Page 1

Domenica 19 Giugno 2011

Anno XIV - Numero 167

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

SANITÀ

MASSONERIA

Chiusura del Santa Barbara «Solo presupposti sbagliati»

L’INCHIESTA ’Ndrangheta torinese, interrogato dal Gip ex sindaco del Pdl

Il Gran Maestro Raffi: per il Sud, legalità e riscatto

a pag » 10

a pag » 9

a pag » 11

Abete e Prandelli porteranno gli azzurri in provincia di Reggio Calabria sul campo realizzato nel 2003 dopo la confisca del terreno al boss Crea

La Nazionale si allenerà a Rizziconi La struttura non viene utilizzata, anche se è affidata ad un’associazione sportiva privata che ha avviato una scuola calcio L’INTERVENTO

Sì alla riforma elettorale no alla partitocrazia

«La Nazionale è un veicolo fondamentale. E’ per questo che mi sono permesso di fare IL COMMENTO questa proposta - ha spiegato Don Ciotti - è un’iniziativa che può essere un segnale importante per la società. Portiamo questo pallone un po’ fuori dal suo mondo» a pag » 9

PRIMO PIANO

LA SFIDA DI BOSSI

di Maurizio Gasparri

Regione, impegnati 180 milioni per lo sviluppo

presidente senatori Pdl

Con la scusa della riforma elettorale qualcuno vorrebbe sottrarre ai cittadini la possibilità di scegliere il governo, per lasciare, come ai vecchi tempi, i partiti padroni delle scelte. Un conto è discutere di come migliorare la legge elettorale, ipotizzando un parziale ricorso alle preferenze, introducendo qualche innovazione che, ad esempio, anche per il Senato garantisca un premio di maggioranza a livello nazionaledeltuttocompatibilecon la Costituzione. Altro è invece consentire ai partiti di avere mano libera nel Parlamento, raccogliendo voti tra i cittadini senza essere vincolati alla successiva scelta delle alleanze per formare un governo. Semmai bisogna aprire un grande dibattito sul presidenzialismo e sull’elezione diretta del primo ministro per garantire una vera scelta da parte degli elettori. Questa è la riforma che si deve fare.

Torna la Lega dura e pura a Pontida ROMA - «Come mai non c’è il ministero del Lavoro a Milano? La Lombardia è il posto dove si lavora di più. Vogliamo altri tre ministeri a Monza. Vi dico anche i nomi: Calderoli, Bossi e Tremonti a Monza». Lo ha detto il leader della Lega Nord Umberto Bossi intervenendo alla presentazione della scuola superiore di magistratura a Bergamo. Il Senatur scalda, dunque, i motori in vista del raduno in programma a Pontida.

CATANZARO - Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha partecipato ieri mattina, a Lamezia Terme, nella sede dell’Unioncamere della Calabria, alla presentazione del rapporto annuale dell’assessorato regionale alle Attività Produttive. Nelcorsodell’incontro,coordinato per l’occasione dal direttore del quotidiano "Calabria Ora" Piero Sansonetti, sono intervenuti tra gli altri il Dirigente Generale del Dipartimento Maria Grazia Nicolò e il Dirigente di settore Marco Aloise. L’iniziativa ha riguardato l’attività gestionale svolta dal Dipartimento Attività Produttive con l’illustrazione delle misure per lo sviluppo predisposte dall’assessorato. La relazione ha messo in luce i provvedimenti adottati dal Dipartimento. a pag » 3

CROTONE Teresa Cortese nominata vice sindaco un successo per Italia dei valori a pag » 18

COSENZA Magarò: lotta alla mafia, la politica può eliminare le mele marce a pag » 23

REGGIO CALABRIA Scatta l’operazione Mare sicuro in estate più controlli sul litorale a pag » 20

Una campagna di aggressione per via mediatica di Daniele Capezzone portavoce nazionale Pdl

Il Presidente della Repubblica ha pienamente ragione nel richiamare gli elementi profondi che ci uniscono: e del resto, la difesa e la valorizzazionedell’unitànazionale sono proprio i compiti principali, direi essenziali, che spettano al Capo dello Stato. A tutti quelli che esprimeranno consenso a queste giuste parole del presidente Napolitano, vorrei però ricordare un punto di fondo, per evitare ipocrisie: nessuno può ignorare che gli elementi di divisione più aspra, in Italia, sono stati introdotti dalla vera e propria campagna di aggressione condotta per via politica e mediatica contro la persona di Silvio Berlusconi, a cui la parte prevalente dell’opposizione politica (e della sua area editoriale di sostegno) ha costantemente negato qualunquelegittimazione.Ricordo il discorso che Silvio Berlusconi scelse di pronunciare a Onna, il 25 aprile del 2009. Quei toni, quelle parole, l’accoglienza fraterna della popolazione, di tanti partigiani, avevano ricreato intorno al premier e al governo un clima normale: di sostegno per chi l’aveva votato, di rispetto da parte di chi non l’aveva votato. Ma dai giorni successivi ripartì un assalto senza precedenti: nuovi veleni, gossip, e poi via via nuove stagioni di assalto, senza freni e senza limiti. Insomma se si vuole un clima civile, rispettoso e più unitario, occorre anche interrogarsi su chi abbia operato, e tuttora operi, per lacerare il tessuto civile e per la criminalizzazione dell’avversario politico.


2

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA I socialisti italiani di quasi 100 anni fa Volantino dei socialisti italiani di quasi 100 anni fa... Sequestrato dalla Prefettura e trasmesso al Ministero dell’Interno dal Prefetto di Firenze, il 12 gennaio 1912. Lavoratori! In questo momento il governo italiano stà preparando una spedizione militare in Tripolitania [la Libia di allora n.d.r.] , con il pretesto di portare in quella regione la civiltà. Nessuna ragione può scusare tale atto di brigantaggio determinato soltanto da loschi interessi capitalistici della classe dominante. Invano si cerca mascherare questo furto con il manto della civiltà, di quella civiltà che cerchereste invano in questa Italia monarchica, piena di miseria e di vergogna. Per effettuare questa spedizione saranno a voi chiesti immensi sacrifici, giovani energie verranno strappate alle vostre famiglie per essere inviate ad uccidere e farsi uccidere, in nome della prepotenza, nell’interesse della borghesia sfruttatrice. Lavoratori! Il governo conta sul vostro assenteismo per cimentarsi nelle sue

DAL VOSTRO INDIGNATO

pazze imprese coloniali, delle quali voi subirete, senza alcun beneficio, ogni dannosa conseguenza. Dimostrate a questo governo ladro ed infame e a questa borghesia avida di danaro e di sangue, che siete stanchi di prestarvi ai loro desideri, ai loro scellerati propositi. Sappiate opporvi con ogni mezzo alle loro pretese e non indietreggiate mai, anche se dovreste ricorrere alla violenza. Dite chiaramente al succhionismo nazionalista guerrafondaio che se osasse spingervi ad una guerra, voi combattereste non per conquistare nuovi possessi alla monarchia, ma per conquistarvi un avvenire migliore di libertà e di giustizia. (La Gioventù Socialista)

[Il volantino era trasmesso al Ministero dell’Interno accompagnato dal seguente rapporto: «Il negoziante fornaio Benassai Emilio, con panificio in Via Guiccirrdini N°. 14, avendo notato che nel fondo di buste per pane e paste commesse a certo Spaziani Giuseppe da Firenze, erano stati collocati vari manifestini incitanti il popolo ad opporsi anche con la violenza alla guerra di Tripoli, ne dava il 26 volgente avviso al Commissariato di Santo Spirito, che subito provvide al seguestro di tali manifestini, in numero di 637. Essi sono stampati alla macchia intitolati: "guerra alla guerra". Incominciano con le parole "lavoratori! In questo momento il governo italiano sta preparando una spedizione militare in Tripoli" .... E termina con le altre: "ma per

... Nessuna ragione può scusare tale atto di brigantaggio determinato soltanto da loschi interessi capitalistici della classe dominante. Invano si cerca mascherare questo furto con il manto della civiltà, di quella civiltà che cerchereste...

conquistarvi un avvenire migliore di libertà; La Gioventù Socialista". E poiché i manifestini stessi erano posti in modo che non solo potevano essere letti, ma tolti e distribuiti e probabilmente vi erano stati collocati a scopo di propaganda, furono denunziati all’Autorità Giudiziaria per istigazione a delinquere contro le istituzioni, lo Spaziani, nonché Parrini Oreste fu Giovanni, da Firenze, che aveva dato i manifestini allo Spaziani, ed il custode della locale Camera del Lavoro Lorenzini Alessandro, da cui il Parrini, a sua volta, ebbe a riceverli. Il Prefetto»].

di Carlo Bassi

Ma sono i magistrati a violare il segreto! Allora, a ben leggere i capi d’accusa contro Luigi Bisignani e soci, non si parla più di P4 e società segrete: il collega (fino a prova contraria da bambini abbiamo lavorato insieme all’Ansa a due metri di distanza) è ora formalmente accusato di violazione di atti di ufficio e più genericamente di aver tessuto trame di scambi di favori. Reato, quest’ultimo, per il quale mi aspetto che venga presto arrestato il 75 per cento del popolo italiano. E a parte il fatto che ha reso dichiarazioni spontanee e a quanto pare sarà poi l’unico a essere interrogato domani, perché si è detto disposto a farlo, ieri gli è stato fatto anche carico di avere avuto rapporti di conoscenza con ben tre ministre di questo governo, con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, e così via. Tutto questo ne fa ovviamente un faccendiere. Ma la cosa più divertente è che Luigi da piccolo giocava sulle ginocchia di zio Amintore, e altrettanto faceva su quelle di zio Giulio: per fortuna allora non c’erano i magistrati d’assalto delle nuove generazioni le cui inchieste riempirebbero le pagine gialle ma a ben vedere non ci pare abbiano portato a molto finora. Ci fossero stati, sarebbero sicuramente scattate anche accuse di pedofilia ai succitati notabili. Ma, come faceva notare ieri Filippo Facci su Libero (se l’indagato è di centrodestra non puoi leggere Repubblica alla ricerca della verità, non ce la troverai mai), c’è un aspetto estremamente divertente in tutta la vicenda: se l’accusa è davvero, come dicono testualmente le carte, di violazione di segreti d’ufficio e del segreto istruttorio, com’è che il Corriere della Sera e Repubblica hanno potuto pubblicare pagine intere di intercettazioni di Bisignani negli ultimi tre giorni? E soprattutto, di grazia, chi gliele ha date, signori procuratori?

Chi pensava che Kim Rossi Stuart (41 anni) non si sarebbe mai "accasato", sbagliava di grosso, perché proprio questa settimana la sua compagna Ilaria Spada si è fatta immortalare sulla cover di "Vanity Fair" con un bel pancione e, in un’intervista esclusiva, ha dichiarato che tra breve tempo si unirà in matrimonio con Kim. Chiesa e abito bianco.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani

3

PRIMO PIANO

Regione, impegnati 180 milioni per lo sviluppo All’incontro sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni di o enti che compongono il Tavolo di partenariato economico-sociale di Vincenzo Fruci

«Abbiamo scelto un diverso approccio evitando di calare dall’alto gli interventi per privilegiare i tavoli di concertazione»

CATANZARO - Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta - ha partecipato ieri mattina, a Lamezia Terme, nellasededell’Unioncameredella Calabria, alla presentazione del rapportoannualedell’assessorato regionale alle Attività Produttive. Nelcorsodell’incontro,coordinato per l’occasione dal direttore del quotidiano "Calabria Ora" Piero Sansonetti, sono intervenuti tra gli altri il Dirigente Generale del Dipartimento Maria Grazia Nicolò e il Dirigente di settore Marco Aloise. L’iniziativa ha riguardato l’attività gestionale svolta dal Dipartimento Attività Produttive con l’illustrazione delle misure per lo sviluppo predisposte dall’assessorato. All’incontro sono intervenuti i rappresentanti

rappresentanti di categoria intervenuti ci conforta. Sapere ascoltare e condividere una strada comune è una prerogativa di questa classe dirigente, capace di fare delle scelte chiare, auspicate per lo sviluppo del territorio. Il confronto costruttivo è l’arma migliore per vincere la difficile sfida per migliorare la Calabria, nessuno più di noi può cambiare la nostra regione. Occorre un grande

delle associazioni di categoria, enti ed istituzioni che compongono il Tavolo del partenariato economico e sociale istituito presso l’assessorato. La relazione ha messo in luce i provvedimenti adottati dal Dipartimento che ha impegnato circa 180 milioni di euro, di cui 20 milioni già erogati e con la prospettiva di erogarne altri 26 milioni entro il 2011. «Abbiamo la necessità di recuperare energie e risorse della nostra terra - ha dichiarato il Presidente Scopelliti - offrendo, per nostra parte, un supporto concreto alle forze sane e produttive della Calabria, quelle che hanno deciso di rimanere per contribuire fattivamente alla crescita. Sono sempre stato convinto della condivisione dei percorsi programmatici, ed il plauso che viene da tutti i

gioco di squadra - ha poi aggiunto ilGovernatoreScopelliti-ognuno nel proprio ruolo, per superare il momento di difficoltà. C’è una chance che ci viene offerta anche dai fondi dell’Unione Europea e noi dobbiamo essere sempre pronti». «Come assessorato alle Attività produttive - ha dichiarato l’assessore Caridi - abbiamo avviato la nostra attività facendo preliminarmente un monitoraggio delle problematiche e delle esigenze dei vari territori della Calabria. Abbiamo scelto un diverso approccio ai problemi, evitando di calare dall’alto gli interventi per privilegiare l’istituzione di tavoli di concertazione e gruppi di lavoro con enti, sindacati, associazione di categoria per giungere alla formulazione di proposte condivise. Si tratta di un

metodo di lavoro che ha riscosso molti apprezzamenti. Un nuovo modo di operare - ha poi aggiunto l’assessore Caridi - caratterizzato da un rapporto constante con il sistema produttivo regionale, per raccogliere le istanze e realizzarne le proposte. I prossimi obiettivi sono quelli di affiancare i futuri giovani imprenditori in un percorso di formazione che li prepari al meglio ad affrontare un mercato molto competitivo. Non abbiamo comunque dimenticato la gestione delle emergenze - ha concluso l’assessore Caridi - programmando allo stesso tempo interventi concreti che daranno buoni frutti. Si tratta di un percorso che non parte dall’erogazione di fondi ma dalla formazione di una cultura d’impresa che privilegia la premialità, mettendo fine all’elargizione di finanziamenti a pioggia». Aluni interventi del Dipartimento Attività Produttive

hanno riguardato, in particolare, la promozione dello sviluppo imprenditoriale giovanile - Bando Pia Ig, ovvero un bando per la concessione di agevolazioni agli investimenti e allo start up di microimprese di nuova costituzione con un impegno finanziario, a valere sulle risorse liberate del Por Calabria 2000-2006 pari ad15 milioni di euro. La valutazione delle istanze pervenute (nr. 819 idee progettuali) è stata affidata a Fincalabra Spa. Allo stato, le aziende agevolate (nr. 146)

stanno procedendo con la sottoscrizione del contratto di concessione dele agevolazioni; beneficiari saranno destinatari di azioni di consulenza informativa e tutoraggio in fase di start-up. E’ stato inoltre approvato il bando per l’"Attuazione della disciplina per la concessione di aiuti a finalità regionale ovvero a favore della Ristrutturazione Finanziaria Legge 598/94", per un importo pari a 8 milioni di euro destinato anche alle imprese artigiane.


4

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

ITALIA Intercettazione ambientale in carcere mentre cerva di convincere il marito a confessare di nuovo la violenza

Cosima ascoltata mentre tenta di plagiare Michele di Carlo Bassi TARANTO-L’intercettazioneambientale di un colloquio in carcere tra Cosima Serrano e il marito Michele Misseri, tre giorni prima che la donna venisse arrestata, e la deposizione di un testimone che quel pomeriggio del 26 agosto 2010, giorno dell’uccisione di Sarah, avrebbe visto l’auto di Cosima transitare in strada ad Avetrana e dirigersi verso via Deledda, dove c’è casa Misseri. Sono le svolte che hanno messo nei guai Cosima.Intercettazionietestimonianze che la Procura di Taranto ha consegnato ai giudici del Tribunale del riesame nell’udienza sui ricorsi presentati dai difensori di Cosima e di Sabrina Misseri, e che rischiano di rendere pesante soprattutto la posizione processuale della moglie dell’agricoltore di Avetrana.La quale ha sempre giurato di non essere mai uscita di casa quel giorno. È stata battaglia sino a notte venerdì tra accusa e difesa dinanzi ai giudici del Riesame. La decisione del collegio sarà resa nota entro domani, termine ultimo per legge. Ma quell’ intercettazione e quella testimonianza si aggiungono alla deposizione di un fioraio, il quale anche lui avrebbe visto Cosima quel pomeriggio, salvo poi a ri-

trattare tutto e finire indagato per falsa testimonianza, e ai risultati delle indagini tecniche dei carabinieri del Ros sulle celle telefoniche agganciate dai cellulari di Cosima, Sabrina e di Cosimo Cosma, nipote di Michele Misseri, nelle fasi antecedenti e successive all’uccisione di Sarah. L’intercettazione ambientale è del 23 maggio scorso. Secondo quanto si è appreso da fonti investigative, Cosima insisterebbe su Michele perché il marito torni ad addossarsi la responsabilità di aver abusato del corpo di Sarah. Michele si rifiuterebbe più volte ma poi, quasi a voler chiudere il discorso, direbbe più o meno ’se proprio vuoi che dica cosi’, dirò che l’ho violentata. L’ennesimo tentativo di Cosima, secondo la Procura, di far ricadere tutte le colpe del delitto di Sarah sul

Michele rifiuta più volte ma poi, quasi a voler chiudere, dice «se proprio vuoi che dica così dirò che l’ho violentatà»

marito, facendo riemergere anche la possibile matrice sessuale. La deposizione del nuovo teste, Donato Massari, padre di una compagna di scuola di Sarah, è diventata sempre più dettagliata sino all’ultima audizione del 2 giugno scorso. Lui ha dichiarato - ribadendo la circostanza persino in un’ intervista alla trasmissione Quarto Grado, anche questa consegnata dalla Procura ai giudici del Riesame - che poco dopo le 14 di quel 26 agosto vide l’auto di Cosima transitare a velocità in una zona limitrofa a via Deledda. Massari non ha dubbi che si trattasse di quell’auto: perché Cosima e Sabrina per tre volte successivamente - una volta insieme e poi separatamente - sono andate a casa Massari chiedendo particolari su quel pomeriggio e in una occasione è stata fotografata l’auto delle due donne. Si tratterebbe sempre della Opel Astra station wagon di Cosima, che però agli inquirenti ha sempre dichiarato di non essersi mai mossa da casa dalle 13.30 alle 15,30 o poco più di quel 26 agosto. I difensori di Cosima e Sabrina hanno ribattuto per ore oggi alle contestazioni dell’accusa. Nell’udienza di ieri i legali di Cosima avevano depositato una pe-

Ripreso dalla tv uccide la nonna della fidanzata: dice che era telecomandato ROMA -Un giovane imprenditore di 23 anni è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso la nonna della sua fidanzata a Roma, lo scorso 7 giugno. Il presunto assassino ha detto di essere stato ’’guidato dalle voci’’ per compiere il delitto. L’omicida era riuscito ad entrare nell’appartamentodella vittima il giorno del suo «Oggi esistono compleanno,presentantecnologie in grado di dosi con un pacco. L’omicida - secondo manipolare la mente l’accusa - ha poi tentato umana» ha detto il giovane di eliminare il corpo della vittima in vari modi, agli investigatori anche sciogliendolo nell’acido. Inizialmente farneticando si era pensato ad un caso di suicidio, ma ad incastrare il giovane ci sarebbero le inequivocabili immagini dell’impianto di videosorveglianza che la settantacinquenne aveva fatto installare nell’abitazione. Sul corpo della donna erano stati rinvenuti vari tagli, e intorno al collo, il cadavere, immerso della vasca, aveva un filo. A firmare il provvedimento di fermo di indiziato di delitto è stato il sostituto procuratore della Repubblica di Roma, Andrea Mosca, coordinato dal procuratore capo Giovanni Fer-

rara. Le videocamere che hanno registrato il massacro erano poste all’ingresso dell’abitazione, che si trova in via Marco Fulvio Nobiliore, in zona Tuscolana. Dalle immagini è emersa gran parte della dinamica dell’episodio. La vittima ha aperto la porta all’assassino, che aveva un pacco contenente una tanica riempita con dell’acido. All’entrata il giovane omicida ha sferrato un pugno alla donna che è caduta in terra. Poi l’uomo l’ha presa a calci ed è saltato sul suo corpo, provocando un’emorragia interna dovuta alla frattura di una costola. L’assassino ha trascinato l’anziana in bagno sistemandola nella vasca, le ha legato un laccio al collo tentando di simulare goffamente un suicidio e, dopo aver indossato un mefisto, ha gettato l’acido nella vasca. Poi ha aperto i rubinetti del gas e con della carta ha incendiato un sacchetto di plastica, prima di disseminare cuscini in terra ovunque lungo la stanza. L’assassino ha utilizzato i guanti subito dopo aver colpito la donna e prima di uscire dall’abitazione. «Oggi esistono tecnologie in grado di manipolare la mente umana» ha dettoil giovane agli investigatori. Il giovane ha farneticato di un chip nella testa che controllava la sua mente.

Escherichia Coli Un’altra bambina ricoverata in Francia, uno ancora in coma PARIGI - Ai sette bambini già ricoverati al policlinico di Lille dopo aver mangiato hamburger di carne surgelata confezionati della marca ’Steaks Country’, ieri si è aggiunta un’altra bambina con gli stessi sintomi da contaminazione batterica degli altri. Solo che stavolta, a quanto pare, non ha consumato i sospetti hamburger contaminati dal batterio E.coli, all’origine della malattia degli altri bimbi. In attesa che si comprenda la causa di questo ennesimo ricovero, si è appreso che le analisi condotte dalle autorità sanitarie hanno confermato che il batterio E.coli ritrovato negli hamburger è diverso dal ceppo identificato in Germania, e che fino ad ora ha causato la morte di 39 persone. I medici confermano che le condizioni di salute dei piccoli è in miglioramento e che qualche preoccupazione rimane per lo stato di salute del più grave dei sette, il bambino di due anni in coma farmacologico, che presenta disturbi neurologici e si trova tuttora in dialisi. Intanto fioccano le raccomandazioni e gli appelli dei pediatri e dei medici generici a non farsi prendere dal panico. Per stare tranquilli basta osservare le normali misure igieniche e i consigli sanitari ricordati dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Innanzitutto lavarsi bene le mani con il sapone, risciacquarle attentamente e asciugarle usando carta da cucina o asciugamani di tessuto (da lavare con regolarità a 60°C). In particolare: prima di preparare, servire o mangiare i cibi; dopo essere stati in bagno o aver cambiato i pannolini; dopo aver manipolato ortaggi crudi, ortaggi a radice o carne; dopo essere stati a contatto con animali da fattoria o dopo aver visitato una fattoria; dopo qualsiasi contatto con le feci di animali domestici. Cuocere bene la carne e pulire bene la frutta (togliere la buccia) e i legumi.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani

ITALIA C’è chi giura che sarà interlocutorio, chi crede a una serie di paletti all’alleato

Cosa giura oggi Bossi a Pontida? Ridda di ipotesi di Roberto Carli ROMA - Che cosa succede domenica a Pontida? È stato senza possibilità di dubbio l’interrogativo più diffuso negli ultimi tre giorni nelle redazioni come in certi bar altamente politicizzati. Un interrogativo al quale avremo una risposta oggi nella storica località capitale ideale della Lega Nord. A dire la verità c’è anche chi giura che non succederà assolutamente nulla. Ma i presupposti per u colpo di scena, vista la difusa delusione nei ranghi leghisti ci sono tutti. Riforma del fisco. Riduzione delle missioni militari internazionali. Trasferimento dei ministeri al Nord. Ritiro dalla Libia. Blocco navale nel Mediterraneo per gli immigrati nordafricani. Ma anche stop in Cdm al decreto rifiuti in Campania e forse, si ragiona in ambienti della maggioranza, il colpo ad effetto di chiedere a Silvio Berlusconi di fare un passo indietro in vista delle elezioni del 2013. Sono queste le svolte più probabili a detta di molti osservatori in vena di previsioni. La "svolta"

che Umberto Bossi annuncerà, in studiata solitudine, dal palco allestito nel prato della cittadina bergamasca potrebbe essere proprio questa. I vertici lumbard sono riusciti a mantenere il massimo riserbo sul discorso di Bossi, alimentando così i sospetti di un clamoroso ultimatum a Berlusconi. Anzi proprio sull’ambiguità sembra giocare il Carroccio, in modo da far crescere l’attesa per il raduno lombardo. E "questo di Pontida è un appuntamento importante in cui si diranno tante cose che certamente influiranno sulla scena politica", afferma sibillino il ministro Roberto Maroni perché "la Lega è determinante e gioca un ruolo da protagonista" Come se non bastasse, a minare la tranquillità degli alleati del Pdl ci si mette anche il ministro Roberto Calderoli che rivendica con orgoglio il merito di aver bloccato per ben due volte in Consiglio dei ministri il decreto per i rifiuti a Napoli.

Dai, dagli una spallata... (Foto LaPresse)

Lo stop ai rifiuti mette in difficoltà il Pdl: il governatore campano Stefano Caldoro è alla disperata ricerca di una soluzione per l’emergenza mentre il deputato Edmondo Cirielli è pronto a lasciare il partito se il governo non varerà quanto prima un provvedimento ad hoc. Insomma, in vista di Pontida la Lega torna alle sue origini e ad agitare i vecchi ’vessilli’ delle battaglie ideologiche contro il ’Palazzo’ e

Calderoli: «La riforma fiscale va fatta e va fatta subito, diversamente dovrò esserci anch’io al loro minacciato sciopero generale e dovrò essere in piazza con loro»

Bossi e Calderoli tornano sui ministeri al Nord: il senatur, ne voglio quattro. E allora Renata Polverini annuncia la raccolta di firme per tenere a Roma i dicasteri Che faccio, lo spavento? (Foto LaPresse)

gli sprechi del Sud. Calderoli annuncia che domenica verrà avviata la raccolta firme per la proposta di legge di territorializzazione dei Ministeri. "In sei mesi afferma Calderoli - dobbiamo raccogliere 50mila firme ma abbiamo l’intenzione di raccoglierne milioni, in modo da piegare il Palazzo". Il protagonismo dei big del Carroccio rivela il riaccendersi di quella competizione mai sopita nel partito in vista di un avvicendamento di Umberto Bossi alla guida del movimento. Il senatur ne è consapevole ma sa di poter contare sulla cieca fedeltà dei suoi uomini e che sarà soltanto lui a decidere i tempi di qualsiasi cambiamento. Sul palco bergamasco Bossi traccerà il cammino del Carroccio e dovrà tentare di rinnovare la ’alleanza’ un po’ sfilacciata con la base leghista dopo le sconfitte alle amministrative e ai referendum. Si tratta di un difficile gioco di equilibrio tra lo spirito "di lotta" sul territorio su cui ha fondato il movimento e le responsabilità "di governo" a cui è chiamato il Carroccio con i suoi ministri a Roma. Il governatore del Veneto Luca Zaia definisce Pontida "la consueta nostra assemblea dei soci, i nostri attivisti"."Ed è giusto - spiega - che ci sia un momento di confronto". "Pontida ogni anno - aggiunge - è l’occasione per fare un bilancio, un’operazione che facciamo sia nei momenti postivi che negativi. E servirà da riassunto all’attività governativa fatta dai nostri ministri che è sotto gli occhi di tutti". A Pontida guarda anche il Pd. Il segretario Pier Luigi Bersani torna a tentare il Carroccio e lo invita a mollare Berlusconi.

Attanasio: respinta la richiesta del premier. Poi dice: mai dati soldi a Mills

Processo Mills: Silvio Berlusconi si presenta in aula di Carlo Bassi MILANO - Silvio Berlusconi ha partecipato ieri mattina all’udienza nell’aula della Prima Corte d’assise d’appello di Milano davanti ai giudici della X sezione penale, per il processo Mills, che lo vede imputato per corruzione in atti giudiziari. Il premier si è presentato come previsto alle 10 del mattino. All’esterno del palazzo di Giustizia di Milano non si è presentato nessun sostenitore del Pdl, come invece era accaduto nei mesi scorsi, quando il capo del Governo era giunto in tribunale per assistere alle udienze. Ad attendere il premier, prima dell’arrivo, c’era invece la solita schiera di giornalisti, tutti concentrati dietro le transenne, e un ingente numero di uomini delle forze dell’ordine. Ma latitavano anche i contestatori: la situazione fuori dal palazzo di Giustizia era tranquilla: probabilmente nessuno si aspettava la presenza del premier che mancava a palazzo da oltre un mese: l’ultima volta che il presidente del Consiglio vi era entrato

come imputato in uno dei suoi processi era stato il 16 maggio scorso, sempre per il procedimento Mills. I giudici hanno respinto la richiesta avanzata dalla difesa del premier di considerare Diego Attanasio come teste imputato in procedimento connesso. Secondo la corte infatti non vi sarebbe alcun legame «probatorio» tra il processo in cui l’imprenditore è imputato di corruzione a Salerno e quello a carico del presidente del Consiglio. L’armatore napoletano sentito subito dopo come testimone ha spiegato di non aver mai dato, né regalato, né prestato, 600 mila dollari all’avvocato inglese. L’armatore ha dunque confermato in aula la versione resa nel processo a carico di Mills, smentendo la tesi della difesa dell’avvocato di affari inglese che sosteneva che i 600 mila dollari al centro del processo sarebbero stati dati a Mills da Attanasio perché li investisse. Secondo l’accusa, invece, quei 600 mila dollari sarebbero stati versati all’avvocato inglese da Berlusconi come prezzo della corruzione. La deposizione è arrivata dopo che i giu-

dici del processo hanno respinto la richiesta avanzata dalla difesa del premier di considerare Attanasio come teste imputato in procedimento connesso, che gli avrebbe consentito di avvalersi della facoltà di non rispondere. Secondo la corte infatti non c’è alcun legame «probatorio» tra il processo in cui l’imprenditore è imputato di corruzione a Salerno e quello a carico del presidente del Consiglio. La difesa di Berlusconi aveva chiesto di sentire Diego Attanasio come testimone-imputato di reato connesso, circostanza che avrebbe permesso all’armatore napoletano di avvalersi della facoltà di non rispondere. I legali del premier, Niccolò Ghedini e Piero Longo, avevano sostenuto che i giudici della decima sezione penale avevano il «diritto-dovere»di valutare la sussistenza di elementi di collegamento» tra il processo Mills e una vicenda giudiziaria che ha portato alla condanna a Salerno di Attanasio per corruzione. Per i difensori del presidente del Consiglio, ci sarebbe stato un collegamento probatorio

tra questi due procedimenti a causa del quale l’armatore non avrebbe potuto essere sentito nelle vesti di semplice testimone, e quindi con l’obbligo di rispondere alle domande del collegio, ma avrebbe dovuto assumere la veste di testimone-imputato con la facoltà di non parlare. Questa tesi è stata decisamente confutata dal pm Fabio De Paquale, il quale ha ricordato che il tribunale di Milano respinse un’identica eccezione il 13 aprile 2007 quando ancora si svolgeva il processo a Mills e Berlusconi insieme, prima che la posizione del premier fosse stralciata. «Non c’è nessun collegamento tra i capi di imputazione dei due processi, né a livello probatorio, né a livello temporale. Capisco che la difesa ha interesse a sentire Attanasio come teste-imputato, ma credo che il collegio debba respingere in modo secco l’eccezione», aveva replicato De Pasquale, che ha anche ricordato che Attanasio fu condannato per fatti che risalgono ai primi anni Novanta per corruzione in relazione al pagamento di tangenti.

5


6

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

ECONOMIA Abc del rating. Cos’è, chi lo fa, come nasce e perché è importante

Moody’s minaccia il taglio del rating. All’origine della possibile revisione le perduranti debolezze strutturali dell’economia

Italia sotto la lente del mercato, si teme per le prossime aste di Gaia Mutone ROMA - Ormai basta uno starnuto a fare innervosire i mercati o a mettere sul chi va là le agenzie di rating. Dopo l’outlook negativo assegnato al rating italiano da Standard & Poor’s, il merito creditizio del nostro Paese finisce anche sotto la lente di Moody’s. La principale agenzia di rating del mondo ha confermato l’attuale valutazione ad Aa2, ma ha avvisato che in futuro potrebbe tagliare il giudizio sul Belpaese nel caso in cui l’Italia non riesca a far fronte ai principali profili di rischio citati dagli analisti di Moody’s. Nell’ordine: una crescita rallentata da debolezze strutturali e che potrebbe risentire di una probabile crescita dei tassi di interesse nel prossimo futuro (più che probabile già a luglio); i rischi collegati all’attuazione Se ci dovesse essere un dei piani di consolidei conti taglio sarebbe il primo damento pubblici che sono richiesti per ridurre da 15 anni. Le ultime l’indebitamento e due azioni di Moody’s mantenerlo a livelli e quelli avevano portato ad un sostenibili; collegati al cambiamento delle conaumento del rating dizioni di finanziamento per i Paesi europei con alti livelli di debito. Per capire che effetto potrà avere nell’immediato questo cartellino giallo di Moody’s bisognerà aspettare domani, quando riapriranno le borse. La prossima poi sarà anche la settimana delle aste poiché lunedì si procederà con i Bot e Ctz e martedì con Btp e Cct. La speranza quindi è che l’Italia non sia costretta ad aumentare i

rendimenti per attirare gli investitori e che nel complesso le piazze finanziarie reagiscano come hanno fatto per Standard & Poor’s, cioè senza particolari scossoni. Come per Standard & Poor’s anche per Moody’s la maggiore preoccupazione è la debolezza della crescita. C’è da aggiungere infatti che proprio venerdì il Fmi (solo poche ore prima del comunicato diffuso da Moody’s in tarda serata) aveva rivisto al ribasso di 0,1 punti percentuali la stima per l’Italia per il 2011, inchiodata all’1%. Moody’s parla esplicitamente di necessaria «rimozione di importanti e strutturali colli di bottiglia che possono frenare la ripresa economica nel medio termine» (principalmente la bassa produttività e le rigidità del mercato del lavoro e della produzione) e ribadisce che sotto il faro dell’agenzia di rating finirà anche «l’abilità del Governo nel raggiungere ambiziosi obiettivi di consolidamento dei conti pubblici». A far scattare l’allerta delle agenzie di rating è stato, però, anche il contesto esterno, appesantito dalle allarmanti notizie sulla crisi greca, che hanno determinato il violento peggioramento del costi di raccolta per gli stati sovrani europei ad alto debito in questi giorni (in pochi giorni lo spread tra BTp e Bund ha superato la soglia dei 200 centesimi, nuovo record). L’esame di Moody’s dovrebbe concludersi, come da prassi, tra 90 giorni. Nel caso dovesse arrivare un taglio, sarebbe il primo per l’Italia da parte di Moody’s da oltre quindici anni, visto che le ultime due azioni (nel 1996 e nel 2002) avevano portato ad un aumento del rating. L’impressione, però, è che il nostro Paese stia pagando più per le colpe della Grecia che per un reale peggioramento della sua "affidabilità".

ROMA – Semplificando al massimo potremmo innanzitutto dire che il rating non è altro che un voto. Un giudizio che alcune agenzie esterne e indipendenti (le più famose sono appunto le statunitensi Moody’s, Standard & Poor’s e l’europea Fitch) esprimono sulle capacità di un emittente di ripagare il debito contratto con il mercato attraverso strumenti diversi: dalle semplici obbligazioni emesse dal Tesoro (se si tratta di Stati), da aziende o banche, fino ai titoli derivati più complessi (Abs, Mbs e simili) che in alcuni casi sono stati all’origine dell’ultima crisi finanziaria. Il giudizio è espresso su una scala alfabetica. Si va infatti dalla tripla A (il massimo) a scendere fino alla D (di default), che bolla un debitore come insolvente. Ogni livello esprime una diversa misura di affidabilità che si traduce in un differente grado di rischio che l’investitore corre investendo nel titolo X. Più il rischiochel’investitorenon ritorni in possesso di quan- Il giudizio è espresso to investito è alto più aumenta il rendimento che su una scala alfabetica. l’emittente (uno Stato ad Per Moody’s ad esempio esempio) deve garantire. I rating sono continuamente l’Italia è a Aa2, mentre revisionati poiché dipendono sia dalle condizioni eco- la Grecia è a Caa1 (il nomiche e finanziarie del default è a D...) soggetto in esame sia dal contesto internazionale. Se al termine della valutazione (tra i 60 e i 90 giorni) l’agenzia conclude che il giudizio è inadeguato può procedere ad un ribasso o ad un rialzo. Prima di questo però deve necessariamente compiere un passo intermedio annunciando di aver messo sotto osservazione le prospettive del rating. Il problema è che anche questo semplice annuncio (come abbiamo visto) mette in fibrillazione i mercati, poiché sono comunque di fronte ad un’incognita. Quando un’agenzia rivede l’outlook vuol dire che, considerando un periodo di tempo non definito, ma che di solito è identificato con un biennio, individua una tendenza, una prospettiva per il rating. L’outlook può infatti essere "positivo", "negativo" o "stabile". Indica quindi la direzione che giudizio potrebbe prendere, se si confermasse o meno lo scenario su cui è stato definito.

Cisl e Uil in piazza per l’ultimatum: «Riforma del fisco o il governo vada a casa» ROMA – «Siamo ad un bivio per l’economia, per il sociale e per la politica. Diciamo al governo che se vuole avere un piccolo barlume di senso faccia le riforme. O le fa o gli diciamo che è meglio che se ne vada». Una piccolo aiutino alla Pontida di oggi è arrivato ieri dal palco allestito a piazza del Popolo a Roma da Cisl e Uil. Il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni e quello di Uil, Luigi Angeletti, sempre più lontani dalla Cgil della Camusso, mandano un messaggio chiaro che suona come l’ennesimo ultimatum al governo Berlusconi. «Quello di oggi - ha spiegato Bonanni - era l’ultimo avviso al governo, bisogna fare la riforma fiscale o si rischia uno scontro politico e sociale». Il modo per farla c’è: «I soldi si devono cercare nell’evasione, ci sono infatti - ha aggiunto - 150 miliardi di evasione fiscale, 100 mi-

liardi di evasione contributiva e 40 miliardi di evasione dell’Iva». Gli fa eco Angeletti: «Il governo deve fare una riforma fiscale per ridurre le tasse sul lavoro e pensioni. Se non la fa se ne può andare». «La riforma fiscale - ha detto Angeletti è il vero atto di giustizia sociale in questo Paese. È ora di farla finita di prendere soldi dalle tasche dei lavoratori e dei pensionati perché è automatico e non dà problemi. Non ci sono alternative, è inutile discutere se si può o non si può. O questo Governo fa questo atto di giustizia e riaddrizza la stortura con una riforma fiscale che riduca le tasse sul lavoro dipendente e le pensioni - ha avvertito - o è meglio che non sopravviva». Che questo sarà il tema di oggi lo conferma indirettamente anche il leghista Calderoli: «Sottoscrivo completamente», ha detto il ministro.

Raffaele Bonnanni (Cisl) e Luigi Angeletti (Uil). (Foto: Lapresse)

Ga.M.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani

7

ESTERI A confermarlo ieri è stato il presidente afghano Hamid Karzai. La «trattativa sta andando bene», ha detto

Afghanistan, gli Usa trattano con i talebani di Sofia Ricciardi KABUL – Ora c’è la conferma ufficiale: gli Stati Uniti stanno trattando con i talebani. A confermare quella che era solo una voce, ma che ormai da tempo circolava negli ambienti diplomatici, è una fonte più che affidabile dato che si tratta addirittura del presidente afgano Hamid Karzai. La «trattativa sta andando bene», ha detto Karzai mentre nel frattempo a Kabul un attentato suicida sferrato da un commando di quattro kamikaze e rivendicato proprio dai talebani davanti al palazzo presidenziale faceva nove morti e dodici feriti. Secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno, l’attentato ha preso di mira un commissariato di polizia situato all’interno di un mercato (le vittime sono tre agenti, un funzionario dell’intelligence e cinque civili. A questi si devono aggiungere 12 feriti, di cui dieci sono civili). Durante la conferenza stampa tenuta proprio nella capitale del Paese, il presidente Karzai ha dichiarato che «i militari stranieri e in particolare gli stessi Stati Uniti» sono coinvolti in trattative di pace con i talebani. Annuncio che oltre ad essere la prima ammissione ufficiale smentisce parzial-

mente quanto detto dal segretario della difesa statunitense Robert Gates solo pochi giorni fa, ovvero che si sarebbero potuti avviare dei contatti diplomatici «entro la fine dell’anno» se i successi militarisulcampoavessero contribuito a mettere alle strette i talebani. Prima della dichiarazione di Karzai c’erano state diverse indiscrezioni provenientida ambienti diplomatici. Il presidente afghano è da tempo favorevole a contatti tra le forze della coalizione e i talebani, e non a caso le sue parole arrivano il giorno dopo che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità due risoluzioni con le quali sostanzialmente si dice che Al Qaeda e talebani afghani vanno considerati come due entità diverse e saranno soggetti a due diversi tipi di sanzioni internazionali.

Ieri però un commando formato da 4 talebani ha compiuto un attentato nel mercato di Kabul: nove i morti e dodici i feriti

L’obiettivo, si legge nel documento finale, è stato evidenziare il divario tra la rete jihadista internazionale e le diverse e più marginali cellule talebane attive nel Paese. Le nuove risoluzioni 1988 e 1989 inviano «un messaggio chiaro ai talebani che c’è un futuro per coloro che si separano da Al Qaeda, rinunciano alla violenza e rispettano la costituzione afgana», ha dichiarato Susan Rice, inviato delle Nazioni Unite per gli Stati Uniti. Si tratta di «un importante passo avanti nel rafforzamento delle sanzioni internazionali contro i terroristi», ha replicato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Victoria Nuland. È certo comunque che i colloqui, che non si sa se avvengano direttamente o attraverso intermediari, sono ancora ad uno stadio iniziale. I talebani hanno governato gran parte del paese fino al 2001. Attualmente sono presenti in Afghanistan circa 100mila soldati statunitensi, un numero quasi triplicato rispetto ai 34mila impegnati nel paese quando Barack Obama ha iniziato il suo mandato, anche se è atteso a giorni l’annuncio di una riduzione del contingente militare: entro il 2014 il controllo del territorio verrà gradualmente ceduto alle forze di sicurezza afghane.

Gli insorti senza soldi battono cassa Non riusciamo più a produrre petrolio BENGASI - Gli insorti del Consiglio nazionale Transitorio di Bengasi battono cassa: sono rimasti senza fondi e ora accusano l’Occidente di non aver mantenuto la promessa di garantire loro aiuti economici. A denunciarlo è stato un autorevole esponente della giunta, il ministro del Petrolio e «O loro, i Paesi occidentali delle Finanze, Ali Tarhouni: «Noi non abnon capiscono, o a loro biamo contanti. Stiamo esaurendo ogni risorsa. semplicemente non Senza soldi non produciamo petrolio. È un falinteressa. Non stiamo limentocompleto».Senproducendo petrolio per i za mezzi termini, Ali Tarhouni ha continuato: danni subiti» «O loro (i Paesi occidentali) non capiscono, o a loro semplicemente non interessa. Non stiamo producendo petrolio per i danni. E non mi aspetto che la produzione riprenda a breve. Le raffinerie non hanno greggio, quindi non lavorano». Ad un reporter che gli ha chiesto come in questo scenario le istituzioni dei ribelli possano sopravvivere, Tarhouni ha risposto: «C’è gente che è morta per questa rivoluzione. E ancora si muore. Troveremo un modo. Una cosa è certa: non molleremo

mai». Il ministro del Petrolio e delle Finanze ha raccontato inoltre che i ribelli stanno trattando con compagnie straniere per una futura cooperazione, aggiungendo di non avere problemi ad avere a che fare con chi prima faceva affari con il governo di Gheddafi. A riguardo, Tarhouni ha fatto anche dei nomi, citando la tedesca Wintershall e la francese Total come compagnie con le quali ci sarebbero già contatti in corso. «Noi abbiamo bisogno di aiuto. E rispettiamo e ci adattiamo a ogni contratto. L’unico nemico che abbiamo - ha concluso - è Gheddafi, i suoi sicari e i suoi criminali. Sul mercato e fra le compagnie non ho alcun nemico». Intanto anche ieri sono continuati gli scontri a fuoco soprattutto con armi leggere fra le forze fedeli al colonnello Muammar Gheddafi e gli insorti a Nalut, città della Libia nordoccidentale, sul confine con la Tunisia. Lo riferisce la tv satellitare al-Jazeera, secondo la quale almeno otto ribelli sono morti e più di una decina sono rimasti feriti nello scontro esploso venerdì sera e continuato per tutta la giornata di sabato.

Schifani in Afghanistan «I militari siano da esempio per la politica italiana» HERAT – In Afghanistan ieri c’era anche il presidente del Seanto Renato Schifani. Giunto nel Paese in mattinata ha visitato la base italiana ad Herat per poi spostarsi in quella di Bala Murghab (a 170 chilometri a Nord di Herat), presidiata dalla 183/a Brigata paracadutisti Nembo della Folgore. Durante quella che è stata la prima visita di un’alta carica dello stato in prima linea, Schifani ha ricordato che recentemente in occasione della parata del 2 giugno, Festa della Repubblica, il vicepresidente USA Biden «ci ha ringraziato per l’impegno dei nostri ragazzi a difesa della democrazia e nella lotta contro il terrorismo che non può fermarsi». «Una lotta che non si può fermare - ha detto - e che va combattuta senza se e senza ma». Non manca un richiamo all’ordine e una riflessione sull’attuale clima politico in Italia: «Penso - ha sottolineato Schifani - che l’esempio di questi ragazzi dovrebbe dare un messaggio alla Schifani a Bala Murghab (foto AdnKronos) politica italiana: si concentri sui problemi, si parli di innovazione, di riforme strutturali come quella del fisco e del sistema Paese. Il paese chiede questo - ha concluso - di essere modernizzato e lo chiede in tutti i modi. Credo che sia questo il dovere della politica: porre al centro della propria agenda tali argomenti». E alla domanda se la missione cambierà a partire dal prossimo mese quando subentreranno le forze afghane: «Ci sarà una valutazione nel contesto internazionale e ma non c’è dubbio che l’impegno complessivo deve essere portato avanti alla luce dei risultati ottenuti finora. Il nostro lavoro nell’addestrare le forze di sicurezza afghane sta ottenendo grossi risultati e ciò fa ben sperare nella possibilità di un graduale disimpegno nel tempo, quando lasceremo il compito di tutelare la democrazia afghana a forze che siano all’altezza del compito. Più tali forze acquisiranno la capacità di controllo del territorio meno sarà necessario il nostro impegno».


8

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

IN CALABRIA

Regione, interventi urgenti per le famiglie in difficoltà

di Marco Bellavista CATANZARO - La Giunta regionale - informa una nota dell’Ufficio stampa - si è riunita sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Scopelliti, con l’assistenza del Dirigente generale Francesco Zoccali. Su proposta del Presidente Giuseppe Scopelliti, è stata deliberata l’autorizzazione alla costituzione di parte civile della Regione nei processi a

carico di Carlo Cosco ed altri al Tribunale di Milano (accusa sequestro ed omicidio Lea Garofalo), deliberata l’adesione della Regione alla campagna di comunicazione dell’associazione Ong "Nessuno tocchi Caino". Sempre su proposta del PresidenteScopelliti, deliberata l’approvazione del disegno di legge "modificazione all’art.49 della legge regionale del 29.12.2010 n. 34". Su proposta dell’assessore al Lavoro e servizi sociali France-

Approvato il regolamento che garantisce lo svolgimento delle funzioni dell’autorità del garante regionale dell’infanzia ed adolescenza

scantonio Stillitani, è stata approvata la delibera relativa ad interventi urgenti ed azioni alle famiglie in difficoltà, approvato il regolamento che garantisce lo svolgimento delle funzioni dell’autorità del garante regionale dell’infanzia ed adolescenza ed approvato il protocollo d’intesa relativo alla conferenza regionale sul volontariato e giustizia. Deliberata l’approvazione del protocollo d’intesa, stipulato tra provincia di Crotone ad Asp di Crotone, che garantisce l’utilizzo del personale per l’Asp di Crotone. Su proposta dell’assessore all’Urbanistica Pietro Aiello, sono state approvate le delibere relative alle modifiche dell’art. 30 della legge regionale 7/2006 e dell’articolo 2 della legge 22/2007, proposte al Consiglio regionale. Su proposta dell’assessore all’Agricoltura Michele Trematerra, la Giunta ha approvato la bozza di regolamento attraverso il quale viene individuata Fincalabra quale gestore del fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese agricole. Deliberata la proposta di legge per la modifica all’articolo 25 comma 2 della legge regionale 15/2008 e la costituzione di un gruppo di lavoro per l’aggiornamento del programma regionale dell’attività di forestazione e gestione foreste regionali. Su proposta dell’assessore alla cultura Mario Caligiuri, è stato approvato il protocollo d’intesa

tra Regione Calabria, Ministero Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Scientifica per la realizzazione di interventi finalizzati all’integrazione e potenziamento dei servizi d’istruzione (salva precari) venendo incontro ai bisogni dei lavoratori ed agli operatori scolastici. Deliberata l’approvazione del protocollo d’intesa relativo ai disturbi nell’apprendimento, tra la Presidenza della Regione Calabria, l’Assessorato alla Sanità, l’Assessorato alla Cultura e l’Ufficio Scolastico Regionale, in collaborazione con il Lions Club International, la federazione medici pediatri Calabria, la società di neuropsichiatrica infantile Calabria, il centro studi sui bisogni educativi speciali ed autismo, l’Unical e la Fidapa Calabria. Deliberata infine l’approvazione del protocollo d’intesa tra la Regione Calabria l’Ufficio Scolastico regionale ed il Museo della Ndrangheta di Reggio Calabria per la diffusione della cultura della legalità. Su proposta dell’assessore alla Attività produttive Antonio Caridi, sono state approvate le direttive di attuazione per il sostegno ai processi di riorganizzazione ed aggregazione e per l’integrazione dei fondi rischi dei confidi ai sensi dell’art .1 legge regionale 40/2008 Su proposta dell’assessore Giacomo Mancini, sono state deliberate alcune variazioni al bilancio per l’esercizio finanziario 2011.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani

9

IN CALABRIA ’Ndrangheta torinese, interrogato dal Gip ex sindaco del Pdl

La Federazione aderisce ad un invito di Don Ciotti, nel corso della consegna ufficiale del Premio Bearzot organizzato dalle Acli

Abete e Prandelli portano la Nazionale a Rizziconi di Filippo Ussia ROMA - «Portiamo la nazionale ad allenarsi su un campo confiscato ai mafiosi». Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio, aderisce ad un invito di Don Ciotti, nel corso della consegna a Cesare Prandelli del Premio Bearzot organizzato dalle Acli. «Quel campo in Calabria - ha detto il presidente di Libera - è stato tolto alla ’ndrangheta sette anni fa. Quando i nostri ragazzi lo hanno visto per la prima volta sono letteralmente inmpazziti di gioia. Ma poi, per sette lunghi anni, l’organizzazione mafiosa, con le pressioni e le minacce, ha fatto in modo che non vi si giocasse mai. Serve un segnale forte». «Accettiamo la sfida - ha ribattuto Abete - quando sono positive, occorre sempre provare ad affrontarle». «Sì, portiamo gli azzurri ad allenarsi sul campo in Calabria confiscato alla mafia». Il ct della Nazionale italiana, Cesare Prandelli, appoggia pienamente l’idea lanciata da Don Ciotti - nel corso

della consegna al tecnico azzurro del Premio Bearzot organizzato dalle Acli - di portare la Nazionale ad allenarsi su un campo confiscato alla ’ndrangheta sette anni fa, ma in cui non è stato mai possibile giocare a causa dell pressioni subite dall’organizzazione mafiosa. La sfida del presidente di Libera è stata accettata dal numero 1 della Federcalcio, Giancarlo Abete, e sottoscritta dallo stesso ct azzurro. «Sono pienamente d’accordo, è un’iniziativa che dà un senso alle cose che facciamo. Egoisticamente mi piacerebbe ha aggiunto Prandelli con una

La struttura che ospiterà gli Azzurri è stata realizzata nel 2003 su un terreno confiscato al boss della ’ndrangheta Crea

battuta - perché vorrebbe dire che posso avere un campo dove allenare la Nazionale per qualche giorno». Si trova a Rizziconi il campo confiscato alla mafia dove il presidente della Federcalcio, GiancarloAbete,accogliendouna richiesta di don Luigi Ciotti, intende portare ad allenarsi la nazionale italiana. La struttura è stata realizzata nel 2003 su un terreno che venne confiscato al boss della ’ndrangheta Teodoro Crea. A realizzare il campo di calcio furono i commissari del Comune dopo aver demolito alcune strutture in cemento che erano state realizzate sull’area. Dopo la realizzazione il campo fu gravemente danneggiato e nel 2007, dopo alcuni lavori di ristrutturazione, fu nuovamente inaugurato con una partita di calcio giocata da due squadre che furono capitanate da don Luigi Ciotti e dall’allora presidente della commissione parlamentare antimafia Francesco Forgione. Da allora la struttura non viene utilizzata anche se è affidata ad una associazione.

TORINO - Le risposte date ieri al gip da Nevio Coral (Pdl), ex sindaco di Leinì (Torino) arrestato per concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta sulla ’ndrangheta in provincia di Torino, «sono del tutto incompatibilI con l’ipotesi accusatoria»: lo ha detto, al termine dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip, l’avvocato Roberto Macchia, legale di Coral. In particolare ha riferito Macchia - Coral, che è stato sentito per un’ora Coral è stato sentito per e mezza, ha negato di conoscere direttamente gli espo- un’ora e mezza, ha nenti della ’ndrangheta torinegato di conoscere nese che sono stati arrestati, come lui, l’8 giugno scorso. direttamente i mafiosi «Il mio cliente - ha precisato Macchia-sapevasoltantochi arrestati, come lui, fosse Valter Macrina, di cui l’8 giugno scorso aveva conosciuto il padre 30 anni fa. Quando quest’ultimo si presentò facendo un’offerta molto vantaggiosa per realizzare il centro direzionale della ditta Coral a Volpiano, lui accettò. Ha detto di non sapere, però, se poi Macrina abbia subappaltato i lavori ad altre ditte». Valter Macrina, 46 anni, è tra gli arrestati in quanto riconosciuto dall’accusa quale esponente della "locale" di Volpiano (Torino). Un altro aspetto su cui si è soffermato l’interrogatorio è una cena, avvenuta il 20 maggio 2009 in un ristorante di Volpiano (Torino) di proprietà di Claudio Coral, figlio di Nevio, per la campagna elettorale delle elezioni pronvinciali a cui era candidato, per il Pdl, l’altro figlio Ivano. Nell’ordinanza di custodia cautelare, infatti, appare un’intercettazione ambientale che mostra come vi abbiano partecipato esponenti locali della ’ndrangheta, tra cui Vincenzo Argirò, esponente di spicco della crimine, il braccio violento dell’organizzazione in provincia. «Si è trattato - ha spiegato Macchia - di uno dei circa 80 incontri tenuti in due mesi per la campagna elettorale. Ha partecipato a numerosi altri incontri e non può avere memoria di tutti i soggetti che ha incontrato. Di quella cena ricorda soltanto che l’unico che conosceva era Emilio Gallo, che forse era candidato alla carica di consigliere comunale per il Pdl a Volpiano». Secondo quanto riportato dall’ordinanza del gip, Gallo, 40 anni, aveva partecipato all’organizzazione della cena ma non risulta tra gli indagati.

De Gaetano: vertenza nazionale per Gioia Tauro REGGIO CALABRIA - «Siamo al fianco degli operai e dei sindacati. La Regione pretenda l’apertura di una vertenza nazionale per il rilancio del porto di Gioia Tauro». E’ quanto afferma, in una nota, il consigliere regionale di Rifondazione comunista, Nino De Gaetano che aderisce al sit-in promosso dalla Filt e dalla Fiom Cgil. «La crisi del porto - sostiene De Gaetano - deve diventare immediatamente oggetto di una vertenza nazionale: il Governo Berlusconi, da sempre silenzioso e distratto nei confronti della Calabria, è chiamato ad assumersi impegni chiari e forti per garantire i livelli occupazionali e il rilancio dello scalo calabrese. Sono nazionali, infatti, le responsabilità delle difficoltà in cui si dibatte il Porto, mai supportato finora da una seria politica di infrastrutturazione e potenziamento. Siamo natu-

ralmente al fianco dei lavoratori e dei sindacati riuniti in queste ore in un presidio permanente». «La loro angoscia per gli esuberi annunciati da Medcenter Container Terminal, condivisa da centinaia di famiglie e dai sindaci del comprensorio - prosegue De Gaetano - deve diventare la preoccupazione di tutta la Calabria: a rischio c’è, infatti, il futuro economico dell’intera area industriale di Gioia Tauro. Di fronte a questo scenario, il Governo Berlusconi non può continuare, come sta facendo in questi giorni, a tacere. Il calo della competitività del porto di Gioia Tauro rispetto ad altri scali del Mediterraneo, infatti, è anche il frutto di precise scelte nazionali che hanno visto cancellare gli investimenti nelle infrastrutture e nella logistica al Sud e in Calabria. Dobbiamo pretendere con forza un’imme-

diata inversione di tendenza che permetta, innanzitutto, di salvaguardare tutti i posti di lavoro, gettando le basi per una nuova crescita che possa portare sviluppo e ulteriore occupazione».


10

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

IN CALABRIA

Chiusura del Santa Barbara «Solo presupposti sbagliati»

di Nicola Verro COSENZA - «La paventata chiusura dell’ospedale "Santa Barbara" di Rogliano da parte del Commissario della Sanità calabrese, on. Giuseppe Scopelliti, si basa su una serie di presupposti non solo sbagliati (questo presidio ospedaliero, infatti, non è un presidio autonomo ma fa parte dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza come ne fanno parte l’Annunziata e il

Mariano Santo, in virtù di un Decreto Ministeriale del 1993), ma contrasta anche con i provvedimenti n. 724-725-726 adottati e resi immediatamente esecutivi il 27 agosto del 2010 dal dott. Paolo Gangemi che hanno trasformato, tra l’altro, il Pronto Soccorso del "Santa Barbara" in Punto di Primo Intervento; è stato attivato un nuovo Reparto di Dialisi con un protocollo sottoscritto con l’Azienda Sanitaria e sono state riorganizzate le attività chirurgi-

«La decisione di tagliare un ramo dell’ Azienda ospedaliera di Cosenza è una scelta assurda per mettere in ginocchio l’Annunziata di Cosenza»

che con la suddivisione della Chirurgia Generale in otto posti di Day-Surgery e in otto di Chirurgia Generale». E’ quanto affermano, in una nota, i consiglieri regionali, on. Carlo Guccione (Pd) e Ferdinando Aiello (Sel). «Non si comprendono, pertanto, i motivi - proseguono Guccione e Aiello - di tanta schizofrenia e contraddittorietà fra i provvedimenti assunti dal Commissario regionale alla Sanità, on. Giuseppe Scopelliti e quelli assunti dal dott. Paolo Gangemi, attuale Commissario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Ciò diventa ancor più incomprensibile se si considera che, nella seduta del 29 ottobre 2010, la Terza Commissione regionale che si occupa di sanità, dopo aver ascoltato il sindaco di Rogliano, avv. Giuseppe Gallo, non solo ha recepito positivamente le scelte compiute e rese esecutive immediatamente da parte del Commissario Gangemi, ma ha approvato in quella stessa sede e all’unanimità un Atto di Indirizzo a seguito del quale l’Ospedale di Rogliano è destinato ad ospitare anche un Centro Urologico». «Questo modo di amministrare -denunciano i due consiglieri dell’ opposizione- rischia di far implodere definitivamente il sistema sanitario nella città-capoluogo e nella più grande provincia della Calabria poiché, se da una parte si riconverte e dall’altra si chiude, da qualche altra parte si

dovrà pur potenziare se si vogliono dare risposte ai cittadini che hanno bisogno di assistenza e non trovano più la possibilità di curarsi nei propri territori. C’è il rischio concreto che l’Azienda Ospedaliera di Cosenza che, come è noto, già presenta diffuse e vistose carenze infrastrutturali e assoluta mancanza di personale medico e paramedico, venga travolta e su-

Carlo Guccione (Pd) e Ferdinando Aiello (Sel): non si comprendono i motivi di tanta schizofrenia e contraddittorietà bissata dalla richieste crescenti che provengono da tutta la provincia. La decisione di "tagliare" un ramo dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza (Santa Barbara di Rogliano) è, quindi una scelta assurda e totalmente sbagliata e va in un’unica direzione, che è quella di mettere in ginocchio l’Annunziata di Cosenza». «La mobilitazione dei Sindaci e delle popolazioni del Savuto - concludono Guccione e Aiello - non rappresenta, dunque, una battaglia localistica a difesa del Santa Barbara di Rogliano».


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 11

IN CALABRIA Per la Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell’ Università della Calabria l’iniziativa è una realtà consolidata

All’Unical la V edizione delle “Lauree d’Argento” di Lucia Simonelli COSENZA - S’è svolta ieri mattina, nell’Aula magna del centro Congressi"BeniaminoAndreatta" dell’Università della Calabria, la V edizione delle "Lauree d’Argento" della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. «La Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università della Calabria, rappresenta una realtà consolidata, proiettata verso traguardi sempre più ambiziosi - ha spiegato nel corso del suo intervento il Rettore dell’Università della Calabria, Prof. Giovanni Latorre. - Per questo motivo, la cerimonia di conferimento delle "Lauree d’Argento", arrivata ormai alla quinta edizione, non vuol essere semplicemente un momento contrassegnato da nostalgie e ricordi, ma diventa un’occasione di riflessione e di incontro tra ciò che siamo stati e ciò che siamo. Sul modello delle università americane - ha detto ancora il Rettore vogliamo guardare anche avanti, costruendoesviluppandosempre più il rapporto con i nostri laureati. Una sorta di "spirito d’appartenenza" che, se cresce, come ci auguriamo, può certamente aiutare la stessa mission dell’Università come presidio culturale avanzato, motore di sviluppo del territorio ed agenzia formativa che accompagna, nell’ottica di quello che gli inglesi chiamano "life long learning", l’intera vita di un nostro studente». Dopo l’intervento del Rettore, è stata la volta del Preside della Facoltà di scienze, matematiche, Fisiche e Naturali, Prof. Gino Crisci. «Le cosiddette "scienze esatte" non attraversano, un momento facile. Nonostante ci sia un’alta richiestadiprofessionalitàscientifiche, il nostro Paese ne produce meno di quante ne avrebbe bisogno. Oggi abbiamo parlato anche di questo aspetto assieme a tutti coloro i quali, laureati presso questa Facoltà, si sono confrontati e continuano a confrontarsi con il mondo del lavoro e della ricerca scientifica. La manifestazione di oggi rappresenta, dunque, un momento di confronto importante per "raccordare" il passato col presente. Per questo motivo oltre a premiare i laureati d’Argento, abbiamo pensato anche di conferire una pergamena di merito ai migliori laureati del 2010». Dopo il prof. Crisci sono intervenuti il Prof. Carlo Maria Bertoni, Presidente della Conferenza Nazionale Permanente dei Presi-

di della Facoltà di Scienze e Tecnologie, la Prof.ssa Marisa Michelini, Ordinario di Didattica e Storia della Fisica dell’Università di Udine ed il Prof. Giuseppe Ranieri, Professore Ordinario di Chimica dell’Unical. L’ultimo intervento è stato quello del dott. Aldo Bonifati Presidente dell’Associazione Internazionale Amici dell’Università della Calabria nonché uno dei "padri fondatori" dell’Ateneo d’Arcavacata. Bonifati - nel suo intervento - ha raccontato il "miracolo" dell’Unical: Ateneo nato e cresciuto in un territorio svantaggiato ed oggi diventato tra le migliori realtà accademiche del Paese. Alla fine degli interventi c’è stata la premiazionedei"Laureatid’Argento" e la consegna delle pergamene ai migliori laureati del 2010. *** Questo l’elenco dei Laureati d’Argento della facoltà di S.M.F.N 1985: Pasquale Grande, Gabriella Meo, Luigina Sabatino, Teresa Celotti, Donatella Grisolia, LeonardoMusmanno,AngeloMaria Pianna, Antonio Adamo, Fabrizio Adamo, Giacomo Avorio, Liliana cataro, Maria Luisa De Rose, Rossana Gaetano, Gaglianese, Giuseppe, Fioretta Franca galasso, Angelo Teresa Gallo, Gabriella Gatto, Alessandro gigliotti, Francesco longo, Mara Filomena Martino, Giacinto Orlando, Carlo reda, Concetta Ripoli, Francesca viola, Salvatore Vonella, Maria Concetta Andreacchi, Francesca de Amicis, Giuseppe Maione, Francesca ida Ritacca, Anna Patrizia Tarsitano,SoniaCalvari,PinaBranco, Maria Pina Capparelli, Anna Maria carbone, Maria Isabella D’Elia, Anna Infusino, Maria Iorio,Vincenzolevato,MariaLuisa Milito, Leonardantonio Napolitano, Eugenio Giovanni Nicotera, Serafina Novello, Giuseppe Orlando, Cinzia Pasqua, Anna maria perna, Salvatore Rizzo,MaurizioRombolo,Angela Scaramuzzino, Carla Scrivano, Anna Sessa. 1986: Maria ClotildeBruno,OreanaMariaDe

Luca, Francesco greco, Patrizia Mazzei,Enzoperri,CaterinaRizzo, Antonio Amoddeo, Giuseppe Bertuccelli, Rosanna Cosenza, Robero Mario Filippaldi, Natalina Gulfo, Francesco Giuseppe Gullo, Fiorello Martire, VincenzoRomano,ConsolatoCarlo Versace, Feng Ye, Giuseppe Aiello, Anna Alagia, Antonia Vincenzina Baffa, Maria Belcastro, Filomena Biamonte, Nicolaos, Bizas,RitaBonifati,VirginiaBorrelli, Mario Cardillo, Palmina Castellano, Carmela Ciardullo, Liberata D’Agosta, Rosaria D’Elia, Silvana De Cicco, Fabia Fabiano, Luigina Falco, Lucia Fittipaldi, Flavio Franco, Marilena Gervino, Giovanna Giordano, Walter Gravina, Francesco Greco, Carolina Gualtieri, Maria Italia Gualtieri, Angela Guido, Luigi Iannini, Loredana Imbrogno, Rita Magnelli, Corrado Marotta, Onfrio Monteleone , Maria Muglia, Francesco Rocca, Domenico Romeo, Rosina Santo, Giuseppe Staglianò, Lorella Talarico, Isabella Tarsitano, Patrizia Toscano, Konstantinos Xarchakos, Maria Aloia, Chiara Barbato, Alessandra Barca, Cecilia Bucci, Assunta Cannataro, caterina Cannataro, Angelo Cariati, Giulia Carnevale, Nadia Caruso, Lucia Chiappetta, Antonietta Di Napoli, Maria Concetta Gagliano, Maria Luci, Chiara Mancini, Rosa Orrico, Gina Perri, Ida Ricci, Concetta Ruberto, Antonella Scavelli, Brunella Scavelli, Maria Silletta, Anna Maria Spedicato, Clara Todisco, Michele Marzullo, Maria Aceto, Franceschina Arcuri, Michelina Buffone, Franca Capparelli, Mario Celano, Giuseppe Cervo, Diamante Immacolata Colacino, Francesca Cornacchioli, Franco Costabile, ferruccio Cribari, Natalina Crusco, Mariangela De Tommaso, Emanuele Ferraro, Maria Fusaro, Salvatore Gatto, Giuseppe La Neve, Filomena Le Piane, Caterina Madeo, Giuseppina Mollo, Ida Monaco, maria Orlando, Lina Pacifico, Maria Rovella, Rosalia Sarpa, Wilma Scerbo, Teresa Scotti, Tiziana Spezzano.

«La cerimonia di conferimento delle "Lauree d’Argento", arrivata ormai alla quinta edizione, non vuol essere semplicemente un momento contrassegnato da nostalgie e ricordi, ma diventa un’occasione di riflessione e di incontro tra ciò che siamo stati e ciò che siamo»

Il Gran Maestro Raffi: il Sud ha bisogno di legalità e riscatto REGGIO CALABRIA - «E’ tempo di cambiare: il Sud ha bisogno di legalità e riscatto, di impegno coraggioso e forte contro le zavorre della criminalità e del potere malato. Bisogna spezzare con ogni mezzo la spirale della criminalità e le catene della ’ndrangheta». E’ l’appello che lancia il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, al convegno "Dalla Calabria per l’Italia", svoltosi a Reggio Calabria. All’iniziativa sono intervenuti Paolo Peluffo, Lucio Villari, Valerio Zanone, Carlo Ricotti, Ferdinando Cordova, Vincenzo Ferrari e Michelangelo La Luna, nel talk show condotto da Alessandro Cecchi Paone e dopo il saluto introduttivo di Antonio Seminario, presidente del Collegio dei Maestri venerabili della Calabria. «La forza delle parole e delle azioni contro le mafie può scuotere le coscienze - sostiene il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani - vogliamo essere protagonisti della rivoluzione contro la ’ndrangheta. Occorre aggredire i patrimoni mafiosi, perché solo con la legalità la Calabria, e con lei tutto il Mezzogiorno, potrà affrancarsi dalla schiavitù e sradicare la malapianta dell’omertà. Il grido di libertà che si alza da questi territori ci vedrà sempre al fianco delle persone oneste e dalla parte di tutti coloro che lottano per la verità. Facciamo cordata nella lotta all’inferno della ragione, spezziamo insieme i cerchi diabolici dell’isolamento delle vittime». Per il gran maestro Raffi «il Sud non merita più di soffrire servono idee forti per dare carne alla giustizia sociale e lottare la disoccupazione giovanile e la fuga dei cervelli. Un progetto di lungo respiro, che coniughi socialità e diritti, e faccia della cultura e della valorizzazione del territorio una leva fondamentale per la crescita». «Basta, dunque - prosegue il gran maestro - con le cagne nere dell’invidia e dell’odio, e basta con l’indifferenza: in un tempo di crisi economica ma anche etica del Paese, bisogna mettere in circolo la speranza e le energie migliori

per rilanciare una Patria solidale, che dopo 150 anni sceglie ancora il futuro, cementando con azioni concrete un nuovo Patto di Fratellanza e di impegni condivisi. Per questo chiamiamo le forze sane della società a scommettere su giovani, cultura e legalità. Puntiamo al futuro: la crescita del Sud è il verosegretodelMediterraneo».


14

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

CRONACHE Un metodo moderatamente invasivo che permette di trattare i casi resistenti alle terapia farmacologica

Ipertensione arteriosa, innovativo intervento del prof. Ciro Indolfi di Dario Branzì CATANZARO - Per la prima volta in Calabria, è stato effettuato, nei giorni scorsi, l’innovativo intervento di simpaticectomia renale mediante radiofrequenza per curare l’ipertensione arteriosa. Il professore Ciro Indolfi, Direttore della Cattedra di Cardiologia dell’Università Magna Graecia di Catanzaro e dell’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Mater Domini, coadiuvato dall’equipe del laboratorio di Emodinamica, ha effettuato questo intervento che apre una nuova frontiera per il trattamento dell’ipertensione arteriosa. Si tratta di un metodo innovativo, semplice e moderatamente invasivo, che permette di trattare l’ipertensione resistente alle terapia farmacologica. Tale condizione,cioèl’ipertensioneresistente, è piuttosto diffusa ma generalmente sottostimata. I dati della letteratura confermano come in gran parte dei paesi europei circa il 50% dei pazienti ipertesi abbia elevati valori pressori, nonostante assuma diversi farmaci antiipertensivi. Sia nell’uomo che nella donna, a partire in genere dall’età di cinquant’anni, è frequente osservare un aumento della pressione, che richiede l’inizio della terapia farmacologica anti-ipertensiva. Spesso l’assunzione di un solo farmaco risulta insufficiente a controllare i valori pressori, perciò spesso i pazienti ipertesi necessitano di una poli-terapia antiipertensiva e sono costretti ad assumere 2 o piu’ farmaci diversi al giorno solo per curare l’ipertensione. È noto come l’ipertensione arteriosa non adeguatamente trattata rappresenti un importante fattore di rischio per lo sviluppo di infarto del miocardio, ictus, scompenso cardiaco, insufficienza renale e problemi alla vista. Le sue conseguenze rappresentano un problema sanitario mondiale ed in crescita significativa. La simpaticectomia

renale mediante l’applicazione della radiofrequenza nel tronco delle arterie renali è stata resa possibile del tutto recentemente. La puntura, effettuata in anestesia locale, dell’arteria femorale permette di raggiungere con un piccolo catetere di circa 2 millimetri di diametro le arterie renali. Attraverso questo catetere, si inserisce un elettrodo che eroga energia, sotto forma di radiofrequenza, la quale viene applicata in punti separati di entrambe le arterie renale. Il calore generato dalla radiofrequenza a livello della parete del vaso comporta la distruzione delle fibre nervose simpatiche che decorrono sulla sua porzione più esterna, interrompendone l’azione sul rene. Infatti, ormai da molti anni si conosce e si studia la relazione tra il sistema nervoso e i reni, che sono gli organi più importanti per il controllo della pressione arteriosa, attraverso complicati meccanismi. La tecnica percutanea di simpaticecto-

mia renale mediante radiofrequenza è poco invasiva, semplice e priva di rischi importanti. La degenza dura solo due giorni ed il paziente può essere dimesso dopo 24 ore dalla procedura. A distanza di un tempo variabile fra 3 giorni e 3 mesi, si appalesano i benefici del trattamento, con una riduzione dei valori pressori che spesso richiede la riduzione del dosaggio e/o dei numero dei farmaci anti-ipertensivi assunti. Dai dati è stato dimostrato come il beneficio si mantenga anche a distanza di più di un anno dal momento della procedura, inserendo questa procedura tra quelle più promettenti oggi nella cardiologia mondiale. La simpaticectomia renale mediante radiofrequenza per la cura dell’ipertensione va ad aggiungersi alle già tante procedure mini-invasive in ambito cardiologico, oggi disponibili in Calabria, presso la Cardiologia universitaria di Catanzaro, diretta dal Prof Ciro Indolfi.

Armoniedarte un nuovo progetto di ampio respiro di Simona Corapi CATANZARO - Insieme al cartellone principale e altri eventi e progetti speciali collaterali, "Armoniedartefestival", nella logica di Presidio culturale, contenitore di attività di sviluppo per il territorio, con una caratteristica di forte interazione perchè includente di tutte le possibili risorse locali così come l’ideatrice e direttrice Chiara Giordano intende connotare un’offerta culturale oggi e soprattutto in Calabria, lancia un nuovo progetto di ampio respiro che allarga la sua prospettiva dalla meravigliosa cornice del Parco Scolacium dove si terranno gli spettacoli più importanti, (dall’epico Mehta all’accoppiata Lavia-Guerritore, fino alla consolidata gloria di Marsalis e l’altro binomio d’eccellenza fra Van Hoecke-Kemp), alle sue fascinose vicinanze. Per forte volere del direttore artistico Chiara Giordano sarà infatti proposta una sezione di attività satelliti per un’offerta complessiva più ricca, più vicina al territorio e tale da considerare sempre più il pubblico come un’ospite a cui offrire tutte le opportunità che in qualche modo possano ruotare su un evento e su un luogo. E quindi: visite guidate al Parco Scolacium, sia agli scavi archeologici che al relativo museo e a quello del Frantoio (a partire dalle ore 19 del giorno di ogni singolo evento), con bookshop dedicato e degustazioni d’eccellenza, incontri con gli artisti e ingressi riservati nel backstage.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 15

CRONACHE Applaudito spettacolo del Laboratorio di Lettura del Liceo Scientifico Siciliani

La traduzione in vernacolo dell’opera di Shakespeare CATANZARO - Il Laboratorio di Lettura del Liceo Scientifico Luigi Siciliani in collaborazione con la Biblioteca Comunale "Filippo De Nobili" ha rappresentato all’Auditorium Aldo Casalinuovo a Catanzaro, lo spettacolo "Ahialà cchi mi sonnavi!" traduzione in vernacolo catanzarese dell’opera di Shakespeare "Sogno di una notte di mezza estate". Il testo ha coniugato la vivacità di un gruppo di studenti pronti ad interagire tra loro e con il sapere ed un team di insegnanti capaci di appassionare anche alle piccole cose con la loro originalità e il loro energico entusiasmo, hanno stimolato conoscenza e creatività attraverso la lettura, analisi ed approfondimento del testo. L’attività del laboratorio ha innescato negli studenti la volontà di mettersi alla prova con il mito Shakespeariano. Il laboratorio di lettura come hanno detto i ragazzi introducendo la rappresentazione dinamico dove si è respirato per tutto l’anno un’aria diversa e magica. Concetto rafforzato alla fine dall’insegnante prof.ssa Teresa Anna Chiodo che ha parlato di una esperienza bellissima che ha stimolato nei ragazzi conoscenza e creatività, permettendo loro di mettersi in gioco si assolvere ad un impegno non facile. La vicenda raccontata è ambientata in un’Atene immaginaria e i personaggi hanno nomi e ori-

gini che affondano le loro radici nel mito classico. Il titolo della commedia è intriso di tradizione, che rievoca la britannica festa di mezza estate, San Valentino, in cui venivano organizzati giochi tra gli innamorati e i sogni sembravano essere premonitori ed il sogno è proprio il fulcro dell’opera. Il tema predominante è l’amore. L’amore nella sua imprescindibilità che è stato analizzato da Shakes-

Il testo ha coniugato la vivacità di un gruppo di studenti pronti ad interagire tra loro ed un team di insegnanti capaci di appassionare

peare nelle sue più ampie e contrastanti sfaccettature; l’amore visto come forza misteriosa e a tratti quasi divina, in quanto trascende la volontà. Il Team di docenti che ha curato il laboratorio di lettura e la rappresentazione: le prof.sse Raimonda Bruno, Teresa Anna Chiodo, Anna Majore, Loredana Marzullo, Maria Simone, Lorenza Viapiana. Gli studenti: Valerio Ammendolia (Lisandro), Luca Bagnato (Demetrio), Marco Bisurgi (Oberon), Fabiola Boccuto (Elena), Emanuela Calabretta (Ermia), Mattia D’Andrea, Gaetano Marco Giaimo (Roberteddhu ‘U Malu-Puck), Francesco Guzzo (Mastru Pumu), Chiara Narciso (‘Nticchia-Fatina), Giuseppe Panzino (Egeo Niculuzzu-Bottom), Cristina Paonessa (Pappice), Chiara Rocca (Petrusinu), Cristiana Rocca (Hjura ‘e Taddhu), Giovanna Rotella (Ippolita), Cristina Teodoro (Titania), Bruno Venditti (Teseo).

La vicenda raccontata è ambientata in un’Atene immaginaria e i personaggi hanno nomi e origini che affondano le loro radici nel mito classico

Accademia proposta per utilizzare i locali della stazione di Catanzaro Marina

CATANZARO - «Siano utilizzati i locali della stazione di Catanzaro Marina. La notizia apparsa più volte sulla stampa della ricerca di una sede idonea per l’Accademia delle Belle Arti, richiama alla mente i tanti locali che ormai chiusi all’esercizio dall’attivazione della nuova linea Catanzaro Lido - Settingiano fin dal mese di giugno 2008 permangono inattivi nella stazione di Catanzaro Marina». Così Massimo Gualtieri del Movimento Civico Catanzaro Marina e Aurelio Cinelli. «Tale situazione - continua la nota con lo spopolamento dei vari uffici per modifiche sopravvenute ai vari servizi commerciali cui era preposto l’importante scalo è stata conclama-

Incontro istituzionale con l’Arcivescovo

ta poi dal 25 novembre 2008 da quando l’attivazione dei nuovi apparati Ellettrici ad Itinerari (Acei) sono stati ubicati in una costruzione di acciaio accanto allo scalo ferroviario liberando completamente quasi tutti i locali del piano terra, ad eccezione del bar e della biglietteria. Inoltre sopra la predetta stazione ferroviaria esistono ulteriori alloggi completamente vuoti di proprietà della società Cento Stazioni del Gruppo delle Ferrovie dello Stato. L’idea della utilizzazione da parte del comune di Catanzaro o di altri enti è maturata sulla scorta della realtà simile di Cosenza quando il 31 Luglio 1987 con l’attivazione della nuova stazione di Cosenza Vaglio Lisi per la nuova linea Paola Cosenza, la vecchia sta-

di Pietro Marini CATANZARO - Si è svolto nella sede della Curia arcivescovile di Catanzaro un incontro istituzionale tra l’arcivescovo mons. Vincenzo Bertolone, il vicario generale mons. Raffaele Facciolo, il presidente della Provincia Wanda Ferro e il sindaco del capoluogo Michele Traversa. Nel corso del colloquio si è discusso di diverse problematiche che riguardano il territorio della provincia e della diocesi di Catanzaro-Squillace. Il sindaco Traversa ha sottolineato l’importanza dell’incontro «che rappresenta - ha detto - il primo passo in un percorso di collaborazione, coesione e continuo confronto per affrontare i tanti temi che interessano la comunità, in particolare nel campo delle politiche sociali». Il sindaco ha pure annunciato che accompagnerà il presidente della Giunta regionale Giuseppe Scopelliti in un prossimo incontro con mons. Bertolone «per avviare una discussione rispetto ad alcune problematiche, in particolare nei settori dell’assistenza sanitaria e dei servizi sociali, che richiedono un diretto interessamento dell’ente regionale». «Diamo grande valore - ha detto il presidente della Provincia Wanda Ferro - a questa attività di ascolto reciproco con mons. Bertolone, che ha dimostrato fin dal momento del suo insediamento una grande sensibilità rispetto ai bisogni del territorio. Per noi mons. Bertolone è una guida illuminata».

zione venne data in comodato d’uso al comune per poi essere assegnata all’Unical. L’ubicazione del fabbricato in questione è ottimale essendo vicino alla stazione delle Ferrovie della Calabria, alla fermata degli autobus di linea urbani ed interurbani e servito dai treni per le tre diramazioni per Crotone, Lamezia Terme e Soverato - Roccella - Reggio Calabria, che partono ed arrivano nei binari sottostanti. L’utilizzazione quindi dell’intero fabbricato conclude il documento - sarebbe una valorizzazione della predetta stazione ormai pressoché deserta quotidianamente».

ma. fo.


16

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

CRONACHE Verso un tavolo di asilo regionale: uno spazio di confronto e condivisione

Intercultura, integrazione accoglienza a Lamezia Terme di Ettore Branzino LAMEZIA TERME - Domani dalle ore 10, nella sala riunioni del Comune di Lamezia Terme, la giunta e i consiglieri comunali incontreranno gli ospiti del Progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e le comunità di stranieri presenti in città nell’ambito della Giornata mondiale del Rifugiato. La giornata sarà l’occasione per promuovere il Forum interculturale di Lamezia Terme per affrontare insieme i

Diritti alla meta Per un patto tra Terzo settore e Istituzioni

temi dell’intercultura, dell’integrazione e dell’accoglienza sul nostro territorio. Martedì 20 giugno dalle ore 16 nella sala consiliare di Piazza Diaz si terrà l’incontro "Un tavolo di asilo regionale: uno spazio di confronto e condivisione". Il sindaco di Lamezia Terme interverrà nel corso dell’iniziava che andrà avanti affrontando diverse tematiche, dall’accoglienza, all’integrazione e alla mediazione. «Il nostro Comune - ha detto il sindaco - è testimone di un’esperienza molto forte e bella in tema di accoglienza e inclusione sociale e che dimostra l’attenzione e la

LAMEZIA TERME - «Per una serie di circostanze ho avuto la fortuna di vivere due esperienze che mi hanno consentito di avere due punti di vista: da portavoce del Terzo settore e da sindaco di Lamezia Terme dal 2005. Sono quindi consapevole delle esigenze, dei bisogni oltre che del ruolo prezioso, della capacità di innovazione che il terzo settore ha nelle città italiane». E’ quanto ha affermatoGianniSperanzaintervenendo alla Conferenza regionale del terzo settore "Diritti alla meta. Per un patto di sussidiarietà tra Terzo settore e Istituzioni". «Dopo il referendum - ha aggiunto Speranza - tutti hanno riscoperto l’associazionismo».

solidarietà verso i più deboli. Qui è nata la Casa di accoglienza per rifugiati in un bene confiscato a un clan della ‘ndrangheta, che rientra nel progetto Sprar. È un segno importante per tutta la comunità lametina. Qualcuno potrebbe non capire perché si pensi a dare una casa a degli immigrati quando in città c’è già molta sofferenza e povertà. Sappiamo che ci sono lametini senza un’abitazione, ma proprio perché siamo abituati al disagio possiamo capire bene quanto sia necessario aiutare chi soffre. Lamezia è una comunità solidale, la parola "respingimenti" non ci appartiene».

Concorso Corale Ama Calabria: le audizioni LAMEZIA TERME - Iniziano (oggi domenica 19 giugno) a Lamezia Terme dalle ore 15 presso la Chiesa di Santa Caterina, gentilmente concessa dalla Congrega dell’immacolata e dal suo assistemte spirituale Don Isidoro, le audizioni del 1° Concorso Nazionale Corale Ama Calabria che ha richiamato nella città della piana oltre 300 coristi.Il concorso nasce dalla volontà di promuovere la realtà corale ed aspira a promuovere una sempre più consapevole cultura corale atteso anche il grande interesse che si è registrato nello specifico settore.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 17

CRONACHE Lamenta un danno di migliaia di euro coperto da assicurazione ma era un bluff

Simulazione di reato, anziano denunciato dai carabinieri di Giorgio Diotisalvi VIBO VALENTIA - Si è presentato presso la Stazione dei Carabinieri di Vibo Valentia per denunciare che ignoti, nel corso della notte, approfittando che la sua macchina era stata in un posto isolato di Piscopio, la avevano letteralmente smontata e ne avevano portato via numerosi pezzi. Un danno di diverse migliaia di euro che, fortunatamente, era coperto da assicurazione. Una versione che un pensionato di Vibo, già ben noto alle forze dell’ordine, ha recitato con sicurezza e convinzione agli uomini della Compagnia Carabinieri del capoluogo, convinto che nessuno si sarebbe preso più disturbo di tanto nel fare gli accertamenti e che, probabilmente, la denuncia sarebbe finita nel dimenticatoio molto prima dell’arrivo del premio assicurativo. Peccato che la storia così ben studiata si è scontrata con la curiosità e l’intuito degli uomini della Stazione Carabinieri di Vi-

bo Valentia che, non solo hanno voluto vedere di persona il luogo del furto e la macchina, ma hanno sottoposto l’uomo ad una raffica di circostanziate domande per verificare che tutto fosse effettivamente così come raccontato. Una valanga di quesiti che, in breve, hanno fatto cadere l’uomo in contraddizione e che gli sono valsi una denuncia con l’accusa di simulazione di reato.

Così, non solo non ci sarà nessun premio assicurativo, ma al pensionato servirà un’altra bella sommetta per pagare l’avvocato per il processo. Il fenomeno delle tentate truffe alle assicurazioni è sempre presente ma, grazie all’intuito ed alla professionalità degli investigatori dell’Arma dei carabinieri di Vibo, i truffatori hanno vita tutt’altro che facile.

La Provincia interviene sulle spiagge VIBO VALENTIA - La Provincia di Vibo Valentia sta intervenendo in questi giorni per la pulizia di alcune spiagge comunali, individuate sulla base delle richieste pervenute da parte delle Amministrazioni municipali della costa. A riferirlo è l’assessore provinciale all’Ambiente Martino Porcelli che, nei giorni scorsi, aveva incontrato gli amministratori di Pizzo, Briatico, Ricadi, Tropea, Parghelia, Zambrone, Vibo Valentia, Joppolo e Nicotera «al fine di programmare - riporta una nota - gli interventi in questione, in considerazione dell’imminenza della stagione turistica e del ritardo con cui la Regione stava provvedendo all’erogazione di fondi ad hoc per questo tipo di lavori. Una situazione che ha spinto la Provincia a intervenire direttamente per aiutare i Comuni». «L’intervento di pulizia - prosegue la nota - viene effettuato attraverso un apposito macchinario che percorre gli arenili setacciando la sabbia e trattenendo i detriti».


18

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

CRONACHE Nota del segretario regionale Feraudo e dela coordinatrice donne De Fazio

Teresa Cortese vice sindaco successo per Italia dei valori CATANZARO - «L’Idv in Calabria continua a conquistare, con la sua classe dirigente, ruoli di responsabilità amministrativa di tutto rispetto. Dopo l’elezione a consiglieri comunali dei nostri coordinatori provinciali di Cosenza, Crotone e Vibo Valentia, e del coordinatore cittadino di Reggio, e all’indomani dell’importante riconoscimento al consigliere provinciale di Cosenza Caligiuri, nominato assessore, oggi è toccato alla nostra coordinatrice di Crotone Teresa Cortese, nominata vice sindaco della città». E’ quanto affermano, in una nota, il segretario regionale del partito Maurizio Feraudo e la coordinatrice regionale delle donne Maria Antonietta De Fazio. «E’ questo, per noi - proseguono Feraudo e De Fazio - motivo di grande soddisfazione e di orgoglio. Le donne in Idv sono una risorsa preziosa che sicuramente daranno un fattivo contributo alla crescita del partito e sapranno dimostrare di saper bene interpretare il sentimento di rilancio dell’azione amministrativa in una realtà difficile e complessa come quella crotonese. Alla Cortese, neo vice sindaco di Crotone, i migliori auguri nostri e dell’intero partito che ci onoriamo di rappresentare per il prestigioso incarico che darà più forza e più visibilità all’intero partito calabrese». «Grande soddisfazione delle donne di Idv nella provincia di Crotone: finalmente dopo oltre 60 anni si realizzerà il sogno di vedere un vice sindaco di sesso femminile nel comune di Crotone, una delle poche donne che rivestono questo ruolo nel panorama politico meridionale. Questo rappresenta crescita culturale, ma soprattutto metodo paritario nel fare politica che fa sentire soddisfatta l’altra metà del cielo che si vede coinvolta in cambiamenti in termini di evoluzione e progresso. E’ un modo, questo, per

dimostrare che l’impegno delle donne quando si realizza concretamente, dà dimostrazione che sotto alcuni aspetti migliora la qualità degli interventi. L’Idv afferma da tempo principi di parità e di eguaglianza perchè crede che la Politica che aggrega e lotta, se condivisa...ottiene. Ottiene di mutare la società per evolverla, per attribuirle dignità; dimostrazione viene data dalla costruzione della nostra

«Alla Cortese, neo vice sindaco di Crotone, i migliori auguri nostri e dell’intero partito che ci onoriamo di rappresentare»

lista presentata per le amministrative di Crotone che ha visto la presenza di ben 10 donne su 32 candidati. Si è visto dunque affermato il principio di democrazia e di parità di accesso alle cariche elettive tra uomini e donne. La carica di vice sindaco non è il risultato di una quota, ma l’espressione di capacità e competenza: Teresa Cortese nata a Santa Severina il 14 dicembre del 1959, segretaria cittadina di Idv, svolge la professione di avvocato a Crotone sin dal 1985. E’ cassazionista dal 2008. E’ impegnata da più di 20 anni in politica ed ha svolto ruoli dirigenziali. Ha fatto parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Crotone e del Comitato Pari Opportunità dello stesso. La Politica questa volta ha considerato la donna una risorsa, riconoscendole tutte le capacità». E’quanto si legge in una nota di Mariangela D’Agostino, coordinatrice donne Idv Provincia di Crotone.

Il supporto ai familiari dei pazienti oncologici di Orazio Sereni CROTONE - Benedetto Proto, presidente del consiglio provinciale di Crotone ha diffuso una nota per sottolineare «il primo tangibile segno» che il comitato "amici di Serenella" (sezione crotonese del Comitato Daniele Chianelli di Perugia che supporta i familiari dei pazienti oncologici curati presso il polo di Perugia) «ha dato alla città di Crotone». «Intanto - ha scritto - la speranza di poter lottare contro le malattie tumorali poiché è la ricerca scientifica la chiave di volta, senza ombra di dubbio. Ma la ricerca ha necessità di essere supportata da tutti istituzioni, imprese, cittadini, attraverso due aspetti principali, il volontariato e l’aiuto economico. Entrambi importanti. L’altro segnale di speranza è dato dalla nascita stessa del comitato e dalla capacità di intervento di Franca Pavan che ha dimostrato l’insussistenza del falso concetto che il crotonese sia terra indifferente, così viene sempre immaginata assopita e inerme a tutto ciò che avviene e che invece ha palesato di voler partecipare con tenacia impegno e soprattutto con grande forza di volontà. Dunque, anche in un territorio come il nostro è possibile ottenere risultati importanti. Dimostrare con i fatti che le richieste, gli sforzi, gli aiuti concessi e profusi da tutti hanno portato alla realizzazione di qualcosa di concreto. Questo serve da stimolo alla comunità intera. Al doloresipuòreagire».


20

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

CRONACHE La Guardia costiera di Reggio si appresta a “tuffarsi” nella fase operativa

Con l’operazione Mare sicuro più controlli sul litorale REGGIO CALABRIA - La Guardia Costiera di Reggio Calabria, si appresta a "tuffarsi" nella fase operativa dell’operazione "mare sicuro 2011", sulla scorta delle linee di indirizzo del Comando Generale delle Capitanerie di porto. La direzione marittima calabrese ha avviato numerose iniziative per ottimizzare i controlli in previsione della stagione estiva, anche a seguito delle esperienze maturate nella scorsa annualità e degli approfondimenti condotti con la collaborazione delle associazioni del comparto balneare. L’operazione, che si svolge sui litorali della Calabria e della Basilicata (parte tirrenica), pari a 847 km di coste, prevede l’impiego di pattuglie del nucleo operativo difesa mare per verifiche sulle strutture balneari e in genere sulle concessioni demaniali rilasciate dalle amministrazioni comunali, così da garantire l’utilizzo collettivo del bene spiaggia e, nel contempo, favorire il rispetto della legalità. In particolare, i controlli sono finalizzati a verificare che i titolari degli stabilimenti balneari abbiano realizzato le opere secondo i progetti approvati e non occupino una area maggiore rispetto a quella concessa a scapito della spiaggia libera riservata alla libera fruizione dei cittadini. Le attività operative sono state precedute da un’intensa attività di prevenzione e informazione durante la quale si sono tenuti incontri con le Amministrazioni provinciali e comunali e i rappresentanti del comparto balneare, finalizzati a divulgare le significative iniziative intraprese dalla Guardia costiera per la prossima stagione balneare con il supporto delle istituzioni calabresi. In particolare, si è dato risalto all’utilizzo dell’utenza di emergenza "1530" e sono stati presentati gli aggiornamenti della

Nascondeva la droga nel recinto dei rottweiler arrestato operaio 21enne

disciplina della sicurezza balneare, realizzata in modo uniforme su base regionale. Tra le novità più rilevanti si evidenzia la valorizzazione della figura dell’assistente bagnante, alla quale verrà dedicata una giornata di approfondimenti operativi, il prossimo 4 luglio, con incontro presso la sede della direzione marittima di Reggio Calabria con i rappresentanti del settore. È stata poi confermata la metodologia dell’autoverifica (check list), effettuata a cura dei singoli operatori turistici e la divulgazione, con la collaborazione dell’Amministrazione provinciale, di depliant informativi a favore dei bagnanti e, da quest’anno, anche per i diportisti. Tutto ciò al fine di far risaltare sempre più il concetto "dell’agire responsabile" in capo ai bagnanti e diportisti in sosta e in transito. Da lunedì 20 giugno, l’operazione "mare sicuro 2011" entra così nel pieno della fase esecutiva allo scopo di rafforzare il dispositivo di sicurezza e prevenire e reprimere i comportamenti contrari alla di-

REGGIO CALABRIA - I carabinieri della Stazione di Pellaro hanno tratto in arresto Vosoughain Moghaddam Danesh, italiano, di padre iraniano e madre italiana, operaio di anni 21, con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. I militari sono arrivati al giovane a seguito di una serie di appostamenti, hanno studiato i suoi movimenti e, ieri mattina, hanno effettuato una perquisizione presso l’abitazione in Via Nazionale di Bocale. Nel cortile dell’abitazione veniva trovato uno scatolo in plastica contenente 80 semi di cannabis, mentre all’interno dell’abitazione, in un mobile i militari hanno scovato 11 involucri contenenti marijuana pronta per lo smercio e un panetto

sciplina della sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di impedire ogni condotta imprudente in mare e lungo le coste così da evitare incidenti e favorire una sicura e libera fruizione dei litorali della giurisdizione della direzione marittima. Le attività operative prevedono missioni svolte utilizzando il metodo del pattugliamento mare - terra, con l’ausilio di tutti i mezzi navali a disposizione e delle autovetture di servizio. Inoltre, nei luoghi di maggiore affluenza di bagnanti saranno posizionate delle pattuglie a terra i cosiddetti "marinai di litorale" per prestare assistenza, dare consigli, informazioni ai fruitori delle spiagge. In particolare, le attività operative della Guardia costiera calabrese svolte in questi primi mesi dell’anno 2011 hanno consentito di trarre in salvo 150 persone con 40 missioni di soccorso condotte. Infine, per qualsiasi problema a mare e sulle spiagge si richiama la necessità di utilizzare il numero telefonico di emergenza 1530 (telefonata gratuita).

contenente più di 400 grammi della medesima sostanza. La perquisizione è stata estesa anche alle pertinenze dell’abitazione ed i militari hanno avuto non pochi problemi ad accedere nel recinto ove erano tenuti due rottweiler adulti inferociti. Lo stesso padrone ha dovuto, su richiesta degli operanti, faticare non poco per convincere i cani a lasciare temporaneamente la loro cuccia per spostarsi altrove e permettere il controllo. Proprio sulla cuccia dei due molossi era presente un vaso con una pianta di cannabis e tre piantine. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro. Il giovane è stato arrestato con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

«Centrosinistra reggino da riorganizzare» di Vito Ferro REGGIO CALABRIA - «Il dato elettorale che ci porta ad essere opposizione sia al Comune che alla Provincia di Reggio deve indurre un’analisi ed una riorganizzazione all’interno del centrosinistra reggino partendo proprio dagli elementi di positività che hanno caratterizzato questa campagna elettorale per attuare una svolta radicale su metodi e gestione». E’ quanto afferma, in una nota Antonino Castorina, componente della segreteria nazionale dei Giovani Democratici e responsabile Legalità e federalismo. «Il progetto del "Nuovo Ulivo" inteso come elemento di sintesi tra le forze riformiste e democratiche presenti nella nostra provincia - prosegue Castorina - potrebbe essere il primo elemento per unire al comune come alla provincia una coalizione che si è presentata divisa alle precedenti elezioni amministrative. Il ruolo del partiti politici diventa pertanto fondamentale; per riunificare il centro sinistra a Reggio Calabria e per stimolare l’attività consiliare degli eletti che hanno dalla loro parte nella maggior parte dei casi, energia e competenze per fare un opposizione senza sconti,come tra l’altro hanno già iniziato a fare». «E’ necessario aprire dentro il Pd - sostiene ancora Castorina - una discussione franca sul tema del rinnovamento e noi Giovani Democratici lo faremo da subito con una grande assemblea pubblica».


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 21

CRONACHE Il presidente della Commissione regionale contro la ‘ndrangheta a Trebisacce

«Lotta alla mafia, la politica può eliminare le mele marce» REGGIO CALABRIA - «L’affondo di forze dell’ordine e magistratura in Calabria è, dal punto di vista della lotta alla mafia, veramente formidabile. Gli importanti risultati conseguiti testimoniano un impegno che ci fa sperare. Ognuno di noi, pertanto, ha il dovere di proseguire nell’azione di risanamento, sapendo che altrimenti non c’è speranza. La politica certamente deve anticipare l’azione giudiziaria ed eliminare dal suo interno le mele marce che rischiando di renderci tutti impresentabili». L’ha sostenuto il presidente della Commissione regionale contro la ‘ndrangheta Salvatore Magarò a Trebisacce, nel corso di un incontro pubblico dal tema "Il tempo etico - le ragioni della legalità", svoltosi al cinema-teatro Gatto. Ha aggiunto: «Aldilà di polemiche pretestuose e in parte anche fisiologiche se vogliamo, sul tema della lotta alla criminalità l’unità delle forze politiche è un valore da non disperdere. Perciò esprimo perplessità, quando per polemizzare si butta nel calderone anche ciò che di buono stiamo facendo soprattutto nella Commissione che ho l’onore di presiedere. Il Governo ha mosso, legittimamente, delle osservazioni ad alcune leggi da noi approvate e noi abbiamo già provveduto ad emendare i testi legislativi. Guardate - ha spiegato Magarò - lo scenario della politica calabrese, facendo la tara delle polemiche sterili, è radicalmente mutato. S’è mosso fin dall’inizio di questa legislatura lungo la linea del rinnovamento che per noi deve essere irreversibile. Alla guida della Regione c’è un Presidente che, pubblicamente, si schiera contro la mafia e si adopera con atti e fatti concreti per far fare alla Calabria passi in avanti. Certo, la strada da fare, per sconfiggere le mafie, è tanta, perché oltre agli aspetti repressivi essa implica

Comune: Nucci pronto a collaborare con il neo sindaco Occhiuto

l’esistenza di zone grigie, in cui imperversano ingiustizie, lavoro nero e ricatti, per cui occorrerà operare su più fronti, primo tra tutti la grande e preoccupante disoccupazione giovanile ed il sostegno alle famiglie, specie quelle disagiate, che rappresentano la cellula fondamentale della società». Ha concluso: «Quando si asserisce che occorre essere testimoni di li-

«Esprimo perplessità quando per polemizzare si butta nel calderone anche ciò che di buono stiamo facendo soprattutto nella Commissione»

COSENZA - Accompagnato da Lidia Chiodo e Giuseppe Guarascio, Sergio Nucci, Presidente di Buongiorno Cosenza e candidato a sindaco nelle passate elezioni amministrative, ha incontrato stamane, nella sua stanza di Palazzo dei Bruzi, il Sindaco Mario Occhiuto, nell’ambito degli incontri previsti prima del consiglio del prossimo lunedì. Durante il confronto, durato circa quindici minuti, è stata ribadita la volontà di Buongiorno Cosenza di non far mancare i propri suggerimenti all’amministrazione guidata da Occhiuto nell’unico ed esclusivo interesse della città e dei cosentini. «Cosenza - ha detto Sergio Nucci ha necessità di uscire da un immobilismo che l’ha pesantemente condi-

bertà, come ci ricorda il mondo cattolico, ci rendiamo tutti conto di cosa una frase del genere significhi in Calabria: fare una rivoluzione dei costumi. Questa battaglia la Regione Calabria oggi intende ingaggiarla, ma la parte migliore della società civile deve essere assieme a noi protagonista del nuovo corso, perché se agiamo da soli, ognuno chiuso nel proprio limitato confine, questa battaglia di civiltà non la vinciamo. Al Governo, ovviamente, chiediamo uno sforzo in più, perché non c’è dubbio che la mafia si sconfigge anche rendendo conveniente l’essere a favore della legalità, in una terra in cui il lavoro è una merce rara. Lo sviluppo economico e sociale rimane, pertanto, la strada principale su cui forze politiche, sociali e culturali calabrese debbono insistere. Più occasioni di lavoro forniamo ai nostri giovani, meno braccia finiscono nelle zone oscure della criminalità».

zionata in questi anni. Per far questo bisogna, da una lato impedire che lobbies e gruppi di potere continuino a condizionare uomini e scelte e dall’altro dar spazio a tutte le energie sane della città che ci sono ed hanno bisogno di essere messe in condizione di bene operare». Ed ha aggiunto: «In maniera leale abbiamo sostenuto Occhiuto nel turno di ballottaggio, non solo per le sintonie programmatiche registrate, ma anche per la prospettiva politica che ci è stata rappresentata. Saremo attenti nel valutare se ciò che è stato detto in campagna elettorale sarà realizzato e solleciteremo fin da subito l‘attuazione di quei punti programmatici che il Sindaco si è impegnato a concretizzare con la politica

Patto dei sindaci per lo sviluppo sostenibile di Giorgio Manti COSENZA - La Provincia di Cosenza, da sempre sensibile alle problematiche legate allo sviluppo sostenibile e all’ambiente, intende promuovere sul territorio l’iniziativa della Commissione Europea denominata "Patto dei Sindaci". Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa ambiziosa che impegna le città d’Europa nella lotta contro il cambiamento climatico. I firmatari del Patto si impegnano ad andare oltre gli obiettivi fissati dall’Europa per il clima e l’energia, con la riduzione nei loro territori delle emissioni di Co2 entro il 2020 di almeno il 20%. Per raggiungere questo traguardo, i firmatari dovranno sviluppare i Piani di Azione per l’Energia Sostenibile (Seap), implementare l’efficienza energetica e le azioni per la promozione dell’energia rinnovabile sia nei settori privati che pubblici della comunità. Questi sforzi sono fortemente supportati della Commissione Europea, dall’Ufficio del Patto dei Sindaci e dalle Strutture di Supporto. La Provincia ha deciso di accompagnare le amministrazioni comunali che si vorranno impegnare nell’attuazione dei programmi di investimento previsti dal Patto dei sindaci, forte del convincimento che l’attuazione su così vasta scala degli interventi contenuti nei Seap possa avere molteplici ricadute positive sul contesto produttivo locale, soprattutto nei settori legati allo sviluppo sostenibile.

dei cento giorni, ovvero spostamento delle autolinee, circolare veloce e servizio notturno di polizia municipale per citarne alcuni». Nucci ha poi detto: «Noi non abbiamo sottoscritto alcun apparentamento tecnico ma saremo pronti a sostenere le scelte di questa maggioranza, se queste saranno condivise e indirizzate al bene non dei singoli ma della collettività». Alla fine dell’incontro Sergio Nucci ha rivolto un caloroso in bocca al lupo al Sindaco dichiarando: «Ne ha bisogno perché visti gli scenari politici del Paese le nubi che si vedono anchequiall’orizzontesembranoessere molto minacciose». Federico Visco


22

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

MAPPAMONDO Sui campi in erba di Rosmalen (Den Bosch), nel più famoso torneo Wta di preparazione a Wimbledon, successo azzurro

Roberta Vinci regina in Olanda di Federica Lubrano ROMA - Tre set tirati, oltre due ore di gioco e tanta determinazione. Una brillante vittoria quella che Roberta Vinci ha ottenuto in Olanda sui campi in erba di Rosmalen (Den Bosch), torneo Wta di preparazione a Wimbledon. L’italiana, al quinto successo in carriera e al secondo stagionale dopo quello di Barcellona in aprile, ha piegato in tre set (6-7, 6-3, 7-5) una difficile avversaria, l’australiana Jelena Dokic, che incontrava per la prima volta. Per la Vinci è il primo torneo vinto su erba, nonostante questa superficie sia la più congeniale al suo gioco offensivo. La tarantina ha battuto la Dokic, classe 1983 e numero 59 wta. Buona partenza per la giocatrice pugliese che va avanti 3 a 1, ma poi subisce la rimonta dell’avversaria che si porta in vantaggio per 4 a 5 e poi per 5 a 6. La prima frazione si decide al tiebreak che la Dokic si aggiudica per 9 punti a 7. Ma la reazione della Vinci non si fa attendere. Infatti la tennista numero 7 del seeding vince con autorità la "seconda partita". Il terzo e decisivo set segue il regolare ordine dei servizi fino al quattro pari, quando la Vinci piazza il break che la manda a servire per il match. Il titolo sembrava ad un passo, ma evidentemente la Dokic non era d’accordo. La serba naturalizzata australiana strappa il servizio alla tarantina e rimanda la festa azzurra. Ma la determinazione e la voglia di vincere della Vinci è superiore a qualsiasi avversità. Servizio Dokic e nuovo break dell’italiana. Stavolta sul 6 a 5 e servizio il brac-

cio non trema e la nostra rappresentate può gioire per un altro prezioso successo, che sicuramente rappresenta il modo migliore per approcciarsi al grande appuntamento di Wimbledon al via lunedì 20

giugno. E’ uscito proprio nella giornata di venerdì il tabellone principale del singolare femminile di Wimbledon, terzo torneo del grande slam del 2011. Il torneo è senz’altro il più prestigioso al mondo, non a caso sono presenti tutte le big del circuito, con unica eccezione Kim Clijsters, numero 2 del ranking wta, fermata da un infortunio. La testa di serie numero 1 sarà Caroline Wozniacki, che però non è affatto una tennista adatta ai campi in erba, tanto che non ha preparato questo appuntamento, rinunciando a giocare i tornei minori sull’erba delle ultime settimane. E’ comunque una delle big, ma a nostro giudizio non è la favorita numero 1. Più quotata la testa di serie numero 2 Vera Zvonareva, finalista lo scorso anno, che però nel 2011 non ha mai fatto vedere un tennis particolarmente brillante. Da vedere il rendimento della testa di serie numero 3 Na Li, che nel 2011 ha fatto benissimo nei tornei importanti - finale all’Australian Open e vittoria al Roland Garros - dimostrando di esaltarsi quando il gioco si fa duro, e quindi la sconfitta al secondo turno questa settimana a Eastburne fa poco testo. Ma le vere big, quando scendono in campo, sono sempre loro: le sorelle Williams. Negli ultimi 11 anni, messe insieme, hanno ottenuto 14 finali, con 9 vittorie. Sono entrambe tornate in campo, dopo un lunghissimo stop, questa settimana a Eastburne, dimostrando di essere competitive: Serena, testa di serie numero 7 a Wimbledon, è uscita al secondo turno contro la Zvonareva dopo un match giocato alla pari, Venus, che sarà la numero 23 del tabellone, è uscita ai quarti di finale contro la Hantuchova, anche lei

giocando bene. Sapendo che le due sorelle sono sempre state in grado di accrescere il proprio rendimento nei momenti importanti, è obbligatorio considerarle favorite, anche se il ranking la pensa diversamente.

L’italiana, al quinto successo in carriera e al secondo stagionale dopo quello di Barcellona in aprile, ha piegato in tre set l’australiana Jelena Dokic Da tenere d’occhio anche Maria Sharapova, vincitrice nel 2004, che quest’anno è tornata ad alti livelli ed è pronta a fare la voce grossa. Capitolo italiane: le attenzioni sono, come logico, rivolte a Francesca Schiavone. Testa di serie numero 6, sull’erba non ha mai saputo replicare i grandi risultati ottenuti sulle altre superfici, non avendo mai raggiunto neanche una finale. Visto anche il tabellone, sarebbe un grande traguardo raggiungere i quarti di finale. Saranno presenti anche Flavia Pennetta, testa di serie numero 21 ma completamente fuori forma, Alberta Brianti, Romina Oprandi, Sara Errani, la qualificata Camila Giorgi e soprattutto Roberta Vinci, testa di serie numero 29, che proprio ieri ha ottenuto la vittoria a Hertogenbosch, suo secondo titolo stagionale e il primo in carriera sull’erba. Considerando lo stato di forma, la sua bravura su questa superficie e un tabellone non proi-


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 23

MAPPAMONDO

ACQUARIO: Tutta la settimana avrete del tempo per farvi una idea errata oppure positiva di una situazione che vi sta accadendo e che però è sottoposta a critica da parte delle persone che conoscete! È stato denominato il segno della magnanimitá in quanto molti dei nati sotto il segno dell’Acquario dedicano la loro vita a profondi ideali, intraprendono grandi missioni e promuovono azioni umanitarie in generale. Il pianeta dominante, Saturno, influenza i nati sotto questo segno donando loro una sorta di reticenza o di naturale prudenza che li facilita nel portare a termine i progetti in maniera definitiva e sorprendente. Saturno li influenza anche a livello intellettuale e provvede a rifornili di ricordi utili per la loro esistenza. Principalmente, i nati sotto questo segno sono persone semplici e riservate. Imparano molto velocemente ció che gli viene insegnato, e mostrano un’attitudine amichevole e sincera, che li rende popolari nel mondo esterno. Spesso l’Acquario preferisce stare da solo ma non perchè siano persone strane. La solitudine per loro é un momento di concentrazione per partorire nuove idee e anche per prendere decisioni importanti.

Michelle Hunziker (24 gennaio 1977) - Showgirl svizzera


24

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

CARTELLONE L’evento “Trasversalmente on the road” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BELVEDERE MARITTIMO 57ma edizione dell’Assemblea nazionale dell’Aias Si svolgerà per la seconda volta in Calabria la 57ma edizione dell’Assemblea nazionale dell’Aias, l’Associazione no profit nata a Roma oltre cinquant’anni fa e presente in tutta Italia con 110 sezioni che si occupano di riabilitazione per le persone disabili, integrazione sociale e divulgazione della cultura della disabilità. Per la prima volta, l’Assemblea annualesaràorganizzatadallaSezione di Cetraro. L’iniziativa si svolgerà fino ad oggi , pressol’Hotel“LaCastellana”diBelvedere Marittimo - Contrada Palazza. L’Assemblea proseguirà oggi, sempre nella suggestiva cornice dell’Hotel“LaCastellana”,dalle9.30 alle 12.30 CATANZARO Prima seduta del nuovo Consiglio Comunale Il sindaco Michele Traversa ha convocato in seduta straordinaria il Consiglio Comunale per venerdì 24 giugno , alle ore 10.00. CROTONE “Week end Slow, Libero e Buono” Slow food, Libera, Coldiretti Calabria e l’associazione Culturale Di Umbriatico oggi , daranno vita al primo “Week end Slow, Libero e Buono”. Oggi, II Festa della transumanza. Portiamoaspassounaveramandria nei boschi della presila, ore 6.30, partenza per Perticaro (in auto) davanti al Tribunale; ore 7.30, inizio percorso con le mandrie ed i pastori, fino al bivio di Campana. FALERNA Inaugurazione monumento ai caduti sul lavoro Oggi , alle ore 11.00, lungo la strada provinciale che collega Falerna Marina a Falerna Centro, Wanda Ferro inaugurerà un Monumento ai Caduti sul Lavoro. Alla cerimonia prenderanno parte le più alte autorità civili e religiose. Tra gli altri, saranno presenti Giuseppe Scopelliti, Francesco Talarico, Antonio Reppucci, i sindaci del comprensorio. LAMEZIA TERME Convocazione Consiglio Comunale Giovedì 23 giugno , alle ore 16.00, ed eventuale 2^ convocazione lunedì 27 giugno , alle ore 16.00, presso il Salone Municipale di Via Sen. A. Perugini è convocato il seduta pubblica il consiglio comunele. Seminario “Marchio & Design: quali strade per la loro protezione” Si svolgerà venerdì 24 giugno , a partire dalle ore 9.30, presso la sede di Unioncamere Calabria a Lamezia Terme il seminario dal titolo “Marchio & Design: quali strade per la loro protezione” promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimentoperl’Impresael’Internazionalizzazione - Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - Ufficio Italiano Brevetti e

“Unmomentolungounagiornata per dire grazie a tutti per averci accolto sulla vostra strada”. E’ questo l’arrivederci che lo staff della Ra.Gi. Onlus ha voluto dedicare alle numerose persone incontrate in sette mesi di attività trascorse per strada ai Giardini di San Leonardo, Piazza Matteotti, l’ex Ghiacciaia, prima di trasferirsi a Catanzaro Lido ed iniziare così un altro momento di incontro con i ragazzi che durerà fino alla fine di settembre. “Trasversalmente on the road” è l’evento pensato per chiudere la fase invernale del progetto “Soli … Mai Più” stilato ai sensi dell’art.61, comma 18, legge 6 agosto 2008, n. 133, per il potenziamento della sicurezza urbana e la tutela dell’ordine pubblico, finanziato dal Ministero dell’Interno e gestito dalla Ra.Gi Onlus per conto del Comune di Catanzaro assessorato alle Politiche Sociali. Un momento che inizierà alle 10 del mattino del 24 giugno prossimo e che si concluderà a notte inoltrata e che vedrà protagonisti principalmente loro, i tanti ragazzi che in questi giorni si stanno dando da fare per fare in modo che il 24 giugno sia per tutta la città una data indimenticabile. Si chiamerà dunque “Trasversalmente on the road” e il suo tema di fondo è racchiuso nella frase “Noi, Tu, Love”, scaturita dall’anagramma della parola Evolution. La lunga maratona è stata organizzata dallo staff di strada della Ra.Gi Onlus in collaborazione con numerose associazioni e tante persone incontrate per strada, nei bar, nei negozi, nei bocciofili, nelle scuole e che hanno voluto dare il loro grande supporto: dai ragazzi, alle famiglie, agli anziani, ai bambini e che prenderanno parte alla manifestazione in qualità di artisti, musicisti, danzatori, animatori. “Lasciare una traccia che sia trasversale”, ha af-

Marchi in stretta collaborazione con l’Uami (Ufficio di Armonizzazione per il Mercato Interno), il Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza edUnioncamereCalabria-DeskEnterprise Europe Network. Ai lavori del seminario, introdotti da Giuseppe Gaglioti e coordinati da Donatella Romeo, interverranno: Emanuele Montelione; Edoardo Fano; Maurizio Borghese. Attività estive minori anziani disabili Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme promuove un programma di attività estive pensate per i minori, gli anziani ultra sessantacinquenni e le persone diversamente abili. L’avviso pubblico per la partecipazione del progetto da parte degli organismi

shop on Applied Economics of Education". I lavori avranno inizio nella sala congressi alle ore 9.00 del 20 giugno e proseguiranno fino alle ore 17.30 del 21 giugno. Nella serata del 20 giugno, alle ore 21.15, persso il Villaggio Calaghena si terrà la cena di gala. REGGIO CALABRIA Finale di Miss Italia nel Mondo Pupo ed Elisa Isoardi condurranno il 4 luglio , su Raiuno, da Reggio Calabria, la finale di Miss Italia nel Mondo, il concorso delle figlie dei nostri emigrati giunto alla 21.a edizione e che per la prima volta arriva al sud.

fermato la presidente dell’associazione promotrice dell’evento, Elena Sodano, “ e che raccolga cioè i cittadini di tutte le fasce d’età che abbiamo incontrato per la strada e con cui abbiamo stabilito una relazione di fiducia, ascolto, dialogo e collaborazione durante questi sette mesi di attività. Ci è sembrato giusto festeggiare insieme a loro con balli, musica, arte, esibizioni sportive, proprio sulla strada, quella strada che è stata teatro dei nostri incontri e che ci ha permesso di realizzare concretamente il primo centro di aggregazione su strada…anzi sul nostro marciapiede”. Ma vediamo nello specifico cosa prevede la manifestazione. Alle 10 si inizierà con l’estemporanea di pittura che saràrealizzata dagli artisti dell’associazione ‘Mithos’, parteciperanno Pino Monterossi, Roberta Stanganello, Rosanna Castagna, Mimmo Tomaino, Erminia Fioti, Franco Paonessa e Luca Paone. Nel pomeriggio, a partire dalle 17 sarà la volta delle danze per bambini e delle esibizioni sportive. I gruppi del maestro Tonino Guerra Taekwondo Guerra daranno vita a suggestive performance di

arti marziali, di seguito sarà la volta del gruppo Caribe Soy con la partecipazione di Nelsa Lucia Anillo Gomez e dei coinvolgenti balli caraibici. Di seguito sarà la volta dei Social Dances che si esibiranno in divertenti coreografie a cura dei capelli d’argento che giungeranno da ogni parte della città. Nel corso della giornata sarà possibile partecipare al Body Painting curato dall’artista Annalia Nisticò. La serata, a partire dalle 21fino alle 24 vedrà esibirsi due band di giovanissimi musicisti: i “Never coming harmony” (autori dello slogan della manifestazione: Noi – Tu – Love, anagramma della parola Evolution). La band, che eseguirà delle cover e alcuni pezzi propri di genere rock alternativo, è formata da Domenico Scali (voce), Mattia Moniaci (Chitarra), Cristiana Migliazza (batteria), Gianmarco Marcello (basso). L’altro gruppo di giovanissimi è la band “The dreamers”, composta da Danny Chiefalo (chitarra), Domenico Soluri (tastiere), Valerio Gabriel (batteria), Mariella Trapasso e Giusy Scalise (voci), Felice D’Alta (basso), Alberto Barrilli (chitarra). Vi aspettiamo numerosissimi.

impegnati nel sociale è stato reso noto sul sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.lamezia-terme.cz.it. Le attività, si svolgeranno da giugno ad ottobre . Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi all’ufficio Politiche Sociali su corsoNumistrano,dalleore8.30alle 11.30 nei giorni di lunedì, martedì e giovedì e dalle 15.30 alle 17.30 solo il giovedì oppure potranno telefonare ai numeri 0968-207608/613 (ufficio minori) e 0968-207614/615 (ufficio disabili e anziani).

formativo e di confronto, parteciperanno le squadre di Bovalino, Bagnara, Gioia Tauro, Reggio Calabria e San Roberto. Fuori concorso si cimenteranno le squadre di Cosenza e San Pietro Apostolo. Ospite d’eccezione la squadra pugliese di Fasano. Quest’anno un particolare premio sarà assegnato alla squadra che avrà messo in atto i migliori comportamenti psico-sociali e relazionali durante la fase di soccorso.

MONASTERACE Gara provinciale di primo soccorso Avranno luogo oggi , in Monasterace le gare provinciali di primo soccorso per volontari della Croce Rossa Italiana. All’importante evento

MONTEPAONE II edizione "International Workshop on Applied Economics of Education" Nei giorni 20 e 21 giugno , presso il Villaggio Calaghena si terrà la seconda edizione della conferenza internazionale "International Work-

RENDE "L’economia della Calabria" Giorno 20 giugno , alle ore 15.30, presso l’aula Magna, Università della Calabria si terrà la presentazione del documento "L’economia della Calabria". Programma: apertura dei lavori, Giovanni Latorre; Luisa Zappone. Saluti delle autorità. Relazioni: Daniele Franco; Giuseppe Albanese. Discussioni generali ed interventi:FrancescoAiello;Antonio Aquino; Sebastiano Caffo; Renato Pastore. Modera: Giuseppe Chiellino Corso di Formazione L’approvazione definitiva dei primi decreti legislativi sul federalismo fiscalehaintrodottounanuovadisciplinadelfederalismocomunaleelarivisitazione della disciplina dei trasferimenti regionali nonché delle modalità di definizione dei fabbisogni e dei costi standard (soprattutto nel settore sanitario). LaScuolaSuperiorediScienzedelle Amministrazioni Pubbliche ha organizzato un corso di formazione che si terrà il giorno 24 giugno dalle ore 9.30 alle ore 16.30 presso la sede della scuola. Ulteriori informazioni si possono reperire sul sito della scuola all’indirizzo www.sssap.unical.it. CALABRIA Al via il campo giovani 2011 Una settimana per avvicinare i giovani alle tematiche dell’educazioneallasalute,allapace,alservizio verso la propria comunità.Questi gli obiettivi fissati dal progetto campo giovani, interamente dedicato ai ragazzi tra i 14 ed i 20 anni, organizzatoperilmesediagostodallaCroce rossa Italiana e il Ministero della gioventù. Il progetto, organizzato in tutta Italia prenderà vita nella provincia di Catanzaro nelle aree di Lamezia Terme centrale “Dryades grow up red cross”, dal 22 al 28 agosto , e di Gimigliano “Youth in action” dall’1 al 7 agosto . Per maggioriinformazionièpossibileconsultare il sito (www.gioventu.gov.it) dal quale è possibile scaricare il bando e la domanda di partecipazione, il comitato provinciale di Catanzaro della Croce rossa Italiana e l’ispettore provinciale giovani Cri di Catanzaro indirizzo mail isp.catanzaro@pio.cri.it


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 25

CARTELLONE Luca Dirisio oggi in concerto a Cropani Marina Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BORGIA 1^ Giornata del Sorriso In Piazza Ortona, oggi , si terrà Pazza Piazza bimbi in piazza per la 1^ Giornata del Sorriso. Programma:ore10.30,radunopresso Palazzo Calogero. Ore 11.00, inaugurazione; coreografie clown girls;VipCatanzaroOnluscoreografia d’apertura. Ore 12.30, pausa pranzo con cestino a sacco a cura dei partecipanti. Ore 15.00,clowngirlscoreografiainmusica Vip Catanzaro Onlus animazione. Ore 17.00, allegra merenda a cura dell’associazione "Il Cenacolo". Ore 19.00, coreografia del sorriso chiusura in musica canti, balli. Inaugurazione di ArmonieD’arteFestival Il 30 giugno , alle ore 22.00, al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia appuntamento con la storia della cultura in Calabria. Ilgrandedirettored’orchestraZubin Mehta inaugura Armonie D’Arte Festival 2011. La conferenza stampa di presentazione delle attività culturali estate 2011 ovvero i prestigiosi Festival Armonied’arte e Magna Graecia Teatro al Parco Scolacium, si terrà martedì 21 giugno , alle ore 12.00, presso il comune di Borgia CARDETO Musica e Danze della Tradizione Ciatu meu, oggi , alle ore 17.00, in Piazza Felice Romeo. Aspromonte Libera Mente e Radici del Suono in collaborazione con il Comune di Cardeto presentano: Raduno di ZampognaridellaVallatadelS.Agata, in memoria di un figlio di questa terra: Don Mico Fortugno. Programma: ore 17.30, apertura degli stand: laboratori, mostra fotograficasu Don MicoFortugnoe l’Aspromonte, artigianato locale. Ore 19.00, incontro con i suonatori della vallata del S. Agata. Ore 20.30, presentazione della serata con interventi delle associazioni che hanno realizzato l’evento e di quelle ospiti. Saranno presenti l’associazione Zampognari di Cardeto, Gruppo Folk Asprumunti. A seguire: Festa a ballu! CARIATI Estate Ragazzi 2011 Parte l’Estate Ragazzi 2011. L’Amministrazione Comunale assessorato ai servizi sociali ripropone anche quest’anno, la realizzazione di questo progetto col fine di offrire alle famiglie un’opportunità di intrattenimento e di cura dei figli nel periodo estivo.Ilperiodovadalunedì27giugno a venerdì 29 luglio , dalle ore 9.00 alle 13.00. La richiesta di adesione, da compilare sul modulo disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico, devono essere consegnate direttamente al Comune - Area Comunicazione Urp. Per ulteriori informazioni e delucidazioni possono essere richieste ai numeri: 0983/9402205 - 9402223 oppure via email a: urp.cariati@asmepec.it

Cresce l’attesa per il concerto che Luca Dirisio terrà oggi , a Cropani Marina in occasione della festa del patrono locale, Sant’Antonio. Nel corso della serata il cantautore di Vasto riceverà direttamente dalle mani dell’assessore regionale all’Urbanistica Pietro Aiello, una targa omaggio del maestro orafo crotonese Michele Affidato. Luca Dirisio, tra i protagonisti dell’ultima edizione della fortunata trasmissione televisiva targata Raidue

“L’isola dei famosi”, si avvicina per la prima volta al mondo della musica a quattordici anni, imparando a suonare la chitarra. Terminato il liceo si trasferisce a Roma dove frequenta con ottimi risultati la facoltà di giurisprudenza, contemporaneamente prende lezioni private di canto. Incide a livello amatoriale diversi brani inediti di cui è anche autore. Porta la sua musica in giro per l’Italia suonando in vari locali, arrivano così i primi

CATANZARO Mostra antologica di Raffaele Luigi Leone Fino al 21 giugno , verrà allestita presso le sale dello storico Complesso Monumentale del San Giovanni una Mostra antologica itinerante del M° Raffaele Luigi Leone.La conferenza stampa si terrà sabato 11 giugno, alle ore 16.30. Vernissage cocktail, alle ore 18.00. All’inaugurazione presenzieranno personalitàistituzionalidellaProvincia e del Comune di Catanzaro e personaggi della vita pubblica, della critica, della cultura.

Umbriatico partenza per la passeggiata; ore 18.10, mercati Saraceni spiegazione regolamento; ore 18.15, mercati Saraceni Atleti verso lo start;ore 18.30, mercati Saraceni partenza tesserati e amatoriali; fine gara Via Torrenova (lungomare); premiazione, Via Torrenova Cirò Marina. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può consultare il sito www.minimaratona.it

CIRO’ MARINA III^ MiniMaratona della “Magna Grecia” Oggi , si svolgerà a Cirò Marina, la III^ MiniMaratona della “Magna Grecia”, corsa podistica su strada, organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", in collaborazione con il Coni Provinciale di Crotone, l’Asi (Alleanza Sportiva Italiana) e il Comune di Cirò Marina. Il percorso della MiniMaratona previsto è di 10Km. Programma: oggi, ritrovooreore16.30,inViaTorrenova (lungomare) Cirò Marina; Bus Navetta Via Torrenova - fino alle ore 17.30; servizio gratuito trasporto atleti da Via Torrenova ai Mercati Saraceni per la MiniMaratona di 10Km e Bivio Umbriatico per la passeggiata di 2,6Km; ore 18.00, Bivio

COSENZA Mostra fotografica "Il Mondo di Tila" Ancora una volta, il duo artistico calabrese, Maria Concetta Policari fotografa e l’artista Gianmarco Polimeni,coinvolgerannoilpubblicodi Cosenza oggi , presso il Caffe Letterario, ore 19.00, con una mostra personale di fotografia intitolata “Il mondo di Tila” curata e presentata da Carmelita Brunetti. CROPANI II edizione di “Parole nel Vento” Conclusa la prima fase di selezione dei lavori, entra nel vivo la seconda edizione di “Parole nel Vento”, il premioletterarioindettodallaProvincia di Catanzaro e dedicato ad opere inedite di narrativa. La serata conclusiva si terrà il 2 luglio nella splendida cornice della piazza del Duomo di Cropani superiore. In occasione della serata,

importanti riconoscimenti, primo tra tutti la vittoria al “Summer Live Festival “nel 2003. Luca approda al suo primo singolo di successo, “Calma e sangue freddo”, tormentone dell’estate 2004 che lo porta a vincere il premio “Artista rivelazione dell’anno” al Festivalbar. Segue, in autunno l’album “Luca Dirisio” dal quale vengono estratti, i singoli “Il mio amico vende il tè”, “Usami” e “Per sempre”. L’albumriscuoteottimisuccessianche all’estero (Spagna, Messico, Germania). Partecipa al Festival di Sanremo 2006 nella categoria Uomini con il brano “Sparirò”, di cui è anche autore. Sempre in quell’anno pubblica il suo secondo album “La vita è strana”. Nel settembre del 2006 Dirisio prende parte alla colonna sonora del film Disney High School Musical, interpretando il brano Se provi a volare (del cui testo è anche autore) con cui vince il disco di platino. Nel 2008 pubblica il suo terzo album “300 all’ora” da cui vengono estrapolati i singoli “Magica” e “Fragole, ciliegie e miele”. Successivamente si trasferisce a Londra per la registrazione dei brani per il nuovo album. I due singoli “Nell’assenzio” e “Pazienza” anticipano l’uscita del nuovo album dal titolo “Compis (a pretty fucking good album)” uscito a febbraio 2011. L’ingresso al concerto di Luca Dirisio è gratuito. L’inizio è previsto intorno alle ore 21.30. Per informazioni è possibile telefonare alla Esse Emme Musica ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it.

che sarà condotta da Maria Grazia Capulli, volto noto del Tg2 nazionale, saranno altresì premiati il secondo e il terzo classificato, nonché l’opera più votata tra quelle ambientatenella provinciacatanzarese, per la quale è prevista la pubblicazione da parte della Provincia di Catanzaro. MONASTERACE VI edizione dell’Infiorata del Corpus Domini 2011 Si avvicina il giorno tanto atteso dalla Pro Loco "Il Tempio" e dai fedeli di Monasterace. Domenica 26 giugno si svolgerà la VI edizione dell’Infiorata del Corpus Domini 2011. I lavori avranno inizio sera di venerdì 24 giugno , alle ore 21.00, e proseguiranno fino a domenica 26, giorno del Signore, per rendere prezioso il passaggio del Santissimo. MOTTA SAN GIOVANNI Pallavolando 2011. Tredicesima Edizione La seconda tappa di "Pallavolando 2011 - Tredicesima Edizione" si svolgerà, organizzata dalla Asd Futura Volley, a Motta San Giovanni sabato 25 giugno 2011 , alle ore 15.00, presso la Piazza Municipio. Si comunica, inoltre, che la terza tappa,organizzatadallasocietàCentro Addestramento Volley Gallico, si svolgerà a Gallico Marina , Via Arenile, domenica 26 giugno 2011 alle ore 15.00.

REGGIO CALABRIA Open Day al Circolo Velico Reggio Un programma dedicato ai bambini dai 7 ai 14 anni per avvicinare i reggini alla cultura dello Sport della vela e al rispetto del mare che si svolgerà durante la vacanze scolastiche. Una occasione , l’Open Day, che si terrà oggi , dalle ore 9.00 alle ore 13.00, per conoscere la sede del Circolo Velico Reggio, e sarà offerta alla cittadinanza l’occasione di familiarizzare con le imbarcazioni alla presenza dei tecnici e degli atleti . Presentazione libro di Michele Cucuzza Sarà presentato martedì 21 giugno , alle ore 17.30, presso il salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, nel corso di una manifestazione promossa congiuntamente dall’associazione Culturale Anassilaos e dall’associazione Windsurf dello Stretto il libro del giornalista e conduttore televisivo Michele Cocuzza, “Fuori dal video - Storie italiane” (Edizioni Sabinae). Saranno presenti all’incontro Roberto Raffa, Stefano Iorfida, Tito Tropea. Relazionerà l’iniziativa Francesca Neri. S. ANDREA A. DELLO JONIO Conferenza "Perdere sè stessi" Il Centro di Protezione Civile Comunale "Andrea Tortorelli" sabato 21 maggio , alle ore 17.00, l’associazione "Primavera Andreolese", in collaborazione con il Dipartimento di scienze farmacobiologiche dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, organizza una conferenza scientifico/didattico inerente all’evolversi della malattia di Alzheimer e alle patologie ad essa correlate. Relatore Vincenzo Rispoli. Il titolo è il seguente: "Perdere sè stessi" Le demenze e la malattia dell’Alzheimer. SAN CALOGERO Presentazione programma “Un Coro per Mariele” Lunedi 20 giugno , alle ore 19.00, presso la sede del Comune di San Calogerosi terrà la conferenzastampa, dove verrà presentato il programma, della 1^ Edizione del Concorso Nazionale per cori di bambini “Un Coro per Mariele”. SPEZZANO ALBANESE Il campione mondiale di karate a Spezzano Albanese Su indicazione del delegato della FederazioneItalianaJudoLottaKarate Arti Marziali della provincia di Cosenza,LucianoDichiera,peraltroinsegnante tecnico titolare della società sportiva Asd KarateSan Marco Argentano denominata “Meijo-Ghi-Sei”, il comitato regionale “Karate Calabria per il mondo” ha organizzato uno stage con il campione mondiale di karate Luigi Busà. L’evento si terrà oggi , con inizio alle ore 10.00, nel Palazzetto dello Sport di Spezzano Albanese ed avrà come ulterioreospitelacampionessaeuropea di karate, Laura Pasqua.


26

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA L’autrice lavora da tempo in associazioni no-profit che aiutano e accolgono i giovani a rischio, i senzatetto e i bambini in affido e tiene una rubrica mensile sull’educazione dei figli nel giornale locale di Sacramento

Il linguaggio segreto dei fiori, esordio di successo per Vanessa Diffenbaugh Margherita Criscuolo «Non mi fido, come la lavanda. Mi difendo, come il rododendro. Sono sola, come la rosa bianca, e ho paura. E quando ho paura, lascio che la mia voce siano i fiori». Con il suo romanzo d’esordio, Il linguaggio segreto dei fiori (edizioni Garzanti, 368 pagine, 18,60 euro), uscito in contemporanea in trenta paesi e fenomeno editoriale ancora prima della pubblicazione, Vanessa Diffenbaugh si contende i primi posti delle classifiche ufficiali, con Camilleri e Zafón. Protagonista del romanzo è Victoria, ragazza introversa, timorosa degli altri e dei sentimenti. Ma c’è un luogo in cui tutte le paure svaniscono: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Potrero Hill, a San Francisco, dove ha piantato dei fiori. Dei fiori che sono il suo cantuccio, attraverso i quali comunica le emozioni più profonde ed esprime i pensieri che non riesce a dire agli altri. Ora diciottenne, Victoria ha avuto un’infanzia difficile: è stata abbandonata in culla a tre settimane dalla nascita, e poi adottata da famiglie sbagliate. Solo una persona, Elisabeth, l’unica vera madre che abbia mai avuto, le ha fatto un gran dono durante l’anno in cui l’ha avuta in affidamento: le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E ora che è adulta, Victoria può fare tesoro dei suoi insegnamenti e usarli per prendere in mano la sua vita. Fa la fioraia e i suoi fiori sono tra i più richiesti in città perché regalano gioia e curano l’anima. A seconda del colore, del profumo e dell’aspetto, cia-

C’è per la protagonista un luogo in cui tutte le paure svaniscono: è il suo giardino segreto nel parco di Potrero Hill a San Francisco

scuno ha un potere taumaturgico diverso. Victoria aiuta gli altri ma non ha ancora trovato il fiore che solleverà il suo cuore da una colpa segreta. Fino all’arrivo di un ragazzo misterioso, anche lui venditore di fiori. Vanessa Diffenbaugh è nata a San Francisco e si è laureata a Stanford in Scrittura creativa ed educazione artistica. Lavora da tempo in associazioni no-profit che aiutano e accolgono i giovani a rischio, i senzatetto e i bambini in affido e tiene una rubrica mensile sull’educazione dei figli nel giornale locale di Sacramento. Il libro è disponibile con quattro copertine diverse, ciascuna con un fiore, così da lasciare ai lettori la possibilità di scegliere quello che più li rappresenta. C’è la rosa rosa, che significa grazia, la gerbera, l’allegria, la bouganville, la passione e la camomilla la forza nelle difficoltà.

Vanessa Diffenbaugh

Festival della via Francigena percorsi tra arte, cultura e storia Il volume è disponibile in quattro copertine ciascuna con un fiore diverso, per lasciare ai lettori la possibilità di scegliere

Zoe Bellini

La Via Francigena

L'immagine in copertina

Per un’estate diversa, al via, da giugno a settembre, la prima edizione del festival "Via Francigena collective project" . L’iniziativa è una novità per la promozione della Via Francigena, dato il coinvolgimento delle quattro nazioni attraversate – Italia, Svizzera, Francia, Inghilterra – dal più importante asse di penetrazione storico del territorio europeo. Una grande manifestazione che armonizza eventi e attività proposte e attuate dai territori, secondo le loro peculiarità culturali, religiose e artistiche, per la promozione del cammino lungo l’antica strada che mille anni fa e oltre conduceva i pellegrini a Roma e quindi verso Gerusalemme, e che oggi costituisce il prestigioso Itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio d’Europa. Gli eventi di questa edizione zero del Festival coinvolgono natura, spiritualità, cultura, enogastronomia e identità locali:

78 appuntamenti delle più diverse tipologie: riletture, in chiave artistico-culturale, del cammino francigeno nelle mansio dell’itinerario di Sigerico; rievocazioni storiche con momenti teatrali di guerra, arte e vita quotidiana; giornate di cammino e di cicloturismo; escursioni guidate alla scoperta dei numerosi siti di interesse archeologico, storico, artistico e religioso; animazioni nei centri storici con corteggi e giochi di strada; degustazioni di cibi della tradizione negli ospitali medievali; mostre, spettacoli di teatro, danza e musica; presentazione di iniziative editoriali; forum. Questi e molti altri sono gli eventi in programma, sempre tutti rigorosamente "francigeni" e, nella maggior parte dei casi, in luoghi storici. Evento trasversale all’intera iniziativa è il premio inVia! 2011. Info: www.asso ciazioneviafrancigena.com.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 27

IL DOMANI DELLA CULTURA

Particolare dell'installazione

Fino al 17 luglio l’imponente installazione dell’artista thailandese accolta negli spazi all’ingresso dell’Hangar Bicocca

Il ping pong secondo Surasi Kusolwong l’arte riflette sulla comunicazione Maria Letizia Bixio "Ping-Pong, panda, povera, pop-punk, planet, politics and p-art". Complesso il nome, complessa l’installazione accolta negli spazi all’ingresso dell’Hangar Bicocca di Milano; l’imponente "site specific" dell’artista tailandese Surasi Kusolwong (1965) porta per la prima volta in una sede museale italiana un nome già noto nei principali musei del mondo, dalla Tate modern a Londra, al Palais de Tokio a Parigi, al Rose art museum di Boston. Cinque tavoli da ping pong, a libero utilizzo dei visitatori, sopra i quali vengono collocati diversi tipi di oggetti e materiali dedicati a vari aspetti del lavoro di Kusolwong sono il cuore dell’opera. A ricoprirli ci sono oggetti d’uso quotidiano, semplici, domestici, qualcuno quasi barocco, come piccoli animali in gesso coperti da pezzi di conchiglie, o bestie intagliate in

legno, nonché oggetti provenienti dalle proprie serie passate. Molteplici, e talvolta obbligati, i rimandi alla cultura pop, pur se altamente contaminata dai materiali e dall’approccio dell’arte povera: specchi e forme ritagliate, richiami alla simbologia di Alighiero Boetti. Interessante la riflessione indotta nello spettatore: una volta che ci si trova a giocare nel ritmo martellante del ping pong, viene da chiedersi cosa sia la comunicazione della società contemporanea, e come mai i problemi restino in sospeso, come la pallina del gioco, in quel continuo "palleggio", che trova una fine solo nel momento della prevaricazione dell’altro. Il parlare diviene un gioco al rimbalzo, dove i ritmi differenti dei toni si incatenano l’un l’altro lasciando suoni e pause, come nella musica, in battere e levare. A fianco ai tavoli da ping pong in mostra una scultura-vulcano di sale, un grande cubo in al-

luminio collegato a una macchina del fumo, delle pseudo tende di marmo e altri materiali di scarto, un blocco scultoreo fatto delle pagine del libro "Living in the end times" di Slavoj Zizek, filosofo e psicanalista sloveno di matrice marxista che si occupa dellacrisieconomico-socialecontemporanea. Infine, una scultura fatta di spugne tagliate a blocchi rettangolari con un cartello dalla scritta "Prenditi del tempo per sederti e pensare". Fino al 17 luglio, Hangar Bicocca, Milano. Info: www.hangarbicocca.it.

Se con "luogo dell’arte" si intende il crocevia fra design, artigianato, scultura e pittura, alla galleria Otto siamo davvero nel posto giusto: Olivia Toscani Rucellai, titolare della galleria, e Mauro Lovi, "art director", hanno raggiunto l’obiettivo. «Otto spiega Olivia Toscani - è un luogo d’incontro per amanti dell’arte, per viaggiatori curiosi, per collezionisti, per turisti illustri. Ma soprattutto è un laboratorio di produzione di idee, progetti e oggetti dove il linguaggio dell’arte cercadiconfrontarsi con la quotidianità e i suoi oggetti d’uso». Fino al 31 luglio, nei locali della storica via Maggio a Firenze, sono esposti 30 pezzi della collezione di Agneta Holst, madre di Olivia e anima di Megalopoli, storica galleria-atelier

aperta a fine anni ’70 a Milano. «Nel ’78 Agneta aveva trovato uno spazio che si affacciava sul silenzioso cortile interno di un antico palazzo nel centro di Milano. Qui organizzava le sue mostre, le sue collezioni, le installazioni degli artisti che chiamava a collaborare», dice Isa Tutino a proposito della «giovane donna che non teme di lanciarsi nell’avventura Megalopoli». Tra gli artisti con cui collabora ci sono nomi illustri: Consagra, Dorazio, Giò Pomodoro, e poi Mauro Lovi, Ugo Marano, Tarshito e altri, autori di mobili e oggetti tanto poetici quanto improbabili, capaci di oltrepassare i confini di una piatta realtà quotidiana. Ed è rileggendo questa esperienza che Olivia Toscani Rucellai vuole riprendere e continuare il progetto iniziato da sua madre, cominciando proprio con

Crocevia fra design artigianato scultura e pittura alla galleria Otto di Firenze Ilaria Mele

Il parlare diviene gioco al rimbalzo, dove i ritmi differenti dei toni si incatenano l’un l’altro lasciando suoni e pause L'installazione all'Hangar Bicocca

l’esposizione della collezione da cui tutto ebbe inizio e successivamente confrontarsi nella produzione di oggetti, sperimentando sinergie possibili. Fino al 31 luglio, Otto, via maggio 43, Firenze. Info: www.ottoluogodellarte.it.

Una delle opere in mostra

Fino al 31 luglio esposti 30 pezzi della collezione di Agneta Holst madre di Olivia Toscani Rucellai


28

il Domani Domenica 19 Giugno 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Nelle sale 6 giorni sulla Terra quando gli alieni diventano reali Sull’Appia Seconda pellicola di Varo Venturi, attore, musicista e autore dell’album Smalto di Nada Annarita Guidi Alieni? Non solo esistono, ma l’etichetta che utilizziamo, forse neanche troppo consapevolmente, per nominarli è poco significativa. Perché sono esseri altri, ma non arrivano dal cielo o da mondi (così) estranei, come la speculazione scientifica ufficiale e le produzioni "mainstream", cinematografiche e televisive, ci hanno comunicato finora. Non solo esistono, ma sono dentro di noi. Questo è il claim di 6 giorni sulla Terra, seconda pellicola di Varo Venturi - attore, musicista (autore, tra l’altro,dellacelebreAmoredisperato e dell’album Smalto di Nada), "videomaker" e regista del corto "Cosmos hotel" (Sacher d’oro nel 1997) e di Nazareno (Premio speciale della giuria al Festival europeo del cinema indipendente nel 2009) - che dal 17 giugno arriva in quaranta sale italiane. Anche se i nostri schemi di conoscenza ci fanno concludere immediatamente il contrario, non si tratta di un film di fantascienza. Piuttosto, come afferma lo stesso regista, si puòparlaredireal-scienza,termine ibrido che la dice già lunga sulla difficoltà di incasellare l’opera in categorie, tematiche o di genere che siano. Il consulente scientifico del film è Corrado Malanga, ricercatore dell’università di Pisa che studia da anni il fenomeno dei rapimenti alieni attraverso l’ipnosi regressiva e la programmazione neurolinguistica. I suoi risultati parlano di centinaia di persone rapite da membri di razze extraterrestri il cui principale scopo è lo sfruttamento dell’energia umana; di micro-

Sabrina Murano Torna anche quest’anno il festival EuroMediterraneo,laprestigiosa manifestazione di musica, opera, danza, teatro che si svolge a Roma lungo l’Appia antica tra il Ninfeo di villa dei Quintili e il mausoleo di Cecilia Metella. Quest’anno il festival è dedicato ai 150 anni dell’unità d’Italia e avrà inizio il 21 giugno alle ore 21 con un grande concerto per il Solstizio d’estate al Ninfeo di villa dei

Una scena del film

chip impiantati nel cranio e in altre parti del corpo umano; di prove scientifiche tangibili, come quelle che sono state mostrate di recente a Roma, in una conferenza di presentazione del film che ha visto come relatori proprio Malanga e Venturi. L’ascolto di centinaia di ore di ipnosi registrate è stato solo il primo passo nella genesi di questa pellicola coraggiosa ed estrema, in cui Venturi è riuscito a far confluire, con una produzione rigorosamente indipendente e "low budget", i suoi studi e le sue ricerche su temi che vanno dall’occultismo all’aristocrazia nera, dal controllo mentale

Villa dei Quintili

ai piani globali di cospirazione. Il risultato è un film scomodo per molti, che lascia emergere e dipana la catena invisibile che connette mezzi di comunicazione di massa, gerarchie militari, chiesa, massonerie e servizi segreti. Ma è soprattutto la vittoria di quella stessa scomodità: unico caso europeo di film sulle "alien abduction", unico caso italiano di film capace di affrontare questi e altri argomenti, come il tema-contenitore della possessione. L’inquietudine, visiva e mentale, che accompagna l’esperienza della visione è paragonabile solo, forse, a quella paura del

non visibile evocata, con tutt’altri scopi, da William Friedkin. 6 giorni sulla Terra sembra comunicare sottotraccia con lo spettatore, di fatto lo colpisce e lo attraversa con il linguaggio del reale. Un cast di attori in parte professionisti (tra cui Massimo Poggio, Laura Glavan, Ludovico Fremont, Marina Kazankova, Pier Giorgio Bellocchio), un movimento di sguardo fluido e chirurgico che polverizza i confini tra percepito e proiettato. Se di (neo)realismo si può ancora parlare oggi, è in questa pellicola che dobbiamo andare a cercarlo. Info: www.deusfilm.com.

Dal 21 giugno al 31 luglio in mostra a palazzo Incontro, a Roma

Dante, poeta e italiano, da collezione Manoscritti antiche stampe volumi illustrati quadri e sculture provenienti dalla raccolta privata dell’imprenditore torinese appassionato dantista Livio Ambrogio

il festival Euro Mediterraneo

Silvia Novelli Dal 21 giugno al 31 luglio nella sede di palazzo Incontro a Roma (via del Prefetti 22) apre al pubblico la mostra Dante poeta e italiano «legato con amore in un volume»: manoscritti, antiche stampe, volumi illustrati, quadri e sculture provenienti dalla collezione privata dell’imprenditore torinese, appassionato dantista, Livio Ambrogio. Promossa dalla provincia di Roma, è stata organizzata in collaborazione con Civita e con la libreria antiquaria Philobiblon. Il catalogo è pubblicato dalla Salerno editrice.

La locandina

Frutto di trent’anni di passione per i libri e i cimeli danteschi, la collezione spazia su ben sette secoli di tradizione, manoscritta e a stampa, delle opere di Dante Alighieri e, formata da più di mille volumi, costituisce oggi la raccolta dantesca più vasta e importante di proprietà di un collezionista privato. In essa figurano, oltre alle principali edizioni della Divina Commedia, dalle origini della stampa ad oggi, in Italia e all’estero, le prime edizioni delle altre opere del grande poeta fiorentino, le principali traduzioni in altre lingue e una densa selezione di critica dantesca dal XVI al XX secolo. Info: www.provincia.roma.it.

Quintili. Un ricco cartellone di eventi, concerti e manifestazioni con i più celebri artisti dello scenario internazionale e nelle areearcheologichepiùsignificative, per poi proseguire con spettacoli nei teatri greci e romani dell’intera area del Mediterraneo. All’inaugurazione del 21 Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi nel loro organico originario, con l ’ausilio di uno straordinario clavicembalo d’epoca e con la partecipazione della violinista Lisa Green. L’orchestra da camera del festival Euro Mediterraneo nasce nel 2007 ed è formata da musicisti italiani che collaborano con istituzioni concertistiche e orchestrali di livello internazionale. Sarà protagonista anche del concerto intitolato Fratelli d’Italia! del 22 giugno, ore 20.30, che si svolgerà sempre all’interno del parco dell’Appia antica, al mausoleo di Cecilia Metella. Si tratta del primo appuntamento di una serie di concerti dedicati alla tradizione musicale italiana che da Antonio Vivaldi arriva fino ai compositori italiani del Risorgimento. Per maggiori informazioni e gli eventi speciali www.fe stivaleuromediterraneo.eu.


Domenica 19 Giugno 2011 il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

La campagna You&Touareg

Il direttore creativo di A-tono.com sta sviluppando un nuovo modello di lavoro chiamato “creatology”

Sergio Müller: puntare al cliente Giulio Spacca Innovare, creare e osare. Comunicazione, dialogo e attenzione al cliente per non cedere alla crisi. Sono questi i "must" di Sergio Müller, direttore creativo di A-tono.com con cui sta sviluppando un nuovo modello di lavoro creativo chiamato "creatology". Un approccio che unisce "strategy, creativity, technology" attraverso la composizione di gruppi integrati di creativi, sviluppatori, ingegneri, "marketer" per sviluppare idee innovative che funzionino. La sua attenzione è andata sempre al cliente piuttosto che al prodotto: è ancora il suo punto di vista vincente? «È una questione di onestà e rispetto, oltre che di opportunità. Solo mettendo le persone prima dei prodotti possiamo ca-

Solo mettendo le persone prima dei prodotti possiamo capire cosa interessa ai nostri interlocutorie e quali linguaggi utilizzare per avere messaggi che arrivino pire cosa interessa davvero ai nostri interlocutori, quali linguaggi utilizzare per costruire messaggi che arrivino e siano capiti». Lei ha lavorato in passato per Amnesty international e Telethon, in momenti di crisi quale quello attuale. C’è ancora spazio per il sociale? «Con Amnesty e Telethon, insieme a Cesvi, Action aid, Save the children, Unicef e Fai, abbiamo vissuto il profondo cambiamento sociale e di mercato che ha interessato gli ultimi dieci anni. Ricollegandomi al punto precedente sono cambiate le persone, i loro problemi e le loro aspettative, quindi è naturale che la comunicazione cambi in relazione a un mutato contesto. Con A-tono stiamo lavorando a un nuovo tipo di approccio al "fundraising" che, facendo tesoro delle esperienze maturate, possa superare le difficoltà generate dalle nuove tariffazioni postali, focalizzandoci su "digital mobile" e sui

Mi aspetto che un “brand” mi stupisca e mi aiuti a vivere meglio la quotidianità Strumenti e servizi stanno diventando elementi della nuova comunicazione modelli di "partnership" con le aziende per creare spazi di manovra modificando lo stesso paradigma della raccolta fondi». Il lavoro interattivo e l’utilizzo sempre maggiore del web costituiscono la nuova frontiera della pubblicità. Che futuro hanno? «L’abitudine all’utilizzo della tecnologia ha contribuito a un mutamento delle aspettative delle persone nei confronti dei marchi. Sono sempre in contatto con i miei amici e con questi ci scambiamo informazioni, opinioni in tempo reale. Bene, mi aspetto che un "brand" si comporti nello stesso modo e anzi mi stupisca, mi stimoli e mi aiuti a vivere meglio la quotidianità. Non solo messaggi pubblicitari ma anche strumenti e servizi stanno diventando elementi importanti della nuova comunicazione». Tra le tante cose che fa c’è anche il

La campagna Algida

Sergio Müller

ruolo di docente di comunicazione: cosa consiglia a un giovane che vuole intraprendere la sua stessa strada? «Collaboro con alcuni istituti nel far conoscere e spero appassionare i ragazzi al

nostro settore. Il consiglio che posso dare è quello di mantenere la mente aperta e di non snobbare nulla, anzi accettare le sfide che la nuova comunicazione lancia, senza temere di raggiungere una minore visibilità. Al contrario, per un giovane c’è molta meno concorrenza e molte più opportunità di farsi notare. Un unico avvertimento: la comunicazione diretta pone di fronte, in tempi brevissimi, all’efficacia dei propri messaggi. Offre pochi alibi ma insegna ad affrontare la creatività in termini concreti e vantaggiosi per le aziende e le agenzie. Inoltre permette di dimostrare, numeri alla mano, quanto la creatività sia un elemento fondamentale in una campagna: se aumenta l’efficacia, si riducono i costi». Sergio Müller è nato a Brescia il 24 dicembre 1967. Inizia la sua carriera nel 1990, nel 2000 entra in Rapp Collins come "art director" per diventare codirettore creativo nel 2002 e direttore creativo nel 2003. Ha vinto oltre 40 premi per collaborazioni come Nissan, Wolkswagen, Sky e Amnesty international. Attualmente è direttore creativo di a-tono.com. Ha fatto parte delle giurie dei premi Mediastars, Targa d’oro e Freccia d’oro. Info: www.a-tono.com.


il Domani Domenica 19 Giugno 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

06:20 - SITUATION COMEDY Zanzibar 07:00 - TELEFILM Baywatch 07:55 - CARTONI ANIMATI Hi! Hamtaro 08:10 - Petali di stelle per Sailor Moon 08:35 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:50 - CARTONI ANIMATI Spongebob 09:05 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:30 - Bakugan - Guandalian invaders 09:55 - CARTONI ANIMATI Beyblade metal fusion 10:25 - Batman the brave and the bold 10:50 - CARTONI ANIMATI Cattivik 11:00 - TELEFILM Aaron Stone 11:50 - TELEFILM Mr Bean 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - CARTONI ANIMATI Detective Conan 13:30 - TELEFILM I Simpson 13:55 - Speed racer con E. Hirsch, C. Ricci, S. Sarandon - regia di Larry Wachowski 16:30 - Operazione Venomous - Città sotto assedio Thriller con T. Williams, C. Dent, A. J. Denison - regia di Fred Olen Ray (USA) - 2001 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - CARTONI ANIMATI Bugs Bunny 19:10 - CARTONI ANIMATI Bugs Bunny 19:15 - SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 19:35 - Pallottola spuntata 2 e 1/2 - L'odore della paura con Leslie Nielsen, Priscilla Presley, George Kennedy - regia di David Zucker 21:20 - TELEFILM Dr House - Medical division 22:15 - TELEFILM Royal pains 00:05 - TELEFILM Miami medical 01:00 - I duke alla riscossa con J.n Bennett, R. Wayne, A. Scott - regia di Robert Berlinger 02:35 - TELEVENDITA Media shopping 02:50 - TELEFILM Dexter 03:40 - TELEVENDITA Media shopping 03:55 - Finchè c'è ditta c'è speranza 04:25 - Finchè c'è ditta c'è speranza 04:55 - Finchè c'è ditta c'è speranza 05:25 - SITUATION COMEDY Zanzibar 05:50 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 06:40 - TELEFILM La Grande Vallata 07:30 - La ragazza di Bube con C. Cardinale, G. Chakiris, M. Michel - regia di L. Comencini 09:30 - Abbasso la miseria con A. Magnani, R. Castellani, C. Durante - regia di G. Righelli 10:50 - RUBRICA Appuntamento al cinema 10:55 - TELEFILM Agente Pepper 11:45 - RUBRICA TGR RegionEuropa 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - RUBRICA TeleCamere 12:55 - RUBRICA Racconti di vita 13:25 - RUBRICA Passepartout 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:15 - TELEGIORNALE TG3 14:30 - RUBRICA IN 1/2 H 15:00 - TELEGIORNALE TG3 LIS 15:05 - La bella di Lodi con S. Sandrelli, M. Monti, A. Aranda - regia di Mario Missiroli 16:25 - Camille con James Franco, Sienna Miller, David Carradine - regia di Gregory Mackenzie 17:50 - RUBRICA La Musica di Raitre 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:20 - RUBRICA Pronto Elisir 21:00 - Il caimano con N. Moretti, S. Orlando, M. Buy - regia di Nanni Moretti 22:55 - TELEGIORNALE TG3 23:05 - TELEGIORNALE TG Regione 23:10 - Sotto le bombe con N. A. Farhat, G. Khabbaz, R. El Chab - regia di P. Aractingi 00:05 - TELEGIORNALE TG3 01:00 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 01:05 - RUBRICA TeleCamere 01:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 02:05 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 02:10 - La donna di picche con D. Parlo, M. Subor, A. Charpak - regia di Léonard Keigel 03:30 - FILM Un colpo di pistola con Assi Noris, Fosco Giachetti, Antonio Centa

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 09:05 - TELEFILM Zoo doctor 10:05 - TELEFILM Zoo doctor 11:06 - FILM Vita da camper con Cheryl Hines, Robin Williams, Jojo Levesque regia di Barry Sonnenfeld (USA) 2006 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 13:40 - MINISERIE Le stagioni del cuore 15:50 - FILM Lo scapolo d'oro - Commedia con Chris O'donnell, Artie Lange, Peter Ustinov, Renée Zellweger - regia di Gary Sinyor (USA) - 1999 17:45 - FILM 13 a tavola - Commedia - con Giancarlo Giannini, Nicolas Vaporidis, Maria Amelia Monti - regia di Enrico Oldoini (Italia) - 2004 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 20:40 - RUBRICA Bikini 21:10 - SHOW Lo Show dei Record 00:01 - FILM Bianco rosso e Verdone Commedia - con Carlo Verdone, Mario Brega, Angelo Infanti - regia di Carlo Verdone (Italia) - 1981 02:15 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 02:44 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 notte 02:45 - RUBRICA Bikini 03:15 - FILM Io no con Gianmarco Tognazzi, Myriam Catania, Francesco Venditti regia di Simona Izzo (Italia) - 2003 05:15 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - RUBRICA Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:50 - RUBRICA m.o.d.a. 10:35 - RUBRICA La7 Doc "Couples 6 Duos James Cagney & Jack L. Warner" 11:15 - SPORT Spagna - Superbike - Gara 1 13:00 - NEWS Speciale Tg La7 - Pontida 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 15:10 - SPORT Spagna - Superbike - Gara 2 16:25 - RUBRICA Paddock Show 16:55 - RUBRICA Movie Flash 17:00 - TELEFILM Cuore d'Africa 17:50 - La vecchia legge del West con J. Coburn, C. O'Connor, M. Blye - regia di William A. Graham (USA) - 1967 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 20:30 - RUBRICA In onda - di attualità 21:30 - RUBRICA Missione natura 23:50 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 00:00 - RUBRICA Movie Flash 00:05 - Beach Volley - Finale Mondiale femminile 01:10 - Beach Volley - Finale Mondiale maschile 02:20 - RUBRICA Bookstore 03:15 - RUBRICA La7 Colors

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - SHOW Teen Mom 2 09:00 - SHOW Made 10:00 - SHOW Navigator 10:30 - RUBRICA Disaster Date 11:00 - MUSICA Paris Hilton Dubai BFF 13:00 - TELEFILM Il Testimone 14:00 - TELEFILM Hard Times 15:00 - TELEFILM Jersey Shore 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - SHOW I Used to Be Fat 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - MUSICA Hitlist Italia 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - MUSICA Hitlist Italia 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - NEWS Speciale MTW News 20:00 - REPORTAGE Il Testimone 21:00 - NEWS MTV News 21:05 - TELEFILM Reaper 23:00 - TELEFILM True Blood 00:00 - TELEFILM Skins 01:00 - TELEFILM Blue Montain State 02:00 - MUSICA Only Hits 04:00 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

RETE 07:00 - TELEGIORNALE Tg4 night news 07:20 - TELEVENDITA Media shopping 07:35 - TELEVENDITA Media shopping 07:50 - DOCUMEN. Inverno a Yellowstone 08:45 - DOCUMENTARIO Magnifica Italia 09:15 - RUBRICA Correndo per il mondo 10:00 - RELIGIONE S. Messa 11:00 - RUBRICA Pianeta mare 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - NEWS Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - RUBRICA Melaverde 13:20 - RUBRICA Pianeta mare 13:52 - Gran premio con M. Rooney, El. Taylor, D. Crisp regia di C. Brown (USA) 1944 14:39 - Tgcom Notizie di attualità in breve. 14:42 - NEWS Navigare Informati 16:31 - NEWS Vie d'Italia - Notizie sul traffico 16:40 - Panico nello stadio con C. Heston, M. Balsam, J. Cassavetes - regia di Larry Peerce (USA) - 1976 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima Tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - MINISERIE Il giudice Mastrangelo 21:30 - Michael Clayton con G. Clooney, T. Wilkinson, T. Swinton - regia di T. Gilroy 00:02 - SHOW I bellissimi di r4 00:07 - FILM Intrigo a Berlino con George Clooney, Cate Blanchett, Tobey Maguire - regia di Steven Soderbergh (USA) - 2006 02:05 - TELEGIORNALE Tg4 night news 02:32 - FILM Il branco con Giampiero Lisarelli, Ricky Memphis, Luca Zingaretti - regia di Marco Risi (Italia) - 1994 04:04 - FILM L'amante con Michel Piccoli, Romy Schneider, Lea Massari - regia di Claude Sautet (Francia) - 1969 05:29 - SHOW Come eravamo 05:40 - NEWS Tg4 night news

1

ITALIA

06:00 - TELEFILM Affari di pancia 06:20 - TELEFILM The Class - Amici per sempre 06:40 - TELEFILM 8 semplici regole 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes Weekend 07:01 - CARTONI ANIMATI Gargoyles 07:15 - RUBRICA Art Attack 07:55 - CARTONI ANIMATI Slash 08:15 - CARTONI ANIMATI Inazuma Eleven 08:40 - TELEFILM Rebelde Way 09:05 - RUBRICA Social King 10:10 - In 10 sotto un tetto con Josie Bissett, Rob Estes, Martha MacIsaac - regia di Steven Robman (USA) - 2005 11:25 - TELEFILM Il nostro amico Charly 12:05 - TELEFILM La nostra amica Robbie 13:00 - NEWS TG 2 GIORNO 13:30 - NEWS TG 2 Motori 13:40 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 13:45 - Jane Doe - La parola chiave - Giallo con L. Thompson, J. Penny - regia di A. Mastroianni 15:15 - La libreria del mistero - Le Ombre con K. Martin, C. Williams III - regia di Kellie Martin 16:40 - RUBRICA Due passi in Italia 17:30 - SPORT RaiSport Numero 1 18:00 - TELEGIORNALE TG2 L.I.S. 18:55 - Fino a prova contraria con D. Van Dyke, B. Van Dyke, T. Needham - regia di C. I. Nyby II 19:35 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:30 - NEWS TG2 - 20.30 21:05 - TELEFILM N.C.I.S. Los Angeles 21:50 - TELEFILM Numb3rs 22:45 - RUBRICA Serata Bellisario 23:45 - SPORT La Domenica Sportiva Estate 01:00 - TELEGIORNALE TG 2 01:20 - RUBRICA Sorgente di vita - di religione 01:45 - TELEFILM The Nine 02:30 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:35 - TELEFILM Kevin Hill 03:50 - RUBRICA Secondo canale 04:15 - Università Telematica Internazionale 04:16 - RUBRICA Psicologia di Comunità 05:10 - Lezioni Speciali della Letteratura al Teatro

CINEMA

06:00 - RUBRICA Quello che 06:30 - RUBRICA Unomattina Estate Week end 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:35 - RUBRICA Magica ITALIA Turismo e turisti - di ambiente 09:55 - EVENTO Santa Messa nello Stadio di Serravalle di San Marino presieduta da Papa Benedetto XVI e Recita dell'Angelus 12:25 - RUBRICA Linea verde Estate 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - SHOW Domenica in l'Arena 150* 15:40 - RUBRICA Quark Atlante Immagini dal pianeta 16:30 - TELEGIORNALE TG 1 16:35 - FILM Onde d'estate con Katia Weitzenbock, Christoph Grunert, Michael Degen - regia di Dieter Kehler 18:00 - TELEFILM Il Commissario Rex 18:50 - RUBRICA Reazione a catena 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:35 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:40 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 21:20 - SERIE TV Ho sposato uno sbirro 2 23:25 - RUBRICA Speciale Tg1 00:30 - TELEGIORNALE TG1 - NOTTE 00:55 - RUBRICA Applausi - Teatro e Arte - di attualità 02:10 - RUBRICA Sette note. Musica e musiche - di musica 02:30 - RUBRICA Così è la mia vita ...Sottovoce 03:00 - TELEFILM Mille e una notte - Fiction 04:35 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

07:25 L'apprendista stregone 09:15 Moby Dick - 2a parte 10:55 Ti amo in tutte le lingue del mondo 12:35 Colpo di fulmine - Il mago della truffa 14:15 La vita segreta delle api 16:10 Agora' 18:20 L'apprendista stregone 20:10 Cars 2 - Speciale 20:30 Cars Toons 21:00 Sky Cine News - Anteprima Cars 2 21:10 Cars - Motori ruggenti 23:00 Sky Cine News - Anteprima Cars 2 23:15 From Paris with love 00:50 Chiedimi se sono felice 02:35 La vita segreta delle api

04:25 What Women Want - Quello che le donne... Cars - Motori ruggenti Un film di John Lasseter. Con Owen Wilson, Paul Newman, Bonnie Hunt, Larry The Cable Guy, Cheech Marin Genere: Animazione Durata: 125 min. USA, 2006 Saetta McQueen è la matricola più promettente di tutta la storia della Piston Cup, il principale torneo automobilistico non europeo. È bello, forte, veloce e arrogante, dalla vita ha tutto quello che vuole ma, durante il trasferimento verso il circuito dove disputerà la grande finale, si trova accidentalmente bloccato a Radiator Springs, un piccolo paesino di provincia. Costretto ai lavori forzati e a stare a contatto con persone (o macchine) dai valori semplici ma radicati, riuscirà a trovare la vera felicità, l’amore e forse anche qualche motivazione in più per vincere il campionato...


il domani  

Edizione del 19 Giugno 2011