Page 1

Mercoledì 18 Agosto 2010

Anno XIII - Numero 225

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

PENSIONI

INFRASTRUTTURE

Il 15,4% del nostro Pil solo per pagarle. Mastropasqua spiega

«Autostrada A3 pronta nel 2013» L’Anas conferma gli impegni

a pag » 22 e 23

IMPRESE Personal Factory, innovazione calabrese a Shanghai 2010

a pag » 8

a pag » 9

A 82 anni si è spento il picconatore della Prima Repubblica, era ricoverato da lunedì scorso al policlinico Gemelli

È morto Cossiga, cordoglio in Calabria

L’assessore regionale Caligiuri: se ne va un grande uomo di cultura e di alto senso dello Stato IL COMMENTO

Un esempio di lungimirante coerenza

Franco Talarico: la Calabria perde con lui il politico colto e vivace che ha sempre guardato alla nostra regione senza pregiudizi e che in varie occasioni ha mostrato attenzione, considerazione e amicizia alle pagg » 6, 18 e 19

LAVORO Questione precari in Calabria: verso la “macelleria” sociale

di Guido Rhodio presidente emerito Regione Calabria

CATANZARO - «Alla ripresa dell’attività politica in autunno, se il Governo avrà la forza per rimanere in sella, nell’agenda dovrà inserire assolutamente la questione precari in Calabria». Lo afferma in una nota il coordinatore regionale Ale-Ugl, Gianluca Persico. «La Camera, votando la fiducia - aggiunge - posta dal governo, ha dato il via libera definitivo alla manovra correttiva dei conti pubblici da 25,068 miliardi per il biennio 2011-2012. Entrando nel dettaglio, balza subito all’occhio un dato estremamente significativo, come quello riguardante la deroga al limite del tetto di spesa e i fondi per i precari nelle regioni a statuto speciale. Infatti, in queste regioni, alla proroga dei contratti a tempo determinato non sarà applicato il tetto di spesa».

Mi unisco con tanta modestia alla schiera di autorevoli personalità e di carissimi amici, addolorati per la scomparsa dell’onorevole Francesco Cossiga, Presidente emerito della Repubblica. Chi, come me, ha avuto il privilegio e l’onore grande di aver incontrato il Presidente Cossiga nella vita di Partito, ammirando la sua coerenza intelligente e lungimirante ai valori cattolico-democratici, e soprattutto di avere da lui attinto insegnamenti e consigli preziosi quale Presidente della Regione Calabria, segnatamente nei mesi drammatici dell’agguato e poi dell’oltraggio mafiosi alle tombe del sovrintendente di Polizia Salvatore Aversa e dellamoglieLuciaPrecenzano,uccisi barbaramente... segue a pag » 2

a pag » 5

REGGIO CALABRIA Il sindaco Raffa ha ritirato le dimissioni In Giunta arriva l’ex leghista Irene Pivetti a pag » 33

COSENZA Appello di Corbelli a Giuseppe Scopelliti «Grave emergenza al Pronto Soccorso» a pag » 31

LAMEZIA TERME Violenza sulle mogli, finiscono in manette due uomini beccati dai carabinieri a pag » 28

L’INTERVENTO

Non basta una breve parentesi ferragostana di Leoluca Orlando commissione errori sanitari

E’ importante ed apprezzabile l’interesse dimostrato, in questi giorni, da molti politici italiani che hanno deciso di misurarsi personalmente con la realtà carceraria per vedere con i loro occhi la natura e l’entità dei problemi che affliggono i penitenziari italiani. Sarebbe però auspicabile che tanta attenzione venisse rivolta al tema delle condizioni dei detenuti anche durante l’anno e non solo in questa breve parentesi ferragostana. La politica, troppo spesso, ricorda solo in occasioni di episodi eclatanti o di iniziative particolari che in Italia si continua a morire di carcere. Risse, evasioni e suicidi sono il sintomo di una situazione prossima al collasso, fatta di assistenza sanitaria inadeguata, cronica carenza di personale, edifici a volte fatiscenti e spesso sovraffollati. Misure ed interventi da parte di Governo e Parlamento non sono più rimandabili. La Commissione che presiedo nell’ambito di uno specifico filone d’indagine sulla tutela del diritto alla salute dei detenuti, si impegnerà a condurre, a partire dalla ripresa dei lavori parlamentari a settembre, una serie di visite in alcuni istituti penitenziari italiani. Si inizierà già il prossimo lunedì 27 settembre con la visita al carcere di Opera; il primo ottobre sarà la volta di Sollicciano, l’11 ottobre all’Ucciardone; il 25 ottobre a Poggioreale. Sono in programma ma restano ancora da fissare le date per i sopralluoghi nel carcere romano di Rebibbia, nella struttura di Laureana di Borrello, a Reggio Calabria, e in quelle di Bari e Trani.


2

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL RICORDO di Renato Schifani* Una presenza attiva e coraggiosa

IL COMMENTO di Guido Rhodio Un esempio di lungimirante coerenza ... il 4 gennaio del ’92, rende omaggio alla sua memoria e ne esalta l’esempio cristallino di autentico democratico. La perdita di questo insigne statista non solo ci intristisce e ci addolora, unendoci più intensamente ai figli e a Paolo Naccarato, ma ci fa verificare, con amarezza, che con la morte dell’on. Cossiga si accentua la consapevolezza della graduale scom-

parsa di un mondo politico e democratico, lineare e corretto, che ormai nel nostro Paese non esiste più.

FUORI DAL COMUNE

Guido Rhodio

di Carmela Mirarchi

Una festa per non dimenticare le proprie radici In Calabria l’estate 2010 è stata caratterizzata da una serie di manifestazioni all’insegna della valorizzazione delle "qualità" delle nostra regione. Tra queste c’è da evidenziare: "Cariati - Città della tarantella". Una manifestazione all’insegna della valorizzazione dei prodotti tipici ed artigianali calabresi promossa in partnership con Reteimprese. Tra le tappe fondamentali dell’iniziativa il tradizionale evento, istituzionale e artistico dedicato alla grande comunità di cariatesi emigrati nel mondo. La manifestazione di chiama "Festa delle radici" e mette insieme la musica trazionale della nostra regione con le preziose performance degli artisti emigrati. La "Festa delle radici - 11° giornata per i cariatesi nel mondo", continua a suggellare il legame al territorio di origine, tra quanti risiedono nella Città natale e quanti invece per motivi di lavoro, sono emigrati all’estero. Il ritorno nei luoghi della giovinezza, permette alle vecchie ed alle nuove generazioni, di confrontarsi e di ritrovarsi, per riflettere, condividere e stare insieme. Un momento di memoria collettiva, che consente di non perdersi e di mantenere vive le proprie radici.

A nome mio personale e dell’Assemblea di Palazzo Madama esprimo i sentimenti del più profondo cordoglio per la scomparsa del Presidente emerito della Repubblica, Senatore Francesco Cossiga. Esponente di primo piano della Democrazia Cristiana e stimato costituzionalista, ha percorso con una brillante e precoce carriera politica tutto il cursus honorum repubblicano, assurgendo alle più alte magistrature dello Stato. Deputato all’età di trent’anni è stato più volte Sottosegretario e poi Ministro, guidando per due anni il dicastero dell’Interno. Di quest’ultimo periodo, in particolare, ricordiamo la sua intensa e sofferta partecipazione al dramma di Aldo Moro. Due volte Presidente del Consiglio, tra il 1983 e il 1985 ha presieduto questa Assemblea con straordinaria autorevolezza e non dimenticata dedizione, sino alla sua plebiscitaria elezione a Presidente della Repubblica. Del suo settennato al Quirinale ricordiamo tutti la grande attenzione per il rispetto delle regole e delle pre-

rogative costituzionali del Capo dello Stato, nonché la presenza attiva e coraggiosa sulla scena politica nella fase di transizione apertasi con la disgregazione del blocco socialista in Europa orientale. Da Senatore di diritto e a vita, Francesco Cossiga non ha cessato il suo impegno, incarnando il ruolo di coscienza critica di questi ultimi difficili tempi: tutti ricordiamo i suoi interventi appassionati nell’Aula di Palazzo Madama, le sue argomentazioni lucide, la sua lettura originale e illuminante dei fatti e delle circostanze. Con Francesco Cossiga l’Italia perde una parte della sua storia e un conoscitore profondo delle sue istituzioni, ma la sua figura, la sua passione politica e civile, il suo atteggiamento schietto nei confronti della realtà, rimarranno sempre vivi nel nostro ricordo e continueranno a esserci d’esempio.

* presidente del Senato


4

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

PRIMO PIANO

Venerdì 16 Luglio 2010

Figlio di emigrati salvato Manovra, le Regioni non mollano grazie al trapianto di cuore ma abbassano i toni col Governo ROMA - La manovra comincia a essere discussa in Parlamento, ma le Regioni non mollano e continuano a cercare di essere soddisfatte nelle loro richieste: «Da qui a quando arriveranno le conseguenze di questa manovra ci sarà tempo di lavorare; noi non rinunciamo a cercare di cambiarla». Così si è espresso il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, arrivando ieri alla sede della Conferenza per Vasco Errani l’iniziodeilavori.Erranicontinua Errani: «Da a mantenere ferma la sua linea: «I qui a quando tagli sono squilibrati», ha ripetu- non viene quindi confermata da nessuno, anche to. Roberto Cota, Governatore se i toni la lasciano sempre "annusare". Anche arriveranno le dall’altra parte del tavolo sono arrivati comil congegno. assicura del Piemonte, hacon invece espressoQuesto di Ugo Fioravanti piacimenti l’atteggiamento unun flusso fino a 9,5 litri di sangueper Tigano, soddisfazione: «È documento i cui costruttivo genitori delle conseguenze positivo: non si parla al minuto attraverso il corpo, copiù di resti- Regioni. SYDNEY - E’ un figlio di immisono emigrati da Raffaele Il ministro con le Regioni me misura temporanea finchédei Rapporti delle deleghe e si imposta della manovra tuzione grati calabresi Angelo Tigano di Fitto haadatdetto: «Saluto con favore la ritrovata non troverà un il confronto con il siGoverno in donatore Melicuccà nel 1954 e anni, il primo in Australia e to. Tigano, ci 50 sarà tempo unità di intenti i cuiun genitori sono im- delle Regioni nella prosecuzione modo costruttivo, non con nell’emisfero Sud muro a ricevere costruttivo consobborgo il Governo che migrati daèMelicuccà nel confronto 1954 e vivono controilmuro: questa la via diun in un di trapianto lavorare» di un cuore artificiale. parte sua, a questo confronto, non ha mai vivono nel sobborgo di Fairfield da seguire». Mentre Roberto For- per Durante un intervento di cinque presso Sydney, senza il mancare la propria piena disponibilità». pressodella Sydney, senzafatto il trapianto migoni, Governatore Lomore 10 giorni fa nell’ospedale Le decisioni aveva ormai poche settimane diassunte unanimemente dalla Confebardia, vaStcauto: «Le Regioni trapianto aveva ormai Vincent’s di Sydney, il suo cuore, renza mandelle Regioni sono, secondo lui, una e noninsostepoteva nemmeno continuano a marciare unite e avita ritenere collassato soffertoPoi per buona notizia che si aggiunge a quelladi altrettangiare senza assistenza. Parlando nibile dopo questaaver manovra. chiediamoal governo poche settimane vita 10 anni di cardiomiopatia idiopato importante sera in una conferenza stam- per il sistema paese rappresentata di aprire finalmente il tavolo sulieri federalismo». tica, La è stato rimosso sostituito daldi voto favorevole del Senato alla manovra. pa indella ospedale, ha detto sentirsi dicotomia trae leghisti e resto ciurma

5

PRIMO PIANO

e di desiderare più di Errani: i tagli sono squilibrati, non interrompiamo il lavoro che stiamobenissimo facendo tutto di tornare a casa, e alla cuci-

di Andrea Morrone

il Domani

cuore che i polmoni. I Cpb sono utilizzati solo per poche ore, solitamente durante la chirurgia cardiaca. Tigano soffriva di cardiomiopatia idiopatica, non era in grado di alimentarsi senza assistenza, ma 10 giorni fa i medici del Saint Vincent’s Hospital di Darlinghurst, sobborgo di Sidney, lo hanno riportato alla vita grazie ad un

na della mamma. «Non vedo l’ora di tornare nel mio ambiente... ci troveremo tutti insieme da mia madre per un bel piatto di pasta», ha detto. Il cuore artificiale della SynCardia Systems gli assicura una sopravvivenza di diversi anni in attesa di un donatore. Il congegno è collegato con cavi attraverso lo stomaco ad una pompa COSENZA - Il centrodestra si prepara alle esterna e ad un’alimentazione di amministrative del prossimo anno e con i corrente, che possono migliori essere auspici. Angelo Tigano «Siamo pronti a conquistamontate su un carrello o portate re i comuni di Cosenza, Crotone e Catanzadi 50 anni, primo in uno zaino. Il direttore ro alle prossime elezioniil amministrative in dell’unità trapianti dell’ospedale, Calabria in conAustralia nostri candidati a sostegno e Phillip Spratt, ha spiegatodelle che si liste di centrodestra. Ultimo atto per tratta di un progresso significatinell’emisferoil Sud spazzare definitivamente Pd e il centrosivo rispetto alle pompe cardiache nistra da questa terra». Lo ha affermato Mia ricevere il trapianto convenzionali. «Significa - chele ha det-Filippelli, presidente del movimento to - che possiamo asportarepolitico l’inte- "Scomode Presenze". «Sindaci codi un cuore artificiale ro cuore e sostituirlo conme quello Salvatore Perugini - prosegue - meritaartificiale e il paziente recupera no di essere ricandidati e di essere bocciati molto prima. Basta guardare An-popolo feroce che per cinque anni ha da un gelo: due settimane fa era un subire cuorel’incapacità meccanico amministrativa, e a un’operadovuto uomo quasi morto». zione durate 5 ore. la paralisi burocratica e l’inefficienza dei Il cuore artificiale è un compoE’ la prima volta che scelta un team di semplici servizi a causa di una scelleLa dicotomia nente meccanico impiantato chirurghifiducia». australiani sostituisce ratanel e di rinnovata torace per rimpiazzare ilCome cuore avvenuto un cuore malato uno artificon Peppecon Scopelliti alla coi leghisti biologico. ciale. Anche in Australia, Regione, secondo Filippelli, ancheinfatti, questa Ilnon termine "cuore artificiale" la disponibilità di organi è scarsadi viene volta èil Pdl troverà candidati a sindaco spesso utilizzato impropriamente e questo muscolo "meccanico" giovane età e di alta professionalità con confermata per descrivere un’assistente mec- morali rappresenta un’opzione qualità al di sopra di ogni "salva-vsospetto. canico cardiaco o (Vad), il quale è ita", ma a tempo e che tra noncomuni, va bema i toni la «Solo, infatti, con una sinergia solo una pompa che aiuta ilregione cuore e ne per tutti. Il nuovo cuore che governo nazionale - ha concluso lasciano ma non lo sostituisce. nel petto di Tigano si chiaFilippelli batte - si potrà continuare a realizzare Il cuore artificiale deve essere ma Total Artificial Heart,aèrendeproqueldiprogetto di rilancio che punta "annusare" stinto dal bypass cardiopolmonadotto da SynCardia Systems, e re, non solo sulla carta, la Calabria regione re assistito (Cpb), il qualed’Europa». è una può pompare 9,5 litri di sangue al macchina per sostituire sia il minuto per quattro anni.

Filippelli: il Pdl punta sui giovani per le amministrative


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

Appello alle forze politiche del coordinatore regionale Ale-Ugl Gianluca Persico

Questione precari in Calabria: verso la “macelleria” sociale CATANZARO - «Alla ripresa dell’attività politica in autunno, se il Governo avrà la forza per rimanere in sella, nell’agenda dovrà inserire assolutamente la questione precari in Calabria». Lo afferma in una nota il coordinatore regionale Ale-Ugl, Gianluca Persico. «La Camera, votando la fiducia aggiunge - posta dal governo, ha dato il via libera definitivo alla manovra correttiva dei conti pubblici da 25,068 miliardi per il biennio 2011-2012. Entrando nel dettaglio, balza subito all’occhio un dato estremamente significativo, come quello riguardante la deroga al limite del tetto di spesa e i fondi per i precari nelle regioni a statuto speciale. Infatti, in queste regioni, alla proroga dei contratti a tempo determinato non sarà applicato il tetto di spesa previsto per la pubblica amministrazione. L’art. 14 del decreto legge 78/10, con la legge di conversione 30 luglio 2010, numero 122, consente la proroga dei rapporti di lavoro a tempo determinato del personale in servizio negli Enti delle Regioni a statuto speciale, così come emendato dal Senato della Repubblica ed approvato dalla Camera dei Deputati. Mentre nella nostra Regione, prima in

Su un totale nazionale di 3.751.261 precari è la Calabria con il 24,7 % a presentare il valore più alto assoluto in Italia per la percentuale di contratti flessibili, quindi nelle stesse condizioni di dimensione e specificità della Sicilia, probabilmente, rimanendo tali condizioni, si assisterà da una vera e propria strage di lavoratori invisibili». «Il Sottosegretario - prosegue Persico - alla Presidenza del Con-

siglio, Gianni Letta, prima del passaggio al Senato della manovra correttiva aveva assunto l’impegno verbale di sollecitare il governo nazionale affinché - vista la dimensione e la specificità del problema - acconsenta alla deroga al patto di stabilità per i precari degli enti locali siciliani. Per l’ennesima volta, si assiste da parte di un governo centrale ad una visione altamente discriminatoria del problema, si guarda solo ed esclusivamente ai precari della Sicilia come si è fatto in passato per l’assegnazione di ingenti risorse a favore dei Comuni di Palermo e Messina per gli Lsu-Lpu. I dati forniti da un recente studio della Cgia di Mestre, mostrano un quadro altamente preoccupante per il meridione e, in particolare per la nostra Regione. A livello di macro area, è il Sud a registrare la presenza più marcata di lavoratori flessibili. In termini assoluti sono quasi 1.320.000 e sono pari al 35,18% del totale nazionale. Seguono il Nordovest, con 935.133 (24,92% del totale), il Centro, con 813.627 precari (21,68% del totale) ed, infine, il Nordest, con 682.606 lavoratori flessibili (pari al 18,19% del totale). Ritornando ai dati, su un totale nazionale di 3.751.261 precari, è la Calabria, con il 24,7 %, a presentare il valore più alto se viene preso co-

me indicatore l’incidenza percentuale dei precari sul totale degli occupati presenti in ciascuna Regione. Seguono la Sardegna (23,8%), la Sicilia (22,9%) e la Puglia (22,1%). Chiude la classifica la Lombardia che, nonostante registri in termini assoluti il numero più elevato, presenta la percentuale più bassa sul totale degli occupati: 12,9%». «Con il taglio - conclude - delle risorse del 50% per i contratti flessibili rispetto alla spesa sostenuta nel 2009, cosi come previsto nel comma 28 dell’art.9 della Legge 122, si assisterà ad una vera e propria "macelleria sociale" in Calabria. Per tale ragione, alla ripresa dell’attività politica in autunno, se il Governo avrà la forza per rimanere in sella, nell’agenda dovrà inserire assolutamente la questione precari in Calabria. Come Organizzazione Sindacale, chiameremo a raccolta tutti i sindacati di categoria, per un grande forum sul precariato calabrese al quale chiederemo la partecipazione dell’Assessore Al lavoro e allaFormazioneProfessionale,Stillitani e, dell’Assessore al Personale della Giunta Regionale, Tallini, ai quali, sarà chiesto di attivare in sintonia con il nuovo Governatore della Calabria un tavolo istituzionale che possa garantire alla nostra Regione le stesse condizioni della Sicilia».


6

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

PRIMO PIANO La scomparsa di Francesco Cossiga nel commosso ricordo del mondo politico

Cordoglio per il Presidente che amò davvero la Calabria di Ferruccio Cordì CATANZARO - «Con Francesco Cossiga scompare un italiano di grande cultura e di alto senso dello Stato. La sua attenzione ai delicati rapporti tra i poteri della Repubblica, alla supremazia della politica, alla necessità di rendere compiuta la democrazia, all’importanza strategica della sicurezza, alla visione internazionale hanno fatto di lui un protagonista assoluto della vita del nostro Paese. Lo chiamavano "picconatore" solo perché aveva il gusto e il coraggio della verità. Ci mancherà sul serio». Questo il commento di Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria e Coordinatore degli Assessorati Regionali alla Cultura d’Italia. Il sindaco di Soveria Mannelli Leonardo Sirianni ha convocato Il sindaco d’urgenza la giunta municipale per chiedere la prescritta autorizdi Soveria zazione alla Prefettura di Catanzaro per intitolare la piazza antisMannelli tante il Palazzo Comunale "Cimiha convocato no" al Presidente Emerito della d’urgenza la Repubblica. Francesco Cossiga era molto legato al comune calabrese, che è giunta quello più informatizzato d’Italia municipale e dove opera la casa editrice Rubche ha pubblicato alcuni per intitolare bettino libri del Presidente, anche per i rapporti con l’ex primo cittadino la piazza Mario Caligiuri. Nel 2007 Cossiantistante il ga fu il presidente del comitato d’onore per il Duecento anni delComune la nascita del Comune calabrese e intervenne in videoconferenza alla cerimonia,in presenza delle rappresentanze politiche, istituzionali e religiose della regione. «Con Cossiga scompare un politico vero che voleva bene all’Italia», ha commentato il Sindaco Sirianni, aggiungendo che «per ricordarlo abbiamo individuato il posto più significativo: quello di fronte al Palazzo Comunale, luogo della politica e della democrazia». «Con Francesco Cossiga scompare una figura di primissimo piano che ha ricoperto in vari periodi cruciali le più altre cariche dello Stato ma la Calabria perde con lui anche il politico colto e vivace che ha sempre guardato alla nostra regione senza pregiudizi e che in varie occasioni, pur senza tacere dei mali e dei problemi che ci affliggono, ha mostrato attenzione, considerazione e amicizia». E’ quanto

Tassone e Foti: uno statista straordinario CATANZARO - «Con la scomparsa di Francesco Cossiga l’Italia perde un autorevole statista e una persona dalle straordinarie doti umane e morali». Lo afferma il vice segretario nazionale dell’Udc, Mario Tassone. «Con Cossiga - aggiunte Tassone - scompare uno dei protagonisti della storia repubblica del secondo dopo guerra. Nella sua lunga e significativa vita di politica è stato un attento lettore degli avvenimenti e dei fatti dell’Italia, di cui ha saputo interpretare ed esaltare i tratti più significativi, nei ruoli in cui è stato protagonista Con lui l‘Italia perde un grande testimone della sua storia recente». Tassone nel ricordare l’impegno politico di Cossiga quando diede vita al movimento politico Udr, di cui fu vice segretario nazionale sottolinea: «A chi, come me, ha avuto la for-

dichiara il Presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico, appena appreso del decesso del Presidente Emerito della Repubblica. «A nome di tutto il Consiglio regionale della Calabria ha aggiunto Talarico - porgo le mie più sentite condoglianze ai familiari nella consapevolezza che viviamo un momento di lutto per tutta la politica italiana per la scomparsa di un protagonista indiscusso di decenni di storia del nostro Paese». Tantissime le reazioni a vari livelli, dunque, con la Calabria che ha ricordato il presidente con particolare commozione. «L’Italia perde un protagonista assoluto della politica che ha saputo coniugare il servizio per le Istituzioni con una personalità vivace e spesso ironica ed autoironica. Una figura di rilievo, riferimento per tantissimi giovani oggi attivi nelle istituzioni locali». Questo il commento di Giacomo D’Arrigo Coordinatore nazionale di Anci Giovane e componente dell’Ufficio di Presidenza dell’Associazione, alla notizia della morte del presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga. «Il Senatore Cossiga, più giovane presidente della Repubblica, è stato una personalità di primo piano a livello nazionale ed internazionale capace di pensieri mai banali, talvolta provocatori ed anticonformisti, ma sempre capaci di esprimere riflessioni di importante lucidità, proprio le caratteristiche - continua D’Arrigo - che, accanto alla sua storia personale, ne hanno fatto una figura imprenscindibile per le nuove generazionioggiimpegnateneiComuni e nelle istituzioni locali». «A nome mio personale e della Consulta Anci Giovane - conclude - il cordoglio e la vicinanza alla famiglia del presidente Cossiga».

Caligiuri: era un picconatore solo perché aveva il gusto e il coraggio della verità. Ci mancherà sul serio

tuna di conoscerlo e di condividerne, nell’amicizia, esperienze umane ancor prima che politiche, la sua scomparsa lascia il vuoto incolmabile della perdita di un sicuro punto di riferimento. Cossiga - commenta ancora Tassone - sia da deputato, sia da ministro, sia da presidente del Consiglio, sia da presidente del Senato che da Presidente della Repubblica ha sempre profuso il massimo impegno per gli altri assicurando il più totale e disinteressato sostegno all’Italia nei momenti più difficili, drammatici e delicati che ha vissuto. Per questo sono certo che continuerà a rappresentare un esempio di impegno anche per le nuove generazioni. Ed è con questa consapevolezza, unita al più profondo dolore, che porgo ai familiari le mie più sentite condoglianze». «Dal 1949 ad oggi la Storia Repubblicana del nostro Paese ha visto tanti illustri attori protagonisti, sicuramente tra questi il Presidente Emerito, Francesco Cossiga». A dichiararlo è l’on. Nino Foti, deputato e componente della direzione nazionale Pdl. «Lascia in tutti noi che lo abbiamo conosciuto un segno indelebile. Il Presidente Francesco Cossiga è stato un politico di razza, al servizio della Nazione e delle sue Istituzioni. Rimane il ricordo di un uomo dal carattere forte, schietto e capace di suscitare spesso scalpore con le sue note esternazioni».


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO La vicenda raccontata dal parlamentare del Pd ha avuto luogo a Cosenza

Detenuto si laurea in carcere Laratta: un segno di speranza di Martino Parisi COSENZA - «Un giovane detenuto si laurea in carcere a Cosenza. Chiederò al ministro della Giustizia un riconoscimento ed un premio. E’ una speranza in un buio pesto». Lo ha sostenuto il deputato del Pd, Franco Laratta, riferendo, nel corso di un incontro a Cosenza, della sua visita nelle carceri calabresi. «Tra sovraffollamento, mancanza di servizi, mezzi e personale - ha aggiunto - le carceri calabresi , al termine del lungo week-end di Ferragosto che ci ha visti visitatori attenti, parlamentari sia di destra (pochi per la verita) che di sinistra, ci appaiono chiaramente espressione di quel sistema fallimentare che è il pianeta carcere nel nostro Paese». «Alcune carceri - ha sostenuto Laratta - appaiono più vivibili, altre sono davvero una sorta di discarica sociale senza alcuna pro«Alcune spettiva. Nel carcere calabrese, come in quello di tutta Italia, non carceri c’è alcuna speranza, perché gli appaiono più istituti di pena hanno ovunque smarrito il senso dellla loro misvivibili, altre sione. Ma se il fallimento è diffuso assai profondo, nel carcere di sono davvero eCosenza c’è una piccola luce che brilla: una speranza che ha il viso una sorta e il coraggio di un ragazzo condi discarica dannato per un reato assai grave». «Quel giovane cosentino, una sociale volta dentro per scontare la pena che il tribunale gli ha comminato senza - ha proseguito il parlamentare alcuna del Pd - non si è abbandonato alla ma ha iniziato a stuprospettiva» disperazione diare,studiare,studiare.Testardo e coraggioso, ha resistito a tutte le miserie che un carcere può offrire, ad ogni forma di abbandono alla violenza, che si può infliggere e ovviamente anche subire. Il ragazzo, che ho rivisto in carcere dopo tre anni proprio in questi giorni, ce l’ha fatta. E’ nella sua cella, deve scontare ancora parte della pena, ma ha con sé una bella laurea in legge. Conseguita in carcere. Uno su mille ce la fa. A volte». «Ed è per questo - ha concluso Laratta - che chiederò al ministro della Giustizia più risorse e più mezzi a quelle carceri, come Cosenza, che riescono a raggiungere questi obiettivi. Ma un riconoscimento va a quel coraggioso e testardo detenuto che sfidando tutto e tutti ce l’ha fatta». Dall’analisi complessiva del "pianeta carcere", compiuta in questi anni dagli eletti Radicali con

Nuovo servizio dell’Arssa per gli apicoltori CATANZARO - L’Arssa ha attivato un nuovo servizio rivolto agli apicoltori: un Centro di smielatura e confezionamento. Il tutto di concerto con l’Asp n. 5 Servizio Veterinario.Il progetto riguarda un Centro mobile di smielatura e confezionamento miele, un servizio rivolto a piccoli apicoltori e hobbysti che intendano confezionare in vasetti ed etichettare il loro prodotto.Il Centro è ubicato nei locali dell’ex Centrale del Latte in via Nazionale S. Gregorio (Rc) e serve per garantire il soddisfacimento delle norme igienico-sanitarie per il miele.Il Centro di smielatura è a disposizione degli utenti nei giorni da lunedì a venerdì con orario 9.00-12.30 dal 18 agosto 2010. Il Personale delCentroSperimentaleDimostrativo"Area dello Stretto" Arssa di Reggio Calabria è im-

visite sistematiche negli Istituti di Pena, emerge la fotografia di una situazione di vero e proprio sfascio. La popolazione detenuta in Italia è cresciuta egli ultimi dieci anni dell’80%. A fronte di spazi e strutture rimasti sostanzialmente invariati. E quindi sempre più invivibili. Ci sono detenuti stipati in posti in cui si fa una sadica economia dello spazio: a Poggioreale dovrebbero essere in 1308, ma ci stanno in più di 2.200. Per lo più stranieri. E le cose non vanno meglio a Regina Cœli, San Vittore e negli altri istituti "metropolitani". Ci sono quelli che stanno in edifici vincolati dalla Sovrintendenza ai Beni Architettonici, in stabili costruiti nel ‘700 - ‘800, decadenti e privi di spazi si socialità, di aree verdi e di qualunque struttura sportiva. Posti in cui anche l’aria sembra vecchia. Ci sono quelli che stanno nelle carceri più nuove: quelle che hanno fatto la fortuna di progettisti e architetti che potremmo definire "sperimentali". A Padova "Due Palazzi" la pavimentazione non è mai stata finita e pochi anni dopo l’inaugurazione è stato necessario rifare l’intero sistema idraulico in quanto completamente marcito. Ad Asti i consiglieri regionali radicali del Piemonte hanno denunciato che il carcere costruito nel 1990 non è mai stato allacciato alla rete idrica: l’acqua è prelevata grazie a dei pozzi artesiani da una falda molto calcarea che danneggia tubature e caldaie...quindi docce, celle e cibo freddi. A Catania non solo non fa freddo, ma non esiste neppure il problema dell’acqua, che non c’è. Semplicemente. Mentre a Vicenza le sbarre affondano in una zona paludosa, con fognature intasate, sangue di zanzare sulle pareti e pioggia in biblioteca. Poi ci sono quelli che vivono nelle cosiddette "carceri d’oro", costate miliardi.

«Chiederò al ministro della Giustizia più risorse per le carceri come Cosenza che riescono a raggiungere questi obiettivi»

pegnato, da quasi un quinquennio, nel comparto apistico. All’inizio è stato costituito un Apiario sperimentale, che oggi vanta circa trenta alveari regolarmente denunciati alle Autorità competenti sul territorio (Asp n. 5) e un Laboratorio apistico per le operazioni di sceratura, montaggio fogli cerei, piccoli lavori di falegnameria e pulizia arnie, siti nei locali sopramenzionati. Dopo aver acquisito l’esperienza per una razionale conduzione dell’apiario e vista la necessità di combattere l’acaro parassita delle api Varroa destructor, il lavoro è stato concentrato sulla difesa sanitaria delle api, al fine di dare valide risposte agli apicoltori. Sono stati effettuati interventi con acido ossalico sublimato dopo il confinamento dell’ape regina in gabbietta Scalvini, pratica consentita in apicoltura biologica; i risultati della prova sperimentale sono stati presentati al XIII Convegno Aisasp tenutosi presso la Facoltà di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria dal 3 al 6 maggio.Per diversificare le produzioni di miele quest’anno è stato praticato il nomadismo degli alveari in località Colacaruso di S. Eufemia d’Aspromonte. Oltre le consuete produzioni di miele di agrumi e millefiori è stato possibile realizzare miele di ciliegio, di acacia e di castagno. È stato progettato e realizzato il Centro mobile di smielatura e confezionamento miele ubicato nei locali sopraccitati.


8

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

PRIMO PIANO I dati sull’avanzamento dei cantieri per l’ammodernamento della Sa/Rc

«Autostrada pronta nel 2013» L’Anas conferma gli impegni di Rosario Giona ROMA - Botta e risposta tra l’Anas e il giornalista Maurizio Caprino «che scrive - è scritto in una nota - nel blog del quotidiano IlSole24ore una serie di affermazioni errate sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria a cui replica il Direttore Relazioni esterne e Rapporti istituzionali dell’Anas Giuseppe Scanni». «Egregio dottor Caprino - prosegue il documento - in merito alle Sue considerazioni sicuramente non aggiornate e pretestuose, sono lieto di fornirLe i chiarimenti richiesti. Rispetto al dato dei km aperti al traffico che Lei ha citato riferendosi al comunicato stampa del 1° luglio, devo informarLa che nello stesso mese (ovvero in preparazione dell’esodo estivo) sono stati resi fruibili sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria ulteriori 16 km di «Sull’A3 nuova carreggiata. Anche un giornalista disattento leggendo Salernosemplicemente il sito, o i comunicati emessi, oppure la sintesi della Reggio conferenza stampa pre-esodo, orrisultano ganizzata dall’Anas il 29 luglio, avrebbe potuto esserne edotto. In ultimati particolare, nel corso del mese di luglio 2010 sono stati aperti al e aperti traffico: il lotto in corrispondenza al traffico dello svincolo di Eboli; 10 km a corsie per senso di marcia tra ben 210 km, due Gioia Tauro e Palmi; il nuovo quasi la metà svincolo di Firmo-Sibari nel tratto tra Altomonte e Sibari; 5,2 km dell’intero nella tratta Sala Consilina-Buonabitacolo e 1,7 tracciato» km nella tratta Contursi-Sicignano. Al momento, quindi, sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria risultano ultimati e aperti al traffico ben 210 km, quasi la metà dell’intero tracciato. L’impegno è quello di completare tutti i lavori in corso entro il 2013. La differenza rispetto agli anni precedenti si nota soprattutto nel tratto campano dell’autostrada dove, sostanzialmente, sono giunti a conclusione i lavori sui primi 108 km della A3, che corrispondono al tratto cha va da Salerno a Padula. Un tratto caratterizzato da 35 viadotti, 15 svincoli e 12 gallerie, tutte dotate dei più sofisticati impianti tecnologici di illuminazione, di aerazione e di sicurezza. In questo tratto le curve cieche, i tratti stretti e tortuosi privi di corsia e di aree di emergenza, e le pendenze eccessive, che caratterizzavano il vecchio tracciato, sono or-

LA SCHEDA La via d’accesso al Corridoio 1 L’autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria rappresenta la principale arteria di scorrimento che collega la Sicilia e le estreme regioni meridionali tirreniche alla grande rete autostradale europea allacciandosi al Corridoio 1 che collega Palermo a Berlino. Ecco la situazione del progetto A3 al mese di luglio 2010. Il progetto è suddiviso in 58 interventi (compresi i riappalti di lavori stralcio) suddivisi in 12 Macrolotti e 46 Lotti, inclusi 4 svincoli, non previsti nell’originario piano per l’adeguamento, ma successivamente richiesti da Regioni ed Enti Locali. Attualmente i lavori ultimati, in corso e in appalto sull’Autostrada riguardano circa 374 Km della stessa, pari a circa il 84% dell’intero tracciato (443 km). In particolare: 1. I lavori su 209 km sono ul-

mai un lontano ricordo. E tutto ciò già oggi prima di aver completato tutti i lavori. Stiamo costruendo una nuova autostrada su un tracciato di montagna, unica nel suo genere, caratterizzata da un andamento altimetrico molto accentuato. Alla fine dei lavori, saranno realizzate complessivamente ex novo 48 gallerie naturali, 17 gallerie artificiali e ben 127 viadotti. Si tratta di un numero davvero straordinario. Per quanto riguarda, invece, il numero degli addetti Anas devo ancora una volta smentirLa. Il totale del personale sulla A3, che non comprende le altre amministrazioni, è rimasto lo stesso dello scorso anno (330 unità), così come può verificare nei nostri comunicati stampa del 2009, ma Le assicuro che l’Anas quest’anno ha addirittura potenziato i servizi di assistenza agli utenti, con presidi di soccorso meccanico, sanitario, Vigili del Fuoco, volontari della Protezione Civile. In particolare, sulla A3 operano (oltre ai 330 addetti) 85 mezzi operativi, 20 presidi per gli interventi di assistenza agli utenti, lungo il percorso, due presidi fissi antincendio, rispettivamente all’interno dei macrolotti 2 (tra Padula e Lauria) e 4b (tra Altilia e Falerna), ai quali in caso di necessità se ne potranno aggiungere altri due, nei macrolotti 2 (tra Padula e Lagonegro Nord) e 5 (tra Palmi e Bagnara), 9 nuclei di manutenzione, lungo l’asse autostradale, in grado di intervenire in tempo reale, 3 postazioni di Infopoint posizionati nelle aree di servizio di Sala Consilina Ovest, Cosenza Ovest e Lamezia Ovest in direzione sud. L’impegno profuso per adeguare questa fondamentale via di comunicazione alle moderne esigenze della viabilità e agli standard di sicurezza europei è davvero enorme. I risultati sono non contestabili».

«Nel tratto campano sono ormai giunti a conclusione i lavori su tutti i primi 108 km della A3»

timati e fruibili, rappresentanti circa il 46% dell’intero tracciato; 2. I lavori in esecuzione (151 km) od in fase di gara (14 km) interessano circa 165 km dell’autostrada. Gli stanziamenti ad oggi resi disponibili ammontano a 7,038 miliardi di euro che unitamente a quanto previsto dalla Finanziaria 2007, che ha trasferito all’Anas le risorse ex Fondo Centrale di Garanzia, consentono di finanziare tutti gli interventi in esecuzione, appaltati, in fase di contrattualizzazione, contrattualizzati e non cantierati e quelli già in fase di gara d’appalto. Per la realizzazione delle tratte in avanzata fase di progettazione, per un’estesa di circa 69,0 Km, sono ancora necessari circa 2.660,42 milioni di euro di nuovi finanziamenti, di cui 537,30 milioni di euro sono stati già deliberati in modo programmatico dal Cipe in data 03/03/2009. Alla suddetta delibera programmatica seguiranno le relative singole delibere di Finanziamento attuative.

Gerardo Sestito


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO Il made in Calabria protagonista in Cina grazie ad una azienda di Simbario

Personal Factory, innovazione calabrese a Shanghai 2010 di Renato Ruotolo ROMA - Grande successo per la spedizione italiana in Cina, cui ha contribuito anche un pizzico di Calabria. All’interno dell’Esposizione Universale Shanghai 2010 il concorso "L’Italia degli innovatori" ha visto presenti in Cina 80 aziende italiane operanti nell’alta tecnologia. Ad oggi ben 39 milioni di visitatori hanno già visitato l’Expo, questo ne fa il più colossale evento mai organizzato nella storia dell’umanità. Un Expo dei primati che ha visto il più elevato numero di paesi presenti, le aree espositive più grandi, i maggiori investimenti ed il più elevato numero di visitatori. In particolare la "Personal Factory", unica azienda calabrese, ha avuto modo di presentare al grande pubblico la rivoluzione made in Calabria nella produPresentata zione di tutti i prodotti in polvere per l’edilizia risultando essere anal grande che uno dei progetti con maggiore interesse di pubblico, con pubblico la ben 3.043 voti e 66 note. rivoluzione Il ministro Brunetta, in un’email inviata direttamente ai partecimade in panti, ha dichiarato: «Al nostro Calabria nella Paese servono idee innovative, intelligenti e fruibili, di cui ricco produzione di quel tessuto straordinario e spesso dimenticato di piccole e piccotutti lissime imprese, consorzi, università centri di ricerca e parchi i prodotti scientifici e tecnologici italiani, in polvere che rappresentano gran parte nostra capacità produttiva e per l’edilizia della del nostro export nel mondo». Francesco Tassone, Ceo (chief executive officer) e fondatore della "Personal Factory" ha dichiarato: «La preseza di un’azienda calabrese ad un evento di tale importanza ci inorgoglisce ed allo stesso tempo ci carica di un’enorme responsabilità. Nel giro di pochissimo tempo pur essendo ancora una piccolissima azienda, il nostro modello di business sta conquistando i cuori di molti imprenditori nel mondo, ben 50 nazioni hanno manifestato interesse per una tecnologia 100% made in Calabria. Una volta tanto ci presentiamo al mondo come esportatori di altissima tecnologia alla pari delle regioni più sviluppate al mondo. Allo stesso tempo abbiamo bisogno di cervelli calabresi, spero che molti giovani visto il nostro piccolo successo, invece di emigrare vogliano unirsi alla nostra squadra per

LA SCHEDA Lo sviluppo in chiave moderna ROMA - L’Esposizione Universale di Shanghai 2010 (1 maggio - 31 ottobre) è la grande occasione per esplorare il potenziale delle città nel 21° secolo, un momento significativo proiettato alla scoperta di centri urbani in evoluzione e di un processo di civilizzazione del nostro Pianeta. Per 184 giorni Shanghai è polo di attrazione per governi e persone di tutto il mondo. Prima esposizione universale incentrata sul tema della città, Shanghai 2010 mette a confronto esperienze diverse di sviluppo, conoscenze avanzate nell’ambito dell’urbanistica e nuovi approcci orientati all’habitat umano (stili di vita innovativi, nuove condizioni di lavoro) il tutto per incoraggiare e promuovere uno sviluppo sostenibile che si possa realizzare tra differenti comunità.

aiutarci a crescere». Sempre all’interno dell’Expo, la "Personal Factory" è stata contattata da centri ricerca e multinazionali cinesi interessate ad applicazioni del sistema per quello che attualmente il più vasto mercato per l’edilizia al mondo. Ridurre del 90% trasporti ed emissioni rende il sistema Personal Factory la chiave di volta per una nuova ediliza a basso impatto ambientale. Francesco Tassone ideatore, fondatore e amministratore della Personal Factory srl; 30 anni, ingegnere laureato a Trento, da 5 anni in Calabria, attualmente gestisce anche un blog www.francescotassone.it. Vanta vari primati tra cui quello di essere il primo ad aver attirato nel Sud Italia Fondi di Venture Capital; spesso relatore a conferenze su investimenti, innovazione e capitale di rischio. Personal Factory srl un’azienda calabrese partecipata al 40 % dai fondi di investimento Vertis Sgr e Fondamenta Sgr con sede a Simbario, in provincia di Vibo Valentia; ha sviluppato una piattaforma tecnologica in grado di rendere chiunque produttore di malte e prodotti chimici per l’edilizia; riuscita a concentrare in 6 metri quadri un intero stabilimento che oggi ne occupa migliaia, rendendo la produzione più veloce, precisa, flessibile ed accurata. La "Personal Factory", dunque, è il caso di ricordarlo, è stata l’unica azienda calabrese che ha avuto modo di presentare al grande pubblico la rivoluzione made in Calabria nella produzione di tutti i prodotti in polvere per l’edilizia risultando essere anche uno dei progetti con maggiore interesse di pubblico, con ben 3.043 voti e 66 note

Calabresi per una volta esportatori di altissima tecnologia alla pari delle regioni più sviluppate al mondo

Nella nuova era, l’Expo di Shanghai 2010 auspica un progresso incentrato sull’uomo. Un cammino fatto di innovazione scientifica e tecnologica, diversità culturale e cooperazione, con il fine ultimo di creare presupposti di un futuro migliore, puntando sul legame cruciale tra rinnovamento e interazione tra i popoli. 200 nazioni e organizzazioni internazionali coinvolte, oltre 70 milioni di visitatori previsti, l’Expo di Shanghai è un evento di portata internazionale straordinaria. Un record di partecipazione e pubblico mai avuto nella storia delle Esposizioni Universali. Il logo dell’Expo di Shanghai si ispira alla figura del carattere cinese che significa "il mondo". L’emblema proietta l’immagine di tre persone - io, tu, lui/lei - nel momento dell’abbraccio, come simbolo della grande famiglia del genere umano in armonia e felicità. Il logo rappresenta così il focus dell’Expo 2010 sui temi di "comprensione, comunicazione, unione e cooperazione" rimandando al concetto di sviluppo sostenibile incentrato sui valori umani.

Marina Colosimo


il Domani

|

AsteInfoappalti

10

Mercoledì 18 Agosto 2010 TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 213/89 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA ITALFONDIARIO SPA. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza del 09/06/2009 e successive LOTTO UNICO: “piena proprietà di un appartamento ad un piano fuori terra di mq 75 composto di vani sette sito in Palizzi località Calè, facente parte del complesso “Baia dei Gelsomini”, recidence n° 2 interno n° 12 con annessi giardino di mq 184 e terrazza di mq 90; individuato catastalmente nel comune di Palizzi Foglio 60 part. 332 sub 1 cat. A/7, classe 1, con una rendita catastale di Euro 426,08” Prezzo base d’asta: euro 62.500,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L’incanto avverrà, con il prezzo RIBASSATO DI 1/5, all’udienza del 07.10.2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data --- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino alle ore 12.00 del giorno anteriore all’udienza di vendita unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto istanza in bollo, secondo le modalità indicate nelle precedenti ordinanza una somma pari al 25% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso lo studio dell’avv. Giuseppe Grillo (096521062). Rinvia per il prosieguo all’udienza del 07.10.2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 10.08.2010 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 10,62 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 72/89 promossa da ITALFONDIARIO SPA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “piena proprietà di un fabbricato a due piani f.t., oltre sottostrada, in Placanica (RC), via S. Tommaso così composto: a) piano terra: adibito a civile abitazione diviso in più ambienti con ingressodisimpegno, tre stanze, cucina, bagno, soggiorno, che presentano una superficie commerciale di circa 160.0 mq; in catasto piano T foglio 30 particella 437 sub 1 categoria A/3 classe 2 consistenza 7,5 vani rendita Euro 387,34. b) piano primo: con accesso indipendente adibito anche esso a civile abitazione formato da un disimpegno, due stanze, un bagno, soggiorno, cucina e due ampie terrazze, con una superficie commerciale di circa 165 mq; in catasto, piano 1 foglio 30 particella 437 sub 2 categoria A/3 classe 2 consistenza 5 vani rendita Euro 258,23 c) deposito: posto al piano seminterra-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

to con accesso indipendente costituito da 3 vani, con superficie di circa 66 mq; in catasto piano S1 foglio 30 particella 437 sub 5 categoria C/2 classe 2 consistenza 66 mq rendita Euro 139,75 d) garage: costituito da un unico ambiente di circa 59.0 mq; in catasto, piano S1 foglio 30 particella 437 sub 4 categoria C/2 classe 2 consistenza 56 mq rendita Euro 118,58 Prezzo base d’asta: Euro 174.800,00 Deposito per cauzione: euro 10% Deposito per spese: euro 15% L’incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all’udienza del 07.10.2010 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data --- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno anteriore la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e presso l’avv. Giuseppe Grillo (0965-21062. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 07.10.2010. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 10.08.2010 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 10,62 per diritti Il Cancelliere TRIBUNALE DI PAOLA UFFICIO FALLIMENTI IL GIUDICE DELEGATO Letto il ricorso depositato in data 10/06/2010 con il quale il Curatore del Fallimento n. 503-45/96, ha chiesto che venga disposta la vendita all’incanto delle quote di proprietà immobiliari appresso descritte; visti gli artt. 104, 105, 108 L.F. nonchè gli artt. 569 e 575 c.p.c. ORDINA la vendita con incanto delle seguenti quote di proprietà immobiliare acquisite all’attivo fallimentare: LOTTO 1 Quota ideale pari ad 1/3 del totale della proprietà dei terreni siti in Amantea (loc. San Procopio) allibrati alla partita n. 9411, foglio 18, p.lla 88 (superficie ha.a.ca.: 00.05.80 - fabbr. Rurale - R.D. 0 - R.A. 0), p.lla 89 (superficie ha. a. ca.: 01.17.60 - semin. Arb. - cl. 2 - R.D 64.680 - R.A. 21.168); p.lla 90 (superficie ha.a.ca.: 00.07.30 - fabbr. Rurale - R.D. 0 - R.A. 0), p.lla 145 (superficie ha. a. ca.: 00.38.70 uliveto - cl 2 - R.D. 23.220 - R.A. 25.125). Confini: per 3 lati con proprietà (omissis) e dal quarto con burrone. LOTTO 2 Quota ideale pari ad 1/2 del totale della proprietà del fabbricato per civile abitazione (villa) sito in Amantea, località Coreca, Via Scogliera p. T-l allibrato alla partita 3340, foglio 24, particella 508 . Superficie commerciale mq 226,50. Confini: proprietà (omissis) su due lati e strada comune di lottizzazione. L’immobile disposto su due piani si compone di n. 7 vani , 3 bagni e n. 4 vani adibiti a ingresso, corridoio e ripostiglio. Con tale lotto vengono vendute anche le quote in comune delle particelle che costituiscono le aree condominiali a servizio delle costruzioni rappresentate dai terreni del foglio 24, contraddistinti come p.lla 57, p.lla 447, p.lla 449, p.lla 323, p.lla 324, p.lla 356, p.lla 359, p.lla 437, p.lla 440. p.lla 441, p.lla 444; LOTTO 3 Quota ideale pari ad 1/2 del totale della proprietà del fabbricato per civile abitazione (villetta) sito in Amantea,

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

località Coreca, Via Scogliera p. T-l allibrato alla partita 3340, foglio 24, particella 49l; confini: proprietà (omissis), Strada Comune di lottizzazione, proprietà (omissis), S.S. 18. Superficie commerciale mq 143,16. Con tale lotto vengono vendute anche le quote in comune delle particelle che costituiscono le aree condominiali a servizio delle costruzioni rappresentate dai terreni del foglio 24, contraddistinti come p.lla 57, p.lla 447, p.lla 449, p.lla 323, p.lla 324, p.lla 356, p.lla 359, p.lla 437, p.lla 440. p.lla 441, p.lla 444; LOTTO 4 Quota ideale pari a 2/9 del totale della proprietà del fabbricato sito nel comune di Lamezia Terme (ex comune di Sambiase), Vicolo Alighieri n. 5, piano 2 allibrato alla partita 2630, foglio n. 75, p.lla 740 sub 7 (cat A/3 - cl 1 - cons. 9 rendita 810.000) in ditta (omissis); Superficie commerciale mq 257.12 Confini: vico alighieri, banco di credito, proprietà (omissis) LOTTO 5 quota ideale pari a 2/9 del totale della proprietà di n. 5 magazzini siti nel comune di Lamezia Terme (ex comune di Sambiase), allibrati alla partita 2630, foglio 75, p.lla 731 sub l, (ubicato in Via Alighieri n. 10, P.T - cat. C/2 cl 2 cons. 45 - rendita 121.500); p.lla 740 sub l, (ubicato in Vicolo Alighieri n. 3 p.t - cat. C/2 cl. 2 cons. 25 - rendita 67.500).; p.lla 1053 sub l (ubicato in Vicolo Alighieri n. 6 p.t. - cat. C/6 cl. 2 - cons. 6 - rendita 18.000); p.lla 1053 sub 2 (ubicato in Vicolo Alighieri n. 8, p.t. - cat. C/2 - cl 1 - cons 5 - rendita 11.500; p,lla 1053 sub 4 (ubicato in Vicolo Alighieri n. 10 p.t. - cat. C/6 - cl 2 - cons 4 - rendita 12.000) tutti in ditta (omissis) . Confini: p.lla 731/1: Via Alighieri, stessa ditta su due lati; p.lla 740/1: vico alighieri, scala di accesso al fabbricato, stessa ditta; p.lla 1053/1: vico alighieri, stessa ditta, via alighieri; p.lla 1053/2: vico alighieri, stessa ditta su due lati; p.lla 1053/3 vico alighieri, stessa ditta su due lati. LOTTO 6 Quota ideale pari a 2/9 del totale della proprietà dei terreni siti in Lamezia Terme, (ex comune di Sambiase), allibrati alla partita 5517, foglio 80, p.lla 90 (superficie ha.a.ca. 00.08.80 seminativo cl. 1 - R.D. 7.920 - r.a. 3.080), p.lla 226 (superficie ha.a.ca. 00.29.70 seminativo cl 1 - r.d. 20.790 - r.a. 5.940), p.lla 227 (superficie ha.a.ca. 00.17.10 uliveto - cl 2 r.d. 18.810 - r.a. 11.970), p.lla 228 (superficie ha.a.ca. 00. 49.50 uliveto) in ditta (omissis). Confini: proprietà (omissis) LOTTO 7 Quota ideale pari a 1/2 del totale della proprietà del fabbricato per civili abitazioni sito nel Comune di Cassano Jonio in località “Laghi di Sibari” allibrato alla partita 5142, foglio 69, particelle 161 sub 2 (cat. A/2, cl. 1, cons. 4), 161 sub 10 (corte mq 44), 161 sub 18 (corte mq 33) in ditta Alto Jonio Costruzioni Srl (non più proprietaria); costituito da un locale seminterrato, due vani con angolo cottura, servizio igienico e portici a piano terra e da un vano , servizio igienico, ripostiglio e terrazzo al piano primo. Superficie commerciale mq 124,8. Confini: strada condominiale, con le unità abitative n 25 e 27 del fabbricato C e con proprietà della CASA BIANCA Spa. Il tutto nello stato attuale di fatto e di diritto in cui i suddetti immobili si trovano e che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario e così come risulta dalla perizia redatta dall’Ing. Attilio Fiorini Morosini e depositata agli atti della presente procedura alla quale si fa integrale rinvio per quanto non riportato nelle presente ordinanza nonché come risulta delle successive integrazioni apportate alla suddetta perizia dal medesimo dal medesimo Ing Attilio Fiorini Morosini in data 7/11/2003 riguardo agli immobili di cui al lotto 1 e in data 15/02/2007 riguardo gli immobili di cui ai lotti 2 e 3. E facendo presente che riguardo agli immobili agli immobili di cui ai LOTTI l e 2 e 3 della presente ordinanza pende presso il Tribunale di Paola giudizio di divisione mediante causa n. 187/02 R.G.A.C. promossa dalla Curatela del Fallimento … nei confronti dei comproprietari. L’acquisto della predetta quote di proprietà comporta automatica accettazio-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

ne da parte dell’ acquirente di subentrare e sostituirsi nella posizione processuale dell’ alienante nonchè assenso dell’ acquirente all’estromissione della Curatela del Fallimento dal suddetto giudizio di divisione ai sensi dell’art. 111 c.p.c. DETERMINA - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 1 in Euro 84.667,00 (ottantaquattromilaseicentosessantasette/00); - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 2 in Euro 98.000,00 (novantottomila/00); - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 3 in euro 31.500,00 (trentunomilacinquecento/00); - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 4 in euro 17.000,00 (diciassettemila/00) - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 5 in euro 5.000,00 (cinquemila/00) - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 6 in euro 15.000,00 (quindicimila/00) - il prezzo base dell’incanto del LOTTO 7 in euro 35.000,00 (trentacinquemila/00) STABILISCE che l’incanto avrà luogo davanti a sè il giorno 26 ottobre 2010 ore 12,00 alle seguenti condizioni: 1) coloro che intendono partecipare all’asta dovranno far pervenire alla Cancelleria dell’Ufficio Fallimentare entro le ore 13,00 del giorno precedente alla vendita una domanda scritta contenente l’indicazione del proprio numero di codice fiscale e della propria residenza e l’elezione del proprio domicilio nel comune di Paola; 2) alla domanda dovrà essere allegato un assegno circolare trasferibile intestato allo stesso offerente di importo pari al 30% del prezzo base, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% per le spese presuntive della vendita; 3) nel corso della gara, la misura minima dell’ aumento da apportarsi alle offerte sarà di euro 500,00 con obbligo di primo rilancio sul prezzo base; 4) entro trenta giorni dalla gara l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotto l’importo della cauzione già prestata, mediante assegno circolare intestato a FALLIMENTO N. 503-45/96. In caso di inadempimento, il medesimo sarà dichiarato decaduto dal diritto con perdita della cauzione a titolo di multa, salva l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.; 5) nello stesso termine e con le medesime modalità di cui al precedente punto 4, l’aggiudicatario dovrà integrare la somma preventivamente depositata a titolo di spese presuntive di vendita fino a raggiungere il 20% del prezzo di aggiudicazione sotto pena di decadenza dall’aggiudicazione medesima ai del citato art. 587 c.p.c. 6) gli oneri fiscali della vendita (IV A o registro) e le spese di trascrizione e di cancellazione delle formalità ipotecarie e saranno a carico dell’acquirente. 7) il Curatore provvederà a tutti gli adempimenti relativi alla trascrizione del decreto di trasferimento ed alla cancellazione delle formalità iscritte o trascritte a carico della porzione immobiliare in oggetto. L’esecuzione delle volture catastali è rimessa invece all’iniziativa dell’acquirente. DISPONE che la vendita in oggetto sia preceduta: a) dall’affissione nell’albo di questo Tribunale di un avviso contenente tutti i dati di cui alla presente ordinanza da effettuare, a cura della Cancelleria fallimentare, almeno una settimana prima del giorno fissato per la vendita e per almeno tre giorni consecutivi; b) dall’inserzione di un sintetico annuncio economico nella pubblicità del quotidiano locale MEDIATAG “il domani della Calabria” sul supplemento “Aste” e sul sito internet www.aste.eugenius.it per almeno una uscita, che il Curatore dovrà effettuare entro 45 gg anteriori alla vendita ; c) dalla notifica della presente ordinanza ai creditori ammessi al passivo del fallimento con diritto di prelazione sulle porzioni immobiliari in oggetto, nonchè ai creditori ipotecari iscritti, che il Curatore dovrà effettuare almeno l0 giorni prima della vendita. Paola 24/06/2010 IL GIUDICE DELEGATO dott.ssa Annamaria Buffardo

Info 0961 996802


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 11

IMPRESE E LAVORO Cia, accordo interprofessionale campagna 2010 sulle patate destinate all’industria ROMA - La Cia-Confederazione italiana agricoltori rileva l’importanza dell’accordo interprofessionale per la campagna 2010 sulle patate destinate alla trasformazione industriale siglato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Le Unioni nazionali delle associazioni pataticole Unapa ed Italpatate, da una parte, e dall’Aiipa, Anicav, Fedagri e Agci in rappresen-

tanza delle industrie di trasformazione, dall’altra, con l’assistenza delle organizzazioni agricole professionali e riguarda la terza annualità del programma poliennale 2008-2011, riconfermano la collaborazione di tutta la filiera nell’assicurare al comparto nazionale pataticolo un modello organizzativo che premia alti standard qualitativi uniti a strumenti efficaci di tracciabilità, otti-

mizzando sia il settore della produzione che quello della trasformazione del prodotto. L’obiettivo di trasformazione è stato fissato dalle parti in 170 mila tonnellate di patate e la stipula dei contratti avverrà utilizzando il modello unico di contratto, allegato all’Accordo interprofessionale che utilizza la modalità della vendita diretta.

La Confederazione italiana degli agricoltori individua due linee di intervento tese a realizzare la multifunzionalità in agricoltura e un miglioramento ambientale

Qualità dei prodotti agricoli, la Cia promuove le bionergie della Pac di Vania Notaro ROMA - La riforma della Pac, la Politica agricola comunitaria, ha aggiunto importanti novità nell’ambito del I pilastro e dello Sviluppo rurale, il cosiddetto II pilastro, introducendo specifiche misure a favore della qualità dei prodotti agricoli, la previsione di precisi vincoli in materia di gestione dell’ambiente, sanità pubblica, igiene, benessere degli animali e sicurezza sul lavoro a cui sono mirate determinate tipologie di intervento. La politica europea assegna, infatti, allo Sviluppo rurale un ruolo fondamentale per il progresso e il mantenimento della competitività delle imprese e dei territori dell’Unione. Il nuovo strumento del Psn (Piano strategico nazionale) sarà l’occasione per intervenire sulle istituzioni allo scopo di costruire un contesto volto a favorire le potenzialità competitive del singolo e delle sue forme aggregate, nonché a stimolare i partenariati economico/sociali per gli utilizzi delle materie prime rinnovabili a fini energetici e non food. Un progetto per la competitività dell’impresa agricola e per la valorizzazione del territorio: le energie rinnovabili come opportunità Anche la programmazione 2007/2013 per e Politiche di Coesione assegna un ruolo prioritario allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Infatti le principali priorità strategiche nazionali e regionali del Dspn (Documento strategico preliminare nazionale), individuate dal tavolo di lavoro costituito dal Mef per contribuire alla realizzazione della strategia di un "ambiente per lo sviluppo" attraverso: l’attivazione di filiere produttive, la promozione della ricerca e dell’innovazione, il contributo al miglioramento della qualità della vita; l’attrazione di persone e capitali. Su questo campo, la Cia-Confederazione italiana agricoltori è interessata a promuovereedivulgare lebioenergie derivanti da materie prime agricole-forestali in quanto ri-

tiene che possa rappresentare una ulteriore opportunità di reddito per gli imprenditori agricoli. Per promuovere e realizzare azioni concrete volte al reale sviluppo delle agrienergie, la Cia ha individuato due linee di intervento, anche alla luce di quanto stabilito dalla Finanziaria 2006 che si concretizzano nell’attuazione di una politica energetica nazionale volta a garantire ulteriori opportunità economiche per le aziende agricole, migliorandone la competitività anche attraverso la costituzione di un gruppo di contat-

to istituzionale composto da Mipaf, Map, Matt, Mef e Regioni, con il coinvolgimento interattivo del partenariato economico e sociale. Le due linee d’intervento si possono articolare come segue. A livello europeo/nazionale, favorendo lo sviluppo dell’impiego di colture dedicate per la produzione di biodiesel e bioetanolo. A livello nazionale, mediante la concreta attuazione dell’accordo di filiera per l’utilizzo di 40.000 ettari derivanti da 40.000 tonn di biodieseldefiscalizzatoattraverso contratti di coltivazione che stabi-

liscano modalità volte a garantire una equa retribuzione agli imprenditori agricoli, con l’obiettivo di utilizzare tutto il contingente con materia prima nazionale. A livello locale, favorendo lo sviluppo delle imprese agrienergetiche per la produzione di energia, in primis,perl’autoconsumomaanche per la vendita. La Cia, nell’ambito del "Nuovo Patto con la Società", intende sostenere le politiche di sviluppodellebioenergiederivanti da materie prime agricole- forestali attraverso un confronto sia con le Autorità pubbliche

nazionali per realizzare un concreto quadro di riferimento per la politica energetica, sia con le Regioni e gli Enti locali per favorire lo sviluppo di filiere energetiche regionali basate sulla produzione di colture dedicate per le biomasse e per i biocarburanti, nonché sull’utilizzo di scarti di lavorazione di prodotti agricoli per la produzione di energia, contribuendo, così, a realizzare concretamente la multifunzionalità in agricoltura, una opportunità di reddito e un reale contributo al miglioramento ambientale.


12

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

IMPRESE E LAVORO Il sindacato auspica un buon utilizzo dei fondi per le aree sottosviluppate

Mezzogiorno, lavoro e istruzione: le linee lungo cui si muove la Cisl di Stella Pisani ROMA - «Il Mezzogiorno d’Italia è una straordinaria risorsa per l’Italia . L’Italia cresce se il Mezzogiorno cresce». Questo è il pensiero della Cisl che ritiene debbano essere affrontati tutti gli ostacoli che ancora rendono difficili le condizioni di vita dei lavoratori e dei cittadini e bloccano il decollo produttivo: strade e ferrovie insufficenti, amministrazione pubblica lenta, lavoro sommerso ed aree di illegalità economica alimentate dalla criminalità diffusa e organizzata. La Cisl, si legge in un comunicato, è il sindacato Secondo la Cisl, che più si è impegnato superare il divario tra la globalizzazione per il Nord e il Sud del paese, sostenendo la qualificaha creato seri zione della spesa e problemi ai l’adozione di misure di vantaggio per la crescita lavoratori sia economica e sociale nel Mezzogiorno attraverso per quanto la politica di concertariguarda il livello zione tra le parti sociali, le istituzioni locali e gli enti del salario sia finanziari. L’obiettivo è sempre più quello di offrisul fronte realleregionimeridionali dei diritti e un piano di politica industriale che produca svidelle tutele luppo attraverso la fiscalità di vantaggio, gli incentivi alle imprese, le politiche creditizie, la creazione di reti infrastrutturali, la ricerca e la innovazione, la scuola e la formazione di qualità, le politiche per il lavoro. L’azione della Cisl riguarda anche un altro decisivo campo di azione: il buon utilizzo dei fondi europei e nazionali destinati alle aree sottosviluppate. Per il sindacato, la gestione dei finanziamenti, che dipende soprattutto dalle regioni,

Il segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni

deve essere aggiuntiva alla spesa sostenuta nelle altre regioni del paese e secondo la Cisl si deve concentrare su alcuni temi centrali per lo sviluppo: adeguamento infrastrutturale, occupazione, capacità di attrarre «Migliorare capitali, qualificazione delle aree urbane. Fondamentale e costante per il Mez- i sistemi di zogiorno, ed anche per il resto del paese, istruzione e è la lotta per la legalità economica e per il superamento del lavoro sommerso. formazione, e un Secondo il sindacato, la globalizzazione efficace sviluppo ha creato seri problemi ai lavoratori sia per quanto riguarda il livello del salario del sistema sia per quanto riguarda diritti e tutele. Per questo motivo la Cisl è fortemente scolastico, sono impegnata a potenziare il livello dei salauna condizione ri non solo con la contrattazione centralizzata ma anche con nuove misure cor- determinante per relate alla produttività. Accanto alla riforma della contratta- l’inclusione sociale zione e del mercato del lavoro la Cisl si e professionale» batte anche per una vera equità fiscale e per lo sviluppo di un efficace sistema di vigilanza e trasparenza del mercato, delle regole tariffarie, della responsabilità sociale

d’impresa. Il mutamento profondo della produzione industriale che ha visto la riduzione e la frammentazione della grande fabbrica nel territorio richiede anche da parte del sindacato un impegno particolare per garantire la partecipazione dei lavoratori allo sviluppo dell’impresa con forme di coinvolgimento nella gestione del processo produttivo e nella partecipazione del capitale di rischio. L’obiettivo della democrazia economica resta un pilastro delle richieste della Cisl che rivendica un nuovo ruolo del lavoratore messo al centro dell’impresa in un’autentica democrazia industriale con l’assunzione di responsabilità da parte di tutti gli attori sociali. Mercato del lavoro, istruzione, formazione e ricerca, qualità del lavoro, richiedono un intervento del sindacato che dia più forza ai lavoratori per le loro competenze e la loro tutela. Secondo il sindacato, nell’epoca della globalizzazione le aziende puntano a ridurre la sicurezza del posto di lavoro favorendo forme di lavoro a termine che hanno portato spesso ad una precarietà inaccettabile. E’ quindi molto importante rafforzare le tutele nel mercato del lavoro e non solo quelle sul luogo di lavoro, oltre alla promozione di lavoro stabile e all’ accesso alla conoscenza. Migliorare i sistemi di istruzione e formazione, e un efficace sviluppo del sistema scolastico, sono una condizione determinante per l’inclusione sociale e professionale delle persone e per affermare nuovi diritti di cittadinanza. Nell’ambito della formazione, la Cisl utilizza anche strumenti importanti come gli Enti Bilaterali (organismi dove collaborano i rappresentanti dei lavoratori e delle imprese) che sono molto efficaci anche per quanto riguarda le politiche attive del lavoro, i servizi per l’impiego, l’incontro tra domanda ed offerta e i nuovi ammortizzatori sociali legati alla formazione.

Vendemmia 2010, ottima annata ROMA - Per la vendemmia 2010 sarà una buona annata qualitativa e quantitativa. Lo sostiene la Confagricoltura, secondo cui gli aumenti produttivi si avranno soprattutto al Nord (+4,3%, al Sud invece +0,3%), con un incremento medio stimato del 2,5%. In particolare, l’osservatorio sul vino di Confagri, che monitora l’attività di 700 imprese associate tra le più prestigiose,

prevede quest’anno una produzione complessiva di 46,5 milioni di ettolitri, sui valori medi dell’ultimo decennio. Sotto il profilo qualitativo e quantitativo, sottolinea l’organizzazioneagricola,saràun’ottima annata soprattutto per i vini piemontesi e umbri, con un aumento della quantità del 10% per quelli del Piemonte e del 15% in Umbria. Ottima annata anche per il

Trentino Alto Adige (ma la quantità resterà stabile) e l’Emilia Romagna (+2,14% in quantità). Tra il buono e l’ottimo quella di Toscana (+0,2% in quantità), Lombardia (+2,5%) e Friuli Venezia Giulia (+5%). Al Sud, poi, si prevede un’annata tra il buono e l’ottimo per i vini della Puglia (con un aumento produttivo del 3,5%) e della Sicilia (ma con una diminuzione in quantità del 2,75%). In Sardegna annata buona ma con un forte calo produttivo (-10%). Buone, inoltre, le annate in Campania e Calabria: +13% in quantità per entrambe. Le fitopatie - pone in evidenza l’Organizzazione degli imprenditori agricoli - sono state contenutenonostanteleabbondanti piogge primaverili che hanno

implicato una maggiore attenzione in vigna per l’oidio e peronospora. Lo stato vegetativo nel complesso è valutato positivamente. Durante il periodo della fioritura e dell’allegagione il livello qualitativo è stato preservato. «Le variazioni climatiche - conclude Confagricoltura - che anco-

ra potrebbero interessare le regioni italiane nella seconda metà di agosto, ci obbligano a essere cauti, ma sia le condizioni ambientali sia i segnali colti in vigna ci consentono di essere ottimisti per il livello qualitativo dei nuovi vini».


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 13

IMPRESE E LAVORO Scatti di anzianità e assunzioni in ruolo, soddisfatta la Cisl ROMA -In un incontro col ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini hanno trovato conferma due impegni assunti dal Governo nel confronto con la Cisl sulla manovra economica. Nel prossimo triennio verranno pagati gli scatti di anzianità maturati dal personale e ancora, per il prossimo anno scolastico si avranno, nonostante le restrizioni imposte dal DL 78/2010, assunzioni in ruolo sia per i docenti (10.000 assunti) che per il personale ata (6.500), oltre a 170 dirigenti scolastici. La Cisl Scuola esprime soddisfazione per le affermazioni del Ministro, che, dice, «assumono i contenuti delle intese da noi fortemente ricercate e da altri messe strumentalmente in dubbio». «Confermiamo che si tratta di risultati concreti - afferma la Cisl - conseguiti in un contesto di straordinaria difficoltà e pertanto ancor più

significativi. Fatti, non parole, infinitamente più apprezzabili di tanto massimalismo vuoto e inconcludente». Il Ministro, secondo il sindacato, ha voluto riproporre i temi di una valorizzazione professionale legata anche al riconoscimento del merito, a cui intende destinare la parte delle risorse disponibili non utilizzate per le progressioni di anzianità. La Cisl Scuola, ricordando come la questione sia richiamata già nel contratto oggi vigente, e come sulla stessa esistano da tempo elaborazioni e approfondimenti condivisi da tutte le organizzazioni sindacali firmatarie del Ccnl, si è detta pienamente disponibile al confronto, anche perché ritiene che la sede negoziale sia quella appropriata per temi su cui, viceversa, non sono accettabili interventi unilaterali o per via legislativa.

Il segretario generale della Cisl Scuola Francesco Scrima

Il segretario generale interviene con una lettera aperta sui temi dell’attualità politica

Cisl Scuola, Scrima invoca una pratica più responsabile dell’azione sindacale di Francesco Scrima* ROMA - Sul numero di "Scuola e Formazione" in corso di spedizione il segretario generale della Cisl Scuola Francesco Scrima interviene, con una lettera aperta agli iscritti, sui temi dell’attualità politico sindacale. Riportiamo di seguito il testo della lettera. «Ancora una volta, come già accaduto più volte in passato, la Cisl è chiamata a compiere scelte impegnative che diventano ancor più difficili perché fatte oggetto di letture distorte, frutto di superficialità o peggio di strumentale malafede. Sono scelte che si impongono in momenti cruciali, nei quali l’esercizio della nostra azione di tutela non può esaurirsi in chiave puramente e semplicemente rivendicativa, ma richiede una capacità di visione strategica, che si proietta al di là delle immediate contingenze. La nostra organizzazione si è spesa attivamente in un confronto col Governo nella fase di predisposizione del decreto legge 78/2010, perché le misure in esso contenute ri-

spondessero quanto più possibile a un doveroso principio di equità. Riteniamo che sia merito anche della nostra azione se nel decreto, accanto ad interventi su cui esprimiamo un forte dissenso, altri ve ne sono che vanno nella direzione da noi richiesta, specie per quanto riguarda i temi del contrasto all’evasione fiscale, della lotta agli sprechi e del sostegno allo sviluppo nel Mezzogiorno. Altrettanto importanti sono per noi l’esclusione di tagli alla sanità e l’intervento molto limitato in materia previdenziale, nel contesto di una manovra che interviene fortemente sul pubblico impiego, ma in misura comunque più conte-

Secondo Scrima, la Cisl è chiamata a compiere scelte impegnative che diventano ancor più difficili perché «lette in maniera distorta»

nuta di quanto fin qui fatto dai Governi di altri Paesi. Non meno importante, specie in tempi di crescente emergenza lavoro, il fatto che le misure destinate a bloccare le assunzioni nel settore pubblico non abbiano compromesso la possibilità di ottenere, per il comparto scuola, una quota di immissioni in ruolo, che la Cisl ha sempre fortemente rivendicato fin dall’inizio del confronto col Governo, per le quali il Miur ha già chiesto le prescritte autorizzazioni: ciò consentirà di assumere, con decorrenza dal 1° settembre 2010, 10 mila docenti e qualche migliaio di unità di personale a.t.a. Proprio perché abbiamo condivisol’accoratoappellorivolto dal Presidente della Repubblica a tutte le forze politiche e sociali per una comune, doverosa assunzione di responsabilità di fronte all’emergenza, ci siamo sentiti pienamente legittimati a denunciare quegli aspetti della manovra che venivano meno ad un altrettanto doveroso principio di equità. Per questo ci siamo opposti da subito all’intervento sulle progressioni di anzianità, intolle-

rabile e iniquo perché caricava sui lavoratori della scuola un ulteriore e gravoso onere, oltre a quello del blocco dei rinnovi contrattuali di tutto il pubblico impiego. Si trattava di una misura inaccettabile, nei confronti della quale il nostro obiettivo è stato da subito molto chiaro: ottenere le necessarie modifiche in sede di conversione in legge del decreto. Per questo la Cisl Scuola, fortemente sostenuta dalla Confederazione, non si è limitata alla denuncia e alla protesta, ma si è immediatamente attivata per sollecitare il Governo e le forze politiche a farsi carico degli indispensabili interventi emendativi al de-

«La nostra pressione ha prodotto buoni risultati, dal momento che il Governo ha deciso di emendare il decreto legge 78/2010»

creto legge 78/2010. Una pressione che ha prodotto buoni risultati, dal momento che il Governo, e direttamente il Ministro dell’Economia, hanno assunto l’impegno di emendare il decreto legge 78/2010 in modo che fosse possibile: individuare le risorse necessarie, senza alterare il saldo complessivo della manovra; far fonte, con queste, alla copertura degli oneri derivanti dalla corresponsione degli incrementi dovuti al personale docente e ata per effetto delle progressioni di anzianità nel triennio 2010-12. Ad avvenuta conversione in legge del decreto, prendiamo atto che tale impegno è stato mantenuto: un primo passo fondamentale, al quale dovranno certo seguire altri adempimenti, di cui diremo fra poco, ma senza il quale la partita sarebbe stata inesorabilmente persa. Per altre vie ha deciso di muoversi la Flc Cgil, uniformandosi sempre più alle scelte e ai comportamenti della sua Confederazione, arroccata su posizioni di rigido contrasto alla manovra, conseguenti ad una logica di opposizione complessiva, più politica che sindacale, all’azione del Governo. Ben più utile per noi e per i lavoratori che rappresentiamo, e ben più necessario al Paese, pensiamo possa essere il contributo che attraverso una pratica responsabile dell’azione sindacale si può dare ad una crescita di qualità del confronto politico, purtroppo ancora largamente in balia di una insopportabile e superficiale faziosità».


14

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

IMPRESE E LAVORO Come rileva l’associazione dei consumatori la metà riguarda l’acquisto di vini

Estate, Coldiretti: solo un miliardo di euro speso in cantine e frantoi di Cecilia Bartoli ROMA - È di un miliardo di euro la spesa di quest’estate di italiani e stranieri in cantine, malghe o frantoi per acquistare direttamente dai produttori vini, ortofrutta, olio, formaggi. Specialità che possono essere acquistate in oltre 63 mila imprese agricole come spacci aziendali, chioschi, sagre, bancarelle e negli oltre 500 mercati degli agricoltori di Campagna Amica. Lo afferma la Coldiretti. Ben il 41%, viene speso per l’acquisto di vino in cantina, il 21% per l’ortofrutta, il 14% per formaggi Per la Coldiretti, e latte, l’8% per carni e salumi, il 5% per l’olio di oli«l’Italia è l’unico va e altrettanto per le piante ornamentali. paese al mondo «Un fenomeno in ascesa che può contare rileva la Coldiretti in un comunicato per anche sulla l’aumento dei consumatori che vogliono garanleadership tirsi cibi genuini espreseuropea nella sione della cultura del territorio dei quali conoproduzione scere l’origine ed i metodi di lavorazione». Un’opbiologica portunità poi per i vacane nell’offerta zieri «che possono così souvenir escludi prodotti tipici» garantirsi sivi e di qualità, ma anche un’occasione per le imprese agricole che possono vendere senza intermediazioni e far conoscere direttamente le caratteristiche e il lavoro necessario per realizzare specialità territoriali uniche ed inimitabili». È anche un’opportunità «per conoscere non solo il prodotto ma anche la storia, la cultura e le tradizione che racchiude dalle parole di chi a contribuito a conservare un patrimonio che

spesso non ha nulla da invidiare alle bellezze artistiche e naturali del territorio nazionale», aggiunge la Coldiretti. A livello regionale, le imprese agricole interessate al fenomeno vedono in testa la Toscana (18% Una questione di del totale), seguita da Lombardia (11%), Veneto e Piemonte (9%), Abruzzo, Sici- grande rilevanza lia ed Emilia Romagna (8-9%) e le altre portata alla ribalta regioni in cui l’incidenza non supera il nelle ultimissime 5%. Inoltre, si tratta di un importante plus ore da parte della della vacanza Made in Italy poiché l’Italia è l’unico paese al mondo che, per la Coldiretti riguarda Coldiretti, può contare anche sulla leadership europea nella produzione bio- la decisione logica e nell’offerta di prodotti tipici con dell’Ucraina di 210 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4.511 spe- limitare le cialità tradizionali censite dalle regioni, mentre sono 498 i vini a denominazione esportazioni di di origine controllata (Doc), controllata grano ed orzo e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica (320 vini Doc, 41 Docg e 137 Igt). Una questione di grande rilevanza portata all’at-

tenzione generale nelle ultimissime ore da parte della Coldiretti riguarda la decisione dell’Ucraina di limitare le esportazioni di grano ed orzo ad un massimo di 3,5 milioni di tonnellate fino alla fine dell’anno ha fatto tornare a salire i prezzi del grano e delle altre materie prime. La Coldiretti commenta così l’annuncio del Ministro dell’Agricoltura Ucraino Mykola Prysyazhnyuk del limite alle esportazioni che entrerà in vigore dal primo settembre alla fine dell’anno e che sarà formalizzata nel Consiglio dei Ministri di oggi. «L’Ucraina oltre ad essere - sottolinea la Coldiretti - il sesto esportatore mondiale di grano, con circa 21 milioni di tonnellate nelle scorso anno, è soprattutto il principale esportatore di orzo e la preoccupazione sull’andamento dei prezzi al consumo si estende dalla pane e pasta alla birra». Come rileva l’associazione dei coltivatori, dopo il crollo dell’impero sovietico le imprese agricole pubbliche sono state privatizzate con un aumento della produttività che - precisa la Coldiretti ha fatto del mercato del grano sovietico un punto di riferimento a livello internazionale anche per gli elevati volumi di esportazione che sono stati pari a 21,4 milioni di tonnellate nel 2009, pari a oltre cinque volte la produzione italiana di grano tenero. Le nuove prospettive di mercato, con l’annuncio del Kazakhstan di essere riuscito a salvare dalla siccita’ circa l’80 per cento della produzione di grano per un totale di oltre 15 milioni di tonnellate, hanno contributo a far salire i prezzi che per il grano sono sopra i 7 dollari a bushel (0,2 euro al chilo), circa il 50 per cento superiori a quelli di due mesi fa al Chicago Board of Trade, dove il record risale al marzo del 2008 quando è stato raggiunto il valore massimo del grano a 13 dollari per bushel (27,2 chili).

Class action dei prof a contratto ROMA - Buone notizie per i cosiddetti "Professori a contratto" che insegnano nelle università della Calabria. Il Codacons sta organizzando, infatti, in loro favore una class action volta a far ottenere a tale categoria professionale il riconoscimento delle retribuzioni loro spettanti. Una class action che mira a far ottenere ai docenti universitari ’a contratto’ che insegnano nelle università di tutta Italia il rico-

noscimento delle retribuzioni, il trattamentoprevidenzialeeassistenziale di diritto, oltre al pagamento delle differenze retributive già maturate negli ultimi cinque anni pari in media a 40 mila euro. L’iniziativa del Codacons chiama in causa le singole università e il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Quindi anche le universitàcalabresi.Un’azioneche,come sottolinea il Codacons, in-

tende dare «una collocazione professionaleallanumerosacategoria di insegnanti accademici». «Il 55% dei docenti italiani spiega l’associazione - è costituito da professori a contratto. Si tratta di una categoria nata nel 1998 per volere dell’allora ministro dell’Università Luigi Berlinguer, e che, pur avendo compiti e mole lavorativa del tutto identica ai docenti interni, riceveuntrattamentoeconomico da fame, che si aggira sui 4 euro l’ora, la metà di una colf!! Tali insegnanti, inoltre, sono del tutto privi di copertura previdenziale e assistenziale». Una disparità inaccettabile, contro la quale il Codacons ha deciso di intentare una class action chiamando in causa le singole università e il Ministero della Pubblica Istruzione. «L’azione è partita anche in Calabria - af-

ferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi - ed è finalizzata ad ottenere il ripristino della legalità con conseguente riconoscimento in favore dei professori a contratto sia del rapporto di impiego a tempo indeterminato sia della giusta retribuzione relativa, del trattamento previdenziale e assi-

La protesta a Roma dei docenti a contratto

stenziale,oltrealpagamentodelle differenze retributive già maturate negli ultimi 5 anni». Per aderire all’azione collettiva e ottenere informazioni in merito all’inziativa promossa dal Codacons è possibile inviare una lettera all’indirizzo e-mail professoriacontratto@codacons.info


16

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

BANDI & AVVISI DI GARA

Avviso pubblico per la concessione contributi alle vittime della criminalità in materia di usura Ente: Regione Calabria - Fondazione Calabria Etica Contatti : Tel. 0961 779894 0961/858025 - 858032 Fax 0961 779894 e 858030 Art. 1: Oggetto ed obiettivi La Regione Calabria - Dipartimento Bilancio e Patrimonio, tramite la Fondazione Calabria Etica, in attuazione di quanto disposto dalla Legge Regionale del 16 ottobre 2008, n. 31 e dal Regolamento Regionale del 19 ottobre 2009, n.15, concede contributi alle vittime della criminalità ed in materia di usura. Art. 2: Destinatari del Fondo Il "Fondo Regionale di prevenzione del fenomeno dell’usura e di solidarietà alle vittime della criminalità e dei loro familiari" ai sensi dell’art. 4, della Legge regionale 31 del 2008, è ripartito in due quote. La prima quota, pari al 50% del Fondo, in relazione alle rispettive aree d’intervento, è destinata ai seguenti soggetti: 1) Finanziamenti integrativi della Legge 7 marzo 1996, n. 108 (art. 9 L.R. 31/2008 - Regolamento regionale n. 15/09) a) Consorzi o cooperative di garanzia collettiva fidi, denominati "Confidi", operanti sul territorio regionale e che abbiano costituito i fondi speciali antiusura disciplinati dall’art. 15 secondo comma lett. a) della legge 7 marzo 1996, n. 108; b) Le associazioni e le fondazioni, operanti sul territorio regionale e iscritte nell’apposito elenco tenuto dal Ministero dell’economia e delle finanze ai sensi dell’art. 15 quarto comma della Legge 7 marzo 1996 n. 108. Gli enti destinatari di cui al n.1, lett. a) e b) hanno l’obbligo di devolvere le somme ricevute a favore dei soggetti e per le specifiche finalità di cui all’art. 5 n.1, lett. a), b), c) e d) del presente avviso. 2) Indennizzo alle vittime dei fenomeni estorsivi (art. 6 L.R. n.31/2008 - Regolamento regionale n. 15/09) a) soggetti che in ragione della loro qualità personale o dell’esercizio di attività lavorativa, commerciale, imprenditoriale, professionale, sindacale, sociale o culturale, risultino vittime di azioni della criminalità commesse nel territorio regionale e, in caso di morte, ai loro familiari, compresi i conviventi more uxorio. b) imprenditori e/o soggetti esercenti una libera arte, professione, o attività economica, che abbiano sporto alla competente autorità denuncia circostanziata di atti intimidatori ai danni della loro attività. La seconda quota pari al 50% del fondo, in relazione alle rispettive aree d’intervento, è destinata ai seguenti soggetti: 1) Misure a sostegno delle organizzazioni riconosciute (art. 8 L.R. n. 31/2008 - Regolamento regionale n. 15/09). c) Associazioni e organizzazioni antiestorsione di cui al comma 2 dell’art. 13 della legge 23 febbraio 1999, n. 94, ad eccezione dei Confidi, di cui ai sensi della legge 16/8/1999 n. 455; d) Fondazioni, cooperative sociali, organizzazioni e associazioni per la prevenzione del fenomeno dell’usura di cui all’art. 15 della legge 7 marzo 1996, n. 108, purché iscritte nel registro istituito presso le Prefetture competenti ai sensi dei D. M. 7/9/1994 n. 614 e 21/10/1999 n. 451 del Ministro dell’Interno di concerto con il Ministro della Giustizia e per i Confidi delle Cooperative Fidi aventi in atto convenzioni bancarie per "Fondi Antiusura".

2) Assistenza legale e consulenza professionale in materia di usura (art. 10 L. R. 31/2008 - Regolamento regionale n. 15/09) e) Vittime del reato di usura; f) Soggetti che incontrando difficoltà di accesso al credito sono potenziali vittime del reato di usura; g) Consorzi o cooperative di garanzia collettiva fidi, denominati "Confidi", operanti sul territorio regionale e che abbiano costituito i fondi speciali antiusura disciplinati dall’art. 15 secondo comma lett. a) della legge 7 marzo 1996, n. 108; h) Enti, associazioni ed organizzazioni di assistenza e solidarietà a soggetti danneggiati da attività estorsive, operanti sul territorio regionale e previste dai decreti emanati dal Ministero dell’Interno di concerto con il Ministro della Giustizia 7 settembre 1994 n. 614 e 21 ottobre 1999 n. 451.

Art. 3 : Requisiti di ammissibilità I soggetti destinatari del fondo per poter accedere ai benefici previsti devono: • avere sede legale nel territorio della Regione Calabria da almeno un anno dalla data di presentazione della domanda relativa al presente avviso; • essere residenti nel territorio della Regione Calabria da almeno un anno; • in caso di morte della vittima, i familiari conviventi compresi i conviventi more uxorio, non aver concorso nel fatto delittuoso o in reati a questo connessi ai sensi dell’art. 12 del c.p.p.; • in caso di morte della vittima, i familiari conviventi compresi i conviventi more uxorio, risultare essere, al tempo dell’evento, del tutto estranei ad ambienti e rapporti delinquenziali. Art. 4: Criteri per la ripartizione del Fondo In ottemperanza all’art. 4 della Legge regionale n.31 del 2008, la Giunta Regionale con delibere n. 854 del 16 dicembre 2009 e n. 58 del 28 gennaio 2010, ha definito gli interventi da finanziare con l’apposito Fondo destinando la prima quota, pari al 50%, per il finanziamento, nella misura del 65%, degli interventi integrativi di cui all’art. 9 della medesima legge regionale ed il restante 35% per il finanziamento degli indennizzi di cui all’art. 6 sempre della stessa legge. La restante seconda quota del Fondo, pari al 50%, sarà utilizzata per la promozione e sostegno all’associazionismo di settore ed agli interventi previsti dagli articoli 8 e 10 della legge sopra citata. Art. 6: Contenuto della domanda 1. Per le "organizzazioni beneficiarie" di cui all’art. 1, lett. c) del regolamento regionale n. 15/2009: a) Denominazione dell’organizzazione beneficiaria; b) Data e luogo di costituzione; c) Nome del legale rappresentante; d) Indirizzo della sede legale; e) Indicazione dell’intervento cui s’intende accedere; f) Possesso della residenza o della sede legale nella Regione Calabria da almeno un anno; g) Esperienza sul territorio, adeguatamente documentata, con l’indicazione dei tipi di intervento effettuati; 2. Per le "vittime della criminalità" di cui all’art. 1, lett. b) del regolamento regionale n. 15/2009: a) Nome e cognome, residenza anagrafica della vittima o, in caso di morte, di un suo familiare o convivente more uxorio; b) Indicazione dell’intervento cui s’intende accedere; c) Dichiarazione delle richieste e/o ottenimento di provvidenze per lo stesso evento da altra Pubblica Amministrazione e la tipologia di contributo ottenuto.

*Il testo integrale del bando è disponibile su www.regione.calabria.it nella sezione "Bandi e avvisi di gara" alla voce "Regione Calabria"


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 17

LAVORO & PREVIDENZA

di Giulia Cervicato

Antiriciclaggio, +50% le segnalazioni. Contributo maggiore di banche e intermediari, stabili i professionisti Il bollettino semestrale dell’U.I.F., relativo al periodo gennaio/giugno 2010, evidenzia che nei primi sei mesi dell’anno sono pervenute oltre 15.000 segnalazioni che avevano come oggtto operazioni sospette, registrando un incremento di oltre il 50 % rispetto all’analogo periodo 2009. Secondo i dati emerge inoltre che il contributo maggiore continua ad essere quello delle banche e degli altri intermediari, che effettuano segnalazioni con elevata frequenza, mentre rimane esiguo, e sostanzialmente stabile, il contributo fornito dai professionisti ed altri operatori non finanziari.

Va ricordato che l’Unità di informazione finanziaria (Uif), istituita nel novembre 2007, svolge compiti e funzioni di analisi finanziaria in materia di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo internazionale in autonomia e indipendenza. La Banca d’Italia ne disciplina l’organizzazione e il funzionamento. La Uif si avvale di risorse umane e tecniche, di mezzi finanziari e di beni strumentali della Banca d’Italia nel rispetto della normativa interna della Banca stessa e secondo principi di economicità, proporzionalità, efficienza ed efficacia della gestione.

Mercoledì 30 giugno 2010 è scaduto il termine per rendere la dichiarazione annuale del volume d’affari Iva relativo al 2009 in via telematica tramite i servizi online dell’Enpacl, l’Ente nazionale di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro. Per tutti i consulenti del lavoro che non hanno provveduto ad inviare la relativa documentazione entro la predetta scadenza è sicuramente più vantaggioso provvedere al più presto: fino al 28 settembre 2010, infatti, la sanzione fissa prevista dal Regolamento sarà pari ad euro 40,00, mentre oltre detti termini sarà pari ad euro 200,00. Per assolvere a tale obbligo sono previste, in alternativa, due diverse modalità: a) gli iscritti ai servizi "Enpacl on line" potranno utilizzare l’apposita procedura telematica. Il software consente una compilazione guidata, senza possibilità di errori e/o omissioni, con evidente risparmio di tempo e senza dover sostenere alcuna spesa di spedizione. La procedura rilascia idonea ricevuta dell’adempimento svolto; b) i professionisti potranno anche servirsi dell’apposita modulistica carta-

Enpacl, minisanzione per le dichiarazioni Iva ritardatarie

cea. In questo caso il modello 17/Integrativo, debitamente compilato e sottoscritto, dovrà essere restituito in busta chiusa al seguente indirizzo: Enpacl Casella Postale 146- 23100 Sondrio. Il pagamento del contributo integrativo 2010 (Iva 2009) dovrà essere effettuato

entro giovedì 30 settembre 2010, unicamente utilizzando i bollettini M.av che saranno predisposti e recapitati a cura dell’Ente e comunque reperibili nell’area riservata agli iscritti ai servizi Enpacl on line.

Il ministero dell’Istruzione dà il via alle assunzioni per l’anno scolastico 2010-2011 di Sofia Ricciardi Al via le immissioni in ruolo del personale della scuola. Il 10 agosto scorso è stato emanato il decreto (numero 75) con cui il ministero dell’Istruzione reca i contingenti e le prime disposizioni cui dovranno attenersi gli uffici scolastici perleassunzioni a tempo indeterIl Miur ha minato dei docentiedelpersopubblicato il nale scolastico decreto con il per l’anno scolastico quale sono stati 2010/2011. In particolare, assegnati due sono stati assecontingenti: gnati due con10mila unità per tingenti, rispettivamente, di il personale 10.000 unità per personale dodocente e 6.500 ilcente ed educaper quello A.T.A. tivo e di 6.500 unità per il personale A.T.A. Su sito del Miur sono state inoltre pubblicate le tabelle analitiche che evidenziano per ciascuna provincia, la ripartizione - rispettivamente, per la scuola dell’infanzia, per la scuola primaria, per la scuola secondaria di primo e secondo grado, per il sostegno, per il personale educativo e per il personale ATA

Fisco: l’Agenzia delle entrate ha pubblicato i valori del Bonus autotrasporto per l’anno 2010 L’Agenzia delle entrate rende noto per quest’anno il valore del bonus per le imprese di autostraporto merci, introdotto dalla Manovra dell’estate 2008 è pari al 38,5% dell’importo pagato come tassa automobilistica per il 2010 per i veicoli di massa compresa tra 7,5 e 11,5 tonnellate e al 77% della stessa tassa per i veicoli di massa superiore a 11,5 tonnellate. Per beneficiare del bonus fiscale gli autotra- del numero massimo di assunzioni da effettuare, e le relative istruzioni operative per le modalità di conferimento delle nomine sia per il personale docente che per il personale A.T.A. contenute rispettivamente nell’Allegato A e nell’Allegato B. Con comunicazione a parte, viene inviata la ripartizione degli specifici contingenti di assunzioni da effettuare nell’ambito delle province per le singole classi di concorso del personale

docente. Tutte le assunzioni relative all’a.s. 2010/2011 andranno ultimate entro il termine del 31 agosto 2010, previsto dall’art.36, comma 1, del decreto legge 30 dicembre 2008, n.207, convertito dalla legge 27 febbraio 2009, n.14. Infine, il Ministero ricorda che le assunzioni per i posti di sostegno saranno disposte sotto condizione di accertamento della regolarità formale e sostanziale del titolo di specializzazione.

sportatori dovranno utilizzare il codice tributo indicato dall’Agenzia con la risoluzione n. 81/E. Il credito d’imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi e può essere fruito secondo le condizioni e i limiti fissati dall’Unione europea per gli ’’aiuti di importo limitato’’ - relativi al finanziamento delle imprese nell’attuale situazione di crisi finanziaria ed economica - recepiti nell’ordinamento.


18

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

POLITICA NAZIONALE

Addio al grande picconatore la sua fu un’arte inimitabile

sari il 26 luglio 1928 da una famiglia medio-borghese. Tra gli aneddoti sulla sua vita ci sono prima di tutto quelli inerenti gli studi. Giovanissimo, si era rotto una gamba andando in bicicletta. Costretto a letto per alcuni mesi, il suo tempo lo studente Francesco

di Carlo Bassi ROMA - Se ne è andato così, da vero signore, senza disturbare troppo, mentre gli altri erano ancora in giro a schiamazzare, a far gavettoni metaforici e reali, per una volta scegliendo di non imbracciare il piccone, per anni una sua specialità che fece tremare l’Italia. Del resto ormai picconare è uno sport nazionale ma nessuno sa farlo con l’eleganza e l’efficacia di Francesco Cossiga, presidente emerito e senatore a vita, morto ieri a 82 anni al Policlinico Gemelli. Che del piccone fu il D’Artagnan, non uno dei furiosi ciechi agitatori dello strumento nella politica odierna. Che menano mazzate solo per fare male. Nella qual politica - dove tutto è velina di partito e quindi colorata, e con colori tutt’altro che pastello - non mancheranno i critici di quell’arte, nemmeno in morte. E tuttavia quell’uomo che seppe per primo distinguersi anche nell’arte suprema delle dimissioni (lo fece quando fu rapito Aldo Moro e lui era ministro dell’Interno), con sagacia, senso

dell’umorismo e spesso fuori delle righe, ha dato molto, soprattutto negli anni bui del terrorismo, del passaggio alla seconda repubblica, nei grandissimi eventi del nostro dopoguerra. L’ultima picconata l’ha voluta infliggere alle trite routine del cordoglio di Stato che spesso agli occhi della gente appaiono come festival della retorica e ha espresso il desiderio di non avere grandi funerali di Stato. Francesco Cossiga era nato a Sas-

82 Anni, essendo nato a Sassari il 26 luglio 1928 da una una famiglia medio borghese, cugino di Enrico Berlinguer che sarebbe stato avversario dai banchi del Pci

lo utilizza bene. Con quella determinazione caratteristica dei Sardi, usa quei giorni di forzata "vacanza" per preparare gli esami anticipati della maturità; ma lo fa con tre anni di anticipo e la consegue a soli 16 anni. Precocemente si iscrive all’Università e a soli 20 anni, nel ’48, si laurea in giurisprudenza. Quando i suoi coetanei compagni di studi al Liceo si iscrivono, lui è già in cattedra a insegnare loro diritto costituzionale regionale. Nel frattem-

Se ne è andato con il suo ultimo enigma: 4 lettere indirizzate a Napolitano, Fini, Schifani e Berlusconi per rifiutare riti di Stato po, ancora giovanissimo, a 17 anni, si era iscritto alla Dc, diventando subito un elemento attivo e molto dinamico, tanto da guidare la "rivolta" a Sassari dei cosiddetti "giovani turchi" contro un potente personaggio Dc (le "picconate" ai suoi le dava precocemente già allora) che trovava spesso sulla sua strada: ed era la predominanza di Antonio Segni sull’Isola. Tuttavia a 28 anni è segretario provinciale della Dc di Sassari. Suo cugino invece, Enrico Berlinguer, anche lui di Sassari, con sei anni più di lui è schierato nel campo comunista. Nella sua città Cossiga conobbe Rumor (nel ’51 il politico vicentino aveva fondato "Iniziativa democratica" con gli ex dossettiani (rimasti "orfani") e come leader Fanfani). Scriverà in seguito: «Non so se per lui (Rumor) sia stato un merito o una colpa, ma la mia carriera politica è dovuta a lui quando divenne vice segretario del partito (nel ’54)». (segue nella pagina a fianco)


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 19

POLITICA NAZIONALE «Non sono matto. Faccio il matto. Il finto matto che dice le cose come stanno»

E disse 10 anni prima ciò che la Casta stava facendo Carlo Bassi da pag 18 In Sardegna Cossiga era stato eletto deputato per la prima volta nel 1958. Approda così a Roma, e da questo momento inizia (e sempre precocemente) ad entrare in tutti i "Palazzi" da dove si governa la Repubblica Italiana.Vi ricoprirà le massime cariche istituzionali, ma ha avuto anche momenti di aperta contestazione delle stesse istituzioni; ha passato tutta la vita al servizio della Dc ed è finito poi a fondare un partitello dopo l’altro nel tentativo di far rinascere un "grande centro". Il giovane Cossiga (ha 30 anni) comincia rapidamente la sua escalation politica che lo porterà ad entrare nel governo come il più giovane sottosegretario alla difesa nel terzo governo Moro (23 febbraio 1966); a diventare il più giovane (fino ad allora) ministro dell’ interno (il 12 febbraio 1976 a 48 anni); il più giovane (ancora fino ad allora) presidente del consiglio (5 agosto 1979 a 51 anni); il più giovane presidente del Senato (12 luglio

Il suo nome veniva scritto sui muri con la "K" con le due esse runiche, come quelle delle "SS" naziste dai giovani dell’opposizione e della sinistra ultrà

1983 a 55 anni) e, infine: il più giovane inquilino del Quirinale, dove arrivò, a 57 anni, il 24 giugno del 1985, con una maggioranza così schiacciante (752 voti) alla prima votazione del Parlamento che non poteva certo far prevedere le polemiche che il secondo periodo del suo settennato, quello delle picconate, avrebbe provocato. Tra le polemiche Cossiga era già passato ai tempi degli anni di piombo, quando (vietando -per ordine pubblico o perché antidemocratiche-alcunemanifestazioni ai rossi come ai neri) il suo nome veniva scritto sui muri con la "K" con le due esse runiche, come quelle delle "SS" naziste. Ci era poi passato fra le polemiche soprattutto ai tempi del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro, una dolorosa vicenda di cui Cossiga, allora ministro dell’Interno, si prese le responsabilità, con le dimissioni il giorno dopo del rinvenimento del corpo di Moro.In mezzo alle polemiche, Cossiga torna nel ’90 quando racconta che il 18 aprile 1948, in attesa dei risultati delle elezioni, si trovava nella sede Dc di Sassari, armato di mitra Sten e bombe a mano, "parte di una formazione di giovani democristiani, armati dall’arma dei carabinieri, per difendere le sedi dei partiti e noi stessi nel caso che i comunisti, perdute le elezioni, avessero tentato un colpo di stato". "Probabilmente loro se avessero vinto avrebbero fatto la stessa cosa". Viene eletto presidente della Repubblica il 24 giugno 1985. Contro la tradizionale politica italiana (presidenti eletti dopo una lunga e estenuante serie di votazioni

e bocciature dei candidati dati per favoriti), Cossiga, la cui candidatura era stata avanzata dal segretario Dc Ciriaco De Mita, é eletto al primo scrutinio da una maggioranzalarghissima. Su977votanti ottiene 752 voti provenienti da Dc, Pci, Psi, Pri, Pli, Psdi, e sinistra indipendente. All’inizio, il neo presidente Cossiga si muove con molta discrezione nell’ambito ristretto riservato al "presidente no-

Accusa la politica di gestire enti e taglieggiare aziende private, di mandare in Parlamento non solo i propri cavalli, come fece Caligola, ma anche asini, sciacalli, jene

Le straordinarie doti di acume politico e ironia senza uguali ricordate da tutti

Il Papa, Napolitano, Berlusconi, unanime cordoglio ROMA - Pochi minuti dopo l’annuncio della morte di Francesco Cossiga sono arrivati i messaggi di cordoglio dal mondo politico e non solo. Anche il Papa è stato immediatamente informato della notizia della morte dell’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga ed è profondamente addolorato. Assicura «preghiere per il defunto e vicinanza alla famiglia»: lo riferiscono fonti vaticane ricordando il legame tra Benedetto XVI e Cossiga e la conoscenza tra i due. «Pochi giorni fa il Papa aveva inviato monsignor Fisichella a suo nome in visita da Cossiga e nel mese precedente ci sono state alcune telefonate tra il Pontefice e l’ex presidente», hanno aggiunto dai sacri palazzi. È atteso, probabilmente nel pomeriggio, un telegramma di cordoglio di Benedetto XVI. La notizia della scomparsa di Francesco Cossiga ha raggiunto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nella tenuta residenziale di Castelporziano. Berlu-

sconi - Il presidente del Consiglio ha commentato la morte di Cossiga dicendo di «perdere un amico carissimo, affettuoso, generoso. Mi mancheranno il suo affetto, la sua intelligenza, la sua ironia, il suo sostegno. Ai suoi figli l’impegno della mia vicinanza». D’Alema - «Apprendo con dolore la notizia della scomparsa di Francesco Cossiga. È stato un grande protagonista della vita democratica del nostro paese». E’ questa la nota del presidente del Copasir, Massimo D’Alema. «Con lui - prosegue D’Alema - abbiamo avuto momenti di incontro così come di aspri conflitti, vissuti sempre con rispetto reciproco e lealtà. In questi ultimi anni - conclude ci ha unito un’intensa amicizia, della quale gli resterò grato». Casini - Secondo il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, «scompare con Francesco Cossiga uno dei protagonisti della vita della nostra Repubblica. In lui, come in pochi altri, si sono sintetizzate le alterne vicende della politica: ha avuto grandi soddisfazioni e infinite amarezze, si è dimesso ed è risorto po-

liticamente più volte. Personalità anticonformista, coraggiosa e anticipatrice, la sua scomodità è stata coerentemente preservata in tutto il corso della sua vita. Per me e per tanti come me è stato un amico: scomodo, anche nell’amicizia ma sempre affettuoso e leale». Bersani - «Una notizia molto triste. Se ne vanno una persona singolare e straordinaria e una parte della nostra storia». Bonaiuti - «Con Francesco Cossiga scompare un grande servitore dello Stato, un grande uomo politico, un grande maestro. Ho perduto con lui una fonte di affettuosi, preziosi, sempre disinteressati e sempre insostituibili consigli, vere e proprie lezioni distribuite per lo più dal divano di casa sua in lunghi colloqui dedicati alla politica la domenica sera». Bobo Craxi - «Con Francesco Cossiga scompare una delle figure più eminenti della Repubblica italiana. In questo giorno triste, voglio affermare che Francesco Cossiga fu per mio padre Bettino più di un collega, così come per la mia famiglia».

taio". Un notaio però estremamente pignolo nell’interpretazione alla lettera della Costituzione (lui è un grande esperto costituzionalista!)soprattuttoaproposito dei problemi della Giustizia e della magistratura in particolare. I caricaturisti lo raffigurano come un "signor nessuno" che si aggira per il Quirinale; con non grandi problemi. Nel primo anno di settennato si verifica solo il drammatico dirottamento dell’Achille Lauro e l’attentato palestinese all’aeroporto di Fiumicino; cose esterne insomma. Più degno d’attenzione è invece l’accordo per la staffetta tra Craxi e De Mita (1983-1987) che però entra in crisi. Poi un governo Fanfani che (con il "rieccolo") dura nemmeno una primavera e che porterà nel 1987 il paese alle ennesime elezioni anticipate, dalle quali la maggioranza pentapartito esce rafforzata numericamente, ma rimane politicamente minata dalla litigiosità interna. Durante la crisi, Cossiga dà un mandato esplorativo anche alla presidente della Camera Nilde Iotti, comunista (!). Poi dopo le elezioni si forma il governo Goria, seguito nel 1988 da un governo De Mita e nel 1989 dal sesto governo Andreotti. All’ inizio del 1990 la situazione cambia radicalmente. Il "presidente notaio" lascia il posto al "picconatore" dicono alcuni, mentre i più soft le sue le chiamano "esternazioni". Cossiga entra in contrasto con le maggiori istituzioni dello stato, dalla Corte Costituzionale al Csm. Lo fa, ammette, per togliersi "qualche sassolino dalle scarpe": "In realtà io non esterno. Io comunico; Io non sono matto. Io faccio il matto. E’ diverso. Io sono il finto matto che dice le cose come stanno". È la sua prima frase enigmatica.Passano pochi giorni e il cambio di rotta (dal silenzio alle picconate) comincia alla fine di gennaio del 1990, durante una visita in Francia; parla a braccio sul ruolo del magistrato e sulla lentezza delle riforme in Italia e dice che lui sarà "in strada, dove c’é la gente. Per parlare con la gente e possibilmente rappresentarla e tutelarla". Poi arrivano le tre frasi che rappresentano uno sconcertante documento, di eccezionale gravità, un atto d’accusa, una denuncia contro il sistema politico e istituzionale. Tre frasi per dare l’allarme, sollecitando a più riprese la Grande Riforma e la Seconda Repubblica, che la maggior parte dell’opinione pubblica vuole. Che a sostenere queste tesi sia il presidente della Repubblica in persona, massimo custode delle istituzioni (che non è fra l’altro un tipo "alla Pertini", ma è un costituzionalista!, e lo è da quando gli altri andavano all’asilo infantile) è quantomeno singolare e inconsueto. Tanto più che lui (gli si ricorda) ha fatto parte integrante fino a ieri di quella partitocrazia di cui lamenta i tanti guasti.Dunque l’accusa che fa il presidente Cossiga corrisponde in larga misura a una vera autodenuncia e a una vera autoaccusa, che l’Italia non ha mai visto e conosciuto in quasi cinquant’anni. Cossiga insiste e vuole dimettersi; chiede addirittura di essere processato. Si sta togliendo i "sassolini dalla scarpa", anche a costo di alienarsi le simpatie di vaste aree ma non della gente comune e non teme di essere attaccato. Accusa la politica di gestire enti pubblici e taglieggiare le aziende private, e persino di mandare in Parlamento non soltanto i propri cavalli, come si limitava a fare Caligola, ma anche i propri asini, gli sciacalli e le jene.Francesco Cossiga ha solo detto con 10 anni di anticipo quello che oggi diciamo tutti.


20

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

SPECIALE ESTATE Roma-rebus in vista della Supercoppa A pochi giorni dalla Supercoppa con l’Inter sono ancora tanti i problemi dei giallorossi: Adriano fatica e i giocatori sono stanchi per via delle troppe amichevoli. Mentre Ranieri divide la squadra in due, con una Roma di "retrocessi" che si allena a parte. Ma come e con chi giocherà l’undici della capitale contro i campioni d’Italia?


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 21

SPECIALE ESTATE Del Neri vuole Diego il mercato si blocca Delneri non ci sta e lo dice chiaro: «In questo momento dà la qualità che alla Juve manca. E allora Diego ci serve. Bisogna convivere con queste situazioni di mercato ma l’importante è che Diego dimostri di meritare di rimanere, sapendo che abbiamo fiducia in lui».


22

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

ECONOMIA NAZIONALE Per Moody’s a rischio le triple A di Usa, Germania, Gb e Francia

I 4mila dipendenti si oppongono alla precettazione decisa dopo l’annuncio dello sciopero del 30 e 31 agosto

Corsa al traghetto: migliaia di turisti senza Tirrenia di Daniele Tosatti ROMA - Grossi problemi per migliaia di turisti a causa della crisi economica della Tirrenia e dello sciopero di due giorni il 30 e 31 agosto. Nonostante l’annunciata precettazione dei lavoratori, si rischia infatti la paralisi della flotta alla fine del mese in uno dei momenti più delicati per il contro esodo di gran parte dei turisti che hanno trascorso le ferie sulle isole. Perchè Tirrenia non ha più i soldi per pagare gli stipendi di circa 4 mila marittimi.Soltanto sulle motonavi Bithia e Clodia in calendario La Tirrenia è della lunedì 30 e martedì 31 (partenze da Cagfinanziaria di Stato liari alle 18.30) sono Fintecna. Ha debiti per prenotati almeno 4 mila passeggeri con 646,6 milioni di euro e centinaia di auto al seguito. Dove saranuna liquidità di 18.506 no imbarcati? Ed è euro «in pratica zero» giàcorsaaltraghetto alternativo per il rientro. «La Uiltrasporti non è disposta ad accettare alcun differimento o precettazione che vanifichi lo sciopero di 48 ore dei lavoratori marittimi di Tirrenia proclamato», si legge in una lettera inviata al presidente della Repubblica Napolitano, «i lavoratori comunque non rispetterebbero la precettazione, vista la gravità della situazione».

L’agitazione proclamata da Federmar-Cisal, Fit Cisl e Uiltrasporti potrebbe bloccare tutta la flotta nei giorni caldi del rientro estivo: l’unico modo di evitarla, sottolineano i sindacati, «è che il governo convochi un tavolo con azienda, commissario straordinario e lavoratori». Tirrenia di Navigazione e Siremar, le due società del gruppo in fallimento, garantiscono i collegamenti tra l’Italia continentale e le isole maggiori e tra la Sicilia e le sue isole minori, durante l’intero arco dell’anno. Problemi e disagi, dunque, si potrebbero avere a fine mese sulle rotte servite dalla flotta di nuovi supertraghetti veloci e dalle normali navi traghetto: Sardegna-Civitavecchia, Napoli-Palermo, Cagliari-Palermo-Trapani, Cagliari-Civitavecchia, Genova-Olbia, Civitavecchia-Olbia. Intanto l’Idv minaccia di «occupare i porti» se non verranno affrontati i problemi dei lavoratori: «Reputo scandaloso che ai lavoratori della Tirrenia l’unica risposta data per evitare il blocco di 48 ore dei traghetti, indetto per il 30 e 31 agosto, sia l’ipotesi di ricorrere a strumenti come la precettazione o il differimento dello sciopero», dice il senatore dell’Idv Stefano Pedica, che dopo aver manifestato accanto ai marittimi della Tirrenia, annuncia che sarà «presente anche per lo sciopero indetto a fine agosto». E sui viaggi per mare del controesodo pende anche la minaccia di protesta dei portuali.

Più del 15% del Pil se ne va per pagare le pensioni ROMA - Il monito di Moody’s alle grandi economie di Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito (vedi sopra) è tutt’altro che infondato: quello delle pensioni è la spada di Damocle che pende sulla testa di tutti i Paesi a forte industrializzazione e caratterizzati da un grande benessere. Un benessere strettamente legato ad un innalzamento dell’età media della popolazione con ovvie conseguenze sulla capacità degli stati di far fronte alla spesa. Proprio ieri gli ultimi dati sull’andamento della spesa per le pensioni nel 2009 in Italia dice che la spesa per pensioni e rendite è risultata pari a 234.025 milioni di euro, in crescita del 4,3 per cento, e in aumento di circa un punto percentuale in rapporto al Pil (15,4 per cento). Lo rende noto il Tesoro nella Relazione generale sulla situazione economica del Paese nel 2009, a suo

tempo presentata al Parlamento dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti. L’incremento della spesa fra il 2007 e il 2008 era stato del 3,9 per cento. Il livello è costante come quota del complesso delle erogazioni per prestazioni sociali a carico delle Amministrazioni Pubbliche (58,2 per cento).Tutto questo significa che già oggi ben più del 15 per cento di tutta la ricchezza del Paese, ovvero il Prodotto interno lordo, pari ai succitati 234 e rotti miliardi di euro, se ne va per il solo pagamento delle pensioni. Comprensibile dunque il dibattito sul problema. Il tema era stato affrontato ieri dal nostro giornale citando il famoso problema della "gobba" di Monorchio, il grande economista calabrese. Nella pagina a fianco potete leggere le rassicurazioni del presidente dell’Inps Mastrapasqua.

ROMA - Anche se per il momento la valutazione sul debito sovrano di Francia, Germania, Stati Uniti e Inghilterra rimane «ben posizionata» e ferma al livello massimo, ovvero alla «tripla A», secondo l’agenzia Moody’s Investors Service «è diminuita la distanza da un peggioramento del rating» dei quattro Paesi a causa delle rispettive difficoltà dei conti pubblici. Non è tutto: è in arrivo una maxi cedola sui debiti sovrani nel 2011 da 870 miliardi di dollari. Timori sui debiti che tra l’altro continuano a pesare sul mercato dei bond. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Dow Jones, l’analista di Moody’s Nel lungo termine, Alexander Kockerbeck ha fatto notare che i tre Paesi bisognerà invece fare i europei stanno mettendo in conti con le questioni atto piani per la riduzione del deficit mentre gli Stati collegate all’età Uniti sono alle fasi iniziali nello sviluppo di una strate- della popolazione: gia di stabilizzazione del detroppe pensioni bito. L’agenzia, nell’«Aaa Soverign Monitor», il rapporto trimestrale sul debito sovrano degli stati con rating più alto, ha precisato che il giro di vite fiscale in Europa potrebbe rallentare «la ripresa europea già tiepida». Moody’s fa inoltre notare che i problemi dei paesi "tripla A" sono cambiati negli ultimi mesi e si sono maggiormente orientati alle strategie per sostenere la crescita. Nel lungo termine, bisognerà invece fare i conti con le questioni collegate all’invecchiamento della popolazione, per esempio il maggior numero di pensioni da pagare. La notizia è destinata a gettare nello sconforto i mercati che da giorni sono già convinti che la ripresa sia troppo debole.


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 23

ECONOMIA, BANCHE E BORSE

Mastrapasqua (Inps): non corrono rischi le pensioni

22 micro-interventi di manutenzione normativa, perché non va dimenticato che la previdenza è qualcosa da tenere costantemente sotto osservazione. Il futuro rimane incerto: resta ad esempio da risolvere il problema dei tassi di sostituzione, ovvero

di Roberto Carli MILANO - «Le stime sull’anticipo della cosiddetta gobba indicata al tempo della riforma Dini sono state formulate più di 12 mesi fa: a tutt’oggi noi non registriamo l’avverarsi di quelle previsioni». Il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, quasi scandisce le parole nel sottolineare come il sistema previdenziale italiano sia stabile e al riparo dagli strascichi della crisi economica. Anche perché - sottolinea - in un’intervista al Sole 24 Ore «a luglio, con la manovra estiva, è stata introdotta la più grande e definitiva riforma che attendeva il nostro sistema pensionistico». Presidente, la gobba (vedi il Domani del 17 agosto) che lariforma Dini fissava al 2035 è arrivata con grande anticipo sotto la spinta della crisi. Il governo ha puntellato l’impalcatura pensionistica con nuovi interventi. C’è però chi sostiene che il rapporto spesa-Pil rimanga una spina nel fianco della previdenza. «Almomentoleprevisionisull’anticipo della cosiddetta gabba non

sono affatto confermate. Intanto con la manovra estiva, approvata nelle scorse settimane dal Parlamento, è arrivata la riforma delle riforme». Vuol dire che i pensionati attuali e futuri possono sentirsi al sicuro? «Gli interventi di luglio sono la chiusura di un cantiere iniziato ai primi anni ’90 con la riforma Amato e proseguito con i successivi interventi che si sono succeduti nel corso degli anni. A questi macro-interventi vanno aggiunti

Ue Nell’unione l’Italia è l’unico Paese ad avere già collegato la pensione alle aspettative di vita e con l’ultima manovra non ci sono rischi di sorta

dell’adeguatezza degli importi delle pensioni future. Con la manovra di quest’anno, credo che sia stata messa la parola fine al cantiere delle pensioni, perché sono state adottate due misure che mettono al riparo e stabilizzano il nostro sistema pensionistico. La prima è la finestra a scorrimento, o finestra mobile, che qualcuno ha anche denominato lodo Mastrapasqua. Questo intervento di fatto ha reso un po’ meno diseguale il dispositivo delle fine-

È il secondo intervento adottato con la manovra che deve essere considerato la riforma delle riforme: aggancia l’ età all’aspettativa di vita stre adottato dalla legge Prodi-Damiano: dopo due anni si è capito che funzionava ma andava reso più omogeneo e meno sperequativo tra le varie persone anche in relazione alla loro uscita dal mondo del lavoro. L’operazione sulle finestre deve essere considerata risolutiva? «È il secondo intervento adottato con la manovra che deve essere considerato la riforma delle riforme, ovvero quello che aggancia l’età pensionabile all’aspettativa di vita e, soprattutto, che l’aggancia in via automatica. Tutti lo chiedevano sia in Italia che all’estero. L’Italia è stato il primo e unico paese Ue che ha collegato l’età pensionabile all’aspettativa di vita in modo automatico certificato dall’Istat. A questa misura si somma la finestra mobile. Alcuni esperti affermano che, nonostante l’importanza degli interventi appena varati, sarebbero necessarie altre misure per favorire la correzione della linea di tendenza della curva della spesa».


24

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

FISCO

di Gaia Mutone Orientarsi nella intricata selva delle normative fiscali non è mai stato semplice, eppure le tasse sembrano essere una preoccupazione crescente per i contribuenti, che anche in piena estate siadoperanoper dirimere i dubbi Nella sola in tema di fiscalità. settimana di Nella sola settimana di ferragoFerragosto, sto, ad esempio, sono stati ben sono stati ben i cittadini 38.796 i cittadini 38.796 che hanno contattato "Lo Sportello che hanno del Contribuente" contattato "Lo richiedendol’assistenza dei funSportello del zionari. Nella classifica dei conContribuente" tribuenti più scrupolosi, o "ossessionati" dal fisco, figurano in testa quelli residenti in Campania, con 4.873 richieste, mentre il secondo e il terzo posto spettano rispettivamente a quelli dell’Emilia Romagna con 4.227, e del Lazio con 3.864. A seguire quelli della Sicilia con 3.312 ri-

Fisco e tasse, anche a Ferragosto restano il tarlo fisso degli italiani

chieste, Lombardia con 2.915, Toscana con 2.572, Veneto con 2.476, Piemonte con 2.244, Liguria con 1.897 e Trentino Alto Adige con 1.569. Chiudono la graduatoria la Valle d’Aosta con 1.120 richieste, l’Abruzzo con 1.054 ed il Molise con 975. Persino il giorno di ferragosto il sito internet www.contribuenti.it è stato consultato da 193.252 visitatori. Oltre a internet, alla posta elettronica e

al telefono, però i contribuenti non rinunciano al rassicurante Sportello del Contribuente, presente nelle principali città italiane; una struttura, anche di "pronto intervento", dove operano gli "Angeli del Fisco" di Krls Network of Business Ethics, avvocati e dottori commercialisti impegnati anche sul fronte dell’assistenza gratuita ai poveri, alle vittime di usura, ai terremotati, ai diver-

samente abili, alle persone anziane over 70 ricoverate in ospedali, case di cura o di riposo. Complessivamente, nella settimana di ferragosto, le risposte fornite da "Lo Sportello del Contribuente" sono state 30.622,di cui 9.416 per sapere Le richieste come difendersi dalle vessazioni principali: come delfisco,7.416per difendersi dalle ottenereirimborsi fiscali non perve- vessazioni del nuti, 6.169 per cartelle pazze, fisco, ottenere i 5.164 per ganasce rimborsi fiscali fiscali ed ipoteche immobiliari, 2457 non pervenuti, assistenza nelle verifiche fiscali e cartelle pazze accertamenti trie ipoteche butari. Per quanto riguarda i motivi che hanno portato gli utenti a rivolgersi a "LoSportello del Contribuente" piuttosto che agli Uffici finanziari prevalgono la competenza (58,6%), il risparmio di tempo (30,2%) e la comodità (11,2%).


il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010 25

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

21.174,28 20.668,57 23.000,48 21.348,25 21.825,98 10.628,76

1,24 1,27 1,25 0,89 0,65 0,74

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1226,00

33,54

18,54

0,5074

PLATINO

1541,00

42,17

PALLADIO

494,00

13,51

1 Euro

1.0

1.2891

0.82760 110.30

ORO

1 US $

0.77530

1.0

0.64180 85.540

ARGENTO

1 UK £

1.2077

1.5573

1.0 133.22

1 ¥en

0.0090635 0.011685 0.0075012

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ageas Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

0,915 1,132 9,005 4,02 49,35 1,641 1,065 2,805 0,1965 0,335 4,615 12,60 2,07

-2,03 +1,53 +2,91 -0,98 -1,26 -1,14 -1,84 +0,54 +1,81 +0,00 +7,20 +0,16 +4,02

17.30.06 0,905 0,934 0,934 17.30.17 1,117 1,134 1,119 17.30.48 8,815 9,005 8,815 17.30.57 4,015 4,105 17.30.31 49,12 49,99 49,12 16.26.33 1,641 1,665 15.53.19 1,064 1,084 1,084 17.30.58 2,7625 2,815 17.30.30 0,192 0,1968 0,192 16.00.25 0,33 0,3355 0,3355 17.00.19 4,49 4,62 16.35.19 12,60 12,60 17.08.14 2,0125 2,075

0,2361 2,1775 0,57 86,90 3,7375 9,765

-2,92 +3,69 +0,89 +1,88 +0,27 +1,19

17.30.00 0,2351 0,24 17.16.04 2,11 2,1775 17.30.38 0,559 0,57 17.23.37 86,40 86,91 17.30.40 3,71 3,83 17.30.12 9,62 9,80

Antichi Pellettieri 0,5475 +0,74 16.52.30 Apulia Prontop 0,408 +2,26 17.24.23 Arena 0,0278 +2,96 17.30.57 Arkimedica 0,445 +0,57 17.24.59 Arkimedica 2012 Cv5% 98,74 +0,11 14.30.58 Ascopiave 1,555 +0,00 17.30.08 Astaldi 4,885 +1,67 17.30.59 15,01 +0,60 17.30.13 Atlantia 9,57 +1,81 17.30.37 Autogrill Spa Autostrada To-Mi 10,06 +2,03 17.30.20 Autostrade Merid 21,79 -0,50 17.30.27 13,50 +2,82 17.16.40 Axa Azimut 7,295 +0,76 17.30.29 B Interm-15 Cv 1,5% 91,12 +0,35 12.44.21 B&C Speakers 3,11 -2,35 17.30.18 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 106,07 +0,07 15.40.07 Banca Generali 8,785 +0,23 17.30.47 Banca Ifis 5,24 +0,96 17.30.30 Banca Intermobiliare 4,1625 +0,06 17.00.00 Banca Pop Emilia R. Cv 4% 2010-2015 107,15 -0,14 17.23.38 4,7075 +0,59 17.30.57 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 106,35 -0,09 17.02.10 Banco Santander 9,35 +0,43 17.30.57 Basf 44,28 +0,80 9.30.16 Basicnet 2,63 +2,53 17.30.51 Bastogi Spa 1,71 +0,77 16.25.14 Bayer 47,78 +0,38 16.49.23 Bb Biotech 42,23 -0,02 17.08.39 1,682 +0,96 17.30.05 Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% 112,89 -0,10 12.56.35 Bca Finnat 0,547 +1,48 16.22.40 Bca Mps 0,975 +0,52 17.30.47 4,00 +0,25 17.16.16 Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna 9,09 +2,71 17.30.20 Bca Pop Etrur-Lazio 3,2875 +3,14 17.30.16 Bca Pop Milano 3,825 +1,59 17.30.44 6,675 +0,76 17.30.08 Bca Pop Sondrio 0,494 +0,92 17.30.46 Bca Profilo 3,80 +0,33 14.08.28 Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza 3,79 +1,13 17.30.00 9,605 -0,41 17.30.27 Bco Sardegna Risp 0,363 +2,54 16.36.12 Bee Team Beghelli 0,643 -0,92 17.30.42 Benetton Group 5,30 +0,47 17.30.47 Beni Sta 2011 Cv2,5% 99,95 +0,00 17.07.23 Beni Stabili 0,6085 +1,00 17.30.50 Best Union Company 0,4055 -2,41 17.30.28 Bialetti Industrie Biancamano 1,40 +1,45 16.03.30 5,58 +0,18 17.30.10 Biesse Sospensione Bioera Bmw 40,42 -2,79 14.31.03 Bnp Paribas 53,79 +2,09 17.30.31 Boero Bartolomeo Bolzoni 1,927 -2,87 16.06.55 Bonifiche Ferraresi 29,23 -0,75 17.30.01 Borgosesia 1,032 +0,00 10.09.58 Borgosesia R 1,101 +1,01 17.20.10 102,19 +0,10 17.08.26 Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo 5,775 +1,32 17.30.13 0,1704 +0,35 17.30.39 Brioschi Bulgari 6,015 +2,21 17.30.25 0,889 +1,95 17.30.39 Buongiorno Buzzi Unicem 7,905 +3,47 17.30.34 Buzzi Unicem Rnc 4,715 +3,46 17.30.44 4,3875 +4,40 17.30.52 Cad It Cairo Communication 2,5275 +1,51 17.30.31 Caleffi Caltagirone 2,0075 +0,93 17.23.23 Caltagirone Edit 1,845 +0,00 17.30.54 Camfin 0,357 +10,87 17.30.37 Campari 4,1325 +0,12 17.30.30 0,326 +2,52 14.08.22 Cape Live 90,60 +0,00 17.10.36 Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro 2,375 +0,53 17.30.29

0,532 0,4005 0,0273 0,433 98,63 1,542 4,7675 14,93 9,395 9,78 21,50 13,11 7,245 90,80 3,105 106,00 8,60 5,15 4,1625 107,15 4,6375 106,15 9,205 44,28 2,54 1,705 47,70 41,90 1,665

0,569 3,735 9,69

0,548 0,41 0,41 0,0284 0,0276 0,448 98,74 1,559 1,555 4,89 4,8025 15,05 14,96 9,595 9,415 10,07 9,825 21,79 13,50 7,34 7,285 91,12 3,11 106,07 8,79 8,79 5,25 4,165 107,60 4,71 4,7025 106,55 9,70 9,64 44,28 2,66 1,71 47,90 42,23 42,23 1,691 1,676

112,89 112,89 0,538 0,547 0,9645 0,979 0,975 3,99 4,00 8,89 9,12 8,93 3,1675 3,31 3,7625 3,8275 3,7975 6,60 6,695 6,625 0,484 0,4985 3,80 3,80 3,665 3,79 9,605 9,605 0,36 0,376 0,635 0,647 5,275 5,35 5,285 99,88 99,97 0,598 0,61 0,60 0,40 1,38 5,495

0,417 1,403 5,58

40,42 52,44

42,48 53,79

1,927 28,50 1,02 1,101 102,13 5,67 0,167 5,87 0,8715 7,615 4,56 4,2525 2,50

1,403 5,58 52,95

1,944 29,23 1,032 1,101 102,65 102,13 5,80 5,735 0,1705 6,035 5,935 0,89 0,8715 7,94 7,675 4,7175 4,3875 2,5275 2,525

1,965 2,0075 1,812 1,845 1,845 0,3265 0,359 4,1075 4,1675 4,1325 0,316 0,328 0,316 90,30 90,60 2,32 2,39

AZIONI

Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

19,61 1,865 0,30 4,8875 2,1725 2,3975 0,285 0,128 0,295 0,725 1,413 0,4555 1,225 0,641 0,456 100,00

+2,24 -1,32 -3,54 -0,20 +2,00 -0,31 +4,78 +0,47 -1,17 +0,91 +1,36 -2,98 +0,91 +0,63 +0,11 -0,23

17.30.07 15.21.47 17.30.25 17.30.41 17.30.55 13.51.53 17.09.06 15.47.16 17.30.18 17.30.43 17.30.21 17.16.04 17.23.33 17.30.49 17.10.09 13.47.26

19,16 1,80 0,2955 4,73 2,125 2,3975 0,273 0,1263 0,2925 0,72 1,397 0,455 1,20 0,6335 0,45 100,00

19,93 19,18 1,865 0,31 0,31 4,8925 2,1725 2,13 2,3975 0,2885 0,1288 0,295 0,725 1,415 1,397 0,4645 1,228 0,646 0,6335 0,47 100,95

22,08 4,615 10,30 1,44 3,75 0,1668 102,65 0,95 1,05 3,87 40,66 0,796 15,34 8,305 42,84 4,25 3,785 1,175 52,95 10,51 31,20 1,312 4,055 14,16 23,04 0,939 1,289 1,548 11,41 1,56 4,51 3,89

+0,91 +0,16 +0,39 +0,70 +1,97 -0,06 +0,47 +0,00 +0,00 +0,00 +2,94 +3,38 +3,72 +1,65 +0,09 +0,71 +0,80 +2,00 +1,83 -0,57 -1,51 -1,35 +1,00 +3,58 +2,04 +1,08 +1,50 +5,31 -0,09 -1,27 +3,68 +2,23

15.26.59 17.30.09 9.09.23 13.02.08 17.30.20 16.20.08 16.55.56 11.28.33 17.30.50 17.30.17 16.21.10 16.12.57 17.30.09 17.30.01 10.44.41 17.30.19 17.30.48 17.30.18 17.23.41 17.13.43 17.30.27 10.19.28 14.38.54 17.30.08 16.04.49 17.30.43 12.15.23 17.30.52 16.03.32 17.30.52 17.30.06 17.30.42

21,59 4,59 10,30 1,44 3,6725 0,1581 102,17 0,95 1,05 3,87 40,21 0,77 14,72 8,20 42,84 4,20 3,6825 1,152 52,12 10,44 30,95 1,312 3,98 13,63 22,86 0,926 1,287 1,47 11,16 1,56 4,35 3,82

22,08 4,6975 4,59 10,32 1,461 1,461 3,75 3,70 0,1689 0,159 102,65 102,17 0,95 1,064 3,93 3,90 40,66 0,796 0,786 15,55 14,85 8,55 8,20 42,84 4,25 3,80 3,705 1,175 53,01 10,61 31,90 31,90 1,313 4,055 14,18 13,84 23,93 0,942 0,935 1,289 1,289 1,549 11,42 1,605 1,605 4,51 3,8925 3,8225

19,41 16,16 9,875 0,806 0,5345 6,915 2,01 Sospensione 15,15 11,90 12,67 0,878 11,20 9,76 5,965 6,305 3,5375 4,05 0,1127 8,52

+0,73 +0,94 +2,07 -0,37 -2,20 +2,44 +0,00

17.30.30 19,41 19,70 17.30.43 15,98 16,16 17.30.38 9,655 9,875 17.30.47 0,803 0,82 17.30.41 0,5225 0,5465 17.30.59 6,76 6,95 17.30.17 2,01 2,0425

+1,00 +0,76 +2,10 +2,03 -0,36 +1,88 +1,97 +2,11 -0,35 -1,46 -3,59 +1,79

17.30.42 14,96 15,19 17.30.16 11,83 11,97 17.30.15 12,44 12,67 17.17.37 0,86 0,878 17.30.37 11,15 11,29 17.30.04 9,60 9,785 17.30.03 5,85 5,965 17.30.04 6,18 6,33 17.04.51 3,4475 3,5375 17.30.57 4,05 4,14 17.30.32 0,1122 0,1164 17.30.31 8,40 8,53

0,5085 7,97 4,95 16,55

+0,49 +0,00 +2,06 +0,49

14.50.27 0,5075 17.30.18 7,88 17.30.49 4,85 11.32.00 16,47

0,514 8,05 4,95 16,55

+1,49 17.30.39 0,3315

0,342

0,34 25,73 2,49 0,4645 14,99 4,0575 4,0625 1,549 2,80 6,13 4,80 6,10 1,448 Sospensione 13,15 1,153

+0,12 15.15.00 +1,01 15.44.42 +0,32 17.30.20 +0,94 +1,31 -0,06 +2,18 -1,75 -1,60 +0,00 +1,67 +0,00

16,03 9,715 0,803 6,76 2,02 15,08 11,85 11,25 9,64 5,905

8,43 8,01

25,73 25,73 2,46 2,49 0,461 0,4695 0,4635

17.30.13 14,78 14,99 14,87 17.30.30 4,005 4,06 4,02 15.54.04 4,0625 4,0625 17.30.53 1,517 1,559 1,519 17.30.11 2,78 2,8475 2,8475 17.05.56 6,005 6,23 17.21.05 4,725 4,80 17.30.40 6,05 6,19 17.30.26 1,445 1,47 1,448

-0,08 17.30.14 +1,32 17.30.02

13,15 1,132

13,28 1,153

13,16

AZIONI

Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridiana Fly Axa Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

1,309 0,777 2,035 7,70 8,145 7,25 2,06 7,23 0,446

Max

1,35 0,79 2,0875 7,995 8,32 7,25 2,06 7,35 0,45

+0,00 +1,41 +2,58 +4,31 +0,73 -1,43 +0,00 +2,08 -2,17

17.30.40 17.30.03 17.30.29 17.30.18 17.30.32 10.40.32 15.32.44 15.53.29 17.30.50

4,53 2,3875 1,887 0,0515

+0,50 +1,70 +1,07 +0,00

17.30.50 4,4725 4,5475 4,5475 17.30.30 2,33 2,39 2,3575 17.30.20 1,855 1,892 1,887 17.30.07 0,0507 0,0523

1,222 2,6975 3,0075 6,035 3,455 24,11 15,83 1,535 0,885 0,0753 4,475 2,06 0,2805 0,5365 78,26 1,969 3,57 0,4905 10,90 19,35

-0,16 -1,55 -0,08 +4,59 +2,07 +0,88 -0,19 -1,54 +0,45 -0,92 +3,17 -0,36 +0,18 -1,01 -0,94 +1,50 +2,00 +0,10 +2,73 -0,51

17.30.58 17.30.55 15.30.24 17.30.26 17.30.47 17.30.09 17.30.08 17.30.11 17.30.29 17.30.39 17.30.30 16.45.13 17.30.52 11.11.12 9.17.14 17.30.42 17.30.59 15.50.25 17.30.28 17.30.29

2,7175 0,167 2,60 Sospensione 7,45 2,9875 4,9475 6,685 3,0725 2,9925 0,0561 0,0001 0,404 1,18 11,20 1,413 3,01 0,4475 2,3225 0,13 7,095 0,4365 0,1625 0,321 1,079

1,215 2,6975 2,91 5,785 3,355 23,58 15,70 1,532 0,88 0,0746 4,3425 2,06 0,277 0,525 78,25 1,942 3,4975 0,4905 10,61 19,29

1,35 0,79 2,09 7,995 8,35 7,26 2,06 7,385 0,48

Apertura

2,725

+2,20 +2,31 +1,59 +0,91 +0,25 -0,08 +0,00 +0,00 +1,00 -4,30 +3,61 +2,32

17.30.48 9.00.57 17.30.53 17.30.26 17.30.38 17.30.17 17.30.56 9.00.58 9.30.47 17.30.56 17.30.59 17.30.45

7,49 7,305 2,9875 2,9875 4,9625 4,9075 6,715 6,635 3,11 3,08 3,0325 3,0325 0,0561 0,0001 0,404 1,28 11,20 11,20 1,424 1,40

-0,33 -0,44 +0,98 +2,12 +1,29 -0,79 -2,69 -1,83 -0,28

17.30.04 2,87 3,01 2,975 17.30.30 0,443 0,4575 0,452 17.30.38 2,2925 2,3375 2,3075 11.43.35 0,13 0,13 17.30.15 7,03 7,095 9.13.59 0,4365 0,4395 17.30.19 0,1584 0,1626 16.59.08 0,313 0,321 17.30.08 1,059 1,08

5,04

+0,80 17.30.20

5,00

5,08

3,00 6,045 6,95

-0,83 15.55.51 +0,00 17.00.54 +0,73 17.24.37

3,00 6,045 6,905

3,025 6,045 6,965

0,52 Sospensione

-3,61 17.30.18

0,501

1,889

+1,67 17.30.49

1,856

1,891

2,085

+1,71 17.30.35

2,05

2,085

2,1525 1,512 5,37 5,19 0,3675 2,88 10,46 0,512

8,275

1,231 1,23 2,735 3,0075 2,91 6,04 5,785 3,4625 24,84 16,16 1,558 0,886 0,0778 0,0751 4,475 4,4725 2,09 2,09 0,2865 0,277 0,5365 79,00 1,969 1,942 3,585 3,505 0,4905 10,95 10,63 19,55 19,50

+0,00 17.30.41 2,69 2,75 +0,42 17.30.56 0,1613 0,1675 -2,26 17.30.17 2,56 2,615 7,23 2,9875 4,8825 6,61 3,0575 2,9925 0,0545 0,0001 0,404 1,18 11,20 1,385

0,78 2,045

-4,33 +1,14 +0,85 +1,87 +2,65 -0,17 +0,87 +0,00

0,54 0,5205

17.30.50 2,10 2,3375 17.30.09 1,469 1,525 17.30.31 5,305 5,39 17.30.02 5,13 5,195 17.30.20 0,354 0,3675 12.35.35 2,88 2,88 17.30.04 10,30 10,79 14.46.57 0,4865 0,512

0,81

+2,02 17.30.15

1,345 0,8885

+4,51 17.30.31 -0,73 17.30.51

1,263 0,885

1,345 0,898

6,97 13,29 0,1752

+0,72 12.11.09 6,97 +2,55 17.30.32 13,01 +2,10 17.21.28 0,1718

7,15 13,31 0,178

1,159 0,6515 2,085

+1,58 17.30.31 1,133 -1,14 17.30.03 0,6515 -0,48 17.30.49 2,04

1,184 0,665 2,09

1,864

2,24 1,512 5,345 0,354

0,80 0,8175

13,12 1,158


26 Mercoledì 18 Agosto 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

5,97 33,55 0,201 15,71 0,3475 0,0468 0,314 1,386 54,13 0,319 18,40

+1,62 +1,82 -0,20 -1,07 +0,00 +1,30 +0,00 -2,05 +2,40 +2,90 -1,60

17.30.59 5,82 5,975 5,895 16.08.55 32,21 33,60 17.30.02 0,20 0,207 0,2003 17.30.59 15,70 15,88 17.23.55 0,3405 0,3505 17.08.01 0,045 0,0468 17.07.45 0,309 0,314 0,314 17.30.51 1,363 1,429 16.30.47 53,35 56,01 17.24.41 0,3095 0,3195 17.30.53 17,76 18,65

5,64 4,61 8,81 27,68

-1,83 -1,07 +3,65 +1,88

17.11.01 5,62 5,745 17.30.18 4,6025 4,7175 17.30.46 8,325 8,81 17.30.51 27,13 27,70

45,15

+1,14 16.36.01

44,87

45,16

1,433

+0,14 17.30.42

1,41

1,433

7,03 0,60 0,1325 1,00 5,50 7,015 95,00 75,40 2,7325 3,6575 Sospensione Sospensione 0,0652 43,81 Sospensione 2,06

+0,00 +0,00 +0,99 +0,00 -0,54 +2,41 -0,05 +0,88 +0,46 +1,32

5,745 27,33

1,432

17.30.21 7,00 7,03 17.30.48 0,5855 0,61 0,61 17.30.57 0,1315 0,1326 0,1315 17.30.56 1,00 1,00 16.55.36 5,50 5,57 17.30.57 6,84 7,02 6,84 13.01.37 95,00 95,00 16.20.02 75,39 77,78 17.30.07 2,695 2,76 2,715 17.30.20 3,6125 3,66 3,615

-0,46 17.30.30 0,0635 0,0658 +1,37 13.07.32 43,81 43,91 +2,49 17.30.19

2,00

2,06

2,03

AZIONI

Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass

Prezzo ultimo contr. Var %

Min

Max

4,62

4,74

1,49 +0,61 17.30.46 1,485 0,6535 +13,75 17.30.02 0,5725

1,501 0,654

1,494 0,595

6,025 1,299

5,905

4,68

6,025 1,299

Ora

+0,92 17.30.27

+2,82 17.30.14 +0,08 17.30.17

5,88 1,28

Apertura

1,914 0,385 1,065 0,1895 0,87 17,46 14,19 3,1575 3,95 0,597 0,1006 58,65

-3,14 +1,58 +0,19 -0,26 +0,00 +0,35 +2,46 +0,16 +5,62 +1,19 +0,80 +1,42

17.30.54 1,913 1,999 17.30.21 0,385 0,385 17.30.46 1,056 1,076 1,065 17.30.20 0,1881 0,192 0,1903 17.30.56 0,864 0,876 0,875 16.52.43 17,46 17,47 17.30.32 13,96 14,21 14,00 17.30.50 3,14 3,1725 3,16 17.30.02 3,72 3,95 14.41.26 0,5805 0,60 17.30.52 0,0997 0,1015 0,10 17.30.10 57,59 58,84 58,18

39,41 12,35 5,495 7,665 107,50 0,61 1,989 2,225

+1,84 +3,43 +0,27 +1,19 +0,23 +1,25 +0,81 -0,78

17.17.25 38,93 39,70 17.30.09 11,96 12,54 16.56.55 5,32 5,55 17.30.26 7,57 7,68 15.56.48 107,25 107,55 15.28.52 0,594 0,61 17.30.39 1,97 1,998 16.59.22 2,22 2,25

7,625 1,982

0,5445 0,363 4,20 Sospensione

+0,37 17.30.04 0,54 0,5485 +0,28 17.30.22 0,3605 0,3665 +1,94 11.32.44 4,20 4,20

0,546 0,365

4,0775 3,68

+3,23 17.30.31 3,95 4,0775 +2,22 17.30.37 3,6225 3,685

3,95

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication 8,315 Warr Aedes 2009-2014 0,0505 Warr Bp 2010 0,0159 Warr Bpm 09-13 2,83 Warr Camfin 2009-2011 0,0567 Warr Creval 2014 0,3015 Warr Ergycapital 11 0,0877 Warr Ergycapital 2016 0,2024 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 0,0955 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 0,68 Warr Inv E Svil 2012 0,0062 Warr K.R.Energy 2009-2012 0,025 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 0,0261 Warr Meridie 11 0,017 Warr Parmalat 2015 0,898 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 1,965 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 0,0148 Warr Snia 2010 Sospensione Warr Tiscali 2009-2014 0,0025 Warr Ubi 09-11 0,0121 Warr Unipol 2013 0,0265 Warr Unipol Prv 2013 0,0239 Yoox 6,32 Yorkville Bhn 0,0818 Zignago Vetro 4,475 Zucchi Spa 0,517 Zucchi Spa Risp Nc 0,49

-2,18 -0,98 -4,22 -1,39 +5,20 +0,50 -1,46 -1,03

Ora

Min

10.17.21 16.20.50 17.15.07 17.08.42 17.30.21 16.00.12 15.47.30 17.23.33

8,315 0,0504 0,015 2,6525 0,0544 0,3015 0,0826 0,1854

+0,53 12.51.26

Max

Apertura

8,315 0,0517 0,0176 0,016 2,995 2,73 0,058 0,3165 0,0877 0,0847 0,2024

0,087 0,0955

+4,62 17.30.34 0,63 0,68 0,63 -3,12 16.55.42 0,006 0,0062 0,006 -12,28 15.36.24 0,0241 0,025 0,0241 -2,61 17.07.51 0,0258 0,0268 -1,16 16.55.34 0,017 0,017 +0,67 17.16.59 0,8855 0,90 -0,25 16.14.02

1,965

1,965

-1,33 14.10.56 0,0148 0,0148 +0,00 -5,47 -1,49 +0,42 +2,27 -2,27 +0,79 -0,67 -1,90

15.17.22 17.30.44 17.30.22 17.30.32 17.30.23 14.47.26 17.30.18 17.30.59 17.18.24

0,0024 0,0117 0,0264 0,0231 6,16 0,0803 4,40 0,5025 0,4775

0,0026 0,0131 0,0123 0,0273 0,0241 0,0238 6,32 0,0837 0,083 4,475 0,517 0,498

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Acomea Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia A Bpvi Azionario Italia B Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fideuram Italia Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Bancoposta Azionario Euro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Acomea Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa

-0,30 -0,24 +0,00 +0,33 -0,17 -0,18 -0,16 -0,20 +0,04 -0,18 -0,22 -0,04 -0,04 +0,08 +0,08 +0,44 +0,51 -0,14 +0,00 -0,13 -0,11 -0,17 -0,18 -0,07 -0,19 -0,19 -0,04 -0,04 -0,13 -0,17 -0,11 -0,06 +0,47 -0,12 -0,10 -0,13 +0,36 -0,18 -0,08 -0,08 +0,00 +0,03 -0,21 -0,18 +0,06 -0,04 -0,20 -0,21 -0,27 -0,08 -0,28 -0,34 -0,12 +0,00 -0,33 -0,24 -0,30 -0,24 -0,02 -0,23 -0,22 -0,15 -0,43 -0,24 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06 -0,36 +0,03 +0,16 +0,15 -0,03

14,843 16,124 5,436 4,013 19,606 19,275 18,823 6,617 6,715 16,551 4,996 4,537 4,547 5,031 5,121 3,621 3,324 15,938 4,396 11,392 18,807 21,049 18,016 14,688 10,59 10,703 12,014 12,365 9,801 8,259 14,809 8,404 4,506 5,956 6,007 5,315 5,329 12,461 13,022 13,428 5,00 3,491 10,259 5,60 5,398 4,678 8,651 8,52 4,508 3,973 13,671 12,112 4,324 4,351 24,787 12,904 4,303 5,414 5,191 6,018 6,224 5,461 4,842 5,382 7,055 7,055 4,672 4,648 5,329 10,057 16,077 15,876 6,918

VARIAZ. QUOT.

Amundi Europe Equity +0,29 Anima Europa +0,26 Arca Azioni Europa +0,19 Bim Azionario Europa +0,17 Bnl Azioni Europa Crescita +0,13 Bnl Azioni Europa Dividendo +0,18 Bpvi Azionario Europa A -0,21 Bpvi Azionario Europa B -0,21 Carige Azionario Europa A +0,02 Carige Azionario Europa B +0,02 Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 Consultinvest Azione +0,02 Epsilon Qvalue +0,00 Eurizon Az. Europa Multimanager +0,27 Eurizon Az. Pmi Europa +0,39 Eurizon Focus Az. Europa +0,21 Euromobiliare Europe Eq. +0,14 Europa +0,21 Fideuram Master Sel.Equity Europe +0,24 Fondaco Eu Sri Equity Beta +0,11 Fondersel Europa +0,12 Fonditalia Eq. Europe R +0,26 Fonditalia Eq. Europe T +0,25 Gestielle Europa A +0,18 Gestielle Europa B +0,17 Gestnord Azioni Europa +0,16 Imieurope -0,37 Iniziativa Europa +0,24 Interfund Eq. Europe +0,47 Investitori Europa +0,16 Laurin Eurostock +0,00 Mc G.Fdf Europa A +0,37 Mc G.Fdf Europa B +0,37 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,98 Mediolanum Europa 2000 +0,99 Nextam P. Az. Europa +0,02 Norvega Az. Europa A -0,04 Norvega Az. Europa B -0,04 Optima Azionario Europa +0,21 Pioneer Azionario Europa A -0,08 Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A -0,05 Prima Geo Europa A +0,38 Prima Geo Europa Pmi A +0,41 Prima Geo Europa Pmi Y +0,42 Prima Geo Europa Y +0,38 Ras Lux Equity Europe +0,01 Sofid Sim Blue Chips +1,56 Soprarno Azioni Euro 50 -0,42 Symphonia Europa +0,02 Synergia Az. Europa +0,03 Talento Comp. Europa -0,06 Ubi Pramerica Azioni Europa +0,25 Unibanca Azionario Europa +0,13 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime +0,41 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente +0,28 AZ. FINANZA Eurizon Az. Finanza +0,37 Fonditalia Euro Financials R -0,43 Fonditalia Euro Financials T -0,44 AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate +0,19 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,14 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources +0,70 Fonditalia Euro Cyclicals R -0,22 Fonditalia Euro Cyclicals T -0,22 Fonditalia Euro Defensive R -0,32 Fonditalia Euro Defensive T -0,32 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,44 Fonditalia Euro Tmt T +0,42 Interfund Int.Sec.New Economy +0,20

4,148 3,884 9,181 9,567 11,90 2,758 3,792 3,799 5,284 5,539 4,189 3,96 8,411 5,234 5,519 8,037 8,063 13,374 12,686 8,71 86,265 12,894 8,961 9,056 6,807 6,993 8,267 18,181 6,632 5,775 4,903 3,626 6,265 3,545 5,854 15,001 4,83 4,466 4,538 2,864 14,138 6,604 10,669 19,649 20,315 11,042 39,213 6,427 3,758 5,344 5,96 117,379 5,637 5,976 8,826

14,725

17,423 5,607 5,655 3,789

5,603 8,432 8,662 10,644 10,702 10,832 10,948 11,081 5,486 5,537 32,686

VARIAZ. QUOT.

Norvega Mobiliare Re A Norvega Mobiliare Re B Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Primaclasse Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fideuram Bilanciato Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 B Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Acomea Bilanciato Acomea Multi Fund Linea Dinamica Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Primaclasse Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Bilanciato Internazionale Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 B Prima Forza 4 Y Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced Arca Te - Titoli Esteri

VARIAZ. QUOT.

-0,12 4,177 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 -0,12 4,177 Aureo Primaclasse Valore +0,22 2,681 Azimut Scudo Bancoposta Investimento Protetto 90 +0,14 2,849 Bnl Protezione +0,14 2,917 Bpvi Obiettivo Incremento A +0,30 5,603 Capitale Pià Comparto Bilanciato 30 +0,10 5,101 Carige Bilanciato 30 -1,77 8,196 Carismi Dynamic Mix 15 Carismi Dynamic Mix 30 -0,03 3,672 Euromobiliare Moderato +0,23 3,907 Fonditalia Core 1 R +0,23 3,961 Fonditalia Core 1 T +0,19 32,678 Gestielle Global Asset 1 +0,10 12,266 Managers & Co. Comparto 30 +0,19 10,015 Mediolanum Elite 30 L +0,19 10,126 Mediolanum Elite 30 S -0,09 4,38 Mix -0,09 4,438 Norvega Sintesi Audace +0,42 4,515 Prima Forza 3 A +0,10 3,842 Prima Forza 3 B +0,08 3,844 Prima Forza 3 Y +0,10 3,918 Symphonia Adagio +0,16 5,147 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,22 5,122 Synergia Bilanciato 30 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. -0,03 17,594 Ubi Pra. Portafoglio Moderato -0,05 3,667 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,07 4,38 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,14 4,859 Visconteo +0,07 16,253 OB. EURO GOVERNATIVI BT -0,03 30,786 Allianz Monetario +0,02 4,556 Alto Monetario -0,08 3,947 Amundi Breve Termine -0,01 23,134 Arca Mm - Monetario -0,05 6,062 Bancoposta Monetario -0,13 22,142 Bg Focus Monetario -0,12 5,841 Bim Obb.Breve Termine -0,12 5,969 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,29 5,137 Bpvi Breve Termine A +0,16 4,273 Bpvi Breve Termine B +0,16 4,329 Carige Monetario Euro A +0,00 6,112 Carige Monetario Euro B +0,14 35,554 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,10 6,093 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,16 23,652 Consultinvest Breve Termine -0,01 27,047 Cr Cento Monetario Plus -0,34 12,148 Cs Monetario Italia B +0,08 45,67 Cs Monetario Italia I +0,17 10,074 Ducato Fix Euro Bt A +0,17 10,168 Ducato Fix Euro Bt Y +0,14 12,307 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine -0,12 14,585 Euromobiliare Prudente -0,19 30,146 Fideuram Liquidita' +0,24 12,553 Fideuram Security +0,24 5,075 Fondersel Reddito -0,02 6,136 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R -0,02 4,548 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,31 5,199 Fonditalia Euro Currency R +0,30 9,937 Fonditalia Euro Currency T -0,25 6,056 Gestielle Bt Cedola +0,00 5,693 Gestielle Bt Cedola B +0,05 4,296 Gestielle Bt Euro A +0,02 4,297 Gestielle Bt Euro B +0,02 4,379 Interfund Euro Currency +0,11 5,648 Intra Obb. Euro Bt -0,04 5,189 Laurin Money +0,07 5,676 Leonardo Monetario +0,20 5,55 Mediolanum Risparmio Corrente +0,17 5,443 Mediolanum Risparmio Dinamico +0,16 6,741 Monetario Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine -0,04 9,36 Norvega Obb. Euro Breve Termine A +0,05 5,945 Norvega Obb. Euro Breve Termine B -0,09 8,532 Optima Reddito B.T. +0,12 16,416 Optima Riserva Euro

+0,04 +0,00 -0,04 -0,07 +0,07 -0,04 +0,04 -0,06 +0,08 +0,15 -0,08 +0,06 +0,06 -0,12 +0,20 -0,13 -0,16 -0,09 +0,04 +0,00 +0,00 +0,02 +0,07 -0,09 +0,02 -0,14 +0,13 +0,05 +0,11 +0,01

-0,03 -0,03 +0,03 -0,03 -0,02 -0,01 -0,02 -0,01 -0,02 -0,02 +0,01 +0,01 -0,05 -0,05 -0,02 -0,02 -0,01 -0,01 -0,05 -0,05 -0,07 +0,00 -0,01 +0,01 -0,06 -0,04 -0,04 +0,00 +0,00 -0,08 -0,08 +0,04 +0,05 +0,00 -0,07 -0,03 -0,07 -0,05 -0,04 -0,02 -0,03 -0,03 -0,03 -0,03 -0,04

5,486 4,969 7,709 5,435 22,493 5,043 5,046 5,206 3,976 3,98 6,587 10,414 10,502 8,83 5,412 5,242 10,061 5,673 5,583 4,966 4,966 5,053 5,946 5,338 5,498 5,828 5,964 5,625 5,594 34,887

15,90 7,059 7,48 14,773 6,195 16,402 6,561 7,553 6,287 6,291 11,716 11,508 5,481 5,542 4,979 5,765 7,782 7,841 6,285 6,327 15,151 8,493 16,842 9,538 14,094 7,987 8,033 7,859 7,897 6,358 6,362 7,507 7,562 6,685 5,655 6,912 6,074 13,841 5,448 12,13 8,975 5,84 5,89 6,679 5,287

VARIAZ. QUOT.

Passadore Monetario -0,03 Pioneer Monetario Euro A -0,03 Prima Fix Obbligazionario Bt A +0,00 Prima Fix Obbligazionario Bt Y +0,00 Soprarno Pronti Termine +0,02 Synergia Obb Euro B.T. +0,00 Teodorico Monetario -0,04 Tesoreria Fondo Per Le Imprese -0,01 Ubi Pramerica Euro B.T. -0,01 Unibanca Monetario -0,03 Valori Responsabili Monetario +0,00 Zenit Monetario I -0,01 Zenit Monetario R -0,01 OB. EURO GOVERNATIVI ML Acomea Eurobbligazionario -0,05 Allianz Reddito Euro L +0,02 Allianz Reddito Euro T +0,02 Anfiteatro Bond Corporate +0,00 Anima Obb. Euro -0,01 Arca Rr -0,07 Azimut Reddito Euro +0,04 Bancoposta Obbligazionario Euro -0,06 Bim Obb. Euro +0,01 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt -0,06 Bpvi Obblig. Euro Medio Termine A -0,06 Bpvi Obblig. Euro Medio Termine B -0,06 Capitale Pià Comparto Obbligazionario -0,02 Carige Obbligazionario Euro A +0,02 Carige Obbligazionario Euro B +0,02 Carige Obbligazionario Euro L.Termine A +0,07 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B +0,05 Carismi Bond Euro A -0,14 Carismi Bond Euro B -0,13 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 Ducato Fix Euro Mt Y -0,14 Epsilon Qincome +0,00 Eurizon Focus Obb. Euro -0,16 Euromobiliare Reddito -0,05 Europe Bond -0,03 Fideuram Rendimento -0,22 Fondaco Euro Gov. Beta -0,09 Fondersel Euro -0,10 Fonditalia Euro Bond Long Term R -0,18 Fonditalia Euro Bond Long Term T -0,18 Fonditalia Euro Bond Medium Term R -0,09 Fonditalia Euro Bond Medium Term T -0,09 Gestielle Lt Euro A -0,17 Gestielle Lt Euro B -0,16 Gestielle Mt Euro A -0,09 Gestielle Mt Euro B -0,09 Interfund Euro Bond Long Term -0,19 Interfund Euro Bond Medium Term -0,08 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 -0,03 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 -0,04 Intra Obb. Euro -0,05 Italfortune Euro Bonds +0,00 Leonardo Obbligazionario -0,03 Mediolanum Euromoney -0,12 Mediolanum Italmoney -0,08 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine -0,13 Norvega Obb. Euro A -0,06 Norvega Obb. Euro B -0,06 Optima Obbligazionario Euro -0,04 Prima Fix Obbligazionario Mlt A +0,00 Prima Fix Obbligazionario Mlt Y +0,00 Ras Lux Bond Europe +0,08 Synergia Obb Euro M.T. +0,02 Ubi Pra. Euro M/L Termine +0,03 Unibanca Obbligazionario Euro -0,03 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Acomea Obbligazionario Corporate +0,03 Amundi Corporate 3 Anni +0,06 Amundi Corporate Giugno 2012 +0,02 Arca Bond Corporate +0,03

7,118 13,204 10,171 10,197 5,116 5,078 7,458 6,901 6,757 5,727 5,874 7,559 7,511

12,89 33,346 32,654 4,971 7,149 9,091 15,725 6,936 7,014 6,995 6,774 6,781 5,493 10,994 11,153 5,805 5,928 5,527 5,584 7,594 7,676 7,50 14,098 15,654 7,659 9,396 122,854 8,152 7,584 7,652 11,165 11,245 8,215 8,31 15,047 15,204 8,606 8,42 6,995 11,751 6,123 8,42 7,609 6,411 6,561 17,465 6,645 6,732 7,014 5,87 5,891 59,309 5,273 7,048 5,847 6,252 6,252 6,706 101,899 5,05 7,191

VARIAZ. QUOT.

Carige Corporate Euro A +0,01 6,683 Carige Corporate Euro B +0,03 6,775 Corporate Bond +0,03 7,434 Ducato Etico Fix Y -0,08 5,313 Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate +0,04 5,706 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine-0,01 7,537 Euromobiliare Euro Corporate Bt +0,00 8,841 Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,05 8,557 Fonditalia Euro Corporate Bond T +0,05 8,611 Interfund Euro Corporate Bond +0,04 5,095 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,03 7,763 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,02 4,876 Prima Fix Imprese A +0,05 6,621 Prima Fix Imprese Y +0,04 6,714 Synergia Obb Corporate +0,04 5,472 Ubi Pramerica Euro Corporate +0,03 7,94 OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield -0,01 7,325 Fonditalia Bond Euro High Yield R -0,01 14,224 Fonditalia Bond Euro High Yield T -0,01 14,295 Interfund Bond Euro High Yield -0,03 7,794 Prima Fix High Yield A +0,03 7,979 Prima Fix High Yield Y +0,02 8,149 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari +0,76 9,51 Azimut Reddito Usa +0,80 6,272 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,73 6,587 Ducato Fix Dollaro A +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 Fonditalia Bond Usa R +0,78 8,992 Fonditalia Bond Usa T +0,80 9,069 Gestielle Bond Dollars A +0,65 9,836 Gestielle Bond Dollars B +0,66 9,988 Interfund Bond Usa +0,80 7,827 Nordfondo Obbligazioni Dollari +0,73 15,077 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Acomea Obb.Internazionale +0,01 8,273 Allianz Reddito Globale L +0,37 16,904 Allianz Reddito Globale T +0,37 16,57 Alpi Obbligazionario Internazionale +0,12 7,253 Alto Internazionale Obb. +0,41 6,678 Arca Bond - Obbligazioni Estere +0,28 13,199 Aureo Obbligazioni Globale +0,06 8,166 Bim Obb. Globale +0,02 6,088 Bpvi Obblig. Internazionale A -0,03 6,181 Bpvi Obblig. Internazionale B -0,03 6,187 Carige Obbligazionario Internazionale A +0,02 6,26 Carige Obbligazionario Internazionale B +0,02 6,394 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 Eurizon Obb. Internazionali +0,30 8,912 Fondersel Internazionale +0,21 14,986 Gestielle Obbligazionario Intern. A +0,24 6,729 Gestielle Obbligazionario Intern. B +0,23 6,843 Imibond -0,12 16,48 Mc G.Fdf Global Bond A -0,07 5,421 Mc G.Fdf Global Bond B -0,06 5,363 Ml Master Series Bonds +0,00 5,338 Norvega Obb. Internazionale A -0,05 6,117 Norvega Obb. Internazionale B -0,05 6,197 Optima Obb. Euro Global +0,01 7,027 Pianeta +0,14 10,187 Prima Fix Obbligazionario Globale A +0,47 9,543 Prima Fix Obbligazionario Globale Y +0,48 9,585 Ubi Pra. Obbligazioni Globali +0,28 6,052 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond -0,02 5,602 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,17 6,978 OB. YEN Ducato Fix Yen A -0,04 4,54 Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576 Interfund Bond Japan +0,19 6,343 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI


il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010 27

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Amundi Multicorp. Dic. 2012 +0,14 Amundi Obbligazionario Euro -0,02 Anima Convertible +0,05 Azimut Trend Tassi +0,03 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine -0,04 Consultinvest Obbligazionario +0,00 Ducato Fix Convertibili A -0,08 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,00 Eurizon Obb. Etico +0,00 Fonditalia Euro Yield Plus R +0,02 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,02 Fonditalia Inflation Linked R +0,05 Fonditalia Inflation Linked T +0,05 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,03 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,03 Groupama It. Bond Sel. Fund +0,40 Interfund Inflation Linked +0,05 Mediolanum Risparmio Reddito -0,22 Nordfondo Obbligazioni Convertibili -0,06 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 Pioneer Cim Euro Fixed Income -0,07 Pioneer Obb. Euro Dis. A -0,04 Prima Fix Emergenti A -0,07 Prima Fix Emergenti Y -0,06 Prima Forza 1 A +0,06 Prima Forza 1 B +0,04 Prima Forza 1 Y +0,06 Prima Forza 2 A +0,04 Prima Forza 2 B +0,04 Prima Forza 2 Y +0,06 Ras Lux Short Term $ -0,01 Ras Lux Short Term Euro +0,00 Symphonia Comp.Obb. Area Europa -0,01 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari +0,80 OB. FLESSIBILI Amundi Soluzioni Tassi +0,12 Arca Cedola 2015 Alto Potenziale +0,00 Arca Cedola Bond Globale Euro +0,00 Arca Cedola Corp. Bond +0,02 Arca Cedola Corp. Bond Ii +0,02 Arca Cedola Corporate Bond Iii +0,02 Arca Cedola Gov. Euro Bond -0,10 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii -0,08 Arca Cedola Gov. Euro Bond Iii -0,04 Aureo Cash Dynamic -0,02 Bg Focus Obbligazionario -0,07 Bnl Target Return Liquidita' +0,00 Cividale Forum Iulii Strategia A +0,02 Cividale Forum Iulii Strategia B +0,02 Consultinvest High Yield +0,19 Consultinvest Monetario -0,04 Consultinvest Reddito -0,04 Ducato Fix Rendita A -0,02 Ducato Fix Rendita Y -0,01 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,00 Mediolanum Flessibile Obblig. Globale +0,00 Premium -0,02 Risparmio -0,03 Ritorni Reali -0,07 Symphonia Bond Flessibile +0,04 Ubi Pra. Active Duration +0,07 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,02 Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 Volterra Tr Obblig. +0,06 OB. MISTI Acomea Multi Fund Linea Prudente -0,08 -0,01 Acomea Performance Alleanza Obbligazionario -0,20 Alto Obbligazionario -0,17 Anima Fondimpiego +0,17 Arca Obbligazioni Europa +0,00 Azimut Contofondo -0,15 Azimut Solidity -0,04 Bancoposta Mix 1 -0,05 Bim Corporate Mix +0,02 Bnl Telethon -0,02 Bpvi Obiettivo Reddito A -0,03 Bpvi Obiettivo Reddito B -0,03 Ca Multimanager Difensiva +0,00 Capitale Pià Comparto Bilanciato 15 +0,02 Carige Bilanciato 10 +0,00 Cividale Forum Iulii Rendita A -0,20 Cividale Forum Iulii Rendita B -0,20 Cr Cento Misto Best -0,15 Eurizon Diversificato Etico +0,01 Eurizon Rendita -0,12 Eurizon Soluzione 10 -0,01 Fucino Challenger -0,04 Gestielle Etico Per Ail A -0,03 Gestielle Etico Per Ail B -0,03 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica -0,04 Nextam P. Obbligazionario Misto -0,07 Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni -0,15 Norvega Sintesi Moderato +0,11 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A +0,10 Sforzesco +0,05 Symphonia Patr.Globale Reddito -0,01 Synergia Bilanciato 15 -0,02 Total Return Obbligazionario +0,10 Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,07 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,03 Zenit Obb. I +0,01 Zenit Obb. R +0,01 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti +0,04 Bnl Obbligazioni Emergenti +0,46 Emerging Markets Bond +0,02 Eurizon Focus Obb. Emergenti +0,01 Euromobiliare Emerging Markets Bond +0,25 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,05 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,05 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,08 Gestielle Emerging Mkt Bond B +0,07 Interfund Bond Global Emerging Markets +0,06 Mc G.Fdf High Yield A -0,07 Mc G.Fdf High Yield B -0,06 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti +0,38 Norvega Obb. Paesi Emergenti A +0,01 Norvega Obb. Paesi Emergenti B +0,01 Optima Obb. Emergent Market +0,47 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A +0,31

5,08 5,575 6,192 8,945 5,15 5,201 8,702 8,819 6,11 5,537 9,436 9,506 13,958 14,051 7,22 7,343 5,829 13,89 11,115 5,335 5,837 16,14 6,692 13,503 13,818 5,15 5,151 5,19 4,685 4,687 4,739 144,60 65,616 9,672 5,415

4,812 5,036 5,013 5,316 5,077 5,074 5,109 4,968 5,039 5,197 6,716 9,994 5,781 5,935 5,772 5,451 7,183 18,313 18,583 6,655 10,038 6,578 7,795 5,923 5,226 5,691 10,607 5,268 5,20

4,947 17,528 5,451 8,818 20,133 8,51 5,208 7,911 5,952 5,57 6,004 5,737 5,745 5,00 5,299 5,586 5,481 5,624 5,844 7,958 5,96 6,877 4,704 6,343 6,402 5,682 6,031 6,656 5,591 8,365 10,15 7,091 5,334 4,16 6,151 6,178 8,221 8,161

13,928 23,942 6,441 11,629 7,472 10,893 10,946 10,627 10,836 11,248 7,296 5,269 9,194 7,726 7,858 8,045 10,364

VARIAZ. QUOT.

LIQUIDITA' AREA EURO Acomea Liquidita' -0,03 11,492 Agora Cash -0,02 5,568 Allianz Liquidita' A +0,00 5,587 Allianz Liquidita' At +0,00 5,057 Allianz Liquidita' B +0,00 5,714 Amundi Eonia +0,00 102,172 Amundi Liquidita' -0,01 8,953 Anfiteatro Tesoreria -0,02 5,676 Anima Liquidita' +0,00 6,625 Arca Bt - Breve Termine -0,02 8,736 Arca Bt - Tesoreria -0,02 5,762 Aureo Liquidita' -0,02 5,714 Azimut Garanzia -0,01 12,302 Bnl Cash -0,02 22,159 Bpvi Tesoreria A +0,00 5,647 Bpvi Tesoreria B +0,00 5,651 Carige Liquidita' Euro A +0,00 6,331 Carige Liquidita' Euro B +0,00 6,396 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297 Epsilon Cash +0,00 6,291 Eurizon Focus Tesoreria Euro A -0,03 7,655 Eurizon Focus Tesoreria Euro B -0,04 7,70 Eurizon Liquidita' A -0,03 7,275 Eurizon Liquidita' B -0,03 7,454 Euromobiliare Conservativo +0,00 11,105 Euromobiliare Contovivo +0,01 11,84 Fideuram Moneta -0,01 14,617 Fondaco Euro Cash -0,02 116,396 Fondo Liquidita' +0,01 7,598 Gestielle Cash Euro A -0,03 7,045 Gestielle Cash Euro B -0,03 7,083 Nextam P. Liquidita' -0,02 5,796 Nordfondo Liquidita' -0,03 6,192 Norvega Monetario A +0,00 5,866 Norvega Monetario B +0,00 5,911 Optima Money -0,02 6,141 Pensplan Invest Cash Fund +0,03 5,936 Pioneer Liquidita' Euro A +0,02 5,068 Prima Fix Monetario A +0,01 8,512 Prima Fix Monetario I +0,00 8,612 Prima Fix Monetario Y +0,00 8,601 Symphonia Comp.Monetario +0,01 7,443 Synergia Monetario +0,00 5,017 Synergia Tesoreria +0,00 5,049 Ubi Pramerica Euro Cash +0,00 7,283 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro +0,57 12,944 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,00 16,518 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,19 5,274 8a+ Latemar -0,04 5,117 8a+ Monviso +0,02 5,107 Abis Flessibile +0,00 5,75 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 Agora Flex +0,00 6,81 Agora Selection +0,12 4,846 Agora Valore Protetto -0,06 6,357 Alarico Re +0,02 4,418 Alkimis Capital Ucits -0,02 4,896 Allianz F100 L +0,20 4,023 Allianz F100 T +0,20 3,948 Allianz F15 L -0,04 5,442 Allianz F15 T -0,04 5,362 Allianz F30 L -0,02 5,244 Allianz F30 T -0,02 5,165 Allianz F70 L -0,01 27,323 Allianz F70 T -0,01 26,762 Amundi Absolute +0,21 5,226 Amundi Azionario Trend +0,09 93,588 Amundi Dynamic Allocation +0,00 5,234 Amundi Equipe 1 +0,04 5,259 Amundi Equipe 2 +0,02 5,189 Amundi Equipe 3 +0,02 5,155 Amundi Equipe 4 +0,06 4,78 Amundi Eureka Bric Ripresa 2014 +0,59 5,257 Amundi Eureka China Double Wine -0,11 5,619 Amundi Eureka China Ripresa 2015 -0,22 5,018 Amundi Eureka Doppia Opportunità 2014 +0,06 5,018 Amundi Eureka Double Call -0,20 5,45 Amundi Eureka Double Win -0,11 5,635 Amundi Eureka Double Win 2013 +0,37 4,938 Amundi Eureka Dragon +0,14 6,266 Amundi Eureka Oriente 2015 +0,10 4,946 Amundi Eureka Ripresa 2014 -0,30 5,238 Amundi Eureka Ripresa 2016 -0,35 5,06 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 -0,22 4,981 Amundi Eureka Settori 2016 +0,41 4,938 Amundi Eureka Usa 2015 +0,27 4,81 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 -0,08 5,029 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 -0,12 4,919 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 -0,10 5,233 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,10 4,922 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014+0,08 5,072 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. -0,02 5,72 Amundi Form. Private Div. Opp. +0,00 4,992 Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 -0,20 4,502 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013-0,20 4,538 Amundi Formula Garantita 2012 +0,04 5,081 Amundi Formula Garantita 2013 +0,08 4,965 Amundi Formula Garantita Due - 2013 +0,16 4,953 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014+0,04 4,946 Amundi Piu +0,00 5,622 Amundi Premium Power +0,04 5,088 Amundi Private Alpha +0,23 4,787 Amundi Qreturn -0,02 5,367 Amundi Soluzione Azioni +0,07 4,506 Amundi Strategia 95 +0,04 4,911 Anfiteatro Bond Plus +0,00 7,415 Anfiteatro Conservative Flex +0,00 5,023 Anfiteatro Corporate Absolute Return -0,07 5,615 Anfiteatro Corporate Bt +0,00 5,171 Anfiteatro Total Return +0,00 3,349 Anima Fondattivo +0,26 13,509 Aqqua +0,00 4,874 Arca Capitale Garantito Dic 2013 -0,02 5,196 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 -0,06 5,005 Arca Corporate Breve Termine -0,02 5,535 Arca Rendimento Assoluto T3 +0,02 5,176 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,50 4,998 Aureo Defensive +0,00 5,072 Aureo Finanza Etica +0,00 6,10

VARIAZ. QUOT.

Aureo Flex Euro +0,03 Aureo Flex Italia -0,02 Aureo Flex Opportunity -0,08 Aureo Plus -0,03 Aureo Primaclasse Flessibile +0,00 Aureo Rendimento Assoluto +0,07 Azimut Strategic Trend -0,08 Azimut Trend -0,09 Azimut Trend America +0,11 Azimut Trend Europa +1,02 Azimut Trend Italia -0,19 Azimut Trend Pacifico +0,59 Bancoposta Centopiu' +0,00 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,00 Bancoposta Extra +0,04 Bancoposta Step +0,00 Bancoposta Trend -0,08 Bg Focus Azionario -0,16 Bim Flessibile +0,24 Bnl Target Return Conservativo +0,00 Bnl Target Return Dinamico +0,02 Bnpp 100% E Pià Grande Asia +0,02 Bnpp 100% E Pià Grande Europa -0,08 Bnpp Equipe Attacco -0,02 Bnpp Equipe Centrocampo +0,00 Bnpp Equipe Difesa -0,02 Bpvi Obiettivo Rendimento A -0,11 Bpvi Obiettivo Rendimento B -0,11 Carige Flessibile +0,06 Carige Flessibile B +0,06 Carige Flessibile Piu' A +0,07 Carige Flessibile Piu' B +0,09 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,65 Consultinvest Mercati Emerg. +0,55 Consultinvest Multi Flex +0,29 Consultinvest Plus -0,02 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita A -0,07 Ducato Etico Flex Civita Y -0,05 Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,04 Epsilon Qreturn +0,00 Eurizon Focus Capital. Protetto 12/2014 -0,10 Eurizon Focus Garantito 03/13 -0,12 Eurizon Focus Garantito 06/12 -0,10 Eurizon Focus Garantito 09/12 -0,10 Eurizon Focus Garantito 12/12 -0,12 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 -0,02 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 -0,06 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 -0,08 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 -0,06 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 -0,04 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,10 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,02 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,00 Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni -0,04 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni -0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A +0,05 Eurizon Team 1 G +0,05 Eurizon Team 2 A -0,04 Eurizon Team 2 G -0,04 Eurizon Team 3 A -0,02 Eurizon Team 3 G -0,04 Eurizon Team 4 A +0,25 Eurizon Team 4 G +0,25 Eurizon Team 5 A +0,29 Eurizon Team 5 G +0,29 Euromobiliare Real Assets +0,14 Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex +0,23 Euromobiliare Tr Flex 3 -0,02 Euromobiliare Tr Flex 4 +0,01 Federico Re +0,00 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,00 Flessibile +0,28 Fondaco Global Opportunities +1,05 Fondersel Duemila +0,00 Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,08 Fonditalia Flex. Emerging Mkts T +0,08 Fonditalia Flexible Dynamic R +0,02 Fonditalia Flexible Dynamic T +0,02 Fonditalia Flexible Income R +0,00 Fonditalia Flexible Income T +0,00 Fonditalia Flexible Multimanager R +0,01 Fonditalia Flexible Multimanager T +0,01 Fonditalia Flexible Opportunity R +0,03 Fonditalia Flexible Opportunity T +0,03 Fonditalia New Flexible Growth R +0,20 Fonditalia New Flexible Growth R +0,02 Fonditalia New Flexible Growth T +0,19 Fonditalia New Flexible Growth T +0,02 Formula 1 Alpha Plus 20 +0,06 Formula 1 Conservative +0,03 Formula 1 High Risk +0,15 Formula 1 Low Risk +0,00 Formula 1 Risk +0,06 Gestielle Brasile +0,51 Gestielle Global Asset Plus +0,00 Gestielle Harmonia Dinamico +0,02 Gestielle Harmonia Moderato +0,00 Gestielle Harmonia Vivace +0,02 Gestielle Total Return +0,19 Gestielle Total Return Obiettivo Piu' +0,12 Gestielle Tr Obiettivo Cedola +0,12 Gestnord Asset Allocation -0,17 Igm Flessibile A +0,02 Igm Flessibile B +0,02 Interfund System 100 -0,02 Interfund System 40 -0,03 Interfund System Evolution -0,02 Interfund System Flex +0,08 Intra Assoluto -0,07

9,582 16,722 4,811 5,908 5,397 5,537 5,057 18,966 8,80 12,066 14,405 6,337 5,294 5,266 5,29 4,99 4,993 21,911 3,78 5,057 12,429 5,396 5,099 4,541 4,826 5,429 5,288 5,303 5,228 5,249 4,512 4,579 4,819 4,897 6,075 6,122 3,231 5,086 4,856 5,221 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,983 6,089 5,075 5,179 5,142 5,124 5,139 5,307 5,168 5,248 5,131 4,972 5,22 5,244 5,338 5,461 5,474 5,237 4,89 8,104 6,005 6,005 5,694 5,688 4,765 4,788 3,994 4,017 3,832 3,856 4,209 3,206 13,45 4,592 6,877 5,217 9,073 2,827 98,742 93,281 2,494 2,521 5,924 5,945 8,505 8,549 9,345 9,414 7,797 7,848 8,656 8,659 8,738 8,739 6,372 6,422 6,704 6,633 6,442 5,083 5,347 5,372 5,339 5,408 14,015 5,058 4,952 4,715 4,045 4,09 9,493 11,177 10,127 10,287 5,866

VARIAZ. QUOT.

Intra Flessibile +0,10 6,199 Investitori Flessibile +0,03 6,202 Kairos Partners Fund +0,00 5,598 Kairos Partners Income +0,00 6,693 Kairos Partners Small Cap +0,28 9,062 Leonardo Trend -0,02 5,979 Macro F.0. -0,05 3,911 Mc G.Fdf Flx Low A +0,11 5,289 Mc G.Fdf Flx Low B +0,11 5,279 Mc G.Fdf Flx.High A +0,07 4,365 Mc G.Fdf Flx.High B +0,05 3,703 Mc G.Fdf Flx.Med. A +0,07 5,67 Mc G.Fdf Flx.Med. B +0,08 3,75 Mediolanum Flessibile Globale +0,21 13,989 Mediolanum Flessibile Italia -0,08 15,768 Mediolanum Flessibile Strategico -0,03 6,329 Nextam P. Flessibile -0,13 4,723 Nordest Sicav -0,26 3,91 Norvega Flessibile A -0,35 7,32 Norvega Flessibile B -0,37 7,357 Norvega Mb Absolut -0,07 3,014 Norvega Mb Strategic -0,07 2,97 Norvega Rendimento A +0,23 5,322 Norvega Rendimento B +0,23 5,343 Ob. Rendimento +0,00 5,845 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 -0,47 4,482 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 -0,62 3,704 Paritalia Orchestra C +0,00 72,589 Pioneer Target Controllo A +0,06 5,401 Pioneer Target Equilibrio A +0,11 5,362 Pioneer Target Sviluppo A +0,11 22,40 Prima Strategia A-Rt 100 A +0,06 5,126 Prima Strategia A-Rt 100 Y +0,08 5,146 Prima Strategia A-Rt 200 A +0,06 4,89 Prima Strategia A-Rt 200 Y +0,06 4,911 Prima Strategia A-Rt 50 A +0,15 16,431 Prima Strategia A-Rt 50 Y +0,13 16,473 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A +0,18 2,234 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y +0,13 2,256 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A-0,01 13,921 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y-0,01 13,929 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A -0,02 4,641 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,00 4,697 Profilo Best Funds +0,03 5,877 Profilo Elite Flessibile -0,11 5,609 Sofia Flex +0,00 0,715 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A +0,16 5,143 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A +0,12 5,179 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B +0,12 5,204 Soprarno Global Macro A +0,18 4,884 Soprarno Global Macro B +0,18 4,94 Soprarno Inflazione +1,5% A +0,07 5,464 Soprarno Inflazione +1,5% B +0,07 5,495 Soprarno Relative Value A +0,06 5,365 Soprarno Relative Value B +0,06 5,425 Symphonia Asia Flessibile +0,34 6,126 Symphonia Comp.Fortissimo +0,11 2,647 Symphonia Italia Flessibile +0,16 4,91 Synergia Total Return +0,02 5,236 Total Return +0,14 2,125 Ubi Pra. Active Beta -0,06 4,719 Ubi Pra. Alpha Equity +0,16 5,107 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A +0,04 5,13 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,02 5,149 Ubi Pra. Total Return Dinamico -0,04 4,975 Unibanca Plus +0,04 5,257 Volterra Dinamico +0,02 5,364 Volterra Tr Glob. +0,19 5,381 Zenit Absolute Return I +0,26 5,693 Zenit Absolute Return R +0,25 5,602 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 +0,11 4,379 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico -1,05 11,20 Antonveneta Vita Armonico 2007 -1,04 9,675 Antonveneta Vita Attivo -1,52 11,954 Antonveneta Vita Attivo 2007 -1,42 9,232 Antonveneta Vita Azionario -2,41 14,038 Antonveneta Vita Azionario Globale +0,11 8,35 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +0,48 9,649 Antonveneta Vita Bilanciato Euro -0,13 11,434 Antonveneta Vita Bilanciato Globale -0,01 11,022 Antonveneta Vita Dinamico -1,50 13,34 Antonveneta Vita Equilibrato -0,09 14,698 Antonveneta Vita Euromoneta +0,03 11,431 Antonveneta Vita Monetario +0,03 11,849 Antonveneta Vita Obbligazionario +0,19 11,883 Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,20 13,424 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto -0,02 12,518 Antonveneta Vita Protetto +0,10 12,566 Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,15 10,621 Antonveneta Vita Sicuro +0,11 12,90 Antonveneta Vita Trend -1,62 11,814 Antonveneta Vita Trend Dinamico -1,51 8,441 Antonveneta Vita Trend Equilibrato -0,09 10,105 Antonveneta Vita Trend Plus -1,63 7,303 Antonveneta Vita Trend Protetto -0,02 10,549 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +0,19 10,798 Aurora New Bond +0,48 10,583 Aurora New Share -0,05 11,387 Aurora Unietic +0,00 10,54 Aurora Unit Balanced +0,31 10,608 Aurora Unit Bond -0,05 9,091 Aurora Unit Share +0,53 9,448 Aurora Winvest Bilanciata +0,68 11,585 Aurora Winvest Dinamica +0,54 10,215 Aurora Winvest Prudente +0,66 12,579 AXA MPS FINANCIAL Axa Mps Aggressivo +0,62 9,638 Axa Mps Carattere Forte +0,18 8,999 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,07 7,205 Axa Mps Fin. Az. Pacifico -0,08 15,86 Axa Mps Fin. Az. Sector +0,41 6,603 Axa Mps Fin. Az. Top Ten +0,15 10,866 Axa Mps Fin. Carattere Attento -0,01 10,754 Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 11,785

VARIAZ. QUOT.

Axa Mps Fin. Dinamico +0,18 10,168 Axa Mps Fin. Dinamico A +0,13 11,506 Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +0,55 21,921 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 9,112 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield +0,04 11,265 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,00 10,815 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,00 11,89 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,00 10,003 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 -0,02 9,949 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,00 9,565 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Secure A +0,02 13,107 Axa Mps Fin. Usa Equity A -0,04 5,517 BCC VITA Bcc Vita Equity America -0,94 4,636 Bcc Vita Equity Asia -0,10 5,128 Bcc Vita Equity Europa +1,97 4,72 Bcc Vita World Global Bond +0,78 5,461 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,83 6,04 Bpm Az 50 +1,05 5,79 Bpm Az 80 +1,32 5,39 Bpm Az Flex +0,90 4,47 Bpm Financial Audace +1,28 3,95 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,00 5,52 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,00 5,57 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,00 5,51 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,18 5,52 Bpm Financial Equilibrato +1,30 4,68 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,58 Bpm Financial Geographic Areas +0,62 3,26 Bpm Financial Global Bond +0,47 6,38 Bpm Financial Industrial Sector +0,91 3,34 Bpm Financial Prudente +0,95 5,31 Bpm Financial Riserva Euro +0,46 6,55 Bpm Financial Vita Azionario +1,52 4,69 Bpm Financial Vita Bilanciato +1,25 5,69 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,42 7,18 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 +0,09 10,981 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,06 8,688 Bnl Vita Capital Unit 90 +0,05 6,556 Cardif Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B +0,83 138,224 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 Cardif Bilanciato A -0,89 123,124 Cardif Bilanciato B +0,55 193,006 Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,29 220,741 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,14 184,675 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 Cardif Spazio Naturale +0,29 173,009 CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,16 Carige Gestilink Arancione Dinamica -0,13 3,762 Carige Gestilink Blu Moderata +0,04 5,294 Carige Gestilink Verde Prudente +0,61 6,786 Carige Protezione Attiva +0,25 104,64 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario -0,33 4,203 Cattolica Bilanciato -0,16 4,466 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 Cattolica Bpbari Freeway Desert -1,70 3,298 Cattolica Bpbari Freeway Jungle +1,01 0,301 Cattolica Cividale Percorso Azionario +0,04 11,60 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,34 11,535 Cattolica Ferrara Investire Azionario +0,09 3,377 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario +0,55 5,513 Cattolica Fondo Protetto +0,23 5,198 Cattolica Formula Life Azionaria +0,33 4,538 Cattolica Formula Life Bilanciata +0,24 4,968 Cattolica Fuoriclasse Balanced -0,09 4,60 Cattolica Fuoriclasse Bond +0,00 5,609 Cattolica Fuoriclasse Equity +0,13 3,102 Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,08 1,328 Cattolica Nuove Rotte +0,09 5,578 Cattolica Obbligazionario +0,06 4,975 Cattolica Progetto Attivo Bond +0,04 4,678 Cattolica Progetto Attivo Equity -0,36 3,842 Cattolica Progetto Attivo Mix -0,16 4,462 Cattolica Soluzione Dinamica +0,04 5,329 Cattolica Soluzione Prudente +0,11 6,556 Cattolica Soluzione Vivace +0,05 3,696 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,66 72,589 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 Centrovita Anni 40 +0,01 149,711 Centrovita Anni 50 +0,17 167,892 Centrovita Anni 60 +0,53 124,377 Centrovita Anni 70 +1,35 125,193 Centrovita Anni 80 +2,51 99,008 Centrovita Azionario +3,30 111,481 Centrovita Azionario Blue +3,28 59,159 Centrovita Azionario Green +3,30 59,382 Centrovita Azionario Plus +3,40 136,026 Centrovita Bilanciato +1,43 153,52 Centrovita Bilanciato Plus +1,48 181,105 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 Centrovita Eag 2006 +0,00 1.049,92 Centrovita Obbligazionario +0,71 196,206 Centrovita Obbligazionario Blue +0,58 128,539 Centrovita Obbligazionario Plus +0,72 218,483 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic -0,44 2,038 Unit Moderate +0,14 4,904 GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio +0,82 6,058 Genertellife Aptus 1 +0,43 4,865 Genertellife Aptus 2 +0,85 4,41 Genertellife Aptus 3 +1,02 3,663 Genertellife Bg 2005-2015 +0,66 10,486 Genertellife Bg 2005-2020 +1,44 9,889 Genertellife Bg 2005-2025 +1,90 8,957

VARIAZ. QUOT.

Genertellife Bg 2005-2030 +2,22 8,471 Genertellife Bg Azionario 1 +1,44 2,247 Genertellife Bg Azionario 2 +1,38 2,574 Genertellife Bg Bilanciato 1 +1,05 3,96 Genertellife Bg Bilanciato 2 +0,75 5,134 Genertellife Bg Dinamico +1,20 8,259 Genertellife Espansione +0,91 2,78 Genertellife Espansione2000 +1,01 2,797 Genertellife Sviluppo +0,63 4,163 Genertellife Sviluppo2000 +0,83 3,76 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio +0,31 5,916 Genertellife Tirreno Unit Protezione +0,15 5,85 Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +0,45 5,158 Genertellife Valore +0,31 6,106 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,02 4,157 Ina Fondo Valute Estere +1,55 1,181 Ina Nuovo Fondo Ina +0,15 8,007 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione +0,49 5,359 Intesa Vita Azionario America Growth -1,23 8,742 Intesa Vita Azionario America Value -1,23 9,636 Intesa Vita Azionario Cina +1,36 22,87 Intesa Vita Azionario Europa Growth +0,81 10,758 Intesa Vita Azionario Europa Value +1,05 11,265 Intesa Vita Crescita +0,44 6,126 Intesa Vita Dinamica +0,61 4,783 Intesa Vita Eurounit Azionario -0,79 3,149 Intesa Vita Eurounit Dinamico -0,12 5,071 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,11 5,617 Intesa Vita Eurounit Prudente +0,36 6,464 Intesa Vita Gpa Accordo +0,24 691,85 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,24 664,25 Intesa Vita Gpa Acuto +1,33 418,26 Intesa Vita Gpa Acuto 2 +1,32 351,17 Intesa Vita Gpa Armonia +0,97 530,32 Intesa Vita Gpa Armonia 2 +0,97 466,24 Intesa Vita Gpa Motivo +0,51 642,69 Intesa Vita Gpa Motivo 2 +0,51 603,40 Intesa Vita Monetario Dollaro -1,43 9,37 Intesa Vita Monetario Euro +0,01 10,837 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,19 11,454 Intesavita Gpa Private Bond +0,10 736,68 Intesavita Gpa Private Global Guar. -0,33 596,73 Intesavita Gpa Private Global High -1,80 345,60 Intesavita Gpa Private Global Low -0,16 681,57 Intesavita Gpa Private Global Medium -0,60 556,16 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo -0,17 3,465 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis -0,15 3,97 Mediolanum Azionario Fedeltà +0,00 1,857 Mediolanum Azionario Lntraprendenza -0,16 3,218 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis -0,18 3,95 Mediolanum Azionario Protezione -0,03 5,846 Mediolanum Balanced -0,08 4,734 Mediolanum Balanced Bis -0,08 4,805 Mediolanum Country -0,21 3,358 Mediolanum Country Bis -0,18 3,921 Mediolanum Dynamic -0,10 4,153 Mediolanum Dynamic Bis -0,11 4,555 Mediolanum Eurobond Breve Termine +0,00 6,75 Mediolanum Eurobond Opportunita' -0,01 7,045 Mediolanum Eurobond Sviluppo +0,00 6,806 Mediolanum Euroequity Opportunita' -0,19 4,201 Mediolanum Euroequity Protezione -0,02 6,468 Mediolanum Euroequity Sviluppo -0,18 4,46 Mediolanum Moderate -0,04 5,178 Mediolanum Moderate Bis -0,04 5,197 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario -0,23 3,04 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato -0,14 4,397 Milano Assicurazioni Previlink Monetario -0,03 6,169 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario-0,04 5,676 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica -2,68 3,013 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata -1,67 5,416 Risparmio Eurolink Cv Dinamico -1,70 12,861 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato -0,45 12,797 Risparmio Eurolink Cv Risparmio -0,29 11,871 Risparmio Formula Link In Prima +0,03 11,632 Risparmio Formula Link In Seconda -0,32 9,932 Risparmio Formula Link In Terza -0,96 8,075 Risparmio Gestivita Azionario +0,10 8,94 Risparmio Gestivita Bilanciato +0,66 10,887 Risparmio Gestivita Obbligazionario +1,78 12,894 Risparmio Patavium Ul Dinamico +0,00 7,57 Risparmio Patavium Ul Equilibrato -0,12 8,88 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A -2,06 8,075 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale -1,89 7,766 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,59 9,32 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +1,26 9,692 Sara Vita Profilo Guardian -0,21 9,73 Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno +0,01 119,53 Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,76 108,984 Unipol Uninvest Crescita +1,12 13,687 Unipol Uninvest Equilibrio +1,07 12,966 Unipol Uninvest Flessibile +1,23 7,055 Unipol Uninvest Grande7 +0,80 108,754 Unipol Uninvest Grandevita +0,71 104,987 Unipol Uninvest Mach 7 +0,46 111,271 Unipol Uninvest Otto&Mezzo +0,47 103,803 Unipol Uninvest Performance Europa +3,47 7,544 Unipol Uninvest Risparmio +0,17 13,604 Unipol Uninvest Valore +1,97 12,722 ZURICH LIFE AND PENSION Zlap Controllo +0,20 5,482 Zlap Crescita -0,37 6,394 Zlap Equilibrio +0,14 7,657 Zlap Evoluzione +0,10 4,83 Zlap Protezione +0,60 8,044 Zlap Prudenza +0,40 5,818 Zlap Sicurezza +0,25 5,551 Zlap Sviluppo -0,19 3,662


28

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

CRONACHE

Violenza sulle mogli, in manette 2 uomini lametini di Carmela Mirarchi LAMEZIA TERME - Due sono stati gli arresti operati in due giorni consecutivi dai Carabinieri della Stazione di Lamezia Terme Sambiase di due mariti violenti. Il primo arresto è stato effettuato nella notte del 14 agosto scorso. In questo caso i militari sono intervenuti a seguito di richiesta giunta sul 112 da parte di alcuni vicini di casa della coppia che hanno sentito le grida di aiuto di una donna proveniente dall’appartamento a fianco. I Carabinieri, immediatamente giunti sul posto, hanno raccolto la testimonianza della giovane vittima, al IV mesi di gravidanza, e di alcuni vicini di casa. La donna ha raccontato ai militari che nel corso di una discussione con il convivente (A.S. classe 1989) di Lamezia Terme, questi ha cominciato a colpirla con schiaffi, ed afferratala per i capelli ha cercato più volte di sbatterle la testa contro il muro. Fortunatamente, il pronto intervento della pattuglia ha scongiurato che l’uomo potesse arrecare ulteiori lesioni alla donna e mettere in pericolo la sua vita e quella del nascituro. Il secondo arresto è stato operato sempre dai militari della Stazione di L.T. Sambiase a seguito di richiesta di intervento da parte delle medesime vittime. In questo caso, le vittime sono state la madre ed il proprio figlio di 18 anni. Questi hanno raccontato ai Carabinieri di vivere in una situazione di violenza domestica da diversi anni causata dal marito della donna e padre del giovane (S.G. classe 1960) di Lamezia Terme. L’ultimo episodio di violenza sarebbe scaturito per futili motivi. Infatti la madre ed il figlio, intorno alle 22 del 15 agosto, sarebbero

stati percossi ripetutamente dal marito poichè avevano manifestato l’intenzione di uscire di casa

per una passeggiata. Entrambi gli arrestati sono stati condotti in carcere a disposizione dell’A.G..

Coltivava 70 piante di canapa indiana, arrestato un 25enne GIRIFALCO - Nel tardi pomeriggio di lunedì nel corso di pianificati servizi di prevenzione e repressione del reato di detenzioneespacciodisostanze stupefacenti o psicotrope, la stazione dei carabinieri di Girifalco hanno arrestato Alberto Loiarro, classe 1985, residente in Girifalco. Il ragazzo, a seguito di mirato servizio di appostamento svolto in un fondo sito alla località "Pietra di Venere", agro del comune di Girifalco è stato colto in fragranza nel mentre innaffiava70piante,dell’altezza variabile da 50 cm a 1,85 metri sostanza stupefacente del tipo "canapa indiana". Questa piantagione si trovava occultata nella fitta vegetazione boschiva. Dell’avvenuto arresto è stata data comunicazione al sostituto procuratore Elio

Romano della Procura della Repubblica di Catanzaro il quale ha disposto il trasferimento dell’uomo, presso la casa Circondariale di Catanzaro Siano, mentre le piante sono state poste sotto sequestro.

Acquistavano eroina a Scampia, beccati due uomini di Lamezia ora a Poggioreale NAPOLI - Due calabresi sono stati arrestati a Napoli, nel quartiere di Scampia, noto per il "supermercato della droga" per detenzione e spaccio di stupefacenti. L’eroina acquistata nella periferia nord di Napoli per 13 euro a dose, sarebbe stata rivenduta, una volta a casa, a 50 euro. Gli agenti del commissariato locale hanno arrestato ieri Rocco Morciano, di 34 anni, e Antonio Mazza, pregiudicato di 45, entrambi di Lamezia Terme, perché responsabili, in concorso, del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Nell’ambito dei servizi di contrasto alle "piazze di spaccio", i poliziotti che, quotidianamente, monitorano il lotto P di via Ghisleri, meglio conosciuto come le "case dei Puffi", hanno individuato i due acquirenti. Questi, entrati in uno degli edifici popolari, ne sono usciti qualche minuto dopo con una busta in plastica. Gli agenti hanno bloccato Morciano e Mazza, nel momento in cui stavano per entrare in auto, una Ford Fiesta parcheggiata nelle vicinanze. nella vettura, il cassetto porta oggetti del cruscotto, era stato rimosso: qui uno dei due stava sistemando la busta contenente 311 cilindretti di eroina. I due spacciatori che avevano acquistato la droga per l’importo di 4.000 euro, pagando ogni dose circa 13 euro, l’avrebbero rivenduta in Calabria per 50 a dose, ricavandone così un guadagno netto, pari a 11.000 euro. Gli agenti hanno arrestato gli spacciatori - ora nel carcere di Poggioreale - e sequestrato la droga e l’auto.

A S. Domenica successo per Procopio e la compagnia del teatro Hercules CATANZARO - Giorno 9 Agosto 2010, grazie all’impegno da parte dell’associazione S. Domenica, e al contributo della provincia di Catanzaro nella persona del Consigliere Sergio Costanzo, ha avuto luogo nella medesima contrada, la commedia in vernacolo catanzarese dell’artista Piero Procopio e della sua compagnia teatrale (teatro Hercules) "Abbasta ma è masculu". Per questo, l’associazione S. Domenica ringrazia inoltre tutti coloro che hanno fatto sì che la commedia si realizzasse. La serata, ha avuto inizio alle ore 21 con la presenza di una buona parte degli abitanti del luogo, ai quali si è aggregata tanta altra gente dei quartieri limitrofi. La commedia è terminata intorno alla mezzanotte lasciando un sorriso.


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 29

CRONACHE

Marinfest a Catanzaro Lido Stasera spazio al folklore di Marica Rossi CATANZARO - Spazio al folklore per la penultima serata di Marinfest, la rassegna di musica, teatro, danza e cinema a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro. Questa sera alle 22, sul palco allestito in piazza Brindisi saliranno il gruppo L’Eco del Gargano e i Gargarensi di San Giovanni Rotondo (Fg) per "Storie di tarante, tarantate, tarantelle". Un appuntamento importante per gli appassionati dei canti e balli popolari - specchio fedele, dello spirito, dell’anima e dei costumi dei popoli e delle nazioni -, con uno dei complessi più ammirati e apprezzati in Italia e all’estero. Il gruppo folklorico L’Eco del Gargano è nato alla fine degli anni ’60 - i Gargarensi, la costola dei musicisti del gruppo, si sono formati più recentemente -, ad opera di alcuni giovani, canterini e danzatori che hanno unito la passione agli studi e alle ricerche sulla tradizione del Gargano, sugli usi e i costumi, per offrire quella che gli stessi fondatori dell’Eco definiscono una "memoria del passato". Nel corso dello spettacolo in piazza Brindisi, l’Eco del Gargano e i Gargarensi presenteranno infatti i canti popolari più significativi, in cui sono fusi, con geniale gesto, canti e musica, storia e fiaba, mito e realtà, presentando a piccoli e grandi, un florilegio ideale di quanto di più bello offrono il folklore e le tradizioni dell’affascinante terra garganica. E’ questo il vero obiettivo di questi ricercatori: svegliare, soprattutto nei giovani, l’amore per un mondo passato, che non finisce

mai di affascinare, nell’aridità di tanta vita d’oggi, perché ci si ritrovi, ci si esalti, presi nel giro di un’ingenuità ed autenticità, oggi cosìannebbiataeinsidiata.L’opera di riappropriazione delle radici da parte del gruppo passa, inoltre, non solo attraverso il recupero dei canti e delle danze, ma anche dei costumi che rivelano tutta la creatività e il senso artistico della gente garganica: anch’essi frutto di lungo ricerche, gli abiti, quando non autentici del 1600-1700, sono riprodotti fedelmente, con tessuti di foggia e colori dell’epoca. Per quanto riguarda gli strumenti, solo in parte hanno subito delle leggere modifiche, dettate dall’esigenza, soprattutto per gli spettacoli di piazza. Per ciò che concerne le danze, va detto che la Puglia, nonostante l’abbondare di luoghi comuni e di gruppi folklorici, che fanno della tarantella un ricorrente ritornello per attrazioni turistiche, pare che, insieme alla Sicilia, sia la regione del Sud più povera di danze tradi-

zionali ancora in uso. Ma grazie agli studi condotti dai fondatori dell’Eco anche a Catanzaro sarà possibile conoscere una serie di balli pugliesi quali "Lu luprianare" (Il lupomannaro), "Lu scazzamuredde" (Lo spirito folletto),"LaTarantulata","Lefrezzecarole" (Il ballo vivace), "La farfalle sope la stella" (La farfalla sopra la stella", "La quadriglia", "Lu balle dilli giune" (Il ballo dei giovani), e "W il folklore", un ballo letteralmente inventato, che non ha una matrice storica e si esegue con il passo della Quadriglia. Proprio quest’anno il gruppo festeggia i suoi "primi" quarant’anni di attivitàancheinternazionale,sempre intensissima.

Sul palco saliranno L’Eco del Gargano e i Gargarensi di San Giovanni Rotondo

«Ripascimento litorale di Lido: i tecnici spieghino il progetto» CATANZARO - «Negli scorsi giorni, il neo assessore all’Urbanistica del Comune di Catanzaro, Giuseppe Soriero, ha argomentato fra le altre cose sul piano spiaggia (se mai sarà approvato dal Consiglio Comunale) croce e delizia da vari anni degli imprenditori balneari e sull’imminente ripascimento del litorale di Catanzaro Marina, argomento sul quale siamo più volte intervenuti, senza avere delle risposte chiare ed esaurienti, risposte che oggi, chiediamo proprio a Soriero». Questo l’inizio della nota di Massimo Gualtieri del Movimento Civico Catanzaro Marina. «Invitiamo - continua - pertanto, i cittadini, i catanzaresi, la Guardia Costiera, e soprattutto gli imprenditori balneari ed i proprietari dei lidi a tenere alta la guardia su tale operazione, che ci interessa tutti da vicino. Nessuno infatti, ha mai indetto alcuna riunione per spiegare alla cittadinanza, nei minimi particolari il progetto, proprio in ordine alla salvaguardia dell’ambiente. E’ questo che pretendiamo da Soriero, un’operazione di trasparenza e di verità. Vorremmo sapere, infatti se verranno usate nuove tecniche, che prevedono anche la posa di barriere sommerse e sistemi di protezione costieri, affinchè il ripascimento artificiale che verrà posto in essere, non sia poi vanificato dalla costante azione del mare, esportando il problema anche ai litorali limitrofi. Vorremmo conoscere se il progetto ha previsto e tenuto in debita considerazione i moderni indirizzi di ingegneria costiera per la sua esecuzione o se prevede

esclusivamente metodologie tradizionali. Non vorremmo ritrovarci, alle prese nei prossimi anni, con "questioni" ambientali di impraticabilità e/o di inquinamento della spiaggia di Marina, da sostanze nocive e tossiche per la salute umana. Ed ancora - aggiunge - tale progetto, ha previsto la salvaguardia di quel sistema roccioso (beachrack), che a detta di fior di professionisti già intervenuti sulla questione assomiglia ad una spiaggia sommersa figlia di un periodo geologico di milioni di anni, nella quale insiste una ricchissima, e colorata fauna marina, che deve essere quindi difesa e protetta? Sull’argomento, quindi, assessore Soriero - conclude la nota - organizzi al più presto una riunione aperta alla cittadinanza, ai proprietari e gestori dei lidi balneari e dei rappresentanti delle associazioni interessate, dove avere adeguate risposte alle domande poste e rassicurazioni ambientali e sanitarie sul progetto».


30

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

CRONACHE ri delle concessioni. Ai due soggetti è stato poi intimato di liberare l’area pic-nic, restituendo l’uso dell’area demaniale illecitamente occupata.

La zona si trova nella rinomata località montana di Camigliatello

Occupano un’area attrezzata in Sila e l’affittano, 2 denunce

Di fronte alla possibilità di cospicui guadagni, assicurati dalla presenza in questo periodo di numerosi turisti, e fidando anche nella scarsa attività di vigilanza, i rappresentanti di una associazione hanno occupato l’area picnic allestendo un servizio di noleggio dei tavoli

di Rosa Voci SAN GIOVANNI IN FIORE - Militari della Tenenza della Guardia di Finanza di San Giovanni in Fiore, nell’ambito di controlli estivi sulle attività ricettive e turistiche, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Cosenza i responsabili di un’associazione di promozione culturale per l’occupazione illegale di circa 6.000 metri quadrati di un’area boschiva del patrimonio forestale dello Stato, situata nella rinomata località montana di Camigliatello Silano, all’ombra degli altissimi pini silani, dove è presente un’area attrezzata per il pic-nic, gestita dall’Azienda Forestale della Regione (Afor).Di fronte alla possibilità di cospicui guadagni, assicurati dalla presenza in questo periodo di numerosi turisti, e fidando anche nella scarsa attività di vigilanza da parte della stessa azienda regionale, i rappresentanti dell’associazione hanno occupato da circa metà luglio l’area pic-nic allestendo un servizio di noleggio dei tavoli (con un tariffario che variava dagli 8 ai 10 euro a seconda della grandezza del tavolo) e giustificando la loro presenza con l’affissione di diversi cartelli riportanti i numeri di due concessioni che l’Afor avrebbe rilasciato alla suddetta associazione. L’efficace attività di monitoraggio delle fiamme gialle ha consentito di rilevare che una concessione era già scaduta lo scorso 31 dicembre, mentre l’altra, datata 30.06.2010, era stata revocata il 6.07.2010. I Finanzieri hanno pertanto provveduto a denunciare due rappresentanti della predetta associazione culturale per invasione di terreno pubblico e per truffa; inoltre sono state sequestrate alcune centinaia di euro, illecito provento dei suddetti reati e sono stati rimossi i cartelli riportanti i nume-

Saverio Greco scrive al commissario Musi: mi dimetterò da consigliere comunale COSENZA - Saverio Greco, con una lettera indirizzata al sen. Adriano Musi, commissario regionale del Pd, preannuncia la propria intenzione di dimettersi da consigliere al Comune di Cosenza. Greco, di orizzonti del socialismo, presidente del gruppo misto,«con questa sofferta ma meditata decisione - è scritto in un comunicato dello stesso Greco - ribadisce la propria distanza dall’attuale Amministrazione comunale verso la quale il proprio giudizio è assai negativo ed allo stesso tempo conferma la propria volontà di rispettare il mandato affidatogli dagli elettori, continuando a battersi per una nuova stagione della politica cittadina e calabrese. Al commissario Musi - prosegue la nota - Greco ha inoltre espresso nella lettera la propria disponibilità, e quella di Orizzonti del Socialismo, alla costruzione di un nuovo Partito democratico, autentico soggetto riformista che sia libero finalmente da logiche egoistiche ed oligarchiche. Greco si mette al servizio del partito e del Commissario Musi, il cui lavoro dovrà essere agevolato in ogni modo e non certo ostacolato con polemiche sterili e strumentali».

Effettuavano online ordini a nome di altri, denunciati padre e figlio COSENZA - Due persone, G.D.V. di 60 anni, e A.D.V., di 30, padre e figlio, sono state denunciate in stato di libertà dalla sezione di Cosenza della Polizia postale con l’accusa di truffa. Le due denunce sono scaturite dalla segnalazione fatta da un commerciante di Cosenza che aveva ricevuto da Vodafone due computer che non aveva mai richiesto. Dalle indagini della Polizia postale è emerso così che ad effettuare l’acquisto on-line dei due computer sarebbero stati G.D.V. ed il figlio utilizzando però i dati anagrafici del commerciante che ha presentato la denuncia. Il prosieguo delle indagini ha consentito di accertare che quella denunciata dal commerciante non sarebbe stata l’unica truffa commessa da G.D.V. e dal figlio. Nell’abitazione dei due, infatti, la Polizia postale ha sequestrato decine di contratti falsi con varie società di telefonia sottoscritti a nome di altre persone

delle quali G.D.V. ed il figlio avevano le fotocopie dei documenti d’identità, telefoni cellulari, sim-card, decoder e timbri falsi. Il materiale di cui i due erano in possesso, secondo quanto é emersodalleindagini, era stato acquistato on-line e avrebbe dovuto essere rivenduto a prezzo inferiore rispetto a quello di mercato.


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 31

CRONACHE Appello di Corbelli al governatore Scopelliti: è sistemato in locali angusti

«Drammatica emergenza al pronto soccorso Annunziata di Cosenza» di Carmelo Morise COSENZA - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, candidato a sindaco di Cosenza alle Elezioni Amministrative del 2011, promotore della proposta di legge per l’istituzione del Garante della Salute della Calabria, approvata, all’unanimità, dal Consiglio regionale della Calabria il 30 giugno 2008, interviene sulla «drammatica emergenza del reparto di Pronto Soccorso dell’Ospedale civile di Cosenza, che rischia di esplodere, con conseguenze gravi, soprattutto durante questo periodo estivo per la assoluta carenza di personale medico e paramedico e per il notevole aumento degli ingressi» e rivolge, a questo proposito, un nuovo, pressante appello al presidente della Regione, e commissario responsabile della sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti, che «giovedì scorso ha fatto visita all’Annunziata ma - afferma Corbelli - si è dimenticato di quella che è la vera prima urgente priorità da affrontare nel nosocomio bruzio: il Pronto Soccorso».

«Occorre immediatamente potenziare l’organico del Pronto Soccorso, per permettere agli operatori sanitari di poter operare al meglio, in condizioni ottimali per dare risposte e assistenza ai tantissimi pazienti che ogni giorno e da ogni parte della provincia si rivolgono all’Annunziata di Cosenza»

Patto etico: disagi a Rende, serve coordinamento con le amministrazioni provinciali e comunali

Corbelli, che da anni si batte per questa ed altre gravi problematiche sanitarie della regione, aveva lanciato l’allarme Pronto Soccorso nel mese scorso, dopo aver fatto visita al reparto ed aver parlato con il primario, il dott. Francesco Crocco, con il dott. Scrivano, la caposala e aver «constatato personalmente le enormi difficoltà, gli ostacoli, che devono quotidianamente affrontare e superare medici e paramedici per far funzionare un reparto che è uno dei più importanti presidi sanitari dell’intera Calabria, costretto a sobbarcarsi un carico di lavoro immane. Basta ricordare che ogni anno al Pronto Soccorso dell’Annunziata continua Corbelli - si registrano oltre 110mila ingressi, oltre 300 al giorno e addirittura oltre 400 a Ferragosto. Numeri impressionanti destinati adesso ad aumentare per la chiusura di alcuni reparti di Pronto Soccorso di altri ospedali della provincia di Cosenza, ad iniziare da quello di Rogliano, e che di estate si raddoppiano per la presenza di decine e decine di migliaia di turisti in Calabria. Bisogna dare atto al primario Croc-

RENDE- «E’ assolutamente impossibile pensare al futuro dei cittadini calabresi se il Governo Scopelliti continua ad ignorare placidamente le loro istanze, senza tenere in debito conto che è proprio dalla gran parte di essi che gli deriva il consenso e la legittimazione» si legge in una nota di Filomena Falsetta (Patto Etico per la Calabria) . «Gli abitanti del Comune di Rende - continua - nei mesi scorsi hanno rivolto al Presidente della Giunta Regionale un accorato appello, relativo alle problematiche in cui versa il Centro storico di Rende. La missiva faceva espresso riferimento allo stato di prostrazione in cui, da quasi due anni i suddetti residenti sono costretti a vivere

co, al dott. Scrivano, agli altri medici del Pronto soccorso, al personale paramedico di svolgere, con professionalità e sacrifici, un lavoro straordinario per sopperire a vecchie carenze strutturali e di organico. Il Pronto Soccorso dell’Annunziata - aggiunge Corbelli - è sistemato in locali angusti, piccoli sgabuzzini, in condizioni indecenti. Si aspetta da anni che finalmente venga realizzato un nuovo reparto decente, degno di un ospedale regionale importante come l’Annunziata. Per tutta l’estate l’emergenza del Pronto Soccorso continua ad essere ancora più drammatica, è dovuta principalmente alla carenza di personale medico e paramedico. In questo periodo estivo gli ingressi e i ricoveri si raddoppiano, per la presenza in Calabria, di migliaia e migliaia di turisti, mentre il personale medico e paramedico è ridotto al minimo. Occorre immediatamente potenziare l’organico del Pronto Soccorso, per permettere agli operatori sanitari di poter operare al meglio, in condizioni ottimali per dare risposte e assistenza ai tantissimi pazienti che ogni giorno da ogni parte della provincia di Cosenza e del resto della regione si rivolgono all’Annunziata. Spesso un intervento immediato ed efficace del Pronto Soccorso significa salvare un vita umana. Non si può pensare di risparmiare, di ripianare il debito-voragine della sanità tagliando il personale ad un Pronto Soccorso come l’Annunziata. Sono altri gli sprechi (ingenti) che vanno eliminati. Il Pronto Soccorso dell’Annunziata è un presidio sanitario, un centro d’eccellenza,unastrutturaimportantissima che deve essere salvaguardata potenziata e valorizzata. Nell’interesse esclusivo dei malati. e delle loro famiglie. E’ questo l’appello urgente che Diritti Civili rivolge oggi ancora una volta al Governatore Scopelliti».

a causa: 1) della chiusura dell’unica strada d’accesso al paese, determinata dalle frequenti frane; 2) del trasferimento della Farmacia Minardi, che ha arrecato notevoli danni alla popolazione locale; 3) del probabile spostamento del I° Circolo Didattico di Rende paese a Saporito, che provocherebbe la soppressione del diritto allo studio per coloro che non potranno iscriversi alla scuola primaria nel luogo di appartenenza; 4) dei continui disagi dell’ufficio postale. Nella lettera indirizzata alla Regione - aggiunge - si richiedeva, quindi, l’adozione di provvedimenti diretti ad ovviare alle reiterate inadempienze da parte dell’Ente locale in questione. Occorre, in pratica,

Aggressione Covelli, la solidarietà di Perugini e della Giunta COSENZA - Il Sindaco di Cosenza, Salvatore Perugini, in una nota, ha espresso, anche a nome della giunta, solidarietà all’assessore Damiano Covelli che nei giorni scorsi ha subito un’aggressione mentre era in compagnia dei suoi familiari. «Un fatto - afferma Perugini - già di per sé gravissimo, reso più pericoloso e più vile dalla circostanza che l’Assessore Covelli era in compagnia dei propri figli. Nell’esprimere piena fiducia nella Magistratura e nelle Forze dell’ordine, il cui operato porterà sicuramente ad individuare in tempi brevi il responsabile dell’aggressione e a fare piena luce sull’accaduto, il Sindaco di Cosenza e la Giunta riaffermano con forza che simili atti di violenza non ostacoleranno né condizioneranno in alcun modo l’operato dell’Amministrazione Comunale, caratterizzato dallo spirito di servizio verso i cittadini e dalla trasparenza, così come non l’hanno ostacolato né condizionato nel passato. Nella certezza - conclude il rpimo cittadino di Cosenza - che l’Assessore Covelli proseguirà nel suo impegno amministrativo con la consueta dedizione, il Sindaco Perugini e la Giunta gli sono vicini nel respingere e contrastare la logica di chi agisce tentando di avvelenare il clima politico della città».

un’azione di coordinamento tra la Regione ed i vari enti locali, un sistema d’integrazione e di consenso, al fine di sollecitare il più possibile azioni strategiche e generare reali elementi di crescita per il territorio calabrese. E’ giusto, insomma, che i cittadini si sentano finalmente parte di un processo democratico, in grado di soddisfare il loro immediato e reale il bisogno di porre fine a condizioni ed istituzioni intollerabili. Ciò significa - conclude - che compito dell’attuale Giunta quello di compiere ogni sforzo possibile per attuare una vasta concertazione sul piano locale, attraverso la quale si potrebbe tener conto delle diverse realtà e delle singole vocazioni».

Anna Bolle


32

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

CRONACHE

«Una leghista nella Giunta comunale ridicolo epilogo della guerra tra bande» di Carmela Mirarchi RGGIO CALABRIA - «Il prevedibile ritiro delle dimissioni del sindaco facente funzioni Raffa, il contestuale azzeramento della Giunta comunale e la nomina di una nuova "Giunta-Provocazione" composta da sei « È indispensabile assessochiamare i reggini ri rappresenalle urne affinché, tano il ridicolo possano voltare e provopagina» catorio epilogo della indecente guerra tra bande che si sta consumando all’interno del Pdl

alla faccia dei veri interessi di Reggio e dei reggini» si legge in una nota del segretario cittadino del Pdci di Reggio calabria, Ivan Tripodi. «Nella nuova giunta compare l’ex leghista Irene Pivetti - continua - la quale, a nostro avviso, considerati i suoi trascorsi politici, non solo non ha mai visto Reggio Calabria, ma ne disconosce l’esistenza. L’inutile e burlesca presenza della Pivetti nella giunta comunale di Reggio Calabria è, comunque, l’eloquente cartina di tornasole della lotta senza quartiere che vive il Pdl: una battaglia che ha come unico scopo l’accaparramento del potere e l’occupazione di poltrone. Una guerra condotta arrogantemente dalle truppe del presidente della Regione Scopelliti, in pieno delirio d’onnipotenza, contro il sindaco Raffa. Lo

stesso Raffa - aggiunge - oggi, si difende affermando che Scopelliti "considera Reggio un feudo di un più vasto impero e ha pensato di dar vita a un sistema oligarchico". Un atto d’accusa pesantissimo che non lascia spazio ad ogni ulteriore commento. L’unico punto che ci permettiamo di contestare al sindaco Raffa è il seguente: dove si trovava quando si consumavano tutti gli atti feudali del sistema oligarchico di Scopelliti che, è bene rammentarlo, soltanto noi Comunisti Italiani, in maniera solitaria, denunciavamo pubblicamente? La risposta è semplice e purile: il dr. Raffa era il vicesindaco nella giunta guidata da Scopelliti. Quindi...... Pertanto, davanti a questo quadro, desolante e nauseante, crediamo che sia, sempre più, indispensabile

«Centrodestra ormai incapace d’intendere affogato nelle sue contraddizioni interne» REGGIO CALABRIA - «Irene Pivetti assessore a Reggio Calabria. La persona giusta al posto giusto per cambiare il volto della nostra città. In tutti i sensi» si legge in una nota diOmar Minniti, Consigliere provinciale Prc-Fds. «Ce la ricordiamo - continua - infatti, prima nelle vesti di castigata parlamentare clerical-leghista, sostenitrice delle crociate contro gay e immigrati musulmani, e poi di conduttrice con gli abiti borchiati e dal taglio sadomaso di "Bisturi", programma truculento di Mediaset sulla chirurgia estetica. Possiamo solo provare a immaginare le delibere che proporrà l’assessore Pivetti alla nuova giunta Raffa orfana del Pdl: magari vuoi vedere che i reggini strapperanno qualche bell’incentivo per rifarsi nasi, pance, culi e tette presso le

cliniche più rinomate? Dopo la tragedia, la farsa e la sceneggiata, con Irene Pivetti assessore - grazie ad un centrodestra ormai incapace d’intendere e volere e affogato nelle sue contraddizioni interne - a Reggio ormai sta andando in onda un reality show dal sapore horror-splatter... Ai cittadini -coclude - il compito di spegnere la tv o, meglio ancora, di cambiare canale».

Omar Minniti

Omar Minniti: a Reggio ormai sta andando in onda un reality show dal sapore horror

La polizia provinciale denuncia otto ladri d’acqua REGGIO CALABRIA - Nell’ambito dei servizi interforze sull’emergenza idrica in ambito cittadino, disposti e coordinati dal Questore di Reggio Calabria Dott. Carmelo Casabona, intesi a contrastare il triste fenomeno dei furti di acqua dalla condotta comunale, la Polizia provinciale di Reggio Calabria diretta dal dott. Domenico Crupi ha intrapreso una capillare azione di controllo sul territorio di Reggio Calabria. L’obiettivo è quello di accertare allacci abusivi sulle reti idriche e fognarie del Comune e garantire, al contempo, pari condizioni di trattamento a tutti gli utenti, tutelando la risorsa idrica da utilizzi fraudolenti. L’allacciamento alla rete idrica ed il furto di acqua sono illeciti penali e costituiscono, infatti, un’evidente ingiustizia nei confronti dei cittadini onesti che pagano regolarmente le bollette, oltre che un grave danno per le casse del Comune. Nell’ambi-

to di tali attività ispettive, con il contributo dei tecnici del Comune di Reggio Calabria messi a disposizione dal Sindaco Giuseppe Raffa, la Polizia provinciale ha denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria 8 persone resisi responsabili di furto aggravato di acqua potabile dalla condotta comunale, reato sanzionato dagli articoli 624 e 625 del codice penale. Gli impianti abusivi utilizzati sono stati posti sotto sequestro giudiziario e messi a disposizione dell’Ag procedente. Le attività di controllo proseguono e saranno intensificate durante tutto il periodo estivo per come disposto dal Signor Questore di Reggio Calabria.

Filippo Sestito

Tripodi (Pdci): «Irene Pivetti considerati i suoi trascorsi politici, non ha mai visto Reggio Calabria»

chiudere definitivamente questa pantomima e procedere all’immediato scioglimento del Consiglio Comunale per troncare, senza alcun rimpianto, una sta«Crediamo che sia gione che, a partire dal 2002, con l’av- indispensabile chiudere vento di Scopelliti ha letteralmente in- definitivamente questa gannato gli ignari pantomima e procedere cittadini di Reggio. Il Pdl ha finalmente allo scioglimento del gettato la maschera e si è rivelato, in Consiglio comunale» maniera volgarmente arrogante, nella sua reale veste. E’ indispensabile - conclude - chiamare, al più presto, i reggini alle urne affinché, finalmente, possano voltare pagina e punire, con la micidiale arma del voto, i responsabili di questa vergognosa tragedia che, ogni giorno di più, sta umiliando Reggio e i reggini».


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 33

CRONACHE Il sindaco di Reggio ha azzerato l’esecutivo e ha nominato 3 nuovi assessori

Raffa ha ritirato le dimissioni In Giunta arriva Irene Pivetti di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa (Pdl), ha ritirato le dimissioni, ha revocato gli assessori che avevano firmato un documento di sfiducia nei suoi confronti ed ha nominato tre nuovi componenti della Giunta. Si tratta dell’on. Irene Pivetti, ex presidente della Camera dei deputati, del professor Pino Capua, medico ed esperto di sport, e del dott. Carlo Forcino, docente universitario ed esperto del settore finanze. Raffa è sindaco da alcune settimane dopo l’elezione a presidente della Regione Calabria di Giuseppe Scopelliti, che tra l’altro è anche il coordinatore regionale del Pdl. «Il mio non è un gesto di sfida - ha detto Raffa - ma l’atto estremo nel tentativo di coinvolgere i partiti nel rilancio dell’azione politica ed amministrativa del Comune. Ai partiti della coalizione demando il compito di impegnarsi al fine di consentire, nel migliore dei modi, il prosieguo dell’esperienza di governo a Reggio Calabria nel solco della continuità». «Gestirò il mio incarico soprattutto in chiave sociale, con una forte attenzione al territorio» ha detto l’ex presidente della Camera, Irene Pivetti, commentando la sua nomina ad assessore comunale a Reggio Calabria annunciata dal sindaco, Giuseppe Raffa. «Mi ha contattato il sindaco - ha aggiunto Pivetti - e

di Nunzio Marra

mi ha chiesto la disponibilità per l’incarico di assessore, che io ho espresso volentieri. E’ un incarico che si pone lungo la stessa direttrice dell’attività sociale che sto svolgendo da alcuni anni con l’onlus che ho fondato, "Learn to be free", impara ad essere libero. Lo interpreto, dunque, più in chiave sociale che politica. Il mio obiettivo, che poi è lo stesso della onlus che ho fondato - ha detto ancora Pivetti - è di creare sviluppo ed occasioni di lavoro dove non ce ne sono. Un impegno che metterò in atto anche a Reggio Calabria con l’aiuto di tutti, e del territorio in particolare».

Irene Pivetti

Il sindaco Raffa

Raffa: «Il mio non è un gesto di sfida ma l’atto estremo nel tentativo di coinvolgere i partiti nel rilancio dell’azione politica del Comune»

«Non è un gesto di sfida ma un tentativo di coinvolgere i partiti nel rilancio» REGGIO CALABRIA - «Il mio non è un gesto di sfida, ma l’atto estremo nel tentativo di coinvolgere i partiti nel rilancio dell’azionepoliticaedamministrativadel comune». E’ questo uno dei passaggi piu’ significativi della conferenza stampa del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa, nel corso della quale ha reso noto di aver ritirato le dimissioni, revocato la nomina dei componenti dell’esecutivo municipale che recentemente avevano firmato, assieme a consiglieri comunali di maggioranza, un documento di sfiducia ed annunciato la nomina di tre nuovi assessori e tra questi l’ex Presidente della Camera Irene Pivetti. «Ai partiti della coalizione - ha sottolineato Raffa - demando il compito di impegnarsi al fine di consentire, nel migliore dei modi, il proseguo dell’esperienza di governo di Reggio nel solco della continuità». La conferenza stampa di ieri mattina chiude una fase al quanto travagliata al Comune di Reggio Calabria, nata dopo che Giuseppe Raffa è stato chiamato a sostituire GiuseppeScopelliti, eletto sindaco nel 2007, attuale governatore della Calabria per aver vinto le elezioni della scorsa pri-

mavera. Sulla crisi comunale, secondo Raffa, probabilmente, «si è dimenticato che una coalizione è composta da un insieme di esperienze personali, culturali, professionali: tutte con pari dignità, anche se con ruoli diversi». Ed ancora: «Al comune di Reggio - attraverso un documento redatto in un locale pubblico della città - qualcuno ha pensato di poter dar vita ad un sistema oligarchico, in cui il potere risiede nelle mani di pochi, mentre quanti credono negli ideali di un partito e di una coalizione, e lavorano disinteressatamente per essi, vengono relegati a semplici yes man». Nel corso della conferenza stampa, il Sindaco di Reggio Calabria ha espresso il suo disappunto perché sono stati «pochi i mezzi d’informazione che sulla vicenda hanno fatto del giornalismo d’inchiesta per spiegare ai reggini l’infedeltà di alcuni burocrati, le pugnalate alla schiena di certi consiglieri comunali che, prima del tentato golpe, stazionavano intere giornate sui divani della mia struttura, prodighi di consigli verso questo o quel problema». «Durante i giorni della crisi - ha sot-

Verdini a Raffa: prosegua l’azione e la giunta resti

tolineato ancora Raffa - l’anarchia più assoluta regnava sia presso gli assessorati sia nei settori dell’alta burocrazia, al punto da farmi apparire un corpo estraneo e senza alcun potere di coordinamento». Non sono mancati i rilievi su alcuni apparati amministrativi che non sono stati ancora in grado di fornire al Sindaco notizie sul bilancio dell’Ente di palazzo San Giorgio, e sul sistema di lavori pubblici alle prese con opere mai partite nonostante l’accensione di mutui, e su lavori non ancora completati ancorché avviati da oltre un triennio. Alla mia determinazione - altro passo significativo della conferenza stampa - di non abdicare l’autonomia che mi conferiscono la legge e la coscienza, fermo restando la continuità dell’azionepolitica precedente, c’è stata la risposta vigliacca dei cosiddetti trenta che, ignorando le sedi istituzionali, si sono affidati ad un documento teso a demonizzare la mia persona. Ho quindi ritenuto opportuno rassegnare le dimissioni: la dignità di uomo vale più della carica di sindaco». Anna Bolle

REGGIO CALABRIA - Nel corso di una conversazione telefonica, «il coordinatore Verdini ha ribadito al sindaco Raffa la necessità di proseguire l’azione amministrativa, senza mettere in discussione gli attuali assetti di giunta, fermo restando l’impegno del partito ad ascoltare eventuali ragioni politiche che, in futuro, potrebbero rimodulare eventuali futuri assetti di governo». E’ quanto si afferma in una nota del coordinamento Grande città di Reggio Calabria del Pdl che ha riunito i consiglieri comunali del partito «al fine di individuare il percorso politico risolutivo della presente crisi amministrativa». Nel corso dell’incontro, si aggiunge nel comunicato, «é stata ribadita la necessità di salvaguardare l’esperienza politica e di governo del Centrodestra che ha determinato il riscatto della città dalle vecchie logiche opportunistiche e del malaffare. Alla luce di quanto sopra i consiglieri comunali hanno dato mandato al coordinatore Tuccio, al vicario Berna ed al capogruppo Nicolò di offrire al dimissionario sindaco Raffa fiducia incondizionata nella prosecuzione delle attività amministrative, alla luce dei recenti chiarificatori incontri "occorsi tra lo stesso Sindaco ed il Partito" invitandolo a revocare le dimissioni e ribadendo quanto già affermato in occasione della conferenza stampa dei giorni scorsi, per proseguire nel segno del mandato politico acclarato il 3 maggio in Consiglio comunale, confermando così il sostegno all’azione amministrativa e di governo della città. Il Partito, nelle suddette componenti - prosegue il comunicato - ha formalizzato la superiore istanza, ponendosi nel ruolo di garante dei reciproci rapporti fiduciari prendendo, però, atto della mancata disponibilità del sindaco Raffa a ritirare le dimissioni, rivendicando, questi, una incomprensibile autonomia nel procedere a rimpasto di Giunta. La ribadita mancanza di disponibilità sul procedere all’azzeramento dei componenti di Giunta, da parte dei consiglieri e del Partito, trova fondamento su una volontà determinata ed importante per procedere nell’azione amministrativa tracciata in questi anni, nel solco della continuità e di condivisione programmatica, dando seguito alle volontà popolari manifestate durante l’ultima sessione elettorale del 2007».


34

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

CRONACHE

Pugliese resterà in carcere mentre Pullano andrà ai domiciliari

Estorsione ad un medico, il riesame conferma i due arresti

struttura abusiva. Ne era scaturito un provvedimento per il blocco dei lavori e, suc- Secondo l’accusa, i due hanno cessivamente, minacciato un medico di Isola un’ordinanza per demolire Capo Rizzuto per costringerlo la struttura. Nel provvedi- a cedere loro un terreno sul mento di cuquale avevano realizzato stodia cautelare il una costruzione abusiva Gip sostiene che, pur non essendo riusciti ad individuare gli autori certi delle intimidazioni, le indagini hanno comunque permesso di ricostruire "la dinamica, il contesto e la matrice degli eventi".

di Filippo Germa CATANZARO - Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha confermato l’impianto accusatorio nei confronti di Maurizio Pugliese, di 44 anI due erano stati arrestati ni, e Giuseppe nell’ambito delle indagini Pullano, di 25, entrambidiIsosugli attentati incendiari la Capo Rizzuto accaduti nelle settimane scorse (Crotone), arrestati il 31 luglio ai danni delle automobili del scorso per estorsione nei sindaco di Isola Capo Rizzuto, confronti di un Carolina Girasole, del medico. Il Tribunale, infatti, vicesindaco e di un dirigente ha confermato l’arresto in carcere per Pugliese, mentre per Pullano ha disposto i domiciliari. I due erano stati arrestati dai carabinieri nell’ambito delle indagini, coordinate dal procuratore di Crotone, Salvatore Mazzotta, sugli attentati incendiari accaduti nelle settimane scorse ai danni delle automobili del sindaco di Isola Capo Rizzuto, Carolina Girasole, del vicesindaco e del dirigente dell’ufficio tecnico. Secondo l’accusa, i due hanno minacciato un medico di Isola Capo Rizzuto per costringerlo a cedere loro un terreno sul quale avevano realizzato una costruzione abusiva. Il medico ha più volte segnalato al sindaco, al vicesindaco ed all’ufficio tecnico la realizzazione della

Incidente stadale sulla statale 106, muore un 20enne nato a Catania ISOLA CAPO RIZZUTO - Un giovane siciliano ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto poco prima delle 7 di ieri mattina lungo la statale ionica 106, in territorio del comune di Isola Capo Rizzuto, nel crotonese. La vittima sichiamava Giovanni Nicolosi, 20 anni, nativo di Catania ma da tempo residente a Verona; il giovane si trovava alla guida di una Fiat 500 che procedeva in direzione nord quando, per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della Polizia stradale, è andato a scontrarsi frontalmente con un autocarro che proveniva dalla direzione opposta. Nicolosi è deceduto sul colpo mentre un altro ragazzo, un 17enne di Isola Capo Rizzuto che viaggiava in sua compagnia, è rimasto ferito. Trasportato in ospedale da un’ambulanza del 118 i sanitari gli hanno riscontrato un trauma toracico e una sospetta frattura alla spalla. Marco Gigli

Furto cavi della rete Telecom, due arresti in flagranza di reato ISOLA CAPO RIZZUTO - Lunedì pomeriggio a Isola Capo Rizzuto, precisamente in località San Brase, i militari delle stazioni di Isola Capo Rizzuto e Cutro hanno arrestato il flagranza di reato: Luigi Morrone, classe 1977, muratore: Vincenzo Magnolia, classe 1976, contadino.Il reato contestato ai due è quello di furto aggravato. I due infatti sono stati sorpresi dopo aver asportato i cavi della reteTelecom. Una problematica, quella dei furti dei cavi della rete di telefonia di non poco conto e che è stata anche al centro di alcune apposite riunioni in Prefettura, poichè il furto dei cavi, che in questo ultimo periodo in particolare ad Isola Capo Rizzuto, è stato assai frequente, crea gravi problemi di isolamento telefonico di intere aree urban. Proprio per questo motico il Comando provinciale dei carabinieri di Crotone

ha organizzato appositi servizi tesi a scoprire i ladri. I servizi, già nei giorni scorsi, hanno portato alla denuncia di un altro giovane di Isola Capo Rizzuto, trovato in possesso anch’egli di cavi tòefonici e all’arresto di due soggetti sempre a Isola Capo Rizzuto. Nello specifico, già nei minuti precedenti all’arresto le pattuglie avevano notato degli individu sospetti aggirarsi nei luoghi dove ormai era prassi rubare cavi telefonici.I militari si sono accorti che da una linea Telecom, in parte su pali ed in parte interrata, erano stati strappati circa 200 metri di cavoper linea telefonica/internet oltre ad un altro cavo di circa 400 metri di diametro minore. Così i militari si sono messi subito alla ricerca dei possibili ladri. Diverse pattugliehanno quindi setacciato tuttala zona e si è giunti infine a fermare i soggetti che

erano a bordo di un furgone. Sul mezzo è stato ritrovato il cavo della Telecom precedentemente asportato dalla linea telefonica. Occultati nel veicolo sono stati rinvenuti vai oggetti necessari a tranciare i cavi telefonici, tra cui un’ascia, 2 seghe e vari attrezzi da lavoro. Il tuttoèp stato posto sotto sequestro. Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della stazione dei carabinieri di Isola Capo Rizzuto. Ieri il giudice ne ha convalidato l’arresto.


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 35

CRONACHE Il Presidente della Provincia ha incontrato alcuni villeggianti di Capo Vaticano

De Nisi ai turisti: presto gli interventi contro l’erosione di Nicola Oliva VIBO VALENTIA - Il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Francesco De Nisi, ha incontrato nei giorni scorsi una delegazione di turisti che si trovano in un noto villaggio camping di Capo Vaticano. A chiedere l’incontro erano stati gli stessi turisti, allarmati dall’erosione costiera che nel giro di pochissimi anni ha fatto scomparire diversi metri della spiaggia del Tono, ora ridotta quasi al lumicino. Non sono mancate da parte loro domande anche circa la qualità complessiva del mare di capo Vaticano. Ambra Svanini, mediatrice tv di Milano; Luciano Tozzi, di Treviso, ex generale dell’aeronautica, e Glauco Maglio, di Roma, funzionario del Cnel, hanno preliminarmente ringraziato De Nisi, a nome anche delle migliaia di turisti ospiti del camping, per aver accolto subito la loro richiesta di incontro. «Veniamo qui al Tono da anni e negli anni - hanno detto - abbiamo assistito alla progressiva riduzione del litorale che, da ampia distesa sabbiosa, è diventato ora una piccola striscia di ghiaia e sassi. Ogni anno abbiamo dovuto constatare le conseguenze delle mareggiate che si sono progressivamente portate via un pezzo notevole di questa

che appena qualche anno addietro era ancora una spiaggia incantevole. Non possiamo percorrere centinaia e centinaia di chilometri per poi trovarci di fronte ad una simile situazione. Occorre fare qualcosa». Il presidente De Nisi ha detto che «siamo perfettamente coscienti che sul turismo il territorio vibonese poggia le sue maggiori chances di sviluppo e pertanto l’attenzione della Provincia verso questi primari problemi non è mai venuta meno». Il presidente ha ricordato che esiste un finanziamento della Regione pari a circa 8 milioni di euro finalizzato a contrastare l’erosione sulla costa da Ricadi a Briatico mediante la sistemazione di barriere soffolte e il ripascimento delle spiagge. Il nostro auspicio - ha aggiunto De Nisi - è che non prevalgano logiche di campanile e che la Provincia, che in quanto ente sovraordinato

Esplosione casa nobiliare, muore anziano 89enne

ha una visione organica del problema, possa redigere in stretta intesa con i Comuni un progetto complessivo che il Consiglio provinciale potrebbe approvare già entro la fine dell’anno. In tal modo entro la primavera prossima si potrebbe andare all’appalto e all’inizio dei lavori». Sul problema della qualità del mare De Nisi ha detto che «le schiume e i rifiuti la cui presenza voi giustamente lamentate non provengono, in tutta evidenza, dai depuratori i quali, se non funzionano sversano liquami, non materiali solidi triturati. Questo tipo di rifiuti è dovuto invece, in massima parte, alle grosse navi di passaggio che quando si trovano al largo della costa provvedono illecitamente alla pulizia delle sentine. Le correnti si incaricano poi di portare a riva le schiume dovute a saponi, solventi e rifiuti di vario tipo scaricati in mare».

di G. De Carlo CATANIA - E’ morto nel reparto Grandi ustionati dell’ospedale Cannizzaro di Catania Filippo Grillo, un anziano di 89 anni che aveva subito gravissime bruciature nell’esplosione della sua casa nobiliare di campagna a Sorianello, nel Vibonese. La deflagrazione, secondo i primi accertamenti

Lettera di ringraziamento all’Asp di Vibo «Ci sono anche spazi di eccellenza» VIBO VALENTIA - Il signor Enzo Trifirò ha inviato al Commissario Straordinario dell’Asp, Alessandra Sarlo, la seguente lettera :«Gentile Commissario, desidero segnalare alla sua cortese attenzione un episodio di buona sanità avvenuto presso l’ospedale "G. Jazzolino" di Vibo Valentia, che in genere, per come appare sugli organi di stampa, non sembra godere di ottima reputazione. Il caso di mio padre - si legge nella lettea - era delicatissimo per diversi motivi che non sto qui ad elencare ma è certo stando alle sue improvvise gravi condizioni che il rischio, al momento del suo ricovero, era molto alto. Sono stati, infatti, necessari due interventi d’urgenza nell’arco di pochi giorni e il dr. Francesco Zap-

pia, di chirurgia generale, con la sua equipe ha dimostrato che anche presso l’ospedale di Vibo Valentia è possibile fruire di elevata etica professionale oltre che di grande abilità chirurgica. Naturalmente un doveroso riconoscimento va al personale tutto del reparto diretto dal dr. Francesco Miceli, direttore del Dipartimento di Chirurgia. Le scrivo - conclude - anche a nome della mia famiglia per rendere onore a chi, nonostante tutto, continua con il proprio impegno e la propria dedizione a mantenere spazi di eccellenza nella nostra terra».

dei vigili del fuoco riferiti ai carabinieri, è stata provocata da una perdita di gas. Grillo aveva riportato ustioni sul 75% del corpo. Per la gravità delle ferite era stato prima portato in eliambulanza nell’ospedale di Cosenza e poi trasferito, sempre con l’elisoccorso, nel centro Grandi ustionati di Catania.Nell’esplosione era rimasto ferito, in maniera lieve, anche un operaio extracomunitario che lavorava nella villa.

Nicola Marisi

Lotta alla contraffazione, sequestrati 70 cd VIBO VALENTIA - Oltre 70 cd musicali contraffatti ed una denuncia per vendita di supporti audiovisivi privi di marchio Siae e ricettazione, questo è il bottino dell’ultimo controllo del territorio degli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina. I militari dell’Arma, che nel mese di agosto hanno passato al setaccio tutte le spiagge del circondario del capoluogo, hanno sorpreso Es, cittadino marocchino 26enne residente a Maierato e ben noto alle forze dell’ordine, mentre, nei pressi del lido "la scogliera" di Pizzo, vagava da un ombrellone all’altro tentando di vendere i numerosi cd che teneva nascosti in un marsupio. I Carabinieri, confusi tra la folla dei bagnanti, si sono avvicinati all’immigrato con la scusa di vedere la merce ed il marocchino è riuscito a capire chi fossero solo quando era troppo tardi. A nulla è valso un suo tentativo di fuggire sulla spiaggia

giacché, dopo pochi passi, è stato fermato da un altro militare che si era appostato nei pressi proprio per evitare una simile evenienza. Il venditore ambulante è stato così denunciato all’autorità giudiziaria mentre tutto il materiale illecitamente riprodotto è stato sequestrato per essere avviato alla distruzione. Proseguono dunque sulla costa i sequestri e le denunce per la lotta alla contraffazione e la tutela del made in Italy. Anna Bolle


36

il Domani Mercoledì 18 Agosto 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Studio Azzurro toccare le immagini in spazi “narranti” Le videoambientazioni interattive del quartetto composto da Cirifino, Rosa, Sangiorgi e Roveda

Claudia Quintieri

C

omunicativi, evocativi, espressivi, i fondatori di Studio azzurro, Fabio Cirifino, Paolo Rosa, Leonardo Sangiorgi e Stefano Roveda. Nel corso della loro lunga carriera si sono cibati di citazioni dalla cultura e dalla storia, ma la vera citazione che non manca mai è quella dell’emotività. L’utilizzo delle nuove tecnologie si è concretizzato nelle loro mani come inno alla poesia e alle emozioni, declinate a volte delicatamente a volte in maniera prorompente. Sono possessori degli strumenti tecnici e sensibili per lacerare la quotidianità e immergere lo spettatore in un’esperienza a tutto campo dove conta il relazionarsi e l’essere parte attiva di un gioco serio. Da un colloquio con un componente storico del gruppo Paolo Rosa emergono i dati essenziali della poetica e dell’attività di Studio azzurro. Come vi dividete i ruoli? «Non c’è una divisione precisa. Quando viene fatta una proposta a uno di noi, si crea uno staff all’interno dello studio che è formato da 25-30 collaboratori». Quali sono i vostri maestri? «Parlando per me, non ho maestri. Lo dico senza supponenza perché sarei stato ben disposto ad averne, però nel periodo della mia formazione, gli anni ‘70, non si parlava di maestri ma di una rottura generazionale profonda. Allora facevo parte del Laboratorio di comunicazione militante. Ciò non toglie che ho collaborato con Davide Boriani del gruppo T». Come è iniziata l’avventura creativa di Studio azzurro? «Fra ‘78 e ‘79 mi sono trovato da solo con la mia passione per il cinema. Ho coinvolto un gruppo di amici, il primo nucleo di Studio Azzurro, nella realizzazione del film Facce di festa. Negli anni ’80 Ettore Sottsass ci chiese di supportare la nuova collezione con una istallazione video e ci siamo subito resi conto che il video era una modalità interessante. Ci piaceva creare un dialogo con lo spa-

zio, con il racconto, un percorso che non fosse né pittura né scultura né cinema o design o allestimento, era un videoambiente». Quali sono le caratteristiche dei vostri videoambienti? «Contengono una dimensione narrativa che viene sviluppata attraverso sistemi multimediali. Nascono dalla triangolazione fra ambiente fisico, narrazione virtuale e presenza attiva dello spettatore. C’è il dialogo fra spazio, immagine in movimento e fruitore che si può muovere e può vivere il tempo dell’installazione. L’esempio forse più famoso è Il nuotatore». I successivi ambienti sensibili, l’interattività sono un approdo importante della vostra poetica? «Gli ambienti sensibili vivono di interattività, impongono la necessità di innescare un dialogo fisico. Lo spettatore può toccare l’immagine, trasformare il racconto, intervenire nella narrazione, an-

che grazie alle tecnologie che lo hanno permesso. Nella loro costituzione, la prima regola è il tipo di approccio alla tecnologia. Abbiamo preferito creare un rapporto con il pubblico senza interfacce, in maniera che lo spettatore possa muoversi liberamente e esprimersi con il gesto e il corpo per valorizzare la sua presenza in maniera quasi coreografica. La seconda regola è che siano degli ambienti in controtendenza rispetto all’andamento della tecnologia che isola, rigenerando una socialità tramite l’interazione. La tecnologia a volte si dimentica di questi aspetti. Manca di ricordare che esiste un corpo e quindi per noi è importante riaffermarne la presenza. La dimensione naturale è uno dei problemi centrali di questa fase storica dove l’equilibrio in tal senso è del tutto mancante. I mezzi tecnologici ci proiettano in avanti e uno sguardo indietro alla storia ci sembra un modo per progettare il futuro».


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 37

IL DOMANI DELLA CULTURA Il gruppo Come sono strutturati i vostri musei? «Le caratteristiche dei musei che progettiamo sono memori della nostra esperienza. I rapporti fra opera e museo si possono comparare a quelli fra tela e affresco, nelsecondo ci sono una dimensione ambientale, una narrativa e una committenza molto potenti. Nei musei lavoriamo sulle sensorialità mescolando presenza virtuale e reale. Li definiamo di narrazione diversamente dal museo di collezione. Lo spettatore è attivo, si prendele responsabilità». A quando risalgono le prime esperienze con il teatro? «Ho iniziato a girare un film, L’osservatorio nucleare del signor Nanof, nell’84 con Giorgio Barberio Corsetti. Abbiamo poi collaborato e Giorgio mi ha insegnato a fare teatro. Uno dei nostri spettacoli, La Camera astratta del 1987, ha segnato l’apertura di Documenta 8 di Kassel». Qual è il ruolo della musica? «Ci serviamo di tante espressioni sonore: musica, rumori, voci, suoni. All’inizio la musica ha avuto un ruolo trainante, abbiamo fattoesperienze con Peter Gordon, Braian Eno e molti altri». Qual è il vostro criterio estetico? «Dagli ambienti sensibili in poi il nostro concetto di bellezza non è più legato a belle forme, ma piuttosto a belle relazioni. Un buon lavoro è quello che riesce a costruire un bel rapporto col pubblico, che fa venire una bella idea».

“Interattivo” dai primi anni Ottanta

A destra: Fabio Cirifino Leonardo Sangiorgi Paolo Rosa, Stefano Roveda Sotto, da sinistra: Meditazioni Mediterraneo, 2002 Il giardino delle cose, 1997 "Sensible map", Casablanca, 2008 Nella pagina precedente dall’alto: Il nuotatore, 1984 Inventori di mondi, s. d.

Studio azzurro nasce nel 1982 con la collaborazione fra Fabio Cirifino (12 gennaio 1949), esperto di fotografia, Paolo Rosa (28 settembre 1949), esperto di arti visive e cinema, Leonardo Sangiorgi (26 agosto 1949), esperto di grafica e di animazione, a cui si aggiunge nel 1995 Stefano Roveda (16 ottobre 1959), esperto di sistemi interattivi. Insieme a loro quattro un team di collaboratori. La prerogativa di Studio azzurro è la creazione di arte attraverso le nuove tecnologie ponendo attenzione al dato umano. Sono conosciuti a livello internazionale fin dalla realizzazione dei loro primi videoambienti per proseguire con gli ambienti sensibili e arrivare alla progettazionedimusei,senzatralasciare il cinema e il teatro. Si distinguonoperl’utilizzodell’interattività.


Mercoledì 18 Agosto 2010

il Domani 39

APPUNTAMENTI II edizione “Expo al Femminile” a Soverato Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ALESSANDRIA DEL CARRETTO VII edizione di Radicazioni Dal20 al 22 agosto Alessandrina del Carretto ospita la VII edizione di Radicazioni, festival delle culture tradizionali. Concerti, arte e musica nel cuore del Pollino. Artisti in strada, teatro, maschere e marionette, pitturamurale,fotografia,standenogastronomici, di artigianato e strumenti tradizionali. BAGNARA CALABRA Racconto di un delirio, di Valerio Strati La nuova produzione della compagnia calabrese Carro di Tespi, Raskòlnikov. Racconto di un delirio, di Valerio Strati, liberamente ispirato al romanzo Delitto e castigo di F%u0451dor Michajlovic Dostoevskij debutta in prima nazionale, oggi alle 21.30, nello spazio dell’Arena Belvedere di Bagnara Calabra. BORGIA Intersezioni 5 Fino al 3 ottobre , presso il parco archeologico di Scolacium (Borgia, Catanzaro),eMarcaCatanzaroacura di Alberto Fiz si terrà la mostra catalogo Electa. CASTROVILLARI "Estate castrovillarese 2010" La Città di Castrovillari presenta "Estate castrovillarese 2010". Programma: "XXV estate internazionale delfolkloreedelParcodelPollino"fino al 20 agosto , alle ore 21.00, in piazza Municipio; "Miss & Moda": giorno 22 agosto , alle ore 21.00, in piazza Municipio si terrà Miss Castrovillari & Miss e Mister baby 2010, a cura della scuola di ballo "Pam"; "Girovagando... in teatro", giorno 3 settembre , ore 21.00, presso Largo Vescovado, "Filumena Marturano" a cura dell’associazione culturale "Aprustum"; "Notti Bianche": 27 agosto, ore 21.00, presso il villaggio Cammarata si terrà "Gennaro 100% calabrese" a cura del comitato Cammarata. CATANZARO Ben E King in concerto Sabato 4 settembre , Ben E King in concerto presso l’Anfiteatro del Parco della Biodiversità di Catanzaro Elisa in concerto Saràunpalcoscenicocompletamente bianco con diversi piani, torri e scale, quello che ospiterà il concerto di Elisa il 13 settembre , all’area Magna Grecia, organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese. La data rientra nel tour “Heart Alive”.Perleprenotazionieperqualsiasi informazione è possibile telefonare al numero 0961.726313 per la Ticket Service, oppure ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335 per la Esse Emme Musica; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it. CAULONIA Kaulonia tarantella Festival Giorno 23 agosto , ore 11.30 presso l’aula consiliare del Comune di Caulonia, conferenza stampa per l’inizio del Festival. Saranno presenti il direttore artistico Eugenio Bennato e gli artisti in cartellone. Appuntamento dal 24 al 28 agosto . Programma: giorno 24 agosto , - La nuova musica calabrese: Francesco Loccisano "Battente Italiana" Scialaruga, Invece, Mujura, Enzo Avitabile e i Bottari; giorno 25 agosto , Tarantella delle regioni: Banda Corapi(Calabria),MarioIncudine& GruppoTerra(Sicilia),Ilenia(Calab-

Expo al Femminile, seconda edizione. Dopo il successo ottenuto l’anno scorso per le vie del centro storico di Catanzaro, la manifestazione sbarca sulle coste di Soverato in una due giorni ricca di appuntamenti. Il 20 e il 21 agosto il lungomare Europa ospiterà l’evento tutto al femminile conlapresenza degli stand delle imprenditrici che avranno la possibilità di esporre i loro splendidiprodotti lavorati a mano: gioielli, tessuti, oggettistica e tanto altro ancora. Sabato 21 , serataconclusiva piena di sorprese. Il Gruppo dei Giovani Imprenditori di Confcommercio, promotore dell’iniziativa, presenterà l’evento in conferenza stampa, giorno 18 agosto alle ore 18 nella sala riuria), Musicisti Basso Lazio (Lazio). CITTANOVA Seminario Porto di Gioia Tauro "Il porto di Gioia Tauro nell’Area Metropolitana dello Stretto", è il titolo del seminario organizzato dal comune di Cittanova che vedrà riuniti, domenica 22 agosto , alle ore 9.30, nella sala della Biblioteca Mediateca Comunale di Piazza Calvario, esponenti politici appartenenti alla cosiddetta "Area di responsabilità istituzionale" formata dal Movimento per le Autonomie - Mpa, da Futuro e Libertà per l’Italia, che fa riferimento al presidente Gianfranco Fini, e poi da Unione di Centro - UdC e Alleanza per l’Italia Api. CONFLENTI Campagna "Non bacio le mani" Giovedì 19 agosto , alle ore 21.30, presso il Sagrato Santuario, le edizioni Rubbettino lanciano "Non bacio le mani", campagna di promozione alla lettura come strumento di conoscenzapercombatterelamafia. 5 sono i libri inseriti nella raccolta: Ndrangheta e Storia Criminale di Enzo Ciconte, Malitalia. Storie di mafiosi, eroi e cacciatori di Laura Aprati ed Enrico Fierro, Il Gotha di Cosa Nostra. La mafia del dopo Provenzano nello scacchiere internazionale del crimine di PiergiorgioMorosiniePeppinoImpastato. Una vita contro la mafia di Salvo Vitale. CORIGLIANO CALABRO Edoardo Bennato ed Alex Britti in concerto Ritorna uno degli eventi più attesi dell’estate, organizzato dalla Provincia di Cosenza e che avrà ancora il Porto di Corigliano quale favoloso scenario per una notte di indimenticabile spettacolo. Per giovedì 19 agosto , è infatti previstoilconcertodiEdoardoBennato ed Alex Britti, sul grande palco che sarà allestito nell’area portuale per un’unica data in Italia. Il concerto avrà inizio alle ore 21.30 e sarà gratuito.

nioni dell’acquario comunale di Soverato, illustrando tutto il programma. Prenderanno parte all’incontro di presentazione, molte figure istituzionali:l’assessoreregionalealleattività produttive, Antonio Caridi; l’as-

sessore provinciale alle attività produttive,RobertoCostanzo;ilsindaco Raffaele Mancini l’assessore al controllo del territorio di Soverato, Antonio Rattà; l’assessore alle attività COSENZA Festival della musica “Abstract 2010” Un evento unico e tra i più grandi d’Italia, considerato tra quelli più spettacolari del “Dance Floor Internazionale”. E’ “Abstract 2010”, vero e proprio Festival della musica dance internazionale che il 10 settembre sarà ospitato, con inizio alle 20.30, allo Stadio San Vito di Cosenza per iniziativa della “P.J. Master Production” di Paolo Marozzo e con il patrocinio dell’Assessorato allo sport, spettacolo ed eventi guidato da Francesca Bozzo. CROTONE Spettacolo "Motion" Oggi , al Parco archeologico di Capo Colonna di Crotone, andrà in scena lo spettacolo "Motion" liberamente ispirato a "Il gioco della mosca" di Andrea Camilleri. La rappresentazione, inserita nel calendario del Magna Graecia Teatro Festival, avrà inizio a partire dalle 21.30. Costo del biglietto, 5 euro. “Notti d’agosto 2010” Ivana Spagna, Alexia, Alvaro Vitali, Giovanni Cacioppo sono solo alcuni degli artisti che arriveranno a Crotone nell’ambito di “Notti d’agosto 2010”, la stagione estiva del Comune di Crotone. Venerdì 20 agosto , sempre sulla Lega navale, alle 21.00, un’altra grande voce sarà protagonista delle “Notti d’agosto”: quella di Alexia. Il giorno seguente, sempre sulla Lega navale, alle 21 si esibiranno i Sonohra. Seguiranno gli appuntamenti: martedì 24 agosto alle 21 allaVillacomunaleèlavoltadiAntonella Costa, seguirà Giovanni Cacioppo, giovedì 26 agosto alle 21 sempre sulla Lega navale, mentre “Le tutine” animeranno la serata di domenica 29 agosto alle 21 nella villa comunale. Dal 25 al 28 agosto ,il piazzale Ultras sarà il palcoscenico del tour del “Mulino Bianco” con animazione ed intrattenimento per bambini.Infine sabato 28 agosto, la Lega navale farà da scenario all’esibizione della “U2 Tribute Band”.

produttive di Soverato, Maurizio Gioviale; Pietro Tassone, presidente Confcommercio Catanzaro; Paolo Abramo, presidente Camera di Commercio Catanzaro. Prenderanno parte al tavolo anche la prof.ssa Maria De Stefano, coordinatricestand;Angela Fidone, docente di “Storia e Tecnichedel Costume” dell’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro; l’avv. Sandro Scoppa, direttore della rivista “Liberamente”; MariaLaura Froio, stilista e la maestra della scuola di balli caraibici “Caribe Soy”, Nelsa Gomez. Il presidente dei Giovani Imprenditori, Francesco Leonardo aprirà l’incontro che sarà moderato da Pietro Falbo. DIAMANTE Malika Ayane in concerto Malika Ayane è di nuovo in concerto con Grovigli Tour 2010. Tra le tappe in programma, l’Anfiteatro dei Ruderi di Cirella dove Malika Ayane si esibirà il 21 agosto . FRANCAVILLA MARITTIMA “Panatenee in onore della dea Atena” Oggi , si svolgerà presso il Parco Archeologico didattico di Timpone Motta di Francavilla Marittima il I° Corteo con rievocazione storica “Panatenee in onore della dea Atena” organizzato dal Comune di Francavilla Marittima in collaborazione con la Fondazione Brettion onlus e la partecipazione di numerosi enti ed associazioni di settore. MAIDA Due Mari Summer Festival Programma Due Mari Summer Festival, presso il centro commerciale "Due Mari": il 28 agosto , ore 21.00, "Balliamoinsieme?",estatedanzante con V&V dance school. Dal 16 al 26 agosto , "Pepp’Art", esposizioni, degustazioni e laboratori, a base di peperoncino. I edizione “Notte Bianca a Maida: percorsi storici e antichi sapori” Il libero Movimento di Maida e Vena in collaborazione con la Proloco e con il Patrocinio dell’amministrazione Comunale di Maida invita alla prima edizione dell’evento: “Notte Bianca a Maida: percorsi storici e antichi sapori” che si terrà mercoledì 25 agosto , a partire dalle ore 18.30. MONTAURO V edizione "Miss Under 50 Calabria" Venerdì 27 agosto , alle ore 21.30, presso il ristorante Costaraba di Montauro Lido avrà luogo la finalissima del Concorso di Bellezza "Miss Under 50 Calabria". Il concorso giunto alla 5° edizione è organizzato dal duo Franco e Veneranda Arena.

REGGIO CALABRIA 3^ Edizione de “I Tesori del Mediterraneo” Dal 25 al 29 agosto , sul Lungomare, si terrà la 3^ Edizione de “I Tesori del Mediterraneo” – Cultura Sport Spettacolo Turismo. ROCCELLA JONICA Rumori Mediterranei Roccella Jazz Fino al 21 agosto , l’associazione culturaleJonicaOnluspresentaRoccellaJazzFestival20^edizione,Rumori Mediterranei 2010 "Memorie future", direzione artistica Paolo Damiani. Fino al 21 agosto , si svolgerà,neipressidelTeatroalCastello, laMostra-Mercatodell’enogastronomia e dell’artigianato locale di qualità. ROSSANO Rossano la Bizantina....d’estate 2010 Ogni sabato e domenica fino al 28 agosto,ore19.00/24.00,pressol’AnfiteatroVialeMediterraneo-mercatinoartigianato a cura ass. Creare Insieme con Fantasia. SANTA CATERINA ALBANESE Festival Joggi Avant Folk Appuntamento immancabile dell’estate musicale calabrese sarà anche quest’anno il festival Joggi Avant Folk, in programma a Joggi, frazione del comune di Santa Caterina Albanese, fino ad oggi , giunto alla tredicesima edizione. SAN GIOVANNI IN FIORE SilaInFesta 2010 Al via la quattordicesima edizione del SilaInFesta 2010 con Tetes de Bois, Francesco Di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso, Officina Zoé e Peppe Voltarelli dal 27-29 agosto SELLIA MARINA Finalissima"MissRagazzaCinema Ok Calabria" Giorno 19 agosto , arvà luogo presso il ristorante pizzeria Indian, alle ore 21.00, la finalissima regionale Miss Ragazza Cinema Ok Calabria. SPEZZANO DELLA SILA Settimana della cultura calabrese Da domenica 22 a domenica 29 agosto , Camigliatello Silano località turistica del meraviglioso Altipiano Silano, ospiterà la prima Settimana della cultura calabrese, l’evento è un insieme di incontri culturali, presentazioni di libri, visioni multimediali, ascolto di musica etnica, itinerari enogastronomici e turistici, giochi tradizionali. STALETTI’ "NottediNote...Live"alBlancaCruz Beach Village Programma: sabato 21 agosto , ore 23.30, Liano Concolino, voce e tastiere; sabato 28 agosto , ore 23.30, New Talent. TIRIOLO IVª Edizione del Festivalband Si terrà il 21 agosto , in Piazza Gioacchino da Fiore ("Quartiere") la Quarta edizione del Festivalband, il concorso musicale per band emergenti suddiviso in due categorie: Junior e Senior. Per informazioni: 339/7229717 www.festivalbandtiriolo.tk festivalband2007@libero.it facebook: festivalband tiriolo TROPEA Tropea Film Festival Sabato 21 e domenica 22 agosto , alle ore 20.30, con ingresso libero si terrà Le Notti dei Cartoni.


il domani  

Edizione del 18 Agosto 2010