Issuu on Google+

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Venerdì 18 Maggio 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 119

Il Reims festeggia in casa contro il Lens la grande promozione

CHAMPAGNE! CRONACA

REIMS-LENS

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 18/5/2012

a pag. 2

CATANZARO

Proseguono le feste per la recente promozione. Ieri è stata la volta di Gianni Bui premiato con il 4º Umberto Sacco a pag. 4

1

Consiglia

REGGINA Presentati i Campus Estivi della società. All’interno tutte le notizie utili per le iscrizioni e il programma completo a pag. 5

1.67

1.70

LIPPI

X

2 Hc

3.35

4.75

3.55

I Nas chiudono per gravi carenze igieniche un acquedotto

L’ex C.T. della nazionale campione del Mondo nel 2006 approda nel calcio cinese a suon di milioni. Ben 30 in due anni e mezzo da pag. 6

4.65


2 il Domani dello Sport

Venerdì 18 Maggio 2012

CRONACA CALABRIA ACQUA NON POTABILE

I Nas sequestrano l’acquedotto dell’Alaco

I

Andrea Splendore

Carabinieri del Nas di Catanzaro hanno sequestrato l’invaso artificiale “Alaco”, al confine tra le province di Catanzaro e Vibo Valentia e il relativo impianto di potabilizzazione, nonché 57 apparati idrici. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dalla Procura di Vibo Valentia per carenze igienico-strutturali. Sono ventisei le persone coinvolte nell’inchiesta che ha portato al sequestro. Gli avvisi di garanzia sono stati notificati nei confronti di dirigenti e tecnici della società di gestione del servizio idrico, di responsabili di Aziende sanitarie provinciali, di dirigenti regionali e dell’Arpacal, nonchè dei sindaci di alcuni comuni. Le persone indagate sono accusate di aver consentito la distribuzione di acqua per uso umano non conforme ai requisiti di potabilità. Tra gli indagati c'è anche il neo sindaco eletto di Catanzaro e presidente della Sorical, Sergio Abramo. Altri avvisi di garanzia sono stati notificati all’attuale sindaco di Vibo Valentia, Nicola D’Agostino, ed al predecessore Franco Sammarco. I reati che

vengono contestati a vario titolo sono di avvelenamento colposo di acqua e frode in pubbliche forniture in concorso con alcuni dirigenti della Sorical. L'acquedotto non è nuovo a iniziative e polemiche, in passato, infatti, ha fatto discutere di sé per la sua realizzazione che sarebbe avvenuta in zone con pericolo frana. Dopo il sequestro, sarà necessario attuare tutte le contromisure per riportare alla normalità la fornitura idrica. Sull'operazione è intervenuto il Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, Mario Spagnuolo: «Si è trattato di un lavoro estremamente impegnativo portato avanti dagli investigatori e dalla Procura da cui è emerso un quadro estremamente grave, con pregiudizio per la salute pubblica. Le indagini – ha aggiunto il procuratore – proseguono per definire le responsabilità penali delle persone coinvolte e ricostruire in termini di assoluta precisione i fatti oggetto dell’inchiesta». I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che terrà il Procuratore Capo di Vibo Valentia, alle 11, nella sede della Procura della Repubblica.

PESCA IN RIPRESA IN ITALIA

È

Il padiglione all'ESE di Bruxelles visitato da tutto il mondo con grande interesse. E la cucina del Belpaese sbaraglia tutti gli stand

stato un appuntamento assolutamente all'altezza delle aspettative: grande consenso di visitatori e curiosi a Fishinitaly, il padiglione nazionale in mostra alla più importante fiera internazionale dedicata al comparto ittico, Seafood 2012 di Bruxelles nei giorni scorsi. Gli oltre 800 metri di isola espositiva hanno accolto 44 aziende italiane, un numero decisamente superiore al 2011, provenienti da 10 Regioni italiane. Un'opportunità concreta di confrontarsi con la realtà' europea e internazionale, in un momento in cui il settore è in grande sofferenza in tutti gli Stati membri, mentre le flotte registrano un calo dell'attività. All'inaugurazione, oltre al delegato dell'ambasciata italiana a Bruxelles, Giovanni Donato, anche gli europarlamentari Guido Milana e Mario Pirillo, rispettivamente, Vice Presidente e membro della Commissione Pesca del Parlamento europeo, oltre ad alcuni componenti del Ministero delle Politiche Agricole. ''Il Padiglione Italia - secondo solo a quello della Spagna - è stato allestito con i contributi del Fondo europeo per il settore (Fep), cofinanziati dal Ministro per le politiche della pesca - ha detto Elisabetta Giannoccari, presente alla manifestazione nella veste di ispettore per i fondi spesi. L'obiettivo - ha spiegato Giannoccari - è stato quello di dare risalto ai settori della pesca e dell'acquacoltura, non solo a fini promozionali, ma anche per conoscerne le criticità, in modo da potervi ovviare - ha chiosato l'ispettore soprattutto attraverso la riforma politica della pesca, su cui si confrontano già i ministri Ue. Per l'Italia il ministro Catania”. Presenti anche le rappresentanze di quattro regioni: Veneto, Emilia Romagna, Puglia e

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922

Sicilia. Decine i prodotti e le specialità gastronomiche italiane presentate agli operatori giunti da almeno 135 Paesi del mondo. Alla manifestazione è intervenuta, tra gli altri, anche la commissaria europea alla pesca Maria Damanaki, sostenendo che "in futuro i fondi della politica comune della pesca saranno impiegati per dare una spinta reale verso la sostenibilità ambientale, sociale ed economica per le nostre zone costiere''. Ma la kermesse, oltre ad aver avuto lo scopo di promuovere e valorizzare il comparto della pesca, grazie alla presenza di eventi dedicati alla gastronomia, questa una delle novità di Fishinitaly, è stata anche una vetrina d'eccellenza in cui proporre specialità culinarie, frutto di estro e fantasia, che sono propri dei più grandi chef. Tra gli eventi gastronomici registrati, anche una gara tra giornalisti, tutti qualificati nel settore enogastronomico, vinta da Debora Verde di RAI Sicilia. Presenti diversi parlamentari europei. Tra i giurati, Giuseppe Bigazzi, Giancarlo Roversi, direttore di varie testate giornalistiche, e Samantha Biale, nutrizionista e giornalista di Rai uno (Linea Verde). Una tavola rotonda su “Le Stagioni del mare”, ha chiuso la rassegna degli eventi. “Il miglior impiego alimentare delle diverse tipologie di pesce dei nostri mari, a seconda delle stagioni. Per poter godere delle loro migliori caratteristiche gustative e di fragranza”- ha spiegato il giornalista Roversi, nelle vesti di moderatore. Le relazioni sono state curate dal Prof. Riccardo Piccinetti, titolare della Cattedra di Biologia Marina dell'Università di Bologna e dalla nutrizionista Biale.

già il Domani

Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commer-

ciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Venerdì 18 Maggio 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

INTIMIDITO PRIMA DELL’INSEDIAMENTO Un proiettile è arrivato davanti al garage della casa del Sindaco di Dasà (VV)

U

Felice Stanca

na pesante intimidazione è stata indirizzata al neo sindaco Giuseppe Corrado. Ha vinto le elezioni da meno di dieci giorni, deve ancora prestare giuramento e insediarsi, ma c’è già qualcuno che vuole spiegargli chi comanda veramente. La brutta sorpresa ieri mattina. A scoprirla è stata la moglie del primo cittadino. Davanti all’ingresso del garage, c’era, a terra, una cartuccia calibro 12 a palla asciutta, di quelle utilizzate per la caccia al cinghiale, adagiata sopra un biglietto nel quale era possibile leggere soltanto un numero uno. Il proiettile e il biglietto sono stati ritrovati pochi minuti dopo le 8. È quindi probabile che siano stati lasciati nel corso della notte o alle prime luci dell’alba. Nessuno si è accorto di nulla. Chi ha lasciato questo messaggio conosceva l’abitazione del sindaco e ha saltato la recinzione che separa l’abitazione dalla strada, arrivando agevolmente sin alla porta del garage. L’intimidazione è stata denunciata ai Carabinieri della stazione di Arena che hanno subito avviato le indagini con il supporto del Reparto

operativo del comando provinciale, guidato dal maggiore Vittorio Carrara. Dell’episodio è stato anche informato il prefetto, Michele Di Bari, che già nel pomeriggio di ieri ha voluto ricevere il sindaco Corrado, incoraggiandolo a proseguire nel mandato che gli hanno affidato i cittadini, sapendo di poter contare sulla vicinanza dello Stato e delle istituzioni. «Provo grande amarezza e – ha dichiarato Corrado – sul futuro non ho certezze. Ai Carabinieri e al prefetto ho detto che posso ricollegare questo episodio alla carica che mi hanno attribuito i cittadini, anche se devo ancora insediarmi. Ricopro anche l’incarico di segretario generale dei comuni di Gioia

Davanti all’ingresso del garage è stata ritrovata a terra una cartuccia calibro 12 e un biglietto con l’1

Tauro e Sant’Onofrio ma, prima d’ora, mai avevo ricevuto messaggi di questo tenore. Gli amici della lista “Per il bene comune” mi hanno invitato ad andare avanti e io ci proverò. Sabato insediamo il consiglio e la giunta. Spero che sia il primo e l’ultimo messaggio di questo tipo che mi viene indirizzato perché, in caso contrario, non so se me la sentirò di andare avanti. Se non dovessi avvertire intorno a me le necessarie condizioni di sicurezza, non esiterei

a lasciare ai prefetti il compito di amministrare anche questo comune». Sono parole colme di tristezza. L’incoraggiamento a Corrado arriva, oltre che dal prefetto e dai Carabinieri che gli hanno assicurato il massimo sforzo per identificare gli autori di questo atto, anche dalle forze politiche. Il consiglio comunale, come detto, s’insedierà soltanto sabato, ma sia il gruppo di maggioranza “Per il bene comune” che i consiglieri Francesco Cosentino

(“Liberi per Dasà”) e Domenico Scaturchio (“Rinnoviamo Dasà”) hanno manifestato piena e incondizionata solidarietà. I consiglieri di minoranza Scaturchio e Cosentino hanno anche rilasciato una dichiarazione nella quale definiscono «vile» l’intimidazione subita al sindaco e ribadiscono la loro contrarietà a qualsiasi forma di violenza e alla mafia, chiedendo alle istituzioni «maggiore attenzione» alla tutela della persona del sindaco e dei principi della democrazia.


4 il Domani dello Sport

Venerdì 18 Maggio 2012

SPORT CALABRIA

UN MIX DI GRANDI EMOZIONI

CATANZARO Bui, Bivi, Borghi, Sabadini e Cosentino protagonisti dell’“U. Sacco”

P

assato, presente e futuro in un mix di emozioni alla 4ª Edizione del premio “Umberto Sacco” assegnato a Gianni Bui. A chi sostiene che la storia non serva, rispondiamo che senza la storia il Catanzaro sarebbe una squadretta qualsiasi. Come le tante che trovi sulle mappe dei campionati professionistici e che appaiono per qualche tempo nel calcio che conta per poi tornare nel loro anonimato. L'Auditorium Casalinuovo alle 17,30 è pieno come un uovo. Gente avanti negli anni, gente di media età, giovani e giovanissimi. Bastava guardare negli occhi queste persone durante e dopo la manifestazione, per capire quante e quali sono state le emozioni per chi certi eventi li ha vissuti da protagonista. Ma se un ragazzo che oggi tifa Catanzaro con idoli che possono chiamarsi Masini o Papasidero, tanto per fare un esempio, può emozionarsi nel vedere calciatori che non ha mai ammirato in campo, un perché ci sarà. Questo perché è spiegabile solo con una frase: noi siamo il Catanzaro. Non è uno slogan nato per caso, è la verità che racchiude la nostra storia. Gianni Bui, formidabile calciatore che per due stagioni ha militato nel Catanzaro, non credeva ai suoi occhi quando è salito sul palco. Tutti in piedi ad applaudire un calciatore d'altri tempi e un uomo di un calcio che non c'è più. Il premio”Umberto Sacco” è andato a lui, e la sua frase “per quello che voi mi avete dato e mi date io ho fatto poco” racchiude tutta la sua grandezza. Fisico impo-

nente a 72 anni, Gianni Bui ce l'hanno descritto come un formidabile goleador con la specialità del colpo di testa. Adesso vive nella sua cittadina in Emilia Romagna a due passi da Maranello, e la serata odierna difficilmente la dimenticherà. Una serata che non può che fare bene a Catanzaro, e al Catanzaro che negli ultimi anni è stato tante volte umiliato e deriso. Adesso l'ex attaccante giallorosso (che collabora con una società di calcio della massima serie) potrà testimoniare quanto sia davvero grande la passione di noi catanzaresi e quanta voglia c'è di ritornare nel calcio che conta. Dopo la presentazione della star della serata è entrato Tato Sabadini che è ormai un catanzarese a tutti gli effetti. Il buon Tato è uno di noi perché lo incontri per le vie di Catanzaro, ma non vi nascondo che stasera rivedendolo, ho rivissuto come in un film le sue sgroppate sulla fascia destra e i suoi anticipi sugli straordinari attaccanti della nostra Serie A. Un vero boato, proprio come accadeva quando lo speaker di allora li nominava, c'è stato quando i bravi conduttori Talarico e De Luca, voluti da Tonino Minicelli presidente dell'associazione “Catanzaro nel Pallone", hanno annunciato Borghi e Bivi. Le prime parole di Edy non le abbiamo capite perché non riusciva a parlare dalla commozione. Lui, di Lignano Sabbiadoro, sceso nella lontana Catanzaro all'esordio in Serie A, non fece rimpiangere un certo Massimo Palanca. Bivi, a proposito del nostro Orey e della sua pesante

Gianni Bui si è aggiudicato il 4º premio Umberto Sacco all’Auditorium Casalinuovo eredità, ha raccontato proprio il momento della consegna della maglia numero 11 da parte del mitico Masino Amato che gli disse “questa è la maglia numero 11 di Palanca, vedi tu”. I suoi goal al Torino, alla Roma, al Milan e all'esordio al San Paolo di Napoli, scorrevano sul maxi schermo e il pubblico estasiato se li gustava rivivendo quei

tempi quando l'intera Calabria gioiva con il Catanzaro. Carlo Borghi lo avevamo già visto a Gavorrano e già lì aveva capito come Catanzaro non dimentica, oggi ne ha avuto la conferma. Il centravanti era una vera forza della natura e con Bivi s'integrava alla perfezione. Carlo ha voluto ricordare Don Mario Jiritano, che per lui era un padre e lo era anche per tanti altri calciatori. Su quella squadra che conquistò il settimo posto nella massima serie non sono mancati accenni al suo condottiero Bruno Pace che è stato definito più che un tecnico, un calciatore. L'intervento di Massimo Palanca raggiunto al telefono, ha contribuito a dare altre emozioni. Dopo i saluti a Bui, Bivi, Borghi e Sabadini, ha voluto esprimere gioia

Il comunicato ufficiale dell’Us su Sorace L

a società US Catanzaro, con il presidente Giuseppe Cosentino, esprime profonda gratitudine ad Angelo Sorace per il lavoro svolto in questi mesi.«Angelo – dice il presidente Cosentino – ha dimostrato grande abnegazione, professionalità e amore verso i colori giallorossi. Per questo sono certo che la sua decisione, legata a motivi strettamente personali, di lasciare la famiglia del Catanzaro che egli stesso ha contribuito a costruire, costituisce soltanto un arrivederci e non certo un addio. Le porte dell’Us Catanzaro sono e saranno sempre aperte all’amico Angelo Sorace, al quale va un grazie sincero da parte della società, dello staff tecnico e della squadra per il lavoro svolto sin dal primo giorno di ritiro e per le grandi qualità umane messe a disposizione del progetto giallorosso. Auguro ad Angelo Sorace, per il futuro, le migliori fortune professionali».

per la grande impresa del Catanzaro di Cosentino. In una serata come questa non potevano non essere ricordati il presidentissimo Nicola Ceravolo e Adriano Merlo, due dirigenti che hanno fatto la storia dell'Uesse. Nel segno della continuità peraltro non poteva mancare Giuseppe Cosentino, osannato dai tifosi con cori da stadio. Il presidente ha constatato, ancora una volta, cos'è e cosa può dare Catanzaro. Ha parlato del problema stadio e ha dichiarato di voler rivedere almeno la metà di quegli spettatori che affollavano il vecchio “Militare”, sperando che la sua presenza continua sia da stimolo per chi deve adeguare l'impianto sportivo della città. Fra i premiati anche alcune vecchie glorie giallorosse. Toccante il ricordo di alcuni personaggi scomparsi di recente come Enzo Rondinelli, Bertè, Masci e Carlo Petrini. A fine serata dopo il premio assegnato a Gianni Bui e targhe ricordo per tutti gli intervenuti, Gianfranco Simmaco ha finalmente donato un quadro in suo possesso al presidente Cosentino che l'ha omaggiato con una maglia giallorossa con su scritto “Simmaco 29”. Ad accompagnare il presidente c'era Domenico Giampà che idealmente rappresenta in questo calcio moderno, il calciatore di una volta,quello che impersona le emozioni che solo i veri campioni possono dare. Auguriamo all'associazione “Catanzaro nel Pallone” di riuscire ad organizzare altre splendide serate come questa, la materia prima di certo non manca perché in questa città, che vive tanti problemi, una certezza che riesce ad aggregare e a far emozionare ancora c'è. E si chiama Us Catanzaro.


Venerdì 18 Maggio 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

ECCO I CAMPUS ESTIVI REGGINA Scopri tutti i dettagli del Reggina Summer Camp 2012

I

n questi anni chi ha operato nel vivaio amaranto ha compiuto un piccolo miracolo in termini di organizzazione e risultati sia a livello di squadra che di crescita del singolo: il nostro Settore Giovanile, infatti, è considerato un’eccellenza a livello nazionale, vero e proprio esempio positivo per tutto il Meridione d’Italia. L'atleta che cresce e matura al Centro Sportivo S.Agata, dunque, ha tra le caratteristiche principali il senso di appartenenza e la cultura del lavoro oltre allo spirito di sacrificio e la passione; siamo convinti che l'attività sportiva sia uno dei mezzi migliori per aiutare gli adolescenti a crescere, a migliorarsi, insomma, a diventare uomini. I campus estivi, organizzati nella splendida struttura del Villaggio del Pino di Melia di Scilla (RC), vogliono essere un ulteriore passo avanti nel nostro cammino per far vivere ai ragazzi un’esperienza formativa e sportiva trasferendo loro i valori insiti nella tradizione del club.Gli obiettivi che ci siamo posti sono essenzialmente due: divertimento totale e crescita del ragazzo. Non tralasceremo, però, di mettere a disposizione le nostre conoscenze e compe-

I magnifici campus estivi sono organizzati nella splendida struttura del Villaggio del Pino di Melia di Scilla

tenze specifiche per migliorare il bagaglio di abilità motorie, tecniche e tattiche di ciascun allievo. Gli istruttori devono seguire una sola linea guida: il gioco. Gioco non improvvisato, ma studiato, analizzato, programmato! Sognare che qualcuno dei partecipanti al Summer Camp amaranto possa un giorno riuscire a “calcare” il mitico tappeto verde del nostro stadio Granillo non costa nulla ma con i genitori che vorranno concederci fiducia e ci affideranno per questo periodo estivo i loro figli vogliamo essere chiari fin da subito: noi non abbiamo la pretesa di 'fabbricare' calciatori, ma la presunzione di far “crescere” i bambini con attività ludiche che prevedono una sapiente alfabetizzazione motoria e tecnica. Non ci resta che ringraziare anticipatamente i familiari dei bambini che saranno nostri 'ospiti', augurando a tutti BUON DIVERTIMENTO!

La struttura L’hotel Villaggio del Pino di Melia di Scilla (RC) è una splendida struttura situata a circa 600 mt. di altezza, a picco sul mare di Scilla, affacciato sullo Stretto di Messina e le vicine Isole Eolie; il complesso è dotato di modernissime strutture: un campo da calcio regolamentare in erba sintetica con spogliatoi e tribune, calcetto, tennis, basket, volley, pingpong, piscina con ampio solarium. Programma tecnico Il programma tecnico del Campus verrà sviluppato tenendo

Il programma tecnico del Campus verrà sviluppato tenendo conto delle diverse età e capacità dei partecipanti conto delle diverse età e capacità dei partecipanti. Verranno inoltre sviluppati approfondimenti tecnici sui fondamentali individuali. Staff tecnico Tutti gli istruttori fanno parte dei quadri tecnici del Settore Giovanile della Reggina Calcio S.p.A. e sono in possesso di abilitazione federale (Allenatori Professionisti, istruttori Scuola Calcio e/o allenatori di base); in possesso di Laurea in Scienze Motorie. Sarà sempre presente, inoltre, un tecnico Preparatore dei Portieri. Supervisori dell'organizzazione del Summer Camp sono Simone Giacchetta, Responsabile Area Tecnica del club, Nicola Amoruso, Coordinatore del Settore Giovanile, e Salvatore Laiacona, responsabile dell’attività di base della Reggina Calcio. Responsabile del campus è Titti Fazzari, segretaria del Settore Giovanile. Staff sanitario Durante l’intero periodo del Campus sarà sempre presente il nostro staff sanitario per una puntuale e precisa assistenza a tutti i partecipanti.

Tempo Libero Tutte le attività di tempo libero previste, verranno realizzate sotto la stretta sorveglianza degli Istruttori.

Kit Base Il progetto fornisce a ciascun partecipante del Campus un kit ufficiale della Reggina Calcio. Tutti gli iscritti riceveranno all’arrivo presso la sede dello stage un kit di prodotti Givova: forniamo ai nostri piccoli calciatori tutto quello che e’ necessario per vivere una settimana da veri amaranto. Il kit comprende: 2 completi di allenamento (maglietta, pantaloncini e calzettoni) 1 borsa porta indumenti 1 cappellino 1 tuta da passeggio La dotazione può subire variazioni. Disciplina Serie violazioni alle regole di convivenza comune, al mancato rispetto di regole, persone e cose durante il Campus, possono determinare l’allontanamento dallo stesso ad inderogabile giudizio del Responsabile, su segnalazione di qualsiasi persona dello staff. A chi è rivolto il Reggina Summer Camp A tutti i ragazzi”, nati tra il 1995 e il 2003, che vogliono avvicinarsi al mondo del Calcio e vogliono perfezionare le proprie performance calcistiche. Il Summer Camp amaranto non prevede solo calcio ma diverse attività sportive, momenti d’aggregazione e animazione, relax, approfondimenti in grado di far

conoscere la storia della Reggina Calcio, simbolo positivo del nostro territorio, oltre alle visite dei calciatori della prima squadra che porteranno la propria testimonianza di uomini e atleti a tutti i partecipanti.

Termine di iscrizione Le iscrizioni terminano ad esaurimento posti disponibili. Le iscrizioni al Campus sono a numero chiuso, pertanto la Segreteria si riserva di respingere le domande pervenute oltre i termini di scadenza previsti o che superino il numero stabilito. N.B. Qualora le iscrizioni non raggiungessero un numero adeguato per garantire un idoneo svolgimento dei due distinti Camp previsti, le attività sarebbero riunite in un’unica settimana. Contatti per le famiglie La reception del Villaggio del Pino in cui alloggiano i ragazzi e’ disponibile 24 ore su 24, si consiglia di chiamare nei seguenti orari: 14.00 – 15.00 20.30 – 22.30 Riferimenti telefonici Villaggio del Pino 0965 - 755126 755433 Documenti necessari • scheda di iscrizione compilata in ogni sua parte • ricevuta dell’avvenuto pagamento • fotocopia di un documento d’identità del ragazzo • certificato di idoneità sportiva non agonistica per i ragazzi fino a 12 anni non compiuti rilasciato dal Medico di famiglia o Pedriatra.


6 il Domani dello Sport

Venerdì 18 Maggio 2012

SPORT NAZIONALE Marcello Lippi va in Cina per 30 milioni!

U

ndici milioni e mezzo di euro l'anno per Marcello Lippi, ventisei in due anni e mezzo per un argentino sconosciuto al grande calcio europeo, Conca: i nuovi ricchi del calcio abitano qui. In Cina, E non hanno neanche un volto, come gli sceicchi del calcio inglese o francese e i magnati russi di Londra o del Daghestan. Liu Yongzhuo è il giovane e munifico presidente del Guangzhou che ha appena ingaggiato l'ex ct azzurro alla guida del suo club. Ma alle spalle c'è un colosso dell'edilizia civile con 30.000 dipendenti, quotato alla Borsa di Hong Kong, il cui valore patrimoniale per il 2011 è stato di oltre 21 miliardi di yuan, al cambio 2.7 miliardi di euro. Non solo gli sceicchi o i magnati delle ex repubbliche sovietiche, insomma. Finora la leggenda del calcio senza limiti di spesa aveva volto e nome di Roman Abramovich (Chelsea), Suleiman Kerymov (Anzhi Makhachkala), Mansur bin Zayed Al Nahyan (Manchester City), Tamim Hamad Al Thani (Paris SG), Abdullah Bin Nassar Al-Thani (Malaga). 'Paperonì del calcio in grado di attirare Etòo in Daghestan, o campioni come Tevez, Aguero, Pastore in squadre da lanciare nell'Olimpo del grande calcio mondiale. Di investitori cinesi si era parlato per la Roma degli americani. E che Pechino sia la nuova frontiera lo dimostra la Supercoppa italiana, per due anni di seguito ospitata dal Nido d'Uccello. Il nome nuovo è quello di Liu Yongzhuo, multimilionario cinese dall'età 'misteriosà (c'è chi dice che abbia 31 anni, altri sostengono 35) deciso a trasformare il Guangzhou Evergrande nella nuova potenza calcistica del pianeta. A partire dal 2011, si è dato cinque anni di tempo per fare della sua squadra del cuore - una specie di polisportiva di cui finanzia anche il settore pallavolo una potenziale finalista a Yokohama, o dove altro la Fifa deciderà di far svolgere il Mondiale per club. Del resto il bacino d'utenza non gli manca.

BECKHAM NON È SICURO OLIMPIADI Il presidente del Comitato Organizzatore Coe

D

Luca Ogrilio

avid Beckham non ha il posto garantito nella rappresentativa della Gran Bretagna che prenderà parte al torneo di calcio delle Olimpiadi di Londra. A sottolinearlo è stato l'ex fuoriclasse dell'atletica ed attuale presidente del comitato organizzatore dei Giochi 2012, Sebastian Coe. Coe ha parlato da Atene, dove si trova con una delegazione britannica, di cui fa parte anche Beckham, che domani porterà la fiaccola olimpica dalla Grecia in terra britannica, per l'inizio (sabato alle ore 7.08 locali) della staffetta attraverso il paese, lunga ottomila miglia e sponsorizzata dalla Samsung, che culminerà con la corsa dell'ultimo tedoforo e l'accensione del braciere olimpico. Beckham a suo tempo è stato testimonial della candidatura olimpica di Londra, fin da quando è stata ideata, «e per questo adesso è qui con noi per la fiaccola: sarebbe stato assurdo il contrario», ha sottolineato Coe. Originario proprio della capitale britannica, l'ex milanista non ha mai nascosto il desiderio di scendere in campo alle Olimpiadi, visto che il regolamento consente ad ogni nazionale di schierare tre fuoriquota che abbiano più di 23 anni. «Ma noi non metteremo mai pressione sul tecnico Stuart Pearce affinchè convochi Beckham - ha sottolineato oggi Coe -. Pearce deve scegliere gli uomini che ritiene i migliori, con l'unico obiettivo di puntare al gradino più alto del podio. Io mi aspetto che tutti i nostri tecnici, dalla lotta al calcio, ragionino così e non in base ad altro. Non deve esserci pressione su di loro, gli elementi in base a cui decidere devono essere l'abilità ed il merito». Come dire che, quindi, Beckham la convocazione deve guadagnarsela sul campo, così come quel Ryan Giggs che potrebbe essere un altro dei fuoriquota 'eccellentì (e infatti Pearce lo ha messo in preallarme) del team britannico, che nel calcio torna in campo a 52 anni dall'ultima

«David non ha il posto assicurato nella rappresentativa calcistica della Gran Bretagna che partecipa ai Giochi» apparizione, quella alle Olimpiadi di Roma 1960. Anche il Ministro dello sport Hugh Robinson è ad Atene e prenderà parte alla cerimonia della torcia olimpica assieme alla Principessa Anna (presidente del comitato olimpico britannico) ed al sindaco di Londra Boris Johnson. Sull'argomento Beckham si è 'allineatò sulle posizioni di Coe. «Nessuno deve avere il posto garantito - ha detto il Ministro -. Ammetto che sarebbe bellissimo se Beckham partecipasse alle Olimpiadi, ma deve meritarselo con le sue prestazioni, come tutti gli altri. Nello sport di alto livello non bisogna essere sentimentalisti, e scegliere qualcuno solo perchè farebbe comodo alle prime pagine dei giornali».

POLIZIA IN ALLERTA

Sabato la finale di Champions

L

a polizia tedesca ha annunciato oggi un grande spiegamento di forze si sicurezza per la finale della Champions che disputa sabato a Monaco tra Bayern e Chelsea. Circa 2.000 agenti saranno impiegati, intorno allo stadio Allianz Arena, nel centro di Monaco ed in diversi punti dove è previsto che i tifosi si riuniscano per vedere la partita. Il portavoce della polizia, Wolfgang Wenger, ha assicurato alla dpa che i piani non sono stati modificati in seguito agli incidenti vissuti questa settimana. «Ovviamente abbiamo un occhio di riguardo per la situazione attuale, ma il nostro concetto di sicurezza è sempre lo stesso», ha spiegato. Wenger confida nel fatto che la partita più importante della stagione in

Europa attragga «un pubblico differente da quello che ha provocato i disordini questa settimana in Germania». Circa 30.000 tifosi del Chelsea arriveranno a Monaco per la finale. I poliziotti di entrambi i paesi sono in contatto e hanno lavorato per garantire la sicurezza in occasione dell'attesa sfida. Le autorità hanno negato il permesso di recarsi in Germania a circa 80 tifosi inglesi, ma la polizia di Monaco crede che possano arrivare comunque altri 150 «hooligans» alla partita. Inoltre si attendono oltre 65.000 tifosi per vedere le partite sui maxi schermi posizionati nello stadio olimpico di Monaco, ed altri 30.000 nella Theresienwiese, sede della popolare festa della birra.


Venerdì 18 Maggio 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

MONTELLA OTTIMO AFFARE CALCIO Il presidente del Palermo Zamparini apprezza le scelte della Roma

Mancini vuole Ibrahimovic, pronti oltre 30 milioni

P

«M

ontella è il più grande acquisto che la Roma americana abbia fatto, aprirà un ciclo molto importante. I tifosi però non possono pretendere da lui subito lo scudetto, costruirà la squadra in due-tre anni». Lo ha detto Maurizio Zamparini questa mattina ai microfoni di Radio Radio. Il presidente del Palermo rivela di aver cercato anche lui Montella per la prossima stagione. «Quando sono andato a a sentirlo mi ha detto che in pratica lui era già della Roma e che il suo cuore è romano». Al presidente del Catania Pulvirenti, che vorrebbe trattenere Montella, Zamparini dice: «Credo che nessuno voglia tenere un allenare che non vuole restare». A proposito di allenatore Zamparini commenta così l'ufficializzazione di Marcello Lippi in Cina: «Dieci milioni di euro l'anno è tanta roba, se uno pensa al suo futuro e che un giorno finirà di fare l'allenatore fa benissimo. Andare a promuovere il calcio in Cina è occasione e Lippi fa bene». Parlando invece del suo Palermo, Zamparini conferma che Perinetti sarà un vicepresidente operativo e «farà quello che Galliani fa nel Milan». Spiega

«Montella è il più grosso acquisto che potesse fare la Roma per iniziare la nuova stagione. Sannino è un graande lavoratore»

che il futuro allenatore rosanero, Giuseppe Sannino, lo voleva anche l'anno scorso, «ma pensai che non avesse esperienza. Comunque è un vincente, un grande lavoratore». Sulla deludente stagione del Palermo ammette che «è stato un errore l'esonero di Pioli all'inizio dell'anno, lì è nato tutto. Il futuro di Miccoli? Dipende da lui, mi ha chiesto di andare via se ci fosse opportunità di giocare in altri Paesi per fare un salto e guadagnare il doppio. Spero che rimanga, gli voglio molto bene. Balzaretti ha chiesto di rimanere a Palermo, rinnoverò contratto per altri tre anni. L'unica soluzione sarebbe il Psg perchè sua moglie

«Il Palermo si sta muovendo sul mercato ma non in uscita. Silvestre non ce lo ha chiesto il Napoli, semmai l’Inter» vive a Parigi. Giocherà a Palermo o a Parigi, non a Roma». Il Palermo si sta già muovendo sul mercato. «Ci siamo già mossi - dice Zamparini - Per me è il nuovo Aguero, è un fuoriclasse. E ieri abbiamo chiuso con Sebastian Sosa, lo stiamo seguendo da un anno. È un centra-

er dare l'assalto alla Champions League, con il campionato appena vinto già archiviato, Roberto Mancini pretende importanti acquisti quest'estate e nella rosa dei possibili nuovi arrivi c'è anche un vecchio pallino del manager del Manchester City, Zlatan Ibrahimovic. La conferma dell'interessamento dei citizens arriva dal tabloid Sun, secondo cui è già pronta un'offerta al Milan poco inferiore ai 30 milioni di euro. Altrettanto generosa la proposta che verrebbe fatta al centravanti svedese, 300 mila sterline a settimana d'ingaggio, l'equivalente di 8 milioni netti all'anno. Per il momento però Ibra sembra intenzionato a prendere tempo, volendo chiarire la sua posizione al Milan. Lo svedese da sempre è apprezzato da Mancini che lo aveva acquistato ai tempi dell'Inter (estate 2006) per 25 milioni di euro. E per convincerlo a trasferirsi in Inghilterra è disposto a farlo diventa-

vanti uruguaiano alla Cavani di tre anni fa. Ieri ha firmato con noi». Ma c'è anche da rinforzare la difesa: «Siamo un colabrodo pur avendo giocatori importanti, ma Sannino sa come impostare la difesa. Silvestre al Napoli? È una fantasia dei giornali. Ce l'ha chiesto solo l'Inter, al Milan

re il giocatore più pagato della Premier League. Nel caso però fallisse l'assalto ad Ibra, Mancini ha già pronte diverse alternative di prestigio. A cominciare da Robin van Persie, 29/enne centravanti dell'Arsenal. L'olandese, in scadenza di contratto tra un anno, non ha ancora prolungato coi Gunners e anche gli ultimi incontri coi dirigenti non hanno portato alla firma. Secondo il Daily Mirror inoltre c'è anche lo United, dunque non solo il City, sulle tracce di van Persie, capocannoniere quest'anno con 30 gol. Ma il nome nuovo del mercato dei Citizens è il centravanti dell'Athletic Bilbao, Fernando Llorente: anche lui potrebbe presto arrivare all'Etihad stadium. Già fissato il costo del suo cartellino, 32 milioni di euro. Chi non partirà da Manchester, nonostante le suggestioni della Serie A, è Mario Balotelli. Lo ha assicurato l'interessato, lo ha ribadito in più di un'occasione Mancini.

non arriverà mai, la loro politica è andare a prendere svincolati e Silvestre costa. Io l'ho pagato sette milioni, se lo cedo devono darmi di più. Lui ha fatto delle esternazioni e non è molto amato a Palermo. Vediamo, ci sono richieste anche dalla Germania e dall'Inghilterra».

«Quest’anno siamo stati un vero e proprio calbrodo in difesa. Sono sicuro che Sannino sa come impostare la difesa»


8

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione immobiliare, Dott.ssa Adele Foresta, nella procedura esecutiva immobiliare n° 66/1998 RGE, con ordinanza emessa all’udienza del 18.4.2012, ha disposto la vendita coattiva del seguente bene, al prezzo base d’asta (ridotto di ¼) di euro 15.503,91: lotto unico: appartamento sito in Pianopoli, località Canne, composto da soggiorno-pranzo con angolo cottura, tre camere da letto, un bagno, disimpegno, due balconi e cantina/garage per una superficie lorda pari a circa 100 mq. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 3, p.lla 286, sub 5, cat. F/3, scala A, int. 1, piano 1-T1, DISPONENDO, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, CHE: per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 3 luglio 2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 4 luglio 2012, ore 9.30 e segg.; si evidenzia, quanto alla vendita senza incanto ed a norma del vigente testo dll’art. 571 cod. proc. civ., che: ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. Il giudice ordini l’incanto; 2. Siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato; 3) se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; evidenziando, quanto all’eventuale, successiva vendita con incanto, che: essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 15.503,91; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 2.300,00; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.); ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipa-

Venerdì 18 Maggio 2012

zione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati. FISSANDO NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 17 luglio 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 18 luglio 2012, ore 9.30 e segg., la vendita con incanto con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi. HA STABILITO, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVENGA ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: l’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere – ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore – per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.a.”, in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c..;

soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. MAGGIORI INFORMAZIONI PRESSSO LA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI. ***** N. 47/1994 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica – Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N.47/94 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 09/10/2006 e successivamente in data 13 maggio 2010, ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal Creditore Procedente “Intesa Gestione Crediti S.p.A.” (già “CARICAL S.p.A.”); Ritenuto opportuno rifissare la vendita del compendio staggito con la riduzione del prezzo base di ¼ giusta richiesta del creditore intervenuto; Visto l’art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 5 luglio 2012 alle ore 12,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza ella Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali della “Associazione Notarile Procedure Esecutive di Lamezia Terme”, si terrà la vendita senza incanto della piena proprietà dei seguenti immobili: LOTTO N. 1 (vecchia C.T.U.): In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione Sambiase, alla via delle Terme: appezzamento di terreno della superficie complessiva di Ha.1.16.10 (ettari uno, are sedici e centiare dieci), riportato nel corrispondente Catasto Terreni, con le indicazioni: foglio di mappa 81, particelle: 120, fabbricato rurale, are 1.40; 126, sem.irr.arb.cl.2°, are 35.20, redd. dom. euro 25,45, redd.agr. euro 7,27; 209, agrumeto cl.2°, are 7.50, redd. dom. euro 9,88, redd.agr. euro 4,07; 399, sem.irr.cl.1°, are 61.90, redd. dom. euro 54,35, redd.agr. euro 15,98; 502, uliveto cl.2°, are 2.80, redd. dom. euro 1,59, redd.agr. euro 1,01; 1443 (ex 666 e prima ex 221/b), sem.irr.arb.cl.1°,. are 1.80, redd. dom. euro 1,86, redd.agr. euro 0,46 1444 (ex 668 e prima ex 132/b), sem.irr.cl.1°,. are 4,90, redd. dom. euro 4,30, redd.agr. euro 1,27. Sul descritto terreno insistono i seguenti manufatti: a) struttura in c.a. comprendente un piano interrato, un piano terra e cinque piani; b) struttura in c.a. costituita da un piano interrato, un piano terra e quattro piani; c) capannone con struttura per la metà in c.a. e l’altra metà in ferro; d) magazzino con struttura in c.a.. Tutti i sopra descritti manufatti non risultano allibrati nel Catasto Fabbricati. Le strutture in cemento armato e descritte sotto le lettere “a” e “b” sono state realizzate con regolare Concessione Edilizia n° 74 del 20 luglio 1979. Le altre strutture esistenti (capannone e magazzino) sono completamente abusive. In base al Piano Regolatore Generale del Comune di Lamezia Terme le descritte particelle hanno la seguente destinazione: in parte “Zona B-2”; in parte “Zona B-1” e per la parte residua “Fascia di rispetto stradale”. PREZZO BASE: euro 1.321.875,00 (euro unmilionetrecentoventuno-milaottocentosettantacinque virgola zero zero) LOTTO N.1 (nuova C.T.U.) In territorio del Comune di Gizzeria (località “Lido”), porzione immobiliare facente parte del fabbricato per civile abitazione (distante circa cinquanta metri dal mare) posto alla via Cristoforo Colombo, civico n.64, e precisamente l’appartamento (da condonare) ubicato al piano secondo, composto da un soggiorno, una cucina, un bagno e tre camere da letto (sup. utile: 64,00 mq - sup. commerciale: 81,56); riportato nel C.F. del Comune di Gizzeria, con le seguenti indicazioni: foglio di mappa n. 37, particella: 650/sub.3, Via Lungomare, piano 2°, cat.A/3, cl.2°, vani 5,5, rendita euro 221,56. REGOLARITÀ EDILIZIO–URBANISTICHE: Abusivo. Dovrà essere condonato ai sensi della Legge 47/85. ABITABILITÀ E AGIBILITÀ: Non presente. PREZZO BASE: euro 52.861,63 (euro cinquantaduemilaottocentosessantuno virgola sessantatre) LOTTO N.2 In territorio del Comune di Gizzeria (località Lido), porzione immobiliare facente parte del fabbricato per civile abitazione posto alla Traversa via Cristoforo

Info - 0961.023931

Colombo n.64, e precisamente il magazzino (da condonare) della superficie utile di mq. 57,50 e superficie commerciale di mq. 66,94, con accessorio bagnetto di circa 4,30 mq.; riportato nel C.F. del Comune di Gizzeria, con le seguenti indicazioni: foglio di mappa n. 37, particella: 650/sub.1, Via Lungomare, piano T., cat.C/6, cl.1°, consistenza mq.70, rendita euro 47,00. REGOLARITÀ EDILIZIO – URBANISTICHE: Abusivo. Dovrà essere condonato ai sensi della Legge 47/85. ABITABILITÀ E AGIBILITÀ: Non presente. PREZZO BASE: euro 24.751,92 (euro ventiquattromilasettecentocinquantuno virgola novantadue) LOTTO N.3 In territorio del Comune di Lamezia Terme (sezione Sambiase) alla via Quarto: Magazzini da condonare e ristrutturare di un piano fuori terra, della superficie commerciale totale pari a 505,58 mq. (di cui utili mq 244,33), con annessa corte di mq. 912,56). L’immobile non è allibrato al Catasto Fabbricati, lo stesso è stato costruito per la maggior parte sul terreno riportato al C.T. foglio di mappa 83, particella n.537 ed in minima parte su quello riportato sul foglio di mappa 83 particella n.618. DATI CATASTALI: Catasto Terreni di Lamezia Terme-Sambiase: foglio di mappa 83 particelle: 618, uliveto cl.1°, are 7.00, reddito dominicale € 5,24, reddito agrario € 2,71. 537, uliveto cl.1°, are 4.90, reddito dominicale € 3,67, reddito agrario € 1,90. REGOLARITÀ EDILIZIO–URBANISTICHE: Abusivo. Dovrà essere condonato ai sensi della Legge 47/85. ABITABILITÀ E AGIBILITÀ: Non presente. PREZZO BASE: euro 42.542,81 (euro quarantaduemilacinquecento-quarantadue virgola ottantuno) AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: -non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; -le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; -si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; -la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto del medesimo bene nella seguente data e luogo: 26 luglio 2012 ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, locali della “Associazione Notarile Procedure Esecutive di Lamezia Terme”. LOTTO N. 1 (vecchia C.T.U.): PREZZO BASE: euro 1.321.875,00 (euro unmilionetrecentoven-tunomilaottocentosettantacinque virgola zero zero) CAUZIONE: euro 132.187,50 (euro centotrentaduemilacentoottantasette virgola cinquanta) AUMENTO MINIMO: euro 66.093,75 (euro sessantaseimilazeronovantatre virgola settantacinque) LOTTO N. 1 (nuova C.T.U.): PREZZO BASE: euro 52.861,63 (euro cinquantaduemilaottocentosessantuno virgola sessantatre) CAUZIONE: euro 5.286,16 (euro cinquemiladuecentoottantasei virgola sedici) AUMENTO MINIMO: euro 2.643,08 (euro duemilaseicentoquarantatre virgola zerootto) LOTTO N. 2: PREZZO BASE: euro 24.751,92 (euro ventiquattromilasettecentocinquantuno virgola novantadue) CAUZIONE: euro 2.475,19 (euro duemilaquattrocentosettantacinque virgola diciannove) AUMENTO MINIMO: euro 1.237,59 (euro milleduecentotrentasette virgola cinquantanove) LOTTO N. 3: PREZZO BASE: euro 42.542,81 (euro quarantaduemilacinquecento-quarantadue virgola ottantuno) CAUZIONE: euro 4.254,28 (euro quattromiladuecentocinquantaquattro virgola ventotto) AUMENTO MINIMO: euro 2.127,14 (euro duemilacentoventisette virgola quattordici). In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (ed eventuale regolamento di condominio). I beni di cui sopra sono meglio descritti nelle relazioni di stima, rispettivamente a firma dell’agronomo Antonio Vitale e dell’ing. Giovambattista Chirillo, che possono essere consultate dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni e consultabili sul sito internet www.portaleaste.com e su “Il Domani” (Edizione Regionale) nonché presso gli uffici della “Associazione Notarile Procedure Esecutive di Lamezia Terme” siti nei locali degli Uffici Giudiziari del Tribunale di Lamezia


9 Terme. Custode dei beni posti in vendita è il ragioniere Eugenio Travaglio con studio in Lamezia Terme, via Crati n.3 (tel.0968/442216), cui tutti gli interessati all’acquisto potranno rivolgersi per esaminare gli immobili. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMIBanco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giustificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. Il presente “avviso di vendita” in estratto sarà affisso presso l’Albo dell’Ufficio Giudiziario del Tribunale di Lamezia Terme. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 10 maggio 2012 il professionista delegato dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Quanto alla vendita senza incanto: Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno 2 luglio 2012. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del giudice dell’esecuzione, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta), il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta. - L’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione. L’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.47/1994 R.E.”, per un importo pari al 10 per

Venerdì 18 Maggio 2012

cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall’aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.47/1994 R.E.”, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, rivolgendosi alle banche il cui elenco sarà reperibile presso il professionista delegato e presso il sito del Tribunale. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere – ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore –, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Gli immobili saranno venduti liberi da tutte le formalità pregiudizievoli. Le formalità gravanti sugli immobili saranno cancellate a cura e spese dell’aggiudicatario. Se occupati dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione degli immobili sarà effettuata a cura del Custode Giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Quanto alla vendita con incanto: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 23 luglio 2012, busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione – qualora coniugato in regime di comunione legale – delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e de codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci percento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato a“notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.47/1994 R.E.”. Si precisa che in caso di mancata aggiudica-

zione, detto assegno sarà restituito immediatamente. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versta nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a“notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.47/1994 R.E.”nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.47/94 R.E.” quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. ***** N. 60/2008 Reg. Es. Imm. AVVISO DI VENDITA IL PROFESSIONISTA DELEGATO NOTAIO DOTTOR GIANLUCA PERRELLA Presso ASSOCIAZIONE NOTARILE PROCEDURE ESECUTIVE DI LAMEZIA TERME Piazza della Repubblica – Lamezia Terme nella Procedura Esecutiva N.60/2008 R.E. Visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 24-27 gennaio 2012 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. a seguito di istanza di vendita formulata dal Creditore Procedente “BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA S.p.A.”; Ritenuto necessario pertanto fissare la vendita del compendio pignorato, come identificato e descritto nell’ipotesi n.1 della consulenza tecnica dell’ing. G.Chirillo ed al prezzo ivi indicato, così come conformemente disposto nel menzionato provvedimento di delega del G.E.; Visto l’art. 569 c.p.c.; AVVISA che in data 9 luglio 2012 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, Piazza della Repubblica, piano primo seminterrato, presso i locali dell’Associazione Notarile, si terra la vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO N.1: In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione Nicastro, unità immobiliari facenti parte del fabbricato condominiale a sette piani f.t. posto alla via XX Settembre, e precisamente quelle ubicate al primo piano (pari al secondo piano fuori terra), distinte come interni 3 e 4 della “Scala B”, per una superficie utile pari a mq.256,33, una superficie commerciale pari a mq.354,16, di cui mq.147,48 di terrazzi, strutturalmente “adattati” a formare una unica unità abitativa. L’immobile presenta abusi edilizi condonabili e il cui costo di sanatoria (euro 3.555,62) è già stato valutato ai fini della determinazione del prezzo base; DATI CATASTALI: Catasto Fabbricati di Lamezia Terme, Sezione Nicastro, foglio di mappa n.20 particelle: 479/sub.28, via XX Settembre, piano 1°, int.3, scala B, zona censuaria 1°, cat.A/3, cl.2°, consistenza vani 6, rendita euro 325,37; 479/sub.29, via XX Settembre, piano 1°, int.4, scala B, zona censuaria 1°, cat.A/3, cl.2°, consistenza vani 5,5, rendita euro 298,25. REGOLARITÀ EDILIZIO–URBANISTICHE: Il fabbricato ubicato in via XX settembre ed ospitante il suddetto immobile fu costruito in virtù della concessione edilizia n. 70/68 del 09.08.1968, conseguentemente le descritte unità immobiliari furono oggetto di un intervento di ristrutturazione finalizzato alla fusione, con opere realizzate senza alcuna autorizzazione, quindi in forma abusiva. ABITABILITÀ E AGIBILITÀ: Rilasciata dal Sindaco del Comune di Lamezia Terme in data 19.10.1989 prot. n.367. PREZZO BASE: € 421.436,38 (euro quattrocentoventunomila-quattrocentotrentasei virgola trentotto). LOTTO N.2 In territorio del Comune di Lamezia Terme, sezione S.Eufemia, località “Prato”: magazzino-deposito, con annessa abitazione coloniale, avente una superficie

Info - 0961.023931

utile totale di mq. 564,93 (di cui mq.415,32 adibiti a magazzino-deposito e i restanti mq.149,61 adibiti ad abitazione coloniale). Il descritto fabbricato risulta accatastato solo parzialmente ed è stato oggetto di ampliamento abusivo con sconfinamento sulla particella limitrofa . L’immobile presenta abusi edilizi condonabili e il cui costo di sanatoria (euro 111.049,48) è già stato valutato ai fini della determinazione del prezzo base. DATI CATASTALI: Lamezia Terme, Sezione Sant’Eufemia, foglio di mappa n. 47 particella 379, Contrada Prato, n.1, piano T., zona censuaria 1°, Categoria C/2, classe 1°, Consistenza 316 mq., superficie catastale 316 mq., rendita catastale € 440,64. Il descritto manufatto è stato edificato su terreno di cui risulta concedente il Comune di San Pietro a Maida e livellario il dante causa degli esecutati. Il bene verrà affrancato (ai sensi della Legge Regionale n.18 del 21 agosto 2007) prima del decreto di trasferimento a cura della procedura e con spese, in seguito quantificate, da versare a cura dell’offerente unitamente al saldo del prezzo. REGOLARITÀ EDILIZIO–URBANISTICHE: Il fabbricato è abusivo. ABITABILITÀ E AGIBILITÀ: Nessuna. PREZZO BASE D’ASTA: € 257.410,71 (euro duecentocinquantasettemila-quattrocento dieci virgola settantuno) AVVISA ALTRESÌ Che nelle ipotesi in cui: -non siano proposte offerte di acquisto entro il termine stabilito; -le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; -si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, comma 3, c.p.c.; -la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; avrà luogo la vendita con incanto dei medesimi beni nelle seguenti date e luoghi: 30 luglio 2012 alle ore 10,00, Palazzo di Giustizia di Lamezia Terme, piazza della Repubblica, presso i locali dell’Associazione. LOTTO N.1 PREZZO BASE: € 421.436,38 (euro quattrocentoventunomila-quattrocentotrentasei virgola trentotto) CAUZIONE € 42.143,64 (euro quarantaduemilacentoquarantatre virgola sessantaquattro) AUMENTO MINIMO € 21.071,82 (euro ventunomilazerosettantuno virgola ottantadue) LOTTO N.2 PREZZO BASE: € 257. 410,71 (euro duecentocinquantasettemilaquattrocento dieci virgola settantuno) CAUZIONE € 25.741,07 (euro venticinquemilasettecentoquarantuno virgola zerosette) AUMENTO MINIMO € 12.870,53 (euro dodicimilaottocentosettanta virgola cinquantatre). In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilascio del prezzo. L’immobile di cui al lotto n.1 viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti e diritti proporzionali sulle parti dell’edificio che devono ritenersi comuni a norma di legge (regolamento di condominio). L’immobile di cui al lotto n.2 viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza alcuna garanzia per evizione, molestie e pretese di eventuali conduttori; con gli accessori, dipendenze, pertinenze, servitù attive e passive esistenti, in particolare con il vincolo di natura paesaggistica ed il vincolo di affrancazione. Entrambi i beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell’esperto ing. Giovambattista Chirillo, che può essere consultata dall’offerente (ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni) sul sito internet www.portaleaste.com, su “Il Domani” (Edizione Regionale) e presso i locali della “Associazione Notarile Procedure Esecutive di Lamezia Terme” siti negli uffici giudiziari del Tribunale di Lamezia Terme.. E’ possibile chiedere un finanziamento pari al 70/80% del prezzo base agli Istituti di credito che hanno aderito all’intesa con il Tribunale di Lamezia Terme, ossia: Banca Carime, San Paolo IMIBanco di Napoli, Banca Popolare di Crotone, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Catanzaro, a cui potranno rivolgersi direttamente. I mutui saranno garantiti da ipoteca da iscrivere sullo stesso immobile posto in vendita. Maggiori informazioni potranno essere chieste alle banche interessate. Se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione verrà immediatamente restituita dopo la chiusura della gara, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare alla medesima, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo: in tale caso la cauzione è restituita solo nella misura dei 9/10 (nove decimi) dell’intero e la restante parte è trattenuta come somma rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. In caso di dubbi sulla sussistenza dei motivi giu-


10 stificati per la mancata partecipazione alla gara, l’offerente si rivolgerà al Giudice, che disporrà in merito alla restituzione dell’intera cauzione o respingerà la relativa domanda. A norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora gli immobili si trovino nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria, entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E.. Custode giudiziario dei peni sottoposti a vendita è il dott. Cosentino Paolo, con studio in Lamezia Terme, Vico 1° Garibaldi n.4 (tel.0968/448823), cui tutti gli interessati potranno rivolgersi per visitare i beni. Il presente “avviso di vendita” in estratto sarà affisso presso l’Albo dell’Ufficio Giudiziario del Tribunale di Lamezia Terme. La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle «Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate» allegate al presente avviso. Lamezia Terme, lì 10 maggio 2012 il professionista delegato dottor Gianluca Perrella notaio CONDIZIONI GENERALIIN MATERIA DI VENDITE IMMOBILIARI DELEGATE Quanto alla vendita senza incanto: Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa contenente domanda di partecipazione in regola con il bollo, entro le ore 12,00 del giorno 4 luglio 2012. Sulla busta dovranno essere indicate le sole generalità di chi presenta l’offerta, che può anche essere persona diversa dall’offerente, il nome del giudice dell’esecuzione, il nome del professionista delegato, la data della vendita e il numero della procedura. Nessuna altra indicazione – né il bene per cui è stata fatta l’offerta o altro – deve essere apposta sulla busta. Il termine di versamento del saldo prezzo, nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione. L’offerta dovrà contenere: - Il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile, il quale dovrà anche presentarsi alla udienza fissata per la vendita. Non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta. Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art.179, co. 1°, lett. f, codice civile, quella del coniuge non acquirente di cui al 2° co. della medesima disposizione normativa. In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del Giudice Tutelare. Se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri ovvero la procura o l’atto di nomina che giustifichi i poteri. - I dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta. - L’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita, a pena di esclusione. - L’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva n.60/2008 R.E.”, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. Nessuna somma sarà richiesta, in questa fase quale fondo spese. L’offerta presentata è irrevocabile. L’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata di persona, o a mezzo di mandatario munito di procura speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata che dovrà essere depositata contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art.583. co.1°, c.p.c.. I procuratori legali possono fare offerte per persona da nominare. In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta, ovvero, in mancanza, entro 60 giorni dall’aggiudicazione mediante due distinti assegni circolari non trasferibili intestati a “notaio Gianluca Per-

Venerdì 18 Maggio 2012

rella procedura esecutiva 60/2008 R.E.”, uno quale differenza prezzo di aggiudicazione e uno pari al venti per cento del prezzo stesso quale presumibile importo per spese. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla base della offerta più alta. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere – ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore – per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Gli immobili saranno venduti liberi da tutte le formalità pregiudizievoli. Le formalità gravanti sugli immobili saranno cancellate a cura e spese dell’aggiudicatario. Se gli immobili sono occupati dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione sarà effettuata a cura del Custode Giudiziario. Ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge. Quanto alla vendita con incanto, ferme le disposizioni sopra indicate, se compatibili, valgono le norme di cui agli artt. 576, 580, 584 e 585 c.p.c.. Gli offerenti dovranno dichiarare la propria residenza nel Circondario del Tribunale di Lamezia Terme o eleggere domicilio in Lamezia Terme. Quanto alla vendita con incanto: Ogni offerente dovrà depositare presso l’Associazione Notarile Procedure Esecutive presso il Tribunale di Lamezia Terme entro le ore 12,00 del giorno 25 luglio 2012 busta chiusa contenente domanda di partecipazione in carta legale. La domanda dovrà contenere: a)- se persona fisica: - cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio e residenza, stato civile, recapito telefonico del richiedente; in caso lo stesso sia coniugato, il suo regime patrimoniale, con indicazione – qualora coniugato in regime di comunione legale – delle generalità del coniuge. Alla domanda dovranno essere allegate copie fotostatiche di un valido documento di identità e del codice fiscale (anche del coniuge se in regime di comunione legale). Qualora detta persona fisica dovesse partecipare in qualità di titolare di omonima ditta individuale, dovrà essere indicata la partita IVA e all’offerta dovrà essere altresì allegata una recente visura camerale della ditta stessa. b)- se società o ente: dati identificativi, inclusa la partita IVA e/o codice fiscale, recapito telefonico, nonché nome, cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante. Alla domanda dovranno essere allegati sia una recente visura camerale (dalla quale risulti lo stato della società o ente ed i poteri conferiti all’offerente in udienza) sia copia fotostatica di un valido documento di identità di detto offerente. c)- assegno circolare non trasferibile pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta, a titolo di cauzione, intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 60/2008 R.E.”. Si precisa che in caso di mancata aggiudicazione, detto assegno sarà restituito immediatamente. Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto entro il termine perentorio di 10 giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi 10 giorni senza offerte in aumento. Divenuta definitiva l’aggiudicazione dovrà essere versata nei sessanta giorni successivi la differenza del prezzo di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 60/2008 R.E.” nonché il venti per cento del prezzo di aggiudicazione sempre mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “notaio Gianluca Perrella procedura esecutiva 60/2008 R.E.” quale presumibile importo per spese. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma

pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al Giudice dell’Esecuzione. ***** UFFICIO FALLIMENTARE AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 2/2008 Il Giudice delegato al Fallimento n. 2/2008; Visti gli artt. 569, 571, 576, come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, e dall'art. 108 L.F.; Con ordinanza del 24.04.2012 ha disposto la vendita all’incanto, al prezzo base di €. 75.000,00 del seguente bene immobile: LOTTO UNICO: “Appezzamento di terreno a destinazione industriale di mq. 4815 in Maida, località Quota Barile, recintato con muro in cemento armato con sovrastante ringhiera in ferro, riportato al NCT di detto comune al foglio 1, p.lla 98”. Essa deve avere luogo al prezzo sopraindicato di euro 75.000,00; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5% del prezzo base; Ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1°, c.p.c., tranne il debitore (fallito), è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma l, c.p.c.); ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento: non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alla curatela del fallimento “R.F. 2/2008”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario: nel

Info - 0961.023931

caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all' art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSA per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 09 luglio 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 10 luglio 2012, ore 09:30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, cosi come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal fallito - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni: l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla Curatela del Fallimento “R.F. 2/2008” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.d.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.AVVERTE fin d'ora gli interessati che, ove all'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente l'art. 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, provvedendo in quello stesso contesto sull'eventuale fissazione di una nuova vendita. Lamezia Terme, 26.04.2012 Il Funzionario Giudiziario (DOTT.SSA LEONILDE BONADDIO)


12 il Domani dello Sport Venerdì 18 maggio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE Metz-Tours

BW Linz-First Vienna

«1»

«1»

2.00

4.60

SPAGNA Liga Adelante

Per il Deportivo la festa è rimandata inattesa retrocessione in Liga Adelante del Villarreal ha fatto tirare un sospiro di sollievo a Guadalajara e Girona che ora vedono vicina la salvezza. Cartagena e Alcoyano tengono accesa la speranza salvezza. Il Cartagena fa visita al tranquillo Huesca che pare aver mollato: è un «2» da tentare. L’Alcoyano è probabile vittima di un Celta Vigo che sta portando avanti un duello con il Valladolid per volare in Liga. Gara da «1» e «Over». Anche il Girona avrà vita dura contro un Cordoba alla ricerca dei punti sicurezza per i playoff. E’ da provare la «X». Infine è probabile che il Guadalajara riesca a portar via punti dalla trasferta di Elche contro una formazione senza più obbiet-

L’

tivi. E’ «X2». Per il Deportivo potrebbe essere arrivato già il giorno della festa in caso di vittoria e di mancato successo da parte di una tra Celta e Valladolid. E non è detto che a Xerex visto il largo vantaggio, non si accontenti di un punto: «X» da provare. Il Valladolid, non avrà problemi con il Sabadell: «1» fisso. In chiave play-off fari sullo scontro tra Almeria ed Alcorcon. Piace l’«X2». L’Hercules chiede strada al Las Palmas e la dovrebbe ottenere: «2».

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

D. LA CORUNA CELTA VIGO VALLADOLID ALCORCON HERCULES CORDOBA ALMERIA ELCHE BARCELLONA B NUMANCIA LAS PALMAS VILLARREAL B RECR. HUELVA XEREZ SABADELL MURCIA HUESCA GUADALAJARA GIRONA CARTAGENA ALCOYANO GIMNASTIC

82 75 75 66 65 64 58 54 53 51 49 49 46 46 46 46 45 40 39 34 34 30

26 23 21 19 20 18 14 16 14 13 13 13 12 12 11 13 12 11 9 7 8 6

69 73 63 54 53 47 57 52 55 48 51 49 48 44 42 45 45 42 51 29 42 33

17 13 12 12 11 12 8 8 9 11 9 7 6 7 9 7 7 7 7 5 5 3

IL TURNO PRECEDENTE Alcorcon - Elche Alcoyano - Murcia Barcellona B - Valladolid Cartagena - Xerez D. La Coruna - Las Palmas Gimnastic - Girona Guadalajara - Celta Vigo Hercules - Numancia Recr. Huelva - Cordoba Sabadell - Almeria Villarreal B - Huesca

CELTA VIGO Il pronostico di TS Celta - Alcoyano 1/Over Las Palmas - Hercules 2 Valladolid - Sabadell 1

Le possibili sorprese Xerez - Dep. La Coruna Huesca - Cartagena

I nostri consigli di gioco

X 2

38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38 38

HERCULES BARCELLONA B SABADELL CARTAGENA ALCORCON GUADALAJARA ALCOYANO XEREZ GIMNASTIC

GIRONA BARCELLONA B SABADELL ALCORCON GUADALAJARA ALCOYANO GIMNASTIC CORDOBA VILLARREAL B RECR. HUELVA

LAS PALMAS RECR. HUELVA XEREZ HUESCA VILLARREAL B CARTAGENA D. LA CORUNA HERCULES ELCHE BARCELLONA B

MURCIA HERCULES BARCELLONA B SABADELL ALCORCON GUADALAJARA ALCOYANO GIMNASTIC HUESCA CORDOBA

VALLADOLID HUESCA VILLARREAL B CARTAGENA D. LA CORUNA HERCULES BARCELLONA B SABADELL RECR. HUELVA ALCORCON

3-1 1-3 1-2 0-0 3-1 1-1 0-3 1-3 0-1 2-1 4-2

4 6 12 9 5 10 16 6 11 12 10 10 10 10 13 7 9 7 12 13 10 12

8 9 5 10 13 10 8 16 13 13 15 15 16 16 14 18 17 20 17 18 20 20

IL TURNO SUCCESSIVO Almeria - Alcorcon 19-05 “ “ Celta Vigo - Alcoyano “ “ Elche - Guadalajara Girona - Cordoba “ “ Huesca - Cartagena “ “ Las Palmas - Hercules “ “ Villarreal B - Recr. Huelva “ “ Murcia - Gimnastic 20-05 Numancia - Barcellona B “ “ Valladolid - Sabadell “ “ Xerez - D. La Coruna “ “

75 ALCOYANO 0-1 ▼ 4-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 3-0 ▲ 3-0 ▲ . . .

GUADALAJARA RECR. HUELVA GIMNASTIC CORDOBA GIRONA MURCIA CELTA VIGO HERCULES ELCHE

39 CORDOBA 1-1 = 3-2 ▲ 0-0 = 4-1 ▲ 5-1 ▲ 1-1 = . . .

40 35 32 38 38 39 43 49 48 48 54 55 47 52 55 60 59 71 58 52 68 51

SABADELL ALCORCON GUADALAJARA ALCOYANO GIMNASTIC RECR. HUELVA GIRONA CARTAGENA MURCIA

34 0-1 ▼ 3-1 ▲ 0-2 ▼ 3-3 = 1-5 ▼ 1-3 ▼ . . .

64 0-0 = 0-2 ▼ 3-2 ▲ 3-3 = 4-2 ▲ 1-0 ▲ . . .

RETI F S

ALMERIA VILLARREAL B CARTAGENA D. LA CORUNA HERCULES BARCELLONA B SABADELL ALCORCON NUMANCIA GUADALAJARA

ELCHE CARTAGENA D. LA CORUNA HERCULES BARCELLONA B SABADELL ALCORCON GUADALAJARA LAS PALMAS ALCOYANO

HUESCA VALLADOLID NUMANCIA LAS PALMAS XEREZ RECR. HUELVA VILLARREAL B CARTAGENA MURCIA D. LA CORUNA

65

MURCIA CELTA VIGO ELCHE ALMERIA VALLADOLID NUMANCIA LAS PALMAS ALCOYANO XEREZ

6-2 ▲ 1-0 ▲ 3-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 1-3 ▼ . . .

ALMERIA VALLADOLID NUMANCIA LAS PALMAS XEREZ HUESCA RECR. HUELVA GIRONA CARTAGENA

30

NUMANCIA

46 GIMNASTIC 2-6 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-3 ▼ 2-2 = 3-1 ▲ . . .

ALCORCON GUADALAJARA ALCOYANO RECR. HUELVA CORDOBA GIRONA MURCIA D. LA CORUNA CELTA VIGO

75 SABADELL 3-0 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 2-1 ▲ . . .

CORDOBA GIRONA MURCIA CELTA VIGO ELCHE ALMERIA VALLADOLID ALCORCON NUMANCIA

0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 2-2 = 2-4 ▼ 1-1 = . . .

46 0-0 = 2-3 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

FUORI N P

2 1 45 19 9 1 4 42 15 10 4 2 30 14 9 5 2 31 12 7 2 7 28 22 9 6 1 31 13 6 8 2 30 17 6 2 8 27 24 8 4 7 33 26 5 4 4 29 17 2 6 4 27 19 4 6 6 32 31 6 6 8 26 25 6 5 7 26 26 5 7 4 28 25 2 3 8 21 30 6 6 6 20 22 5 2 10 21 31 4 7 4 27 21 2 8 7 17 25 2 7 7 21 28 3 6 10 15 23 3

49 HERCULES 0-0 = 0-2 ▼ 1-3 ▼ 4-1 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ . . .

V

VILLARREAL B

XEREZ HUESCA VILLARREAL B CARTAGENA D. LA CORUNA HERCULES BARCELLONA B ALMERIA SABADELL

XEREZ NUMANCIA LAS PALMAS RECR. HUELVA HUESCA VILLARREAL B CARTAGENA D. LA CORUNA CELTA VIGO HERCULES

2 5 8 4 3 4 8 4 7 8 4 4 4 5 6 4 3 5 5 5 3 6

7 5 3 8 6 9 6 8 6 9 11 9 8 9 10 10 11 10 13 11 13 10

RETI F S 24 31 33 23 25 16 27 25 22 19 24 17 22 18 14 24 25 21 24 12 21 18

21 20 18 26 16 26 26 25 22 31 35 24 22 26 30 30 37 40 37 27 40 28

REGOLAMENTO

Promosse le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ai play-off. Retrocedono le ultime 4. A pari di punti valgono gli scontri diretti. N.B.: Barcellona B e Villarreal B non possono essere promosse né fare i playoff, a meno che la 1ª squadra non retroceda dalla Liga: in tal caso, però, Barcellona B e/o Villarreal B retrocederebbero d’ufficio se non arrivassero tra le prime 3.

66

58 ALCORCON 0-0 = 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

GIMNASTIC CORDOBA GIRONA MURCIA CELTA VIGO ELCHE ALMERIA SABADELL VALLADOLID

2-0 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 3-0 ▲ 0-3 ▼ 3-1 ▲ . . .

54 GUADALAJARA 40 2-1 ▲ 3-4 ▼ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ . . .

ALCOYANO GIMNASTIC CORDOBA GIRONA MURCIA CELTA VIGO ELCHE BARCELLONA B ALMERIA

1-0 ▲ 1-0 ▲ 2-3 ▼ 1-4 ▼ 2-2 = 0-3 ▼ . . .

34

45 CARTAGENA 0-3 ▼ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 2-1 ▲ 0-2 ▼ 2-4 ▼ . . .

ALMERIA VALLADOLID NUMANCIA CELTA VIGO LAS PALMAS XEREZ HUESCA CORDOBA VILLARREAL B

49 RECR. HUELVA 0-0 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-4 ▼ 1-0 ▲ 4-2 ▲ . . .

LAS PALMAS ALCOYANO XEREZ GIMNASTIC HUESCA CORDOBA VILLARREAL B VALLADOLID GIRONA

1-1 1-2 2-1 1-1 2-1 0-0

= ▼ ▲ = ▲ = . . .

46 0-0 = 1-3 ▼ 1-3 ▼ 2-2 = 2-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

51 BARCELLONA B 53 2-2 = 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-3 ▼ 3-1 ▲ . . .

GIRONA MURCIA CELTA VIGO ELCHE ALMERIA VALLADOLID NUMANCIA GUADALAJARA LAS PALMAS

46 D. LA CORUNA 2-2 = 2-0 ▲ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-0 = . . .

CELTA VIGO ELCHE ALMERIA VALLADOLID NUMANCIA LAS PALMAS XEREZ GIMNASTIC HUESCA

1-1 = 1-0 ▲ 1-4 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

82 3-2 ▲ 4-3 ▲ 0-2 ▼ 1-1 = 3-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

Statistiche

Las Palmas re del «Goal», il Cordoba è a quota 24 «Under» «UNDER» Cordoba Gimnastic Hercules Cartagena Girona Villarreal B Alcorcon Almeria Las Palmas Numancia Recr. Huelva Sabadell Valladolid Barcellona B Elche Murcia Celta Vigo Huesca Xerez Alcoyano D. La Coruna Guadalajara

24 23 22 21 21 21 20 20 19 19 19 19 19 18 18 18 17 17 17 16 15 15

(12-12) (13-10) (11-11) (12-9) (13-8) (8-13) (11-9) (9-11) (11-8) (10-9) (11-8) (9-10) (8-11) (9-9) (6-12) (8-10) (8-9) (11-6) (7-10) (9-7) (5-10) (8-7)

«OVER» D. La Coruna Guadalajara Alcoyano Celta Vigo Huesca Xerez Barcellona B Elche Murcia Las Palmas Numancia Recr. Huelva Sabadell Valladolid Alcorcon Almeria Cartagena Girona Villarreal B Hercules Gimnastic Cordoba

23 23 22 21 21 21 20 20 20 19 19 19 19 19 18 18 17 17 17 16 15 14

(15-8) (11-12) (10-12) (10-11) (8-13) (12-9) (11-9) (12-8) (10-10) (8-11) (9-10) (9-10) (11-8) (10-9) (8-10) (9-9) (8-9) (5-12) (11-6) (9-7) (6-9) (7-7)

«GOAL» Las Palmas Almeria Girona Valladolid Alcoyano Barcellona B Huesca Sabadell D. La Coruna Murcia Numancia Recr. Huelva Xerez Celta Vigo Guadalajara Villarreal B Cartagena Elche Hercules Alcorcon Cordoba Gimnastic

25 24 23 22 21 21 21 21 20 20 20 20 20 19 19 19 17 17 16 15 15 15

(11-14) (11-13) (10-13) (11-11) (10-11) (11-10) (8-13) (12-9) (14-6) (9-11) (6-14) (12-8) (10-10) (8-11) (11-8) (11-8) (10-7) (8-9) (8-8) (8-7) (9-6) (7-8)

«NO GOAL» Alcorcon Cordoba Gimnastic Hercules Cartagena Elche Celta Vigo Guadalajara Villarreal B D. La Coruna Murcia Numancia Recr. Huelva Xerez Alcoyano Barcellona B Huesca Sabadell Valladolid Girona Almeria Las Palmas

23 23 23 22 21 21 19 19 19 18 18 18 18 18 17 17 17 17 16 15 14 13

(11-12) (10-13) (12-11) (12-10) (10-11) (10-11) (10-9) (8-11) (8-11) (6-12) (9-9) (13-5) (8-10) (9-9) (9-8) (9-8) (11-6) (8-9) (7-9) (8-7) (7-7) (8-5)


Venerdì 18 maggio 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE UNGHERIA Borsodi Liga

Debrecen, obiettivi Coppa e Champions

Il pronostico di TS Gyor - Pecsi

1/Over

Videoton-Lombard P. No Goal Vasas - Kaposvar

1

La possibile sorpresa Honved - Debrecen 1/Over

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(28ª GIORNATA)

(29ª GIORNATA) Gyor - Pecsi 18-05 Kecskemeti - Ujpest “ “ Ferencvaros - Siofok 19-05 Haladas - Diosgyor 20-05 Honved - Debrecen “ “ Vasas - Kaposvar “ “ Videoton - Lombard Papa “ “ Zalaegerszegi - Paks “ “

Paks - Vasas 2-1 PARTITE DAL 11-05 AL 13-05 Debrecen - Pecsi 4-0 Kaposvar - Haladas 1-1 Lombard Papa - Kecskemeti 1-0 Siofok - Zalaegerszegi 2-0 Ujpest - Ferencvaros 1-1 Diosgyor - Honved 2-1 Videoton - Gyor 2-1

34 SIOFOK

FERENCVAROS VASAS ZALAEGERSZEGI GYOR KECSKEMETI VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS

1-0 3-2 2-2 2-1 0-2 0-2 1-1

▲ ▲ = ▲ ▼ ▼ = . .

DIOSGYOR DEBRECEN PECSI HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS KECSKEMETI

1-0 1-1 2-1 1-3 0-2 0-1 2-0

Classifica

PT G

PARTITE V N P

DEBRECEN VIDEOTON GYOR HONVED KECSKEMETI PAKS DIOSGYOR HALADAS FERENCVAROS PECSI SIOFOK UJPEST LOMBARD PAPA KAPOSVAR VASAS ZALAEGERSZEGI

68 60 57 43 41 41 40 35 34 34 33 31 30 29 24 12

20 8 0 59 18 11 19 3 6 54 19 12 18 3 7 51 31 12 12 7 9 44 34 8 12 5 11 46 38 8 11 8 9 42 48 6 12 4 12 38 39 9 8 11 9 37 34 6 9 7 12 29 31 4 8 10 10 33 43 5 8 9 11 29 39 7 8 7 13 34 44 7 8 6 14 26 36 6 5 14 9 31 41 5 5 9 14 27 47 5 1 9 18 23 61 0

33

HALADAS

KECSKEMETI VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR DIOSGYOR DEBRECEN

= ▲ ▼ ▼ ▼ ▲ . .

2-0 ▲ 2-1 ▲ 2-2 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-2 ▼ . .

LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR DIOSGYOR DEBRECEN GYOR HONVED

3 0 0 3 2 6 0 6 5 5 4 3 2 8 4 9

40 36 34 24 23 25 24 24 13 20 15 27 13 24 18 10

14 7 13 14 12 19 15 15 12 17 8 20 12 18 16 21

KECSKEMETI HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS GYOR VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK

40

FUORI N P

V

9 7 6 4 4 5 3 2 5 3 1 1 2 0 0 1

5 0 3 4 3 5 4 6 3 7 2 7 4 7 5 7 2 7 5 6 5 8 4 9 4 8 6 8 5 9 0 13

RETI F S 19 18 17 20 23 17 14 13 16 13 14 7 13 7 9 13

4 12 18 20 26 29 24 19 19 26 31 24 24 23 31 40

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Ungheria. Retrocedono le ultime 2. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

31

41 UJPEST 2-2 4-2 2-0 1-2 2-0 0-2 0-1

= ▲ ▲ ▼ ▲ ▼ ▼ . .

DEBRECEN PECSI HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS KECSKEMETI VIDEOTON

1-5 0-0 2-0 1-1 2-0 1-1 1-1

VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR DIOSGYOR DEBRECEN PECSI

0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ . .

▼ = ▲ = ▲ = = . .

68

43 DEBRECEN

HONVED

0-1 ▼ 1-2 ▼ 2-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ . .

SIOFOK PAKS KAPOSVAR GYOR DEBRECEN PECSI HONVED HALADAS VASAS

0 2 2 3 4 2 5 2 5 4 3 4 6 1 5 5

RETI F S

34

35 DIOSGYOR 2-2 = 2-2 = 0-1 ▼ 1-1 = 2-0 ▲ 5-0 ▲ 1-1 = . .

IN CASA V N P

0-0 = 0-0 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-4 ▼ . .

57 PECSI

GYOR ZALAEGERSZEGI KAPOSVAR FERENCVAROS DIOSGYOR KECSKEMETI DEBRECEN VIDEOTON PECSI LOMBARD PAPA

28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28

RETI F S

5-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 3-0 ▲ 2-0 ▲ 2-1 ▲ 4-0 ▲ . .

UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR DIOSGYOR GYOR PECSI HONVED HALADAS

«UNDER» Ferencvaros Lombard Papa Siofok Zalaegerszegi Ujpest Videoton Debrecen Haladas Kaposvar Diosgyor Vasas Gyor Honved

18 18 18 18 16 16 15 15 15 14 14 12 12

(9-9) (10-8) (11-7) (12-6) (7-9) (7-9) (4-11) (6-9) (7-8) (6-8) (7-7) (5-7) (7-5)

«OVER» Kecskemeti Gyor Honved Paks Pecsi Diosgyor Vasas Debrecen Haladas Kaposvar Ujpest Videoton Ferencvaros

17 (6-11) 16 (9-7) 16 (7-9) 16 (8-8) 16 (8-8) 14 (8-6) 14 (7-7) 13 (10-3) 13 (8-5) 13 (7-6) 12 (7-5) 12 (7-5) 10 (5-5)

«GOAL» Paks Pecsi Zalaegerszegi Diosgyor Gyor Haladas Honved Kaposvar Kecskemeti Siofok Ujpest Vasas Debrecen

17 17 17 16 16 16 16 16 16 14 14 14 13

(11-6) (10-7) (9-8) (7-9) (8-8) (9-7) (7-9) (9-7) (5-11) (3-11) (10-4) (7-7) (9-4)

«NO GOAL»

24 KAPOSVAR

VASAS FERENCVAROS KECSKEMETI VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR DIOSGYOR

0-1 ▼ 2-4 ▼ 1-4 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ . .

PAKS GYOR DIOSGYOR DEBRECEN PECSI HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI

29

VIDEOTON

0-0 = 1-2 ▼ 3-2 ▲ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 1-1 = . .

HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS KECSKEMETI GYOR LOMBARD PAPA UJPEST

1-0 2-2 4-1 2-0 2-0 2-0 2-1

60 LOMBARD PAPA 30

ZALAEGERSZEGI 12 PAKS

GYOR FERENCVAROS KECSKEMETI VIDEOTON LOMBARD PAPA UJPEST SIOFOK PAKS KAPOSVAR

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ . .

Veikkausliiga IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(8ª GIORNATA)

Hjk - Honka No Goal Mariehamn - Inter Turku Goal Turku Ps - JJK Goal MyPa - Vaasa 1

HJK HELSINKI TURKU PS JARO MYPA INTER TURKU KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI

MARIEHAMN KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA INTER TURKU TURKU PS JARO

21-05 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “

La possibile sorpresa Jaro - Lahti

18 HONKA 1-3 ▼ 4-1 ▲ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS HAKA

11 INTER TURKU 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ 2-5 ▼ . . .

MYPA LAHTI JARO HJK HELSINKI JJK JYVASKYLA KUPS MARIEHAMN HAKA TURKU PS

0-0 0-2 1-0 1-1 0-1 2-0 1-0

= ▼ ▲ = ▼ ▲ ▲ . .

0-2 2-3 0-2 0-2 1-0 1-1 0-2

▼ ▼ ▼ ▼ ▲ = ▼ . .

KAPOSVAR DIOSGYOR DEBRECEN PECSI HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS

0-0 2-1 0-0 2-1 2-1 0-5 2-1

= ▲ = ▲ ▲ ▼ ▲ . .

19 17 16 15 14 14 14 12 12 12 12 12 12

(10-9) (9-8) (10-6) (5-10) (11-3) (4-10) (7-7) (7-5) (6-6) (5-7) (7-5) (5-7) (9-3)

«UNDER»

FINLANDIA HJK Helsinki - Honka Jaro - Lahti KuPS - Haka Mariehamn - Inter Turku MyPa - Vaasa PS Turku PS - JJK Jyvaskyla

PECSI HONVED HALADAS VASAS ZALAEGERSZEGI FERENCVAROS KECSKEMETI VIDEOTON GYOR

=

41

Videoton Ferencvaros Lombard Papa Debrecen Siofok Ujpest Vasas Diosgyor Gyor Haladas Honved Kaposvar Kecskemeti

2

8 1-2 ▼ 0-2 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

18 2-0 ▲ 5-0 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ . . .

Classifica

PT

INTER TURKU HJK HELSINKI MYPA TURKU PS MARIEHAMN JJK JYVASKYLA LAHTI VAASA PS HONKA HAKA JARO KUPS

18 18 15 13 11 10 9 8 8 6 4 3

JARO HJK HELSINKI KUPS INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN

MYPA JARO INTER TURKU HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA

PARTITE G V N P 7 8 7 7 7 7 7 7 7 7 7 8

6 6 5 4 3 3 3 2 2 2 1 0

0 0 0 1 2 1 0 2 2 0 1 3

1 2 2 2 2 3 4 3 3 5 5 5

RETI F S 15 16 10 9 10 13 7 7 5 9 4 6

4 7 6 5 10 13 12 8 8 11 13 14

HONKA VAASA PS INTER TURKU JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI

2-1 ▲ 1-2 ▼ 0-5 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

8

15 VAASA PS 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

INTER TURKU LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS

3 4 3 3 1 2 3 1 1 1 1 0

9

4 LAHTI 1-4 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 1-4 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

IN CASA V N P

0-2 2-1 2-0 1-2 0-1 1-1

▼ ▲ ▲ ▼ ▼ = . . .

0 0 0 0 2 0 0 1 1 0 0 2

RETI F S

0 6 0 11 0 6 1 6 0 3 2 8 1 5 2 4 2 3 2 4 2 1 2 4

2 3 1 2 1 9 6 6 6 4 2 8

KUPS MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI INTER TURKU HAKA HONKA VAASA PS

TURKU PS HJK HELSINKI KUPS HAKA HONKA VAASA PS LAHTI JJK JYVASKYLA MARIEHAMN INTER TURKU

FUORI V N P 3 2 2 1 2 1 0 1 1 1 0 0

0 0 0 1 0 1 0 1 1 0 1 1

1 2 2 1 2 1 3 1 1 3 3 3

RETI F S

REGOLAMENTO La vincente in

9 2 Champions League. 5 4 La 2ª e la 3ª in Europa League 4 5 insieme alla vincen3 3 te della Coppa di 7 9 Finlandia (l’HJK 5 4 lascia il posto alla 2 6 finalista KuPS). 3 2 Retrocede diretta2 2 mente l’ultima. In 5 7 caso di arrivo a pari 3 11 punti si tiene conto 2 6 della differenza reti.

6

3 HAKA 1-1 = 1-1 = 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

JJK JYVASKYLA MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA HJK HELSINKI KUPS INTER TURKU HONKA

4-1 ▲ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 4-1 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

Turku PS Honka Jaro Vaasa PS Haka KuPS Mariehamn MyPa HJK Helsinki

6 5 5 5 4 4 4 4 3

(3-3) (3-2) (3-2) (2-3) (2-2) (1-3) (3-1) (2-2) (1-2)

«OVER» JJK Jyvaskyla KuPS HJK Helsinki Mariehamn Vaasa PS Haka Honka Inter Turku Jaro

5 5 4 4 4 3 3 3 3

(3-2) (3-2) (3-1) (1-3) (3-1) (1-2) (2-1) (2-1) (0-3)

«GOAL» JK Jyvaskyla KuPS HJK Helsinki Mariehamn Vaasa PS Haka Honka Inter Turku Jaro

5 5 4 4 4 3 3 3 3

(3-2) (3-2) (3-1) (1-3) (3-1) (1-2) (2-1) (2-1) (0-3)

13 JJK JYVASKYLA 10 3-1 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

HAKA HONKA VAASA PS LAHTI INTER TURKU MARIEHAMN TURKU PS JARO MYPA

1-4 2-0 0-2 2-1 1-2 5-2

«NO GOAL»

▼ ▲ ▼ ▲ ▼ ▲ . . .

Turku PS HJK Helsinki Haka Honka Inter Turku Jaro Lahti MyPa KuPS

5 4 4 4 4 4 4 4 3

(3-2) (1-3) (2-2) (2-2) (1-3) (3-1) (3-1) (2-2) (1-2)


14 il Domani dello Sport Venerdì 18 maggio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ARGENTINA Clausura

Turno rebus, il Velez è l’unica certezza i tutte le partite della D 15ª giornata ce n’è solo una (!) in cui sussiste

limpo, fanalino di coda potrebbe riservare all’Independiente imponendouna quota inferiore alla gli il Pari da 3.10. Per sicupari, l’1,75 del del Velez sul rezza cautelarsi con «X2». Belgrano. Per il resto, Il pronostico di TS regna l’equilibrio, con buone chances per Boca, Velez-Belgrano 1 Independiente e EstudianX2 tes. L’All Boys affronta il Racing-Boca San Martin che in trasfer- Banfield-Estudiantes X2 ta segna poco e incassa Union S. Fe-S. Lorenzo Under molto: potrebbe essere un altro «1» alla pari. Atten- La possibile sorpresa zione alla sorpresa che l’O- Olimpo-Independiente X2

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(14ª GIORNATA)

(15ª GIORNATA)

Belgrano - Atl.12-05 RafaelaAL 13-05 1-1 PARTITE DAL Estudiantes - Godoy Cruz 1-0 Independiente - All Boys 0-3 Newell’s - Union Santa Fe 3-1 San Lorenzo - Olimpo 1-1 San Martin - Arsenal 1-4 Argentinos Jr - Racing 2-1 Boca - Velez 0-0 Colon - Tigre 1-1 Lanus - Banfield 2-1

ATL. RAFAELA SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON TIGRE VELEZ

VELEZ

Informazione pubblicitaria

INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON ATL. RAFAELA

Godoy Cruz - Argentinos Jr All Boys - San Martin Banfield - Estudiantes Tigre - Newell’s Atl. Rafaela - Colon Olimpo - Independiente Union Santa Fe - S. Lorenzo Velez - Belgrano Racing - Boca Arsenal - Lanus

16 COLON 3-1 ▲ 0-1 ▼ 3-2 ▲ 0-0 = 2-2 = 1-1 = . . .

LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO TIGRE ATL. RAFAELA VELEZ RACING

1-0 2-2 1-0 0-1 2-0 1-1

ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA TIGRE COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ

NEWELL’S BOCA TIGRE ARSENAL VELEZ ALL BOYS COLON LANUS ARGENTINOS JR ESTUDIANTES UNION SANTA FE SAN LORENZO BELGRANO INDEPENDIENTE ATL. RAFAELA RACING SAN MARTIN GODOY CRUZ BANFIELD OLIMPO

28 26 25 25 24 24 21 20 19 19 18 18 18 17 16 15 15 10 10 8

GODOY CRUZ NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO

BANFIELD UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA

OLIMPO

ARSENAL ALL BOYS TIGRE UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS

= ▲ ▼ ▲ = . .

2-1 0-0 1-1 1-1 0-2 1-1

PT G

21

.

24 BELGRANO 1-1 = 3-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = . . .

18-05 19-05 “ “ “ “ 20-05 “ “ “ “ “ “ 21-05 22-05

Classifica

18

RACING

SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR BOCA BELGRANO COLON

= = = ▼ = . . .

14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14 14

PARTITE V N P 8 7 7 7 6 6 5 6 5 5 4 4 4 5 4 4 4 1 2 2

4 2 5 2 4 3 4 3 6 2 6 2 6 3 2 6 4 5 4 5 6 4 6 4 6 4 2 7 4 6 3 7 3 7 7 6 4 8 2 10

RETI F S 20 23 19 19 20 14 18 15 13 15 18 15 12 18 17 14 15 7 13 14

IN CASA V N P

10 13 10 12 11 9 15 13 11 18 18 16 15 22 18 18 22 15 26 27

5 4 5 4 2 3 5 4 1 3 2 2 2 4 4 3 2 1 0 2

10 ARGENTINOS JR 19 1-1 = 0-3 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ . . .

BOCA BELGRANO COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL

10 ESTUDIANTES 2-2 = 0-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

BELGRANO COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS

1-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

19 1-2 ▼ 2-2 = 2-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

8 INDEPENDIENTE 17 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = . . .

VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S

15 BOCA 1-1 = 1-4 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 2-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

ARGENTINOS JR TIGRE BELGRANO COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD

1-1 = 4-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 1-3 ▼ 0-3 ▼ . . .

26 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 2-2 = 0-0 = . . .

1 2 1 3 3 3 2 0 4 2 4 3 5 0 1 2 1 3 4 0

1 1 1 0 2 1 1 3 2 2 0 2 1 3 2 2 4 3 3 4

RETI F S

V

11 4 13 8 13 5 10 5 6 7 7 4 11 5 11 8 4 5 7 8 9 6 8 7 8 7 11 8 13 9 8 6 6 11 3 6 5 12 10 14

3 3 2 3 4 3 0 2 4 2 2 2 2 1 0 1 2 0 2 0

ALL BOYS TIGRE OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES

TIGRE ALL BOYS BOCA OLIMPO BELGRANO UNION SANTA FE COLON NEWELL’S ATL. RAFAELA SAN LORENZO

FUORI N P 3 3 3 1 3 3 4 2 0 2 2 3 1 2 3 1 2 4 0 2

RETI F S

1 9 6 1 10 5 2 6 5 3 9 7 0 14 4 1 7 5 2 7 10 3 4 5 3 9 6 3 8 10 4 9 12 2 7 9 3 4 8 4 7 14 4 4 9 5 6 12 3 9 11 3 4 9 5 8 14 6 4 13

REGOLAMENTO In Libertadores le vincitrici di Clausura 2012 e Apertura 2013 più le migliori 2 della class. generale più la migliore argentina in Coppa Sudamericana. Le altre 6 squadre meglio piazzatesi nella generale in Sudamericana (esclusi i club retrocessi o ai play-out). Retrocedono le ultime 2 del Descenso. La 17ª e 18ª del Descenso al play-out. A pari punti, per il titolo, si disputa uno spareggio. Per il resto vale la diff. reti.

24 SAN MARTIN 2-0 ▲ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 3-0 ▲ . . .

ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE

25 NEWELL’S 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = 4-0 ▲ 1-1 = . . .

GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE TIGRE SAN LORENZO INDEPENDIENTE

UNION SANTA FE 18 SAN LORENZO BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO TIGRE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN

ARSENAL OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S SAN LORENZO INDEPENDIENTE SAN MARTIN LANUS ESTUDIANTES ARGENTINOS JR

2-2 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-4 ▼ 1-3 ▼ . . .

RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO UNION SANTA FE NEWELL’S TIGRE

25 LANUS 2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 3-1 ▲ 4-1 ▲ . . .

COLON ATL. RAFAELA VELEZ RACING GODOY CRUZ BANFIELD ARSENAL ALL BOYS OLIMPO

15 1-3 ▼ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-4 ▼ . . .

28 1-1 = 3-0 ▲ 1-1 = 1-1 = 2-1 ▲ 3-1 ▲ . . .

18 1-1 = 3-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 1-1 = . . .

20 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

Statistiche

All’A. Rafaela toccherebbe ancora Over «OVER» Atl. Rafaela Banfield Olimpo Arsenal Estudiantes San Martin Argentinos Jr Independiente Lanus Boca Tigre Godoy Cruz Velez All Boys Colon Union Santa Fe Racing Belgrano Newell’s San Lorenzo

18 (10-8) 16 (6-10) 16 (10-6) 15 (9-6) 15 (9-6) 14 (6-8) 13 (5-8) 13 (7-6) 13 (9-4) 12 (6-6) 12 (9-3) 11 (4-7) 11 (3-8) 10 (4-6) 10 (5-5) 10 (3-7) 9 (5-4) 8 (5-3) 8 (3-5) 8 (3-5)

«NO GOAL» Racing Boca Independiente Banfield Union Santa Fe All Boys Argentinos Jr Colon Lanus San Lorenzo Velez Atl. Rafaela Belgrano Newell’s San Martin Arsenal Estudiantes Tigre Godoy Cruz Olimpo

23 22 21 20 20 19 19 19 19 19 19 18 18 18 18 17 17 16 14 14

(11-12) (12-10) (11-10) (9-11) (8-12) (9-10) (11-8) (11-8) (7-12) (12-7) (11-8) (8-10) (6-12) (12-6) (11-7) (6-11) (10-7) (6-10) (8-6) (6-8)

«DISPARI» Banfield Lanus Arsenal Argentinos Jr Atl. Rafaela Estudiantes Independiente Olimpo Boca Godoy Cruz Racing San Martin Tigre All Boys San Lorenzo Belgrano Velez Colon Union Santa Fe Newell’s

21 20 18 17 17 17 17 17 16 16 16 16 16 15 15 14 14 13 12 11

(5-16) (11-9) (10-8) (7-10) (6-11) (8-9) (11-6) (10-7) (9-7) (7-9) (10-6) (10-6) (9-7) (5-10) (8-7) (7-7) (10-4) (6-7) (5-7) (5-6)



il domani