Page 1

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Martedì 17 Luglio 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 173

CRONACA

REGIONE

AMBIENTE I Carabinieri del Calabria, Campania Ros e del comando e Puglia, le regioni di Reggio Calabria più colpite dalla portano a termine tradizionale piaga l’operazione Reale5 degli incendi estivi. con 26 arresti Ben 14 in regioni a pag. 2

www.ildomanidellosport.it

«Basta titubanze sulla foresteria calabrese». E’ quanto afferma Giovanni Nucera del Consiglio Regionale

a pag. 3

a pag. 4

Probabilmente in giornata l’annuncio del passaggio di Zlatan Ibrahimovic al Psg

IL GRANDE GIORNO MERCATO

La squadra parigina con gli acquisti di Lavezzi e dei milanisti è tra le più forti d’Europa

REGGINA

Mentre si è risolta la questione Granillo con l’Hinterreggio, gli amaranto iniziano le prove del 3-4-3 a pag. 5

FLORA TALLIN-BASILEA

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 17/7/2012

1

Consiglia

X

8.00

8.00

4.75

OLIMPIADI

5.00

Una fatwa dello sceicco Sharif sospende il Ramadam per gli atletici algerini impegnati nei giochi di Londra a pag. 11

2

1.30

1.30


2 il Domani dello Sport

Martedì 17 Luglio 2012

CRONACA CALABRIA

PELLE SI NASCOSE NEL CUNEESE L’Operazione dei Carabinieri Reale 5 ha portato 26 persone in carcere

I

Andrea Splendore

Carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Reggio Calabria stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale locale, nei confronti di 26 soggetti legati alla 'ndrangheta nelle sue articolazioni territoriali operanti nei mandamenti jonico, tirrenico e metropolitano della provincia di Reggio e in Piemonte. Al centro dell'indagine, il circuito di alleanze della cosca Pelle di San Luca, per la gestione dei traffici illeciti e sostegno logistico ai latitanti, tra cui il noto boss Antonio Pelle "gambazza", arrestato dal Ros nel giugno del 2009. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta presso il comando provinciale di Reggio. La 'ndrina dei Pelle era riuscita a gestire "in totale sicurezza e con una articolata rete di supporto la latitanza del defunto boss Antonio Pelle (detto Gambazza). Lo scrive il Gip che ha emesso i 26 provvedimenti cautelari. Dall'indagine che ha portato all'operazione “Reale 5”, è emerso che, dopo un periodo trascorso nei bunker di contrada Ricciolio, di Benestare, Pelle era stato ospitato a Natile di Careri, per poi essere trasferito in provincia di Cuneo. Infine, dal dicembre 2008 e sino all'aprilemaggio 2009 Antonio Pelle era stato nascosto a Santo Stefano in Aspromonte, nel Reggino. Il 26 febbraio 2008 i carabinieri perquisirono la storica roccaforte della famiglia Pelle, in contrada Ricciolio del comune di Benestare. Le operazioni si protrassero per 3 giorni e permisero la scoperta di tre bunker. L'anziano boss, però, era già fuggito poco prima dell'arrivo dei militari. Nel pieno delle operazioni di perquisizione, i carabinieri registrarono anche una sospetta conversazione tra la moglie e la figlia del vecchio boss. «Ringra-

SANITÀ

Domani Scopelliti inaugura chirurgia pediatrica al Pugliese

D

ziamo l'anima dei morti... - si legge nel tabulato - o è crepato o se lo sono portato. Non è che poteva reggere tutte quelle ore là dentro!». Gli arrestati dell'operazione “Reale 5” sono: Francesco Albanesi, 38enne, nato a Benestare, Vincenzo Brognano 37enne nato a Bovalino, Domenico Carbone 26enne nato a Locri, Giuseppe Carbone 56enne nato a San Luca, Sebastiano Carbone 24enne nato a Locri già detenuto, Salvatore Chindamo 46enne nato a Giffone, Giuseppe Codispoti 57enne nato a Locri, Roberto Crisafi 27enne nato a Locri, Giuseppe Gagliardi 33enne nato a Polistena, Sebastiano Giampaolo 64enne nato a San Luca e residente a Bagnolo Piemonte (CN), Vincenzo Giampaolo 37enne nato a Torino e residente a Bagnolo Piemonte (CN), Giasone Italiano 43enne nato a Delianuova già detenuto, Domenico Larizza 61enne nato a Palizzi, Aldo Domenico Marvelli 57enne nato a Careri, Giuseppe Marvelli 59enne nato a Careri già detenuto, Antonio Pelle 26enne nato a Messina già detenuto, Antonio Pelle 25enne

il Domani dello Sport

Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606

Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ)

nato a Locri già detenuto, Domenico Pelle 37enne nato a Locri già detenuto, Giuseppe Pelle 52enne nato a San Luca già detenuto, Sebastiano Pelle 41enne nato a San Luca già detenuto, Sebastiano Pizzata 24enne nato a San Luca già detenuto, Antonio Pizzimenti 39enne nato a Reggio Calabria, Pietro Scopelliti 52enne nato a Santo Stefano in Aspromonte, Virginio Scopelliti, 22enne nato a Reggio Calabria. Ai domiciliari, invece, Ines Cuscunà 36enne nata a Locri e Giuseppa Giampaolo 76enne nata a San Luca. Quest'ultima e' la moglie del defunto boss Antonio Pelle “Gambazza”.

FITTASI

già il Domani

Direttore GUIDO TALARICO

Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it

La ’ndrina dei Pelle era riuscita a gestire, “in totale sicurezza” e con un’articolata rete di supporto la latitanza del defunto boss Antonio Pelle

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 - Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00

omani Giuseppe Scopelliti, nella sua qualità di Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro, inaugurerà i locali della chirurgia pediatrica e della pediatria dell’Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro. «Siamo alla vigilia di un momento storico per la nostra Azienda» ha detto il direttore generale, Elga Rizzo -. Attraverso strategie mirate e virtuose il “ Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro vede il suo patrimonio strutturale rinnovato ed arricchito proprio nel momento di maggiore crisi e di peggiore contingenza». L’inaugurazione delle due nuove unita’ significherà per il “Pugliese-Ciaccio” raggiungere uno step ancora maggiore: il nuovo Reparto di “Chirurgia Pediatrica” e’ stato individuato e designato quale sede del “Centro delle Chirurgie pediatriche”, frutto dello storico accordo con l’Ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma che da qualche settimana ha già iniziato le visite ambulatoriali con i suoi medici presso il nosocomio regionale catanzarese.

- R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Martedì 17 Luglio 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

CALABRIA E PUGLIA, CHE ROGHI

AMBIENTE Il Corpo Forestale dello Stato rende noti i numeri degli incendi 2012

E’

Carlo Liguori

allarme incendi boschivi. A lanciarlo il Corpo Forestale dello Stato che solo l’altro ieri ha fronteggiato 113 roghi. Da un confronto dei dati relativi all'anno scorso, si evidenzia un aumento degli incendi di circa il 76% in piu' associato a un piu' contenuto aumento delle superfici colpite di circa il 57% in piu' di superficie totale rispetto all'anno precedente. Nello scorso week-end sono state 550 le segnalazioni al numero di emergenza 1515. Il numero piu' alto di roghi e' stato registrato in Puglia (23 roghi), poi Campania (21), Calabria (14), Lazio (11),

Nello scorso weekend sono state 550 le segnalazioni al numero di emergenza 1515. In Calabria ben 14 incendi

Toscana (8), Abruzzo, Basilicata e Molise con 6. Da segnalare la particolare situazione incendi in Sicilia con 100 ha di bosco andati in fumo a Monreale in provincia di Palermo. Sempre ieri la Forestale ha effettuato due arresti. Il primo nel comune di Ferrandina (Matera) dove un uomo di 40 anni, D.F. e' stato arrestato insieme al

figlio dal personale del Comando Stazione di Pisticci, mentre era intento a dare fuoco a un bosco in localita' Corona. Il figlio minorenne e' stato successivamente rilasciato. L'incendio ha bruciato 6 ettari di bosco. Una vendetta personale contro un vicino il possibile movente del reato. Il secondo arresto e' avvenuto nel

comune di Catanzaro, dove un uomo di 62 anni, C.A. e' stato arrestato dagli uomini del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale, mentre all'alba di ieri stava dando fuoco a un bosco. L'uomo e' ritenuto il presunto autore di un incendio di 42 ettari divampato l'altro ieri e di un altro tentativo di incendio.

CRONACA

CRONACA

A

Q

Agguato ieri mattina nelle campagne di Bivongi, ucciso Giuseppe Gerace

gguato ieri mattina, intorno alle 9,30 nelle campagne di Bivongi, centro che si trova nella Vallata dello Stilaro, nel reggino. Un uomo e' stato ucciso e un altro e' stato ferito in un agguato compiuto da ignoti. La persona uccisa e' Giuseppe Gerace, di 30 anni, mentre e' rimasto ferito Giuseppe Geracitano, di 19 anni.I due si trovavano a bordo di un'automobile in contrada San Salvatore. Le due vittime, dopo che la macchina e' stata affiancata da un'altra vettura hanno abbandonato il mezzo ed hanno tentato la fuga. Giuseppe Gerace, e' stato raggiunto dai killer e ucciso mentre il ferito e' riuscito a fuggire e ora si trova ricoverato nell'ospedale di Locri. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato le indagini. A sparare contro il fuoristrada, secondo una prima rico-

Diversi gli arresti di piromani colti sul fatto come un 40enne nel comune di Ferrandina in Basilicata. Altro arresto a Catanzaro

Rissa tra italiani e cinesi l’altra sera a Corigliano uattro arresti e un denunciato. E' il bilancio di una rissa avvenuta l’altro ieri sera a Corigliano. In manette sono finiti B. N. H., 18 anni, di Corigliano; G. G., 18, anni di Corigliano; Z. F., 26 anni, cinese, residente a Corigliano; Z. J., 55, cinese residente a Corigliano. Denunciato a piede libero un minore coriglianese. Tutti hanno riportato lesioni giudicate guaribili in sette e dieci giorni. Dopo la convalida dell'arresto i quattro sono stati rimessi in liberta' in attesa del processo.

struzione, sarebbero state almeno due persone che hanno utilizzato fucili caricati a pallettoni. Geracitano, dopo aver percorso a piedi un tratto

di qualche chilometro, e' stato soccorso da alcuni operai forestali. Adesso si trova nel reparto di rianimazione dell'ospedale civile di Locri.


4 il Domani dello Sport

Martedì 17 Luglio 2012

CRONACA CALABRIA

«BASTA TITUBANZE SULLA FORESTERIA CALABRESE»

REGIONE Il Segretario Questore del Consiglio Generale Giovanni Nucera afferma

«S

Luciana Stella

ulla forestazione calabrese non c'è più il tempo per ulteriori rinvii o titubanze. Occorre invece definire al più presto un progetto che dia respiro e un futuro ad un settore strategico della nostra economia. Spero che il dibattito che si aperto in queste settimane, propedeutico alla riunione di Consiglio regionale del prossimo 3 agosto, sia ricco di contenuti e di proposte qualificate, che vadano al di là di alcuni atteggiamenti demagogici e populistici destinati ad illudere ancora una volta migliaia di lavoratori, ma assolutamente inutili sul piano pratico». È quanto afferma il Segretario Questore del Consiglio regionale Giovanni Nucera, in riferimento al progetto di riforma dell'Afor e dell'Arssa in itinere in Consiglio regionale. «C'è da prendere atto, innanzitutto - spiega il consigliere regionale del Pdl della mutata situazione economica nazionale, in cui ridimensionamento dei servizi e taglio alle erogazioni statali impongono una riorganizzazione generale di tutti i settori, compresa

Le dichiarazioni di Giovanni Nucera arrivano in riferimento al progetto di riforma dell’Afor e del’Arssa

La filosofia che dovrà guidare l’uso delle risorse agricole e forestali della Calabria è destinata ad un cambiamento la forestazione calabrese. C'è bisogno, dunque, di una vera e propria rivoluzione, non solo sul piano economico-finanziario, ma principalmente su quello culturale. La filosofia che dovrà guidare, infatti, l'uso delle risorse agricole e forestali della Calabria è destinata ad un cambiamento epocale. Una prospettiva di cui, dolenti o volenti, tutti siamo costretti a prendere atto. La questione non riguarda più la semplice difesa di questo settore, ma il suo rilancio, la sua valorizzazione su basi nuove in cui unire efficienza e competenza, rigore e salvaguardia dei livelli occupazionali attuali».«Un contributo importante, sul piano scientifico - rileva Nucera - potrebbe venire dalla Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria. Mentre si potrebbe coinvolgere l'imprenditoria dell'industria boschiva calabrese nella rilancio e nella gestione dei tanti impianti di trasformazione del legno esistenti in Calabria penso per esempio - aggiunge Nucera - allo stabilimento ex Bricà di Bovalino e alla vivaistica, in cui la Forestazione calabrese aveva raggiunto livelli di eccellenza nella difesa e

nella diffusione di coltivazioni autoctone e di pregio». «Riorganizzare il settore della forestazione in Calabria - prosegue Nucera - significa intervenire anche sul personale dipendente, oggi in massima parte ai limiti del pensionamento, ma con una professionalità che fa invidia a molte altre regioni italiane. Un patrimonio che abbiamo il dovere di salvaguardare e sviluppare, sostenendo un virtuoso processo di ricambio generazionale in cui ipotizzare il turn-

over tra padre e figlio nella forestazione, salvaguardando economia sociale e patrimonio professionale che altrimenti andrebbe perduto, e privilegiando, per gli altri casi, i disoccupati residenti nelle aree interne della Calabria». «Il dibattito inerente la riorganizzazione della Forestazione non può pertanto ridursi ad un mero calcolo economico, ma deve innanzitutto riguardare la filosofia generale che tiene in piedi un comparto così articolato e

complesso, che richiede nuove competenze, chiama a nuove funzioni ed a nuove interazioni con le attività di gestione del territorio calabrese. Agricoltura, foreste e forestazione - conclude il Segretario Questore del Consiglio regionale - devono essere un unicum di relazione per il rilancio complessivo, non solo dell'economia calabrese, ma anche per una migliore qualità dell'ambiente, che si traduce in una migliore qualità della vita per tutti».

Nel crotonese la stradale opera controlli a tappeto

A

genti della sezione di Polizia Stradale di Crotone hanno attuato un programma operativo volto a contrastare i comportamenti di guida pericolosi, in particolar modo la conduzione di veicoli in stato di alterazione da alcolici. Sono state impegnte diverse pattuglie che hanno coperto una gran parte del territorio. Nel corso della fine settimana sono stati 169 i conducenti di veicoli sottoposti a controlli etilometrici; due conducenti denunciati per guida sotto l'influenza di sostanze alcoliche ; due i conducenti multati; tre le patenti di guida ritirate; cinque le patenti ritirate per eccesso di velocita' e norme di comportamento con utilizzo del Telelaser; cinque le carte di circolazioni ritirate. Sono stati inoltre eseguiti tre sequestri amministrativi di autovetture per mancanza di copertura assicurativa, 87 i punti patenti decurtati; 84 le altre violazioni al codice della strada accertate. L’operazione andrà avanti per tutta l’estate e anche oltre.


Martedì 17 Luglio 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

DIONIGI FA LE PROVE TATTICHE IL 3-4-3 GIÀ CONVINCE I TIFOSI REGGINA Squadra al lavoro: “Re Davide” svela quale modulo sceglierà per gli amaranto

P

Andrea Splendore

ensavamo di dover attendere le prime amichevoli per poterci fare un’idea completa sulle questioni tattiche e metodologiche, ma le idee – quelle di Dionigi e di conseguenza le nostre – appaiono decisamente chiare. Raramente si era vista tanta cura per la tattica già nella prima settimana di ritiro.

Il marchio di fabbrica del nuovo allenatore senza dubbio non sarà una rivoluzione di un solo giorno: serve tempo per capire il modulo e i movimenti “Re Davide” - riporta Tuttoreggina.com - non vuole cincischiare. Giorno dopo giorno, sta “imboccando” la sua creatura affinché cresca sana, robusta e tatticamente perfetta. Il 3-4-3 - marchio di fabbrica dell'ex tecnico tarantino - va dunque “assunto” a dosi massicce tutti i giorni. Anche nella seduta domenicale, il Dionigi ha torchiato il gruppo a suon di tattica. In una prima fase, si è occupato degli schemi offensivi, provando lo sbocco sugli esterni (con un laterale che si stacca e diventa il quarto attaccante) e

le verticalizzazioni centrali. In seguito, il tecnico emiliano ha schierato un 3-4-3, contrapposto a un 4-2-3-1. In casacca arancione, col 4-23-1, si sono disimpegnati Melara (D’Alessandro), Freddi, Di Bari, Ruggeri in difesa, De Rose e Armellino in mediana, Lussardi, Bombagi e Fischnaller alle spalle di Viola. Tra i bianchi, col 3-4-3,

A turno uno dei due esterni deve staccarsi dal centrocampo e diventare il quarto attaccante. La difesa resta quindi coperta in ogni fase di gioco

impiegati Adejo, Emerson e Cianci nel trio difensivo; Barillà, Rizzo, Hetemaj, Rizzato a centrocampo; Sarno, Ceravolo e Angelilli nel tridente. Prova tattica di 20’ divisa in due tempi: nella seconda frazione, i due schieramenti hanno invertito la disposizione tattica. Fatica che sarà ripagata.

Primavera: è pronto il nuovo calendario Spiccano gli esami Ternana e Lanciano

L

a Reggina deve ancora sciogliere molti dubbi sul proprio futuro, bisognerà vedere se la squadra sarà confermata alla guida di Antonio Venuto o, se invece, verrà preferito un nuovo arrivo quale Roberto Cevoli. Nel frattempo, però, gli organi ufficiali del calcio italiano stanno gettando le basi per la prossima stagione. Entrerà, finalmente, in vigore la nuova riforma del campionato Primavera di cui, nell'ultimo anno, si parlava con insistenza. Niente più spazio ai fuori quota: le squadre della prossima stagione saranno composte da

'94 e '95 mentre i nati nel 1993 saranno costretti a trovare altra sistemazione per non restare fermi ai box. Una riforma che, finalmente, allinea il Bel Paese alle altre nazioni europee. Inoltre, nel fine settimana, la Lega Calcio ha comunicato la composizione dei tre gironi. La Reggina sarà, come ogni anno, nel gruppo C dove le novità riguardano l’inserimento di Ternana e Lanciano. Assenti, invece, vista la retrocessione in Lega Pro, Gubbio e Nocerina. L’auspicio è che possano essere confermati i recenti risultati.

HINTERREGGIO

Chiuso il caso del Granillo si torna in campo

T

erminata nel migliore dei modi la querelle Granillo con la società Reggina Calcio, il presidente Pellicanò e i suoi collaboratori sono finalmente pronti a dare il via all'inizio di questa prima stagione tra i professionisti. Il ritiro, come lo scorso anno, si svolgerà nello stadio comunale di San Giovanni in Fiore, Valentino Mazzola. Intanto, è previsto un raduno al centro sportivo dell'Hinterreggio, sito in Viale Messina, che andrà dal 22 luglio al 4 agosto. Intanto Di Maria ha stilato il programma delle amichevoli di questo primo mese. Ecco le prime tre uscite. 27 luglio, San Giovanni in Fiore. HinterReggio – Rappresentativa locale 28 luglio, Polistena. Catanzaro – HinterReggio 31 luglio, an Giovanni in Fiore. HinterReggio – Crotone agosto,


6 il Domani dello Sport

Martedì 17 Luglio 2012

SPORT

LANCIANO SCATENATO IN VISTA DEL CAMPIONATO CADETTO

SERIE B Asta per Fiorillo, portiere che ad inizio carriera veniva paragonato a Buffon

F

La stagione del Crotone comincia sulla Sila

Andrea Splendore

ine della seconda settimana di mercato in cadetteria. Da oggi si entra nel cuore delle trattative del mese più caldo, luglio. I dirigenti correranno per consegnare già dai primi giorni di ritiro una squadra, più o meno, competitiva agli allenatori, o attenderanno le ultime settimane per cercare gli acquisti in saldo? Nel frattempo - si legge su Tuttoreggina - si sta per scatenare un'asta senza esclusioni di colpi. Il protagonista della contesa è Vincenzo Fiorillo, portiere designato, nei suoi primi anni di carriera, come degno erede di Gigi Buffon e che, nella prima stagione di B dopo la retrocessione, ha difeso nell’ultimo semestre la porta amaranto, in quella che doveva essere la stagione della pronta risalita ma che poi si è rivelata un fallimento totale. I club interessati al gioiellino della Sampdoria sono il Modena (come già riportato questa mattina, ndr.), il Lanciano che, però, nel frattempo si copre con un acquisto di esperienza come Testardi dal Siracusa e, infine, il Grosseto allenato da Moriero. Sempre la neopromossa Lanciano sembra scatenata sul mercato. Infatti, oltre a Fiorillo e Testardi, in Abbruzzo dovrebbero arrivare quattro calciatori. Si tratta della punta Daniele Ciofani, lo scorso anno al Gubbio, il giovane difensore del Pescara, Loris Bacchetti, e due ritorni

S

catta il ritiro per una delle due compagini calabresi militanti in serie B. Fino al 10 agosto, infatti, il Crotone effettuerà la preparazione estiva a Moccone (Camigliatello Silano), la location scelta dalla società pitagorica. Ecco i calciatori che il tecnico Massimo Drago avrà a disposizione, come comunica il sito ufficiale rossoblu: PORTIERI: Emanuele Concetti (1978), Andrea De Luca (1989), Pietro Morabito(1994).

che hanno contribuito, nella scorsa stagione, alla promozione in cadetteria: il centrocampista Paghera, proveniente dal Brescia, e Rosania proveniente, invece, dall’Ascoli. Il colpo dell’anno, però, potrebbe arrivare dal Modena via Torino: si tratta dell'attaccante Arma, giovane dal futuro assicurato. Intanto, il Cesena che sta per formalizzare la cessione di Adrian Mutu, dovrà fare a meno, nella prossima stagione, anche di Benalouane. Il difensore ha alcune richieste dall'Inghilterra, secondo quanto riportato da Tuttob.com, esattamente provenienti dall’Everton. Per quanto riguarda i trasferimenti

dalla cadetteria ai campionati esteri, risponde presente anche il Novara che cede Gigliotti al Colon, in Argentina. Tornando nuovamente al Cesena sta per arrivare, dopo il trasferimento di Belardi, l’ufficialità di Andrea Rossi, lo scorso anno al Siena. Non manca all’appello, nemmeno in quest’afosa domenica, lo Spezia che mette fine all'estenuante trattativa con il Verona per portare in Liguria Pichlmann. L’affare, infatti, si è risolto in favore della neopromossa che lo ha ufficializzato proprio in serata. Chiudiamo con uno scontro tra Brescia e Ternana per quanto riguarda l'acquisto di un difensore dalla lista gratuita.

DIFENSORI: Giuseppe Abruzzese (1981), Marco Cabeccia (1987), Francesco

Checcucci (1989), Pedro Correia (1987), Emanuele Malerba (1992), Francesco Migliore (1988), Alessandro Ligi (1989), Leonardo Terigi (1991) CENTROCAMPISTI: Mirko Eramo (1989), Antonio Galardo (1976), Alan Krcic (1989), Massimo Loviso (1984), Raffaele Maiello (1991), Kelwin Matute (1988) ATTACCANTI: Caetano Calil (1984), Camillo Ciano (1990), Pietro De Giorgio (1983), Denilson Gabionetta (1985), Stefano Pettinari (1992), Giuseppe Torromino (1988)

Tutto pronto per Giovino I BEACH SOCCER CATANZARO

l massimo campionato nazionale di Beach Soccer che approda sulle più belle spiagge della penisola, farà tappa sulla splendida costa ionica Catanzarese. Sabato 21 e domenica 22 luglio, l’incantevole stabilimento del Santa Fè Beach in località Giovino, farà da cornice all’unica tappa in Calabria del campionato “Serie A Enel” di Beach Soccer. L’evento è realizzato grazie all'organizzazione e all'impegno di Francesco Procopio, presidente della

società sportiva Panarea Catanzaro Soccer, d Domenico Staffa proprietario dello stabilimento Santa Fè beach e Ivan Rizzuto, direttore marketing dell’evento. Come affermato da Ivan Rizzuto, questo non è da considerarsi solo ed esclusivamente un evento sportivo, ma soprattutto un evento di marketing territoriale e turistico in grado di valorizzare l’immagine della nostra regione, qualificandola a livello nazionale capace di dare agli spettatori, anche e

soprattutto turisti, un evento di qualità da godersi all’interno di una location confortevole che offrirà spettacolo, intrattenimento e servizi, in un clima di gioia e all’insegna del divertimento. L’evento rappresenterà altresì un’eccezionale opportunità di visibilità a livello nazionale per le aziende locali che desiderano qualificarsi grazie allo sport più amato e praticato nel periodo estivo, che vanta un’audience di migliaia di spettatori sia diretti, all’interno dei beach stadium, che

indiretti, fruitori televisivi, radiofonici e della carta stampata. L’evento sarà seguito da Rai sport, radio kiss kiss, dal corriere dello sport, tutto sport, e dalle principali testate giornalistiche e mass media Calabresi. Infine, l’intento degli organizzatori sarà quello di far diventare la tappa del Campionato di Serie A del Beach Soccer un appuntamento fisso all'interno di un cartellone sempre più ricco di eventi importanti che verranno organizzati all’interno dello stabilimento Santa Fè

che vede il Sig. Domenico Staffa sempre attento a portare nella sua location eventi di grande spessore, sportivo, culturale e di animazione in grado di dar lustro alla promozione turistica del nostro territorio e regalare puro divertimento a tutti i suoi clienti ed in generale a tutti i frequentatori dello stabilimento, una struttura che, secondo un piano di marketing ben programmato, potrebbe certamente diventare un luogo ideale per organizzare una serie di eventi sportivi e spettacoli a livello nazionale.


Martedì 17 Luglio 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

SCOMMESSE, ZEMAN E DEL PIERO: CONTE NE HA UNA PER TUTTI CALCIO Il tecnico bianconero si mostra il solito condottiero sicuro e senza paura

P

Luca Ogrilio

rima conferenza stampa stagionale per Antonio Conte. Il tecnico della Juve - riporta Repubblica.it -, dal ritiro bianconero di Chatillon, ha toccato vari argomenti, dalla vicenda scommesse al mercato, dall’assenza di Del Piero agli obiettivi per la prossima stagione. C’è tanto da dire. SCOMMESSE «Sicuramente anche nei momenti più bui e più dolorosi di questa vicenda, ho sempre avuto grandissima stima e grande fiducia in chi sta conducendo le indagini, in questa vicenda che sicuramente non è una bella vicenda, ma è una bruttissima vicenda. Però ho sempre avuto grandissima fiducia», ha detto Conte sentito nei giorni scorsi dalla Procura federale. «L’altro giorno sono stato chiamato in Procura, ed ho potuto esporre e chiarire punto per punto qualsiasi situazione, raccontando una verità penso assolutamente credibile. Io sono molto sereno». STRANO NON VEDERE DEL PIERO «E’ strano dopo tanti anni che Del Piero non ci sia. L’anno scorso ha fatto una grandissima stagione,

assieme a Buffon. A loro due mi ero raccomandato, mi sono stati vicini e li ringrazio. La maglia numero 10? Togliamo la responsabilità ai giocatori, decideremo io e la società a chi assegnarla». IL MERCATO «Con la società c'è grande sintonia e conversazione quotidiana. Sono felice dell'arrivo di questi nuovi giocatori. Io e la società sappiamo benissimo cosa c'e da fare ancora. Top player? L'anno scorso abbiamo scelto buoni giocatori piuttosto che top player. Ma alcuni si sono rivelati top player sul campo. Su Lucio non abbiamo avuto dubbi e lui ha sposato il nostro progetto. È arrivato un top player nel suo ruolo. Un grande acquisto. Asamoah e Isla erano nostri obiettivi. Hanno caratteristiche da Juve. Ci potranno dare tanto». Infine, Conte ribadisce che nella sua Juve «non ci sono titolari. Abbiamo tante partite. Giocherà chi è più in forma». ZEMAN «Nessuna polemica con Zeman dopo le recenti dichiarazioni del tecnico boemo. Diamo il bentornato in serie A a mister Zeman. Tutte le altre risposte devono essere date dal campo», le parole dell’allenatore bianconero.

Blatter: «Mondiali comprati... mi vien da pensare al 2006»

L

a Germania avrebbe comprato l’assegnazione del campionato mondiale di calcio nel 2006. Lo sostiene in un'intervista al quotidiano svizzero “SonntagsBlick” il presidente della Fifa, Sepp Blatter, scatenando la reazione indignata del Dfb, la Federcalcio tedesca. «Mondiali comprati... mi ricordo l'assegnazione per il 2006 - dichiara Blatter quando all'ultimo momento qualcuno lasciò la sala, così invece di una votazione 10 a 10 si ebbe un 10 a 9 per della Germania». Alla domanda se presuma che i tedeschi abbiamo comprato l’assegnazione del mondiale vinto poi dall'Italia, il presidente della Fifa risponde in questi termini. «No, non presumo nulla, io

constato». Il segretario del Dfb, Helmut Sandrock, spiega che «queste nebulose allusioni sono assolutamente infondate», mentre l’allora presidente del comitato organizzatore tedesco, Franz Beckenbauer, definisce «incomprensibili queste allusioni». La Sueddeutsche Zeitung (SZ) scrive oggi che «sulle circostanze in base alle quali la Germania ottenne l'assegnazione dei mondiali circolano da anni storie misteriose, ma il fatto che il presidente della Fifa alluda a un possibile acquisto di voti rappresenta un salto di qualità». L’assegnazione dei mondiali del 2006 era stata decisa nel luglio 2000 ed in quella circostanza la Germania si impose per un solo voto sul Sudafrica.

La “Sueddeutsche” ricorda che in quella circostanza «il rappresentante neozelandese Charles Dempsey lasciò la seduta in circostanze mai chiarite, ciò che rese possibile il voto in favore del Dfb». Il giornale di Monaco di Baviera ricorda che alcuni giorni prima della votazione della Fifa «l’allora cancelliere Gerhard Schroeder riuscì ad imporre nel Consiglio federale per la sicurezza la fornitura di bazooka all’Arabia Saudita, da cui proveniva uno dei delegati» che parteciparono alla votazione. Il quotidiano tedesco conclude che «adesso bisogna chiarire ciò che avvenne dietro le quinte, quando nel 2000 la Germania ottenne l’assegnazione dei mondiali».


8

Martedì 17 Luglio 2012

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME

Esecuzioni Imm. n.136/92 + 39/93 + 84/94 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr.ssa Anna De Marco Lotto Unico: Appartamento sito in Roseto Capo Spulico (CS) censito in catasto al foglio al fg. 26 p.lla 222 sub 5 e p.lla 229 sub 39 Prezzo base: €. 21.400,00 Vendita senza incanto: 18/09/2012 Vendita con incanto: 18/10/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato:Dr.ssa Anna De Marco Presentare le offerte entro h. 13.00 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari via dell'Agricoltura , 27

UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.110/2010 con ordinanza emessa in data 10.5.2011,depositata il 14.5.2011 ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 19.09.2012, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 03.10.2012; lotto uno - “piena proprietà di un appartamento posto al piano terzo senza ascensore, sito in Via Oberdan di Lamezia Terme, composto da corridoio, soggiorno, cucina abitabile, due bagni,camera doppia, ripostiglio,camera matrimoniale, per una superficie complessiva di mq 130,10. L’immobile è circondato da balconi per una sup. di mq 24,65, è dotato di corte comune a tutto il fabbricato non interamente pignorata; l’immobile è censito nel NCEU del predetto Comune al fg. 16 p.lla 936 sub 10 zona cens. 1 cat. A/3, classe 2, vani 6,5,rendita € 352,48; sussistono oneri di concessione in sanatoria non corrisposti per un importo di € 800,00 ca. già detratti dal prezzo di vendita. Lotto due – “ piena proprietà di un locale posto al piano seminterrato di un fabbricato di maggiori dimensioni in Lamezia Terme Via Oberdan di mq 34,25, è dotato di corte comune a tutto il fabbricato non interamente pignorata; l’immobile è censito nel NCEU del predetto Comune al fg. 16 p.lla 936 sub 4 zona cens. 1 cat. C/2, classe 2, rendita € 116,20, consistenza mq 30. SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 97.000,00 per il lotto 1 ed euro 13.400,00 per il lotto 2 • ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; • detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; • in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; • l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; • l'offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al

***** Esecuzioni Imm. n. 94/99 + 34/03 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr. Domenico Renda Lotto Unico: Fabbricato per civile abitazione sito in Montegiordano (CS) censito in catasto al fg. 13 p.lla 247 subb 1 e 2 Prezzo base: €. 71.340,00 Rilancio: € 1.000,00 Vendita senza incanto: 12.09.2012 Vendita con incanto: 20.09.2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Dott. Domenico Renda alla Via Martiri della Libertà 2/ G - Morano Calabro (CS) Presentare le offerte entro h.13.00 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato: Dott. Domenico Renda alla Via Martiri della Libertà 2/ G - Morano Calabro (CS) Maggiori informazioni presso lo studio sito in Morano Calabro Via Martiri della Libertà 2/ G tel./fax 0981/33008 ***** Esecuzioni Imm. n. 174/96 R.G.E. G.E. Dott.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dott. Domenico Basile Lotto A: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 74 p.lle 8,9,10,11,12,13,17,18,19,71,93,103,104,13 5,146,147 Prezzo base: €. 61.445,250 Lotto C: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 74 p.lla 16 Prezzo base: €. 45.320,63 Lotto D: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 76 p.lle 31,32,43 Prezzo base: €. 4.503,94 Lotto E: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 63 p.lla 59 Prezzo base: €. 5.810,07 Lotto F: Terreno sito in Castrovillari censito in catasto al fg. 13 p.lla 29 Prezzo base: €. 3.487,50 Lotto G: Terreno sito in Castrovillari censito in catasto al fg.70 p.lla 11 Prezzo base: €. 2.905,32 Lotto H: Unità immobiliare sita in Morano Calabro censito in catasto al fg. 58 p.lla 1527 sub 4 Prezzo base: €. 4.359,38 Lotto L: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 42 p.lla 25 Prezzo base: €. 4.357,69 Lotto M: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 51 p.lle 205 e 249 Prezzo base: €. 3.921,75 Lotto N: Terreno sito in Morano Calabro censito in catasto al fg. 52 p.lle 205 e 206 Prezzo base: €. 2.034,00 Vendita senza incanto: 17/09/2012 Vendita con incanto: 21/09/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari - Via dell' Agricoltura 27 Presentare le offerte entro h. 12.30 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari - Via dell' Agricoltura 27 . ***** Esecuzioni Imm. n. 147/92 R.G.E. G.E.: Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Dott. Lucio Gioffrè Lotto 1: Fabbricato sito in Amendolara , Via San Marco 1 censito in catasto al fg. 54 p.lla 10/B DEF 154 Prezzo base: €. 123.419,50 Vendita senza incanto: 06/09/2012 Vendita con incanto: 07/09/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari (CS) alla via XX Settembre 65/a . tel 0981/26066 Presentare le offerte entro h 13.00 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (CS) alla via XX Settembre 65/a . tel 0981/26066.

• • • •

prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “Monte dei Paschi di Siena S.p.A.” – filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 97.000,00 per il lotto 1 ed euro 13.400,00 per il lotto 2 le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5 %, ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme;

Info - 0961.023931

• in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; • a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; • tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; • in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 18.09.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; • è fissata, per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del 19.09.2012, ore 9,30.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 02.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • è fissata, per il giorno 03.10.2012, ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra


9 indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 14.05.2012 IL funzionario giudiziario L.Bonaddio

• •

***** UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.140/92 e 27/94 riunite con ordinanza emessa in data 13.6.2012 ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 10.10.2012, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 24.10.2012; lotto unico - “Quota pari a ½ dell’unità immobiliare in Lamezia Terme Via L. Da Vinci, internamente si presenta suddiviso in 4 locali e dispone di due bagni, sup. compl. mq 133,86 ca. Riportato nel NCEU del predetto Comune al fg. 24 p.lla 374 sub 4 cat. C/2. Il bene non è conforme alla vigente normativa urbanistica ed è condonabile entro 120 giorni dalla notificazione del decreto di trasferimento “ SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 30.000,00; • ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1,

Martedì 17 Luglio 2012

c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “Monte dei Paschi di Siena S.p.A.” – filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti:

• essa deve aver luogo al prezzo base di euro 30.000,00 ; • le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5 %, • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; • in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; • a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; • tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a

Info - 0961.023931

tutti gli effetti dall’esecuzione; • in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 09.10.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; • è fissata, per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del 10.10.2012, ore 9,30.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 23.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • è fissata, per il giorno 24.10.2012, ore 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione su un libretto postale di deposito giudiziario intestato al debitore e recante il numero della presente procedura esecutiva (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 13.6.2012 IL funzionario giudiziario L.Bonaddio


10 UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.120/96, con ordinanza emessa all’udienza del 20.06.2012, ha disposto la vendita con incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 17.10.2012; LOTTO UNICO: “Villino a schiera su due piani con giardino privato sito in Gizzeria, località Maiolino, riportato nel NCEU di detto Comune al foglio 22, p.lla 289, sub6, cat. A/3, classe 2”; Valore del bene €.46.148,73.; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo base di euro 46.148,73 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; • in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; • a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate

Martedì 17 Luglio 2012

offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; • tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; • in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • è fissata, per il giorno 17.10.2012, ore 09.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 26.06.2012 Il funzionario giudiziario Deborah Chirico

UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.19/2005, con ordinanza emessa all’udienza del 20.06.2012, ha disposto la vendita con incanto di più lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 17.10.2012; lotto uno - “fondo rustico sito in Lamezia Terme, alla località Comuneria Vruga, Drogu e Pitizzanni, esteso per circa Ha 02.87.30, riportato nel NCT di tale comune al foglio 33,p.lla 23, seminativo irriguo” prezzo base d’asta euro 33.236,59; lotto due – “fondo rustico sito in Lamezia Terme, alla località Comuneria, esteso per circa Ha. 02.83.40, riportato nel NCT di tale comune ala foglio 333, p.lla 8, agrumeto” prezzo base d’asta euro 39.342,50 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo base di euro 33.236,59 per il lotto n. 1 e di euro 39.342,50 per il lotto n. 2; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione,

Info - 0961.023931

occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; • a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 17.10.2012, ore 09,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.);in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 26.06.2012 Il funzionario giudiziario Deborah Chirico


Martedì 17 Luglio 2012

il Domani dello Sport

11

SPORT NAZIONALE

ALGERIA, SOSPESO IL RAMADAN

OLIMPIADI Una fatwa dello sceicco Sharif ha stabilito una deroga al digiuno per gli atleti

G

Federer, stavolta Sampras è superato

Massimiliano Venzi

li sportivi algerini che parteciperanno alle prossime Olimpiadi di Londra, che si terranno dal 27 luglio al 12 agosto, sono stati esonerati dal praticare il digiuno del mese di Ramadan, che in Algeria prenderà il via sabato prossimo. Lo ha stabilito una fatwa (è una risposta fornita a un giudice musulmano da un giudisperito su un quesito presentatogli per sapere se una certa fattispecie sia regolamentata dalla Sharia e quali siano le modalità per applicarne il disposto) pronunciata dallo sheykh Qaher Muhammad al-Sharif, esponente di spicco del Supremo consiglio islamico algerino. In un commento al quotidiano locale “El Khabar”, Sharif ha spiegato che «Dio ha previsto una deroga al digiuno per chi è malato oppure in viaggio» e

R

TENNIS

Errani e Serena Williams stabili nel ranking Wta

S

erena Williams ha vinto il torneo Wta a Stanford, battendo in finale (7-5, 6-3) la connazionale Vandeveghe, una settimana dopo la conquista del 5° titolo a Wimbledon. Sara Errani ha portato a casa a Palermo il 4° successo stagionale superando la ceca Strycova (6-1, 6-3). Due vittorie importanti che però non hanno influito sulla loro posizione nella nuova classifica Wta: la campionessa USA rimane al 4° posto mondiale, dietro Victoria Azarenka, Agnieszka Radwanska e Maria Sharapova; l’italiana, invece, conferma il suo ottimo 9° posto. La classifica Wta, aggiornata oggi, non propone scossoni, con la top ten invariata. Per quanto riguarda le italiane, ha perso 3 posizioni Flavia Pennetta (ora numero 20), stabile Francesca Schiavone (numero 22), ne guadagna una Roberta Vinci (numero 27). La quinta azzurra nelle top cento è Camila Giorgi, numero 90 (-1). Passiamo agli uomini. Record di Federer a parte, la nuova classifica Atp non fa registrare novità nelle posizioni di vertice. Lo svizzero guida una top ten invariata davanti al

serbo Novak Djokovic e allo spagnolo Rafael Nadal. Stabile anche la situazione degli italiani. Il n.1 azzurro è sempre Andreas Seppi, che guadagna una posizione ed è ora n.29 del mondo, seguito da Fabio Fognini (n.65, -2) e da Filippo Volandri (n.78, +1). Nei primi 100 del mondo anche Paolo Lorenzi (89, -1) e Flavio Cipolla (n.95, -2). Di seguito, riportiamo la top ten del ranking Atp, tra parentesi la posizione precedentemente occupata: 1. (1) Roger Federer (Svi) 11075 punti; 2. (2) Novak Djokovic (Srb) 11000; 3. (3) Rafael Nadal (Spa) 8905; 4. (4) Andy Murray (Gbr) 7460; 5. (5) David Ferrer (Spa) 5455; 6. (6) Jo-Wilfried Tsonga (Fra) 5230; 7. (7) Tomas Berdych (Cze) 4515; 8. (8) Janko Tipsarevic (Srb) 3320; 9. (9) Juan Martin del Potro (Arg) 3180; 10. (10) Nicolas Almagro (Spa) 2665. (mv)

quest’ultimo è il caso che si applica agli atleti che si recheranno nel Regno Unito. Sharif, che è professore di scienze coraniche all’Università di Algeri, ha precisato che la condizione per applicare questa deroga è che la distanza tra il luogo di partenza e quello di arrivo sia superiore a 58 chilometri: solo in questo caso, infatti, si può parlare di viaggio. Inoltre, il motivo del viaggio deve essere valido e per essere tale «deve servire l’interesse generale», come è il caso dei giochi olimpici, che «non arrecano alcun danno», ma al contrario sono un occasione per «nobilitare sia il Paese di provenienza del viaggiatore, sia l’umanità in generale», ha aggiunto lo sheykh. In tal modo, il religioso algerino si va ad unire al folto gruppo di ulema che già si sono pronunciati a favore di un’eccezione alla regola del sacro digiuno per andare incontro agli sportivi che saranno inevitabilmente sottoposti a un notevole affaticamento fisico durante le gare olimpiche. Tra questi, diversi religiosi degli Emirati arabi uniti e del Marocco. Non tutti però sembrano disposti a riconoscere agli sportivi il diritto a questa deroga, visto che l’Arabia Saudita si è resa disponibile ad offrire a tutti gli atleti e a tutto lo staff di religione musulmana il pasto dell’iftar, che rompe il digiuno giornaliero, «affinchè si svolga negli orari previsti e con le

modalità opportune».

POLEMICA SU DIVISE USA La polemica sollevata da alcuni parlamentari americani sulle divise olimpiche degli atleti americani, che sono state prodotte in Cina dalla Ralph Lauren, è “irresponsabile” e contraria allo spirito della competizione. Lo ha affermato in un editoriale l’agenzia ufficiale di Pechino Nuova Cina. Il leader del Partito democratico al Senato, Harry Reid, ha addirittura proposto di bruciarle e di rifarne di nuove, naturalmente prodotte negli Usa. «Quello che stupisce - scrive l’agenzia - è che simili proposte irresponsabili vengano da leader politici esperti. Lo spirito olimpico, che non ha nulla a che vedere con la politica, esalta la comprensione reciproca e la correttezza nei rapporti, quindi il fatto che questi politici americani attribuiscano alle divise un significato politico dimostra il loro meschino nazionalismo e la loro ignoranza, e viola l’originale spirito olimpico», aggiunge Nuova Cina. Secondo l’agenzia, il legame tra la polemica e le prossime elezioni presidenziali negli Usa è evidente: «Gli strilli sulle uniformi non sono altro che un nuovo esempio della violenta, e a tratti ridicola, lotta politica che si svolge a Capitol Hill in un anno elettorale», sostiene Nuova Cina nell’editoriale.

oger Federer cancella un altro record e diventa il numero 1 più “longevo” nella storia del tennis. Lo svizzero ha tagliato ufficialmente ieri il traguardo delle 287 settimane in vetta al ranking Atp, una in più dello statunitense Pete Sampras col quale fino a domenica condivideva il primato. Il campione di Basilea è tornato a guardare tutti dall’alto in basso dopo il 7° trionfo in carriera a Wimbledon - record, in tal caso, uguagliato a Sampras -. La prima volta da n.1 per il campione elvetico è stata ben 8 anni fa, il 2 febbraio 2004: Federer è poi rimasto “re” per ben 237 settimane di fila, fino al 18 agosto 2008, e ha cominciato così a costruire quel record battuto ieri. Lo svizzero ora guida la speciale graduatoria con 287 settimane seguito da Sampras (286) e da Ivan Lendl (270). Il primo fra gli altri giocatori ancora in attività è lo spagnolo Rafael Nadal, lontanissimo però dallo svizzero: il mancino di Manacor è 7° con 102 settimane da numero uno. “Re” Roger, inoltre, ha già un’altra certezza: si presenterà alle Olimpiadi di Londra da n. 1 del mondo. (mv)


12 il Domani dello Sport MartedĂŹ 17 Luglio 2012

a cura della redazione di

GIOCHI & SCOMMESSE


Martedì 17 Luglio 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

USA Major League

Kansas City, attenzione a Houston: porta chiusa da 315’

Il pronostico di TS San Jose-Dallas New York-Chicago Chivas-Portland Toronto-Colorado

1/Over X 1 o X/h X

La possibile sorpresa Houston-Kansas City

1

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(20ª GIORNATA)

(21ª GIORNATA)

Chicago Vancouver 1-0 PARTITE - DAL 15-07 AL 16-07 Colorado - Dallas 1-2 Columbus - Kansas City 0-2 New England - Toronto 0-1 New York - Seattle 2-2 Philadelphia - Montreal 2-1 Portland - Los Angeles 3-5 San Jose - Salt Lake 5-0 Houston - United 4-0

28 KANSAS CITY

HOUSTON TORONTO MONTREAL PHILADELPHIA CHICAGO KANSAS CITY UNITED KANSAS CITY MONTREAL TORONTO

Chivas - Portland New York - Chicago Houston - Kansas City Montreal - New England San Jose - Dallas Toronto - Colorado Vancouver - Los Angeles New York - Philadelphia Toronto - Chicago

3-3 2-4 2-1 0-0 0-0 4-0

= ▼ ▲ = = ▲ . . .

SEATTLE PHILADELPHIA CHICAGO MONTREAL HOUSTON COLUMBUS HOUSTON NEW ENGLAND COLUMBUS

18-07 “ “ 19-07 “ “ “ “ “ “ “ “ 21-07 “ “

36 1-1 = 0-4 ▼ 0-1 ▼ 3-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ . . .

Classifica SAN JOSE KANSAS CITY SALT LAKE UNITED NEW YORK SEATTLE CHICAGO VANCOUVER HOUSTON LOS ANGELES NEW ENGLAND COLORADO COLUMBUS MONTREAL PHILADELPHIA CHIVAS DALLAS PORTLAND TORONTO

CHIVAS NEW YORK SEATTLE SALT LAKE MONTREAL DALLAS VANCOUVER PORTLAND LOS ANGELES PORTLAND

1-1 1-1 0-3 2-1 0-0 0-0

TORONTO MONTREAL NEW YORK DALLAS PHILADELPHIA VANCOUVER NEW ENGLAND COLORADO CHICAGO HOUSTON

RETI F S

40 36 36 33 32 31 31 30 28 26 22 22 22 21 20 20 19 19 16

20 19 21 19 19 20 19 20 19 20 18 19 17 21 17 17 20 18 19

41 25 31 34 34 25 22 21 26 33 24 26 17 28 20 11 19 19 22

4-2 0-3 0-3 1-3 2-1 1-2

12 11 11 10 9 8 9 8 7 8 6 7 6 6 6 5 4 5 4

4 3 3 3 5 7 4 6 7 2 4 1 4 3 2 5 7 4 4

4 5 7 6 5 5 6 6 5 10 8 11 7 12 9 7 9 9 11

IN CASA V N P

24 17 26 26 29 21 21 23 24 32 23 26 19 38 19 18 28 29 35

20 PORTLAND

19

LOS ANGELES SEATTLE COLORADO SAN JOSE SALT LAKE LOS ANGELES CHIVAS DALLAS CHIVAS

0-1 ▼ 2-1 ▲ 0-3 ▼ 2-1 ▲ 0-3 ▼ 3-5 ▼ . . .

= = ▼ ▲ = = . . .

MONTREAL HOUSTON TORONTO UNITED KANSAS CITY COLUMBUS PHILADELPHIA NEW ENGLAND HOUSTON NEW YORK

PT

PARTITE G V N P

6 6 7 7 5 6 6 5 5 4 5 5 4 5 4 2 3 5 2

2 1 1 2 3 1 2 3 3 1 3 1 1 2 1 2 6 2 2

1 2 3 1 0 3 2 1 0 5 2 4 3 3 4 6 2 3 5

RETI F S 23 11 19 23 19 12 13 13 14 16 16 19 11 18 14 5 9 17 9

11 5 11 9 10 7 9 8 6 15 9 11 11 15 9 11 10 15 15

NEW YORK CHICAGO VANCOUVER UNITED TORONTO NEW ENGLAND SEATTLE CHICAGO PHILADELPHIA MONTREAL

21 NEW ENGLAND 22

SAN JOSE

▲ ▼

COLORADO SALT LAKE LOS ANGELES PORTLAND DALLAS SALT LAKE DALLAS VANCOUVER CHICAGO

▼ ▼ ▲ ▼ . . .

CHICAGO COLUMBUS TORONTO SEATTLE NEW YORK TORONTO MONTREAL KANSAS CITY PHILADELPHIA

2-0 0-0 2-2 2-2 2-0 0-1

VANCOUVER SAN JOSE PORTLAND VANCOUVER SEATTLE DALLAS TORONTO SALT LAKE SEATTLE

= = ▲ ▼ . . .

22

16 COLORADO 3-0 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-3 ▼ 3-2 ▲ 1-0 ▲ . . .

▲ =

0-1 1-2 3-0 0-1 1-2 1-2

▼ ▼ ▲ ▼ ▼ ▼ . . .

VANCOUVER NEW YORK LOS ANGELES COLORADO CHIVAS TORONTO CHICAGO LOS ANGELES SAN JOSE SALT LAKE

FUORI V N P 6 5 4 3 4 2 3 3 2 4 1 2 2 1 2 3 1 0 2

2 2 2 1 2 6 2 3 4 1 1 0 3 1 1 3 1 2 2

RETI F S

3 3 4 5 5 2 4 5 5 5 6 7 4 9 5 1 7 6 6

18 14 12 11 15 13 9 8 12 17 8 7 6 10 6 6 10 2 13

13 12 15 17 19 14 12 15 18 17 14 15 8 23 10 7 18 14 20

REGOLAMENTO La vincente del campionato accede alla Champions League Concacaf. Le prime 3 di ogni Conference accedono ai play-off per il titolo. La 4ª e la 5ª delle due Conference disputeranno tra loro un preliminare, in gara unica, per stabilire le altre 2 squadre che disputeranno i playoff. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del maggior numero di vittorie

31

32 CHICAGO 1-3 ▼ 1-1 = 3-2 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 2-2 = . . .

NEW YORK COLUMBUS KANSAS CITY HOUSTON LOS ANGELES VANCOUVER NEW YORK TORONTO SAN JOSE

3-1 2-1 1-0 0-0 0-2 1-0

SALT LAKE HOUSTON CHIVAS TORONTO SAN JOSE COLORADO SAN JOSE PORTLAND LOS ANGELES

SALT LAKE VANCOUVER SAN JOSE PHILADELPHIA CHICAGO PORTLAND VANCOUVER CHIVAS DALLAS

▼ ▲

19 2-3 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = 1-1 = 0-0 = 2-1 ▲ . . .

26

30 LOS ANGELES 1-1 = 0-3 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 2-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

▲ = . . .

40 DALLAS 2-1 ▲ 2-1 ▲ 4-3 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = 5-0 ▲ . . .

▲ ▲

3-2 ▲ 3-0 ▲ 3-4 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 5-3 ▲ . . .

Statistiche Major League

Dallas, 9 «Under» casalinghi contro solo 2 in trasferta «UNDER» Chivas Seattle Vancouver Columbus Dallas Kansas City Chicago Salt Lake Houston Colorado Los Angeles Montreal

12 12 12 11 11 11 10 10 9 8 8 8

(7-5) (8-4) (5-7) (4-7) (9-2) (6-5) (5-5) (5-5) (3-6) (3-5) (3-5) (3-5)

«OVER» San Jose Montreal Los Angeles Colorado New York Salt Lake Toronto United Houston New England Portland Chicago

14 13 12 11 11 11 11 11 10 10 10 9

(5-9) (7-6) (7-5) (7-4) (5-6) (6-5) (4-7) (6-5) (5-5) (5-5) (7-3) (5-4)

«GOAL» Dallas Montreal New York San Jose Los Angeles Chicago Houston Portland Seattle Toronto United Colorado

14 14 14 14 13 11 10 10 10 10 10 9

(6-8) (8-6) (6-8) (6-8) (7-6) (6-5) (4-6) (8-2) (3-7) (4-6) (6-4) (5-4)

«NO GOAL»

NEW YORK CHICAGO VANCOUVER UNITED TORONTO NEW ENGLAND SEATTLE CHICAGO PHILADELPHIA MONTREAL

32 PHILADELPHIA 1-3 ▼ 1-1 = 3-2 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 2-2 = . . .

UNITED KANSAS CITY HOUSTON LOS ANGELES TORONTO MONTREAL NEW YORK NEW ENGLAND MONTREAL

0-1 4-0 1-2 2-1 3-0 2-1

20

TORONTO

▼ ▲

MONTREAL NEW YORK DALLAS PHILADELPHIA VANCOUVER NEW ENGLAND COLORADO CHICAGO HOUSTON

▼ ▲ ▲ ▲ . . .

31

16 CHICAGO 3-0 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-3 ▼ 3-2 ▲ 1-0 ▲ . . .

NEW YORK COLUMBUS KANSAS CITY HOUSTON LOS ANGELES VANCOUVER NEW YORK TORONTO SAN JOSE

3-1 2-1 1-0 0-0 0-2 1-0

▲ ▲ ▲ = ▼ ▲ . . .

Kansas City Salt Lake Chivas Vancouver Colorado Columbus Seattle Houston New England Philadelphia Toronto United

12 12 11 11 10 10 10 9 9 9 9 9

(7-5) (6-6) (7-4) (4-7) (5-5) (4-6) (7-3) (4-5) (5-4) (5-4) (5-4) (4-5)


Martedì 17 Luglio 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

SVEZIA

Classifica

PT G

Falkenberg-Halmstad 2/Goal Brage-Varnamo X

OSTERS BROMMAPOJK HALMSTAD ANGELHOLMS HAMMARBY JONKOPINGS S. LJUNGSKILE LANDSKRONA VARBERGS ASSYRISKA FALKENBERG BRAGE DEGERFORS TRELLEBORG UMEA VARNAMO

43 33 28 26 22 20 20 20 19 18 17 16 14 12 10 9

IL TURNO SUCCESSIVO

DEGERFORS

(16ª GIORNATA) Degerfors - Osters 21-07 Landskrona - Umea “ “ Ljungskile - Trelleborg “ “ Varbergs - Angelholms “ “ Brommapojk - Assyriska 22-07 Falkenberg - Halmstad “ “ Brage - Varnamo 23-07 Hammarby - Jonkopings S. “ “

FALKENBERG HAMMARBY ANGELHOLMS LJUNGSKILE TRELLEBORG OSTERS OSTERS JONKOPINGS S. HALMSTAD

Superettan

Osters per il 12° sigillo Umea casa del «Goal» IL TURNO PRECEDENTE (15ª GIORNATA) Assyriska - Brommapojk 0-2 PARTITE DAL 29-06 AL 02-07 Angelholms - Varbergs 3-2 Osters - Degerfors 2-0 Varnamo - Brage 3-0 Trelleborg - Ljungskile 1-0 Halmstad - Falkenberg 1-1 Jonkopings S. - Hammarby 1-1 Umea - Landskrona 3-1

Il pronostico di TS Degerfors-Osters 2 Landskrona-Umea Goal Varbergs-Angelholms Goal Brommapojk-Assyriska 1

Le possibili sorprese

12

20 TRELLEBORG

LJUNGSKILE

1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 3-3 = 1-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

LANDSKRONA FALKENBERG HAMMARBY DEGERFORS ANGELHOLMS TRELLEBORG TRELLEBORG OSTERS JONKOPINGS S.

15 14 15 11 14 8 15 7 15 6 15 5 15 5 15 6 15 5 14 5 15 4 14 4 15 4 14 3 15 2 15 2

1 0 0 4 4 2 5 3 4 5 5 5 5 5 2 7 4 6 3 6 5 6 4 6 2 9 3 8 4 9 3 10

RETI F S 33 28 30 24 19 27 21 23 22 20 21 16 20 15 18 15

4-1 ▲ 1-3 ▼ 2-1 ▲ 1-5 ▼ 2-2 = 2-3 ▼ . . .

8 7 6 6 2 3 3 4 4 3 3 1 4 3 1 1

0 0 2 1 2 4 3 1 2 3 2 2 0 2 1 2

43

VARNAMO ASSYRISKA LANDSKRONA FALKENBERG HAMMARBY DEGERFORS DEGERFORS LJUNGSKILE TRELLEBORG

HAMMARBY BROMMAPOJK DEGERFORS BRAGE LJUNGSKILE VARBERGS VARBERGS TRELLEBORG VARNAMO

0 0 0 1 3 1 1 2 1 1 2 3 3 3 6 5

18 18 17 16 7 16 13 16 13 11 13 5 16 10 7 9

V

5 4 6 9 9 11 9 12 8 5 9 8 12 9 18 13

UMEA ANGELHOLMS BRAGE VARBERGS VARNAMO ASSYRISKA ASSYRISKA LANDSKRONA FALKENBERG

▼ ▲ = ▲ ▲ . . .

1 0 2 4 2 1 2 1 2 0 3 2 2 1 3 1

RETI F S

0 4 2 2 2 4 4 5 5 5 4 3 6 5 3 5

15 10 13 8 12 11 8 7 9 9 8 11 4 5 11 6

5 14 8 11 10 16 13 13 17 14 12 14 15 13 14 16

REGOLAMENTO Promosse le prime 2. La 3ª al play-off con la terz’ultima dell’Allsvenskan. Retrocedono direttamente le ultime 2. La 13ª e la 14ª vanno al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

10

20 UMEA 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 3-3 = 1-3 ▼ . . .

BROMMAPOJK

=

FUORI N P

6 4 2 1 4 2 2 2 1 2 1 3 0 0 1 1

LJUNGSKILE TRELLEBORG OSTERS JONKOPINGS S. HALMSTAD UMEA UMEA BROMMAPOJK BRAGE

26 1-1 0-4 2-0 1-1 3-1 3-2

RETI F S

LANDSKRONA

2-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 4-1 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ . . .

19 ANGELHOLMS

JONKOPINGS S. HALMSTAD UMEA BROMMAPOJK BRAGE ANGELHOLMS ANGELHOLMS VARNAMO ASSYRISKA

IN CASA V N P

10 18 14 20 19 27 22 25 25 19 21 22 27 22 32 29

14 OSTERS 1-4 ▼ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 3-3 = 2-1 ▲ 0-2 ▼ . . .

VARBERGS

0-1 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-0 ▲ . . Rin. . .

LANDSKRONA FALKENBERG HAMMARBY DEGERFORS LJUNGSKILE LJUNGSKILE ANGELHOLMS ASSYRISKA OSTERS

PARTITE V N P

BROMMAPOJK BRAGE VARBERGS VARNAMO ASSYRISKA LANDSKRONA LANDSKRONA FALKENBERG HAMMARBY

1-2 ▼ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 1-1 = 3-1 ▲ . . .

18

33 ASSYRISKA 2-1 ▲ 4-0 ▲ 2-1 ▲ 5-1 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ . . .

OSTERS JONKOPINGS S. HALMSTAD UMEA BROMMAPOJK BROMMAPOJK BRAGE TRELLEBORG VARBERGS

0-1 ▼ 4-1 ▲ 1-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ . . Rin. . .

«UNDER» Hammarby Degerfors Falkenberg Trelleborg Varnamo Angelholms Assyriska Brage Brommapojk Halmstad Jonkopings S. Ljungskile Osters

9 7 7 7 7 6 6 6 6 6 6 6 6

(5-4) (1-6) (3-4) (5-2) (4-3) (3-3) (4-2) (4-2) (3-3) (4-2) (4-2) (2-4) (3-3)

«OVER» Landskrona Umea Varbergs Angelholms Brommapojk Jonkopings S. Ljungskile Osters Assyriska Brage Degerfors Falkenberg Halmstad

11 11 10 9 9 9 9 9 8 8 8 8 8

(7-4) (6-5) (5-5) (5-4) (4-5) (4-5) (5-4) (5-4) (3-5) (2-6) (6-2) (4-4) (4-4)

«GOAL» Landskrona Umea Angelholms Falkenberg Jonkopings S. Varbergs Brage Ljungskile Hammarby Trelleborg Assyriska Brommapojk Degerfors

12 12 11 11 11 11 10 10 9 9 8 8 8

(7-5) (5-7) (6-5) (6-5) (5-6) (5-6) (4-6) (5-5) (3-6) (5-4) (3-5) (3-5) (6-2)

«NO GOAL» 4-1 ▲ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 1-4 ▼ 1-1 = 1-1 = . . .

DEGERFORS LJUNGSKILE TRELLEBORG OSTERS JONKOPINGS S. HALMSTAD HALMSTAD UMEA BROMMAPOJK

28

17 HALMSTAD

FALKENBERG

3-1 ▲ 5-2 ▲ 3-1 ▲ 3-3 = 1-1 = Rin. . . . .

VARBERGS VARNAMO ASSYRISKA LANDSKRONA FALKENBERG BRAGE FALKENBERG HAMMARBY DEGERFORS

9

16 VARNAMO

BRAGE UMEA BROMMAPOJK ANGELHOLMS VARBERGS VARNAMO HALMSTAD VARNAMO ASSYRISKA LANDSKRONA

2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-1 = 2-2 = 0-3 ▼ Rin. . . . .

OSTERS JONKOPINGS S. HALMSTAD UMEA BROMMAPOJK BRAGE BRAGE VARBERGS ANGELHOLMS

1-2 0-1 2-5 1-1 0-1 3-0

HAMMARBY

ANGELHOLMS DEGERFORS LJUNGSKILE TRELLEBORG OSTERS JONKOPINGS S. JONKOPINGS S. HALMSTAD UMEA

▼ ▼ = ▼ ▲ . . .

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo 66 16 38 47 86 12 62 71 41 72 Rit. 111 77

51

17 15 75 Rit. 63

62

59

51

46

45

8

33 21 71 76 70 43

55

51

50

15 31 81 46 64 40 Rit. 97

66

53

46

44

43

45

56

53

50

48

45

40

39

48

9

23 52 60

41

37

44

47

38

49

44 43 70 11 54 87 23 Rit. 72

37

46 36

8

58 17

43

42

39

83 71 52 16 22 56 26 58 43 20 Rit. 113 88

67

61

58

57

56

24 36

1

79 17

4

83 29 75 30

59

53

47

47

Rit. 92

68

51

47 51 88 89 32 38 16 Rit. 76

58

52

51

44

19 85 34 15 43 Rit. 81

49

45

43

44

38

35

6

85 57

35

34

43

40

7

87 47 59 26

40

38

61

44

51 50 40

4

88 39 55 26 43 52

58

34

33

57

54

52

36

33

31

12 33 38

8

36 27 75

6

3 48

50

49

44

40

Rit. 110 73

51

51

37

32

71

Rit. 62

78

48

46

30 37

19 41 83 12 55 67 54 31 35 32 Rit. 97

69

76 9 Rit.

8

69

66

60

54

24 75

8

19 48 82

6

1-4 ▼ 1-0 ▲ 1-4 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 1-1 = . . .

(4-3) (1-6) (3-4) (4-3) (4-2) (3-3) (4-2) (2-3) (3-2) (2-2) (2-2) (1-3) (3-1)

6

6

5

5

47 5

45 5

45

43

5 11 4

4

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

I 10 numeri più in ritardo

14 20 51 81 23 33 44 46 57 65 Freq. 21

17

17

15

1 59 35 83 Freq. 17

16

15

15

14

14

14

14

6

8

27 31 42 56

14

14

14

14

14 14

14 14

11 44 18 41 65 75 28 37 42 3 Freq. 16

16

15

15

86 34 84

15

15

14

14

14

4

9

19 39 68 78 90

17

16

14

14

14

14

14

14

14

79 14

8

28 23 57 69

4

5

7

13

13

13

Freq. 18 Freq. 18

16

15

15

12 77

3

54 80 37 74 18 42 44

17

17

1

41 58 78 24 30 55 62

16

15

15

1 17

Freq. 21

18

20 90 Freq. 19

17

56 79 83 Freq. 18

18

60 1 Freq. 19

17

18 9 Freq. 19

17

18

14 16

14 15 15

14 15

14

14

14

14

25 88 31

3

15 53

17

15

15

17

14

14

16

14 15

42 14 32 70 78 22 27 28 16

15

14

14

13

77 17 28 46

1

25 41 42

17

14

14

15

14 15

15

13 14

13

17

17

16

16

15

15

1 77 42 78 65

3

14 20 37 60

Freq.126 125 123 121

14

13

13

119 117 116 116 116 114

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo NELLA SESTINA 18 7 4 50 36 11 22 61 28 68 RITARDO 104 81 78 46 39 33 32 32 31 31

Il sistema 9 numeri Ridotto a garanzia di un “5” con 5 numeri Combinazioni 30 € 15,00

3 30 33 3 3 30 33 33 30 3

30 33 34 33 30 34 34 34 33 30

33 34 40 40 33 40 40 40 40 40

34 40 47 47 34 72 47 47 72 72

74 47 74 72 72 74 72 72 74 74

90 90 90 90 90 90 74 90 90 90

NELLA SESTINA 54 49 90 75 45 69 74 38 67 55 FREQUENZA 50 47 46 43 43 42 42 41 41 40

3 3 30 30 3 30 3 3 3 3

30 33 40 33 30 33 30 33 30 30

33 34 47 40 33 47 34 40 33 33

40 40 72 47 34 72 40 47 34 34

47 47 74 72 72 74 47 74 47 47

90 90 90 74 74 90 74 90 74 72

3 3 3 3 3 3 30 3 3 3

33 33 34 34 30 30 34 30 30 30

40 34 40 47 47 34 47 33 33 34

47 72 72 72 72 40 72 34 34 40

72 74 74 74 74 47 74 40 40 47

75 47 76 48 15 27 9

19 26

5

18 15

10

9

15

14

13

12 11

10

I 10 numeri più frequenti NUMERO 35 FREQUENZA 14

65 13 63 11 17 18 28 39 64 13

12

12

11

11 11

11

11

11

Il sistema 13 numeri Garanzia di due “9” con 10 numeri e 1 fissa: 84 Combinazioni 20 - € 20,00 Pronostico: 3, 12, 14, 18, 25, 36, 39, 41, 47, 52, 64, 77

14

27 50 70 43 80 66 76 15 20 45 Freq. 18

NUMERO RITARDO

13

SUPERENALOTTO

Pronostico: 3, 30, 33, 34, 40, 47, 72, 74, 90

VARBERGS VARNAMO ASSYRISKA LANDSKRONA FALKENBERG HAMMARBY HAMMARBY DEGERFORS LJUNGSKILE

1-1 = 3-1 ▲ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = . . .

7 7 7 7 6 6 6 5 5 4 4 4 4

10eLOTTO

LOTTO BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

22 JONKOPINGS S. 20

Brommapojk Degerfors Osters Varnamo Assyriska Halmstad Hammarby Ljungskile Trelleborg Angelholms Brage Falkenberg Jonkopings S.

74 90 90 90 90 90 90 72 74 72

3 3 3 3 3 12 3 12 3 3 3 3 3 3 12 14 12 3 3 3

12 12 12 12 14 14 12 14 12 12 12 14 12 12 14 18 14 18 14 12

14 18 14 14 18 18 14 18 14 18 14 25 14 18 18 36 25 25 18 25

18 25 18 18 25 25 18 25 18 25 36 36 25 36 25 39 36 36 25 36

25 39 25 25 36 36 39 36 36 36 39 39 36 39 41 41 39 39 39 39

36 47 36 39 39 39 41 39 41 41 41 47 41 41 47 47 41 41 41 41

39 52 47 41 41 41 47 47 47 47 47 52 52 52 52 52 47 47 52 47

52 64 52 47 47 52 52 64 52 64 64 64 64 64 64 64 52 52 64 52

64 77 64 64 77 77 77 77 77 77 77 77 77 77 77 77 64 64 77 77

84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84 84


il domani  

Edizione del 17 Luglio 2012