Page 1

Venerdì 17 Dicembre 2010

Anno XIII - Numero 346

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

IMPRESE

SVILUPPO

Despar Italia, Antonino Gatto confermato alla presidenza

FOCUS Ultimi giorni per aderire al progetto di internazionalizzazione Med in Italy

Forum Calabria 2020, spingere sulla strada dell’innovazione

a pag » 5

a pag » 3

a pag » 28

Orsola Fallara era protagonista dell’omonimo caso al Comune di Reggio, dopo aver ingerito acido muriatico è stata ricoverata in rianimazione

Dirigente comunale tenta il suicidio La donna era stata denunciata per essersi liquidata presunte indebite competenze, adesso versa in gravi condizioni L’INTERVENTO

Altro che infiltrati a Roma c’erano le falangi armate

Il commento di Massimo Canale: il gesto estremo di una donna che ha vissuto IL COMMENTO drammaticamente il pubblico linciaggio bipartisan di questi mesi, identificata spesso come esclusiva responsabile della pessima gestione della città a pag » 12

ECONOMIA

TUTTI LIBERI

Agevolazioni per il settore agricolo Confagricoltura: misure importanti

di Daniele Capezzone portavoce nazionale Pdl

Non ho intenzione di polemizzare con la senatrice Finocchiaro, né di processare le sue intenzioni. Ma la sua polemica sui presunti infiltrati è un valido esempio per spiegare come mai il Pd, ragionando così, si avvia a perdere per altri 15 anni almeno. Per mesi interi si è giustificata, da sinistra e da parte della grande stampa, qualunque tipo di protesta, fingendo di non vedere che molti di quelli che venivano qualificati come "studenti" erano vere e proprie falangi armate di tutto punto. Per giorni si è civettato con la protesta, fingendo di ignorare che l’elemento violento non era affatto minimale o marginale, e che si andava ricreando un clima da G8. Ora che si è giunti a una giornata di vera e propria guerriglia urbana, il Pd che fa? Si balocca con le ipotesi complottistiche.

Dopo gli scontri altre polemiche ROMA - Ventidue in libertà, uno ai domiciliari. Questo l’esito dei processi per direttissima a carico dei giovani arrestati per gli scontri di martedì a Roma. Confermati tutti i fermi. Agli arresti domiciliari è finito Mario Miliucci, 32 anni, figlio di uno dei leader di Autonomia Operaia negli anni ’70. Ed è polemica sulle scarcerazioni. Per il sindaco di Roma Alemanno si tratta di una profonda ingiustizia. Replica l’Anm: le critiche sono lecite, non gli insulti.

CATANZARO - Un’importante boccata d’ossigeno per l’agricoltura calabrese. Così ConfagricolturaCalabriacommentaladefinitiva approvazione della Legge di stabilità 2001 da parte del Senato, che contiene tra l’altro un’importantissima e fondamentale disposizione in materia di contributi agricoli unificati. Infatti, il provvedimento prevede che a decorrere dal 1° agosto 2010 continuano ad applicarsi le agevolazionicontributiveafavore del settore agricolo previste dalla legge 81/2006, che come noto consistono in una riduzione dei contributi a carico del datori di lavoro agricolo pari al 75% nei territorimontaniparticolarmente svantaggiati ed al 68% nelle zone agricole svantaggiate. La decorrenza è fissata retroattivamente. a pag » 6

CATANZARO Appalti alla rete idrica della regione, la Gdf sequestra beni per due milioni di euro a pag » 18

COSENZA Neve e gelo, in Sila toccati meno 12 gradi L’Asp rassicura: nessun disagio per le cure a pag » 13

CROTONE Un grido di denuncia parte dalle donne Idv: no alla chiusura dei punti nascita a pag » 14

Il pericolo mafia e ‘ndrangheta anche in Liguria di Andrea Orlando presidente forum Giustizia Pd

E’ dall’inizio della legislatura che denuncio la pericolosa situazione della ‘ndrangheta(lacomponentemafiosa di origine calabrese, ad oggi tra le più pervasive e potenti su base nazionale ed internazionale) in Liguria, con articoli, interpellanze e con la richiesta - per ora inevasa - di una missione dell’Antimafia nel Ponente ligure o quanto meno un’iniziativa dell’apposito comitato sulla mafia al nord. Sulla presenza delle mafie nella mia regione mi sono riscontrato una forte sottovalutazione del problema che, a eccezione del procuratore Cavallone di San Remo, veniva da molti liquidato come un fatto storico e non inquietante. Quando, come Partito Democratico, chiedemmo, in seguito a una serie di attentati incendiari, un incontro con il Questore e il Prefetto di Imperia ci fu risposto che il fenomeno era di lieve entità, che gli incendi erano dovuti a una fisiologica litigiosità tra vicini e che il problema principale dell’ordine pubblico nella provincia era rappresentato dall’immigrazione clandestina. Per questo, dopo l’apertura di una procedura d’accesso presso il Comune di Bordighera, abbiamo deciso di stimolare la scorsa estate una grande fiaccolata contro le mafie che si è tenuta a San Remo e alla quale hanno aderito molte forze politiche e associazioni per la legalità. Per questo, nella nostra recente conferenza programmatica regionale abbiamo deciso che il tema di una delle sessioni fosse dedicato alle mafie in Liguria, tema che, va precisato, non è soltanto della provincia di Imperia.


2

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI LA PROPOSTA Prestazioni sociali agevolate a favore delle famiglie di Pasquale Tripodi*

Dai dati della Banca d’Italia, emerge come le famiglie povere in Italia continuino inarrestabilmente a crescere. Solo tra il 2006 e il 2008, il reddito medio delle famiglie è diminuito del 4%. In particolare poi, da una comparazione delle diverse regioni, si registra come il differenziale nei tassi di povertà relativa al Sud e quelli del resto del Paese, costituisca l’aspetto più evidente del modello di povertà italiano. Da qui, il progetto di legge di cui mi sono reso promotore per l’introduzione di prestazioni sociali agevolate a favore delle famiglie. E’ quanto mai necessario avviare un processo legislativo per garantire agevolazioni alle famiglie, applicando il cosiddetto quoziente familiare, introdotto in Calabria con la legge regionale n. 1 del 2004. Con la proposta normativa che ho presentato nei giorni scorsi si definiscono meccanismo di applicazione ed ambiti d’intervento per quanto riguarda

le agevolazioni tariffarie applicate dagli Enti a favore delle famiglie che hanno determinati requisiti, partendo dall’indicatore familiare ISEE, (un indice del costo della vita utilizzato per stimare la condizione socio economica della famiglia tenendo presente il peso dei componenti il nucleo familiare). Secondo quanto stabilito nella proposta normativa, la Regione, per la promozione e l’attuazione delle politiche sociali a favore delle famiglie, istituisce un fondo regionale per il quoziente familiare, attraverso il quale verranno finanziati gli Enti pubblici e privati che concederanno prestazioni sociali agevolate per servizi erogati nel territorio regionale, tenendo conto delle situazioni sociali ed economiche dei componenti delle famiglie secondo il preciso ordine di priorità stabilito all’art. 4, comma 7 della L.R. n. 1/2004. Dunque, le prestazioni sociali agevolate, cioè gli aiuti economici e i servizi sociali di

IL PARTITO DEI PENSIONATI

di Carlo Fatuzzo

Come si vive con 500 euro al mese? Sono troppi i pensionati che si trovano in serie difficoltà economiche, in alcuni casi drammatici. Sono milioni i pensionati che vivono con meno di 500 euro al mese senza poter contare su alcun altro reddito, costretti a rinunciare a tutto, anche all’essenziale. Non sono solo i pensionati al minimo o che, addirittura, non raggiungono la pensione minima ed essere in difficoltà, ma sono tutti i pensionati a vivere un momento difficile, soprattutto se devono pagare l’affitto o costretti a pagare medicinali. La qualità della vita dei pensionati, mese dopo mese, peggiora sempre di più edilgovernoBerlusconi,comeglialtriche lo hanno preceduto, non ha affrontato il problema, forse perché manca nelle istituzioni, un forte partito pensionati, in grado di influire e condizionare le scelte del Governo. Il momento è difficile per il Paese, ma a pagare le conseguenze di questa congiuntura estremamente negativa, come sempre, sono pensionati e lavoratori. Il Governo "taglia": forse sarebbe stato meglio tagliare il superfluo salvaguardando l’essenziale ed aiutando concretamente le fasce sociali più deboli. Aumentare tutte le pensioni, in particolar modo quelle più basse, è indispensabile.

Manovra carente in molti punti assistenza ai cittadini che ne hanno diritto sulla base della condizione economica e sociale, saranno determinate ed erogate sulla scorta del Quoziente Familiare Calabria (QFC). Determinato per ogni singolo nucleo familiare, il quoziente è definito da una formula matematica che stabilisce il quantum dell’ulteriore agevolazione dopo l’applicazione dell’ISEE. Fra le diverse agevolazioni tariffarie sui servizi erogati, la presente proposta normativa prevede quelle relative all’assistenza familiare di soggetti deboli (disabili, anziani, ecc.) attraverso aiuti professionali; l’accesso al diritto agli studi primari, superiori e universitari; sussidi a soggetti portatori di handicap; accesso a strutture per lo svolgimento di attività culturali e sportive.

*cons. reg. Udc

La manovra finanziaria per l’anno 2011 resta carente in molti punti di merito. Abbiamo sollevato diversi dubbi su alcune questioni che, a nostro avviso, restano tutt’ora aperte e che necessitano di risposte adeguate. In particolare sul fronte degli incentivi all’imprenditoria, è fondamentale incrementare il fondo di garanzia alle imprese, individuando un soggetto diverso da Fincalabra che risulta carente di esperienze e di strutture adeguate. E’ altresì necessario aumentare la posta in bilancio per la realizzazione di opere pubbliche a favore dei comuni, che in forza di un decreto, si sono visti sospendere nel mese di giugno, le provvidenze della legge ex 24, di cui erano destinatari. Sul piano degli incentivi alle famiglie in difficoltà è auspicabile che, una volta per tutte, si faccia chiarezza, trasformando, anche per ragioni di decoro, la somma di mille euro a nucleo familiare, in erogazione di servizi. Restano poi sul tappeto spinose questioni che riguardano il lavoro e l’occupazione. Pur comprendendo il lavoro e lo sforzo portati avanti dal Presidente Morelli nel mettere intorno ad uno stesso tavolo, l’Esecutivo e la Commissione, come Partito Democratico, assicuriamo che, attraverso appositi emendamenti, porteremo avanti una politica funzionale alla risoluzione delle tante emergenze e criticità che affliggono la nostra regione dentro un quadro ed una ipotesi di sviluppo ispirati alle principali vocazioni e risorse della nostra terra.

Buno Censore (Pd) Demetrio Battaglia (Pd)


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani

3

PRIMO PIANO

Forum Calabria 2020, la strada dell’innovazione COSENZA - «La Calabria, in meno di una settimana, protagonista per ben due volte al centro del Mediterraneo prima con l’assessore Capua, espressione della Calabria migliore, imprenditore di successo e promotore della conferenza regionale svoltasi nella città dello stretto nei giorni scorsi ed oggi con questo 1° Forum internazionale». Così ha esordito l’assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri nel corso dei lavori della seconda giornata del 1° Forum internazionale "Calabria 2020 Innovare per Crescere" promosso dalla Regione Calabria e da Unioncamere Calabria Desk Enterprise Europe Network chiuso a Rende. «La scelta, affatto casuale, di realizzare i due importanti eventi a Cosenza e Reggio Calabria - continua Caligiuri - ci richiama, anche plasticamente, ad una idea di azione unitaria nel percorrere la strada dell’innovazione che, come più volte ribadito dal Governatore Scopelliti, rappresenta l’unica via d’uscita dalla crisi attuale.Dobbiamo,dunque,inverti-

re la tendenza in atto e non possiamo permetterci di vanificare l’ultima chance a nostra disposizione anche se la quota export e la capacità di produrre brevetti, due importanti dimensioni dello sviluppo di questa regione, non ci confortano ricordiamoci che sussistono dei punti di forza che giocano a nostro vantaggio per generare il circolo virtuoso dello sviluppo: l’attuale governo regionale e la posizione privilegiata che ci vede al centro

Secondo Fortunato Roberto Salerno, presidente di Unioncamere Calabria questo Forum segna un passaggio storico per la Calabria

dell’area di libero scambio più estesa del pianeta, il Mediterraneo. Per riuscire ad ottenere i risultati attesi però diventa fondamentale godere del sostegno di tutto il sistema nazionale e valorizzare le risorse attuali, le eccellenze, quelle vere. Solo così possiamo ambire a trasformare la Calabria da terra di problemi in terra di opportunità, una sfida ardua almeno quanto esaltante». Fabrizio Capua, assessore alle politiche Euro-mediterranee e all’Internazionalizzazione della Regione Calabria, intervenuto per i saluti di apertura, ha testimoniato la concreta disponibilità ad assumere iniziative sinergiche per incrementare le relazioni commerciali e produttive tra la Regione Calabria e tutti i Paesi gravitanti sul Mediterraneo. «Il messaggio emerso nel corso della conferenza regionale sui temi della globalizzazione nel Mediterraneo - afferma Capua - è di grande ottimismo, stiamo già tessendo e sviluppando una fitta rete di contatti con gli interlocutori istituzionali ed imprenditoriali dei Paesi della riva sud del Mediterraneo che guardano all’Italia e alla nostra Regione con assoluto favore. Questo Forum internazionale e la Conferenza regionale presentano numerosi punti di contatto che ci spingono a dar vita ad una strategia di lungo periodo finalmente condivisa per realizzare programmi altamente innovativi

che diano impulso alla crescita della Calabria dal punto di vista economico e più concretamente da quello occupazionale». Secondo Fortunato Roberto Salerno, Presidente di Unioncamere Calabria questo Forum segna un passaggio storico per la Calabria in un momento congiunturale di crisi in cui tutte le Istituzioni sono ancora di più chiamate ad un forte senso di responsabilità. «Esprimo soddisfazione per la buona riuscita di questa importante iniziativa - afferma Salerno - e soprattutto ringrazio il Presidente Scopelliti e gli Assessori Capua e Caligiuri per la condivisione programmatica attuata. Sicuramente questa giunta regionale ci sta dimostrando, con azioni diffuse e ad ampio spettro, di lavorare nella direzione della svolta e di riconoscere il valore dei risultati conseguiti da un sistema di rete e non più di singoli individui. Di fatto, lo stesso sistema camerale opera, in maniera sinergica, per la promozione dello sviluppo economico locale che inevitabilmente si traduce anche in occupazione e crescita sociale. A tale proposito, oggi abbiamo realizzato gli incontri mirati business to business (B2B), dei veri e propri tavoli di lavoro personalizzati partecipati da oltre duecento imprese calabresi per avviare trattative e scambi con le Camere di Commercio presenti nei Paesi del Mediterraneo».


4

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

PRIMO PIANO Davico: «Quella della finanza locale è una priorità di questo Governo»

Dal Pdl alla lista Scopelliti un parere unanime di sostegno agli enti molto criticati in passato come fonte di spreco. E da Roma arrivano nuovi soldi

Il centrodestra difende a spada tratta le comunità montane di Cesare Giraldi ROMA - Da alcuni tanto criticate come esempio di spesa futile, da altri, invece, difese e considerate un capitolo sul quale investire. Le comunità montane sono state nella giornata di ieri tra gli argomenti più discussi in Calabria e a Roma. In Calabria in sede di commissione Bilancio, in cui si discuteva, tra l’altro, la manovra di finanza regionale 2011; a Roma nell’ambito della conferenza Unificata. I movimenti calabresi del centrodestra sono favorevoli a un programma di rilancio di questi piccoli enti: «Le comunità montane calabresi hanno svolto in questi decenni un ruolo assai importante nello sforzo di difendere la montagna e l’economia rurale e per mantenere una identità economica e culturale de centri abitati delle zone interne e delle popolazioni ivi residenti», così ha commentato il consigliere regionale Candeloro Imbalzano, della lista Scopelliti presidente. Ecco perché, spiega, «se ne devono rilanciare le funzioni, assegnando nuove deleghe ed attri-

buendo loro risorse adeguate nel tentativo di una rinnovata politica per la montagna capace di contrastare e invertire i fenomeni di spopolamento e di esodo di questi territori. Per queste ragioni, ritengo - ha detto Imbalzano - che ci sia lo spazio perché tali enti siano direttamente coinvolti in una rinnovata programmazione delle politiche per la montagna e nella gestione dei rispettivi territori». Ma non è il solo. Anche dal Popolo della libertà si sono levate dichiarazioni a difesa di questi enti indicati da celebre libro di Gian Antonio Stella "La Casta" come fonte di spreco: «Le comunità montane non vanno chiuse. Al contrariovannosalvaguardateattribuendo loro ruoli, compiti e

Nucera: «Le comunità montane non vanno chiuse. Al contrario vanno salvaguardate attribuendo loro ruoli, compiti e funzioni ben definite»

funzioni programmatici ben definiti sul piano dell’effettiva gestione dei territori e del patrimonio naturalistico su di essi insistente e checostituisceunadelleprincipali ricchezze di cui la Calabria dispone», questo il parere del segretario questore del Consiglio regionale Giovanni Nucera. Che ha aggiunto di voler presentare un emendamento in commissione Bilancio che consentirà al Governo regionale di attribuire deleghe specifiche per varare un’ampia programmazione delle politiche per la montagna, finalizzata al migliore sfruttamento delle risorse bosco e foresta: «Il Governo della Calabria - conclude Nucera - deve dire se questi enti hanno ragione di esistere oppure no. Se la risposta è affermativa va ristrutturata l’istituzione della comunità montana». Tutto questo quando dalla Conferenza Unificata a Roma usciva il presidente dell’Uncem, l’Unione delle comunità montane, che annunciava di aver dato parere positivo sul decreto di approvazione dei criteri di riparto del fondo montagna 2009. Nuovi soldi per nuove competenze.

E sul federalismo Chiamparino chiede risposte ROMA - Nonostante la convocazione di tavoli tecnici per discutere la definizione del federalismo municipale, il cammino, secondo i diretti interessati, è ancora lungo. Il problema principale è che ancora mancano i dettagli in merito alle questioni di maggiore interesse delle amministrazioni comunali. «È apprezzabile il lavoro fatto finora dai tavoli tecnici, ma siamo ancora in attesa di risposte dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti», è quanto ha reso noto il presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani nonché sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, nel corso di un incontro con la stampa sul federalismo municipale, svoltosi ieri nella Capitale. I problemi in agenda su cui i comuni italiani aspettano una risposta, ha spiegato Chiamparino, sono ben noti e da tempo vengono denunciati in

Conferenza Stato Regioni: una revisione per il calo del debito, che a loro giudizio dovrebbe avere un decalage meno brusco dal 15 all’8%, avendo fasi intermedie al 12 e al 10%; il complesso della spesa corrente e il decreto sull’Imu, sul quale chiedono il riconoscimento dei margini dell’uso dell’addizionale Irpef. Inoltre, ha aggiunto, «vogliamo capire bene cosa succede nell’ambito delle Regioni per focalizzare il tema dei trasferimenti ai Comuni. Comunque ha concluso il sindaco del capoluogo piemontese - ho parlato con Tremonti e mi ha assicurato un incontro a breve, anche se molte delle nostre questioni sono legate al decreto Milleproroghe».

A.M

ROMA - «Quella della finanza locale è una questione che sta particolarmente a cuore a questo Governo, in particolare in questo frangente economico in cui tutti sono chiamati a risparmiare sui conti». Per questo il sottosegretario all’Interno Michelino Davico ha tenuto a puntualizzare che la necessaria riduzione dei trasferimenti ai comuni prevista per l’anno 2011 è stata operata nel ri- Il sottosegretario spetto di quanto stabilito dal Parlamento, secondo un cri- Davico: «Voglio ricordare terio proporzionale ai trasfeall’Anci che diverse sono rimenti erariali precedentemente destinati: «In questi state le riunioni tecniche giorni - ha spiegato Davico l’Anci ha lamentato che il de- tenutesi presso la creto non è mai stato portato Conferenza Stato-Città» al vaglio della Conferenza Stato - Città che avrebbe dovuto stabilire criteri e modalità per l’applicazione delle riduzionì». Da qui il suo disappunto: «Voglio ricordare all’associazione che riunisce i comuni che diverse sono state invece le riunioni tecniche tenutesi presso la Conferenza Stato-Città, nelle quali sono stati valutati i tre criteri indicati nel decreto legge 78 del 31 maggio 2010». Pur-

Michelino Davico

troppo, spiega, non è stato possibile arrivare ad un’intesa con gli enti locali entro i 90 giorni previsti dall’art. 14 comma 2 del decreto. «In mancanza di criteri compartecipati - conclude il sottosegretario - abbiamo dovuto dar corso, con decreto del 9 dicembre 2010, all’applicazione della riduzione proporzionale, prevista dalla norma come criterio residuale». A.M


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani

5

PRIMO PIANO Despar Italia, Antonino Gatto confermato presidente CATANZARO - L’assemblea degli azionisti di Despar Italia, tenutasi a Bologna, ha confermato all’unanimità, per il prossimo triennio (quarto mandato consecutivo), alla carica di presidente, l’imprenditore calabrese, Antonino Gatto. Despar italia ha oltre 25 mila dipendenti e 2010 punti di vendita e un fatturato di 4,3 miliardi di euro. «E’ il riconoscimento - ha detto Gatto - al

lavoro svolto da tutto il consiglio che ho avuto l’onore di presiedere in questi anni. La conferma del percorso strategico individuato per il prossimo triennio. In questa delicata fase di crisi che ha investito anche il nostro Paese c’è la necessità avvertita di definire misure d’intervento che rispondano meglio alle aspettative dei nostri consumatori».

Nicola Cilento: con la definitiva stabilizzazione della fiscalizzazione degli oneri sociali le imprese potranno contare su una misura di contenimento dei costi

Agevolazioni per il settore agricolo Confagricoltura: misure importanti di Pietro Marca CATANZARO - Un’importante boccata d’ossigeno per l’agricoltura calabrese. Così ConfagricolturaCalabriacommentaladefinitiva approvazione della Legge di stabilità 2001 da parte del Senato, che contiene tra l’altro un’importantissima e fondamentale disposizione in materia di contributi agricoli unificati. Infatti, il provvedimento prevede che a decorrere dal 1° agosto 2010 continuano ad applicarsi le agevolazionicontributiveafavore del settore agricolo previste dalla legge 81/2006, che come noto consistono in una riduzione dei contributi a carico del datori di lavoro agricolo pari al 75% nei territorimontaniparticolarmente svantaggiati ed al 68% nelle zone agricole svantaggiate. La decorrenza della norma è fissata retroattivamente al 1° agosto 2010 e consente quindi l’applicazione delle agevolazioni contributive senza soluzione di continuità dalla precedente scadenza delle stesse avvenuta il 31 luglio scorso. Ma l’aspetto più importante della norma - spiega Confagricoltura Calabria - è rappresentato dal fatto che la stessa, a differenza delle precedenti analoghe disposizioni, non prevede una data di scadenza delle agevolazioni contributive, sicché le stesse troveranno applicazione non solo per la residua patte dell’anno in corso, ma anche per gli anni successivi senza lanecessitàcheintervenganoaltri provvedimenti legislativi di pro-

roga. «In un periodo particolarmente negativo per il nostro settore commenta il Presidente di Confagricoltura Calabria Nicola Cilento - finalmente una buona notizia per tutti gli agricoltori. Infatti, con la definitiva stabilizzazione della fiscalizzazione degli oneri sociali le imprese agricole potranno contare in modo permanente su una misura importante di contenimento del costo degli oneri sociali, che consente loro di programmare in anticipo e con certezza i costi che saranno chiamati a sostenere per l’utilizzo della manodopera».«Questaimportante misura - continua il Presidente dell’Organizzazione degli im-

«L’anno che sta per concludersi è stato particolarmente difficile per le aziende agricole calabresi che trovano difficoltà a fare reddito» prenditori agricoli calabresi - è il risultato del brillante impegno sindacale profuso dalla Confagricoltura in tutte le sedi istituzionali, che ha avuto il suo apice con l’imponente manifestazione di protesta svoltasi a Napoli nello scorso mese di luglio, dove migliaia di agricoltori hanno contestato contro ogni disegno di emarginazione dell’agricoltura,

Antimafia, ne parlano in Giappone CATANZARO - «L’attività condotta dalla Commissione regionale antimafia è stata oggetto di una intervista rilasciata dal presidente Salvatore Magarò al giornalista Akio Fujiwara, corrispondente del Mainichi Journal». E’ quanto riferisce un comunicato diramato da Magarò. «Magarò - si afferma ancora nella nota - ha parlato delle diverse iniziative di contrasto alla ’ndrangheta portate avanti dall’antimafia calabrese, soffermandosi in particolare sulla sinergia avviata con il Consiglio regionale della Lombardia, con l’obiettivo di gettare le basi per una collaborazione nella definizione di strumenti legislativi comuni tra le due regioni».

reclamando piena dignità e rispetto per un settore strategico per l’economia del nostro paese». «Ma ciò non vuol dire che siano stati risolti in un colpo tutti i problemi del mondo agricolo - rimarca il Presidente Cilento - C’è ancora molto da fare. L’anno che sta per concludersi, è stato particolarmente difficile per le aziende agricole calabresi che trovano

sempre più difficoltà a produrre reddito a causa di problemi storici come la lontananza dai mercati, la carenza di infrastrutture, le pessime condizioni delle vie di comunicazione, l’eccesso di burocrazia, l’impossibilità di accesso al credito, le crisi dei consumi e la crescita vertiginosa dei costi di produzione». «Per questo - conclude Nicola Cilento - Confagri-

coltura continuerà a mantenere alta l’attenzione e si impegnerà vigorosamente affinché sia data urgente soluzione alle numerose criticitàcheattanaglianoilsettore agricolo calabrese e per far sì che gli imprenditori possano guardare con speranza al futuro, operando in un clima economico favorevole».

Castagna (Uil): una commissione d’inchiesta per stabilire cosa “non accade” sull’autostrada A3 CATANZARO - «I calabresi sono stanchi di subire e sarebbe ora che la deputazione calabrese assuma una posizione di forte denuncia nei confronti dell’Anas, richieda una commissione d’inchiesta per stabilire cosa accade, anzi cosa non accade, sull’A3». Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Uil Calabria, Roberto Castagna, circa la situazione dell’Autostrada A3. «Questo sarebbe - aggiunge - un atto normale, in una regione normale, ma, ahinoi, quello che manca è proprio la normalità. Alla classe dirigente, quindi, uno scatto di orgoglio per ridare a questa regione la possibilità di costruire un futuro migliore e

recuperare il consenso di un popolo che, fino ad ora, ha dimostrato di essere altamente democratico e fin troppo tollerante. L’Anas smetta di mettere a dura prova la pazienza dei calabresi che da oltre dieci anni sono costretti a vivere in condizioni di mobilità da terzo mondo». «Non solo - prosegue Castagna - si assiste allo spettacolo indecoroso di lavori quasi inesistenti, spesso camuffati da deviazioni senza senso, quanto ci si attiva solo in periodi nei quali aumenta il traffico, da e verso la Calabria, per creare problemi e scoraggiare quanti ancora guardano alla nostra regione sia in termini affettivi che in chiave turistica. Sembra diabolico ma i cantieri si movimentano particolarmente nei periodi di giugno, luglio e agosto e, meraviglia delle meraviglie, ci si attiva nella settimana prima delle festività di Natale, con chiusure senza preavviso, per creare difficoltà ai cittadini calabresi e ai tanti che rientrano per passare le festività con i propri cari». «Tutto ciò avviene - conclude - con la complicità di una certa classe dirigente che fa finta di non vedere quello che accade su questa importante arteria. Un silenzio preoccupante che rischia di dar ragione a quanti ritengono che la Calabria è una regione senza futuro e, quindi, facile preda di sperperi e ritardi secolari».

ag. Ansa


il Domani

|

AsteInfoappalti

6

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 38/2003 R.G.E. G.E. Dr.ssa Reggio Professionista Delegato: Dr. Domenico Basile Lotto unico: Fabbricato con corte annessa sito in Morano Calabro. Prezzo base: euro 214.020,00 Rilancio: euro Vendita senza incanto: 01/02/2011 Vendita con incanto: 07/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Dr. Domenico Basile. Presentare le offerte entro h. 12.30 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato Dr. Domenico Basile. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari alla via dell'Agricoltura n.27. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 174/96 R.G.E. G.E. Dott.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dott. Domenico Basile Lotto A: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 74 p.lle 8, 9, 10, 11, 12, 13, 17, 18, 19, 71, 93, 103, 104, 135, 146, 147 Prezzo base: euro 81.927,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto C: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 74 p.lla 16 Prezzo base: euro 60.427,50 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto D: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 76 p.lle 31, 32, 43 Prezzo base: euro 6.005,25 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto E: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 63 p.lla 59 Prezzo base: euro 7.746,75 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto F: Terreno sito in Castrovillari censito in catasto al fg. 13 p.lla 29 Prezzo base: euro 4.650,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto G: Terreno sito in Castrovillari censito in catasto al fg.70 p.lla 11 Prezzo base: euro 3.873,75 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto H: Unità immobiliare sita in Morano Calabro censito in catasto al fg. 58 p.lla 1527 sub 4 Prezzo base: euro 5.812,50 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto L: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 42 p.lla 25 Prezzo base: euro 5.810,25 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto M: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 51 p.lle 205 e 249 Prezzo base: euro 5.229,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Lotto N: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 52 p.lle 205 e 206 Prezzo base: euro 2.712,00 Vendita senza incanto: 02/02/2011 Vendita con incanto: 08/02/2010 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari - Via dell' Agricoltura 27 Presentare le offerte entro h. 12.30 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari - Via dell' Agricoltura 27.

TRIBUNALE DI CATANZARO PRIMA SEZIONE CIVILE Il Giudice dell'esecuzione, DOTT.SSA GIOIA, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n 23/99 R.G.E. pendente tra INPS E [OMISSIS] Visti gli atti, DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1: appartamento sito alla Via Nazionale di Chiaravale C.le, composto da un magazzino sottostrada con accesso indipendente, da tre vani e accessori al piano terra e da cinque vani ed accessori al primo piano per una superficie complessi-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

va di mq 204,00 oltre a mq 19,00 di balconi e a mq 34,00 di terrazzo, in catasto FG. 34, plla 211, sub 3; PREZZO BASE: euro 31.912,00 - Lotto 2: albergo sito alla Via Nazionale di Chiaravale C.le, sviluppato su due piani fuori terra e uno seminterrato per una superficie complessiva di mq 455,00, in catasto FG. 34, plla 204, 210 e 216; PREZZO BASE: euro 75.558,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta d'acquisto in busta chiusa, entro le ore 12 del giorno precedente l'udienza sotto fissata, unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 23/99" portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico dell'aggiudicatario le spese di trasferimento L'udienza per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 1.000,00 è fissata in data 02/02/2011. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste del mese anteriore la vendita nonché sui siti web gestiti da Planetcom www.aste.eugenius.it e www.tribunaledicatanzaro.net e rivista aste. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza Catanzaro, 03/11/2010. °°°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIVILE Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa GIOIA, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 296/90 R.G.E. pendente tra INPS E [OMISSIS] Visti gli atti, DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1: appartamento ad uso residenziale, posto al primo piano fuori terra, nel centro storico del Comune di Montauro, composto da quattro più accessori un vano piano terra ad uso posto auto e deposito, in catasto foglio 6, partic. 568 sub. 4; PREZZO BASE: euro 30.060,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta d'acquisto in busta chiusa, entro le ore 12 del giorno precedente l'udienza sotto fissata, unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - "Procedura n. 296/90" portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico dell'aggiudicatario le spese di trasferimento L'udienza per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 500,00 è fissata in data 23/02/2011. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, nel mese antecedente la vendita per la presentazione delle offerte, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste del mese anteriore la vendita nonché sui siti web gestiti da Planetcom www.aste.eugenius.it e www.tribunaledicatanzaro.net e rivista aste. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza Catanzaro, 13/10/2010. °°°°°°°°°° PRIMA SEZIONE CIVILE Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa GIOIA, ha pronunciato la seguente

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

ORDINANZA Nel procedimento n. 1744/2003 R.G.E. pendente tra INPS E [OMISSIS] Visti gli atti, DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1: Edificio adibito a civile abitazione, su due livelli fuori terra, composto da un appartamento al primo piano e un appartamento al secondo piano, in Botricello, Via Principe di Piemonte, in catasto foglio 35 part. 68 sub. 1 e 2 e 69 sub interlineato, su. Mq. 149; PREZZO BASE: euro 24.100,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta d'acquisto in busta chiusa, entro le ore 12 del giorno precedente l'udienza sotto fissata, unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - "Procedura n. 1744/03" portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico dell'aggiudicatario le spese di trasferimento L'udienza per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 1.000,00 è fissata in data 23/02/2011. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art. 569 in caso di mancanza di offerte. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine perentorio di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione, in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste del mese anteriore la vendita nonché sui siti web gestiti da Planetcom www.aste.eugenius.it e www.tribunaledicatanzaro.net e rivista aste. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza Catanzaro, 13/10/2010. °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Procedura esecutiva n. 11/05 R.G.Es. Il Giudice dell'Esecuzione, dott. Giuseppe Cava, vista la richiesta di vendita, dispone la vendita con incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto 1: Villa sita in Catanzaro Via Solferino 26 identificata in catasto al fg 83 mapp. 232 sub. 2,3,4,5, al prezzo di euro 333973,13; fissa per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine del 01.02.2011 ore 12.00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l'udienza del 02.02.2011 ore 9,30; dispone che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 11/05" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore onerato degli adempimenti pubblicitari provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano "Il domani". Catanzaro, 17.11.2010 Il Giudice F.to Giuseppe Cava °°°°°°°°°° Prima sezione civile Il Giudice dell'esecuzione, Dott. Giuseppe Cava, nel procedimento n. 77/07 R.G.E. con ordinanza del 3 novembre 2010 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni:

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

Lotto 1. Nuda proprietà di appartamento in Catanzaro lido via Corace in catasto al fg. 102 part. 272 sub. 12 al prezzo base di euro. 154.500,00; Lotto 2. Villetta a schiera sita in Borgia e area annessa in catasto al fg. 32 part. 380 sub 1 nonché in catasto terreni al fg. 32 partt. 2470, 2471, 2472, 2052, 2055 al prezzo base di euro. 86.572,50; fissa per la presentazione delle offerte d'acquisto il termine dell'1.2.2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro. 4.000,00, l'udienza del 2.2.2011 ore 9,30; dispone che le offerte d'acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura n. 77/07" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione: Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all'art. 49/8 c.p.c. non comparsi alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano "Il Domani", con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executvis. F.to Il Giudice

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 6/1997 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di fabbricato sito in Rocca di Neto, località S. Maria. Prezzo base: euro 80.000,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Fabio Ioppolo, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Fallimento. n. 33/1996 G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Terreni siti in località Prestica del Comune di Crotone. Prezzo base: euro 80.000,00 Rilancio: euro 800,00 Vendita senza incanto: Vendita con incanto: 01/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosa P. Vincelli, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 77/07 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Corpo A: Piena ed intera proprietà di un terreno agricolo sito in Crotone, Fraz. Poggio Pudano, superficie complessiva di circa mq. 9680, identificato al catasto al foglio 48 p.lla 581, 582 e 583 Corpo B: Piena ed intera proprietà di un terreno agricolo sito in Crotone, Fraz. Poggio Pudano, superficie complessiva di circa mq. 7990, identificato al catasto al foglio 48 p.lla 587, 588 e 589 Prezzo base: euro 33.793,50 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di un terreno a destinazione Parco Territoriale Agricolo Paesistico sito in Cutro (KR) fraz. San Leonardo superficie complessivo di circa mq. 2678, identificato al catasto al foglio 41 p.lla 916, 917 e 920

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

7

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010 Prezzo base: euro 25.608,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Lotto Tre: Corpo A: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito in Cutro (KR),secondo piano della superficie complessivo di circa mq. 170, identificato al catasto al foglio 15 p.lla 1861con annesso magazzino posto al piano terra di mq. 52 Prezzo base: euro 50.412,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Lotto Quattro: Quota pari a 1/2 di fabbricato sito in Cutro (KR) composto da magazzino al piano terra di 145 mq. e due appartamenti entrambi di mq. 151, in catasto al fg. 8 p.lla 61 sub 2-3-4 Prezzo base: euro 54.909,75 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Bevilacqua Pasqualina tel. 0962/763466, o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 48/03 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Quota di 1/2 della piena proprietà di un terreno sito in Roccabernarda località Giardini esteso circa are 14.90 riportato in N.C.T al fg.. 11 p.lla 122 Prezzo base: euro 20.952,75 Rilancio: euro 500,.00 Vendita con incanto: 09.03.2011 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Roccabernarda località Corvo esteso circa are 76.20 riportato in N.C.T al fg.. 24 p.lle 30 e 43 Prezzo base: euro 468,75 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 09.03.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 41/04 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Uno: Piena ed intera proprietà di un magazzino sito nel comune di Crotone alla via mediterranea della superficie complessiva di circa mq. 300,00 Prezzo base: euro 126.562,50 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Lotto Due: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito nel comune di Cotronei fraz. Trepidò Sottano alla via Cicerata all'interno del Villaggio Turistico "Villaggio residenzial Sila" posto al piano terra e primo piano della superficie complessiva di circa mq. 75,00 Prezzo base: euro 9.492,75 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Lotto Tre: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito nel comune di Cotronei fraz. Trepidò Sottano alla via Cicerata all'interno del Villaggio Turistico "Villaggio residenzial Sila" posto al piano terra e primo piano della superficie complessiva di circa mq. 75,00 Prezzo base: euro 9.492,75 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 09/03/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Francesco Manica tel. 0962/901417 - 0962/25527,o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 8/08 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di un terreno sito nel comune di Crucoli (KR) loc. Pitaffio riportato in N.C.T. al fg. 20 p.lle 30-47-48-50-99 con annesso fabbricato adibito ad albergo e rustico in cemento armato entrambi non accatastati. Prezzo base: euro 958.500,00 Rilancio: euro 5.000,00 Vendita senza incanto: 16.03.2011 Vendita con incanto: 23.03.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato (tel. 0962/763122 ), consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 87/2007 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di capannoni a aree di servizio coperte della superficie commerciale complessiva lorda di circa mq.3.877,22; palazzina uffici di mq. 120 circa, tutti siti in Strongoli - frazione Scalo - contrada Donna Rosa. Prezzo base: euro. 479.547,50 Rilancio: euro. 10.000,00 Vendita senza incanto: 16.02.2011 Vendita con incanto: 23.02.2011 Le vendite saranno effettuate presso il proprio Ufficio sito nel Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la data di vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Espropriazioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o al custode giudiziario avv. Rosanna Macrini (tel. 0962/26922) o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it o rivolgersi in Cancelleria delle Espropriazioni Immobiliari presso il Tribunale di Crotone e/o al custode giudiziario, avv. Rosanna Macrini (tel. 0962/26922). °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 126/05 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: La piena ed intera proprietà di un tereno sito nel comune di Cirò Marina (KR) loc. Manca del Rio della superficie complessiva di circa Ha 00.69.80 riportato in N.C.T. al fg. 17 p.lla 199. Su detto terreno insiste un fabbricato a due piani f.t. di cui risulatno rifiniti solo un magazzino al piano terra e due appartamenti al primo piano della superficie complessiva lorda di circa 150 mq. Prezzo base: euro 66.445,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto:16.03.2011 Vendita con incanto: 23.03.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone. Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita. Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato - tel. 0962/763122 o in cancelleria delle Esecuzioni immobiliari, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 129/99 + 140/99 + 156/99 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed inetra proprietà di un appartamento al primo piano più box al piano terra sito in Crucoli Fraz. Torretta della superficie lorda complessiva di circa 30 mq. riportato in N.C.E.U. al fg. 14 p.lla 252 sub 3 e 1 Prezzo base: euro 60.000,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 02.03.2011 Vendita con incanto: 09.03.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria dele Esecuzioni Immobiliari o al Custode Giudiziario Avv. Maria Levato (tel. 0962/763122), consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Fallimento n. 51/90 G.D.: Dr. Sessa Lotto Unico: Terreno di are 26.76 identificato alla p.lla 337 fg. 22 con sovrastante fabbricato censito in N.C.E.U. del comune di Rocca di Neto al fg. 22 p.lla 337 Prezzo base: euro 231.400,40 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 01.03.2011 Vendita con incanto: 22.03.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Curatore Fallimentare Dr. Gemma Brunetta tel. 0962/36198, o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

°°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 41/2009 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di appartamento con terrazzo al piano terra, più locale al piano seminterraro adibito a garage ubicati in Mellissa alla via Pontino. Prezzo base: euro 69.500,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 02/03/2011 Vendita con incanto: Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Olga Arcuri, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n.102/2003 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Quota di 1/2 del diritto di propietà di appartamento sito in Isola Capo Rizzuto, P.zza Umberto n. 30. Prezzo base: euro 15.820,00 Rilancio: euro 500,00 Vendita senza incanto: Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Serafina Astorino, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 124/2002 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto uno: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 22.100. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto due: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 1.062. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto tre: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 4.850. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto quattro: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 1.640. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto cinque: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 213. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto sei: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 700. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto sette: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 600. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto otto: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 360. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto nove: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 18.730. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto dieci: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 15.720. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto undici: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 17.230. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto dodici: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 23.200. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Lotto tredici: Quota pignorata: 1/6 della piena proprietà di terreno sito in Mesoraca di mq. 13.090. Prezzo base: euro 3.900,00 Rilancio: euro 200,00 Vendita senza incanto: Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Luigi Greco, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 40/2005 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena proprietà di appartamento posto al secondo livello di una palazzina sita in Umbrintico, via Serra Olivella n.41. Prezzo base: euro 36.450,00 Rilancio: euro 500,00 Vendita senza incanto: Vendita con incanto: 23/02/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Fabio Angotti, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI BANDO DI VENDITA ALL'INCANTO DI BENI IMMOBILI NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N. 16/2006 SI RENDE NOTO CHE: Con ordinanza del 21 ottobre 2010 il Giudice della Esecuzione ha disposto la vendita all'incanto dei seguenti beni immobili: LOTTO N. 1 - "Quota di 1/2 della piena proprietà di un vano magazzino posto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, viale I Maggio, II Traversa. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 541, sub 35, piano S1, cat. C/2, classe 1"; Prezzo Base euro 11.497,50. LOTTO N. 2 - "Vano magazzino posto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 2, piano T-S1, cat. C/2, classe 2, consistenza mq. 79"; Prezzo Base euro 32.062,50. LOTTO N. 3 - "Vano magazzino posto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 3, piano T-S1, cat. C/2, classe 2, consistenza mq. 188"; Prezzo Base euro 52.312,50. LOTTO N. 4 - "Appartamento posto al primo piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 4, piano 1, cat. A/3, classe 3, vani 8"; Prezzo Base euro 118.624,50. LOTTO N. 5 - "Appartamento in corso di costruzione posto al secondo piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 5"; Prezzo Base euro 30.937,50. LOTTO N. 6 - "Appartamento in corso di costruzione posto al secondo piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 6"; Prezzo Base euro 61.661,25. LOTTO N. 7 - "Appartamenti in corso di costruzione posti al terzo e al quarto piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, contrada Scinà, via Solferino. Gli immobili sono riportati nel NCEU al foglio 21, p.lla 607, sub 7, sub 8, sub 9 e sub 10"; Prezzo Base euro 124.987,50. LOTTO N. 8 - "Appezzamento di terreno agricolo sito in Lamezia Terme, località Muzio, esteso per mq 2550, riportato nel NCT al foglio 43, p.lla 190 e p.lla 266"; AGGIUDICATO. LOTTO N. 9 - "Quota di 1/2 della piena proprietà di un appartamento posto al secondo piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Lamezia Terme, via Crocefisso, n. 7, composto da due stanze, cucinino, bagno e disimpegno. L'immobile è riportato nel NCEU al foglio 21, p.lla 151, sub 6, e p.lla 153, sub 3"; Prezzo Base euro 14.177,81. LOTTO N. 10 - "Quota di 1/2 della piena proprietà di un appezzamento di terreno agricolo sito in Lamezia Terme, località San Nicola, complessivamente esteso per mq. 9430, riportato nel NCT al foglio 36, p.lle 37 e 75"; Prezzo Base euro 9.203,62. LOTTO N. 11 - "Quota di 1/2 della piena proprietà di un appezzamento di terreno agri-

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

8

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010 colo sito in Lamezia Terme, località San Nicola, complessivamente esteso per mq. 7990, riportato nel NCT al foglio 44, p.lle 58, 71 e 45"; Prezzo Base euro 14.606,44. QUANTO ALLA VENDITA HA EVIDENZIATO CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 11.497,50 per il lotto n. 1, di euro 32.062,50.per il lotto n. 2, di euro 52.312,50.per il lotto n. 3, di euro 118.624,50.per il lotto n. 4, di euro 30.937,50 per il lotto n. 5, di euro 61.661,25 per il lotto n. 6, di euro 124.987,50 per il lotto n. 7, di euro 14.177,81 per il lotto n. 9, di euro 9.203,62 per il lotto n. 10 e di euro euro 14.606,44 per il lotto n. 11; - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. HA FISSATO - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell'istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 1 FEBBRAIO 2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 2 FEBBRAIO 2011, la vendita ai pubblici incanti degli immobili sopra indicati e meglio descritti nella relazione dell'esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi. HA STABILITO, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVENGA ALLE SEGUENTI CONDIZIONI - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a."; in mancanza, si provvederà a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell'aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.. Lamezia Terme, lì 3 dicembre 2010 Il Cancelliere C/1

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

°°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI R.E. n. 37/2009 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all'udienza del 21 ottobre 2010; preso atto dell'istanza di vendita formulata dal creditore procedente; rilevato che custode dei beni pignorati è il debitore; considerato che la natura e la destinazione del compendio, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un relativo deterioramento nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione del debitore con un terzo, quale custode giudiziario, non abbia, allo stato, utilità, ex art. 559, comma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l'obbligo di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell'esperto, in ordine sia all'individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 79.088,00, alla vendita coattiva del seguente bene: lotto unico - "appartamento per civile abitazione in corso di costruzione in Gizzeria, località Mortilla, s.n.c., piano secondo, avente una superficie lorda di mq 89,06, con annessi balconi di mq 19,59, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 36, p.lla 1391, sub 12, cat. F/3"; rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l'esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d'ora la data per gli incanti; EVIDENZIATO, QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO, CHE: - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; EVIDENZIATO, QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 79.088,00; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 3.500,00; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare,

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 1 febbraio 2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del giorno 2 febbraio 2011, ore 12.00 e segg.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 15 febbraio 2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 16 febbraio 2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

9

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010 compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI', CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell'esperto su un sito Internet individuato ai sensi dell'art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente può, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d'ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto cari-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

co al creditore procedente o surrogante; AVVERTE Fin d'ora le parti che, ove all'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l'articolo 591 cod. proc. Civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell'amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita; ONERA Il creditore procedente di notificare entro il 10 gennaio 2011 la presente ordinanza ai creditori di cui all'art. 498 che non sono comparsi; DA' ATTO Di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse; ORDINA Al debitore di presentare il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c., a far data dal pignoramento, entro e non oltre il 10 gennaio 2011, con espresso avviso che, in caso di inottemperanza, l'omissione sarà valutata ai fini dell'eventuale nomina di un custode esterno; AUTORIZZA La Cancelleria ad emettere, in favore del creditore procedente, mandato di pagamento della somma incamerata per effetto del decreto di decadenza del debitore dal beneficio della conversione. Lamezia Terme, lì 21 ottobre 2010 Il Giudice dell'esecuzione dott. Alessandro Brancaccio

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 102/1998 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: "Diritto di piena proprietà su 2 appartamenti siti nel Comune di Bianco (RC) via Galluppi, entrambe identificati nel NCEU al foglio di mappa n. 20, particella 210 sub 10; PREZZO BASE: Euro 54.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, tranne quanto sotto riportato, vedere l'ordinanza di vendita del 27.04.2007 - punti da 1 a 28 riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 03.02.2011, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Giuliana VIOLI (Tel. 0964.235026). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 17 novembre 2010 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 102/1998 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS … , ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'in-

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

carico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Ing. R. Macry Correale) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l'offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l'offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; 9) l'udienza di vendita è fissata per il giorno 18.09.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE.

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

11) in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà nel termine di gg. 60 dall'aggiudicazione dovrà versare l'eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l'importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); 15) maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Bianco, Bovalino, Africo (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 06.12.2007 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it

10

www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010 cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. … OMISSIS … Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 27 aprile 2007 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 47/1988 promossa da ITALFONDIARIO SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Diritto di piena proprietà sul fabbricato sito nel Comune di Siderno, loc. Donisi, identificato nel NCEU al foglio di mappa n. 16, particella 469: 1) sub 3: locale posto al piano terra, adibito a ristorante; 2) sub 4: locale posto al primo piano, adibito ad albergo, composto da diciassette camere, servizi interni e corridoi di disimpegno, attualmente in stato di abbandono" PREZZO BASE: Euro 1.270.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: SOSPESO (Ord. del 10.03.09) LOTTO 3: SOSPESO (Ord. del 10.03.09) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, tranne quanto sotto riportato, vedere l'ordinanza di vendita del 22.12.2006 - punti da 1 a 28 riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 03.02.2011, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offe-

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

rente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: D.ssa NELLA FERRARO (Tel. 0964.381296). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 09 dicembre 2010 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.Es. Imm.: 47/1988 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS … , ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Ing. G. PEZZANO) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579 cpc, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore al prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l'offerta non sarà considerata efficace: A) se

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

18)

perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l'offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 10.07.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica, Siderno e Locri (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura di uno dei creditori, del debitore o del custode se diverso; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 23.01.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato;

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 22.dicembre 2006 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 5/87 promossa da CARICAL ora INTESA GESTIONE CREDITI SpA, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Porzione dell'unità immobiliare per civile abitazione sita nel Comune di Siderno, via Spalato, riportata nel NCEU alla partita 2991, foglio di mappa 31, particella 339, sub 1 cat. A/3, classe 1^, di vani 2 per complessivi mq. 52, r.c. £. 168.000, in ditta … PREZZO BASE DEL LOTTO Euro 20.658,28 DEPOSITO PER CAUZIONE Euro 2.065,83

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

11

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Venerdì 17 Dicembre 2010 DEPOSITO PER SPESE Euro 3.098,74 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 03.02.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 1.032,91. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 03.02.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 17 novembre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 49/02 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Unità immobiliare adibita a garacecantina posta al piano seminterrato di un fabbricato a sei piani fuori terra sito nel Comune di Sant'Ilario dello Jonio alla via Comunale riportato nel NCEU alla partita 1000421 foglio di mappa 16, particella 254 sub 36, cat. C/6, classe 3^ di mq. 32 Prezzo base del lotto Euro 8.500,00 Deposito per cauzione Euro 850,00 Deposito per spese Euro 1.275,00 2° LOTTO: Unità immobiliare con destinazione commerciale (magazzino) in corso di costruzione posta al piano terra di un fabbricato a sei piani fuori terra sito nel Comune di Sant'Ilario dello Jonio alla via Comunale riportato nel NCEU alla partita 1249 foglio di mappa 16, particella 254 sub 45, cat. C/2, classe 2^ di mq. 84 Prezzo base del lotto Euro 16.600,00 Deposito per cauzione Euro 1.660,00 Deposito per spese Euro 2.490,00 3° LOTTO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al piano terra con ampio terrazzo di un fabbricato a sei piani fuori terra sito nel Comune di Sant'Ilario dello Jonio alla via Comunale riportato nel NCEU alla partita 1249 foglio di mappa 16, particella 254 sub 46, cat. A/3, classe 3^ di vani 5,5 Prezzo base del lotto Euro 52.800,00 Deposito per cauzione Euro 5.280,00 Deposito per spese Euro 7.920,00 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 03.02.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 350,00 per il 1° Lotto, Euro 500,00 per il 2° ed Euro 2.250,00 per il 3° Lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 03.02.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 09 dicembre 2010 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI Il G.E., Dott. Davide Lauro, letti gli atti della procedura esecutiva n. 33/2003 promossa da Società Gestione Crediti Srl c/... DISPONE procedersi alla vendita senza incanto, all'udienza del 03/02/2011 degli immobili pignorati qui di seguito descritti, con il prezzo da ridurre da ridurre di 1/4 + 1/4 LOTTO UNICO: piena proprietà dell'unità immobiliare in Caulonia, Via Strada XXVII snc (o Via Ente della Sila), facente parte di un edificio costituito da un unico corpo di fabbrica a 4 piani f.t. e da 3 unità abitative per piano. L'unità immobiliare in oggetto si trova al piano IV, ed è identificata al catasto urbano del predetto Comune al fg. 116 part. 923 sub 29 Prezzo Base euro 110.000,00; Cauzione: 10% del prezzo Stabilisce per la vendita senza incanto le seguenti condizioni: - entro le ore 12 deI giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella Cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo per partecipare alla vendita senza incanto; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è presentata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito di una cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - l'offerte in aumento, nel caso di cui all'rt. 573 c.p.c. non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà nel termine perentorio di 60 gg. dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall'aggiudicazione e la perdita della cauzione ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente, alle conseguenze di cui all'art. 587 Il co. Cpc. Nel contempo, DISPONE che ove si debba procede ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 c.p.c., il pubblico incanto

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

avverrà all'udienza del 07/04/2011, al prezzo sopra riportato da ridurre di 1/4 + 1/4 Stabilisce per la vendita con incanto le seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopra indicato a titolo di cauzione, mediante consegna in cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'ari 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, fermo restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Maggiori informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Locri e/o presso il custode giudiziario, Dott. Antonino Falduto (tel. 0964388136). La relazioni di stima dei beni è pubblicata sul sito www.aste.eugenius.it °°°°°°°°°° Ufficio esecuzioni immobiliari Avviso vendita immobili R.G. Es. n. 47/03 Il Giudice dell'Esecuzione dell'intestato Tribunale ordina procedersi alla vendita con incanto degli immobili qui di seguito descritti, con il prezzo da ridurre di 1/5 + 1/5 + 1/5, sottoposti a pignoramento nella procedura esecutiva promossa da Banca Nazionale del Lavoro SpA c/…, all'udienza del 03/02/2011 ore 09:00 con seguito nella sala delle pubbliche udienze. DESCRIZIONE LOTTO N.1 Diritto di proprietà sull'immobile facente parte (primo piano) di un fabbricato adibito a civile abitazione a due piani f.t., oltre copertura di tipo piano, sito nel Comune di Monasterace (RC) Via Acquedotto n. 11 riportato nel NCEU al fg. 14 part. 627 sub 6 di mq 111,05 cat. A/3 vani 6,5 e rendita C. Euro 315,56 Prezzo base d'asta Euro 93.432,00 Deposito per cauzione Euro 9.343,20 Deposito per spese Euro 14.014,80 Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n.2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Il Giudice dell'esecuzione Dott. Davide Lauro

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

°°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 113/91 promossa da CARICAL, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: Unità immobiliare ubicata al piano S1, composto da garage e locali, di complessivi mq. 103 facente parte di un fabbricato sito nel Comune di Portigliola, via Olivarello n. 45, riportato nel NCEU alla partita 702, foglio di mappa n. 3, particella 751, sub 5, insistente su un terreno catastalmente riportato alla partita 33093, foglio di mappa 3, particella 469, uliveto, classe 3^, in ditta … quale livellario al … Prezzo base del lotto: Euro 40.283,64 Deposito per cauzione: Euro 4.028.36 Deposito per spese: Euro 6.042,55 2° LOTTO: Unità immobiliare ubicata al piano terra, di complessivi mq. 180 facente parte di un fabbricato sito nel Comune di Portigliola, via Olivarello n. 45, riportato nel NCEU alla partita 702, fglio di mappa n. 3, particella 751, sub 3, insistente su un terreno catastalmente riportato alla partita 33093, foglio di mappa 3, particella 469, uliveto, classe 3^, in ditta… quale livellario al… Prezzo base del lotto: Euro 92.962,24 Deposito per cauzione: Euro 9.296,22 Deposito per spese: Euro 13.944,34 3° LOTTO: Unità immobiliare ubicata al primo piano, di complessivi mq. 180 facente parte di un fabbricato sito nel Comune di Portigliola, via Olivarello n. 45, riportato nel NCEU alla partita 702, fglio di mappa n. 3, particella 751, sub 4, insistente su un terreno catastalmente riportato alla partita 33093, foglio di mappa 3, particella 469, uliveto, classe 3^, in ditta… quale livellario al… Prezzo base del lotto: Euro 27.888,67 Deposito per cauzione: Euro 2.788,87 Deposito per spese: Euro 4.183,30 L'incanto avverrà, con il PREZZO DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 03.02.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari "non trasferibili" intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 2.587,28 per il 1° Lotto, Euro 5.164,57 per il 2° Lotto ed Euro 1.549.37 per il 3° Lotto. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 03.02.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 07 dicembre 2010 IL CANCELLIERE

Info 0961 996802


12

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

CRONACHE

La dirigente Fallara tenta il sucidio, aveva deciso di lasciare il Comune REGGIO CALABRIA- La dirigente del Comune di Reggio Calabria Orsola Fallara ha tentato il suicidio ingerendo acido muriatico. La Fallara è stata soccorsa da alcuni familiari ed accompagnata nell’ospedale Riuniti, dove è ricoverata nel reparto di rianimazione. La dirigente era stata denunciata nei mesi scorsi per essersi liquidata somme dal Comune che non le spettavano. Mercoledì sera Fallara aveva annunciato la decisione di lasciare il suo incarico al Comune. Proprio la vicenda della presunta appropriazione del denaro sarebbe alla base del tentativo di suicidio. Il 22 novembre scorso il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, a seguito di un’indagine interna della Commissione disciplinare per i dirigenti, aveva disposto la sospensione per 30 giorni di Orsola Fallara dall’incarico e dalle funzioni di dirigente del settore Finanze e Tributi dell’Amministrazione di Palazzo San Giorgio. Orsola Fallara ieri è stata sottoposta ad un intervento chiururgico per tentare di riparare le lesioni provocate agli organi interni dall’acido. Le condizioni della dirigente del Comune permangono molto gravi. Orsola Fallara è stata coinvolta in un’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calab-

Al via il controllo dell’iter burocratico dei lavori pubblici

ria nell’ambito della quale il reato ipotizzato nei suoi confronti è abuso d’ufficio. L’inchiesta mira ad accertare, in particolare, se la somma di 750 mila euro che le è stata liquidata le spettava effettivamente. «Esprimo sconcerto eamarezza per la notizia appresa dalle agenzie di stampa circa il tragico gesto compiuto dalla ex dirigente al Bilancio del Comune di Reggio Calabria Orsola Fallara». Lo ha affermato MassimoCanale, candidato della sinistra a sindaco di Reggio. «Sulla gestione delle finanze ad opera di Orsola Fallara e sull’intera gestione amministrativa della nostra città dice - in questi otto anni, ho detto e scritto puntualmente senza mai

trascendere l’aspetto tecnico e politico. Ma da questa estate in Città si è aperta una nuova fase: lo sgretolamento del "modello Reggio"e la crisi politico - istituzionale; contestualmente, per quanto mi riguarda, si è andata chiudendo, come era giusto che fosse, la fase dell’opposizione politica per lasciare spazio alla costruzione dell’alternativa di governo per Reggio. Il tragico atto di Orsola Fallara probabilmente - dice Canale - rappresenta il gesto estremo di una donna che ha vissuto drammaticamente il pubblico linciaggio bipartisan di questi mesi».

Carmela Mirarchi

Giordano: Unicredit investe al nord il porto di Gioia fuori da ogni piano GIOIA TAURO - «Avevamo visto giusto, purtroppo. Mesi fa paventammo quello che ad oggi è un disegno perverso che tende ad emarginare e a fare uscire fuori da tutti i discorsi di sviluppo il porto di Gioia Tauro». E’ quanto afferma in una nota, il consigliere dell’Idv Giuseppe Giordano. «Il progetto è stato presentato in una conferenza stampa presso il Ministero degli Esteri, alla presenza di Franco Frattini, Raffaele Fitto, Ministro degli Affari regionali e l’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni. Una piattaforma portuale e strutturale dunque,dell’areaTrieste-Monfalcone per intercettare il traffico dei container verso il nord-est dell’Europa con risparmi fino a nove giorni rispetto a tutti gli altri porti. Un miliardo di euro che una delle più grosse banche italiane ed europee mette a disposizione per rilanciare un’autorità portuale del Nord. Noi questo lo avevamo temuto e come se non bastasse si arriverà persino ad un discorso di privatizzazione della struttura e sarà altresì annunciato

l’interessamento del San Paolo , sull’altro versante dell’Italia , verso il porto di Genova. Questo va nella direzione dell’affossamento definitivo del porto di Gioia Tauro che continua a rimanere porto di transhipment, orientato ad una politica coloniale con uno sfruttamento della manodopera locale e della struttura stessa perché è stata data gratuitamente alla società che lavora nel porto e nulla si è voluto compiere rispetto alle po-

litiche da noi evocate per rilanciare in modo concreto e duraturo questo porto che rappresenterebbe il volano dello sviluppo dell’intero sud Italia. In questo senso la ferrovia doveva continuare a restare per far sì che ci fosse anche il trasporto su rotaia in modo da far rimanere almeno un elemento di competitività nei confronti degli altri porti. Quei nove giorni - continua Giordanoche oggi recupera Trieste li avrebbe potuti recuperare Gioia Tauro se fosse stato messo nelle condizioni di utilizzare il trasporto su ferrovia e allo stesso tempo. Lo sdoganamento merci porterebbe una quota del 10% delle merci sdoganate che andrebbe alla regione e che si potrebbe utilizzare per lo sviluppo del suo territorio tenendo conto che ad oggi il porto versa alla regione Calabria un budget di sessanta milioni di Euro. Deve finire questa politica coloniale di sfruttamento che vedrà poi la Medcenter abbandonare il porto per approdare in un altro nel nord-africa dove avrà migliori condizioni».

REGGIO CALABIA - «Prende il via in modo definitivo il percorso iniziato qualche anno fa che mira al controllo dell’iter burocratico che sta alla base dei lavori pubblici e le varie fasi: dall’approvazione del progetto esecutivo alla realizzazione dell’opera». Così il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa in apertura di lavori dell’incontro svoltosi presso la sala Versace del Cedir per presentare il piano di informatizzazione per la gestione dei lavori pubblici predisposto dalla società mista Re.ca.s.i. per conto dell’Amministrazione Comunale. Con il Primo Cittadino erano presenti il presidente di Re.ca.s.i. Franco Germanò e l’amministratore delegato Giuseppe Del Campo e i dirigenti di settore del Comune. «Si creerà una sinergia tra i settori interessati - ha dichiarato Germanò e attraverso il software si potrà interagire evitando così quanto spesso è successo in passato quando le varie unità non riuscivano a dialogare tra loro». Sono stati annunciati tempi brevi per l’avvio di quella che è stata definita come sperimentazione del progetto che consentirà di conoscere i vari passaggi delle procedure per la realizzazione di opere pubbliche. «Il piano - ha proseguito il sindaco Raffa - ci darà così la certezza del controllo diretto, immediato sulle tante opere pubbliche del territorio spesso incomplete e dall’altro offrirà risposte concrete ai cittadini. Prime fra tutte le scuole, l’impiantistica sportiva, le strade e in generale le tante opere che stentano a decollare proprio per le lungaggini burocratiche e soprattutto per la difficoltà che esistono nel monitorarne l’evoluzione del percorso da seguire fino alla loro completata realizzazione».

Riunione per la riqualificazione urbana nel Ravagnese REGGIO CALABRIA - L’assessore all’Urbanistica Demetrio Porcino ha coordinato una riunione operativa con i rappresentanti dei soggetti interessati alla firma dell’accordo di programma per la realizzazione di interventi di riqualificazione urbana nel territorio di Ravagnese. Il Riurb vede coinvolti, oltre al Comune, la Regione Calabria, il compartimento calabrese dell’Anas, la Sogas, le Ferrovie spa Rete Ferroviaria Italiana. Con l’assessore Porcino era presente all’incontro la dirigente comunale del settore Urbanistica Adriana Taglieri nonché i funzionari dell’assessorato. Nel corso della riunione è stata data notizia del concreto impegno della Regione Calabria a stanziare le risorse necessarie alla realizzazione del Parco Urbano contemplato per l’area di Ravagnese, mentre si è registrata l’assenza dell’Amministrazione Provinciale. «Oggi possiamo ritenerci soddisfatti - ha proseguito Demetrio Porcino - perché abbiamo ricevuto ampie assicurazioni dalla Regione Calabria che crede fermamente in questo programma tanto da impegnare risorse importanti per quasi cinque milioni di euro»..


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 13

CRONACHE Convenzione Unical-Parco della Sila, iniziate le attività degli studenti vincitori

Neve e gelo, sulla Sila toccati i meno 12 gradi di Carmelo Morise COSENZA - Temperature sempre molto rigide in Calabria e neve anche a basse quote. Sulla Sila cosentina, a monte Botte Donato, dove ci sono 80 centimetri di neve, la notte tra mercoledì e giovedì si sono toccati i -12 gradi. Freddo intenso anche a Camigliatello e Lorica, dove ci sono 30 centimetri di neve e temperature che si mantengono costantemente sotto lo zero. Gelo anche sulla Sila catanzarese (-6 a Ciricilla di Taverna) e crotonese. Dopo i disagi di mercoledì si circola con le catene a bordo sulla statale 107 Silana - Crotonese, in particolare nella zona del valico della Crocetta e nei pressi di Camigliatello Silano e San Giovanni in Fiore. Scuole chiuse, per le intense nevicate, a Cosenza e Rende, ma non si segnalano problemi per la circolazione stradale. Ordinanza di stop delle attività

didattiche anche da parte del sindaco a Castrovillari. Dalla notte scorsa le condizioni meteo tendono ad un lieve miglioramento, ma restano sempre attivo l’obbligo delle catene a bordo e i dispositivi di gestione della viabilità previsti dal piano neve approvato con le Prefetture e le Forze dell’ordine competenti per territorio. Il servizio di guardia medica dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, guidata dal commissario straordinario Franco Maria De Rose, nonostante i disagi legati alla copiosa nevicata, è intervenu-

to prontamente garantendo tutte le urgenze. Lo ha comuniato l’Asp. In una nota, è evidenziato che nessun allarme è da segnalare. «Il personale medico continuerà - si legge - a prestare servizio con solerzia. Gli operatori di guardia, soprattutto nelle aree montane più colpite dai problemi legati alla circolazione - spiega Marcello Filice, direttore unità operativa del Servizio di urgenza ed emergenza medica - stanno lavorando al acremente per soddisfare tutte le richieste e assicurare ai cittadini prestazioni adeguate».

Asp, trasferimento di Trovato un un poliambulatorio cadavere COSENZA - La Direzione generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, guidata dal Commissario Straordinario Franco Maria De Rose, ha disposto il trasferimento del Poliambulatorio di via Milelli presso i nuovi locali di via Popilia. «Il provvedimento, - è scritto in un comunicato stampa - assunto in ottemperanza a quanto disposto dai Nas, si è reso necessario al fine di erogare i servizi in una struttura adeguata e conforme ai requisiti previsti dalla normativa vigente. Le prestazioni, pertanto, saranno

sospese temporaneamente, a partire dal giorno 27 dicembre 2010 fino al 15 gennaio 2011. Per gli utenti già in possesso di prenotazioni, nel periodo sopra citato, sarà cura degli operatori Cup (Centro Unico Prenotazioni) riprogrammare le visite previa comunicazione agli interessati. Restano comunque a disposizione tutti i Poliambulatori presenti sul territorio dell’Asp. La Direzione Generale - è scritto - chiede scusa sin da ora per le inevitabili difficoltà».

CASSANO IONIO - Il cadavere di una donna è stato trovato nella mattinata di ieri sulla spiaggia di Marina di Sibari, nel Cosentino. Sul caso hanno indagato ieri, e continuerannoadindagareoggi,i carabinieri e la Procura della Repubblica di Castrovillari, che hanno mantenuto uno stretto riserbo sul caso. La vittima, dell’età apparente di 30 anni circa, aveva una ferita in testa. Gli inquirenti non l’hanno ancora identificata.

COSENZA - E’ iniziata l’attività dei vincitori delle otto borse di studio previste dal concorso indetto dall’Unical con un bando pubblicato in aprile, per l’erogazione di borse di studio annuali per laureati e laureandi del corso di laurea in Valorizzazione dei sistemi turistico culturali dell’Università della Calabria. Spunto dell’iniziativa è la convenzione, sottoscritta dal Rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, e dal Direttore dell’Ente Parco Nazionale della Sila, Michele Laudati, fortemente voluta dall’allora Commissario straordinario dell’Ente Parco, Silvio Vetrano, con un’apposita delibera del febbraio 2009. «Con questa convenzione - è detto in un comunicato - il Parco nazionale della Sila e l’Unical si sono impegnati a bandire un concorso pubblico per titoli per tre anni consecutivi, per l’erogazione complessiva di 25 borse di studio, di cui otto sono state quindi già aggiudicate per il primo anno. Ulteriori otto verranno assegnate per il secondo e nove per il terzo anno. Le otto borse assegnate hanno durata semestrale e sono destinate ad attività di collaborazione e studio nell’ambito della pro-

Confindustria presenta il Progetto "latuaideadimpresa" COSENZA - «In un territorio con tanti vincoli e molti problemi strutturali, è necessario saper reagire avendo il coraggio di rischiare la proposta. Con questa iniziativa Confindustria Cosenza e Banca Carime vogliono proporre ed offrire strumenti per la costruzione di opportunità, fin dai banchi di scuola. L’auspicio è che molti dei ragazzi coinvolti in questo progetto potranno affrontare il mondo del lavoro con senso di responsabilità, coraggio e libertà». E’ con queste parole che il Direttore Generale di Banca Carime Raffaele Avantaggiato ed il Direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda hanno introdotto la presentazione del Progetto "latuaideadimpresa®", ai numerosi studenti e docenti giunti nella sede degli Industriali cosentini. latuaideadimpresa® è un progetto nazionale sperimentale di Sistemi Formativi Confindustria, con il sostegno del Ministero per Istruzione Università e Ricerca, al quale hanno aderito 10 Confindustrie territoriali. Confindustria Cosen-

za e Ubi - Banca Carime seguono il Progetto assicurando sostegno ai partecipanti sia attraverso il web sia con un’attività di tutoraggio.Nonostante la neve, docenti ed una delegazione degli studenti della scuole coinvolte hanno avuto modo di confrontarsi stamattina anche con il Presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore, il Presidente di Ance Cosenza Natale Mazzuca ed il Responsabile dell’Area Economica Maurizio Bozzo, il Responsabile della Direzione Affari Legali di Banca Carime Giuseppe Lombardi ed il Funzionario Mauro Spadafora. Desideriamo partire dai ragazzi di scuola superiore per creare percorsi che avvicinino il mondo delle imprese ai giovani - hanno dichiarato i Presidenti Pastore e Mazzuca- perché il riscatto del Sud passa dal senso di responsabilità e dall’impegno che tutti saremo capaci di mettere in gioco. Carmela Mirarchi

mozione dei sistemi turistici culturali e dello sviluppo economico e sociale sostenibile dell’area protetta del Parco Nazionale della Sila. Il Parco si afferma ancora nella nota ritiene assolutamente necessario avvalersi di uno studio che sia finalizzato all’individuazione di metodologie per lo sviluppo sostenibile nell’ambito dell’ area protetta, per l’indagine sull’impatto della propria presenza sul territorio e per la valorizzazione dei sistemi turistici culturali. Di fatto, i rapporti di collaborazione fra l’Ente Parco e l’Unical sono attivi da tempo e sempre finalizzati alla promozione di attività di educazione, di formazione e di ricerca scientifica, anche interdisciplinare, oltre che di attività ricreative compatibili».

A. Bolle


14

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

CRONACHE Domenica la Marcia antimafia del Pdl ad Isola Capo Rizzuto ISOLA CAPO RIZZUTO - Il coordinamento del Pdl di Isola Capo Rizzuto ha inteso promuovere, per la prossima domenica, una marcia antimafia che partirà alle 14.30 da piazza Berlinguer . «Cari cittadini, a seguito dei continui appellativi che vengono attribuiti alla nostra cittadina ci sentiamo in obbligo, quale forza politica di questo Paese, a far sentire forte la voce di dissenso» si legge n una nota. «L’omologazione continua alla "costumanza mafiosa" cui la stampa ha relegato la popolazione del nostro paese, ha fatto riflettere il gruppo politico del Pdl di Isola Capo Rizzuto, portandolo alla decisione di organizzare una manifestazione in difesa della digmità e dell’orgoglio di appartenenza a Isola, sottolineando a gran voce il fatto che la gran parte della popolazione non può essere additata come ‘ndranghetista. Continuiamo - si legge - a chiederci il perché di questa forte attenzione dei media nei confronti del nostro Paese per i soli aspetti negativi. A chi giova affinché l’intera popolazione sia intesa e vista come assoggettata alla costumanza mafiosa? Tema fondamentale della manifestazione sarà quello di mettere in evidenza ciò che la stampa non dice e che pur sapendo non scrive o non fa vedere in televisione, come le tante iniziative nel campo associazionistico, imprenditoriale turistico-alberghiero ed agricolo, nelle politiche dell’accoglienza e delle iniziative di sostegno alle fasce deboli della popolazione in cui il nostro paese è leader. Chiediamo conclude - una partecipazione disinteressata a tutti i cittadini nella sue variegate composizioni politiche e sociali».

Le donne Idv dicono no alla chiusura dei punti nascita di Rosa Voci CROTONE - «Un grido di denuncia parte da Crotone da parte del coordinamneto provinciale che solidarizza con le donnne Calabresi che sotto l’albero di Natale hanno trovato un bel regalo: cinque punti nascita chiusi tanti quante le punte della stella (quella Cometa, si intende); quella che ha guidato i Magi verso il Redentore, nato in una grotta perché nessuno gli aveva dato ospitalità». E’ quanto dichiara in una nota la coordinatrice provinciale delle donne di Crotone, Mariangela D’Agostino. Giuseppe e Maria - continua la D’Agostino - si son sentiti dire più volte : Non c’è posto. Le donne in attesa dovranno prima avere l’elenco dei punti nascita che sono attivi per evitare anch’esse di farsi dire: non è questo il posto per poter partorire. E’ vero che la sanità necessita di tagli per poter recuperare fondi, ma la vita è un

dono ed è così sacra che è proprio ad essa che non si doveva pensare nella logica dei tagli. E’ triste pensare che numerose battaglie si sono fatte per le pari opportunità non è stata assolutamente fatta un’attenta e puntuale

valorizzazione delle differenze, negando così piena cittadinanza alle donne. Da qui si denota una mancanza di rappresentanza femminile nelle istituzioni di governo che possa essere impulso di sviluppo verso una gestione effettivamente più efficace ed efficiente dell’apparato burocratico ed amministrativo che difendendo e regolando rapporti di potere e autonomia regolativa ottenga cure e valorizzazione di sé. Necessita chiedersi - continua la D’Agostino- che cosa la politica debba fare, perché l’approccio da utilizzare è quello delle capacità anziché quello delle risorse , per riconoscere, valorizzare la dignità delle donne e rispettare la libertà di scegliere nella concretezza di particolari condizioni. Un tale agire sottopone a verifica radicale ogni atto concreto e lo indirizza verso lo sviluppo della libertà e della giustizia sociale».


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 15

CRONACHE

Pisl, la Provincia avvia la fase concertativa VIBO VALENTIA - È stata definita l’unica possibilità concreta di fruire a livello locale dei fondi europei, eppure la risposta dei sindaci vibonesi è stata sotto le aspettative. Soltanto 23 amministratori su 50, infatti, hanno partecipato oggi alla riunione convocata dalla Provincia per l’avvio della fase concertativa che dovrà condurre alla presentazione dei Progetti integrati di sviluppo locale (Pisl), a valere sul Por Calabria 2007-2013. Complessivamente, al territorio vibonese sono stati destinati 52 milioni di euro per la realizzazione di interventi che spaziano dalla mobilità alla valorizzazione dei centri storici, dallo sviluppo dei sistemi turistici locali a quello dei distretti agroalimentari e rurali. Risorse preziose, soprattutto in un momento storico che vede le pubbliche amministrazioni in grandi difficoltà finanziarie e con poche chance d’investimento. Obiettivo principale della riunione - convocata dal presidente della Provincia Francesco De Nisi e dall’assessore alle Attività produttive Paolo Barbieri - è stata la costituzione dei due Tavoli provinciali di partenariato (uno istituzionale formato da soggetti pubblici e l’altro socio-economi-

co in rappresentanza delle categorie produttive), che dovranno coordinare la redazione e la presentazione dei Pisl. «Apprezzo molto la sensibilità istituzionale di chi è qui oggi - ha affermato De Nisi in apertura dei lavori -. Spesso molti amministratori pubblici invocano a gran voce la concertazione, ma poi alla prova dei fatti disertano appuntamenti cruciali per la programmazione dello sviluppo del territorio. Bisogna comprendere che l’opportunità offerta dai Pisl non può essere sprecata. La Provincia farà la sua parte, ma è necessario che tutti mostrino più attenzione a questi temi». Concetti ribaditi da Barbieri, che ha rimarcato come i Progetti integrati di sviluppo locale rappresentino l’unica possibilità di accedere ai fondi Por. «Occorre far bene e subito - ha affermato l’assessore provinciale -. Gli avvisi regionali saranno emanati entro marzo 2011 e la selezione dei progetti esecutivi avverrà entro maggio, per accedere poi ai finanziamenti a luglio». Ruolo fondamentale di coordinamento e stimolo alla progettazione integrata lo avranno i Tavoli di partenariato, le cui competenze sono definite nella delibera regionale

di riferimento, la 163 del 27 febbraio 2008, che richiama il protocollo d’intesa siglato a suo tempo tra Regione, Province, Anci e Uncem. In particolare, il Tavolo istituzionalesaràformatodaProvincia (presidente e assessore alla Programmazione territoriale), Comunità montane e Comuni (una sola rappresentanza per ognuna delle macroaree territoriali previste nel Piano territoriale di coordinamento provinciale); il Tavolo socio-economico, invece, sarà formato dai rappresentanti provinciali delle associazioni di categoria, degli ordini professionali e dei sindacati. Prevista, inoltre, una componete tecnica, decisa dalla Regione, che avrà il compito di supportare l’attività dei tavoli. Prima della conclusione dei lavori è stato l’assessore comunale di Vibo Valentia Nicola Manfrida, che ha confermato la piena sintonia tra Provincia e Comune: «Il ruolino di marcia non consente ritardi e dobbiamo stare attenti a non perdere l’occasione di sfruttare al meglio questa opportunità di finanziamento in un momento di bilanci così asfittici». Rosa Voci

Sopralluoghi e un convegno sul dissesto idrogeologico VIBO VALENTIA - Maierato, Vibo Valentia, Bivona, Zambrone, Parghelia, Tropea. Le ferite di un territorio diventato, come quasi tutta l’Italia, terra di un’emergenza che si fa sempre più quotidianità e si chiama dissesto. Sono queste le tappe che gli ingegneri hanno toccato, con visite sui luoghi danneggiati, prima di riunirsi in un intenso convegno significativamente intitolato "Una terra sull’orlo dell’abisso..." Ildissestoidrogeologiconelvibonese, organizzato da Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vibo Valentia, con il patrocinio di Regione Calabria, Provincia e Comune di Vibo Valentia. «Come già è avvenuto per i fatti della Sicilia - ha dichiarato il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Giovanni Rolando - ci mobilitiamo per visionare i luoghi colpiti dai grandi eventi franosi degli ultimi tempi, per fornire una presenza fattiva. Il tutto rientra

nel ruolo che il sistema ordinistico vuole avere, di consulenza e supporto, in primis a Protezione Civile e Governo, soprattutto sul fronte di politiche reali di prevenzione, per passare finalmente dallo stato dell’emergenza a quello della prevenzione e farlo quanto prima, creando una rete di competenze che integri risposte ed esperienze». E il vibonese è luogo emblematico delle conseguenze del dissesto: «A più di un secolo dalle frane seguite al terremoto del 1905 in Calabria e Sicilia - ha ricordato il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vibo Valentia Vincenzo Cupi - questi luoghi sono ancora ‘una terra sull’orlo dell’abisso’ e le recenti immagini di Maierato ci fanno capire quanto è importante accendere i riflettori su questo tema, insieme agli attori principali della messa in sicurezza dei territori. Non a caso il convegno è organizzato dagli ingegneri: a loro la legge riserva la competenza in materia,

ma come soggetti in prima linea quali siamo, vogliamo essere non solo medici al capezzale del malato ma soprattutto chi agisce nella prevenzione delle malattie». E il convegno di ieri a Vibo Valentia, presso l’Hotel 501, è stato un’occasione per riunire tanti dei soggetti in causa su questi argomenti: oltre al Cni e l’Ordine Ingegneri della Provincia di Vibo Valentia e quello della Provincia di Asti, erano presenti tra gli altri, il Presidente della Giunta Regionale della Calabria, Prefetto, Presidente del Tribunale e Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, i sindaci di Vibo Valentia, Maierato, Parghelia, Tropea e Zambrone, il Presidente del Consiglio di Laurea in Ingegneria della Sicurezza e della Protezione Civile, un rappresentante della Protezione Civile, il Presidente dell’Associazione Idrotecnica Italiana, professori del Politecnico di Torino. Anna Bolle

Salerno su Asp: non c’è nessuna lotta di potere VIBO VALENTIA - «In riferimento a quanto affermato dall’on. Angela Napoli, relativamente alle vicende che hanno coinvolto l’Asp di Vibo, mi preme sottolineare che non c’é mai stata, né è in corso, alcuna lotta di potere ma, al contrario, vi è stata l’esplicita manifestazione del coraggio di prendere una posizione chiara, netta e trasparente». E’ quanto afferma, in una nota, Nazzareno Salerno, presidente della Commissione Sanità della Regione. «Preciso che inizialmente - prosegue Salerno - ero convinto che il Commissario dell’Asp avrebbe attuato concretamente la discontinuità voluta del presidente Giuseppe Scopelliti eliminando quelle incrostazioni che hanno impedito alla sanità di fornire dei servizi efficienti e cancellando eventuali infiltrazioni mafiose e ciò che avrebbe potuto condizionare negativamente il processo decisionale. Sono poi stato costretto a prendere atto che ciò non stava accadendo e che anzi venivano perpetuate le vecchie logiche che hanno inciso sulla sanità producendo effetti nefasti e, dunque, unitamente al mio partito, ho assunto una posizione di grande responsabilità. Ritengo infatti - prosegue Salerno - che per la sanità vibonese e calabrese sia indispensabile un vero cambio di rotta e l’esplicazione pratica di un processo di rinnovamento affinché possano essere salvaguardati gli interessi collettivi e non quelli di una casta. Il nostro obiettivo è quello di dare delle risposte serie alla popolazione in termini di servizi di qualità e di prestazioni fornite in tempi celeri».

Api, Lombardo si occuperà delle adesioni VIBO VALENTIA - Alla presenza del segretario provinciale di Alleanza per l’Italia Pasquale Fera sono stati insediati i responsabili per le adesioni del comune di Dasà individuato nella persona dell’avvocato Lombardo che si occuperà di coordinare questa fase di insediamento del partito nel comune dell’Alto Mesima. Il segretario provinciale Fera ha voluto ringraziare l’avvocato Lombardo per aver voluto accettare l’incarico. «Un incarico prestigioso - si legge in una nota - in un momento in cui l’area moderata e riformista, laica e cattolica, è alla ricerca di un punto di equilibrio unitario, per rilanciare la politica ingabbiata in un bipolarismo, che di fatto ha già consumato il suo progetto iniziale di cambiamento del Paese. L’avvocato Lombardo nell’accettare la nomina ha sottolineato come il partito centrista e liberale mira in tempi rapidi a costruire insieme all’Udc, ai delusi del Pdl e del Pd e al nuovo gruppo di Futuro e Libertà ,un Terzo Polo che guarda prevalentemente a sinistra , senza tralasciare la cultura federale ed ecologista. n partito in fase di organizzazione che sta per concludere la propria campagna di tesseramento e che ha già registrato l’adesione di amministratori locali e cittadini. Un partito che sta notevolmente crescendo nella nostra provincia - conclude - in sinergia con gli organismi regionali e nazionali e sotto il costante sostegno e vicinanza da parte del responsabile nazionale degli enti locali onorevole Franco Bruno».


16

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

CRONACHE

Processo “Fiume Corace” chieste sette condanne CATANZARO - Sette condanne e un’assoluzione sono state chieste ieri dalla pubblica accusa per 8 giovani catanzaresi coinvolti nell’operazione antidroga battezzata "Fiume Corace" che hanno chiesto il rito abbreviato. Il nono imputato comparso davanti al giudice dell’udienza preliminare ha chiesto di patteggiare. Si tratta di

Gli indagati di "Fiume Corace" sono chiamati a rispondere di spaccio di stupefacenti. Sette finirono in cella nel 2009 Claudio Francesco Chiaravalloti, 21 anni, per il quale gli avvocati hanno chiesto l’applicazione di una pena di 4 mesi di reclusione e 5.000 euro di multa, incassando il

consenso del pubblico ministero Paolo Petrolo. Quest’ultimo ha poi sollecitato il giudice a condannare a 4 anni e 6 mesi di reclusione e 20.000 euro di multa ciascuno Armando Fiorentino, 22 anni, di Catanzaro, e Carlo Alberto Borromeo, alias "Charly", 21 anni, nato a Bologna ma residente a Catanzaro; a 6 anni e 26.000 euro Stefano Spiridetti, alias "il Negro", 29 anni, di Catanzaro; a 2 anni e 8 mesi e 12.000 euro Marco Spalli-

no, 30 anni, nato a San Giorgio a Cremano (Na) ma residente a Catanzaro, Andrea Forte, 22 anni, nato a Roma ma residente a Catanzaro, e Gianluca Tardo, 28 anni, di Catanzaro; ad 1 anno e 12.000 euro Francesco Arnò, alias "Franco u’ barese", 34 anni, di Catanzaro, residente a Montauro. Tutte le pene richieste risultano così scontate di un terzo come previsto nel caso della scelta del rito abbreviato. Il pm ha infine chiesto l’assoluzione per Alessandra Sacco, 34 anni, di Catanzaro, per mancanza della prova certa che abbia commesso quanto contestato dalla Procura. Il giudice dell’udienza preliminare Gabriella Reijllo ha rinviato al 22 febbraio per le ultime discussioni degli avvocati e la sentenza. Gli indagati di "FiumeCorace"sonochiamatitutti a rispondere di spaccio di stupefacenti. Carmela Mirarchi

Vende appartamento già promesso ad altro acquirente, 47enne condannato a 4 mesi di reclusione e al risarcimento CATANZARO - Una truffa perpetrata con la proposta di vendita di un appartamento che, in realtà, era giù stato promesso ad un altro acquirente. Questa l’accusa per la quale Giuseppe Daniele, catanzarese di 47 anni, è stato condannato dal tribunale monocratico di Catanzaro a quattro mesi di reclusione e 400 euro di multa, nonchè al risarcimento del danno di 26.000 euro più interessi e spese alla parte offesa, costituita parte civile con l’avvocato Antonio Ludovico. Proprio la cifra di 26.000 euro Daniele si era fatto dare da Giovanni Luca Calabrese, nel 2006, per la stipula della proposta di acquisto di un appartamento che il primo, nella sua qualità di titolare dell’Agenzia immobiliare "Idea casa", aveva detto di aver ricevuto mandato di vendere. L’imputato però, sempre secondo l’accusa, non aveva informato Calabrese che un’altra persona era impegnata per l’acquisto, peraltro per il tramite di una diversa agenzia. L’imputato (difeso da Gioconda Soluri) alla fine è stato riconosciuto colpevole dal giudice Giovanna Mastroianni di aver tratto un ingiusto profitto pari ai 26.000 euro versati dall’ignaro aspirante acquirente per una casa che non avrebbe mai potuto essere sua.


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 17

CRONACHE

Riunione della Giunta sul settore dei lavori pubblici CATANZARO -E’ stata dedicata alla discussione di pratiche proposte dal settore lavori pubblici, la riunione di giunta presieduta dal sindaco Rosario Olivo, assistito dalla segretaria generale, Teresa Mansi. Infatti, su proposta dell’assessore Francesco Curcio l’esecutivo ha dato il via libera al progetto preliminare relativo ai lavori di realizzazione del ponte sulla fiumarella; opera di completamento del lungomare di marina. L’importo dei lavori di 900 mila euro è finanziato con fondi Pisu. Sempre attraverso l’utilizzo dei fondi Pisu saranno realizzati: l’impianto polivalente di aggregazione sociale in via Lombardi, la cui perizia preliminare ammonta a 700 mila euro, ed il progetto di completamento del percorso attrezzato del lungomare di Giovino che prevede una spesa di 1.200.000 euro. Ed ancora con i fondi Pisu sarà realizzato il raddoppio del sottopasso di via Magellano nel quartiere marinaro. Il quadro economico dei lavori prevede una spesa di 800 mila euro.

Approvata anche la perizia di completamento dei lavori di realizzazione delle opere di urbanizzazione nel quartiere Giovino per un importo di circa 300 mila euro. L’esecutivo ha licenziato, inoltre, sei pratiche proposte dal settore gestione del territorio. La giunta, inoltre, sentita la relazione del sindaco Olivo, ha deciso di intitolare a due giovani vittime della Città, che hanno perso la vita nella sciagura del Camping "Le Giare", il 10 settembre del 2000, l’area polivalente

denominata "Orticeddhu" all’interno della villa Margherita e la piscina comunale di Pontepiccolo. L’area di villa Margherita sarà intitolata alla memoria del giovane diciassettenne, Rosario Russo, il quale fu travolto dalla furia delle acque. Mentre, la piscina di Pontepiccolo, sarà dedicata alla memoria del giovane Vincenzo Caliò, guardiano del Camping, del quale non si è più trovato il corpo.

«Preoccupazione per la saturazione della discarica di Alli» CATANZARO - «L’Amministrazione comunale di Catanzaro esprime preoccupazione per il rischio di saturazione della discarica a servizio dell’impianto trattamento rifiuti di Alli» si legge in una nota. «In questo periodo un elevato numero di Comuni, utilizzano il sito, tanto che la quantità di rifiuti conferiti giornalmente nell’impianto consortile, risulta più che triplicata. Tale situazione si è determinata per la contemporanea chiusura dei siti di Rossano e di Pianopoli. Inoltre, l’aumento quotidiano del movimento di compattatori ha finito per comportare un notevole rallentamento dei lavori di ampliamento dell’impianto di Alli, ampliamento indispensabile per assicurare nei prossimi quindici anni tranquillità ed autonomia nello stoccaggio dei rifiuti della città di Catanzaro. Ora però, la disponibi-

lità di Catanzaro, non può contrastare con i legittimi interessi della Città . Infatti, non solo l’attuale situazione rischia di provocare in pochi mesi la saturazione della discarica di Alli, ma già ieri, le lunghe code di compattatori che si creano lungo il sito in attesa di scaricare, impediscono ai mezzi che svolgono il servizio per Catanzaro, di effettuare le operazioni di scarico rapidamente rendendo quindi,m impossibile effettuare più giri di raccolta, generando, così, situazioni di stazionamento di rifiuti in alcune zone del centro».

50%

V E N D I T AP R O MO Z I O N A L E

finoal


18

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

CRONACHE Appalti rete idrica della regione, Reati prescritti per 7 la Gdf sequestra beni per 2 milioni dei 16 medici rinviati a giudizio per truffa

CATANZARO - Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Catanzaro ha proceduto al sequestro di somme presenti su conti correnti e depositi, nonchè immobili siti a Catanzaro, Vibo Valentia e provincia, Roma e Terracina (Lt), per un valore complessivo pari a circa 2.200.000 euro nei confronti dell’imprenditore Vincenzo Restuccia, rappresentante legale della "Vincenzo Restuccia costruzioni s.r.l." e della "Torrente

Sequestrate le somme presenti su conti correnti e immobili all’imprenditore Restucci nonché ai dirigenti della "So.ri.cal s.p.a.", Fabrizio Bajetti e Gianluca Pugliano Menta scarl", entrambe con sede a Zungri (Vv), nonchè dei dirigenti della "So.ri.cals.p.a.", società a partecipazione pubblica della regione Calabria che gestisce le risorse idriche, Fabrizio Bajetti e Gianluca Pugliano. Le indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Catanzaro, che hanno portato all’emissione dell’ordinanza di sequestro da parte del Gip presso il Tribunale del capoluogo calabrese, su richiesta della locale Procura della Repubblica hanno riguardato la procedura di gara indetta nell’anno 2007 dalla Sorical, relativa all’appalto dei lavori di costruzione di una rete di condotte adduttrici e di diramazione per l’ali-

mentazione dei serbatoi a servizio dei comuni di Reggio Calabria e limitrofi, per un importo a base d’asta di oltre 45 milioni di euro. Ad aggiudicarsi la gara è stata, nell’ottobre del 2007, l’associazione temporanea di imprese, sempre con sede a Zungri (Vv), formata o dalla "Vincenzo Restuccia costruzioni s.r.l." e dalla "consorzio valori scarl", con sede a Roma, che successivamente hanno costituito la "Torrente Menta s.r.l.", società finalizzata alla costruzione dell’impianto in questione, di cui Restuccia risulta essere il rappresentante legale. Secondo le indagini, scatate in seguito alla denuncia presentata da un altro concorrente alla medesima gara, l’aggiudicazione è avvenuta in violazione delle norme prescritte dallla normativa. I soggetti coinvolti si sarebbero resi responsabili dei reati di abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti, frode nelle pubbliche forniture, truffa, nonchè falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. In particolare, sarebbe stato accertato che il titolare del

procedimento presso la Sorical, Fabrizio Bajetti, avrebbe favorito nella procedura di aggiudicazione dell’appalto la ditta riconducibile al noto imprenditore vibonese, illegittimeagevolazioniconcedendole , tra cui l’omessa esclusione dalla gara ur in presenza di più violazioni alla normativa ed al capitolato d’appalto. Inoltre, sempre sevondo l’accusa, sarebbe stato appurato che l’aggiudicataria dell’appalto ha utilizzato, per la realizzazione dell’acquedotto, materiali aventi qualità e caratteristiche inferiori a quelle previste dal capitolato speciale d’appalto, con utilizzo, ad esempio, di calcestruzzo di minore qualità e resistenza, con impiego di valvole a farfalla motorizzate con caratteristiche di tenuta idraulica minori rispetto ad i requisiti minimali. Peraltro la stessa associazione temporanea di imprese avrebbe fatturato stati d’avanzamento lavori ancora non eseguiti, il tutto con l’avallo di Gianluca Pugliano, direttore di lavori della Sorical.

CATANZARO - Reati estinti per prescrizione e dissequestro delle somme di denaro "incriminate". Così si è concluso, ieri a Catanzaro, il processo per sette dei sedici medici rinviati a giudizio con l’accusa di truffa per aver, secondo la Procura, percepito borse di studio pur continuando a lavorare da privati. Il procedimento giudiziario è concluso per Patrizio Miceli, Teresa Germanò, Leonardo Rocco Vatrano, Paolo Mazza, Santo Paravati, Pierpaolo Carellario, Annamaria Frijo, per i quali il giudice monocratico ha disposto la restituzione dei soldi che, secondo l’accusa, erano stati percepiti ingiustamente e che il sostituto procuratore Alessia Miele aveva chiesto di sequestrare nonostante l’intervenuta prescrizione dei reati contestati. Proseguirà il prossimo 24 marzo, invece, il processo ai restanti imputati, per i quali non è’ intervenuta la prescrizione. Si tratta di Ermenegilda Cristiano, Lucia Antonia Lucano, Raffaele Mauro, Roberto Nola,Teresa Grillo, Antonio Maiuolo, Claudio Callipo, Costantina Soluri, Giovanni Mazzitello. I medici sono stati rinviati a giudizio il 13 novembre del 2009, quando il giudice dell’udienza preliminare ha contestualmente prosciolto altri 5 indagati, dopo che i difensori hanno dimostrato l’assoluta mancanza di dolo dei propri assistiti che nel periodo incriminato hanno solo prestato lavoro volontario presso l’Avis, per il quale hanno ricevuto meri rimborsi spese e non retribuzioni. Giuseppe Branco

E’ morto il 29enne ferito in un agguato a Lamezia Terme CATANZARO - E’ morto Nicola Gualtieri, di 29 anni, il pregiudicato ferito in un agguato il 25 novembre scorso a Lamezia Terme. Il decesso è avvenuto nell’ospedale di Catanzaro, dove Gualtieri era ricoverato. Il pregiudicato era stato raggiunto da alcuni colpi di pistola al torace e ad una gamba. Le condizioni di Gualtieri si erano aggravate negli ultimi giorni. Secondo quanto è emerso dalle indagini, il ferimento di Gualtieri sarebbe da collegare ad un movente di stampo mafioso. La vittima, infatti, sarebbe stata affiliata alla cosca di ’ndrangheta Cerra - Torcasio - Gultieri. L’inchiesta sull’agguato a Gualtieri, proprio in considerazione della matrice mafiosa dell’episodio, era stata trasmessa già nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme alla Dda di Catanzaro.

Carmela Mirarchi

Gli studenti del Casalinuovo in visita a Palazzo Campanella per presentare un progetto CATANZARO «Accogliamo con grande interesse la bella idea che ci avete trasferito e che si sposa perfettamente con lo spirito di questa Commissione che guarda concretamente al mondo F. Marra sociale e alle fasce più deboli». Così, la presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità, Giovanna Cusumano si è rivolta agli studenti della prima media dell’Istituto comprensivo "Casalinuovo" di Catanzaro Lido in visita a Palazzo Campanella. I giovani, in rappresentanza di tre classi e accompagnati dal dirigente scolastico Concetta Carrozza (che è anche vice presidente della Commissione Po) e dai professori Cristina Mellace e Ida Mirabelli, hanno presentato un progetto sulle Pari Opportunità rivolto ai diversamente abili, chiedendo il sostegno ed il patrocinio alla Commissione.

Fc Catanzaro, l’amministratore unico Santaguida precisa: non c’è nessun mandato per la ricerca di acquirenti CATANZARO - Con riferimento a quanto riportato su alcuni organi di stampa e siti internet, in merito alle vicende della società Fc Catanzaro e le presunte offerte relative all’acquisto del pacchetto di controllo della stessa, l’amministratore unico Giuseppe Santaguida, con una nota, precisa che «è assolutamente falsa e priva di fondamento la tesi secondo cui la compagine societaria abbia dato mandato ufficiale a determinati soggetti per ricercare nuovi ingressi in società. Alla luce di quanto sopra, - è scritto - si intende ribadire che sarà cura della società Fc Catanzaro tutelare gli interessi propri in ogni sede ritenuta opportuna, così come sarà intrapresa senza indugio ogni azione nei confronti di chiunque rilasci dichiarazioni, o diffonda notizie, che abbiano contenuti di carattere falso e tendenzioso, sulle sorti della società stessa. Infine, - continua la nota - si coglie l’occasione per ribadire che la Fc Catanzaro spa, nella persona del suo Amministratore Unico, Dr. Giuseppe Santaguida, è il solo soggetto titolato a valutare ogni ipotesi in relazione al pacchetto di controllo della società giallorossa, e si invita, pertanto, a non rappresentare a soggetti diversi o a diffondere a mezzo stampa proprie future possibili interessi o intenzioni di investimento, visto che tali dichiarazioni si legge - non hanno altro effetto che quello di destabilizzare l’ambiente e la tifoseria tutta».

Rosa Voci


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 19

APPUNTAMENTI

“Community” al Marca di Catanzaro La ritualità collettiva prima e dopo il web s’inaugura domani pomeriggio e si potrà visitare sino al 27 marzo di Marco Grande CATANZARO - Dopo il recente successo ottenuto dalle mostre di Alessandro Mendini e di Michelangelo Pistoletto, il museo Marca di Catanzaro prosegue la sua programmazione presentando un progetto dalla forte carica innovativa che nasce dall’esigenza d’interrogarsi sull’idea di comunità sociale in un’epoca di radicali trasformazioni dove la tecnologia ha assunto un ruolo prioritario. Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web s’inaugura nella sede del Marca sabato 18 dicembre alle ore 18,30 e si potrà visitare sino al 27 marzo prossimo. La mostra, a cura di Alberto Fiz e Luca Panaro, è promossa dalla Provincia di Catanzaro assessorato alla Cultura con la collaborazione della Regione Calabria - assessorato alla Cultura e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria, di Sensi Contemporanei - Ministero dello Sviluppo Economico e della Fondazione Mimmo Rotella. L’esposizione, accompagnata da un esauriente catalogo edito da Electa in italiano e inglese, rientra nell’ambito del Piano Operativo Regionale Calabria Fondi Europei di Sviluppo Regionale 2007/2013. Per questo importante appuntamento sono stati coinvolti in 14 tra gruppi e artisti di generazioni differenti quali Alterazioni Video, Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Vanessa Beecroft, Cristian Chironi, Mario Cresci, Paola Di Bello, Flatform, Nino Migliori, Adrian Paci, Franco Vaccari, Naomi Vona, Carlo Zanni. Un confronto tra grandi maestri e giovani rappresentanti dei new media che consente di riflettere sul concetto di comunità dagli anni cinquanta a oggi, attraverso opere fotografiche, video, progetti web e installazioni interattive. Non manca nemmeno un’installazione mobile del gruppo Flatform che durante i giorniprecedentiall’inaugurazionedella mostra hanno registrato le reazioni delle persone nelle strade della città di Catanzaro. «Dopo una serie di esposizioni dal taglio storico e filologico, il Marca propone un altro progetto particolarmente coinvolgente e attuale dove l’arte rappresenta l’occasione per interrogarci su noi

stessi e la nostra relazione con gli altri. Di fronte ad un individualismo spesso esasperato, appare quanto mai opportuno affrontare il tema della collettività attraverso una lettura trasversale che coinvolge i grandi maestri della fotografia italiani, così come alcuni dei più significativi artisti dell’ultima generazione», afferma Wanda Ferro presidente della Provincia di Catanzaro con delega alla Cultura. Negli ultimi decenni la visione

della comunità si è profondamente trasformata e si è assistito al passaggio da riti collettivi che si svolgevano in luoghi reali (case, strade, parchi, bar), a processi di aggregazione tecnologici sviluppati in ambienti virtuali (blog, chat, social network). La comunità, insomma, spesso, è diventata community on line (a Facebook hanno aderito 500 milioni di persone in tutto il mondo) e il web ha mutato profondamente il rapporto fra gli indivi-

Il presidente Scopelliti riceve il pittore Chirico REGGIO CALABRIA - Il governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti - informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta - si è detto compiaciuto per la visita del pittore calabrese Natino Chirico: «E’ un artista - ha dichiarato Scopelliti - che, attraverso i suoi dipinti, valorizza l’immagine della nostra terra. L’arte e la cultura camminano a braccetto e Chirico è un degno rappresentate di questo mondo artistico». Chirico ha donato al presidente Scopelliti un quadro raffigurante Don Chisciotte. L’artista calabrese si è detto onorato di essere stato ricevuto dal presidente Scopelliti: «Queste - ha detto sono occasioni uniche, anche perché col governatore mi lega un’amicizia di vecchia data».

dui, sebbene si sia mantenuto inalterato il desiderio di appartenenza e di unità in base a interessi comuni. Come spiega Alberto Fiz, direttore Artistico del Marca «si è passati dalla comunità rigida e gerarchizzata, basata su precise linee guida di carattere politico, ideologico e familiare, alla comunità fluida e delocalizzata, priva di un riferimento territoriale, che si sviluppa prevalentemente in base all’esperienza dei singoli individui. Un percorso che va incontro ad una cultura partecipativa e relazionale descritta con efficacia dal taglio inedito dell’esposizione». E Luca Panaro aggiunge: «Gli artisti selezionati sono accomunati dall’utilizzo dell’immagine e da un attento sguardo indagatore nei confronti di una società in continua evoluzione. Riflettere sulla comunità rappresenta per ognuno di questi autori una necessità imprescindibile nell’arduo compito di interpretare il proprio tempo». La mostra mette a confronto immagini comunitarie rappresentative di epoche e condizioni sociali molto differenti fra loro. Come la visione "neorealista" restituita dalle fotografie di Nino Migliori (Bologna 1926), alla ricerca di sguardi, gesti e gerarchie in Gente dell’Emilia e Gente del Sud documentata sulla soglia di casa o sui gradini delle strade negli anni cinquanta.


20

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

APPUNTAMENTI

La quarta edizione dell’iniziativa si svolgerà oggi. Tante le novità previste per quest’anno, si inizierà alle 18.30

Il memorial Franconieri si sposta al PalaRiverso di Soverato SOVERATO - E’ tutto pronto per la quarta edizione del "Memorial Franconieri", lo spettacolo che vedrà riuniti sullo stesso palco le voci più rappresentative della scena catanzarese per un tributo al compianto Franco Franconieri. L’evento andrà in scena venerdì 17 dicembre, con inizio alle ore 21.00, presso il Teatro Tenda "PalaRiverso" di Soverato. La location originale, il Teatro Politeama di Catanzaro, non ha potuto ospitare la kermesse per problemi di natura tecnica, ma la struttura riscaldata al coperto della cittadina jonica sarà ancora più accogliente grazie alla sua capienza di oltre 1.000 posti a sedere. In ogni caso i biglietti già venduti restano validi anche per l’ingresso alla nuova location. Tante le novità previste per quest’anno. Si inizierà, alle ore 18.30, con il IV "Gran Galà Festa del TaeKwonDo", anteprima dedicata alle premiazioni sportive e curata dal maestro Tonino Guerra. Lo spettacolo musicale sarà tutto

al femminile, prendendo spunto dal concerto che Laura Pausini ha voluto dedicare alla tragedia dell’Abruzzo, e vedrà alternarsi sul palco le voci di Anna Laura, Anna Guerra, Valentina Silipo, Mara Franconieri, Cinzia Mancini, Roberta Migliaccio, Patrizia Curulla, Melania Mercurio, Brigitte Valentino, e non per ultima, della grande Raffaella Capria. Non mancherà il contributo maschile con tanti amici che hanno voluto partecipare alla serata-tributo come Michele Tosi, Salvatore Chiefalo, Mimmo Cristina, il

Sul palco, fra le altre: Anna Laura, Anna Guerra, Valentina Silipo, Mara Franconieri, Cinzia Mancini, Roberta Migliaccio, Patrizia Curulla, Melania Mercurio, Brigitte Valentino

tenore Francesco Carmine Fera, Vittorio Valia e Stefano Greco. Nel cast artistico si annovera anche la presenza del mitico Pino Colao, al rientro da una lunga convalescenza. I cantanti si esibiranno duettando dal vivo accompagnati dalla Gdl band che per l’occasione è così composta: Piero Dardano, pianoforte e tastiere; Giuseppe Correnti, percussioni; Gianfranco Trapasso, sassofono; Pino Crudo, chitarre; Gianfranco Caroleo, batteria; Massimo Pappaterra, al basso, ritornerà dopo 15 anni a calcare il palcoscenico. «Sembra proprio che il tempo per Massimo non sia trascorso, lo ritroviamo così come lo abbiamo lasciato, e questo perché è sempre stato un grande professionista, un grande amico che ha fatto della sua serietà una ragione di vita - sostiene Gianfranco Caroleo, direttore artistico dell’evento musicale -. Ha lasciato la musica solo e soltanto per dedicarsi alla famiglia ed ora è arrivato il momento di dimostrare a lui stesso, ma anche ai propri figli, la passione per questo suo vecchio amore...la

musica». Tra gli ospiti a sorpresa, si segnala la partecipazione straordinaria di Valerio Merola, insieme all’attrice e scrittrice Adele Fulciniti e agli interpreti della risata catanzarese Mico Ammendolia e Tonino Angeletti che daranno il loro valido contributo. La IV edizione

Non mancherà il contributo maschile con Michele Tosi, Salvatore Chiefalo, M. Cristina Francesco C. Fera, Vittorio Valia e S. Greco del "Memorial Franconieri", sarà presentata dalla nota conduttrice televisiva Simona Palaia e sarà trasmessa su Rtc e sul canale satellitare Calabria Channel, oltre ad una prevista lunga diretta radiofonica su Radio Valentina. Gli ultimi biglietti a disposizione saranno messi in vendita il giorno del concerto presso la stessa struttura di Soverato ad un costo di 5 euro. L’intero incasso sarà devoluto interamente agli Orfani dell’Istituto Palazzolo di Santa Maria di Catanzaro per la realizzazione di una grande iniziativa: un mega pranzo di Natale accompagnato da divertenti momenti di intrattenimento e dalla consegna di regali per tutti.

Il Teatro Politeama di Catanzaro ancora protagonista nelle trasmissioni e nei tg targati Rai CATANZARO - Politeama ancora superstar sui media nazionali e internazionali. I tg della Rai, trasmissioni popolari come "Uno mattina" , rubriche specializzate come "Applausi" di Gigi Marzullo, siti prestigiosi come il francese "Resmusica" si sono occupati in questi giorni delle varie proposte culturali del teatro del capoluogo. Dell’allestimento lirico della "Tosca" si è occupato il Tg2, con un servizio di Giampiero De Maria andato in onda nell’edizione delle 23,30 di lunedì scorso. Il Tg2 ha sottolineato la straordinarietà dell’evento, rimarcando la contempora-

nea presenza del cast artistico di alcuni dei più grandi cantanti contemporanei, come il tenore argentino Marcelo Alvarez, il soprano Micaela Carosi e l’intramontabile Renato Bruson. Sempre la "Tosca" del Politeama ha suscitato l’interesse di uno dei più prestigiosi siti europei di lirica e sinfonica, il francese "Resmusica", che ha fatto seguire l’evento dall’inviato speciale Francesca Guerrasio.Ma di Politeama e della rassegna internazionale "La grande musica per il cinema" si è parlato a lungo nell’edizione di martedì 14 dicembre, di "Uno mattina".


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 21

APPUNTAMENTI

L’iniziativa, scaturita da un’idea dell’Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro, si è svolta presso l’Istituto di cultura in Usa

“Villaggio globale dei ragazzi e importanza dell’attività motoria del fanciullo”, simposio CATANZARO - Il "Villaggio globale dei ragazzi" negli Usa. Alla presenza di un folto e qualificato pubblico, nei giorni scorsi si è tenuto presso l’Istituto Italiano di Cultura di Chicago (Usa), il simposio "Villaggio globale dei ragazzi e l’importanza dell’attività motoria del fanciullo nella filosofia pedagogica di Maria Montessori". A fare gli onori di casa e a dare il benvenuto a tutti i partecipanti è stato il dott. Silvio Marchetti, direttore dello stesso Istituto; a seguire il delegato Coni per gli Usa dott. Mico Delianova Licastro che, nel suo intervento, ha sottolineato che l’idea del simposio è scaturita da una felice iniziativa dell’Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro nella persona del prof. Antonio Ammendolia, in stretta collaborazione con il Coni provinciale di Catanzaro. Presente anche il console generale italiano a Chicago dott. Alessandro Motta che ha ribadito l’importanza di creare una coscienza - nella comunità italo-americana - necessaria a

riacquisire una stile di vita più salutare ed elogiando - altresì - nel corso della sua relazione, il lavoro svolto a Chicago dal senatore Renato Turano che attraverso le attività di Casa Italia ha incentivato lo sviluppo degli scambi culturali tra le Università di Catanzaro, del Wisconsin e dell’Illinois. Tra gli esperti presenti, la dott.ssa Fosca White, fondatrice e direttrice dell’Accademia Montessori di Chicago; la dott.ssa Amy Hills Luke ed il prof. Pietro Tonino della Loyola University di Chicago, che hanno evidenziato, nei loro quali-

Presente anche il console generale italiano a Chicago che ha ribadito l’importanza di creare una coscienza necessaria a riacquisire una stile di vita più salutare

ficati interventi, l’importanza dell’attività motoria e di una dieta equilibrata per la prevenzione di tante patologie, tra le quali, l’obesità. L’intervento conclusivo è stato quello del prof. Ammendolia che ha illustrato il progetto "Villaggio Globale dei ragazzi - Children’s Global Village" - (nato da un’idea del prof. Francesco Fratto, coordinatore dello staff tecnico del Coni provinciale di Catanzaro) davanti ad una platea attenta nonché affascinata dalle tematiche prospettate e lo stesso relatore si è augurato, infine, che nel prossimo anno anche un nutrito gruppo di bambini, figli di Italiani residenti negli Usa, possano contribuire a realizzare questo progetto presso la struttura di Casa Italia in Chicago. Il preside della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo"Magna Graecia" di Catanzaro, prof. Giovambattista De Sarro, attraverso l’addetto stampa dr. Giuseppe Virgillo, ha plaudito all’iniziativa, sostenendo - tra l’altro - l’importanza di incentivare rapporti di collaborazione con

Il preside della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ateneo "Magna Graecia" di Catanzaro ha sostenuto l’importanza di incentivare le collaborazione con gli atenei stranieri

Atenei stranieri e di creare insieme a loro sempre più proficui scambi culturali.

Al Cilea la prima di “Natale in Arte”, spettacolo con ballerini professionisti, diversamente abili e stranieri REGGIO CALABRIA - Al Cilea la prima di "Natale in Arte". La passione per la danza unisce ballerini professionisti, diversamente abili e stranieri. Si terrà il 30 dicembre alle ore 20:30 presso il teatro comunale "Francesco Cilea" di Reggio Calabria lo spettacolo natalizio della compagnia di danza reggina "Co.Danzare", organizzato dall’associazione "Studio Arte", con il sostegno degli assessorati alle Politiche Sociali, Turismo e Spettacolo del Comune di Reggio Calabria ed il patrocinio della Parrocchia di San Sebastiano al Crocifisso.Della Compagnia fanno parte

ragazzi diversamente abili, stranieri e ballerine volontarie che metteranno in scena uno spettacolo natalizio. Obiettivo del progetto è quello di favorire l’integrazione sociale attraverso i linguaggi universali della danza, della pittura e del teatro. Per un anno i partecipanti hanno preso parte a diversi laboratori durante i quali sono stati realizzati i costumi dello spettacolo stimolando la loro percezione tattile, l’espressione delle emozioni e il senso estetico. Attraverso il movimento e la danza è stato poi possibile lavorare sul contatto corporeo e l’autocontrollo.

r. a.


22

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

CARTELLONE APPUNTAMENTI IN CALABRIA "Sentieri del Suono” ritorna in Aspromonte

Letture alla Biblioteca comunale catanzarese

Sfilata di abiti d’epoca a Melito Porto Salvo

REGGIO CALABRIA - Sentieri del Suono ritorna nel parco dell’Aspromonte alla scoperta del ricco patrimonio musicale di tradizione orale dell’area compresa tra Cardeto e Bagaladi (Rc). La manifestazione si apre il 22 dicembre alle ore 17:00.

CATANZARO - Oggi, ore 17.30 , sala Augusto Placanica, Bibloteca comunale "Filippo De Nobili", Catanzaro, saluti: Antonio Argirò, vice sindaco, assessore alla Cultura; le letture saranno a cura di Elisa Stranieri e Umberto Mancino.

MELITO PORTO SALVO - A Melito Porto Salvo, giorno 22 dicembre si svolgerà una sfilata di abiti d’epoca con tanto di personaggi. Carlo V, Napoleone, Regine, imperatori, cavalieri, nobiltà e stili di vita tutto realizzato da tre donne che hanno la passione di disegnare e cucire.

GOSSIP & TV

Belen: facile massacrare una come me ROMA - «Non ne posso più di leggere tante stupidaggini. Mi si dà addosso con ogni scusa, ma io non sono l’Anticristo». Belen Rodriguez, nei cinema con il cinepanettone "Natale in Sudafrica", si sfoga sulle pagine del settimanale "Gioia". Dalle indiscrezioni sugli spot dei telefonini di cui è testimonial, (l’azienda non la vorrebbe più a causa della sua vita trasgressiva che non piacerebbe ai clienti), alle polemiche sulla sua prossima conduzione di Sanremo, le storie sulla cocaina e la presenza di Fabrizio Corona accanto a sè. «Sapete qual è la verità? - seguita a sfogarsi la showgirl - Devo ringraziare mia mamma Veronica e mio papà Gustavo. I valori che mi hanno trasmesso mi aiutano oggi a salvarmi. La stampa, la smania di fare notizia, i cacciatori di scoop, il gossip, che ormai è diventato un’ossessione in Italia. La verità è che è troppo facile massacrare una come me, forse perché sono sudamericana o forse perché ho un compagno molto scomodo». Conclude con una vena ironica sui possibili eredi negli spot: "«rovata? Diciamo di no. Diciamo così... mentiamo così. Certo, sono scocciata»


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 23

CARTELLONE APPUNTAMENTI IN CALABRIA Il Gospel di Natale al Teatro Rendano

“Politiche di pace” Consegna dei diplomi

“Slow Wine” arriva oggi a Cosenza

COSENZA - Mercoledì 22 dicembre, ore 20.30 al Teatro "A. Rendano" di Cosenza, l’associazione culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza, ha organizzato il Gospel di Natale che vedrà protagonista: Bridgette Campbell e Windy Gospel Singers.

REGGIO CALABRIA - Consegna dei diplomi della II edizione del master di I livello in "Politiche di Pace e Cooperazione allo Sviluppo nell’area del Mediterraneo" domani, ore 18,00 aula Italo Falcomatà dell’Università per Stranieri "Dante Alighieri" di Reggio.

COSENZA - Slow Wine arriva in Calabria. Sarà oggi alle 17 al Salone degli Stemmi del Palazzo della Provincia la presentazione regionale e la degustazione dei vini della guida italiana ai vini diSlowFood.L’introduzionespetteràall’assessore Pietro Lecce della Provincia.

GOSSIP & TV

Divorzio per la bella Scarlett ROMA - Il 2010 è l’anno dei divorzi eccellenti e così anche i bellissimi Scarlett Johansson e Ryan Reynolds, sposati da due anni, hanno annunciato il loro smentendo però che di mezzo ci siano altre persone e sostenendo di aver deciso di divorziare per dedicarsi alla carriera. Secondo People sarebbe stata la Johansson ad avviare le pratiche per il divorzio e la stessa attrice sarebbe già in cerca di un nuovo appartamento a New York nonostante solo qualche mese fa avesse dichiarato di amare talmente tanto la vita di coppia da ritenere la cosa più bella poter cucinare per suo marito. Una fonte anonima ha dichiarato che quando si sono sposati, nel 2008, Scarlett Johansson era troppo giovane e solo ora si starebbe rendendo conto che il matrimonio potrebbe rendere la sua carriera difficile; carriera che peraltro avrebbe ostacolato il decollo della relazione tra i due, lasciandola ad un punto morto e irreversibile. Secondo i media americani Scarlett Johansson e Ryan Reynolds si sarebbero lasciati in maniera amichevole e non avrebbero intenzione di avviare scomode e pesanti battaglie legali.


24

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Sopra e nella pagina seguente: alcune opere della giovane pittrice

I contadini antimaterici di Anna Ma La terra è il richiamo ai valori di un tempo nei lavori della giovane calabrese che inaugura oggi a Roma Maurizio Zuccari A mezzavia tra Crotone e Cosenza, sulla Sila, c’è San Giovanni in Fiore. Un paesone famoso per aver dato i natali a Gioacchino da Fiore, l’abate che sul finire del Mille si fece portatore d’un millenarismo in odore d’eresia, e aver massacrato la spedizione dei fratelli Bandiera, quando queste terre appartenevano ai Borboni e l’Italia era di là da venire. Ma un posto così, nato da una fara longobarda e isolato da sempre, dove a Natale ancora si cantano gli zugghi e bruciano le fochere e fino a non molto tempo fa si potevano vedere le pacchiane nelle loro vesti tradizionali girare per strada non a uso dei turisti, un posto così, insomma, non può che sfornare qualcosa d’atavico e puro come l’aria che vi si respira. Anna Ma è degna figlia del genius loci, di questo mondo di pietra ancora permeato di cultura contadina. E pietre e contadini sono al centro delle sue opere: tele che si rifanno ai dettami arcaici d’un tempo senza tempo per narrare, con una figurazione naive, a tratti ingenua, certo distante dai dettami del contemporaneo che suole premiare la sagra del banale più che della porchetta, un tempo più surreale che reale. Una raffigurazione, la sua, che dalla terra, dai sassi, dall’aria trae la matrice creativa d’un simbolismo materico, dall’infanzia contadina l’antidoto per resistere alle fobìe del presente, alle sue adulazioni. Un percorso, il suo, sfociato nella personale a Roma di questi giorni, iniziato da autodidatta. Soavemente, vergognandosi quasi di ciò che dice, di sé racconta: «Disegnare mi piace da quando ero piccina, per i miei diciotto anni mi hanno regalato un cavalletto e i pennelli che neanche ho scartato. Davanti alla tela ero inibita, anche se la voglia di dipingere era tanta. Ma sentivo la necessità di raggiungere una maggiore consapevolezza. È stato fondamentale l’incontro con mio marito: così sono riuscita a comunicare quello che avevo dentro sulla tela, ho iniziato le prime opere, un anno fa, Il salto e La costruzione dell’albero, e a lavorare ai miei personaggi in pietra, come denuncia del materiali-

Sono cresciuta coi miei nonni contadini, amo quella realtà perché è autentica, oggi ci sono poche persone che si dedicano alla terra, i più la sporcano smo. Oggi la maggior parte delle persone non coltiva il pensiero, l’anima, ma perde tempo a perfezionare la propria immagine e a raggiungere obiettivi come il denaro, il successo. Per questo metto nei miei quadri questi elementi materici: lo specchio, la corda, i sassi. Proprio le pietre rappresentano i contadini, la parte più umile della società che combatte la filosofia del materialismo. Lo specchio, invece, rappresenta l’anima della tela e dello spet-

L'artista Anna Ma

tatore che così diventa parte dell’opera, mentre la corda è il legame tra spirito e materia». Pietra, corda, specchi. E contadini, non solo su tela ma anche su fieno, come il manichino presentato nella precedente mostra romana. «È dipinto per metà di bianco e per l’altra metà di nero, riposa su una balla di paglia a rappresentare la battaglia contro il materialismo, ha in mano una maschera coperta di sabbia nera, da-

gli occhi di specchio, che lo osservano. È stanco di questa lotta, sta per essere sopraffatto». Il costante richiamo alla civiltà contadina, di cui sopravvivono sacche residuali ma indomite nel Belpaese, è una costante nella cifra stilistica di Anna. Un imperativo categorico legato alla propria infanzia che non è solo un richiamo al passato, nostalgia di un tempo perduto che si va smarrendo, ma il tentativo di guardare a un diverso futuro possibile. «Sono cresciuta coi miei nonni contadini, amo quella realtà perché è autentica, oggi ci sono poche persone che si dedicano alla terra, i più la sporcano. Rievoco un tempo passato ma credo che l’uomo raggiungerà una soglia dove si renderà conto che non potrà andare avanti e tornerà alle sue origini. Quelle del mondo contadino, appunto». Nostalgie arcadiche a parte, alle sirene dell’oggi guardano molti suoi


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

L’artista e la mostra capitolina Un lavoro a cui tengo molto è La costruzione dell’albero. Anche questo che dovrebbe essere della vita, dà frutti di pietra e l’agricoltore combatte il materialismo grattando il cemento lavori. «Nella fabbrica delle marionette, ad esempio, ci sono personaggi appesi che conducono la loro esistenza in un tempo non reale: sono attori, marionette tirate dall’altro, recitano appese a un filo, manovrate. Molti, oggi, non solo perdono tempo dietro a ciò che indicavo prima, ma conducono una vita non consapevole, una falsa esistenza e quest’opera ne è un esempio: una fabbrica di marionette come oggi ce ne sono tante. Un altro lavoro a cui tengo molto è La costruzione dell’albero. Anche questo, che dovrebbe essere della vita, dà frutti di pietra, e il contadino, anch’esso fatto di pietre di mare che raccolgo e scelgo una a una, combatte il materialismo grattando il cemento. Ettore Fieramosca, invece, è la storia di un cavaliere che si getta da un dirupo con un cavallo in una notte di tempesta dopo una delusione d’amore, uscendone vivo. Così dicono».

L'artista all'inaugurazione di una sua recente mostra

Anna Ma (Anna Saccomanno) è nata a San Giovanni in Fiore (Cosenza) il 14dicembre1982.Restanellacittadina silana fino all’età di diciotto anni, diplomandosi all’istituto d’arte. Si laurea all’università della Calabria, a Cosenza, in Storia e conservazione dei beni culturali. Autodidatta, dopo la prima personale nella sede romana dell’associazione Una strada per l’arte torna a esporre a Roma nella mostra a via Frattina. Di lei il critico Francesco Barbagallo dice: «La fantasia è una dote che un artista dovrebbe avere per natura, altrimenti si producono opere di artigianato. Anna Ma è un’artista che possiede fantasia». Tra le esposizioni in programma mostre a Todi, Benevento e Orvieto. Sposata, vive e lavora a Roma. Il materialismo simbolico è il titolo dell’esposizione che Anna Ma tiene allo spazio Gusella di Roma, via Frattina 137, dal 17 dicembre al 9 gennaio 2011. In mostra nella sede capitolina della boutique di moda, inaugurata a metà ottobre, anche la produzione più recente dell’artista calabrese. Info: 0688659936.


26

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

DALL'ITALIA E DAL MONDO Berlusconi punta su «20 nuove unità». Corteggiati Paglia, Divella e Barbaro

Fli scricchiola, il premier pronto per nuove reclute di Maria Teresa Squillaci ROMA- Una volta sconfitti i nemici, Berlusconi cerca di farsene amici il più possibile. Incassata la fiducia al Senato e alla Camera, il Pdl prova ora ad allargare il centrodestra. Secondo quanto trapela dal vertice del Pdl di ieri sera, sarebbero venti i nomi sui quali si sta lavorando per sottrarli all’opposizione. Di questi, sei sarebbero già sicuri. Si tratta di esponenti finiani, del gruppo misto, ma anche di un paio di parlamentari del Pd cattolici e vicini a Giuseppe Fioroni. L’ex ministro è stato tirato in ballo dalla Velina Rossa per i suoi colloqui con il ministro Maurizio Sacconi e ha smentito, parlando di «balle spaziali». È innegabile tuttavia che l’ antiberlusconismo stia perdendo pezzi, e la maggioranza è ben pronta a raccorglierli. Intervistato a mattino 5 il premier ha dichiarato «I voti erano diversi in più già ieri sera. In molti avendo visto che l’attacco era andato male hanno già offerto la loro collaborazione». La verità la racconta qualcuno dei suoi. «È tutta tatti-

ca - spiega uno dei suoi fedelissimi -. Lo dice per alimentare nervosismo nell’altra sponda». Ancora più netto è un altro commento. «Berlusconi non dà la caccia a nessuno ma attende che la slavina Moffa produca i suoi effetti». Fatto sta che dopo l’ addio a Fini di Moffa, Polidori, Catone e Siliquini i più corteggiati dal Pdl sembrano essere ora Gianfranco Paglia, Francesco Divella e Claudio Barbaro. Ma l’elenco dei soggetti «sensibili» nel Fli è lungo. Tra i più esposti Carmine Patarino e Egidio Digilio, ma anche Gianfranco Paglia, Luca Bellotti, Francesco Proietti Cosimi, Claudio Barbaro, Giuseppe Consolo. Dai diretti interessati difficile strappare conferme, molte le smentite. Sicuro Bellotti: «Per Fini sono disposto a buttarmi nel fuoco». Gianfranco Paglia, finiano e medaglia d’oro al valor militare in Somalia, dove ha perso l’uso delle gambe, non ammette repliche: «È più facile che torni a camminare piutto-

sto che abbandoni Fini». Neanche Giuseppe Consolo tentenna: «Per me c’è un nome solo: Gianfranco Fini. Ora più che mai». Gradisce meno Italo Bocchino: «Un ottimo collega ma a volte si fa prendere la mano. Forse ne servirebbe uno più moderato». La posizione di Consolo sembra essere condivisa da molti. Le perplessità e le critiche espresse più volte dai moderati di Fli per le sue continue fughe

Ci saranno altri passaggi ma bisogna aspettare: oggi sarebbe problematico, in termini di eleganza. Fra tre settimane si vede meno. È facile che il Fli si sgretoli

Bisogna cacciare dalle giunte i centristi, che hanno preso voti grazie a noi. Via dalla Calabria e dalla Campania. Ci serve un centrodestra che sia a prova di traditore

in avanti non si contano. Francesco Cosimi giura: «non sono tra quelli che, secondo Berlusconi, sarebbero già andati a bussare alla sua porta. Io ho votato la sfiducia con convinzione». Sull’ ipotesi di un’ intesa con il Pd dichiara « non mi troverei mai d’accordo. Se fosse quella la strada non esiterei ad andarmene un attimo prima». Quanto a Bocchino e al suo discorso poche parole ma chiare.«Non le ho condivise appieno». L’operazione del Pdl mira non tanto a un passaggio nel proprio gruppo ma alla formazione di un’area intermedia, magari nel gruppo misto, che non voti con l’opposizione. Gli obiettivi non sono tanto puntati sull’Udc, (nella speranza che ci possa essere ancora un rapporto più organico), quanto sui deputati del Fli. Secondo Francesco Pionati «é più facile che si sgretoli Fli, perché con il rischio voto l’Udc può promettere la rielezione, dare garanzie. Per questo dico a Berlusconi che bisogna cacciare dalle giunte i centristi, che hanno preso voti grazie a noi. Via dalla Calabria e dalla Campania. Dobbiamo avere un centrodestra a prova di traditore». Se passa la strategia pionatesca, potrebbero tornare al Pdl Domenico Zinzi, presidente della Provincia di Caserta e deputato. Ma anche il calabrese Mario Tassone e il friulano Angelo Compagnon. In ogni caso è ancora presto per parlare di cambi di rotta, come afferma Giorgio Stracquadanio «ci saranno altri passaggi ma bisogna aspettare: oggi sarebbe problematico, in termini di eleganza. Fra tre settimane si vede meno»

Il ministro dei beni culturali punta il dito contro i deputati Fli. «Bocchino è nefasto»

Bondi attacca Fini: non è imparziale. Compagni non sfiduciatemi di M.T. Squillaci ROMA- «Cari compagni ex comunisti vi spiego perché non dovreste sfiduciarmi» esordisce così Sandro bondi in una lettera aperta al Pd in vista del voto di sfiducia individuale nei suoi confronti, nato dalla mozione presentata dopo i crolli di Pompei. «Per un residuo di concezione seria della politica e di rispetto nei confronti degli avversari politici vi chiedo di fermarvi, di riflettere prima di presentare contro di me un atto parlamentarecosìspropositato,pretestuoso e dirompente sul piano umano, che rappresenterebbe un’onta non per me che lo subisco ma per voi che lo promuovete». Ricorda poi i motivi che lo portarono a suo tempo a passare dal fronte comunista al centrodestra, ovvero «la consapevolezza dell’impossibilità di una evoluzione socialdemocratica del Pci». Completamente sordo all’ appello di Bondi, Dario Franceschini: «Non credo proprio che ritireremo la mozione di sfiducia» ha detto il capogruppo del Pd

a Montecitorio. Per adesso la Mozione, già calendarizzata, slitterà a gennaio per le ferie natalizie dei parlamentari. Il botta e risposta a distanza con Franceschini non è l’unico per il coordinatore del Pdl, impegnato nelle ultime 24 ore in una guerra aperta con gli esponenti di Futuro e Libertà. Mercoledì ha scritto al capo dello Stato per lamentare quella che giudica una mancanza di imparzialità da parte del presidente della Camera, Gianfranco Fini, proprio in relazione all’ annunciata mozione di sfiducia. Alcuni quotidiani, scrive Bondi, «riferiscono di una riunione avvenuta ieri nello studio di Fini, nel corso della quale si sarebbe discusso del voto di sfiducia di Futuro e Libertà nei miei confronti. Se questa notizia fosse confermata, ci troveremmo di fronte al venir meno, in maniera plateale, del ruolo di garanzia istituzionale del Presidente della Camera e ad una abnorme commistione tra imparzialità del Presidente della Camera e leadership di un gruppo parlamentare». Oggi nel suo mirino è finito il capogruppo dei futuristi, Italo

Bocchino. «il ruolo di Bocchino è stato nefasto nel Pdl e ritengo che lo sia anche all’interno del gruppo di Fli. Credo che il discorso sguaiato e volgare che ha pronunciato abbia convinto molti a non seguire le indicazioni del suo gruppo. Credo perciò che renda anche un pessimo servizio a Fini». Ma le accuse al capogruppo di Fli vanno oltre il piano personale «Mi ha più volte chiamato nel corso di questi due anni di governo spiega Bondi in un’intervista - con tono arrogante e minaccioso, per chiedere che il ministero dei Beni culturali finanziasse soggetti cinematografici, alcuni dei quali prodotti da società appartenenti alla sua famiglia e riguardanti sua moglie. Intervenne anche per alcune nomine». Parole, queste, per cui lo stesso Bocchino ha annunciato una querela nei confronti di Bondi: «I contenuti dell’articolo sono falsi e diffamatori e saranno i documenti a provarlo. L’ultimo finanziamento ottenuto da mia moglie dal ministero per i Beni culturali risale al 28 febbraio 2005, epoca in cui Bondi non era ministro».


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 27

DALL'ITALIA E DAL MONDO Confindustria: l’Italia delude e non riesce a crescere come dovrebbe

Anche se il motivo ufficiale è il varo del piano anticrisi che decollerà nel 2013 si guarda alle grandi malate

Summit Ue: verso l’accordo per rassicurare i mercati di Carlo Bassi BRUXELLES - Si è aperto ieri pomeriggio un Consiglio dei capi di Stato e di governo europei cui scopo principale è dare un messaggio forte ai mercati finanziari, evitando divisioni che favorirebbero la speculazione all’attacco dei Paesi Ue che hanno gravi problemi di dissesto dei conti pubblici. I leader dei 27 si sono riuniti ieri e oggi per dare via libera all’unica misura su cui c’è consenso unanime: la creazione dal 2013 di un fondo permanente anticrisi, per sostenere i membri della zona euro in Juncker lancia un difficoltà. «Nessuno messaggio rassicurante. in Europa sarà lasciato solo» ha detto Ora che è scongiurata la la cancelliera Angela Come chiecrisi di governo, l’Italia Merkel. sto da Berlino, l’attinon ha nulla da temere vazione del fondo dovrà essere concegrazie agli sforzi fatti pita come ’ultima ratio’, approvata all’unanimità dagli Stati membri e vincolata a una stretta condizionalità. In nome dell’unità restano accantonate le altre proposte in campo, tra cui l’ipotesi caldeggiata dal presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker e dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti di emettere eurobond per finanziare una parte dei debiti sovrani, che pu-

re aveva ricevuto l’appoggio proprio in Germania dell’attuale opposizione Ufficialmente l’incontro è chiamato a varare quanto stabilito già a novembre sul varo di un meccanismo di stabilizzazione permanente, l’Esm, che nel 2013 dovrà sostituire l’attuale Efsf (European financial stability facility) da 440 miliardi. Varo che richiede un paio di modifiche limitate ai testi dei Trattati, che a oggi vietano esplicitamente il salvataggio di un Paese dell’eurozona. Le modifiche, dopo essere passate al vaglio di Commissione e Parlamento, saranno poi approvate al vertice europeo di marzo in modo di consentire il tempo per le ratifiche nazionali entro il 2012. Ma non c’è dubbio che sul tavolo del consiglio europeo c’è l’ombra lunga dei sospetti su Spagna e Portogallo. Dopo Grecia e Irlanda i mercati non hanno mai smesso di mettere nel mirino Madrid e Lisbona. Mooody’s ha annunciato che potrebbe rivedere al ribasso il rating di Madrid appena tre mesi dopo l’ultimo downgrading a causa del suo elevato fabbisogno nel 2011 che rende il Paese suscettibile di ulteriori periodi di tensione per finanziarsi sul mercato. Ecco perché i leader europei con tutta probabilità torneranno a discutere sulla necessità di irrobustire le risorse del fondo salva Stati. Richieste avanzate tanto dalla Bce quanto dall’Fmi. E che per ora incontrano il no di Francia e Germania.Rimane peraltro tema di attualità la proposta formulata da Tremonti e Juncker sugli eurobond.

Istat: inflazione stabile a più 1,7 per cento su anno ROMA - Nel mese di novembre 2010 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività comprensivo dei tabacchi è stato pari a 140,4, registrando una variazione nulla rispetto al mese di ottobre e di più 1,7 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente; al netto dei tabacchi l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, pari a 139,6, ha presentato nel mese di novembre 2010 una variazione congiunturale nulla e una variazione tendenziale pari a più 1,6 per cento. L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) nel mese di novembre è stato pari a 111,8 registrando una variazione nulla sul piano congiunturale e una variazione di più 1,9 per cento in termini tendenziali. Alcune caratteristiche dell’Ipca, ed in particolare il fatto che tale indice tiene conto, diversa-

mente dagli indici nazionali Nic e Foi, anche delle riduzioni temporanee di prezzo (saldi e promozioni), possono determinare in alcuni mesi dell’anno andamenti congiunturali significativamente diversi da quelli degli indici nazionali. L’Ipca viene inviato mensilmente all’Eurostat secondo un calendario prefissato. Tale indice, relativo al mese di novembre 2010, viene diffuso da Eurostat in data odierna, contestualmente a quelli degli altri paesi della Ue. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, comprensivo dei tabacchi, nel mese di novembre 2010 è stato pari a 139,2 con una variazione di più 0,1 per cento rispetto ad ottobre e una variazione di più 1,8 per cento rispetto a novembre 2009; le corrispondenti variazioni registrate dall’indice calcolato al netto dei tabac-

ROMA - L’Italia "delude", non riesce a guarire dalla malattia della bassa crescita, e gli strumenti messi in campo finora dal governo sono insufficienti per centrare il target di un Pil a +2% nel 2012. Nell’ultimo trimestre dell’anno la produzione industriale calerà dello 0,1% sui tre mesi precedenti. È la severa analisi della Confindustria, contenuta nel rapporto del suo Centro studi presentato ieri, che rivede al ribasso la stima di crescita del Pil per l’anno in corso all’1% dall’1,2% della precedente stima di settembre, e per il 2011 a 1,1% (da 1,3%). Per il 2012 il Csc stimaunacrescitadell’1,3%. «L’Italia delude. La frenata Per una ripresa serve estiva e autunnale è stata decisamente più netta dell’atte- una crescita annua del so e il 2010 si chiude con 2%: «obiettivo produzione industriale e Pil quasi stagnanti. La malattia raggiungibile in un arco della lenta crescita non è mai stata vinta, come la migliora- di tempo ragionevole, ma ta dinamica della produttigli strumenti sono insufficienti» vità nel 2006 e nel 2007 aveva lasciato sperare. Il comportamento durante la crisi ha dissipato ogni dubbio al riguardo», si legge nel rapporto. Per una ripresa servirebbe una crescita annua del 2%: «Un obiettivo raggiungibile in un arco di tempo ragionevole, come insegna la lezione tedesca, entro il 2012 secondo gli stessi documenti governativi. Ma per coglierlo gli strumenti messi in campo appaiono insufficienti». Il rapporto debito/Pil è indicato per il 2010 a 118,9% (da 118,8%), per il prossimo anno a 120,3% (da 119%) e per il 2012 a 119,8%. Il deficit/Pil - che l’Italia si è impegnata con l’Europa a portare sotto il 3% nel 2012 - viene stimato al 5,1% nel 2010 (invariato rispetto alla stima precedente), a 4,2% nel 2011 (da 4,1%) e viene visto a 3,2% nel 2012.


28

il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010

FOCUS

Ultimi giorni per aderire a “Med in Italy"

La Camera di commercio di Crotone ricorda che c’è tempo fino al prossimo 20 dicembre per aderire al "Progetto Med in Italy - Promozione del sistema delle imprese in un’area strategica per il sistema Italia" organizzato dall’Ente camerale congiuntamente con le Camere di commercio di Bari, Catanzaro, Potenza, Taranto e Vibo Valentia nell’ambito del programma d’internazionalizzazione delle imprese. Il progetto, denominato in breve Med in Med 1, attraverso specifiche azioni di incoming che interesseranno il Marocco, la Tunisia e la Turchia, intende sostenere le

imprese locali operanti nel settore agroalimentare (vino, bevande alcoliche e aceto, pasta, biscotti e prodotti da forno, pizza surgelata, cereali e suoi preparati, sfarinati, legumi e verdure, agrumi e meloni, preparati di ortaggi e frutta, spezie, pesci crostacei e molluschi, preparati di carne e pesce, latte, formaggi, margarina, burro, uova, caffè, the, miele, zucchero e dolci, cacao e suoi preparati, gelati confezionati, generi alimentari confezionati non freschi ed a lunga conservazione). Le imprese partecipanti al progetto avranno l’opportunità di partecipare a seminari formativi

ed informativi per prodotto e per Paese di riferimento (Luogo: Crotone e Taranto. Periodo: febbraio 2011); prendere parte ad un’iniziativa di scouting commerciale (Luogo: Istanbul - Turchia. Periodo: febbraio 2011) per la quale potrà essere richiesto alle aziende partecipanti il conferimento di prodotti; partecipare ad incontri BtoB con operatori del settore agroalimentareprovenientidai Paesi esteri con singole postazioni a disposizione delle aziende selezionate e allestite con spazio espositivo e attrezzature necessarie per tasting. (Luogo: Crotone. Periodo: dal 24 al 25 marzo 2011).

Si ricorda che le aziende possono manifestare il proprio interesse all’iniziativa inviando entro il prossimo 20 dicembre 2010, via fax (0962.66.34.200) o via email (promozione@kr.camcom.it), la scheda di adesione (disponibile sul sito camerale all’indirizzo www.kr.camcom.it) compilata in ogni sua parte, allegando copia del materiale promozionale aziendale in lingua inglese (brochure, depliant, ecc.). I profili aziendali pervenuti saranno valutati da Mondimpresa (Agenzia per l’internazionalizzazione delle imprese) e dalle Camere di commercio italiane all’esteroperl’individuazionedelle 10 aziende con migliori opportunità di penetrazione commer-

Fino al 20 dicembre le imprese locali operanti nel settore agroalimentare possono presentare domanda di adesione al progetto Med in Italy organizzato dalle Camere di commercio di Crotone, Bari, Catanzaro, Potenza, Taranto e Vibo Valentia

Il progetto sostiene l’internazionalizzazione delle imprese attraverso attraverso specifiche azioni di incoming in Marocco, Tunisia e Turchia. Saranno selezionate le 10 aziende con il maggior potenziale di penetrazione ciale nei tre Paesi. In considerazione delle caratteristiche dei mercati-obiettivo ed al fine di garantire un’equilibrata offerta di prodotti, il comparto delle bevande alcoliche (vino incluso) potrà essererappresentatodaunmassimo di 5 aziende. Nell’individuazione delle aziende da ammettere al progetto costituirà titolo preferenziale la conoscenza della lingua inglese da parte di un referente aziendale e la disponibilità del sito web in lingua inglese. Saranno comunque escluse le imprese che non risultino in regola con il versamento del Diritto annuale camerale. L’ammissione all’iniziativa comporterà il pagamento da parte delle aziende di un contributo di 100 euro. Per maggiori informazioni contattare gli uffici della Camera di commercio di Crotone - Ufficio PromozioneTel.0962.66.34.229207 - 228 (promozione@ kr.camcom.it).


Venerdì 17 Dicembre 2010 il Domani 29

FOCUS Nell’Ue primi per disponibilità e secondi per qualità dei 20 servizi online base

Pa & Ict. Brunetta: «Italia ai primi posti per e-Government di Gaia Mutone ROMA – «Nel confronto europeo la Commissione riconosce che l’Italia è tra i Paesi con le migliori performance per l’e-Government: primi per disponibilità e secondi per qualità dei 20 servizi online base». Lo ha sottolineato ieri, con evidente soddisfazione il ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione Renato Brunetta, intervenendo al convegno di Confindustria ’’Se l’Italia punta sull’Ict’’. Il piazzamento del nostro Paese è Il 20/12 risultato dall’analisi, contenuta presentazione nell’European e-Government Benchmarking 2010, di 5 diversi dell’Atlante livelli di sofisticazione: disponibilità online delle informazioni sul2010 sullo le delle informazioni sulle procedure, possibilità di inviare o ricestato di vere dati online, possibilità di inattuazione viare e ricevere dati online, possibilità del pagamento online, comdel Piano pleta automatizzazione dei servizi online con conseguente eliminazione del back-office. L’Italia è dunque al primo posto (insieme a Svezia, Austria, Portogallo e Malta) per la disponibilità dei 20 servizi online base e al secondo posto (insieme a Germania, Svezia e Portogallo) per il li-

vello della loro qualità: «La gran parte di questi -ha precisato Brunetta- ha infatti raggiunto il quinto e ultimo livello di sofisticazione, quello dell’automatizzazione e personalizzazione del servizio». È dunque in buono stato di attuazione il Piano e-Governement 2012 varato dal Governo lo scorso 21 gennaio 2009 con l’obiettivo di alimentare il processo di diffusione dell’Ict nel Paese. A conferma di ciò gli ultimi numeri sulla trasmissione online dei certificati di malattia dei lavoratori pubblici e privati. Secondo gli ultimi dati ufficiali forniti dall’Inps, nell’ultima settimana ne sono stati trasmessi oltre 151 mila (ben 44.445 nelle ultime 24 ore), portando così il numero totale a 2.235.710.

Sono già 2,2 milioni i certificati di malattia online trasmessi all’Inps

«Buon Natale auguratelo via e-mail» ROMA – Nessuna eccezione. Come aveva già fatto lo scorso anno, con l’approssimarsi delle festività natalizie, e con una notevole coerenza programmatica, il ministro Brunetta rinnova l’invito a scambiarsi gli auguri senza sprecare carta, usando la posta elettronica. La raccomandazione del titolare del dicastero di Palazzo Vidoni, estesa anche ai colleghi ministri, mira infatti ad «evitare il notevole aggravio di spesa e di attività che l’invio dei biglietti di auguri cartacei ogni anno comporta per ciascuna amministrazione». Insomma: se risparmio deve essere, risparmio sia. Dopo la trasmissione telematica dei certificati di malattia dei dipendenti e l’utilizzo della Pec (la posta elettronica certificata) per la presentazione di domande di ammissione a concorsi pubblici, anche gli auguri diventano dunque telematici. E niente scuse. Il ministro ha infatti puntualizzato che «la possibilità di servirsi dello strumento di comunicazione elettronica è agevolata dalla pubblicazione, sui siti Internet di tutte le pubbliche amministrazioni, degli indirizzi di posta elettronica istituzionale e dei numeri di telefono dei dirigenti pubblici e dei segretari comunali e provinciali».


il Domani Venerdì 17 Dicembre 2010 31

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI

CHIUSURA

FTSE Italia All-Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

VAR. %

21.084,88 -0,18 20.366,62 -0,21 24.172,01 -0,05 21.706,09 0,57 21.883,08 0,22 11.362,38 0,66

Euro

METALLI

US $

UK £

1 Euro

1.0

1.3221

1 US $

0.75600

1.0

1 UK £

1.1811

1.5620

1 ¥en

¥en

USD/on

0.84620 111.31

ORO

0.63990

ARGENTO

84.170

1.0 131.48

0.0089821 0.011875 0.0075995

1.0

EURO/gr

1 371,08

33,35

28,84

0,704

PLATINO

1711,00

41,96

PALLADIO

747,52

18,47

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ageas Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Pop Emilia R. Cv 4% 2010-2015 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt

1,063 1,049 8,655 3,80 43,21 1,407 1,056 0,19 0,44 4,5675 10,70 1,811 9,52 0,192 2,24 0,492 90,53 3,83 10,43 0,51 0,365 0,0258 0,418 96,75 1,584 4,75 15,40 10,40 9,825 20,95 12,70 6,37 88,60 3,69 103,74 9,005 5,61 4,18 107,00 3,39 109,50 8,02 61,30 2,78 1,517 56,57 47,43 1,635 2,67

Ora -1,57 +0,10 +0,70 -1,04 +3,08 +0,50 -0,94 -1,04 -1,01 -1,40 +0,28 -2,11 +5,08 +1,05 -0,99 +1,76 +0,53 +0,99 -0,67 +2,00 +0,97 -0,39 -0,48 -0,26 -0,56 -0,68 +0,59 +0,87 +0,15 +0,24 -0,16 -1,62 +0,69 +0,00 +0,04 -0,72 -1,75 +0,12 -0,33 +0,00 -0,24 -1,47 +0,59 -0,54 -0,26 -0,05 +0,47 -0,12 +1,91

17.30.14 17.30.52 17.30.56 17.30.15 17.30.54 17.30.11 14.50.32 17.30.40 17.30.03 16.46.11 17.30.35 16.29.35 11.27.32 17.30.16 15.55.53 17.30.27 17.30.08 17.30.46 17.30.23 17.05.27 17.30.05 17.30.17 17.30.04 16.21.04 17.30.04 17.30.48 17.30.43 17.30.45 17.30.39 17.30.23 17.30.16 17.30.01 15.37.53 17.30.02 17.30.17 17.30.03 17.30.07 17.15.00 15.53.07 17.30.21 17.08.58 17.30.54 16.29.25 17.30.26 17.30.58 16.18.28 17.30.37 17.30.00 9.01.03

Min

Max

1,054 1,047 8,615 3,77 41,00 1,381 1,056 0,1855 0,421 4,5675 10,57 1,804 9,52 0,189 2,24 0,48 89,80 3,75 10,39 0,48 0,358 0,0258 0,4175 96,75 1,567 4,7125 15,24 10,29 9,795 20,94 12,56 6,315 87,77 3,62 103,32 8,98 5,525 4,1725 107,00 3,345 109,00 8,02 61,30 2,755 1,501 56,49 46,95 1,62 2,58

1,077 1,077 1,055 1,049 8,72 8,71 3,8525 3,85 43,21 43,14 1,407 1,39 1,057 0,1919 0,445 0,4415 4,5675 10,96 1,839 9,52 9,52 0,195 0,193 2,295 0,494 90,53 3,84 3,7925 10,55 10,49 0,51 0,3685 0,0263 0,0259 0,43 97,15 1,585 4,8075 4,785 15,45 15,30 10,41 10,33 9,88 9,795 20,95 12,72 6,505 6,48 88,70 3,69 103,74 9,135 9,065 5,715 5,675 4,185 107,35 3,4025 3,38 109,75 8,45 61,65 2,80 1,55 1,501 56,90 47,51 1,645 1,637 2,67 2,58

0,52 +0,39 17.30.33 0,51 0,52 0,8495 -1,85 17.30.57 0,843 0,866 3,4625 -0,22 14.32.49 3,42 3,4625 9,66 -0,97 17.30.37 9,61 9,80 3,0875 +0,57 17.30.53 3,0525 3,1125 2,68 -2,54 17.30.14 2,6525 2,735 6,38 +0,16 17.30.04 6,275 6,395 0,4325 -1,48 17.30.15 0,42 0,44 3,65 +0,14 17.30.29 3,60 3,76 4,015 -0,62 17.30.48 3,95 4,04 9,20 +0,00 17.30.43 9,03 9,20 0,407 +0,49 17.30.07 0,405 0,417 0,584 +0,60 17.30.09 0,5775 0,589 4,8375 +0,21 17.30.51 4,79 4,84 99,98 +0,04 17.10.43 99,72 99,99 0,6825 -0,36 17.30.04 0,665 0,6995 1,375 +0,00 16.40.25 1,351 1,375 0,36 +0,00 17.30.59 0,355 0,36 1,339 +1,06 17.30.35 1,319 1,34 5,31 +0,19 17.30.39 5,225 5,31 Sospensione 62,70 +0,32 16.47.09 61,85 63,20 50,33 -0,67 17.30.31 49,86 50,57

Apertura

0,5195 0,8645 9,735 3,1125 2,735 6,37 4,00 0,4055 0,589 4,8375 0,6995

62,45 50,48

2,30 28,59 1,257 1,525 101,99 7,825 0,14 8,23 1,149 8,485 5,14 4,00 2,75 1,087 1,829 1,635 0,359 4,7825 0,175

+1,55 -0,35 +1,37 -0,26 +1,16 +0,26 +0,14 +1,61 -0,09 -0,99 -0,68 -0,50 +0,37 +0,46 -0,33 -5,44 -1,37 +1,38 +0,00

17.30.43 17.30.53 17.30.56 17.30.38 15.40.03 17.30.39 17.30.24 17.30.51 17.30.15 17.30.51 17.30.54 13.27.59 17.30.18 14.00.23 17.30.40 17.30.49 17.30.52 17.30.50 15.12.55

3,86 33,29 19,33 1,658 0,273 6,21 2,06

+1,58 +3,71 -1,07 -3,04 -0,73 +0,65 -1,32

17.30.56 3,77 3,98 3,82 17.30.27 32,60 34,29 17.30.17 19,10 19,53 19,53 17.30.25 1,657 1,714 17.30.07 0,272 0,277 0,277 17.30.37 6,135 6,24 17.30.41 2,0375 2,0975 2,0625

0,2735 +4,59 0,135 -1,60 0,2675 -2,37 0,63 +0,00 1,40 +0,07 0,437 +2,46 1,259 -0,08 0,67 +0,08 0,3395 +0,74 90,30 -0,22 1,03 -1,43 20,54 -0,77 4,5575 -1,08 10,21 -1,45 1,32 +0,00 3,3325 +0,45 0,149 +3,83 100,12 +0,11 1,095 +3,30 0,989 +2,49 5,12 +1,79 54,34 +0,44 0,83 +1,22 24,55 -0,24 12,89 -0,69 49,29 +4,30 5,91 -1,50 5,95 +0,68 1,127 -0,70 39,71 +0,66 9,80 +0,00 33,30 +0,30 1,346 +1,97 2,785 +13,33 14,84 +0,75

17.30.43 17.30.36 16.51.13 15.54.12 17.30.15 15.43.41 17.30.52 17.30.18 17.30.56 16.32.57 17.30.08 17.24.36 17.30.28 16.36.42 15.01.40 17.30.43 17.30.17 17.23.15 17.30.46 17.30.16 17.30.17 17.03.00 16.06.19 17.30.36 17.30.10 14.28.05 17.30.22 17.30.02 17.30.50 17.19.05 17.30.10 17.30.22 17.30.25 17.30.38 17.30.49

2,2275 2,30 2,23 28,37 28,85 1,238 1,27 1,525 1,525 100,81 101,99 7,62 7,88 7,815 0,1386 0,1406 8,065 8,23 8,13 1,146 1,151 8,44 8,58 8,55 5,10 5,145 4,00 4,00 2,7025 2,76 2,7575 1,075 1,087 1,784 1,848 1,635 1,70 1,69 0,3575 0,364 4,68 4,7975 4,73 0,17 0,175

0,261 0,1301 0,2635 0,63 1,387 0,427 1,21 0,652 0,334 90,30 1,022 20,36 4,5375 10,20 1,287 3,29 0,1391 99,97 1,055 0,966 5,015 53,84 0,81 24,44 12,86 47,61 5,79 5,80 1,117 39,13 9,80 32,91 1,343 2,50 14,50

0,2885 0,1378 0,2675 0,64 1,402 0,4375 1,275 0,6715 0,3415 90,70 1,038 20,54 4,6675 10,44 1,32 3,34 0,15 100,20 1,095 0,989 5,15 54,34 0,835 25,07 13,22 49,29 5,95 5,95 1,147 39,91 9,83 33,46 1,35 2,785 14,84

0,2635 1,40 1,275 0,6715

3,315 0,1489 100,01 0,978

24,65 12,99 5,94 1,132 33,12 2,50 14,67

AZIONI E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enel Green Power Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Falck Renewables Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit

Prezzo ultimo contr. Var % 22,41 0,8635 1,208 1,372 12,97 1,359 4,48 3,79 1,605

Ora -0,71 +0,17 +0,08 +1,55 +2,86 +1,42 +1,82 +0,07 +0,31

Min

Max

16.00.42 22,41 22,61 17.30.11 0,8455 0,869 16.26.33 1,207 1,229 17.30.11 1,342 1,372 17.30.34 12,55 13,00 17.30.28 1,335 1,359 17.30.46 4,42 4,48 17.30.43 3,745 3,7925 17.30.07 1,592 1,605

Apertura 0,866 1,21

3,775 1,592

21,00 +0,05 17.30.47 20,55 21,02 16,45 +0,37 17.30.24 16,27 16,47 16,45 10,46 +0,38 17.30.15 10,44 10,63 10,57 0,961 +0,10 17.30.56 0,9595 0,962 0,9595 0,5485 +11,94 17.30.36 0,49 0,5615 0,511 5,29 -2,13 17.30.42 5,255 5,39 5,33 1,935 -1,48 17.30.17 1,932 1,974 Sospensione 23,21 +0,56 17.30.52 23,04 23,40 23,34 17,90 +1,42 17.30.19 17,77 18,05 17,90 17,74 +0,23 17.30.02 17,61 17,82 17,75 0,9595 +0,68 17.30.02 0,9405 1,015 0,958 2,1025 -1,29 17.30.42 2,0725 2,11 17,86 -0,17 17.30.45 17,80 17,89 14,48 -0,62 17.30.14 14,35 14,66 14,58 10,64 +0,47 17.30.06 10,49 10,70 10,60 10,62 +0,28 17.30.44 10,50 10,69 10,61 2,8575 +3,91 17.23.26 2,70 2,8575 4,54 +0,44 17.30.41 4,45 4,54 Sospensione 8,445 -0,59 17.30.15 8,36 8,52 8,52 0,475 5,995 3,6125 15,76 1,069 0,335 3,98

-3,94 -4,77 -6,29 -0,88 -2,20 +2,60 +0,25

17.30.17 0,475 0,4945 17.30.16 5,92 6,315 17.30.19 3,6125 3,80 17.30.57 15,76 16,19 9.53.02 1,069 1,069 17.30.50 0,3285 0,338 15.37.03 3,96 3,98

4,50 +3,93 0,519 -0,10 0,96 -4,95 14,72 -2,00 3,515 -1,40 4,03 +2,81 1,79 -1,05 3,925 +49,95 4,52 -2,16

17.30.05 4,40 4,60 17.30.14 0,513 0,52 17.30.18 0,9505 1,01 17.30.29 14,52 14,94 17.30.18 3,495 3,6425 17.30.52 3,92 4,03 17.30.43 1,781 1,814 17.30.01 3,90 3,9475 17.30.48 4,52 4,7475

7,395 +1,30 17.30.22 1,476 +1,51 17.30.50 Sospensione 14,41 1,455 0,945 1,196 0,83 2,1525 7,60 8,60 6,835 2,4475 7,385 0,345 0,69 5,40 2,1525 1,821 0,0126 1,425 1,238 3,10

-1,50 +1,75 +1,61 -1,89 -0,54 -0,12 +1,88 -1,60 +1,11 +3,16 -2,83 -0,86 +2,45 +5,78 +0,23 -1,57 +1,61 -0,70 +0,00 +0,00

7,285 1,442

7,445 1,476

6,285

4,435 14,91 3,565 1,795 3,93 7,37 1,449

17.30.47 17.30.10 11.40.36 17.30.52 17.30.22 17.30.28 17.30.27 17.30.18 12.28.37 16.31.37 16.59.20 17.30.51 17.30.26 17.30.04 17.30.10 17.30.09 17.18.36 17.30.26 17.30.04 16.20.08

14,41 1,421 0,945 1,19 0,814 2,1225 7,47 8,565 6,835 2,28 7,36 0,3435 0,677 5,085 2,1225 1,806 0,0123 1,389 1,232 3,10

14,79 14,70 1,455 0,945 1,221 0,8345 2,16 2,145 7,68 7,68 8,74 8,71 6,85 2,46 7,55 0,346 0,7025 5,40 5,11 2,1725 2,145 1,869 1,856 0,0126 0,0125 1,45 1,247 1,232 3,1275

6,49 +0,15 17.30.03 3,4775 +1,53 17.30.11 25,00 +0,00 17.30.40 16,23 -1,64 17.30.35 2,0325 -1,93 17.30.04 0,933 +1,25 17.30.35 0,0782 +1,96 17.30.10 2,23 +6,19 17.30.18 1,85 -1,60 17.30.23 0,3305 -0,45 17.30.56 0,572 +0,35 17.30.48 85,57 -3,80 15.57.42 1,81 +0,56 17.30.29 2,895 -0,17 17.30.36 0,4185 +2,07 15.26.59 9,335 -0,69 17.30.14 22,12 +1,47 17.30.42 123,45 +1,30 17.20.05 3,1425 +2,03 17.30.57 0,2144 +0,09 17.05.51 3,9975 +7,32 17.30.05 Sospensione 8,42 +0,24 17.30.50 2,435 -1,42 17.30.36 4,605 +0,60 17.30.28 6,675 -2,63 17.30.53 3,175 -0,70 17.30.11 0,0461 +2,22 17.30.06

6,40 3,40 24,79 16,22 2,00 0,9165 0,0767 2,05 1,845 0,3215 0,57 85,57 1,80 2,835 0,41 9,29 21,66 120,64 3,0625 0,214 3,75

6,49 6,46 3,4775 25,00 25,00 16,50 16,44 2,09 2,09 0,9395 0,9165 0,0798 0,0767 2,285 2,08 1,87 1,845 0,339 0,339 0,579 86,06 1,859 2,94 2,90 0,42 9,455 9,405 22,12 21,87 123,45 3,1575 3,0675 0,2145 0,214 4,05 3,80

8,30 8,42 2,39 2,4675 4,5125 4,61 6,58 6,855 3,135 3,2175 0,0451 0,047

1,00 10,02 1,137 1,45 3,07 0,399 2,64 0,144 4,895 0,40 0,141 0,3085 0,825

+0,00 +0,20 -4,45 -0,68 +0,49 -2,21 -0,38 +1,98 +2,09 -0,50 -2,08 +1,15 -5,39

12.41.52 15.19.18 17.30.22 17.30.50 17.30.54 17.30.30 17.30.47 14.29.28 16.07.09 17.21.19 17.30.44 17.30.04 17.30.10

0,986 1,08 10,00 10,02 1,126 1,182 1,18 1,40 1,46 1,459 3,045 3,07 0,398 0,408 0,408 2,59 2,665 2,64 0,1386 0,144 4,825 4,90 0,3805 0,418 0,4015 0,1403 0,1431 0,2895 0,3085 0,3085 0,825 0,91

4,95 1,17 3,07 6,355 7,49

+0,20 +0,00 +6,60 +0,00 +0,74

17.30.17 14.46.47 17.30.42 17.30.47 17.23.31

4,89 1,121 2,87 6,355 7,46

4,95 1,17 3,07 6,36 7,51

0,5815 1,75 1,949 22,50 2,47 3,34 3,2125 1,84 6,20 5,685

+7,89 +7,43 -0,31 -2,05 +2,07 -0,45 +1,66 -1,81 +0,57 -1,64

17.30.27 17.30.29 17.30.51 16.51.48 17.30.35 17.30.54 17.30.14 17.30.14 17.30.03 17.30.31

0,532 1,651 1,937 22,50 2,395 3,25 3,105 1,83 6,115 5,675

0,593 1,815 1,96 22,55 2,47 3,445 3,35 1,886 6,20 5,795

0,4945 +3,45 13.45.57 0,4945 0,4945

4,59 6,80 3,19 0,047

0,59 1,651 1,959

1,886 6,16

AZIONI Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Prelios Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Seteco International Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tas Axa Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vita Societa Editoriale Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Tamburi 2013 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

0,736 +0,14 17.17.15 0,705 0,90 +0,56 17.30.55 0,8775 1,112 0,42 0,73 0,77 5,93 12,69 0,177 0,87 1,065 0,735 2,015 6,605 43,78 0,2349 19,75 0,34 0,0458 0,2286 1,364 49,80 0,785 26,00 0,3575 6,695 5,08 12,91 34,74

-4,79 -0,71 -2,80 +0,00 -0,67 -0,39 -0,84 -0,97 -1,02 -0,68 +0,75 -0,38 -3,99 +1,95 +3,95 -1,45 +2,92 -1,47 +0,15 +0,91 +2,68 -1,10 -2,46 -0,07 +0,69 +0,39 +1,14

17.30.43 17.30.41 17.30.32 17.30.57 17.30.47 17.30.11 17.30.04 17.30.55 17.30.15 17.30.22 17.30.39 17.30.11 16.40.44 17.30.29 17.30.57 16.56.19 17.30.18 17.30.10 16.51.14 12.18.21 17.30.00 17.30.13 17.30.19 17.30.16 17.30.57 17.30.10 17.30.27

Max

Apertura

0,736 0,90

1,108 1,234 0,4165 0,4215 0,723 0,751 0,75 0,772 5,925 5,97 12,56 12,74 0,1693 0,178 0,863 0,87 1,064 1,095 0,727 0,735 1,978 2,015 6,52 6,645 43,61 44,27 0,2311 0,2406 18,85 19,76 0,34 0,344 0,044 0,0477 0,2285 0,232 1,364 1,364 49,43 49,80 0,7085 0,785 25,70 26,81 0,3565 0,362 6,695 6,805 4,995 5,08 12,72 12,98 34,31 34,74

1,17 0,421

12,74

6,60

0,344 0,044

0,76 26,77 6,805 5,00 12,85 34,44

49,60 -0,02 17.30.49 37,43 +6,00 17.10.14 1,58 +0,00 17.30.24 9,98 +0,20 17.30.20 7,695 +1,92 17.30.58 0,545 -0,37 17.30.34 0,0891 -1,55 17.30.20 0,7755 -3,90 17.30.15 5,59 -1,93 17.30.34 Sospensione 6,965 -0,43 17.30.47 92,79 +0,86 15.32.03 93,47 +0,20 17.30.30 2,625 -1,04 17.30.02 3,815 +0,99 17.30.18 Sospensione Sospensione 0,082 +1,24 17.30.06 40,81 -0,99 17.30.37 Sospensione 2,36 +1,51 17.30.05 5,08 +1,70 17.30.39 57,00 +0,00 16.58.18 1,72 +0,76 17.30.18 0,50 +0,00 17.30.33

2,3025 2,37 2,3025 4,9975 5,085 5,01 57,00 57,00 1,695 1,722 1,71 0,4945 0,5045

7,605 -0,33 1,387 +0,00 0,716 -7,55 4,51 -19,89 1,56 +2,36 0,3205 +0,00 0,968 -0,51 0,2398 -0,50 0,809 -0,55 17,26 -0,12 17,68 +1,38 3,185 +0,32 3,49 +0,00 0,645 +2,14 0,0793 -3,88 76,00 -0,67

7,545 1,385 0,701 4,51 1,505 0,3205 0,963 0,2383 0,8045 17,03 17,45 3,165 3,49 0,6125 0,079 75,85

17.30.02 17.30.47 17.30.21 9.00.01 17.30.10 17.30.19 17.30.59 17.30.14 17.30.05 16.56.56 17.30.13 17.30.54 17.30.55 17.30.38 17.30.56 17.30.30

48,82 49,60 37,39 37,43 37,39 1,553 1,59 1,561 9,97 10,14 7,48 7,695 0,538 0,551 0,0876 0,0907 0,0907 0,7755 0,7755 5,59 5,68 6,96 92,35 92,61 2,62 3,7775

7,00 92,79 95,30 2,68 3,815

6,98 92,35 2,66 3,79

0,081 0,0834 40,81 41,85

7,645 7,575 1,388 0,785 0,706 4,51 1,56 0,3205 0,972 0,9665 0,2424 0,2424 0,8135 0,812 17,26 17,79 17,50 3,19 3,17 3,5375 3,49 0,645 0,084 0,0827 77,29 77,00

39,81 -1,70 16.31.32 39,81 40,10 10,28 +0,10 17.30.44 10,10 10,33 10,20 5,255 +0,57 15.01.49 5,255 5,255 6,745 -1,89 17.30.12 6,67 6,89 6,89 104,82 +0,10 15.35.22 104,71 105,07 0,50 +1,94 17.30.29 0,489 0,5225 1,615 -0,86 17.30.10 1,599 1,635 1,626 1,968 +3,04 17.30.23 1,90 1,968 22,53 -4,00 17.30.00 22,53 23,71 0,4605 -3,56 17.30.50 0,459 0,4785 0,476 0,3615 -3,47 17.30.55 0,3605 0,3745 0,3715 4,08 +0,00 9.26.41 4,08 4,08 Sospensione 1,299 +0,54 17.07.42 1,276 1,319 1,276 3,89 +0,52 17.30.11 3,825 3,89 0,739 -1,14 17.21.12 0,721 0,79 0,752 3,70 +0,00 17.30.45 3,67 3,70 20,59 -1,01 7,99 +0,31 0,041 -3,53 0,0002 -60,00 1,343 -3,31 0,0658 +0,00 0,2475 +2,95 0,0389 +34,14 0,16 +12,05

17.30.31 9.01.38 17.30.58 17.30.51 17.21.17 9.00.32 16.28.48 17.30.43 17.30.20

20,47 7,99 0,0403 0,0001 1,331 0,0658 0,237 0,0289 0,13

20,75 20,75 7,99 0,0412 0,0007 0,0007 1,388 0,0658 0,0658 0,2475 0,0389 0,038 0,16 0,148

0,537 +3,47 17.30.33

0,504

0,549 0,5405

0,0146 +1,39 15.33.20 0,0142 0,0146 0,0065 -15,58 17.30.52 0,0063 0,0078 0,0069 0,9475 0,204 1,10 0,0475

-1,20 -0,49 +4,76 +8,70

16.30.46 0,94 0,96 10.44.10 0,204 0,204 17.30.34 1,00 1,10 16.28.59 0,0401 0,0477 0,0475

0,229 0,0022 0,0033 0,0233 0,023 8,44 6,075 4,75 0,485 0,5015

+0,93 -4,35 +3,13 -3,32 -3,36 -1,63 +2,71 +0,00 +0,00 +0,80

12.17.18 16.01.00 17.24.52 15.45.44 17.30.33 17.30.57 17.30.26 17.30.24 15.19.33 17.12.24

0,225 0,0022 0,0031 0,0233 0,0229 8,37 5,805 4,70 0,485 0,4975

0,2299 0,0022 0,0022 0,0034 0,0241 0,0238 8,52 8,48 6,34 6,10 4,77 4,75 0,485 0,502


il domani  

Edizione del 17 Dicembre 2010

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you