Issuu on Google+

Giovedì 21 Maggio 2009 Anno XII - Numero 138 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

RIFIUTI

BELVEDERE

COSENZA

MIRTO CROSIA

ROSSANO

Legambiente Calabria lancia l’allarme

Furto in una gioielleria Criminalità senza freni

Calcio, con Pagliuso “partita” finita

Sparata al viso condizioni critiche

Lettera minatoria al procuratore

“Serve una svolta decisa Subito le attività di bonfica”

Malviventi, a colpi di martello sfondano il vetro blindato

L’ex presidente non farà parte della società rossoblù

Una casalinga ferita da tre colpi di pistola

Un 42enne denunciato perché ritenuto l'autore

di Maurizio Bonanno > Pag 33

di Antonello Troya > Pag 30

di Domenico Martelli > Pag 25

> Pag 32

> Pag 32

IL FORUM Il consigliere regionale Mimmo Tallini affronta i temi scottanti del governo sanitario senza trascurare le questioni riguardanti la città di Catanzaro

«Chiudere lo stipendificio della sanità» «Fondazione Campanella: un carrozzone carico di personale da riversare sulla Mater Domini» CATANZARO — Nel ciclo dei forum organizzati dal Domani non poteva mancare lui, Mimmo Tallini. Il nostro ospite non ha certo bisogno di presentazioni. Ora a destra ora a sinistra, lui, nel bene e nel male, c’è sempre: e chi lo ha di volta in volta corteggiato lo ha fatto conoscendone l’abilità di guidare la macchina del consenso. Intrattenendoci con il nostro ospite non possiamo non cadere nel campo spinoso della sanità e non possiamo non toccare la questione del Polo oncologico di Germaneto e del “salvagente occupazionale” previsto per la Fondazione: del resto, è lo stesso Tallini che non vede l’ora di tuonare su quel terreno che tanto fa gola ai politici. Ma prima di soffermarci sui nodi sanitari che imbrigliano la nostra regione, facciamo tappa a Catanzaro (Tallini è anche consigliere comunale nel Capoluogo). Chiediamo quali sono le priorità per il rilancio della città. E sollecitiamo una risposta alle bordate del sindaco Rosario Olivo. Che lunedì scorso, nel corso di un convegno, ha bacchettato i parlamentari del Sud che, accusa il primo cittadino, «non si sono alzati in piedi» di fronte a un governo che “rapina” i fondi per le aree sottoutilizzate (i Fas) e a cui è da addebitare «il mancato finanziamento della parte di metropolitana di superficie compresa tra Catanzaro Sala e Catanzaro Lido».

LAMEZIA TERME Miletta: Lavoro per lo sviluppo LAMEZIA TERME — L’analisi dei punti fondamentali inseriti nell’articolato Piano strategico della città di Lamezia del presidente della Lamezia Multiservizi, Fernando Miletta.

di Antonietta Bruno > Pag 22

LAMEZIA TERME Due minori in manette

LAMEZIA TERME — In arresto

due minori B. N. A. e B. S., per il reato di furto aggravato e continuato di cinque autovetture. > Pag 23

IL FATTO DEL GIORNO

VIBO VALENTIA

Strage di Duisburg, Strangio in Italia Il boss di San Luca da Amsterdam al carcere di Rebibbia

S. GREGORIO D’IPPONA — Mar-

REGGIO CALABRIA — Giovanni Strangio, arrivato ieri in Italia dall’Olanda, è

il principale accusato della strage di Duisburg del 2007. L’uomo, scortato dagli agenti dell’Interpol è giunto poco dopo le 14 all’aeroporto di Ciampino con un volo da Amsterdam ed è stato portato nel carcere romano di Rebibbia. di Claudia Vellone > Pag 36

APPUNTAMENTI/CATANZARO Iolanda Gigliotti, in arte Dalidà, torna a casa CATANZARO — Si è avverato il desiderio espresso appena un anno fa dal-

di Francesco Ciampa > Pag 14 e 15

la bellissima Maria Letizia Gorga, l’attrice protagonista dello spettacolo in scena questa sera al Teatro Politeama “Avec les tempes, Dalidà”, per la regìa di Pino Ammendola, da noi intervistato. di Rosalba Paletta > Pag 43

L’IDEA

Magistratura onoraria di Abriel Pirini

La Giustizia è al collasso. Il dr. Luca Palamara, gran sacerdote (pardon, presidente) dell'Anm non ha dubbi [. . . ]. Non abbiamo motivo di dubitarne, anche se ci tocca sorridere quando dice che se lui lavorasse in un’azienda, i contabili della medesima avrebbero già portato i libri... in tribunale. […] Ma siamo proprio sicuri che nessuna colpa si annidi nei cosiddetti uffici giudiziari? [.. . ] Mi limito ad osservare ciò che succede nelle aule di Giudici di Pace. Ricorso su verbale per infrazione al traffico. Data del verbale dei vigili: 22 novembre 2003 […] Data trasmissione atti all’organo competente all’esecuzione: 15 ottobre 2008.

POLITICA

Chiarella (Pd): «Un tavolo regionale del Soveratese» SOVERATO — «Alzeremo la voce per tutelare gli interessi del Soveratese e del Chiaravallese». Lo assicura, dai microfoni dell’emittente televisiva Telejonio, il consigliere regionale del Pd Egidio Chiarella. Dopo l’esclusione del comprensorio dal sistema delle Polarità Urbane, è polemica. E anche dai banchi della maggioranza che sostiene il Governatore Agazio Loiero si è levato un certo malumore. A rendersi interprete di questa situazione di disagio, dunque, è Egidio Chiarella. «Ho intenzione di proporre immediatamente - ha dichiarato nel corso delle registrazioni televisive della quarta puntata de “L’indiscreto” - la costituzione di un tavolo permanente del Basso Jonio Catanzarese che coinvolga sia la costa che l’hinterland dell’entroterra». Una proposta che arriva dopo la forte presa di posizione dei giorni scorsi della sezione soveratese del Pd. Insomma, qualcosa si muove, anche se c’è sempre da rincorrere l’emergenza da queste parti. i. Non sarebbe stato meglio pianificare a priori una strategia di intervento per quest’area di territorio regionale costantemente alla ricerca di una propria identità e di un ruolo definito lungo l’asse di mezzo della Calabria?

di Francesco Pungitore > Pag 21

Accoltella il cognato

tedì sera a S. Gregorio D’Ippona, un uomo è stato aggredito. Arrestato il cognato. di M. T. Folino > Pag 37

REGIONE

Ente a portata di mouse La tua Regione a portata di mouse. Parte ufficialmente lo Sportello Informativo “ondine” della Regione Calabria. Dopo una fase di sperimentazioneavviataneimesiscorsi, oggi si presenta come uno strumento per fornire risposte chiare. di Ludovico Casaburi > Pag 12

Cari lettori...

La storia della Lira da collezionare Un pezzo di storia del nostro Paese in regalo con il “Domani”. Prosegue con l’inserto odierno di due pagine a coloril’iniziativaeditoriale,inaugurata lunedì scorso, dedicata alla “Lira d’Italia”. Una storia e cronaca fotografica di grande qualità e di pregevole fattura. Un prodotto Editalia, Gruppo Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che la nostra testata offre in omaggio ai propri affezionati lettori. In molti hanno manifestato vivo interesse per questo eccezionale volume da collezionare e custodire gelosamente. Perché la Lira d’Italia non è solo un racconto fatto di monete e banconote impresse in immagini. Ogni foglio rappresenta uno spazio della nostra vita passata più recente. Dal 1861 al 2001 la Lira ha segnato le tappe dell’Unità d’Italia, dell’espansione coloniale, delle due Guerre Mondiali, della ripresa e del boom economico. Ha accompagnato intere generazioni sul crinale dellamodernità.LaLiraèpartedellanostra storia. Una storia da collezione.


2 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI L’idea Segue dalla prima Il tutto nascosto dietro dietro una fumosa quanto indecifrabile obbligatorietà dell’azione penale. Un mio conoscente, tempo fa, ebbe un diverbio alla stazione ferroviaria. Fu querelato (ingiuria, il capo d’imputazione), ci misero tre anni a notificargli il rinvio a giudizio ed alle sue legittime preoccupazioni il suo avvocato rispose seriosamente che era la prassi e che i tre anni erano serviti per le "indagini preliminari". Il mio amico è un tipo particolare, ma non è uno stupido. Volle controllare il fascicolo dell’accusa e lì dentro non c’era traccia di alcuna indagine, solo la querela della controparte ed una relazione dell’organo di polizia (lo stesso che aveva raccolto la querela, alla faccia dell’imparzialità) che sostanzialmente era una fotocopia della denuncia con il solo cambio di soggetti e forme verbali. L’avvocato, tra l’altro un po’ risentito del fatto che un cliente non laureato avesse voluto ficcare il naso, gli replicò che il fascicolo lo può leggere solo l’avvocato (non è vero, ma quanti ci cascano?) e che, insomma, beh, c’è pur sempre l’indulto. Questi sarebbero scienziati del diritto? A farne eredi del Beccaria o del Carnelutti ce ne corre. Mi sono, volutamente, limitato a quanto succede nelle aule gestite dai cosiddetti magistrati onorari. Negli organi superiori succede anche di peggio, ma per oggi limitiamoci alle cose minute, delle quali, come nel motto latino, non si deve occupare il Pretore. Infatti se ne occupa il Giudice di Pace. Ma non è uno stupido. Volle controllare il fascicolo dell’accusa e lì dentro non c’era traccia di alcuna indagine, solo la querela della controparte ed una relazione dell’organo di polizia (lo stesso che aveva raccolto la querela, alla faccia dell’imparzialità) che sostanzialmente era una fotocopia della denuncia con il solo cambio di soggetti e forme verbali. L’avvocato, tra l’altro un po’ risentito del fatto che un cliente non laureato avesse voluto ficcare il naso, gli replicò che il fascicolo lo può leggere solo l’avvocato (non è vero, ma quanti ci cascano?) e che, insomma, beh, c’è pur sempre l’indulto. Questi sarebbero scienziati del diritto? A farne eredi del Beccaria o del Carnelutti ce ne corre. Mi sono, volutamente, limitato a quanto succede nelle aule gestite dai cosiddetti magistrati onorari. Negli organi superiori succede anche di peggio, ma per oggi limitiamoci alle cose minute, delle quali, come nel motto latino, non si deve occupare il Pretore. Infatti se ne occupa il Giudice di Pace.

Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

Ricercato in Spagna un clochard calabrese

La proposta: a Milano non si fuma nei parchi

Era stato aggredito in Spagna, a Granada, da un gruppo di otto adolescenti, che avevano anche ripreso la scena dell’assalto con un videofonino. Oggi, che la giustizia spagnola ha stabilito che le famiglie dei suoi aggressori dovranno pagare 3.000 euro di risarcimento, di lui non ci sono più tracce. Protagonista delle vicenda un giovane clochard italiano originario di Reggio Calabria, G.F., che viveva da un anno a Granada, dove l’8 giugno era stato vittima dell’aggressione del branco. A riportare la notizia è il Corriere della Sera. Gli ultimi a ricordarsi di averlo visto, spiega il quotidiano, sono i medici dell’ospedale traumatologico che avevano cercato di riaccomodargli la faccia e le ossa, stilando una prognosi di 90 giorni. Ma non lo hanno mai visto guarito, ammesso che si sia curato. Non si è più presentato nemmeno per la revisione della ferula, un presidio ortopedico flessibile, che gli era stato applicato a un dito fratturato. Tratto da adnkronos.it

MILANO - «Li chiamano polmoni verdi. E se non respira-no lì, i polmoni, mi spieghi lei dove?». È per questo che l’as-sessore alla Salute di Milano, Giampaolo Landi di Chiavenna (ex An, ora Pdl), ha deciso di andare fino in fondo: vieterà il fumo nei parchi della città. «Ne parlerò con il sindaco Moratti perché spegnere la sigaretta di-venti obbligatorio». Almeno lì. «Dove ci sono i bambini che giocano e le mamme che li ac-compagnano. Ma anche gli sportivi che fanno jogging o l’impiegato in pausa pranzo che si mangia un panino». «Non si fa in tempo ad assue-farsi a un divieto che ne arriva subito un altro», sbuffa lo scrit-tore Andrea Pinketts che trova da obiettare anche nel merito: «Il tabacco non è forse natura? E poi cosa c’è di più bello di fu-marsi un bel sigaro nel par-co?». A Milano, da qui alla da-ta- simbolo del 2015, quella del-l’Expo e dei grandi progetti che dovranno trasformarsi in real-tà, l’amministrazione vorrebbe piantare un qualcosa come cen-tomila nuovi alberi. Tratto da Corriere.it

Legambiente: occorre cambio di rotta su ecomafie

Il diritto di stendere le lenzuola e i reggiseni al sole

"A distanza di pochissimi giorni la Calabria è stata duramente Panni stesi ad asciugare. Per alcuni sono un’immagine da terzo segnata dai casi di Lazzaro, Vibo e poi ancora Crotone. Occormondo, testimonianza di degrado urbano e povertà. Per altri sono re un deciso cambio di rotta circa la politica messa in campo a un bell’esempio di come la gente comune potrebbe dare una mano difesa della Calabria e dei calabresi dello strapotere delle ecoa proteggere l’ambiente. Il 75 per cento delle famiglie americane inmafie. Occorre accelerare i procedifatti asciuga la biancheria negli menti e mettere finalmente in atto le atappositi elettrodomestici, enormi tività di bonifica generale da anni in atmacchine divoratrici di energia tesa. A oggi il commissario per l’emerelettrica. Gli esperti sostengono genza ambientale dispone di molte riche una famiglia americana media sorse e ciò rappresenta un importantisdedica fra il 6 e l’8 per cento del simo strumento per affrontare, con la suo consumo annuale di energia massima urgenza, lo stato di crisi". elettrica ad asciugare i panni. Così Franco Falcone di Legambiente E’ stato addirittura calcolato che Calabria interviene a seguito degli svise tutte le famiglie Usa rinunciasluppi dell’inchiesta Black Mountains a sero all’asciugatrice, gli Stati Uniti Crotone e al sequestro dell’impianto di potrebbero fare a meno delle censtoccaggio del Pet Coke a Vibo Marina, trali nucleari. condotte nella giornata di ieri da magiAllora, cosa aspettano gli americastratura e forze dell’ordine. Due operani a riportare a loro biancheria zioni fondamentali per la lotta al traffiall’aperto, nei backyard, nei giardico illecito di sostanze nocive, che rapnetti, sui bei prati pettinati che abpresentano un ulteriore punto di parbracciano le loro villette? Aspettatenza e non di arrivo. Il sequestro a no che venga loro concesso questo Tratto da Repubblica.it Crotone di 23 aree, inquinate dalla prediritto. senza di conglomerato idraulico fatto Sono numerosissimi i comprensori Dopo essere stato accusato di aver corrotto il giudice Mills, il precon scorie provenienti dagli stabiliresidenziali che vietano espressamier Silvio Berlusconi ha un pensiero in più che lo distrae dai suoi menti Pertusola Sud e dall’Ilva di Tamente di appendere la biancheria impegni istituzionali. Nel corso della conferenza stampa tenutasi l’altro ieri Berlusconi ha annunciato che riferirà in Parlamento per ranto, disposto dal Procuratore Rafall’aperto, anche se in angoli dare spiegazioni. L’opposizione è sul piede di guerra. faele Mazzotta e dal suo sostituto Pierappartati. paolo Bruno, ed eseguito dal personale Sin dalla fine della Seconda Guerdel Nucleo ambientale della Procura di ra Mondiale quando le case furono Crotone, dai carabinieri e dagli uomini della Guardia di finaninvase da elettrodomestici inventati per diminuire le fatiche domeza, ha evidenziato la preoccupante presenza nel territorio di stiche delle donne, il trend è stato proprio quello di riportare la arsenico. tratto da calabrianotizie.it biancheria fra le quattro mura. Tratto da Messaggero.it

La foto del giorno

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da Espresso.it

Da Panorama.it

Dicono che Nicola Adamo ed Agazio Loiero sono stati felici per quasi trent’anni... Poi si sono incontrati!

Tratto da tockeville.it

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro stampa

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


4 GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

PRIMO PIANO

3FHJTUSBUB VOB GMFTTJPOF TVQFSJPSF BM  (MJ FDPOPNJTUJ EFM $FSO oRVBMDIF TGVNBUVSB QPTJUJWBp

CosÏ l’industria italiana Variazioni % sullo stesso periodo dell’anno precedente

Fatturato (corretto per giorni lavorativi) 8,6 4,0 6,9 2,2

4,3

mar '09/feb '09 -0,8

1,0 1,2

-22,6

-10,1 -4,5 -10,5

Ordinativi (indice grezzo) 9,0

7,5

mar '09/feb '09 -2,7 0,4

-4,9

-13,6

-4,8

-7,6

-20,3 -17,5* -23,9

-8,4

-27,8 -19,6

-26,0 -33,2 -32,7 2009

2008

MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR Fonte: Istat

*dato grezzo

ANSA-CENTIMETRI

.BS[P OFSP QFS PSEJOBUJWJ F GBUUVSBUJ EFMMnJOEVTUSJB NB JM DBMP SBMMFOUB ROMA - L’attività dell’industria italiana è ancora in profondo rosso. A marzo fatturato e ordinativi hanno registrato una flessione superiore al 20%, sebbene si evidenzi un rallentamento del calo rispetto ai picchi toccati nei mesi precedenti. Particolarmente pesante la situazione degli autoveicoli, dove evidentemente non si concretizzano ancora gli effetti degli incentivi introdotti dal Governo. Il fatturato, secondo i dati diffusi dall’Istat, ha registrato a marzo un calo del 22,6% (il dato corretto per giorni lavorativi, -17,5% il grezzo) rispetto allo scorso anno, e dello 0,8% su base mensile. Prosegue dunque la flessione, anche

se risulta in rallentamento rispetto al -23,9% di febbraio. A pesare maggiormente è la componente estera (-26%, a fronte di un -21,3% sul mercato nazionale), ma non a livello congiunturale, dove proprio sul mercato estero si registra un debolissimo incremento (+0,1%). Ancora piÚ marcato è stato il calo degli ordinativi, che si sono ridotti del 26% in un anno e del 2,7% in un mese. Anche in questo caso la flessione maggiore c’è stata sul mercato estero (-33% su base annua e -9,4% su base mensile): la componente nazionale mostra tuttavia un segno piÚ nel dato congiunturale (+1%). Particolarmente negativa la perfor-

mance dell’industria degli autoveicoli, dove si è avuto un calo del 27,9% del fatturato e del 19% degli ordini, appesantiti soprattutto dalle flessioni registrate sul mercato estero (-36,5% il fatturato e -38% gli ordini). In generale, a livello settoriale, le diminuzioni piÚ significative del fatturato si sono avute nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-36,4%), nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-35,2%), e nella fabbricazione di apparecchiature elettriche (-30,2%), mentre - evidenziano i tecnici dell’Istat - sembrano tenere le industrie alimentari (-2,7%) e la produzione di prodotti farmaceutici (-6,3%).

Per gli ordinativi, invece, i cali piĂš marcati hanno interessato la metallurgia (-36,4%) e la fabbricazione di mezzi di trasporto (-30%). ÂŤIl quadro resta difficile. Tuttavia la fase acuta della crisi sembra alle spalle. Il 2009 e il 2010 saranno comunque anni difficiliÂť, commentano gli economisti del Cerm, che ravvisano almeno qualche ÂŤsfumatura positivaÂť: come il fatto che era dal giugno 2008 che non compariva un segno positivo nella variazione congiunturale del fatturato estero. Inoltre, era da luglio 2008 che mancava un variazione congiunturale positiva degli ordinativi interni.

'JBU DPOTFHOB JM QJBOP 0QFM 1FSJMHPWFSOPUFEFTDP OPODJTPOPGBWPSJUJ #FSMJOP Ăƒ BODPSB UVUUP EB EFDJEFSF .B J TJOEBDBUJ HVBSEBOP B .BHOB

*M HPWFSOP OPO IB DPOGFSNBUP VGGJDJBMNFOUF MB QSFTFOUB[JPOF EFMMF PGGFSUF NB TFDPOEP VO QPSUBWPDF EJ (N &VSPQF TJ USBUUB  PMUSF BMMB 'JBU  EFM HSVQQP BVTUSPDBOBEFTF .BHOB BMMFBUP BMMB DBTB BVUPNPCJMJTUJDB SVTTB (B[ F EFM GPOEP EnJOWFTUJNFOUP CFMHB 3IK DPOUSPMMBUP EBM GPOEP EJ QSJWBUF FRVJUZ BNFSJDBOP 3JQQMFXPPE

3PCFSUP $BSBDDJPMP

BERLINO - Alla fine, sulla scrivania del ministro dell’Economia tedesco Karl-Theodor zu Guttenber (Csu), sono arrivati tre piani per l’acquisto della Opel, di cui uno quello targato Fiat - prevede anche l’assorbimento delle attivitĂ  della Vauxhall, in Inghilterra. Il governo tedesco non ha confermato ufficialmente la presentazione delle offerte, ma secondo un portavoce di Gm Europe si tratta oltre alla Fiat - del gruppo austrocanadese Magna, alleato alla casa automobilistica russa Gaz, e del fondo d’investimento belga Rhj, controllato dal fondo di private equity americano Ripplewood. Ăˆ probabile che Berlino si metta al lavoro immediatamente per studiare le offerte, visto che punta a una decisione sul futuro della Opel durante ÂŤquesta, al massimo all’inizio della prossima settima-

na, come ha sottolineato il ministro del Lavoro, Olaf Scholz. Non abbiamo molto tempo, ha detto Scholz, anche perchè il suo

collega Guttenberg sta pensando di tornare negli Usa alla guida di un team di negoziatori giĂ  alla fine di questa settimana, in vista

dell’imminente scadenza fissata da Washington per la Gm. Il tempo stringe, quindi, ma Berlino ci tiene a sottolineare che tutto

-PUUB BMMnFWBTJPOF /FM USJFOOJP  BVNFOUBOP J DPOUSPMMJ EFMMnBHFO[JB EFMMF &OUSBUF

-nPDDIJP EFM GJTDP BODIF TVJ DFOUSJ CFOFTTFSF F TDVPMF QSJWBUF ROMA - Occhio ai lussi non giustificati dai redditi e monitoraggio a tappeto, tra controlli e “tutoraggiâ€?, su tutte le grandi societĂ . Sono queste le principali direttrici della lotta all’evasione fiscale nel triennio 2009-2011 tracciate nella bozza di Convenzione tra ministero dell’Economia e delle Finanze e Agenzia delle Entrate, il documento che ogni anno indica il piano triennale di attivitĂ  dell’amministrazione fiscale. La lotta all’evasione occuperĂ  quest’anno il 48,62% delle ore lavorative complessive a disposizione dell’Agenzia delle Entrate, tra analisi, controlli, riscossioni.

L’obiettivo principale è puntare sempre piÚ sulla qualità dei controlli: particolare valenza strategica - si legge al proposito nel documento - riveste una accurata analisi e valutazione del rischio di evasione e/o elusione da parte delle strutture preposte. Sulle grandi aziende l’azione sarà a trecentosessanta gradi: ai 400 controlli sulle ’big’, piÚ di uno al giorno, sara eseguito un tutoraggio su quasi un migliaio di aziende. Grande valenza anche per i consumi: sarà sempre piÚ difficile girare in Ferrari e poi dichiarare un mini-reddito. Saranno 12.500 nel 2009 i control-

li che verranno fatti incrociando i dati sulle spese lussuose e quelli contenuti in dichiarazione. Oltre ai soliti yacht, quest’anno si guarderà anche ai centri benessere e alle scuole esclusive. Prima di far partire la comunicazione al contribuente per qualche irregolarità nel pagamento delle tasse, emersa automaticamente dal sistema che archivia le dichiarazioni fiscali, gli uffici effettueranno oltre un milione di controlli preventivi di qualità. Saranno 400 i controlli fiscali nel 2009 sulle società con un giro valore d’affari superiore a 100 milioni. Previste 300 indagini degli uffici

antifrode. Sarà possibile il presidio di tutti i grandi contribuenti con un volume d’affari, ricavi o compensi non inferiore a 100 milioni di euro, si sottolinea nel documento. Saranno 12.500 quest’anno i contribuenti che verranno controllati fiscalmente attraverso gli indicatori del ’redditometrò. Gli accertamenti in questione verranno effettuati sulla base della determinazione sintetica del reddito delle persone fisiche in base ad elementi indicativi di capacità contributiva. Il fisco si pone anche di migliorare i rapporti con i contribuenti e di farsi conoscere dalle giovani generazioni.

è ancora da decidere. A chi chiedeva oggi un commento sull’ottimismo del ministro dello Sviluppo economico Claudio Sacajola

(ci sono ÂŤbuone possibilitaÂť che la Fiat chiuda con Opel), infatti, il portavoce di Guttenberg, Steffen Moritz, ha risposto: nella corsa

I contenuti I numeri principali della “bozza� di Convenzione tra il ministero dell'Economia e delle finanze e l'Agenzia delle Entrate

35.000 I contribuenti controllati fiscalmente col redditometro

20.000 12.500 2009

140.000 Gli accertamenti di iniziativa d'ufficio nei confronti di soggetti esercenti attivitĂ  d'impresa, arti e professioni

2010

400 I controlli fiscali effettuati nel 2009 sulle societĂ  con valore d'affari di almeno 100 milioni di euro

2011

995 I controlli fiscali effettuati nel 2009 sulle societĂ  con valore d'affari di almeno 300 milioni di euro ANSA-CENTIMETRI


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 5

PRIMO PIANO

*M TFHSFUBSJP #POBOOJ BMMnBQFSUVSB EFM DPOHSFTTP

*M TFHSFUBSJP EFMMB $JTM #POBOOJ JFSJ BMMnBQFSUVSB EFJ MBWPSJ EFM DPOHSFTTP

#BTTJ TBMBSJ FNFSHFO[B OB[JPOBMF ROMA - Democrazia economica, con una legge ad hoc che apra la strada alla partecipazione dei lavoratori ad azionariato e utili d’impresa; meno tasse su lavoro dipendente e pensioni ed aumento, invece, delle imposizioni su patrimoni e capitali (al 20%); e, soprattutto, politiche a favore dei salari «quasi fermi da dieci anni» che, insieme all’impoverimento delle pensioni, rappresentano «ormai una emergenza nazionale». Sono questi alcuni dei punti su cui si è concentrato l’intervento del segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, nella sua rela-

per l’acquisizione della Opel «non ci sono favoriti». Eppure non tutti la pensano come lui. Tra questi c’è Hendrik Hering, il mi-

zione al XVI Congresso confederale, che si è aperto ieri a Roma. Subito legge su azionariato lavoratori: «Sulla partecipazione dei lavoratori alla governance, agli utili e all’azionariato collettivo è tempo che il Parlamento provveda ad unificare le diverse proposte di legge e giunga finalmente ad una legge in attuazione dell’articolo 46 della Costituzione», ossia sul diritto a collaborare alla gestione delle aziende. Giù tasse lavoro-pensioni, più su capitali: La proposta di riforma del fisco prevede l’abbassamento delle tasse sul lavoro dipen-

nistro dell’Economia della Renania Palatinato, la regione in cui si trova l’impianto di Kaiserslautern, cioè quello che originaria-

dente e le pensioni, con un aumento dell’aliquota al 20%, e patrimoni. Aumento età pensionabile:

mente la Fiat voleva ridimensionare. È il piano Magna che ha le migliori possibilità di farcela, ha infatti detto oggi Hering. Certo è

Per la Cisl «non è mai stato un tabù» l’aumento dell’età pensionabile, ma a condizione che i risparmi servano «alla tutela delle pen-

&OUSP MnJOJ[JP EFMMB QSPTTJNB TFUUJNBOB TJ DPOPTDFS» JM OPNF EFM HSVQQP TDFMUP

$POUSPMMB &YPS F MB DBTB UPSJOFTF

che il consorzio Magna-Gaz-Sberbank sta puntando molto - fin dall’inizio - sul gradimento dei sindacati e quindi delle regioni. Tanto che, secondo l’Handelsblatt, già all’inizio della settimana prossima presenterà il suo piano al consiglio di fabbrica del costruttore tedesco. Secondo recenti indiscrezioni, Magna e Gaz propongono di acquistare la maggioranza della Opel con l’appoggio finanziario della banca russa Sberbank per creare un nuovo gruppo mondiale capace di produrre fino a cinque milioni di vetture all’anno. La Fiat, da parte sua, punta alla creazione di un colosso che integrerà le attività di Fiat Group Automobiles, inclusa la partecipazione in Chrysler, e di Opel. Da questo matrimonio, secondo il Financial Times, nascerebbe la seconda casa automobilistica al mondo dopo la Toyota, con un fatturato di circa 80 miliardi di euro e vendite per 6-7 milioni di auto all’anno. Nel frattempo prende corpo a tappe forzate la proposta di Guttenberg per un’eventuale amministrazione fiduciaria temporanea della Opel, che darebbe alla società la possibilità di sopravvivere in caso di insolvenza della casa madre americana - grazie a finanziamenti ponte per 1,5 miliardi di euro. Dopo un incontro ieri a Berlino tra governo, regioni e rappresentanti di banche pubbliche, i ministeri del Tesoro dei quattro Land in cui si trovano gli stabilimenti della società si sono impegnati a fornire prestiti per 750 milioni di euro, mentre i rimanenti 750 arriverebbero dal governo federale.

BALOCCO (VERCELLI) - La famiglia Agnelli ha approvato dopo un’assemblea il bilancio 2008 della società in accomandita. Hanno partecipato, nella prima parte dei lavori, anche il presidente della Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, e l’ad, Sergio Marchionne: con loro è stato fatto il punto sulle prossime mosse nello scacchiere internazionale dell’auto. Il consueto appuntamento annuale della Giovanni Agnelli Sapaz, che detiene il controllo della finanziaria Exor e della Fiat, si sono tenuto quest’anno al Centro Fiat di Balocco, nel Vercellese, alla presenza di 40 esponenti dei diversi rami della famiglia. L’assemblea, presieduta da Gianluigi Gabetti che aveva a fianco il vice John Elkann, si è aperta -BQP &MLBOO con la relazione di Mario Calabresi, che si è presentato nella carica di nuovo direttore del quotidiano La Stampa e ha fatto il punto sulla situazione politica internazionale. Il quadro economico e finanziario mondiale è stato invece analizzato da Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli ma in passato anche responsabile economico della Fiat e della Telecom. Hanno poi preso la parola Montezemolo e Marchionne. I vertici della Fiat hanno illustrato i conti Fiat .BSDIJPOOF .POUF[FNPMP F &MLBOO del 2008 e del primo trimestre, ma soprattutto hanno parlato delle strategie dopo l’accordo con Chrysler in Usa e l’offerta per Opel. È intervenuto anche Jerry Wang, responsabile di Vision Investment Management, controllata con un quota del 40% da Exor, che ha parlato della gestione del risparmio in Asia.

.BSDFHBHMJB UJSB MF TPNNF EJ VO BOOP BMMnBTTFNCMFB QSJWBUB EJ $POGJOEVTUSJB ROMA Un anno complicatissimo, caratterizzato da una crisi grave, che anche oggi non è affatto finita. Emma Marcegaglia ha tracciato così il bilancio del suo primo anno alla guida della Confindustria, nel corso dell’assemblea privata dall’associazione che precede di un giorno quella pubblica, fissata per stamani all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Di fronte ad oltre 1.340 imprenditori, Marcegaglia ha ringraziato tutta la platea per esserle stata vicina nel corso di questi 12 mesi, con un ringraziamento particolare anche alla sua squadra di

vicepresidenti per il lavoro svolto insieme. Molti - secondo quanto si apprende - i punti toccati dalla presidente nel corso del suo intervento, come molti sono stati i risultati ottenuti quest’anno: dalla riforma degli assetti contrattuali all’attenzione immediata data al problema della liquidità, agli ammortizzatori sociali, fino alle missioni internazionali, come quella in Russia, che ha visto la presenza di mille imprenditori. Calda l’accoglienza e la reazione del gotha dell’imprenditoria italiana presente all’assemblea: la platea ha riservato alla Marcega-

sioni in essere e al miglioramento di quelle future dei giovani che in gran parte corrono il rischio di percepire pensioni da fame».

Sì a contratto unico: sull’introduzione del contratto unico «siamo aperti al dibattito» purchè «in un contesto efficace di relazioni sindacali e di tutele attive del lavoro. Nuovo assegno familiare. Puntare sull’introduzione di un «Nuovo assegno familiare (Naf)» in cui assorbire detrazioni e assegni familiari attuali. Tra gli altri punti affrontati quello di un Patto di responsabilità per il sud, un confronto con il governo sulle riforme strutturali e una forte iniziativa di intyegrazione degli immigrati.

(MJ "HOFMMJ BQQSPWBOP JM CJMBODJP EFMMnBDDPNBOEJUB

"OUJUSVTU TPEEJTGB[JPOF EJ $BUSJDBM»

%JNF[[BUF JO RVBUUSP NFTJ MF DPODFOUSB[JPOJ FDPOPNJDIF

0HHJ TJ UFSS» MnBTTFNCMFB QVCCMJDB EJ $POGJOEVTUSJB

glia una lunga e calorosa standing ovation, che ha commosso la presidente, già pronta ad affrontare il discorso di domani, incentrato sui nuovi obiettivi da ot-

tenere. Il primo è quello delle riforme, per mettere il Paese in condizione di avere, appena la ripresa si presenterà, livelli di crescita accettabili.

ROMA - Nei primi quattro mesi del 2009 il numero di operazioni di concentrazione è «sensibilmente diminuito rispetto agli anni precedenti». Lo ha detto il presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, Antonio Catri- $BUSJDBM» calà, evidenziando che tra gennaio e aprile il numero di concentrazioni esaminate dall’Autorità è quasi dimezzato

rispetto allo scorso anno. Confrontando il dato riferito ai primi quattro mesi del 2009 con quello del primo quadrimestre 2008, «il numero di concentrazioni esaminate dall’Autorità nel 2009 è stato pari a poco più della metà di quelle del 2008: in ciò non c’è differenza tra il settore manifatturiero e gli altri comparti dell’economia», ha detto Catricalà.


6 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITÀ

3FTUBOP J MJNJUJ UFNQPSBMJ F TUBHJPOBMJ

*M QSFTJEFOUF EFMMn"OCJ MBODJB MnBMMBSNF

$BNFSB CPDDJB MB -FHB /P BMMB DBDDJB MJCFSB

"MUP SJTDIJP JESPHFPMPHJDP -P 4UBUP EFWF QSFWFOJSF

ROMA - No alla caccia libera, giorno e notte tutti i mesi dell'anno. L'articolo sulle doppiette è stato stralciato dalla legge comunitaria 2008 relativa a diversi settori. Alla Camera passa la proposta formulata dal Italo Bocchino del Pd: «Al Senato si discute il disegno di legge sulla caccia- ha detto- meglio stralciare la materia dalla Comunitaria». Contraria la Lega Nord, che aveva presentato diversi emendamenti, tra i quali la norma che avrebbe cancellato i limiti temporali alla caccia eliminando i calendari venatori.

ROMA - Si alza il rischio idrogeologico in Italia, al punto che «se si fermassero le idrovore sarebbero a forte rischio di allagamento Mantova, alcuni quartieri di Padova, gli aeroporti di Fiumicino e Venezia Tessera e tratti dell’autostrada del Sole e del Brennero». È l’allarme lanciato ieri dall’Anbi, l’Associazione nazionale bonifiche che chiede un’ integrazione tra politiche private e pubbliche. Secondo il presidente dell’Anbi, infatti, lo Stato «continua a privilegiare una cultura della protezione civile, rispetto a quella prevenzione civile».

*M $BSSPDDJP WPMFWB BCPMJSF MJNJUJ UFNQPSBMJ

-B DBUUFESBMF EJ .BOUPWB

0HHJ JM 4FOBUP EBS» JM QSJNP WJB MJCFSB EFM 1BSMBNFOUP BM QBDDIFUUP EJ TVTTJEJ *M TÇ BMMB SFWPDB EFMMB QSPSPHB BMMF OPSNF BOUJTJTNJDIF QFS MnFEJMJ[JB

/PO TFSWF MB GJEVDJB TVM EFDSFUP "CSV[[P &n VOB oOPTUSB WJUUPSJBp EJDF JM TFOBUPSF EFM 1E (JPWBOOJ -FHOJOJ ROMA - Niente fiducia, l’esame del decreto legge Abruzzo prosegue il suo iter e oggi il Senato darà il primo via libera del Parlamento al pacchetto di aiuti per la ricostruzione. Niente maxi-emendamento, dunque: il testo resta quello approvato il 23 aprile dal governo all’Aquila, arricchito dalle modifiche votate in commissione a Palazzo Madama. Qualche novità in extremis però è in arrivo: «Piccoli emendamenti in sede di formulazione - assicura il presidente dei senatori Renato Schifani - che non hanno carattere strategico». Ridotti all’osso intanto quelli parlamentari: il Pd ha tagliato le proposte da

"M DFOUSP EFM EJCBUUJUP HMJ BJVUJ BMMB SJDPTUSV[JPOF EFMMB QSJNB DBTB

4PMJEBSJFU» EB JTUJUV[JPOJ QVCCMJDIF F B[JFOEF QSJWBUF

*OUFSOFU HSBUJT F DBTF JO MFHOP 5BOUJ J SFHBMJ BJ UFSSFNPUBUJ ROMA - Prosegue l’azione di sostegno e di solidarietà a favore della popolazione colpita dal terremoto in Abruzzo da parte delle istituzioni pubbliche e delle aziende private. Entro la prossima estate si prevede di portare a conclusione l’istallazione delle 100 casette in legno messe a disposizione dalla Provincia autonoma di Trento alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto dello scorso 6 aprile. Inoltre Telecom Italia per far fronte all’emergenza degli studenti universitari de L’Aquila ha avviato un’iniziativa di solidarietà che consentirà di collegarsi ad internet in mobilità 300 a 42, l’Idv e l’Udc a poco più di dieci a testa e la maggioranza ha ritirato tutto il pacchetto. Soddisfat-

.PMUF MF JOJ[JBUJWF B TPTUFHOP EFMMB QPQPMB[JPOF DPMQJUB EB TJTNB EFM  BQSJMF TDPSTP

per il proseguimento delle attività di studio e di ricerca connesse al percorso formativo e accademico. Sono 2000 gli studenti universi-

ti i Democratici: aver scongiurato la fiducia «consentirà - commenta Anna Finocchiaro - l’esame delle

tari, individuati dall’Ateneo aquilano ai quali verranno distribuite le chiavette nei nei pressi della Facoltà di Scienze.

misure che per noi sono importanti». È una «nostra vittoria», dice il senatore del Pd Giovanni Legnini.

Alla fine della giornata di ieri il governo cede e non chiede la fiducia. Sulla scelta di blindare il voto,

invece, nell’Esecutivo il confronto è stato serrato. Due gli schieramenti in campo. Complice l’assist delle opposizioni, alla fine, quanti non volevano l’ennesima fiducia hanno vinto la partita. I fari restano puntati sul cuore del provvedimento: gli aiuti alla ricostruzione della prima casa che, sono diventati integrali e a fondo perduto. Queste come altre modifiche della commissione pongono però una questione di copertura. Ieri ha ottenuto il sì dei senatori, la revoca della proroga alle norme antisismiche per l’edilizia che entreranno in vigore, dopo anni di attesa, a partire dal prossimo luglio.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 7

ATTUALITĂ€

/VPWB VEJFO[B EFM QSPDFTTP QFS JM TFRVFTUSP EFMMnFY JNBN EJ .JMBOP USB EJDIJBSB[JPOJ DPQFSUF EB TFHSFUP EJ 4UBUP F QSPWF JOVUJMJ[[BCJMJ

4V "CV 0NBS #FSMVTDPOJ F 1SPEJ TVQFSGMVJ "ODIF MnFY 4JTNJ 1PMMBSJ TJ BWWBSS EFMMB GBDPMU EJ OPO SJTQPOEFSF MILANO - La prossima udienza del processo per il sequestro dell’ex imam Abu Omar, sarà una teoria obbligata di oppongo il segreto di Stato. Lo farà certamente il generale Nicolò Pollari, ex direttore del Sismi (ora Aise, Agenzia informazioni e sicurezza esterna) poichÊ l’ordinanza del giudice Oscar Magi - che doveva decidere sulle richieste di difesa e accusa dopo la sentenza della Corte costituzionale nel conflitto d’attribuzione tra poteri dello Stato - è tranciante: L’opposizione del segreto di Stato da parte del governo obbliga i pubblici ufficiali, i pubblici impiegati e gli incaricati di pubblico servizio ad astenersi su fatti coperti da tale segreto. E questo vale per i testimoni ma anche per indagati o imputati. Da verificare l’eventualità che la persona sottoposta a divieto decida di parlare: Non vi è dubbio che l’esistenza di un divieto, peraltro penalmente sanzionato, non esclude la possibilità che tale divieto possa essere violato nel diritto dell’imputato a difendersi nel modo che egli ritiene migliore. Con l’ordinanza, Magi respinge le richieste di proscioglimento immediato presentato dalle difese e di nullità del decreto che dispone il giudizio e la richiesta di rinvio a giudizio. Nella sostanza tutti gli atti eseguiti fino ad ora sono utilizzabili, pur

$PNQBSJSÂť EPNBOJ EBWBOUJ BMMB $PSUF EJ -PDSJ EPWF TJ TWPMHF JM QSPDFTTP QFS MF DPTDIF EJ 4BO -VDB

Le tappe IL RAPIMENTO Il 17 febbraio 2003 Abu Omar, egiziano, ex imam della moschea di via Quaranta, è sequestrato a Milano

*M QBDDP QPSUBUP EBHMJ BHFOUJ EFMMB QPMJ[JB DIF WJBHHJB BM TFHVJUP EJ (JPWBOOJ 4USBOHJP JO CBTTP

GLI ARRESTI A luglio 2006 sono arrestati Due alti funzionari del Sismi, Marco Mancini e Gustavo Pignero. Altri sette risultano indagati, tra cui il capo del Sismi Pollari che oppone il segreto di Stato

&TUSBEBUP JO *UBMJB EPWSÂť SJTQPOEFSF EJ BTTPDJB[JPOF NBGJPTB

4USBOHJP USBTGFSJUP B 3FCJCCJB $IJFTUP JM  CJT QFS JM LJMMFS

I RINVII A GIUDIZIO Il 16 febbraio 2007 sono rinviati a giudizio Pollari, Mancini, altri cinque uomini del Sismi e 26 agenti della Cia

IL CONFLITTO DI ATTRIBUZIONE L'11 aprile 2007 la Consulta ammette il ricorso presentato dal governo Prodi contro la magistratura milanese per presunte violazioni delle norme sul segreto di stato

IL PROCESSO Iniziato l'8 giugno 2007, il processo è sospeso il 18 giugno, in attesa del pronunciamento della Consulta. Ricominciato il 17 settembre 2008 è stato nuovamente sospeso il 3 dicembre 2008

LA CONSULTA C'è stata la violazione del segreto di Stato da parte dei magistrati di Milano. CosÏ la sentenza dell'11 marzo 2009 ANSA-CENTIMETRI

con i limiti fissati dalla Consulta: dovranno essere respinti quelli che toccano i rapporti tra i servizi segreti e italiani e quelli stranieri e dall’altro gli aspetti organizza-

$PNJODFS NFSDPMFEÇ MnFTBNF EFHMJ JNQVUBUJ OFM QSPDFTTP QFS JM TFRVFTUSP EFMMnFY JNBN EJ .JMBOP "CV 0NBS OFMMB GPUP B DBSJDP USB HMJ BMUSJ EFMMnFY EJSFUUPSF EFM 4JTNJ /JDDPM� 1PMMBSJ F EJ  BHFOUJ $JB

tivi del SismiÂť. La sentenza della Consulta rende superflui, perchĂŠ dovrebbero rispondere su materie coperte da segreto, numerosi testimoni, tra i quali il premier

Silvio Berlusconi e il suo predecessore Romano Prodi. Al via, quindi, il 27 maggio, l’esame degli imputati, obbligati, però, al segreto.

ROMA - Felpa nera, jeans scuri, scarpe da ginnastica e capelli tinti, le manette ai polsi celate da un giubbotto di pelle. Giovanni Strangio, ritenuto dagli inquirenti il principale responsabile della strage di Ferragosto 2007 nel ristorante Da Bruno a Duisburg in cui furono uccisi sei calabresi, è arrivato all’aeroporto di Ciampino estradato dall’Olanda, dove è stato arrestato il 12 marzo. Trasferito nel carcere di Rebibbia, dovrà rispondere dell’accusa di associazione di tipo mafioso e omicidio plurimo. Per Strangio la Dda di Reggio Calabria ha già chiesto al ministro della Giustizia l’applicazione del 41 bis. Dovrà comparire domani davanti ai giudici della Corte d’assise di Locri, che stanno celebrando un processo a presunti appartenenti alle cosche di San Luca.

#BSJ PQFSB[JPOF BOUJESPHB BSSFTUBUJ  USBGGJDBOUJ EJ VO DMBO

1BSSPDP QFEPGJMP

4UVQSBUB FOOF QFS QBHBSF MF EPTJ BARI - Ăˆ finita anche una ragazzina di 15 anni, prima invogliata a fare uso di droga e poi costretta a pagarsi le dosi con prestazioni sessuali, nelle maglie violente della organizzazione di trafficanti di sostanze stupefacenti smantellata ieri a Bari dagli agenti della Squadra Mobile della Questura. Dodici le ordinanze emesse; 11 gli arresti compiuti all’alba di ieri, a Bitonto. Ăˆ stato cosĂŹ disarticolato il clan di Cosimo Modugno, detto “Mino u grussâ€?, dedito alle estorsioni e al traffico di armi e di stupefacenti. L’indagine era stata avviata dal sostituto procuratore Gianrico Carofiglio dopo un caso di lupara bianca avvenuto il 24 maggio del 2006 in cui rimase vittima Giacomo Maggio. Attraverso intercettazioni telefoniche a persone vicine a Maggio, gli inquirenti scoprirono che si era costituito a Bitonto un nuovo gruppo criminale, quello di Modugno (ex uomo del clan Valentini). “Mino u grussâ€? si stava rafforzando ed espandendo ai danni dei malfattori giĂ  esistenti nella zona. E tutto questo ÂŤcon metodi di straordinaria violenza e cinismoÂť, come ha commentato il coordinatore della Direzione distrettuale antimafia Marco Di Napoli. Il clan si riforniva di droga ad Andria e a Bari. Componenti dell’organizzazione avrebbero costretto a drogarsi anche una ragazzina di 15 anni per

%VF EFHMJ VPNJOJ GJOJUJ JO NBOFUUF TPOP BDDVTBUJ EFHMJ BCVTJ poi ottenere in cambio prestazioni sessuali. Un aspetto inquietante, questo, emerso prima dalle intercettazioni e poi confermato dall’ascolto della madre dell’adolescente e della vittima, assistita dagli psicologi. Ad abusare della ragazzina sarebbero stati due degli 11 uomini arrestati ieri. Ho co-

minciato a frequentarlo e a incontrarci due volte a settimana, - ha riferito agli inquirenti l’adolescente riferendosi a uno degli arrestati - iniziò a darmi la cocaina. Ho iniziato ad avere rapporti con lui e in una occasione mi ha picchiata per farmi avere rapporti con altri giovani del suo entourage. Abbiamo avuto rapporti sessuali normali - racconta ancora la ragazzina - in cinque occasioni. Al termine mi dava la 25 e tiravamo assieme. Anche con altri due ho avuto rapporti sessuali. Mino, nonostante fosse già in carcere dal 30

ENNA - Sei anni di reclusione sono stati inflitti dal Tribunale di Enna a don Giovanni Butera, un parroco riconosciuto colpevole di avere abusato, dal luglio del 1997 all’agosto dell’anno successivo, di un ragazzino disabile di 15 anni, ospite dell’Oasi Francescana Villaggio del Fanciullo di Pergusa. Il pm Marcello Cozzolino aveva chiesto la condanna dell’imputato a 4 anni.

$PSQP TFO[B OPNF settembre del 2006 - perchè sorpreso in possesso di una pistola calibro 9 con matricola cancellata

- continuava a impartire gli ordini ai suoi uomini attraverso la moglie, durante i colloqui.

1BMFSNP EFOVODJBUP EBMMB HJPWBOF F NBMDBQJUBUB GJEBO[BUB VO GBMTP DPOTVMFOUF GJTDBMF OBQPMFUBOP

4J GJOHF DPNNFSDJBMJTUB BNNBMJB F USVGGB

*M DFMFCSF TFEVUUPSF $BTBOPWB

PALERMO - Sceglie giovani donne benestanti, le seduce, stringe rapporti con le loro famiglie e, spacciandosi per dottore commercialista, offre consulenze fiscali e propone redditizi inve-

stimenti nel fotovoltaico. In genere le ragazze e suoceri del truffatore, le ha raccontato di non i loro congiunti ci cascano e si ritrovano senza essere mai stato pagato. Dubbi confermati dal un soldo. Una tecnica, quella del truffatore - datore di lavoro della ragazza, a cui il presunto L.G., 37 anni, napoletano - scoperta, però, da commercialista aveva curato la presentazione tre vittime che hanno presentato denuncia. della dichiarazione Irpef. Dichiarazione mai Una è una giovane palermitaportata all’Agenzia delle Entrana, difesa dall’avvocato Fabri- *OUBTDBWB J TPMEJ te e attestata da false ricevute. zio Bellavista, le altre due sono QSPNFUUFOEP SJDBWJ La certezza che il neofidanzato napoletane. Ma secondo gli in- NPMUP SFEJUUJ[J fosse un truffatore è arrivata quirenti, la lista delle fidanzate quando i familiari, a cui aveva OFM GPUPWPMUBJDP imbrogliate potrebbe essere fatto presentare richieste di fimolto piÚ lunga. L’ ultima vittima ha comincia- nanziamenti di fondi europei per l'apertura di to a insospettirsi quando un parente, che aveva attività nel settore turistico, intascando in antivenduto a L.G. i computer per l’allestimento cipo percentuali sulle somme ancora non condi un’azienda che avrebbe dovuto occuparsi di cesse, hanno scoperto che nessun progetto era energie alternative e formalmente intestata ai stato predisposto.

NAPOLI - Resta senza nome il corpo di un uomo ritrovato in un’auto a Pozzuoli, morto probabilmente per impiccagione. L’uomo potrebbe essere originario dell’est europeo. Il cadavere avvolto in una coperta era adagiato sul sedile posteriore del veicolo. Sul decesso dell’uomo indagano i carabinieri di Pozzuoli, che non escludono alcuna ipotesi e lavorano anche alla pista del regolamento di conti fra extracomunitari.

/FPOBUP EJ 7JUFSCP VITERBO - Nonostante un lieve miglioramento rilevato dai medici nella mattinata di ieri, restano gravissime le condizioni del bambino di 15 giorni che è stato gettato dalla finestra della casa della nonna da una cugina della madre. La ragazza di 24 anni arrestata per tentato omicidio non parla. Sarà sottoposta all’interrogatorio di garanzia dal gip oggi o domani. Gelosia il possibile movente.


8 GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITĂ€ 4DBQBHOJOJ NFEJDP EFM QSFNJFS SJDPWFSBUP JO HSBWJ DPOEJ[JPOJ

'SBODFTDIJOJ SJCBEJTDF o#FSMVTDPOJ SJOVODJ BM MPEP "MGBOPp

#POBJVUJ o4JOJTUSB TDBUFOBUB BMMB DBDDJB EJTQFSBUB EJ WPUJp

-nFY TJOEBDP EJ $BUBOJB F EFQVUBUP EFM 1EM WJUUJNB EJ TDPNQFOTP NFUBCPMJDP

*M TFHSFUBSJP EFM 1E MBODJB VO OVPWP BQQFMMP SJGFSJUP BM QSPDFTTP .JMMT

*M QPSUBWPDF EFM QSFNJFS JSPOJ[[B TVMMB SBCCJB EFMMnPQQPTJ[JPOF QFS MB 3BJ

"WFOUJOP EFJ DPOTJHMJFSJ EFMMB UW EJ 4UBUP JO RVPUB BMMnPQQPTJ[JPOF .B JM QSFTJEFOUF (BSJNCFSUJ FY 3FQVCCMJDB IB WPUBUP B GBWPSF

/PNJOF JO 3BJ CBHBSSF OFM DEB %F -BVSFOUJJT o$PM WPUP EJ PHHJ TJ TBODJWB MB GJOF EFMMnJOEJQFOEFO[Bp ROMA - Nomine irricevibili, che non si inquadrano in un processo di riorganizzazione della Rai e soprattutto sono state decise fuori dall’azienda: il cda è ancora in corso quando, alle 17, i consiglieri di opposizione Nino Rizzo Nervo, Giorgio Van Straten e Rodolfo De Laurentiis convocano una conferenza stampa lampo a Viale Mazzini per spiegare perchÊ abbiano deciso di lasciare i lavori prima di votare i nomi proposti dal direttore generale Mauro Masi: Direttore del Tg1 Augusto Minzolini, direttore di Raiuno Mauro Mazza. I vicedirettori generali sono Gianfranco Comanducci, Lorenza Lei, Giancarlo Leone e Antonio. I tre consiglieri arrivano insieme nella sala degli Arazzi, i volti contratti per la tensione. Il primo a prendere la parola è De Laurentiis: E’ evidente che chi oggi vota per un quadro di nomine decise un mese e mezzo fa non nelle sedi aziendali sancisce la fine dell’indipendenza del cda, afferma. Partecipare alla votazione, anche con un no sarebbe stata una reazione debole rispetto alla gravità del problema, sottolinea Rizzo Nervo. L’abbandono - spiegano - è scattato nel momento in cui un consigliere di maggioranza li ha accusati di rappresentare la politica in consiglio, prima che potessero ascoltare, come avrebbero voluto, la dichiarazione del presidente Garimberti e la replica del dg. Sarebbe ipocrita non riconoscere che la politica ha sempre influito sulla Rai - aggiunge Rizzo Nervo - ma oggi la politica coincide con un pezzo dell’impresa televisiva di questo paese. Siamo all’invadenza di un partito-impresa sulla Rai. Van Straten spiega la sua posizione adducendo tre ordini di motivi: di metodo, perchÊ non c’è stato alcun confronto con il dg; aziendali, perchÊ i sei nomi sono esattamente gli stessi decisi qualche settimana fa in una riunione a Palazzo Grazioli; di merito, perchÊ queste nomine non risolvono i problemi di organizzazione che il direttore generale aveva indicato tra le priorità. Per di piÚ, denuncia Rizzo Nervo, i quattro vice dg (Antonio Marano, Giancarlo Leone, Lorenza Lei e Gianfranco Comanducci) non hanno alcuna procura di firma. Per provare a sanare la frattura, i consiglieri di opposizione aspettano Masi alle prossime prove: innanzi tutto, la nuova tornata di nomine. Ho fatto mettere a verbale - sottolinea Rizzo Nervo - quelle che immagino saranno le proposte per la direzione di Raidue (Susanna Petruni, ndr) e del Tg2 (Mario Orfeo, ndr). Si tratta dei nomi che voi conoscete - dice ai giornalisti - e che da oggi non sono piÚ indiscrezioni. Altro importante banco di prova sarà la trattativa con Sky per il rinnovo del contratto dei canali di Rai Sat: Non ci si siede al tavolo sperando che la trattativa

4V .JMMT TDPOUSP QSFNJFSNBHJTUSBUJ

o(BOEVT OFNJDBp "ON JOBDDFUUBCJMF " TJOJTUSB JM EJSFUUPSF 3BJ .BVSP .BTJ DIF IB QSPQPTUP MF OPNJOF " EFTUSB J DPOTJHMJFSJ EnPQQPTJ[JPOF IBOOP MBTDJBUP JM DPOTJHMJP QSJNB EFM WPUP

fallisca, ammonisce Rizzo Nervo, che si dice pronto al ricorso alle Autorità di controllo se è in pericolo il patrimonio della Rai. I neodirettori del Tg1 e di RaiUno, Augusto Minzolini e Mauro Mazza, avrebbero meritato il voto unanime del Cda e non polemiche incomprensibili dettate da logiche schieramento ed incentivate dal momento elettoraleha commentato Mario Landolfi, componente Pdl della Commissione di Vigilanza sulla Rai.

Spiace che oggi (ieri, ndr.) si sia consumata una frattura nel Consiglio di Amministrazione per l’abbandono della riunione da parte di tre consiglieri. Auspico che il Cda possa rapidamente tornare compatto e per farlo servono comportamenti e proposte concrete e condivise che consentano di lavorare nel confronto e non nello scontro. A dirlo è il presidente Rai Paolo Garimberti, in cui spiega anche il suo voto positivo alle nomine.

La ratifica del primo pacchetto delle nomine decise a casa Berlusconi è un’umiliazione per la Rai. CosÏ Paolo Gentiloni, responsabile Comunicazione del Pd, Francamente non si capiscono le ragioni delle scomposte proteste del Pd nei confronti delle prime nomine Rai. Si tratta, infatti, di scelte professionali tutte di alto livello. Evidentemente, per la sinistra le nomine sono accettabili solo quando a farle è essa ha chiosato il presidente dei deputati Pdl Cicchitto.

ROMA - ÂŤE’ inaccettabile che da parte di esponenti politici e di rappresentanti del governo vengano rivolte invettive e accuse di carattere personale nei confronti dei componenti del collegio del tribunale di Milano ed in particolare del suo presidenteÂť. Dopo un giorno di silenzio, l’Associazione nazionale magistrati scende in campo contro il presidente del Consiglio e i suoi alleati per le parole espresse sui giudici del processo Mills e a difesa dei colleghi di Milano; e in particolare di Nicoletta Gandus, presidente del collegio. Le espressioni del premier provocano reazioni indignate anche al Csm, dove si ipotizza un intervento a tutela delle toghe del processo Mills. Berlusconi tenta, con ÂŤinsulti e minacceÂť, di ÂŤcondizionare e intimidire i giudici chiamati a decidere in futuro su vicende che lo riguardanoÂť tuona Livio Pepino, togato di Magistratura democratica, la corrente di sinistra alla quale appartiene Gandus. Ed è polemica anche con il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri, che proprio con riferimento a Md ha parlato di una ÂŤsinistra giudiziaria che fa un uso politico della sua funzioneÂť. Per l’Anm: ÂŤE’ grave che vengano messi in discussione, e con questi toni denigratori, non il merito del provvedimento giudiziario, ma l’indipendenza e l’imparzialitĂ  dei giudiciÂť recita il documento. Nicoletta Gandus, presidente del collegio giudicante che ha emesso la sentenza contro Mills, è un “nemico politicoâ€? ha rincarato la dose Berlusconi in serata.

%EM EFMMnPQQPTJ[JPOF TVMMnVOJWFSTJUÂť DPOUSP JM EFOVODJBUP JNNPCJMJTNP EFM HPWFSOP TV SJDFSDB F JTUSV[JPOF

1SPHFUUP EFM 1E TVHMJ BUFOFJ o*M HPWFSOP OJDDIJB F CBTUBp " TJOJTUSB MnBUUVBMF NJOJTUSP EFMMn*TUSV[JPOF (FMNJOJ " EFTUSB JM QSFEFDFTTPSF (JVTFQQF 'JPSPOJ

%B TUBO[JBSF TVCJUP VO NJMJBSEP EJ FVSP  NJMJPOJ DPOUSP J UBHMJ F  QFS J QJÔ HJPWBOJ ROMA - Il governo annuncia, ma poi non fa seguire alle parole i fatti. Lo denuncia il Pd che di fronte ai continui rinvii dei provvedimenti sull’università targati Gelmini, ha deciso di presentare alla Camera e al Senato un disegno di legge in materia, primi firmatari Giuseppe Fioroni e Mariapia Garavaglia. Lo ha illustrato, in una conferenza stampa, lo stesso Fioroni, assieme al collega di partito Luciano Modica, ribadendo la necessità che riforme (possibilmente condivise e uscite dal Parlamento) e risorse marcino di pari passo e chiedendo all’Esecutivo di dare subito un segnale di disponibilità inserendo nel prossimo Dpef una frase breve ma impegnativa: Occorro-

no risorse aggiuntive per le riforme dell’università il cui esame si è avviato in Parlamento. Primo degli interventi previsti è quello di destinare un miliardo di euro al sistema universitario, di cui 600 milioni per cancellare i tagli e 400 milioni destinati esclusivamente ai piÚ giovani: studenti, dottori di ricerca, ricercatori precari.

Ho la sensazione - ha spiegato Fioroni - che i continui rinvii nella presentazione del ddl del governo sull’università siano l’espressione dell’oggettiva difficoltà di chi ritiene di poter fare le riforme senza risorse o a sostegno dei tagli già approvati. Il nostro provvedimento - - ha aggiunto - vuole impedire con forza che le università diventino fondazioni di diritto privato. I nostri atenei e le nostre scuole non possono trasformarsi in filtri, con un accesso declinato secondo il reddito con l’aggravante leghista del luogo di nascita. Il Paese non può permettersi un’università asfittica ha osservato Modica insistendo sulla necessità di internazionalizzare il sistema.

Nel merito gli interventi messi sul piatto sono tanti: si va dalla cancellazione del 50% sulle spese di funzionamento (ÂŤaltrimenti dal primo gennaio 2010 i nostri atenei chiuderanno i battentiÂť) alla destinazione del 20% delle risorse sulla base dei risultati nella didattica e nella ricerca, alla defiscalizzazione delle donazioni alle universitĂ . Si propone poi la tra-

sformazione dei ricercatori in professori di terza fascia, il tempo pieno ed esclusivo per i docenti con la possibilitĂ  di opzione per il tempo parziale con riduzione commisurata dello stipendio, il reclutamento per selezione pubblica internazionale con commissione di ateneo e valutatori esterni di riconosciuta fama internazionale.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 9

ATTUALITĂ€

*M UJUPMBSF EFMMB 'BSOFTJOB SJOVODJB o$POEJ[JPOJ USPQQP WJODPMBOUJp

'SBUUJOJOPOWBB5FIFSBO o5SBOFMMPp EJ "INBEJOFKBE "WFWFWB HJÂť BOOVODJBUP JM UFTU EFM NJTTJMF DBQBDF EJ DPMQJSF *TSBFMF ROMA - C’è anche il lancio del nuovo missile, un test provocatorio da parte dell’Iran, dietro l’improvviso annullamento della breve visita prevista a Teheran ieri e oggi - del ministro degli Esteri, Franco Frattini: “Condizioni troppo vincolantiâ€?. La motivazione ufficiale, si legge in una nota della Farnesina, è la ÂŤrichiesta condizionante di Teheran di prevedere l’incontro protocollare con il Presidente iraniano in una localitĂ  diversa dalla capitale, a SemnanÂť. In altri termini Mahmoud Ahmadinejad ha richiesto a Frattini di incontrarlo nella sua provincia natale, dove si trova in campagna elettorale in vista delle elezioni di giugno da cui il ’falco’ spera di essere confermato alla guida dell’Iran. Ma pro-

-nJODPOUSP DPO JM NJOJTUSP 'SBODP 'SBUUJOJ B TJOJTUSB

DPO "INBEJOFKBE JO BMUP

BWSFCCF EPWVUP FTTFSF SJEPUUP BMMnPTTP VOB TUSFUUB EJ NBOP QSPUPDPMMBSF JOFWJUBCJMF

prio da Semnan ieri mattina, Ahmadinejad in un comizio ha annunciato con esultanza che nella località è stato lanciato un missile Sejil-2,

arma di nuova generazione con una gittata di circa 2mila chilometri, tale da poter colpire Israele e il sudest dell’Europa. Non solo. Ieri po-

meriggio, il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha ribadito seccamente che un Iran dotato dell’arma nucleare scatenerebbe una cor-

sa al riarmo in Medio Oriente. Anche la buona volontà dell’amministrazione Obama insomma mette dei paletti. In questa atmosfera, la

visita di Frattini ha preso a scricchiolare. Frattini aveva richiesto incontri al suo omologo Manouchehr Mottaki, al presidente del Parlamento (ed ex mediatore sul nucleare) Ali Larijani, e all’ex presidente riformista Mohammed Khatami (in qualità di vecchio amico). L’incontro con Ahmadinejad avrebbe dovuto essere ridotto all’osso, una stretta di mano protocollare inevitabile. E invece il presidente avrebbe voluto portare il ministro italiano in casa propria, oltretutto in un clima di campagna elettorale.

* UBCMPJE EJ 5FM "WJW HFUUBOP OFM QBOJDP /FUBOZBIV *M HPWFSOP F J MFBEFS EFMMnPQQPTJ[JPOF TPNBMB TJ JODPOUSFSBOOP JM  HJVHOP QFS EJTDVUFSF EJ DPNF TUBCJMJ[[BSF JM $PSOP En"GSJDB

#VGFSB TVJ QJBOJ EJ 0CBNB -n*UBMJB PTQJUFSÂť JM WFSUJDF TV QJSBUFSJB F HVFSSB JO 4PNBMJB o(FSVTBMFNNF DBQJUBMFp 3JMBTDJBUP VO DBSHP UFEFTDP TFRVFTUSBUP OFM (PMGP EJ "EFO 'PSTF DJ TBSÂť BODIF (IFEEBGJ MFBEFS EJ UVSOP EFMMn"GSJDB

*M QSFNJFS JTSBFMJBOP /FUBOZBIV F JM QSFTJEFOUF 0CBNB

TEL AVIV - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha messo a punto un piano di pace regionale che sarà da lui illustrato il 4 giugno al Cairo. Questi i titoli a tutta pagina dei tabloid di Tel Aviv. Gli articoli hanno destato scompiglio fra i dirigenti israeliani che vi hanno visto una conferma dei loro timori: ossia che fra il governo di Benyamin Netanyahu e l’amministrazione democratica stia per iniziare un periodo se non tempestoso, almeno movimentato. L’obiettivo è di costituire in 4 anni accanto ad Israele uno stato palestinese indipendente, democratico, geograficamente omogeneo e smilitarizzato. Ai profughi palestinesi verrebbe offerta la scelta tra l’acquisizione della cittadinanza nei Paesi dove risiedono, oppure stabilirsi entro i confini del futuro Stato palestinese: ossia in Cisgiordania, a Gaza e a Gerusalemme est. La Città vecchia di Gerusalemme passerebbe sotto l’autorità delle Nazioni Unit’Onu, che prevede anche negoziati paralleli fra Israele da un lato e Libano e Siria dall’altro.

.B QFS JM QSFTJEFOUF ,BS[BJ TPOP BMNFOP  USB EPOOF F CBNCJOJ

4USBHJ EJ DJWJMJ JO "GHIBOJTUBO 1FS HMJ 6TB  WJUUJNF B 'BSBI KABUL - Nei raid aerei Usa del 4-5 maggio scorsi i due villaggi afghani di Gany Abad e Gerani, nell’Afghanistan occidentale, hanno perso la vita tra i 20 e i 30 civili mentre i talebani uccisi sono stati tra 60 e 65: sono questi i primi risultati di una inchiesta condotta dalle autoritĂ  statunitensi sulla strage civile di Farah. I numeri contraddicono quelli dati dal presidente Karzai, secondo la quale i morti civili sarebbero stati 140, tra cui molti bambini. Ăˆ la prima volta che gli Usa forniscono una loro stima. Le spiegazioni e le scuse degli Usa non spengono le polemi-

7JUUJNF EPOOF F CBNCJOJ

che sull’uso dei raid aerei per combattere un nemico che si nasconde tra la popolazione civile e non si fa scrupoli ad usarla come scudo.

ROMA - Il governo e i leader dell’opposizione della Somalia si incontreranno in Italia il 10 giugno per discutere di come stabilizzare il Paese e sconfiggere la pirateria al largo del Corno d’Africa. Lo ha detto ieri il ministro italiano degli Esteri Franco Frattini. Il vertice, ha detto Frattini, ha l’obiettivo di aiutare la Somalia a consolidare il suo fragile governo sostenuto dalle Nazioni Unite, che sta combattendo contro i ribelli islamici. Le forze fedeli al presidente Sheikh Sharif Ahmed, primo presidente islamico della Somalia, controllano solo alcune parti della capitale costiera e della regione centrale del Paese. "Il problema (della pirateria) può essere completamente risolto solo affrontando la questione della fragilità disperata di questo paese", ha detto Frattini ad una conferenza a Roma. Gli attacchi dei pirati al largo della costa africana orientale sono aumentati nelle ultime settimane nonostante la presenza di navi da guerra straniere nella regione, tra cui 13 dell’Ue. Ahmed, legale libico ed ex leader dell’opposizione, ha detto che il governo di Muammar Gheddafi è coinvolto in un processo di pace che punta a porre fine a 18 anni di guerra e violenza in Somalia. Gheddafi, attuale presidente dell’Unione africana, sarà in visita in Italia dal 10 al 12 giugno, anche se non è ancora chiaro se parteciperà alla conferenza. L’Unione delle Corti islamiche, presieduta da Ahmed, controllava Mogadiscio nel 2006 prima che le truppe etiopi, preoccupate di avere uno stato islamico

*M QSPCMFNB EFMMB QJSBUFSJB QVĂ? FTTFSF SJTPMUP TPMP BGGSPOUBOEP MB RVFTUJPOF EFMMB GSBHJMJUÂť EJTQFSBUB EJ RVFTUP QBFTF IB EFUUP 'SBUUJOJ

come vicino, lo invadessero e prendessero il potere. Gli etiopi si sono ritirati all’inizio di quest’anno, ma fondamentalisti islamici

hanno continuato ad attaccare il governo e i peacekeeper dell’Unione africana nella capitale. Da quando l’Etiopia è entrata in guer-

ra, sono morti almeno 17.700 civili, circa 1 milione hanno abbandonato le proprie case e 3 milioni dipendono dagli aiuti umanitari. Una nave cargo tedesca, il Patriot, battente bandiera maltese, sequestrata dai pirati nel Golfo di Aden il 25 aprile scorso con a bordo 17 membri di equipaggio, è stata rilasciata. La nave di 31 mila tonnellate, adibita al trasporto di granaglie, appartiene alla società Patriot Schiffahrts ed è gestita dalla Blumenthal Jmk di Amburgo. Al momento non ci sono informazioni sulla possibilità che sia stato pagato un riscatto, nè sulle condizioni di salute dei marinai. I pirati avevano dato l’assalto al Patriot a circa 150 miglia nautiche a sud-est del porto yemenita di al-Mukalla.

-nBWJB[JPOF BQSJSÂť VOnJODIJFTUB TVM EJTBTUSP -F GJBNNF TJ TPOP TQSJHJPOBUF EBM WFMJWPMP

"FSFP NJMJUBSF TJ TDIJBOUB OFMMnJTPMB EJ (JBWB " CPSEP NPHMJ F GJHMJ EFJ TPMEBUJ  J NPSUJ GIAKARTA - Circa 100 persone hanno perso la vita in Indonesia, nell’isola di Giava, dove un aereo cargo militare C-130 con almeno 109 fra equipaggio, soldati e loro familiari, fra diversi bambini, si è schiantato a terra su una risaia, incendiandosi, dopo aver travolto alcune case vicine. Il bilancio, ancora provvisorio, parla di almeno 97 morti accertati e di 15 feriti. Alcune delle vittime potrebbero essere abitanti delle case urtate dall’aereo poco prima cadere a terra. L’aereo da cargo C-130 Hercules dell’americana Lockheed, co-

-n)FSDVMFT TQF[[BUP

struito negli anni ’80, in servizio nell’aeronautica militare, stava trasportando 98 persone fra personale militare famiglie. Le fiamme sono state persistenti e la tv ha mostrato immagini di abitanti locali che cercano di spegnere le fiamme con socchi d’acqua. Un’inchiesta è stata aperta per accertare le cause dell’ incidente: Il tempo era bello, i motori in buono stato. Si è trattato dunque di un errore umano? Per ora non possiamo chiarirlo, ha dichiarato il portavoce dell’aeronautica Sagom Tamboen.


10 GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

ATTUALITĂ€

5FOEF B EJNJOVJSF F BOEBSF BMMnFTUFSP JM GFOPNFOP EFMMB QSPTUJUV[JPOF "MGBOP o&n VOB RVFTUJPOF DIF EFWF BGGSPOUBSF Mn6OJPOF &VSPQFBp %B MVOFEÇ OVNFSP WFSEF QFS J NJOPSJ TDPNQBSTJ

" TJOJTUSB JM NJOJTUSP EFMMB (JVTUJ[JB "OHFMJOP "MGBOP EVSBOUF MB QSFTFOUB[JPOF BMMB 'BSOFTJOB EFMMB UBTL GPSDF JOUFSNJOJTUFSJBMF TVMMB TPUUSB[JPOF JOUFSOB[JPOBMF EFJ NJOPSJ 4PQSB JM NJOJTUSP 3PCFSUP .BSPOJ

ROMA - In dieci anni i casi di minori sottratti in Italia sono passati da meno di 90 a quasi 260. Per dare risposte unitarie a un fenomeno in crescita, è stata presentata ieri alla Farnesina una task force interministeriale. Pensiamo che con la task force possa dare una risposta. Sarà un organismo operativo e tecnicoà agile e non burocratico, ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini, spiegando che la struttura dovrebbe riunirsi frequentemente, forse mensilmente. Nell’ambito degli sforzi per fronteggiare il fenomeno, da lunedÏ sarà funzionante una linea telefonica diretta che consentirà di attivare immediatamente polizia e carabinieri. Si chiamerà linea telefonica diretta per i minori scomparsi, ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni, spiegando che il numero 116000 sarà gratuito, con l’attivazione immediata delle forze dell’ordine. Si avvarrà dell’esperienza maturata dall’onlus Telefono Azzurro, a cui sarà affidata la gestione della linea dopo la firma del protocollo, in programma lunedÏ prossimo. Quando c’è un bambino scomparso, ha rilevato il Maroni, per prima cosa c’è la segnalazione alle forze dell’ordine che attivano il controllo sul territorio nazionale per evitare la partenza dall’Italia. La segnalazione è immediata e quindi molto importante. Poichè, ha aggiunto, spesso questi casi hanno coinvolgimenti psicologici, abbiamo creato percorsi formativi per le forze dell’ordine affinchè sappiano affrontare il problema con la dovuta preparazione.

-BNJHSB[JPOFEFMMFMVDDJPMF .B OFM  TPOP PMUSF NJMB MF QFSTPOF BSSFTUBUF P EFOVODJBUF

-B QSPTUJUV[JPOF JO *UBMJB OFHMJ VMUJNJ NFTJ TJ Ăƒ SJEPUUB F MF PSHBOJ[[B[JPOJ DSJNJOBMJ DIF MVDSBOP TVM GFOPNFOP TJ TUBOOP PSHBOJ[[BOEP QFS BOEBSF BMMnFTUFSP

ROMA - Ha dimensioni ridotte rispetto a qualche mese fa e tende ad abbandonare l’Italia per trasferirsi all’estero. Ciononostante, sul fenomeno della prostituzione e della tratta degli esseri umani, il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna, non intende abbassare la guardia: il ddl di contrasto alla prostituzione deve essere approvato quanto prima e senza stravolgimenti. Dello stesso parere anche il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che invita peraltro l’Unione europea a farsi carico delle organizzazioni criminali che organizzano queste migrazioni schiavistiche. Fin quando non lo farà, non assolverà ai suoi compiti. Intervenuta a un convegno su prostituzione e tratta degli esseri umani, il ministro Carfagna ha ricordato che il 75% della prostituzione in Italia avviene su strada, e che in questi mesi, dopo le ordinanze di alcuni sindaci, che hanno sperimentato l’efficacia del ddl, le organizzazioni criminali, che su questo fenomeno lucrano circa 90 milioni di euro al mese, si stanno organizzando per andare all’estero. Con il ddl, quindi, si vuol far capire che l’Italia non sarà un mercato facile per la prostituzione. Mi auguro che anche altri Paesi possano produrre leggi altrettanto rigide. Il vice capo dipartimento della Pubblica sicurezza, Francesco Cirillo, ha affermato che nel 2008 sono state 4.350 le persone arresta-

te o denunciate per aver infranto la legge Merlin e la legge del 2003. L’associazione Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, afferma che dal maggio 2008 a oggi la sua unità di strada ha contattato 4.593 donne (il 40% sono minorenni), vittime di tratta e obbligate alla prostituzione, di cui 1.098 in Lombardia, 951 in Emilia Romagna, 390 in Sicilia, Liguria e Piemonte e 270 nel Lazio. E il fenomeno aumenta, avverte l’associazione, soprattutto dove non c’è un pressing del coordinamento delle forze dell’ordine, come Roma, Torino e Napoli. Parlando del ddl sulla prostituzione, il presidente della Comunità, Giovanni Paolo Ramonda, ha chiesto al Governo che la punibilità del cliente venga estesa anche all’interno di privè e night club, alberghi e appartamenti. Oggi serve una legge nazionale sulla prostituzione che agisca in modo sistematico contro questo fenomeno. E’ l’auspicio del sindaco di Roma Gianni Alemanno che, a un incontro Sulla dignità non si tratta, ha reso noti gli ultimi dati relativi all’ordinanza antilucciole nella Capitale, uno dei primi atti emanati durante la sua amministrazione. Dal 15 settembre 2008 ad oggi - ha detto snocciolando i dati - sono state elevate 3.794 multe a prostitute, 1.213 a clienti, emessi 5.007 verbali, effettuati 3.523 fermi per controllo e tolte 60 minori dalla strada.

*M EEM EFM NJOJTUSP $BSGBHOB WJFUB EJ FTFSDJUBSF MB QSPGFTTJPOF JO UVUUJ J MVPHIJ QVCCMJDJ

7JUB EVSB DPO JM OVPWP EJTFHOP MFHHF

*M NJOJTUSP .BSB $BSGBHOB

ROMA - Cinquant’anni dopo la legge Merlin è reato prostituirsi ed è punibile anche chi ne usufruisce come cliente. E’ uno dei punti salienti del disegno di legge che prevede misure contro la prostituzione, approvato, al-

l’unanimità dal Consiglio dei Ministri nella pia atti sessuali con minori in cambio di seduta dell’11 settembre 2008. In particolare, denaro o qualunque tipo di utilità, anche prostituirsi nei parchi, nelle strade, in aperta non economica, anche solo promessi, viene campagna, in altri termini, in luoghi pubbli- punito con la reclusione da sei mesi a quattro ci o aperti al pubblico sarà vietato. Per i anni e con la multa da 1500 a 6 mila euro. trasgressori, sia clienti che Vengono anche introdotte 1SFWJTUF TBO[JPOJ prostitute, sono previsti l’arrenuove norme in materia di QJÔ TFWFSF BODIF sto da cinque a quindici giorrimpatrio dei minori stranieri ni e un’ammenda da 200 a 3 che si prostituiscono non acQFS DIJ TGSVUUB mila euro. Viene previsto ancompagnati, finalizzato al riJ NJOPSFOOJ che l’inasprimento delle sancongiungimento familiare. Inzioni per chi sfrutta la prostituzione minorile fine vengono inasprite le pene per l’associacon la reclusione da sei a dodici anni e con la zione a delinquere finalizzata allo sfruttamenmulta da 15 mila a 150 mila euro. Oltre a to della prostituzione: da 4 a 8 anni per i punire chi recluta o induce alla prostituzio- promotori dell’associazione a delinquere e ne minori o chi trae profitto, chiunque com- da 2 a 6 anni per i partecipanti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 11

CRONACHE IN BREVE 1SPCMFNJ BM QBSBQFOEJP NVPSF TGSBDFMMBUP

"CCBUUVUB JO *OEJB MB CBSBDDB EFMMB CBCZ BUUSJDF EJ o5IF NJMMJPOBJSFp 5SB J QBMB[[J EFNPMJUJ EBMMF SVTQF BODIF RVFMMP EFM HJPWBOF "[IBS

BOLZANO - Un uomo di 30 anni è morto in un incidente con il parapendio a Corvara, in val Badia. L’uomo era decollato dal Sassongher, una cima di 2665 metri sopra Corvara. Improvvisamente, forse a causa di una raffica di vento, il parapendio si è chiuso su se stesso. L’uomo non ha fatto in tempo ad aprire il paracadute di sicurezza ed è precipitato nella zona della val de Merscia, morendo sul colpo.

MELBOURNE - Uno strumento chirurgico improvvisato e un medico coraggioso hanno salvato il tredicenne Nicholas Rossi, operato al cranio in condizioni d’emergenza dopo una caduta in bicicletta: per diminuire la pressione del sangue sul cervello, il dottor Rob Carson ha dovuto usare un trapano di casa, guidato in audioconferenza da un neurochirurgo di Melbourne. Il giovane Nicholas sembrava stare bene dopo la caduta, ma la mamma, infermiera, ha visto che gli si era sviluppato un grosso bernoccolo e l’ha portato in ospedale. All’arrivo il ragazzino era in stato di semi incoscienza. Ma l’ospedale locale non aveva gli strumenti per un’operazione al cranio. Il dottor Carson allora ha usato un trapano di casa, per un intervento che non aveva mai tentato prima: da Melbourne gli hanno spiegato dove poteva trivellare e a che profondità.

"EEJP WFDDIJB QBHOPUUB %J NPEB JM QBOF NPSCJEP ROMA - Nel 2009 i pani tradizionali hanno ceduto lo scettro al pane morbido. Lo rivela un’indagine della Federazione italiana panificatori (Fippa). Il pane morbido, dall’arabo ai panini al latte e in cassetta, è infatti preferito dai consumatori, soprattutto i giovani. Le motivazioni principali sono legate alla praticità e alla lunga durata. Di altro tenore la scelta dei target alti che si rivolgono ai “pani gioiello” (integrale, multicereali, al sesamo).

1JDDIJB MnFY NPHMJF F DFSDB EJ TUVQSBSMB VARESE - Gli agenti del Commissariato di Busto Arsizio (Varese) hanno arrestato ieri l’altro sera un 29enne di origine tunisina, Adit G., con l’accusa di sequestro di persona, tentata violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate nei confronti dell’ex moglie, una sua coetanea italiana. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, una Volante è intervenuta nell’appartamento dell’uomo, «nullafacente» a Borsano di Busto Arsizio.

4VMMF TQPOEF EFM 5FWFSF FOOF TBMWBUB EBJ $D ROMA - Quindicenne litiga col fidanzatino e disperata vuole gettarsi nel Tevere davanti ai suoi occhi, scavalca il ponte sul Tevere e tenta di gettarsi: salvata dai carabinieri. Ieri mattina, intorno alle 11.30, la ragazzina era su ponte Garibaldi, nel centro di Roma, col fidanzato 17enne, i due litigano e la 15enne all’imporvviso scavalca il parapetto del ponte «manifestando palesi intenzioni suicide».

4VTIJ TDPOGJUUP .FHMJP MnIBNCVSHFS -B QJDDPMB TUBS 3VCJOB "MJ USB MF NBDFSJF EFMMB DBTB JO DVJ WJWFWB DPO JM QBESF

7JFOF EBM 5SFOUJOP MB QSJNB BTUSPOBVUB TRENTO - Figlia di un albergatore trentino, Sergio Cristoforetti, Samantha è cresciuta a Malè, in Val di Sole, dove risulta tuttora residente. Cristoforetti ora è tenente pilota di velivoli AM-X e AM-XT in servizio presso il 32/o Stormo di Amendola (Foggia). Tra le prime donne a diventare pilota militare, a soli dieci anni dall’ingresso femminile nelle Forze armate italiane, ora è la prima astronauta italiana.

7BTJ EJ GJPSJ HFUUBUJ TVJ CJNCJ JO DPSUJMF PERUGIA - I bambini giocano a calcio nel cortile, urlando ed esultando, facendo schiamazzi e dal sesto piano una donna gli tira due vasi di terracotta. È accaduto a Ellera di Corciano, in Umbria, protagonista è una colombiana di 39 anni denunciata per tentativo di lesioni.

6CSJBDP BMMB HVJEB 3JUJSBUB MB QBUFOUF ROMA - Un’automobilista di 57 anni è stato denunciato per guida in stato d’ebbrezza a Roma. L’uomo, fermato sulla sua auto per un controllo dai carabinieri del nucleo operativo di Roma Centro, è risultato positivo all’esame dell’etilometro con un tasso alcolico nel sangue superiore a quello previsto dalla legge. Ritirata la patente.

#JNCP PQFSBUP BM DSBOJP DPO JM USBQBOP EJ DBTB

3VCJOB SJWVPMF MB TVB DBTB NEW DELHI - Il comune di Mumbai ha abbattuto anche la casa della baby attrice Rubina Ali, protagonista di ’The Millionaire’ e la polizia ha picchiato il padre, che cercava di opporsi alle ruspe. La piccola star indiana del film vincitore di otto premi Oscar, quando è stata intervistata è scoppiata in lacrime, disperata perchè non sa dove andare a dormire e perchè il padre è ferito. La settimana scorsa il comune della capitale economica dell’India aveva mandato i bulldozer ad abbattere

lo slum di Garib Nagar. Tra le baracche abbattute, anche quella di Azhar, l’altro baby attore del film, e quella della madre naturale di Rubina, subito accorsa sul posto e ripresa dalle telecamere mentre piangeva abbracciando sua madre. Nonostante il film diretto da Danny Boyle abbia vinto premi e incassato milioni di euro, la vita per i piccoli attori non è cambiata e dopo le riprese hanno continuato a vivere nelle baracche dalle quali sono stati scelti per girare il film.

TOKYO - La crisi economica aggredisce il Giappone sul fronte occupazionale e frena i consumi, spingendo a modificare gli stili di vita al punto che anche McDonald’s è tornata, nella terra nel sushi e del sashimi, ad essere la prima catena di fast-food dopo un digiuno di otto anni. L’evoluzione negativa del prodotto interno lordo, giunto a gennaiomarzo al quarto trimestre consecutivo di contrazione, si è tradotta in un numero di senza lavoro (3,35 milioni) balzato al 4,8%, ai massimi degli ultimi 4 anni, mentre la spesa mensile delle famiglie, in scia alle incognite sullo scenario economico, si è contratta a marzo, per il tredicesimo mese di fila, a una cifra equivalente a 2.390 euro.

"HFO[JB BOOVODJB TJTNB *ODFOEJP EPMPTP NB FSB VOnFTFSDJUB[JPOF %JTUSVUUF  BVUP

"CVTJ TV NJOPSJ JO JTUJUVUJ DBUUPMJDJ

3JUSPWB JM GSBUFMMP &SB JM TVP WJDJOP

TOKYO - L’Agenzia meteorologica giapponese ha eseguito una semplice esercitazione, una di quelle periodiche, ma l’annuncio simulato di un potente terremoto di 7,6 gradi della scala Richter ha mandato in tilt la prefettura di Miyazaki, nel sud del Paese. Nel bollettino simulato si parlava di un evento tragico di 7,6 di magnitudo nel golfo di Hyuga, avvertito in tutte le prefetture limitrofe con il pericolo di tsunami.

LONDRA - Migliaia di minori irlandesi sono stati picchiati, violentati ed umiliati da ’centinaia’ di preti e suore cattolici mentre si trovavano istituzioni ’correttive’ pubbliche in Irlanda fino agli anni ’80: lo afferma il rapporto della Child Abuse Commission, che ha condotto la più grande indagine di sempre sugli istituti in mano agli ordini religiosi irlandesi, una ricerca durata nove anni e nella quale sono state intervistate migliaia di vittime di abusi. In particolare, nelle istituzioni pubbliche per soli ragazzi gestite da ordini religiosi cattolici.

WASHINGTON - Candace Eloph ha cercato per 30 anni suo fratello, dato in adozione prima che lei nascesse, senza sapere che il congiunto era molto più vicino di quanto potesse immaginare: appena dall’altro lato della strada di Shreveport, Louisiana, dove la donna si era trasferita anni fa con la famiglia. Le coincidenze hanno portato i due a fare il test del Dna: l’esame ha confermato che Candace e Jamie sono fratelli. «Per anni ho vissuto accanto a mio fratello ha detto Candace raggiante -. Adesso possiamo recuperare il tempo perduto».

*O USBTGFSUB EB /BQPMJ QFS DPNQJFSF SBQJOF MILANO - In trasferta da Napoli per mettere a segno una rapina al Nord. Con l’accusa di essere gli autori di un colpo in una banca del vogherese nel 2007, sono stati arrestati tre uomini originari del capoluogo campano. I tre, Fabio di Giuda (31 anni), Ettore Campoli (35 anni) e Salvatore Schiano (34 anni), devono rispondere anche di sequestro di persona per aver chiuso clienti e impiegati nel bagno. Il colpo fruttò 68.000 euro. Gli uomini sono stati identificati grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza.

6O BVUPTBMPOF Ã BOEBUP JO GJBNNF

LATINA - Un incendio doloso si è verificato la notte di martedì ai danni di un concessionario di auto di Aprilia, lungo la Nettunense. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, che stanno indagando, alcuni ignoti hanno tagliato la recinzione esterna del locale e una volta all’interno hanno appiccato le fiamme a cinque auto parcheggiate nel parco vetture e due scooter. L’allarme è scattato intorno alle 4. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco.

'JOHF EJ FTTFSF NPSUP 1SFQBSBWBOP BUUFOUBUJ QFS FWJUBSF J QSPDFTTJ OFMMF TJOBHPHIF LECCO - Aveva diverse pendenze con la giustizia davanti a varie Procure e ha architettato la propria morte documentale. Ha provveduto a spedire ai vari uffici dei certificati di morte, falsi, per fare in modo che la contestazione dei reati si estinguesse. Ma il trucco non ha funzionato e S.R., originario di Bari, è finito sotto accusa, per frode processuale, falsità materiale e falsità ideologica. E’ stato condannato a un anno e 9 mesi.

SAN PAOLO - Una trentina di militanti di un gruppuscolo neonazista sono stati arrestati ieri nel sud del Brasile. Secondo la stampa locale, nel covo la polizia ha scoperto piani per far esplodere alcune sinagoghe. I componenti del gruppo Neuland sono stati accusati per detenzione di armi da guerra e altro «materiale sedizioso». In casa di alcuni dei neonazisti sono state trovate croci uncinate e opuscoli inneggianti Hitler.


Pag. 12

CALABRIA il Domani

Giovedì 21 Maggio 2009

www.ildomani.it

Il dipartimento bilancio e patrimonio regionale ha chiarito che le missive arrivate i giorni scorsi si riferiscono ai ritardatari

Tasse auto, le spiegazioni della regione «Le notizie riguardanti gli avvisi inviati dal settore tributi sono frutto di distorta lettura della comunicazione» di Alessandro Caruso CATANZARO - «Le notizie riguardanti gli avvisi di recente inviati dal settore Tributi del Dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione, concernenti la scadenza delle tasse automobilistiche di aprile2009, puntualmente divulgate dai mezzidicomunicazione,hannodato adito a diversi sfoghi alimentati da una distorta lettura della comunicazione regionale o, forse, dalla mancata conoscenza della problematica da parte di alcuni operatori», lo ha detto il Dipartimento Bilancio e Patrimonio della Regione, che ha chiarito i termini relativi al pagamento della tassa automobilistica. Sono comprensibili le rimostranze di molti cittadini destinatari della missiva, che hanno frainteso il senso della comunicazione con la quale la Regione "chiede collaborazione" per il fatto che numerosi sono coloro che, pagando in ritardo, sopportano costi per sanzioni ed interessi di mora e, nel caso in cui non regolarizzano i tardivi versamenti, diventano destinatari di cartelle esattoriali, cosa che la Regione intende evitare. E la giunta regionale è parimenti dello stesso avviso. Ecco perché fanno sapere che «sentiamo doveroso informare correttamente i contribuenti sugli avvisi che hanno ricevuto, anche per il fatto che analoga attività è stata realizzata dalla Regione per la scadenza delle tasse sulle concessioni regionali di gennaio 2009, per le

Sono comprensibili le rimostranze di molti cittadini destinatari della missiva, che hanno frainteso il senso della comunicazione con la quale la Regione "chiede collaborazione" ai ritardatari del pagamento

«Siamo stati vittime di un’ingiustizia»

I quattro ex componenti del Corecom scrivono ai ministri Brunetta e Fitto

quali nessuna protesta è pervenuta e i risultati conseguiti dall’ente sono ottimi». A questo punto è stato precisato anche chi fornisce alla Regione gli archivi dei vicoli oggetto degli avvisi ai cittadini. Si tratta dell’Automobile Clubd’Italia, della SOGEI societa’dell’Agenzia delle Entrate e della Direzione Territoriale Terrestre; a questi archivi sarebbero dovuti confluire tutti gli aggiornamenti del P.R.A. a questo punto l’interrogativo è: perchè la cosa non funziona regolarmente e non solo in Calabria? Probabilmente, nel corso degli anni, questi aggiornamenti sono rimasti nei cassetti e non trasmessi all’archivio ufficiale tenuto dalla SOGEI. «S’intende, perciò, rassicurare i cittadini sulla corretta e trasparente attività intrapresa dagli Uffici tributari regionali volta, non a vessare o speculare su coloro i quali sono in regola con il pagamento delle tasse automobilistiche, bensì, a rimuovere tutti gli errori ancora presenti negliarchivi informatici, attualmente pari a circa il 3,75% del totale, contro il 25% rilevato nella precedente gestione ACI». Secondo il dipartimento, infatti, ri-

sultanze della precedente gestione hanno comportato, per la Regione, l’emissione di centinaia di migliaia di avvisi di accertamento e di cartelle esattoriali, con costi decisamente significativi. Su questi atti, i funzionari del settore tributi stanno alacremente lavorando, non solo per rimuovere gli errori che stanno emergendo, ma anche per accertare le eventuali responsabilità ed i conseguenti danni derivanti dalla precedente gestione convenzionata.

Le società che forniscono alla Regione gli archivi dei veicoli oggetto degli avvisi ai cittadini sono la Club d’Italia, la Sogei, legata alla Società delle Entrate, e la Direzione territoriale terrestre

Individuare in 15.000 euro la soglia minima di reddito Isee per l’esclusione dal pagamento

I sindacati uniti contro il ticket La reintroduzione dei ticket nella sanità calabrese, giustificata dalla necessità di risanare un debito soffocante, ha creato allarme sociale e tensioni in tutte le fasce di popolazione, in special modo tra quelle più anziane. Proprio per questo, appare stucchevole il dibattito politico su cifre e ricadute sociali, senza che vi siano da parte delle istituzioni competenti, concrete determinazioni e soprattutto indicazioni precise. Questo è quanto evidenziano alcune delle sigle sindacali più importanti: Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil. «Chiediamo quindi alla Giunta Regionale di sospendere immediatamente il provvedimento che,

anche in questo caso, è stato assunto senza avere preventivamente organizzato l’intero sistema, lasciando tanti margini di discrezionalità nel riconoscimento delle esenzioni e costringendo migliaia di cittadini, soprattutto pensionati, a defaticanti file per avere spiegazioni e risposte ai bisogni». Proprio a proposito delle azioni di salvaguardia delle fasce deboli hanno scrupolosamente simulato, attraverso i loro servizi fiscali, varie condizioni familiari prendendo a modello diversi nuclei e le relative condizioni economiche. «Le nostre conclusioni ci portano a individuare in 15.000 euro la soglia minima di reddito ISEE per

Gli ex componenti del Comitato regionale per le Comunicazioni si sentono vittime di una grave ingiustizia per il fatto di essere stati espulsi per avere difeso il bene pubblico. Hanno deciso di far pervenire una loro lettera ai ministri Brunetta e Fitto, per sottoporre alla loro attenzione il loro caso, che è arrivato anche in Parlamento grazie a una interrogazioneparlamentarepresentata dall’onorevole Angela Napoli, del Popolo della Libertà: «Come è stato correttamente riportato nell’interrogazione dell’on Angela Napoli, siamo stati vittime di una gravissima ingiustizia che ci ha visti espulsi dal Corecom Calabria per avere difeso il bene pubblico e in virtù di una legge provvedimento incostituzionale che ci auguriamo possa essere oggetto di impugnazione dinanzi alla Consulta». È quanto scrivono in una lettera ai due ministri quattro ex componenti del Corecom Calabria: Mario Campanella, Flavio Cedolia, Raffaele Naccarato e Giuseppe Sulla. Stando ai fatti da loro riportati, il presidente di allora, Umberto Giordano - si legge nella lettera - uomo vicinissimo al Presidente del Consiglio regionale della Calabria, on. Giuseppe Bova, fu nominato dirigente esterno della stessa struttura il giorno dopo in cui tutti loro decaddero. Si tratta di un signore - prosegue la nota - oggetto di una copiosa indagine da parte della Procura di Reggio Calabria che lo accusa, sulla base dei verbali diComitato, di abuso d’atti di

Angela Napoli

ufficio. Noi che dovevamo essere in carica per cinque anni e che facevamo parte di un organismo di garanzia siamo decaduti - continuano gli ex componenti del Corecom Calabria mentre questo signore, che si è accertato che intratteneva rapporti telefonici con emittenti che non erano in regola e che cambiò letteralmente le carte decretando finanziamenti illegittimi per centinaia di migliaia di euro, è dirigente esterno del Consiglio regionale della Calabria. Le loro richieste sono sintetizzate nell’appello rivolto ai rappresentanti delle istituzioni: «A voi che siete autorevoli ministri della Repubblica - si legge ancora nella lettera - chiediamo di porre fine a questo scandalo che getta ulteriori ombre su una Regione spesso vittima di pregiudizi , ma oggi giustamente censurata, nell’ambito delle competenze dell’assemblea legislativa, peravere ferito apertamente in principi di terzietaà e di legalità». A.C

OLICA - SOCIETA’ COOPERATIVA AGRICOLA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA

E’ convocata la XXVI Assemblea Ordinaria della Olica Società Cooperativa Agricola che si svolgerà in prima convocazione il giorno 10 giugno 2009 alle ore 7.00 ed in seconda convocazione il giorno 11 giugno 2009 alle ore 11.00 c/o la sala convegni del residence “Costa degli Aranci” S.S. 106 Montauro Scalo (CZ) per la discussione dei seguenti punti all’ordine del giorno: 1) comunicazione del Presidente; 2) approvazione bilancio chiuso al 31/12/2008; 3) varie ed eventuali. IL PRESIDENTE Saverio Caliò

escludere i nuclei familiari più deboli dal pagamento del ticket». C.G

Catanzaro, 9 maggio 2009


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 13

CALABRIA Il presidente Stancato: «La crisi si supera con un atteggiamento di fiducia verso le piccole imprese»

«In Calabria è record, i dati sono sconcertanti»

Confcooperative: «In Calabria è Lavoro nero, parla Di Iacovo: necessario rilancio microcredito» «Troppe disparità fra lavoratori» CATANZARO - «Il Rapporto Unioncamere 2009, presentato nelle scorse settimane, rivela che uno dei più evidenti effetti della crisi, è stato il peggioramento dei rapporti con gli istituti di credito. Le difficoltà nell’accesso al credito bancario si sono tradotte nella limitazione dell’ammontare del credito erogabile, seguita dal livello degli spread e, dunque, da un costo del danaro più elevato (35,3%), nonché dall’incremento delle garanzie richieste (33,7%); un ulteriore 20% circa delle aziende segnala infine di aver visto respinta la richiesta di concessione di un nuovo finanziamento». Lo ha dichiarato Katia Stancato, presidente regionale di Confcooperative, che osserva: «Mentre le imprese del Nord stanno sperimentando un aumento del costo del danaro (42%), nel Mezzogiorno le aziende soffrono in misura maggiore di limitazioni nell’entità (58%), di una maggiore richiesta di garanzie reali (41%), o del rifiuto del finanziamento richiesto (25%). La crisi di liquidità - ha aggiunto - ha portato gli istituti di credito al restringimento del credito specialmente nei confronti delle piccole aziende e al rapido ritorno a fare banca in modo tradizionale, con margini più bassi e minori rischi. "Il diario della crisi", che

viene redatto mensilmente dall’inizio dell’anno dal Censis segnala che c’è stata una decurtazione record delle sofferenze, diminuite nel corso del 2008 del 10%. A dicembre i prestiti a breve termine alle imprese sono cresciuti solo del 2,5% rispetto al 2007, quando invece l’aumento era stato dell’8,7%. Con piacere rileviamo dallo stesso rapporto, invece, che nello stesso periodo il sistema delle Banche di Credito Cooperativo ha aumentato del 14% i finanziamenti alle imprese, segno evidente di come siano le realtà locali le prime a reagire. Questo dato incoraggia il nostro sistema imprenditoriale, molto legato nella produzione e nel mercato al territorio, alla dimensione locale dell’economia. Il messaggio che il convegno promosso a Lamezia Terme da Confcooperative ("Opportunità per lo sviluppo locale e la coesione sociale: Diamo credito alla cooperative") si è proposto di dare alla regione è stato quello che il sistema delle imprese cooperative di fronte alla crisi non si limita a perseguire strategie di difesa,maricercasinergieedalleanze che sono possibili, addirittura per programmare nuovi investimenti. La crisi si supera con un atteggiamento di fiducia, costruttivo e reattivo verso il futuro! Dando credi-

to, appunto, alle molteplici micro realtà locali che sostengono l’economia delle comunità calabresi». «Questo carattere, questa impronta connota la risposta di Confcooperative alle difficoltà che le imprese associate vivono in questo momento. Gli strumenti presentati, con il contributo tecnico degli esperti della cooperazione, sono un esempio di sostegno concreto e reale per le imprese cooperative calabresi, i soci cooperatori e tutta la filiera dell’indottocooperativo.Quattrostrumenti operativi: il consorzio fidi nazionale unitario che mette a sistema i confidi regionali, garantendo alle imprese solidità finanziaria e un’assistenza omogenea ed efficace su tutto il territorio nazionale; tre Convenzioni siglate tra ICCREA-Fondosviluppo-BCC, e gli strumenti interni al sistema cooperativo per rilanciare gli investimenti; la Banca di Garanzia Collettiva Fidi, promossa dalla Camera di Commercio di Cosenza e dalla Provincia. Infine il progetto cooperativo per il microcredito, una Mutua di Autogestione che, come Organizzazione ci convince moltissimo». lu.cas.

Disponibile sul web il nuovo strumento di relazione cittadino-Regione

POR, attivo lo Sportello Informativo online CATANZARO "La tua Regione a portata di mouse". Con questo slogan parte ufficialmente lo Sportello Informativo online della Regione Calabria. «Dopo una fase di sperimentazione - fa sapere la Giunta - avviata nei mesi scorsi, oggi si presenta come uno strumento rapido per fornire risposte chiare e utili, in tempi veloci. Un nuovo servizio di trasparenza, dialogo ed efficienza rivolto ai cittadini, alle imprese ed alle istituzioni». Per interagire basta accedere al sito www.regione.calabria.it e cliccare sul link "Sportello Informativo". Attraverso questo nuovo strumento si possono richiedere informazioni sui Por (Programmi Operativi Regionali),

su avvisi e bandi di gara per la selezione dei progetti da finanziare, sullo stato delle procedure di selezione, sull’iter tecnico-amministrativo dei singoli progetti. Una sorta di ufficio di relazioni con il pubblico online per garantire maggiore trasparenza, fornire risposte adeguate e più efficienti. In pratica, un filo diretto con la Regione Calabria e i dipartimenti. Le domande, infatti, sono automaticamente inoltrate al dirigente e ai funzionari competenti per materia, i quali risponderanno in maniera esauriente e in tempi brevi. L’utente potrà poi, in qualsiasi momento, verificare lo stato della domanda e il rispetto dei tempi di risposta. L’ultima parola spetta sempre al cittadino che potrà, infine,

dare un giudizio sulla tempestività e completezza delle informazioni ricevute. Il feedback da parte dell’utente è indispensabile per migliorare ulteriormente il servizio. Lo Sportello informativo online è solo una delle azioni previste dal più ampio progetto "Trasparenza, Democrazia e Partecipazione", promosso dalla Regione nell’ambito del Piano di Comunicazione dei Por Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e Fse (Fondo Sociale Europeo). L’obiettivo - conclude la nota è facilitare l’accesso alle informazioni da parte della collettività e rendere più efficiente la macchina amministrativa della regione.

REGGIO CALABRIA - «Sul valore del lavoro, nel Paese è in atto un forte processo di svalorizzazione. Siamo di fronte ad un nuovo "oblio culturale" che incombe sul primario e fondamentale dettato Costituzionale del nostro Paese». Lo ha affermato il presidente della Commissione regionale per l’emersione del lavoro non regolare, Benedetto Di Iacovo a Reggio Calabria, intervenendo al Convegno promosso da Calabria Lavoro sul tema: "Il Lavoro è uguale per tutti" . «Siamo di fronte - ha aggiunto ad una sorta di annichilimento delle azioni governative, a livello centrale, che, anziché tendere alla sua valorizzazione e, soprattutto, ad affermare tutte quelle necessarie azioni in direzione della regolarità e dell’applicazione di concrete norme sulla sicurezza, in presenza di questa massiccia crisi mondiale, produce effetti ancora più devastanti, soprattutto in una regione come la nostra, che da sola, nonostante la grandissima e dimostrata sensibilità, in materia, da parte del Governatore Agazio Loiero e delle concrete politiche del lavoro avviate dall’assessore Mario Maiolo, anche con il Piano per il lavoro varato nell 2008, non c’e la può fare». Le disuguaglianze ed ogni forma di disparità e di irregolarità nei rapporti di lavoro, soprattutto in Calabria sono per Di Iacovo «inaccettabili e non possono essere tollerate. In questo momento di crisi, è in atto un tentativo da parte del Governo centrale, di tollerare sia l’economia che il lavoro sommerso, considerandoli una sorta di "ammortizzatore sociale" a favore delle imprese, al fine di non imprimere ulteriori costi. Così facendo si rende un pessimo lavoro alle imprese sane che così vengono scacciate, attraverso processi di concorrenza sleale, dai mercati. Il lavoro nero rappresenta uno dei principali problemi del nostro Paese, per questo contrastarlo significa aumentare i livelli di democrazia». Di Iacovo, ha poi ricordato che in Calabria «un lavoratore su quattro è a nero. Ogni anno questa piaga sottrae

Benedetto Di Iacovo

al Fisco ed agli Enti previdenziali 47 miliardi 112 milioni di euro, 4 miliardi in Calabria. All’Erario, il lavoro nero, a livello nazionale, sottrae 573 euro per ogni cittadino residente nel nostro Paese. In Calabria il dato record: 990 euro l’anno di imposte mancanti per residente». Tutto questo genera «un abbassamento sui livelli di sicurezza nelle aziende, che produce morti ed incidenti invalidanti sul lavoro (113 nel solo 2007/8). Ogni 3 minuti un morto sul lavoro in Europa. 951.000 incidenti sul lavoro all’anno in Italia, di cui 1.570 mortali. In Calabria circa 174.000 persone lavorano in condizione di irregolarità e/o a nero. Di Iacovo, dopo avere evidenziato i limiti e le criticità in materia di contrasto al sommerso ha evidenziato come, «la lotta all’irregolarità ci renda un paese più civile. Purtroppo in alcune parti del paese, quindi non solo in Calabria, la situazione ha raggiunto livelli preoccupanti che non si possono più accettare. Combattere il sommerso - ha aggiunto - vuol dire più sicurezza nei luoghi di lavoro, più legalità e più diritti per i lavoratori». Il presidente ha quindi annunciato una stretta collaborazione con Calabria Lavoro con cui sottoscriverà un apposito protocollo di intesa, affinché possa curare per conto della Commissione, l’Osservatorio sul Sommerso.

Immigrati, è al vaglio la proposta di legge

lu.cas.

In Commissione il Ddl accoglienza Da lunedi al via il corso di formazione "Scuola Antimafia" Censore: «Questione di solidarietà» Progetto curato dalla Consulta antimafia, 600 gli operatori scolastici partecipanti

CATANZARO - Lunedi prossimo, 25 maggio, si aprirà il corso regionale di formazione "Scuola Antimafia" destinato ai docenti di tutte le scuole della Calabria. Il corso è parte integrante dell’omonimo progetto didattico-formativo varato dalla Consulta antimafia e curato daAdrianaMusella,segretariadella Consulta, e dalla direzione dell’Ufficio scolastico regionale. Il corso si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze e le metodologie che permettano loro di trasferire agli studenti i principi fondanti della cultura della legalità e della cittadinanza attiva. «Gli operatori scolastici, infatti - spiegano alla Consulta insieme alla famiglia, sono un elemento fondamentale per promuovere un cambiamento cultura-

le nella società in cui viviamo, grazie alla creazione di un sistema di regole condivise che consenta agli stessi operatori di diventare i veicolatori della cultura della legalità all’interno delle strutture scolastiche». In ogni provincia della Calabria, 600 operatori scolastici, saranno interessati da 24 ore di attività formative articolate in tre giornate seminariali della durata di 8 ore ciascuna. Tutti i partecipanti alla formazione, appartenenti ai gruppi attivati nelle cinque province, si ritroveranno in una sessione plenaria finalizzata alla divulgazione degli obiettivi raggiunti, delle metodologie e degli strumenti per la promozione della legalità. Il percorso formativo, promosso con bando del dipartimento "Lavoro e forma-

zione professionale", rientra nel Por Calabria 2000-2006, asse III Risorse umane, Misure 3.5 "Adeguamento del sistema della formazione professionale e dell’istruzione". Le lezioni inizieranno lunedi 25 in tutte le province calabresi per terminare il 5 giugno e saranno tenute da docenti universitari ed esperti del settore, quali magistrati, storici, sociologi, giornalisti. Le tematiche trattate riguardano la Costituzione e la cittadinanza attiva, l’analisi storica e sociologica del fenomeno mafioso con particolare attenzione alla ’ndrangheta. Il progetto ’’ScuolaAntimafia"riprenderàpoia settembre per l’anno scolastico 2009-2010. L.W.

REGGIO CALABRIA - Come già annunciato dal governatore Loiero la scorsa settimana, la VI Commissione consiliare regionale "Affari dell’Unione europea e relazioni internazionali", presieduta da Bruno Censore, ha incardinato nella sua seduta odierna l’esame della proposta di legge di iniziativa della stessa Giunta regionale recante norme «sull’accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati e di sviluppo sociale economico e culturale delle comunità locali». «Si tratta di un provvedimento - ha detto Bruno Censore, introducendo i lavori della commissione - che ha per finalità

la sensibilizzazione dell’opinione pubblica calabrese alla cultura dell’accoglienza e della solidarietà, per consentire l’inserimento sociale e lavorativo dei soggetti destinatari». La Commissione, preso atto della necessità di ulteriori approfondimenti attraverso anche la presentazione di eventuali emendamenti al testo originario, ha deciso di riprendere l’esame della normativa nel corso della prossima seduta utile. Ai lavori hanno dato il loro contributo i consiglieri Maurizio Feraudo, Domenico Tallini e Alessandro Nicolò. L.W.


14 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

CALABRIA IL FORUM Il consigliere regionale racconta il suo essere camaleonte. «Se sei statico la gente non ti vota». Trasformismo? «No, movimentismo»

Parla Tallini, il politico elastico In nome della gente cadono i tabù: «Siamo vicini a chi ci chiede aiuto. Al Nord la Lega lo è» di Francesco Ciampa CATANZARO — Nel ciclo dei fo-

rum organizzati dal Domani non poteva mancare lui, Mimmo Tallini. Il nostro ospite non ha certo bisogno di presentazioni. Ora a destra ora a sinistra, lui c’è sempre: e chi lo ha di volta in volta corteggiato lo ha fatto conoscendone l’abilità di guidare la macchina del consenso. Non a caso, il nostro caposervizio, Francesco Pungitore, che lo accoglie con Giuseppe Gangale (intervenuto a in rappresentanza della T & P Editori) chiede se il suo peso politico-elettorale lo spingerà a tentare la corsa per la sindacatura di Catanzaro. Già, perché Tallini, piaccia o no, incarna la politica spregiudicata che riesce a portare consenso di massa, pacchi e pacchi di voti. Ospite del nostro giornale, il consigliere regionale si racconta consentendoci di fotografarne la mentalità, l’anatomia del pensiero politico, l’universo dei valori. Tallini ci dà conferma di ciò che è. Lui non rispetta i tabù della politica fingendosi altro da sé, come tanti altri da ipocriti fanno. La sua forza - dice convinto - «sta nel

“Nel nostro gruppo ognuno è visto come una pedina importante e non soltanto come un numero” fatto che io e il mio gruppo siamo fortemente radicati nel territorio, siamo vicini alla gente» e scandisce sincero - «siamo vicini alla gente quando ha bisogno di qualcosa: spesso si critica il fatto di aiutare qualcuno che ha bisogno di qualcosa, magari di una semplice lampadina, ma certe cose diventano valore se si fanno al Nord, se le fa la Lega»; e allora - è la conclusione - perché non fare altrettanto alle nostre latititu-

Mimmo Tallini, consigliere regionale e consigliere al Comune di Catanzaro, ospite del “Domani della Calabria”

dini? Per Tallini la gente (leggi voti di massa) viene prima di tutto. Quindi guai a definirlo trasformista o opportunista. E anzi, è lui stesso che ci anticipa spiegandoci il perché non lo è. E la spiegazione, ovvio, sta ancora una volta nella politica del consenso goduto dai tribuni del popolo (stavolta Grillo non c’entra), che in nome del popolo vanno oltre gli steccati dei partiti, se questi non seguono il vento e i bisogni delle masse. Quindi non importa se da missino passi ad aenne, se da aennino diventi mastelliano con targa Udeur e se dal Campanile, passando per l’Mpa, trovi riparo sotto l’ala dell’altrettanto potente Pino Galati, a sua volta ex Udc passato a fondare i Popolari europei verso il Pdl. «Qualcuno - ragiona Tallini confonde tutto ciò con l’opportunismo, ma l’opportunismo si ha quando le scelte sono mosse solo dall’utilitarismo. Io invece mi sono schierato con l’Udeur perché in clima di federalismo lo consideravo unica vera forza meridionalista e mi sono schierato affrontando una campagna elettorale perdente, dimettendomi da

assessore comunale prima delle provinciali a Catanzaro finite come tutti sanno (con Torchia sconfitto da Traversa, ndr)». C’è da dire, però, che un pizzico di utilitarismo lo ritroviamo quando si torna alla gente: «Se sei statico e la pensi allo stesso modo, se sei monotono, perché la gente ti dovrebbe votare? Bisogna avere la capacità di vestire di volta in volta gli abiti giusti per stare nel gioco». Ma attenzione, non chiamatelo trasformismo, non siate maligni: «Il fenomeno nasce dalla crisi dei partiti e dal movimentismo, che dovrebbero essere studiati di più». L’antropologia politica talliniana, tra una parola e l’altra scan-

“Bisogna vestire gli abiti giusti per stare sempre nel gioco. La crisi dei partiti va studiata di più”

dite in una tranquilla stanza della redazione di Marcellinara, emerge con la schiettezza di cui sopra anche quando il consigliere regionale parla del gruppo dei suoi fedelissimi, che a Catanzaro lo hanno seguito sia al Comune che alla Provincia con tanto di cambio d’abito, a seconda delle occasioni. Il gruppo politico è attraversato da uno spiccato familismo: la fedeltà alla famiglia è d’obbligo e altrettanto lo è il mutuo aiuto. «Il nostro gruppo è riuscito a sopravvivere a tante stagioni perché è una comunità, dove è importante non solo l’aspetto politico ma anche il legame umano». Tradotto: «Ognuno nel gruppo è visto come una pedina importante e non come un semplice numero: Toti Mercurio, ad esempio, pur non avendo oggi alcun ruolo istituzionale (è stato consigliere comunale nell’era Abramo, ndr) non ce lo siamo dimenticato», anche per lui, quindi, il buon padre di famiglia ha in serbo la giusta ricompensa. La compagine talliniana oggi si congiunge a quella galatiana. La forza politico-elettorale dei due blocchi è indubbia: il radicamento nel territorio di cui si è parlato

sin qui, appartierne a entrambi i leader. In più oggi si è ricompattata l’asse Tallini-Traversa-Ferro-Abramo che ruota attorno alla politica catanzarese, che pensa già al voto per il rinnovo del Comune della città capoluogo. Alla luce di ciò, la domanda nasce spontanea: il nome di Tallini è noto per il peso che ha acquisito in campagna elettorale. Tale ascesa è un trampolino di lancio per mete più ambiziose, ad esempio per la conquista della carica di sindaco della città di Catanzaro? La risposta, il nostro ospite, la dà dopo aver presentato il suo gruppo, dopo averci trasmesso il suo modo di intendere la politica e il rapporto con gli elettori, dopo averci rappresentato la sua esperienza nel centrosinistra alla Regione («e non ci è voluto molto a capire il sistema di gestione di Loiero» e la «guerra di potere nel Pd, il partito più diviso d’Italia»). Poi si arriva al dunque. Tallini sindaco? «No... C’è la voglia di lavorare con una squadra che dia a Catanzaro un sindaco delle opere da realizzare. Catanzaro si è fermata dopo la seconda sindacatura Abramo e da allora ha avuto una pesante involuzione. Al di là

“A Catanzaro c’è la voglia di lavorare per dare alla città un sindaco che realizzi delle opere” delle ragioni che mi hanno contrapposto all’attuale sindaco, devo dire che Rosario Olivo è una persona perbene, che si sforza di dare il massimo di se stesso. Ma la sua maggioranza non lo aiuta, è una maggioranza sempre alla ricerca del ventunesimo consigliere e semore sottoposta al ricatto di quest’ultimo. Il sindaco di volta in volta è costretto a fare i conti con i dolori di pancia di questa maggioranza».


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 15

CALABRIA IL FORUM Il nostro ospite affronta i temi scottanti del governo sanitario senza trascurare le questioni riguardanti la città di Catanzaro

«Chiudere lo stipendificio della sanità» «Fondazione Campanella: un carrozzone carico di personale da riversare sulla Mater Domini» CATANZARO — Una volta passato al setaccio il Tallini-pensiero, affrontiamo con il nostro ospite alcuni dei temi caldi della politica catanzarese e regionale. Non possiamo non cadere nel campo spinoso della sanità e non possiamo non toccare la questione del Polo oncologico di Germaneto e del “salvagente occupazionale” previsto per la Fondazione: del resto, è lo stesso Tallini che non vede l’ora di tuonare su quel terreno che tanto fa gola ai politici. Ma prima di soffermarci sui nodi sanitari che imbrigliano la nostra regione, facciamo tappa a Catanzaro (Tallini è anche consigliere comunale nel Capoluogo). Chiediamo quali sono le priorità per il rilancio della città. E sollecitiamo una risposta alle bordate del sindaco Rosario Olivo. Che lunedì scorso, nel corso di un convegno, ha bacchettato i parlamentari del Sud che, accusa il primo cittadino, «non si sono alzati in piedi» di fronte a un governo che “rapina” i fondi per le aree sottoutilizzate (i Fas) e a cui è da addebitare «il mancato finanziamento della parte di metropolitana di superficie compresa tra Catanzaro Sala e Catanzaro Lido». Consigliere Tallini, faccia qualche esempio sulle azioni prioritarie per il rilancio della città di Catanzaro. «Il grosso problema di Catanzaro è che mancano aree di sosta che consentano ai cittadini di vivere il centro storico e ai commercianti di raggiungere con facilità i loro negozi. Per risolvere il problema dei parcheggi, è necessario guardare alle tante aree strategiche che formano la cintura urbana. L’area del Musofalo, ad esempio, potrebbe essere oggetto di studio da parte di tecnici per la realizzazione di una sorta di silos vicino alla rotatoria. Noi (all’epoca delle sindacature di Sergio Abramo, ndr) abbiamo detto: sì all’isola pedonale, ma una volta realizzate le aree di sosta e affrontato il problema del trasporto pubblico. Oggi non è stato risolto né l’uno né l’altro problema, e di più è stato commesso l’errore di estendere le strisce blu, anche nell’immediata periferia». Poi cos’altro serve? «Bisogna promuovere iniziative per recuperare il centro storico rilanciandone l’economia. Se fossi io il sindaco, esproprierei tutti i locali vuoti di Corso Mazzini incentivando coloro che vogliano aprire attività commerciali che oggi sono scoraggiati dall’elevato costo dei locali. Ma non bisogna trascurare le periferie, nate in maniera confusa con lo sradicamento dei ceti medio-bassi e la nascita di quartieri-dormitorio privi di servizi». Il sindaco Rosario Olivo, lunedì, nel corso di un convegno tenuto presso il Complesso monumentale del San Giovanni, ha detto che «per colpa di una politica che ci rapina di cose fondamentali come i fondi Fas, oggi non è finanziata una parte della metropolitana, il tratto Catanzaro Sala-Catanzaro Marina». Lei condivide queste accuse tutte rivolte alla maggioranza e al governo di centrodestra (oltre che ai parlamentari meridionali che non hanno protestato)? «Io - è la premessa - sono consigliere regionale e di queste cose me ne sono occupato più del sindaco. Olivo dovrebbe riconoscere il ruolo avuto dalla precedente

Da sinistra: Francesco Pungitore, Mimmo Tallini, Giuseppe Gangale e Francesco Ciampa

Amministrazione Abramo e dal sottoscritto, che a Roma ha rappresentato il Comune alla conferenza dei servizi che ha interessato proprio il tratto Catanzaro Sala-Catanzaro Lido e Germane-

La legge regionale sul piano di rientro prevede il passaggio del personale del Polo oncologico alla Mater Domini nel caso la Fondazione non ottenga per tempo il titolo di Irccs. Il passaggio riguarda le unità operative che saranno ritenute di adeguata produttività. Tallini: misura “salvagente” to. In quella sede abbiamo strappato un impegno importante che oggi ci consentirà di collegare in pochissimi minuti Sala a Lido. Il sindaco Olivo - è quindi la risposta alle osservazioni mosse dal primo cittadino - non conosce le ragioni per cui si sono perse le risorse. I Fas sono fondi messi a disposizione delle aree sottoutilizzate, per le aree depresse. Le risorse in questione si riferiscono al 2005-2006 e andavano programmate dalla Regione, cosa che però non è avvenuta. Il direttore generale Salvatore Orlando ha tentato di salvare quelle risorse in extremis ma la mancata capacità di programmazione della Regione Calabria ha fatto sì che il governo congelasse quelle risorse per poi ridistribuirle fra tutte le Regioni. Il sindaco attribuisce le colpe al Governo nazionale, ma quanto è successo è imputabile al governatore della Calabria. E’ delittuoso il fatto che la Calabria abbia perso circa trecento milioni di euro. Dopodiché, è chiaro che in caso di emergenze nazionali il ridimensionamento delle risorse debba valere un po’ per tutte le Regioni». E’ ormai polemica per l’introduzione del ticket. Alcuni condividono le misure di compartecipazione dei cittadini, altri no. Lei cosa ne pensa? «Che il cittadino debba partecipare alla spesa sanitaria, è una soluzione ormai abbastanza pa-

cifica. In questo caso, però, si chiedono sacrifici enormi ai cittadini per via di tanti sprechi in tanti settori della sanità. L’aumento dell’Irpef, dell’Irap e il ticket probabilmente spingeranno molti cittadini ad autocertificare redditi falsi, e comunque queste misure servono a coprire una sola parte del debito regionale: si parla di un deficit di 1 miliardo 600 milioni di euro, anche se fonti accreditate sostengono che si superano i 2 miliardi e mezzo di euro». Lei che da consigliere è addentato nei meandri della Regione, può dirci qual è l’andamento della spesa sanitaria per il 2009? «Mentre si fa un gran parlare cercando di individuare le responsabilità del debito (se le colpe sono del centrosinistra o del centrodestra), assistiamo a una gestione della sanità che costringerà i calabresi ad assistere ad un ulteriore inasprimento del ticket. Non

c’è direttore generale di azienda sanitaria e di azienda ospedaliera che segue la logica del piano di rientro. Si va avanti con le assunzioni, si fanno bandi per un certo numero di posti e poi si assume

“Se Catanzaro avrà la metropolitana di superficie lo si deve all’impegno dell’Amministrazione Abramo. Il sindaco Olivo non sa che il tratto Catanzaro Sala-Lido non è finanziato a causa della mancata programmazione dei Fondi per le aree sottoutilizzate da parte della Regione Calabria”

molto più del previsto, né si tagliano strutture inutili. Anzi, le strutture aumentano. Ad esempio, al Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, da due Chirurgie si è arrivati a sette. Con questi presupposti, se non si effettueranno controlli efficaci da parte della Corte dei conti, è chiaro che il buco della sanità andrà ad aumentare». Tornando alle assunzioni, la legge regionale in materia di rientro dal deficit sanitario approvata a fine aprile prevede che - nel caso in cui la Fondazione Campanella non ottenga entro dicembre il riconoscimento di Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico - le unità operative, purché produttive, faranno capo all’Azienda Mater Domini e in tal caso il personale della Fondazione passerà alla Mater Domini “senza soluzione di continuità”. Cosa dice di questo passaggio automatico che potrà salvare anche soggetti entrati al Polo oncologico con semplice avviso per titoli e colloquio? «Forse si è voluto fare della Fondazione un grande carrozzone politico, caricandolo di personale da scaricare poi sull’Azienda Mater Domini. Anziché utilizzare il “salvagente” a carico del contribuente, la Fondazione deve perseguire un certo obiettivo, altrimenti si chiude». Quale ricetta per rilanciare la sanità? «Vanno chiuse tutte le strutture utili soltanto a garantire stipendi, altrimenti poi ci si lamenta della malasanità. E’ necessario puntare su pochi punti di eccellenza affiancati da servizi territoriali efficienti. Occorre, poi, razionalizzare le risorse umane: non è possibile che, come accade in alcune parti della Calabria, il personale amministrativo superi quello sanitario. La sanità non può più essere uno stipendificio». Francesco Ciampa

Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica Economia e Società

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO ECONOMIA DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE Termine delle iscrizioni: Sede: Tassa di Iscrizione: Laurea per l’ammissione: Giorni di lezione: Durata dei corsi: Conseguimento del titolo:

15 giugno 2009 Campus Universitario “Salvatore Venuta” Germaneto (CZ) Euro 3.000 rimborsabili da Voucher regionale qualsiasi del vecchio ordinamento o specialistica e magistrale del nuovo venerdì e sabato mattina settembre 2009-marzo 2010 aprile 2010

Non é previsto alcuno stage. Chi, tuttavia, volesse effettuarne uno godrà dell’assistenza delle strutture dell’Università a ciò delegate. Bando integrale e modulistica d’iscrizione sono reperibili al sito internet: http:// www.unicz.it/portale/master.asp. Per ulteriori informazioni: Ufficio Scuole di Specializzazione: tel. 0961-3694035 DOPES: 0961-3694918/19/5027 e-mail: dopes@unicz.it Catanzaro 29/04/2009

Il DIRETTORE (Prof. Nicola Ostuni)


Pag. 16

il Domani

CATANZARO

Giovedì 21 Maggio 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

MINORENNE PROSTITUTA Il processo riguarda la madre e la zia della 13enne. In aula ieri sono state ripercorse alcune tappe dell’inchiesta

Ascoltati gli ultimi due testimoni In manette sono già finiti un 65enne ed un 80enne che avevano avuto incontri sessuali con la ragazzina CATANZARO — Ieri nel processo a ca-

rico della madre e della zia che avrebbero costretto una minorenne a prostituirsi sono stati sentiti gli ultimi due testimoni dell'accusa. Entrambe di Botricello, nel catanzarese, L. S. e R. S. rispettivamente madre e zia della minorenne, avrebbero costretto la giovanissima a concedersi ad anziani ed extracomunitari in cambio di pochi euro. Le due donne rispondono ora di induzione e sfruttamento della prostituzione aggravato dai legami di parentela e dalla minore età della vittima, che attualmente si trova in una casa protetta. I due carabinieri chiamati in aula dal pm Simona Rossi hanno ripercorso alcune tappe salienti dell'inchiesta, condotta dai militari della Compagnia di Sellia Marina, che ha portato tra l'altro all'arresto di due presunti clienti della tredicenne, nonché delle due attuali imputate. Il processo è stato aggiornato al 17 giugno per sentire i testimoni della difesa, affidata all'avvocato Luigi Falcone. Poi la pronuncia del tribunale collegiale (presidente Antonio Saraco, a latere Emanuela Folino ed Emma Sonni) in merito alla fondatezza di un quadro accusatorio secondo il quale la tredicenne sarebbe stata venduta per incontri sessuali dalla madre e dalla zia, in cambio di pochi euro, ad uomini ben più vecchi di lei. Si tratta di Giovanni Romano, di 65 anni, e Gregorio Marasci, di 80 anni, che sono stati arrestati ed in seguito condannati a quattro anni di reclusione ciascuno. Una storia davvero drammatica

Ministero degli Interni: la Corte d’Appello annulla le graduatorie dei concorsi CATANZARO — Importantissi-

quella della ragazzina che a soli 13 anni veniva venduta per rapporti sessuali. La vicenda è maturata tra le mura domestiche di un piccolo comune del catanzarese, Botricello, dove vivevano sotto lo stesso tetto la vittima e le carnefici, in una condizione intrisa di ignoranza e miseria. I carabinieri della locale stazione nel marzo del 2008 avevano messo fine definitivamente al dramma della bambina, arrestando le due donne e accompagnando la piccola in un istituto. La svolta nelle indagini era arrivata con il fermo da parte dei militari dell’Arma di un pensionato di 80 anni, sorpreso in un incontro intimo con la ragazzina. Nel corso delle indagini è poi finito in manette anche il sessantacinquenne, arrestato dopo che i cara-

binieri avevano fatto vedere alla giovane alcune fotografie, tra le quali lei avrebbe identificato l’uomo indicandolo tra quelli con cui aveva avuto incontri sessuali. In pochi giorni, i carabinieri chiusero il cerchio, ammanettando anche la madre, L. S, e la zia R. S, entrambe residenti nella cittadina ionica. L’accusa nei loro confronti è stata fin da subito pesantissima: sfruttamento della prostituzione aggravato dai legami di parentela e dalla minore età della vittima. Erano secondo l’accusa proprio le due donne ad organizzare tutto e ad incassare il denaro. Potevano bastare pochissimi euro e l'appuntamento veniva messo in piedi a qualunque ora. Carmela Mirarchi

DROGA L'uomo che ha scelto il patteggiamento era stato trovato con circa 49 grammi di hashish

Pena sospesa per un 52enne CATANZARO — Ha patteggiato la pena,

ieri in tribunale a Catanzaro, il 52enne Serafino Rizzo, arrestato dai carabinieri di Cropani, il 5 maggio scorso, con l'accusa di detenzione illegale a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo, in particolare, è stato trovato con circa 49 grammi di hashish. Comparso l'indomani davanti al giudice Assunta Maiore per il giudizio direttissimo, Rizzo aveva spiegato che la sostanza era destinata al solo uso personale e che egli ne fa uso anche per

Subito dopo l’arresto Serafino Rizzo aveva spiegato di fare uso di droga anche per motivi religiosi

motivi religiosi. Il giudice Assunta Maiore, alla fine, aveva convalidato l'arresto dell'uomo e poi, come richiesto dal difensore Pasquale Gentile, lo aveva rimesso in libertà senza alcuna misura cautelare, anche se il pubblico ministero aveva chiesto gli arresti domiciliari. Ieri Rizzo ha chiesto e ottenuto l'applicazione della pena di 5 mesi e 10 giorni di reclusione e 1.400 euro di multa, con concessione della sospensione condizionale e non menzione nel casellario giudiziale.

AGGRESSIONE DEL 25 APRILEIn undici sono accusati di aver fatto parte di un'associazione per delinquere

Per la terza volta slitta il processo CATANZARO — Per la terza volta consecutiva, e dopo 7 mesi dalla data inizialmente fissata, a causa di difetti di notifiche, é saltato l'avvio del processo a carico di undici persone accusate di aver fatto parte di un'associazione per delinquere dedita a «commettere una serie indeterminata di delitti di lesioni personali, violenze private, porto ingiustificato di oggetti e strumenti atti a offendere, minacce e ingiurie ai danni di esponenti di organismi politici e sociali propugnanti ideologie di sinistra o comunque contrarie a quelle, di estrema destra, propugnate dagli indagati». Il Tribunale collegiale di Catanzaro,

Il Tribunale ha rinviato tutto all’11 novembre ieri, ha rinviato al prossimo 11 novembre il processo scaturito dall'aggressione ai danni di alcuni giovani avvenuta durante la manifestazione del 25 aprile 2004, che diede vita ad un'inchiesta in cui successivamente furono ricompresi ulteriori episodi di violenza avvenuti in città. Un processo in cui è proprio la contestazione di associazione per delinquere a tenere l'impianto accusatorio al ri-

paro dalla prescrizione, incombente per gli altri reati ipotizzati. Fu il gup Antonio Battaglia, lo scorso 25 giugno, a mandare alla sbarra: Antonio Alfieri, 28 anni, Savino Bagnato, 61, Valerio Bagnato, 24, Massimiliano Cefal, 26, Giuseppe Celi, 32, Carmelo La Face, 31, Vincenzo Marino, 30, Antonio Martino, 25, Francesco Martino, 31, Stefano Mellea, 28, Gennaro Santillo chiamati a rispondere di una lunga serie di accuse mosse loro, a vario titolo, dal pubblico ministero Salvatore Curcio, che avanzò la richiesta di rinvio a giudizio sulla scorta delle investigazioni effettuate della Digos a seguito di distinti episodi.

ma decisione della Corte d’Appello di Catanzaro - Sez. Lavoro che ha annullato le graduatorie nazionali del Ministero degli Interni di riqualificazione del personale. Con sentenza del 14.5.2009 la Corte d’Appello di Catanzaro (Presidente Ammirata, relatore Portale) riformando integralmente la sentenza del Tribunale di Cosenza del 24.10.2005, ha accolto il ricorso proposto dall’avv. Oreste Morcavallo nell’interesse di un gruppo di collaboratori amministrativi del Ministero degli Interni, annullando le graduatorie di riqualificazione del personale per il passaggio alle posizioni superiori. I fatti. I ricorrenti, tutti laureati addetti alle Prefetture, presentavano domanda di partecipazione al concorso bandito dal Ministero degli Interni per il passaggio alla posizione C2 (Funzionari) e C3 (Direttori). In data 14.9.2001 venivano pubblicate le graduatorie definitive ed i ricorrenti si posizionavano tra i non vincitori del concorso poiché nell’applicazione del bando veniva privile-

giato il criterio relativo all’anzianità di servizio rispetto ai titoli di studio e culturali. Avverso le graduatorie proponevano ricorso i collaboratori amministrativi del Ministero, difesi dall’avv. Morcavallo, sostenendo che la premialità del criterio dell’anzianità piuttosto che della professionalità elude i principi Costituzionali fissati dagli artt. 97, 52, 98. Per effetto dell’applicazione delle clausole del bando si è verificato, in effetti, che personale privo del titolo di studio previsto ma con anzianità di servizio, veniva ammesso alle graduatorie senza alcuna valutazione della professionalità. Il Tribunale di Cosenza adito in primo grado dai ricorrenti respingeva il ricorso. La Corte d’Appello in totale riforma della sentenza del Tribunale, accogliendo le tesi svolte dall’avv. Morcavallo ha, invece, annullato le graduatorie del Ministero dell’Interno stilate su base nazionale, condannando altresì lo stesso Ministero alle spese processuali. Domenico Martelli

Operazione su viale Isonzo e Germaneto, ritrovate quattro auto e 50 dosi di eroina CATANZARO — Continua ininterrottamente l’attività di controllo del territorio da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura nel capoluogo catanzarese ed in particolare nei quartieri di Germaneto e Viale Isonzo. Anche nella giornata di martedì sono stati effettuati posti di controllo, nonché perquisizioni domiciliari per la ricerca di

armi e droga. Nel corso di tale attività sono state rinvenute, nascoste all’interno di un ascensore di un fabbricato abitato da soggetti di etnia rom, circa 50 dosi di sostanze stupefacenti del tipo eroina. In un capannone abbandonato, nei pressi di Germaneto, sono state recuperate e consegnate ai legittimi proprietari ben 4 autovetture, provento di furto.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 17

CATANZARO CITTÀ POLITICA La due giorni calabrese di Francesco Storace, segretario nazionale de “La Destra” si è conclusa con la conferenza presso il Benny Hotel

«Immigrazione, aiutiamoli in casa loro» «Supereremo la soglia di sbarramento del 4% e metteremo i cittadini al centro dell’Europa» Francesco Storace ha fatto visita alla redazione del Domani

«Si punta al raddoppio»

CATANZARO — La due giorni calabrese di Francesco Storace, segretario nazionale de “La Destra”, si è conclusa martedì scorso con la conferenza stampa presso il Benny Hotel di Catanzaro, dove, insieme al candidato alle elezioni europee per il Sud, il consigliere provinciale di Catanzaro, Andrea Lorenzo, hanno promosso il programma della lista “L’Autonomia”, di cui Storace è il principale candidato per le Europee. All’incontro con il leader nazionale del nuovo partito nato dalla scissione con “Alleanza nazionale”, erano presenti inoltre il segretario regionale per la Calabria de “La Destra”, Gabriele Limido, il segretario per la provincia di Catanzaro, Elio Talarico, il responsabile della segreteria politica e membro della direzione generale del partito in Calabria, Sandro Mauro, il consigliere provinciale del “Movimento per le Autonomie”, Pasquale Ruperto, il coordinatore de “La Destra giovanile” per la provincia di Catanzaro, Dario Bolotta, e infine Carmine Gallippi, segretario provinciale dei Giovani dell’Mpa e Paolo Mattia, portavoce per la città di Catanzaro di “Gioventù italiana”, il movimento giovanile del partito “La Destra”. Ad introdurre gli interventi dei vari ospiti il dirigente di “Gioventù italiana”, per la città di Catanzaro, Roberto Rizza, che ha ribadito l’impegno di “Gioventù italiana” per la mobilitazione giovanile e la sua volontà di porsi come punto di riferimento per i ragazzi di estrema destra nelle scuole, nelle università e nelle strade. Storace, in compagnia del candidato Andrea Lorenzo, è stato a Reggio Calabria, precisamente a Rosarno e a San Luca, dove ha ricordato le vittime della strage di Duisburg, poi a Gioia Tauro, dove ha incontrato Antonino De Masi, l’imprenditore calabrese

CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA Il Consiglio regionale, la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi, l’Ufficio di Presidenza e il Presidente del Consiglio regionale, partecipano al dolore che ha colpito il consigliere regionale On.le Morelli per la scomparsa della cara madre, signora

Emilia Cavalieri

Reggio Calabria, 20 maggio 2009

che ha denunciato alcuni istituti di credito per il reato di usura. Storace si poi recato a Vibo Valentia e a S. Pietro a Maida, per giungere infine a Catanzaro, prima alla sede centrale della redazione de “Il Domani” a Marcellinara e poi alla conferenza al Benny Hotel. Tanti i temi sottoposti all’attenzione del leader Storace, i recenti scandali che hanno coinvolto la sanità calabrese, attraverso la riproposizione di uno stralcio del video tratto dal programma “Report”, che ha indagato sul deficit sanitario calabrese e sullo scandalo dei fondi pubblici stanziati per la nostra regione, che metterebbe in risalto il patto tra ’ndrangheta e politica per il controllo del settore della sanità in Calabria. «Tanto le amministrazioni di centrodestra, quanto quelle di centrosinistra - ha affermato Storace durante la conferenza - hanno condotto la Calabria nella situazione drammatica in cui si trova. Bisogna riequilibrare il rapporto tra Nord e Sud del Paese, e tra economie avanzate e aree deboli dell’Europa e dell’Italia, nel nome della coesione e della vera unità del Paese. Noi non ci riconosciamo nelle linee morbide e centriste di Gianfranco Fini e di An - ha detto seccamente Storace -, perchè per affrontare certi temi è necessaria una linea ferma e dura, con leggi e sanzioni precise che puniscano i colpevoli di questi reati ignobili, visto che il popolo non nè può più della pantomima tra Di Pietro e Berlusconi». Il “Polo dell’Autonomia” per le elezioni europee, come spiega Storace, è composto dal “Partito Pensionati”, da “La Destra”, da “Alleanza di centro” e dal Mpa, un alleanza che costruisce un progetto di autonomia, appunto, intesa come libertà di caratterizzare le coscienze degli uomini e dei movimenti che non intendono rinunciare ai loro tratti identitari e al loro radicamento territoriale e stanchi di un bipartitismo forzato, spiega Storace, e lesivo di ogni principio democratico. Sul tema dell’immigrazione ha ribattuto il leader de “La Destra”: «Ci impegniamo nella costruzione di un’Europa autenticamente capace di solidarietà e non egoista, ma il nostro motto è “aiutarli in casa loro”, affinchè il tema dell’immigrazione possa finalmente uscire dall’agenda della sicurezza planetaria». Per quanto riguarda, invece, l’imminente consultazione elettorale per l’elezione del Parlamento Europeo il segretario nazionale afferma: «Supereremo la soglia di sbarramento del 4% e punteremo su un’

Europa in cui i cittadini contino finalmente più delle tecnocrazie di Bruxelles e - ha concluso Storace - ad un’autonomia dell’Europa rispetto al mondo, che è una scommessa che vale la pena di fare». A seguire l’onorevole Storace è stato ospite del programma in onda su Telespazio Calabria “Lotta continua” in cui ha approfondito il programma del Polo dell’Autonomia per l’Europa, rimarcando l’importanza di recarsi alle urne ed esprimere il proprio voto: «Non vogliamo i seggi dal sovrando di Arcore - ha ribadito Storace - ma il consenso del popolo sovrano». Oriana Tavano

Storace nella redazione del Domani

CATANZARO — La Destra, alle Europee, vale doppio. Ne è convinto il leader nazionale Francesco Storace, ospite della redazione del “Domani”. Accompagnato al tavolo dei forum dal candidato Andrea Lorenzo, Storace ha espresso chiaramente gli obiettivi della sua lista per la competizione continentale: «Vogliamo raddoppiare i 23mila voti che abbiamo ottenuto alle Politiche in Calabria». Una sfida possibile se si pensa che

«quei suffragi arrivarono nonostante la forte campagna denigratoria del centrodestra». Oggi «il voto è libero» e quindi la formazione politica che si è aggregata con l’Mpa di Lombardo non ha dubbi sul successo che verrà. Storace è stato accolto in redazione da Giuseppe Gangale, a nome della T&P editori, dal caposervizio del “Domani” Francesco Pungitore e dalle redattrici Claudia Vellone e Carmela Mirarchi.

POLITICA Dopo l’intervento dell’on. Lomabrdo a difesa di Ruberto intervengono il gruppo consiliare e gli assessori

«Siamo noi l’Mpa e ne utilizzeremo il simbolo» CATANZARO — «Abbiamo notevoli dubbi che l’On. Raffaele Lombardo abbia sottoscritto il contenuto di quanto è stato preannunciato a mezzo stampa da anonimi e sconosciuti esponenti dell’Mpa» si legge in una nota del Gruppo Consiliare Provinciale degli eletti Mpa (Costanzo, Cardamone, Mormile) e dagli assessori Ciurleo e Polisicchio. «Pensiamo infatti che un capitano di lungo corso della politica, come è l’On. Lombardo - continua non avrebbe mai commesso la gaffe di espellere dal partito chi non ha mai sottoscritto alcuna adesione allo stesso. Pertanto i maldestri tentativi del collega Pasqualino Ruberto di utilizzare la posizione del gruppo Mpa, in seno all’assemblea provinciale, allo scopo e per il raggiungimento di obiettivi personali, purtroppo per lui oggi subiscono una pesante battuta d’arresto. Si metta finalmente l’animo in pace il collega Pasqualino Ruberto - sottolineano - poiché avrà la possibilità, anche dal gruppo “Misto” dove per statuto è stato collocato, di poter di-

mostrare le sue doti politiche e le sue capacità amministrative che sicuramente egli vorrà mettere al servizio della collettività. All’On. Raffaele Lombardo poi diciamo che in linea di massima non ci meravigliamo affatto che egli abbia deciso di legittimare un transfuga deluso piuttosto che un gruppo che gli ha portato in dote ben 14.000 voti e che rappresenta con dignità e intelligenza politica l’Mpa in seno all’amministrazione provinciale di Catanzaro. Se proprio volesse accettare un consiglio l’autonomista Lombardo approfondisca meglio la realtà rappresentata dal suo movimento politico in Calabria e si accorgerà subito di aver affidato i destini dell’Mpa a chi antepone gli interessi personali a quelli generali del partito. Infine, purtroppo siamo costretti a deludere l’On. Lombardo ed il consigliere del gruppo Misto Pasqualino Ruberto circa l’uso del simbolo e del nome dell’Mpa. Infatti, la nostra attività istituzionale continuerà ad essere espletata sotto le insegne del gruppo

A rimarcarlo in un convegno è stato l’eurodeputato Donato Veraldi

«Sostenere il rilancio delle botteghe» CATANZARO — «L'Ue e il rilancio delle botteghe calabresi in chiave europea», significativa occasione di riflessione sul futuro delle botteghe calabresi, promossa in Calabria dal Parlamento Europeo, Gruppo Adle su interesse dell’eurodeputato Donato Veraldi. Veraldi ha avuto parole di elogio per gli artigiani di casa nostra e ha poi ricordato le importanti collaborazioni poste in essere nell’edizione 2008/2009. E’emerso dalle

parole di Veraldi e Basile come quanto fatto di buono per l’artigianato calabrese in Europa, Calabria e Medioriente «non rimanga un evento destinato a morire o affievolirsi ma possa trovare, a partire già dalle prossime settimane (con mirati accordi d’intesa) il giusto appoggio, il meritato interesse e le adeguate motivazioni da tutte le amministrazioni coinvolte, Regione Calabria, comuni e province in testa».

consiliare dell’Mpa, in quanto siamo noi ad avere la legittimazione democratica a diffidare chiunque intenda parlare in nome e per conto del gruppo consiliare. Saremo noi - concludono - ad adire le vie legali se ciò dovesse accadere in difesa della legittima integrità d’immagine del gruppo consiliare che rimane costituito dal capogruppo Sergio Costanzo, dai consiglieri Ivan Cardamone e Amedeo Mormile, dai rappresentanti in seno all’esecutivo: Ciurleo e Polisicchio».

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CATANZARO PIAZZA ROSSI - TEL. 0961/8411 - FAX. 0961/744519

ESTRATTO AVVISO ESITO GARA N. 11/2009

L’Amministrazione Provinciale, rende noto, ai sensi del D.lgs 163/2006, che in data 7/4/2009 è stata esperita la procedura aperta per l’affidamento dei lavori di completamento dell’impianto di base a servizio dell’area turistica di Copanello 1° Lotto. La gara è stata aggiudicata con il criterio del prezzo piu’ basso posto a base di gara determinato mediante ribasso sull’importo dei lavori ai sensi degli artt. 81 comma 1 e 82 comma 2 lett. B) del D.lgs n. 163/2006 e con esclusione delle offerte anomale ai sensi dell’art. 122 comma 9, del citato decreto legislativo: Offerte ricevute n. 50 ditte escluse n. due - Impresa aggiudicataria Ruberto Costruzioni S.r.l. ribasso del 29,092%Importo netto di aggiudicazione euro 604.854,62 compresi oneri di sicurezza tempo di esecuzione lavori 365 giorniR.U.P. Ing. Gennaro Amato- Direttore dei lavori Arch. Alfredo Gigliotti. L’elenco completo delle ditte partecipanti alla gara è stato inserito nell’avviso integrale dell’avvenuto esperimento pubblicato all’albo pretorio dell’Ente e sul sito: Internet www.provincia.catanzaro.it. L’esito è stato pubblicato sulla G.U.R.I. in data 18/5/2009. (n° 57 Serie V°) Il Dirigente Dott. Antonio Russo


18 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ CONFESERCENTI Operazione dei vigili per far rispettare le regole sulla somministrazione su luogo pubblico. I commercianti protestano

Oggi sospeso il servizio di caffetteria Viapiana: «Siamo per la chiusura del centro. Chiediamo di partecipare al tavolo dell’economia» CATANZARO — «Oggi tutti i pubblici esercizi ubicati sul corso Mazzini di Catanzaro, aderiranno alla manifestazione di protesta indetta dalla nostra associazione, nei confronti dell’amministrazione comunale, sospendendo il servizio di caffetteria dalle ore 8 alle ore 10». E’ quanto si legge in una nota di Francesco Viapiana Presidente ConfesercentI Catanzaro. «Tale decisione viene assunta a seguito del forte e preoccupato grido d’allarme pervenutoci ieri mattina ad opera di tutti i pubblici esercizi della città - continua la nota -, avvisati preventivamente da un vigile della polizia municipale, che da oggi avrà inizio un’operazione, volta a far rispettare il regolamento vigente riguardante la somministrazione su suolo pubblico, con tolleranza zero. A tal proposito la nostra associazione tiene a precisare che tale decisione avviene in un momento assolutamente inopportuno per due ragioni: a) il re-

golamento, che da oltre sei mesi giace presso la commissione attività produttive ed urbanistica, non viene inserito all’ordine del giorno per essere discusso e approvato. b) non capiamo la pretesa della poli-

zia municipale di far rispettare tale norma quando, ad esempio, la percorribilità di Corso Mazzini risulta chiusa agli autoveicoli che costantemente percorrono anche il tratto Cavatore/ San Giovanni in

CONFCOMMERCIO/1 Sulla riapertura del salotto cittadino la Giunta «non ha dato il via libera»

danno di chi da oltre due anni è già stato vittima delle “non decisioni” di questa amministrazione. Noi non ci stiamo - prosegue Viapiana - a subire la repressione solo a danno dei nostri associati, quando sul tratto del corso Mazzini, malgrado il divieto di transito, assistiamo giornalmente non solo al transito disordinato in ogni direzione di marcia, ma anche di soste, o addirittura parcheggi sui due lati della carreggiata e delle piazze dove il parcheggio di fatto sarebbe vietato. Visto che si è fatto un gran parlare dell’ abolizione dell’isola pedonale su corso Mazzini, perché richiedere a gran voce l’apertura del traffico, quando l’anarchia vigente consentiva la fruibilità dello spazio in questione? A tal proposito ribadiamo a gran voce che la Confesercenti è assolutamente per la chiusura totale del corso Mazzini, con l’attivazione immediata delle navette che collegano la funicolare con piazza Matteotti,

e contestualmente dotare dell’arredo urbano l’intera arteria, inoltre chiediamo che la pratica relativa all’approvazione del regolamento de hors venga inserita come primo punto all’odg del prossimo consiglio comunale. Rivendichiamo - sottolinea il Presidente di Confesercenti -, infine che il tavolo dell’economia possa e debba essere aperto con tutte le sigle sindacali e pertanto venga convocato dal sindaco, tenendo in considerazione che tutti hanno diritto a parteciparvi e tutti hanno il diritto di firmare condividendo o contestando le determinazioni che esso discute di volta in volta. Chiediamo - conclude - all’amministrazione comunale di voler venire incontro ai nostri associati in una fase di congiuntura economica e di stagnazione dei consumi semplicemente con decisioni celeri che consentano il libero esercizio delle proprie attività atte a migliorare il contesto cittadino».

BAGNI PUBBLICI La nota di Lorenzo Passafaro e di alcuni cittadini di Lido

«Siamo disposti ad un confronto» «Assurdo il rimando dell’incontro» CATANZARO — «Ci rammarica dover

leggere ancora proclami che, ci si passi il termine, oseremmo chiamare terroristici, se non altro per le modalità con cui vengonofatti. Da mittenti che si celano dietro una sigla e che lanciano accuse, sparando a zero contro chi, a costo di grandi sacrifici tenta di lavorareonestamente, dando il proprio contributo all'economia di questa città». E' quanto afferma il presidente di Confcommercio Catanzaro Piero Tassone, dopo la diffusione di una no-

ta stampa da parte di un'associazione che dava la colpa del degrado del centro storico ai commercianti. «Sottolineamo che attendiamo ancora che la delibera che doveva rendere esecutiva la decisione assunta dalla giunta comunale, di una parziale riapertura di Corso Mazzini sia attuata - dice Tassone -. A oggi nessun segnale si è avuto in tal senso. Facciamo notare poi che mentre noi abbiamo un volto, dei nomi, una sede, dei segni distintivi che ci consentono di confrontarci all'ester-

no, crediamo che lo stesso non accada per chi si fa armare la mano e a volte i pensieri da alcuni movimenti che per cercare e creare consenso intorno a loro fanno nascere associazioni satellilti che parlino in nome e per conto loro dicendo cose che, magari loro stessi non posso dire per dovere istituzionale». «Siamo disponibili - conclude Tassone - a un confronto pubblico con chi ha delle proposte costruttive che possano aiutare a migliorare la vivibilità della nostra città».

CONFCOMMERCIO/2 Tassone ha precisato che «non ci sono spaccature» e che «la condivisione degli intenti è unanime»

«Esiste solo il consorzio Il Corso» CATANZARO — «Esiste un solo con-

sorzio dei commercianti e Confcommercio di Catanzaro lavorerà per riempire di contenuti e di idee il consorzio "Il Corso"». E' questo quanto è emerso a margine di una riunione tenutasi ieri nella sede di Confcommercio e presieduta da Pietro Tassone. All'incontro erano presenti le figure istituzionali dell'associazione di categoria tra cui anche il presidente del Consorzio "Il Corso". E al termine la condivisione degli intenti

è stata unanime. Nessuna spaccatura, nessuna divisione né duplicazioni dell'esistente. Gli sforzi di tutti, personali e istituzionali, saranno tesi a rafforzare l'immagine e le attività del parco commerciale all'aperto. «Stante la necessità - dice il presidente di Confcommercio - di far pesare la propria capacità contrattuale anche nei confronti degli altri enti laddove questi risultimo omissivi nel portare avanti le stesse politiche di sviluppo di Confcommercio».

Formazione L’assessore alle Risorse umane e professionali, Francesco Granato ha partecipato, ieri mattina, al corso organizzato dalla Sspal (Scuola superiore pubbliche amministrazioni). Granato, ha anticipato il prossimo appuntamento organizzato dalla Fondazione diretta da Di Tommaso, in programma il prossimo 26 maggio: “Il controllo sulla gestione degli enti locali e le sezioni regionali della Corte dei Conti”.

CATANZARO — «Con una lunga sotto-

scrizione, oltre tre mesi fa, molti abitanti di Catanzaro Lido, avevano chiesto al Sindaco, on. Rosario Olivo ed all’ass. alla Gestione del Territorio, avv. Antonio Tassoni, un loro intervento presso l’Ufficio Tecnico per la programmazione e la realizzazione dei bagni pubblici nel popoloso quartiere di Catanzaro Lido, nelle adiacenze del lungomare, così riferisce Lorenzo Passafaro, primo sottoscrittore della lista cittadina» si legge in una nota di Lorenzo Passafaro e di alcuni abitanti di Catanzaro Lido. «Si era compiaciuto dell’iniziativa anche Francesco Passafaro - continua . Dopo un primo incontro tra le parti interessate, nel quale l’amministratore esprimeva la sua disponibilità ad affrontare il problema, ancora ad oggi, niente di fatto, malgrado i diversi solleciti presentati, anche per via della sua segreteria, al fine della conoscenza della fattività e dei tempi di programmazione per la realizzazione di quanto è stato chiesto dagli abitanti di Catanzaro Lido. In tale richiesta, sono state evidenziate l’importanza e l’urgenza della presenza dei bagni pubblici adiacenti al lungomare per migliorare l’ambiente e a salvaguardia della salute pubblica. Questa ultima cosa, non solo per gli

abitanti del luogo, ma anche per quelli del centro della città e per i forestieri che, in estate, vengono a fare la” passeggiata”sul lungomare; proprio in quell’occasione, assieme alla piacevole brezza marina, si viene investiti da uno sgradevole olezzo di urine proveniente dal muro di confine con l’arenile e dal terreno delle aiuole limitrofe alla strada. Ed il turista va in altro luogo! Alcuni bagni pubblici, i “vespasiani” esistevano fino a venti anni fa, poi furono smantellati, per motivi igienici e per la scarsa manutenzione da parte del comune. Adesso -prosegue -, si chiedono Lorenzo Passafaro e gli abitanti di Catanzaro lido, fra i quali molti aderenti al Movimento per l’Autonomia di Catanzaro Marina, quando si decideranno gli amministratori a risolvere questo importante ed urgente problema? Quando, infine, l’assessore alla Gestione del territorio, avv. Antonio Tassoni, deciderà di ricevere lo scrivente ed una rappresentanza dei sottoscrittori della richiesta, per dare una risposta trasparente e concreta relativa alla disponibilità promessa per la risoluzione del problema? I diritti dei cittadini utenti - conclude Passafaro a vedere realizzate le opere urgenti, non possono essere rimandati per tanti anni dai buoni amministratori».


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 19

CATANZARO CITTÀ SANITA’ Il coordinamento di Sinistra democratica critica la decisione della Giunta regionale: non si può far ricadere sui cittadini la gestione fallimentare

«No all’aumento delle tasse sulla salute» «La ricetta è semplice: più controllo e chiusura delle strutture con meno di 30 posti letto» CATANZARO — «Contestiamo con forza il provvedimento della Regione Calabria, pubblicato in data 5 maggio 2009, con cui la Giunta regionale ha deciso di reintrodurre la compartecipazione del cittadino/a alla spesa sanitaria, nel quadro del piano di rientro del deficit in questo settore» si legge in una nota del coordinamento provinciale di Sinistra democratica. «Non è tollerabile - continua la nota che i danni di una gestione fallimentare che da anni si protrae nella sanità calabrese, ricadano sulle tasche dei cittadini, già penalizzati da servizi insufficienti ed inefficienti. Il pagamento di una quota aggiuntiva sulla distribuzione dei farmaci e l’aumento del ticket sull’erogazione di prestazioni, accertamenti specialistici, diagnostici, di laboratorio e strumentali, sono provvedimenti ingiusti che comunque non risolveranno la questione del debito sanitario che necessita invece di interventi ben più incisivi e di tipo strutturale. Chiediamo - prosegue la nota - la cancellazione di que-

ste assurde tasse sulla salute e la predisposizione di un serio piano di rientro del debito sanitario che parta prima di tutto dal taglio agli enormi sprechi e dal monitoraggio di alcuni settori del sistema sanitario dove si produce spesa in modo incontrollato, come ad esempio in alcune strutture diventate carrozzoni clientelari attraverso i quali gestire i fondi pubblici in modo discrezionale. Chiediamo che la Giunta Regionale predisponga un piano di rientro dal debito sanitario serio e credibile, che affronti gli sprechi e i privilegi e non si accanisca contro i cittadini già vittime della mala sanità. La nostra ricetta è semplice e concreta: 1) Riduzione dell’indennità del 30% del presidente, degli assessori e dei consiglieri regionali. Taglio dei rimborsi spese e delle varie indennità aggiuntive. Approvazione immediata di una nuova legge elettorale con la riduzione del consiglio regionale da 50 a 40 componenti. 2) Taglio delle retribuzioni e dei “premi di risultato”dei manager, dei di-

rettori generali, sanitari, amministrativi delle Asp in Calabria. 3) Taglio delle consulenze e degli incarichi professionali. 4) Sospensione della convenzione con la Fondazione Campanella. 5) Controllo rigoroso delle convenzioni con tutte le strutture private a partire dalla clinica Anya di Melito Porto Salvo e riduzione dei rimborsi previsti per ogni singola prestazione. 6) Indizione di un concorso per la nomina dei nuovi manager delle Asp, presieduta da una commisisone di chiara fama internazionale. 7) Concorsi pubblici trasparenti per le nomine dei primari. 8) Chiusura di tutte le strutture ospedaliere con meno di 30 posti letti. 9) Revisione del prontuario farmaceutico e lotta agli sprechi farmaceutici. 10) Approvazione del piano socio-sanitario regionale. Solo - conclude la nota di Sinistra democratica -affrontando questi nodi e partendo da questi problemi si potrà chiedere in maniera credibile ai calabresi di fare la loro parte di sacrifici».

L’accordo firmato da: Provincia, Camera di Commercio, Adiconsum, Acu e Casa del Consumatore

Protocollo d’intesa sulla sicurezza delle caldaie Ieri la presentazione del protocollo d’intesa dal titolo “Una caldaia efficiente per una sicurezza costante”

CATANZARO — Ieri nella sala Giunta della Provincia di Catanzaro è stato illustrato il Protocollo d’intesa dal titolo “Una caldaia efficiente per una sicurezza costante”. L’accordo è stato sottoscritto tra l’Ente intermedio, la Camera di Commercio, La Confartigianato, l’Adiconsum, l’Acu e la Casa del Consumatore. A presentare il protocollo d’intesa erano presenti tra gli altri anche l’assessore alle politiche ambientali Maurizio Vento e il Presidente della Camera di Commercio, Paolo Abramo. Si tratta di una campagna di attuazione e di verifica degli impianti

termici ubicati nei comuni di competenza della Provincia. La manutenzione dall’altronde è stata sempre secondo l’Ente intermedio «un obbligo che conviene a tutti! Una buona e regolare manutenzione è uguale a: risparmio, sicurezza, rispetto per l’ambiente». I temi ambientali e del risparmio energetico sono ormai attualissimi nel nostro paese dove si è affermata la necessità di affrontare i problemi relativi alla tutela dell'ambiente e alla conciliazione delle esigenze di crescita economica, benessere sociale, sicurezza energetica e salvaguardia dell'am-

biente. La Provincia di Catanzaro, in attesa della nuova campagna termica, ha già fornito ai cittadini una guida «necessariamente sintetica, ma esauriente, per orientarsi nella non semplice normativa tecnica su questi argomenti e precisare quali siano gli adempimenti di legge a cui occorre assolvere». L’Ente intermedio chiede un forte impegno dei cittadini verso questi temi per favorire così la «loro convinta adesione allo spirito delle norme e ad una loro attenta ed efficace applicazione». car. mir.

Asp, Luigi Matarese nominato responsabile dell’area tecnica CATANZARO — E' stato nomina-

to il nuovo responsabile dell'area tecnica dell'Asp di Catanzaro. Si tratta di Luigi Matarese, indicato in sostituzione di Giovanni Iritano andato in pensione dal Primo maggio. «Il Direttore Generale ha inteso assicurare continuità e professionalità - si legge in una nota ad un Area tecnica particolarmente delicata e importante in questo momento di grandi lavori di manutenzione e di ristrutturazione del Presidio Pugliese. Difatti l' Arch. Matarese già da anni, svolge l'attività di programmazione, coordinamento e indirizzo tecnico e funzioni di progettista e Direttore

dei Lavori per l'Azienda stessa. Inoltre è stato consulente del Dipartimento per la Tutela della Salute della Regione Calabria per la Redazione del Documento di stipula dell'accordo di Programma Quadro per la realizzazione di quattro nuovi ospedali». Una sfida importante per Matarese che dovrà affrontare un momento di manutenzione e ristrutturazione del Pugliese. Compito difficile a cui però il nuovo responsabile sembra arrivare preparato grazie ad una serie di esperienza passate che lo hanno reso pronto ad affrontare questa nuova e particolare sfida.

Borse di studio, Azione Universitaria ringrazia la Ferro per il suo contributo CATANZARO — «L’amministrazione Provinciale di Catanzaro ha gia istituito un capitolo di spesa finalizzato al finanziamento di una borsa di studio per un corso di specializzazione da svolgersi presso l’Università “Magna Grecia” di Catanzaro facoltà di Medicina e Chirurgia» si legge in una nota di Azione universitaria. «A questo Ente e, soprattutto al suo Presidente, Wanda Ferro - continua la nota -, va il nostro plauso, in quanto si è dimostrata seria, sensibile e puntuale nell’assumersi l’impegno e a dare un contributo effettivo che va contro la cosiddetta logica della “Fuga dei Cervelli”, argomento che alla nostra classe politica piace molto tirare fuori so-

prattutto in campagna elettorale! Azione Universitaria invita la Regione Calabria e il Comune di Catanzaro a non tirarsi indietro, nelle promesse fatte! Invita, altresì, ad adottare a modello il Presidente Ferro - conclude la nota - quanto a serietà nell’azione e sensibilità alla comprensione dei problemi, per lo più, socio-culturali, che non ha atteso certo l’esito della sentenza del Tar Lazio e non ha neanche strumentalizzato la vicenda Scuole di Specializzazione di Medicina, per fare campagna elettorale. Crediamo che non ce ne sia bisogno! Il nostro movimento studentesco Crede nella politica del Fare abiurando quella delle chiacchiere. Attendiamo risposte concrete».

SMONTA IL BULLO Oggi l’incontro al Palace In questi anni il bullismo nelle scuole è un fenomeno in evoluzione. I primi dati delle azioni promosse e attuate nel primo anno di attività in Calabria per ridurre il fenomeno “del bullo fra noi” verranno presentati ali organi di stampa regionale oggi alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni dell’Hotel Palace a Catanzaro Lido, dal Guppo di lavoro regionale condotto dalla Maria Stella Franco dell’Usr Calabria insieme ai componenti l’Osservatorio Regionale. A conclusione della conferenza Mercurio, tirerà le somme sul lavoro interistituzionale svolto e mirato a rendere migliore la qualità della vita a scuola.


20 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ TEATRI DI MAGGIO La sesta edizione della rassegna curata da Eugenio Conforto è partita lunedì con “La mia vita è un sogno”

Al Politeama va in scena Dalida Questa sera Maria Letizia Gorga presenterà al pubblico una donna diventata la figura di culto di intere generazioni CATANZARO — E’ partita lunedì con lo spettacolo “La mia vita è un sogno” la sesta edizione de “I Teatri di Maggio”. La Fondazione Politeama dal 2004 mette a disposizione il proprio palcoscenico per gli autori, le compagnie, gli artisti calabresi, ma anche delle più innovative compagnie italiane. I Teatri di Maggio sono curati da Eugenio Conforto, operatore teatrale e componente del Cda della Fondazione e hanno consolidato negli anni la loro funzione di prestigiosa vetrina delle migliori produzioni e delle più originali proposte. Il cartellone ha proposto il 19 maggio “La mia vita è un sogno” di e con Eugenio Masciari. Oggi va in scena invece “Avec le temps, Dalida” di Pino Ammendola con Maria Letia Gorga. Il 29 maggio la rassegna si chiude con Magma di Barbara Amodio. Il mito di Dalida, la grande cantante franco-egiziana, ma di origini calabresi (i genitori erano di Serrastretta), rivivrà dunque que-

Maria Letizia Gorga. A lato alcuni momenti dello spettacolo di lunedì scorso

sta sul palcoscenico del Politeama. Maria Letizia Gorga, attrice e cantante romnana, proporrà il suo spettacolo “Avec le temps, Dalida” che tanto successo ha riscosso nei maggiori teatri italiani. Dalida, per

il suo modo di attraversare la storia e d’illustrarne i cambiamenti, è una vera eroina dei nostri tempi. La piccola ragazza italiana dagli occhiali spessi, nata in un sobborgo popolare del Cairo, divenuta prima Miss

Egitto, poi Mademoiselle Bambino e infine la regina dei juke-box, verrà consacrata come la più grande cantante Francese di tutti i tempi. E’ stata contemporaneamente la vamp hollywoodiana tutta lustrini e file di boys ed anche la più grande diva mediorientale, per diventare, dopo la morte, una figura-culto per una intera generazione. Durante tutta la vita dietro la star Dalida, la donna Jolanda ha amato e sofferto semplicemente, umilmente.

Si tratta di una manifestazione di beneficenza promossa dalla "Life Comunication" con il contributo del Comune ESTATE L’evento avrà luogo il 7 agosto ad un prezzo contenuto

“Artisti per caso” al Casalinuovo Marco Carta a Lido CATANZARO — Stasera alle ore 21, sul

palco dell'Auditorium "Aldo Casalinuovo" di Catanzaro, andrà in scena la terza edizione di "Artisti per caso", la manifestazione di beneficenza ideata dal dottor Saverio Palermo, primario dell'Unità Operativa di Medicina nucleare dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro. L'evento, prodotto e promosso dalla "Life Comunication" con il contributo del Comune di Catanzaro e patrocinato dall'Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio e dall'Ordine dei Giornalisti della Calabria, si ripropone con gli stessi intenti sociali e benefici delle precedenti edizioni, ma con rinnovata veste e programma. Quest'anno, spiega il dottore Palermo, autore e direttore artistico della manifestazione, i presenti, alcuni dei quali alla loro prima esperienza musicale, daranno luogo ad una competizione, ovviamente in uno spirito goliardico e amichevole, tra due squadre rappresentanti l'area medica e l'area giornalistica. A condurre Domenico Gareri e Perla Francalanci, volto nuovo dello spettacolo, ma che ha già in attivo numerose apparizioni e presenze in prestigiose produzioni televisive, che presenteranno le sorprese e gli ospiti di quest'anno, alcuni dei quali già conosciuti e apprezzati dal pubblico catanza-

rese, tra cui Piero Procopio e, direttemante dalla trasmissione televisiva X Factor, Sonia Addario. E' prevista, tra l'altro, l'esibizione del gruppo "Intermezzo Napoletano", band costituita da noti professionisti cittadini, che da qualche anno propone una personale elaborazione ed interpretazione dei più conosciuti classici della musica partenopea. La manifestazione, sostenuta, inoltre, da numerose associazioni cittadine impegnate nel campo del sociale, avrà come fine quello di raccogliere fondi da devolvere ad enti operanti nella sfera del disagio giovanile, come "La Fabbrica dei sogni", fondata a Catanzaro dal dottore Saverio Palermo, e a sostegno del Carcere minorile di Catanzaro, mentre una parte degli utili avrà lo scopo ancora più concreto di acquistare attrezzature di diagnostica e terapia per pazienti in età pediatrica con handicap mentali, con beneficiario l'Unità Operativa di Neuropsichiatria infantile della Asp di Catanzaro. L'evento è una produzione di "Diventeranno famosi", associazione impegnata nel sociale che organizza e produce spettacoli ed eventi televisivi di successo, lieta come sempre di amplificare il messaggio di solidarietà e beneficenza. Il progetto è quello di far conoscere ai cittadini l'altra faccia dei medici

e dei giornalisti, quell'aspetto umano che troppo spesso viene ignorato e prevaricato dagli schemi rigidi e professionali con i quali vengono frequentemente identificati gli operatori ospedalieri e ancor più i giornalisti. «Pittori, cantanti, musicisti... in ognuno di noi è sopita un'anima di artista che a volte preme per venir fuori e concretizzare le proprie ambizioni nascoste», spiega Saverio Palermo. «Un'ambizione di solidarietà e di impegno sociale, quella di "Artisti per caso", con la speranza che un vasto pubblico recepisca il suo messaggio e dia il suo contributo per accrescere l'esigenza di solidarietà e di vicinanza ai più deboli e sfortunati». Oriana Tavano

Fiaba in movimento Lo spettacolo teatrale: Romeo and Juliet “c’ è posta per te” conclude la settima Edizione del Progetto Scolastico “ Fiaba…in movimento - La scuola verso il sociale”. La rappresentazione si terrà lunedì 25 maggio presso l’Auditorium “Casalinuovo “di Cz, ed è l’adattamento teatrale del capolavoro di Shakespeare “Romeo e Giulietta “, sapientemente ritoccato ed adattato ai nostri tempi dalla prof. ssa Brunella Badolato.

CATANZARO

— La Media Service di Maurizio Rafele in prossimità dell’estate prepara l’organizzazione di un meraviglioso evento: Marco Carta in tour. Il vincitore del 59°Festival di Sanremo Marco Carta terrà un concerto a Catanzaro Lido il 7 agosto 2009 presso Marco Carta il Centro Polifunzionale Magna Grecia. Dopo Amici e il Festival di Sanremo Marco Carta prosegue nella sua scalata al successo dimostrando ancora una volta di essere ormai diventato un’icona pop per milioni di adolescenti. Lo spirito dei concerti del trionfatore di Sanremo sarà quello di una grande festa per i numerosi

fans che lo hanno sempre sostenuto. Per questo motivo il prezzo del biglietto sara’contenuto. Marco Carta presenterà dal vivo i brani del suo ultimo e fortunato album “ la forza mia “(disco di platino per le vendite), “Dentro ad ogni brivido” e “ Ti rincotrero” oltre ad alcune cover in italiano ed in inglese.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 21

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO SOVERATO — «Alzeremo la voce per tutelare gli interessi del Soveratese e del Chiaravallese». Lo assicura, dai microfoni dell’emittente televisiva Telejonio, il consigliere regionale del Pd Egidio Chiarella. Dopo l’esclusione del comprensorio dal sistema delle Polarità Urbane, è polemica. E anche dai banchi della maggioranza che sostiene il Governatore Agazio Loiero si è levato un certo malumore. A rendersi interprete di questa situazione di disagio, dunque, è Egidio Chiarella. «Ho intenzione di proporre immediatamente - ha dichiarato nel corso delle registrazioni televisive della quarta puntata de

Il consigliere regionale Egidio Chiarella (Pd) sollecita maggiore attenzione per il Basso Jonio

«Un tavolo regionale del Soveratese» “L’indiscreto” - la costituzione di un tavolo permanente del Basso Jonio Catanzarese che coinvolga sia la costa che l’hinterland dell’entroterra». Una proposta che arriva dopo la forte presa di posizione dei giorni scorsi della sezione soveratese del Pd. Insomma, qualcosa si muove, anche se c’è sempre da rincorrere l’emergenza da queste parti. Non sarebbe stato meglio pianificare a priori una strategia di intervento per

quest’area di territorio regionale costantemente alla ricerca di una propria identità e di un ruolo definito lungo l’asse di mezzo della Calabria? A tale proposito è sempre Chiarella ad intervenire: «Rifiuto categoricamente l’idea di un asse di sviluppo incentrato sul dupolio Catanzaro-Lamezia. La mia idea è quella di un progetto integrale che corra lungo la dorsale dell’istmo dei due mari, dal Tirreno allo Jonio. Questa è la so-

la e unica possibilità che questo territorio ha per uscire dall’isolamento. E’ nostro compito, a questo punto, quello di lavorare in piena sinergia con le amministrazioni locali per ricercare le migliori soluzioni possibili a tutela delle popolazioni interessate». L’intervista a Chiarella andrà in onda domenica prossima alle 14 (replica alle 20.30). Francesco Pungitore

Egidio Chiarella

S.VITOPalasciano e Meliti della Cgil Fp chiedono un incontro a Guerzoni e Morabito per risolvere la vertenza che riguarda Vivere Insieme e S. Vito Hospital

«Sanità, da mesi Rsa senza stipendi» «La proprietà è insensibile. Avviare una verifica dei requisiti di accreditamento» SAN VITO SULLO JONIO — Marisa Palasciano (segretaria Cgil Fp Comparto sanità) e Tonino Meliti (segretario generale della Cgil Fp) hanno chiesto un incontro con: il Prefetto di Catanzaro; il direttore generale del Dipartimento regionale della salute, Guerzoni; il direttore generale dell’Asp provinciale Morabito; l’ispettorato del lavoro di Catanzaro, Santoliquido. Motivo dell’incontro è la vertenza con le Rsa Vivere Insieme S. Vito Hospital e S. Francesco Hospital Settingiano. La Cgil Fp rende noto che a distanza di due mesi si rende necessario un urgente incontro per la risoluzione definitiva della situazione. «Gli arretrati di stipendio ammontano ad oggi a sei mensilità oltre alla tredicesima mensilità rendono noto -. La rabbia e l’impotenza che abbiamo potuto avvertire dalle dichiarazioni dei dipendenti, durante la nostra ultima assemblea tenutasi nei giorni scorsi a S. Vito, era tanta e difficile da raccontarsi. L’insensibilità - prosegue la nota del-

la Cgil - che la proprietà continua a dimostrare nei riguardi delle situazioni di disagio economico delle famiglie e dei dipendenti, che nonostante tutto continuano a garantire con grande abnegazione la loro attività, è tipica di chi non ha provato sulla propria pelle l’assenza di denaro. Dall’assemblea di martedì 19 scorso a S. Vito sullo Jonio sono emerse, oltre, al ritardo con il quale solo alcune figure professionali (sono esclusi gli infermieri) percepiscono le proprie competenze, anche altre segnalazioni relative a problemi organizzativi e di carenza di personale: l’eccessivo carico di lavoro per gli operatori socio sanitari. Il turno notturno prevede infatti la presenza di una sola unità, considerato che due volte a notte vengono cambiati i pannolini agli assistiti, si evidenzia che diventa difficile prestare la corretta assistenza. Il numero modesto degli operatori ausiliari (5) che ruotano su due turni e che, considerato l’esiguità delle unità,

SAN FLORO — I consiglieri comuna-

SAN FLORO I consiglieri Florino Vivino e Salvatore Vivino scrivono al Prefetto e al sindaco

li di San Floro Florino Vivino e Salvatore Vivino hanno inviato una lettera al sindaco, al Prefetto di Catanzaro e al Presidente della cooperativa Azzura "83" per chiedere un intervento che garantisca la sicurezza dei cittadini residenti nel complesso di edilizia residenziale pubblica Cooperativa Azzurra 83 di Contrada Torre del Duca di San Floro. Florino Vivino e Salvatore Vivino nella qualità di consiglieri comunale in carica, dissidenti del gruppo di maggioranza, informano che già il 10 aprile scorso avevano inviato una nota con la quale richiedevano «un incontro urgente per la problematica della pubblica illuminazione al comples-

non riescono a fruire delle ferie, infatti, avanzano una quantità di giorni degli anni precedenti. I turni notturni che gli operatori socio sanitari effettuano non vengono adeguatamente retribuiti per come previsto dal contratto e il numero delle ore effettuate non corrisponde a quelle pagate. Le eventuali assenze per maternità e per malattie lunghe non vengono sostituite temporaneamente e la turnazione grava sul già esiguo numero di addetti. Per alcuni operatori sono stati stipulati dei contratti ambigui, tra la consulenza e la prestazione oraria, che avrebbero necessità di una attenta verifica al fine di valutarne la congruità economica con la prestazione resa e se gli stessi sono previsti dalle norme sull’accreditamento regionale». La Cgil Fp ritiene che «la Commissione di verifica per l’accreditamento, debba effettuare una approfondita verifica della presenza dei requisiti organizzativi e di personale, trattandosi di una Rsa con 40 posti letto e 20

di riabilitazione estensiva ai sensi della normativa regionale vigente». Il problema più grave sarebbe il ritardato pagamento degli stipendi, oltre alle mensilità arretrate. Questo avrebbe conseguenze devastanti per le famiglie dei lavoratori che non vivrebbero serenamente e per i dipendenti che «vedono mortificate quotidianamente le loro attese». «Talvolta - spiegano -, così è stato riferito in assemblea, viene dato ai dipendenti un acconto di qualche centinaio di euro elargito solo dopo innumerevoli richieste e prostrazioni! E’ a nostra conoscenza che la Proprietà di Vivere Insieme, nonostante le nostre segnalazioni, continua ad avere accreditate in tutta le regione strutture di proprietà e la gestione di nuove strutture costruite con i fondi ex art.20 ovvero di proprietà del servizio sanitario regionale. La Cgil Fp si chiede - sottolineano nella nota Marisa Palasciano e Antonio Meliti - come sia possibile che non si riesca a frenare questa folle corsa verso l’uti-

lizzo della cosa pubblica in maniera approssimata e senza rispetto per il lavoro e la dignità della gente». Alla luce di quanto esposto, la Cgil Fp chiede al Prefetto di Catanzaro, al direttore generale del Dipartimento regionale della salute, Guerzoni, al direttore generale dell’Asp provinciale Morabito e all’ispettorato del lavoro di Catanzaro, Santoliquido di «avviare una verifica dei requisiti di accreditamento di tutte le strutture, su tutto il territorio regionale, della Proprietà della Rsa Vivere Insieme, compresa la verifica economica dei contratti di lavoro applicati in relazione alle prestazioni contrattate con l’Azienda Sanitaria Provinciale di riferimento, nonché, la completa attuazione di tutti gli istituiti giuridici ivi previsti. Si chiede - concludono - al Prefetto di voler convocare le parti in indirizzo per esperire la procedura di raffreddamento dei conflitti». Carmela Mirarchi

«Illuminare la cooperativa Azzurra 83» so di edilizia residenziale pubblica "Cooperativa azzurra 83" di C. da Torre del Duca». La Prefettura ha risposto alla nota dei due consiglieri di San Floro con la quale «si assicurava che "a breve sarò ripristinata l'illuminazione pubblica per la sicurezza e la incolumità degli attuali residenti del complesso Azzurra 83"». I due consiglieri sottolineano nella nota che nello specifico il Prefetto «riteneva superato, allo stato, la richiesta di incontro sulla problemati-

ca segnalata. Considerato - aggiungono - che nei giorni successivi nel complesso di edilizia residenziale pubblica è stato attivato il funzionamento del servizio di illuminazione pubblica e l'impianto dei lampioni del parcheggio pubblico che fronteggia la palazzina, dove abitano circa 15 famiglie è tuttora spento. Riscontrata la delicatezza del problema che viene a gran voce lamentato dai residenti» i due consiglieri chiedono al Prefetto di voler intervenire

«con la massima urgenza per dare soluzione definitiva alla problematica e preservare la sicurezza ed evitare discriminazioni onde garantire la pubblica e privata incolumità di circa 15 famiglie, di cui alcune con bambini appena nati». Florino Vivino e Salvatore Vivino chiedono inoltre «con quali atti tecnico/amministrativi è stato preso in consegna l'impianto di che trattasi - in modo provvisorio - in modo permanente a chi è intestato il contatore Enel».

Florino Vivino


Pag. 22

il Domani

telefono 0961996802 fax 0961903421

Giovedì 21 Maggio 2009

L AMEZIA

telefono 0961996802 fax 0961903421

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomanionline.it

AREA VASTA Fernando Miletta, presidente della Multiservizi, interviene nel dibattito sulle potenzialità di Catanzaro e Lamezia

«Lavoro sinergico per lo sviluppo» “Mi auguro che si ritorni a una politica del proporre e del fare, che è la sola cosa che interessa ai cittadini” LAMEZIA TERME — “Lamezia Terme,

nel definire le sue linee di sviluppo, non può prescindere dalle esigenze che i territori limitrofi manifestano e dalle opportunità e risorse che possiedono. Tali risorse ed esigenze devono essere inserite in logiche di area vasta all’interno della quale i territori, in maniera sinergica, coordinata e condivisa, si valorizzano e si accrescono, singolarmente e collettivamente”. “Lamezia Terme, considerato il ruolo che svolge e potrebbe svolgere non solo in relazione ai confini comunali ma con riferimento all’area vasta e al contesto nazionale e del Mediterraneo, vuole puntare a divenire un luogo nel quale vivere e lavorare si connotano di un valore aggiunto che costituisce un volano per la crescita del territorio, delle opportunità e per l’implementazione della qualità”. Questo uno dei punti fondamentali inseriti nell’articolato Piano strategico della città di Lamezia, e che collima con le linee guida dello stesso strumento programmatico della città capoluogo di regione. Creare un’area vasta che dia più forza al territorio e superi “i vecchi mali” che hanno portato negli anni a spaccature profonde tra le diverse realtà di un’unica provincia. Per approfondire il discorso sull’Area Vasta Catanzaro-Lamezia, abbiamo contattato il già assessore ai Lavori pubblici della Giunta Speranza e oggi presidente della Lamezia Multiservizi, Fernando Miletta. Presidente, Lamezia e Catanzaro sono due città dalle peculiarità molto diverse, quali saranno i veri problemi

che dovranno superare per far si che si possa arrivare ad una “provincia unica” e quanto i campanilismi potranno ostacolare questo percorso di area conurbata? «Le peculiarità sono molto diverse, non solo dei due comuni ma anche di quelli compresi nell’istmo, potrebbero essere l’elemento di forza dell’intera regione. Mi spiego meglio. Se un territorio può offrire diversi motivi di attrazione, industriali, turistiche, agro-industriali, commerciali o legati ai sevizi di tipo sanitario, alla università e alla formazione, aumentano le opportunità per tutti. Si tratta, ovviamente, di mettere in rete queste opportunità perché diventino punti di eccellenza e di qualità. E’ evidente che in questa logica non c’è spazio per una logica campanilistica o, peggio, di contrapposizione fra i territori. Se il Governo Berlusconi abolirà le Province, se va avanti il Federalismo la cui legge–quadro ha avuto già l’ok dal parlamento è del tutto evidente che i Comuni assumeranno poteri ancora più ampi e impegnativi. A questa nuova dimensione dobbiamo arrivare preparati. Catanzaro, Lamezia e Soverato quali comuni capofila, sin da adesso debbono essere capaci di costruire tavoli di lavoro, di integrare i rispettivi piani strategici, di adeguare i piani strutturali e di lavorare dentro un quadro di riferimento che la programmazione regionale ed il Piano di coordinamento provinciale già delineano». Tanti i punti contenuti nella bozza del protocollo, ma quali le vere priorità

Fernando Miletta

che dovranno essere alla base dell’intero processo? «Fare di Catanzaro la vera città capoluogo di Regione sanando l’anomalia storica anti-economica e dannosa per i calabresi della sede del Consiglio regionale che deve essere ubicata a Catanzaro. Lamezia polo intermodale industriale e città aperta al Mediterraneo secondo le linee indicate nel piano strategico, Soverato come città capofila di un turismo di qualità. Dentro queste priorità programmatiche c’è posto per la miriade di piccoli comuni che possono svolgere un ruolo importante per le loro comunità». Entrambi i Consigli comunali di Catanzaro e Lamezia hanno approvato questo processo di sinergia comune, ma nella realtà dei fatti, lei pensa si

Il comandante del Comando operativo interforze ha incontrato il sindaco Gianni Speranza

Visita in città del Generale Giuseppe Valotto

possa arrivare ad una unione sana oppure gli storici interessi rimarranno tali e distinti al di la degli auspici? «Il sindaco Speranza e il sindaco Olivo stanno valutando la possibilità di un piano di mobilità all’interno dell’area vasta Lamezia–Catanzaro. Se lo riterranno insieme ai rispettivi Consigli, la Lamezia Multiservizi, il presidente dell’Amc di Catanzaro e Ferrovie della Calabria siamo pronti a presentare un piano di mobilità e una ipotesi di gestione per rispondere a quella che mi sembra una priorità assoluta». Quale sarà il ruolo che dovranno avere e il sostegno che ne potrà venire dai territori vicini? «I territori vicini, per le attrattive paesaggistiche–ambientali, per le vocazioni turistiche solo in parte valorizzate, per le tradizioni artigianali e gastronomiche, per la disponibilità di percorsi culturali, possono essere non un elemento aggiuntivo ma un aspetto peculiare ed unico per dare una caratterizzazione all’intera area vasta». Catanzaro e Lamezia disegneranno assieme questa nuova mappa territoriale e sempre assieme si punterà molto sulla collaborazione e sulla mobilità urbana. Basterà questo ad avviare uno sviluppo integrato e sarà utile e necessario volgere lo sguardo anche altrove? «In parte ho già risposto prima. Vorrei solo aggiungere che un sistema di mobilità efficiente ed efficace è già necessario nella situazione data. I collegamenti per Germaneto, per l’aeroporto, per l’agro-alimentare, per l’uni-

versità, per i poli commerciali ecc. non possono trovare una risposta adeguata a livello dei singoli comuni. Se vogliamo dare gambe all’idea di una area vasta è tempo di definire un trasporto pubblico – integrato tra Lamezia e Catanzaro come primo punto di allargamento alle altre realtà territoriali». Lamezia con l’unione dei suoi tre ex comuni ha già una esperienza simile alle spalle e dopo 40 anni alcuni problemi esistono ancora, Lei crede che questo possa accadere anche per questa nuova unione con Catanzaro considerate le radicate “avversità” o pensa si è maturi per un’apertura che darà concretamente spazio e dignità ad entrambe? «Spero di no e questo non deve essere solo un auspicio ma una necessità. Quanto più i cittadini avranno la percezione dei vantaggi non solo economici della necessità di essere uniti tanto più facilmente saranno isolati i comportamenti e i movimenti anacronistici che solo danni hanno procurato alle comunità di Lamezia, di Catanzaro e dell’intera provincia. Chi vuole ancora agitare il vessillo di Lamezia Provincia è naturalmente libero di farlo. Il Governo Berlusconi ha posto la parola fine a questo simulacro. Mi auguro che finalmente si ritorni a una politica del proporre e del fare che è la sola cosa che interessa ai cittadini e per i quali i partiti, le istituzioni, i movimenti politici acquistano la regione di esistere». Antonietta Bruno

Ama Calabria, al via i concorsi musicali Al via presso il teatro Politeama e l’Aula Magna della scuola “F. Fiorentino” le audizioni del 7° Concorso Nazionale di musica per le Scuole Ama Calabria. Nelle due sale alla presenza di due distinte commissioni ascoltati gli allievi delle Scuole Medie statali ad indirizzo musicale e Scuole private di musica iscritte nelle categorie “E” (solisti di qualsiasi strumento), Cat. "G", (duo di qualsiasi formazione), Cat. "H" (gruppi strumentali e/o vocali fino al sestetto) ed "I" (formazioni composte da non meno di sette elementi). A giudicare le centinaia di ragazzi i maestri Aurelio Pollice, Paolo Pollice, Antonio Bifulco, Gaetano Bongarzone, Fabio Ditto, Andrea Di Cello, Gianluca Iemmallo, Antonio Matarazzo, Roberta Tartaglia, Vittorio Viscomi. Il concorso dedicato alle scuole è organizzato per incentivare l’amore per la musica. In crescita la partecipazione degli allievi che provengono dall’Accademia Musiké e dal Convitto Nazionale di Vibo Valentia, dall’istituto Comprensivo di Briatico, Settingiano, Rometta Marea, Falerna, Lamezia Terme, Gimigliano, Decollatura, S. Eufemia Lamezia, San Calogero, Badolato, Seminara, Davoli Marina, Gasperina, Pizzoni, dall’Istituto Musicale Guzzi di Lamezia Terme, dalle Scuole Medie “A. Vespucci” di Vibo Marina, “Pascoli e Casalinuovo” di Catanzaro, “Falcone” di Rende e “Garibaldi Bruzzano” di San Gregorio d’ Ippona.

L’incontro tra il Generale Giuseppe Valotto e il sindaco Gianni Speranza

LAMEZIA TERME — Il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, Comandante del Coi (Comando operativo interforze), ieri mattina ha visitato il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, nella sede dell’Amministrazione comunale in via Perugini ovest. Il Generale Valotto è al vertice del Coi dal marzo del 2008. Fra i compiti di questo ente strategico c’è anche quello della Pianificazione generale della Difesa, sviluppando la dottrina operativa ed effettuando la pianificazione operativa. Il Comando Operativo di vertice Interforze dirige, inoltre, le operazioni e le esercitazioni interforze, monitorando le metodologie per la simulazione degli scenari strategi-

ci ed operativi, ed infine analizza le attività traendone ammaestramenti ed elaborando correttivi. Il Coi è il Comando del Capo di Stato Maggiore della Difesa attraverso il quale egli pianifica, predispone e dirige le operazioni nonché le esercitazioni interforze e multinazionali e le attività ad esse connesse, con l’Arma dei carabinieri, la Marina e l’Esercito italiano. Valotto, che si occupa anche di missioni internazionali in Medio Oriente, ha parlato al sindaco dell’operazione “Strade sicure” del Governo, sottolineandone l’alto valore sociale. Il generale Valotto, comandante dell’intera operazione “Strade sicure”, ha accennato ai positivi risultati finora raggiunti dalle unità

dirette nelle grandi città italiane. Nel colloquio con Speranza, Valotto ha poi spiegato le attività che si stanno svolgendo in questo momento in Calabria e in città. A Lamezia Terme è in servizio in questi giorni presso il Cie - Centro di identificazione ed espulsione di località Pian del Duca; più in generale, in Calabria Valotto si sta occupando di un compito importantissimo: quello del controllo dei cedimenti delle strutture dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Dopo il colloquio, Speranza e Valotto si sono scambiati alcuni doni. Alla città di Lamezia è stata donata una targa del Comando operativo interforze, con i simboli di Difesa, Esercito, Arma e Marina.

tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 23

LAMEZIA CITTÀ IL FATTO La polizia scopre in un garage tre auto rubate. I giovani bloccati dopo un inseguimento per le vie del centro

Furto aggravato, due minori in manette Proseguono i controlli sul territorio disposti dal questore, Arturo De Felice LAMEZIA TERME — Prosegue l’impegno costante della polizia e che riguarda il controllo del teritorio. Nell’ambito di apposti servizi di prevenzione finalizzati a contrastare episodi di criminalità diffusa, recentemente intensificati su direttive del questore De Felice, agenti della Squadra volante del commissariato di via Perugini, diretto dal dottor Cannizzaro, nella nottata tra martedì e mercoledì, ha tratto in arresto i i minori B. N. A. e B. S., per il reato di furto aggravato e continuato, in concorso tra loro e altra persona in corso di identificazione, di cinque autovetture, nonché di resistenza a pubblico ufficiale. Secondo quanto reso noto, infatti, durante la notte, personale della Squadra volante interveniva a seguito di segnalazione, in via della Vittoria a Lamezia est dove era stato segnalato il movimento sospetto di alcune autovetture. Gli agenti, in un garage in disuso, rinvenivano tre autovetture che presentavano evidenti segni di effrazione sulle portiere e sui sistemi di LAMEZIA TERME — «E’ con grande

soddisfazione che il gruppo consiliare del Popolo della Libertà apprezza la dichiarazione di coerenza manifestata dal presidente della Provincia, Wanda Ferro, e di questo la ringraziamo, che ha ribadito ancora una volta la volontà di esprimersi a favore di un’unica fiera per la provincia di Catanzaro, da localizzare a Lamezia esprimendosi contro la realizzazione di un duplicato inutile nell’area di Germaneto». Si è espresso in questi termini, il capogruppo del Pdl, Mario Magno dopo l’annunciata volontà della Provincia di ribadire l’“importanza fieristica” che ricopre la città di Lamezia. «Di ciò - ha aggiunto Magno - ringraziamo anche gli assessori e i consiglieri provinciali di Lamezia del centrodestra e l’intera Amministrazione che hanno condiviso e rafforzato la posizione del presidente della Provincia. Adesso dobbiamo far si che questa volontà non vada dispersa e che il Consiglio comunale di Lamezia, in coerenza con quanto

LAMEZIA TERME — Dibattito sempre

acceso intorno alla “questione discarica”. Oggi si registra l’intervento di Patriza Nicolazzo, portavoce dell’Mpa. «L’assessore regionale Greco esordisce Nicolazzo - in occasione del Consiglio comunale aperto, sulla questione della terza discarica a Lamezia, intervenendo con tono altisonante, ha parlato di fallimento della politica calabrese. Condividendo in pieno la sua dichiarazione, riteniamo, altresì, che il fallimento di quest’ultima assise comunale e la mancata proposta risolutiva o alternativa al grave problema, da parte dello stesso assessore, ne diano, in modo evidente, conferma. Non è concepibile infatti che in un Consiglio comunale così gremito di alte figure politicoistituzionali, si sia innalzata una barriera del no senza una proposta risolutiva condivisa. Non è oltretutto accettabile che un assessore regionale venga nella nostra città e attribuisca la responsabilità, del problema rifiuti, al voto dei cittadini dimenticando, in modo grave, la sua responsabilità in qualità di assessore al ramo. Noi riteniamo che, sicuramente, la responsabilità non sia dei cittadini ma sia esclusivamente da imputare agli ultimi due governi regionali, Chiaravalloti-Loiero, che si sono susseguiti e ai commissari straordinari per l’emergenza ambientale che hanno gestito la questione dei rifiuti in questa Regione in modo non sempre pertinente, adeguato e in questo caso tempestivo. E’ evidente - aggiunge Patrizia

accensione. Poiché appariva palese la provenienza furtiva delle predette autovetture, l’equipaggio della Volante effettuava un appostamento che consentiva di individuare e bloccare, dopo un inseguimento e l’esplosione, a scopo intimidatorio di un colpo di pistola, i minori poi tratti in arresto che nella circostanza, si trovavano a bordo di una Fiat Punto che si stava dirigendo al predetto garage, autovettura poi risultata oggetto di furto perpetrato durante la notte in questa via dei Mille. Nella circostanza, una Fiat Uno, anch’essa oggetto di furto, che seguiva la Fiat Punto, riusciva ad allontanarsi e veniva successivamente rinvenuta a poca distanza dal luogo. Sono in corso indagini finalizzate all’identificazione del suo conducente. L’attività svolta nell’immediatezza, con l’ausilio di personale della sezione investigativa diretta dal Saverio Mercurio consentiva di acquisire ulteriori elementi probatori a carico di entrambi i giovani minore di età. Pertanto i due venivano

accompagnati presso gli uffici del commissariato dove venivano dichiarati in stato di arresto in virtù, appunto, degli elementi raccolti a loro carico. L’Autorità giudiziaria veniva informata degli accadimenti e delle conseguente attività investigativa svolta, nella persona del sostituto procuratore di turno presso il Tribunale dei Minori di Catanzaro, Tartaglia. L’importanza risultato investigativo, secondo quanto reso noto, «è di tutta evidenza ove si consideri il notevole numero di episodi di furto questo genere, il cui allarme sociale ha indotto da tempo questi uffici a intensificare i servizi di vigilanza notturna e di prevenzione, volti a contrastare tale fenomeno». Al termine degli adempimenti di legge i due minori venivano associati al Centro di prima accoglienza di Catanzaro a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente.

Il capogruppo del Pdl plaude “alla coerenza del presidente Wanda Ferro”

servizi e far si che finalmente Lamezia, non a parole ma con i fatti, possa diventare punto di riferimento espositivo dei prodotti e servizi dell’economia calabrese e del mediterraneo. Se si vuole realmente una Lamezia al servizio della Regione oggi è arrivato il momento di dimostrarlo. Il centrodestra lametino è pronto a fare la sua parte ed a dare il contributo necessario affinchè questo percorso sia portato a compimento, altrimenti si registrerà per la città e per i lametini un ennesimo fallimento di una politica che invece di lavorare per lo sviluppo continua a sonnecchiare con la speranza che siano gli altri a risolvere i problemi della città. Questa - ha concluso Magno - è l’ennesima sfida che lanciamo al centrosinistra di Lamezia sperando che questa volta si colga l’occasione per smentire l’azione inconcludente che fin’ora ha caratterizzato l’azione della Giunta e del sindaco anche per non perdere un momento di convergenza istituzionale che non si era verificato in passato».

Il commissariato di polizia in via Perugini

«Un’unica fiera e a Lamezia» Magno ringrazia la Provincia ha sempre richiesto, diventi protagonista di questa scelta e lavori per realizzare una fiera che sia rispondente a quelle che sono le esigenze non più del lametino ma dell’intero territorio della provincia e della regione. Non ci sono più scuse che tengano, il sindaco e l’Amministrazione comunale di Lamezia devono adoperarsi per rivedere l’assetto societario dell’attuale Ente Fiera attraverso la sua trasformazione societaria che veda al suo interno la partecipazione della Regione Cala-

bria, della Provincia di Catanzaro oltre che la Camera di commercio, il Comune di Lamezia ed eventuali altri soci sia pubblici che privati anche per raggiungere una capacità finanziaria adeguata per la gestione del nuovo Ente. Inoltre è necessario reperire un sito idoneo, che non può essere quello della cantina sociale di Lamezia ovest in quanto angusto e senza parcheggi, che sia adeguato alla dimensione di fiera a carattere provinciale e regionale e che consenta di poter realizzare

una struttura modulare che possa essere al servizio di più importanti strutture fieristiche a carattere nazionale, per come ha auspicato l’assessore regionale all’agricoltura nel suo intervento di inaugurazione dell’ultima manifestazione fieristica. Solo su questa linea di intenti la città potrà rivitalizzare un’importante manifestazione fieristica che possa valorizzare le produzioni agricole locali e regionali, che possa accogliere esposizioni di altri settori produttivi, commerciali e dei

DISCARICA Patrizia Nicolazzo, portavoce dell’Mpa, indica la strada da seguire per risolvere la questione

«E’ necessaria un’azione politica congiunta» Nicolazzo - trattandosi di materia di carattere sovra comunale, che le responsabilità dell’Amministrazione comunale sia relativa e parziale, anche se ci preme sottolineare il fatto che l’ attuale Amministrazione non ha avuto il coraggio, di dare continuità all’importante scelta di bloccare, in segno di protesta, il conferimento in discarica dei rifiuti provenienti dai comuni delle altre province. A nostro avviso, al momento invece, è necessaria un’azione politica congiunta che tuteli non solo la nostra città ma anche il suo hinterland. Per politica congiunta noi intendiamo l’azione sinergica e fattiva tra il sindaco, l’intera Amministrazione comunale, la Provincia, la rappresentanza regionale e soprattutto i deputati. In questo momento particolare, la necessità di costruire una nuova discarica nasce dalla urgenza di non vedersi, da qui a breve, inondati dall’immondizia, come accaduto in altri contesti a tutti noi noti, in prossimità oltretutto del periodo estivo con tutte le conseguenze igienico-sanitarie evidentemente immaginabili. Ma riteniamo che la costruzione di quest’ ultima non possa prescindere dalla garanzia che nella stessa discarica confluiscano solo i rifiuti del lamenti-

no, per evitare che Lamezia diventi la pattumiera dell’intera Calabria, come qualcuno fino ad ora ha fatto. Qualora questa garanzia non venisse data alla città e ai suoi cittadini sarebbe meglio avere il coraggio di non costruirla proprio per andare, invece, a conferire in quelle realtà territoriali vicine come Vibo e Cosenza che fino ad oggi si sono serviti del nostro territorio. Anche perché, a questo proposito, ci teniamo a ricordare che il presidente Loiero e il Commissario hanno rassicurato la città e i cittadini, dicendo che al momento dell’esaurimento della discarica di località Stretto la città avrebbe potuto conferire i suoi rifiuti altrove. Però non possiamo, d’altra parte, negare che fino ad oggi si sono consumate diverse illegalità rispetto a quanto stabilito dal decreto Ronchi: -in discarica, spesso anche in passato, sono stati conferiti rifiuti non trattati; -la Daneco che avrebbe dovuto produrre compost di qualità a causa del mancato avvio di una raccolta differenziata ben organizzata e di qualità (poco verde e niente organico) ha prodotto invece un compost grigio di scarsa qualità che di conseguenza è stato conferito in discarica visto il suo inutilizzo. -Nessuna politica di gestione dei rifiuti di nicchia: settore agricolo, edile, batterie

esauste (cobat), farmaceutico, Rae (Rifiuti di attrezzature elettriche). Si tratta di settori che, per quanto ci riguarda, andrebbero regolamentati con appositi protocolli d’intesa, per favorirne un corretto smaltimento. La nostra proposta - evidenzia l’esponente dell’Mpa - oggi è quella di accelerare con urgenza, in modo concreto e più efficace la differenziata e contestualmente, o prima possibile, avviare la realizzazione di un polo di gestione integrato dei rifiuti nel quale attuare la separazione degli stessi, lo stoccaggio del prodotto differenziato, la stipulazione di protocolli o convenzioni con aziende private o pubbliche per l’acquisto di parte del riciclato e l’inserimento e successiva termovalorizzazione con evidente produzione di energia elettrica. Questo consentirebbe nel breve e medio termine la realizzazione sì di una terza vasca (dove depositare materiale inerte e non inquinante), allocata nel suddetto polo (area che andrà individuata dal Commissario, dalla Regione di concerto con l’Amministrazione) ma sicuramente dalle dimensioni ridotte, visto che in essa dovrebbe essere conferita al massimo il 15% dell’attuale quantità di Rsu. Noi Riteniamo che la creazione di un simile polo possa garantire ai lametini non solo

r. l.

una maggiore tutela ambientale e migliore vivibilità del territorio ma potrebbe anche portare alcuni vantaggi quali: una maggior occupazione nel polo di gestione integrata dei rifiuti e una Tarsu ancora più bassa, con valori inferiori della media nazionale. Vorremmo in altri termini che fossero attuate quelle azioni che a questo annoso problema possano trovare rimedio definitivo e non momentaneo, ma nello stesso tempo si possa avere maggiore ricchezza per il nostro territorio. (Per una volta creare dal negativo, positività). Anche se ci rendiamo conto di trovarci in Calabria, la terra, purtroppo, anche del malaffare, degli sprechi, delle cattive gestioni, delle opere incompiute, dei settori professionali spesso gestiti dagli uomini sbagliati e incompetenti etc.. Ma a maggior ragione, questa consapevolezza ci porta a dire che una soluzione di questo tipo potrà essere attuata solo se ci sarà una concreta capacità politica in grado, in modo convinto e sinergico, di tutelare il territorio. Se ciò non dovesse avvenire ancora una volta saremmo utilizzati come terminale delle esigenze degli altri, accogliendo nel nostro territorio una ulteriore discarica regionale a termine. Il tutto - conclude Niocolazzo - comunque, non potrà prescindere da una programmazione territoriale di tutta la Regione che crei delle macro aree con impiantistica e ciclo combinato in grado di rendere le stesse autosufficienti senza rincorrere continuamente le emergenze».


24 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

LAMEZIA CITTÀ L’INIZIATIAVA Proseguono gli incontri promossi nelle scuole cittadine dall’Associazione nazionale Polizia

Giovani e legalità, l’impegno dell’Anps Ultima tappa all’interno del 5° Circolo didattico di Savutano a Lamezia ovest LAMEZIA TERME — Proseguono gli in-

contri sulla legalità e sicurezza stradale promossi dall’Associazione nazionale polizia di Stato e che hanno come primi interlocutori i ragazzi delle scuole. Nella giornata di ieri, infatti, il presidente Anps della sezione provinciale di Catanzaro, Emilio Verrengia, il responsabile del gruppo lametino Gennaro Pileggi, l’ispettore del commissariato di polizia di Lamezia Terme, Claudio Nigro e il sostituto commissario della Polizia stradale, Manzo, hanno fatto lezione ai giovani studenti del 5° Circolo di Savutano. Durante l’incontro al quale hanno preso parte anche i bambini dei plessi di Caronte, Acquafredda e Bucolia, numerosi i temi sulla sicurezza trattati. Argomentazioni rese facili nel linguaggio e nella presentazione, con l’aiuto di utili Dvd, e che hanno incuriosito e stimolato i piccoli protagonisti della giornata, a fare interventi parecchio interessanti non solo sull’attività che le forze dell’ordine svolgono sul territorio, ma anche su alcune curiosità. Ad introdurre i lavori di una giornata piuttosto piacevole e alquanto costruttiva, il dirigente scolastico del 5° Circolo, Domenico Mete. «Dove c’è l’uomo c’è la società – ha ricordato ai suoi studenti - e dove c’è la società c’è necessariamente il diritto, la legge, il ri-

Un momento dell’iniziativa organizzata dall’Anps

Un gruppo di giovani protagonisti della manifestazione promossa dall’Anps

spetto». Una frase latina che racchiude in poche parole quello che è il vivere civile e quella che in qualche modo è anche la missione che dal 1852 impegna la Polizia di Stato. Anticipato dall’Inno di Mameli, poi, l’intervento del cavaliere Verrengia che dell’iniziativa ha ringraziato il questore di Catanzaro, Arturo De Felice, ma anche il dirigente scolastico e i docenti che da parte loro, attraverso elaborati e disegni, hanno già inculcato nei ragazzi i valori della legalità e del rispet-

commissario Nigro, che li ha informati sul’esistenza di un servizio dedicato ai diritti dell’infanzia, e Manzo che ha illustrato invece, le attività svolte dalla Polizia stradale. «Non la polizia che prende i cattivi, ma quella impegnata principalmente sul lavoro di prevenzione». Da registrare poi, anche la presenza di Peppino Ruberto presente a scuola non tanto in qualità di presidente del Consiglio provinciale, quanto da genitore e, in quanto tale, testimone del’ottimo lavoro che tutti gli

to reciproco. Ricordando il numero 113, ma anche gli altri di Pubblica utilità che nel caso di emergenza possono correre in aiuto anche ai bambini, Verrengia ha inteso anche fare un appello alla giovanissima platea: «rispettare le regole significa rispettare il prossimo, la nostra Costituzione e l’Italia». Un saluto doveroso agli studenti che hanno potuto anche “curiosare” sugli strumenti utilizzati dalle forze dell’ordine durante la loro attività quotidiana, sono intervenuti anche i sostituti

insegnanti svolgono con i bambini. Dai progetti sulla legalità, ai momenti di cultura e di gioia come quello che ha visto, proprio nella giornata di ieri, il contatto diretto tra Corpo dello Stato e studenti. La visita tra militari e piccoli civili, sottolineata dalla consegna ufficiale alla scuole, e per essa al dirigente Mete, del gagliardetto Anps da parte del dirigente del gruppo di Lamezia, Gennaro Pileggi. Antonietta Bruno

Due giorni di convegni oraganizzati dal Centro studi “Giuseppe Lazzati” all’Auditorium del Magistrale

Domenica la “Fragolata Biologica”

“Educazione alla legalità e misure di prevenzione”

Al Parco urbano di S. Pietro Lametino

LAMEZIA TERME — Il Centro studi

“Giuseppe Lazzati” di Lamezia Terme si prepara ad una intensa due giorni sulla legalità declinata in diverse accezioni e con ospiti di caratura nazionale. Si inizia il 29 maggio mattina alle ore 9.30 presso l’Auditorium dell’Istituto magistrale di Lamezia Terme con l’incontro “Educazione alla legalità – Misure di prevenzione, normativa antiriciclaggio, disegno di legge Lazzati”. L’incontro coinvolgerà gli Istituti superiori della città con un programma di qualità e numerosi esperti del settore. La tavola rotonda sarà introdotta e presieduta da Romano De Grazia, Presidente Onorario Aggiunto Suprema Corte di Cassazione. Interverranno: Marco Angelini, titolare della cattedra di legislazione antimafia all’università di Perugia; Alberto Scerbo, docente di filosofia del diritto all’università Magna Graecia di Catanzaro; Giovanna De Sensi, professoressa dell’Università della Calabria; Domenico Cersosimo, vicepresidente della

Giunta regionale della Calabria; il senatore Nuccio Iovene; l’on. Angela Napoli; l’on. Franco Talarico; l’on. Franco Laratta; Vincenzo Capellupo, vice presidente nazionale associazione universitaria calabrese Ulixes. Il pomeriggio del 29, alle ore 16.00, il centro studi “G. Lazzati”, presieduto dalla dottoressa Rosa Nero Provenzano, insieme alla Camera penale di Lamezia Terme organizzeranno un incontro per la cittadinanza tutta presso l’Auditorium dell’Istituto magistrale di Lamezia Terme dal titolo “Sviluppo e legalità - Misure di prevenzione, normativa antiriciclaggio, disegno di legge Lazzati”. L’incontro sarà introdotto e presieduto dall’avvocato Pino Zofrea, Presidente Camera Penale di Lamezia Terme. Interverranno: Romano De Grazia, Presidente onorario aggiunto Sprema Corte di Cassazione; Marco Angelini, titolare della cattedra di legislazione antimafia all’università di Perugia; Alberto Scerbo, docente di filosofia del diritto all’università Magna Graecia di Catanzaro. La

due giorni proseguirà sabato 30 mattina alle ore 9.30 nel Capoluogo di Regione all’Auditorium “Casalinuovo” con gli studenti della città per un evento “Salute e legalità nello sport” organizzato dall’istituto secondario di primo grado “Pasquale Lampasi” di Catanzaro e dal Centro studi “G. Lazzati”. L’incontro sarà presieduto da Romano De Grazia, Presidente Onorario Aggiunto Suprema Corte di Cassazione. Interverranno: Raffaele Guariniello, Procuratore aggiunto tribunale di Torino; Pietro Mennea, campione olimpionico e mondiale dei 200 metri; Alberto scerbo, Delegato del Rettore per le attività sportive dell'Ateneo Magna Graecia di Catanzaro; Giuseppe Morero, avvocato esperto in diritto sportivo; Mimmo Praticò, Presidente del Comitato regionale Calabria del Coni; Loredana Cannistrà, preside dall’istituto secondario di primo grado “Pasquale Lampasi” di Catanzaro; Vincenzo Capellupo, vice presidente nazionale associazione universitaria calabrese Ulixes.

Lodevole iniziativa per promuovere il rispetto dell’ambiente in programma domenica nel quartiere cittadino di San Pietro Lametino, presso il Parco urbano alle ore 17,00 di domenica. Si tratta della terza edizione della manifestazione di educazione all’ambiente “Fragolata Biologica” organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Onlus S. Pietro Lametino che gestisce il Parco urbano.

Convegno dello Iat sul turismo

Il 28 maggio presso la sala consiliare “Il Valore delle Informazioni Turistiche nei Sistemi Turistici locali. Il ruolo di Lamezia Terme città dell’accoglienza”. Questo il tema di un’importante tavola rotonda organizzata dagli uffici Iat della stazione centrale dei Lamezia Terme e dell’aeroporto internazionale “Sant’Eufemia”, che si terrà presso la sala consiliare della delegazione municipale di Lamezia Terme est, il prossimo 28 maggio. Secondo quanto reso noto dagli organizzatori, l’incontro proposto, vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento di come il servizio di informazione e accoglienza turistica possa ricoprire un ruolo essenziale all’interno di un Sistema turistico locale e un’opportunità di sviluppo per la città di Lamezia Terme e dell’interland. Parteciperanno al dibattito relatori illustri che rappresentano le più alte cariche istituzionali locali, provinciali e regionali e i più importanti quotidiani e network calabresi, tra cui la Rai.


Pag. 25

il Domani

Giovedì 21 Maggio 2009

COSENZA

Service a cura di Ediratio e AT Press - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

In una “accesa” riunione, lunedì sera, sarebbe saltata ogni possibilità di trattativa tra l’ex presidente del club rossoblu e l’attuale dirigenza

Pagliuso-Cosenza, partita finita? Punto interrogativo anche per il futuro di Pino Citrigno in società anche se si attendono grosse novità nelle prossime ore COSENZA — A Cosenza, si sa, devi sempre segnare due volte prima di fare gol. Non basta gonfiare la rete. La devi fare esplodere ed è sempre andata così da che mondo è mondo. Non basta avere a 100 chilometri cugini con meno quattrini, un po’ più di gloria alle spalle e meno futuro all’orizzonte. No, non basta. Così come non basta prendere un ascensore che da due anni non si ferma più dopo 50 mesi di merda e fango nell’anonimato di campi senza recinzione e con i topi negli spogliatoi. Non basta. Una stagione intera per scaldarsi. Un paio di giorni appena per fare a pugni sul futuro. La piazza questa è. Tifo caldo assai e memoria corta, molto corta. Venerdì 15 il giorno del grande punto interrogativo. Della città che s’interroga. Qualcosa si interrompe e la festa, se festa è mai stata, viene parcheggiata. Nei locali della società di via degli Stadi l'intero consiglio di amministrazione del Cosenza calcio si dimette in blocco. Seguono, ovviamente, giorni frenetici. Col passare delle ore un nome forte si fa strada ed è così penetrante il suo incedere da far dimenticare i vecchi dissapori del passato: Paolo Fabiano Pagliuso. Più che sussurri, da più parti, sull'ex presidente del Cosenza vicino, anzi vicinissimo all'acquisto dell'intero pacchetto azionario. E invece non è così. Fine della leggenda metropolitana. Il film è da riavvolgere per intero. Quello tra i Pagliuso e il Cosenza calcio 1914 lo si può considerare un capitolo ormai chiuso. Almeno per la stagione che deve vedere l’alba. La parola fine è stata messa lunedì sera dopo un lungo incontro fra la proprietà attuale e Luca, il rampollo della famiglia dell'ex maggiore azionista della società bruzia. C'è chi racconta che durante l'incontro si sono vissuti anche momenti di tensione ma questo è forse l’aspetto più marginale e meno intrigante della faccenda. Nessuna conferma per carità, e chi la darebbe mai di questi tempi e con questo clima ma c'è chi è pronto a giurare che per riappropriarsi del Cosenza calcio 1914 la famiglia Pagliuso pare abbia messo sul piatto della bilancia una cifra “scarsuccia”. Nella migliore delle ipotesi non adeguata alle aspettative di un pacchetto che fin qui ha portato i secchi in spalla. Insomma una trattativa archiviata prima di aprirsi ufficialmente ed è questione di zeri con l’euro davanti, quan-

Una paradossale storia di ordinario mercimonio dentro la sanità cosentina

«Non entri perché non hai la laurea» ma poi non serve Licenziata dopo tre mesi perché senza requisiti. Ma sembra una scusa Paolo Fabiano Pagliuso

Il tifo cosentino, grande risorsa per qualsiasi società

do per solito si mette così. E dire che la triade Paletta-Citrigno-Chianello in due stagioni ha fatto discreti sacrifici economici pur di non bloccare quell’ascensore che sale da due anni ma per la famiglia Pagliuso questo evidentemente non basta. E non è bastata nemmeno la mediazione del sindaco della città Salvatore Perugini, in passato ai ferri corti proprio con lo stesso Pagliuso fino ad arrivare alla carta bollata. All'indomani della promozione in Prima divisione Perugini “sponsorizza”, anche attraverso la stampa locale, il ritorno in sella della famiglia Pagliuso. Adesso bisogna capire cosa succederà nei prossimi giorni. È questo il grande punto interrogativo. All'interno dell'attuale società il solo vicepresidente Pino Citrigno pare “spingere” per rimettere

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Salvatore Perugini

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77

nelle mani della famiglia Pagliuso il Cosenza calcio. Nonostante abbia potuto contare sull'appoggio “esterno” ed inedito del primo cittadino anche questa, forse, è una partita persa. Inutile chiedersi se lo stesso Citrigno sarà della partita, la prossima stagione. Non è questo o solo questo ormai il nodo da sciogliere, visto che nelle prossime ore potrebbero esserci novità molto importanti e per certi versi inattese. Si parla di un nuovo assetto societario che dovrebbe prevedere dieci soci in tutto, con il 10% a testa delle quote e con parte dell'attuale società decisa a proseguire l'avventura nel Cosenza calcio 1914. Non resta che aspettare. Tutto può essere. Domenico Martelli

Laboratori musicali finanziati dalla Regione COSENZA — Nell'ambito di un accor-

do di cooperazione tra l'amministrazione comunale di Cosenza e le scuole della città, come previsto nel bando della Regione Calabria relativo al progetto “Scuola territorio”, si stanno realizzando laboratori musicali finanziati dal Por 2000-2006. La prima inaugurazione alla scuola Elementare “Carmelina D'Ambrosio” del VII circolo Nilde Iotti che si è messa in rete con le Scuole Medie “F. Gullo” e “Ciardullo”. Alla presenza del vicepresidente della giunta regionale della Calabria, Domenico Cersosimo, ha preso vita il laboratorio musicale attrezzato in un ampio locale, dotato delle attrezzature più adeguate sia dal punto di vista della strumentazione musicale, che sul piano della tecnologia informatica.

COSENZA — È da scrivere tutta al condizionale. Perché solo i fatti potranno confermare questa storia. La scriviamo al condizionale in attesa di conferme che possano convertire i verbi all'indicativo e di prove che consentano di dare nomi ai ruoli. Perché l'epicentro di questa storia è la sanità calabrese. Anzi, la martoriata sanità cosentina. Quella sanità, per capirci, che si cerca di recuperare a suon di competenze tecniche e di ticket (perché il malaffare calabrese ha deciso che la sanità cosentina, oltre alle proprie, paghi pure le colpe altrui). Protagonista è M... Ci limitiamo a un nome puntato, nella convinzione che chi la conosce e la stima, solidarizzerà con lei, magari vedendo nei suoi problemi anche i propri. Che problemi? Quelli comuni a buona parte dei cittadini calabresi tra i 30 e i 50 anni di età: un precariato di lungo corso, caratterizzato da un oceano di disoccupazione interrotto, qui e lì, da qualche isoletta di lavoro. M., negli scorsi anni, ha lavorato in una cooperativa di servizi per la sanità, prima a Taverna di Montalto, poi a piazza Zumbini, a Cosenza. Resta disoccupata, quando la cooperativa perde il contratto. Ma, nel frattempo, conosce un dirigente dell'allora Asl di Cosenza. Lo conosce a marzo 2008, dopo aver lavorato presso la clinica Madonna della Catena di Dipignano come ausiliaria. La sua speranza era entrare in una graduatoria di precari per poter aspirare al famoso tempo indeterminato. Un posto che, a queste latitudini, solo la sanità (“mala” per molti, un po’ meno per tanti disoccupati che bussano alle sue porte) può fornire. Passa del tempo e arriva novembre. M. ricontatta il dirigente di quell'Asl diventata, nel frattempo, Asp. Deve passare un altro mese. Per la precisione, si deve arrivare al 29 dicembre, perché M. venga contattata, a casa sua, dal dirigente in questione. Il giorno dopo, alle 9,00, M. si reca all'Asp, portandosi appresso uno scarno curriculum, in cui figurano le sue prestazioni amministrative presso la sanità provinciale e il suo titolo di studi. un diploma di scuola superiore, che ribadisce come la sua sia una condizione diffusa tra i precari calabresi. Il dirigente le parla del centro prelievi prossimo all'istituzione. E le propone un contratto che lei firma. Non è sola a firmare. Con lei ci sono altre tre persone in simili condizioni. Delle quali una sola è rimasta a lavorare all'Asp. Va detto, per inciso, che questo contratto (un co.co.pro della durata di un anno) è stato firmato solo dai lavoratori. I quali non hanno mai avuto la propria copia controfirmata. M., nello stesso periodo, si sottopone a un minicorso. E poi, giù a lavorare. Ma deve risolvere un altro problema. Che, il 2 gennaio, le viene evidenziato dal dirigente. Si deve iscrivere a un albo professionale. Risolve il problema il 7, iscrivendosi a una lista, depositata presso la Banca d'Italia, di mediatori finanziari. Da allora M. è rimasta a lavorare fino al 27 marzo al centro prelievi. Sen-

La sede dell’Asp di Cosenza

za beccare una lira e senza una “presa di servizio” certificata. Ma M. si fida: qualcuno, cioè un dirigente più alto in grado, controfirmerà il contratto. E tutto andrà a posto. L'hanno rassicurata in tal senso più volte. Ma arriva il 27 marzo. E M., assieme ad altri due, viene convocata da un altro dirigente. Che ha il compito di parlare con i lavoratori. Il suo rapporto di lavoro, le viene comunicato, termina lì. M. chiede e ottiene, per il 30 marzo, un appuntamento col dirigente che avrebbe dovuto controfirmare il contratto. Viene rassicurata di nuovo, con i consueti futuri infarciti di condizionali. Stiano tranquilli, M. e gli altri, sono stati bravi e ligi. Sicuramente si ricorderanno di loro. Ma, purtroppo - qui viene il bello - il lavoro che hanno fatto per tre mesi, prevedeva una laurea. Che lei non ha. M. ritorna dal dirigente che l'aveva tirata dentro. Ma stavolta litigano: «Senza laurea e con un albo professionale improvvisato che pretendi?». La misura è colma. M. si reca da un avvocato. Che manda una lettera all'Asp a metà aprile. Lettera ricevuta, ma a cui non viene data risposta. A fine mese, il legale avvia la procedura di riconciliazione obbligatoria. Mentre attende la ricevuta di questa raccomandata, riceve una risposta dall'Asp. Alla prima missiva. La signora M. riceverà i compensi maturati (infatti, li ha ricevuti, come risulta da un mandato di pagamento). Ma non può essere reintegrata. Perché ha avuto una notifica di cessazione del rapporto di lavoro. Notifica che però M. non ha ricevuto. Perché l'Asp l'ha inviata a un indirizzo sbagliato. In attesa della conciliazione, restano in piedi dei dubbi: si può essere licenziati per un contratto mai controfirmati? E si poteva non solo assumere ma, addirittura, far lavorare chi non aveva i titoli? Quesiti irrisolti. Se ne saprà di più dalla conciliazione. Intanto, in quel laboratorio prelievi, lavora una persona. Per la precisione, una parente di un altro dirigente. Ma si sa, siamo in Calabria…inutile chiedere altro. Saverio Paletta


26 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

COSENZA COSENZA — Altra sfida del Pd. Que-

sta volta lo scenario è stato il teatro Morelli. Per un appuntamento doppio. “Col Pd la Provincia in Europa”, recita il titolo della manifestazione di ieri sera. Un titolo che rispecchia la sostanza del dibattito, moderato da Raffaele Zuccarelli, consigliere comunale del Pd candidato, per la Provincia, al primo collegio, nel quale sono state presentate le candidature di Mario Pirillo, alle europee, e di Mario Oliverio, alle provinciali. La novità, ovviamente, non è questa: è un mese che i due Marii girano un po' tutti i collegi. Il dato rilevante è un altro: che con i due, arrivati in ritardo per comprensibili impegni elettorali, ad introdurli ed accompagnarli nella discussione, c'era Nicola Adamo. Cioè il Pd cosentino e non solo. E c'era Sandro Principe, cioè il socialismo rendese che continua a ritagliarsi un ruolo nel centrosinistra calabrese. Dentro e fuori, ma comunque sempre vicino, al partito di Franceschini. E poi c'era il terzo Mario. Mario Maiolo, per la precisione. Cioè la Regione, nella sua componente cattolica. Per ribadire che, nonostante le polemiche, sono tutti con Oliverio. Che Oliverio è il loro candidato, così come Pirillo è il candidato di Cosenza per l'Europa. Senza rischio di cecchinate di franchi tiratori. E di trasversalismi vari. Non solo. Con i due c'era anche Salvatore Perugini, il sindaco di Cosenza, per il quale le prossime consultazioni elettorali, che ridisegneranno, in un modo o nell'altro, gli equilibri interni del centrosinistra, avranno il valore di un test per la tenuta della sua maggioranza. Ma perché ribadire ancora, per di più davanti a una platea composta di persone di per se convinte? La risposta varia caso per caso. Chi ribadisce con più forza è Nicola Adamo, che apre le danze con un assalto all'arma bianca al centrodestra. «Mario ha governato bene, ha ridato prestigio alla Provincia. Perciò non possiamo non essere con lui. Ci sono tutte le condizioni politiche perché la nostra coalizione ce la possa fare al

Ieri manifestazione di tutte le componenti del Partito democratico al cinema Morelli. Quadrato su Oliverio

Visto così pare un Pd unito Adamo: Gentile è rimasto solo, Berlusconi non verrà e l’unico “papavero” che si è speso è Gasparri Franco Bruno replica alle dure dichiarazioni di Italia dei valori

«Idv fa il gioco di Berlusconi»

Il palco del Morelli durante il convegno del Pd

primo turno. E ci sono tutte le condizioni perché Mario Pirillo possa rappresentarci come si deve in Europa». L'appello alla mobilitazione è una conseguenza. “Casa per casa”. Come a dire, «tutti assieme appassionatamente». Anche perché, e qui partono le sciabolate, «Berlusconi ha abbandonato la Calabria. Ci chiama regione canaglia, ma poi ci taglia i fondi: si pensi alla vicenda dell'Ici». Ci accusano di cattiva gestione, prosegue, «ma poi ci impongono i ricatti dei ticket». E, dulcis in fundo, «ci privano di una vera rappresentanza politica. Nessun calabrese ha un ruolo vero in questo governo. Non solo: hanno lasciato solo Gentile. È inutile che inventano storie: Berlusconi non verrà a sostenerlo, come non lo sostengono nem-

meno i suoi giornali. Nessun notabile romano si è speso per lui. Tranne Gasparri. Cioè, colui che ha fatto il pieno di voti qui da noi, per poi remare contro la nostra regione». Ribadisce pure Sandro Principe, che ha compattato il Pd rendese attorno a Oliverio. Principe ha riesumato la questione meridionale, criticando «un parlamento di signorsì». E lanciando, per le europee, una stoccata in direzione di Giacomo Mancini: «In Europa non servono signorini che parlano del sesso degli angeli, servono uomini rudi e fattivi. Dei “culi di pietra” disposti a sedere a Strasburgo per difendere la nostra provincia e il nostro territorio». Saverio Paletta

COSENZA — «La reazione di alcuni esponenti di Idv alle dichiarazioni di Enza Bruno Bossio sono la prova che non si può smentire né giustificare il fatto che quel partito ha registrato adesioni non finalizzate ad espandere l'area di influenza del centrosinistra ma tese a generare una competizione interna alla coalizione e soprattutto nei confronti del Pd». Così Franco Bruno, segretario provinciale del Partito democratico, replica alle dure reazioni di Italia dei valori il giorno dopo l’intervista che Enza Bruno Bossio ha concesso al nostro giornale. «Da Cosenza ad Acri a Mendicino - continua Bruno - solo per fare alcuni esempi, il refrain è sempre quello. Non v'è dubbio che se le relazioni tra forze aderenti alla stessa coalizione sono così caratterizzate, ciò non può non essere considerato un disvalore. Si ravvisa oggettivamente una contraddizione, in particolare quando si tenta di far convivere di tutto come ad esempio, presunte posizioni fustigatrici e colpevoliste con quelle che si richiamano a concezioni laiche e garantiste dello stato di diritto. Per quanto riguarda, poi, i rapporti tra Idv e il Pd il problema si è posto da tempo fin dopo le elezioni politiche e caratterizza la vicenda della coalizione di centrosinistra a livello nazionale. Pesa il

fatto che, a questo proposito, Idv motiva la propria ragion d'essere facendo leva su quelle pulsioni che generano spinte minoritarie e con l'intento di accrescere di qualche piccolo punto percentuale il proprio consenso senza porsi l'ambizione di far avanzare un credibile ed affidabile progetto di governo alternativo a quello del centro destra. Se l'identità politico-programmatica del centrosinistra dovesse essere segnata e caratterizzata dalla impostazione di Idv, potrà pure succedere che Di Pietro conti qualche voto in più ma, in maniera speculare, Berlusconi finirebbe sempre più con il consolidare e accrescere un radicato consenso maggioritario. Il problema che pone il Pd, dunque, al fine di demistificare e sconfiggere il berlusconismo, è quello di promuovere un nuovo centrosinistra che abbia come fulcro una proposta autenticamente riformista. Questa è la sfida vera che è posta oggi alla responsabilità di ogni forza del centrosinistra. Anche per questo conclude Bruno - in quanto ai richiami fatti agli insulti e alle polemiche rozze dagli esponenti di Idv, sarebbe proprio il caso di consigliare loro di stendere un velo pietoso». r.c.

Continua l’iniziativa dell’amministrazione in collaborazione con gruppi di pescatori. Ora tocca a Bocchigliero Per tutto il giorno 47 pezzi in esposizione. Ingresso gratuito dalle 8 alle 24

La Provincia domani “salva” un altro fiume Mostra di sax fino a sabato COSENZA — Continua anche quest'anno il progetto dell'assessorato Caccia e Pesca della Provincia di Cosenza, denominato “Ridiamo Vita ai Nostri Fiumi”, finalizzato a ripopolare le acque dei torrenti che, a seguito degli interventi di bonifica ambientale e di completamento del sistema di collettamento e depurazione dei reflui fognari, dimostrano di aver riacquistato le caratteristiche di qualità necessarie per garantire la so-

pravvivenza e la riproduzione naturale di specie ittiche molto delicate, come la Trota Macrostigma. Si tratta di una specie autoctona diffusa in passato in tutte le acque interne della provincia, molto gradita agli amanti della pesca sportiva, e, fino a pochi anni fa, a rischio d'estinzione proprio a causa degli elevati tassi d'inquinamento. Ne dà comunicazione l'assessore provinciale Pietro Mari, il quale si dichiara particolarmente soddi-

sfatto della collaborazione che, anche in questa come in altre occasioni, stanno prodigando, oltre ai gruppi locali di pescatori, le amministrazioni comunali e le istituzioni Scolastiche direttamente interessati al ripopolamento. Appuntamento a domani, in agro del Comune di Bocchigliero, alla confluenza del Fiume Laurenzana con il Torrente Cappalla, dove l'immissione di novellame sarà affidata a una scolaresca.

COSENZA — Nel chiostro dell'ex

convento di Santa Maria delle Grazie, sede del conservatorio di musica di Cosenza, è possibile ammirare un'interessante mostra di sassofoni d'epoca allestita dal musicista palermitano Luciano Inguaggiato. La sua collezione privata è una fra le più ampie d'Europa. Sono esposti 47 pezzi che documentano la storia dello strumento. Il più recente è del 2005, il meno recente è del 1866 e porta il

numero di matricola 23, dunque vicinissimo al prototipo che il belga Adolphe Sax creò nel 1841 e brevettò nel 1846. In quel periodo, le ditte parigine cominciarono a copiare e produrre il nuovo strumento, prevedendone il grande successo su scala mondiale. L'esposizione, che include pezzi di varie case produttrici fra cui Buffet-Crampon, Selmer e Buescher, resterà visitabile fino a sabato ogni giorno. L'ingresso è libero.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 27

COSENZA COSENZA — Tanto tuonò che

piovve, si potrebbe dire, con un luogo comune che, mai come in questo caso, è calzante alla situazione. I dipendenti dell'Ipg le hanno provate tutte per farsi notare. Sin dallo sgombero. Hanno bloccato un'autostrada. E poi hanno manifestato a Cosenza, davanti all'Asp. E, come se ciò non bastasse, hanno fatto una “sorpresa” a Mario Pirillo in piena campagna elettorale, manifestando ad Amantea (la sua Amantea che è anche la loro, visto che la maggior parte dei lavoratori della struttura di Serra d'Aiello proviene da lì) nel corso della presentazione della sua candidatura. Un risultato lo hanno ottenuto: compattare attorno a loro i vertici sindacali. Più precisamente, di compattarli tutti attorno alla loro speranza di avere ancora un lavoro. Ecco perché ieri circa trecento dipendenti dell'Istituto Papa Giovanni XXIII, sono giunti a bordo di tre pullman a Catanzaro per cercare dalle autorità regionali una soluzione decorosa al loro problema. Hanno sostato davanti alla sede dell'assessorato regionale alla Tutela della salute mentre una delegazione è stata ricevuta nella sede dell'assessorato dove é stata convocata una riunione. Ma la loro manifestazione è stata pacifica ed “annunciata”: infatti, i tre autobus partiti dalla zona del Tirreno cosentino sono stati scortati sin dal loro ingresso sull'autostrada Salerno - Reggio Calabria dalla Polizia. Davanti alla sede degli uffici regionali sono presenti le forze dell'ordine che tengono sotto controllo la situazione. L'Istituto Papa Giovanni XXIII, di proprietà della Curia di Cosenza, è al centro di un'inchiesta della Procura della Repubblica di Paola che ha portato allo sgombero della struttura lo scorso 18 marzo. Sul loro destino pesa l'inchiesta del 2007 in cui la magistratura aveva arrestato il di-

Circa trecento dipendenti dell’istituto Papa Giovanni hanno manifestato davanti all’assessorato alla Sanità

La protesta arriva a Catanzaro Per il 9 giugno previsto un incontro sul futuro occupazionale con Maiolo e i tecnici dei dipartimenti regionali

Mario Maiolo al tavolo molto “caldo” dei lavoratori Ipg

La protesta di ieri mattina a Catanzaro dei dipendenti del Papa Giovanni

rettore don Alfredo Luberto, sacerdote, che si sarebbe appropriato milioni di euro investiti in appartamenti di lusso, quadri antichi, gioielli e altri beni. E pesa l'inchiesta sugli scomparsi. Un ultimo troncone che riguarda, appunto, la scomparsa, tra i ricoverati, di 12 persone e la morte, ritenuta sospetta, di altri 15. Ottengono un rinvio. La vertenza relativa all' Istituto Papa Giovanni XXIII di Serra D'Aiello sarà al centro di un incontro che si terrà il 9 giugno, a Cosenza, nella sede dell'Azienda sanitaria provinciale. La decisione è stata presa al termine di un incontro che una delegazione di dipendenti, rappresentativi delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, Casil e Fials, ha

vinciale di Cosenza, le rappresentanze sindacali e i custodi giudiziari dell'Ipg. In quella sede verrà verificato lo stato dell'arte della vertenza che riguarda i dipendenti della struttura socio sanitaria. «È dal 15 gennaio scorso - ha detto una dipendente che siamo senza stipendi e la situazione si sta facendo veramente drammatica, ai limiti della sopportabilità per chi in qualche caso vive solo con questa unica entrata. Il 9 giugno chiederemo che si definiscano le procedure per dare sbocco economico e occupazionale a tanti padri e madri di famiglia che sono arrivati allo stremo». Promesse. Ma sono queste ciò che gli resta. In attesa che qualcuno si

avuto stamani, a Catanzaro, con l'assessore regionale al Lavoro, Mario Maiolo e il dirigente del Dipartimento regionale alla salute, Antonino Bonura, nella sede dell'assessorato regionale. Davanti alla sede dell'assessorato, dove si è svolto l'incontro, hanno sostato alcune centinaia di dipendenti della struttura giunti a bordo di tre autobus. Il controllo dell'ordine pubblico è stato attuato dalla polizia ma non si sono registrati problemi o momenti di tensione. Alla riunione fissata per il 9 giugno, è stato deciso nel corso dell'incontro di oggi, parteciperanno l'assessore Maiolo e i tecnici dei dipartimenti regionali della Salute e del Lavoro, l'azienda sanitaria pro-

muova per loro. Magari per salvare l’istituto dove, a torto o a ragione, hanno lavorato per anni. Spesso in condizioni durissime. Forse questo qualcuno non sarà la Regione Calabria. Né qualsiasi Asp della regione. Potrebbe essere, questo “qualcuno”, una figura al di sopra delle parti che potrebbe decidersi ad intervenire per evitare che la crisi, sanitaria prima, ed economica poi, tracimi nel sociale. Di loro, quasi nessuno parla. Non ora. Non nella campagna elettorale dalla quale si sentono estranei. Estranei ed estraniati. Ma è così che va di solito. Non è storia di oggi. r.c.

Tramite riprese video la “certificazione” di tracce di muffa in diversi locali e carenze igienico-sanitarie Durissimo documento di Bozzo e Formisani, Cgil, sull’introduzione dei ticket

Blitz dei Nas nel poliambulatorio dell’Asp posto nel centro storico

«Anziani e pensionati “piangeranno” il debito»

COSENZA — I militari del Nucleo anti sofisticazioni dei carabinieri di Cosenza hanno effettuato ieri mattina un sopralluogo nel poliambulatorio dell'Asp di Cosenza sito in via Milelli, alle porte del centro storico. Un vero blitz, che è servito a documentare, tramite anche riprese video, la situazione dei locali, che, secondo quanto emerso, presentano diverse criticità: rilevate tracce di muffa in diversi locali e diversi casi di carenze igienico-sanitarie. Inoltre alcuni ascensori sarebbero rotti e le porte delle uscite di sicurezza sono spesso inutilizzabili. Sarebbero stati gli stessi dipendenti a sollecitare la visita dei Nas. Franco Petramala, direttore generale dell'Asp cosentina, ha dichiarato che «era già in programma uno spostamento parziale dei servizi forniti dal poliambulatorio». Intanto, sempre ieri, l'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, allo scopo di snellire le procedure, ha attivato appositi sportelli dove il cittadino potrà recarsi, munito della attestazione Isee (Indicatore situazione economica equivalente) relativa all'ultima dichiarazione dei redditi effettuata, e del documento di identità personale, per ottenere il rilascio della tessera di esenzione ticket per situazioni reddituali. Nella tabella allegata sono indicate le sedi e gli orari di tutti gli sportelli del territorio dell'Asp di Cosenza. «È opportuno ribadire che -

COSENZA — «Era facile prevede-

L’ospedale civile dell’Annunziata

si legge in una nota dell’Asp - che la documentazione dovrà essere accettata da parte di tutte le strutture erogatrici (ivi comprese le farmacie) autocertificazione del possesso de requisito, resa dagli uten-

ti. Come è opportuno ribadire che tutte le attestazioni di esenzione, per patologie, invalidità quant'altro, in corso di validità non necessitano di rinnovo prima della eventuale scadenza».

Gli auguri di Perugini al presidente dell’Avis «Formulo un caloroso augurio di buon lavoro - dichiara il sindaco di Cosenza, Salvatore Perugini - al nuovo presidente dell'Avis provinciale, avvocato Angelo Coscarella. La sua elezione unanime è segno della fiducia riposta nella sua persona per la dedizione con cui da tempo contribuisce alla meritoria attività dell'associazione. Nella certezza che l'Avis continuerà ad operare nel solco della tradizione di solidarietà che la caratterizza e che la sua presenza sul territorio provinciale crescerà, esprimo la gratitudine della Città verso i dirigenti e i molti volontari che, in un ambito importantissimo e delicato come quello della donazione del sangue, si fanno carico dei bisogni degli altri».

«Il paradosso da far rabbrividire è che le Asp certificheranno l’Isee» re il caos che si sta verificando presso gli Uffici ticket, nei distretti sanitari, per aver voluto rendere esecutivo, da parte della giunta regionale, il “Regolamento sulla compartecipazione della spesa sanitaria” senza la dovuta concertazione ed informazione». Non fa sconti alla malandata “salute” della politica regionale un duro documento della Cgil cosentina a firma di Franco Bozzo, segretario generale Valerio Formisani, responsabile aziendale. «A parte la scarsa chiarezza della normativa - continuano i due - all'art.4 si prevede addirittura che le Asp devono certificare ed attestare l'Isee, il provvedimento è da ritenere inutile ed iniquo e lo sarà anche dopo le annunciate modifiche. Non crediamo affatto che i nuovi ticket saranno capaci di produrre un risparmio di spesa sanitaria tanto efficace da contenere e ridurre l'enorme deficit che la Regione Calabria si trascina da tempo. Ci sembra, invece, che oltre ad essere misure odiose e inconcludenti, come la stessa Giunta affermava all'inizio del suo mandato, assumono per la loro “pesantezza” un chiaro significato. Saranno come al solito gli anziani, i pensionati e il ceto medio a reddito fisso, con qualche artigiano o libero professionista non evasori a rimetterci per il buco della sanità calabrese. Molti di loro troveranno più semplice ed econo-

mico pagare direttamente le prestazioni e non servirsi del Ssn! Tutto ciò determinerà per le fasce di reddito più basse la rinuncia a cure anche necessarie, senza voler parlare della prevenzione. Una manovra così costosa graverà sulle persone anziane e su chi ha più bisogno di tutele, sui pensionati, sulle famiglie con reddito di poco superiore al limite di povertà (12.500 euro annue Isee), che in Calabria sono tante. Si continuerà così a ridurre il diritto alla salute del cittadino e ad espellerlo dal Ssn, spostando il baricentro dei servizi sanitari dal pubblico al privato, sia esso “in chiaro o in nero”. Infatti, la notizia finale è che la riduzione dei tempi e delle liste di attesa per le prestazioni erogate dal Ssn avverrà per incremento delle prestazioni private! Tutto ciò potrebbe avere senso se facesse parte di un progetto di potenziamento e riqualificazione della sanità pubblica al cui risanamento il cittadino potrebbe aderire, anche con “lacrime e sangue”. Ma di questo non si vede traccia conclude la nota della Cgil - né si hanno notizie certe sulla questione del rientro dal debito o sul Piano per la salute, con il contestuale riordino della rete ospedaliera. Lo stesso accorpamento delle nuove Asp, oltre ad avere determinato un caos amministrativo denunciato da molti, non ha prodotto grandi risparmi».


30 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

PROVINCIA DI COSENZA SANTA MARIA DEL CEDRO – Po-

trebbe diventare una campagna elettorale avvelenata, se i sospetti, le illazioni, le accuse la facessero da padroni da oggi in avanti. Ma, affinché la competizione sia democratica e rispettosa degli avversari, i toni vanno smorzati dalla ragionevolezza, anteponendo i fatti alle dicerie, la sfera meramente politica alle offese e agli spregi. E’ successo a Pastena, frazione di S. Maria del Cedro: la lista Il castello si preparava per il suo primo comizio; la piazzetta era nel frattempo occupata da Solidarietà è progresso, che l’aveva prenotata per due ore. Al capolista de Il castello, Alberto Corrado, che faceva presente di aver riservato per sé un’ora, è stato immediatamente ceduto dagli avversari il campo. Ma non il palco e l’impianto acustico, di pro-

S. MARIA Sospetti e illazioni sui candidati in lista: la ragionevolezza lascia spazio alle dicerie, offendendo la politica

Una campagna elettorale avvelenata prietà della prima lista. A quel punto Corrado e i suoi hanno deciso di rinunciare, lo hanno comunicato alle forze dell’ordine presenti e, dopo una stretta di mano, all’avversario Aulicino, allontanandosi. Lo stesso Corrado, poi, giungendo alla sua macchina, notava un evidente graffio sulla carrozzeria. Di lì a poco, a Marcellina, altra frazione, la lista Uniti con Fazio teneva un suo comizio, nel corso del quale l’assessore Perri, venuto a conoscenza del fatto, dava la sua solidarietà a Corrado e stigmatizzava Solidarietà è progresso, per avergli impedito di parlare. Dopo un articolo apparso sulla

stampa locale, ieri stesso la lista Solidarietà è progresso ha fatto pervenire un comunicato, in cui chiarisce la faccenda. Il candidato a sindaco Giuseppe Aulicino, dopo aver prenotato con largo anticipo la piazzetta di contrada Pastena dalle ore 21 alle 23, aveva ricevuto comunicazione dalla locale stazione dei carabinieri, che per la stessa serata doveva tenere pubblico comizio la lista il Castello, con un orario che si sovrapponeva in parte a quello gia richiesto dalla lista “Solidarietà è Progresso”, togliendole così metà del tempo precedentemente previsto. “Nonostante l’evidente danneggiamento subito,

il candidato a Sindaco Giuseppe Aulicino - si legge nella nota - alle ore 22 circa sospendeva il comizio, per dare spazio a quello altrui. Tuttavia, dopo circa venti minuti il candidato Alberto Corrado comunicava ai carabinieri presenti che rinunciava a tenere il programmato comizio, perchè non erano preparati a farlo per la mancanza della necessaria attrezzatura. Dopo tale chiarimento, i componenti della lista Solidarietà è Progresso risalivano sul loro palco e tramite il loro Candidato a Sindaco salutavano i presenti dando loro appuntamento al comizio successivo di venerdì 22/5”. Nello stesso co-

municato la lista guidata da Aulicino gli esprime la piena solidarietà, stigmatizzando che eventuali atti vandalici verso chicchessia non trovano, né mai troveranno, sponda tra chi si è sempre impegnato nella politica della chiarezza e della non violenza. Si augura, altresì, che il candidato a Sindaco, Alberto Corrado, abbia modo di chiarire pubblicamente come si sono svolti i fatti nella serata del 19 maggio, questo per togliere argomenti a chiunque voglia inquinare il clima politico della competizione elettorale. Corrado stesso ha ammesso di aver supposto che palco e impianto fossero a disposizione di tutte le liste, per cui, trovandosi impreparato, aveva deciso con i suoi di rinunciare al comizio a Pastena. Tania Paolino

BELVEDERE In aumento i furti e i tentativi di furto nelle abitazioni. Intensificato il controllo da parte delle forze dell’ordine, che pattugliano costantemente il territorio

A Belvedere criminalità senza freni Presa di mira una gioielleria: portati via orologi di valore. Cresce la paura tra la popolazione BELVEDERE – Belvedere Marittimo nella morsa della microcriminalità. Non c’è giorno che passi che non si registrano furti o tentativi di furti nella case. Solo che questa volta i criminali hanno alzato il tiro. Nella notte tra venerdì e sabato hanno preso di mira la gioielleria di Rizzo sita nella centralissima via Giustino Fortunato. I malviventi, a colpi di martello hanno sfondato il vetro blindato e hanno razziato quanto potevano nell’attesa che arrivassero le forze dell’ordine. Un bottino, tutto sommato, consistente: una quindicina circa di costosissimi orologi che sono stati messi in un sacco e portati via. Gli abitanti del palazzo dove si trova la gioielleria raccontano di aver sentito dei fortissimi rumori, coperti, in parte, anche dal forte vento che nel fine settimana ha interessato la zona. Constatato che si trattava di un tentativo di furto immediatamente sono stati allertati i carabinieri che in pochissimo tempo si sono recati sul posto. Ma dei criminali, ovviamente nessuna traccia. Solo il vetro sfondato e gli orologi spariti. Si tratta dell’ennesimo furto compiuto ai danni dei cittadini belvederese

PAOLA Il sindacato fa un’analisi dello stato in cui versa il settore sul Tirreno

Crisi sanità, i dubbi dello Smi

che in queste ore se la devono vedere con l’affronto della microcriminalità. Nei giorni scorsi una serie di furti, quasi in sequenza, hanno interessato la zona di sant’Antonio Abate e le traverse di via Fiorillo. Alcune persone hanno cercato di entrare nell’abitazione di un noto fotografo di Belvedere Marittimo. Ma sono stati dati alla fuga dall’arrivo improvviso del padrone di casa, allertato dai rumori. Alcuni giorni fa invece un giovane è stato trovato nell’abitazione di un im-

prenditore locale e anche in questo caso si è dato alla fuga all’arrivo dei padroni di casa. Una situazione che certamente è tenuta costantemente sotto controllo dal lavoro delle forze dell’ordine, che pattugliano giorno e notte le zone a rischio. Ma che necessita una maggiore attenzione anche dalle forze istituzionali e politiche, assicurando che tale territorio possa essere considerato tranquillo come lo è stato sino ad ora. Antonello Troya

DIAMANTE Presentazione oggi alle 18 del nuovo libro del “microstorico” come il professore ama definirsi

Ciro Cosenza racconta il calcio locale DIAMANTE – “Adesso ve lo raccon-

to io il calcio in provincia e non solo quello…”, annuncia bonario, con la sua immancabile pipa in bocca, il prof. Ciro R. Cosenza, dalla copertina della sua ultima opera, già in libreria: “Quando leggevamo il Calcio Illustrato” (Editore Salviati di Milano) . Ciro Cosenza, cetrarese di nascita, ma diamantese di adozione, ha insegnato per lunghi anni storia e filosofia nei licei, ed oltre ad essere autore di importanti ed autorevoli opere di divulgazione storica è anche, come egli ama definirsi, un “microstorico”, un autore che “studia con attenzione certosina le fonti minori, in particolare quelle del 900, e le cosiddette ‘carte povere’, portandovi anche la passione del collezionista”. Quest’ultima fatica letteraria del Prof. Cosenza è una sorta di amarcord nel quale vicende autobiografiche e di formazione dell’autore si in-

La copertina del libro

trecciano con storie del “calcio di provincia” del Tirreno cosentino. Fanno da sfondo le gesta dei grandi campioni della serie A e della Nazionale di cui il settimanale “Il Calcio Illustrato”, per alcune generazioni di tifosi, fu apprezzato e seguitissimo cantore dal 1931 al 1974. Il libro sarà presentato a Diamante, nella Sala Consiliare del Comune oggi, giovedì 21 maggio alle ore 18,00, alla vigilia dell’arrivo della Coppa del Mondo a Diamante. L’iniziativa è stata promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Diamante. Moderatore sarà Francesco Cirillo, direttore dell’Olmo. Previsti gli interventi dell’Assessore Battista Maulicino e del Sindaco Ernesto Magorno. Il relatore sarà Ernesto Caselli. Parteciperanno l’autore del libro, Ciro R. Cosenza, l’editore Ovaldo Cardillo e l’ex Calciatore della Juventus Silvio Longobucco.

L’ospedale di Paola

PAOLA – In merito alla crisi del settore sanità nella nostra regione e nel comprensorio interviene lo Smi. Il medico paolano, Cosmo De Matteis, dirigente nazionale del Sindacato medici italiani parla di una riduzione drammatica dei servizi offerti il sindacalista e sugli Ospedali ci dice: “Non possono essere più definiti semplicemente in crisi, ma sono ormai da terapia intensiva. Malati terminali artificiosamente tenuti in vita, non sappiamo fino a quando, con carenze strutturali che il tempo non fa altro che peggiorare, organici largamente insufficienti, sostanzialmente privi di piani di intervento che li lasciano senza prospettive di sviluppo. Ancora più grave appare la situazione relativa alla sanità territoriale, che pure nell'ottica di una migliore razionalizzazione della spesa dovrebbe essere privilegiata”. Poi su visite e controlli vari: “Eseguire una prestazione strumentale specialistica anche una semplice visita appare sempre più difficile. Vengono rinviati per mesi esami non rinviabili in pazienti anziani ed a rischio, nei quali la prestazione attiva sovente troppo tardi. Gli stessi esami di screening vengono eseguiti con ritardi inaccettabili, rendendo quella prevenzione tanto sbandierata una parola vuota, addirittura irridente. Tutto ciò è causa di tensioni sociali crescenti che spesso trovano sfogo sul medico, che ha la ventura di essere il terminale accessibile individuato come il responsabile di disservizi che hanno ben altra genesi. Saremo sin troppo facili profeti se diciamo che ben presto vedremo sul banco degli imputati l'ennesimo

medico, raggiunto da avvisi di garanzia o peggio, solo per il fatto di essere il terminale, quasi sempre incolpevole, di un sistema che non è più in grado di svolgere, in modo accettabile i suoi compiti. Magari dopo si recriminerà sull'accaduto, sulla tragedia evitabile, sulla pagina che bisogna voltare. Ma solo per qualche giorno, poi tutto ritornerà come prima”. Sul debito regionale De Matteis dice: “si parla di una cifra di 1,7 miliardi di euro. E ciò che è peggio è che questo buco dovrà essere ripianato con le nostre forze. Infatti un deficit così elevato non è una iattura naturale, un terremoto o un'eruzione vulcanica, ma è sempre frutto dell'incapacità, nella migliore delle ipotesi, della malafede nella peggiore, di chi ha governato, di chi ha deciso di chi ha gestito, evidentemente malissimo, gran parte del bilancio circa i due terzi, della Calabria. Lo stesso advisor ha quantificato il buco ha colto con le mani nel sacco gli improvvidi amministratori. Quasi 1,4 miliardi sono imputabili pare agli anni, definiamoli di finanza creativa, oggi è di moda, in cui la Calabria è stata governata dal centrodestra. Il resto ne è in gran parte l’inevitabile conseguenza, essendosi creati circoli viziosi di spesa, non facilmente rimovibili a piè pari. Oggi purtroppo – conclude nella sua nota - tutti ne paghiamo e continueremo a farlo le conseguenze. Non ci riferiamo solo agli odiosi e pesantissimi ticket ma soprattutto alla riduzione drammatica dei servizi offerti ai cittadini”. Silvia Navarra


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 31

PROVINCIA DI COSENZA SCALEA Ritorna in primo piano l’annosa questione del polo Praia a Mare - Scalea. Dibattiti ed interventi sul sito del Comune e nel sociale

Ospedali riuniti, vero risparmio nella sanità Da Russo a Cardillo voce unanime sulla rivisitazione delle prestazioni delle singole strutture e abolizione del ticket SCALEA – Sul sito informativo del

Comune di Scalea si ritorna a parlare degli ospedali riuniti Praia a Mare-Scalea. Un cittadino chiede al sindaco se ci sono evoluzioni sulla possibile apertura dell’Ospedale di Scalea e la creazione dei riuniti Praia a Mare - Scalea. “Sarebbe un qualcosa di fondamentale per il territorio che consentirebbe la cura ai malati di patologie gravi del posto che ora si devono recare fino a Cetraro e a volte anche oltre. E’ risaputa – continua l’interlocutore – l’assenza di un reparto di ematologia e di impiantistica diretta al trattamento delle leucemie e di un reparto di oncologia”. La risposta del primo cittadino, Mario Russo, non si è fatta attendere affermando che “sulla questione degli Ospedali riuniti, da tempo ci stiamo battendo per l’istituzione e, comunque, più volte sono intervenuto contro il ridimensionamento del nosocomio di Praia. L’ospedale praiese è messo con le spalle al muro da uno scriteriato comportamento di alcuni dirigenti sanitari locali che avallano le scelte politiche della Regione e non pensano ai pazienti e ai cittadini. E’ necessario, fra l’altro – conclude Russo - istituire a Scalea la Casa della salute che potrà affiancare nel migliore dei modi la struttura praiese già esistente”. Sui riuniti è da anni che Pino Cardillo, socio dell’Associazione “La Scossa” si batte per i poli d’eccellenza. “Con l’istituzione dei ticket ancora una volta i cosiddetti politici calabresi, CETRARO - Rifiuti pericolosi,

speciali, ingombranti domestici abbandonati per strada nel rione che porta al nosocomio di Cetraro. Capita di frequente trovare davanti agli occhi lo spettacolo di rifiuti ingombranti abbandonati in ogni angolo di strada e spesso questo avviene per risparmiare pochi soldi o per evitare il fastidio della raccolta e del trasporto dei rifiuti. Eppure, il recupero e il riciclaggio corretto di rifiuti civili ed industriali, sono soluzioni che permettono di recuperare materie prime e di salvaguardare l’ambiente. Mobili, elettrodomestici come frigoriferi e televisori, materassi sono oggetti che non riescono ad entrare nel cassonetto e, tanto meno, devono essere lasciati in stato di abbandono per strada. Lo smaltimento degli ingombranti contempla operazioni diverse a

DIAMANTE – Si moltiplicano in

tutta Italia le iniziative connesse alla seconda edizione degli “European solar days”. Si tratta di una grande campagna d’informazione che coinvolge tutti gli stati europei, con l’intento di promuovere la produzione di energia elettrica attraverso una fonte alternativa quale quella solare, promuovendone l’impiego sotto forma di calore (solare termico) e di elettricità (solare fotovoltaico). Sono numerose le associazioni che in tutto lo stivale organizzano eventi in occasione de “I giorni del Sole”. In tutto il Tirreno cosentino fino al prossimo weekend sono in programma numerosi appuntamenti dislocati a Paola, Belvedere, Diamante, Maierà e Scalea, organizzati dall’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, il cui presidente del Comitato

L’ospedale di Scalea

Occorre eliminare gli sprechi e chiudere quelle strutture sanitarie che sono diventate un vero pericolo per la salute dei cittadini calabresi

di destra e di sinistra, hanno perso l’opportunità di essere accostati a dei veri politicanti. Sono anni – prosegue Cardillo – che stiamo gridando che questa non è la strada per risanare il bilancio della sanità e forse bisognerebbe avere il coraggio di rivoluzionare il sistema. Per prima cosa bisognerebbe mettere le mani su tutti gli ospedali inutili e programmare una nuova mappatura così da far emergere quanti ospedali inutili ci sono in Calabria”. Nei giorni scorsi il presidente regionale della federazione che raggruppa gli ambulatori privati, Edoardo Macino, ha affermato che “occorre eliminare gli sprechi, chiudere, come più volte ha dichiarato il presidente Loiero, quel-

le strutture sanitarie che sono diventate un vero e proprio pericolo per la salute dei cittadini, convincere certe amministrazioni locali che i cittadini non richiedono di avere un ospedale sotto casa, ma chiedono di essere curati, anche se devono fare qualche chilometro in più. Il deficit si elimina evitando di sborsare oltre 250 milioni di euro ogni anno per ricoveri e prestazioni eseguite fuori regione”. Proprio questo ribadisce a gran voce l’esponente de “La Scossa” da diverso tempo “l’istituzione dei poli d’eccellenza è alla base di tutto e con la loro attuazione la regione Calabria risparmierebbe diversi milioni di euro per tutte le persone che sono costrette ad emigrare verso gli ospedali del centro nord. E’ noto a tutti che per ogni prestazione fuori regione la Calabria deve pagare ad altre Asp per le persone costrette ad avvalersi di prestazioni. Tutto questo quanto costa! Solo con il recupero di queste prestazioni si recupererebbe circa l’80% e realizzando i riuniti Praia-Scalea in una zona di frontiera della Calabria si risparmierebbero tanti soldi e per chi non sapesse – conclude Pino Cardillo - la zona dell’alto Tirreno si rivolge a Lagonegro, Lauria e Maratea, anche per prestazioni come radiografie ed altro perché nei nostri ospedali per avere una prestazione si è costretti ad aspettare anche mesi”. Emilia Manco

CETRARO Uno spettacolo ormai frequente per chi si deve recare presso il nosocomio pubblico tirrenico

Rifiuti speciali sulla strada del “Iannelli” Puntualmente arrivano le denunce contro una situazione di degrado che accompagna buona parte del territorio circostante

I rifiuti segnalati sulla strada per l’ospedale

DIAMANTE Si moltiplicano le iniziative legate alla seconda edizione degli “European solar days”

I giorni del sole nella città dei murales Scientifico è il Prof. Alessandro Cecchi Paone. Vengono allestiti di volta in volta punti informativi nelle Piazze o in prossimità di centri commerciali. Sono inoltre in programma visite tecniche guidate agli impianti, iniziative nelle scuole, giochi e laboratori per bambini, passeggiate ecologiche, convegni e corsi di formazione. Recandosi presso i gazebo dell’Anter si può aderire all’Associazione garantendo una sempre maggiore tutela delle fonti d’energia rinnovabili, ma si potrà anche essere promotori di solidarietà. Infatti parte delle quote associative sarà utilizzata per la costruzione d’impianti fotovoltaici sui

Il gazebo allestito per i giorni del sole

IN BREVE SCALEA - Campionato nazionale di pizza il 28 e 29 settembre Il campionato nazionale “Pizzaioli D’Italia 2009” si terrà a Scalea il prossimo 28 e 29 settembre. Le iscrizioni alle tre classi di concorso che sono Emergenti, Campioni oppure Libera sono state aperte il 4 maggio e lo saranno fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il campionato Nazionale “Pizzaioli D’Italia 2009” si svolgerà nella cittadina tirrenica il prossimo 28 e 29 settembre nella splendida cornice dell’Hotel Parco Dei Principi dove, i pizzaioli di tutta Italia si contenderanno i titoli di “Pizzaiolo Campione d’Italia 2009” e ”Pizzaiolo Campione dei Campioni d’Italia 2009” nelle varie specialità gastronomiche e di abilità. La manifestazione organizzata da Elvis Santaromita è l’opportunità per tutti i pizzaioli di mettersi in competizione e di poter crescere professionalmente osservando il lavoro dei colleghi, in un ambiente allegro, gioioso e divertente in una struttura ben attrezzata immersa nella Riviera dei Cedri. emi.man.

seconda dei materiali di cui sono costituiti, il legno va inviato a ditte specializzate nel recupero, il metallo va inviato ad aziende specializzate nel commercio e riutilizzo di rottami metallici, i frigoriferi vengono recuperati in modo controllato presso da ditte autorizzate che ne recuperano i gas pericolosi per la fascia dell’ozono. Purtroppo, a bordo strada, prima di arrivare all’ospedale di Cetraro rifiuti ingombranti domestici e non sono stati abbandonati in modo incontrollato. Molti cittadini dimostrano la volontà di eliminare i rifiuti ingombranti che, più volte, vengono lasciati per strada ma, forse, tanti non sanno che è prevista una sanzione a seguito dell’entrata in vigore del nuovo regime sanzionatorio. emi.man.

tetti degli edifici pubblici della terra d’Abruzzo, martoriata dal terremoto. Da qualche mese anche nelle nostre zone cominciano a spuntare sui tetti impianti solari o fotovoltaici con lo scopo di aiutare la salvaguardia dell’ambiente grazie alla produzione di energia pulita e il loro diffondersi consentirà anche un progressivo calo dei costi e un rapido progresso tecnologico con possibilità di riduzione degl’ingombri ed ottimizzazione dei profitti grazie agl’incentivi previsti dal Conto Energia per quanto riguarda la produzione di energia elettrica mediante l’istallazione e connessione alla rete elettrica degli impianti fotovoltaici. Insomma una bella iniziativa di ampio carattere sociale, indirizata a sostenere la difesa dell’ambiente e lo studio delle energie rinnovabili sul territorio.


32 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

PROVINCIA DI COSENZA MIRTO La donna di 49 anni, Sandra Vituzzi, si trova ora in un ospedale barese. Indagini a tutto campo

Sparata al viso, condizioni ancora critiche MIRTO CROSIA - Rimangono gravi, ma stazionarie, le condizioni di Sandra Vituzzi, la casalinga di 49 anni, di Crosia, nel cosentino, ferita da tre colpi di pistola che l'hanno raggiunta al volto. La donna, ricoverata nell'ospedale di Acquaviva delle Fonti (Bari), non sarebbe comunque in pericolo di vita, anche se la prognosi rimane riservata e solo nei prossimi giorni potrebbe essere sciolta. Resta un mistero, intanto, il movente del tentato omicidio. I carabinieri stanno valutando tutte le ipotesi e non escludono la vendetta trasversale. Gli investiga-

tori stanno aspettando che la donna possa essere in condizioni di essere interrogata ed intanto indagano sulla vita della donna sottoposta all'obbligo di dimora per vicende legate alla droga. Sandra Vituzzi, dopo avere aperto la porta al suo assassino, ha fatto in tempo a richiudere prima che questo sparasse ed è stata ferita da tre dei cinque proiettili esplosi che sono passati attraverso il portoncino. Agli investigatori è riuscita solo a dire che era un uomo con il volto travisato. In casa con lei c'era il figlio di 11 anni che al momento della sparatoria stava dormendo.

IN BREVE CASSANO - Traffico metanfetamine: un arresto E' stato arrestato Rolando Coile, 32 anni, residente a Reggio Calabria ma domiciliato a Cassano Ionio, indicato come uno dei componenti di un'organizzazione che importava metanfetamine dalle Filippine, specciandola nei locali notturni di Reggio Calabria e Messina. Undici extracomunitari provenienti dal paese asiatico erano stati arrestati dai carabinieri in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse lunedi' dal Tribunale messinese. L'uomo e' stato rinchiuso nel carcere di Castrovillari.

IN BREVE ROSSANO - Lettera minatoria al procuratore, denunciato un uomo Un uomo, A.M., di 42 anni, è stato denunciato perché ritenuto l'autore della lettera di minaccia al giudice del Tribunale di Rossano Vincenzo Quaranta e ad un avvocato. All'origine del gesto ci sarebbe una vicenda giudiziaria che vede coinvolto l'uomo e curata dal giudice Quaranta. Gli investigatori, dopo la lettera di minacce, hanno compiuto una serie di accertamenti e sono risaliti all'identità del quarantaduenne. L'uomo è stato sentito dagli agenti della polizia di Stato e dal Procuratore della Repubblica del Tribunale di Rossano, Leonardo Leone De Castris, ed ha ammesso le sue responsabilità.

CASSANO Iniziata la campagna elettorale per la coalizione formata da Pdl, Udeur, La Destra e le due liste civiche Venti di cambiamento e Nuova Cassano

Il centrodestra alla ricerca del voto Roberto Falvo: «La politica con la P maiuscola deve essere attenta agli interessi generali» CASSANO – È iniziata ufficial-

mente la campagna elettorale del centro-destra. Coalizione che vede concorrere alle elezioni comunali tre liste di rilevanza nazionale, Pdl, Udeur e La Destra, e due liste civiche, Venti di Cambiamento e Nuova Cassano. A Cassano allo Ionio, sul palco allestito in piazza Municipio, dopo la video-presentazione delle liste e dei candidati, ha aperto il candidato a Sindaco, l’avvocato Roberto Falvo, che ha affermato: «la politica con la “p” maiuscola deve essere attenta agli interessi generali della popolazione e diventare un’occasione di crescita per questa città, città intesa nel vero senso del termine, un territorio che coinvolge Cassano, Lauropoli, Doria e Sibari. Io voglio cambiare Cassano e il suo territorio; voglio che diventi un faro sotto il profilo culturale, morale ed economico dell’Alto Ionio, della Provincia di Cosenza e della intera Calabria». Ciò è possibile se decidiamo di farla finita con la stagione del no-ismo e del giustizialismo, operata dal centro-sinistra e dai suoi leader, e bisogna mettere fine alla “politica dei venditori di fumo”, mesCASTROVILLARI – I° Congresso regionale calabrese Associazione Medici per l’Ambiente Isde – Italia in memoria di Lorenzo Tomatis. Venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 maggio a Castrovillari presso il Protoconvento Francescano si terrà il congresso dal tema “Ambiente è Salute” organizzato dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza - p. o. di Castrovillari unità operativa di medicina interna il cui direttore è Ferdinando Laghi. L’evento è rivolto, come corso di formazione e aggiornamento, agli operatori sanitari, ma gli argomenti trattati e l’elevatissimo livello scientifico dei relatori ne suggeriscono la partecipazione ad un pubblico assai più diversificato. E’ prevista la presenza di “uditori” non iscritti e l’ulteriore elemento di novità è rappresentato, all’interno dell’evento, dall’illustrazione, da parte dei protagonisti, di alcune tra le più importanti vertenze ambientali calabresi degli ultimi anni. E’ prevista inoltre una tavola rotonda cui parteciperanno rappresentanti di Enti e Istituzioni della regione Calabria, collegati al binomio ambiente-salute. Ve-

trovare soluzioni migliori per questo paese». Il candidato a Sindaco rigira il dito nella piaga: «È solo grazie ai finanziamenti e al risanamento portato avanti dal governo Berlusconi che oggi è possibile venire incontro alle esigenze dei cittadini soddisfacendo i loro bisogni in maniera egualitaria, gestendo il comune di Cassano nella maniera più trasparente possibile e combattendo l’illegalità diffusa attraverso il buon esempio ed un formidabile comportamento etico. È inutile continuare a fare una politica dei tappa-buche davanti casa degli amici quando cose più importanti vanno a rotoli perché l’attuale amministrazione comunale non è stata capace di uscire dall’illegalità come, invece, aveva affermato cinque anni fa quando depositò in comune il programma elettorale». Falvo ha, poi, spiegato gli obiettivi della coalizione: «salvaguardare l’ambiente di questo territorio che è stato sfruttato, piegato e oppresso per troppo tempo da discariche illegali e disastri ambientali che nessuno sembra in grado di poter o voler ripulire e risolvere». Questo perché l’at-

tuale amministrazione non è riuscita a risolvere alcuni vecchi problemi di questo paese, come quello dei rifiuti, delle fognature e delle acque potabili per Marina di Sibari, o dei laghi trasformati in stagnetto, cercando inutili mezze misure e deludendo le aspettative dei cittadini. Infine, ancora una battuta sull’attuale amministrazione di Cassano: «hanno l’arroganza dell’“o con me o contro di me” e questo è sbagliato perché si dovrebbe basare tutto sulla collaborazione perchè voglio, anzi, vogliamo, insieme a tutta la coalizione, che il comune diventi un punto di riferimento per questa regione, ricominciando da Sibari e dai giovani che spero siano la vera classe su cui progettare il futuro e ciò è possibile solo con una coalizione di centro-destra che operi secondo legalità e trasparenza». Dopo la relazione di Falvo è stato Pino Gentile, candidato alla presidenza della Provincia di Cosenza per il Pdl, a parlare alla popolazione cassanese illustrando il suo programma elettorale.

CASTROVILLARI Si terrà al protoconvento e sarà dedicato alla memoria di Lorenzo Tomatis

rie” M.P. Montagna “Allergeni, allergie e ambiente”. II sessione “Inquinamento ambientale e patologie correlate (2)” moderatori G. Mancuso e G. Cicero con E. Bugio “La cancerogenesi ambientale” A. G. Levis “Telefonia mobile: quali danni per la salute?”, M. Belmonte “Emopatie e inquinamento ambientale”. III sessione “Inquinamento ambientale e patologie correlate (3)” moderatori G. Bisignani e O. Manferoce con F. Laghi “Patologie cardiovascolari, scompenso cardiaco e ambiente”, E. Burgio “La rivoluzione epidemica del XXI secolo”. IV sessione “Smaltimento dei rifiuti solidi urbani e patologie correlate” moderatori V. Gennaro e M.G. Petronio con V. Migaleddu “Discariche e rischi per la salute”, P. Gentilizi “Incenerimento e rischi per la salute”, F. Valerio “Rsu: solo discariche e incenerimento?”. Domenica 24 maggio sarà dedicata a relatori e moderatori con una escursione nel Parco del Pollino per momenti di dibattito e riflessione comune.

Veduta panoramica di Cassano

sa in atto dall’attuale amministrazione comunale, la quale si prende (molti) meriti che, realmente, non ha. Bisogna finirla, infine, con la “politica dei demonizzatori”, che per affermare le

proprie idee devono per forza essere contro qualcuno. Bisogna, quindi, essere a favore di un tipo politica che sia il risultato di un misto fra sognatori e pragmatici, ossia veri politici che cercano di

I medici dell’ambiente a congresso

nerdì 22 maggio I sessione “Salute globale, epidemiologia e azioni locali” moderatori L. Vigna e F. Laghi con R. Romizi “Ambiente è salute?”, V. Gennaro “Il ruolo dell’epidemiologia”, M. G. Petronio “Interventi sul territorio”. II sessione “Alimentazione, ambiente e salute” moderatori G. Mauro e

L.Vilardo con A. Curti “Alimentazione e salute”, G. Tamino “Organismi geneticamente modificati”. III sessione “Ambiente, salute, territori e attori sociali” moderatori F. Laghi e G. Paolillo con G. Pugliese “La Piana di Gioia Tauro”, A. Lauria “Una centrale elettrica in un Parco”, F. Saccoman-

no “L’elettrodotto Laino-Rizziconi”, M. Ieno “Lo smaltimento dei rifiuti in Calabria”, S. Arena “I rifiuti della Pertusola di Crotone”, G. Gruccione “Le vittime della strada”. IV sessione - tavola rotonda “Ruolo e risposte di Enti, Istituzioni e Informazione” moderatore R. Giacoia giornalista Rai con la partecipazione di Monsignore V. Bertolone della Diocesi Cassano J, G. Brancati assessorato regionale alla salute, E. Corcioni dell’ordine dei medici di Cosenza, A. Giorno Asp Cosenza, S. Greco assessorato regionale all’ambiente, E. Massini procura della Repubblica di Terni, V. Mollace Arpacal, D. Pappaterra Ente Parco nazionale del Pollino. Sabato 23 maggio I sessione “Inquinamento ambientale e patologie correlate (1)” con moderatori: A. Passaretta e M.G. Sapia con G. Rivezzi “Rischi materno-infantili da inquinam. amb.” V. Lo Giudice “Ambiente e patologie respirato-

Caterina La Banca

Emilia Manco


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 33

CROTONE CITTÀ E PROVINCIA IL CASO/1 Franco Falcone di Legambiente sugli sviluppi dell’inchiesta Black Mountains a Crotone e sul sequestro di Pet Coke a Vibo Marina

«Sui rifiuti, serve una svolta decisa» «Occorre accelerare i procedimenti e mettere finalmente in atto le attività di bonifica» «A distanza di pochissimi giorni la Calabria è stata duramente segnata dai casi di Lazzaro, Vibo Marina e poi ancora Crotone. Occorre un deciso cambio di rotta circa la politica messa in campo a difesa della Calabria e dei calabresi dello strapotere delle ecomafie. Occorre accelerare i procedimenti e mettere finalmente in atto le attività di bonifica generale da anni in attesa. Ad oggi il Commissario per l’emergenza ambientale dispone di molte risorse e ciò rappresenta un importantissimo strumento per affrontare, con la massima urgenza, lo stato di crisi». Così Franco Falcone di Legambiente Calabria interviene a seguito degli sviluppi dell’inchiesta Black Mountains a Crotone e al sequestro dell’impianto di stoccaggio del Pet Coke a Vibo Marina: «Due operazioni fondamentali per la lotta al traffico illecito di sostanze nocive, che rappresentano un ulteriore punto di partenza e non di

arrivo». Relativamente all’operazione che ha portato ad apporre i sigilli ad un impianto di stoccaggio del Pet Coke e dell’area nei pressi del porto dove il materiale veniva depositato, si ricorda che «L’iniziativa della magistratura riguarda le modalità di stoccaggio del materiale ritenuto altamente tossico, che per mezzo di grosse motonavi, giungeva in Calabria e qui stoccato senza adottare le necessarie misure per evitarne la dispersione nell’ambiente». E si sottolinea che Legambiente Calabria lo aveva denunciato già diversi mesi fa: «Insieme ad altre associazioni ambientaliste del territorio - ha dichiarato Franco Saragò, esponente vibonese di Legambiente Calabria - abbiamo costituito un coordinamento per affrontare in maniera organica e collegiale, questo gravissimo problema». «Siamo estremamente preoccupati - aggiunge Saragò - non solo per

che anno fa. Solo con un maggiore e costante controllo del territorio si potranno evitare in futuro simili scenari». Da Vibo Marina, poi, giunge dagli abitanti di Vibo Marina e se ne fa portavoce il gruppo legato all’associazione “Comune Porto Santa Venere”. «Esprimiamo tutto il nostro ringraziamento alla Gdf di Vibo Marina, al Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri ed ai magistrati vibonesi per l'impegno con cui perseguono la tutela della salute dei cittadini e l'attenzione con cui vigilano su attività che, se non ben svolte, possono arrecare gravi danni alla salute dei cittadini», scrivono in una nota che così si conclude: «Un “grazie” lo esprimiamo anche a nome di tutti i bambini di Vibo Valentia, Vibo Marina, Portosalvo, Longobardi, S. Pietro, Bivona, Triparni... (compresi i figli di quanti ruotano intorno al ciclo di "in/gestione" del petcoke) che vi sono grati per un

atto che dimostra come sia ancora possibile operare e sperare, anche in questa città quotidianamente vilipesa... per una vita migliore!».

CROTONE — «Nelle ultime notizie sulla vicenda ambientale di Crotone è sintetizzata la tragica situazione ambientale (ma non solo) in cui versa la città di Crotone». Ad affermarlo è Salvatore Lucà, esponente della Compagnia dei Democratici e candidato alla Presidenza della Provincia di Crotone. «Situazione scrive in una nota Lucà -che è frutto, evidentemente, di una mala gestione da parte di chi aveva il dovere civico e morale di tutelare la città e i suoi cittadini e che invece ha causato questo scempio ambientale favorendo speculazioni senza precedenti ma gravemente dannose per i moltissimi cittadini, ignari di tutto. Da politico e cittadino, allo stato attuale, - aggiunge il rappresentante della Compagnia dei Democratici sono rassicurato, in questo momento storico, solo dall’attività

IL CASO/2 Salvatore Lucà, candidato alla Presidenza della Provincia, interviene sulle scorie tossiche

vero ed unico punto di svolta di questa provincia. Non possiamo parlare di lavoro, di sviluppo, di turismo, di agricoltura, di pesca e quant'altro se la situazione ambientale sarà questa. L'ambiente è veramente il nostro futuro, la salvaguardia del nostro territorio, considerato queste ultimissime gravi vicende, diventa sicuramente il primo punto del nostro programma. Da parte nostra - afferma Lucà il netto rifiuto a lasciare la nostra terra nelle mani di quegli amministratori che hanno governato questo territorio con una negligenza e superficialità che ci turba tantissimo e di cui non riusciamo a comprenderne interamente le ragioni. Una vicenda - conclude Lucà - che a questo punto diventa per la gente comune veramente inspiegabile e giustificabile».

ROMA — «Il territorio dello Stato è succube di attività criminali di devastazione ambientale che non possono più essere tollerate e, semmai, represse tardivamente a danno conclamato. E’ necessario inasprire la normativa sanzionatoria e, comunque, mettere la magistratura in condizione di agire con estrema prontezza per evitare nuovi lutti». Così l’on. Domenico Scilipoti dell’Italia dei Valori in CROTONE — «La Questura è frequentata da circa 300 operatori di polizia che sono quotidianamente a rischio di malattie e tumori»: è quanto sostiene il segretario provinciale di Crotone del sindacato di polizia Siulp, Nilo Alberto Domenico, in merito alla vicenda delle scorie industriali utilizzate negli anni scorsi come materiali inerti nel sottosuolo di parcheggi, piazzali e strade. La vicenda è stata portata alla luce dal-

le emissioni nocive rilasciate nell’aria dal Pet Coke, ma anche per il fallimentare sistema di raccolta delle acque e per i siti di stoccaggio assolutamente non idonei alla trattazione di questo pericoloso materiale. Una preoccupazione che abbiamo sin da subito condiviso con i cittadini e trasmesso alle autorità competenti». «Siamo soddisfatti per l’operazione portata a termine dalla magistratura e dalle forze dall’ordine prosegue l’esponente vibonese di Legambiente Calabria - ma chiediamo che questa inchiesta sia solo un primo passo per la risoluzione definitiva della questione. Le indagini dovranno fare piena luce sull’intera vicenda, e costituire in questo modo un atto di garanzia per un territorio che per troppo tempo è stato mortificato da gravissimi illeciti ambientali. Basti ricordare la quantità enorme di rifiuti tossici che confluirono a mare durante l’alluvione di Vibo Valentia di qual-

«Si specula sull’ambiente e sulla salute dei cittadini» competente ed eccellente del Procuratore Raffaele Mazzotta e del Sostituto Procuratore Pierpaolo Bruni. Immaginate se non ci fossero loro che con coraggio e determinazione stanno mettendo, finalmente, a nudo una situazione che è stata insabbiata per anni. Lo scandalo ambientale di Crotone, - commenta l’esponente della Compagnia dei Democratici - ormai da mesi commenta-

to da tutte le testate giornalistiche locali e nazionali, ha messo sotto i riflettori dell’opinione pubblica l’egoismo e la perfidia di coloro i quali, assetati di danaro e potere, hanno completamente ignorato le conseguenze delle proprie azioni, causando immensi danni nei confronti della popolazione tutta. Il mio impegno da esponente politico di questa collettività sarà quello di contribuire ad ac-

celerare tutti i procedimenti per realizzare la bonifica, in quanto non possiamo più avere esitazioni. Il Governo e la Regione Calabria devono dare risposte esaustive. E' tempo di agire, la Magistratura lo stà facendo, noi, a prescindere da ogni appartenenza politica, dobbiamo lavorare con molto senso di responsabilità per realizzare questa bonifica che a questo punto diventa il

IL CASO/3 Per Domenico Scilipoti (Idv) è giusto inasprire le pene per questo tipo di reato

«Il Sud succube della criminalità» merito al sequestro di siti inquinati da arsenico in diverse aree del crotonese. «Una nuova inchiesta coadiuvata dal Nisa - prosegue il deputato Idv - rivela la presenza di arsenico in diversi siti del cro-

tonese e in falde acquifere. All’origine, l’utilizzo improprio di scorie da lavorazione industriale per la realizzazione di opere pubbliche e del deposito del letale composto Cic in superficie del suolo,

con conseguente aumento del rischio da esposizione ed inalazione. Ed ancora a Vibo Marina sequestro di un impianto di stoccaggio del Pet Coke nei pressi del porto. Anche qui, uno stoccaggio di

IL CASO/4 La denuncia di Nilo Alberto Domenico, segretario provinciale del sindacato Siulp

«Anche la Questura poggia sulle scorie» l'inchiesta “Black Mountains” con il sequestro giudiziario, avvenuto tra settembre 2008 e l'inizio di questa settimana, di 23 siti a Crotone. «Dalla relazione presentata dagli esperti incaricati dalla Procura - aggiunge

Domanico - è evidente che la Questura sorge ove ha avuto luogo l'abusivo versamento di scarti tossici e nocivi derivanti dalla produzione dell'ex Pertusola Sud, industria chimica fortemente attiva fino a pochi anni

fa. Gli scarti analizzati a diverse profondità dimostrano presenza di arsenico, zinco, piombo in quantità elevatissime, oltre i limiti consentiti dalla legge». Il Siulp, nel ricordare di aver «per primo evidenziato il pro-

Cutro, domenica 24 dibattito Il Caso/5 - Ubaldo Schifino (Pd): su bonifica dell’ex Pertusola «Bisogna mettere in sicurezza i siti» CUTRO — Il comitato Mi Rifiuto invita la popolazione a partecipare al dibattito pubblico che si terrà a Cutro domenica 24 maggio, alle ore 16.30, presso la Sala Polivalente, tra i candidati alla Presidenza della Pro-

vincia di Crotone e i rappresentanti delle singole liste. Il dibattito avrà ad oggetto i seguenti temi: Gestione del ciclo dei rifiuti. Bonifica sito ex Pertusola. Tutela e valorizzazione del territorio.

CROTONE — «Sono convinto che bisogna evitare ogni forma di allarmismo e che questo è possibile solo se si interverrà immediatamente per fare luce sulla questione rifiuti tossici nella città di Crotone. Le indagini portate avan-

ti, con coscienza dai magistrati attualmente impegnati, stanno mettendo a nudo una serie di responsabilità sulle quali si dovrà fare luce, ma essenziale, oggi più che mai, è attivarsi per bonificare senza rinvii le zone urbane coin-

Maurizio Bonanno

Provinciali, Tar riammette lista sinistra «Rieccoci insieme all’onorevole Ubaldo Schifino». Così ha dichiarato Giancarlo Sitra che promuove la lista Sinistra per la provincia di Crotone, ammessa dal Tribunale Amministrativo della Calabria alla competizione elettorale del prossimo 6 e 7 Giugno. «Si ricompone così - ha sostenuto Sitra - la coalizione di centrosinistra ed insieme lavoreremo per assicurare la vittoria al nostro candidato Presidente. Mi dico particolarmente soddisfatto perchè potremo, con i nostri candidati, sostenere un uomo com’è Ubaldo Schifino di conclamata onestà, capacità politica, visione strategica e doti umane.

materiale altamente tossico, senza alcuna misura di cautela. Non si tratta più soltanto di alcuni marginali episodi: è in atto - conclude Scilipoti - una mortificazione del territorio metodica massiccia ed a scopo di lucro che necessita di misure rigorose ed inflessibili da parte dello Stato per sanzionare adeguatamente azioni che hanno intimamente la natura di subdole e silenziose stragi». blema e chiesto la sensibilizzazione degli uffici preposti, del Questore e del Prefetto, si aspetta che a breve proprio il Prefetto e il Questore decidano una soluzione di chiusura dell'edificio adibito a Questura, trasferendo gli uffici in una sede più idonea e salubre. I poliziotti di Crotone promuoveranno lo stato di agitazione per dimostrare le loro ragioni contro questo stato di cose». (Ansa) volte. Mettere in sicurezza i siti inquinati sarà il passo fondamentale per rassicurare la popolazione». Questo è quanto ha dichiarato il candidato Presidente del Pd per la provincia di Crotone, Ubaldo Schifino. «Qui - ha sostenuto Schifino – c’è in ballo la salute e la qualità della vita dei cittadini di un intero territorio e forse il problema è anche più grave di quanto finora palesato e sulla vita della nostra gente non deve gravare alcun’ombra».


Pag. 34

REGGIO il Domani

Giovedì 21 Maggio 2009

Service a cura di Speaker Network - E-mail: redazione@ildomani.it | www.ildomani.it

Ieri una conferenza stampa a Palazzo San Giorgio per presentare gli strumenti che saranno impiegati nelle attività di manutenzione del manto stradale e delle caditoie

Nuovi mezzi per la società multiservizi Falcomatà: «Un grande sforzo per assicurare alla città un servizio sempre migliore» REGGIO CALABRIA — Tre nuove mac-

chine da impiegare nel servizio di manutenzione del manto stradale e delle caditoie per la raccolta della acque piovane sono state acquistate della “Multiservizi S. p. A”, una delle sei società miste (pubblico - privato) a cui partecipa il comune di Reggio. Con esse vengono ulteriormente potenziate le strutture in dotazione alla società che ha avviato l’attività circa due anni fa, con il parco macchine, in prevalenza, ereditato dal Comune e, tuttavia, costituito da attrezzature datate e poco sicure. Con il primo sforzo economico venne avviato il rinnovamento delle attrezzature in dotazione che adesso è aumentato con macchine di ultime generazione Il funzionamento dei nuovi automezzi è stato illustrato in conferenza stampa a palazzo san Giorgio alla presenza di Monica Falcomatà, consigliere comunale delegato ai rapporti con le società miste, del Direttore generale e dell’Amministratore delegato della Multiservizi, Paolo Vazzana e Pietro Cozzupoli. Tre i nuovi mezzi: una “tappabuche” che consente di risolvere i problemi di manutenzione stradale ordinaria con interventi rapidi effettuati con sistemi automatici e semiautomatici e con l’impiego di emulsioni ad alta qua-

La conferenza stampa e, sotto, alcuni degli automezzi

“La Grecità nel pensiero contemporaneo: Popper, Husserl e Heisenberg”, è il tema del corso trattato

Studi filosofici alla scuola di Alta Formazione REGGIO CALABRIA — “La Grecità nel

pensiero contemporaneo: Popper, Husserl e Heisenberg”. E’ il tema del corso trattato dalla scuola di Alta Formazione istituita a Reggio dal centro calabrese di studi filosofici e storico – sociali d’intesa con l’Istituto italiano di studi filosofici di Napoli e l’università di Messina, con il patrocinio dell’amministrazione comunale ed il contribuito della consigliera di parità della Provincia di Reggio Calabria. Il corso, svolto nella giornata di ieri, era indirizzato a 15 neolaureati ed ha visto alternarsi i professori Girolamo Cotroneo, Giuseppe Giordano e Giuseppe Gembillo dell’Università di Messina nella discussione su importanti autori contemporanei, quali Popper, Husserl e Heisenberg. Al corso ha preso parte anche il presidente del centro calabrese di studi filosofici e storico culturali, nonché preside del liceo scientifico “Da Vinci” Vincenzina Mazzuca. «La nostra intenzione - ha spiegato - era quella di creare d’intesa con l’istituto italiano di studi filosofici di Napoli - istituto prestigioso a livelli internazionale che ha avuto l’idea di creare in Italia tante scuole di alta formazione di questo tipo - uno spazio pubblico di argomentazione e di discussione attraverso il rigore filosofico. Oggi noi siamo un po’ incalzati dalla fretta e cerchiamo di sorvolare sulle cose. Ed invece questo momento di riflessione e del ragionare insieme è molto importante. La scuola riserva un’attenzione particolare, sebbene sia aperta a tutti, ad un gruppo di neo laureati. Ciò che è importante è che questi giovani possono riprendere anche dopo la laurea momenti di approfondimento e di riflessione rigorosa su questi temi di filosofia». Il corso ha visto assegnare quindici borse di studio ai neolaureati. «Si tratta di

Il dg Cozzupoli: «Oggi ci siamo adeguati acquistando mezzi tecnologicamente avanzati e formando il personale»

Pullman gratutito per Ravenna per seguire il pugile Versaci REGGIO CALABRIA — Giovedì 28 maggio a Ravenna, il pugile reggino Francesco Versaci è chiamato alla prima difesa ufficiale del titolo di campione italiano dei mediomassimi, conquistato a Reggio Calabria lo scorso 15 settembre contro Maurizio Lovaglio. Il talentuoso pugile reggino allenato da Peppe Fedele, incontrerà lo sfidante ufficiale Vincenzo Imparato esperto atleta lombardo, che nella sua carriera ha fatto incetta di titoli italiani tra i pesi medi e supermedi. Entrambi i pugili fanno parte dell'organizzazione di Rosanna Conti Cavini. Francesco Versaci, come per i precedenti impegni conterà sull’appoggio del Comune di Reggio In occasione dell'evento l’Amaranto Boxe metterà a disposizio-

La conferenza stampa

lità; un “autospurgo” che sarà impiegato per la pulizia e “disintasamento” di caditoie e tubazioni; e di un “sollevatore telescopico”. Quest’ultimo ha una capacità di elevazione compresa tra 25 ed i 37 metri ed una portata di 200 chili e potrà essere comandato a distanza. «C’è un grande sforzo dell’Amministrazione comunale e della Multiservizi per assicurare alla città un servizio sempre migliore», ha evidenziato Monica Falcomatà, consigliere comunale delegata ai rapporti con le società esternalizzate, per la quale «i nuovi automezzi ci consentiranno di lavorare meglio e di ottimizzare tempi e risorse». Il presidente della società Paolo Vazzana ha spiegato come gli interventi di manutenzione avvengono «di notte per non creare intralcio alla circolazione e che la pulizia delle caditoie ha raggiunto una media di 50 interventi ad uscita. Le nuove macchine per Vazzana - rendono gli interventi autonomi dall’impianto di produzione del bitume». Questo fino ad oggi era un limite. «Avevamo apparecchiature che non riuscivano a soddisfare i nostri bisogni ed oggi ci siamo adeguati acquistando mezzi tecnologicamente avanzati formando il personale», ha sostenuto, infine, il Direttore generale Pietro Cozzupoli.

ne per tutti coloro che intendono assistere all'incontro un servizio pullman gratuito. A Ravenna giovedì 28 maggio (trasmissione televisiva la sera del giorno successivo su Raisport Più) ci sarà un altro prestigioso titolo in palio a rendere interessante la serata del Pala De André. Alberto Servidei, atleta di casa imbattuto e già campione europeo (oltre che italiano e di altri titoli internazionali), affronterà il temibile venezuelano Hermin Isava, in palio il titolo Intercontinentale Wbf dei pesi piuma. Nel sottoclou voluto da Umberto Cavini saranno impegnati: per i pesi welter Michele Di Rocco con l'ugandese Hassan Saku; mentre nei piuma il laziale Giuseppe Di Micco, affronterà il neoprof Michael Galli.

COMUNE DI REGGIO DI CALABRIA U.O. MANUTENZIONE LL.PP.

un assegno di partecipazione - ha detto ancora la professoressa Mazzuca . Ma ciò che è veramente importante è dare l’occasione ai giovani di questo momento in cui si ragiona con rigore argomentativo e si discute di problemi che riguardano la nostra

contemporaneità. La grecità non è un fatto ormai superato, che sta completamente alle nostre spalle. Ma la grecità impregna il nostro presente, il pensiero contemporaneo, la nostra letteratura, le arti visive, e persino la canzonetta». (Ang. Lat.)

L’Amministrazione Comunale indice una Gara d’Appalto per i lavori di “RIATTIVAZIONE SECONDA LINEA IMPIANTO DI DEPURAZIONE LOCALITA’RAVAGNESE e OTTIMIZZAZIONE COLLETTORI FOGNARI IN ARRIVO AL DEPURATORE - CIG 0311978C60 Importo dell’appalto euro 1.457.459,71 di cui euro 70.163,01 di oneri di sicurezza; Categoria prevalente: 0S22; Termine di esecuzione: giorni 330 dalla consegna. PROCEDURA DI GARA: Aperta. L’aggiudicazione avverrà al prezzo più basso offerto mediante ribasso unico sull’importo dei lavori posto a base di gara. Documentazione di gara visibile presso l’Ufficio Appalti, Via S.Anna 2° tronco Pal. CE. Dir., nei giorni e negli, orari di apertura al pubblico. Il disciplinare di gara e il bando integrale Sono disponibili sul sito www.comune.reggio-calabria.it Scadenza per la ricezione delle offerte: ore 12.00 del 10 giugno 2009 Apertura offerte: Seduta Pubblica ore 10.00 dell’11 giugno 2009. Responsabile unico del Procedimento Arch. Marcello Camera - U.O. Manutenzione LL.PP - Via S.Anna 2° tronco Palazzo Ce.Dir..- tel.0965/362569 fax:0965/812034 Pubblicato sulla G.U.R.I il 06/05/2009 Il Dirigente Arch. Marcello Cammera


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 35

REGGIO CALABRIA CITTÀ Un provvedimento restrittivo per aver messo in atto continui ricatti ai danni di un anziano commerciante di bibite e di un cittadino extracomunitario

Cinque persone arrestate per estorsione Ad avanzare le esose richieste di denaro elementi vicini alla cosca Latella-Ficara REGGIO CALABRIA — Sequestrati, bastonati e costretti a firmare dichiarazioni di colpevolezza ed assegni per riparare un presunto furto di birre. Un’odissea, quella vissuta da un anziano venditore di bibite e da un giovane tunisino, durata quasi tre anni e finita ieri grazie all’attività investigativa dei carabinieri. A conclusione del lavoro dei militari del Nucleo investigatori del comando provinciale di Reggio, cinque persone sono state colpite da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa del Gip del tribunale della città dello Stretto. Il gruppo è accusato di aver messo in atto continue estorsioni ai danni di un anziano commerciante e di un cittadino extracomunitario I colpiti dal provvedimento sono Mario Surace, 47 anni, Antonio Presto (53), Demetrio Presto (26), Demetrio Presto (27) e Paolo Latella (38), quest’ultimo già in carcere per altri reati. I fatti risalgono al mese di giugno del 2006, quando il venditore di bibite ed il tunisino, ai quali veniva addebitata la responsabilità di un furto di bir-

Antonio Presto Cl.1956

Demetrio Antonio Presto Cl.1983

Demetrio Presto Cl.1982

Mario Surace Cl.1962

re, vennero sequestrati e, a bordo di due autovetture riconducibili agli arrestati, portati in località “Prumo”, in aperta campagna. Nella circostanza furono sottoposti a violenza fisica, a minacce esercitate attraverso l’uso di una motosega ed costretti a firmare una dichiarazione di responsabilità rispetto ai fatti loro addebitati. Al tunisino, nel corso di questa spedizione punitiva, venne sot-

tratto il portafogli con 400 euro, mentre l’anziano commerciante si era dovuto piegare a firmare assegni per diverse decine di migliaia di euro. Nel tempo le richieste di danaro hanno raggiunto quota 200 mila euro. Mesi e mesi di terrore con la situazione divenuta, giorno dopo giorno, insostenibile, drammatica. Al punto che l’algerino è fuggito da Reggio Calabria per rifugiarsi a Ca-

gliari (dove risiede), mentre l’anziano commerciante è stato costretto a vivere nel terrore. Tutto il materiale estorsivo, comprese le matrici degli assegni e la “dichiarazione di responsabilità”, è venuto in possesso dei carabinieri, i quali in un dettagliato rapporto alla Procura della Repubblica hanno dimostrato le responsabilità delle cinque persone colpite dal provvedimento restrittivo.

Ad infierire maggiormente il fatto che ad avanzare le richieste di denaro si presentassero elementi prossimi alla criminalità organizzata, vicini alla cosca Latella-Ficara che opera nella zona sud della città. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria. Antonio Latella

Le modifiche del regolamento sul decentramento amministrativo al centro del dibattito a palazzo San Giorgio

«Le circoscrizioni saranno ridotte da 15 a 6» REGGIO CALABRIA — Le modifiche

del regolamento sul decentramento amministrativo sono state l’argomento di una conferenza stampa tenutasi ieri a palazzo San Giorgio. Ad illustrare il nuovo progetto, che dovrebbe modificare i confini territoriali dei costituendi municipi, sono stati alcuni componenti la Commissione “Decentramento Amministrativo”, presieduta da Cristofaro Putortì: Pasquale Morisani, Giuseppe Plutino, Antonino Nicolò, Demetrio Strati e Bruno Ferraro. La modifica dell’attuale assetto territoriale si è resa necessaria in applicazione di una precisa normativa statale che prevede, nei comuni con più di centomila abitanti, la presenza delle Circoscrizioni amministrative nelle quali ri-

REGGIO CALABRIA — Fervono i preparativi al Comitato Regionale Fijlkam per l’imminente partenza della squadra femminile di kumite alla volta di Madrid, dove il 30 maggio si svolgerà il 7° Campionato Europeo di Karate a Rappresentative Regionali. La rappresentativa calabrese sarà così composta: capodelegazione M°Gerardo Gemelli; commissario tecnico regionale m° Riccardo Partinico; responsabile regionale Ctr M° Enzo Migliarese; Collaboratore Ctr giovanile M° Francesco Bellino; coach della squadra M° Luciano Dichiera. Mentre la squadra femminile è composta da: Sonia Nino Karate Gemelli Villa S. Giovanni (Rc); Fortunata Benigno Karate Gemelli Villa S. Giovanni (Rc); Alessandra Benedetto Fortitudo 1903 Reggio Calabria; Chiara Dichiera A. s. Karate San Marco Argentano (Cs) e Viola Zangara Karate Gemelli Villa S. Giovanni (Rc). La rappresentativa partirà dall’Aeroporto di Reggio Calabria giovedì 28 maggio alle 6.50 per ritornare sempre a Reggio domenica 31 maggio alle 22,30. «Le nostre ragazze - dichiara il M° Gemelli -si sono qualificate per questa importante competizione

sultino più di trentamila abitanti. Partendo da questa normativa, l’apposita Commissione consiliare di palazzo San Giorgio ha predisposto una bozza delle nuove circoscrizioni, ultimando così un percorso caratterizzato dal dialogo con le realtà territoriali, da incontri e dall’ analisi di particolari situazioni territoriali, sociali ed economiche. Una proposta che, prossimamente, sarà sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale per l’approvazione del nuovo statuto delle Circoscrizioni. E’ stato il consigliere Putortì, di fronte ai presidenti ed ai rappresentanti dei consigli rionali, a spiegare, nei dettagli, l’iter procedurale seguito, definendo così il risultato finale: «Le circoscrizioni - ha detto - saranno ridotte da 15

a 6, quindi, in considerazione di questa modifica è necessario anche variare il numero dei consiglieri da 20 a 30. Tale riorganizzazione comporta una riduzione di spesa del 40% circa nonché uno snellimento degli organi circoscrizionali». Se Bruno Ferraro ha evidenziato la tipologia di attività che ha caratterizzato la produzione di un documento “valido, obiettivo e funzionale”, Antonino Nicolò, ha posto l’accento “sul grande risultato ottenuto, frutto di partecipazione e di un progetto condiviso». «Si tratta - ha poi messo in evidenza Morisani - di una ridefinizione del territorio comunale in 6 grandi aree: abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo posti, dando vita ad un pri-

Il tavolo dei relatori

mo atto importante di pianificazione nell’indirizzo di un nuovo assetto». «Una scelta significativa - ha ribadito il sindaco Giuseppe Scopelliti - alla quale ci siamo accostati sia per gli input della Finanziaria, sia perché

abbiamo ritenuto necessario intraprendere questo percorso che rappresenta un ulteriore tassello nell’ottica di quella politica del fare proiettata alla crescita, sotto diversi aspetti, della nostra Città».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO La Fijlkam Calabria a Madrid con il team femminile di kumite Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

AZIENDA CHE OPERA A LIVELLO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SETTORE SERVIZI ALLE MPRESE

SELEZIONA PER LE ZONE DI CATANZARO-COSENZA-REGGIO C.

VENDITORI: ASSUNZIONE + INCENTIVI FISSO + PROVVIGIONI AGENTI: • saranno preferite candidature con esperienze e competenze nel settore MARKETING E VENDITE

Gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:

info@globaltradingbureau.it citando nell’oggetto di riferimento Le ragazze Fuoriclasse del karate calabrese pronte per gli europei di Madrid

internazionale a seguito del terzo posto ottenuto ai Campionati Italiani Assoluti a Squadre, svoltisi al Lido di Ostia il 20 febbraio scorso. Infatti, quest’anno, non essendosi disputato il Campionato Italiano a

Rappresentative Regionali, la nostra Federazione ha deliberato che la qualificazione al Campionato Europeo avvenisse in funzione dei risultati dei Campionati Italiani Assoluti a Squadre».

venditori/agenti ed evidenziando il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 196/2003 I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77.


36 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA E PROVINCIA ROCCELLA JONICA — Brillante e rapida operazione di soccorso, portata a termine con successo nella notte tra il 18 e il 19 maggio dagli uomini della Guardia Costiera di Roccella Jonica. Intorno alle 3 e mezza di mattina è arrivata una segnalazione da parte della sala operativa di Reggio Calabria sulla presenza in mare di un imbarcazione con tre persone a bordo. L’imbarcazione con

ROCCELLA JONICA La Guardia Costiera recupera un’imbarcazione in avaria salvando l’equipaggio

Soccorse in mare tre persone motore in avaria e le vele strappate si trovava alla deriva a largo del comune di monasterace a circa 16 miglia dalla costa. Prontamente sono scattati i soccorsi ed è stata inviata nella zona delle ope-

razioni la motovedetta Cp 2079 che immediatamente ha provveduto a prestare aiuto ai malcapitati. Successivamente gli uomini della motovedetta coordinanati dalla sala operativa di Roccella

Jonica è riuscita a dare assistenza all’imbarcazione mentre la stessa veniva rimorchiata in porto da un peschereccio locale. L’operazione è stata portata a termine con successo dagli uomini

coordinati dal capitano Aldo Ioppolo, comandante del locale ufficio circondariale marittimo, nonostante le numerose difficoltà dovute alle condizioni del mare ed alla notevole distanza dalla costa in cui si è operato. Le operazioni hanno avuto termine intorno alle 10 di ieri mattina dopo circa 7 ore di navigazione notturna della motovedetta Cp 2079.

CRONACA E’ arrivato ieri in Italia dall’Olanda il principale accusato della strage di Duisburg del Ferragosto 2007

Giovanni Strangio nel carcere di Rebibbia La Dda di Reggio ha chiesto per il boss al ministro Alfano l’applicazione del 41 bis REGGIO CALABRIA — Carcere duro per Giovanni Strangio. E’ questa la richiesta presentata ieri al ministro della Giustizia Angelino Alfano. A chiedere l’applicazione del 41 bis per il boss, accusato di associazione mafiosa e di essere l’ideatore e uno degli autori della strage di Duisburg del Ferragosto 2007, la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Strangio, arrivato ieri in Italia dall’Olanda, è il principale accusato della strage di Duisburg del Ferragosto 2007. Una mattanza nella quale sei italiani vennero uccisi a colpi di arma da fuoco mentre uscivano da una pizzeria. Scortato dagli agenti dell’Interpol, Strangio, 30 anni, è giunto poco dopo le 14 nell’aeroporto di Ciampino con un volo da Amsterdam. L’uomo era stato arrestato il 12 maggio scorso in un sobborgo di Amsterdam in un’operazione della polizia italiana in collaborazione con l’Interpol e con le polizie olan-

Giovanni Strangio

desi e tedesche. Inserito nell’elenco dei 30 latitanti più pericolosi, deve rispondere di associazione di tipo mafioso e omicidio plurimo. Nella circostanza del suo arresto in Olanda, eseguito dal Servizio

Ristrutturazione degli edifici del quartiere “Tremulini” REGGIO CALABRIA — Alcuni degli

edifici storici del quartiere “Tremulini” di Reggio saranno presto ristrutturati. A breve, infatti, partirà il progetto di riqualificazione degli isolati 45, 49, 50 e 51, già varato dieci anni fa dalla Giunta Falcomatà. Si tratta di abitazioni che appartengono al patrimonio edilizio della città di Reggio che necessitano di urgenti interventi di manutenzione, perché allo stato in precarie condizioni di agibilità. Per questo motivo l’amministrazione comunale ha indetto un’assembla pubblica, durante la quale sono state discusse esigenze e modalità di intervento insieme alle famiglie assegnatarie degli alloggi in questione. «Oggi ci troviamo a portare a compimento un percorso avviato da parecchio tempo - ha spiegato l’assessore comunale all’urbanistica Demetrio Porcino -. Abbiamo la possibilità di sfruttare un finanziamento cospicuo che il ministero delle Infrastrutture aveva destinato a questi quattro isolati che ricadono all’interno della zona di Tremulini. Finanziamenti che altrimenti rischiamo di perdere. Direi che il dialogo avuto con le famiglie sia stato costruttivo, perché abbiamo manifestato grande disponibilità rispetto a quelle che saranno le loro esigenze. Tra un mese ci incontreremo per discutere i dettagli del programma, che prevede per due dei quattro isolati la mobilità dei residenti. Non è infatti possibile fare gli interventi di ristrutturazione complessiva con la permanenza degli abitanti all’interno dei fabbricati». Il progetto, che rientra nell’ambito del “Contratto di quartiere uno”, prevede la riqualificazione delle costruzioni. «Da questo punto di vista siamo stati chiari: non si tratta di demolizione delle costruzioni. Per quanto riguarda la tempistica - ha affermato ancora Porcino -

Demetrio Porcino

abbiamo in mente una procedura diversa: quella di indire quattro diverse gare d’appalto per evitare che i tempi di realizzazione dell’intervento possano allungarsi troppo. Sul versante della mobilità dobbiamo confortarci con numeri seri: parliamo di 170 famiglie e non di pochi nuclei». In questo senso l’assessore comunale all’urbanistica ha inteso dare garanzie ai residenti: «C’è l’impegno da parte nostra, assieme all’assessorato al Patrimonio edilizio retto da Michele Raso, di fare una valutazione sulle disponibilità di immobili. Il Contratto di Quartiere prevede una parte del finanziamento destinata alla mobilità, intesa in termini di contributo alloggiativo. Questo anche per evitare che la gente che abita lì da decenni possa essere trapiantata da qualche altra parte. Immaginare una delocalizzazione non è la soluzione migliore. Quindi - ha concluso Porcino - metteremo a disposizione, oltre a quelle previste, anche risorse economiche integrate con fondi comunali per garantire un contribuito alloggiativo fino a quando non finiranno gli interventi e fino a quando le famiglie non rientreranno nei loro appartamenti». Angela Latella

centrale operativo e dalla squadra mobile di Reggio Calabria, venne arrestato anche suo cognato Francesco Romeo, all’epoca latitante da oltre 10 anni ed inserito nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi, accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. E sempre nei Paesi Bassi, nel novembre 2008, era finito in manette Giuseppe Nirta, altro esponente della ’Ndrangheta e cognato di Strangio, condannato a 14 anni e 8 mesi per associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Questi arresti, «frutto di un fattivo rapporto di collaborazione internazionale di polizia - sottolineano dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza - hanno inflitto un ulteriore duro colpo alla criminalità organizzata calabrese, inserendosi nel contesto di uno specifico dispositivo di intervento realizzato per contrastare l’organizzazione

Mercato antiquariato Si rinnova l’appuntamento con “Antiqua”, il mercato dell’antiquariato e del collezionismo d’epoca. L’evento, organizzato dalla Confcommercio e l’associazione “Donne & Cultura”, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria, si svolgerà sabato 23 e domenica 24 maggio prossimi nel Salone Espositivo “Le Piramidi” del Ce. Dir. La mostra prevede l’esposizione di mobili, quadri, oggettistica, libri antichi, gioielli, miniature, ceramiche, porcellane, stampe, arazzi, radio ed orologi d’epoche di antiquari provenienti dall’intera regione, dalla vicina Sicilia e dalla Campania. PALMI — Palmi e Montalbano Ionico gemellate dai versi di Maria Paola Sgrò. Due realtà del Mezzogiorno in cui si fondono i ricordi giovanili e adulti di una figlia della città di Cilea, diventata poi cittadina di questa comunità della provincia di Matera. La poetessa e scrittrice, nei giorni scorsi, è tornata nella sua terra natia per presentare “Leggero è il vento”, un lavoro in cui Maria Paola Sgrò, in una sorta di autobiografia, si affida ai ricordi per comunicare al lettore l’amore per la propria terra, per la famiglia attraverso sensazioni e ricordi ancora vivi. Nel suo nuovo lavoro, che ricalca i precedenti, la poetessa alterna liriche ai dipinti del padre (artista di grande pregio) che fotografano paesaggi e momenti sia di Palmi, la città natale, sia di Montalbano, la patria acquisita. L’opera è stata presentata nel corso di una serata svoltasi a palazzo San Nicola, sede del Municipio della cittadina reggina. Alla manifestazione, condotta da Daniele Rotondo, giornalista Rai, sono intervenuti il sindaco Ennio Gaudio, l’assessore alla Cultura Nunzio Lacquaniti, e in rappresentanza dell’amministrazione provinciale il consigliere Giovanni Barone. Quest’ultimo, dopo i

Strangio, scortato dagli agenti dell’Interpol, all’aeroporto di Ciampino

criminale calabrese anche nelle sue proiezioni internazionali». Espletate le formalità di rito negli uffici della polizia di frontiera di Ciampino, Giovanni Strangio è stato portato nel carcere romano di Rebibbia, e messo disposizione dell’autorità giudiziaria. Il trasferimento è avvenuto con un’autovettura della polizia penitenziaria. Subito dopo l’atterraggio dell’aereo a Ciampino, Giovanni Strangio, è stato preso in consegna direttamente a bordo da agenti della Polaria coordinati dal dirigente della V Zona, Antonio Del Greco. Felpa nera con il cappuccio, jeans scuri, scarpe da ginnastica e i capelli sbionditi sul davanti, Strangio ha percorso in silenzio il breve corridoio all’interno dell’aerostazione davanti a fotografi e telecineoperatori, tenendo coperti con una giacca i polsi bloccati dalle manette. Condotto negli uffici della polizia di frontiera, gli sono stati notificati formalmente i capi di

imputazione pendenti emessi dai giudici calabresi. «Il provvedimento di custodia cautelare nei confronti di Strangio è stato emesso sulla base di una prova documentale che un’autorità giudiziaria straniera asserisce essere esistente, ma che in Italia nessuno ha mai visto». A dirlo è stato uno dei legali di Giovanni Strangio, l’avv. Antonio Russo. Si tratta di un filmato nel quale si vedrebbe Strangio allontanarsi dal luogo della strage, a Duisburg. «Questo documento - ha aggiunto Russo - è stato chiesto anche dalla Procura di Reggio Calabria ma le autorità tedesche non lo hanno trasmesso. Ritengo che si tratti di una questione di civiltà giuridica dare alla difesa la possibilità di esaminare tutta la documentazione in possesso dell’accusa e verificare l’asserita sussistenza della prova a carico». Claudia Vellone

Palmi e Montalbano Ionico gemellate dai versi di Sgrò saluti ufficiali delle autorità cittadine, ha evidenziato come «l’afflato lirico dell’artista è caratterizzato dal modo di Maria Paola Sgrò di sentirsi figlia di due patrie riportando le parti migliori delle genti Sopra Daniele Rotondo e Nunzio lacquaniti. Sotto Maria Paola Sgrò calabro lucane». E’ stata poi la poetessa e scrittrice a rispondere alla domande del conduttore e dei presenti. Lo ha fatto con grande pacatezza, in cui, però, è emersa la commozione del legame con la sua terra, da dove, ancora giovane, si sostò, per seguire l’attività del padre, a Montalbano, integrandosi perfettamente con la nuova realtà sociale, tanto da rappresentare la prima donna ad entrare a far parte della società operaio della cittadina lucana. (a. l.)


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 37

VIBO VALENTIA CITTÀ E PROVINCIA SAN GREGORIO D’IPPONA Scene di incredibile violenza quelle che si sono verificate martedì sera davanti alla villa comunale

Accoltella il cognato, arrestato 46enne Il tentato omicidio sarebbe dovuto a questioni legate alla pensione di invalidità di un parente S. GREGORIO D’IPPONA — Scene di incredibile violenza quelle che si sono svolte martedì sera poco dopo le 20 davanti alla villa comunale di S. Gregorio D’Ippona, piccolo centro a pochi km da Vibo Valentia. Verso ora di cena, infatti, giunge presso il centralino del 118 una richiesta di intervento poiché, pochi istanti prima, un uomo, Cortellini Domenico, imbianchino cl. ’76, è stato aggredito e si trova riverso per strada in una pozza di sangue. Arrivati sul posto i sanitari scoprono come l’uomo, con piccoli precedenti penali, abbia una vistosa ferita da arma da taglio alla schiena che ha causato una vasta emorragia e da cui il sangue zampilla copioso ed inarrestabile. Cortellini viene subito trasferito d’urgenza presso l’ospedale di Vibo Valentia per essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico mentre gli operatori del 118 chiamano la Centrale Operativa dei Carabinieri di Vibo Valentia per riferire l’accaduto. Passano pochi minuti e gli uomini del Norm della Compagnia di Vibo Valentia, della Stazione di S. Gregorio D’Ippona e del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri intervengono in forze sul luogo del fatto. In pochi attimi S. Gregorio viene blindata e gli uomini dell’Arma iniziano una fitta serie di interrogatori e sopralluoghi per ricostruire la vicenda e soprattutto il passato del ferito. Per i militari il quadro appare subito chiaro e sin

Francesco Galeone

dalle prime battute comprendono come il movente del tentato omicidio sia da ricondurre alla vita privata dell’uomo. Sono infatti noti a tutti in paese i continui dissapori tra Cortellini ed il proprio cognato Francesco Galeone, operaio 46enne ben noto alle forze dell’ordine, per questioni legate alla pensione di invalidità di un parente. Poche centinaia di euro al mese, ma più che sufficiente per causare anni di rancori, scontri e minacce. Così gli uomini della Benemerita, avuto un quadro chiaro delle vicenda decidono di rintracciare il Galeone e lo trovano nella propria abitazione di S. Gregorio. Quando vede i militari circondare la propria casa e bussare alla porta l’uomo, con tutta

tranquillità, esce per strada e, senza batter ciglio, dichiara agli uomini dell’Arma di essere stato l’autore dell’insano gesto e di non esserne assolutamente pentito. Immediatamente accompagnato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia l’uomo conferma quanto dichiarato specificando che i continui litigi, le minacce e le aggressioni lo avevano ormai esasperato e martedì aveva deciso di uscire di casa con un grosso coltello da cucina per timore di un incontro con il Cortellini che potesse degenerare, come di consueto, in una nuova zuffa. L’uomo, lucido e senza alcun tentennamento, spiega agli investigatori come l’incontro c’è effettivamente stato proprio nei pressi della villa comunale in cui il proprio cognato stava passeggiando con il figlio e come al solito, in pochi attimi, la situazione si era fatta elettrica. L’ennesima disputa che Galeone ha deciso di concludere definitivamente avventandosi sul Cortellini ed estraendo il coltello con cui gli ha inferto un secco fendente alla schiena, per poi scappare a piedi verso casa, dove ha provveduto a distruggere gli indumenti che indossava ed a far sparire l’arma del delitto. Per l’uomo, reo confesso, è quindi immediatamente scattato l’arresto con l’accusa di tentato omicidio, anche se le indagini sono ancora in corso per accertare eventuali responsabilità di altre persone nella vicenda. Maria Teresa Folino

Il batterista Virgil Donati sarà in città il 29 maggio per un seminario di perfezionamento nella biblioteca comunale

Iniziativa dell’Associazione Musicale Beat VIBO VALENTIA — Il batterista Virgil Donati sarà in città il prossimo 29 maggio per un seminario di perfezionamento presso la biblioteca comunale. L’iniziativa diretta ad aspiranti batteristi calabresi e non, è stata promossa dal presidente dell’Associazione Musicale Beat Massimo Russo, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Vibo Valentia, in collaborazione con il Pentagramma di Matteo Puzzello. Virgil Donati, batterista australiano, a 15 entra a far parte di una rock band chiamata Taste con la quale firma un contratto discografico, registra tre album e suona in tour. A 19 anni parte per gli Stati Uniti per studiare ulteriormente batteria, prendere lezioni di composizione e arrangiamento. Terminata l'esperienza americana a 21 anni ritorna

in Australia dove la sua carriera ha una svolta; viene chiamato a suonare con artisti come il pianista jazz George Cables, il cantante Mark Murpy, Branford Marsalis e Kenny Kirkland. Nei primi anni 90 con i Southern Sons grazie all'album d'esordio vince il doppio disco di platino. Nel frattempo tra la metà degli anni 80 e 90 Virgil si interessa alla musica progressive-fusion, suonando con Loose Change e successivamente On the Virg. Nel 1996 si trasferisce stabilmente in America dove ha un'intensa attività produttiva suonando con Derek Sherinian (Planet X), Steve Vai, Scott Henderson, Steve Walsh, Frank Gambale, Mark Boals, Tribal Tech, Dave Stewart, Josh Stone e molti altri. Virgil è un batterista dotato di molta tecnica e velocità, seguito e

apprezzato in tutto il mondo; svolge, oltre la sua attività di concertista, anche una intensissima attività seminariale che lo vede oramai sempre più al centro dell’attenzione di tutti i musicisti del mondo, batteristi e non. Un’artista versatile ed originale e altamente creativo, dunque, per un seminario al quale già sono state registrate molte adesioni, dalla Calabria, dalla Sicilia e anche dalla Puglia, segno che anche da noi la passione per questo genere di musica è molto diffusa. Un’iniziativa particolarmente apprezzata, questa dell’associazione musicale Beat, che si presenta come una felice parentesi in una quotidianità che in città ha pochi sussulti di genialità e fantasia. Ma. Bo.

Domani i ragazzi diversamente abili, della compagnia “Fiori nel deserto”, protagonisti dell’evento

“La Creazione”, musical teatrale VIBO VALENTIA — Domani i ragazzi vibonesi diversamente abili che fanno parte della compagnia “Fiori nel deserto” saranno protagonisti di un importante evento teatrale che si svolge fuori della nostra regione. Nel quadro della Rassegna teatrale nazionale “Teatrando - la recitazione come integrazione sociale” in programma ad Ascoli Piceno presenteranno infatti il musical “La Creazione” che fin dalla sua prima rappresentazione ha riscosso grande successo nel Vibonese e anche fuori regione. L’iniziativa è promossa congiuntamente dal Comune di Ascoli Piceno e dalla Regione Marche in collaborazione con le associazioni per i diritti dei diversa-

mente abili. La rassegna è curata dalle stesse associazioni e vedrà come protagonisti proprio i ragazzi diversamente abili di varie parti d’Italia impegnati in tante altre attività. La performance artistica dei ragazzi vibonesi proietta dunque verso un orizzonte artistico più ampio l’attività della compagnia “Fiori nel deserto” e dell’omonima associazione che ha come obiettivo dichiarato della propria attività quello di favorire l’integrazione sociale di questi giovani, che, nel citato musical, si dimostrano dei veri professionisti: recitano, cantano e ballano in una rappresentazione che regala agli spettatori, oltre che agli stessi protagonisti, due ore di gioia e di entusiasmo, coinvolgendo tutti in

un’esperienza davvero unica. Sono una vera forza della natura, questi ragazzi “diversamente abili” che, invece, si dimostrano decisamente abili, tanto da trasmettere agli spettatori sensazioni forti e coinvolgenti di energia e voglia di fare. Il presidente di “Fiori nel deserto” Adele Tuffanelli, insieme a Maria Gloria Simonetta, Silvia Gaglione, Francesco Pappaletto e Concetta Valente che fin dall’inizio hanno affiancato i protagonisti, hanno rivolto un sentito ringraziamento ai genitori dei ragazzi che fin dall’inizio hanno creduto in maniera convinta in questo meraviglioso progetto d’integrazione. m. b.

Campionati italiani di ballo la vittoria di quattro vibonesi

La premiazione dei vincitori

VIBO VALENTIA — En plein di

quattro ballerini vibonesi ai campionati italiani allievi di Ostia. Alessandra Meddis e Pasquale Lo Bianco, due giovani coppie della scuola di danza vibonese “Moonlight dancing”, guidata dalla maestra Giacoma Russo, sono risultati vincitori ai Campionati nazionali di danza sportiva svoltisi al Palafijlkam di Ostia. Campioni italiani di ballo da sala anche una seconda coppia di ballerini vibonesi, sempre appartenenti alla stessa scuola, formata da Pasquale Merlo e Simona Mercadante Alessandra Meddis e Pasquale Lo Bianco (nella foto

sul podio) si sono assicurati il primo posto nella gara per le danze latino americane, al termine di una competizione che ha brillato, oltre che per l’agguerrita partecipazione (erano presenti tutte le scuole di ballo d’Italia) anche per le qualità artistiche dei protagonisti. Il successo dei due bravi ballerini vibonesi è stato suggellato anche dal terzo e quarto posto guadagnati nella gara riservata alle danze caraibiche. Pasquale Merlo e Simona Mercadante hanno arricchito il loro successo anche con il quarto posto nel liscio. m. b.

NOTIZIE IN BREVE Dasà, auto in fiamme Un incendio sulla cui natura stanno indagando i carabinieri, ha distrutto l'autovettura di M. C.,61 anni, dipendente bancario. Il fatto è avvenuto nella tarda serata di martedì a Dasà, un comune ai piedi delle Serre Vibonesi. Al momento dell'incendio, l’auto, una Lancia Y, si trovava parcheggiata nei pressi dell'abitazione del proprietario. Vibo, legalità: intesa tra Prefettura ed Asp Prefettura e Azienda sanitaria di Vibo sigleranno venerdì un patto di legalità. A sottoscrivere l’intesa, alle 10.30 nella sede della Prefettura, che mira alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, saranno il prefetto Ennio Mario Sodano e il commissario dell'Asp, Rubens Curia. Vibo, domani conferenza Prc Venerdì 22 maggio, alle ore 16.30, presso la sede della Federazione Provinciale del Prc, si terrà una conferenza stampa alla presenza di Domenico Loffredo, operaio della Fiat di Pomigliano ed Rsu Fiom, candidato nella Lista Anticapitalista per le elezioni europee, impegnato in prima linea nella mobilitazione, e proprio per questo come altri suoi compagni oggetto della repressione aziendale. Nel corso della conferenza stampa verrà presentata la Petizione Popolare contenete i dieci punti per la proposta di un aiuto concreto ai lavoratori, che verrà inviata direttamente al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Goletta verde sbarca a Tropea L’equipaggio di “Goletta Verde della Calabria”, è sbarcato a Tropea. Una tappa strategica, che Legambiente ha scelto accuratamente per le attività conclusive della campagna di promozione, sensibilizzazione ed educazione ambientale. Vibo, emendamento a favore dei lavoratori precari E’ stato presentato dal consigliere regionale del Prc Antonio De Gaetano, nella Commissione Bilancio della Regione Calabria, l’emendamento a favore dei lavoratori ex art. 7, così come era stato deciso e promesso ai lavoratori dallo stesso consigliere regionale del Prc. La proposta di presentare tale emendamento è nata durante l’incontro avvenuto a Vibo Valentia, presso i locali della Cgil, nelle scorse settimane, tra i lavoratori interessati, il capogruppo regionale del Prc, Nino De Gaetano, il segretario della Federazione del Prc di Vibo, Renato Giannini, e il segretario federale della Cgil Donatella Bruni. Tale emendamento, grazie anche ai compagni della federazione di Vibo Valentia, è il primo tentativo per compiere un passo importante verso la stabilizzazione di lavoratrici e lavoratori precari.


38 GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 il Domani

Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT

.*+"507*$ '" '"(0550

$0/'*%&/;& */ 57

-BTDJB EJ DPNVOF BDDPSEP MB DBSJDB EJ EJSFUUPSF TQPSUJWP EFM 3FBM .BESJE

5PUUJ EB 'B[JP o *O NBHMJB B[[VSSB EJ OVPWP 'PSTF BMMFOBUPSF NBJp

-nBMMFOBUPSF GB DBVTB BMMB +VWF MB TFQBSB[JPOF TJ BWWJB JO USJCVOBMF 5SB MF NJSF EFM UFDOJDP GPSTF VOB CVPOVTDJUB QFS MnBEEJP EFGJOJUJWP -B 4QBHOB oUFOUBp .PVSJOIP .JMJUP F .PUUB PSB MnBDDPSEP DnĂƒ

%PNFOJDB MnVMUJNB TGJEB EJ .BMEJOJ 3JOHIJP o-P QPSUFSĂ? EFOUSP EJ NFp

*ODFSUP JM GVUVSP EJ ;MBUBO *CSBIJNPWJD

(BUUVTP B TJOJTUSB F 3POBMEJOIP

4VMMP TUSJTDJPOF MnBGGFUUP QFS *CSB o3FTUB DPO OPJp

3FCVT "ODFMPUUJ (BUUVTP B[[BSEB o4JBNP DPO MVJp

MILANO - Ibra resta con noi. E’ il testo di uno striscione esposto da alcuni tifosi saliti ad Appiano Gentile per seguire l’allenamento. Resta incerto il futuro di Ibrahimovic e potrebbe diventarlo anche quello dell’allenatore portoghese. Dopo il no di Arsene Wenger, Perez sembra intenzionato a portare Mourinho a Madrid. Perez avrebbe già contattato il procuratore di Mourinho, per conoscere la sua situazione contrattuale. Per l’attaccante austriaco Arnautovic l’accordo è alla stretta finale. Ci siamo privati di due pedine importanti. CosÏ il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha ’ufficializzato’ le cessioni di Milito e Thiago Motta all’Inter. In cambio i rossoblÚ avranno il giovane attaccante Acquafresca.

MILANO - Domenica il Milan giocherĂ  con la divisa ufficiale della prossima stagione ma per Paolo Maldini sarĂ  la prima e anche l’ultima volta che indosserĂ  la nuova maglia davanti al suo pubblico. In ogni caso, non sarĂ  una giornata qualsiasi: la partita contro la Roma potrebbe dare ai rossoneri la tanto attesa qualificazione diretta alla Champions League ma, di certo, al fischio finale in molti smetteranno di pensare al risultato della gara per concentrarsi sull’addio di Maldini. ÂŤCi sarĂ  una grande emozione per la fine della sua carriera - ha spiegato Rino Gattuso - lo porterò sempre dentro di meÂť. Parlando del mister Gattuso conferma che i giocatori sono con Ancelotti: “La speranza è l’ultima a morire: la squadra è con luiâ€?.

-nFY UFDOJDP EFMMB +VWFOUVT $MBVEJP 3BOJFSJ GB MFWB TVMMnBDDPSEP GJOP BM 

3BOJFSJ F OPO GJOJTDF RVJ 7FSTP VOB SJTPMV[JPOF DPOEJWJTB B GJOF DBNQJPOBUP TORINO - Amareggiato. Al punto da fare causa alla Juventus. Claudio Ranieri, esonerato lunedÏ scorso, ha deciso di affidare la sua separazione dalla società bianconera all’avvocato Mattia Grassani. Insomma, parola ai legali. La storia tra l’allenatore romano e la Juve finirà forse in tribunale. Ieri sera abbiamo inviato una comunicazione ufficiale alla Juventus- ha spiegato Grassani - nella quale Claudio Ranieri ed il suo allenatore in seconda hanno informato di essersi affidati a me ed essere comunque disponibili a un incontro per affrontare ogni aspetto di questo complesso rapporto contrattuale ed evitare di arrivare ad una causa vera e propria. Ranieri, al di là dell’amarezza umana e professionale- ha proseguito Grassani- è orientato su questa linea. Alle vie legali ci siamo già, ma ancora in una fase stragiudiziaria. Il mio mandato ha come primo obiettivo tentare di risolvere

*M DMVC SJCBEJTDF o&n VO FTPOFSP OPO VO MJDFO[JBNFOUPp

$BMBCSFTJ LP DPO MB -B[JP  MB SFUSPDFTTJPOF Ăƒ SFBMUÂť

3FHHJOB SJUPSOP OFHMJ JOGFSJ ;BSBUF MB TQFEJTDF JO TFSJF # Lazio (4-4-2): Carrizo 6; De Silvestri 6,5, Diakitè 6,5, Rozehnal 6, Kolarov 6; Lichtsteiner 6,5, Dabo 6,5 (13’ st Meghni 6), C. Ledesma 6,5, Foggia 6 (1’ st Mendicino 6,5); Pandev 6,5, Zarate 7 (21’ st Kozak 6). A disp. Muslera, Tuia, Radu, Perpetuini. All. D. Rossi 6,5 Reggina (3-5-2): Puggioni 6; Lanzaro 5,5, Valdez 5,5, Cirillo 5; Vigiani 6 (10’ st Ceravolo 5,5), Barreto 5,5, Carmona 6, Barillà 5, Costa 6 (6’ st Corradi 5,5); Cozza 5,5 (22’ st Adejo 5), Brienza 6. A disp. Pi. Marino, P. Alvarez, Viola, Hallfredsson. All. Orlandi 5 Rete: nel pt 26’ Zarate Arbitro: Gervasoni di Mantova 5,5 Note: ammoniti Cirillo, Pandev. Recupero: 1’ pt, 4’ st ROMA - La Reggina scende in serie B dopo la sconfitta di ieri per 1-0 sul campo della Lazio. Gol decisivo di Zarate al 26’. Calabresi piÚ convinti nella fase iniziale. Bella parata di Carrizo su un missile di Carmona. Poi però una distrazione della difesa amaranto consente a Zarate, servito da Dabo, di battere Puggioni.La reazione della Reggina è nei tentativi di Brienza nel primo tempo e di Cozza nel secondo: ma entrambi cincischiano troppo con il pallone a pochi passi da Carrizo. amichevolmente ogni aspetto ed evitare che a livello mediatico questa si trasformi in una ’Guerra dei Roses’. Dopodichè, se non ci saranno ulteriori spiragli condivisi di trattativa, a quel punto le parti faranno le loro scelte, anche di prosecuzione di una lite in sede giudizia-

ria. E proprio la trattativa, sempre che la Juve accetti di aprirla, porterà a quantificare il danno. Cifre l’avvocato Grassani ha preferito non farne: No, per ora ci sono solo i numeri contrattuali, parte fissa e variabile, oltre alla penale per il recesso, perchè l’esonero a questo

.BVSP ;BSBUF DPOUSBTUBUP EB VO HJPDBUPSF EFMMB 3FHHJOB

equivale. Si parte da lĂŹÂť. Esonero, non licenziamento. Questa la tesi della Juventus nei confronti di Ranieri, che ha rivendicato dunque il pagamento di buonuscita e premi relativi alla stagione 2009-2010, quella in cui il tecnico - da contratto - avrebbe ancora dovuto sedere

sulla panchina bianconera, mentre è stato rimosso lunedÏ scorso. La società bianconera tace, in attesa di un incontro a fine stagione con l’ex allenatore e i suoi legali. Ha ancora la speranza di comporre in via amicale la controversia, che in caso di sconfitta legale, le costerebbe, com-

presi gli emolumenti allo staff di Ranieri, circa sei milioni lordi. Infatti, Ranieri aveva firmato nel 2007 un contratto in base al quale avrebbe rinunciato ai premi ottenuti dal suo successore dopo il suo eventuale esonero, in cambio della facoltĂ  di potersi svincolare subito. La tesi dell’ufficio legale bianconero (Studio Grande Stevens), che ha ricevuto la richiesta danni è tutta in due parole: esonero e non risoluzione contrattuale. Ranieri è stato infatti rimosso dalla funzione di allenatore, ma ÂŤresta a disposizione della societĂ Âť, cosĂŹ gli ha detto la Juventus. Dunque, il contratto fino al 2010 non sarebbe stato stracciato unilateralmente dai bianconeri, ma perdurerebbe ancora. Ăˆ chiaro che, finito il campionato, si dovrĂ  arrivare a una soluzione gradita a entrambe le parti, perchè comunque, cosĂŹ, Ranieri e il suo staff dovranno essere pagati fino all’ultimo euro.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 39

SPORT

$BMDJP *M TPTUJUVUP EJ 4POFUUJ o#SFTDJB EB TFSJF "p

'PSNVMB VOP *M USJCVOBMF EJ 1BSJHJ GBWPSJTDF MB 'FEFSB[JPOF *M $BWBMMJOP OPO EFNPSEF NB JM UFSNJOF EFM  NBHHJP Ăƒ WJDJOP

'FSSBSJ SJDPSTP SFTQJOUP #BUUBHMJB CVEHFU QFSTB -nBNBSF[[B EJ ,JNJ o4FO[B MF HSBOEJ OPO TJ QPUS QJÔ QBSMBSF EJ $JSDVTp PARIGI - Respinto ieri dal tribunale di Parigi il ricorso della Ferrari contro il nuovo regolamento della Federazione internazionale dell’auto che introduce un tetto negli investimenti per la prossima stagione. La vittoria della Fia convalida di fatto le nuove norme. La decisione è arrivata come previsto verso le 14 al tribunale di Parigi. Non c’è il rischio di un danno imminente che dovrebbe essere evitato o di presunti illeciti per cui i nuovi regolamenti dovrebbero essere bloccati, sentenzia la corte. Il Cavallino ieri prende atto della sconfitta, valuta la possibilità di proseguire l’azione legale e, come già annunciato nei giorni scorsi, non correrà piÚ nel Mondiale della Fia senza un’intesa tra le parti, ma in altre gare piÚ consone al calibro del marchio. La Ferrari scrive in una nota - non procederà all’iscrizione delle proprie monoposto ad una competizione che vedrebbe venir meno quelle caratteristiche che hanno reso la F1 la massima espressione dello sport automobilistico. A capo di una fronda in cui figurano altri grossi costruttori come Renault, Toyota e Red Bull, la Ferrari aveva chie-

La querelle sulle nuove regole I contrasti tra FIA e Ferrari che hanno portato il Cavallino a minacciare la rinuncia alla partecipazione al Mondiale 2010 LE DISPOSIZIONI FIA PER IL 2010 LA CONTESTAZIONE Rifornimenti 40 milioni di euro 26 Gomme FERRARI Il campionato avrebbe un doppio standard regolamentare, Proibiti durante Il tetto massimo Le vetture ammesse Non sarĂ  possibile basato su regole tecniche e i Gran Premi di spesa fissato in gara scaldarle, neanche parametri economici arbitrari per tutti i team con le termocoperte Disappunto per la mancanza di concertazione tra FIA e team Agevolazioni 1 2 3 4 per chi si adegua Le prioritĂ  per Maranello

Ali mobili anteriori e posteriori

Nessun limite al numero di giri del motore

ANSA-CENTIMETRI

sto il blocco del nuovo regolamento che limita gli investimenti per la prossima stagione a 45 milioni di euro, con l’obiettivo, per la Fia, di aprire le competizioni a nuove scuderie. Ma col rischio, secondo il Cavallino, di creare un Mondiale a due velocità. La Ferrari contestava in particolare alla Fia di aver cambiato le carte in tavola ignorando quel diritto di veto - riconosciuto anche in corso di udienza, documenti alla mano - previsto dal Patto della Concordia del 2005. Ma ieri il giudice Jacques Gondran de Robert ha fatto notare al Cavallino che avrebbe dovuto esercitare il diritto di veto durante la delibera del 29 aprile, nell’ambito del Consiglio mondiale dello sport automobilistico. Il tribunale riconosce

PossibilitĂ  di effettuare test durante la stagione

Norme uguali per tutti StabilitĂ  dei regolamenti Impegno per riduzione costi

Permesso di utilizzare gallerie del vento

comunque la natura contrattuale (e non sportiva) della vertenza e la competenza del tribunale civile (e non degli organi interni della Fia), ma boccia l’urgenza del ricorso. Intanto, mentre il termine delle iscrizioni incalza - il 29 maggio -, già diversi piccoli costruttori, da Lola a Usf1, da Rml a Campos, si sono fatti avanti per il prossimo campionato del mondo che con queste squadre, con tutto il rispetto per loro, potrà avere lo stesso valore della Formula 1 di oggi?, si leggeva ieri mattina in un commento sul sito Ferrari. La vicenda non si è chiusa ieri. La Ferrari si impegna a lavorare ancora con la Fota e la Fia in vista di soluzioni migliori. Intanto, dopo il verdetto, quasi immediata è arri-

Se i regolamenti non cambiano, nel 2010 la Ferrari non si iscriverĂ  al mondiale

vata la soddisfazione di Max Mosley: ÂŤnessun competitor - ha detto il presidente della Fia - dovrebbe porre i propri interessi al di sopra di quelli dello sport in cui compete. La Fia, i team e i nostri partner commerciali continueranno a lavorare per garantire il benessere della Formula 1 nel 2010 e oltreÂť. “Se le altre grandi squadre prenderanno la stessa decisione, allora non si può piĂš parlare di Formula 1â€?. Il pilota Ferrari Kimi Raikkonen dice la sua sul ricorso della casa di Maranello . ÂŤSe le squadre arrivano dalla GP2, ad esempio, - aggiunge il pilota finlandese- non sarĂ  la stessa cosa. Sono al 100% con la squadra e qualsiasi cosa decidano di fare starò al loro fianco. Spero che si possa uscire da questa situazioneâ€?.

$BMDJP $IBNQJPOT DPO )FOSZ F *OJFTUB (JSP En*UBMJB $PORVJTUB MnVOEJDFTJNB UBQQB PSB DPO JM SJWBMF Ăƒ 

-nPUUJNJTNP EJ $BWBTJO o7JODFSFNP J QMBZPGGp

BRESCIA - Alberto Cavasin, che ieri è stato chiamato sulla panchina del Brescia al posto di Nedo Sonetti, è convinto di poter svolgere un buon lavoro nella volata verso i playoff di B. ÂŤNoi nel 2005 sul campo ci salvammo - ha detto nella conferenza-stampa di presentazione ricordando la sua precedente esperienza bresciana non lo dico io ma l’ha detto la giustizia sportiva (il riferimento è a calciopoli, ndr). Ăˆ come se da quattro anni non avessi aspettato altro che tornare qui per chiudere un cerchio. In carriera una sofferenza come ho provato quell’anno non l’ho mai provataÂť. Di quella stagione ci sono ancora sette giocatori nella rosa attuale: ÂŤAppunto - dice Cavasin - questa è giĂ  una squadra che sa di serie A. Non è un gruppo perdente visto che siamo in zona playoff e sono sicuro che se li giocassimo li vinceremmoÂť. ÂŤSiamo nettamente favoriti - ha aggiunto - dobbiamo esprimere il nostro reale valoreâ€?.

"UMFUJDB "QQFMMP DPOUSP MB TVB BTTPMV[JPOF

0OZJB OPO TBMUB JM EPQJOH "UMFUB QPTJUJWB BJ DPOUSPMMJ MADRID - Josephine Onyia, primatista spagnola dei 100 ostacoli, è risultata positiva al clenbuterolo (broncodilatatore con affetti anabolizzanti) in occasione della World Athletics Final del 13 settembre 2008 a Stoccarda. La notizia è stata ufficializzata solo adesso, ma il caso della ventiduenne di origini nigeriane è già stato portato all’attenzione del Tribunale arbitrale dello sport dalla Iaaf: i dirigenti di Montecarlo hanno presentato appello contro l’assoluzione dell’atleta da parte della Federazione spagnola. Ieri a Tirnavia per Martina Hrasnova la migliore prestazione mondiale nel lancio del martello.

*M CJHMJFUUP TJ QVĂ? BDRVJTUBSF POMJOF #BSĂ‚B F MB GJOBMF $BWFOEJTI GB CJT DPO VO DPMQP TPMP .PUP *M (Q TJ BQSF BM OVPWP *O UFTUB TPMP MFJ &HVBHMJB 1FUBDDIJ F MBODJB MB TGJEB 0SB JM UJDLFU TJ TUBNQB

%J -VDB SFDPSE  HJPSOJ JO SPTB Le classifiche 0HHJ MnBUUFTB DSPOP ORDINE D’ARRIVO EFMMF $JORVF 5FSSF

-JPOFM .FTTJ IB EFUUP EJ OP BMMP TDFJDDP

MADRID - Pep Guardiola ha già pronta la formazione del Barcellona che il 27 maggio scenderà in campo a Roma nella finale di Champions contro il Manchester United. La stampa pubblica quella che dovrebbe essere la formazione con la quale il Barca scenderà in campo: Valdes in porta, Tourè e Pique difensori centrali, Puyol e Keita (con Sylvinho o Caceres in alternativa) esterni, Xavi, Sergio Busquets, Iniesta a centrocampo, davanti il tridente Messi, Etòo, Henry. Il recupero dai rispettivi infortuni di Andres Iniesta e Thierry Henry sembra certo, mentre Daniel Alves e Eric Abidal, squalificati, dovranno vedere la finale con i ’diavoli rossi’ in tribuna. Guardiola avrebbe già informato i titolari della sua scelta. Per ora le voci di mercato, tipiche di questo periodo, non sembrano turbare la concentrazione dei giocatori prima della grande sfida romana. Lo sceicco Mansour Bin Zayed, proprietaario del club inglese, sarebbe stato disposto a pagare anche la clausola di rescissione del contratto di Messi, 150 milioni, le tasse del giocatore e a garantire una commissione di 10 milioni alla famiglia. Ma il Barcellona e Messi per ora hanno detto no.

ARENZANO - Mark Cavendish, con lo sprint vincente di ieri ha centrato due obiettivi in un colpo solo: si è aggiudicato la seconda tappa di questo 91/o Giro d’Italia, dopo la Milano-show di domenica scorsa, ed ha riacciuffato il rivale Alessandro Petacchi (terzo), che aveva già messo a segno la propria doppietta in volata, tagliando il traguardo a braccia alzate sia a Trieste sia a Valdobbiadene. Il prossimo appuntamento è fissato sul rettilineo di via Abramo Lincoln, domani, nella 13/a frazione con probabile arrivo allo sprint. Oggi, intanto, è in programma quella che da molti è considerata una delle frazioni decisive del Giro la cronometro delle Cinque Terre: quasi 61 km vissuti tutti d’un fiato, senza pause. Nessuno dei big affronterà questa sfida con la bici da cronometro, pesante in salita e meno stabile in discesa, l’attesa è spasmodica e, se Di Luca riuscirà a limitare i danni, può sentirsi già mezzo Giro in tasca. Ieri Cavendish ha beffato con il

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Tempo/Abbuono

MARK CAVENDISH (GBR) Tyler Farrar (Usa) Alessandro Petacchi (Ita) Allan Davis (Aus) Sebastien Hinault (Fra) Davide Viganò (Ita) Edvald Boasson Hagen (Nor) Alexander Serov (Rus) Oscar Gatto (Ita) Robert Forster (Ger)

20� 12� 8�

Tempo

CLASSIFICA GENERALE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

in 4h51’17� s.t. s.t. s.t. s.t. s.t. s.t. s.t. s.t. s.t.

DANILO DI LUCA (ITA) Denis Menchov (Rus) Michael Rogers (Aus) Levi Leipheimer (Usa) Franco Pellizotti (Ita) Carlos Sastre Candil (Spa) Thomas Lovkvist (Sve) Ivan Basso (Ita) David Duran Arroyo (Spa) Gilberto Simoni (Ita)

48h51’28� a 1’20� a 1’33� a 1’40� a 1’53� a 1’54� a 2’03� a 2’12� a 2’35� a 2’58� ANSA-CENTIMETRI

minimo sforzo lo statunitense Tyler Farrar mettendo in bacheca il quarto successo al Giro. Caduta

per Pozzato e Leipheimer. Armstrong allunga. Di Luca tocca il traguardo dei 25 giorni in rosa.

FIRENZE - Da ieri è possibile stampare da casa propria il biglietto per il GP d’Italia di motociclismo che andrà in scena il 31 maggio all’autodromo del Mugello. Utilizzando un normale computer, sarà sufficiente acquistare il tagliando online sul sito www.ticketone. it e successivamente stamparlo. Con il biglietto ci si potrà presentare direttamente al circuito il giorno del Gp, dove verrà effettuata la lettura di un codice.

/VPUP *O BUUFTB EFMMnPNPMPHB[JPOF 'JOB

-n*UBMJB OPO DBNCJB EJWJTB * DPTUVNJ TBSBOOP +BLFE ROMA - In attesa di ulteriori chiarimenti della Fina sulle procedure di omologazione, l’Italia del nuoto continuerĂ  ad utilizzare i costumi di nuova generazione (sponsor tecnico della Nazionale è la lombarda Jaked). Ad annunciarlo ieri è la stessa Federnuoto: “per evitare confusiome meglio rispettare gli impegni assuntiâ€?. Una decisione diversa da quella comunicata dall’omologo organo francese che, in attesa di un chiarimentoFina sulla lista costumi ammessi ha vietato l’utilizzo sul territorio francese dei costumi non conformi.


40 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

La squadra rossoblù per evitare la retrocessione dovrà ribaltare il pessimo finale di stagione

Vibonese, “mission impossible” VIBONESE

VIBO VALENTIA — Quando la disperazione è alle porte. Quando tutto sembra precipitare. Quando non sai più a che santo votarti. Quando la paura potrebbe prendere il sopravvento. Quando il baratro sembra spalancarsi davanti. Così l’ambiente vibonese vive il dramma calcistico del secondo anno consecutivo aggrappato ai play-out, ma in una situazione di classifica ed ambientale volta al peggio. Ed allora, in queste condizioni, ci si affida a tutto, ci si aggrappa a tutto: alla cabala, alla tradizione, alla storia, ai corsi e ricorsi storici. Anche perché questi fanno tornare per un attimo il sorriso e lasciano pensare positivo. La storia racconta, infatti, che cinque anni fa la Vibonese si trovò davanti ad una situazione molto simile a questa attuale, per intensità drammatica. Fu costretta ai play-out per evitare la retrocessione in Eccellenza. Quella era la prima stagione di Santino Gurzillo presidente, l’inizio di una nuova era del calcio a Vibo Valentia che, in caso di un simile precipizio, non sarebbe mai iniziata. Ed indovinate chi c’era in panchina? Sì, proprio lui: Angelo Galfano! Ed indovinate che tipo di squadra scendeva in campo cinque anni fa? Esattamente un manipolo di giovanissimi, di under inesperti, belli e sfortunati che seppero conquistare i tifosi per un gioco spumeggiante (proprio come la bella Vibonese del girone d’andata di quest’anno), malgrado i risultati non fossero stati così favorevoli da impedire i play-out. Dunque, una serie di analogie che potrebbe essere di buon auspicio, anche per come maturò quell’esperienza di cinque anni fa. Accadde, infatti, che quella giovane Vibonese nella partita d’andata a Lentini cadde inesorabil-

I precedenti fanno ben sperare grazie alla forza della disperazione L’EDITORIALE di Valter Leone

QUEI “MAL DI PANCIA” IN RIVA AL CRATI... Q

Il tecnico della Vibonese, Angelo Galfano

mente sotto un perentorio 2-0 e la gara di ritorno appariva ancora più impossibile, anche perché al termine del primo tempo i rossoblù si trovavano di nuovo in svantaggio per 1-0. E fu allora che accadde il miracolo sportivo: è da allora che esiste un rapporto di tanta stima ed affetto con un allenatore giovane e di qualità come Angelo Galfano. La partita si giocava sul neutro del Granillo di Reggio Calabria trasformatosi in fortino rossoblù grazie alla presenza di non meno tremila vibonesi. Quella formazione fatta di giovanissimi, ancor più giovane ed inesperta dell’attuale, riuscì nel miracolo di ribaltare il risultato e chiudere la partita con un

3-1 che garantì la salvezza e diede vita ad un ciclo culminato con lo storico esordio della Vibonese tra i professionisti. Corsi e ricorsi storici. Imprese impossibili che si realizzano, dramma sportivo sfiorato e superato… quante analogie con la situazione attuale, con la Vibonese di nuovo spalle al muro, chiamata ad affrontare Val di Sangro in condizioni difficili avendo a disposizione un solo risultato utile sui tre possibili. Un’impresa disperata, una “mission impossible” che Galfano già conosce, già ha vissuto. Le speranze cominciano proprio da qui!

uelli di Ibra sono i mal di pancia che hanno fatto il giro del mondo. Se ne parla da tempo e si dice che vorrebbe lasciare l’Inter per approdare in un grande club, magari spagnolo, per cercare di vincere la Champions League. Di scudetti ne ha già vinti tanti. Mal di pancia, dunque, che potrebbero anche trovare una giustificazione. Ma, il pianeta calcio, di mal di pancia ne metabolizza una infinità. E capita pure che molte volte diventa anche difficile ipotizzare la diagnosi per capire le origini del malessere. Prendete il caso del Cosenza. E’ emblematico. Una squadra che vince un campionato dominandolo sin dalla prima giornata; un allenatore che ottiene il massimo in due stagioni da incorniciare; una società che entra di diritto nella storia; eppure i mal di pancia ai piedi della Sila sono dilaganti. Sembra di capire che una parte dell’ambiente, quella più “rumorosa”, non ha ancora digerito gli straordinari risultati ottenuti da questo gruppo di dirigenti; risultati frutto di programmazione e organizzazione, semplicemente perfetti. Oggi c’è una parte dell’ambiente e dei poteri forti della città che preferiscono

Maurizio Bonanno

A meno di clamorose sorprese è stato scelto il tecnico che guiderà la panchina biancoverde Oggi un’altra riunione societaria. Intanto, perde consistenza la colloborazione col Catania

VIGOR LAMEZIA di Antonio Cannone LAMEZIA TERME — A meno di clamorose sorprese, il nuovo allenatore della Vigor Lamezia per la nuova stagione sarà Pino Rigoli, ex tecnico di Modica e Cosenza. Non è una notizia ufficiale, ma poco di manca. Riunione societariaIn verità, dalla riunione societaria di martedì sera, non è emerso nulla di “sconvolgente”. Ovvero, una seduta come tante che si tengono settimanalmente. In sostanza si dovrà fare chiarezza - e quindi avere contezza della disponibilità economica - sull’assetto definitivo della compagine societaria. Nessuna new-entry per il momento. Ma tanta fiducia nel comporre un mosaico capace di gestire al meglio la nuova fase con ambizioni di vertice. Di certo, per quel poco che è emerso, durante la riunione si sono affrontati problemi che riguardano le fidejussioni e l’iscrizione al campionato di Seconda divisione e/o se-

Pino Rigoli sarà l’allenatore della nuova Vigor Lamezia con la coppia Pagni-Maglia

Danilo Pagni

fare passare in secondo piano quanto fatto dalla dirigenza capitanata dal presidente Paletta ed esaltare figure ambigue e ingiallite da un passato nemmeno tanto lontano. Solo negatività. Una strisciante e strategica guerra psicologica che non trova giustificazioni. Il Cosenza vince il campionato? Ebbene, il problema è che la squadra di Toscano non ha il migliore attacco del girone. Ma guarda un po’. Questione di mal di pancia, appunto. Altrimenti sul Cosenza che vince il campionato, si sarebbe potuto dire (e scrivere) che è stata la squadra con la migliore difesa di tutto il calcio professionistico italiano, si sarebbe potuto dare il giusto risalto al fatto che quella di Toscano è stata la squadra che ha conquistato il maggior numero di punti in tutti e cinque i gironi della Lega Pro, fra Prima e Seconda divisione. Oppure, si sarebbe potuto dire che delle prime sei squadra della classifica finale del girone C di Seconda divisione, il Cosenza è stata l’unica società ad avere usufruito dei contributi della Lega per l’impiego dei giovani. No, questo no. I mal di pancia, se non curati bene, a volte potrebbero anche essere devastanti.

rie D. Su un eventuale ripescaggio, come ampiamente scritto nei giorni scporso, si nutre un certo ottimismo. Per mettere su un organico altamente competitivo occorre una cifra che si aggira tra 7-800 mila euro, fino a toccare la quota massima di un milione. Somme decisamente considerevoli che comunque i soci sembrano intenzionati e reinvestire per far dimenticare la pessima stagione appena conclusasi. Il nodo, dunque, rimane su quanti soci contare e sulla volontà di alcuni di essi di incrementare le loro quote. Chiusa questa fase preliminare e preso atto della disponibilità manifestata, tutto dovrà essere ratificato davanti a un notaio laddove - evidentemente - saranno anche decise

Fabrizio Maglia

le cariche dei singoli. Si passerà quindi a una fase successiva che sarà quella di stabilire con esattezza il budget a disposizione per pianificare il torneo da affrontare. Da questo punto di vista, ripetiamo, le intenzioni sono “velleitarie”. Area tecnica. Come detto in apertura, il nome di Pino Rigoli è accostato alla quasi certa disponibilità ad accettare il ruolo di consulente esterno di Danilo Pagni e con Fabrizio Maglia nelle vesti di direttore sportivo. I due, pare, d’accordo con la società avrebbero già optato per Rigoli dato al 90% sulla panchina della Vigor. Certo, esistono altre opzioni che sembrano avere decisamente meno chance. L’unica incertezza che permane, riguarda la collaborazione con il Catania. E qui si potrebbero snodare altre situazioni che ricondurrebbero a Pasquale Lo Giudice come ds e Giacomarro allenatore. La “pista Catania”, come già evidenziato, riguarda soprattutto gli ottimi rapporti esistenti tra Franco Perri e alcuni imprenditori vicini al presidente del club etneo, Pulvirenti. Martedì scorso, prima, durante e dopo la riunione ci sono stati contatti telefonici sui quali è difficile per il momento riuscire a comprendere bene gli sbocchi. Tant’è che oggi è in programma un’altra riunione per fare il punto sulla possibilità di “chiudere” l’accordo con il Catania o - come è quasi certo - confermare la scelta Pagni-Maglia-Rigoli.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 41

SPORT 2ª D I V I S I O N E

STATISTICHE Bilancio oltremodo positivo con la regular season in archivio e in attesa dei play-off

Una stagione da incorniciare CATANZARO

La squadra di Provenza non ha mai ottenuto tanti punti (59) come in quest’annata

CATANZARO — Una stagione da incorniciare… da tutti i punti di vista. Con la regular season andata in archivio (il tutto in attesa dell’avventura-play off), è tempo di bilanci. Ebbene, il Catanzaro targato-Nicola Provenza s’è ritagliato un posticino nella storia a tinte giallorosse. E il riferimento non è solo a quell’incredibile di striscia di ventun risultati positivi che ha regalato all’Effeccì un primato europeo. “Numeri” alla mano, nel corso delle partecipazioni ai vecchi tornei di C2 (adesso seconda divizione), il Catanzaro non ha mai ottenuto così tanti punti come in questa annata agonistica (59 per l’esattezza). Ecco perché le Aquile di Provenza hanno fatto la storia. Del resto, basta dare un’occhiata alle stagioni in cui la vecchia Uesse ha centrato l’obiettivo della partecipazione ai play off. Campionato edizione 1996/1997, ovvero quello del duello con la Battipa-

gliese. Dopo un bel testa a testa coi campani, durato quasi per metà torneo per la conquista del primato, sul finire della stagione, il Catanzaro molla un po’ la presa. L’avvicendamento a otto giornate dalla fine tra Lavezzini e Sabadini non dà i frutti sperati e, nella griglia degli spareggi promozione, Vanzetto e compagni si presentnoa con un quinto posto che li obbliga ad affrontare in semifinale il forte Benevento. E i sanniti, nell’occasione, hanno la meglio. Per la cronaca, i giallorossi chiudono la regular season con 53 punti. Torneo 1998/99, nonostante l’ininterrotta contestazione al presidente Soluri, coi tifosi che non gradiscono neppure l’avvento in panca dell’ex trainer pitagorico, Giancarlo Morrone, il Catanzaro disputa uno strepitoso girone d’andata (da ricordare l’imbattibilità di 14 gare). Un girone di ritorno in chiaroscuro regala co-

munque l’accesso ai play off: quinto posto, ottenuto con 53 punti. E, in quel caso, la sorte si diverte nuovamente, mettendo di fronte giallorossi e Benevento. Tanto per cambiare, la squadra sannita si conferma bestia nera per l’Uesse. Nella stagione 2000/2001, la C1 svanisce veramente per poco. Il riferimento è alla finale persa in casa per mano del Sora. In ogni caso, quel Catanzaro, nel quale militano i vari kamarà, Delvecchio, Di Corcia e Lugnan, allenato da Agatino Cuttone, regala gioco ed emozioni… con un terzo posto finale a quota 54 punti. Nel torneo edizione 2002/2003, ancora play off ed ancora una finale persa tra le mura amiche. Il 15 giugno 2003, il “Ceravolo” ammutolisce per un Catanzaro che cade sotto i colpi di Russo e Suriano che regalano la promozione all’Acireale. La regular season, invece, vede Ferrigno e compagni disputa-

re un gran girone di ritorno (complice anche il cambio societario con l’avvento del duo Poggi-Parente) con la conquista del quarto posto grazie ai 56 punti messi in cascina. Ebbene, a distanza di sei anni, quel primato di punti dei ragazzi allenati da Franco Dellisanti è andato in archivio. Coi suoi 59 punti (frutto di 15 vittorie, 14 pareggi e appena 5 sconfitte), la formazione di Nicola Provenza da Salerno, come dicevamo in apertura, s’è ritagliata un piccolo posto nella storia del football catanzarese. Ma il bello deve ancora venire. Ci sono gli sapreggi-promozione da affrontare (e da possibilmente vincere) e, quindi, una nuova pagina di storia da scrivere. Per il momento, complimenti alle Aquile e al loro timoniere. E per l’immediato futuro, in bocca al lupo…

CATANZARO — Pian pianino, si intensifica la preparazione del Catanzaro in vista di gara1 dei play off. In ogni caso, le buone notizie giungono dall’infermeria e da Max Caputo, in particolare. Ma procediamo con ordine. Ieri mattina, le Aquile si sono ritrovate sul rettangolo verde del “Curto” per svolgere una seduta prettamente tattica.

NOTIZIARIO Prosegue la preparazione in vista della gara-1 contro il Pescina. L’attaccante stringe i tempi

dovrebbe esserci anche una partitella a ranghi misti. Al termine dell’allenamento di domattina, poi, ci sarà il rompete le righe. Tre giorni di riposo per le Aquile, che, da martedì, inizieranno a calarsi nel migliore dei modi nella settimana che condurrà alla gara di Avezzano.

Il tecnico giallorosso, Provenza

Caputo intensifica gli allenamenti Squadra al completo, eccezion fatta pei i difensori Di Maio e Di Meglio (ancora in permesso). Quest’ultimi due, si uniranno al gruppo in giornata. Max Caputo s’è allenato

a parte, intensificando, però, i carichi di lavoro e, soprattutto, iniziando anche a calciare la palla. E di conseguenza, cresce l’ottimismo in casa giallorossa

per il recupero del fantasista in occasione della gara d’andata degli spareggi-promozione. Oggi è in programma una doppia razione di lavoro. Nel pomeriggio, tra l’altro,

Vittorio Ranieri

Vit. Ran.


APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 21 Maggio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

L’evento rientra nel progetto regionale “La Primavera delle minoranze” organizzato dall’Assessorato al ramo della Provincia di Cosenza, retto da Donatella Laudadio

“Jeta”, la vita, è stato un grande successo di pubbico Uno spettacolo godibile, che ha visto anche la presenza dell’Assessore Damiano Guagliardi, il cui filo conduttore è stato la lingua arbereshe SPEZZANO ALBANESE — E' stato

un grande successo di pubblico e di approvazioni lo spettacolo teatrale andato in scena, in anteprima mondiale, sabato 2 maggio nel Cine-teatro di Spezzano Albanese. L'opera prima di Demetrio Corino, intitolata "Jeta" (La vita), ha avuto un positivo riscontro da parte di un affollatissimo e colto parterre, impreziosito dall'assessore alla Cultura e Minoranze Linguistiche della Regione, Damiano Guagliardi, e dall'assessore provinciale alle Minoranze Linguistiche, Donatella Laudadio. Lo spettacolo, che ha visto

come protagonisti due esuberanti "Sisina" e "Francesco", magistralmente interpretati da Adele Marino e Cenzino Barbati, è scivolato attraverso il racconto degli anni passati, raffigurati da mimi in costume che ne hanno ri-tracciato i ricordi, con musiche, canti e poesie. Ad unire il tutto è stata la lingua arbëreshe, vera ed unica l'unica linea conduttrice di tutti i dialoghi. L'evento, che rientra nel programma del progetto regionale “La Primavera delle Minoranze Linguistiche”, organizzato dall'assessorato alle Minoranze linguistiche della Provincia di

Cosenza, retto da Donatella Laudadio, è stato uno dei 44 appuntamenti che ha visti coinvolti tutti i centri albanofoni della regione Calabria, compresa la comunità occitana di Guardia piemontese. Per l'occasione era presente anche l'esperto di minoranze Francesco Fusca, membro del Gruppo di studio nazionale per la Legge n. 482/99, ed il primo cittadino arbëresh Ferdinando Nociti, il quale ha sottolineato l'importanza di promuovere e valorizzare “questa ricchezza” che la comunità di Spezzano da sempre porta intrinseca nella sua radice. Ritornando

allo spettacolo, durato circa un'ora e mezza, il leitmotiv della storia è sviluppata dal racconto dei due protagonisti, nati nei primi del Novecento, e che oggi, anziani, davanti ad un focolare in una notte d'inverno, raccontano i tempi della loro giovinezza. Due vite che si intrecciano in un'unica trama che l'autore, Demetrio Corino, ha sapientemente saputo amalgamare. Battute ironiche tengono allegro il pubblico, che spesso trova nei dialoghi dei personaggi i modi di dire della tradizione locale; ma anche le riflessioni sulla guerra, che ha tolto

alla coppia un figlio, sono profonde; ed infine il monologo dell'uomo il quale, prima di andare a letto, “pensa” al proprio “breve” futuro con la moglie in uno dei momenti più significativi quale atto d'amore nei confronti della propria consorte. Straordinarie le musiche e le poesie, alcune della poetessa locale Anna Maria Basile. Un plauso speciale va agli attori della stessa compagnia "Il Sipario", rappresentata dal presidente Pino Piragine, che ancora una volta sono stati in grado di realizzare un grandissimo momento di riflessione e di comunione sociale.

Una giornata in Sila dedicata al turismo verde, organizzata in collaborazione con il Cts di Roma Nononostante i tagli alla cultura a Lamezia si terrà la 31ma Edizione

Oggi presentazione della Guida Pratica all’ospitalità del Parco Partono i concorsi A.M.A. Calabria ROMA — «Saranno circa 200 gli

studenti delle provincie calabresi di Cosenza, Catanzaro e Crotone che prenderanno parte oggi alla giornata, presso il Centro Visita Cupone, organizzata dall’Ente Parco Nazionale della Sila in collaborazione con il Cts di Roma». E’ quanto si legge in una nota stampa giunta in redazione. «La giornata - spiega il testo - si articolerà in due momenti: la presentazione della Guida pratica all’Ospitalità del Parco e la sessione di educazione ambientale dedicata al turismo “Verde” cui seguiranno la visita al museo, la passeggiata lungo il percorso naturalistico ed un rinfresco». «L’Ente Parco Nazionale della Sila - si legge poi nella nota impegnato fin dalla sua istituzione in attività rivolte al mondo della scuola ed il Cts, coinvolto da anni nella promozione dell’ambiente e del turismo sostenibile, hanno contribuito insieme alla realizzazione della guida, strumento utile a promuovere la conoscenza e la fruizione del Parco. La Guida entra a far parte di un’ampia collana di volumi dedicati a diversi parchi, ma tutti con lo stesso obiettivo che è quello di invitare i lettori a visitare questi straordinari angoli del Bel Paese, per scoprire il grande tesoro di biodiversità, di cultura e tradizioni che custodisco-

«E’ fondamentale sensibilizzare i giovani alle tematiche ambientali e naturalistiche - ha affermato la professoressa Sonia Ferrari, Presidente del Parco della Sila -, oltre che al rispetto ed alla valorizzazione delle culture locali»

no e tutelano». La nota offre poi un’affascinante descrizione del patrimonio di biodiversità sia a livello floristico, sia faunistico, per quanti ancora non conoscano le bellezze della Sila, o non si stanchino di sentirne raccontare le bellezze. Si legge, infatti, fra l’altro: «Il vasto altipiano della Sila é caratterizzato dalla presenza di boschi di faggio e soprattutto da estese foreste di pino laricio, simbolo del Parco, che conferiscono al paesaggio un aspetto ‘nordico’ e lo contraddistinguono dal resto dell’Appennino. Ma la presenza del lupo, che qui non si è mai estinto, rende ancor più suggestivo questo territorio, frequentato dalla specie simbolo della fauna italiana. Forte di una natura suggestiva ed incontaminata, di tradizioni originali, di sapori genuini, oltre che di storia e di arte, la Sila può trovare nel turismo un’occasione concreta di rilancio e di crescita». In particolare nel turismo verde, d’avventura, che fa dei parchi e delle riserve naturali, la meta privilegiata di moltissimi giovani. La professoressa Sonia Ferrari, presidente del Parco della Sila, ha infatti affermato al riguardo: «Ritengo che sia da evidenziare l'importanza di una promozione del territorio del Parco, che non sia di tipo generico, ma che risulti mirata, focalizzata sulla valorizzazione di alcune risorse presso specifici target. Mi riferisco - ha proseguito la professoressa Ferrari - in particolare al segmento del turismo giovanile ed a quello del turismo naturalistico a cui lo stesso Cts si rivolge. E’ fondamentale sensibilizzare i giovani alle tematiche ambientali e naturalistiche, oltre che al rispetto ed alla valorizzazione delle culture locali. E’ proprio questo – ha concluso la Ferrari - il punto di incontro fra il Parco Nazionale della Sila ed il Cts in un’ottica di condivisione di queste politiche» . Ed in un’ottica sinergica e collaborativa si pone anche il

Il vasto altipiano della Sila é caratterizzato dalla presenza di boschi di faggio e soprattutto da estese foreste di pino laricio, simbolo del Parco, che conferiscono al paesaggio un aspetto ‘nordico’ e lo contraddistinguono dal resto dell’Appennino. partner romano del progetto. Sempre stando alla nota pervenuta in redazione, infatti, anche Laura Ravazzoni, Responsabile Relazioni Istituzionali del Cts, a tal proposito ha dichiarato: «Siamo molto soddisfatti della collaborazione tra Cts e Parco Nazionale della Sila per questo progetto che ha l’obiettivo di favorire la conoscenza del Parco presso il grande pubblico e promuoverne la fruizione nel rispetto dell’ambiente e delle culture locali Temi questi - ha proseguito Ravazzoni - che il Cts propone e sostiene da anni attraverso le sue attività fra le giovani generazioni». E l’utilità dei sussidi didattici e informativi, fedeli compagni di un qualunque viaggio, cui il progetto ha dedicato ampia attenzione, viene poi spiegata ancora nella nota dalla responsabile delle Relazioni Istituzionali del centro romano: «Con le pagine di informazioni utili - ha infatti affermato - è possibile andare alla scoperta della gastronomia e dell’artigianato, sapere dove è possibile mangiare e alloggiare e avere tante altre preziose informazioni per apprezzare le bellezze del Parco. Una guida gratuita – ha concluso - da mettere in tasca per poi partire». Rita Macrì

LAMEZIA TERME — Ancora una

volta Lamezia Terme, per oltre una settimana, da oggi e fino al 29 maggio, sarà città della musica grazie ai concorsi nazionali ed internazionali organizzati da Ama Calabria. La manifestazione giunta alla sua 31ma edizione si realizza con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Dipartimento dello Spettacolo, della Città di Lamezia Terme e dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. I concorsi Ama Calabria, considerati una delle più importanti e qualificate vetrine promozionali di giovani talenti, registrano anche quest’anno un’ampia partecipazione di concorrenti provenienti oltre che da tutta Italia da diversi paesi d’Europa e dell’Asia. Le ragioni del successo di queste iniziative concorsuali vanno individuate nella volontà degli organizzatori di puntare decisamente sulla qualità pur nella consapevolezza di tutte le difficoltà che questa scelta comporta. Da qui la nomina di giurati d’indiscussa professionalità e obiettività, una struttura organizzativa ormai ben collaudata a piena

disposizione dei tanti talenti che, nel rispetto reciproco, si incontrano e confrontano fra loro. Tutto questo consente oggi di affermare che i concorsi Ama Calabria sono una bella realtà da conservare e sostenere. L’edizione di quest’anno si realizza in un contesto molto difficile per il settore. Su proposta del Ministro dell’Economia, nella quasi assoluta indifferenza dei partiti, il Governo ha operato un taglio di un terzo del Fus (Fondo Unico dello Spettacolo) il principale contributo che lo Stato riconosce alle istituzioni musicali e teatrali portandolo sotto i 400 milioni di euro. Le previsioni per i prossimi anni sono ancora peggiori e rappresentano concretamente l’indirizzo dell’ esecutivo italiano, in controtendenza con quanto fanno tutti gli altri governi europei. Nonostante questo scenario, che suggeriva di rinunciare ad organizzare il concorso, Ama Calabria ha voluto che ancora una volta, Lamezia Terme fosse crocevia di incontro e confronto per migliaia di musicisti italiani e stranieri.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 43

APPUNTAMENTI CALABRIA Si chiama “Avec les tempes, Dalidà” lo spettacolo che andrà in scena stasera al Teatro Politeama di Catanzaro con la regia di Pino Ammendola

Iolanda Gigliotti, in arte Dalidà, torna a casa L’artista originaria di Serrastretta, interpretata da Maria Letizia Gorga, aveva con questa terra un intimo legame CATAN ZARO — Si è avverato il desiderio espresso appena un anno fa dalla bellissima Maria Letizia Gorga, l’attrice protagonista dello spettacolo in scena questa sera al Teatro Politeama “Avec les tempes, Dalidà”, con la regia di Pino Ammendola. «Spero di tornare presto in questa terra affascinante, alla quale Dalidà era rimasta così tanto legata, pur avendola vissuta molto poco», ci aveva confessato la Gorga nel corso di un’intervista la scorsa primavera, quando, al termine di un’altra tournee che l’aveva portata fino al Teatro Rendano di Cosenza, l’avevamo incontrata in un momento di relax sulle belle montagne del Reventino. Insieme ad Ammendola aveva visitato, infatti, la Casa-Museo dedicata a Dalidà e realizzata dall’omonima associazione presieduta da Franco Fazio, che si trova proprio a Serrastretta. E’ proprio lì, nel silenzio e nella pace di un piccolo centro montano incastonato fra i boschi di faggio e di castagno, che viene custodito l’atto di nascita di Iolanda Gigliotti, in arte Dalidà, malinconica e intensa artista di tutti i tempi. I suoi genitori, infatti, erano emigrati originari del posto. Quando venne alla luce Iolanda si trovavano a bordo di una nave da crociera in acque egiziane, perché il padre era Primo violino dell’orchestra del Cairo. Da lui probabilmente ereditò il talento per la musica, ma anche la tempra di quel personaggio eclettico, vibrante, appassionato che fu, restando mito e leggenda nella storia della musica e non solo. Stasera questo affascinante personaggio tornerà di nuovo a casa sua, in un certo senso, in scena sul palcoscenico del Politeama, e noi, in anteprima, abbiamo rivolto qualche domanda al regista dello spettacolo che è stato preceduto da un’intensa ricerca biografica. E infatti, inizia con un accenno accorato ai luoghi che, idealmente, furono di Dalidà, la conversazione telefonica con Pino Ammendola: Che effetto le fa tornare in Calabria? CATANZARO — Dopo tanto lavoro è finalmente arrivato il giorno dell’inaugurazione dei primi due farmer market’s nella città capoluogo. Proprio oggi, infatti, presso la sede della Coldiretti Calabria, in via Barrio, 35, alle ore 10.30, ci sarà la presentazione ufficiale dell’apertura dei primi due mercatini agricoli in Calabria, tanto voluti dall’organizzazione dei coltivatori per accorciare la filiera e promuovere il consumo dei prodotti agricoli locali: pomodori, lattughe, cetrioli, cipolle, zucchine, fagiolini, e ancora ciliegie, angurie, nespole, fragole, pesche... sono solo alcuni degli ortaggi e dei frutti di stagione che sarà possibile trovare sui banconi che metteranno in bella mostra solo i prodotti della nostra terra e dei nostri agricoltori. Come rende noto un comunicato della Coldiretti Calabria, infatti, «l’Associazione Agri-mercato di Campagna Amica, promossa dalla Coldiretti, con l’apertura dei Farmer Market’s intende consolidare la filiera corta (dal produttore al consumatore) e la vendita diretta di prodotti agricoli ed agroalimentari, sia freschi, sia trasformati del territorio. Una

L’artista nella “Casa di Dalidà” a Serrastretta

Sono emozionato, e soprattutto sono felice di avvicinarmi e di andare in scena a Catanzaro, così vicino a Serrastretta, che fu un luogo a cui Dalidà era molto legata. Proprio qualche giorno fa, vedendo in Tv una serata dedicata a Mino Reitano, ho pensato all’amore che circonda questo artista

ora che non c’è più, tanto schernito quando era in vita, per il suo essere popolare e semplice. E ho pensato che a Dalidà, per ragioni diverse, legate ad esempio alla sua relazione con Luigi Tenco, è toccata una sorte simile. Sono fiero per questo di tornare nei suoi luoghi, dove si sta tentando attraverso la Casa – Museo, di salvarne la memoria: il senso dello spettacolo che porto in scena è questo, ho fatto per primo, e credo per me sia il più grande vanto, un’opera che riporta alla luce la grandezza di un’artista eclettica, precorritrice dei tempi, passionale. Già al Teatro Rendano di Cosenza “Avec les tempes, Dalidà” aveva riscosso un grande successo di pubblico: stasera a Catanzaro è atteso un altro tutto esaurito per questa artista eclettica che porta in scena… Sì, ricordo il calore del pubblico di Cosenza, e spero che anche Catanzaro accoglierà la “sua” Dalidà. Questo è un dato certo: riesce sempre ad attrarre spettatori di tutte le età, a testimonianza del suo essere un’artista davvero speciale. Chi la conosce la riscopre e se ne innamora nuovamente, chi non la conosce la apprezza per la sua complessità artistica ed emozionale. Quello che Dalidà dava sul palcoscenico era tutta se stessa, come

M.L. Gorga e P. Ammendola con Franco Fazio e Angelo Aiello dell’Ass. Dalidà di Serrastretta

disse parlando di sé: “Sono una donna fatta di tante piccole donne, che trovano l’unità soltanto sul palco”. Qualche anticipazione per gli spettatori che ci leggono in anteprima, rispetto all’andata in scena, sul modo in cui hai voluto rappresentarla? E’ uno spettacolo che mette al primo posto la canzone, perchè non sarebbe possibile raccontare la vita di Dalidà senza farvi riferimento, sarebbe come scrivere un racconto senza parole. Gli unici momenti in cui scatta un meccanismo identificativo sono quelli delle canzoni, per il resto Maria Letizia Gorga mantiene le distanze da Dalidà, la racconta, non la impersona, per un senso di rispetto verso un personaggio che fu sempre molto riservato. Il fratello di Dalidà, Orlando, dopo aver visto lo spettacolo, mi ha riconosciuto questo merito: l’aver rispettato l’intimità della persona, che sempre sta dietro ad un’artista, ad un mito, ad una leggenda. La scelta della bellissima Maria Letizia Gorga come interprete protagonista a cosa è dovuta? Diciamo che senza di lei non ci sarebbe stato lo spettacolo, perché è lei che mi ha spinto a fare questa operazione. E lo ha fatto nel modo più bello, partendo dal punto di vista di una grande fan, quale lei è stata in gioventù, di Dalidà, e quale è rimasta anche nel personaggio che interpreta sulla scena. In che cosa riscontra l’attualità del personaggio che hai detto aver “precorso i tempi”? In molti aspetti, tutti cruciali: nella sua complessità, nel suo essere sempre pronta a mutare pelle e ad interpretare il cambiamento, nel suo sentire la propria epoca, nel suo essere stata una donna amata da grandi uomini, nel suo aver vissuto grandi tormenti e grandi passioni. E’ per questo che

Questa mattina verranno presentati ufficilamente al pubblico presso la sede di Coldiretti Calabria

Arrivano i primi due Farmer Market in città Roberto Torchia, Presidente Coldiretti Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia e Vice Presidente Regionale; Antonio Guzzi, Presidente Associazione Agrimercato di Campagna Amica; Giuseppe

opportunità per tutti i cittadini/consumatori - prosegue il testo - per combattere la moltiplicazione dei prezzi dal campo alla tavola, garantire la sicurezza e acquistare i prodotti dell’agricoltura

Made in Calabria con il miglior rapporto prezzi/qualità». All’inaugurazione ufficiale dei mercatini dei prodotti agricoli del territorio, noti appunto come farmer market’s, parteciperanno:

Un’altra gigantografia di Dalidà

Dalidà è diventata un mito. Lei che l’hai conosciuta, attraverso i suoi studi e le sue ricerche, diciamo da vicino, riscontra una cifra di identità calabrese nel suo essere? Assolutamente sì! Il suo essere dura e forte, eppure così intimamente dolce e fragile; la sua caparbietà e determinazione, unite alla sua sensualità e alla sua melanconia. I calabresi sono gente di mare, ma sono anche gente di montagna, capaci di grande generosità e di altrettanta durezza. E’ questo continuo rimando al suo contrario che la rende così magica ed è forse proprio in questo che si rintraccia la sua identità calabrese, mai abbandonata. Tornerà a visitare la Casa – Museo che ospita alcune sue splendide gigantografie? Purtroppo non credo stavolta di averne il tempo, poiché resteremo soltanto un giorno, ma non dimenticherò mai la bellezza di alcuni suoi ritratti lì custoditi, con i quali io stesso e Maria letizia Gorga abbiamo fatto alcune foto. Rosalba Paletta

Podella, Associazione Agrimercato di Campagna Amica; Cosimo Piscioneri, Associazione Consumatori Adiconsum Cisl; Simona Coscarella, LegaConsumatori; Giuseppe Pascuzzi, Nuova Intesa Consumatori Europei. Saranno dunque loro a spiegare ai presenti come funzioneranno in città i mercatini agricoli tanto attesi dai consumatori.


44 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue il 30 maggio a Castrovillari l’edizione 2009 della “Primavera dei teatri”

“Artisti per caso” oggi a Catanzaro IL CARTELLONE

Illustrazione del progetto “Centro aiuto donna” nella Città dei Tre Colli

BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto.

della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore 16:00) 0961.752545.

BOTRICELLO (Cz) - Aspiranti miss, selezioni La Roma Touirng di Francesco Corea esclusivista per la provincia di Catanzaro 2009, comunica che sono aperte le iscrizioni per tutte le eventuali partecipanti al gran galà di selezione per le aspiranti miss. Tale evento si svolgerà il 7 giugno presso il Copacabana di Botricello. Per info ed iscrizioni contattare il 338-7699009 oppure scrivere a maria.ciambrone@libero.it. L' iscrizione è gratuita.

CATANZARO - Mostra di pittura Fino al 24 maggio 2009, a Catanzaro, nelle Sale del Circolo Unione, Galleria d’Arte “Mattia Preti”, Corso Mazzini 178, mostra personale di pittura di Nunzio Ardiri. Nel corso di tale manifestazione che, tra l’altro, gode del patrocinio della locale Pro Loco, saranno presentati 14 dipinti tutti ispirati al “Sistema Solare”, (una galassia, la via lattea, i vari pianeti, le eclissi di sole e di luna, nonché l’origine del Sistema Solare, ecc.) e poi … boschi, laghi, cascate, marine, fiori, frutta, animali, miniquadri e “falsi d’autore”. La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, compreso sabato e festivi, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.30 con ingresso gratuito. Eventuali maggiori informazioni: www.nunzioardiri.it. CATANZARO - Convegno sul bullismo In questi anni il bullismo nelle scuole è un fenomeno in evoluzione, sempre più complesso. Con bullismo si intendono CATANZARO - “Artisti per caso” “Artisti per caso” ritorna all’Auditorium Casalinuovo di Ca- tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso messe in atto da parte di un singolo, il bullo (o di un gruppo) tanzaro. La manifestazione ideata dal dr. Saverio Palermo e nei confronti di un giovane visto come più debole, la vittima. prodotta dalla Life Comunication si ripropone con gli stessi Considerate da alcuni come parte della “normalità” nel rapintenti sociali e benefici delle precedenti edizioni, ma con rin- porto tra pari, in realtà queste azioni possono portare a granovata veste e programma. Quest’anno , spiega Saverio Pa- vi conseguenze e a forti disagi sul piano relazionale e psicolermo, gli artisti presenti daranno luogo ad una competizione, logico. Inoltre, il bullismo è un fenomeno sociale in evoluovviamente in uno spirito goliardico, tra due squadre rappre- zione, sempre più complesso nelle sue manifestazioni. Per sentanti l’area Medica e l’area Giornalistica. La manifestazio- fronteggiare il problema e lottare in tutte lesue forme il bulne, sostenuta fra l’altro, da numerose Associazioni cittadine, lismo, ampiamente dilagante all’interno di molte scuole, il si terrà oggi e l’utile derivato sarà devoluto ad Enti ed Asso- Miur ha predisposto nel 2007 Linee guida di indirizzo a liciazioni operanti nella sfera del disagio giovanile. L’acquisto vello nazionale, adottate da tutti gli Uffici Scolastici Regiodei biglietti potrà effettuarsi in prevendita presso il Bar del- nali. In Calabria è stato istituito un Osservatorio Regionale l’Ospedale Pugliese. per la legalità Bullismo, i cui componenti, rappresentanti istituzionali e della società civile interessati a vario livello alla problematica, studiano strategie e propongono azioni per CATANZARO - Presentazione progetto ridurre il fenomeno. I primi dati delle azioni promosse e atOggi ore 17.00: - Provincia Catanzaro – Sala Consiglio, il pre- tuate nel primo anno di attività in Calabria per ridurre il fesidente della Provincia Wanda Ferro e l’assessore Matacera nomeno “del bullo fra noi” verranno presentati ali organi di presenteranno il progetto del nuovo Liceo Scientifico Siclia- stampa regionale, oggi, alle ore 12.00, presso la Sala Riunioni dell’Hotel Palace a Catanzaro Lido, dal Guppo di lani. voro regionale condotto dalla Maria Stella Franco dell’Usr Calabria insieme ai componenti l’Osservatorio Regionale, CATANZARO - “I Teatri di Maggio” tra i quali Rosario Lo faro Colonnello Comando prov.le CaPartita con lo spettacolo "La mia vita è un sogno" - la sesta edi- rabinieri, Roberto Coppola Vicequestore Polizia di Stato, zione de "I Teatri di Maggio" in programma al Teatro Politea- Angela Costabile dell’Unical, Maria Cauteruccio dell’Ass. ma. Questo il cartellone proposto: oggi, ore 21.00, Avec le tem- P.I. Regione Calabria. A conclusione della conferenza il Dips, Dalida di Pino Ammendola con Maria Letizia Gorga; 29 rettore regionale, Francesco Mercurio, tirerà le somme sul maggio, ore 21.00, Magma di Barbara Amodio. Prezzo unico lavoro interistituzionale svolto e mirato a rendere migliore euro 5. Ingresso gratuito - previa prenotazione - per gli abbo- la qualità della vita a scuola.

CAPOCOLONNA (Kr) - “Il mio mare lo voglio pultito” Sarà presentato alla stampa e ai cittadini il 20 maggio, alle ore 16.00 presso Villa Berlingieri, a Capocolonna, e prenderà il via il prossimo 1 giugno, nel tratto compreso tra Casarossa e Capocolonna, il progetto “Il mio mare lo voglio pulito” per la pulizia dei fondali e delle spiagge dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto”. All’iniziativa prendono parte, oltre alla Provincia e all’Amp, la Capitaneria di Porto, le imbarcazioni della piccola pesca di Crotone, i Diving e il Wwf provinciale di Crotone. Le altre date sono: seconda giornata il 2 giugno nel tratto che va da Capocolonna a Capo Cimiti; la terza giornata il prossimo13 giugno nel tratto che va da Capo Cimiti a Capo Rizzuto e la quarta e ultima giornata il 14 giugno nel tratto che va da Capo Rizzuto a Praialonga. Il progetto prevede la pulizia delle spiagge e dei fondali dell’Area marina protetta con utilizzo delle imbarcazioni della piccola pesca mediante raccolta e trasporto di materiale di risulta nei centri di raccolta differenziata. I rifiuti lasciati sulle spiagge e specialmente quelli gettati in mare costituiscono un problema per l'ambiente oltre che un messaggio di incuria e inciviltà. Obiettivo di questa campagna è quello di ripulire i litorali e i fondali marini dell’Area Marina Protetta affiancando all'attività di raccolta dei rifiuti marini e dei litorali quella della prevenzione e della sensibilizzazione dei cittadini. Il lavoro di ricerca e individuazione da eseguire esula dai normali interventi di bonifica e riguarda grandi quantità di rifiuti scaricati in mare da imbarcazioni, la cui consistenza sarà accertata solo in fase di raccolta. CASTROVILLARI (Cs) - “Primavera dei Teatri 2009” Primavera dei Teatri 2009, che si svolgerà a Castrovillari dal 29 maggio al 6 giugno, ha aperto i battenti con l’incontro Teatro e letteratura a cura di Daniele Vianello. Il 30 maggio sarà la volta di Enrico Groppali con l’incontro Il dramma del novecento: teatro della poesia e scena del romanzo. Il 4 giugno invece, in un incontro dal titolo Riflessi della nuova drammaturgia, saranno presentati i libri Senza corpo. Voci dalla nuova scena italiana a cura di Debora Pietrobono e Teatri del Tempo Presente a cura di Andrea Nanni.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: il 21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio 2009 all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale denominato “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Per ulteriori informazioni scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato: lab.mediterreaneo@gmail.com; oppurecontattare i seguenti numeri telefonici 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770. CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia

CATANZARO - Apertura Farmer market’s Oggi alle ore 10,30 a Catanzaro presso la sede della Coldiretti Calabria in via G. Barrio,35 (di fronte Benny Hotel) ci sarà la presentazione ufficiale dell’apertura dei primi due Farmer Market’s in Calabria. L’Associazione Agrimercato di Campagna Amica promossa dalla Coldiretti, con l’apertura dei Farmer Market’s intende consolidare la filiera corta (dal produttore al consumatore) e la vendita diretta di prodotti agricoli ed agroalimentari, sia freschi che trasformati del territorio. Parteciperanno: Roberto Torchia, Presidente Coldiretti Catanzaro – Crotone Vibo Valentia e Vice Presidente Regionale; Antonio Guzzi, Presidente Associazione Agrimercato di Campagna Amica; Giuseppe Podella, Associazione Agrimercato di Campagna Amica; Cosimo Piscioneri, Associazione Consumatori Adiconsum Cisl; Simona Coscarella, LegaConsumatori; Giuseppe Pascuzzi, Nuova Intesa Consumatori Europei.

nati del Politeama nella stagione 2008-2009. Info: www.politeamacatanzaro.net. CATANZARO - “Gesù e la Montagna”, progetto Venerdì 22 maggio 2009, alle ore 9,30, nell’ Auditorium “Casalinuovo” di Catanzaro, alla presenza delle autorità, avrà CATANZARO - “Opera a Sud” luogo la giornata conclusiva del progetto educativo - didatProsegue Opera a Sud , la rassegna organizzata dalla Cinete- tico “Gesù e la Montagna: la Rivoluzione dell’Amore”, orca della Calabria nell’ambito delle attività culturali dell’Ardis ganizzato dall’Ufficio di Pastorale Scolastica dell’ArcidioCatanzaro, con la proiezione di “Terra senza tempo” (1950) di cesi di Catanzaro-Squillace e destinato agli studenti degli Silvestro Prestifilippo, oggi ore 20,00 presso il Centro di ag- Istituti di istruzione secondaria della provincia. L’incontro gregazione giovanile di Via Fontana vecchia. sarà presieduto S.E. Rev.ma l’Arcivescovo Metropolita di Catanzaro e Squillace, Mons. Antonio Ciliberti e avrà come illustre relatore il prof. Luciano Corradini, insigne pedagoCATANZARO - “Centro aiuto donna” gista già docente delle Università di Milano e Roma, presiOggi alle ore 11.30 nei locali della Fondazione Città Solidale dente Uciim e Cnp. Le scuole che hanno aderito all’iniziacon sede in Contrada Corvo-Strada 22- Residence Conca del tiva si esibiranno presentando i lavori preparati durante il Sole , n. 1, Catanzaro, l’assessore comunale alle Pari opportu- percorso didattico -educativo svolto nell’ arco dell’anno sconità, Tommasina Lucchetti, illustrerà alla stampa il progetto lastico. “ Centro aiuto donna” relativo al bando per la selezione di progetti finalizzati alla creazione o potenziamento di centri AntiCATANZARO - Presentazione libro violenza per donne in difficoltà L.R. 20/2007. All’incontro con i giornalisti sarà presente anche l’assessore alle Politiche so- La Fondazione Imes Catanzaro - Istituto Meridionale di stociali, Sabatino Ventura, il presidente della Fondazione don ria e scienze sociali - ospiterà, venerdì 22 maggio, alle ore Piero Puglisi ed i rappresentanti dei partners che attueranno 18.00, presso il Complesso Monumentale di San Giovanni, la presentazione del libro di Marta Petrusewicz, Jane e Peil progetto. ter Schneider dal titolo "I Sud - Conoscere, capire, cambiare", edito da Il Mulino. Intervengono: Domenico Cersosimo, vice-presidente Regione Calabria; Francesco Santopolo, diCATANZARO - Conferenza Legacoop Sociale Oggi alle ore 10,00 presso la Legacoop regionale in via A. Fa- rettivo Imes Catanzaro; e l'autrice Marta Petrusewicz, storica, City University New York - Università della Calabria; res, la Legacoop Sociale terrà una conferenza stampa sui ta- coordina: Salvatore Bullotta, fondazione Imes. L'evento è gli del bilancio 2009 nelle politiche sociali e sul ticket sanita- organizzato con il patrocinio dell'assessorato alla Cultura rio. della Regione Calabria e con la collaborazione dell'assessorato alla Cultura e Politiche giovanili del Comune di Catanzaro. CATANZARO - Cna, incontro “Oggi alle ore 12,00, presso la sede provinciale della Cna Catanzaro – Via Italia n°19 (di fronte Teatro Politeama), la presi- CATANZARO - “La crisi economica: perché?” denza della Cna provinciale di Catanzaro incontra gli organi Nell'ambito del ciclo di conferenze dal titolo "Quello che gli di informazione per rendere pubblici i contenuti dell’esposto altri non dicono", il meetup degli Amici di Beppe Grillo di denuncia in corso di presentazione presso la competente Ma- Catanzaro organizza, venerdì 22 maggio, alle ore 17.30, gistratura in sede penale contro l’Azienda Sanitaria Provin- presso la sala conferenze del centro di Aggregazione giovaciale di Catanzaro a tutela delle aziende private fornitrici di be- nile di via Fontana Vecchia, un incontro con il professore Anni e servizi del Servizio Sanitario regionale calabrese”. tonio Galloni dal titolo “La crisi economica: perché?”.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 45

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Quarta edizione del “Trofeo Pineta di Siano” il 31 maggio nella Città dei Tre Colli

“Incontri con l’autore” a Catanzaro IL CARTELLONE

“Romeo and Juliet”, spettacolo teatrale all’auditorium Casalinuovo

CATANZARO - Selezione Fryderyk Chopin L’Accademia Musicale “Fryderyk Chopin” presieduta dal M° Elvira Mirabelli, organizza la “XI selezione internazionale Fryderyk Chopin” suddivisa nella sezione musica classica e canto lirico e nella sezione canto moderno, musica leggera e musica jazz. La giuria sarà presieduta dal M°Antonella Barbarossa direttore del Conservatorio “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia. La selezione si terrà dal 22 al 24 maggio 2009 presso la Sala Concerti Palazzo de Nobili in Catanzaro e metterà in palio Borse di studio, Premi speciali, Registrazione master CD, inserimento di foto e curriculum nel sito web www.accademiachopin.it. Nel corso della finale del 24 maggio che avrà inizio alle ore 17.00, si procederà all’estrazione del biglietto vincente della lotteria della solidarietà (istituita per sostenere il Centro delle Suore Dorotee di San Paolo del Brasile che accolgono i bambini delle favelas) al possessore del quale sarà consegnato il prezioso gioiello creazione del maestro orafo Michele Affidato. Per ulteriori informazioni contattare l’ Accademia musicale “Fryderyk Chopin” scrivendo all’indirizzo di posta elettronica amfc@libero.it - oppure visitando il sito internet www.accademiachopin.it - o ancora telefonando ai numeri 0961-1916239 - 348 0980689. CATANZARO - “Incontri con l’autore” Venerdì 22 maggio alle ore 18.30, presso la “Casa delle Culture” di Catanzaro, l’Associazione “Donne in arte” presenterà al pubblico il libro di Pippo Corigliano,edito da Mondadori:”Un lavoro soprannaturale.La mia vita nell’Opus Dei”. Con questa conferenza,l’Associazione,sotto l’impulso del suo direttore artistico Antonietta Santacroce, inaugura una nuova rassegna denominata ”Incontri con l’autore”,che ,nel corso dell’anno, promuoverà convegni ,conferenze e dibattiti,con la finalità di contribuire al rilancio culturale della città di Catanzaro. Pippo Corigliano, portavoce dell’Opus Dei in Italia ,traduce infatti in questo libro affascinante, la sua biografia e il suo cammino di fede e di crescita spirituale nell’Opera ,il suo impegno di vita e di fede,le occasioni e gli incontri pubblici e privati.Incalzato dalle domande di Giuseppe Soluri ,Presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti,l’Autore ,racconterà al pubblico catanzarese ,i suoi quarant’anni di attività,durante i quali ha incontrato moltissimi protagonisti del giornalismo,dell’editoria e della televisione:da Indro Montanelli a Vittorio Messori ,da Leonardo Mondadori a Enzo Biagi,oltre a personaggi eccezionali e carismatici come papa Luciani e papa Woytila

terotica, presso la galleria Arte Spazio in viale Lucrezia della valle 72 Catanzaro, organizzata dall'Associazione Mythos in collaborazione con la la galleria Artespazio di Verrino Luigi. Presentazione a cura del critico Mayaud Glislain, seguirà premiazione vincitori 1ª edizione 2009 e consegna catalogo. Per ulteriori informazioni: 339-4183865 / 393-4941475. CATANZARO - Consiglio comunale Il presidente del Consiglio comunale Francesco Passafaro ha convocato, per lunedì 25 maggio alle ore 10,30 ed in secondo appello per mercoledì 27 alla stessa ora, il consiglio comunale per l’esame del bilancio di previsione 2009. La pratica è accompagnata dalla relazione previsionale e programmatica 2009-2011, dal bilancio annuale 2009 e da quello pluriennale 2009-2011. All’esame dell’aula anche la verifica delle quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare alla residenza ed alle attività produttive terziarie. Adempimenti da espletare ai sensi dell’art 172 della legge 267/2000. CATANZARO - “Romeo and Juliet” Il dott. Francesco Graceffa, dirigente scolastico del Liceo statale “De Nobili “ di Catanzaro, è lieto di presentare lo spettacolo teatrale : “Romeo and Juliet. C’ è posta per te” che conclude la VII edizione del progetto scolastico: “Fiaba…in movimento - La scuola verso il sociale”. La rappresentazione, che si terrà lunedì 25 maggio alle ore 11, presso l’Auditorium “Casalinuovo” di Cz , è l’adattamento teatrale del capolavoro di Shakespeare “Romeo e Giulietta”, sapientemente ritoccato ed adattato ai nostri tempi dalla prof.ssa Brunella Badolato, docente di Educazione Fisica dello stesso Liceo, referente, regista e coreografa del progetto scolastico. La rappresentazione verrà eseguita, ballata e cantata e recitata da circa 25 studentesse di varie classi del liceo linguistico - pedagogico.

CATANZARO - “Riabilitazione della spalla” Il 29 e il 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CATANZARO - Giro Calabrie per autostoriche In occasione del Giro delle Calabrie per autostoriche che sta per tenersi a partire dal 29 maggio prossimo, le Poste Italiane hanno predisposto un annullo filatelico speciale a ricordo dell'evento. Sarà apposto su una cartolina che riproduce esattamente la locandina del Giro delle Calabrie e sarà distribuito in oltre 15000 esemplari. Uno stand delle Poste Italiane sarà predisposto dalle 16:00 del 29 maggio in piazza Prefettura a Catanzaro (sede della partenza del Giro) per distribuire tale annullo.

CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Ca- CATANZARO - Convegno sul tabagismo tanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o col- Il 29 maggio 2009 alle ore 16,30, avrà luogo il convegno sul legarsi al sito www.associazioneincanto.it. Tabagismo “Free rom smoking” che si terrà presso la sala “Il Cenacolo” dell’Istituto Tecnico Industriale di Catanzaro. L’evento è organizzato dal Lions Club Rupe Ventosa di CatanzaCATANZARO - Seminari del progetto “Alba Chiara” ro, Distretto 108 Ya XIV circoscrizione, presieduto da RaffaeSeminari del progetto “Alba Chiara”. Programmi di assi- le Miceli, Direttore S.O.C. di Chirurgia Generale, Ospedale di stenza e di integrazione sociale per donne vittime di tratta Lamezia Terme. Alla vigilia della Giornata Mondiale Senza Ta(art. 18 del dlgs 286/1998). Programma: venerdì 22 maggio bacco "Tobacco-Free Youth Gioventù senza tabacco" che si 2009, “Il mercato della prostituzione in-door”, relatrice terrà il prossimo 31 maggio, il presente convegno intende prodott.ssa Monica Massari. Per ulteriori informazioni e pre- muovere l’importanza di un sano stile di vita libero dal fumo, notazioni al seminario contattare:dott.ssa Rosaria Marsico in linea con i programmi sociosanitari raccomandati dalcell. 3470049325 - rosaria.marsico@virgilio.it - Sandra Per- l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), nelle strategie fetti cell. 349.28.454.38 - sandra.perfetti@promidea.com. di prevenzione per la salute. Il convegno si articolerà in due sessioni, la prima riguarderà “Il tabagismo, le dimensioni del problema”, a cura di Antonio Costantino, Pneumologo, MediCATANZARO - Rebecca band cina Interna Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” CatanL’esibizione della Rebecca band inizialmente prevista per il zaro e di Bonaventura Lazzaro Oncologo , U.O.Cure Palliati16 maggio al Teatro Politeama, è stata posticipata al 23 mag- ve Paziente Oncologico Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” Catanzaro. La seconda sessione “La disassuefazione dal gio. tabagismo”, sarà illustrata da Antonella Nesticò psicologa, psiconcologa di Catanzaro, e da Luca Gallelli specialista in CATANZARO - “Un premio all’arte”, conclusione Farmacologia Clinica, Cattedra di Farmacologia, dipartiPremiazione corso di pittura e scultura "Un premio all'arte" mento di Medicina Sperimentale e Clinica Facoltà di Mediciin ricordo della fam. D'Aquino giorno 23 maggio, ore 11.00, na e Chirurgia Università degli Studi di Catanzaro. L’incontro presso villa Linda, via Tulelli, S. Elia Catanzaro. Al concor- sarà moderato da Nicola Provenza, specialista in Gastroenteso hanno partecipato gli studenti dell'ultimo anno del liceo rologia ed Endoscopia Digestiva Asl 2 Salerno, Allenatore F.C. artistico di Catanzaro e dell'istituto d'arte di Squillace. A con- Catanzaro Calcio. Comitato Scientifico ed organizzativo: Raffaele Miceli, Antonella Nesticò ed Ernesto Tronca, giornaliclusione della manifestazione seguirà aperitivo. sta sportivo. Sarà affrontato il problema della dipendenza dal tabacco nell’ambito della prevenzione primaria: come non CATANZARO - Inaugurazione mostra iniziare a fumare; della prevenzione secondaria: come libeDomenica 24 maggio 2009 alle ore 19,00 sarà inaugurata la rarsi dal fumo, grazie all’illustrazione dei percorsi terapeutici mostra concorso dell'elogio del piccolo formato dal tema Ar- per la disassuefazione, intesa come conquista della libertà per-

sonale e come atto d’amore verso sé stessi nella cura della proprio benessere psicofisico, risultato di un sano stile di vita. CATANZARO - Memorial Luca Zerilli Dal 30 maggio al 2 giugno, si terrà il Memorial Luca Zerilli le ferrari sui Tre Colli. CATANZARO - Presentazione Gutenberg 7 E’ stata presentata la Fiera del libro Gutenberg 7a edizione (25/29 maggio) e nell’occasione è stata sottoposta alla stampa l’iniziativa di Forum Nazionale del libro, Ministero Beni Culturali, Centro per il libro, Anci Nazionale, Regione Calabria Ass. P.I. e Cultura. Questi Enti e Istituzioni, con il contributo del Liceo “Galluppi”, realizzano a Catanzaro il 30 maggio, la I edizione del Premio Nazionale “Città del libro”. Per la 7a edizione del Progetto Gutenberg si è avviato un più accentuato processo di regionalizzazione del Progetto e si è realizzato un più alto coinvolgimento di scuole elementari e medie. Oltre 30 Istituti hanno partecipato infatti ai Laboratori di lettura, alle Anteprime di presentazione dei libri, e si alterneranno nelle giornate della Fiera e negli incontri con gli Autori. Sono state inoltre previste, per la prima volta, iniziative del programma gutenberghiano a Cosenza, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Santa Severina. Nella manifestazione del 30 maggio si alterneranno al Teatro Politeama i Comuni (premiati da una commissione nazionale) che più e meglio hanno promosso la lettura, e tavole rotonde con esponenti delle Istituzioni, editori, studiosi, scrittori, tutte personalità di alto profilo ed assai note. Introdurrà la conferenza stampa il preside Armando Vitale del Liceo Classico “Galluppi”, scuola capofila del Progetto Gutenberg. Parteciperanno: il vicepresidente della Giunta Regionale prof. Domenico Cersosimo; il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale dott. Francesco Mercurio; l’Assessore alla Cultura del Comune Antonio Argirò; la dirigente del IV Circolo di Catanzaro (Coordinatrice Gutenberg Ragazzi dott.ssa Rizzo); la prof.ssa Francesca Viscone, saggista e giornalista, docente di Istituto Superiore a Lamezia Terme. Nella conferenza sarà illustrato l’impegno straordinario di tutti gli interlocutori per l’arricchimento della Fiera Gutenberg con i dettagli del programma, e poi le ragioni e il profilo della I edizione catanzarese del Premio Città del Libro. CATANZARO - Trofeo Pineta di Siano Domenica 31 maggio 2009, visto il successo degli anni precedenti, l’associazione “Trecentosessantunogradi”, rappresentata dal presidente Antonio Astorino, ripropone, nella Pineta di Siano, il “IV trofeo Pineta di Siano”, manifestazione di corsa campestre. Iscrizione: gratuita; orari: raduno dei partecipanti alle ore 9.00 presso l’ingresso del “Giardino Botanico”. CATANZARO - Programma Pro loco Programma 2009 della Pro loco Catanzaro: 31 maggio: inaugurazione Proloco point Catanzaro lido; 31 maggio: festa dello sport Lungomare Catanzaro lido;13 giugno: festa del pane nei pressi della chiesa del Monte dei morti dove tradizionalmente si celebra la festa di S. Antonio; 25 giugno 2009: Ragazzi Erasmus in città; 25 giugno 2009: partecipazione al concorso ippico; 16 luglio 2009: Festa di S. Vitaliano. CATANZARO - Torneo dell’Amicizia L’Associazione Sportiva Dilettantistica Casciolino 2007 con la collaborazione dell’assessore allo Sport Danilo Gatto, organizza per l’anno 2009 la II Edizione del Torneo dell’Amicizia riservato alla categoria Esordienti 11 Vs 11. La manifestazione si svolgerà presso il campo in erba sintetica dello stadio A. Curto di Catanzaro Lido dal 3 al 27 giugno 2009 con la disputa di tre partite giornaliere e inizio alle ore 16.00. Le iscrizioni che sono aperte a tutte le società che intendono aderire, dovranno pervenire entro e non oltre il 28 maggio 2009, su apposito modello rilasciato dalla società organizzatrice. Da evidenziare che nella precedente edizione, vista la presenza alla finalissima di numerosi osservatori di società professionistiche, i calciatori Pasquale Mattia Ottobre (classe ’95) premiato quale miglior calciatore assoluto della manifestazione e Davide Perri (classe ’96), il primo tesserato della Società F.C. Catanzaro Lido 2004 di Maurizio Caglioti ed il secondo in prestito in occasione della manifestazione, sono stati visionati e di conseguenza acquistati rispettivamente dalla Società F.C. Torino Alcio e Parma Calcio dove quest’anno hanno disputato il campionato dei Giovanissimi Regionali con ottimi risultati. Per ulteriori informazioni e delucidazioni contattare i numeri telefonici di seguito riportati: 338-3239850 oppure 345-4782044.


46 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Ogni uomo è un educatore”, meeting in programma il 6 giugno nella Città dei Tre Colli

Trofeo Guglielmo a Copanello IL CARTELLONE

Presentazione del progetto “A scuola è meglio” a Corigliano Calabro

CATANZARO - Appuntamenti Ra. Gi. Tre gli appuntamenti che attendono l’Associazione Ra.Gi. Onlus di Catanzaro nel prossimo mese di giugno. Tre date molto importanti per l’Associazione che dal 2002 è impegnata nel settore socio-sanitario e non solo. Venerdì 5 giugno 2009 ore 16:00 presso il PalaGiovino di Catanzaro Lido, Laboratorio psico/corporeo/terapico “Insieme - Senza limiti e senza tempo“ in collaborazione con Fondazione Betania Onlus. L’Associazione Ra.Gi in collaborazione con Fondazione Betania Onlus presenterà per la prima volta in Calabria un laboratorio psico/corporeo/terapico di Danza Movimento Terapia Espressivo Relazionale. I protagonisti saranno un gruppo di 20 utenti di Fondazione Betania inseriti in un percorso di Dmt-ER dal mese di luglio e ragazzi, adolescenti e bambini di Catanzaro, Decollatura, Chiaravalle, Caraffa che nel corso di quest’anno hanno preso parte ai vari atelier attivati dalla Ra.Gi. Il laboratorio è aperto a tutti. Venerdì 12 giugno 2009 ore 17,00 presso l’Auditorium “G. Pellicanò”, Fondazione Betania Onlus Catanzaro, seminario di studi e presentazione del volume “Se la cura è una danza” a cura del prof. Vincenzo Bellia. L’Associazione Ra.Gi Onlus avrà il piacere e l’onore di ospitare per la prima volta in Calabria il professor Vincenzo Bellia autore, tra gli altri, anche del libro “Se la cura è una danza”. Sabato 13 giugno 2009 dalle ore 09:30 alle 17:30, reparto di Radioterapia dell’Ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, laboratorio introduttivo alla danzaterapia espressivo-relazionale “Corpo tra corpi” condotto dal Prof. Vincenzo Bellia. Il laboratorio è aperto a un massimo di 20 persone. La quota di partecipazione è di euro 50,00. Si rilascia alla fine attestato di partecipazione. Per informazioni rivolgersi ai seguenti numeri di telefono: 333-4893092 – 338-9155521- 0961-752158 oppure all’indirizzo mail : info@ra-gi.org" info@ra-gi.org. CATANZARO - “Ogni uomo è un educatore” L’Associazione culturale Isa Calabria, la Fondazione Patrizio Paoletti ed il Rotary Club di Catanzaro, con il sostegno della Provincia, del Comune e della Confindustria di Catanzaro ed il patrocinio del Comune, della Regione Calabria e dell’Ufficio Scolastico Regionale, daranno vita - il 6 giugno 2009 - al primo Meeting “Ogni Uomo è un Educatore”, un momento d’incontro tra istituzioni, università e mondo non profit per discutere sul ruolo e la responsabilità dell’uomo oggi. Gli illustri ospiti del Convegno sono la dott.ssa Wanda Ferro - Presidente della Provincia di Catanzaro, prof. Emilio Rocca - Presindente Rotary Catanzaro, dott. Danilo Gatto - Assessore all’Istruzione del Comune di Catanzaro, Maurizio Montesano - Direttore generale di Fondazione L’Albero della Vita Onlus, Dott.ssa Serenella Pesarin - Direttore Dipartimento Giustizia Minorile, direzione generale per gli interventi di Giustizia Minorile e l'attuazione dei provvedimenti giudiziari, Prof. Domenico Cersosimo - Vice Presidente Regione Calabria e Assessore all’Istruzione e Ricerca Scientifica, Dott.ssa Antonella Selvaggio - Psicoterapeuta, Fondazione Patrizio Paoletti, Giuseppe Spadafora - Ordinario di Filosofia dell'educazione dell'Università della Calabria Delegato ai rapporti con la Scuola dell'Università della Calabria, Patrizio Paoletti - Presidente Fondazione Patrizio Paoletti. Moderatore dell’incontro è il Dott. Pino Nano, redattore capo sede Rai della Calabria. Il Meeting vuole coinvolgere vari protagonisti del mondo educativo, dell’istruzione, della politica del settore per indagare il successo di metodologie e processi educativi in aree tematiche ben definite come la famiglia, la Scuola e l’Università, l’agorà pubblica, l’adolescenza. Info: isacalabria@gmail.com.

CATANZARO - Accademia Fryderyk Chopin L’Accademia musicale “Fryderyk Chopin” di Sellia Marina diretta dal M° Elvira Mirabelli organizza presso l’Auditorium dell’Accademia nei giorni 12 e 13 giugno 2009 il master class “Viaggio nella vocalità dalla tecnica all’interpretazione secondo il metodo Voicecraft tenuto dal M° Grazia Di Michele e dal M° Gabriella Scalise (docenti di canto della trasmissione Amici di Maria De Filippi). Venerdi 12 giugno 2009, auditorium Accademia Musicale Fryderyk Chopin , ore 15:00 - seminario sul rivoluzionario metodo di tecnica vocale Voicecraft e sull’interpretazione; ore 16:30/20:00, lezioni di canto; ore 21:30 Santa Fè Beach – Catanzaro Lido, concerto dei partecipanti. Sabato 13 giugno 2009, ore 9:00/13:30 e 15:00/20:00, lezioni di canto e suggerimenti sulla performance artistica effettuata. Sono previsti allievi effettivi ed uditori. Scadenza iscrizioni per il master a numero chiuso mercoledì 10 giugno 2009 (farà fede la data di registrazione). Per ulteriori informazioni: tele/fax 0961-1916239 cell. 348 0980689 - oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica amfc@libero.it web - o ancora visitare il sito internet www.accademiachopin.it. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”.

COPANELLO (Cz) - Trofeo Guglielmo Il Club Nausicaa Veteran Car di Soverato, con il patrocinio della Camera di Commercio di Catanzaro e la collaborazione dei cronometristi Fci di Catanzaro, organizza il “6° Trofeo Guglielmo – motori e sapori di Calabria”, raduno nazionale turistico non competitivo riservato ad auto certificate Asi costruite fino al 1969 e ad auto di grande interesse storico-collezionistico di qualsiasi epoca. La manifestazione itinerante in memoria di un grande figlio della nostra regione, Guglielmo Papaleo, si svolgerà dal 30 maggio al 2 giugno e, novità del 2009, all’aspetto tecnico e sportivo aggiunge quello turistico con un programma che prevede quattro giorni da trascorrere in alcuni dei posti più affascinanti della Calabria a stretto contatto con le tradizioni culturali ed eno-gastronomiche dei luoghi attraversati. La giornata inaugurale del 30 maggio sarà dedicata alle iscrizioni e verifiche tecniche che si svolgeranno presso il “Villaggio Guglielmo” di Copanello Lido, punto di partenza e arrivo di tutte le tappe del raduno. Il giorno successivo, dopo una prima prova di abilità presso la Torrefazione Guglielmo, la carovana viaggerà alla volta delle splendide montagne della Sila dove gli equipaggi avranno la possibilità di visitare il Parco Forestale. La seconda tappa del 1 giugno sarà invece occasione di turismo storico-culturale con la visita al borgo antico di Gerace, alla Cattedrale e ai tradizionali ceramisti. Il raduno si chiuderà con la cena di gala e la consegna delle targhe ricordo sempre presso il Villaggio Guglielmo. Per informazioni e contatti info@clubnausicaa.it – info line 0967-528553.

CORIGLIANO C. (Cs) - “A scuola è meglio” Il 27 maggio a Corigliano (Cs) presso i locali dell’istituto Comprensivo “Leonetti Senjor” sito in località Schiavonea di Corigliano, alle ore 19,00 presso i locali del “Centro di Eccellenza” di Corigliano Scalo, presentazione del progetto “A scuola è meglio”, dei lavori svolti, dei prodotti finali, proiezione filmato e presentazione in power-point realizzati, recitazioni di brani nella lingua di origine (con traduzione nelCATANZARO - Rassegna di giovani concertisti la lingua italiana), spettacolo musical/teatrale multietnico L’Accademia Musicale “Fryderyk Chopin” presieduta dal M° “insieme è meglio”, esposizione dei lavori prodotti nel laboElvira Mirabelli, organizza la XVIII Rassegna internazionale ratorio artistico. di giovani concertisti che si terrà il 20 e 21 giugno 2009 presso la Sala Concerti di Palazzo De Nobili in Catanzaro. Agli artisti che si saranno particolarmente distinti sarà offerta la pos- CORTALE (Cz) - Iniziative sibilità di accedere direttamente alla Serata Finale della XII Un intero villaggio ospiterà i freestyler di ogni tipo,dal calselezione internazionale Fryderyk Chopin che si terrà nel cio alle moto, dai quad ai ballerini di hip hop...in più artisti maggio 2010 e che metterà in palio borse di studio, premi spe- da strada, musica, animazione, primo torneo di Soccer ciali, trofei, inserimento nel sito internet www.accademia- 2Vs2 con commento tecnico-ironico del gatto e la volpe.E chopin.it . Termine scadenza iscrizioni 18 giugno 2009. Info: ancora stand e gadgets per tutti,raduno moto, auto tuning e amfc@libero.it - www.accademiachopin.it - Tele/fax 0961- fiumi di birra. A Cortale(Cz), presso il verde pubblico at1916239 - 348 0980689. trezzato, il 2 giugno dalle ore 14:30. Per info diamonds management 328-3774807. CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I MiniMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per dovia mail: appuntamenti@ildomani.it menica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiorvia fax: 0961-903801 namenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale:


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La Calabria in tempo di crisi”, presentazione del rapporto sull’economia calabrese nel 2008 nella Città dei Bruzi

“Moda Movie” a Cosenza IL CARTELLONE

“Né classic, né pop: Claude Bolling” al Teatro Alfonso Rendano

COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negativi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha caratterizzato per secoli”. Così il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della Mostra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio del nastro presso la Galleria d’Arte Provinciale Santa Chiara sita nella città di Cosenza, in Salita Liceo, che rimarrà aperta al pubblico fino a lunedì 15 giugno prossimo. COSENZA - “Sul terrazzo con filosofia” Terrazzi Pellegrini e Sfi società filosofica italiana sezione Calabria, organizzano fino al 29 maggio, “Sul terrazzo con filosofia”. Il 22 maggio 2009, ore 18.00, Filosofia e musica: Saverio Mattei, calabrese, filosofo della musica nella Napoli del '700, introduce: Annabella D'Atri, docente di storia della filosofia contemporanea - Unical; intervengono: Viviana Andreotti, filosofa della musica; Francesca Aspromonte, canto; Danilo Blaiotta, pianoforte; giorno 29 maggio 2009, ore 18.00, Filosofia e magia: riflessioni indotte dal volume La ragione e l'occulto di F. Pastore, intervengono: Marcello Zanatta, ordinario di storia della filosofia antica - Unical; Annabella D'Altri, docente di storia della filosofia contemporanea - Unical. COSENZA - “Di catrame e di anima” Salvatore Anelli in “di catrame e di anima”, fino al 9 giugno 2009. Ritorna a Vertigo Salvatore Anelli, con una personale che, come la precedente di due anni fa, propone ancora una commistione questa volta non con altri artisti, ma con sedici poeti sul tema del teschio. Una cinquantina di opere in cui il teschio, icona dell’arte di tutti i tempi, anche letteraria evidentemente, viene declinato in singolarissime e svariate forme, dal disegno a carboncino, catrame e pigmenti vari, a materiali dipinti, incisi che danno vita a vere e proprie sculture e installazioni, a tecniche digitali, dove i versi dei poeti non sono semplici corollari, ma parte integrante e funzionale, che Anelli, come sempre nelle sue operazioni di coinvolgimento, riesce a rispettare e rappresentare il lavoro altrui senza tradirne l’essenza, e nello stesso tempo creare la sua opera originale, sicura e nella fattispecie conturbante. E’ infatti con prepotente vigore che le opere s’impossessano dell‘ampio spazio candido di Vertigo avvolgendolo oltre che nel fascino delle sapienti composizioni in una pervasiva speculazione concettuale sul contributo di arte e poesia nell’attuale disagio della nostra civiltà. La mostra è corredata da un dvd dell’artista a cura di Orazio Garofalo e lettura delle poesie di Alessandra Romeo, allegato alle prime cento copie del catalogo in libreria.In catalogo: testi di P. Aita, A. Basile, R. Granafei, L. M. Patella e P. Ruffilli. Presentazione in pieghevole di Franco Gordano. La mostra sarà prossimamente presentata alla galleria la nube d’OOrt via Principe Eugenio Roma. Info: Vertigo Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti Visive ContemporaneeVia Rivocati 63, 87100 Cosenza, tel. e fax 0984 75212 e-mail: vertigoarte@libero.it, www.vertigoarte.org. COSENZA - “Fare impresa”, convegni La Confapi e la Confapi Calabria promuovono una due giorni dedicati al fare impresa, oggi e il 22 maggio a Cosenza. COSENZA - Presentazione libro Venerdì 22 maggio 2009, alle ore 19:00, presso la Libreria Ubik di Cosenza (Piazza XI Settembre trav. Via Galliano, 4)

avrà luogo la presentazione del romanzo "Salvati almeno tu" curato la prefazione. (Edizioni ETS - Pisa 2009), di Francesco Grosso (autore cosentino). COSENZA - “Coloriamo la città”, concorso E’ una iniziativa che corona un lungo percorso di sinergia COSENZA - Provini per film stabilita tra il Cosenza Calcio e la Provincia di Cosenza, Il 22 maggio, dalle ore 10 alle ore 16, presso il cinema mo- sponsor istituzionale unico per la stagione agonistica che dernissimo di Cosenza, si terrano i provini per un film di Ni- oggi si conclude: il concorso “Coloriamo la città e la procola Deorsola (vorrei vederti ballare). Il film verrà intera- vincia di rossoblu” che premierà striscioni, addobbi, altre mente girato in Calabria e soprattutto nella città di Cosenza. iniziative simili, appositamente preparati per la festa per Le figure richieste maggiormente sono attori over 40 uo- la promozione della squadra in C1, presentato nel corso di mo/donna per piccoli ruoli. Richieste anche figure per com- una Conferenza Stampa tenutasi nel Palazzo della Provincia alla presenza del Presidente Mario Oliverio, del conparsa. sigliere Franco Corbelli, del presidente e dell’amministratore delegato del Cosenza Calcio, Damiano Paletta e Pino COSENZA - Moda Movie, XIII edizione Chianello. Istituito dalla Provincia, il concorso mira a preLa XIII edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fata- miare il talento e la creatività della tifoseria, dei tanti aple” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che passionati, che sempre ne hanno dato prova nel corso del prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a campionato, ed anche a esaltare la passione che contraddistingue quanti seguono la squadra che è stata impegnaCosenza dal 23 al 25 maggio. ta negli ultimi due anni in un duro quanto straordinario percorso sportivo. Possono partecipare al concorso cittaCOSENZA - “Itinerari sperimentali”, gruppo teatrale dini singoli o Club di Cosenza e provincia, i cosentini ed i Il gruppo teatrale “Itinerari sperimentali”, composto da Club fuori regione e all’estero, con iniziative di colore deoperatori, volontari ed utenti del Centro di Salute Menta- dicate alla promozione del Cosenza Calcio in serie C1:strile (Csm) di Cosenza è stato selezionato- mediante con- scioni; addobbi; balconi, quartieri, strade imbandierati; corso a cui hanno partecipato le compagnie di teatro del scritte; altro. Una giuria composta da giornalisti delle redisagio di tutt’ Italia-, per la 4ª Biennale di Teatro Impe- dazioni sportive delle maggiori testate locali, regionali e gnato Nel Disagio Psichico “Treatrò anch’io”. La manife- nazionali sceglierà le proposte più originali da premiare. stazione si svolgerà il prossimo 25 maggio presso il Tea- Le scelte di ogni giornalista giurato saranno segnalate da tro Comunale “P.A. Guglielmi” di Massa. I teatranti por- parte degli stessi il giorno della premiazione al Comitato teranno in scena “La Luna in Maschera”, regia di Jerry organizzatore del Concorso, presieduto dal Presidente Mussaro, una rivisitazione della maschera di Pulcinella Mario Oliverio e del quale fanno parte il Capo di Gabinetche diventa pretesto e stimolo per rappresentare l’uni- to della Provincia di Cosenza ed il Presidente del Cosenza versalità della condizione umana. Lo spettacolo è stato Calcio Damiano Paletta. L’esito del Concorso sarà reso noideato e realizzato all’interno del Corso di Formazione to nel corso di una manifestazione pubblica, fissata per il svoltosi nell’ottobre 2008, attivato da Itinerari Speri- pomeriggio di venerdì 29 maggio, in Piazza XV Marzo, almentali, in collaborazione con altre associazioni di vo- la presenza del presidente Mario Oliverio, del consigliere lontariato e dalla Formazione Asp Cosenza e finanziato Franco Corbelli, del Presidente del Cosenza Calcio Damiano Paletta, della dirigenza della società Cosenza Caldal Centro Servizi Volontariato (Csv) di Cosenza. cio e di tutti i giornalisti sportivi componenti la Giuria. Saranno premiati i primi cinque classificati, singoli o Club, COSENZA - InPrimaFila, eventi che avranno ottenuto più indicazioni, e quindi più voti, dai Nuovi eventi da InPrimaFila, orario apertura agenzia: lu- giornalisti giurati. Al primo classificato andranno 3 abbonedì - venerdì, 9.30-13.00/16.30 - 19.30; sabato ore 9.30- namenti di tribuna A o B (da poter nel caso cambiare, per 13.00. U2, disponibilità di biglietti per la seconda data; mar- l’equivalente importo, con abbonamenti per la Curva o altedì 26 maggio, ore 20.00, presso Teatro A.Rendano (Sala tri settori dello stadio) per la stagione calcistica 2009-2010 Quintieri) - Cosenza, "Né classic, né pop: Claude Bolling", del Cosenza in Serie C1. In caso di club il premio consiDaniela Troiani - faluto; Giuseppe Maiorca - pianoforte; Car- sterà in 15 abbonamenti. Al secondo classificato: 2 abbolo Cimino - contrabbasso; Giacinto Maiorca - batteria; lunedì namenti di tribuna A o B; se Club, 10 abbonamenti. Al ter1 giugno, ore 20.00, presso Teatro A.Rendano (Sala Quintie- zo classificato: 1 abbonamento di tribuna A; se Club, 7 abri) - Cosenza, "To play and to play: Heidrich e Schumann", Lo- bonamenti. Al quarto classificato: 1 abbonamento di trirenzo Parisi - violino; Eugenio Prete - violino; Giuseppe Pi- buna A; se Club, 5 abbonamenti. Al quinto classificato: 1 sciotta - viola; Costanza Persichella - violoncello; Rodolfo abbonamento; se Club, 3 abbonamenti. In caso di classifiRubino - pianoforte; posticipato al giovedì 18 giugno, ore cazione di tifosi o Club fuori regione o all’estero, il premio 21.15, presso Cineteatro Garden - Rende Cs, Cristiano De An- consisterà in un viaggio per una persona sino a Cosenza in drè, De Andrè canta De Andrè, poltronissima euro 33,50; pol- occasione di una partita del prossimo campionato. Il retrona euro 27,50; distinti euro 27,50; galleria euro 19,50; golamento di partecipazione è pubblicato sul portale Inmercoledì 3 giugno, ore 20.30, presso Teatro Morelli - Co- ternet della Provincia di Cosenza, www.provincia.cs.it. Al senza, Trio Cesar Cui con Iride Varani flauto; Mariella Veltri concorso e alla festa rossoblù sarà anche abbinata una iniviolino; Francesca Infante pianoforte, prossimamente in ziativa di solidarietà a favore dei bambini dell’Abruzzo rivendita; lunedì 15 giugno, ore 20.30, presso Teatro Morelli - masti senza casa a seguito dal terremoto e che vivono ogCosenza, Lello Arena prossimamente in vendita; lunedì 29 gi nelle tende. giugno, ore 21.30, Piazza XV Marzo (Piazza Prefettura) - Cosenza, Claudio Baglioni in gran concerto - Qpga, I settore numerato euro 58,50; II settore numerato euro 48,50; III settore non numerato euro 38,50; tribuna non numerato euro Per ottenere la pubblicazione 38,50; martedì 7 luglio, ore 20.00, mercoledì 8 luglio, ore 20.00, presso Stadio San Siro Milano, U2 disponibilità di biin questa rubrica glietti per la seconda data.

AVVISO AI LETTORI

COSENZA - “La Calabria in tempo di crisi” “La Calabria in tempo di crisi” è il titolo del rapporto sull’economia calabrese nel 2008 che verrà presentato in Confindustria Cosenza il prossimo martedì 26 maggio alle ore 10.00. Interverranno il Presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore, il Presidente della Camera di Commercio di Cosenza Giuseppe Gaglioti, il Presidente di Confindustria Calabria Umberto De Rose, l’Assessore regionale alla Programmazione Nazionale e Comunitaria Mario Maiolo. Coordinerà i lavori del convegno il giornalista de Il Sole 24 Ore – Sud Nino Amadore. Molto atteso sarà l’intervento dell’economista Innocenzo Cipolletta, Presidente delle ferrovie dello Stato e Presidente dell’Università di Trento. Il rapporto sarà illustrato dall’autrice Rosanna Nisticò, professoressa di Micreoeconomia all’Università della Calabria e dal direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda che ne ha

di appuntamenti riguardanti la cultura, l’arte, lo spettacolo, la convegnistica, e qualsivoglia altro evento, occorrerà che le comunicazioni giungano a questa redazione

ALMENO 48 ORE PRIMA Segnala un appuntamento via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


48 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Seconda edizione del motoraduno organizzato dal gruppo Ens Catanzaro a Isola Capo Rizzuto

“Mi ritorni in mente” a Crotone IL CARTELLONE

Concerto di Claudio Baglioni in programma il 29 giugno a Cosenza

COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Il 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembre 2009 al teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembre 2009 arriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro. COSENZA - Claudio Baglioni in concerto Dopo i Negramaro e Roberto Benigni, Piazza XV Marzo (piazza Prefettura), il 29 giugno ospiterà un big della canzone italiana, Claudio Baglioni con il nuovo spettacolo live “Gran Concerto – QPGA”che anticipa i contenuti musicali del suo nuovo doppio cd con brani inediti che si ascolteranno per la prima volta dal vivo. Non è un semplice tour, ma una vera e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell’artista. La Iacobino Team, organizzatrice dell'evento informa che i punti di prevendita autorizzate sono: IacobinoTeam, Bar Tosti, Su di giri, Bar Time Out. Per info, prenotazioni ed acquisto biglietti rivolgersi ai seguenti recapiti: Tel 0984/71048 - info@iacobinoteam.it - www.iacobinoteam.it.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: Musica: venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. CROTONE - Incontro istituzionale Sala Azzurra, oggi, ore 10,30, invito all’ incontro istituzionale per la firma delle Convenzioni tra la Provincia di Crotone ed il Formez – Centro di Formazione Studi - per l’avvio dei progetti “Centro Unico per la Formazione Permanente e Continua nella Provincia di Crotone (Cuf –Kr)” e “Formare per Innovare le politiche del personale degli enti del territorio crotonese”. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

cognite e di sorprese: un luogo aperto alla libera espressione, alla riscoperta e alla esaltazione dei sensi corporei su una piattaforma artistica in grado di coniugare sapere e conoscenza, piacere e gusto. Con la presentazione di “Archaos”, ha preso il via presso “Il Casale art espace” di Feroleto Antico l’ottavo atto del progetto “EsSensum”, per l’occasione caratterizzato dall’opera in ambito di grafica ed illustrazione dell’artista Legenda. L’esposizione resterà aperta al pubblico fino a venerdì 29 maggio. Il progetto “EsSensum”, che deve la sua unicità all’assoluta completezza ed originalità della proposta, chiuderà i battenti con l’evento-festa “Archaos” in programma venerdì 29 maggio a partire dalle ore 21.00. In occasione del finissage della mostra di Legenda, “Il Casale” si trasformerà in un contenitore estatico di esperienze disparate per soddisfare le esigenze di intrattenimento estremamente differenti del popolo della notte ed, al contempo, i palati fini dei cultural consumers. Cibo, Arte Visiva, Dj e Vj set, Piattaforma Olfattiva e di Massaggio: questi gli ambiti d’intervento e gli elementi compositivi che si fonderanno in maniera armonica per una notte nella CROTONE - “Mi ritorni in mente” quale tutti potranno trovare l’opportunità giusta per abTonino Trapasso presenta: “Mi ritorni in mente”, spettaco- bandonarsi al piacere. Per ulteriori informazioni: 0968/455023 – 339/8100575. lo dedicato alle canzoni ed ai video di Lucio Battisti. Sabato 30 maggio a Crotone sul Molo della Leganavale, inizio spettacolo, ore 22.00. La band è formata da : Tonino TraGUARDAVALLE (Cz) - Aiac, seminario aggiornamento passo voce, Lucio Ranieri pianaforte e tastiere, Ciccio Vescio basso, Nicola Durante batteria, Luciano Calabrese chi- Il 2 giugno, presso l’agriturismo "Donna Stella" Guardatarre, Francesca Piccirillo - Serena Cristofaro – Annarita valle M.na (Cz), seminario di aggiornamento Aiac/SettoIppolito vocalist. Per ulteriori informazioni 3406729524. re Tecnico 2009 con credito formativo di 1 (un) punto per i Corsi Allenatori Professionisti. Entro il 30 maggio la prenotazione. CROTONE - Quiz & Go” Si svolgerà dal 14 giugno al 5 luglio “Quiz & Go”, la più grande caccia al tesoro in automobile che si sia mai svolta ISCA SULLO J. (Cz) - Rassegna di cabaret sulle strade italiane. La manifestazione, promossa dall’Aci La 1ª edizione di una rassegna di cabaret all’ Open Spain collaborazione con la Rai e l’Automobile Club di Croto- ce Studios di Isca sullo Jonio. Saranno presenti: sabato ne, si articola in una serie di prove provinciali che daranno 23 maggio 2009 “ I ditelo voi”; domenica 31 maggio 2009, accesso a selezioni regionali e alla finale nazionale nel Cen- “Baz” che concluderà la rassegna comica. I biglietti satro di Guida Sicura Aci di Vallelunga, alle porte di Roma. ranno disponibili da mercoledì 22 aprile 2009 nelle preL’evento, organizzato da “In Lucina Associati” ripropone in vendite abituali. I posti saranno rigorosamente numerachiave moderna l’Autoradioraduno degli anni ’60 e unisce ti e si divideranno in due ordini di prezzi, quali euro 20,00 alle emozioni di una gara di regolarità il fascino della ri- per poltronissima ed euro 15,00 per poltrona e galleria. scoperta turistica del territorio crotonese, all’insegna di I prezzi sono compresi di prevendita. Per ulteriori inforuna nuova cultura della mobilità più sicura e responsabile. mazioni è possibile telefonare ai numeri: 0967/45165 “Quiz and Go” è una gara sportiva a punteggio, il cui rego- 3334121670; oppure consultare i siti internet di seguito lamento è stato scritto da Aci-Csai Commissione Sportiva riportati www.essemmemusica.it - www.openspacestuAutomobilistica Italiana. Partecipare è facile. Tutti posso- dio.it. no prendere parte all’evento a bordo della propria auto in qualità di piloti, copiloti o accompagnatori. E’ sufficiente formare un equipaggio di almeno due persone dotate di un ISOLA CAPO RIZZUTO (Kr) - Motoraduno telefono cellulare. Il giorno della gara arriverà per sms un Il gruppo sportivo Ens Catanzaro organizza 2° motoraindovinello con gli indizi della prima delle quattro tappe da duno - Biker del sordo "Bikenzy..." giorno 27 maggio. Procompletare durante la giornata. Raggiunta la prima tappa, gramma: mattina: ore 9.30, appuntamento a Capo Rizsi riceve un nuovo indizio sul cellulare per la destinazione zuto presso il Santuario della Madonna Greca Centro "A. successiva, e così via. Ogni messaggio rappresenta un enig- Rosmini" per assistere alla S. Messa che si terrà alle ore ma da risolvere, un territorio da esplorare e una meta da 10.00, con la partecipazione del Parroco Don Edoardo conquistare. Chi risponderà correttamente al maggior nu- Scordio di Capo Rizzuto, e con la presenza dell'interpremero di quesiti proseguirà nel gioco. Non ci sono limiti di te Lis; saluti di: Giuseppe Paonessa, presidente gruppo tempo per lo svolgimento della prova: non è una corsa. L’e- sportivo Ens Catanzaro; Vincenzo Basile, presidente delvento si svolge su strade aperte al traffico, nel rispetto del- la sezione Prov.le Ens Crotone; Antonio Mirijello, presile norme di circolazione e dei limiti di velocità. Le doman- dente del consiglio Reg.le Ens Calabria; dr.ssa Carolina de del gioco riguardano anche il Codice della Strada e le Girasole, sindaco del Comune di Isola Capo Rizzuto (Kr) tecniche di guida sicura. Le iscrizioni dovranno avvenire Visita della moto di Bikenzy che verrà esposta al pubblientro il 13 giugno 2009 presso la sede dell’Automobile Club co e dopo partenza per il cimitero di Isola Capo Rizzuto di Crotone, viale Leonardo Gallucci 31-33 in Crotone e nelper salutare Enzo nella sua cappella. Pranzo: ore 13.00, le sue delegazioni, nelle agenzie. a Capo Rizzuto presso il ristorante "Mare Chiaro" di Iannone Antonio (il ristorante si trova a 100 metri dalla chiesa). Pomeriggio: ore 15.30, partenza con le moto per il CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Tour Turistico attraverso uno splendido itinerario di seCrotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la guito riportato: Ss 106 - Le Castella frazione di Isola Caprovincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la po Rizzuto con visita del castello, breve rinfresco e foto Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di finale di gruppo con tutti i Biker sordi presenti. Iscriziocalcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, ne moto: euro 5,00 (Verrà dato un gadget). Prenotazione che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 set- per pranzo: euro 25,00 comprese bevande (max. 2 bicchieri di vino, per motivi di sicurezza sulla guida). Per tembre. info e prenotazioni visitare il sito www.ens-calabria.it o mandare e.mail all’indirizzo: catanzaro@ens.it o un fax FEROLETO A. (Cz) - “EsSensum” al n. 0961/741201 e non oltre il 21 maggio. Ritorna l’appuntamento con “EsSensum”, il progetto ideato da VIVApop - costola creata all’interno dell’Associazione Culturale Vivarium U.P.C. di Catanzaro - presso “Il Ca- LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... sale Art Espace” di Feroleto Antico che si è felicemente con- Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, traddistinto nel corso degli ultimi mesi quale unica e sin- mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e spegolare occasione di confronto tra le istanze creative del ter- cialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì ritorio calabrese. “EsSensum” in poco tempo si è sviluppa- con serata live, sabato con il movimiento latino. Aperto to lungo un percorso di ricerca e di sperimentazione pro- anche a pranzo con menù a prezzo fisso. Info: gressiva volto alla creazione di un contenitore denso di in- 0968/53459. CROTONE - Bicincittà 2009 Domenica 24 maggio, si svolgerà Bicincittà 2009 più bici per tutti. Bicincittà, come per gli anni passati, rinnova il suo impegno nell'offrire ai cittadini l'opportunità di vivere una giornata diversa, all'insegna dello sport, del vivere sano e della mobilità sostenibile; è una manifestazione rivolta alle famiglie con l'obiettivo di coinvolgere l'intero nucleo familiare, dai bambini agli anziani, offrendo la possibilità di riappropriarsi di spazi urbani quotidianamente invasi dalle automobili, di vivere una giornata diversa, una giornata contro la sedentarietà. Aziende partner: akrea Crotone, per una assistenza nel tenere pulito il villaggio di partenza e arrivo; Cia-confcoltivatori Crotone: con uno stand e assaggi di prodotti locali; Sammontana: con degustazione di un gelato per tutti i partecipanti; Toyota concessionaria di Crotone, con la visita della nuova auto iQ; oltre 50 negozi della città che offriranno dei propri prodotti in omaggio con estrazione; cappellini offerti dalla Banca del Mezzogiorno a tutti i partecipanti.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Si concluderà il 23 maggio la terza edizione dell’iniziativa “Diamo un calcio alle mafie” a Locri

Mostra di tessuti tradizionali a Lamezia IL CARTELLONE

Parte oggi la stagione musicale Ama Calabria nella Città della Piana

LAMEZIA T. (Cz) - Concerti Ama Calabria Ancora una volta Lamezia Terme, per oltre una settimanada oggi al 29 maggio, sarà città della musica grazie ai concorsi nazionali ed internazionali organizzati da Ama Calabria. La manifestazione giunta alla sua 31ma edizione si realizza con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Dipartimento dello Spettacolo, della Città di Lamezia Terme e dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. I concorsi Ama Calabria, considerati una delle più importanti e qualificate vetrine promozionali di giovani talenti, registrano anche quest’anno un’ampia partecipazione di concorrenti provenienti oltre che da tutta Italia da diversi paesi d’Europa e dell’Asia. Sono previste una lunga serie di manifestazioni pubbliche che inizierannooggialle ore 11 presso il Teatro Politeama di Sambiase con la presentazione dei Complessi orchestrali delle Scuole medie ad Indirizzo Musicale, seguiranno sabato 23 e domenica 24 maggio ore 16.00 sempre al Teatro Politeama con l’ascolto di ben 19 complessi bandistici provenienti da tutta l’Italia meridionale. Non poteva mancare il tradizionale recital pianistico affidato al Presidente della Giuria del 19° Concorso Internazionale Pianistico che quest’anno è il noto pianista spagnolo Leonel Morales che si presenterà con uno straordinario programma dedicato a Beethoven, Albeniz e Listz la sera del 26 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Umberto. Le ultime giornate del concorso che avranno luogo giovedì 28 maggio e venerdì 29 maggio saranno dedicata alla prova finale del concorso internazionale pianistico al Teatro Umberto e la manifestazione si concluderà venerdì 29 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Umberto con il Concerto dei vincitori dei concorsi. In questa occasione saranno assegnate le borse di studio messe a disposizione dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro in ricordo di Alida Nucifero nostra concittadina tragicamente scomparsa qualche anno fa. Per info sul calendario del concorso s’invitano gli interessati a consultare il sito www.amacalabria .org o a rivolgersi alla segreteria del concorso al numero 0968/24580. LAMEZIA T. (Cz) - Servizi agli immigrati, incontro Con riferimento ai vari progetti sugli immigrati promossi e finanziati dal Ministero dell’Interno, dalla Regione Calabria e dal Comune di Lamezia Terme e nell’ambito di una serie di iniziative integrate atte a favorire la fruizione di servizi agli immigrati nell’intero comprensorio lametino, è stato organizzato un incontro di presentazione dei progetti che si stanno realizzando nella città di Lamezia Terme e sul territorio lametino. L’incontro si terrà a Lamezia Terme oggi alle ore 11,30 presso il Comune sito in contrada Maddamme. LAMEZIA T. (Cz) - Incontri di preghiera Organizzati da Pax Christi per ricordare Don Tonino Bello, si terranno a Lamezia due incontri di preghiera "Maria... donna dei nostri giorni"; Coro Gregoriano Ancillae Domini diretto dal M° Felicia Di Salvo; voce recitante Tonino Falvo. Oggi ore 20.00 Chiesa Maria Ss delle Grazie a Sambiase; 27 maggio ore 20.00 Chiesa B.V. del Rosario a Nicastro. LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Maggio, ore 17.00, venerdì 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte; mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. LAMEZIA T. (Cz) - “Muoviamoci nell’aria” Prosegue la manifestazione promossa dall’Ufficio per le Attività Motorie, Fisiche e Sportive dell’Usp di Catanzaro. Progetto: “Muoviamoci nell’aria”. I bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia si muoveranno liberamente in un piccolo o grande spazio occupandolo interamente. Divisi in “atomi”, (l’ossigeno, l’idrogeno, il carbonio, l’azoto, ma anche i gas nobili) potranno mescolarsi tra di loro e formare molecole (coppie o gruppi di tre bambini) seguendo semplicissime consegne. L’idea progettuale è che i bambini imparino a percepire lo spazio e, in esso, a riconoscersi, comunicare e realizzare in modo immediato un’attività ludica anche con coetanei mai incontrati prima. Manifestazioni conclusive: sabato 23 maggio 2009, alle ore 8.30, c/o l’impianto Sportivo Palasparti di Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - Riflessioni sulla Costituzione Italiana Sabato 23 maggio alle ore 10:00, presso il Chiostro di San

Domenico avrà luogo l'incontro - dibattito Riflessioni sulla Costituzione Italiana". L’evento, organizzato dal Centro Studi Anthurium, ha lo scopo di aprire un dibattito sulla Costituzione Italiana a 61 anni dalla sua entrata in vigore che risale al primo gennaio 1948. Interessati all’iniziativa sono gli studenti degli Istituti Scolastici Superiori di Lamezia Terme, ma anche esponenti politico - istituzionali e cittadini. Dopo i saluti istituzionali del Presidente del Centro Studi Anthurium Francesco Ruberto, del sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza e del Presidente del Consiglio Provinciale di Catanzaro Peppino Ruberto, nell’incontro, coordinato dal giornalista Antonello Torchia, relazioneranno il dirigente del Liceo Classico Francesco Fiorentino della città della piana Gaetano Pucci ed il docente di Storia dell’Università di Messina Saverio Di Bella. Curatore scientifico del progetto è Alberto Scerbo, docente di Filosofia del diritto all’Università Magna Graecia di Catanzaro. Dopo l’intervento del Presidente Emerito della Corte Costituzionale Cesare Ruperto, seguirà il dibattito con gli studenti che avranno modo di porre in essere le loro osservazioni, interagendo tra di loro e formulando domande ai presenti. Sarà questa un’ occasione per creare un momento di alta formazione, che contribuirà, sicuramente, ad accrescere il bagaglio culturale degli studenti ed a soffermare la loro attenzione sull’importanza della nostra carta costituzionale e sul periodo storico in cui è entrata in vigore. LAMEZIA T. (Cz) - “Dalla nascita dell’astronomia...” Sabato 23 maggio 2009 nella sala conferenze dell'Istituto tecnico geometra di Lamezia Terme in via S. Miceli dalle 10,30 alle 12,30 si terrà l'iniziativa: " Dalla nascita dell'astronomia alla scoperta dei nanopianeti con riferimento alla scoperta del telescopio del Galilei" organizzata da Dora Anna Rocca, docente di scienze, giornalista scientifico, saggista. La novità dell'evento è che sarà presentato un learning object sui nanopianeti con l'utilizzo della lavagna interattiva multimediale. Dopo i saluti del D.S. S. Vescio e del Dirigente dell'Ufficio scolastico regionale F. Mercurio i docenti Dora Anna Rocca e Francesco Bonacci con l'ausilio della rete e della Lim esploreranno il sistema solare trasmettendo importanti notizie astronomiche agli studenti a cui è diretta l'iniziativa grazie all'utilizzo ottimale della tecnologia e della didattica. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra dei tessuti tradizionali La tradizione della tessitura può essere ancora recuperata. E’ questo uno degli obiettivi principali del tentativo portato avanti da un lavoro di studio e valorizzazione degli antichi intrecci e delle modalità di tessitura diffusa in Calabria e nel Mediterraneo. Questo lavoro paziente, come l’intreccio tra trama ed ordito è stato portato avanti dal centro sperimentale e dimostrativo dell’Arssa di Lamezia Terme in collaborazione con alcuni operatori tessili del settore. Uno dei primi risultati è il recupero di disegni e intrecci antichi a più di quattro “licci” che sarà oggetto della prossima mostra in programma per il 23 e 24 maggio 2009 presso il Complesso Monumentale San Domenico di Lamezia Terme. La “mostra dei tessuti tradizionali” è promossa dall’Arssa centro sperimentale e dimostrativo di Lamezia Terme, con il patrocinio del Comune di Lamezia Terme, della Regione Calabria e la partecipazione di numerosi operatori tessili calabresi e di alcuni musei. L’apertura della mostra avverrà sabato 23 maggio con un seminario di presentazione alle ore 17,30 dal tema “Intrecci su telai a mano, combinazioni senza fine per una creatività senza tempo” tenuto dall’esperta internazionale professoressa Graziella Guidotti di Firenze. Introdurrà la dottoressa Luigia Iuliano direttrice Centro Sperimentale Arssa di Lamezia Terme, concluderà la professoressa Giovanna De Sensi Sestito direttrice del centro Herakles per il turismo culturale dell’ Unical. La mostra rimarrà aperta oltre a sabato 23 maggio dalle 19 alle 21,30 anche domenica 24 dalle 9.00 alle 21,30. Per ulteriori informazioni dottoressa Luigia Iuliano Centro Sperimentale Arssa Lamezia Terme 0968.209187 ( ore ufficio) 349-6038445. LAMEZIA T. (Cz) - Gran prix nazionale Fisiodinamic palestre, Csen centro sportivo educativo nazionale, Wabba Italia, e il Comune di Lamezia Terme organizzano Grand prix nazionale "Città di Lamezia Terme" XIII edizione, domenica 24 maggio, presso l'auditorium comunale Lamezia Terme ore 14.30, pesatura - ore 17.30, inizio gara, ingresso gratuito. Categorie in gara: uomini hp: Juniores Hp, Hp-6 Kg, Hp-3 Kg, Hp0Kg, Hp+3Kg; uomini body building: fino 75 kg, fino 82,5kg, fino90kg, oltre 90kg, juniores, over 40, over 50; donne: fitness, shape, fashion. I partecipanti dovranno essere tesserati Wabba-Csen per l'anno in corso. Qualificati ai campionati italiani i primi 6 di ogni categoria. Premiazioni: coppe per i primi 6 classificati di ogni categoria; medaglio-

ne per i rimanenti; premio al migliore over 60; premio all'atleta più giovane; trofeo per gli assoluti. Info: www.bodybuilding.jimdo.com. LAMEZIA T. (Cz) - “Emigrazione vecchia e nuova” Organizzata dal Centro “ Riforme – Democrazia – Diritti” di Lamezia Terme, si svolgerà lunedì 25 maggio con inizio alle ore 18 presso il Salone del Savant Hotel, una tavola rotonda sul tema: “Emigrazione vecchia e nuova: effetti sull’economia e sulla società calabrese”. Interverranno: il prof. Giuseppe Masi e il prof. Domenico Cersosimo – Vice Presidente della Giunta Regionale e Docente dell’ Unical. Parteciperanno e parleranno delle loro esperienze i Sindaci di San Giovanni in Fiore, Falerna e San Pietro a Maida.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo email, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Per ulteriori informazioni: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu carlo@400kc.eu. LIMBADI (Vv) - Dolcenera in concerto Domenica 2 agosto, alle ore 21.00, Dolcenera in concerto a Limbadi (Vv). Lo spettacolo si terrà in piazza e l’ingresso sarà gratuito. LOCRI (Rc) - “Diamo un calcio alle mafie” E’ iniziata la terza edizione di “Diamo un calcio alle mafie”, quest’anno accompagnata dallo slogan “ Joca pulitu”. La manifestazione voluta dal gruppo della cooperativa sociale Goal - Giovani Operatori Animazione Legalità e organizzata, come sempre, insieme all’Oratorio Centro Giovanile Salesiano intende sviluppare un’esperienza per i giovani atta a far comprendere loro, attraverso la pratica positiva dello sport e le esperienze di gruppo, i principi e i concetti di legalità e del “vivere in modo legale” e come dice lo slogan: Gioca pulito, nel campo e nella vita. L’obiettivo principale è sensibilizzare i giovani alla legalità, vista non solo come Anti-mafia, ma come rispetto globale delle regole, delle leggi e del prossimo e utilizzare lo sport-gioco come strumento aggregativo-educativo al fine di sviluppare una coscienza sportiva che vada a mirare sui sani principi sportivi del giocare “con” e “non contro”. Ad accompagnare in questo percorso i giovani animatori, l’Associazione Libera, il Comune di Locri, la Regione Calabria, l’Assessorato alle politiche giovanili e sociali della Provincia di Reggio Calabria, enti privati (Aziende Coca Cola e Mangiatorella) che di concerto hanno inteso promuovere l’evento perché ci si avvicini alla “pratica di legalità” e si diffondano, anche attraverso lo sport, messaggi di positività. L’intera attività organizzata dalla Cooperativa Sociale Goal - Giovani Operatori Animazione Legalità, che usufruisce anche della collaborazione attiva della scuola media “F. S. Maresca” di Locri, prevede alcuni incontri con testimoni, esperti e/o vittime di mafia che, attraverso le loro esperienze di vita, favoriranno l’approccio dei ragazzi sia all’aspetto del rispetto civile per il prossimo, che alla concreta lotta alle mafie. La manifestazione ha battuto il calcio d’inizio il 6 maggio 2009 con i tornei di calcio a 5 (“Diamo un calcio alle mafie”) e in contemporanea quelli di Volley (“Alziamo la legalità”), e si svolgeranno di pomeriggio presso la struttura del Centro Giovanile Salesiano con il coinvolgimento di tutte le classi della scuola media Maresca. La manifestazione si concluderà il 23 maggio 2009, anniversario della morte di Falcone e Borsellino, durante il quale i circa 350 ragazzi della scuola media sfileranno in Marcia per le vie di Locri.


50 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Attese”, mostra di pittura di Rosanna Nicoletti fino a domani a Reggio Calabria

Concorso per giovani musicisti a Paola IL CARTELLONE

Inaugurazione di un nuovo palazzetto dello sport domani a Maida

LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” Al via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. Il concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le categorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria della “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fotografico.Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 giugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenuta nella corte del Palazzo di Città. MAIDA (Cz) - Inaugurazione palazzetto La sede principale dell’Associazione sportiva Indomita è nel Comune di Maida (Cz) dove dispone di un meraviglioso palazzetto dello sport che verrà inaugurato sabato 22 maggio, ma tale progetto vuole coinvolgere tutto il circondario che comprende Maida, San Pietro a Maida, Iacurso e Curinga. MARCELLINARA (Cz) - Iniziativa studenti Gli alunni dei tre gradi del primo ciclo d'istruzione, giorno 26 maggio 2009, alle ore 20.00, presso l'Istituto comprensivo di Marcellinara, si esibiranno nella rappresentazione della Costituzione con l'intento di evidenziare metodi e contenuti nuovi per l'insegnamento/apprendimento della Costituzione in ambito interdisciplinare con il coinvolgimento di tutte le risorse umane e strumentali. MONTALTO U. (Cs) - Nomadi in concerto Sabato 15 agostoalle ore 21.00, Nomadi in concerto a Montalto Uffugo (Cs).In Piazza con ingresso gratuito, in occasione del concerto saranno presenti i fans club di Brattirò (Vv) "Solo Nomadi" e di Mesoraca (Kr) "Nomadi - Il viaggio continua". PAOLA (Cs) - Concorso per giovani musicisti VIII concorso nazionale Giovani musicisti “Città di Paola” – Premio San Francesco di Paola 2009. Luogo e date di svolgimento: Paola (Cs), dal 30 maggio al 6 giugno 2009. Riservato a : pianoforte – pianoforte a 4 mani – archi – fiati – chitarra – arpa – percussioni – fisarmonica – canto lirico mus. da camera in qualsiasi formazione - cori polifonici e di voci bianche – solisti, ensemble e orchestre Scuole Medie ad Indirizzo Musicale –- Progetti speciali Scuole - Musica e teatro – Musica leggera: cantanti - strumentisti (tastiera, chitarra el., basso, batteria) solisti e gruppi. Senza limiti di età. Montepremi: euro 5.000 - oltre ai premi di categoria Premi speciali per pianisti, chitarristi, clarinettisti – Concerti presso diverse Associazioni Musicali – Selezione ruoli “Nozze di Figaro” per la rappresentazione in forma di concerto – Frequenza gratuita Stage presso il I Corso Biennale di Canto Moderno con il M° Antonio Fratto in collaborazione con Luca Jurman. Per ulteriori informazioni: tel. e fax: 0982/585567 – 585655 - oppuer visitare il sito internet www.associazionestillo.it/concorso.html - o scrivere a l.stillo@associazionestillo.it. REGGIO C. - “Attese”, mostra di pittura L'associazione culturale "Leucò Art Gallery" presenta "Attese", mostra di pittura di Rosanna Nicoletti, fino al 22 maggio, presso i locali della Leucò - via Crocefisso, n. 44-46 (Rc). REGGIO C. - Comizio elettorale Rifondazione comunisti italiani organizza oggi, ore 19.30, in piazza Camagna, un comizio elettorale “La Calabria e il Sud protagonisti in Europa”. Parleranno: Nino De Gaetano, segretario regionale Prc; Michelangelo Tripodi, segretario regionale PdCi - candidato al Parlamento Europeo; Oliviero Diliberto, segretario nazionale PdCi. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. In-

contri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: oggi: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psicobar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri telefonici di seguito riportati: 328.1918853/347.9673649; oppure consultare il sito internet www.cooperativaimep.it - Per le prenotazioni, invece, scrivere all’indirzzo di posta elettronica: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - Anassilaos giovani sport Venerdì 22 maggio ore 21,00 Sala San Giorgio al Corso, centenario del Futurismo (1909/2009). Incontro sulla pittura e sulla scultura futurista. Con l’intervento del Prof. Carmelo Tenio, Docente di Arte e artista. Sabato 23 maggio ore 17,30 Chiesa San Paolo alla Rotonda , presentazione della cartolina realizzata dall’Associazione Culturale Anassilaos in occasione della chiusura dell’Anno Paolino e della Inaugurazione della Mostra filatelica dal titolo “Sulle orme di San Paolo”, promossa per l’anno Paolino 2008 – 2009, che si terrà a Reggio Calabria, dal 23 al 31 maggio 2009, all’interno del Santuario di San Paolo alla Rotonda. La cartolina riceverà lo speciale annullo filatelico a cura del Rotary Club Service di Reggio. Martedì 26 maggio, ore 18,00 Sala San Giorgio al Corso, “La chimica dell’acqua” . Interviene la Prof.ssa Paola De Salvo. Introduce il Dr. Francesco Cardone, chimico e studioso di chimica. Responsabile Associazione Anassilaos. Giovedì 28 maggio ore 18,00 Sala Giuditta Levato, Consiglio Regionale della Calabria. Congiuntamente con il CIS Calabria presentazione del saggio di Francesco Cardone Atomi Elementi Molecole - Storia della Chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa Editore) con l’intervento del Prof. Angelo Liguori, Università della Calabria, e della Prof.ssa Francesca Neri, Docente Liceo Classico “T.Campanella” di Reggio Calabria. Venerdì 29 maggio ore 21,00 Sala San Giorgio al Corso, alla scoperta del dialetto. Incontro sul tema “ Spunti per una corretta grafia di alcuni termini dialettali” Interviene il Prof. Domenico Antonio Sgrò, poeta dialettale e studioso del dialetto.

Reggio Calabria, Messina, Villa San Giovanni. Gli assessori all'Urbanistica dei Comuni della provincia di Reggio Calabria, le forze politiche ed amministrative, le associazioni sociali, ambientali e culturali. Conclusioni: prof. Francesco Rossi (Presidente Inu Calabria). REGGIO C. - Interpretazione musicale, concorso E’ pronta a partire la seconda edizione del concorso nazionale di interpretazione musicale “Città di Reggio Calabria”, bandito dall’“Accademia del tempo libero” col patrocinio del Comune. Il concorso si svolgerà dall’1 al 7 giugno 2009 presso l’Auditorium “Il Cipresseto”, sede dell’“Accademia”.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: 9 giugno 2009. REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” di Reggio Calabria e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: mercoledì 10 giugno 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro.

REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Maggio: domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, REGGIO C. - Pallavolo: Italia-Stati Uniti ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri Il 19 giugno sarà una data importante per la città di Reg (Pscs). gio Calabria, che proprio a due giorni dall’inizio dell’estate tornerà sotto i riflettori della pallavolo mondiale ospitando il big match tra l’Italia e la nazionale degli Stati UniREGGIO C. - Seminario regionale Inu ti campione olimpica in carica, valido per l’edizione 2009 Inu, istituto urbanistica, organizza un seminario regionale della World League. Ventidue gli azzurri convocati per la della sezione Calabria Città e area metropolitana giorno 26 manifestazione da coach Anastasi, che intende aprire un maggio, alle ore 16.00, presso palazzo della Provincia Reg- nuovo ciclo dopo il quarto posto conquistato nell’ultima gio Calabria. Saluti: Michelangelo Tripodi (Ass. Reg. Urba- Olimpiade. Solo quattro sono infatti gli atleti reduci dalnistica); Giuseppe Morabito, (Presidente Provincia Rc); Giu- l’esperienza di Pechino, vale a dire Vermiglio, Birarelli, seppe Scopelliti (Sindaco Reggio Calabria); introduce: prof. Gavotto e Martino. A questi vanno aggiunti i rientranti CerMaria Adele Teti (Vice-presidente Inu Calabria); intervengo- nic, Sintini, Lasko, Savani, Manià e Sala. L’elenco dei conno: prof. Concetta Fallanca; prof. Francesca Moraci; prof. vocati è completato da Saitta, Travica, Cazzanica, Buti, De Giuseppe Fera; prof. Domenico Passarelli; tavola rotonda: Togni, Fortunato, Piscopo, Della Lunga, Maruotti, Parodi, Paolo Malara (Presidente ordine architetti e Ppc Rc); Fran- Zaytsev e Bari. Tanti volti nuovi dunque, che proprio nelcis Cirianni, (Presidente ordine ingegneri Rc); Marilena Si- la World League muoveranno i primi passi in nazionale. E ca (Associazione italia nostra); Marisa Cagliostro (Presiden- la città dello Stretto sarà sicuramente pronta ad accogliete Cerere); Francesco Alì (Segretario provinciale Cigl); sono re i loro beniamini nella sfida al sestetto statunitense, che invitati: i sindaci e gli assessori all'urbanistica dei Comuni di si disputerà al PalaPentimele.


il Domani Giovedì 21 Maggio 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La Compagnia tatrale Del Grillo presenta “Rumori fuori scena” a Soverato

Rassegna cinematografica a Rende IL CARTELLONE

Terminerà il 30 maggio la stagione teatrale a San Pietro a Maida

REGGIO C. - Premio Anassilaos per la poesia L’Associazione Culturale Anassilaos, nell’ambito del XXI Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze bandisce il Premio Anassilaos per la Poesia. Al Concorso possono partecipare autori di qualsiasi nazionalità con opere in lingua italiana. Esso si articola nella Sezione Poesia inedita, che prevede l’invio di massimo di tre liriche e nella Sezione Poesia edita per raccolte pubblicate nel quadriennio 2006/2009. E’ ammessa la partecipazione a più sezioni. Gli elaborati (per la poesia inedita) e i volumi (per la poesia edita) dovranno essere spediti al seguente indirizzo: Associazione Culturale Anassilaos, Casella Postale 191 – 89100 Reggio Calabria, entro e non oltre il 20 settembre 2009. E’ prevista una quota di partecipazione. La Giuria, allargata agli Amici dell’Associazione Culturale Anassilaos, si compone di esperti e studiosi di poesia. I premi consistono, per ambedue le sezioni, nella somma di euro 500,00 più una targa artistica per i primi classificati e in targhe per gli altri. L’Associazione si riserva di segnalare liriche e volumi particolarmente significativi, per i quali saranno assegnati diplomi e medaglie. La consegna dei premi, inserita nelle manifestazioni del Premio Anassilaos di Arte Cultura e Scienze (dall’ 1 al 14 novembre 2009), si terrà a Reggio Calabria. Per informazioni inviare una e.mail (ass.anassilaos@libero.it) o telefonare alla Segreteria organizzativa e pubbliche relazioni (333.3998510). RENDE (Cs) - “Cos’è il Parlamento europeo” L'Università della Calabria, facoltà di Scienze politiche, organizza un convegno oggi, ore 15.30-19.30, presso l'aula Caldora - Campus di Arcavacata, "Per l'Europa. Che cos'è, come funziona e a che cosa serve il Parlamento europeo". Introduce e coordina: Paolo Jedlowski; intervengono: Barbara Curli, su: Che cos’è il Parlamento europeo; Giorgio Giraudi, su: I cittadini e l'Unione europea: un rapporto difficile?; Giampaolo Gerbasi, su: Quali diritti garantisce l'Europa?; Donatella Loprieno, su: L’Europa fa bene alle donne?; Walter Nocito, su: La tutela dell'ambiente e l'Unione europea; Donatella Viola, su: Il Parlamento europeo come attore internazionale; Guerino D'Ignazio, su: Il processo 'federale' europeo. RENDE (Cs) - “Ecran fatal”, rassegna Continua presso il Cinema Teatro Garden di Rende (Cs) la rassegna cinematografica “Écran fatal”, che dà il via alla tredicesima edizione dell’evento Moda Movie, la kermesse di Moda e Cinema dedicata quest’anno allo stile della “Femme Fatale”. La rassegna, curata anche quest’anno da Loredana Ciliberto, responsabile per il cinema del progetto Moda Movie e collaboratrice del Corso di laurea in Dams dell’Università della Calabria, ha già visto le proiezioni dei film Femme Fatale di Brian De Palma e La storia di una donna di Eugenio Perego. La rassegna proseguirà oggi, alle ore 20:30, con Lulù, il vaso di Pandora di Georg Wilhelm Pabst, e domenica 24 maggio, alle ore 18:00 con La_fiamma_del_peccato" di Billy Wilder. RENDE (Cs) - Teatro Rossosimona e Ginestra Teatro della Ginestra e Teatro Rossosimona si preparano all’imminente stagione estiva. Le due compagnie cosentine, da sempre impegnate sul territorio nella promozione e diffusione della cultura del Teatro, sono infatti al lavoro per la composizione dell’offerta teatrale, relativa ai mesi di giugno, luglio e agosto. In cantiere c’è innanzitutto una nuova produzione, dal titolo Amori in corso. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro della Ginestra, sarà affidato alla regia di Lindo Nudo, attore e regista, oltre che direttore artistico di Teatro Rossosimona. In programma ci sono poi anche le repliche degli spettacoli La verità vive (un’indagine teatrale sulle donne e la mafia) e Mia Martini. Una donna, una storia (un omaggio all’intensa interprete bagnarota), entrambi prodotti, tra il 2007 e il 2008, da Teatro Rossosimona. Sia per la nuova produzione, sia per la ripresa degli altri due spettacoli Teatro Rossosimona e Teatro della Ginestra selezionano attrici, attori, danzatrici e danzatori. Le selezioni si svolgeranno sabato 23 maggio alle ore 10,30 presso la Sala Rossosimona al Polifunzionale dell’Università della Calabria. Per partecipare o richiedere ulteriori informazioni è necessario inviare un curriculum vitae all’indirizzo direzione@teatrodellaginestra.com. RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Ac-

coglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace.

so il museo nazionale archeologico della Sibaritide, località Casa Bianca, a Sibari (CS); vernissage: fino al 31 maggio 2009. Info: 0981/79391-2 - www.museovigliaturo.it.

SIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Siderno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di narrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune di Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reggio, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letteROSSANO (Cs) - Master in Politiche ambientali Dall’1 al 19 giugno la Città di Rossano sarà sede del master rario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, universitario di secondo livello in “Politiche ambientali e 75 - 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio territoriali per la sostenibilità e lo sviluppo” detto Eco-Po- comporta la piena accettazione del presente bando. lis, organizzato dall’Università di Ferrara e dall’Università della Calabria. SIMERI CRICHI (Cz) - Maratonina Stracrichi L'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Simeri Crichi organizza la 2ª maratonina Stracrichi il 13 SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manife- giugno, ore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Cristazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio chi. Per ulteriori informazioni contattare i seguenti reFrassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Ai- capiti telefonici: 368/560945 - 333/9725089. do (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Di- SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario partimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenu- Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì ta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: sabato Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domeni30 maggio 2009 “Concerto del Complesso bandistico Gio- ca scandlo con tesy voice superkaraoke. vanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. SOVERATO (Cz) - “Rumori fuori scena” La compagnia teatrale Del Grillo presenta “Rumori fuori scena” di Michael Frayn, traduzione di Filippo Ottoni, SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., se- con (in ordine di entrata) Sabina Ventrice; Claudio Romrata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un bolà; Filippo Apostoliti; Maria Rosaria Barbuto; Rossana Veraldi; Franco Severino; Salvatore Frangipane; Vamix di tarantella, pizzica, ska e reggae. lentina Maida; Salvatore Salatino; scene e costumi: Giovanni Sorrenti, Isaia Tripodi; musiche: Michele AmadoSETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo ri; regia: Claudio Rombolà; direttore di scena: Patrizia Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Set- Suppa; luci e capo macchinista: Nicola Macrì; aiuto mactingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per chinista: Giuseppe Macrì; registrazione sonore: Pubblilocali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, media; amministratore: Franco Rondinelli; decorazioni Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli ca- pittoriche: Giovanni Sorrenti; oggi, 22 e 23 maggio, ore raibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). In- 21.00; 24 maggio, ore 18.00. Botteghino teatro gresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza 0967/23156 - prevendita FotoArteSestito 0967/521514. Info: teatrodelgrillo@libero.it. sul sito www.movidacommunity.it.

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SIBARI - Settimana della Cultura

Il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con tutti i suoi istituti, promuove la Settimana della Cultura, quest’anno giunta all’XI edizione con lo slogan "la cultura è di tutti, partecipa anche tu". In questo contesto Silvio Vigliaturo - che da anni ha una solida collaborazione con l’Unical ed è, insieme a Gerardo Sacco e Santo Versace, testimonial nel mondo dell’ateneo calabrese - espone una collezione di sculture in terracotta e una serie di installazioni e opere in vetro presso il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, che raccoglie tutte le testimonianze materiali della Sibaritide dall’età protostorica all’età romana, ed in particolare il ricco e glorioso passato di quella che fu una delle più importanti poleis della Magna Grecia: Sybaris. Mostra: Kleombrotos - Vigliaturo, una lettera dal passato, pres-

SOVERATO - Palco scenico 2009 In ambito delle attività culturali programmate per l’anno accademico 2008/2009 dall’Ardis (Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario) di Catanzaro si inserisce l’iniziativa Palco scenico 2009 promossa dall'Associazione culturale Senza Sosta. Si tratta di due serate dedicate al teatro di tradizione con la rappresentazione della commedia brillante T’aiu ‘e maritara. Novanta minuti di spettacolo nel corso del quale affiorano credenze, tradizioni e modi di dire calabresi quasi completamente caduti in disuso. T’aiu ‘e maritara è un testo straordinario, caratterizzato da piacevoli intrighi e da implicazioni comiche ed esistenziali, motivo di divertimento e di pensosa riflessione. La prima serata di Palco scenico 2009, avrà luogo a Taverna il prossimo 22 maggio nella palestra comunale, mentre la seconda il 4 giugno a Soverato presso il Teatro Comunale. L’iniziativa fortemente voluta dal dott. Costantino Mustari direttore dell’Ardis, rientra nella programmazione teatrale destinate agli studenti iscritti all’Università Magna Graecia, all’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro, al Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, al Seminario Teologico S. Pio X di Catanzaro e al Politecnico Scientia et Ars di Vibo Valentia.


52 Giovedì 21 Maggio 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Seconda edizione del concorso internazionale per cortometraggi in programma a Tiriolo

Premio Enzo Barbuto a Vibo Valentia IL CARTELLONE

Concorso enologico internazionale a partire da domani

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it.

TIRIOLO (Cz) - Concorso per cortometraggi L’ Associazione Culturale Visione, indice la seconda edizione internazionale del concorso per cortometraggi “CortoVisione”. Il concorso è a tema libero. Una sezione è riservata ai cortometraggi stranieri in lingua originale. La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti. Ogni autore può partecipare con una o più opere anche non inedite a tutte le sezioni. I filmati devono essere presentati solo ed esclusivamente su supporto dvd e non avere una durata superiore a 12 minuti titoli compresi. Tutte le opere pervenute, saranno esaminate da un apposita giuria tecnica che sceglierà i 30 migliori cortometraggi che parteciperanno alle serate del festival nel comune di Tiriolo (Catanzaro) alla proiezione pubblica, assisterà una giuria composta da critici ed esperti nonché da una popolare che designeranno il vincitore del 2°festival internazionale Cortovisione, al quale sarà assegnato il premio “CortoVisione 2009 “ Premio speciale per il miglior corto straniero". Termine ultimo per aderire alla manifestazione concorso è il 30 giugno 2009 ( fa fede la data del timbro postale). Tutte le spese di spedizione sono a carico dei partecipanti. Se esplicitamente richiesto i dvd saranno rispediti all’indirizzo del partecipante, altrimenti saranno trattenuti dall’ Associazione Culturale Visione e conservati a solo scopo culturale. Ai 30 finalisti sarà comunicato entro il 15 luglio 2009 con posta elettronica la loro ammissione al festival. I partecipanti possono inviare i loro lavori con relativa scheda d’iscrizione, compilata in tutte le sue parti e firmata a: Festival internazionale Cortometraggio “Cortovisione” - 88056 Titiolo (Cz) Italia. Per la realizzazione del catalogo del festival si richiede anche una foto scena tratta dal corto o rappresentativa del titolo dell’opera presentata al concorso, in formato jpg all'indirizzo email: cortovisione@gmail.com. La serata del 18 prevede la presenza in piazza del regista spagnolo Miguel Ángel Escudero e Diretoore Tecnico della Ace "Agenzia dei Cortometraggi Spagnola" che insieme al regista italiano Antonello Novellino, terranno un work schoop sul cinema corto e nella stessa serata saranno proiettati i cortometraggi in lingua originale stranieri partecipanti al festival sempre nell'arco della serata Antonello Novellino presenterà una retrospettiva di suoi lavori. La giuria del festival sarà presieduta dall'attore catanzarese Paolo Turrà. Attualmente sono moltissimi i partecipanti iscritti al festival sia registi italiani che spagnoli. Al festival collara anche il "Kimuak" dei paesi Baschi.

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con i seguenti orari 9.30-12.30 e 16.00- TROPEA (Vv) - Tropea Film Festival 19.00. Si sono chiuse il 15 maggio 2009 le iscrizioni alla III edizione

della manifestazione cinematografica Tropea Film Festival che si terrà nel Teatro del Porto dal 18 al 23 agosto prossimi. I film iscritti sono stati 211 tra lungometraggi e corti, una cifra davvero interessante a quanto riferiscono gli organizzatori, soprattutto perché quest’anno sono state eliminate due sezioni importanti quali quella dei documentari e dei corti dedicati al mare. Adesso si aspettano i titoli dei finalisti che si contenderanno gli otto premi: Migliore Regia Lungometraggio, Migliore Regia Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Lungometraggio, Migliore Attore Protagonista Cortometraggio, Migliore Attrice Protagonista Cortometraggio, Migliore Colonna Sonora Originale, Migliore Sceneggiatura Lungometraggio.Intanto, i contatti ed i lavori del Tropea Film Festival, una manifestazione a cura dell’Associazione Culturale Tropeana e della Società Porto di Tropea, continuano incessanti, nonostante le difficoltà economiche e di regressione che si sono abbattute sull’Italia e di converso su tutti i tipi di attività, soprattutto culturali. Ma l’instancabile Presidente, Bruno Cimino, tra tagli di scure e defezioni istituzionali, non demorde, ed anche per questa edizione promette nomi e volti conosciuti e di rilievo che verranno premiati con la Statuetta, opera unica ed originale, creata dalle mani esperte degli artisti della Bottega Mortet a Roma. Ma soprattutto promette film di qualità e di spessore che non potranno che ammaliare il pubblico del TeaTAVERNA - Palco scenico 2009 tro del Porto. Confermata la diretta mondiale della prima e ulIn ambito delle attività culturali programmate per l’anno ac- tima serata del Festival grazie alla tecnologia stream live.La cademico 2008/2009 dall’Ardis (Agenzia Regionale Diritto conferenza stampa di presentazione del Festival si terrà a Troallo Studio Universitario) di Catanzaro si inserisce l’iniziati- pea il 20 giugno 2009. va Palco scenico 2009 promossa dall'Associazione culturale Senza Sosta. Si tratta di due serate dedicate al teatro di tradizione con la rappresentazione della commedia brillante VIBO V. - “Filosofia della Musica” T’aiu ‘e maritara. Novanta minuti di spettacolo nel corso del Il Conservatorio Statale di musica "F. Torrefranca" di Vibo Vaquale affiorano credenze, tradizioni e modi di dire calabre- lentia, diretto dal maestro Antonella Barbarossa, presenta fisi quasi completamente caduti in disuso. T’aiu ‘e maritara è no al 23 maggio presso la biblioteca comunale cittadina, la deun testo straordinario, caratterizzato da piacevoli intrighi e cima edizione del convegno internazionale di studi "Filosofia da implicazioni comiche ed esistenziali, motivo di diverti- della Musica e Musica della Filosofia", che quest'anno è intitomento e di pensosa riflessione. La prima serata di Palco sce- lato "Magia, Esoterismo e Fantasmi". Per ulteriori informanico 2009, avrà luogo a Taverna il prossimo 22 maggio nella zioni sull'attività didattica è possibile consultare il sito internet palestra comunale, mentre la seconda il 4 giugno a Sovera- di seguito indicato: www.conservatoriovibovalentia.it. to presso il Teatro Comunale. L’iniziativa fortemente voluta dal dott. Costantino Mustari direttore dell’Ardis, rientra nella programmazione teatrale destinate agli studenti iscritti al- VIBO V. - Memorial Gaglioti l’Università Magna Graecia, all’Accademia delle Belle Arti L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fidi Catanzaro, al Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, al pav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vibo Seminario Teologico S. Pio X di Catanzaro e al Politecnico Valentia organizzano 4° minibeachvolley - 3° memoriale Gaglioti, giorno 24 maggio 2009, al lido Chiringuito di Pizzo CaScientia et Ars di Vibo Valentia.

TAVERNA (Cz) - Mostra di pittura E’ stata inaugurata, nello storico Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna (Cz), la mostra “Segni, forme, colori e suoni” – opere di Ercole Drei, Lia Drei, Francesco Guerrieri, Elisabetta Gut, Mario Parentela, Gloria Persiani, Alfredo Pino e Marco Samorè, appositamente selezionate dalla Collezione d’Arte Contemporanea del Museo Civico di Taverna; promossa e organizzata, nell’ambito della quinta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2009” che prevede inoltre, la presentazione alle ore 21,30 dei concerti jazz : “Jazz Workshop” con la partecipazione straordinaria della cantante Laura Fedele e del gruppo “Luca Cosi Quartet”. Il doppio evento curato da Giuseppe Valentino, direttore del Museo Civico di Taverna è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; Unesco; Consiglio d’Europa; Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Icom International e Comune di Taverna. La mostra resterà aperta fino al 30 agosto 2009 e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì.

labro (Vibo Valentia). Inoltre saranno allestite due aree per permettere ai bambini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter colorare o giocare con la sabbia. VIBO V. - Associazione musicale Beat, iniziativa Iniziativa dell’Associazione Musicale Beat. Il batterista Virgil Donati sarà in città giorno 29 maggio per un seminario di perfezionamento. L’arte della batteria sarà al centro del seminario che il noto batterista australiano Virgil Donati (foto) terrà venerdì 29 maggio presso la biblioteca comunale . L’iniziativa diretta ad aspiranti batteristi calabresi e non, è stata promossa dal presidente dell’Associazione Musicale Beat Massimo Russo, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Vibo Valentia, in collaborazione con il Pentagramma di Matteo Puzzello. Cresce, intanto, l’attesa per questo evento che vedrà salire in cattedra uno dei massimi esponenti del settore, Virgil Donati. VIBO V. - Concerto di Roberto Carlotto Domenica 31 maggio alle ore 21.30 concerto di Roberto Carlotto già tastierista e voce dei dik-dik a porto salvo vv in onore dei festeggiamenti patronali in una rivisitazione dei migliori brani anni 60-70 dei dik-dik e lucio battisti nell'occasione Roberto Carlotto sarà accompagnato dalla sua band composta da Walter Costantino, alla batteria da Pietro Aldieri, alla chitarra da Filippo Scicchitano, al basso e dalle coriste mMary Bifulco e Carmen Guarino. VIBO V. - Premio di laurea “Enzo Barbuto” È trascorso quasi un anno, da quando nell’agosto del 2008 veniva a mancare il Geom. Enzo Barbuto. Con l’intento dunque di ricordarlo, il Gruppo Giovani Imprenditori Edili e Confindustria Vibo Valentia, organizzano la prima edizione del premio di laurea “Enzo Barbuto”, destinato a valorizzare la tesi che meglio sviluppa le tematiche dell’impegno etico e della responsabilità sociale dell’impresa. L’iniziativa intende infatti premiare l’elaborato capace di far emergere il valore di un nuovo modello di impresa che sappia coniugare risultati aziendali con benefici sociali, buone pratiche in materia di impegno etico e responsabilità dell’impresa. Il concorso è rivolto ai laureati degli Atenei della Regione Calabria che abbiano conseguito il diploma di laurea di 2° livello negli anni 2007/2008 e prevede l’assegnazione di un premio in denaro del valore di 2.500 euro, ovvero il sostenimento dei costi per un periodo di stage presso una delle aziende associate Ance e Confindustria Vibo Valentia, della durata di sei mesi. Il bando è consultabile sul sito dell’Associazione all’indirizzo: www.confindustriavv.it e la domanda di partecipazione al concorso dovrà essere inviata entro il 19 giugnoalla Segreteria organizzativa del Premio c/o Confindustria Vibo – Viale Affaccio IV trav.n. 6 – 89900 Vibo Valentia. CALABRIA - Iniziative contro ticket Raccolta firme, calendario iniziative contro ticket: venerdì 22 maggio, ore 8.00 presso il mercatino di Soverato; sabato 23 maggio ore 8.00 presso l'Ospedale Civile di Chiaravalle Centrale; domenica 24 maggio ore 17.00 presso Lungomare Europa Soverato; lunedì 25 maggio ore 8.00 presso Piazza Rossi Catanzaro. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale: www.dilloconilvino.it. Questo portale prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio. CALABRIA - Francesco Storace in Calabria In vista delle elezioni europee del 6 e 7 giugno, il Segretario Nazionale de la Destra Francesco Storace sarà in Calabria per la campagna elettorale a sostegno della lista che vede insieme i movimenti de la Destra, dell’Mpa di Lombardo, i Pensionati di Fatuzzo e Alleanza di Centro di Pionati. Tutti uniti sotto il nome dell’Autonomia. Lunedì 25 maggio farà tappa a Cosenza e provincia. Domenica 31 maggio concluderà il suo tour in Calabria nella città di Crotone.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 53

SPECIALE

"OPNBMJB UFSNJDB 4BMUB MB QSJNBWFSB &n BMMFSUB DBOJDPMB

/VPWB JOGMVFO[B $PMQJUB FOOF Ăƒ JM EFDJNP DBTP

'JOUF NP[[BSFMMF 7JB MJCFSB 6F BJ DJCJ DSFBUJWJ

ROMA - Allarme caldo della Protezione civile in tutta Italia. Temperature che sfiorano i 30 gradi a metà maggio, mentre fino a pochi giorni fa eravamo in inverno. Affaritaliani.it ha chiesto cosa sta succedendo a Giampiero Maracchi, massimo esperto italiano di clima e direttore dell’Istituto di Biometeorologia (Ibimet) del Cnr. C’è una anomalia termica, molto frequente negli ultimi anni- spiega Maracchi- ma quest’anno è particolarmente anticipata. Anche perchè fino a una settimana fa, dal punto di vista della configurazione climatica, eravamo in inverno, ma poi siamo passati direttamente all’estate.

ROMA - Il virus della nuova influenza A/H1N1 continua a diffondersi: ieri è stata superata la quota dei 10.000 casi su un totale di 41 paesi nel mondo, con 80 decessi registrati. Ed intanto un nuovo caso, il decimo, è stato confermato in Italia: si tratta di una donna di 21 anni residente in Friuli, le cui condizioni sono però in miglioramento. I dati resi noti quotidianamente dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) non sono rassicuranti, anche se il livello d’allerta pandemia deciso dall’Oms resta per ora fermo a cinque su un massimo di sei. Il timore piÚ volte evidenziato da vari esperti è infatti che il nuovo virus possa mutare in una variante piÚ pericolosa.

ROMA - Le bibite che sembrano aranciate ma non contengono nemmeno una goccia di arancia sono gli ultimi degli alimenti creativi che l’Unione Europea ammette, o sta per ammettere, nella legislazione comunitaria. Bibite di fantasia; formaggi alla caseina con l’utilizzo del 5% della caseina e dei caseinati industriali in sostituzione parziale del latte per ottenere formaggi a pasta filata venduti come analoghi alla mozzarella; cioccolato senza cacao, per il quale l’Italia si è difesa riconoscendo il nome di cioccolato puro solo a quello che contiene esclusivamente il burro di cacao e tutti gli altri cioccolato. Poi il vino: senza uva; rosè frutto di miscugli; allo zucchero, dealcolato, ai trucioli...

4VQFS QSPQPTUB EFM NJOJTUSP ;BJB EJ DPODFSUP DPO #PTTJ F 5SFNPOUJ 6OB SJGPSNB BOOVODJBUB JFSJ JO VO JTUJUVUP BHSBSJP EFM .POGFSSBUP

5FSSB EFNBOJBMF HSBUJT QFS J HJPWBOJ 3JDFUUB QFS PDDVQB[JPOF F TWJMVQQP ROMA - Terra dello Stato gratis per i giovani. E’ l’ultima iniziativa annunciata dal ministro dell’Agricoltura Luca Zaia. Una proposta da vecchia prateria, paradosso di quando si diceva “braccia sottratte all’agricolturaâ€? di qualche improvvisato intellettuale, ma che sta suscitando vivo interesse tra i giovani, tra gli economisti e nel governo. ÂŤDobbiamo superare il gap costituito dai prezzi della terra, per consentire ai ragazzi che hanno la passione e le competenze necessarie per impegnarsi nel settore primario di farlo. Per questo con il ministro Bossi e il ministro Tremonti stiamo lavorando a una riforma che dia terreni demaniali ai giovani agricoltoriÂť. CosĂŹ il ministro delle Politiche agricole Luca Zaia ha parlato ai trecento tra studenti e docenti dell’Istituto Agrario Vincenzo Luparia a San Martino di Rosignano Monferrato in provincia di Alessandria. ÂŤLe competenze che acquisite qui- dice il ministro rivolgendosi ai ragazzi- sono preziose e non vanno sottovalutate. Il mondo dell’agricoltura è sempre piĂš specialistico, quindi, è importante che apprendiate e studiate e che non vi facciate fuorviare dall’idea di guadagnare presto. Quel-

-F PGGFTF QJĂ” HSBWJ

o/FDFTTBSJP EBSF VO GVUVSP BJ OPTUSJ  QSPEPUUJ UJQJDJp

/FHSP F NBGJPTP QFHHJP EJ OB[JTUB P CBSCPOF

*M NJOJTUSP -VDB ;BJB EVSBOUF MB WJTJUB JO VOnB[JFOEB EFMMnBHSPBMJNFOUBSF F BMDVOF WJHOF B QFSEJUB EnPDDIJP

lo dell’agricoltore è un lavoro complesso e di grande responsabilitĂ Âť. Il ministro è poi entrato nel merito della questione “terra gratisâ€? e ha continuato: ÂŤStiamo lavorando a un piano agrario che consenta ai giovani di tornare alla terra. Recupereremo terreni coltivabili che

ad oggi giacciono inutilizzati. Chi ama la terra e la conosce deve avere l’opportunità di avviare la propria azienda agricola. L’agricoltura ha bisogno di essere rinnovata e questo si fa con le competenze, con la ricerca e con le nuove generazioni qui spetta di dare ad essa un futuro degno delle mol-

teplici tradizioni che ne hanno fatto il campione dei prodotti tipici, il nostro atlante nazionale ne vanta ben quattromila e cinquecento. Recuperando questa terra riusciremo non solo ad aumentare- conclude Zaia- la competitivitĂ  della nostra agricoltura ma anche migliorare e qualificare il comparto

"OBMJTJ JOFEJUB EB VOP TUVEJP EJ 4DT $POTVMUJOH TPDJFUÂť QFS MF SJTPSTF VNBOF

* QJÔ TUSFTTBUJ SJTQFUUP B JOHMFTJ F UFEFTDIJ -BWPSBUPSJ JUBMJBOJ TVMMnPSMP EJ VOB DSJTJ EJ OFSWJ 4DBSTP UFNQP MJCFSP F DPOUSBUUJ QSFDBSJ BMMnPSJHJOF EFJ EJTUVSCJ QFS JM  EFHMJ PDDVQBUJ MILANO - Per gli italiani il lavoro non solo stanca, ma stressa. E’ quanto emerge da uno studio di Scs Consulting, società di consulenza strategica attiva nel settore della valorizzazione delle risorse umane, secondo cui in Italia sono oltre nove milioni, il 41% del totale, i lavoratori che soffrono di stress legato al proprio mestiere. Nella classifica primeggiano i professionisti (40%), seguiti dai tecnici (35%) e dai manager (32%). Si tratta di dati, secondo gli estensori della ricerca di cui è

*UBMJBOJ J MBWPSBUPSJ QJĂ” TUSFTTBUJ En&VSPQB & PSB JM NJOJTUSP #SVOFUUB Ăƒ QSPOUP QVSF B DBSDFSBSF J oGBOOVMMPOJp

stata diffusa una sintesi, decisamente peggiori rispetto a ciò che avviene in altre nazioni: in Gran Bretagna la percentuale di stressati è pari al 27% del totale della

forza lavoro, in Germania è il 25% e in Francia il 24%, mentre la media europea è del 22%. Tra le cause dello stress - secondo lo studio - ci sono l’intensifi-

cazione del lavoro, lo scarso tempo libero da dedicare alla vita privata e il precariato. E ora che arriva anche la stretta sui fannulloni e sui dipendenti pubblici scorretti che prevede come punizione anche il carcere, chissà se dallo stress si passerà all’esaurimento. Nel testo del dl sull’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, infatti, per le false attestazioni o certificazioni è prevista una sanzione anche penale che può arrivare alla reclusione da uno a 5 anni.

occupazionaleÂť. Una bella iniziativa sulla carta che, dopo aver trovato la sinergia di ben tre ministri, tra i quali Tremonti, ora deve “bucareâ€? il consiglio dei ministri e far presa sul parlamento. Il progetto, però, almeno stando alle prime indiscrezioni, potrebbe consentire ad alcuni giovanissimi di fare le prime esperienze con maggiori responsabilitĂ  professionali da una parte e minori responsabilitĂ  patrimoniali dall’altra. Consentirebbe di riprendere la coltivazione in zona depresse e infine potrebbe dare una mano all’occupazione. L’idea ministeriale sembra prendere le mosse da un’altra iniziativa che negli ultimi anni ha riscosso molto successo, quella della coltivazione da parte di alcune cooperative, delle terre confiscate dallo Stato alla mafia. Al Vinitaly dell’anno scorso, ad esempio, la piĂš importante fiera vitivinicola italiana, fu presentato per la prima volta in assoluto a livello nazionale il vino prodotto proprio nei campi vitati e sequestrati ai boss. Campi nei quali, giĂ  in questi anni sono andati a lavorare alcuni giovani volontari, ad esempio per la vendemmia. Un recupero che ora, con le dovute differenze, potrebbe dare a giovani professionisti dell’agricoltura l’opportunitĂ  di mettersi in gioco su terreni resi disponibili dallo Stato e in mancanza del quale, anche a fronte di impegni delle banche, per alcuni significherebbe disoccupazione.

ROMA - Mafioso e handicappato sono ritenuti dagli italiani gli insulti piÚ gravi, piÚ pesanti di nazista e terrorista. CosÏ come essere definito negro o fascista è decisamente peggio che essere chiamato barbone o comunista. Sono alcuni dei risultati di un sondaggio lanciato sul sito del del mensile Focus e al quale hanno partecipato 2.615 italiani di ogni età, provenienza e livello di istruzione. Ciascun partecipante era invitato ad assegnare un punteggio da 0 (per niente volgare/offensivo) a 3 (estremamente volgare/offensivo) a 152 parolacce: un modo per capire come il linguaggio sia in grado di rispecchiare i mutamenti sociali e i tabÚ. Ne è un esempio la parola handicappato, un tempo assolutamente neutrale per definire una determinata categoria di individui, ma oggi considerata insulto grave, seconda solo alle bestemmie e ad altre espressioni riguardanti la sfera sessuale. Allo stesso livello si collocano accuse come mafioso, ladro e infame, mentre poco piÚ sotto, ma sempre nel gruppo delle parole ad elevato livello di offesa, troviamo nazista e terrorista, affiancate da una serie di termini che definiscono in modo spregiativo l’omosessualità maschile (ad esempio frocio). Dare a qualcuno del terrone o del muso giallo poi non è certo un’attestazione di stima, ma è considerato meno grave che sentirsi definire negro o zingaro. In generale, gli insulti giudicati meno pesanti risultano quelli legati a discriminazioni di classe pezzente, barbone, proletario, e quelli religiosi come talebano o bigotto. Infine, il sondaggio rileva che dal confronto tra i termini fascista e comunista, si evince come il primo è considerato decisamente piÚ offensivo del secondo.


Il Domani dĂ  spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, societĂ , sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani GiovedĂŹ 21 Maggio 2009 55

SPETTACOLI E TV GJMNJOUW 3BJ 08.00 08.20 09.00 09.30 09.35 10.50 11.00 11.25 11.30 12.00 13.30 14.00 14.10 15.10

TG1 (Ultime notizie) TG1 LE IDEE (AttualitĂ ) TG1 (Ultime notizie) TG1 FLASH (Ultime notizie) UNOMATTINA APPUNTAMENTO AL CINEMA OCCHIO ALLA SPESA (AttualitĂ ) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) TG1 (Ultime notizie) LA PROVA DEL CUOCO (Gastronomia) TELEGIORNALE (Ultime notizie) TG1 ECONOMIA (Affari) VERDETTO FINALE FESTA ITALIANA

0SF   o#VUUB MB MVOB p 'JDUJPO $PO 'JPOB .BZ F "OESFB 5JEPOB 16.50 17.00 17.10 17.15 18.50 20.00 20.30 21.10 23.15 23.20 00.55 01.25 01.30 01.35 01.40 02.10 02.40 03.10 04.45 05.25 05.45 06.05 06.10 06.30 06.45 07.00

TG PARLAMENTO (Attualità) TG1 (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) LA VITA IN DIRETTA L’EREDITÀ TELEGIORNALE (Ultime notizie) AFFARI TUOI (Spettacolo con giochi) BUTTA LA LUNA 2 TG1 (Ultime notizie) PORTA A PORTA (Attualità) TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) ESTRAZIONI DEL LOTTO APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) FUORICLASSE - CANALE SCUOLALAVORO (Cultura) RAINOTTE GIOCHI D’ADULTI (Poliziesco) SPECIALE STELLA DEL SUD: SCOPRIRE LA LIBIA (Viaggiare) HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) ANIMA GOOD NEWS (Cultura) INCANTESIMO 10 TG1 - CCISS VIAGGIARE INFORMATI (Ultime notizie) UNOMATTINA TG1 (Ultime notizie)

08.00 L’ALBERO AZZURRO 08.15 LA LEGGENDA DI TARZAN (Animazione) 08.40 LE AUDACI INCHIESTE DI MISS PRUDENZA (Animazione) 09.15 IL CERCASAPORI (Gastronomia) 09.45 RAI EDUCATIONAL (Cultura) 10.00 TG2PUNTO.IT 11.00 INSIEME SUL DUE (Attualità) 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETÀ (Attualità) 13.55 TG2 MEDICINA 33 (Salute) 14.00 ITALIAN ACADEMY 2 15.00 ITALIA ALLO SPECCHIO (Attualità) 16.15 RICOMINCIO DA QUI 17.20 PRESA DIRETTA 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI TG SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 PILOTI (Sitcoms) 19.30 SQUADRA SPECIALE LIPSIA 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO 20.30 TG2 - 20.30 (Ultime notizie) 21.05 ANNOZERO (Attualità) 23.20 TG2 (Ultime notizie) 23.35 RAIDUE PALCO E RETROPALCO PRESENTA (Teatro) 01.00 IL CARTELLONE DI PALCO E RETROPALCO 01.10 TG PARLAMENTO (Attualità) 01.20 ITALIAN ACADEMY 2 01.50 ALMANACCO 01.55 METEO 2 (Ultime notizie) 02.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.10 TG2 COSTUME E SOCIETÀ. REPLICA (Attualità) 02.25 MOSCACIECA

0SF   o"OOP[FSPp 1SPHSBNNB EJ BUUVBMJUÂť $PO .BSDP 5SBWBHMJP INCONSCIO E MAGIA (Cultura) CERCANDO CERCANDO EFFETTO IERI GLI OCCHI DI SIMONA - LA POSTA DI RAINOTTE 04.10 LA VOCE DEI CITTADINI (AttualitĂ )

03.10 03.20 03.45 04.05

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (AttualitĂ ) 08.15 RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.00 VERBA VOLANT (Tempo libero) 09.20 COMINCIAMO BENE - PRIMA

10.05 ANTEPRIMA COMINCIAMO BENE (Talk show) 10.20 COMINCIAMO BENE (Talk show) 12.00 TG3 - RAI SPORT NOTIZIE - TG3 METEO 12.25 RAI SPORT (Cricket) 12.45 LE STORIE - DIARIO ITALIANO (Attualità) 13.05 TERRA NOSTRA (Telenovela) 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.20 TG3 (Ultime notizie) 14.50 TGR LEONARDO (Attualità) 15.00 TGR NEAPOLIS (Attualità) 15.10 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 15.15 RAI SPORT (Cricket) 18.10 COSE DELL’ALTRO GEO 18.15 GEO & GEO 18.20 METEO 3 (Ultime notizie) 18.25 GEO & GEO 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 BLOB (Attualità) 20.10 AGRODOLCE (Telenovela) 20.35 UN POSTO AL SOLE (Telenovela) 21.05 TG3 (Ultime notizie) 21.10 PER QUALCHE DOLLARO IN PIÙ (Western) 23.25 PARLA CON ME (Talk show) 00.00 TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) 00.10 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 01.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.10 RAI SPORT (Cricket) 01.40 RAI EDUCATIONAL - CULT BOOK (Cultura) 02.10 LA MUSICA DI RAITRE 02.40 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) 02.45 RAINEWS 24 (Ultime notizie)

CANALE

ITALIA

RETE

TG5 MATTINA (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (AttualitĂ ) TG5 (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (AttualitĂ ) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) CENTOVETRINE (Telenovela) UOMINI E DONNE (Talk show) POMERIGGIO CINQUE TG5 (Ultime notizie) POMERIGGIO CINQUE CHI VUOL ESSERE MILIONARIO (Spettacolo con giochi) 20.00 TG5 (Ultime notizie)

08.15 BENTORNATO TOPO GIGIO (Animazione) 08.30 GADGET E GADGETTINI (Animazione) 09.00 WILLY IL PRINCIPE DI BEL AIR (Sitcoms) 09.25 XENA PRINCIPESSA GUERRIERA (Fantasia) 10.20 BAYWATCH 11.15 SUPERCAR (Azione) 12.15 SECONDO VOI (Attualità) 12.25 STUDIO APERTO (Ultime notizie) 13.02 STUDIO SPORT 13.40 DRAGON BALL GT (Animazione) 14.05 DETECTIVE CONAN (Animazione) 14.30 I SIMPSON (Animazione) 15.00 UNA CANZONE PER LE CHEETAH GIRLS (Film) 15.57 TGCOM (Ultime notizie) 16.03 UNA CANZONE PER LE CHEETAH GIRLS (Film) 16.55 HANNAH MONTANA 17.30 BAKUGAN BATTLE BRAWLERS (Animazione) 17.45 GORMITI - IL RITORNO DEI SIGNORI DELLA NATURA (Animazione) 18.05 SPONGEBOB (Animazione) 18.28 STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) 19.00 STUDIO SPORT 19.30 I SIMPSON (Animazione) 19.50 CAMERA CAFÉ RISTRETTO (Sitcoms) 20.05 CAMERA CAFÉ (Sitcoms) 20.30 LA RUOTA DELLA FORTUNA (Spettacolo con giochi) 21.10 C.S.I.: SCENA DEL CRIMINE (Poliziesco) 22.05 C.S.I. NY (Poliziesco) 23.05 REAL C.S.I - LA VERA SCENA DEL CRIMINE - A SANGUE FREDDO 23.55 CHIAMBRETTI NIGHT - SOLO PER NUMERI UNO

08.10 09.00 10.05 10.30 11.30

08.00 08.40 10.00 10.05 11.00 13.00 13.41 14.10 14.45 16.15 18.00 18.05 18.50

0SF   o-P TIPX EFJ SFDPSEp * HVJOOFTT JO UW $POEVDF #BSCBSB %nVSTP 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (AttualitĂ ) 21.10 LO SHOW DEI RECORD 23.50 TERRA! (AttualitĂ ) 00.50 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 01.20 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (AttualitĂ ) 01.52 MEDIA SHOPPING (Acquisti) 02.05 THE GUARDIAN 03.30 MEDIASHOPPING (Acquisti) 03.42 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 04.13 SQUADRA EMERGENZA 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

11.40 12.25 13.25 13.30 14.01 15.35 16.25 17.02 17.09 18.19 18.26 18.45 18.55 19.35 20.30 21.10

01.50 01.55 02.35 04.10

01.45 STUDIO SPORT 02.10 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 02.25 TALENT 1 - PLAYER

04.15 04.55 05.10 05.30 05.35 05.40 06.40

PSF 

o"HOFTF EJ %JPp $PO +BOF 'POEB

UN DETECTIVE IN CORSIA DISTRETTO DI POLIZIA (Poliziesco) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM WOLFF - UN POLIZIOTTO A BERLINO (Poliziesco) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) TGCOM (Ultime notizie) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) TGCOM (Ultime notizie) UN AMORE SPLENDIDO (Romantico) ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) TEMPESTA D’AMORE WALKER, TEXAS RANGER IL COMMISSARIO CORDIER (Poliziesco) I BELLISSIMI DI RETE 4 (Cinema) THE WATCHER (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) THE WATCHER (Poliziesco) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) STASERA A TEATRO BOB SINCLAIR - SPECIAL VENTO DI PRIMAVERA (Commedia) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA BLUE MURDER (Poliziesco) FEBBRE D’AMORE (Telenovela) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) SECONDO VOI (Attualità) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA KOJAK (Poliziesco) MEDIASHOPPING (Acquisti)

17.10 IL MARITO IN COLLEGIO (SkyCinemaClassics) 17.15 UNA VACANZA INDIMENTICABILE (SkyCinemaHits) 17.25 TUTTA LA VITA DAVANTI (SkyCinemaPiu24) 17.35 CARAMEL (SkyCinemaMania) 17.40 PREMONITION (SkyCinemaMax) 17.45 SUPERHERO-IL PIU’ DOTATO FRA I SUPEREROI (SkyCinema1) 17.55 PER INCANTO O PER DELIZIA (SkyCinemaFamily) 18.50 L’APPARTAMENTO SPAGNOLO (SkyCinemaHits) 19.15 EMPIRE (SkyCinema1) SHINER (SkyCinemaMania) 19.20 SNAKES ON A TRAIN (SkyCinemaMax) FANTOMAS MINACCIA IL MONDO (SkyCinemaClassics) 19.30 SURF’S UP - I RE DELLE ONDE (SkyCinemaFamily)

7UC   Una psichiatra va in un convento per indagare su una suora giovanissima, trovata in stato confusionale con un neonato morto al fianco. Chi ha ucciso il bambino? E quale segreto nasconde la suora di clausura? &TCOOCVKEQ

3FUF PSF  

0SF  o3JDPNJODJP EB USFp 4LZ $JOFNB ."/*" 'JMN DPO .BTTJNP 5SPJTJ

o5IF XBUDIFSp $PO ,FBOV 3FFWFT

7UC   Un agente dell’Fbi è ossessionato da un serial killer che s’infila in casa di ragazze sole, le tortura e poi le uccide. Thriller sul doppio e sul legame oscuro che lega il cacciatore e la sua preda: spunto e cast non sono male. 6JTKNNGT

*O DPODPSTP JM GJMN DPO #SBE 1JUU

-nVMUJNP MBWPSP EJ 5BSBOUJOP

HUNTER (Poliziesco) NASH BRIDGES FEBBRE D’AMORE (Telenovela) ULTIME DAL CIELO (Fantasia) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

0SF   o*M DPNNJTTBSJP $PSEJFSp 5FMFGJMN $PO 1JFSSF .POEZ

23.15 23.20 00.20 00.27 01.25

0SF  o$4*  4DFOB EFM DSJNJOFp 5FMFGJMN *O GPUP 8BMMBDF -BOHIBN

+VCNKC   Due cacciatori di taglie si alleano per dare la caccia a un sadico fuorilegge: uno lo fa per denaro, l’altro per vendetta. Secondo western di Sergio Leone col rilancio del caratterista Lee Van Cleef. 9GUVGTP

-B 0SF   o(FP(FPp 7JBHHJ F HBTUSPOPNJB $POEVDF 4WFWB 4BHSBNPMB

PSF 

o1FS RVBMDIF EPMMBSP JO QJÔp

EMPIRE (SkyCinemaPiu24) 21.00 IL PETROLIERE (SkyCinemaPiu24) DUETTO A TRE (SkyCinemaFamily) LA MONACA DI MONZA (SkyCinemaClassics) CACCIA SPIETATA (SkyCinema1) IL GIORNO DEL GIUDIZIO (SkyCinemaMax) RICOMINCIO DA TRE (SkyCinemaMania) 21.15 GHOSTBUSTERS II - ACCHIAPPAFANTASMI II (SkyCinemaHits) 22.35 2061 - UN ANNO ECCEZIONALE (SkyCinemaFamily) 22.40 CATACOMBS - IL MONDO DEI MORTI (SkyCinemaMax) 22.50 IL MIO NOME E’ NESSUNO (SkyCinemaClassics) 22.55 INCONTRIAMOCI A LAS VEGAS (SkyCinemaMania) 23.00 MONGOL (SkyCinema1) 23.10 IO E BEETHOVEN (SkyCinemaHits) 23.45 FIGLIA DEL SILENZIO (SkyCinemaPiu24)

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.05

CANNES - Brad Pitt a Cannes per la prima del film di Quentin Tarantino (HQVQ in concorso, Inglourious Basterds, evento annunciato della 62/a edizione del festival di Cannes. Il film, con il sottofinale con il cinema in fiamme che brucia in un solo colpo Hitler, Goebbels, Boorman e gli altri generali e finire cosÏ la Guerra, è una favola? Una fantasia di vendetta ebraica - risponde Tarantino - se una persona può cambiare i destini del mondo e far terminare la guerra vuole dire che ogni cosa è possibile, almeno al cinema. Quella scena è decisiva: è una metafora del potere del cinema di cambiare la storia.

DVSJPTJUÂť EBMMB SFUF (NBJM PGGSF TFSWJ[JP USBEV[JPOJ

$SFBUP BMHPSJUNP EFM MJDFO[JBNFOUP

Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, ha annunciato di aver aggiunto la funzione di traduzione automatica, permettendo agli utenti di tradurre i loro messaggi nelle altre lingue con un clic del mouse.

Google ha elaborato un algoritmo che consente di prevedere quali dipendenti lasceranno l’azienda, percependone l’insoddisfazione.

#BOEB MBSHB B UVUUJ FOUSP EVF BOOJ Il Pd ha proposto ieri di riconoscere la banda larga come servizio universale, garantendo a tutti un accesso di 2 mega da rete fissa entro 2 anni.

(BMBUFP EFM XFC QFS 7JSHJMJP Virgilio proporrĂ  sul blog Virgilio sicuro la Netiquette 2.0 una sorta di galateo del web che raccoglie e attualizza le regole di buon comportamento e di correttezza per la nuova internet basata sulla condivisione.

19.00 20.00 20.30 21.10 23.20 00.50 01.10 01.15 01.55 02.55 03.00 06.00

09.00 10.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 18.00 18.05 19.00 19.05 19.30 20.00 20.05 21.00 22.00 23.00 23.05 00.00 00.30 01.00 01.30

OMNIBUS LIFE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH IL TOCCO DI UN ANGELO (Fantasia) MOVIE FLASH MATLOCK TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS LA BATTAGLIA DEL SINAI (Guerra) MOVIE FLASH RELIC HUNTER ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI JAG - AVVOCATI IN DIVISA TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) AGNESE DI DIO (Dramma) VICTOR VICTORIA TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH OTTO E MEZZO (Attualità) ALLA CORTE DI ALICE DUE MINUTI, UN LIBRO CNN - NEWS (Ultime notizie) TG LA7 - METEO - OROSCOPO TRAFFICO (Ultime notizie)

THE FABULOUS LIFE OF... INTO THE MUSIC CHART BLAST MTV THE MOST SEX... WITH MOM AND DAD (Reality-TV) NEXT (Reality-TV) TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) MADE FLASH (Ultime notizie) INTO THE MUSIC FLASH (Ultime notizie) CHART BLAST FLASH (Ultime notizie) SEX... WITH MOM AND DAD (Reality-TV) PARENTAL CONTROL (Reality-TV) FLASH (Ultime notizie) LOLLE GREEK THE HILLS FLASH (Ultime notizie) SKINS SOUTH PARK (Animazione) FUR TV JACKASS - RESCORED BRAND: NEW



ilDomani