Page 1

Giovedì 18 Febbraio 2010 Anno XIII - Numero 48

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

EURO

BERTOLASO

MEZZOGIORNO

Grecia: perde diritto di voto e va verso amministrazione controllata

Bossi: spero non lo si usi per colpire il Cav, sarebbe brutto

È la Grecia d’Italia dice la Cisl il nostro Pil è tornato al 2000

di Bassi, Squillaci a pag » 25

di Angie Rucola a pag » 24

a pag » 25

Il presidente di Confindustria Calabria commenta i pessimi dati sulle Pmi diffusi dal rapporto della Banca centrale europea

De Rose denuncia: tassi troppo alti

Interviene anche Speziali con la sua proposta: «Lo Stato deve pagare i debiti che ha con le imprese» IL COMMENTO

L’acqua del Menta

La Bce dice che in Italia il peggioramento della disponibilità di finanziamenti è passato dal 26 al 29 per cento. De Rose dà la colpa alle banche, ma Speziali propone vie alternative e indica nel Piano casa calabrese la via per la ripresa. di Alessandro Caruso a pag » 5

ALLARME FRANE

di Francesco Sarica assessore comunale Reggio Calabria

L’INTERVENTO

Taglio ai treni, sarà solo colpa di Roma di Demetrio Naccari Carlizzi assessore regionale Trasporti e Bilancio

Post it per il governatore Agazio Loiero: la diga sul Menta. Quest’opera nella passata campagna elettorale regionale è stata uno dei cavalli di battaglia dell’attuale presidente della Regione e, sicuramente, molto presto, sarà al centro di nuove promesse dell’onorevole Loiero. Quattro anni dopo il solenne impegno del settembre del 2006 non solo l’acqua dell’invaso aspromontano non sgorga dai rubinetti delle abitazioni dei reggini, ma, addirittura, non esiste una previsione certa su quando ciò possa avvenire. Tutti noi ricordiamo l’enfasi con cui Loiero fece lo storico annuncio: «Entro maggio del 2008 nelle vostre case arriverà l’acqua del Menta». Macché, promessa disattesa. E non solo perché il miracolo non si è realizzato, ma perché non esiste alcun presupposto...

LAMEZIA TERME - Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, è arrivato ieri in Calabria per fare il punto sull’emergenza maltempo che ha colpito in particolare il paese di Maierato, dove oltre duemila persone sono state evacuate dal centro storico a causa di una frana. Bertolaso ha voluto parlare con i sindaci e le autorità locali.

segue a pag » 2

di Gaia Mutone alle pagg » 6 e 7

Nuova vita al turismo calabrese. Dopo oltre cinque anni di assenza di interventi nella regione, ecco di colpo due bandi di finanziamenti comunitari a favore di strutture alberghiere e villaggi turistici presenti sul nostro territorio. Il bando più appetibile, denominato"Nuovaattivitàricettiva alberghiera", stanzia 18 milioni di euro a favore delle imprese del settore che vogliano realizzare nuovi alberghi o villaggi turistici con almeno 15 camere, o che abbiano un numero di posti letto non inferiore a 30 e che abbiano una classificazione turistico-ricettiva non inferiore alle tre stelle.

Si parla molto in queste settimane della soppressione di 12 treni da Reggio Calabria, una decisione che sarebbe già stata presa da TrenItalia e applicabile dal primo di marzo; è bene precisare che, sempre ammesso che esista un provvedimento del genere, la sede principale alla quale rivolgere lagnanze per la scarsa attenzione del servizio ferroviario nazionale verso la Calabria è il Ministero dei Trasporti, che ha un contratto in scadenza con TrenItalia a fine febbraio. Sul tema si stanno facendo molte chiacchiere, polemiche sterili e prese di posizione politiche che non aiutano i calabresi e i reggini in particolare. Giova ricordare invece quale sia l’attenzione del Governo nazionale del centrodestra verso la nostra Regione: la Rfi, Rete ferroviaria italiana, società gemella di Trenitalia che cura gli investimenti sulla infrastruttura, nel 2009 ha investito solo il 13 percento del Bilancio nelle regioni a Sud di Viterbo; di questo magro bilancio, la tredicesima parte, l’un percento del budget totale di Rfi, viene investito in Calabria, secondo dati Cipe 2009. Alcune premesse di merito vanno doverosamente fatte: non si tratterebbe di soppressione di treni, bensì di razionalizzazione di alcune tratte, in partenza da Reggio Calabria sul versante jonico e tirrenico in direzione di Roma e da lì verso le città settentrionali, nonché di tratte del servizio notturno. Si parla tecnicamente di antenne, ossia servizi che applicano in più fasce orarie e da diversi territori di partenza, e che potrebbero essere razionalizzati.

a pag » 4

segue a pag » 2

Una scadenza per la determinazione dell’Irap

Bertolaso in Calabria: piano d’emergenza

Entro il 1° marzo 2010 le ditte individuali e le società di persone che vogliono esercitare, per il trienno 2010-2012, l’opzione per la determinazione dell’Irap con le regole previste per i soggetti Ires, devono trasmettereall’AgenziadelleEntrate l’apposita comunicazione. Se l’opzione non viene esercitata, la base imponibile Irap verrà determinata in base alle regole previste per il reddito di impresa. di Luana Rocca a pag » 20

Turismo: per il rilancio del settore arrivano finanziamenti comunitari per 18 milioni di euro


2

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Francesco Sarica L’acqua del Menta ... che la realtà possa cambiare, considerato che ancora i lavori non sono stati completati e che nessuno, neanche il più credente e zelante dei reggini, si affida all’evento trascendentale pur di venire a contatto con sorella acqua del Menta. Come abitanti della più grande città della Calabria ci sentiamo traditi dal Governatore, dal suo modo di promettere e non mantenere, dal suo sistema di amministrare una terra che, statistiche alla mano, si conferma l’ultima dell’Unione Europea. Forse Loiero ed il suo entourage non si rendono conto della drammatica situazione, come fa finta di non capire l’intero centrosinistra quando, al di là degli schieramenti politici, non affronta uno dei problemi vitali di una città di duecentomila abitanti costretta, per colpa di una ‘regione straniera’ a dissetarsi con l’acqua minerale. E quando un bene primario viene negato scricchiola parte del sistema, quello turistico, su cui si sta costruendo la Reggio del futuro. I bookmakers politici scommettono che durante la prossima visita in città,

L’INTERVENTO di Demetrio Naccari Carlizzi Taglio ai treni, sarà solo colpa di Roma

il Governatore reitererà la promessa dell’acqua del Menta. Ma questa volta, ne siamo certi, saranno in pochi a credere nel miracolo di Sant’Agazio Francesco Sarica

LETTERE SAUDITE

di Carlo Bassi

Micia mia: «Roba da gatti, che parrucconi...» Caro Peppe, ieri mattina ho letto un’intera pagina del Times su Beppe Bigazzi che mangiava i gatti. Ma è vero? Caro Ciccio, è vero, è vero. Ma tu sei giovane, non puoi capire. La cosa più tragica di tutta questa vicenda, come di tutte le altre che dominano le prime pagine e il prime time televisivo in questo nostro sussiegoso Paese è la mancanza di senso dell’umorismo e della misura. Lo stesso Times tratta la storia con divertito distacco, tanto più apprezzabile in un Paese dove gli animali li amano davvero, e dove il sense of humour esiste ancora, citando tutti precedenti storici nonché il proverbio spagnolo "pasar gato por liebre". I precedenti storici dovevano guidarci nel giudicare il raccontino di Bigazzi su quello che si faceva con i gatti negli anni ’30 e ’40 in un Paese dove i vicentini sono magna gati e dove le storie sui ristoratori disonesti che spacciano gatti per conigli imperversano. Dove, oltretutto, qualcuno ancora ricorda la fame, quella vera, quella che ti annebbia la vista. La reazione eccitatissima degli animalisti e la "fame" di polemiche che domina

Micia Gatta Panciarosa Leopardata

i nostri media pronti a trasformare in catastrofe tutto meno le catastrofi vere, hanno fatto il resto. Quanto a me, sono giorni che ogni volta che prendo in braccio l’adorata Micia Gatta Panciarosa Leopardata (di nobile stirpe siculo romana), le chiedo furbetto come vuole "essere mangiata questa sera". Vi assicuro che è la prima a riderne.Ci si batta contro la crudeltà vera piuttosto.

Il tratto maggiormente penalizzato sarebbe quello Reggio - Lamezia, a favore dello scalo del catanzarese da dove partirebbero i nuovi servizi. Ma, ripetiamo, il condizionale è d’obbligo. Precisata la ragione del contendere, va di seguito chiarito a chi si devono rivolgere i calabresi per le loro lagnanze: il ministero per le Infrastrutture e i Trasporti. E’ infatti il dicastero retto dal ministro Altero Matteoli ad avere un contratto in scadenza con TrenItalia, contratto che vedrà una diminuzione sensibile dei finanziamenti del Governo Berlusconi diretti a Trenitalia; da qui si spiegano i probabili tagli, che vanno rivendicati alla politica di scarsa attenzione dell’esecutivo di Roma verso le necessità dei meridionali. Chiunque sia interessato a dare un apporto positivo e costruttivo per il bene dei calabresi (precisando che gli interessi in gioco sono quelli dei viaggiatori e non dei lavoratori, perché allo stato nessuna posizione nel comparto ferroviario reggino è a rischio) farebbe bene a intercettare Matteoli in una delle sue tante passerelle in Calabria. Ricordiamo come il ministro toscano fosse sullo Stretto non più tardi di sabato 12 febbraio, quando è venuto a presentare un progetto per una opera pubblica della quale nessun calabrese sente bisogno. Ricordiamo anche che il Ministro sarebbe stato disponibile, forse, a discutere delle esigenze degli utenti calabresi per i Trasporti, anche durante il Consiglio dei Ministri tenuto il 28 gennaio presso la Prefettura reggina. Ma allora in riva allo Stretto si parlò forse ancora di Ponte, ma non del drammatico stato in cui Roma lascia Trenitalia e i servizi di questa azienda a partecipazione pubblica diretti all’utenza meridionale. C’è chi si sta attivando seriamente e senza fare proclami per queste esigenze come responsabile per i Trasporti in seno alla Giunta regionale, ho incontrato di recente l’amministratore delegato dell’azienda Vincenzo Soprano, con il quale dovremo avere altri confronti a breve. Atteso che Trenitalia, con il magro bilancio che le fornisce il ministero del Governo Berlusconi, non ha altre scelte che razionalizzare, noi ci attiviamo per trovare delle soluzioni alternative. Nel corso dei confronti con Soprano, a fronte della situazione difficile, cercheremo di stabilire, anzi-

tutto in che consisterebbe la decisione di razionalizzare le cosiddette antenne del trasporto ferroviario interregionale con direzione Roma e le regioni settentrionali. Nell’eventualità che dei tagli arrivino, la Regione cercherà di mitigare gli effetti di eventuali razionalizzazioni sulle spalle degli utenti calabresi, reggini e vibonesi in particolare. Come ultima ratio, l’assessorato regionale è pronto a intervenire per colmare lacune su specifiche tratte, attivando linee regionali che suppliscano alle esigenze dei viaggiatori calabresi nei collegamenti con le regioni settentrionali.

Demetrio Naccari Carlizzi

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Massimo Tigani Sava (sviluppo) Orlando Rotondaro (responsabile)

Redazione

Francesco Pungitore (caposervizio)

redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

:: www.ildomani.it ::

Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione Redazione Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) Roma Via archimede 201 (Rm) reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

PRIMO PIANO

Al via le domande di finanziamento comunitario per nuove strutture alberghiere e villaggi turistici

L’estate sta arrivando con due bandi per 18 milioni per rilanciare il turismo di Adelmo Greco ROMA - Turismo, si parte. Dopo oltre cinque anni di assenza di interventi nella regione, ecco di colpo due bandi di finanziamenti comunitari a favore di alberghi e villaggi turistici della Calabria. Il primo,denominato "Nuova attività ricettiva alberghiera" stanzia 18 milioni di euro a favore delle imprese del settore che vogliano realizzare nuovi alberghi o villaggi turistici con almeno 15 camere, o che abbiano un numero di posti letto non inferiore a 30 e che abbiano una classificazione turistico-ricettivanoninferiorealle tre stelle. Le imprese, per beneficiare delle agevolazioni dovranno proporre un Piano di investimenti produttivi (Pip) organico e funzionale, tecnicamente e finanziariamente

valido, da realizzare nell’ambito dell’unità produttiva che si intende agevolare. Il Pip dovrà essere realizzato entro 24 mesi dalla concessione dell’eventuale finanziamento. Tra le condizioni essenziali per l’ammissibilità, la necessità che le imprese siano già iscritte nel registro delle imprese, non trovarsi in condizioni di difficoltà finanziaria, siano in regola con gli adempimenti contributi e in contabilità ordinaria e soprattutto non avere cartelle di pagamento pendenti con il fisco di importi superiori a 10 mila euro. È importante ricordare che il bando vieta la presentazione di piùdomande difinanziamento da parte di una stessa impresa. Per poter presentare la domanda, l’azienda turistica dovrà avere la piena disponibilità dell’immobile

per almeno 20 anni, dimostrabile con i classici titoli di proprietà o di diritto reale di godimento (usufrutto, affitto, comodato, etc). Oltre alle strutture alberghiere e ai villaggi in senso stretto, sono finanziabili i cosiddetti servizi annessi (piscine coperte, ristoranti, bar, impianti sportivi, discoteche, parcheggi, garage, etc.) e le strutture complementari quali centri benessere, fitness, piscine, sale

50%

In caso di opere murarie, la copertura delle spese può arrivare fino al 50% del totale

La Regione e il Coser presentano a Milano il "Punto informativo e di promozione del sistema Calabria" La Regione Calabria in collaborazione con il Co.Se.R. Calabria e con il supporto della Federazione delle associazioni dei calabresi in Lombardia da notizia dell’inaugurazione "Punto informativo e di promozione del «Il Punto informativo sistema Calabria", evenè un’occasione unica per to che si terrà a Milano domani 19 febbraio. Tra presentare le molteplici gli interventi previsti, realtà produttive quellodelpresidenteLoiero, del presidente del che compongono Co.se.r. Walter Fonte, la nostra regione» del direttore dell’Area marina protetta Angelo Marescalco, del direttore del dipartimento delle Attività produttive della Regione Michele Lanzo, del consultore all’Emigrazione Salvatore Tolomeo e del presidente della Federazione delle associazioni e dei circoli calabresi Amedeo Vilardi. «Il Punto informativo del sistema Calabria - spiegano alla Regione - è una porta sull’Europa, un’occasione unica per presentare le diverse e molteplici realtà territoriali e produttive che compongono la no-

stra regione, per far comprendere che da noi si può e si deve investire e per scacciare lo spettro dei luoghi comuni che troppo spesso avvolge e nasconde quelle eccellenze che una terra antica e multiculturale come la nostra è in grado di offrire. Milano e la Lombardia sono il territorio d’elezione per promuovere nuove iniziative atte a favorire una maggiore apertura del "Sistema Calabria" sia per il turismo, l’agricoltura e l’agroalimentare e il manufatturiero, sia per settori quali biotecnologia, Ict, logistica, o per l’artigianato artistico e tradizionale». Sempre a partire da domani e per sette giorni, in via Broletto a Milano sarà ospitata anche "La settimana di promozione dell’Area marina protetta Capo Rizzuto", iniziativa che realizzerà una azione di marketing territoriale attraverso una serie di incontri mirati con enti, istituzioni, aziende, associazioni di categoria, tour operator. «Un’attività che sarà costante: dopo l’Area marina saranno presentati a seguire tutte le realtà della nostra regione così da creare a Milano, nel cuore dell’Europa, una finestra sulla Calabria».

congressi, punti di ormeggio; quest’ultimedovrannoessererealizzate al servizio di almeno tre strutture ricettive alberghiere. Per ciò che riguarda le spese ammissibili, sono finanziabili: progettazioni ingegneristiche e studi di fattibilità (per un massimo del 5% dell’investimento); suolo aziendale (per un massimo del 10% dell’investimento); opere murarie ed assimilate (per un massimo del 50% dell’investimento); macchinari, impianti, attrezzature e arredi, nuovi di fabbrica; spese per corredi, stoviglie e posateria; spese per l’acquisto dei cavalli (solo nel caso in cui vi siano strutture incentrate sul turismo equestre); altre spese relative a beni, anche usati, appartenenti alla cultura locale. Per le spese relative alle opere murarie, occorrerà prendere in considerazione il prezziario regionale delle opere pubbliche. I contributi pubblici concedibili per gli investimenti acquistati in forma diretta oppure in leasing sono pari al 35% (che diventa il 25% per le medie imprese) in Equivalente sovvenzione lordo

(contributo a fondo perduto calcolato sugli investimenti attualizzati) e un contributo in conto interessi sui finanziamenti a medio lungo termine ottenuti a completamento del piano di copertura degli investimenti. In alternativa, potrà essere concessa un agevolazione a titolo di "de minimis" per un importo massimo di 200 mila euro e comunque nella misura massima del 60% dell’investimento agevolabile. In questo caso, le spese non possono essere superiori a 500 mila euro. Per poter ottenere i finanziamenti, sarà necessario che l’impresa

SPESE AMMISSIBILI Sono finanziabili progetti d’ingegneria e studi di fattibilità; suolo aziendale; opere murarie; macchinari, impianti, attrezzature e arredi, nuovi di fabbrica; spese per corredi; altre spese relative a beni locali apporti mezzi propri pari ad almeno il 25% degli investimenti ammissibili, secondo quanto previsto dai regolamenti comunitari. Le domande potranno essere presentate al Dipartimento 12 (Turismo, beni culturali, sport e spettacolo) entro e non oltre il 9 aprile 2010.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani

5

PRIMO PIANO

Il presidente di Confindustria Calabria commenta i dati diffusi dal rapporto della Bce. La politica degli istituti di credito tiene in ginocchio le Pmi, ma per la reazione serve il supporto della politica

Imprese in crisi. De Rose: «Le banche non ci abbassano i tassi di interesse» di Alessandro Caruso ROMA - Se i dati della Banca centrale europea preoccupano le imprese, quelli di Confindustria Calabria di certo non servono a consolarsi. Il presidente degli industriali calabresi, Umberto De Rose, ci parla, infatti, di un aumento delle difficoltà delle aziende nell’accesso al credito dovuto in particolare ai tassi di interesse: il tasso di riferimento prima era del 4% e quello applicato dalle banche si aggirava intorno al 6%, con uno spread del 2. Ora lo spread è

aumentato al 3% poiché al tasso di riferimento del 1% corrispondono tassi di interesse del 4%. Queste sono alcune cifre della crisi economica da cui non sembra si stia uscendo, almeno per adesso. E a confermarlo è stato anche l’ultimo rapporto della Bce, secondo cui in Italia un’azienda su tre lamenta un peggioramento dei prestiti bancari. Il periodo più critico è stato la seconda parte del 2009, nel corso del quale un terzo delle imprese ha evidenziato un aumento del livello dei tassi di interesse applicati ai prestiti. Si pre-

cisa, inoltre, che ben il 42 per cento delle società ha denunciato un peggioramentodelladisponibilità del credito. Diversa la situazione da Paese a Paese, ma Italia e Germania marciano più o meno sullo stesso binario e alla stessa velocità. Sono tra quelli messi peggio, dove si registra un incremento delle difficoltà di accesso al credito. In particolare in Italia la fetta delle imprese che lamenta un peggioramento della disponibilità di finanziamenti è passata dal 26 al 29 per cento. Giuseppe Morandini, ex leader delle piccole imprese di Confin-

La proposta di Speziali: «Lo Stato paghi i debiti che ha con le imprese» ROMA - «Se lo Stato pagasse i debiti che ha con le imprese si potrebbe superare il problema dell’accesso al credito», lo dice il senatore calabrese Vincenzo Speziali, proponendo una via alternativa all’abbassamento dei tassi applicati dalle banche, di cui spiega anche i motivi. Senatore, De Rose denuncia i tassi di interesse troppo alti delle banche. Le Pmi sono in difficoltà, come spiega questa situazione? «De Rose dice una cosa esatta, ma questo non è il vero problema. O meglio, non è l’unico». Ci spieghi meglio.. «Se le banche hanno alzato i tassi un motivo c’è ed è che hanno estinto o abbassato altre fonti di entrata per i loro bilanci, come la commissione di massimo scoperto. Per compensare questa entrata hanno alzato in tassi, in alcuni casi, come in Calabria anche troppo. Purtroppo questo non aiuta il settore produttivo». Diceva che questo non è il vero problema. E allora qual è? «Lo Stato dovrebbe pagare i debiti che ha con le imprese, attraverso la Pubblica amministrazione. Se lo Stato mettesse a punto una manovra del genere le piccole e medie imprese non avrebbero più molti problemi per l’accesso al credito».

«Se le banche hanno alzato i tassi un motivo c’è ed è che hanno estinto o abbassato altre fonti di entrata per i loro bilanci, come la commissione di massimo scoperto».

Vincenzo Speziali

Mi scusi senatore, ma lo Stato avrebbe i soldi per pagare questi debiti? In un momento di stretta finanziaria parlare di pagamenti non è impopolare? «Lo Stato ha questi soldi. Basti pensare che nella Cassa depositi e prestiti ci sono circa 40 miliardi di euro, che rappresentano la liquidità dello Stato».

dustria e presidente delle Fornaci Giuliane spa, sul Sole 24 Ore di ieri, confermava questo andazzo facendo riferimento ai problemi concreti nell’accesso al credito. Le banche, a suo dire, esigono sempre più garanzie, gli spread sono alti e i tempi di risposta dalle banche sono spesso incompatibili con la velocità delle decisioni da prendere. De Rose, portando la discussione in Calabria, spiega che l’organizzazione di cui è leader non si è rassegnata e continua a fare il possibile per arginare le difficoltà degli impenditori: «Stiamo facendo pressione per ottenere la riduzione dei tassi, che rappresenta il problema primario. Il nostro lavoro in collaborazione con la Regione sta ottenendo per ora risultati confortanti: i fondi Bei ne sono uno degli ultimi esempi». Adesso la politica deve fare il suo. Gli ingredienti per la ripresa, per il numero uno degli industriali calabresi, sono la velocità e l’efficacia dei provvedimenti che la politica, sia regionale sia nazionale, deve prendere. Le direzioni da seguire per il 2010 non sono molto dissimili da quelle dell’anno passato: «Misure per un credito più equo e riduzione della tassazione per le imprese. Queste - dice De Rose - sarebbero importanti manovre da porre in essere». Gli incoraggiamenti fiscali al sistema delle Pmi è reso ancora più urgente dalle constatazioni che sono emerse dall’ultimo rapporto calabrese di Unioncamere: le im-

Questa sua proposta ha avuto un riscontro parlamentare? «Sono state già fatte molte sollecitazioni e non solo da me, ma anche da molti altri miei colleghi. Se ne è discusso anche nell’iter di approvazione dell’ultima legge Finanziaria». E le risposte del Governo come sono state? «Positive e speriamo che nel corso dell’anno ci possano essere importanti novità in merito». A proposito di tempistiche, quando pensa che si possa cominciare a intravedere una ripresa economica in Calabria? «Quando si vareranno le leggi di attuazione del Piano casa. Se l’edilizia ricomincia a muoversi l’economia ne trarrà vantaggio. C’è anche il detto: se il mattone va, tutto va». Ale.Car

Umberto De Rose

prese non chiudono, ma aumentano numericamente. Un dato apparentemente positivo, che De Rose si spiega analizzando un’inversione di tendenza: «In Calabria sta aumentando la voglia di fare impresa perché stanno diminuendo le garanzie offerte dal settore pubblico, sta cambiando la logica del posto fisso perché questo non esiste più». Le difficoltà continuano a tenere in ginocchio il settore. E se Pedro Azevedo, il direttore finanziario della fabbrica di legname portoghese JJ Teixeira, dove, stando a quanto riporta il Sole , dice di affrontare un

De Rose: «La ripresa che tanti auspicavano nel 2010 per adesso non l’abbiamo percepita. La politica ci può aiutare, ma serve velocità» giorno alla volta e chiede un ponte finanziario in grado di portarli fuori dalla crisi, il calabrese De Rose non si perde d’animo e fa appello agli imprenditori per restare ottimisti. E la sua richiesta è riferita soprattutto alla politica, affinché intervenga in tempi brevi: «La ripresa che tanti auspicavano nel 2010 per adesso non l’abbiamo percepita. La politica ci può aiutare, ma serve velocità».


6

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

PRIMO PIANO

Un’area grande come due volte la Lombardia sottratta all’agricoltura e cementificata All’elevato rischio idrogeologico in Italia non è certamente estraneo il fatto che un territorio grande come due volte la regione Lombardia, per un equivalente di cinque milioni di ettari, è stato sottratto all’agricoltura che - afferma la Coldiretti - interessa oggi una superficie di 12,7 milioni di ettari con una riduzione di quasi il 27 per cento negli ultimi 40 anni. Il progressivo abban-

dono del territorio e il rapido processo di urbanizzazione spesso incontrollata non è stato accompagnato da un adeguamento della rete di scolo delle acque con il risultato che è necessario intervenire per invertire una tendenza che - sempre secondo la Coldiretti - mette a rischio la sicurezza idrogeologica del Paese. Il territorio calabrese, già indebolito da una eccessiva e incontrol-

lata azione di cementificazione, è stato investito da un quantitativo di pioggia assolutamente eccezionale rispetto ai periodi precedenti: è stato calcolato infatti che nelle regioni del Sudovest le precipitazioni hanno registrato un incremento del 40%nel solo mese di gennaio. I forti temporali impediscono al terreno di assorbire l’acqua che quindi scorre incontrollata.

L’ex sottosegretario Soriero: “Legalizzazione alla buona” delle aree un tempo agricole e oggi cementificate. La Calabria seconda per territorio edificato

In Calabria piove sul bagnato... ma soprattutto sul cemento ROMA — In Calabria piove sul bagnato, ma soprattutto sul cemento. Dato che la storia di questo Paese sembra doversi ripetere sempre, ogni volta che c’è il disastro scatta il "si sapeva". Naturalmente ciò vale anche per gli ultimi avvenimenti. Senza che ci sia bisogno di appellarsi ai cambiamenti climatici globali, basterebbe guardare ai dati sulla cementificazione del territorio catanzarese per accorgersi di come il rischio idrogeologico fosse concreto nelle aree colpite dalle frane: lo dice la Coldiretti, ma anche l’ex deputato e sottosegretario Pino Soriero, il quale, recatosi sul posto dichiara: «La Calabria purtroppo è la seconda regione in graduatoria per incremento del territorio edificato: il 26% delle aree un tempo agricole è stato ricoperto di cemento, in molti casiabusivo, o legalizzato alla buona». L’auspicio è che si concretizzino interventi mirati al recupero e al restauro del territorio del vibonese indirizzandola prioritàverso la messa in sicurezza e il risanamento dell’intera area a nord di Catanzaro, da Ianò a S.Elia. Di problemi strutturali ha parlato anche il segretario del Pri Francesco Nucara, intervenutoieri ques-

Oggi regione Sicilia e regione Calabria si riuniscono al ministero dell’Ambiente

ta mattina in aula della Camera dei deputati durante la discussione generale sul decreto legge per le emergenze: «Il problema della Calabria non è di tipo emergenziale, ma strutturale. Le risorse sono scarse, ma andrebbero utilizzate per ridurre il rischio che rimane molto elevato in tutta la Regione. La frana di Maierato è l’ultima catastrofe naturale, ma due anni fa l’alluvione danneggiò Vibo Valentia, dieci anni fa ci fu il problema di Soverato, senza dimenticare la perenne emergenza della Salerno Reggio Calabria». Intanto a Maierato ancora conti-

nuano gli scivolamenti a valle del costone da cui si è staccata la frana. Secondo Luisa Latella, il prefetto di Vibo Valentia, però, si tratterebbe solo di movimenti di assestamento, e la conferma verrebbe dagli ultimi rilievi effettuati dal comitatotecnicoche continua le misurazioni sul territorio. Sembra, inoltre, che con la pioggia caduta fino a ieri, il fronte della frana sia avanzato di una decina di metri. Il lavoro della Commissione nazionale grandi rischi continua poiché il danno è di dimensioni vistose e preoccupanti. Gaia Mutone

ROMA — Oggi il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo incontrerà presso il suo dicastero i vertici della regione Calabria (alle ore 10:00) e della regione Sicilia (alle ore 15:30) per dare il via ad un piano di interventi straordinario. «Le frane di questi giorni in Sicilia e in Calabria - osserva la Prestigiacomo - indicano quanto sia urgente intervenire laddove più grave è il pericolo. I vertici con la regione siciliana e quello con la regione Calabriaservirannoaindividuare tutti gli interventi che il mio dicastero e le Regioni interessate finanzieranno ciascuno per la sua parte». Qualcosa dovrà venir fuori dato che secondo lo studio della Coldiretti, basato su dati Ucea (Ufficio centrale di ecologia agraria) le regione calabrese presenterebbe il livello di rischio più alto. Su base nazionale Coldiretti ricorda come in media sette comuni su dieci sono a rischio: 1.700 per le frane, 1.285 per le alluvioni e 2.596 per entrambe le calamità,

per un totale di 5.581 comuni. Auspicano un impegno concreto del Governo anche i giovani dell’Italia dei valori che chiedono più attenzione al territorio «a pochi giorni dalla pomposa presentazione dell’inutile Ponte sullo Stretto con tanto di ministri, sindaci e amministratori». G.M.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani

7

PRIMO PIANO

Interventi straordinari per risolvere i dissesti geologici

di Sofia Ricciardi LAMEZIA TERME — Nelle prossime settimane verrà predisposto un piano operativodegliinterventi da realizzare in Calabria per far fronte alle criticità dovute al dissesto idrogeologico. Lo ha assicurato il capo della Protezione civile Guido Bertolaso al termine di un incontro a Lamezia Terme con il presidente della Regione Agazio Loiero, i presi-

denti delle Province e i nove sindaci delle zone colpite dal maltempo degli ultimi giorni. Già da lunedì si comincerà con i primi interventi che verranno realizzati in collaborazione con la giunta di Loiero e con l’apporto dei prefetti già a lavoro su posto con la Commissione grandi rischi, mentre nel fine settimana è previsto il ritorno in Calabria di Bertolaso per fare il punto della situazione. Il capo della Protezione civile, nel

corso dell’incontro a Lamezia, ha ricevuto dal presidente Loiero la delibera di Giunta con la richiesta di proclamazione dello stato di calamità naturale con l’incarico di consegnarla venerdì al Consiglio dei ministri e facilitare così le operazioni nelle zone colpite. «Vogliamodedicarcianima e corpo a Calabria e Sicilia - ha dichiarato Bertolaso. Avevamo già deciso che questo sarebbe stato l’anno per affrontare le questioni idrogeologiche delle due regioni. Più

IN BREVE

«I soldi stanziati serviranno per Scopelliti: «Sindaci soli ripristinare la viabilità di fronte alle emergenze» perché non si può CATANZARO — Il candidato alla tollerare che vi siano presidenza della regione Calabria Giuseppe Scopelliti gioca d’anticiintere frazioni o po, e, incontrando ieri all’areoporto di Lamezia Terme il sottosegretafamiglie isolate» rio alla protezione civile, Guido della Calabria che della Sicilia, in verità. Quello di oggi è un primo blitz per ascoltare». La priorità va alle famiglie evacuate rimaste isolate dai crolli verificatisi a seguito delle violente piogge: «i soldi stanziati serviranno per intervenire subito per ripristinare le condizioni di viabilità più critiche perché non possiamo tollerare che vi siano delle frazioni o dei nuclei familiari isolati a causa delle strade che sono crollate o per le frane». Bertolaso spera di tornare in Calabria nel fine settimana con il decreto legge per le emergenze già approvato dalla Camera. Stavolta è stato molto chiaro sulle modalità di gestione e ci tiene a sottolineare il fatto che tutti gli interventi nella regione verranno portati avanti all’insegna della collaborazione con i singoli enti locali coinvolti.

Bertolaso ringrazia il Governo per la tempestività dimostrata nel gestire l’emergeza nell’intera regione, colpita in questo giorni da diverse frane. Il candidato a Presidente per il centrodestra, però, ha voluto riportare a Bertolaso «la situazione di diversi comuni calabresi, in testa la città di Catanzaro, che presentano gravi criticità e rischi esponenziali enormi, dettati dalla mancanza di una seria prevenzioneda parte degli organismi competenti». A Catanzaro come in altri centri della Calabria - ha detto Scopelliti- si è riscontrata l’assenza di un piano operativo di prevenzione gestito dalle professionalità e dalle autorità deputate alla difesa del territorio. Per Scopelliti bisogna rimediare ai bisogni insoddisfatti di diversi Comuni della Regione i cui «Sindaci sono lasciati da soli a fronteggiare continue emergenze assolutamente incompatibili con le esigue disponibilità dei loro bilanci».

La cultura del ricordo E’ venuto a mancare all’affetto dei suoi cari il Signor NICOLA MERANTE I funerali saranno celebrati giovedì 18 febbraio alle ore 16.00 nella Chiesa di S.Nicola a Pentone (Catanzaro). In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora AMELIA FABIANO sarà celebrata una messa in suffragio giovedì 18 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Nuova di Mater Domini a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor GIUSEPPE MAIOLO sarà celebrata una messa in suffragio venerdì 19 febbraio alle

ore 17.00 nella Chiesa di S. Giuseppe rione Pianocasa a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor GIUSEPPE GAGLIANESE sarà celebrata una messa in suffragio venerdì 19 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di Madonan di Lourdes a Piterà (Catanzaro). In occasione del Trigesimo della morte della Signora MARIA FREGOLA sarà celebrata una messa in suffragio sabato 20 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di Santa Croce in Pontepiccolo a Catanzaro.

In occasione del trigesimo della morte della Signora ERMELINDA DE FAZIO sarà celebrata una messa in suffragio lunedi 8 febbraio alle ore 17.00 nella Chiesa di S. RafNel Trigesimo del ritorno alla Casa faeleArcangelo,LameziaTer- di Dio della Signora me. EMILIA SPINA GEMELLI

sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del Trigesimo della morte della Signora CONCETTA BATTAGLIA sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Sacra Famiglia in località Corvo a Catanzaro. In occasione del 1° anniversario della morte della Signora GIUSEPPINA FREGOLA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nella Chiesa del Carmine a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ASSUNTA CERMINARA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nellaChiesadiPontegrandeaCatanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora CONCETTA SPAGNOLO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Maria Assunta a Gagliano (Catanzaro).

In occasione del trigesimo della morte del Signor ELIO BILOTTA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ELENA BELLINI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Nuova di Mater Domini a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONINO ROMEO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 16.00 nella Chiesa Madonna dei Cieli a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversariodella morte della Signora MARIA ALFIERI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Teresa dell’Osservanza a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONIO GULLI’ sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 febbraio alle ore 18.00 nella Chiesa Madonna di Pompei a Catanzaro.

Accettazione telefono

0961 996.802 ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00


8

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' SANITA’ Il candidato alla presidenza della Regione lancia pesanti strali contro la Giunta Loiero e gli incentivi elargiti ai manager delle Aziende sanitarie calabresi

J’accuse di Callipo: «Perché quei premi ai direttori generali?» di Sandro Viscardi PIZZO CALABRO - «Una sanità affogata dai debiti può assegnare premi in danaro ai direttori generali?». E’ l’intrrogativo di Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione che lancia pesanti srali contro la Giunta regionale uscente. «Quando sento queste cose - prosegue Callipo - penso che in Calabria siamo diventati matti. Altrimenti, non si potrebbe neanche immaginare un premio, per il "raggiungimento di obiettivi", ai direttori generali, mentre il servizio sanitario regionale fa acqua da tutte le parti e i calabresi, per avere prestazioni sanitarie affidabili, sono costretti a ricorrere ad altre regioni. Ma il premio che i direttori generali si appresterebbero ad incassare non è, a quanto pare, uno scherzo. E’ contenuto in una delibera della Giunta regionale. Le delibere della Giunta regionale del 28 gennaio scorso, attuative del Piano di rientro dai debiti, se sono state congegnate nella logica di operare tagli nei servizi visto il dissesto finanziario del settore, prevedendo incentivi ai manager delle Aziende, dimostrano che la presa in giro continua. E che si continua a calpestare l’intelligenza dei calabresi. Anzi questa politica se ne frega dei calabresi e pensa solo ai clienti. La denuncia dell’Anaao (Associazione dei dirigenti medici) che ho avuto modo di leggere, mi spinge a chiedere alle autorità di controllo, politiche, giurisdizionali e sociali, di vigilare con la massima attenzione, affinché la Giunta regionale, fino a quando non si voterà, non continui a pro-

Udc, Talarico: Credito d’imposta e sostegno strutturale alle Pmi

Pippo Callipo

durre atti e provvedimenti che danneggeranno ulteriormente la già difficile condizione della sanità. L’indicazione che la Giunta regionale dà al direttore del Dipartimento dell’assessorato, affinché istruisca i premi da assegnare ai direttori generali - aggiunge il candidato alla presiden-

“Si sta continuando a calpestare l’intelligenza dei calabresi. Chiedo alle autorità di controllo di vigilare attentamente”

za della Regione - contrasta clamorosamente con l’inefficienza che si registra nella conduzione dell’attività delle Aziende sanitarie, con i milionari disavanzi del 2008/2009 e con mobilità sanitaria sempre più elevate. Inoltre, giunti a questo punto, è anche il caso di riflettere se, per difendere la Calabria dai continui assalti alla diligenza, ci sono gli estremi per avviare una class action contro la Regione - conclude Pippo Callipo - al fine di ottenere, a fronte di una sanità che non funziona e con un bilancio regionale del 2008 che ha sforato il patto di stabilità, il rimborso dell’aumento delle tasse regionali e dei ticket».

Elezioni, Gasparri e Matera del Pdl in Calabria CATANZARO - Il presidente del gruppo parlamentare di Palazzo Madama del Pdl, Maurizio Gasparri, e l’europarlamentare Barbara Matera arrivano in Calabria a sostenere la candidatura di Giuseppe Scopelliti alla presidenza della Regione. Lo ha reso noto un comunicato del Pdl calabrese. L’onorevole Matera ha affiancato ieri oggi Giuseppe Scopelliti in due incontri nel Crotonese. Alle 17, in ocasione di un convegno a Cirò Marina al teatro Alikia, mentre alle 19.30, c’è stato un incontro con la cittadinanza presso il centro polivalente di Cutro. Maurizio Gasparri, invece, venerdì 19 febbraio, alle 15, sarà all’hotel Savant di Lamezia Terme est, per partecipare ad una conferenza stampa con Scopelliti e la candidata a sindaco di

Lamezia Terme, Ida D’Ippolito. Sempre venerdì, alle 17, Gasparri e Scopelliti si sposteranno a Varapodio, in provincia di Reggio Calabria, per un incontro al quartiere fieristico con il sindaco Guglielmo Rositani. La sera, alle 19, infine, il candidato a presidente del centrodestra e il capogruppo al Senato del Pdl si sposteranno nell’aula magna dell’istituto industriale di Catanzaro per un incontro con la cittadinanza sui temi della politica regionale e nazionale. Insomma, il conto alla rovescia è già iniziato e i big scendono in Calabria per sostenere i propri candidati. C’è molta attesa, dunque, per gli appuntamenti elettorali che in Calabria rigurardano il voto per le Regionali e il voto per l’elezione del sindaco di Lamezia Terme, terza città per numero di abitanti della Calabria.

LAMEZIA TERME - Riproposizione del Credito d’imposta e sostegno strutturale alle Piccole e medie imprese. E’ quanto sostiene il leader dell’Udc calabrese, Francesco Talarico. «Dobbiamo pensare al mondo delle piccole e medie imprese favorendo una politica di defiscalizzazione e di investimenti, con l´attivazione delle misure previste con il credito d’imposta che sarebbero in grado di liberare energie preziose nella programmazione occupazionale - afferma Talarico - è assolutamente possibile utilizzare i fondi Fas e quelli relativi allo sviluppo di asse - continua Talarico- per innescare un meccanismo produttivo che agisca , nel differenziale di carattere regionale, sulle aliquote Ires ed Irap di pertinenza . La Regione potrebbe compensare la perdita di gettito con un’operazione di ingegneria contabile derivata dall’utilizzo dei Fas- prosegue altresì Talarico- e consentire alle imprese una diminuzione secca di almeno un quarto della pressione fiscale, finalizzando le agevolazioni o alle nuove assunzioni, oppure (con un protocollo ben definito e rigido ) agli investimenti tecnologici». Talarico cita i dati Ipsos «che vedono una preoccupante contrazione , in termini di competitività negli investimenti , per le pmi calabresi, derivata proprio dall’assenza di politiche industriali e fiscali tese ad alleggerire la pressione fiscale in favore di un rilancio tecnologico». Talarico pensa «al coinvolgimento delle tre università calabresi, per una sinergia scientifica nella produzione di know-how. Le Pmi costituiscono un’ossatura sociale coesa e prevalente- conclude Talarico- che non è possibile mortificare o lasciare isolata, in un contesto dominato dall’asfissia di investimenti strutturali». r.c.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani

9

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Gimigliano, 800 abitanti isolati Disagi e paura per il maltempo

La frana di Maierato

Franco Caligiuri, presidente del Circolo di Catanzaro di Idv invita la nuova Giunta regionale ad esercitare controlli più severi

«È il degrado ambientale la vera emergenza calabrese» CATANZARO- «E’ il degrado ambientale la vera emergenza calabrese». A sostenerlo, in una dichiarazionedaitonioltemodopolemici, è Franco Caligiuri, presidente del circolo di Catanzaro di Italia dei Valori. «La strada statale 106 che va da Crotone a Cirò - afferma Caligiuri - è diventata un pantano di acqua e fango, i centri montani della presila catanzarese vivono un serio pericolo di frane e smottamenti, a Catanzaro si registra la mancanza d’acqua in molte zone. Per non parlare poi di quanto sta succedendo nella provincia di Vibo Valentia e Cosenza, con l’evacuazione di interi abitati per il pericolo di frane. Sembra di assistere ad un bollettino di guerra, eppure non è avvenuto un cataclisma naturale, ma semplici eventi meteorologici,che seppure persistenti, sono del tutto prevedibili. Tuttavia - prosegue Caligiuri la pioggia di questi giorni non ha fatto che evidenziare la fragilità del nostro territorio e l’incuria della nostra classe politica nel prevenire simili accadimenti. L’emergenza ambientale è uno dei grandi temi su cui si dovrà spendere la nuova classe politica

calabrese e deve essere posto al primo posto dei programmi elettorali per il rinnovo del Consiglio regionale. Oggi occorre prendere coscienza che il degrado idrogeologico in cui versa la Calabria non è più tollerabile e quindi bisogna invertire rotta. Italia dei Valori, chiede che il Governo nazionale la smetta di parlare sempre e comunque dei grandi progetti e si attivi a stanziare soldi a sufficienza per avviare una grande opera di prevenzione e di messa in sicurezza del territorio calabrese per scongiurare eventualicalamità,altroche Pontesullo stretto. La Calabria - conclude Caligiuri - ha bisogno di altre priorità e le frane di questi giorni

“L’abusivismo ha raggiunto picchi allarmanti con la responsabilità del Governo nazionale e i suoi condoni...”

ne sono la chiara dimostrazione. Alla nuova Giunta regionale che si andrà a formare chiediamo che vengano esercitati controlli più stringenti affinché ci sia la piena consapevolezza da parte dei cittadini, ma anche degli Enti locali che la natura va tutelata e rispettata, pertanto si eviti di costruire in maniera abusiva e scellerata sugli alvei dei fiumi o in posti a rischio. L’abusivismo edilizio in Calabria ha raggiunto picchi allarmanti ed in questo c’é l’oggettiva responsabilità del Governo nazionale con i suoi condoni». I danni ingenti del maltempo, causati in qusti ulrini giorni e continuano a preoccupare interi paesi della Calabria, sono dunque oggetto di forti critiche alla clase dirigente della regione e del Governo nazionale. Il problema deldissesto idrogeologico prosegue in tutta la sua drammaticità a sollevare forti preoccupazioni in una terra, come la Calabria, dove l’incuria ambientale sembra non arrestarsi mai.

GIUDIZIARIA - Due brevi CATANZARO - Riceviamo e publichiamo: «A parziale correzione della notizia pubblicata in data odierna sul processo "Why not", precisiamo che difensore di fiducia degli imputati Aldo Pegorari, Luigi Muraca e Giampaolo Bevilacqua non è l’avvoccato Giuseppe Costarella, ma l’avvocato Fabrizio Costarella, ed è quest’ultimo che ha svolto, in difesa dei propri rappresentati, una arringa accurata,rigorosamenteriscontratacon gli elementi di prova versati in processo ed ancorata a seri e fondati principi di diritto». *** Il Giudice per l’udienza preliminare presso il Tribunale di Catanzaro, dott.ssa Tiziana Macrì, ha emesso sentenza di non doversi procedere nei confronti del Luogotenente Giuseppe Di Cello, Comandante della stazione dei carabinieri di So-

verato, imputato, unitamente al Tecnico Comunale Michele Menniti ed all’archichetto Antonio Vania D’Amato, dei reati di abuso edilizio ed abuso di ufficio, in concorso tra loro. Le indagini, nate da una denuncia del notaio Antonio Andreacchio e portate avanti dal dottor Luigi De Magistris e, in seguito, dal dottor Vincenzo Capomolla, erano sfociate nella richiesta di rinvio a giudizio, formulata dal pubblico ministero. L’impianto accusatorio non ha, però, retto davanti al Gup, al quale gli avvocati difensori (Avvocato Fabrizio Costarella per il Di Cello; avvocato Giovanni Caridi per il Menniti; avvocato Annalisa Pisano per il D’Amato) hanno illustrato la totale infondatezza della notizia di reato. Da qui, la sentenza di proscioglimento, emessa con la formula più ampia».

r.c.

GIMIGLIANO - Sono praticamente isolati, a causa delle frane che hanno ostruito le strade, i circa ottocento abitanti della zona bassa di Gimigliano, comune di poco più di 3.500 abitanti alle porte di Catanzaro. L’unica strada di accesso rimasta, infatti, è una interpoderale percorribile solo da auto, ma non da mezzi pubblici. Secondo quanto si è apprsso, in particolare, gli smotta- Dal verificarsi degli menti di terreno dovuti alle forti piogge hanno reso im- eventi franosi, inoltre, praticabili le strade di collenon funzionano i servizi gamento interne al paese e il bivio con la provinciale che di trasporto pubblici conduce al capoluogo di e i treni delle Ferrovie regione. Interrotta anche l’arteria di della Calabria collegamento con la vicina Tiriolo altro comune vicino interessato da un cedimento di terreno. Da giorni in tutta la zona "sottana", che si trova nella parte bassa, dell’abitato manca l’acqua potabile. L’unica arteria di collegamento è costituita da una stradina interpoderale piuttosto precaria. Nel comune del Catanzarese, inoltre, c’è grande attenzione sulla stabilità idrogeologica della parte nuova dove risiede il grosso della popolazione. Dal verificarsi degli eventi franosi, inoltre, non funzionano i servizi di collegamento pubblici: i treni delle Ferrovie della Calabria per lo stop a causa del maltempo sulla linea Catanzaro-Sove-

Una panoramica di Gimigliano

ria Mannelli e i pullman, dal momento che l’unica arteria stradale non è percorribile dai mezzi pesanti.


10

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Pd, ancora da valutare l’incompatibilità di Piero Amato LAMEZIA TERME - La Commissione regionale di Garanzia del Partito democratico, presieduta da Giuseppe Aloise, ha deliberato in merito alla posizione di incompatibilità dell’assessore regionale Pietro Amato. Sulla comunicazione si legge che la Commissione regionale del Partito democratico, «dopo aver preso atto della deliberazione inviata dalla

Commissione provinciale, della nota del segretario provinciale e visto lo Statuto del partito, ritiene che la eventuale decisione sulla incompatibilità di Piero Amato debba essere rimessa alla valutazione politica dell’intera coalizione che lo ha espresso come candidato alla presidenza della Provincia di Catanzaro». La nota prosegue invitando il segretario e gli organismi dirigenti ad at-

tivarsi nel più breve tempo possibile a definire tale situazione di intesa con le altre forze politihe della coalizione. Insomma, la posizione di Piero Amato, per ciò che attiene alla sua incompatibilità con le cariche ricoperte (assessore regionale e consigliere provinciale) rimane ancora tutta da decidere. Nei prossimi giorni sicuramente la decisione di concerto con gli altri partner del Pd.

Dopo le primarie e la vittoria del sindaco uscente, Speranza, appello all’unità del segretario cittadino del Partito democratico in vista delle elezioni di fine marzo

Comunali a Lamezia, Vasta del Pd: ora bisogna avviare la seconda fase LAMEZIA TERME- - «Dopo le primarie parte la seconda fase verso le elezioni». Si è espresso così, Domenico Vasta, segretario cittadino del Partito democratico di Lamezia Terme, all’indomani delle elezioni primarie tenutesi lo scorso 14 febbraio. «La scelta del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra formata dal Partito democratico, dal Partito di Sinistra Ecologia Libertà e dalla Lista Città di domenica 14 febbraio - puntualizza Vasta - chiude una lunga fase preelettorale che sarebbe stato opportuno concludere prima.La scelta da parte di uno straordinario numero di cittadini, che hanno voluto partecipare nonostante l’inclemenza meteorologica, del candidato sindaco Speranza, è ora la base dalla quale ripartire per consolidare il metodo della chiarezza,della trasparenza nei rapporti, della partecipazione, dell’ampliamento a tutti i partiti ed alle forze che si riconoscono nei valori del centrosinistra. Il Partito democratico ha posto come fondamento degli accordi tra i partiti la scelta attraverso le primarie, la firma di un programma comune, il rispetto del ruolo dei partiti. Oggi che abbiamo il candidato a sindaco dobbiamo ripar-

tire nella chiarezza mantenuta fino ad oggi: completiamo il programma,definiamo i partecipanti alla coalizione, stabiliamo anche i rapporti tra la futura amministrazione ed i partiti che devono essere i depositari dei valori ed i responsabili della realizzazione del programma e stabiliamo anche le presenze che chi aderirà alla coalizione avrà. La nostra linea programmatica sta scrittanella propostapoliticoprogrammatica che è stata presentata alla città e sottoscritta dai candidati alle primarie e che riassume le linee di indirizzo politico e programmatico. Il sindaco designato Speranza - prosegue Vasta - avvii questa seconda fase che ci deveportareallaelezionicompatti, con un unico indirizzo, con un programma condiviso e con l’obiettivo di accrescere i valori nei quali ci riconosciamo di innovazione e che ci distinguono dalla destra per differenze che non sono né piccole e non sono piccole le conseguenze che una malaugurata amministrazione di destra potrebbe apportare alla possibilità di accrescere il buon livello di vivibilità nella nostra città che l’Amministrazione uscente ha apportato. Il Partito democratico è pronto e compatto a sostenere il candidato sindaco scelto dalle

primarie Speranza e ad impegnare tutte le risorse disponibili per non far avanzare una destra provocatoria ed arrogante nel ridicolo tentativo di sminuire la portata democratica della partecipazione di oltre 3500 cittadini che in una giornata festiva,piovosa e fredda si sono recati ad esprimere il loro voto per una scelta democratica e non verticistica, popolare e non del comandante di turno. Il Partito democratico, inoltre, - conclude Vasta - esprime tutta la sua solidarietà al sindaco di Pianopoli Gianluca Cuda che nei giorni scorsi ha subito un grave atto intimidatorio. Al giovane amministratore va tutta la nostra vicinanza con l’esortazione a proseguire con fermezza e determinazionela sua attività per il bene della sua comunità, per la quale ha sempre avuto grande attenzione». Dunque, Vasta invita Speranza a questo punto ad avviare la cosiddetta seconda fase per cercare di ricucire i rapporti che, ad onor del vero, prima delle primarie erano molto tesi fra le varie componenti del centrosinistra lametino. Anche se rimangono dubbi, per esempio, sull’improvviso abbandono di Gabriella Reillo dalla corsa per le primarie. r.c.

"Palazzo di Città", sede del Consiglio comunale lametino

Trasporto e smaltimento illecito di rifiuti speciali, un arresto a Pianopoli LAMEZIA TERME - I carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, con i coleghi della vicina Pianopoli, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di trasporto e smaltimento illecito di rifiuti speciali (T.F. classe 1961), di Catanzaro. L’uomo è stato intercettato da una pattuglia in servizio di controllo del territorio con compiti specifici di salvaguardia e tutela dell’ambiente:infatti,da piùtempo, i militari avevano individuato alcuni siti ove abusivamente venivano scaricati rifiuti di vario genere. Pratica, questa, purtroppo ancora molto diffusa nonostante la rigida normativa in materia dovuta allo stato di emergenza ambientale che interessa dal 2008. L’uomo, dunque, è incappato in una pattuglia dei carabinieri che da più tempo monitorava l’area poiché già adibita da qualche tempo a discarica non autorizzata. L’uomo è stato colto proprio nell’atto di scaricare il suo

autocarro sul quale trasportava diverso materiale, tra cui risulta di lavori di edilizia, componenti ferrosi,plastica,filielettrici,imballaggi ed altro. Nella circostanza, i carabinierihannoimmediatamente condotto l’uomo in caserma dove è stato tratto in arresto per il reato di trasporto e smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi, nonché proceduto al sequestro dell’autocarro. r.c.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Notificati 6 ammonimenti così come previsto dalla “legge Carfagna”. Appena 13nne aveva fatto arrestare e condannare le persone che abusavano di lei. A distanza di 8 anni l’incubo si è ripetuto

Stalking e violenza sessuale, l’odissea di una giovane donna di Taurianova TAURIANOVA-Appenatredicenne, aveva fatto arrestare e condannare le persone che avevano abusato di lei. Ma a distanza di otto anni, l’incubo per una donna di Taurianova non era ancora finito. Perché parenti e amici dei suoi violentatori continuavano a tormentarla, con comportamenti persecutori. Così la vittima si è rivolta nuovamente ai carabinieri, denunciandone la situazione. Una nuovo atto di coraggio per la giovane, che ha portato i militari della compagnia di Taurianova, dopo le indagini, a chiedere ed ot-

Regione, Loiero: ufficio di Milano sede per Associazioni emigrati CATANZARO- La Federazioneitaliana Associazioni e circoli calabresi avrà una sede di prestigio: l’Ufficio della Regione Calabria in via Broletto a Milano che sarà riaperto 19 febbraio prossimo durante una cerimonia alla quale prenderà parte il presidente Agazio Loiero. «E’ un impegno che avevo assunto il 28 novembre a seguito dell’incontro avvenuto a Milano con la Feiacc - ha spiegato Loiero - perché ritengo che gli emigrati calabresi in Italia e nel mondo possono essere veramente gli ambasciatori della Calabria. E all’unica federazione di emigrati regolarmente riconosciuta in base alla legge regionale, in una città strategica come è Milano soprattutto alla vigilia dell’Expo abbiamo ritenuto di offrire ospitalità nei locali di via Broletto dove ha avuto sede per molti anni l’Ufficio turistico». La decisione di Loiero è stata accolta con molto favore dal consultore dell’emigrazione per l’Italia Salvatore Tolomeo. «Finalmente - ha detto Tolomeo un presidente della Regione ha compreso quanto sia importante il ruolo degli emi-

grati e mi sento di ringraziare Loiero per l’attenzione e la sensibilità dimostrata. La Calabria avrà una rappresentanza a Milano». Alla manifestazione di venerdì prossimo alle 19 sono stati tutti i presidenti e i soci delle 20 associazioni (delle quali 11 in Lombardia)ufficialmentericonosciuteche hanno aderito alla Federazione. «Per noi è un appuntamentoimportante- ha spiegato il presidentedella FederazioneAmedeoVilardo - in quanto con la nuova sede concessaci dal presidente Loiero, il quale ha mostrato attenzione ai problemi che gli abbiamo sottoposto, potremo meglio contribuire alla tutela, alla diffusione dei valori culturali della Calabria; rafforzare i vincoli di solidarietà tra i calabresi residenti fuori dalla regione, in Italia e nel mondo, e di tenere vivi i legami affettivi con la Calabria promuovendo iniziative di ogni genere, capaci di favorire lo sviluppo della nostra regione». La Federazione, infatti promuove e organizza mostre, rassegne, conferenze, centri di formazione, convegni, spettacoli in genere e viaggi.

tenere dal questore di Reggio "ammonimenti" per sei persone. La vicenda ha avuto inizio nel 2002, quando all’età di soli 13 anni una ragazzina è stata oggetto di violenze sessuali da parte di un gruppo di suoi concittadini. Le indaginiportaronoall’arrestodi dodici persone - tra cui padri di famiglia e giovani del luogo - accusate di violenza sessuale di gruppo di danni di minorenne, minacce aggravate e lesioni personali. «Dalla vicenda - scrivono i carabinieri in una nota - era emerso un quadro avvilente della realtà sociale in cui la giovane viveva. Troppi sapevano, troppi erano a conoscenza dei fatti, anche solo per “voci di paese”, perché in una piccola comunità di poco più di un migliaio di residenti, i rapporti

di parentela e di amicizia legano buona parte degli abitanti. Tuttavia, si è preferito far finta di nulla, far finta di non sapere. Solo l’intervento dei militaririuscì,allora, ad abbattere il muro di omertà dietro il quale si nascondevano i violentatori». Cresciuta a Taurianova, la giovane donna in tutti questi anni ha dovuto «fronteggiare quotidianamente maldicenze popolari e soprusi, commessi anche da parte di parenti dei suoi violentatori, che con i loro comportamenti vessatori e infamanti hanno cagionato nella donna un grave stato di ansia e di paura, al punto da indurla a modificare le proprie abitudini di vita». La giovane, però, senza perdersi d’animo, ha nuovamente denunciato la sua situazione ai carabinieri che, applicando la "legge Carfagna", hanno notificato i sei "ammonimenti" anti - stalking ad altrettante persone.

Angela Latella

Maltempo, forti disagi per deviazione su A3 e Statale 18 LAMEZIA TERME - Forti disagi anche ieri per il traffico veicolare sulle due principali arterie del versante tirrenico che attraversano la Calabria, a causa delle piogge delle scorse ore. E’ ancora chiusa al traffico la corsia nord del tratto dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria compreso tra gli svincoli di Falerna e Rogliano, dove sono in corso da parte dell’Anas le verifiche tecniche sui dissesti provocati dalle piogge degli ultimi giorni. I mezzi pesanti che viaggiano in direzione nord vengono deviati con uscita dall’autostrada allo svincolo di Falerna, con rientro allo svincolo di Cosenza nord-Rende, attraverso le strade statali 107 e 18. I veicoli leggeri,

invece, possono proseguire fino ad Altilia, percorrere un breve tratto della strada statale 616, la strada provinciale 245 per poi rientrare in autostrada a Rogliano. Anche la statale 18 è chiusa al traffico all’altezza del comune di Cetraro a causa di un costone pericolante. E’ probabile che la chiusura al traffico si protrarrà per la necessità di mettere in sicurezza l’area. I veicoli leggeri in transito nella zona possono utilizzare un percorso alternativo che attraversa il centro abitato di Cetraro. Per quanto riguarda i mezzi pesanti, quelli diretti a nord vengonodeviatiall’altezzadi Paola sulla statale 107 e successivamente sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria allo svincolo di Rende-Cosenza nord.


12

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

ECONOMIA E IMPRESE

Due aziende a Sirena d’oro Grande a Sanremo Si premieranno gli oli Dop «Lamezia cresce» di cm VERONA - Ottava edizione del concorso nazionale dedicato agli Oli Dop organizzatograzie all’impegno dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e la Città di Sorrento con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, Federdop, Oleum e Ice. Arrivano da Verona, dove si sono tenute le preselezioni degli oli di Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia Romagna, Sardegna, Calabria e Sicilia per un numero di 13 Dop e 49 aziende, i nomi degli ultimi ( ma solo in ordine temporale di selezione) Oli Dop finalisti alla kermesse sorrentina in programma dal 26 al 28 febbraio, che nel frattempo riceveranno a Napoli, sabato 20 febbraio, la Menzione di Merito a loro attribuita per essersi qualificati all’ultima fase del concorso. L’organizzazione è stata curata dal Consorzio Dop Veneto che rappresenta un punto di riferimento molto importante per le aziende operanti nella Regione Veneto che con passione cura e professionalità producono Olio extra Vergine Dop di elevata qualità. La selezione è stata compiuta da una rigorosa Commissione di assaggio composta da 12 assaggiatori iscritti negli appositi Elenchi regionali e presieduta da Giovanni Pipolo. Sono risultate

"promosse" al secondo step 12 etichette. La Calabria promuove la Dop Bruzio dell’Azienda Le Conche e de La Molazza Sas. Al concorso si affrontano i migliori produttori italiani che con serietà e professionalità, con il duro e rigoroso lavoro nelle aziende, hanno deciso di intraprendere la difficile e impegnativa strada della qualità e delle denominazioni di origine, proponendosi come i più autentici e fedeli interpreti delle peculiarità dei vari territori di produzione. Gli oli ammessi al concorso sono raggruppati per singola Dop e valutati da Commissioni di Assaggio che individuano, per ciascuna denominazione di origine, i migliori due oli, cui viene conferita la Menzione di Merito a condizione che superino il punteggio di 75 /100. Per le Denominazioni che partecipano al Premio con almeno 5 campioni viene redatta una graduatoria tra le Dop stilata sulla base della media

La Calabria promuove la Dop Bruzio della Azienda Le Conche e de La Molazza Sas Si affrontano i migliori produttori italiani

Arrivano da Verona i nomi degli ultimi finalisti che arriveranno alla finale nazionale di Sorrento il prossimo 27 febbraio dei voti ottenuti da tutte le aziende partecipanti al concorso per ciascuna Dop. Le prime tre classificate di questa graduatoria tra Dop saranno presenti alla fase finale con tre campioni anziché due, cui sarà conferita la Menzione di Merito. Ai Consorzi che rappresentano le tre Dop vincitrici di questa graduatoria verrà attribuito un riconoscimento speciale a Sorrento il 27 febbraio. La valutazione finale che si terrà a Sorrento, e a cui accederanno le prime due classificatedi ogni Dop in ogni preselezione, avverrà con una Commissione Nazionale compostadaventiassaggiatori,in prevalenza capi panel iscritti negli appositi Elenchi regionali, e sarà presieduta da Luciano Di Giovacchini. Sulla base delle valutazioni vengono stilate le tre graduatorie distinte per tipologia di fruttato ed individuati gli oli vincitori dopo la deanonimizzazione da parte del Segretario co-

di ca.mi. LAMEZIA TERME - «Mi fa molto piacere che la nostra città in questi giorni sia sulla pagine di quotidiani e riviste nazionali grazie ad un artista lametino. Con Anton Giulio Grande voglio congratularmi pubblicamente, anche a nome dell’Amministrazione comunale, per la nuova avventura prestigiosa che ha appena intrapreso». E’ quanto afferma il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza per le creazioni di alta moda che il couturier ha realizzato per la showgirl Belen Rodriguez che, venerdì, parteciperà al Festival della canzone italiana di

Sanremo. «Ci fa onore che un pezzo di Lamezia - prosegue Speranza - con la sua creatività, intraprendenza e professionalità, sia sulla ribalta dell’opinione pubblica nazionale. Sono anche queste le cose che aiutano la città a crescere e a essere vista per quello che è davvero, una città che sa reagire e sa essere competitiva e giovane». Grande, aggiunge ancora il sindaco, «può essere un esempio stimolante per i nostri ragazzi, di come anche in una realtà come la nostra, se ci sono capacità, studio e volontà, si può riuscire ad avere successo. Al nostro concittadino - conclude Speranza - rivolgo il mio grande in bocca al lupo per questa importante vetrina sanremese e gli auguro di continuare a far parlare di sé, e di Lamezia Terme, in tutto il mondo».

Speranza: può essere un esempio stimolante per i nostri ragazzi, di come anche in una realtà come la nostra, se c’è capacità si può riuscire ad avere successo


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 13

ECONOMIA E IMPRESE

Da marzo partono gli incontri a Cosenza. Scopo: informare i professionisti degli studi commerciali

Registro delle Imprese e Infocamere Corso sulla Comunicazione unica di Ca.Mi. COSENZA - Il Registro imprese, per giungere preparati all’appuntamento con la Comunicazione Unica, obbligatoria per le ditte individuali e per le imprese, dal 01.04.2010, ai sensi del Decreto Legge n. 78 del 1° luglio 2009, convertito in Legge n. 102 del 3 agosto 2009 (Gazzetta Ufficiale n. 179del 04/08/2009)ha organizzato, in collaborazione con Infocamere e con l’ausilio degli Ordini Professionali della Provincia, un corso tecnico - operativo in più date, per permettere ad un ampio numero di professionisti di parte-

cipare ad uno degli incontri in calendario, previa adesione. I destinatari sono i Titolari e collaboratori di studi commerciali/del lavor o (massimo 2 partecipanti per studioprofessionale).Per partecipareal corso sono necessarila : Conoscenza base del Pc, con utilizzo del Web (e-mail posta elettronica) e conoscenza dispositivi di firma digitale. Il corso fornirà all’utente tutti gli strumenti necessari alla preparazione e alla spedizione telematica delle più comuni tipologie di istanze da presentare al Registro Imprese attraverso l’utilizzo del software ComUnic nella ver-

sione standard e semplificata. Il corso sis volgerà in due distinte sessioni una antimeridiana dalle 09.00 alle 12.30 (con registrazione partecipanti dalle ore 08.45)Una pomeridianadallaore 15.15 alle 18.30 (con registrazione partecipanti dalle ore 15.00) Le giornate in calendario: Cantinelle , 1 marzo 2010 (due sessioni distinte: mattina e pomeriggio); Cosenza , 2 marzo 2010 (due sessioni distinte: mattina e pomeriggio); Cantinelle 15 marzo2010(duesessionidistinte: 1mattina e 1pomeriggio), Cosenza 17 marzo 2010 (una ola sessione mattutina), Cosenza 22

Seminario scuola di Liberalismo "Quarto potere e società aperta" CATANZARO - "Quarto potere e società aperta" sarà il tema che tratterà il prof. Franco Chiarenza, dell’Università La Sapienza di Roma, al 5° seminario della Scuola di Liberalismo 2010 - II Edizione di Catanzaro, che si svolgerà domani, con inizio alle ore 15 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Magna Graecia di Catanzaro.Il prof. Franco Chiarenza è docente di Storia della Comunicazione di massa nella facoltà di dell’UniverIl seminario sarà tenuto Sociologia sità La Sapienza di Roma e insegna Etica dal prof. Chiarenza, della comunicazione studioso di vasto sapere nell’Università Statale di Msida a Malta. Ha sced uno dei maggiori ritto e pubblicato "Il esperti di informazione cavallo morente - storia della radio televisione e comunicazione italiana" (ristampato da Franco Angeli nel 2002), "Il giornalismo e le sue regole - un’etica da trovare", insieme a Giuseppe Corasaniti e Paolo Mancini (Etas Libri 1992), "Per capire la comunicazione politica" (Alfredo Guida 1996) e "L’informazione come condizione di libertà" (Scriptaweb 2009).«Il seminario che terrà il prof. Chiarenza, studioso di vasto sapere ed uno dei maggiori esperti di informazione e comunicazione di massa - evidenzia Sandro Scoppa, presidente della Fon-

marzo2010(duesessionidistinte: mattina e pomeriggio); Cosenza 12 aprile 2010 (due sessioni distinte: mattina e pomeriggio); Cantinelle 19 aprile 2010 (due sessioni distinte: mattina e pomeriggio). La Comunicazione Unica per la nascita dell’impresa" prevista nell’art. 9 del Decreto Legge n. 7 del 31 gennaio 2007, convertito nella legge Bersani-bis (n.40/07), ha riunito in una sola procedura tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al registro delle imprese e ai fini previdenziali, assistenziali, fiscali. L’Ufficio del Registro delle Imprese diviene lo sportello telematico al quale l’impresa trasmette, con un’unica pratica telematica, le domande o denunce che vanno presentate a: Registro delle Imprese - Rea. (Repertorio delle notizie economiche e amministrative) - Agenzia delle Entrate -Inps- Inail - Commissione Provinciale per l’Artigianato (ad eccezione Regione Calabria) -Ministero del lavoro, della salute e del-

le politiche sociali. In particolare : 1) Esempi pratici della Comunicazione Unica secondo la procedura standard. In particolare verranno illustrate le modalità di compilazione della modulistica per l’iscrizione (S1), la denuncia di inizio attività di società, attraverso la predisposizione dei modelli del registro delle imprese (mod S5) e dell’ Inps, Inail (ove necessario). 2) Esempi pratici della Comunicazione Unica secondo la procedura semplificata. In particolare verranno illustrate la modalità di compilazione della modulistica per l’iscrizione, con contestuale inizio attività, di una impresa individuale

Comunicazione Unica per nascita impresa” ha riunito in una sola procedura tutti gli adempimenti amministrativi commerciale. Verranno quindi predisposti i modelli dell’Agenzia delle Entrate, del Registro delle Imprese e dell’Inps, Inail(ove necessario). Durante l’esercitazione potranno essereaffrontaticasiconcretiproposti dai partecipanti

Lotta al lavoro nero «Combatterne le cause» dazione "Vincenzo Scoppa", promotrice dell’iniziativa - è volto ad approfondire il delicato equilibrio tra i poteri che si esprimono all’interno di uno Stato di diritto fondato sui principi di una democrazia liberale, nel quale la libertà di comunicazione, e, al suo interno, la libertà di informazione, non rappresenta un accessorio ma invece un presupposto indispensabile». Ad avviso dello stesso, «Dove manca questa libertà, o dove essa è variamente condizionata e limitata, possiamo affermare che non sussistono le condizioni di una reale democrazia liberale. Solamente l’esistenza di un sistema di informazione pluralista e indipendente può assicurare la realizzazione di questa condizione». La Sdl, iniziata il 22 gennaio 2010, è un corso di formazione politica in 10 lezioni che si propone di analizzare, studiare e diffondere in Calabria il sistema di principi del liberalismo classico.

di cm ROMA - «L’Italia tutta deve comprendere che la lotta al lavoro nero all’illegalità e al sommerso si vince combattendo le cause e non le vittime». Così Stefano Mantegazza è intervenuto ieria mattina all’attivo unitario Fai-Flai-Uila dal titolo "Il lavoro agricolo: dignità, legalità, integrazione» che si è svolto a Rosarno". «Le vitttie ha spiegato Mantegazza - sono i lavoratori sfruttati e i produttori agricoli che hanno visto i loro redditi scendere a zero. Ci vuole dunque una diversa politica agricola che premi le produzioni a maggior valore

aggiunto e che metta al centro la qualità del lavoro e la sua tutela. Il Governo - ha proseguito Mantegazza - deve recepire l’avviso comune definito tra le parti sociali e farlo con urgenza, serve inoltre un tavolo specifico sul lavoro immigrato in agricoltura, ci sono infatti leggi da cambiare per gestire al meglio l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro e dobbiamo farlo subito. da Rosarno quindi-haconclusoMantegazza - Fai-Flai-Uila rilanciano con determinazione le loro proposte per lo sviluppo del settore, la riforma del mercato del lavoro le nuove politiche di integrazione».


14

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

AMBIENTE E AGRICOLTURA Lo sostiene Gaetano Pecorella, presidente della commissione parlamentare d’inchiesta A Bologna una serie di audizioni per approfondire il tema, si indaga su morte di De Grazia

Nave dei veleni e rifiuti pericolosi «Interferenze dei servizi segreti» di Car.Mir. BOLOGNA - Sulla questione del traffico de rifiuti pericolosi, in relazione soprattutto alle cosiddette navi dei veleni, stanno emergendo interferenze da parte dei servizi segreti. Lo sostiene Gaetano Pecorella, presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti che a Bologna ha tenuto una serie di audizioni per approfondire il tema. «Dopo che ne ha parlato il pentito Francesco Fonti - ha detto Pecorella altri collaboratori di giustizia e

La quinta assemblea della Cia Al centro il Patto con la società LAMEZIA TERME - Domani alle ore 10, in località Garrubbe di Feroleto Antico, presso il T Hotel Lamezia, la Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria terrà la quinta Assemblea elettiva regionale all’insegna dello slogan "Agricoltori protagonisti, uniti per vincere". La relazione introduttiva sarà tenuta dal presidente regionale della Cia, Giuseppe Mangone, mentre le conclusioni saranno tratte da Sandro Salvadori, componente La Cia presenterà della Giunta nazionale della un documento per Cia. evidenziare le Ai lavori interverranno rappresenproblematiche del tanti delle Istituzioni, delle Orgasettore in Calabria nizzazioni agricoavanzando proposte le e di Enti che operano nel settore. Al centro del dibattito congressuale la Confederazione Italiana Agricoltori conferma e rafforza la strategia del nuovo "Patto con la società" per far valere e realizzare i diritti e i doveri che appartengono all’agricoltura e agli agricoltori, impegnando tutto il suo patrimonio di risorse umane, imprenditoriali, pro-

fessionali e di iniziativa politica e sindacale per assegnare un ruolo da protagonista, nello sviluppo economico e sociale del Paese, all’agricoltura, che sta vivendo un drammatico momento di crisi per il quale sarebbero necessari e urgenti interventi straordinari per evitare che migliaia e migliaia di aziende, nel giro di qualche anno, possano trovarsi in una condizione di grave crisi e rischiare la chiusura dell’attività. Al centro del "Patto con la società", la Cia colloca: gli agricoltori come primi artefici dello sviluppo economico e sociale delle aree rurali; il prodotto, dal quale gli agricoltori traggono reddito per se e la loro famiglia; il territorio, all’interno del quale si svolgono le attività economiche di produzione e valorizzazione sul mercato dei prodotti, le relazioni tra le imprese della filiera e con le istituzioni. Sul piano regionale, la Cia, nel corso dell’Assemblea presenterà un documento per evidenziare le problematiche del settore in Calabria indicando alcune proposte necessarie per superare limiti e ritardi che pesano negativamente sulle aziende agricole. Al termine dei lavori l’assemblea eleggerà i delegati da inviare al congresso nazionale che si svolgerà a Roma il 24, 25 e 26 febbraio.

persone informate hanno riferito delle interferenze dei servizi segreti.Oltre a quellaormai appurata della criminalità organizzata starebbe emergendo anche l’interferenza da parte dei servizi». Pecorella ha raccontato anche un episodio riferitogli da un ex appartenente alle forze dell’ordine che si trovava, per un incontro sulla questione, in un ristorante chiuso al pubblico. «Ad un certo punto - ha detto - sono arrivate due persone a bordo di un’auto che è poi risultata essere un’auto dei servizi segreti». La commissione parlamentare ha ascoltato a Bologna (sede scelta per motivi logistici) una serie di testimoni che vivononel nord Italia.L’obiettivo, ha ribadito Pecorella, è quello di arrivare a presentare al Parlamento una relazione entro l’estate che dia un quadro il più possibile completo, attraverso la verifica delle risultanze testimoniali. Un altro nodo sul quale la commissione sta indagando è la morte sospetta del capitano della Marina Natale De Grazia, dece-

duto nel 1995 in circostanze misteriose. L’ufficiale aveva avuto una parte attiva nelle indagini sulle navi dei veleni. «Una morte - ha detto Pecorella - che si colloca in queste vicende un po’ inquietanti". La Commissione, oltre a due collaboratori di giustizia, ha ascoltato l’ex colonnello del corpo forestaledelloStato,RinoMartini e i testimoni Renato Pent, Guido Garelli e Marino Ganzerla. Ascoltato anche Mario Scaramella, l’ex consulente della commissione Mitrokin, che all’epoca dei fatti era consulente di un magistrato che si stava occupando del caso. Oltre a Pecorella, hanno partecipato Alessandro Bratti (Pd), Giovanni Fava (Lega), Candido De Angelis (Pdl), Vincenzo De Luca (Pd).

Ascoltati anche: l’ex colonnello Martini e Pent, Garelli e Marino

Parco della Sila alla Bit Si illustrano le tipicità di cm LORICA L’Ente Parco Nazionale della Sila anche quest’anno parteciperà alla Bit di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, che si terrà dal 18 al 21 febbraio, con uno stand all’interno del Villaggio Calabria. Il Parco nazionale della Sila parteciperà a work shop, seminari e conferenze in cui si farà il punto della situazione sul mercato turistico mondiale e presenterà la propria offerta turistica, ecosostenibile e legata alla tutela delle proprie aree protette, ma anche allo sviluppo"verde" del suo territorio, in grado di valorizzare le culture locali e di favorire lo sviluppo socio - economico delle popolazioni che abitano il parco. Domani mattina sarà dedicata ad un incontro, presso lo stand del parco, con la stampa nazionale e di settore, cui verranno illustrate le caratteristichee le tipicità del parco, le risorse naturalistiche del territorio, quelle ambientali e turistiche e le peculiarità legate alle eccellenze artigianali dei Comuni ricadenti nel Parco. Dalle 14 alle 15 invece, la Presidente dell’Ente

Sonia Ferrari, interverrà in un convegno il cui tema è rappresentato dal Grand Tour dei numerosi viaggiatori, stranieri e italiani, che a partire dal Settecento si spinsero sulle vie di un itinerario alla scoperta del Sud dell’Italia e della Calabria in particolare. Subito dopo, fino alle 15.30, la Ferrari sarà impegnata in una presentazione del Parco nazionale della Sila rivolta a tutti i visitatori ed ai tour operators nell’area conferenza del Villaggio Calabria, mentre alle 16 il Parco non mancherà all’appuntamento per la presentazione del Rapporto sull’Osservatorio Turistico. Una giornata densa di impegni, che si prolungheranno anche durante il sabato con altri incontri e appuntamenti e la partecipazione del Presidente dell’Ente ad un convegno sul tema "Le vie dei borghi del Parco della Sila si tuffano nel mare", che avrà luogo alle 15 presso la sala convegno del Villaggio Calabria. La Bit rappresenta un momento espositivo e commerciale di significativa rilevanza per il prodotto turistico italiano ed estero ed è un osservatorio privilegiato sul turismo mondiale.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 15

UNIVERSITA' E SCUOLA

Programma + Scuola per 400 precari L’investimento è di 7 milioni di euro L’iniziativa è stata promossa dal vicepresidente della Giunta regionale Domenico Cersosimo di Carm.Mir. CATANZARO - Sono più di quattrocento i precari della scuola che rientrano in gioco grazie al "Programma+Scuola",promossodal vicepresidente della Giunta regionale Domenico Cersosimo e dal Dipartimento regionale Istruzione. I precari recuperati dal "Programma + Scuola" saranno subito utilizzati, fino al 31 agosto 2010, nei 145 progetti ammessi al finanziamento per un impegno complessivo di quasi sette milioni di euro. Questa la ripartizione dei progetti tra le cinque province calabresi: Catanzaro 29 progetti, Reggio Calabria 52, Cosenza 47, Crotone 7, Vibo Valentia 10. «La scuola - ha affermato Cersosimo ha il compito, oggi più arduo di ieri, di formare bene alla vita. Pertanto, con il Programma + Scuola abbiamo seguitato a fare buone semine e ad investire massicciamente nella formazione scolastica extracurriculare. Abbiamo insistito in questa direzione per migliorare le conoscenze dei nostri ragazzi nelle materie linguistiche, scientifiche,

145 i progetti ammessi al finanziamento. La ripartizione è: Catanzaro 29, Reggio Calabria 52, Cosenza 47, Crotone 7, Vibo Valentia 10

matematiche e logiche, convinti che questi insegnamenti di base siano indispensabili per una formazione a tutto tondo. Grazie a + Scuola - ha detto ancora Cersosimo - apriremo gli istituti scolastici anche di pomeriggio, da subito e fino al 31 agosto, per tre volte a settimana, coinvolgendo nelle attività del Programma non solo gli studenti, ma anche gli adulti, gli anziani, gli immigrati e le altre persone a rischio di esclusione sociale e di emarginazione. Accanto a questo obiettivo formativo abbiamo tentato di dare risposte concrete al bacino di precariato scolastico che nell’anno 2009 / 2010 è rimasto fuori dal circuito delle supplenze, garantendo la continuità lavorativa a più di 400 persone». Il Programma, è scritto nella nota, «si propone di elevare le competenze di base e le cono-

scenze dei giovani calabresi nelle materie linguistiche, scientifiche, matematiche e logiche, assicurare il diritto alla formazione durante tutto l’arco della vita, ma anche utilizzare attivamente quel personale della scuola (docenti e personale Ata) penalizzato fortemente dai tagli del ministro Gelmini e rimasto senza neanche le supplenze annuali». I destinatari privilegiati del Programma sono i minori a rischio di abbandono scolastico per gli interventi finalizzati a ridurre la dispersione scolastica; gli studenti delle classi

prima e seconda della scuola secondaria di primo grado per gli interventi diretti ad incrementare le competenze di base; i giovani in uscita dalla scuola secondaria di secondo grado per gli interventi di orientamento universitario e lavorativo; le persone adulte con più di 35 anni di età per gli interventi finalizzati a favorire l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita. In particolare, con il "Programma + Scuola" le scuole avranno la possibilità di utilizzare a pieno regime i laboratori che la Regione Calabria ha attivato grazie ai finanziamenti del Por, valorizzandoli ed aprendoli al territorio con il coinvolgimento non solo degli studenti, ma anche degli adulti e di altri soggetti a rischio di esclusione. I risultati dei progetti ammessi sono pubblicati sul sito della Regione Calabria.

L’assessore alla Protezione civile di Cosenza, Damiano Covelli

«Chiusura liceo per messa in sicurezza» COSENZA - «Incontrando ieri mattina il Dirigente scolastico, alcuni docenti e studenti del Liceo Classico "Telesio" e un gruppo di genitori - dichiara l’Assessore alla Protezione Civile del Comune di Cosenza, Damiano Covelli - ho avuto modo di spiegare, insieme al dirigente della Protezione Civile comunale, Ingegnere Arturo Bartucci, che l’ordinanza con la quale il Sindaco Perugini ha predisposto la chiusura di una parte dell’edificio scolasticohaunoscopo precauzionale. Sulla base di quanto i tecnici

incaricati dall’Amministrazione Comunale hanno rilevato e che è contenuto in una dettagliata relazione, infatti, l’esigenza della temporanea chiusura di una parte dell’edificio, ben individuata dai tecnici stessi, nasce dalla necessità di eseguire in condizioni di massima sicurezza i lavori di consolidamento e sistemazione del pendio soprastante un tratto di Via Petrarca, sul quale sono stati constatati movimenti franosi. L’ordinanza del sindaco, quindi, scaturisce dalle verifiche effettuatesull’areasoprastanteViaPetrarca e dalla programmazione degli interventi di messa in sicurezza. Voglio cogliere l’occasione - prosegue l’Assessore Covelli -

per sottolineare con forza che il Comune di Cosenza ha fatto e sta facendo fronte soltanto con fondi propri ai gravissimi danni che il nostro territorio ha subito durante l’inverno scorso e sta subendo anche quest’anno a causa del maltempo.Voglio ricordare che il 29 gennaio 2009, in un incontro tenuto a Lamezia, il Sottosegretario Bertolaso aveva esortato i Sindaci ad intervenire rapidamente sulle emergenze dichiarando che le spese sopportate e documentate sarebbero state rimborsate dal Governo.Bisognadenunciareche questo non è avvenuto e che oggi il Comune di Cosenza subisce le conseguenze dei mancati rimborsi».

Terra del Sol, il progetto “Bimbi Accanto" LAMEZIA TERME - L’associazione musicale "Terra di Sol" insieme all’amministrazione comunale di Lamezia terme ha avviato un progetto musicale denominato "Bimbi Accanto", una rassegna canora rivolta ai bambini della scuola primaria dalla classe prima alla classe quinta della scuola elementare. Le motivazioniche hannospintoa sviluppare tale progetto partono dal presupposto che manca sul territorio una manifestazione di livello che tenda a valorizzare e promuovere i giovanissimi talenti. Il canto infatti, rappresenta un elemento di fondamentale importanza nella formazione di ogni individuo soprattutto nell’età scolare, in particolare, tende a sviluppare e rafforzare le capacità espressive, ad incoraggiare la creatività e a superare la timidezza acquisendo maggiore autostima. Molti bambini possiedono naturalmente capacità canore che non conoscono e che molto spesso rimangono latenti e inesplorate. D’accordo con

Si tratta di una rassegna canora rivolta ai bambini della scuola primaria dalla classe prima alla classe quinta della scuola elementare di Lamezia Terme i dirigenti scolastici si sono avviate le operazioni per individuare i tredici bambini che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà domenica nove maggio presso il teatro Grandinetti. Ad essi saranno dedicate delle lezioni nella sede della scuola di musica Terra di Sol, al fine di dar loro un’adeguata preparazione. Ad ognuno di essi sarà assegnato un brano tratto dal repertorio dello Zecchino d’Oro che più si adatta alle loro caratteristiche vocali. E’ stato anche istituito il "Premio Bontà" che verrà assegnato ai tre bambini che si saranno distinti per comportamenti moralmente ed eticamente esemplari.


18

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

LAVORO E SINDACATI

Le dichiarazioni di Giuseppe Mercurio, segretario generale Pensionati Cisl della Calabria L’argomento non solo non è stato discusso in aula ma, cosa più grave, è saltato totalmente

Fondo per non autosufficienza «L’ennesima beffa dei politici» di Renzo Massi CATANZARO - «Nella notte tra il 10 e l’11 febbraio 2010 si è consumata l’ultima seduta dell’ottava legislatura di un Consiglio Regionale della Calabria, capace solo di dimostrare, checché pensi o scriva il suo scaduto Presidente Bova, il massimo della indifferenza e della insensibilità sociale nei confronti dei non autosufficienti calabresi». Lo scrive Giuseppe Mercurio, segretario generale Pensionati Cisl della Calabria. «Il tutto - continua - si è consumato, come da manuale, nel teatrino di rinvii più o meno concordati, nella reciprocitàdi ingiurietra consiglieri delle opposte fazioni, con una farsa a dir poco indecente ma con una consensuale divisione finale della torta, ossia fondi pubblici per tacitare tutte le clientele,

L’Inpdap offre 85 borse di studio per corsi alla Liuc Carlo Cattaneo di Milano

CATANZARO - Novità per la gormazione specialistica e le relative borse di studio. L’Inpdap, infatti, direzione regionale Calabria, informa che il prossimo 28 febbraio 2010 scade il termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso per il conferimento di 85 borse di studio per la partecipazione a corsi di formazione specialistica. I corsi sono organizzati dall’Università Carlo Cattaneo - Liuc e Itinerari Previdenziali e si svolgeranno a Milano presso sedi istituzionali dei soggetti organizzatori e promotori. Al bando possono partecipare i dipendentidell’Istituto,gliiscritti, i figli e orfani di iscritti e di pensionati Inpdap in possesso di

rigorosamente a fini elettorali. Oltre all’approvazione del bilancio, va anche detto che tra i trentaquattropuntiall’ordinedelgiorno della citata seduta plenaria, da discutere ed approvare, ce n’era uno al 32° punto dell’o.d.g., ovvero la proposta di legge per l’istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza, proponente l’on. Pietro Giamborino, anche in quanto presidente della 3a Commissione Consiliare Politiche socio sanitarie, che già tre mesi or sono aveva approvato all’unanimità il relativo progetto di legge, una legge di grande civiltà e di solidarietà, puntualmente negata. L’argomento non solo non è stato discusso in aula, ma quel che è più grave, è stato saltato a piè pari e, quindi, non approvato, come avevamo fortemente sollecitato ed auspicato». «L’avvio della campagna elettorale - conclude - sarà per noi Pensionati della Cisl una occasione per confrontarci con i candidati governatori, per rivendicare dai contendenti assicurazioni, certezze e non vaghe promesse su ques-

«L’avvio della campagna elettorale sarà per noi Pensionati della Cisl una occasione per confrontarci con i candidati governatori, per rivendicare dai contendenti assicurazioni, certezze e non promesse» to scottante argomento, ma anche su quelli che stanno a cuore ai cittadini, ai lavoratori, ai disoccupati, agli emarginati e sapremo anche mettere in guardia i nostri associati di stare molto attenti nel dare il voto, specie quando questo può essere sprecato se dato a persone di cui si è già sperimentata sul campo l’incapacità».

laurea o laurea specialistica in discipline economiche, giuridiche e statistiche o con comprovata esperienza nel settore oggetto di ciascun corso. Il bando di concorso e il modello di domanda, disponibili presso le sedi provinciali di ciascuna sede Inpdap, sono scaricabili anche dal sito www.inpdap.gov.it. Ulteriori informazioni relative a ciascuno dei corsi oggetto del presente bando sono disponibili all’indirizzo internet www.itinerariprevidenziali.it/formazione. L’Inpdap costituisce il polo previdenziale per i pubblici dipendenti e rappresenta il secondo pilastro, dopo l’Inps, del sistema pensionistico italiano.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 19

SANITA' E WELFARE te alle esigenze del territorio lametino. Nei mesi passati abbiamo dato credito alle garanzie ricevute anche in incontri istituzionali ma, da allora, nessuna novità significativa è stata registrata». «Nel frattempoè intervenutoprosegue il consigliere regionale del Pd - un piano di rientro del deficitsanitarioregionaleche,obiettivamente, provoca ulteriori preoccupazioni visto che il settore dovrà essere complessivamente posto in una condizione di massima riduzione degli sprechi con relativa contrazione anche degli investimenti. E’ anche vero, però, che é stato approntato un piano per la realizzazione di nuove

Nota di tono polemico del consigliere regionale del Partito democratico Franco Amendola: non è più tempo di promesse, è giunto il momento di dare risposte concrete al territorio

Trauma center a Lamezia «Loiero deve dare risposte» REGGIO CALABRIA - «È questo il momento che il presidenteLoiero dica una parola chiara e definitiva sulla realizzazione a Lamezia Terme del Trauma Center regionale». A sostenerlo, in una nota, è il consigliere regionale del

Pd, Franco Amendola. «La questione sanità - prosegue Amendola - è più che mai al centro del dibattito politico e non solo ed è più che doveroso, dopo le assicurazioni ricevute lo scorso anno, che l’esecutivo regionale renda noto

una volta per tutte la tempistica e le fonti di finanziamentocerte che rendano effettivo il diritto della città della Piana ad ospitare il centro traumatologico. Non è più tempo di promesse è giunto il momento di dare risposte concre-

strutture sanitarie e con ciò si vuole dimostrare di puntare ad una sanità moderna e funzionale. Ed è proprio nel solco di questa logica che la Giunta regionale deve muoversi anche per il Trauma Center che deve diventare il ter-

minale ultimo di una rete regionale sulla carta già predisposta e che rischia di essere vanificata in mancanza di un centro di alta specializzazione come quello destinato a Lamezia Terme». Per Amendola «l’attuale situazione della sanità lametina è molto negativa, nonostante l’abnegazione di gran parte del personale, e nemmeno il famigerato accorpamento dell’azienda sanitaria che, avrebbe dovuto portare alla riduzione dei costi e ad una maggiore qualità dell’assistenza, ha contribuito ad innalzarne il livello. In questoquadrola realizzazionedel Trauma Center diventa ancora più decisiva e fondamentale non solo per un territorio vasto e popoloso come quello lametino ma anche per le speranze dell’intera regione che proprio nel centro traumatologico dovrà vedere il simbolo del cambiamento della sanità pubblica nella nostra regione».


20

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Fissata la scadenza sull’opzione per la determinazione dell’Irap L’uso di tale opzione viene trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrate

Entro il 1° marzo 2010 Entro il 1° marzo 2010 le ditte individuali e le società di persone che vogliono esercitare, per il trienno 2010-2012, l’opzione per la determinazione dell’Irap con le regole previste per i soggetti Ires, ossia in base ai valori di bilancio, devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate l’apposita comunicazione. Se l’opzione non viene esercitata, la base imponibile Irap verrà determinata in base alle regole previste per il reddito di impresa. È stata introdotta dalla Finanziaria 2008 una diversa modalità di determinazione della base imponibile per le società di persone e le imprese individuali rispetto alle società di capitali. Infatti, per tali soggetti, la ba-

se imponibile è data dalla differenza di determinate componenti positive di reddito e determinate componenti negative di reddito. Per i soggetti Ires i componenti positivi e negativi del valore della produzione assumono rilevanza in base al bilancio. Mentre per i soggetti Irpef i componenti positivi e negativi del valore della produzione assumono rilevanza in base alle regole previste per il reddito d’impresa. Il regime «naturale» di determinazione del valore della produzione netta dei soggetti Irpef (società di persone e imprese individali), è quello relativo all’art.5 bis, decreto Irap. Si può optare anche per la determinazione del valore della produzione riservato ai soggetti Ires purché sia adottata la contabilità ordinaria. L’art.5 introdotto dalla Finanziaria 2008, offre, infatti, la possibilità alle società di persone e alle imprese indivi-

duali, di optare attraverso la compilazione di un apposito modulo, per la determinazione della base imponibile Irap con il metodo disposto per le società di capitali. Però per poter usufruire di tale opzione, è necessario che il soggetto sia società di persone e impresa individuale, si trovi nel regime contabile ordinario e che tale opzione si esercitata entro la scadenza. Si sottolinea che i soggetti che hanno effettuato l’opzione entro il 31 ottobre 2010 o entro il 2 marzo 2009 non sono tenuti ad alcun ulteriore adempimento in quanto la scelta opera per il triennio 2008-2010 e 2009-2011. Inoltre poiché l’opzione ha validità per almeno un triennio, la presentazione del modello interessa solo i soggetti che intendono optare per il metodo da bilancio.

Partita Iva

conda se che il decesso sia avvenuto nel 2009 o tra il 1° gennaio 2010 e il 30 settembre 2010 (data di presentazione della dichiarazione Iva relativa al 2009). In caso di decesso della persona fisica tiNel primo caso l’erede presenterà una dictolare della partita Iva, l’erede può prohiarazione Iva con due moduli, uno per se seguire l’attività del de cuius o può decistesso e l’alro per la frazione d’anno relativa dere di non proseguirla. all’attività svolta dal defunto. Sempre in Se l’erede non prosegue l’attività del de questo caso, la dichiarazione Iva sarà precuius, la dichiarazione Iva va ricompresentata in forma unificata in quanto l’erede sa nella dichiarazione unificata (se il ha conseguiti redditi propri nel 2009. contribuente deceduto era obbligato a Nel caso invece il decesso sia avvenuto tra il presentare la dichiarazione unificata) 1° gennaio 2010 e la presentazione della che deve presentare al posto del soggetto Dichiarazione, l’erede presenterà la dichiadeceduto. Si ricorda razione Iva composta di un comunque che la posiunico modulo relativo zione dell’erede rimaall’attività svolta dal defunne autonoma rispetto a In caso di decesso del to nel 2009. In pratica l’erequella del de cuius e titolare della partita Iva, de presenta, per conto del qualora le operazioni defunto, la dichiarazione diliquidazionedell’atti- si hanno due possibilità: unificata per il 2009, comvità del defunto si comprendendoancheladichiapletino oltre il 31 l’erede può proseguire l’ razione Iva oltre alla dicdicembre, l’erede do- attività del de cuius o hiarazione dei redditi. vràpresentareanchela Per quanto riguarda i terdichiarazione Iva rela- può non proseguirla mini della presentazione tiva alla frazione della dichiarazione Iva, gli dell’anno successivo. eredi possono presentarla Se invece l’erede vuole proseguire l’attientro sei mesi dalla data del decesso, anche vità del deceduto deve verificareinnanziquando i termini sono scaduti non oltre tutto, in quale periodo è avvenuto il dequattro mesi anteriormente a tale data. cesso. Infatti bisogna differenziare a se-

Detrazione È possibile la detrazione Irpef del 19 per cento per l’acquisto della parrucca. A chiarirlo è stata l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n.9/E del 16 febbraio 2010, secondo cui la parrucca può rientrare tra le spese sanitarie detraibili. Questo è un onere fiscalmente rilevante quando serve a rimediare al danno estetico provocato da una patologia e ad alleviare una condizione di grave disagio psicologico nelle relazioni della vita quotidiana. Nel caso la spesa sostenuta non sia nell’elenco contenuto nell’art. 15 del Tuir , ocorre fare riferimento ai provvedimenti del ministero della Sanità. E quindi anche se la parrucca non è ricompresa nel Nomenclatore tariffario delle protesi (allegato al decreto 332/1999 del ministero della Sanità), i tecnici del Fisco sostengono che in questo caso, ciò non costituisce un ostacolo alla detraibilità della spesa. Infatti anche il ministero della Salute ha riconosciuto al bene, in quanto la correzione di un danno estetico provocato dalla malattia, una funzione sanitaria. Pertanto la parrucca, se venduta con la destinazione d’uso di dispositivo medicosecondoi principicontenutinel decreto legislativo 46/1997 (attuativo della direttiva comunitaria 93/42/ Cee concernente i dispositivi medici), rientra nel novero delle spese sanitarie detraibili dall’ Irpef .

Luana Rocca


il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

22.139,49 21.650,81 23.748,36 23.115,23 23.098,62 10.886,41

1,56 1,70 1,27 0,42 0,82 0,67

Euro

METALLI

US $

UK £

USD/on

EURO/gr

1119,40

26,38

16,18

0,383

PLATINO

1545,50

36,78

PALLADIO

448,00

10,84

¥en

1 Euro

1.0

1.3597

0.86740 123.85

ORO

1 US $

0.73510

1.0

0.63770 91.060

ARGENTO

1 UK £

1.1524

1.5674

1.0 142.73

1 ¥en

0.0080710 0.010976 0.0070015

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

A.S. Roma 0,795 -0,31 A2A 1,271 +0,79 Acea 7,62 +0,13 Acegas-Aps 3,9075 -0,32 Acotel Group 59,15 +0,22 Acque Potabili 1,699 -0,06 Acsm-Agam 0,878 +0,98 Actelios 3,47 -0,86 Aedes 0,2222 -0,27 Aeffe 0,445 -2,20 Aegon 4,47 +2,00 Aeroporto Firenze Ahold Kon 0,265 -2,57 Aicon Alcatel-Lucent 2,0525 +2,11 Alerion 0,5855 +2,00 Allianz 82,03 +1,33 3,495 +0,58 Amplifon Ansaldo Sts 14,15 +0,36 0,6095 +5,00 Antichi Pellettieri Apulia Prontop 0,394 +1,03 Arena 0,0272 -0,37 Arkimedica 0,66 +4,76 Arkimedica 2012 Cv5% 100,00 +0,08 Ascopiave 1,508 +0,07 Astaldi 5,19 +1,37 Atlantia 17,29 +0,88 Autogrill Spa 8,965 +2,17 9,705 +2,16 Autostrada To-Mi 17,60 +0,57 Autostrade Merid Axa 15,54 +4,65 Azimut 8,52 +3,34 88,70 -0,01 B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers 2,66 +0,66 Banca Carige Axocv 0,0103 -1,90 Banca Carige Cvxcv 0,018 +40,63 Banca Generali 7,29 +1,96 Banca Ifis 7,10 -0,14 Banca Intermobiliare 3,36 -0,37 Banca Italease 0,7595 -0,13 Banca Pop Emilia Romagna Axobcv 0,0767 -1,67 4,7025 +2,56 Banco Popolare Banco Santander 9,88 +1,59 Basf Basicnet 1,974 +0,41 Bastogi Spa 2,05 +0,49 Bayer 50,38 +0,76 Bb Biotech 50,18 +2,41 Bca Carige 1,914 +0,74 Bca Carige R 114,50 +0,00 Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat 0,562 -1,32 Bca Mps 1,118 +1,36 Bca Pop Di Spoleto 4,42 +1,43 9,63 +1,32 Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio 3,9125 +0,32 Bca Pop Milano 4,475 +2,58 Bca Pop Sondrio 6,85 +1,94 0,575 +2,68 Bca Profilo 4,055 -0,18 Bco Desio Bria Rnc 4,08 +0,56 Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp 10,83 +1,31 0,4575 +0,11 Bee Team 0,6895 +1,40 Beghelli Benetton Group 5,835 +1,39 Beni Sta 2011 Cv2,5% 98,30 +0,03 Beni Stabili 0,6085 +1,93 Best Union Company 1,438 +1,41 Bialetti Industrie 0,509 -0,10 1,419 +3,88 Biancamano Biesse 5,95 +0,68 1,101 +0,09 Bioera 29,44 +1,90 Bmw Bnp Paribas 51,37 +5,25 Boero Bartolomeo Bolzoni 1,448 -2,16 Bonifiche Ferraresi 31,41 +0,03 Borgosesia 1,268 -3,57 Borgosesia R Bouty Healthcare 100,99 +0,12 Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% 100,82 -0,08 4,6825 +0,54 Brembo Brioschi 0,2077 +1,61 5,625 +2,46 Bulgari Buongiorno 1,07 +2,10 Buzzi Unicem 9,79 +0,62 6,05 -0,16 Buzzi Unicem Rnc Cad It 5,28 +1,93 2,78 +0,00 Cairo Communication Caleffi 0,9885 -0,05 Caltagirone 2,2975 -0,11 Caltagirone Edit 1,889 +0,21 Camfin 0,254 +1,60 7,735 +0,59 Campari 0,3855 +4,33 Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 89,99 +0,00

Ora

Min

Max

Apertura

16.30.29 17.30.07 17.30.42 16.30.06 17.30.32 16.30.53 16.30.40 17.30.19 16.30.22 17.14.48 16.09.20

0,786 0,8095 0,7975 1,265 1,283 1,267 7,575 7,69 7,655 3,8325 3,92 3,92 57,80 60,00 59,30 1,672 1,729 1,693 0,87 0,8975 0,87 3,325 3,56 3,3925 0,221 0,2275 0,2231 0,434 0,465 0,457 4,435 4,47

16.30.23 16.15.20 16.30.14 17.11.51 17.30.23 17.30.09 16.30.32 16.30.16 16.30.20 16.30.50 16.21.10 17.30.35 17.30.57 17.30.34 17.30.30 17.30.25 14.29.57 17.20.23 17.30.23 16.18.31 16.30.44 17.30.23 17.30.22 17.30.46 17.30.53 16.30.14 17.30.21 17.30.38 17.30.06 17.11.37

0,2615 2,045 0,5785 81,35 3,495 14,07 0,59 0,39 0,0272 0,651 100,00 1,484 5,12 17,20 8,85 9,465 17,15 15,26 8,35 88,55 2,57 0,008 0,013 7,20 7,03 3,33 0,759 0,0732 4,62 9,81

0,276 2,09 0,59 82,40 3,5375 14,34 0,6235 0,395 0,0287 0,68 100,00 1,508 5,25 17,43 8,985 9,815 17,65 15,57 8,58 88,70 2,68 0,0115 0,02 7,35 7,205 3,42 0,761 0,0839 4,7375 9,98

16.30.11 15.32.38 15.56.15 17.21.21 17.30.22

1,96 2,0375 50,38 48,90 1,881

1,975 2,09 50,85 50,18 1,929

16.17.49 17.30.24 17.30.21 16.03.57 17.30.15 17.30.02 17.30.36 17.30.13 16.30.09 16.19.40 16.30.51 16.23.06 16.30.08 16.06.12 17.30.37 16.59.03 17.30.13 16.24.36 16.30.34 16.30.21 17.30.53 16.30.11 13.22.35 17.24.24

114,50 0,5605 1,105 4,35 9,465 3,88 4,3825 6,70 0,5695 4,00 4,0125 10,70 0,45 0,68 5,72 98,05 0,5975 1,418 0,501 1,398 5,84 1,10 29,44 50,11

16.06.03 1,414 16.11.42 31,40 16.30.10 1,263 17.30.04 17.13.00 17.30.30 16.30.13 17.30.42 17.30.24 17.30.28 17.30.37 16.21.37 17.30.48 11.07.53 16.30.46 16.30.14 16.30.14 17.30.33 16.03.29 12.57.31

100,00 100,80 4,6025 0,201 5,52 1,058 9,745 6,05 5,155 2,75 0,9885 2,2425 1,821 0,2505 7,63 0,367 89,99

0,276 0,584 14,19 0,59 0,394 0,0286 0,661 1,484 5,195 17,24 8,85 9,62 17,65 8,35 2,64 0,0105 0,018 7,245 3,3525 0,0778 4,64 9,98 1,961

1,898

116,50 0,5795 1,124 1,108 4,425 9,68 9,55 3,9875 3,915 4,5075 4,41 6,90 6,74 0,5805 0,5695 4,06 4,08 4,07 10,84 10,84 0,459 0,69 0,685 5,90 5,79 98,30 0,6085 1,438 0,5115 0,511 1,42 6,00 5,95 1,101 29,44 52,49 50,36 1,49 31,95 1,33

1,49 31,40

100,99 101,36 4,73 0,2096 5,66 1,085 9,99 6,205 5,28 2,84 0,9885 2,32 1,90 0,258 7,765 0,387 89,99

100,83 101,30 0,2045 5,565 9,82 6,10

1,89 0,2515 7,705 0,3865

AZIONI

Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fmr Art'E' Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

2,4425 35,50 22,98 2,075 0,529 4,595 3,085 2,4275 0,48 0,1557 0,2885 0,84 1,649 0,5985 1,78 0,666 0,8445 104,25 0,962 23,89 5,00 10,83 1,83 5,04 0,2096 103,48 0,7935 1,326 5,185 33,20 0,97 17,20 9,195

2,385

Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Permasteelisa Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp

2,44 35,22 22,42 2,075 0,51 4,595 3,085 2,425 0,459 0,1554 0,2885 0,835 1,629 0,5815 1,738 0,6625 0,809 104,21 0,962 23,69 4,975 10,74 1,82 5,02 0,2086 103,48 0,7925 1,325 5,16 33,20 0,96 17,16 9,125

+1,25 +0,63 +2,23 -0,72 +5,05 +0,99 +2,92 -0,10 -2,86 +2,98 +0,00 +1,46 +1,18 +1,84 +1,16 +2,32 -3,63 -0,04 +1,85 -0,34 +0,71 +4,78 +0,17 +1,31 +0,43 +0,17 -0,56 +0,46 -0,58 +3,72 +0,00 +4,70 +4,11

16.23.14 16.50.01 17.30.40 16.30.08 16.30.22 16.56.21 17.30.25 17.30.43 16.30.05 16.19.19 16.30.50 16.30.05 17.30.06 16.30.30 17.30.06 16.30.03 16.30.33 16.08.32 16.30.40 17.30.55 17.30.58 17.06.41 16.30.53 17.30.05 12.08.26 17.30.32 15.46.58 17.30.02 17.30.39 11.08.23 17.30.59 16.30.55 16.30.23

2,385 34,17 21,87 2,0475 0,49 4,47 2,9675 2,3675 0,456 0,1501 0,2885 0,806 1,615 0,575 1,738 0,6505 0,8005 104,21 0,93 23,53 4,90 10,50 1,805 4,9475 0,201 103,30 0,7925 1,281 5,10 33,05 0,9395 16,40 8,88

4,05 3,0575 1,177 46,92 9,56 23,54 2,20 5,565 15,84 26,78 0,9765 1,347 1,125 11,84 1,84 3,77 3,9175

+0,00 -0,41 -0,17 +2,24 +0,79 +0,17 +3,77 -1,33 -0,50 +1,44 -0,36 -0,30 +1,08 +1,28 +3,66 -1,82 +1,36

17.30.44 16.30.59 17.30.41 17.16.57 16.55.21 17.30.36 17.30.54 17.30.00 17.30.03 17.18.36 17.30.41 17.24.02 17.30.49 17.30.48 17.30.19 15.54.44 17.30.21

3,9975 4,07 3,0575 3,14 3,0675 1,16 1,183 1,17 46,49 47,46 9,505 9,56 23,40 23,75 23,75 2,25 2,12 5,56 5,725 15,44 16,39 16,23 26,72 26,85 0,976 0,995 0,989 1,34 1,38 1,359 1,103 1,13 1,121 11,69 11,89 1,786 1,84 3,85 3,7075 3,87 3,9425 3,8975

22,01 2,0475 0,499 4,50

0,1511 0,811 1,625 0,58 1,775 0,6505 0,8445

5,00 1,83 5,04 103,48 1,314

16,70 9,00

25,00 -0,04 17.30.17 25,00 26,10 16,93 +0,36 17.30.01 16,93 17,10 17,02 5,535 +0,27 17.30.18 5,535 5,60 9,315 +1,09 17.30.29 9,235 9,37 9,235 0,905 +1,46 16.30.20 0,89 0,9165 0,899 1,15 +10,58 16.30.11 1,075 1,15 1,085 8,79 8,88 8,785 +0,69 17.30.04 8,66 0,148 +2,35 16.30.06 0,1464 0,155 0,1534 2,64 -0,75 17.30.03 2,525 2,695 2,675 0,2665 -2,20 16.21.42 0,254 0,2785 0,254 11,47 6,335 8,48 1,121 16,84 8,245 5,075 5,345 4,33 4,08 0,474 0,17 9,705 4,1525 0,5175 11,60 7,79 2,5725 16,86 1,163 0,4615 6,05 26,94 2,12 0,6415 1,605 16,85 4,49 2,715 2,0675 3,335 6,24 4,70 4,335

+3,43 +2,67 +1,68 +0,09 -0,94 +4,63 +5,56 +5,63 -1,92 +0,12 +6,52 -2,02 +4,52 -1,37 -0,48 -0,85 -0,51 +1,68 +1,69 +0,09 -0,54 -1,94 -0,59 +1,31 +1,83 +0,63 +1,63 +0,39 +0,37 +5,81 -1,48 +3,14 +0,00 +0,23

17.30.32 17.30.10 16.48.38 17.30.11 17.30.59 17.30.58 17.30.57 17.30.58 17.30.19 17.30.27 16.21.43 16.30.53 17.30.32 15.26.13 16.24.59 17.30.07 17.30.43 17.30.36 15.33.34 14.06.08 16.22.53 16.30.21 13.29.19 17.30.29 17.30.43 17.08.23 17.30.12 17.30.32 16.21.39 17.30.58 17.19.48 16.24.32 16.30.04 16.30.23

11,17 6,20 8,475 1,116 16,63 7,98 4,8725 5,105 4,24 4,08 0,446 0,1681 9,39 4,15 0,509 11,43 7,75 2,4875 16,76 1,163 0,453 6,04 26,94 2,08 0,635 1,555 16,70 4,4575 2,6925 1,968 3,32 6,00 4,70 4,26

11,69 6,41 8,59 1,157 17,21 8,295 5,095 5,37 4,575 4,1975 0,474 0,1737 9,755 4,20 0,52 11,79 7,89 2,5825 16,96 1,163 0,475 6,28 26,94 2,12 0,646 1,625 16,95 4,53 2,715 2,075 3,41 6,295 4,82 4,3825

11,17 6,285 17,20 8,01 4,88 5,105 4,50 4,19 9,45 4,20 0,5145 11,71 7,85 2,565 0,465 6,275 0,6385 16,81 4,5075 1,968 3,4075 6,10 4,26

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

1,628 +0,25 17.30.59 1,625 1,639 2,65 +19,10 17.30.33 2,1825 2,65 0,9595 +0,21 15.00.03 0,928 0,9625 13,10 +1,16 17.20.42 12,93 13,10 1,518 +1,67 17.30.01 1,51 1,535 0,968 +1,90 12.40.08 0,936 0,969 1,70 -0,93 16.30.12 1,70 1,742 0,8185 +2,83 16.30.00 0,7955 0,828 2,28 +0,44 17.30.14 2,275 2,315

Apertura

1,638 12,98 1,51 0,969 1,721 0,80 2,29

9,435 8,40 6,77 0,354 0,612 3,3175 2,70 2,0875 0,0713 1,423 1,35 3,28

+2,22 +0,60 +5,62 +4,43 -0,24 +3,19 +4,25 +2,71 +1,71 -0,70 -0,22 -1,06

17.30.27 16.23.50 17.19.23 16.30.01 14.07.43 17.30.13 17.30.55 17.30.25 16.30.45 15.21.11 17.30.49 17.30.52

9,175 9,545 8,21 8,40 6,46 6,84 0,3435 0,3635 0,60 0,615 3,185 3,33 2,6225 2,72 2,05 2,10 0,07 0,0729 1,379 1,432 1,349 1,373 3,27 3,35

3,56 8,405 4,655 29,05 20,10 1,84 0,831 0,1123 7,73 2,8075 0,355 0,61

-1,86 +1,39 +2,99 +1,79 +1,57 +1,60 -1,07 -2,69 +0,39 +1,08 +1,43 +2,01

17.30.22 17.30.54 17.30.33 17.30.10 17.30.11 15.58.08 16.17.03 16.30.24 17.30.28 16.09.09 16.30.56 16.18.41

3,4975 3,58 8,35 8,49 4,565 4,67 28,53 29,21 19,80 20,25 1,821 1,84 0,8305 0,84 0,1116 0,1182 7,70 7,925 2,78 2,84 0,348 0,359 0,59 0,615

0,355 0,59

2,2025 3,3825 13,56 18,45

+1,50 +0,15 +0,89 +0,77

17.13.05 2,1775 2,2475 3,40 17.30.53 3,35 17.30.52 13,46 13,74 17.30.18 18,35 18,49

3,40 13,53 18,40

2,3425 0,132 1,39

+0,43 17.30.27 2,315 2,3975 +2,33 16.13.59 0,129 0,1328 +3,58 16.30.39 1,372 1,452

2,385 0,131 1,372

6,17 -0,48 3,29 +0,00 5,705 +4,68 7,615 +1,00 4,025 -0,31 2,64 +0,38 0,55 +10,00

17.30.12 6,145 15.16.45 3,165 17.30.11 5,55 17.30.43 7,58 17.30.28 3,98 16.23.58 2,64 16.30.22 0,5125

9,30 0,345 3,215 2,635 2,06 1,368 3,315 8,365 4,565 19,98 0,115 7,80

6,22 3,29 5,78 5,565 7,69 7,60 4,085 4,08 2,70 2,655 0,55 0,5495

2,075 +0,73 17.30.44 2,0475 2,0875 2,08 2,195 -0,23 15.46.10 2,175 2,2125 3,5575 -3,33 16.30.44 3,5575 3,68 3,6625 1,726 +0,35 16.30.23 1,717 1,73 2,7525 +2,42 17.30.24 2,70 2,7625 2,7125 0,175 +18,89 16.30.01 0,1475 0,1759 0,168 7,16 +1,49 17.30.32 6,94 7,30 6,94 0,473 +0,21 16.24.16 0,458 0,473 0,461 0,1268 -0,16 16.30.33 0,125 0,13 0,13 0,2625 -2,60 16.30.48 0,26 0,27 0,27 1,355 +6,53 16.30.39 1,284 1,38 110,14 +1,07 16.18.55 109,49 110,14 5,675 -1,48 14.13.10 5,675 5,79 2,50 5,705 9,79

+0,00 17.30.11 2,4825 -2,81 15.08.32 5,705 +2,35 17.13.38 9,645

2,54 5,705 9,885

2,54 9,645

0,488

+1,67 16.21.27 0,476 0,4985

0,476

1,725 1,792 12,94 22,00 1,93 4,695 2,75

-0,29 +0,62 +1,73 +0,14 +3,43 +1,84 +2,80

17.30.12 17.30.13 16.10.42 16.34.47 16.30.13 13.07.35 16.30.18

1,72 1,774 12,76 21,35 1,90 4,5625 2,7425

1,753 1,809 12,96 22,00 1,95 4,72 2,82

0,3875 0,4485 0,4115 10,91 0,4465 0,6895 84,30 2,005 1,008 0,9935 7,375 12,59 0,339 0,94 1,173 0,7585

+2,24 +2,99 +1,11 -2,94 -1,98 +3,37 +0,35 +8,61 +0,20 +0,00 -1,01 +2,86 +1,50 +0,00 +4,73 +1,68

17.30.54 16.30.02 17.30.18 17.05.43 16.30.01 17.16.16 13.38.30 16.30.22 16.30.13 16.22.58 16.53.41 17.30.20 16.23.45 16.30.16 17.30.32 17.14.40

0,381 0,441 0,40 10,90 0,4415 0,67 84,30 1,862 1,00 0,9935 7,22 12,32 0,327 0,91 1,129 0,736

0,39 0,4495 0,415 11,18 0,459 0,6895 84,30 2,04 1,018 1,013 7,595 12,70 0,3495 0,96 1,18 0,7585

1,789 12,90 1,902 4,72 2,79 0,383 0,415 0,445 1,91 1,00 1,00 7,53 12,38 1,145


22 Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Rdb Realty Vailog Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Safilo Group Azxaz Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F

Prezzo ultimo contr. Var %

2,00 2,30 5,28 31,75 0,2187 15,16 0,42 0,0847 0,37 1,029 64,31 0,3515 15,50 0,4425 5,905 5,23 0,316 0,0121 24,69 54,48 1,877 10,14 6,03 0,7035 0,1634 1,15 5,35 6,44 91,80 64,50 2,27 3,4375 0,1103 90,51 0,108

-3,85 +1,66 +0,67 +3,59 -0,14 -0,26 +6,60 +1,44 +1,23 +1,68 -0,32 -0,99 +0,07 +0,00 +1,29 +1,16 -2,92 -24,37 +1,02

Ora

Min

17.30.03 15.34.06 17.30.26 17.00.51 17.30.07 17.30.47 16.30.54 16.00.32 16.30.09 13.58.19 17.14.05 16.14.58 17.30.58 16.30.41 17.30.45 17.00.42 16.30.15 16.30.06 17.30.56

2,00 2,27 5,24 31,20 0,216 15,02 0,395 0,0829 0,3695 1,011 64,31 0,3515 15,39 0,43 5,785 5,20 0,314 0,0101 24,55

+2,33 11.07.45 54,48 -0,90 +1,50 +0,17 -0,35 +0,25 +3,42 +0,85 +1,74 -1,08 +2,46 +1,91 -0,22 +0,27 -1,62 -0,83

17.30.39 11.01.31 16.30.41 16.30.04 17.30.50 17.30.51 16.58.30 17.30.18 17.09.39 16.28.44 16.30.45 17.30.40 16.30.24 16.19.11 16.30.22

Max

Apertura

2,09 2,30 2,29 5,325 5,28 32,07 0,2283 15,25 15,02 0,4205 0,40 0,0849 0,0849 0,378 0,37 1,034 1,011 64,54 0,355 0,355 15,50 0,4425 0,435 5,95 5,23 0,3275 0,3275 0,0187 0,013 24,86 24,70 54,48

1,862 1,917 1,905 10,14 10,14 5,96 6,09 0,7035 0,7145 0,712 0,163 0,167 0,1667 1,15 1,15 5,35 5,35 6,32 6,455 6,335 91,80 93,50 93,00 64,00 64,50 2,23 2,29 2,23 3,4325 3,4725 3,4625 0,11 0,1117 0,1111 87,55 90,51 90,51 0,1068 0,111 0,11

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio

42,02 1,835 4,03 65,20 1,36 0,2775

Ora

Min

Max

Apertura

AZIONI

42,60

41,52

1,817 1,86 4,00 4,15 65,20 66,75 1,329 1,377 0,2745 0,2885

4,15 65,49 1,335

Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

+3,32 17.20.01 41,26 +0,71 +3,60 -0,46 +3,03 -3,48

17.30.14 13.43.41 16.30.14 16.30.02 16.30.24

6,17 +4,40 17.30.19 5,94 1,37 +0,74 15.42.08 1,37 13,00 +0,00 16.06.49 13,00 2,36 +2,17 17.07.48 2,30 0,091 -1,09 16.11.13 0,09 1,119 +0,90 17.30.21 1,115 0,0849 -0,12 16.30.43 0,0844 0,8545 -0,64 17.30.28 0,851 17,20 +4,24 16.23.43 16,90 16,77 +0,24 17.30.30 16,75 2,9575 +0,51 17.30.45 2,94 4,35 +13,87 16.30.50 3,965 0,1579 +1,28 17.30.11 0,1566 47,78 +1,47 17.30.53 47,22 44,80 11,40 6,715 9,205 110,07 0,784 2,0025 2,66 22,00 0,8665 0,568

+6,92 15.36.03 42,59 -0,09 16.30.32 11,27 +3,31 -0,11 +0,34 -0,51 +2,01 +2,31 +2,33 +2,00 +1,43

16.47.30 17.30.58 17.24.32 17.30.46 17.30.25 16.22.48 10.43.04 17.30.59 17.30.41

6,49 9,155 109,65 0,784 1,992 2,63 22,00 0,854 0,5625

6,21 6,00 1,37 13,11 2,45 2,38 0,091 0,09 1,134 1,116 0,0866 0,0861 0,8735 0,8635 17,20 16,97 16,81 2,9675 2,945 4,35 4,06 0,1592 0,1575 47,93 44,80 11,59

11,56

6,79 9,31 9,29 110,07 109,65 0,7975 2,0225 2,00 2,67 22,00 0,8685 0,8555 0,5695 0,563

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

1,35 4,25 3,66

+1,50 16.30.29 1,35 -0,70 16.18.49 4,2075 +0,34 16.27.40 3,6225

1,35 4,27 3,66

18,40

+1,21 15.26.21 18,40

18,40

Apertura

0,0694 0,0615 4,1725 0,0368 0,308 0,395 0,2299 0,1252

+0,00 -1,91 +0,54 -0,54 +0,00 +0,13 +8,04 +1,79

16.30.18 17.30.05 16.09.15 16.30.42 17.23.01 17.30.01 16.30.10 16.07.54

0,0687 0,0615 4,1675 0,0363 0,30 0,385 0,2171 0,118

0,072 0,0694 0,0647 0,064 4,22 4,20 0,0387 0,31 0,308 0,399 0,399 0,2369 0,2171 0,1252 0,1252

0,0312 0,2399 0,0132 0,065 0,036 0,0955

-0,95 -0,04 +5,60 -0,46 +5,88 +2,69

16.30.51 15.59.28 11.00.35 14.42.39 16.11.27 17.24.06

0,0311 0,2399 0,0132 0,0605 0,034 0,094

0,0328 0,242 0,2399 0,0132 0,0132 0,065 0,065 0,0364 0,036 0,0975 0,095

0,788 0,285 2,75 0,12 0,0033 0,0041 0,0358 5,41 0,1157 3,9625 0,412 0,498

+1,03 -13,64 +2,61 +0,00 +0,00 +0,00 +0,00 +0,75 +2,12 +0,06 +0,61 +4,73

17.10.28 16.19.29 16.39.04 14.57.17 15.16.38 17.14.45 16.32.16 17.30.40 16.30.57 17.30.34 16.30.53 12.04.17

0,773 0,245 2,66 0,111 0,0033 0,004 0,035 5,125 0,114 3,9125 0,3965 0,4795

0,8075 0,285 2,87 0,12 0,0033 0,0042 0,0364 5,41 0,1198 3,965 0,414 0,498

0,285 2,82 0,111 0,0033 0,0041 0,0359 5,40 0,119 3,9125

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam P. Az. Italia Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Vegagest Az. Italia A Vegagest Az. Italia B Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Caam Azioni Qeuro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Anima Europa

-0,30 +0,14 +0,00 +0,32 +0,32 +0,29 +0,28 -0,01 +0,33 +0,26 +0,28 +0,24 +0,25 +0,44 +0,51 -0,19 +0,31 -0,20 +0,25 +0,87 +0,43 +0,31 +0,31 +0,40 +0,41 +0,32 +0,31 +0,25 +0,30 +0,58 +0,24 +0,25 +0,30 +0,19 +0,33 -0,18 -0,17 +0,32 +0,00 +0,00 +0,31 +0,21 +0,00 +0,38 +0,17 +0,20 +0,24 +0,23 +0,33 +0,08 +0,88 +0,95 +0,93 +0,33 +0,30 +0,19 -0,04 +0,20 +0,22 +0,22 +0,30 +0,13 +0,09 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06 -0,36 +0,18 +0,18 +0,08 +0,05

14,843 5,826 3,997 19,723 19,407 18,817 6,688 6,715 16,645 5,005 4,599 5,084 5,144 3,621 3,324 15,948 4,469 11,346 19,082 18,291 14,608 10,583 10,666 12,266 12,545 9,907 20,969 8,271 14,863 8,523 15,773 4,479 5,315 5,33 12,483 12,902 13,214 16,649 5,00 3,497 10,556 5,752 5,469 4,763 5,983 6,001 8,914 8,813 4,244 3,842 13,689 11,79 4,221 24,014 12,503 4,158 5,361 5,12 5,796 5,954 5,371 4,739 5,271 7,055 7,055 4,672 4,648

5,329 14,989 14,796 6,668 3,662

VARIAZ. QUOT.

+0,33 Arca Azioni Europa Bancoposta Azionario Euro +0,22 Bim Azionario Europa +0,46 Bnl Azioni Europa Crescita +0,38 Bnl Azioni Europa Dividendo +0,39 +0,39 Bpvi Azionario Europa Caam Europe Equity +0,67 Carige Azionario Europa A +0,12 Carige Azionario Europa B +0,13 Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 +0,17 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue +0,87 +0,51 Eurizon Az. Europa Multimanager +0,18 Eurizon Az. Pmi Europa Eurizon Focus Az. Europa +0,09 +0,38 Euromobiliare Europe Eq. Europa +0,31 Fideuram Master Sel.Equity Europe +0,05 Fondaco Eu Sri Equity Beta +0,37 Fondersel Europa +0,29 Fonditalia Eq. Europe R +0,38 Fonditalia Eq. Europe T +0,39 +0,32 Gestielle Europa A +0,35 Gestielle Europa B +0,35 Gestnord Azioni Europa Imieurope +0,33 +0,16 Iniziativa Europa Interfund Eq. Europe +0,33 Investitori Europa +0,28 +0,40 Laurin Eurostock Mc G.Fdf Europa A -0,13 Mc G.Fdf Europa B -0,14 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,19 Mediolanum Europa 2000 +0,17 Nextam P. Az. Europa +0,43 +0,37 Optima Azionario Europa Pioneer Azionario Europa A +0,26 Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A +0,29 +0,15 Prima Geo Europa A Prima Geo Europa Pmi A +0,18 +0,18 Prima Geo Europa Pmi Y Prima Geo Europa Y +0,16 +0,35 Ras Lux Equity Europe Sai Europa +0,24 Soprarno Azioni Euro 50 +0,25 Symphonia Europa -0,04 Synergia Az. Europa +0,38 -0,04 Talento Comp. Europa +0,17 Ubi Pramerica Azioni Europa +0,04 Unibanca Azionario Europa Vegagest Az. Europa A +0,16 +0,18 Vegagest Az. Europa B AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime +0,69 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente +0,03 AZ. FINANZA +0,48 Eurizon Az. Finanza +0,52 Fonditalia Euro Financials R +0,52 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate +0,49 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,14 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources +0,02 Fonditalia Euro Cyclicals R +0,26 +0,25 Fonditalia Euro Cyclicals T -0,03 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T -0,03 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,00 +0,00 Fonditalia Euro Tmt T Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,00

8,765 4,144 9,324 10,872 2,796 3,643 3,929 5,167 5,384 4,189 3,96 8,117 4,89 5,166 7,306 7,605 13,032 12,035 8,292 82,232 12,246 8,508 8,574 6,527 6,663 7,978 17,108 6,177 5,411 4,704 3,546 6,096 3,458 5,411 13,928 4,657 2,74 13,733 6,305 9,988 17,951 18,433 10,267 37,519 9,753 3,646 5,076 5,819 112,08 5,259 5,576 4,407 4,448 8,549

14,402

16,145 5,419 5,448 3,685

5,702 8,432 8,662 10,327 9,76 9,847 11,049 11,147 5,179 5,209 2,439

VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Flex. Emerging Mkts T Interfund Int.Sec.New Economy Optima Tecnologia Vegagest Mobiliare Re A Vegagest Mobiliare Re B AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Ff 1classe Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Ff 1classe Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Global Asset 2 Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Prima Forza 4 A Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato Vegagest Sintesi Dinamico BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Arca Te

VARIAZ. QUOT.

+0,00 2,459 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 +0,00 31,119 Aureo Ff 1classe Valore -0,04 2,522 Azimut Scudo +0,60 4,018 Bancoposta Investimento Protetto 90 +0,60 4,018 Bnl Protezione Caam Qbalanced +0,14 2,849 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 30 +0,14 2,917 Carige Bilanciato 30 +0,47 5,387 Carismi Dynamic Mix 15 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 30 -1,77 8,196 Euromobiliare Moderato Fonditalia Core 1 R -0,03 3,608 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,907 Gestielle Global Asset 1 +0,23 3,961 Managers & Co. Comparto 30 +0,21 30,944 Mediolanum Elite 30 L +0,10 9,558 Mediolanum Elite 30 S +0,11 9,637 Mix -0,05 4,31 Prima Forza 2 A -0,02 4,354 Prima Forza 2 Y +0,10 11,932 Prima Forza 3 A +0,05 4,225 Prima Forza 3 Y +0,08 3,629 Symphonia Adagio +0,05 3,684 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,02 5,002 Synergia Bilanciato 30 +0,08 4,926 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. Ubi Pra. Portafoglio Moderato -0,03 17,594 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,06 4,673 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,33 15,182 Vegagest Sintesi Audace +0,05 30,124 Visconteo -0,05 4,428 OB. EURO GOVERNATIVI BT -0,08 3,861 Allianz Monetario +0,20 22,882 Alto Monetario +0,03 5,864 Arca Mm +0,08 21,558 Bancoposta Monetario +0,16 5,64 Bg Focus Monetario +0,19 5,733 Bim Obb.Breve Termine +0,12 4,961 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,16 4,273 Bpvi Breve Termine +0,16 4,329 Caam Breve Termine +0,28 6,068 Carige Monetario Euro A +0,12 33,83 Carige Monetario Euro B +0,12 5,932 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,19 23,022 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,16 25,731 Consultinvest Breve Termine +0,08 11,535 Cr Cento Monetario Plus +0,02 44,478 Cs Monetario Italia B +0,10 9,715 Cs Monetario Italia I +0,10 9,781 Ducato Fix Euro Bt A +0,06 12,078 Ducato Fix Euro Bt Y +0,11 14,416 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,08 29,673 Euromobiliare Prudente +0,03 11,864 Fideuram Security +0,06 4,815 Fondersel Reddito +0,02 5,971 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R +0,02 4,436 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,06 4,948 Fonditalia Euro Currency R +0,06 9,454 Fonditalia Euro Currency T +0,19 5,932 Gestielle Bt Euro A +0,05 4,106 Gestielle Bt Euro B +0,02 4,171 Gestielle Cedola +0,00 3,466 Imi 2000 -0,18 4,333 Interfund Euro Currency -0,07 5,433 Intra Obb. Euro Bt +0,10 5,018 Laurin Money +0,18 5,511 Leonardo Monetario +0,04 5,345 Mediolanum Risparmio Corrente +0,10 5,207 Monetario -0,03 6,354 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine -0,02 5,509 Optima Reddito B.T. Optima Riserva Euro -0,04 9,36 Passadore Monetario +0,02 5,701 Pioneer Monetario Euro A -0,01 15,95 Prima Fix Obbligazionario Bt A

+0,00 -0,04 +0,03 +0,00 -0,02 +0,19 +0,08 +0,12 +0,08 +0,15 +0,03 +0,05 +0,06 +0,02 +0,04 +0,02 +0,03 +0,02 -0,04 -0,04 +0,00 +0,00 -0,05 +0,15 +0,11 +0,07 +0,02 +0,07 +0,07 -0,06 +0,10

+0,04 +0,10 +0,01 +0,03 +0,09 +0,02 +0,00 +0,00 +0,09 +0,03 +0,03 -0,02 +0,00 +0,02 -0,02 +0,01 +0,01 -0,05 -0,05 +0,05 +0,02 +0,01 +0,03 +0,01 +0,01 +0,00 +0,00 +0,03 +0,04 +0,02 +0,00 +0,00 -0,02 +0,01 +0,05 +0,03 +0,02 -0,02 +0,02 +0,02 +0,06 +0,02 +0,04

5,314 4,877 7,495 5,44 22,499 8,50 4,927 5,072 3,976 3,98 6,368 10,197 10,261 8,754 5,135 5,068 9,736 5,657 4,552 4,595 4,82 4,892 5,742 5,312 5,36 5,755 5,76 5,461 5,383 5,432 33,488

15,827 7,063 14,757 6,189 16,315 6,526 7,471 6,289 7,446 11,571 11,33 5,475 5,522 4,993 5,765 7,758 7,812 6,285 6,327 15,238 8,464 9,559 14,16 7,874 7,907 7,861 7,888 7,567 7,617 6,597 16,878 6,678 5,648 6,924 6,067 13,80 12,143 8,981 6,664 5,289 7,131 13,145 10,137

VARIAZ. QUOT.

-0,02 Soprarno Pronti Termine Synergia Obb Euro B.T. +0,02 Teodorico Monetario +0,07 Tesoreria Fondo Per Le Imprese +0,01 Ubi Pramerica Euro B.T. +0,01 +0,07 Unibanca Monetario Valori Responsabili Monetario +0,02 Vegagest Obb. Euro Breve Termine A -0,02 Vegagest Obb. Euro Breve Termine B +0,00 Zenit Monetario I -0,01 Zenit Monetario R -0,01 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L -0,09 -0,09 Allianz Reddito Euro T +0,00 Anfiteatro Bond Corporate Anima Obb. Euro -0,03 -0,06 Arca Rr Azimut Reddito Euro +0,01 Bancoposta Obbligazionario Euro -0,03 Bim Obb. Euro +0,00 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt -0,01 Bpvi Obblig. Euro -0,08 Capitale Pi¿ Comparto Obbligazionario +0,00 -0,01 Carige Obbligazionario Euro A +0,01 Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A -0,11 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B -0,09 -0,14 Carismi Bond Euro A Carismi Bond Euro B -0,13 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 -0,14 Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome +0,30 Eurizon Focus Obb. Euro -0,04 Euromobiliare Reddito +0,01 Europe Bond -0,03 Fondaco Euro Gov. Beta -0,11 -0,08 Fondersel Euro Fonditalia Euro Bond Long Term R -0,21 -0,21 Fonditalia Euro Bond Long Term T -0,10 Fonditalia Euro Bond Medium Term R Fonditalia Euro Bond Medium Term T -0,10 -0,06 Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B -0,05 -0,01 Gestielle Mt Euro A Gestielle Mt Euro B +0,00 Imirend +0,01 Interfund Euro Bond Long Term -0,22 Interfund Euro Bond Medium Term -0,10 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 +0,04 -0,01 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 -0,03 Intra Obb. Euro Italfortune Euro Bonds +0,00 +0,03 Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney +0,02 Mediolanum Italmoney +0,02 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine -0,06 Optima Obbligazionario Euro -0,04 +0,10 Prima Fix Obbligazionario Mlt A -0,06 Ras Lux Bond Europe -0,11 Sai Eurobbligazionario -0,02 Synergia Obb Euro M.T. Ubi Pra. Euro M/L Termine -0,07 Unibanca Obbligazionario Euro +0,00 Vegagest Obb. Euro A -0,05 Vegagest Obb. Euro B -0,03 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 -0,16 Vrg Coro Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE +0,01 Arca Bond Corporate +0,00 Caam Corporate 3 Anni Caam Corporate Giugno 2012 +0,00 Carige Corporate Euro A -0,02 +0,00 Carige Corporate Euro B Corporate Bond -0,01

5,171 5,055 7,463 6,90 6,724 5,732 5,855 5,836 5,873 7,539 7,502

32,201 31,573 4,984 7,112 8,952 15,659 6,838 6,831 6,747 6,65 5,426 10,709 10,817 5,521 5,607 5,527 5,584 7,594 7,676 7,417 14,004 15,345 7,438 119,183 7,968 7,18 7,231 10,808 10,866 8,198 8,274 15,036 15,164 9,469 8,121 8,134 6,941 11,458 5,902 8,42 7,525 6,435 6,558 17,27 6,949 5,81 56,505 12,805 5,136 6,858 5,80 6,469 6,534 6,252 6,252 5,597

6,953 101,807 5,066 6,423 6,479 7,278

VARIAZ. QUOT.

-0,08 5,313 Ducato Etico Fix Y Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate -0,23 5,552 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine -0,13 7,458 Fonditalia Euro Corporate Bond R -0,08 8,312 -0,07 8,35 Fonditalia Euro Corporate Bond T Interfund Euro Corporate Bond -0,08 4,942 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate -0,03 7,532 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,00 4,989 Prima Fix Imprese A -0,26 6,415 Prima Fix Imprese Y -0,26 6,486 -0,06 6,498 Sai Obbligazionario Corporate Synergia Obb Corporate +0,00 5,353 -0,09 7,688 Ubi Pramerica Euro Corporate OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield -0,16 6,993 -0,13 13,531 Fonditalia Bond Euro High Yield R Fonditalia Bond Euro High Yield T -0,13 13,581 Interfund Bond Euro High Yield -0,12 7,453 Prima Fix High Yield A -0,14 7,601 Prima Fix High Yield Y -0,14 7,728 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari +0,12 8,686 +0,12 5,807 Azimut Reddito Usa +0,12 5,999 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 +0,11 8,151 Fonditalia Bond Usa R Fonditalia Bond Usa T +0,11 8,202 Gestielle Bond Dollars A +0,10 8,74 +0,10 8,844 Gestielle Bond Dollars B Interfund Bond Usa +0,13 7,081 Nordfondo Obbligazioni Dollari +0,12 13,738 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L +0,00 15,467 Allianz Reddito Globale T +0,00 15,179 -0,04 7,221 Alpi Obbligazionario Internazionale Alto Internazionale Obb. +0,03 6,09 +0,06 12,403 Arca Bond +0,00 7,976 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obb. Globale -0,05 5,75 -0,09 5,791 Bpvi Obblig. Internazionale Carige Obbligazionario Internazionale A -0,07 5,729 Carige Obbligazionario Internazionale B -0,07 5,83 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 -0,20 8,331 Eurizon Obb. Internazionali +0,09 8,562 Euromobiliare Intern. Bond +0,00 13,826 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A +0,03 6,324 +0,05 6,407 Gestielle Obbligazionario Intern. B Imibond +0,08 15,705 Mc G.Fdf Global Bond A -0,02 5,267 Mc G.Fdf Global Bond B -0,04 5,216 Mediolanum Intermoney +0,11 6,375 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds -0,03 6,896 Optima Obb. Euro Global +0,11 9,427 Pianeta -0,29 8,804 Prima Fix Obbligazionario Globale A Prima Forza 1 A -0,04 5,043 Prima Forza 1 Y -0,02 5,073 Sai Obb.Internazionale -0,11 7,893 Ubi Pra. Obbligazioni Globali +0,09 5,645 Vegagest Obb. Internazionale A -0,09 5,684 Vegagest Obb. Internazionale B -0,09 5,739 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,00 5,672 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate -0,02 6,622 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pra. Obbl. Globali Alto Rendimento +0,05 8,216 OB. YEN -0,04 4,54 Ducato Fix Yen A Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576


il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Bond Japan R +0,11 9,37 Fonditalia Bond Japan T +0,12 9,424 Interfund Bond Japan +0,12 5,645 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti +0,05 12,879 Bnl Obbligazioni Emergenti +0,10 21,299 Emerging Markets Bond +0,03 5,887 Eurizon Focus Obb. Emergenti -0,04 10,883 Euromobiliare Emerging Markets Bond -0,03 6,713 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,03 9,937 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,04 9,973 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,04 9,817 Gestielle Emerging Mkt Bond B +0,04 9,967 Interfund Bond Global Emerging Markets +0,05 10,247 Mc G.Fdf High Yield A -0,07 6,965 Mc G.Fdf High Yield B -0,08 5,04 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti +0,06 8,37 Optima Obb. Emergent Market +0,13 7,115 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A +0,09 9,618 Prima Fix Emergenti A -0,05 12,47 Prima Fix Emergenti Y -0,06 12,702 Vegagest Obb. Paesi Emergenti A -0,07 7,061 Vegagest Obb. Paesi Emergenti B -0,06 7,149 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI -0,05 6,025 Anima Convertible +0,02 8,942 Azimut Trend Tassi Caam Obbligazionario Euro +0,18 5,452 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,02 5,092 Consultinvest Obbligazionario +0,02 5,188 Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 Eurizon Focus Obb. Cedola -0,05 6,088 -0,13 5,354 Eurizon Obb. Etico Fonditalia Inflation Linked R +0,04 13,435 Fonditalia Inflation Linked T +0,04 13,501 Gestielle Obbligazionario Corporate A -0,04 6,973 Gestielle Obbligazionario Corporate B -0,03 7,065 Groupama It. Bond Sel. Fund +0,00 5,746 Interfund Inflation Linked +0,03 13,292 Mediolanum Risparmio Reddito +0,02 10,829 Mediolanum Vasco De Gama -0,02 9,922 Nordfondo Obbligazioni Convertibili +0,02 5,298 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income +0,08 15,548 -0,03 6,601 Pioneer Obb. Euro Dis. A Ras Lux Short Term $ -0,01 144,462 Ras Lux Short Term Euro -0,01 66,022 Symphonia Comp.Obb. Area Europa +0,00 9,359 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari +0,10 4,866 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario +0,33 5,538 Alto Obbligazionario +0,27 8,671 Anima Fondimpiego -0,03 19,365 -0,01 8,244 Arca Obb.Europa Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity -0,01 7,831 +0,00 5,794 Bancoposta Mix 1 +0,00 5,453 Bim Corporate Mix Bnl Telethon +0,02 5,814 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 15 +0,06 5,199 +0,02 5,412 Carige Bilanciato 10 Cividale Forum Iulii Rendita A +0,00 5,45 +0,02 5,563 Cividale Forum Iulii Rendita B Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 +0,08 7,845 Eurizon Diversificato Etico Eurizon Rendita +0,02 5,924 Eurizon Soluzione 10 +0,07 6,849 +0,00 4,537 Fucino Dynamic Gestielle Etico Per Ail A -0,02 6,297 Gestielle Etico Per Ail B +0,00 6,341 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica +0,04 5,639 +0,10 6,035 Leonardo 80/20 +0,02 5,967 Nextam P. Obbligazionario Misto Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni-0,06 6,59 +0,05 8,312 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A Sai Multi Fund Linea Prudente -0,12 4,839 -0,09 16,96 Sai Performance Sforzesco +0,05 9,776 Symphonia Patr.Globale Reddito +0,04 7,033 +0,04 5,222 Synergia Bilanciato 15 Total Return Obbligazionario +0,05 4,351 Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,00 6,005 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,00 5,996 -0,04 5,443 Vegagest Sintesi Moderato -0,02 8,163 Zenit Obb. I Zenit Obb. R -0,02 8,123 OB. FLESSIBILI +0,04 5,285 Arca Cedola Corp. Bond Arca Cedola Corp. Bond Ii +0,00 4,971 Arca Cedola Gov. Euro Bond +0,00 5,10 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii -0,02 4,975 +0,02 5,226 Aureo Cash Dynamic +0,39 6,631 Bg Focus Obbligazionario +0,01 9,955 Bnl Target Return Liquidita' Caam Soluzioni Tassi +0,08 4,953 Cividale Forum Iulii Strategia A -0,09 5,56 -0,09 5,661 Cividale Forum Iulii Strategia B Consultinvest High Yield +0,09 5,483 +0,02 5,444 Consultinvest Monetario +0,03 7,315 Consultinvest Reddito -0,02 18,313 Ducato Fix Rendita A Ducato Fix Rendita Y -0,01 18,583 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,00 6,54 -0,02 6,488 Premium Risparmio +0,00 7,879 +0,00 5,94 Ritorni Reali Symphonia Bond Flessibile +0,00 5,079 Ubi Pra. Active Duration +0,00 5,667 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,00 10,515 Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 5,268 Volterra Tr Obblig. +0,00 5,148 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,00 5,553 Allianz Liquidita' A +0,00 5,593 Allianz Liquidita' At +0,00 5,069 Allianz Liquidita' B +0,02 5,711 +0,00 5,677 Anfiteatro Tesoreria Anima Liquidita' +0,02 6,607

VARIAZ. QUOT.

Arca Bt +0,00 Arca Bt Tesoreria +0,02 Aureo Liquidita' +0,00 Azimut Garanzia +0,01 Bnl Cash +0,01 Caam Eonia +0,00 Caam Liquidita' +0,03 Carige Liquidita' Euro A +0,02 Carige Liquidita' Euro B +0,03 Carismi Liquidita' B -0,02 Epsilon Cash +0,02 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,07 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,07 Eurizon Liquidita' A +0,07 Eurizon Liquidita' B +0,07 Euromobiliare Conservativo +0,01 Euromobiliare Contovivo +0,01 Fideuram Moneta +0,01 Fondaco Euro Cash +0,02 Fondo Liquidita' +0,01 Gestielle Cash Euro A +0,04 Gestielle Cash Euro B +0,04 Mediolanum Risparmio Monetario +0,00 Nextam P. Liquidita' +0,02 -0,02 Nordfondo Liquidita' +0,00 Optima Money Pensplan Invest Cash Fund +0,08 Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 Prima Fix Monetario A +0,04 Prima Fix Monetario I +0,03 Prima Fix Monetario Y +0,03 Sai Liquidita' -0,04 +0,01 Symphonia Comp.Monetario Synergia Monetario +0,02 Synergia Tesoreria +0,02 Ubi Pramerica Euro Cash +0,01 Vegagest Monetario A +0,02 Vegagest Monetario B +0,02 Vrg Coro Tesoreria +0,00 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,25 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,01 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,12 +0,10 8a+ Latemar 8a+ Monviso -0,02 Abis Flessibile -0,36 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 Adb Globale Quantitativo +0,10 -0,04 Agora Flex Agora Selection -0,04 Agora Valore Protetto -0,03 Alarico Re +0,32 +0,03 Allianz F100 L Allianz F100 T +0,03 Allianz F15 L -0,02 -0,04 Allianz F15 T -0,02 Allianz F30 L Allianz F30 T -0,04 Allianz F70 L -0,02 Allianz F70 T -0,03 -0,01 Anfiteatro Bond Plus Anfiteatro Conservative Flex -0,04 Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,04 Anfiteatro Corporate Bt +0,02 +0,00 Anfiteatro Total Return Anima Fondattivo -0,10 Aqqua -0,24 +0,08 Arca Capitale Garantito Dic 2013 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 +0,00 Arca Corporate Bt +0,02 Arca Rendimento Assoluto T3 +0,00 +0,00 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,02 Aureo Defensive Aureo Ff 1classe Flessibile -0,04 +0,03 Aureo Finanza Etica Aureo Flex Euro +0,18 +0,25 Aureo Flex Italia Aureo Flex Opportunity +0,06 Aureo Plus +0,02 +0,02 Aureo Rendimento Assoluto Azimut Strategic Trend +0,08 Azimut Trend +0,04 Azimut Trend America +0,04 +0,45 Azimut Trend Europa +0,32 Azimut Trend Italia Azimut Trend Pacifico -0,29 +0,02 Bancoposta Centopiu' +0,04 Bancoposta Centopiu' 2007 Bancoposta Extra +0,02 Bg Focus Azionario +0,12 Bim Flessibile +0,05 -0,02 Bnl Target Return Conservativo +0,01 Bnl Target Return Dinamico +0,07 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Asia Bnpp 100% E Pi¿ Grande Europa +0,04 Bnpp Equipe Attacco +0,05 +0,00 Bnpp Equipe Centrocampo Bnpp Equipe Difesa +0,02 +0,00 Caam Absolute +0,24 Caam Dynamic Allocation +0,06 Caam Equipe 1 Caam Equipe 2 +0,12 Caam Equipe 3 +0,22 +0,28 Caam Equipe 4 Caam Eureka China Double Wine +0,00 +0,00 Caam Eureka Double Call Caam Eureka Double Win +0,00 Caam Eureka Double Win 2013 +0,00 +0,00 Caam Eureka Dragon Caam Eureka Ripresa 2014 +0,00 Caam For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall 2014 +0,00 Caam For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,00 Caam Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014 +0,00 Caam Form. Gar. Merc. Emerg. +0,00 +0,00 Caam Form. Private Div. Opp. Caam Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00

8,753 5,769 5,715 12,319 22,179 101,956 8,956 6,306 6,362 5,297 6,265 7,649 7,684 7,291 7,46 11,096 11,84 14,615 116,031 7,592 7,047 7,08 5,48 5,828 6,203 6,153 5,927 5,061 8,514 8,606 8,588 11,522 7,422 5,022 5,044 7,285 5,862 5,896 5,635 12,171 16,717

5,179 4,981 5,013 5,605 4,655 4,013 6,851 4,809 6,336 4,366 3,934 3,866 5,339 5,266 5,111 5,04 26,637 26,112 7,418 5,509 5,623 5,149 3,299 13,12 4,992 5,162 5,074 5,517 5,123 4,816 5,058 5,355 6,059 9,383 16,745 4,793 5,96 5,544 4,927 18,268 8,484 11,643 14,566 6,096 5,274 5,243 5,204 21,883 3,838 4,99 12,376 5,383 5,07 4,431 4,767 5,426 5,198 5,117 5,231 5,151 5,078 4,662 5,324 5,292 5,485 4,865 6,651 5,104 4,931 4,82 5,12 4,832 4,932 5,665 4,952 4,392

VARIAZ. QUOT.

Caam Formula Euro Eq. Option Due 2013 +0,00 Caam Formula Garantita 2012 +0,00 Caam Formula Garantita 2013 +0,00 Caam Formula Garantita Due - 2013 +0,00 Caam Formula Garantita High Diver. 2014 +0,00 Caam Piu +0,07 Caam Premium Power +0,12 Caam Private Alpha +0,00 Caam Qreturn +0,67 Caam Soluzione Azioni +0,04 Caam Strategia 95 +0,02 Carige Flessibile +0,00 Carige Flessibile B +0,00 Carige Flessibile Piu' A -0,02 Carige Flessibile Piu' B +0,00 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,09 Consultinvest Mercati Emerg. +0,31 Consultinvest Multi Flex +0,15 Consultinvest Plus +0,06 Cr Cento Premium +0,00 -0,07 Ducato Etico Flex Civita A -0,05 Ducato Etico Flex Civita Y Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,08 Epsilon Qreturn +0,67 +0,20 Eurizon Focus Garantito 03/13 Eurizon Focus Garantito 06/12 +0,20 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,18 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,18 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,06 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,14 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,10 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,08 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 +0,24 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,08 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,16 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,04 +0,00 Eurizon Focus Profilo Prudente Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni -0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,00 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 -0,03 Eurizon Team 1 A Eurizon Team 1 G -0,03 Eurizon Team 2 A +0,05 Eurizon Team 2 G +0,05 +0,04 Eurizon Team 3 A Eurizon Team 3 G +0,04 Eurizon Team 4 A +0,03 +0,05 Eurizon Team 4 G +0,14 Eurizon Team 5 A Eurizon Team 5 G +0,11 Euromobiliare Real Assets +0,10 Euromobiliare Strategic +0,03 +0,15 Euromobiliare Strategic Flex Euromobiliare Tr Flex 3 -0,04 +0,01 Euromobiliare Tr Flex 4 Federico Re +0,02 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,00 Flessibile +0,00 Fondaco Global Opportunities +0,00 +0,00 Fondersel Duemila Fonditalia Flexible Dynamic R -0,15 Fonditalia Flexible Dynamic T -0,15 Fonditalia Flexible Growth R +0,09 +0,10 Fonditalia Flexible Growth T +0,01 Fonditalia Flexible Income R Fonditalia Flexible Income T +0,01 -0,02 Fonditalia Flexible Multimanager R Fonditalia Flexible Multimanager T -0,02 +0,00 Fonditalia Flexible Opportunity R Fonditalia Flexible Opportunity T +0,01 Formula 1 Alpha Plus 20 +0,09 +0,05 Formula 1 Conservative Formula 1 High Risk +0,15 Formula 1 Low Risk +0,03 Formula 1 Risk +0,09 +0,00 Gestielle Global Asset Plus -0,02 Gestielle Harmonia Dinamico Gestielle Harmonia Moderato -0,02 +0,00 Gestielle Harmonia Vivace +0,02 Gestielle Total Return Gestnord Asset Allocation +0,06 Igm Flessibile A -0,02 Igm Flessibile B -0,05 +0,02 Interfund System 100 +0,03 Interfund System 40 +0,02 Interfund System Flex Intra Assoluto -0,16 Intra Flessibile -0,13 +0,10 Investitori Flessibile Kairos Partners Fund -0,16 +0,00 Kairos Partners Income +0,10 Kairos Partners Small Cap -0,02 Mc G.Fdf Flx Low A Mc G.Fdf Flx Low B -0,02 Mc G.Fdf Flx.High B -0,30 +0,05 Mc G.Fdf Flx.Med. A Mc G.Fdf Flx.Med. B +0,05 +0,13 Nextam P. Flessibile Nordest Sicav +0,00 Ob. Rendimento +0,05 +0,16 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 +0,32 Paritalia Orchestra C +0,10 Pioneer Target Controllo A +0,02 Pioneer Target Equilibrio A +0,02 Pioneer Target Sviluppo A +0,04 Prima Strategia A-Rt 100 A +0,02 Prima Strategia A-Rt 200 A +0,02 -0,02 Prima Strategia A-Rt 50 A Prima Strategia Europa Alto Potenziale A +0,14

4,404 5,01 4,866 4,879 4,821 5,583 5,061 4,763 5,435 4,728 4,936 5,181 5,181 4,51 4,551 4,819 4,897 6,075 6,122 3,196 4,831 4,773 5,194 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,804 6,169 5,13 5,11 5,083 5,091 5,261 5,146 5,235 5,104 4,974 5,17 5,033 5,208 5,419 5,456 5,211 4,904 8,055 5,951 5,951 5,593 5,593 4,625 4,638 3,82 3,834 3,635 3,648 4,096 3,206 13,111 4,559 6,877 5,186 9,124 2,758 93,668 93,07 6,013 6,017 8,83 8,897 8,477 8,507 9,39 9,458 7,776 7,811 6,491 6,495 6,853 6,685 6,497 5,225 5,305 5,259 5,364 13,906 4,668 4,01 4,042 9,446 11,106 10,231 5,734 6,179 6,299 5,529 6,689 9,174 5,187 5,178 3,647 5,553 3,682 4,636 3,98 5,779 4,494 3,739 72,509 5,286 5,249 21,91 5,117 4,891 16,364 2,185

VARIAZ. QUOT.

Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y +0,14 2,196 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A+0,14 13,285 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y+0,14 13,306 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A +0,11 4,681 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,11 4,719 Profilo Best Funds -0,02 5,827 Profilo Elite Flessibile +0,00 5,492 Sofia Flex +0,00 0,684 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A -0,25 5,15 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A -0,17 5,191 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B -0,17 5,203 Soprarno Contrarian A -0,17 3,589 Soprarno Contrarian B -0,17 3,593 Soprarno Global Macro A -0,20 4,89 Soprarno Global Macro B -0,22 4,939 Soprarno Inflazione +1,5% A -0,07 5,471 Soprarno Inflazione +1,5% B -0,07 5,497 Soprarno Relative Value A +0,04 5,357 Soprarno Relative Value B +0,04 5,405 Symphonia Asia Flessibile -0,54 5,686 Symphonia Comp.Fortissimo +0,00 2,50 Symphonia Italia Flessibile -0,06 4,927 Synergia Total Return +0,06 5,18 +0,26 2,333 Total Return +0,04 4,704 Ubi Pra. Active Beta Ubi Pra. Alpha Equity -0,08 5,099 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A +0,02 5,217 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,00 5,233 Ubi Pra. Total Return Dinamico +0,00 4,951 Unibanca Plus +0,12 5,223 Vegagest Flessibile A -0,16 7,356 -0,20 3,059 Vegagest Mb Absolut Vegagest Mb Strategic -0,20 3,014 Vegagest Rendimento A +0,02 5,38 Volterra Dinamico +0,00 5,271 Volterra Tr Glob. +0,02 5,40 Vrg Coro Rendimento +0,06 5,31 Zenit Absolute Return I -0,14 5,568 Zenit Absolute Return R -0,15 5,503 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 +0,07 4,56 ASSICURATIVI Antonveneta Vita -1,25 11,177 Antonveneta Vita Armonico Antonveneta Vita Armonico 2007 -1,34 9,631 Antonveneta Vita Attivo -1,96 11,879 Antonveneta Vita Attivo 2007 -1,79 9,192 Antonveneta Vita Azionario -2,64 13,935 -1,47 7,851 Antonveneta Vita Azionario Globale Antonveneta Vita Azionario Specializzato -2,58 9,226 Antonveneta Vita Bilanciato Euro -2,02 10,971 Antonveneta Vita Bilanciato Globale -1,42 10,465 -1,60 13,176 Antonveneta Vita Dinamico Antonveneta Vita Equilibrato -0,37 14,50 Antonveneta Vita Euromoneta +0,00 11,408 +0,00 11,852 Antonveneta Vita Monetario -0,15 11,773 Antonveneta Vita Obbligazionario Antonveneta Vita Obbligazionario Euro -0,11 13,314 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto -0,81 12,198 Antonveneta Vita Protetto -0,05 12,538 +0,02 10,614 Antonveneta Vita Protetto 2007 Antonveneta Vita Sicuro -0,04 12,837 -1,70 11,304 Antonveneta Vita Trend Antonveneta Vita Trend Dinamico -1,61 8,362 -0,39 10,032 Antonveneta Vita Trend Equilibrato Antonveneta Vita Trend Plus -1,70 6,988 Antonveneta Vita Trend Protetto -0,23 10,511 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced -1,02 10,057 Aurora New Bond +0,07 9,998 Aurora New Share -1,64 10,55 -0,09 10,504 Aurora Unietic -0,25 9,832 Aurora Unit Balanced Aurora Unit Bond +0,37 8,749 -1,20 8,661 Aurora Unit Share Aurora Winvest Bilanciata +0,86 11,17 +1,31 9,743 Aurora Winvest Dinamica Aurora Winvest Prudente +0,28 12,269 AXA MPS FINANCIAL +0,62 9,638 Axa Mps Aggressivo Axa Mps Carattere Forte +0,18 8,999 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,07 7,205 -0,08 15,86 Axa Mps Fin. Az. Pacifico +0,41 6,603 Axa Mps Fin. Az. Sector Axa Mps Fin. Az. Top Ten +0,25 10,093 -0,01 10,754 Axa Mps Fin. Carattere Attento +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 11,785 Axa Mps Fin. Dinamico +0,18 10,168 +0,15 10,828 Axa Mps Fin. Dinamico A Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +0,22 19,034 -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 9,112 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield +0,04 11,169 +0,03 10,734 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,13 11,813 +0,03 10,049 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,05 10,01 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 -0,24 9,546 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa -0,08 11,938 +0,08 12,767 Axa Mps Fin. Secure A Axa Mps Fin. Usa Equity A +0,23 5,234 BCC VITA Bcc Vita Equity America -0,26 4,166 Bcc Vita Equity Asia +0,82 4,807 -4,61 4,28 Bcc Vita Equity Europa Bcc Vita World Global Bond +0,24 5,329 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 -0,51 5,80 Bpm Az 50 -0,90 5,50 Bpm Az 80 -1,75 5,05 Bpm Az Flex -0,92 4,29 Bpm Financial Audace -1,87 3,68 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,18 5,47 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 5,54

VARIAZ. QUOT.

Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 5,48 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,37 5,46 Bpm Financial Equilibrato -1,12 4,40 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,54 Bpm Financial Geographic Areas -1,95 3,01 Bpm Financial Global Bond +0,50 6,09 Bpm Financial Industrial Sector -1,28 3,09 Bpm Financial Prudente -0,79 5,05 Bpm Financial Riserva Euro +0,16 6,46 Bpm Financial Vita Azionario -2,03 4,35 Bpm Financial Vita Bilanciato -1,11 5,35 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,43 6,95 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 +0,08 10,382 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,05 8,25 Bnl Vita Capital Unit 90 +0,03 6,235 CARDIF Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B -2,45 131,011 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 Cardif Bilanciato A -0,89 123,124 -0,97 186,937 Cardif Bilanciato B -1,59 75,203 Cardif Flexible Profilo A Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,45 217,741 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A -0,62 179,229 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 Cardif Spazio Naturale +0,29 173,009 CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G -0,02 5,186 Carige Dinamicamente Protetta +0,19 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica -1,49 3,56 Carige Gestilink Blu Moderata -0,50 5,007 Carige Gestilink Verde Prudente -0,29 6,591 Carige Protezione Attiva -0,15 101,88 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario -1,83 3,911 Cattolica Bilanciato -0,94 4,226 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 Cattolica Bpbari Freeway Desert +0,14 3,491 -4,46 0,193 Cattolica Bpbari Freeway Jungle Cattolica Cividale Percorso Azionario -2,28 10,696 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,00 11,297 Cattolica Ferrara Investire Azionario -1,73 3,235 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario +0,11 5,534 +0,06 5,192 Cattolica Fondo Protetto Cattolica Formula Life Azionaria +1,06 4,275 Cattolica Formula Life Bilanciata +0,75 4,679 Cattolica Fuoriclasse Balanced +1,07 4,429 +0,35 5,492 Cattolica Fuoriclasse Bond Cattolica Fuoriclasse Equity +1,78 3,027 Cattolica Fuoriclasse High Tech +2,30 1,337 -0,20 5,506 Cattolica Nuove Rotte -0,40 4,784 Cattolica Obbligazionario Cattolica Progetto Attivo Bond -0,44 4,526 Cattolica Progetto Attivo Equity -1,91 3,593 Cattolica Progetto Attivo Mix -0,96 4,241 +0,50 5,058 Cattolica Soluzione Dinamica Cattolica Soluzione Prudente +0,42 6,171 +0,72 3,508 Cattolica Soluzione Vivace CENTROVITA ASSICURAZIONI -0,31 72,562 Centrovita 6attivo-Orchestra Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 Centrovita Anni 40 -0,05 150,715 +0,09 164,122 Centrovita Anni 50 Centrovita Anni 60 -0,33 117,219 Centrovita Anni 70 -0,79 117,651 Centrovita Anni 80 -1,16 93,53 -0,13 106,762 Centrovita Azionario -1,24 56,531 Centrovita Azionario Blue Centrovita Azionario Green -0,15 57,005 -0,14 130,428 Centrovita Azionario Plus Centrovita Bilanciato -0,03 147,432 -0,03 173,885 Centrovita Bilanciato Plus Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 Centrovita Eag 2006 +0,00 1.049,92 +0,10 188,214 Centrovita Obbligazionario Centrovita Obbligazionario Blue +0,11 123,166 Centrovita Obbligazionario Plus +0,11 209,389 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. -3,13 1,983 Duomo Unit Dynamic -0,27 4,833 Unit Moderate GENERTELLIFE S.P.A. -1,13 5,931 Adria Equilibrio -0,30 4,936 Genertellife Aptus 1 Genertellife Aptus 2 -0,42 4,512 Genertellife Aptus 3 -0,56 3,749 Genertellife Bg 2005-2015 -0,01 10,258 -0,72 9,554 Genertellife Bg 2005-2020 -1,44 8,678 Genertellife Bg 2005-2025 -1,32 8,267 Genertellife Bg 2005-2030 Genertellife Bg Azionario 1 -0,37 2,144 Genertellife Bg Azionario 2 -0,36 2,465 -0,44 3,867 Genertellife Bg Bilanciato 1 Genertellife Bg Bilanciato 2 -0,51 5,081 -2,20 7,82 Genertellife Bg Dinamico -0,75 2,777 Genertellife Espansione -0,85 2,798 Genertellife Espansione2000 Genertellife Sviluppo -0,99 4,195 Genertellife Sviluppo2000 -0,37 3,73 +0,49 5,746 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio Genertellife Tirreno Unit Protezione +0,23 5,778 +0,85 4,966 Genertellife Tirreno Unit Sviluppo Genertellife Valore +0,15 6,178 Ina Assitalia +0,02 4,091 Ina Fondo Ina Valore Attivo Ina Fondo Valute Estere -0,09 1,13 Ina Nuovo Fondo Ina -0,01 7,809 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione -0,10 5,135 Intesa Vita Azionario America Growth -0,74 8,102 Intesa Vita Azionario America Value -1,25 8,845 Intesa Vita Azionario Cina -1,27 19,665 -4,06 9,525 Intesa Vita Azionario Europa Growth Intesa Vita Azionario Europa Value -4,10 10,417

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Crescita +0,03 5,959 Intesa Vita Dinamica -0,20 4,542 Intesa Vita Eurounit Azionario +0,89 2,933 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,50 4,855 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,28 5,448 Intesa Vita Eurounit Prudente +0,14 6,339 Intesa Vita Gpa Accordo +0,31 679,53 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,31 653,28 Intesa Vita Gpa Acuto -2,02 376,43 Intesa Vita Gpa Acuto 2 -2,02 320,38 Intesa Vita Gpa Armonia -1,08 495,20 Intesa Vita Gpa Armonia 2 -1,08 435,54 Intesa Vita Gpa Motivo -0,17 619,17 Intesa Vita Gpa Motivo 2 -0,17 581,83 Intesa Vita Monetario Dollaro +1,27 9,028 Intesa Vita Monetario Euro -0,02 10,857 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,17 11,198 Intesavita Gpa Private Bond +0,17 717,31 Intesavita Gpa Private Global Guar. +0,23 580,60 Intesavita Gpa Private Global High +0,51 325,45 Intesavita Gpa Private Global Low +0,25 660,21 Intesavita Gpa Private Global Medium +0,23 532,43 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo -0,12 3,354 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis -0,13 3,852 Mediolanum Azionario Fedelt¿ +0,00 2,128 Mediolanum Azionario Lntraprendenza -0,16 3,087 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis -0,13 3,794 Mediolanum Azionario Protezione +0,00 5,822 Mediolanum Balanced -0,07 4,553 Mediolanum Balanced Bis -0,06 4,631 Mediolanum Country -0,12 3,24 Mediolanum Country Bis -0,13 3,783 Mediolanum Dynamic -0,10 3,971 -0,09 4,363 Mediolanum Dynamic Bis Mediolanum Eurobond Breve Termine +0,03 6,743 Mediolanum Eurobond Opportunita' +0,00 6,779 +0,03 6,688 Mediolanum Eurobond Sviluppo Mediolanum Euroequity Opportunita' -0,12 4,016 Mediolanum Euroequity Protezione +0,00 6,419 Mediolanum Euroequity Sviluppo -0,12 4,306 -0,02 5,021 Mediolanum Moderate Mediolanum Moderate Bis -0,04 5,035 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis +0,02 5,529 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,02 5,357 +0,00 5,178 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis Mediolanum Obb. Moderazione Bis +0,04 5,457 Mediolanum Obbligazionario Crescita +0,00 6,665 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' +0,03 6,653 Mediolanum Obbligazionario Moderazione+0,03 6,592 Mediolanum Opportunity -0,11 3,594 Mediolanum Opportunity Bis -0,13 3,934 Mediolanum Prudent +0,02 6,199 +0,04 5,499 Mediolanum Prudent Bis Mediolanum Sector -0,12 3,198 Mediolanum Sector Bis -0,10 3,981 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario +0,42 2,886 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato +0,19 4,237 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,02 6,177 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,00 5,529 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica +0,77 3,253 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata +0,51 5,67 +0,98 12,673 Risparmio Eurolink Cv Dinamico Risparmio Eurolink Cv Equilibrato +0,43 12,829 +0,06 11,903 Risparmio Eurolink Cv Risparmio +1,11 10,739 Risparmio Formula Link In Prima Risparmio Formula Link In Seconda +1,07 9,327 Risparmio Formula Link In Terza +1,20 7,61 +0,95 8,405 Risparmio Gestivita Azionario Risparmio Gestivita Bilanciato +0,95 10,131 +0,53 11,859 Risparmio Gestivita Obbligazionario Risparmio Patavium Ul Dinamico +0,95 7,522 +0,28 8,973 Risparmio Patavium Ul Equilibrato SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A -2,49 7,754 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale -2,42 7,446 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,23 9,181 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +0,40 9,567 -0,10 9,86 Sara Vita Profilo Guardian Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno -0,23 119,23 Unipol Uninvest Azioni Piu' -0,42 106,048 -0,81 13,243 Unipol Uninvest Crescita Unipol Uninvest Equilibrio -0,47 12,168 -0,77 6,599 Unipol Uninvest Flessibile -0,38 106,204 Unipol Uninvest Grande7 Unipol Uninvest Grandevita -0,37 101,785 Unipol Uninvest Mach 7 -0,43 110,26 Unipol Uninvest Otto&Mezzo -0,58 102,744 Unipol Uninvest Performance Europa -3,40 7,109 Unipol Uninvest Risparmio +0,07 13,395 Unipol Uninvest Valore -1,19 11,832 ZURICH LIFE AND PENSION Zlap Controllo +0,13 5,293 Zlap Crescita +0,49 6,201 Zlap Equilibrio +0,29 7,359 Zlap Evoluzione +0,19 4,665 Zlap Protezione -0,01 7,81 Zlap Prudenza +0,16 5,625 +0,00 5,447 Zlap Sicurezza +0,28 3,527 Zlap Sviluppo


24

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Corrotti in aumento: 229% in più

Il procuratore indagato Achille Toro si dimette «in maniera definitiva» per difendere la propria onorabilità

Bossi: «Spero che non si usi Bertolaso per colpire Berlusconi, sarebbe brutto» di Angie Rucola ROMA Continuano le polemiche e i dibattiti per la conversione del decreto sulla Protezione civile nonostantesia stata stralciatala norma inerente la trasformazione in società per azioni. A rafforzare le polemiche anche la scandalosa inchiesta che ha conivolto il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, il quale continua difendersi dalle accuse: «Sono su un patibolo che non merito» è infatti l’ultima dichiarazione rilasciata ai giornalisti prima della partenza per la Calabria. A difenderlo scende in campo anche Umberto Bossi, leader della Lega, che sottolinea: «Spero che non si usi lui per colpire Berlusconi altrimenti diventa un Paese davvero troppo brutto. La mia impressione è che qualcuno ha sbandato, ma non c’è nessun progetto generale. Dunque non c’è una nuova tangentopoli. È Berlusconi che gli dice di andare avanti ed è bravo nel suo mestiere». Il ministro per le Riforme fa poi riferimentoall’assettodellaProte-

zione civile. Dopo il no alla trasformazione in Spa ribadisce: «Non sono d’accordo. La Protezione civile dovrebbe andare alle Regioni. Sono loro che la allevano e ci spendono i soldi». Bertolaso, partito ieri mattina per la Calabria dove continua l’emergenza frane, prima di lasciare Montecitorio ha scritto una lettera nella quale spiega: «Nulla da eccepire a che la magistratura indaghi su tutti e chiunque, me compreso , ma c’è una seconda

Il nucleare, punto di forza delle prossime amministrative. Tanti gli slogan e i manifesti pro e contro di Anna Caruso

iniziativa giudiziaria di cui sono oggetto che è solo fango, una tempesta provocata ad arte. Da giorni i giornali titolano non sospetti su di me, ma certezze; pubblicano intercettazioni usandole non come elementi indiziari ma come prove di colpe commesse dando un’ immagine complessiva della rete dei corrotti e corruttori, di cui sarei parte, magari non proprio protagonista, ma sicuramente parte. Questo secondo procedimento

ROMA Il nucleare è al centro delle polemiche dopo che numerosi partiti ne hanno fatto uno slogan per le prossime elezioni. Il quotidiano il Corriere della Sera riprende una serie di dichiarazioni iniziando dalla candidata Renata Polverini : «Nel Lazio non abbiamo bisogno di centrali». In Lombardia Roberto Formigoni assicura: «Non ne abbiamo bisogno, siamo vicini all’autosufficienza ». Il pugliese Rocco Palese sottolinea che «non c’è neppure la remota possibilità di una centrale da noi». Il sardo Ugo Cappellacci drammatizza: «Dovranno passare sul mio corpo». In Piemonte Roberto Cota è forse l’unico a non promettere barricate: «Non so se toccherà al Piemonte. Come governatore pretenderei una consultazione,ma segnalo che a 70 chilometri dai confini ci sono le centrali francesi ». Cota attacca il Pd: «È alleato con l’Udc,

giudiziario si chiama giustizia sommaria, si chiama fango gettato nelle pale del ventilatore, si chiama diffondere illazioni, interpretazioni, accuse, pseudocertezze, pre condanne e stigmate di malavitoso addosso a chi non ha altro strumento per difendersi che la propria storia, la propria pretesa innocenza, l’inservibile appello alla verità La verità è l’ultima cosa che interessa, si cercano emozioni, pruderie, notizie sfiziose sui difetti, le debolezze, le leggerezze, ma soprattutto si cerca e si riesce, gettando fango, di sfigurare il profilo di ogni persona investita da questa tempesta». In serata il procuratore aggiunto di Roma Achille Toro, indagato nell’ambito dell’inchiesta, si è dimesso dall’ordine giudiziario.Toro, indagato per rivelazione di segreto d’ufficio, ha deciso di dimettersi «in maniera definitiva», volendo essere libero di difendere la sua onorabilità e quella del figlio Camillo, indagato per favoreggiamento, ha spiegato una fonte.Oggi la procura ne informerà il Ministero.

che ha preteso di inserire un sì al nucleare». Idv e Verdi annunciano un referendum. Ermete Realacci è contrario: «Sarebbe un clamoroso autogol». Paolo Cento replica: «Il Pd è troppo timido ». Il verde Angelo Bonelli pensa che il governo stia cercando una via d’uscita: «Sanno bene l’insostenibilità economica dell’operazione. Le Regioni saranno il loro alibi». Umberto Bossi

ROMA Il procuratore generale Mario Ristuccia e il presidente della Corte dei conti, Tullio Lazzaro, in occasione della cerimonia dei apertura dell’anno giudiziario, denunciano la corruzionedefinendola: «Un fenomeno di costume, una patologia grave che nel 2009 ha fatto registrare un aumento di denunce alla Guardia di finanza del 229% rispetto all’anno precedente, nonché un incremento del 153% per fatti di concussione». Lazzaro ha precisato che «Non esiste nessun buco di bilancio inteso come tale. C’è una scarsa correttezza contabile nello scrivere le cifre, ma assolutamente non esiste nessun buco come denaro pubblico. Sulla Protezione civile ci dovrebbe essere un controllo reale non solo politico». Per legge, ha spiegato sempre Lazzaro: «Non c’è un controllo della Corte sulle ordinanze della Protezione civile. La Corte può fare accertamenti sulla gestione, ma il nostro controllo reale su quelle ordinanze, per legge è escluso. Dove può intervenire la Corte è una scelta del Parlamento». Secondo Ristuccia invece: «La corruzione dilaga nella pubblica amministrazione: il Ministero dell’Interno, i Comandi dei Carabinieri e della Gdf, nel solo periodo gennaio-novembre 2009 hanno denunciato 221 reati di corruzione, 219 di concussione e 1714 reati di abuso di ufficio, con un vertiginoso incremento rispetto all’anno precedente».

invece ha già dato segnali di vicinanza ai cittadini sulla questione “No Tav” e dubita anche del nucleare. In Veneto Luca Zaia: «Condivido il nucleare, ma nel Veneto non mi risulta nulla. Abbiamo un bilancio energetico positivo. Sta diventando un tormentone questa cosa del nucleare, ormai sono nauseato: diteci se si farà in Veneto e andiamo a vedere. Ma certo non farò nulla contro i cittadini».


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Il debito che conta è quello aggregato

La Grecia perde diritto di voto e rischia la sovranità sui conti di Carlo Bassi e M.T.Squillaci L’ Ecofin ha esortato il governo di Atene a conformarsi alla richiesta di austerità entro il 16 marzo, (data in cui sarà pronto il primo rapporto sullo stato di attuazione delle misure preparato da Commissione europea e Bce ) se vuole evitare che l’ Ue prenda completamente in mano la politica economica del Paese, facendo entrare la Grecia in una sorta di condizione di vassallaggio come previsto dall’ articolo 129.9 del Trattato di Lisbona. Inoltre ha deciso la sospensione del diritto di voto per la Grecia durante le riunionidel Consiglioeuropeo,che appare un provvedimento poco più che simbolico ma atto a segnare uno spartiacque costituzionale e a ribadire una devastante perdita di sovranità. Intanto a livello politico il fronte europeo è diviso in due parti. I fautori del salvataggio e quelli del’abbandono della Grecia al suo destino (questi ultimi soprattutto Germania e Paesi nordici). Così non sorprende la durezza austriaca: «Non saremo noi a salvarli», ha detto il ministro delle Finanze austriaco Josef Proll , esprimendo un’opinione diffusa tra molti suoi colleghi del nord Europa.Alcunifunzionaritedeschi chiedono addirittura che alla Grecia sia precluso il voto in tutte le questioni riguardanti l’ Ue fino a quando non sarà uscita da questa sorta di "liquidazione

E il Sud è la Grecia d’Italia. Dalla Cisl l’allarme: il Pil del Sud è tornato ai livelli di dieci anni fa

controllata" in cui si trova. Per questo la Ue non ha ancora rivelato dettagli su come intenda aiutare la Grecia ad ottenere 30 miliardi di euro entro la fine di giugno dai mercati internazionali del credito. Gli investitori si chiedono se questa mossa sia parte del cosiddetto gioco «dell’ ambiguità costruttiva» per fare pressione su Atene e mantenere i mercati con il fiato sospeso, o non sia altro che il riflesso della riluttanza di Berlino a impelagarsi in una vera e propria unione fiscale con i Paesi dell’ Ue . Jean Claude Juncker , attuale capo dell’ Eurogruppo, ha accennato al fatto che i ministri avrebbero già approvato un piano di aiuti fatto di iniziative bilaterali per risanare il bilancio greco. Ha inoltre affermato che la possibilità di un salvataggio da parte dell’Fmi è da escludere categoricamente poiché non farebbe altro che mandare in frantumi la credibilità dell’ unione monetaria. Molti tedeschi, tra cui Otmar Issing , ex spina dorsale della Banca centrale europea, non sono d’accordo. Issing sostiene che il salvataggio della Grecia da parte dell’ unione monetaria monetaria sarebbe un errore fatale poiché screditerebbe inevitabilmente il ruolo di quest ’ultima.La Grecia deve ridurre il suo deficit dal 12.7% (ma c’è chi giura che in realtà è il 16%) al 3% in 3 anni e le misure correttive del bilancio prese fin ora sono considerate deboli e insufficienti. Intanto in Grecia dilagano

le proteste, guidate dai pubblici funzionari, contro il piano di austerità varato dal governo di George Papandreu . Al momento sono in sciopero tutte le dogane ma le manifestazioni culmineranno in uno sciopero generale la settimana prossima.Uno dei commenti ricorrenti sulla stampa internazionale è che la Grecia deve trovare un consenso nazionale e apartitico per poter uscire con la necessaria "spartana fermezza" dalle pastoie attuali. Ma al di là dei problemi contingenti di Atene, ormai la questione del debito pubblico - di chiunque - è il tema caldo dell’economia internazionale. Uno studio della Banca dei regolamenti internazionali dice che le prospettive di bilancio di lungo termine, influenzate principalmente dall’invecchiamento della popolazione, sono fosche. Proiettando nel futuro questi drammatici punti di partenza, gli autori sostengono che il rapporto debito pubblico/ Pil nel 2050 potrebbe toccare il 250 per cento in Italia, il 300 per cento in Germania, il 400 per cento in Francia, il 450 per cento negli Stati Uniti, il 500 per cento nel Regno Unito e il 600 per cento in Giappone. Come si vede l’Italia è messa molto meglio di altri. Ma quello che preoccupa di più gli economisti è il debito pubblico aggregato complessivo, quello che tiene conto non solo del debito pubblico ma anche quello delle aziende e dei privati.

ROMA - Allarme della Cisl sul Mezzogiorno: il centrosud vive una situazione di "emergenza sociale" e il suo Pil "è tornato ai livelli del 2000". È la tesi di una ricerca del Dipartimento lavoro e mezzogiorno della Cisl , presentata ieri a Roma nel corso del seminario ’S.o.s. mezzogiorno’. In particolare, spiega il rapporto, dal 2001 al 2008, per sette anni consecutivi, il tasso di crescita del Pil del Sud, pari al 5%, è stato inferiore rispetto al resto del Paese (7,5%). Nel 2009 per effetto della crisi il Pil nazionale è diminuito del 4,9%, ciò significa che in un sol colpo il Sud ha bruciato la crescita di sette anni ed è tornato ai livelli del 2000. «Ora serve una terapia d’urto per impegnare le risorse disponibili su investimenti, occupazione ed infrastrutture», ha spiegato il segretario confederale della Cisl , Giorgio Santini. Secondo i dati elaborati dalla Cisl , nel terzo trimestre del 2009 la caduta occupazionale è più forte nel Sud, dove arriva al -3% rispetto al 2008, dato più elevato sia del Nord (-2,3%) che del Centro (-0,8%). Si è quindi ridotto

Non spaventi la tabella qui a fianco, anzi dovrebbe essere motivo di orgoglio. La fonte non è da poco: è l’Eurostat, l’istituto statistico dell’Unione europea. I dati sono quelli, considerati molto più validi delle semplici percentuali sul rapporto fra debito pubblico Prodotto interno lordo, e tengono conto anche dei debiti delle imprese non finanziarie e delle famiglie, quindi tutto il debito di un Paese. I dati dell’ultima colonna sono la percentuale di debito complessivo aggregato sul Pil . E dimostrano al di là di ogni dubbio che l’Italia - che pure ha la più alta percentuale del debito della Pubblica amministrazione (Stato ed enti locali), se si aggiungono i debiti delle famiglie e delle società, è tra i Paesi più virtuosi d’Europa. La percentuale sul Pil del debito complessivo aggregato (riquadrata)è del 221 per cento:meglio di noi solo Finlandia, Austria, Germania, Grecia (ma prima del crollo). Oggi il suo debito pubblico supera il 120 per cento da solo. Questo spiega perché nelle classifiche dei cattivi l’Italia non c’è: quanto a debito sta peggio anche il Regno Unito. Che, come molti altri Paesi forti e ricchi, ha un debito delle famiglie molto alto e capace di provocareunapericolosissimabolla. Ecco perché le previsioni per il futuro di cui parla nel’articoloa sinistra non ci vedono fra i sospettati di catastrofe ed ecco perché grandi investitori istituzionali ed economisti non si preoccupano di noi. La vera fonte di preoccupazione sono semmai gli Stati Uniti: la loro percentuale è del 500 per cento.

ancora il tasso di occupazione, che precipita al 45%, perdendo l’1,5% rispetto al 2008 in egual misura tra uomini e donne, che scendono sotto il 31%, livello tra i più bassi in Europa. Colpisce particolarmente la caduta dell’occupazione nel comparto industriale che nel Sud diminuisce di quasi l’8%, fatto ancor più preoccupante se si considera che non comprende il dato delle grandi aziende in crisi (su tutte Fiat Termini Imerese e Alcoa ) per le quali agisce ancora la Cig ma le cui prospettive sono molto incerte. Anche la spesa pubblica in conto capitale è scesa, passando dal 40,1% del 2001 al 34,9% del 2008. Ma anche le aziende e gli enti locali spendono poco: il Contratto di programma delle Fs destina nel Sud poco più del 20% degli investimenti, mentre a metà degli anni ’90 si attestava al 30%. Alla luce di questi dati, la Cisl sollecita attraverso un Patto Governo, Regioni, Parti Sociali, una terapia d’urto da utilizzare per investimenti, occupazione, infrastrutture.I 60 miliardi di euro disponibili nel quadriennio 2010-2013, ottimizzando la spesa aggiuntiva dei Fondi Fas , si usino per fronteg-


AsteInfoappalti

26 Giovedì 18 Febbraio 2010 TRIBUNALE DI CATANZARO Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 18/99 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico: Appartamento in Caraffa di CZ (F.6,P.lla 767,Sub 7) Euro 13.115,85 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 07 aprile 2010. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché n.1 Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n. 18/99 RGE" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. In caso di gara tra più offerenti, l'aumento minimo è fissato in euro 3.000,00 L'aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d'acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell'aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per Ia presentazione delle offerte d'acquisto. Si dispone altresì che I'ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 13 gennaio 2010 °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che nella procedura esecutiva n. 133/08 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione, dott. Giuseppe Cava, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, Ha disposto la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico "Appartamento in Catanzaro via B. Miraglia in catasto al F.43. Part.475, sub. 2 al prezzo base di euro 131.376,00"; ha fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 06.04.2010 ore 12,00; Ha fissato per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l'udienza del 07.04.2010 ore 9.30; ha disposto che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 133/08" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria. sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione; spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva; ha disposto che il creditore procedente provveda. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art.498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano "Il Domani", con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executivis. Ha mandato alla cancelleria di provvedere all'avviso previsto dagli artt.490 e 570 c.p.c. Ha disposto che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l'indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l'identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro, 13.01.2010 °°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art. 569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 261/95 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti BENI SITI IN TORRE DI RUGGERO: Lotto n.1: Magazzino in Torre di Ruggero, C.da Logge in catasto al F.9, P.lla 3, sub.1 Euro 14.817,00 Lotto n.2: Appartamento in Torre di Ruggero, C.da Logge in catasto al F.9, P.lla 3, sub.2 Euro 43.389,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L'udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 07.04.2010. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché un Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n.261/95 RGE" di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'immobile meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti in relazione alle prescrizioni del D.M. attività produttive n.37/08; ln caso di gara tra più offerenti, l'aumento minimo è fissato in euro 3.000,00.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

L'aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d'acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto Si dispone altresì che l'ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - ll Domani Catanzaro,13 gennaio 2010 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dr. Alessandro Brancaccio, nella procedura esecutiva n. 73/2007, considerato l'infausto esito delle precedenti vendite all'udienza del 14/01/2010 ha disposto procedersi a nuova vendita con ulteriore riduzione di 1/4 del prezzo dell'immobile; ha ravvisato le condizioni per procedere al prezzo base di Euro 37.500,00 prezzo base già ridotto di 1/4) alla vendita coattiva dei seguenti beni: lotto unico - "appartamento sito in Francavilla Angitola, contrada Eccellente, costituito da un ampio salone adibito a soggiorno-pranzo-cucina, tre camere da letto, due bagni e un piccolo ripostiglio, per una superficie complessiva di mq. 135,23, oltre a mq. 53,72 di corte. L'immobile e riportato nel NCEU di detto comune al foglio 1, p.l1a 183, sub 1-2, cat. A/3, classe 2"; ha disposto che le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, devono essere fatte con aumento minimo del 30% rispetto al prezzo base di euro 37.500,00 si rende noto che è stata fissata, in relazione alla vendita senza incanto, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p,c. dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 13 aprile 2010, con le modalità ed il prezzo base di cui sopra; per l'esame delle offerte di acquisto ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l'udienza del giorno 14 aprle 2010, ore 9.30 e segg.; è stato, inoltre, fissato, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell'istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 27 aprile 2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 28 aprile 2010, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell'immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi. Ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell'art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l'indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva, inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a."; in mancanza, si provvederà a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell'aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 15/02/2010 Il Giudice dell'esecuzione TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. SERGIO MALGERI, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 85-1987 promossa da ITALFONDIARIO SpA n.q., ORDINA LA VENDITA ALL'INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI ORDINANZA DEL 28-12-2002 1° LOTTO - Fondo rustico in stato di abbandono con annessi fabbricati rurali diruti e ricoveri per animali in pessimo stato di conservazione sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa23 particella 1 di are 15.37.20 pascolo classe 1^, particella 2 di are 01.98.70 pascolo cespugliato classe 2^, particella 3 di are 01.17.00 pascolo classe 2^, particella 4 di are 08.38.90, uliveto, particella 5 di are 00.02.70 fabbricato rurale, particella 6 di are01.79.30 pascolo cespugliato classe 1^, particella 7 di are 03.08.70 pascolo arborato classe 1^, particella 8 di are 00.06.00 fabbricato rurale, particella 9 di are 00.10.20 fabbricato rurale, particella 57 di are 01.29.30 pascolo classe 1^, particella 73 di are 04.51.80 seminativo classe 4^, particella 74 di are 00.13.90 incolto produttivo classe U, particella 75 di are 00.19.40 incolto produttivo classe U, in ditta ....

A CURA DELLA

MEDIATAG

Prezzo base d'asta: Euro 72.820,00 Deposito per cauzione Euro 7.282,00 Deposito per spese Euro 10.923,00 2° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 4551 foglio di mappa 23 particella 15 di are 00.39.60 seminativo classe 3^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 1.032,91 Deposito per cauzione Euro 103,29 Deposito per spese Euro 155,00 3° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 43 di are 01.61.30 uliveto classe 2^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 8.263,00 Deposito per cauzione Euro 826,30 Deposito per spese Euro 1.239,00 4° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 52 di are 00.63.30 seminativo classe 2^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 3.098,00 Deposito per cauzione Euro 309,80 Deposito per spese Euro 464,00 5° LOTTO - Appezzamento di terreno sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 108 di are 00.70.30 uliveto classe 2^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 5.164,00 Deposito per cauzione Euro 516,40 Deposito per spese Euro 774,00 6° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 52 di are 00.69.40 seminativo classe 2^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 3.098,00 Deposito per cauzione Euro 309,80 Deposito per spese Euro 464,00 7° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 45 di are 00.62.30 uliveto classe 3^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 4.648,00 Deposito per cauzione Euro 464,80 Deposito per spese Euro 697,80 8° LOTTO - Appezzamento di terreno di risulta dalla demolizione di fabbricato rurale sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 23 di are 00.01.00 fabbricato rurale, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 77,50 Deposito per cauzione Euro 7,75 Deposito per spese Euro 11,00 9° LOTTO - Appezzamento di terreno in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 3368 foglio di mappa 30 particella 10 di are 00.50.20 uliveto classe 2^, particella 11 di are 00.13.70 pascolo classe 2^, particella 105 di are 00.20.00 pascolo arborato classe 1^, particella 106 di are 00.66.40 pascolo arborato classe 1^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 9.813,00 Deposito per cauzione Euro 981,30 Deposito per spese Euro 1.471,00 10° LOTTO - Fondo rustico in stato di abbandono sito nel Comune di Roccella Jonica località Cappellano riportato nel NCT alla partita 4551 foglio di mappa 23 particella 31 di are 00.29.50 seminativo classe 3^, particella 37 di are 00.40.40 uliveto classe 2^, particella 38 di are 01.53.40 seminativo classe 4^, particella 39 di are 00.01.30 fabbricato rurale, particella 40 di are 00.36.10 seminativo classe 4^, particella 68 di are 00.54.20, seminativo classe 4^, in ditta .... Prezzo base del lotto: Euro 4.390,00 Deposito per cauzione Euro 439,00 Deposito per spese Euro 658,00 11° LOTTO - Fondo rustico con annesso fabbricato sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 719 foglio di mappa 35 particella 13 di are 00.93.00 uliveto classe 2^, particella 38 di are 01.53.40 seminativo classe 4^, particella 39 di are 00.01.30 fabbricato rurale, particella 40 di are 00.36.10 seminativo classe 4^, particella 68 di are 00.54.20, seminativo classe 3^, in ditta ....; e alla partita 3325 foglio di mappa 35 particella 14 di are 00.00.34, fabbricato rurale, in ditta ... Prezzo base del lotto: Euro 4.390,00 Deposito per cauzione Euro 439,00 Deposito per spese Euro 658,00 12° LOTTO - Fondo rustico in stato di abbandono sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 3325 foglio di mappa 35 particella 76 di are 00.43.50 seminativo arborato classe 1^, in ditta ....; Prezzo base del lotto: Euro 1.343,00 Deposito per cauzione Euro 134,30 Deposito per spese Euro 201,00 13° LOTTO - Fondo rustico in stato di abbandono sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 3325 foglio di mappa 57 particella 25 di are 00.09.40 agrumeto, classe 2^, in ditta ....; Prezzo base del lotto: Euro 2.066,00 Deposito per cauzione Euro 206,60 Deposito per spese Euro 310,00 14° LOTTO - Fondo rustico sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 3325 foglio di mappa 57 particella 11 di are 02.21.20 agrumeto, classe 1^, in ditta ....; Prezzo base del lotto: Euro 73.853,00 Deposito per cauzione Euro 7.385,30 Deposito per spese Euro 11.078,00 15° LOTTO - Fondo rustico con annesso fabbricato rurale allo stato demolito, gravato di due servitu di elettrodotto in favore dell'.... e della ... sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 3325 foglio di mappa 57 particella 18 di are 01.09.50 agrumeto, classe 1^, particella 19, fabbricato rurale, particella 20 di are 00.44.00 seminativo classe 1^ in ditta ....; Prezzo base del lotto: Euro 51.646,00 Deposito per cauzione Euro 5.164,60 Deposito per spese Euro 7.747,00 16° LOTTO - Fondo rustico in stato di abbandono con annesso fabbricato rurale e ricoveri per animali, in pessimo stato di conservazione, sito nel Comune di Stilo località Morrone riportato nel NCT alla partita 3325 foglio di mappa 52 particella 31 di are 01.36.20, uliveto classe 2^, particella 32 di are 07.58.60 seminativo arborato classe 3^, particella 35 di are 00.46.60 uliveto classe 2^, particella 36 di are 08.26.40, seminativo classe 2^, particella 38 di are 00.52.00 uliveto classe 1^, particella 39 di are 00.70.30 vigneto classe 1^, particella 40 di are 02.82.50 pascolo classe 1^, particella 43 di are 00.02.00 fabbricato rurale, particella 116

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

di are 00.01.90 seminativo arborato classe 2^, in ditta ....; alla partita 1831 foglio di mappa 52 particella 60 di are 00.88.15 seminativo arborato classe 2^, in ditta ... usufruttuaria per 1/3, .... proprietario; Prezzo base del lotto: Euro 74.886,00 Deposito per cauzione Euro 7.488,60 Deposito per spese Euro 11.233,00 L'incanto avverrà, CON IL PREZZO SOPRA INDICATO DA RIDURRE DI 1/5, all'udienza del 23.04.2010, ore 9,00, davanti a se nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente alla vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 500,00 per il 1° Lotto, a Euro 50,00 per il 2°, a Euro 350,00 per il 3°, a Euro 150,00 per il 4°, a Euro 250,00 per il 5°, a Euro 50,00 per il &°, a Euro 200,00 per il 7°, a Euro 5,00 per l'8°, a Euro 400,00 per il 9°, a Euro 200,00 per il 10°, a Euro 30,00 per l'11°, a Euro 50,00 per il 12°, a Euro 100,00 per il 13°, a Euro 2.500,00 per il 14°, a Euro 2.000,00 per il 15° e a Euro 2.500,00 per il 16° L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. RINVIA PER IL PROSIEGUO ALL'UDIENZA DEL 23.04.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 08 febbraio 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 15/90 promossa da CARICAL, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Quota pari ad un mezzo di appezzamento di terreno sito in Caulonia Marina contrada Cardà della superficie complessivca di mq. 19.900. Nel NCT alla partita 12045 proveniente dalla partita 4269, foglio 18, particella 8 (mq. 10.580 - seminativo 3^ classe), particella 22 (mq. 1.350 - seminativo arborato di 3^ classe), particella 41 (mq. 7.970 - pascolo 4^ classe). PREZZO BASE DEL LOTTO Euro 39.826,57 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5 + 1/5 + 1/5, all'udienza del 23.04.2010, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 516,46. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 30 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 23.04.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 08 FEBBRAIO 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 24/78 promossa da CARICAL ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Il piano terra è riportato al foglio 18 particella 433 sub 1, c.da San Filippo, cat. A/3, classe 3, vani 7, r.c. £. 924 Prezzo base d'asta: Euro 39.457,31 2° LOTTO: Il primo piano è riportato al foglio 18 particella 433 sub 2, c.da San Filippo, porzione di fabbricato in corso di costruzione Prezzo base d'asta: Euro 17.146,37 3° LOTTO: Il secondo piano è riportato al foglio 18 particella 433 sub 3, c.da San Filippo, porzione di fabbricato in corso di costruzione Prezzo base d'asta: Euro 17.146,37 4° LOTTO: Complesso per l'allevamento di suini costituito da un capannone con struttura portante in calcestruzzo in cemento armato, da un vano deposito, da due silos per lo stoccaggio del mangime e da una vasca per la raccolta degli scarichi. Il terreno su cui si svikuppa il complesso è alla partita n. 71488 del NCT di Siderno al foglio di mappa n. 18, particella 221 di mq. 2510, uliveto cl. 1, are 25,10 r.d. 41.415, r.a. 16.315 Prezzo base d'asta: Euro 129.114,22 CONDIZIONE DI VENDIBILITA' AI SENSI DELLA LEGGE 47/85. L'incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 23.04.2010, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 516,46 per il 1° Lotto, Euro 258,23 per il 2° e 3° Lotto ed Euro 1.032,91 per il 4° Lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 30 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 23.04.2010. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 08 febbraio 2010 IL CANCELLIERE


PRENDI IL TUO POSTO NELLA LOTTA CONTRO LA SLA Aiuta la Fondazione Vialli e Mauro a sostenere la ricerca AriSLA. Dal 31 gennaio al 21 febbraio invia un SMS al 48588 da tutti i cellulari Tim (*), Vodafone, Wind e 3 o chiama lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia La Fondazione Vialli e Mauro scende nuovamente in campo nella partita contro la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e nella lista convocazioni ci siamo tutti noi. Aiutare la Fondazione è facile come segnare un gol… a porta vuota! Dona anche tu 1 euro inviando - dal 31 gennaio al 21 febbraio - un SMS al 48588 da tutti i cellulari Tim, Vodafone, Wind e 3; oppure 2 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia. Ogni donazione contribuirà a finanziare il primo progetto di ricerca ritenuto di massima eccellenza dalla commissione scientifica internazionale di AriSLA, la prima fondazione in Italia e in Europa ad occuparsi in maniera dedicata ed esclusiva alla ricerca scientifica sulla SLA. AriSLA, i cui soci fondatori sono, oltre a Fondazione Vialli e Mauro, Fondazione Telethon, Fondazione Cariplo e Aisla Onlus, promuove, finanzia e coordina la ricerca di base, clinica e tecnologica, con l’obiettivo di sconfiggere nel più breve tempo possibile questa malattia, di cui non si conoscono ancora le cause e la cura. Fondazione Vialli e Mauro ed AriSLA lottano contro il tempo e per questo hanno bisogno dell’aiuto di tutti! Gianluca Vialli, Massimo Mauro, Giuseppe Bergomi, Ilaria D’Amico e Maurizia Cacciatori hanno già indossato la… maglia. E tu sei pronto a PRENDERE IL TUO POSTO NELLA LOTTA CONTRO LA SLA? (*) solo da telefonino personale.


28

il Domani Giovedì 18 Febbraio 2010

CULTURA E ASSOCIAZIONI

Catanzaro, ritorno al Teatro Politeama della lirica, di Daniel Oren, con la Massis “D’oro e

d’argento” di Gerardo Sacco

Sabato 20, con replica lunedì 22, in scena il nuovo allestimento della "Lucia di Lammermoor" CATANZARO - Conto alla rovescia per il ritorno della lirica e di Daniel Oren al Politeama. Il ruolo di Lucia di Lammermoor è stato affidato al soprano francese Annick Massis, una delle più grandi e collaudate interpreti del personaggio donizettiano. Ma anche gli altri componenti del cast sono di assoluto valore: il baritono emergente Alberto Gazale (lord Enrico Ashton), il tenore spagnolo Celso Albelo (sir Edgardo di Ravenswood), il tenore Enzo Peroni (lord Arturo Bucklaw), il basso Carlo Colombara (Raimondo Bidebent), il mezzosoprano Milena Josipovic (Alisa), il tenore Angelo Casertano (Normanno).Ma come sarà la Lucia "targata" Giacchieri ? "Di totale e assoluta adesione al capolavoro donizettiano - spiega il regista nelle note del libretto La mia prima Lucia di Lammermoor risale al 1984 in Polonia e in tutti i miei allestimenti ho sempre cercato di evidenziare il carattere decisamente romantico dell’opera, di tracciare nitidamente le molteplicità di emozioni e passioni che animano i protagonisti e la vicenda in maniera incondizionata. Ho sempre trascurato tutta la non veridicità storica che c’è nel libretto: tutto si svolge in funzione della verità dei sentimenti e del concetto della vittima sacrificale". Occhi e orecchie puntati, ovviamente,su AnnickMassis,giunta all’apice della sua maturità artistica, che ha trionfalmenteinterpretato miss Lucia appena tre anni fa al Metropolitan Opera di New York in una sontuosa produzione diretta da James Levine.

Una scena dello spettacolo

Al repertorio barocco e romantico francese Annick Massis aggiunge,grazieallasuastraordinaria versatilità, una serie infinita di ruoli, alcuni dei quali di rara esecuzione. Nel 1997 aggiunge al suo repertorio due ruoli che restano significativi nella sua carriera e che la

Un'altra scena dello spettacolo

portano a debuttare nei più grandi teatri: la contessa Adele de Le Comte Ory (debuttata a Parigi con Rockwell Blake per la regia di John Cox) e la Lucia di Lammermoor (Théatre des Arts di Rouen). Due ruoli questi che Annick Massis ha affrontato un "infinito" numero di volte.

Da allora la sua carriera artistica subisce un notevole incremento e la sua fama raggiunge i maggiori festival internazionali e i teatri d’Opera.

Re. S.

Un'immagine dell'interno del Teatro Politeama

Il progetto dell’associazione 400KC sarà esposto a Villa Narisano

“StazionImpossibili” a Genova LAMEZIA TERME - Il progetto Moti Urbani StazionImpossibili curato dall’associazione 400KC sarà esposto a Genova fino al 26 febbraio 2010 a Villa Spinola Na-

risano (Centro Civico di Comigliano) all’interno dell’evento "Progetto Baratto-studio per una comunità creativa" (mostra di fotografia, para-architettura, pittura) promosso da Didymos (luogo di creazione artistica di Alessia Certo e Giulia Vannucci) con il patrocinio del Comune del capoluogo ligure. La mostra evento che sarà inaugurata a Genova è un’indagine sulla necessità e sulla possibilità di creare relazioni tra arte e territorio. Un contesto molto interessante in cui il lavoro svolto dall’Associazione 400KC, con gli eventi OggettINSTABILI(Pontile LameziaNuove Ipotesi nel 2007 e StazionImpossibili nel 2009),

diventa modello di ricerca e di metodo. Progetto "Baratto" propone un percorsoche a partire da un’indagine fotografica di Genova metterà in risalto alcuni degli aspetti di precarietà e decadenza della città ligure e nel contempo proposte di risanamento attraverso l’arte e l’architettura. In questo contesto l’esempio delle "StazionImpossibili" di Lamezia avrà ampio spazio a testimonianza di attivitàculturalidinamichee innovative che operano sul territorio nazionale. Nel corso delle giornate espositive saranno effettuati momenti convegnistici.

CATANZARO - "Gerardo è un ambasciatore di Crotone nel mondo". E’ uno dei passi dell’intervento del Sindaco Peppino Vallone in occasione della presentazione del catalogo della mostra "D’oro e d’argento: la Calabria preziosa di Gerardo Sacco" che si è tenuta a Catanzaro presso il Complesso Monumentale S. Giovanni . Alla presentazione oltre al maestro crotonese ed al sindaco Vallone sono intervenuti il Sindaco di Catanzaro - Rosario Olivo e quello di Vibo Valentia - Franco Sammarco. "Gerardo pur essendo un maestro riconosciuto" ha aggiunto Vallone "non ha mai perso la semplicità di sempre dimostrando una disponibilità unica verso i suoi concittadini". E riprendendo le parole di un commosso Sacco, che ha raccontato la sua storia di giovane artigiano diventato maestro orafo il Sindaco Vallone ha aggiunto "è stata una fortuna per la Calabria che Gerardo abbia deciso di ri-

Alla presentazione del catalogo della mostra dell’orafo crotonese, oltre al sindaco Vallone sono intervenuti il sindaco di Catanzaro, Rosario Olivo e quello di Vibo Valentia, Franco Sammarco manere nella sua città dalla quale partono grandi opere che risentono della passione e del talento di Sacco e che contribuiscono a promuovere dappertutto la città di Crotone. " E dopo che è stato ricordato che mostre come quelle di Catanzaro erano state ospitate in tante città d’Italia a partire dalle sale del "Vittoriano" a Roma, il Sindaco ha chiuso scherzosamente rivolgendosi a Sacco: "adesso è ora che torni a casa" F. Ca.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI Uno spettacolo comico, ma allo stesso tempo riflessivo, quello che propone il teatro comunale di Soverato nella serata del 22 febbraio. L’appuntamento rientra nel programma della stagione diretta da Gregorio Calabretta

“Vogliamoci tutti bene” A Soverato arriva Buccirosso di Rosaria Ionà

SOVERATO - Prosegue con grande successo la stagione teatrale di Soverato, diretta artisticamente da Gregorio Calabretta. Il prossimo appuntamento sarà con lo spettacolo di Carlo Buccirosso dal titolo "Vogliamoci tanto bene" che andrà in scena la sera del 22 febbraio. Quella a cui si assisterà non si può definire una semplice commedia perché l’estro e la maestria di Buccirosso hanno saputo unire in un unico spettacolo un testo certamente comico ma, al tempo stesso, riflessivo che tratta temi impegnativi della realtà contemporanea. Se ci soffermiamo sul titolo in questione, il testo potrebbe apparire ai nostri occhi la solita commedia "all’italiana". Non è così! La trama, che da subito esalta l’arte comica di Buccirosso, nota ormai al pubblico che lo segue, si biforca in una serie di situazioni tessute sui problemi del contemporaneo che, sdrammatizzate

TAVERNA - Si è concluso nei giorni scorsi l’incontro-studio tra il direttore del Museo Nazionale di Belle Arti, nonchè rappresentante di Heritage Malta, Alessandro Debono e il direttore del Museo Civico di Taverna Giuseppe Valentino, avente come obiettivo la stipula di un protocollo d’intesa per la nascita di un progetto scientifico internazionale sull’opera omnia di Mattia Preti, che sarà realizzato a partire dall’anno in corso e nel successivo triennio 2011-2013. La programmazione è stata concordata dai responsabili dei due istituti culturali, in vista delle prossime celebrazioni che la città di Taverna e la Repubblica di Malta intendono dedicare al Cavalier Calabrese in occasione del IV centenario della nascita (Taverna 1613-2013). Il Direttore del Museo Nazionale di Malta ha formalmente incontrato il Sindaco di Taverna Sebastiano Angotti, cofirmatario dell’importante protocollo d’intesa, e gli Assessori Scalise, Frustaci e Scalzo, quest’ultimo promotore di un progetto di scambi culturali tra Taverna e Malta, positivamente sostenuto dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Calabria. Ai lavori ha partecipato la restauratrice Caterina Bagnato, curatrice con l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze negli anni 1996 e 1999 del primo studio scientifico su un gruppo di tele pretiane di Taverna

dalle continue battute e dalle espressioni del volto di Buccirosso, in realtà sensibilizzano il pubblico verso aspetti del quotidiano che tendiamo a sottovalutare, qualiilgravissimoproblemadella Camorra. Al centro del testo teatrale c’è il legame familiare che, secondo Mario Buonocore, il personaggio cardine interpretato da Carlo Buccirosso, deve servire per superare tutte le difficoltà che si presentano nella vita. Convinto di ciò, egli decide di trasferirsi nella casa che era dei suoi genitori per convivere "serenamente" insieme alle sorelle e ai nipoti. In realtà, questa convivenza si rivela malsana perché pervasa da ipocrisie e bugie sulle vere attitudini personali. Si tengono nascosti reati quali l’usura, la corruzione,lo spacciodi stupefacenti nella convinzione di essere nel giusto e di condurre una vita retta ed onesta. Così, si continua a vivere...%u2028 Si rivela attualissimo questo modo di concepire la vita in una realtà come la nostra

Una scena dello spettacolo

L’accordo riguarda un progetto internazionale sull’opera del pittore, che sarà realizzato a partire dall’anno in corso

Stipulato protocollo d’intesa sul Preti tra Malta e Taverna e Malta,la cui ineditadocumentazione, conservata nell’Archivio Pretiano del museo tavernese, sarà arricchita nei prossimi mesi da nuove integrazioni comparative. Tra gli obiettivi concordati nel protocollo che prevede principalmente l’approfondimento degli studi sulle vicende umane di Mat-

La programmazione è stata concordata dai responsabili dei due istituti culturali, in vista delle prossime celebrazioni che la città di Taverna e la Repubblica di Malta intendono dedicare al cavaliere calabrese

Un'opera di Mattia Preti

La trama, che da subito esalta l’arte comica del protagonista, si biforca in una serie di situazioni tessute sui problemi del contemporaneo dove si confonde spesso il giusto con l’ingiusto.Si sono persi ormai i valori veri della vita e gli affetti sono passati in secondo ordine rispetto alla futilità che ci pervade. Per paura che la nostra vita venga sconvolta da situazioni che non ci appartengono,cichiudiamonella nostra realtà e non abbiamo il coraggio di denunciare l’illegalità che ci circonda. Questo è il mondo che vuole rappresentare Buccirosso, ma è anche un modo sottile per denunciare l’assenteismo delle Istituzioni e l’omertà che dilaga nel mondo. A riuscire nell’intento c’è l’interpretazione magistrale di Maria del Monte, ma un "bravo" va fatto anche ai giovani interpreti della Compagnia che hanno saputo apprendere dal maestro Buccirosso il meglio della teatralità 2028.

L’accordo prevede: l’approfondimento degli studi sulle vicende umane dell’artista, la realizzazione di una mostra itinerante a Taverna e Malta, la pubblicazione dell’opera omnia e la costituzione di una banca dati tia Pretil; la realizzazione di una grande mostra itinerante a Taverna e Malta; la pubblicazione dell’opera omnia e la costituzione di una prima "Banca dati internazionale", accessibile a tutti gli studiosi e restauratori che potranno così migliorare la loro conoscenza e operatività futura, altresì quello ancor più difficile ed ambizioso di creare le condizioniper la nascita di una nuova etica professionale, sia nel confuso campo delle metodologie di restauro che in quello più oscuro delle analisi attributive delle opere d’arte pretiane. I firmatari del protocollo hanno auspicato la fattiva partecipazione al progetto da parte degli Enti e Istituti territoriali.


Giovedì 18 Febbraio 2010 il Domani 31

APPUNTAMENTI È attiva, a Catanzaro, ogni martedì pomeriggio un’iniziativa curata e organizzata dall’Ardis

Laboratorio di musica Prosegue il seminario sulla storia del cinema a Vibo Valentia • BAGNARA C. (Cs) "PremioMia Martini" Nei prossimi giorni a Parigi conferenza stampa di presentazione della 16 edizione del Premio Mia Martini. Da Bagnara Calabra, quartier generale del prestigioso Premio, in questi giorni stanno giungendo notizie di grande fermento e di incessanteattività. Tutto in funzione dell’organizzazione della prossima edizione del rinomato evento, che anno dopo anno acquista una rilevanza sempre più importante per il pubblico e gli addetti ai lavori. Ad ascoltare le aspiranti “Nuove Proposte per l’Europa” nei prossimi mesi, sarà una commissione artistica nominata direttamente dal patron Nino Romeo, composta dall’eccellente musicista Mario Rosini (presidente della commissione),dall’ormaistoricogiornalistamusicaleAndreaDirenzo(coordinatoredella commissione), da Giovanna Gilda Severino e dalla già preannunciata vocalist deiMatiaBazar,RobertaFaccani,dasubito entusiasta di far parte della grande famigliadel Premio Mia Martini. Infatti, sia il patron che la responsabile organizzativa Silvana Bonadonna sono sicuri che la preziosa esperienza di un’artista del calibro della Faccani apporterà un grandissimo valore alla nuova edizione e a tutti i giovani artisti. La responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, come nel suo stile, non svela nulla di ciò che saranno le sorprese della prossima edizione; preannuncia, però, che nel corso della conferenza stampa di Parigi saranno rese note le novitàchevedrannoprotagonistile“Nuove Proposte per l’Europa”. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria,dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra. Adesso tocca a te! in palio il tuo sogno. • CATANZARO Laboratoriodi musica E’attivo,ognimartedìdalleore16,00alle ore 18,00, nell’Oratorio del Carmine, in via Fiorentino, il Laboratorio sperimentale di musica moderna . Gli appuntamenti rientrano nelle attività culturali 2009/10 dell’Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario Ardis di Catanzaro e sono indirizzati agli allievi iscritti all’Accademia de Belle Arti di Catanzaro, dell’Università della Magna Grecia e del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, promossi e organizzati dall’Associazione "Promocultura" presieduta dal M° Tommaso Rotella. I laboratori prevedono una serie di incontri di formazione musicale di canto moderno tenuti dalla Prof. ssa Velia Ricciardi e di chitarra e basso elettrico tenuti dal M° Vittorio Accorinti. • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggisticae narrativa. La partecipazione è gratuita e il monte-

premi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cuialmenounaatemareligiosooispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomento religioso, storico o sociale, oppure con un testo inedito di narrativa (romanzo o racconti).Ilavorinondovrannosuperare le 200 cartelledattiloscritteformato A4. Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore,entroil31marzo2010,unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980. L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com. • CATANZARO Mostra di Antoni Tàpies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornata la mostra di Antoni Tàpies, figura centrale nella storiadell’arte contemporanea internazionale, che potrà essere visitatefinoal15marzo. Cinquantaleopereesposteneglispazidel Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemai visti in Italia, focalizzati sull’indagine degli ultimi tredecenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanti collezioni pubbliche e private italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tutta l’arte del dopoguerra ponendosi come elemento di costanteautocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies,storicoe criticod’artecheharicoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono statii segnalidi un interessamentoe di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle maggioritestate italiane. • CATANZARO Adol, stagione2009/2010 Adol,AmiciDell’OperaLirica"JussiBjorling" presenta il programma 2009/2010: 27 febbraio2010 , concerto in ricordo del Maestro Florida Cilurzo, presso Circolo Unione, ore 17.30; 27 marzo 2010, da definire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" presso Circolo Unione ore 17.30; 22 maggio 2010, 2° incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30.

• CATANZARO Festival di Pontegrande L’Emmeti associazione comunica che si terrà giorno 17 aprile 2010, la VIII edizione del festival canoro di Pontegrande. Quest’annolamanifestazionesisvolgerà presso l’auditorium "Casalinuovo". La quotadi iscrizioneè di euro40,00.Come ogni anno, ad ogni partecipantesarà fornito un dvd del festival e n. 2 fotografie (a scelta). Leiscrizionidovrannopervenire,improrogabilmente, entro e non oltre, il 31 marzo 2010. Al vincitore verrà consegnato il trofeo del festival di Pontegrande. Inoltre, i primi tre classificati parteciperanno di diritto alle semifinali nazionalidelfestivalestivo2010organizzato dall’Asi di Piombino. Per il modulo d’iscrizione, il regolamento ed ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri: 333/3926440 - 328/8103948 334/5825185. • CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. sabato 27 febbraio, "Prova d’attore" da Cechov e Pirandello; regia di Remo Girone conRemoGirone;sabato13marzo,"La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso, Maria del Monte;domenica28 marzo , "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani conManuelaMandracchia,Mariàngeles Torres; sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la Compagnia Tempo Nuovo.

• LAMEZIA T. (Cz) Stagione di prosa ProgrammaTeatrocomunalePoliteama di Lamezia Terme, stagione di prosa 2009/2010, direzione artistica Angela Dal Piaz: giovedì 18, venerdì 19 febbraio 2010, il teatro Eliseo - Arca Azzurra teatro - Ministero dei beni e delle attività culturali Regione Toscana - teatro comunale Niccolini - Comunedi San Casciano Val di Pesa, Le conversazioni di Anna K, liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka, con Giuliana Lojodice, e con Massimo Salvianti, GiulianaColzi,Lucia Socci,DimitriFrosali, Andrea Costagli, Alessio Venturini, scene Daniele Spisa, costumi Giuliana Colzi, luci Marco Messeri, musica originale e adattamento Vanni Cassori e Jonathan Chiti, testo e regia Ugo Chiti; sabato 27, domenica 28 febbraio , nuovo allestimento, produzione teatroe società, La strana coppia, di Neil Simon, con mariangela D’Abbraccio,Elisabetta Pozzi,econSilvanaDeSantisealtri4attori, scene Alessandro Chiti, musiche DanieleD’Angelo,luciLuigiAscione,costumi Maria Rosaria Donadio, regia FrancescoTavassi.

• LOCRI (Rc) "Locri Fest Jazz" Sei spettacoli, sei serate di grande jazz.La città di Locri ospita, presso la Tenuta Il Palazzo , il primo "Locri Fest Jazz", un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Francesco Macrì . Programma: Joey Calderazzo & Quartet il 28febbraio,inizioore20.30.Il5marzo, sempre alle 20.30, sarà la volta di Greg Osby & Quartet.Il quarto spettacolo vedrà, il 25 marzo alle 20.30, l’esibizione di Gary Thomas & Quartet. Gli appuntamenti si concluderanno con l’esibizione diMariaNeckam&Quintetil3aprilealle ore 20.30 ed infine, l’11 aprile sarà la volta di Eddie Gomez Trio". Tra le novità del festivall’abbinamentotra la musica e la gastronomia come ha sottolineato l’avvocato Nicola Capogreco, il quale ha precisato che ad ogni spettacolo è previsto, all’interno del costo del biglietto, la degustazione di un piatto importante di alta cucina accompagnato da un ottimo vino, tranne che per la prima serata che, iniziando alle ore 18.30, si prevede l’accompagnamento con un aperitivo originale.Ilcostopersingolospettacoloè dieuro20,00,mentrel’abbonamentocosta 90,00 euro.I biglietti e gli abbonamenti di possono prenotare ed acquistarepressol’ufficiostaffdelsindacodiLocri, posto al primo piano del Palazzo di Città. E’ gradita la prenotazionein quanto è previsto un limite ai posti a sedere, comprensivi dei tavoli dove gustare le raffinatezze gastronomiche.Per gli organi di stampa è gradita la richiesta di accredito sempre presso l’ufficio staff del sindaco di Locri. • SOVERATO (Cz) "Incontriamocia teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programmacompleto delle due rassegne: 22 febbraio, “Vogliamocitantobene”conCarlo Buccirosso, ore21.00; 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con TeoTeocoli, ore 21.00;12marzo,“LeNozzediFigaro”di Gregorio Calabretta, ore 21.00; 19 marzo , “Ciak si suona” del Classic Movies Quartet con KatiaRicciarelli , ore 21.00. Primi passi a teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30.

• VIBO VALENTIA Seminario sul cinema Il Sistema Bibliotecario Vibonese presentaL’Itala,ilCinematografoAutobiografiadiunanazione:1861-2010,seminario di storia e critica del cinema. Il seminario, che prevede la proiezione di 10 film, oltre a 11 sedute, avrà la durata di 4 mesi, fino a giugno . Gli altri film proiettati saranno: La grande guerra di Mario Monicelli, Roma città aperta di Roberto Rossellini, Ladri di biciclette di Vittorio

De Sica, Un maledetto imbroglio di Pietro Germi, I pugni in tasca di Marco Bellocchio, Todo modo di Elio Petri, Bianca diNanniMoretti,L’uomoin piùdiPaolo Sorrentino, Biutiful cauntri di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero. Le proiezioni avranno luogo nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 13 febbraio, alle ore 15.00; il 15 febbraio, alle ore 21.00; il 26 marzo, alle ore 21.00; il 27 marzo, alle 18.00; il 29 marzo, alle 21.00; il 29 aprile, alle ore 21.00; il 30 aprile, alle ore 21.00; il 3 maggio, alle 21.00; il 14 maggio, alle ore 21.00. Gli altri incontri sono invece previsti nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 15 febbraio, alle ore 16.00; il 16 febbraio, alle ore 16.00; il 26 marzo, alle ore 16.00; il 29 marzo, alle ore 16.00; il 30 marzo,alleore18.00;il30aprile,alleore 16.00; il 3 maggio, alle ore 16.00; il 4 maggio, alle ore 18.00; il 15 maggio, alle ore 21.00; il 17 maggio alle ore 17.00. Tutte le sedute avranno come relatore Antonio Tricomi,fatta eccezioneper l’ultima,chevedràl’interventodellosceneggiatore cinematografico e televisivo LeonardoMarini.Ilseminarioèapertoatutti. Le domande di ammissione al seminario dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2010 alla segreteria del seminario di storia e critica del cinema, Sistema BibliotecarioVibonese,ViaAbatePignatari - 89900, Vibo Valentia. La partecipazione al seminario è gratuita. Al termine del seminario, a chi avrà assistito alla proiezione di almeno 6 film e abbia preso parte ad almeno 6 incontri, verrà rilasciato un attestato di frequenza comprensivo delle firme dei relatori.

• CALABRIA Premio giornalistico Fino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni alla Terza Edizione del Premio Giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei,rivoltoaigiovanigiornalistisottoi35 anni che abbiano saputo raccontare l’Italiael’Europacontemporaneecongli occhi di chi si affaccia alla professione. Per il 2010 il Premio è rivolto ai servizi giornalistici pubblicati o trasmessi su testate italiane e della Svizzera italiana tra il 1° gennaio 2009 e il 15 maggio 2010, che abbiano riguardato: "Quando la natura si rivolta: la forza degli elementi, l’ambiente violato, le scelte per un pianeta migliore". La Giuria valuterà: il migliorarticolopubblicatosuquotidiani, periodici e web; il miglior servizio radio-televisivo trasmesso da emittenti locali e nazionali. Nella giuria figurano nomi prestigiosi del giornalismo e della cultura, tra i quali Claudio Magris (scrittore), Arrigo Benedetti (regista), FerrucciodeBortoli(CorrieredellaSera),Arturo Colombo (professore universitario), Michele Fazioli (RTSI), Attilio Giordano (La Repubblica), Alfredo Macchi (TG4), Giuseppe Mascambruno (La Nazione), MassimoNava(CorrieredellaSera),Antonio Patuelli (Libro Aperto), Gianni Riotta (Il Sole 24 Ore), Carlo Verdelli (Condé Nast), Andrea Vianello (RAI Tre), e Fulco Pratesi (giornalista e ambientalista, WWF) come Giurato speciale per l’Edizione2010.


il domani  

Edizione del 18 Febbraio 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you