCinemaHits) 17.10 LA VOGLIA MATTA (SkyCinemaClassics) 17.15 LE AVVENTURE DI HUCK FINN (SkyCinemaFamily) 17.30 ICON - SFIDA AL POTERE (SkyCinema1) 17.50 SHARPSHOOTER - IL CECCHINO (SkyCinemaMax) ICON - SFIDA AL POTERE (SkyCinemaPiu24) 18.35 ROLLING STONES’ SHINE A LIGHT (SkyCinemaMania) 19.05 INDOVINA CHI VIENE A CENA? (SkyCinemaClassics) ASTERIX E OBELIX: MISSIONE CLEOPATRA (SkyCinemaHits) 19.15 APPUNTAMENTO AL BUIO (SkyCinemaFamily) 19.20 LA SPOSA FANTASMA (SkyCinema1)

(Usa 1988) Con James Earl Jones e Eddie Murphy. Destinato a un matrimonio combinato, giovane principe africano vuole scegliersi una moglie di suo gusto e decide di cercarla a New York dove la trova nella figlia di un re dell’hamburger. Commedia

Rete4 Ore 23,20

“Carne tremula” L’ossessione di Almodovar (Spagna 1997) Con Francesca Neri e Angela Molina. Cinque personaggi e una città, Madrid, che è il sesto personaggio. Una storia d’amore e di odio che si trasforma in ossessione secondo il copione di Pedro Almodovar. Grottesco

Replicherà lo show su Sky

Fiorello pensa all’autunno

ROMA - «Non è stato solo uno spettacolo televisivo e neanche un semplice spettacolo teatrale. È stata proprio una bella avventura, la più bella della mia carriera, la cosa più viva e interessante, che ci ha dato dolori ma anche tantissime gioie»: questo il bilancio finale tracciato sul palco dal mattatore protagonista del discusso ’Fiorello show’, il primo varietà di SkyUno, la rete nata dalle ceneri di Sky vivo appositamente per dare il benvenuto allo showman sul satellite. Legato a Sky da un contratto fino a fine anno, ora Fiorello va in vacanza ma la sua idea è di riproporre il ’Fiorello show’ dopo l’estate.

curiosità dalla rete Arriva il sito che unisce giovani e big della musica

Google traduce dal persiano all’inglese

Un nuovo sito internet (www.ecceartista.com) mette in contatto direttamente giovani talenti dello spettacolo e professionisti del settore. Madrina dell’iniziativa è Patty Pravo.

In aiuto della democrazia in Iran arriva Google, con un programma che traduce blog e messaggi dall’inglese al persiano e viceversa

Tutti su internet con il cellulare Sale al 31%, su 47 milioni di utenti, l’uso di internet con i cellulari. E crescono del 20% i ricavi per i produttori di smartphone.

Trapianto di fegato per Jobs di Apple Steve Jobs, fondatore e Ad della Apple, è stato sottoposto a un trapianto di fegato e tornerà al lavoro entro la fine del mese. Jobs è sopravvissuto a un cancro del pancreas.

Ore 21 “L’allenatore nel pallone 2” Sky cinema family Film commedia con Lino Banfi HITMAN - L’ASSASSINO (SkyCinemaMax) 19.25 DISPOSTA A TUTTO (SkyCinemaPiu24) 21.00 IL CACCIATORE DI AQUILONI (SkyCinemaPiu24) HOUSE OF 9 (SkyCinemaMax) UOMO BIANCO VA COL TUO DIO (SkyCinemaClassics) L’ALLENATORE NEL PALLONE 2 (SkyCinemaFamily) MURO DI FUOCO (SkyCinema1) 21.05 GANGSTER N.1 (SkyCinemaMania) 21.15 MAI STATA BACIATA (SkyCinemaHits) 22.35 SEA CHANGE - DELITTO PERFETTO (SkyCinemaMax) 22.45 IN BRUGES - LA COSCIENZA DELL’ASSASSINO (SkyCinema1) 22.50 SCANDALO AL SOLE (SkyCinemaClassics) 22.55 HOT SHOTS! (SkyCinemaMania) 2 YOUNG 4 ME - UN FIDANZATO PER MAMMA (SkyCinemaFamily) 23.10 LE RAGIONI DELL’ARAGOSTA (SkyCinemaHits)

OMNIBUS LIFE (Attualità) MOVIE FLASH LA SETTIMANA (Attualità) MOVIE FLASH CUORE E BATTICUORE (Poliziesco) PREGARA SUPERBIKE TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) IL CORSARO (Azione) SUPERBIKE MOVIE FLASH LA LUNGA LINEA GRIGIA (Dramma) TG LA7 (Ultime notizie) S.O.S. TATA (Reality-TV) MISSIONE NATURA REALITY - BEST OF (Attualità) SPORT 7 (Ultime notizie) TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH JAMES DEAN CNN - NEWS (Ultime notizie) TG LA7 - METEO - OROSCOPO TRAFFICO (Ultime notizie) 07.00 OMNIBUS (Attualità)

09.15 10.05 10.10 10.25 10.30 11.30 11.50 13.00 13.25 13.30 15.20 16.55 17.00 20.00 20.30 21.30 23.45 00.40 01.10 01.30 01.35 03.40 06.00

09.00 PURE MORNING 10.30 COCA COLA LIVE AT MTV: SUMMER SONG 11.00 LOVE TEST 12.00 EUROPE TOP 10 13.00 TRL AWARDS 2009 - MAIN SHOW 16.00 HIT LIST ITALIA 18.00 FLASH (Ultime notizie) 18.05 MTV WORLD STAGE 19.00 CHART BLAST 20.00 FLASH (Ultime notizie) 20.05 PUSSYCAT DOLLS PRESENTS: GIRLICIOUS 21.00 ALL ACCESS 22.00 SCREAM QUEENS (Reality-TV) 23.00 FLASH (Ultime notizie) 23.05 MICHIKO E HATCHIN (Animazione) 00.00 MTV WORLD STAGE 01.00 SUPEROCK 02.00 INSOMNIA 05.40 NEWS (Ultime notizie) 07.00 WAKE UP 08.00 CHART BLAST



ilDomani