Issuu on Google+

Sabato 18 Giugno 2011

Anno XIV - Numero 166

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

CRIMINALITÀ

LA TELEFONATA

Droga, arresti e perquisizioni la ‘ndrangheta a Ventimiglia

REGIONE Comunità montane, sono in arrivo 14 milioni di euro per gli stipendi

Berlusconi: farò di tutto per aiutare la bellissima Calabria

a pag » 8

a pag » 19

a pag » 10

Killer in azione a Nicotera, la vittima coinvolta in inchieste sul narcotraffico e ritenuta vicina alla cosca dei Mancuso di Limbadi

Agguato nel Vibonese, ucciso pregiudicato Domenico Campisi è stato trasferito in elisoccorso nell’ospedale di Catanzaro dove però è giunto cadavere L’INTERVENTO

La nomina di Caruso, giusto riconoscimento di Renato Schifani

Campisi al momento dell’agguato era a bordo di un’auto, guidata da un cugino IL COMMENTO di 25 anni, rimasto illeso, sulla strada che dalla frazione Comerconi porta a Nicotera La vettura è stata avvicinata da un’altra auto con a bordo i sicari che hanno sparato a pag » 21

«NAPOLI SENZA SPAZZATURA»

Assegnati i premi della Fondazione Bellisario

presidente del Senato

La nomina da parte del Consiglio dei ministri del Prefetto Giuseppe Caruso a Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione dei Beni Sequestrati alla Criminalità Organizzata, rappresenta il giusto riconoscimento ad un uomo delle Istituzioni di grandi capacità professionali, di cui ha ripetutamente dato testimonianza nel corso delle eccellenti carriere di Questore prima e di Prefetto oggi. I numerosi successi culminati nella cattura di esponenti di spicco della criminalità organizzata siciliana, primofratuttiBernardoProvenzano, le brillanti operazioni di polizia dirette anche da Questore di Roma, nonché la capace e attenta conduzione della Prefettura di una città difficile e non scevra da problemi come quella del capoluogo siciliano, sono successi che attestano le eccezionali doti di Giuseppe Caruso.

MELA D’ORO

De Magistris: ci bastano quattro o cinque giorni NAPOLI - «In quattro/cinque giorni la città e la provincia di Napoli saranno liberate dalla spazzatura». Lo promette il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris annunciando lo sblocco di otto milioni e 250mila euro euro necessari per incrementare la raccolta differenziata. Il vicesindaco Tommaso Sodano annuncia che Napoli avrà anche un sito di trasferenza (dove la spazzatura può rimanere fino ad un massimo di 72 ore per essere poi rimossa).

Testardaggine, professionalità e ottimismo, questi erano, secondo Marisa Bellisario, i segreti del successo, come ebbe a dire intervistata da Gianni Minoli negli anni Ottanta. La prima donna manager d’Italia, presidente della Olivetti e poi amministratore delegato di Italtel, con l’esempio della sua esperienza ha lasciato il segno nell’immaginario collettivo femminile. Proprio per questo le iniziative della Fondazione a lei dedicata, ideata e presieduta dall’onorevole calabrese Lella Golfo, riscuotono sempre un grande successo in termini di partecipazione e interesse. Come avvenuto anche ieri al Teatro delle Vittorie di Roma, dove si è svolta la XXIII edizione del premio Marisa Bellisario per la consegna dellatradizionaleMelad’oro. di Alessandro Caruso a pag » 9

VIBO VALENTIA Il ministero dell’Interno ha disposto l’invio di 20 poliziotti in più per il periodo estivo a pag » 21

REGGIO CALABRIA Scopelliti inaugura il nuovo collegamento aereo con Roma firmato Blu Panorama a pag » 23

CROTONE Tavolo tecnico su strade e ferrovie alla presenza di Misiti e della Stasi a pag » 20

Cie, luoghi di arbitrio e assoluta detenzione di Vera Lamonica segr. confederale Cgil

Con le decisioni assunte dal Cdm in materia di immigrazione vediamo ancora spot e ancora gli immigrati usati come capro espiatorio delle ansie di recupero del consenso perso da parte del governo e della Lega. In realtà il Consiglio dei ministri non risolve alcun problema e anzi aumenterà il contenzioso con l’Europa, con la Corte di giustizia e con la Magistratura poiché il decreto prende dalle direttive europee solo quei pezzi che inaspriscono senza ratificare integralmente l’impianto di garanzie che esse prevedono. Non solo aumentare fino a 18 mesi la permanenza nei Cie è una misura intollerabile ma assumerla poi senza neanche porsi il problema del rispetto dei diritti umani in questi luoghi è scellerato. Peraltro non è attraverso le espulsioni coattive che si aumentano i rimpatri, ma semmai attraverso le procedure conciliative dei rimpatri assistiti e volontari: non a caso l’Italia in realtà statisticamente fa meno rimpatri di tutti gli altri paesi europei. Sarebbe, pertanto, ora di smetterla con la propaganda e affrontare i problemi per come sono realmente, a cominciare da una seria discussione in Parlamento sul recepimento delle convenzioni e delle direttive europee. Inoltre non è più rinviabile l’esigenza di rendere pienamente verificabile e trasparente lo stato dei Cie che rischiano di essere entità extraterritoriali, inaccessibili ad ogni forma di controllo democratico e luoghi di assoluta detenzione e arbitrio.


2

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA NOTA Contrastare le speculazioni sulle materie prime di Giuseppe Politi*

Più agricoltura per sfamare il mondo e un fermo impegno per contrastare le speculazioni sulle materie prime agricole, che sono una vergogna, una vera immoralità. Per questo motivo ribadiamo con forza l’esigenza di strategie che permettano di valorizzare l’agricoltura e il suo apporto alla lotta alla malnutrizione e alla povertà. Siamo d’accordo, quindi, con quanto affermato dal presidente Nicolas Sarkozy per il quale è urgente rimettere l’agricoltura al primo piano delle politiche. L’instabilità dei prezzi, associata al tendenziale aumento della domanda ed alle speculazioni finanziarie legate al commercio delle materie prime agricole, dovrebbe essere pressante monito per i governi perché si recuperi l’importanza strategica dell’agricoltura. Tutti i Paesi debbono impegnarsi innanzitutto per difendere la loro superficie agraria destinandola alla produzione di alimenti e ad incrementare la

produttività. A pochi giorni dalla riunione dei ministri dell’agricoltura del "G20" (22 e 23 giugno), condivido le preoccupazioni espresse dagli agricoltori che sollecitano i vari paesi ad assumere iniziative in merito alle questioni relative agli squilibri dei mercati agricoli mondiali, alle conseguenze negative dell’uso speculativo dei contratti derivati sui beni alimentari, all’esigenza di integrare la sfida climatica con la richiesta di un aumento della produzione agricola. Per la Cia è, infatti, indispensabile un piano di azione globale per aumentare la produzione agricola in maniera ambientalmente sostenibile, economicamente praticabile e socialmente responsabile. Le politiche agricole non devono più trascurare il ruolo degli agricoltori, specialmente dei piccoli agricoltori. Devono far sì che la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile divengano realtà. I paesi ricchi dovrebbero avere la responsabilità morale di ridurre il loro peso sul mercato d’importazione delle

materie prime agricole dai paesi in sviluppo, sia per non contrapporsi, grazie al maggiore potere d’acquisto, alla domanda interna dei paesi produttori, sia per non mettere a repentaglio le produzioni agricole nazionali. Ecco perché l’Unione europea dovrà porre al centro della nuova Pac l’obiettivo della sicurezza alimentare. Più volte abbiamo sottolineato - e di recente alla nostra V Conferenza economica di Lecce - che si è ormai infranta l’antica certezza secondo la quale il mondo produce a sufficienza: il problema è il protezionismo dei paesi ricchi e l’iniqua distribuzione delle risorse alimentari. I paesi sviluppati scoprono oggi di non essere in grado di soddisfare la crescente domanda alimentare mondiale. Se è così, noi dobbiamo porci l’obiettivo, nei paesi sviluppati e non, di aumentare la produzione, sia destinando nuove terre all’agricoltura, sia, soprattutto, incrementando la produttività. Da qui l’esigenza di raddoppiare la produzione agricola mondiale per sod-

disfare i bisogni di una popolazione che nel 2050 sarà di 9 miliardi di persone, di aumentare gli investimenti per incrementare la produttività agricola nei paesi in via di sviluppo, di individuare una strategia comune per limitare il drammatico impatto delle crisi alimentari, di regole certe per riequilibrare i mercati, di dare priorità alla disponibilità e all’uso efficiente dell’acqua, di adattare l’agricoltura ai mutamenti climatici, di tutelare i redditi degli agricoltori. Condividiamo, pertanto, l’analisi e le proposte che il presidente Sarkozy ha riproposto agli agricoltori. C’è assoluto bisogno di reinventare l’agricoltura mondiale. Occorre una nuova governance. C’è l’esigenza di regolamentare i mercati dei derivati delle commodities agricole. E ribadiamo che il piano che dovrebbe scaturire dal prossimo G20 dei ministri agricoli non sarà completo senza il contributo e le proposte degli agricoltori.

*presidente Cia

DONNE CHE CONTANO di Carmela Mirarchi

Rosanna, un simbolo del volontariaro La Bcc Mediocrati ha assegnato il premio "La Melagrana d’Argento 2011", destinato a chi opera a vantaggio della crescita collettiva, assicurando il proprio contributo alla costruzione di una rete invisibile fatta di relazioni, di servizi e di opportunita’ che, insieme, costituiscono la base della coesione sociale di ogni territorio. Il premio è stato denominato "la Melagrana d’Argento" perchè accomuna il simbolo del Credito Cooperativo alla metafora dei grani che, insieme, costituiscono un unico frutto, ricco di colore e di succo. In occasione della seconda edizione, il CdA della Banca ha deciso di attribuire il premio alla presidente dell’Asit, Associazione Sud Italia Trapiantati, dott.ssa Rosanna Macchia Piemonte. Questa la motivazione, letta dal presidente Nicola Paldino: «Rosanna Piemonte è il simbolo del volontariato d’eccellenza. L’impegno con il quale segue e sostiene le iniziative dell’AsitT, l’Associazione Sud Italia Trapiantati, è da esempio per tutti noi. Personalmente toccata da spiacevoli vicende di salute, Rosanna non si è mai persa d’animo: ha fondato l’associazione nel Sud, offrendo agli altri un supporto logistico e contribuendo in maniera rilevante ad innalzare la cultura della donazione degli organi in provincia di Cosenza. Il suo dinamismo, per il quale è stata insignita di numerosi premi in Italia e all’estero, ha arricchito la comunità cosentina. Assegniamo la Melagrana d’Argento alla dott.ssa Rosanna Macchia Piemonte, evidenziandone la forza, l’energia e le doti umane e intellettuali. La sua vita è un esempio di dedizione alla collettività;; il suo impegno, mai banale, ha conseguito sempre buoni risultati grazie alla tenace passione con la quale vive la sua vita».

Anche per Natalie Portman è arrivato il bellissimo momento di stringere fra le braccia il suo bambino. Non si conosce ancora il suo nome ma a quanto pare è un bel maschietto ed entrambi stanno bene. A dare la notizie è stato il magazine People mentre ancora dalla coppia non è arrivato alcun annuncio ufficiale. L’ attrice aveva parlato della sua gravidanza lo scorso dicembre

www.ildomani.it

::Reg. Trib Catanzaro n. 64 del 15 - 7 - 1997::

::Registro Operatori della Comunicazione nr. 5606::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio Zuccari (caporedattore cultura)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.3098239

calabria@ildomani.it Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direttore generale: Gianni Vallardi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

ITALIA È l’unico disponibile all’interrogatorio di garanzia: per l’altro indagato ci vuole il via libera della Camera

Luigi Bisignani dovrebbe essere interrogato lunedì di Carlo Bassi NAPOLI - Al via, all’inizio della prossima settimana, gli interrogatori di garanzia nell’ambito dell’inchiesta sulla cosiddetta P4. Per la precisione dovrebbe trattarsi di un solo interrogatorio, perché dei tre destinatari delle misure cautelari emesse il solo Luigi Bisignani avrebbe deciso di presentarsi davanti al giudice, in quanto il sottufficiale dei carabinieri Enrico La Monica è di fatto irreperibile, essendosi trasferito da alcuni mesi in Senegal, e il deputato del Pdl Alfonso Papa probabilmente, secondo le indiscrezioni raccolte al Palazzo di giustizia, attenderà che sulla richiesta di arresto si pronunci prima la Giunta per le autorizzazioni e in seguito la Camera. Per Bisignani - assistito dagli avvocati Fabio Lattanzi e Giampiero Pirolo - nei cui confronti è stata notificata una ordinanza agli arresti domiciliari, l’interrogatorio di garanzia deve svolgersi per prassi entro dieci giorni dall’esecuzione del provvedimento, e tutto lascia ritenere che esso si terrà proprio all’inizio della settimana. Nei confronti di Papa, che è stato pubblico ministero a Napoli, il procuratore generale della Cassazione ha intanto avviato un’indagine disciplinare. E la gravità degli episodi contestati al parlamentare (soldi e regali in cambio di promesse di interventi per favorire la soluzione di casi giudiziari) ha determinato l’intervento dell’Associazione nazionale magistrati che in una nota parla di "fatti gravi e inquietanti" e sollecita i probiviri a «valutare con urgenza la compatibilità di alcuni comportamenti con l’appartenenza all’Anm». A tutt’oggi, né i legali di Bisignani né il difensore di Papa, l’avvocato Giuseppe D’Alise, hanno depositato richieste di copie degli atti riguardanti il complesso procedimento. Si tratta, a quanto si è appreso, di una documentazione ponderosa, che comprende sia le centinaia di pagine della richiesta di emissione di misure cautelari, firmata dai pm Henry John Woodcock e Francesco Curcio e dal procuratore aggiunto Francesco Greco, sia numerosissimi atti allegati, tra cui le dichiarazioni rese da persone informate dei fatti (sarebbero più di cento ad essere state interrogate nel corso delle indagini e tra loro diversi personaggi del mondo della politica e

dell’imprenditoria). Ad esse va aggiunta un numero rilevante di intercettazioni telefoniche. Tutto materiale che i legali intendono vagliare. Su buona parte delle intercettazioni, in cui conversa il parlamentare, il gip nella sua ordinanza ha sottolineato la questione relativa alla loro utilizzabilità che dovrà essere chiesta alla Camera dei deputati. La procura sta valutando inoltre la possibilità di riuscire a estradare in Italia il carabiniere La Monica - accusato di aver procurato ai coindagati, in particolare a Papa, informazioni riservate su indagini in corso - anche se la questione appare di non facile soluzione in quanto tra Italia e Senegal non esistono trattati che regolano la materia. Per il momento l’indagato risulta irreperibile e il suo stato di latitanza dovrebbe scattare tra qualche

A proposito dell’ex pm Alfonso Papa l’Anm parla di "fatti gravi e inquietanti" e sollecita i probiviri a «valutare con urgenza...»

giorno, appena perverrà ai magistrati il verbale delle "vane ricerche" da parte degli organi di polizia giudiziaria. A Palazzo di giustizia per l’intera giornata sono circolate voci riguardanti nuovi sviluppi dell’inchiesta con indagati "eccellenti" e l’emissione di informazioni di garanzia. Indiscrezioni smentite con fermezza dal procuratore della Repubblica Giovandomenico Lepore. Anche se non si esclude che, con la conclusione degli interrogatori di garanzia, gli inquirenti mettano mano ad altri filoni di indagine. Già dalla lettura dell’ordinanza di custodia emerge, tra l’altro, che per quanto concerne la raccolta di notizie riservate che viene attribuita a La Monica e a un poliziotto, Giuseppe Nuzzo (per il quale non è stata accolta la richiesta di arresto), vi sarebbero altri esponenti di organi di polizia, ancora da identificare, che si sarebbero resi responsabili di violazioni di segreti relativi a inchieste su appalti e pubblica amministrazione. Le indagini sulla presunta costituzione di un’associazione segreta hanno chiamato in causa alla lontana anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta e a quanto sembra se ne è parlato anche a Palazzo Grazioli a quanto viene riferito.

Sta un po’ meglio Calisto Tanzi in ospedale: sospetta ischemia PARMA - Sta un po’ meglio Calisto Tanzi, ex patron della Parmalat, ricoverato all’ospedale Maggiore di Parma. Tanzi era stato trasportato in ospedale dal carcere di via Burla dov’è recluso a causa di una sospetta ischemia. L’ex patron della Parmalat, che ha 72 anni, ha apparentemente perso conoscenza nella sua cella, cadendo dalla sua branda e ha riportato un vasto ematoma alla schiena cadendo pesantemente. Tanzi è detenuto nel carcere parmense dai primi di maggio, quando a seguito del passaggio in giudicato della sentenza di condanna a 10 anni di reclusione pronunciata a Milano per il crac Parmalat è stato arrestato dalla Guardia di finanza. I suoi legali hanno chiesto al tribunale di sorveglianza di Bologna la concessione dei domiciliari facendo presente le precarie condizioni dell’ex patron e il raggiungimento, da parte di quest’ultimo, dell’età prevista dalla legge per l’applicazione di una misura più tenue rispetto alla detenzione in

carcere. Entrambe le istanze sono state respinte. Da quando era stato trasferito in carcere Tanzi godeva di un regime detentivo attenuato. Il Tribunale di sorveglianza di Bologna, da cui dipende l’istituto di pena di Parma, aveva deciso per l’ex patron di Parmalat la reclusione in una cella singola della sezione cosiddetta dei ’minorati fisici’ sotto monitoraggio costante.

BATTERI E. COLI Maxisequestro dei Nas nel Veronese: stessi hamburger francesi ROMA - Avevano detto subito che l’Italia non correva rischi per la carne degli hamburger francesi che ha intossicato sette bambini oltreconfine: e invece i carabinieri del Nas hanno sequestrato a tambur battente 5 tonnellate di quella carne: 1570 confezioni di hamburger da un chilo e 4mila confezioni di polpette da 900 grammi a marchio «Steaks Country», dell’azienda francese che è all’origine dell’infezione per batterio E.coli dei sette bambini della zona di Lille. Il sequestro è avvenuto in provincia di Verona, nella piattaforma logistica della Lidl che sta pienamente collaborando con i Nas e sta ritirando dai suoi supermercati i prodotti «sospetti». I campioni dei prodotti, che costituiscono la gran parte degli hamburger e polpette «Steaks Country» presenti in Italia, saranno ora analizzati dall’Istituto zooprofilattico di Padova per verificare la presenza di batteri infettivi. La restante parte degli hamburger e polpette «Steaks Country» verranno sequestrati oggi dai Nas. E nei prossimi giorni si avranno i risultati delle analisi per verificare se il batterio infettivo che ha colpito i bambini francesi si trova nella carne o se è legato a difetti di conservazione o manipolazione del cibo». Intanto il bilancio delle vittime dell’epidemia di E. Coli è salito a quota 39 a livello europeo, delle quali 38 in Germania, una in più rispetto a mercoledì. È quanto emerge dal bollettino giornaliero dell’Istituto Robert-Koch di Berlino. Anche il numero dei casi in Germania è aumentato: a giovedì, l’istituto ne ha accertati 3.304 , 50 in più rispetto ai 3.254 di mercoledì. Si è trattato di un sequestro preventivo. «Oggi mangerò hamburger. I consumatori italiani possono stare tranquilli» ha detto il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, intervistato ieri mattina da Radio 24.


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani

ITALIA Il Pdl deposita la proposta di legge sulle primarie: voteranno solo gli iscritti

Alla vigilia di Pontida la Lega si schiarisce la voce di Michela Mancini ROMA - Riflettori puntati sulla Lega. Alla vigilia dello storico raduno di Pontida, le dichiarazione dei suoi rappresentanti destano ambiguità. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, a Varese, ha così annunciato il gran giorno: «Pontida è sempre un appuntamento importante per la salute della Lega, questa non è in assoluto la più importante perché ci sono stati tanti altri appuntamenti carichi di aspettative ed emozioni. Però questo è un appuntamento importante in cui si diranno tante cose che certamente influiranno sulla scena politica, perché la Lega è sempre determinante e ancora una volta gioca un ruolo da grande protagonista». Insomma nonostante le rassicurazioni di Umberto Bossi - impegnate a sostenere il governo - ancora una volta i suoi colleghi di partito lasciano intendere che il Carrocio ha una sua forza e potrebbe decidere di usarla. È dall’indomani della sconfitta nei ballottaggi prima e nei referendum poi, che si rincorrono le voci

di possibili svolte annunciate dal Carroccio in occasione del suo tradizionale raduno. Da più parti si segnalavano possibili contestazioni di quella crescente componente della base che spinge per una rottura dell’asse con Berlusconi. Ed è in questo quadro di grande attesa che ieri si era sparsa la voce che - a differenza di tutte le altre edizioni - a intervenire quest’anno dal palco di Pontida sarebbe stato il solo Bossi. Eventualità smentita però ieri dallo stesso Maroni. Le parole del ministro dell’Interno di risposta ai cronisti rivelavano una certa sorpresa riguardo la notizia: «Noi siamo fatti così. Decidiamo all’ultimo momento. Non abbiamo un cerimoniale così rigido che si definisce tre giorni prima. Noi siamo gente del popolo, decidiamo, valuteremo, vedremo e deciderà Bossi». Sempre tesi a rimarcare la territorialità del partito, gli esponenti della Lega sembrano allontanarsi sempre più dalle logiche del

(Foto LaPresse)

Pdl. L’ipotesi di uno strappo fa capolino dalle varie dichiarazioni. Matteo Salvini, deputato e direttore di Radio Padania, ha detto a Sussidiario.net : «Certo che si discute, è normale dopo l’esito delle elezioni. E dopo la sconfitta di Milano ho fatto incontri in tutte le sezioni e, personalmente, ho le idee chiare: se non arrivano risposte in fretta, meglio tornare a correre da soli». E il Pd, che non è sordo,

Pierluigi Bersani: «La Lega rifletta a fondo se sia o meno il caso di rilanciare sulla vecchia strada o trovarne una nuova, come credo sia ormai indispensabile»

La proposta di legge del Pdl sulle primarie non prevede che queste si svolgano per la scelta del candidato premier, ma solo per scegliere i candidati alle cariche monocratiche

accenna a un’apertura. Il segretario Bersani ha dichiarato: «Faccio un augurio alla Lega: che questo appuntamento di Pontida l’aiuti ad andare a fondo del problema. La Lega governa da otto anni sugli ultimi dieci. Ha governato da Roma per tutto il Paese e i risultati non ci sono né per il Nord né per l’Italia e non ci sono neanche per la Lega. Riflettano a fondo se è il caso di rilanciare sulla vecchia strada o cercare una strada nuova, come credo sia indispensabile». Mentre gli alleati progettano la prossima mossa e l’opposizione lancia semi su terreni fertili, il Pdl si riorganizza. O quasi. Porta la firma di Fabrizio Cicchitto e Gaetano Quagliariello, la proposta di legge del Pdl sulle primarie, che è stata già inoltrata ai due rami del Parlamento. Il ddl non prevede che le primarie si svolgano per la scelta del candidato premier, ma che vi si ricorra solo per scegliere i candidati alle cariche monocratiche per le quali il nostro ordinamento prevede l’elezione diretta: sindaco, presidente della Provincia e presidente della Regione. Il ddl prevede inoltre che per poter partecipare alle primarie, è necessario essere iscritti al partito che le indice o essere sostenitori iscritti in un registro apposito. Hanno spiegato i due firmatari: «Tale prescrizione temporale in combinato disposto con la norma che prevede la presentazione delle candidature tra il quarantesimo e il trentesimo giorno precedente alla consultazione, è finalizzata a scongiurare il rischio di risultati falsati o inquinati».

(Foto LaPresse)

Per tutta risposta grandi apprezzamenti ma anche profonde divisioni

Napolitano fa appello alla condivisione dei principi di Carlo Bassi VERONA - «Non bisogna temere di ritrovarsi uniti insieme attorno ai grandi principi ed ai grandi obiettivi e a dire che sono comuni per tutti». Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Verona per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia ha rivolto un nuovo appello alle forze politiche: costruire per l’Italia un ruolo da «protagonista». «Non bisogna temere. Io qualche volta ho l’impressione che in Italia ci sia chi teme che politicamente non ci divida abbastanza. Mi piace ripetere che c’è un articolo della Costituzione, l’articolo 5, che dice che la Repubblica è unica e indivisibile ed è lo stesso articolo che afferma che la Repubblica riconosce e promuove le autonomie, questa è la nostra grande scommessa, questo è lo Stato nuovo che vogliamo costruire e che si è cominciato a costruire con la Costituzione del 1947». « Stiamo tranquilli, non saremo mai tutti d’accordo. I motivi, anche di competi-

zione, diciamo di giusta divisione, non spariranno. L’essenziale è che la divisione non ci impedisca di operare insieme e costruire insieme e di fare dell’Italia una protagonista anche del secolo così difficile che si è aperto» ha avvertito il presidente della Repubblica. Durane la manifestazione, Napolitano ha applaudito con entusiasmo bambini e ragazzi che gli hanno offerto un saggio dello spettacolo «L’alba delle liberta» che, con musiche, canti, danze e cartelli, racconta la nascita della Costituzione e l’effetto di liberazione che ha avuto sul piano dei diritti. Il Capo dello Stato ha preso la parola fuori programma formulando ai piccoli attori «un ringraziamento cordialissimo e affettuoso». «Questa è una bella rappresentazione. È un’altra cosa rispetto a tante celebrazioni a cui ho assistito in tutta Italia che prevedevano un bel discorso. Questa è un’esperienza molto partecipata, molto spontanea e molto formativa». Quindi ha voluto stringere la mano a ognuno dei protagonisti. Questo 150mo ha visto

«uno straordinario moltiplicarsi di iniziative dal basso. Sono tante che non riusciamo più a tenere il conto di quante sono state. Dunque c’è qualcosa di profondo che unisce gli italiani», ha osservato. E ai piani alti della politica «c’è sempre qualcuno che può ascoltare. Speriamo che ascolti» si è augurato. Il primo commento alle parole del Presidente è venuto dal Partito democratico: «L’ammonimento del Presidente della Repubblica io lo applico subito e credo sia indispensabile avere una posizione obiettiva e unificata sulla situazione economica e sociale, a partire dai conti pubblici». Il leader del Pd, Pierluigi Bersani, a margine della conferenza sul lavoro di Genova, ha approfittato del commento di Napolitano per chiedere un’operazione verità sulla situazione dei conti pubblici italiani. Polemico dunque. E altrettanto polemico Daniele Capezzone, portavoce del Pdl, che ha definito giuste le parole del Presidente, ma ha lanciato a sua volta un monito all’opposizione: «A tutti quelli che esprimeranno consen-

so a queste giuste parole del presidente Napolitano, vorrei però ricordare un punto di fondo, per evitare ipocrisie: nessuno può ignorare che gli elementi di divisione più aspra, in Italia, sono stati introdotti dalla vera e propria campagna di aggressione condotta per via politica e mediatica contro la persona di Silvio Berlusconi, a cui la parte prevalente dell’opposizione politica (e della sua area editoriale di sostegno) ha costantemente negato (e tuttora nega ferocemente) qualunque legittimazione».

5


6

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

ECONOMIA Aumenta il pressing su Bini Smaghi, Sarkozy ricorda la regoletta europea Con Venizelos ministro delle finanze, il governo spera di placare la rabbia dei cittadini per le misure di austerity

Grecia, c’è il rimpasto, ma servirà a calmare i mercati? di Gaia Mutone ATENE – I greci sono seduti su 310 miliardi di debiti. Una montagna di soldi che prima o poi, si spera, dovranno essere restituiti ai soggetti sparsi in tutto il mondo che oggi detengono obbligazioni elleniche. Gli sforzi messi in campo dell’Unione europea per evitare a tutti i costi il fallimento del Paese durano da mesi e anche se un accordo è stato raggiunto per assicurare il finanziamento del debito almeno fino a settembre, sul medio termine, ovvero per il periodo 2012-2013, c’è ancora molto da chiarire. I nodi che restano verranno sciolti molto probabilmente solo con la prossima riunione dell’Eurogruppo prevista per l’11 luglio prossimo, quando i pesi massimi dell’Unione dovranno sostanzialmente convincere i mercati che non c’è ragione di temere il "rischio sistemico": cioè il rischio che l’eventuale default greco propaghi i suoi effetti anche ai debiti sovrani degli altri Paesi dell’Unione, che magari presi singolarmente non Le banche europee avrebbero gravi avrebbero comprato problemi, ma presi nel complesso sì, bond greci per 130 con serie consemiliardi. L’Italia è la più guenze per la moneta unica. Un prudente: è esposta assaggio di quello che potrebbe succesolo per 2,3 miliardi dere sui mercati finanziari già c’è stato giovedì: alla notizia del non accordo dell’Ue sulla Grecia (mitigata solo dalla decisione finale di procedere con un intervento in due tempi rimandando al mese prossimo la scottante questione della partecipazione dei privati, cioè le banche, al salvataggio, il cosiddetto metodo Vienna) in borsa tutti i titoli di Stato europei hanno allargato lo

spread rispetto ai solidissimi bond tedeschi. Chi poi doveva piazzare titoli, come la Spagna, c’è riuscito ma non secondo le previsioni: proprio Madrid ha collocato solo 2,8 dei 3,5 miliardi programmati e con rendimenti al di sopra della soglia del 5% reputata "accettabile". Non un bel segnale. E neanche il primo. D’altra parte non stupisce che l’ipotesi di ristrutturazione del debito greco (o qualsiasi tipo di revisione delle condizioni del salvataggio) non trovi entusiastiche adesioni tra i creditori, poiché sarebbe il riconoscimento di un fallimento...e quindi siamo di nuovo al punto di partenza. In tutto questo, però, chi rischia di più? Dei 310 miliardi di debito greco, ben 130, secondo le stime di Credit Suisse, sono detenuti dalle banche europee. Il paese più esposto è la Francia (53 miliardi), seguita dalla Germania (34 mld). Decisamente più prudente l’Italia, esposta solo per 2,3 miliardi. Messe male le banche francesi, tre delle quali non a caso (Citigroup, Bnp Paribas e Societé g��néral, indebitate rispettivamente per 2,9, 5 e 2,5 miliardi) sono state messe sotto osservazione dall’agenzia Moody’s. Anche la franco-belga Dexia non dorme sonni tranquilli con 3,4 miliardi di bond greci in pancia. Poi c’è la Bce che a sua volta ha comprato titoli per 50 miliardi. Sull’orlo del baratro gli istitruti greci che sin dall’inizio hanno comprato titoli. L’Hellenic Postbank è quella messa peggio poiché ha bond greci per 1/3 dell’attivo e per 6 volte il capitale. Una candidata ad essere la prossima Lehman Brothers insomma. Ieri è stato il giorno del rimpasto di governo. Il premier Papandreou ha nominato l’attuale ministro della Difesa, Evangelos Venizelos nuovo ministro delle Finanze. L’attuale responsabile dell’Economia Papaconstantinou andrà invece all’ambiente. Ma servirà a qualcosa? Le condizioni per avere gli aiuti non sono cambiate e l’austherity dovrà comunque esserci...

Fmi: Pil Italia 2011 a +1%, debito al 120,6% NEW YORK - L’Italia crescerà nel 2011 dell’1% e nel 2012 dell’1,3%. Ad affermarlo è il Fondo monetario internazionale, che ha ritoccato lievemente al ribasso (-0,1 punti percentuali) la stima per il Pil di quest’anno rispetto ad aprile lasciando invariata quella per il prossimo. Per quanto riguarda il debito italiano, le previsioni indicano che questo si attesterà al 120,6% del Pil nel 2011 e al 120,3% nel 2012. Il deficit invece nel 2011 si attesterà al 4,1% per poi scendere al 3,2% nel 2012. Il Fmi la stima è rivista al rialzo rispetto ad aprile: +0,2 punti percentuali quest’anno e +0,3 punti percentuali il prossimo. Il dato italiano è migliore di quello della Francia, il cui deficit si attesterà al 5,8% nel 2011 e al 4,9% nel 2012, e inferiore alla media di Eurolandia del 4,3% quest’anno e del 3,4% il prossimo. Le sfide

di bilancio pongono «diversi rischi per la ripresa. Secondo l’istituto l’economia globale ha voltato pagina dalla Grande Recessione, ma per assicurare la transizione dalla ripresa all’espansione servono sforzi concertati» e sono necessari piani di risanamento credibili. Nelle economia avanzate è poi necessario gestire le vulnerabilità del settore finanziario. I rischi finanziari «sono aumentati per tre motivi: primo i rischi al ribasso per la ripresa sono aumentati. Secondo i timori sulla sostenibilità del debito e gli sforzi per gli aggiustamenti nell’Europa periferica si traducono in pressioni sui mercati e nel timore di potenziale contagio. Ci sono rischi politici sugli aggiustamenti di medio termine. Terzo il prolungato periodo di tassi bassi potrebbe spingere gli investitori verso asset più rischiosi in cerca di rendimento».

Lorenzo Bini Smaghi

ROMA – Sono giorni di attesa questi per Lorenzo Bini Smaghi, attuale membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea. Dopo l’investitura ormai sicura di Mario Draghi, che sostituirà il fracese Jean-Claude Trichet alla guida del prestigioso istituto, si sono moltiplicate le pressioni per convincere il banchiere fiorentino a lasciare il suo posto. Una regola non scritta vuole infatti che vi sia un sostaziale bilanciamento nella rappresentanza dei diversi Stati europei. Quindi il ragionamento è semplice: essendoci un italiano sulla poltrona da presidente, l’altro italiano nel comitato esecutivo deve lasciare. Una regola questa che il presidente francese Sarko- Il mandato nel board zy ha ricordato anche ieri nel corso del vertice sulla Grecia della Bce scade il 31 con il cancelliere tedesco Anmaggio 2013. Se gela Merkel. «Le prospettive di carriera dei singoli sono lasciasse prima senz’altro appassionanti, ma ci sono interessi superiori potrebbe succedere a più importanti. Due italiani Draghi in Bankitalia su sei membri del board della Bce non rappresentano una soluzione molto europea» ha commentato il presidente della Repubblica francese. Il giorno prima anche il presidente del Consiglio Berlusconi, e ancora prima il sottosegretario alla presidenza Gianni Letta, aveva chiesto a Bini Smaghi di "compiere spontaneamente e responsabilmente un passo indietro", dando le proprie dimissioni, nel pieno rispetto dell’autonomia della Bce. Presto si saprà come andrà a finire, ma è certo che non c’è nessun giallo dietro il temporeggiamento di Bini Smaghi: in ballo c’è la poltrona lasciata vuota da Draghi, quella di Bankitalia, per la quale dovrà vedersela con i concorrenti Fabrizio Saccomanni, direttore generale di Bankitalia, e Vittorio Grilli, direttore generale del ministero dell’Economia. La nomina di Draghi è sicura e Bini Smahi vuole la poltrona di via XX settembre.


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani

ESTERI Arabia Saudita, le donne sfidano la legge: al volante per un giorno di Nello Biafra

"Meglio un nemico noto che un amico sconosciuto": così Majed Nehmé spiga l'indelgenza della comunità internazionale nei confronti di Assad

Ieri, quattordicesimo venerdì della protesta, era atteso un discorso con cui il presidente si sarebbe rivolto al popolo annunciando riforme

Al Assad parla solo per ordinare la repressione: 14 morti in Siria di C.Brangia Almeno 14 manifestanti sono stati uccisi ieri in Siria dalle forze di sicurezza e dall’esercito in varie regioni del Paese. Lo hanno riferito i Comitati di coordinamento locale della mobilitazione, principale piattaforma, anche mediatica, delle iniziative di protesta contro il presidente Bashar al Assad. Poiché però il regime di Damasco le nega l’accesso il bilancio non è stato verificabile in maniera diretta e indipendente dalla stampa straniera, che da parte sua ne fornisce uno meno drammatico: secondo fonti citatedallaemittente araba al Jazeera , due Sono ormai quasi 10mila dimostrantisarebbero stati uccisi a Dayr i profughi siriani ospitati al Zor, nella regione dell’Eufranelle 5 tendopoli allestite orientale te, mentre stavano strappando poster in Turchia: per Ankara del presidente, e altri molti di loro vengono da due a Harasta, sobborgo a nord della la città di Jisr al Shugour capitale. Non che sia necessario conoscere il numero esatto dei manifestanti uccisi per poter capire quali fossero le intenzioni del governo alla vigilia del quattordicesimo venerdì di questa protesta senza precedenti: già a partire da giovedì, l’esercito, le forze di sicurezza e squadre di lealisti in borghese si erano schierati in tutte le località del Paese, in particolare attorno alle moschee, dove si sarebbero radunati i fedeli per la tradizionale preghiera collettiva prima di dare il via alle manifestazioni antiregime.

Nel frattempo i carri armati dell’esercito governativo rinforzavano le posizioni intorno a Ma’arrat al Nu’man, nel nord, dopo che migliaia di persone erano fuggite in seguito alla repressione delle proteste nei giorni scorsi, e in particolare decine di mezzi blindati e veicoli per il trasporto di truppe sono stati ieri dispiegati intorno a Khan Sheikhoun, 30 chilometri più a sud, lungo la principale autostrada che collega Damasco e Aleppo. Gruppi siriani per i diritti umani hanno parlato di 1.300 civili (l’Onu ne conta 1.200) e più di 300 tra soldati e poliziotti morti da quando sono scoppiate le proteste a marzo, e di fatto la repressione non si è fermata neanche ieri, sebbene fosse lecito sperarlo vista l’intenzione di Assad di tornare a rivolgersi direttamente al suo popolo e parlare di riforme. Lo aveva annunciato giovedì un rappresentante governativo di Damasco all’emittente araba al Arabiya: «Oggi o forse domani il presidente annuncerà alla nazione un nuovo pacchetto di riforme». La notizia era stata confermata anche da alcuni siti d’informazione siriani vicini al regime: sarebbe stato - ma non è successo - il terzo discorso alla nazione di Assad dall’inizio delle proteste popolari, dopo quelli del 30 marzo e del 16 aprile. Difficilmente comunque il presidente, salito al potere succedendo al padre Hafez al Assad nel 2000, ha da proporre per mettere fine a questa rivolta, che pure era scoppiata per chiedere maggiori libertà politiche, la fine della corruzione e soprattutto della legge marziale: dopo la sanguinosa reazione la popolazione in piazza ormai non chiede altro che le sue dimissioni.

Diverse donne saudite si sono messe ieri al volante delle loro auto, sfidando la legge che in Arabia Saudita impedisce di loro di guidare, aderendo alla prima giornata disobbedienza civile lanciata attraverso i social network da Women2drive . Già prima dell’alba la prima donna a salire in macchina e a guidare è stata una cittadina della capitale Riad. Ha messo su YouTube il filmato che la ritrae mentre, per le strade semivuote della capitale, si dirige al supermercato: indossava un niqab, un velo nero che lascia scoperti solo gli occhi. Ne corso del resto della giornata, su Twitter e Facebook, molte altre citta- L’iniziativa ha sfidato non dine saudite hanno raccontato la loro protesta. Chi ac- solo la legge: diverse sono compagnando i figli a state le controcampagne scuola, chi dirigendosi in ospedale, così come era stato lanciate dagli uomini, con indicato dal vademecum diffuso nei giorni scorsi, ognu- toni compresi tra la na ha svolto la propria vita minaccia e il sarcasmo quotidiana, ma lo ha fatto usando l’auto. Tra le altre regole della protesta, prima manifestazione ufficiale dal 1991, quando un gruppo di pioniere lanciò il guanto di sfida all’unico Paese al mondo che proibisce alle donne di guidare, le organizzatrici avevano stabilito di velarsi appropriatamente, farsi accompagnare da un uomo in caso di fermo, esporre sul cruscotto la bandiera saudita e la foto del Re Abdullah. Sì, perché se è vero, come ha osservato il quotidiano arabo Al Quds Al Aarbi, le donne saudite sono state incoraggiate dal vento della Primavera araba a rivendicare il loro diritto di guidare, impensabile anche solo un anno fa, la prospettiva non è il ribaltamento del regime sul modello delle rivoluzioni egiziana e tunisina: «Vogliamo il re e la patente» recita un tweet dei giorni scorsi. Nel nome di Manal, la madre single arrestata a maggio per il reato di guida senza patente (che d’altra parte lo Stato non rilascia alle donne), centinaia e centinaia di saudite schermate dal nickname hanno invece denunciato nelle settimane scorse la difficoltà di una vita sotto tutela maschile, che rende le donne impossibilitate perfino a decidere una cura medica senza l’assenso del tutore.

La Clinton accusa Gheddafi: «Usa gli stupri come armi di guerra» ROMA - Il leader libico Muammar Gheddafi «usa la violenza contro le donne e lo stupro come strumenti di guerra». L’accusa è arrivata dal segretario di Stato americano Hillary Clinton: così le forze del dittatore libico e «di altri gruppi nella regione - si legge nel comunicato - cercano di creare divisioni fra gli abitanti», e «gli Stati Uniti condannano tali azioni nel modo più fermo». Il procuratore della Corte penale internazionale, Luis Moreno-Ocampo, aveva affermato la settimana scorsa che gli inquirenti erano in possesso di prove del fatto che Gheddafi avesse ordinato stupri di massa e fatto distribuire stimolanti chimici ai suoi soldati. Tuttavia Sherif Bassiouni, il capo della commissione d’inchiesta che ha preparato il rapporto dell’Onu sulla Libia, dove è stato lo scorso aprile, ha invece espresso dubbi

sull’esistenza di una politica di stupri di massa da parte del regime libico, parlando di «gigantesca isteria» di una società che «si sente vulnerabile». Ad ogni modo la Clinton ha elogiato le «donne coraggiose» della Libia che si sono fatte avanti per raccontare le loro terribili esperienze di violenza nelle mani delle forze del Colonnello e ha invitato a condurre un’inchiesta approfondita e a portare i responsabili davanti alla giustizia. Inoltre il segretario di Stato ha condannato le violenze sessuali in Medioriente e Nord Africa dove, ha detto, come intimidazione nei confronti dei manifestanti che chiedono riforme vengono usati stupri, aggressioni sessuali e addirittura «test di verginità», come si ritiene avvenne anche in Egitto: «Atti del genere violano la dignità umana di base».

7


8

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

IN CALABRIA

Enti montani, dalla Regione 14 milioni per gli stipendi

di Cesare Giraldi CATANZARO - L’assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra e il sottosegretario alle Riforme Alberto Sarra hanno incontrato, a Catanzaro, nella sede dell’assessorato di Via Molè, una delegazione dei dipendenti delle Comunità montane e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Nel corso dell’incontro sono state

evidenziate le problematiche che attanagliano il comparto, con particolare riferimento alla questione del mancato stanziamento statale delle risorse necessarie a garantire gli emolumenti stipendiali dei dipendenti degli enti montani. «Nonostante sia venuto meno l’intervento dello Stato attraverso il fondo consolidato – ha dichiarato Trematerra - la regione Calabria ha finora garantito lo stanziamento di circa 14 milioni di euro, sufficienti ad assi-

curare l’erogazione degli stipendi ai dipendenti fino al mese di febbraio 2011». L’assessore Trematerra, congiuntamente al sottosegretario Sarra, nel farsi interprete delle istanze delle parti, ha assicurato il suo deciso l’impegno e della Giunta regionale presso il Governo nazionale affinché la quota del fondo nazionale, cosiddetto “consolidato”, pari ad 8 milioni di euro circa, possa essere definitivamente trasferita alla Regione.

Inoltre, Trematerra e Sarra, hanno garantito che sottoporranno all’attenzione della giunta regionale le problematiche emerse, affinché il competente assessorato al Bilancio si impegni a individuare, nel breve periodo, le risorse necessarie alla corresponsione degli stipendi maturati ad oggi dai dipendenti delle Comunità montane. In conclusione, gli esponenti del governo regionale, hanno evidenziato come la complessa problematica delle Comunità montane trovi definitiva soluzione nell’ambito del progetto di riforma proposto dalla Regione riguardante il riordino degli Enti preposti alla gestione delle politica della montagna, e attualmente all’esame del Dipartimento nazionale degli Affari regionali. Questa rassicurazione degli sponenti dell’esecutivo regionale arriva proprio dopo poco tempo di distanza dalle richieste fatte da Sandro Principe, capogruppo del Pd in Consiglio regionale, che due giorni fa criticava la legge 191 del 2009, con la quale lo Stato ha deciso di non concorrere più nel finanziamento delle Comunità Montane, lasciando, diceva: «queste istituzioni in uno stato di grave disagio, in modo particolare i 450 dipendenti delle Comunità montane calabresi, che da mesi non ricevono lo stipendio, poiché l’ente Regione non ha previsto una copertura finanziaria adeguata da trasferire agli enti

montani». Principe spiegava anche che sarebbe stato forse più opportuno che la giunta regionale si impegnasse a partorire una specifica proposta di legge di riordino della materia, che attribuisca alle Comunità montane competenze specifiche; una proposta di legge sorretta da idonee previsioni finanziarie,affinchèlariformapossa essere non un manifesto ma uno strumento operativo. E lanciava una proposta: il Por 2007/2013, prevede molte filiere che si intrecciano con le competenze delle Comunità montane. «Ci chiediamo: perché la giunta regionale non attiva una serie di bandi rivolti alle Comunità montane per finanziare con i fondi europei progetti che le facciano diventare operative utilizzando le attuali competenze?»

Trematerra e Sarra hanno garantito che sottoporranno alla giunta le problematiche per individuare le risorse necessarie al pagamento degli stipendi maturati ad oggi dai dipendenti delle Comunità montane


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani

9

IN CALABRIA «Da buona calabrese sono determinata e testarda e credo che si possa individuare in queste mie qualità la ragione del mio successo. Ora mi sto preparando alle prossime Olimpiadi» Lella Golfo

Al Teatro delle Vittorie di Roma è andata in scena ieri la XXIII edizione dell’evento

La Fondazione Bellisario premia le eccellenze femminili italiane di Alessandro Caruso ROMA - Testardaggine, professionalità e ottimismo, questi erano, secondo Marisa Bellisario, i segreti del successo, come ebbe a dire intervistata da Gianni Minoli negli anni Ottanta. La prima donna manager d’Italia, presidente della Olivetti e poi amministratore delegato di Italtel, con l’esempio della sua esperienza ha lasciato il segno nell’immaginario collettivo femminile. Proprio per questo le iniziative della Fondazione a lei dedicata, ideata e presieduta dall’onorevole calabrese Lella Golfo, riscuotono sempre un grande successo in termini di partecipazione e interesse. Come avvenuto anche ieri al Teatro delle Vittorie di Roma, dove si è svolta la XXIII edizione del premio Marisa Bellisario per la consegna della tradizionale Mela d’oro, un riconoscimento al merito delle eccellenze femminili. Tra le premiate anche tre giovani calabresi: Anna Cuzzola, assistente capo della Polizia di Stato presso la Questura di Reggio Calabria, Cristina Spina, capitano dei Carabinieri e comandante del nucleo operativo e radiomobile presso la

compagnia di Cosenza e Alessandra Lucchino, aviere capo in forza al centro sportivo dell’Aeronautica militare vincitrice dell’oro mondiale nella Sciabola a L’Avana nel 2003. Ed è stata proprio la Lucchino a segnare un filo diretto tra la ricetta del suo successo e le sue origini calabresi: «Da buona calabrese sono determinata e testarda e credo che si possa individuare in queste mie qualità la ragione del mio successo, ma c’è molta strada da fare ancora. Ora mi sto preparando alle prossime Olimpiadi, sperando che il mio infortuino all’ernia del disco non intralci troppo il mio cammino». Tra le altre destinatarie del premio anche Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, Elsa Fornero, vicepresidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Lorenza Lei, direttore generale della Rai, Elisabetta Serafin, segretario generale del Senato, e Anna Maria Tarantola, vicedirettore generale della Banca d’Italia. Raggiante la padrona di casa, Lella Golfo, che ha tenuto particolarmente a dedicare questa edizione del premio ai giovani italiani: «Dobbiamo fare di più per i giovani italiani, come ha ricorda-

to anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo messaggio di fine anno nel 2010. Io ho raccolto questo invito ed è per questo che nella lista delle premiate non mancano giovani talentuose ricercatrici e imprenditrici». A fare da testimoni alla serata sono intervenuti personaggi di spicco della politica italiana: da Gianni Letta a Giorgia Meloni, oltre a Stefania Prestigiacomo, Gianni Alemanno, isabella Rauti, Antonio Tajani, Nicola Zingaretti, Antonio Catricalà e il presidente del Senato Renato Schifani. «La presenza delle donne in politica ha ricordato il presidente del Se-

Marisa Bellisario

nato - è una conquista. Per quanto mi riguarda sono sempre stato contrarioall’interventolegislativo per favorire questa scalata, perché sono convinto che tale affermazione si possa conseguire in maniera normale, puntando sul merito. E queste donne - ha concluso - sono l’esempio di coloro che ce l’hanno fatta liberamente e in un Paese libero». La piccola annotazione di Schifani ha fatto rievocare il progetto di legge sulle quote rosa nei consigli di amministrazione delle società quotate. Una legge a cui proprio Lella Golfo aveva lavorato. Ma la parlamentare calabrese non ha raccolto l’invito a parlare di politica e ha preferito godersi lo spettacolo da protagonista. Uno spettacolo che sarà anche trasmesso in televisione domani su Raidue in seconda serata. E anzi ha voluto citare le parole che la signora Clio Napolitano ha voluto tributare alla manifestazione: «Sono molto contenta di tale attenzione verso i nostri giovani. Dobbiamo creare più opportunità per loro».

Tra le premiate anche tre calabresi: Anna Cuzzola, della Polizia di Reggio Calabria, Cristina Spina, capitano dei Carabinieri a Cosenza e Alessandra Lucchino, campionessa della sciabola Alessandra Lucchino

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info il Domani

|

AsteInfoappalti

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 79/1995 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto due: Intera proprietà di terreno in agro di Roccabernarda (KR). Prezzo base: euro 22.032,00 Rilancio: euro 500,00 Lotto tre: Intera proprietà di terreno in agro di Roccabernarda (KR), loc. Caprara.

Prezzo base: euro 3.226,50 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto : 13/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h. 12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

ASTEINFOAPPALTI È UN PROGETTO A CURA DELLA MEDIATAG SPA - COORDINAMENTO AREA CALABRIA

Info 0961 996802

Per pubblicazioni su RIVOLGERSI A IL SOLE 24 ORE S.p.A.

System Comunicazione Pubblicitaria

MEDIATAG SPA: AsteInfoappalti Edizione Calabria Loc. Serramonda - 88040 Marcellinara (Cz) TEL.0961.996802 attendere e comporre il 4 TEL.0961.903421

E-MAIL: info@aste.eugenius.it


10

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

IN CALABRIA

Droga, arresti e perquisizioni la ’ndrangheta a Ventimiglia

di Vania Notaro VENTIMIGLIA (IMPERIA) - Maxi operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Imperia, e della compagnia di Ventimiglia, che dalle prime ore della giornata di ieri hanno eseguito una serie di arresti nelle città di frontiera. Si tratta, secondo quanto si apprende, in prevalenza di pregiudicati calabresi che risiedono nella zona, legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione condotta dai

carabinieri di Imperia ha portato all’arresto di 11 persone, mentre 33 risultano essere le denunce a piede libero che completano il bilancio della maxi retata. In manette, con le accuse di spaccio di stupefacenti, usura e detenzione illegale di armi, sono finiti dieci uomini e una donna. Alcuni di loro, sarebbero legati alle cosche della ’ndrangheta che operano nel ponente ligure. Le indagini dei carabinieri di Imperia e Ventimiglia che si sono concluse con gli arresti effettuati ieri mattina sono iniziate alla fine del 2009. A

A finire in manette 11 persone, mentre 33 sono le denunce a piede libero. Si tratta in prevalenza di pregiudicati calabresi che risiedono nella zona legati allo spaccio di sostanza stupefacenti

far scattare la maxi inchiesta era stato il caso di un uomo, massacrato di botte per non avere restituito un prestito di 5 mila euro, che per la paura si rifiutava da settimana di uscire dalla sua abitazione di Ventimiglia. Da questo episodio, attraverso intercettazioni telefoniche e pedinamenti, i militari dell’Arma sono risaliti a un vasto giro criminale dedito, oltre che all’usura, anche allo spaccio di droga. In manette, all’alba di ieri mattina, sono finiti Rocco Asciutto, 42 anni, Antonio Carbone, 50 anni, Francesco Corica (21), Giuseppe Gallotta (45), Giuseppe Grandi (42), Girolamo Magnoli (30), Bruno Mezzatesta (34), Nicola Pecorelli (34), Filippo Spirlì (39) anni, Rocco Valentini (47) e Angela Versace (39) anni. Tra le persone colpite da provvedimento di custodia cautelare in carcereancheunfranco-tunisino, che però non è stato rintracciato. Diversi gli episodi di usura contestati agli arrestati, tutti di origine calabrese e in alcuni casi con precedenti per associazione mafiosa. In questo caso, però, secondo i militari dell’Arma non operavano in associazione, ma singolarmente. Originale anche la tecnica utilizzata per lo spaccio di droga, in particolare cocaina, di cui sono stati sequestrati circa 2 etti. I carabinieri hanno scoperto che veniva nascosta nella soppressata e portata anche nel carcere di Sanremo.

Taormina: il processo di Duisburg doveva svolgersi in Germania LOCRI - «Il processo per la strage di Duisburg doveva svolgersi in Germania e non a Locri». È questa latesi sostenuta dall’avvocatoCarlo Taormina, difensore di Giovanni Strangio, accusato di essere l’ideatore ed uno degli esecutori materiali della strage avvenuta in Germania al culmine della faida di San Luca tra le cosche dei Pelle-Vottari contro i Nirta - Strangio. Taormina è intervenuto nel processo in corso dinanzi ai giudici della Corte d’assise di Locri nel quale sono imputate 14 persone coinvolte nella faida di San Luca. Al termine della requisitoria l’accusa ha chiesto la condanna alla pena dell’ergastolo per 9 imputati, tra cui Giovanni Strangio, tre condanne a 18 anni, una a 15 anni ed una assoluzione. Durante l’arringa il difensore di Strangio ha sostenuto che dalla testimonianza degli investigatori tedeschi emerge l’innocenza del suo assistito. «Strangio - ha detto Taormina - non è uno stragista. Sin da quando aveva 18 anni si recava in Germania per lavoro e non certo per compiere azioni delittuose. Non è pensabile che si riesca ad organizzare una azione così grave in una sola settimana di tempo». Al momento della strage, secondo Taormina, Strangio si trovava nel "suo appartamento a Dusseldorf. Dopo aver appreso la notizia di quanto era accaduto ebbe paura e decise di scappare ad Amsterdam dove poi è stato arrestato».


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Regione: in prima commissione audizione con le sigle sindacali

La sede della procura di Reggio Calabria

Pignatone ha confermato la notizia del Corriere riguardante l’accusa a carico del procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia

Indagato per corruzione Alberto Cisterna della Dna di Sonia Mungo REGGIO CALABRIA - Il procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia Alberto Cisterna è indagato dalla procura di Reggio Calabria per corruzione in atti giudiziari. La notizia, pubblicata ieri dal Corriere della Sera, é stata confermata dal procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone che non ha voluto aggiungere altro. L’iscrizione di Cisterna nel registro degli indagati è un atto dovuto dopo le dichiarazioni, dei mesi scorsi, del boss pentito Antonino Lo Giudice che si è autoaccusato degli attentati compiuti nel 2010 a Reggio ai danni della Procura generale e del procuratore generale e dell’intimidazioneallostessoPignatone. Dell’inchiesta è stato informato il Consiglio superiore della magistratura ed il Procuratore generale della Cassazione. Nino Lo Giudice, nel corso di un interrogatorio con i magistrati reggini, riportato dal Corriere, parla della scarcerazione di un suo fratello

Alberto Cisterna

anche lui collaboratore di giustizia, Maurizio, della quale si sarebbe interessato un altro fratello,

L’iscrizione nel registro degli indagati è avvenuta in seguito alle dichiarazioni dei mesi scorsi del boss pentito Antonino Lo Giudice

Luciano. «Per quanto riguarda la scarcerazione di Maurizio che si trovava in un carcere per collaboratori di giustizia a Paliano - ha detto Nino Lo Giudice - perché era andato definitivo, mi sembra Luciano ne parlò con Alberto Cisterna. Che poi, dopo che ha avuto buon esito, Luciano mi disse che gli aveva fatto un regalo e mi fece intendere soldi, molti soldi». «Ho piena fiducia negli accertamenti dovuti, da parte della Procura di Reggio Calabria, di fronte alle dichiarazioni di un pentito». Così il procuratore nazionale Antimafia, Pietro Grasso, commenta le notizie sull’indagine della procura reggina nell’ambito della quale è stato iscritto nel registro degli indagati il sostituto procuratore della Direzione nazionale Antimafia, Alberto Cisterna. «Anche in questo caso, come del resto in ogni altra vicenda processuale, si imporrebbe - aggiunge Grasso, con riferimento alla fuga di notizie - una riservatezza a tutela del buon andamento delle indagini e della reputazione delle persone».

REGGIO CALABRIA - La prima Commissione permanente "Affari istituzionali e Affari generali" ha concluso i propri lavori con l’audizione dei rappresentanti sindacali Alfredo Iorno, segretario generale Fp Cgil; Natale Pace, segretario generale Fp Cisl; Franco Criaco Fp-Uil e Maurizio Priolo(Csa) sulla proposta di legge n.174/9 di iniziativa della Giunta regionale recante "Norme in Al centro materia di ottimizzazione della produttività del lavoro della discussione pubblico e di efficienza e il recepimento trasparenza della pubblica amministrazione regionale della riforma della Pa ed attuazione nell’ordinamento regionale delle dispo- ideata dal ministro sizioni di principio contenute Brunetta nel decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150". Sul tavolo dei lavori, la cosiddetta "Riforma Brunetta" della Pubblica amministrazione che obbliga le Regioni al recepimento della normativa nazionale. Rispetto alla richiesta dei sindacati di una maggiore partecipazione e coinvolgimento sui provvedimenti e le leggi che riguardano il personale, il presidente dell’organismo consiliare Giuseppe Caputo si è detto disponibile ad un confronto più sereno e fruttuoso, invitando le stesse organizzazioni a presentare alla Commissione, entro il prossimo 22 giugno, emendamenti sull’articolato proposto dalla Giunta. «L’ottimizzazione dei servizi e delle risorse, la trasparenza e la meritocrazia, credo - ha affermato il presidente

Il presidente della prima commissione Giuseppe Caputo

Giuseppe Caputo - rappresentino per tutti, da qualsiasi postazione considerate, un traguardo condiviso, in quanto realizzano una migliore offerta della pubblica amministrazione nel suo rapporto con i cittadini».

Bilancio regionale, approvato il Rendiconto generale 2010 REGGIO CALABRIA - La seconda Commissione consiliare "Bilancio, programmazione economica ed attività produttive", presieduta dal consigliere Franco Morelli (Pdl), ha esaurito la trattazione degli otto punti all’ordine del giorno, pronunciandosi positivamente su tutti i provvedimenti all’esame dell’organismo. Con l’astensione dei consiglieri Censore, Mimmo Talarico e Rosario Mirabelli che «si riservano di valutare il documento per il successivo voto in Aula», la Commissione ha approvato il Rendiconto generale relativo all’esercizio finanziario 2010 della Regione. L’Esercizio 2010 si chiude con un saldo finanziario positivo di euro 4.133.143.436,76. Gli aspetti tecnico-contabili del Documento finanziario sono stati illustrati dai dirigenti Stefania Buonaiuto e Fortunata

Raschellà che hanno sottolineato «come si sia puntato ad una forma innovativa che consente una più agevole lettura dei dati e delle cifre». «Il Rendiconto - è stato rilevato nel corso della seduta - attesta un miglioramento della situazione patrimoniale anche alla luce di un censimento capillare che ha consentito una mappatura completa dei cespiti immobiliari della Regione che ammontano a 32 milioni. La politica avviata è quella della dismissione di beni che non sono funzionali all’attività istituzionale della Regione. Il documento, infine, prende atto delle politiche di riduzione e contenimento della spesa anche alla luce del rispetto del Patto di Stabilità». Approfondito ed articolato il dibattito, a conclusione delle relazioni dei tecnici del Dipartimento. Nel proseguo dei lavori, sempre a maggioranza, sono stati

approvati i documenti contabili di enti ed aziende sub-regionali. Via libera, dunque, al Bilancio di previsione 2011 e pluriennale 2011-2013 dell’Arcea e al Bilancio di previsione 2011 dell’Arpacal. La Commissione si è quindi pronunciata positivamente anche sul Bilancio di previsione dell’Ardis di Catanzaro per il 2010 e sull’autorizzazione all’esercizio provvisorio del Bilancio per il 2011. Disco verde anche al Bilancio di previsione dell’Aterp della provincia di Cosenza per l’anno finanziario 2011 e al Rendiconto consuntivo per l’Esercizio Finanziario 2008 dell’Aterp di Crotone. Infine, l’organismo ha dato il via libera alla proposta di legge della Giunta "Modifiche ed integrazioni alla Legge regionale n. 4 del 2007: Cooperazione e relazioni internazionali della Calabria".


14

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CRONACHE Sgomberato un accampamento rom e rimossi 60 tonnellate di rifiuti

Proseguono i lavori della task force di Giovino di Carmela Mirarchi CATANZARO - Proseguono a pieno regime i lavori di riqualificazione di Giovino, sotto la diretta supervisione del sindaco Traversailquale,immediatamente dopo il suo insediamento, ha voluto una "task-force" impegnata a sottrarre l’area al degrado e all’incuria prima dell’inizio della stagione estiva. Nella vasta operazione di recupero della zona marina sono impiegati quotidianamente decine di operai e molti mezzi. Circa 60 tonnellate di rifiuti, secondo i dati forniti dalla Aimeri Ambiente, sono stati rimossi da Giovino dopo i primi interventi di pulizia generale che hanno riguardato l’area della pineta e del lungomare, liberate dalle erbacce e da rifiuti di ogni genere. Sono quindi state sistemate le aiuole, riparate le staccionate per evitare l’ingresso di veicoli nella pineta, ripristinata la rete di irrigazione, eliminate le numerose situazioni di pericolo, soprattutto in prossimità dei canali di deflusso delle acque. All’interno della grande macchia mediterranea proseguono gli interventi colturali, con la spalcatura dei pini, il taglio delle piante secche, la falciatura dell’erba: interventi mai effettuati negli ultimi 40 anni. Nell’area della pineta sono state anche demolite numerose recinzioni abusive, realizzate con strutture in cemento armato e reti metalliche. A tal proposito, ieri mattina sono giunti a Giovino i militari del Corpo forestale dello Stato, inviati dal comandante provinciale Salvatore Spanò, che hanno avviato delle verifiche sulle aree recintate e occupate abusiva-

mente. Nel contempo, il comandante dei Vigili urbani, generale Giuseppe Antonio Salerno, ha diffidato i proprietari di terreni prospicienti la pineta a ripulire le aree di pertinenza, nel rispetto delle regole di decoro urbano e per scongiurare il pericolo di incendi. Da segnalare, inoltre, un intervento della Polizia di Stato che, su segnalazione del sindaco Traversa e grazie al tempestivo interessamento del dirigente del Commissariato di Catanzaro Lido dott. Giacomo Cimarrusti, ha consentito di sgomberare una carovana di rom che aveva pensa-

Scalzo: iniziative per rilanciare il centro sinistra, oggi incontro con i partiti CATANZARO - «Lavoriamo ancora con i ntensità raccogliendo anche il vento positivo del voto referendario che ha ’liberato’ ulteriori energie positive e rafforzato la partecipazione come strumento diretto». E’ quanto afferma Salvatore Scalzo, leader dell’opposizione di centrosinistra al Comune di Catanzaro in vista della convocazione ormai prossima del Consiglio comunale del capoluogo. In attesa dell’iniziativa pubblica in programma lunedì, Scalzo incontrerà oggi alle 12 le forze politiche della coalizione, i rappresentanti delle liste e dei movimenti che hanno sostenuto la sua campagna elettorale. «L’avvio dell’attività amministrativa sostiene Scalzo - la mobilitazione referendaria, il ritrovarsi di tutte le forze che hanno

to di accamparsi all’interno della pineta. Gli interventi straordinari a Catanzaro Lido non si fermano, peraltro, all’area di Giovino, ma proseguono anche nella marina, con la pulizia e la sistemazione del lungomare, la cura delle aiuole, la piantumazione di nuove essenze e il ripristino dei sistemi di irrigazione.

Nell’area della pineta sono state demolite numerose recinzioni abusive, realizzate con strutture in cemento armato e reti metalliche. Ieri sono giunti i militari del Corpo forestale dello Stato

reso possibile l’avventura elettorale lunedì prossimo sarà l’occasione per riprendere il cammino con più forza e determinazione, consapevoli come siamo che, in un solo mese, il Paese ha impresso una svolta, inimmaginabile fino ad ieri, allo scenario politico e che il centrosinistra deve, ora e subito, correre ed essere interprete fedele della grande e smisurata apertura di credito che il Paese ha voluto conferigli. Anche per questo metteremo in campo ogni strumento ed iniziativa che aggreghi sempre di più e nel segno della unità e coesione».

C. Mirarchi


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 15

CRONACHE CATANZARO - «Un risultato storico per un quartiere da sempre dimenticato». Così il consigliere comunale Tommaso Brutto ha definito l’avvio dell’esperimento di allungamento fino alla contrada Santa Domenica delle linee dell’Amc. Domani l’Azienda varerà la corsa "lunga" fino alla popolosa contrada. Ovviamente, si tratterà inizialmente di corse che serviranno a verificare alcune condizioni tecniche, legate soprattutto alla piena percorribilità della strada. L’intenzione dell’Amc, ha precisato Brutto, è

Allungamento delle linee Amc fino a Santa Domenica quella di andare a pieno regime con il programma invernale. «Si può ben dire - ha commentato il consigliere - che nell’era Traversa i problemi che si trascinavano da anni finalmente trovano soluzioni». Tommaso Brutto, nel ringraziare i vertici aziendali dell’Amc,haricordatochel’allungamento della corsa consentirà

agli abitanti di Santa Domenica di fruire finalmente del servizio pubblico di trasporto, mettendo fine ad una situazione di notevole disagio, soprattutto per gli studenti che debbono raggiungere gli edifici scolastici rc

Sopralluogo del sindaco Traversa al Ceravolo: ristruttureremo anche il Campo B

«Consegneremo alla nuova società uno stadio sicuro» di Carmela Mirarchi CATANZARO - L’adeguamento sismico del settore "distinti", il rifacimento degli spogliatoi e della tribuna stampa. Servono a questo i lavori che stanno interessando, da qualche giorno, lo stadio "Ceravolo". Programmati dalla vecchia amministrazione, sono stati appaltati per un costo complessivo di circa un milione e centomila euro alla ditta Guzzo che dovrà completarli entro il prossimo mese di ottobre. Il sindaco Traversa,ieri mattina, ha effettuato un sopralluogo assieme agli assessoriaiLavoriPubblici,Giuseppe Calabretta, e allo Sport, Stefania Lo Giudice, per rendersi conto di persona dello stato dell’intervento che, comunque, non pregiudicherà l’inizio del prossimo campionato di calcio. Si stanno infatti allestendo degli spogliatoi prefabbricati mentre i giornalisti saranno accolti in una postazione ospitata nella zona centrale degli attuali "Distinti". I lavori consentiranno anche una migliore sistemazione della sala Gos, quella che utilizzano gli agenti del Gruppo operativo speciale oltre a consentire la piena fruizione - in sicu-

rezza - di una porzione di stadio chiusa da tempo e che potrà accogliere circa 3000 tifosi. Traversa, accompagnato anche dal dirigente del settore Gestione del territorio, Carolina Ritrovato, dal funzionario dell’Ufficio tecnico Luigi Franco e dal geometra Francesco Procopio, ha dato indicazioni che sia recuperato al meglio il "Campo B", quello che si trova alle spalle della curva "Est", da utilizzare per gli allenamenti e per il settore giovanile. Il terreno sarà in sintetico o in erba mentre si provvederà a realizzare la recinzione e i canali di scolo. «Vigileremo affinché tutti i lavori di ristrutturazione - ha detto il Sindaco - siano

portati a termine osservando le norme di sicurezza perché è la prima cosa che bisogna garantire a chi utilizza questa importante struttura della città. Inoltre - ha aggiunto Traversa - è necessario adeguare lo stadio per consentire alla futura società di calcio di non avere alcun problema o limitazioneperl’utilizzodell’impianto». E a proposito della nuova compagine che reggerà le sorti del calcio catanzarese, Traversa ha annunciato che la soluzione della vicenda è ormai vicina e che nei primi giorni della prossima settimana sarà reso noto, nel corso di una conferenza stampa, il nuovo assetto societario.

CATANZARO - Un clima di reciproca soddisfazione ha contraddistinto il primo incontro tra Amministrazione comunale e parti sindacali, convocato dall’assessore alle politiche del personale Massimo Lomonaco, allo scopo di affrontare, per grandi linee, le problematiche inerenti i lavoratori di palazzo de Nobili. Un tavolo salutato con soddisfazione dai rappresentanti sindacali per la rapidità, concretezza e disponibilità al dialogo manifestata dall’assessore Lomonaco a nome dell’amministrazione Traversa.Era stato lo stesso Primo cittadino, subito dopo il suo insediamento, a porre la questione del personale tra le priorità da affrontare. L’assessore Lomonaconon ha perso tempo, ed affiancato dal dirigente del settore, Giuliano Siciliano e dal direttore operativo Pasquale Costantino, nelle vesti anche di presidente della delegazione trattante, ha convocato le parti sociali per manifestargli la piena disponibilità sua e dell’amministrazione ad affrontare e risolvere le problematiche inerenti la gestione del personale al fine di avviare, in un clima di reciproca collaborazione, una fase operativa finalizzata alla definizione del contratto 2010, ma anche a creare nuove motivazioni per i dipendenti. Presente all’incontro anche il neo consigliere comunale Luigi Levato. L’assessore Lomonaco, dopo aver ringraziato i rappresentanti sindacali per aver raccolto l’invito, ha portato i saluti del sindaco Michele Traversa, ed ha esortato i presenti al tavolo ad instaurare " una fattiva sinergia" allo scopo di superare insieme eventuali diversità di vedute su alcune questioni in itinere. «Da parte mia e dei dirigenti - ha ribadito l’assessore - c’è tutta la massima disponibilità a ricercare insieme una intesa». Anna Bolle

Prima fase di Music Summer school CATANZARO - Catanzaro Music Summer School, si è conclusa la prima fase di studi al Cet di Mogol. I ragazzi torneranno ad Avigliano Umbro nella prima settimana di luglio Sono da poco rientrati a Catanzaro i dieci ragazzi che si sono aggiudicati le borse di studio per il prestigioso Centro Europeo di Toscolano fondato e diretto da Mogol. Si è appena conclusa, infatti, la prima delle tre fasi di corso presso il Cet, secondo il programma previsto dal progetto "Catanzaro Music Summer School", nato nell’ambito di "Giovani energie in Comune", promosso a sua volta dal Dipartimento della Gioventù-Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci, e realizzato dal Comune di Catanzaro, Assessorati alla Cultu-

Lavoratori di palazzo de Nobili Lomonaco incontra i sindacati

ra e Politiche giovanili e alla Pubblica Istruzione. In questa prima fase del corso, accompagnati dal tutor Giuseppe Tassoni, i dieci catanzaresi insieme a giovani provenienti da tutta Italia hanno potuto seguire quotidianamente sette ore di lezione, divise tra mattina e sera, con docenti del Cet, oltre che con lo stesso Mogol. Nelle selezioni catanzaresi, lo ricordiamo, sono stati scelti: Giuseppe Brutto come autore; Valentina Costa, Serena Cristofalo, Stefano Greco, Perla Martino, Valeria Parentela come interpreti; e Fabrizio Fabiano, Francesco Iaconantonio, Pasquale Musca e Giuseppe Russo come compositori. C. Mirarchi

L’ultimo saluto ad Achille Tomaino CATANZARO - Commozione ai funerali di Achille Tomaino,direttore del Dipartimento di Prevenzione della ex As 7 di Catanzaro, che si sono svolti giovedì nella Chiesa di San Pio X. Partecipazione da parte di amici e colleghi che con lui hanno condiviso, nel corso della sua lunga carriera di medico e dirigente sindacale, numerose battaglie. Presenti il neo sindaco Michele Traversa, il presidente dell’amministrazione provinciale Wanda Ferro, gli assessori regionali Domenico Tallini e Piero Aiello, il consigliere regionale Pietro Amato, l’ex sindaco Marcello Furriolo, numerosi consiglieri comunali e l’avvocato Lanfranco Calderazzo, suo amico di vecchia data. Presenza massiccia anche di cittadini

e colleghi dell’Asp. «Non posso che esprimere il mio cordoglio e quello di tutta l’Amministrazione comunale - ha dichiarato Michele Traversa - per la morte di Achille Tomaino. Per lungo tempo ai vertici dell’Azienda sanitaria di Catanzaro, Tomaino aveva instaurato un metodo di lavoro capace sia di tutelare dal punto di vista amministrativo l’azienda, sia di dar vita a quel processo di rinnovamento necessario per un’offerta sanitaria di qualità. Il tutto caratterizzato da una umanità non comune che si manifestava, in particolare, nel rapporto con i dipendenti». cm


16

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CRONACHE

Manca il palazzetto, squadra di pallamano rischia di perdere l’A1 BADOLATO - Hanno ottenuto sul campo la promozione in A1 di pallamano, ma adesso, proprio per la mancanza di una struttura idonea a disputare il massimo campionato rischiano di dovere rinunciare all’iscrizione. Sono le atlete della squadra di pallamano femminile Principe di Badolato, unica squadra calabrese a militare nella massima serie. A lanciare l’allarme è il presidente Anna Larocca. La società aveva chiesto al presidente della Federazione pallamano una deroga di un an-

no, per disputare la A1 nel palazzetto dello sport di Sant’Andrea Ionio, dove la squadra ha disputato il campionato di A2. La risposta è stata categorica: la Federazione non concede deroghe. «In tutta la provincia di Catanzaro - afferma Anna Larocca - non c’é un solo palazzetto idoneo al campionato di pallamano A1. In altri sport le cose vanno diversamente. La Federazione pallavolo ha concesso la deroga al Soverato, che milita in A2, per giocare nel locale palazzetto. Quindi - si chiede Anna

Oggi e domani al Villaggio Guglielmo in scena il Bioevent di Carmela Mirarchi STALETTI’ - Un grande evento all’insegna degli antichi sapori calabresi, della bellezza e della musica. Saranno questi e altri gli ingredienti del "Bioevent", in programma oggi e domani presso l’Hotel Villaggio Guglielmo di Copanello di Stalettì, l’iniziativa attraverso cui "Zagreobio s.a.s", azienda biologica e biodinamica, si presenterà al pubblico offrendo un percorso biologico-formativo di sensibilizzazione sulla mission principale del nuovo sodalizio, ovvero la ricerca di cibi incontaminati e la corretta alimentazione. A tal fine, per meglio presentare al pubblico le caratteristiche del proprio brand aziendale, è nato anche il marchio "Zagreobio Experience" che promuove, attraverso momenti di aggregazione e di intrattenimento, un modo nuovo di vivere il proprio tempo libero in maniera sa-

na, vitale e pulsante, senza dimenticare l’importanza di una corretta alimentazione e di una attività fisica funzionale al benessere del corpo. Il primo degli eventi in cantiere si svolgerà oggi e domani con un programma ricco di appuntamenti. Dopo il welcome drink di benvenuto, fissato per le ore 17, seguiranno una conferenza stampa con proiezione del video inaugurale di presentazione della "Zagreobio Sas ingrosso alimentare biologico", l’aperitivo e la cena biologica e il primo Concorso di bellezza a bordo piscina "MissZagreoBio". La serata proseguirà in musica presso "La Rotonda" con la live band "Black and White" e le note disco rn’b-commerciale-revival alla presenza dei migliori dj locali. Madrina della serata sarà la splendida Maddalena Corvaglia, ex velina di successo, che premierà la vincitrice del concorso di bellezza

Ferisce il convivente, lui è di Martirano Lombardo RIMINI - Ferisce gravemente il convivente con un coltello da cucina e finisce arrestata dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. In manette, M.M., 39 anni, casalinga, già con un divorzio alle spalle: la donna, dopo l’arresto, è piantonata in forte stato confusionale nell’ospedale di Rimini, dove si trova anche l’uomo - A.C.P., geometra, originario di Martirano Lombardo - in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. L’aggressione è avvenuta dopo una lite per futili motivi. La donna ha aggredito l’uomo con un coltello dalla lama di 15 cm, colpendolo ripetutamente al torace, sulla schiena, sulle braccia e sulle gambe. Il convivente ha riportato lesioni importanti, tra cui una al pleura del polmone sinistro. cm

Larocca - due federazioni con comportamenti diversi perché? Per rendere idoneo il palazzetto di Sant’Andrea sarebbero necessari interventi strutturali per una spesa di circa 60 mila euro, somma non disponibile per una piccola società, in un paese di duemila abitanti». La società, per evitare la cancellazione dal campionato ha lanciato quindi un appello alle istituzioni: Coni, Regione, Provincia, «per sbloccare questa drammatica situazione, che offende lo sport». La pallama-

no Badolato da 7 anni partecipa ai campionati nazionali, coinvolgendo circa cento ragazze e le famiglie che in uesti anni hanno contribuito alle spese per le trasferte. «Inoltre - afferma Anna Larocca - la società svolge un ruolo importante dal punto di vista sociale, di aggregazione, tenendo le ragazze lontane dai pericoli della strada, in una realtà dove la criminalità è molto accentuata. Riteniamo che il grido d’allarme della società debba essere recepito dalle istituzioni per evitare che l’illegalità abbia il sopravvento sullo sport».

Carmela Mirarchi


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 17

CRONACHE Speranza in un intervista a RadioNews 24, martedì incontro con l’assessore

Rifiuti, Speranza: trovare una alternativa a Pianopoli LAMEZIA TERME - E’ fissato per martedì prossimo 21 giugno alle ore 11, l’incontro che il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza e l’assessore all’ambiente, Pietro De Sensi hanno richiesto al Commissario delegato per l’emergenza ambientale della regione Calabria, Graziano Melandri. Lo ha anticipato lo stesso primo cittadino nel corso di un’intervista concessa, ieri mattina, a RadioNews 24 Lamezia nel corso della quale si è dimostrato molto preoccupato per la grave fase di emergenza che la città sta vivendo e derivante dalla chiusura contemporanea dell’impianto di selezione e della discarica privata di Pianopoli, con conseguente blocco della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. «Vivo l’angoscia che a Lamezia e in Calabria possa verificarsi quello che è successo a Napoli e in Campania - ha dichiarato - e per questa ragione non posso aspet-

tar e l’incontro di martedì prossimo, ragione per cui scriverò una lettera indirizzata al presidente della Giunta regionale e al Commissario per l’emergenza per chiedere loro di volerci indicare altre località dove conferire i nostri rifiuti. Si provi solo ad immaginare - ha aggiunto Speranza - quale potrà essere la situazione ambientale ed igienico-sanitaria per le vie cittadine se la raccolta non potrà essere effettuata fino a lunedì mattina.

Al Commissario ribadirò la necessità che il sistema regionale si programmi ed organizzi sulla base di questa semplice impostazione: raccolta differenziata spinta, impianto di selezione, discarica di servizio di proprietà pubblica. Non ho nulla contro i privati ha concluso - ma ritengo che la gestione pubblica del ciclo integrato dei rifiuti dia maggiori garanzie a tutti i cittadini».

Italia dei valori: allarme legato al fallimento del piano regionale LAMEZIA TERME - «Le recenti notizie provenienti dalla Lamezia Multiservizi circa il probabile fermo della raccolta dei rifiuti sino al 20 giugno prossimo, sembrano aver suscitato nell’attenzione di tanti lametini un senso di allarme, rilevato prevalentemente in ragione delle conseguenti lamentele che ne sono scaturite». E’ quanto si legge in una nota di Lorenzo Tropea e Giuseppe Gigliotti dell’Idv. «Il presagio di un’evoluzione negativa per tale situazione è ovviamente indotto dalle vicende di altre parti d’Italia. Ma la circostanza più paradossale seppur ammesse tutte le giustificazioni possibili, risiederebbe nell’idea dell’osservare per le nostre strade cumuli di immondizia ad esito delle urne ancora recente, in base al quale il cittadino sarebbe stato un promotore di civiltà a favore dell’ambiente e d’altro canto intervengono contesti tendenti a vanificarne l’evento. A tal riguardo quindi, occorrerebbe preventivamente riesaminare tutte le fasi operative del trattamento e pianificarle in modo tale che determinati proclami non debbano mai essere più pronunciati. A determinare l’allarme e a causare lo stato di preoccupazione è sicuramente il fallimento del piano rifiuti della Regione» Anna Bolle


18

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CRONACHE Carlo Guccione e Mario Franchino hanno presentato un’interrogazione a Scopelliti

Aeroporto Sibari, il Pd chiede l’ intervento della Regione di Carmela Mirarchi COSENZA - I consiglieri regionali del Pd, on. Carlo Guccione e Mario Franchino, in coerenza con quanto avevano annunciato alla vigilia delle elezioni amministrative e della consultazione referendaria del 12 e 13 giugno scorso, proseguono nel loro impegno a favore della realizzazione dell’aeroporto della Sibaritide. E lo fanno attraverso un’interrogazione a risposta immediata indirizzata al Presidente della Giunta Regionale, on. Giuseppe Scopelliti, con la quale chiedono di sapere «quali interventi amministrativi e quali disponibilità economiche la Regione intende impegnare a favore della realizzazione dell’aeroporto di Sibari» che, si legge ancora nella interrogazione «rappresenterebbe senz’altro il volano per lo sviluppo economico della Calabria sia dal punto di vista turistico, essendo quest’area sede di straordinari siti turistici ed archeologici, che per il rilancio del mercato agroalimentare di un’area strategica come la Sibatitide che è sede anche del Distretto Agroalimentare di Qualità». I due consiglieri regionali del Pd, allo scopo di rafforzare la loro richiesta di intervento dell’esecutivo regionale a fa-

vore di questa importante opera infrastrutturale, ricordano che «l’Amministrazione Provinciale di Cosenza ha approvato il Bilancio dell’Ente destinando venti milioni di euro nel Piano degli Investimenti per la realizzazione dell’aeroporto di Sibari; la Camera di Commercio di Cosenza si è dichiarata disponibile a partecipare alla realizzazione e alla gestione dell’opera, stanziando 500 mila euro per l’anno 2011 e che, infine, tutte le istituzioni locali della Sibaritide, le forze imprenditoriali locali e gli operatori turistici si sono dichiarate anch’esse favorevoli e disponibili a partecipare alla realizzazione e alla gestione di questa importante infrastruttura aeroportuale».

I due ricordano che «l’Amministrazione provinciale ha destinato venti milioni di euro per la realizzazione dell’aeroporto di Sibari e che la Camera di commercio di Cosenza si è dichiarata disponibile stanziando 500 mila euro per l’anno 2011»

Minacce ai clienti per farsi pagare sette denunciati CORIGLIANO CALABRO - Sette persone sono state denunciate dai militari della Guardia di finanza a Corigliano Calabro per i reati di associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni ed alla truffa. Due cittadini irlandesi ed

un britannico, ritenuti a capo dell’organizzazione, proponevano a privati l’asfaltatura di cortili e piazzali a prezzi estremamente vantaggiosi con il corrispettivo della sola manodopera mentre il bitume, indicato come eccedenza di precedenti lavori, veniva fornito gratis. Dopo aver ottenute le commesse i tre avviavano i lavori utilizzando quattro operai polacchi. Dopo pochi giorni facevano lievitare i costi e, alle lamentele dei malcapitati clienti, il gruppo rispondeva con minacce costringendoli a pagare. Analoghe truffe sono state poste in essere dagli stessi soggetti in varie regioni italiane e ultimamente nei comuni di Falconara Marittima e Ravenna.

I consiglieri regionali chiedono di sapere «quali interventi amministrativi e quali disponibilità economiche la Regione intende impegnare a favore della realizzazione dell’aeroporto di Sibari»

r.c.

Rossano, dalla Regione 500mila euro per la scuola elementare ROSSANO - Edilizia scolastica, 500 mila euro per i lavori di ripristino ed adeguamento alle normative vigenti della Scuola Elementare e Materna di Via Nazionale. La Regione Calabria - Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture, concedendo il finanziamento, ha incluso la Città di Rossano nel programma straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico, finalizzato alla messa in sicurezza degli edifici. A comunicarlo al Sindaco Giuseppe Antoniotti è stato lo stesso Assessore regionale al ramo On. Pino Gentile. È di 53 milioniI l’ammontare complessivo del piano di interventi urgenti, riferiti al patrimonio scolastico, che la Regione Calabria ha predisposto e distribuito per un consistente numero di plessi dislocati nel territorio regionale. Tra questi, anche Rossano. «Tali risorse - scrive l’On. Gentile - sebbene insufficienti per l’adeguamento alle nuove normative in materia di sicurezza degli oltre 2500 edifici scolastici della nostra regione, ci consentiranno, tuttavia, di ristrutturare, am-

modernare e mettere in sicurezza ben 220 plessi scolastici. L’Assessore regionale ai Lavori pubblici comunica, dunque, al Comune che è stato predisposto per lo stesso un finanziamento di 500 mila euro per i lavori di ripristino ed adeguamento alle normative vigenti della Scuola Elementare e Materna di Via Nazionale, allo scalo. L’azione di governo che stiamo attuando d’intesa con il Presidente Scopellliti chiarisce l’Assessore regionale - pur nelle molteplici difficoltà legate alla nota carenza di fondi, è mirata a rendere confortevole, moderno e soprattutto sicuro, l’intero patrimonio scolastico della nostra Regione»

r.c.


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 19

CRONACHE Il Premier in occasione del conferimento delle borse di studio della Fondazione Jhon Motta

Berlusconi: farò di tutto per aiutare la bellissima Calabria di Carmela Mirarchi ROMA - «Sarò attentissimo con il governo a fare tutto ciò che è possibile per la vostra terra, che è bellissima. Sono a disposizione per ciò che può essere utile». Così Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con Cosenza, ha risposto a Francesco Nucara che chiedeva al premier di aiutare la Calabria, in occasione del conferimento delle borse di studio ad alcuni giovani calabresi da parte della Fondazione Jhon Motta. «Nonostante la grave crisi economica, abbiamo fatto il possibile per andare incontro ai desideri di milioni di ragazzi e di ragazze, che aspirano ad avere un lavoro soddisfacente e a poter avere una famiglia e una casa». Ha detto il premier Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con Francesco Nucara a Cosenza. «Sappiamo - ha proseguito - che migliorando l’accesso a una formazione di qualità e a un lavoro che possa premiare il merito, l’accesso al credito ed il diritto alla casa, si possono realizzare quelle condizioni di vita che permettano ai nostri ragazzi di essere autonomi e indipendenti prima dei 30 anni. Abbiamo realizzato riforme dedicate ai giovani, come quelle della scuola e dell’Università - ha proseguito Berlu-

sconi -. nella scuola abbiamo cercato di cambiare la bassa qualità dell’insegnamento e lo scarso rapporto collegamento dell’istruzione dei giovani con mondo delle imprese e del lavoro. Abbiamo cercato di portare nella scuola la rivoluzione del merito, dando a tutti le stesse opportunità di partenza, e abbiamo investito nella formazione per far emergere le eccellenze». Il premier ha poi ricordato misure come piano casa, sostegno ai precari, prestiti d’onore. «Dico sempre ai giovani di rischiare e di mettersi in gioco e di fare impresa - ha concluso il premier - e alla Fondazione americana Jhon Motta, che ha deciso di puntare sui giovani della regione dove era nato il fondatore, va il mio plauso e quello del governo. Spero che i giovani possano profittare di qualcosa che è derivato da una vita di sacrifici e di lavoro che mi sono molto commosso a leggere».

«Nonostante la grave crisi economica, abbiamo fatto il possibile per andare incontro ai desideri di milioni di ragazzi e di ragazze, che aspirano ad avere un lavoro soddisfacente e a poter avere una famiglia e una casa. Abbiamo realizzato riforme dedicate ai giovani»

Silvio Berlusocni: «Dico sempre ai giovani di rischiare e di mettersi in gioco e di fare impresa e alla Fondazione americana Jhon Motta va il mio plauso e quello del governo»

Pdl: «Sull’acqua Oliverio ammetta le sue responsabilità» CATANZARO - «Il presidente Mario Oliverio, da 5 anni remunerato consigliere di amministrazione di quella Sorical che oggi attacca, dovrebbe spiegare ai cittadini i disastri operati dalla Provincia sia rispetto agli Ato che rispetto alle competenze in materia di depurazione ». Lo affermano in una nota i dirigenti regionali del Pdl Calabria, Nicola Abele e Roberto Tosti . «Il presidente Oliverio, che è anche consigliere di amministrazione di Sorical, incarico per il quale percepisce un’indennità annuale- si legge nella nota - dovrebbe spiegare ai cittadini il pasticcio di Cosenza Acque e la confusionecreata con divisioni artificiose di competenze che hanno solo aumentato il disorientamento . Uno dei settori deficitari è quello della depurazione delle acque che in provincia di Cosenza non esiste e che è di competenza della stessa amministrazione guidata da Oliverio - si legge nella nota- e non è un caso che l’esperienza fallimentare degli Ato comporti una grave responsabilità politica per l’amministrazione di Piazza Xv Marzo. Sarebbe opportuno chiedere al presidente Oliverio, consigliere di Sorical conclude la nota- un bilancio oggettivo di questi sette anni di gestione degliAto: siamo certi che un’analisi serena non potrebbe non concludersi conun’autocritica».

r.c.

Rifiuti, Principe: gravi difficoltà nello smaltimento dei rifiuti in tutta la provincia COSENZA - «Le gravi difficoltà nello smaltimento dei rifiuti che si stanno registrando in molti Comuni calabresi e soprattutto in Provincia di Cosenza, dopo la momentanea chiusura della discarica di Pianopoli, destano nuove e maggiori preoccupazioni rispetto ad una emergenza che diventa sempre più critica e complessa e per la quale, ad oggi, nessuna soluzione e stata neanche lontanamente prospettata dal commissario straordinario all’emergenza ambientale». E’ quanto afferma in una nota l’On. Sandro Principe, capogruppo regionale del Pd, intervenendo sulla nuova ondata di crisi nel conferimento in discarica dei rifiuti solidi urbani, denunciata da alcuni sindaci del

Tirreno cosentino. «Il problema dello smaltimento dei rifiuti - prosegue l’On. Sandro Principe - deve essere affrontato in maniera seria e rigorosa, con particolare riferimento alla provincia di Cosenza. Pur condividendo che spazzamento e raccolta ordinaria e differenziata siano affidati alla cura diretta dei Comuni, l’operazione di smaltimento di quanto raccolto impone la costruzione di un impianto che abbia questa funzione e che sia gestito da una entità di livello sovra comunale (Provincia, Consorzio di Comuni, etc.). A tal proposito, è necessario avere il coraggio di assumersi le proprie responsabilità: la tecnologia contemporanea offre impianti di smaltimento si-

curi sotto il profilo dell’inquinamento ambientale. Inoltre, non si può assistere indifferenti al realizzarsi, per i cittadini della provincia di Cosenza, del triste destino di dover inviare per lo smaltimento i propri rifiuti a Gioia Tauro, con il conseguente aumento del costo del servizio e delle relative bollette (Tarsu). In attesa che, anche utilizzando i Fondi Strutturali Europei disponibili, si possa affrontare la problematica in maniera strutturale e definitiva - conclude il capogruppo regionale del Pd - è urgente trovare una soluzione adeguata a risolvere l’attuale momento di crisi, anche al fine di non ledere l’immagine e l’attrattività delle nostre zone turistiche. Mi auguro, infine,

che il Presidente Scopelliti ed il commissario straordinario per l’emergenza rifiuti diano immediate risposte ai sindaci dei Comuni in difficoltà».

Rosa Voci


20

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CRONACHE Sbarco a Torre Melissa migranti al Cie di Isola CROTONE - I 22 migranti di nazionalità pakistana giunti ieri sulle coste di Torre Melissa hanno chiesto asilo politico e sono stati accompagnati nel Centro di identificazione ed espulsione S. Anna di Isola Capo Rizzuto. Gli immigrati sono arrivati in Calabria a bordo di un motoscafo di 11 metri abbandonato lungo la spiaggia che è stato sequestrato da

una vedetta della sezione operativa navale di Crotone della guardia di finanza. Gli extracomunitari sono arrivati a bordo di un motoscafo lungo undici metri, di colore bianco e con matricola italiana, che è stato abbandonato apochi metri dalla riva dove è stato recuperato da una motovedetta della Guardia costiera di Crotone.

La task force rientra in un progetto ideato dalla Camera di commercio

Tavolo tematico su strade e ferrovie con Misiti e la Stasi di Carmela Mirarchi CROTONE - Si è svolto nella mattinata ieri, presso la sede della Camera di commercio di Crotone, il tavolo di lavoro tematico su strade e ferrovie della Task force per il potenziamento delle infrastrutture della provincia di Crotone. La creazione della task force rientra in un progetto ideato dalla Camera di commercio di Crotone ed in fase di realizzazione in collaborazione con la società del sistema camerale Uniontrasporti, che ha come obiettivo l’individuazione delle priorità di intervento e delle relative opportunità di finanziamento di azioni tese a migliorare l’infrastrutturazione del territorio crotonese. Il tavolo di ieri stato avviato da un intervento della Vicepresidente della Regione Calabria Antonella Stasi che ha ribadito l’attività della Regione sul tema: «Stiamo lavorando concretamente per migliorare la situazione delle ferrovie e delle strade nella nostra regione ed in particolare per far uscire la zona Ionica dall’isolamento in cui versa. Entro fine anno sarà pronto, inoltre, il Piano dei trasporti». Grande attenzione

sulla questione è stata attestata dalla presenza del Sottosegretario alle infrastrutture Aurelio Misiti che ha espresso esplicitamente un concreto impegno verso la risoluzione della problematica: «Nei miei incarichi passati ho approvato soprattutto progetti inerenti il nord, oggi ho accettato questo incarico per interessarmi al Sud e per cercare di sanare il deficit infrastrutturale del meridione. Vi assicuro tutta la mia disponibilità ed il mio impegno affinché la zona Ionica, e la provincia di Crotone in particolare, venga coperta con le adeguate infrastrutture sia ferroviarie che stradali». Anche il presidente dell’Ente Camerale Fortunato Roberto Salerno, introducendo i lavori, ha posto l’attenzione sugli obiettivi del progetto in relazione al divario infrastrutturale tra nord e sud, deficit che, nell’anno in cui ricorre il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, rappresenta il vero fattore di disuguaglianza e distacco tra il nord ed il sud del Paese: «La risoluzione della forbice infrastrutturale, proprio in virtù di questa ritrovata concezione dell’Unità d’Italia, sarebbe l’unico vero e reale segnale di

Unità del Paese». Sono seguite anche le relazioni di Domenico Petruzzelli Capo Compartimento Anas e Giuseppe Cataldo Responsabile Direzione territoriale e produzione Rfi sugli interventi effettuati e disposti per il miglioramento delle reti rispettivamente stradale e ferroviaria. Tra gli interventi anche quello di Fabio Pisciuneri responsabile del Centro di monitoraggio provinciale per la sicurezza stradale che ha incentrato l’attenzione sull’infrastruttura stradale in riferimento ai dati sull’incidentalità. Al tavolo di lavoro erano presenti tra gli altri, oltre al presidente dell’ente camerale Fortunato Roberto Salerno: Nicodemo Oliverio, Roberto Micucci, Giuseppe Gammino, Stanislao Zurlo, Marcello Praticò, Domenico Spataro, Francesco Matarise, Elisabetta Dominijanni, Nicola Artese, Ciccopiedi, Saverio Ferraro, Ferdinando Amoruso, Salvatore Migale, Maria Grazia Sculco, Dionigi Fera, Luigi Carvelli, Giuseppe Greco, Luigi De Biase, Domenico Curcio, Francesca Monterossi, Giovanni Mazzei, Francesco Maria Lagani, Domenico Ceraudo e Bernardo Romano.

«Cirò Marina necessita di sottopassi superare il gap infrastrutturale» CIRO’ MARINA - «Cirò Marina non può continuare a subire la condizione di città blindata dalla presenza storica di una linea ferroviaria, tra l’altro obsoleta. Non servito da alcun sottopasso, il percorso ferrato delle Ferrovie dello Stato divide in due l’abitato, ostacola quotidianamente l’accesso alla statale 106, determina sistematicamente gravi situazioni di disagio e di insicurezza, ipoteca seriamente ogni ipotesi di sviluppo ordinato e sostenibile». È quanto dichiara il sindaco Roberto Siciliani, fortemente determinato a trovare, d’intesa con i responsabili delle Ferrovie, una soluzione celere ed indispensabile a portare un minimo di normalità nella fruizione, da parte dei cittadini di Cirò Marina, del sacrosanto diritto alla mobilità. L’ultimo incontro tra l’amministrazione Sicilianie le Ferrovie dello Stato è del 16 giugno. Il primo cittadino si dice ottimista: «Servono almeno due sottopassi e, questa volta, la comunità otterrà questo diritto, per troppo tempo negatole. Se tutto va come noi auspichiamo - dichiara Siciliani - entro al massimo due anni si potrà fruire di queste due importanti e salvifiche infrastrutture. I due sottopassi, dovranno essere realizzati a nord e a sud della Città, precisamente in Via Roma ed in Via Tirone, nei pressi dei due attuali passaggi a livello. Dovranno essere adeguatamente illuminati e segnalati. Un’identica infrastruttura sta per essere inaugurata a Torretta di Crucoli. Quel progetto è stato finanziato diversi anni fa - ricorda Siciliani quando ero Presidente del Consiglio provinciale di Crotone. La presenza della linea ferrata nelle cittadine della costa ionica, di fatto spezzate dai binari continua il Sindaco di Cirò Marina - ha rappresentato di certo più un limite che un vantaggio. Così come sono e col servizio attuale, quei binari sono più un ingombro che una utilità. Si può invertire rotta conclude Siciliani - solo accelerando sul progetto di metropolitana leggera che colleghi in breve tempo, Sibari, Corigliano, Rossano e Cariati con l’aeroporto di Crotone. Sarebbe una realizzazione strategica e di notevole importanza per la Sibaritide Pollino e per il Crotonese. Il gap infrastrutturale condiviso dalle due aree limitrofe delle province di Cosenza e di Crotone, verrebbe in gran parte arginato con rilevanti e positive ricadute per entrambi i territori».

Anna Bolle

UilTucs: vigili notturni, c’è crisi finanziaria ma sono state assunte 40 unità CROTONE - «Quello che sta accadendo nel "Corpo Vigili Notturni" di Crotone è davvero paradossale. Da mesi si avvertono i sintomi di una crisi finanziaria, determinata da una flessione negativa delle commesse, con conseguenti ripercussioni sui diritti economici del lavoratori, non ultimo i considerevoli ritardi nei pagamenti delle mensilità già maturate». si legge in una nota di Pino Palmieri, Segretario Provinciale UilTucs Crotone. «Ciononostante si è proceduto ad assumere manodopera, circa 40 unità, con i benefici previsti dalle vigenti normative legislative - continua -. Saltando qualsiasi forma di un confronto sindacale, previsto dalla contrattazione di II livello e nel corso della quale l’azienda

avrebbe dovuto presentare i suoi piani di sviluppo in grado di giustificare e sostenere l’inserimento di nuove unità lavorative che da qui a breve, temiamo, si troveranno senza garanzia alcuna di continuità dell’attività lavorativa. Proprio in virtù di tali preoccupazioni, ritenevamo che, nonostante i reiterati comportamenti antisindacali verso la nostra sigla e verso i nostri iscritti che si sono sistematicamente susseguiti nel corso di questi ultimi anni, abbiamo tentato di avviare l’ennesimo tentativo di dialogare, con il solo interesse di contribuire a salvaguardare la sopravvivenza ed il futuro produttivo dell’azienda e, quindi, di tutti i lavoratori che continuano, nonostante tutto, a svolgere le pro-

prie mansioni con spirito di sacrificio e con abnegazione, in un’attività, quella della vigilanza notturna e diurna. Le nostre sollecitazioni e le nostre richieste di incontro, sono rimaste carta straccia, in una visione molto arrogante, singolare e discutibile delle relazioni sindacali che, almeno in determinati e specifici momenti, andrebbero intrattenute con tutto il sindacato. Ma tant’è, ed a noi non resta che la pubblica denuncia, seppure con molta amarezza, ma soprattutto con tanta preoccupazione per quanto potrebbe verificarsi a tutto danno del mantenimento dei posti di lavoro, che sicuramente da qui a breve saranno messi in discussione. Con buona pace di tutti quegli

sprovveduti che invece di agire unitariamente, si attivano con velleitarie ed inutili iniziative che alla fine non produrranno nulla. Loro, come al solito, la faranno franca ed a pagarne le spese saranno esclusivamente i lavoratori e le loro famiglia. Ecco perché questa nota stampa, che viene inviata anche al Signor Prefetto, costituisce la nostra ennesima denuncia che, ovviamente attiveremo informando la Magistratura affinché possa esprimersi sull’attività antisindacale che si evince chiaramente dai comportamenti consolidati di questa azienda nei confronti della nostra sigla». rc


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 21

CRONACHE VIBO VALENTIA - Rocco Colacchio (Colacchio Food), è stato riconfermato Presidente della Sezione Alimentare di Confindustria Vibo Valentia, che ieri nel corso dell’Assemblea generale, ha provveduto ad eleggere anche i componenti del Consiglio Direttivo che formeranno la squadra del Presidente per i prossimi 2 anni: Vice Presidente Domenico Francesco Penna (Gelateria Enrico); Vice Presidente Domenico Monardo (Dolciaria Monardo);Consigliere Nuccio Caffo (Wild Orange); " Giacinto Callipo (Callipo Conserve Alimentari); " Luigi Caccamo (L’art-

Confindustria, Colacchio confermato alla guida della sezione Alimentare igiano della ‘ndujia); " Leo Muzzupappa (Frantoio Mafrica); " Vincenzo Vinci (Mediolat); " Giuseppe Piluso (Frigel). Il Presidente Colacchio, dopo le operazioni di voto, ha voluto ringraziare i presenti per la fiducia accordatagli ed ha brevemente tracciato quelle che saranno le linee guida della Sezione per il prossimo biennio.Nel mio primo mandato,

esordisce Rocco Colacchio, «abbiamo fatto molto, perseguendo iniziative ed attività che hanno contribuito a dare una immagine positiva della Sezione, non solo in ambito locale e regionale, ma anche nazionale ed estero, basti pensare alla campagna di comunicazione "gusta vibonese" che ha avuto un enorme successo o alla promozione di serata a tema or-

ganizzata in collaborazione con la Provincia di Vibo Valentia, per citarne alcune. Tuttavia, abbiamo modo di ritenere che bisognaperseguireconmaggiore attenzione e dinamismo, la promozione dei nostri prodotti, attraverso un marketing aziendale che punti sulla qualità come vetrina d’eccezione, realizzando attività che siano stabili per la

creazione di un solido posizionamento sul mercato delle nostre aziende. È necessario - continua Colacchio - attivarsi per far conoscere il marchio "Made in Vibo" in modo diverso dai classici stereotipi, attraverso innovazione e creatività, con capacità ed attenzione, costruendo eventi dedicati come momenti di confronto ed attrazione alla cultura del luogo. Molte sfide dunque ci attendono dichiara - che cercheremo di affrontare con il massimo impegno e con il coinvolgimento di tutti».

Rosa Voci

È Domenico Campisi, il decesso è avvenuto durante il trasporto in ospedale

Agguato a Nicotera, muore un uomo vicino alla cosca Mancuso di Carmela Mirarchi NICOTERA - Un uomo Domenico Campisi, di 40 anni, è morto in un agguato a Nicotera nel vibonese. L’uomo è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco mentre era a bordo della propria automobile nella frazione Comerconi. Campisi, inizialmente ferito molto gravemte, è stato soccorso e trasportato in ospedale dove i sanitari si sono riservati la prognosi. Sul luogo dell’agguato sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Tropea che hanno avviato le indagini. L’uomo è poi morto mentre veniva trasportato in ospedale a Catanzaro. Campisi, pluripregiudicato, coinvolto in inchieste sul narcotraffico e ritenuto vicino alla cosca dei Mancuso di Limbadi, al momento dell’agguato era a bordo di un’auto, guidata da un cugino, Benedetto Buccafusca, di 25 anni, rimasto illeso, sulla strada che dalla frazione Comerconi porta a Nicotera paese. La vettura sarebbe stata avvicinata da un’altra auto con a bordo i sicari che hanno sparato ferendo gravemente Campisi per poi allontanarsi. Campisi soccor-

so dal 118, per le gravi ferite riportate, è stato trasferito in elisoccorso nell’ospedale di Catanzaro dove però è giunto cadavere. Sull’omicidio indagano i carabinieri della Compagnia di Tropea coordinati dal pm Gabriella Di Lauro. Il magistrato ha interrogato Buccafusca, testimone oculare dell’agguato.

L’uomo è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco mentre era a bordo della propria automobile

Auto in fiamme, danni a fabbricato VIBO VALENTIA - Un incendio, sulla cui natura stannno indagando i carabinieri, ha distrutto l’autovettura, una Peugeot 806, di proprietà di un cittadini bulgaro, K.S., di 36 anni. Il fatto è avvenuto nel corso della notte aBivona, una frazione nelle marinate di Vibo Valentia, in via Roma. Le fiamme, oltre ad aver distrutto il mezzo, hanno danneggiato una finestra e il condizionatore d’aria che si trovavano sulla parete esterna del fabbricato. Intervento dei vigili del fuoco di Vibo Marina e dei carabinieri dela locale stazione al comando del maresciallo Riccardo Astorina, per le indagini. Anna Bolle

’Ndrangheta, Bevilacqua: in arrivo venti poliziotti VIBO VALENTIA - Il Ministero dell’Interno ha disposto l’invio a Vibo Valentia di 20 nuove unità per il periodo estivo. Lo rende noto il senatore Francesco Bevilacqua che aveva presentato una interrogazione al Ministro Maroni per chiedere una riorganizzazionedegli organici delle forze di polizia per far fronte al diffondersi della criminalità in provincia di Vibo Valentia. «Il Ministero dell’Interno - afferma il Sen. Bevilacqua - ha disposto l’invio a Vibo Valentia di 20 nuove unità per il periodo estivo per far fronte alle richieste di sicurezza e legalità in un territorio che come quello vibonese ha bisogno di ripartirepropriodaquestipresupposti per creare sviluppo e uscire dalla crisi in cui versa».

Le Vie dell’oro, tuffo nel passato PIZZO CALABRO - Un tuffo nel passato, nella Calabria pre-unitaria, per rivivere, dal vivo, una tradizione artigiana fatta di sapienza, manualità e genialità; impreziosita dalla lavorazione in oro. Una tecnica ancora in uso nel Vibonese, dove insigni maestri artigiani, impreziosiscono, con le loro creazioni, gioielli, abiti, quadri e oggetti d’ornamento e di arredo. E’ questo il senso dell’iniziativa "Le vie dell’oro - eredità preziosa dal Regno delle due Sicilie", ideata dall’associazioneArtigianFamiglia,presieduta da Carmensissi Malferà, con il patrocinio gratuito del Comune di Pizzo. L’appuntamento è per domani, con inizio alle 16, nel castello aragonese di Piz-

zo, teatro della tragica morte di Gioacchino Murat. Tre gli artigiani che si cimenteranno con le loro performance creatice: l’orafo Antonio Malferà, la sarta ricamarice Caterina Fabrizio e il maestro Nicola Mazzitelli con le lavorazioni a foglia oro. Insieme per testimoniare la valenza creativa degli artigiani vibonesi, molto speciali, le cui creazioni riproducono tecniche di lavorazioni particolarmente apprezzate e, dunque, meritevoli di attenzione. L’evento proseguirà al museo della Tonnara con la proiezione del docu-film "I martiri di Gerace". rc


22

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CRONACHE I militari hanno effettuato appostamenti presso la loro abitazione in via Pio XI

Sequestro di droga e di armi arrestato nucleo familiare di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - I carabinieri hanno tratto in arresto Felice Condello, pregiudicato di anni 29, Saverio Romeo, 56 anni, e Annunziata Pangallo, anni 47 anni, zii del Condello, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti, coltivazione di cannabis e detenzione di arma clandestina; Pasqualina Santina Pangallo , di anni 50, e Caterina Condello, di anni 32, rispettivamente madre e sorella di Felice Condello, con l’accusa di coltivazione di cannabis. I militari, da tempo impegnati in attività volte al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato negli ultimi giorni una serie di appostamenti presso l’abitazione in via Pio XI di Felice Condello, con precedenti in materia di stupefacenti. Nella mattinata di ieri i carabinieri hanno deciso di intervenire per un controllo effettuando contemporanee perquisizioni in tutto lo stabile occupato da parenti del Condello: in particolare all’interno dell’abitazione degli zii Saverio Romeo e Annunziata Pangallo i militari hanno rinvenuto immediatamente 21 piante di cannabis coltivate in vaso dell’altezza variabile trai 70 e i 120 cm, già in fioritura, posizionate sul balcone dell’appartamento. All’interno dell’abitazione, in una stanza, è stato rinvenuto un borsone con all’interno due grosse buste in cellophane contenenti fiores-

cenze secche di marijuana pronte per lo spaccio, per un peso vicino ai 2 kg, nonche’ due bilancini elettronici di precisione. All’interno di una valigia presente nella stessa stanza è stata trovata anche una pistola a salve con canna e camera di cartuccia modificate in cal. 6,35 e pronta a sparare, con cartucce cal. 6,35 inserite nel caricatore. Sono state sequestrate anche altre due pistole identiche a salve. Durante la perquisizione i militari hanno notato che anche sul balcone dell’appartamento adiacente occupato da madre e sorella di Felice Condello erano presenti in bella vista due piante di marijuana. La perquisizione è stata ovviamente estesa nell’appartamento e in tutto lo stabile. In locali nella disponibilità di Felice sono state rinvenute 6 cartucce cal. 8 flobert, mentre all’interno del condominio è stata scoperta una riservetta di munizioni con 100 proiettili per pistola ca. 45 Acp 61 proiettili ca. 7,65, 20 colpi cal. 8

flobert e altre due piante di cannabis. Gli arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria adisposizionedell’AutoritàGiudiziaria. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro. Dallo stupefacente rinvenuto le analisi di laboratorio hanno accertato che potevano ottenersi oltre 8000 dosi.

I carabinieri hanno effettuato un controllo con contemporanee perquisizioni in tutto lo stabile

Confiscato camping a Melito Porto Salvo, indagato il gestore della struttura

Acquistavano vestiti da lavoro con assegni falsi, 10 denunce SULMONA - Sei persone, tutte residenti in provincia di Reggio Calabria, sono state denunciate per concorso in truffa aggravata e continuata e altre quattro, anche queste calabresi, sono finite nei guai per favoreggiamento personale. E’ il risultato delle indagini portate avanti dal commissariato di Sulmona in collaborazione con quello di Polistena (Rc), su una mega truffa messa in atto nei confronti di una ditta locale che si occupa della produzione e della fornitura di indumenti antinfortunistici per l’edilizia. I denunciati per truffa aggravata sono: G. C., 50 anni di Cinquefrondi (RC), M. R. P., 45 anni di Cinquefrondi (RC), M. C., 27 anni di Polistena (RC), componenti dello stesso nucleo familiare e di S. M., 39 anni di Polistena (RC), C. C., 61 anni di Polistena (RC), F. N. 38 anni di Polistena (RC). Secondo le accuse i sei denunciati avrebbero architettato artifizi e raggiri, consistenti nel fornire recapiti e dati delle ditte clienti, in parte erronei e in parte inesistenti, inducendo in tal modo in errore la persona offesa che, dal mese di novembre 2009 al marzo 2010, dopo aver ricevuto gli ordini da G.C., aveva continuato a spedire la merce, ricevendo in pagamento assegni apparentemente esigibili, ma poi risultati all’atto dell’incasso scoperti. Si è riusciti a risalire ai responsabili della truffa grazie alla collaborazione di due società di trasporto che hanno fornito i nominativi degli autotrasportatori che avevano materialmente consegnato le merci. rc

MELITO PORTO SALVO - Continuano le attività a tutela del demanio marittimo da parte degli uomini della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, che proseguiranno nei prossimi giorni sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Su disposizione del Giudice, a seguito di specifica richiesta di emissione di decreto di sequestro della Procura della Repubblica, nell’ambito di una indagine nata da una informativa, redatta nell’ambito della redazione del documento programmatico regionale di mappatura delle coste calabresi, sono stati posti i sigilli ai locali di un noto camping turistico, ubicato in località Melito Porto Salvo. Nello specifico è stato contestato alla titolare della ditta che gestisce la struttura turistico-ricreativa l’occupazione abusiva di area demaniale marittima mediante la realizzazione di una serie di innovazioni non

autorizzate rappresentate dalla costruzione di 18 prefabbricati in legno ancorati al suolo mediante platea di cemento, e di alcuni manufatti in cui erano allocati i servizi igienici, lavabi e spogliatoi, al fine di trarne profitto. Sono state inoltre contestate violazioni in materia paesaggistico-ambientale e sismica. Durante l’esecuzione del provvedimento, i militari accertavano altresì che la ditta aveva ulteriormente occupato l’area demaniale marittima con ulteriori 8 prefabbricati, procedendo nell’immediatezza ad eseguire d’iniziativa, sentito il Pm delegante, un ulteriore sequestro preventivo. L’intera area posta sotto sequestro ammonta a circa 1.200 mq. Le aree e gli immobili sono stati affidati in custodia all’indagata senza facoltà d’uso. r.c.


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 23

CRONACHE In tanti al taglio del nastro per il nuovo collegamento giornaliero di Blu-express

Scopelliti inaugura il nuovo collegamento aereo con Roma Risolta la vicenda di Carmelo Morise REGGIO CALABRIA - Taglio del nastro all’aeroporto Leonardo Da Vinci per il nuovo collegamento giornaliero di Blu-express sulla rotta Roma-Reggio Calabria. All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il presidente della compagnia aerea Blue Panorama e Blu-express, Franco Pecci, il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, e l’amministratore delegato di Aeroporti di Roma, Giulio Maleci. Il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti,ha inauguratodunque il nuovo collegamento aereo Roma-Reggio Calabria volando su un aereo della compagnia Blue Panorama e Blu-express arrivato ieri in mattinata nell’aeroporto Tito Minniti. Insieme a lui il presidente della compagnia Blue Panorama Airlines, Franco Pezzi. «Si tratta - ha detto Scopelliti incontrando i giornalisti all’arrivo - di un impegno mantenuto, ciò quello di dotare l’aeroporto di Reggio e più complessivamente il sistema aeroportuale calabrese, di un nuovo vettore in modo che la Calabria sia meglio collegata con il resto d’Italia e d’Europa, offrendo più servizi al turismo ed alla stessa popolazione calabrese. Blue Panorama - ha sottolineato Scopelliti - è una grande compagnia e lavorare con loro ci ha permesso di superare egregiamente qualche preoccupazione iniziale. I segnali sono incoraggianti e lo testimoniano il numero dei passeggeri e le prenotazioni finora effettuate, un buon viatico per rafforzare questo servizio e di ampliarlo nel futuro.

Sono felice per questo risultato - ha detto Pezzi - raggiunto in poco meno di tre mesi grazie alla dinamicità del presidente Scopelliti, un tempo veramente breve, considerati i risvolti burocratici. Per quel che ci riguarda siamo convinti delle potenzialità di questo aeroporto e del suo bacino di utenza, che può aprire prospettive davvero interessanti per tutta l’area dello Stretto». Per il sindaco di Reggio, Demetrio Arena, «é un ulteriore passo in avanti che aiuta la città ad ampliare il suo sistema dei trasporti, un ulteriore tassello per incrementare il turismo, cui deve accompagnarsi un rapido recupero di efficiente nella gestione dell’aeroporto». Il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, ha parlato di «ambizioso programma di rilancio dell’aeroporto dello Stretto, che pone in primo piano il problema delle infrastrutture di servizio, necessarie per accompagnare ogni politica di sviluppo». Scopelliti ha anche reso noto di avere contattato i vertici di Enav ed Enac «con l’obiettivo di rimuovere le cause che ostacolano i limiti operativi dell’aeroporto, per la funzionalità totale della disponibilità di questa importante infrastruttura». Il Governatore, infine, replicando ad una nota del con-

sigliere regionale del gruppo Misto, ed ex Udc, Pasquale Tripodi, ha detto: «Voglio chiarire al collega Pasquale Maria Tripodi che l’accordo con Blue Panorama vale 190 mila euro, quindi meno del tetto imposto dalla legge per l’obbligo di gara. Si tratta di un contratto del tipo cottimo fiduciario che ricomprende anche la promozione della Regione ai fini dell’incremento turistico. Caso mai vorrei sapere dal collega Tripodi, visto che è ormai vicino a Fuda, come sono stati spesi tredici milioni di euro con la vicenda Consulta, una situazione oscura su cui non è stata fatta ancora alcuna luce».

«L’aeroporto di Reggio è stato dotato di un nuovo vettore in modo che la Calabria sia meglio collegata con il resto d’Italia e d’Europa»

Per Arena, «è un ulteriore passo in avanti che aiuta la città ad ampliare il suo sistema dei trasporti, tassello per incrementare il turismo»

Comune, il sindaco Arena incontra a Palazzo San Giorgio gli studenti della Pennsylvania University

dei gravi disagi idrici ad Archi di Maria Speziale REGGIO CALARIA - Grazie al tempestivo intervento dei tecnici dell’Amministrazione comunale si è conclusa positivamente la vicenda che ha visto coinvolti i cittadini residenti nel quartiere Carcara di Archi. Nei giorni scorsi, infatti, a causa dei gravi disagi idrici che avevano interessato la Contrada, situata nella periferia nord della città, gli abitanti si erano rivolti alla Procura della Repubblica presentando un esposto contro l’Ente: una denuncia che, però, non ha avuto seguito proprio grazie all’esecuzione immediata dei lavori di ripristino. Giunge, dunque, la parola fine con il ritiro dell’esposto da parte dei residenti i quali hanno preso, senza indugio, atto dell’impegno ed il senso di responsabilità dimostrato dell’Amministrazione, che si è subito attivata affinché si potessero rimuovere i disagi denunciati dagli abitanti. «Ritengo sia giusto evidenziare - dichiara il Primo cittadino Demetrio Arena - il senso civico dei cittadini i quali hanno legittimamente esercitato i loro diritti, ma hanno anche recepito la celere capacità d’intervento degli Uffici Comunali. E’ importante, dunque, comprendere come sia sicuramente più efficace e proficuo, per risolvere determinati problemi rivolgersi alle Istituzioni competenti». Anna Bolle

REGGIO CALABRIA - «Promuovere le operazioni di interscambio culturale diffondendo la conoscenza della città metropolitana e delle nostre tradizioni, creando occasioni concrete di presenza turistica in riva allo Stretto. E’ uno dei principali compiti di un’amministrazione comunale che, come la nostra, si prefigge di trasformare definitivamente Reggio Calabria in meta turistica di forte richiamo, applicando una formula di marketing territoriale elaborata dall’analisi dell’exploit economico delle Cinque Terre». Lo ha dichiarato il sindaco Demetrio Arena, complimentandosi con il professore Vincenzo Gallo, docente della University of Pennsylvania, che da alcuni anni organizza uno stage-vacanza per studenti e insegnanti americani in riva allo Stretto. Ed anche quest’anno si è tenuta l’ormai tradizionale visita a Palazzo San

Giorgiodella rappresentativa della Pennsylvania University con l’incontro con il primo cittadino Arena che si è intrattenuto a lungo con il folto gruppo di studenti statunitensi, accompagnato dai professori Eleonora Pitasi e Jason Lane. Una cordiale chiacchierata che ha consentito al sindaco Demetrio Arena di fare anche un minisondaggio tra gli studenti sul gradimento della permanenza in città. Positivi i riscontri ottenuti dai giovani, i quali hanno concluso la visita a Palazzo San Giorgio, dopo la foto ricordo con il primo cittadino, ripromettendosi di ritornare prossimamente per una nuova vacanza a Reggio Calabria».

r.c.


24

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

MAPPAMONDO La clamorosa partenza di Leonardo lascia la squadra di Moratti senza guida, tante le ipotesi ma non c’è niente di concreto

L’Inter è ancora senza allenatore! di Giulia Sonnen MILANO - Mihajlovic è sempre più vicino alla panchina dell’Inter. Il patron Massimo Moratti non può dirlo, ma lo lascia intendere. Il presidente del club nerazzurro, all’uscita dagli uffici della Saras, riprende con i giornalisti il discorso sul successore di Leonardo e, a chi gli domanda se la scelta è caduta su Mihajlovic, Moratti risponde con un «in questo momento no», risposta che, di fatto, che lascia aperto un portone all’arrivo dell’ex difensore nerazzurro sulla panchina del club campione del mondo. «Certamente Sinisa è sotto contratto con la Fiorentina, quindi non mi posso permettere di parlarne - aggiunge Moratti -. Faremo quello che si deve fare». Il numero 1 dell’Inter ci tiene a precisare e chiarire alcune cose. «Ho visto giovedì sera che si parlava del no di uno e del no dell’altro... Non abbiamo ricevuto alcun no. Solo Bielsa per ragioni personali, era molto dispiaciuto e non ha potuto continuare un dialogo - ha spiegato Moratti -. Per quanto riguarda Carlo Ancelotti, nessuno ci ha mai pensato e certamente non per mancanza di stima. Però mi dà molto fastidio continuare a leggere che abbiamo ricevuto il no di Ancelotti. Questo non è vero. Per il resto abbiamo una montagna di sì e adesso devo scegliere io. Dobbiamo scegliere noi». Per quanto riguarda invece il possibile addio di Eto’o alla maglia dell’Inter il presidente nerazzurro ha voluto rassicurare i tifosi: «non credo che ci sia da preoccuparsi nella maniera più assoluta». Nei giorni scorsi si era parlato a lungo di un possibile scambio Eto’o-Tevez tra Inter e Manchester City. Sinisa Mihajlovic, dunque, sembra essere in pole per il dopo Leonardo sulla panchina dell’Inter. «Non mi aspettavo che il tecnico brasiliano lasciasse l’Inter, ma c’erano tuoni che facessero prevedere che prima o poi sarebbe piovuto, quindi che potesse arrivare un divorzio, per la mancata coniugazione delle sue volontà con quelle del club - ha dichiarato a Radio Toscana Sandro Mazzola -. Leonardo ha detto, in tempi non sospetti, che non si sente allenatore, ma che si sente direttore generale: ha accettato l’Inter perché rischiava di finire nell’anonimato e non sarebbe poi arrivata l’offerta del Psg. Non è mai stato troppo accettato dal tifoso interista, che lo ha sempre identificato tanto con i colori del Milan. Eto’o? C’è una sola corrente sul camerunense: se arrivano i soldi che vogliono i Moratti, può andare via. Eto’o già oggi ha cambiato dichiarazioni, ha buttato lì parole per vedere una reazione del club, che con Moratti ha risposto in maniera seccata». «Ci sono allenatori in giro che possono fare al caso dell’Inter - ha spiegato Mazzola -. L’opzione Guardiola è lontana, ma magari passato il prossimo anno, con una scelta intermedia, non è da escludere fra due stagioni. Anche perché l’Inter è una meta ambita da molti. Mihajlovic? A me piace fin da quando era giocatore, perché è un tipo tosto. Il contatto fra la dirigenza nerazzurra ed il tecnico serbo non mi risulta. In queste ore tanti nomi vengono messi in giro ad arte, anche per

farsi pubblicità». Intanto Giulio Mola, esperto di calciomercato, fa il punto della situazione in casa nerazzurra e spegne gli allarmismi riguardo a una possibile partenza di Samuel Eto’o: «Non credo che Moratti possa permettersi di far partire i big della sua squadra; Julio Cesar, Sneijder ed Eto’o non dovrebbero partire, anche perchè gli ultimi due hanno appena firmato un con-

«Però mi dà molto fastidio continuare a leggere che abbiamo ricevuto il no di Ancelotti. Questo non è vero. Per il resto abbiamo una montagna di sì» tratto piuttosto lungo e il loro ingaggio è stato ulteriormente alzato. Penso che le dichiarazioni dei giocatori siano più che altro un sintomo di smarrimento visto che non hanno capito che strada vuole prendere la società, in seguito all’ormai certo cambio di allenatore». Per quanto riguarda le trattative in corso, viene messa in evidenza quella che riguarda l’attaccante cileno Sanchez: «Circa due settimane fa la Juventus ha offerto una cifra considerevole ma, secondo indiscrezioni, la società bianconera ha ricevuto un rifiuto sia dal giocatore che vorrebbe giocare la Champions, sia dall’Udinese, che ovviamente sta cercando di creare un’asta al rialzo intorno all’affare Sanchez. Per il momento quindi sembra in vantaggio l’Inter, in quanto l’altra squadra interessata al cileno, il Barcellona, ha spostato il suo interesse su Giuseppe Rossi, sempre più intenzionato a lasciare il Villarreal solo per i blaugrana».


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 25

MAPPAMONDO

PESCI: Non abbiate eccessivo timore di quello che potrebbe accadere nella vostra vita, in quanto dovreste viverla giorno per giorno piuttosto che assaporare ogni istante il timore di quel che verrà o di come andranno le cose Ci sono due distinte personalità fra i nati nel segno dei Pesci. Una è affascinante, magnetica, attraente e piacevole. L’altra ha tutte queste qualità, ma possiede una riservatezza che confina con la timidezza. Se avete il secondo tipo di personalità, tocca a voi apportare ad essa le correzioni necessarie e sforzarvi di diventare più disinvolti e fiduciosi in voi stessi. Dovreste tenere a mente che alcuni grandi personaggi sono nati nel vostro segno e che a loro volta sono stati costretti a vincere la timidezza e la sensibilità e a conquistare la fiducia in se stessi, la decisione, il coraggio. Studiate, conoscete voi stessi, poi sforzatevi di far risaltare la vostra personalità quanto più potete e sarete felici. Avete un’indole naturalmente gentile, generosa, comprensiva, paziente e riservata. C’è la possibilità per voi di vincere la timidezza, la vostra eccessiva riservatezza. Mediante uno sforzo per coltivare le qualità positive ed espressive della vostra personalità, vi renderete più simpatici e interessanti.

Eva Herzigova (10 marzo 1973) - Modella ceca


26

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

CARTELLONE Catanzaro Music Summer School, prima fase Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BELVEDERE MARITTIMO 57ma edizione dell’Assemblea nazionale dell’Aias Si svolgerà per la seconda volta in Calabria la 57ma edizione dell’Assemblea nazionale dell’Aias, l’Associazione no profit nata a Roma oltre cinquant’anni fa e presente in tutta Italia con 110 sezioni che si occupano di riabilitazione per le persone disabili, integrazione sociale e divulgazione della cultura della disabilità. Per la prima volta, l’Assemblea annualesaràorganizzatadallaSezione di Cetraro. L’iniziativa si svolgerà fino a domenica 19 giugno , presso l’Hotel “La Castellana” di Belvedere Marittimo Contrada Palazza. L’Assemblea proseguirà domenica 19 giugn o, sempre nella suggestiva cornice dell’Hotel“LaCastellana”,dalle9.30 alle 12.30 CATANZARO Prima seduta del nuovo Consiglio Comunale Il sindaco Michele Traversa ha convocato in seduta straordinaria il Consiglio Comunale per venerdì 24 giugno , alle ore 10.00. FALERNA Inaugurazione monumento ai caduti sul lavoro Domenica 19 giugno , alle ore 11.00, lungo la strada provinciale che collega Falerna Marina a Falerna Centro, Wanda Ferro inaugurerà un Monumento ai Caduti sul Lavoro.Allacerimoniaprenderanno parte le più alte autorità civili e religiose. Tra gli altri, saranno presenti GiuseppeScopelliti,FrancescoTalarico, Antonio Reppucci, i sindaci del comprensorio. LAMEZIA TERME Conferenza Regionale "Diritti alla meta" Diritti alla meta: per un patto di sussidiarietà tra Terzo Settore e Istituzioni è lo slogan che si è dato il Terzo Settore per la Conferenza Regionale che si terrà oggi , al Grand Hotel Lamezia. Oggi ,dalle 9.30 alle 11.00i lavori seguiranno con la I° Sessione - Fqts 2. Interverranno: Mauro Giannelli, Nunzia Coppedé, Ubaldo Prati. Modera la I° sessione Giuseppe Fabiano. Dalle 11.15 alle 12.30 la II Sessione, con Maria Annunziata Longo e Piero Fantozzi. I lavori saranno moderati da Marisa Meduri. Le conclusioni sano affidate a Giovanni Serra. Scopelliti e Caridi presentano "Un anno insieme" Oggi , alle ore 11.00, nella sede di Unioncamere Calabria di Lamezia Terme, il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e l’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi presenteranno “Un anno insieme”. L’iniziativa riguarda l’attività gestionale svolta dal dipartimento Attività Produttive con l’illustrazione delle misure per lo sviluppo predisposte dall’assessorato. All’incontro presenzieranno i rap-

Sono da poco rientrati a Catanzaro i dieci ragazzi che si sono aggiudicati le borse di studio per il prestigiosoCentroEuropeodiToscolano fondato e diretto da Mogol. Si è appena conclusa, infatti, la prima delle tre fasi di corso presso il Cet, secondo il programma previsto dal progetto “Catanzaro Music Summer School”, nato nell’ambito di “Giovani energie in Comune”, promosso a sua volta dal Dipartimento della Gioventù-Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci, e realizzato dal Comune di Catanzaro, Assessorati alla Cultura e Politiche giovanili e alla Pubblica Istruzione, insieme all’Associazione Eos Sud, con la collaborazione dello stesso Cet di Avigliano Umbro, della Yara Record, del Conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia, dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù e

dell’associazione Amici della Musica di Catanzaro. In questa prima fase del corso, accompagnati dal tutor Giuseppe Tassoni, i dieci catanzaresi insieme a giovani provenienti da tutta Italia – complessivamente gli studenti sono stati una cinquantina -, hanno potuto seguire quotidianamente sette ore di lezione, divise tra mattina e sera, con docenti del Cet, oltre che con lo stesso Mogol: per il corso riservato agli interpreti, docente è stata Carla Quadraccia – meglio nota come Carlotta -; per gli autori il docente di riferimento è stato Giuseppe Anastasi, che insieme a Giuseppe Barbera, docente di composizione, aveva già conosciuto i ragazzi durante la fase preliminare nel mese di marzo. Nelle selezioni catanzaresi, lo ricordiamo, sono stati scelti: Giuseppe Brutto come autore; Valentina Costa, Serena Cristofalo, Ste-

presentanti delle associazioni di categoria, enti ed istituzioni che compongono il tavolo del partenariato economico e sociale istituito presso l’assessorato. Parteciperanno ai lavori la dirigente generale del dipartimento Attività produttive Maria Grazia Nicolò e il dirigente del settore Industria, Commercio e Artigianato Marco Aloise. L’incontro sarà moderato dal giornalista Piero Sansonetti, direttore del quotidiano “Calabria Ora”.

Donatella Romeo, interverranno: Emanuele Montelione; Edoardo Fano; Maurizio Borghese.

Seminario “Marchio & Design: quali strade per la loro protezione” Si svolgerà venerdì 24 giugno , a partire dalle ore 9.30, presso la sede di Unioncamere Calabria a Lamezia Terme il seminario dal titolo “Marchio & Design: quali strade per la loro protezione” promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimentoperl’Impresael’Internazionalizzazione - Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi in stretta collaborazione con l’Uami (Ufficio di Armonizzazione per il Mercato Interno), il Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza edUnioncamereCalabria-DeskEnterprise Europe Network. Ai lavori del seminario, introdotti da Giuseppe Gaglioti e coordinati da

MONASTERACE Gara provinciale di primo soccorso Avranno luogo giorno 19 giugno 2011 , in Monasterace le gare provinciali di primo soccorso per volontari della Croce Rossa Italiana. All’importante evento formativo e di confronto, parteciperanno le squadre di Bovalino, Bagnara, Gioia Tauro, Reggio Calabria e San Roberto. Fuori concorso si cimenteranno le squadre di Cosenza e San Pietro Apostolo. Ospite d’eccezione la squadra pugliese di Fasano. Quest’anno un particolare premio sarà assegnato alla squadra che avrà messo in atto i migliori comportamenti psico-sociali e relazionali durante la fase di soccorso. MONTEPAONE II edizione "International Workshop on Applied Economics of Education" Nei giorni 20 e 21 giugno , presso il Villaggio Calaghena si terrà la seconda edizione della conferenza internazionale "International Workshop on Applied Economics of Education". I lavori avranno inizio nella

fano Greco, Perla Martino, Valeria Parentela come interpreti; e Fabrizio Fabiano, Francesco Iaconantonio, Pasquale Musca e Giuseppe Russo come compositori. Nel corso delle lezioni ad Avigliano Umbro, in una struttura completamente immersa nel verde, Mogol e gli altri insegnanti del Cet hanno puntato molto al lato creativo di ogni artista, mettendolo in risalto attraverso la scrittura, la composizione e/o l’interpretazione, rivelando i “segreti” ed insieme le regole fondamentali della musica leggera contemporanea, attraverso lo studio di ogni singola componente vincente dei brani ascoltati in aula. Il campus ha previsto, oltre alle consuete lezioni, alcuni momenti di condivisione con gli stessi docenti oltre che tra gli altri allievi, fatti non solo di musica. Mogol, da parte sua, non si è mai stancato di ribadire concetti già ampiamente espressi nella fase catanzarese del progetto, e sempre importanti, quali la cura del proprio corpo – fondamentali sport e corretta alimentazione -, oltre che una particolare dedizione alla felicità interiore, indispensabile per facilitare l’espressione della creatività di ogni artista. I dieci partecipanti, che hanno lasciato il Cet a malincuore, ma forti della certezza della seconda fase, ritorneranno ad Avigliano nella prima settimana di luglio 2011.

sala congressi alle ore 9.00 del 20 giugno e proseguiranno fino alle ore 17.30 del 21 giugno. Nella serata del 20 giugno, alle ore 21.15, persso il Villaggio Calaghena si terrà la cena di gala. REGGIO CALABRIA Convegno "Dalla Calabria, per l’Italia" Si terrà oggi , a Reggio Calabria, presso il Teatro Comunale Francesco Cilea, il convegno del Grande Oriente d’Italia intitolato "Dalla Calabria, per l’Italia". I lavori si apriranno con il saluto di Paolo Peluffo e il saluto di Antonio Seminario.Laconduzionedell’eventosaràaffidataadAlessandroCecchi Paone. Interverranno: Valerio Zanone, Lucio Villari, Ferdinando Cordova, Carlo Ricotti, Vincenzo Ferrari e Michelangelo La Luna. Si terrà poi uno spettacolo teatrale sul Discorso di Garibaldi agli italiani di oggi scritto, diretto e interpretato da Emanuele Montagna. A tracciare le conclusioni sarà il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi. RENDE Cerimonia "Lauree d’Argento 2011" La Facoltà di Scienze Matematiche,

Fisiche e Naturali dell’Università della Calabria, rappresenta una realtà consolidata, proiettata verso traguardi sempre più ambiziosi. Per questomotivo,lacerimoniadiconferimento delle “Lauree d’Argento” della facoltà, arrivata ormai alla quinta edizione, non vuol essere semplicemente un momento contrassegnato da nostalgie e ricordi, ma diventa un’occasione di riflessione e di incontro tra ciò che siamo stati e ciò che siamo e in prospettiva potremo essere. La cerimonia "Lauree d’Argento 2011" - Smfn si terrà oggi , alle ore 9.30, presso l’Aula Magna - UniCal "L’economia della Calabria" Giorno 20 giugno , alle ore 15.30, presso l’aula Magna, Università della Calabria si terrà la presentazione del documento "L’economia della Calabria". Programma: apertura dei lavori, Giovanni Latorre; Luisa Zappone. Saluti delle autorità. Relazioni: Daniele Franco; Giuseppe Albanese. Discussioni generali ed interventi:FrancescoAiello;Antonio Aquino; Sebastiano Caffo; Renato Pastore. Modera: Giuseppe Chiellino Corso di Formazione L’approvazione definitiva dei primi decreti legislativi sul federalismo fiscalehaintrodottounanuovadisciplinadelfederalismocomunaleelarivisitazione della disciplina dei trasferimenti regionali nonché delle modalità di definizione dei fabbisogni e dei costi standard (soprattutto nel settore sanitario). LaScuolaSuperiorediScienzedelle Amministrazioni Pubbliche ha organizzato un corso di formazione che si terrà il giorno 24 giugno dalle ore 9.30 alle ore 16.30 presso la sede della scuola. Ulteriori informazioni si possono reperire sul sito della scuola all’indirizzo www.sssap.unical.it. CALABRIA Al via il campo giovani 2011 Una settimana per avvicinare i giovani alle tematiche dell’educazioneallasalute,allapace,alservizio verso la propria comunità.Questi gli obiettivi fissati dal progetto campo giovani, interamente dedicato ai ragazzi tra i 14 ed i 20 anni, organizzatoperilmesediagostodallaCroce rossa Italiana e il Ministero della gioventù. Il progetto,organizzato in tutta Italia prenderà vita nella provincia di Catanzaro nelle aree di Lamezia Terme centrale “Dryades grow up red cross”, dal 22 al 28 agosto , e di Gimigliano “Youth in action” dall’1 al 7 agosto . Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito (www.gioventu.gov.it) dal quale è possibile scaricare il bando e la domandadipartecipazione,ilcomitato provinciale di Catanzaro della Croce rossa Italiana e l’ispettore provinciale giovani Cri di Catanzaro indirizzo mail isp.catanzaro@pio.cri.it


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 27

CARTELLONE Scelti i brani ammessi al “Premio Mia Martini” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BORGIA Inaugurazione di ArmonieD’arteFestival Il 30 giugno , alle ore 22.00, al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia appuntamento con la storia della culturainCalabria.Ilgrandedirettore d’orchestra Zubin Mehta inaugura Armonie D’Arte Festival 2011 BOVALINO Festa dei Bambini Oggi , a Bovalino in Piazza Camillo Costanzo, alle ore 21.00, la Pro Loco organizza la Festa dei Bambini con Cristina d’Avena CARDETO Musica e Danze della Tradizione Ciatumeu,domenica19giugno,alle ore 17.00, in Piazza Felice Romeo. Aspromonte Libera Mente e Radici del Suono in collaborazione con il Comune di Cardeto presentano: RadunodiZampognaridellaVallata del S. Agata, in memoria di un figlio di questa terra: Don Mico Fortugno. Programma: ore 17.30, apertura degli stand: laboratori, mostra fotograficasu Don MicoFortugnoe l’Aspromonte, artigianato locale. Ore 19.00, incontro con i suonatori della vallata del S. Agata. Ore 20.30, presentazionedellaserataconinterventidelle associazioni che hanno realizzato l’evento e di quelle ospiti. Saranno presenti l’associazione Zampognari di Cardeto, Gruppo Folk Asprumunti. A seguire: Festa a ballu! CATANZARO "Ridi Pagliaccio" Riccardo La Croce danza presenta "Ridi Pagliaccio" 14° anno, oggi , alle ore 21.00, presso il teatro Politeama. Info: 339/6659842 Mostra antologica di Raffaele Luigi Leone Fino al 21 giugno , verrà allestita presso le sale dello storico Complesso Monumentale del San Giovanni una Mostra antologica itinerante del M° Raffaele Luigi Leone.La conferenza stampa si terrà sabato 11 giugno, alle ore 16.30. Vernissage cocktail, alle ore 18.00.All’inaugurazione presenzieranno personalità istituzionali della Provincia e del Comune di Catanzaro e personaggi della vita pubblica, della critica, della cultura. CIRO’ MARINA III^ MiniMaratona della “Magna Grecia” Domenica 19 giugno 2011 , si svolgerà a Cirò Marina, la III^ MiniMaratona della “Magna Grecia”, corsa podistica su strada, organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", in collaborazione con il Coni Provinciale di Crotone, l’Asi (Alleanza Sportiva Italiana) e il Comune di Cirò Marina. Il percorso della MiniMaratona previsto è di 10Km. Programma: domenica 19 giugno 2011, ritrovooreore16.30,inViaTorrenova (lungomare) Cirò Marina; Bus Navetta Via Torrenova - fino alle ore 17.30; servizio gratuito trasporto

Sono 52 i brani inediti ammessi alla fase finale del prestigioso Premio, i giovani ammessi si esibiranno nelle finali che si svolgeranno in 4 località della Calabria, per conquistare il passaggio alla fase conclusiva di Bagnara Calabra. La prima finale si terrà il prossimo 21 Giugno a San Giovanni in Fiore. Si parte da una città ricca di storia e tradizione, legata alla figura del grandemonacofilosofoGioacchino da Fiore. I 52 finalisti sono: Andreuzzi M. Sole, Lazio; Banci Sabrina, Marche; Belloni Costanza, Lazio; Bonocore Monica, Campania; Brenna Daniele, Lazio; Brigan-

ti Elia, Marche; Brunori Cecilia Umbria; Capiglione Simone, Campania; Cascone Elena, Campania; Corona Stefano, Piemonte; Costa Maria Cecilia, Puglia; Di Diego Luigi, Calabria; Di Domenico Alessia, Sicilia; Di Girolamo Alessandra, Puglia; Diverse Mode, Puglia; Donvito Federica, Puglia; Elia Manuela, Campania; Ferrara Angelo Ant., Calabria; Gaetano Maria, Emilia Rom.; Gerbino Maria, Piemonte; Graziani Ida, Abruzzo; Gueli Pamela, Piemonte; Guerrisi Melania, Calabria; Ida’ Luana, Calabria; Irto Claudia, Campania; La Monica Alessandra, Sicilia;

atleti da Via Torrenova ai Mercati Saraceni per la MiniMaratona di 10Km e Bivio Umbriatico per la passeggiata di 2,6Km; ore 18.00, Bivio Umbriatico partenza per la passeggiata; ore 18.10, mercati Saraceni spiegazione regolamento; ore 18.15, mercati Saraceni Atleti verso lo start;ore 18.30, mercati Saraceni partenza tesserati e amatoriali; fine gara Via Torrenova (lungomare); premiazione, Via Torrenova Cirò Marina. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può consultare il sito www.minimaratona.it

Al festival, parteciperanno anche diversiospiti:l’attoreLorenzoGleijeses, il regista Alvaro Piccardi, Antonio Pio Fini dalla Martha Graham School di New York, Mariafrancesca Garritano, danzatrice solista alla Scala di Milano, Alessandro Scanderbeg e il gruppo Compa Dreush di break dance.

COSENZA NonfermArti, la 24 ore della creatività Si aprirà oggi , la seconda edizione di NonfermArti – 24 ore di insonnia creativa, festival organizzato dalle associazioni culturali “Attori in Corso” e “Spazio99”, in collaborazione con i “Teatri Calabresi Associati”. La maratona dell’arte prenderà avvio alle 18.30, e proseguirà senza sosta fino allo stesso orario del giorno successivo.AlComplessoMonumentale di Sant’Agostino – Museo dei Brettii e degli Enotri, a passarsi il testimone saranno più di cento artisti tra attori, danzatori, musicisti, fotografi, videomaker, pittori, scrittori, artigiani.

Mostra fotografica "Il Mondo di Tila" Ancora una volta, il duo artistico calabrese, Maria Concetta Policari fotografa e l’artista Gianmarco Polimeni,coinvolgerannoilpubblicodi Cosenza il 19 giugno , presso il Caffe Letterario, ore 19.00, con una mostra personale di fotografia intitolata “Il mondo di Tila” curata e presentata da Carmelita Brunetti. CROPANI Luca Dirisio in concerto E’ stato uno dei protagonisti indiscussidelleprimesettimanedell’ultima edizione dell’Isola dei famosi, dividendo il pubblico, dimostrando la sua vivace tempra. E’ Luca Dirisio che domenica 19 giugno 2011 si esibirà in concerto a Cropani Marina in occasione della festa del patrono locale, Sant’Antonio. Nel corso della serata a Cropani

MarinucciDaniela,Lazio;Marzano Gaetano, Campania; Max Dise’, Lazio; Molari Giulia, Umbria; Nasca Sergio, Sicilia; Pandetta Martina, Calabria; Parchitelli Miriana, Puglia; Parente Sabrina, Puglia; Pelle Lorenzo, Calabria; Pellicano Placido, Calabria; Piperno Chiara, Calabria; Pischedda Giusy, Sardegna;Polimeni Angelo, Calabria;PreiteLuciano,Campania;Rosselli Luana, Piemonte; Rubin Chiara, Piemonte; Scibona Chiara, Piemonte; Severini Giorgia, Marche; Sicari Francesco, Calabria; Sinapis (duo), Lazio; Somma Francesco Paolo, Campania; Spallitta Samuele, Piemonte; Staltari Giuseppe, Lombardia; Straface Domenico, Calabria;Terriaca Michela, Molise; Tuzii Nicole, Abruzzo; Vervesca Sabrina, Campania; Voria Antonio, Lombardia. I 52 giovani, rappresentano le varie regioni Italiane, i più numerosi sono i Calabresi seguiti dai Campani, era dalla 3^ edizione del premio che la rappresentanza Calabrese non era così numerosa. Ancora una volta il Premio Mia Martini e riuscito a coinvolgere tantissimi giovani artisti e autori. Tutte le finali estive saranno registrate e trasmesse in differita in tutta Europa, non solo musica, ma anche promozione per le località che ospiteranno l’evento, entrato a far parte degli eventi più importanti d’Europa. La prima Finale di san Giovanni in fiore sarà condotta da Gigi Garretta e Max Vitale. I giovani ascoltati nelle varie audizioni in Italia sono stati 32.000. L’iniziativa e patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Provincia di Reggio Calabria, del Comune di Bagnara Calabra, e dalla Comunità Europea. Il Premio Mia Martini dalla sua istituzione, ha come impegno quello di promuovere i giovani e di mantenere vivo il ricordo della grande Mia Martini.

Marina, il cantautore riceverà un omaggio da parte del maestro orafo crotonese Michele Affidato. L’ingresso al concerto è gratuito, ed avrà inizio alle ore 21.30. DAVOLI Presentazione del libro di Padre Bernardino Gualtieri Oggi , alle ore 17.30, presso Borgo AnticoHotel&ResortsViaMarioLa Cava, si terrà presentazione del libro di Padre Bernardino Gualtieri "Passeggia con me per le vie di Davoli". Moderatore: Nicola Seminaroti. Presentazione del libro: Caterina Scarpino; Vittorio Daniele. Conclusioni: Antonio Corasaniti. Interverrà l’autore. MOTTA SAN GIOVANNI Pallavolando 2011. Tredicesima Edizione La seconda tappa di "Pallavolando 2011 - Tredicesima Edizione" si svolgerà, organizzata dalla Asd Futura Volley, a Motta San Giovanni sabato 25 giugno 2011 , alle ore 15.00, presso la Piazza Municipio. Si comunica, inoltre, che la terza tappa,organizzatadallasocietàCentro Addestramento Volley Gallico, si svolgerà a Gallico Marina , Via Arenile, domenica 26 giugno 2011 alle ore 15.00.

REGGIO CALABRIA II edizione IndieRocketFestival Oggi , sul Lungomare di Reggio, grazie all’ospitalità del Lido Nettuno in Via Rada delle Mura Greche, avrà luogo la seconda edizione di IndieRocketFestival Tour/ Reggio Calabria, organizzata dall’associazionesocio-culturaleMore,incollaborazioneconl’Unpopmusicclub. Dalle ore 20.00, Villaggio delle autoproduzioni Food & bavarage a cura del Lido Nettuno. Dalle ore 22.00, inizio concerti con Saroos feat. members of Notwist & Lali Puna(Berlino/Monaco-Ger)Katsudoji (Cagliari - Ita) (AllMyFriendzAre) Dead (Reggio Calabria - Ita) e Daniele Giustra dj set Open Day al Circolo Velico Reggio Un programma dedicato ai bambini dai 7 ai 14 anni per avvicinare i reggini alla cultura dello Sport della vela e al rispetto del mare che si svolgerà durante la vacanze scolastiche. Una occasione , l’Open Day, che si terràdomenica19giugno,dalleore 9.00 alle ore 13.00, per conoscere la sede del Circolo Velico Reggio, e sarà offerta alla cittadinanza l’occasione di familiarizzare con le imbarcazioni alla presenza dei tecnici e degli atleti . Presentazione libro di Michele Cucuzza Sarà presentato martedì 21 giugno , alle ore 17.30, presso il salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, nel corso di una manifestazione promossa congiuntamente dall’associazione Culturale Anassilaos e dall’associazione Windsurf dello Stretto il libro del giornalista e conduttore televisivo Michele Cocuzza, “Fuori dal video - Storie italiane” (Edizioni Sabinae). Saranno presentiall’incontroRobertoRaffa,Stefano Iorfida, Tito Tropea. Relazionerà l’iniziativa Francesca Neri. S. ANDREA A. DELLO JONIO Conferenza "Perdere sè stessi" Il Centro di Protezione Civile Comunale "Andrea Tortorelli" sabato 21 maggio , alle ore 17.00, l’associazione "Primavera Andreolese", in collaborazione con il Dipartimento di scienze farmacobiologiche dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, organizza una conferenza scientifico/didattico inerente all’evolversi della malattia di Alzheimer e alle patologie ad essa correlate. Relatore Vincenzo Rispoli. Il titolo è il seguente: "Perdere sè stessi" Le demenze e la malattia dell’Alzheimer. ROMA FinalescudettoRealMisano-Soverato Oggi,(stadioCasaldelMarmodivia Giuseppe Barellai n. 135), alle ore 16.00, ci sarà la cerimonia di assegnazione dello scudetto Juniores Regionale 2010/2011. A contendersi il titolo saranno la rappresentante dell’Emilia Romagna, il Real Misano, e quella della Calabria, il Soverato.


28

il Domani

Sabato 18 Giugno 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA «Guardate, dice il disegno, di quante poche parole ho bisogno: ascoltate, dice la poesia, cosa c’è tra le righe» Così l’artista, nel 1979, descriveva le due arti come qualcosa di riservato ma al contempo evocativo e prezioso

Günter Grass, acquerelli dal Nobel la personale all’Art forum di Capena Benedetta Geronzi «Guardate, dice il disegno, di quante poche parole ho bisogno: ascoltate, dice la poesia, cosa c’è tra le righe». Così Günter Grass, nel 1979, descriveva la poesia e il disegno come qualcosa di riservato ma al tempo stesso evocativo e prezioso. Günter Grass è noto al pubblico internazionale soprattutto per le opere letterarie, come Il tamburo di latta, che gli è valso nel 1999 il conferimento del premio Nobel per la letteratura. Pochi sanno però che la creatività del narratore tedesco non si esaurisce nella scrittura ma dilaga anche nel campo delle arti figurative e plastiche: acquerelli, disegni e sculture sono infatti le altre creature generate dal talento di Grass dove scrittura e pittura, immagini e testi, si completano mescolandosi e confluendo le une negli altri. Talvolta i disegni e gli acquerelli sono riempiti di parole come in Mostrare la lingua (1987), in altri casi l’immagine diventa l’illustrazione di un testo come nel Mio secolo (1997-1999), in altri ancora si arriva addirittura alla creazione di un nuovo genere, quello dell’"Aquadichte" ("aquarell":acquerello,"gedichte": poesia), come in Oggetti rinvenuti per non lettori (1997). L’Art forum Würth Capena, a qualche chilometro dalla capitale, ospita la personale dell’artista tedesco nei grandi spazi industriali dove l’azienda ha la sua sede nazionale. Il nome del gruppo Würth, il cui "core business" è la commercializzazione di prodotti per il montaggio e il fissaggio, è

La mostra ospita oltre cento lavori dello scrittore tedesco: si passa da alcune sculture fino ad arrivare a interi cicli di disegni

legato da tempo all’arte e alla cultura tanto da racchiudere un piccolo museo all’interno della sua struttura.Lemostrecostituiscono la prova tangibile di questo impegno molto particolare e di questa simbiosi tra i capolavori della collezione Würth, che conta ormai oltre 14mila opere d’arte, e il mondo del lavoro. La personale ospita oltre cento lavori dello scrittore e artista tedesco: si passa da alcune sculture fino ad arrivare a interi cicli di disegni, che in alcuni casi sono parte viva e integrante dei suoi scritti. Un viaggio dentro il secolo scorso, visto con gli occhi di un personaggio fortemente controverso che provoca allo stesso tempo dissensi, ma soprattutto apprezzamenti per il suo genio letterario. Fino al 7 gennaio 2011. Art forum Würth Capena. Info: www.artforumwuerth.it.

Günter Grass, Il mio secolo, 1989

Il nome del gruppo Würth che si occupa di prodotti per il montaggio e il fissaggio è legato da tempo all’arte contemporanea

Una divina collettiva dantesca al palazzo delle arti di Napoli Massimo Canorro

Un'opera in mostra

Il premio Nobel tedesco

Approdata in televisione grazie all’istrione Roberto Benigni, la Divina commedia, scritta secondo la critica tra il 1304 e il 1321, rappresenta uno dei poemi più studiati al mondo, pietra miliare nello sviluppo della nostra lingua e della tradizione culturale italiana. Le tre cantiche che compongono la magistrale opera di Dante Alighieri sono divenute fonte ispiratrice della collettiva promossa da Largo Baracche project – con la curatela di Mariano Ipri, Giuseppe Ruffo e Pietro Tatafiore – al palazzo delle Arti di Napoli. “Divina commedia”, con una sottolineatura grafica per le ultime due lettere della prima parola (sono le iniziali del capoluogo campano) è in programma fino al 16 luglio e pone in risalto i lavori di una serie di artisti che, in rimando all’inferno, al purgatorio e al paradiso, hanno voluto rivisitare il poema dante-

sco. Alcuni nomi? Iniziamo con Ernesto Tatafiore, che propone un’opera ispirata al girone dei traditori della patria attraverso la raffigurazione di differenti personaggi storici. Ad affiancare l’artista di Marigliano (Napoli) ci sono il salernitano Corrado La Mattina, con il lavoro Dall’Acheronte a Lampedusa, scheletro di una barca che si riflette in uno specchio dalla sagoma di teschio ma anche una serie di esponenti internazionali come la serba Marta Jovanovic (“Shoot me”), il tedesco Hans Hermann Koopmann e l’asiatico H.H. Lim, solo per citarne alcuni. E la location? Definita da Benedetto Croce «un paradiso abitato da diavoli», Napoli è in costante tensione tra virtù e peccato, rivoluzione e immobilità. Una moderna selva oscura nella quale addentrarsi «nel mezzo del cammin di nostra vita». Info: www.palazzoartinapoli.net.


Sabato 18 Giugno 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

L'opera premiata dall' Enel contemporanea award 2011 "Double carousel with zöllner stripes%u201D

Il percorso presenta opere inedite e un’area riservata a una serie che ha per protagonisti i suoi tipici soggetti ricorrenti, ovvero i funghi

Milano tra arte e scienza, l’esposizione di Carsten Höller alla Massimo De Carlo Valentina Cavera Si è aperta la personale di Carsten Höller (Bruxelles, 1961, fresco vincitore dell’Enel contemporanea award 2011) alla galleria Massimo De Carlo di Milano. Il suo lavoro attuale consiste in un progetto "site specific" che ha preso forma parallelamente ai suoi ultimi operati artistici esibiti a Berlino lo scorso novembre durante la mostra Soma, all’Hamburger bahnhof/Museum für Gegenwart. In questa nuova esibizione ci sono lavori inediti e un’area riservata a una serie che ha per protagonisti i suoi oggetti ricorrenti, ovvero i "mushrooms", i funghi. E inoltre, sono presenti anche altre opere come "Mäuseplatz (Mice square)", 2010, una riproduzione in scala di un parco, quello di Haÿ-les-Roses da Pierre e Vera Szekely, sorto a Parigi nel 1958. Si notano una coppia di topi, uno

bianco e uno nero; oppure si ricorda "Kanarienwaage (Canary scale)", 2010, che rappresenta due gabbie per uccelli, identiche in dimensioni e colori e libranti nell’aria, con all’interno dodici canarini. Le due gabbie sono unite grazie a una sbarra che al centro possiede un ago in grado di segnalare la differenza di altezza delle due gabbie una volta mosse dallo spostamento dei canarini. Si può dire che Carsten Höller abbia affascinato molto il pubblico dell’arte con i suoi esperimenti tra arte e scienza. Come dimenticare gli scivoli ideati appositamente per la Tate modern di Londra (2006), o i funghi rotanti disposti lungo il soffitto della fondazione Prada (2000)? Questi progetti derivano sicuramente dalle forti influenze dovute ai suoi studi in agronomia all’università di Kiel in Germania, e alla sua specializzazione in fitopatolo-

Il suo lavoro attuale consiste in un progetto che ha preso forma parallelamente ai suoi ultimi esibiti a Berlino

L’estate di Garmann è un volume dedicato ai più giovani ma dalla ricercatezza estetica propria delle opere d’arte più complesse e curate. Vivace protagonista della pubblicazione, edita da Donzelli che esce proprio a ridosso della pausa estiva, è un lentigginosobiondino,pensato e disegnato dalla creatività di Stian Hole, alle preseconleprimefondamentali esperienze compiute nel mondo dei grandi. Il libro, vincitore dei più prestigiosi premi internazionali (come il Bologna ragazzi nel 2007, il "Prix sorcières” nel 2009 e il "Best children’s book of the year” sempre nel 2009, è un viaggio attraverso i colori e le atmosfere dell’infan-

zia dedicato ai bambini nel delicato passaggio verso l’età scolare. Garmann, il protagonista, ha infatti timore nei giorni che precedono l’inizio della scuola elementare di confrontarsi con tutte le novità che lo attendono, e per cercare rassicurazioni si confronta con la sua famiglia e il mondo dei grandi. Una storia che scopre le affinità tra le tante età della vita, con un tocco che mescola humour, poesia e tenerezza, da leggere insieme. Stian Hole, classe 1969, vive e lavora in Norvegia. La sua originalissima tecnica in grafica digitale, capace di mescolare la fotografia, il collage e il disegno, dà vita a uno stile inconfondibile, e particolarmente familiare ai bambini di oggi, grandi manipolatori di computer e videogiochi. La traduzione è a cura di Bruno Berni. La Donzelli editore, nata nel

L’estate di Garmann esce per la Donzelli editore il nuovo libro illustrato di Stian Hole Giorgia Bernoni

I funghi dell'artista

gia. La galleria Massimo De Carlo nasce nel 1987. Fin da subito si distingue nel panorama artistico per alcune scelte coraggiose e controcorrente: dare spazio ad artisti poco conosciuti in Italia come John Armleder, Olivier Mosset, Steven Parrino e Carsten Höller all’epoca era senza dubbio

1993 e fondata da Carmine Donzelli, si caratterizza per un’attenta propensione ai libri d’arte e illustrati, siano essi destinati ad un pubblico adulto o, come in questo caso, ai lettori più giovani. L’estate di Garmann, 44 pagine, 19,90 eu-

La copertina del volume

una scommessa. La prima sede è stata in via Panfilo Castaldi, per poi nel 1992 trasferirsi in via Bocconi. Nel 1998 apre uno spazio in viale Corsica, fino ad arrivare, nel 2003, nell’attuale sede di via Ventura, 5. Fino all’8 luglio. Info: 0270003987; www.massimodecarlo.it.

L’originale tecnica dell’autore ibrida grafica fotografia disegno e collage


il Domani Sabato 18 Giugno 2011 31

SPETTACOLI-TV C A NA L E

06:10 - TELEFILM The sleepover club 06:45 - CARTONI ANIMATI Il trenino Thomas 07:10 - Le avventure degli orsetti del cuore 07:20 - CARTONI ANIMATI Scooby Doo 07:50 - CARTONI ANIMATI Doraemon 08:05 - Petali di stelle per Sailor Moon 08:35 - CARTONI ANIMATI Spongebob 08:50 - CARTONI ANIMATI Spongebob 09:10 - CARTONI ANIMATI Ben 10 09:35 - Bakugan - Guandalian invaders 10:05 - CARTONI ANIMATI Cattivik 10:10 - RUBRICA Tv moda 10:45 - Barbie fairytopia - La magia dell'arcobaleno regia di William Lau (USA) - 2006 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:36 - Tgcom Notizie di attualità in breve. 13:40 - CARTONI ANIMATI Detective Conan 14:10 - TELEFILM I Simpson 14:35 - Hot shots! 2 con Charlie Sheen, Valeria Golino, Brenda Bakke - regia di Jim Abrahams (USA) - 1992 16:25 - Piccoli campioni con R. Moranis, E. O'neill, S. Horrigan - regia di D. Dunham (USA) - 1994 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - CARTONI ANIMATI Bugs Bunny 19:10 - FILM Agent Cody Banks 2: destinazione Londra con Frankie Muniz, Anthony Anderson, Hannah Spearritt - regia di Kevin Allen (USA) 2004 21:10 - FILM Agente Cody Banks con Frankie Muniz, Hilary Duff, Angie Harmon - regia di Harald Zwart (USA) - 2003 23:15 - FILM Lo squalo 4 -la Vendetta con Lorraine Gary, Mario Van Peebles, Karen Young - regia di Joseph Sargent (USA) - 1987 01:10 - RUBRICA Tv moda 01:50 - TELEVENDITA Media shopping 02:05 - MINISERIE Beach girls 04:05 - MINISERIE Beach girls

06:00 - RUBRICA Fuori Orario 07:10 - Rai Educational - Radio G.R.E.M. 07:40 - Rai Educational- Magazzini Einstein 08:35 - RUBRICA Rai Educational - A ruota libera 08:55 - RUBRICA Rai Educational - A ruota libera 09:00 - FILM Un eroe dei nostri tempi con Alberto Sordi, Franca Valeri - regia di Mario Monicelli (Italia) - 1955 10:30 - Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo con A. Sordi, A. Fabrizi - regia di Mauro Bolognini (Italia) - 1956 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - RUBRICA TGR Il Settimanale 13:00 - RUBRICA La Grande Storia Magazine 13:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG3 14:50 - Il ragazzo dal kimono d'oro 3 con R. Williams D. D. Field - regia di L. Ludman (Italia/USA) - 2011 16:20 - TELEGIORNALE TG3 LIS 16:25 - Venezia, la luna e tu con N. Manfredi A. Sordi - regia di Dino Risi (Italia) - 1958 18:00 - TELEFILM Arsenio Lupin 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:30 - Armageddon - Giudizio finale con B. Willis, L. Tyler, B. Affleck - regia di M. Bay (USA) 1998 23:05 - TELEGIORNALE TG3 23:20 - TELEGIORNALE TG3 Regione 23:25 - RUBRICA Un giorno in Pretura 00:25 - TELEGIORNALE TG3 00:35 - RUBRICA TG3 Agenda del mondo 00:50 - RUBRICA TG3 Sabato Notte 01:05 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:15 - RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste 01:25 - FILM Huie's Sermon - regia di W. Herzog (Germania) - 1983 02:05 - FILM Dies Irae con L. Movin, T.Roose, S. Neiiendam - regia di C. T.r Dreyer

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 09:05 - TELEFILM Sophie 10:05 - TELEFILM Sophie 11:05 - FILM Mamma ho perso il lavoro con Rachel Cannon, Diane Keaton, Cindy Clarkson - regia di Vince Di Meglio (USA) - 2008 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 13:40 - MINISERIE Cougar town 14:10 - MINISERIE Cougar town 14:41 - FILM In capo al mondo per amore con Maja Maranow , Heiner Lauterbach , Michael Greiling - regia di Regia: Dietmar Klein (Germania) - 2007 17:50 - FILM TV Un paradiso per due Commedia con Vanessa Intrada, Giampaolo Morelli, Ricky Memphis regia di Pier Belloni (Italia) - 2009 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:30 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 20:31 - SHOW Paperissima sprint 21:10 - SHOW Ciao Darwin 6 - La regressione 00:00 - MINISERIE United States of Tara 00:30 - MINISERIE United States of Tara 01:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 01:28 - NEWS Meteo 5 notte 01:29 - SHOW Paperissima sprint 02:01 - MINISERIE Doppio segreto - 2a puntata 03:50 - TELEFILM Nati ieri 05:15 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:45 - RUBRICA Coffee Break - 1a edizione 10:30 - ATTUALITÀ (ah)iPiroso 11:25 - TELEFILM Chicago Hope 12:30 - SPORT Mondiale Beach Volley 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - FILM Nè onore nè gloria con Anthony Quinn, Alain Delon - regia di Mark Robson (USA) - 1966 16:30 - RUBRICA Movie Flash 16:35 - TELEFILM Jag - Avvocati in divisa 18:35 - RUBRICA Cuochi e fiamme 19:40 - RUBRICA G Day 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - RUBRICA Otto e mezzo 21:10 - RUBRICA Fratelli (e sorelle) d'Italia 23:20 - TELEGIORNALE Tg La7 23:30 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 23:35 - FILM Lanterne rosse con Gong Li, He Caifei, Ma Jingwu - regia di Zhang Yimou (Hong Kong) - 1991 02:00 - RUBRICA Otto e mezzo 02:40 - RUBRICA G Day 03:00 - RUBRICA La7 Colors

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - MUSICA Europe top 10 09:00 - MUSICA Mtv world stage 10:00 - 100 greatest artists of all time 11:00 - MUSICA MTV top 10 12:00 - SHOW Hitlist italia 14:00 - TELEFILM Speciale MTV news 15:00 - SHOW When i was 17 15:30 - SHOW When i was 17 16:00 - NEWS MTV News 16:05 - SHOW Navigator 16:30 - SHOW Teen cribs 17:00 - NEWS MTV News 17:05 - SHOW Teen mom 2 18:00 - NEWS MTV News 18:05 - SHOW Made 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - SHOW Hard Times 20:00 - REPORTAGE Il Testimone 21:00 - NEWS MTV News 21:05 - SHOW Paris hilton dubai BFF 22:00 - TELEFILM Jersy shore 23:00 - TELEFILM Blue mountain state 00:00 - TELEFILM True blood 01:00 - MUSICA MTV movie awards 2011 03:00 - MUSICA Party zone 05:45 - TELEGIORNALE News

RETE 06:10 - TELEVENDITA Media shopping 06:25 - TELEVENDITA Media shopping 07:00 - SITUATION COMEDY Vita da strega 07:30 - TELEFILM Kojak II 08:30 - SHOW Vivere meglio 09:55 - TELEFILM Giudice Amy 10:50 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:55 - NEWS Meteo 11:59 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Carabinieri 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:52 - TELEFILM Poirot I 16:00 - TELEFILM Monk 18:00 - DOCUMENTARIO Documentario 18:45 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Siska 21:10 - TELEFILM Criminal intent 23:00 - TELEFILM Law & order: unita' speciale 23:55 - TELEFILM 24 01:05 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:30 - SHOW Ieri e oggi in tv special 03:07 - FILM Lo sceicco bianco con Alberto Sordi, Brunella Bovo, Leopoldo Trieste regia di Federico Fellini (Italia) - 1952 04:30 - TELEVENDITA Media shopping 04:47 - SHOW Come eravamo 05:15 - TELEGIORNALE Tg4 night news 05:35 - MINISERIE Giornalisti

1

ITALIA

06:00 - TELEFILM Affari di pancia 06:20 - TELEFILM The class - Amici per sempre 06:40 - TELEFILM 8 semplice regole 07:00 - Cartoon Flakes Weekend 07:01 - CARTONI ANIMATI Gargoyles 07:20 - RUBRICA Art attack 08:05 - CARTONI ANIMATI Rahan 08:25 - CARTONI ANIMATI Inazuma Eleven 08:50 - CARTONI ANIMATI Pucca 08:55 - TELEFILM Rebelde Way 09:20 - RUBRICA Social King 10:15 - RUBRICA Sulla Via di Damasco 10:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 10:50 - RUBRICA Quello che 11:25 - TELEFILM Il nostro amico Charly 12:10 - TELEFILM La nostra amica Robbie 13:00 - NEWS TG 2 GIORNO 13:30 - RUBRICA Sereno Variabile Estate 14:00 - RUBRICA Top of The Pops 2011 16:10 - TELEFILM Squadra Speciale Stoccarda 16:55 - TELEFILM Sea Patrol 17:40 - TELEFILM Due uomini e mezzo 18:00 - NEWS TG 2 L.I.S. 18:05 - SHOW Crazy Parade 18:35 - TELEFILM Primeval 19:30 - SERIE TV Squadra Speciale Cobra 11 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - TELEGIORNALE TG2 -20.30 21:05 - FILM TV La rabbia di una donna - Thriller con Brandy Ledford, Cynthia Preston - regia di Rob Malenfant 22:45 - TELEFILM Brothers & Sisters 23:35 - TELEGIORNALE TG 2 23:45 - RUBRICA TG 2 - Dossier 00:30 - TG 2 - Storie. I racconti della settimana 01:10 - RUBRICA TG 2 Mizar 01:35 - RUBRICA TG 2 Sì, Viaggiare 01:55 - RUBRICA TG 2 Eat Parade 02:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 02:15 - RUBRICA Appuntamento al cinema 02:20 - RUBRICA Stracult 03:45 - RUBRICA Secondo canale

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA In musica 06:30 - ATTUALITÀ Unomattina Estate Weekend 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 09:55 - RUBRICA Settegiorni 10:45 - RUBRICA Appuntamento al cinema 10:55 - TELEFILM Un ciclone in convento 11:35 - TELEFILM Lady Cop 12:35 - SHOW Verdetto Finale 13:30 - TELEGIORNALE Telegiornale 14:00 - RUBRICA Linea Blu 15:30 - RUBRICA Quark Atlante 16:05 - RUBRICA Overland 12 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:15 - RUBRICA A sua Immagine 17:55 - RUBRICA Dreams Road 2010 18:50 - QUIZ L'Eredità 20:30 - TELEGIORNALE Rai Tg Sport 20:35 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 21:20 - FILM L' ultimo sogno con Hayden Christensen, Jena Malone, Mary Steenburgen - regia di Irwin Winkler (USA) - 2001 23:35 - RUBRICA Italia mia, esercizi di memoria 00:15 - RUBRICA Cinematografo - di cinema 01:15 - TELEGIORNALE TG 1 - Notte 01:25 - PREVISIONI DEL TEMPO Che Tempo fa 01:30 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:35 - FILM L'ussaro sul tetto con Juliette Binoche, Olivier Martinez, Gérard Depardieu - regia di Jean-Paul Rappeneau (Francia) - 1995 03:35 - SERIE TV Mille e una notte 05:15 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA

06:40 Moby Dick - 1a parte 08:20 Ragazzi miei 10:05 Toy Story 3 - La Grande Fuga 11:55 L'imbroglio nel lenzuolo 13:45 The Karate Kid - Speciale 14:00 Whip It! 15:55 Housebroken - Una casa sottosopra 17:30 Ti amo in tutte le lingue del mondo 19:15 Ragazzi miei 21:00 Sky Cine News - Brooklyn's Finest 21:10 Colpo di fulmine - Il mago della truffa 22:50 Moby Dick - 1a parte 00:25 Moby Dick - 2a parte 02:00 Cars 2 - Speciale 02:25 Toy Story 3 - La Grande Fuga

04:10 Il funerale e' servito 05:45 Flying By - La musica del cuore Colpo di fulmine - Il mago della truffa Un film di Glenn Ficarra, John Requa. Con Jim Carrey, Ewan McGregor, Leslie Mann, Rodrigo Santoro, David Jensen. Genere: Commedia Durata: 89 min. USA, Francia 2009 Steven Russell è un poliziotto texano sposato e praticante alla ricerca della madre biologica. L’esito della ricerca non è dei più felici ma consente a Steven di scoprire la sua vera natura: è gay. Lasciata la moglie e trasferitosi a Miami dove trova subito un compagno, capisce che il tenore di vita richiesto va al di là delle sue possibilità. La truffa è la soluzione più a portata di mano. Ma la truffa può portare al carcere dove non necessariamente è tutto negativo. Perché è qui che Steven incontra Phillip Morris che pende dalle sue labbra e del quale lui non può fare a meno.



il domani