Issuu on Google+

Mercoledì 18 Febbraio 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 48

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 33 a pag. 44) CHIARAVALLE Quando un interprete anticonvenzionale incontra una drammaturgia visionaria

ROSSANO Parte con un grande classico la stagione teatrale 2009

Edipo, il capolavoro di Herlitzka Di scena il Divo Garry CHIARAVALLE — Quando un interprete

anticonvenzionale come Herlitzka incontra una drammaturgia visionaria come quella di Ruggero Cappuccio il capolavoro artistico è assicurato come è accaduto per “Edipo a Colono” proposto al teatro Tempo Nuovo con la regia dell’autore. A PAGINA 35

ROSSANO — Parte la Stagione Tea-

ACRI

Le Vite di Plutarco

trale 2009. Questa sera di scena il Divo Garry con Gianfranco Jannuzzo e Daniela Poggi. Alle ore 21 al via, la stagione teatrale organizzata dal Comune di Rossano in collaborazione con l’Associazione “Generazione Futura”.

A PAGINA 35

TAVERNA

Il Comune alla Bit A PAGINA 33

A PAGINA 33

’NDRANGHETA La Guardia di finanza di Catanzaro ha apposto i sigilli a fabbricati, terreni, auto, esercizi commerciali, conti correnti e società

Sequestrati beni per 5 milioni di euro Riconducibile al clan Bonavota anche una rivendita di tabacchi nel centro di Roma CATANZARO — Il Gico della Guardia

CATANZARO

di Finanza di Catanzaro ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo di beni per un valore di circa 5 milioni di euro, riconducibili, secondo gli investigatori, al clan di ’ndrangheta Bonavota, operante a Sant’Onofrio, nel Vibonese. I militari della Guardia di finanza hanno apposto i sigilli, in particolare, a sei fabbricati, un appezzamento di terreno, un’autovettura, tre esercizi commerciali, conti correnti bancari e quote societarie. Spicca, nella lista dei beni sequestrati, una rivendita di tabacchi nel centro di Roma. A PAGINA 17

Spaccio di droga coniugi in manette CATANZARO — Nella serata di lu-

nedì, gli uomini del Commissariato di Lido diretti dal vice Questore Aggiunto Giacomo Cimarrusti hanno tratto in arresto due giovani coniugi residenti nel quartiere Santa Maria, Romeo Morabito e Anna Carnuccio. A PAGINA 18

La conferenza stampa di ieri

CONFINDUSTRIA Il Presidente degli industriali calabresi, Umberto De Rose, sollecita azioni forti

«Crisi economica, la Regione intervenga» CATANZARO — «La crisi dei mercati

finanziari sta producendo effetti sempre più devastanti sull’economia della nostra regione». Lo ha dichiarato il Presidente degli industriali calabresi, Umberto De Rose (nella foto). «E’ perciò necessario che la Regione - ha sostenuto - appronti nel più breve tempo possibile misure di sostegno all’economia regionale in grado di ottimizzare le risorse». A PAGINA 21

POLITICA

Chi scende di peso nel Pd calabrese

TURISMO

Guagliardi incontra i promoter A PAGINA 15

A PAGINA 20

REGGIO CALABRIA

Arrestate sei persone per favoreggiamento

A PAGINA 19

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Una domenica interlocutoria... di Valter Leone

ella domenica in cui il Cosenza rallenta, le dirette inseguitrici non ne approfittano. Anzi, la capolista guadagna un punto sul Catanzaro che a Barcellona Pozzo di Gotto perde l'imbattibilità durata ventuno partite. Il Gela non va oltre il pari a Cassino mentre si fa sotto il Pescina VdG che nelle ultime tre partite ha recuperato cinque punti sui giallorossi e sei sui siciliani. In coda la terza sconfitta consecutiva subita dalla Vigor Lamezia costa la panchina ad Ammirata. La ventiduesima giornata ha regalato molti spunti e ha confermato quanto sia pieno di incognite la Seconda divisione, alla faccia di chi, con estrema superficilità, continua a sostenere che si tratta di un campionato mediocre. Da quello che si sta vedendo, invece, c'è grande livellamento grazie alla elevata preparazione tecnico-tattica di tutti gli allenatori. Ecco perché partite che sulla carta sembrano avere un esito scontato, poi sul campo si rivelano tutt'altro. Un esempio per tutte CosenzaIsola Liri: fra le due squadre ci sono ben 29 punti di differenza, ma alla fine dal San Vito è venuto fuori un risultato senza gol. E di partite così, da qui alla fine, se ne vedranno ancora tante. Più o meno lo stesso discorso va fatto per Igea Virtus-Catanzaro, anche se c'è da dire che la squadra di Castellucci è in serie positiva da sei gare e nelle ultime due ha battuto Gela e, appunto, Catanzaro. Eppure la classifica direbbe tutt'altro.

N

CONTINUA A PAGINA 49


2 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Sbarcati i carri armati russi depredati dai pirati somali

L’ultima impresa dell’Uomo ragno francese

A bordo del cargo, rilasciato dopo un riscatto di 3.2 milioni di euro, 33 carri armati T-72 e munizioni

Ha scalato un grattacielo di Honk Kong Orango nasce in cattività

Fiocco azzurro allo zoo di Chester Alain Robert si è arrampicato su 85 delle strutture più imponenti del globo, inclusi i più alti edifici costruiti dall'uomo. Procede con le sole mani nude

Subis stringe tra le braccia il suo piccolo di due settimane

Il Bharata Natyam è la più antica forma di danza classica indiana, nata nella religione induista per far incontrare sacro e arte

Danze tradizionali indiane per il festival culturale che dura sette giorni

La polizia portuale sistema un carro armato su un treno cargo nella città costiera di Mombasa (Kenya). Il carro armato fa parte del carico di armi e mezzi caricato sulla nave Faina sequestrata dai pirati somali il 25 settembre e rilasciata una settimana fa.

Parte la Maratona dell’arte Da Atene in tutto il mondo

Lo speciale tour artistico toccherà tutte le parti del pianeta e terminerà addirittura nel dicembre del 2050

I protagonisti dello spettacolo “The fall of Athens” posano l’uno accanto all’altro così da rappresentare, con i propri corpi disegnati, il volto del presidente Usa Obama

Si apre in Cambogia il primo processo ai khmer rossi

La danzatrice Dona Ganguly interpreta "Mahisha Mardani" all’interno del festival culturale “Triveni Mahotsava” nella città indiana di Allahabad

Maxi-sequestro nelle acque del Pacifico

Fermata imbarcazione con 7 tonnellate di coca

Non è ancora la macchina volante ma gli somiglia

Alcuni soldati sorvegliano il carico confiscato dal governo messicano

Si chiama Aptera, è un veicolo ibrido disegnato per abbattere i consumi

Percorre 43 chilometri con un litro di benzina

Quasi due milioni i cambogiani uccisi dalla dittaura degli khmer rossi guidati da Pol Pot

Hillary Clinton tuttavia ha chiarito alla Nord Corea che gli Usa non accetteranno con benevolenza il vettore

Si è aperto ieri a Phnom Pen in Cambogia il primo processo contro uno dei responsabili del genocidio degli anni ’70. Kaing Guek Eav è considerato responsabile della morte di 15-20mila persone transitate dalla prigione di Tuol Sleng, della quale era direttore.

Danze in una piazza a Pyongyang per la festa per il 67˚ compleanno del dittatore Kim Jong-il, North. Il paese ha annunciato che presto lancerà un missile

Tutti in piazza a Pyongyang per festeggiare il leader e pensare al missile


4 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Storica vittoria del centrodestra in Sardegna Gongola anche l’Udc: “Siamo fondamentali”

Cade Soru Il Pdl supera un tabù CAGLIARI - Il centrodestra strappa la Sardegna allo schieramento avversario e Ugo Cappellacci diventa il nuovo governatore, scalzando Renato Soru che nel 2004 vinse con il 50,13%. É finito lo stato di incertezza, alimentato anche dalle indiscrezioni - che poi trovavano una parziale conferma su difficoltà in molti seggi a districarsi nelle interpretazione delle norme sul voto disgiunto (preferenza a una candidato delle liste provinciali, ma voto al candidato presidente della coalizione avversaria). E a testimoniare, se non di possibili ricorsi quantomeno di polemiche, c’è il dato su quella che è stata già definita la «terza forza», il partito delle schede nulle e bianche, che risultano 20mila. Il dato pressoché definitivo (91% di sezioni scrutinate) arriva intorno alle 6 e mezza del mattino - 15 ore dopo la chiusura dei seggi - e assegna a Cappellacci il 51,86% dei consensi, mentre il presidente

uscente si ferma al 42,9, un distacco di 9 punti che pesa come un ko. Crolla la coalizione di centrosinistra inchiodata al 38,67% contro il 56,66 del centrodestra. Ma Soru si conferma vincente nella leadership conquistando quasi cinque punti in più della coalizione. Cappellacci ne ha presi 5 in meno. Il Pdl diventa il primo partito nell’isola superando il 30%, il Pd al contrario non arriva al 25% (un anno fa alle Politiche si attestò al 33%). Nelle fila del centrodestra crescono i Riformatori (dal 6 al 7% circa), si conferma la potenza dell’Udc che viaggia sempre sul 9-10%, mentre il contestato debutto del Psd’Az nello schieramento guidato dal Pdl premia la scelta dei suoi dirigenti (dal 3,83% del 2004 al 4,35 di oggi). Nella casa degli avversari, netto balzo in avanti dell’Idv che passa dallo 0,99% del 2004 all’attuale 5%. Al contrario, scende di un punto il Prc che si attesta al 3%. I dissidenti del Psd’Az, invece, raggruppati

Dopo due anni di processo e veleni, il verdetto All’avvocato quattro anni e forte risarcimento

Condanna a Mills E l’IdV vuole Silvio di fronte alla camere

Mills in attesa del verdetto con il suo legale Cecconi

MILANO - David Mills è stato corrotto e per questo merita quattro anni e sei mesi di carcere. Così hanno sentenziato i giudici della decima sezione del Tribunale di Milano, al termine delle indagini cominciate nel 2004 e di un processo che si è protratto per oltre due anni, caratterizzato da innumerevoli colpi di scena. Ora si dovrà capire la sorte della posizione di Silvio Berlusconi, coimputato di Mills per corruzione in atti giudiziari, e per il quale il processo è sospeso, in attesa che la Consulta decida sulla legittimità del cosiddetto Lodo Alfano. I giudici hanno accolto in sostanza la richiesta del pm Fabio De Pasquale che aveva chiesto quattro

anni e otto mesi per corruzione in atti giudiziari. Corruzione consistita, nell’assunto dell’accusa, in 600 mila dollari che Mills avrebbe ricevuto nel ’98, dall’entourage di Silvio Berlusconi per rilasciare dichiarazioni reticenti in due vecchi processi milanesi: quello sulla corruzione nella Guardia di Finanza e All Iberian. Mills è anche stato condannato a un risarcimento di 250mila euro alla Presidenza del Consigli. Immediata la reazione politica da parte di Massimo Donadi dell’Idv che chiede al presidente del Consiglio di riferire al Parlamento «su questa situazione paradossale». Per Chicchitto (Pdl): «Continua l’uso politico della giustizia».

Spoglio lento perché complesso Ma il distacco ormai è del 9% con i Verdi nella lista dei Rosso Mori si fermano al 2%. I Socialisti, cinque anni fa alleati con Soru, hanno fatto una corsa solitaria che li ha portati a superare di poco il 2% contro il 3,76 del 2004. L’Irs dell’indipendentista Gavino Sale si conferma intorno al 2%, con successo personale del leader che ha superato il 3% nella lista regionale. A risultato ormai acquisito, una prima proiezione dei seggi ne assegna 54 al centrodestra e 26 al centrosinistra per un totale di 80 consiglieri che andranno a comporre la nuova Assemblea re-

gionale contro gli 85 della precedente legislatura. Nella nuova maggioranza 26 seggi verrebbero attribuiti al Pdl, 7 all’Udc, 5 ai Riformatori, 3 al Psd’Az, 2 a Sardegna Unita-Uds e 2 all’Mpa. Nel-

lo schieramento dell’opposizione 17 seggi andrebbero al Pd, 3 all’Idv, 2 al Prc, uno ai Rosso Mori, uno al Pdci e uno a La Sinistra. Appena è parso chiaro il divario di 5 punti tra i due candidati alla

presidenza della Regione, Soru ha chiamto Cappellacci: «Ho augurato a lui e alla Sardegna buon lavoro per i prossimi cinque anni». E se il nuovo presidente ha annunciato quelli che saranno i primi

La sconfitta di Soru travolge i democratici e spinge il segretario nazionale a dimettersi: “Non

Affonda la “nuova stagion Il partito cerca un leader fin ROMA - La «nuova stagione» di Walter Veltroni, cominciata 20 mesi fa al Lingotto di Torino, si infrange davanti al tonfo delle elezioni sarde e stritolata da mesi di tensioni, smarcamenti e polemiche più o meno sotterranee. Spiazzando tutti i big del partito, il primo segretario del Pd si dimette ed esce di scena. «Mi assumo le responsabilità mie e non, per molti il problema sono io, mi dimetto per salvare il progetto», annuncia di primo mattino Veltroni; e poi conferma più tardi nonostante l’insistenza di tutti, critici e sfidanti inclusi, affinché resti almeno fino alle europee. Il Pd esce terremotato dal voto sardo e apre ora una fase al buio, che con molta probabilità porterà l’assemblea nazionale ad eleggere Dario Franceschini segretario di transizione fino al congresso che difficilmente, viste le difficoltà del tesseramento, potrà essere anticipato a subito dopo le europee rispetto ad ottobre. Per allora si faranno i giochi veri per ridisegnare i nuovi equilibri del partito e il nuovo leader visto che tutti danno per certo che Pier Luigi Bersani non resterà l’unico candidato a correre per la leadership. A questi giochi Veltroni non parteciperà perché, avrebbe spiegato ieri motivando le sue dimissioni, «non ho intenzione di fare il capobastone», ovvero incar-

Il vice Franceschini potrebbe assumere una guida collegiale fino al congresso

nare quello contro cui ha combattuto per mesi nel nome del rinnovamento. Veltroni avrebbe deciso da solo le dimissioni, ignorando le proposte, avanzate dal fedelissimo Giorgio Tonini, di andare alla ’conta’ del congresso anticipato per sfidare gli avversari. «Basta farsi del male, io ho le mie responsabilità, ma non ho intenzio-

ne di andare avanti per fare logorare me e soprattutto la possibilità del Pd di esistere», ha tirato dritto il leader, che dopo aver riflettuto sulle osservazioni del coordinamento e su varie ipotesi di mediazione, è tornato alla riunione, ha confermato la decisione e poi ha lasciato la stanza. Un discorso nobile, descrivono i

presenti, ma molto determinato nel quale Veltroni ha ricordato la «via crucis» e i «bastoni tra le ruote» messi in questi mesi lungo la sua strada. E mentre l’ormai ex segretario era nella sua stanza a ricevere telefonate, tra le quali anche quella del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il gotha del partito


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 5

Primo piano

A sinistra Ugo Cappellacci, nuovo governatore della Sardegna festeggia la larga vittoria Accanto lo sconfitto Renato Soru

Fini ancora tace ma parlerà di partito e leadership

te. «É la dimostrazione che al di là dei due cartelli elettorali, c’è consenso per chi sceglie di rappresentare le proprie idee senza sciogliersi in contenitori che si reggono solo grazie a una persona», ha detto il segretario nazionale Lorenzo Cesa. Se Fabrizio Cicchitto dal Pdl ha invitato quindi l’Udc a restare nel centrodestra, immediata è stata la risposta sul punto di Cesa: «Continuiamo sulla nostra strada. Alle Amministrative abbiamo lasciato liberi i comitati provinciali di scegliere le alleanze. Ma la raccomandazione è di andare da soli alle Provinciali e nei capoluoghi di provincia». La vicenda sarda intanto rinfocola anche le spinte unitarie nei vari spezzoni della sinistra radicale: «Finisce l’era del ’corro da solo’ e comincia la tessitura per un centrosinistra alternativa reale a Berlusconi», ha dichiarato leader dei Verdi Grazia Francescato. E Vendola: «L’esito delle elezioni in Sardegna è drammatico. Torniamo a proporre con massima forza l’urgenza di trovare un minimo comun denominatore capace di unire in una sola lista tutte le forze della sinistra». Tra l’altro proprio ieri è stato reso noto l’esito di un sondaggio in base a cui l’area laico riformista di sinistra composta da Partito Socialista, Verdi, Sinistra Democratica e Rifondazione per la Sinistra, e rappresentata da Nencini, Francescato, Fava e Vendola, nel caso si presentasse unita alle prossime elezioni europee di giugno potrebbe agevolmente superare lo sbarramento elettorale del 4%.

ROMA - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto ieri pomeriggio al Quirinale il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta. E sembra torna-

legge sul caso di Eluana Englaro, approvato dal Consiglio dei ministri e non firmato dal presidente della Repubblica. Il Quirinale considera la vicenda archiviata. Ritiene che per quanto riguarda il ruolo del capo dello Stato rispetto

to il sereno. Dopo mezz’ora di colloquio con il premier, Napolitano ha nominato il nuovo giudice costituzionale, Paolo Grossi, che da oggi sostituirà Giovanni Maria Flick. L’incontro, il primo dal 9 dicembre scorso, definito molto cordiale, ha chiuso di fatto gli attriti di dieci giorni fa per il decreto

al varo dei decreti legge non ci sia nulla da chiarire. La visita di martedì al Quirinale del ministro dell’Interno Roberto Maroni, del resto, aveva già ripristinato la prassi della collaborazione istituzionale adottata fra Quirinale e Palazzo Chigi lo scorso ottobre. Maroni ha illustrato al presidente della Re-

pubblica il nuovo decreto sicurezza che intende sottoporre al prossimo Consiglio dei ministri. Ieri, per Berlusconi, un’altra visita importante, quella con il presidente della Camera dei rappresentanti Usa Nancy Pelosi. Una colazione di lavoro di cui la stessa Pelosi ha tracciato un bilancio positivo: «Rivelatrice su come rafforzare le relazioni tra i nostri due Paesi e su come poter lavorare insieme». La speaker ha ribadito che «senza dubbio in ambito Nato l’Italia è il miglior partner degli Stati Uniti», ricordando «l’ospitalità data alle truppe americane dall’Italia». Poi, assicurando di essere «molto fiera» delle sue origini italiane, la presidente ha ricordato l’emozione vissuta martedi, quando il presidente della Camera Gianfranco Fini le ha donato gli atti di nascita dei suoi nonni. Proprio da Fini ieri sono venute esternazioni su un tema da sempre caldo per il Pdl: quello del “leader unico” Berlusconi. Agli internauti collgati in videochat con la Camera, dice che approfondirà il tema nelle sedi adatte, al congresso di Alleanza Nazionale e quello di fondazione del Pdl. Sono dunque le ultime assise di Alleanza Nazionale e le prime del Pdl il luogo in cui l’attuale presidente della Camera pensa di poter tratteggiare in libertà la sua idea del nuovo partito. Del quale sa di essere co-fondatore ma non si vede leader, almeno finché resterà a Montecitorio in funzione di garante di una istituzione.

continuerò a logorare me e soprattutto il partito” Lo sdegno dell’ex direttore licenziato da Mediaset in mezz’ora “Ho preso la mia decisione, non potevo tollerare quella scelta”

Mancano quelli “democratici”

I risultati UGO CAPPELLACCI N. voti: 457.676

51,90% RENATO SORU N. voti: 378.246

42,89% GAVINO SALE N. voti: 27.118

3,07% PEPPINO BALIA N. voti: 13.812

1,56% GIANFRANCO SOLLAI N. voti: 4.887

0,55% Sezioni: 1.658 su 1.812

passi («riunirò gli alleati per rimboccarci le maniche e iniziare a dare risposte ai giovani senza lavoro, ai poveri, ai cassaintegrati e ai territori abbandonati in questi anni») quello uscente non si sbilan-

ANSA-CENTIMETRI

cia sul suo futuro («Cosa farò domani? verrò qui in sede e ci penserò»). Ma ribadisce di voler essere parte attiva del Pd. Intanto, sulla vittoria di cappellacci l’Udc ha definito il suo apporto determinan-

Nuova armonia tra premier e Colle Ed è subito simpatia con la Pelosi

ne” di Veltroni Matrix in mano a Vinci no al congresso Mentana: “Sto a casa” A sinistra Walter Veltroni, accanto Anna Finocchiaro dopo la direzione Pd in cui sono state date le dimissioni

è rimasto un po’ spaesato a valutare scenari futuri, resi ancora più confusi dalle difficoltà del tesseramento, del radicamento sul territorio e di regole statutarie pensate per una stagione all’insegna di un partito nuovo. La strada più probabile, anche se c’è chi come Goffredo Bettini spinge per il congresso subito, è che ora il testimone passi

al vicesegretario Dario Franceschini per gestire un passaggio che comprende le elezioni di giugno, il tesseramento del partito e la fase congressuale probabilmente fino ad ottobre. Una gestione che, almeno fino alle europee, non potrà che essere collegiale per cercare di non distruggere del tutto un partito già in crisi. Ieri Bettini ha proposto una «moratoria» delle candidature alla segreteria almeno fino a giugno, ma in molti ritengono difficile che non si apra una lunga fase congressuale, fatta di riunioni di correnti e discese in campo «con il rischio - denuncia un dirigente - di polverizzare del tutto un consenso già ai minimi». Allora Veltroni sarà uscito di scena, dopo aver spiegato, oggi, le ragioni del suo addio. Per ragioni organizzative dovute alle numerose richieste di partecipazione, l’incontro di Veltroni con la stampa previsto per oggi alle ore 11 si terrà presso il Tempio di Adriano in Piazza di Pietra. La conferenza sarà trasmessa in diretta da Youdem.tv e da Radiodem.

Di Pietro forse ospite non gradito “Il Cavaliere poteva aspettarsi di tutto” ROMA - È a casa Enrico Mentana dopo le sue dimissioni da direttore editoriale di Mediaset a seguito della decisione dell’azienda di trasmettere comunque il Grande Fratello nonostante la notizia della morte di Eluana Englaro. «Ho preso la mia decisione. Le mie dimissioni sono state accettate in mezz’ora e trasformate in licenziamento. Adesso sto a casa», ha dichiarato il giornalista ai microfoni della trasmissione radiofonica Te la do io Tokyo, in onda su Centro Suono Sport. «Quella sera avevo la televisione accesa. Quando ho visto una giovane piangere a dirotto, in diretta, ho pensato che fosse stata data la notizia di Eluana. Lei, invece, si disperava perché le avevano appena comunicato che era stata cacciata dalla casa del Grande Fratello. È stata quella la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Come direttore editoriale non potevo tollerare una scelta simile». Sembra che Berlusconi non abbia gradito la presenza di Antonio Di Pietro a ’Matrix’. «Da me si poteva fare di tutto, anche ospitare

Il commento di Vespa sul sostituto: “Eccellente scelta Il pubblico capirà” Alessio Vinci, nuovo conduttore di Matrix che torna su Canale 5 il 24 febbraio. Succede a Enrico Mentana

Di Pietro. Se ho pestato i piedi politicamente, l’ho fatto dal primo giorno fino all’ultimo». Dal 24 febbraio ’Matrix’ sarà condotto da Alessio Vinci. «Visto come si è comportata la società, non mi aspettavo che sarebbe stata ritirata la maglia. Certo, mi avrebbe fatto piacere alla luce di quello che ho dato alla trasmissione per tanti anni», dice

Mentana. Bruno Vespa a Rtl 102.5 ha commentato la scelta di Vinci: «Eccellente professionista. Darà un nuovo taglio al programma. Il pubblico? Penso sarà sempre lo stesso. La seconda serata è diventata più competitiva della prima perché nella prima serata i mezzi per fare grandi spettacoli ce li hanno solo Rai Uno e Canale 5».

Cda Rai, oggi i nomi di sette consiglieri

ROMA - Oggi alle 20.30 la riunione della Vigilanza Rai per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Viale Mazzini, scaduto formalmente dalla fine di giugno. Ma sul primo appuntamento della bicamerale, indicato subito come priorità dal neo presidente Sergio Zavoli, pesa l’incognita del Pd, da ieri pomeriggio orfano del segretario Walter Veltroni. I democratici confermano comunque per oggi alle 14 la riunione per fare il punto sulla Rai; ieri sera si è tenuto invece a Palazzo Grazioli il vertice Pdl-Lega con il premier Silvio Berlusconi. Alla Vigilanza spetta designare sette componenti su nove del cda Rai, quattro di maggioranza e tre di opposizione; sono invece di competenza dell’azionista ministero dell’Economia gli altri due nomi, tra i quali il presidente, che deve poi ottenere il gradimento bipartisan a maggioranza di due terzi della stessa commissione. La linea del Pd potrebbe essere quella della riconferma dei consiglieri uscenti, Nino Rizzo Nervo e Carlo Rognoni, mentre l’Udc dovrebbe indicare Rodolfo de Laurentiis. Ma il Pd potrebbe anche chiedere in extremis un rinvio. Sul fronte opposto, invece, Pdl e Lega si dicono pronti all’appuntamento.


6 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Drammatico episodio alla media “Silvio Pellico” di Chioggia. Il docente è fuori pericolo

Pugnala il professore alle spalle “Non voglio imparare violino” Il 13enne alla polizia dice: “A me piace la chitarra” CHIOGGIA (VENEZIA) - Per tre anni ha studiato violino covando rancore nei confronti dell’insegnante ’colpevole’ di spingerlo a migliorarsi. Poi la rabbia dei suoi 13 anni è esplosa e in classe ha dato una ’lezione’ al docente, accoltellandolo alla schiena. Protagonista della vicenda un ragazzino di Chioggia, alunno di una terza media con indirizzo musicale nella scuola statale “Silvio Pellico”. Uno studente vivace ma con un 9 in condotta. Il ragazzo ora è a casa con i genitori, entrambi piccoli imprenditori, in attesa di essere visitato da un neuro psichiatra infantile. Vittima il prof. Fabio Paggioro, 37 anni, ancora in ospedale a Chioggia ma fuori pericolo, confuso ma non in stato di choc. La lama gli ha provocato

L'ingresso della scuola media “Silvio Pellico” a Chioggia

una ferita di un centimetro, profonda circa 4, che però non ha leso organi vitali. L’uomo è un noto violinista. «Professore si giri che le

pulisco il maglione» ha detto il ragazzino mentre si trovava da solo in aula con l’insegnante. Quando Paggioro si è girato il 13enen lo ha

colpito con un coltello da cucina che si era portato da casa. Era appena finita la lezione di violino. «Ho pensato ad uno scherzo di Carneva-

le - è il racconto di Paggioro - ma poi ho visto il maglione sporco di sangue e ho sentito il dolore». Il ragazzo, mentre il docente veniva soccorso, è fuggito a piedi. Ma scattato l’allarme è stato raggiunto poco dopo dalla polizia. Quando la madre del 13enne ha capito cosa il figlio aveva fatto è stata colta da un leggero malore. Lo studente ha confessato di essere conscio di ciò che aveva fatto e si è giustificato dicendo che lui non voleva imparare il violinoe: «volevo suonare la chitarra» è stata la choccante spiegazione. Il ragazzino è descritto come chiuso ed introverso, non lega con i compagni di scuola, nessuno con cui dividere la fatica dei compiti e mai uno sguardo alle compagne. Forse qualche problema di comprensione c’era anche in casa, con i genitori impegnati spesso nel lavoro ed fratello molto più grande di lui. Data la sua età l’adolescente non è imputabile. Sul fronte scolastico, c’è stata una riunione fiume degli insegnanti con l’ispettore della direzione scolastica regionale e uno psicologo.

Processo Thyssenkrupp Familiari in aula a Torino Lidi Ferraresi nella scorsa primavera. La giovane vittima ora è in cura

“Nessuno si salverà dal rogo” Manette per tre: stuprata l’amichetta La previsione di una vittima Agguato ai fidanzatini, fermato romeno Non è escluso il confronto con i fidanzatini

La sfilata dei familiari delle vittime del rogo

TORINO - Parla per bocca di mamma e sorella una delle vittime del rogo della Thyssenkrupp: al processo, ricominciato ieri a Torino in Corte d’Assise, le paure e i presentimenti di Rosario Rodinò, destinato a perdere la vita con altri sei compagni il 6 dicembre 2007, sono state raccontate dai suoi familiari. «Nell’ultima settimana - ha detto la madre, Grazia Cascino ripeteva che, se al lavoro fosse scoppiato qualcosa, non si sarebbe salvato nessuno. E lui, poi, non si è salvato». Alla sesta udienza del processo, che vede sul banco degli imputati sei dirigenti della multinazionale dell’acciaio, è stato il turno dei parenti degli operai deceduti: «Siamo depressi, scontrosi, litighiamo tra di noi». Mormorii tra il pubblico si sono levati quando gli avvocati Thyssen hanno domandato ai parenti di dire alla Corte se l’azienda li aveva risarciti. Grazia Cascino, dopo aver mostrato ai giurati una foto di Rosario, ha risposto solo «ridatemi mio figlio». E la presidente della Corte: «Signora, se avessimo questo potere ...».

«Legittima reazione ad atto di discriminazione religiosa»

Cassazione annulla condanna al “giudice anticrocifisso” ROMA - Il magistrato «anti crocifisso», Luigi Tosti, che non vuole celebrare udienze nelle aule dove c’è il crocifisso, non ha commesso alcun reato. Anzi il suo «gran rifiuto» è una «legittima reazione ad un atto di discriminazione religiosa». Con questa motivazione, destinata certamente a far discutere, la Cassazione ha annullato la condanna a 7 mesi di reclsuione per omissione di atti d’ufficio, che era stata inflitta al giudice dai colleghi della Corte d’appello dell’Aquila, «perché il fatto non sussiste». Luigi Tosti, in servizio a Camerino e di fede ebrai-

Luigi Tosti assolto

ca, si era rifiutato di tenere udienza nelle aule dove era esposto il crocifisso, richiamandosi alle norme costituzionali sulla laicità dello Stato.

FERRARA - Tre ventiduenni della provincia di Brescia sono stati arrestati, su ordine di custodia del gip Silvia Migliori, dai carabinieri di Ferrara per una violenza sessuale di gruppo nei confronti di una loro amica minorenne, con la quale trascorsero il ponte tra il 24 e il 25 aprile dello scorso anno in una casa dei Lidi Ferraresi. La vicenda risale alla primavera scorsa, quando un gruppo di cinque giovani, di un paese del Bresciano, decide di passare una mini-vacanza, per il ponte del 24 e 25 aprile, nella casa di Lido Nazioni (Ferrara) di proprietà dei genitori di uno di loro. Il gruppo è composto dai tre poi arrestati, da un amico e dalla sua fidanzata minorenne. La prima notte i tre abusano di lei mentre il fidanzato, presente nell’altra stanza dell’ appartamento, non si accorge di nulla. Il giorno dopo la violenza si sarebbe ripetuta da parte di due dei ragazzi, mentre il terzo e il fidanzato si trovavano fuori casa. La ragazza denuncia le violenze subite ai carabinieri del suo paese, nel Bresciano, solo alcuni mesi dopo, a luglio; fino a quel momento tiene per sè il segreto, senza svelarlo nemmeno al fidanzato. Le indagini hanno portato alla ricerca di riscontri probatori e soprattutto alla valutazione della denuncia. E dall’Emilia Romagna, sul filo delle cronache di violenza, ci si sposta a Roma.Un immigrato di origine romena è stato portato in questura. Il suo fermo nel quartiere di Primavalle potrebbe essere da porre in relazione agli ultimi episodi di violenza sessuale avvenuti nella capitale, ul-

Droga: 70enne ko ROMA - Alcuni arresti sono stati fatti dalla polizia del commissariato di Tivoli durante una operazione antidroga. Tra i primi pusher finiti in manette anche un anziano di 70 anni conosciuto con il soprannome di ’Bruscolino’, trovato in possesso di un cospicuo quantitativo di cocaina ed eroina. Con lui sono state arrestate altre quattro persone che lo aiutavano nell’attività di spaccio.

Film e denuncia BELLUNO - Un bellunese di 45 anni è stato denunciato per molestie sessuali dopo essere stato sorpreso a filmare con una videocamera le gambe di una ragazza durante il carnevale di Castion (Belluno). Il giovane ha segnalato l’episodio agli agenti di una volante che hanno fermato il ’regista’: nell’abitazione di quest’ultimo sono stati trovati altri filmati simili a quello girato con la giovane donna protagonista.

Agenti da manette AREZZO - Un poliziotto in servizio presso la questura di Roma è stato arrestato da una pattuglia della polstrada di Battifolle con oltre 5 chili di cocaina in auto. Questa mattina si svolgerà l’interrogatorio di garanzia. Sulla provenienza e sulla destinazione della droga sono al lavoro, oltre agli inquirenti aretini, anche gli uomini della squadra mobile di Roma.

Scrive a Napolitano ROMA - Una «richiesta di un aiuto che mi viene dal cuore» e un’ occasione per dire che «non sono il mostro di cui hanno parlato tutti i giornali ma un essere umano come tutti». Così scrive, in una nuova lettera al presidente Napolitano, Doina Matei, la romena 21enne condannata a 16 anni per aver ucciso il 26 aprile del 2007 con un ombrello Vanessa Russo in una stazione della metropolitana di Roma.

Arma, condanna BOLOGNA - Un maresciallo dei carabinieri, Marco Fiorani, 44 anni, di Roma, che comandava a fine anni ’90 la stazione dell’Arma di Loiano, sull’appennino bolognese, è stato condannato a 8 anni e mezzo di carcere dal Tribunale del capoluogo emiliano per concussione e falsi commessi da pubblico ufficiale. Assolto invece un suo amico, Fabio Zana. Poliziotti nella zona del parco della Caffarella di Roma

timo dei quali quello avvenuto nel parco della Cafarella. Proprio in relazione a quest’ultimo fatto, anche i due fidanzatini oggetto di

violenza alla Caffarella sono stati sentiti in questura. Non si esclude un confronto tra i due fidanzatini e il romeno nelle prossime ore.

Il 24 l’udienza con Alberto Stasi accusato dell’omicidio

Riunione logistica per trovare un ingresso lontano dai flash

VIGEVANO (PAVIA) - È in programma per oggi una riunione tra il presidente del tribunale di Vigevano, il procuratore e le forze dell’ordine per mettere a punto alcune misure di sicurezza e alcuni accorgimenti di tipo organizzativo, in vista dell’udienza preliminare sul delitto di Garlasco di martedì 24. L’incontro, preceduto da un sopralluogo nei punti chiave del palazzo servirà per decidere se riservare o meno un ingresso autonomo, lontano dalle telecamere e dai curiosi, per l’accesso in aula di Alberto Stasi, dei genitori di Chiara e degli avvocati.

Infortunio mortale GORIZIA - Un uomo, del quale non sono state rese note le generalità, è morto, a Gorizia, in un incidente sul lavoro. L’uomo era impegnato in un intervento di potatura e stava tagliando un grosso tronco d’albero quando è rimasto schiacciato dallo stesso albero riportando lesioni mortali. Per raggiungere l’uomo rimasto schiacciato, i soccorritori hanno dovuto addentrarsi per circa 400 metri nel bosco.

Romeo, più guai

La vittima Chiara Poggi

NAPOLI - Era il 17 dicembre quando scattarono gli arresti. A due mesi esatti dal «blitz», i pm hanno chiuso l’inchiesta formulando le richieste di rinvio a giudizio per 16 imputati. Al centro dell’indagine l’appalto Global Service da 400 milioni di euro per la manutenzione delle strade di Napoli per Romeo ma non andò in porto forse per la diffusione delle notizie sull’avvio delle indagini da parte della procura.


il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 7

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il Centro Sud da oggi in balia di temperature glaciali Raffiche di venti forti e mareggiate sul resto d’Italia

E’ un diritto conoscere i luoghi Ogm

L’intera penisola sotto un manto di neve

BRUXELLES - I cittadini europei hanno il diritto di conoscere il luogo e le dimensioni delle parcelle di terreno coltivate a Ogm in Europa. Lo sostiene una sentenza della Corte di giustizia europea, pubblicata ieri a Lussemburgo, in cui si sottolinea che «gli stati membri non possono invocare l’ordine pubblico per opporsi alla divulgazione del sito di emissione di Organismi geneticamente modificati» in quanto «il diritto di accesso del pubblico alle informazioni si applica alle emissioni di Ogm». La problematica, importante ai fini della trasparenza delle informazioni pubbliche, è stata sollevata da un cittadino francese, Pierre Azelvandre, che si era rivolto al sindaco del comune di Sausheim in Alta Alsazia chiedendo di essere informato sulle emissioni di Ogm nel Comune oltre a quelle realizzate dal 2004 ad oggi. Davanti al rifiuto del sindaco si è rivolto alla giustizia francese.

Registrati in Sila i meno 15 gradi Centinaia di sos degli automobilisti ROMA - Una nuova ondata di maltempo è in arrivo sull’Italia: venti polari di burrasca e freddo, mentre la neve cadrà anche in pianura al Centro Sud. Per questo la protezione civile ha emesso un avviso a partire da ieri stasera, quando i venti di burrasca inizieranno a soffiare su tutte le regioni italiane e cadrà la neve anche a quote di pianura, accompagnate da un ulteriore abbassamento delle temperature, sul centro-sud. Sulla base dei modelli disponibili, che confermano lo scenario meteo previsto e annunciato lunedì, il dipartimento della protezione civile ha così emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. In particolare, nevicherà a bassa quota su tutte le regioni centro-meridionali, dalla Romagna alla Sicilia, raggiungendo anche zone di pianura sul versante Adriatico e sui settori sud-orientali del Lazio. Alla neve, che potrà anche cadere, localmente, abbondante sulle zone collinari e montuose peninsulari, si accompagnerà un`ulteriore marcata diminuzione delle temperature. Su tutta la Penisola, inoltre, è atteso un deciso rinforzo dei venti: venti di Foehn con raffiche di burrasca soffieranno sul Set-

La genetica nei campi Basta sapere dove

Sequestrate tonnellate di prodotti cancerogeni

Trucchi di contrabbando Fermato tir a Modena Nevicherà a bassa quota su tutte le regioni centro-meridionali, dalla Romagna alla Sicilia

tentrione, soprattutto sui settori alpini e prealpini, mentre il resto della Penisola e le isole maggiori saranno spazzate da venti forti dai quadranti settentrionali, con mareggiate lungo le coste. Ha ripreso a nevicare in Sila dove, nella notte di domenica, la temperatura è scesa sino a -15 gradi. Nella mattinata di ieri la temperatura è risalita sino a -6, poi, un ulteriore aumento l’ha por-

L’Ue limita i grammi, i fornai insorgono

tata sino a zero ed è cominciato a nevicare. Sulla zona sono già caduti una decina di centimetri di neve che sta anche ricoprendo il lago Arvo, già ghiacciato da giorni per le temperature polari. Tutti i mezzi della Provincia di Cosenza sono all’opera per pulire da neve e ghiaccio le strade che sono in gran parte percorribili. Gli spargisale sono entrati in azione anche a quote

più basse, come nella zona di Fiumefreddo ed Amantea, vicino alla cosca Tirrenica, dove una leggera spruzzata di neve ha poi provocato il formarsi di ghiaccio sulla strada. Centinaia le richieste di soccorso ai carabinieri di Cefalù per frane e smottamenti. In molti gli automobilisti rimasti bloccati a causa della neve o del ghiaccio formatosi sul manto stradale.

Mangiavano a sbafo e chiedevano il pizzo, 32 le ordinanze a Gela

ROMA - Scoperto e sequestrato a Modena un carico da 1,5 tonnellate di confezioni di prodotti medicinali e cosmetici di contrabbando, cancerogeni e nocivi per la salute. L’operazione è stata effettuata dagli agenti della squadra mobile e a quelli del nucleo antifrode delle Dogane di Modena. I prodotti sequestrati sono stati trovati su un camion, fermato nel centro cittadino, nel momento in cui il conducente e un passeggero stavano per scaricare la merce. Con ogni probabilità, considerato il quantitativo, era destinata in parte al mercato cittadino e in parte ad altre regioni italiane.

8 tra politici e imprenditori Il sale nel pane Troppe bocche malavitose da sfamare In manette Sui parchi eolici nuoce alla salute Ristoratore costretto ad emigrare l’ombra della mafia

Nel mirino la ciambella bavarese Brezel

BERLINO - I fornai bavaresi sono sul piede di guerra dopo che la Brezel, la deliziosa ciambella di pane intrecciato coperta di granelli di sale grosso, è minacciata dai progetti europei sulla regolamentazione del pane. «L’Europa è la libertà, lasciate ai bavaresi le loro Bretzel», è insorto il deputato del partito liberale Daniel Volk, in un comunicato. Il deputato Fdp ritiene che una regolamentazione europea che limiti la quantità di sale su questa leccornia, rappresenterebbe «la morte della Brezel tradizionale». La Brezel contiene circa 15 grammi di sale ogni chilo di pasta di pane. Ora, l’Unione europea studia la possibilità di ridurre la quantità di sale a un grammo per chilo. La Federazione dei panettieri tedeschi si dice certa che una simile modifica della ricetta tradizionale costituirebbe una «perdita d’immagine considerevole» per le Brezel, pane fatto con farina di frumento, malto, lievito, acqua e sale. «Solo gli additivi alimentari permetterebbero di compensare la perdita di gusto e non sarebbe certo nell’interesse dei consumatori», ha spiegato Matthias Wiemers, leader della Federazione intervistato dalla Sueddeutsche Zeitung (Sz), quotidiano di Monaco di Baviera.

GELA (CALTANISSETTA) - Per dodici anni, dal 1994 al 2006, avrebbero sottoposto a ogni tipo di vessazione il gestore di un ristorante, mangiando a sbafo in ogni occasione, con parenti e amici, e pretendendo tangenti mensili di 300 euro che diventavano 700 in occasione delle festività di Natale, Pasqua e Ferragosto, perchè dovevano «aiutare» le famiglie dei detenuti. A lungo andare, il ristoratore ha dovuto chiudere la sua attività per fallimento, malgrado l’esercizio fosse apprezzato e frequentato da tanti clienti. «Troppe le bocche di mafiosi da sfamare gratis», ha spiegato la vittima agli inquirenti. L’esercente ha ceduto tutto e, per vivere, è andato a lavorare come cameriere in Germania. È questo lo scenario che emerge dall’inchiesta della Dda di Caltanissetta che ha portato all’emissione di 32 ordinanze di custodia cautelare. Un’operazione «bipartisan». I 32 provvedimenti riguardano infatti esponenti delle due cosche che si fronteggiano a Gela: 23 sarebbero affiliati a Cosa Nostra, altri nove alla Stidda. La maggior parte di loro erano già detenuti: a 28 indagati le ordinanze sono state notificate in carcere; quattro, invece, so-

Soprusi da parte dei boss per 12 anni. Il ristoratore ha chiuso la sua attività per fallimento, malgrado l’esercizio fosse apprezzato

no stati arrestati ieri. Sono Angelo Massimiliano Bassora, di 35 anni, Emanuele Cassarà, di 31, e Giacomo Di Noto, di 27 anni, tutti bloccati dalla polizia a Gela. Il quarto, Emanuele Greco, di 35 anni, detto «Ù Bistiuni», è stato arrestato in Lombardia, nel suo domicilio di San Giuliano Milanese, in provincia di Milano. A convincere il ristoratore a denunciare i suoi taglieggiatori, dopo essere fuggito da Gela, sono state le sollecitazioni della associazione antiracket locale e le garanzie offerte dalla direzione investigativa antimafia. La

vittima delle continue estorsioni ha raccontato il suo calvario e rivelato l’identità di chi imponeva il «pizzo» e di chi lo andava a riscuotere. Il ristoratore ha fatto anche i nomi di chi andava a pranzare nel suo locale senza poi pagare il conto. Uno degli indagati, Massimo Carmelo Billizzi, avrebbe preteso ed ottenuto gratuitamente la cena di «addio al celibato» per sè e per i suoi amici. L’inchiesta si è avvalsa anche del contributo di alcuni pentiti. L’operazione, denominata «Redibis», costituisce il prosieguo dell’«Ibis» del 2007 .

TRAPANI - Polizia e carabinieri di Trapani hanno arrestato 8 fra imprenditori e politici per legami con la mafia nella creazione di parchi eolici. Fra gli arrestati c’è un consigliere comunale di Mazara del Vallo, Vito Martino, di Forza Italia. Alla base dell’inchiesta un’imponente attività d’intercettazione. Il risultato più rilevante è l’aver appurato che l’attività illegale avrebbe avuto un via mafioso.

Nella notte di ieri l’arrivo dei camion

Chiaiano apre la discarica Depositati i primi rifiuti NAPOLI - Nel corso della notte di ieri sono arrivati i primi carichi di rifiuti nella discarica napoletana di Chiaiano. L’ordinanza per l’apertura del sito ospitato nelle ex cave di tufo è stata infatti firmata nella ieri dal sottosegretario all’Emergenza rifiuti, Guido Bertolaso. Il provvedimento è stato immediatamente operativo. Verso le 2 di ieri notte sono infatti arrivati i 10-12 camion previsti. Il Sottosegretariato rende noto che è stato sversato unicamente il ’tal quale’ per un massimo di 200 tonnellate al giorno, così come previsto.


8 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Scoperte e rimosse nell’area del parco dei Castelli romani

L’insidia delle trappole dei bracconieri

Teloni di plastica interrati coperti di fango che attirano i mammiferi che vengono cacciati

Cinghiali in riserva e un cacciatore (a sinistra)

ROMA - Ancora trappole per cinghiali scoperte e rimosse dai guardiaparco del Parco dei Castelli romani. Si tratta di teloni di plastica interrati in modo da creare pozze di fango che funzionano da esca per gli animali; uno stratagemma che i bracconieri attuano per attirare i cinghiali e poi cacciarli, ignorando qualsiasi regola. «La caccia svolta in questo modo - commenta il vice presidente del Parco, Giancarlo Trombetta - perde qualsiasi significato rispetto ai valori e alle relazioni ambientali e diventa semplicemente un massacro verso gli animali selvatici. L’Enpa ha chiesto al presidente della Provincia di Roma di potenzia-

L’Enpa chiede di intensificare i controlli nelle aree protette

re il servizio di Polizia Provinciale specializzato per la lotta al bracconaggio, «intensificando i controlli nelle aree protette, divenute punti di rifornimento per bracconieri trafficanti di cinghiali».

Cuccioli di cane malnutriti dall’Europa dell’Est, gusci di tartaruga importati illegalmente Dalla Toscana gli ultimi due casi che testimoniano il disinteresse verso le specie animali

Trattati come bestie

Commerciati senza vaccini e in condizioni precarie PRATO - Traffico illecito di cuccioli di cane e importazione illegale di un guscio di tartaruga. Sono gli ultimi episodi di cronaca, che arrivano entrambi dalla Toscana, che vedono protagoniste specie animali, protette o no. Quattro persone, tra allevatori e commercianti di cani di Prato, Pisa e Bologna, e un medico veterinario di Firenze sono indagati per frode in commercio e maltrattamento di cani in seguito a un’operazione della guardia di finanza di Prato che ha scoperto un traffico illecito di cuccioli di cane dall’Est Europa verso l’Italia. I piccoli animali venivano messi in commercio senza vaccinazione. L’ultimo caso, in ordine di tempo, è stato lo scorso 11 febbraio quando da Bologna sono partiti alcuni cuccioli per la Sicilia e la Sardegna. In seguito alle perquisizioni, effettuate dalle fiamme gialle, in collaborazione con veterinari dell’Asl di Prato e volontari delle guardie zoofile di Firenze, sono stati trovati e sequestrati 20 cuccioli, tutti in precarie condizioni di salute per mancanza della vaccinazione. Due cani, di razza Cavalier K.C. sono già morti. Secondo la ricostruzione dei finanzieri, i cani venivano venduti tra i 700 e i 900 euro a ignari acquirenti e con la falsa certificazione dell’avvenuta profilassi. Le indagini sono partite in seguito alle denunce di alcuni acquirenti che, dopo la morte del cucciolo, avevano scoperto che non era stato vaccinato. «Con il traffico illecito dall’Est Europa, ogni settimana venivano commercializzati in Italia tra i 100 e i 150 cani. Ringrazio la guardia di finanza per l’intervento tempestivo ed efficace». Lo afferma in una nota Simone Porzio, presidente dell’Enpa di Firenze, riguardo all’operazione effettuata a Prato. È arrivato dal Togo a Firenze portando con sè un guscio di tartaruga di cui è vietata l’importazione, ma è stato scoperto all’aeroporto dalla guardia di finanza. Il guscio è stato confiscato. È solo l’ultimo di una serie di animali esotici scoperti nel tempo dalle fiamme gialle nei bagagli di passeggeri in arrivo allo scalo fiorentino: da rettili essiccati a una pelle di zebra, da serpenti imbalsa-

Travis aveva 15 anni

Scimpanzè domestico soppresso

Oltre ai cani il commercio illegale ha portato al sequestro di pelli di zebra e di coccodrillo, cobra e serpenti impagliati

mati a un uovo fossile di uccello. Il guscio di tartaruga è stato trovato nei giorni scorsi nel bagaglio di un signore che abita in provincia di Firenze. Ora rischia una multa fino

a 9 mila euro per aver violato la Convenzione sul commercio internazionale di specie di fauna e flora selvatiche in pericolo di estinzione. Il guscio è stato consegnato al cor-

po forestale: sarà esaminato e conservato a fini didattici. In passato, spiega una nota, in varie occasioni i finanzieri hanno sequestrato un rettile essiccato - il “Varano del Ni-

lo” - una pelle di zebra, cobra e serpenti imbalsamati, rare conchiglie e coralli, la pelle di un pitone, quella di un coccodrillo e cavallucci marini.

NEW YORK - Uno scimpanzè di 15 anni, famoso per aver partecipato nel 2003 a uno spot della Coca Cola, è stato abbattuto dalla polizia di Stamford, Connecticut, dopo aver ferito gravemente un’amica della sua padrona. Secondo la stampa locale Travis, che era in grado di vestirsi e cibarsi da solo nonchè di guardare la tv con il telecomando e giocare sul computer, ha aggredito anche la sua padrona, Sandra Herold, intervenuta per difendere l’amica. Arrivati di corsa dopo la chiamata d’emergenza della proprietaria dello scimpanzè, anche due poliziotti sono stati feriti. L’animale è stato poi abbattuto da un altro poliziotto «per legittima difesa». L’amica della signora Herold è ricoverata in ospedale con ferite gravi al viso e alle mani. Rimangono ancora sconosciute le ragioni che hanno scatenato la rabbia dello scimpanzè.

La Lav si oppone alla decimazione della razza d’importazione che sta soppiantando quella autoctona

Fermate lo sterminio degli scoiattoli grigi Gli animalisti: “Inaccettabile, la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato” ROMA - Cattura con trappole e successiva uccisione per gli scoiattoli grigi, una specie esotica d’origine nordamericana introdotta in Piemonte nel 1948, dove si è riprodotta entrando in competizione con lo scoiattolo rosso, specie autoctona: il progetto è allo studio del ministero dell’Ambiente che intende proporre un «sanguinario protocollo d’intesa» alle Regioni Piemonte e Lombardia per la soppressione degli scoiattoli grigi. Ma la Lav annuncia azioni legali al fine di proteggere gli scoiattoli grigi da eventuali «provvedimenti illegali e cruenti di “eradicazione” e chiede un decreto ministeriale ur-

gente che finalmente vieti l’importazione e il commercio di tutte le specie animali esotiche con lo scopo di proteggere queste da un commercio squallido». Non devono essere questi animali a pagare, con una morte violenta, colpe tutte umane: la colpa di coloro che arbitrariamente e impunemente li hanno immessi nel nostro habitat dove gli Scoiattoli grigi si sono poi naturalmente adattati; la colpa di coloro che non hanno ancora adottato provvedimenti preventivi come il divieto di importazione e commercio di animali esotici e adeguati piani di sterilizzazione per le specie immesse sul territorio», dichiara Nadia Masutti, responsabile nazionale Lav settore Animali Esotici, Zoo e Circhi. «In questo caso il paradosso che denota il grave vizio di motivazione del provvedimento è che nel Programma ministeriale di conservazione dell’autoctono Scoiattolo ros-

Gli scoiattoli grigi (foto) sono stati importati in Piemonte e Lombardia a partire dal 1948 ma hanno preso il sopravvento sulla razza rossa autoctona

so europeo si scarta il metodo della sterilizzazione chirurgica degli Scoiattoli grigi, e cioè il metodo non cruento, a causa di un

ipotetico rischio di mortalità di circa il 10% degli scoiattoli sterilizzati, preferendo così lo sterminio dell’intera specie», dichiara Massimo Vitturi, responsabile nazionale Lav settore Caccia e Fauna. Per la Lav, «non è accettabile e soprattutto non sarà privo di responsabilità il fatto che il ministero dell’Ambiente possa ignorare o tentare di aggirare il fondamentale principio normativo che definisce la fauna selvatica “patrimonio indisponibile dello Stato”: la legge 157/92 “per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio” non fa distinzione tra specie autoctone e specie alloctone».


il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 9

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Lei chiede il divorzio Il marito la decapita NEW YORK - Potrebbe essere stata l’idea del divorzio a far perdere la ragione a Muzzammil Hassan, influente esponentedella località musulmana di Buffalo, New York, accusato di aver decapitato la moglie, Aasiya Z. Hassan. È stato l’uomo, giovedì sera a denunciare la morte dellamoglie alla polizi. Hassan è il fondatore di Bridges TV, e proprio nella sede della televisione che è stato trovato il cadavere.

Le immagini provocanti agiscono in modo negativo sul cervello maschile L’uomo tende a considerare le femmine come un martello o un cacciavite

Allarme Onu: l’Etiopia ha fame GINEVRA - Circa 12 milioni di etiopi, pari al 15% della popolazione, hanno bisogno di aiuti alimentari a causa della siccità. È l’allarme lanciato ieri dall’Onu. «Oltre ai 7 milioni che ricevevano già assistenza, altri 4,9 milioni di persone hanno bisogno di aiuti alimentari di emergenza». ha dichiarato Elizabeth Byrs, portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha).

GOMA - Il ministro della salute del Congo ha annunciato che il focoloaio di virus Ebola che ha ucciso negli ultimi tempi 15 persone è stato debellato. Il ministro della salute Augustin Mopipi ha confermato che si sono verificati 32 casi della febbre emoraggica. Una conferma di quanto detto dal ministro viene anche da medici senza frontiere. L’epidemiologo ha precisato che non si sono verificati più nuovi casi dall’inzio di gennaio.

ROMA - Il nuovo veicolo blindato medio (VBM) «Freccia», progettato e prodotto da Iveco Fiat-Oto Melara, è il primo veicolo digitalizzato dell’Esercito italiano: oltre ad essere un mezzo di trasporto per il soldato «ad altissimo livello di protezione», specie contro gli esplosivi, è dotato di tecnologie informatiche tali da assicurare il costante collegamento delle unità sul terreno con i vari comandi. Il Freccia è un 8x8 in grado di trasportare 11 uomini.

La ricerca italiana premiata negli Usa WASHINGTON - Al neurologo italiano Costantino Iadecola è stato riconosciuto negli Stati Uniti il prestigioso Thomas Willis Award. È il più importante riconoscimento per la ricerca neuro-cardiologica, assegnato dall’American Stroke Association. Lo riceverà mercoledì a San Diego.

Blocca un treno per scommessa PALERMO - La polizia ha denunciato un giovane di 24 anni che ha bloccato un treno in corsa lungo la linea che collega l’aeroporto con Palermo. Il giovane era in piedi sui binari con una torcia in mano. Fortunatamente il macchinista è riuscito a fermare il convoglio. Ha spiegato di aver agito così per una scommessa.

Più controlli nei campi rom Troppe foto sexy fanno male all’uomo secondo una ricerca americana

La foto sexy crea le donne oggetto ROMA - L’eccesso di immagini femminili da cui siamo quotidianamente bombardati attraverso pubblicità e media sembra avere, secondo uno studio, un effetto negativo inconscio sul modo in cui gli uomini percepiscono le donne. Gli uomini attivano alcune aree del cervello, spegnendone altre, e trasformano l’immagine femminile in un oggetto. Le foto di donne sexy alterano la percezione maschile della donna «come se i maschi pensassero di agire direttamente su quei corpi femminili» come se le donne

A Lucca un 5+

I nostri infermieri a tutela del paziente ROMA - L’infermiere deve «tener conto» della volontà del paziente, in qualunque circostanza. Dunque, quando l’assistito non è in grado di manifestare la propria volontà, l’infermiere «tiene conto di quanto da lui chiaramente espresso in precedenza e documentato». A pochi giorni dalla morte di Eluana Englaro gli infermieri italiani scendono in campo. Lo fanno attraverso il nuovo Codice Deontologico degli infermieri.

Niente catechismo? Battesimo negato PARIGI - Un parroco di Nantes, nell’ovest della Francia, ha rifiutato il battesimo di un neonato perchè i genitori non avevano iscritto al catechismo l’altra loro figlia maggiore di nove anni. «Non si va in chiesa come si va a fare la spesa al supermercato»: questa, citando una frase dell’arcivescovo, la posizione della diocesi di Nantes. «Accogliere un bambino in seno alla Chiesa è sempre una buona notizia ha spiegato Renè Pennetier, vicario episcopale di Nantes - ma ogni richiesta di battesimo merita un dialogo con i genitori.

«non fossero completamente esseri umani». Lo dimostra uno studio di una psicologa della Princeton University in New Jersey, secondo cui nel cervello maschile, dopo la visione di queste foto, si attivano le aree normalmente attivate prima di maneggiare utensili da lavoro come martello e cacciavite; allo stesso tempo foto di donne sexy hanno il potere di spegnere nel cervello maschile i centri neurali dell’empatia, ovvero quei circuiti deputati a interagire con gli altri e a comprenderne le emozioni.

ROMA - Il controllo di chi entra e chi esce, un presidio esterno delle forze dell’ordine, una sorta di permesso di soggiorno che autorizza a risiedere nel campo e il rilascio di una tessera-documento, l’obbligatorietà della frequenza scolastica per i bambini. Queste le nuove regole per i campi nomadi della regione Lazio decise dal prefetto di Roma e commissario straordinario governativo per l’emergenza nomadi Giuseppe Pecoraro. Non compare nell’ultima bozza del regolamento, quella che dovrebbe andare alla firma del prefetto, l’obbligatorietà di chiusura dei campi alle 22 anticipato ieri da alcuni quotidiani. Il nuovo regolamento entrerà in vigore oggi.

“Jacko” mette all’asta i cimeli di Neverland

Estrazioni

del 17/02/2009 Bari 78

13

50

44

77

Cagliari

65

30

69

46

48

Firenze

63

25

56

89

8

Genova

88

36

58

27

59

Milano

82

85

72

87

15

Napoli

20

23

73

71

65

Palermo

85

3

22

20

65

Roma

17

35

49

9

48

Torino

68

13

30

63

73

Venezia

42

20

31

29

1

RUOTA NAZ. 78

15

50

17

36

17

20

63

78

82

85

Jolly

Super Star

42

78

ANSA-CENTIMETRI

Il blindato “Freccia” conquista l’Esercito

ROMA - Un funzionario del Comune di Roma è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di concussione. Il funzionario di 54 anni, appartenente al Decimo Dipartimento, che si occupa delle autorizzazioni paesaggistiche, è stato sorpreso con una tangente di 2 mila euro, appena consegnata da un professionista romano. La tangente, si è appreso, farebbe parte di una tranche più sostanziosa che il funzionario avrebbe preteso per effettuare un visto interlocutorio su una pratica di concessione edilizia per la realizzazione di un immobile da costruire in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico. La ’mazzetta’ sarebbe stata consegnata al funzionario del comune in un bar non distante dall’ufficio dove lavora.

Debellato nel Congo focolaio del virus Ebola

Incendio in casa Gravi bimba e papà ROMA - Una bimba di un anno è rimasta gravemente ferita, con ustioni nel 70% del corpo, nell’incendio del suo appartamento a Pomezia, vicino a Roma. Anche il padre della bambina è rimasto ferito, ma in modo meno grave, nell’incendio che, per cause ancora in fase di accertamento, ha distrutto l’abitazione e danneggiato quelle vicine. Nell’appartamento sono ancora al lavoro i vigili del fuoco.

Tangenti in Comune per concessioni edilizie

Superenalotto: un 5+ vince 736.175,72 euro. Ai 5 (10) 55.213,18, ai 4 (1.370) 403,01. Ai 3 (56.834) 19,42. Superstar: ai 4 (8) 40.301,00, ai 3 (304) 1.942,00, ai 2 (4.136) 100,00, agli 1 (28.003) 10,00, agli 0 (61.460) 5,00

Il ranch di Michael Jackson

NEW YORK - Salvate per un soffio le mura del ranch Neverland dal pignoramento, Michael Jackson mette i tesori che vi erano contenuti all’asta: un trono, tre armature, il famoso guanto luccicante usato 25 anni fa dal re del pop nel video della canzone ’Billie Jean’ saranno alcuni tra gli oltre 2000 oggetti che finiranno sotto il martello del battitore il prossimo aprile a Los Angeles. Jackson ha compiuto lo scorso agosto 50 anni e da quasi quattro anni vive in auto-esilio in Barhein: i successi discografici sono il ricordo del tempo che fu, mentre le denunce per pedofilia e i processi affrontati negli scorsi anni hanno messo a dura prova le sue finanze.


10 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

Fiat col segno meno a Piazza Affari Borsa in negativo

Obama dà il primo calcioalla recessione Il piano anticrisi è legge

IlCodaconssischiera contro il telemarketing Migliaiapossibili cause

MILANO - Ha chiuso in negativo Piazza Affari, nel gruppo di coda delle borse europee, in una seduta particolarmente impegnativa, con pochissimi rialzi e un listino quasi completamente in rosso. Il Mibtel ha ceduto il 3,36% a 13.614 punti e lo S&P/Mib il 3,93% a 16.726 punti, tra scambi ridotti a 1,9 miliardi di euro di controvalore, a causa anche della bassa capitalizzazione raggiunta dal listino. E’ sceso anche sotto quota 4 euro il titolo Fiat nel corso di una seduta che lo ha visto chiudere con un calo del 6,69% a 4 euro. La smentita delle voci relative a una possibile ricapitalizzazione non ha modificato un andamento condizionato dal comportamento dei rivali europei, con l’indice Stoxx di settore in calo del 4,33%.

NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha firmato, trasformandola in legge, una delle manovra economiche più consistenti della storia americana, ovvero il piano di incentivi all’economia da 787 miliardi di dollari che combina massicci sgravi fiscali e spese governative nel tentativo di ridare slancio alla crescita del paese. Il pacchetto, approvato nella sua versione finale dalla Camera dei Deputati e dal Senato, contiene quasi 300 miliardi di dollari di tagli fiscali per i singoli individui e per le imprese, oltre 250 miliardi di dollari in aiuti diretti agli stati dell’Unione e ai cittadini e quasi 200 miliardi di dollari di spese federali per modernizzare e migliorare le infrastrutture del Paese.

ROMA - Il Codacons annuncia che è pronto a sostenere i cittadini che vorranno fare causa contro il telemarketing, ovvero l’utilizzo dei dati degli elenchi telefonici per fare pubblicità, dopo che è stata concessa a questa pratica una proroga fino alla fine dell’anno con un emendamento del governo al decreto legge milleproroghe. Per il Codacons le cause saranno «migliaia». «La proroga - spiega il Codacons - non può certo cancellare il diritto alla privacy dei cittadini, quindi non esclude quanto previsto dalla legge che sanziona penalmente con la reclusione chiunque, al fine di trarne per sè o per altri profitto o di recare ad altri un danno, usa i dati personali in violazione delle norme previste dal Codice privacy».

Annunciato un 2009 nero per auto, servizi finanziari, meccanica e trasporti Sei regioni del sud Italia tra le più colpite dalla disoccupazione giovanile

Grido d’allarme dell’Unione europea A rischio 3,5 milioni di posti di lavoro BRUXELLES - Nel 2009 ci sono circa 3,5 milioni di posti di lavoro a rischio in Europa. Sono le ultime previsioni della Commissione Ue. È attesa quest’anno una contrazione complessiva dell’occupazione pari all’1,6%. Tra i settori più colpiti quello dell’auto, quello dei servizi finanziari, quello meccanico e quello dei trasporti, con una annunciata perdita netta di oltre 100.000 posti di lavoro da ottobre 2008 a gennaio 2009. I dati, impietosi, sono quelli effettuati nel monitoraggio mensile della Commissione Ue sull’andamento dell’occupazione. «L’industria dei motori - si legge - è uno dei settori più colpiti dal rallentamento economico. Nel settore auto, i principali produttori hanno annunciato sospensioni temporanee della produzione, riduzione della mobilità e della cassa integrazione, così come tagli ai posti di lavoro a tempo determinato. Anche se al momento non ci sono notizie di chiusure definitive di fabbriche». A soffrire di più della crisi - sottolinea la Commissione Ue - sono proprio i lavoratori a termine e, dunque, quelli più giovani, che sempre più negli ultimi mesi hanno ingrossato le fila dei disoccupati. Ma ad essere colpiti si sottolinea - sono anche i lavora-

Trattativa da 9,7 miliardi

La Ue prevede una contrazione dell’occupazione pari all’1,6%

Enel - Endesa Fumata nera Oggi nuovo cda

Solo tra ottobre 2008 e lo scorso gennaio sono andati in fumo qualcosa come 100.000 impieghi

tori più anziani, quelli immigrati e quelli che vivono in famiglie a basso reddito. Tutto ciò nonostante il calo record dell’inflazione nella seconda metà del 2008. Bruxelles spiega come l’accelerazione dell’impatto della crisi sui posti di lavoro è stata più decisa del previsto. Perchè se di norma tale

impatto si fa sentire a distanza di due-tre trimestri, l’aggravamento della situazione nelle ultime settimane ha fatto precipitare il tutto. Il tasso medio di disoccupazione nell’Ue è passato dal 6,8% dei primi del 2008 al 7,4% dello scorso dicembre, con 300.000 disoccupati in più nel giro di un solo mese.

Tra gli Stati membri, la disoccupazione è aumentata da novembre soprattutto in Spagna, ma anche in Germania e nel Regno Unito. Un’altra indagine statistica, condotta dall’Eurostat, l’ufficio europeo di statistica, ha messo in evidenza quanto l’emergenza disoccupazione sia diventata una que-

Grave crollo della produzione e sfiducia nei prossimi mesi da parte delle imprese

Metalmeccanica mai così in basso dal 1982 Cresce la cassa integrazione, calano gli ordini Comparto messo in ginocchio soprattutto dalle difficoltà del settore autoveicoli e rimorchi ROMA - In 27 anni e oltre 100 rilevazioni sull’andamento della produzione metalmeccanica non si era mai visto un dato così negativo: nel quarto trimestre 2008 la produzione del comparto è scesa del 13,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e dell’8,8% sul terzo trimestre. Un crollo - segnala la Federmeccanica nella sua indagine congiunturale peggiore di quello dell’industria nel complesso (-10,4% nel quarto trimestre sullo stesso periodo dell’anno precedente) soprattutto a causa del settore autoveicoli e ri-

Un lavoratore all’opera. La cig ordinaria, in media 2008 sul 2007, è aumentata di ben 138 punti percentuali

morchi (-35,9%). «Si tratta dei dati peggiori degli ultimi 27 anni - ha spiegato il vicepresidente di Federmeccanica Luciano Miotto presentando l’indagine - e sta peggio-

rando anche il sentimento delle imprese». Le aziende guardano con preoccupazione anche all’immediato futuro. Oltre il 50% delle imprese ha visto ridurre il proprio

portafoglio ordini e per il primo trimestre del 2009 ci si aspetta «un ulteriore deterioramento» della situazione. Nel settore la cassa integrazione ordinaria, che si chiede per contrazione di attività produttiva dovuta a situazioni temporanee di mercato, ha registrato un vero e proprio boom, con un +138% in media 2008 sul 2007 e un +606,4% a gennaio 2009 sullo stesso mese del 2008, mentre quella straordinaria ha registrato una flessione (grazie a questa nel complesso la cig è aumentata nel 2008 del 32% e a gennaio del 192,8%).

stione irrimandabile al sud Italia, dove sono soprattutto i giovani a risultare nullafacenti. La ricerca, infatti, ha preso in esame tutte le regioni d’Europa, con riferimento a dati risalenti al 2007. Ebbene, è risultato come tra le dodici regioni con il più alto tasso di disoccupazione giovanile, addirittura sei sono del sud Italia. La Sicilia, con un tasso del 37,2% di giovani dai 15 ai 24 anni senza lavoro, si piazza subito dopo le tre regioni francesi d’oltremare, ovvero Guadalupa (55,7%), Reunion (50%) e Martinica (47,8%). Nella lista, tutte con un tasso sopra il 30%, figurano anche Campania (32,5%), Sardegna (32,5%), Puglia (31,8%), Calabria (31,6%) e Basilicata (31,4%). Tra le regioni dell’Unione europea con il tasso più basso di disoccupazione, sempre secondo i dati relativi al 2007, al terzo posto c’è la provincia di Bolzano (2,6%), all’ottavo posto l’Emilia Romagna e la provincia di Trento (entrambe con 2,9%). Una parziale consolazione per il Belpaese. Che però può riscattarsi quando ad essere tirate in ballo sono le cifre relative alla disoccupazione generale. Nessuna regione italiana, infatti, figura tre le prime dodici regioni europee con tasso più elevato di disoccupati (al primo posto c’è Reunion, la regione dell’oltremare francese, con il 25,2% di senza lavoro). Il tasso di disoccupazione più basso è quello della regione olandese della Zelanda (dove si attesta addirittura al 2,1%).

ROMA - Continua la tappa di avvicinamento di Enel verso il controllo totalitario di Endesa. Ieri si è riunito il cda della società elettrica italiana per deliberare l’acquisizione della quota del 25% del gruppo spagnolo in mano ad Acciona. Nel corso della riunione, l’amministratore delegato Fulvio Conti ha presentato «un’informativa sullo stato dei contatti avviati», ma «tale operazione non risulta al momento ancora pervenuta a una fase decisoria». Trattative sempre più serrate, con il Cda di Enel che potrebbe addirittura riaprirsi già oggi. Diversi sono gli adempimenti da portare a termine, legati soprattutto alla complessità dell’operazione, nell’ambito della quale infatti deve riunirsi anche il consiglio di amministrazione di Endesa per la delibera del dividendo straordinario da 4,3 miliardi di euro, al quale si aggiungono gli 1,1 miliardi di anticipo del dividendo ordinario: in totale si tratta di 5,6 miliardi di euro, di cui 3,7 vanno ad Enel, in forza della quota attuale del 67%, mentre 1,4 miliardi andranno ad Acciona, titolare del 25%. Enel, per rilevare la quota di Acciona, dovrà far fronte a un esborso da 9,7 miliardi di euro. La partecipazione, tenendo conto del valore attualizzato del prezzo dell’Opa su Endesa, vale infatti 11,1 miliardi di euro, dai quali vanno però decurtati gli 1,4 miliardi che il gruppo di costruzioni incassa come dividendo straordinario. Oltre che con il prestito da 8 miliardi, Enel finanzierà l’operazione con 1,7 miliardi della sua quota di dividendo Endesa, mentre i restanti 2 miliardi di cedola andranno a riduzione del debito. Poi Acciona, con gli 11,1 miliardi incassati (9,7 da Enel, 1,4 da Endesa), acquista per circa 3 miliardi asset nelle rinnovabili di Endesa. Con la chiusura dell’operazione, Enel potrà consolidare in bilancio Endesa al 100%.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 11

Attualità

L’accusa della madre di Federico Campanini ai suoi soccorritori dopo la visione del video-shock del salvataggio sull’Aconcagua

“L’hanno lasciato morire come un cane” Riaperta la vicenda della guida italiana morta sulle ande

Nel filmato si vedono gli uomini della squadra di salvataggio che trasportano con una corda Campanini (nella foto) il quale stremato si trascina per qualche metro sulla neve

BUENOS AIRES - Lasciato a morire, «come un cane», a 7mila metri di altezza in cima all’Aconcagua: è l’accusa lanciata dai genitori della guida argentina Federico Campanini contro i soccorritori che, ai primi di gennaio, hanno tratto in salvo tre italiani durante una spedizione nella quale ha invece perso la vita - insiema alla guida un’altra componente del gruppo, Elena Senin. La vicenda, che sembrava chiusa ormai da tempo, è invece ora al centro delle polemiche a causa del video-shock mostrato a ripetizione dalla tv dell’Argentina, dove le immagini hanno provocato commozione e aperto interroganti. Nel filmato si vedono chiaramente gli uomini della squadra di salvataggio che trascinano con una corda Campanini (31 anni, di origini italiane) il quale, stremato e in pessime condizioni di salute ormai da giorni a causa dell’altitudine, si trascina per qualche metro sulla neve. A impressionare l’opinione pubblica sono state non solo le immagini, nelle quali si vedono alcuni soccorritori in piedi che osservano la guida, ma anche l’audio del video: «Andiamo, dai», «alzati», «reagisci», dicono i soccorritori, frasi interpretata da più parti come ’insulti’ e da altre semplicemente come un incitamento a pro-

pre detto di aver lasciato in cima alla montagna Federico perchè era già morto, in una situazione in cui (con una temperatura a circa -25) si temeva anche il congelamento di alcuni dei soccorritori. «Mio figlio è stato abbandonato, avrebbero potuto salvarlo», ha detto disperata la madre, facendo notarecome Federico sia stato trattato «come un cane» dai soccorritori. «Lei capisce il dolore di una madre che vede in tv il figlio morire...», ha aggiunto la donna, ricordando che la famiglia «si è votata al silenzio per non interferire nel procedimento giudiziario» aperto a Mendoza sulla vicenda. Alla spedizione, che si è svolta nei primi giorni di gennaio, avevano preso parte insieme alla guida argentina e alla Senin altri tre italiani (Marina Attanasio, Matteo Refrigerato e Mirko Affasio) che sono stati tratti in salvo dai soccorritori. Nella serata di ieri, sulla questione si è pronunciato anche il vicepresidente del Club andino di Mendoza, Ricardo Jurado. Nel precisare di non conoscere i dettagli dell’operazione, Jurado ha detto che i soccorritori «hanno fatto ogni sforzo» per salvare i partecipanti alla spedizione, ricordando che il video mostra appena «2 o 3 minuti di un’operazione durata tre giorni».

seguire la discesa dalla montagna. Anche altre voci confermano la drammaticità del momento: «Non possiamo muoverlo, siamo molto stanchi», «lui non ne può più, noi neppure», «questa è una lotta anche per la nostra vita». In una delle ultime immagini si ascolta il dialogo via radio di uno dei soccorritori che riferisce al campo-base: «Dì che sta morendo, non ce la

fa, altri 40 minuti e muore». A innescare le polemiche sono state non solo le immagini ma anche le dichiarazioni fatte dai genitori della guida, la cui tesi è molto semplice: quando è stato abbandonato tra le nevi dell’Aconcagua, il giovane - affermano Carlos Campanini e Monica Sanchez - era ancora vivo. La squadra di salvataggio ha sem-

Per il documento: il Fuhrer si mangiava le unghie e le sue maniere casalinghe erano a dir poco scioccanti Il poco lusinghiero profilo psicologico del dittatore tedesco redatto nel maggio del 1945

Rivelazioni dal profilo redatto da un militare nazista

Hitler maleducato a tavola e masochista con le donne

LONDRA - Adolf Hitler si comportava malissimo a tavola, dove non si tratteneva nemmeno da fare peti, si rimpinzava di torte e con le donne aveva una «tendenza masochista e passiva»: è questo quanto emerge da un decisamente poco lusinghiero profilo psicologico del dittatore tedesco, redatto nel maggio del 1945 da un militare nazista che collaborava con i servizi segreti britannici, che verrà venduto all’asta tra due settimane. Dell’autore del documento non si conosce il nome. Si sa soltanto che si trattava di un colonnello fatto prigioniero dai britannici, che durante la sua permanenza nel bunker del dittatore aveva cenato con lui una trentina di volte. Racconta che a tavola Hitler si mangiava le unghie, sfregava l’indice sotto il suo naso e che le sue maniere erano «a dir poco scioccanti».

Barricate sulle strade contro le imprese che non aumentano i salari

Cuba risorge La figlia di Raul si apre al nuovo

Sindacalista ferito negli scontri Da Parigi: “Usate strumenti illegali”

L’AVANA - Segnali di apertura alla Fiera del libro all’Avana: la figlia di Raul Castro, Mariela, ha presentato un testo sulla transessualità nell’isola caraibica, mentre le autorità non hanno impedito ad una blogger di presentare davanti alla Fiera il lavoro di un dissidente. «Si tratta di segnali positivi che annunciano una primavera dopo l’inverno. Il ciclo del silenzio è finito. Si parla a voce alta per strada. Tutto porta verso delle esigenze di liberta», ha detto la blogger Yoani Sanchez, che ha presentato il libro di racconti ’Boring Home’, di Orlando Luis Pardo Lazo. Dal canto suo, Mariela Castro, figlia di Raul, direttrice del Centro nazionale di educazione sessuale (Cenesex), che promuove i diritti degli omosessuali e transessuali - l’anno scorso a Cuba sono state autorizzate le operazioni per il cambio di sesso - ha evocato, presentando il suo libro, di «nuovi tempi». «Stiamo passando ad un nuovo periodo in cui prevale l’accettazione del diverso in condizioni di uguaglianza», ha detto Mariela, lanciando un appello a lavorare insieme per «sdradicare la discriminazione e i pregiudizi trasmessi generazione dopo generazione rispetto alla razza ed il sesso». La blogger Sanchez ritiene invece che si dovrebbe «fare appello alla tolleranza di qualsiasi tipo di differenze, non soltanto quelle sessuali».

Guadalupa non si lascia sfruttare

PARIGI - Alla quinta settimana di sciopero, la Guadalupa fa un passo avanti verso la rivolta contro la «casa madre» francese: barricate sulle strade, scontri con la polizia, decine di fermi, un sindacalista ferito e minaccia di battaglia nelle strade. Nove le strade bloccate ieri attorno a Pointe-a-Pitre. Da Parigi arriva l’avvertimento: «state usando strumenti illegali». Cinque giorni di prognosi e un collarino di gesso da inalberare davanti alle telecamere: questo è quanto rimediato ieri da Alex Lollia, uno dei responsabili del collettivo sindacale LKP che afferma di essere stato colpito da una carica della polizia contro una barricata sulle strade attorno a Pointe-a-Pitre. Lollia, che ha riportato contusioni, si è rivolto alla folla ormai inferocita gridando «La libertà comincia oggi», «Domani, tutti di nuovo in piazza». E dalla folla della Guadalupa, che protesta da oltre un mese contro un carovita acuito dalla crisi economica, che sta mettendo a dura prova la resistenza della popolazione, sono saliti slogan poco rassicuranti: «La Guadalupa è nostra, la Guadalupa non è loro». Una quarantina finora i fermi operati dalla polizia, ma la giornata è ancora lunga. Al di là dell’incarico dato ai «mediatori» del governo - ormai il ministro dell’Oltremare, Yves Jego, sembra definitivamente fuori gioco - di trovare dei lenitivi alla situazione di cri-

si, da Parigi si continua a rispondere in modo estremamente secco alle richieste degli antillani. Anche ieri, con i dati che arrivavano da Bruxelles sul reddito procapite da serie B di questi cittadini francesi, e quindi europei, il primo ministro Francois Fillon ha fustigato le barricate, «mezzi illegali» di esprimere

disagio. Ai cittadini dell’isola che chiedono aumenti di salario da gennaio, Fillon ha spiegato che Parigi è preoccupata «di garantire le condizioni di libera circolazione nell’isola», chiedendo ai locali di «lasciare il più possibile accessibili le pompe di benzina». Il dibattito, sulla stampa e in tv, si fa intanto acceso anche in Francia, dove la battaglia del «Collettivo contro lo sfruttamento» - questo il nome del movimento unitario dei manifestanti in Guadalupa - fa comunque riflettere. La realtà concreta di questi giorni parla di un sindacato fino-

Lo sdegno di due donne dopo gli scontri violenti

ra preponderante, l’LKP, che chiede un aumento di salari e un calmiere sui prezzi nell’isola. Per otte-

nerlo, ha invocato invano il governo di Parigi di farsi garante nei negoziati con gli imprenditori.

A Warrington Bank Quay vietati i baci d’addio, intralciano la coda di chi deve caricare i bagagli sul vagone

Niente effusioni alla stazione

Il cartello alla stazione di Warrington

LONDRA - È una scena che si ripete milioni di volte al giorno, in tutte le stazioni ferroviarie del mondo: un bacio di addio o di arrivederci tra partner, un momento spesso strazian-

te nei film romantici d’ogni epoca. Ma ora, commercio, che la difende: «È iniziata come una piccola stazione ferroviaria del Regno Uni- una cosa divertente. Ma poi la Virgin Trains to ha deciso di far piazza pulizia di questo (società che gestisce la stazione) ha deciso di romantico istante, vietando i baci davanti alla mettere questi cartelli, quando ha restaurato stazioncina. Motivo: mentre si scambiano le la stazione. Sembrano una cosa frivola, ma il effusioni, magari accanto alla messaggio è serio. Di certo renpropria auto parcheggiata, si Passeggeri sbalorditi dono unica la nostra stazione». dal nuovo cartello intralcia la fila di chi sta aspetIl divieto, che paradossalmentando un taxi, o deve caricare con tanto di divieto te è entrato in vigore poco prio scaricare bagagli. Succede alma di San Valentino, non piae dal rischio multa la stazione di Warrington Bank ce alla gran parte dei passeggeQuay, nel Cheshire. Chi trasgredisce il divieto ri che transitano da Warrington. Ruth Hard(nella foto) rischia una multa, a meno che non man, che all’inizio pensava si trattasse di uno si sposti in un’area dove le effusioni non crea- scherzo o di una trovata pubblicitaria, si dice no problemi alla circolazione. L’idea è stata di «scioccata». «Dovrebbero spendere i soldi in Colin Daniels, direttore della locale camera di cose che servono di più», ha detto.


12 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

IL PERSONAGGIO

"Creiamo un Sud federato" Parla l'onorevole Franco Laratta, del Partito Democratico di Alessandro Caruso

tax area per incentivare gli investimenti nel Mezzogiorno. D: Come ha reagito il suo partito alla vittoria del Pdl in Sardegna? R: È stata una botta.. prevedibile, ma non in queste proporzioni. È chiaro che non si può dare una responsabilità a Veltroni. Lui aveva rappresentato nel Paese una grande novità. Poi dopo sono iniziate le lacerazioni con le correnti, la guerra di posizionamento e il lento logoramento. È chiaro che la percezione del Paese è che noi non sappiamo essere alternativi al centrodestra. È curioso anche che il governo in carica non paghi nessun prezzo per la crisi economica gravissima che sta mettendo in ginocchio il Paese e noi in tutto questo non riusciamo a essere una vera alternativa di governo. D: Lei ha fatto una proposta di legge per non eliminare le preferenze al voto regionale. Non crede però che le liste bloccate siano un utile sistema per combattere il voto clientelare? R: Sarebbe così se i partiti fossero regolati per legge. Io sono tra i firmatari di una proposta di legge di Pierluigi Castagnetti e altri colleghi con cui si propone che i partiti rispondano a una serie di crismi definiti dal-

ROMA - "Dobbiamo chiederci dove trova origine questa esplosione di violenza, di aggressività", lo puntualizza l'on. Franco Laratta parlando di sicurezza: "Le parole d'ordine del centrodestra sono dure ma troppo propagandistiche". Un dibattito acceso, dunque, e che rivela un approccio al problema diverso tra le due principali compagini politiche. Così come su altri grandi temi, dal federalismo fiscale all'attuale crisi del Pd, tutti argomenti su cui il deputato di San Giovanni in Fiore (Cs) regala spunti di ragionamento e proposte interessanti. E molte di queste nascono da un confronto quotidiano con la sua community virtuale su Facebook. Oltre 500 amici a cui sottopone le sue proposte di legge e che confermano la sua popolarità soprattutto fra i giovani. D: Quali dovrebbero essere, secondo lei, le parole chiave su cui impostare la risposta politica al problema della sicurezza? R: Partirei da quelle che sicuramente non lo devono essere, ovvero quelle che usa il centrodestra, che usa toni molto duri ma troppo propagandistici. Ritengo che le parole chiave deb-

Sul federalismo fiscale noi democratici meridionali abbiamo forti perplessità. Non abbiamo capito che modello di federalismo stiamo mettendo in piedi e quali sono i costi bano essere potenziamento delle forze dell'ordine, maggiori risorse e maggiore innovazione tecnologica nella lotta al crimine. Ma non bisogna sottovalutare anche la risposta culturale. Dobbiamo chiederci dove trova origine questa esplosione di violenza, di aggressività e per quale motivo l'80% delle violenze sulle donne avvengono tra le mura domestiche.

D: È giusto considerare l'immigrazione e l'integrazione come parte del problema? R: Certamente, ma non bisogna avere un approccio ideologico a questo fenomeno perché gli immigrati sono una risorsa per il Paese e non dobbiamo criminalizzarli e indurli a scappare via. Ecco anche perché sono contrario alla proposta di consentire ai medici di denunciare i clandestini. L'integrazione, il rispetto della legge e della nostra cultura deve partire dal rispetto anche della cultura degli altri. D: La maggior parte di questi episodi di violenza avvengono nelle grandi città e nel centro-nord del Paese. Ritiene pertinente l'osservazione di coloro che trovano il motivo di ciò nel controllo del territorio da parte delle cosche mafiose? R: In parte è così. Nonostante ciò è sbagliato pensare che il fenomeno mafioso sia circoscritto al meridione d'Italia. La

‘Ndrangheta è ormai tra le più potenti organizzazioni criminali del mondo e sta sviluppando il suo controllo in Europa e in altre realtà geografiche mondiali. Stiamo studiando in Commissione antimafia come fare della lotta alla mafia una lotta di interesse comunitario. D: Cambiamo argomento. Al Senato è passato il ddl sul federalismo fiscale. Ora ci sono forti perplessità sulla realizzabilità del progetto a livello economico. R: Noi democratici meridionali abbiamo forti perplessità. Non abbiamo capito che modello di federalismo fiscale stiamo mettendo in piedi e quali sono i costi, ma soprattutto non capiamo come le aree più deboli possano essere sostenute dalle altre regioni e dal governo nazionale. In sostanza questo provvedimento ha visto molti emendamenti del Pd che però non tolgono il grande dubbio: che questo ddl sia stato conce-

pito per ridimensionare gli interventi dello Stato diretti a consentire al Mezzogiorno di mettersi al passo con le altre regioni. D: Come deve rispondere il Mezzogiorno? R: Cercando di costruire un federalismo che sia solidale e che veda tutte le regioni allo stesso livello. Uno degli ultimi libri di Attalì ipotizza la prossima nascita in Europa di altre nazioni tra cui il nord Italia, destinato a separarsi. Di fatto il nord è già diviso dal Paese se pensiamo che il Pil delle regioni del nord supera di moltissimo quello delle regioni del sud. La risposta del Mezzogiorno potrebbe essere quella di fare una federazione delle regioni meridionali. Immaginare un mercato comune meridionale un territorio federato, che abbia un'unica politica fiscale. Pensiamo che si possa anche ipotizzare una vasta area di libero scambio, una sorta di no

È chiaro che non si può dare una responsabilità a Veltroni. Lui aveva rappresentato nel Paese una grande novità. Poi dopo sono iniziate le lacerazioni con le correnti la legge e smettano, dunque, di somigliare a delle associazioni private. Devono essere regolati nella nascita e nel funzionamento, gli atti e i bilanci devono essere pubblici e le minoranze devono essere tutelate. Se funzionassero così mi sentirei garantito e lascerei scegliere la lista di candidati al mio partito.

Alle regionali del 2005 rimase escluso ma con ben 8000 voti

Giornalista impegnato sul fronte criminalità

L'on Laratta con Franco Marini

ROMA - L'onorevole Franco Laratta, cinquant'anni, è originario di San Giovanni in Fiore (Cs). La sua carriera è iniziata come giornalista e nell'ambito della sua professione ha scritto per importanti giornali di taglio locale ,tra cui "Il Quotidiano" e "Il Crotonese", e collaborato anche con la Gazzetta del Sud. Tra le sue attività giornalistiche si è segnalato per aver curato e diretto per "Video Calabria"

trasmissioni di approfondimento politico e inchieste su mafia e criminalità. L' esperienza politica inizia con la candidatura alle regionali del 2005 dove non risultò eletto nonostante i suoi 8000 voti. Una svolta, questa, che gli ha permesso l'anno successivo di affrontare la candidatura alla Camera dei Deputati con grande successo. Riconfermato nel 2008, attualmente è membro della Commissione Trasporti, Poste e Te-

lecomunicazioni e della Commissione di Inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali anche straniere. È autore di numerosi libri tra cui anche "La lunga notte della Calabria" (2006), "Riflessioni Libere" (2004), e, l'ultimo, "Miseria e Nobiltà", che sarà presentato alla Mondadori di Siderno (Rc) il 7 marzo alle 17.00. A.C


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 13

Speciale

Il menu salvavita

La dieta anti tumori: si a frutta e verdura, poca carne rossa e niente alcol

Lo statunitense Fermilab è in corsa con il Cern, fermo per guasto

Stati Uniti contro Ue per scoprire la “particella di Dio” ROMA - Il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern potrebbe perdere la gara per la scoperta della «particella di Dio», ovvero il «bosone di Higgs» previsto dalla teoria ma non ancora individuato: il Tevatron, l’acceleratore di particelle dello statunitense Fermilab, avrebbe almeno il 50% di possibilità di arrivare primo al traguardo, secondo quanto riporta la Bbc. «Il Tevatron sta funzionando estremamente bene», ha dichiarato Uno dei direttori del progetto al Fermilab: «Credo che abbiamo i prossimi due anni per scoprire la particella, e le nostre probabilità sono molto buone- il 90% se si trova in un intervallo di massa elevato (più facile da rilevare, ndr)»; la controparte europea, Lyn Evans, mantiene l’ottimismo, nonostamte l’Lhc sia attualmente fermo per riparazioni: «In un anno saremo competitivi e dopo li surclasseremo».

I laboratori Fermilab (sx) e un’immagine virtuale del “Bosone di Higgs”, previsto dalla teoria ma non ancora identificato

Il Cnr punta sull’alta tecnologia per presentarsi agli investitori esteri Ma l’Italia è in ritardo sulla ricerca e in coda per numero di brevetti

L’hi-tech italiano cerca fondi L’Auditorium dell’Area della Ricerca CNR a Pisa. Ieri il Cnr ha firmato un accordo con Invitalia per l’attrazione degli investimenti nel settore tecnologico

Il settore delle energie rinnovabili e scienze della vita i fiori all’occhiello ROMA - Attrarre capitali esteri puntando sulla ricerca e la tecnologia: è l’obiettivo dell’accordo firmato ieri a Roma fra il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. I settori ad alta tecnologia (ad esempio quello relativo alle energie rinnovabili ma anche scienze della vita e tecnologie dell’informazione) sono i fiori all’occhiello con i quali la vasta rete di ricerca del Cnr intende presentarsi ai potenziali investitori esteri. «L’idea è aprire le capacità della rete di ricerca del Cnr verso mercati esteri», ha osservato il presidente del Cnr, Luciano Maiani. Per l’amministratore delegato dell’agenzia Invitalia, Domenico Arcuri, l’accordo firmato potrà «far crescere sia il numero degli investimenti, sia l’ammontare complessivo del loro volume». Salgono investimenti in hi-tech: registrano un netto aumento, nonostante la crisi, gli investimenti nei settori ad alta tecnologia, tanto che nel 2007 l’hi-tech italiano ha attratto dall’estero 57 progetti per 2,7 miliardi di dollari. Un risultato che ha collocato l’Italia al quinto posto in Europa, dopo Gran Bretagna, Francia, Spagna e Germania. Nel 2008 gli investimenti nell’hi-tech, soprattutto in tecnologie ambientali, sono raddoppiati /da 6,3 a 12,6 miliardi di dollari). I capitali: tra i potenziali interlocutori interessati a investire nella ricerca e nella tecnologia italiane Arcuri ha citato alcuni Paesi Paesi arabi, del Golfo e del Sud America, così come alcuni Paesi dell’ex

Relazione a Strasburgo. E’ uno dei disturbi più comuni, il costo è il 4% del Pil degli stati membri

Se la depressione affligge l’Europa

Colpisce una donna su sei

BRUXELLES - Il Parlamento europeo, in seduta plenaria, si accinge a votare la relazione della socialista greca Evangelia Tzampazi sulla salute mentale in Europa. Il documento si propone come una "specie di guida che aiuti a

ridurre le disparità tra Stati membri", secondo le parole di Tzampazi. In Europa, una persona su quattro ha sofferto di qualche forma di disordine mentale almeno una volta nella vita, e la depressione è uno dei disturbi più comuni, colpendo una donna su sei. Inoltre, nella Ue i suicidi sono 59 mila ogni anno e il 90% di essi e' attribuibile a un disordine mentale. La depressione, e in particolare la prevenzione delle gravi derive che ne possono sorgere, prima fra tutte il suicidio, riveste un ruolo di primo piano nella relazione. Al momento però le misure adottate a livello nazionale per combatterla restano spesso inadeguate. Le proiezioni statistiche stimano che nel 2020 la depressione sarà la malattia più comune nei paesi industrializza-

ti e rappresenterà la seconda causa di disabilità. Il costo finanziario della cattiva salute mentale è stimato tra il 3% e il 4% del Pil degli Stati membri (436 miliardi di euro nel 2006): grandissima parte della spesa riguarda elementi esterni al settore sanitario ed è legata soprattutto all'assenza sistematica dal lavoro. Inoltre, dato che il rischio di sviluppare alcuni disturbi mentali aumenta con l'età, gli anziani - secondo la relazione - devono essere considerati il gruppo target di base per la promozione del benessere mentale. Un altro accento molto importante viene posto sui giovani, in quanto, si afferma nella relazione, "le fondamenta della salute mentale nell'arco dell'esistenza vengono gettate nei primi anni della vita".

blocco sovietico. I settori trainanti: secondo il presidente del Cnr «numerosi settori promettono di essere trainanti». Tra questi ha indicato il fotovoltaico oltre il silicio e, in genere, i settori al servizio della «produzione di energia con metodi sostenibili», ma anche le scienze della vita e quelle dell’informazione. Italia in ritardo: gli investimenti in ricerca rispetto al Pil sono pari a poco più della metà della media dell’Unione Europea; la spesa delle imprese è pari allo 0,53% del Pil e per oltre la metà (54,9% si concentra nel NordOvest). Poca innovazione: l’Italia è in coda ai Paesi industrializzati per numero di brevetti (1,56%, contro 37,56% degli Stati Uniti, 25,85% del Giappone, 13,82% della Germania e 4,54% della Francia) e per esportazioni di prodotti hi-tech (8,6% contro 51,6% dell’Irlanda, 30,0% dell’Ungheria, 28,5% degli Stati Uniti e 26,5% del Giappone). I dati della Commissione Europea collocano l’Italia al 26/mo posto nel mondo e al 19/mo in Europa per innovazione, dietro Grecia, Portogallo, Spagna e Slovenia. Scommessa per il Sud: secondo Arcuri e Maiani la capacità di attrarre capitali esteri potrà essere un’occasione per il Sud. «Le Regioni - ha detto Arcuri - hanno necessità di sviluppare la capacità di accogliere investitori esteri. Se continueranno a destinare risorse a questo obiettivo, come stanno facendo, renderanno possibili investimenti esteri in tempi compatibili».


Pag. 15

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Mercoledì 18 Febbraio 2009

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

REGIONE Prende corpo la proposta di costituire una delegazione permanente dei soggetti promotori di avvenimenti culturali

Turismo, Guagliardi incontra i promoter Si punta alla valorizzazione degli artisti calabresi e alla realizzazione di momenti di aggregazione sociale CATANZARO — L’assessore regionale al Turismo, Damiano Guagliardi, ha incontrato ieri a Catanzaro i rappresentanti di promoter, agenzie, associazioni e imprese impegnate nell’organizzazione di spettacoli, eventi culturali e ricreativi. Soddisfazione è stata espressa per la convocazione della riunione, la prima in assoluto di un assessore regionale al Turismo in questo settore di competenza, che ha aperto una discussione, seppure preliminare e a carattere interlocutorio, sicuramente positiva e destinata a proseguire con maggior approfondimento nel merito delle questioni trattate. Nel corso dell’incontro ha preso corpo la proposta di costituire una delegazione permanente dei soggetti promotori di avvenimenti culturali, ricreativi e di intrattenimento che possa confrontarsi costantemente con le strutture dell’assessorato re-

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

REGIONE Inaugurato ieri mattina, nella sede dell’Università “Magna Grecia” di Catanzaro

Corso di formazione per nuovi dirigenti Damiano Guagliardi

gionale, al fine di avviare un fattivo rapporto di collaborazione per l’organizzazione di eventi capaci di configurarsi come elementi di attrazione turistica extraregionale, valorizzazione degli artisti calabresi, realizzazione di momenti di aggregazione sociale, sviluppo delle attività economiche che ruotano attorno a questo settore.

CATANZARO — Il Presidente della Regione Agazio Loiero - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta - ha inaugurato ieri mattina, nella sede dell’Università “Magna Grecia” di Catanzaro il corso di formazione per i nuovi quarantancinque dirigenti regionali, vincitori del pubblico concorso conclusosi nei giorni scorsi. «E’ il primo concorso che si fa da quando è nata la Regione. Hanno partecipato in molti - ha detto il Presidente Loiero rivolgendosi ai neo dirigenti - ma avete vinto voi. Onore al merito in una regione dove spesso il merito viene messo da parte. Anche questo è un affresco delle condizioni in cui si lavora in Regione. Questi quarant’anni la nostra Re-

gione li ha vissuti sempre passando da un’emergenza all’altra, rendendo più problematico il suo percorso e costringendola a navigare sugli abissi. Ora, da parte vostra, desideriamo avere non solo la dedizione, ma un supplemento di impegno per una causa difficile. La vostra stabilità, all’interno dell’ente, deve essere una risorsa immateriale per la nostra regione. Dobbiamo dare, e voi con noi, il segno che qualcosa è cambiato ed è cambiato profondamente. La Regione che vuole andare avanti - ha concluso Loiero - aspettava proprio voi». L’incontro, alla presenza del Direttore generale del Dipartimento del Personale Antonio Izzo, è stato aperto dal saluto del Rettore del-

l’Università Francesco Costanzo, mentre l’articolazione del Corso è stata illustrata dalla Direttrice della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Valeria Termini. L’importanza dell’avvenimento è stata sottolineata dall’Assessore al Personale Liliana Frasca. «Abbiamo pensato ad un percorso formativo - ha detto Liliana Frasca - che ci consentirà di modificare la burocrazia regionale. L’obiettivo è quello di fare meglio funzionare la nostra Regione. E’ una grande opportunità che abbiamo per creare nuove competenze. D’altra parte stiamo lavorando per rendere più moderna ed efficace la nostra Regione e voi, in questo contesto, sarete un elemento fondamentale».

La Commissione europea ha approvato il documento di programmazione Interrogazione di Misiti sulla bretella tra Locri e Roccella Ionica

“La Strategia di Audit” «Variante attesa da 27 anni» CATANZARO — La Commissione Europea - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta nei giorni scorsi ha approvato la “Strategia di Audit dei Programmi Operativi Fesr ed Fse 2007/2013”, redatta dall’Autorità di Audit della Regione Calabria, a norma dell’art. 62, paragrafo 1, lettera c) del Regolamento (Ce) n. 1083/2006 del Consiglio. La Strategia di Audit rappresenta il documento di programmazione delle attività di audit, così come previsto dai Regolamenti comunitari nn. 1083/2006 e 1828/2006, cui vengono assegnate le funzioni di: fornire la metodologia dell’attività di audit, tenendo conto degli standard internazionalmente riconosciuti, e garantire che l’attività sia distribuita omogeneamente lungo tutto il periodo di programmazione; accertare l’efficace funzionamento del sistema di gestione e controllo del Programma Operativo con

notifica delle risultanze del system audit ai soggetti interessati (audit di sistema); garantire che le attività di audit siano svolte su un campione statistico di operazioni per la verifica delle spese dichiarate (audit delle operazioni). L’Autorità di Audit, di cui Marinella Marino è stata, fino alla settima scorsa, Dirigente Generale, si è dotata di uno strumento che definisce priorità, obiettivi e pianificazione temporale delle attività degli audit stabiliti per l'intero periodo di programmazione, al fine di assicurare la sana gestione finanziaria dei Programmi Operativi e prevenire, individuare, correggere eventuali carenze ed irregolarità.

Accertare l’efficace funzionamento del sistema di gestione e controllo del Programma Operativo

CATANZARO — L'on. Aurelio Misiti,

capogruppo Idv e segretario della Commissione trasporti della Camera dei deputati, ha presentato una interrogazione urgente al Ministro Matteoli in merito alla ripresa dei lavori per il completamento della bretella tra Locri e Roccella Ionica. «Tale opera - ricorda Misiti - prevista come variante della Ss 106 tra i due comuni, è attesa da oltre 27 anni e una volta realizzata consentirebbe di alleggerire definitivamente il traffico urbano all'interno dei centri abitati che, soprattutto nella stagione estiva, provoca gravi danni all’ambiente e alla salute dei cittadini». I 42 sindaci della locride hanno espresso recentemente al Ministro e al presidente dell'Anas la loro preoccupazione per il ritardo con cui saranno completati i lavori visto che i 18 milioni previsti dal Governo Prodi non sono stati confermati nel programma dei lavori del 2008 dall'Anas. L'on. Misiti «che ha sempre se-

Aurelio Misiti

guito con attenzione la realizzazione di questo intervento infrastrutturale, si augura che il Ministro e l'Anas confermino almeno nel piano 2009 i fondi necessari al completamento della bretella».

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Denunciata la mancanza di rispetto nei confronti della minoranza

Regione, Pizzini protesta REGGIO CALABRIA — Il Consigliere regionale di Forza Italia Antonio Pizzini ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Ora basta, perché la pazienza e la correttezza politica hanno un limite! Denuncio politicamente, con forza, il Presidente della Giunta e tutti i suoi Assessori, poiché non esiste trasparenza nei loro atti e nei loro comportamenti e poiché manca totalmente il doveroso rispetto nei confronti della minoranza in Consiglio regionale. Le minoranze, in qualsiasi consesso elettivo, hanno un preciso ruolo, che è quello di essere propositivi ma anche quello di essere gli attenti sorveglianti della gestione da parte della maggioranza, per segnalarne le eventuali distorsioni ed errori. Alla Regione

Calabria tutto ciò non è possibile, perché sono state alzate transenne che vietano alla minoranza di conoscere, di sapere, di essere informati su tutto quello che avviene. Il caso più eclatante, tramite il quale i Consiglieri di minoranza dovrebbero essere informati tempestivamente, riguarda le interrogazioni che ciascun eletto presenta, per ottenere chiarimenti e risposte su precisi argomenti. Ebbene, la mia esperienza, che è però purtroppo comune a tutti gli altri Consiglieri di minoranza, è quella di aver presentato, dall’inizio di questa consiliatura, cominciata come noto ad aprile 2005, ben 21 interrogazioni urgenti a risposta scritta. Quante sono state le risposte ottenute? Una!».

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


16 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA REGGIO CALABRIA E’ il risultato di una serie di controlli e di tre distinte operazioni condotte dai carabinieri delle stazioni di Locri e Roccella Jonica

Rifiuti pericolosi, quattro in manette I militari dell’Arma hanno anche posto sotto sequestro i veicoli sui quali veniva trasportato il materiale REGGIO CALABRIA — Sono stati

avviati una serie di controlli a tappeto da parte dei carabinieri di Locri e Roccella Jonica in materia di ambiente. Quattro persone sono state arrestate a vario titolo per “trasporto non autorizzato di rifiuti pericolosi” e sversamento di “rifiuti pericolosi”. A Siderno, ad opera dei militari della locale stazione, diretti dal maresciallo Zeccardo, è stato arrestato, in flagranza di reato, Giuseppe Bevilacqua, di Ardore, cl. 1971, noto alle forze dell’ordine, perchè ritenuto responsabile di “trasporto non autorizzato di rifiuti pericolosi”. I militari operanti sorprendevano Bevilacqua alla giuda di un autocarro Fiat Iveco 350m, di proprietà di A. F., ventinovenne di Locri, che trasportava, senza autorizzazioni, un ingente carico di rifiuti pericolosi, composti da materiale ferroso da demolizione, parti di autovettura, ingranaggi meccanici con olii esausti, fili di rame e lastre metalliche. Autocarro e rifiuti sono stati posti sotto sequestro e l’arresto è stato convalidato dal giudiceche ne ha disposto l’obbligo di dimora. A Bovalino, ad opera dei militari del nucleo radiomobile della compagnia di Locri, diretti dal maresciallo Fazzolari, sono stati tratti in arresto, in flagranza di reato, Francesco Sacco, di Benestare, cl. 1974, imprenditore e Antonio Lentini, di Benestare, cl. 1952, operaio. Entrambi ritenuti re-

Giuseppe Bevilacqua

Antonio Lentini

sponsabili di “trasporto non autorizzato ed abbandono al suolo di rifiuti pericolosi”. I militari dell’Arma operanti sorprendevano Sacco e Lentini a bordo di un autocarro Fiat Iveco di proprietà della “impresa edile f. lli Sacco snc” con sede in Benestare, che, in quella contrada Belloro, avevano iniziato a scaricare, nella fiumara denominata “careri”, un ingente carico di rifiuti pericolosi, composti da inerti e materiale ferroso. L’autocarro e i rifiuti sono stati posti sotto sequestro. Ora si è in attesa dell’udienza di convalida dei due arresti. A Caulonia Marina, ad opera dei militari della stazione è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, Carmelo Ventrice, di Caulonia, cl.

1945, noto alle forze dell’ordine. Il predetto, alle precedenti ore 09.00 circa, veniva sorpreso sulla staìrada statale 106, alla giuda di un autocarro, mentre era intento al “trasporto non autorizzato di rifiuti pericolosi” (batterie esauste di autoveicoli, bombole arrugginite per il gas, pneumatici usurati di autocarri, materiale ferroso Vario, ecc.). Nella circostanza, la successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire, nei pressi della sua abitazione, un ulteriore autocarro, anch’esso ricolmo di rifiuti speciali pericolosi. Entrambi gli autocarri venivano sottoposti a sequestro. Carmelo Ventrice è ora in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Carmelo Ventrice

Francesco Sacco


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 17

CALABRIA La Guardia di finanza del Gico di Catanzaro ha sequestrato beni per oltre 5 milioni. Nell’asse patrimoniale anche una tabaccheria nel cuore di Roma

Duro colpo alla cosca Bonavota Il procuratore capo Lombardo lancia l’allarme: il nostro Distretto è a corto di magistrati CATANZARO — Un patrimonio che vale oltre 5 milioni di euro riconducibile a esponenti della cosca Bonavota, organizzazione radicata nel Vibonese ma estesa in altre aree del Paese, in particolare nella Capitale. Le ricchezze ritenute nella disponibilità della ’ndrina e poste sotto sequestro dalla Guardia di finanza, assumono le fattezze più svariate. Nell’asse patrimoniale finito nel mirino delle Fiamme gialle del Gico: sei fabbricati, un appezzamento di terreno, un’automobile ma anche quote societarie di un’agenzia di pompe funebri (“La Pace eterna”) operante a Sant’Onofrio, conti correnti bancari, la pizzeria “Oasi” a Sant’Onofrio”, un negozio di articoli per la casa e persino una tabaccheria assai redditizia nel cuore di Roma, in via Giulio Cesare, a due passi dal Vaticano. Un duro colpo alla cosca Bonavota di Sant’Onofrio, stando alla portata dell’operazione che gli inquirenti hanno battezzato “Il tesoro del drago” e i cui particolari sono stati descritti ieri mattina nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Comando regionale della Guardia di Finanza a Catanzaro. Presenti all’incontro con i giornalisti il procuratore capo della Procura di Catanzaro, Antonio Vincenzo Lombardo; il comandante provinciale della Gdf di Catanzaro, generale di brigata Salvatore Tatta; il comandante provinciale del Gico di Catanzaro, tenente colonnello Nicola De Benedictis; il capitano Antonio Manconi, della sezione catanzarese del Gico dispiegata nelle indagini. Il sequestro preventivo è stato emesso dal gip distrettuale di Catanzaro Gabriella Reillo su richiesta del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro Marisa Manzini. Fu la stessa Manzini a coordinare le indagini che nell’ottobre 2007 portarono allo smembramento della cosca con l’arresto di presunti affiliati e in particolare di Pasquale Bonavota, 34 anni, identificato come capo dell’omonima organizzazione a seguito della morte del padre Vincenzo, e poi dei suoi fratelli Domenico e Nicola Bonavota, di 29 e 32 anni. Le manette ai polsi vennero strette nell’ambito dell’operazione “Uova del drago”, di cui “Il tesoro del drago” è la prosecuzione dal fronte delle misure patrimoniali disposte proprio nei confronti dei tre. Passata l’attenzione mediatica scatenata dagli arresti, dal 2007 in poi - ha sottolineato il generale di brigata Salvatore Tatta - si è andati avanti «con un lavoro oscuro condotto tra mille difficoltà» e sfociato, dopo oltre un anno di indagini, nel sequestro di beni frutto, secondo gli inquirenti, di attività illecite nonché fonte di ulteriori guadagni. Un certo peso specifico lo hanno avuto le intercettazioni ambientali e telefoniche. Per il comandante del Gico De Bernardinis, «le intercettazioni sono state una buona base di partenza ma altrettanto importanti sono state le altre attività della procura distrettuale». Dello stesso punto ha parlato con più forza il procuratore capo Lombardo. «Proprio dalle inter-

Da sinistra: il capitano Manconi, il tenente colonnello De Bernardinis, il procuratore capo Lombardo e il comandante gen. di brigata Tatta

La cosca ha radici nel Vibonese ma i suoi interessi si sono estesi fuori dai confini della Calabria Il capo della Procura sottolinea l’importanza delle intercettazioni e avverte: «Tutte possono essere utili»

L’organigramma riferito alla cosca Bonavota

Il “Tesoro del drago” è la prosecuzione di “Uova del drago” che nel 2007 portò all’arresto di Pasquale Bonavota e dei fratelli Domenico e Nicola Bonavota Anche una tabaccheria nel cuore di Roma e una agenzia di pompe funebri tra i beni sotto sequestro preventivo che gli inquirenti sarebbero riconducibili alla cosca Bonavota di Sant’Onofrio

cettazioni - ha detto - risulta che alcuni beni oggetto di sequestro, anche se intestati a terzi, parenti o altri, in realtà appartenevano a queste persone (i Bonavota di cui sopra, ndr)». Proprio grazie al metodo di indagine è risultato che la nota tabaccheria di Roma ora sequestrata, era ufficialmente associata ad un giovane parente dei Bonavota, ex studente di universitario a Torino e incensurato; quindi in grado di meglio sottrarsi all’occhio sospettoso della Guardia di finanza. Che ha tolto i veli della cosca, il cui intero nucleo familiare, sulla carta, poteva contare su un reddito medio annuo di soli 17 mila euro. Il procuratore Lombardo è poi tornato a parlare di intercettazioni lanciando un preciso monito: «Noi - ha dichiarato - diciamo sempre agli organi di polizia che bisogna considerare tutte le intercettazioni, perché anche quando sembrano scarsamente significative possono essere indicative di realtà sotto cenere consentendo di svelare attività illecite». Per il magistrato l’operazione della Guardia di finanza è importante perché - ha spiegato con il sequestro cautelare si va a toccare il punto di forza economica delle organizzazioni criminali «e questo per i mafiosi equivale all’ergastolo» e alla “morte civile”. Del resto - ha sottolineato ancora il procuratore capo di Catanzaro - le nuove misure introdotte dal legislatore estendono anche alle procure distrettuali la possibilità di adottare strumenti cautelari riguardanti il patrimonio nel caso di soggetti indiziati di appartenere ad associazioni mafiose o di essere coinvolti nel traffico internazionale di stupefacenti. Ma ecco la nota dolente suonata proprio al legislatore, «che non fornisce gli strumenti per poter realizzare questo compito». Quello affidato dalla legge «è un compito oneroso che richiede energie. La Procura di Catanzaro - ha proseguito Lombardo - ha in organico 18 magistrati e la cosa grave è che ne mancano sei. Ci occupiamo, come distrettuale, di quattro province e otto tribunali e l’organico è davvero insufficiente a fronteggiare il carico di lavoro»; un vuoto che per il magistrato appare ancora più evidente in rapporto al Distretto di Reggio, «che ha 24 sostituti per una sola provincia» nella propria area di competenza. Il comandante provinciale della Guardia di Finanza, dal canto suo si è soffermato sul ruolo delle Fiamme Gialle esteso anche alla lotta contro la concorrenza sleale delle organizzazioni criminali; una lotta «finalizzata a evitare forme di monopolio» delle ’ndrine e «a garantire il corretto funzionamento dei mercati». Con riferimento al “Tesoro del drago”, «si tratta - ha sottolineato Tatta - di una operazione importantissima anche per il valore del patrimonio. Solo con questa operazione, per oltre 5 milioni, siamo a circa il 50 per cento del rendimento fatto lo scorso anno», quando il comando provinciale ha registrato sequestri per circa 12 milioni di euro. Francesco Ciampa


18 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Nella loro abitazione, nel quartiere Santa Maria, gli uomini della Questura hanno rinvenuto tredici grammi di hashish

Spaccio di droga, coniugi in manette Romeo Morabito si trova ora nel carcere di Siano. Anna Carnuccio è, invece, ai domiciliari CATANZARO — Nella serata di lunedì, gli uomini del Commissariato Ps di Catanzaro Lido diretti dal da vice Questore Aggiunto Giacomo Cimarrusti hanno tratto in arresto due giovani coniugi residenti nel quartiere Santa Maria, Romeo Morabito e Anna Carnuccio, entrambi trentacinquenni, colti in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish. Il dirigente del commissariato di Catanzaro Lido, responsabile del personale che ha eseguito l'operazione, ha sottolineato che: «L’attrezzatura sequestrata denota la co-

La merce sequestrata

stituzione di una piccola catena di montaggio, seppur artigianale, idonea per la fabbricazione in serie di spinelli. In particolare gli autori del reato si sono fatti carico, oltre che della vendita, anche della fase di trasformazione del panetto di hashish in polvere mescolata a tabacco, così da rendere ancora più accessibile e fruibile il consumo dello stupefacente». Nella loro abitazione, dove tra l’altro si trovavano due bambine in tenera età, gli agenti hanno rinvenuto tredici grammi di hashish, suddivisi in sei piccole stecche, 210 euro in banconote di pic-

colo taglio, ritenute provento dell'attività di spaccio, un bilancino di precisione, un cannello a gas, una macchinetta per confezionare sigarette artigianali, novantadue cartine munite di filtro, arnesi da taglio, tra cui tre taglierini e due bisturi, il tutto posto sotto sequestro. Dell'arresto dei coniugi è stato notiziato il Pm di turno, dott. De Tommasi, il quale ha disposto che Romeo Morabito venisse associato presso il carcere di Siano mentre la donna, attesa la presenza delle due figlie minori, si trova agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

C. A. e M. S. residenti a Feroleto della Chiesa, che sono stati denunciati a piede libero per la gestione di discarica non autorizzata di rifiuti non pericolosi. Gli ulteriori accertamenti del

Corpo Forestale avranno lo scopo di chiarire la provenienza delle gomme con il conseguente coinvolgimento di altri soggetti nell'attività illecita di smltimento di rifiuti.

REGGIO CALABRIA Operazione portata a termine dal personale del Corpo Forestale dello Stato

Sequestrata discarica abusiva di gomme SERRATA — Il personale dei Co-

mandi stazione di Giffone e di Laureana di Borrello del Corpo Forestale dello Stato di Reggio Calabria ha scoperto e sottoposto a sequestro una discarica di pneumatici usati nel comune di Serrata. Durante gli ordinari servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione di reati ambientali, la pattuglia del Corpo Forestale, individuava una grande quantità di pneumatici, circa 800, depositati in un terreno agricolo recintato con rete metallica. Avviate le indagini il personale operante ha individuato i proprietari del terreno nei signori

La discarica abusiva sequestrata

VIBO VALENTIA Prima telefonavano per accertarsi che i loro compagni fossero soli, dopodichè li minacciavano

Estorsione, arrestati due sedicenni RICADI — Si è finalmente conclusa con l’arresto di due minori di 15 e 16, da parte dei carabinieri della Compagnia di Tropea, la serie di soprusi che gli stessi avevano in maniera continua e ripetuta posto in essere nei confronti di altri due coetanei dal mese di ottobre 2008. Una vera e propria metodica richiesta estorsiva che ai due arrestati ha fruttato un guadagno di oltre 10.000,00 euro tra soldi ed oggetti in oro. L’ultima proprio lo scorso sabato. Prima una telefo-

nata alle vittime per accertarsi se a casa vi fossero i genitori, poi, avuto conferma dell’assenza di questi, la classica richiesta, con minacce, di denaro che con vera e propria spavalderia sarebbero andati a prendere nel pomeriggio direttamente a casa. Ma non si sarebbero fermati qui. I due, entrati nell’abitazione, avrebbero fatto razzia di quanto di valore vi fosse, minacciando gravemente le vittime e costringendole quindi a consegnare quanto richiesto. Sola-

mente che questa volta all’uscita c’erano i carabinieri del locale Comando Stazione di Spilinga che hanno messo fine a questa serie di violenze trovando loro addosso 200 euro e diversi oggetti in oro. Oramai questo era un piano consolidato nel tempo, che, ripetuto sempre con le stesse modalità, aveva già fruttato parecchio ai due, i quali pensavano di restare impuniti intimorendo continuamente i loro coetanei, vittime di questo sistema di estorsioni e rapine.

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

Regione Calabria Dipartimento 11 Istruzione - Alta formazione - Università

Legge 62/2000 Assegnazione borse di studio a.s. 2008/2009

SORICAL s.p.a.

AVVISO PUBBLICO La Regione Calabria - Dipartimento n.11 - avvisa le famiglie, le scuole statali e paritarie, i Comuni della Calabria che, ai sensi della Legge 62/2000, con D.D n. 822 del 10.2.2009 è stato approvato il Bando per l’assegnazione delle “Borse di Studio” a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione degli alunni frequentanti le scuole primarie, medie e superiori statali e primarie a.s. 2008/2009. Possono presentare domanda i genitori degli alunni frequentanti le scuole primarie, medie e superiori statali e paritarie il cui reddito ISEE 2007 non sia superiore a euro 10.633,00. Nel bando, disponibile sul sito della Regione www.regione.calabria.it/istruzione, sono individuati i beneficiari delle Borse di Studio. I modelli di domanda e di autocertificazione delle spese sostenute sono disponibili presso le scuole. Per eventuali informazioni rivolgersi allo 0961/852119 / 852197

È indetta gara a procedura aperta per la fornitura di materiale idraulico e tubazioni c/o la sede della So.Ri.Cal. S.p.A. - Reggio Calabria. L’importo complessivo della fornitura, ammonta: per il materiale idraulico € 53.529,63; Tubazioni € 842.458,54 per un totale € 895.988,17. Il criterio di aggiudicazione è il prezzo più basso. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12:00 del 13/03/2009. La gara si svolgerà il 16/03/2009 alle 11:00. Ulteriori informazioni sono reperibili presso la sede e sarà pubblicato sul sito della SORICAL S.p.A; CIG 0271633EA0, il responsabile del procedimento è l’Ing. Andrea Lanuzza. Il Bando è altresì pubblicato sulla GURI n. 20 del 16.02.2009 Il Responsabile Ufficio Gare, Appalti ed Acquisti: Geom. Mario Torresani

Il Dirigente di Settore Sonia Tallarico

Il Dirigente generale Arch. Laura Mancuso

CRONACA IN BREVE Caulonia, sequestrati capi di vestiario contraffatti Quasi 400 capi di vestiario contraffatti con le effige e le etichette di importanti marche dell'alta moda italiana ed estera nonché 136 dvd privi di marchio Siae sono stati sequestrati dalla guardia di finanza della sezione operativa navale di Roccella Ionica. Il sequestro è avvenuto a Caulonia marina nel corso di un servizio mirato alla lotta alla contraffazione. Durante un controllo nell'area del mercato, i finanzieri hanno sorpreso un cittadino marocchino mentre stava vendendo capi di vestiario e accessori con marchi palesemente contraffatti e dvd privi di marchio Siae. Corigliano Calabro, un arresto per droga Un uomo è stato arrestato dai carabinieri di Corigliano nel corso di un’operazione di controllo finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Giovanni Battista Riforma. Nella sua abitazione i militari hanno trovato 3,5 grammi di hascisc confezionati in tre dosi, 20 euro e un bilancino di precisione che sono stati sequestrati. Un altro giovane, S. M., di 21 anni, è stato arrestato e scarcerato in attesa di giudizio dopo che nella sua abitazione sono stati trovati 100 euro e sei dosi di hascisc pari a circa tre grammi. Un'altra persona è stata denunciata per furto aggravato dopo essere stato bloccato all'uscita di un ipermercato dove aveva prelevato una motosega e un profumo.

BANDO DI GARA N. 371

DIVISIONE ANNUNCI LEGALI

tel. 0961.996802 fax 0961.903421

Catanzaro, neve e gelo in Sila Ha ripreso a nevicare in Sila dove, nella notte, la temperatura è scesa sino a -15 gradi. In mattinata la temperatura è risalita sino a -6, poi, un ulteriore aumento l'ha portata sino a zero ed è cominciato a nevicare. Sulla zona sono già caduti una decina di centimetri di neve che sta anche ricoprendo il lago Arvo, già ghiacciato da giorni per le temperature polari. Tutti i mezzi della Provincia di Cosenza sono all'opera per pulire da neve e ghiaccio le strade che sono in gran parte percorribili. Gli spargisale sono entrati in azione anche a quote più basse, come nella zona di Fiumefreddo ed Amantea, vicino alla cosca Tirrenica, dove una leggera spruzzata di neve ha poi provocato il formarsi di ghiaccio sulla strada. Al momento, secondo quanto riferito dalla polstrada, non nevica, invece, sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 19

CALABRIA REGGIO CALABRIA Secondo gli inquirenti, avrebbero aiutato la latitanza di Renato Petullà, esponente della ’ndrangheta arrestato nell’ottobre del 2007

Sei in manette per favoreggiamento L’operazione è stata condotta dagli uomini del commissariato di Polistena su richiesta della Dda REGGIO CALABRIA — Carcere per i presunti favoreggiatori del boss Renato Petullà, catturato dopo quattro anni di latitanza nell’ottobre del 2007. Il trentenne presunto esponente della ‘ndrangheta di Cinquefrondi, durante il periodo in cui veniva ricercato dalla polizia di tutta Italia, avrebbe ricevuto protezione ed ospitalità dal cognato e da altre cinque persone. La polizia del commissariato di Polistena, diretto da Angelina Costanzo, e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Reggio hanno stretto le manette ai polsi di quattro persone, mentre altre due sono state poste agli arresti domiciliari. I provvedimenti restrittivi del Gip hanno riguardato: Francesco Fidale, 21 anni, fratello della moglie del latitante, Francesco Ierace (38); Sebastiano Pasqualone (34) e Giuseppe Tigani (33). Domenica Curinga (68) e il marito Vincenzo Fusà (75) - che secondo l’accusa avrebbero favorito gli incontri tra

Vincenzo Fusà

Domenica Curinga

Giuseppe Tigani

Francesco Ierace

Sebastiano Pasqualone

Francesco Fidale

sunti favoreggiatori l'avrebbe svolto Francesco Fidale, fornendo assistenza al cognato per i suoi spostamenti e procurandogli anche delle armi. A Giuseppe Tigani, invece, viene attribuito il ruolo di “vedet-

ta” in concomitanza delle riunioni e degli incontri che il latitante teneva. Alla logistica ed al rifornimento di viveri ci avrebbero pensato Ierace e Pasqualone, mentre i coniugi Fusa' avrebbero ospitato il

latitante nella loro abitazione. Tra quanti avrebbero favorito Petullà, vi sarebbe anche un minorenne. L’arresto del boss, avvenuto nell’ottobre di due anni fa, è avvenuto mentre il giovane partecipava ad

un summit. E quando la polizia fece irruzione nel luogo della riunione sorprendendo il ricercato, con lui vi erano anche due camionisti, i quali vennero denunciati a piede libero dalla polizia. Nella circostanza le forze dell’ordine trovarono una pistola 7,65 con matricola cancellata, tre caricatori monofilari, una sessantina di cartucce per armi dello stesso calibro, due coltelli a serramanico. Il giovane boss in tasca aveva oltre mille euro in contanti e nel portafoglio dei “pizzini” per comunicare con i familiari e con quanti lo agevolavano negli spostamenti. Petullà era inseguito da un provvedimento restrittivo nell’ambito di un’operazione di polizia indirizzata contro una gang che tentava di mettere a segno un’estorsione ai danni di un’impresa impegnata nel settore edilizio. Subito dopo la cattura del latitante, la polizia ha proseguito l’attività investigativa nel tentativo di tagliare le maglie della rete di protezione

Il tavolo della conferenza stampa

il latitante e la moglie - si trovano ai domiciliari. Secondo le indagini della polizia, le quattro persone finite in carcere avrebbero rifornito Petullà di armi, viveri e copertura. Un ruolo di primo piano, tra i pre-

che, per quattro anni, ha consentito a Renato Petullà di rimanere uccel di bosco. Ieri mattina l’ultimo atto con l’arresto delle sei persone. Antonio Latella

Furto di alberi, 59enne denunciato

Omicidio Aversa, imputato assolto si oppone ad archiviazione Cerminara

BOVALINO — Gli uomini del

CATANZARO — Giuseppe Rizzardi,

BOVALINO Gli uomini della Forestale lo hanno sorpreso dopo che aveva asportato già sessanta pioppi

cemento da adibire a ricovero di animali ed attrezzi. I forestali, appartenenti ai Comandi stazione di Locri e di S. Luca, hanno sorpreso sul posto S. A., di anni 59, residente a S. Luca, che è stato denunciato a piede libero per l’occupazione di area demaniale, furto di piante e violazioni varie delle norme vigenti in materia urbanistica e di difesa dell’ambiente e del paesaggio.

Corpo Forestale dello Stato hanno scoperto una vasta area occupata abusivamente sulla sponda del Fiume Bonamico nel Comune di Bovalino. La zona è stata completamente disboscata mediante il taglio e l’asportazione di n° 60 piante di pioppo e di salice ed erano in corso dei lavori per la recinzione del terreno e la costruzione di n° 2 manufatti in blocchi di

Taurianova, riunione registrata di nascosto deferite quattro persone

Angela Napoli: «Azione disciplinare nei confronti del giudice di Reggio»

TAURIANOVA — I carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Palmi 4 persone accusate di avere collocato di nascosto un registratore prima di una riunione tra esponenti della maggioranza al Comune di Taurianova. A scoprire il registratore furono i partecipanti alla riunione, che denunciarono il fatto ai carabinieri della Compagnia di Taurianova. L'identità delle persone denunciate non è stata resa nota.

ROMA — «In riscontro all’inter-

rogazione relativa al video, andato in onda venerdì 13 febbraio 2009, nella trasmissione televisiva “Le Iene”, il Ministro della Giustizia, on. Angelino Alfano, ha sollecitamente comunicato che già nel settembre 2008, su proposta dell’Ispettorato della Giustizia, la Cassazione ha promosso l’azione disciplinare nei confronti della dott. ssa Concettina Garreffa,

giudice del Tribunale di Reggio Calabria, incolpata dell’illecito disciplinare di cui agli artt.1 e 2, comma 1, lett. a) e g) del decreto legislativo 23 febbraio 2006, n. 109, per aver mancato al proprio dovere di diligenza e arrecato un indebito vantaggio alle due persone condannate con sentenza del 6 novembre 2006». A renderlo noto, la parlamentare Angela Napoli.

assolto con Renato Molinaro (deceduto) per l'omicidio dell'ispettore di polizia Salvatore Aversa e della moglie Lucia Precenzano, si è opposto all'archiviazione nei confronti di Rosetta Cerminara, accusata di false dichiarazioni al pm, e dell'ispettore di polizia Giacomo Isabella, accusato di calunnia e falsa testimonianza. Dell'opposizione alla richiesta di archiviazione, avanzata dal sostituto procuratore, Gerardo Domijanni, si è discusso ieri mattina dinanzi al Gup, Antonio Rizzuti, che al termine dell'udienza si è riservato di decidere. Nel corso dei processi per l'omicidio Aversa era emerso che l'ispettore Isabella aveva appreso dalla Cerminara che Rizzardi e Molinaro l'avevano violentata e lei li aveva accusati dell'omicidio dei coniugi Aversa per punirli. Le dichiarazioni fatte durante i processi sono state acquisite dalla Procura che ha chiesto l'archiviazione. Il difensore di Rizzardi, l'avvocato Armando Veneto, ha sostenuto che le accuse nei confronti dei due indagati non vanno archiviate perché «é necessario chiarire tutti gli aspetti della vicenda». Nel marzo del 2007 la Cassazione ha confermato la con-

danna a 2 anni e 2 mesi di reclusione, per calunnia e truffa aggravata ai danni dello Stato, nei confronti di Rosetta Cerminara ex testimone di giustizia nel processo per l'assassinio dei coniugi Aversa, uccisi nel 1992 a Lamezia Terme in un agguato mafioso. Successivamente due collaboratori di giustizia di origini pugliesi si sono autoaccusati dell'omicidio dei coniugi Aversa e Rizzardi e Molinaro sono stati assolti. «Nonostante calunnia e truffa ai danni dello stato Rosetta Cerminara continua ad andare in giro con la scorta con spese a carico dei cittadini». Lo ha de false dichiarazione al pm nei confronti di Rosetta Cerminara. L'avv. Veneto, che è il difensore di Giuseppe Rizzardi, assolto con Renato Molinaro (deceduto negli anni scorsi) per l'omicidio dell'ispettore di polizia Salvatore Aversa e della moglie Lucia Precenzano, ha poi evidenziato che «lo Stato sta pagando un debito molto alto. Stamani Cerminara si è presentata in tribunale accompagnata da due poliziotti per non dire nemmeno una parola. Mi pare - ha concluso - che Cerminara stamani è stata protagonista di una passeggiata che però è stata pagata dallo Stato". (Ansa)


20 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA ROMA — Il presidente della Regione Agazio Loiero nominato commissario delegato, 15 milioni di euro per i primi interventi urgenti, la costituzione di un comitato tecnico cui spetterà il compito di individuare le misure urgenti per far fronte al grave dissesto idrogeologico. Sono i punti principali dell’ordinanza di Protezione Civile predisposta dopo i danni provocati in Calabria dal maltempo degli ultimi mesi. Il testo dell’ordinanza è stato inviato alla Regione Calabria, che dovrà condividerne i contenuti, ed è il frutto degli incontri avuti dal capo del Dipartimento Guido

L’ordinanza di Protezione civile affida la regia al governatore. Stanziati 15 milioni per le urgenze

Maltempo, Loiero commissario delegato Bertolaso con gli amministratori locali. Al commissario l’ordinanza assegna il compito di adottare «tutte le iniziative necessarie al superamento dell’emergenza», tra cui l'individuazione dei comuni colpiti, la quantificazione delle spese già sostenute e la determinazione dei contributi per la sistemazione dei nuclei familiari le cui abitazioni sono state danneggiate.

Quanto al tavolo tecnico, vi parteciperanno rappresentanti del Dipartimento, del ministero dell’Ambiente e di quello delle Infrastrutture, della Regione, dell’Anci e dell’Upi. Il compito sarà quello di «garantire un’azione coordinata» di tutte le strutture impegnate e di «attivare tutti i necessari interventi prioritari e permanenti di mitigazione del rischio sul territorio». Infine, l’ordinanza prevede uno

stanziamento di 15 milioni per gli interventi urgenti, a carico del fondo di Protezione Civile, che sarà integrato dal ministero dell’Economia. Un finanziamento a cui si aggiungerà una parte dei 100 milioni di euro stanziati nel decreto varato dal governo per far fronte a tutte le emergenze causate in Italia dal maltempo negli ultimi mesi, secondo quanto stabilirà la Conferenza StatoRegioni. (Ansa).

Agazio Loiero

La leadership nazionale del partito vacilla e l’aria di cambiamento fa pensare a forti scosse telluriche. Preoccupato chi punta alle elezioni

Pd, ecco chi “rischia” in Calabria Democratici in ansia. Che ne sarà dei veltroniani di ultima generazione? COSENZA — Nel Pd di Calabria non sono pochi quelli che si augurano in queste ore che la decapitazione del lìder maximo possa avvenire gratis. O perlomeno indolore. Ma si illudono perché un Veltroni fatto a pezzi non è roba di tutti i giorni e non c’è latitudine che possa chiamarsi fuori, a questo punto. Figurarsi poi in Calabria dove in modo silente ma cospicuo è andata in scena la più evidente delle giravolte spaziali all’interno dell’asse ex diessino. A cominciare da Marco Minniti, una delle ombre più disciplinate dell’era D’Alema. Gli stava appresso dappertutto e qualche maligno era riuscito pure a intravedere una somiglianza nelle movenze e nella dialettica. Massimo D’Alema ha sempre gradito per la verità e s’è comportato di conseguenza, come si fa tra persone serie a questi livelli. Fin quando è stato possibile gli ha reso pan per focaccia coinvolgendolo sistematicamente nei ruoli più prestigiosi messi a disposizione della Quercia su scala nazionale. Un asse di ferro, quello tra Minniti e D’Alema al punto che non è azzardato archiviare l’ascesa storica del segretario regionale calabrese incollata a quella del baffetto più furbo d’Italia. Ma in politica ogni fase ha il suo timbro di scadenza sul retro e non c’è nemmeno da meravigliarsi più di tanto se va così. Quando D’Alema è stato messo temporaneamente da parte per far spazio al volto del “si può fare”, a Veltroni, REGGIO CALABRIA — Si è conclusa la riunione convocata dal Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scoopelliti che ha voluto ascoltare i consiglieri comunali della maggioranza di centrodestra. Tutti gli interventi dei presenti hanno manifestato la volontà di invio dei Bronzi al vertice mondiale del G8 de la Maddalena, esprimendo pareri ottimistici sul possibile ritorno di immagine per la città e il territorio. Frenando l’entusiasmo dei consiglieri comunali, il Sindaco, preso atto delle dichiarazioni ha detto «basta con le strumentalizzazioni politiche avanzate in questi giorni e gli estremismi che qualcuno ha manifestato frettolosamente. Nel 2005 il quesito della consultazione popolare cittadina sui Bronzi era riferito alla clonazione. In questo momento c’è bisogno di una serena riflessione e molto equilibrio, in attesa del confronto di giovedì con il Ministro ai Beni Culturali, Sandro Bondi. Se si deciderà un possibile invio temporaneo, in occasione del G8, la città potrebbe avere un’oppor-

Marco Minniti

Marco Minniti era un’ombra disciplinata di D’Alema. Poi aderisce al “si può fare” Marco Minniti non c’ha messo poi molto a far parte della cordata più “in”e in prima persona. Niente di paragonabile agli anni dalemiani beninteso ma non è oltraggioso per niente catalogare Marco Min-

Nicola Adamo

niti tra i veltroniani convinti della nuova generazione ex diessina al potere. Ha girato l’angolo e non c’ha pensato più di tanto. È la vita del resto e se non ha impiegato molto tempo lui che dire poi di Nicola Adamo. Il capogruppo regionale del Pd non s’è mai potuto permettere di stare nella stanza di D’Alema la stessa quantità di ore che ha invece vantato Minniti ma è sempre arrivato lo stesso un minuto dopo. Puntuale. Anche lui, come il segretario regionale, protagonista di un investimento anche personale nei confronti di Walter Veltroni negli ultimi tempi. Un’occhiata in giro e Nicola Adamo lo ritroviamo tra i veltroniani di ferro. Anzi, di platino perché proprio sul

Doris Lo Moro

Doris Lo Moro e Rosa Calipari filate di corsa in parlamento grazie al feeling avuto con Veltroni segretario l’asse anchilosato dell’ex Quercia diessina calabrese ha fatto affidamento negli ultimi mesi. Come Doris Lo Moro e Rosa Calipari, ad esempio. Filate di corsa in Parlamento e con corsia di pre-

REGGIO Il centrodestra al Comune apre alla trasferta. Ma Cappellacci preferisce i Giganti di Monte Prama

Bronzi, Scopelliti e i suoi dicono sì tunità di visibilità unica». A risolvere la diatriba Bronzi sìBronzi no per il G8 de La Maddalena, ci ha pensato, non appena eletto, il nuovo governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci. Il neo presidente non ha perso tempo ed ha espresso subito la sua opinione sulla questione che sta sollevando tante divisioni e polemiche. «Ai Bronzi di Riace - ha detto Cappellacci - io preferirei i Giganti di Monte Prama. Il vertice è un'opportunità straordinaria per la Sardegna». I Giganti di Monte Prama, secondo gli archeologi, rappresentano uno straordinario esempio della scultura nuragica. Sono loro, dunque, e non i Bronzi, secondo Cappellacci, che i grandi del mondo dovranno ammirare a luglio a La Maddalena in occasione del G8. A questo punto, dunque, appare

sempre meno probabile una trasferta dei guerrieri di Riace in Sardegna. Tanto più che le resistenze a Reggio Calabria contro il viaggio in terra sarda dei Bronzi si fanno sempre più forti. La Cgil, attraverso il segretario generale reggino, Francesco Alì, che sta conducendo una vera e propria battaglia contro il trasferimento dei Bronzi, ha colto subito l'occasione per affermare che «con la presa di posizione di Cappellacci la vicenda può considerarsi chiusa. Quella dei Giganti di Monte Prama rappresenta una scelta più coerente che andrebbe nella direzione della valorizzazione delle opere d'arte non in quanto tali, ma in quanto inserite in un contesto territoriale. Il Presidente del Consiglio avrà senz'altro altre occasioni e iniziative da intraprendere per valorizzare Reggio Calabria e la

sua provincia». In merito alla ipotizzata trasferta dei Bronzi, la Cgil ha anche promosso un sondaggio. I no sono al 94% ed i sì al 5,9. A riferirlo, in un comunicato, è ancora il segretario generale della Cgil reggina, Francesco Alì. «Se si considera - sostiene Alì che dal punto di vista politico la Calabria sembra essere spaccata in due sull'argomento, i cittadini sembrano, invece, avere le idee molto più chiare e dimostrano senza ombra di dubbio, in questo come in altri sondaggi, di voler non solo tutelare, ma anche valorizzare il nostro patrimonio artistico culturale dal e nel nostro territorio». Continua, intanto, la mobilitazione del popolo di Facebook per dire no alla trasferta. Secondo quanto riferisce Alì, che ha promosso l'iniziativa, sono oltre 6.300 i no al trasferimento dei Bronzi espressi su Face-

ferenza grazie proprio al grande feeling che hanno sempre avuto con Walter Veltroni. Difficile dire al momento se pagheranno pure loro l’Iva della decapitazione del leader ma se qualcuno sta dividendo in queste ore la lavagna in due, dalemiani da una parte e veltroniani dall’altra, sappiamo che posto occupano le due dame calabresi in Parlamento. E se a Roma si sta in ansia in Calabria è fibrillazione autentica del tutto. L’intero asse che fa capo al tris Veltroni-Franceschini-Fioroni è in allarme. Da Mario Pirillo a Franco Bruno a Franco Laratta, passando per Mario Oliverio che più di tutti maledice queste ore di smottamenti. Ha messo in campo localmente tutta la sua abilità fin qui per tenere a bada i cazzotti e fin quando è stato possibile coprirli in sede c’è riuscito. Ora però la ferita ha preso le prime pagine dei giornali nazionali e per chi deve affrontare le urne fra poco non dev’essere facile per niente sapere che dietro le spalle c’è una lama puntata. La stessa che sentono affilata Mario Pirillo e Franco Bruno, il primo ansiogeno per la poltrona europea che desidera fortemente e il secondo per aver preso le redini di un partito a Cosenza che fra non molto potrebbe valere come un pacco di cartone comprato alla stazione di Napoli e con un televisore dentro e poi riaperto a casa. Pieno di niente. Domenico Martelli

book. «Per quanto riguarda l'iniziativa “1.000 email al Sindaco” in cui scrivere il messaggio “I Bronzi di Riace non si toccano” - afferma ancora Alì - i cittadini stanno dimostrando di avere grande preoccupazione per la vicenda e l'obiettivo dei 1.000 è già stato ampiamente superato». Sulla vicenda appare significativa anche l’affermazione fatta dal soprintendente archeologico della Calabria Caterina Greco, che appare come una netta presa di distanza da polemiche e contestazioni. «Non so cosa pensare in questo momento - ha detto il soprintendente - perché non ho informazioni ufficiali da parte del Ministero. L’eventuale trasferimento dei Bronzi di Riace, comunque, non posso deciderlo soltanto io. Si devono esprimere il Consiglio nazionale dei beni culturali e lo stesso Ministero. Ci sono, cioè, organi superiori a me, oggettivamente, che sono chiamati a prendere una decisione in tal senso. I Bronzi di Riace sono un patrimonio particolare e sono soggetti a tutela di vario tipo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 21

CALABRIA Il presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose, chiede misure rapide per il sostegno all’economia regionale

Crisi, De Rose: «La Regione agisca subito» Riflettori sui fondi comunitari: «Dare immediata attuazione al Por 2007-2013» CATANZARO — In risposta alla crisi economico-finanziaria che investe anche la Calabria, «è necessario che la Regione, attraverso un confronto ampio ed approfondito con le parti economiche e sociali, appronti, nel più breve tempo possibile, misure di sostegno all’economia regionale in grado di ottimizzare e finalizzare al meglio le risorse disponibili». A lanciare l’appello è il presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose. Che chiede anche di «dare una immediata attuazione al Por 20072013». «La crisi dei mercati finanziari - afferma, in un comunicato, De Rose sta producendo effetti sempre più devastanti sull’economia reale e crea gravi difficoltà al sistema delle

imprese e delle famiglie non soltanto su scala nazionale ma anche, ed in maniera significativa, nella nostra regione. Ciò che sembrava così distante dalla nostra già difficile realtà regionale, sta invece diventando un elemento di forte preoccupazione fra gli operatori e gli imprenditori calabresi che hanno dovuto registrare, nell’ultimo trimestre, una significativa contrazione degli ordini ed una più che proporzionale riduzione del fatturato. Le ricadute di una così forte crisi, rischiano perciò di diventare drammatiche per un tessuto debole come quello della nostra regione». «Dopo gli interventi della Commissione Europea e del Governo con il decreto anticrisi - prosegue il presi-

VIBO VALENTIA — È ormai un con-

L’inchiesta della Guardia di finanza infuoca la politica. Bagarre a Palazzo Razza

tinuo andirivieni di uomini della Guardia di finanza nelle stanze di Palazzo Luigi Razza. Gli agenti di Polizia tributaria continuano ad acquisire documenti ed informazioni e, come ammesso dallo stesso Franco Sammarco, si sono a lungo trattenuti nella stanza del sindaco acquisendo documentazione ed informazioni e intrattenendosi a colloquio con lo stesso primo cittadino e quindi con l’assessore comunale all’Urbanistica, Carmelo Aiello. È ormai evidente che anche il livello amministrativo-politico è sotto la lente di ingrandimento di magistrati ed investigatori, come è evidente che l’inchiesta va avanti e mai si era fermata, come d’altronde affermato sin dal primo istante dallo stesso procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo. Non sarà casuale anche il particolare che gli agenti si siano addentrati anche in un altro settore, quello dei Lavori pubblici, con tutta probabilità per rendersi conto delle opere messe in atto dal Comune nella veste di soggetto attuatore di quanto disposto dal commissario delegato all’emergenza post-alluvione del 3 luglio 2006, che - ricordiamo - è il governatore Agazio Loiero. Intanto, l’impianto accusatorio è stato confermato anche in sede preliminare, con il gip Gabriella Lupoli che ha convalidato il sequestro della Guardia di finanza riguardante i 120 appartamenti ancora non ultimati a Vibo Marina ed il complesso di villette a Bivona, anche queste ancora in fase di costruzione. La convalida, sulla base della richiesta della procura di Vibo Valentia; i provvedimenti firmati dal gip sono già stati notificati ai sei indagati, compreso, ovVIBO VALENTIA — L’operazione

“Golden House” è un ciclone giudiziario e politico, ma non solo. L’opinione pubblica vibonese lo sta vivendo con particolare interesse; ancor di più a Vibo Marina, dove si coglie smarrimento e riprovazione per quanto accade nel territorio comunale. Il Comitato “Verso l'Autonomia di Porto Santa Venere”, che da tempo opera a Vibo Marina sottolinea un particolare significativo: «Anche solo parlandone in paese, nessuno si sottrae allo smarrimento». Tutto ciò ha creato una consapevolezza tra i componenti il Comitato al punto da decidere di assumere un’iniziativa di sicuro impatto: «Quanto accade, come sempre, non consente di recitare ancora e sempre la parte di muti spettatori - è infatti la loro convinzio-

Umberto De Rose

dente degli Industriali - molte regioni, a partire dalla ricca Lombardia, hanno avviato azioni di supporto alle imprese oggi fortemente in diffi-

coltà, oltre che per il calo degli ordini e per la generale flessione dell’economia e dei consumi, anche e soprattutto per la drastica riduzione dei finanziamenti bancari». «Proprio nella nostra regione - continua la nota - raccogliamo, da più tempo, segnalazioni da parte di moltissimi imprenditori riguardanti una maggiore difficoltà se non impossibilità di accesso al credito ed un forte aumento del costo del denaro praticato dagli Istituti di Credito, nonostante il taglio dei tassi praticato dalla Bce per fronteggiare la crisi. Appare dunque molto forte il rischio, in mancanza di un intervento urgente e straordinario da parte della Regione, di una ulteriore perdita di competitività del nostro sistema eco-

Golden House, al Comune il clima si fa incandescente viamente, il dirigente responsabile dell’ufficio Urbanistica (gli altri indagati sono: Gioele Pelaggi, progettista del complesso “Le Marinate” e consigliere comunale di maggioranza, eletto nell’Udeur confluito nel Pd; Giuseppe Coloca, 69 anni, richiedente il permesso a costruire, così come richiedente è pure Antonio La Gamba, di 82 anni; Francesco Mirabello, 31 anni, amministratore unico della società “Casa del Sole srl”; Pietro Naso, amministratore unico della società “Olearia vibonese srl”, committente dei lavori relativi a due capannoni nell’area ex Gaslini. Tutto questo accadeva mentre nell’aula consiliare di Palazzo Luigi Razza si consumava una sorta di psicodramma. Cerchiamo di ricostruire i lavori del Consiglio comunale e comprendere i termini di questo psicodramma. Parte lancia in resta l’opposizione di centrodestra, che prorompe in un fuoco di sbarramento mettendo in campo la propria artiglieria: Valerio Grillo che scatena la prima bagarre con un’interrogazione urgente nella quale pone una serie di interrogativi e conclude con la richiesta di avere copia di tutta la corrispondenza intercorsa tra il dirigente del settore Urbanistica e

Panoramica di Vibo

l’amministrazione relativamente a tale tematica; Nadia Bax, che conclude con l’esplicita richiesta di dimissioni; quindi, Pino Rito, che va giù pesante, così come Valentino Preta. Il colpo che fa sbandare lo assesta Francesco Manduca che conclude con la richiesta urgente di un nuovo ordine del giorno per aprire una discussione approfondita sull’argomento “Golden House”, anche perché all’ordine del giorno inizialmente erano stati inseriti due punti che la maggioranza aveva provveduto a ritirare perché si chiedeva l’approvazione di due insediamenti

ormai ricadenti in un’area che il “Piano Versace” indica a rischio idrogeologico. Tre ore di scontri dialettici, di accuse e invettive, di attacchi e difese. Dopo una lunga riunione, la maggioranza tornava in aula decidendo di respingere la richiesta dell’opposizione: niente dibattito, ma solo le comunicazioni del sindaco. Ma era la votazione, richiesta per appello nominale, che si trasformava, appunto, in psicodramma, con alcuni consiglieri di maggioranza che provano ad esporre i propri distinguo nel pur ristretto spazio concesso dal regolamento: votava con l’opposizione il consigliere Vita, si asteneva il presidente del Consiglio Talarico, si asteneva pure spiegandone il travaglio il consigliere Greco, astensione pure per il comunista Condoleo, votava contro ma aveva la necessità di spiegarlo il consigliere Miceli (in sintesi: il mio partito è contro ed io voto contro, ma, a dire la verità, io sono d’accordo che si discuta di questo argomento, però è meglio dopo; dopo, ma che si faccia al più presto…!), lo stesso travaglio lo viveva il consigliere De Grano, che, non potendo intervenire a norma di regolamento, chiedeva la parola a fine votazione per “fatto personale”… e via argo-

L’operazione Golden House smuove le coscienze. Un comitato scrive al presidente Loiero

La società civile lancia proposte ne - per cui, certi della necessità di far prevalere sempre la proposta e fidando nella "democrazia digitale", proviamo ad inviare una mail all'on. Loiero, presidente della Regione Calabria e Commissario per l'emergenza alluvione di Vibo Valentia, con queste considerazioni e con una proposta». Ecco il testo integrale: «Egregio Commissario, alla luce di quanto accade nel territorio di Vibo Valentia martoriato dall’alluvione del 3 luglio 2006, ed ancor oggi tutt’altro che risollevato dal rischio di ulteriori eventi parimenti disastrosi, a nome della co-

munità costiera, visto l’avvio del procedimento penale della Procura di Vibo Valentia sulle cause dell’alluvione e sulla gestione delle fasi del post-alluvione; visto l’avvio delle indagini della stessa Procura della Repubblica, con l’operazione Golden House ed ai possibili suoi ulteriori sviluppi; visto che l’Amministrazione comunale di Vibo Valentia si è dimostrata tutt’altro che sicura nell’interpretare, garantire e programmare cautele, priorità ed interventi previsti nel Piano Versace e nelle sue ordinanze; considerando che, nelle more dell’emanazione della sua

ordinanza n. 61/2008 nonché dell’approvazione del Piano Strutturale Comunale, sono state approvate numerose lottizzazioni o permessi a costruire, che rischiano di rendere inefficace e contraddittorio (se non addirittura pericoloso) quanto previsto dal Piano di Messa in Sicurezza e dal Piano di delocalizzazione; considerando che la stessa amministrazione ha recentemente approvato un Piano di finanziamento, grazie al prezioso sostegno della Regione Calabria, per interventi utili alla messa in sicurezza nel quale però risultano poco rappresentate le linee guida

nomico e produttivo, con effetti non prevedibili sull’occupazione e sui nostri giovani ancora in cerca di lavoro». «Occorrerà perciò, nell’immediato avverte De Rose chiedendo un rapido intervento della Regione -, garantire credito alle imprese così come sarà necessario dare immediata attuazione al Por 2007/2013 per rilanciare investimenti e consumi capaci di fronteggiare la difficile congiuntura economica». «Auspico - conclude De Rose - che, prima che gli effetti della crisi diventino irreversibili i nostri amministratori, superando ideologie e schieramenti, sappiano responsabilmente dare risposte concrete ai bisogni della Calabria e dei calabresi». mentando sul suo voto dato secondo la linea di partito, però…; intanto, non si ripresentavano in aula altri consiglieri di maggioranza risolvendo con l’assenza il travaglio di votare o non votare. Ma la legge dei numeri è spietata. E così, dopo un ultimo orgoglioso fuoco di fila dei consiglieri di centrodestra, ecco che la proposta veniva inesorabilmente bocciata e l’opposizione - offesa e ferita - lasciava l’aula e quel dibattito negato. Spazio così alle comunicazioni del sindaco. E Sammarco che fa? Denuncia il vuoto tra i banchi dell’opposizione, lo evidenzia e lo sottolinea rimarcando così l’occasione persa di non ascoltarlo, di non assistere alle sue comunicazioni. E che dice il sindaco di così importante? Nulla. Nulla di nuovo, nulla che non sia stato già detto, nulla che non si sappia, nulla che non ormai di pubblico dominio, se non una frecciata velenosa indirizzata con tutta evidenza al commissario per l’emergenza e governatore dell’intera Calabria: “Non ci può essere messa in sicurezza del territorio senza risorse! ”. Tanto basta per accontentare i suoi consiglieri di maggioranza, che si dichiarano soddisfatti e si mostrano compiaciuti per essere riusciti nel duplice obiettivo: far parlare il sindaco, e non far parlare quell’opposizione “così cattiva”. Intanto, gli uomini della Guardia di finanza vanno e vengono dal Municipio - dagli uffici e dalla stanza del sindaco - l’inchiesta va avanti e per questa mattina il sostituto Silvia Golin ha convocato tutti i destinatari degli avvisi di garanzia: di sicuro, non per un caffè! Maurizio Bonanno

sancite dallo stesso Piano Versace; considerando che la comunità intera, per la sua stessa sopravvivenza, considera prioritario perseguire in tempi utili la corretta quanto decisa attuazione dei necessari interventi per metterne in sicurezza il territorio; tutto ciò premesso, le chiediamo se non ritenga utile valutare opportuno, al fine di perseguire più efficacemente i compiti di istituto delegati, nominare quale “Soggetto Attuatore per il territorio ricadente nell’area del comune di Vibo Valentia”, autorità terze rispetto alle indagini in corso e più efficaci rispetto alla coerenza degli interventi necessari, quali un funzionario della Protezione civile italiana o la stessa autorità prefettizia». Ma. Bo.


22 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Una carriera lunga e ricca quella dell’ex presidente del Tribunale che era stato anche al vertice della Corte d’Appello e del Consorzio universitario

E’ scomparso ieri Salvatore Blasco Olivo: «Lo ricorderemo per l’amore verso la città per la quale si è battuto per il riconoscimento a Capoluogo» CATANZARO — E' morto a Catanzaro l'ex presidente del Tribunale, Salvatore Blasco. Nel corso della sua carriera Blasco fu anche presidente della Corte d'appello. Notevole l'impegno di Blasco anche nel settore universitario. Fu per molti anni presidente del Consorzio universitario, dal quale negli anni '80 prese corpo l'ateneo del capoluogo calabrese. I funerali si sono svolti ieri alle 15:30 a Catanzaro nella Basilica dell'Immacolata. «La scomparsa di Salvatore Blasco priva la città di un grande riferimento morale e culturale. Ci resterà per sempre il ricordo di un’alta personalità che ha segnato, con i suoi ideali e le sue opere, la storia della nostra comunità. Nell’esercizio della sua missione di magistrato, nell’impegno sociale, culturale e civile, Salvatore Blasco ha sempre trasmesso uno straordinario entusiasmo, una carica vitale che gli ha permesso di raggiungere ambiziosi risultati. Ma lo ricorderemo soprattutto per l’amore smisurato che riservava alla sua città, per la quale si è battuto in maniera indomita sia per

Salvatore Blasco

il riconoscimento a Capoluogo di Regione sia per l’istituzione dell’Università statale. L’intera città si inchina davanti al feretro di questo uomo straordinario». Lo ha detto il sindaco Ro-

sario Olivo, ricordando la figura del presidente Salvatore Blasco. Nel manifesto fatto affiggere dall’Amministrazione comunale, Blasco viene definito “insigne magistrato, prestigioso

CATANZARO Ieri i funerali di Blasco. Il ricordo di Paolo Abramo, Presidente della Camera di Commercio

«Magistrato illustre e superlativo cittadino»

uomo di cultura, padre fondatore dell’Università statale, benemerito dello sport, indomito difensore dei diritti di Catanzaro”. Il sindaco Olivo ha proseguito con un ricordo personale. «Anche negli ultimi tempi, quando la malattia gli impediva ormai di partecipare ai fermenti culturali, non mi ha mai fatto mancare i suoi preziosi consigli e il suo sostegno. Aveva apprezzato il mio sforzo di collocare il problema universitario al centro del programma di sviluppo della città. Università e cultura erano per il presidente Blasco gli elementi dinamici su cui puntare per il futuro della città. Di quelle indicazioni gli sono personalmente grato». Il primo cittadino ha voluto anche ricordare le numerose realizzazioni che si devono all’opera e all’azione del presidente Blasco. «La città ricorderà il presidente Blasco non solo per le grandi intuizioni e le battaglie a favore della centralità di Catanzaro, ma anche per le sue realizzazioni. Da presidente del tribunale, avviò la progettazione e il finanziamento del secondo palazzo di giustizia. Da presiden-

te del Coni, realizzò la piscina di Pontepiccolo, struttura poi completata dal Comune in anni più recenti, e la palestra di via Madonna dei Cieli. Fu il promotore e il presidente del Consorzio per la promozione degli studi universitari, costituito dal Comune e dalla Provincia, nucleo fondamentale per l’istituzione dell’Università statale. Non ultimo il Circolo Unione, uno dei più antichi e gloriosi sodalizi culturali della Calabria, ospitato in un’ala dello storico Palazzo Fazzari di corso Mazzini. Dalle sale del Circolo Unione sono passate centinaia di personalità della cultura calabrese ed italiana: un autentico faro di conoscenza e di sapere. Ritengo che la città - e di ciò mi farò personalmente promotore -dovrà individuare le più opportune iniziative per ricordare perennemente la figura di questa straordinaria personalità». E’ scomparso dunque un grande uomo che la città si impegna a ricordare per le sue capacità e il suo alto valore. Catanzaro deve inoltre moltissimo a Blasco quale promotore della centralità della città.

Agazio Loiero (Pd): «Se ne va una figura storica della città»

CATANZARO — Si sono svolti ie-

ri pèomeriggio i funerali di Salvatore Blasco. In tanti hanno voluto rendere omaggio e ricordare un uomo che ha davvero amato la città di Catanzaro. Un uomo fondamantale per il capoluogo di regione che non dovrà essere dimenticato. Anche il presidente della Camera di Commercio, Paolo Abramo, ha espresso «profonda tristezza» per la scomparsa del giudice Blasco, definendola una «perdita assolutamente grave». Abramo, che ha manifestato altresì il cordoglio dell’intero Ente camerale, ha parlato di Blasco come di «un magistrato illustre, un grande uomo e un superlativo cittadino di una Catanzaro d’altri tempi». «Una Catanzaro ha aggiunto - che dovrà in futuro ricordare Blasco con profonda riconoscenza per il contributo che egli seppe dare alla crescita del capoluogo. Una figura, la sua, che sarà certamente punto di riferimento morale per le nuove generazioni, come lo è sempre stato per le precedenti». Il presidente Abramo ha detto anche di sentirsi «particolarmente vicino», in questo momento, alla signora Blasco e ai figli del magistrato scomparso, «in virtù del legame di sani e profondi sentimenti di amicizia». Profonda tristezza dunque ha espresso Abramo dichiarandosi vicino alla famiglia Blasco. CATANZARO — «La scomparsa

di Salvatore Blasco è lutto della città di Catanzaro, nella quale egli visse sempre ed alla quale portò profondo amore. Magistrato insigne che diresse con straordinaria competenza prima il Tribunale e poi la Corte di Appello di Catanzaro, fondò in anni lontani il Circolo Unione che presto raggiunse livelli culturali nazionali» si legge in una

I funerali di ieri

CATANZARO — «Esprimo il mio sin-

cero cordoglio per la scomparsa di Salvatore Blasco, per anni attivo protagonista della vita sociale, culturale e sportiva della città e della Calabria intera. Con lui se ne va una di quelle figure che hanno fatto la storia di Catanzaro che da oggi ha perso una delle personalità di riferimento dell’ultimo mezzo secolo». Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, ricordando con i giornalisti «un uomo che si è speso e tanto, dando lustro alla sua città». «Lo ricordo - ha affermato Loiero - sempre in prima linea, come un magistrato che ha onorato la toga in funzioni delicate e di responsabilità, un magistrato che della terzietà e dell’equilibrio aveva fatto la propria ragione di vita. Ma importante, in termini quantitativi e qualitativi, è stato il contributo offerto ai catanzaresi anche come operatore culturale presente in ogni iniziativa importante». «Il capolavoro di Blasco - ha aggiunto Loiero - è stata la battaglia per l’U-

I funerali di ieri

CATANZARO Il ricordo di Mario Casalinuovo: «Fu suo il discorso all’inaugurazione del monumento dedicato a mio padre»

«Volle la costituzione della libera Università» nota dell’on avv. Mario Casalinuovo. «Ma bisogna - prosegue -soprattutto ricordare, nel momento della dolorosa scomparsa, che egli fu l’artefice primo ed indimenticabile della costi-

tuzione della libera Università di Catanzaro, che divenne, con Reggio Caloria, la seconda università statale della nostra Regione. Personalmente, desidero ricordare che fu lui a pro-

nunziare il discorso commemorativo passato alla storia, in occasione della inaugurazione a San Vito Ionio del monumento dedicato a mio padre, Giuseppe Casalinuovo. Ebbe, ancora,

niversità con la fondazione del Libero Ateneo in seguito statalizzato, di cui ha presieduto il Consorzio. Sobrio ed equilibrato in ogni sua attività per tutto quello che riguardava la professione e Catanzaro. si esaltava quando - mi piace sottolineare questa sua unica “debolezza” -si trattava della squadra di calcio, dei giallorossi e della “Catanzarese”, di cui è stato un tifoso entusiasta e passionale». Loiero, infine, è andato con la memoria all’anno in cui il Catanzaro è andato in serie A, alla prima di Torino contro la Juventus: «Ero col sindaco di Catanzaro Francesco Pucci. Lo incontrammo con la famiglia sotto i portici di via Roma, eccitato come può essere solo un tifoso. Ci rivedemmo allo stadio. Il Catanzaro perse ma fu una giornata di sogno per tutti noi solo a vedere tante bandiere giallorosse in quello che era considerato un santuario del pallone. E per Salvatore Blasco, come per tutti noi, già essere là era un momento eccezionale». tanti altri meriti ed io rendo alla sua memoria il più profondo e commosso omaggio, affermando che egli è stato onore e vanto della città di Catanzaro che non potrà dimenticarlo». Salvatore Blasco è stata un uomo che ha amato al città e che si è battuto perchè Catanzaro diventasse capoluogo di regione ma anche perchè venisse istituita l’Università statale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 23

CALABRIA CATANZARO La nota del consigliere di maggioranza Giulio Elia sulla decisione della giunta di far appello al Consiglio di Stato

«Dirigenti, giusto il ricorso contro il Tar» «L’urgente iniziativa dimostra il lucido coraggio del Sindaco nel superare l’emergenza»

CATANZARO — «Il consigliere di maggioranza Giulio Elia è intervenuto, con una dichiarazione, sulla decisione della giunta di ricorrere al Consiglio di Stato contro le sentenze del Tar Calabria relative alla nomina di alcuni dirigenti. «Rivolgo un plauso alla decisione del Sindaco di ricorrere al Consiglio di Stato contro le sentenze di annullamento delle nomine di sei dirigenti» si legge nella nota di

Elia. «L’urgente iniziativa dimostra il lucido coraggio del Sindaco nel superare l’emergenza. Il Sindaco - prosegue - regge bene l’urto della tempesta del Tar, attingendo a proprie risorse giuridiche, morali e politiche. Al Consiglio di Stato il compito di ristabilire giustizia al più presto in modo che i dirigenti, senza disagio, con le capacità e le competenze finora dimostrate possano continuare a dare il meglio di loro stessi per conseguire gli obiettivi posti dal Sindaco. In seguito a questa vicenda scorgo in alcuni atteggiamenti non trappole ma evidenti “amorosi intenti” che disvelano uno “spirito gentil” prima nascosto. Ironia a parte forse si è compreso che animosità e litigiosità scaldano il cuore ma raramente determinano significativi cambiamenti nelle decisioni e quasi mai fanno incassare risultati. Il conflitto è inefficace. Sono maturi i tempi - conclude per ragionare in termini nuovi e per superare il vecchio rito del “do ut des”? Potremo in un tempo non lontano condividere in Consiglio comunale le decisioni e aprire alle proposte di chi ne abbraccia i principi? Spes ultima dea».

Poligiovino- la precisazione del personale dell’Asd

“Donne e Solidarietà”

«In riferimento all'articolo apparso su codesta testata giornalistica in data 13 febbraio 2009 riguardante la situazione contrattuale del personale del Poligiovino, gli 11 dipendenti dell'A. S. D gruppo polisportivo Catanzaro si dissociano completamente da quanto contenuto nello stesso, non avendo preso parte, in alcun modo, a nessuna iniziativa di questo genere e non essendo coinvolti nella questione». E’ quanto si legge in una nota del personale dell'Asd Gruppo Polisportivo Catanzaro -PoliGiovino.

Ieri ha avuto inizio il progetto “Donne e Solidarietà” finanziato dall’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali e dal Comune di S. Andrea Jonio. Alla riunione hanno partecipato il Sindaco, Ing. Maurizio Lijoi, la Responsabile del Servizio, Sig. ra Graziella Commodari e l’Assistente Sociale dell’Unione dei Comuni, Sig. ra Ada Calabretta. Il progetto prevede un impegno finanziario di 60.000 euro, con una compartecipazione alla pari dei due enti, che consentirà alle dieci donne sole, separate, vedove che versano in difficoltà ed estremo disagio, di percepire un compenso mensile netto di 384 euro con una giornata lavorativa di 3 ore per 5 giorni alla settimana.

CATANZARO Il Movimento per l’autonomia di Lido sulla nota di Gatto relativa alla scuola di via Caprera

«Una replica scomposta e confusa» CATANZARO — «Assessore Gatto ( i cui successi lunghi e lenti una vita si chiamano Stadio Ceravolo, Stadio Curto, Stadio Verdoliva ecc. ecc.), punto sul vivo in ordine al mancato completamento della scuola di Via Caprera, ha replicato in modo scomposto e confusionario» si legge in una nota del Movimento civico Catanzaro Marina. «Lo ringraziamo - prosegue -, perché le sue parole, oltre a confermare le nostre tesi, confermano la sua (e di tutta la Giunta Olivo) evanescenza. E veniamo al dunque. Prima di tutto, caro Sig. Gatto, non abbiamo politici di riferimento; ciò ci consente di dire, pensare e scrivere ciò che vogliamo, nel pieno rispetto del vivere civile, e sempre supportati da dati di fatto inoppugnabili. La nostra stella polare sono i problemi dei cittadini di Catanzaro Marina. Inoltre, caro Assessore di Rifondazione Comunista, ci può dire se fra i “secessionisti demagoghi, ossessivi ed affetti da manie persecutorie”, possiamo annoverare i consiglieri Provinciali Emilio Verrengia ed Ivan Cardamone, rei di aver richiamato lal sua attenzione (ci scusi tanto, se l’abbiamo svegliata!), sulla situazione di un’altra scuola quella di via Calabria, quartiere Corvo invasa dai ratti?. Alla faccia della conoscenza delle scuole da parte sua e del suo peregrinare per gli istituti scolastici! Ciò conferma la nostra tesi continua il Movimento Catanzaro Marina -, lei è in profondo letargo, posto altresì, che nessuno l’ha mai vista a Catanzaro Marina (ed altre scuole periferiche), sui plessi scolastici. Secondo lei siamo una piccola lega, che cresce. A noi non interessano aggettivi o nomignoli, ma una cosa è certa: la sua irritazione, e quella della Giunta Olivo, nei nostri confronti scaturisce, oltre che dalla sacrosanta battaglia che portiamo avanti per la secessione e l’autonomia comunale, altresì da fatto che quotidianamente siamo presenti sul territorio, raccogliendo le lamentele della gente, delle persone, dei cittadini documentandole con foto, che rappresentano la verità delle cose e non il mondo virtuale a lei e alla giunta Olivo tanto caro. Lo sappiamo, diamo fastidio, ma fatevene una ragione. In ordine alla sua replica disinformata e disinformante, ci consenta qualche riflessione politica. Al di là delle vecchie giunte degli anni 70 ed 80, che hanno sempre snobbato tutte le periferie (così come avviene per la Giunta Olivo), la precedente amministrazione (che avrebbe potuto essere anche di Rifondazione comunista, ugualmente ne avremmo parlato bene) ha messo mano a tutto il patrimonio scolastico della città , in sinergia con la Provincia di Catanzaro, ristrutturando gli edifici o realizzandoli (vedi scuola Barone, da lei consegnata dopo un buco nero temporale degno dei migliori episodi di Star Trek). L’unica scuola ad oggi da ristrutturare, per quanto riguarda Catanzaro Marina è la Scuola Elementare di Via Crotone (sa dove si trova? ne dubitiamo), che necessita, in

Giulio Elia

considerazione dell’eternit insistente, dato i costi, di un intervento radicale (rifacimento). Ci sa dire caro assessore Gatto che cosa lei può rivendicare e /o che cosa ha fatto in tre anni di Giunta Olivo, nell’ambito dei suoi settori (istruzione e sport). Il nulla. In ordine ai paventati lavori ripresi nella scuola, non si comprende di quali lavori parla, visto che è tutto immobile e degradato. Per ciò che riguarda la costruzione dell’edificio scolastico di via Caprera, dato che lei cerca di fare della pura disinformazione, ad onore di verità , le ricordiamo, che è stata la precedente amministrazione, dopo anni di fermo pluridecennale della struttura (fallimento ditta che doveva eseguire i lavori e controversie varie), a riprogettare l’edificio scolastico (vero Ingegnere Frontino?) nella sua totale interezza, tenendo conto di altre due strutture limitrofe da lei e dai suoi compagni di avventura amministrativa ad oggi non completati!!. Il fatto quindi di avere, ad oggi, dovuto ripiegare su aule ricavate da altri siti, è soltanto da addebitare al fatto che i fondi stanziati per il completamento dell’istitu-

to (e ci creda esistevano, posto che negli ultimi piano triennali licenziati dalla Giunta Olivo, sono stati riproposti se ne è dimenticato?), oggi come apprendiamo dalle sue candide parole “sono scomparsi, volatilizzati”. Ci dovrebbe spiegare, poi caro assessore Gatto, come mai mentre non ha trovato i soldi, per il completamento dell’ordinario (quote, bitumazione, pendenze, mensa ecc. ecc), ha racimolato gli euro per lo straordinario, ovvero per l’impianto termo solare, di cui ultimamente è stata dotata la scuola, già servita da impianti di termosifoni (semmai tali lavori dovevano essere effettuati successivamente ai primi ben più urgenti)? E questa la politica sociale di sinistra, di trasparenza, di legalità dell’Amministrazione Olivo? Per lei, - conclude la nota - caro Sig. Gatto, e per la Giunta cubana Olivo, ripetiamo, c’è il salotto buono della città (centro storico) con i suoi cittadini e bambini di serie A, e le favelas di periferia, con i cittadini e bambini di serie C 2. Caro Sig. Gatto, aspettiamo smentite con i fatti. Le sue vuote parole il vento le ha già portate via».

I consiglieri Cardamone e Verrengia: è stata chiusa la scuola di via Calabria CATANZARO — «Si apprende della chiusura della Scuola Elementare e Materna, di Via Calabria – loc. Corvo, per lo stato igienico-sanitario carente dovuto alla presenza di escrementi di topi. Nei giorni passati era infuriata la polemica da parte dei genitori preoccupati per la salute dei propri figli nel far frequentare i locali della scuola». I Consiglieri Provinciali, Emilio Verrengia e Ivan Cardamone, hanno fatto proprio lo stato denunciato dai genitori degli alunni frequentanti il plesso scolastico portando all’attenzione delle istituzioni competenti il problema. «Alcuni genitori, già da una settimana - prosegue la nota di Verrengia e Cardamone -, avevano deciso di non far frequentare la scuola ai propri figli per paura di contrarre malattie. La denuncia dei due consiglieri, che faceva seguito al pronto intervento dei

Nas dell’Arma dei Carabinieri e successivamente dell’Asl intervenuti sul posto per verificarne le condizioni di agibilità, è risultata tempestiva alle lamentele da parte dei genitori per l’adozione dei dovuti provvedimenti. Si registra, per l’ennesima volta, l’assenza dell’istituzione comunale nell’opera di prevenzione e nella realizzazione di opere necessarie ad evitare situazioni di tal genere. La scuola resterà chiusa per due giorni consecutivi necessari all’opera di disinfestazione e derattizzazione ed eliminazione del problema. Speriamo concludono i due consiglieri provinciali - che il Comune si faccia carico per la risoluzione definitiva anche perché già in passato una situazione simile si è già verificata in considerazione che il plesso si trova nelle immediate vicinanze della fiumarella».

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

FITTASI LOCALE

CON ANNESSA ATTIVITA’ COMMERCIALE Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

VENDESI FURGONE Renault Traffic anno 1992 per la vendita ambulante di panini, bibite e pizze, perfettamente funzionante.

Info tel. 0961.996686 cell. 3493923191


24 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO La nota di Tonino Cimino (Sd) dopo la Conferenza dei Servizi sulla installazione dei Lidi nella prossima stagione estiva

«Risolvere il problema della spiaggia libera» «Erosione. Vi è la consapevolezza della drammaticità di questo problema?» CATANZARO — «La Conferenza

dei Servizi che si è tenuta in questi giorni sulla installazione dei Lidi nella prossima stagione estiva, si è giustamente occupata delle autorizzazioni amministrative e sanitarie, ma non ha detto una sola parola sullo “stato di salute” dell’intero arenile, soprattutto dopo le violente mareggiate di queste settimane, su come valorizzarlo facendolo uscire dal degrado ambientale e paesaggistico, dovuto a scelte amministrative irresponsabili come la sua cementificazione, la costruzione del “lungomuro”, l’ubicazione di Lidi discutibili non solo sul piano estetico, ma anche sul piano della qualità dei CATANZARO — «La mia elezione a segretario del Circolo del Pd Corvo-Aranceto, mi dà l’opportunità di ritornare a fare politica ed occuparmi delle problematiche dei quartieri di questo comprensorio» si legge in una nota di Sandro Benincasa. «La mia passione politica - prosegue - e civile mi ha portato sempre a non illudermi ma nemmeno a rassegnarmi. All’inizio, devo essere sincero per chi mi conosce, non ero molto entusiasta di ricoprire questo ruolo, ma poi ho capito che il Pd ha bisogno di essere radicato sul territorio, un partito nuovo che vuole dare voce alla gente, a tanti giovani e a sensibilità che vogliono contribuire alla crescita sociale e civile di una comunità. Detto questo, mi corre l’obbligo ringraziare in primis l’assessore Ventura, l’ing. La Vecchia e quanti nel partito hanno riposto fiducia nella mia persona. Lunedì, si è tenuta una riunione per discutere del lavoro del direttivo e della proposta di aprire una sede nel territorio interessato. Credo che- continua -, il cammino è lungo e faticoso, perché la crisi del paese e l’aumento di sacche di povertà è tale, che dobbiamo aver coraggio e forza per affrontare i problemi ed essere al servizio dei cittadini. Mi corre l’obbligo rimarcare con senso di responsabilità e molta franchezza, che i problemi sul tappeto sono tanti e persistono soprattutto nel quartiere di Pistoia delle situazioni di disagio sociale molto delicate, che vanno affrontate in maniera seria e costruttiva. Occorre uno sforzo straordinario che veda

servizi che offrono» si legge in una nota di Tonino Cimino della Sinistra democratica. «Molto probabilmente - prosegue - non è competenza della Conferenza dei Servizi occuparsi di questi problemi, ma sicuramente l’Amministrazione Comunale (in primis l’Assessorato al Turismo ed alle Politiche per il Mare) dovrebbe dare delle risposte urgenti e predisporre una serie di interventi per superarli. Ad iniziare dal fenomeno della erosione del litorale che, con le ultime mareggiate, ha assunto aspetti veramente inquietanti. Il rischio concreto è che, tra pochi anni, se l’erosione dovesse continuare con questo ritmo, la spiaggia

possa sparire completamente con tutte le conseguenze che possiamo immaginare sul piano economico ed ambientale. Vi è la consapevolezza della drammaticità di questo problema? Ma soprattutto vi sono idee, progetti, finanziamenti per tentare di trovare delle soluzioni? Vorrei ricordare - continua - che la Comunità Economica Europea prevede anche il finanziamento di progetti per la difesa degli abitati a mare, come il ripascimento artificiale della spiaggia o le barriere frangiflutti, come è già avvenuto per altri Comuni. Così come è necessario intervenire per risolvere un altro problema importante: quello della spiag-

gia “libera” che ormai, praticamente, è sparita, in considerazione del fatto che circa l’80% del litorale è occupato da stabilimenti balneari, per cui ai cittadini sono riservate poche lingue di spiaggia, alcune delle quali vicino alle foci della Fiumarella e del Corace dove, per legge, è vietata la balneazione. Dove devono andare i cittadini residenti che non vogliono utilizzare le strutture dei Lidi? Perché i cittadini meno abbienti devono essere ulteriormente penalizzati? Ma soprattutto perché la spiaggia deve essere completamente privatizzata? Il mare è un bene pubblico, una risorsa ambientale da godere collettivamente e

non invece un prodotto da consumare solamente a fini speculativi e privati. Allora forse - conclude -, in questo senso, sarebbe indispensabile, oltre che interessarsi delle autorizzazioni amministrative e sanitarie dei Lidi, pur necessarie ed urgenti, la redazione, come già in altre occasioni ho proposto, di uno strumento regolatore dell’intero litorale che possa, da un lato, riequilibrare il rapporto tra spiaggia pubblica e privata e, dall’altro, ricreare il vecchio paesaggio della passeggiata a mare oggi particolarmente compromesso, dando così la possibilità a tutti i cittadini di riappropriarsi e godere totalmente del mare»

CATANZARO L’intervento del segretario del Circolo Corvo - Aranceto, Benincasa

blema igienico della scuola di via Calabria, ringrazio l’amministrazione comunale di Catanzaro e il sindaco Olivo per la tempestività con cui si sta affrontando l’allarme lanciato in questi giorni dai genitori. Sono stato investito dell’allarme igienico del plesso scolastico da alcune mamme e ho subito chiamato l’ufficio igiene che ha effettuato un sopralluogo per verificare la presenza o meno di topi nella scuola, dove i bambini svolgono le loro attività scolastiche. Ci sono rassicurazioni da parte del Comune che si farà di tutto per risolvere tutto ciò. Mi è sembrato inopportuno e strumentale l’intervento sia di Emilio Verrengia sia di Ivan Cardamone, i quali pur di apparire sulla stampa fanno demagogia e politichese. Ringrazio l’assessore Ventura e la giunta Olivo che, nonostante questo governo ha ridotto nella finanziaria i fondi destinati ai comuni, è quindi la coperta è corta, si stanno impegnando su tante problematiche della città. Ancora resta tanto da fare, ma che cosa hanno fatto coloro che erano al governo della città negli anni passati? A chi strumentalizza, lancio un appello a confrontarsi sui problemi e non solo a criticare l’operato degli altri. Le famiglie sono in crisi conclude - e non arrivano alla terza settimana del mese, le sacche di povertà aumentano a macchia d’olio, ma questa è l’eredità lasciata dalle giunte precedenti e da un governo del paese che della Calabria e di Catanzaro non ha nessuna considerazione».

«Il Pd vuole dare voce alla gente ed essere radicato sul territorio» tutti protagonisti attenti e vigili ad affrontare tutto ciò, e a sostenere l’azione delle Amministrazioni locali che vanno in questa direzione. Il Pd è un partito nuovo, pluralista, democratico e riformista, che vuole affrontare il tema della sicurezza, invitando questo governo a meno spot e più fondi per i casi di violenza contro le donne accaduti in questi giorni. La città di Catanzaro è sempre più esposta a fenomeni di micro-criminalità, meno sicura e più buia, la gente ha paura ad uscire di casa a fare la spesa. La sicurezza nei quartieri va affrontata, non con le ronde, ma con più pattuglie delle forze dell’ordine, che devono vigilare e controllare i territori più a rischio. Questo governo Berlusconi deve dare più fondi per le forze dell’ordine; è paradossale che le pattuglie vengano lasciate in garage per mancanza di carburante. Il problema della viabilità Corvo-Aranceto deve essere risolto, con interventi tempestivi e prioritari ad iniziare dalla demolizione di quella orrenda pista ciclabile, che restringendo la carreggiata stradale ha provocato il continuo e costante peri-

Sandro Benincasa

colo di incidenti sul quell’arteria stradale che va da S. Maria fino Le Fornaci. Credo che sia utile un referendum per dare voce ai cittadini sulla demolizione di quella orribile pista ciclabile. Il Problema della Fiumarella è al limite del vivere civile, ma è un problema che esiste da tanti anni, è diventato in alcuni tratti raccolta per rifiuti ingombranti di ogni genere. Occorre programmare - spiega - e predispor-

re un piano di bonifica serio su tutto il tratto che interessa il tratto stradale nel centro abitato di Corvo, Pistoia e S. Maria; l’Amministrazione sta programmando un piano straordinario di recupero di queste aree urbane più degradate ma gli enti preposti dove sono? Il governo darà ascolto e spazio alle priorità illustrate da questa Amministrazione comunale? Credo che questo governo non abbia a cuore i problemi del sud, ma quelli della Padania e di un federalismo fiscale che porterà le regioni meridionali ad accorciare sempre di più la cinghia. Tornando ai problemi locali, bisogna pensare a sollecitare gli enti preposti e soprattutto l’Anas ha fare di più con interventi di manutenzione lungo l’arteria Aranceto che collega alla Statale SS106 direzione Giovino, in quanto a causa di smottamenti e pioggie la strada di collegamento presenta piccoli dissesti stradali. Bisogna provvedere all’installazione di alcuni pali per l’illuminazione pubblica in alcuni tratti della carreggiata di pericolo per gli automobilisti che percorrono quell’arteria. In quanto al pro-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 25

CALABRIA CATANZARO La nota del Presidente della Prima circoscrizione, Felice Sità, sulla struttura di Pontepiccolo dove si sarebbero introdotti alcuni cittadini

«Il Centro sociale è impraticabile» «Acquisire anche il parere dell’Azienda Sanitaria per essere certi delle condizioni dei locali» CATANZARO — «Chi ha autorizza-

to l’indebita intromissione di alcune persone, accompagnate da un dipendente comunale a cui sono state affidate anche le chiavi, nei locali del “Centro Sociale di Pontepiccolo”?» si legge in una nota del Presidente della Prima circoscrizione, Felice Sità. «Vorrei ricordare - prosegue Sità -che la struttura, punto di riferimento di tutti i cittadini dei quartieri a nord città bisognosi dei servizi che si erogano, rifugio per gli anziani, è da mesi chiusa. Le pressioni dei cittadini hanno indotto l’assessore ad autorizzare l’apertura di una sola stanza. L’impraticabilità della struttura non solo non consente, al momento la sua fruizione ai cittadini, ma non consente, altresì che, l’associazione che si è aggiudicata il bando per il rilancio dei centri sociali possa iniziare le attività a favore dei giovani e degli anziani. Al momento, si stanno eseguendo lavori di manutenzione ultimati i quali dovrà essere rilasciato, da parte dell’Ufficio Tecnico, regolare nulla osta che sancisca la praticabilità della struttura. Vorrei aggiungere che, dopo aver effettuato un minuzioso sopralluogo, ed esaminati gli CATANZARO — I primi anni di vita

sono fondamentali per la formazione di una corretta educazione alimentare. La scuola, insieme alla famiglia, riveste un ruolo importante per correggere le cattive abitudini dei bambini: scarso consumo di frutta e verdura, sovrabbondanza di grassi, sedentarietà, carente igiene della bocca. Tra scuola e famiglia si realizza un’alleanza finalizzata alla sana crescita degli scolari e alla prevenzione di malattie importanti. Su questo versante della prevenzione il III circolo didattico di Catanzaro, diretto dalla dott. Lidia Elia, si pone all’avanguardia. La scuola si preoccupa non solo della salute della mente, ma anche della salute del corpo, in una visione globale della crescita dei bambini. Un esperimento-pilota che, sotto la guida del coordinatore dott. Vincenzo Capilupi, dietologo di fama nazionale, è stato indicato in vari convegni specialistici come “modello” da seguire in tutte le istituzioni scolastiche di base. «La novità - ha spiegato la dott. Elia - consiste nel coinvolgimento totale dei genitori che, opportunamente formati dal team CATANZARO — Il numero verde di

ascolto e sostegno a coloro che sono coinvolti in situazioni di tossicodipendenza passa attraverso lo sport. Ne ha avviato la promozione il servizio regionale Lineaverdedroga (Lvd), che risponde al numero 800-019899. Per un periodo di circa sette mesi, Lvd sponsorizza l’associazione sportiva “A. Milano Basket Catanzaro”, che milita nel campionato regionale di pallacanestro maschile di serie D, girone A. Il nome e il numero dell’importante servizio regionale gireranno così in diversi grossi centri della Calabria. Il campionato, infatti, è articolato in 14 giornate e sette della cosiddetta fase “ad orologio”, in cui scendono in competizione tre compagini della provincia di Catanzaro (oltre alla A. Milano Basket, il Catanzaro Junior Basket Lido e l’ Ad Pallacanestro Lamezia Terme) e quattro della provincia di Cosenza (Micromega Basket Cosenza, Ad Pallacanestro Rossano, Julitta Basket Tortora, Ad Mar. Leo Castrovillari). Il servizio

La condizione del centro sociale di Pontepiccolo

due anni fa ma l’aveva certificata anche la competente commissione comunale guidata dal consigliere d’Andrea. Nonostante ciò continua - non si è provveduto in tempo a porre rimedio ad una situazione che attualmente provoca notevoli disagi ai cittadini. E’ del tutto evidente che, allo stato, occorra una celere definizione dei lavori, facendo in modo che gli uffici tecnici predispongano gli opportuni accorgimenti per risolvere in modo definitivo le infiltra-

zioni. Nelle more, bisognerà revocare con immediatezza tutte le autorizzazioni per l’uso della struttura, anche agli amici. Mi dichiaro disponibile fin da subito a verificare l’opportunità - conclude -, qualora esistano le condizioni e dopo aver acquisito i relativi pareri e permessi, a concedere l’uso momentaneo, sia per gli anziani, sia per l’associazione che dovrà dare inizio al progetto, dei locali della circoscrizione negli orari in cui non è aperto al pubblico».

CATANZARO L’iniziativa è unica nel suo genere ed è guidata del coordinatore Capilupi, dietologo di fama nazionale

“Strategia globale su dieta, attività fisica e salute”: favorire nella scuola la disponibilità di scelte alimentari corrette; sviluppare per i bambini attività educative su nutrizione, educazione al gusto e attività fisica; incoraggiare atteggiamenti responsabili e stili di vita favorevoli alla salute; sviluppare campagne di informazione nutrizionale; sensibilizzare le famiglie alle abitudini alimentari della nostra tradizione. Strettamente legata alle corrette abitudini alimentari è la salute della bocca che dipende in primo luogo da una quotidiana igiene dentale, indispensabile per prevenire carie, placca e altre patologie. La salute dei denti dipende anche da ciò che mangiamo: cibi freschi e ricchi di fibre aiutano a mantenere la bocca sana e a ridurre la carica batterica causa di infiammazione dei tessuti e di demineralizzazione dello smalto». Il progetto prevede anche il monitoraggio delle attività svolte e dei risultati conseguiti. Lo scopo è quello di consolidare nel tempo un’esperienza che vuole contribuire a migliorare gli stili di vita della popolazione.

«Vi è da rilevare nella vicenda una colpevole disattenzione da parte dell’assessore ai Servizi Sociali»

ambienti poco salubri, ritengo opportuno che si acquisisca anche il parere dell’Azienda Sanitaria per essere certi che le condizioni dei locali, anche dopo la manutenzione, sono compatibili con la presenza di persone anziane. Vi è da rilevare che, in questa vicenda, si è registrata una colpevole disattenzione da parte dell’assessore ai Servizi Sociali poiché, la fatiscenza dei locali non solo era stata segnalata dal sottoscritto già

Al III Circolo un progetto sull’alimentazione

La presentazione del progetto

di specialisti, diventano i tutor alimentari dei loro figli. Non un intervento di natura medica, ma un vero e proprio programma di formazione che punta a modificare le abitudini alimentari. Il pro-

getto “Alimentazione, sport e prevenzione” coinvolge i bambini della scuola dell’infanzia che hanno compiuto cinque anni e tutti gli alunni della scuola primaria. Il team, come detto, è

coordinato dal dott. Capilupi, medico chirurgo specialista in scienze dell’alimentazione, docente in Dietofarmacia nell’ Università Magna Graecia, consigliere nazionale della Società Italiana Alimentazione Sport. Con lui collaborano il dott. Mario Augello, medico odontoiatra, il dott. Cristiano Nisticò, esperto in Scienze Motorie, le insegnanti Maria Francesca Mazzei e Ida Scalzo, responsabili di Circolo del progetto per la scuola primaria. Nel nostro Paese è crescente la preoccupazione per la notevole diffusione di patologie legate a comportamenti quali la sedentarietà e le scorrette abitudini alimentari. La scuola rappresenta l’ambiente ideale e più qualificato per un’ efficace e verificabile azione di prevenzione e responsabilizzazione. Il progetto del III circolo segue le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) che ha recentemente sviluppato una

CATANZARO Il servizio Lineaverde si promuove sponsorizzando una squadra di basket

Un numero verde contro la droga

L’associaozione ““A. Milano Basket Catanzaro”

di accoglienza telefonica Lvd, collocato logisticamente presso il Sert di Catanzaro dell’omonima Azienda Sanitaria Provinciale, ritiene opportuno sostenere eventi a carattere sportivo nella consapevolezza del messaggio positivo dello sport come strumento di promozione del benessere e di prevenzione del disagio giovanile nelle sue molteplici manifestazioni. Tali iniziative rientrano in un più ampio contesto di attività che intendono dare risalto alla presenza e all’operatività del servizio Lvd. Lineaverdedroga è un servizio telefonico gratuito, istituito e finanziato dal 1996 dall’assessorato Tutela della Salute della Regione Calabria e gestito dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. «Nello scorso anno informa il direttore Bernardo Grande

- sono pervenute al numero verde un totale di 2416 chiamate con una percentuale di utenza maschile pari al 44,3% e quella femminile pari al 55,7%. Il maggior numero di richieste, registrato nella fascia d’età tra i 31-40 anni e, nel totale, nella popolazione giovanile di età compresa tra i 16 e i 24 anni, ha necessitato di interventi di ascolto e sostegno (38,7%) seguite da richieste di informazione e orientamento verso i Sert e le comunità terapeutiche (33,8%) e da informazioni sulle sostanze d’abuso (10,2%) ovvero chiarimenti sugli effetti e sui rischi derivanti dall’uso-abuso delle sostanze psicoattive soprattutto dai giovani: cannabis (40%), alcool ( 28,8%), cocaina (12,4%) e psicofarmaci (9,4%)». Lvd fornisce informazioni sulle sostanze d’abuso; orienta verso i servizi di cura e reinserimento chi fa uso o abuso di sostanze stupefacenti e ai loro familiari. Salvatore Taverniti


26 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’amministrazione comunale ha donato una targa ai due ballerini che hanno ottenuto diversi successi in Italia e che ora insegnano agli anziani

Un riconoscimento a Roberto e Franca La coppia è impegnata nel sociale mettendo a disposizione dei cittadini la loro preziosa professionalità di Orlando Rotondaro CATANZARO — E’ stata la gentile signora Franca a trascinarlo verso il ballo. Lui, da giovane calciatore tra i ragazzi dell’allora Us Catanzaro, pensava più allo sport nazionale della pedata che ad altro anche se, a 10 anni aveva iniziato l’attività sportiva frequentando la ginnastica artistica e partecipando alla giovanissima età di 13 anni al campionato nazionale juniores con un quinto posto di notevole prestigio. Quel giovane magro, quasi smilzo, che si esibiva bene nella ginnastica artistica e poi altrettanto bene nel calcio dove addirittura a 21 ha ottenuto col massimo dei voti il diploma di allenatore, era però destinato a calcare altre scene altrettanto prestigiose ma certamente più appariscenti come quelle delle sale del ballo. Ed è stato nella qualità di maestro di questa disciplina, che può annoverarsi benissimo sportiva giacchè muove tutti i muscoli del corpo in un insieme di movimenti gentili, aggraziati ma a volte anche di forza, che Roberto Gagliardi è riuscito ad imporsi. Così in tale veste oltre che insegnare l’arte del ballo a chi vuole divertirsi, ha cominciato a fare il professionista in tutti i sensi preparandosi adeguatamente con la gentile signora Franca quale partner di ballo e della vita. Ha vinto tanto in tutta Italia e alcuni giorni orsono nel Centro Sociale di Catanzaro Lido il presidente Lamberto gli ha consegnato un ricono-

La consegna della targa

scimento, tanto atteso quanto meritato, che gli è stato conferito dall’Amministrazione Comunale di Catanzaro con tanto di firma del sindaco Rosario Olivo e dell’Assessore alle Politiche Sociali, Sabatino Ventura: «per l’impegno profuso nel sociale mettendo a disposizione dei cittadini la sua preziosa professionalità». Sì, perché Roberto insegna il ballo anche agli anziani della Città. In questa coppia non più giovane quello che attrae, quando si esibiscono, è la voglia di fare bene, di migliorarsi di diventare un tutt’uno con la musica. Ed eccoli in azione. La coppia volteggia sulle ali della musica diffusa nell’ampia sala. Volteggiano, piroettano, a volte danno l’impressione di formare un

unico corpo tanto è perfetta l’intesa tra il maestro che conduce e la partner che lo segue con perfetta scelta di tempo. Le figure si susseguono a ritmo accelerato. La fantasia vola sulle ali di quelle splendide note del valzer viennese che rimbalzano sugli specchi delle pareti creando immagini suggestive. Vola e va la fantasia. Le splendide sale ricche di cristalli e specchi di valore immenso che hanno reso celebre la Vienna dell’epoca. I soffitti intarsiati di decorazioni in oro, le dame bellissime tutte vestite con broccati di seta, i cavalieri eleganti ed agili. Vola e va la fantasia poi, come tutti i sogni che si spengono all’alba, sparisce, ma resta la coppia Roberto-Franca. Il sogno si spegne, i broccati, la seta, i

cristalli, gli ori spariscono con i ricordi di quell’epoca, rimane una certezza, la coppia Roberto-Franca che volano sulle ali della musica disegnando sul pavimento della sala forme di luce e aria che svaniscono per poi riformarsi. Uno, due, tre, la storia continua, la musica è eterna, amarla significa avere nobiltà di sentimenti, di animo, e poi significa perdersi nell’infinito, raggiungere vette inimmaginabili. Roberto e Franca, ovvero l’uomo venuto dalla sport, dalla ginnastica artistica, al calcio giocato e diretto, alle arti marziali col Taewondo dove è stato uno dei migliori arbitri d’Italia, Franca è la sua gentile signora che lo ha strappato agli altri sport per convincerlo che lui era destinato al

ballo. E così è stato. Ha vinto lei, la gentile signora Franca che ora assieme a Roberto frequenta e vince in molte sale d’Italia facendo sognare chi ama la calabresità. Le città dove si sono esibiti? Tante. Ricordiamone qualcuna Pesaro, campionato professionisti, Melfi, Reggio Calabria, Palermo, Pisa, Desio( Milano) Andria, Caorle( Venezia), Foligno. Ovunque medaglie e coppe perché questa coppia partecipa e vince preparando anche qualche allievo ai campionati amatori. Ce n’è per tutti i gusti. Loro, Roberto e Franca lavorano, ma si divertono anche tanto, lo si legge nei loro occhi aperti, sinceri, perché amano la vita, e la musica ed il ballo sono un’espressione, tra le migliori, della vita.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 27

CALABRIA LAMEZIA TERME L’assise cittadina del 16 febbraio è stata caratterizzata da battute ed interruzioni. Al centro ancora il Trauma Center e il turismo

Nessuna telecamera al prossimo consiglio? La città vedrà o no la seduta in tv, cosa decideranno i capi gruppo, spegneranno l’occhio della gente? LAMEZIA TERME — Prosegue a Lamezia Terme “la scelta di non scegliere”. Un consiglio comunale che ha dato l’opportunità ai cittadini di rendersi conto di che cosa è capace la politica nella città della Piana. Sarà per questo che alcuni non vogliono le telecamere nella sala? Lo spettacolo offerto è sempre migliore per gli appassionati di Reality. “Mettiamo un velo pietoso sull’obiettivo per non dar modo ai lametini di rendersi conto di quello che stiamo facendo per mandare avanti la città, sarà più facile dire e non dire allo stesso tempo”. E’ questo che pensano coloro che non sanno trovare altro colpevole che la telecamere per l’indescrivibile situazione in cui sprofonda la politica locale? Si discute per ore, tra battute e interruzioni, per decidere cosa farne dell’area più importante del territorio cuore della regione. Per intenderci hanno parlato di quella parte del lamentino spesso in primo piano per le incompiute e per le bufale. Si sono accorti, finalmente dopo anni di campagne elettorali in cui si sbandieravano tutte le potenzialità di Lamezia Terme, che il turismo aveva bisogno di un luogo da dove incominciare a svilupparsi. Si sorvola sul fatto che forse qualcuno ci

guadagna nel momento in cui i terreni che costavano 3 euro, ora costeranno 16 euro. Si discute di Asi e Lamezia Europa senza che i due presidenti siano presenti, chissà se un loro intervento sarebbe stato utile? Così nasce un documento sotto gli occhi di tre consiglieri regionali e un parlamentare, seduti tra i banchi della Giunta. In un primo momento, silenziosi e perplessi, osservatori di una serie di performance. Poi si saranno chiesti, presumiamo, “Ma che ci siamo venuti a fare qui? ”. Tanto che quando interviene l’onorevole Galati più volte tenta di riportare la discussione su livelli “onorevoli”, anche con un po’ di imbarazzo, il muro, però, è disperatamente di gomma. Ma ormai è li e fa del suo meglio. Le polemiche si sprecano. Si discute di simpatie tra i presenti, di regolamento del Consiglio comunale, si parla di mancanza di rispetto e di attenzione in aula. Una serie di interventi fotocopia per dire quello che il collega ha già detto prima che a volte è proprio il nulla. Il senatore Petronio, che di esperienza ne ha da vendere e si vede, spiega e rispiega, tenta di tirare su le sorti di una situazione inquieta e inquietante, ma anche lui fa i conti con quello “che c’è”. Sarà stata la

chi cade per primo dalle nuvole. In effetti, nella sala ci sono soltanto i tre consiglieri regionali, non c’è alcuna rappresentanza dell’Asp e della Giunta regionale. Pare che il sindaco abbia chiesto, in un secondo momento, di fare un consiglio comunale “semiaperto” nel quale non c’era la necessità di avere i rappresentanti di cui sopra. Ma a chi avrebbero dovuto esporre la situazione per saperne di più? Amendola, Pd, ha già detto chiaramente che si fida di Loiero e che il Trauma center si farà. Talarico, Udc, ha già esposto la sua posizione, oggi molto più morbida nei confronti di chi potrebbe essere suo alleato nelle prossime elezioni, Chiarella, Pd, sono giorni che ripete di voler avere risposte definitive da Loiero. Quindi, cosa avrebbero dovuto dire in più? Ricordiamo che il 20 ottobre 2008, dopo sofferta gestazione, fu fatto partorito un consiglio comunale aperto nel quale fu redatto un documento da presentare ad Agazio Loiero, per conoscere le sue intenzioni sulla Sanità a Lamezia Terme. In quella occasione, il direttore generale, Morabito era presente, insieme al referente d’area Maione, non gli fu fatto dire nulla e ricevettero solo elogi (non per le cose fatte non avevano avuto anco-

ra il tempo di fare nulla, ma per le loro qualità professionali). Ieri, a distanza di diversi mesi, si è amaramente constatato che la situazione peggiora e oltre all’inaugurazione del reparto di medicina, frutto tra l’altro del lavoro del precedente Dg, (due settimane fa si è solo conclusa quella fase) nulla si sta facendo per la struttura del Giovanni Paolo II. Pertanto, sapete come è finita? Che hanno fatto un documento unitario per confrontarsi con Loiero e chiedere, ancora una volta, lumi sulle sorti della sanità lametina e, naturalmente del Trauma center. Ne avrà di documenti da esaminare il presidente della Regione. Il presidente del consiglio comunale, nonché ex assessore regionale alla sanità nella Giunta Chiaravalloti, quindi uomo di provata esperienza, guiderà una commissione che si recherà dal presidente e… tornerà vincente? Termina così la performance del 16 febbraio. Ora, tutto passa all’appuntamento di domani alle ore 16 quando riprenderà la discussione. La città vedrà o non vedrà il consiglio comunale in tv, cosa decideranno i capi gruppo, spegneranno l’occhio della gente?

LAMEZIA TERME — «Esprimo massimo disappunto per la mancanza di attenzione che il Presidente del Consiglio ed il Sindaco hanno voluto dare al Comitato Difendiamo il Lametino nel Consiglio Comunale del 16 febbraio. Proprio io personalmente ho chiesto al Presidente di trattare l’argomento Trauma Center in seduta aperta al fine di poter dare il nostro contributo, non essendo noi gli ultimi a perorare la causa della Sanità a

LAMEZIA TERME La nota di Francesco Grandinetti sull’accordo Luzzo - Speranza

chino fosse aperto ma anche questa richiesta non è stata presa in considerazione. Noi - conclude - abbiamo invitato tutti loro nella nostra riunione sul Trauma Center tenutasi al Teatro Grandinetti pochi giorni fa, in primisi il Sindaco ed il Presidente Luzzo, ma questi evidentemente non ritengono la nostra presenza importante. Ne prendiamo atto e ci comporteremo in egual modo nel prosieguo delle nostre battaglie».

LAMEZIA TERME — La Federa-

zione lavoratori pubblici e dei servizi della Cisl, interviene nuovamente sulla drammatica situazione in cui vive l’ospedale di Lamezia Terme dopo lo “sfacelo” dell’accorpamento dell’ex azienda sanitaria n.6 a quella di Lamezia Terme. Una storia di problemi infiniti da due anni evidenziati e che non hanno ancora trovato una soluzione ma solo l’aggravarsi di una situazione divenuta oramai insostenibile. Situazione di grave disagio per medici, personale paramedico ed infermieristico denunciata ancora pochi giorni fa attraverso una lettera aperta a firma congiunta delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e Rsu, e ripresa oggi anche dal segretario Sas, Salvatore Arcieri che in un comunicato, ribadisce stavolta “l’alta criticità vissuta dai piccoli pazienti”. «Con la presente missiva - scrive infatti Arcieri rivolgendosi al direttore generale dell’Asp di Catanzaro Pietro Morabito, al direttore amministrativo aziendale Achille Gentile, al direttore sanitario aziendale Maurizio Rocca e al direttore sanitario Polt Pietro Minniti - si porta a conoscenza che l’Unità operativa di terapia intensiva neonatale del Polt, dotata di 8 posti letto di neonatologia, 4 posti letto di terapia intensiva, gestione del nido e ambulatori specialistici, ha un carico di lavoro elevato, considerato che la stessa unità è centro di riferimento anche per altri Presidi Ospedalieri sia dell’Asp di Catanzaro che presidi

disperazione e così, allora, viene l’idea risolutoria dei problemi: “Via le telecamere perché così passa la voglia d’intervenire”. Così come si fa con i bambini per abituarli a comportarsi bene quando hanno la smania di attirare l’attenzione. E’ questa la politica a Lamezia? Sarebbe carino mandare queste immagini a quelle trasmissioni nazionali che impietosamente si divertono a mettere in risalto certe esibizioni della politica. Di certo si comporterebbero diversamente da un’emittente locale che si limita a riportare integralmente e senza manipolazioni il consiglio comunale per rendere un servizio a quella parte di città che spesso è all’oscuro del lavoro che per essa si fa. In ogni caso, ci sono ancora momenti da sottolineare. Il partito delle libertà si sforza di dare un tono consistente alle discussioni (senza nulla togliere a quella parte di maggioranza che non teme ne telecamere ne confronti e basta vedere le immagini per accorgersi che qualcuno c’è). Ma in aula, quando si chiede perché nella discussione sul Trauma Center non ci sono, così come previsto nella richiesta che il Pdl ha fatto il 30 gennaio scorso perché venisse indetto un consiglio comunale apposito, sembra una sfida a

«Le nostre proposte non sono considerate» Lamezia Terme» si legge in una nota di Francesco Grandinetti. «Proprio io in qualità di Consigliere Comunale - prosegue - avevo richiesto ed ottenuto un Consiglio aperto sullo stesso argomento che si è tenuto nella sa-

la comunale dell’ex Comune di Sambiase nel mese luglio ed era pertanto opportuno continuare il dibattito e valutare le cose disattese. Mi rendo conto che ormai l’accordo LuzzoSperanza fa si che ogni cosa che noi

proponiamo non venga presa in considerazione, ma quando è troppo è troppo. Personalmente avevo richiesto al Sindaco, che anche il Consiglio in cui si commemorava la figura del compianto assessore Gianni Luc-

LAMEZIA Dopo la lettera di Cgil, Cisl, Uil e Rsu, l’intervento di Arcieri (Sas)

«All’ospedale c’è una situazione di grave disagio per il personale» extra Asp». «A tutto questo non corrisponde una dotazione organica del personale infermieristico, Ospedaliero e ausiliario adeguata ai carichi di lavoro, inoltre - prosegue la nota - le poche unità assegnate con incarico semestrale, non hanno maturato un’esperienza che gli consenta di svolgere la propria attività con la dovuta competenza pertanto, necessitano di un tutoraggio che aggrava ancora di più il lavoro delle poche unità di ruolo rimaste. L’Unità operativa di terapia intensiva neonatale è distante logisticamente sia dalla sala parto che dalla sala operatoria, per cui, ad ogni evento di nascita, sia esso fisiologico che a rischio, bisogna prestare assistenza e gli infermieri di turno devono affrontare il dilemma di ridurre le unità presenti in sala intensiva con grave rischio per i piccoli pazienti che per immaturità fisica e patologia sono da considerarsi ad alta criticità. Ogni decisione comporta comunque assunzione di responsabilità diretta da parte degli infermieri e disservizi verso l’utenza».

Salvatore Arcieri

Questa dunque, la situazione del reparto e che, ovviamente e purtroppo, non è la sola ad impensierire gli addetti ai lavori che non riescono più a svolgere con serenità il proprio compito pur mettendoci tutta la professionalità necessaria. Ma tutto questo, appare evidente che non basta più e una svolta è necessaria affinchè l’ospedale di Lamezia riacquisti fiducia e credibilità e anche i medici e gli

operatori sanitari, recuperino la tranquillità necessaria, se non indispensabile, ad andare avanti. Ma la nota a firma del segretario Salvatore Arcieri, va anche oltre la semplice segnalazione. «Vista l’alta criticità dei piccoli pazienti, ritenuto che bisogna dare la massima garanzia nell’assistenza, ritenuto che la grave carenza di personale infermieristico può compromet-

Settimio News

tere seriamente i risultati assistenziali, ritenuto ancora che il personale infermieristico che opera in terapia intensiva deve possedere un alta qualificazione specialistica a tutela degli operatori e dei piccoli pazienti, vista altresì la cattiva gestione ed organizzazione delle risorse umane - aggiunge - con la presente si denuncia la grave situazione invitando i destinatari della missiva ad individuare eventuali responsabilità e ad adottare ogni utile iniziativa, per una risoluzione definitiva, riportando l’Unità operativa in questione ad essere il fiore all’occhiello di questa Azienda. Qualora non dovessimo riscontrare nessun intervento in merito - conclude la nota - ci sentiamo autorizzati ad intraprendere ogni utile iniziativa per evitare il rischio di chiusura di un sevizio molto importante per la città di Lamezia Terme e delle altre realtà regionali». “Utili iniziative per evitare il rischio di chiusura del servizio” sottolinea Arcieri, evidenziando una preoccupazione collettiva che tocca tanto gli operatori quanto la collettività che le istituzioni locali tant’è che finanche due giorni fa, la problematica sanitaria e la sorte del Trauma Center è stata alla base dell’ennesimo Consiglio Comunale aperto per sensibilizzare chi di competenza e adottare tutte le misure possibili affinchè Lamezia, dal punto di vista sanitario, ritorni a vivere in piena autonomia e trasparenza. Antonietta Bruno


28 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Visto lo stato di emergenza il Comune ha emesso un avviso per informare i cittadini sulll’entità delle pene

Smaltimento rifiuti, ecco le sanzioni Gli imprenditori che abbandonano materiali in modo incontrollato rischiano la reclusione fino a 5 anni LAMEZIA TERME — «Il Sindaco si legge in un avviso comunale informa la popolazione tutta che ai sensi dell'art. 6 del Decreto Legislativo n. 172 del 6 novembre 2008 convertito in Legge n. 210 del 30 dicembre 2008, per tutti i territori in cui vige lo stato di emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti dichiarato ai sensi della Legge 24 febbraio 1992 n. 225 si applicano le seguenti sanzioni penali e amministrative: a) chiunque in modo incontrollato o presso siti non autorizzati abbandona, scarica, deposita sul suolo o nel sottosuolo o immette nelle acque superficiali o sotterranee ovvero incendia rifiuti pericolosi, speciali ovvero rifiuti ingombranti domestici e non, di volume pari ad almeno 0.5 metri cubi e con almeno due delle dimensioni di altezza, lunghezza o larghezza superiori a cinquanta centimetri, è punito con la reclusione fino a tre anni e

sei mesi; se l'abbandono, lo sversamento, il deposito o l'immissione nelle acque superficiali o sotterranee riguarda rifiuti diversi, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da cento euro a seicento euro; b) i titolari di imprese ed i responsabili di enti che abbandonano, scaricano o depositano sul suolo o nel sottosuolo in modo incontrollato e presso siti non autorizzati o incendiano i rifiuti, ovvero li immettono nelle acque superficiali o sotterranee, sono puniti con la reclusione da tre mesi a quattro anni se si tratta di rifiuti non pericolosi e con la reclusione da sei mesi a cinque anni se si tratta di rifiuti pericolosi; c) se i fatti di cui alla lettera b) sono posti in essere con colpa, il responsabile è punito con l'arresto da un mese ad otto mesi se si tratta di rifiuti non pericolosi e con l'arresto da sei mesi a un anno se si tratta di rifiuti pericolosi; d) chiunque effettua una attività

na o alla sentenza pronunciata ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale consegue la confisca dell'area sulla quale è realizzata la discarica abusiva se di proprietà dell'autore del reato, fatti salvi gli obblighi di bonifica o di ripristino dello stato dei luoghi; f) le pene di cui alle lettere b), c), d) ed e) sono ridotte della metà nelle ipotesi di inosservanza delle prescrizioni contenute o richiamate nelle autorizzazioni, nonché nelle ipotesi di carenza dei requisiti e delle condizioni richiesti per le iscrizioni o comunicazioni; g) chiunque effettua attività di miscelazione di categorie diverse di rifiuti pericolosi di cui all'allegato G della parte IV del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ovvero rifiuti pericolosi con rifiuti non pericolosi, è punito con la pena di cui alla lettera d), numero 2), o, se il fatto è commesso per colpa, con l'arresto da sei mesi a un anno; h) chiunque

effettua il deposito temporaneo presso il luogo di produzione di rifiuti sanitari pericolosi, con violazione delle disposizioni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 15 luglio 2003, n. 254, è punito con la pena della reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da diecimila euro a quarantamila euro, ovvero con la pena dell'arresto da tre mesi a un anno se il fatto è commesso per colpa. Si applica - conclude l’avviso - la sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro per i quantitativi non superiori a duecento litri o quantità equivalenti. (1-bis. Per tutte le fattispecie penali di cui al presente articolo, poste in essere con l'uso di un veicolo, si procede, nel corso delle indagini preliminari, al sequestro preventivo del medesimo veicolo. Alla sentenza di condanna consegue la confisca del veicolo)».

CATANZARO — «La Giunta Comu-

CATANZARO Bevacqua (Pd) sulla valutazione dell’amministrazione comunale

mente dove fossero i nostri deputati e senatori, quelli del centrosinistra, intendo, quando nel 2001 vollero la riforma del Titolo V della Costituzione e la fecero passare per quattro voti. Fu in quell’occasione, infatti, e c’era il Governo D’Alema con Loiero Ministro, che il previgente articolo 119 della Costituzione fu privato di quella che Enrico De Mita chiama la “costituzionalizzazione del Mezzogiorno”, laddove furono cassati gli specifici richiami a “contributi speciali per la valorizzazione del Mezzogiorno e delle Isole”. Il fiume di denaro che in questa terra si è sprecato e continua a sprecarsi -si leggano a proposito gli interventi del Capo dello Stato e della Corte dei Conti - meritava una risposta rigorosa. I cittadini - conclude - non avranno nulla da temere dal federalismo fiscale, essi rimarranno titolari di diritti ed utenti di servizi che quando non dovessero essere rispettivamente riconosciuti e resi efficientemente chiameranno direttamente in causa le incapacità della classe dirigente: solo così potrà esserci un rapporto diretto tra amministrati ed amministratori ed una selezione dal basso dei governanti».

nale di Catanzaro ha probabilmente mancato l’occasione di aprire un approfondito dibattito sull’attuazione dell’articolo 119 della Costituzione, il cosiddetto federalismo fiscale, omettendo di investire sull’argomento il Consiglio Comunale della Città, quest’ultimo nelle sue funzioni di organo d’indirizzo politico» si legge nella nota di Antonio Bevacqua del Pd. «Ha preferito - prosegue -, la Giunta, si legge dai giornali, approvare un ordine del giorno che “impegna la deputazione calabrese, in particolare quella del centrosinistra, ad opporsi in maniera energica all’approvazione di un Progetto di legge che, nell’attuale stesura, arrecherebbe danni enormi alla nostra regione”. Senza mettere in discussione i buoni propositi che avrebbero animato la Giunta ad approvare un siffatto documento devo tuttavia dissentire sia sulla forma ho già detto che sarebbe stata prerogativa del Consiglio Comunalesia nel merito. Si legge infatti che il Governo cittadino sarebbe partito nei propri ragionamenti dall’allarme lanciato dalla Svimez a proposito della supposta perdita, una

di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza dell'autorizzazione, iscrizione o comunicazione prescritte dalla normativa vigente è punito: 1) con la pena della reclusione da sei mesi a quattro anni, nonché con la multa da diecimila euro a trentamila euro se si tratta di rifiuti non pericolosi; 2) con la pena della reclusione da uno a sei anni e con la multa da quindicimila euro a cinquantamila euro se si tratta di rifiuti pericolosi; e) chiunque realizza o gestisce una discarica non autorizzata è punito con la reclusione da un anno e sei mesi a cinque anni e con la multa da ventimila euro a sessantamila euro. Si applica la pena della reclusione da due a sette anni e della multa da cinquantamila euro a centomila euro se la discarica è destinata, anche in parte, allo smaltimento di rifiuti pericolosi; alla sentenza di condan-

«La Giunta ha sbagliato, non temete il federalismo» volta che fosse approvato il disegno di legge delega sul federalismo fiscale, di circa 400 milioni di euro all’anno ai danni della Calabria. Non so dove e quando “la Svimez” sottolinea la Giunta, “è da più di 60 anni impegnata a studiare l’economia del mezzogiorno- (da più di 60 anni!) abbia dato queste cifre”, so però, perchè è pubblico, che proprio il Presidente della Svimez, nel corso dell’audizione davanti alle Commissioni Bilancio e Finaze della Camera ha affermato che “è convinzione della Svimez che progressi significativi possano essere conseguiti attraverso l’adozione di elementi di federalismo fiscale che portino all’abbandono del criterio della spesa storica e ad una mag-

giore responsabilizzazione degli amministratori nei confronti dei cittadini”. Ricordo - continua - che le modalità di finanziamento di comuni, province e città metropolitane previsto dal disegno di legge delega approvato dal Senato (con l’astensione del centrosinistra!) ed ora in discussione alla Camera è strutturato sulla base di una classificazione delle spese in tre tipologie: 1) -spese riconducibili alle funzioni "fondamentali", ai sensi dell’art. 117, secondo comma, lettera p), della Costituzione; 2) spese relative alle “altre funzioni”, non riconducibili a quelle fondamentali; 3) spese che, prescindendo dall’oggetto delle funzioni, risultano finanziate con contributi naziona-

li speciali, finanziamenti dall'Unione europea e cofinanziamenti nazionali. I criteri generali di delega prevedono il graduale superamento del criterio della spesa storica in favore di due nuovi criteri ai quali ancorare il finanziamento delle spese degli enti territoriali: il fabbisogno standard, per il finanziamento delle funzioni fondamentali, e la perequazione della capacità fiscale, per il finanziamento delle altre funzioni. Voglio sottolineare che per le spese connesse alle funzioni fondamentali è prevista la garanzia del finanziamento integrale. Quanto poi all’allarme derivante dalla “mancata specificità del Meridione” nel disegno di legge, chiedo sommessa-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 29

CALABRIA CATANZARO La Buttiglieri è ancora ai vertici della struttura più importante della Sanità calabrese; sarà per una presunta incompatibilità di Belcastro?

Mater Domini, Loiero riflette sul da farsi Il problema sembrerebbe legato ad un contenzioso economico con la Fondazione Campanella CATANZARO — La Buttglieri è ancora al suo posto, ai vertici della struttura più importante della Sanità calabrese; sarà per una presunta incompatibilità di Belcastro? A Catanzaro Mater Domini e Università attraversano il periodo più difficile che ci sia mai stato o è normale routine di una sanità non del tutto in salute. C'è poco da scegliere. Intanto, il presidente Agazio Loiero sta riflettendo sul da farsi. Sembra stia succedendo che, dopo la nomina da parte della Giunta regionale di Belcastro, quale nuovo direttore generale del Mater Domini, le cose non siano andate come dovevano. A distanza di una settimana da quella fatidica Giunta, Rosalba Buttiglieri è ancora nel suo ufficio a Germaneto. Pare che il dg, stia regolarmente andando a lavoro ogni mattina, soprattutto da quando in una conferenza stampa, mercoledì scorso, ha sottolineato che il suo incarico non era assolutamente terminato e che da contratto rimane ancora un an-

no a sua disposizione per portare a termini i progetti avviati. Di certo, agli atti di quella Giunta di lunedi 9 febbraio, la discussione risulterà e, pertanto, anche il nome del successore della dottoressa tanto contestata dai sindacati, deve essere scritto da qualche parte. Intanto, però, pare che nessuno, ne tanto meno il dottor Belcastro, è mai andato in quel di Mater Domini in veste di dg a sostituirla. Sembra, però, esserci un altro impedimento all'insediamento di Belcastro. Dicono che esista un contenzioso economico tra la Fondazione Campanella e la struttura del Mater Domini ed essendo Belcastro direttore amministrativo, della suddetta Fondazione, risulterebbe incompatibile con la nomina dato che dovrebbe andare a ricoprire un incarico che lo sposterebbe dal lato opposto della barricata. Qualche interrogativo salta alla mente e ci si chiede se bastava sfiduciare la dg Buttiglieri per sostituirla o speravano che andasse

CATANZARO — «Il successo elettorale ottenuto dall’Udc che alle consultazioni per il governo regionale della Sardegna si è attestato al 10,5 %, è un risultato eccezionale che la dice tutta sul consenso crescente verso il partito di Pier Ferdinando Casini, tenuto presente che raddoppia i consensi ottenuti alle politiche del 2008 ( in Sardegna il 5,6 % alla Camera e il 5,7 % al Senato), e dimostra che l’Udc è stato determinante per il successo di Ugo Cappellacci candidato per la coalizione di centro-destra» si legge in una nota di Vito Bordino. «Tale risultato - prosegue -rappresenta la prova tangibile che fra gli schieramenti del Pdl e del Pd c'è spazio per una forza moderata di centro caratterizzata dalla difesa dei valori

più importanti legati al bene comune, alla centralità persona, quali la famiglia e il diritto alla vita, e che sappia rimettere in campo argomenti di vitale importanza per il nostro Paese. L’Udc raccoglie sempre più consensi sulla linea politica di salvaguardia della propria identità fondata su valori e ideali, ed è un partito che realmente è vicino alle esigenze ed ai bisogni della comunità, che mira al recupero della politica e all’allargamento di un’area di centro e moderata. Esprimiamo - conclude compiacimento per le scelte ed il progetto politico finora seguiti dal nostro partito e siamo convinti che, a partire dalle elezioni europee, ci sarà spazio per testimoniare qualcosa di nuovo».

GUARDAVALLE — Il Partito Democratico di Guardavalle ha eletto lunedì sera il suo primo Coordinatore di Circolo, Agazio Lancellotti. I democratici del territorio si sono ritrovati presso la sede del partito determinando ciò che non si era avuto il tempo di determinare nel corso delle primarie del 25 gennaio. In ritardo, certo, ma non per questo con meno entusiasmo. Infatti, sono stati numerosi i partecipanti al congresso territoriale, al quale hanno partecipato il segretario provinciale Caterina Corea ed il Consigliere Regionale Pietro Amato, oltre ai coordinatori dei comuni limitrofi, Nicola Criniti di Badolato, Rina Lazzaro di Santa Caterina e Aldo La Croce di Isca. Invitato, ma assente giustificato, il deputato Doris Lo Moro. Dopo l’elezione di Lancellotti ha avuto inizio il dibattito introdotto e moderato dal sindaco di Guardavalle Antonio Tedesco. «A Guardavalle il Pd non poteva mancare - ha detto Tedesco-. La storia del centrosinistra in questo territorio è nota ed ognuno di noi ha per questo condiviso il progetto democratico. Si parte da stasera, da un giovane coordinatore. Lancellotti non ha un passato politico alle spalle, perciò è la scelta giusta per dare un volto nuovo alla politica del nostro territorio. Il Pd amministra

GUARDAVALLE Al congresso territoriale erano presenti anche Piero Amato e Katia Corea

litiche rivolte al sociale ed al bisogno. Ma per intervenire sul bisogno dobbiamo perseguire una politica che punti sullo sviluppo dei territori. Abbiamo bisogno di un grande partito nazionale che sia radicato nelle grandi città e nei più piccoli comuni, ecco perché pretendo che il mio partito dica no al Federalismo e non si limiti all’astensione. Il Mezzogiorno ha bisogno di interventi importanti per diventare meno vulnerabile rispetto al nord del paese, altrimenti noi scompariremo e sopravvivrà un’Italia divisa in due. Al nuovo Coordinatore del circolo di Guardavalle dico che è difficile costruire un grande partito, ma con entusiasmo, passione ed impegno diventa possibile”. Anche il segretario provinciale Corea ha voluto augurare a Lancellotti di raggiungere quei risultati positivi che i cittadini si attendono dal Pd. «Da qui si parte, ha detto la Corea, dai sentimenti e dalle prospettive emerse questa sera. Il Pd è presente, è un insieme di uomini e di donne che vogliono lavorare per il cambiamento. Per questo dobbiamo anche saper essere critici, perché viviamo in un territorio devastato, che però ha enormi potenzialità. Dobbiamo avere una voce sola, che ribadisca la nostra appartenenza ad un’Italia unita».

SOVERATO — Il gruppo volon-

tari Edelweiss di Soverato ha programmato una serie di simulazioni da svolgere nelle scuole di Soverato e del comprensorio, nell’ambito del progetto “Scuola Sicura 2009”. Slogan della manifestazione “Io so come comportarmi” che prevede esercitazioni e simulazioni riguardanti tutti i settori di pericolo. All’incontro programmatico tenuto presso la sala conferenze dell’Istituto Alberghiero hanno partecipato Dirigenti Scolastici, Docenti, Amministratori e operatori del settore. A porgere i saluti la presidente dell’Edelweiss soveratese Maria Brigida Licari e il Dirigente Scolastico dell’Alberghiero Paolo Riverso il quale ha evidenziato l’importanza del progetto e plaudito l’iniziativa. Presente, inoltre, l’Assessore Provinciale alla Protezione Civile di Catanzaro dott Giamo e l’Ispettore della Croce Rossa di Badolato Pasquale Rudi, i quali hanno ribadito la valenza del progetto nel quale sono impegnati, i volontari della Protezione Civile, in simulazio-

via rinunciando anche ad un anno di stipendio? E ancora; visto che di tempo ne hanno avuto, avrebbero potuto controllare qualche documento in più per valutare l'esistenza o meno dell'incompatibilità di Belcastro?. Per finirla qui; quali progetti porta avanti una struttura in queste condizioni? S. N.

La Giornata del Braille La sezione Provinciale di Catanzaro dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti in occasione della giornata Nazionale del Braille ha organizzato per giorno 21 febbraio prossimo il 2° seminario “ Il Braille elemento fondamentale per l’integrazione dei non vedenti”che si svolgerà in Catanzaro presso il Liceo - Ginnasio “ Galluppi “ in via Pugliese. Al Seminario sono stati invitati ad intervenire i Dirigenti degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado e le scolaresche.

La nota di Vito Bordino (Udc) sui risultati delle elezioni sarde

«Aumentano i consensi»

Lancellotti eletto coordinatore del Circolo del Pd

Amato, Lancillotti e Corea al congresso

questo comune, pertanto abbiamo tutti una grande responsabilità e non dobbiamo fallire». Ha esordito leggendo il pensiero di Veltroni, invece, il neo coordinatore Lancellotti. «Abbiamo bisogno di un bagno d’umiltà per ri-

tornare tra le ansie e le necessità della gente. Facciamoci popolo per servire il popolo. In questo credo - ha detto Lancellotti -. Possediamo un entusiasmo che non ci condurrà ad una rivoluzione cieca, ma ci consentirà di az-

zerare le distanze tra la politica ed i cittadini. Dobbiamo utilizzare toni più moderati per essere meglio compresi nelle nostre idee e nel nostro progetto. Sono orgoglioso di essere il coordinatore del circolo di Guardavalle e di avere l’onore di servirvi». Attestati di stima ed auguri di buon lavoro sono stati espressi nei successivi interventi di Giovanni Mosca, dell’assessore comunale Gino Origlia, dal presidente del consiglio comunale Francesco Menniti, dell’ex sindaco Alfredo Lancellotti, di Nicola Bartolo e dei coordinatori democratici Criniti e La Croce. Alto il livello del confronto, come ha anche sottolineato Amato nel suo intervento: «Guardavalle ha una storia di centrosinistra - ha detto il Consigliere Regionale - per questo c’era bisogno del Pd, qui dove è naturale che ci sia. Il Pd ha un percorso di dodici anni e non è nato un anno fa, quindi è un progetto solido che durerà e sarà sempre più forte. I democratici hanno a cuore le esigenze della gente, perché i nostri valori provengono da una tradizione di po-

SOVERATO Il gruppo di volontari Edelweiss ha programmato una serie di simulazioni

Presentato il progetto “Scuola sicura”

I relatori

Presso ogni plesso sarà posizionata una squadra di volontari

ni coinvolgenti alunni e strutture scolastiche. Le esercitazioni previste per giorno 14 marzo si svolgeranno presso ogni plesso scolastico dove sarà posizionata una

squadra di volontari Edelweiss per il controllo dell’evacuazione. Si tratta di una manifestazione di simulazioni complessa e importante alla quale prendono parte gli allievi che si trovano a dover affrontare mille difficoltà ed a capire come comportarsi meglio in caso di pericolo. Per Pasquale Pipicelli, responsabile del gruppo, si tratta «di una importante e variegata manifestazione organizzata e programmata grazie all’impegno del gruppo nel saper gestire la logistica, la parte sanitaria, e i soccorsi speciali. Per noi - dice Pipicelli - è veramente un grosso impegno, che inizierà alle ore 9 circa, orario che verrà comunicato al Dirigente della Scuola, dal nostro caposquadra, che tramite radio darà il via all’esercitazione». «Il nostro caposquadra - continua Pipicelli - sosterà vicino alla portineria dove è ubicato l’impian-

to della campanella, che attraverso tre lunghi trilli segnalerà la scossa tellurica. A partire dal primo trillo il nostro caposquadra con il cronometro conterà 25 secondi e, quindi, un lungo trillo segnalerà la fine della scossa e darà inizio all’evacuazione. Tutti dovranno portarsi nei punti di sicurezza come previsto dal piano di evacuazione della Scuola e gli insegnanti provvederanno al controllo dei loro alunni, per poi rientrare nel proprio plesso concludendo l’esercitazione». Quindi, i dirigenti, i responsabili della sicurezza, gli alunni e responsabili insieme alle Forze dell’Ordine si ritroveranno tutti presso l’Istituto Alberghiero, dove verranno simulate dei recuperi e interventi di primo soccorso utilizzando le tecniche speciali. Alla fine della manifestazione i delegati di ogni scuola e di ogni ente si sposteranno presso la sala conferenze per il debriefing e la consegna degli attestati di partecipazione. Rosanna Paravati


30 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA PETRONA’ Al convegno di Palazzo Colosimo sono intervenuti i membri del Consiglio comunale, ma anche forze politiche, economiche e sociali

Primo incontro sullo sviluppo del paese «Ci sono tante case vuote che il Comune potrebbe acquistare, ristrutturare e affittare» PETRONÀ — Un tema: lo sviluppo economico e sociale del paese. Una domanda: Petronà, quale futuro? Tante le risposte all’ interrogativo poco retorico. Hanno proferito parola gli eletti del Consiglio comunale, ma anche forze politiche, economiche e sociali che, sabato scorso nella sala convegni di Palazzo Colosimo, si sono presentate senza frasi fatte all’appuntamento fissato dalla Presidenza del Consiglio comunale, carica presieduta dal decano dei politici petronesi Mario Scalzi. Lo scambio dialettico è stato coordinato dalla giornalista Antonella Scalzi e ha accolto le considerazioni del vicepresidente del Consiglio Nuccia Catanzaro, del capogruppo di maggioranza Roberto Caligiuri, del capogruppo di minoranza Vincenzo Mazzei, del Sindaco di Petronà e presidente Comunità montana presila catanzarese Santino Bubbo. Non poteva non dire la sua il promotore dell’iniziativa Mario Scalzi che si è detto «impegnato ad ascoltare le giovani generazioni e a sviluppare le tante potenzialità inespresse di Petronà, promuovendo il bene comune sopra ogni forma di individualismo». Per una volta nessuno doveva parlare pro domo sua, nessun pennacchio ideologico o di partito, ma tutti protesi verso l’utilità sociale, verso quelle problematiche che non dovrebbero mai dividere come l’occupazione, la legalità, il turismo, i giovani. Il primo cittadino Santino Bubbo ha posto l’accento sul fatto che «i cittadini qui non vengono coinvolti solo quando si vota e che si sta lavorando insieme a un progetto condiviso di sviluppo, puntando sul recupero dell’esistente e sull’area di Manulata. Non era scevro di argomenti anche il presidente dell’Uncem Calabria Vincenzo Mazzei. Ha detto con chiarezza espositiva: «Qui manca il lavoro e un modo per crearlo è l’albergo diffuso. Ci sono tante case sfitte che il Comune potrebbe acquistare, ristrutturare e affittare. I soldi potrebbero arrivare dalla vendita dei boschi. L’indotto sarebbe importante con ricadute sull’economia, ma anche sul folclore. Il Comune può e deve essere un sogget-

E’ nato a San Pietro Apostolo il nuovo direttivo del Pd locale SAN PIETRO APOSTOLO — «La

politica locale sta diventando un ambito sempre più importante, grazie ad un’attiva partecipazione dei cittadini. Il ruolo fondamentale della politica è quello di realizzare gli interessi collettivi, promuovere lo sviluppo socioeconomico del paese. Dunque l’arte del possibile» si legge in una nota di Bruni Luana Fabiano e Piero del Pd. «Molte - prosegue la nota - sono le discussioni politiche che accompagnano la pre-candidatura dei sindaci, accanto alle strategie possibili da attuare durante la carica. Nella piccola realtà politica Sanpietrese è nato, dopo molti incontri, il nuovo direttivo del Partito Democratico. Alla scena politica si sono affacciate persone che prima di questo momento non avevano mai fatto alcuna esperienza; altre invece l’avevano maturata nel corso delle precedenti legislature. È avvenuta la nomina a Segretario dell’avvocato Donella Sacco, di Vice Segretario Domenico Mazza mentre la carica di Tesoriere spetta a Piero Fabiano; gli altri componenti del Direttivo: Bruni Luana, Ciambrone Franco, De Santis Angela,

I relatori e gli organizzatori

to economico. Come minoranza non ci piace osservare, ma vogliamo far proposte». Roberto Caligiuri ha asserito che spesso in Calabria «ci si limita a predicare, ma mai a praticare», mentre Nuccia Catanzaro ha fatto notare come «tutti i relatori siano del posto: una scelta non casuale». Tra l’uditorio anche la voce del mondo del commercio con le proposte di Mimmo Capellupo e Rosario Bubbo. Il primo ha auspicato il superamento di questa fase di stagnazione promuovendo «le attività artigianali, il settore informatico, il turismo», mentre il secondo vede di buon occhio «una casa di riposo per anziani o un’industria di Pellet». Tutt’ e due hanno denunciato le

condizioni pietose della viabilità provinciale. Per Giovanni Folino, assessore alla cultura è importante «sfruttare quel che si ha», fermo restando che la legalità, come ha detto anche Cesare Perri, è «il presupposto imprescindibile di ogni forma di sviluppo». E’ la prima volta che la Presidenza del Consiglio comunale organizza un siffatto incontro tra politica e società civile e, visti gli unanimi consensi, non sarà l’ultimo. Viaggio nel paese della speranza e dell’impegno, viaggio tra ideale e reale. Petronà pensa a ciò che è e anche a ciò che potrebbe essere: non ci si accontenta dell’esistente.

conferire direttamente al servizio assistenziale agli anziani e ai disabili: In sintesi il Comune ha esperito quanto era dovuto per legge per il reperimento delle operatrici prescegliendone dieci che rispondono ai criteri selettivi con una tipologia che favorisse oltre che la professionalità anche i particolari bisogni delle operatrici». Le linee di intervento del progetto sono state presentate nel corso di un’incontro tenutosi presso il Comune di Tiriolo e al quale hanno partecipato il Sindaco Domenico Greco, che si è detto molto soddisfatto dell’iniziativa e ha assicurato che si impegnerà per altre iniziative di uguale importanza, la Dott. ssa Loredana Calascibetta del Settore politiche Sociali del Comune di Catanzaro, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune Francesca Talarico e la presenza delle operatrici e le persone da assistere. Come ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali Francesca Talarico «si è data una particolare attenzione al progetto monitorando preliminarmente i reali bisogni del territorio e dei cittadini di Tiriolo appartenenti alla fascia della terza età, allo scopo di realizzare interventi mirati e utili a persone che versano in stato di particolare disagio psico-fisico e per sopperire alle necessità di una popolazione sempre più anziana».

BROGNATAURO ll fatto è successo lunedì in una strada di campagna. I due mezzi appartengono alla Sida

quarantina di chilometri da Vibo. I due mezzi, della ditta Sida di Lamezia Terme (Catanzaro), stavano rientrando in sede quando due uomini con il volto travisato hanno sparato i colpi di fucile. Le indagini sono condotte dagli agenti del Commissariato della polizia di Serra San Bruno e della squadra mobile di Vibo Valentia. (Ansa)

Vincenzo Bubbo

«Istuituire il premio “La civiltà del gusto”» Torre di Ruggiero, avv. Giuseppe Pitaro ha scritto al sindaco di Tropea, al sindaco di Pizzo Calabro, al presidente del Consorzio della “Cipolla Rossa” di Tropea, al presidente del Consorzio “Tartufo Artigianale” di Pizzo Calabro e al presidente del “Consorzio Nocciola Calabria” di Torre di Ruggiero quanto segue: «premesso che ormai la Cipolla Rossa, il Tartufo artigianale, la nocciola di Calabria da tempo costituiscono una precisa identificazione con i territori di produzione nel segno della qualità e delle unicità del prodotto, riteniamo sia indispensabile ed utile collegare le tre realtà di pregio dei tre Comuni con una proposta culturale di ampia dimensione con l’istituzione di un Premio Internazionale “la civiltà del gusto”. Il premio, superando i temi tradizionali dell’arte e della letteratura, ha lo scopo di far conoscere il territorio della Calabria ed in particolare quello dove operano i tre Consorzi, attraverso un viaggio nel gusto inteso

E’ partito “Sorridiamo Insieme”, progetto del Comune di Tiriolo TIRIOLO — Ha avuto iniziato nei giorni scorsi e, precisamente, il 10 febbraio scorso il servizio di prestazione socio-assistenziale diretto agli anziani e ai disabili che versano in condizioni di bisogno e di grave disagio sociale per circostanze materiali, fisiche e psicologiche. Il progetto denominato “Sorridiamo Insieme” presentato e curato direttamente dal Comune di Tiriolo - Assessorato Politiche Sociali - è stato finanziato dalla Regione Calabria Dipartimento 10 Settore Politiche Sociali con la somma di ventimila euro per l’annualità 2009, a fronte di una richiesta di sessantasettemila euro dal Comune, nel progetto originale. «L’Amministrazione Comunale - si legge in una nota - ha deciso di organizzare e curare direttamente le varie fasi dell’iniziativa sino alla completa realizzazione del progetto e ciò per rendere più facile monitorare le fasi del procedimento e vigilare sulla realizzazione degli obiettivi. I tagli imposti dalla Regione di quarantasettemila euro sull’importo richiesto non hanno consentito di affidare a terzi la gestione dell’evento. Un’associazione o una cooperativa o qualsiasi soggetto che fosse stato incaricato avrebbe dovuto affrontare delle spese che avrebbero inciso notevolmente sulle risorse disponibili diminuendo le somme da

TORRE DI RUGGIERO Per il sindaco, Giuseppe Pitaro, avrà lo scopo di far conoscere il territorio della Calabria

TORRE DI RUGGIERO — Il sindaco di

Falvo Arcangelo, Perri Giovanna, Perri Natasha, Tomaino Filomena, Tomaino Francesco, Tomaino Maria Grazia, Tomaino Maurizio. Entrano di diritto nel Direttivo i consiglieri comunali iscritti al Partito Democratico: Bruni Angelo, De Santis Giuseppe, Mazza Carla e Sirianni Mario. Inoltre, il direttivo sarà affiancato da una Commissione di Garanzia alla quale parteciperanno persone di esperienza provenienti dalle varie aree politiche confluite nel Partito Democratico. L’augurio è quello di lavorare bene impegnandosi per il paese e per i cittadini. Si cercherà di crescere culturalmente e politicamente nella sezione, e soprattutto, di far aumentare la partecipazione attiva dei giovani alla politica. Il nuovo direttivo - conclude la nota -, pur essendo guidato nelle linee politiche dai vecchi componenti, si propone di lavorare in maniera propositiva e di superare le barriere ideologiche in campo locale, attraverso un nuovo approccio più radicato alla comunità, questo grazie alla partecipazione attiva dei componenti del gruppo alla vita sociale».

come forma di civiltà, comunicazione e di conoscenza dentro e fuori dell’Italia. Annualmente il Premio selezionerà e premierà libri, volumi, saggi, documentari, servizi giornalistici su carta stampata o reportage fotografici relativi ad aspetti legati al cibo inteso sia come pietanza che come dolce. Non ricette, ma itinerari culturali attraverso le innumerevoli modalità della preparazione del cubo e del dolce intesi come cultura. In qualità di sindaco di Torre di Ruggiero

sento pertanto la necessita di rivolgermi alle SS. LL per avere consensi e impegni operativi già da concretizzare nell’anno 2009. Il premio annualmente si svolgerà a rotazione nei Comuni sede dei tre Consorzi. L’iniziativa è qualificata dalla collaborazione e disponibilità acquisita della Cattedra di Antropologia Culturale dell’Università “La Sapienza” di Roma, diretta dal prof. Luigi Lombardi Satriani, e dell’Università della Calabria con l’antropologo prof. Vito Teti.

Spari contro un camion per la raccolta dei rifiuti BROGNATURO — Alcuni colpi di fucile caricato a pallettoni sono stati sparati contro due camion di un'azienda che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nella zona delle Serre Vi-

I due autisti coinvolti nella sparatoria sono rimasti illesi

bonesi. I due autisti, coinvolti nella sparatoria, sono rimasti illesi. Il fatto è successo lunedì (ma la notizia si è appresa solo ieri) in una strada di campagna di Brognaturo, piccolo centro ad una


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 31

CALABRIA SQUILLACE Il 13 e 14 febbraio si è svolto un un seminario tenuto da Suraci, docenti di “Progettazione organizzazione e sicurezza nel cantiere”

I Corsi di aggiornamento dell’Efepir Calabria Tema fondamentale dell’incontro è stato il Piano Operativo di Sicurezza CATANZARO — L’Efepir Calabria

“Centro di alta formazione” previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro dell'edilizia ed affini, costituito dalle associazioni regionali artigiane e della cooperazione, dalla piccola industria e dalle oo. ss. del lavoro Cgil, Cisl, Uil con sede a Squillace ha attivato corsi di aggiornamento per professionisti e imprese alla luce del nuovo Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro che abroga con l’art. 304 il D. Lgs. 14/8/1996 n. 494 contenente l'attuazione della direttiva 92/57/Cee, concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili. L’Ente ha come presidente il dr. Tommaso Innocenti e come direttore il Dr. Gregorio Aversa i quali negli ultimi anni hanno dato nuovo impulso a tutte le attività formative: master, convegni internazionali e seminari in collaborazione con CATANZARO — Venerdì 20 e sabato

21 febbraio il “Teatro Politeama” e il “Cavatore” di Catanzaro saranno illuminati da luci e riflettori rossi. Questa è l’iniziativa nata e proposta da una collaborazione tra l’associazione socio culturale “Nuova Era”, il movimento civico “Catanzaro nel cuore” e il movimento giovanile “Gioventù Italiana”. «Non un evento carnevalesco, - spiega una nota - non una trovata pubblicitaria, ma una semplice, ma significativa iniziativa per ricordare che il 20 febbraio del 1909, lo scrittore Filippo Tommaso Marinetti pubblicava sul prestigioso quotidiano parigino Le Figarò il Manifesto del Futurismo, dando di fatto vita a quello che ormai è da tutti considerato il più grande movimento artistico del ‘900. Il 2009 è infatti l’anno del centenario del Futurismo, un movimento rivoluzionario, destinato a permeare ogni forma artistica, CATANZARO — Oggi presso il Salone di Rappresentanza della Camera di Commercio di Catanzaro, la Cia - Confederazione Italiana Agricoltori - ha tenuto un convegno su “Libro Unico e Mercato del Lavoro” nel settore agricolo. All’iniziativa hanno preso parte la Dott. ssa Roberta Mancini della Direzione Provinciale del Ministero del Lavoro, il dott. Francesco Leporace - Direttore Provinciale Inail, la Dott. ssa Giuseppa Martino - Responsabile del Centro dell’Impiego di Catanzaro, il dott. Franco Belmonte - Responsabile Servizi Cia Calabria, la dott. ssa Claudia Merlino-Responsabile Cia Nazionale Mercato del Lavoro. Di rilievo, inoltre l’intervento di Filippo Capellupo, Presidente della Commissione Provinciale per l’emersione del lavoro irregolare, e di Daniele Gualtieri della Fai-Cisl. Franco Lucia, Presidente della Cia Provinciale, in apertura dei lavori ha messo in risalto il profondo stato di disagio economico che attanaglia da tempo il settore agricolo: «Siamo di fronte ad una crisi devastante, con le imprese agricole che per troppi anni consecutivi presentano bilanci in rosso. Abbiamo chiesto al Ministro un intervento serio, radicale ed incisivo, altrimenti il numero di aziende costrette a chiudere i

le università calabresi, in quanto ente riconosciuto ed accreditato dai Ccnl dell’edilizia ed affini. L’Ente opera in Calabria per conto dell’Edilcassa Regionale Calabrese, la quale associa 1200 imprese edili, che operano nei contratti collettivi di lavoro, come tale l’Efepir assiste le imprese medesime nella formazione di specifiche figure professionali. Si avvale della collaborazione continua di ricercatori, consulenti, esperti e docenti universitari a livello nazionale e ordini professionali. In questo contesto il 13 e 14 febbraio 2009 ha organizzato un importante seminario tenuto dal prof. Francesco Suraci, docente di “Progettazione organizzazione e sicurezza nel cantiere”, presso l’università Mediterranea di Reggio Calabria sui temi del piano operativo di sicurezza, sul documento di valutazioni dei rischi da interferenze e sul fascicolo di sicurezza. In questa occa-

pimento amministrativo, in mancanza del quale la ditta operatrice viene sanzionata, ma soprattutto un documento essenziale ed indispensabile al fine di prevenire, limitare e ridurre al minimo i rischi ed in grado di fornire una serie di elementi indicativi di comportamento e indirizzo sulla sicurezza. Il Pos - continua la nota -, contrariamente al piano di sicurezza e coordinamento, che in alcuni casi non è obbligatorio redigere, deve essere sempre redatto da tutte le imprese che entrano in un cantiere temporaneo o mobile per svolgere il proprio lavoro. Quindi il Pos deve essere sempre presente in cantiere. Si parla di piano operativo (Pos) in presenza del piano di sicurezza e coordinamento (Psc) di cui è un'integrazione; quando non c'è il Piano di Sicurezza e Coordinamento il Piano Operativo viene definito Piano Sostitutivo di Sicurezza

(Pss). Oltre al progetto della sicurezza cantiere sono state trattate le novità del testo unico sulle varie figure professionali coinvolte nel processo edilizio anche per quanto riguarda l’ idoneità tecnico-professionale dell’impresa affidataria, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, che il committente, ai sensi dell’art. 90 comma 9 lettera a) dello stesso Testo Unico, è tenuto a verificare in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare, essa è esplicitamente definita come “il possesso di capacità organizzative, nonché di disponibilità di forza lavoro, di macchine e di attrezzature, in riferimento alla realizzazione dell’opera” ed in più, nell’allegato XVII al Testo Unico conclude la nota - viene altresì indicata la documentazione che le imprese stesse devono esibire al committente o al responsabile dei lavori per attestare la loro idoneità tecnico-professionale».

CATANZARO L’iniziativa sarà realizzata, venerdì e sabato, per ricordare il centenario della nascita del Futurismo

ed elemento primo del movimento, rappresenta, meglio di ogni altro, lo spirito ribelle e anticonformista del Futurismo. Un tocco di colore per ricordare e celebrare e per invitare l’opinione pubblica a riflettere su un colore amato da chi è ottimista, combattivo, passionale, entusiasta, estroverso e autonomo che per due giorni illuminerà simbolicamente un tessuto sociale e politico “forse” troppo scuro».

Oltre al progetto della sicurezza sono state trattate le novità del testo unico sulle varie figure professionali sione in presenza di molti professionisti, ingegneri, architetti, geometri il relatore ha voluto evidenziare come il Piano Operativo di Sicurezza (pos) è un documento, redatto dal datore di lavoro, in cui devono essere riportate le informazioni relative a quello specifico cantiere e valutati i rischi a cui sono sottoposti gli addetti dell'impresa. «Il Pos - si legge in una nota - non deve quindi costituire unicamente un adem-

Politeama e Cavatore si illuminano di rosso che riuscì, nei primi anni del ‘900, a due secoli di distanza dall’età del Barocco, a far tornare l’Italia ed essere protagonista, promotrice e fautrice di una tendenza artistica di portata mondiale; un movimento che, ad oggi, rimane l’ultima espressione rivoluzionaria, nel panorama culturale internazionale, del nostro Paese. Da quel lontano 20 febbraio 1909 sono passati cento anni e riteniamo che anche Catanzaro, come altre città italiane e tante capitali europee, debba prepararsi a celebrare il primo secolo di vita di questo movimento. Per questo è in cantiere, per il mese di Aprile, una settimana di celebrazioni ed approfondimenti dal titolo: “Catanzaro ed il Centro fu-

turista”. Un’ iniziativa che sta coinvolgendo nella sua organizzazione: associazioni, scuole, movimenti e tanti giovani artisti catanzaresi, che interesserà l’intero centro storico della città, ma non solo, e che vedrà la partecipazione di esperti, studiosi, appassionati e protagonisti del movimento artistico a partire, piccola e curiosa anticipazione, da Graziano Cecchini, resosi noto al pubblico, per la famosa azione dimostrativa che tinse di rosso Fontana di Trevi di Roma o ancora per il mezzo milione di colorate palline “lasciate cadere” sulla scalinata di Piazza di Spagna della Capitale. In attesa della definizione della settimana futurista non potevamo far passa-

re inosservata la data del 20 Febbraio; da qui l’idea di far illuminare due simboli della città dal colore che certamente, riproducendo in se e nella propria vivacità l’elemento dell’azione, filo conduttore

Pugliese- Ciaccio «Il Segretario Aziendale Oscar Tommasini ha espresso con una nota indirizzata al Direttore Generale dell' Azienda «la viva soddisfazione per il completamento dell'iter per la copertura delle figure apicali, ormai da molti anni, mancanti». «Iter conclusosi ultimamente con la nomina dei direttori di Struttura Complessa di Chirurgia Vascolare - Chirurgia D'urgenza- Chirurgia Plastica- Chirurgia Toracica - Laboratorio Analisi-Ematoncologia Pediatrica - Malattie Infettive e la scelta nominativa, rappresenta un giusto ricoscimento, di professionalità e competenza per coloro i quali, per anni, si sono adoperati per condurre nel migliore dei modi tali strutture». «Naturalmente - continua la nota - ci sia pure un iter per la individuazione degli spazi, dove tali Soc riferendosi specificatamente alle nuovespecialità chirurgiche, dove possano esprimere al meglio le loro potenzialità professionali, dotandole ovviamente di uomini e mezz. i»

CATANZARO Il Presidente Lucia ha messo in risalto il disagio economico che attanaglia da tempo il settore agricolo

Incontro Cia sul mercato del lavoro

battenti aumenterà in maniera esponenziale». Sempre Presidente Lucia, ha evidenziato che la crisi stessa rappresenta un’occasione per sciogliere nodi, ossia risolvere problemi, che difficilmente si riuscirebbero ad affrontare con determinazione in periodi di opulenza, come ad esempio il mercato del lavoro. La relazione introduttiva è stata esposta da Natalina Rotella, Responsabile Lavoro della Cia Provinciale che ha illustrato gli adempimenti del Libro Unico e le problematiche connesse. La fase attuativa del Libro Unico del Lavoro può essere riassunta in tre punti: la semplificazione delle norme rendendole flessibili tenendo conto della peculiarità del settore agricolo in quanto per tale settore si chiede di rimanere sull'obbligarietà della registrazione delle presenze per giornate lavorative senza dover indicare le ore o le assenze; la soppressione della denuncia aziendale in quanto si tratta di un costo aggiuntivo visto che la Pubblica Amministrazione ha già tutti i dati necessari nella propria banca dati, ad esempio Agea; la semplificazione si traduce in meno irregolarità. Ad esempio il lavoro accessorio ha fatto emergere il lavoro sommerso tutelando i diritti dei lavoratori che non trovano inquadramento nei vari contratti di lavoro.


Pag. 33

APPUNTAMENTI il Domani

Mercoledì 18 Febbraio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

TAVERNA Per la prima volta il comune silano alla Borsa Internazionale del Turismo, dal 19 al 22 febbraio a Milano

La patria di Mattia Preti alla Bit Realizzata per l’occasione una pubblicazione divulgativa per promuovere l’immagine della città TAVERNA — Per la prima volta il Comune di Taverna alla Borsa Internazionale del Turismo. Dal 19 al 22 febbraio 2009 nell’ambito del Padiglione 7 del “Villaggio Calabria”, presso lo stand c.39 l’Amministrazione Comunale ed il Museo Civico di Taverna presenteranno le eccellenze della patria di Mattia Preti con lo slogan “Taverna città d’arte della Calabria – Itinerari di Cultura e Natura”. Questa prima prestigiosa presenza del Comune di Taverna alla Borsa Internazionale del Turismo, ospitata dal capoluogo lombardo, intende promuovere l’eccezionale patrimonio naturalistico ed artistico presente nel vasto territorio del borgo presilano.

Per l’occasione, a cura della direzione del museo civico è stata realizzata una pubblicazione divulgativa che invita a visitare la Sila tavernese; gli antichi edifici ecclesiastici; le collezioni del museo; le opere del M. a. c. a. t. Museo d’Arte Contemporanea all’Aperto di Taverna; le Vie della Poesia. Per curare e promuovere l’immagine della città di Taverna saranno presenti nello stand della Bit di Milano il Sindaco di Taverna Sebastiano Angotti, il Consigliere Comunale Santo Scalzo e il Direttore del Museo Civico Giuseppe Valentino. r. s.

La scultura di Drei Danzatrice col cerchio

Pacifico con “Dentro ogni casa tour” in concerto a Rende e Feroleto Antico RENDE — Domani sul palco del

Piccolo Teatro Unical di Rende e venerdì 20 febbraio a Feroleto Antico, presso Il Casale, due nuove date del “Dentro ogni casa tour” di Pacifico. Il tour segue l’uscita del nuovo disco di inediti “Dentro ogni casa”, pubblicato il 16 gennaio dalla Sugar Music di Caterina Caselli. Con Pacifico suoneranno Alber-

to Fabris (elettronica e contrabbasso) e Gianluca Mancini (pianoforte). La scaletta che Pacifico propone al pubblico comprende brani tratti dal nuovo album alternati a successi del passato. Il cantautore mette in scena ogni sera un vero e proprio spettacolo rendendo vive le sue canzoni attraverso giochi di immagini e di parole.

Pacifico

ROSSANO Sei sono gli spettacoli previsti in cartellone dalla commedia brillante al balletto

Parte la Stagione Teatrale 2009 Stasera di scena il “Divo Garry” ROSSANO — Parte la Stagione

Teatrale 2009. Questa sera di scena il Divo Garry con Gianfranco Jannuzzo e Daniela Poggi. Alle ore 21 al via, la stagione teatrale 2009 organizzata dal Comune di Rossano in collaborazione con l’Associazione culturale “Generazione Futura” e lo sponsor Fifth Avenue di viale Michelangelo. Sei sono gli spettacoli previsti in cartellone, che spaziano dalla commedia brillante, al balletto fino al musical con orchestra. Giovedì sarà di scena il “Il divo Garry” di Noel Coward con Gianfranco Jannuzzo e Daniela Poggi, adattamento di Masolino D’Amico, regia di Francesco Macedonio. “Il divo Garry” è indubbiamente una commedia brillante, un po’ cinica, in grado di far ridere il pubblico portando alle estreme conseguenze il comportamento di una star del teatro inglese degli anni ’30 e del suo entourage. Gary Essendine è infatti un attore di successo, giunto all’apice ma terrorizzato all’idea di un declino artistico e fisico, preso dalla mania di mantenere la propria immagine, nascondendo il suo debole per le belle donne. È ap-

punto con una di queste, Daphne Stillington, che il pubblico viene introdotto nello studio del divo, centro d’incontro per tutti i personaggi che sembrano ruotare intorno a lui. Daphne è forse il ritratto della ragazzina innamorata del suo idolo, sufficientemente ingenua da non capire quanto cinico sia lui, ma anche sufficientemente tenace da insistere a imporgli la sua presenza. Il viso dolce di Alberta Izzo, unito alla ma-

gistrale interpretazione, favorisce questo tipo di sensazione rispetto al personaggio, cui sembra fare da contraltare l’affascinante e arrivista Joanna. Il contrasto tra le due ragazze è sottolineato dal parallelismo tra i risvegli delle due in casa Essendine, costruiti da un abile gioco di regia. La trama scorre in maniera fluida, tra un equivoco e un contrattempo cui il protagonista si trova a far fronte, con cinica ironia, ma mai da solo. Garry è infatti sempre spalleggiato da coloro che crede dipendere da lui, ma che sono i veri artefici della sua fortuna, gli amici nemmeno troppo disinteressati che nascondono, sopportano e contengono i suoi eccessi. Prime fra tutti, l’ex moglie Liz e la segretaria Monica, rispettivamente interpretate da Daniela Poggi e Paola Bonesi, che rendono nella giusta dose la durezza, l’astuzia e l’eleganza dei loro personaggi. Il resto bisogna scoprirlo a teatro. E’ ancora aperta la campagna abbonamenti mentre i biglietti si possono acquistare nei tre giorni antecedenti lo spettacolo presso il botteghino del teatro San Marco.

Calendario per raccontare l’“Infiorata” di Potenzoni BRIATICO — Ci sono proprio tutti i milioni di petali colorati di Potenzoni in questo Calendario 2009, dedicato esclusivamente all’Infiorata, prodotto e distribuito in questi giorni, in leggero ritardo, a tutta la comunità. Il calendario, stampato per i tipi delle edizioni Grillo di Zambrone, è stato curato da Francesco Benito Artesi, Francesca Artesi, Nadia Berardi, Daniela Calzone, Enzo Calzone, Domenico Comerci e Francesco Scordamaglia, componenti della neo costituita Commissione operativa pro infiorata. Il patinato calendario, a colori e di grande formato, si compone di otto pagine che raccontano, per immagini, dell’opera dei bravi infioratori del paese e dei sedici lunghi anni dei quattro rioni del piccolo borgo, frazione di Briatico: Rione Agave, Rione Chiesa, Rione Glicine e Rione Torre. Quattro rioni che, in attesa della diciassettesima edizione dell’infiorata, vivono nella quotidianità ma già pensano all’organizzazione di un evento che annualmente riesce a richiamare migliaia di persone. Con questo calendario 2009 l’effimera opera degli infioratori si prolunga nel tempo e per tutto un anno, attraverso le pagine che illustrano i ventidue colorati tappeti di petali scelti tra centinaia di immagini conservate. Sono vere e proprie

opere d’arte popolare, sempre uniche e irripetibili, che durano purtroppo solo il tempo di un pomeriggio e di una processione del Corpus Domini ma che si proiettano nel futuro e nella memoria collettiva attraverso la ripetibilità delle immagini catturate, degli scatti fotografici, delle riprese dei video e dei filmati, dei tanti articoli di stampa pubblicati e dei servizi televisivi messi in onda. Sul calendario duemilanove, in prima pagina campeggia il Santissimo, l’ostensorio del Corpus Domini, vero simbolo ed essenza della stessa infiorata potenzonese. Una manifestazione giunta quest’anno alla 17a edizione, con la professionalità raggiunta dai maestri infioratori, che non ha nulla ha da invidiare alle analoghe manifestazioni che si svolgono in Italia, a Genzano e Noto. Nelle pagine che seguono tanti bellissimi rosoni e tappeti infiorati con i simboli dell’iconografia cristiana, la processione della confraternita che accompagna il santissimo, i preti, la banda, i fedeli e i visitatori. Alla fine nell’ultima pagina, l’immagine più bella: l’ostensorio che passa per primo sul tappeto di fiori, è la soglia simbolica del varcare, del passare di Cristo per le strade infiorate di Potenzoni, piccolo paese della Calabria che per un giorno diventa speciale.

In breve... A Petronà il Carnevale 2009 L’associazione Insieme onlus organizza, in collaborazione con il Comune di Petronà, la settima edizione “Carnevale insieme”. La manifestazione si terrà nella palestra comunale domenica prossima dalle ore 15. Il programma: sfilata e concorso con premiazione delle mascherine; consegna attestati di partecipazione; estrazione lotteria di Carnevale; degustazione dolci di carnevale. C’è il concorso miss Carnevale 2009 e verrà premiata anche la maschera più fantasiosa creata artigianalmente. Cosenza, Scuola a Cinema Per il quarto appuntamento della Scuola a Cinema sarà proiettato oggi al Supercinema Modernissimo di Cosenza, alle 14.30, per gli studenti degli istituti superiori di Cosenza il film di Pupi Avati "Il Papà di Giovanna". Il regista è stato ospite nel mese di ottobre al Supercinema Modernissimo e per l'occasione aveva presentato la pellicola.


34 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO La kermesse carnascialesca organizzata dall’Assessorato al Turismo sbarca su internet all’indirizzo www.carnevaledamare.it

Il “Carnevale d’Amare” è on line Venerdì prossimo su corso Mazzini, domenica a Soverato e sul lungomare di lido CATANZARO — E’ on-line il nuovo sito

internet interamente dedicato al “Carnevale d’Amare”. La kermesse carnascialesca organizzata dall’Assessorato al Turismo, guidato da Roberto Talarico, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Regione Calabria così come è stato fatto per i precedenti eventi, ha allestito questo nuovo spazio virtuale dedicato alla festa più colorata e allegra della stagione invernale. Basta digitare sul proprio computer l’indirizzo www. carnevaledamare. it ed innumerevoli e piacevoli sorprese si sveleranno agli occhi dei visitatori che avranno voglia di vivere e scoprire questo imperdibile evento. Il portale monotematico della manifestazione è un vero e proprio contenitore di iniziative, curiosità, informazioni utili. Graficamente accattivante, colorato ed interattivo, il sito possiede tutte le informazioni necessarie per potersi muovere all’interno della grande manifestazione che si svolgerà nelle giornate di venerdì 20 febbraio sul corso di Catanzaro, domenica 22 su corso Umberto a Soverato e domenica 1 marzo sul lungomare di Catanzaro. Molto attesa nel Capoluogo di Regione, la grande festa notturna, con inizio alle ore 21:30 su corso Mazzini. Nel salotto buono della città saranno allestiti diversi palchi a cura delle principali discoteche catanzaresi che proporranno diversi generi musicali e animazione con ospiti di caratura nazionale. Per accedere all’evento, però, sarà necessario vestirsi in costume, al fine, di creare un’atmosfera allegra e

“La crisi della fiducia”, a Rende il libro sul terremoto economico RENDE — Oggi alle ore 17:30 al

L’homepage del sito www. carnevaledamare. it

Nella Perla dello Jonio l’evento di punta si svolgerà a partire dalle ore 15 e l’organizzazione sarà, come ogni anno, demandata ai quartieri storici della città

partecipativa. A Soverato, invece, l’evento di punta si svolgerà a partire dalle ore 15 e l’organizzazione sarà, come ogni anno, demandata ai quartieri storici della Perla dello Jonio: Arenile, Bonporto, Suvararu, Corvo, Canamante e Torrazzo. Lo spettacolo dei carri, accompagnati da musica e coriandoli, da gruppi mascherati, svariate bande musicali, majorettes e saltimbanchi faranno da allegra cornice alla manifestazione. “Carnevale d’Amare” si concluderà l’1 marzo sul lungomare di Catanzaro con la tradizionale sfilata dei carri allegorici che colorerà e animerà il quartiere marinaro. Tutti i dettagli della manifestazione, notizie, curiosità, possono essere reperite su www. carnevaledamare. it

REGGIO CALABRIA Tratto dal testo teatrale “Frammenti tellurici” di Domenico Loddo in scena per le scuole cittadine

Al Cineteatro Odeon “1908, ore 5,20 Terremoto” REGGIO CALABRIA — E’ da ieri che

lo spettacolo “1908, ore 5,20 Terremoto” della compagnia Officine Joniche delle Arti viene rappresentato per le scuole della città al Cineteatro Odeon. La pièce teatrale sul terremoto del 1908 ha debuttato con notevole successo di pubblico il 14 dicembre 2008 presso il Museo dello strumento musicale di Reggio Calabria, all’interno del Festival Calabria Palcoscenico 08 con la direzione artistica di Giancarlo Cauteruccio. Viene oggi riproposta agli studenti degli istituti reggini allo scopo di offrire una prospettiva diversa ai percorsi didattici che le varie scuole hanno attuato in occasione del centenario del sisma, attraverso la rappresentazione artistica di un evento storico radicato nella coscienza e nella memoria collettiva. Tratto dal testo teatrale, Frammenti tellurici di Domenico Loddo (Città del Sole Edizioni, che firma insieme a Maria Milasi la sceneggiatura, questo spettacolo rappresenta l’incontro tra una compagnia di recente fondazione e un autore calabrese, già segnalatosi alla critica come scrittore geniale e versatile con Esercizi materiali (Città del Sole Edizioni, 2007). La regia è di Americo Melchionda, in scena anche come attore insieme alla stessa Maria Milasi, Alessio Praticò e Kristina Mravcova. Lo spettacolo “1908 ore 5,20 Terremoto ”, rispondendo anche ad un’esigenza intrinseca al testo “Frammenti Tellurici”, si compone attraverso sovrapposizioni di immagini, parole, ricerche sonore. I video ricostruiti in forma documentaristica e fotografica, si sovrappongono agli attori che in scena diventano, in repentine successioni di quadri, attori-narratori e attori-interpreti. Il generale Francesco Antonio Maz-

za, il maggiore Carlo Tua, gli incrociatori Makaroff, Slava, Cesarevic, la brigata Torino, le note dell’Aida messa in scena la sera del 27 dicembre al teatro Vittorio Emanuele di Messina, i fratelli Melissari, le previsioni del cardinale Gennaro Portanova, si mescolano alle cronache contraddittorie, alle testimonianze, alle leggi speciali del discusso periodo giolittiano, alle lingue straniere e ai suoni dialettali nella babele dei soccorsi, per formare un coacervo di solitudini, vuo-

te e perse, di tante storie spezzate, di uomini e donne comuni che il destino ha consegnato al silenzio e che oggi possono rivivere nel ricordo di chi della loro morte è, comunque, inesorabilmente, erede. Lo spettacolo sarà riproposto nelle date del 26 e 27 febbraio in due nuove matinée per le scuole, invitate a partecipare numerose, affinché la cultura teatrale possa trovare soprattutto tra i giovani sempre più spazio.

GIOIOSA JONICA Sabato 21 febbraio la compagnia “Sosia e Pistoia”

“Da giovedì a giovedì” GIOIOSA JONICA — Il teatro “Gioio-

sa” di Gioiosa Jonica presenta sabato 21 febbraio alle ore 21 la compagnia “Sosia e Pistoia” in “Da giovedì a giovedì” di Francesco Andreotti, Marco Marzocca e Stefano Sarcinelli Con Marco Marzocca, Stefano Sarcinelli e Max Paiella per la regia di Francesco Andreotti. Il Cabarettista e la sua spalla prendono di mira, in maniera ironica e scanzonata, tutti i tic, le manie e le contraddizioni di noi italiani servendosi di una galleria di personaggi ormai noti al grande pubblico. Vedremo dunque sfilare un politico improvvisato nei panni de il "Notaio" del Pippo Chennedy Show con lui avremo sempre e solo "Tre Opzioni" proporrà la bozza della Nuova Sana e Robusta costituzione italiana, lasciandosi poi trasportare dai ricordi dei beni tempi andati. Una pausa a cura del nostalgico cantautore Tek che si esibirà in surreali canzoni e si arriva al personaggio più atteso: il fi-

lippino Ariel con le sue maldestre pulizie e l'esilarante resoconto di tutti i disastri che è stato in grado di combinare. Le caratterizzazioni di Marco riescono a dar vita così ad una movimentata ed esilarante serie di sketches ispirati alla tradizione della comicità italiana. Marco Marzocca è un attore che nel corso della sua carriera si è prestato ad interpretare molti volti, tutti simpatici ed incisivi che hanno divertito e che continuano a divertire i telespettatori di ogni fascia d’età. Lo spettacolo porta all’attenzione del pubblico una miscellanea dei personaggi che ha più amato inseriti nel contesto di un autentico spettacolo che ha un senso compiuto ovvero un inizio e una fine. Non ha la pretesa di essere una commedia e di passare alla storia per tale, ma non ha nulla a che fare con i tre minuti televisivi cui il pubblico si è abituato vedendo Zelig o Bulldozer o trasmissioni comiche.

Dam Università della Calabria la presentazione del libro “La crisi della fiducia” (Ed. Etas 2008) di Pierangelo Dacrema. Un volume che racconta il 2008, l'anno del terremoto economico: l'edificio della finanza globale è crollato, e tutti hanno potuto constatare sino a che punto fosse costruito con materiali scadenti e friabili. Di chi è stata la colpa? Politici, organi di controllo, banchieri senza scrupoli sono stati di volta in volta additati come responsabili della crisi. Ma ancora non era stato messo a fuoco il ruolo centrale delle grandi agenzie di rating, la cui missione di "dare i voti" ai titoli e a chi li emette avrebbe dovuto guidare e proteggere gli investitori. I mercati finanziari sono stati invasi da una valanga di titoli dal contenuto indecifrabile, spesso collegati a mutui americani di bassa qualità. Nessuno li avrebbe comprati se gli investitori non fossero stati rassicurati da tante triple A, marchi di garanzia rilasciati dai monopolisti del mercato del rating: Standard & Poor's, Moody's e

Pitch. Questo è un libro sulla fiducia tradita. Una fiducia che è stata riposta in chi, per professione, formula opinioni sulla qualità e sull'affidabilità di una massa colossale di strumenti finanziari più o meno complessi e innovativi. Una fiducia, come si è scoperto d'improvviso, accordata a chi ha commesso errori imperdonabili. Con un linguaggio accessibile a chiunque, Pierangelo Dacrema racconta l'evoluzione della più grave crisi finanziaria di tutti i tempi, ne individua cause vicine e lontane, trae insegnamenti da quanto è accaduto, indica una via da seguire affinché eventi così drammatici non si ripetano. L’Associazione culturale Entropia organizza la presentazione del libro per oggi nella sala teatro del Dam (Ed. Polifunzionale, Università della Calabria) alle ore 17:30. Alla discussione parteciperanno, oltre all’autore, Franco Piperno e Antonella Dodaro. La discussione sarà moderata dalla giornalista Daniela Ielasi. Michela Vellone


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 35

APPUNTAMENTI CALABRIA Herlitzka incanta il pubblico delle Preserre catanzaresi con la tragedia di Sofocle e l’eterna angoscia dell’esistenza umana

Il tormento di Edipo a Chiaravalle Un’altra perla per il teatro “Tempo Nuovo” con il capolavoro artistico di Ruggero Cappuccio CHIARAVALLE — Quando un interprete anticonvenzionale, sublime e scarnificato come Roberto Herlitzka incontra una drammaturgia visionaria e lirica come quella di Ruggero Cappuccio il capolavoro artistico è assicurato come è accaduto per “Edipo a Colono” trasformato in un assolo per una prova d’attore unica ed impedibile, proposta al Teatro tempo Nuovo con la regia dell’autore L’esempio tragico di partenza in cui Sofocle trasfonde la quintessenza dell’esilio e del dolore umano costituisce un paradigma inimitabile che ha saputo esprimere le radci e le conseguenze dell’angoscia terrena rimanendo scolpito nella storia della cultura occi-

dentale. Il testo di Cappuccio recupera l’altezza dell’indagine originale con una scrittura addensata nel mondo sonoro di endecasillabi e settenari, disposta a snodarsi come la spina dorsale di una lingua italiana antichissima e moderna erosa dal suo interno da siciliano e napoletano. Così la storia di Edipo si carica imprevedibilmente di una vitalità ferina, in cui il mondo basso materiale e corporeo alimenta e nutre la natura stessa della necessità poetica. Nella partitura concepita per Roberto Herlitzka, la figura di Edipo si emancipa dalla distanza temporale come da ogni connotazione epocale per diventare un uomo eternamente coevo, assediato dai

Ruggero Cappuccio in “Edipo a Colono”

fantasmi che lo perseguitano e che egli stesso si permette di evocare. L’uccisione di un padre, l’incesto, la perdita del potere, l’accecamento volontario testimoniano, sintetizzano e raccontano i drammi persistenti dell’umano attraverso la mutevolezza dei secoli. Laio, Giocasta, Antigonr, Eterne, Polinice, Cleonte sono le apparizioni inquietanti della mente dilaniata di Edipo come di ogni individuo e vengono incontrati ed analizzati alla stregua di quei nodi irrisolvibili che determinano il bisogno di annegare nella sofferenza e nell’ingiustizia per riuscire faticosamente e misurarsi con la sfida al più alto dei misteri delle colture ellenistiche e

moderne: essere se stessi. La parola insegue il rovello di azioni già commesso, suggella il pensiero di scoperte sempre troppo tardive ed invita alla condivisione di una cerimonia laica e tuttavia quanto mai sacra come quella di un teatro che insegna a vivere meglio la condizione umana. L’impianto figurativo con le scene di Mimmo Palladino viene arricchito con i burattini di Ciro Damiano, i Costumi di Carlo Poggioli, le luci di Michele Vittoriano e l’allestimento musicale di Carlo Martinelli. Alla fine di tutto, un pubblico entusiasta, tutto in piedi tributa all’attore lunghissimi applausi. Un’altra perla per Tempo Nuovo.

REGGIO CALABRIA Il 20 febbraio presso la Sala di San Giorgio al Corso un incontro che prevede la lettura dell’opera di Marinetti ACRISabato 21 febbraio presso la Sala Conferenze della Fondazione Padula

Serata futurista, a 100 anni dal manifesto Le vite parallele di Plutarco REGGIO CALABRIA — Era il 20 febbraio del 1909. Sul giornale francese "Le Figaro" veniva pubblicato, a firma di Filippo Tommaso Marinetti "Il Manifesto del Futurismo". Nasceva così, anzi esplodeva, con fragore, nella cultura europea ed italiana, il Futurismo, quel complesso e articolato movimento artistico, letterario, di costume e politico che ha costituito, al di là dei concreti risultati raggiunti, forse il più grande apporto che l’Italia nel Novecento abbia dato all’arte e alla cultura europea. Per l’anniversario l’Associazione Culturale Anassilaos dedica una Serata Futurista che si terrà il 20 febbraio, a cento anni esatti dalla pubblicazione marinettiana, alle ore 21 presso la Sala di San Giorgio al Corso. Un incontro che prevede la lettura integrale, in italiano e francese, del manifesto, dei manifesti futuristi più significativi, delle poesie futuriste e la visione di diversi documentari realizzati dallAnassilaos con la partecipazione di Katia Aricù, Biagio D’Agostino, Daniela Pericone, Antonella Postorino, Giacomo Mar-

“Dickens e l’epoca vittoriana” per “I giovedì del Teatro“ al Politeama di Catanzro CATANZARO — Domani alle ore 17,30, al foyer del Teatro Politeama, la professoressa Daniela Faccio darà avvio al progetto “I giovedì del Teatro: il romanzo europeo”, tenendo la conferenza sul tema “Dickens e l’epoca vittoriana”, organizzata dall’Associazione degli Amici del Politeama insieme con il Rotary Club di Catanzaro. Daniela Faccio, professoressa di lingua e letteratura inglese, oltre ad aver coperto l’incarico di presidente della Fidapa di Catanzaro, vanta un curriculum di elevato spessore qualitativo e di alta considerazione per le eccellenti e varie esperienze professionali conseguite. “I giovedì del Teatro” proseguiranno giorno 26 con il tema “Verga: il ciclo dei vinti”, a cura di Luigi La Rosa. Il 5 marzo sarà la volta di Maurizia Maiano con il “Faust di Goethe “. Il 12 marzo Luisa Bressi con “ Scott e il romanzo storico inglese”. Si riprenderà il 2 aprile con Luigi La Rosa su ”Manzoni e I promessi sposi”. Concluderà Fernanda Tassoni con “Flaubert”.

Filippo Tommaso Marinetti

cianù, Gloria Oliveti, Pino Papasergio, Caterina Scopelliti. Si tratta di un primo incontro cui farà seguito il 27 febbraio a Roma un Convegno promosso dal Sodalizio reggino insieme alla Società Chimica Italiana e il 31 marzo, a Reggio Calabria, nell’ambito delle manifestazioni per la Festa dalla Donna, un Incontro sulle donne futuriste. Altri incontri di approfondimento sono in via di organizzazione per tutto il

2009. Al pubblico presente sarà data in dono una cartolina celebrativa dell’evento con l’annullo filatelico. Una attenzione questa dell’Associazione reggina che nasce anche dalla constatazione che al Movimento futurista hanno dato un contributo notevole non soltanto Boccioni, nato a Reggio Calabria, ma anche futuristi di gran valore quali i reggini Enzo Benedetto e Geppo Tedeschi. A dimostrare quanto il Futurismo abbia avuto la volontà di travolgere e sconvolgere la società italiana interpretandone, o sperando di interpretarne, esigenze e bisogni, è sufficiente analizzare l’insieme dei Manifesti e delle prese di posizione assunti dai Futuristi in ogni campo, artistico e scientifico, finanche nella cucina, che si sono susseguiti tumultuosamente dal 1909 fino al 1940, data della "matematica Futurista"che si voleva fondata sulla relatività e la geometria non euclidea. Nello stesso 1909 abbiamo il Primo Manifesto politico, a firma di Marinetti, scritto in occasione delle elezioni generali, che dimostra fin dall’inizio il proposito di intervenire nell’attività politica.

ACRI — Le Vite Parallele di Plutarco hanno stimolato ed ispirato questo “confronto” ricco di similitudini e affinità tra due illustri figli della Calabria, entrambi di Acri, Vincenzo Padula e Silvio Vigliaturo. Il titolo del Convegno, che si terrà sabato 21 febbraio alle ore 17, ad Acri, presso la Sala Conferenze della Fondazione Padula, ne è la conferma: Vincenzo Padula e Silvio Vigliaturo o della trasparenza. I due personaggi, distanti nel tempo e per attività culturali – poeta, sacerdote e politico del secolo XIX l’uno; artista contemporaneo di respiro internazionale l’altro – sono accomunati da una connotazione essenziale, la “trasparenza”, che ha diverse implicazioni, da quella di adamantina coscienza morale, alla fluidità del verso e della luce, nonché la musicalità presente nel vetro o nella sospesa meditazione della ceramica di Vigliaturo, come nelle accensioni cromatiche di Padula, delicato e sanguigno nell’azione politica come nei componimenti poetici. È un grande evento non solo per l’importanza dei personaggi trattati, ma anche per il suo significato politico: l’intenzione di restituire l’immagine di una Calabria vincente, rigorosa e moralmente sana, di grande spessore cultura-

le e fascino, che sa imporsi, relegando nell’oblio gli scarti e le improvvisazioni di una Calabria da clichè, comoda per piangersi addosso o per avere alibi di ruberie. A parlarne saranno Giuseppe Abruzzo e Gianni Mazzei. Modera Giuseppe Cristofaro, presidente della fondazione V. Padula. Porteranno i saluti: il sindaco della città di Acri, Elio Coschignano, il presidente dell’UCAI Maria Credidio e il rappresentante del centro di studi internazionali deradiani che ha voluto fortemente questa iniziativa. Parafrasando l’immortale conterraneo Tommaso Campanella, questi illustri figli della Calabria, protagonisti del convegno del 21 febbraio, veramente fanno sentire tutti noi, Padula con la sua poesie e Vigliaturo con la sua Arte, “versatili, generosi, sognatori, audaci”. Sicuramente Silvio Vigliaturo – testimonial dell’Università della Calabria insieme a Versace e a Sacco – porta nel mondo questa Calabria, radicata nel suo cuore e nella trasparenza della sua mente. Una terra riscattata dalle ingiustizie e dalla miseria, attraverso un’arte che sa equilibrare pensiero e forma e ha sempre, nella sua autenticità, elementi di profezia e di utopia da vivere nel quotidiano.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844

AZIENDA LEADER NEL SETTORE DI VENDITE ORGANIZZAZIONE E RAPPRESENTANZE DI MACCHINE EDILI INDUSTRIALI E STRADALI

R I C E R C A •

1 FIGURA (VENDITE ESTERNE FULL-TIME) DIPLOMA SUPERIORE - MAX 25 ANNI ANCHE SENZA ESPERIENZA

PER INFORMAZIONI telefonare al cell. 338.8455646 o inviare e-mail: panettasal@libero.it ZONA INDUSTRIALE MARCELLINARA - CZ


36 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Inizia domenica 22 con il raduno dei carri in località Nocelle, il Carnevale 2009 di Cancello

“Carnevale in piazza” ad Amaroni IL CARTELLONE

Gianluca Belardi in “Danni di piombo” domenica 28 a Castrovillari

ACRI (Cs) - Convegno su Padula e Vigliaturo “Le Vite Parallele” di Plutarco hanno stimolato ed ispirato questo “confronto” ricco di similitudini e affinità tra due illustri figli della Calabria, entrambi di Acri, Vincenzo Padula e Silvio Vigliaturo. Il titolo del convegno, che si terrà sabato 21 febbraio alle ore 17,00, ad Acri, presso la Sala Conferenze della Fondazione Padula, ne è la conferma: “Vincenzo Padula e Silvio Vigliaturo o della trasparenza”. A parlarne saranno Giuseppe Abruzzo e Gianni Mazzei. Modera Giuseppe Cristofaro, presidente della fondazione V. Padula. Porteranno i saluti: il sindaco della città di Acri, Elio Coschignano, il presidente dell’Ucai Maria Credidio e il rappresentante del centro di studi internazionali deradiani che ha voluto fortemente questa iniziativa. Il convegno sarà visibile in tempo reale allo stand del Maca, nella Fiera del Mediterraneo, su Second Life, ciccando su: www.museovigliaturo.it.

ALTOMONTE (Cs) - Iniziative di Carnevale Sono partite le iniziative rientranti nel cartellone del “Primo carnevale delle tradizioni” che si terrà nella città di Altomonte fino al 24 febbraio 2009. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Altomonte ed è ideata e promossa dai giovani dell’associazione culturale denominata “Altomonte in Movimento”. AMARONI (Cz) - “Carnevale in piazza 2009” “Carnevale in piazza 2009”. Giunge alla seconda edizione la manifestazione carnevalesca ad Amaroni, su iniziativa della Pro loco, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e in collaborazione con il locale Centro sociale, le Officine musicali amaronesi, la parrocchia e l’associazione “Asd Amaroni 08”. La festa prenderà il via domenica 22 febbraio, alle ore 14.30, presso il cortile della scuola elementare. I giovani del luogo faranno sfilare per le vie del paese diversi carri allegorici da loro stessi realizzati. Nel corso della manifestazione sarà premiata la maschera più originale: protagonisti saranno soprattutto i ragazzi della scuola media, elementare e materna. Il vincitore sarà decretato da una giuria presieduta da Anna Bova e composta dai docenti. Saranno anche allestiti diversi stand gastronomici con prodotti tipici del periodo, tra cui le gustose “chiacchiere”. BAGNARA C. (Rc) - Premio Mia Martini All’insegna del ventennale di “Almeno tu nell’universo” che la grande Mia Martini ha lasciato, prende il via la 15ª edizione del Premio Mia Martini, ideato nel 1995 dal regista Nino Romeo e organizzato dall’Associazione Cultura e Spettacolo di Bagnara Calabra in ricordo dell’artista scomparsa. Un evento che nel corso degli anni ha acquistato un’importanza notevole nel panorama musicale italiano ed europeo, diventando un punto di riferimento per tantissimi giovani artisti in cerca di una passerella di qualità per potersi esprimere in musica.La formidabile macchina organizzativa della manifestazione, capitanata da Nino Romeo e dalla responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, sta già mettendo a punto una serie di novità per l’edizione 2009 che vedrà come protagonisti indiscussi le “Nuove Proposte per l’Europa”, provenienti dalle numerose audizioni in corso nelle varie regioni italiane e in alcune città dell’Europa. Il primo incontro artistico si terrà a Bagnara Calabradal 6 all’8 marzo, alla presenza dell’intera commissione artistica. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria,

dall’Assessorato al Turismo, dall’Amm. Provinciale di Reggio lo, Rettoria del SS. Rosario, Parrocchia di S. Teresa all’Ose dal Comune di Bagnara Calabra. Info: www.premiomia- servanza ,Rettoria di S. Maria de Figulis seu Montecorvino martini.it - www.myspace.com/premiomiamartini. – dalle chiese di Sellia Superiore, di S. Pietro Magisano e di Vincolise, nonché da alcune collezioni private. Da apprezzare una dalmatica in broccatello della fine del XV secolo BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino proveniente dalla parrocchia di S. Nicola di Sellia Sup., due L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e abiti settecenteschi provenienti dalla parrocchia dei SS. Sisolidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musoli- mone e Giuda di Vincolise, una splendida gonna in damano" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. sco “bizzarre” proveniente dal Santuario della Madonna della Luce di S. Pietro Magisano, la seicentesca pianeta detta dei “Borgia” e l’abito impero in velluto piano dell’AddoCANCELLO (Cz) - “Carnevale di Cancello” lorata provenienti dalla rettoria del Rosario di Catanzaro, L’associazione culturale Primavera di Cancello ha organizza- un piviale in damasco classico proveniente dalla Cattedrato per domenica 22 febbraio, il “Carnevale di Cancello 2009”. le, una dalmatica cinquecentesca in damasco viola dell’OsLa giornata prevede: ore 14.00, raduno dei carri in località No- servanza, una raffinata pianeta in taffetas broccato apparcelle; ore 15.00 sfilata dei carri per le vie di Cancello; ore 18.00, tenente alla rettoria di S.Maria de Figulis. Catanzaro – Mupremiazione del carro più bello in piazza San Giorgio. La se- seo Diocesano d’Arte Sacra, Palazzo Arcivescovile, via delrata continuerà con l’animazione in piazza e la degustazione l’arcivescovado, 13. Fino al 28 febbraio con orario: lunedì di cibi della tradizione: cotiche e fagioli e un buon bicchiere di chiuso - domenica apertura solo dalle 17,00 alle 19,30 - tutvino. Per informazioni rivolgersi al: 348.5399270. ti gli altri giorni, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,30 (possono variare, verificare sempre via telefono). Biglietti: free admittance. CARIATI (Cs) - “Carnevalandia 2009” Da Piazza Peter Pan, passando per Piazza Capitan Uncino, sbucando in Piazza Trilli. Una toponomastica genuinamente CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato fantastica farà da cornice all’avvio della 4ª edizione di Carne- Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, valandia 2009. Strade e vicoli del Centro Storico medioevale che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che di Cariati cambiano nome e volto, da sabato 21 a martedì 24 possano essere parte integrante della Sezione Provinciale febbraio 2009, per ospitare l’evento socio-culturale ed inter- Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, territoriale promosso dall’Associazione “Amici del Carneva- ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla misle”, con patrocinio del Comune di Cariati. L’edizione 2009 è sion Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma andedicata a Peter Pan. che prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Prosegue la VII edizione di Primafila a Castrovillari, pres- Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza so il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano, fino al 7 al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, almarzo(ore 21.30). Programma: 28 febbraio, Gianluca Be- l’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attralardi in “danni di piombo”. Sabato 7 marzo, Compagnia verso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo. una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore CASTROVILLARI (Cs) - Carnevale, 51ª edizione 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero Come accade ogni anno in questo periodo, cresce in città e 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore in tutta la regione l’attesa per il Carnevale di Castrovillari - 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche diorganizzato dalla Proloco cittadina con il contributo del- sponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanl’Amministrazione comunale, della Provincia di Cosenza, zaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, della Regione Calabria e dell’Ente Parco Nazionale del Pol- realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta lino - che è ormai costantemente annoverato tra gli eventi con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come carnascialeschi più importanti d’Italia. Dopo l’enorme una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che successo del Cinquantesimo, dalla Proloco fanno sapere illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indiche è tutto pronto per l’avvio della 51ª edizione, in pro- rizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 gramma fino al 24 febbraio. o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com. CATANZARO - “Seta. Il filo dell’arte”, mostra La mostra “Seta. Il filo dell’arte” rimarrà apertafino al 28 febbraio. L’evento espositivo è stato realizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, dalla Regione Calabria - Fondazione Calabria Film Commision, dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Catanzaro, con il patrocinio dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro – Squillace. La mostra, curata da Oreste Sergi, resterà aperta fino al 28 febbraio. In questo periodo si potranno ammirare, nelle sale espositive della struttura museale, damaschi, velluti, taffetas, broccati, broccatelli, gros de Tours, provenienti dalle maggiori chiese della città - Cattedrale di S. Maria Assunta e dei Santi Pietro e Pao-

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue il progetto dedicato ai bambini “Primi passi a teatro” nella Città dei Tre Colli

“La strada” in scena al Politeama IL CARTELLONE

“In-out quattro”, rassegna di arte contemporanea a Catanzaro

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: oggi e giovedì19 febbraio “La strada” di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; domenica 22 febbraio “Lo Schiaccianoci” di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; venerdì 6 marzo “Puppin Sisters live. See the fabulous”; martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; domenica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì 26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; lunedì 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; venerdì 8 domenica 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato 21 novembre 2009, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. Sabato 19 dicembre 2009, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; Domenica 14 febbraio 2009, “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - “Catanzaro nel Medioevo”, convegno Oggi, presso il Centro polivalente di via Fontana Vecchia, il circolo Augusto Placanica organizza una conferenza dal titolo “Catanzaro nel Medioevo: il quartiere Belvedere” in cui interverrà la prof. Marilena Pacileo. Nell’occasione, sarà presentato il dipartimento di Storia e cultura, la nuova iniziativa con la quale il sodalizio si propone di inserire le vicende della città capoluogo in un contesto non solo locale. Nell’ottica di perseguire il lavoro di studiosi come lo stesso Placanica ed Emilia Zinzi, si vuole creare un punto di riferimento per tutti coloro che mostrano interesse per i fatti sociali, economici e culturali di Catanzaro; un luogo di incontro e confronto dove l’impegno dei singolo possa confluire in un quadro il più possibile esaustivo e organico. CATANZARO - “Giovedì del teatro” L’Associazione “Amici del Politeama”, nell’ambito della sua attività, ha istituito le giornate del teatro. Cosicché, nella passata stagione sviluppò “I martedì del teatro”, con numerose conferenze che trattarono il teatro inglese, dal suo inizio fino all’epoca elisabettiana, ed anche quello italiano. Per quest’anno l’Associazione ha programmato una serie di “Incontri” sui celebri romanzi di alcuni grandi autori europei dando corso ai “Giovedì del teatro:il romanzo europeo”. Per questa programmazione l’Associazione del Politeama e il Rotary di Catanzaro ritengono di valersi di elementi della vasta cultura catanzarese che, in ogni occasione, ha manifestato elevati punti di qualità, peraltro sempre ottenendo vasto e corposo interesse di pubblico. Le conferenze saranno tenute, come di consueto, al Politeama con inizio dalle ore 17,30. Si comincerà il 19 febbraio con Daniela Faccio che si soffermerà su “Dickens e l’epoca vittoriana”. E si proseguirà giorno 26 febbraio con il tema “Verga:il ciclo dei vinti”, a cura di Luigi La Rosa. Il 5 marzo sarà la volta di Maurizia Maiano con il “Faust di Goethe “. Il 12 marzo, invece, sarà Luisa Bressi a intrattenerci con “ Scott e il romanzo storico inglese”. Si riprenderà, quindi, il 2 aprilequando sarà ancora Luigi La Rosa a trattare:”Manzoni e I promessi sposi”. Concluderà, infine, Fernanda Tassoni con “Flaubert”. CATANZARO - Innovazione in agricoltura, workshop L'Istituto tecnico Agrario "Vittorio Emanuele II" di Catanzaro, in collaborazione con la Coldiretti, Federazione interprovinciale di Cz, Kr, Vv, organizza per il giorno 19 febbraio 2009 alle ore 10.00, un workshop sull'innovazione in agricoltura.Dopo l'introduzione del preside Giuseppe Rizzitano, del presidente della Federazione Roberto Torchia e del direttore interprovinciale Angelo Milo della Coldiretti, seguiranno le relazioni di Piero Sirianni, vicedirettore interprovinciale, su "Innovare le imprese agricole per competere sul mercato" e di Giovanni Cipolla, responsabile settore economico della Coldiretti Calabria, su "Psr : finanziamenti per l'innovazione in agricoltura".Seguirà il dibattito.

CATANZARO - Convegno al T-Hotel Si terrà giovedì 19 febbraio 2009, dalle 9 alle 13,30 presso il «T Hotel» sulla S.S. 280 Catanzaro – Lamezia (di fronte al Centro Commle Due Mari), il convegno regionale di studi avente per oggetto: “Il Libro Unico ed il ruolo del consulente del lavoro nella nuova vigilanza doipo la direttiva Sacconi”. Si parlerà anche di Durc, il documento unico di regolarità contributiva. Dopo l’apertura dei lavori ed i saluti di Giuseppe Buscema, presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Catanzaro, interverranno Marina Calderone, presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro; Rosario De Luca, presidente della Fondazione Studi Nazionale; Paolo Pennesi, Direttore Generale Attività Ispettive del Ministero del Lavoro; Luca De Compadri, componente comitato esperti Fondazione Studi. Al convegno sono attesi numerosissimi professionisti provenienti dall’intero territorio regionale (i consulenti del lavoro iscritti all’Ordine in Calabria sono oltre seicento ed assistono la maggiorparte dei datori di lavoro per la gestione dei rapporti di lavoro ) ma anche dirigenti e personale ispettivo del Ministero del Lavoro, Inps, Inail, Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza. L’iniziativa rientra nell’ambito delle numerosissime attività intraprese dal Consiglio Provinciale dell’Ordine di Catanzaro di aggiornamento per gli iscritti e di confronto con gli enti istituzionali anche a livello nazionale. La partecipazione è gratuita ed è valida ai fini della formazione continua dei Consulenti del lavoro ed è stata patrocinata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine e dalla Fondazione Studi Nazionale. CATANZARO - Giornata formativa Fimaa 2009 Il 20 febbraio, presso la sala convegni della Confcommercio di Catanzaro, prima giornata formativa Fimaa 2009 alla presenza del presidente nazionale Fimaa, Bruno Paludet. CATANZARO - “In-out quattro”, rassegna d’arte Venerdì 20 febbraio,alle ore 18,30, terzo appuntamento con la rassegna di arte contemporanea “In-Out quattro”, ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2008/09, dal Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzaro. In tale occasione avrà luogo l'inaugurazione della mostra “Incroci”, otto presenze nell'arte contemporanea. La rassegna, curata dal prof. Lorenzo Canova, critico d’arte e docente di Arte contemporanea all'Università degli Studi del Molise, annovera otto artisti da Caterina Arcuri ad Angelo Bellobono,da Francesco Cervelli a Marco Colazzo, da Giulio De Mitri a Stefania Fabrizi, da Adrian Paci a Silvano Tessarollo. La rassegna, allestita nel Centro per l’Arte Contemporanea Open Space, (via Romagna, 55 – S. Maria di Catanzaro) è patrocinata dagli assessorati alla Cultura del Comune e della Provincia di Catanzaro. Presenterà la rassegna lo stesso curatore. Per l’occasione è stato edito un catalogo per le Edizioni Open Space, contenente testo critico del curatore, apparato iconografico e nota biografica sugli artisti. La rassegna resterà aperta sino al 30 marzo 2009 (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 20.00). Info: Tel. 0961/61839, e-mail: openspace.artecont@tele2.it. CATANZARO - Assemblea Pd Venerdì 20 febbraio alle ore 17.30, presso il salone del Dopolavoro delle Ff Ss a Casciolino, si terrà l’assemblea degli iscritti ed aderenti al Pd per una valutazione politica dopo la straordinaria e partecipata assemblea provinciale e per procedere alla costituzione degli organismi dirigenti del Circolo. Alla riunione parteciperanno:Caterina Corea, segretario provinciale del Pd;Piero Amato, consigliere regionale. CATANZARO - “Carnevale d’A...mare” Nell’ambito della rassegna carnascialesca “Carnevale d’A…mare”, giunta alla sua III edizione organizzata dall’assessore al Turismo del Comune di Cz, Roberto Talarico, venerdì 20, ci sarà il primo dei tre eventi in programma. Nel centro storico del capoluogo di regione, si terrà una grande festa in maschera; il tratto di corso Mazzini compreso tra la Camera di Commercio e Piazza Santa Caterina diventerà una grande discoteca all’aperto dove, tra tanta buona musica e ospiti famosi, si darà vita a una serata divertente e ci auguriamo molto coinvolgente. Alcune discoteche della provincia catanzarese, “No Mas”, “Atmosfera” e “People”, infatti, allestiranno alcuni palchi, in diversi punti del tratto interessato all’evento e da ognuno di questi verrà proposto un genere musicale diverso. Corso Mazzini diventerà una specie di “sambodromo” dove tra balli, maschere e cotillon si festeggerà il Carnevale Catanzarese. Non mancheranno personaggi dello spettacolo che, oltre ad intrattenere con le proprie performance il pubblico, parteciperanno attivamente alla festa, scenderanno tra la gente e con loro, balleranno e si divertiranno. L’evento è completamente “free”, tutti possono partecipare. L’unico obbligo per coloro che vorranno prendere parte alla festa è quello di vestirsi in maschera.

CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 20-22-27 febbraio e 1-13-15 marzola compagnia del Teatro Incanto in "The best family (a famigghja d'e besti)", testo e regia di F.Passafaro; 22 marzo, Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto; 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-1517-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - Presentazione libro Organizzato dal Lions Club “Catanzaro Mediterraneo”, in collaborazione con i Clubs Lions, Rotary, Soroptimist e Kiwanis, si svolgerà venerdì 20 febbraio, alle ore 16.30, presso l’Hotel Guglielmo, un convegno per la presentazione del nuovo libro del prof. Giorgio Baietti: “I guardiani del tempo”. Seguirà un seminario di studi su “Il femminino sacro: parola e simbolo”. Le relazioni saranno affidate al prof. Gianfranco Rucco, che tratterà: “Maria Maddalena: l’inascoltata verità” e la pittrice Giohà, che svolgerà il tema su: “ Segni e suoni dei colori di Dio”. CATANZARO - Ciu, forum nazionale Sabato 21 febbraio alle 9.30, presso la sala Aldo Ferrara della Provincia di Catanzaro, si terrà il forum nazionale sul tema "Il riconoscimento giuridicodei Quadri nella riforma del pubblico impiego in attuazione del sistema europeo delle qualifiche professionali", organizzato dalle delegazioni del Ciu, confederazione italiana di Uninione delle professioni intellettuali. CATANZARO - “Carnevale dei bambini” L’associazione Dopolavoro Ferroviario di Catanzaro Lido in collaborazione con l’associazione “Il Mantello” organizza il “Carnevale dei bambini”, un pomeriggio allegro con tanti giochi, musica, dolcetti e tanto divertimento. Sabato 21 febbraio alle ore 17.00 presso la sede sita in via Crotone, 42 – Catanzaro Lido . Info: 0961738431 - www.dlfcatanzaro.org. CATANZARO - Ciu, forum nazionale Sabato 21 febbraio alle 9.30 presso la sala Aldo Ferrara della Provincia di Catanzaro si terrà il forum nazionale sul tema "Il riconoscimento giuridico dei Quadri nella riforma del pubblico impiego in attuazione del sistema europeo delle qualifiche professionali", organizzato dalle delegazioni del Ciu, confederazione italiana di Uninione delle professioni intellettuali.

CATANZARO - Spettacolo per bambini L'assessorato alle Risorse Educative e Scolastiche, la Media service produzione spettacoli e la Fondazione Politeama presentano: "Primi passi a teatro". Il progetto è finalizzato alla frequentazione dei bambini in teatro, una opportunità di svago domenicale per i genitori da condividere con i propri figli e potranno essere tema di discussione anche nelle scuole di appartenenza. Le rappresenazioni saranno effettuati dalla compagnia teatrale Il Cilindro del Teatro San Raffaele di Roma. Le date saranno: domenica 22 marzo 2009 con "I VII Re di Roma” e domenica 19 aprile 2009 con "Un Uomo chiamato Francesco". Il prezzo del biglietto è di Euro 5,00 posto unico. Per info e prenotazioni: biglietteria teatro Politeama 0961501818 / 501819 negli orari di apertura biglietteria - oppure fuori orario: cell. 334.2637312 - 338.6302118. CATANZARO - Assemblea Pd Venerdì 27 febbraio alle ore 17.30, presso la sede del Circolo del Pd di Santa Maria (in via S. Maria sopra Bar Viscomi nei pressi della piazza), si terrà l’assemblea degli iscritti ed aderenti per una valutazione politica dopo la straordinaria e partecipata assemblea provinciale e per procedere alla costituzione degli organismi dirigenti del Circolo. Alla riunione parteciperanno:Caterina Corea, segretario provinciale del Pd;Piero Amato, consigliere regionale.


38 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Approfondimenti penalistici”, ciclo di seminari a partire dal 28 marzo a Catanzaro

Franco Battiato in concerto al Politeama IL CARTELLONE

Presentazione della rassegna “Identità e generi” oggi a Cosenza

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: febbraio: venerdì 27 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6 marzo, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio,ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Inaugurazione anno giudiziario Il 28 febbraio, alle 10.30, inaugurazione dell’anno giudiziario 2008 nell’aula delle udienze del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria in via De Gasperi, 76/b.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: il14 marzo 2009 ore 17,30 presso il Circolo Unione 3° incontro sulla "Storia del Melodramma; il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CATANZARO - Trofeo Iaksa Iaksa, Wtka, You and me together organizzano il secondo trofeo in beneficenza Iaksa - Csen sabato 21 e domenica 22 marzo, presso il Poligiovino di Catanzaro Lido. Programma: sabato 21 marzo, ore 14.00, primo stage di spinning; ore 15.00, secondo stage di spinning; ore 16.00, gara di scherma; ore 19.00, galà Csen; domenica 22 marzo, ore 10.00, gara di bench press e braccio di ferro; ore 13.00, campionato italiano Iaksa - Wtka - Wka - Csen di semi contact-light contact- kick light-thai light; ore 19.00, incontri di pugilato dilettantistico; ore 21.00, "Knock out night 5" titoli italiani ed internazionali di full contact, lou kich, k1 style, thai boxe, mma (Mixed martial art). Infoline: 340/0508494 - fightclubcz@hotmail.it - www.kickboxing.it. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro

interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà sabato 13 giugno 2009, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CATANZARO - Premio di laurea “Walter Abramo” Nella ricorrenza della scomparsa di Walter Abramo, Confindustria Catanzaro, a ricordo del suo appassionato impegno rivolto ai temi della ricerca e dell’innovazione, promuove la terza edizione del Premio di laurea “Walter Abramo” destinato a valorizzare la tesi che fornisca un contributo originale ed innovativo rispetto alle tematiche giuridiche, economiche e tecniche. Tale iniziativa, che intende incentivare la crescita professionale dei giovani promuovendo la cultura della ricerca e dell’innovazione, è rivolta ai laureati delle facoltà di Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia, Architettura, Ingegneria, Agraria, Veterinaria, Farmacia, Medicina, Scienze Biotecnologiche ed Informatica degli Atenei della Regione Calabria, che abbiano conseguito il diploma di laurea di II livello (Laurea Magistrale o vecchio ordinamento) negli anni 2007 e 2008, con votazione di almeno 105/110. Il concorso prevede l’assegnazione di un premio in denaro del valore di euro 3.000,00 per l’elaborato ritenuto più meritevole dalla commissione giudicatrice.La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta

semplice, utilizzando l’apposito modulo, e corredata dalla documentazione richiesta, deve pervenire, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, alla segreteria del premio, costituita presso Confindustria Catanzaro, Via Eroi 1799, n. 23 – 88100 Catanzaro, entro il termine del 31 marzo 2009. Per il rispetto del termine predetto, farà fede la data del timbro postale. Contestualmente alla domanda, dovranno essere prodotti, in duplice copia, i seguenti documenti:fotocopia documento d’identità; diploma di laurea o attestato sostitutivo rilasciato dall’ateneo di riferimento con l’indicazione del voto finale; tesi di laurea che sarà oggetto di valutazione ai fini dell’assegnazione del premio. Per maggiori informazioni consultare l’apposito link sulla home page del sito web www.confindustria.cz.it. CORTALE (Cz) - “Carnevalissimo m2o” “Carnevalissimo m2o, happy edition” è il modo di festeggiare il carnevale dello Sthendal Club.Dj Osso, il dj fenomeno di m2o, accompagnerà le persone presenti a ritmo di musica in sfilate in maschera e balli. Il 21 febbraioallo Sthendal club a Cortale, contrada Malittoro. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it. COSENZA - “Identità e generi”, presentazione Eos Arcigay Calabria indice per giorno oggialle 11:30 all’ interno della propria sede,a pian terreno c/o la Casa delle Culture sita in c.so Telesio n°29 a Cosenza, una conferenza stampa di presentazione della rassegna cinematografica di cinema Queer denominata “Identità e generi” , organizzata dalla stessa associazione con il patrocinio dell’ assessorato alle Pari opportunità e Politiche giovanili del Comune di Cosenza . Alla conferenza sarà presente ,oltre a una rappresentanza dell’ Eos , l’ assessore Francesca Bozzo. La rassegna di incontri cinematografici che partirà il 20 febbraio alle ore 20:30 alla Casa delle Culture con la proiezione “Improvvisamente l’ inverno scorso” di Gustav Hofer e Luca Ragazzi. COSENZA - Presentazione libro Su iniziativa della Fondazione Antonio Guarasci si svolgerà giovedì 19 febbraio con inizio alle ore 17.30 nella sala convegni della stessa fondazione, ubicata a Cosenza, in via Adige, 31/B, una manifestazione culturale per presentare il libro di Giovanni Galloni "Trent’anni con Moro", pubblicato da Editori Riuniti. L'incontro, presente lo stesso autore, sarà coordinato dal giornalista del mensile Fondazione Guarasci, Franco Bartucci. Ne discuteranno il prof. Massimiliano Aloe, l'On. Mario Maiolo, l'avv. Francesco Saverio Sesti. COSENZA - Visita di Mario Mantovano Il sen. del Pdl Antonio Gentile annuncia che la prevista visita nel cosentino del sottosegretario alle Infrastrutture Mario Mantovano – inizialmente prevista per sabato 14 febbraio – è confermata per venerdì 20 febbraioal fine di valutare i reali danni causati dal maltempo sul territorio ed individuare gli interventi necessari.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’altra parte di Ron” in pogramma il 3 marzo a Crotone. Stage di hip-hop a Cropani Marina

Al Teatro Rendano “Gloriosa” IL CARTELLONE

La terza edizione del Carnevale Occitano a Guardia Piemontese

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Sabato 21 febbraio, ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti;il 21 marzo, ore 21.00, il 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: da lunedì 23 a sabato 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: martedì 2 e mercoledì 3 marzo 2009, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; Lunedì 23 e martedì 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; Domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Più di me tour 2009 Per i 50 anni di Carriera, la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni, si esibirà nei principali teatri della penisola. Il suo debutto con il “Più di me tour 2009” il 7 marzo a Cesena. In Calabria, sarà al Teatro Rendano di Cosenza nella serata di mercoledì 11 marzo 2009. COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile concerto di Franco Battiato. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799. CROPANI (Cz) - “Carnevale a Cuturella 2009” L'Associazione Culturale "Cuturella nel Cuore" in occasione del Carnevale, organizza a Cuturella fraz. di Cropani (Cz), domenica 22 febbraio 2009 alle ore 15:00 la tradizionale "farsa carnevalesca in vernacolo cuturellese" e a proseguire alle ore 19:00 la "Sagra dello spezzatino nostrano e la fagiolata con le frittole", il tutto condito con musica, canti e tanto divertimento.

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: giovedì 19 e venerdì 20 febbraio, teatro Bellini, Tato Russo "Il paese degli idioti" di Tato Russo - da Fedor Dostoevskij regia di Alvaro Piccardi; martedì 17 e mercoledì 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; Giovedì 2 e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick

Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio di tutti gli spettacoli è previsto alle ore 20.30. CROTONE - Filiera della pesca, seminario Si svolgerà giovedì 19 febbraio, alle ore 16.00, presso la sala conferenze dell’Ente camerale, il seminario informativo in materia di controlli sulla filiera della pesca organizzato da Camera di commercio, Capitaneria di Porto e Azienda Sanitaria Provinciale. L’incontro ha lo scopo di fornire informazioni e chiarimenti sulla normativa disciplinante l’intera filiera della pesca, ed in particolare lo sbarco, il trasporto e la commercializzazione del pescato, al fine di evitare, nell’esercizio delle attività, sanzioni e multe, e di tutelare la salute del consumatore. Al saluto introduttivo del presidente dell’Ente camerale Fortunato Roberto Salerno, seguiranno un intervento della Capitaneria di porto sul tema dei controlli sulla filiera della pesca (in particolare, cenni sulla normativa in materia di pesca, etichettatura e denominazioni commerciali, tracciabilità, trasporto) ed un intervento dell’Asp relativo alle norme igieniche/sanitarie. CROTONE - Beethoven Acam, nuova stagione Il presidente della Società Beethoven Acam, prof.ssa Mariarosa Romano, comunica che la nuova stagione concertistica 2009 verrà aperta, domenica 22 febbraio, dal "Trio Altenberg": Claus-Christian Schuster - pianoforte; Amiram Ganz - violino; Alexander Gebert – violoncello; presso l'auditorium del liceo musicale "Orfeo Stillo" a Crotone. Inizio ore 19.00. CROTONE - “Dall’alleanza al progetto” La Locride si prepara alla manifestazione nazionale giorno 1 marzo, “Dall'alleanza al progetto”. Il consorzio Goel sta promuovendo nella Locride iniziative volte alla conoscenza e approfondimento dell'iniziativa e sta raccogliendo le prenotazioni per i pullman, che partiranno sia il 28 febbraio, che il 1 marzo, per rientrare nel pomeriggio e nella serata del 1 marzo (n. verde 800.913540 - agenzia@turismo.responsabile.coop). La manifestazione infatti sarà preceduta, la sera del 28 febbraio, da una veglia di preghiera ecumenica, presso il Duomo di Crotone, importante momento spirituale che vedrà la presenza di diverse confessioni cristiane. L'organizzazione della manifestazione a Crotone è curata da un Comitato locale, coordinato dal Consorzio Sociale Jobel, facente parte del consorzio Calabria Welfare. CROTONE - “L’altra parte di Ron” Parte da Cotronei il 3 marzo 2009, precisamente dal Teatro Comunale del centro Crotonese, “L’altra parte di Ron”, il nuovo evento teatrale che ha come protagonista assoluto Ron. Per ulteriori informazioni e per saterne di più sulle prevendita rivolgersi a: Teatro Stabile di Calabria al numero di telelefono 0962/905416 - oppure alla Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero di rete fissa 0961/761471 – o di cellulare 335/5244393 - o ancora consultare il sito internet di seguito riportato www.essemmemusica.it.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal mercoledì 16 al martedì 20 settembre. CURINGA (Cz) - Carnevale, 21ª edizione L’associazione “Vivi Acconia” comunica che, nei giorni 21-22-23-24 febbraio 2009, si terrà la 21ª edizione del Carnevale in Acconcia di Curinga (Cz). L’ evento include sfilate di carri allegorici, balli in piazza e serate a tema. L’ associazione “Vivi Acconia” quest’anno aprirà il carnevale con un ballo in maschera che si terrà giorno 20 febbraio 2009 presso il John Stuart Hotel sito in località Piano delle Forche in Maida. Parte della festa si svolgerà presso il "John Stuart hotel". Il nuovo albergo sito nella vicina zona di Maida e realizzata a forma di castello dai fratelli Forgiuele per rievocare la storica battaglia del 4 luglio del 1806, aprirà la festa e già venerdì 20 febbraio, dalle ore 20,30 in poi, una giuria di esperti valuterà la maschera più bella dell'edizione 2009. GIRIFALCO (Cz) - Rappresentazione della “Fharzetta” “O bona genta, veniti, ca la fharzetta ammu recitamu...”. Tutto è pronto a Girifalco per la rappresentazione della “Fhar-

zetta”, la simpatica farsa di Carnevale scritta da Turi Valentino, Rocco Cristofaro e Francesco Zaccone. Una tradizione popolare, che viene sapientemente mantenuta e che ha radici antichissime. L’appuntamento è per domenica 22 febbraio,con una doppia messa in scena, alle ore 10 in corso Migliaccio e alle ore 15 nella piazzetta “Santa Domenica”. Il personaggio di Carnevale sarà interpretato da Filippo Vonella; gli altri interpreti sono Rocco Cristofaro (Pulcinella), Tommaso Quirino (dottore), Nando Vitaliano (notaio), Vincenzo Tolone (mamma), Rocco Fulco (la venditrice di uova), Francesco Chiriano (fra Giacinto), Stefano Ziparo (Clementina), Antonio Quaresima (giardiniera), Valerio Vonella (vagabondo), Roberto Iozzi (Emma), Benito Serratore (commerciante), Mimì Rodio (Peppino), Vincenzo Ferraina (Rosetta), Gregorio Chillà (primo critico) e Rocco Fodaro (secondo critico). La farsa, diretta da Rocco Cristofaro, sarà allietata dalla musica di Peppe Rosanò (fisarmonica), Pepè Laugelli (mandolino), Mimmo Sgrò e Giovanni Cristofaro (chitarre). I costumi sono di Orlando Cimino. GUARDIA P. (Cs) - Carnevale Occitano Fervono i preparativi per la terza edizione del Carnevale Occitano organizzato dall’Associazione Arcobaleno con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Guardia Piemontese. I responsabili dell’ Associazione Arcobaleno stanno curando gli ultimi dettagli della sfilata di carri e gruppi mascherati che partirà domenica 22 febbraio alle ore 14.30 dalla SS 18 (lato Sud), e percorrendo via Kennedy arriverà in piazza Aldo Moro. Parteciperanno alla sfilata oltre all’associazione Arcobaleno, l’associazione dei giovani, Panta Rei, l’associazione ambientalista, Myricae, tutti i Rioni di Guardia, il Gruppo Las Vegas, il Gruppo delle Fate Incantate, le scuole di ballo Magic Dance e Dance Studio Team l’associazione Molachi di Fuscaldo e le associazioni di Acquappesa, Libera Università Popolare e H2O Pensa. La manifestazione verrà aperta con la sfilata degli straordinari costumi occitani e sarà anche animata dalla presenza del gruppo musicale di ben 7 elementi Everest Jazz Band che arricchirà ulteriormente il Carnevale con performance che ricorderanno le tradizionali sfilate per strada dei musicisti jazz di New Orleans.Martedì grasso, tutti i carri di Guardia sfileranno a Paola. Il 28 febbraio la sfilata dei carri si terrà nel centro storico di Guardia Paese, mentre poi il 1°marzo si tornerà a sfilare a Guardia Piemontese Marina con i nostri carri e quelli di Paola, Acquappesa e Fuscaldo.È doveroso sottolineare che gli eventi del 24 febbraio e dell’1 marzo nascono dalla stretta collaborazione e sinergia createsi tra l’Associazione Arcobaleno e l’Associazione Gli Amici di Paola che stanno cercando di coinvolgere sempre più gente estendo ad altri Paesi la partecipazione al Carnevale.

LAMEZIA T. (Cz) - Biennale d’arte Ha preso il via e proseguirà fino a giovedì 19 febbraio prossimo, presso il Complesso monumentale di San Domenico di Lamezia Terme e con l’apertura della Sezione storica, la seconda edizione del concorso nazionale biennale d’arte di Lamezia. La rassegna verrà quest’anno dedicata a due pittori calabresi recentemente scomparsi, il lametino Nicolino Romeo e il tropeano Albino Lorenzo. Inoltre, la rassegna si arricchisce con la mostra di tutte le opere in concorso e fuori concorso, con chiusura e premiazione nella giornata di giovedì 19 febbraio 2009 alle ore 11.30 nel parterre del Teatro Umberto. LAMEZIA T. (Cz) - Consiglio comunale Il Consiglio comunale è convocato in seduta pubblica di 1ª convocazione per oggi (mercoledì), alle ore 15.30, ed eventuale 2ª convocazione per il 20 febbraio (venerdì), alle ore 16.30, e giorno 23 febbraio (lunedì), alle ore 9.30, in 1ª convocazione ed eventuale 2ª convocazione per il 25 febbraio (venerdì), alle ore 16.30, per il completamento della trattazione degli argomenti iscritti nell'ordine del giorno.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


40 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La Calabria brucia”, presentazione del libro di Mauro Francesco Minervino nella Città della Piana

“La Sirena” a Lamezia Terme IL CARTELLONE

Proseguono oggi gli incontri dell’Università della Terza età

LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza età e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso della programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntamenti. Il programma: Febbraio: oggi : avv. Alfredo De Grazia, “… e lucemi dallato il calavrese abate Giovacchino di spirito profetico dotato” ( Dante, Paradiso, canto XII v.139 e segg.); 20 venerdì : prof. Saverio Di Bella, Le origini e la fine del blocco agrario; 25 mercoledì : prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 27 venerdì : prof.ssa Maria J. De Santis, Il racconto di una donna di Adelina Vulpitta/Anna Amato, nostra compianta amica dell’Uniter. Marzo 2009, ore 17,00: 4 mercoledì : prof. Antonio Bagnato, L’incontro del popolo nella prima guerra mondiale, tra violenza, repressione e scoperta dell’identità nazionale; 6 venerdì : prof. Vincenzo Villella, Il vero viaggio di Ulisse di Armin Wolf (conversazione rinviata il 28/01/2009); 11 mercoledì: avv. Francesco Bevilacqua, Originalità del Gran Tour in Calabria; 13 venerdì : dott.ssa Marina Galati, L’evoluzione delle famiglie Rom a Lamezia Terme;20 venerdì: prof. Daniele Macris, Luciano: il sorriso della grecità imperiale; 25 mercoledì : Giovanni Cimino e Antonio Canneto, Poesia e musica nella canzone napoletana tra Ottocento e Novecento; 27 venerdì : prof. Filippo D’Andrea, Profilo religioso nel filosofo Francesco Fiorentino?.Per il ventennale Uniter : domenica 1 febbraio, ore 17,00 al Teatro Umberto col patrocinio del Comune di Lamezia Terme, Falso in atto pubblico del Gruppo teatrale lametino I Dialettanti (Regia di Gaetano Montalto); 29 marzo, ore 17,00 al Teatro Umberto col patrocinio del Comune di Lamezia Terme, concerto di musica classica. LAMEZIA T. (Cz) - Presentazione libro Venerdì 20 febbraio presso la Sala del Savant Hotel di Lamezia Terme, ore 17,30, presentazione del libro di Mauro Francesco Minervino “ La Calabria brucia” ed. Ediesse. Intervengono Francesco Bevilacqua – Ambientalista e Scrittore e Angelo Ferracuti – Scrittore. Nella prefazione al libro, Franco Arminio, ha scritto che “ La Calabria di Minervino è una regione potente, un luogo in cui la bellezza e la devastazione della bellezza sembrano sfuggire a ogni tentativo di cercarne rimedi e ragioni”. LAMEZIA T. (Cz) - “Lamezia Orienta” Con l’acronimo “Lamezia Orienta”, nei giorni 20 e 21 febbraio, si svolge a Lamezia, l’edizione sperimentale di un salone dell’orientamento al lavoro, rivolto ai giovani che nel corso o al termine dei loro studi desiderano confrontarsi con le scuole superiori, le università, gli istituti post-laurea, gli enti e centri formativi, le istituzioni .Un evento dedicato agli studenti per accompagnarli nell’impegnativa scelta della propria formazione e del futuro percorso professionale, ai disoccupati, diplomati e laureati e non solo, per conoscere meglio e confrontarsi con il mondo del lavoro. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e

in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. La serata di inaugurazione (fuori abbonamento) è prevista per il prossimo 27 e 28 febbraio con Luca Zingaretti e la “Sirena” dal racconto “Lighea” di Tomasi di Lampedusa. Ad arricchire l’articolato programma, per metà composto da spettacoli in esclusiva per la Calabria, altri otto eventi di spessore. Tullio Solenghi con “L’ultima radio” il 12 e 13 marzo; Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore” il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze” il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Per informazioni: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lameziaterme.cz.it - www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - Donna, giornata internazionale Il Cgsi Provvisorio Regionale Calabria annuncia che organizzerà la “La I edizione regionale della Giornata Internazionale della Donna” in collaborazione con l’ Ens Regione Calabria che si terrà domenica 08 marzo 2009le ore 9,30 presso il ristorante “Gran Hotel Lamezia” a Lamezia Terme (Cz) (di fronte la stazione ferroviaria). Nel pomeriggio il programma prevede i momenti dedicati allo spettacolo “California Dream Man”, la sorpresa e il regalo ricordo per tutte le donne presenti fino alla conclusione fissata per le ore 17,30. Il pranzo presso il ristorante è riservato solo ed esclusivamente alle donne. Gli uomini pranzeranno in un altro ristorante o tavola calda a libero piacimento di ognuno con la possibilità di organizzarsi a gruppi. Gli uomini potranno rientrare nel ristorante dell’hotel solo alle ore 17,30. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 13 marzo, "Il volto e la notte" scuola lab Scenari Visibili;18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor pri-

vati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzo sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 339/8309044; oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica che si legge di seguito a bequadro@bequadro.it.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro mercoledì 4 marzo. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia Terme organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre martedì 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il pipistrello” a partire da domenica 22 e fino a martedì 24 febbraio al Teatro Cilea

“Una poesia per la donna” a Petronà IL CARTELLONE

“Da giovidì a giovidì” con Marco Marzocca in scena a Paola

LUNGRO (Cs) - Carnevale 2009 E' partita la macchina organizzativa del Karnivalli i Ungrës - Carnevale di Lungro 2009. Quest'anno con il contributo della Provincia di Cosenza, assessorato alle Minoranze linguistiche, ci sarà un'edizione ricca di eventi. Dal 21 al 24 febbraio il programma prevede 4 giorni all'insegna della tradizione carnevalesca lungrese con l'esibizione di gruppi folcloristici e spontanei di suonatori di organetto e zampogna. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura del 12 e 13 marzo con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d´autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti di Gianni Morandi dei giorni 8 e 9 maggio inizieranno alle ore 21.00. Per info 0968.441888 oppure www.ruggeropegna.it. MARCELLINARA (Cz) - Carnevale in piazza 2009 L'Unpli e l'associazione Pro Loco Marcellinara in collaborazione con associazione femminile “I fili di Arianna” e associazione CicloAmatori Marcellinara organizzano il "Carnevale in piazza 2009". Sabato 21 febbraio: Dal fantoccio...al Re! Ore 15.30: ritrovo delle mascherine in piazza San Nicola e partenza del corteo al seguito del fantoccio di cartapesta...in attesa di essere incoronato; ore 16.00: piazza F. Scerbo: atto pubblico di incoronazione del Re Carnevale. A seguire, direttamente dalle nostre campagne... "Mar-anciata" per tutti; ore 17.00: Il Re fa onore ai suoi “sudditi”: suoni e colori in giro per il paese; ore 18.00: Marcellinara fa festa!: clown, giocolieri e mangiafuoco a piazza Moro. Spettacolo di artisti di strada a cura della "Strana banda"; ore 21.30: La tradizione...a tavola: chiacchiere, vino rosso e buona musica. Tutti presso il salone della Pro Loco; martedì (grasso) 24 febbraio: Re Carnevale...è morto!; ore 17.00: raduno delle mascherine in piazza San Nicola. A seguire, partenza del corteo “funebre” carnascialesco scandito dai ritmi della musica tradizionale; ore 19.00: salutiamo il Re Carnevale: rogo del fantoccio di cartapesta in piazza Moro. Si ringraziano “Nando e il suo cabaret” e il gruppo musicale “Tarantellaum” per la gentile collaborazione.

NOCERA T. (Cz) - Corso per clarinetto Sarà il corso internazionale di alto perfezionamento per Clarinetto, promosso dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pyotr Ilyich Tchaikovsky” di Nocera Terinese (Cz), ad ospitare i primi clarinetti delle più importanti Orchestre Europee. Il corso è promosso in collaborazione con l’Associazione Culturale MusicArs di Vibo Valentia e la Buffet Crampon a Paris (leader mondiale nella costruzione di strumenti musicali da concerto). Gli allievi potranno frequentare il corso in qualità di effettivi o uditori. Per gli allievi effettivi, nel numero massimo di 16 corsisti, è prevista un’audizione preliminare. Il modulo di domanda, unitamente al Bando e al regolamento del corso, sono reperibili sul sito istituzionale dell’istituto. La scadenza per la presentazione della domande è fissata al 25 febbraio 2009. PALMI (Rc) - “L’Ottava del Carnevale della Piana” L’associazione “Per Palmi” anche quest’anno è impegnata a realizzare, nell’ambito delle festività carnascialesche, con il patrocinio del Comune, la manifestazione de "L’Ottava del Carnevale della Piana", giunta al 26° anno consecutivo e che si svolgerà domenica 1 marzo, con la sfilata di carri e gruppi di artisti formati da ballerini, musicanti e splendide maschere, lungo il tradizionale percorso cittadino. L’amministrazione comunale e l’associazione “Per Palmi” aspettando “L'Ottava di Carnevale” organizzano lunedì 23 febbraio, alle ore 17.30, presso l'auditorium Sacra Famiglia, il “Carnevale del bambino 1ª riedizione concorso usignolo d'oro e

mascherina 2009”. Potranno partecipare al concorso canoro 20 bambini selezionati dalle scuole elementari; potranno partecipare alla mascherina 2009 24 bambini frequentanti le scuole elementari che indosseranno mascherine originali, fantasiose e simpatiche, realizzate artigianalmente e che si iscriveranno, presso la sede dell'associazione Per Palmi, entro le ore 12.00, di domenica 1 febbraio, e fino al raggiungimento del numero prestabilito. Domenica 1 marzo, ore 14.30, piazzale concordato, ”L’ottava del carnevale della Piana” 26ª edizione partenza della sfilata di carri allegorici, maschere, artisti di strada bande buffe e gruppi mascherati provenienti da Paternò, Castrovillari, Taurianova, Cittanova, Polistena, Delianuova; ore 18.00, piazza 1° Maggio, esibizione di tutti i partecipanti, premiazione dei vincitori e spettacolo musicale. Informazioni telefonando al n. 3663668211 o presso profumeria Umberto corso.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2009. Sabato28 febbraio, "Da giovidì a giovidì" con Marco Marzocca; sabato 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; lunedì 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; lunedì 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Una poesia per la donna” In occasione della settima giornata della donna che si terrà il prossimo 7 marzo presso palestra comunale, l'Associazione Insieme onlus, indice il I concorso letterario "Una poesia per la donna" in lingua italiana e in vernacolo. Tre i premi per i vincitori: le domande scadono il 28 febbraio. Per ulteriori informazioni, consultate il sito dell'associazione www.insiemeonlus.altervista.org oppure rivolgetevi alle socie di Insieme onlus telefonando al numero 3337673975. La partecipazione al concorso è gratuita. REGGIO C. - A scuola di domenica Andare a scuola anche di domenica? Succederà fino al 22 febbraio al Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria diretto dalla professoressa Maria Quattrone. Studenti e cittadini potranno entrare nell’edificio scolastico non per lezioni, compiti o interrogazioni ma per essere attori e spettatori dei tre momenti finali del laboratorio teatrale del Liceo. Un laboratorio reso possibile con le risorse dei Piani Integrati Pon che in centocinquanta ore di impegno pomeridiano da ottobre a dicembre e in queste settimane ha coinvolto e coinvolgerà sessanta studenti, un docente esperto: Franco Marzocchi, sei professori dell’istituto: Mirella Cafiero, Francesca Neri, Sebastiano Pontari, Liliana Veneziano, Annaida Cammarata e Zemira Liotta (queste ultime due insostituibili protagoniste del progetto) , l’intera organizzazione amministrativa e il personale della scuola. I tre esiti scenici riuniti sotto il titolo di Voli, traiettorie, visioni andranno in scena domenica 22 febbraio all’interno dell’istituto che si trasformerà, per l’occasione in articolato spazio scenico. Alla base del lavoro la riflessione che la letteratura, la poesia, le arti visive e il teatro sono gli strumenti più efficaci per comunicare la grande capacità fantastica dell’uomo. Gli spazi della scuola permettono un accesso ad un numero limitato di spettatori. Per questo motivi ogni dimostrazione –spettacolo verrà ripetuta tre volte a partire dalle ore 16 . Prenotare allo 0965/21545. REGGIO C. - Mostra sul centenario del terremoto La mostra sul centenario del terremoto, realizzata a Villa Zerbi in collaborazione con la facoltà di Architettura della Mediterranea, avrebbe dovuto chiudere i battenti domenica 25 gennaio, ma il successo decretato da oltre cinquemila visitatori e soprattutto la grande affluenza dei giovani studenti delle scuole elementari, medie e superiori provenienti anche dalla provincia reggina e da Messina ha determinato l’Amministrazione comunale a prorogarne l’apertura sino all’otto di marzo. Tra filmati d’epoca e recenti, foto d’epoca della collezione Nesci e dell’archivio Alinari, progetti per il Memoriale e un Monumento alla catastrofe, video istallazioni e strumenti per la registrazione dei sismi, ampia è la documentazione offerta ai visitatori. Tra tutti l’oggetto presso cui si ferma l’attenzione e l’immagine fotografica scattata da molti è costituito dalla lettiga d’epoca in legno di recente restaurata e gentilmente concessa in prestito dall’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito.Grande interesse di pubblico hanno conseguito anche le manifestazioni parallele organizzate nella sala conferenze che ha visto la presenza dell’artista

sardo Ciriaco Campus, autore della “pressa di Reggio”, videoproiezione di migliaia di immagini fotografiche degli ultimi cinquant’anni della città. Il Circolo Rotary Reggio nord ha dato luogo ad un interessante incontro per promuovere la realizzazione di un luogo della memoria- come propone un’ampia sezione della mostra- nelle due città, da erigere sia come ricordo di quanti- decine di migliaia- hanno perso la vita in quei tremendi istanti, sia come simbolo della rinascita delle due città. In chiusura l’Editore Città del sole ha presentato ad un folto pubblico e alla stampa quattro sue recenti edizioni sul tema del terremoto con un piacevole intermezzo nel quale si è espresso il talento dei giovani attori della Compagnia "Officine joniche delle arti" che hanno recitato brani dell’opera teatrale “frammenti tellurici” di Domenico Loddo. Grande è stata l’attenzione della stampa e dei media per questo evento come per tutte le manifestazioni che la Commissione per il centenario del 1908, presieduta dall’Assessore Antonella Freno, ha realizzato e programmato per tutto il 2009. Con alcune piccole varianti che certamente incontreranno l’interesse dei visitatori e altri appuntamenti pomeridiani la mostra proseguirà quindi, sempre con ingresso libero e secondo l’orario consueto dal martedì alla domenica dalle nove alle tredici e dalle sedici alle venti e potranno essere prenotate le visite guidate per le scuole e i gruppi al seguente numero telefonico 0965-810591 e 3281918030.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: domenica 22 e martedì 24 febbraio, “Il pipistrello” (lirica); il 25 e il 26 febbraio, Nautilus pictures - Fiore di cactus; il 12 marzo, concerti sinfonici M° Veronesi; Sabato 21e domenica 22 marzo, Ballet de “Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato 18 e lunedì 20 aprile, Werther (lirica); domenica 26, lunedì 27e martedì 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma: venerdì 20, sabato 21 febbraio, ore 21.00, Scenari visibili, "Fumiere" di e con Dario Natale; e con Maria Teresa Guzzo, Gianluca Vetromilo; venerdì 27, sabato 28 febbraio, ore 21.00; domenica 1 marzo, ore 18.15, Squid eXperience "‘A Calabria è morta" performance/installazione di e con Ernesto Orrico; venerdì 6, sabato 7 marzo, ore 21.00; domenica 8 marzo, ore 18.15, Argómm Teatro "Studio sulle serve" da “Les Bonnes” di Jean Genet con Romeo Martel, Francesco Mazza, Luigi Povelato, regia di Francesco Mazza; venerdì 20, sabato 21 marzo, ore 21.00, Tetraedro Teatro, "Attese", regia di Francesco Cerra; sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco. REGGIO C. - “1908, ore 5.20, terremoto” Sarà rappresentato oggi lo spettacolo “1908, ore 5,20, terremoto” della compagnia Officine Joniche delle Arti. La due giorni organizzata per le scuole della città si svolgerà negli orari della mattina al Cineteatro Odeon.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


42 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Premiazione della prima edizione del concorso di composizione musicale nella Città dello Stretto

Sfilata in maschera a Reggio IL CARTELLONE

Proiezioni cinematografiche sul rapporto tra uomo e ambiente presso la sede del Cai

REGGIO C. - Anassilaos, manifestazioni Manifestazioni associazione Anassilaos. Programma febbraio 2009: venerdì 20 febbraio, ore 21.00, presso saletta San Giorgio al Corso, centenario del futurismo. I° incontro. Centenario della pubblicazione su “Le Figaro” del manifesto del futurismo. Lettura dei manifesti futuristi. Proiezioni. A cura dei componenti dell’associazione Anassilaos. In omaggio la speciale cartolina realizzata dall’associazione; martedì 24 febbraio, ore 18.00, presso saletta San Giorgio al Corso, storia. Incontro sul tema "L'età aurea di Reggio: considerazioni storiche sulla monetazione di Anassila". Interviene dr. Natale Zappalà; venerdì 27 febbraio, ore 11.00, a Roma sede società chimica italiana V.le Liegi 48, centenario della società chimica italiana - Centenario del futurismo. Convegno promosso dalla associazione culturale Anassilaos e dalla società chimica italiana sul tema chimica e futurismo e presentazione del saggio Atomi elementi molecole - Storia della chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa editore) di Francesco Cardone con la presentazione del presidente della Sci prof. Luigi Campanella e gli interventi del dr. Stefano Iorfida (Presidente dell'associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria), del prof. Luigi Tallarico con una relazione sul tema "Introduzione al movimento futurista", del dr. Francesco Cardone che tratterà del tema “Chimica e futurismo tra letteratura e scienza", del prof. Angelo Liguori che interverrà sul tema "Atomi elementi molecole storia della chimica da Dalton alle nanostrutture": presentazione e considerazioni”. Seguirà dibattito; il 27 febbraio, ore 21.00, Reggio saletta San Giorgio al Corso, Otto Marzo 2009. Festa della donna. Incontro su “Donne per la libertà/Profili di donne” a cura delle sezioni donna e giovani dell'associazione Anassilaos.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: oggi, ore 17.00-19.00, autore Faulkner, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa F. Farano; mercoledì 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - Carnevale 2009 Il programma di appuntamenti rientranti nel Carnevale 2009 di Reggio, dedicato a grandi e piccini, prevede per giovedì 19 febbraio, alle 10 e 30, sul Corso Garibaldi, la sfilata delle maschere dal tema “Dalla laguna allo Stretto”, realizzate da 5 laboratori d’eccezione: l’associazione culturale “Donna 2000”, l’Istituto Montalbetti, il Centro didattico Catanoso, l’Istituto d’arte Frangipane e la scuola media Klearchos di Archi; il 21 febbraio, alle ore 15, invece, si svolgerà l’attesissima sfilata dei carri allegorici che daranno seguito ad una sentita usanza.E per i più piccoli, sempre sabato, è prevista, alle 15 e 30 in piazza Campagna, una rappresentazione per rivivere la magica fiaba di Biancaneve ed i sette nani. REGGIO C. - Accademia del Tempo libero Ha avuto inizio questo mese il corso di integrazione per stranieri organizzato dall’“Accademia del tempo libero” di Reggio Calabria, vincitrice del bando della Provincia.Una serie di incontri per favorire l’inserimento degli stranieri in città attraverso la partecipazione ad interessanti corsi che aiuteranno lo svolgimento delle professioni più comuni ed anche la vita di tutti i giorni.Programma: sabato 21, alle 17 e 30; la regia è curata da Antonia Rigo Festini e Victoria, artista dell’Est, si esibirà nella danza del ventre e nella samba; a fine serata… tante chiacchiere. Ancora un interessante incontro medico è fissato per martedì 24 alle ore 18, per discutere del tema “Le artropatie degli arti inferiori”, tenuto dal dottore Francesco Cutrupi, specialista in chirurgia vascolare. Il 26, alle 18, “Protezione Civile…parliamone” con l’architetto Antonio Romeo. Un evento speciale chiuderà la programmazione di febbraio, il 28 febbraio, i due artisti comici reggini Giacomo Battaglia e Gigi Misefari, presenteranno lo spettacolo di cabaret, di cui sono autori e attori, dal titolo

“Non c’è due…senza tress”. Proseguono, inoltre, le lezioni Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle struttudi ballo liscio e sociale, ed i corsi di bocce, di yoga e di trai- re museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la ning autogeno. sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura REGGIO C. - Psico bar, incontri Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, che riunisce attorno alla dimensione psicologica professio- ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; gionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova vedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Krooccasione di approfondimento riguardo i temi della Psico- nos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federalogia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri zione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterisvago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 na, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturaa partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì le; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) 24 febbraio: “Il gatto a nove code” - Le perversioni sessua- Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea li che fanno bene alla coppia, con la partecipazione del dr. G. (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torRomeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa rente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi F. Farano (psicologa, psicoterapeuta); giovedì 05 marzo: diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale “Marte e Venere a confronto” - Psicologia dell'universo ma- club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limischile e femminile, con la partecipazione della dott.ssa S. trofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); doCordiani (psicologa, counselor adleriano); martedì 17 marmenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Cozo: “L’apparenza inganna?”- Stereotipi e pregiudizi sociali, stantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itineracon la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 26 marzo: “Uno, nessuno, centomila” - La comunica- rio parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazio- ta) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo ne della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consilia“Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei de- re circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e inlitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Bel- contro con stranieri; giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, mondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giorna- riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escurlista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa ma- sione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, le” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle rela- Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amminizioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (me- strazione comunale e gruppi di volontariato; giugno: domedico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito nica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rappor- Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa zirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convestessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicolo- gno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, ga); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipen- presso il tipico, riunione accademia Kronos; venerdì 26, ore denza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Sal- 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). zone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti e agli interes- REGGIO C. - Bravo grazie sati sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Psico-bar Tutto è cominciato con la selezione nei festival e nei concorè a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona si di tutta Italia che ha portato sedici finalisti, campioni di coCordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.coopera- micità, a sfidarsi a colpi di battute, davanti alla giuria popolare del teatro Francesco Cilea, nel corso di tre serate che antivaimep.it - Per prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. dranno in onda sabato 27 e domenica 28 febbraio e l’1 marzo su Sky Vivo (canale 109 di Sky). La messa in onda della REGGIO C. - Concorso musicale, premiazione Champions league della risata sarà preceduta da numerose Venerdì 20, alle 20.30, presso la sala concerti dell'accademia clip di promozione della trasmissione che sono state girate in Flautistica di Reggio via nazionale trav. Delfino, 4 Gallico città. Una serie di simpatici sketch che vedono come protaReggio Calabria avrà luogo la serata di premiazione della I gonisti gli artisti della risata che hanno animato e divertito il edizione del concorso internazionale di composizione mu- pubblico reggino. Cornice d’eccezione: Reggio Calabria che sicale dedicato ad opere per pianoforte solo. E' ideato e or- verrà portata nelle case degli italiani attraverso il piccolo ganizzato dall'associazione culturale "Continuum musi- schermo. cum". Il vincitore di questa edizione è il compositore tedesco Stefan Lienenkamper che sarà presente alla serata di pre- REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni miazione.

Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma:martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno.

REGGIO C. - Concerto per chitarre e violino Il prof. Salvatore Zema, docente di chitarra ai corsi tradizionali e docente ai corsi di II livello in "Prassi esecutiva" e "Metodologia dell'insegnamento strumentale" , al Conservatorio di Musica "F. Cilea" Reggio Calabria presenta, all’Accademia del Tempo Libero – Sezione Giovani di Reggio Calabria, il concerto per due chitarre, violino e clarinetto del trio Kasmeneo e Eszter Lencsès che si terrà nella città dello REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni Stretto presso l’Auditorium del Cipresseto sito in via Mela“Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali delcrino, 34, sabato 21 febbraio 2009 alle ore 21,00. la nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa ediREGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos lizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio: gio- tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introvedì 26, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Krodotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pinos; marzo: giovedì 5, ore 16.00, presso la sala consiliare cir- no Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, coscrizione di Santa Caterina, proiezione video su ambien- sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Itate (Ambiente giovane); giovedì 5, ore 19.30, presso il tipico, lia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abuassaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 12, ore siva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del de16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Cateri- grado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconverna, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); gio- sazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Bibliotevedì 12, ore 17.30, presso la sala consiliare circoscrizione ca, mercoledì 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà cuSanta Caterina, incontro con giovani stranieri (Giovani in- rato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sesieme); giovadì 12, ore 20.00, presso il tipico, assaggio pro- zione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della dotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 19, ore 16.00, pres- vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il so la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 nogiovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore vembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori sa16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Cateri- ranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. na, presentazione programma socio-culturale per stranieri Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazio(Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di ne del 21 ottobre sarà imperniata sul libro.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 43

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Presentazione del progetto preliminare del Nuovo Ospedale della Sibartide oggi a Rossano

Ornella Vanoni in concerto al Cilea IL CARTELLONE

Spettacolo di Luca Carboni il 23 marzo in programma a Reggio

REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per ulteriori informazioni consultare il sito internet: www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di telefono di rete fissa di seguito riportati: 0965/312701- 0961- 761471 0965/5936441; o ancora consultare il seguente sito internet www.essemmemusica.it. RENDE (Cs) - Presentazione libro Oggi, ore 17:30 al Dam - Università della Calabria, presentazione del libro "La crisi della fiducia" (Ed. Etas 2008) di Pierangelo Dacrema. RENDE (Cs) - “Dentro ogni casa tour” Giovedì 19 febbraioil palco del Piccolo Teatro Unical di Rende – Cosenza (via P. Bucci 5) ospiterà una nuova data del “Dentro ogni casa tour” di Pacifico (organizzato da Big Fish srl in esclusiva per Live Nation Italia srl).

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il giovedì 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende e venerdì 13 marzo 2009 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per ulteriori informazioni consultare il numero di telefono di rete fissa di seguito riportato 0968.441888. RIZZICONI (Vv) - Corso per assaggiatori di olio La figura del giudice di analisi sensoriale di olio vergine di oliva è fondamentale per l'effettuazione di una corretta ed oggettiva analisi, volta alla reale valutazione qualitativa degli oli. La professionalità di tali figure deve essere quindi tutelata e ben definita, nonché opportunamente formata da personale docente altamente qualificato, secondo pro-

grammi conformi a quanto stabilito dal Consiglio Oleicolo Internazionale e dalle norme nazionali. Il corso si terrà presso il Palazzo comunale nei giorni 20,21,23,24,25 febbraio 2009 dalle ore 8,30 alle ore 17,30. La tutela e la qualifica degli assaggiatori di olio vergine d'oliva avviene mediante l'iscrizione all'elenco nazionale dei tecnici e degli esperti, già istituito dall'articolo 3 della L.313/98, tenuto presso il Ministero per le Politiche Agricole e presso le singole Regioni (Ministero per le Politiche Agricole - Circolare n.5 del 18-giugno1999.). Per l'iscrizione a tale elenco l'assaggiatore oltre l'idoneità morale deve possedere i seguenti requisiti: possesso dell'attestato di idoneità fisiologica conseguito al termine di un corso per assaggiatori; possesso di attestati che comprovino la partecipazione ad almeno 20 sedute di assaggio nel triennio precedente la data di presentazione della domanda. ROSSANO (Cs) - Presentazione Nuovo Ospedale Presentazione del progetto preliminare del Nuovo Ospedale della Sibaritide, oggi, alle ore 12:30, presso la Sala Convegni della ex Azienda Sanitaria locale n. 3 di via Mazzei, allo scalo di Rossano. Saranno presenti: l’On. Agazio Loiero, Presidente della Giunta Regionale della Calabria; il Dott. Vincenzo Spaziante, Commissario Delegato all’Emergenza Sanitaria; l’On. Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza; il Dott. Franco Petramala, Direttore Generale dell’Asp di Cosenza. ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagione teatrale 2009, presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 19 febbraio, la Contrada - Teatro stabile di Trieste, Il divo Garry di Noël Coward, adattamento di Masolino D'Amico - Regia di Francesco Macedonio; scene di Andrea Stanisci - costumi di Fabio Bergamo - musiche di Massimiliano Forza - luci di Andrea Valentini, con Gianfranco Jannuzzo con la partecipazione di Daniela Poggi e con Paola Bonesi, Giovanni Boni, Davide Calabrese, Maria Serena Ciano, Adriano Giraldi, Alberta Izzo, Mirko Soldano, Danila Stalteri;27 febbraio, Nautilus Pictures presenta Remo Girone, Eleonora Giorgi in "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy tradotto da Gerardo Guerrieri con Giorgia Trasselli, Guglielmo Guidi, Fabrizio Alessandro Barbone, Andrea Garinei, Federica Montanelli; 16 marzo, Paola Quattrini - Ray Lovelock "I ponti di Madison Country" tratto dall'omonimo romanzo di Robert James Waller; adattamento Lorenzo Salveti con R. Rigillo, A.Marverti, M.G.Laurino; scene Bruno Buonincontri; costumi Bartolomeo Giusti; musiche di Armando Trovajoli; regia Lorenzo Salveti; (Unica data in Calabria); 27 marzo, ente nazionale del balletto-balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali sulla stagione duemilanove saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SAN GIOVANNI IN F. (Cs) - “Dog on the snow” Lo Sleddog l’affascinante disciplina sportiva proveniente dall’Alaska e dal Canada che sta conoscendo una crescente diffusione in Italia con ormai centinaia di appassionati, nello splendido contesto della Sila. E’ infatti al via la terza edi-

zione di “Dog on the snow”, manifestazione organizzata dalla Cooperativa La Comune Sangiovannese e patrocinata, tra gli altri, dalla Provincia di Cosenza, in programma fino al 22 febbraio prossimi nel cuore del Parco nazionale della Sila. Lo scenario sarà quello del Centro Fondo “Carlomagno” a San Giovanni in Fiore, riconosciuto campo di allenamento per lo Sleddog, laddove una decina di slitte ed una trentina di cani si cimenteranno in corse sulla neve, caduta copiosa, a dimostrazione di una attività che conta l’apertura di scuole nelle maggiori località sciistiche italiane .Per tutti i giorni dell’evento saranno presenti il Musher (conducente di slitta) e campione del mondo Giampiero Sabella ed il Musher istruttore Renato Alberini, della scuola Sleddog di Auronzo di Cadore, che si metterà a disposizione di chiunque voglia provare l’emozione di una corsa in slitta o imparare a praticarla.Previsti anche incontri con le scuole e con associazioni che si dedicano a persone disabili. SANT’ONOFRIO (Vv) - Agricoltura biologica, corso L'Icea istituto certificazione etica e ambientaleorganizza il corso "La nuova regolamentazione dell'agricoltura biologica in Europa" Reg Ce 834/07 - Reg. Ce 889/08, giovedì 5 marzo, presso il centro di documentazione Igea. Il corso è finalizzato all'aggiornamento di tecnici controllori, consulenti ed operatori specializzati. Alla conclusione del seminario sarà consegnato ad ogni partecipante attestato di partecipazione al corso. I partecipanti al corso devono avere una conoscenza generale delle metodologie e delle norme vigenti in agricoltura biologica. Il corso sarà supportato da dispensa cartacea e dvd multimediale. Orario: 9.00 - 13.00; 13.00 - 18.00. Costo euro 20,00, contributo volontario per la copertura dei costi di elaborazione e stampa del materiale didattico. Modalità di pagamento: versamento in contanti. Info sede del corso: 0963/267215. SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Al Bar Mario: oggi, doctor why gioco a quiz per locali; giovedi, isa e il suo karaoke; venerdi, drug queen francys; sabato, Mimmo Cavallaro e le sue tarantelle. Info: bar-mario.com - 3280715176.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 28 febbraio “Dr Jekill e Mr Hyde The strange show” di e con Fabrizio Paladin; sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma: domenica 1 marzo con la compagnia Spazioscenico con “Un sesso di troppo”. Un cocktail esplosivo di doppi sensi e situazioni esilaranti condito con un pizzico d'amore e molto buon umore. Franco Procopio dirigerà la divertentissima commedia di James Sherman, campione d'incassi a New York. Domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de “L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it".


44 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA Un opuscolo dedicato ai ragazzi e ai genitori finalizzato alla prevenzione della violenza negli istituti scolastici e nella società, rivolto agli alunni della provincia di Catanzaro

“Bullismo, che fare?”. Ecco le risposte Per De Felice: «Stato, famiglia e scuola devono cooperare per insegnare ai giovani a vivere nella legalità» CATANZARO — Un’interessante ini-

ziativa denominata “Bullismo, che fare? ” è stata presentata lunedì scorso presso l’Istituto Tecnico Industriale “E. Scalfaro” di Catanzaro dal Questore della Provincia di Catanzaro, Arturo De Felice, e dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Giacomo Coluccio. Un progetto finalizzato alla prevenzione della violenza nella scuola e nella società, rivolto agli alunni dell’ultimo anno delle scuole medie e del primo anno delle scuole superiori, così come ha sottolineato il dottor De Felice: «Il bullismo è un fenomeno che esiste indubbiamente anche a Catanzaro, anche se in proporzioni assolutamente ridotte. Ma il contesto nazionale non

Nella foto da sinistra: Mardente, De Felice, Mercurio e Coluccio

Alcuni dei giovani alunni protagonisti dell’iniziativa presenti lunedì scorso

consente distrazioni quindi abbiamo deciso di attivare con le scuole della provincia una cooperazione al fine di prevenire l’aumento dei casi di bullismo nel capoluogo di regione, che coinvolga i docenti, i genitori e gli studenti». Il Questore ha poi aggiunto: «La Polizia di Stato si è dimostrata come sempre attenta al mondo giovanile e non poteva tralasciare questa iniziativa di prossimità. Saranno distribuiti oltre 40.000 opuscoli, stampati gratuitamente dalla Rubettino Editore, dedicati sia agli studenti che ai genitori. Stato, famiglia e scuola devono cooperare e attivare sinergie per insegnare ai nostri giovani a vivere nella legalità ed offrirne loro un quadro ben preciso». Infine De Felice ha richiamato l’attenzione dei presenti su un filmato che raccontava la storia di una vittima di bullismo, realizzato grazie alla collaborazione della psicologa dell’Ufficio minori della Questura. Considerata l’importanza ed il va-

lore formativo dell’iniziativa sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi statali e di quelli di istruzione secondaria di I e II grado, nonché i rappresentanti dell’Associazione genitori e gli studenti della Consulta. Giacomo Coluccio, dirigente dell’ufficio scolastico provinciale ha puntualizzato: «La scuola attualmente ha molti problemi; tra questi c’è la difficoltà ad insegnare ai giovani a rapportarsi in modo corretto con i compagni. Proprio a tal proposito abbiamo progettato con la Questura un’iniziativa denominata “Bullismo che fare? ”, per individuare le forme di prevaricazione psicologica che esistono nelle scuole ed aiutare i docenti ad intervenire per correggere questi atteggiamenti devianti, aiutando le vittime a difendersi. La violenza psicologica - ha infine concluso Coluccio – è quella che lascia segni più profondi nei ragazzi ed occorre adottare ogni mezzo utile per dare

serenità a chi ne è vittima. I docenti da soli non ce la fanno. E’ necessario che le Istituzioni mettano insieme le loro forze per sostenere la scuola». Francesco Mercurio, direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, nel corso del suo intervento, ha invece posto l’accento sull’importanza della formazione dei docenti per combattere il fenomeno “bullismo”. «E’ necessario che i professori sappiamo gestire atteggiamenti prevaricatori da parte degli alunni» ha evidenziato Mercurio che ha proseguito: «Occorre che la scuola si apra al territorio in un processo di reciproco scambio e che il ragazzo sia supportato da insegnanti e famiglia che devono cooperare. E’ importante che i genitori comunichino con i propri figli». Alcuni segnali che un genitore deve captare per capire che il figlio è vittima di bullismo sono riportati nell’opuscolo; tra questi: trovare scuse per non andare a scuola o voler essere accompagnati; fare frequenti richieste di denaro; essere molto tesi, piagnucoloni e tristi dopo la scuola; presentare lividi, tagli, graffi o strappi negli indumenti; dormire male o bagnare il letto; raccontare di non aver nessun amico; rifiutarsi di raccontare ciò che avviene a scuola. Bisogna aumentare l’autostima dei bambini, incoraggiandoli a sviluppare le loro caratteristiche positive e le loro abilità. Per un aiuto ci si può rivolgere a: telefono azzurro al numero gratuito fino ai 14 anni: 19696; alla linea istituzionale di telefono azzurro rivolta agli adulti: 199151515; al 114, emergenza infanzia. Rita Macrì


il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 45

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

CALCIO

FORMULA UNO

L’ex juventino Moreno Torricelli nuovo allenatore della Pistoiese

Il kers fa i capricci La Ferrari di Raikkonen si ferma tre ore

Prova tv a lieto fine per il brasiliano: involontario il suo tocco di braccio L’Inter tira un sospiro di sollievo e festeggia il compleanno dell’Imperatore

Mano leggera con Adriano I due terzini sembrano vicini al rientro Siena e Arsenal sono le prossime tappe

Nell’anticipo di Bologna maglia da titolare per l’ex Cruz MILANO - Dall’eventualità di altri due turni di squalifica all’assoluzione in meno di 24 ore. Sarebbe stato un compleanno davvero amaro per Adriano e invece la quarta volta in tre anni sotto la mannaia della prova televisiva una volta tanto per lui ha un lieto fine. «Assolto», così ha sentenziato il giudice sportivo Giampaolo Tosel dopo la segnalazione di lunedì del procuratore federale Stefano Palazzi. Il brasiliano e l’Inter possono dunque tirare un sospiro di sollievo e anche i tifosi che questa ieri, per iniziativa di Javier Zanetti, hanno festeggiato l’Imperatore alla Pinetina con una grigliata di carne, con gli ’specialisti’ Burdisso e Samuel alla griglia. Sarebbe stato un colpo durissimo per Josè Mourinho dove rinunciare al brasiliano proprio adesso che aveve ritrovato il suo «figliol prodigo». Un ritrovato feeling sancito dall’abbraccio in mondovisione dopo il contestatissimo gol di mano e la dedica al figlio dello Special One. Molto diverso questo dai precedenti casi di prova tv: quelli erano stati per condotta violenta (sul livornese Grandoni nel 2006 e quest’anno sul doriano Gastaldello) e simulazione (sull’atalantino Doni nel 2007), questa volta si trattava di verificare se il tocco di mano fosse stato o meno volontario. Impossibile in questo caso accertare la volontarietà del gesto di Adriano, da cui l’assoluzione del giocatore. «Le immagini televisive - osserva Tosel - non consentono di ritenere, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, che il pallone fosse stato ’volontariamente’ colpito per realizzare la rete». E anche il minimo dubbio è «incompatibile con l’affermazione di responsabilità disciplinare per condotta gravemente antisportiva».

La Roma non può fallire Cicinho e Riise di corsa ROMA - La settimana che porterà alla partita di sabato col Siena e che fa da prologo alla super sfida di Champions con l’Arsenal si apre con due notizie positive per la Roma. Riguardano la difesa. Riise, quasi tre settimane dopo l’infortunio muscolare rimediato contro il Palermo, a sorpresa è tornato ad allenarsi con la squadra. Le cure effettuate in Norvegia hanno dato frutti superiori alle aspettative, visto che il terzino sinistro ha effettuato le due sedute previste senza problemi e disputando anche la partitella. L’ex Liverpool, insomma, si candida per un ritorno in campionato anche se, al momento, sembra più plausibile che il rientro possa avvenire contro i Gunners martedì prossimo. Prima del norvegese dovrebbe torna-

Il gol di Adriano nel derby: il brasiliano non è stato squalificato

Si decide la stagione: otto gare in un mese

La Juve deve fare gli straordinari Trezeguet risponde presente TORINO - Otto partite in quattro settimane. E tutte in notturna. Dopo il pareggio contro la Samp, ieri la Juventus ha iniziato a preparare il ciclo terribile. Un mese verità che, tra campionato e coppe, segnerà la stagione bianconera nel bene o nel male. Si incomincia sabato sera con la trasferta di Palermo e si finisce il 21 marzo con la Roma all’Olimpico. In mezzo il Napoli, il Bologna e il Del resto sull’involontarietà del mani di Adriano si era già espresso l’arbitro Rosetti convalidando il gol «non avendo avuto la percezione che lo stesso gesto fosse fina-

derby con il Torino, sempre per quanto riguarda il campionato, la sfida di Coppa Italia contro la Lazio e il doppio scontro con il Chelsea. La prossima settimana l’andata, in Inghilterra, ritorno all’Olimpico il 10 marzo. De Ceglie e Zanetti ancora fuori, mentre gli altri sono a disposizione. Trezeguet compreso, che ha smaltito l’affaticamento muscolare e si candida a una maglia da titolare. lizzato a un comportamento antisportivo». Anche il tecnico del Milan Carlo Ancelotti ha detto che il verdetto di assolvere Adriano è giusto.«E’ una decisione giustissi-

ma - commenta l’amministratore delegato dell’Inter Ernesto Paolillo, intervistato da Radio 105 - è quella che ci aspettavamo perchè, come sempre abbiamo sostenuto, era evidentissimo che fosse un gesto involontario». Per Paolillo l’iniziativa di Palazzi è stata «un eccesso di scrupolosità, ma va bene così perchè alla fine la verità è venuta a galla». L’Ad nerazzurro lancia poi una piccola frecciata all’irritazione di Galliani: «E’ un uomo troppo intelligente per non sapere che anche l’episodio della mancata espulsione di Ambrosini è stato giudicato con bontà nei confronti del Milan». Contro il Bologna Mourinho dovrebbe dare spazio al turnover. Dopo la bella prova nel derby possibile conferma in difesa per Chivu, accanto al romeno Burdisso o Materazzi. A centrocampo dovrebbe tornare dal primo minuto Vieira, in attacco dovrebbe rivedersi l’argentino Cruz. Del resto essendo l’ex questa è la sua partita.

Il presidente del Genoa sconvolto per l’incidente al tifoso

Preziosi non ne può più: “Stop violenze o lascio il calcio” GENOVA - «Domenica ero distrutto per quanto accaduto a Gabriele e se qualcosa non cambia, se fatti del genere dovessero ripetersi, potrei anche pensare di lasciare il calcio». Pacato ma determinato, il

Serie B Cade il Sassuolo, Parma e Brescia avvicinano la vetta

La poltrona resta per due Serie B ROMA - Un punto per uno e Bari e Livorno restano al comando del campionato di serie B. Le due prime della classe pareggiano 1-1 nel big match della 26a giornata (che si è giocata ieri alle 20,30) e vedono avvicinarsi Parma e Brescia, vittoriose rispettivamente a Frosinone e in casa con l’Ancona. Le reti della sfida tra Livorno e Bari portano le firme di Guberti per i pugliesi e Rossini per i toscani, entrambe nel primo tempo. A soli due punti di distanza dal duo di testa adesso c’è il Parma, “corsaro” 1-2 a Frosinone con i gol di Manzoni e l’autorete di Lucenti proprio al 90’ che hanno ribaltato il vantaggio iniziale di Cavalli per i padroni di casa. Un punto più in basso c’è il Brescia che ha liquidato 3-0 l’Ancona: Okaka, Tognozzi e Baronio gli autori delle reti. Brutta battuta d’arresto per il Sassuolo, superato 1-0 a Bergamo dall’Albinoleffe che ha conquistato l’intera posta in palio a tre

minuti dalla fine con Cellini. Il cambio di allenatore giova al Grosseto: i toscani del neo tecnico Ezio Rossi rifilano tre reti in sette minuti all’Avellino. Nella ripresa si svegliano i campani che accorciano le distanze con la doppietta di Sforzini. Clamoroso tonfo dell’Empli che continua a stentare in trasferta: il Modena ultimo in classifica rifila tre sberle alla squadra di Silvio Baldini. Prova di forza della Triestina che si sbarazza 3-1 della Salernitana. Mario Somma incassa la prima sconfitta da quando ha rilevato Costacurta sulla panchina del Mantova: l’Ascoli passa 2-0 con Soncin e il rigore di Bucchi. Cittadella e Treviso avanti con la politica dei piccoli passi: Baccin e De Gasperi decidono l’1-1 finale. Si dividono la posta in palio anche Vicenza e Pisa, che non vanno oltre lo 0-0. Bel colpo del Piacenza a Rimini: Moscardelli e Graffiedi siglano il 2-0.

SQUADRA

Livorno Bari Parma Brescia Sassuolo Grosseto Empoli Triestina Vicenza Albinoleffe Ancona Rimini Mantova Pisa Piacenza Cittadella Ascoli Frosinone Salernitana Treviso Modena Avellino

Pt

G

V

46 46 44 43 42 41 40 39 37 35 32 32 32 32 31 29 29 29 29 23 21 21

26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26 26

7 7 7 10 8 9 6 6 5 6 8 4 4 6 5 2 6 6 5 5 4 2

presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha lanciato ai suoi tifosi questo ultimatum in una conferenza stampa a Pegli parlando dell’incidente al tifoso Gabriele Amato. «Non sono disposto a tollerare che per una partita qualcuno debba morire o restare ferito in ospedale, che un carabiniere possa prendere una pietra in testa. Non è possibile», ha ripetuto Preziosi. Il presidente ha parlato per quasi un’ora della necessità di una svolta che porti un po’ di cultura sportiva nel calcio e ha chiesto ai suoi tifosi di iniziare per primi, di cambiare atteggiamento verso quelli avversari. Intanto permangono critiche ma stazionarie le condizioni del tifoso del Genoa. I medici hanno notato «piccoli segnali di stabilizzazione». RISULTATI

IN CASA N P RF

6 4 6 3 2 2 5 5 6 4 2 4 5 3 4 8 3 3 2 5 6 7

re Cicinho. Il brasiliano, reduce dalla distrazione al legamento collaterale del ginocchio destro, si è allenato a parte ma è molto fiducioso sul suo recupero.

0 2 0 1 2 2 2 2 2 3 3 5 3 4 4 3 4 4 6 3 4 4

22 15 21 21 20 31 20 20 19 13 23 13 14 17 14 12 12 14 17 19 18 12

RS

8 11 8 6 9 16 16 13 9 12 12 15 16 17 12 11 9 10 18 17 16 17

V

4 5 4 2 3 3 5 4 4 2 1 4 4 2 3 4 3 1 3 0 0 2

TRASFERTA N P RF RS

7 6 5 4 7 3 2 4 4 7 3 4 3 5 3 3 3 5 3 7 3 4

2 2 4 6 4 7 6 5 5 4 9 5 7 6 7 6 7 7 7 6 9 7

16 14 13 11 16 12 10 15 11 10 9 17 12 16 12 15 9 15 10 8 16 11

11 10 13 17 15 27 12 15 9 12 22 20 15 23 19 16 18 26 19 17 29 22

F

RETI S DR PE MI

38 29 34 32 36 43 30 35 30 23 32 30 26 33 26 27 21 29 27 27 34 23

19 19 -6 21 8 -6 21 13 -8 23 9 -11 24 12 -8 43 0 -11 28 2 -12 28 7 -13 18 12 -15 24 -1 -17 34 -2 -20 35 -5 -20 31 -5 -18 40 -7 -20 31 -5 -21 27 0 -23 27 -6 -4 -19 36 -7 -23 37-10 -23 34 -7 -4 -25 45 -11 -33 39-16 -2 -29

Albinoleffe - Sassuolo Ascoli - Mantova Brescia - Ancona Cittadella - Treviso Frosinone - Parma Grosseto - Avellino Livorno - Bari Modena - Empoli Rimini - Piacenza Triestina - Salernitana Vicenza - Pisa

PROSSIMO TURNO Ancona - Frosinone Avellino - Vicenza Bari - Ascoli Empoli - Cittadella Grosseto - Livorno Mantova - Triestina Parma - Brescia Piacenza - Albinoleffe Pisa - Salernitana Sassuolo - Rimini Treviso - Modena

1-0 2-0 3-0 1-1 1-2 3-2 1-1 3-0 0-2 3-1 0-0


46 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Malumori aspettando l’Ajax

D’Agostino carica: “Possiamo farcela”

L’assoluzione di Adriano non piace ai tifosi viola

C’è l’ostacolo Lech per l’Udinese di coppa

FIRENZE - La Fiorentina si sta preparando per la sfida di domani al Franchi contro l’Ajax che segnerà il suo ritorno in Uefa dopo l’eliminazione dalla fase a gironi della Champions e l’accesso alla finale perso la scorsa stagione ai calci di rigore con i Glasgow Rangers. La squadra viola ha scelto il silenzio nel rispetto del tifoso del Genoa investito dal bus. I tifosi non hanno gradito la mancata squalifica da parte del giudice sportivo di Adriano, a fronte dei due turni di stop inflitti al viola Gilardino dopo la rete di mano al Palermo.

UDINE - «Alla Coppa Uefa ci teniamo parecchio e siamo pronti per la sfida di domani a Poznan contro i polacchi del Lech. Siamo squadra di coppa». Lo ha dichiarato il centrocampista Gaetano D’Agostino. «Noi possiamo giocarcela con chiunque, non temiamo avversario. Lo abbiamo dimostrato un mese fa con la Juventus - ha aggiunto - eravamo reduci da undici gare in cui abbiamo racimolato tre punti; nessuno ci dava credito, invece, dato che siamo anche squadra pazza, abbiamo giocato bene e vinto con pieno merito».

Adrian Mutu è in gran forma

I friulani vogliono andare avanti

I rossoneri si rituffano nell’Uefa dopo la pesante sconfitta subita nel derby Ancelotti rilancia Dida e Inzaghi e fa i conti con gli acciacchi di Beckham e Pato

Il Milan all’esame di tedesco Nesta è stato operato La sua stagione si è già chiusa prima di iniziare MILANO - Dal derby alla Uefa: il Milan (alle 20,45) ricomincia laddove aveva finito l’Inter in Champions. Sulla loro strada i rossoneri si ritrovano i tedeschi del Werder Brema, eliminati proprio dal girone dei nerazzurri. La Coppa Uefa non arriva in un buon momento per entrambe le squadre: se i rossoneri hanno detto addio ai loro sogni di scudetto, il Werder sta anche peggio. L’1-1 in campionato contro il Borussia Moenchengladbach, fanalino di coda, è l’ultimo di una serie di risultati negativi dopo i ko con Arminia Bielefeld e Schalke 04. Decimo in campionato, l’Uefa rimane per il Werder l’obiettivo su cui concentrare tutti gli sforzi. Il Werder ritrova la stella Diego, reduce da una lunga

La setta evangelica in Brasile che prende i soldi da Kakà accusata di riciclaggio

Alle 20,45 impegno casalingo contro gli ucraini

Il sogno nei piedi di Cassano Samp all’assalto del Metalist GENOVA - «So che i tifosi tengono molto alla Coppa Uefa, e visto che questa è la prima volta che la Sampdoria ha superato il girone di qualificazione, credo che questo appuntamento andrebbe affrontato con uno stadio pieno». Conta molto sull’appoggio dei tifosi, Walter Mazzarri, l’allenatore della Sampdoria che alle 20,45 a Marassi affronta gli ucraini del Metalist Kharkov, per i sedicesimi di finale di Coppa Uefa. Per l’allenatore blucerchiato sarà fondamentale la mentalità per battere una squadra che, preliminari a parte, in coppa non ha mai subito reti. Per la gara di oggi, Mazzarri recupera Lucchini e dovrebbe squalifica. C’è anche Beckham per il quale continua la trattativa con i Galaxy:venerdì potrebbe essere la giornata decisiva. Ancelotti dovreb-

Cassano fa paura agli avversari di questa sera: giocherà in attacco al fianco di Bellucci

poter contare anche su Raggi, ma deve fare a meno di Gastaldello, Campagnaro, Delvecchio e Accardi. Davanti, senza Pazzini che non è stato inserito nelle liste Uefa, la coppia

be dare spazio in attacco a Inzaghi, mentre in porta torna Dida. Ma si ritrova con tre acciaccati eccellenti: Beckham, Ronaldinho e Pato. Il Mi-

d’attacco sarà formata da Bellucci e Cassano. Proprio Cassano è stato definito dall’allenatore degli ucraini, Myron Markevich, «il miglior giocatore in Italia».

lan, ancora privo di Gattuso e Kakà e incrocia le dita per Nesta. Il difensore è stato operato alla schiena ma, visto il precedente di Serginho non

ci sono certezze sul suo futuro. Oggi sarà dimesso, ma lo aspettano 15 giorni di assoluto riposto, poi riprenderà lentamente la rieducazione: la

sua stagione è finita. Nelle ultime tre stagioni è sceso in campo soltanto 61 volte, segnale eloquente di una fragilità fisica sempre crescente, cui in parte hanno contribuito anche le condizioni del campo di San Siro di cui spesso si è lamentato. Kakà ha confermato alla polizia tributaria brasiliana di aver effettuato versamenti in denaro, uno dei quali di 200mila euro, alla setta evangelica ’Renascer em Cristo’, di cui è membro. La setta è accusata di riciclaggio di denaro ’sporco’, e i suoi fondatori sono stati arrestati dalle autorità statunitensi per contrabbando di valuta. Il fuoriclasse ammette i suoi versamenti alla setta ma nega di sapere che fine fanno le cifre ingenti che dona.

Dopo Messina e Scariolo nel basket, adesso Daniele Bagnoli allenerà la nazionale russa di pallavolo maschile

L’Italia dello sport continua a esportare cervelli I nostri tecnici di varie discipline sempre più apprezzati fuori dai confini

Tennis Lo svizzero tormentato dal mal di schiena

ROMA - Il siciliano Ettore Messina ha fatto proseliti: è stato il coach in forza al Cska Mosca a indicare la strada che porta oltre confine i colleghi italiani, dando il ’la’ a una fuga di cervelli di notevoli proporzioni, una strada già intrapresa dagli allenatori italiani di altre discipline sportive. Messina, in una delle patrie della pallacanestro, è riuscito perfino a impugnare lo scettro di miglior allenatore del basket russo, con tanto di elezione federale. In Russia infatti ha già vinto due coppe nazionali, ha conquistato l’oro in Eurolega ed è stato già premiato per due volte come miglior allenatore. E proprio a Mosca lavora un altro vincente dello sport italiano, quel Daniele Bagnoli che allena la Dinamo ma da ieri è anche il ct della Russia, potenza del volley mondiale. Il tecnico mantovano è uno dei tecnici più vincenti: il suo palmares conta 8 scudetti, 7 coppe Italia, 5 supercoppe italiane, 5 coppe dei Campioni, 1 coppa delle Coppe, 2 coppe Cev e 2 supercoppe Europee. Nell’attesa che i coach italiani sbarchino negli States e vadano magari alla conquista dell’Nba (proprio Messina piace ai Toronto Raptors), un altro tecnico italiano, Sergio Scariolo, è stato promosso ct della Spagna campione del mondo in carica, con un con-

PARIGI - Forfait di Roger Federer in Coppa Davis e al torneo di Dubai. Il tennista svizzero, numero 2 del ranking mondiali, attraverso il suo sito internet ha annunciato che non giocherà Svizzera-Stati Uniti, sfida valida per il primo turno del World Group di Coppa Davis in programma dal 6 all’8 marzo. Federer salterà anche il torneo Atp di Dubai, al via la prossima settimana. «Sono deluso nell’annunciare che non sarò presente alla sfida di Coppa Da-

Federer si prende una pausa Salta coppa Davis e Dubai

tratto di 4 anni, che durerà cioè fino alle Olimpiadi di Londra. Scariolo, in passato allenatore di Malaga e Real Madrid, dovrà conciliare il nuovo incarico con quello di tecnico del club russo Khimki. E’ lunga la lista degli allenatori che lasciano l’Italia e cercano fortuna ma anche risultati - fuori dai confini. Un made in Italy fatto di moduli (o modelli) tattici e di sagacia tecnica da esportazione. Tempo fa il presidente del Coni, Gianni Pe-

trucci, disse chiaramente che i coach erano il fiore all’occhiello dello sport italiano. Nella pallanuoto, Alessandro Campagna ha guidato la Grecia, ma soprattutto nel calcio è folta la schiera degli ’emigrati’ d’oro. Fabio Capello, dopo avere guidato il blasonato Real Madrid, è stato chiamato al capezzale della Nazionale inglese, che vuole a tutti i costi arricchire la propria bacheca di trofei. Prima di lui anche Claudio

Ranieri aveva lavorato a Londra, ma nel Chelsea, dopo le esperienze a Valencia e Madrid, sponda Atletico. Dopo Capello a Londra è invece arrivato Gianfranco Zola, che ha ’tradito’ il suo Chelsea per andare ad allenare il West Ham. A giocare d’anticipo era stato Nevio Scala, che ha assunto incarichi in Germania (Borussia Dortmund) e Turchia (Besiktas), passando per l’Ucraina (Shakhtar Donetsk, squadra con la quale ha vinto uno scu-

vis, tra Svizzera e Stati Uniti, e al torneo di Dubai», ha detto Federer che non ha ancora completamente recuperato dal problema alla schiena. «Era una decisione dura da prendere, anche perchè sono costretto a saltare uno dei miei tornei preferiti, quello di Dubai, e non potrò aiutare il mio paese in Coppa Davis contro gli Usa». «Utilizzerò le prossime settimane - ha aggiunto - per recuperare dal problema alla schiena ed essere pronto pienamente per il resto della stagione». detto) e per la Russia (Spartak Mosca). Un ruolo di assoluto rilievo lo merita Giovanni Trapattoni: l’ex ct azzurro ha guidato il Bayern Monaco (memorabili le sue conferenze stampa in un maccheronico tedesco), il Benfica, per poi approdare in Austria, dove ha vinto il titolo con il Red Bull Salisburgo, quindi in Irlanda, alla guida della Nazionale. Della colonia degli italiani all’estero in passato hanno fatto parte anche Alberto Bigon, Gigi Mai-

L’allenatore del Cska Mosca di basket, Ettore Messina, non è l’unico italiano che riscuote successo all’estero

fredi, Walter Zenga, Franco Scoglio,Beppe Dossena, Arrigo Sacchi, Alberto Malesani, Zdenek Zeman (italiano d’adozione) e Francesco Guidolin. Nella pallavolo si ricordano Marco Bonitta, Andrea Anastasi (ct azzurro che però nel 2007 ha vinto gli Europei alla guida della Spagna) ed Angiolino Frigoni, ex ct dell’Olanda donne ed ora al lavoro in Russia, mentre una colonia molto nutrita è quella dei ct italiani di molte nazionali del tiro a volo, sport in cui si ritiene che nessuno abbia la stessa capacità d’insegnare degli italiani: l’olimpionico di Atene nello skeet, Andrea Benelli, è il nuovo tecnico di Cipro, dove in passato ha lavorato con ottimi risultati Vitantonio Blasi (ex allenatore anche del Brasile). Mirco Cenci è stato il ct del Kuwait prima di tornare in Italia e guidare Francesco D’Aniello all’argento olimpico di Pechino, mentre Marcello Dradi dopo aver guidato l’India è ora il ct della Gran Bretagna che si prepara a Londra 2012. L’elenco dei ct italiani sparsi, ora ed in passato, nel mondo del tiro a volo è completato da Luca Scribani Rossi (Australia), Paolo Donato (Colombia), Marco Conti (Emirati Arabi), Giampiero Malasomma (Libano) e Carlo Danna (Messico).


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 47

SPORT Il centrocampista islandese della Reggina, Emil Hallfredsson parla della gara di domenica

S E R I E

A

«A Catania per far punti...» REGGINA

Orlandi recupera Brienza ma dovrà rinunciare al portiere Campagnolo

REGGIO CALABRIA — Contro il

Catania Franco Brienza quasi certamente ci sarà. L’attaccante amaranto, dopo aver smaltito l’infortunio muscolare e la successiva influenza che lo hanno tenuto fermo per quasi un mese, dovrebbe tornare disponibile per il derby contro gli etnei. Il giocatore ex Palermo alla ripresa di ieri si è rivisto in campo, sebbene abbia svolto un lavoro differenziato rispetto al resto del gruppo. Nei prossimi due giorni verranno valutate attentamente le sue condizioni, ma non dovrebbero esserci problemi circa il suo recupero in vista della trasferta di domenica in casa del Catania, dove tuttavia dovrebbe sedere in panchina. Ieri al Sant’Agata si è rivisto anche Luca Vigiani, nelle scorse settimane fuori Reggio per curare l’ernia cervicale rimediata in occasione della gara giocata contro l’Udinese a novembre. L’infortunio che lo ha tenuto fermo per tre mesi non è però stato smaltito ed appare ancora difficile quantificare i tempi di ripresa, che sicuramente non saranno brevi. Differenziato ieri anche per Ceravolo, Barillà e Giosa, tutti alle prese con strascichi di problemi muscolari mentre è rimasto a riposo precauzionale Campagnolo. Solo nel fine settimana lo staff medico si pronuncerà in maniera definitiva sulle sue condizioni, ma la sensazione è che il portiere, che contro il Palermo ha rimediato uno stiramento, non ce la farà e sarà sostituito da Puggioni. Intanto Emil Hallfredsson, che domenica è entrato in campo a gara in corso, si candida per una maglia da titolare contro il Catania. «Sono contento di aver giocato domenica- spiega il giocatore -, anche se solo per uno spezzone di partita. Non ho avvertito difficoltà, mi sentivo bene anche

2ª D I V I S I O N E

A MICROFONO APERTO di Antonio LAtella

LO ZAPPING DEL LUNEDI’ l lunedì sera mai dire tv. Sedersi davanti al piccolo schermo per assistere alle trasmissioni sportive che vengono irradiate dalle emittenti televisive locali è diventato un tormento. Nessuna novità, ma le solite facce avare di sorrisi che sputano sentenze in formato industriale. Il quadro è sempre lo stesso: conduttori ed inviati che giocano a chi la spara più grossa contro la Reggina, diventata il bersaglio preferito di chi aspira a prendere il posto di Marcello Lippi alla guida della nazionale azzurra. Il refrain è sempre lo stesso: Foti e la sua tirchieria, Orlandi ed i suoi errori tattici, la scarsa caratura dell’organico. Tutti i loro discorsi, alla fine, si trasformano in condanne senza appello. Non sappiamo quale sia l’audience di queste trasmissioni che hanno come ospiti fissi luminari del calcio, riuniti in consulto per salvare una squadra gravemente malata. Il motivo ricorrente di questi salotti sono i discorsi fatti col senno del poi. “Se fosse entrato il tiro di Costa... ”; “Se Amelia non si fosse opposto alla sciabolata di Di Gennaro... ”; “Se Orlandi si fosse deciso ad inserire prima Sestu... ”: litanie che lasciano il tempo che trovano e sortiscono lo stesso effetto di quanti, da sempre, in privato criticano, ma in pubblico preferiscono il cono gelato. Ahi-

I

Emil Hallfredsson

perché in nazionale avevo disputato due gare intere la settimana scorsa. Ho cercato di essere propositivo e di entrare subito in partita con aggressività e determinazione. Peccato non sia arrivata la vittoria». Il centrocampista islandese si dice convinto delle chance di salvezza e, anche se finora è stato chiamato in causa solo poche volte nel corso del torneo, spera di contribuire a centrare l’obiettivo prefissato. «E’ una stagione nata male - dice ancora - ma si può ancora recuperare. Sfortuna e infortuni hanno condizionato il nostro cammino fin dalla prima giornata. Speriamo di chiudere bene come lo scorso

anno. Il mio augurio è quello di poter contribuire alla salvezza della Reggina e, come contro il Palermo, metterò tutto in campo quando sarò chiamato in causa». Le prossime gare, secondo Hallfredsson, potranno decidere l’esito dell’intera stagione. «Abbiamo necessità di punti conclude - e ogni partita diverta ormai di vitale importanza. Nelle prossime tre gare, considerati gli scontri diretti contro Catania e Lecce, conquistare sei punti è il traguardo minimo da perseguire se vogliamo consolidare le nostre chance di salvezza». Angela Latella

La compagine di mister Galfano si ritroverà di fronte il bomber Mastrolilli

VIBONESE

La Vibonese si prepara per la trasferta di Andria

VIBO VALENTIA — Si va ad Andria e

si incontra un vecchio amico che tanti rimpianti ha lasciato a Vibo Valentia, Mattia Mastrolilli. Si va ad Andria in un momento delicato e si va in casa di una squadra che si sta rilanciando. Si va ad Andria e – paradossalmente – il fatto di dover affrontare un avversario difficile in una gara delicata non deve essere pensato come un momento problematico, tutt’altro… Che vuol dire? Vuol dire che quest’anno la Vibonese ha realizzato le sue cose migliori in trasferta. Vuol dire che quest’anno il campionato della Vibonese si risolverà soprattutto nelle sue gare in trasferta. Vuol dire che, lontano dal Luigi Razza, la Vibonese ha finora conquistato le soddisfazioni migliori. Perché? Cosa succede? Quali i motivi? Almeno due importanti e pesanti. Il primo, fondamentale, riguarda le condizioni del campo: una risaia, un ammasso informe che fa dannare l’anima ai calciatori, un’offesa a

chi ama il calcio giocato, una denuncia a chi aveva l’incarico di curarne la manutenzione; in una parola: un altro, uno dei tanti problemi assurdi, colpevoli che subisce la città di Vibo Valentia, una città che scivo-

noi che tormento. Il linguaggio compassato dei protagonisti non lascia spazio ad ottimistiche previsioni, come se gli amaranto fossero l’anticamera di un’apocalisse calcistica chiamata a redimere il club di via delle Industrie da tutti i suoi “peccati”. Difficile capire il linguaggio di questi dottor Sottile del giornalismo cittadino. Ahi, che male: abbiamo appoggiato - leggermente - il dito sulla piaga. I coccodrilli piangono. E non capiscono che, in questo momento della stagione e per come si sono messe le cose per la Reggina, è indispensabile un cambio di tattica. Che non vuole, assolutamente, ipotizzare la richiesta di assoluzione nei confronti di Lillo Foti e delle altre componenti della più importante società calcistica calabrese. Tutti - a parole - sostengono di volere il bene della squadra e si augurano che si possa restare in serie A. Nei fatti, ogni trasmissione sportiva è l'occasione per incardinare nuovi processi che contribuiscono a creare confusione e a delegittimare calciatori e staff tecnico. Pretendiamo troppo se chiediamo una pausa? Un po’ di giudizio non guasta. A meno che anche gli autorevoli opinion leader del lunedì - compresi i conduttori - non si siano stancati di rimanere in Paradiso. Anche se nei quartieri popolari.

la inesorabilmente verso il baratro senza che chi ha il compito ed il dovere di agire faccia qualcosa. Ed è inutile continuare a dire che un campo così infame penalizza in egual misura entrambe le squadre.

Non è vero: chi attacca, chi cerca il fraseggio e si sforza di allestire trame di gioco per tentare di vincere è maggiormente penalizzato rispetto a chi deve difendersi e controbattere. L’altro handicap della Vibonese

che gioca in casa è altrettanto evidente e paradossale: il pubblico. Scarso, freddo, molto spettatore e poco tifoso. È un’altra assurdità, tipicamente vibonese: somiglia alla storiellina di quel marito che per far dispetto alla moglie…E infatti, vi è una strategia che attua questo sciocco ragionamento: per contestare la dirigenza, togliamo il tifo alla squadra, non andiamo allo stadio, con il risultato che i giocatori non si sentono sostenuti, non si sentono sollecitati e così, durante la partita, quando le cose si complicano, quando diventa tutto più difficile, quando ci si aspetta la spinta in più e non arriva, ecco scattare una sorta di depressione e la squadra non si sblocca scivolando al novantesimo quasi spegnendosi. E’ una follia, una follia tutta vibonese questa stupida scelta di far mancare il calore del tifo, il sostegno alla propria squadra, quell’affetto che solo gli innamorati sanno dare: un harakiri del tifo rossoblù da vergognarsi, eppure… E allora, calendario alla mano, bisogna pensare di affrontare la prossima trasferta ad Andria partendo da un principio che può rappresentare la chiave di lettura di un campionato che bisogna giocare pensando che l’obiettivo rimane quello di evitare la trappola dei play-out: alle gare in trasferta bisogna chiedere il massimo. Cominciando da domenica. Maurizio Bonanno


48 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA In vista del derby dei Due Mari i propositi del difensore Giovanni Di Meglio

«Vogliamo i tre punti...» CATANZARO

CATANZARO — Per certi versi, è stata la sorpresa di Nicola Provenza in quel di Barcellona Pozzo di Gotto. Nessuno, infatti, si sarebbe immaginato un dirottamento di capitan Gimmelli sulla fascia destra con l’inserimento al centro di Giovanni Di Meglio. Tuttavia, l’attacco febbrile che ha colpito, nell’immediato prepartita, Francesco Montella ha fatto sì che la retroguardia giallorosso venisse praticamente ridisegnata. «Ha deciso il mister poco prima del match – spiega il diretto interessato -. Non è stato solo una sorpresa per il sottoscritto ma, penso, un po’ per tutti». Una stagione molto particolare, almeno sino a questo momento, quella vissuta dall’esperto difensore. Per Di Meglio, infatti, non c’è stato molto spazio. In estate, era stato inserito nella lista dei partenti, nonostante il rinnovo del contratto. Lui, però, s’è messo a disposizione del tecnico Provenza, facendosi trovare pronto ogni volta che è stato chiamato in causa. Già domenica prossima, in occasione del derby con la Vigor Lamezia, per lui si parla di riconferma in virtù della squalifica rimediata da Di Maio: «Dopo un anno di sofferenza per via dell’infortunio – commenta – ora potrei avere un po’ di spazio. Di certo, per tornare al top della forma è sempre necessario giocare con continuità». Giovanni Di Meglio, dall’alto della sua esperienza, come va gestita la sconfitta di domenica scorsa, ovvero il primo stop patito in questo torneo? «Ritengo che dobbiamo prendere quel che è avvenuto dal lato positivo. CATANZARO — E’ iniziata uffi-

cialmente ieri la lunga settimana del derby dei Due Mari. Ed ecco subito la prima notizia. Una notizia già nell’aria da tempo e che non ha di certo fatto gridare allo scandalo. Per ordine della prefettura di Catanzaro, è stata disposta la diretta televisiva della partita e contestualmente la chiusura del settore ospiti. Come dire, un altro derby calabrese vietato ad una delle due tifoserie. All’andata stesso discorso con restrizione per i supporter giallorossi. Nello specifico, si legge nel comunicato diramato dalla Prefettura, è stata ordinata: “l’eliminazione del settore ospiti con conseguente annullamento dei relativi tagliandi eventualmente già venduti; la vendita dei biglietti esclusivamente ai residenti nel Comune di Catanzaro, con conseguente divieto di diffusione, vendita e cessione dei tagliandi, al di fuori dello stesso; l’incedibilità dei biglietti d'ingresso allo stadio. Tali prescrizioni – prosegue il comunicato sono state adottate recependo integralmente le determinazioni del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive che, a sua volta, ha fatto proprie le indicazioni dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, nonché su conforme proposta del questore di Catanzaro. Al fine di garantire il regolare svolgimento della gara in questione è stata disposta la trasmissione in diretta televisiva in chiaro”. Per quanto concerne l’aspetto più prettamente sportivo, sempre ieri, è ripresa la preparazione delle Aquile di Nicola Provenza. Gimmelli e compagni si sono ritrovati sul rettangolo verde di Giovino. Dopo la consueta disamina del-

“La Vigor Lamezia verrà a Catanzaro per vendere cara la pelle ma noi dobbiano vincere”

Infatti, Cosenza e Gela non hanno vinto… quindi non è cambiato granché. Se entrambe avessero fatto risultato pieno, allora, potevamo dire che quella di Barcellona Pozzo di Gotto era una doppia sconfitta. In ogni caso, ri-

mane un peccato non esser tornati a casa quantomeno imbattuti. Questo è innegabile». Cosa si diceva, nello spogliatoio catanzarese, al termine del match con l’Igea?

«In tutti noi, c’era la consapevolezza di averci provato. Tuttavia, su un campo come quello del “D’Alcontres” era difficile esprimere un certo tipo di calcio. Chi sarebbe andato in vantaggio, alla fine, poteva portare l’intera posta

in palio. E così è stato». Il derby con la Vigor Lamezia giunge al momento opportuno? «Tutte le partite sono importanti, soprattutto, nella fase discendente del campionato. La Vigor non può permettersi passi falsi e verrà a Catanzaro per vendere cara la pelle. Noi, però, dobbiamo riprendere a vincere in casa. In questo momento, il nostro primo obiettivo dev’essere la difesa e il rafforzamento del primo posto. Poi, penseremo anche al Cosenza. Comunque non si può negare come il derby sia sempre una partita molto particolare…». Da quel che si leggeva, durante il mercato di riparazione, sulla stampa locale, lei ha rischiato di giocare il derby dei Due Mari con la casacca biancoverde. Cosa c’è di vero? «Non c’è nulla di vero. Non ho mai parlato coi dirigenti della Vigor e, semplicemente, non c’è stato alcun contatto. Sono state solo indiscrezioni giornalistiche prive di fondamento». Quanto peserà l’assenza di Max Caputo? «Non possiamo negare che Max sia un elemento importantissimo per questa squadra. Tra l’altro, lui ha messo il timbro sulla maggior parte delle nostre vittorie. Non ci resta che fare di necessità virtù, alla luce della sua squalifica, nella convinzione che chi lo sostituirà farà la sua parte. Questo è gran gruppo, ricco di tante alternative». Vittorio Ranieri

NOTIZIARIOIeri a Giovino è ripresa la preparazione Fermo Armenise. Visita medica per l’attaccante Montella

Il match al Ceravolo sarà trasmesso in diretta televisiva

l’ultimo match di campionato, nel chiuso degli spogliatoi, i giallorossi hanno svolto la consueta razione atletica. Non hanno disputato la parte tattica per non rovinare il manto erboso. Capitolo infortunati. In vista del derby di domenica prossima, Provenza dovrà iniziare a studiare alcune alternative tattiche alla luce della squalifica inflitta dal giudice sportivo al fantasista Caputo e al difensore Di

Sopra, Caputo domenica assente nel derby contro la Vigor Lamezia. A sinistra una seduta d’allenamento. Qui, a fianco, mister Provenza.

Maio. Non hanno perso parte Caputo per postumi influenzali e Armenise per un fastidio muscolare. Antonio Montella si è sottoposto a visita per valutare le condizioni del ginocchio. Quest’ultimo, senza dubbio, sarà sostituito da Giovanni Di Meglio. Da valutare, invece, chi prenderà il posto del “Conte Max”. Vit. Ran.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 49

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA di Antonio Cannone LAMEZIA TERME — «Ho accettato Lamezia perché era tra le situazioni più difficili. Non mi sono mai tirato indietro di fronte alle difficoltà e il compito nostro è di andare avanti un gradino alla volta. Adesso l’obiettivo è il penultimo posto per centrare i play out, senza guardare oltre. Poi si vedrà. Voglio regalare a questa città la permanenza perché equivale a una vittoria di campionato... ». Si è presentato così davanti ai giornalisti, il nuovo tecnico della Vigor Lamezia, Danilo Pierini, 55 anni ternano. Per carattere e temperamento accostato al più noto, Josè Mourinho. Di poche parole con la stampa, per sua ammissione, Pierini ieri ha parlato di «società composta da persone serie. Ho avuto a pelle - ha dichiarato - una buona sensazione. Per quanto riguarda la squadra, conosco le difficoltà e voglio valutare bene. Certo, c’è poco tempo ma bisogna subito mettersi a lavorare... ». Pierini, descritto anche come una sorta di “sergente di ferro” che prende il posto dell’esonerato, Fofò Ammirata, predilige il 4-2-3-1 anche se durante il match potrà variare modulo. E, ieri pomeriggio, allo stadio “Carlei” biancoverdi subito al lavoro in vista del difficile e proibitivo derby dei Due Mari di domenica contro il quotato Catanzaro. Sollecitato dai giornalisti, Pierini non è entraro nel merito di questo confronto anche se, ovviamente, si tratta di un match alquanto delicato e che in settimana cercherà di preparare al meglio. Prima del nuovo tecnico, sono intervenuti i due presidenti, Antonio Cantafio e Paolo Mascaro, nonché il direttore generale, Carmine Donnarumma. «L’arrivo di Pierini - ha detto Cantafio - testimonia l’attenzione e la volontà della società verso la situazione difficile in cui si trova la Vigor Lamezia. Vogliamo salvarci e con l’arrivo di Pierini possiamo farcela. Devo dire - ha aggiunto - che sul mercato di gennaio il dg Donnaruma ha operato bene e ora ci affidiamo al nuovo tecnico... ». Cantafio ha ringraziato Ammirata «persona seria che ha accettato con grande professionalità le decisioni della so-

A sinistra Carmine Donnarumma, al centro Danilo Pierini a destra Antonio Cantafio. In basso, Pierini al microfono e i presidenti, Paolo Mascaro e Cantafio.

Presentato ieri alla stampa il nuovo tecnico biancoverde: ho accettato Lamezia perché di fronte alle situazioni difficili non mi tiro indietro

Ecco Pierini, “sergente di ferro” «Voglio regalare a questa città la permanenza perché equivale a una vittoria di campionato...» LEONE dalla prima

cietà». Quindi, è toccato all’altro massimo dirigente, Paolo Mascaro parlare dei nuovi propositi. «Apprezziamo il grande coraggio di Pierini nell’accorrere al capezzale di un grande malato. Sono sicuro che con il suo lavoro e la sua esperienza la Vigor si salverà perché la città di Lamezia non può retrocedere. La scelta sul nuovo tecnico è stata una decisione unanime di tutti, ed è giusto in questi frangenti ringraziare anche mister Fofò Ammirata che lo

scorso anno ci ha regalato la soddisfazione storica di disputare i playoff». Più diretto e concreto, Carmine Donnarumma. «Il periodo delle parole è finito - ha esordito il dg biancoverde - è un momento topico e questa (riferendosi all’arrivo di Pierini) è l’ultima carta che abbiamo. E’ l’ultima ancora di salvataggio. Ho detto già in passato che Ammirata era un problema. Ma non il solo. I problemi sono altri e riguar-

dano il gruppo dentro e fuori. Mi auguro, come sono certo, che con Pierini si troveranno le giuste soluzioni. In tanti anni - ha concluso Donnarumma - non mi era mai capitato di stazionare lungamente in ultima posizione. Ma non mi pento della scelta fatta il 16 ottobre di ritornare alla Vigor. Certo, nelle mie parole c’è tanta rabbia e delusione. Ma nel contempo dico che nessuno di noi è rassegnato. Anzi c’è la ferma volontà di riscattarci...».

Dicevamo del Pescina Vdg: la cura Perrone sembra abbia rigenerato la squadra e domenica scorsa ha evidenziato la poca consistenza dell'Andria che non riesce ad avere continuità di risultati nonostante i brillanti movimenti che avevano caratterizzato il mercato di riparazione. Continua a evidenziare discontinuità anche il Monopoli che quando sembra pronto per lanciare l'assalto definitivo ai playoff puntualmente giunge la frenata. Il Melfi, alla quarta vittoria consecutiva, sta cambiando il volto alla parte bassa della classifica dove le distanze cominciano a incamminarsi verso un margine più rassicurante. Se le cinque squadre che lottano per evitare l’ultimo posto sono racchiuse nel fazzoletto di quattro punti, proprio i lucani di Palumbo si sono messi a tre lunghezze dalla zona playout. Due punti sopra troviamo l'Igea Virtus e la Vibonese con Galfano che porta a casa un altro punto dopo il pareggio di Catanzaro ma costretto a mantenere sempre accesa la spia dell'allarme, perché da qui alla fine del campionato sarà vietato distrarsi per non essere risucchiati in quella che potrebbe diventare una vera e propria bagarre. Valter Leone


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

50 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 213/97 R.G. Espr. Udienza del 28.01.09 Il Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, visti gli arti. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1 “appartamento in Guardavalle in catasto al fg. 30 part. 534 e 658 sub 9” al prezzo base di euro 19.632,94; otto 2 “locale ad uso commerciale in Catanzaro in catasto al fg. 48 part. 961 sub 12” al prezzo base di euro 37.652,06; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 07.04.2009 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 4.000,00, l’udienza dell’8.04.2009; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro Procedura n. 213/97” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti in relazione alle prescrizioni del D.M. Attività produttive n.37/08; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executvis. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l’indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l’identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro, 28.01.2009 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Sezione Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’Esecuzione, dott. Giuseppe Cava, nella procedura esecutiva n.13/06 R.G. E. ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO 1) “villa bifamiliare sita in Borgia via Falcone 36-38 di mq.168,90 circa con annesso giardino di mq. 378,00, identificato in catasto al fg. 27, part. 178 sub. 1-3”; Prezzo base di euro 66.622,50; LOTTO 2) “quota ideale di 1/6 della proprietà di appartamento sito in Catanzaro via Barbaro 25, identificato in catasto al fg.38,part.216 sub. 14; Prezzo base di euro 12.852,00; Gli immobili, venduti nello stato di fatto e diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 08.04.2009, ore 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le ore 12,00 del giorno precedente l’udienza sopra fissata, in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di CatanzaroProcedura n.13/06” portante una somma pari al decimo del prezzo base o del prezzo offerto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. L’aumento minimo in caso di gara tra più offerenti è fissato in euro 3.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in cancelleria il prezzo d’acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno poste a carico dell’aggiudicatario. La presente ordinanza deve, altresì, pubblicarsi per estratto, oltre che nelle forme di legge, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto, mediante le seguenti inserzioni: - quotidiano Il Domani - sito internet www.aste.eugenius.it Il Giudice Dott. Giuseppe Cava Il CANCELLIERE C1 Dott. Salvatore Aiello °°°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIIVLE Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’Esecuzione dott. Giuseppe Cava, all’udienza del 28 Gennaio 2009 ha pronunciato la seguente ORDINANZA nella procedura esecutiva n. 103/99 R.G.E., pendente tra .........OMISSIS visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: Quota di proprietà pari a 1/4 relativa ai seguenti beni: - Rudere in S. Andrea J. Via Vittorio Emanuele, identificato in Catasto al foglio MU1 mappale 448, sub 1, Cat C/2, classe 2 della superficie catastale di mq 11, posto al piano terra, e foglio MU1 mappale 1139 - Valore di stima euro 129,11 - negozio in S. Andrea J. Via Vittorio Emanuele, identificato in Catasto al foglio MU1 mappale 633, sub 1, Cat. C/1, classe 2 della superficie catastale di mq 30 posto al piano terra, composto da un vano in condizioni statiche pessime e abitative disastrose. Valore di stima euro 387,34 Prezzo base d’asta euro 246,93 Lotto 2: Quota di proprietà pari a 1/4 dell’immobile sito in Comune di S. Andrea J., Via Vittorio

PROGETTO

A CURA DELLA

Emanuele, costituito da 3 piani fuori terra, composto da deposito, cucina, corridoio, ingresso, WC, camera, camera, terrazza sottotetto, posto al piano T-1-2 per una superficie lorda complessiva di circa mq 80, identificato in Catasto al foglio MU1 mappale 448, sub 1, cat. A/4, classe 2, composto da vani 5,5, posto al piano T-1-2 mappale 570, cat. A/4, classe 2,, posto al piano T-1-2 mappale 1139 sub 3, cat A/4, classe 2, posto al piano T-1-2. Valore di stima euro 2.194,94 Prezzo base d’asta euro 1.049,45 Lotto 3: Quota di proprietà pari ad 1/4 del terreno agricolo sito in S. Andrea Ionio della superficie di circa mq 2690 identificato in Catasto al foglio 13, mappale 184 della superficie catastale di mq 1.110, rendita euro 1,32 e mappale 174 della superficie catastale di mq 1580, rendita euro 0,65. Valore di stima euro 1.041,95. Prezzo base d’asta euro 498,18 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa, recante la data della vendita ed il nome del Giudice, contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 103/99 RGE dell’’importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 07.04.2009 restando le spese di trasferimento a carico della procedura. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 08.04.2009. Aumento minimo in caso di gara euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.aste.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 28.01.2009 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 52/02 R.G.E. pendente tra International Credit Recovery (5) S.r.l. E ...omissis... Visti gli atti, DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti BENI SITI IN SERSALE: Lotto 1: terreno con fabbricato in via Scalise (f.19, part.37/B, 87/B) Euro 60.117,00 Lotto 2: quota di 1/2 nuda proprietà appartamento in via Progresso (F.27 p.lla 352 sub.1) Euro 12.615,00 Lotto 3: quota di 1/2 nuda proprietà appartamento in Via Progresso (F.27, p.lla352 sub.3) Euro 4.556,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sotto fissata, con una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata in data 15.04.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. In caso di gara aumento minimo di Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in Cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e nel sito internet www.aste.eugenius.it. Catanzaro, 3.12.2008 Il Giudice °°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.128/99 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico: Unità abitativa in Zagarise (CZ), (F.14, p.lla 346, sub 2 e 3) al prezzo base di euro 18.068,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n...........” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 2.000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica

MEDIATAG

della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza venga pubblicata entro il termine suddetto oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: . www.aste.eugenius.it; . II Domani Catanzaro 14 gennaio 2009 °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva R.G.Espr. n. 225/95 Il Giudice dell’esecuzione, Dr. Giuseppe Cava, visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita,dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato e di seguito descritto: Lotto nr. 1 “magazzino in fabbricato sito in Montepaone in Catasto al foglio 9, part. 431, sub 4 al prezzo base di Euro 1.176,41; Lotto nr. 2 “Appartamento in fabbricato sito in Montepaone, in catasto al foglio 9, particella 431 sub. 3” al prezzo base di Euro 3.145,41; Lotto nr. 3 “Appartamento in fabbricato sito in Montepaone, in catasto al foglio 9, particella 424 subalterno 3” al prezzo base di Euro 4.579,99; Lotto nr. 4 “Terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 6, particella 61” al prezzo base di Euro 7.235,58; Lotto nr. 5 “ terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 7, particella 178” al prezzo base di Euro 12.092,11; Lotto nr. 6 “ terreno sito in Montepaone in catasto al foglio 7, particella 487” al prezzo base di Euro 490,12; Lotto nr. 7 “terreno sito in Montepaone, in catasto al foglio 7, particella 483 “ al prezzo base di Euro 4.779,64. Fissa per le presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 7.4.2009 ore 12.00; Fissa per la deliberazione dell’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad Euro 1.000,00, l’udienza dell’8.4.2009 ore 9.30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro ˆ Procedura nr. 225/95 “ portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’immobile, meglio descritto, nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserzione nel sito internet www.aste.eugenius.it e mediante pubblicazione sul quotidiano “Il Domani” con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile. Dispone che nella pubblicità sia omesso il nome del debitore. Catanzaro, 28.01.2009 Il Giudice Dott. Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’Esecuzione, Dott.Giuseppe Cava, nella procedura esecutiva n. RGE 197/94 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto Unico: Fabbricato in Isca sullo Ionio, Loc. Spinella (F. 21, P.lla 396/b) Prezzo base Euro 20.494,27; L’immobile, venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, è meglio descritto nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 8.4.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex. art 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un Assegno Circolare “Non trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N…” di in importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, con la presentazione dell’offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione già versata, entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario. Dispone che la presente ordinanza e la perizia vengano pubblicate mediante le inserzioni sul quotidiano “Il Domani”, e sul sito internet www.aste.eugenius.it. Catanzaro, 28.01.2009 Il Giudice (Dott.Giuseppe Cava) °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, Dott. Cavallo, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 10/07 R.G.E. pendente tra Banco di Napoli S.p.A. e visti gli atti; DISPONE Precedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: piena proprietà di fondo rustico in Agro di Gimigliano, località Acqua Le Pere in catasto foglio 44, p.lle 288 e 289; - F. 51, p.lle 21,322,320. Prezzo base euro 33.000,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti, in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara

Per informazioni 0961 996802

di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta, entro le ore 12.00 del giorno precedente l’udienza sotto fissata, con somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 01/04/2009, ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 cpc, in caso di mancanza di offerte. Aumento minimo in caso di gara euro 1.000,00 L’aggiudicatario,dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Catanzaro Il cancelliere Dott. Salvatore Aiello Il Giudice Dott. Cavallo TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n° 35/99 RGE, ha disposto la vendita senza incanto di n. 3 lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, per l’udienza del 15.4.2009 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti per l’udienza del 29.4.2009 Lotto N. 2 - “Locale magazzino sito nel Comune di Cortale, località Vallonata, esteso per circa mq. 75, riportato nel N.C.E.U. di detto comune al foglio 19, p.lla 538, sub. 1101”. Prezzo base euro 32.500,00 Lotto N. 3 - “Appartamento per civile abitazione sito nel Comune di Cortale, alla via Serg. Bartuca n. 34, piano terra, composto da tre vani più ingresso-cucina, bagno e disimpegno per mq. 94,35 di superficie reale. L’immobile, accessoriato con una corte di pertinenza di mq. 25,5 e con un deposito esterno, utilizzabile anche come garage di mq 13,6, è riportato nel N.C.E.U. di detto comune al foglio 19, p.lla 539, sub. 1, cat. A/3, classe 2, vani 6,5”. Prezzo base euro 51.500,00 Lotto N. 4 - “Appartamento per civile abitazione sito nel Comune di Cortale, alla via Serg. Bartuca n. 30, primo piano, composto da quattro vani più cucina, ripostiglio bagno e disimpegno ed accessoriato con due balconi. L’immobile è riportato nel N.C.E.U. di detto comune al foglio 19, p.lla 539, sub. 2, cat. A/3, classe 2, vani 6”. Prezzo base euro 54.700,00 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL G.E. HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVENGA ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’ immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 14 aprile 2009 con le modalità e per i prezzi base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 15 aprile 2009, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo minimo sopra indicato di euro 32.500,00 per il lotto n. 2, di euro 51.500,00 per il lotto n. 3 e di euro 54.700,00 per il lotto n. 4. - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 1.500,00 per il lotto n. 2, a euro 2.400,00 per il lotto n. 3, e a euro 2.600,00 per il lotto n. 4. - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regi-


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 51 me patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione all’ incanto, termine fino alle ore 13.00 del giorno 28 aprile 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 29 aprile 2009, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - l’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme li 18 dicembre 2008 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° R.E. N. 74/2006 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, ha disposto la vendita al prezzo base di euro 150.862,50 per il lotto n. 1 e di euro 27.562,50 per il lotto n. 2, alla vendita coattiva dei seguenti beni: lotto uno - “fabbricato sito in Curinga, località Feghetto, costituito da un seminterrato più due piani fuori terra, oltre 1/2 di corte comune. Il piano terra è composto da 5 vani, 2 servizi, 1 ripostiglio, veranda e 2 balconcini. Il primo piano è composto da 4 vani, 2 servizi, 1 ripostiglio, 2 balconcini. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 1, p.lla 247, sub. 2, cat. A/10, 7 vani, e p.lla 247, sub. 3, cat A710, 6 vani”; lotto due - “capannone sito in Curinga, località Feghetto, con superficie di mq 132, oltre 1/2 di corte comune. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 1, p.lla 248, cat C/2”; Ha disposto quanto alla vendita senza incanto ed a norma del vigente testo dell’art. 571 c.p.c. che: - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’art. 568 e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a Poste italiane s.p.a., in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale);

PROGETTO

A CURA DELLA

- in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. Ha disposto, quanto all’eventuale successiva vendita agli incanti che: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 150.862,50 per il lotto n. 1 e di euro 27.562,50 per il lotto n. 2; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 12.000,00 per il lotto n. 1 ed euro 2.400,00 per il lotto n. 2; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di R.G.E. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle Poste italiane s.p.a., tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione) in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; Ha fissato, in relazione alla vendita senza incanto - per la presentazione presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 7 aprile 2009, con le modalità ed il prezzo base di cui sopra, - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 8 aprile 2009, ore 9.30 e segg.. Ha disposto nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo - per la presentazione presso la cancelleria delle esecuzioni immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 21 aprile 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 22.4.2009, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi. Ha stabilito che la vendita avviene alle seguenti condizioni,sia qualora vi si faccia luogo senza incanto,sia qualora vi si faccia luogo con incanto - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative, - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a Poste italiane s.p.a.; in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. TRIBUNALE DI LOCRI Cancelleria Esecuzioni Immobiliari SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 2/1965 promossa da Banco di Napoli Ordina la Vendita con incanto dei seguenti beni immobili: Ordinanza del 29.7.2008 Lotto Unico: “Fondo agricolo in Ardore, loc. SpilinghiCardusa, con sovrastanti fabbricati rurali, riportato in catasto al foglio 10, come segue: FABRICATI: - 123 (ora 319) Fabbr. Rurale, di 46,20 m2; - 322 Ente urbano (due fabbricati)- Rudere (74,50 m2)-

MEDIATAG

Dep.Attr. agricoli (mediocri condizioni, 37,00 m2); TERRENI: - 123, (ora 319) ha 46,20 - 327, ha 4.31,48 - 322, ha 20.82 2,4 - 155, ha 31,50 - 156, ha 17,80 - 213, ha 03,20 - 331, ha 08,10 - 333, ha 08,65 - 335, ha 0,30 - 129, seminativo, ha 25,50 - 130, incolto, ha 04,00 - 131, uliveto, ha 54,00 - 217, incolto, ha 16,40 - 218, incolto, ha 14,30 - 154, seminativo, ha 09,30 Prezzo Base d’asta: Euro 117.973,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L’incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all’udienza del 27.03.2009 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data...alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino alle ore 12,00 del giorno anteriore alla vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario:—- (Tel.: —-). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 27.03.2009 Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 11.02.2009 °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 69/93 promossa da CARICAL ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO Unità immobiliare per civile abitazione ubicata al secondo piano di un fabbricato sito nel Comune di Bovalino, alla via degli Oleandri n. 118, riportato nel NCEU alla partita n. 1000389, foglio di mappa n. 17, particella 180, sub 8, cat. A/3, classe 4^, di vani 5, R. 550.000, intestato a ... Prezzo base del lotto: euro 40.283,64 (Lire 78.000.000) Deposito per cauzione: euro 4.028,36 (Lire 7.800.000) Deposito per spese: euro 6.042,55 (Lire 11.700.000) L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 02.04.2009 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ———alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di, vendita unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 2.065,83 (Lire 4.000.000). - L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 02.04.2009. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 30.12.2008 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 6,20 per diritti. Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 88/00 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano rialzato scala A interno 2 con annessi garage e cantina posti al piano seminterrato di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 2, cat. A/3, classe 1^, vani 2 e sub 44, cat. C/2, classe 1^, mq. 5, in ditta ...(omissis)... PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 14.750,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.475,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.212,00 2° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano rialzato scala A interno 5, con annessa veranda, di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 5, cat. A/3, classe 1^, vani 2, in ditta ...(omissis)... PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 15.900,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.590,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.385,00 3° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano rialzato scala C interno 3 con annessa cantina posta al piano seminterrato di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 22, cat. A/3, classe 1^, vani 2 e sub 41, cat. C/2, classe 1^, mq. 100, in ditta ...(omissis)...

Per informazioni 0961 996802

PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 12.750,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.275,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 1.912,00 4° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo piano, scala C, interno 1 con annesso box posta al piano seminterrato di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 25, cat. A/3, classe 1^, vani 3, in ditta ...(omissis)... PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 17.000,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.700,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.550,00 5° LOTTO: Locale posto al piano seminterrato interno A di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 43, cat. C/2, classe 3^, in ditta ...(omissis)... PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 33.250,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 3.325,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 4.987,00 6° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo seminterrato, interno 19 di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, riportato nel NCEU al foglio di mappa 36, particella 323 sub 56, cat. A/3, classe 1^, vani 3,5 in ditta ...(omissis)... PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 15.900,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 1.590,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 2.385,00 7° LOTTO: Locale posto al piano seminterrato interno B di un complesso edilizio a tre piani fuori terra e piano interrato sito nel Comune di Brancaleone, località Sperlongara, non identificato catastalmente PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 750,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 75,00 DEPOSITO PER SPESE: Euro 112,00 L’incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 05/03/2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 500,00 per il 1°, 2°, 4°, e 6° lotto; a Euro 400,00 per il 3° lotto, a Euro 1.000,00 per il 5° lotto e a Euro 30,00 per il 7° lotto. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 05-03-2009 ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 09/09/2008 IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Procedura di espropriazione immobiliare n. 33/92 SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione con ordinanza emessa in data ha disposto la vendita dei beni di seguito elencati: LOTTO N. 3: Locale posto al piano terra di un fabbricato sito in Vibo Valentia Marina, via Toscana, angolo con via Piemonte, ad uso commerciale, della superfìcie commerciale di mq. 122,00. Riportato in catasto al foglio 2 parti 84 sub. 3 Prezzo base euro 43.900,00; LOTTO n. 4: Locale posto al piano terra dì un fabbricato sito in Vibo Valentia Marina alla via Toscana, angolo con vìa Piemonte, ad uso deposito-magazzino, della superfìcie commerciale di mq. 63,00, riportato in catasto al foglio di mappa 2, p.lla 184 sub 1. Prezzo base 18.180,00 ridotto 1/5 LOTTO N: 6 appezzamento di terreno sito in Vibo Valentia, frazione Porto Salvo, zona industriale, località Pantani-Vescovado, della superfìcie catastale di mq. 3700, costituito da n. 2 p.lle catastali distinte, la n. 357 di mq. 3200, e la n. 358 di mq. 500 del foglio di mappa 5 catasto terreni. Sulla sola p.lla 357 è stato realizzato un capannone con annessa corte riportato in catasto al foglio di mappa 16,p.lla 209, zona C 4, cat. C/2, classe 13, cons. mq. 667, rendita euro 2066,86. Prezzo base euro 117.752,17, ridotto di 1/5. LOTTO N. 7 appartamento posto al primo piano del fabbricato sito in Vibo Valentia Marina alla via Toscana, angolo con via Piemonte, sopraindividuato, composto da un ingresso, disimpegno, 4 camere, doppi servizi, tre balconi, della superfìcie commerciale di mq. 158,00. Riportato in catasto al foglio di mappa 2, p.lla 184 sub 4. Prezzo base euro 34.400,00 ridotto 1/5. LOTTO N. 8: Appartamento posto al secondo piano del fabbricato sito in Vibo Valentia Marina alla via Toscana, angolo con via Piemonte, sopraindividuato, composto da due ampi vani, disimpegno, bagno e ampio terrazzo, della superfìcie commerciale di mq. 116,00. Riportato in catasto al foglio di mappa 2, p.lla 184 sub. 5. Prezzo base euro 26.856,00 ridotto 1/5. La vendita, in più lotti,avrà luogo all’udienza del 17/3/2009 ore 11,00. Gli offerenti devono prestare cauzione in denaro o in titoli del debito pubblico in misura non inferiore di un decimo del prezzo base di ciascun lotto e versare importo pari al 15% per le presumibili spese, entro le ore 11,00 del giorno precedente l’udienza fissata per l’incanto. Il versamento potrà effettuarsi mediante libretto bancario intestato alla procedura e vincolato al Giudice dell’esecuzione. L’aggiudicatario, entro il termine di gg. Trenta dall’aggiudicazione dovrà depositare il prezzo dedotta la cauzione, in un libretto bancario vincolato al G.E. o in un Istituto Bancario di Vibo Valentia con vincolo al G.E. e producendo la ricevuta in cancelleria. Ulteriori informazioni presso la cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Vibo Valentia. Vibo Valentia li 4.02.2009. Il Cancellerie


52 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT SERIE B2/M Al PalaPulerà contro il Pozzuoli i giallorossi di coach Fabrizio Tunno in un’altra débacle

Catanzaro sconfitto per un punto PALLACANESTRO CATAN ZARO POZ Z UOLI

75 76

(17/15 – 37/36 – 64/57) Catanzaro: Rath (8), Pozzi (4), Caliò n. e., Ogliaro (9), Fiasco n. e., De Monaco (10), Cattani (5), Gavazzi (14), Enodeh (6), Shorter (19). All. Tunno. POZ Z UOLI: Mermolia, Scorrano (40), Innocente (4), Moccia (2), Bruno (2), Del Brocco (10), Andrè (12), Maggio (6), Di Costanzo n. e., Sannino n. e.. All. Pepe. AR B ITR I: Garisto di Bussolengo (VR) e Davide Traspedini di Verona. CATANZARO — «Domenica dovremo conquistare assolutamente i due punti», ancora riecheggiano le parole di coach Tunno tra le mura del PalaPulerà. Poi il silenzio. Quello della squadra, rientrata negli spogliatoi sconfitta dal Pozzuoli per un punto (75-76), quello della società che ha dato anima e cuore al progetto cestistico, e quello dei tifosi, giunti numerosi ad acclamare i giallorossi e il rientro del loro capitano, Andrea Cattani. Escludendo i primi due quarti, combattuti in modo molto equilibrato, il tutto si è deciso nella seconda metà gara, in particolar modo negli ultimi 10’. Dal 73-68 del 38’ a favore dei padroni di casa, infatti, si è passati al 73-76 puteolano

I tifosi erano giunti numerosi per il rientro del loro capitano, Andrea Cattani I RISULTATI: Sarno-Agrigento 73-75 Foggia-Corato 78-69 Massafra-Catania 80-78 Canicattì-Ruvo di Puglia 74-83 Maddaloni-S. Severo 72-79 Bernalda-Bari 77-65 PROSSIMO TURNO: agrigento-Bernalda; Corato-Maddaloni; Bari-Sarno; Ruvo di Puglia-Massafra; San Severo-Catanzaro; Catania-Canicattì; Pozzuoli-Foggia CLASSIFICA San Severo 26; Maddaloni 26; Bernalda 22; Catania 22; Corato 22; Agrigento 22; Ruvo di Puglia 20; Massafra 18; Sarno 18; Foggia 16; Pozzuoli 16; Canicattì 14; Catanzaro 12; Bari12

nel giro di un minuto. Troppe le palle perse dai calabresi in questa fase e i gialloblù hanno approfittato della disattenzione locale, con Scorrano e Del Brocco in prima fila. La partita, però, sembrava riaprirsi dopo il fallo su Ogliaro, che guadagnava tre tiri liberi e la possibilità di andare ai supplementari. Il n.9 catanzarese, però, mancava il terzo e la compagine puteolana poteva godere non solo di una vittoria, ma anche di una rivincita. “Puntavamo molto sulla vittoria contro il Pozzuoli, ma ora resta il rammarico per aver mancato l’obiettivo. Una partita importantissima per noi, una partita che si è persa. Siamo ul-

timi in classifica, l’obbligo da parte di tutti a questo punto è quello di puntare alla salvezza” questo il commento del Direttore Sportivo della Nautica Alcaro, Salvatore Procopio, nel post-gara. A sette giornate dal termine della regular season la situazione in casa Alcaro diventa sempre più difficile. Insieme al Bari, gli uomini di Tunno guardano dal basso le altre compagini e il sogno play-off si trasforma quasi in un miraggio. Adesso c’è da difendere la salvezza. Se il gioco esibito dal quintetto Alcaro non è dei migliori, la fortuna di certo non sta offrendo alcun ausilio. Il coach catanzarese, infatti, ha recuperato Cattani domenica scorsa dopo circa due mesi di assenza, ma ha dovuto fare a meno di Fiasco a causa di un infortunio al ginocchio. Tra le note positive, è importante sottolineare l’ottima prestazione di Brian Shorter, che è valsa ben 19 punti nel bottino locale. Tra i flegrei, invece, che dire poi dello sfavillante Scorrano, che ha chiuso il match a quota 40, riconfermandosi miglior realizzatore del girone. E in silenzio si riparte. Da martedì è ricominciato l’allenamento in vista della prossima trasferta contro San Severo. Inutile ribadire quanto sia necessaria una vittoria. In silenzio vedremo. Teresa Colistra

Francesco Gallo e Monica Talarico i campioni della danza di Petronà PETRONÀ — La concorrenza era agguerritissima sabato scorso in quel di Melfi, ma ce l’hanno fatta sovvertendo ogni pronostico: Francesco Gallo e Talarico Monica sono i migliori ballerini nella categoria classe b2 danze standard del Sud d’Italia. Il primo gradino del podio è arrivato al termine della terza edizione del Campionato interregionale sud. I due ballerini di Petronà, allievi della scuola di danza “Free Francesco Gallo e Talarico Monica dance” dei maestri Mario Gallo e Caterina Carpino ta, la danza libera. nonché dello Studio Danza Croto- Monica e Francesco non è la prine di Pino Mattace, hanno fatto ma volta che ballano insieme e non meglio di ballerini campani, luca- sono mai passati inosservati per le ni, pugliesi, siciliani. leggiadre movenze nel linguaggio La giuria non ha avuto alcun dub- del corpo: dire che sono una copbio: Monica e Francesco sono la pia affiatata è un eufemismo. migliore espressione della catego- I due danzatori hanno sempre fatria che va dai 16 ai 18 anni. to incetta di premi, ma quello conHanno persuaso i giurati della Fe- quistato in terra lucana ha il sapoderazione danza sportiva sia per re della definitiva affermazione. la partitura prestabilita, la coreografia, sia per quella improvvisaVincenzo Bubbo

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 53

SPECIALE CASE APPARTAMENTI IN FITTO - CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. Tel. 339-7803596 o 3335236521 - CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. Tel. 334-8282473 - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. Tel.338-8646549 - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. Tel. 338-8646549 - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili Tel. 335- 5804234 - CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. Tel. 3384688877 - CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi a Germaneto vicino policlinico e università 2 stanze o intero appartamento arredato di nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. Tel. 340-9304526

- BASSO IONIO -

ne Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387

-VENDESI ATTIVITA’ -

- ISCA MARINA- fittasi villa al mare indipendente, su due piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473]

- CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 3921311913 / 349-3737911

CATANZARO - lido vendesi attività avviata settore abbigliamento. Zona Centrale. [Per info 347-4683025]

- SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541] - SQUILLACE - affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932]

Trattativa privata

-CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 3388160349

zione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti Tel. 349-1448769 - CATANZARO - centro, fittasi uso foresteria prestigioso immobile, loft indipendente arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. Tel. 334-1875277 - CATANZARO - Fittasi, in via Madonna dei Cieli , vicino università San Brunone, a studentessa o impiegata camera singola in appartamento signorile e con arredo nuovo. Tel. 334-8282473/347-6817553 CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamento-mansarda mq 70 arredato, ad impiegate o studentesse, 2 stanze, cucina, bagno e 2 posti auto. Per info: 338-6260206

-CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. Tel. 0961-738151 oppure 335-320997

-CATANZARO - lido, a studenti due camere singole in appartamento ben arredato con doppi servizi, riscaldamentoo autonomo ben arredato con posto auto. Da ottobre a giugno. Per info 0961-33085 / 34735599054

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis - animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095] -LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

-CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385 -CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961-726027

-CATANZARO - fittasi camere singole o doppie a studenti o impiegati, in via Schipani, palazzo Petrucci. Per info 339-7285207

-CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova sta-

- CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 2-3 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078]

- SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

-CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficio-studio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. Tel. 0961-33732 / 340-6782253

- CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno, termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. Tel. 338-6260206

- CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p.

-CATANZARO - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -CATANZARO - fittasi in Via Madonna dei Cieli, di fronte Università “San Brunone” camera singola in appartamento signorile e ben arredato. Per info 320-3672584 / 0961-726027 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 3207917831 / 329-8753604. -CATANZARO - lido, lungomare (vicino Hotel Palace), fittasi mini appartamento. Tel. 338-4223740 -CATANZARO - Sala, affittasi, presso funicolare, appartamento composto da ingresso, soggiorno, pranzo, angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Termoautononmo, lavatrice e posto auto in cortile. Tel. 0967-21841 - CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119. - CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020 - CATANZARO - via Bianco adiacente Regio-

-CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335487387 -CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 368-3948807 / 333-2127961 -CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato, doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961-774532 / 339-863070 - CATANZARO- via De Riso, 4 posti letto in appartamento arredato di 150 mq. composto da 4 camere letto, cucina, soggiorno-pranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Tel. 333-2414272 - CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 3349506955 - RENDE - fittasi a studentesse universitarie a Commenda di Rende (Cs) via Ciro Menotti ,26 n. 2 posti letto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 339-3134105 / 329-3725793] - SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa , composto da triplo salone, tre camere due bagni, posti letto sei, arredato di tutto. Tel. 0961-903801/360853898

Trattativa privata - SOVERATO - di fronte Lido Don Pedro fittasi per tutto l’anno mini appartamenti autonomi piano terra, arredati, provvisti di aria climatizzata, lavabiancheria, giardino, parcheggio interno per motocicli. Euro 300. Tel. 0967-23690 /3207680316 CESSIONI D’AZIENDA -CATANZARO - vendesi avviata edicola cartoleria. Tel. 389-1983286 -CATANZARO - vendesi attività avviata: bar, rosticceria, tavola calda, tabacchi volendo anche impianto benzina a S. Maria di Catanzaro Tel. 328-0021229 -SAN MANGO D’AQUINO - cedesi attività commerciale: bar - pizzeria - trattoria pensione. Tratt. riservata esclusi perditempo. Posto molto conosciuto. Per info: 340-4051067 TERRENI IN VENDITA - CERCHIARA DI CALABRIA - vendesi terreno ulivetato ha 2.24 con casa buono stato. a circa 5 km dal mare.prezzo interessante. Tel. 329-1873014. - CIRÒ MARINA - vendesi a Cirò Marina, a breve distanza dal mare, struttura alberghiera composta, al secondo piano, da 16 camere con bagno; al piano terra e primo ampi saloni per la ristorazione e servizi + ampia cucina; la superficie totale è di mq 650,00; attiguo piccolo terreno; il prezzo, trattabile, e' di euro 250.000,00; libera subito. Per info 392-6167207 - STALETTÌ - via Provinciale per Copanello. Terreno edificabile c.a. 2000 mq, panoramico, possibilità di 2 lotti, prezzo trattabile. Info: 0961-918215 - TIRIOLO - vendesi terreno agricolo metriquadrati ventiduemila con annessa fabbrica fuochi artificiali metriquadratiottanta attrezzature automezzo trasporto tutto regolarmente autorizzato. Tel: 0961-991402 / 339-5713837 /0961-992153

- ALTO IONIO -BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

Trattativa privata


54 Mercoledì 18 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO

La bella Jennifer ritrova la serenità ROMA — Che sospiro di sollievo! Ve-

dere Jennifer Lopez e Marc Anthony passeggiare eleganti, sorridenti e mano nella mano nella sera di San Valentino fa proprio sorridere. Soltanto un mese fa la star aveva annunciato di voler dire addio a Marc e chiedere ufficialmente il divorzio proprio nel giorno degli innamorati. Qualcosa nel frattempo dev'essere cambiato, visto che la coppia ora sembra di tutt'altro avviso. La Lopez dopo la nascita dei due gemellini era entrata in crisi con il marito. Di fare la casalinga disperata tra pappe e pannolini non ne voleva sapere. La bomba sexy non poteva trasformarsi in una mammina tutta casa e bebé e così ai primi eventi mondani JLo si è presentata in formissima e senza neppure la fede al dito. Da qui i primi rumors sulla crisi coniugale. Poi Anthony si era fatto beccare in giro in dolce compagnia. Infine l’annuncio della co, ubicazione ufficiale prevista per il 14 febbraio. Con largo anticipo. Jennifer deve aver messo le mani avanti, ma non ha fatto i conti con l’amore. Così rieccoli ora con una ritrovata serenità di coppia. Jennifer Lynn Lopez, conosciuta anche come J. Lo è un'attrice, cantante e stilista statunitense di origini latinoamericane, nonché uno tra i maggiori esponenti del pop latino commerciale. Grazie al successo musicale è stata nominata la “Madonna latina”. È la più ricca tra i latino-americani nell'ambiente hollywoodiano secondo Forbes, e la più influente attrice Ispanica d'America secondo la lista dei “100 Ispanici più influenti” della rivista People en Español. Dal 1999, Jennifer ha lanciato sette album, inclusi due album primi nelle classifiche di Billboard 200 e quattro singoli Billboard Hot

BELLEZZA IN PASSERELLA

100. Vinse l'American Music Award for Favorite Pop/Rock Female Artist del 2003 e American Music Award for Favorite Latin Artist del 2007. È apparsa in numerosi film, e ha vinto l'ALMA Awards per eminente attrice grazie al suo lavoro in Selena, Out of Sight e Angel Eyes. Ha conferito alla sua fama una linea di moda e vari profumi grazie ai suoi testimonial. I suoi primi figli, gemelli, che si chiamano Max ed Emme, sono nati il 22 febbraio del 2008.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Turbo 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 09:35 Linea verde Meteo verde 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:00 RUBRICA Sanremo Question Time 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 MUSICALE 59° Festival della Canzone Italiana 00:50 Tg 1 00:55 RUBRICA Sottovoce 01:25 Tg 1 Le idee 01:55 Che tempo fa 02:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:05 RUBRICA Rai Educational 02:20 RUBRICA Rainotte 02:35 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:05 FILM TV ll Maresciallo Rocca 2: Un maledetto incastro 04:45 DOCUMENTI Totò un altro pianeta 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:25 REAL TV X Factor 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:01 CARTONI ANIMATI Lilo & Stitch 07:25 CARTONI ANIMATI Huntik 07:55 CARTONI ANIMATI Sandokan le due tigri 08:25 CARTONI ANIMATI A scuola con l'Imperatore 08:50 CARTONI ANIMATI Pororo il piccolo pinguino 09:00 CARTONI ANIMATI Harry e i dinosauri nel magico secchiello blu 09:10 CARTONI ANIMATI Pucca 09:45 RUBRICA Un mondo a colori Files 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 TG 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:50 Tg 2 Medicina 33 14:00 REAL TV X Factor 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:05 RUBRICA Voyager Ai confini della conoscenza 23:05 Tg 2 23:20 RUBRICA Rai Educational La Storia Siamo Noi 00:20 NEWS Magazine sul 2 00:50 Tg Parlamento 01:00 REAL TV X Factor 01:30 RUBRICA Rai Sport 02:00 RUBRICA Almanacco 02:10 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:20 Tg 2 Costume e società 02:40 FILM TV Un posto tranquillo 2 03:10 ATTUALITÀ Medicina per voi 04:00 RUBRICA Tg2 Medicina 33 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Topografia Antica 05:45 Tg 2 Costume e società

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 FILM Quinto Potere 23:40 TELEFILM Sex and the city 00:15 TELEFILM L word 01:10 Tg La7 01:30 RUBRICA Movie Flash 01:35 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:15 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 03:15 FILM Tipi da spiaggia 05:05 RUBRICA Due minuti un libro 05:10 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina 08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:55 REAL TV Grande Fratello 10:00 Tg 5 Ore 10 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:40 SOAP OPERA Beautiful 14:05 REAL TV Grande Fratello 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REAL TV Amici 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SHOW Amici 00:00 REAL TV Grande Fratello 01:30 Tg 5 Notte 02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:30 TELEVENDITA Mediashopping 02:45 REAL TV Amici 03:30 TELEVENDITA Mediashopping 03:40 REALITY SHOW Grande Fratello 04:15 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:35 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 10:20 SITUATION COMEDY E alla fine arriva mamma 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Naruto Shippuden 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:10 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin Princess Principessi gemelle 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 TELEFILM C.S.I. Scena del crimine 23:05 TELEFILM The Closer 23:55 FILM The Ring 02:00 NEWS Studio Sport 02:25 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:40 MUSICALE Talent 1 Player 03:00 TELEVENDITA Shopping By Night 03:20 SERIE TV I Soprano 04:05 TELEVENDITA Shopping By Night 04:20 FILM I padroni della città 05:55 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 GIOCO Lovetest 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Run's House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Reaper 21:00 SHOW True Life 22:00 RUBRICA MTV Cribs 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 TALK SHOW Central Station 23:30 CARTONI ANIMATI South Park 00:00 REALITY SHOW Scarred 00:30 MUSICALE Brand: New Video 01:30 MUSICALE Into the Music

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24 06:30 ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 06:45 RUBRICA Italia, istruzioni per l'uso 07:30 ATTUALITÀ TGR Buongiorno Regione 08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 08:15 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene 12:00 Tg 3 12:25 TG3 Agritre 12:45 ATTUALITÀ Le storie Diario italiano 13:05 TELENOVELA Terra nostra 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 RUBRICA TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS 15:15 RUBRICA Trebisonda 15:20 DOCUFICTION Serious Jungle 16:00 NEWS GT Ragazzi 16:30 RUBRICA Melevisione 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:05 TELEROMANZO Agrodolce 20:25 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 TELEFILM Un caso per due 23:15 RUBRICA La Superstoria 00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA La storia siamo noi 02:10 DOCUMENTI Fuori orario. Cose (mai) viste Vent'anni prima 02:15 ATTUALITÀ Rai News 24 02:16 News 02:50 RUBRICA Next 03:10 RUBRICA Next 03:40 RUBRICA Riflettendo con... 04:10 ATTUALITÀ Dentro la notizia 05:15 RUBRICA Superzap

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 NEWS Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Il tocco di un angelo 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM Il buio oltre il sole 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di mondi 19:00 SERIE TV JAG

il Domani Mercoledì 18 Febbraio 2009 55

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:05 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA Saint Tropez Il primo amore 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:35 NEWS Vie d'Italia Traffico 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 13:46 Meteo 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:10 TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 16:00 SOAP OPERA Sentieri 16:35 FILM Il cardinale Lambertini 16:50 NEWS Tgcom Attualità 16:55 NEWS Vie d'Italia Traffico 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 19:55 TELEFILM Walker Texas Ranger 20:30 Coppa Uefa Calcio 22:25 FILM Lame scintillanti 23:25 Tgcom Attualità 23:30 Meteo 00:40 FILM Pochi dollari per Django 02:15 FILM A 008 operazione sterminio 03:20 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 03:25 TELEFILM Ma il portiere non c'è mai? 04:00 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN TV Quinto Potere La 7 ore 21,10 Produzione: USA, 1976 Genere: Drammatico Durata 120' Regia: Sidney Lumet Cast: Faye Dunaway, William Holden, Peter Finch, Robert Duvall La Tv trita uomini e fabbrica di realtà in nome del marketing e dell'audience. Commentatore di una reteTv nazionale, Beale è in crisi di audience e sta per essere licenziato. Amareggiato e depresso, annuncia davanti alle telecamere che si suiciderà, e l'ascolto s'impenna. Diana Christensen e altri cinici manager televisivi fiutano l'affare. Trasformano Beale in un telepredicatore idolatrato dalla folla, poi, quando il fenomeno si sgonfia, lo fanno assassinare in diretta. Film aggressivo ed efficace, e soprattutto retto da uno straordinario Peter Finch alla sua ultima interpretazione (vinse l'Oscar come miglior attore, postumo).

The Ring Italia 1 ore 23.55

Regia: Gore Verbinski Cast: Naomi Watts, Brian Cox, Martin Henderson, David Dorfman Genere: Horror Produzione: USA 2002. Il remake di un fortunato horror giapponese, diventato un a suo tempo un cult in patria: una leggenda metropolitana parla di una misteriosa videocassetta, contenente scene terrificanti. Quattro adolescenti muoiono, in luoghi diversi ma alla medesima ora, in circostanze strane. Rachel, zia di una delle vittime, su richiesta della sorella indaga sul mistero, e viene così a scoprire che esiste una videocassetta che, a sette giorni

110’

esatti dalla sua visione, porta ad una morte orribile chi la guarda. Nel tentativo di dipanare l'intricata matassa, coinvolge nelle indagini anche il piccolo figlio Aidan e l'ex fidanzato. Il mistero è davvero sconvolgente, ma quando la vicenda sembra avviata a felice conclusione, Aidan, che è sensitivo ed è in contatto telepatico con l'entità che si nasconde dietro la videocassetta, le fa capire che manca ancora un ultimo tassello, fondamentale, per chiudere il cerchio. Riprendendo fedelmente l'omonima pellicola che in Giappone fece scalpore nel 1998, Verbinski costruisce una pellicola avvincente e coinvolgente.


PROVINCIA DI CATANZARO

BIT BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO FIERA DI MILANO 19-22 FEBBRAIO 2009 PADIGLIONE 7 STAND CALABRIA


il domani .it