Page 1

Martedì 16 Novembre 2010

Anno XIII - Numero 315

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

SERVIZI URBANI

POLITICA

Ondeggiano follemente i costi A Catanzaro bassi per i rifiuti

REGIONE Il Consiglio approva all’unanimità la nuova normativa sullo sport

Si dimettono i ministri finiani: Letta, Fini, Napolitano, un lungo colloquio

a pag » 27

a pag » 26

a pag » 5

Scoperto in un container di macchine agricole un carico di una tonnellata di cocaina purissima, valore stimato 250 milioni di euro

Gioia, che bel primato: capitale della coca Il procuratore capo di Roma, Giancarlo Capaldo: «La Calabria è la nuova rotta del traffico internazionale» L’INTERVENTO

Vigilare perché le agevolazioni ci siano davvero

Si tratta del più ingente sequestro di cocaina avvenuto in Italia negli ultimi 15 anni. IL COMMENTO La droga era nascosta all’interno di carrelli trasportatori per uso agricolo. Si ritiene fosse destinata al mercato italiano e a quello del centro e nord Europa

Siamo davvero tutti liberali? Alcune INFRASTRUTTURE considerazioni Biis, ecco i risultati al 30/9 alle pagg » 6 e 7

NON ME NE VADO

Associazioni agricole

2010: utile netto in crescita

Confagricoltura Cia Alpa Copagri e sindacali

ROMA - ROMA - La Banca infrastrutture innovazione e sviluppo (BIIS), la banca del gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Public finance e alla collaborazione tra Pubblico e Privato, chiude il terzo trimestre 2010 rafforzando la propria attività al servizio del settorepubblico,delleinfrastrutture, dei servizi pubblici e della sanità sia in Italia che all’estero. Nei primi nove mesi del 2010 BIIS ha conseguito ricavi a 207 milioni, risultato della gestione operativa a 163 milioni e risultato netto a 91 milioni. I nuovi impieghi per 4 miliardi negli ultimi 12 mesi, il forte sviluppo delle commissioni nette (più che raddoppiate rispetto a settembre 2009), la crescita del risultato netto (+4,5% rispetto a settembre 2009).

Per le Associazioni datoriali agricole ( Confagricoltura, Cia, Copagri e Alpa) e dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil) è assolutamente urgente intervenire al più presto al fine di creare le condizioni pe runa razionale stabilizzazione del settore agricolo, garantendo in modo definitivo le agevolazioni contributive e fiscali. Anche se la Commissione bilancio della Camera, nella seduta del 13/11/2010, ha approvato il maxi emendamento alla legge di stabilità che conferma a regime, dal 1 agosto 2010, le agevolazioni previdenziali per le zone svantaggiate e montane, è necessario vigilare affinché il Parlamento porti a termine questa importante decisione.

Montezemolo replica secco a Calderoli Luca Cordero di Montezemolo non ha intenzione di lasciare la presidenza della Ferrari dopo la sconfitta della rossa di Maranello.Dice il numero uno del Cavallino: «Quando lo statista Calderoli avrà realizzato l’1% di quanto fatto in questi anni dalla Ferrari per il Paese in termini industriali e sportivi, a quel punto meriterà una risposta». Il ministro ne aveva chiesto le dimissioni domenica sera. (a pag » 2 )

a pag » 29

segue a pag » 2

COSENZA Uccisa una donna a Montalto Uffugo Il convivente è accusato di omicidio a pag » 12

REGGIO CALABRIA Agguato a Palmi, perquisito lo studio dell’avvocato Nizzari a pag » 11

CROTONE Morto un uomo di 41 anni schiacciato ieri da un trattore a Mesoraca a pag » 14

di Giuseppe Candido direttore di “Abolire la miseria della Calabria”

Sinista e libertà, il Popolo della libertà, Futuro e libertà. Poi ci sono anche le fondazioni comeLibertiamo e i giornali come Liberamente e Liberal. L’attualità delle riflessioni sul concetto diliberalismo ci mostrano - come scrive la rivista Critica liberale - «Un fervore intellettuale neppureimmaginabile sino a qualche tempo addietro. Oggi, tutti (o quasi) si dicono liberali e come talitutti (o quasi) si mostrano solleciti per le sorti della libertà». Poiché c’è però davvero il rischio che,nel "siamo tutti liberali", proprio un concetto cardine della democrazia come quello di liberalismo rimanga indefinito sembra opportuno ricordare qualche definizione per ridurre la possibilità di equivoci. Carlo Rosselli, in Socialismo liberale , molto di più di un’utopia ci suggerisce l’idea di Libertà come supremo fine scrivendo che «Il liberalismo può definirsi come quella teoria politica che, partendo dal presupposto della libertà dello spirito umano, dichiara la libertà supremo fine, supremo mezzo, suprema regola della umana convivenza». E spiega: «Non si nasce, ma si diventa liberi. E ci si conserva liberi solo mantenendo attiva e vigilante la coscienza della propria autonomia ecostantemente esercitando le proprie libertà». Ma se per Rosselli la libertà è un fine per Piero Gobetti, giornalista, politico antifascista e promotore della rivista culturale Energie Nuove , la libertà diventa anche metodo. «Il metodo del liberalismo, lo si consideri nella sua sostanza economica o etica o costituzionale, consiste nelrisegue a pag » 2


2

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI L’INTERVENTO di Associazioni agricole e sindacati Vigilare perché le agevolazioni ci siano davvero La riduzione delle agevolazioni contributive stabilite dalla legge (scese dal 68% al 40 nelle zone svantaggiate e dal 75 al 70% in quelle montane) ha, infatti, determinato un forte allarme tra le imprese agricole per le gravi conseguenze che tali misure comportano in un periodo di grave crisi dei mercati, rischiando di favorire l’accentuarsi della disoccupazione e di non attenuare la piaga del lavoro nero nelle campagne. Per i datori di lavoro l’incremento è particolarmente pesante: l’aumento contributivo si aggira sui 4 euro nelle zone svantaggiate e di 0,72 euro in quelle montane. Fiscalmente, la mancata esenzione dell’accisa sul gasolio, per le coltivazioni in serra di fiori, piante e ortaggi, ha determinato un insostenibile aumento del 22% del costo del carburante.La situazione attuale, nel settore floricolo ed orticolo, vede i partner aziendali comunitari sostenere un costo dell’energia inferiore, con agevolazioni che abbattono il costo delle fonti energetiche; i paesi ex-

tracomunitari favoriti da un clima più caldo, con costi del lavoro più bassi e che spesso utilizzano pratiche di coltivazione bandite dall’Unione europea ed infine le nostre imprese, invece, gravate da costi fiscali e contributivi aggiuntivi che rischiano la chiusura o la riduzione consistente dei margini di redditività.In tempi di crisi non si possono penalizzare le aree agricole svantaggiate e montane minacciando anche la stabilità sociale, mettendo a rischio, inoltre, l’indispensabile presidio del territorio, attualmente devastato da frane, esondazioni di torrenti, strade dissestate ed impraticabili. Da un punto di vista burocratico amministrativo, la Regione Calabria ha disposto il blocco delle procedure relative ai bandi delle misure 121 e123 del PSR dirette ad avviare l’ammodernamento e l’accrescimento del valore dei prodotti delle aziende agricole.

COSE DELL’ALTRO MONDO

di Carlo Bassi

Caro ingegnere, scusi tanto la nostra politica... Caro ingegner Ferrari, sicuramente, da lassù, sarà stato il primo ad arrabbiarsi quando una malaugurata scelta (far fermare Fernando Alonso subito dopo Webber) ha privato il suo Cavallino di un titolo mondiale piloti. Del resto chi poteva immaginare che al rientro in pista Alonso si sarebbe trovato imbottigliato? Altre volte, analoghi magheggi hanno fruttato vittorie insperate. A noi è dispiaciuto ma l’abbiamo presa con quel pizzico di fatalismo che nello sport serve, se non si vuole finire in manicomio. Si sarà chiesto come sia venuto in mente ad un ministro, Roberto Calderoli, di chiedere le immediate dimissioni del "suo" presidente Luca Cordero di Montezemolo.Leiseneèandatounabrutta vigilia di Ferragosto del 1988: la politica italiana già destava preoccupazione. Ma non ha idea di quanto sia peggiorata: oggi tutto si butta in politica. E siccome Luca non è simpaticissimo al centrodestra, ecco che la politica sindaca anche sui cambi di gomme. Piuttosto, se può, chieda a Domenicali e soci di tirar fuori qualche cavallino in più...Quest’anno la rossa perdeva un secondo a giro sulla Red Bull, nonostante san Fernando. Che sia questo il vero motivo della beffa?

IL COMMENTO Giuseppe Candido Siamo davvero tutti liberali? L’importanza di un’opposizione per l’opera del governo, la tutela delle minoranze, lo studio dei congegni più raffinati per le elezioni e per l’amministrazione pubblica, le conquiste costituzionali, frutto di rivoluzioni secolari sono il patrimonio comune della maturità politica e devono intendersi come problemi di costume politico propri dei liberali, come dei loro eredi o avversari che non siano ingenuamente teneri per gli anacronismi o per le esercitazioni oratorie di filosofia politica". Già nel 1923 sulla rivista La Rivoluzione liberale, Gobetti sottolineava un particolare discriminante: «Se concediamo ai conservatori di chiamarsi liberali non sapremmo più che cosa obbiettare ai nuovissimi tiranni che parlano, per demoniache tentazioni di dialettici fantasmi, della libertà vera come libertà contenuta nei limiti della legge (mentre nel caso specifico ci accontenteremo di ricordare maliziosamente al Gentile che raramente i filosofi seppero sottrarsi al fascino dell’autorità per le stesse ragioni per cui le donnicciuole più espansive venerano il bastone)». E ancora: "Il nostro liberalismo, che chiamammo rivoluzionario per evitare ogni equivoco, s’inspira a una inesorabile passione libertaria, vede nella realtà un contrasto di forze, capace di produrre sempre nuove aristocrazie dirigenti a patto che nuove classi popolari ravvivino la lotta con la loro disperata volontà di elevazione, intende l’equilibrio degli ordinamenti politici in funzione delle autonomie economiche, accetta la costituzione solo come una garanzia da ricreare e da rinnovare. Lo Stato è l’equilibrio in cui ogni giorno si compongono questi liberi contrasti: il compito della classe politica consiste nel tradurre le esigenze e gli istinti in armonie storiche e giuridiche. Lo Stato non è se non è la lotta». L’animo liberale ha in sé dunque il germe stesso della laicità e dalla libertà di religione costruisce nella sua quotidiana lotta una religione della libertà. «La dottrina dello Stato liberale» - ci dice ancora Norberto Bobbio nel volume Dalla libertà dei moderni comparata a quella dei posteri, ora pubblicato da Einaudi - «si presenta al suo sorgere come la difesa dello Stato limitato contro lo Stato assoluto. Per Stato assoluto si intende lo

Stato in cui il sovrano è legibus solutus e il cui potere è quindi senza limiti, arbitrario. Lo Stato limitatoè per contro lo Stato in cui il supremo potere è limitato sia dalla legge divina e naturale (i c.d. diritti naturali inalienabili e inviolabili), sia dalle leggi civili attraverso la costituzione pattuita (fondamento contrattualistico del potere). Per maggiore chiarezza Bobbio distingue «due forme di limitazione del potere: una limitazione materiale, che consiste nel sottrarre agli imperativi positivi e negativi del sovrano una sfera di comportamenti che sono riconosciuti per natura liberi (la c.d.sfera di liceità); e una limitazione formale che consiste nel porre tutti gli organi di potere stataleal di sotto delle leggi generali dello Stato medesimo». Non può perciò definirsi liberale colui che spera soltanto lontanamente di evadere queste limitazioni. Perché, aggiunge Bobbio, «La prima limitazione è fondata sul principio della garanzia dei diritti individuali da parte dei poteri pubblici: la seconda sul controllo dei pubblici poteri da parte degli individui. Garanzia di diritti e controllo dei poteri sono i due tratti caratteristici dello Stato liberale». C’è da chiedersi, volendo rispettare queste definizioni, quanti possano davvero dirsi, nei fatti, liberali.

Norberto Bobbio


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani

3

PRIMO PIANO

Domani studenti in piazza uniti nel coro del dissenso

di Fabrizio Viscomi CATANZARO - «Il 17 novembre è una data storicamente importante, che impone una riflessione, come da quel lontano 1939 sia ancora una volta dalla voce degli studenti che si alzi il coro più fragoroso del dissenso». È quanto affermano in una nota le associazioni studentesche Uds, Ateneo Controverso e Collettivo Unirc Reggio in vista delle mani-

festazioni che si terranno domani a Cosenza e Reggio Calabria. I cortei degli studenti partiranno alle 9 da piazza De Nava a Reggio e alle 9.30 da piazza Loreto a Cosenza.«Abbiamolaresponsabilità - è scritto nella nota - di porci come soggetto critico nei confronti delle derive sociali e politiche che investono e travolgono, non solo il nostro presente, ma soprattutto il nostro futuro. Come studenti calabresi viviamo la situazione con una maggiore apprensione,

«Abbiamo la responsabilità di porci come soggetto critico nei confronti delle derive sociali e politiche che travolgono il nostro presente ma soprattutto il nostro futuro»

viste le condizioni di partenza assai peggiori di molti altri territori, le quali però ci spingono ad impegnarci nella lotta con maggiore enfasi e ritrovare nella condivisione di un percorso unitario una spinta ulteriore. Il 17 Novembre non è quindi solo una giornata del ricordo, ma deve considerarsi progettualità in atto, un momento quindi di condivisione di quelle idee attraverso le quali porre un ostacolo ad un disegno che mira all’annientamento del sapere pubblico, ponendo di fatto buona parte della popolazione nell’impossibilità di poter accedere a tutti i livelli della conoscenza». Gli studenti calabresi scenderanno in piazza domani «per un rilancio dell’istruzione, per un’universita sociale e di qualità, per un mondo del lavoro non contaminato dalla precarietà». «Mascherare col fantoccio della riforma - prosegue la nota - una serie di tagli orizzontali, che hanno il solo scopo di dirottare fondi pubblici nella macina dei general contractors, degli istituti di credito e delle multinazionali, è solo l’estremo tentativo di chi non ha interesse ad investire nello sviluppo reale del paese. Si preferisce non bloccare gli ingranaggi di un sistema di poteri che traggono forza dalle speculazioni sulle grandi opere, sulle emergenze e sulla svendita dei territori al miglior offerente». La protesta degli studenti parte dalla scuola ma non risparmia nean-

che i mezzi di comunicazione. «Si sfruttano i media per incentivare la diffidenza, la paura e l’odio contro le “diversità”- si afferma nel comunicato -, si getta la società nel baratro dell’omofobia e della xenofobia, baratro dal quale si sfugge solo attraverso la conoscenza e la capacità critica, due valori sociali che spaventano chi vorrebbe avere sotto di se un

I cortei degli studenti partiranno alle 9 da piazza De Nava a Reggio e alle 9.30 da piazza Loreto a Cosenza ameno “popolo bue”». Gli studenti annunciano l’invasione delle piazze per denunciare «il totale disinteresse del governo nei confronti di uno stato sociale». E si rivolgono «ai lavoratori, alle famiglie e ai migranti, ci rivolgiamo concludono - a quei soggetti che da troppo tempo non occupano un posto negli interessi dei governi. Gli studenti medi e universitari saranno insieme ancora una volta, uniti nel segno di un cambiamento dal basso, per costruire un nuovo percorso che possa rilanciare il nostro futuro».


4

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

PRIMO PIANO di Cesare Giraldi CATANZARO - Una centrale a carbone a Saline Joniche? Il Consiglio regionale discuta con urgenza di questo delicato problema valutandone la nocività. Questo è l’appello che l’ex vicepresiddnte del Consiglio regionale Quirino Ledda, oggi esponente di Sinistra e Libertà, ha rivolto con una lettera a Francesco Talarico. La sua analisi prende spunto da una serie di elementi che giustificano un deciso no alla realizzazione della centrale e alla riconversione di quella di Rossano. «Il ritorno della cultura dell’uso energetico nucleare e quello della maggiore incidenza del carbone nel parco termoelettrico - scrive Ledda - con la motivazione che i costi saranno minori, senza tenere conto delle conseguenze che possono produrre all’ambiente, all’uomo e alla salute, non può essere accettato in

«Ci si è domandato che cosa rappresenta lo scarico e movimento del carbone nel porto e l’impatto sulla qualità dell’aria?»

Centrale a carbone a Saline Joniche, i dubbi di Ledda

La centrale a carbone di Cerano

maniera supina. Il capitale finanziario vuole decidere solo sulla base delle convenienze economiche. Sono convinto che l’importanza che assumono la tematiche ambientali e della sicurezza negli approvvigionamenti di energia, necessitano sostenere lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili». Il bilancio energetico italiano dipende per 44% dai prodotti petroliferi, il 36% da gas naturale,

l’8% da combustibili solidi, il 7% da fonti rinnovabili, il 5% dal saldo import - esport dell’energia con l’estero. E la Calabria partecipa attivamente alla produzionedi energia nel paese. «Ma i pericoli di inquinamento della centrale che oggi le forze politiche più sane, i sindacati, le associazioni, le popolazioni manifestano contro la sua costruzione sono fondate non da una posizione ideologica -

spiega Ledda - ma dalla nocività che il carbone produce per i suoi effetti inquinanti non solo dove dovrebbe essere installata, ma in tutto il territorio». E quali sarebbero le cause di tale nocività? Alla domanda Ledda risponde facendo riferimento al fatto che una centraletermoelettricaalimentata con combustibili fossiliemette una serie di fattori inquinanti. Emessi generalmente in tracce,

non possono essere oggetto di standard di qualità dell’aria, sia per mancanza di sufficienti informazioni scientifiche, sia, per alcuni di essi, per la loro dimostrata pericolosità a qualsiasi livello di concentrazione. Gli inquinanti emessi da una centrale a carbone sono il biossido di zolfo, il biossido di azoto, il biossido di azoto, il biossido di azoto, l’azoto, il monossido di carbonio, il piombo, il fluoro; le particelle sospese, gli idrocarburi totali e molti altri. «Per tutte queste sostanze - prosegue Ledda - esistono dei limiti massimi di accettabilità, fissati dalla normativa o dalle autorità sanitarie; ma non si tratta di valori che siano senza effetto e pertanto occorre tenere il più lontano possibile da tali limiti». Sono elementi che Ledda ritiene sufficienti per chiedere a Talarico di discuterne in Consiglio regionale. Tanto più che fino ad oggi non se ne è mai parlato: «Coloro che la vogliono si sono domandati che cosa rappresenta lo scarico e movimento del carbone nel porto; l’impatto della centrale sulla qualità dell’aria, dell’acqua, del suolo e gli effetti sul biochinismo dei vegetali, lo smaltimento del rifiuti urbani, le radiazioni? Le zone non sono mai state studiate da un punto di vista dell’inquinamento atmosferico quindi il calcolo dell’impatto delle future centrali non può essere compiutamente eseguito».


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani

5

PRIMO PIANO Musi: la criminalità organizzata non sia l’alibi per i ritardi dei lavori sull’A3

Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria

Soddisfatto il presidente dell’assemblea regionale Francesco Talarico: «Era necessario. L’ultima legge in materia era del 1984»

Il Consiglio approva unanime la nuova legge sullo sport di Alessandro Caruso REGGIO CALABRIA - Il Consiglio regionale ha approvato ieri all’unanimità la nuova legge sullo sport. Un provvedimento che va a rinnovare la normativa di settore dopo 26 anni di stallo. L’ultima legge in materia, infatti, era datata al 1984 e non rispondeva più alla nuova articolazione del mondo sportivo nella regione. In sostanza, gli effetti immediati della legge consentiranno il completamento di importanti impianti sportivi e completano un quadro che permetterà di disegnare sul territorio un’efficace rete tra istituzioni e associazionismo. Un ammodernamento, quindi, che tutto l’agone politico calabrese considerava necessario e l’unanimitàconseguitanellavotazionelo ha dimostrato. «Il provvedimento - ha detto il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico - consente alla nostra regione di compiere un importante salto di qualità in uno dei suoi settori più vitali e strategici». Alla soddisfazione del presidente dell’assemblea hanno fatto seguito vari

commenti, soprattutto da parte degli esponenti del centrodestra. Uno su tutti Giovanni Bilardi, primo firmatario della legge: «Mi considero soddisfatto per l’approvazione unanime che lo strumento legislativo ha riscosso in aula tra tutti i consiglieri; contestualmente non posso non rimarcare che in tempi brevi siamo riusciti ad interpretare le aspettative degli organi rappresentativi dello sport, degli atleti, degli enti locali, della stampa di riferimento, dei cittadini e degli operatori socio-culturali che, come noi, credono che l’induzione alle pratiche sportive sia formativo in termini di lealtà sia espressione di valori forti, induca alla solidarietà ed al-

La legge consentirà il completamento di impianti sportivi e di un quadro che permetterà un’efficace rete tra istituzioni e associazionismo

la legalità». Anche l’assessore regionale al Lavoro ha sottolineato l’importanza e la novità della normativa: «È un fatto politico di straordinaria importanza l’approvazione da parte del Consiglio regionale della legge per la formazione e lo sviluppo dello sport e del tempo libero in Calabria. La nuova legge sullo sport si aggiunge ad altre iniziative già previste nei piani di attuazione dei bandi sull’occupazione». Stillitani ha anche ricordato che nei bandi sull’occupazione, in linea con la filosofia di sostegno a favore dello sport, è stata prevista la cosiddetta clausola sociale, ovvero la possibilità da parte delle imprese che otterranno i finanziamenti per le assunzioni di pubblicizzare l’ottenimento degli stessi attraverso la sponsorizzazione di società sportive dilettantistiche nella misura di mille euro per ogni nuovo assunto. «Sulla base delle domande presentate ad oggi si prevede - ha concluso Stillitani - che con questa clausola inserita nei bandi le società sportive dilettantistiche potranno essere sponsorizzate con circa tre milioni di euro».

Saliranno a 4 gli hospice per le cure palliative CATANZARO - Ai due hospice già operativi in Calabria, nell’ambito della programmazione regionale, entro la fine del 2010 è prevista l’aggiunta di altre due strutture con un incremento di 30 posti letto. Negli anni successivi saranno attivati altri quattro hospice, per ulteriori 34 posti letto. Questo è il quadro emerso dalla seconda rilevazione ufficiale sugli hospice in Italia realizzata nell’ambito del progetto rete degli hospice italiani in partnership con la società italiana di cure palliative, fondazione Isabella Seragnoli e fondazione Floriani. Gli hospice operativi attualmente in Calabria sono quelli nelle Asp di Reggio Calabria (11 posti letto) e di Cosenza (7 posti). Il primo è a gestione mista ed il secondo è pubblico. Da un’analisi della normativa regionale, è stato rilevato, la regione Calabria è arrivata a considerare

gli hospice come strutture residenziali di accoglienza non solo della rete di servizi socio - sanitari, ma anche della rete oncologica regionale. È previsto dunque un collegamento funzionale diretto tra hospice e dipartimento oncologico (Piano sanitario regionale 2007-2009). Il modello organizzativo a cui la regione si ispira nell’ambito delle cure palliative prevede infatti l’attivazione e il coordinamento di tutte le risorse intra ed extra - ospedaliere, coinvolgendo anche le organizzazioni di volontariato e il terzo settore secondo i principi di prossimità e sussidiarietà previsti dalla legge quadro 328/00. I due hospice che dovrebbero diventare operativi entro la fine dell’anno, secondo la rilevazione, sorgeranno nell’area dell’Asp di Reggio Calabria. A.M

ROMA - La criminalità organizzata non sia un alibi per giustificare i ritardi nella realizzazione della Salerno - Reggio Calabria. Il Partito democratico, per bocca del commissario regionale Adriano Musi, si è espresso in questi termini in merito alla problematica attuale da decenni relativa all’autostrada. «Lo Stato deve garantire le risorse necessarie per il completamento dell’infrastruttura, così come l’ente appaltante deve garantire il rispetto dei tempi previsti da parte delle imprese affidatarie. Attualmente, per chi dovesse percorrere l’A3 - dice Musi - la percezione non sarebbe quella di un impiego massiccio di opere e mezzi. Si rica- Adriano Musi va, al contrario, la misura di una presenza sporadica del personale sui cantieri». Quanto all’impiego dell’esercito con funzioni di vigilanza sui lavori, dice Musi «appartengo a quella corrente d’opinione secondo la quale la lotta alla criminalità deve essere demandata alla magistratura e alle forze dell’ordine. Dovere del Governo, quindi, è quello di garantire alla magistratura gli strumenti normativi per un’azione di contrasto efficace ed alle forze di polizia mezzi e personale adeguati».


6

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

PRIMO PIANO La Commissione regionale Pari opportunità presieduta da Giovanna Cusumano chiede di rendere operativi gli impegni assunti con il nuovo contratto di servizio

Donne e media, verso uno standard europeo nel settore regolamentare di Cecilia Bartoli CATANZARO - Le donne e loro presenza nell’universo dei mezzi di comunicazione. Su questo tema la Commissione regionale Pari Opportunità, su iniziativa della presidente Giovanna Cusumano, ha approvato la proposta delle Commissioni competenti del ministero dello Sviluppoeconomico,dell’Enea,dellaConferenza delle presidenti degli organismi regionali di parità e dell’ ‘Appello Donne e Media’ per una più adeguata rappresentazione delle donne nei media. «In un documento indirizzato al Presidente della Repubblica Napolitano, al presidente della Commissione parlamentare di vigilanza Zavoli e ai ministri Romani, Carfagna e Gelmi- Giovanna Cusumano ni, al presidente dell’Agcom Calabrò e al presidente della Rai Garimberti - spiega Cusumano - pubblico della Commissione parlamentare di chiediamo di dare seguito operativo ai nuovi Vigilanza con i rappresentanti dell’ ‘Appello impegni assunti con il contratto di servizio Donne e Media’, il presidente della Commis2010-2011, a partire dalla imminente ratifica sione, Zavoli, ha evidenziato che «la questione dello stesso, in cui sono stati recepiti gli emen- di una migliore rappresentazione della figura damenti presentati in sede di Commissione pa- femminile nel servizio pubblico, è un obiettivo ritetica Rai-Governo e Commissione di Vigilan- su cui il lavoro della Vigilanza intende prestare za». «Ci aspettiamo un segnale concreto - conti- particolare attenzione». La presidente Cusumanua la presidente della Commisione regionale no sollecita, quindi, «la convocazione, come da Pari Opportunità - affinché il servizio pubblico impegno assunto in data 15 aprile 2010 dal Miprovveda ad implementare anche i contenuti nistro dello Sviluppo economico, di un tavolo dei palinsesti di prossima programmazione, tecnico di consultazione coinvolgendo soggetti con spazi e format in grado di riequilibrare l’at- istituzionali e datoriali, al fine di avviare - specituale parziale rappresentazione del mondo fica la presidente - le azioni necessarie alla confemminile». Il Censis, nell’ambito del progetto divisione di un nuovo quadro regolamentare in europeo Women and media in Europe, ha rea- linea con gli altri paesi europei». «Con l’obiettilizzato nei mesi scorsi un’indagine sull’immagi- vo di promuovere ogni iniziativa idonea ad avne della donna nella televisione italiana. Attra- viare in Europa un’auspicabile armonizzazione verso l’analisi dei contenuti di 578 programmi delle diverse norme vigenti allo stato attuale nei televisivi d’informazione, approfondimento, Paesi membri, per il raggiungimento di uno standard europeo nel settore cultura,intrattenimentosulle7 regolamentareDonneMedia emittenti nazionali (Rai, - conclude la Cusumano Mediaset, La7), emerge che le Cusumano sollecita chiediamo l’istituzione e l’indonne, nella fascia preserale, l’istituzione di «un tavolo sediamento di un Comitato ricoprono soprattutto ruoli di attrici, cantanti e modelle. tecnico di consultazione ad hoc, per l’applicazione delcodicediautoregolamenL’immagine più frequente delal fine di armonizzare tazione ‘Donne e Media’ con la donna nei media risulta pocompiti di monitoraggio, vilarizzata tra il mondo dello le diverse norme vigenti gilanza, sanzione e proposta spettacolo e quello della cronaper il raggiungimento degli ca nera. In occasione dell’audi- nei Paesi membri» obiettivi indicati». zione sul Contratto di servizio

Ferrovie, Perrelli: Trenitalia isola la Calabria da Roma e dal Nord CATANZARO - «Non bastano i tagli nella scuola e nel sostegno alle famiglie. Anche Trenitalia, infischiandosene di tutto e di tutti continua imperterrita, nonostante la raccolta delle firme e le interrogazioni, a privare la Calabria di ogni collegamento con Roma e con il Nord». A sostenerlo, in una nota, è il segreta- Il segretario del Patto rio del Patto per il Sud per il Sud e per le e per le Riforme, Tonino Perrelli. «Mentre al- Riforme ricorda che dal cunideputatidormono prossimo 12 dicembre - prosegue Perrelli - mi rivolgo al presidente saranno soppressi della Regione perché voglia intervenire tre collegamenti adeguatamente in proposito». Perrelli ricorda che dal prossimo 12 dicembre saranno soppressi i seguenti treni: Antenna Espresso 1934 Reggio Calabria/Venezia; Antenna Espresso 894 Reggio Calabria/Roma (Ionica) e Intercity 556 Crotone/Paola/Roma. Tutti i treni Intercity ReggioCalabria/Roma sono effettuati con vecchi materiali ’Pendolino’. «La città di Reggio non avrà più treni in partenza per Torino, Milano e Venezia e la fascia ionica - conclude Perrelli - non avrà più treni per Roma agganciati alla linea tirrenica Crotone perde l’unico collegamento per Roma con treno intercity (sostituito con un bus). Fino a quando?».

Idv, Feraudo rende note le nomine ai dipartimenti regionali CATANZARO - Maurizio Feraudo, segretario regionale dell’Italia dei Valori, rende note le nomine fatte nei giorni scorsi per i dipartimenti regionali, concordandole con i responsabili nazionali degli stessi dipartimenti. Alla dott.ssa Lorella Massenzo va la guida regionale del dipartimento Sanità, al prof. Pino Caridi quella del dipartimento regionale Cultura. «Sono sicuro - ha affermato Feraudo a conclusione dell’incontro per la pubblicizzazione delle nomine - che sia la Massenzo che Caridi abbiano la giusta attenzione alle esigenze ed ai fermenti in atto nella regione e riusciranno a svolgere un buon lavoro e a portare avanti delle proposte tecniche e concrete di soluzione di problematiche vive e sentite dai nostri cittadini. Sono certo di poter contare sul loro apporto leale e la

loro riconosciuta professionalità. Questo incarico - ha proseguito il segretario regionale di Idv deve essere accolto come opportunità di "fare" e di "pensare" nell’interesse esclusivo della collettività, in un tempo, questo, dove il pensiero deve possedere un ruolo forte sia sul piano dell’etica sia sul piano della conoscenza. I dipartimenti di studio e proposta diventeranno la "casa" di tutti coloro i quali condividono gli obiettivi e i valori del nostro partito». «IdV vuole costruire una squadra forte e professionalmente eccellente ha concluso Feraudo - comunicando un’altra nomina nella Sezione Regionale Energia del dipartimento ambiente, del docente universitario Daniele Menniti. Altre nomine verranno nei prossimi mesi, altri tasselli nel grande mosaico dell’organizzazione dell’Idv».

Maurizio Feraudo


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani

7

PRIMO PIANO Parco del Pollino: dalla Regione un milione e 700 mila euro pro precari

Il segretario generale Sergio Genco e il segretario regionale Massimo Covello chiedono l’apertura di un tavolo nazionale

Ambiente, Cgil: il Governo sta sottraendo risorse alla Calabria di Vania Notaro CATANZARO - «Se fosse vera la notizia data dal presidente della Giunta regionale Scopelliti che il Governo avrebbe impegnato 85 milioni di Euro per fronteggiare l’emergenza maltempo ed il dissesto idrogeologico, si tratterebbe comunque della conferma dell’ennesimo scippo verso la nostra martoriata regione». È quanto affermano, in una nota congiunta, il segretario generale della Cgil Calabria Sergio Genco e il segretario regionale Massimo Covello. I sindacalisti si soffermano sull’approvazione del piano attuativo del Fas 2007-2013. Un Piano che impegnava tre soggetti istituzionali: Ue, Governo Italiano e Regione Calabria. «In quel piano attuativo - affermano i segretari Cgil - venivano riportate le tabelle di previsione delle risorse finanziarie programmabili per ciascuna linea di azione e ben 799 milioni di euro, in quota nazionale Par Fas, venivano destinati all’ambiente, e di questi quasi 500 per la difesa del suolo, tutela delle coste, prevenzione dei

rischi naturali e protezione civile». Secondo i segretari Cgil, «il Governo nazionale sta sottraendo risorse alla Calabria, tagliando linearmente i trasferimenti ordinari e in maniera drammatica per la sanità, per l’istruzione e la ricerca, per la mobilità, per la sicurezza, per le reti, le infrastrutture, ecc.; ed addirittura - proseguono Genco e Covello - dirotta verso altri territori le risorse straordinarie, come appunto i Fas, alterando il criterio di riparto originario che era 85% al Mezzogiorno 15% al Centro Nord». Utilizzare le risorse dei fondi Fas per il ripiano del debito sanitario, rappresenta «una forte penalizzazione per i cittadini, i lavoratori, le comunità

La Cgil denuncia «l’inadeguatezza della Giunta regionale a superare l’approccio propagandistico e la subalternità al Governo»

Calabresi, per i quali - dicono i sindacalisti - la grave crisi economica anzichè essere contrastata viene addirittura alimentata ed utilizzata per destrutturare diritti sociali e servizi pubblici». Chiamata in causa da Genco e Covello anche «l’inadeguatezza della Giunta regionale a superare l’approccio propagandistico e la subalternità al Governo». I segretari Cgil annunciano la loro presenza alla mobilitazione nazionale prevista per il prossimo 27 novembre per rivendicare l’apertura con il Governo di un tavolo nazionale sulla Calabria. «Al presidente Scopelliti ed alla Giunta regionale chiediamo di convocare immediatamente un tavolo regionale sullo stato di attuazione dei programmi operativi regionali e sulla fase di definizione del bilancio regionale dentro l’orizzonte pianificato della programmazione unitaria. La Calabria ed i cittadini calabresi concludono Genco e Covello - rivendicano una azione di governo capace di costruire futuro e non di assecondare il declino e la marginalizzazione della nostra regione».

Sua, Giordano presenta modifica alla legge regionale CATANZARO - Giuseppe Giordano, consigliere regionale dell’Italia dei valori, ha presentato al presidente del Consiglio Francesco Talarico, una proposta di legge avente ad oggetto la modifica alla legge regionale 7 dicembre 2007 n° 26 che concerne l’istituzione dell’autorità regionale denominata Stazione Unica Appaltante e la disciplina della trasparenza in materia di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture. «La norma - dice Giordano - prevede nei bandi di gara e negli avvisi per gli appalti di servizi, l’utilizzo del personale già assunto dalla precedente impresa appaltatrice ed il mantenimento di tutti i diritti dei lavoratori in caso di trasferimento delle imprese degli appalti pubblici». Come spiega il consigliere di Idv, «la norma tutela la salvaguardia dei posti di lavoro ed i livelli

retributivi nel rispetto dei contratti di lavoro. Si applica agli enti pubblici regionali, a tutti gli enti sub-regionali ed anche agli Enti locali che utilizzano fondi regionali e comunitari o che esercitano le deleghe regionali. nelle gare di appalto. È indubbio - continua Giordano - che la normativa in esame è in linea con i principi costituzionali e comunitari. La clausola sociale di riassorbimento è inoltre prevista in alcuni contratti collettivi nazionali». «Si è pensato dunque - conclude Giordano - di inserire il presente articolato all’interno della normativa regionale sulla Stazione Unica Appaltante dopo l’art. 12 che si occupa della tutela dei lavoratori». r.c.

CATANZARO - Presso il Dipartimento Lavoro della Regione Calabria, in via Lucrezia della Valle, si è svolto un importante incontro istituzionale avente ad oggetto la risoluzione di importanti problematiche relative alla liquidazione di somme miranti a salvaguardare i soggetti beneficiari del progetto di stabilizzazione all’interno dell’ente Parco del Pollino.All’incontro,promos- La decisione so e presieduto dall’assessore dell’assessore Stillitani regionale al lavoro Francescantonio Stillitani, erano mira a salvaguardare i presenti tra gli altri il presidente del Parco nazionale del soggetti beneficiari del Pollino, Domenico Pappater- progetto di ra, il direttore generale del Dipartimento 10, Bruno Cal- stabilizzazione dell’Ente vetta, il dirigente generale dell’avvocatura regionale, Paolo Arillotta e il dirigente generale del dipartimento bilancio, Pietro Manna. Positivo l’esito dell’incontro in quanto, a seguito della rinuncia ad un precedente contenzioso legale, si è deciso di procedere alla liquidazione di alcune somme da utilizzare per le attività dell’ente Parco e a salvaguardia di molti lavoratori precari impiegati

Francescantonio Stillitani

nelle predette attività. Circa un milione e settecento mila euro è la somma che la Regione ha destinato alla soluzione del problema. Con tale accordo, si conferma ancora una volta l’opera dell’assessore Stillitani diretta sia a garantire forme di sostegno al reddito di lavoratori precari e sia creare i presupposti per inserimenti lavorativi stabili e produttivi.


il Domani

|

AsteInfoappalti

8

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Martedì 16 Novembre 2010

TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n. 48/09 R.G.Espr. Il Giudice dell'esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto unico: immobile con annesso garage sito in Olivati (CZ), in catasto al fg. 3, part. 364, sub 8, 17. Prezzo base Euro 50.000,00. Fissa per la presentazione delle offerte di acquisto il termine del 11/01/2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull'offerta e per l'eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad Euro 1.000,00, l'udienza del 12/01/2011 ore 9,30; dispone che le offerte di acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro proc. n. 48/09" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L'immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall'aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti ed alla situazione energetica. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall'aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura. Catanzaro, 15.03.2010 Il Giudice Dott.ssa G. Gioia °°°°°°°°°° Il Giudice dell'esecuzione, esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n. 54/09 Dispone Procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto Unico: immobilie sito in Catanzaro alla via Masciari 4, in catasto Fol. 56, part. 228 sub 2 PREZZO BASE D'ASTA Euro 64.911,50 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 cpc é fissata per il giorno 12 gennaio 2011 ore 9,30. Nella medesima data é fissata l'udienza ex art.569 cpc in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità, nonché assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc. n. 54/09 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L'offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell'immobile,anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica. In caso di gara tra più offerenti, l'aumento minimo é fissato in Euro 1000,00. L'aggiudicatario dovrà versare il prezzo d'acquisto in Cancelleria, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva.

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 24/93 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Intera proprietà di un terreno sito nel comune di Cirò Marina, C.da Difesa Are 22.25 con fabbricato ad uso abitativo in Catasto al fg 13 p.lle 13 e 27 Prezzo base: Euro 17.500,00 Rilancio: Euro 500,00 Vendita con incanto: 26.01.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita. Per maggiori informazion consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 9/94 + 57/98 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto I: Porzione di terreno limitrofa al fabbricato posto in vendita e descritto nei lotti successivi, suolo pari a mq. 80. Censito nel NCEU del comune di Isola Capo Rizzuto Fg. 13 p.lla 286 sub 1101 Prezzo base: Euro 165,00 Rilancio: Euro 50,00 Vendita con incanto: 26.01.2011 Lotto II: Immobile urbano ad uso magazzino posto al piano terra - seminterrato di un fabbricato tre piani fuori terra situato in Isola

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Capo Rizzuto Località Colosimo. Gli immobili sono censiti nel NCEU del comune di Isola Capo Rizzuto alla partita 346 fogglio 13 p.lla 286 sub 1103 Prezzo base: Euro 10.151,00 Rilancio: Euro 500,00 Vendita con incanto: 26.01.2011 Lotto III: Appartamento posto al primo piano di un fabbricato a tre piani fuori terra situato in Isola Capo Rizzuto Località Colosimo.La superficie é di mq. 158.30 con mq. 83.40 di balconi e veranda. L' immobile é censito nel NCEU del comune di Isola Capo Rizzuto alla partita 3346 fogglio 13 p.lla 286 sub 1102 Prezzo base: Euro 27.838,50 Rilancio: Euro 500,00 Vendita con incanto: 26.01.2011 Lotto IV: Appartamento posto al secondo piano di un fabbricato a tre piani fuori terra situato in Isola Capo Rizzuto Località Colosimo. L' immobile é censito nel NCEU del comune di Isola Capo Rizzuto alla partita 3346 fogglio 13 p.lla 286 sub 1104 Prezzo base: Euro 28.900,50 Rilancio: Euro 500,00 Vendita con incanto: 26.01.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Maria Rosa Stumpo avente studio in Crotone alla Via V.Veneto, 223 - tel. 0962/27137, o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 55/97 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto 2: Quota 1/2 appartamento a Strongoli Marina, loc. Gigliola piano 3° di mq. 56 circa in catasto al fg. 14 part. 209 sub 9 Prezzo base: Euro 9.500,00 Rilancio: Euro 100,00 Vendita senza incanto: 19.01.2011 Vendita con incanto: 26.01.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosa Scavello - tel. 0962/44078 o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO FALLIMENTARE AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 2/2008 Il Giudice delegato al Fallimento n. 2/2008; Visti gli artt. 569, 571, 576, come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, e dall'art. 108 L.F.. Con ordinanza depositata il 03.11.2009 ha disposto la vendita coattiva, al prezzo di Euro 120.00,00 del seguente bene immobile: LOTTO UNICO: "Appezzamento di terreno a destinazione industriale di mq. 4815 in Maida, località Quota Barile, recintato con muro in cemento armato con sovrastante ringhiera in ferro, riportato al NCT di detto comune al foglio 1, p.lla 98". RILEVATO CHE: 1) - Occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto; 2) - la successiva udienza per l'esame delle stesse; 3) - Nel caso in ci non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d'ora la data per gli incanti: EVIDENZIATO, QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO, CHE: - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma l, c.p.c., tranne il debitore (fallito), é ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma l, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria Fallimentare, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.f. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma l, lett. f cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA É IRREVOCABILE, SALVO CHE: l. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON É EFFICACE: l) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se é inferiore al prezzo determinato a nonna dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del Fallimento "R.F. 2/2008", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice delegato e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte: le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Tenne, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta é presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma é di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; é possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme é reperibile presso la Cancelleria; EVIDENZIATO, QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 120.000,00 - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 5.000,00; - ognuno, ai sensi dell 'art. 579, comma l, c.p.c., tranne il debitore (fallito), é ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c. ) - ogni concorrente, per essere ammesso all'in-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

canto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa é riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento: - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alla curatela del fallimento "R.F. 2/2008", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione é necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario: nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all' art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.- Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo é trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - é possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme é reperibile presso la Cancelleria; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, - per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 10 gennaio 2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una,

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

9

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Martedì 16 Novembre 2010 ai sensi dell'art. 573 C.p.C., l'udienza del giorno 11 gennaio 2011, ore 12.00 e segg.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 07 febbraio 2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 08 febbraio 2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI', CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, cosi come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita é a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non é soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal fallito - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni: - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla Curatela del Fallimento "R.F. 2/2008" (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.d.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.AVVERTE fin d'ora gli interessati che, ove all'udienza fissata per la celebrazione dell'incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente l'art. 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, provvedendo in quello stesso contesto sull'eventuale fissazione di una nuova vendita. Lamezia Terme, 03/11/2010 Il CANCELLIERE C1 (DOTT.SSA LEONILDE BONADDIO) °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 80/2008, con ordinanza emessa all'udienza del 13.10.2010, ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 12.01.2011, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l'udienza del 26.01.2011; Lotto Unico: "appartamento sito in Soveria Mannelli, viale Rubettino n.3, piano primo, composto da un ingresso-corridoio, salone, cucina, stanza da letto, camera da letto matrimoniale, bagno, oltre balcone, per una superficie commerciale di mq. 101,00. L'immobile, caratterizzato da alcune difformità edilizie, sanabili al costo di Euro 516,00, é riportato nel NCEU di detto comune al foglio 13, p.lla 167, sub 39 cat. A/3, classe 3, vani 5,5"

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Prezzo base Euro 33.750,00. SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 33.750,00 per il lotto unico; - ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, é ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; - L'OFFERTA É IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - L'OFFERTA NON É EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se é inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta é presentata con le modalità

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma é di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - é possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme é reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL'EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI: - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 33.750,00 per il lotto unico; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, é ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa é riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione é necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al dop-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

pio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo é trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - é possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme é reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - é fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 dell'11.01.2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - é fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 12.01.2011, ore 12.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - é fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 25.01.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - é fissata, per il giorno 26.01.2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, cos- come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita é a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non é soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 10 novembre 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi

Info 0961 996802


10

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

CRONACHE

"Storico" sequestro di cocaina nel porto di Gioia GIOIA TAURO - Dieci quintali di cocaina purissima sono stati sequestrati dai carabinieri del nucleo investigativo di Roma in un container all’interno del porto calabrese di Gioia Tauro. Il maxisequestro era proveniente dal Brasile. La droga era nascosta all’interno di alcuni carrelli trasportatori per uso agricolo. Secondo gli investigatori dell’Arma, l’ingente sequestro di cocaina è uno dei più importanti negli ultimi 15 anni in Italia ed il valore stimato si stima attorno ai 250 milioni di euro. La droga era destinata probabilmente al mercato europeo ed a quello italiano. Uno scanner di ultima generazione. Che, analizzando i carrelli trasportatori per uso agricolo stipati in un container, ha rilevato delle anomalie tra il metallo dei tubi e le sostanze contenute all’interno e convinto i carabinieri della necessità di procedere a ulteriori controlli. C’è anche la tecnologia più sofisticata dietro il più ingente sequestro di cocaina eseguito in Italia negli ultimi quindici anni: 10 quintali di cocaina purissima trovati dagli uomini del Nucleo investigativo di Roma a bordo di una nave mercantile italiana approdata a Gioia Tauro proveniente da Santos, in Brasile. «A metterci sul chi vive - ha spiegato in una conferenza stampa Lorenzo Sabatino, il comandante del Nucleo - è stata la documentazione di viaggio del container, risultata falsa e incompleta. E quando lo scanner ha confermato i

nostri sospetti, abbiamo aperto i tubi: ci sono voluti la fiamma ossidrica e un’intera giornata di lavoro, ma alla fine abbiamo estratto mille panetti da un chilo». Nell’area doganale del porto calabrese i militari erano presenti da alcuni giorni, impegnati in una serie di controlli «originati - ha sottolineato il procuratore aggiunto della Dda della capitale, Giancarlo Capaldo - da una segnalazione arrivata dall’Inghilterra, dal Soca (Serious organised crime agency), lo stesso organismo con il quale la nostra procura ha collaborato ai tempi dell’inchiesta Fastweb - Telecom sul riciclaggio internazionale. I colleghi ci avevano parlato genericamente del possibile arrivo di un grosso quantitativo di stupefacenti, e questo ha fatto scattare imme-

diatamente le indagini ma le dimensioni del carico sono state anche per noi una sorpresa: è la prima volta che tanta cocaina, destinata al mercato europeo oltre che a quello italiano, viaggia tutta insieme a bordo di un cargo diretto in Italia anzichè, ad esempio, in Olanda». Per il procuratore, «e presto per far ipotesi su eventuali collegamenti con la ’ndrangheta, anche se la movimentazione di un carico simile comporta la necessità diavere degli appoggi locali: resta da capire se tali eventuali appoggi debbano essere ricercati all’interno di una rete criminale organizzata». Si tratta di un sequestro "storico", ha ricordato il comandante provinciale dei carabinieri di Roma, colonnello Mezzavilla, «uno dei maggiori in Europa»: secondo gli investigatori, la cocaina è quasi sicuramente di produzione colombiana.

Partenariato telematico, Morabito incontra gli studenti italiani e turchi REGGIO CALABRIA - E’ iniziato dalla Calabria il tour degli studenti e docenti di otto scuole italiane ed otto scuole turche impegnati in un progetto di partenariato telematico tra le scuole dei due Paesi. Tra le scuole coinvolte il Liceo Artistico "Mattia Preti" di Reggio Calabria. L’intera delegazione è stata ricevuta quest’oggi dal Presidente Morabito nella Sala "Mons. Giovanni Ferro" della Provincia. L’incontro, al quale hanno partecipato l’assessore alla Pubblica istruzione Ercole Nucera e il consigliere provinciale Francesco Cananzi, è stato molto cordiale, e particolarmente gradito dagli studenti che hanno così avuto modo di ammirare gli stucchi, i bassorilievi e gli affreschi che adornano il palazzo storico della provincia. «Vi ringrazio per la vostra graditissima visita - ha dichiarato il Presidente Morabito rivolgendosi ai giovani ospiti. L’impegno di tutti - ha aggiunto - è quello di lavorare per l’integrazione tra culture diverse. L’obiettivo del vostro pro-

getto è proprio quello di favorire la nascita di un rapporto più intenso, di amicizia tra noi e la vostra cultura ha aggiunto rivolto agli studenti turchi -. Spero che questa vostra visita vi restituisca l’immagine vera di una realtà che spesso è rappresentata in maniera distorta. Il nostro è un popolo ospitale - ha ribadito il Presidente Morabito - secondo valori di tradizione e culturali che affondano le proprie radici nella antica Grecia. E l’ospite per i greci era sacro». Il Presidente Morabito ha concluso il suo intervento rivolgendosi alla rappresentanza turca, manifestando l’augurio che anche la Turchia possa

presto far parte a pieno titolo dell’Unione europea. Il gruppo di studenti e docenti delle sedici scuole partecipanti al progetto era accompagnato dalla dr.ssa Paola Gigante, responsabile dell’Ufficio per gli Affari internazionali del Miur che ha illustrato al Presidente Morabito i contenuti del Progetto biennale di cooperazione sottoscritto tra il Ministero dell’Istruzione italiano ed il Ministero dell’educazione turco, per dar vita a "partenariati telematici" in cui le scuole dei due paesi lavoreranno congiuntamente su temi di comune interesse.

Il maestro Muti esalta Reggio, Raffa: testimone di metamorfosi positiva REGGIO CALABRIA - «La Città di Reggio Calabria non è quella degli stereotipi che i mass media prediligono veicolare sui circuiti nazionali di comunicazione, ma è capace di esprimere aspetti di grande valenza socio culturale, sfaccettature che caratterizzano l’intera regione. La conferma di tutto ciò è stata rappresentata dalle parole del maestro Riccardo Muti». Così il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, sull’intervista che il grande direttore d’orchestra ha rilasciato durante la trasmissione di RaiTre "Che tempo che fa" condotta da Fabio Fazio. «Nel corso del programma - aggiunge il Primo Cittadino - il Maestro ha, infatti, parlato di Reggio e della sua provincia esaltando alcune esperienze vissute dai suoi ragazzi, come l’Orchestra Giovanile di Fiati di Delianuova che lo stesso Muti aveva potuto dirigere in un’edizione del Ravenna Festival e le cui capacità artistiche sono state, sin dagli esordi, evidenziate da un’emittente televisiva locale. Proprio in questo complesso di artisti egli ha ravvisato uno degli aspetti positivi che caratterizzano la nostra terra. La musica, - prosegue Raffa - secondo quanto Riccardo Muti ha fatto intendere, va al di là delle vicende politiche e delle notizie di cronaca che, in particolare, si registrano sul territorio calabrese annebbiando l’immagine migliore che, invece, certe situazioni riescono quotidianamente a narrare. Il Maestro ha potuto essere testimone di questa metamorfosi positiva della città e della provincia in più di un’occasione, cioè quando si è esibito al teatro Francesco Cilea e quando si è avvicinato ai giovanissimi componenti dell’Orchestra, che rappresenta un momento di reale aggregazione in grado di coinvolgere ragazzi di diversa estrazione sociale, culturale ed economica. Non possiamo che ringraziare Riccardo Muti - concludE - per aver assunto questo ruolo di testimonial nei confronti del territorio reggino, consapevoli che la sua autorevole voce in campo culturale possa divenire l’eco delle eccellenze che nascono e si esprimono con successo, pur a fronte di difficoltà, nella nostra terra».

Scaglia una bottiglia contro la polizia, in manette un marocchino REGGIO CALABRIA - Un cittadino marocchino, Asbiah Fouad, 28 anni, senza fissa dimora, è stato arrestato a Reggio Calabria dalla POlizia. I poliziotti della "Squadra Volante" dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti in via Aschenez nei pressi di un bar dove il titolare e numerosi cittadini avevano segnalato la presenza di due extracomunitari intenti a litigare violentemente. Gli Agenti intervenuti hanno constatato la presenza di un cittadino marocchino ferito, parte in causa della lite, curato dal personale del 118, allertato dai poliziotti. Gli Agenti sonoo stati fatti oggetto del lancio di una bottiglia di birra che ha colpito un operatore della "Volante", costretto a ricorrere alle cure mediche. Immediatamente individuato, l’autore del lancio ha tentato di dileguarsi nelle vie limitrofe ma è stato inseguito dagli operatori di Polizia e bloccato. Condotto in Questura, Asbiah Fouad, già arrestato nel 2007 inottemperante ad un Ordine del Questore di Reggio Calabria a lasciare il territorio nazionale,individiato come ll’altro cittadino extracomunitario protagonista della lite, è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Ieri il giudizio direttissimo per la convalida dell’arresto. Sia l’arrestato che l’altro cittadino marocchino rimasto ferito, già gravato daaltri precedenti penali, sono stati denunciati perchè clandestini nel territorio nazionale.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 11

CRONACHE

Agguato, perquisito lo studio dell’avvocato di Carmela Mirarchi PALMI - Lo studio dell’avvocato Francesco Nizzari, di 42 anni, rimasto ferito sabato sera in un agguato a Palmi nel quale è stato ucciso per errore un operaio incensurato, Martino Luverà, di 33 anni, è stato perquisito dai carabinieri. Gli investigatori, infatti, ritengono che il Il movente movente del omipotrebbe essere tentato cidio possa legato all’attività essere legatoall’attività professionale di professionale di Nizzari Nizzari che, insieme ad alcuni collaboratori, si occupa prevalentemente di civile, ma anche di penale. Nel suo studio gli investigatori

sono andati alla ricerca di carte per verificare se vi possa essere una traccia che indirizzi le indagini verso una pista ben definita. Il punto sulle indagini, intanto, è stato fatto ieri nel corso di una riunione convocata dal procuratore della Repubblica di Palmi, Giuseppe Creazzo, a cui hanno partecipato gli investigatori dei carabinieri e della polizia. Dall’incontro, secondo quanto si è appreso, è emersa la necessità di non tralasciare alcuna ipotesi, anche se quella dell’agguato legato all’attività del legale sembra la privilegiata. Le condizioni di Nizzari, intanto, restano gravi, ma stazionarie. L’uomo, nella serata di ieri, è stato trasferito dall’ospedale di Polistena a quello di Reggio Calabria dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Al momento si trova in stato di coma farmacologico indotto. Ciò ha im-

pedito agli investigatori di poterlo sentire per avere la sua versione. L’agguato è stato compiuto nel momento in cui Nizzari è uscito dallo studio, in una zona residenziale di Palmi, in compagnia di un amico poliziotto. L’assassino ha sparato quattro colpi di fucile caricato a pallettoni ferendo il legale alle gambe ed all’addome. Uno dei pallettoni, però, ha raggiunto al cuore Luverà, che lavorava come operaio precario per il Comune di Isolabona (Imperia), che si trovava a trenta metri di distanza. L’uomo, originario di Taurianova, è morto sul colpo. Era in Calabria per trascorrere un breve periodo di ferie e sabato sera si stava recando a trovare una zia. L’autopsia dovrebbe essere fatta questa mattina a Reggio Calabria. I funerali si terranno, venerdì prossimo, alle 15, nella chiesa di Santa Maria Maddalena, di Isolabona (Imperia).

Lista Scopelliti: vicini a Nizzari, responsabile della segreteria del partito nella sede di Palmi REGGIO CALABRIA - «In merito al grave attentato verificatosinella serata di ieri 13 novembre 2010 a Palmi, si esprimono il più sentito cordoglio alla famiglia del povero MartinoLuveràedintensavicinanza all’avv. Francesco Nizzari ed ai suoi cari. In questo triste e concitato momento, l’operato delle forze dell’ordine che stanno indagando sul caso merita appoggio incondizionato, nella ricerca della verità. In questa prospettiva è opportuno precisare che l’unico responsabile politico della sezione palmese della Lista, autorizzato dal governatore On. Giuseppe Scopelliti , è l’avv. Giuseppe Saletta, così come il dott. Antonio Papalia è responsabile

dell’area giovanile». Lo si legge in una nota della lista "Scopleliti Presidente". «All’avv. Francesco Nizzari, invece, - è scritto - spetta - al pari di molti altri sostenitori - un compito organizzativo meramente interno che è quello di responsabile della segreteria della sede di Palmi. Incarico, questo, assegnato dall’avv. Giuseppe Saletta in virtù della grande esperienza professionale ed umana di Francesco Nizzari, del quale piace rimarcare anche il ruolo di vicepresidente della sezione palmese dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati. L’irrinunciabile individuazione dei criminali di un gesto così tracotante e gratuito passa attraverso la se-

renità e la collaborazione che devono accompagnare le indagini, che non devono quindi essere neppure sfiorate dalla tentazione di strumentalizzare una vicenda aberrante ed offensiva per l’intera comunità palmese. Il movimento, conclude la nota - nelle sue articolate componenti, è dunque pronto ad offrire qualsiasi contributo di verità alla professionalità manifestata a più riprese dalla Procura della Repubblica di Palmi ed all’intensità d’azione delle forze di polizia che stanno profondendo qualificato impegno volto al raggiungimento della pronta definizione del caso».

Libera: la morte di Martino è una ferita profonda che chiede verità PALMI - «Ancora una vittima "innocente" colpevole solo di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Libera, insieme alle centinaia di familiari vittime innocenti delle mafie che della memoria hanno fatto una delle ragioni del nostro impegno quotidiano, si stringe in un forte abbraccio ai familiari di Martino Luverà». E’ quanto si legge in una nota di "Libera", associazione contro tutte le mafie, in merito all’agguato di sabato sera a Palmi, nel Reggino, in cui è stato ucciso un operaio ed è stato ferito un avvocato del luogo. «La morte di Martino - prosegue la nota stampa - è una ferita profonda che chiede verità e giustizia e deve essere uno stimolo perchè la gente comune si scuota e si impegni. La Calabria è una terra meravigliosa, ed i cittadini calabresi anch’essi meravigliosi, devono trovare sempre di piu’ il coraggio di ribellarsi e non soggiacere alle tante e diverse forme di potere».

Morto il giovane ferito gravemente in un incidente stradale domenica sera REGGIO CALABRIA - Un giovane di 17 anni, S.A., è morto nella notte tra domenica e lunedì Reggio Calabria in seguito alle gravi ferite riportate in un incidente stradale avvenuto domenica sera sulle "bretelle" della città dello Stretto. Il ragazzo viaggiava a bordo di uno scooter. Soccorso e ricoverato agli Ospedali Riuniti in gravissime condizioni, è deceduto dopo poche ore.

Annalisa Sacchi

Detenzione di uccelli oggetto di tutela denunciati un 54enne e un 46enne REGGIO CALABRIA - Tre persone sono state denunciate dalla Polizia di Reggio Calabria. Si tratta di A.B.,29 anni, cittadino marocchino privo di permesso di soggiorno e documenti di identità e di V.P., 54 anni, e V.G. , 46 anni, responsabili, in concorso, di esercizio di uccellagione con uccelli vivi legati per le ali e detenzione di uccelli oggetto di tutela.

La chiusura della metropolitana Melito/Rosarno sarà discussa in Parlamento REGGIO CALABRIA - Giovedi sarà discussa in parlamento, l’interrogazione presentata dall’Idv con l’On. Messina sul taglio dei treni in Calabria per sapere «Quali iniziative intende intraprendere nei confronti di Trenitalia per evitare la soppressione delle corse previste a partire dal 12 dicembre prossimo e la chiusura del servizio di metropolitana leggera Melito/Rosarno, anche questa prevista per fine anno, nonchè per ripristinare le corse tagliate in precedenza. Chiederemo - dice il consigliere regionale Idv Giuseppe Giordano - al Governo Regione altresì un impegno concreto perchè ci sembra opportuna la richiesta di convocare un tavolo nazionale che coinvolga Trenitalia, i sindacati e la regione Calabria al fine di concertare una nuova politica per il trasporto ferroviario in Calabria che permetta il rilancio dei servizi a favore della collettività e dell’economia regionale. La linea intrapresa da Trenitalia è indicativa - sottilea - di una strategia tesa ad un completo abbandono delle aree meridionali con il rischio di una situazione di completo isolamento che diventa reale con conseguenze devastanti sul tessuto economico e sociale della Calabria. Alla luce di scelte aziendali - conclude il consigliere regionale - il territorio calabrese, subisce non solo gravi disservizi in termini di mobilità per la popolazione, ma aggrava la precaria condizioneeconomicaperunariduzionedrasticadeicommerciedelturismo».

Romina Gangis


12

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

CRONACHE

Uccisa una donna a Montalto È accusato il convivente di Gioia Testa COSENZA - Una donna di 37 anni è stata uccisa nella sua abitazione di Settimo di Montalto Uffugo, alla periferia nord di Cosenza. Il corpo è stato scoperto dai familiari che hanno allertato i carabinieri. La donna si chiamava Tiziana Falbo. Il corpo senza vita è stato scoperto nella sua abitazione, in via Fratelli Bandiera. Sul posto Polizia e Carabinieri, hanno proceduto ai rilievi del caso. Sul cadavere è stata eseguita una prima perizia medico - legale. Gli inquirenti hanno ascoltato anche il convivente della vittima. A far scoprire il corpo è stato il convivente. L’uomo, fermato casualmente per un controllo a Bologna in evidente stato confusionale, ha detto ai militari di andare a vedere nella sua abitazione in Calabria perché c’era il cadavere della convivente. Da qui l’ipotesi degli investigatori che si tratti di un omicidio. Non sono state ancora accertate le cause della morte anche se sul corpo della donna sono visibili segni sul collo che potrebbero fare pensare ad uno strangolamento. «Ho ucciso la mia convivente. Il corpo è nel nostro appartamento in Calabria». Così il convivente di Tiziana Falbo, avrebbe ammesso con i carabinieri di Bologna le sue responsabilità in merito all’omicidio della donna il cui cadavere è

stato trovato in tarda mattinata in un appartamento a Settimo di Montalto Uffugo. Il racconto dell’uomo, però, è ancora al vaglio degli investigatori. L’uomo, infatti, ha detto di avere usato un cacciavite per uccidere la donna, ma sul corpo non ci sono segni di violenza. Le uniche tracce sono quelle sul collo che fanno pensare ad uno strangolamento. E’ per questo che gli investigatori stanno valutando attentamente tutte le possibilità. Il convivente si chiama Nicola Sorgato, originario di Bologna, l’uomo viene accusato di aver ucciso Tiziana Falbo, 37anni, di Montalto Uffugo. L’uomo aveva una relazione con la donna e i due convivevano. La donna lavorava in un call center del cosentino. Sorgato pare fosse stato già sposato e al momento sarebbe senza una occupazione fissa.Omicidiovolontario,questa l’accusa che viene contestata a

Nicola Sorgato. Nei confronti dell’uomo, che si trova trattenuto in una caserma dei carabinieri di Bologna, sarà emesso un provvedimento di fermo in quanto gli investigatori ritengono di avere tutti gli elementi per poter procedere. Resta da chiarire la causa della morte. Anche l’esame esterno del cadavere effettuato dal medico legale, fa ritenere che Tiziana Falbo sia stata strangolata. La certezza verrà dall’autopsia che potrebbe essere effettuata oggi. Sorgato, comunque, è stato fatto notare in ambienti investigativi, è in evidente stato confusionale e quindi dovrà essere risentito quando le sue condizioni miglioreranno. Dai primi accertamenti, l’omicidio sarebbe stato commesso nel pomeriggio di domenica. Quindi l’uomo, secondo la ricostruzione degli investigatori, ha preso la sua auto e si è diretto al nord, venendo fermato a Bologna per un controllo stradale. Ai carabinieri ha subito detto di avere ucciso la convivente. La segnalazione è stata girata ai militari di Montalto Uffugo che sono giunti nell’appartamento insieme ai familiari della donna avvertiti dal datore di lavoro preoccupato perché ieri non aveva visto Tiziana. Da quanto emerso dalle prime indagini, negli ultimi tempi, nella coppia c’erano stati dei dissapori.

Teschio, un giovane ha confessato la bravata CASSANO ALLO IONIO - Ha confessato il giovane che nella notte tra sabato e domenica aveva abbandonato un teschio dinanzi al portone dell’Episcopio di Cassano all’Jonio. Una nota stampa dell’ufficio comunicazioni sociali della Diocesi cosentina, rende noto che s’è trattato di un "precabile episodio frutto della inqualificabile bravata di un giovane che, ieri , nel Sacramento della Confessione, ha ammesso tra le lacrime d’essere stato l’autore del gesto, del quale si è mostrato dispiaciuto

Il teschio era stato trovato davanti la cattedrale

e pentito, chiedendo ed ottenendo cristiano perdono ed autorizzando espressamente il sacerdote confessore a rivelare la natura dell’accaduto. Null’altro - prosegue il comunicato della Curia - nel rispetto del vincolo del segreto confessionale, può essere aggiunto e divulgato. Del fatto è stata data tempestivamente notizia, nei limiti consentiti dall’osservanza del detto segreto, alla Tenenza dei Carabinieri. «La Diocesi ed il Vescovo di Cassano all’Jonio, monsignor Vincenzo Bertolone, ringraziandoilSignore per aver ispirato e guidato il pentimento del giovane autore del gesto - conclude la nota - esprimono riconoscenza e gratitudine a quanti, in

relazione all’accaduto, hanno in queste ore manifestato i loro sentimenti di solidarietà e gratitudine alla Chiesa cassanese». «Il ritrovamento di un teschio davanti alla cattedrale di Cassano è un gesto che non offendo solo la comunità guidata dal sindaco Gianluca Gallo, ma offende tutti noi in quanto uomini» ha detto Filippo Capellupo, segretatio regionale della Ciu, Confederazione delle professioni intellettuali. «Chiediamo solo che la comunità di Cassano non sia lasciata sola nel tentativo di derubricare questo fatto come un semplice atto delinquenziale. Così non è Chiunque si sia reso protagonista di un gesto tanto macabro per qualunque perversa ragione lo abbia fatto non può continuare a circolare indisturbato tra la brava gente, deve essere rintracciato, isolato e punito. Alla comunità di Cassano al suo sindaco e al vescovo va al nostra solidarietà eil convinto invito a proseguire sulla strada intrapresa».

Oliverio alla 55esima "Settimana della Calabria in Argentina" COSENZA - Il Presidente della Provincia di Cosenza, On. Mario Oliverio, accompagnato dai Consiglieri provinciali Mario Caligiuri e Giorgio Maritato, è da domenica scorsa in Argentina per partecipare alle celebrazioni della 55esima "Settimana della Calabria in Argentina" che si svolge ogni anno a Buenos Aires dal 14 al 21 novembre. La manifestazione, che ormai è diventata un punto di riferimento e di incontro per tutti i calabresi che vivono e lavorano in Argentina, è promossa dall’ "Associazione calabrese di Mutuo soccorso e culturale", presieduta da Antonio Ferraiuolo. Un vero e proprio bagno di folla, con alla testa lo stesso presidente Ferraiolo, ha accolto la delegazione della Provincia di Cosenza guidata dal Presidente Oliverio al suo arrivo a Buenos Aires. E’ stato un incontro carico di commozione e gioia, anche perché la visita del Presidente della Provincia di Cosenza, molto attesa e più volte programmata, per impedimenti sopraggiunti sempre all’ultimo momento, non si era mai potuta concretizzare nei mesi e negli anni passati. La 55esima Settimana della Calabria in Argentina" avrà il suo momento "clou" nella giornata di domenica prossima, 21 novembre, al Teatro Coliseo di Buenos Aires, alla quale parteciperanno anche autorità del Governo italiano ed esponenti della società e della cultura italo-argentina e durante la quale il Presidente della Provincia di Cosenza consegnerà ai rappresentanti di tutte le associazioni calabresi che operano in Argentina attestati, medaglie-ricordo della Provincia di Cosenza ed alcune pubblicazioni che descrivono fotograficamente i luoghi e le bellezze della nostra provincia. Nel corso della settimana saranno avviati una serie di incontri e di scambi interculturali, economici e sociali.

Consegnato al Comune di Morano un defibrillatore semiautomatico MORANO CALABRO - Finalmente, dopo lunga attesa, anche Morano ha il suo defibrillatore. Il presidio di primo intervento è stato consegnato nei giorni scorsi dal consigliere provinciale Giuseppe Giudice al sindaco dell’antico borgo del Pollino, Francesco Di Leone, all’assessore alla Sanità, Maurizio Iazzolino e ai responsabili delle procedure di emergenza, infermieri istruttori Girolamo Angelini e Carlo Sartore. L’iniziativa, giunta nella fase di attuazione, rientra tra le coordinate di un progetto promosso della Provincia di Cosenza, denominato "Sicurezza e pronto intervento per la salute dei cittadini", e si tradurrà in benefici per il territorio a stretto giro di posta. L’apparecchiatura, semiautomatica, è in grado di salvare la vita alle persone colpite da arresto cardiaco e che, in caso di mancato e tempestivo soccorso, sono destinate a decesso certo. Impressionanti i dati sulla casistica in merito: 60.000 persone l’anno muoiono in Italia (1 ogni 9 minuti). Se poi si pensa che i danni cerebrali per assenza di ossigeno sono gravi già dopo il sesto minuto di interruzione dell’attività cardiaca e diventano irreversibili dopo il decimo, si comprende quanto indispensabile sia agire immediatamente e senza indecisioni con gli ausili medici che la tecnologia moderna mette a disposizione della società. Questione di diritti fondamentali, dunque! E non solo... Un dovere di civiltà dal quale non si può e non si deve derogare. Il defibrillatore sarà dato in dotazione alla Polizia Municipale nelle ore diurne e alla postazione di Assistenza medica continuativa (Guardia medica) nelle ore notturne. Ciò consentirà di coprire integralmente le 24 ore. Gli addetti saranno individuati tra i dipendenti comunali medici di base, infermieri residenti in loco, docenti e personale Ata dell’Istituto comprensivo moranese, associazioni, Protezione civile. Naturalmente prima di transitare allo stadio operativo si terrà un incontro con i soggetti da coinvolgere allo scopo di sensibilizzare e informare dettagliatamente circa il progetto.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 13

CRONACHE

Ricicl’art, Caputo: rifiuti, Centrale del Mercure Mozione consiliare netto no agli estremismi di Talarico (Idv) di Gianna Borromeo ROSSANO - «I rifiuti sono una risorsa e dal governo responsabile ed intelligente degli stessi passa, inesorabilmente, lo sviluppo sostenibile dei territori, del Meridione e dell’Italia. Eventi ormai consolidati ed unanimemente apprezzati come icicl’art rappresentano un momento indispensabile, di riflessione e di allerta, una parentesi creativa e di educazione civica della quale non solo Rossano ma la Sibaritide e la Calabria possono andare orgogliosi. Da questa iniziativa viene lanciato un messaggio inequivocabile: rispetto all’emergenza rifiuti, che è nazionale e anche calabrese, diventa indispensabile studiare e condividere percorsi e scelte, ma mettendo da parte tabù, pregiudiziali ed estremismi di qualsiasi natura». La riflessione del Presidente della Prima Commissione regionale Affari istituzionali, On. Giuseppe Caputo, in visita ufficiale a Ricicl’art insieme all’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano, sintetizza l’importanza, in termini di sensibilizzazione culturale, raggiunta dalla 5° Mostra del riuso creativo dei rifiuti, la più importante del Mezzogiorno, conclusasi il 14 novembre con la visita ufficiale dell’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri. La presenza massiccia delle scuole del territorio e dell’intera provincia alla tre giorni ospitata presso il Palazzetto provinciale dello Sport a Rossano, è stato ancora una volta il valore aggiunto dell’impresa pedagogica di Ricicl’art che guarda ormai alla sesta edizione, a valenza regionale, del 2011. È, questa, infatti l’importante novità incassata dallo staff di Ricicl’art guidatodalPresidenteWalterPuli-

gnano. La Regione Calabria ha tutta l’intenzione di fare di Ricicl’art un evento calabrese a tutti gli effetti e che coinvolga tutte le scuole della regione. Parola di Mario Caligiuri, il creativo professore delegato alla cultura dal Presidente Scopelliti e che è stato letteralmente catturato dalla qualità e dalla genialità della manifestazione ambientalista. Prima di recarsi al Palazzetto provinciale dello Sport Caligiuri ha fatto visita, nella Zona Industriale di Rossano, alla sede dell’Azienda Ecoross. Qui l’Assessore alla Cultura della Regione Calabria ha avuto modo di apprezzare con entusiasmo gli arredi e le esposizioni, fatti di rifiuti riusati e trasformati in opere d’arte e mobili d’ufficio,preferitidalmanagement delle Società Bieco e Ecoross. Alla chiusura dell’evento, con un pubblico numerosissimo, dalla matti-

na alla sera, hanno dato il loro contributo, insieme agli artisti, numerosi ospiti, associazioni ed amministratori. «Un successo - ha detto Lucia Passavanti, tra le protagoniste dello staff - costruito in squadra e meritato sul campo e con le opere degli artisti».

Rogliano, partita l’attività di dialisi COSENZA - «E’ iniziata ieri con il trattamento dei primi pazienti, l’attività di dialisi nel presidio ospedaliero di Rogliano che prevede nei prossimi giorni un progressivo aumento dei pazienti da trattare con evidente riduzione del disagio di tanti cittadini». Lo riferisce una nota dell’azienda ospedaliera di Cosenza. «Negli ultimi due mesi l’ospedale S.Barbara - è scritto nella nota - grazie all’impegno di tutti gli operatori sanitari, ha iniziato un percorso virtuoso finalizzato a dare risposte ai bisogni dei cittadini del Savuto dopo un lungo periodo di totale stasi produttiva. E stata avviata e funziona, infatti, a pieno regime l’attività di Day surgery aziendale multidisciplinare, cioé vengono effettuati interventi di Chirurgia senologica, di Chirurgia plastica, di Urologia, Ostetricia e Ginecologia. Ha ripreso a lavorare intensamente, con la riconferma del Direttore f.f. Arturo Roncone, l’unità operativa di Chirurgia generale; l’unità operativa di Medicina continua a svolgere un ruolo sempre efficace offrendo prestazioni di elevata qualità; le prestazioni di Laboratorio Analisi e di Radiologia hanno registrato un notevole incremento, a seguito del trasferimento di molta attività ambulatoriale esterna dall’Annunziata con riduzione delle liste d’attesa anche grazie all’inserimento dell’attività nel Centro Unico Prenotazione dell’Azienda Ospedaliera.

Il 3 dicembre il Consiglio comunale dei bambini COSENZA - Amministratori per un giorno. Sono i bambini delle quarte e quinte classi delle scuole elementari di Cosenza che, opportunamente guidati dal Sindaco Salvatore Perugini, occuperanno gli scranni del consiglio comunale e della giunta della città dei Bruzi il 3 dicembre prossimo, data della iniziativa "Amicò", promossa al Teatro Rendano" dall’Amministrazione comunale e dall’Assessore alle politiche dell’educazione Franco Napoli. "Amicò" prende spunto dal titolo del libro omonimo, scritto da Claudio Cavaliere e pubblicato dall’editore calabrese "Caccole e caccole", con il quale, in forma di racconto, viene spiegato ai bambini delle elementari come funziona un Comune, quali sono le sue funzioni, i suoi organi, le sue origini, come si sviluppa il suo rapporto con i cittadini. Ieri mattina tutti i circoli didattici delle scuole elementari cittadine hanno eletto, tra gli allievi delle quarte e

quinte classi, i rappresentanti che parteciperanno alla inconsueta seduta di giunta e di consiglio comunale convocata per il 3 dicembre al Rendano, quando gli studenti si sostituiranno per un giorno al sindaco, agli assessori e consiglieri comunali di Palazzo dei Bruzi. «Amicò - ha dichiarato l’Assessore Napoli nel presentare l’iniziativa - sarà un interessante esperimento di educazione civica sul campo. Il nostro obiettivo è avvicinare l’istituzione Comune ai cittadini, cominciando da quelli più piccoli, nella consapevolezza che la percezione delle istituzioni che ci rappresentano debba cominciare sin dalla scuola dell’obbligo. Il Comune, come il bel volume del sociologo Claudio Cavaliere ci dice, deve essere percepito come un amico che sta dalla parte dei cittadini, ne recepisce le istanze e si impegna, nei limiti del possibile, a soddisfarle». Rosanna Busco

LAINO BORGO - Mimmo Talarico, Consigliere Regionale dell’Italia dei valori ha presentato, unitamente a Giuseppe Giordano e al capogruppo in Consiglio regionale Emilio De Masi, una mozione consiliare in ordine alla conversione a biomasse della centrale Enel sita nel Comune di Laino Borgo «per impegnare la Giunta regionale a rappresentare, sul piano politico ed istituzionale, l’inequivocabile e netta espressione di contrarietà alla riattivazione della centrale Enel della Valle del Mercure nel Comune di Laino Borgo, per la sua manifesta incompatibilità con il quadro ambientale e la vocazione economica dell’area in cui è ubicata, stante l’area di che trattasi ricompresa nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino e classificata in sede europea quale Important Bird Areas (Iba), in immediata adiacenza di aree ulteriormente protette dallo stesso diritto comunitario, ZpsZona di Protezione Speciale - Pollino/Orsomarso) e Sic (Sito di Interesse Comunitario)». «La mozione- dice Talarico - ha lo scopo di impegnare definitivamente il consiglio regionale ad assumere, di concerto con le amministrazioni locali interessate e con l’Ente Parco Nazionale del Pollino, le iniziative necessarie atte a bloccare, anche ai fini di una più attenta valutazione della problematica sotto il profilo tecnico - amministrativo e ambientale, gli effetti del Decreto n.13109, con cui la

Regione Calabria -Dipartimento n°5 /Attività Produttive - Settore Politiche Energetiche ha autorizzato la riattivazione della sezione 2 della predetta centrale. Ciò - continua Talarico - anche in considerazione del fatto che il Decreto è stato emanato in assenza di parere favorevole da parte del Parco Nazionale del Pollino, al quale, in base alla Legge quadro sui parchi, la 394/1992, è riconosciuta competenza specifica nel procedimento autorizzatorio e, non da ultimo, sulla base di atti precedentemente annullati dal Tar. Si deve assumere un chiaro orientamento politico sullo sviluppo della Regione, che rilanci La mozione il tema della sostenibiserve ad lità e impegnare dell’ecocompatibila Giunta lità dello stesso, ad esprimenesprimere do, anche per il futuro, contrarietà la netta contrarietà alla a progetti, centrale in campo energetico, che ne contraddicano palesemente lo spirito. Noi dell’Idv lo abbiamo già fatto».


14

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

CRONACHE Idv: il decreto salva Eni spazzerebbe via ogni tentativo per risanare il sito di Crotone CROTONE «L’Eni sarebbe pronta a siglare un "Protocollo transattivo" che dovrebbe mettere al riparo la stessa da ogni contestazione. Il Protocollo d’intesa dovrebbe essere siglato con il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che sancirebbe una sorta di sanatoria ambientale a favore della suddetta società, chiudendo definitivamente i contenziosi pendenti per i disastri ambientali da essa provocati nel corso degli anni. Tra questi un colpo di spugna che spazzerebbe in un sol colpo tutto quello che si sta tentando di fare per risanare il sito di interesse nazionale di Crotone-Cerchiara-Cassano» si legge in una nota dell’Idv. «Per queste ragioni - continua - il Capogruppo dell’ Italia dei Valori, Emilio De Masi, ha presentato, nella seduta dell’assise regionale di questa mattina, unitamente ai consiglieri Giuseppe Giordano e Mimmo Talarico, una mozione con la quale si impegna la Giunta regionale a rappresentare, sul piano politico istituzionale, la netta e chiara espressione di contrarietà alla stipula del protocollo d’intesa, atteso che lo stesso eluderebbe la bonifica ed il relativo risanamento ambientale delle aree interessate, determinando la violazione di numerosi diritti tra cui quello alla salute, alla vita, ad un ambiente sano, a un salubre standard di vita; ad assumere, di concerto con le Amministrazioni locali interessate, le iniziative necessarie tese a interrompere la procedure relative alla stipula del Protocollo d’intesa in argomento, anche ai fini di un integrale risanamento ambientale del territorio inquinato, provocato dall’attività dell’Eni nel corso degli anni, anche e soprattutto in considerazione del fatto che, qualora non venisse sollecitamente attuata la bonifica dei siti così come individuati, grave ed irreparabile potrebbe essere il danno per l’intera collettività, stante la precaria situazione esistente nella predetta area; ad assumere un chiaro orientamento politico della Giunta regionale in materia ambientale, teso a salvaguardare un valore assoluto, quello del diritto alla salute dei cittadini, che esige, in quanto tale, una concreta tutela che può essere garantita solo da un integrale risanamento ambientale del territorio inquinato dall’attività dell’Eni». «In virtù del suddetto Protocollo d’Intesa, - scrive De Masi nella mozione - l’Eni non pagherebbe più per i disastri ambientali causati nel tempo, se non indennizzando marginalmente i territori interessati. L’inquinamento del territorio provocato dall’Eni nel corso degli anni, ha determinato la violazione di numerosi diritti tra cui quello alla salute, alla vita, ad un ambiente sano, a un salubre standard di vita. Con comunicazione dell’8 giugno 2009 n.308934, la Commissione Petizioni del Parlamento Europeo, esaminate le questioni sollevate dal Comitato Vertenza Ambientale Provincia di Crotone, ha deciso di svolgere un’indagine sui vari aspetti della problematica". Nella premessa il Capogruppo di IdV ha ripercorso l’iter che ha portato al riconoscimento di Sin per i tre siti calabresi e come nello stesso Decreto per gli interventi previsti per Crotone è scritto: "La Bonifica di aree industriali dismesse, della fascia costiera contaminata da smaltimento abusivo di rifiuti industriali e del relativo specchio di mare, di discariche abusive"». Carmelo Morise

«Enoteca Regionale, tante le opportunità che offre» di Giuseppe Neo CROTONE - «Un risultato importante per il nostro territorio quello dell’istituzione dell’Enoteca Regionale, ma come spesso accade qui anche i pochi risultati positivi se pur discutibili abbiamo la capacità di renderli negativi». E’ quanto scrive in una nota Natale Carvello, Presidente Gal Kroton. «E’ una caratteristica che accomuna ormai la maggior parte dei cosìdetti Opinion Leader del territorio che cosi facendo inducono a una visione sempre più negativa volta alla sconfitta e alla rassegnazione e non alla speranza, ed è il caso di dirlo che spesso siamo noi i nemici di noi stessi - continua -. Nel dibattito attuale, da alcune menti illuminate vengono segnali volti a valorizzare quei pochi e piccoli risultati positivi che nella nostra realtà avvengono e non sono rari ma che non siamo capaci di valorizzarli a sufficienza. Nel merito dell’Enoteca Regionale l’assenza nel settore vitivinicolo di una visione unitaria lascia spazio a quanti per legittimo interesse interpretano e danno voce a una opinione di parte che spesso non tiene conto degli interessi reali ma insegue un legittimo interesse politico di opportunità,e non si entra nel merito delle questioni e si fa una lettura superficiale vanificando l’interesse reale. Il risultato dell’istituzione dell’Enoteca regionale nella provincia di Crotone non va vista come un legittimo riconoscimento regionale ma un’opportunità concreta nelle azioni da svolgere ad essa deputate e non alla soddisfazione di una patacca alla quale in maniera esclusivabisognavaambire.Ilpotenziale sta nella nostra capacità di rea-

lizzare una serie di azioni e una qualificazione del settore vitivinicolo regionale. Pertanto il ruolo dell’Enoteca regionale assume una valenza operativa nelle politiche di promozione e di valorizzazione di questa nostra straordinaria risorsa che dovrà vedere non una sommatoria di individualità in vetrina ma un soggetto unico che opera nell’interesse di tutti. Nei mesi scorsi il Gal Kroton in partenariato con diversi paesi europei e associazioni hanno ottenuto il riconoscimento dell’itinerario culturale denominato "Iter Vitis, Les Chemins de la Vigne" Un progetto ambizioso - aggiunge - che tende a valorizzare i territori che nell’arco della storia della vite hanno avuto un ruolo importante per la sua affermazione e diffusione creando una vera e propria cultura del vino,che ha avuto il suo apice nei poemi mitologici della cultura Magno Greca, e che quindi tende a realizzare un itinerario turistico - culturale tra i luoghi più significativi. In questo contesto più ampio tutte le azioni legate all’opportunità che ci da l’istituzione dell’ enoteca Regionale dovranno perseguire risultati concreti, relativamente alla possibilità di creare attrattive

che possono incentivare oltre che il miglioramento qualitativo delle produzioni elemento imprescindibile sul quale questo territorio annoveraimportantissimirisultati delle cantine che hanno e che ricevono costantemente attestati di qualità,dimostrando che con il vino ci sappiamo fare. Partire da questo punto per realizzare una serie di attività che possano consolidare ed estendere le opportunità del potenziale esistente del settore vitivinicolo per una spinta positiva affinchè questo settore diventi il biglietto da visita dell’intera Regione. E’ necessario - conclude - quindi avviare fin da subito un confronto per rendere concreta la nascita dell’Enoteca, a partire dalla sede sulla quale mi permetto di dare un’indicazione , la torre Aragonese di Melissa, che ha nel suo contesto e nella sua storia tutti gli elementi per essere una sede prestigiosa ed attrezzata,non escludendo eventuali altre proposte e non facendone un fatto campanilistico».

Natale Carvello Presidente Gal Kroton: il ruolo dell’Enoteca regionale assume una valenza operativa nelle politiche di promozione e di valorizzazione di questa nostra risorsa

Un uomo di 41 anni è stato schiacciato da un trattore MESORACA - Un uomo di 41 anni, Emanuele Onofrio, residente a Marcedusa, un piccolo comune del Catanzarese, è morto ieri pomeriggio a Mesoraca, in provincia di Crotone, mentre viaggiava su un trattore agricolo che stava percorrendo la strada provinciale 1. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri delle stazioni di Mesoraca e Botricello, intervenuti in contrada Ruca, l’uomo viaggiava come passeggero sul mezzo agricolo quando, per cause in corso di accertamento, è caduto ed è stato schiacciato dall’automezzo in marcia. Sul posto hanno operato i militari dell’Arma per i rilievi del caso e la ricostruzione esatta dell’accaduto.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 15

CRONACHE

Sviluppo rurale, si entra nella fase operativa di Rosa Voci VIBO VALENTIA - Un incontro tecnico-operativo per dare il via alle procedure d’appalto per la realizzazione delle opere finanziate con la prima annualità dei Piar (Progetti integrati aree rurali) promossi dalla Provincia di Vibo Valentia. Questo l’obiettivo dell’incontro convocato dall’assessore alle Attività produttive Paolo Barbieri e tenutosi ieri mattina nella sala consiliare. Alla riunione hanno preso parte rappresentanti degli Enti coinvolti (i Comuni di Acquaro, Arena, Cessaniti, Dasà, Dinami, Drapia, Filadelfia, Filandari, Filogaso, Francavilla Angitola, Joppolo, Limbadi, Maierato, Parghelia, Polia, Serra San Bruno, Sorianello, Soriano Calabro, Vibo Valentia, Zaccanopoli, Zungri, nonché la Comunità montana dell’Alto Mesima - Monte Poro e

Aiab Calabria), che sono stati informati sugli adempimenti propedeutici all’affidamento dei lavori. L’assessore Barbieri - coadiuvato dalla dirigente Edith Macrì e dal responsabile unico del procedimento Fortunato Griffo - ha esortato gli amministratori «a fare bene e presto, per massimizzare i risultati attesi e utilizzare al meglio le risorse a disposizione». Complessivamente, la prima annualità prevede un plafond di circa 5milioni e 200mila euro, così suddiviso: 3milioni e 230mila euro per la Misura 125 (Strade, acquedotti ed elettrificazione rurale), 707mila euro la Misura 227 (ingegneria naturalistica, sentieristica e viabilità minore forestale), 886mila euro per la Misura 321 (servizi essenziali per l’economia e le popolazione rurale) e 450mila euro per la Misura 216 (sostegno agli

investimenti non produttivi). Barbieri, inoltre, si è detto ottimista sulla possibilità che a breve venga comunicata dalla Regione anche l’approvazione della seconda annualità dei Piar promossi dalla Provincia, per un ulteriore, considerevole apporto di risorse a favore delle aree rurali.

L'assessore provinciale Barbieri

Furto, convalidato l’arresto delle 4 rom VIBO VALENTIA - Il gip del Tribunale di ViboValentia, Cristina De Luca, ha convalidato l’arresto delle quattro donne rom protagoniste del tentato furto ai danni di un’anziana di Porto Salvo, frazione marina del capoluogo. Nell’udienza svoltasi ieri mattina al palazzo di giustizia diVibo Valentia, la difesa ha chiesto il patteggiamento della pena, mentre secondo l’accusa era necessaria la custodia cautelare in carcere. Il giudice monocratico ha quindi deciso di applicare, nei confronti delle quattro donne, la misura dell’obbligo di dimora in un campo nomadi di Roma, luogo dal quale le rom provenivano. Il fatto risale a venerdì scorso, quando le quattro donne si erano

introdotte nell’abitazione dell’anziana chiedendo un’offerta, dicendodi essere state mandate dal parroco. Una volta entrate, mentre due di loro distraevano la pensionata, le altre si erano introdotte nella camera da letto in cerca di beni e denaro da rubare. Accortasi di ciò, l’anziana ha reagito mettendole in fuga. Sulle loro tracce si sono precipitati i carabinieri della Stazione di Vibo Marina, guidati dal maresciallo Riccardo Astorina, i quali hanno assicurato le nomadi alla giustizia.

Controlli dei carabinieri a Tropea, cinque persone sono state denunciate VIBO VALENTIA Cinque persone sono state denunciate dai carabinieri della Compagnia di Tropea diretta dal tenente Francesco Di Pinto nel corso di un servizio coordinato e finalizzato alla sicurezza stradale, scattatotrasabatoe domenica scorsa. I militari della stazione di Spilinga, un centro agricolo del vibonese, al comando del maresciallo Vincenzo Boerio, hanno sorpreso uno studente di 14 anni, del luogo, senza patente, alla guida di una trattrice agricola con rimorchio, mentre circolava lungo la strada provinciale che porta nel comprensorio del Poro. Il ragazzo è stato denunciato, mentre il mezzo è posto sotto sequestro amministrativo. A Tropea un operaio di 45 anni, L.P., già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per falso materiale commesso da privato. L’uomo era alla guida del proprio autocarro con il contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. Sempre a Tropea, i militari dell’Arma hanno sorpreso e deunciato una persona di 47 anni, T.G., i responsabile del reato di guida in stato di ebbrezza alcolica come è emerso dal test etilometrico risultato positivo. A Nicotera invece, C.D. 43 anni, disoccupato sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, è stato denunciato per violazione degli obblighi impostigli, essendo stato sorpreso con persone del luogo con precedenti penali. Infine, un giovane di 19 anni, N.F., di Rosarno, sottoposto amisura cautelare degli arresti domiciliari, si è reso responsabile del reato di evasione. Nadia Olivadi

Anna Bolle

Sversava liquami nell’alveo del torrente Golio, deferito un allevatore VIBO VALENTIA - Durante un servizio finalizzato al controllo del territorio, in località La foresta di Capistrano, gli Agenti del Comando Stazione Forestale di Vallelonga hanno scorto un soggetto con un trattore agricolo, con rimorchio provvisto di cisterna per trasporto liquami, che sversava il contenuto nell’alveo del torrente Golio, affluente del fiume Ancinale. Giunti sul posto, gli Agenti hanno potuto accertare che il responsabile, tale C.A. di anni 42, allevatore di Chiaravalle C.le, stava riversando nel corso d’acqua liquami che altro non erano che acque reflue domestiche e fognarie, catalogate dalla normativa come rifiuti speciali. Fortunatamente il pronto intervento dei Forestali evitava che il C.A. potesse svuotare completamente la cisterna. E’ apparsa immediatamente chiara la condotta illecita del responsabile che, noncurante dei danni provo-

cabili all’ecosistema, aveva trovato il modo più semplice e sbrigativo per disfarsi dei rifiuti liquidi. Tra l’altro, lo stesso C.A., oltre alla condotta illecita dello sversare nel torrente i liquami, non risultava essere in possesso delle autorizzazioni necessarie previste dalla normativa di settore per la gestione dei rifiuti, tanto meno risultava essere iscritto all’apposito albo. Dagli accertamenti espletati, gli agenti sono riusciti ad appurare, inoltre, che i liquami erano stati abusivamente prelevati da una abitazione civile ubicata nel Comune di Capistrano. Si è proceduto, quindi, a porre sotto sequestro penale il rimorchio con la cisterna, contenente ancora parte dei rifiuti, e a deferire all’Autorità Competente il C.A. il quale dovrà rispondere per violazione alla normativa disciplinante la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, nonché per violazione al vincolo paesaggistico-ambientale.


16

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

CRONACHE

Riqualificazone polifunzionale per un’area di Catanzaro Lido di Carmela Mirarchi CATANZARO - La commissione lavori pubblici, presieduta dal consigliere Antonio Gigliotti, presente anche il consigliere Giuseppe De Gaetano, ha esaminato il progetto diriqualificazonepolifunzionaledi un’area comunale in via Dandolo nel quartiere marinaro. La commissione ha, inoltre, individuato nei capitoli di bilancio le somC’è stata la me necessarie ed approvazione ha trasmesso la perizia all’esame della della giunta. Il redatto Commissione progetto da tecnici interni all’ente, si sviluplavori pa su un’area ripubblici cadente nel piano di zona n.7 ed è ubicata nel quartiere Lido in località "viale Crotone" ed è accessibile da via Dandolo. Il terreno interessato

dall’intervento ha una forma rettangolare con andamento pianeggiante posto allo stesso livello della strada comunale. E’ limitata a nord da via Crotone ad est da via Dandolo a sud dal piazzale di via Dandolo ed a ovest da una strada interna di accesso ai fabbricati residenziali presenti. Il terreno di proprietà comunale ha una superficie di 5000 mq. L’obiettivo è quello di creare un’are attrezzata polivalente che possa essere messa al

servizio dei cittadini residenti negli insediamenti edilizi vicini, ma anche alla fruizione di quelli dell’intero quartiere. Inoltre, il recupero, servirà a migliorare il decoro della zona e nello stesso tempo potenziare i servizi per il tempo libero dei cittadini del popoloso quartiere che ha una spiccata vocazione turistica. Una linea,questa, che vede fortemente impegnata l’amministrazione Olivo che si sta caratterizzando nel recupero di queste aree abbandonate presenti su tutto il territorio comunale trasformandole da ricettacoli di immondizie e di luoghi degradati in punti di ritrovo e di socializzazione. Il progetto, quindi, prevede la costruzione di un campo polivalente di gioco, una pista di pattinaggio, la sistemazione delle aiuole ornamentali, la costruzione di viali interni con relativi marciapiedi, l’alberatura e gli arredi. Inoltre, l’area sarà dotata dell’impianto idrico, fognario, elettrico e di una rete di raccolta delle acque bianche.

«Vogliamo chiarimenti sul nuovo ospedale» di C.Morise CATANZARO - «Francamente, ho avuto qualche preoccupazione quando più voci si sono intrecciate nella direzione della ricerca di un nuovo sito per la costruzione del nuovo ospedale. Il presidente della Regione, con le dichiarazione rese in questi giorno proprio davanti al vecchio nosocomio del Pugliese, ha sgomberato ogni dubbio» si legge in una dichiarazione diramata dal consigliere comunale Franco Cimino. «Dietro il quale sembrava nascondersi l’intenzione di non voler realizzare il nuovo ospedale continua -. Tale diffidenza era anche rafforzata dall’incertezza politica e dal linguaggio poco chiaro che hanno caratterizzato il primo contatto del neo - Governo regionale con la sanità e le sue vaste problematiche.Sembrava davvero che il Capoluogo potesse rimanere fuori dal programma per la nascita dei cinque ospedali. Nuovi di zecca, moderni ed efficienti. La parola di Scopelliti riporta, tra l’altro, la questione al punto in cui l’ha lasciata il suo predecessore. E la sua accettazione di Germaneto, quale area prescelta dall’Amministrazione comunale, consente di accelerare l’iter burocratico e, nel contempo, di favorire un prezioso raccordo con il Comune, senza il quale- e duole che in altre vicende ci si sia mossi diversamente- nessun intervento strategico sul territorio risulterebbe possi-

bile. La resistenza dell’Università a interagire con la Sanità ospedaliera non può rappresentare un alibi per nessuno. E’ errore grave quello compiuto dal nostro Ateneo. Esso deriva non solo dalla diffidenza verso ciò che non gli appartiene, ma anche da quella concezione autoreferenziale che ancora concepisce le Università comefortezzeinespugnabili,all’interno delle quali operano logiche, regole e strategie che sembrano muoversi sulla scia di quel potere molto spesso contestato alla politica. E’, questo, errore antico, non d’oggi. Come antica - aggiunge - è quella sorta di ostilità che ha interessato buona parte degli operatori ospedalieri, impedendo in questo trentennio, o quasi, quella integrazione tra Ricerca universitarie e Sanità pubblica, presupposto necessario alla nascita di un Polo sanitario e scientifico tra i più importanti del Meridione. Colpa prevalente della politica, certamente. E non perché se piove il governo è sempre ladro. Al contrario, perché qui da noi essa rappresenta l’ambito nel quale le cose nuove si realizzano. E le altre si pensano in rapida successione. Convochi, pertanto, il presidente della Regione un tavolo urgente del confronto fra Università e Ospedale, Ricerca e territorio, al centro del quale vi sia il Comune, motore e guida di questo nuovo processo culturale. Non pensi di fare tutto da solo: il nuovo Ospedale il Policlinico, non fanno

parte del Piano di risanamento della Sanità calabrese. Fanno parte della strategia più ampia di sviluppo e di crescita civile e culturale della Calabria. Ma, soprattutto, il presidente dica la parola che ancora manca nel quadro dell’attuale indeterminatezza: i soldi ci sono. E saranno impiegati secondo calendario certo. Tutti i soldi - conclude - così che la delibera degli ultimi giorni, con la quale la precedente Giunta regionale aveva imposto un piano di alienazione di beni preziosi venga annullata. Perché l’Ospedale lo vogliamo, ma non dobbiamo pagarcelo noi. E perché i beni pubblici non vogliamo più siano svenduti e regalati al cosiddetto libero mercato».

10 e lotto, 60 mila euro sono stati vinti a Girifalco GIRIFALCO - Il 10eLOTTO conferma la propria generosità. Tra i tanti italiani baciati dalla dea bendata nella giornata di sabato, cinque giocatori sono stati i più fortunati: a Genova, Calvi Risorta, Girifalco, Bastia Umbra e a Milano, con l’Estrazione ogni 5 minuti questi cinque giocatori che hanno centrato le vincite piuù alte di sabato, confrontando i numeri giocati con i 20 estratti nel corso delle apposite estrazioni ogni 5 minuti in ricevitoria. Il fortunato giocatore di Genova ha indovinato 9 numeri su 10 vincendo così più di 150 mila euro grazie a una giocata di 5 euro.60 mila euro arrivano a un giocatore di Girifalco e a uno di Bastia Umbra: entrambi hanno indovinato 9 numeri su 10 e hanno portato a casa il generoso premio a seguito di una giocata di 2 euro. La dea bendata premia anche Milano: un giocatore ha scelto di giocare 10 euro sui suoi 7 numeri fortunati e, avendoli centrati tutti e 7, ha vinto circa 40 mila euro.

Addestramento a Miglierina per il secondo reggimento Sirio MIGLIERINA- Il secondo reggimento dell’Aviazione dell’Esercito "Sirio", di stanza a Lamezia Terme, con i suoi elicotteri AB-212, è stato impegnato ieri ad effettuare un addestramento operativo nel territorio del comune di Miglierina. Lo rende noto l’amministrazione comunale. L’esercitazione, denominata "Miglio 2010", che vede uno schieramento di uomini, mezzi aerei e terrestri e materiali di prossimo impiego in teatro operativo libanese, si è svolto ieri pomeriggio in infrastrutture e terreni messi a disposizione sia dal Comune di Miglierina che da privati e si protrarrà sino al prossimo 23 novembre. Il Sindaco, Gregorio Guzzo, nell’esprimere la propria soddisfazione, ha dichiarato: «La presenza sul nostro territorio di questi baschi azzurri, protagonisti della missione di pace in territorio Mediorientale, sarà un’occasione per consolidare i rapporti di collaborazione tra l’Istituzione militare, l’Amministrazione comunale e la popolazione miglierinese che, sono certo, dimostrerà tutto il proprio affetto ai militari che saranno impegnati a portare la pace nei territori dilaniati dalla guerra». Nel corso della loro permanenza a Miglierina saranno organizzati dei momenti di socializzazione durante i quali i rappresentanti dell’Esercito incontreranno le istituzioni e gli alunni delle scuole. Una messa verrà celebrata in memoria dei soldati caduti recentemente nel corso della missione di pace in Afghanistan.

Gino Nuvoli

Rubano carta bancomat ad anziana Identificati gli autori del furto CATANZARO Avevanosottratto la carta bancomat ad una donna anziana, prelevando dallo sportello bancario un importo complessivo di tremila euro. Le immagini delle telecamere dell’istituto di credito hanno permesso di identificare gli autori che sono stati denunciati per furto aggravato in concorso. Si tratta di due giovani marocchini Residenti a Sellia Marina, cittadina del catanzarese, dove si è verificato il fatto. Le indagini, dopo la denuncia della malcapitata, sono state portate avanti dai carabinieri.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 17

CRONACHE

«Invalidi civili, gravi ritardi nelle visite di accertamento»

Aeroporto di Lamezia Sacal: sospesi i dipendenti indagati per furto

di Carmen Nunzi LAMEZIA TERME - «Molte persone che hanno presentato istanza per ottenere l’accertamento sanitario dello stato di invalidità civile ed il riconoscimento della legge 104 ravvisano forti ritardi per la chiamata a visita, in quanto la Commissione Sanitaria di Lamezia Terme non rispetta assolutamente i tempi previsti dall’art 3 comma 1, del D.P.R. n°698 indicati nel tempo massimo di tre mesi. Per la precisione nel mese di novembre2010sarannoconvocati a visita coloro i quali hanno fatto domanda ben un anno prima». E’ quanto si legge in una nota di Marco Grande, responsabile Provinciale Idv Dipartimento Lavoro e Welfare. «Da gennaio 2010, con il passaggio di competenze all’Inpscontinua - della gestione delle invalidità civili la situazione è un po’ migliorata, visto che per chi ha presentato la domanda all’Istituto il tempo di attesa è di circa nove mesi. Si è così creata una paradossale situazione, con il risultato che chi ha presentato richiesta nel periodo novembre -dicembre 2009 deve essere ancora sottoposto a vi-

di Maria Mirante

sita, al contrario di chi l’istanza l’ha presentata in gennaio del corrente anno. Ricordiamo che, purtroppo, molte domande sono presentate da anziani con gravissime patologie e che sempre più frequentemente non riescono ad arrivare al giorno della tanto agognata visita. Altro capitolo per i casi di malattia oncologica. In diverse occasioni non vengono rispettati i tempi di attesa imposti dalla legge 80/2006, che pertanto non viene applicata. Inoltre, è previsto che gli esiti dell’accertamento medico debbano avere efficacia immediata per il godimento dei benefici da esso derivanti. Nonostante la buona volontà e le ottime capacità personali della Segretaria della

Commissione e dell’impiegato addetto, la situazione è aggravata dalla cronica mancanza di personale amministrativo per il disbrigo dei vari adempimenti burocratici. Poiché - conclude - le domande rappresentano gravi situazioni di disagio fisico e anche economico, necessitano interventi urgenti al fine di rendere accettabili i tempi di attesa, per questo ci rivolgiamo al Presidente della Regione, al Commissario dell’Asp di Catanzaro Dott. Mancuso e al presidente della Commissione Invalidi Civili, nella speranza che i disabili non vengano penalizzati e che anche in questo caso, siano considerate le ultime persone di cui doversi occupare».

LAMEZIA TERME - La Sacal, società di gestione dell’aeroporto di Lamezia Terme, ha diffuso una nota in merito alla notizia apparsa nei giorni scorsi sui quotidiani locali, secondo la quale è stato notificato un avviso di garanzia per il reato di furto aggravato a quattro dipendenti della Sacal spa, addette al servizio di custodia degli oggetti smarriti o dimenticati sugli aeromobili. «Questa società - è scritto - rende noto che, già in data 22 aprile2010, ha depositato denuncia cautelativa alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme, al fine di procedere all’accertamento dei fatti segnalati dai viaggiatori punendo anorma di legge gli eventuali responsabili». I dipendenti coinvolti, si fa sapere,

«sono stati anche sospesi dal servizio a causa della revoca della tessera aeroportuale, operata dalla Polaria di Lamezia Terme, al momento dell’avvio delle indagini. Per quanto ci riguarda, questa società, - continua il comunicato - attende con fiducia l’operato della magistratura, consapevole della presunzione d’innocenza almeno sino a quando non interverrà «Già il 22 un pronunciamento giu- aprile diziario. Intanera stata to, - è scritto in conclusione depositata possiamo assicurare ai nostri una viaggiatori che denuncia» il servizio è stato prontamente reintegrato con altro personale in grado di assolvere ai compiti previsti».

Falso ideologico, crolla l’accusa nei confronti di un ufficiale giudiziario CATANZARO - E’ crollata l’accusa di falso ideologico contestata ad un ufficiale giudiziario di Catanzaro, Sofia Anania, 35 anni, coinvolta in una vasta indagine della Procura della Repubblica del capoluogo di regione volta a smascherare presunti illeciti commessi nella gestione delle notifiche di atti giudiziari. Il caso della Anania è il primo giunto nell’aula del giudice dell’udienza preliminare Emma Sonni che ha scagionato l’indagata, prosciogliendola ampiamente «perchè il fatto non costituisce reato», come richiesto dai legali della donna, gli avvocati Enzo De Caro e DomenicoBennato.Ananiaerastata accusata dal sostituto procuratore Carlo Villani - che coordina l’inchiesta sugli ufficiali giudiziari - di aver stilato una relata di notifica falsa in cui lei aveva scritto di non aver rintracciato l’imputato, cui doveva notificare l’atto di un procedimento penale, all’indirizzo indicato sul documento. Però in quello stessosito, ha rilevato l’accusa, l’uomo era stato rintracciato cinque mesi prima in occasione della notifica di un altro atto.Una cosa che non sarebbe stata frutto di alcun proposito illecito, ha spiegato la difesa, ma del semplice fatto che l’indirizzo in questione è quello della madre dell’imputato cui l’atto era destinato e, mentre in occasione della precedente notifica era stato specificato all’ufficiale giudiziario

che avrebbe dovuto cercare l’abitazione col cognome della donna e non con quello del figlio, la stessa precisazione non le era stata fatta anche dopo cinque mesi, così che lei non è stata in grado di trovare il destinatario del documento. Dopo tanto tempo, da sola non avrebbe potuto ricordare il dettaglio del diverso cognome, ha insistito la difesa, specie dal momento che la Anania ha effettuato circa 5.000 notifiche nell’arco di quei cinque mesi, come dimostrato con una produzione documentale dagli avvocati che con ciò hanno voluto sottolineare anche il puntuale lavoro normalmente svolto dalla loro assistita.

Il Presidente della Provincia di Catanzaro /

Wanda Ferro invita all’incontro

LO STRAPPO DELLA PAROLA Le poesie epistaltiche di Mimmo Rotella Intervengono Mimmo Calopresti / Regista Alberto Fiz / Direttore Artistico MARCA Rocco Guglielmo / Presidente Fondazione Mimmo Rotella Piero Mascitti / Direttore Fondazione Mimmo Rotella Lettura delle poesie epistaltiche Dario Natale

Martedì 16 novembre 2010 MARCA Ore 17,30

Verrà proiettato il film L’ora della lucertola di Mimmo Calopresti

MARCA - Via Alessandro Turco, 63 - Catanzaro T.+39.0961.746797 www.museomarca.com


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 19

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

“L’appartamento” al Politeama Il 17 e il 18 novembre in scena lo spettacolo di Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli per la regia di Gastaldi CATANZARO - Prosegue la stagone 2010-2011 al Teatro Politeama di Catanzaro. Il 17 e il 18 novembre 2010, alle ore 20.45, presso il maggiore teatro catanzarese, in scena lo spettacolo "L’appartamento" di Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli di Billy Wilder e A.L. Diamond per l’adattamento teatrale di Edoardo Erba e di Massimo Dapporto e per la regia di Patric Rossi Gastaldi. TRAMA "Bud" Buxter (Massimo Dapporto), impiegato ambizioso di una grande società di assicurazioni, sa mettersi bene in luce con i propri superiori prestando ai più libertini il suo appartamento. Spera così in una fulminante carriera. Paga il prezzo di piccoli disagi che scaturiscono in gag esilaranti con vicini e colleghi. La voce si sparge fine ai piani alti dell’azienda e finalmente può lasciare a J. D. Sheldrake, il grande direttore, campo libero nel suo appartamento. Ma, sorpresa delle sorprese, apprende a malincuore che la gentile accompagnatrice del suo capo è proprio la donna dei suoi sogni: Fran Kubelik (Benedica Boccoli) gentile, discreta, ricercatissima, inarrivabile "ragazza dell’ascensore". A questo punto Bud dovrà prendere la decisione della sua vita: perdere l’amore o il lavoro. Può l’amore vincere sulla carriera? Si, questa commedia, lucida, cinica, amara e divertente del grande Billy Wilder da una risposta affermativa pur mettendo a nudo una società e un mondo del lavoro basati sull’ambizione, il denaro e la costante ricerca di un miglioramento sociale. I "piccoli disagi" diventano però "grandi rinunce", quando si parla d’amore, e allora libero spazio al lieto fine in barba ai soldi, alla carriera e al successo.In senso metaforico "l’appartamento" potrebbe essere sottotitolato "come riconquistare l’innocenza perduta". La dolcezza amara di Benedicta Boccoli non priva di senso comico aiuta a far vivere Fran Kubelik, inadeguata amante del gran direttore. L’apporto divertito e sapiente di Rossana Bonafede, Riccardo Peroni, Carlo Ragone e Riccardo Maria Tarci, che rin-

"Bud" Buxter (Massimo Dapporto), impiegato ambizioso di una grande società di assicurazioni, sa mettersi bene in luce con i propri superiori prestando ai più "libertini" il suo appartamento. Spera così in una fulminante carriera

grazio per aver abbracciato un divertimento crudele, fa di questo racconto uno spassoso ritratto sociale e di costume che ben si lega alle nostre contemporane e nevrosi "arrivistiche".

r. a.

La quarta edizione delle Unicaliadi a Rende COSENZA - Dal 17 al 19 novembre all’Università della Calabria di Rende, davanti al piazzale mensa della facoltà di Ingegneria, si svolegerà la quarta edizione delle Unicaliadi. Come ogni anno gli studenti si cimenteranno in varie prove d’abilità che vanno dai giochi popolari alla caccia al tesoro e tanti altri. Ogni sera ci sarà uno spettacolo diverso come lo spettacolo delle drag queen, la sagra della castagna e il concerto degli "Stato Selvaggio".

Mario Vinci


20

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

L’iniziativa è in programma a Paestum dal 18 al 21 novembre prossimi. La Provincia propone un programma ricco di informazioni

Borsa mediterranea del turismo archeologico Cosenza presente alla tredicesima edizione COSENZA - La provincia di Cosenza parteciperà alla tredicesima Borsa Mediterranea del Turismo archeologico in programma a Paestum dal 18 al 21 novembre prossimi. Forte della presenza, la prima, dello scorso anno, che ha registrato grande successo, sottolineato anche dal riconoscimento ottenuto quale migliore allestimento in relazione al proprio spazio espositivo, la Provincia, supportata ancora da Dekla Comunicazione, propone un programma ricco di momenti di informazione, approfondimento e riflessione. «In particolare- come annunciano il presidente Mario Oliverio e l’assessore alla Cultura e Valorizzazione dei Beni Culturali Maria Francesca Corigliano all’interno dello stand, ancora più ampio,sarannopropostinumerosi ed interessanti seminari tematici sul patrimonio archeologico e storico del territorio». Nell’ambito della rassegna Archeo Incontri, inoltre, venerdì 19 novembre, alle ore 16,00 nella Sala Diana del centro fieristico, sarà

Venerdì 19 novembre nella Sala Diana del centro fieristico, sarà presentato il volume "Sibari: Storia mitica e miti storici" di Giovanni Sole dell’Università della Calabria di Rende presentato il volume "Sibari: Storia mitica e miti storici" del prof. Giovanni Sole dell’Università dellaCalabria.Nell’ambitodellaBorsa di Paestum la Provincia presenterà ancora due nuovi prodotti multimediali: "Viaggio Archeologico" e "Archeo Touring" che si avvalgono di qualificate collaborazioni scientifiche e delle associazioni di categoria. "Viaggio Archeologico", attraverso una ricca documentazione testuale e fotografica, censisce e propone in modo organico ed esaustivo il patrimonio ar-

Il presidente Mario Oliverio e l’assessore alla Cultura Corigliano: all’interno dello stand saranno proposti seminari tematici sul patrimonio archeologico e storico del territorio

cheologico della provincia. "Archeo Touring" presenta sette percorsi di turismo tematico, appositamente pensati per i buyers internazionali presenti a Paestum con i quali la Provincia quest’anno interagirà in maniera mirata e organica. Il programma dettagliato della partecipazione della Provincia alla tredicesima Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum è stato presentato presentato alla stampa dagli assessori Maria Francesca Corigliano e Pietro Lecce ieri, nella Sala degli

Gli allievi di “Pianeta Danza” nel balletto “Lo Schiaccianoci” al Teatro Garden di Rende COSENZA - Un grande evento coinvolgerà le città di Cosenza e Rende nei prossimi 29 e 30 novembre, quando presso il Teatro Garden di Rende sarà in scena il balletto "Lo Schiaccianoci" di P.I Ciaikowsky. Durante il nuovo tour italiano 2010, il produttore Luigi Pignotti, insieme alla direttrice Almira Osmanovic hanno promosso un grande progetto culturale che coinvolge i bambini delle scuole di danza di ogni città dove sarà di scena questa produzione. L’iniziativa vuole dare la possibilità ai

bambini di partecipare come piccoli ballerini allo spettacolo in scena. A Cosenza sono stati scelti gli allievi di Pianeta Danza Srl che vanta la direzione artistica di Isabella Sisca e del coreografo Stefano De Gaetano. Il responsabile del progetto è il maestro Jozo Borcic, ballerino classico croato, coreografo, già vincitore della borsa di Studio del Conservatorio di Mosca al Teatro Nazionale di Zagabria, scritturato come solista e primo ballerino presso Il Teatro alla Scala di Milano, dove ha lavorato per 25 anni.

Stemmi del Palazzo della Provincia. Sono stati presenti i sindaci dei Comuni che hanno aderito all’iniziativa.

Francesco Bianco


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 21

APPUNTAMENTI E SPETTACOLI

La Commissione pari opportunità di Villa San Giovanni e l’assessorato ai Servizi sociali promuovono l’iniziativa di sensibilizzazione

“Io proteggo i bambini”, una campagna contro il maltrattamento e gli abusi infantili COSENZA - Durante la settimana Del Fiocco Giallo contro il maltrattamento e gli abusi infantili indetta dalla Cismai e Terre Des Hommes, fino al 19 novembre, la Commissione Pari Opportunità di Villa San Giovanni e l’assessorato ai Servizi Sociali promuovono una campagna di sensibilizzazione nei confronti dell’infanzia con un’iniziativa di democrazia partecipata che coinvolge le famiglie e le scuole. Nel cortile delle scuole e fuori le chiese saranno posizionati dei contenitori gialli con la frase "Io proteggo i bambini". I contenitori servono a raccogliere i bigliettini delle mamme, dei papà, dei nonni, delle famiglie in generale, su cui rispondere alla domanda: Cosa deve fare la città per proteggere i suoi bambini? Dalle risposte date emergerà "il fabbisogno" di tutela nei confronti dei bambini di Villa: cosa cioè potrebbe fare l’Amministrazione comunale per dare le giuste risposte alle esigenze delle famiglie con minori, perché si sentano più sicure nella crescita dei propri figli in un ambiente a misura di bam-

Nel cortile delle scuole e fuori le chiese saranno posizionati dei contenitori gialli che servono a raccogliere i bigliettini delle mamme e dei papà contenenti le risposte a determinate domande poste bino (esempi: sicurezza, polizia, vigilanza, campagne contro la droga, campagne contro il bullismo, iniziative per incrementare gli spazi dedicati allo sport, al gioco, all’assistenza sociale, ecc.). Le lettere rappresenteranno inoltre un "patrimonio" di conoscenza della Commissione Pari Opportunità e dell’assessorato ai Servizi Sociali, un tema attorno al quale costruire un seminario e un tavolo di confronto con il sociale e con

Dalle risposte date dai genitori emergerà il dato su cosa potrebbe fare l’Amministrazione comunale di Villa per dare le giuste risposte alle esigenze familiari

gli attori territoriali. Importante è partecipare alla campagna in difesa dell’infanzia e sostenere "Io proteggo i bambini". La Commissione Pari Opportunità, l’assessorato alle Politiche Sociali e il Comune di Villa San Giovanni hanno aderito alla Campagna del Fiocco Giallo. La Commissione Pari Opportunità di Villa San Giovanni è così composta: Maria Grazia Richic-

La mostra “Terra, vento, pietra” di Angelo Aligia fino all’8 dicembre a Palazzo Arnone di Cosenza COSENZA - La mostra "Terra, vento, pietra, installazioni e sculture a parete di Angelo Aligia", a cura di Fabio De Chirico e Andrea Romoli Barberini, inaugurata venerdì 8 ottobre ultimo scorso, avrà prosecuzione, a seguito delle numerose richieste pervenute soprattutto da parte delle scuole, fino all’8 dicembre prossimo. Aligia, nato a Maierà (Cosenza) nel 1959, vive e opera nella vicina Diamante e sin dagli esordi ha contrassegnato con un radicato legame alla propria terra la sua sperimentazione artistica. La sua ricerca, difatti, preserva e rinnova la memoria di

quel paesaggio, frugale e prodigo - un’ultima propaggine dell’aspro Pollino che declina docile verso il Tirreno - e con la sapienza manuale di gesti antichi doma o ri-genera materiali naturali per trasfigurarli in nuovi moduli creativi. A Palazzo Arnone le sue installazioni in terra, pietra, legno, canne intrecciano un inedito dialogo con l’architettura cinquecentesca, evocando, fra sorpresa e smarrimento, inattese impressioni metropolitane. La mostra resterà aperta al pubblico fino all’8 dicembre 2010, dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 18.00.

hi, presidente; Valeria Bellantoni, vice presidente; Daniela Delfino, segretario; Marika Aragona, Maria Rosaria Adornato, Raffaella Caminiti, Maria Rita Sciarrone, Marina De Marco, Paola Mordà, Francesca Siviglia, Mariangela Catanese, Angelina Attinà.

Maria Grazie Belluno


22

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

APPUNTAMENTI Corso sul tema “Terapia combinata del cancro” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ACRI Personale di Aldo Mondino A partire dal 20 novembre , il Maca (Museo Arte Contemporanea Acri) ospiterà la mostra Aldo Mondino. Maestrodifantasmagorie–personale patrocinata dall’Archivio Mondino dedicata al grande artista torinese scomparso cinque anni fa. CASTROVILLARI Proroga I edizione del “Premio di Poesia in Dialetto calabrese e Lingue Minoritarie” È stato prorogato fino al 30 novembre prossimo il termine di presentazione delle opere della prima edizionedel“PremiodiPoesiainDialetto calabrese e Lingue Minoritarie”, indetto ed organizzato dal Centro d’Arte e Cultura 26. Loslittamentodell’ultimadataperla consegnadelleopereèstatonecessario vista la notevole richiesta di autori che vogliono partecipare al Premio. L’iniziativa rientra nell’ambito del Festival del Dialetto di Calabria. La manifestazione si avvale della collaborazione dell’associazione culturale “Luigi Russo”, del centro studi “Segnali Mediterranei” e dell’associazione culturale “Viva”, inoltre gode del patrocinio dell’assessorato alla cultura della Regione Calabria, dell’assessorato alla cultura della Provincia di Cosenza e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. La partecipazione al premio è gratuita ed il bando del concorso è consultabile e scaricabile sul sito www.arte26.it. CATANZARO Incontro su "Lo strappo della parola" le poesie epistaltiche di Mimmo Rotella Il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro invita all’incontro "Lo strappo della parola" le poesie epistaltiche di Mimmo Rotella, oggi , alle ore 17.30, presso il Marca. Intervengono: Mimmo Calopresti,regista;AlbertoFiz,direttore artistico Marca; Rocco Guglielmo, presidente fondazione Mimmo Rotella; Piero Mascitti, direttore fondazione Mimmo Rotella. Letture delle poesie epistaltiche Dario Natale. Verrà proiettato il film L’ora della lucertola di Mimmo Calopresti I edizione del Festival del vernacolo Andrà in scena fino a fine novembre la prima edizione del Festival del vernacolo Mercuri ammenzu ‘a simana,larassegnadedicataallecompagnie catanzaresi dall’assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro e dalla Nave dei folli presso il teatro Masciari. Il Festival proseguirà con appuntamenti settimanali, ogni mercoledì.Programma:giorno17ai Vecchi giovani con “Non ti pago”. Chiuderà la rassegna il 24 novembre Trivonà con “Occhiu non vida”. Nel foyer del teatro Masciari, inoltre, per tutta la durata del Festival, saranno esposte le locandine degli spettacoli, presenti e passati, che hanno portato in scena le sette com-

Fino al 19 Novembre prossimo, presso il Campus universitario “Salvatore Venuta”, si terrà la settima edizione del corso internazionale su “Terapia combinata del cancro” svolto in collaborazione tra l’Universita Magna Graecia di Catanzaro, il Karolinska Institutet di Stoccolma, l’Università tedesca di Friburgo, e l’Università di Torino. Il corso è organizzato nell’ambito del Dottorato di Ricerca Internazionale di Oncologia Molecolare, Immunologia Sperimentale e sviluppo terapie innovative Nuove Terapie dell’Ateneo del capoluogo calabrese, coordinato dal Prof. Giovanni Morrone. I fondatori e direttori del Corso

congiunto sono il Prof. Ennio Carbone dell’Università Magna Graecia, il Prof. Petter Hoglund del Karolinska Institutet di Stoccolma e il Prof. Reinhard Mark dell’Universita di Friburgo. Il corso viene svolto ogni 18 mesi ed ha lo scopo di permettere agli studenti dei rispettivi dottorati di incontrarsi e condividere per una settimana studio ed esperienze lavorative in una delle sedi coinvolte nel progetto di internazionalizzazione degli studi promosso dall’Università di Catanzaro. Inoltre il Corso ha raggiunto una considerevole fama internazionale grazie alla capacita dei direttori di attrarre docenti di ec-

pagnie coinvolte nel progetto; tra i manifestitroverannospazioanchele opere del pittore Fernando Miglietta, “Le maschere della vita”. Inizio spettacoli alle ore 21.00.

sistenza sanitaria soprattutto in Africa.Racconteràleproprieemozionie cercherà di farle vivere ai ragazzi ancheattraversooggetti,recuperatidurante il corso delle sue missioni, appositamente allestiti in uno stand espositivo.L’incontrosaràcoordinato dal giornalista Luigi Mariano Guzzo e da don Pino Silvestre.

I Quarto Bra per Bnl Telethon I Quarto Bra, alla vigilia della Maratona Telethon 2010 hanno deciso di dare il loro contributo per la raccolta fondi a favore della ricerca scientifica. Il 20 novembre , alle ore 21.00 infatti, presso l’Auditorium “Casalinuovo” di Catanzaro ci sarà un concertodellabandchetramiteingresso con offerta libera permetterà alla ricerca di fare ulteriori passi avanti. I Quarto Bra sono: Ivan Colacino (voce e chitarra acustica), Luigi Paonessa (basso), Gino Altilia (chitarra elettrica), Alessandro Bevilacqua (chitarraelettrica),DanieleFazio(tastiere) ed Enrico Tradii (batteria). Durante la serata è prevista la partecipazione di altri ospiti ed eventi a sorpresa. Iniziativa “Medici in Africa” Un medico, dell’associazione Onlus “Medici in Africa”, racconterà agli alunnie alle alunne dell’istituto comprensivo “Mater Domini” di Catanzaro, le sue missioni medico - sanitarie nel mondo più povero. L’interessante iniziativa si terrà giorno 25 novembre alle ore 10.00, presso l’auditorium della scuola secondaria di primo grado “Lampasi – Todaro” . Il dott. Vittorio Militi, veterano ormai trentennale di questo tipo di esperienze, ha prestato la sua opera di as-

Seminario "Ordini dell’amore" Giorno 4 dicembre , l’associazione Donne in Cammino Catanzaro presenta "Ordini dell’amore" seminario in costellazioni familiari sistemiche secondo il metodo di Bert Hellinger, condotto dal dott. Roberto Di Polito. COSENZA Appuntamenti concertistici Associazione culturale Jonica Continuano gli appuntamenti concertistici organizzati dall’associazione culturale Jonica in collaborazione con il comune di Cosenza. Jazzalfemminilegiovedì18novembre , al Teatro Morelli con il Tania Maria Quartet. Mercoledì 22 dicembre , al teatro Rendano appuntamento con BridgetteCampbell&WindyGospelSingers. Ottava Biennale dell’Incisione Patrocinato dal presidente della Provincia Gerardo Mario Oliverio e dall’assessore alla cultura prof.ssa Maria Francesca Corigliano, l’evento "Ottava Biennale dell’Incisione" culminerà nella data di premiazione sabato 27 novembre , alle ore

cellenza. Questo spiega l’adesione prima, nel 2006, dell’Universita di Friburgo e poi, nel 2008, dell’Universita di Torino. “Questo corso – ha sottolineato il Prof. Ennio Carbone - testimonia come si stia consolidando a Catanzaro un network con centri nazionali ed internazionali di eccellenza sia nel campo della formazione che in quello della ricerca medica”. Gli studenti partecipanti saranno circa 40 e provengono dalle quattro Università coinvolte. La Faculty sarà composta dai Docenti delle quattro Università organizzatrici più alcuni docenti invitati per il prestigio internazionale raggiunto. Questo è il caso del Prof. Andrea Velardi dell’Università di Perugia, pioniere nel campo della immunoterapia anti leucemica, della Dott.ssa Cristina Maccalli dell’Università Vita Salute San Raffaele di Milano, esperta internazionale nella terapia biologica contro il melanoma, il Dott. Christian Steinkhuler, che ha lunga e consolidata esperienza nel campo drug design, il Dott. Cristian Beltinger dell’Università tedesca di Ulm, presidente del consorzio cellule staminali tumorali , Martin Jechinger group leader del EMBL(EuropeanMolecularBiology Laboratories) che si e formato al IMP di Vienna e poi dello Sloan Kettering sotto la guida del Prof. Harolnd Varmus nobel laurate.

17.00, data anche di chiusura dell’evento stesso. Una giuria di esperti, dopo essersi riunita, valuterà le opere conferendo ai più meritevoli premi d’onore. L’organizzazione della Biennale d’Incisione è affidata al presidente Giacomo Vercillo, dell’associazione Culturale Club Della Grafica e curata dalla prof.ssa Concetta Bevilacqua, critico d’arte. I soggetti partecipanti sono gli Incisori provenienti da varie parti d’Italia. MORANO CALABRO Apertura della causa di beatificazione di don Carlo De Cardona Giovedì 25 novembre 2010 , solenne apertura dell’inchiesta diocesana per la beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio don Carlo De Cardona. La cerimonia sarà preceduta da una concelebrazione eucaristica il cui inizio è fissato per le ore 16.00, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena. Al termine della liturgia si procederà all’insediamento del Tribunale Diocesano. Alla manifestazione parteciperanno tutti i sacerdoti della circoscrizione vescovile di Cassano Jonio (i quali si ritroveranno alle falde del Pollino nella mattinata del 25 per gli esercizi spirituali), i vescovi delle diocesi calabresi,ilsindacodiMoranoFrancescoDi Leoneeisuoiomologhidella provincia di Cosenza, le associazioni cattoliche e socio-culturali territoriali, le Acli cosentine, le istituzioni regionali e provinciali.

REGGIO CALABRIA Programma Associazione Anassilaos Programma attività novembre 2010 dell’associazione Anassilaos. Oggi , alle ore 18.00, presso la sala San Giorgio al Corso 150° dell’Unità d’Italia. Conferenza del prof. Agazio Trombetta, della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, sul tema “I fratelli Plutino per l’Unita’ d’Italia”. Venerdì 19 novembre , ore 16.30, presso la sala Università della Terza Etàcongiuntamenteconl’Università della Terza Età della Calabria Nel IV centenario della morte di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio (1610- 18 luglio 2010 Recital di testi (testimonianze,versi,notizie)raccolti ed elaborati da Daniela Pericone. Immagini e video a cura di Giacomo Marcianò. Letture a cura di Katia Aricò, Biagio D’Agostino, Caterina Scopelliti. Martedì 23 novembre , ore 18.00, presso la sala San Giorgio al Corso incontro sul tema “L’attualità di Gramsci”. Conferenza del dott. Franco Iaria. Seminario di Interpretazione Rurale Il 20 e 21 novembre , alle ore 8.15, presso l’agriturismo Fattoria didattica “Rudì” Gallina (Rc) si terrà il Seminario di Interpretazione Rurale, per uno sviluppo consapevole e integrato del mondo rurale. Il seminario fa parte del più ampio progetto di Sviluppo Turistico Rurale Le Fattorie dei Cicli” , che intende creare una rete di fattorie didattiche interpretative in tutta Italia, in modo da sviluppare le attività turistico-culturali del mondo rurale per fornire fontieconomicheaggiuntiveall’agricoltura ed al fine di accrescere la qualità dell’offerta in termini di fruizione turistico-didattica. SANT’ONOFRIO Masterclass di Batteria con Dom Famularo Giovedì 2 e venerdì 3 dicembre , a Sant’Onofrio (Vv) 12 ore di lezione con Dom Famularo in una classe a numero chiuso: due giorni a stretto contatto con Dom e con il suo Staff italiano per apprendere le tecniche ed il metodo di studio della batteria del grande Maestro newyorkese. Il costo dell’iscrizione alla Masterclass è di soli 298,00 euro VIBO VALENTIA Incontro del dott. Mario Spagnuolo con gli studenti Oggi , alle ore 10.30, presso l’istituto magistrale "Vito Capialbi" di Vibo Valentia il Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, dott. Mario Spagnuolo, incontrerà gli studenti delle scuole aderenti al Progetto Zep (ZonediEducazionePrioritaria)che il Coordinamento "Riferimenti" promuove nelle zone a maggior rischio criminalità. A chiusura del progetto saranno esposti i lavori prodotti dai ragazzi nei laboratori e tra questi anche un video.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 23

APPUNTAMENTI “L’Europa è in città”, riparte da Catanzaro Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Conferenza stampa presentazione della Simul University Oggi , alle ore 10.45, presso la sala del consiglio dell’amministrazione provinciale di Catanzaro si terrà la conferenza stampa indetta dalla Fondazione Marincola Politi per la presentazione della Simul University. E’ la nuova, unica in Italia per impostazione ambientale e diversificazione didattica, Scuola di Formazione ed aggiornamento sanitario per la didattica: del primo soccorso, operatoria, assistenziale. Convocazione consiglio comunale Ilpresidentedelconsigliocomunale, Francesco Passafaro, sentita la conferenza dei capigruppo, ha convocato per mercoledì 17 novembre , alle ore 16.30, in seduta straordinaria e di prima convocazione, l’assemblea comunale. L’eventuale secondo appello è stato fissato per venerdì 19 alla stessa ora. Riunione Legacoop Calabria Oggi , alle ore 10.00, presso la sede Regionale (Via Armando Fares) si riunirà la direzione di Legacoop Calabria per l’elezione del nuovo presidente Regionale, dopo la decisione dell’organizzazione di impegnare organicamente presso la sede di Roma, il presidente uscente Gemelli, attuale Vicepresidente Nazionale. Alla riunione sarà presente il presidente Nazionale di Legacoop Giuliano Poletti. COSENZA Presentazione volume "Il Cosentino. Cento pagine di storia, imprese e territorio" Quest’anno Confindustria compie un secolo di vita. In questa occasione, Confindustria Cosenza ha inteso realizzare un volume sull’economia del territorio avvalendosi di contributi istituzionali e di quelli degli accademici Cappelli, Cersosimo, Costabile, Fantozzi, Festa, Latorre, Piccioni e Teti. Il volume dal titolo "Il Cosentino. Cento pagine di storia, imprese e territorio" verrà presentato lunedì 22 novembre , alle ore 17.00, presso la sala conferenze - Confindustria Cosenza via Tocci, 2. CROTONE Conferenza stampa Pd Oggi , alle ore 11.30, presso i locali della federazione Pd di Crotone (via Panella), il commissario regionale del Pd, sen. Adriano Musi, ed il coordinatore provinciale, Nicola Belcastro terranno una conferenza stampa. Verranno illustrati i seguenti punti: presentazione coordinatore e coordinamento provinciale; questioni prioritarie del territorio Crotonese come bonifica e sanità; situazione del partito. Alla conferenza, parteciperanno i rappresentanti istituzionali del Pd e le rappresentanze politiche nazionali, regionali e provinciali.

Catanzaro è la prossima tappa di “L’Europa è in città”, iniziativa promossa dal Parlamento Europeo, dalla Commissione Europea e dal Governo Italiano, che - dopo il successo degli incontri di Roma, Bologna, Milano, Bari e Palermo - prosegue in altre città italiane per offrire ai cittadini l’opportunità di dialogare con i propri eurodeputati. L’incontro si terrà venerdì 19 no-

vembre alle ore 10.00 presso la Sala Consiliare del Palazzo della Provincia - Piazza Rossi, 1 - Catanzaro e vedrà la partecipazione attiva dei cittadini al dibattito con domande rivolte direttamente ai propri eurodeputati, sui principali temi dell’agenda politica europea: dal cambiamento climatico all’energia, alla crisi economica e al lavoro, alla tutela dei consumatori, ai temi legati all’immigra-

Conferenza stampa su Enoteca Regionale Emilio De Masi, capogruppo dell’Italia dei Valori in seno al Consiglio regionale della Calabria, unitamente al Consigliere regionale del Pd, Francesco Sulla, terrà una conferenza stampa il 17 novembre , alle ore 12.00, presso il Lido degli Scogli a Crotone, che avrà per oggetto: “Enoteca Regionale, ristabilire il ruolo prioritario del Cirotano”.

biblioteca del Palazzo della Provincia, si terrà la conferenza stampa per l’istituzione della cattedra di Letteratura Calabrese presso l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria. Alla conferenza interverranno l’assessore provinciale alla cultura, dott. Santo Gioffrè, il rettore dell’Università “Dante Alighieri”, prof. Salvatore Berlingò, e il meridionalista e professore universitario Pasquino Crupi.

LAMEZIA TERME Incontro dibattito Fedagri Calabria Giorno19novembre,alleore15.30, presso la sala convegni Aziende agricole Statti, Fedagri di Confcooperative Calabria organizza un incontro dibattito "La Pac dopo il 2010. Le proposte e le riflessioni della Cooperazione", alla presenza del presidente della Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo on.le Paolo de Castroedell’assessoreregionaleall’agricoltura on.le Michele Trematerra. Introduce e coordina Alberto Statti; indirizzo di saluto: Nicola Cilento; Giuseppe Nola; relaziona: Pier Luigi Romiti; interviene: on. Michele Trematerra; conclude: on. Paolo De Castro. Alterminedeilavorisiterràunbreve momento conviviale per: la degustazione del vino novello prodotto dalle cantine Statti; la presentazione della collezioneartisticadellavarietàdivite della Calabria (a cura di Saveria e Silvia Sesto e di Graziella Cantafio REGGIO CALABRIA Conferenza stampa per l’istituzione della cattedra di Letteratura Calabrese Oggi , alle ore 11.00, presso la sala

Presentazione ciclo di seminari "La Ferita. Vincere la Ndrangheta" Oggi , alle ore 16.00, nella sede della Provincia di Reggio Calabria si presenta in conferenza stampa "La Ferita. Vincere la Ndrangheta", ciclo di seminari e conferenze, diretto da Claudio La Camera dal 22 al 25 novembre, al Palazzo della provincia di Regglio Calabria. Saranno presenti: Luigi Varratta, Prefetto di Reggio Calabria; Giuseppe Pignatone, Procuratore della Dda di Reggio Calabria; Claudio La Camera, coordinatore del Museo della ndrangheta; Attilio Tucci, assessore alle Politiche sociali della Provincia di Reggio Calabria; Fulvio Librandi,responsabilescientificodel Museo della ndrangheta Invito incontro operativo Slow Food Reggio Calabria La Condotta Slow Food Reggio Calabria – Area Grecanica chiude il primo anno di attività con un bilancio molto positivo. Nell’ultimo periodo l’associazione ha ricevuto numerose richieste di adesione ma anche tante istanze di partecipazione attiva alla vita della Condotta. In tal senso il Comitato invita tutti i

zione, alle politiche agricole, alla lotta alla povertà e all’esclusione sociale. All’incontro prenderanno parte 5 eurodeputati della circoscrizione elettorale meridionale: Raffaele Baldassarre,, del Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratico Cristiano), Erminia Mazzoni, Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratico Cristiano), Mario Pirillo, Gruppo dell’Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo,CrescenzioRivellini,Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratico Cristiano). Parteciperà il presidente della provincia di Catanzaro, on. Wanda Ferro, e a moderare il dibattito sarà Vinicio Leonetti, inviato della Gazzetta del Sud. L’incontro di Catanzaro è realizzato in collaborazione con l’Antenna Europe Direct di Catanzaro. Partecipare è semplice: chiunque potrà accreditarsi sul sito www.europaincitta.it per presenziare agli eventi, scegliendo la tematica che si intende approfondire con il proprio eurodeputato.

soci e gli interessati al movimento Slow Food a partecipare ad un incontro operativo, che si terrà sabato 20 novembre , alle ore 16.30, presso la sede reggina della Coldiretti. Durante l’incontro, oltre a dare spazio a chiunque vorrà avanzare proposte e suggerimenti, si prevede: di effettuare i nuovi tesseramenti ed i rinnovi; un confronto su quanto vissuto ed appreso durante il “Salone Internazionale del Gusto”; la programmazionedelleattivitàperilTerraMadreDay;lanominadelresponsabile al tesseramento, dei Master of Food, della auspicabile Comunità del cibo della patata aspromontana in sinergia con l’assessorato all’agricoltura della Provincia di Reggio Calabriael’UniversitàMediterranea Facoltà di Agraria; la costituzione di un ufficio stampa. RENDE Assemblea generale "Università Futura" Unical Si terrà mercoledì 17 novembre , alle 18.30, presso l’aula consolidata 1, la riunione dell’associazione studentesca “Università Futura”, dal tema “Idee,Progettieproposteannoaccademico 2010-2011”. Saranno presenti la maggioranza delle associazioni partner del medesimo sodalizio studentesco. Presentazione "Italiani in Brasile" Si discuterà della grande emigrazione italiana in Brasile all’Università della Calabria. Organizzata dall’Icsaic (Istituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea) giovedì 18 novembre , alle ore 16.00, si svolgerà, infatti, la presentazione del volume “Italiani in Brasile. Rotte migratorie e

percorsi culturali” curato da Vittorio Cappelli, docente di storia contemporanea nell’ateneo calabrese, e AlexandreHeckercheinsegnastoria all’Università di S. Paolo del Brasile, volume pubblicato da Rubbettino. L’incontro si svolgerà nella Sala Multimediale della Biblioteca “Ezio Tarantelli” del Campus di Arcavacata. Dopo i saluti di Davide Infante, presidente della biblioteca Tarantelli e delegato alle relazioni internazionalidellafacoltàdieconomia,edi Pietro Fantozzi, direttore del dipartimento di sociologia e scienza politica, il volume sarà presentato dallo storico Giuseppe Masi, direttore dell’Icsaic. All’incontroculturale,oltreaVittorio Cappelli, interverranno Pantaleone Sergi (docente di Storia del giornalismo), Giorgio Marcello (docente di Sociologia generale) e Lorenzo Aristodemo (dottore in Scienze Economiche e Sociali per lo Sviluppo e la Cooperazione) che hanno contribuito al volume con propri saggi su aspetti storico-culturali, sociologici e antropologici della realtà migratoria italiana in Brasile. SOVERIA SIMERI Presentazione progetto "Meridiani e Paralleli" Oggi , alle ore 15.30, presso la sala ConsiliaredelComunediSoveriaSimeri è in programma la conferenza stampa del progetto “Meridiani e paralleli per la sperimentazione di un laboratorio di colture biologiche condotto da persone disabili”. All’incontro prenderanno parte i rappresentanti delle associazioni e degli enti che hanno dato vita al Progetto “Meridiani e Paralleli”, nonché leistituzionicoinvoltetracuiilsindaco di Soveria Simeri, Amedeo Mormile. VIBO VALENTIA Convegno con lon. Gianni Alemanno Il sen. Franco Bevilacqua e l’on. NazzarenoSalernocomunicanoche venerdì 19 novembre , alle ore 17.00, presso l’hotel 501 di Vibo Valentia avrà luogo un incontro sul tema: "Calabria chiama Calabria: la sfida della buona politica e dell’amministrazione efficiente". La conferenza sarà tenuta dall’on. Gianni Alemanno, sindaco di Roma. Introdurranno i lavoro il sen. Bevilacqua e l’on. Salerno. Porgeranno il loro saluto a nome del Pdl i coordinatori provincialiecomunaliValerioGrillo e Pino Scianò. Parteciperanno al convegno l’on. Giovanni Dima, il sottosegretario alla Regione Calabria Alberto Sarra, l’on. Franco Morelli (consigliere regionale), Stanislao Zurlo (presidente della Provincia di Crotone), Nicola D’Agostino, sindaco di Vibo Valentia, Raffaele Mancini (sindaco di Soverato), Franco Sarica (assessore al comune di Reggio Calabria), l’on. Domenico Naccari, consigliere comunale di Roma. Parteciperà inoltre l’on. Giuseppe Scopelliti, presidente della Regione Calabria.


24

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Il Pav di Torino

Uno spazio i cui confini si fondano e mutano in modo fluido anche grazie alle interpretazioni che gli artisti ne possono dare

Torino, la natura del creatore. Il Parco d’arte vivente cerca opere per popolare gli spazi Alessia Cervio L’ambiente naturale come luogo di produzione artistica e di socialità virtuosa in un’epoca nella quale tutti si professano difensori dell’ambiente senza che nessuno ne sia veramente consapevole: il premio Pav 2011 ha per obiettivo la realizzazione di un intervento di creatività ambientale nel Parco d’arte vivente della città di Torino, uno spazio verde in continua metamorfosi recuperato da un’ex area industriale. E che ha ora bisogno di essere popolato da opere concepite in situ. Il concorso, bandito dall’associazione Acpav che gestisce l’intera zona oltre al Centro sperimentale d’arte contemporanea di Torino, è aperto a gruppi interdisciplinari di professionisti (artisti, paesaggisti, naturalisti, scenografi, designer, agronomi e giardinieri) interessati alla ricerca nel

campo dell’arte e della natura. Il tema di questo singolare concorso è "La biosfera del Pav: confini osmotici interni ed esterni": se gli spazi urbani collettivi vengono vissuti con una nuova consapevolezza, non più come semplici contenitori ma come luoghi da sperimentare e che forniscono opportunità e idee creative, il Pav si pone come luogo di produzione artistica, culturale e sociale. Uno spazio i cui confini si fondono e mutano in modo fluido, anche grazie alle interpretazioni dello spazio che gli artisti ne possono dare. Il premio vuole quindi lanciare un nuovo modo di concepire e fare esperienza del paesaggio, aprendosi alla creatività delle persone. Fra "land art", architettura e design. L’opera d’arte al centro del premio dovrà suggerire inoltre comportamenti e azioni ecosostenibili, fondati sul concetto di benessere in linea con l’ambiente (attra-

Recuperato da un’ex area industriale il centro ha bisogno di essere popolato da opere concepite in situ

Cent’anni di storia su strada. Alfa Romeo, la società nata il 24 giugno 1910, a Milano in via Gattamelata, nella zona denominata "Portello", spegne le candeline. il nome dell’azioneda, oggi parte integrante di Fiat group, richiama anche la prima lettera dell’alfabeto greco e sembra voler sottolineare l’inizio di un nuovo tipo di attività nellecostruzioniautomobilistiche, quello della macchina soprattutto sportiva. In occasione del suo centenario, il comune di Arese in collaborazione col gruppo automobilismo storico, ha indetto il concorso dedicato ai cortometraggi Cento anni di passione, il futuro affonda le radici nel passato. L’iniziativa è aperta a tutti i cittadini maggiorenni, senza obbligo di

residenza o cittadinanza. Per partecipare basta presentare un filmato (su supporto digitale, cd o dvd) della durata massima di dieci minuti compresi titoli di testa e coda (in modo che si ottenga il numero 100) che sappia interpretare liberamente il concetto espresso nel titolo, ovvero l’immagine della casa automobilistica nella storia e nel patrimonio culturale del nostro paese. Insomma quasi una ricerca per una nuova campagna pubblicitaria ma che mira a scoprire sostanzialmente giovani talenti, e perchè no, possibili creatori di campagne pubblicitarie per il noto marchio automobilistico. Al filmato vanno allegati scheda d’iscrizione e modulo di autorizzazione alla comunicazione, presenti nel bando. Ogni autore può partecipare con più cortometraggi: il

Cent’anni di Alfa Romeo l’azienda automobilistica bandisce un video concorso Adele di Girolamo

Un'immagine del parco piemontese

verso l’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale o il riutilizzo dell’acqua piovana, ad esempio). I primi tre progetti vincitori verranno selezionati da una giuria composta da personalità artistiche e tecniche di primo piano. Il primo classificato riceverà una

vincitore verrà premiato con una somma di mille euro (o con un bene di pari valore) e verrà proiettato assieme ad altri nove corti, selezionati da una commissione. Scadenza: 31 dicembre. Info: www.comune.arese.mi.it.

somma di 2.000 euro oltre alla possibilità di realizzare l’opera il concept dell’opera vincitrice per un importo massimo di 20mila euro, mentre il secondo e terzo riceveranno un premio da mille euro ciascuno. Scadenza: 19 novembre. Info: www.parcoartevivente.it.

Dieci minuti per raccontare il passato e il futuro di una storia su strada

Enzo Ferrari a bordo di un Alfa Romeo (foto d'archivio)


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 25

IL DOMANI DELLA CULTURA

Roma, Francesco Melone alla Muga+Merzebau A casa tutto bene, la mostra che racconta una memoria personale Marilisa Rizzitelli Un viaggio nella memoria personale, un’elaborazione di ricordi a rappresentare la propria identità utilizzando immagini riconosciute da una generazione. La selezione di lavori di Francesco Melone dal titolo A casa tutto bene, alla galleria Muga+Merzebau di Roma presenta 15 opere, delle quali un dittico e una composizione inedite. Come in un puzzle, i simboli della comunicazione popolare soprattutto degli anni Sessanta e Settanta vengono composti in costruzioni ironiche, piacevoli e a volte romantiche. Melone è un artista che poggia la sua produzione sull’infanzia, il passaggio alla vita adulta, la famiglia, o meglio l’idea che la società ha di essa. Selezionando e interpretan-

do un passato non troppo lontano, da una lettura dei valori e degli interessi che predominano il presente. La comunicazione, in particolar modo quella pubblicitaria, più volte utilizzata, gli offre la possibilità di presentarci il sistema sociale contemporaneo. Disegnatore, pittore, artigiano, Francesco Melone gioca con l’uso dei materiali per grandi tavole, sagome-installazioni, sculture imbottite. La sua capacità di mescolare fantasia a realtà e a ricordi personali ci accompagna in una riflessione condivisa sui condizionamenti e le manipolazioni a cui siamo sottoposti prima da bambini e poi da adulti. Melone è nato a Ladispoli nel 1962. Lavora dal 1990 sul tema del rapporto tra individuo e società, usando la sua famiglia come strumento rappresentativo per evidenziarne contrasti e contraddizioni. Invitato a importanti collettive nazionali. La sua ultima

F. Melone, "Home", s. d.

personale ispirata al mondo dell’infanzia vista attraverso le immagini enciclopediche degli anni ’70, promossa tra gli altri, dal ministero dei Beni culturali e da Telefono azzurro, si è svolta nel 2006 alla Biblioteca nazionale centrale di Roma. Fino al 10 dicembre Muga + Merzbau via Giulia 108. Info: 0645540484; www.merzbau.it.

Con l’occhio strizzato all’arte pop, l’architetto offre prodotti strani per «dare spazio all’immagine, nella società dell’immaginazione»

Milano, oggetti molto pop Marco Ferreri alla Triennale Valentina Cavera Ironico, ludico, ammiccante. Il disegno di Marco Ferreri, che sia quello di un set di posate o di una tisaniera, la forma di uno specchio o di una lampadina, ci appare così. Con l’occhio strizzato all’arte pop, l’architetto, milanese d’adozione, offre prodotti strani e fantasiosi, a loro modo cerebrali, con l’obiettivo di "dare spazio all’immagine, nella società dell’immaginazione", per parafrasare il sottotitolo della sua installazione Festanebbia ospitata a Mantova nel 2005. «Nel mio lavoro, nelle cose che faccio, cerco sempre di togliere, guardare dentro, scoprire», dice di sé stesso. E allora eccolo omaggiare

Mimmo Rotella con un complesso di tavoli, librerie, mobili con ante ispirati agli inconfondibili decollage del maestro calabrese: «In questo lavoro abbiamo continuato a togliere, il supporto, la carta, la tela, dalle opere, qualsiasi segno, vite o bullone dalle cose, cosicché, togliendo, abbiamo realizzato oggetti ricchissimi». I suoi sono oggetti che contengono e svolgono un’azione, non si allontanano mai dalla loro funzione, dalla ragione per la quale sono nati, pur virando verso altre dimensioni, quelle della memoria e del sogno. Come nel caso di "Less is more": «Segno le pagine del libro con la carta: un vecchio biglietto dell’autobus, o un pezzo digiornale,oppurepiegandol’angolo in alto delle pagine. La carta

si sgualcisce, scivola in mezzo alle pagine, si perde. Il piccolo foglio di acciaio inox ha una sfera di ottone che non gli permette di perdersi fra le pagine, lo tengo in mano e mi tiene compagnia nei momenti di lettura». Proprio così, un segnalibro, ovvero, come piacque a Beppe Finessi definirlo alla sua uscita nel 1990, un progetto leggero come un post it, un piccolo principe per i libri importanti. Nelle sue opere convivono materia e suoni, funzionalità e voglia di evadere, passato e presente. Ma anche ricerca, sperimentalismo e invenzione, attitudine che forse più di ogni altra lo accomuna al suo maestro Bruno Munari. Come quando un anno fa lanciò la proposta, aperta a future integrazioni, di una mappatura di suoni

Marco Ferreri alla Triennale

e rumori della quotidianità attraverso la mostra Oggetti sonori, la dimensione invisibile del design, ambientata proprio negli spazi della Triennale. Un pensiero che

aveva iniziato a prendere la forma del progetto già nel 1994 con le Coperte sonore. Fino al 6 gennaio Triennale di Milano. Info: www.triennale.org.

Piemonte, una rassegna sulla creatività applicata

Io parlo ecologico I protagonisti sono artisti pittori, scultori incisori e grafici. C’è chi si occupa di moda confezionando abiti e accessori d’abbigliamento

Massimo Canorro Ripensare l’oggetto, ovvero dare una forma nuova e diversa a qualcosa di esistente, senza snaturarlo ma renderlo attuale, sposando i valori del "green thinking". È il filo conduttore della prima edizione dellaMostraperfetta,organizzata nell’ambito del progetto Io parlo eco, a cura di Biagio Forgione e Valentina Gallo, prodotta da Papili factory. Allestita fino al 30 novembre all’interno del museo del design Galliano Habitat di Torino, la rassegna propone i lavori di artisti e creativi (da Laura Agosti a Bruno Marabotto, da Luca Ledda a Fe-

Interno del museo del Design

derica Chiabotto) provenienti da disparate tipologie di esperienze professionali. Attraverso Mostra perfetta si intende rappresentare tutti i più importanti campi d’applicazione delle arti visive sia a livello professionale sia didattico. Occorre precisare che il Galliano Habitat non costituisce unicamente il soggetto ospitante, bensì fornisce parte del

materiale di recupero - elementi di design, materiali di furniture design e di arredo - con cui sono realizzate alcune delle opere in cartellone. Una linea guida «che ci ha aiutato a rendere più incisivo ed efficace il messaggio che vogliamo contribuire a lanciare, ovvero che il "recupero" non è solo un tema che ha finalità pratiche, ma anche emotive e spirituali», afferma Forgione. A fargli eco il direttore del Galliano Habitat, Monica Mantelli, che sottolinea l’importanza «di ripensare un oggetto secondo una chiave attuale, restituendogli nuova vita nell’ambito del lavoro creativo di artisti e artigiani». Info: www.ioparloeco.it

La Mostra perfetta Allestita fino al 30 novembre all’interno del museo del design Galliano Habitat di Torino


26

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

DALL'ITALIA E DAL MONDO Si erano trovati alla Camera per un evento. Partite le lettere dei ministri finiani

Colloquio Fini Letta con Napolitano. Dimissioni Fli di Daniele Tosatti ROMA - Il capo dello Stato Giorgio Napolitano, il presidente della Camera Gianfranco Fini e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta hanno avuto un colloquio a Montecitorio dopo la presentazione del nuovo rapporto stilato dall’associazione Italiadecide, cui tutti e tre hanno partecipato. Al termine della presentazione, Napolitano è stato ricevuto da Fini nello studio del presidente della Camera, dove dopo qualche minuto sono stati raggiunti da Letta. Al termine del colloquio Fini ha accompagnato Napolitano all’uscita di palazzo Montecitorio. Al centro del colloquio, con ogni probabilità, la situazione politica in rapidissima evoluzione. Silvio Berlusconi non ha alcuna intenzione di dimettersi e ribadisce il suo no alle dimissioni che gli hanno chiesto i finiani. Il premier va avanti e lancia la sua sfida. Si collega telefonicamente con la manifestazione del Pdl che si tiene a Milano e conferma di volere avviare la verifica in

sede parlamentare. Incassata la fiducia al Senato, nel caso che a Montecitorio non ci fosse lo stesso risultato, dice: semmai si può sciogliere solo la Camera. Una road map che il presidente dei deputati Pd Dario Franceschini prova a stoppare scrivendo in modo perentorio a Fini che la priorità va data alla mozione di sfiducia presentata da democrat e Idv alla Camera, dove - sempre secondo il capogruppo del principale partito d’opposizione - la verifica dovrebbe svolgersi nella prima data utile successiva all’approvazione della Finanziaria in entrambi i rami del Parlamento. Franceschini chiede a Fini di far valere i diritti di quanti hanno firmato la mozione di sfiducia e di respingere la richiesta del premier, che ai presidenti di Camera e Senato ha espresso la volontà di chiedere la fiducia a Palazzo Madama dopo la fine della sessione di bilancio, dando la precedenza alla Camera alta in quanto a fine settembre

la fiducia fu votata prima a Montecitorio. Ieri sera ad Arcore ci sarà un importante vertice tra Berlusconi e lo stato maggiore della Lega Nord. Nel collegamento telefonico con la manifestazione Pdl, Berlusconi è apparso in forma e ai supporter milanesi ha ricordato che ci sono i professionisti della politica che agiscono come se la gente non esistesse "ma questa è partitocrazia non democrazia". E sulla

Urso conferma la volontà del Fli di coalizzarsi con Rutelli e Casini. «Noi vogliamo con queste dimissioni chiudere una pagina e proseguire con un nuovo governo

«Con il ritiro della delegazione dei finiani dal governo si sta consumando il tradimento» ha detto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi

Gianni Letta

stampa ha espresso ancora una volta tutte le sue perplessità su una certa televisione che fa disinformazione «ma la maggioranza degli italiani - dice - sta non con noi e non si fa turlupinare da trasmissioni pagate con i nostri soldi». Intanto la delegazione di Futuro e libertà esce dal governo. Le dimissioni irrevocabili «consegnate stamattina entro le 13», ha preannunciato il viceministro allo Sviluppo economico, Adolfo Urso, intervistato da SkyTg24. Con Urso dimissioni anche per il ministro delle Politiche comunitarie Andrea Ronchi e i sottosegretari Roberto Menia e Antonio Buonfiglio. Durissima la reazione del Pdl. «Con il ritiro della delegazione dei finiani dal governo si sta consumando il tradimento» ha detto a Cividale (Udine), prima dipartecipare ad un convegno di Confindustria, il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. Urso, in linea col Pd, chiede che la fiducia venga verificata prima alla Camera. «Il dibattito sulla fiducia deve avvenire, come è naturale, innanzitutto alla Camera, dove è già stata presentata una mozione di sfiducia». Urso conferma la volontà di Fli di coalizzarsi con Rutelli e Casini. "Noi -spiega Urso - vogliamo con queste dimissioni chiudere una pagina e proseguire la legislatura con un nuovo governo di centrodestra, ma nel caso che altri si dovessero assumere la responsabilità noi andremo al voto con un’altra coalizione di centrodestra, per voltare comunque pagina", aggiunge Urso, che spiega di non avere ricevuto pressioni di nessun tipo in questi giorni. Se si dovesse arrivare al voto anticipato "per

Paga il grande sostegno dell’estrema sinistra nelle primarie per Milano

La vittoria di Giuliano Pisapia è la vittortis fi Vendola di Roberto Carli ROMA - Anche a Milano come in Puglia vince Vendola. Alle primarie del centrosinistra per la corsa a sindaco di Milano il candidato Giuliano Pisapia avvocato ed ex parlamentare di Rifondazione comunista, con il sostegno di Sinistra ecologia e libertà di Nichi Vendola, ha avuto la meglio sull’architetto Stefano Boeri, il candidato sostenuto invece dal Pd. Pisapia si è affermato con il 45,36 per cento dei voti, contro il 40,16 dell’avversario. L’outsider delle primarie Valerio Onida ha conquistato il 13,41 per cento dei circa sessantasettemila votanti, un dato inferiore alle attese degli organizzatori delle primarie che si aspettavano un’affluenza maggiore, almeno di centomila votanti. Il quarto candidato, Michele Sacerdoti, è arrivato all’1,07 per cento. «Ancora una volta le primarie rappresentano la rivitalizzazione del centrosinistra e una lezione di buona politica in un Paese sgomento dinanzi allo spetta-

colo permanente di una politica indecente» ha detto Vendola. «A Milano si è svolta una contesa tra protagonisti di grande levatura intellettuale e morale che ha consentito di accendere i riflettori sul malgoverno delle destre e del sindaco Moratti. La vittoria di Pisapia è la vittoria di un uomo di grande umanità sempre in prima linea in tutte le battaglie di civiltà e di libertà». Per Vendola, «Milano regala una buona giornata al centrosinistra e all’Italia migliore». È un terremoto e la Puglia, al confronto, è nulla. Forte del suo impegno civico e della sua passione, Pisapia ha rovesciato i pronostici: «È la vittoria della democrazia delle primarie», ha commentato a caldo. Poi, le lacrime e il ringraziamento ai concorrenti «con i quali c’è stato un leale confronto e con cui - insieme - dobbiamo battere la Moratti», e ai partiti che lo hanno sostenuto (Sel e Federazione della sinistra), ma anche «al Pd che continua a essere la componente principale di un centrosinistra rigenerato, in grado di sconfiggere il centrode-

stra». «Bisogna spendersi per cercare di rendere il mondo migliore e farlo in tutti i modi in cui si può», aveva scritto sul suo sito poche ore prima del voto. Pisapia era stato eletto deputato indipendente per Prc nel ’96, ha presieduto la commissione Giustizia ed è stato rieletto nel 2001. Partito svantaggiato rispetto a Boeri, Pisapia ha capito che poteva farcela quando ha cominciato a raccogliere messaggi di incoraggiamento di persone che da tempo avevano smesso di votare e che invece hanno accarezzato il sogno di sconfiggere il centrodestra nella terra di Berlusconi e Bossi. Poi c’è stata la sera magica, quella del 6 novembre, quando Nichi Vendola è arrivato a Milano a dichiarare stima, affetto e sostegno a Pisapia. Una sera magica, appunto, con migliaia di persone uscite dalla routine del sabato amici-cena-cinema per assieparsi al Teatro dal Verme, dentro tutto pieno all’inverosimile e fuori altre migliaia di uomini e donne, giovani e di mezza età in piedi a condividere e ribadire la vog-

lia di cambiamento. Una serata che . chiaramente - ha pagato alle urne.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 27

DALL'ITALIA E DAL MONDO Commercio estero: cresce il saldo negativo, l’energia ci penalizza

Catanzaro la seconda meno cara per i rifiuti

Una famiglia tipo di 3 persone spende annualmente nella città meneghina meno di un terzo di un nucleo a Firenze

Rifiuti e acqua: la follia dei costi nei vari capoluoghi di Carlo Bassi ROMA - Milano è tra le città più convenienti per il costo dell’acqua: una famiglia tipo di 3 persone spende annualmente nella città della Madonnina meno di un terzo di quanto paghi un analogo nucleo familiare a Firenze. Mentre per i rifiuti a Cagliari si spende 2,5 volte quanto si sborsa a Campobasso. Sono alcuni dei risultati che emergono dal monitoraggio ancora in corso sulle tariffe locali condotto dall’Osservatorio «Prezzi e Mercati» di Indis, Istituto dell’Unioncamere specializzato nella RIFIUTI in euro distribuzione, che fornisce un’idea Campobasso 130,7 chiara dei differenCatanzaro 190,0 ziali di spesa e di andamento da un terriMilano 283,2 torio all’altro. Il monitoraggio, che è Cagliari 330,4 ancora in corso, si MEDIA 235,3 concentra sugli anni 2008/2009 e riguarderà circa 50 capoluoghi di provincia, che rappresentano circa il 30% della popolazione complessiva. Fra i principali capoluoghi di regione ad oggi monitorati - spiega la nota - Cagliari, Milano e Palermo sono le città in cui le famiglie pagano le tasse per i rifiuti solidi urbani più elevate. Firenze, Genova e Bari quelli in cui l’acqua costa di più.

I dati mostrano che, per quanto riguarda la tariffa dei rifiuti solidi urbani pagata dalle famiglie, la variazione del 4,6% rilevata dall’Istat nel 2009 sintetizza tassi di crescita delle diverse città compresi tra il -1% e il +57%. In termini di livelli, la spesa per una famiglia tipo composta da tre componenti varia sul territorio con un rapporto da 1 a 2,5, dal valore più basso, pari a 130 euro annui, di Campobasso fino al più alto, pari a 330 euro, di Cagliari. Anche sull’acqua potabile le differenziazioni territoriali sono ampie. La variazione del 5,9% rilevata dall’Istat nel 2009 sintetizza tassi di crescita compresi tra il -13% e il +33%. In termini di livelli, fra i capoluoghi di regione la spesa per una famiglia tipo composta da tre componenti varia sul territorio con un rapporto da 1 a 4, dal valore più basso, pari a 81 euro annui, di Milano fino al più alto, pari a 317 euro, di Firenze. Per quanto riguarda, infine, le tariffe pagate dalle utenze non domestiche (pmi) si riscontrano sul territorio differenze ancora più ampie. Su 96 capoluoghi di provincia, per un profilo tipo di un albergo, ad esempio, la tariffa dei rifiuti solidi può variare dai 1.000 euro l’anno fino a 16.000, con un rapporto di 1 a 15. Per la tariffa dell’acqua potabile la spesa oscilla dai 7.000 euro l’anno fino a 38.000, con un rapporto di 1 a 20. Ecco di seguito le due tabelle sulle tariffe dei rifiuti e dell’acqua potabile (spesa annua tutto compreso per famiglia di tre componenti nel 2009).

ROMA - Nel mese di settembre 2010 le esportazioni aumentano del 16,4 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, con andamenti più sostenuti sul mercato comunitario (più 19 per cento) rispetto a quello esterno all’Unione europea (più 12,8 per cento). Le importazioni registrano un incremento superiore, pari al 23,9 per cento, derivante da una crescita del 31,8 per cento dei flussi dai paesi extra Ue e del 18,3 per cento dai paesi comunitari. A settembre 2010 il disavanzo commerciale risulta pari a 3,2 miliardi di euro, un valore più che triplo (meno 1 miliardo di euro) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. A settembre 2010, rispetto A settembre 2010 il ad agosto, un incremento del 3 per cento per le esporta- disavanzo commerciale zioni, (più 3,4 per cento per i risulta pari a 3,2 miliardi paesi Ue e più 2,5 per cento per i paesi extra Ue) e un in- più del triplo (era meno cremento quasi nullo per le importazioni. Negli ultimi un miliardo) rispetto al tre mesi, rispetto al trimestre settembre 2009 precedente, le esportazioni crescono del 4 per cento, mentre le importazioni aumentano del 2,9 per cento (con andamenti simili per le due aree). Nel periodo gennaio-settembre 2010, rispetto al corrispondente periodo del 2009, le esportazioni aumentano del 14,3 per cento, con una dinamica di poco più vivace per i paesi extra Ue (più 15,1 per cento) rispetto a quelli comunitari (più 13,7 per cento), mentre le importazioni aumentano del 20,9 per cento (più 26,5 per cento per l’area extra Ue e più 16,6 per cento per quella Ue). Nei primi nove mesi il deficit (meno 19,2 miliardi) è notevolmente più ampio rispetto al 2009 (meno 4,1 miliardi), mentre al netto di petrolio greggio e gas naturale si registra un avanzo di 19,3 miliardi di euro.

Si spinge l’Irlanda a chiedere aiuti, ma Dublino non vuole ROMA - Secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, un funzionario governativo tedesco, che ha preferito rimanere anonimo, ha confermato che Berlino sta tentando di convincere Dublino ad accedere al Fondo di salvataggio europeo prima dell’Eurogruppo di martedì 16 novembre, in modo da ridurre la volatilità dei mercati. Il governo di Dublino ha ammesso che ci sono stati contatti internazionali e che questi scambi di informazioni proseguono alla luce delle condizioni attuali del mercato. A quanto pare, però, Dublino sta opponendo resistenza. Secondo quanto riportava ieri il Financial Times i responsabili irlandesi insistono sul fatto che il loro Paese non ha bisogno di aiuti finanziari. Colloqui informali conclusi con un nulla di

fatto si sono svolti domenica sera a Bruxelles. Si doveva decidere se concedere o meno all’Irlanda un pacchetto di aiuti prima della riapertura dei mercati. Nel caso dovessero essere stanziati, gli aiuti europei dovrebbero aggirarsi sui 60 miliardi di euro, ma i ministri irlandesi hanno ribadito ancora ieri di non aver bisogno di alcuna assistenza per superare la crisi in cui versa il loro Paese. «Dobbiamo dimostrare chiaramente che l’Irlanda può superare da sola questa crisi finanziaria», ha detto a una radio locale il ministro dell’Industria Batt O’Keeffe. Intanto la Germania ha smentito categoricamente di aver fatto pressioni per far accettare gli aiuti a Dublino. Anche secondo il Sunday Times, il ministro delle Finanze irlandese, Brian Lenihan, ha intenzione di resistere in ogni modo alle pressioni.

La Banca d'Irlanda a Dublino


28

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

FOCUS

A dicembre nasce Invitalia: il soggetto gestore degli strumenti agevolativi individuati dal ministero dello Sviluppo economico e rivolti ad investimenti produttivi in Campania, Puglia, Calabria e Sicilia

Al via tre nuove per le imprese che investono nel Meridione di Ettore Zonno ROMA - Dall’inizio di dicembre un nuovo strumento si affianca a quelli già operativi e messi in campo dal Governo a sostegno delleattivitàimprenditorialiedella competitività delle imprese. Sarà Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione di investimenti e lo sviluppo d’impresa il soggetto gestore delle agevolazioni previste dai 3 nuovi decreti del ministero dello Svilup-

po economico, firmati lo scorso 6 agosto e rivolti alle imprese che intendano effettuare investimenti produttivineisettoridellaricerca, dell’innovazione e delle energie rinnovabili. Le tre nuove misure si rivolgono a imprese piccole, medie e grandi che decidano di localizzare i loro piani di investimento nelle 4 regioni dell’obiettivo Convergenza (ovvero Sicilia, Campania, Puglia e Calabria) e che, come previsto dal Decreto, a partire dal 9

dicembre 2010 potranno presentare domanda di agevolazione per programmi di investimento che puntino a sostenere l’industrializzazione dei programmi di ricerca, l’utilizzo di tecnologie innovative, la tutela ambientale e il risparmio energetico. Potranno essere presentati progetti che abbiano un importo di spesa compreso tra 1,5 e 25 milioni di euro e riguardino la realizzazione di nuove unità produttive, l’ampliamento di quelle già

esistenti, la diversificazione della produzione (in nuovi prodotti o servizi aggiuntivi) o il cambiamento fondamentale dei processi di produzione. Gli incentivi a disposizione, per una cifra complessiva di 500 milioni di euro, provengono da risorse comunitarie della programmazione 2007-2013. In particolare le risorse del bando sugli Investimenti Energetici sono a valere sul POI Efficienza Energetica, mentre quelle dei

bandi Industrializzazione e altri obiettivi sono a valere sul PON Ricerca e Competitività. I beneficiari potranno contare su contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati, nel rispetto delle percentuali massime fissate dalla Carta italiana degli aiuti a finalità regionale 2007-2013, e dovranno offrire idonee garanzie ipotecarie e/o bancarie e apportare mezzi finanziari propri pari al 25% dell’investimento. Invitalia curerà, per conto del ministero dello Sviluppo economico, tutti gli adempimenti tecnici e amministrativi riguardanti l’istruttoria delledomande el’erogazione delle agevolazioni. Le domande dovranno essere presentate per via telematica attraverso il sito www.sviluppoeconomico.gov.ite saranno esaminate da Invitalia in base all’ordine cronologico di presentazione.


Martedì 16 Novembre 2010 il Domani 29

FOCUS

Accelera l’attività di strutturazione per i grandi progetti infrastrutturali in Italia e all’estero: nuovi finanziamenti per 4 miliardi negli ultimi 12 mesi, che portano il totale dei finanziamenti in essere a oltre 40 miliardi; risultato netto pari a 91 milioni, in crescita del 4,5% rispetto a settembre 2009

Biis, ecco i risultati al 30 settembre 2010: risultato netto in crescita di Ettore Zonno ROMA - La Banca infrastrutture innovazione e sviluppo (BIIS), la banca del gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Public finance e alla collaborazione tra Pubblico e Privato, chiude il terzo trimestre 2010 rafforzando la propria attività al servizio del settore pubblico, delle infrastrutture, dei servizi pubblici e della sanità sia in Italia che all’estero. Nei primi nove mesi del 2010 BIIS ha conseguito ricavi a 207 milioni, risultato della gestione operativa a 163 milioni e risultato netto a 91 milioni. I nuovi impieghi per 4 miliardi negli ultimi 12 mesi, il forte sviluppo delle commissioni nette (più che raddoppiate rispetto a settembre 2009), la crescita del risultato netto (+4,5% rispetto a settembre 2009) e l’accelerazione del risultato pretasse e delle commissioni nette (rispettivamente +19,4% e +10,3% dal secondo al terzo trimestre 2010), evidenziano l’attività intensa che la banca continua a svolgere al servizio della collaborazione tra Pubblico e Privato. Per promuovere lo sviluppo delle grandi infrastrutture del Paese, BIIS ha proseguito l’attività di advisory a supporto dei grandi progetti autostradali (tra cui Brebemi, Pedemontana Lombarda, Tangenziale Esterna Est di Milano, autostrada Cremona-Mantova), e ha finanziato la realizzazione di un tratto dell’autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova e del nuovo sistema viario umbro marchigiano. Per dare liquidità alle imprese fornitrici della Pubblica amministrazione, BIIS ha stipulato convenzioni per lo smobilizzo dei crediti vantati dai fornitori di beni e

servizi nei confronti delle Province di Treviso e Torino e ha definito rilevanti iniziative di smobilizzo dei crediti vantati dalle aziende fornitrici della sanità pubblica e delle strutture sanitarie convenzionate nei confronti dei sistemi sanitari delle regioni Campania (in collaborazione con Sace), Lazio e Molise. Per fornire supporto all’equilibrio finanziario del settore pubblico è statasottoscrittaun’operazionedi cartolarizzazione di crediti vantati da Enel verso Comuni e altre Pubbliche amministrazioni e sono state finanziate le spese d’investimento pluriennali di numerosi Enti Locali e le spese per programmi d’investimento prioritari per la Difesa del Paese. Per il miglioramento dei servizi pubblici e di pubblica utilità, nell’ambito delle energie alternative a basso impatto ambientale, è stato concesso un finanziamento a Solon per la realizzazione del tetto foto-

Nei primi nove mesi del 2010 BIIS ha conseguito ricavi a 207 milioni, risultato della gestione operativa a 163 milioni e risultato netto a 91 milioni. Ciò evidenzia l’attività intensa che la banca continua a svolgere al servizio della collaborazione tra Pubblico e Privato voltaico più imponente d’Italia e tra i maggiori al mondo in termini di potenza, sugli edifici dell’Interporto di Padova. Sempre nel

settore eolico e fotovoltaico sono stati inoltre sviluppati vari progetti in regime di project financing in Calabria, Molise e Puglia. In Sardegna BIIS ha finanziato il più grande parco eolico italiano, realizzato dal Gruppo Falk nei comuni di Buddusò e Ala dei sardi (Ot). È stato anche erogato un finanziamento alla multi-utility lombarda dell’energia Linea Group Holding, che serve un bacino di circa 1 milione di abitanti nelle province di Brescia, Cremona e Lodi. Nel settore idrico si segnala il finanziamento concesso al Fondo Italiano per le Infrastrutture (F2i), finalizzato all’acquisizione di una partecipazione nella Società Mediterranea delle Acque che ha in carico il servizio per l’intero Comune di Genova e per diversi centri del suo Ambito territoriale ottimale. Nell’ idroelettrico, è stato stipulato e interamente erogato un fi-

nanziamento alla Società elettrica altoatesina, partecipata dalla Provincia autonoma di Bolzano, per l’acquisto di centrali da Enel e Edison site nel territorio provinciale. Per migliorare i servizi di trasporto, BIIS ha poi sostenuto lo sviluppo della linea dell’alta velocità Torino-Milano-Napoli, organizzando e collocando un fi-

Per dare liquidità alle imprese fornitrici della Pa, BIIS ha stipulato convenzioni per lo smobilizzo dei crediti dei fornitori di beni e servizi nei confronti delle Province di Treviso e Torino e ha definito iniziative di smobilizzo dei crediti vantati dalle aziende fornitrici della sanità pubblica

nanziamento per le Ferrovie dello Stato, e gestendo l’acquisto in leasing di convogli ferroviari dedicati ai lavoratori pendolari del Veneto. Per sostenere lo sviluppo del territorio, tra le tante operazioni, un posto di rilievo lo occupa il perfezionamento di un finanziamento alla società Eur Spa, per l’edificazione del nuovo Centro Congressi del quartiere EUR. Sono inoltre proseguite le attività sui mandati acquisiti per la strutturazione dei finanziamenti a beneficio di diverse opere, tra cui porti turistici, parcheggi e riqualificazione della rete viaria. Nell’ambito dell’attività di public & infrastructure finance all’estero, sono proseguite le erogazioni ai progetti stradali e autostradali in diversi paesi europei, tra le quali il finanziamento alla società statale Hrvatske Ceste per la gestione della rete stradale croata. Nel settore idrico, la banca ha sottoscritto un’emissione obbligazionaria in favore di Edia, impresa che cura l’approvvigionamento della regione lusitana di Alqueva, oltre ad un finanziamento alla concessionaria spagnola Abaqua, che gestisce lo stesso servizio nella Comunità autonoma delle Isole Baleari. Nel settore delle utilities sono state perfezionate varie operazioni nel Nord Europa tra le quali il finanziamento al gruppo Thüga, che detiene partecipazioni in novanta società municipalizzate tedesche, alla Stadtwerke Muenchen, multi-utility tedesca, ed alla Hafslund, operatore energetico norvegese. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.biis.it.


30

il Domani Martedì 16 Novembre 2010

ilD motori

a cura s.s.e. mediatag

Grazie alla matita di Giugiaro (e ai soldi di Mahindra)

SsangYong rivede la luce con Korando Andrea Celia Magno

Peugeot ha presentato lo scooter elettrico Peugeot sta per lanciare sul mercato il suo primo scooter elettrico denominato E-Vivacity. Un esempio di mobilità sostenibile che corona il lavoro e lo sviluppo quindicennale di motori e veicoli di questo genere, siano essi a due o quattro ruote. Presentato all’EICMA di Milano, lo scooter Peugeot sarà nelle concessariedallaprimavera.

Toyota: l’ibrido passerà dalla Prius al Rav4 Toyota punterà sull’estensione della tecnologia ibrida della Prius anche al Suv Rav4. Si chiamerà Rav4 EV e verrà presentato a fine mese al Salone dell’auto di Los Angeles. Grazie alla collaborazione con Tesla, che svilupperà la trasmissione elettrica, le prime vendite partiranno nel 2012, inizialmente negli USA, poi sugli altri mercati. SsangYong Korando

Audi dà un "taglio" ibrido al Q5 È riuscita a superare la tempesta della crisi economicaanchel’aziendaautomobilisticacoreana SsangYong. Non soltanto con le proprie forze, ma grazie a quelle economiche del colosso indiano Mahindra, che sta per completare l’acquisizione di tutto il gruppo, SsangYong ha presentato poco tempo la sua nuova proposta. Si tratta di Suv di taglia media, il Korando, destinato a fare Disegnata da la concorrenza principalai "gemelli" delle alGiorgetto Giugiaro mente tre industrie automobilistiche asiatiche. La matita Korando è il che ha pensato e disegnato nuovo Suv Korando è quella tutta italiana di Giorgetto Giudi taglia media giaro, che ha ripreso un concept presentato due andella coreana ni fa al Salone di Parigi, SsangYong. prima che i coreani venissero tirati giù dai marosi Prezzi contenuti della crisi. Giugiaro ne dà, e un motore 2.0 da indiscutibilmente,untocco di classe. 4 metri e 41 di 175 CV i suoi lunghezza, 1 metro e 83 di larghezza e 1 e 70 di altezpunti di forza za, sono le dimensioni di unavetturadallelineesemplici ed armoniose, che non ha nulla da invidiare alla concorrenza. Un frontale massiccio, dai fari ampi e profilati verso le fiancate e la calandra centrale di media grandezza non danno un aspetto ridondante alla vista, che anzi ne risulta piacevolmente confortata. La linea di cintura è leggermente portata a rialzarsi

verso il retro, rafforzandone la sensazione di sportività, mentre proprio il retro è proporzionato e non sfigura. L’abitacolo è ampio e dalle rifiniture ben curate. La plancia comandi è semplice e raggruppa tutte le funzioni più utili e usate sulla console centrale. La proporzione degli spazi è 60:40, con i sedili posteriori ribaltabili per aumentare il volume di carico del bagagliaio, già abbastanza ampio (486 litri) di per sè. Le dotazioni di sicurezza sono quelle più comuni: ESP,

Audi ha presentato i dati della sua prima vettura full hybrid. Si tratta del Suv di taglia media Q5, che dal secondo semestre del prossimo anno sarà disponibile anche con questa tecnologia. Trazione integrale e motore benzina TFSI 2.0 da 211 CV abbinato ad un propulsore elettrico da 45 CV permette di avere 5 differenti modalità di guida, dal più dispendioso a quello più parsimonioso.

Una nuova Serie 7 super lusso per Bmw Linea massiccia e sportiva per Korando

controllo della trazione, l’assistenza nelle partenze in salita e tanti airbag, frontali, laterali e a tendina. Dello stesso tenore i comfort, dal climatizzatore automatico al computer di bordo, dal regolatore di velocità agli interni in pelle. Il motore è uno solo, ma è forse la cosa più attraente e intelligente: un 2.0 turbodiesel da 4 cilindri e 175 CV, disponibile nella versione a 2 o 4 ruote motrici con il cambio a 6 rapporti (automatico o manuale). I consumi del motore costruito e sviluppato interamente da SsangYong, sono equilibrati (dai 13,3 ai 16,7 l/100 Km, secondo quanto dichiarato dalla casa coreana). La Korando sarà disponibile già da dicembre, con prezzi oscillanti fra i 21 e i 28 mila euro.

Bmw ha presentato l’ultima versione extra lusso della Serie 7. 100 esemplari per un prezzo aggiuntivo dai 38 ai 63 mila euro rispetto al listino. La cornice della presentazione era quella della fabbrica di pianoforti Steinway & Sons, nella sede di Amburgo. Carrozzerie bianche o nere (e interni di colore opposto), come i tasti di un pianoforte, sedici altoparlanti stereo e tutti i tipi di motorizzazione, ancheunaversioneibrida.Disponibiledal2011.


il Domani Martedì 16 Novembre 2010 31

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

21.597,67 20.993,27 23.803,84 22.172,05 22.045,23 11.050,26

0,78 0,79 0,87 -0,17 0,35 0,37

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1374,25

32,42

26,50

0,628

PLATINO

1694,25

40,31

PALLADIO

694,77

16,68

1 Euro

1.0

1.3611

0.84740 112.88

ORO

1 US $

0.73430

1.0

0.62240 82.910

ARGENTO

1 UK £

1.1795

1.6058

1.0 133.14

1 ¥en

0.0088564 0.012055 0.0075090

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

A.S. Roma 1,176 A2A 1,106 Acea 8,62 4,2425 Acegas-Aps Acotel Group 40,24 Acque Potabili 1,57 Acsm-Agam 1,13 Actelios 1,969 Aedes 0,2009 Aeffe 0,4505 Aegon 4,65 Aeroporto Firenze 10,91 Ageas 2,1725 Ahold Kon Aicon 0,2259 Alcatel-Lucent 2,175 Alerion 0,5005 Allianz 90,12 3,75 Amplifon Ansaldo Sts 9,26 Antichi Pellettieri 0,52 Apulia Prontop 0,3965 0,0278 Arena Arkimedica 0,48 98,20 Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave 1,618 Astaldi 4,9325 Atlantia 16,13 Autogrill Spa 10,01 Autostrada To-Mi 10,01 Autostrade Merid 22,50 Axa 13,55 Azimut 7,265 B Interm-15 Cv 1,5% 90,20 B&C Speakers 3,35 105,80 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 Banca Generali 9,145 Banca Ifis 5,345 Banca Intermobiliare 4,185 Banca P. E. Romagna Cv 4% 2010-2015 107,01 3,535 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 110,35 Banco Santander 8,70 Basf 56,30 Basicnet 2,845 Bastogi Spa 1,649 Bayer 56,11 Bb Biotech 44,80 Bca Carige 1,645 Bca Carige R 2,77 110,00 Bca Carige-13Cv 1,5% 0,495 Bca Finnat 0,9455 Bca Mps Bca Pop Di Spoleto 3,70 Bca Pop Emil Romagna 8,82 Bca Pop Etrur-Lazio 3,2025 Bca Pop Milano 3,0175 Bca Pop Sondrio 6,635 Bca Profilo 0,45 3,8375 Bco Desio Bria Rnc 3,915 Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp 9,25 Bee Team 0,3845 Beghelli 0,613 4,985 Benetton Group 100,00 Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili 0,707 Best Union Company 1,458 Bialetti Industrie 0,385 1,365 Biancamano Biesse 5,165 Bioera Sospensione Bmw 56,08 Bnp Paribas 53,40 19,60 Boero Bartolomeo 2,0725 Bolzoni 30,73 Bonifiche Ferraresi Borgosesia 1,389 Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% 101,70 Brembo 8,115 Brioschi 0,1546 Bulgari 7,42 1,111 Buongiorno 7,755 Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc 4,6575 Cad It 4,11 Cairo Communication 2,62 1,079 Caleffi 1,89 Caltagirone 1,715 Caltagirone Edit Camfin 0,3755 Campari 4,5975 Cape Live 0,2695 Cape Live Cv 5% 2009-2014 83,00 Carraro 3,055 Carrefour Cattolica Ass 18,88 1,798 Cdc 0,2795 Cell Therapeutics 6,01 Cembre Cementir Holding 2,145 2,35 Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti 0,2575 Chl 0,1385 Cia 0,2895 Ciccolella 0,689 1,545 Cir-Comp Ind Riunite Class Editori 0,452 Cobra 1,116 Cofide Spa 0,619 Cogeme Set 0,429 Cogeme Set 2014 Cv 94,73 Conafi Prestito' 1,027 21,66 Cr Bergamasco 4,925 Credem 11,55 Credit Agricole Credito Artigiano 1,27 Credito Valtellinese 3,3675 0,1498 Crespi Creval 2013 Cv 100,78 1,104 Csp Int Ind Calze D'Amico 1,016 Dada 5,165 Daimler 50,00 Damiani 0,902 20,22 Danieli & C Danieli & C Risp Nc 10,89 45,84 Danone Datalogic 5,75 De'Longhi 4,50 Dea Capital 1,288 Deutsche Bank 40,87 Deutsche Telekom 10,09 32,46 Diasorin Digital Bros 1,349 Dmail Group 3,1275

Ora

Min

Max

Apertura

-0,68 -0,09 +2,19 +1,01 -3,27 -0,63 +2,26 -4,88 +1,21 +1,81 -0,53 -4,13 +2,00

17.30.32 1,168 1,188 1,185 17.30.29 1,092 1,111 1,105 17.30.25 8,395 8,625 8,395 17.30.55 4,14 4,26 4,1425 17.30.39 39,66 41,40 17.30.51 1,57 1,60 17.30.14 1,104 1,139 17.30.03 1,967 2,06 1,981 17.30.32 0,1965 0,2019 0,2019 17.30.04 0,441 0,457 0,442 13.43.14 4,6275 4,65 17.30.33 10,90 11,37 17.02.47 2,125 2,1725

+2,13 -0,91 -0,99 +0,41 +1,56 +3,52 -0,95 +0,25 -0,71 +1,27 -0,05 +0,81 -1,64 -0,19 +1,42 +0,40 +0,54 +1,57 +0,97 +0,00 -5,50 -0,09 +0,22 +0,09 +0,36 +0,34 -3,48 +0,38 +3,57 +0,66 +0,71 -0,60 +3,91 +0,11 +0,43 -0,54 -0,72 -0,80 +0,16 -1,27 +1,67 -1,61 -1,47 +1,07 -0,99 +0,46 -0,89 -0,48 -4,47 -0,16 -2,16 +0,02 +2,46 -0,48 -0,64 -1,80 +0,58

17.30.00 17.13.45 17.30.05 17.09.57 17.30.07 17.30.54 15.42.25 17.30.53 17.30.16 17.30.23 17.24.13 17.30.08 17.30.06 17.30.25 17.30.18 17.30.35 15.23.13 17.30.02 17.30.06 15.16.53 17.30.15 17.02.56 17.30.11 17.30.30 17.30.06 16.41.56 17.30.32 17.30.14 17.17.52 17.30.01 17.30.43 15.23.12 17.22.14 17.23.16 17.30.54 15.50.09 16.08.26 17.30.50 17.30.58 17.30.56 17.30.38 17.30.43 17.30.02 17.30.57 17.30.04 16.39.40 17.30.41 17.30.23 17.30.40 17.30.05 17.30.21 17.13.53 17.30.42 16.59.33 16.58.24 17.30.21 17.30.17

0,2215 2,1525 0,4955 89,68 3,66 8,92 0,495 0,3865 0,0274 0,47 98,20 1,584 4,85 16,09 9,78 9,91 22,45 13,40 7,12 90,12 3,29 105,71 9,01 5,26 4,17 106,52 3,525 109,56 8,465 53,15 2,7825 1,601 53,86 44,70 1,623 2,7475 110,00 0,493 0,93 3,70 8,63 3,1725 2,9975 6,52 0,445 3,7975 3,89 9,15 0,3845 0,6025 4,92 99,86 0,689 1,415 0,377 1,36 5,10

0,233 2,1775 0,5065 90,52 3,76 9,26 0,52 0,3965 0,0288 0,487 98,25 1,618 5,02 16,20 10,03 10,15 22,60 13,62 7,265 90,20 3,50 105,95 9,17 5,365 4,185 107,52 3,6675 110,40 8,70 59,59 2,8475 1,65 57,83 45,00 1,648 2,77 110,80 0,4995 0,955 3,80 8,86 3,2375 3,05 6,65 0,4595 3,8375 3,9725 9,285 0,408 0,6215 5,09 100,00 0,71 1,458 0,395 1,419 5,175

+1,58 +1,23 +3,16 +0,36 -0,16 +0,65

17.21.54 55,00 17.30.51 52,41 11.52.06 19,60 17.23.34 2,0275 17.30.23 30,40 11.46.56 1,34

56,60 53,53 19,60 2,10 30,73 1,389

+0,05 +5,05 -2,64 +4,58 -1,77 -0,64 -1,53 -1,91 +0,77 -1,73 +0,85 -0,58 -0,27 +0,44 +0,00 -2,81 +5,35

17.12.15 17.30.17 17.30.54 17.30.19 17.30.15 17.30.02 17.30.32 17.19.28 17.30.04 17.10.44 15.53.27 17.30.34 17.30.27 17.30.37 14.21.26 11.23.41 17.30.58

101,00 101,70 7,465 8,13 0,1545 0,16 7,045 7,485 1,091 1,139 7,575 7,83 4,60 4,68 4,07 4,15 2,5825 2,63 1,08 1,07 1,837 1,909 1,69 1,725 0,37 0,3815 4,54 4,65 0,2695 0,2695 83,00 83,27 2,895 3,055

+2,94 +0,50 +0,54 -0,50 -0,69 -0,63 -1,34 -1,07 -0,17 -1,57 +1,25 -3,83 -2,45 -0,08 +0,00 +0,02 -1,44 -0,69 +1,97 -0,09 -2,31 +1,89 +5,20 +0,25 -3,16 +0,59 +5,84 +0,60 +0,22 +3,96 +2,64 -0,63 +0,17 +1,58 +1,82 +1,31 +0,10 -0,12 +0,15 -0,71

17.30.37 17.30.53 17.30.46 17.30.55 17.30.14 17.30.56 17.30.08 17.30.33 17.30.32 16.53.56 17.30.57 17.30.42 17.30.17 17.30.01 17.30.28 14.38.40 17.30.40 17.30.01 17.30.50 15.49.03 16.37.54 17.30.47 17.30.16 17.30.18 17.30.10 17.30.59 17.30.21 17.30.07 17.30.32 17.30.47 17.30.57 11.57.32 17.30.54 17.30.39 17.30.11 17.21.22 17.14.02 17.30.24 17.08.26 16.56.33

18,27 1,745 0,273 5,95 2,1125 2,3025 0,2525 0,137 0,2785 0,689 1,514 0,452 1,116 0,614 0,4225 94,71 1,027 21,55 4,7625 11,46 1,27 3,26 0,1461 100,51 1,104 0,998 4,88 49,34 0,8735 19,28 10,43 45,77 5,65 4,39 1,255 40,35 10,05 32,20 1,309 3,085

3,66 8,925 0,495 0,0283 98,25 5,00 16,16 9,78 9,91 7,165 105,75 9,05 4,17 3,625 109,85

1,63

0,9425 8,695 3,2375 3,045 6,575

5,09 0,692 0,38 1,407

52,86 19,60 2,06

7,51 7,045 1,115 7,795 4,67 1,08

4,57 2,96

18,88 1,80 0,281 0,2755 6,10 6,10 2,16 2,16 2,35 0,2585 0,1408 0,2895 0,282 0,705 0,705 1,545 1,523 0,47 1,174 1,13 0,628 0,434 94,73 1,071 21,86 5,03 4,835 11,56 1,309 1,305 3,3775 3,2625 0,1577 0,1533 100,78 1,147 1,022 1,022 5,295 4,88 51,36 49,43 0,91 20,29 19,28 10,89 10,57 45,84 5,80 5,65 4,57 4,425 1,288 40,87 10,10 32,59 32,44 1,349 3,14 3,14

AZIONI Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enel Green Power Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit

Prezzo ultimo contr. Var % 13,40 22,91 0,8695 1,281 1,47 13,14 1,47 4,44 4,0575 1,60 1,24 21,40 16,38 9,915 0,7165 0,44 6,08 2,14 Sospensione 20,71 16,12 16,04 1,089 17,91 13,37 9,175 9,17 3,24 4,3525 Sospensione 9,565 1,909 0,5285 6,815 4,0775 16,74 1,122 0,3725 4,61 27,10 3,685 0,503 1,097 15,51 3,6375 3,87 1,969 3,0225 6,50 4,37 7,39 1,442 Sospensione 0,855 14,41 1,424 0,83 1,33 0,845 2,1325

Ora

Min

Max

Apertura

+1,44 +1,15 +1,88 +0,31 -1,67 -0,68 -2,52 +0,57 +0,50 +0,82 -3,80 +0,61 +1,24 +2,32 -3,18 -4,24 -1,93 -2,51

17.30.57 13,09 13,55 13,09 16.42.02 22,56 22,91 17.30.36 0,8505 0,8695 0,8555 16.34.35 1,26 1,281 17.30.45 1,44 1,51 1,51 16.46.50 12,87 13,30 17.00.36 1,465 1,50 17.30.30 4,35 4,60 17.30.05 4,005 4,07 4,025 17.30.19 1,58 1,602 1,58 14.24.48 1,24 1,24 17.30.06 20,75 21,54 17.30.06 16,06 16,47 16,15 17.30.41 9,70 9,915 9,775 17.30.15 0,7105 0,76 17.30.27 0,4335 0,455 0,4435 17.30.05 6,045 6,30 6,21 17.30.45 2,12 2,17 2,17

+2,27 +1,58 +0,82 -1,18 +1,24 +3,01 +4,98 +4,68 -3,28 -0,85

17.30.04 20,03 20,77 17.30.50 15,62 16,20 17.30.28 15,91 16,26 17.30.38 1,077 1,11 17.30.01 17,86 17,94 17.30.49 12,93 13,43 17.30.13 8,74 9,19 17.30.12 8,705 9,19 17.30.46 3,235 3,3475 17.30.41 4,3525 4,4675

+1,59 +2,20 +0,10 +1,72 +1,18 -0,95 +0,00 +0,00 -1,71 +0,37 +2,36 -3,73 +4,58 +0,26 -3,00 -0,26 +3,91 -3,12 -8,32 -4,79 +3,87 -0,89

17.30.22 12.17.18 17.30.34 17.30.53 17.30.36 11.06.25 15.30.57 17.30.06 16.29.26 17.30.03 17.30.06 17.30.38 9.01.02 17.30.42 17.30.30 15.11.00 17.30.53 17.30.18 17.30.05 17.21.46 17.30.40 17.30.09

-4,25 -2,63 -0,42 +1,22 -1,84 -0,59 -1,04

16.00.36 0,855 0,86 17.30.53 14,34 14,71 14,70 17.30.01 1,422 1,454 1,44 16.47.03 0,819 0,85 17.30.42 1,327 1,355 17.30.54 0,8365 0,8695 0,8695 17.30.22 2,1275 2,18 2,1475

8,725 7,00 2,33 7,93 0,39

+1,28 +0,00 +0,32 +1,47 -1,76

17.30.26 8,52 8,76 11.12.18 7,00 7,00 17.30.55 2,3225 2,3325 7,98 7,83 17.22.37 17.30.11 0,386 0,3935

4,8225 2,3675 1,955 0,0126 1,408 1,196 3,01 2,93 5,835 3,26 23,35 16,38 1,869 0,892 0,0675 2,75 1,925 0,342 0,59 85,46 1,874 2,95 0,405 11,55 20,53 116,80 3,0525 0,1887 3,35 Sospensione 7,975

+0,05 +1,28 +0,57 +0,80 +2,10 -0,08 +1,09 -0,68 +0,09 +0,31 +1,39 -2,90 -0,05 -0,45 -1,17 +8,80 -2,28 -0,87 +0,43 +0,36 -0,32 -1,67 -4,37 +0,26 -0,29 -1,60 +5,53 -0,68 -2,19

17.30.31 17.30.55 17.30.59 17.24.50 17.30.30 17.30.38 17.30.16 17.30.25 17.30.44 17.30.43 17.30.14 17.30.55 17.11.22 17.30.13 17.30.46 17.30.45 17.30.31 17.30.07 17.03.20 13.37.07 16.28.17 17.30.08 17.30.57 17.30.33 17.30.25 15.31.02 17.30.23 17.30.03 17.30.57

4,81 7,46 3,48 0,0445 0,3185 1,145 10,00 1,26 1,43 3,27 0,3675 2,505 0,1424 6,07 0,408 0,1395 0,31 0,9225

-0,57 +0,68 -0,07 -2,84 -0,93 -0,43 -2,25 +0,40 -0,69 +0,77 -2,00 +0,50 +4,17 -2,02 -0,24 -1,41 +0,32 -3,91

17.30.36 17.30.54 17.30.12 17.30.05 9.00.05 15.10.44 15.06.02 17.30.11 17.30.15 17.30.13 17.30.25 17.30.46 17.16.13 17.30.34 17.24.27 17.18.51 17.24.16 17.30.07

5,28 1,28 2,91 6,395 7,605

-0,56 +3,31 +0,69 +0,00 -0,26

17.30.51 17.22.02 17.21.38 17.30.33 16.45.10

0,5995 1,595 1,942 22,46 2,35 3,7125 3,12 1,87 5,985 5,70 3,485 9,90 0,5235

-0,08 +0,19 -1,27 +0,49 -1,05 +1,71 -2,95 +5,06 +1,79 +1,88 +2,95 +1,96 +1,75

17.30.56 0,587 0,62 17.30.48 1,57 1,60 17.30.49 1,935 1,974 17.30.10 22,13 23,00 17.30.54 2,34 2,39 17.30.23 3,6325 3,75 17.30.54 3,05 3,1925 17.30.55 1,78 1,885 17.30.31 5,85 6,04 17.30.30 5,50 5,735 3,71 17.22.43 3,2575 14.29.14 9,585 9,995 15.59.18 0,5055 0,5235

+1,08 17.30.18

20,14

17,86 12,98 8,74 8,705

9,34 9,60 9,405 1,909 1,909 0,528 0,534 6,625 6,835 6,70 3,97 4,09 4,01 16,66 16,74 1,098 1,122 0,3705 0,384 4,61 4,72 27,10 27,50 3,71 3,5675 0,50 0,5225 1,097 1,097 15,26 15,58 15,39 3,5925 3,775 3,775 3,87 3,90 1,87 1,975 1,875 3,0225 3,1475 3,1475 6,50 7,10 7,10 4,25 4,49 4,41 7,00 7,45 7,15 1,436 1,453 1,447

4,75 2,30 1,917 0,012 1,357 1,183 2,95 2,93 5,75 3,23 22,81 16,23 1,855 0,882 0,0655 2,41 1,905 0,3345 0,58 85,45 1,842 2,9175 0,4035 11,34 20,27 114,50 2,89 0,1875 3,335

8,605

0,389

4,8825 4,82 2,375 2,32 1,963 1,941 0,0127 1,41 1,41 1,206 1,184 3,04 2,9875 5,85 5,81 3,29 3,24 23,53 22,81 16,50 16,30 1,87 1,87 0,90 0,882 0,0694 0,0683 2,7575 2,51 1,97 0,348 0,339 0,59 85,46 1,90 2,99 2,9625 0,4235 11,62 11,49 20,64 20,44 118,70 3,08 2,89 0,1921 0,1921 3,4275

7,675

7,99

4,745 7,345 3,4375 0,044 0,3185 1,145 10,00 1,234 1,405 3,19 0,36 2,4875 0,136 6,035 0,4015 0,1385 0,282 0,9155

4,85 7,495 3,54 0,0457 0,3185 1,20 10,00 1,271 1,47 3,27 0,376 2,57 0,1488 6,265 0,408 0,142 0,3155 0,9385

0,2965 0,9385

5,25 5,395 1,239 1,28 2,87 2,9375 6,38 6,395 7,51 7,65

7,51

4,8325 7,38 3,4525 0,0451

1,251 1,47 0,3695 2,49 0,138 0,4015

1,965 23,00 2,35 3,16 5,885 5,60 9,995

AZIONI Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Prelios Premafin Fin Hp Premuda Premuda Axa Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Seteco International Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vita Societa Editoriale Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Warr Tamburi 2013 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

0,68 +2,26 12.50.08 0,68 0,91 +2,83 17.30.43 0,8645 0,951 -2,96 0,4385 +0,81 0,90 -1,53 0,7695 +1,92 0,005 -39,02 6,65 +1,45 13,12 +1,00

Max

Apertura

0,68 0,91

17.30.39 17.30.05 17.30.45 17.30.53 17.30.52 17.30.00 17.30.49

0,95 0,426 0,896 0,76 0,004 6,48 12,86

0,9795 0,4415 0,433 0,931 0,7695 0,0082 0,0043 6,67 13,26 12,90

0,8485 1,069 0,746 2,00 6,905 41,10 0,2515 17,30 0,3505 0,0489 0,2595 1,402 49,51 0,95 22,10 0,3925 6,525 4,93 12,57 32,16 31,20 48,99 34,74 1,427 10,00 7,185 0,615 0,1286 0,801 5,605

0,9145 1,132 0,759 2,04 7,10 7,055 43,30 0,259 17,62 0,3585 0,3545 0,0512 0,27 1,44 51,83 1,027 0,965 23,09 22,17 0,3925 6,835 6,64 5,21 5,21 13,15 12,68 32,96 32,32 31,20 49,58 36,70 1,485 1,482 10,48 7,28 0,632 0,1325 0,1294 0,801 5,75 5,70

0,91 1,131 0,759 2,04 7,00 42,18 0,2585 17,30 0,351 0,0497 0,263 1,405 49,67 0,955 22,79 0,3925 6,80 5,01 12,87 32,96 31,20 49,53 36,70 1,439 10,46 7,27 0,629 0,1293 0,801 5,70 Sospensione 6,945 94,23 84,80 2,50 3,8125 Sospensione Sospensione 0,0947 42,58 Sospensione 2,3675 4,8525 65,01 1,668 0,604

+1,11 +2,82 -0,13 +0,00 -1,34 +1,01 +0,19 -1,42 -1,54 -0,60 -2,59 -1,06 +1,04 +5,18 +4,11 -2,24 +0,30 +0,00 +0,70 +1,57 -4,00 -1,73 +3,97 -4,00 +4,60 -0,41 -0,87 -0,23 -1,72 +0,00

17.30.44 17.30.50 17.12.16 17.30.38 17.30.02 17.30.19 15.32.24 17.30.14 17.30.45 17.30.41 17.30.37 17.03.49 17.30.06 17.30.25 17.30.16 14.32.01 17.30.13 17.30.22 17.30.35 17.30.27 17.30.12 17.30.37 17.30.29 17.30.46 16.48.14 17.30.21 17.30.19 17.30.55 17.30.37 17.30.28

+1,54 +0,25 -1,39 +3,20 +0,66

6,76 17.30.22 17.16.53 94,00 17.30.59 84,51 17.30.35 2,4125 17.30.51 3,745

+0,64 +0,94 -3,76 +3,09 -5,18

17.30.48 2,3075 2,3825 17.30.30 4,67 5,02 16.41.19 65,00 66,50 17.30.07 1,611 1,67 1,619 17.30.36 0,6005 0,6395 0,6395

6,455 1,395 11,00 1,66 0,311 1,019 0,248 0,839 18,17 16,42 3,345 3,73 0,627 0,10 74,88

+0,23 +1,68 +3,97 -5,14 -8,53 +0,99 +1,22 +0,78 +1,68 +0,43 +1,60 +1,64 -0,32 +2,56 +3,04

17.30.37 6,35 6,475 6,405 17.30.22 1,35 1,395 13.51.43 10,80 11,00 1,75 1,66 17.30.29 17.30.53 0,311 0,311 17.30.19 0,996 1,022 1,007 17.30.34 0,2384 0,248 0,245 17.30.20 0,8265 0,8445 0,831 14.39.29 18,02 18,17 17.30.48 16,09 16,50 16,33 17.30.07 3,27 3,3475 3,29 17.30.43 3,55 3,73 17.30.20 0,627 0,64 17.30.06 0,0948 0,1016 0,0969 17.30.26 72,65 75,00 72,67

6,85 2,44 3,79

+5,11 17.30.21 0,0876 0,0965 +0,90 16.32.32 41,82 42,76

39,90 +0,99 17.04.33 9,00 -5,26 17.30.33 5,51 +2,04 17.23.46 7,27 105,40 0,521 1,743 2,17 22,32 0,53 0,406 4,02 Sospensione 1,298 3,92 0,935 3,72 142,00

7,015 94,23 85,61 2,515 3,82

39,15 8,95 5,39

39,90 9,50 5,51

9,50 5,45

+0,28 -0,09 -1,70 +0,52 -0,80 +3,05 -0,47 +1,75 +0,13

17.30.10 16.54.35 17.30.15 17.30.07 15.42.22 17.09.42 17.30.08 17.30.59 17.30.31

-0,15 -1,45 +6,01 +1,16 +0,71

17.23.06 1,265 1,298 1,29 17.30.50 3,915 3,975 11.26.11 0,851 0,935 17.30.44 3,6375 3,72 3,6775 15.32.25 140,15 142,00

0,0527 -0,19 0,0032 -15,79 1,976 -5,90 0,0655 -0,61 0,274 +0,00 0,029 -11,04 0,1251 -8,69 0,0961 -11,43

17.30.54 17.09.18 16.02.11 17.23.00 16.39.55 17.30.02 17.19.40 15.12.13

7,17 7,36 7,17 105,18 105,76 0,5205 0,545 0,5335 1,715 1,751 1,737 2,1375 2,1875 22,20 22,32 0,5255 0,533 0,532 0,393 0,406 0,3965 4,02 4,105

0,049 0,0527 0,0032 0,0037 0,0033 1,971 2,045 1,971 0,0622 0,066 0,0659 0,26 0,274 0,0255 0,0327 0,028 0,1251 0,129 0,1252 0,10 0,10 0,0961

0,0287 -4,01 14.28.31 0,025 0,0287 0,0287 0,499 +0,81 16.26.16 0,4815 0,502 0,502 0,023 -4,17 0,0172 +0,00 0,0193 -19,25 0,0217 -1,36

16.45.39 0,023 0,0247 0,023 17.30.16 0,0148 0,0172 0,0153 16.29.07 0,0184 0,0193 0,0185 17.21.04 0,0214 0,0229

0,941 -2,84 17.13.53

0,939 0,9685

1,20 -1,07 9.25.52 0,0622 -3,42 16.16.04

1,199 1,20 0,06 0,0623

Sospensione 0,27 +28,27 0,0024 +0,00 0,007 +2,94 0,027 -0,73 0,0265 +0,38 7,605 -0,91 0,0693 +1,76 4,90 +1,66 0,519 -0,67 0,5095 +1,90

17.30.12 17.13.20 17.30.55 17.12.12 17.30.28 17.30.30 17.30.41 17.30.27 17.20.45 17.04.49

0,2155 0,0024 0,0065 0,0268 0,0258 7,57 0,068 4,80 0,505 0,4985

0,2735 0,23 0,0025 0,0072 0,0066 0,0276 0,0265 7,69 7,61 0,07 0,069 4,90 0,522 0,5095


il domani  

Edizione del 16 Novembre 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you