Issuu on Google+

Sabato 19 Dicembre 2009 Anno XII - Numero 349

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

ECONOMIA

FISCO

AMBIENTE

Draghi: ammortizzatori nuovi per i lavoratori

Record evasione fiscale: nel 2009, 30 mld non dichiarati

Campi elettromagnetici, online 4 anni di ricerche

a pag » 23

di Luana Rocca a pag » 22

di Carmen Mirarchi a pag » 10

L’assessore regionale alle Politiche del lavoro commenta l’avviso pubblico che assegna 30 milioni alle aziende per assumere lavoratori disagiati

Maiolo: nuovo bando per le imprese Spiega al Domani: «Nel 2008 abbiamo promosso un bando simile e le assunzioni sono state 5300» IL COMMENTO

De Felice scelta giusta e un onore alla città

Il bando rivolto alle imprese per favorire le assunzioni dei lavoratori disagiati rappresenta un importante antidoto alla crisi economica. L’assessore ha deciso L’INTERVENTO che nel 2010 bisognerà puntare sui sostegni per aumentare la produzione di Alessandro Caruso a pag » 4

UN ANTICIPO...

Obama dà una scossa, ma...

Wanda Ferro Presidente della Provincia di Catanzaro La decisione, su proposta del ministro dell’Interno, di promuovere l’attuale questore di Catanzaro Arturo De Felice a Direttore generale della Polizia, è il giusto riconoscimento ad professionista che la Provincia di Catanzaro e tutte le istituzioni locali hanno apprezzato per impegno e qualità del lavoro. Accolta con particolare favore anche per la permanenza a Catanzaro del nuovo Direttore Generale. Segnale forte che il governo Berlusconi ha inteso inviare alla città, riconoscendoledi fattoquellaprerogativa di capoluogo che in questi anni le è stata negata da tante decisioni romane. Con i migliori auguri di buon lavoro a De Felice, si devono apprezzamento e soddisfazione al Governo per una scelta da interpretare come giusta attenzione per Catanzaro e i catanzaresi.

Confindustria sulla sanità: «Ora riordinare il settore» ROMA - «Il buonsenso ha prevalso sulle rivalse politiche». Questo il commento di Umberto De Rose, alla notizia che il Governo ha condiviso il piano di rientro. di Cesare Giraldi a pag » 5

Processo civile telematico: burocrazia più snella

«Il mondo accetti anche un’intesa non perfetta. L’America è pronta a prendersi le sue responsabilità in quanto leader. Non sareste qui se non foste convinti che il pericolo è reale. Il cambiamento climatico non è fantascienza, ma è scienza, è reale». Ma a disopetto delle sue parole, la montagna di Copenaghen ha partorito solo un topolino.

ROMA - Un decreto legge elimina inghippi. Così è stato definito, dai relatori del workshop tenuto ieri a Roma a palazzo Altieri, sede nazionale dell’Abi, il provvedimento del Consiglio dei ministri che, in data 17 dicembre, ha dato una tempestiva e decisiva svolta a quel "processo civile telematico" destinato a cambiare la burocrazia dell’Italia negli anni a venire, appunto, telematizzandolo.

di Carlo Bassi a pag » 23

di Ludovico Casaburi a pag » 6

La montagna partorisce un topolino

Un ponte di speranza e per guardare avanti Onorevole Saverio Zavattieri

Le infinite vicende che caratterizzano la costruzione del "Ponte sullo Stretto" stanno acquisendo sempre più la caratteristica mitologica propria del luogo di Scilla e Cariddi. Ultima, solo in ordine di tempo, la notizia della cessione delle quote di proprietà della Regione Calabria della società "Stretto di Messina" concessionaria del Governo per la progettazione, realizzazione e la gestione della grande opera. Diciamo fin da subito, che non appare certo appropriato che a pochi mesi dalla conclusione della consigliatura regionale si assuma una scelta così importante e strategica che spetterebbe se mai, al nuovo consiglio ed alla nuova giunta. La ratio? Forse ancor meno nobile di quanto possiamo immaginare.

segue a pag » 2


2

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI Un ponte di speranza e per guardare avanti

di Saverio Zavettieri

Molte le osservazioni e le titubanze che possono sorgere innanzi alla costruzione di un’opera imponente e dispendiosa quale il Ponte sullo Stretto ma altrettante e ancor più forti e convincenti sono le ragioni per le quali non bisogna fermarsi nell’attesa improbabile che arrivi un Godot e regali migliori condizioni economiche e strutturali che rendano fattibile una grande infrastruttura che in molti altri paesi del mondo sarebbe realtà. Un’opera così significativa va inquadrata e valutata in una dimensione più ampia e non già come semplice collegamento tra la Sicilia ed il continente, ma come una grande opera comunitaria di valore strategico per il completamento dell’asse di sviluppo Nord-Sud dell’Unione europea, Berlino - Palermo, ed Est - Ovest con l’itinerario mediterraneo ed adriatico. È poi regola base e condivisa quella che vuole che per creare sviluppo - specie dopo una grande depressione economica come quella che stiamo attraversando - servono beni comuni che permettano di generare crescita,

quali appunto quelli infrastrutturali. In questo campo assistiamo ad un’Europa che corre ad una velocità a più del doppio rispetto alla nostra. Questo, specie in paesi come la Spagna, già in ritardo infrastrutturale di un trentennio rispetto a noi, che grazie ad un programma di grandi infrastrutture non solo ha colmato

DONNE CHE CONTANO

un arco temporale brevissimo il gap, ma ci ha persino superati. In questo quadro così difficile, ancor peggiore è la situazione in cui versano Mezzogiorno e Calabria, con un divario abissale rispetto all’area Centro-Nord. Il Ponte sullo Stretto rappresenta quindi un formidabile volano di sviluppo capace di rompere

la stasi esistente, divenendo al contempo traino per la realizzazione di una rete infrastrutturale più ampia che veda non solo il rafforzamento ed il celere completamento del sistema autostradale (Autostrada A3, Statale 106...) ma la necessaria costruzione di una rete ferroviaria ad alta velocità bloccata a Salerno oltre al rafforzamento ed alla rivalutazione del sistema portuale ed aeroportuale altrimenti destinato alla marginalità. Il Ponte rappresenta anche l’anello di congiunzione e di elaborazione di politiche euro - mediterranee profondamente rinnovate, per rafforzare la cooperazione e lo sviluppo dei Paesi che insistono su tale area e che vedrebbero come beneficiari l’Italia e il Mezzogiorno, assurto finalmente alla funzione vitale di piattaforma logistica naturale dell’Europa, con tutti gli effetti positivi derivanti. Può sembrare paradossale quando una sola opera, per quanto imponente, possa fare. Ma la politica del fare è la miglior cura per la crescita ed il progresso. E per chi vuole guardare al futuro.

LAVORO & LAVORI

di Carmela Mirarchi

di Carlo Malfarà Sacchini

Jole Santelli e la "passione" per il Premier

L’impresa se pò fà, ma i soldi chi me li dà?

Jole Santelli, vicepresidente della I Commissione parlamentare ha una passione, quella per Silvio Berlusconi. Scoprì la politica grazie alla madre e al nonno che la portava a Cosenza ai comizi di Berlinguer e di Almirante. Da bambina adorava soprattutto Giacomo Mancini. Oggi la Santelli stravede per il Cavaliere ma ci tiene a sottolineare che non è una "fans". Non attacca poster nella sua stanza da letto ma per il Cavaliere stravede. Ne parla talmente bene che ogni volta sente il bisogno di chiarire che non è un’adulatrice. Ma a chi parla con lei di Berlusconi la parlamentare cosentina sottolinea di averlo incontrato spesso e di esserne uscita sempre ricaricata. La Santelli è una di quelle che al congresso di Forza Italia si trovava delirante tra la folla a rispondere gridando alle domande retoriche del Premier. Ma a chi critica questo tipo di tecnica di comunicazione del Presidente lei risponde che è bello fare i comizi e che è un modo per sentire la piazza: «A me come a Berlusconi piace la gente». Di Berlusconi l’ha colpita la sua «genialità. E’ al di là della norma. Non è un tipo analitico, è intuitivo. Ha l’intuizione rivoluzionaria. E poi è un grande oratore». «Lavoravo in Forza Italia. Scrissi una cosa sulla giustizia e la mandai al dot-

Imprenditori si nasce…ma lo si diventa pure. In periodi di grave crisi economica come quello che stiamo vivendo, il “posto di pubblico impiego” è divenuto oggi un vero miraggio e le aziende private di certo non assumono, anzi, semmai, licenziano. Perché allora non si prova a fare impresa? Spesso si finisce per diventare imprenditori anche solo per mancanza di reali alternative di lavoro. Imprenditori non per scelta ma per necessità, dunque. Mica facile però. Per avviare un’attività, anche piccola, è necessario disporre di capitali, se non proprio ingenti, quantomeno bastevoli per gli iniziali investimenti. Scomparso il vecchio prestito d’onore, che qualche anno addietro ha ben consentito a molti giovani l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, quali i rimedi proposti dal governo regionale/nazionale ai notevoli ostacoli di accesso al credito oggi esistenti? La finanziaria 2010, così “soft” come sta per essere approvata, poteva almeno prevedere qualche incentivo del genere. Su provvedimenti di simile portata, l’eventuale fiducia che il governo è solito ormai chiedere al parlamento, avrebbe probabilmente riscosso l’unanimitàdeiconsensi…quantomenodiquellidell’intera nazione.

tor Letta. Era una visione un po’ diversa dalla solita impostazione e Berlusconi mi telefonò per parlarne». Così la Santelli racconta il suo primo incontro con il Caveliere.

:: www.ildomani.it ::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio) ::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

Recapiti telefonici-fax-email - Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 - Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it

Guido Talarico Amministratore

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

Parla l’assessore regionale al Lavoro, che illustra le misure calabresi per contrastare la crisi

Maiolo rilancia le politiche del lavoro e annuncia un nuovo bando per le imprese di Alessandro Caruso ROMA - Il bando in favore delle impreseper favorirele assunzioni di lavoratori svantaggiati (di cui il nostro giornale ha ampiamente parlato nel numero di ieri) si inquadra a pieno titolo nelle politiche di contrasto alla crisi economica e agli effetti che si stanno ripercuotendo sul mercato del lavoro e sul sistema produttivo. Nello specifico, come già sviluppato, vengono stanziati30 milioni di euro per la concessione di aiuti alle imprese che intendano incrementare la propria base occupazionale, per l’assunzione di lavori svantaggiati e all’occupazione di lavoratori disabili, sotto forma di integrazione salariale. I soldi arrivano dal Por Calabria Fse 2007-2013. L’assessore regionale alle politiche del Lavoro Mario Maiolo ne va particolarmente orgoglioso, se non altro per il fatto che, se dovesse confermarsi il trend dell’anno scorso, questa iniziativa potrebbe favorire un notevole incremento delle assunzioni con evidenti be-

30

Sono i milioni di euro di fondi comunitari che vengono stanziati nel bando della Regione in favore delle imprese

nefici sulla produzione. Assessore, l’anno scorso quali sono stati gli effetti sulle assunzioni? «Nel 2008 abbiamo promosso un bando simile e le assunzioni sono state circa 5300. Credo che questo sia senza dubbio un ottimo risultato».

È un modo per garantire maggiore trasparenza? «Non solo. In questa maniera abbiamo previsto di entrare in modo più incisivo non tanto nel merito dell’impresa bensì nel piano di sviluppo. L’anno scorso puntavamo molto sul sistema di garanzia da parte delle aziende,

nale. Adesso stiamo predisponendo, con provvedimenti come questo, gli strumenti per rilanciare e sostenere la produzione ed evitare contraccolpi sul personale». Sono previsti nuovi interventi a tal proposito? «A fine mese lanceremo un altro

Questo bando di cui parla va a integrare quello in questione? «Del resto con questi strumenti riusciamo a mantenere fede ai nostri impegni. E i riconoscimenti non mancano. La Calabria, e di questo non tutti sono a conoscenza, è l’unica regione in Italia a beneficiare di tutte le premialità in

«La Calabria, e questo non tutti lo sanno, è l’unica regione in Italia a beneficiare di tutte le premialità in tutti i settori. Ogni settore produttivo ha degli obiettivi ben precisi che il ministero dello Sviluppo economico conosce benissimo. Noi siamo i più efficienti in Italia perché siamo riusciti con le nostre politiche a tenere fede agli impegni. Le premialità nel nostro caso prevedono circa 90 milioni di euro» Mario Maiolo

Ci sono delle novità nel bando di quest’anno? «Per il bando di quest’anno abbiamoprevistoun’importantenovità: gli strumenti previsti dal documento sono commisurati alle dimensioni oggettive dell’impresa. L’obiettivo è quello di evitare le speculazioni di coloro che, per intascare i soldi, arrivano a gonfiare i numeri della propria azienda».

quest’anno, invece, effettuiamo maggiori controlli per fare in modo di incentivare le assunzioni dove ce n’è davvero bisogno». Ovvero dove la produzione è stata colpita in misura maggiore? «Questa iniziativa si inquadra nel pacchetto delle misure anticrisi. Molte imprese si sono viste obbligate ultimamente a "svuotare i magazzini" o a licenziare perso-

bando di natura analoga per sostenere la formazione permanente. Si tratterà di un bando davvero molto consistente per aumentare la professionalità del personale delle imprese e favorire, così, una riconversione del personale delle aziende in crisi piuttosto che il ricorso agli ammortizzatori sociali. Stiamo studiando su una somma di circa 60 o 70 milioni di euro».

tutti i settori. Ognuno dei settori produttivi coinvolti ha degli obiettivi ben precisi che il ministero dello Sviluppo economico contribuisce a definire. Noi siamo i più efficienti in Italia perché siamo riusciti, grazie all’efficienza delle nostre politiche, a tenere fede agli impegni istituzionali. Le premialità nel nostro caso specifico prevedono circa 90 milioni di euro».


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani

5

PRIMO PIANO

Il presidente degli industriali calabresi commenta l’epilogo della questione sanitaria

Sanità, sventato il commissariamento De Rose: «Ora si ricostruisca il settore» di Cesare Giraldi ROMA - «Il buonsenso ha prevalso sulle rivalse politiche». Questo il commento del presidente degli industriali calabresi, Umberto De Rose, alla notizia che il Governo nazionale ha condiviso il piano di rientro della sanità calabrese. Secondo De Rose non era possibile che questioni delicate, sulle quali comunque va certamente fatto ogni sforzo di chiarimento ed approfondimento, costituissero elemento di contrapposizione politica o, peggio ancora, di opportunità elettorale con buona pace dell’interesse collettivo della comunità calabrese. «Per questo motivo - ha aggiunto la posizione del Governo è stata molto responsabile e oggettiva, nonostante le pressioni e le forzature che un periodo come quello attuale avrebbero potuto esercitare sulle decisioni da adottare». La decisione del Governo è in li-

«L’attenzione e il ragionamento dovranno necessariamente spostarsi dalla logica del "commissariamento sì, commissariamento no" alla concertazione su ciò che è necessario fare per ridurre il deficit e garantire la qualità dell’assistenza sanitaria»

nea con quello che, per De Rose, dovrebbe essere un imperativo per tutti: «Ora è tempo di guardare avanti con spirito costruttivo pensando contemporaneamente sia alla razionalizzazione del sistema sanitario regionale che al riavvio delle opere che prevedevano la costruzione dei quattro maxi ospedali in Calabria». Adesso, dunque, si può tornare a fare politica, con intenti costruttivi e propositivi, senza una spada di Damocle che fino a oggi, secondo De Rose, sarebbe servita più per facili strumentalizzazioni politiche che per programmare la ricostruzione: «L’attenzione e il ragionamento - rileva De Rose dovranno, quindi, necessariamente spostarsi dalla logica del “commissariamento si commissariamentono”all’attivazione condivisa e concertata di ciò che è necessario fare non solo per ridurre il deficit del sistema sanitario calabrese, ma soprattutto per

Umberto De Rose

mettere in atto interventi che assicurino anche la qualità dell’assistenza e la certezza del diritto alla salute». Messe da parte le polemiche pretestuose, ha concluso De Rose, è tempo di pensare al futuro complessivo di questa nostra regione: sulle ipotesi di sviluppo della Calabria gli industriali sono pronti come sempre ad esercitare il proprio ruolo. La decisione di "salvare" l’attuale amministrazione relativamente alla gestione della sanità è arrivata due giorni fa a Roma, quando il presidente della Regione Agazio Loiero ha firmato con i ministri dell’Economia, Giulio Tremonti, e della Sanità Ferruccio Fazio (con il via libera del ministro delle Regioni Raffaele Fitto), il piano di rientro del debito. Adesso si aprono nuovi scenari sul futuro di tutto il comparto regionale. A partire dai fondi: con la firma dell’accordo sono stati

Si aprono nuovi scenari: con la firma dell’accordo sono stati sbloccati fondi incagliati per 700 milioni di euro necessari per l’ammodernamento tecnico e strutturale degli ospedali calabresi sbloccati, infatti, fondi incagliati per 700 milioni di euro necessari per l’ammodernamento tecnico e strutturale degli ospedali calabresi. Il presidente Loiero, inoltre, è stato nominato commissario per l’emergenza al posto di Vincenzo Spaziante che, da quasi un anno, aveva sostanzialmente abbando-

nato l’incarico. Sarà accelerata, così, la costruzione di quattro nuovi ospedali già programmati. Del resto lo stesso Loiero si era mostrato molto disteso e soddisfatto per questo epilogo della questione: «il presidente Loiero si è mostrato molto disteso e soddisfatto, soprattutto per avere salvato la stabilizzazione dei precari che lavorano nelle aziende sanitarie e ospedaliere. «Ora ci sono alcuni adempimenti immediati. Non sarà una passeggiata - aveva dichiarato - e dovremo fare sacrifici, ma in un bilancio di dare e avereconl’accordostipulato,grazie anche all’obiettivitàdel Governo e al rispetto della leale collaborazione che inizialmente non c’è stata, abbiamo evitato un bel po’ di problemi e di balzelli ai calabresi. Se il piano fosse stato respinto - concludeva - e io fossi stato nominato commissario già dal primo gennaio sarebbero scattate misure onerose».

«La posizione del Governo è stata molto responsabile e oggettiva, nonostante le pressioni e le forzature che un periodo come quello attuale avrebbero potuto esercitare sulle decisioni da adottare. Ora è tempo di guardare avanti con spirito costruttivo»


6

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

PRIMO PIANO

A palazzo Altieri, sede nazionale dell’Abi, il workshop che fa il punto sul progetto che sta "telematizzando" il Paese: tempi, modi, ostacoli e soluzioni

Processo civile telematico: ecco un decreto elimina inghippi di Ludovico Casaburi ROMA - Un decreto legge elimina inghippi. Così è stato definito, dai relatori del convegno tenuto ieri alla sede nazionale Abi a Roma, il provvedimento del Consiglio dei ministri che, in data 17 dicembre, ha dato una decisiva svolta a quel "processo civile telematico" destinato a cambiare la burocrazia dell’Italia negli anni a venire. Un decreto che dà, come ha voluto ribadire il direttore centrale dell’Associazione bancaria italiana, Enrico Granata, che ha seguito il processo sin dall’inizio, finanziandolo con 3,4 milioni di euro nel triennio 2007/2009, «un ulteriore deciso impulso alla funzionalità del sistema giudiziario». L’informatizzazione della giustizia, e per giunta in un Paese tristemente noto per i processi tartaruga come l’Italia, è entrato dunque nel vivo. Sono sempre più i tribunali italiani ad essere attivi in rete - a Verona, Milano, Brescia, Genova e Padova tra breve si aggiungeranno le piazze di Roma, Torino e Bologna - e sono già evidenti i vantaggi di tale "rivolu-

3,4

I milioni di euro investiti dall’Abi nel triennio 2007/2009 per la realizzazione del processo civile telematico

«La diffusione del processo telematico - ha detto il direttore dell’Abi Enrico Granata - è importante sia in termini di efficacia della giustizia, sia quanto a trasparenza delle procedure. È auspicabile che le banche promuovano l’uso delle modalità telematiche nelle relazioni con i legali di fiducia» zione". «Basti pensare - ha fatto notare nel suo intervento la dott.ssa Aquilanti, responsabile dell’ufficioper i sistemi informativiautomatizzatidelministerodella Giustizia - che per il tribunale di Milano i tempi di attesa legati all’invio degli atti processuali si sono ridotti di circa il 70 per cento». In generale nel corso del workshop il dibattito si è concentrato sull’esperienza organizzativa maturata proprio nella fase sperimentale: in tal modo, se, ascoltando i relatori (tra i quali soprattutto i presidenti degli otto tribunali sopra citati e i responsabili di varie aree del ministero della Giustizia), è risultato chiaro che i vantaggi dati dalla consultazione elettronica delle basi dati delle corti d’appello e dei tribunali riguardano prevalentemente la riduzione degli accessi fisici alle cancellerie, così come la riduzione degli oneri di gestione car-

tacea dei provvedimenti, è parso altrettanto evidente che le principali problematiche riguardano invece la qualità dei dati consultabili. Vale a dire se sono caricati in modo non preciso dalle cancellerie; l’anagrafica degli ordini forensi, e più in generale gli aspetti organizzativi della giustizia italiana, con tante professionalità che devono necessariamente collaborare all’unisono. Come ha ricordato il prof. Stefano Zan, docente di Teoria dell’organizzazione all’università di Bologna, «nel corso di questi dieci anni, dal primo convegno sul processo telematico a oggi cioè, è cambiata l’attitudine: le teconologie sono vettori di cambiamento.

Palazzo Altieri, sede nazionale dell'Abi

Non importa quindi tanto quello cheunasingolatecnologiaproduce, bensì quello che induce. Dieci anni fa i tribunali erano estensione del ministero di Giustizia o del Csm; oggi il cambiamento sta nella scelta da parte dello stesso tribunale di mettere in atto un piano strategico. Più che una novità, una rivoluzione». Infine, tra le novità presentate al convegno, ha trovato spazio anche il progetto di formazione a distanza "Abi for e-Justice" (vedi box), messo a punto dalla stessa associazione bancaria in collaborazione con il ministerodella Giustizia e presentato in occasione dello scorso Salone della giustizia di Rimini.

NELLA NOTIZIA Cos’è il progetto "Abi for e-justice" ROMA — Sviluppato dall’Abi e da Abi Formazione con il patrocinio e lacollaborazionedelministerodellaGiustizia(Direzionegeneraledei sistemi informativi automatizzati), il progetto ABIfore-Justice nasce con il fine di soddisfare tre obiettivi: trasferire le conoscenze e le competenze necessarie per un corretto utilizzo degli strumenti informatici nel Processo civile telematico (Pct), inteso come gestione "integrale" e "integrata" della documentazione e delle comunicazioni prodotte in sede di processo; contribuire allo scambio di informazioni e best practice tra gli "addetti ai lavori"; agevolare la formazione di una cultura italiana sulla giustizia telematica, che essendo rapida, meno costosa, e di conseguenza più accessibile, rappresenta la via più natuurale per ottimizzare il lavoro nei tribunali e per offrire a utenti, cittadini ed imprese servizi più puntuali e innovativi. Il progetto si sviluppa attraverso iniziative di formazione a distanza, fruibili attraverso un portale e-learning , seminari territoriali e corsi di formazione.I destinataridi Abi Formazione sono avvocati, commercialisti, notai, periti, imprese bancarie, magistrati, personale amministrativo del Tribunale, funzionari ministeriali, ausiliari della giustizia e ufficiali giudiziari. G.M.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani

7

PRIMO PIANO

Presso il ministero degli Affari esteri potrà essere presentata la richiesta di contributo 2010 per incentivare i progetti che perseguono gli obiettivi di cui all’articolo 20 della Legge 401/1990

Bando per richieste di contributo Incentivati i progetti di ricerca di Renata Carrieri ROMA - Presso il Ministero degli Affari Esteri potrà essere presentata la richiesta di contributo 2010 per incentivare i progetti che perseguono gli obiettivi di cui all’articolo 20 della Legge 401/1990. I responsabili delle strutture di ricerca italiane (Enti, Università, Centri, Dipartimenti, Istituti, Consorzi, ecc.) possono segnalare, come è noto, progetti congiunti di ricerca con iniziative di particolare rilevanza, chiedendo che vengano inseriti in Programmi Esecutivi scientifici e tecnologici in fase di negoziato. I progetti segnalati devono avere particolare valore e spessore scientifico, coinvolgere un consistente numero di ricercatori dei due Paesi partner nel Programma Esecutivo e generare importanti ricadute in termini di ricerca e di valorizzazioneeconomica,favorendo possibili applicazioni industriali e attività di formazione. L’inserimento nel Programma Esecutivo del progetto segnalato

401/90

E’ la legge che regola la selezione dei progetti nell’ambito dei Protocolli/Programmi Esecutivi

in via preliminare non implica automaticamente la possibilità di usufruire di un contributo. Dopo la firma del Programma Esecutivo,tale contributo,può essere richiesto dal responsabile del progetto alla Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri, ai sensi della Legge 401/90. La partecipazione al Bando in commento, per l’annualità 2010, presuppone la selezione dei progetti nell’ambito dei "Progetti di grande rilevanza" di cui ai Protocolli/Programmi Esecutivi di collaborazione scientifica e tecnologica bilaterali vigenti fino al 2009. L’iniziativa proposta dalle Università e dagli Enti di Ricerca deve prevedere più fonti di finanziamento, poiché il contributo concesso dal Ministero degli Affari Esteri o dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si configura come cofinanziamento. Procedure

Per richiedere il contributo 2 i soggetti beneficiari sopra individuati, devono presentare la seguente documentazione: allegato 1, scheda di domanda; allegato 2, descrizione delle attività previste per il 2010; allegato 3, preventivo dei costi previsti per la realizzazione dell’iniziativa nell’anno 2010 con indicazione dettagliata di tutte le voci di spesa connesse all’iniziativa per l’intero importo annuale del progetto, comprensivo del cofinanziamento ed i relativi costi per ogni singola voce. Sono ammissibili, a tal fine, i costi strettamente connessi alla realizzazione del progetto di ricerca bilaterale(ades.viaggi,soggiorni, materiali di laboratorio, ecc.). I costi fissi dell’Ente beneficiario (quali spese per personale assunto a tempo indeterminato e/o spese di gestione della struttura), nonché i costi riguardanti l’acquisto di attrezzature inventariabili, sono ammissibili nella misura massima del 10% del costo complessivo annuo del progetto. Allegato 4: curriculum vitae del res-

ponsabile scientifico, con indicazione dettagliata delle esperienze maturate e lavori scientifici svolti; allegato5, Descrizionedellastruttura proponente, evidenziando i dati necessari per valutare l’idoneità della struttura allo svolgimento dell’iniziativa; allegato 6, richieste relative ad iniziative che costituiscono proseguimento di progetti già realizzati nell’anno o negli anni precedente/i, con allegata una relazione sui risultati aggiunti negli anni/o precedente. La richiesta di contributo a valere sul Bando in commento prevede l’invio della documentazione sopra descritta in duplice copia, in lingua italiana, a mezzo posta, presso il Ministero Affari Esteri e a mezzo posta elettronica all’indirizzo "progetti.st@esteri.it". Le richieste saranno valutate in base alla conformità del progetto con il programma inserito nel "Programma Esecutivo", alla congruità del budget e della richiesta di cofinanziamento con le attività previste per il 2010. Per i progetti già avviati, invece, la valutazione avverrà sulla base del resoconto delleattivitàgiàsvoltenell’ambito del progetto. Il contributo previsto sarà erogato, entro sessanta giornidalladatadicompletamento delle attività previste per l’anno 2010, a seguito della presentazione di un’accurata rendicontazione riferita all’esercizio finanziario 2010. A tal fine, sarà necessario produrre una Relazione scientifica sulle attività svolte, nonché un Rendiconto contabile nel quale evidenziare e documentare le spese sostenute e l’impiego di fondi propri e/o di altri contributi ricevuti. Si ricorda che il termine ultimo previsto per l’invio delle richieste cui al Bando in commento è fissato nell’ 8 gennaio 2010.


8

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO

Oggi l’avvio con una conferenza all’Unical alla presenza di Cersosimo. La Regione ne ha affidato la realizzazione anche a Confindustria Giovani

Magazzino delle Idee dei Giovani calabresi Diffondere la grammatica della creatività di Car.Mir. RENDE - La Vice Presidenzadella Giunta Regionale per celebrare il 2009 anno della creatività ha affidato al Dipartimento di Meccanica dell’Università della Calabria e ai Giovani Imprenditori di Confindustria Calabria, la realizzazione del progetto "Conserve Magazzino delle Idee dei Giovani Calabresi". Il percorsopropostoda "Conserve - Magazzino delle Idee dei Giovani Calabresi" intende accompagnare gli studenti degli istituti tecnici e dei licei artistici calabresilungo il camminoche va dall’individuazionedi un bisogno,

Il percorso proposto intende accompagnare gli studenti lungo il cammino dall’idea alla sua trasformazione in progetto formale all’abbozzo di una idea, alla trasformazione di questa idea in progetto formale, in una accezione metodologica che guarda in particolare al ruolo svolto dal design nei processi di sviluppo del sistema delle imprese. E saranno proprio lo svolgimento del progetto e i temi su cui gli al-

lievi saranno chiamati a misurarsi, a mostrare come il design può conciliare etica, attenzione ai bisogni sociali e fattibilità tecnica, compatibilità ambientale e innovazione formale. Il progetto intende diffondere la conoscenza degli strumenticognitivi e concettuali di base del design dell’innovazione, con le nozioni di base di una nuova grammatica della creatività. All’interno della cornice tipica del concorso di idee, Conserve struttura un percorso formativo originale che condurrà gli studenti, opportunamente stimolati e seguiti da un team di tutor designer: alla formalizzazione, nella prima fase, di un magazzino di idee-proposte capaci di risolvere, in linea con la sensibilità e il vissuto dei

ragazzi, delle problematiche specifiche dei contesti in cui essi operano; alla realizzazione, nella fase successiva, di tre progetti selezionati per la prototipazione. L’opportunità davvero straordinaria data dal progetto Conserve è che le scuole calabresi coinvolte possono entrare in contatto con testimoni tra i più interessanti del dibattitosull’innovazioneesuldesign, oggi in atto in Italia e in Europa. In più, l’importante contributo dei Giovani Imprenditori di Confindustria Calabria, partner del progetto, garantisce sulla positività dell’investimento formativo che si vuole perseguire. Un modo sintetico e leggero per rappresentare l’intento che ha accomunato la Vice Presidenza della Giunta Regionale, il Dipartimento di Meccanica dell’Unical e i Giovani di Confindustria Calabria: mettere a fattore comune le reciproche competenze per offrire ai giovani della nostra regione opportunità di crescita formativa chesappianoguardareoltre,oltre gli ambiti disciplinari, oltre i confini culturali e territoriali. Per presentare e dare l’avvio ufficiale al progetto, oggi alle ore 11.30 presso la sala stampa dell’Università della Calabria si terrà una conferenza stampa alla quale parteciperanno il prof. D. Cersosimo, Vice Presidente della RegioneCalabria,il prof.M. Muzzupappa, Responsabile Scientifico del progetto e il dott. F. Rubettino, Presidente dei Giovani Industriali della Calabria.

Agevolazioni per adesione degli artigiani L’Ebac ha approvato il regolamento di cm CATANZARO - Il consiglio direttivo dell’Ebac (Ente Bilaterale Artigianato Calabria) al fine di dare un ulteriore contributo al mondo dell’artigianato calabrese, dopo una approfondita analisi circa la crisi che comprime le imprese di settore con evidenti ripercussioni anche sui lavoratori dipendenti, ha deliberato la concessione alle imprese artigiane di poter aderire all’ente e di regolarizzare la posizione pregressa usufruendo delle

agevolazioni contenute nel Fondo di Sostegno al Reddito previsto dall’Ente. Per poter accedere alle agevolazioni, l’istanza di adesione all’Ebac dovrà pervenire entro e non oltre il 31/03/2010. Entro lo stesso termine dovrà essere effettuato il pagamento della annualità 2009 e di almeno due annualità pregresse invece di quattro. Il pagamento delle somme potrà avvenire anche in forma dilazionata in tre rate mensili. I vantaggi dell’iscrizione e della relativa regolarizzazione consentirà: Ai lavoratori dipendenti, il riconoscimento della anzianità di iscrizione maturata e di poter accedere im-

mediatamentealle prestazionipreviste dal Fondo di Sostegno al Reddito (integrazione dello stipendio pari al 20% in caso di sospensione totale o riduzione dell’orario settimanale di lavoro, integrazione dal 30 al 40% in caso di ricorso ai contratti di solidarietà, borse di studio per i lavoratori o per i loro figli, concessionedi un contributopari a 100 euro per biennio per anzianità professionale aziendale ecc...). Alle imprese aderenti, la possibilità di accedere "da subito", oltre che a

tutte le forme di sostegno al reddito, agli ammortizzatorisocialied ai contributi previsti per l’acquisto di macchinari meglio rispondenti a esigenze di tutela e sicurezza sui luoghi di lavoro. Stante gli innegabili vantaggi, il Presidente Mario Malfarà Sacchini rappresentante delle organizzazioni datoriali, e il Vice Presidente Domenico Zannino in rappresentanza delle organizzazioni sindacali dei lavoratori, sollecitano le imprese artigiane non iscritte a voler cogliere questa occasione che va incontro alle esigenze di tutelare meglio il reddito e la sicurezza dei lavoratori e delle aziende.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani

9

ECONOMIA, IMPRESE, COMMERCIO Nasce "Rose", la linea cosmetica delle donne di San Luca SAN LUCA - Si chiama Rose ed è una linea cosmetica prodotta dalle donne di San Luca. La linea di prodotti cosmetici che sarà presentata nei prossimi giorni è composta al momento da saponette artigianali, ispirate alle profumazioni tipiche della Calabria: rosa simbolo d’amore; fiori d’arancio simbolo di purezza; miele bianco simbolo di laboriosità e olio d’oliva simbolo di pace.

Lo slogan provocatorio del lancio promozionale delle saponette è "A San Luca siamo puliti". «La produzione di saponette - afferma Rosy Canale, presidente del movimento - nasce dalla volontà di proseguire su quel cammino di costruzione di opportunità autentiche di primo impiego per le donne di San Luca. Il mio incontro con Luisa Oliva, importante chimica cosmetica interna-

zionale, ha fatto sì che l’operazione si realizzasse. E’ dalla scorsa estate che lavoriamo per tutto questo. Nei prossimi giorni firmeremo con il sindaco di San Luca una convenzione con la Prefettura di Reggio Calabria che attraverso dei fondi ministeriali, ha concesso un contributo per la realizzazione di un laboratorio di produzione di saponi che darà impiego a diverse signore».

Prima di dare il via al programma l’assessore Sulla ha ascoltato le associazioni Ai comuni è stato chiesto di adottare un modello già predisposto dalla Regione

Approvato il regolamento sui saldi Partiranno il 2 gennaio 2010 di Carmela Mirarchi CATANZAROLa Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Francesco Sulla, ha approvato il calendario delle vendite di fine stagione per gli anni 2010 e 2011. Nello specifico la delibera prevede che i saldi invernali avranno inizio il primo sabato di gennaio e si protrarranno non oltre il 28 febbraio. Perciò, per l’anno 2010 i saldi partiranno il 2 gennaio. I saldi estivi, invece, inizieranno il primo sabato di luglio ed avranno termine il 31 agosto. Decisione, questa, scaturita da un’attenta analisi fatta dagli uffici del dipartimento Attività produttive dopo un’approfondita fase di concertazione che ha coinvolto le associazioni di categoria insieme alle associazioni di tutela dei Consumatori.. Negli incontri le associazioni hanno messo in evidenza che procedure e modulistiche variano da comune a comune generando,spesso,confusionetra gli operatori del settore. Per questo motivo, in attesa del redigendo "Testo unico sul Commercio" l’as-

Bonus Gas, ecco le modalità di richiesta Il reddito non deve superare 20mila euro

La Giunta ha deciso che i saldi estivi inizieranno il primo sabato di luglio ed avranno termine il 31 agosto

sessore Sulla ha deciso di far pervenire ai Comuni una lettera nella quale si chiede di adottare una metodologia di facile recepimento della delibera di Giunta e un facsimile di modello unico, predisposto dall’assessorato regionale, di facile compilazione da parte degli operatori commerciali. I saldiinvernalipartirannodunque il 2 gennaio 2010.

CROTONE - Il Caaf - Confartigianato Crotone comunica che l’Autorità per l’Energia ha diramato le modalità per la richiesta e la concessione dell’agevolazione tariffaria sulle forniture di gas domestico per le famiglie (Bonus gas). Questo vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete per i consumi nell’abitazione di residenza. Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o impianto condominiale se in presenza di un indicatore Isee non superiore a 7.500 euro oppure Isee di 20.000 euro in caso di nucleo familiare con almeno quattro figli a carico. Il bonus consentirà un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta e sarà differenziato in

base alla tipologia di utilizzo del gas e per numero di persone residenti nella stessa abitazione. Le domande di richiesta possono essere presentate a decorrere dal 15 dicembre, mediante consegna al proprio Comune di residenza o presso i Caaf designati dallo stesso Comune degli appositi moduli compilati. I cittadini per informazioni potranno rivolgersi al Caaf Confartigianato.

Gatto e Speziali hanno incontrato la giunta comunale di Catanzaro

Parco Romani, presto la proposta finale La riunione è servita ad avviare un percorso che possa portare a soluzione condivisa per consentire il trasferimento del terreno

dio Ca.Mi. CATANZARO - L’Amministrazione Comunale e gli imprenditori che hanno formulato una proposta funzionale per una soluzione delle problematiche legate al Parco Romani.Gli imprenditori Gatto e Speziali assistiti dal Prof. Donato, hanno infatti incontrato alcuni esponenti della Giunta Comunale nelle persone del Vicesindaco Avv. Tassoni, dell’Avv. Granato e del Dott. Iaconantonio e dal Rup Biagio Cantisani. La riunione è servita soprattutto ad evidenziare gli aspetti più importanti che la problematica Romani contiene e soprattutto ad avviare

un preciso percorso che possa portare ad una soluzione importante e condivisa, tale da consentire il pronto trasferimento del terreno ancora di proprietà dell’Amministrazione. La riunione ha sancito, allo stato, la volontà delle parti a raggiungere un accordo che possa consentire

tale trasferimento secondo percorsi corretti sia nel senso giuridico che tecnico. Ciò sarà al vaglio, nell’immediato, di riunioni tecniche congiunte che dovranno in breve tempo delineare una proposta definitiva su cui intervenire con i giusti atti amministrativi. Per la definizione della proposta finale si prevedono dei tempi brevi e compatibili con le prossime festività. Successivamente il Rup ha incontrato una delegazione di acquirenti ai quali è stato illustrato quanto emerso dall’incontro, riscontrando soddisfazione da parte di questi che hanno altresì sollecitato tempi rapidi, al fine di poter riavviare i lavori ormai da tempo fermi.

Per la definizione della proposta finale si prevedono dei tempi brevi e compatibili con le prossime festività


10

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

AGRICOLTURA E AMBIENTE

Monitoraggio campi elettromagnetici On line i dati di 4 anni di ricerche L’impegno ha coinvolto i tecnici dell’Arpacal che hanno collaborato con la Fondazione Ugo Bordoni di car.mir.

I primi interventi del Piano a difesa del suolo di C.M.

CATANZARO - Circa cinquecento monitoraggi su altrettanti siti, distribuiti sul territorio regionale, per un periodo di quattro anni. E’ questo l’impegno che ha coinvolto i tecnici dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria) nella realizzazione della campagna di monitoraggio dei campi elettromagnetici, svolta in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni incaricata dal Ministero delle Comunicazioni. Questa grande mole di lavoro, con dettagliate schede di monitoraggio per ogni comune visitato dai tecnici Arpacal, è ora on-line, liberamente consultabile, sul sito web dell’Agenzia , nella sezione dedicata ai Dati Ambientali. Il documento consultabile è costituito da una parte generale dedicata alle metodiche applicate, alle strumentazioni adoperate ed ai comuni interessati dal progetto. Sono anche consultabili altre cinque parti speciali, invece, dedicate alle schede di monitoraggio delle

La collaborazione tra Arpacal e Fondazione Bordoni si realizzata attraverso l’installazione di centraline di misura campi elettromagnetici in siti ritenuti indicativi vicini a stazioni radio

CATANZARO - Gli interventi di prima fase di attuazione del piano per la difesa del suolo in Calabria e i criteri adottati per la sua formulazione saranno illustrati ai sindaci dal presidente della Regione Calabria Agazio Loiero. L’appuntamento è per martedì prossimo 22 dicembre nella sede del Centro Agroalimentare di Lamezia Terme.Nella prima fase del piano saranno impegnati circa il 20% dell’importo complessivo stanziato dalla Regione Calabria per affrontare il problema del dissesto idrogeologico. Il Piano è stato predisposto dal Gruppo di lavoro tecnico - scientifico del quale fanno parte esperti dell’Università,del Cnr, del dipartimento Lavori Pubblici, dell’autorità di Bacino Regionale,

cinque province calabresi. Nel dettaglio la collaborazione tra Arpacal e Fondazione Bordoni si sé sviluppata nel periodo compreso tra il 2002 ed il 2006 e si realizzata attraverso l’installazione di centraline di misura dei campi elettromagnetici in siti ritenuti indicativi, perché vicini a stazioni radio base per telefonia mobile e ripetitori radiotelevisivi, situati in zonemoltopopolose,conparticolare attenzione alla concentrazione di popolazione giovanile (scuole, asili etc.). Le centraline di misura - dotate di sensori a larga banda capaci di captare l’inten-

sità totale del campo elettromagnetico dovuta a tutte le possibili

Le centraline di misura hanno trasmesso i dati raccolti al centro di controllo dell’Arpacal, che ha provveduto alla loro verifica e alla trasmissione al centro nazionale

sorgenti anche se operanti a diversa frequenza - hanno trasmesso i dati raccolti al centro di controllo dell’Arpacal, che ha provveduto alla loro verifica e alla trasmissione automatica al centro nazionaleistituitopresso il Ministero delle Comunicazioni. L’Arpacal continua il suo compito istituzionale di monitoraggio dei campi elettromagnetici attraverso i servizi tematici "Radiazioni e Rumore" dei Dipartimenti provinciali e con il suo Centro funzionale strategico Nir (Radiazioni Non Ionizzanti e Rumore).

Alla protesta di Villa San Giovanni anche il presidente dei Verdi

Oggi la manifestazione per dire No al Ponte «La decisone del governo di rifinanziare il Ponte è un insulto all’Italia che frana e alle sue vittime, ai pendolari, ai cittadini che non hanno infrastrutture»

di C.M. CATANZARO - I Verdi hanno aderito alla manifestazione di oggi "Fermiamo i cantieri del ponte. Lottiamo per le vere priorità. No al Ponte!", indetta dalla Rete NoPonte a Villa San Giovanni. «Oggi a Villa San Giovanni si mobilita il popolo del No Ponte proprio nei giorni in cui il governo attraverso il Cipe ha deciso di continuare a gettare a mare soldi pubblici per finanziare un’opera inutile e insostenibile sia dal punto di vista economico che ambientale». Lo ha dichiarato il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che oggi sarà presente dalle ore 11 alla

manifestazione di Villa San Giovanni. «La decisone del governo Berlusconi - spiega il leader ecologista - di rifinanziare il Pon-

te sullo Stretto, definanziato dal governoProdi,è un insultoall’Italia che frana e alle sue vittime, ai pendolari, ai cittadini del Sud che non hanno infrastrutture ferroviarie degne di questo nome, alle centinaia di migliaia di persone che ancora oggi non hanno acqua potabile in casa a causa dell’assenza di acquedotti, alle 7.000 personeche ogni anno muoiono a causa dello smog provocato dal traffico nelle grandi città mentre si azzerano i fondi per il trasporto pubblico. Queste sono le vere priorità del paese e del mezzogiorno - ha concluso Bonelli -. E per queste priorità dimenticate che oggi saremo in piazza con la Rete NoPonte».

della Struttura di supporto al Commissario delegato e del nucleo di valutazione degli investimenti pubblici, sulla base delle proposte formulate dai Comitati d’indirizzo provinciali, costituiti pressociascunaamministrazione provinciale, tenendo conto dei criteri fissati dal comitato d’ indirizzo regionale. L’incontro, pertanto, rappresenta un’importante occasione per un confronto ampio sulle strategie d’intervento per ridurre il rischio idrogeologico e per acquisire anche ulteriori utili indicazioni per la predisposizione della seconda fase del Piano alla quale sta già lavorando il Gruppo di lavoro.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 11

LAVORO E SINDACATI

Verso il Congresso della Cgil Le dieci proposte alternative di Carmela Mirarchi CATANZARO - Si è svolto ieri mattina presso il teatro comunale di Catanzaro un’incontro introduttivo al XVI Congresso nazionale della Cgil. All’importante appuntamento hanno preso parte diversi esponenti regionali delsindacato,moltisindacicalabresi tra i quali anche quello del capoluogo Rosario Olivo. Ad aprire i lavori è stato il segretario regionale della Cgil Sergio Genco, a seguire sono intervenuti il segretario Cgil Catanzaro Lamezia Giuseppe Valentino, diversi rappresentanti dei lavoratori ed infine il segretario nazionale Cgil Agostino Megale. «I 40 mila che il 28 novembre eranoallamanifestazionediCosenza - ha iniziato Genco - hanno riproposto il problema del Mezzogiornocomequestionenazionale.Noi come Cgil stiamo costruendo una piattaforma affinché la Calabria possa essere considerata anche a livello nazionale. La legalità e le infrastrutture devono essere la priorità del Governo nazionale e regionale. La Cgil sta dimostrando di essere un punto di riferimento per la Calabria che vuole reagire. Il prossimo congresso nazionale sarà un incontro di riflessione e di protagonismo, ne usciremo più rafforzati. I protagonisti saranno i lavoratori perché alla base ci sarà la partecipazione. La Cgil è dei lavoratori. Questo incontro di oggi è la fase preparatoria di un congresso fondamentale perché si svolge in un contesto di forte crisi economica e sociale. La Cgil vuole essere in questa fase protagonista di una

Le proposte: Ridurre la tassazione Ricostruire un nuovo modello di contrattazione Riformare le modalità d’ingresso per i migranti

proposta da rivolgere al paese. Al centro della nostra riflessione ci sono i lavoratori, il Mezzogiorno e lo sviluppo in un contesto di democrazia e di partecipazione. Nel congresso della Cgil daremo la parola ai lavoratoriaffinché attraverso loro si possa ripartire nel migliore dei modi. Al Governo contestiamo di non aver preso in considerazione nessun rimedio contro la crisi e a favore dello sviluppo. Abbiamo un Governo che ha tagliato lo stato sociale, la scuola, l’Università. Per quanto riguarda il sud ci sono solo politiche di tagli. Sbagliato concentrare tutto sul Ponte sullo Stretto, che sarà un’opera faraonica per i prossimi 10 o 15 anni. La Calabria ha bisogno di vedere completata la A3, la 106, gli schemi idrici, di avere l’alta velocità ferroviaria per rafforzare la portualità». In merito alle prossime

«Noi come Cgil stiamo costruendo una piattaforma affinché la Calabria possa essere considerata anche a livello nazionale» regionali Genco ha sottolineato: «Speriamo in una nuova affermazione del centro sinistra che veramente si faccia carico delle questioni del lavoro e dello sviluppo.C’èatteggiamentoimprontato alla speranzama una speranzavigile. Se dovesse vincere il centro destra - ha concluso - si potrebbe avere un arretramento della regione». Dopo il segretario regionale della Cgil è intervenuto Giseppe Valentino, segretario Cgil Catanzaro - Lamezia. «Questa crisi ha risvolti drammatici - ha detto - . Il potere d’acquisto è fortemente diminuito ma questo Governo non ha ancora affrontato la questione. Il lavoro ha un ruolo fondamentale ed è per questo che deve ritrovare centralità nelle politiche pubbliche. Il XVI congresso della Cgil deve da-

re vita ad una discussione non formale. Le tante problematiche che oggi affliggono i lavoratori, i pensionati, gli immigrati - ha proseguito Valentino - non si affrontano con le politiche inadeguate del Governo. Anche la Pubblica amministrazione va riformata, deve essere resa trasparente e non si devono attaccare i lavoratori come fa la riforma Brunetta. A Uil e Cisl voglio dire che firmare accordi sindacali separati è sbagliato. Solo discutendo del problema lavoro le imprese capiranno che dalla crisi non si esce con i vecchi vizi. La divisione dei sindacati è una strada improduttiva. Il Congresso della Cgil sarà un’occasione per creare proposte di cambiamento, sarà inoltre caratterizzato dal rinnovamento. Bisogna guardare ai giovani attivando politiche adeguate». A concludere l’incontro, dopo l’intervento di diversi rappresentanti dei lavoratori, è stato il segretario nazionale della Cgil Alfonso Megale. «L’incontro di oggi serve a lanciare la mozione che ha come primo firmatario Gugliemo Epifani. Il tema centrale sono i diritti e il lavoro oltre la crisi. La nostra proposta è un progetto alternativo per uscire dalla crisi rispetto a quello del centro destra. Con questa operazione tentiamo di mettere in campo un’idea di un bloccasociale,un’alleanzacon altre forze. Siamo consapevoli che la Cgil da sola è importante ma non sufficiente per costruire un’alternativa. Per questo necessario ricostruire una unità con Cisl e Uil. La divisione dei sindacati non fa bene al mondo del lavoro. L’unità va ricostruita garantendo democrazia ai lavoratori ed evitare accordi separati sbagliati come quello dei metalmeccanici.Servonoaccordi con la politica ma anche la ricostruzione di una idea di un’alleanza di centro sinistra a cui, nella sua autonomia, la Cgil porti un contributo sui temi del lavoro, della politica industriale, della difesa della Costituzione. Avanziamo 10 proposte per il paese la prima è la principale: difendere l’unità d’Italia contro ogni populismo e contro ogni rischio di leaderismo impersonato dal PresidentedelConsiglio.Nessunopensi di poter alterare il dettato costituzionale perché è garanzia della libertà».Perquantoriguardal’opposizione Megale sottolinea che con l’arrivo di Bersani si è «usciti da una sorta di politica virtuale entrando in una dimensione attenta alla realtà. Questa condizione non ha risolto tutti i problemi, bisogna costruire un programma alternativo di centro sinistra a cui noi diamo contributo. Possiamo costruire l’opposizione

Proposte del Congresso Cgil: 1) Riaffermare l’idea condivisa di Repubblica italiana 2)Rafforzare l’idea di democrazia partecipata 3)Costruire un progetto paese in grado di affrontare la crisi 4)Ridurre le diseguaglianze 5)Ricomporre la frattura tra giovani e futuro 6)Unificare il lavoro pubblico e quello privato 7)Riformare gli ammortizzatori sociali forte che però ancora non c’è. Al congresso c’è una mozione di minoranza dal titolo "La Cgil che vogliamo", il problema dell’Italia guarda alla crisi, alla disoccupazione. Sbaglia chi con la mozione di minoranza vuole un sindacato più di categoria e meno confederale. Sbagliano perché vogliono imitare nella Cgil le primarie dei partiti, ma sono già troppi danni che ha fatto la personalizzazione. C’è bisogno di organizzazioni politiche e sindacali concepite come collettivo e come squadra che è capace di utilizzare il meglio dei saperi rivalutando l’intellettuale collettivo. Un sindacato moderno deve essere capace di ricercare e studiare, di rinnovare con i giovani e deve essere capace di rappresentare i più forti ma anche i più deboli, che sono i lavoratori in nero che all’iscrizione non arrivano. Alle nuove generazioni avanziamo tre proposte: lavorare affinché si costruisca una sorta di azione per far si che il Mezzogiorno entri in Europa; la seconda è che per i giovani si esca dalla precarietà con un contratto introduttivo di stabilizzazione in cui i saperi vengano riconosciuti dando

un premio a chi stabilizza; il terzo è che anche per coloro che restano in collaborazione siano previsti diritti e salari di riferimento. Smettere dunque di parlare e cominciare a fare». In relazione alle manifestazioni il segretario le valuta importanti: «Ne avremmo fatto a meno - precisa - ma nella storia ogni diritto va difeso. Siamo consapevoli che la divisione dei sindacati non ci aiuta, ci batteremo per unire il mondo di lavoro. Ora chiediamo la riduzione della tasse di 100 euro al mese per ogni lavoratore o pensionato. Per i giovani professionisti proponiamo fisco agevolato. Immaginiamo di poter costruire un fronte che chieda al Governo risultati concreti. Un Governo che si vanta dello scudo fiscale che ha fatto rientrare 5 miliardi. Ma la realtà è che i miliardi evasi sono 100 ed erano i 44 miliardi che dovevano entrare nelle casse dello stato. I 37 miliardi mancanti li pagano i cittadini con le tasse. In media si pagano 3000 euro a testa per l’evasione fiscale. Su questo apriamo una vertenza e auspichiamo combattere insieme a Cisl e Uil».


12

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Dopo il via libera al Piano di rientro la fiducia del governatore Ieri, intanto, ufficializzate tutte le candidature alle primarie...

Sanità, Loiero soddisfatto: «Abbiamo evitato il collasso» CATANZARO - «Con la firma del Piano di rientro dal debito sulla sanità siamo riusciti ad ottenere strumenti che evitano il collasso del settore in Calabria». Così, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, incontrando i giornalisti a Catanzaro. «E’ andata bene - ha aggiunto Loiero - anche perché sembrava che lo sbocco automatico fosse il commissariamento. Da parte mia ho sempre privilegiato il rapporto istituzionale anche dinanzi alle critiche, in qualche caso provienienti anche dalla mia coaliazione. Sul piano pratico - ha detto ancora Loiero, che ha spiegato i vari passaggi anche complessi della trattativa degli ultimi mesi tra Regione e Governo - saranno disincagliati circa 700milioni di euro rimasti fermi per il contenzioso che si era venuto a creare con il commissario per l’emergenza sanitaria Vincenzo Spaziante, e relativi alla realizzazione di quattro nuovi ospedali. Il presidente Loiero, che subentrerà prima della fine dell’anno a Spaziante nella veste di commissario,ha messo in evidenza che i problemi maggiori, nella trattativa, hanno riguardato il personale. «Il Governo aveva chiesto il blocco del turnover del 100% del personale - ha detto ancora Loiero - che è stato portato all’80% per tutti i tre anni di vigenza dell’accordo. Ho comunque fatto presente la necessità di mantere delle deroghe per il raggiungimento dei livelli essenziali di assistenza. Alla Regione, per il debito del periodo 2001-2005 - ha detto ancora il presidente Loiero - è stato garantito un miliardo di euro da restituire in 30 anni. Per gli altri debiti si farà ricorso ai Fas. Si tratta di scelte impegnative ma l’alternativa erano le sanzioni della Finanziaria che avrebbero creato situazioni di difficile gestione». Stupito per le poche reazioni da

Agazio Loiero

parte del Pd dopo l’intesa sul piano di rientro della sanità? «Moltissimo. Certo, le primarie non aiutano». Ha commentatio altresì Loiero rispondendo ad una domanda sulla “freddezza” da parte del suo partito dopo l’approvazione del Piano di rientro dal deficit sanitario. «E’ vero che le primarie le ho volute io - ha aggiunto Loiero - e forse sarà anche perché per me gli esami non finiscono mai. In Calabria, non solo si deve essere innocenti ma lo si deve anche apparire. Penso anche di non essere un presidente proprio amatissimo da tutto il centrosinistra. In ogni caso ho voluto le primarie perché ritengo che per un presidente di una Regione come la nostra, se c’é un supplemento di esame non sia una brutta cosa. Ho voluto le primarie perché ci credo ma voglio

sperare che se c’è qualche elettore del centrodestra che intende votare, lo faccia perché ha cambiato idea. Nel caso in cui ci dovesse essere una presenza in blocco di elettorato dell’attuale opposizione che intende esprimere la propria preferenza per influenzare il risultato, in quel caso assumerò le mie decisioni autonomamente». Candidati Primarie . E si sono chiusi ieri alle 12 i termini per la presentazione,all’Ufficioelettorale regionale, delle candidature alle primarie per la presidenza della Regione. Questi i nomi dei candidati: Per il Pd: Giuseppe Bova , Bruno Censore , Agazio Loiero, Doris Lo Moro . Per i Socialisti Uniti-Psi: Saverio Zavettieri , Aldo Brancati, Fabiano Paolo Pagliuso , Rosa Canale .

Angela Napoli critica la decisione presa dal Governo

«Andava commissariata»

Angela Napoli

CATANZARO - E sul Piano di rientro si registra la dura nota di Angela Napoli che parla di «altro colpo inferto alla Calabria: in periodo pre-elettorale e dopo quasi 5 anni di motivate denunzie. Non posso nascondere - prosegue Napoli - il rammarico nell’ apprendere che gli impegni assunti dal presidente Berlusconi e dal ministro Sacconi con i calabresi, all’indomani della nomina a ministro della Salute di Fazio, sono stati completamente annullati. Nessun commissariamento della sanità regionale e, in aggiunta, lo sblocco di ben 700milioni di euro per l’ammodernamento degli ospedali calabresi. Altro che “inciu-

cio”: 2166 miliardi di debito sulle spalle dei cittadini, chiamati a pagare i ticket sanitari, ad assistere alla chiusura di ben 44 strutture ospedaliere e costretti a rimanere nell’area "B" della sanità italiana, nel mentre direttori generali,amministrativiesanitari rimarranno tranquillamente ai loro posti. Esultano Loiero e i suoi fiancheggiatori:accordosiglatoe, in aggiunta, nomina a commissario per l’emergenza, nonché creazione di un Ufficio per il piano di rientro! Cosa possiamo pretendere ancora! Una legge finanziariachecancellalaCalabria dal contesto nazionale».

Nomina di Sbarra, il plauso di Pino Galati LAMEZIATERME-«L’elezionediLuigiSbarracomecomponentedellasegreterianazionaledellaCislèunfattoimportante perlanostraregione».CosìildeputatodelPdl,GiuseppeGalati.«ASbarrainostripiùvivicomplimentiebuonlavoro».

Comunali a Lamezia, Speranza invoca l’unità del centrosinistra LAMEZIA TERME - «Nei prossimi giorni tenterò di dare il mio contributo in modo schietto e leale, affinché il centrosinistra possa presentarsi in maniera unitaria, rinnovata e allargata alle prossime elezioni comunali». A parlare in questi termini, il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza. «Cercherò di incontrare, prima di Natale - ha osservato altresì - le singole forze di coalizione del centrosinistra iniziando dal Partito democratico, come già abbiamo stabilito con il segretario Vasta; tra Natale e Capodanno, poi, proporrò un incontro collegiale con tutte le forze del centrosinistra. Ci sono tutte le condizioni per proporre un’esperienza di governo che è stata utile e positiva e per spiegare ai cittadini quanto sia importante che questa volta ci sia una maggioranza in Consiglio che sostenga il sindaco. Non può prevalereuna frantumazione sul bene della città e sulla capacità di governo del centrosinistra. Io non sono stato concorrente al Pd. In questi cinque anni Ds e Margherita, prima, e Pd, poi, hanno avuto spazio e un ruolo fondamentale in questa giunta. Recentemente 8 assessori su 10 hanno votato alle primarie per la scelta del segretario cittadino del partito; ne discende che il giudizio che danno di questa esperienza non può che essere positivo. Discutiamo apertamente delle divergenze e questo cercherò di fare con i prossimi incontri. E’ del tutto evidente che ci sono problemi aperti. Il primo: c’è una divisione tra il Partito democratico

Gianni Speranza

che vuole le primarie di coalizione e le altre forze della coalizione che non le ritengono necessarie e sono contrarie. Il secondo: c’è una parte importante del Pd che non mi vuole come candidato sindaco. Primarie o non primarie, sono preoccupato, a questo punto, per l’eventualità di non riuscire a fare, tutti insieme, una valutazione leale e sincera, rischiando così di arrivare alle elezioni comunque divisi. Io vorrei evitare ogni spaccatura. Tutti i miei sforzi vanno nella direzione di sottrarre la città di Lamezia al clima di conflittualità che si respira a livelloregionale.Essendosindaco della città da cinque anni ha concluso Speranza - è naturale che io sia candidato alle prossime consultazioni elettorali, tuttavia se ci fosse una proposta più condivisa della mia, come ho detto ripetutamente, non porrò ostacoli e continuerò a fare politica in altri modi, come ho sempre fatto».


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 13

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA'

Da Pianopoli a Villa San Giovanni per dire “no ai progetti che causano inquinamento ambientale”

Discariche, centrali eoliche e Ponte Protesta delle Associazioni lametine di Sandro Viscardi LAMEZIA TERME - «Contro discariche, parchi eolici, centrali e opere inutili difendiamo la nostra terra! In occasione della pronuncia della Regione, relativa alla richiesta di ampliamento della discarica di rifiuti speciali di Pianopoli, riteniamo utile informare la popolazione sui reali rischi di questa discarica». A prendere le distanze, attraverso una lunga dichirazione dai toni polemici, sono molte associazioni e gruppi di Lamezia Terme, Algo Mas; Altra Lamezia; Casa della Legalità e della Cultura; Colletti-

vo Studenti in Lotta; Amici di Beppe Grillo; Rua Sao Joao e Sinistra Critica che intervengono sulla prevista discarica di rifiuti speciali dnel territorio lametino e, nello specifico, nel comune di Pianopoli. Inoltre, le stesse Associzioni aderuiscono alla manifestazione “No ponte” di Villa San Giovanni in programma proprio nella giornata di oggi. «Occorre prima di tutto - proseguono le Associazioni di Lamezia Terme - un breve excursus storico sulle vicende che hanno interessato la discarica di Pianopoli. Nel 2001 è stata presentata la richiesta alla regione, la quale ha

autorizzato nel marzo del 2004 la realizzazione di un impianto di smaltimento di rifiuti speciali affidato alla Ecoinerti Srl, società di Vercelli con capitale sociale di 15.600 euro. Nel 2005, dopo aver ottenuto l’autorizzazione, i soci della Ecoinerti srl hanno venduto le proprie quote alla Ile Srl, società controllata dalla Daneco (che gestisce già a Lamezia Terme un impianto di compostaggio dei rifiuti solidi urbani), facente parte del Gruppo Unendo, colosso del ciclo di smaltimento dei rifiuti (urbani, speciali e pericolosi) in Italia.In pratica controllori e controllati saranno riconducibili

Pendolino tra Germaneto e Sala Contestazione sul tracciato CATANZARO - Contestazioni a Catanzaro sul previsto tracciato del pendolino che dovrebbe collegare Germaneto al quartiere Sala. Nella polemica interviene Giuseppe Ruga titolare dell’auto concessionaria Hyundai che si rivolge direttamente al sindaco e al presidente del Consiglio comunale «per avanzare la formale richiesta di verifica della regolarità formale e sostanziale della procedura di approvazione del progetto dell’importanopera comunale». Sotto accusa il progetto te A quanto sostiene Ruga, «secondo il progetto redatto dal Comune preliminare approvato che impedisce dalConsigliocomunale, piloni-sostegno del l’accesso a un piazzale ibinariosopraelevatodel pendolino destinato a di una concessionaria collegare la stazione di di automobili... Germaneto con quella di Catanzaro Sala, sarebbero posizionati in maniera tale da impegnare quasi per intero il piazzale della concessionaria Hyundai-Tata in via Conti Falluc e di compromettere finanche la stessa possibilità di sopravvivenzadell’azienda,cherischierebbe addirittura la chiusura con il seguente licenziamento di tutti i suoi dipendenti». E sempre secondo quanto sostenuto da Ruga, «la questione sarebbe ancora più grave in quanto sarebbe sufficiente uno

allo stesso gruppo. Quali garanzie quindi? Inoltre - è altresì ribadito dalle Associazioni di Lamezia Terme - il sito prescelto risulta zona sismica di prima categoria con vincolo idrogeologico, avente un suolo di natura sabbiosa con falde acquifere rilevate ad una profondità inferiore ai 20 metri, distante circa 300 metri dal torrente Grotta (affluente del fiume Amato) ed adiacente un giovane uliveto biologico nel cui terreno vi è la presenza di un pozzo per l’irrigazione. Non dimentichiamo poi le vicende giudiziarie che hanno interessato la discarica, a partire dal sequestro ad opera del Corpo forestale dello Stato nel 2005 e il processo ancora in corso. Su amministratori e progettisti pende una richiesta di rinvio a giudizio per aver falsamente rappresentato la reale condizione del sito, in modo da renderlo compatibile con la destinazione a discarica, e per altri reati. Un processo in corso e la discarica intanto si sta completando. Alla discarica van-

no aggiunte poi altre situazioni pericolose del nostro territorio, come la centrale Turbo-Gas da 800Mw sempre di Pianopoli, l’elettrodotto ad alto voltaggio Laino-Feroleto-Rizziconi, lo scempio dei parchi eolici sulle nostre montagne (molti dei quali, ricordiamolo, costruiti in odor di ‘ndrangheta), le discariche e le cave abusive, le navi dei veleni, la differenziata che non decolla. Oggi, dunaque, saremo a Villa San Giovanni per la manifestazione nazionale contro il Ponte sullo stretto, dopo la manifestazione di Amantea saremo nuovamente in strada per dire no ad un altro abuso, l’ennesimo, sul nostro ter-

Massiccia adesione alla kermesse nazionale prevista per oggi in riva allo Stretto: Saremo in tanti per difendere la nostra terra ritorio, dopo il forum dell’ambiente di Lamezia Terme dello scorso 6 dicembre saremo nuovamente al fianco di tutte le realtà ambientaliste calabresi per la difesa del nostro territorio». r.c.

Cronaca, precisazione di Ranieri International spostamento di poche decine di metri del posizionamento dei piloni, che senza comportare una sostanziale alterazione del tracciato consentirebbe però di far ricadere i piloni su un terreno limitrofo completamente libero ed incolto, senza pregiudizio né per l’attività economica del Ruga, né per nessun altro. Ma a questo punto scatta l’aspettopiù inquietantedella vicenda,perché il terreno limitrofo libero ed incolto dovrebbe essere salvaguardato a costo di compromettereun importante attività economica già esistente con conseguente aggravio di denaro pubblico». Sapremo nei prossimi giorni se le preoccupazioni di Ruga saranno ascoltate dal sindaco e dal presidente del Consiglio comunale e se sarà dato in carico ai progettisti di verificare la possibilità del tracciato.

SOVERATO - In riferimento alle notizie apparse nei giorni scorsi, riceviamo e pubblichiamo una precisazione della RanienriInternationaldiSoverato. «Il cantiere nautico denominato “Motonautica Fratelli Ranieri” fondato nel1969 (di proprietà di Pietro, Salvatore ed Antonio Ranieri classe 1978) edavente sede legale e operativa in Soverato per il tramite del proprio amministratore unico Pietro Ranieri comunica, in riferimento ai fatti di cronaca giudiziaria apparsi negli ultimi giorni sulle testate giornalistiche regionali, di

non aver nessun collegamento né alcuna attività industriale o commerciale in comune con la società denominata “Ranieri Cantieri Nautici Srl” con sede nel comune di Isca sullo Ionio, amministrata dal signor, Antonio Ranieri (classe 1953). La società “Motonautica F.lli Ranieri Srl” produce e commercializza in Italia e in Europa sotto il marchio “Ranieri International” una gamma caratterizzata da più di 20 modelli di barche da diporto. In Italia “Motonautica F.lli Ranieri Srl” è partner ufficiale della Suzuki Italia con la quale è in via di sviluppo una rete distributiva comune».


14

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Operazione dei carabinieri con 55 ordini di cutodia cautelare. Neutralizzato traffico di eroina

Droga, duro colpo contro gli spacciatori a Catanzaro CATANZARO - Quattro gruppi criminali, tre dei quali riconducibili a persone di etnia rom, gestivano lo spaccio di eroina su Catanzaro e su Soverato. E’ quanto è emerso dall’inchiesta della Dda catanzarese che ieri mattina ha portato all’esecuzione di 55 ordinanze di custodia cautelare. L’inchiesta è partita per la morte per overdose, nel settembre 2007, di un giovane, Vincenzo Gallelli, e grazie alle intercettazioni gli inquirenti hanno potuto contestare il reato associativo dopo che i carabinieri avevano fatto 30 arresti esequestrato 3,5 chili di eroina. I quattro gruppi si rifornivanoda una coppia di Scampia (Napoli) di fialette di "kobrett", un derivato dell’eroina, che veniva acquistato a 12-13 euro erivenduto a 40-50 euro. A illustrare i particolari sono stati il procuratore di Catanzaro, Vincenzo Lombardo, l’aggiunto Salvatore Murone, il comandante provinciale dei carabinieri, Claudio D’Angelo, il comandante del reparto operativo Giorgio Naselli, e i comandanti delle Compagnie di Catanzaro e Soverato, Raimondo Nocito e

Emanuele Leuzzi. «Operazioni come questa - ha detto Lombardo - anche se non incidono in profondità sul mercato della droga, garantiscono comunque un periodo di maggiore tranquillità attenuando il fenomeno dello spaccio». Le 55 ordinanze di custodia cautelare sono state tutte eseguite ed emesse dal Gip di Catanzaro nei confronti dei presunti componenti di dell’organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di eroina. Undici erano già detenuti per altra causa. A Catanzaro sono stati arrestati Maria Berlingieri, di 74 anni; Roberto Berlingieri (24); SilvanoBerlingieri(37);Massimo Bubba (36); Adalberto Candido (30); Pasquale Cappellano 38); Stefano Critelli (34); Fabrizio Critelli (22); Gino De Zerbi (25); Vincenzo Lambitelli (32); Anna Latelli (26); Aliso Macrì (23); Marianna Mamone (23); Pantaleone Mamone (57); Antonio Passalacqua (34); Romina Passalacqua (34); Giuseppe Posella (24); Angelo Raffaele 35); Claudio Raffaele (44); Vittorio Raffaele (28); Pasquale Rotundo (21); Antonio Silipo 37); Pietro Silipo (21);

Giovanna Tassone (29); Immacolata Veneziano (31); Giuseppe Turcomanni(20); AlessandroCritelli (32); Antonio Mancuso (28); Francesco Passalacqua (28); Antonio Passalacqua (24); Romano Ponzo (38). A Napoli sono stati arrestati Rosa Alterio (40) e il marito Fortunato Castaldo (40). A Catania Domenico Contarini (38); Antonio Nicolosi (32); Alessandro De Luca (34); Sergio Locastro (45), mentre una terza persona, Domenico Carmelo Di Benedetto (52) è stata bloccata a Palermo. Due persone sono state arrestate a Reggio, Gianluca Manno (30) e Mirko Pironaci (24), una a Cosenza, Tiziana Bruno (25), e una a Vibo Valentia, Domenico Mancuso (29). Nella zona di Soverato, infine, sono stati arrestati Marco Abbruzzo (29); Juri Bartolotti (34); Ernesto Bertucci (29); Vittorio Cristofaro (41); Shara Cuoci (22); Giuseppa Di Mauro (39); Antonio Longo (32); Stefano Longo (20); Giuseppe Notaro (22); Alessandro Rotella (28); Giuseppe Scerbo (32); Gianluca Spadea (28) e Pietro Tavano (40).

INCHIESTA WHY NOT Istanza di ricusazione di Caterina Merante nei confronti del Gup Mellace

Legge Lazzati, l’Associazione Ulixes: «E ora l’approvazione in Senato...» CATANZARO - Dopo l’approvazione del disegno di Legge Lazzati alla Camera dei deputati, c’è grande soddisfazione in Calabria per questo primo importante traguardo. In merito, si registra una dichiarazione dei dirigenti dell’Associazione “Ulixes”che auspica il prosieguo dell’iter anche nell’altro ramo del Parlamento. «Ora - sostengono i dirigenti dell’Associazione - si aspetta il voto del Senato, prima delle elezioni regionali. Il disegno di «Un successo collettivo legge Lazzati è passato e uno strumento in più alla commissione Giustizia della Camera dei nella mani della Calabria deputati. Vola verso il Senato e questa traversana e onesta sata lunga più di 15 anni sembra conoscere i suoi per credere in un giorni più belli e, pare, futuro migliore» quelli conclusivi. Siamo quasi vicini alla meta. E usiamoconconvinzione questa prima persona plurale perché, una volta avuto l’avallo del Senato, l’entrata in vigore del disegno di legge deve essere visto come un successo collettivo, uno strumento in più in mano all’Italia ed alla Calabria degli onesti, per credere in un futuro di politica più sana, meno corrotta, più responsabile. Quindici anni - proseguono i dirigentidell’Associazione“Ulixes” - possono sembrare un tempo lungo, infini-

to, ma in questo paese strano, tanti sembrano gli anni necessari per approvare e dotare lo Stato di uno strumento importante ed imprescindibile per il contrasto della criminalita’mafiosa. Il disegno di legge Lazzati, come i calabresi oramai ben sanno, spezzera’ e limitera’ fortemente la contaminazione mafiosa della procedura elettiva dei candidati di elezioni locali e nazionali, punendo ogni atto di propaganda elettorale da parte dei pregiudicati e punendo anche chi ne ha ricevuto gli illeciti benefici. Una porta chiusa al voto di scambio. Un piccolo articolo, una disposizione necessaria che sarebbe ovvia in un paese civile, ma da noi, ha costretto il promotore dell’inziativa,il giudiceRomanoDe Grazia con il suo Centro Studi, a inventarsi eroe, lanciarsi in una battaglia generosa ed estenuante, lunga una generazione. Ma ci siamo quasi. Ci siamo quasi. Chiediamo ai senatori della Repubblica e ai partiti, a questo punto - concludono i dirigenti di “Ulixes” - di accelerare l’iter e magari poter permettere l’approvazione definitiva prima delle prossime elezioni regionali. Quelle elezioni saranno un punto di non ritorno. Sarebbe un segnale importante consegnato alle speranze sane dell’Italia e della Calabria, che non si arrendono di fronte al degrado morale e civile». r.c.

Caterina Merante

CATANZARO - La principale teste d’accusa dell’inchiesta Why Not, Caterina Merante, ha depositato ieri mattina alla cancelleria della Corte d’appello di Catanzaro la richiesta di ricusazione del giudice per le udienze preliminari, Abigail Mellace. La Merante, che nell’inchiesta Why Not è anche indagata per presunte violazioni della legge sull’occupazione, nell’istanza, composta da quattro pagine, fa riferimento a presunti rapporti tra il marito del Gup Mellace ed Antonio Saladino, principale indagato dell’inchiesta, così come pubblicato in un articolo del settimanale L’Espresso . La Merante, secondo quanto si è appreso, sostiene che c’è il «sospetto che il giudice - è scritto nell’istanza di ricusazione - possa non essere imparziale» e fa riferimento anche alla «mancanza di serenità che si è concretizzata nell’udienza del 17 dicembre scorso quando il giudice ha respinto la richiesta del termine per presentare l’istanza di ricusazione». Nella richiesta alla Corte d’appello di Catanzaro, infine, si chiede la sostituzione del giudice e l’acquisizione degli accertamenti «disposti da organi superiori - è scritto nell’istanza - così come ha reso noto il giudice nel corso dell’udienza preliminare». La Merante ha chiesto inoltre alla Corte d’appello la sospensione dell’udienza in attesa della decisione sulla ricusazione. L’istanza presentata sarà assegnata ora ai giudici di una sezione della Corte d’appello che ne valuterà i contenuti e le richieste per poi decidere. Nei giorni scorsi, come si ricorderà, c’è stata la requisitoria del il Pg Eugenio Facciola in merito alle richieste di rinvio a giudizio e ai proscioglimenti.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 15

PROFESSIONI

Da Strasburgo una sentenza (Financial Times e altri contro Regno Unito) per la tutela della liberta di espressione

La Corte europea in favore del segreto sulle fonti giornalistiche di Giuseppe Tetto Se in Italia si discute e si litiga su quanto sia libero il mondo dell’informazione, fra manifestazioni di piazza, accuse e scuse di giornalisti e mondo politico, non si ha però ben chiaro quale siano i punti delimitanti, la linea di confine che separa la libertà di espressione della persona, e nel caso particolare del giornalista, dal mondo del gossip, della chiacchiera facile e quindi all’informazione di parte che sfocia di conse-

guenza nella non-informazione. Una risposta però arriva da Strasburgo, dove la Corte europea dei diritti dell’uomo che ha stabilito, nella sentenza depositata il 15 dicembre (Financial Times e altri contro Regno Unito), che «i giornalisti hanno il diritto di tutelare la segretezza delle fonti perché la libertà di stampa prevale su tutto. E non possono neanche essere costretti a divulgare documenti riservati che possono compromettere la fiducia delle fonti». La Corte si è così pronunciata sul ricorso presentato da quattro

giornali inglesi e da quattro agenzie di stampa contro una decisione dell’High Court inglese la qualeavevaordinatoaigiornalisti di diverse testate di divulgare un documento su una fusione societaria e consentire di conseguenza a individuare la fonte che lo aveva trasmesso. La denuncia era scattata da una società belga che si era vista pubblicare un documento riservato, trasmesso ai reporter da una fonte anonima, su un’offerta pubblica di acquisizione di una società sudafricana. I tribunali inglesi sia in primo che

in secondo grado avevano dato ragione alla società belga e avevano ordinato di consegnare il documento originale. Ma la decisione di Strasburgo ha stravolto gli esiti del percorso processuale. Secondo la Corte «la protezionedelle fonti è indispensabile per la libertà di espressione che consiste anche nel diritto della collettività a riceverenotizie "esplosive" e informazioni non ufficiali». La libertà di espressione prima di tutto, quindi. E non importa se la società belga aveva interesse a evitare danni per l’atti-

vità economica, questo è di rilevanza secondaria. La libera espressione va tutelata anche nel caso estremo in cui vi è la presenza del sospetto che la fonte avesse l’intenzione di danneggiare l’azienda. Il segreto sulle fonti confidenziali è infatti essenziale per la liberta di stampa. In questa vicenda, poi, secondo la Corte, i giornalisti hanno agito nel rispetto delleregoledeontologiche,perchè prima di pubblicare gli articoli sulla scalata hanno contattato l’azienda.Né è stato dimostrato che il documento fosse falso.

La libera espressione va tutelata anche nel caso in cui vi è la presenza del sospetto che la fonte avesse l’intenzione di danneggiare l’azienda


16

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

ENTI LOCALI

Il Cdm impugna la legge su attività estrattive in Calabria

Raffaele Fitto

di Daniele Tosatti ROMA - Su proposta del ministro per i Rapporti con le regioni, Raffaele Fitto, il Consiglio dei ministri mercoledi scorso ha impugnato diverse leggi regionali fra cui quella riguardante la Calabria inerente alle "Attività estrattive nel territorio della Regione Calabria" (legge n.40/2009). La norma è censurabile relativamente alla disposizione relativa

alla classificazione mineraria in quanto essa afferma che appartengono alla categorie delle cave anche i materiali e le sostanze «provenienti da riutilizzazioni dei materiali lapidei di demolizione o di risulta o di lavori edili stradali, in conformità con quanto previsto dalle norme di tutela ambientale» . Tale previsione esclude detti materiali aprioristicamente e genericamente dal regime dei rifiuti ed ha come conseguenza quella di

restringere indebitamente il campodiapplicazionedelladisciplina dei rifiuti. Tutto questo ha come conseguenza la violazione della competenza statale in materia, come confermato dalla giurisprudenza della Corte Costituzionale. Oltre alla legge calabrese, il Consiglio dei ministri ha messo in discussione anche la norma regionale ligure, n.52/2009, "Contro le discriminazioni determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere" in quanto

IN BREVE

La norma è errata in quanto include nei Convenzione tra materiali anche quelli Agcom e Co.re.com. provenienti da ROMA - Siglata a Roma, presso riutilizzazioni di l’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, una nuova convensostanze lapidee o zione tra l’Agcom e il Comitato di lavori edili stradali regionaleperlecomunicazionidella Calabria che prevede nuove noreccede dalle competenze regionali, e due leggi toscane: la n.63/2009 sulle "Modifiche alla legge regionale 26 luglio 2002, n. 32, in materia di obbligo di istruzione e di servizi per l’infanzia" e la n.66/2009 sulle "Modifiche alla legge regionale 1 dicembre 1998, n. 88 (Attribuzione agli enti locali delle funzioni amministrative e dei compiti in materia di urbanistica e pianificazione territoriale, protezione della natura e dell’ambiente, tutela dell’ambiente dagli inquinamenti e gestione dei rifiuti, risorse idriche e difesa del suolo, energia e risorse geotermiche, opere pubbliche, viabilità e trasporti), alla legge regionale 11 dicembre 1998, n. 91 e alla legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1, in materia di porti di interesse regionale, navigazione interna, controlli sulla sicurezza sismica delle opere e delle infrastrutture di competenza statale".

me più impegnativeper il Corecom Calabria, ampliando così in termini qualitativi e quantitativi i suoi poteri.Con il nuovo protocollo, al Corecom della Calabria,e così anche a quelli del Lazio, Lombardia, Toscana, Umbria e di Trento, vengono delegate dall’Agcom ampie, rilevanti e delicate ulteriori funzioni in materia di pluralismo, vigilanza in ambito dell’emittenza locale e tutela dell’utenza. Infatti, i Co.re.com interverranno nella definizione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazione elettronica; sulla vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle disposizioni in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale, inclusa la tutela del pluralismo, mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell’emittenza locale secondo le linee guida dettate dall’Autorità e la verifica di conformità alla vigente disciplina in materia di diffusione radiotelevisiva.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 17

TRASPORTI

A3, l’Anas affida al General Contractor i lavori del terzo macrolotto E’ stato pubblicato ieri dall’Anas sulla Gazzetta Ufficiale l’esito del bando di gara per i lavori di ammodernamento e adeguamento del 3° macrolotto - parte 1 della nuova autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, nel tratto compreso tra lo svincolo di Lauria Nord (km 139,000) e l’imbocco nord della galleria Fossino (km 148,000), nel comune di Lauria, in provincia di Potenza. I

lavori sono stati aggiudicati al General Contractor (Contraente Generale) "Grandi Lavori Fincosit" S.p.A.. "Con l’aggiudicazione di questa gara ha sottolineato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci - si aggiunge un altro importante tassello per il completamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, a dimostrazione del grande impegno in corso da parte dell’Anas".

L’intervento sulla prima parte del Macrolotto 3 riguarda l’adeguamento e l’ammodernamento dell’attuale sede autostradale, che sarà realizzato parte in sede e parte in variante, ed ha uno sviluppo complessivo di 9 Km. L’opera prevede 3 viadotti, 2 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali. D.T

L’opera sorgerà sul territorio della IV Circoscrizione e sarà utilizzata per compiti di protezione civile ed elisoccorso

Reggio realizzerà un eliporto nel rione Spirito Santo di Giuseppe Tetto REGGIO CALABRIA - Con delibera n.484 del 15 dicembre scorso, la Giunta provinciale di Reggio Calabria ha previsto la realizzazione di un eliporto nel rione reggino di Spirito Santo, sul territorio della IV Circoscrizione. Sorgerà in un terreno adiacente la sede istituzionale di Via S. Anna II tronco e sarà utilizzato per compiti di protezione civile ed elisoccorso. La decisione della Giunta provincialedi scegliere questo sito è arrivata in quanto si trova li-

mitrofo allo svincolo autostradale di Spirito Santo e perché si integra con le componenti istituzionali di pronto intervento - Ospedali Riunti, Ortopedico, Ospedale Morelli, Policlinico, Vigili del Fuoco. Si è già proceduto a uno studio di fattibilità ed è stato calcolato che l’opera costerà 209.715 euro. La realizzazione dell’eliporto da parte della Provincia è un esempio di opera che va a rispondere alle reali esigenze della popolazione, la quale troverà in questa infrastruttura un concreto supporto per fronteggiare situazioni di emergenza sanitaria e in caso di calamità naturali.


18

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

SANITA'

La Cisl dei medici calabresi affronta il nodo malasanità

di Oriana Tavano COSENZA - Riapre il dibattito sulla questione sanitaria in Calabria la Cisl Medici, che dopo la visita in Calabria della Commissione parlamentare sugli errori medici e le cause dei disavanzi di gestione, presieduta dall’on. Leoluca Orlando, propone una riflessione sul tema attraverso le parole del segretario generale del sindacato dei medici calabresi Mario Mari-

no che si è soffermato sull’analisi delladrammaticasituazionesanitaria calabrese, di cui non nasconde le responsabilità della classe medica, ma, ammonisce, «non si risolvono i problemi della sanitàcalabresechiudendogliospedali e cercando di trovare un capro espiatorio, ma occorre una analisi di coscienza da parte di tutti, in primis da chi amministra il sistema salutare calabrese e soprattutto del Governo». Per Marino la soluzione più giusta sarebbe

quella di avviare una programmazione regionale pluriennale, che tenga conto dell’approvato piano di rientro del deficit insieme ad una programmazione aziendalebasatasulrealefabbisogno dei singoli territori. Inoltre il segretario della Cisl medici sottolinea l’importanza di dotarsi di «un management aziendale capace, per realizzare un processo di razionalizzazione della spesa e programmare una offerta sanitaria esaustiva, mettendo gli opera-

IN BREVE

Marino: «Ricostituire quel clima di fiducia Morelli: «Via il ticket per i tra medico e utente e malati delle Forze armate» garantire un sistema REGGIO CALABRIA - Il consisanitario regionale gliere regionale di An-Pdl, Franco Morelli, ha depositato una interroche consenta di gazione urgente al presidente delGiunta regionale per sollecitare operare in serenità» lal’esenzione dal pagamento dei tictori sanitari nelle condizioni di poter esercitare il loro ruolo in unacondizionedinormalità».Per fare ciò, secondo Marino, è necessaria «una riorganizzazione organica e funzionale delle ASP e professionalità in grado di operare sul campo e non commissioni parlamentarigiustizialistecheconosconolanostrarealtàregionale solo per sentito dire». Marino conclude auspicando l’apertura di un confronto con le parti attivamente coinvolte, al fine di ricostituire «quel clima di fiducia tra il medico e il cittadino-utente e un sistema sanitario regionale che ci consenta di operare bene e nella più totale serenità, riducendo quel grande dispendio di risorse destinate alle regioni del nord che vedono i loro bilanci arricchirsi per la migrazione salutare proveniente dal sud e in particolare dalla nostra Calabria».

ket sanitari da parte degli appartenenti alle Forze armate e di tutti i corpi di polizia, affetti da patologie contratte in attività di servizio. «Molti di loro - afferma Morelli -, affetti da patologie invalidanti di carattere permanente, sono costretti a ricorrere spesso a farmaci lenitivi del dolore a scopo terapeutico. Mentre fino all’8 maggio scorso, - aggiunge il consigliere - i militari e gli appartenenti ai Corpi di polizia erano stati esentati dal pagamento del ticket sanitario, successivamente la Giunta regionale ne ha ristabilito l’obbligatorietà per proseguire le cure mediche». Secondo Morelli tutto ciò denota «una scarsa attenzione nei confronti di queste categorie, frutto di una malsana gestione della sanità regionale che scarica gli oneri su tutta la società calabrese e su quellecategorielavorative,comele Forze armate, impegnate quotidianamente a garantire la sicurezza e la libertà di tutti».

La cultura del ricordo Accettazione telefono

In occasione dell’ anniversario della morte della Signora CATERINA BORGESE Sarà celebrata una Messa in suffragio della sua anima benedetta sabato 19 dicembre alle ore 16,45 nella Chiesa San Domenico in Lamezia Terme. E’ venuto a mancare all’affetto dei suoi cari il Signor ANTONIO TORCASIO Le esequie si svolgeranno sabato 19 dicembre alle ore 14.30 nella Chiesa San Michele Arcangelo di Platania. In occasione dell’Anniversario della morte del Signor ANTONIO BRANDO si svolgerà una Santa Messa in suffragio giorno sabato 19 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa della Natività della B.V.M. località Bella Lamezia Terme. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONIO CITTADINO sarà celebrata una messa in suffragio sabato 19 dicembre alle ore 16,00 nella Chiesa Nuova di Mater domini a Catanzaro. In occasione dell’Anniversario della morte della Signora ANNA FIORENTINO una messa in suffragio sarà celebrata domenica 20 dicembre alle ore 12.00 nella Chiesa di San Giovanni a Catanzaro. E’ improvvisamente venuta a mancare la Signora IMMACOLATA MINIACI Le esequie si svolgeranno sabato 19 dicembre alle ore 15.00 nella Chiesa Madonna di Pompei a Sant’Antonio, Catanzaro.

0961 996.802

In occasione del primo anniversario della morte del Signor LUIGI CICIARELLO sarà celebrata una santa messa in suffragio lunedì 21 dicembre alle ore 17.30 nel Duomo di Catanzaro.

ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00

In occasione del primo anniversario della morte del Signor ARISTIDE FARAGO’ sarà celebrata una santa messa in suffragio lunedì 21 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa del Conventino di Sant’Antonio a San Lonardo, Catanzaro.

NECROLOGIE-PARTECIPAZIONI-TRIGESIMI-ANNIVERSARI

In occasione del trigesimo della morte del Signor FEDERICO CAMPAGNA sarà celebrata una santa messa in suffragio lunedì 21 dicembre alle ore 16.30 nella Chiesa di San Giuseppe a Pianocasa, Catanzaro. In occasione dell’anniversario della morte del Signora LINA RIZZICA sarà celebrata una santa messa in suffragio lunedì 21 dicembre alle ore 17.30 nella Chiesa di Santa Croce a Pontepiccolo, Catanzaro. In occasione del trigesmo della morte del Signor GIOVANNI NUNNARI sarà celebrata una santa messa in suffragio martedì 22 dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa di San Pio X a Catanzaro. In occasione del trigesmo della morte del Signor GIOVANNI LONGO sarà celebrata una santa messa in suffragio mercoledì 23 dicembre alle ore 17.30 nella Chiesa di Santa Croce a Pontepiccolo, in Catanzaro.

La cultura del ricordo L’avvocato Mario Casalinuovo, presidente onorario della Camera penale "Alfredo Cantafora" di Catanzaro, partecipa con profondo dolore al lutto della famiglia per la scomparsa dell’ AVV. NINO GIMIGLIANO che fu penalista di grande prestigio, per lunghi anni presidente dell’Ordine professionale presso la Corte di appello, tra i fondatori della Camera penale provinciale, scrittore e poeta, mio Amico fraterno di una vita. Catanzaro, 14 dicembre 2009

Sarà celebrata una Messa in suffragio martedì 15 dicembre alle ore 17,30 nella chiesa S. Croce rione Pontepiccolo a Catanzaro In occasione del trigesimo della morte della Signora VITTORIA TRIPODI Sarà celebrata una Messa in suffragio martedì 15 dicembre alle 17,30 nella chiesa S.S. Salvatore rione de Filippis (Catanzaro). In occasione del trigesimo della morte del Signor PASQUALE GIAMPA’


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 19

TRIBUTI E WELFARE

Il Comitato di Basilea presenta un documento con cinque proposte per evitare una nuova crisi

Riforma di Basilea 2: dal 2012 regole più stringenti per gli istituti bancari di Gaia Mutone ROMA — Il Comitato di Basilea, che riunisce le autorità di vigilanza dei maggiori paesi, ha presentato un documento articolato in cinque punti nel quale elenca nuove proposte volte a rafforzare maggiormente il sistema bancario internazionale. Come suggerito dal G-20 e dal Financial Stability Board, l’obiettivo delle nuove regole è rendere il sistema più solido affinché possa resistere ad una crisi finanziaria come quella

passata. Nei primi mesi del 2010 si procederà allo studio dell’impatto di quanto proposto dal Comitato sul capitale delle banche e solo successivamante si avvierà la discussione sulla bontà e sulle modalità di applicazione dei singoli punti. Si tratta dunque del «punto di partenza per ulteriori elaborazioni e non vanno interpretate come previsione del risultato finale». Anche i tempi di applicazione della riforma riflettono estrema cautela: è previsto che la nuova Basilea 2 verrà attuata a partire dal 2012 dopo una

gradualeintroduzionedellemisure «su un periodo sufficientemente lungo per assicurare una transizione senza scosse». Il primo punto del documento è l’innalzamento della qualità del patrimonio di vigilanza delle banche per permettere un migliore assorbimento delle perdite: verranno tutelate maggiormente le azuini ordinarie e gli utili reinvestiti, mentre saranno progressivamente eliminati dalla composizione del patrimonio delle banche i titoli ibridi (fino ad ora fino al 15% del patrimonio). Il Comitato ha inoltre

proposto una maggiore copertura dei rischi complessivi assunti dalle banche soprattutto nella trattazione dei derivati incentivando gli scambi presso controparti centralizzate. Il terzo punto è il contenimento della leva finanziaria che richiede alle banche capitale in percentuale fissa rispetto al totale dell’attivo. Lo scopo è limitare l’indebitamento degli istituti bancari vincolandolo alla disponibilità di un’adeguata base patrimoniale; questo vincolo dovrebbe operare nella fase di elevata espansione economica e limita-

re le conseguenze di eventuali errori nella misurazione dei rischi attraverso le regole di Basilea 2. A questo si oppongono banche svedesi e tedesche. Il Comitato propone inoltre di ridurre la "prociclicità" della regolamentazione prudenziale mediante l’obbligo per le banche di accantonare durante le fasi espansive del ciclo economico risorse da impiegare durante i periodi di crisi secondo metodologie di calcolo basate sulla stima delle perdite attese nell’arco dell’intero ciclo economico. Il quinto punto, contenuto in un documento addizionale, riguarda il rafforzamento dei presidi di rischio. In particolare le banche dovranno rispettare due indicatori: il primo per garantire che l’ammontare di risorse altamente liquide sia pari almeno ai fabbisogni di liquidità derivanti da mercati molto instabili per un periodo di almeno 30 giorni; il secondo che copra attività con scadenza superiore ad un anno.


AsteInfoappalti

20 Sabato 19 Dicembre 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. Luigi Cavallo nella procedura esecutiva N° 88/01 R.G.E. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n. 1 Appartamento in Belcastro, Via D'Orso n. 8 (F. 11, P.lla 41, Sub 3) Euro 18.290,81. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria. L'udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. é fissata in data 3 Febbraio 2010. Nella medesima data é fissata l'udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché un Assegno circolare "Non trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. N° 88/01 R.G.E." di un importo pari al 30% del prezzo base o del prezzo offerto (di cui 10% a titolo di deposito cauzionale ed il 20% quale presumibile importo occorrente per le spese di trasferimento. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. In caso di gara trà più offerenti, l'aumento minimo é fissato euro 500,00. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto dedotta la già versata cauzione - entro il termine di giorni 60 dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto. Si dispone altresì che l'ordinanza venga pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 28.10.2009 L'OPERATORE GIUDIZIARIO Ficchì Miryam °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva n. 52/99 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa M.C. Andricciola, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita formulata all'udienza del 15 aprile 2009 dal creditore procedente, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1: "Fabbricato in Catanzaro, Via Scesa Agricoltori, 2, quattro piani, sup. coperta mq. 117,25, oltre mq 34,50 di terrazzo e mq 6,30 di balcone. L'immobile ha un'altezza inferiore ai limiti stabiliti dalla normativa sanitaria", in Catasto al fg.48, part.1466, sub. 1101 prezzo base: euro 78.925,15 fissa per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 2 febbraio 2010 ore 12.00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad euro1000,00, l'udienza del 3 febbraio 2010 ore 9.30; dispone che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro Procedura n.52/99" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in Cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e mediante pubblicazione sul quotidiano "Il Domani". Manda alla Cancelleria di provvedere all'avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c.. Dispone che nella pubblicità sia omessa l'indicazione del debitore. Catanzaro, 28 ottobre 2009. Il Cancelliere Il Giudice °°°°°°°°°° Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 127/07 R.G. Espr. Il Giudice dell’esecuzione. Dott. Giuseppe Cava, con provvedimenti 20.4.2009, 14.7.2009 e 5.11.2009 ha disposto per l’udienza del 10.2.2010, ore 9.30, la vendita con incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico “unità immobiliare ad uso commerciale con corte in Chiaravalle c.le in catasto al fg. 32 part.1056 sub 13 e part. 1055 al prezzo base di euro 113.000,00; Per la presentazione delle offerte è fissato il termine del 9.2.2010 ore 12,00. Dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro Procedura n. 127/07” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto,da imputare a cauzione;

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere Comunica che il Giudice dell’esecuzione,esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n.63/92 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico: terreno con sovrastante fabbricato in Chiaravalle Centrale, località Melone (Fol. 3,P.lla 137 e 138,nonchè P.lla 182 sub 2 e 3) PREZZO BASE D’ASTA euro 17.442,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 17 febbraio 2010 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo,fotocopia del documento di identità, nonchè assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc.n.63/92 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti,l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto in Cancelleria,dedotta la già versata cauzione,entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. °°°°°°°°° Il Giudice dell’esecuzione,esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n.190/91 Dispone Procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico quota pari a º di fabbricato sito in Santa Caterina dello Ionio,composto da quattro locali al piano terra,sup. mq 210,50; appartamento al primo piano di mq 200 e appartamento al secondo piano di mq 74,45 in catasto al fol.21,P.lla 647 sub 1,2,3,4,5 PREZZO BASE D’ASTA euro 7.383,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 17 febbraio 2010 ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo,fotocopia del documento di identità,nonchè assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc.n.190/91 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti,l’aumento minimo è fissato in euro 500,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto in Cancelleria,dedotta la già versata cauzione,entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME ESEC. IMM. N. 16/06 R.G.E. Immobili siti Comune di Lamezia Terme: A91318 - Lotto 1 - V.le I Maggio, II Traversa. Quota di 1/2 della piena porp. di vano magazzino al p. seminterrato. Prezzo base: euro 11.497,50. A91319 - Lotto 2 - C.da Scinà, Via Solferino. Vano magazzino al p. seminterrato di mq. 79. Prezzo base: euro 32.062,50. A91320 - Lotto 3 - C.da Scinà, Via Solferino. Vano magazzino al p. seminterrato di mq. 188. Prezzo base: euro 52.312,50. A91321 - Lotto 4 - C.da Scinà, Via Solferino. Appartamento al p. 1° di vani cat. 8. Prezzo base: euro 118.624,50. A91322 - Lotto 5 - C.da Scinà, Via Solferino. Appartamento in corso di costruzione al p. 2°. Prezzo base: euro 30.937,50. A91323 - Lotto 6 - C.da Scinà, Via Solferino. Appartamento in corso di costruzione al p. 2°. Prezzo base euro 61.661,25. A91324 - Lotto 7 - C.da Scinà, Via Solferino. Appartamenti in corso di costruzione ai p. 3° e 4°. Prezzo base euro 124.987,50. A91326 - Lotto 9 - Via Crocefisso, 7. Quota di 1/2 della piena prop. di appartamento al p. 2°, composto da 2 stanze, cucinino, bagno e disimpegno. Prezzo base euro 14.177,81. A91327 - Lotto 10 - Loc. San Nicola. Quota di 1/2 della piena prop. di appezzamento di terreno agricolo di mq. 9.430. Prezzo base euro

A CURA DELLA

MEDIATAG

9.203,62. A91328 - Lotto 11 - Loc. San Nicola. Quota di 1/2 della piena prop. di appezzamento di terreno agricolo, di mq. 7.990. Prezzo base euro 14.606,44. Vendita con incanto: 03/02/2010 ore d'ufficio (10,0012,00) dinanzi al G.E. A. Brancaccio c/o Tribunale di Lamezia Terme, P.zza della Repubblica; deposito domande entro le ore 13,00 del 02/02/2010 c/o Cancelleria Esecuzioni Immobiliari, unitamente a cauzione pari al 10% del prezzo base, con assegno circolare N.T., intestato a Poste Italiane S.p.A. Maggiori info in Cancelleria e su www.astegiudiziarie.it. TRIBUNALE DI LOCRI SEZIONE CIVILE - ESECUZIONI R.Es.Imm: 26/1997 Il Giudice dell'Esecuzione, ...OMISSIS... DISPONE procedersi alla vendita dei seguenti immobili: DESCRIZIONE LOTTO 1 "quota di 1/2 del diritto di proprietà su di un terreno con sovrastante fabbricato sito in c.da Capozza n. 37 del Comune di Locri riportato in Catasto terreni al foglio di mappa n. 33, p.lla n. 111, qualità ente urbano, superficie mq 430,00, con sovrastante fabbricato riportato in Catasto Fabbricati al foglio di mappa n. 33 p.lla 111, Categoria A/3, Classe 3, Consistenza 3,5 vani, Rendita euro 189,90" Prezzo base d'asta: euro 12.462,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo LOTTO 2 "diritto di enfiteusi su di un terreno con sovrastante fabbricato sito in c.da Capozza n. 34 del Comune di Locri riportato in Catasto Terreni al foglio di mappa n. 33, particella n. 177, Qualità Ente Urbano, superficie mq 450,00, e sovrastante fabbricato riportato in Catasto fabbricati al foglio di mappa n. 33, p.articella n. 111, sub 3, Categoria A/3, Classe 2, Consistenza vani 6, Rendita euro 278,89, e sub 4, Categoria lastrico solare" Prezzo base d'asta: euro 47.000,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo LOTTO 3 "diritto di enfiteusi su di un terreno sito in c.da Capozza del Comune di Locri, riportato in Catasto Terreni al foglio di mappa n. 33, particella n. 160, Qualità Uliveto, Classe 1, Superficie mq 1.500,00, partita 3219, Reddito Dominicale euro 12,78, Reddito Agrario euro 5,04" Prezzo base d'asta: euro 18.000,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) l'immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo e non a misura, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'arch. V. de Nittis) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica e strutturale del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, é ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, cpc); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc'anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l'indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita Iva; H) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta é prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l'offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se é inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l'offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'in-

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

canto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,oo e ss., per assistere all'esame delle offerte; 9) l'udienza di vendita é fissata per il giorno 2.7.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,oo e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno i gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; 11) in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg.60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria -nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc- e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'articolo 568 cpc; C) il sito Internet sul quale é pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Locri (invitando all'uopo il creditore ad allegare copia di n.1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all'incanto, e cioé per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'articolo 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 1.10.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10 % del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale, e nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita Iva; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione é immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione é restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte é trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in


AsteInfoappalti

21 Sabato 19 Dicembre 2009 Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art.584 c.p.c) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in cancelleria con le forme di cui di cui all'articolo 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatane la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo é trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita) FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi. …Omissis… Locri, 12.1.2009 FIRMATO IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE DOTT. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell'Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 60/97 promossa da BANCA POPOLARE DI POLISTENA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO - Terreni siti nel Comune di Stilo, loc. San Nicola Scale, riportati nel N.C.T. alla partita 4017, foglio di mappa 32, particella 173 di are 00.84.30, seminativo arborato, classe 4^, r.d. £.33.720, r.a. £.42.150; - particella 174 di are 00.74.20, agrumeto; - particella 175 di are 00.03.30, agrumeto, classe 2^, r.d. £.3.135, r.a. £.1.815; - particella 176 di are 00.55.80, incolto produttivo, classe U, r.d. £.1.116, r.a. £.558; - particella 177 di are 01.78.00, uliveto, classe 3^, r.d. £.178.000, r.a. £.106.800; particella 178 di are 05.99.00, pascolo arborato, classe 3^, r.d. £.53.910, r.a. £.11.980; - particella 179 di are 00.00.96, fabbricato rurale; - particella 180 di are 00.00.60, fabbricato rurale; - particella 181 di are 00.02.70, seminativo, classe 3^, r.d. £.2.565, r.a. £.2.295; - particella 182 di are 00.00.84, fabbricato rurale; - particella 183 di are 00.03.60 nella quale si trova una vasca di raccolta di acqua sorgiva, seminativo, classe 3^, r.d. £.3.420, r.a. £.3.060; - particella 184 di are 01.06.70, seminativo arborato, classe 2^, r.d. £.106.700, r.a. £.48.015; - particella 250 di are 00.10.00, seminativo irriguo arborato, classe 2^, r.d. £.11.000, r.a. £.5.000; - particella 251 di are 00.66.20, agrumeto, classe 2^, r.d. £.483.260, r.a. £.139.020, in ditta ... Prezzo base del lotto euro 91.710,35 Deposito per cauzione euro 9.171,04 Deposito per spese euro 13.756,55 2° LOTTO - Terreni siti nel Comune di Bivongi, loc. Ventimona o Garretta, riportati nel N.C.T. alla partita 285, foglio di mappa 23, particella 302 di are 00.00.28; - particella 328 di are 00.16.20, classe 1^, pascolo arborato, r.d. £.4.050, r.a. £.1.620; particella 329 di are 00.17.40, seminativo, classe

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

2^, r.d. £.6.090, r.a. £.5.200; - particella 344 di are 00.33.90, pascolo arborato, classe 1^, r.d. £.8.475, r.a. £.3.390; particella 345 di are 00.33.90, pascolo arborato, classe 2^, r.d. £.5.054, r.a. £.1.805; in ditta ... Prezzo base del lotto euro 15.167,82 Deposito per cauzione euro 1.516,78 Deposito per spese euro 2.275,17 3° LOTTO - Terreni siti nel Comune di Bivongi, loc. Maiodera, riportati nel N.C.T. alla partita 2209, foglio di mappa 22, particella 66 di are 00.24.50, uliveto, classe 2^, r.d. £.26.950, r.a. £.14.700; particella 67 di are 00.08.60, classe 2^, bosco ceduo, r.d. £.1.720, r.a. £.516, in ditta ...; partita 2139 foglio di mappa 22, particella 143 di are 00.04.40, incolto sterile; - particella 144 di are 00.11.00, uliveto, classe 3^, r.d. £.9.350, r.a. £.6.050; - particella 145 di are 00.04.50, bosco ceduo, classe 2^, r.d. £.900, r.a. £.270; in ditta ... Prezzo base del lotto euro 410,58 Deposito per cauzione euro 41,06 Deposito per spese euro 61,59 4° LOTTO - Terreni siti nel Comune di Bivongi, loc. Argalia, riportati nel N.C.T. alla partita 2139, foglio di mappa 28, particella 175 di are 00.10.60, uliveto, classe 1^, r.d. £.14.840, r.a. £.6.890. Prezzo base del lotto euro 1.368,61 Deposito per cauzione euro 136,86 Deposito per spese euro 205,29 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all'udienza del 04/02/2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ------ alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria , unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: euro 4.389,88 per il 1° lotto; euro 748,86 per il 2°; euro 20,66 per il 3°; euro 67,14 per il 4°. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 04/02/2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 17.12.2009 Esatte: euro 14,62 per bollo - euro 7,10 per diritti. Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell'Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 107/95 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SPA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO Magazzino sito al piano terra di un fabbricato sito nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica, alla Via Togliatti, riportato nel NCEU alla partita 1850, foglio di mappa 17, particella 751, sub 3, di mq. 71 cat.C/2, classe 2^, r.£.284.000 in ditta ... Prezzo base del lotto: euro 30.987,41 Deposito per cauzione: euro 3.098,74 Deposito per spese: euro 4.648,11 2° LOTTO Magazzino sito al piano terra di un fabbricato sito nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica, alla Via Togliatti, riportato nel NCEU alla partita 1850, foglio di mappa 17, particella 751, sub 4, di mq. 71 cat.C/2, classe 2^, r.£.188.000 in ditta ... Prezzo base del lotto: euro 20.658,28 Deposito per cauzione: euro 2.065,83 Deposito per spese: euro 3.098,74 3° LOTTO Unità immobiliare per civile abitazione sita

A CURA DELLA

MEDIATAG

al secondo piano di un fabbricato sito nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica, alla Via Togliatti, riportato nel NCEU alla partita 1850, foglio di mappa 17, particella 751, sub 6, di mq. 141, in ditta . . . Prezzo base del lotto: euro 65.590,03 Deposito per cauzione: euro 6.559,00 Deposito per spese: euro 9.859,16 L'incanto avverrà, con il prezzo da ridurre di 1/5+1/5, all'udienza del 04.02.2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data -------- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria , unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: euro 1.549,37 per il 1° lotto; euro 1.032,91 per il 2° ; euro 3.098,74 per il 3°. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 04.02.2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 17.12.2009 Esatte: euro 14,62 per bollo - euro 7,10 per diritti. Il Cancelliere TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’Esecuzione Immobiliare Pronunciando sull’istanza di vendita dei beni pignorati; ritenuto che sussistono le condizioni di legge per l’accoglimento dell’istanza di vendita all’incanto dei beni oggetto di pignoramento: visti gli artt. 576 e segg. c.p.c.; ha pronunciato la seguente Ordinanza di vendita immobiliare con incanto 123/95 Dei beni immobili di proprietà dei debitori, in regime di comunione legale cosi come di seguito descritti: “LOTTO N.01: Intero fabbricato in cemento armato ubicato nella frazione San Nicola de Legistis del Comune di Limbadi (VV) Via Provinciale, composto da due piani fuori terra, confinante con via Provinciale, proprietà Dinaro e proprietà Solano, con superficie di circa mq 725, foglio di mappa numero 15 N.C.E.U. del Comune di Limbadi particella n.809, subalterni 2,3,4 e 5 interamente accatastato. Detto fabbricato insiste su terreno di ha. 0.03.90, fondo rustico riportato al N.C.T. foglio 15, particella 602 (ex 327/b) nonchè su terreno di mq.256, distinto al N.C.T. al foglio 15, particella 603. Quota in vendita1000/1000. Valore complessivo Lire 490.000.000 (pari ad euro 253.063,88) “LOTTO N:02”: Piano terra del fabbricato sito in Frazione San Nicola de Legistis del Comune di Limbadi (VV) Via Provinciale, riportato al N.C.E.U. del Comune di Limbadi al foglio di mappa n.15, particella 809 Sub.2, superficie mq 176, confinante con Via Provinciale, proprietà Dinaro,proprietà Solano e subalterno 3. Quota in vendita 1000/1000. Valore complessivo Lire 140.800.000. (pari ad euro 72.717,13) “LOTTO N. 03”: Piano terra del fabbricato sito in fazione San Nicola de Legistis del Comune di Limbadi (VV) Via Provinciale, riportato al N.C.E.U. del Comune di Limbadi al foglio di mappa n.15, particella 809, subalterno 3, con una superficie di mq. 205, confinante con Via Provinciale, proprietà Dinaro, proprietà Solano, subalterno 2. Quota In vendita 1000/1000. Valore complessivo Lire 164.000.000. (pari ad euro 84.628,93) “LOTTO N.04” Appartamento posto al piano primo

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

del fabbricato sito in Frazione San Nicola de Legistis del comune di Limbadi, Via Provinciale, composto da cucina 4 camere, ripostiglio, corridoio e bagno; riportato al N.C.E.U: del Comune di Limbadi al foglio di mappa n.15, particella 809, subalterno 4, con superficie interna di mq.127 ed una superficie non residenziale di mq.10; confinante con Via Provinciale, proprietà Dinaro, proprietà Solano, subalterno 5. Quota in vendita 1000/1000. Valore complessivo Lire 103.200.000. (pari ad euro 53.298,35) “LOTTO N.05” Appartamento posto al piano primo, ancora al rustico, del fabbricato sito in Frazione San Nicola de Legistis del Comune di Limbadi,Via Provinciale, riportato al N.C.E.U. del Comune di Limbadi al foglio di mappa n.15, particella 809, subalterno 5 con una superficie di mq.205; confinante con Via Provinciale, proprietà Dinaro, proprietà Solano subalterno 4. Quota in vendita 1000/1000. Valore complessivo Lire 82.000.000.(pari ad euro 42.349,47) La vendita avrà luogo all’incanto, in unico lotto o in più lotti, il giorno 16 febbraio 2010, ore 09.30, davanti al G.E. dell’intestata procedura in una sala delle pubbliche udienze del Tribunale di Vibo Valentia; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui appartengono al debitore e sulla base dei dati emergenti dai certificati catastali ed ipotecari e dalla relazione di stima dell’esperto Geom. Guido D’amico depositata il 07 Aprile 2000, consultabile in Cancelleria. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: 1) Il bene sarà sottoposto all’incanto in uno o più lotti. 2) Il prezzo base è di Lire 490.000.000 (pari ad euro 253.063,88) per il lotto n.01;Lire 140.800.000 (pari ad euro 72.717,13) per il lotto n.02; Lire 164.000.000 (pari ad euro 84.698,93)per il lotto n.03;Lire103.200.000 (pari ad euro 53.298,35) per il lotto n.04; lire 82.000.000 (pari ad euro 42.349,47) per il lotto n.05; come da stima del C.T.U Geom. Guido D’amico depositata il 07 Aprile 2000. 3) Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Lire 1.500.000 (pari ad euro 774,69) (non oltre Lire 5.000.000).(pari ad euro 2.582,28) 4) L’ammissione all’incanto è subordinata al deposito sul libretto intestato alla procedura delle seguenti somme: - 10% del prezzo minimo a titolo di cauzione, - 12% del prezzo minimo quale somma corrispondente all’ammontare approssimativo delle spese della procedura. 5) Ogni offerente dovrà prestare cauzione in danaro o in titoli del debito pubblico della somma suindicata oltre IVA entro il giorno precedente l’incanto mediante deposito di essa nella Cancelleria su apposito libretto giudiziario assoggettato a vincolo di indisponibilità salvo diverso ordine del G.E. 6) L’aggiudicatario entro il termine di giorni 30 (trenta) dall’aggiudicazione dovrà depositare il prezzo dedotta la cauzione già prestata, in un libretto di deposito giudiziario vincolato al giudice dell’esecuzione. 7) Le spese delle formalità per la cancellazione della trascrizione dei pignoramenti immobiliari e delle iscrizioni ipotecarie nonchè delle volture catastali saranno a carico dell’aggiudicatario. 8) L’offerente ove coniugato dovrà produrre un estratto dell’Ufficiale dello stato civile del Comune presso il quale fu registrato il matrimonio relativamente al regime patrimoniale della famiglia. 9) Gli eventuali oneri ex lege 47/85 e successive modifiche ed integrazioni saranno a carico dell’aggiudicatario. Qualora il bene aggiudicato sia un appezzamento di terreno avente superficie inferiore a 10.000 mq, troverà applicazione l’art.18 della legge n.47/85 con la conseguente possibilità di acquisizione dell’area al patrimonio disponibile del Comune, qualora il Sindaco accerti la effettuazione della lottizzazione a scopo edificatorio senza la prescritta autorizzazione . 10) Per i lotti costituiti da terreni l’emissione del decreto di trasferimento è subordinata all’acquisizione del certificato di destinazione urbanistica aggiornato a cura dei creditori interessati o dallo stesso aggiudicatario.


22

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE

Draghi: nuove difese per la tutela lavoratori Il Governatore della Banca d’Italia lancia anche un appello: programmare sulla base di dati veri non di sondaggi

di Luana Rocca PADOVA - Il Governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, parlando durante il conferimento della laurea honoris causa all’Università di Padova ha ritenuto che si necessita una revisione del nostro sistema di ammortizzatori sociali con benefici

1,2

milioni di lavoratori dipendenti senza copertura in caso di interruzione del rapporto di lavoro per l’efficienza produttiva, la tutela dei lavoratori e l’equità sociale. Per il Governatore tale revisione è «oggi il prerequisito per un’estensione della flessibilità del mercato del lavoro a tutti i suoi comparti».

Però ci tiene a precisare che sugli ammortizzatori sociali «il governo ha fatto moltissimo». In particolare «il sistema italiano di ammortizzatori sociali è notoriamente frammentato. Nei suoi tratti di fondo, si basa su uno schema assicurativo generale con un grado modesto di copertura, l’indennità di disoccupazione ordinaria e su uno schema settoriale, la Cassa integrazione guadagni, essenzialmente limitata ai comparti industrili a cui si aggiungono anche altre misure come l’indennità di disoccupazione a requisiti ridotti». «Ne consegue una copertura assicurativa estrenamente eterogena per settore, per dimensione di impresa e per contratto lavorativo». Il Governo ha cercato di froteggiare a questasituazioneoperandosugli strumenti esistenti, estendendone contemporaneamete la copertura e ammettendo deroghe ai criteri di accesso e durata. La valutazione sull’adeguatezza della struttura degli ammortizzatori sociali, necessaria per comprendere le ripercussioni della crisi occupazionale sulla domanda adeguata e sul capitale umano, si scontra con la mancanza di informazioni sul suo grado di copertura effettivo. La Banca ha provato e riempire questo vuoto informa-

spesa per debiti superiore al 30 per cento del reddito disponibile, risulta limitata, pari al 2 per cento, e interessa una famiglia indebitata su dieci». Per Draghi è fondamentale la statistica indipendente per le decisioni di politica economica: « rivelando che la realtà scuote le persone dall’ignoranza, comoda per giustificare l’inerzia dei loro comportamenti, tivo, facendo ricorso ai dati raccolti all’Istat e dall’Inps, stimando che circa 1,2 milioni di lavoratori dipendenti non avrebbero copertura in caso di interruzione del rapporto di lavoro, a cui si affiancano 450mila lavoratori parasubordinati che non godono di alcun sussidio o che non hanno i requisiti per accedere ai benifici introdotti dai provvedimenti del Governo. Nel corso del suo intervento il Governatore ha parlato anche della fragilità finanziaria dellefamiglieitalianedefinendola «bassa» perché ne è interessata solo una famiglia su dieci. «La crisi finanziaria ha concentrato l’at-

tenzione sulla capacità delle famiglie di sostenere gli oneri di un debito rapidamente crescente, sebbene ancora su livelli nettamente inferioria quelli registratinegli altripaesiavanzati.Ricercherecenti condotte nella Banca hanno utilizzato le informazioni dell’indagine relative ai patrimoni, ai debiti e ai redditi per analizzarne l’andamento in rapporto alle caratteristiche delle famiglie nel periodo dal 1991 al 2006. L’analisi confermanelcomplessounacondizione di bassa vulnerabilità finanziaria delle famiglie italiane. La «fragilità finanziaria», definita come la percentuale di famiglie con una

Il governatore fa il punto sulle prospettive della nostra crescita con gli studenti

La ripresa debitrice del sostegno pubblico Gli ultimi dati Istat sulla industria italiana dicono che a ottobre la produzione è scesa dell’1,6% su settembre e del 18,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente di Cab

PADOVA - Il Pil acquisito per il prossimo anno, sulla base della crescita registrata finora dall’economia italiana, è di +0,4%. Lo ha dichiarato il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi. «Il recupero prosegue nel quarto trimestre a un ritmo più contenuto [rispetto al primo] e la crescita acquisita per il prossimo anno è dello 0,4%», ha detto in un incontro con gli studenti dell’Università di Padova. «La ripresa in Italia è largamente debitrice del sostegno pubblico», ha aggiunto spiegando agli studenti i fattori che caratterizzano la crescita italiana in questa fase. Il governatore ha osservato in primo luogo che nel terzo trimestre il Pil è salito dello 0,6%, interrompendo una sequenza di cinque cali consecutivi. In secondo luogo, «la ripresa è stata guidata da un recupero delle esportazioni, il primo dopo cinque trimestri di calo». In terzo luogo, «i consumi registrano un lieve incremento di

0,4%, grazie soprattutto al sostegno destinato all’acquisto di beni durevoli». Da ultimo «gli investimenti sono aumentati dello 0,3% dopo sei trimestri». Dopo aver ricevuto la laurea honoris causa in Scienze statistiche, il governatore ha risposto alle domande degli studenti. Tra i temi trattati: l’impatto delle misure anti-crisi, la fuga dei cervelli, la conoscenza quantitativa dei fenomeni, l’immigrazione. Gli ultimi dati Istat sull’industria italiana dicono che a ottobre, la produzione è scesa dell’1,6% ri-

spetto al mese precedente (dati destagionalizzati), dopo il +2,3% segnato a settembre. Nel confronto con ottobre dell’anno scorso, invece, i dati grezzi indicano un -18,4%. Per gli ordinativi c’è leggera crescita: a ottobre, sempre secondo l’Istat, gli ordini hanno segnato un aumento dello 0,3% su base mensile (dati destagionalizzati), dopo il +5,5% di settembre. Rispetto a ottobre dell’anno scorso, invece, c’è stato un calo del 17%.

0,4% la crescita già acquisita per il 2010 secondo il governatore

450

mila lavoratori parasubordinati che non godono di alcun sussidio prepara e informa il consenso politico necessario per l’azione conseguente a cui dà il sostegno essenziale per misurarne l’intensità e la precisione. Perciò la discussione della politicaeconomicadeveancorarsiainformazioniquantitative da tutti ritenute affidabili, più che a sondaggi spesso espressione di un’opinione pubblica largamente disinformata. Proprio per questo è fondamentale il ruolo della statistica ufficiale: la sua qualità soddisfa standard internazionali ed è sottoposta allo scrutinio oculato della comunità scientifica. La sua indipendenza è essenziale e va tutelata in ogni suo aspetto». Inoltre la conoscenza statistica deve fornire input informativi utili a formulare le domande rilevanti per fare progredire l’analisi e stimolare le risposte di politica economica in ambiti anche discosti dalla ricerca economica. Infine Draghiha anche parlato di immigrazione spiegando che non c’è evidenza statistica che alcune tipologie di reato siano collegate all’immigrazione: « Lo scorso anno, uno dei primi lavori econometrici su questo tema con il contributo di un ricercatore della Banca sulla base di dati amministrativi del Ministero della Giustizia e dell’Interno non ha trovato evidenza che tipologie di reato come i crimini contro il patrimonio, contro la persona e le violazioni della legge sugli stupefacenti siano da attribuire direttamente all’immigrazione».


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 23

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE

Il mondo dovrebbe ridurre le emissioni del 50% entro il 2050 sul 1990 dice l’ultima bozza negoziata

Obama: serve un accordo anche se imperfetto, il suo appello al vertice Carlo Bassi COPENAGHEN -«Il mondo accettiancheun’intesanonperfetta. L’America è pronta a prendersi le sue responsabilità in quanto leader. Non sareste qui se non foste convinti che il pericolo è reale. Il cambiamento climatico non è fantascienza, ma è scienza, è reale». Così esordisce il presidente Usa, Barack Obama davanti al plenum del vertice Onu: «Siamo qui non per parlare ma per agire». Obama non ha fatto nuovi annunci su impegni ulteriori degli Usa ma ha negoziato con gli altri leadertutto il giorno e passi avanti

sono stati fatti rispetto agli ultimi giorni. Nel giorno conclusivo del vertice sul clima, dopo una discussione durata per gran parte della notte a Copenaghen è stata realizzata una bozza d’intesa che prevede riduzioni del 50 per cento almeno entro il 2050: l’aumento della temperatura globale del pianeta dovrà essere tenuto entro i 2 gradi centigradi sui livelli pre-industriali e i Paesi poveri saranno finanziati con un fondo che raggiungerà i 100 miliardi di dollari l’anno entro il 2020 per adottare tecnologie «pulite» e affrontare le conseguenze dei cambiamenti

climatici.«Siamo d’accordo che sono necessari profondi tagli nelle emissioni globali...per ridurre del 50% le emissioni nel 2050 rispetto ai livelli del 1990», spiega la bozza. L’obiettivo è nuovo rispetto alla precedente bozza e aggiunge che l’innalzamento delle temperature mondiali dovrebbe essere limitato a due gradi centigradi rispetti ai tempi pre-industriali, con una revisione nel 2016 che potrebbe considerareun limite più ristrettoa 1,5 gradi.Tuttavia la resistenza della Cina e dell’India a un’intesa rimane forte e per questo c’è grande attesa per quanto sarà in grado di fare il pre-

Fisco, record sull’evasione fiscale Nel 2009 30 miliardi non dichiarati Roma -Record sull’evasione fiscale con oltre trenta miliardi di euro. A tanto ammontano i redditi non dichiarati nel 2009, secondo le cifre fornite dalla Guardia di Finanza nel tradizionale incontro di fine anno. Gli 007 del fisco hanno individuato oltre ottomila tra evasori totali (6.715) e paratotali scovando a fine novembre 2009 più di cinque miliardi di evasione. La gran parte, equivalente al 31% del totale, in Svizzera; il 16% in Lussemburgo e il 6% a San Gli 007 del fisco Marino. Il comandante delleFiammegialle,Cohanno scovato simo D’Arrigo, ha ana fine novembre 2009 nunciato che uno degli obiettivi primari nel oltre ottomila piano 2010 è appunto il contrasto all’evasione tra evasori totali internazionale con 50 e paratotali mila nuovi controlli effettuatiancheattraverso l’utilizzo del “redditometro”. Un altro dato record con il raddoppio delle confische rispetto al 2008 è nelle operazioni contro i patrimoni della mafia dove sono stati indagati in un anno più di 5.279 soggetti, tra persone e società, con il sequestro di beni per circa 2miliardi di euro. I redditi trasferiti illegalmente all’estero ammontano a 5,4 miliardi di euro. Le evasioni sono avvenute attraverso esterovestizioni della residenza di persone fisiche e

sidente degli Stati Uniti Barack Obama per superare le ultime difficoltà, se la cosa sarà possibile. La bozza, presentata dalla presidenza danese che ospita il summit, è stata già sottoposta all’esame degli esperti di clima di 26 Paesi diversi, i più influenti, e poi esaminata dagli oltre 100 capi di Stato e di governo che sono già arrivati o che stanno sbarcando a Copenaghen. Il testo messo a punto dagli «sherpa», gli esperti dei vari governi, e che ovviamente potrebbe ancora subire cambiamenti, allo stato non cita però obiettivi per i tagli delle emissioni dei Paesi industrializzati. Si è lavorato fino a notte fonda giovedì per limare il documento. «Abbiamo tentato di dare un ombrello politico all’accordo», ha detto il premier svedese, Fredrik Reinfeldt,che detienela presidenza di turno dell’Ue. «C’è stato un dialogo molto costruttivo», gil ha fatto eco il premier danese e presidente della conferenza Onu, Lars Loekke Rasmussen.La bozza, come detto, prevede un pac-

chetto di aiuti ai Paesi più vulnerabili, che parte da 10 miliardi di dollari all’anno tra il 2010 e il 2012, passa a 50 miliardi di dollari annualmente fino al 2015 e 100 miliardi entro il 2020; e propone una serie di meccanismi di raccolta del denaro. I tagli alle emissioni dovranno invece essere tali da non far superare l’aumento di due gradi Celsius (le piccole isole che rischiano di essere sommerse dall’innalzamento del livello dei mari causati dallo scioglimento dei ghiacci avevano chiesto un limite massimo di 1,5 gradi). Le prossime ore saranno decisive per le trattative sul nodo centrale, il taglio alle emissioni. I leader di

26 Paesi ricchi e in via di sviluppo si sono già incontrati nelle primissime ore del giorno per tentare di superare le profonde divisioni; e si incontreranno di nuovo.

Statali da gennaio nuovi orari per le visite fiscali società, triangolazioni con paesi off shore e omesse dichiarazioni di capitali. Per i reati fallimentari sono state denunciate 450 persone, di cui 26 tratte in arresto, con il sequestro di beni e disponibilità finanziarie per 45milioni. Inoltre 1.350 denunce per bancarotta, 98 arresti e sequestri di beni per 54milioni, il doppio rispetto all’anno precedente. Anche nel controllo del lavoro nero sono stati scoperti più di 11mila lavoratori irregolari con una buona percentuale di extracomunitari e più di 15mila lavoratori in nero. Proprio nell’immigrazione clandestina sono stati fermati dalla Guardia di Finanza più di 4mila cittadini extracomunitariprivi di permesso di soggiorno. L’ultimo dato di 85milioni di prodotti recanti marchi italiani contraffatti o pericolosi, sono stati sequestrati nell’ambito della lotta per la tutela del Made in Italy.

Cab ROMA - Da gennaio, entreranno in vigore le nuove fasce di reperibilità per malattia dei dipendenti pubblici. La visita fiscale potrà essere fatta, la mattina, dalle ore 9 alle ore 13 e, nel pomeriggio, dalle ore 15 alle ore 18. Toccherà, poi, al dottore inviare on line il certificato medico all’Inps, che lo girerà, sempre in via telematica, all’amministrazione di appartenenza del dipendente in malattia. L’annuncio è arrivato, da Palazzo Vidoni, direttamente dal ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Bru-

netta, che ha firmato, ieri mattina, il decreto interministeriale, che estende a sette ore la fascia di reperibilità in caso di visita di controllo. Si torna, quindi, nuovamente indietro sulle consistenza delle fasce di reperibilità,portate,quest’estate, a quattro ore, dopo che la legge 133 del 2008 le aveva estese a dieci ore giornaliere. Il provvedimento, che sarà pubblicato la prossima settimana nella Gazzetta Ufficiale, ha spiegato Brunetta si è reso necessarioperlapreoccupante «ripresa di comportamenti opportunistici» negli ultimi quattro mesi, che hanno visto crescere le assenze dal lavoro, in media, del 20 per cento circa.


24 Sabato 19 Dicembre 2009 il Domani

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

22.885,44 -0,87 22.472,43 -0,90 24.221,77 -0,60 23.568,32 -0,06 22.614,45 0,34 11.072,34 -0,26

METALLI

VAL. ACQUIST

VAL. VENDITA

Euro/Dollaro

1,4304

1,4306

ORO

Euro/Sterlina

0,8883

0,8887

ARGENTO

Euro/Yen

129,47

129,57

Euro/Franco Sv. 1,4928

1,4935

VAR. %

CHIUSURA

USD/on

EURO/gr

1114,85

25,02

17,43

0,393

PLATINO

1440,00

32,66

PALLADIO

375,00

8,69

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bouty Healthcare Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,834 1,416 7,32 4,0225 67,14 1,902 1,057 3,7575 0,2038 0,517 4,28 14,45 8,99 0,3035 2,29 0,486 84,12 3,0075 12,91 0,804 0,426 0,0401 0,628 99,15 1,52 5,955 17,59 8,505 9,965 15,63 16,03 9,165 87,50 2,54 8,345 7,415 2,985 0,731 5,15 11,25 43,02 1,935 1,93 54,48 51,30 1,847 2,93 118,40 0,592 1,204

-1,94 -1,39 -0,95 -1,59 +0,99 -0,26 +0,67 +3,80 -0,39 +0,00 -3,49 -1,30 +4,29 -2,41 -0,22 +0,10 -1,90 -1,39 -0,69 +4,28 -2,96 -1,72 +1,29 -0,55 -0,52 +0,59 -1,79 -1,16 -0,55 -0,89 -2,26 +0,94 +0,59 +4,31 +0,97 -0,34 +0,93 -7,70 -3,29 -0,97 -0,67 +4,03 -1,58 +0,44 +1,18 -1,23 +2,45 -0,02 -1,00 -3,45

16.30.43 17.30.24 17.30.18 16.30.38 17.30.25 16.30.10 16.30.08 17.30.36 16.30.08 16.59.45 17.18.19 16.30.20 12.46.40 16.30.17 17.02.30 16.30.28 17.30.10 17.30.47 17.30.21 16.30.52 16.30.35 16.20.26 16.22.12 11.53.22 17.24.58 17.30.41 17.30.27 17.30.42 17.30.59 16.30.35 17.08.44 17.30.17 15.57.54 16.30.19 17.30.00 17.30.22 16.30.38 17.30.56 17.30.41 17.14.56 17.21.16 16.30.32 16.30.18 17.15.56 17.30.36 17.30.18 17.30.23 11.40.30 17.18.30 17.30.13

0,831 1,413 7,30 4,00 66,12 1,902 1,025 3,56 0,202 0,505 4,2725 14,11 8,77 0,302 2,28 0,4855 84,12 2,9725 12,86 0,768 0,4205 0,04 0,615 99,15 1,494 5,91 17,53 8,475 9,955 15,63 16,00 9,055 86,30 2,45 8,21 7,28 2,96 0,725 5,15 11,25 43,02 1,84 1,93 54,42 50,07 1,84 2,93 118,39 0,592 1,204

10,21 3,87 4,87 6,82 0,66 4,15 4,275 10,25 0,487 0,6905 6,105 97,35 0,5745 1,46 0,4715 1,49 5,28 1,63 31,89 54,40

-1,45 +1,11 -2,55 -1,66 -1,34 +0,73 -0,58 +0,00 +3,84 +0,07 +0,33 +0,11 -1,71 -1,28 -2,58 -1,32 -1,03 +0,00 -0,87 -2,00

17.30.46 17.30.10 17.30.06 17.30.18 16.30.53 16.21.28 16.30.48 12.44.44 16.30.34 16.07.48 17.30.11 17.30.45 17.30.56 16.16.38 16.30.04 16.12.13 17.30.07 16.30.11 13.05.20 17.30.37

10,21 10,53 10,30 3,76 3,95 3,85 5,02 4,87 5,025 6,82 7,04 6,95 0,6555 0,6725 0,6725 3,99 4,2275 4,20 4,28 10,25 10,25 0,48 0,478 0,495 0,685 0,70 0,685 5,98 6,215 6,055 97,17 97,50 0,5745 0,5875 1,43 1,478 0,48 0,48 0,471 1,49 1,516 1,504 5,255 5,44 5,40 1,63 1,63 31,89 32,23 54,26 55,34 55,02

1,39 34,45 1,366 1,185 101,44 104,44 5,30 0,1925 5,625 1,17 10,85 7,155 5,185 2,74 1,03 2,4175 1,759 0,2995 7,225 0,334 90,60 2,235

-1,07 17.24.27 1,37 -0,40 16.30.43 34,15 -1,66 16.05.18 1,312 +0,00 -0,04 -0,29 -3,72 +1,64 -0,97 +2,36 -1,27 +0,56 -0,67 +1,48 -1,90 +0,00 +1,38 -1,15 -0,41 +2,77 +0,11 -1,21

16.30.07 16.28.10 16.27.57 17.30.16 16.30.57 17.30.50 17.30.23 17.30.54 17.30.08 17.13.00 17.22.16 16.30.20 13.25.42 16.30.58 16.30.01 17.30.01 16.30.14 14.40.28 16.30.18

1,185 101,18 104,16 5,30 0,1872 5,62 1,13 10,81 7,065 5,185 2,695 1,001 2,375 1,714 0,297 7,20 0,31 90,50 2,11

0,8565 0,84 1,464 1,431 7,40 7,40 4,085 4,085 68,49 68,49 1,96 1,929 1,059 1,03 3,7575 0,2042 0,2025 0,5185 4,445 14,57 8,99 0,315 2,315 0,49 0,4895 85,70 3,0875 3,06 13,14 13,07 0,82 0,768 0,44 0,437 0,0415 0,0407 0,63 99,82 99,82 1,535 6,03 5,98 18,01 17,96 8,695 8,64 10,09 10,08 16,07 15,98 16,37 9,20 9,055 87,50 86,30 2,55 8,37 7,44 3,01 3,01 0,785 0,77 5,355 5,34 11,51 43,76 1,969 1,84 2,02 2,00 54,84 51,30 1,875 1,875 2,93 118,40 0,605 1,25 1,253

1,446 34,49 1,387

34,30 1,383

1,19 101,45 104,44 5,53 5,53 0,1929 0,19 5,76 5,685 1,211 1,146 11,18 11,13 7,225 5,275 2,745 1,05 2,4175 2,3875 1,776 1,731 0,303 0,2995 7,335 7,29 0,334 90,69 2,26 2,26

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Credito Valtellinese Axobcv+W Crespi Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera

Ora

Min

Max

Apertura

23,79 2,05 0,775 4,73 3,245 2,38 0,518 0,1907 0,31 0,903 1,77 0,704 1,95 0,66 0,889 104,50 1,19 23,55 5,36 12,95 1,845 5,45 0,2144 0,2122 0,74 1,094 5,92 37,22 1,069 17,49 8,79 42,35 4,0875 3,30 1,21 51,00 10,18 24,70 2,3675 5,58 15,50 28,40 1,067 1,306 1,289 11,50 1,866 3,3275 4,0175 1,40 26,92 17,39 5,31 9,45 0,66 0,46 8,89 0,159 2,8975 0,3725

23,79 2,0025 0,75

23,47 2,00 0,77 4,62 3,20 2,38 0,514 0,1899 0,31 0,90 1,737 0,6805 1,92 0,6545 0,88 104,50 1,146 23,55 5,33 12,00 1,83 5,405 0,2075 0,2026 0,74 1,088 5,92 37,22 1,065 17,31 8,79 40,01 4,0525 3,265 1,20 50,06 10,17 24,50 2,26 5,385 15,41 28,35 1,047 1,293 1,244 11,34 1,855 3,32 3,995 1,357 26,85 17,00 5,185 9,40 0,66 0,46 8,815 0,1575 2,8275 0,369

-0,59 -2,32 -0,06 -2,33 +0,00 +0,63 -0,87 +1,06 -6,06 +3,03 -0,80 -2,99 +0,79 -0,23 +2,50 +0,16 -4,50 +0,00 +0,09 -7,34 +1,22 +0,28 -0,24 -4,34 +2,78 -0,37 -0,34 +1,86 +1,43 +0,06 +2,21 -5,41 -0,92 -1,36 +0,00 -2,21 +0,99 -0,85 -2,69 -0,28 +0,26 +1,25 -1,23 -0,08 -0,72 +0,09 -0,59 +1,53 -0,25 -2,23 +0,94 -0,82 -1,05 -0,48 +0,46 +2,91 +0,80 +0,13 -2,33 +1,10

17.30.13 16.00.08 16.30.20 17.30.00 17.30.17 17.30.29 15.57.58 16.08.19 16.30.55 16.30.51 17.30.55 16.30.46 17.30.23 16.30.00 16.30.08 16.07.09 16.30.51 14.03.13 17.30.05 17.19.30 16.30.09 17.30.37 17.30.14 16.30.25 13.24.59 17.30.17 17.30.02 16.07.53 17.30.13 16.30.30 16.30.08 16.24.40 17.30.56 16.30.14 17.30.21 17.30.40 15.54.40 17.30.29 17.30.10 17.12.10 17.30.52 17.06.13 17.30.57 17.24.10 17.30.56 17.30.24 17.30.42 14.26.42 17.30.54 16.30.41 17.30.58 17.30.09 17.30.33 17.30.31 16.30.04 16.30.13 17.30.08 16.15.32 17.30.40 16.09.27

23,20 2,00 0,74 4,60 3,1875 2,30 0,485 0,186 0,31 0,8755 1,732 0,6805 1,901 0,6495 0,8635 104,32 1,146 22,61 5,245 12,00 1,807 5,36 0,1732 0,2022 0,739 1,079 5,815 37,19 1,036 17,31 8,645 40,01 4,0325 3,2625 1,155 50,02 10,04 24,40 2,26 5,295 15,27 28,16 1,039 1,29 1,232 11,33 1,839 3,30 3,9775 1,355 26,57 17,00 5,17 9,34 0,655 0,445 8,70 0,155 2,8025 0,365

12,88 7,295 9,76 1,202 19,38 10,16 5,955 6,34 4,37 4,455 0,3925 0,2038 11,22 4,91 0,5765 10,31 7,37 2,5725 17,08 1,237 0,555 5,885 28,70 2,235 0,557 1,745 18,00 4,4525 2,635 2,18 3,35 6,24 4,58 4,45 1,556

-1,30 +0,00 -0,66 -0,50 -1,37 -2,49 -2,22 -1,63 -1,13 -1,00 +0,38 +0,94 -1,23 -0,71 -1,45 -2,74 -0,94 -4,01 +0,06 +1,15 -0,89 -1,09 +0,00 -0,22 -5,75 -2,95 -0,77 +2,18 -0,38 -2,68 -0,89 -2,42 +0,06 -3,57 -0,70

17.30.34 17.30.33 17.15.04 17.30.55 17.30.26 17.30.26 17.30.01 17.30.14 17.30.48 17.30.51 16.30.20 15.12.25 17.30.49 16.23.27 16.24.33 17.30.23 17.30.05 17.30.37 13.16.58 15.05.58 16.20.28 16.30.23 17.20.26 14.55.29 17.30.09 15.30.11 17.30.33 17.30.34 16.30.46 17.30.53 17.30.54 16.30.24 16.24.45 16.30.58 17.30.29

12,88 13,20 13,15 7,195 7,32 7,235 9,70 10,00 1,20 1,222 1,205 19,15 19,75 19,65 10,16 10,44 10,41 5,95 6,08 6,06 6,34 6,48 6,445 4,30 4,495 4,495 4,45 4,585 0,392 0,3925 0,199 0,2049 11,17 11,46 11,40 4,62 4,975 4,955 0,5765 0,59 0,59 10,31 10,64 10,57 7,37 7,495 7,425 2,5225 2,70 17,08 17,26 1,211 1,237 1,211 0,5535 0,563 0,561 5,83 5,95 5,95 28,70 29,49 2,16 2,24 0,55 0,5885 0,5885 1,62 1,745 1,62 17,93 18,30 18,15 4,3475 4,48 4,3475 2,635 2,70 2,70 2,1775 2,27 2,23 3,305 3,40 3,40 6,25 6,12 4,5775 4,805 4,415 4,535 4,535 1,531 1,577 1,577

3,1875 0,1879 0,8885 1,75 1,901 0,652 0,865

5,36 1,807 5,435 0,1752 0,2022 5,90 17,44 8,71 40,01 3,30 1,21 24,70 2,335

1,245

3,98 17,06 5,28 9,45 0,655 0,445 8,70 0,158 0,366

AZIONI

I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,98 12,56 1,578 1,02 1,99 0,818 2,4025 8,65 7,415

-1,31 -0,16 +1,15 +4,08 +1,53 -2,04 +4,12 +5,36 +0,00

16.23.33 17.30.41 17.30.57 17.02.06 16.30.57 16.30.31 17.30.29 17.30.25 17.30.00

0,98 0,9895 12,50 12,68 1,539 1,588 0,9695 1,02 1,95 2,0175 0,815 0,8415 2,3025 2,41 8,65 8,65 7,375 7,54

6,685 0,304 0,599 3,6425 3,0075 2,17 0,0668 1,568 1,281 3,2225

-4,50 +2,19 +0,00 -2,93 -1,15 -2,14 -0,89 +0,00 -1,16 -0,39

17.30.09 16.30.02 16.23.00 17.30.56 17.30.30 17.30.11 15.21.59 9.57.14 17.30.35 16.31.50

6,68 6,96 6,955 0,296 0,304 0,298 0,593 0,599 0,593 3,64 3,795 2,995 3,0625 3,03 2,17 2,23 2,2025 0,0667 0,068 0,0667 1,568 1,568 1,277 1,312 1,293 3,16 3,245 3,20

Sospensione 3,5175 9,355 4,905 30,10 21,31 1,946

-0,07 -1,47 -1,70 -1,50 -3,62 +0,26

16.43.57 17.30.49 17.30.18 17.30.33 17.30.28 16.17.13

3,4925 9,34 4,905 30,08 21,31 1,941

0,891 0,1482 8,56 2,175 0,457 0,839

+0,56 -0,60 -0,23 +1,75 +0,44 -2,38

17.12.04 16.30.42 17.30.26 16.30.21 16.30.21 16.10.48

0,885 0,899 0,148 0,1525 8,475 8,60 2,1375 2,1925 0,445 0,458 0,839 0,858

2,1875 3,39 13,21 17,51 73,99 2,39 0,1479 1,466

-1,02 -7,00 -1,20 -3,74 -3,00 +0,84 +3,21 +0,41

17.30.04 17.30.47 17.30.39 17.30.03 17.13.01 17.30.48 16.30.02 16.24.40

2,135 2,21 2,21 3,39 3,66 3,6225 13,15 13,45 13,32 17,49 18,20 18,20 72,69 76,19 76,12 2,37 2,44 2,385 0,1425 0,1497 0,144 1,459 1,482 1,46

5,875 3,4225 5,40 8,03 4,23 2,7375 0,613

-0,84 +0,66 -3,05 -1,23 -1,46 +1,67 +2,34

17.30.18 13.19.57 17.30.23 17.30.48 17.30.42 16.30.07 14.34.21

5,845 5,90 5,87 3,225 3,4225 3,3075 5,315 5,68 5,635 8,03 8,175 8,155 4,2275 4,3225 4,30 2,66 2,76 2,7375 0,589 0,613 0,613

1,928 2,09 5,315 3,74 1,611 2,975 0,169 7,36 0,44 0,1405 0,2745 1,30

+0,16 +1,09 -1,39 +2,89 +0,37 -1,08 -1,23 -0,41 +0,46 +1,08 +1,67 -0,84

17.30.40 16.46.40 16.45.41 16.30.20 16.30.20 17.30.15 16.30.29 17.30.48 16.24.45 16.30.09 13.34.06 15.51.29

1,902 1,955 1,937 2,06 2,09 5,315 5,315 3,6925 3,85 3,73 1,592 1,611 1,592 2,975 3,075 3,0275 0,1682 0,1773 0,1711 7,355 7,925 0,435 0,44 0,1397 0,1437 0,142 0,273 0,2745 1,28 1,30

5,30 2,72 2,91 5,45 8,69

+1,92 -0,37 +0,69 +0,00 -0,29

17.30.29 5,20 17.03.21 2,6525 17.30.11 2,865 16.30.31 5,335 17.19.11 8,69

1,96 0,832 2,315 7,42

It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mirato Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti

3,625 9,605 5,045 30,87 22,58 1,946

9,54 5,00 22,24 1,941 0,887 0,15 8,59 2,14 0,455

5,30 2,72 2,95 5,45 8,89

0,485

-3,19 16.30.28

0,48

0,504 0,4995

1,869 1,941 12,95 20,10 1,852 4,22 2,70 1,145 0,42 0,454 0,475 11,90 0,451 0,854

-0,85 +0,36 -0,15 -0,49 -2,93 +0,72 -0,73 -2,64 -2,33 -2,99 -3,26 +1,62 +0,00 +1,07

17.30.21 17.30.11 16.30.48 12.48.11 16.30.28 16.18.47 16.30.15 16.30.29 17.30.55 17.23.51 17.30.12 14.37.32 11.58.05 13.30.50

1,845 1,925 12,94 19,70 1,852 4,20 2,70 1,14 0,42 0,454 0,474 11,72 0,451 0,841

1,91 1,953 1,94 12,96 12,95 20,47 1,908 1,908 4,48 4,29 2,78 2,70 1,174 1,14 0,431 0,4285 0,468 0,491 11,95 0,454 0,854

0,9375 1,046 0,998 9,00 11,81 0,356

-1,37 +2,05 +1,84 +1,35 +1,55 -0,28

16.30.51 0,922 0,943 16.30.08 1,02 1,046 16.16.59 0,99 0,998 17.30.15 8,85 9,00 17.30.22 11,68 12,03 16.24.47 0,356 0,3695

1,042 11,72


il Domani Sabato 19 Dicembre 2009 25

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas

Prezzo ultimo contr. Var %

0,95 1,225 0,76 2,1475 2,49 5,185 35,70 0,2431 15,96 0,446 0,1027 0,394 1,24 65,59 0,345 16,60 0,48 6,02 5,14 0,5925 23,17 23,90 55,20 2,04 5,65 0,70 0,167 1,01 5,09 6,205 91,29 62,12 2,94 3,51

-4,52 -1,53 -1,30 -0,92 +4,08 -0,67 +0,85 -0,57 +0,31 -1,98 +3,95 -2,47 -0,80 -0,17 +6,48 -0,90 +0,00 -1,31 +1,08 -0,42 -0,39 -0,08 +2,76

Ora

15.53.40 17.30.50 17.16.21 17.30.01 16.30.50 17.30.18 17.07.14 17.30.31 17.30.10 15.31.47 16.30.25 16.30.14 16.01.48 15.51.38 16.21.37 17.13.39 16.30.43 17.30.54 17.30.37 16.30.30 17.30.34 17.30.19 17.01.56

Min

Max

Apertura

0,938 1,00 0,962 1,22 1,255 1,255 0,7555 0,768 2,1225 2,17 2,365 2,505 2,365 5,16 5,28 5,215 35,50 35,99 0,2415 0,2484 15,88 16,00 0,446 0,452 0,1009 0,107 0,101 0,391 0,4085 0,402 1,24 1,24 65,59 65,59 0,3215 0,345 0,335 16,60 16,75 0,4605 0,4845 0,4845 6,02 6,17 5,045 5,16 0,581 0,602 0,60 23,17 23,57 23,30 23,90 23,90 54,74 57,64

+0,37 17.30.34 2,0275 2,0575 2,0375 +0,53 -2,71 +3,21 -3,35 -0,39 -0,64 +0,00 +0,68 -1,09 -0,35

16.30.22 16.30.18 17.30.43 17.30.48 17.30.23 17.30.41 17.04.44 15.16.10 16.30.13 17.30.26

5,585 5,65 5,60 0,70 0,719 0,1613 0,1684 0,1627 1,01 1,01 5,025 5,185 5,025 6,165 6,255 6,18 91,00 91,29 62,04 62,32 2,93 3,01 2,97 3,5025 3,585 3,56

AZIONI

Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,1194

+2,05 16.30.46 0,1115

0,122

0,1185 46,42

+1,28 16.30.53 0,1153 0,1185 0,1166 -2,68 17.22.36 46,37 47,34

1,93 3,825 64,85 1,244 0,3275

-3,01 -2,36 +2,13 -0,40 -1,06

17.30.28 1,93 2,0425 16.30.37 3,80 3,89 14.07.51 63,60 65,00 16.30.13 1,216 1,25 16.21.03 0,32 0,333

6,04 1,27 14,00 0,105 1,059 0,1022 0,7545 19,16 14,03 2,925 1,62 0,1676 51,65 1,244 43,16 11,20

+0,92 +0,00 +0,00 +5,53 -2,31 +0,00 -2,83 -0,05 -0,85 +0,60 -0,61 +0,78 -0,31 -0,16 -0,41 +0,72

17.30.35 16.30.58 16.10.58 16.24.53 17.30.20 16.30.57 17.30.36 17.09.43 17.30.16 17.30.47 16.30.55 17.30.31 17.30.15 12.42.06 15.35.45 16.30.38

5,975 1,27 13,69 0,10 1,051 0,1003 0,75 19,16 14,03 2,92 1,58 0,1651 51,20 1,239 43,16 11,05

6,885 9,61 110,70 0,89 2,2725 2,88 22,31 0,89

-1,36 -2,93 +0,11 -0,34 +0,33 +1,05 -1,67 -1,98

17.14.13 17.30.15 17.30.18 17.30.53 17.30.00 16.08.42 16.51.45 17.30.24

6,885 7,10 9,595 9,925 9,87 110,41 110,70 0,89 0,925 0,90 2,2475 2,30 2,29 2,8025 2,88 2,87 22,30 22,40 0,889 0,91 0,9095

6,095 1,27 14,00 0,1085 1,093 0,1022 0,777 19,16 14,34 2,9475 1,645 0,1688 52,00 1,244 43,60 11,24

3,89 65,00 1,231 0,333 5,975 13,69 0,1035 1,088 0,1006 0,775 14,19 2,9225 1,63 0,1669 51,68 1,239 11,11

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Ora

Min

0,5765 4,48

-1,03 17.30.19 0,574 +4,07 16.30.25 4,205

1,37 4,4675 3,77

+1,11 16.30.34 +0,39 16.30.20 +2,45 17.23.50

20,45

1,37 4,40 3,65

+0,25 16.15.47 20,40

Max

Apertura

0,584 4,48

0,582

1,37 4,47 3,78 3,7275 20,55

0,06 0,0641 4,51 0,0473 0,084 0,1341

-1,64 -1,69 -2,17 -1,46 +6,33 -1,76

16.30.39 16.48.30 17.09.11 16.18.27 16.30.48 13.09.17

0,059 0,0623 0,0623 0,0638 0,065 4,51 4,62 0,0471 0,049 0,0479 0,0789 0,084 0,0789 0,1341 0,1419 0,1341

0,03 0,26 0,01 0,08 0,0298 0,0962

+0,00 -2,98 +0,00 -11,11 -9,42 -2,83

16.18.27 0,03 0,0302 17.24.05 0,245 0,268 0,268 14.29.11 0,01 0,01 0,01 12.46.24 0,08 0,08 0,08 16.30.38 0,0298 0,0316 17.30.16 0,0954 0,1005 0,0968

0,131 0,9425 0,215 0,103 0,0055 0,0049 0,048 4,75 0,1949 3,90 0,45 0,6295

+0,00 +0,27 -4,06 +3,00 -1,79 +0,00 -0,62 -1,25 -0,05 +1,04 +0,00 -1,25

16.30.58 16.58.11 13.57.25 16.30.36 15.42.22 17.20.52 17.30.34 17.30.53 16.24.13 17.30.54 16.30.46 15.50.11

0,131 0,93 0,215 0,0981 0,0055 0,0048 0,0474 4,75 0,193 3,855 0,4355 0,6125

0,135 0,95 0,932 0,215 0,1095 0,1095 0,0057 0,0056 0,0051 0,005 0,05 4,8625 4,82 0,1989 0,1989 3,94 0,459 0,45 0,64

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Az. Italia Cl. L Allianz Az. Italia Cl. T Allianz Azioni Italia All Stars Arca Azioni Italia Bim Az. Italia Bim Az. Small Cap Italia Bipiemme Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Az. Italia Carige Az. Italia Cl. A Carige Az. Italia Cl. B Carismi Dynamic Italia Cl. A Carismi Dynamic Italia Cl. B Ducato Geo Italia Cl. A Ducato Geo Italia Cl. Y Eurizon Azioni Italia 130/30 Eurizon Azioni Pmi Italia Eurizon Focus Azioni Italia Eurom. Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel Pmi Fondit. Eq. Italy Cl. R Fondit. Eq. Italy Cl. T Gestielle Italia Cl. A Gestielle Italia Cl. B Gestnord Azioni Italia Imi Italy Interf. Eq. Italy Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam Partners Az. Italia Optima Az. Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Az. Crescita Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia C.To Az. Italia Symphonia C.To Az. Italia Small Cap Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pramerica Azioni Italia Vegagest Az. Italia Cl. A Vegagest Az. Italia Cl. B Zenit Azionario Cl. I Zenit Azionario Cl. R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Bancoposta Az. Euro Bipiemme Euroland Caam Azioni Qeuro Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. A Ducato Geo Euro Blue Chips Cl. Y Epsilon Qeq. Eurizon Azioni Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Azioni Euro Fondo Alto Az. Intra Az. Area Euro Leonardo Euro Symphonia C.To Az. Euro Ubi Pramerica Azionario Etico Ubi Pramerica Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro Cl. A Vegagest Az. Area Euro Cl. B Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. I Zenit Eurostoxx 50 Plus Cl. R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Az. Europa Cl. L Allianz Az. Europa Cl. T

+0,91 +0,33 +0,90 +0,90 +0,66 +0,96 +0,88 +0,63 +0,92 +1,05 +0,67 +0,90 +0,73 +0,74 +0,44 +0,51 +1,00 +1,00 +0,91 +0,61 +0,90 +0,76 +0,87 +0,64 +0,86 +0,86 +1,11 +1,11 +0,95 +0,85 +0,83 +0,46 +0,93 +0,50 +0,97 +0,60 +0,91 +0,98 +0,00 +0,93 +0,64 +0,95 +0,65 +1,01 +0,66 +0,68 +1,03 +1,02

14,68 6,088 20,835 20,509 4,147 19,847 7,138 6,993 15,655 17,721 5,275 4,826 5,366 5,419 3,621 3,324 13,738 14,091 17,042 4,646 12,119 20,096 18,921 14,848 11,235 11,312 13,103 13,377 10,474 22,21 8,747 8,892 16,765 4,648 5,608 5,54 13,231 17,69 5,00 11,268 3,643 6,143 5,708 5,002 6,291 6,345 9,388 9,294

+1,09 +1,15 +1,17

5,289 15,302 15,107

+1,39 +0,65 +0,83 +1,01 +1,02 +1,08 +1,10 +1,02 +1,16 +1,06 +0,81 +0,85 +0,75 +1,13 +0,83 +0,98 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

4,527 4,002 4,354 4,406 12,437 6,249 6,408 4,452 26,364 13,669 14,629 5,687 5,366 5,651 4,992 5,488 7,055 7,055 4,672 4,648

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

+0,54 6,86 Fondit. Euro Tmt Cl. T Allianz Multieuropa +0,54 +0,63 3,831 Fondit. U.S. Tmt Cl. R Anima Europa -0,04 Arca Azioni Europa +1,17 9,098 Fondit. U.S. Tmt Cl. T +0,00 Bim Az. Europa +1,34 9,63 Interf. Inter. Securities New Economy +0,14 Bipiemme Europa +1,15 12,395 Optima Tecnologia +0,28 Bipiemme Iniziativa Europa +0,99 6,331 Vegagest Mobiliare Re Cl. A +0,40 Bnl Azioni Europa Crescita +1,05 11,027 Vegagest Mobiliare Re Cl. B +0,40 Bnl Azioni Europa Dividendo +1,01 2,902 AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Bpvi Az. Europa +1,00 3,741 Ducato Etico Geo Cl. A +0,40 +0,58 3,998 Ducato Etico Geo Cl. Y +0,39 Caam Europe Eq. +0,93 5,334 Eurizon Azionario Internazionale Etico +0,72 Carige Az. Europa Cl. A Carige Az. Europa Cl. B +1,34 5,528 Pioneer C.I.M. - Global Gold And Mining -1,77 Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. A +0,19 4,189 BIL. AZIONARI Carismi Dynamic Europe Stocks Cl. B +0,43 3,96 Aureo Primaclasse Crescita +0,25 +0,55 8,355 Bipiemme&Co - Comp. 70 Consultinvest Azione +0,39 Ducato Geo Europa Cl. A +1,11 10,427 Ducato Mix 50-100 Cl. A +0,28 Ducato Geo Europa Cl. Y +1,12 10,699 Ducato Mix 50-100 Cl. Y +0,27 Ducato Geo Europa Pmi Cl. A +1,09 17,855 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. A +0,18 Ducato Geo Europa Pmi Cl. Y +1,10 18,301 Ducato Mm Equity 50-100 Cl. Y +0,21 Epsilon Qvalue +1,02 5,068 Eurom. Dinamico +0,40 Eurizon Azioni Europa Multimanager +0,78 5,329 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. A +0,38 +1,01 7,307 Igm Fdf Bilanciato Az. Cl. B Eurizon Azioni Pmi Europa +0,38 +1,12 7,957 Imindustria Eurizon Focus Azioni Europa +0,42 +0,89 13,568 Ubi Pramerica Portafoglio Aggressivo +0,68 Eurom. Europe Eq. F. Fms - Equity Europe +0,82 8,453 Ubi Pramerica Privilege 4 +0,38 Fondaco Eu Sri Eq. Beta +1,19 85,611 BIL. BILANCIATI Fondersel Europa +1,06 12,622 Abn Amro Master Bilanciato +0,17 Fondit. Eq. Europe Cl. R +1,11 8,828 Allianz Multi50 +0,06 +1,13 8,889 Arca Bb Fondit. Eq. Europe Cl. T +0,56 Gestielle Europa Cl. A +1,10 6,774 Arcacinquestelle Comp. C 50 +0,25 Gestielle Europa Cl. B +1,11 6,904 Aureo Primaclasse Dinamico +0,26 Gestnord Azioni Europa +1,19 8,189 Azimut Bilanciato +0,65 +1,08 17,669 Bancoposta Mix 2 Imi Europe +0,43 Interf. Eq. Europe +1,10 5,616 Bim Bilanciato +0,51 Investitori Europa +1,03 4,881 Bipiemme Inter. +0,38 +1,05 3,66 Bipiemme&Co - Comp. 50 Laurin Eurostock +0,50 +0,71 6,277 Carige Bilanciato 50 Cl. A Mc Fdf Europa Cl. A +0,72 +0,71 3,563 Carige Bilanciato 50 Cl. B Mc Fdf Europa Cl. B +0,73 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,80 5,521 Consultinvest Bilanciato +0,12 Mediolanum Europa 2000 +0,88 14,429 Ducato Mix 30-70 Cl. A +0,17 Nextam Partners Az. Europa +0,83 4,761 Ducato Mix 30-70 Cl. Y +0,19 Optima Az. Europa +1,10 2,842 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. A +0,12 Pioneer Az. Europa +1,00 14,271 Ducato Mm Equity 30-70 Cl. Y +0,14 +1,10 6,515 Epsilon Dlongrun Pioneer Az. Valore Europa A Dist. +0,80 +1,08 38,77 Eurizon Bilanciato Euro Multimanager +0,36 Ras Lux Eq. Europe +1,11 10,067 Eurizon Soluzione 40 Sai Europa +0,37 +1,11 3,924 Eurizon Soluzione 60 Soprarno Dj Euro Stoxx 50 +0,40 Symphonia Multi S. Europa +0,41 5,131 Eurom. Bilanciato +0,50 Synergia Az. Europa +1,27 5,994 Fideuram Performance +0,25 +0,36 113,345 Fondersel Talento Comp. Europa +0,12 +1,10 5,436 Fondit. Core 1 Cl. R Ubi Pramerica Az. Europa +0,40 Unibanca Az. Europa +1,07 5,776 Fondit. Core 1 Cl. T +0,40 Vegagest Az. Europa Cl. A +0,96 4,511 Fondit. Core 2 Cl. R +0,52 Vegagest Az. Europa Cl. B +1,00 4,543 Fondit. Core 2 Cl. T +0,52 Fondit. Core 3 Cl. R +0,62 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME +0,61 Eurizon Azioni Energia E Materie Prime +0,52 8,69 Fondit. Core 3 Cl. T +0,54 Fondo Alto Bilanciato AZ. SALUTE +0,23 +0,22 14,088 Gestielle Global Asset 2 Eurizon Azioni Salute E Ambiente Gestnord Bilanciato Euro +0,65 AZ. FINANZA +0,32 +1,26 16,699 Imi Capital Eurizon Azioni Finanza +0,13 Fondit. Euro Finan. Cl. R +1,96 6,089 Mc Fdf Bilanciato Cl. A +0,13 +1,97 6,115 Mc Fdf Bilanciato Cl. B Fondit. Euro Finan. Cl. T Mediolanum Elite 60 L +0,10 AZ. INFORMATICA +0,12 Eurizon Azioni Tecnologie Avanzate +0,14 3,599 Mediolanum Elite 60 S Nextam Partners Bilanciato +0,19 AZ. ALTRI SETTORI +0,44 Alpi Risorse Naturali +0,03 5,724 Sai Bilanciato -0,12 +0,34 8,319 Sai M. L. Din. Ducato Immobiliare Cl. A +0,60 Ducato Immobiliare Cl. Y +0,34 8,542 Symphonia C.To Patrim. Globale +0,15 +0,19 10,078 Symphonia Multi S. Largo Fms - Equity Gl. Resources +0,68 Fondit. Euro Cycl. Cl. R +0,88 10,421 Synergia Bilanciato 50 +0,88 10,503 Ubi Pramerica Portafoglio Dinamico +0,53 Fondit. Euro Cycl. Cl. T +0,15 Fondit. Euro Defen. Cl. R +0,70 11,403 Ubi Pramerica Privilege 3 +0,74 Fondit. Euro Defen. Cl. T +0,71 11,493 Val. Resp. Bilanciato +0,29 Fondit. Euro Tmt Cl. R +0,54 5,352 Vegagest Sintesi Dinamico

5,378 2,423 2,441 30,501 2,485 4,01 4,01

2,785 2,85 5,426 8,196

3,646 4,136 3,638 3,689 3,841 3,893 32,307 4,433 4,473 12,004 5,024 5,023

17,399 4,631 30,418 4,432 3,884 23,523 5,89 21,769 11,705 4,795 5,866 5,952 4,962 4,107 4,168 4,22 4,274 6,165 34,376 5,987 23,284 26,42 11,223 44,117 10,169 10,225 9,732 9,79 9,598 9,668 15,304 11,982 14,879 29,896 5,998 4,46 4,909 9,405 5,898 3,403 4,243 5,051 5,378 5,596 5,307 5,239 6,362 5,479

VARIAZ. QUOT.

BIL. OBBLIGAZIONARI +0,08 9,307 Abn Amro Master Bilanciato Obbl. Allianz Multi20 +0,05 5,665 Arca Te - Titoli Esteri +0,37 15,751 Arcacinquestelle Comp. A/B 25 +0,13 5,273 Aureo Primaclasse Valore +0,10 4,885 Azimut Scudo +0,17 7,479 Bancoposta Inv. Protetto 90 +0,07 5,441 Bipiemme Mix +0,56 5,731 +0,38 4,96 Bipiemme Pià Bilanciato 30 +0,42 33,747 Bipiemme Visconteo Bipiemme&Co - Comp. 30 +0,39 5,087 Bnl Protezione +0,40 22,807 Caam Qbalanced +0,57 8,601 5,16 +0,43 Carige Bilanciato 30 Carismi Dynamic Mix 15 +0,08 3,976 Carismi Dynamic Mix 30 +0,15 3,98 Ducato Mix 10-50 Cl. A +0,15 4,803 Ducato Mix 10-50 Cl. Y +0,14 4,871 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. A -0,11 4,543 Ducato Mm Equity 10-50 Cl. Y -0,11 4,583 +0,19 6,436 Eurom. Moderato +0,16 8,707 Gestielle Global Asset 1 +0,10 5,051 Mediolanum Elite 30 L Mediolanum Elite 30 S +0,13 9,738 Symphonia C.To Bilanciato Equilibrato Italia+0,44 5,428 Symphonia Multi S. Adagio +0,12 5,708 Synergia Bilanciato 30 +0,45 5,405 Ubi Pramerica Bilanciato Euro A Rischio Contr.+0,46 5,86 Ubi Pramerica Portafoglio Moderato +0,35 5,705 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,02 5,448 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,11 5,399 +0,19 5,413 Vegagest Sintesi Audace OB. EURO GOVERNATIVI BT Abn Amro Master Monetario +0,08 10,141 +0,08 15,793 Allianz Monetario +0,14 14,75 Arca Mm - Monetario +0,05 6,175 Bancoposta Monetario Bg Focus Monetario +0,05 16,261 Bim Obbl. Bt +0,05 6,51 Bipiemme Monetario +0,02 12,111 Bipiemme Tesoreria Fondo Per Le Imprese+0,03 6,885 Bnl Obbl. Euro Bt +0,07 7,444 +0,03 6,281 Bpvi Bt +0,09 7,453 Caam Breve Termine +0,08 11,54 Carige Monetario Euro Cl. A +0,11 11,297 Carige Monetario Euro Cl. B Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. A +0,04 5,469 Civ. Forum Iulii Prudenza Cl. B +0,05 5,512 +0,04 4,991 Consultinvest Bt -0,02 5,765 Cr Cento Monetario Plus Credit Suisse Monetario Cl. B +0,01 7,742 Credit Suisse Monetario Cl. I +0,01 7,793 Ducato Fix Euro Bt Cl. A +0,06 6,291 Ducato Fix Euro Bt Cl. Y +0,06 6,332 Eurizon Focus Obbl. Euro Bt +0,03 15,301 +0,05 8,451 Eurom. Prudente +0,01 9,556 Fideuram Security Fondersel Reddito +0,04 14,155 +0,15 7,841 Fondit. Euro Bond St Cl. R Fondit. Euro Bond St Cl. T +0,15 7,87 +0,01 7,861 Fondit. Euro Currency Cl. R Fondit. Euro Currency Cl. T +0,03 7,886 Fondo Alto Monetario +0,06 7,059 Gestielle Bt Euro Cl. A +0,07 7,554 Gestielle Bt Euro Cl. B +0,05 7,599 +0,11 6,589 Gestielle Cedola Imi 2000 +0,01 16,889 +0,01 6,677 Interf. Euro Currency Intra Obbl. Euro Bt +0,05 5,642 6,918 +0,04 Laurin Money Leonardo Monetario +0,20 6,046 Mediolanum Risparmio Corrente +0,04 13,782 Nordfondo Obbl. Euro Bt +0,07 8,982

VARIAZ. QUOT.

+0,14 Optima Reddito B.T. +0,04 Optima Riserva Euro Passadore Monetario +0,03 Pioneer Monetario Euro +0,05 Soprarno Pronti Termine +0,06 Synergia Obbl. Euro Breve Termine +0,06 Teodorico Monetario +0,01 Ubi Pramerica Euro Bt +0,09 Unibanca Monetario +0,00 +0,02 Val. Resp. Monetario +0,05 Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. A Vegagest Obbl. Euro Bt Cl. B +0,05 Zenit Monetario Cl. I +0,05 Zenit Monetario Cl. R +0,04 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Abn Amro Master Obbl. Euro M-Lt +0,19 Allianz Reddito Euro Cl. L +0,30 Allianz Reddito Euro Cl. T +0,30 Anima Obbl. Euro +0,10 Arca Rr +0,27 Azimut Reddito Euro +0,08 +0,21 Bancoposta Obbl. Euro +0,16 Bim Obbl. Euro -0,01 Bipiemme Europe Bond Bipiemme Pià Obbligazionario +0,02 Bnl Obbligazioni Euro M-L T +0,27 Bpvi Obbl. Euro +0,23 Carige Obbl. Euro Cl. A +0,19 +0,20 Carige Obbl. Euro Cl. B Carige Obbl. Euro Lt Cl. A +0,33 Carige Obbl. Euro Lt Cl. B +0,34 Carismi Bond Euro Cl. A -0,14 -0,13 Carismi Bond Euro Cl. B Ducato Fix Euro Mt Cl. A +0,25 Ducato Fix Euro Mt Cl. Y +0,25 +0,30 Epsilon Qincome +0,19 Eurizon Focus Obbl. Euro +0,20 Eurom. Reddito Fondaco Euro Gov Beta +0,27 Fondersel Euro +0,19 Fondit. Euro Bond Lt Cl. R +0,54 Fondit. Euro Bond Lt Cl. T +0,55 Fondit. Euro Bond Mt Cl. R +0,32 +0,31 Fondit. Euro Bond Mt Cl. T +0,37 Gestielle Lt Euro Cl. A +0,37 Gestielle Lt Euro Cl. B +0,17 Gestielle Mt Euro Cl. A Gestielle Mt Euro Cl. B +0,16 Imi Rend +0,08 +0,54 Interf. Euro Bond Lt +0,33 Interf. Euro Bond Mt Interf. Euro Bond St 1-3 +0,09 Interf. Euro Bond St 3-5 +0,18 Intra Obbl. Euro +0,34 Italfortune Euro Bond +0,24 Leonardo Obbl. +0,20 +0,17 Mediolanum Euromoney +0,11 Mediolanum Italmoney Nordfondo Obbl. Euro Mt +0,22 +0,23 Optima Obbl. Euro Pioneer C.I.M. - Euro Fixed Income +0,10 +0,24 Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario +0,31 Synergia Obbl. Euro Medio Termine +0,18 Ubi Pramerica Euro M-Lt +0,19 Unibanca Obbl. Euro +0,12 +0,23 Vegagest Obbl. Euro Cl. A Vegagest Obbl. Euro Cl. B +0,23 -0,10 Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. A Vegagest Obbl. Euro Lt Cl. B -0,10 +0,45 Vgr Coro Obiettivo Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Arca Bond Corporate +0,17 Bipiemme Corporate Bond +0,08

6,662 5,284 7,137 13,105 5,162 5,044 7,47 6,704 5,738 5,84 5,834 5,867 7,52 7,486

5,809 32,131 31,518 7,057 8,931 15,683 6,823 6,796 7,366 5,393 6,722 6,65 10,615 10,708 5,482 5,56 5,527 5,584 7,631 7,712 7,394 14,036 15,311 118,862 7,971 7,20 7,248 10,813 10,865 8,152 8,221 15,002 15,119 9,463 8,133 8,134 6,912 11,396 5,895 8,48 7,518 6,434 6,57 17,305 6,938 15,023 56,332 12,75 5,113 6,835 5,806 6,458 6,516 6,252 6,252 5,598 6,914 7,189

VARIAZ. QUOT.

+0,00 103,935 Caam Corporate 3 Anni +0,00 5,162 Caam Corporate Giugno 2012 Carige Corporate Euro Cl. A +0,13 6,311 Carige Corporate Euro Cl. B +0,13 6,356 +0,15 5,279 Ducato Etico Fix Cl. A Ducato Etico Fix Cl. Y +0,17 5,333 Ducato Fix Imprese Cl. A +0,19 6,394 Ducato Fix Imprese Cl. Y +0,17 6,459 Eurizon Focus Obbl. Euro Corporate +0,15 5,522 Eurizon Obbl. Euro Corporate Bt +0,05 7,423 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. R +0,15 8,26 Fondit. Euro Corporate Bond Cl. T +0,14 8,293 Interf. Euro Corporate Bond +0,12 4,909 Nordfondo Obbl. Euro Corporate +0,19 7,50 Pioneer Obbl. Euro Corporate Etico A Dist.+0,16 4,936 Sai Obbl. Corporate +0,15 6,473 Synergia Obbl. Corporate +0,13 5,331 Ubi Pramerica Euro Corporate +0,17 7,638 OB. EURO HIGH YIELD Ducato Fix High Yield Cl. A +0,26 7,352 +0,27 7,466 Ducato Fix High Yield Cl. Y Eurizon Focus Obbl. Euro High Yield +0,13 6,834 +0,16 13,304 Fondit. Bond Euro High Yield Cl. R Fondit. Bond Euro High Yield Cl. T +0,17 13,348 +0,16 7,319 Interf. Bond Euro High Yield OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM -0,11 8,192 Arca Bond Dollari Azimut Reddito Usa -0,05 5,482 -0,11 5,672 Bnl Obbl. Dollaro M-L T Ducato Fix Dollaro Cl. A -0,14 6,951 Ducato Fix Dollaro Cl. Y -0,13 7,019 Fondit. Bond Usa Cl. R -0,14 7,674 -0,14 7,717 Fondit. Bond Usa Cl. T Gestielle Bond Dollars Cl. A -0,10 8,274 -0,10 8,363 Gestielle Bond Dollars Cl. B -0,13 6,663 Interf. Bond Usa -0,13 12,944 Nordfondo Obbl. Dollari OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Abn Amro Master Obbl. Inter. +0,09 8,546 +0,16 14,897 Allianz Redd. Gl. Cl. L Allianz Redd. Gl. Cl. T +0,16 14,626 7,145 +0,01 Alpi Obbl. Inter. Arca Bond - Obbl. Estere +0,14 11,987 7,98 +0,11 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obbl. Globale +0,07 5,597 Bipiemme Pianeta -0,04 9,072 +0,11 5,621 Bpvi Obbl. Inter. Carige Obbl. Inter. Cl. A +0,07 5,511 Carige Obbl. Inter. Cl. B +0,13 5,59 Carismi Bond Internaz. Cl. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. Cl. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale Cl. A +0,11 8,212 Ducato Fix Globale Cl. Y +0,12 8,282 Ducato Mm Global Bond Cl. A -0,12 5,061 Ducato Mm Global Bond Cl. Y -0,12 5,087 Eurizon Obbl. Internazionali +0,06 8,103 -0,19 8,30 Eurom. Inter. Bond -0,25 13,25 Fondersel Inter. +0,07 5,913 Fondo Alto Inter. Obbl. +0,08 6,153 Gestielle Obbl. Inter. Cl. A Gestielle Obbl. Inter. Cl. B +0,08 6,226 +0,11 15,123 Imi Bond Mc Fdf Global Bond Cl. A +0,04 5,248 5,20 +0,04 Mc Fdf Global Bond Cl. B Mediolanum Intermoney +0,03 6,166 +0,13 6,899 Optima Obbl. Euro Glob. Sai Obbl. Inter. +0,07 7,692 Ubi Pramerica Obbl. Globali +0,11 5,466 +0,11 5,532 Vegagest Obbl. Inter. Cl. A Vegagest Obbl. Inter. Cl. B +0,11 5,578 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Arca Anfiteatro Global Bond +0,09 5,679 Ubi Pramerica Obbl. Globali Corporate +0,12 6,578 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD


26 Sabato 19 Dicembre 2009 il Domani

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Ubi Pramerica Obbl. Globali Alto Rend. +0,10 OB. YEN Ducato Fix Yen Cl. A +0,00 Ducato Fix Yen Cl. Y +0,00 Fondit. Bond Japan Cl. R +0,02 Fondit. Bond Japan Cl. T +0,02 Interf. Bond Japan +0,02 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emerg. +0,02 Bipiemme Em. Markets Bond +0,02 Bnl Obbl. Emerg. -0,02 Ducato Fix Emerg. Cl. A -0,01 Ducato Fix Emerg. Cl. Y -0,01 Eurizon Focus Obbl. Emergenti +0,03 Eurom. Emerg. Mkts Bond -0,05 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. R +0,01 Fondit. Bond Global Emerg. Mkts Cl. T +0,01 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. A +0,01 Gestielle Emerging Markets Bond Cl. B +0,01 Interf. Bond Global Emerg. Mkts -0,01 Mc Fdf High Yield Cl. A -0,01 Mc Fdf High Yield Cl. B +0,00 Nordfondo Obbl. Paesi Emerg. +0,00 Optima Obbl. Emerg. Mkts -0,10 Pioneer Obbl. Paesi Emerg. A Dist. +0,03 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. A -0,07 Vegagest Obbl. Paesi Emergenti Cl. B -0,07 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Anima Conv. -0,06 +0,08 Azimut Trend Tassi Caam Obbligazionario Euro +0,27 +0,06 Consultinvest Obbl. Consultinvest Obbl. Mt +0,06 Ducato Fix Conv. Cl. A +0,26 +0,27 Ducato Fix Conv. Cl. Y Eurizon Focus Obbl. Cedola +0,08 Eurizon Obbligazionario Etico +0,24 +0,24 Fondit. Inflation Link. Cl. R Fondit. Inflation Link. Cl. T +0,24 Gestielle Obbl. Corporate Cl. A +0,12 Gestielle Obbl. Corporate Cl. B +0,13 Groupama Italia Bond Sel. Fund -0,12 Interf. Inflation Linked +0,24 Mediolanum Risparmio Reddito +0,12 Mediolanum Vasco De Gama +0,05 Nordfondo Obbl. Conv. +0,36 -0,38 Pioneer C.I.M. - Euro Conv. Bonds +0,29 Pioneer Obbl. Euro A Dist. +0,06 Ras Lux St Dollar Ras Lux St Europe +0,02 Symphonia C.To Obbl. Area Europa +0,20 Ubi Pramerica Obbl. Dollari -0,11 OB. MISTI +0,24 Anima Fondimpiego Arca Obbl. Europa +0,50 Azimut Contofondo +0,00 +0,05 Azimut Solidity Bancoposta Mix 1 +0,26 Bim Corporate Mix +0,11 Bipiemme Pià Bilanciato 15 +0,19 Bipiemme Sforzesco +0,16 +0,19 Bnl Per Telethon +0,00 Ca Multimanager Difensiva Carige Bilanciato 10 +0,24 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. A +0,37 +0,36 Civ. Forum Iulii Rendita Cl. B Cr Cento Misto Best -0,15 Eurizon Diversificato Etico +0,17 +0,20 Eurizon Rendita Eurizon Soluzione 10 +0,20 +0,33 Fondo Alleanza Obbl. +0,30 Fondo Alto Obbl. Fucino Dynamic +0,02 Gestielle Etico Per Ail Cl. A +0,30 Gestielle Etico Per Ail Cl. B +0,30 +0,11 Intesa Casse Del Centro Prot. Din. +0,10 Leonardo 80/20 Nextam Partners Obbl. Misto +0,10 Nordfondo Etico Obbl. Misto Max 20% Az.+0,26 +0,18 Pioneer Obbl. Pià A Dist. Sai M. L. Prud. -0,08 Sai Performance +0,26 Symphonia C.To Patrim. Glob. Reddito +0,11 Synergia Bilanciato 15 +0,29 +0,07 Total Return Obbl. Ubi Pramerica Portafoglio Prudente +0,22 Val. Resp. Obbl. Misto +0,17 Vegagest Sintesi Moderato +0,07 Zenit Obbligazionario Cl. I +0,07 +0,07 Zenit Obbligazionario Cl. R OB. FLESSIBILI +0,15 Arca Cedola Corporate Bond Arca Cedola Corporate Bond Ii +0,00 Arca Cedola Governativo Euro Bond +0,25 Arca Cedola Governativo Euro Bond Ii +0,16 Aureo Cash Dynamic +0,02 Bg Focus Obbligazionario +0,19 Bipiemme Premium +0,03 +0,05 Bipiemme Risparmio Bnl Target Return Liquidità +0,02 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. A +0,31 +0,29 Civ. Forum Iulii Strategia Cl. B Consultinvest High Yield +0,00 Consultinvest Monetario +0,06 Consultinvest Reddito +0,11 +0,00 Ducato Fix Rendita Cl. A Ducato Fix Rendita Cl. Y +0,00 Eurom. Total Return Flex 2 +0,00 +0,12 Ritorni Reali Symphonia C.To Bond Flessibile +0,14 +0,05 Ubi Pramerica Active Duration Ubi Pramerica Total Ret. Prudente +0,06 +0,02 Vegagest Obbl. Flessibile Volterra Total Return Obbl. +0,20 LIQUIDITA' AREA EURO +0,02 Agora Cash Allianz Liquidità Cl. A +0,00

VARIAZ. QUOT.

VARIAZ. QUOT.

+0,00 8,189 Allianz Liquidità Cl. At +0,02 5,071 Caam Eureka Double Win +0,00 Allianz Liquidità Cl. B +0,02 5,707 Caam Eureka Double Win 2013 +0,00 4,609 Anima Liquidità +0,00 6,594 Caam Eureka Dragon +0,00 4,652 Arca Anfiteatro Tesoreria +0,04 5,675 Caam Eureka Ripresa 2014 8,894 Arca Bt - Breve Termine +0,02 8,757 Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 8,939 Arca Bt - Tesoreria +0,03 5,768 Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 +0,00 5,349 Aureo Liquidità +0,02 5,713 Caam Formula Gar. 2012 +0,00 Azimut Garanzia +0,02 12,318 Caam Formula Gar. 2013 +0,00 12,863 Bnl Cash +0,03 22,148 Caam Formula Gar. Due 2013 5,828 Caam Eonia +0,01 101,90 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2013 +0,00 20,302 Caam Liquidità +0,01 8,954 Caam Formula Gar. Emerg. Mkt Eq. Recall 2014 +0,00 12,539 Carige Liquidita' Euro Cl. B +0,05 6,357 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2013 +0,00 12,757 Carige Liquidità Euro Cl. A +0,03 6,305 Caam Formula Gar. Eq. Recall 2014 +0,00 10,832 Carismi Liquidita' Cl. A -0,02 5,28 Caam Formula Gar. Eq. Recall Due 2013 +0,00 6,491 Carismi Liquidita' Cl. B -0,02 5,297 Caam Formula Gar. High Diversification 2014 +0,00 9,943 Ducato Fix Monetario Cl. A +0,01 8,51 Caam Formula Gar. Mercati Emerg. +0,00 9,974 Ducato Fix Monetario Cl. I +0,01 8,598 Caam Formula Private Dividend Opp. +0,00 9,796 Ducato Fix Monetario Cl. Y +0,04 +0,01 8,579 Caam Pià 9,931 Epsilon Cash +0,10 +0,02 6,251 Caam Premium Power 10,247 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. A +0,00 +0,00 7,652 Caam Private Alfa 6,846 Eurizon Focus Tesoreria Euro Cl. B +0,73 +0,00 7,684 Caam Qreturn 4,958 Eurizon Liquidità Cl. A +0,26 +0,03 7,299 Caam Soluzione Azioni 8,064 Eurizon Liquidità Cl. B -0,08 +0,01 7,465 Caam Soluzione Tassi 6,783 Eurom. Conservativo +0,04 +0,01 11,089 Caam Strategia 95 9,126 Eurom. Contovivo +0,04 +0,01 11,835 Carige Flessibile Cl. A 6,911 Fideuram Moneta +0,06 +0,01 14,617 Carige Flessibile Cl. B 6,986 Fondaco Euro Cash +0,09 +0,04 115,901 Carige Flessibile Piu' Cl. B +0,09 Fondo Liquidità +0,00 7,581 Carige Flessibile Pià Cl. A 6,19 Gestielle Cash Euro Cl. A -0,02 +0,01 7,042 Carismi Absolute Perf. Cl. A 8,958 Gestielle Cash Euro Cl. B -0,02 +0,01 7,074 Carismi Absolute Perf. Cl. B 5,513 Mediolanum Risparmio Monetario +0,00 +0,02 5,496 Carismi Pratico Cl. A 5,171 Nextam Partners Liquidità +0,00 +0,05 5,827 Carismi Pratico Cl. B 5,068 Nordfondo Liquidità +0,03 +0,03 6,202 Consultinvest Alto Dividendo 8,728 Optima Money +0,00 +0,03 6,155 Consultinvest Mercati Emergenti 8,843 Pensplan Invest Cash +0,19 +0,02 5,917 Consultinvest Multimanager Flex 6,128 Pioneer Liquidità Euro +0,06 +0,02 5,06 Consultinvest Plus 5,473 Sai Liquidità +0,00 +0,07 11,52 Cr Cento Premium 13,575 Symphonia C.To Monetario +0,24 +0,03 7,415 Ducato Etico Flex Civita Cl .A 13,634 Synergia Monetario +0,23 +0,04 5,023 Ducato Etico Flex Civita Cl. Y 6,896 Synergia Tesoreria +0,64 +0,04 5,043 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. A 6,978 Ubi Pramerica Euro Cash +0,64 +0,03 7,289 Ducato Geo Europa Alto Pot. Cl. Y 5,688 Vegagest Monetario Cl. A +0,00 5,859 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. A +0,42 13,402 Vegagest Monetario Cl. B +0,00 5,89 Ducato Geo Europa Pmi Alto Pot. Cl. Y +0,43 11,188 Vgr Coro Tesoreria +0,39 +0,02 5,63 Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. A 10,122 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Ducato Geo Italia Alto Pot. Cl. Y +0,40 5,28 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,02 -0,13 11,559 Ducato Mm Cash Premium Cl. A 5,837 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro ($) +0,03 16,852 Ducato Mm Cash Premium Cl. Y +0,00 6,559 FLESSIBILI Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. A -0,02 144,937 8a+ Latemar +0,42 5,066 Ducato Mm Cash Premium Plus Cl. Y -0,02 66,038 8a+ Monviso -0,02 5,015 Ed. De Roth. Multigestion - Trend Global +0,04 9,29 Abis Flessibile +0,71 +0,00 5,603 Epsilon Qreturn 4,56 Abn Amro Expert A-Rt100 +0,08 +0,04 5,143 Eurizon Focus Gar. Dicembre 2012 +0,06 Abn Amro Expert A-Rt200 +0,00 4,911 Eurizon Focus Gar. Giugno 2012 -0,04 +0,00 4,649 Eurizon Focus Gar. I Sem. 2006 19,443 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,04 +0,05 16,368 Eurizon Focus Gar. I Trim. 2007 8,256 Abn Amro Expert A-Rt50 +0,04 -0,02 4,11 Eurizon Focus Gar. Ii Sem. 2006 5,207 Adb Globale Quantitativo +0,06 +0,04 4,769 Eurizon Focus Gar. Ii Trim. 2007 7,823 Agora Selection +0,24 +0,05 6,316 Eurizon Focus Gar. Iii Trim. 2007 5,792 Agora Valore Protetto +0,06 +0,09 6,856 Eurizon Focus Gar. Iv Trim. 2007 5,429 Agoraflex +0,10 +0,00 4,307 Eurizon Focus Gar. Marzo 2013 5,199 Alarico Re +0,57 3,90 Eurizon Focus Gar. Settembre 2012 +0,08 9,69 Allianz F100 Cl. L +0,10 5,75 Allianz F100 Cl. T +0,58 3,834 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,08 +0,23 5,324 Eurizon Focus Profilo Moderato 5,00 Allianz F15 Cl. L +0,04 +0,23 5,254 Eurizon Focus Profilo Prudente 5,434 Allianz F15 Cl. T +0,02 +0,24 5,079 Eurizon Focus Rend. Ass. 2 Anni 5,455 Allianz F30 Cl. L +0,04 5,011 Eurizon Focus Rend. Ass. 3 Anni +0,22 5,556 Allianz F30 Cl. T +0,00 +0,42 26,455 Eurizon Focus Rend. Ass. 5 Anni 5,844 Allianz F70 Cl. L +0,00 +0,42 25,945 Eurizon Obiettivo Rendimento 7,857 Allianz F70 Cl. T +0,03 +0,45 13,221 Eurizon Team 1 Cl. A 6,019 Anima Fondattivo +0,03 +0,00 5,005 Eurizon Team 1 Cl. G 6,92 Aqqua +0,07 +0,00 4,99 Eurizon Team 2 Cl. A 5,555 Arca Anfiteatro Bond Corporate +0,07 +0,12 5,923 Eurizon Team 2 Cl. G 8,776 Arca Anfiteatro Bond Plus +0,13 -0,02 5,694 Eurizon Team 3 Cl. A 4,454 Arca Anfiteatro Conservative Flex +0,13 5,61 Eurizon Team 3 Cl. G 6,338 Arca Anfiteatro Corporate Absolute Return-0,02 +0,13 5,133 Eurizon Team 4 Cl. A 6,377 Arca Anfiteatro Corporate Breve Termine +0,04 +0,00 3,208 Eurizon Team 4 Cl. G +0,13 5,652 Arca Anfiteatro Total Return +0,25 +0,10 5,14 Eurizon Team 5 Cl. A 6,054 Arca Capitale Gar. Dicembre 2013 +0,25 +0,24 5,09 Eurizon Team 5 Cl. G 5,946 Arca Capitale Gar. Giugno 2013 +0,36 +0,02 5,50 Eurom. Flex Dividend 6,612 Arca Corporate Bt +0,07 +0,14 5,116 Eurom. Real Assets 8,204 Arca Rendimento Assol T3 -0,03 +0,00 4,823 Eurom. Strategic 4,739 Arca Rendimento Assol T5 +0,00 +0,04 5,055 Eurom. Total Return Flex 3 16,912 Aureo Defensive +0,03 +0,12 6,057 Eurom. Total Return Flex 4 7,043 Aureo Finanza Etica +0,04 +0,62 9,839 Federico Re 5,239 Aureo Flex Euro -0,08 +0,67 17,415 Fms - Absolute Return 4,393 Aureo Flex Italia +0,00 +0,08 4,837 Fondaco Absolute Return 5,98 Aureo Flex Opportunity +0,00 +0,03 5,969 Fondersel Duemila 5,96 Aureo Plus +0,56 -0,04 5,353 Fondit. Flexible Dynamic Cl. R 5,412 Aureo Primaclasse Flessibile +0,52 +0,05 5,60 Fondit. Flexible Dynamic Cl. T 8,123 Aureo Rendimento Assoluto +0,02 +0,22 4,947 Fondit. Flexible Growth Cl. R 8,09 Azimut Strategic Trend +0,02 +0,64 18,392 Fondit. Flexible Growth Cl. T Azimut Trend +0,02 +0,04 8,134 Fondit. Flexible Income Cl. R 5,318 Azimut Trend America +0,02 +0,90 11,946 Fondit. Flexible Income Cl. T 4,996 Azimut Trend Europa +1,01 15,687 Fondit. Flexible Multimanager Cl. R +0,01 5,158 Azimut Trend Italia +0,43 5,887 Fondit. Flexible Multimanager Cl. T +0,02 4,979 Azimut Trend Pacific +0,04 +0,08 5,229 Fondit. Flexible Opportunity Cl. R 5,224 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,05 +0,02 5,279 Fondit. Flexible Opportunity Cl. T 6,711 Bancoposta Centopià +0,31 +0,10 5,219 Formula 1 Balanced 6,489 Bancoposta Extra +0,14 +0,62 22,872 Formula 1 Conserv. 7,835 Bg Focus Azionario +0,46 +0,44 3,915 Formula 1 High Risk 9,928 Bim Flessibile +0,06 +0,18 2,767 Formula 1 Low Risk 5,424 Bipiemme Flessibile +0,39 +0,05 5,741 Formula 1 Risk 5,514 Bipiemme Obiettivo Rendimento +0,00 +0,08 4,976 Gestielle Global Asset Plus 5,265 Bnl Target Return Conservativo -0,04 +0,10 12,361 Gestielle Harmonia Dinamico 5,408 Bnl Target Return Dinamico -0,04 +0,07 5,50 Gestielle Harmonia Moderato 7,201 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Asia -0,06 18,315 Bnp Pa. 100% E Pià - Grande Europa +0,06 5,069 Gestielle Harmonia Vivace +0,26 -0,09 4,426 Gestielle Total Return 18,58 Bnp Pa. Equipe Attacco +0,19 -0,08 4,754 Gestnord Asset Allocation 6,529 Bnp Pa. Equipe Centrocampo +0,12 +0,04 5,408 Igm Fdf Flessibile Cl. A 5,88 Bnp Pa. Equipe Difesa +0,12 +0,00 5,192 Igm Fdf Flessibile Cl. B 5,04 Caam Absolute +0,11 5,192 Interf. System 100 +0,19 5,637 Caam Dynamic Allocation +0,10 +0,08 5,216 Interf. System 40 10,477 Caam Equipe 1 +0,06 +0,14 5,139 Interf. System Flex 5,268 Caam Equipe 2 +0,26 +0,18 5,047 Intra Assoluto 5,129 Caam Equipe 3 +0,00 Caam Equipe 4 +0,19 4,65 Intra Flessibile +0,32 +0,00 5,319 Investitori Flessibile 5,54 Caam Eureka China Double Win +0,07 +0,00 5,386 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. A 5,592 Caam Eureka Double Call

5,479 4,958 5,659 5,078 4,475 4,527 5,024 4,892 4,884 4,952 4,987 4,875 5,215 4,911 4,825 5,659 4,953 5,568 5,073 4,775 5,632 4,921 4,974 4,967 5,16 5,153 4,56 4,528 4,819 4,897 6,075 6,122 3,182 4,883 4,779 5,192 3,805 4,23 4,318 2,185 2,195 13,18 13,205 4,679 4,715 4,733 4,793 4,178 4,25 4,839 6,391 5,10 5,115 5,254 5,148 5,236 5,108 5,037 5,169 5,14 5,09 5,013 5,196 5,427 5,214 5,465 4,872 8,013 5,969 5,969 5,608 5,608 4,643 4,653 3,83 3,841 3,662 3,673 13,207 4,119 3,177 4,552 6,848 5,169 9,22 93,034 92,656 6,322 6,324 8,854 8,904 8,508 8,533 9,508 9,567 7,848 7,878 6,56 6,546 6,966 6,717 6,618 5,249 5,256 5,23 5,298 14,06 4,712 4,016 4,045 9,359 11,096 10,294 5,701 6,058 6,323 4,15

VARIAZ. QUOT.

+0,08 Mc Fdf Flex High Volatility Cl. B Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. A +0,06 Mc Fdf Flex Low Volatility Cl. B +0,06 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. A -0,23 Mc Fdf Flex Medium Volatility Cl. B -0,27 Nextam Partners Flessibile +0,26 Obiettivo Nordest Sicav +0,00 Open Fund Ritorno Assoluto Var 2 -0,38 Open Fund Ritorno Assoluto Var 4 -0,45 Paritalia Orchestra +0,00 Pioneer Target Controllo +0,06 Pioneer Target Equilibrio +0,13 Pioneer Target Sviluppo +0,13 Profilo Best Funds +0,00 Profilo Elite Flessibile +0,13 Sofia Flex +0,15 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. A -0,12 Soprarno 0 Ritorno Assol 6 Cl. B -0,08 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. A -0,12 Soprarno 1 Ritorno Assol 5 Cl. B -0,12 Soprarno Contrarian Cl. A +0,45 Soprarno Contrarian Cl. B +0,44 Soprarno Global Macro Cl. A -0,25 Soprarno Global Macro Cl. B -0,25 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. A +0,11 Soprarno Inflazione +1,5% Cl. B +0,11 Soprarno Relative Value Cl. A -0,02 Soprarno Relative Value Cl. B -0,02 Symphonia C.To Asia Flessibile +0,50 +0,92 Symphonia C.To Fortissimo Symphonia C.To Italia Flessibile +0,26 +0,02 Synergia Total Return Total Return +0,04 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. A +0,06 +0,08 Ubi Pra. Total Ret. Moderato Cl. B Ubi Pramerica Active Beta +0,17 Ubi Pramerica Alpha Equity +0,02 +0,26 Ubi Pramerica Total Ret. Dinamico Unibanca Plus +0,08 Vegagest Flessibile +0,26 Vegagest Mb Absolut -0,06 Vegagest Mb Strategic -0,10 Vegagest Rendimento -0,27 Vgr Coro Obiettivo Rendimento +0,17 Volterra Dinamico -0,06 Volterra Total Return Globale +0,26 +0,38 Zenit Absolute Return Cl. I +0,36 Zenit Absolute Return Cl. R +0,00 Zenit High Trend 0-100 Fdf Zenit Zerocento Fdf +0,26 ASSICURATIVI AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Meieaurora Balanced +0,58 +0,27 Meieaurora Bond Meieaurora Unit Share +0,69 New Balanced +0,63 +0,17 New Bond New Share +1,27 Unietic -0,12 Winvest Linea Bilanciata +0,31 Winvest Linea Dinamica +0,69 +0,02 Winvest Linea Prudente AVIVA SPA Cu A Mix +0,00 Cu A Total +0,00 -0,18 Cu A1 Cu A2 +0,00 Cu A3 +0,00 -0,16 Cu A4 Cu A6 +0,00 +0,00 Cu Credit Alfa Ii +0,00 Cu Credit Beta Iv Cu Credit Delta Viii -0,15 Cu Credit Gamma Vi -0,13 Cu Credit Garanzia -0,15 +0,17 Cu Credit Omega X -0,17 Cu Crt B1 Cu Crt B3 -0,18 Cu Crt B4 +0,00 +0,00 Cu Crt B6 Cu Crt D1 -0,17 Cu Crt D10 +0,22 +0,00 Cu Crt D2 Cu Crt D3 +0,00 +0,69 Cu Crt D4 -0,51 Cu Crt D5 Cu Crt D6 +0,23 Cu Crt D7 +0,30 Cu Crt D8 -0,18 -0,18 Cu Crt D9 +0,28 Cu Crt Euro 10 -0,17 Cu Crt Euro 2 Cu Crt Euro 5 +0,00 +0,00 Cu Crt Euro 6 +0,00 Cu Crt Euro 8 Cu Crt Fip 2 -0,18 Cu Crt Fip 5 +0,00 Cu Crt Fip 6 +0,00 +0,00 Cu Crt Fip 8 Cu Crt G2 +0,00 Cu Crt G5 +0,00 -0,20 Cu Crt G6 Cu Crt G8 +0,00 Cu Crt Smart 03 +0,00 Cu Crt Star 02 +0,00 +0,00 Cu Crt Star Plus 01/09 Cu Crt Star Plus 01/10 -0,17 Cu Diamante +0,26 +0,00 Cu Extra Cu Giada +0,00 +0,21 Cu New Smeraldo Cu R1 +0,00 +0,00 Cu R2 Cu R3 -0,17 Cu Rubino +0,30 -0,19 Cu Smart 04 Cu Smart 05 -0,19

3,533 5,207 5,199 5,519 3,662 4,688 4,16 4,504 3,749 72,627 5,30 5,262 22,25 5,777 5,354 0,687 5,013 5,092 5,064 5,072 3,611 3,613 4,723 4,767 5,399 5,423 5,221 5,265 5,592 2,512 5,021 5,207 2,406 5,20 5,216 4,747 5,039 4,998 5,215 7,326 3,191 3,146 5,25 5,337 5,22 5,485 5,576 5,518 1,245 4,615 9,706 8,67 8,621 10,028 9,865 10,515 10,507 11,055 9,552 12,226

5,08 5,20 5,63 5,16 5,98 6,07 6,20 7,33 7,38 6,88 7,54 6,57 6,06 5,88 5,55 5,20 4,51 6,00 4,46 4,81 4,24 2,90 3,88 8,54 3,34 5,61 5,43 3,53 5,92 5,15 4,54 3,61 5,59 5,53 5,20 4,81 6,31 5,55 4,91 3,88 5,53 5,60 5,45 5,84 3,82 5,13 4,95 4,76 5,83 6,00 5,74 10,13 5,34 5,19

VARIAZ. QUOT.

Cu Smart 2 Cu Smart Plus Cu Smeraldo Cu Star 05 Cu Star S Cu Vita Allegro Cu Vita Andante Cu Vita Balanced Cu Vita Cronos 1 Cu Vita Cronos 2 Cu Vita Cronos 3 Cu Vita Eb Dollar Bond Cu Vita Eb Dutch Equity Cu Vita Eb Emu Bond Cu Vita Eb European Equity Cu Vita Eb I.T. Fund Cu Vita Eb Japanese Equity Cu Vita Eb Northamerica Equity Cu Vita Euro Financial Equity Cu Vita Europe Click Cu Vita European Equity Cu Vita Global Bond Cu Vita Global Equity Cu Vita Japan Click Cu Vita Liquidity Fund Cu Vita Mosso Cu Vita Plus Cu Vita Prestige Equity Cu Vita Protected 70 Cu Vita Protected 80 Cu Vita Protected 90 Cu Vita Technology Equity Cu Vita Usa Click Cu Zaffiro Rv Crt Azione Rv Crt Bilancia Rv Crt Euro Azione Rv Crt Euro Bilancia Rv Crt Euro Moneta Rv Crt Moneta BNL VITA S.P.A. Bnl Vita Capital Unit 30 Bnl Vita Capital Unit 60 Bnl Vita Capital Unit 90 B.P.V. VITA S.P.A. Bpm Az 30 Bpm Az 50 Bpm Az 80 Bpm Az Flex Bpm Financial Audace Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 Bpm Financial Equilibrato Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 Bpm Financial Geographic Areas Bpm Financial Global Bond Bpm Financial Industrial Sectors Bpm Financial Prudente Bpm Financial Riserva Euro Bpm Financial Vita Azionario Bpm Financial Vita Bilanciato Bpm Financial Vita Obbligazionario CARDIF Assicurazioni S.P.A. Azionario Rimini 2 Bds Valore Azionario Bds Valore Bilanciato Bds Valore Obbligazionario Cardif Azionario Cl. A Cardif Azionario Cl. B Cardif Bilanciato Cl. A Cardif Bilanciato Cl. B Cardif Obbligazionario Cl. A Cardif Obbligazionario Cl. B Flexible Profilo Cl. A Obbligazionario Misto Rimini 2 Pargest Globale 60 Cl. A Spazio Effervescente Spazio Naturale Cattolica Assicurazioni Bpbari Freeway Country Bpbari Freeway Desert Bpbari Freeway Jungle Cattolica Azionario Cattolica Bilanciato Cattolica Fondo Protetto Cattolica Obbligazionario Cividale Percorso Azionario Cividale Percorso Obbligazionario Creberg Sim Formula Life Azionario Creberg Sim Formula Life Bilanciato Ferrara Investire Azionario Ferrara Investire Obbligazionario Fuoriclasse Balanced Fuoriclasse Bond Fuoriclasse Equity Fuoriclasse High Tech Nuove Rotte Progetto Attivo Bond Progetto Attivo Equity Progetto Attivo Mix Soluzione Dinamica Soluzione Prudente Soluzione Vivace DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic Duomo Unit Moderate GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio Aptus I Aptus Ii Aptus Iii Bg 2005- 2015 Bg 2005- 2020 Bg 2005- 2025 Bg 2005- 2030

-0,19 +0,00 +0,17 +0,00 +0,00 +0,95 +0,33 +0,00 +0,00 +0,00 +0,21 +0,42 +0,65 -0,14 +0,00 +0,88 -0,90 +0,00 +0,00 +0,13 +0,00 +0,20 +0,22 -0,07 +0,00 +0,81 +0,06 +0,25 +0,17 +0,17 +0,00 +0,00 +0,33 +0,19 +0,20 -0,16 +0,00 +0,00 +0,00 -0,15 -0,24 -0,23 -0,16

+0,00 +0,00 +0,20 +0,47 +0,27 -0,18 +0,00 +0,18 +0,00 +0,23 +0,18 +0,67 +0,00 +0,65 +0,00 +0,00 +0,46 +0,19 +0,15 -1,58 -0,67 -0,25 -0,02 -1,62 -0,66 -0,89 -0,36 +0,07 +0,12 -1,59 +0,09 +0,00 -0,66 +0,11

-1,41 -0,43 +0,00 +0,93 +0,67 -0,31 +0,28 +1,63 -0,12 +0,44 +0,49 +0,60 -0,07 -0,07 -0,02 -0,40 -0,51 +0,00 +0,27 +0,93 +0,65 +0,00 +0,05 -0,09 +0,34 -0,31

-0,70 -0,32 -0,48 -0,55 -0,44 -0,68 -1,08 -1,05

5,33 5,43 12,08 5,42 5,34 4,27 6,15 5,13 5,28 5,08 4,80 4,76 3,08 7,01 3,69 1,15 2,21 2,46 3,76 29,77 5,52 5,02 4,62 27,05 4,99 4,98 10,91 4,09 5,83 5,85 5,86 1,92 27,75 10,60 4,89 6,25 3,44 5,44 6,74 6,74

10,173 8,091 6,088

5,79 5,51 5,11 4,30 3,72 5,43 5,51 5,46 5,42 4,41 5,52 3,01 5,98 3,08 5,05 6,44 4,41 5,37 6,85

63,297 95,278 134,74 177,406 86,135 133,807 123,124 187,211 165,472 214,679 75,203 107,912 179,907 107,173 171,884

3,437 3,502 0,255 3,901 4,178 5,226 4,733 10,659 11,186 4,15 4,542 3,173 5,497 4,39 5,475 2,987 1,359 5,491 4,486 3,59 4,198 4,996 6,12 3,466 2,038 4,848

5,958 4,982 4,534 3,778 10,223 9,529 8,663 8,203

VARIAZ. QUOT.

-0,19 Bg Azionario I Bg Azionario Ii -0,16 Bg Bilanciato I -0,41 Bg Bilanciato Ii -0,45 Bg Dinamico -1,09 Espansione -0,46 Espansione 2000 -0,53 Sviluppo -0,47 Sviluppo 2000 -0,45 Tirreno Unit Equilibrio +0,23 Tirreno Unit Protezione +0,11 Tirreno Unit Sviluppo -0,04 Valore -0,16 INA ASSITALIA Fondo Ina Valore Attivo -0,05 Fondo Valute Estere +0,00 Nuovo Fondo Ina -0,18 INTESA VITA S.P.A. Accumulazione -0,04 Crescita -0,05 Dinamica -0,04 Eurounit Azionario +0,41 Eurounit Dinamico +0,04 Eurounit Equilibrato -0,02 Eurounit Prudente -0,08 Gpa Accordo -0,03 Gpa Accordo 2 -0,03 Gpa Acuto -0,35 Gpa Acuto 2 -0,36 -0,32 Gpa Armonia Gpa Armonia 2 -0,32 -0,19 Gpa Motivo Gpa Motivo 2 -0,19 Gpa Private Bond +0,57 +0,51 Gpa Private Global Guaranteed Gpa Private Global High -0,37 Gpa Private Global Low +0,51 +0,42 Gpa Private Global Medium Intesa Vita Azionario America Growth +3,28 Intesa Vita Azionario America Value +3,02 Intesa Vita Azionario Cina +0,75 Intesa Vita Azionario Europa Growth +0,36 Intesa Vita Azionario Europa Value +0,74 Intesa Vita Monetario Dollaro +1,58 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 Intesa Vita Obbligazionario Euro -0,10 MEDIOLANUM VITA S.P.A. +0,03 Az. Dinamismo +0,03 Az. Dinamismo Bis Az. Fedeltà +0,00 Az. Intraprendenza +0,07 Az. Intraprendenza Bis +0,05 Az. Protezione -0,03 +0,00 Balanced Balanced Bis -0,02 Country +0,03 +0,05 Country Bis Dinamic +0,00 Dynamic Bis -0,02 Eurobond Breve Termine -0,06 Eurobond Opportunità -0,07 -0,09 Eurobond Sviluppo +0,05 Euroequity Opportunità Euroequity Protezione -0,03 Euroequity Sviluppo +0,05 -0,04 Moderate Moderate Bis -0,02 Obbligazionario Breve Termine Bis -0,05 -0,06 Obbligazionario Crescita Obbligazionario Crescita Bis -0,09 -0,04 Obbligazionario Evoluzione Bis -0,06 Obbligazionario Liquidità Obbligazionario Moderazione -0,09 Obbligazionario Moderazione Bis -0,09 Opportunity +0,06 +0,05 Opportunity Bis -0,05 Prudent Prudent Bis -0,05 Sector +0,06 +0,05 Sector Bis MILANO ASSICURAZIONI Previlink Azionario +0,49 +0,38 Previlink Bilanciato Previlink Monetario -0,02 -0,11 Previlink Obbligazionario RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Crfc Gentile Dinamico -0,32 Crfc Gentile Equilibrato -0,19 Eurolink - C.V. Dinamico +0,10 -0,31 Eurolink - C.V. Equilibrato -0,10 Eurolink - C.V. Risparmio +0,97 Formula Link In Prima Formula Link In Seconda +0,93 +0,75 Formula Link In Terza +0,64 Gestivita Azionario Gestivita Bilanciato +0,75 Gestivita Obbligazionario +0,39 U.L. Patavium Dinamico +0,23 -0,26 U.L. Patavium Equilibrato SARA VITA S.P.A. Multistrategy Az. Intern. +0,33 +0,26 Multistrategy Az. Intern. G.A. Multistrategy Obbl. Europeo -0,35 Multistrategy Obbl. Globale -0,02 Profilo Guardian -0,10 UNIPOL ASSICURAZIONI Uninvest Arcosereno +0,35 Uninvest Azioni Pià +0,15 +0,07 Uninvest Crescita Uninvest Equilibrio +0,67 +0,99 Uninvest Flessibile Uninvest Grande 7 +0,14 +0,17 Uninvest Grande Vita Uninvest Mach 7 +0,05 Uninvest Otto&Mezzo +0,07 +0,23 Uninvest Performance Europa Uninvest Risparmio -0,19

2,148 2,466 3,88 5,104 7,768 2,786 2,836 4,249 3,769 5,622 5,706 4,852 6,161 4,074 1,085 7,742

5,098 5,933 4,501 2,919 4,836 5,432 6,307 677,48 651,66 369,50 314,76 490,36 431,36 616,60 579,72 716,52 576,45 310,28 655,00 522,81 7,957 8,673 20,626 9,633 10,796 8,549 10,864 11,065

3,336 3,83 2,248 3,069 3,771 5,814 4,501 4,574 3,217 3,761 3,917 4,298 6,731 6,687 6,662 3,988 6,404 4,277 4,974 4,969 5,523 6,573 5,279 5,171 6,642 6,563 5,421 3,567 3,906 6,189 5,491 3,162 3,935 2,857 4,203 6,17 5,486

3,412 5,785 12,479 12,776 11,85 10,338 8,993 7,346 8,134 9,798 11,641 7,471 9,044 7,265 7,613 9,223 9,609 9,92

119,19 105,912 13,32 12,042 6,537 106,022 101,496 110,751 103,50 7,371 13,373


28

il Domani Sabato 19 Dicembre 2009

CULTURA E ASSOCIAZIONI Lo scopo dei dibattiti è soprattutto quello di fare interagire università e società in uno spazio di aperto confronto

Una bella immagine di Pizzo Calabro

L’iniziativa, nata per volontà del docente di Storia e Filosofia Ivano Tuselli, si snoderà nell’arco di tutto l’inverno

Pizzo, gli incontri sul Novecento organizzati dalla “Nish spazi aperti” di di Giusy Varriale

PIZZO CALABRO - Sono iniziati martedì 15 dicembre, a Pizzo Calabro, gli incontri della rassegna di storia organizzata dall’associazione culturale Nish spazi aperti, nata per volontà di Ivano Tuselli, docente di storia e filosofia nelle scuole superiori della provincia di Vibo Valentia.Con il patrocinio della Provincia di Vibo Valentia, l’ideazione di Michele Gacco e la direzione scientifica di Luigi Ambrosi, Nish ha pensato ad una serie d’incontri sul Novecento che si snoderanno nell’arco di tutto l’inverno e la primavera, arrivando fino al 7 maggio 2010. Lo scopo di questi incontri è quello di fare interagire università e società, non solo in veste accademica ma in uno spazio di confronto.

È Marta Bonazza la quinta aspirante reginetta del 7° concorso di bellezza “Miss Domani”

I temi trattati saranno: lo Statuto dei lavoratori, le donne, il partito fascista, i partiti di massa, natura ed ambientalismo, l’emigrazione calabrese, le lotte contadine nel secondo dopoguerra, il mondo islamico, la rivolta di Reggio Calabria e la violenza politica nell’Italia degli anni sessanta e settanta.

Si chiama Marta Bonazza ed è una studentessa che frequenta l’Istituto Alberghiero l’aspirante reginetta che oggi sfila per farsi conoscereae apprezzare dal pubblico che dovrà, poi, votarla. Marta è alta 1 metro e 74 , ha gli occhi castani e i capelli castani . Oltre lo studio, le piace tanto cucinare e nel tempo libero passeggiare con le amiche. Anche questa settimana la concorrente ha sfilato sotto le telecamere e gli scatti fotografici di Salvatore Servello presso la concessionaria auto Hyundai di Catanzaro sita in via Conti Falluc. Come sempre tutta l’organizazione del concorso ringrazia il titolare Giuseppe Ruga , con Francesco e Sonia per l’ospitalità che dimostrano durante le sfilate delle aspiranti Miss. Franco e Veneran, gli organizzatori, nulla lasciano ancora trapelare in ordine all’evento, ma certamente come ogni anno, vi saranno numerosi ospiti del mondo dello spettacolo, possibilmente della nostra regione. In attesa di conoscere le sorprese

Marco Gatto: «Oggi, ad eccezione di Saviano, non esistono più scrittori in grado di analizzare la società»

A parlarne: Antonio Viscomi (22 gennaio) professore presso l’Università degli Studi Magna Grecia di Catanzaro; Katia Massara (29 gennaio) dell’Università della Calabria; Antonio Baglio (5 febbraio) dell’Università di Messina; Vincenzo Schirripa (26 febbraio) dell’Università di Messina; Luigi Piccioni (5 marzo) dell’Università della Calabria; Vittorio Cappelli (19 marzo) professore presso l’Univesità della Calabria; Oscar Greco (26 marzo) dell’Università della Calabria; Alberto Ventura dell’Università della Calabria; Luigi Ambrosi (23 aprile) dell’Università della Calabria; Guido Panvini(7 maggio) dell’Università di Macerata. Il primo a cominciare è stato Marco Gatto con una relazione dal titolo " Scrittori e società:

Pasolini, Sciascia e dintorni". Marco Gatto (Castrovillari, 1983) che attualmente sta svolgendo un dottorato di ricerca in Estetica presso l’Università Roma Tre, si occupa di teoria letteraria di ambito marxista, con un’attenzione particolare rivolta alle esperienze di area angloamericana. Nel suo appassionato intervento, Marco Gatto ha parlato del ruolo che due dei più grandi scrittori ed intellettuali italiani hanno avuto nella formazione letteraria della società. «Oggi - sostiene Marco Gatto - ad eccezione di Roberto Saviano, non esistono più scrittori in grado di analizzare e capire la società in cui vivono come Pasolini e Sciascia ma, solo scrittori fittizi, che si limitano a firmare libri, preconfezionati dalle stesse case editrici». L’industria del libro sforna ogni anno migliaia di libri che diventano dei best seller di "mero consumo", come una qualsiasi altra merce, destinati ad un pubblico sempre meno critico e sempre più ignorante. La colpa, secondoGatto,oltre che dei tre attori principali e cioè case editrici, scrittori e pubblico, è anche dei critici letterari, che non sanno più guidare un pubblico disattento e delle scuola che, non riesce più a formare studenti preparati e competenti. La Calabria, ancora di più che altre regioni, lamenta la mancanza di scrittori che sappiano rappresentare la realtà regionale. Come uscire da questa situazione di stallo? Marco Gatto punta sulla scuola, credendo in quei docenti preparati e capaci di far nascere nei ragazzi, l’amore per la "grande letteratura". Il prossimo appuntamento con Una barca tra i vicoli è previsto il 22 gennaio 2010, con Antonio Viscomi che parlerà dello Statuto dei lavoratori.

Le varie aziende calabresi provenienti da tutto il territorio si confronteranno

del team, il duo chiaravallese sempre amorevole nei confronti delle ragazze affascinate dalle luci della ribalta, raccomanda di vivere come un gioco i concorsi di bellezza. La naturalezza e la spontaneità deve contraddistinguere un brava Miss. Tanti i consigli di Franco e Veneranda Arena alle aspiranti

miss per affrontare al meglio l’avventura nel mondo della moda e dello spettacolo o per sognare un futuro da stella. Numerose le ragazze che stanno dimostrando di voler partecipare a tale concorso di bellezza e per farlo basta contattare il duo organizzatoredell’eventoFrancoVeneranda Arena.

L'aspirante reginetta


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI

La cerimonia finale della kermesse si è svolta al teatro Cilea ed è stata condotta da Giacomo Battaglia e da Katarina Bojic

Il Teatro Cilea di Reggio Calabria, luogo in cui si è tenuta la serata finale dell'evento

REGGIO C. Conclusa la terza edizione dell’evento organizzato dalla fondazione Calabria Film Commission

“Cinema Ambiente e Paesaggio” Si chiude il Calabria Film Festival REGGIO - All’insegna di grandi ospiti, premiazioni di rito, momenti di alta moda e, suggellata dalla bellezza della madrina Martina Stella, si è conclusa la terza edizione del Calabria Film Festival "Cinema Ambiente e Paesaggio", organizzato dalla Fondazione Calabria Film Commission (organismo presieduto da Francesco Zinnato che si avvale della direzione artistica di Patrizia Tallarico e che ha individuato in Demetrio Casile il direttore artistico della manifestazione). La cerimonia finale della kermesse si è svolta al teatro Francesco Cilea, condotta da Giacomo Battaglia e Katarina Bojic, tra le cui eleganti mura ha preso vita una serata interessante: dopo i saluti istituzionali si è svolta la prima parte dedicata alle premiazioni della vari sezioni in concorso. Il premio speciale della giuria studenti, in riferimento alle "Aree Protette", è andato a "Lacrime Mute" di Salvatore Borrelli, mentre, sempre per la stessa sezione, ad aggiudicarsi il premio speciale della giuria è stato "Landscape in progress", di Enzo De Amicis. Il riconoscimento è stato ritirato dal produttore Franco Zagari e consegnato dea Ambrogio Lo Giudice. Altro premio a Luciano Sovena: a consegnarlo, nelle mani di Gianlorenzo Franzì (direttore del

corso di Cinecittà per effetti speciali) l’assessore provinciale alla cultura Santo Gioffrè. Così l’Amministratore Delegato di Cinecittà Luce SpA: "Siamo profondamente grati per la calda atmosfera di amicizia e collaborazione con la quale si è svolto il corso e di questo vogliamo ringraziare tutti coloro che vi hanno preso parte a vario titolo. In primis il Presidente della Fondazione Calabria Film Commission, Francesco Zinnato e tutti i suoi collaboratoriper l’opportunitàofferta in questo festival, ma poi anche il regista Claudio Camarca, il direttore della fotografia Roberto Girometti, l’attore Daniele Nuccetelli, il montatore Piero Lassandro e tutti i nostri docenti che hanno formato questi nuovi professionisti. Confidiamo di poter proseguire la collaborazione con la Fondazione Calabria Film Commission in progetti futuri che mettano in risalto l’importanza artistica, culturale e industriale del cinema, l’espressione più affascinante dell’ingegno umano, ancheattraversol’utilizzazionedelle nuove tecnologie che consentono la massima fruizione del prodotto audiovisivo in genere". Momenti di riflessione al Cilea, poi con la proiezione del cortometraggio sulla pena di morte "15 seconds" realizzato da Gianluca Petrazzi e

Il premio speciale della giuria studenti, in riferimento alle “Aree Protette”, è andato a “Lacrime Mute” di Salvatore Borrelli. Sempre per la stessa sezione, ad aggiudicarsi il premio speciale della giuria è stato Landscape in progress

prodotto da Raul Bova al quale hanno partecipato numerosi volti del cinema italiano. In sala, infatti, anche Jane Alexander la quale ha ritirato il premio destinato al regista che è stato consegnato dall’editoredi ReggioTv Eduardo Lamberti Castronuovo. A seguire la prima parte della suggestivasfilata di Anton Giulio Grande, le cui modelle hanno lasciato il palcoscenico ad Andrea Ferrara, membro del Cda della Film Commission Calabria, che ha consegnato una pergamena a Giacomo Del Buono. "Toro" come miglior documentario "Aree protette" a "Canolo": a premiare il regista Amerigo Melchionda, Antonio Nicoletti, presidente Fai Calabria. Il tempo di godere della solita verve del duo comico Battaglia e Miseferi, di assistere al corto "Articolo 23" di Vittorio De Seta, e ad altri contributivideo, la cerimoniaè proseguita con il premio per Caterina D’amico (ritirato da Patrizia Tallarico e consegnato da Giuseppe Corasaniti); quello per Anton Giulio Grande (consegnato dal direttoredi CalabriaOra, PaoloPollichieni);quelloallacarriera al regista, nonché presidente di giuria, Pupi Avati (consegnato da Alessandro Russo, del Cda della Film Commission) ed il "Toro", consegnato dallo stesso Avati, a

LAMEZIA “Soroptimist Day”, anche quest’anno un’iniziativa all’insegna della solidarietà

LAMEZIA TERME - "Soroptimist Day" all’insegna della solidarietà. Anche quest’anno infatti il club lametino del Soroptimist International ha celebrato l’appuntamento annuale dell’organizzazione mondiale delle donne insieme agli ospiti della casa di riposo comunale di Lamezia Terme. Per questo motivonei giorni scorsila struttura situata sul Colle Sant’Antonio si è anima a festa, grazie anche alla presenza dei bambini della scuola primaria del Primo Circolo Didattico "Maggiore Perri, guidato dal dirigente scolastico Teresa Bevilacqua, che si sono esibiti per i loro

"nonnini". Un vero e proprio concerto di Natale, che ha allietato gli ospiti della struttura, regalando loro momenti di grande gioia e serenità. "Abbiamo voluto ripete l’esperienza dello scorso anno - ha spiegato Sabrina Curcio, presidente del club - perché la gioia che ci hanno relegato gli anziani è stata immensa. Sono stati loro, infatti, che con i loro sguardi e le loro parole ci hanno regalato momenti di intensacommozioneefelicità.Una cerimonia che ci ha offerto la possibilità di stare insieme agli ospiti della casa di riposo comunale e fare loro un po’ di compagnia. La

soddisfazione più grande in questa giornata è la consapevolezza di aver contribuito ad arricchire la memoria emotiva di questi anziani nello spirito della solidarietà e dell’amicizia soroptimista". Teresa Bevilacqua, in qualità di dirigente scolastico e di componente del club, ha invece sottolineato l’importanza educativa della giornata. "La manifestazione di oggi - ha detto Bevilacqua - non rappresenta solo un momento di solidarietà ma anche educativo, in quando i bambini sono stati sensibilizzati ai sentimenti di accoglienza e generosità verso gli altri".

Martina Stella, ospite della serata

Peter Mullan, attore di Cargo, diretto da Clive Gordon che ha ritirato il prestigioso riconoscimento. Infine gli altri "Toro": come migliore attrice a Mathilde Gothard protagonista di "Suvivre avec le loups", consegnato dall’assessore Michelangelo Tripodi; come miglior regista a Gerardo Olivares, per "14 Kilometer", ritirato da Demetrio Casile e consegnato da AntonioAvati;comepremiospeciale della giuria ex aequo a "Sonhos de Peixe" ed "Eamon", consegnati da Franco Nero. Un altro premio, ritirato dall’attore calabrese Francesco Reda, e consegnato dal presidenteZinnato,è andato a Walter Veltroni. Come miglior film, primo gradino del podio a "Suvivre avec le loups" di Vera Belmont, ritirato dalla madrina Martina Stella e consegnato dall’assessore Demetrio Naccari. Il film è ambientato in Belgio nel 1942 e parla di Misha che ha 7 anni e conduce un’esistenza appartata insieme al padre e alla madre costretti a continui spostamenti a causa delle persecuzioni naziste. Purtroppo, i genitori non riescono più a fuggire e vengono arrestati mentre la bambina viene accolta in casa di una famiglia dove nessuno sembra dimostrarle benevolenza. Venuta a conoscenza della destinazione dove potrebbero essere stati portati i suoi genitori, Misha decidedi intraprendereun avventuroso viaggio verso l’Europa dell’Est alla loro ricerca. Sola e spaventata, Misha troverà aiuto e conforto in una famiglia di lupi. La pellicola, dunque, ha vinto ben due Tori, miglior film e miglior attrice, risultando il grande trionfatore della 3° edizione del Calabria Film Festival. Per quanto riguarda "Sonhos de peixe", la realizzazione ha convinto sia la giuria ufficiale (presieduta da Pupi Avati), sia quella dei ragazzichenumerosissimihanno affollato le sale durante il Calabria Film Festival "perché unisce le due anime del cinema, quella documentaristica e quella di fiction. Al termine della serata il Presidente della Calabria Film Commission Francesco Zinnato ha dato appuntamento alla quarta edizionedella manifestazioneche si terrà, nel 2010, a Crotone.


Sabato 19 Dicembre 2009

il Domani 31

APPUNTAMENTI Prosegue oggi e domani l’iniziativa “Arte in corso” promossa dall’assessorato al Turismo a Catanzaro

Festival degli artisti di strada

Al via il 15 gennaio la stagione teatrale in programma a Chiaravalle • CATANZARO Mostra di Antoni Tàpies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornatalamostradiAntoniTàpies,figura centrale nella storiadell’arte contemporaneainternazionale,chepotràessere visitate fino al 15 marzo. Cinquanta le opere esposte negli spazi del Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemai visti in Italia, focalizzati sull’indagine degli ultimi tredecenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanticollezionipubblicheeprivate italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tuttal’artedeldopoguerraponendosicome elemento di costante autocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies, storico e critico d’arte che ha ricoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono stati i segnali di un interessamento e di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle maggioritestate italiane. • CATANZARO "Arte in corso" Tra i principali eventi collaterali di “Arte in Corso” - il festival degli artisti di strada -, organizzato dall’Assessorato al Turismo, guidato dall’assessore Roberto Talarico ci sarà la mostra dei presepi tradizionali. La manifestazione espositiva, all’interno del festival, è organizzata dalla Pro Loco città di Catanzaro. Domenica20dicembredalleore10alleore21in galleriaMancusosarannoespostipiccoli capolavori dell’arte artigianale catanzarese realizzati da appassionati e collezionisti. Tra le opere esposte, troveranno spazio, anche i presepi realizzati dai ragazzi del carcere minorile di Catanzaro. “Arte in Corso”, quindi, non sarà solo una rassegna ludica, ma avrà anche una valenza culturale. I presepi artigianali catanzaresi sono tra i più belli del Meridione d’Italia. Durante il periodo natalizio, nelle principali chiese del centro storico, si realizzano manufatti di rara bellezza. Come tutti i presepi, anche quelli catanzaresi, secondo la tradizione, vengonofattineigiornicheprecedonoilNatale fino all’arrivo dei Re Magi il giorno della Befana. Molti sono i catanzaresi che sono appassionati di presepi. Tant’è cheormaida diversiannila ProLocoorganizza l’esposizione-concorso dei presepiartigianali.L’iniziativarientra,quindi, perfettamente all’interno della rassegna “Arte in Corso”. Giunta ormai alla quartaedizione,lakermessenataliziasta diventando un appuntamento fisso. Un contenitoredi manifestazioniche riescono a creare una particolare atmosfera nel periodo più suggestivo dell’anno. “ArteinCorso”continueràoggiedomenica 20 nel centro storico cittadino. Su corso Mazzini ci sarà il clou dell’evento

natalizio. Il salotto catanzarese grazie al nuovo arredo urbano, alle suggestive luminarie e all’animazione della rassegna sarà un vero e proprio “sogno” per grandi e piccini.

• CATANZARO Adol, stagione2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 13 febbraio 2010, introduzionealla"LuciadiLammermoor",presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 febbraio2010,concertoinricordodelMaestro Florida Cilurzo, presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 marzo 2010, da definire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" presso Circolo Unioneore17.30;22maggio2010,2°incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30. • CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. Venerdì 15 gennaio , "Un ispettore in casa birling" di Jonn Boynton Priestley; regia di Giancarlo Sepe, con Paolo Ferrari, Andrea Giordana; sabato 6 febbraio , "Rumori fuori scena" di Michael Frayn; regia di Claudio Rombolà con la Compagnia del Grillo; sabato 27 febbraio, "Prova d’attore" da Cechov e Pirandello; regia di Remo Girone con Remo Girone; sabato 13 marzo, "La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso, Maria del Monte;domenica28 marzo , "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani conManuelaMandracchia,Mariàngeles Torres; sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la Compagnia Tempo Nuovo.

• GIOIOSA J. (Rc) “Gioiosa Città Mercato” Organizzata dall’amministrazione Comunale, assessorato alle Attività Produttive e dalla Pro Loco, riapre i battenti la Fiera “Gioiosa Città Mercato”. La manifestazione è diventata una vetrina del commercio e dell’economia di Gioiosa Ionica, compresa la vasta area territorialecircostante. L’allestimento di spazi espositivi con ingresso gratuito, è previsto all’interno di una “tecnostruttura” (appositamente realizzata), di circa mille metri quadri, capace di accogliere comodamente 2.500 persone. La struttura, fornita di energiaelettrica,saràinternamentedivisacon“box”assemblabiliinbasealleesigenze dei singoli operatori ed ospiterà anche intrattenimenti musicali, performance artistiche e convegni. Parallelamente alla Fiera ci saranno opportunità di confronto su progetti, idee e prodotti innovativi delle aziende del territorio.

Programma della fiera: venerdì 18 dicembre : ore 16,00, apertura stands; ore 21,00, spettacolo della “Scuola di ballo Gioiosa Dance”; sabato 19 dicembre, ore 10,00, inaugurazione ufficiale, ed a seguire, esibizione del Complesso Bandistico “G. Rossini” Città di Gioiosa Ionica ed apertura stands; ore 22:00, in Piazza Vittorio Veneto, concerto del gruppo etno-pop “TaranProject” con Mimmo Cavallaro & Cosimo Papandrea;domenica20dicembre,ore09,00, apertura stands; ore 21:00, spettacolo musicale d’intrattenimento. Tutti i giorni, convegni a tema all’interno del Palazzo Amaduri; trenini turistici gratuiti per ammirare i siti Storici del Comune. In Corso Garibaldi e via Cavour, piccoli mercatini del Natale e rievocazione storica in costume. Per informazioni e prenotazione e costi degli spazi espositivi, contattare Nicodemo Vitetta, presidente della Pro Loco di Gioiosa Jonica (Rc), ai seguenti numeri telefonici: 328-1091455; 0964-410039; 0964-369685; fax Comune di Gioiosa Jonica: 0964410520. Per contatti: affarigenerali@gioiosajonica.it proloco_gioiosa@yahoo.it. • LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa ProgrammaTeatrocomunalePoliteama di Lamezia Terme, stagione di prosa 2009/2010, direzione artistica Angela Dal Piaz: Oggi,domenica 20 dicembre2009 , nuovo allestimento, produzione Idue della città delsolesrl Lafortuna con l’effe maiuscola, commedia in2 parti diEduardo De Filippo e Armando Curcio, con Luigi De Filippo econStefaniaVentura,MicheleSibilio,MarisaCarluccio, FelicianaTufano,Paolo Pietrantonio,Marianna Mercurio, Giorgio Pinto, LucaNeuroni,Alberto Pagliarulo,Flavio Furno, scene SalvatoreMichelino, costumi Maria Laura di Monterosi, regia di Luigi De Filippo; sabato 16, domenica 17 gennaio2010, produzione Indie Occidentali srl, Col piede giusto, una commedia diAngelo Longoni, con Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey, Eleonora Ivone, Simone Colombari, scene Alessandra Panconi e Leonardo Conte, costumi Marco Maria della Vecchia, disegno luci Stefano Stacchini, regia Angelo Longoni; mercoledì 27, giovedì 28 gennaio 2010 , in esclusiva per la Calabria, produzioni teatrali Paolo Poli culturale con il contributo di RegioneToscanasistemaregionaledello spettacolo - Ministero per i beni e le attività culturali - direzione generale per lo spettacolo dal vivo, Sillabari, due tempi di Paolo Poli, liberamente tratti da Goffredo Parise con Paolo Poli, e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, scene Emanuele Luzzati, costumi Santuzza CalÏ, consulenza musicale Jazqueline Perrotin, coreografie Alfonso De Filippis, regia Paolo Poli; sabato 6, domenica 7 febbraio 201 0, artisti riuniti, Il giuoco delle parti, di Luigi Pirandello con Geppy Gleijeses, Marianella Bargigli, e con Leandro Amato, Massimo Cimaglia, Antonio Ferrante, Franco

Ravera, Ferruccio Ferrante, Antonella Familiari, Francesco Pupa, Francesco Sgrò,regiaElisabettaCourir.giovedì18, venerdì19febbraio2010,ilteatroEliseo - Arca Azzurra teatro - Ministero dei beni e delle attività culturali Regione Toscana - teatro comunale Niccolini - Comunedi San Casciano Val di Pesa, Le conversazioni di Anna K, liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti,GiulianaColzi,LuciaSocci,Dimitri Frosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini,sceneDanieleSpisa,costumiGiuliana Colzi, luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica 28 febbraio , nuovo allestimento, produzione teatroe società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio,Elisabetta Pozzi,econSilvanaDeSantisealtri4attori, scene Alessandro Chiti, musiche DanieleD’Angelo,luciLuigiAscione,costumi Maria Rosaria Donadio, regia FrancescoTavassi.

• REGGIO CALABRIA Mostra sul Futurismo Reggio riscopre il Futurismo grazie alla mostra “L’idrovolante di Marinetti”. Villa Genoese Zerbi come location futurista grazie alla convenzione stipulata il 4 marzo di quest’anno tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della Gioventù) ed i comuni di Reggio, Brescia e Cagliari. L’obiettivo dell’iniziativa è la divulgazione del Movimento Futurista, soprattutto tra le giovani generazioni, in sintonia con lo spirito marinettianodell’esaltazionedeigiovani nell’arteenellavita.Trelesezioniespositive: “Bulloni, grazie e bastoni. Il libro futurista”; “L’obiettivo futurista. Fotodinamismo e fotografia”; e “Fortunato Depero. L’officina futurista”. Il Futurismo, movimento intellettuale, politico ed editoriale, ebbe in Filippo Tommaso Marinetti il capo storico, ma ha anche radici reggine con Umberto Boccioni. La pubblicazione del Manifesto su Le Figaro (20 febbraio 1909), dopo di alcuni quotidiani italiani, conferì a questo movimento un carattere internazionale. Un centinaio di fotografie sono esposte nel piano superiorediVillaZerbi,immaginiaffiancate da una ottantina di libri dell’epoca. LaraccoltaprovienedallacollezioneDemanins e si avvale della collaborazione di appassionati d’arte che hanno permessodiarricchirelaselezionedellefoto proposte. Nel visitarla si viene a contatto conimmaginioriginali,lamaggiorparte inedite: Tato Masoero, Wultz, Bragaglia, Dapero, Thayaht, Russolo, Ambrosi, Di Bosso, Luxard. Anche i libri provengono dacollezioniprivate,moltideiqualisono opere dei grandi protagonisti del movimento: Boccioni, Soffici, Russolo, Severini, Trampolini. Ed ancora: raccolte di poesie e manifesti dai toni colorati, con “impaginazionierilegaturainnovative,a testimonianza del leit motiv dei futuristi della lotta al passatismo”. C’èunasaladedicataalprincipalecartellonista pubblicitario della Campari, For-

tunato Depero, che accoglie ventidue tavole firmate in originale, incisioni di questo pittore – poeta “che è stato pioniere di un settore che non era annoverato tra le arti: la grafica pubblicitaria”. I disegni originali erano raccolti in un volume, “un libro d’artista in cui ritroviamo tutti gli stilemi peculiari del Futurismo: dall’ebbrezza della velocità all’esaltazione della macchina”. “L’idrovolante di Marinetti – Reggio Calabria riscopre il futurismo” rimarrà aperta fino al 3 gennaio prossimo. • REGGIO C. Programma Anassilaos L’associazione Anassilaos presenta il programma dicembre 2009. Martedì 22 dicembre , ore 19.15, presso la chiesa San Giorgio, Natale 2009. Giornata Mondiale della Pace. Inaugurazionedellamostradipittura,graficaesculturasul tema "Gloria in altissimis Deo, et super terram pax in hominibus bonae voluntatis" (Luca, 2,14) a cura delle prof.ssa Gloria Oliveti. Allestimento prof. Filippo Pizizmenti; martedì 29 dicembre , ore 18.00, presso la sala San Giorgio, fatti e protagonisti dello sport del XX secolo. "OmaggioaFaustoCoppi"(15settembre 1919/2 gennaio 1960) nel 50° anniversario della morte. IntervieneBiagioD’Agostino;mercoledì 30 dicembre , ore 16.45, presso la sala Vitriolo della biblioteca comunale l’associazione Anassilaos e Cis Calabria presentano "Pensieri e parole. Versi e riflessioni sull’anno che è andato e sull’anno cheverrà".Incontrocongliamicidell’associazione Anassilaos e del Cis Calabria. Scambio di auguri. In dono una speciale cartolinaper il nuovo anno. • SOVERATO (Cz) "Incontriamocia teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programmacompleto delle due rassegne: il 5 gennaio , “Uomo e galantuomo" con FrancescoPaolantoni,ore21.00;11gennaio, “Tradimenti” con Nicoletta Braschi, ore 21.00;5febbraio,“L’ebreo”conOrnella Muti e PinoQuartullo, ore 21.00; 11 febbraio, “Fiore dicatus” con Eleonora Giorgi, ore 21.00; 22 febbraio , “Vogliamoci tanto bene” con Carlo Buccirosso, ore 21.00; 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con TeoTeocoli, ore 21.00; 12 marzo,“LeNozzediFigaro”diGregorio Calabretta,ore21.00;19marzo,“Ciaksi suona” del Classic Movies Quartet con KatiaRicciarelli,ore21.00.Primipassia teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30. • TAVERNA (CZ) Mostra di pittura Sarà visitabile fino all’11 aprile 2010 la grande mostra “Cavalieri, dai templari a Napoleone”.



il domani