Issuu on Google+

Lunedì 16 Marzo 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 74

del

Lunedì

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 23 a pag. 29) MISS ITALIA La bellissima reginetta del 2008 inaugura la nuova stagione del concorso

RENDE Partirà mercoledì 18 marzo la vendita dei biglietti

Oggi Miriam Leone a Catanzaro De Andrè canta De Andrè CATANZARO — C’è tanta attesa a Catanzaro per la visita di oggi della bellissima Miriam Leone Miss Italia 2008 che sarà dapprima in vista alla Provincia e poi presenzierà in qualità di madrina alla presentazione ufficiale dell’edizione 2009 del concorso gestito anche quest’anno, dalla Drb Associati di Beniamino Chiappetta.

MISS ITALIA

Nel pomeriggio visita al Domani A PAGINA 23

A PAGINA 23

RENDE — Partirà mercoledì 18 marzo la vendita dei biglietti per “De Andrè canta De Andrè” del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende, grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi.

REGGIO

Danza, canto e poesia

A PAGINA 23

A PAGINA 23

SECONDA DIVISIONE I silani stendono il Gela per 3-0 nel big-match al San Vito e ipotecano la scalata in Prima divisione

Il Cosenza vince e vede la promozione Il Catanzaro battuto in trasferta dal Pescina. Debacle della Vibonese contro l’Igea Virtus COSENZA — Cosenza con un piede e mezzo in Prima divisione. I rossoblù di Toscano stendono per 3-0 il Gela nel big-match della giornata e ipotecano la promozione in Prima divisione. Polani, Danti e Battisti gli autori delle reti che hanno affossato i siciliani. Perde malamente il Catanzaro ad Avezzano per 3-1 nella trasferta che vedeva opposta la squadra di Provenza al Pescina. Il solito Caputo che aveva pareggiato le sorti dell’incontro non è bastato. Debacle della Vibonese di Galfano nella trasferta contro l’Igea Virtus a Barcellona Pozzo di Gotto. Secco 4-0 dei siciliani.

NELLO SPORT

Finisce 1-1 lo scontro diretto con il Manfredonia. I tifosi lametini contestano la società

Vigor, un piede in serie D

L’ex Raffaele Battisti, autore del terzo gol del Cosenza

SERIE A Al Granillo 1-1 con i partenopei. Corradi illude gli amaranto raggiunti da Lavezzi

Reggina, solo un pari col Napoli REGGIO CALABRIA — Finisce 1-1 la gara allo stadio Granillo tra Reggina e Napoli. Per gli amaranto un’altra occasione importante persa e salvezza sempre più compromessa. Vantaggio della squadra di Nevio Orlandi con l’attaccante Corradi (nella foto a sinistra). Poi il Napoli pareggia le sorti del match grazie a un gol di Lavezzi (foto a destra).

Il pareggio della Vigor realizzato da Cacciaglia LAMEZIA TERME — La Vigor Lamezia pareggia in casa con il Man-

fredonia nello scontro diretto al “D’Ippolito”. Finisce 1-1 la gara che doveva segnare la svolta. Ora, per salvarsi ci vorrà un vero e proprio miracolo. Ospiti in vantaggio nel primo tempo con Marchano. Nella ripresa il pareggio di Cacciaglia.

A PAGINA 20

A PAGINA 21

ULTIM'ORA

CULTURA

Incidente sul lavoro Un morto nel Vibonese

A Cosenza le migliori scuole della Calabria

GEROCARNE (VIBO VALENTIA)

— Tragedia nella giornata di ieri nel Vibonese. Un agricoltore, di 72 anni, Domenico Benito Franzé, è morto purtroppo in un incidente mentre stava facendo lavori agricoli in un terreno nella frazione Ariola di Gerocarne, un centro a poco distanza da Vibo Valentia. Franzé era alla guida di un trattore che, per cause in corso di accertamento, in un tratto in discesa, si è ribaltato, schiacciandolo. L’agricoltore è morto sul colpo. I rilievi sul luogo dell’incidente sono stati fatti dai carabinieri.

COSENZA — E’ Cosenza, con il 58,2% del punteggio assegnabile dal rapporto Ecosistema Scuola 2009 e la 40ª posizione nella graduatoria nazionale, il comune con le migliori condizioni strutturali per le scuole dell’obbligo calabresi.

A PAGINA 12


2 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Leopardo a piede libero Tre feriti in modo grave

Madrid, associazioni animaliste in piazza contro le pellicce

Il felino, alla ricerca di cibo, si è spinto in una zona residenziale di Guwahati, città a nord dell’India

Criticata la caccia alla foca in Canada 161 anni fa la rivoluzione

Ungheria in festa in onore del 1848 Una giovane attivista che ha preso parte al sit in nella capitale spagnola. Gli animalisti si sono totalmente cosparsi i corpi nudi di sangue artificiale

Coccarde con il tricolore ungherese vendute da una vecchia signora

La commissione di controllo degli undici casinò della città ha rilevato che si tratta del risultato peggiore in 30 anni

I casinò di Atlantic City in difficoltà: nel 2009 giocate in calo del 19,2%

Gli abitanti del quartiere hanno cercato di braccare l’animale. Tre persone sono rimaste seriamente ferite. La situazione è stata risolta dall’intervento del personale di uno zoo che ha sedato il leopardo e lo ha catturato

Referendum in Madagascar per uscire dalla crisi

La proposta del presidente Marc Ravalomanana per superare lo stallo politico che attanaglia il Paese

Ma il leader dell’opposizione Andry Rajoelina ha affermato di avere l’esercito dalla propria parte nel braccio di ferro che lo oppone al presidente Ravalomanana

Barcone con 55 immigrati sbarca nel sud della Spagna

Un croupier al lavoro alla roulette nel casino “Borgata” di Atlantic City. Il volume delle giocate nella città del New Jersey è ai minimi storici

La disoccupazione in Russia sfiora i 6,1 milioni

Per le strade a vendere slip Crescono i senza lavoro

Attendendo il Papa all’ombra dell’informazione

Una donna in attesa di clienti vende intimo al mercato di Mosca

Una suora si copre il viso con l’Osservatore Romano mentre ascolta Benedetto XVI

L’Angelus domenicale del pontefice in Vaticano

La polizia li ha intercettati e dirottati nel porto di Motril. I rifugiati provengono tutti dall’Africa

Le sigarette di contrabbando confiscate nella provincia cinese di Henan verranno bruciate

Ennesimo sbarco clandestino in Spagna. Giovedì scorso è approdato all’isola de El Hierro nelle Canarie un barcone con 65 persone a bordo, di cui 43 minori. La prima volta che un’imbarcazione di questo tipo trasportava più bambini che adulti

Agenti e volontari si preparano al grande rogo di nicotina. La somma dei pacchetti confiscati a Weishi County ha un costo di 1,2 million yuan, circa 175mila dollari

Uno smacco al “vizio” In fumo 30mila pacchi di tabacco illegale


4 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Sabato prossimo il congresso che sancirà lo scioglimento di An

Si spegne la Fiamma, il futuro è il Pdl

Il simbolo ha resistito ben 63 anni accompagnando l’evoluzione della Destra

Fini e Gasparri guidano la svolta

ROMA - Secondo la vulgata, la base dalla quale sorge la fiamma tricolore del movimento sociale è un’urna che contiene le ceneri di Benito Mussolini. Il simbolo della destra italiana, che sta per essere messo definitivamente in soffitta - con il congresso che sabato e domenica prossimi sancirà lo scioglimento di An nel nuovo Pdl - ha resistito ben 63 anni sulla scena, accompagnando la trasformazione del partito dei nostalgici in una forza post-fascista, fino all’approdo nell’alveo dei conservatori europei. Sabato prossimo sancirà la fine della lunga storia di An, ma se questo è sicuro, meno chiara appare l’identità

Ma il dibattito è ancora aperto sull’ingresso nella nuova forza

del nuovo Pdl che nascerà nel congresso del 27 marzo, al punto che Gasparri avverte: « Non dobbiamo restare un partito degli apparati, ma dei militanti, che si misura giorno per giorno sul territorio».

Secco botta e risposta a colpi di sondaggi tra Silvio Berlusconi e Dario Franceschini Per il Cavaliere centrodestra al 43%, il leader Pd: le mie cifre dicono 51 e presto 92%...

Per un pugno di decimali Dal segretario cartolina al premier: referendum ed elezioni insieme ROMA - Riva del Garda-Rho-Cernobbio. Si gioca al Nord la prima partita di fioretto fra Silvio Berlusconi e Dario Franceschini, imbastita sui sondaggi relativi al nascituro Partito della Libertà. Berlusconi si collega di prima mattina a Riva del Garda e ribadisce quanto assicurato sabato a Roma alla Convention dei Riformatori liberali del centrodestra: «Il Pdl è al 43% e dobbiamo arrivare al 51%». Al suo arrivo all’assemblea dei giovani del Pd a Rho, Dario Franceschini ci scherza sopra: «Non so perchè Berlusconi sia così umile, io ho un sondaggio qua in tasca secondo il quale il suo partito è già al 51 per cento e alle Europee può arrivare al 92 per cento...». Prima di lasciare Cernobbio, però, Berlusconi vuole per sè l’ultima parola perchè assicura che i suoi sono dati veri sui quali il Pd farebbe bene a non scherzare: «Il Pdl è al 43% e io personalmente al 64%». Franceschini però non sta con le mani in mano e fa parlare con un’altra iniziativa. E` partita infatti proprio ieri la campagna dei Giovani democratici per inviare al presidente del Consiglio una cartolina-appello per l`accorpamento della data del referendum con quella delle elezioni europee e amministrative. Dario Franceschini ieri ha simbolicamente imbucato la prima delle migliaia di cartoline che saranno spedite dai Giovani democratici di tutta Italia a Palazzo Chigi. L`obiettivo di questa campagna è quello di evitare lo spreco di oltre 460 milioni di euro (circa mille miliardi delle vecchie lire) e utilizzare queste ingenti risorse per il comparto sicurezza. “Caro Presidente Berlusconi - è il testo della cartolina - ho letto che il tuo governo, nel mese di giugno, mi farà votare in due giorni diversi per le elezioni e per il referendum e che questo comporterà un costo in più di oltre 460 milioni di euro! Perché buttare questi soldi dello Stato e dei cittadini? Il Partito Democratico propone di utilizzarli per potenziare con uo-

L’appello agli alleati

Formigoni: dobbiamo stare tra la gente

Schermaglia pre-elettorale a colpi di sondaggi tra il premier Berlusconi e il segretario del Pd, Franceschini

mini e mezzi le Forze dell`Ordine, acquistare il carburante alle volanti, riparare quelle ferme perché rotte e pagare gli straordinari al personale. Io sono d`accordo e ti

chiedo: aiuta gli italiani davvero, unifica la data del voto». Pronta la replica di Bonaiuti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: «Il governo stanzia fondi

per tutelare i lavoratori e rilanciare le imprese, e per dare una casa e un’opportunità ai giovani. Misure concrete, mentre la sinistra di Franceschini spedisce cartoline e

continua a fare solo folklore e demagogia». Il portavoce di FI, Capezzone, aggiunge: da Franceschini solo toni da Pierino e insulti al premier”.

RIVA DEL GARDA - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in contatto telefonico con il convegno di Rete Italia si è detto d’accordo con il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, che sabato aveva invitato a seguire l’esempio dei politici leghisti che hanno un continui contatto con la gente e il territorio. «Abbiamo bisogno di avere un contatto vero con la gente - ha detto Berlusconi -. Impariamo dalla Lega. Come ha detto Formigoni impariamo a consumare le scarpe per andare a parlare con la gente. Dobbiamo impegnarci, parlare con tutti, proprio come fanno i leghisti. Lo dico anche ai nostri ministri che qualche volta non hanno fatto questo. Imitino perciò i ministri della Lega». «Dobbiamo imparare - ha proseguito Berlusconi - a spazzar via la nomenklatura perchè noi siamo per una politica di servizio».

Determinante in entrambe le questioni sarà l’atteggiamento del Pd che dovrebbe decidere domani

Federalismo e Rai, è l’ora della verità Il partito di Veltroni intanto si rallegra per il rinnovo della tessera da parte di Prodi

ROMA - Da oggi il federalismo fiscale sarà in discussione in Aula alla Camera. E il disegno di legge che è uscito dalle commissioni Bilancio e Finanze di Montecitorio si presenta molto modificato rispetto a quello approvato da Palazzo Madama, dove tornerà per la terza lettura. Molte delle limature al testo hanno recepito richieste provenienti dall’opposizione. Ma se l’Idv sembra poter confermare il voto finale favorevole in commissione e l’Udc dovrebbe orientarsi sul no, il Pd non ha ancora sciolto la riserva. La decisione verrà presa in una riunione del grup-

Prodi ha tenuto a precisare che il rinnovo della tessera Pd non significa un suo ritorno alla politica attiva

po che si terrà domani, pserà forse la linea dura adottata da Franceschini verso la maggioranza. Anche sulla Rai il Pd è chiamato ad una scelta difficile. Mercoledì il ministero dell’Economia potrebbe indicare il nuovo presidente, sempre che si rag-

giunga un accordo tra i Poli. La trattativa è tornata in alto mare dopo il doppio rifiuto della scorsa settimana: da una parte Ferruccio De Bortoli, direttore del Sole 24 Ore, ha rinunciato alla candidatura alla presidenza dopo aver dato la sua disponi-

bilità; dall’altra il premier Silvio Berlusconi ha seppellito l’ipotesi di una riconferma per il presidente uscente Claudio Petruccioli, sostenuto in particolare dall’area ex Ds. Il Pd, insomma, è nel guado rispetto a molte decisioni da prendere, ma intanto fa festa per la decisione di Prodi di rinnovare la tessera per il 2009. Prodi ha tenuto a precisare che questo non significa un suo ritorno alla politica attiva ma la sua decisione è stata comunque salutata con grande soddisfazione dal partito, cosa che lascia stupito Ferrero (Rifondazione): “Ma è stato proprio il Pd ad affossarlo...”


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 5

Primo piano

Controllo del credito Maroni spiega il ruolo dei prefetti

Sette italiani su 10 risparmiano su carne e dolci

Nessun taglio alla produzione del petrolio

BERLINO - I prefetti non controlleranno il credito, ma coordineranno un osservatorio - che partirà a giorni - volto a migliorare i rapporti tra imprese e finanza. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni,(nella foto) a proposito del previsto ruolo dei prefetti nella vigilanza sul credito. «Non si tratta del controllo dei prefetti» sul credito, ha detto Maroni ma della «costituzione di osservatori presso tutte le prefetture con la partecipazione dei diretti interessati, i rappresentanti delle società, i rappresentanti del mondo delle imprese, i rappresentanti dei lavoratori». Il prefetto «coordinerà questo tavolo a cui partecipano tutti coloro che sono interessati ad evitare che ci sia una stretta creditizia soprattutto per le piccole e medie imprese».

ROMA - I consumatori, ai tempi della grande crisi economica che sta colpendo anche il nostro paese, reagiscono contraendo i consumi. La conferma è arrivata dall`Istat e dai vari enti economici, che parlano di flessioni degli acquisti mai così pesanti negli ultimi 20 anni. Il Codacons ha svolto una indagine tra i propri iscritti, per verificare i settori che maggiormente, nel corso del 2009, risentiranno della crisi, e per i quali i cittadini ridurranno maggiormente gli acquisti. Il primo dato che emerge è quello che vede 7 cittadini su 10 intenzionati a modificare le proprie abitudini di acquisto nel corso dell`anno. Pesce, alcolici, carne e dolciumi i settori alimentari più colpiti.

ROMA - L’Opec sceglie di non tagliare nuovamente la produzione ma di mantenere invariate le attuali quote, facendo rispettare le riduzioni già decise negli ultimi tempi. Al termine del vertice di Vienna, l’organizzazione dei paesi che producono il 40% del petrolio mondiale ha deciso di non attendere il previsto appuntamento di settembre per discutere della situazione, convocando così un nuovo incontro per il 28 maggio, significativamente dopo la riunione del G20 di Londra.I paesi produttori quindi, seguendo così la linea espressa da alcuni paesi alla vigilia, si impegneranno a far rispettare l’attuale regime di quote completando i tagli già decisi, pari a circa 800mila barili al giorno.

Il presidente Berlusconi replica a Marcegaglia, domani l’incontro fra i due A Confcommercio dice: cambiate le condizioni, saranno rivisti gli studi di settore

“Soldi verissimi all’industria a cominciare dagli aiuti all’auto” CERNOBBIO (COMO) - Berlusconi sistema la linea, anche in economia: toni sfumati con Confindustria, cui ricorda comunque che i soldi stanziati «sono verissimi», «assoluta concordanza» con Confcommercio con la promessa che rivedrà gli studi di settore, piena intesa con Cisl e Uil. E anche il sistema bancario va tranquillizzato: i prefetti non faranno controlli sul credito, più blandamente li «coordineranno». «Il presidente del Consiglio non ha nessun potere. Ho solo afferma Berlusconi al Forum di Confcommercio di Cernobbio - il potere di convincere gli altri e siccome sono costituzionalmente incapace di dare ordini, so solo chiedere le cose con cortesia. Metto in campo la mia personale autorevolezza, la mia capacità di farmi concavo se ho delle punte. Per esempio facciamo un nome a caso, Tremonti, - sorride Berlusconi - e di farmi convesso se c’è qualcuno che è un po’ distratto», dice parlando di fronte alla platea di imprenditori e manager, che attendeva anche il ministro dell’Economia, invece assente. E una qualche correzione di rotta il presidente del Consiglio sembra introdurla. «Mettiamoci nei panni delle banche: se devono dare una linea di credito - afferma Berlusco-

Lotta all’evasione e ringraziamenti a Cisl e Uil per il sostegno al governo

Il presidente del Senato, Renato Schifani (sx) con la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia al convegno di Pmi

Le risorse messe in campo dal Governo per il biennio 2009-2010 (cifre in miliardi di euro)

17,8

Infrastrutture

9

Fondo strategico per l'economia reale

7

2

Decreto anti-crisi

Decreto salva-auto

20

Ammortizzatori sociali 12 di ordinari 4 in deroga 4 per il 2010 ANSA-CENTIMETRI

ni - ci deve essere una possibilità vicina al 100% che chi riceve i soldi li restituisca». Poco prima di sbarcare in elicottero a Villa D’Este sul Lago di Como, Berlusconi è intervenuto telefonicamente al convegno di Rete Italia, che si è svolto a Riva del Garda, e ha chiarito due cose su Confindustria. «Voglio dire

a Emma Marcegaglia che abbiamo dato soldi verissimi per sostenere interi settori industriali, come per esempio l’automobile». Da Cernobbio aggiunge che da Viale dell’Astronomia «non c’è stata alcuna strigliata, ma una forzatura sull’interpretazione di una frase. Ho già parlato con Emma e ci vediamo

martedì pomeriggio». Più idilliaco il rapporto con Confcommercio: «Consonanza assoluta tra le vostre richieste e le nostre intenzioni - dice Berlusconi al presidente Carlo Sangalli. Non ci sono problemi, tu mi dici cosa devo fare e io lo faccio», scherza il premier. A partire dalla revisione degli studi

L’esecutivo punta all’approvazione già nel consiglio dei ministri di venerdì

Piano casa per decreto, vale 60 miliardi di lavoro Quante sono le case

“Nessuno scempio” Il premier confida nel senso estetico di italiani e progettisti CERNOBBIO (COMO)- Sarà con ogni probabilità un decreto legge a realizzare il piano casa di Silvio Berlusconi per dare una scossa al settore dell’edilizia. Il testo approderà in consiglio dei ministri venerdì, dopo un esame del Quirinale «martedì o mercoledì», per verificare il requisito di necessità e urgenza. Per il resto i contrasti nella maggioranza sul provvedimento, in particolare da parte della Lega, sembrano acqua passata. Il piano casa prevede aumenti delle volumetrie e procedure semplificate di approvazione dei lavori. Gli effetti, ha assicurato il premier, «si vedranno non appena le Regioni produrranno i provvedi-

Unicredit e Intesa

Le cifre stanziate

ABITAZIONI

27.268.880 25,3% 6.902.088 in 6.902.088 case singole

57,9%

16,7% 4.560.856 in 2.280.428 bifamiliari

15.806.024 nei 2.044.079 condomini

EDIFICI adibiti ad uso abitativo

11.226.595

Edifici costruiti oltre 20 anni fa (dati Uppi)

60% circa (tra 50% e 70%,

cioè tra 5.600.000 e 7.850.000)

Fonte: Censimento 2001

ANSA-CENTIMETRI

Il piano casa prevede aumenti delle volumetrie e procedure semplificate di approvazione dei lavori

menti di loro spettanza, perché l’edilizia è una loro competenza». Sarà «una misura molto efficace» in grado di far partire subito «60 miliardi di lavoro». Una mole tale che in parte non sarà possibile soddisfarla subito perché «non ci sarà la capacità imprenditoriale per stare dietro». A suo parere 30% degli italiani ha infatti già detto: «Lo faccio subito». In ogni caso non ci sarà alcuna «cementificazione del Paese» o scempio perché gli italiani non vorranno ridurre «l’estetica e quindi il valore delle loro case». Berlusconi ha «molta fiducia nel senso estetico degli italiani e nel senso estetico dei professionisti che firmeranno» i progetti.

di settore, sproporzionati secondo la Confcommercio, soprattutto in questo momento. «Certamente li rivedremo - afferma il premier tra gli applausi - è chiaro che sono cambiate le condizioni, questo è un imperativo categorico». Una sorta di scambio tra studi di settore e aiuto nella lotta all’evasione fiscale è stato proposto a Cernobbio dal segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, cui ha aderito anche il segretario della Uil, Luigi Angeletti. «L’evasione fiscale è un male di cui abbiamo il record in Europa e faremo tutto quello che possiamo perchè diminuisca», commenta Berlusconi, che ringrazia per «il forte e responsabile sostegno al governo» di Cisl e Uil. Commentando la proposta di aumentare l’aliquota Irpef per la fascia di reddito più alta, il premier ha invece detto che un intervento del genere «non farebbe altro che aumentare l’evasione fiscale, mentre è sicuro che bisogna diminuire la pressione sui redditi più bassi». Ma dalla Fiera di Milano il segretario del Pd, Dario Franceschini attacca: «L’Italia è l’unico Paese al mondo - dice - in cui il premier si preoccupa solo di nascondere la crisi o di negarla. Come può reagire una persona che non ha i soldi per fare la spesa e che si sente invece dire ’consumate’?», commenta il leader dell’opposizione. E aggiunge che per affrontare la crisi c’erano «circa 5-6 miliardi di euro, che sono stati buttati con l’accordo sfumato con Air France e con l’Ici».

Fondi pubblici alle due maggiori banche italiane MILANO - Agenda fitta in settimana per le due maggiori banche italiane, con la riunione degli organi societari sia di Unicredit sia di Intesa Sanpaolo per l’approvazione dei risultati d’esercizio e la valutazione sul ricorso agli aiuti pubblici con i cosiddetti Tremonti Bond, che sicuramente, come ha anticipato sabato l’amministratore delegato di Ca dè Sass, Corrado Passera, saranno all’esame del consiglio di gestione per l’ok alla richiesta. Ad aprire le danze sarà Unicredit domani con la riunione del consiglio di amministrazione. Martedì scorso si sono già riuniti i diversi comitati interni della banca, compreso quello strategico e quello nomine, per preparare la riunione. Non sembra però sia già stata fatta una valutazione dettagliata sul ricorso ai bond del Tesoro, come pure una discussione sui nomi dei candidati per la lista del nuovo consiglio di amministrazione, che dovrà invece essere messa a punto per fine mese in vista dell’assemblea di fine aprile. Per fronteggiare la crisi finanziaria globale, poi, l’istituto di Piazza Cordusio dovrebbe esaminare nel cda di martedì la richiesta di aiuti pubblici a Vienna per la controllata Bank Austria, alla quale fanno capo le partecipazioni nell’Europa dell’Est. Contatti informali sono comunque già stati avviati con le autorità austriache. Le cifre circolate nei giorni scorsi parlano di una richiesta tra i 2,5-3 miliardi di euro a Vienna, che si aggiunge al miliardo atteso in Italia con il possibile ricorso a un’emissione di Tremonti Bond (secondo indiscrezioni di stampa con formula mista, per il 30% rivolta a privati). Intesa Sanpaolo riunirà invece il consiglio di gestione venerdì 20 marzo e in quell’occasione darà il via libera ai Tremonti bond.


6 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Lo stesso branco ha ferito a Ragusa anche un 45enne e un altro bambino I carabinieri hanno arrestato il custode degli animali per omicidio colposo

Muore a dieci anni sbranato dai randagi Il minorenne ora ricoverato in gravi condizioni Catturati i 15 cani SCICLI (RAGUSA) - Era uscito di casa, approfittando della splendida giornata di sole, per fare una passeggiata sulla sua mountain bike verde, a Sampieri, frazione marinara di Scicli, nel Ragusano, quando è stato circondato, aggredito e azzannato al collo, alla testa e al torace da una ventina di cani randagi. I morsi del branco, disperso dall’arrivo dei carabinieri, non hanno lasciato scampo a Giuseppe, dieci anni, che è morto nell’ospedale Maggiore di Modica per le ferite riportare. Per la sua morte, secondo i carabinieri della compagnia di Modica, ci sarebbe un «colpevole indiretto»: Virgilio Giglio, di 62 anni, l’uomo che dalla locale procura aveva in affido il branco di randagi, e che è stato arrestato per concorso in omicidio colposo, omessa custodia, malversazione di animali e anche per resistenza a pubblico ufficiale. Sarebbe legato alla sua ’negligenza’, sostiene l’accusa, a permettere le tre aggressioni commesse dal gruppo di randagi che aveva in custodia avvenute nel Ragusano. Oltre al bambino morto il branco aveva aggredito poco prima altre due persone: un quarantenne, che stava facendo una passeggiata, medicato poi alla guardia medica di Ispica, e un bambino di nove anni, che è stato anche lui azzannato dal branco mentre giocava ma salvato

Cani pericolosi, la nuova ordinanza I punti principali del provvedimento del sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, che sostituisce quello emanato dall'ex ministro della Salute Livia Turco, scaduto a gennaio 2009

NO NO SI SI SI SI

a una lista delle razze pericolose ad ogni metodo di educazione all'attacco che stimoli l'aggressività, come l'utilizzo di manicotti e bastoni al controllo pieno dell'animale sia in ambito pubblico sia in ambito domestico al conseguimento di un apposito "patentino" rilasciato dopo corsi ad hoc di educazione degli amici a 4 zampe all'obbligo del guinzaglio lungo al massimo 1,5 metri per tutti i cani e museruola, che va sempre portata appresso e indossata in caso di bisogno all'obbligo per i veterinari di segnalare alle Asl le situazioni di potenziale pericolo. I cani che hanno già dato qualche segno di aggressività saranno inseriti in un apposito registro

VALIDITÀ fino a MARZO 2011 ANSA-CENTIMETRI

dal pronto intervento di un passante. «L’ho visto aggredito dai cani - ricorda l’uomo che lo ha sottratto ai morsi del branco - e ho buttato contro gli animali dei piccoli massi, poi mi sono dovuto riparare dietro la mia bicicletta e sono riuscito a tirarlo su». Il piccolo è ricoverato in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita, nel reparto di pediatria dell’ospedale Maggiore di Modica.

Sui tre casi erano stati allertati i carabinieri. E proprio i militari dell’Arma che stavano intervenendo per il caso del bambino di nove anni, hanno notato per strada la terza aggressione, quella più feroce. I cani avrebbero circondato Giuseppe e fatto cadere la sua bici, poi l’avrebbero aggredito, messo ’sotto’ e azzannato più volte. I militari sono subito intervenuti e sono riusciti a fare allontanare i cani. E subito hanno portato il bam-

L’Enpa interviene sulla vicenda: “Mancano i piani di sterilizzazione” bino in ospedale. Al Maggiore di Modica hanno capito immediatamente che le condizioni di Giuseppe erano gravissime e hanno chiesto l’intervento di un elicottero del 118 per trasferirlo all’ospedale Cannizzaro di Catania, ma il bambino è morto prima che l’elicottero si alzasse in volo. Il pianto straziante di genitori, familiari e amici nell’obitorio, dove la salma è stata portata, è stato accompagnato da momenti di grande tensione. I carabinieri, intanto, con la collaborazione della polizia veterinaria, hanno provveduto a catturare 15 cani del branco, che verosimilmente saranno abbattuti, anche perchè in passato si sarebbero resi protagonisti di altre aggressioni, che hanno avuto esiti meno drammatici. Nella scorsa estate alcuni turisti denunciarono di essere stati morsi da cani randagi. Sulla vicenda è intervenuto l’Ente nazionale protezione animale con la sua presidente, Carla Rocchi, che esprime «dolore e sgomento per la disgrazia». Secondo l’Enpa il fenomeno del randagismo «statisticamente è più vasto dove mancano piani di sterilizzazione e progetti di contenimento. Dispiace che la città di Ragusa, che aveva annunciato la volontà positiva di attuare, proprio in collaborazione con l’Ente Nazionale Protezione Animali, un piano di contrasto al randagismo, sia stata colpita da una così grave disgrazia».

Oscura la dinamica La vittima forse colta da malore mentre era con dell’uomo Secondo i primi accertamenti sul cadavere, il decesso sarebbe avvenuto 3-4 giorni fa

Meccanico cambia versione, mistero nel Frusinate

Confessa: ho ucciso la mia donna Ma il cadavere è di un’altra

ROMA - Mistero nel Frusinate dove ieri mattina è stato trovato, in fondo ad un dirupo, il corpo di una donna straniera, morta da qualche giorno. Mistero attorno alle cause della morte e mistero anche per le circostanze che la avvolgono. A far trovare il cadavere della donna, che poi si scoprirà essere una cittadina di Capoverde di 55 anni, è stato un uomo di 49 anni anni, Erasmo Bevilacqua, meccanico della zona. L’uomo, ieri mattina, si era presentato alla polizia per confessare di aver ucciso la sua convivente. Convivente che, invece, la polizia scoprirà viva qualche ora dopo. Ma la donna morta nel dirupo, nelle campagne di Esperia, invece c’era sul serio. A quel punto, colpo di scena, il meccanico cambia versione, ritratta e racconta: era già morta, anzi è morta durante un rapporto sessuale con lui.

Spara a moglie e familiari e poi si suicida

Sul rapimento prevale l’ipotesi della reazione al mandato d’arresto

Dietro il sequestro l’ombra di El Bashir ROMA - Stanno bene e presto riabbracceranno i loro parenti, gli operatori umanitari rilasciati sabato in Darfur. Ma rimane il mistero sull’identità dei sequestratori e le ragioni del rapimento, che potrebbe essere legato al mandato di arresto contro il presidente sudanese El Bashir del tribunale dell’Aja. La pista dei banditi in cerca di soldi è stata smentita ufficialmente dal governo sudanese, dallo stesso Ministro degli esteri Franco Frattini, che sabato ha assicurato che non è stato pagato alcun riscatto, e da Medici senza frontiere. Nonostante nei giorni scorsi si siano inseguite le voci sull’entità delle somme che sarebbero state richieste dai rapitori. Si fa quindi sempre più strada l’idea di un rapimento tutto politico, di una reazione al mandato di arresto spiccato dalla Corte penale internazionale nei confronti del presidente sudanese Omar El Bashir per crimini di guerra e contro l’umanità. Seguito, dopo pochi giorni, da un ordine di espulsione contro le Ong presenti nella zona, Medici senza frontiere compresa, voluto da El Bashir. Serif Umra, la zona nella quale sono stati rapiti Mauro D’Ascanio, Raphael Meonier, Laura Archer e Sharif Mohamadin, è inoltre «un settore sotto il controllo di Musa Hilal, importante capo delle milizie arabe e consigliere» di El

I quattro operatori stanno bene D’Ascanio potrebbe rientrare oggi Bashir, come ha spiegato a l’Afp Fouad Hikmat, analista dell’International Crisis Group. «Non posso dire - ha aggiunto - se vi sia un collegamento tra le due cose, ma di certo è accaduto nel suo settore». Anche la stampa locale, a Khartoum, non parla di riscatto ma cita, come possibili responsabi-

li del rapimento, un gruppo sconosciuto, ma dal nome significativo: le «Aquile di el-Bashir». E lo stesso governatore del Nord Darfur, Osman Mohammed Yusif Kibir, che nei giorni scorsi aveva avviato contatti con i rapitori, ha parlato del sequestro come di una reazione al mandato di arresto contro El-Bashir. Lontani da tutto ciò gli operatori di Msf, che hanno finalmente contattato le loro famiglie. «Ci siamo sentiti e sta bene» ha detto Andrea D’Ascanio, il fratello di Mauro, che potrebbe rientrare in Italia già oggi.

Mauro D’Ascanio, il medico italiano rapito in Darfur

Perdono la vita in 17, di cui 12 ragazzi. Quattro solo nel Casertano, diversi i motociclisti

Strage di giovani sulle strade del sabato sera

Scontro frontale tra moto vicino Pisa

ROMA - E’ strage di giovani sulle strade del sabato sera. Sono 17 le vittime totali - 12 dei quali ragazzi o trentenni. La maggior parte degli scontri si è verificata nella notte o all’alba.

Nel casertano si sono registrati ben 4 morti in za è morta ed un uomo è rimasto gravemente tre diversi scontri. A Sessa Aurunca, uno scon- ferito in uno scontro frontale a Latina scalo.Un tro frontale ha provocato la morte di un giovane motociclista di 30 anni è morto ieri a Cormano di 22 anni. A Lusciano è morto un ragazzo di nel Milanese scontrandosi contro un’auto. Ci 19 anni alla guida di una vettura che si è ribalta- sono state poi altre vittime: un uomo di 57 anni ta. A Roma due ragazzi di 20 che si è scontrato con la sua La maggior parte anni sono morti schiantandosi moto con un’auto a Viareggio; contro un albero. Un 24enne di degli scontri avvenuti un’anziana di 93 a bordo di Carmagnola (Torino), è morto nella notte o all’alba un’auto rimasta coinvolta in un schiacciato nell’auto andata a occasionale nel di ritorno dai locali gareggiamento sbattere contro il guard rail. Un chietino; un uomo di 37 anni altro giovane di 24 anni è morto a Cabriolo che si è schiantato, a bordo della sua moto, (Parma) schiantandosi contro un pilastro di ce- contro un segnale stradale a Ravenna; un motomento. Due motociclisti sono poi morti sul ciclista di 35 anni che si è scontrato con un’aucolpo in uno scontro frontale avvenuto a La to a Pordenone e un altro motociclista in TrentiSterza (Pisa). Avevano 34 e 32 anni. Una ragaz- no, in uno scontro con un camion.

WASHINGTON - Disperato per la fine della relazione con la moglie che lo aveva lasciato, un uomo ha ucciso la donna e altre tre persone (due donne e un uomo), poi si è suicidato. Il fatto è accaduto a Miami dove il marito ha compiuto il delitto con la propria pistola semiautomatica. Poi si è recato a casa propria, ha dato fuoco all'edificio e si è sparato. La polizia sta cercando di stabilire quale legame le vittime avessero con l'omicida.Un uomo ha ucciso quattro persone a colpi di pistola in una casa di Miami per poi tornare nella sua abitazione e suicidarsi. La strage è avvenuta nel quartiere di Little Havana. L’uomo sarebbe riuscito a rintracciare dove l’ex compagna si trovava. Entrato nella abitazione, armato con una pistola semi-automatica, ha aperto il fuoco uccidendo le personeche si trovavano nell’appartamento. Effettuata la strage, mentre i vicini delle vittime chiamavano la polizia, l’uomo si è allontanato guidando un pickup rosso. Arrivato alla sua abitazione, distante cinque chilometri, ha dato fuoco alla casa e si è sparato. La polizia sta indagando sulle ragioni della strage ma tutto lascia pensare che sia stata innescata dalla disputa familiare tra lo sparatore e la moglie. In Alabama la settimana scorsa, un uomo ha ucciso dieci persone prima di togliersi la vita.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 7

Attualità

Cresce il business dei viaggi per anziani, terme e città d’arte le mete più gettonate

La“valigia”nonha età Over 65 in giro per il mondo ROMA - Sconfiggere la solitudine, vedere luoghi nuovi, spezzare la monotonia del quotidiano ed allargare i propri orizzonti: gli over 65 sono amanti dei viaggi e i dati lo dimostrano: solo nel trimestre estivo del 2008 quasi il 22% degli over 65, secondo l’Istat, ha fatto almeno una vacanza. Gli anziani preferiscono vacanze brevi, da 1 a 3 giorni, prediligono Liguria, Emilia Romagna, e Toscana, nel Mediterraneo Spagna, Tunisia ed Egitto, per i soggiornicultura la Germania, la Francia e la Gran Bretagna; amano i soggiorni climatici e le cure termali. Nel 2008, 261 mila ultrasessantacinquenni, pari al 29,4%, hanno prenotato tramite i Cral aziendali. Alcuni operatori turistici offrono una tessera speciale dedicata alla terza età che dà diritto a riduzioni di prezzo sul pacchetto (spesso del 10%) o alla possibilità di rateizzare il pagamento. Ad organizzare numerose attività turistiche è l’Auser, Associazione per l’autogestione dei servizi e la solidarietà, che ogni anno propone ai propri soci opportunità di gite, soggiorni termali, viaggi organizza-

Nei pacchetti senior previsti menù leggeri e camere comode I turisti over 65 amano i viaggi corti a base di soggiorni climatici e di cure nei centri termali Gettonate anche le località estere come Tunisia ed Egitto o i soggiorni culturali in Germania e Francia

ti, anche solo di pochi giorni. Sono state quasi 4mila le iniziative realizzate lo scorso anno, che si sono caratterizzate per gemellaggi e scambi di ospitalità tra le diverse sedi dell’associazione, per favorire mescolanza di esperienze, visite a mostre, musei, siti storici e archeologici magari dopo aver frequentato un corso di storia dell’arte o un laboratorio di attività artistico-espressive

organizzati dall’Auser -, turismo solidale, con forme di tutoraggio e accompagnamento volontario ai soggiorni anziani. Per la gran parte dei viaggiatori che hanno preso parte a queste iniziative, il 63%, si è trattato di donne, contro il 37% degli uomini; il 66% ha preferito gite di pochi giorni, il 20% i soggiorni climatici e le cure termali, il 14% infine ha scelto un viaggio organizzato. Il Cen-

sis ha registrato infatti che i viaggi organizzati da tour operator specializzati in viaggi per la terza età sono scelti da circa 5 milioni di anziani, il 25% sull’intera popolazione viaggiante. Questo perchè gli operatori del settore garantiscono una selezione delle destinazioni, delle strutture e dell’assistenza. Per questo, molti scelgono di affidarsi a loro per viaggi, pellegrinaggi e week end. Oggi

ci sono, in agenzia di viaggio, cataloghi dedicati ai senior e catene di hotel specializzate per chi ha più di 65 anni. Nei migliori, le camere sono ben illuminate e senza barriere architettoniche; i bagni sono dotati di maniglie d’appoggio nella doccia, tappetini antiscivolo e un facile apparecchio per chiamare immediatamente la reception in caso di necessità. Gli apparecchi telefonici, i

La Schiffer trasforma aviorimessa in armadio ROMA - Ogni donna sogna un armadio di proporzioni smisurate. Non da meno la top model Claudia Schiffer, che ha trasformato l’hangar dell’elicottero nella sua tenuta nel Suffolk, in Inghilterra, nel più grande guardaroba del mondo. Lo rivela il Daily Mail. «Il mio hangar sembra un negozio di Chanel», ha detto la 38enne Schiffer, che nel 1990 divenne il volto della celebre marca di lusso francese grazie al connazionale Karl Lagerfeld. Nel «capanno» tutto è studiato nei minimi particolari: c’è l’aria condizionata, gli abiti sono ordinati in base allo stilista e le preziose stoffe sono assicurate per diversi milioni di euro. Non mancano le chicche: il primo abito Chanel di Claudia Schiffer e l’abito di Valentino indossato per il suo matrimonio con il produttore cinematografico Matthew Vaughn. E sembra sia stato lui a suggerirle alla moglie, che non sapeva più dove mettere i suoi abiti, l’idea di fare dell’aviorimessa un mega-armadio.

telecomandi e le sveglie devono avere i numeri ingranditi; gli ascensori dovrebbero essere ampi e senza impedimenti o ostacoli da intralciare il passaggio. Infine, particolare attenzione ci vuole nella scelta del menu, a base di piatti leggeri e privi di cibi grassi e di difficile digestione. Per concludere in bellezza, serate organizzate a scopo di intrattenimento.

Botteper amore 80ennegeloso picchia coetaneo e vienericattato

La squadra dei pasticceri italiani giunti quarti: (da sinistra) Fabio Galla, Gennaro Volpe e Andrea Zanin (capitano)

Sfuma il podio azzurro al Mondiale dei pasticceri di Tokyo, vince il Giappone

Italia, fallita l’operazione torta TOKYO - Il Giappone vince con merito il primo International Patisserie Grand Prix (Ipgp) di Tokyo, che aspira a diventare il ’campionato mondiale’ della pasticceria in terra d’Asia, mentre l’Italia paga il giudizio dubbio sulle sue torte e vede sfumare il podio, fermandosi al quarto posto. Per due giorni, alla Jcb Hall del Tokyo Dome, otto squadre in rappresentanza di altrettanti Paesi (Australia, Francia, Cina, Usa, Giappone, Italia, Malesia e Singapore) si sono sfidate sul tema dell’ecologia nella confezione di torte (da viaggio e da forno), dessert da piatto (caldi e freddi), due tipi di cioccolatini, tre tipi di monoporzioni (piccole ’delizie’) e due lavori artistici con zuc-

chero e cioccolato. Il risultato finale, al termine di 13 ore di lavoro, è stato quello di poter ammirare (non di gustare, almeno per i numerosi partecipanti) costruzioni fantasiose sormontate da raffinati e profumati dolci di crema, cioccolato e glassa. Alle spalle del Sol Levante, si sono piazzati nell’ordine Francia e Stati Uniti. «Onestamente credo che, almeno per quanto riguarda le torte, esempio della tradizione italiana, il punteggio sia stato troppo penalizzante. Meritavamo di più, cosa che avrebbe portato cambi in classifica», ha rilevato alla conclusione della premiazione Andrea Zanin, capitano del team azzurro composto da Fabrizio Galla (decoratore in cioccolato) e Gen-

naro Volpe (’scultore dello zucchero’). La torta alle mele caramellate e aromatizzate con bergamotto e frutto della passione «era al primo posto e, non si è capito perchè, è stata retrocessa in terza posizione», ha continuato Zanin, titolare dell’omonima pasticceria veneziana, che però ha sottolineato di essere «soddisfatto per il risultato, maturato dopo appena poche settimane di allenamento». Copione simile si è ripetuto per l’altra torta, da forno, fatta con pistacchio, lampone, arancio, nocciola e mandorle. Profumatissima. In altri termini, la sensazione è che la massiccia presenza in giuria della componente francese (sei giudici su 10) si sia fatta sentire.

Lite a New York tra aspiranti modelle in fila per il casting di un reality

Sprangate tra una ventina di indiani e pakistani nel Reggiano, due feriti

WASHINGTON - Tre persone sono state do, dopo che si era sparsa la voce che arrestate e sei sono rimaste ferite quando un’auto stava per esplodere, si è sviluppato un tafferuglio è divampato mentre migliaia davanti all’hotel un gigantesco tafferuglio di aspiranti modelle erano ed una fuga generale che I tafferugli in fila davanti ad un hotel di hanno lasciato sul marciapiescoppiati New York per partecipare de scarpe, vestiti e sacchi a ai provini del programma pelo. dopo un falso Tv ’America’s Next Top MoL’incidente ha provocato allarme bomba del’. l’annullamento dei provini. Alcune delle ragazze avevano trascorso tut- Alcune delle ragazze erano giunte dalla Cata la notte in fila, con l’aiuto di sacchi a lifornia per partecipare alla audizione del pelo, nella speranza di conquistare un pro- famoso programma Tv ideato dalla modelvino. Ma il caos è divampato sabato quan- la Tyra Banks.

MILANO - Maxi rissa tra indiani e pakista- ed altrettanti cittadini pakistani dall’altra: ni nel Reggiano: sabato tra Guastalla e Luz- dapprima verso le 13 si sono affrontati con zara, in due tempi, esponenti delle comuni- spranghe e bastoni nella centralissima piaztà straniere si sono scontrati za Martiri patrioti di Guastale il bilancio parla di una ven- Secondo i carabinieri la e quindi, dopo essere fugla guerriglia tra le tina di persone coinvolte, giti all’arrivo dei carabiniedue giovani feriti con pro- comunità è nata per ri, mezzora più tardi nella gnosi tra i 4 i 10 giorni, tre Codisotto di Luzzacolpa di una ragazza frazione ragazzi per ora denunciati ra. I motivi di questa guerridai carabinieri con l’accusa di concorso in glia urbana sono ancora al vaglio dei carabirissa aggravata. La maxi rissa - spiegano i nieri ma potrebbero essere da ricondurre a carabinieri - si è scatenata in due tempi tra un amore conteso di una ragazza tra due una decina di cittadini indiani da una parte giovani un pakistano e un indiano.

Maxirissa in strada sui tacchi a spillo La passione contesa sfocia in baruffa

ROMA - Un pensionato di 80 anni picchia un coetaneo reo di insidiare la donna amata, una coetanea, ma la lite viene ripresa da un pregiudicato con un telefonino e il geloso vecchietto si ritrova anche sotto ricatto. È successo nei giorni scorsi al Casilino. Il ricattatore è stato arrestato. Secondo quanto appreso, il pensionato aveva avuto una furiosa lite con un coetaneo, accusato di corteggiare la donna amata, una seducente signora di 79 anni. Dalle parole i due erano passati ai fatti, dandosele di santa ragione. La scena, però, aveva avuto un testimone, un romano di 40 anni, B.G., pluripregiudicato che ha pensato di riprendere il tutto con la videocamera del cellulare. Così una mattina l’ottantenne geloso si è ritrovato il vetro della macchina spaccato e un biglietto con su scritto: «Lascia in macchina entro le 10 di domani una busta con 5mila euro. Dammi retta, dammi i soldi o racconto della rissa alla polizia». Il vecchietto, che non aveva nè i soldi nè la voglia di sottostare al ricatto, ha raccontato tutto agli agenti del commissariato Casilino che hanno organizzato alcuni appostamenti lasciando una busta con le fotocopie del denaro dentro l’auto del pensionato. Da lì a poco, gli agenti hanno notato un uomo che, con il volto coperto da un cappuccio, è salito in macchina e ha preso la busta. Bloccato, è stato portato in commissariato e arrestato per estorsione.


8 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Paura a Londra, i servizi segreti danno la caccia a un arsenale nascosto che potrebbe essere utilizzato per compiere attentati sul suolo inglese

L’Ira vuole uccidere William e Harry

La Aig sul baratro dà milioni ai manager

WASHINGTON - Il Tesoro Usa ha tentato invano di bloccare la decisione del gigante delle assicurazioni Aig, che ha ricevuto 170 miliardi di dollari di aiuti federali per evitare il fallimento, di distribuire circa 165 milioni di dollari di bonus ai suoi dirigenti. Larry Summers, consigliere economico del presidente Barack Obama (nella foto), ha definito «oltraggiosa» questa decisione. Il Tesoro ha chiesto alla Aig di bloccare questi pagamenti. Ma il presidente dell’Aig Edward Liddy ha informato le autorità Usa che la compagnia è legalmente obbligata a pagare entro poche ore i premi ai dirigenti in base ad accordi stabiliti ben prima della crisi finanziaria che ha portato la compagnia sull’ orlo del fallimento. L’Aig ha comunque promesso alle autorità americane che, per quanto riguarda il futuro, i premi ai dirigenti saranno notevolmente ridotti.

Rafforzate le misure di sicurezza intorno ai figli di Carlo e Diana Carolina Stupino LONDRA - I dissidenti repubblicani dell’Ira che la scorsa settimana hanno fatto tornare il terrore in Irlanda del Nord minacciano Londra e la famiglia reale britannica. Secondo quanto riportala stampa del Regno, mentre i servizi segreti interni danno la caccia ad un arsenale nascosto della Real IRA che i terroristi vorrebbero utilizzare per attentati su suolo inglese, le misure di sicurezza volte a proteggere i principi William e Harry sono state aumentate nel timore che i due figli di Carlo e Diana possano finire nel mirino dei terroristi. «I principi sono obiettivi legittimi agli occhi di questi folli. Il numero di guardie per ogni turno è stato aumentato da due a tre e ad essi è stata affiancata una squadra di rinforzo di due persone. Non vogliamo correre rischi. William e Harry sono in giro per Londra quando non sono in servizio e questo li rende vulnerabili», ha detto una fonte al domenicale Sunday Express. Annunciando il pericolo di attentati a Londra o in altre città inglesi, il domenicale News of the World riferisce invece che tra le armi che la Real IRA

Scandalo dei bonus in America

In mostra pezzi per oltre un miliardo di dollari

Il mercato dell’arte non teme recessione Da sx Harry e William: i principi sono in giro per Londra e questo li rende molto vulnerabili

sarebbe riuscita a far arrivare in Inghilterra si troverebbero esplosivi al plastico e lanciamissili simili a quelli utilizzati nell’attentato ai quartieri generali dell’MI6 a Londra nove anni fa. I terroristi, afferma sempre il News of the World, starebbero inoltre progettando di uccidere un importante politico nordirlandese. «Vogliono distruggere il processo di pace e credono che uccidere un importante politico sarebbe un colpo grosso quanto i loro recenti attacchi», ha dichiarato una fonte interna

Scontri con la polizia, migliaia in marcia

alla polizia al tabloid. Ma se l’allarmismo serpeggia evidentemente in molti articoli, soprattutto della stampa popolare, dalle fonti più istituzionali arrivano notizie un po’ più rassicuranti. Il capo della polizia nordilandese Hugh Orde ha dichiarato alla Bbc e al domenicale News of the World che i dissidenti che si oppongiono al processo di pace sarebbero una minoranza di non più di 300 persone, raggruppate in organizzazioni mal coordinate. «Negli ultimi 18 mesi i dissidenti

hanno cercato di uccidere poliziotti almeno 25 volte. Ma tutto questo va visto nella giusta prospettiva. Questi sono gruppi piccoli. La Real IRA e la Continuity sono smembrate, infiltrate e disorganizzate. Le nostre attuali stime indicano che si tratti di circa 300 persone su una popolazione di 1,75 milioni. La polizia continua intanto a interrogare nove persone per gli omicidi dei due soldati e del poliziotto della settimana scorsa.

Un’autobomba a Kabul ha fatto saltare in aria alcuni civili

Sharifsfidailpresidente Ammazzati 7 soldati Nato in 48 ore Lotta per il potere in Pakistan Scorre il sangue in Afghanistan

La ‘Lunga Marcia’ per le strade di Lahore

ISLAMABAD - La lotta per il potere in Pakistan ha registrato ieri un nuovo capitolo chiave con la decisione dell’ex premier Nawaz Sharif di sfidare apertamente il presidente Asif Ali Zardari rifiutando una offerta di dialogo e invitando di fatto i suoi sostenitori a costringerlo alle dimissioni. Le strade di Lahore, capoluogo della provincia del Punjab, hanno accolto ieri la ’Lunga Marcia’ della giustizia verso Islamabad, una iniziativa mirante a permettere a giudici estromessi dall’ex presidente Pervez Musharraf di ritornare al loro posto ma trasformatasi in una camminata per facilitare il ritorno di Sharif ai vertici del paese. Quest’ultimo, affacciato trionfante al balcone della sua residenza nel quartiere Model Town, ha ribadito di non voler accettare gli arresti domiciliari imposti dal capo dello Stato e ha sostenuto che «la ’Lunga Marcia’ deve continuare». Conscio del pericolo che questa operazione rappresenta, il presidente Zardari, che gode dell’appoggio statunitense, ha ordinato alla polizia di frenare in ogni modo i manifestanti che hanno ingaggiato per varie ore scontri con gli agenti. Molti i feriti e molti gli arrestati, anche se meno delle centinaia dei giorni scorsi.

“Ripagate il debito morale con la società”

Medvedev striglia i suoi oligarchi

MOSCA - Il presidente russo Dmitri Medvedev (nella foto) ha invitato i ricchi uomini d’affari del Paese a ripagare il loro «debito morale» con la società, alle prese con una grave crisi economica. «Forse in nessuna parte del mondo gli affari si sono sviluppati in modo così rapido», ha detto Medvedev. «Alcuni sono diventati molto ricchi in poco tempo e adesso è il momento di ripagare il loro debito al Paese».

Sale l’offensiva talebana in fiamme i convogli dei rifornimenti KABUL - Fine settimana di sangue tra i soldati occidentali impegnati in Afghanistan nella missione Nato. Sette gli uccisi in poco più di 24 ore, mentre a Kabul un’autobomba lanciata contro un convoglio delle forze internazionali ha fatto saltare in aria alcuni civili: due i morti, 14 i feriti. L’ultimo attentato anti-Nato, il più sanguinoso, è di ieri mattina: secondo quanto reso noto da fonti dell’Isaf, la missione dell’Alleanza Atlantica nel paese, quattro soldati americani sono stati uccisi nell’est dell’Afghanistan in un attacco rivendicato dai taleban. Un portavoce della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza ha detto che i quattro militari Usa sono morti nella provincia di Nangarhar nell’esplosione di un ordigno rudimentale che ha ucciso anche tre civili afghani. La maggior parte dei soldati stranieri stanziati in questa zona vicina alla frontiera con il Pakistan, sono americani. Sabato erano stati uccisi altri tre soldati della Nato, due britannici

MAASTRICHT (OLANDA) - Il mercato dell’arte, antica ma non solo, non teme la crisi. Ed anche quest’anno si è dato appuntamento a Maastricht per la più importante fiera mondiale del settore offrendo alla superselezionata clientela ogni ben di Dio. Tra cui spiccano due dipinti: il ’Parco dell’Ospedale’ di Van Gogh (in vendita per 25 milioni di euro) e il ’Canal Grande’ del Canaletto (12 milioni). In un mondo sull’orlo del baratro economico la manifestazione ’Tefaf’, in scena dal 13 al 22 marzo a Maastricht, sembra svolgersi in una realtà a se stante. Qui 239 mercanti d’arte, hanno portato opere - quadri, sculture, monoscritti miniati, gioielli, tessuti, porcellane, argenti, vetri, orologi, manufatti dell’antichità classica - valutati oltre un miliardo di dollari. Quest’anno si sono già fatti vedere, tra gli altri, l’ex presidente della Confindustria, Antonio D’Amato, e il vicepresidente della Fiat, John Elkann.

Iniziativa di una comunità di San Francisco

Prolungare il piacere Un club per le donne In Afghanistan sono presenti 70.000 soldati stranieri

e un francese, durante operazioni di pattugliamento in zone di confine dell’Afghanistan. Londra non ha fornito dettagli sugli attentati in cui sono morti i suoi uomini. Dall’inizio dell’anno sono 61 i soldati occidentali morti in Afghanistan. Le violenze degli insorti afghani sono raddoppiate di intensità negli ultimi due anni nonostan-

te la presenza di 70.000 soldati stranieri. Secondo fonti concordanti, gli afghani ricevono sempre più spesso appoggio dai taleban del Pakistan. In particolare ieri ben otto camion che trasportavano rifornimenti per l’Isaf sono stati dati alle fiamme mentre ancora si trovavano in territorio pachistano, alla periferia di Peshawar.

WASHINGTON - Una comunità di San Francisco dedicata al prolungamento del piacere femminile, che offre consulenze a gruppi esterni, è diventata oggetto di attenzione da parte dei media. Il New York Times pubblica un ampio servizio sulla comunità, composta da una quarantina di persone sui venti e trenta anni, e sulla fondatrice e guru Nicole Daedone, che si considera una paladina del movimento ’slow sex’ che «mira a prolungare al massimo la durata dell’orgasmo femminile». Mentre la ’meditazione orgasmica’ della comunità di San Francisco è riservata ai membri del gruppo, il centro offre corsi di yoga a pagamento a visitatori esterni. Inizialmente i corsi prevedevano la nudità per istruttori e allievi. «Ma era un errore perchè attiravano la gente sbagliata - ammette Nicole Daedone - Adesso chi frequenta i corsi resta con i vestiti addosso».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 9

Cronache in breve Accoltellato sulle scale di casa AREZZO - Raggiunto da diverse coltellate è stato trovato in terra sulle scale, al quarto piano di un condominio nella zona nord di Sansepolcro, dai carabinieri e dai volontari del 118. L’uomo, 34 anni originario di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), è stato trasportato al San Donato di Arezzo dove ora si trova ricoverato in gravi condizioni. A salvargli la vita sarebbe stato il pesante piumino che indossava.

La Regione Toscana le preferisce Marta Cecchetto come testimonial e la Campbell ammette: certe volte allo specchio mi vedo già vecchia

In 24 ore 350 clandestini a Linosa e Lampedusa AGRIGENTO - Quattro imbarcazioni nelle ultime 24 ore. L'ultimo gommone, con 68 immigrati a bordo, intercettato dalla Guardia di Finanza a due miglia da Lampedusa. Sono ripresi gli sbarchi sulle coste delle Pelagie. E in totale sono arrivate oltre 350 persone. Tra gli ultimi immigrati sbarcati ci sono anche 13 donne. Un uomo è stato visitato dalla Guardia medica per una crisi respiratoria, molte donne erano in cattive condizioni.

Maldive superecologiche Impatto zero entro il 2020 LONDRA - Il presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, annuncia un programma per fare della sua piccola nazione il primo Paese al mondo a impatto zero. Secondo quanto riporta il domenicale britannico The Observer, il presidente si è affidato a due esperti britannici sui cambiamenti climatici che hanno studiato una serie di misure in grado di azzerare, o quasi, le emissioni di gas nocivi nell’arcipelago nell’Oceano Indiano entro il 2020.

Dormiva nel garage Ustionato dalle fiamme MONTECATINI - Un uomo di 30 anni, di origine dominicana, è rimasto ustionato a un piede per un incendio sviluppatosi ieri poco prima delle 6, in un box-garage a Montecatini dove stava dormendo. Illeso un altro extracomunitario, che aveva trovato rifugio all’interno della struttura in disuso.

Banca sul cellulare Realtà per 20 milioni ROMA - Per 20 milioni di persone nel mondo la banca sta nel palmo di una mano. A tanto ammontano gli utenti che nel 2008, per accedere a conti correnti e servizi bancari, hanno usato il cellulare, secondo le rilevazioni degli analisti di Berg Insight, che per questo settore prevedono una crescita fino a 913 milioni di utenti nel 2014.

NAPOLI - Una famiglia si reca in una cappella privata nel cimitero napoletano di Poggioreale, per seppellire un congiunto appena deceduto, ma ha la sgradita sorpresa di trovare le porte divelte e, in un loculo, una salma del tutto estranea. Lo racconta il «Corriere del Mezzogiorno». Tutelando la privacy dei protagonisti con nomi di fantasia, il quotidiano riferisce che la cappella era stata oggetto di vandalismo: la catena ottocentesca divelta, come le porte, i marmi dei sacelli frantumati. Ma l’amarezza per i danneggiamenti si è presto trasformata in stupore quando, all’interno della cappella, la famiglia ha trovato una foto e una lapide di un uomo completamente sconosciuto. Si è dunque pensato che qualcuno avesse scassinato l’ingresso alla cappella per seppellire abusivamente una salma, con ogni probabilità a pagamento.

Hillary: devo tutto a mamma e figlia ROMA - Deve tutto ai genitori, nella sua vita politica conta sulla madre e sulla figlia Chelsea. Hillary Clinton si confida a Gente in edicola oggi. «Chi devo ringraziare? Mia madre e mio padre. A quei tempi non era facile che una giovane donna fosse incoraggiata a sognare quanto lo ero io», racconta il segretario di Stato Usa aggiungendo: «Nella mia vita politica posso contare su tre generazioni di donne: mia madre, mia figlia Chelsea e io».

Palpeggia una ragazza Bloccato dagli amici ROMA - Fa la ’mano morta’ a una ragazza ma gli amici se ne accorgono e lo bloccano. I carabinieri intervengono ed evitano che la situazione degeneri. È’ successo sabato sera in via Cola di Rienzo. La ragazza stava passeggiando con due amici, tutti trentenni, quando l’ uomo, 49 anni, si è avvicinato e l’ha palpeggiata. I due amici se ne sono accorti e hanno bloccato l’uomo, poi l’arrivo dei carabinieri.

Sepoltura abusiva a Napoli In cappella morto estraneo

Denunciati 10 minorenni per aggressione a Venezia Naomi Campbell teme il tempo che passa e non ha paura di ammetterlo

La paura segreta di Naomi

ROMA - La Toscana ha scelto come testimonial della nuova campagna pubblicitaria l’italiana Marta Cecchetto, fidanzata del calciatore Luca Toni, e Naomi Campbell si arrabbia. La modella inglese è molto legata alla regione italiana, anche affettivamente. «A Firenze mi sento a casa - aveva detto la venere nera al mensile ’GQ’ - per me è una terra ricca di ricordi: quando vado lì mi sembra di fare un tuffo nel passato e mi sento fortunata per tutto ciò che ho ottenuto fino ad oggi. Vorrei tanto

pubblicizzare in tutto il mondo questa regione». Ma secondo alcune voci dietro questo disappunto ci sarebbe la sua paura di invecchiare. «Talvolta anche le super belle come noi hanno paura di guardarsi la mattina allo specchio, di recente è capitato anche a me in occasione di shooting pubblicitario a Londra, mi sono vista vecchia e quasi piangevo. Se prima il tuo agente ti propone 100 lavori al giorno e improvvisamente le proposte cominciano a diradarsi, allora inizi a pensare», prosegue su ’GQ’.

VENEZIA - Dieci ragazzi di 16 anni sono stati denunciati al Tribunale dei minorenni di Venezia per aver aggredito, nei giorni scorsi, un uomo. Il fatto è avvenuto a Venezia, nel centro storico. L’uomo, che era insieme alla moglie, è stato fatto oggetto di scherno e ad un suo accenno di reazione è stato aggredito e picchiato dal gruppo di piccoli malviventi che sono poi fuggiti. L’uomo si è fatto medicare all’ospedale e ha poi fatto denuncia dell’accaduto alle forze dell’ordine. Gli investigatori, come rileva la stampa locale, sospettano che i dieci ragazzi siano responsabili di altri episodi simili accaduti sempre a Venezia.

Superstite della Shoah Ritorna la violenza Diamante da 6 carati Il giovane Raffaello ucciso da malvivente nella periferia parigina rubato a “Oro Capital” in mostra a Urbino TEL AVIV - Un anziano sopravvissuto alla Shoah - Michael Ossowesky, 77 anni - è morto sabato in un ospedale di Afula (Galilea) dopo essere stato duramente percosso alcuni giorni fa nella propria abitazione da un ladro. Ossowesky, ha precisato la figlia Julia, era afflitto da un tumore e secondo i medici aveva ormai poche settimane di vita. La polizia di Afula sta ancora ricercando il responsabile della aggressione.

ROMA - Un diamante di circa 6 carati per un valore di oltre 50mila euro è stato rubato da una teca in uno stad allestito alla Fiera di Roma dove, in questi giorni si tiene la fiera ’Oro Capital’. La denuncia è stata fatta ieri alla polizia del commissariato San Paolo. Il diamante era incollato su un espositore di pelle dentro un blister. Secondo gli addetti i responsabili del furto potrebbero essere due persone che si sono finte clienti e che, approfittando di un attimo di distrazione del personale avrebbero rubato la pietra preziosa.

Ladri appiccano il fuoco Due pompieri feriti NOVOLI (LECCE) - Per lo scoppio di una bombola di gas sono rimasti lievemente feriti due vigili del fuoco che erano impegnati l’altra notte nelle operazioni di uno spegnimento di un incendio in un casolare, alla periferia di Novoli. Nel corso dell’intervento, due dei pompieri arrivati sul luogo, a causa dello scoppio di una bombola che si trovava nel locale, sono rimasti feriti. Dalle prime indagini condotte dai carabinieri, sembra che le fiamme siano state appiccate nel casolare da malfattori che si erano introdotti nel locale per rubare.

Torna la violenza nelle banlieue

ROMA - Torna la violenza nelle banlieue francesi: 24 poliziotti sono stati colpiti da pallini di piombo esplosi da un fucile nel corso di scontri scoppiati ieri sera in un quartiere di Les Mureaux, nei pressi di Parigi, mentre all’alba di ieri a Montgeron, sempre nell’Ile-de-France, un commissariato di polizia è stato attaccato a colpi di fucile. Il ministro dell’Interno, Michele Alliot-Marie, ha annunciato il rafforzamento delle misure di sicurezza nei quartieri coinvolti.

ROMA - Capolavori provenienti dai maggiori musei internazionali racconteranno dal prossimo 4 aprile, a Palazzo Ducale di Urbino, il giovane Raffaello. Del genio urbinate saranno esposti 20 dipinti e 19 disegni originali, ai quali saranno affiancate opere di Filippo Lippi, Perugino, Mantegna, Signorelli, Van Eyck, nonchè del padre e della sua bottega, dove Raffaello si laureò Magister. Le opere raccontano il periodo della formazione e il rapporto con il padre Giovanni Santi e la sua città natale.

Sotto l’effetto della droga Pubblicazioni inventate tenta d’investire carabiniere Anestesista sotto accusa ROMA - Un ragazzo di 19 anni di Rocca di Papa, sotto l’effetto di droga e alcol è stato arrestato perchè l’altra notte ha tentato di investire un carabiniere, nel centro di Grottaferrata, che gli aveva chiesto di esibire i documenti dopo una segnalazione di una rissa arrivata al 112. A quel punto il giovane è montato in macchina, ha ingranato la marcia, e ha tentato di investire il carabiniere. I militari lo hanno inseguito e arrestato.

WASHINGTON - Un medico anestesista americano, Scott Reuben, ha inventato almeno 21 delle pubblicazioni scientifiche da lui pubblicate su importanti riviste mediche dal 1996 al 2008. La truffa è stata scoperta dal centro ospedaliero nel corso di un normale esame di routine sui risultati delle ricerche condotto a Springfield, in Massachusetts. Potrebbe trattarsi della più grave frode mai avvenuta nel settore.


Pag. 10

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Lunedì 16 Marzo 2009

LAMEZIA TERME Eugenio Lupia Palmieri è intervenuto sulla complicata vicenda politica cittadina, sugli attacchi pubblici e sullo smembramento dei partiti

«Fallimentari le scelte di sviluppo» «Non siamo legati né alla Destra né alla Sinistra. Facciamo le nostre campagne elettorali solo sui programmi» LAMEZIA TERME — Dopo la spinosa questione della sanità a Lamezia e in Calabria, Eugenio Lupia Palmieri, si è espresso anche sulla complicata vicenda politica cittadina. Sui continui attacchi che finiscono sempre più spesso in offese pubbliche e denunce, e sullo smembramento di partiti che non mettono più al primo posto il fare per la collettività quanto, e purtroppo anche questo si verifica sempre più spesso, il fare politica per proprio tornaconto personale. Un fenomeno questo, denunciato anche da chi da anni ha operato in tal senso e che si smarrisce oggi in uno scenario sempre più privo d’identità. Un partito per la gente e che guarda ai bisogni della gente. Un “soggetto politico mancante” che appena due anni fa ha dato vita ad un Comitato di gente comune. Al comitato Difendiamo il lametino a difesa del territorio. «Per quanto riguarda il Comitato,

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

e a nome del movimento Lameziaprovincianonsolo, perché in qualche modo il comitato ha un rapporto molto stretto con questo movimento poiché ci lega un obiettivo comune che è quello della difesa del territorio - dice Lupia Palmieri - posso dire che noi abbiamo sostenuto e sosterremo ancora chi si impegnerà seriamente a fare il bene di Lamezia. A chi, al di là dei colori politici, opera e opererà per rilanciare questa città liberandola dalla vecchie logiche di potere. Le nostre battaglie sono iniziate in tal senso e così continueremo anche in futuro». Tra le tante vostre battaglie c’è stata anche quella delle provinciali. Una decisione particolare la vostra per volere essere la voce libera e la spina nel fianco di chi non fa quel che dice. Cosa vi ha lasciato questa esperienza e come opererete in futuro considerate anche le conseguenze delle scelte fatte? «Noi siamo stati competitor a queste provinciali della Wanda Ferro anche perché, in fase di ballottaggio abbiamo cavalcato, per coerenza e anche perché l’amministrazione regionale aveva preso degli impegni ben precisi con noi sia come movimento e come comitato. Noi, l’ho già detto e lo ripeto, non siamo legati né alla Destra né alla Sinistra. Come “Lega di Lamezia e del Lametino”, ci alleiamo e facciamo le nostre campagne elettorali sui programmi e non sulle persone o sulle ideologie. Se un programma del Centrodestra è vicino alle nostre idee di sviluppo e di difesa del territorio, noi non abbiamo nessuna difficoltà a fare degli accordi elettorali con loro così come non escludiamo un rapporto con il Centro

Eugenio Lupia Palmieri

che potrebbe essere l’Udc o il Mpa o altri movimenti e liste civiche presenti sul territorio». E con il centrosinistra che avete appoggiato invece in passato? «Se ci sono stati degli accordi con il Centrosinistra, è perché il centrosinistra in passato aveva sposato alcune linee del nostro programma. La differenza è che adesso con loro non ci ritroviamo più. Hanno mancato nelle promesse e negli accordi e per noi oggi è più difficile trovare un’intesa specie se nella Sinistra continueranno ad esserci quei personaggi della Sinistra estrema che hanno messo sempre in contrapposizione con le idee di sviluppo. Aperture verso di noi questo sindaco non le ha mai avute per cui, se il centrosinistra farà l’accordo con Gianni Speranza, è certo che il movimento non ci sarà e credo che neanche il Comitato sarà dalla sua parte». Visto i precedenti, ci potranno essere ancora delle aperture con l’U-

Crotone, la giunta provinciale ha chiesto lo stato di calamità CROTONE — La Giunta Provinciale ha

approvato la delibera con cui si chiede alla Regione Calabria il riconoscimento dello stato di calamità naturale per il settore agricolo interessato da una serie di concomitanti e persistenti avverse condizioni metereologiche avvenute, senza interruzione di tempo, durante il periodo compreso tra l’intero mese di dicembre 2008 e gennaio 2009. Come si legge nel testo della delibera «tali eventi metereologici hanno provocato dissesti e danni ingenti al territorio con gravi ripercussioni sia sulla sicurezza pubblica che sullo stato dell’economia». Nel corso della seduta di giunta il presidente Iritale ha ascoltato e approvato la relazione dell’assessore al ramo Santo Scalise che ha evidenziato come il settore economico più esposto e più colpito dalle avverse condizioni climatiche è stato quello dell’agricoltura che ha subito gravi ed incidenti ripercussioni sia nell’andamento colturale delle aziende, con pesanti perdite sia nella produzione lorda vendibile preventivata, in sede aziendale, sia nella corrente impostazione produttiva stagionale e periodica a tal punto da vanificare molti investimenti di base che nel futuro si producono in mancato reddito. Scalise ha inoltre sottolineato che il danneggiamento del capi-

tale strutturale, aziendale ed infrastrutturale del settore, è stato causato dalla tracimazione dei fiumi, con l’asportazione di terreni coltivati a seminativi e piantagione, da cui scaturisce la necessità di ripristinare le colture ed i campi e di prendere atto che ampie porzioni di essi non sono più ripristinabili, vuoi perché risucchiati, vuoi perché ridotti a discariche di detriti vari, e che, inoltre, anche fabbricati ed altre pertinenze hanno subito danni di vario tipo che incidono pesantemente in negativo su conti economici aziendali. Identico allarme ha suscitato lo stato in cui si trovano le strade poderali ed interpoderali invase da melma, detriti, frane e smottamenti. L’assessore Scalise ha concluso rilevando che che il vivo allarme suscitato dalla calamità tra le popolazioni rurali e gli imprenditori del settore agricolo è stato immediatamente manifestato con numerosi telegrammi da parte dei sindaci dei Comuni colpiti ed ha trovato eco nella stampa e nelle televisioni locali, regionali e nazionali che hanno registrato fatti e notizie in proposito, che, inoltre, le principali organizzazioni agricoli (Coldiretti – Confagricoltura Cia) hanno segnalato la necessità di un immediato intervento per alleviare le difficoltà in cui versano le aziende agricole e zootecniche. s

nione di Centro? «Con l’Udc si poteva fare un grande lavoro, però è successo che con la scusa di non fare commissariare Lamezia, seppure sarebbe stato un commissariamento breve e per altri scenari e non certo per infiltrazioni mafiose come per il passato, l’Udc, per capacità del sindaco e per incapacità a vedere lontano, ha ritenuto di buttare al macero un percorso importante. Per cui, l’Udc, da forza di opposizione, grazie ad un sindaco che riesce ad accattivarsi le simpatie di ogni singolo consigliere, è diventata una forza di sostegno al primo cittadino». I rapporti con la Destra invece? Anche qui l’esordio non è stato dei migliori almeno per quanto riguarda le ultime competizioni provinciali. «Io personalmente ho rivisto la mia posizione personale su Wanda Ferro perché pensavo fosse davvero la “fotocopia” di Michele Traversa. Traversa non mi è piaciuto al contrario, invece, Wanda Ferro sta mantenendo le sue promesse, quantomeno di presenza. Questo presidente si vede in tutte le manifestazioni e finanche in quelle in cui la sua presenza è poco gradita e questa è una testimonianza di attenzione verso questa nostra città». Non le sembra però poco la sola presenza fisica a Lamezia? «Questa è la prima fase di impegno, mi auguro, duraturo e costruttivo su questo territorio. E’ chiaro però che poi bisogna vedere anche il proseguo ed in un quadro più generale valutare se promuoverla o bocciarla per il suo operato. Ma questo, lo si potrà dire più in là e se sbaglierà, non saremo certo noi a difenderla». Mi sembra di capire che il Comitato si sta già guardando bene attorno. Ciò vuol dire che scenderà in campo più incisivo di prima? «Sicuramente Comitato alla prossime comunali sarà presente con sue liste o comunque a sostegno degli accordi che farà il Movimento di Francesco Grandinetti e non solo a Lamezia quanto anche a Falerna dove ci stiamo aprendo ad un discorso piuttosto significativo. A Destra o al Centro perché se

è vero che oggi Lamezia ha necessità di avere una guida della città autorevole, certamente questa non è quella dell’amministrazione attuale. Questo non certo per il sindaco Speranza del quale io come persona non posso dire nulla, quanto per il gruppo che gli sta dietro. Speranza come politico e gestione del potere, in questi anni è stato capacissimo, ma le scelte di sviluppo della città, a mio avviso, sono state fallimentari. Oggi il sindaco Speranza è definito il sindaco delle rotatorie e dei marciapiedi, ma oltre a questo, niente di più e a questo proposito, mi viene da ricordare la questione del lungomare che rappresenta il più grande fallimento di questa Giunta. Nulla da dire sul progetto è eccezionale per quello che è, ma che non va certo bene per quello che doveva essere». Opere comunque importanti per una città che conta diverse morti sulla strada? «Indubbiamente. Ma Lamezia non ha bisogno solo di questo. A tal proposito potrei ricordare ad esempio, le disastrose condizioni dello stadio Carleo per il quale il Comune dovrebbe essere da stimolo con la provincia per valorizzarlo, invece da una parte si dorme e dall’altra si fa silenzio. Poi i molti quartieri non interessati da progetti di abbellimento quali ad esempio a Nicastro e Sambiase Sud, a Nicastro nord, le zone montane montagne dove mancano progetti seri e persino le scuole. A Sant’Eufemia, ad esempio, c’è una materna completata ma che non si apre nonostante la vecchia scuola è ospitata in una ex casa per ferrovieri. Per questo, il questo, l’Amministrazione e l’assessorato non è capace a risolvere il problema, non sta facendo niente probabilmente per non creare problemi alle attività private. Per cui, in questo territorio si sta sviluppando una attività scolastica privata piuttosto che un servizio pubblico e questo, una Amministrazione di Sinistra, attenta ai problemi dei giovani e della città, queste cose non le dovrebbe assolutamente permettere». Antonietta Bruno


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 11

CALABRIA IL FATTO/1Si è svolto il terzo Congresso della Cisl Funzione Pubblica della Calabria per verificare lo stato di salute organizzativa del sindacato

Pace riconfermato segretario generale Al centro del dibattito, la grave crisi finanziaria che mette a dura prova i salari dei lavoratori LAMEZIA TERME — Uno splendido scenario di bandiere biancoverdi, con le quali era stato pavesato, all’interno e all’esterno il T Hotel di Lamezia Terme (Cz), ha accolto gli oltre duecento tra delegati regionali e ospiti del 3° Congresso della Cisl Funzione Pubblica della Calabria. La importante assise dei delegati cislini del pubblico impiego calabrese, in rappresentanza dei quasi tredicimila iscritti, proveniva da comuni, province, regione, sanità pubblica e privata, ministeri, enti pubblici, comunità montane, ecc. L’Assemblea congressuale che si svolge ogni quattro anni serve a verificare lo stato di salute organizzativa del sindacato e a tracciare i programmi per gli anni futuri, «adeguando la macchina alla strada da percorrere» come ha detto il segretario generale in carica Natale Pace, nella sua relazione introduttiva. La relazione, il dibattito e la mozione finale hanno assolto il compito con l’entusiasmo tipico della dirigenza e dei lavoratori pubblici della Cisl, con le preoccupazioni, espresse un pò da tutti, per la grave crisi finanziaria che, appena cominciata, mette già a dura prova i salari di lavoratori e lavoratrici, dei precari, di chi all’esiguità dello stipendio aggiunge il pendolarismo obbligato, la situazione disastrosa dei servizi alla persona in Calabria, (sanità, sicurezza, assistenza sociale), il sistema produttivo caratterizzato da una miriade di piccole, micro-aziende, la più parte a conduzione familiare, quindi maggiormente attratte verso il burrone della crisi. Anche i numerosi ospiti, intervenuti a portare il saluto al Congresso o più semplicemente a dimostrare la vicinanza di sindacalisti, politici e dirigenti. L’Assessore Regionale al Personale Liliana Frasca, portando il saluto della Giunta Regionale ha affondato il suo intervento nelle mille vertenze che la Cisl e il Sindacato del pubblico impiego hanno da tempo aperto con la Regione dichiarando la disponibilità ad affrontarle e risolverle con determinatezza. Alla fine della giornata, il Congresso ha riconfermato Natale Pace quale Segretario Generale, responsabile della Federazione regionale della Cisl Funzione Pubblica, eleggendo in segreteria regionale il

paolano Walter Giampà e la reggina Luciana Giordano. Natale Pace, sessantenne, che già da dicembre 2006 ricopriva l’importante carica, è dipendente del Comune di Palmi e nella cittadina di Repaci e Cilea vive, dedicando la maggior parte del suo tempo all’impegno sindacale nella CISL dove milita ormai da oltre 38 anni. Il Congresso ha anche eletto i nuovi organismi regionali: il consiglio generale e il comitato esecutivo, il collegio dei sindaci revisori e i delegati al congresso della Cisl Calabria e a quello della Cisl Fp Nazionale. «Non abbiamo tempo per i festeggiamenti” ha dichiarato appena eletto Natale Pace “perché troppi e troppo gravi sono i problemi dei lavoratori e delle lavoratrici pubbliche calabresi. Attiveremo subito iniziative, possibilmente unitarie, per rimettere in moto la macchina della denuncia, della protesta e della proposta. Abbiamo intenzione di attivare subito il nostro ufficio legale per quanto riguarda gli inquadramenti del personale delle Equipes nelle aziende sanitarie; ripartiremo con una serie di assemblee dei dipendenti regionali per sostenere con azioni di lotta il completamento delle 36 ore per gli ex lsu stabilizzati e il diritto al contratto decentrato; determineremo un percorso vertenziale per ottenere prima della scadenza 30 giugno la stabilizzazione di più precari possibile nella sanità e negli altri servizi pubblici. Profonderemo inoltre il massimo impegno per predisporre un progetto di nuova efficienza ed efficacia dei servizi pubblici calabresi. E’ tempo che le pubbliche amministrazioni della Calabria partecipino all’impegno per lo sviluppo della nostra regione. Intendiamo come lavoratori pubblici scommettere sulle economie di bilancio da realizzare a parità, anzi aumentando la qualità dei servizi e vogliamo che, a scommessa vinta, una parte dei risparmi realizzati possano essere utilizzati per aumentare gli stipendi di fame, professionalizzare con la formazione continua i lavoratori, contribuire ad abbassare la disoccupazione dei nostri giovani con nuove assunzioni. La Cisl Funzione Pubblica calabrese sogna una nuova Calabria, una regione che viva di normalità».

IL FATTO/2Il segretario generale, Giovanni Faverin, ha presentato la mozione finale approvata dall’assemblea

«Più efficienza per le Pubbliche Amministrazioni» LAMEZIA TERME — Il 3° Congresso Regionale della Cisl Fp Calabria, riunito a Lamezia Terme il 10 marzo 2009, udita la relazione del Segretario Generale Natale Pace, la approva, condividendone i contenuti di verifica del lavoro svolto dalla federazione regionale e di programmazione organizzativa e politica per i prossimi anni. Alla luce dell’approfondito dibattito, arricchito dall’intervento del Segretario generale della Cisl Usr Calabria, Luigi Sbarra e dalle conclusioni del Segretario Generale Giovanni Faverin, il Congresso: Esprime la preoccupazione dei delegati, dei lavoratori pubblici e delle loro famiglie, che la recessione in atto in tutto il mondo, assuma nelle realtà territoriali in perenne crisi economica, sociale e occupazionale come la Calabria, i contorni di una vera catastrofe sociale. In tal senso impegna la Cisl nel suo complesso affinché il meridione e le sue difficoltà vengano posti al centro della discussione politica e sindacale e i temi dello sviluppo, delle garanzie dei servizi essenziali, della crescita occupazionale, della sicurezza per le persone, ritornino prioritari sia nell’agenda della politica che in quella del Sindacato; In tal senso, il Congresso ritiene inadeguata la proposta politica sul federalismo che invece di responsabilizzare la politica e renderla solidale e a misura dei bisogni delle persone, accentua il divario tra ricchi e poveri, allarga la forbice dello sviluppo tra territori forti e territori deboli, non specifica i costi del progetto e chi li sostiene, non ha insomma alla sua base una riflessione cattolica e solidale, che rafforzi complessivamente il Paese, per metterlo in condizione di affrontare le grandi sfide che verranno; Esprime piena condivisione alla strategia riformatrice della Cisl per le Pubbliche Amministrazioni, che ne fa il sindacato dell’innovazione capace di guardare oltre le barriere delle difficoltà alle richieste dei cittadini e delle famiglie, che pretendono servizi più efficienti e moderni, con riduzione dei costi, e sensibile alla volontà dei lavoratori pubblici di lavorare meglio come “professionisti dei servizi da erogare a cittadini e imprese»; Assicura il sostegno dei lavoratori pubblici calabresi della Cisl all’impegno e al coraggio del Segretario generale Raffele Bonanni e del nostro Segretario generale Giovanni Faverin, alla loro sfida per cambiare, che ha già portato risultati importanti ai lavoratori, ai pensionati, ai precari e ai disoccupati, ritenendo l’accordo del 30 ottobre 2008 e quello del 22 gennaio 2009 per la riforma del modello contrattuale, storiche pietre miliari per i dipendenti pubblici e privati; Concorda con il percorso, già in fase avanzata di attuazione, che sta portando ai lavoratori il rinnovo dei contratti nazionali, la riconferma della contrattazione decentrata, il recupero di importanti risorse che erano state sottratte alle buste paga e che permette di acquisire fette di salario in linea con la crisi finanziaria in atto. In tale ottica, il Congresso auspica la immediata, positiva chiusura dei Ccnl ancora aperti; Apprezza le battaglie per lo sviluppo della Cisl Calabrese e del suo segretario generale Luigi Sbarra, invitandolo a continuare, riconfermando la piena autonomia della Cisl calabrese, nella coraggiosa denuncia, nella intelligente proposta di solu-

zioni, assicurando il forte sostegno della federazione regionale della Funzione Pubblica e dei lavoratori rappresentati; Considera fortemente inadeguate le politiche della Giunta e del Consiglio regionale rispetto ai problemi e ai bisogni dei calabresi. La Calabria ha bisogno di interventi prioritari nelle infrastrutture, nella messa in sicurezza del territorio, a favore del precariato, a sostegno delle famiglie, in una progettualità di sviluppo che si faccia sistema, individuando in agricoltura e forestazione, turismo, ambiente, sicurezza e occupazione le priorità sulle quali bisogna smetterla con le chiacchiere e gli annunci e passare alla fase delle scelte e dell’impegno concreto; Il Congresso ha lungamente dibattuto sulla situazione disastrosa della sanità calabrese. Il deficit ormai di 2 miliardi di euro, con un trend destinato a mantenersi negativo (250 milioni nel 2008) accompagnato dai indici di qualità dei servizi tra i più bassi d’Europa, di emigrazione sanitaria insopportabile dalle famiglie e dalle casse della sanità. I Calabresi hanno bisogno di un Piano sanitario adeguato alla situazione disastrosa, coraggioso e soprattutto attuabile in tempi brevissimi. L’ormai prossimo commissariamento, a cui la classe politica calabrese ha condannato la Regione, costerà agli ammalati e ai lavoratori calabresi lacrime e sangue, sarà lungo e doloroso, se non sarà accompagnato da interventi strutturali e coraggiosi dei manager e degli operatori sanitari. In tal senso il Congresso ritiene ineludibile in Calabria la riforma del servizio sanitario privatoconvenzionato, per realizzare il giusto equilibrio con il servizio pubblico che deve rimanere la scelta privilegiata e di garanzia; visto lo stato della vertenza che le federazioni unitarie regionali e la Rsu della Regione stanno sostenendo a favore di decine di migliaia di lavoratori, impegna la Cisl Fp Calabria e la Usr Cisl a voler attivare, sempre unitariamente con le altre sigle sindacali, ogni utile iniziativa di lotta tendente a concretizzare risultati favorevoli rispetto a: stabilizzazione precariato, soppressione Ardis, AFOR e Arssa, crisi strutture sanità privata e convenzionata, con particolare attenzione all’Istituto Papa Giovanni di Serra D’Aiello, contrattazione decentrata personale Giunta e Consiglio regionale, compresa la dirigenza, riorganizzazione uffici e servizi regionali, trasferimento e inquadramento lavoratori Equipes SocioPsico-Pedagogiche, riordino Comunità Montane, personale regionale ex Lsu stabilizzato, ecc. Il Congresso, infine, ha osservato come il senso di responsabilità del gruppo dirigente ha consentito non solo il pieno rispetto delle regole statutarie con la elezione ad ogni livello di segreterie con tre componenti, compresa la presenza femminile, e la composizione dei Consigli Generali con il 30% di presenza femminile e un terzo di componenti provenienti dalla ex FPI, ma anche l’inserimento negli organismi di giovani di entrambi i sessi. A tal proposito il Congresso impegna le federazioni regionale e territoriali, perché attraverso la formazione continua dei nuovi e vecchi quadri delegati e la costituzione delle associazioni giovani iscritti, si favorisca il loro inserimento pieno nell’attività contrattuale e di proselitismo».


12 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA Ad assegnare questo titolo è il rapporto Ecosistema 2009 di Legambiente. Al secondo posto c’è Vibo Valentia

«A Cosenza le migliori scuole calabresi» L’indagine nazionale, realizzata tramite questionari, ha elaborato i dati forniti da 95 comuni e 52 province COSENZA — E’ Cosenza, con il 58,2% del punteggio assegnabile dal rapporto Ecosistema Scuola 2009 e la 40ª posizione nella graduatoria nazionale, il Comune con le migliori condizioni strutturali per le scuole dell’obbligo calabresi. Segue Vibo Valentia (44ª), che si pone con il 54,92% del punteggio assegnabile a metà della classifica nazionale, mentre molto più in basso troviamo Crotone (77ª). Bocciate Reggio Calabria e Catanzaro perché assenti dalla graduatoria: i comuni hanno risposto in maniera incompleta alle domande del questionario di Ecosistema Scuola. Anche quest’anno le città del nord si confermano come i luoghi privilegiati dove si consolida una politica volta a creare condizioni strutturali degli edifici scolastici sempre più sostenibili. La fotografia realizzata da Legambiente con la nona edizione di Ecosistema Scuola 2009 - l’indagine sullo stato della qualità degli edifici scolastici in Italia - è chiara. Fatta eccezione per Lecce, che conquista un’ottima 4a posizione, i piani alti della graduatoria sono oc cupati da Prato, Biella, Terni, Forlì, Livorno, Parma, Firenze,

Asti e Macerata. Tutti comuni che hanno investito sulla sicurezza e la sostenibilità degli edifici scolastici, oltre che in servizi e pratiche ecocompatibili (raccolta differenziata, utilizzo di fonti energetiche alternative, realizzazione di aree verdi e giardini, distribuzione di cibo bio e di prodotti tradizionali e Dop). L’indagine nazionale, realizzata tramite questionari, ha elaborato i dati forniti da 95 comuni (che hanno competenze sulle scuole dell’obbligo) e 52 province (che hanno competenze sugli istituti superiori). I dati raccolti riguardano tre principali parametri: la qualità della struttura degli edifici in termini di età e idoneità all’attività scolastica, i servizi e l’avvio di pratiche ecocompatibili e infine le situazioni di rischio a cui sono esposti gli edifici. I dati complessivi per la Calabria segnalano che ancora oggi molti studenti si ritrovano in edifici vecchi (il 52,75% è stato costruito prima del 1974, anno in cui la legge ha stabilito i criteri di edilizia antisismica), privi di strutture per lo sport (38,46%) ma soprattutto privi di manutenzione (solo il 32,26% ha goduto d’interventi di

manutenzione straordinaria negli ultimi cinque anni e il 30,77% necessita d’interventi urgenti). Rispetto all’edizione 2008, sono tuttavia aumentate le scuole in possesso dei certificati di agibilità statica (65,45%), igienico-sanitaria (96,36%) e prevenzione incendi (62,37%). Ma sono solo il 55,56% gli impianti elettrici a norma, mentre l’uscita dall’edificio in caso di pericolo è ancora parzialmente assicurata, poiché le porte antipanico sono presenti solo nel 64,52% degli istituti e le scale di sicurezza addirittura nel 51,61%. Nel corso del 2008, il 69,09% delle scuole ha svolto le dovute prove d’evacuazione. Gli studenti calabresi risultano pr aticamente privi di disturbi causati da elettromagnetismo, rumore o altre fonti di inquinamento, poiché non sono segnalate scuole ubicate nelle vicinanze di aree industriali, antenne radio-televisive, antenne cellulari, discariche, aeroporti, elettrodotti ad alta tensione sia nel raggio di 1 km che entro i 200 metri. Ma risultano documentati invece, solo l’1,82% di azioni di bonifica da amianto negli ultimi due anni, anche se nessun caso sospetto o

certificato è stato segnalato. Un dato che suscita fortissime perplessità così come la mancanza di casi certificati di rischio da radon: la possibile conclusione è che in Calabria manca un serio monitoraggio in tal senso. Tra le note positive di Ecosistema Scuola 2009 Calabria si evidenzia la crescita di buone pratiche nel campo della raccolta differenziata rispetto all’indagine del 2008. Carta e plastica sono i materiali più differenziati (76,47%), seguiti, con pari percentuale, da vetro e alluminio (22,69); non si fa ancora nulla per l’organico e le pile (0%). Poco per altri materiali, come i toner (20,17). E’ in lieve crescita l’utilizzo di fonti d’illuminazione a basso consumo (5,26%), mentre il 13,16% degli istituti usano fonti di energia alternativa, come pannelli solari e fotovoltaico. Iniziano ad affacciarsi le mense biologiche: il 14,6% serve pasti parzialmente bio, ma è sempre uguale a zero il numero delle mense scolastiche che serve pasti interamente bio. Ancora poco diffusi gli edifici circondati da aree verdi (36,56%). «E’ veramente piccolo lo sforzo

REGGIO CALABRIA — L’intervento di Giovanni Alvaro, segretario provinciale e membro della direzione nazionale del Nuovo Psi: «Son passati circa dieci mesi dal varo del Governo Berlusconi e, senza soluzione di continuità, i signori della sinistra post comunista hanno mantenuto fede alle loro tradizioni ed alle loro radici, sviluppatisi sul terreno di un’autentica doppiezza, ed hanno disseminato il campo politico di una serie di No che, a ruoli invertiti, non sarebbero stati tutti tali. E’ ovvio che si parla solo dei No espressi su provvedimenti nazionali perché elencare anche quelli periferici sarebbe stato veramente un compito improbo. Ha iniziato Veltroni non contento della sconfitta subìta, e non pago dei rovesci che si susseguivano ad ogni elezione. Ha continuato Franceschini, anche lui, non ancora soddisfatto delle calamità abbattutesi sull’amalgama ‘malriuscito’ com’è stato definito il Pd. Ambedue, comunque, prigionieri dell’inseguimento della loro creatura, tal Antonio Di Pietro che, senza un briciolo di riconoscenza, si sta comportando come quel ‘lupo africano’, il licaone, che sbrana e divora le proprie vittime quando sono ancora in vita. Da qualche giorno, però Franceschini, sem-

REGGIO CALABRIA L’intervento di Giovanni Alvaro, segretario provinciale Nuovo Psi

«La sinistra tiene testa e dice no a Berlusconi» bra aver cambiato tattica con il lancio di proposte demagogiche e populiste. Ma vediamo, in sintesi, le nove perle espresse a gran voce dai dirigenti protempore della sinistra catto-comunista del Pd, la sola, per intenderci rappresentata in Parlamento, ma scarsamente sostenuta dall’opinione pubblica. Giustizia 1: si è partiti col no al cosiddetto ‘lodo Alfano’ che non annulla i procedimenti penali a carico delle più alte cariche dello Stato ma li rinvia (bloccando, comunque, la decorrenza dei termini). Si è sparato ad alzo zero, minacciando referendum e quant’altro, e presentando la legge come un tentativo d’impunità e non, com’è negli altri paesi occidentali, come un meccanismo per sottrarre, nel periodo di vigenza dell’incarico isti-

tuzionale, gli interessati alla gogna mediatica. Giustizia 2: anche sulle intercettazioni un deciso no, presentando l’ipotesi di riforma (non di abolizione delle intercettazioni) come un “regalo alla criminalità”, e non per quello che è realmente, cioè la liquidazione degli abusi usati spesso per fini non di giustizia. Federalismo: le difficoltà a cavalcare un no netto nascono dalla necessità di lanciare segnali di fumo alla Lega nella non nascosta, ma illusoria, speranza di un nuovo ribaltone. Alla fine, però, prevalgono le categorie dell’unità d’Italia, e del no all’aumento della spesa pubblica e della burocrazia. Scuola: ci si ricorda il grande battage contro la Gelmini, il tentativo di cavalcare l’onda, l’uso strumentale de-

gli scolari contro lo smantellamento della scuola elementare e il falso licenziamento dei professori in esubero. Alitalia: allarmismi ad iosa, accuse di promesse preelettorali, ma nessuna controproposta, e oggi l’Alitalia è di nuovo in attività con una cordata di imprenditori italiani. Si continua a polemizzare sui tre miliardi di debito della compagnia scaricati sugli italiani. Grandi opere: un No a Tav, Mose e Ponte sullo Stretto (presentato questo come specchietto per le allodole) a fronte di un’esaltazione del superpiano di Barack Obama teso a bloccare la crisi che ha colpito l’Occidente. Social Card: è stata considerata un’elemosina di Stato (dimenticando quanto abbiano ‘gradito’ i pensionati al mi-

che, rispetto allo scorso anno, Comuni e Province hanno fatto per migliorare la qualità delle strutture scolastiche in Calabria, – ha commentato Maria Rosaria Paluccio, responsabile Scuola e formazione di Legambiente Calabria – anche se notiamo con soddisfazione che, spinti dall’obbligo della messa in sicurezza degli edifici, più scuole si siano dotate di certificati di agibilità statica e di quella igienico-sanitaria. Ma sono ancora tante le scuole che necessitano di manutenzione ordinaria e straordinaria». «Bene ha fatto la Regione Calabria a costituire il gruppo di lavoro previsto dall’intesa Stato – Regioni, che dovrà individuare le situazioni di rischio negli edifici scolastici calabresi, – ha continuato Maria Rosaria Paluccio – ci auguriamo che il lavoro si concluda al più presto e che le strutture a rischio vengano rese sicure. Gli studenti calabresi e tutto il personale della scuola hanno il diritto di vivere e lavorare in scuole agibili e più vivibili. Come quelle del Nord, dove la sicurezza e l’attuazione delle buone pratiche rappresentano la normalità». nimo). Nucleare: tenendo conto del nuovo orientamento dell’opinione pubblica, il No alle centrali nucleari non viene espresso per motivi ‘ambientali’ o cavalcando la paura del dopo Chernobil, ma semplicemente perché ‘sarà l’ennesimo spreco di denaro pubblico’, mentre comprare l’energia dalla Francia o da altri paesi confinanti sarebbe un risparmio. Piano case: prima ancora di conoscere il piano il Franceschini si è scatenato con un ‘si apre una nuova stagione di cementificazione selvaggia’ ignorando che il piano è una cornice quadro, mentre le azioni concrete spettano alle Regioni (Loiero, per esempio, è d’accordo). Come si vede sono ‘niet’ a prescindere che hanno spazzato e continuano a spazzar via qualsiasi possibilità di dialogo che pur servirebbe al Paese, con i tempi che corrono e la depressione imperante. Ma fintanto che si guarda a come evitare scavalcamenti e concorrenze, più o meno leali da parte di alleati, sarà difficile se non impossibile vestire i panni di forza sensibile agli interessi della Nazione. Anche le ultime boutade di Franceschini non aiutano presentando una forza con corto respiro e senza vere idee per il futuro del Paese».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 13

CALABRIA REGGIO CALABRIA Ad inserirsi nel dibattito degli ultimi giorni è Giuseppe Biacca, presidente Agenti Marittimi della Calabria

«Porto, potenziale location per crociere» «Ma prima bisogna provvedere al rifacimento della sua struttura per renderlo più competitivo» REGGIO CALABRIA — «Il Porto, il

suo utilizzo, hanno visto nelle scorse settimane interventi ed un susseguirsi di opinioni diverse, quali quelle espresse in un paio di articoli dall’avv. Porcelli prima e dell’on. Caminiti in seguito, ma anche da una serie di interventi, più o meno condivisibili su Strill». Ad affermarlo Giuseppe Biacca, presidente Agenti Marittimi della Calabria. «Quella che mancava prosegue - è la voce di chi nel porto ci opera veramente, e da tempo: quella degli Agenti Raccomandatari Marittimi che mi onoro di rappresentare, peraltro a livello Regionale. La stura mi è offerta da un paio di articoli pubblicati nelle scorse settimane che riportava le opinioni L’argomento sempre lo stesso: il Porto di Reggio Calabria come potenziale location di navi da crociera. A dire il vero l’argomento non è una novità in assoluto dal momento che da tempo si discute sulla possibile realtà turistica di questo porto, spesso confondendo tra nautica da diporto e porto turistico. Mi si conceda anche preliminarmente una garbata ma sentita precisazione riguardo la circostanza cha su tale materia mai - e sottolineo mai - si è sentita la necessità di ascoltare, nel rispetto di una democratica concertazione, la voce di chi la realtà portuale la vive in trincea quotidianamente: la voce dell’utenza portuale. Qualcuno comunque in passato sosteneva: “L’importante è parlarne”!! parlarne, dunque con l’intento di perseguire a medio e breve termine una Ruote Map, con l’obiettivo, anche in relazione ai tanti Dietrismi” sulle scelte del Governo tra porti di prima e seconda categoria con l’ormai attesissima riforma della Legge 84/94 (quella che attualmente disciplina la portualità Italiana). Argomento questo su1 quale la Regione Calabria, tanto per cambiare, è clamorosamente assente. Premesso che il nostro è un porto eminentemente commerciale (e tale dovrebbe rimanere per le ricadute economiche che ciò comporta, ancorché sino ad oggi modeste, considerati gli scarsissimi, pressoché inesistenti, interventi politici che lo hanno riguardato) non v’è dubbio che, nel contesto di una definizione di porto commerciale, la parte riguardante la tipicità di porto turistico (navi da crociera per intendere) può e deve avare una sua notevole rilevanza, anche e so-

prattutto per la naturale vocazione dell’intero territorio comunale, così come peraltro voluto dalla stessa Amministrazione civica. A questo punto la domanda da porsi è: il porto di Reggio Calabria può accogliere navi da crociera? Risposta che necessita di alcune valutazioni tecniche che mi pregio esprimere quale addetto ai lavori. Su Strill come dicevo in apertura nei giorni scorsi si è fatto riferimento ad una nave da crociera, la Costa Concordia, che ha rasentato in navigazione le coste reggine (per sbarcare un passeggero colto da malore) ebbene “Costa Concordia” è una nave di ultima generazione (non ultimissima come la Costa Luminosa) ma anch’essa con caratteristiche molto simili: Lungh. 290 Mt Largh. 35,50 Mt e con un pescaggio di 9/10 Mt, Stazza Lorda 114.000 Tonn, capacità passeggeri 3780 ed ha 1100 membri di equipaggio. Orbene: la Banchina di ponente

Nuova (per intenderci quella lato mare) ha una lunghezza di 330/380 Mt è larga 20 Mt e possiede un pescaggio che va dai 9,50 Mt (altezza del muraglione) sino a Mt 11,50 (verso l’imboccatura del porto). Dunque, condizioni ideali per poter ospitare navi di quella portata, purché: Si provveda al rifacimento della rete elettrica/ telefonica ( wireless) in atto inesistenti e di quella idrica (a dir il vero in corso d’opera); Rifacimento manto stradale; Sostituzione parabordi; Bonifica intera aria. Così come si può intuire, pertanto, interventi che non richiedono elevatissimi capitali, possibili da reperire nelle pieghe dei bilanci Ministeriali e/o Regionali. Occorrerebbe altresì, istituire un collegamento ferroviario, Reggio Mare ( recentemente rimodernata) da e per l’aeroporto con la previsione di fermate intermedie; in alternativa, un collegamento con bus navetta. Ideale ancora poter utiliz-

Veneziano eletto componente Comitato Centrale Fnomceo REGGIO CALABRIA — Il Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria, dr. Pasquale Veneziano, è stato eletto alla carica di componente Comitato Centrale della Federazione Nazionale (Fnomceo) per il triennio 2009-2011. «Tale riconoscimento - spiega una nota - interviene ad attribuire al dr. Veneziano il merito di aver saputo, nel trascorso triennio e nell’attuale gestione con il sostegno dell’intero Consiglio, proiettare a livello nazionale l’Ordine reggino portando avanti tematiche di rilievo unitamente ad una azione organizzativa e propulsiva che, in varie occasioni, è stata di stimolo per iniziative che hanno contribuito a tracciare le nuove linee programmatiche del Comitato Centrale che, nelle difficoltà del momento attuale, vanno a puntare sul rinnovamento delle politiche ordinistiche nel complesso mondo sanitario nazionale. Avere oggi una voce che, all’interno del Comitato Centrale, possa portare le istanze della sanità calabrese, costituisce certamente motivo di orgoglio ma anche e soprattutto di interesse a rivalutare, in ambiti ben più ampi, la titolarità della Calabria in quel processo di maturazione e di crescita che si rende necessario, pur se l’onere che oggi viene assunto richiede impegno, disponibilità e sacrificio ai quali si va incontro nella coscienza del ruolo e nella determinazione a scrivere nuove pagine nella difficile storia dalla sanità nazionale, un sistema complesso nel quale, alle eccellenze che pur esistono, si contrappongono ancora sacche di insufficienze strutturali che pongono il medico di fronte a difficoltà difficilmente superabili per le quali, particolarmente nella nostra Provincia e nell’intera Calabria, i livelli di capacità si scontrano con realtà ai confini del ghetto. Non sarà certo facile, ma siamo certi che il Presidente Veneziano saprà, con la competenza e la passione che lo contraddistinguono, superare ogni difficoltà perché si possa conclamare il diritto ad una sanità omogenea sul territorio nazionale, in maniera tale che, anche negli angoli più remoti il medico ed il paziente possano trovare risposte idonee a risolvere i diversi ma convergenti problemi senza dover, sia l’uno che l’altro, far ricorso ai difficili viaggi della speranza dai quali spesso si ritorna confortati dai risultati, ma altrettanto spesso insoddisfatti e delusi».

zare l’ex manufatto della Marina Militare per la realizzazione di una Stazione Marittima fornita dei più moderni e consoni servizi di encoming. Detta banchina è collegata via terra direttamente con la città per cui l’eventuale utilizzo di pullman per l’escursioni a terra è assolutamente praticabile e la stessa larghezza della banchina ne consentirebbe una normale fruibilità. Peraltro ed in alternativa (in caso di particolari condizioni meteo-marine) analogo discorso vale per la banchina di Levante Nuova (quella lato monte) nella parte che va dall’altezza del mercato Ittico al Pennello della Darsena Militare, che ha una Lungh. 380 Mt un Pesc. di 16,50 Mt ed è direttamente collegata all’autostrada. Premesso, dunque, che dal punto di vista della logistica, il porto è strutturalmente idoneo a svolgere il ruolo, appare di tutta evidenza che occorre realizzare “a terra” tutte le condizio-

LOCRI Turismo Gli Operatori Turistici della Locride riuniti nel Consorzio Jonica Holidays hanno recepito con viva soddisfazione gli ultimi interventi del Cipe dove con chiara determinazione puntano sulla realizzazione e sull’ammodernamento di infrastrutture fondamentali per dare una svolta ad una Provincia e ad un territorio che è stato sempre emarginato dai processi di crescita e di sviluppo. In queste settimane di avverse condizioni atmosferiche che hanno causato gravi smottamenti ed interruzioni su strade ed Autostrade abbiamo tutti potuto renderci conto dell’importanza che rivestono le vie di comunicazione nella vita e nella produttività di un territorio. Finalmente il Governo con il solenne impegno di completare l’ammodernamento della 106, accelerare i lavori sull’A3, dare il via alla realizzazione del Ponte sullo Stretto ha fatto i passi dovuti per recuperare i ritardi che la Provincia Reggina ha accumulato nei decenni.

ni utili perché essa divenga appetibile per gli operatori del settore ( leggasi: Linee di Navigazione). E’ necessario, pertanto, renderlo competitivo dal punto di vista dei costi d’approdo (e qui non ci siamo); è altrettanto necessario realizzare pacchetti di accoglienza (le c. d.. escursioni) che siano altrettanto appetibili, sia sotto l’aspetto economico che sotto quello dell’interesse, (e qui dovrebbero esserci meno problemi). Occorre in buona sostanza che le Autorità locali si attivino per realizzare queste condizioni: Basta Volerlo. Non dovrebbe costituire un’utopia che anche il porto di Reggio Calabria possa posizionarsi su un mercato che valorizzi il nostro entroterra turistico per quelle tipologie di navi da crociera che possono essere compatibili con gli ormeggi ed i fondali dello scalo. Del resto la dirimpettaia Messina (senza al riguardo la benché minima volontà di attentare alla realizzazione della c. d. conurbazione metropolitana di cui tanto si parla in questi giorni) conta oggi circa 150/180 scali annui di navi da crociere con le compagnie “Costa” “Msc” e “Carnaval” movimentando (statistiche anno 2006) 253.462 passeggeri. Peraltro mi preme ricordare che il sottoscritto nel corso del 2007 portò a Reggio Calabria una serie di accordi turistici con le navi “Salamis Glory” (di bandiera Cipriota) e la “Spirit off Adventure” (di bandiera Bahamas) la cui ricaduta economica sulla città fu appunto richiamata dalla stessa stampa, si trattò di un’iniziativa estemporanea, una sorta di prova generale che avrebbe meritato un replay con le condizioni che ho appena rilevato, ma che purtroppo sono mancate (a cominciare dai costi approdi). Auguro in conclusione che le istituzioni locali vogliano accoglierne questo mio dire come un modesto contributo, ma anche come un fortissimo segnale di spinta perché la molta attenzione e gli sforzi sin qui prodotti e finalizzati alla valorizzazione (non solo turistica del territorio) facciano ora un salto di qualità. L’integrazione tra porto e città è fondamentale per la crescita armonica di entrambe le realtà. Ed è nostro punto di arrivo passare da quella che oggi è un idea che speriamo sia domani condivisa per il raggiungimento di un progetto definitivo e dettagliato».


il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 15

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Serie A SQUADRA

Serie B SQUADRA

Bari Livorno Parma Sassuolo Brescia Triestina Albinoleffe Empoli Grosseto Pisa Rimini Vicenza Ascoli Piacenza Ancona Cittadella Frosinone Mantova Salernitana Modena Avellino Treviso

Pt

G

V

56 52 52 49 49 48 44 44 44 39 39 38 38 37 35 34 34 34 33 28 25 24

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30

8 7 8 9 10 7 7 7 10 7 5 5 8 6 9 2 6 4 6 5 3 5

RISULTATI

IN CASA N P RF

5 8 7 2 3 5 4 5 2 4 5 7 3 4 2 8 4 6 2 7 8 5

2 0 0 3 2 3 3 4 3 4 5 3 4 5 4 4 5 5 7 4 4 6

20 23 22 22 21 22 17 23 34 19 15 20 16 16 27 12 15 15 19 21 14 21

RS

13 9 8 12 7 15 13 21 19 17 16 13 10 14 18 14 14 20 19 18 18 23

1 Divisione

V

TRASFERTA N P RF RS

7 5 5 4 4 6 4 5 3 3 5 4 3 4 1 5 2 4 3 1 2 0

^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

F

RETI S DR PE MI

6 2 19 11 39 24 15 -4 8 2 20 14 43 23 20 -8 6 4 19 16 41 24 17 -8 8 4 20 18 42 30 12 -9 4 7 16 19 37 26 11 -11 4 5 19 15 41 30 11 -12 7 5 15 15 32 28 4 -14 3 6 10 12 33 33 0 -18 3 9 13 33 47 52 -5 -16 5 7 18 24 37 41 -4 -21 4 6 18 21 33 37 -4 -21 4 7 13 13 33 26 7 -22 4 8 11 21 27 31 -4 -2 -20 3 8 13 21 29 35 -6 -23 3 11 10 25 37 43 -6 -25 5 6 18 18 30 32 -2 -24 6 7 19 27 34 41 -7 -26 4 7 13 16 28 36 -8 -26 4 8 10 21 29 40 -11 -27 3 10 17 30 38 48-10 -34 4 9 12 27 26 45-19 -2 -33 8 6 8 17 29 40 -11 -4 -34

GIRONE TRASFERTA V N P RF RS

B

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Gallipoli

48

24

9

3

0 29 11

5

3

4 12

12 41 23 18

0

Crotone

48

25

11

1

1 27 12

4

2

6 12

15 39 27 12

-3

RS

Benevento

44

25

10

2

1 23

8

2

6

4 13

16 36 24 12

-7

Cavese

44

25

7

5

0 18

8

5

3

5 12

15 30 23 7

-5

Arezzo

41

24

7

3

1 26 12

4

5

4 17

16 43 28 15

-5

Foggia

38

25

8

4

0 18

8

1

7

5 12

18 30 26 4

-11

Perugia

33

25

4

7

2 13

7

4

2

6 10

12 23 19 4

-18

Ascoli - Piacenza Bari - Avellino Empoli - Parma Livorno - Cittadella Mantova - Sassuolo Modena - Ancona Rimini - Frosinone Salernitana - Grosseto Treviso - Pisa Triestina - Brescia Vicenza - Albinoleffe

2-0 3-0 1-4 1-1 1-1 1-0 0-0 2-0 0-2 1-2 0-3

PROSSIMO TURNO Albinoleffe - Triestina Ancona - Salernitana Brescia - Modena Cittadella - Ascoli Frosinone - Avellino Grosseto - Bari Parma - Mantova Piacenza - Treviso Pisa - Empoli Rimini - Livorno Sassuolo - Vicenza

RISULTATI Arezzo - Gallipoli

oggi

Crotone - Foligno

4-2

Juve Stabia - Cavese

0-1

Paganese - Taranto

1-0

Perugia - Ternana

0-0

Pescara - Benevento

1-1

Pistoiese - Potenza

2-0

-21

28

25

4

4

4 14 12

2

6

5 12 20 26 32 -6

25

7

4

2 17 10

0

6

6

Juve Stabia

22

25

3

5

5 11 14

2

4

6 12

Potenza

19

25

4

5

3 13

1

2 10

Pistoiese

19

25

2

7

9

4 11 14

1

2 Divisione ^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

3

8

8 21 25 31 -6 -4 -20 3 5

18 23 32 -9 -2 -27 18 16 27 -11 -3 -27 16 16 30-14

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

-32

B

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Figline

54

26

7

4

1 15

7

8

5

1 18

10 33 17 16

4

Prato

43

26

8

3

2 18

9

4

4

5 12

12 30 21 9

-9

RS

PROSSIMO TURNO

Gallipoli - Pescara Potenza - Juve Stabia

RISULTATI Carrarese - Figline

0-1

Celano O. - Bellaria Igea M. 1-1 Ciscoroma - Bassano Virtus 1-1 Giulianova - Colligiana

3-0

Poggibonsi - Cuoiopelli C.R. 1-0 Rovigo - Sangiustese

0-0

5

2 22 13

2

4

8 16 26 38 39 -1

-20

1

5 18 17

1

6

7 11

-22

8

17 29 34 -5

Sampdoria

33

28

7

5

3 21 14

1

4

Siena

31

28

6

5

3 13 12

2

2 10 10

7 21 28 35 -7 19 23 31 -8

-25 -25

Chievo

27

28

2

6

6 11 18

4

3

7 13

18 24 36-12

-29

Bologna

26

28

3

3

7 18 22

3

5

7 13 24 31 46-15

-28

Torino

24

28

5

3

6 14 17

0

6

8 11 25 25 42-17

-32

Lecce

23

28

2

7

5 13 20

2

4

8 11 26 24 46-22

-33

Reggina

20

28

2

7

5 18 20

1

4

9

-36

1 Divisione ^

SQUADRA

Cesena

Pt

G

44

25

V

8

IN CASA N P RF

3

RS

1 20 10

4 25 22 45-23

GIRONE V

TRASFERTA N P RF RS

5

2

6 13

F

A

RETI S DR PE MI

11 33 21 12

-5

Pro Patria

42

25

8

3

2 25

7

4

3

5 15

16 40 23 17

-9

Reggiana

41

25

7

3

2 13

9

4

5

4 13

17 26 26 0

-8

Bologna - Cagliari Catania - Lazio Chievo - Palermo Fiorentina - Siena Genoa - Udinese Inter - Reggina Lecce - Atalanta Napoli - Milan Roma - Juventus Torino - Sampdoria

RISULTATI Cremonese - Pergocrema 0-0 Lumezzane - Venezia

0-0

Monza - Legnano

2-0

Novara - Pro Patria

2-1

Padova - Sambenedettese 2-0 Portogruaro S. - Spal

2-0

Pro Sesto - Cesena

0-2

Ravenna

38

25

8

3

2 21 10

2

5

5 15

19 36 29 7

-13

Spal

37

25

4

5

3

8

5

5

3 17

12 25 20 5

-12

Ravenna - Lecco

2-0

Novara

37

25

6

5

2 22 15

3

5

4

7

10 29 25 4

-14

Verona - Reggiana

2-1

Padova

37

25

6

5

1 15

6

4

2

7 11

18 26 24 2

-12

Pergocrema

36

25

5

7

1 13

9

3

5

4

10 21 19 2

-15

8

8

PROSSIMO TURNO

Lumezzane

33

25

5

6

2 18 11

2

6

4

9

12 27 23 4

-18

Verona

33

25

6

2

4 17 14

2

7

4

9

14 26 28 -2

-16

Lecco - Verona

Cremonese

32

25

5

5

2 15 10

2

6

5 12

15 27 25 2

-17

Legnano - Cremonese

Monza

31

25

5

6

2 21 15

2

4

6 11 21 32 36 -4

-20

Portogruaro S.

31

25

6

4

3 15 10

2

3

7

-20

9 21 24 31 -7

Pro Sesto

28

25

5

5

3 13 12

1

5

6 12 22 25 34 -9

-23

Legnano

26

25

5

4

4 16 17

1

4

7 10

-25

19 26 36-10

Lecco

25

25

2

5

5 10 13

2

8

3 10

11 20 24 -4

-24

Sambenedettese

22

25

3

5

4

8 12

2

2

9 10

19 18 31-13

-27

Venezia

17

25

3

5

4 14 12

1

4

8

17 23 29 -6 -4 -28

2 Divisione ^

SQUADRA

V

IN CASA N P RF

9

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

A

RETI F S DR PE MI

Pt

G

Varese

46

26

8

3

1 25

7

4

7

3 15

14 40 21 19

-4

Rodengo Saiano

44

26

7

5

1 19 10

4

6

3 13

10 32 20 12

-8

RS

Alessandria

44

26

3 10

0 13

9

7

4

2 16

9 29 18 11

-8

Olbia

44

26

7

3 17 10

6

2

5 10

8 27 18 9

-8

3

Cesena - Padova

Pergocrema - Portogruaro S. Pro Patria - Lumezzane Reggiana - Monza Sambenedettese - Ravenna Spal - Pro Sesto Venezia - Novara

RISULTATI Alghero - Varese

0-1

Ivrea - Canavese

3-1

Mezzocorona - Itala San Marco 0-2 Montichiari - Olbia

1-1

Pavia - Alessandria

1-1

Pizzighettone - Como

0-0

Rodengo Saiano - Sudtirol 1-0

9

0-0

PROSSIMO TURNO

Mezzocorona

30

26

6

3

4 16 12

1

6

6 10 21 26 33 -7

-22

Montichiari

28

26

4

5

5 17 19

2

5

5 14

17 31 36 -5

-26

Valenzana

28

26

4

5

4

2

5

6 10

16 19 24 -5

-24

9

8

Pro Vercelli

27

26

4

7

2 11

9

1

5

7 10 20 21 29 -8

-25

Carpendolo

26

26

3

2

8 10 16

3

6

4 11

-26

13 21 29 -8

2 Divisione ^

SQUADRA

IN CASA N P RF

9

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

C

RETI F S DR PE MI

Pt

G

V

Cosenza

59

26

10

4

0 21

5

8

1

3 14

6 35 11 24

5

Gela

49

26

6

5

1 15

7

7

5

2 15

10 30 17 13

-1

RS

Como - Sambonifacese Itala San Marco - Pizzighettone Pro Vercelli - Olbia Sudtirol - Alessandria Valenzana - Montichiari Varese - Ivrea

RISULTATI Aversa Norman. - Cassino 0-1 Cosenza - Gela

3-0

Igea Virtus B. - Vibonese 4-0 Isola Liri - Andria Bat

0-1

Melfi - Val di Sangro

1-0

Monopoli - Noicattaro

0-0

Catanzaro

48

26

7

6

0 17

8

5

6

2 13

8 30 16 14

-4

44

26

7

2

4 14

9

6

3

4 12

10 26 19 7

-8

Pescina Vg - Catanzaro

3-1

0-0

Pescina Vg

41

26

5

7

1 13

7

5

4

4 18

17 31 24 7

-11

Scafatese - Barletta

0-0

1-1

Cassino

39

26

5

4

4 20 15

4

8

1 11

7 31 22 9

-13

Vigor Lamezia - Manfredonia 1-1

Bassano Virtus - Rovigo

Sangiovannese

33

26

5

6

3 15

9

3

3

6 14 20 29 29 0

-21

Bellaria Igea M. - Ciscoroma

Poggibonsi

32

26

6

3

4 12 10

2

5

6 13 24 25 34 -9

-20

Colligiana - Viareggio

-34

7 8

PROSSIMO TURNO

Andria Bat

San Marino - Giacomense 1-1

-16

7 12 20 20 35-15

28 28

-28

13 22 23 -1

5

36 34

17 22 31 -9

6

1

Udinese Catania

8

4

8 15

-19 -20

4

4

5

19 33 33 0

1

2 13 10

7

9 20 33 31 2

4 13 14

6

1

9 11

5

4

26

9

3

4

26

18

2

2

26

34

Rovigo

2

3 22 14

24

Sangiustese

-27

4 24 11

3

Alghero

Virtus Lanciano - Paganese

-15

-25

1

8

-27

-18

15 21 31-10

10

-29

14 34 32 2

8

28 28

18 23 32 -9

4 13

7 12 20 30 37 -7

39 36

17 19 32-13

8 13 21 42 35 7

5

Atalanta Napoli

9

5

3

-19

7

3

6

7 16 20 33 29 4

3 16

4

2

3

4

2

2

3

9

6

3 21 18

4 18 17

4 17

2

2 29 14

4 13 16

3

3

5

6

8

3 15

4

6

28

4 14 14

5

4

39

8

7

3

Cagliari

6

26

26

-17

4

26

26

6 22 22 39 40 -1

3

37

27

1

2

34

27

6

26

Bassano Virtus

San Marino

5 17 18

26

Celano O.

Cuoiopelli C.R.

4

25

Viareggio - Gubbio

-23

6

25

15 29 26 3

-24

28

Sudtirol

8

18 22 28 -6

41

Pizzighettone

8

18 31 36 -5

Lazio

Ternana - Crotone

3

7 10

-14

Taranto - Perugia

2

6 16

16 39 37 2

Carpendolo - Mezzocorona

Foligno - Arezzo

0 21 11

4

8 11

Alghero - Pavia

5

4

3

Canavese - Rodengo Saiano

8

2

3

-18

26

3

4 28 21

11 24 26 -2

38

4 12 10

0

6 12

Gubbio

6 15 18

10

2

Sangiovannese - Prato

4

28

5

14 28 24 4 -1 -12

3

42

4 12 15

5 12

5

Palermo

5

4

4

-8 -8

4

4

26

19 38 29 9

26

3 16 10

26

8 18

7 21 26 43 37 6

34

3

29

2 4

Pavia

7

28

5 4

Cavese - Sorrento

26

Colligiana

2 20 10 1 22 11

Benevento - Pistoiese

39

Giacomense

2 3

-16

Ciscoroma

-21

9 9

-18

-11

-21

1-1

28 28

12 25 20 5

-12

16 25 25 0

1-5

Udinese - Catania

46 46

16 31 30 1

10 27 20 7

6 13

Siena - Milan

Fiorentina Roma

4 11

12 31 23 8

3 18 20 32 35 -3

2-2

6 12

8

4

Sampdoria - Roma

6

4

9

-6

3

2 10

3

15 37 27 10

3

5

2

5 12

4

9

9

5

8

3

3 12

5

2 14

2

4 14 15

1 25 12

4 19 14

1 23 11

6

4

6

2 17 10

5

8

4

5

4

28

5

4

3

48

5

8

26

1-1

Genoa

26

7

26

Reggina - Napoli

26

26

31

-2

36

26

29

5 25 21 51 28 23

34

43

Carrarese

4

Itala San Marco

40

Bellaria Igea M.

5

Ivrea

Viareggio

9

7

Valenzana - Carpendolo

Giulianova

-14

1 26

-15

Foggia - Real Marcianise

27

2

16 26 28 -2

-19

Foligno

11

6

9 12 25 31 36 -5

Pescara

28

4

2

-22

54

3

2

7 20 22 30 -8

Milan

3 17 12

4 19 11

8

Palermo - Lecce

3

1

1

3

7

7

3

11 47 22 25

26

25

4 15 10

3 19

37

30

4

3

Canavese

Virtus Lanciano

5

8

Sambonifacese - Pro Vercelli 2-2

-19

25

2 28 11

-8

-18

29

2

-7

14 20 21 -1

Taranto

10

15 34 28 6

17 25 25 0

-21

28

15 30 25 5

6

-20

59

4 14

5

15 16 25 -9

Juventus

5 14

6 10 4

10

4

7

8

10 51 21 30

4

6

7 15 21 29 32 -3

2 28

5

0

2

2

5

1

4

10

2 20 13

7

2

0 23 11

2 16 10

8

2

4

4

2 14

3 12 10

10

3

2 15

3 14 11

28

7

4

4

66

7

4

4

5-2

Inter

RS

26

7

6

0-3

V

26

6

5

4-1

Lazio - Chievo

G

44

25

25

2-0

Juventus - Bologna

Pt

43

25

25

0-1

Inter - Fiorentina

Sambonifacese

32

30

RETI F S DR PE MI

Como

0-0

31

29

TRASFERTA V N P RF RS

2-0

Cagliari - Genoa

Sorrento - Foggia

Real Marcianise

Paganese

IN CASA N P RF

Atalanta - Torino

Real Marcianise -Virtus Lanciano 2-1

Ternana

Sorrento

RISULTATI

PROSSIMO TURNO

Cuoiopelli C.R. - Celano O. Figline - Poggibonsi Giacomense - Sangiovannese Giulianova - Gubbio Prato - San Marino Sangiustese - Carrarese

Monopoli

32

26

5

6

2 19 12

1

8

4 14

16 33 28 5

-20

Barletta

32

26

4

7

2 13 10

3

4

6

8

11 21 21 0

-20

PROSSIMO TURNO

Noicattaro

32

26

6

4

3 12

7

1

7

5

7

14 19 21 -2

-20

Barletta - Igea Virtus B.

Igea Virtus B.

31

26

5

6

3 15

8

1

7

4

9

13 24 21 3

-23

Cassino - Melfi

Melfi

31

26

5

3

5 17 14

2

7

4 12

16 29 30 -1

-21

Catanzaro - Andria Bat

Scafatese

30

26

7

3

3 17 10

1

3

9

4

17 21 27 -6

-22

Vibonese

29

26

4

5

4 10 10

2

6

5

6

15 16 25 -9

-23

7

8

Aversa Norman.

25

26

5

4

4 14 10

0

6

18 22 28 -6

-27

Val di Sangro

25

26

5

7

0 10

0

3 11 10 28 20 32-12

-25 -28

4

Isola Liri

24

26

4

6

3 14 10

0

6

7

4

16 18 26 -8

Manfredonia

23

26

4

5

4

9

9

1

4

8

2

15 11 24-13 -1 -28

Vigor Lamezia

18

26

1

5

7

7 19

3

1

9

7 20 14 39-25

-34

Gela - Aversa Norman. Manfredonia - Isola Liri Noicattaro - Pescina Vg Scafatese - Cosenza Val di Sangro - Monopoli Vibonese - Vigor Lamezia


16 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Per i granata solo una traversa di Bianchi nei primi minuti. L’Atalanta inguaia Novellino e vede la salvezza: 2-0

Floccari rifila due spallate al Torino

ATALANTA (4-4-2): Consigli 6.5; Garics 6 (1’ st Peluso 6), Capelli 6, Manfredini 6, Bellini 6; Valdes 6.5, Guarente 7, Cigarini 5.5, Padoin 6; Plasmati 5 (1’ st Doni sv) (14’ st Defendi 6), Floccari 7.5. (91 Colombi, 26 Pellegrino, 15 De Ascentis, 11 Cerci). All. Del Neri 6.5 TORINO (4-4-2): Sereni 6; Rivalta 5, Natali 6, Dellafiore 5.5 (22’ st Pisano 5.5), Rubin 6; Abate 6.5, Barone 6, Zanetti 5.5 (15’ st Gasbarroni 6), Dzemaili 5.5; Ventola 6 (24’ st Stellone 5.5), Bianchi 5.5. (99 Calderoni, 32

Il primo gol dei nerazzurri

Colombo, 3 Pisano, 24 Saumel, 19 Diana, 30 Stellone). All. Novellino 5 ARBITRO: Saccani di Mantova 6.5

RETI: nel st 1’ e 26’ Floccari AMMONITI: Capelli, Guarente, Doni e Gasbarroni BERGAMO - Una doppietta del solito Floccari abbatte il Toro e mette nella cassaforte bergamasca, con largo anticipo, l’obiettivo salvezza. Ora l’Atalanta, spezzata la serie nera di tre sconfitte, potrà provare a inseguire traguardi più ambiziosi. Con un Floccari così tutto è possibile: l’attaccante di Del Neri ha dimostrato, una volta di più, di essere un giocatore ormai pronto per palcoscenici importanti. Da parte sua il Torino ha fatto poco: una

traversa in avvio colpita da Bianchi, un buon primo tempo, poi praticamente il nulla. Troppo macchinosi Bianchi e Ventola, privo di lampi di fantasia il centrocampo. Senza Rosina, nessuno è stato in grado di accendere la luce: l’innesto di Gasbarroni è stato utile ma troppo tardivo. Per riuscire a salvarsi la squadra di Novellino dovrà sfoderare ben altre armi. Del Neri non vuole sentir parlare di salvezza archiviata: «E’ ancora da conquistare. Non c’è una partita che ci salva, ma restano ancora dieci partite da vincere». E poi il contratto: «A Pasqua decideremo».

Il posticipo Fiorentina battuta 2-0, bianconeri di nuovo a -7

L’Inter rialza la testa Vittoria e polemiche

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar 7; Maicon 6,5, Samuel 6, Chivu 6 (1’ st Figo 5), Santon 6,5; J. Zanetti 6, Cambiasso 6, Muntari 5,5; Stankovic 5,5 (40’ st Rivas sv); Ibrahimovic 7, Balotelli 6 (38’ st Mancini sv). (Toldo, Maxwell, Adriano, Crespo). All. Mourinho 6 FIORENTINA (4-1-3-2): Frey 6,5; Comotto 6,5, Gamberini 6,5, Kroldrup 6, Vargas 5,5; Jorgensen 5,5 (35’ st Donadel sv); Kuzmanovic 5,5 (31’ st Jovetic sv), Felipe Melo 6, Montolivo 5,5 (40’ st Bonazzoli sv); Mutu 5,5, Gilardino 6. (Storari, Zauri, Pasqual, Semioli). All. Prandelli 6 ARBITRO: Orsato di Schio 5,5 MARCATORI: 11’ pt e 49’ st Ibrahimovic AMMONITI: Balotelli, Samuel, Felipe Melo, Muntari, Santon, Julio Cesar. ESPULSI: allontanato al 48’ st il tecnico Mourinho (I) per proteste. MILANO - L’aria d’Europa non gli piace proprio. Molto meglio quella del campionato, dove Ibrahimovic «è Ibrahimovic», ovvero decisivo per i suoi e letale per gli avversari. Aggettivi che, dati alla mano, nelle gare di Champions non sono proprio utilizzabili per il centravanti

Nel primo gol di Ibrahimovic tripla protesta dei viola per offside, gioco pericoloso su Frey in uscita e tocco di mano Il gol acrobatico con tanto di tocco di mano e gamba tesa di Ibrahimovic che ha sbloccato il posticipo di ieri sera Nella foto a sinistra l’interista Chivu e Gilardino si contendono il pallone

svedese che, con un comodo appoggio di testa, ha deciso la delicata sfida con la Fiorentina. Gara alla quale Mourinho si presenta con il recupero dell’ultima ora di Chivu al centro della difesa. Balotelli vince il ballottaggio con Adriano e fa

da spalla a Ibrahimovic. Sul fronte viola, Prandelli vara un inedito 4-1-3-2, con Jorgensen regista davanti alla difesa e Felipe Melo in posizione più avanzata. Duo d’attacco, Gilardino - Mutu. E proprio il romeno, ben servito dal compagno

lanciato in contropiede, spreca una grande occasione a tu per tu con Julio Cesar (9’). Un brutto spavento per l’Inter, che ringrazia il proprio portiere e riparte in attacco. Punizione dalla sinistra in area, Frey smanaccia (male) in uscita, il rim-

pallo lascia la palla sulla testa di Ibrahimovic, che insacca con un comodo colpetto (11’). I viola però protestano sia per la sospetta posizione di partenza dell’attaccante, sia per la gamba tesa (sempre di Ibra) sul portiere francese, sia per un contat-

to tra palla e braccio. Ma nè l’arbitro Orsato nè i collaboratori sono dello stesso parere. Al 26’, al termine di una bella azione corale, Stankovic conclude con un sinistro a fil di palo. Nel finale Gilardino gira bene su cross di Vargas, ma

Salihamidzic e Giovinco determinanti contro il Bologna. E nella Primavera Boniperti junior...

La Juventus trova forze fresche per sperare ancora Tullio Parisi

Chiellini salta su Mutarelli: lo juventino si è rotto il naso

TORINO - Niente infortuni, se si eccettua una frattura al naso, non grave, per Chiellini: è la prima notizia, visti i tempi che corrono, in casa Juve, dopo la partita di sabato con il Bologna. Viene in secondo piano l’altra, pur importantissima, i tre punti conquistati in piena emergenza. E’ stato ancora una volta il modo con cui la squadra ha ottenuto la vittoria a indurre all’ottimismo per il futuro immediato: Del Piero e compagni sono consci dei limiti tecnici dell’attuale Juventus e forse proprio per questo mettono in campo una rabbia da provinciale, lasciandosi presto alle spalle cocenti delusioni come quella dell’eliminazione europea e superando con la consapevolezza primi tempi neri tipo sabato sera. Anche il pubblico l’ha capito e riconosciuto: in questo momento, il feeling tra la squadra e la tifoseria è molto intenso, quasi da cultura inglese. La gente non ha dimenticato

che solo due anni fa Del Piero e soci erano in B e che la nuova dirigenza ha dovuto fare i conti con vistose perdite, senza grandi interventi finanziari da parte della proprietà. E’ giusto però analizzare razionalmente la realtà: nella volata per lo scudetto, o il secondo posto, mancheranno uomini fondamentali come Amauri, Sissoko, Camoranesi e Zanetti; sempre che non si aggiunga qualcun altro. E la squadra di Ranieri ha pedine chiave stanche, da Del Piero a Nedved, da Marchionni a Legrottaglie. Ma forse sabato Ranieri, come spesso gli è successo nelle difficoltà, ha trovato due sorprese inattese, Giovinco e Salihamidzic. Il primo finalmente è esploso, il secondo ha mostrato doti balistiche e di uomoassist decisamente preziose. Potrebbero essere proprio loro le forze fresche in grado di fare la differenza al posto di grandi assenti. In compenso, Tiago ha compiuto due passi indietro, confermandosi l’inconsistente giocatore dello scorso anno. Il portoghese, come Trezeguet, è già

sul taccuino dei cedibili per fare cassa, anche se non sarà facile. Il Lione ha recentemente ribadito che David è un giocatore gradito da sempre, a parte il suo alto ingaggio. Ranieri e Blanc hanno chiuso il caso relativo al francese, mandando un messaggio chiaro per tutti: le regole, alla Juve, vanno rispettate. La settimana verrà spesa per intero dalla squadra per allenarsi (Ranieri si è sempre lamentato di non averlo mai potuto fare) e per recuperare Trezeguet, Legrottaglie e forse Nedved in vista del match di sabato con la Roma. Chiellini potrebbe sottoporsi oggi a un lieve intervento per la riduzione della microfrattura al setto nasale, ma sarebbe in grado di allenarsi lo stesso con un apposito tutore. Particolare significativo: proprio sabato, giornata in cui in panchina la Juventus schierava tre Primavera (Esposito, Immobile e Daud), un altro diciottenne dal cognome significativo, Boniperti, segnava una tripletta al Modena. Il nipote si chiama Filippo, il nonno Giampiero.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 17

Sport

I rosanero salutano l’esordio del nuovo allenatore del Lecce con un sonoro 5-2

Il Palermo dà il cinque a De Canio

Il gol di Miccoli ha cambiato la partita

PALERMO (4-3-1-2): Amelia 6; Cassani 6, Kjaer 5,5, Bovo 5, Balzaretti 6; Migliaccio 6, Liverani 6,5, Nocerino 6 (35’ st Gio. Tedesco sv); Simplicio 6,5; Cavani 7,5 (39’ st Hernandez sv), Miccoli 6,5 (20’ st Savini 6). A disp. Ujkani, Cossentino, Morganella, Mchedlidze. All. Ballardini 6,5 LECCE (3-5-2): Rosati 4,5; Schiavi 4,5 (1’ st Konan 5,5), Fabiano 5, Stendardo 5; Basta 5,5 (1’ st Angelo 5,5), Munari 5, Edinho 6, Vives 5, Giuliatto 5,5; Castillo 5,5 (23’ st Caserta 5,5), Tiribocchi 7. A disp. Benussi, Polenghi, Zanchetta, Papa

Waigo. All. De Canio 5 ARBITRO: Dondarini 5,5 RETI: 11’ pt rig. Cavani (P), 17’ pt Tiribocchi (L), 18’ pt Simplicio (P), 34’ pt Tiribocchi (L), 41’ pt Miccoli (P), 11’ st Kjaer (P), 14’ st Cavani (P) AMMONITI: Kjaer, Vives, Fabiano, Miccoli, Liverani, Konan PALERMO - Il Palermo fa pace con i tifosi dopo il disastroso derby siciliano e mette al tappeto un Lecce volenteroso ma poco organizzato. E’ un festival del gol al Barbera, con i rosanero che vanno in vantaggio due volte, con Cavani e Simplicio, ma si fanno recuperare

Marcatori

Alla Reggina l’1-1 serve a poco

Il Napoli riparte da un pareggio

Ibra sale a quota 17

Julio Cesar alza sulla traversa (40’). La ripresa si apre con una botta violenta ma centrale di Montolivo, alzata da Julio Cesar (7’). La Fiorentina torna a farsi sentire dall’arbitro Orsato al 18’, quando Santon fa un’entrata killer su Comotto ma vie-

ne solo ammonito. Sul prosieguo dell’azione, Mutu getta alle ortiche un’azione da gol, sbagliando l’assist a Gilardino pronto ad appoggiare in rete a Julio Cesar battuto. La Fiorentina alza il baricentro e mette l’Inter sulla difensiva. Ma negli sgoccio-

L’unica italiana nelle Coppe prepara la sfida

Quagliarella punta lo Zenit: “Giovedì il secondo tempo”

UDINE - «Siamo abituati ai gol di Mascara dalla distanza. Ci prova e ci riesce anche in allenamento»: lo ha detto Walter Zenga, allenatore del Catania, commentando il pareggio con l’Udinese. «Siamo contenti per lui - ha aggiunto Zenga - ma anche per noi, perchè a Udine abbiamo meritato il punto. Sempre con Mascara poi potevamo anche raddoppiare». «Diciamo che dobbiamo migliorare ancora nel gestire il vantaggio» ha aggiunto l’allenatore degli etnei. A Marino, allenatore dell’Udinese, il pareggio invece va stretto. «Per quello che abbiamo fatto vedere nel secondo tempo - ha detto - meritavamo senza dubbio di più. Nel primo tempo hanno giocato meglio loro, ma hanno creato po-

co. Noi siamo andati meglio nella ripresa, quando oltre al gol abbiamo anche colpito un palo e creato almeno altre due nette occasioni da gol». Marino non ha voluto commentare l’uscita di Sanchez, che non avrebbe gradito la sostituzione. «Sono talmente preso dalla gara - ha sorriso - che non riesco mai a vedere le reazioni dei giocatori che sostituisco». Infine la gara di Coppa Uefa contro lo Zenit, giovedì prossimo a San Pietriburgo. Per tutti ha parlato Quagliarella. «Sarà il secondo tempo. Il primo si è concluso 2 a 0 per noi. Speriamo di fare bene. Sappiamo che abbiamo gli occhi di tutta l’Italia calcistica addosso. Le resposnabilità sono tante. Ma siamo pronti».

li finali sono i padroni di casa, con il «graziato» Santon, a sfiorare il raddoppio. Mourinho viene espulso al 48’ per proteste, poco prima del 2-0 firmato da Ibrahimovic, che dai venticinque metri infila Frey con una punizione potente quanto precisa.

La classifica marcatori del campionato di serie A dopo la 28a giornata 19 reti: Di Vaio (4 rig.) (Bologna) 17 reti: Ibrahimovic (Inter) 15 reti: Gilardino (Fiorentina); Milito (5 rig.) (Genoa) 14 reti: Pato (Milan) 12 reti: Floccari (1 rig.) (Atalanta); Mutu (2 rig.) (Fiorentina); Amauri (Juventus); Di Natale (3 rig.) (Udinese) 11 reti: Kakà (4 rig.) (Milan). 10 reti: Zarate (2 rig.) (Lazio); Cavani (1 rig.), Miccoli (2 rig.) (Palermo); Corradi (5 rig.) (Reggina) 9 reti: Acquafresca (2 rig.), Jeda (Cagliari); Mascara (2 rig.) (Catania); Del Piero (2 rig.) (Juventus); Hamsik (2 rig.) (Napoli); Vucinic (Roma); Quagliarella (Udinese) 8 reti: Pandev, Rocchi (Lazio); Simplicio (Palermo); Baptista (1 rig.) (Roma); Pazzini (1 rig.) (Sampdoria) 7 reti: C. Doni (Atalanta); Sculli (Genoa); Tiribocchi (Lecce); F. Inzaghi (Milan); Denis, Lavezzi (Napoli); Cassano (1 rig.) (Sampdoria) 6 reti: Paolucci (Catania); Pellissier (1 rig.) (Chievo); Castillo (Lecce); Ronaldinho (2 rig.) (Milan); Totti (1 rig.) (Roma); Maccarone (1 rig.) (Siena) 5 reti: Stankovic (Inter); Bellucci (1 rig.), Delvecchio (Sampdoria)

dalla doppietta di Tiribocchi, prima di firmare con Miccoli il 3-2 con cui si va al riposo. Nella ripresa Kjaer e Cavani archiviano la pratica. Clima pesante allo stadio, che per la sfida con il Lecce si presenta mezzo vuoto. Il tifo organizzato sciopera per «non dimenticare» la pesante sconfitta per 4-0 nel derby con il Catania, mentre altri appassionati preferiscono approfittare della giornata primaverile per andare al mare. Il ritorno di Luigi De Canio su una panchina italiana (dopo l’esperienza in Inghilterra) non è dei più felici: la “scossa” invocata dal presidente Semeraro non c’è stata e i problemi in difesa, in particolare in porta, restano.

REGGINA (3-4-2-1): Puggio- squadra, impostata sullo stesso ni 6, Lanzaro 6, Valdez 6.5, assetto tattico già impresso da Cirillo 5.5 (24’ st Krajcik Edy Reja (contro gli amaranto è sv), Sestu 6 (40’ st Stuani stata schierata la stessa formasv), Carmona 6, Barillà 6, zione di domenica scorsa conCosta 6, Cozza 6 (33’ st Di tro la Lazio), ha evidenziato un Gennaro sv), Brienza 5.5, netto miglioramento sul piano Corradi 6.5. (26 Marino, 4 soprattutto della determinazioCascione, 40 Adejo, 11 Cera- ne. La stretta di mano tra Donavolo). All. Orlandi 6 doni e il presidente De LaurentiN A P O L I is a fine partita (4-3-1-2): Navarsuggella la riparro 6, Santacrotenza di un Napoce 5.5, Cannavali che può ritrovaro 6.5, Contini re il ritmo e la 6, Aronica 5.5, qualità di gioco Blasi 6.5, Pache ne avevano zienza 6, Boesaltato il rendigliacino 5.5 mento nella pri(33’ st Monterma parte del camvino, sv), Hampionato. Non è sik 6, Lavezzi un caso se Lavez6.5, Zalayeta 6 zi e compagni pro(40’ st Russot- Donadoni e Lavezzi prio ieri, in cointo, sv). (70 Buccidenza con la ci, 83 Rinaudo, «prima» di Dona2 Grava, 32 doni in panchina, Amodio, 9 Desono riusciti a innis). All. Donaterrompere la sedoni 6 rie di nove sconfitARBITRO: Trete consecutive in foloni 5.5 trasferta. La RegRETI: nel pt, gina, non ancora 27’ Corradi; nel condannata dalla st, 19’ Lavezzi matematica, può AMMONITI: Cirillo, Corra- ancora sperare nella salvezza, di, Bogliacino, Aronica e Za- anche se l’impresa si presenta layeta estremamente difficile. RegginaREGGIO CALABRIA - Roberto Napoli è stata la classica partita Donadoni può sorridere. Il pa- dai due volti. Nel primo tempo reggio in casa della Reggina al è la Reggina a mettersi in evisuo esordio sulla panchina del denza e a prevalere, nella ripreNapoli è di buon auspicio. La sa meglio gli ospiti.

Buon punto per Donadoni alla prima sulla panchina partenopea

Mascara segna ancora da 40 metri e spaventa i friulani: 1-1

L’euro Udinese si ferma al palo

UDINESE (4-3-3): Belardi 5, Lukovic 6.5, Felipe 6, Domizzi 6, Isla 5.5, Obodo 5 (1’ st D’Agostino 7), Inler 6, Asamoah 6.5, Pepe 5 (1’ st Di Natale 6), Floro Flores 5, Sanchez 5 (22’ st Quagliarella 7). (12 Koprivec, 2 Zapata, 26 Pasquale, 18 Zimling). All. Marino 6 CATANIA (4-4-2): Bizzarri 6, Potenza 6, Silvestre 6, Stovini 6, Capuano 6, Izco 6.5, Ledesma 6 (40’ st Llama sv), Biagianti 6, Tedesco 6, Mascara 7 (47’ st Sciacca sv), Martinez 5.5 (37’ st Paolucci sv). (12 Kosicky, 21 Silvestri, 18 D’Amico, 24 Spinesi). All. Zenga 6 ARBITRO: Valeri di Roma 6 RETI: nel pt 25’ Mascara; nel st 26’ Quagliarella AMMONITI: Capuano, Felipe e Asamoah UDINE - L’Udinese di Coppa si vede solo nella ripresa. E così contro il Catania finisce 1-1. Sono D’Agostino e Di Natale, subentrati nella

Il pareggio di Quagliarella

seconda parte della gara a Obodo e Pepe, a dare la svolta all’Udinese, che alla fine del primo tempo si trovava sotto di un gol. E che gol. Una vera rete alla Mascara, dai 40 metri. Un pallo-

netto perfetto che lascia di stucco Belardi, reo di una rimessa difettosa. Così, il turnover per il ritorno di Coppa Uefa contro lo Zenit, in programma giovedì a San Pietroburgo, funziona a metà, nel senso che Marino per non perdere ha dovuto dar fondo ai suoi pezzi da novanta, compreso Quagliarella, che ha rilevato uno spento e inconcludente Sanchez, e che ha dato all’Udinese il gol del pari su insidiosa punizione di D’Agostino. Il Catania merita il punto in virtù non solo del gran gol di Mascara, ma anche per non aver mai ceduto di un millimetro. Anche nel secondo tempo, quando la pressione dell’Udinese si fa quasi asfissiante. La squadra di Zenga resiste, ma riesce anche a farsi vedere dalle parti di Belardi, prima con Ledesma e poi con Mascara. L’Udinese spinge di più alla ricerca dei tre punti: al 42’, quando il palo di Floro Flores salva Bizzarri; e al 46’, quando Di Natale fa un giochetto dei suoi a due passi dalla porta, con il pallone che esce di poco.


18 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Reggiana, brutto risveglio Rubato il pullman a Verona

Il Bayern perde Klose Infortunio alla caviglia

Il Chelsea non si ferma Si impone 1-0 sul City

VERONA - Durante la notte di sabato il pullman noleggiato dalla Reggiana è stato rubato davanti all’albergo che ospitava la squadra in vista del match contro l’Hellas (finito 2-1 per i veronesi). Nel mezzo c’era il materiale di gioco della squadra, scesa in campo con un completo bianco “di fortuna”.

MONACO - Altra tegola in casa Bayern Monaco. Il centravanti Miroslav Klose dovrà essere operato alla caviglia destra. Klose va ad allungare la lista degli infortunati del Bayern, già privo di Luca Toni e di Franck Ribery. L’attaccante si è infortunato nel match vinto 3-0 contro il Bochum.

LONDRA - Con un gol di Essien, il Chelsea batte il Manchester City 1-0 e rimane in scia (61 punti) della capolista United (65 punti ma con una gara in meno) dopo 29 turni di Premier League. Nell’altro incontro giocato ieri, il Tottenham ha espugnato il campo dell’Aston Villa per 2-1.

Abbiati, ginocchio ko: stagione finita. Solo paura invece per Kakà

Milan, che cinquina a Siena Pirlo, Superpippo e Pato trascinano il Diavolo: 1-5 L’eroe di giornata

Inzaghi e la carica dei 300 gol SIENA (4-3-1-2): Curci 5, Zuniga 5, Portanova 5, Brandao 5 (4’ st Ficagna 5), Del Grosso 5.5, Barusso 5 (11’ st Ghezzal 5), Codrea 5, Vergassola 4.5, Kharja 5.5, Maccarone 6.5, Calaiò 5.5 (25’ Amoruso 5) (1 Eleftheropoulos, 21 Rossi, 55 Coppola, 7 Frick). All. Giampaolo 5 MILAN (4-3-1-2): Abbiati sv (12’ pt Dida 6), Zambrotta 6, Maldini 6.5, Favalli 6, Jankulovski 5.5, Flamini 6.5, Pirlo 6.5, Ambrosini 5 (1’ st Kakà 5.5, 26’ Ronaldinho 6), Beckham 6, Pato 7.5, Inzaghi 7.5 (24 Senderos, 77 Antonini, 5 Emerson, 76 Shevchenko). All. Ancelotti 7 ARBITRO: Ayroldi di Molfetta 5 RETI: nel pt 7’ Pirlo (rigore), 48’ Inzaghi; nel st 10’ Pato, 17’ Maccarone, 26’ Inzaghi, 33’ Pato AMMONITI: Ambrosini e Favalli

Festeggia la rete Un tifoso gli spara Morto calciatore BAGDAD - Iraq senza pace, anche nel calcio: un giocatore della squadra del Sinyer, Heidar Kazem, è morto in ospedale dopo che, poco prima, uno spettatore gli aveva sparato, colpendolo alla testa, nel corso di una partita. Lo riferisce il sito del quotidiano sportivo spagnolo Marca, che cita l’agenzia di stampa spagnola Efe e fonti del ministero degli Interni iracheno. Kazem aveva appena segnato un gol per il Sinyer, impegnato contro il Buhayrat in un match che si stava giocando a Hilla, 100 chilometri a sud di Bagdad. A quel punto, irritato per la rete subita, un tifoso del Buhayrat aveva estratto un’arma che aveva con sè e ha sparato verso il calciatore della squadra avversaria. Fonti del ministero hanno precisato che l’uomo è stato immediatamente arrestato. Trasportato in ospedale, Kazem è morto poco dopo il ricovero. La Nazionale di calcio dell’Iraq ha vinto l’ultima Coppa d’Asia e in qualità di campione del suo continente parteciperà alla Confederations Cup di giugno in Sudafrica. I ’Leoni di Babilonia’ (questo il particolare soprannome con cui vengono chiamati i giocatori della Nazionale da stampa e sostenitori) non possono mai giocare nel loro territorio le partite in casa, per motivi di sicurezza.

Il bomber mostra la maglia celebrativa del record

SIENA - Trecento. Spartano Inzaghi. Col Siena aveva cominciato a segnare «appena» 16 anni fa (con la maglia del Leffe, dicembre 1992) e col Siena azzera il pallottoliere: 300 gol ufficiali. Dal 1991 una carriera

maggiorenne, un bomber in campo per 18 anni. Si prende tutto il pomeriggio per sè, altro che il 5-1 del Milan alla migliore difesa casalinga del campionato, altro che il rigore di Pirlo, la doppietta di Pato, lo

SIENA - «Festeggio un traguardo che mi riempie di orgoglio. Volevo scrivere: grazie a voi, perchè penso ai compagni, le squadre, tutti quelli che mi hanno aiutato ad arrivare a questa cifra». A 35 anni e sette mesi, Filippo Inzaghi raggiunge quota 300 reti da professionista e dice di sentirsi «un po’ un bambino»: al termine della gara con il Siena in cui ha siglato la doppietta decisiva per raggiungere quota 300 si è portato via il pallone. «L’avevo preso anche domenica scorsa grazie ai figli di Maldini - le parole dell’attaccante - che mi hanno ricordato che non sarà più facile fare tre gol in una partita alla mia età. Il destino è incredibile, perchè il primo gol quando ero al Leffe l’ho fatto al Siena e chiudo il conto proprio contro il Siena, 300». Sui gol più importanti Inzaghi non ha dubbi: «Quelli di Atene, perchè è stata una serata magica, perchè penso che fare due gol in una finale di Champions League non capiti spesso». SuperPippo ricorda il 2007 e pensa che «con i due gol a Yokohama, due ad Atene, il gol nella Supercoppa Europea siano i più belli, che non dimenticherò mai». Le squadre italiane sono uscite dalla Champions: «Il prossimo anno ci saremo anche noi. Da milanista sono felice, nel senso che questo fatto ha dato ancora più valore a quello che abbiamo fatto noi - in 5 anni tre finali - perchè abbiamo visto che è difficile». sfizio di Maccarone. SuperPippo ne fa due, giusti quelli che gli servivano, però non impedisce che nelle pieghe di una partita svuotata dalle statistiche ci finiscano due ferite: prima Abbiati si «rompe» il

ginocchio, poi Kakà finisce in un papocchio sanitario: entra nel secondo tempo, sbaglia un gol fatto e si fa male di nuovo. Esce - un pestone, non è grave - ed entra Ronaldinho, un altro fuori da un po’. In

campo, intanto, la festa continua. Tutta concentrata nel secondo tempo. Il primo, noiosissimo, finisce 2-0. Al 7’ Kharja sgambetta Flamini e l’arbitro fischia un rigore schietto: il gol è una pillola di sonnifero. Quaranta minuti dopo succede che Inzaghi s’avventa su un angolo di Beckham, e fa il 2-0. Il Siena ha già perso la partita. E nel secondo tempo non si gioca più per il risultato. E’ una gara a mettersi in mostra, salta tutto. Salta soprattutto la squadra di Giampaolo. Pato spacca il match dopo 10’: botta dal limite, dritta all’incrocio. Il conto dice 3. Maccarone ci tiene a scrivere il suo nome nel tabellino e trova il gol appena entrato in area. Ma la storia è un’altra: Inzaghi infila sul primo palo il suo gol numero 300, esibisce la maglia celebrativa ma non chiude ancora la giornata. Perchè il futuro si chiama Pato, che con la difesa ormai a brandelli del Siena, arriva davanti a Curci con una facilità impressionante. Lo supera, oltrettutto, e fa 5-1.

I blucerchiati in superiorità numerica (rosso a Motta) raggiunti su rigore: 2-2

Baptista risponde a Pazzini: pari tra Roma e Samp SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi 6,5, Campagnaro 6,5, Lucchini 5,5, Raggi 6, Stankevicius 6 (28’ pt Padalino 6), Sammarco 6,5, Palombo 6, Franceschini 6 (36’ st Bellucci sv), Pieri 6, Pazzini 7,5, Cassano 7,5 (83 Mirante, 3 Ziegler, 29 Ferri, 77 Da Costa, 88 Dessena). All. Mazzarri 6 ROMA (4-3-2-1): Doni 6,5, Motta 5,5, Diamoutene 5, Panucci 6,5, Riise 6, Brighi 6, Pizarro 6,5, Tonetto 6, Baptista 7, Menez 5 (37’ st Crescenzi sv), Vuci-

nic 5,5 (45’ st Montella sv). (25 Artur, 14 Felipe, 15 Loria, 36 Brosco, 38 D’Alessandro). All. Spalletti 6,5 ARBITRO: Rosetti di Torino 5 RETI: pt, 7’ Baptista, 25’ e 43’ Pazzini; st, 24’ Baptista (rigore) ESPULSI: 16’ st, Motta per doppia ammonizione; 25’ st Mazzarri per proteste AMMONITI: Palombo, Diamoutene, Padalino, Lucchini e Pizarro GENOVA - Se la strada per l’Euro-

pa passa da Genova, la Roma è ferma al casello. Appena eliminata dalla Champions, la squadra di Spalletti si ferma all’alt della Sampdoria, che con il 2-2 finale favori-

sce i cugini del Genoa nella corsa verso il quarto posto. Dopo soli 7’, i giallorossi passano in vantaggio: Baptista apre il gioco sulla trequarti, Tonetto affonda sulla sinistra e

Il tecnico giallorosso ringrazia i tifosi per il sostegno

Spalletti: un punto importante E Pazzini sogna la Nazionale GENOVA - La Roma paga più per i giocatori indisponibili che per il contraccolpo mentale dell’eliminazione dalla Champions. Questo il parere di Luciano Spalletti, soddisfatto nel complesso dal pareggio per 2-2 contro la Sampdoria: «E’ un punto sicuramente importante. La squadra ha giocato a viso aperto come ha fatto mercoledì e ha dato un segnale significativo. Certo qualche problema è venuto fuori e si è fatta un po’ di fatica. Ma c’è stata la spinta emotiva giusta». Infine, un ringraziamento ai tifosi giallorossi, che hanno sostenuto la squadra anche dopo l’esclusione dalla Champions. «Gran parte del merito di questo pareggio va anche ai nostri sostenitori - conclude il tecnico toscano - che hanno contribuito incitando la squadra e annullando quelle che possono essere determinate difficoltà nella gara successiva all’eliminazione». Soddisfatto della propria prestazione anche il sampdoriano Giampaolo Pazzini: «Io in Nazionale? Ora ci spero. E’ il sogno di tutti e io in questo momento sto facendo bene. Chissà...».

Julio Baptista insacca il penalty del pareggio finale

crossa in area, dove Vucinic non interviene e di nuovo Baptista insacca in scivolata. Ma la Samp fa tesoro dell’affiatamento tra Cassano e Pazzini, che al 25’ confezionano il pareggio. Il barese sfugge al controllo del confuso Diamoutene sulla sinistra e lancia al centro senza guardare, sul palo opposto invece Pazzini vede bene e stacca su tutti infilando Doni di testa. Padalino, al 43’, conclude forte in diagonale, Doni non trattiene e Pazzini sbuca in area pronto a ribadire in porta. Un vero pasticcio nelle retrovie, che diventa disastro al 17’ della ripresa quando, nel momento di maggior spinta della Roma, Motta rimedia il secondo cartellino giallo lasciando i suoi in dieci per l’ultima decisiva mezz’ora. Ma la Samp manca di lucidità per approfittarsene. Succede così che, al 25’, su un pallone tagliato in area, Padalino frani su Tonetto: l’arbitro concede il rigore che Baptista trasforma di potenza. Nell’occasione Mazzarri eccede nelle proteste e viene allontanato. L’allenatore in campo, Cassano, cerca il nuovo vantaggio da solo, ma è ancora di Pazzini al 36’ l’occasione più ghiotta, con un altro colpo di testa ravvicinato, respinto prontamente da Doni. Il portiere giallorosso è decisivo anche al 44’, quando salva su un tiro a botta sicura di Sammarco dal limite dell’area.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 19

Sport

Loeb dominatore delle competizioni rally Spavento per Alonso Con Cipro sono cinquanta vittorie iridate Va a sbattere, è illeso

Successo di Sanchez alla Parigi-Nizza L’ultima tappa va allo spagnolo Colom

LIMASSOL (CIPRO) - Il francese Sebastien Loeb al volante di una Citroen C4 ha vinto il rally di Cipro, terza prova del Mondiale rally. Loeb si era imposto anche nelle prime due prove, Irlanda e Norvegia, ed è quindi al comando della classifica iridata. Per il francese cinque volte campione del mondo è stato soprattutto il 50/mo successo iridato in carriera.

NIZZA - Lo spagnolo Luis Leon Sanchez, della Caisse d’Epargne, ha vinto la 67/a edizione della Parigi-Nizza al termine dell’ottava e ultima tappa (Nizza-Nizza di 119 km), vinta dall’altro spagnolo Antonio Colom. Andreas Kloeden è il nuovo leader della Tirreno-Adriatico. Il tedesco dell’Astana ha vinto la quinta tappa. Oggi la penultima frazione, la più difficile.

ROMA - Incidente senza conseguenze per lo spagnolo Fernando Alonso durante una serie di test privati che dei team di F1 stanno svolgendo a Jerez. La Renault che stava provando è andata a sbattere frontalmente contro la barriera di protezione del circuito. La vettura è andata distrutta.

Calcio Bogdani e una doppietta di Pellissier affondano i biancocelesti

Lazio troppo brutta per essere vera Il Chievo passeggia all’Olimpico con un secco 0-3 LAZIO (4-4-2): Muslera 5.5, Lichtsteiner 5.5, Siviglia 5, Cribari 5 (37’ st Rozenhal s.v.), Kolarov 4, Brocchi 5 (1’ st Mauri 5), Ledesma 5, Matuzalem 5, Foggia 6.5, Zarate 5, Pandev 5 (1’ st Rocchi 5). (1 Carrizo, 32 Radu, 29 De Silvestri, 68 Manfredini). All. Rossi 5.5 CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino 6.5, Frey 6.5, Yepes 6, Morero 6, Mantovani 6, Luciano 6 (27’ st Colucci 6), Rigoni 6.5, Marcolini 6, Pinzi 6.5, Pellissier 7 (41’ st Sardo sv), Makinwa s.v. (20’ pt Bogdani 6). (18 Squizzi, 3 Scardina, 77 Italiano, 79 Esposito). All. Di Carlo 7 ARBITRO: Girardi 6 RETI: nel pt 26’ Bogdani, 27’ Pellissier; nel st 39’ Pellissier AMMONITI: Morero, Luciano, Siviglia e Yepes ESPULSO: Kolarov al 20’ del st, rosso diretto per fallo su Yepes ROMA - La Lazio, che in campionato non subiva gol dal 14 febbraio (1-1 casalingo con il Torino) ne becca tre in una volta dal Chievo e rovina quanto di buono aveva fatto vedere nelle vittorie con Lec-

Il capitano dei gialloblu Pellissier infila il portiere Muslera

ce, Bologna e Napoli. Un deciso passo indietro per la squadra di Delio Rossi. Contro l’11 allenato da Di Carlo, capitan Ledesma e compagni fanno una bruttissima

figura. Mentre il Chievo, complici gli altri risultati, risale al quintultimo posto, fuori - per la prima volta dallo scorso ottobre - dalla mischia per non retrocedere. Sono

due lampi le reti veronesi, racchiusi nel giro di 120 secondi. Nei primi 25 minuti il Chievo era stato tanto ordinato e diligente in difesa quanto arruffone e impaccia-

to in avanti. L’uscita per infortunio di Makinwa (20’) si rivelava però un colpo di fortuna, perchè dopo appena sei minuti dall’ingresso Bogdani sfruttava al meglio

un cross dalla fascia destra di Frey battendo di testa lo stacco di Siviglia e Cribari. Chievo in vantaggio, ma la sorpresa è solo a metà: dopo meno di due minuti Pellissier si beve in volata mezzo campo e, vinti un paio di contrasti, beffa l’uscita di Muslera con un tocco morbido. Al 20’ della ripresa Girardi caccia Kolarov e si spengono le speranze laziali. Al 39’, sull’asse Pinzi-Colucci (entrato per Luciano) il Chievo completa il suo pomeriggio perfetto con la seconda rete di Pellissier. A fine partita, scoppia il caso Cribari. Il giocatore, sostituito nel finale di gara e fischiato durante la gara dai tifosi laziali, è scoppiato in lacrime davanti a taccuini e microfoni: «A fine campionato lascerò la Lazio, parlerò con il presidente, se vuole può anche tenere gli ultimi tre-quattro mesi di stipendio. Fino alla fine della stagione, se verrò chiamato in causa darò il mio, ma alla fine di quest’anno chiederò di andare via, è un po’ che ci sto pensando: non me la sento più». Rossi, informato dello sfogo, si è detto «basito per le parole del giocatore». «Se vuole andare via per la sostituzione c’è qualcosa che non quadra».

Sci Ad Aare, in Svezia, l’Italia conquista per la prima volta la gara a squadre e saluta la Cdm

La Valanga azzurra chiude col botto Toni Visentini

AARE (SVEZIA) - Si chiude in bellezza per l’Italia la stagione 2008-2009 di sci alpino: per la prima volta ha vinto la gara per nazioni. L’Italia fa squadra, sotto la guida del ct ’Much’ Mair, e porta a casa un risultato di prestigio lasciandosi alle spalle Austria e Svizzera, i grandi paesi alpini. La competizione è l’ultima introdotta dalla Fis, ed è in calendario solo da alcuni anni. Finora l’ha dominata l’Austria che non a caso guida anche la classifica finale per nazioni davanti alla Svizzera. L’Italia è terza, con un risultato complessivo invidiabile visto che si lascia alle spalle grandi potenze come Germania, Francia, Usa e Norvegia. Ad Aare ieri, in una giornata di sole primaverile, la gara per nazioni non è stata in realtà molto apprezzata dal pubblico, che l’ha disertata. E neppure da tante nazionali, visto che si sono iscritte solo cinque squadre: Italia, Austria, Svizzera, Francia e Svezia. Ma gli atleti si sono divertiti, ed anche le federazioni nazionali finite sul podio che incamerano un premio in denaro: male non fa. La formula prevede una squadra mista uomini-donne di sei atleti in tutto, con quattro batterie di supergigante e quattro di slalom speciale sui medesimi tracciati. L’Italia, un po’ paradossalmen-

Rugby Sabato prossimo la sfida con i transalpini

Mallett si prepara alla Francia ROMA - Il giorno dopo la vittoria sfiorata al Flaminio sul Galles, campione in carica del Sei Nazioni, l’Italia di rugby ha dedicato la domenica al recupero dalle fatiche del match. Sabato prossimo, sempre a Roma, nella quinta e ultima giornata c’è la sfida contro la Francia, che assegnerà per la terza volta anche il Trofeo Garibaldi, in palio in ogni incontro del Sei Nazioni tra gli azzurri e i francesi. Per preparare questo incontro, il ct Nick Mallett ha allargato a trenta elementi la rosa: insieme al trequarti del Biarritz, Andrea Masi, recuperato dall’infortunio

alla schiena che lo ha tenuto lontano dalla gara con il Galles, si sono aggregati sabato sera al gruppo azzurro l’apertura Kristopher Burton (Consiag I Cavalieri Prato), l’ala Michele Sepe (AlmavivA UR Capitolina), il seconda linea Tommaso Reato (Femi CZ Rovigo), il seconda/ terza linea Jean-Francois Montauriol (Casinò di Venezia) e il flanker Simone Favaro (Femi CZ Rovigo). I trenta atleti convocati si sono ritrovati presso il Park Hotel La Borghesiana, dove la Nazionale si allenerà sino a giovedì, prima del consueto trasferimento nel centro di Roma.

Il ct convoca trenta giocatori Masi recupera dall’infortunio ed è disponibile

te, ha vinto la gara dominando tre delle quattro batterie di Supergigante con Nadia Fanchini, Peter Fill e Werner Heel. Chi vince una batteria ha un punto, due ne vanno al secondo e così via. Alla fine, vince la squadra con il punteggio più bas-

so. Ieri è toccato a Daniela Merighetti e Peter Fill fare gli atleti jolly che hanno gareggiato in entrambe le prove. Il punto debole dell’Italia - e qui sta il paradossoè stato lo slalom speciale con tre quarti posti e un terzo, quello della batteria con-

Fasi di gioco dell’ultima Italia-Galles

clusiva con Manfred Moelgg. Finita la gara è cominciata la tradizionale festa finale mentre dai prossimi giorni gran parte degli atleti saranno impegnati nei rispettivi campionati nazionali. La Coppa del mondo 2009-10 tornerà nell’ultimo

fine settimana del prossimo ottobre con i due gigante di Soelden, in Austria, una tappa ormai fissa. Ma la prossima stagione avrà al centro, nel mese di febbraio, le Olimpiadi di Vancouver 2010.


20 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Solo un pareggio nella gara casalinga contro il Napoli. Finise 1-1 con tante recriminazioni

S E R I E

Corradi illude la Reggina

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Le ultime speranze di salvezza della Reggina si sono infrante come un vetro colpito in pieno da una pallonata: quella scoccata da Ezequiel Lavezzi al 19’ della ripresa, che ha ristabilito la parità dopo il vantaggio calabrese firmato da Corradi e, così, ha costretto la pur generosa e caparbia formazione di casa a muovere un altro passo verso il baratro. In avvio Orlandi ripropone la formazione di Lecce, schierata secondo il modulo 3-4-2-1, con Brienza e Cozza a sostegno di Corradi. Donadoni, da parte sua, non stravolge l’assetto del Napoli di Reja e si affida alla coppia Zalayeta – Lavezzi supportata da Hamsik. Le due squadre si affrontano a viso aperto e sono molto aggressive a centrocampo. Il pressing da una parte e dall’altra non favorisce il bel gioco, ma il ritmo è elevatissimo. I padroni di casa si rendono pericolosi con una bella sforbiciata di Barillà (10’) deviata da un difensore in corner. Due minuti dopo, Pazienza cerca il bersaglio da fuori area ma la sua mira è alta. Dalla parte opposta ci prova da lontano anche Brienza (19’) con una conclusione potente ma centrale che Navarro neutralizza senza difficoltà. La pressione della Reggina aumenta col passare dei minuti. I calabresi (25’) protestano per una trattenuta di Contini ai danni di Lanzaro in area azzurra. Ancora un giro di cronometro e Navarro salva di piede su un’incornata di Valdez. Il Napoli continua a perdere tutti i duelli a centrocampo e matura così, con una palla recupera-

2ª D I V I S I O N E

Naufragano forse le ultime chance di salvezza per gli amaranto di Orlandi REGGINA NAPOLII

1 1

Marcatori: 27’ pt Corradi, 19’ st Lavezzi. Reggina (3-4-2-1) : Puggioni; Lanzaro, Valdez, Cirillo (25’ st Krajcik); Sestu (41’ st Stuani), Carmona, Barillà, Costa; Cozza (34’ st Di Gennaro), Brienza; Corradi. A disposizione: Marino, Cascione, Ceravolo, Adejo. All. Orlandi. Napoli (4-3-1-2) : Navarro; Santacroce, Cannavaro, Contini, Aronica; Blasi, Pazienza, Bogliacino (34’ st Montervino); Hamsik; Lavezzi, Zalayeta (41’ st Russotto). A disposizione: Bucci, Grava, Denis, Amodio, Rinaudo. All. Donadoni. Arbitro: Trefoloni di Siena. Ammoniti: Cirillo, Corradi, Aronica, Bogliacino, Zalayeta. Corner: 7–3 per la Reggina. Recupero: 3’ pt, 4’ st. Spettatori: paganti 1337 per un incasso di 22.755 euro. Abbonati 8690. ta da Barillà sulla trequarti, il vantaggio amaranto (27’): assist di Cozza per Corradi che scatta sul filo del fuorigioco e con un rasoterra trafigge Navarro. Proteste napoletane al 34’ per un fallo di mano di Valdez su un tiro di Cannavaro: Trefoloni lascia correre. Sul capovolgimento di fronte Barillà sfiora il palo con una gran botta dal limite. Ma il Napoli dà segnali di risveglio e sfiora il pareggio al 38’ con un colpo di testa di Pazienza su cui Puggioni è

bravissimo a volare e deviare in corner. Nella ripresa i partenopei sfoderano un atteggiamento più aggressivo. Gli azzurri fanno molto movimento sulla trequarti offensiva per non dare punti di riferimento alla Reggina e mantengono il possesso del pallone. Gli amaranto si affidano prevalentemente alle ripartenze ma sono poco incisivi e, soprattutto, commettono l’errore di arretrare troppo il baricentro del gioco. E così al quarto d’ora Lavezzi fa correre un brivido alla difesa di casa con un sinistro dai sedici metri: parabola insidiosa che supera di poco la traversa. Quattro minuti dopo il pareggio: Puggioni in uscita su Zalayeta non trattiene, Lavezzi si avventa sul pallone e a porta sguarnita non ha difficoltà ad insaccare. Intanto l’acciaccato Cirillo non ce la fa più e viene sostituito (25’) da Krajcik, che va a fare l’esterno destro di centrocampo; Costa indietreggia sulla linea dei difensori e Sestu passa a sinistra. La partita perde d’intensità, le squadre si allungano e il gioco si fa più spezzettato. La Reggina non sembra avere la forza di reagire, nonostante la positiva reazione dal punto di vista nervoso. Orlandi getta nella mischia Di Gennaro e Stuani per Cozza e Sestu sperando che, con i lunghi lanci in profondità a beneficio delle punte, in mischia qualcuno possa trovare il varco giusto. Invece non succede più nulla. E nel grigiore di questo finale forse naufragano le ultime chance di salvezza. Antonio Latella

Le pagelle di Antonio LAtella Puggioni 5,5: alcuni buoni interventi, poi nell’uscita su Zalayeta non è stato perfetto (anche per una carica irregolare) agevolando così il pareggio di Lavezzi. Cirillo 5,5: una prova è stata caratterizzata soprattutto dalla paura di non sbagliare. Per il resto ha stretto i denti per le condizioni fisiche imperfette e ha stretto i denti. Dal 24’ st Krajcik s. v.: solo qualche cross, ma non basta per esprimere una valutazione compiuta. Lanzaro 5,5: ci si aspettava da lui una partita molto più grintosa, in sintonia con le promesse ed i proclami della vigilia. Valdez 6: il Napoli non è stato certo un fulmine di guerra e lui se l’è cavata a tratti con maestria e determinazione. Costa 5,5: lento, esasperatamente lento. Nonostante le grandi praterie libere sulla sua fascia, ha superato la metà campo a stento e in rare circostanze. Sestu 5,5: una partita sotto tono, giocata prevalentemente in copertura. Sono mancati i suoi improvvisi cambi di passo ed i suoi cross. Dal 41’ st Stuani s. v.: un colpo di testa per un quasi gol. Carmona 5,5: ha recuperato molti palloni, ma è mancato nella precisione e nelle ripartenze. Barillà 5,5: corre parecchio, ma sbaglia altrettanto, soprattutto in fase conclusiva. Cozza 5,5: sull’impegno nulla da dire, ma non è riuscito a dettare i tempi del gioco amaranto. Dal 33’ st Di Gennaro s. v. Brienza 5,5: ha preferito la spettacolarità alla concretezza. E’ l’ombra del calciatore della scorsa stagione. Corradi 6: assieme a Valdez è stato il migliore dei padroni di casa. Non si arrende mai. Scattato in posizione regolare, è stato glaciale sul gol. Orlandi 6: il materiale umano è quello che è. Almeno lui riesce a metterlo in campo con criterio. Trefoloni 5,5. Nel primo tempo nega un rigore al Napoli, nella ripresa “risarcisce” gli azzurri con due errori nell’azione del gol partenopeo.

Secco e perentorio 3-0. Polani, Danti e Battisti stendono i siciliani di Cosco

COSENZA

COSENZA — Toscano conferma la formazione della scorsa domenica con l’unica novità di Chianello sulla sinistra al posto di Musacco. Per Cosco invece coppia d’attacco Francil –

Il Cosenza batte il Gela Ormai è... promozione Schiavon con Russo sulla destra, Iannini e Marinucci Palermo in cabina di regia. Squadre attendiste con pressing intenso. Al decimo la svolta della gara dopo le prime

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

C@LL SERVICE SRL

Agenzia Telecom Italia SPA

RICERCA PERSONALE per attività di vendita prodotti e servizi Telecom Italia

Operatrici ed operatori call center outbound per sede di Catanzaro Lido (CZ) Agenti automuniti per le provincie di CZ, KR, CS

Gli interessati possono inviare il curriculum a: mail:

fax

selezioni@callservicesrl.it Specificare in oggetto

0961787623

“Nome + Cognome + posizione desiderata” Si offrono: • Formazione ed aggiornamenti costanti • Massima serietà e puntualità

Si richiedono: Predisposizione alla vendita • Capacità di lavorare per obiettivi • Massima serietà e puntualità •

schermaglie: Mortelliti corre sulla destra e da un invitante pallone a Polani che di prima intenzione mette la palla dentro sul palo coperto da Cecere. È l’apoteosi il San Vito è una bolgia e i tifosi gelesi sono ammutoliti. Al quindicesimo è Mortelliti che fa entusiasmare il pubblico del San Vito. Polani va in pressing costringe all’errore Fernadez che regala palla al numero dieci rossoblù il tiro però, dopo una serie di dribling è debole fra le braccia di Cecere. Un minuto dopo un giallo in area. Un retropassaggio di Battisti involontario viene bloccato da Ambrosi: per Giancola è retropassaggio volontario, calcio di punizione a due in area. Sul calcio di Franciel la barriera respinge in angolo. Al trentesimo di gioco su un contrasto fra il portiere Ambrosi e in centravanti Franciel, ha la peggio Parisi (intervenuto per proteggere l’uscita del numero uno) che si procura un infortunio al ginocchio sinistro che lo costringe a lasciare il campo a Moschella: tanti applausi per il calciatore campano e fascia di capitano che passa sul braccio di Ciccio De Rose. Al trentacinquesimo è Polani che accende il San Vito con una discesa di cinquanta metri e conclusione che esce a fil di palo. Al trentasettesimo una punizione dalla sinistra di Moschel-

COSENZA GELA

3 0

Marcatori: 10' Polani, 52' Danti, 74' Battisti Cosenza (4-4-1-1): Ambrosi sv, Bernardi 6, Chianello 6, Parisi 6.5 (30' Moschella 6), De Rose 7, Braca 6, Danti 6.5, Battisti 7.5, Polani 7(61' Occhiuzzi sv, 87' Musacco sv), Mortelliti 7, Catania 7. A disp: Guizzetti, Profeta, Musacco, Ramora, Galantucci. All. Toscano 7.5 Gela (4-4-1-1) : Cecere 5, Galluppi 5.5, D'Aiello 4.5, Fernandez 5, G. Esposito 5.5, Russo 5(72' Pasca sv), Marinucci Palermo 5, Iannini 6, Unniemi 4.5 (59' Gaeta 5), Schiavon 4(46' Staffolani 4.5), Franciel 5.5. A disp. Ferla, P. Esposito, Nigro, Ambrosecchia. All Cosco 3 Arbitro: Giancola 5.5, Assistenti Ciampa 6 ed Evangelista 6 Note: spettatori circa 11000, di cui 200 gelesi. Espulso Danti al 57' (doppia ammonizione), al 75' Esposito (proteste) e al 76' Toscano e Polani. Ammoniti: De Rose, G. Esposito, D'Aiello, Danti. Corner: 0-5 Recupero: 4'-0' la è deviata sotto misura da Battisti ma la palla esce a lato. Al quarantaquattresimo applausi a scena aperta per Ciccio Mortelliti che salta quattro uomini palla al piede ed entra in area con un sombrero ai danni di Galuppi: sembra fatta ma Cecere ci mette il piedone e respinge miracolosamente. Quattro minuti

di recupero nel primo tempo frutto delle molte interruzioni e dell’infortunio a Parisi. Il secondo tempo si apre con il colpo del due a zero. È il settimo quando con una bella azione alla mano, si porta al cross Chianello che dalla sinistra mette una palla rasoterra dove il numero sei D’Aiello liscia la palla e libera “Dantinho” che è freddo e, dopo una bella finta, batte Cecere sul primo palo. Il San Vito è una bolgia e dire che lo spocchioso Cosco aveva preannunciato lo stadio di Cosenza come un’arma a doppio taglio. Al tredicesimo Danti commette la sciocchezza di andare in pressing su D’Aiello alzando il gomito e così il sig. Giancola lo manda anzitempo sotto la doccia per doppia ammonizione. Al ventinovesimo minuto la partita va in ghiaccio. Moschella da trentacinque metri scaglia una punizione imprendibile che rimbalza davanti a Cecere e finisce sul palo, irrompe Battisti che chiude la gara e va a far festa sotto la curva. La vendetta è servita e siamo felici per Raffaele. Il Gela decide allora di metterla sulla rissa e i giocatori di Cosco cercano Battisti reo di avere esultato, ne fa le spese Esposito che va anche lui sotto la doccia. Dieci contro dieci ma il Sig. Giancola decide di fare il protagonista e manda fuori Toscano e Polani che tentavano invece di riportare la calma. La partita e tutta qui con il Cosenza che gestisce la palla senza correre alcun rischio fino al triplice fischio finale. Finale con esultanza doppia all’annuncio della sconfitta del Catanzaro. Se prima a -7 e -8 si gelava e tremava, da stasera a -10 e -11 cosa si proverà? Carmelo Grandinetti


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 21

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — La Vigor perde

forse l’ultimo treno per la salvezza e ora non resta che affidarsi solo a un miracolo per centrare il traguardo della permanenza in Seconda divisione. Solo un pareggio nello scontro diretto con il Manfredonia che, al “D’Ippolito”, ha fatto la sua onesta partita. I biancoverdi di mister Pierini (primo punto della sua gestione), hanno sprecato molto, soprattutto dopo il vantaggio sipontino, senza concretizzare le numerose palle gol. Gara nervosa con sei ammoniti ospiti e l’espulsione del lametino Cacciaglia. La cronaca. Approccio decisamente male della Vigor che già al 2’ rischia di capitolare. Macrì ha una ghiotta occasione ma il suo tiro sfiora il palo. Al 5’ Ragatzu serve lungo per l’accorrente Riccobono che viene anticipato dal portiere. Gara blanda nonostante la posta in palio con la Vigor che non produce nulla nel primo tempo. Solo occasioni “telefonate”. Al 22’ Ragatzu tergiversa in area. Invece di tirare cerca il rigore. Al 31’ lancio di Ciotti e testa di Lopetrone con la sfera che debole finisce fuori. Un minuto dopo sono i pugliesi a rendersi pericolosi. Sansonetti dopo una lunga corsa in contropiede tira alto sulla traversa. Al 39’ si vede la Vigor con una punizione di Ragatzu parata dall’estremo difensore pugliese. Prima della pausa il Manfredonia passa in vantaggio. Minuto 43 dalla sinistra si invola Arigò che mette al centro per l’accorrente Marchano che, indisturbato, trafigge di testa Panìco. Ripresa con la Vigor che tenta il tutto per tutto. Al 7’ gran parata di Pelagotti su Ragatzu dopo un assist di Sergi. All’8’ ancora Ragatzu spreca una buona occasione con la sfera parata dal pipelet ospite. Al 12’ Lopetrone spreca il pareggio con un colpo di testa ravvicinato dopo un cross di Ciotti. Palla incredibilmente fuori. Al 19’ ancora Vigor con Ciotti che spara alto dalla distanza. Al 21’ ennesima palla gol sprecata da Ragatzu con un tiro che sfiora la traversa. Al 27’ e al 28’ due occasioni per il Manfredonia: prima tira Arigò e Panìco si oppone bene. Azione successiva

2ª D I V I S I O N E

VIBONESE

BARCELLONA P. G. — Partita im-

portante, in chiave salvezza, quella giocata al D'Alcontres di Barcellona P. G. tra l’Igea Virtus e la Vibonese. Una partita dai due volti, con un primo tempo che ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto ma senza riuscire a farsi del male, paralizzate reciprocamente, vista la posta in palio, dalla paura di sbagliare. Nel secondo tempo, invece, le due squadre entrano in campo con uno spirito diverso, ma a farne le spese, purtroppo, sarà la Vibonese, poiché dopo solo due minuti è costretta a subire il gol di Crimi che gira l’inerzia della partita, fino a quel momento in equilibrio, a favore dei padroni di casa. Il

LA CRONACA Finisce 1-1 l’atteso scontro diretto col Manfredonia. Vantaggio ospite con Marchano. Pari di Cacciaglia

Vigor, aggrappati a un miracolo Società duramente contestata dagli ultras biancoverdi a fine gara VIGOR LAMEZIA MANFREDONIA

1 1

Marcatori: 43’ pt Marchano (M); 41’ st Cacciaglia (VL) Vigor Lamezia: Panìco, Carraro (dal 31’ st Angotti), Marinelli, Cascone, Ciminari, Lopetrone (dal 24’ st Cacciaglia), Ciotti, Amita (dal 36’ st Clasadonte), Sergi, Ragatzu, Riccobono. in Panchina, Forte, Rondinelli, Sanso, Pascuccio. All. Pierini. Manfredonia: Pelagotti, Bortel, Patti, Cerchia, Parisi, Nossa, Arigò (dal 45’ st Scarpitta), Vitiello, Marchano, Sifonetti, Macrì (dal 22’ st Schettino). In panchina, Fortunato, Cinquepalmi, Pirrone, Napoli, Napolitano. All. D’Arrigo Arbitro: Andrea Coccia di San Benedetto del Tronto. Assistenti: Alessandro Raparelli di Albano Laziale e Gianni Iannilli di Frosinone. Note: Spettatori 1500 circa. Ingresso gratuito. Angoli 8-2 per il Manfredonia. Ammoniti: Marchano, Bortel, Nossa, Cerchia, Parisi, Sifonessi (M). Espulso, Cacciaglia (VL) per doppia ammonizione. Al termine della gara dura contestazione dei tifosi lametini nei confronti della dirigenza. Recupero: 2’-4’. con Sifonetti che tira dal limite. Ancora Panìco salva in angolo. Pressione della Vigor Lamezia che finalmente arriva al pareggio. Azione sulla fascia sinistra del fronte offensivo biancoverde con Marinelli che tocca per Sergi, da questi verso la porta per l’accorrente Cacciaglia che di testa realizza l’1-1. Un gol che mantiene viva la fiammella della speranza ma sarà davvero un’impresa raggiungere il penultimo posto. Il match di ieri doveva rappresentare la gara della svolta e invece ha scatenato l’ira degli ultras biancoverdi che a fine gara (dopo che in campo si era scatenata una rissa fra giocatori), ha duramente contestato la dirigenza di via Marconi. Nulla da obiettare: la squadra è ultima ed è legittima ogni sorta di contestazione. “Solo un miracolo.. solo un miracolo” si commentava alla fine... Antonio Cannone

A sinistra la rete del pareggio segnata da Cacciaglia. Qui, a fianco, un’azione d’attacco della Vigor. In basso, la gradinata est con i tifosi biancoverdi.

LE PAGELLE Nessun giocatore biancoverde merita la sufficienza. Squadra abulica e senza verve

Lopetrone e Amita, pessime prestazioni Panìco 5,5: Sul gol ospite indugia nell’uscita e Marchano non gli dà scampo. Incerto in altre occasioni. Si rifà un paio di volte nella ripresa. Ma nel complesso disputa una gara sotto la sufficienza.

Ciminari 5: Giornata non certo positiva. In occasione del gol sipontino si sposta a sinistra lasciando il centro della difesa incustodito.

Carraro 5: Primo tempo in balia degli avversari come tutto il reparto difensivo. I vari Arigò, Sifonetti e Marchano fanno il bello e il cattivo tempo. (Dal 31’ st Angotti sv).

Lopetrone 4: Prova da dimenticare. Davvero una grande delusione. Fallisce una facile occasioni di testa e disputa una gara senza né testa e né coda. (Dal 24’ st Cacciaglia 5 Ha il merito di segnare il gol del pareggio ma disputa una prestazione nervosa segnata dall’espulsione).

Marinelli 5,5: Uno dei pochi a salvarsi ma nemeno lui riesce a superare la sufficienza.

Ciotti 4,5 : Prestazione pessima. Da lui ci si aspettava molto, ma molto di più. Non entra quasi mai in partita.

Cascone 5: Anche lui come gli altri colleghi di reparto non brilla.

Amita 4 : Fuori gara dal prino minuto. Mai nel vivo del gioco. Pierini

I rossosblù sconfitti 4-0 a Barcellona Pozzo di Gotto

IGEA VIRTUS VIBONESE

Debacle Vibonese Quaterna dell’Igea

Marcatori: 2’ st Crimi, 34' st (rig.) e 35' st Bongiovanni; 42' st Scopelliti. Igea Virtus (4-4-2) : Di Masi 6, Russo 6, Scopelliti 6.5, Agius 6, Alizzi G. ppe 6, Matinella 6 (al 5' st Di Miceli s. v.), Crimi 6.5, Di Toro 6, Ricciardo 6 (all'83' Concimano), Condello 6 (al 25' st Criniti 6), Bongiovanni 7. All.: Castellucci. Vibonese (4-4-2) : Amabile 5, Orefice 5, Santonocito 5, Di Mauro 5.5, Bianciardi 5, Ranellucci 5, Ruscio 5.5, Polito 5 (al 18' st Melis s. v.), Oudira 5 (al 22' st Marangon 4), Di Franco 5.5, Falco 5 (al 6' st Iadaresta 5.5. All: Galfano Arbitro: Liotta Michele di Lucca 6 Note: giornata di sole, terreno in discrete condizioni, spettatori circa 1000. Espulso all'87' Marangon. Ammoniti: Scopelliti e Bongiovanni per l'Igea V.; Santonocito, Di Mauro, Iadaresta e Amabile (Vibonese). Angoli: 2-2. Recupero: 1', 3'

Brutto tonfo per la squadra di Galfano primo tempo è un concentrato di noia e monotonia, con le due squadre che giocano prevalentemente a centrocampo senza avere la forza ne' la voglia di affondare verso le rispettive aree di rigore, assistendo soltanto a qualche tentativo dalla lunga distanza privo di efficacia. Al 16' Bongiovanni tira debolmente dal limite dell'area di rigore ed Amabile para senza problemi di sorta. Al 27’ scambio Matinella-Crimi, il quale taglia in area per Condello, che non arriva per un soffio all'appuntamento con il pallone. Al 36’ la Vibonese prova a farsi viva con Falco che, da oltre 30 metri, lascia partire un tiro che sorvola non di molto la traversa.

Al 42', ancora Falco, che tira debolmente dal limite dell'area di rigore, con Di Masi che blocca in tranquillità. Il secondo tempo, come accennato, è di tutt'altro tenore, sia dal punto di vista del ritmo che della qualità. Al 2' l'Igea Virtus passa in vantaggio con Crimi, il quale, dopo aver ricevuto la palla da Bongiovanni al limite dell'area, scarta l'avversario e lascia partire un diagonale imprendibile per Amabile, che vede arrivare il pallone solo all'ultimo istante. Al 12' Ricciardo e' lanciato in contropiede ma tira frettolosamente da fuori area e la palla finisce a lato. Al 17' Di Toro, ben servito all'altezza del limite sinistro dell'area di rigore, lascia

4 0

partire un tiro leggermente deviato dal difensore calabrese che Amabile blocca a terra. La Vibonese cerca invano la reazione e con essa il guizzo dello sperato

lo sostituisce tardi. (Dal 36’ st Clasadonte sv). Sergi 5 : Cerca di far quel che può. Solite “spizzizate” di testa ma nel complesso non incide se non in occasione del pareggio. Troppo poco per un attaccante. Riccobono 5,5 : Cerca come sempre di tenere in apprensione la retroguardia ospite. Si vede solo per qualche tiro piazzato puntualmente respinto dalla barriera. Ragatzu 5 : Spreca un paio di ghiotte occasioni. Annata davvero da dimenticare. A. C.

pareggio. Al 31' Russo e Agius pasticciano davanti alla loro area di rigore ma Iadaresta, che aveva capito tutto, non riesce ad approfittare efficacemente a causa dell'interposizione di Di Masi che lo ostacola grazie ad una uscita alla disperata. Un minuto dopo la Vibonese ci riprova con Ruscio, che pennella una punizione in area per la testa di Ranellucci, il quale colpisce in maniera non perfetta e la palla si spegne sul fondo. Al 34' per la Vibonese, di fatto, si chiude la partita. Criniti, ben lanciato in area di rigore, viene steso senza troppi complimenti da Amabile, l'arbitro decreta il calcio di rigore che Bongiovanni trasforma in maniera ineccepibile. Al 35' la Vibonese capitola ancora, Ricciardo tira dal limite dell'area e colpisce il palo, si avventa sul pallone Bongiovanni che indisturbato ribadisce in rete. Al 42' 'Igea Virtus dilaga, con Scopelliti che, ben lanciato in area da Bongiovanni, trafigge per la quarta volta l'incolpevole Amabile. Italpress


22 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

LA CRONACA Le Aquile sconfitte pesantamente per 3-1. Non basta il solito gol di Caputo

Naufragio giallorosso ad Avezzano CATANZARO

AVEZZANO — Passo falso ester-

no del Catanzaro che scivola a 11 dalla capolista Cosenza. Gli uomini di Provenza incappano nella seconda sconfitta stagionale in trasferta con l’attenuante di essere caduti in extremis sotto i colpi di un Pescina Valle del Giovenco che si conferma vera e propria bestia nera della compagine calabrese. Gli abruzzesi vincono con meriti ed approfittano della giornata storta di alcuni elementi dell'undici mandato in campo dall'allenatore salernitano che, come tutto l'ambiente, ora può concentrarsi sulla lotteria playoff e su un piazzamento di favore nella griglia finale. L'obiettivo e' il secondo posto, ma il Catanzaro deve ritrovare quanto prima i propri punti di forza centrocampo e difesa. L'attaccante, invece, ha girato per il servo giusto e con un Caputo in forma smagliante si puo’ davvero credere nel ritorno in Prima divisione. Gli ospiti si presentano con il solito 4-42, basato sul tandem offensivo Falomi-Caputo. Il primo, però, rispetto al compagno di reparto non ha offerto una buona prestazione tanto da essere avvicendato nel corso dell'incontro da Frisenda. Nella linea difensiva a quattro Pippa e Di Meglio si piazzano davanti a Mancinelli. Sugli esterni, invece, agiscono GimMancinelli 5,5 Meriterebbe di piu' in pagella, ma ha sulla coscienza la terza rete del Pescina. Evita, comunque, un passivo piu' pesante. Gimmelli 6 Svolge il compitino senza grosse sbavature. Anzi, cerca di essere anche propositivo. Deve migliorare nella fase di copertura. Pippa 6 Sufficienza risicata per il centrale che ha due clienti scomodi come Arcamone e Bettini nei paragi. Non è il peggiore della linea difensiva. Di Meglio 5,5 Giornata e prestazione da dimenticare in fretta. Aveva mostrato segni di ripresa nelle precedenti partite, invece, ad Avezzano è tornato quel difensore insicuro e brutto da vedere.

Nel finale gli abruzzesi mettono sotto la formazione di Provenza PESCINA VDG CATANZARO

3 1

Marcatori: 28' pt Arcamone, 45' pt Caputo; 43' st e 48'st Bettini Pescina (4-4-2) : Bifulco 6.5; Locatelli 6.5, Silvestri 5.5 (16' st Laboragine 5.5), Petitto 6, Blanchard 7; De Angelis 6.5, Cruciani 6, Giordano 6.5, Piva 6; Arcamone 7.5 (44' st Censori 4), Bettini 8. All.: Perrone. Catanzaro (4-4-2) : Mancinelli 5.5; Gimmelli 6, Pippa 6, Di Meglio 5.5, Di Maio 6; Bruno 6, Mangiacasale 5.5 (29' st Cardascio sv), Berardi 6, Corapi 6.5 (18' st Montella 5); Falomi 5.5 (26' st Frisenda sv), Caputo 6.5. All.: Provenza. Arbitro: Ruini di Reggio Emila. Note: Espulso: al 45' st Censori per gioco falloso. Ammoniti: Locatelli, Silvestri, Blanchard, Bruno, Montella e Caputo (CA). Angoli: 4-1. Spettatori: 426 per un incasso di 2.085 euro. Recupero: 3' pt; 5' st. melli a destra e Di Maio a sinistra. Nella zona mediana del campo, invece, Mangiacasale e Berardi dovrebbero sulla carta garantire filtro e qualita' in fase d'impostazione. Dopo una buona partenza, pero', entrambi calano alla distanza. Sugli esterni positiva solo la prestazione di Corapi, con Bruno costretto troppo sulla fase difensiva dai dirimpettai avversari.

Il tecnico del Catanzaro, Nicola Provenza

E' speculare il modulo del Pescina Valle del Giovenco che s'adegua intelligentemente agli avversari. E' buona la partenza dei padroni di casa che al 19' pt potrebbero passare in vantaggio con Arcamone, indemoniato, che supera i due centrali ma calcia su Mancinelli proteso in uscita. Otto minuti dopo ancora il panzer abruzzese mette a dura prova i riflessi dell'estremo difensore ospite che devia

provvidenzialmente in angolo. E' quasi un assedio quello del Pescina, con il Catanzaro incapace di proporsi e di creare pericoli negli ultimi sedici metri. Al 28' pt arriva così giustamente la rete del vantaggio siglata da Arcamone che di testa spedisce imparabilmente alle spalle del portiere. Solo un episodio o una invenzione puo' salvare il Catanzaro. Ed e' spettacolare quanto pregevole il sinistro dai

trenta metri di Caputo che prima del riposo beffa l'incolpevole Bifulco, impietrito dalla traiettoria balistica creata dal genio del centravanti ospiti. Nella ripresa, pero', il Catanzaro sembra accontentarsi lasciando ancora il possesso palla nelle mani del Pescina che non si fa pregare e si butta a capofitto nella metà campo calabrese. L'assedio continua e le occasioni per gli avanti locali capitano a quantita' industriale. Arcamone continua il duello personale con Mancinelli, senza riuscire a scalfire il portiere. Il tempo passa e sembra fatta per il Catanzaro, invece, l'irreparabile e' dietro l'angolo. E' Bettini l'uomo della provvidenza per il Pescina in lotta per un posto nella griglia play-off. L'ariete è al posto giusto al 43' st sull'invito di Arcamone. Due minuti dopo Perrone perde Censori che commette un brutto fallo da dietro su Pippa. In pieno recupero la festa, pero', è legittima dopo la doppietta personale siglata ancora da Bettini che raccoglie una corta respinta di Mancinelli, ormai finito sotto bersaglio da troppi minuti. Finisce così per un Catanzaro che nelle ultime quattro esterne ha raccolto la miseria di due punti. Italpress

LE PAGELLE Ancora una prestazione incolore di Falomi. Delude anche Mancinelli

Si salvano solo Corapi e Caputo Di Maio 6 Tenta qualche sortita offensiva senza fortuna. E' imbrigliato spesso dagli avversari. Bruno 6 Tanto lavoro oscuro per nulla. Dovrebbe garantire il cambio di passo sugli esterni, invece, temporeggia troppo. Mangiacasale 5,5 Troppi errori in fase di impostazione e poco filtro davanti alla difesa. Cambio tardivo. (Dal 29' st Cardascio sv).

Berardi 6 Il solito mastino in cerca di caviglie da azzannare. Corre per due e non si puo' chiedere ad un incontrista di supportare la fase offensiva. Corapi 6,5 Una spina nel fianco della difesa abruzzese. E' l'unico che cerca di superare l'uomo in velocita' o di servire qualche pallone giocabile ai due attaccanti. Esce stremato. (Dal 18' st Montella 5 Il suo ingresso aggrava la situazione). Falomi 5,5 Altra prestazione sotto-

tono. L'attaccante è proprio entrato in un periodo di crisi da cui è difficile entrare. (Dal 28' st Frisenda sv). Caputo 6,5 Una rete straordinaria e qualche altra bella giocata da punta di categoria superiore. Provenza 5,5 Due punti nelle ultime quattro esterne sono davvero pochi per ambire al primo posto. Catanzaro irriconoscibile. Italpress

Ciccio Corapi


Pag. 23

APPUNTAMENTI il Domani

Lunedì 16 Marzo 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

C’è tanta attesa per la visita ufficiale di oggi della bellissima Miriam Leone che sarà ospitata al Palazzo della Provincia

Oggi l’evento Miss Italia a Catanzaro Tradizione confermata: la “rossa” reginetta farà tappa anche al “Domani” CATANZARO — Oggi l’evento Miss

Italia alla “Casa delle Culture”. Nel pomeriggio, alle 16, la reginetta del 2008 visiterà la sede centrale de “Il Domani”. La città di Catanzaro, dunque, è pronta ad accogliere la Miss Italia 2008 Miriam Leone. All’evento presente anche Miss Calabria, tante altre Miss calabresi e vari rappresentanti Istituzionali. C’è tanta attesa a Catanzaro per la visita di oggi della bellissima Miriam Leone Miss Italia 2008 che sarà dapprima in vista alla Provincia e poi presenzierà in qualità di madrina alla presentazione ufficiale, primo atto dell’edizione 2009, gestita anche quest’anno, dalla Drb Associati di Beniamino Chiappetta nel corso di un evento patrocinato dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro - Assessorato al Turismo. Miriam Leone, siciliana di Acireale, ha gli occhi verdi, è alta m. 1,76, ed è stata la prima Miss Italia dai capelli rossi. In breve tempo ha ottenuto tanti apprezzamenti per la sua preparazione e la sua cultura e costituiscono un record per una Miss Italia le partecipazioni televisive: non c’è Tg o rubrica che in cinque mesi non l’abbia avuta come ospite. E gli inviti non le mancano l’ultimo quello a “Verissimo “ su Canale 5 di sabato. Nel corso della presentazione di oggi fissata per le ore 11 l’Agente Regionale di Miss Italia per la Calabria, Beniamino Chiappetta - che da ben 16 REGGIO CALABRIA — Un cambiamen-

to di programma al Teatro Cilea di Reggio Calabria. Sabato 21 marzo, con replica 22 marzo, alle ore 21, debutta, nella città dello Stretto, “Dee e Miti”, uno spettacolo di danza, canto e poesia. Un connubio tra tre grandi arti che, fuse insieme, diventano armonia perfetta. Un’avvincente messa in scena realizzata per la regia di Maria Pia Lotta, reduce dal recente successo ottenuto dal musical “Maria di Nazareth, una storia che continua”. La piece, in prima nazionale a Reggio Calabria, è narrata da un “Virgilio” al femminile: Paola Saluzzi, ed è cantata e raccontata da Alma Manera. La danza ci avvolge e ci guida nei mi-

anni gestisce nella nostra regione il Concorso - illustrerà - proprio insieme a Miriam Leone - le tante novità dell’imminente edizione di Miss Italia 2009 che quest’anno coincide con i 70 Anni del Concorso Miss Italia. «In occasione di tale straordinaria ricorrenza - afferma Beniamino Chiappetta - molte saranno le novità che, ideate da Patrizia Mirigliani, interesseranno anche la nostra Regione e le tante miss aspiranti Miss calabresi che si stanno iscrivendo in massa per partecipare a questa straordinaria favola che è Miss Italia, che ha veramente scritto la storia del costume, dello spettacolo e della televisione italiana». Ai lavori di Catanzaro saranno presenti ed interverranno varie Autorità Istituzionali regionali e rappresentanti di Enti (Province e Comuni) che hanno ospitato ed ospiteranno le manifestazioni del Miss Italia in Calabria. L’evento della presentazione Ufficiale del Concorso si avvale del patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro - Assessorato al Turismo. Ed alle 10,30 ovvero prima dell’inizio dei lavori la stessa Miriam Leone - accompagnata da Beniamino Chiappetta effettuerà una Visita Ufficiale alla sede dell’ Amministrazione Provinciale di Catanzaro dove sarà dapprima accolta dall’Assessore Provinciale al Turismo Salvatore Garito e poi ricevuta dal Presiden-

te della Provincia Wanda Ferro. A tal proposito l’Assessore Provinciale al Turismo Salvatore Garito, afferma che «l’evento di Miss Italia in Calabria 2009 rappresenta un importante veicolo di promozione turistica per le bellezze del nostro territorio: in primis quelle femminili che parteciperanno alla kermesse. Poi, ovviamente, e non per minore importanza, quelle paesaggistiche e ambientali, frutto di una natura affascinante come poche. E a proposito di fascino, sarà un grande onore ricevere a “Palazzo di Vetro” la visita di colei che rappresenta la bellezza italiana per antonomasia: Miss Italia 2008, Miriam Leone. Ci sono, dunque, tutti i presupposti perché la kermesse organizzata dalla Drb associati assuma il rilievo che merita. Noi, come Provincia di Catanzaro, abbiamo dimostrato di crederci, concedendo come Assessorato al Turismo il patrocinio alla manifestazione. Il nostro - prosegue l’assessore Garito - è un contributo forte e cosciente alla kermesse della bellezza italiana che, con i suoi appuntamenti estivi, potrà dare, senz’altro, una consistente spinta turistica ai centri in cui si svolgeranno gli spettacoli e le selezioni, che si porranno positivamente al centro dell’attenzione mediatica regionale e nazionale». Alla presentazione del Concorso per antonomasia della bellezza italiana non potrà certo mancare

REGGIO CALABRIA Sabato 21 marzo, con replica il 22, debutta nella città dello Stretto “Dee e Miti”

Uno spettacolo di danza, canto e poesia steriosi ed affascinati momenti di tutta la storia. Ed ecco che appare Tersicore e Apollo interpretati da due purosangue del balletto internazionale Breno Bittencourt e Maria Gutierrez, primi ballerini del Ballet du Capitole de Toulouse, e ancora il corpo di ballo della scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma diretta da Paola Jorio, il corpo di ballo di Airam Ballet e i ballerini solisti della compagnia Renè De Cardènas, che ne cura anche le coreografie, Ilenia Logorelli e Lazaro

Rajos. I testi sono di Adele Dorothy Ciampa. Le musiche originali sono di Vincenzo Ricca e Maria Pia Liotta e verranno eseguite dall’Orchestra del Teatro Comunale Francesco Cilea, diretta da Dario Siclari. Un viaggio verso i cieli dell’Olimpo, una passeggiata tra le divinità femminili del pantheon greco, dove potremo conoscere ed ammirare le storie di svariate Dee. Prima fra tutte incontreremo Mnemo-

L’evento fa parte della XXIII edizione di “Fatti di Musica Radio Juke Box”, la rassegna del miglior live d'autore

Vendita dei biglietti per “De Andrè canta De Andrè” RENDE — Partirà mercoledì 18

marzo la vendita dei biglietti per “De Andrè canta De Andrè” del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende, grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi e ne ripercorrerà la storia e la figura, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edizione di “Fatti di Musica Radio Juke Box”, la rassegna del miglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata alla “Lotta a Leucemie e Linfomi” dell’Amena di Catanzaro (associazione per le malattie ematologiche neoplastiche dell'adul-

to). «E’ un grande appuntamento dice Pegna presentando l’evento - Fabrizio De Andrè ritirò il premio di Fatti di Musica durante il suo concerto del 13 agosto del ’98 nel Teatro al Castello di Roccella Jonica ma, ancor prima, a gennaio di quell’anno, provò e debuttò con quello spettacolo proprio in questo Teatro Garden di Rende dove Cristiano torna undici anni dopo. Penso che sia uno degli eventi più belli di questa ventreesima edizione della mia rassegna. Di Fabrizio De Andrè ho un ricordo straordinario e quella serata a Roccella fu davvero indimenticabile, come ogni suo concerto. Sono certo che

Cristiano regalerà il più grande omaggio che si possa tributare a suo padre, che lui stesso accompagnò in tutto quell’ ultimo meraviglioso tour suonando numerosi strumenti. In tanti dedicano ricordi a Fabrizio De Andrè, ma questo sarà sicuramente il più vicino ed emozionante». Biglietti in prevendita: euro 33.50 poltronissima; 27.50 poltrona e distinti; euro 19.50 galleria; a Cosenza presso Inprimafila tel. 0984.795699 e Bar Tosti 0984.24989; Rende: Cinema Garden tel. 0984.33912; Lamezia T.: Uffici Pegna, tel. 0968.441888. Possibile prenotare ed acquistare scrivendo a: info@ruggeropegna. it.

sine, dea della memoria e madre delle nove Muse; per seguire con Calliope dalla bella voce, musa dell’epica; Afrodite dea dell’amore e della bellezza; Clio, musa della Storia, colei che rende celebri; Artemide, dea della caccia e Urania la celeste, musa dell’astronomia, la quale si soffermerà a spiegarci le costellazioni della volta celeste. Tra un incontro ed un altro, la dea Euterpe, musa della musica, ci condurrà con misteriose ed affascinanti melodie in un mondo magico fatto di note

la bellezza calabrese con tante belle miss “capitanate” dalla Miss Calabria 2008, Erica Cunsolo, e altre Miss calabresi finaliste nazionali ed alcune delle nuove iscritte che si apprestano a partecipare all’edizione 2009 di Miss Italia in Calabria. Un grande evento quindi all’insegna della bellezza per scoprire le tante novità che ogni anno solo il Concorso di Miss Italia sa riservare, rafforzando una favola che dura da ben 70 anni. Nel pomeriggio alle ore 16 conclusione della vista in Calabria di Miriam Leone con la consueta e tradizionale visita della Miss Italia in carica alla sede di Marcellinara de “Il Domani” dove sarà accolta dal direttore, Massimo Tigani Sava, e dai tanti bravi giornalisti che seguono da tempo con passione l’evolversi del Concorso in Calabria. «Già negli anni scorsi il Domani è stata tappa fissa delle visite delle Miss Italia - afferma Beniamino Chiappetta - sia Claudia Andreatti (Miss Italia 2006) e sia lo scorso anno di Silvia Battisti (Miss Italia 2007). Un binomio con un giornale che parla e cerca di promuovere le nostre cose positive e belle che pur ci sono nella nostra regione che andrebbero meglio valorizzate. Quindi in perfetta linea con lo spirito di un Concorso quale Miss Italia che da 70 anni scrive le pagine più belle della storia del costume e della televisione italiana» conclude l’agente regionale. ispirate al tema delle divinità. Dalla musica al canto per scoprire come l’imprevedibile fantasia epica dei greci partorì queste storie. Si alterneranno inoltre sulla scena speciali momenti di danza con Tersicore e Apollo. Un incontro con le divinità, con dee che diventano personaggi reali. Un percorso insolito per storie insolite. Storie immortali divine, specchio delle nostre storie umane e mortali. Il piacere ed il dolore, la vita e la morte, simboleggiati ad immagine e somiglianza dell’uomo stesso, non soltanto fisicamente, ma anche, e soprattutto, come un concentrato di pensieri, azioni e reazioni, istinto e meditazione, vizio e virtù, squisitamente e magnificamente umani.


24 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La porta magica”, progetto di didattica museale fino a maggio nella Città dei Tre Colli

Premio Nicola Ceravolo a Catanzaro IL CARTELLONE

Convegno su San Tommaso D’Aquino domenica 22 a Belcastro

BELCASTRO (Cz) - Festa patronale Festa patronale di San Tommaso D’Aquino nei giorni 21 e 22 marzo. Programma: sabato 21 marzo, ore 10.30: Messa solenne officiata da S.E. Mons. Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone, che nel corso della funzione procederà alla benedizione del nuovo reliquario del Santo, opera dell’orafo crotonese Michele Affidato, mentre al sindaco Ivan Ciacci spetterà l’accensione del Cero Votivo. Ore 16.00: solenne processione della Statua del Patrono per le vie del paese, accompagnata dalla Banda musicale “Città di Tiriolo”. Ore 21.00: serata di intrattenimento musicale in piazza S. Tommaso a cura della locale Proloco e con il patrocinio della Regione, della Provincia e del Comune. Ore 23.30: fuochi artificiali offerti dal Comune. Domenica 22 marzo, ore 15.00: giochi popolari a cura della Proloco e del Gruppo Scout di Belcastro. Ore 17.00: Convegno su San Tommaso d’Aquino presso la chiesa della Pietà, cui seguirà la premiazione del 2° Concorso Scolastico Letterario-Figurativo dal titolo “Tommaso, dalla vita della scuola alla scuola della vita”. Ore 21.00: serata d’intrattenimento in piazza S. Tommaso d’Aquino con il “Teatro della Marionetta Giordano”, a cura della Parrocchia e della proloco.

BELCASTRO (Cz) - Convegno su S. Tommaso D’Aquino Domenica 22 marzo, alle ore 17.00, presso la Chiesa di S. M. della Pietà si terrà il convegno in onore del Patrono, ormai giunto alla sua settima edizione, dal titolo:“ Belcastro e S. Tommaso d’Aquino, un rapporto da cercare tra fede e storia”. Sarà presieduto dal sindaco Ivan Ciacci e da don Roberto Mastro, parroco di Belcastro, mentre il ruolo di moderatore sarà sostenuto dal giornalista Massimo Tigani Sava, direttore de “il Domani della Calabria”. A relazionare sono stati chiamati l’on. avv. Rosario Chiriano: San Tommaso d’Aquino e la Fede; il prof. Ulderico Nisticò: Feudatari e monaci meridionali tra Svevi e Angioini; il prof. Domenico Rotundo: Aggiornamenti sui natali del Doctor Angelicus; padre Ciro Capotosto, Domenicano O.P.: La Bibbia nei commenti di San Tommaso d’Aquino; il dr. Raffaele Piccolo: La presenza dei d’Aquino a Belcastro tra il 1112 e il 1226. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. CASSANO I. (Cs) - Proiezione film Nel teatro comunale di Cassano Jonio, in provincia di Cosenza, per la stagione cinematografica 2009, fino al 29 marzo, vengono proiettati 5 film storico - mitologici per non dimenticare e riguastare pellicole che hanno fatto la storia del cinema. L’iniziativa, che si avvale dell’organizzazione di Francesco La Vitola e Sergio Rodilosso, intitolata “Kolossal all’Italiana”, si propone proprio di rivisitare, attraverso alcuni film rappresentativi dell’intero filone peplum, che con il fascino antico del loro contenuto, hanno cullato l’immaginario ed i sogni di più generazioni. Il programma prevede:

il 21 marzo, poi, sarà la volta de “Il Colosso di Rodi” (1960) di Sergio Leone con Rory Calhoun; mentre il 23 marzo la retrospettiva chiuderà i battenti con “Ercole alla conquista di Atlantide” (1961) diretto da Vittorio Cattafavi con Reg Park. CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it -3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì 26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “DomenicoCodispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile,

recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi, trasformando una visita episodica al museo ed alle mostre temporanee in un’esperienza che abbia un reale valore educativo. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375. CATANZARO - La Caserma Pepe apre alla città La Caserma Pepe-Bettoia apre alla città, ospitando nei locali della biblioteca, in una iniziativa del tutto nuova ed inattesa, una mostra di cartoline e documenti per ricordare, in occasione del centenario, il disastro sismico che interessò la Regione Siciliana e quella Calabrese nel 1908. Una iniziativa, questa, voluta e perseguita dal Comando Militare Esercito “Calabria”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Catanzaro e del Dopolavoro Ferroviario di Reggio Calabria, per rimarcare il concetto del ricordo di quanti furono colpiti dall’evento. La mostra dureràfino al 27 marzo incluso e orari di apertura al pubblico saranno: dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (dal lunedì al giovedì); dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (dal lunedì al giovedì); dalle ore 09.00 alle ore 12.00 ( il venerdì).

CATANZARO - “Finalmente venerdì” “Finalmente venerdì”, ogni venerdì in scena al Girasole Country club in via Lucrezia della valle 102/3. Per info/prenotazioni: djnomas@tiscali.it. CATANZARO - Premio sportivo Nicola Ceravolo Tutto pronto per la prima edizione del Premio Sportivo “Nicola Ceravolo” ideato e organizzato dal giornalista Maurizio Insardà, con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, dal gruppo Auchan, con la partecipazione della Camera di Commercio di Catanzaro. Il programma della manifestazione, alla quale parteciperanno personaggi importanti del calcio italiano di ieri e di oggi, sarà illustrato nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi alle ore 16,00 presso la sala giunta dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. All’incontro parteciperanno oltre al giornalista Insardà, la figlia dell’indimenticabile presidentissimo Nicola Ceravolo, Mariella, il Presidente della Provincia Wanda Ferro, l’Ingegnere Floriano Noto o un suo rappresentante (Gruppo Auchan), il presidente della Cciaa Paolo Abramo , il presidente dell’ Agisc Davide Lamanna, e le istituzioni sportive regionali. Sarà presente anche il maestro Gerardo Sacco autore dei premi che saranno consegnati nel corso della manifestazione. Un artista di fama internazionale per un premio che intende diventare un importante appuntamento fisso della Calabria sportiva.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 25

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Gli Amici del teatro popolare di Amantea in “Il mio funerale” in scena nella Città dei Tre Colli

“Italia Wave”, selezioni a Catanzaro IL CARTELLONE

Presentazione ufficiale, oggi, dell’edizione 2009 di Miss Italia in Calabria

CATANZARO - Miss Italia in Calabria 2009 Presentazione ufficiale dell’edizione 2009 di Miss Italia in Calabria. L’evento si terrà oggi alle ore 11,00 presso la sala convegni della “ Casa delle Culture “ – Palazzo della Provincia – piazza Rossi- Catanzaro con il patrocinio dell’Amm.ne provinciale di Catanzaro – Ass. al Turismo. Ai lavori – ai quali saranno presenti tutti i media regionali- sarà presente in qualità di madrina la bellissima Miss Italia 2008 Miriam Leone oltre a varie miss calabresi e a varie autorità e rappresentanti di enti istituzionali e territoriali. CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 17 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Il giardino di limoni; 24 marzo, ore 18.00-20.00-22.00, Baby love; 31 marzo, ore 18.00-20.0022.00, Katyn; 7 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, L'ospite inatteso; 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbonamento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - “Italia Wave”, selezioni Il 19 marzopresso il Disco Club “People” di Catanzaro si svolgeranno le selezioni provinciali dedicate alla manifestazione “Italia Wave”, per selezionare il gruppo locale musicale che dovrà rappresentare la Calabria alla finalissima di Livorno. Ingresso libero a partire dalle ore. 21.00.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta

la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: marzo: 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: 8 maggio, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 22 marzo, Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto;19 aprile,Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-15-17-22-24 maggio,la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it.

CATANZARO - Campionati Beach press Asd Sport & salute Via dei Crociati Catanzaro Lido e Csen centro sportivo educativo nazionale presentano i campionati nazionali di Beach press singolo e a squadre il 22 marzo, presso il palazzetto dello sport località Giovino - Cz Lido. Programma: ore 8.30, pesatura atleti; ore 10.00, gara. CATANZARO - Prevenzione andrologica La settimana della prevenzione andrologica dal 23 al 28 marzo 2009 promossa dalla Unità operativa di Urologia diretta dal Professor Rocco Damiano. L’Urologia universitaria, diretta dal professor Rocco Damiano, operante presso la struttura sanitaria del Campus “Salvatore Venuta”, promuove da lunedì 23 a sabato 28 marzo, la settimana della prevenzione andrologica, nell’ambito dell’iniziativa organizzata sul territorio nazionale dalla Società Italiana di Andrologia. In occasione di tale iniziativa gli uomini interessati, grazie al servizio ambulatoriale di Urologia, avranno la possibilità di sottoporsi gratuitamente a visita specialistica urologica ed andrologica ed a esami specialistici finalizzati alla diagnosi precoce delle patologie della sfera genitale maschile. Per aderire a tale campagna di sensibilizzazione sarà necessario prenotarsi presso il Centro Unico di Prenotazioni della struttura sanitaria del Campus universitario “Salvatore Venuta” chiamando il numero verde 800 – 020722. Le visite andranno svolte in orario pomeridiano presso gli ambulatori di Urologia ubicati al quarto livello dell’Edificio clinico A . Questa iniziativa, condotta sotto l’egida della Società Italiana di Andrologia, fa parte di un ampio progetto di sensibilizzazione sul territorio che la Cattedra e l’ Unità operativa di Urologia portano avanti sin dal 2006, rivolgendosi alla popolazione, ai medici di base ed agli specialisti sul territorio, finalizzato alla prevenzione, alla diagnosi precoce ed alla cura delle patologie di interesse urologico ed andrologico.

ABS + EBD, doppio airbag, climatizzatore, alzacristalli elettrici, imobilizer, fendinebbia, chiusura centralizzata, 5 posti tutto incluso nel prezzo. Disponibili turbodiesel 16v e bifuel benzina/gpl o benzina/metano con ecocontributi statali.

Ti guida il buonsenso

*Prezzo scontato Tata con contestuale rottamazione di vettura Euro 0/1/2 immatricolata prima del 31.12.1999 - IPT esclusa. ** Importo finanziato Indica benzina € 6.180 + € 200 per spese istruttoria pratica, zero anticipo, 48 minirate mensili 1% dell’importo finanziato da € 64 (tan 8,37%; taeg max 9,88%) + 36 rate mensili da € 156,31 (tan 0,00%, taeg 0,00%), salvo approvazione Findomestic Banca S.p.A. (condizioni contrattuali v. fogli informativi c/o rete Tata). Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Consumo (ciclo misto): da 5,2 a 6,4 l/100 km. Emissioni CO2: da 138 a 153 g/km. La vettura in foto può avere accessori a pagamento. Scadenza al 31.03.2009 per vetture disponibili in rete.

GRUPPO

RUGA

ERRE EMME AUTO

SRL

via Conti Falluc snc - Catanzaro tel. 0961.751188 - e-mail: erreemme@tataitalia.it

in collaborazione con

Arilli Motors via Acquabona - (KR) tel. 0962.905486

Brogna Auto 4x4 viale Affaccio, 171 - Vibo V. tel. 0963.991838

Autocentro di Cariati Antonio piazza Municipio - Cirò Marina (KR) tel. 0962.35910

Grandinetti Aldo Automobili via Maigret - Soveria Mannelli (CZ) tel. 0968.662348

Vitale Global Trading Srl loc. Pennicchio snc - Satriano (CZ) tel. 333.3168487


26 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’amore mio non può” di Lia Levi per la regia di Manuela Kustermann a Chiaravalle

Mostra d’arte a Cosenza IL CARTELLONE

Inizia oggi la “Festa della primavera” a Lamezia Terme

CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Conversazione su Maria Angotti Il 31 marzo, il prof. Luigi La Rosa terrà una conversazione su Maria Angotti e la sua scrittura. L’attrice Adele Fulciniti e il dott. Eugenio Conforto si alterneranno nella lettura di poesie e racconti. Martedì 31 marzo, ore 17.00, aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Scalfaro”. CATANZARO - Corse Club autostoriche, riunione E’ convocata l’assemblea ordinaria dei soci del Catanzaro Corse Club Autostoriche presso la sede sociale a Catanzaro, palazzo Aci , viale dei Normanni 99, per martedì 31 marzo 2009 alle ore 15 in prima convocazione ed alle ore 16 in seconda convocazione. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 mar-

zoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it. CATANZARO - “Reflections”, mostra Il programma del Marca, il Museo delle Arti di Catanzaro, si arricchisce di un nuovo appuntamento espositivo che prende in esame l'opera di uno dei maggiori protagonisti della scena artistica americana. Sabato 4 aprile, alle ore 18.00, (prosegue sino al 27 settembre) s'inaugura la personale di Alex Katz dal titolo “Reflections” con una serie di grandi lavori inediti incentrati sui temi cardini della sua ricerca, i ritratti e i paesaggi. L'esposizione, curata dal direttore del Marca Alberto Fiz, è promossa dalla Provincia di Catanzaro assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i beni e le attività culturali e della Parc, direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio l'architettura e l'arte contemporanea. L'esposizione è accompagnata da un ampio catalogo monografico in italiano e inglese edito da Electa con saggi di Alberto Fiz e Vincent Katz. Comprende anche un'intervista a Alex Katz curata da Alberto Fiz oltre a due colloqui di Katz ccon Francesco Clemente e Richard Prince. Accanto alla mostra di Alex Katz negli spazi progettuali del Marca prosegue, sino al 19 aprile, Sottovuoto, la personale dei due artisti napoletani Perino & Vele con una selezione di oltre 20 opere tra sculture, installazioni, disegni e progetti realizzati negli ultimi dieci anni con una serie di nuovi lavori del 2008 proposti in anteprima. Orario: da martedì a domenica 9.30-13.00; 16.00-20.30; chiuso lunedì. Ingresso: 3 euro. Info: 0961/746797 - info@museomarca.com - www.museomarca.com.

CATANZARO - “Riabilitrazione della spalla” Il 29 e il 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala convegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Amministrazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai medici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione. CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 21 marzo, "L'amore mio non può" di Lia Levi; regia di Manuela Kustermann, con Manuela Kustermann; sabato 4 aprile, "La cena dei cretini" di Francis Veber; regia di F.Calderoni e S. Douani con Simone Douani, Fulvio Calderoni, Riccardo Graziosi; sabato 18 aprile, "Goodnight Italia" di N. Leonzio, G.Giugliarelli, S.Marino; regia di Lamberto Dorigo con Salvatore Marino, Federica Innocenzi;sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it. COSENZA - “Flowers”, mostra Vertigo arte presenta per la giornata della donna la mostra di Martina Roberts dal titolo "Flowers", presso la sede Verti-

go centro internazionale per la cultura e le arti visive, fino al 30 marzo. Testi poetici di Francesca Serragnoli sui “Flowers” accompagnano la stampa di una grafica dell’artista. COSENZA - Mostra di arte contemporanea L’Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali (ISCaPI) ha organizzato, in collaborazione con l’assessorato alle Attività economiche e produttive del Comune di Cosenza, una particolare mostra di arte contemporanea ad opera di Liliana Ursino - pittrice argentina molto conosciuta a apprezzata nel suo Paese – dal tema “Dalla Patagonia alla Calabria, alla ricerca dei Miei antenati”. La mostra è stata inserita nel ricco e variegato programma della Fiera di San Giuseppe 2009 che si terrà a Cosenza dal 14 al 19 marzo (che avrà come tema la Creatività e l’Innovazione), in concomitanza ad altri significativi appuntamenti culturali che animeranno l’ appuntamento cosentino. Sarà, dunque, la Casa delle Culture, sita nel meraviglioso centro storico cittadino, ad ospitare l’esposizione fino al 17 marzo, subito dopo la conferenza stampa di presentazione della Fiera.

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Il 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. LAMEZIA T. (Cz) - “Festa della primavera”, festa La Cia, Confederazione italiana agricoltori, sede provinciale di Catanzaro, organizza la festa della primavera “Vivere la Campagna”. Programma: Masseria I Risi - Lamezia Terme, oggi,ore 10.00, conferenza stampa di presentazione della kermesse "Festa della primavera - Vivere la campagna"; il 20 marzo, ore 10.30, inaugurazione della manifestazione. Visita guidata all’azienda e agli stands; ore 11.30, conferenza stampa, presentazione Op “Piante e fiori di Calabria”; ore 13.30, pausa pranzo; ore 15.30, assemblea annuale dei dirigenti e dei quadri della confederazione italiana agricoltori "Agricoltura: Emergenza totale! Subito provvedimenti per il settore."; ore 17.00, esibizione equestre a cura dell’associazione Ippica Lametina; il 21 marzo, ore 9.30, festa dell’albero alla presenza delle scolaresche; ore 10.00, percorsi didattici e prove dimostrative di innesti, lavorazione del latte, realizzazione di cesti, mascalcia ed altro; ore 10.30, convegno su: "Stop alle frane: valorizzare il ruolo degli agricoltori nella difesa del territorio."; ore 13.00, pausa pranzo; ore 15.30, alimentazione e salute - a cura dell’Asp di Cz; ore 16.00, recita di poesie sulla primavera a cura delle scolaresche; ore 17.00, spettacolo folkloristico; il 22 marzo, ore 10.30, cerimonia di premiazione: premio fedeltà alla Cia; premio agricoltore “Sentinella” del territorio; premio “Amici dell’agricoltura” per personalità del mondo del giornalismo e dello spettacolo; ore 13.30, pranzo con le specialità della cucina calabrese secondo le ricette del prof. Ottavio Cavalcanti; ore 15.30, manifestazione di pesca sportiva; ore 16.30, manifestazione equestre; ore 19.00, chiusura manifestazione. Nel corso dell’intera kermesse nei padiglioni espositivi saranno allestiti stands di prodotti tipici e di qualità a cura delle aziende della Confederazione Italiana Agricoltori; piante, fiori e mostra pomologica, a cura della Op “Piante e fiori di Calabria”; mostra avicola di razze pregiate, a cura dell’istituto professionale per l'agricoltura di Soveria Mannelli; mostra di materiale informativo sulla manutenzione del territorio a cura dei Consorzi di Bonifica della Calabria; esibizione di gruppi cinofili; esposizione ornitologica.


28 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“45 giri di parole di parole d’amore” con Lunetta Savio e Paolo Bessegato nella Città della Piana

Scott Henderson a Lamezia Terme IL CARTELLONE

Concerto di Gianni Morandi nel mese di maggio a Maida

LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore”il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze” il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Wesker il 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lamezia-terme.cz.it,www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - Al Cavallino bianco Serata di musica live con il gruppo etnico popolare Terra di calabria venerdi 20 marzo ore 21.30 al Cavallino bianco di Lamezia Terme, via col. cassoli tel. 0968 - 200179 cell. 338.3730018. Dopo la mezzanotte spaghetti gratis per tutti i presenti. LAMEZIA T. (cz) - Concerto Scott henderson trio Il 21 marzo, ore 21.00, presso il Politeama, concerto Scott henderson trio by Lamezia jazz. Scott Henderson, chitarra; John Humphery, basso; Alan Hertz, batteria. Ingresso: euro 25, posto libero. Info: 0968/442864 - 339/8309044.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzo sempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaioalle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 339/8309044; bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Inaugurazione circolo IdV Italia dei Valori cresce anche a Lamezia Terme. E' stato formato in città un circolo IdV, che conta già più di cento componenti, presieduto da Lucio Ferraro. L'inaugurazione ufficiale del circolo, alla presenza del commissario provinciale Matteo Caridi e del segretario regionale Aurelio Misiti, che insieme a Ferraro nelle ultime settimane ha lavorato al radicamento di IdV nella città di Lamezia, è fissata per il prossimo 22 marzo alle ore 10.30 presso la sala consiliare di Sambiase.

LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro il 30 giugno 2009.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del

singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 info@400kc.eu caterina@400kc.eu carlo@400kc.eu. MAIDA (Cz) - “Giovedì Premiere” Warner Village Cinemas Due Mari rinnova l’appuntamento con l’iniziativa “Giovedì Premiere” e propone, sugli schermi del multiplex “Due Mari”, una speciale anteprima a scelta tra i migliori titoli in uscita nella settimana. Programma: il 19 marzo- la proiezione di “The International”, thriller mozzafiato con Clive Owen e Naomi Watts, -il 26 marzo- “Push”, il 2 aprile- “Io & Marley” film commedia che narra le vicende di un piccolo labrador adottato da una giovane coppia nell’attesa di avere un figlio, ed infine -il 9 aprile-, la proiezione del film “Duplicity”, spy story che vedrà il ritorno di Julia Roberts nei panni di un’affascinante spia industriale. Warner Village Cinemas Due Mari vuole così proporre l’opportunità a tutti i suoi spettatori di poter assistere in anteprima nazionale ed in esclusiva alla visione di tutte le principali pellicole dei grandi titoli in programmazione per il 2009. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 29

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Master in “Esperto in formulazioni alimentari dolciarie innovative” all’Università degli Studi Mediterranea

Luca Carboni al Teatro Cilea IL CARTELLONE

Prosegue la rassegna “Il teatro è vita” a San Pietro a Maida

REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconversazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Biblioteca, il 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 novembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro. REGGIO C. - Programma “Ambiente Giovane” Con il programma Ambiente Giovane l’Associazione Ambientalista Accademia Kronos Calabria intende coinvolgere i giovanissimi nell’attivismo ecologico. E lo fa attraverso incontri presso la Sala Consiliare della Circoscrizione di Santa Caterina, Vito e San Brunello, sita in Via Santa Caterina 10, il 19 marzo, a partire dalle ore 16,30. Nel corso degli incontri (rivolti a studenti della Facoltà di Agraria e degli Istituti tecnici ed agrari) saranno proiettati alcuni video realizzati dalla stessa Associazione, opportunamente presentati ed illustrati. Dopo il successivo dibattito tutti i partecipanti si trasferiranno presso Il Tipico (la cui sala riunioni è comunemente utilizzata dall’Associazione per le Assemblee dei Soci), dove potranno gustare alcuni dei più noti prodotti tipici locali. Sono state intanto programmate le prossime attività: domenica 22 marzo si terrà una visita a Pizzo Calabro e presso il Lago dell’Angitola, sempre con partenza alle 8,30 da Piazza Indipendenza. Nella Assemblea di programmazione si sono tenute le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo della Sezione reggina della Sede Regionale AK. Nuovo Presidente è stato eletto Giovanni Crocè, Vice Presidente è stata confermata Angela Agostino Zangari, Segretario Demetrio Calafiore, Responsabile Scientifico è stato riconfermato Angelo Vazzana, Consigliere Delegato per Villa San Giovanni Moreno Caricato, ed infine Consigliere Delegato di AK per la Spagna Alessandro Gioffrè d’Ambra. Antonio Pizzo, Presidente uscente, è stato eletto all’unanimità Presidente Onorario. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio: giovedì 19, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro giovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, presentazione programma

socio-culturale per stranieri (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs). REGGIO C. - Master in formulazioni alimentari E’ stato presentato presso Il Rettorato dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, il master in ”Esperto in Formulazioni Alimentari Dolciarie Innovative”. La domanda per l’ammissione al master potrà essere presentata entro il 19 marzo. Cinque dei sette partner che hanno reso possibile la realizzazione del Master fanno parte dell’Associazione Produttori Torrone Artigianale di Taurianova (l’Associazione, si ricorderà, nasce nel 2006 con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Taurianova guidata dal Sindaco Rocco Biasi). La figura professionale che si intende formare dovrà essere in grado di contribuire all’introduzione, nell’ambito del settore dolciario, di nuove tecnologie e processi innovativi che non alterino la qualità dei prodotti ma ne migliorino gli aspetti strettamente correlati alle formulazioni ed anche gli aspetti funzionali. L’ esperto formato sarà in grado di comprendere ed analizzare le tendenze del mercato per il settore della pasticceria e della gelateria artigianale, nonché il quadro normativo vigente richiesto per la certificazione di qualità ed il controllo della sicurezza alimentare. Gli esperti, oltre a trovare sbocchi occupazionali diret-

ti, saranno anche in grado di fornire consulenza a proprietari delle imprese del settore. Il corso è rivolto a 25 giovani laureati da non più di 18 mesi, con voto di laurea non inferiore a 100/110; età non superiore a 27 anni, con status di inoccupato o disoccupato al momento di presentazione della domanda da mantenere per tutta la durata del percorso formativo. I partecipanti al corso riceveranno un voucher di 500 euro al mese per i residenti in Calabria e di 1.000 euro al mese per i residenti in altre regioni. Il corso avrà inizio nel mese di aprile 2009 e terminerà nel mese di ottobre 2009 e sarà articolato in: 400 ore di didattica assistita, di cui 360 frontali presso la Facoltà di Agraria di Reggio Calabria e 40 in formazione a distanza; 600 ore di project work - stage aziendale. REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per informazioni consultare il sito internet: www.essemmemusica.it. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frassati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (Associazione Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (Dipartimento Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 28 marzo 2009 “Fra-Intendimenti…D’Amore” di Davide Cavuti con Nathalie Caldonazzo ed Edoardo Siravo; 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “Concerto del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito.


30 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

Scopelliti: "Regione delegittimata" Il sindaco di Reggio ospite a un convegno all'università di Roma di Alessandro Caruso ROMA - "Io non sono il presidente e non lo sarò, però credo in Calabria bisogna attuare una serie di percorsi che sono legati alla programmazione e alla pianificazione", a dirlo è Giuseppe Scopelliti, sindaco di Reggio Calabria e probabile candidato alla presidenza della regione per il centro-destra. La sua è una risposta a chi chiede nuove soluzioni per risolvere i tanti problemi che affliggono la Calabria. Parlare di questi mali è stato lo scopo del convegno, a cui il sindaco di Reggio Calabria ha partecipato, organizzato a Roma mercoledì scorso dai ragazzi di Azione Universitaria, il movimento giovanile legato ad Alleanza Nazionale, all'università La Sapienza. Un'occasione che ha preso spunto dal libro del professor Mauro Francesco Minervino, anche lui tra i relatori, "La Calabria brucia", che racconta i drammatici volti di una regione che brucia per via degli incendi, ma anche a causa di intrecci malavitosi che spesso si innestano nella gestione del potere politico e del controllo del territorio. Il sindaco Scopelliti ha le idee chiare, vuole un cambiamento e sa che

La situazione dei commissariamenti è drammatica anche perché rappresenta una delegittimazione della politica, però è anche vero che c'è una condotta, quella della regione, che fa finta di non comprendere che è stata delegittimata nei fatti servono "scelte coraggiose e in alcuni casi drastiche", ma anche idee e proposte, come il ponte sullo stretto e il federalismo fiscale. D: Ogni anno assistiamo a questo drammatico rituale degli incendi boschivi. Sono di natura dolosa e colposa. Secondo lei cosa si dovrebbe fare per arginare questo fenomeno? R: Innanzitutto far crescere la

Giuseppe Scopelliti intervistato a Roma all'università La Sapienza

cultura del rispetto dell'ambiente, che è uno dei limiti forti che c'è nella nostra regione. E poi è necessario intervenire in maniera incisiva nella prevenzione. In questo senso è inevitabile rivedere l'aspetto organizzativo, partendo dalla protezione civile e arrivando a quelle che devono essere considerate le competenze e le responsabilità della regione. D: Spesso si parla di regia occulta degli incendi e non solo di atti a opera di squilibrati o teppisti. R: Credo che qualcosa di vero ci sia. Proprio per questo si dovrebbe dedicare maggiore attenzione e maggiori risorse al monitoraggio del territorio, per rendere possibile la gestione di questo fenomeno. D: Minervino nel suo libro parla di disprezzo e odio che i calabresi nutrono per la loro terra, per la natura, per i beni pubblici, e anche di una Calabria che rifiuta le regole e la razionalità condivisa. Lei come commenta queste affermazioni? R: Credo che ci siano degli elementi di verità in queste affer-

mazioni, ma questo nasce da quelle che sono state delle evidenti situazioni di malgoverno e di cattiva gestione della cosa pubblica. Automaticamente se gli esempi sono questi è chiaro che si generi questa forma di distacco rispetto a quello che è il bene prezioso della nostra comunità e del nostro territorio. Allo stesso tempo ho registrato che si sta anche vivendo in Calabria una situazione nuova e diversa dove la gente comprende e capisce molto bene che tutto ciò che è fuori dalle nostre mura domestiche ci appartiene e va rispettato e salvaguardato. D: Dalla relazione di Bertolaso, dopo i gravi dissesti idrogeologici, è venuta fuori una situazione allarmante, per cui è stato anche chiesto in Parlamento il commissariamento della protezione civile calabrese. Secondo lei dove si è sbagliato e, se lei fosse il presidente della regione Calabria, come penserebbe di intervenire? R: La situazione dei commissariamenti è drammatica anche perché rappresenta una delegittimazione della politica,

però è anche vero che c'è una condotta, quella della regione, che fa finta di non comprendere che è stata delegittimata nei fatti, non soltanto nella forma. Io non sono il presidente e non lo sarò, però credo in Calabria bisogna attuare una serie di percorsi che sono legati alla programmazione e alla pianificazione. Ma il problema vero è che la programmazione comporta delle scelte, spesso anche coraggiose, e che evidentemente tale coraggio fino ad oggi è mancato. Noi a Reggio siamo attraversati da almeno sette fiumare. Dal governo Berlusconi abbiamo avuto dei finanziamenti perchè la nostra è una città a rischio dove la cementificazione selvaggia è cresciuta negli anni, come lo sperpero dell'abusivismo e della connivenza tra politica, mafia e sistemi occulti. Il problema è che oggi siamo anche chiamati a pagare le responsabilità di un tempo in cui la politica in cambio di voti e mazzette era disponibile a offrire opportunità. D: Ha citato l'abusivismo. Bertolaso ha anche parlato di edifici abusivi che hanno reso dif-

ficile l'intervento della protezione civile. Ritiene soddisfacenti le politiche nazionali e regionali che fino ad oggi sono state attuate in questa direzione? R: Assolutamente no, questo è uno di quei campi in cui bisogna avere il coraggio di fare scelte, anche drastiche. Ad esempio l'abbattimento di queste strutture che sono un rischio per il territorio e per le persone o la sanatoria di ciò che è sanabile. Mi rendo conto che non è facile. D: Cambiamo argomento. Si sta riparlando del ponte sullo stretto. È convinto dell'opportunità di questa grande opera? R: È una grande opportunità per il nostro territorio perchè farebbe ripartire l'economia del Mezzogiorno. Ci mette al passo con i tempi e allo stesso tempo costringe i governi a realizzare altre opere connesse al ponte. Penso al miglioramento della statale 106, all'alta velocità e al completamento dell'autostrada. Per noi si tratta di un'opportunità per diventare competitivi con le altre regioni del Paese, ciò significa che anche la Calabria si metterebbe al passo con il nuovo federalismo. D: A proposito del federalismo fiscale in molti in Calabria ritengono che sia una riforma destinata a impoverire le regioni del Sud e si stupiscono di come i vari parlamentari meridionali abbiano votato a favore in Senato. R: Questa è la conseguenza di una campagna di comunicazione, fatta dal centro-sinistra in una prima fase, salvo poi essere accondiscendente su alcune questioni. La battaglia federalista è nata proprio su istanza del centrosinistra e oggi si sta solo dando corso a quella riforma costituzionale del 2001. C'è la necessità di andare avanti. Credo che questa rappresenti un'altra grande sfida per i nostri territori e la possibilità di farci uscire fuori da questi contesti di provincialismo D: Tremonti sta parlando anche della creazione di una Banca per il Sud. Che ne pensa? R: È un'altra grande opportunità che noi dobbiamo essere bravi a saper cogliere, sfruttare, sviluppare e promuovere sempre di più.

Il libro del professore calabrese è un'opera di grande significato sociale

Minervino e la sua Calabria che brucia nell'indifferenza ROMA - Il convegno a cui ha preso parte il sindaco Scopelliti ha preso spunto dal libro del professore Minervino "La Calabria brucia". "Si bruciano i boschi secolari, si brucia la Sila, il Pollino, l' Aspromonte. Si bruciano i parchi nazionali e le oasi naturalistiche da cui dovremmo, si dice ipocritamente, saper trarre opportunità di sviluppo per un turismo sostenibile. Qui la tragedia della natura è il seguito

degli altri disastri d'una democrazia senza qualità, degenerata in oclocrazia, governo caotico d'una massa disordinata e priva di regole", descrive così la sua terra il professor Mauro Francesco Minervino, docente di Antropologia all'università di Cosenza. Una regione debole e indebolita sempre di più dai comportamenti dei suoi cittadini, dalle orecchie da mercante della politica e dalla grave calamità

rappresentata dalla criminalità organizzata. La sua denuncia è la più recente testimonianza di una realtà che molte volte viene raccontata ma non sempre affrontata e cambiata. Uno scenario drammatico che non trova neanche troppa visibilità sulle cronache nazionali, pur essendo una delle pagine più difficili e contraddittorie del nostro Belpaese. A.C


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 31

APPROFONDIMENTI

Basta con il disfattismo Scopelliti fa un'iniezione di fiducia al popolo calabrese di Alessandro Caruso ROMA - "Loiero parla un linguaggio antico, perché si lamenta delle situazioni esistenti in Calabria senza proporre nulla di nuovo. Eppure nel nostro sistema politico i tanti soldi che hanno le regioni sono lo strumento per cambiare, ma ciò non si può fare nell'emergenza, bensì con la progettualità", a dirlo è il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti da Roma, dove ha partecipato ad un convegno dal titolo "La Calabria brucia nell'indifferenza", organizzato mercoledì scorso dai giovani di Alleanza Nazionale all'università di Roma "La Sapienza". Nelle sue parole si legge una sfida del nuovo contro il vecchio, ma non solo. Un messaggio di fiducia e di speranza, fondato non tanto sulla solita illusoria demagogia per persuadere la gente, ma su un nuovo modello politico: la politica del fare. "Nella mia città abbiamo messo in campo la politica del fare. C'è una Calabria che brucia, è vero, ma anche una Calabria che risorge". Lo spunto della sua disquisizione è il libro del professore Minervino, anche lui tra i relatori del convegno, "La Calabria brucia", che denuncia i pur esistenti mali artificiali che hanno posto, e pongono ancora oggi, un freno all'emancipazione economica, sociale e culturale della Calabria. Ma Scopelliti se la prende con il disfattismo imperante e con la comunicazione convenzionale, che troppo spesso trova ispirazione nel perpetuare il mito di una Calabria arretrata, sottosviluppata, inerme e in ginocchio, mortificando lo spirito di inziativa di tanta gente che si impegna in molti campi per superare questi luoghi comuni. "È sbagliato - dice il sindaco -

fare l'errore che ha fatto qualche giornalista di Repubblica quando scrive che ci sono città come Reggio Calabria in cui un cittadino su due è coinvolto a vario titolo in attività criminali. Non è così. Al di là di questo ritengo che il messaggio che dobbiamo cercare di recu-

"Nella mia città abbiamo messo in campo la politica del fare. C'è una Calabria che brucia, è vero, ma anche una Calabria che risorge" perare e di rendere vivo e attivo è che l'impegno nostro deve essere quello di guardare in prospettiva il futuro della Calabria e ciò che possiamo fare per la nostra comunità". Cita quei giornalisti, come Gian Antonio Stella, inviati a Reggio apposta per fare servizi che evidenziano le negatività e si sorprende di come non si sia analizzato con attenzione i recenti dati di Eurispes, che attestavano all'80% il grado di fiducia che i giovani di Reggio hanno nel loro sindaco: "Oltre alla mia soddisfazione personale questa è una conferma che non tutto è marcio in Calabria. Perché se l'80% dei giovani ha fiducia nel suo sindaco vuol dire che si riconoscono nell'istituzione che rappresenta lo Stato e di conseguenza rifiutano l'antistato, cioè la ‘ndrangheta". Ha moderato l'incontro Piero Cavallo, studente calabrese e

Il tavolo del convegno organizzato a Roma dai giovani di AN

dirigente nazionale di Azione Universitaria, che si è posto sulla stessa lunghezza d'onda di Scopelliti: " Finalmente - ha detto - si è parlato in modo costruttivo pensando al futuro della Calabria, una regione martoriata dal clientelismo e dalla cattiva abitudine di nascondersi dietro i problemi. Si è convenuto che l'unico modo di sconfiggere definitivamente

la criminalità è quello di approcciare i problemi del territorio in modo positivo coinvolgendo nel processo di rinnovamento ogni singolo cittadino, perché nessun grande miglioramento sociale può avvenire se non con una forte spinta della base". Ha partecipato all'incontro anche il magnifico Rettore della Sapienza, il prof. Luigi Frati, il quale ha elogiato la co-

munità studentesca calabrese, presente in gran numero nel suo ateneo: "Senz'altro quella calabrese è una comunità studentesca fatta di studenti attenti all'importanza della propria preparazione, rispettosi delle regole e delle istituzioni e contrari alle occupazioni illegittime delle aule poiché sottraggono ingiustamente spazi alla collettività".

Caparbietà, capacità e passione, le ricette del successo del giovane reggino

Dal Fronte della Gioventù a Sindaco di Reggio Calabria ROMA - Giuseppe Scopelliti oggi è considerato uno dei nuovi volti della politica calabrese e nazionale, entrato a far parte del gotha dei migliori amministratori italiani e molto amato e apprezzato soprattutto dai giovani. Il suo particolare feeling coi giovani gli è dato innanzitutto dalla sua fresca età, è del 1966, ma anche dalla sua lunga esperienza nelle file del Fronte della Gioventù, l'organo giovanile del Movimento Sociale Italiano, in cui ha militato per molto tempo e di cui nel 1993 è stato anche eletto segretario nazionale. È laureato in Economia e Commercio, ma la sua carriera si è sempre articolata nell'ambito politico, in cui ha dimostrato sempre grande abilità e forte passione. Nell'aprile del 1995 la sua prima elezione. Si candida alle elezioni per il Consiglio regio-

lista di An, assume l'incarico di Assessore al Lavoro e alla Formazione. Nel maggio del 2002 Scopelliti accetta di candidarsi a Sindaco di Reggio, la sua città natale, e vince le elezioni diventando, pertanto, il secondo Sindaco di Reggio eletto direttamente dal popolo. Nel 2004 è stato nominato nell'Esecutivo Nazionale del Partito di Alleanza Nazionale. Con le Elezioni Amministrative del 27 e 28 maggio 2007, è stato rieletto Sindaco della Città di Reggio Calabria, votato dal 70% dei cittadini, la più alta percentuale d'Italia, con 83.418 voti. Nel Giugno 2008 è stato nominato Vice-Presidente dell'ANCI (Associazione Nazionale Comuni d'Italia) e nel 2008 è stato riconfermato nell'Esecutivo Nazionale di AN.

Nel 2007 è stato rieletto Sindaco della Città di Reggio Calabria, votato dal 70% dei cittadini, la più alta percentuale d'Italia, con 83.418 voti nale calabrese, risultando il primo eletto nella lista di Alleanza Nazionale. L'assemblea regionale lo elegge Presidente del Consiglio Regionale, carica che ricopre per tutta la legislatura. Rieletto Consigliere Regionale il 16 aprile 2000 nella

Giuseppe Scopelliti

A.C


32 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

I numeri del GF9, l’Italia è allo specchio Tra hostess manifestanti, rom clandestini, maggiorate saltellanti e cene al buio organizzate da non vedenti, il Grande Fratello 9 sta disintegrando tutti i record. Perché loro siamo noi di Ludovico Casaburi ROMA - Nove anni di successo incontrastato. Tra storie d'amore più o meno vere, litigi, scontri, parolacce, incomprensioni, amicizie simil-eterne che poi si sgretolano una volta fuori dalla celeberrima "casa", spiate e spioni, alleanze e colpi bassi. Da nove anni, da nove edizioni, il Grande Fratello, il reality show più amato e al contempo più odiato della televisione italiana, è sulla cresta della popolarità. I suoi concorrenti dividono e divertono gli italiani, noto popolo di guardoni impuniti, le storielle create ad arte - ma non c'è nulla di fittizio, assicurano gli autori - fanno discutere milioni di famiglie. E il "GF", come lo chiamano i suoi fan, macina share. Il padre di tutti i reality, che prende il nome dal personaggio che tutto vede e tutto sa del grande romanzo "1984" di Geo rge Orwell, esordì in Italia il 14 settembre dell'anno 2000: dieci ragazzi, dieci piccoli indiani, rinchiusi per 100 lunghi giorni in un open space di un migliaio di metri quadrati persi nella periferia brulla di Cinecittà, spiati 24 ore su 24 da decine di telecamere, pronte a cogliere ogni dettaglio, ogni piccola crisi, ogni minuscola gioia, ogni esagerazione, ogni intimità dei partecipanti. Un esperimento sociologico, vene definito allora. Oggi, a nove anni di distanza, di

sociologico il Grande Fratello non ha più nulla. I ragazzi che vi partecipano lo sanno, e danno il meglio (o il peggio) di sé per apparire come il pubblico li vuole. O li vorrebbe. Spudorati, sfacciati, sempre rigorosamente sopra le righe. Gli autori ci marciano, li selezionano così. Del resto, siamo noi a volerli così. E

I concorrenti del GF danno il meglio (o il peggio) per apparire come il pubblico li vuole. Spudorati, sfacciati, sempre sopra le righe. Gli autori ci marciano, il pubblico li premia Il calabrese Gerry Longo ai provini per il GF9. Gerry, tra i più amati dal pubblico, è non vedente

il format di matrice olandese non sembra conoscere crisi di ascolti. L'edizione di questo 2009, in particolare, pare inarrestabile. Il GF9 ha una media di ben 6 milioni e 620mila spettatori a puntata, con uno share del 30,1 per cento sul cosiddetto target commerciale - quello cioè più importante per gli inserzionisti che comprano gli spazi pubblicitari - oltre due punti in più delle ultime due edizioni. La puntata andata in onda lo scorso 9 mar-

zo ad esempio, ha inchiodato davanti al teleschermo 6 milioni e mezzo di telespettatori, cifra equivalente a poco più del 29 per cento di share, con picchi che hanno raggiunto 8 milioni e 700 mila spettatori e ben il 42 per cento delle tv sintonizzate su Canale 5, rete che ha evidentemente vinto la sfida con le concorrenti nel prime time. E quello appena citato non è neppure il record assoluto del Grande Fratello 9 (quello intoccabile resta legato alla prima edizione

l'intoccabile format ideato da John De Mol e Paul Romer. Mediaset rispose picche, e il giornalista rassegnò le dimissioni dalla rete. Numeri a parte in ogni caso, il Grande Fratello sin dagli esordi porta con sé la madre di tutti gli aggancia-audience: la polemica, ovvero il segreto del suo successo. Nella prima edizione furono i sospetti sulla possibile "prescrittura" degli eventi che via via avevano luogo nella casa:

tori il GF ne conta ben nove, allora questi scrittori cosa scrivono? La risposta è semplice: gli autori fanno si che i concorrenti si mettano in contrapposizione o che leghino tra loro, a seconda del caso. Sono dei disturbatori di quiete, per dirla banalmente, provocano emozioni nei soggetti all'interno della casa in modo tale che essi reagiscano. Se bene o male, poi, lo scelgono i ragazzi. Ed ecco allora l'inattesa telefo-

per definizione, i reality dovrebbero essere l'esatto opposto di una "fiction", e dunque senza copione. Qualcuno arrivò addirittura ad individuare nel telecomando di uno dei condizionatori dell'appartamento del GF un qualche tipo di trasmittente che avrebbe consentito ai concorrenti di mettersi in contatto con gli autori del programma, che prontamente avrebbero suggerito agli "attori" la battuta giusta o il registro adeguato da utilizzare. La domanda nasce spontanea. Ma se gli autori del programma non scrivono le battute, e di au-

nata del parente lontano che turba un concorrente particolarmente sensibile, piuttosto che il giochino idiota che però subito mette in competizione i due maschi "dominanti" del branco. Provocazioni. «Lavoriamo continuamente su varie ipotesi di "disturbo"», dice Andrea Palazzo, coordinatore del gruppo fina dalla prima edizione. «Passiamo il tempo a dirci: se quel concorrente si comportasse così, allora potrebbe accadere questo. E poi quale sarebbe il passaggio successivo? E così via. >segue>

Il GF9 ha una media di ben 6 milioni e 520 mila spettatori a puntata, con uno s h a re del 30 per cento sul target commerciale, quello cioé più importante per gli inserzionisti pubblicitari

Alessia Marcuzzi, padrona di casa al Grande Fratello dalla sesta edizione

del 2000, quando l'ultima puntata toccò i 16 milioni di telespettatori): nella puntata di un mese prima infatti, esattamente alle 21 e 48 minuti il GF aveva raggiunto quota 10 milioni e 127 mila spettatori, toccando il 47 per cento di share. Televisivamente parlando, uno sproposito. Uno sproposito che quella sera, quella del 9 febbr aio 2009 , quella della tragica morte di Eluana Englaro, costò il posto a Enrico Mentana, che in nome della notizia chiese a Mediaset di andare in onda con il suo programma "Matrix" proprio in prima serata, proprio al posto del-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 33

APPROFONDIMENTI

Come polverizzare un re c o rd dopo l’altro

Su centosessantamila provinati, appena l’un per cento diventa concorrente. Tutte le regioni italiane hanno almeno un rappresentante, tranne il Trentino. E il GF vanta anche una nipotina ROMA - Nei nove, trionfali, anni di messa in onda, il Grande Fratello ha provinato la bellezza di 165mila persone in giro per la Penisola. Di queste migliaia di potenziali inquilini della casa più famosa della televisione, per l’edizione attualmente in corso si sono presentati in 15mila, a testimonianza della sempre crescente “voglia matta” di trovare nel GF quei quindici minuti di notorietà a cui tutti, ma proprio tutti aspiriamo. Peccato che solo in 160, e dunque appena l’1 per cento del totale, sono riusciti nell’impresa di diventare concorrenti. A guardarla geograficamente, la composizione del gruppone di concorrenti del Grande Fratello si suddivide in maniera piuttosto omogenea. Tutte le regioni italiane, infatti, ad eccezione del Trentino Alto Adige, possono vantare almeno un concorrente che abbia messo piede nella celebre casa. La regione più rappresentata è il Lazio, che conta ben 24 concorrenti nelle 9 edizioni (con una media dunque di 2,6 presenze per edizione); il Lazio è seguito dalla Lombardia, che invece ha “donato” al Grande Fratello 18 suoi personaggi, e quindi dalla

Toscana con 15 rappresentanti. Durante il Grande Fratello si sono formate 19 coppie: di queste storie d’amore addirittura quattro sono ancora in piedi, con due coppie arrivate a pronunciare il fatidico “si”. La piccola Matilda, nata dall’unione dei concorrenti Ascanio Pacelli e Katia Ped rotti

(concorrenti della quarta edizione del GF), è l’unica “nipotina” del Grande Fratello italiano. L’edizione in corso è invece quella con più concorrenti in gara, ben 25, entrati nella casa

alternativamente. Le puntate di prime time andate in onda dal 14 settembre del 2000, data della prima puntata del GF1 condotto da Daria Bignardi, sono 124, per un totale di 433 ore di

>segue> E così via. Facciamo catene di ipotesi. Poi, man mano che il programma procede impariamo a conoscere i partecipanti e le nostre ipotesi diventano sempre più attendibili». Un lavoro mica d a ridere, la pr ev eg genza. «L’impegno da questo punto di vista è totale, è un lavoro sicuramente divertente ma anche molto faticoso. Qui dentro ci perdi la vita». Tutto ciò perché, e ffettivamente, nessuna sceneggiatura potrebbe mai essere così imprevedibile quanto la vita stessa dei concorrenti. «Non sarebbe efficace - prosegue Palazzo - come quella che sviluppano attraverso le esperienze di vita prima dell’ingresso nel gioco, quel serbatoio che alimenta le loro interazioni e af-

finità. Tutto accade all’interno di una casa pensata per garantire che i rapporti possano accendersi e avere anche un decorso di un certo tipo». Nulla, insomma, è comunque lasciato al caso. Gli autori ogni edizione pensano alle caratteristiche che dovrà avere la casa - il cui progetto ogni anno si sviluppa secondo un tema diverso, quest’anno ad esempio è la bioarchitettura insieme alla scenografia. E cosa più importante, devo comporre un cast vincente di concorrenti: un lavoro che comincia appena un mese dopo la proclamazione del vincitore dell’edizione precedente. Fondamentale per la riuscita del prog ramma è costituire una “classe” di partecipanti di livel-

lo. Un livello da Grande Fratello. Le selezioni ora avvengono anche tramite scouting nelle discoteche, nei centri commerciali e negli stabilimenti balneari.

Per arr i v a re a scegliere i 25 concorrenti di questa edizione 2009 del Grande Fratello, sono state esaminate oltre 15mila persone La regia video del Grande Fratello. Ogni giorno vengono catalogate e archiviate tutte le azioni degli inquilini della casa

I concorrenti del GF9 all’opera in cucina

diretta tv. I telespettatori dalla prima serata a oggi sono stati circa 900 milioni, che hanno seguito oltre 19 mila ore di diretta sui canali satellitari che via via si sono succeduti nell’ospitare il

reality (la piattaforma Stream prima, e Sky poi). L’ e d i z i o n e del Grande Fratello 2009 ha una media di share del 30,1 per cento e 6 milioni e 620 mila telespettatori. Lu.Cas.

«Niente sceneggiature, ma nulla è lasciato al caso: la casa stessa è pensata in modo tale da favorire opposizioni e affinità tra i concorrenti del GF» La maggiorata Cristina in teneri atteggiamenti con il playboy Gianluca

Luoghi che pullulano di persone normali. L’ultima trovata è l’autoprovino via internet. Per arrivare ai 25 concorrenti dell’attuale edizione sono state esaminate oltre 15 mila persone, ma lo sforzo profuso ha dato, eccome, i risultati sperati. Pensate a Daniela Martani, la hostess Alitalia balzata agli onori delle cronache proprio a causa del doppio ruolo di “volto simbolo della protesta” e di inquilina della casa più famosa. Oppure a Ferdi Berisa, il rom montenegrino arrivato da clandestino in Italia all’età di 9 anni, o a Cristina Del Basso, la maggiorata ricorsa alla chirurg i a estetica per portare la sua quarta misura a una più “televisiva” sesta... oppure al calabrese Gerry Longo, il primo non vedente della storia del reality.

Questi ragazzi hanno conquistato, da subito, il pubblico italiano; e con esso, anche la palma dell’ensemble più trash della televisione italica. Spazzatura o no, comunque, la gente ne parla, è agganciata fortissimamente alla realtà che gli inquilini del GF rappresentano, ne discute, parteggia ora per uno, ora per l’altro. Questa, banalmente, è la chiave del successo del Grande Fratello. Dunque, se le prime edizioni, come detto, facevano leva più sull’aspetto voyeuristico, «ora il programma è andato per nostra volontà verso un’altra direzione», aggiunge l’autore Andrea Palazzo. «Teniamo molto presente l’attualità, e mai come quest’anno abbiamo dovuto tenere le antenne dritte. Ma chi dice che la tra-

smissione è trash, credo che possa essere considerato snob. I giovani della casa parlano un linguaggio molto più reale, autentico e attinente con la vita reale di tante altre cose che si vedono in tv e sono spacciate come reality». Il prossimo anno, decimo anniversario del format che ha fatto un’epoca della tv, sarà un anno importante: «Vorrei grosse novità - conclude Palazzo - e vorrei aprire ancora di più gli orizzonti, contaminare il programma con nuove culture ed esperienze di vita. Non posso dire altro, ma stiamo lavorando a cose davvero interessanti e innovative. Ma prima vediamo come andrà a finire il GF9, mancano ancora tanti giorni all’alba». Detta così suona come una minaccia.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 35

SPECIALE STORIA

La Calabria e i primi segni di civiltà: la vertigine di un abisso lungo migliaia di anni di storia

Le prime tracce dell’uomo Il bos primigenius di Papasidero: un’opera d’arte del Paleolitico FILOSOFIA Terra antica e ricca di storia, la Calabria conserva le tracce della presenza dell’uomo sul suo suolo riportandoci al regno dell’Homo Erectus, capace di manifestarsi con la sua rudimentale industria litica: manufatti e utensili in pietra utilizzati per i più svariati motivi, dall’alimentazione alla guerra. Ma è alla fine dell’ultima glaciazione, tra 15.000 e 10.000 anni fa, ovvero in piena età Paleolitica, che si fa risalire la testimonianza più importante dell’attività antropica tra Jonio e Tirreno. Si tratta del famoso bos primigenius: una figura di toro incisa nella roccia all’interno della cosiddetta Grotta del Romito, nel comune di Papasidero. Questo splendido esempio di graffito rupestre fu rinvenuto nel 1961 e di esso oggi si conserva una riproduzione nel Museo Nazionale di Reggio Calabria. Il bos primigenius è una specie di grande bovino estinto, molto diffuso originariamente in Europa. Il nome scientifico originario dell’animale è una traduzione latina del termine tedesco Auerochse o Urochs, che venne interpretato (forse incorrettamente) alla lettera come “bue primitivo” o “protobue”. L'uro possedeva anche alcuni aspetti che si riscontrano raramente nei bovini moderni, come le corna a forma di lira ricurve in avanti, una striscia pallida lungo la spina dorsale e un dimorfismo sessuale nei colori del mantello. I maschi erano neri con una striscia color grigio scuro pallido o marroncina lungo la spina dorsale, mentre le femmine e i vitelli erano rossastri (questi colori si riscontrano tuttora in pochi bovini domestici, come i bovini di Jersey). Gli uri erano noti anche per il loro temperamento molto aggressivo e nelle culture antiche ucciderne uno era visto come un grande atto di coraggio. I bovini moderni sono divenuti molto più piccoli dei loro antenati selvatici: l'altezza al garrese di una vacca domestica di taglia media è di circa 150 cm, mentre l’uro raggiungeva mediamente i 175 cm di altezza. L’ultimo uro visto vivo, una femmina, morì nel 1627 nella foresta di Jaktorów, in Polonia. Il suo cranio venne in seguito sottratto dall'esercito svedese durante l’invasione svedese della Polonia (1655–1660) ed è ora proprietà del Livrustkammaren di Stoccolma. E gli uri sono rappresentati in molte pitture rupestri europee del Paleolitico, come quelle che sono state trovate a Lascaux e a Livernon, in Francia. Alla loro forza vitale erano attribuite qualità magiche e sono state ritrovate anche antiche statuette raffiguranti la loro forma. Gli uri, impressionanti e pericolosi, sopravvissero durante l’età del ferro in Anatolia e nel Vicino Oriente e in tutta quest’area vennero adorati come un animale sacro, il toro lunare, associato alla Grande Madre e, in seguito, a Mitra. Giulio Cesare scrisse di questi animali nella Guerra gallica al capitolo 6,28: «... la terza è la specie dei cosiddetti uri. Sono leggermente più piccoli degli elefanti, assomigliano ai tori per aspetto, colore e forma. Sono molto forti, estremamente veloci, non risparmiano né uomini, né animali che abbiano scorto. I Germani si danno molto da fare per catturarli per mezzo di fosse, e poi li uc-

cidono: i giovani si temprano e si esercitano in queste fatiche e genere di cacce. Chi ha ucciso diversi uri, ne espone le corna pubblicamente, a testimonianza della sua impresa, ricevendo grandi elogi. Non si riesce ad abituare gli uri alla presenza degli uomini, né ad addomesticarli, neppure se catturati da piccoli. Le corna, per ampiezza, forma e aspetto, sono molto diverse da quelle dei nostri buoi. Sono un pezzo molto ricercato, le guar-

niscono d’argento negli orli e le usano come coppe nei banchetti più sontuosi». Paolo Graziosi giudicò la rappresentazione calabrese del bos primigenius «una delle più belle ed importanti manifestazioni di tutta l’arte preistorica italiana». Gli studiosi sono comunque tutti concordi nel ritenerlo un mirabile esempio dell’arte dell’uomo preistorico ed hanno evidenziato il realismo dell’immagine e la sicurezza del tratteggio. Un particolare se-

gno visibile sul dorso dell’animale è stato interpretato come un rituale apotropaico, comune ai disegni e alle incisioni preistoriche: l’animale colpito o catturato sulla parete, sarebbe stato colpito o catturato veramente nel suo spirito, garantendo il cibo all’intera comunità. Nel Museo Archeologico di Reggio Calabria si può vedere il calco del graffito, mentre l’originale si ammira ancora nel sito in cui è stato eseguito.

Le pitture nelle caverne cultuali della prima età della pietra si ricollegano ai riti delle origini

La forza vitale e la potenza sacrale

Il toro ha sempre affascinato l’uomo fin dalle origini in quanto simbolo di una forza penetrante; pensiamo ai richiami astronomici, alle pitture nelle caverne cultuali della prima età della pietra, dove i buoi selvatici erano dipinti accanto ad altri animali importanti per la vita umana. Fin dalle origini il toro esprime forza vitale e potenza virile, anche se dal punto di vista simbolico le connessioni esoteriche sono molto più complesse. In ambito storico-religioso il ruolo del toro è importantissimo: intanto, per il culto legato alla fertilità, alla sua capacità riproduttiva; e poi non si deve dimenticare l’importanza delle sue corna che spesso lo ricollegano alla falce lunare.

Arte rupestre Le incisioni rupestri (dette anche petroglifi o graffiti) sono segni scavati nella roccia con strumenti appuntiti di vario genere, come una punta di roccia più dura a forma di scalpello, utilizzando una tecnica di picchiettatura, guidata o meno da un percussore o una punta metallica (tipo pugnale, di bronzo o di ferro), o usando una tecnica di raschiatura. Le figure formate da una fitta concentrazione di buchi, potevano essere ricoperte di sostanze coloranti. Si trovano incisioni rupestri ancestrali a partire da quando è comparso l’Homo sapiens, fino in epoca recente. In tutto il mondo solitamente si trovano in alpeggi da pascolo, vicino a fonti e a laghi. Rappresentano sia realtà della vita quotidiana pastorale e agricola, sia figure simboliche e fantastiche. L’interpretazione di queste figure è discussa e varia da quella magico-simbolica, legata a riti religiosi di tipo sciamanico, a quella di figure fatte prevalentemente per passatempo da pastori fermi a guardia di greggi che pascolavano nei dintorni o che si abbeveravano. Per l’osservazione il momento migliore è l’alba o il tramonto, a causa delle ombre marcate create dai raggi solari radenti, che le rendono più facilmente visibili.

Pagina a cura di

Francesco Pungitore


Pag. 36

Inserto speciale di annunci gratuiti, rubriche, compravendita, occasioni, secondamano

L’ANGOLO DELL’URBANISTA - La rubrica di Beniamino D’Errico

Calabria, lo sviluppo del territorio Nella rubrica curata dall’urbanista Beniamino D’Errico, si parla di: “Sistemi urbani e città in rete in Calabria. Fondi Strutturali Europei 2007-2013 (asse VII) per migliorare la competitività del territorio.” Le città rappresentano, oggi, in Calabria, i “fattori territoriali di sviluppo”, una grande opportunità per diventare competitivi e attrarre investimenti. A PAGINA 40

LE

AZIENDE INFORMANO

Il caseificio La Mozzarella

A PAGINA 37

VITA DI CONDOMINIO - Le risposte dell’Anaci

Impianto di riscaldamento, le spese Questa settimana nella rubrica “Vita di Condominio” a cura del direttore del Centro Studi Anaci di Catanzaro, Pietro Bullotta si parla di “Spese di gestione ordinaria del riscaldamento”. Il Codice Civile, la Corte di Cassazione e il regolamento condominiale sulle varie quote che spettano agli inquilini. A PAGINA 39

GASTRONOMIA

Casa Ligarò l’extra vergine calabrese

L i b re r i a M o n d a d o r i

A PAGINA 38

L’ARCHITETTO

Le piramidi tra storia e mistero “Le piramidi“ è l’argomento affrontato, questa settimana, dall’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti. Per l'Antico Regno, la costruzione di una piramide era un atto normale, rituale, di cui non ci si doveva vantare. Gli architetti dovettero risolvere problemi di grande difficoltà per tracciare basi quadrate di più di duecento metri, ottenere la perfetta orizzontalità degli strati di pietra a tutti i livelli, calcolare orientamenti precisissimi, risolvere il rompicapo della coesione delle masse perché le camere interne non fossero schiacciate, sistemare rivestimenti di pietra in cui blocchi di più di due tonnellate sono così ben posti che non si può quasi mai inserire uno spillo nella saldatura. A PAGINA 39

COMMERCIO

Twiga Resort Hotel un lungo week end di divertimento A PAGINA 38

CUCINA

Le ricette italiane dello chef Romeo

A PAGINA 43

per gli amanti d e l l a l e t t u ra a n c o ra p ro m o z i o n i . . . a pagina 38


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 37

LE AZIENDE INFORMANO CATANZARO Immerso nel verde, in località Siano SAN VITO Da oltre 50 anni l’attività della famiglia Rocca

All’agriturismo “Ai Reduci” Il caseificio “La mozzarella” solo sapori dalla tradizione le specialità a base di latte...

CATANZARO — L’agriturismo Ai Reduci è un’antica casa colonica completamente restaurata immersa nel verde a due passi da Catanzaro e dal Giardino Botanico della Pineta di Siano. Un locale caldo e accogliente, in grado di deliziare i palati più esigenti con cucina tipica della tradizione catanzarese ed un servizio impeccabile per serate divertenti e soprattutto tanta familiarità. La naturale propensione all'ospitalità e all'accoglienza dei titolari, la famiglia Pavone con i fratelli Saverio e Mansueto, e dello staff che vi lavora ha portato l’agriturismo a diventare in poco tempo un punto di riferimento per le specialità eno-gastronomiche locali. Ai Reduci vanta oltre 50 anni di attività, essendo nato nel 1955, come osteria. Dal 1990 i fratelli Pavone fanno rivivere i valori della tradizione, dei prodotti tipici e del mangiar sano scegliendo una nuova struttura e diventando

agriturismo. Specializzato nelle pietanze a base di carne, u morzeddu, salsicce e patate, i piatti a base di ortaggi di stagione, il pane fragrante fatto in casa, i salumi e gli eccezionali formaggi calabresi, i vini, i profumati ed eccellenti oli extravergine d’oliva, la pasta fresca e tante altre specialità. La cucina offre, inoltre, piatti senza glutine per le persone che soffrono di celiachia. Infatti un settore del laboratorio di cucina, rigorosamente controllato e certificato dalle autorità competenti, è dedicato a questa utenza. E’ adatto anche per festeggiare particolari ricorrenze.Si trova in via Sangue di Cristo in località Siano di Catanzaro ed è aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena. (pubbliredazionale) [Per info Tel. 0961-469761 e 333-7162528 www.agriturismoaireduci.it E-mail: info@agriturismoaireduci.it]

SAN VITO SULLO IONIO — Il caseificio la Mozzarella di Rocca Stefania è un'azienda a conduzione familiare che produce specialità a base di latte. Oltre 50 anni di esperienza per offrire prodotti di alta qualità. Il piccolo laboratorio e il punto vendita situati a San Vito, in località Picciotto, proprio per la caratteristica dimensionale e per il numero ristretto di persone che vi lavorano all’interno garantiscono più sicurezza e qualità. Il segreto dell'azienda familiare è il controllo meticoloso della linea di produzione, nel rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie, nell'esperienza dei maestri "casari", nella lavorazione dei prodotti. Addirittura la mozzarella viene ancora mozzata a mano come si faceva una volta. Quindi grande attenzione, pulizia e passione contribuiscono al-

la qualità del prodotto finale. Il segreto della bontà dei prodotti è nella sapienza delle mani del mastro casaro, e nella qualità degli ingredienti: il latte proviene esclusivamente dai pascoli di collina e di montagna della zona ed è accuratamente selezionato e rigorosamente controllato nei parametri chimici e microbiologici. La mozzarella è il prodotto di punta, ma l’elenco dei prodotti spazia dalle mozzarelle alle mozzarelle alla panna, con la rucola, ci sono le trecce, la scamorza, le provole, il caciocavallo, il provolone affummicato, i formaggi , la juncata, la formaela, il burro, i burrini, i cordoncini di provola, gli animaletti di provola, le ricotte d e la sfoglia di mozzarella ripiena. (pubbliredazionale) [Per info: 0967-96489]

BASSO IONIO A Badolato, Chiaravalle e Soverato SATRIANO In viale Europa, in contrada Laganosa

L’azienda “Bressi Carni” “L’Antico Forno Sfizioso” controlli rigorosi e qualità prodotti freschi e genuini

BASSO IONIO — Bressi Carni, azienda leader nel suo settore, specializzata nel commercio di carni e animali, macellazione conto terzi e sezionamento carni rosse e bianche. Le carni provengono da capi di animali rigorosamente controllati e selezionati sotto il profilo sanitario e igienico e per caratteristiche di qualità, che vengono ingrassati direttamente nella sede aziendale e sempre qui vengono macellati, sezionati e lavorati. La filiera viene completata con la distribuzione delle specialità gastronomiche, pronte per essere gustate, nei punti vendita a Badolato, Soverato e Chiaravalle. I prodotti spaziano dalle carni rosse a quelle bianche, con una vasta scelta tra carni bovine, ovine, suine, equine, pollame e conigli. Il reparto macelleria offre il taglio delle carni per le fettine, la carne macinata,

le costolette, i bolliti, gli ossobuco, la trippa e tanto altro ancora con la possibilità di scegliere anche carni bovine di chianina e la famosa carne argentina. Ma, oltre alla macelleria, ci sono anche i prodotti da banco, lavorati e già confezionati, pronti per essere cucinati. Senza dimenticare i salumi e gli insaccati già stagionati e preparati con il metodo e le ricette tradizionali, senza conservanti e coloranti, come il capicollo, la pancetta, la ‘nduja e altre specialità gastronomiche come i funghi, i sott’oli, le conserve, gli oli ed i vini. Tanta qualità a prezzi decisamente competitivi.(pubbliredazionale) [Info azienda 0967- 81421 Soverato 0967 - 521882 Badolato 0967 - 811552 Chiaravalle 0967 - 92616]

SATRIANO — L’Antico Forno Sfizioso sforna ogni giorno pane, biscotti, pizze e focacce, prodotti per la colazione e da forno seguendo le antiche ricette di un tempo e utilizzando gli ingredienti semplici e genuini della tradizione alimentare del territorio. L'obiettivo è di salvaguardare gli antichi sapori locali e le tradizioni gastronomiche tanto decantate dalla cultura della dieta mediterranea. E’ possibile scegliere oltre al pane fragrante, ai panini, ai biscotti anche gustose pizze da asporto e focacce, frese, crostini, taralli, crostate e torte. Ma è anche rosticceria, pasticceria, stuzzicheria e prodotti tipici. Sono tante le specialità da forno ideate dal mastro artigiano, e tutte sono rigorosamente realizzate con ingredienti naturali, sani e genuini del territorio calabrese. Per venire incontro al-

le esigenze di operai o studenti il locale è aperto dalle ore 6 e 30 di mattino fino alle 13 e 30 e dalle 16 alle 20. Il punto vendita è un’idea di Mimmo Palaia che ha costituito una giovane e dinamica azienda basata da una consolidata esperienza ultradecennale nella produzione di specialità da forno. Grande attenzione alla qualità nella selezione delle materie prime per ottenere la stessa qualità nella lavorazione del prodotto finale. All’Antico Forno Sfizioso c’è anche il reparto salumi ed alimentari, quello dei prodotti tipici e il frigo con le bibite fresche da consumare al momento. L’Antico Forno Sfizioso è a Satriano Marina in viale Europa contrada Laganosa, accanto la chiesa parrocchiale. (pubbliredazionale) [Per info: 340-5449862]


38 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LE AZIENDE INFORMANO CROPANI Lungo la statale 106 un nuovo stabilimento CATANZARO Per suggellare i momenti più belli

Casa Ligarò, l’extra vergine L’esperienza e la qualità della tradizione calabrese... della gioielleria “Megna” creazioni firmate a prezzi esclusivi. Entrando in questa gioielleria non si può che rimanere affascinati dalle incantevoli produzioni di: Comete, DonnaOro, Morellato, Osa, Mooby, Roberto Giannotti Angeli, Tentazioni Malù, UnoErre, Brosway, oltre che dalla vasta gamma di orologi Sector, Chronotech, Lotus, Citizen, Pierre Bonnet, Longines, Sweet Years, Casio, Lewi’s, Vagary, Dkny… e dai tanti altri marchi di qualità anche per bambini come Barbie e Action Man. Può anche capitare di incontrare faccie note, Vip come Francesco Arca o la bella Veronica Maya, la giovane conduttrice di “Verdetto finale” in onda su RaiUno che è stata accolta con grande affetto in un negozio che vale la pena di visitare. (pubbliredazionale) CROPANI — L’Olio extra vergine d’oliva è uno degli alimenti più importanti e salutari della dieta mediterranea. Casà Ligaro da sempre punta sulla qualità e sulla genuinità di tale alimento. Dai propri uliveti situati nella fascia costiera del Medio Jonio calabrese, grazie a un’attenta e scrupolosa attività agricola, rispettosa della natura, ottiene olive di primissima scelta. La molitura viene effettuata entro poche ore dalla raccolta all´interno di propri impianti, per cui tutto il ciclo produttivo, dalla terra alla bottiglia, viene effettuato sotto il rigoroso controllo di un’azienda che ha saputo farsi apprezzare anche all´estero. Il mondo scientifico è unanime nel sostenere che l’olio extravergine di oliva rappresenta un componente fondamentale di una dieta sana, corretta ed equilibrata. Ma l’olio extravergine di oliva è anche sinonimo di bontà, di prelibatezza, di rispetto della mi-

gliore tradizione gastronomica calabrese. A Casa Ligarò è possibile acquistare, nelle confezioni più adatte, alle necessità della famiglia o della ristorazione, l´olio extravergine, anche nella variante biologica. Inoltre, un’elegante sala di degustazione offre l’opportunita di apprezzare anche un’ottima linea di sott’oli: olive schiacciate col nocciolo, olive denocciolate, olive alla monacale, olive nere secche, peperoni arrostiti, patè di olive nere e verdi, armonia piccante, pomodori secchi, ortolana verde, bruschetteria. Casa Ligarò è sinonimo di fiducia, correttezza, qualità e convenienza. Visita il nuovo punto vendita realizzato a Cropani Marina, lungo la Statale Jonica 106. (pubbliredazionale) [Per info Casa Ligarò, Statale Jonica 106, Cropani Marina (Cz). Tel. 0961-935087 0961-961171 - www.casaligaro.it - E-mail: casaligaro@casaligaro.it]

CATANZARO — Una passione che si tramanda da due generazioni, l’arte di impreziosire con oggetti di valore. Un cliente che uscendo dalla Gioielleria “Megna” di Catanzaro Lido non può che rimanere soddisfatto non solo per la varietà della scelta, ma soprattutto per la cordialità e la professionalità dei titolari, gente semplice che con il sorriso riesce sempre ad individuare le varie esigenze ed accontentare “l’amico” che chiede un consiglio, l’amico alla ricerca del regalo giusto. Sono tante le offerte particolari per il giorno più bello, piccoli e grandi doni, le fedi più in voga! Per i mariti che vogliono oggetti molto preziosi sono disponibili brillanti di oltre un carato. Ed inoltre braccialetti, anelli, orologi, accessori fashion, oggettistica d’argento: tante

FALERNA Una residenza turistica fronte mare CATANZARONel cuore della città, su Corso Mazzini

Il “Twiga Resort Hotel” Solo alla Libreria Mondadori è ora Music Restaurant tante le promozioni in corso

FALERNA — Il Twiga Resort diventa Music Restaurant. Dal giovedì alla domenica (e durante la settimana, su richiesta) la nuova gestione del Twiga, capitanata da Salvatore Varano, con la direzione artistica di Tiziana De Matteo e il supporto di uno staff competente e professionale, propone serate di Latino Americano, Live Music con le band più conosciute della zona, serate di intrattenimento con giochi a premi come Dottor Why, per arrivare alla domenica con il lounge aperitive dalle 19:30 in poi. In una location elegante e raffinata, con un servizio ristorante che offrirà menù sempre nuovi a prezzi competitivi, il Twiga propone un lungo week end di divertimento. Per gli amanti della buona musica e per i musicisti professionisti rassegne musicali, stage e seminari con ospiti d’eccezione. Hotel Twiga a Falerna Marina, sul mare e a

pochi passi dalla montagna. Una residenza turistica perfettamente integrata nel paesaggio, progettata per offrire ai suoi ospiti comfort e funzionalità e ideale sia per soggiorni estivi che invernali. Molti i servizi: reception, tv a colori in ogni appartamento, ristorante, piscina scoperta, bar, garage, animazione, servizio taxi, servizio navetta da e per l’aeroporto nel periodo estivo e mini club per bambini. Si occupa, su richiesta, dell’organizzazione di compleanni, lauree, matrimoni e banchetti di ogni gener e. A 2 km dallo svincolo di Falerna , e a 10 km dall’aeroporto e dalla stazione di Lamezia Terme. (pubbliredazionale) [Per info: tel./fax 0968-999408; tel./fax 0961-951282; www.hoteltwiga.it; hoteltwiga@alice.it; savarano@libero. it]

CATANZARO — Da Mondadori tante promozioni: per tutto il mese di marzo -20% su tutti i libri di informatica e fino al 19 aprile tutti gli Oscar Mondadori al 30% in meno. Libreria Mondadori, un’attività commerciale ubicata nel cuore della città, su Corso Mazzini, che ha, come punto di forza un personale qualificato composto dal titolare Umberto Cosco e dalla collaboratrice Mariella Truglia. Un vasto assortimento che va dai classici dell’800 ai moderni best seller, saggi, romanzi vari, autori contemporanei, letture per ragazzi, narrativa, manualistica varia, cucina, informatica, psicologia, filosofia, gialli e thriller etc. Mondadori è sinonimo di garanzia e varietà di scelta, infatti, il portafoglio autori della casa editrice è ricco in tutti i settori editoriali. Soprattutto i grandi autori italiani hanno goduto di notevoli risultati grazie alla di-

stribuzione con una delle più importanti catene editoriali italiane. Inoltre, presso la libreria Mondadori, qualora non fosse presente un titolo specifico, c’è la possibilità di ritirare qualsiasi volume che sarà consegnato entro dieci giorni dalla prenotazione. Una catena a livello nazionale per una delle librerie più conosciute della città che ha nella sede di Corso Mazzini l’unico punto vendita del capoluogo. Un intero settore è poi dedicato ai ragazzi con una raccolta di giochi divertenti ed educativi per i bambini in età prescolare e tutta la gamma “Walt Disney”. Infine, un vasto assortimento di biglietti di auguri: pensieri stampati per accompagnare un regalo o un lieto evento. (pubbliredazionale) [Per info e prenotazioni: tel. 0961-743637]


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 39

SPECIALE ESPERTI L’ANGOLO DELL’ESPERTO Le risposte dell’architetto Francesco Coroniti, titolare di uno studio di architettura e ingegneria a Sellia Marina

Le piramidi, importanti monumenti tra storia e mistero I racconti, le invenzioni, le verità sul modo in cui queste meravigliose opere d’arte furono costruite di Francesco Coroniti*

“Le piramidi“ è l’argomento affrontato, questa settimana, dall’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti. La Piana di Giza Fatto stupefacente,quella che chiamano piana di Giza,non è naturale, ma fu spianata dalla mano dell'uomo al termine di lavori di cui si può immaginare la grandezza. Le tre piramidi furono disposte secondo un asse che andava da nord-est a sud-ovest, con il limite nord occupato dalla Grande Piramide. Il territorio delle piramidi si chiamava in egizio Occidente, poiché era la regione del tramonto in cui l'anima trova riposo, ma anche «il sotto del dio», cioè la terra sacra della necropoli posta sotto la protezione divina, e infine «vicino all'alto», poiché Giza era il luogo che permetteva allo spirito dei faraoni di accedere agli spazi celesti. L’orientamento Per quanto riguarda l’orientamento delle piramidi ci troviamo davanti ad un’altra inquietante coincidenza o a una perizia degli architetti che anche oggi è difficile imitare. Le quattro facce della Grande piramide guardano esattamente verso il nord, il sud, l’est e l’ovest del mondo. Secondo recenti calcoli la differenza con il polo nord magnetico è di appena tre minuti di grado, uno scarto davvero insignificante (0,015 %). Come è stato possibile ottenere tanta precisione quando il più riuscito tentativo moderno di orientare un edificio (l’Osservatorio astronomico di Parigi) registra una distanza dal nord magnetico di ben sei minuti? Ipotesi sulla costruzione Uno dei grandi misteri dell'antico Egitto è il modo in cui le piramidi furono costruite. A lungo si fece riferimento al racconto tendenzioso del greco Erodoto, a cui piaceva diffondere chiacchiere e che si divertì a macchiare la memoria dei faraoni dell'antico Egitto, facendo di Chefren dei tiranni esecrabili. È sempre a Erodoto che si deve la sciocca favola secondo cui centinaia di migliaia di schiavi, soffrendo al sole, sotto i colpi di fruste, ridotti a bestie da soma, pagavano con la salute o con la vita il trasporto di enormi blocchi di pietra. Questa stupida immagine è stata purtroppo dif-

CATANZARO —

L’architetto Francesco Coroniti

fusa da un gran numero di manuali scolastici e persino da opere dalle pretese scientifiche. La schiavitù esisteva in Grecia, ma non in Egitto. Il faraone non lavorava contro il suo popolo. Architetti, costruttori artigiani costituivano la «classe sociale» più rispettata e potente d'Egitto nell'Antico Regno. Nei grandi cantieri dei faraone, come in quelli del nostro Medioevo, non c'era che un piccolo numero di specialisti aiutati da un gran numeri di lavoratori, pagati e considerati secondo il loro ruolo. La vita del popolino egizio ci è perfettamente illustrata dalle scene e dalle iscrizioni delle tombe dell'Antico Regno. Mal grado la pesantezza dei lavori degli artigiani e dei contadini non c'era traccia di tirannia o di oppressione da parte dei nobili o del faraone. Le piramidi di Giza non sono l'opera di oppressi o di schiavi, ma di una élite di architetti, di una civiltà all'apice del proprio genio, capace di una straordinaria organizzazione del lavoro, dall'estrazione delle pietre sino al loro sollevamento, passando per il trasporto. Durante i mesi di inondazione, buona parte della popolazione stava in riposo. Allora, si reclutava molta manodopera per lavorare nei cantieri delle piramidi. Senza ruota e senza carrucole, anche se queste tecniche erano conosciute, con trapani dalla punta di selce, mazze di diorite, accette, asce e scalpelli di rame, le squadre di artigiani, considerati come fari della loro società e remunerati di conseguenza, costruirono monumenti immensi di cui, tuttavia, nessun testo geroglifico sot-

tolinea il carattere eccezionale. Per l'Antico Regno, la costruzione di una piramide era un atto normale, rituale, di cui non ci si doveva vantare. Gli architetti dovettero risolvere problemi di grande difficoltà per tracciare basi quadrate di più di duecento metri, ottenere la perfetta orizzontalità degli strati di pietra a tutti i livelli, calcolare orientamenti precisissimi, risolvere il rompicapo della coesione delle masse perché le camere interne non fossero schiacciate, sistemare rivestimenti di pietra in cui blocchi di più di due tonnellate sono così ben posti che non si può quasi mai inserire uno spillo nella saldatura. Sono solo alcune delle tante prodezze tecniche. Per capire davvero il significato di una piramide, non bisogna considerarla come un monumento isolato, anche se oggi i tre giganti di Giza sono privati di quello che un tempo li circondava. Ai confini del deserto, al bordo della valle, c'era un tempio basso, o tempio d'accoglienza, in cui si compivano i riti di purificazione. Di qui partiva una galleria, con le mura adorne di rilievi, che portava a un tempio alto, davanti al lato est della piramide. Questo complesso simbolico era completato da una piccola piramide, di norma a sud di quella più grande: era il luogo di pace per l'anima del re o per la regina sua compagna, in quanto principio spirituale femminile. Intorno a questo complesso architettonico, già in sé gigantesco, erano costruite le tombe dei nobili, le mastabe, che formavano vere «strade di tombe». Così, la corte reale era ricostituita per il viaggio in questo mondo e nell'altro, in modo che la vita continuasse a fare il suo corso: in questo modo il corpo del faraone resuscitato avvolgeva l'universo come un cerchio. La Sfinge Sulla piana di Giza veglia un personaggio di pietra fra i più enigmatici. Impossibile non notarlo. È celebre in tutto il mondo. Questa Sfìnge, la più grande concepita dagli architetti egizi, è diventata “ La Sfìnge”. Va detto che le sue dimensioni sono in proporzione al suo ruolo: proteggere la piana delle grandi piramidi, vegliare perché la luce del sole sorga ogni mattino. Lungo cinquantasette metri e alto venti, il colosso si trova a trecentocinquanta metri a sud-est della Grande Piramide, lungo la rampa che sale verso il tempio funerario di Chefren. Sono tutti

d'accordo nel riconoscere che la Sfìnge risale al regno di Chefren (intorno al 2620 a.C.) ma, confessiamolo a mezza voce, senza la minima prova. Gli Arabi l'hanno sempre temuta. La chiamavano «la madre del terrore». Sentivano che questa belva gigante dalla testa d'uomo irradiava una forza pericolosa. Tentarono anche di distruggerla, usando addirittura un cannone che ne mutilò il naso, ma la guardiana della luce uscì vittoriosa da tutte queste prove. Il mistero La Sfinge di Giza ha testa umana e corpo leonino. Il perché della fusione dei due elementi, zoomorfo e umano, in una scultura a tuttotondo di dimensioni colossali è ancora oscuro, e non esiste neppure un documento sul suo significato religioso. Nel suo aspetto di leone accucciato, la Sfinge doveva forse vegliare sul complesso funerario delle piramidi; non sono mancate tuttavia altre interpretazioni riguardo alla sua funzione, né dubbi sulla sua datazione. Fu davvero un monumento voluto da Chefren, del quale tradizionalmente le vengono attribuiti i lineamenti del volto? E’ una interpretazione del dio Harmachis (Horus all’orizzonte), come decisero, mille anni dopo la sua costruzione, gli ‘‘archeologi” di allora? Quando è stata fatta la Sfinge? Testa e corpo sono della stessa epoca? Basandosi sul deterioramento del corpo, alcuni studiosi hanno attribuito alla Sfinge 8.000 anni in più di quelli ‘‘dichiarati”: l’erosione della statua non sarebbe dipesa dal vento o dalle tempeste di sabbia, ma dall’acqua piovana che avrebbe investito il millenario colosso durante il periodo postglaciale, dal 10.500 a. C. Chefren allora sarebbe solo il restauratore del monumento, al quale, con l’occasione, avrebbe dato la sua faccia. Cheope La piramide di Cheope geograficamente sembra posizionata al centro dei continenti. In effetti, se dividiamo in quarti le terre emerse del globo, notiamo che il parallelo più lungo e il meridiano più lungo si intersecano esattamente nel punto dove sorge la piramide. La Grande Piramide di Cheope è costituita da 2 milioni e 300 mila blocchi di pietra del peso di almeno un paio di tonnellate ciascuno. Era alto all’origine 146 metri e 75 centimetri (oggi raggiunge un’altezza di 137 metri), con una base di 230x230 metri; i suoi 230

gradini mostrano una pendenza di circa 52°. Tutte queste cifre in sé non dicono molto, ma combinate insieme danno come risultato un edificio che ha un volume trenta volte superiore a quello del leggendario Empire State Building di New York, e che può contenere agevolmente al suo interno la basilica di San Pietro e un altro paio di cattedrali europee. E’ possibile che tutto questo sia stato realizzato solo con l’ausilio di una serie di rampe ascensionali e da operai che avevano a disposizione attrezzi di legno e di rame? La piramide contiene tre camere, di cui una si trova sotto il livello del suolo. Era questa all’origine la camera mortuaria (rimasta incompiuta), alla quale si accede attraverso un corridoio discendente la cui apertura si trova a circa 16 metri di altezza. Un corridoio ascendente che sbocca nella ‘‘Grande Galleria" conduce alla cosiddetta ‘‘Camera della Regina" (anch’essa incompiuta) e alla "Camera del Re". Al di sopra di questa camera si trovano altri cinque ambienti, un espediente che serviva a deviare dalla camera mortuaria il peso della piramide stessa. Come tutte le piramidi, anche quella di Cheope era provvista di un tempio mortuario nel quale venivano celebrati i riti funebri. Questo era collegato a un altro tempio, il tempio "a valle", attraverso una via cerimoniale rialzata e coperta, che nell’ultimo secolo gli esploratori trovarono ancora praticamente intatta. Le vestigia del tempio a valle giacciono ormai sotto le case del villaggio di Nazlet al-Simman. Le piccole piramidi accessorie, che fiancheggiano sia la Grande Piramide che le altre, contenevano le spoglie mortali delle spose regali. Al di fuori del "temenos" o recinto sacro che circondava la base della piramide, si trovano quattro fosse a forma di barca. Due di esse sono state trovate vuote, mentre nella terza e nella quarta (scavata quest’ultima nel 1954) sono state recuperate due navi reali in legno di cedro, interamente smontate. Una delle barche è stata pazientemente ricostruita ed è oggi esposta in un museo approntato allo scopo accanto alla piramide. L’altra è rimasta sigillata. [Per info: tel 338-3828903-mail: coroniti@libero.it] *Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti

VITA DI CONDOMINIO Un interessante argomento, anche questa settimana, nella consueta rubrica a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro

Impianto di riscaldamento, le spese di gestione ordinaria Il Codice civile, la Corte di Cassazione e il regolamento condominiale sulla ripartizione delle quote di Pietro Bullotta* CATANZARO — Questa settimana nella rubrica “Vita di Condominio” a cura del direttore del Centro Studi Anaci di Catanzaro, Pietro Bullotta si parla di “Spese di gestione ordinaria del riscaldamento”. L’impianto di riscaldamento (centralizzato) è una parte comune del condominio, fino al punto di diramazione ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini (art. 1117 c.c.). Il Codice civile non prevede una specifica disposizione per il riparto delle spese ordinarie di gestione ed erogazione del riscaldamento, intendendosi per tali il consumo di combustibile (fornitura di gasolio, gas, ecc..), le spese di corrente elettrica (alimentazio-

VITA DI CONDOMINIO INVIA I TUOI QUESITI AGLI ESPERTI DEL CENTRO STUDI ANACI DI CATANZARO

- Centro Studi Anaci Direttore Pietro Bullotta. Componenti: Valentino D’Onofrio; Daniela Gemelli; Lidia Cupido; Marianna Cupido; Marzia Milano; Concetta Bruni; Maria Commisso.

Per informazioni e domande utilizzare l’e-mail: lapiazza@ildomani. it

ne bruciatore, etc..) e per i servizi di conduzione dell’impianto (pulizia impianto, accensione, regolazione, etc..). Occorre indi applicare il criterio dell’art. 1123, comma II, c.c. che, per cose (o impianti) destinati a servire i singoli condomini in misura diversa, prevede una ripartizione proporzionale all’uso che ciascuno può farne. Nella prassi, tali spese vengono normalmente ripartite in base al volume (cubatura netta degli alloggi riscaldati) oppure alla superficie irradiata (sempre dei singoli alloggi) o della superficie radiante dei radiatori o numero degli elementi radianti ubicati all’interno delle proprietà esclusive. La Cassazione li ha riconosciuti a suo tempo ( sent. 10.12.1974, n. 4166) come criteri che attuano, in modo più o

meno soddisfacente, il precetto di legge (volto ad una giusta ripartizione), anche se ha poi affermato (sent. 26.1.1995, n. 946) che l’unico criterio base di riparto da ritenersi veramente conforme al principio generale di legge è quello della superficie radiante. Se i criteri di riparto sono individuati e contenuti in un regolamento condominiale contrattuale (predisposto dall’originario costruttore e richiamato negli atti di acquisto) o in una delibera assunta all’unanimità da tutti i partecipanti al condominio, occorrerà il consenso di tutti i partecipanti al condominio per modificarli (risultante da espresso patto scritto e controfirmato). *Direttore del Centro Studi Anaci


40 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ESPERTI L’ANGOLO DELL’ESPERTO La storia poco conosciuta del nostro territorio viene raccontata nella rubrica dell’urbanista Beniamino D’Errico

Calabria, favorire la competitività del territorio Attingere ai Fondi Strutturali Europei per rafforzare la politica urbana di sviluppo regionale di Beniamino D’Errico* CATANZARO — Nella rubrica curata dall’urbanista Beniamino D’Errico, si parla di: “Sistemi urbani e città in rete in Calabria. Fondi Strutturali Europei 20072013 (asse VII) per migliorare la competitività del territorio.” Le città rappresentano oggi, in Calabria, i “fattori territoriali di sviluppo”, una grande opportunità per diventare competitivi e attrarre investimenti, in particolare le città maggiori che hanno un “ruolo guida” nei confronti dell’hinterland. Affinché queste città possano consentire la rinascita della Calabria è indispensabile:migliorare le capacità culturali e politiche della classe dirigente; le decisioni politiche devono diventare patrimonio dell’intero “sistema città”; si deve diffondere una cultura che sappia costruire coalizioni, che sappia agire in rete con altri sistemi urbani, che sappia evidenziare e costruire condivisione e concertazione (con le Associazioni che rappresentano i cittadini) attorno a uno o più progetti strategici; bisogna avviare politiche esplicite per la città da parte dei vari livelli di governo che vedano nell’organizzazione urbana, nella sua riorganizzazione funzionale e nella sua evoluzione l’elemento centrale dell’azione politica; una riforma dei livelli di governo urbano individuando nei sistemi urbani i nuovi confini della città, con la consapevolezza che il sistema territoriale si organizza, in modo sempre più marcato, sotto la spinta della globalizzazione delle reti finanziarie, comunicative e decisionali, attraverso fitte reti di relazioni che sostituiscono ai rapporti di dipendenza, tra le città e i centri urbani più piccoli, sostituendoli con nuovi rapporti di complementarietà, di cooperazione, di relazioni funzionali. In questo scenario il passaggio fondamentale per riuscire a definire “una rete di fiducia” e un quadro di “cooperazione” possibile tra le città e i piccoli centri calabresi è la creazione di sistemi urbani. I sistemi urbani, in Calabria, possono costituire un forte elemento di identità locale, diffondere la cultura di “fare insieme” condividere le opportunità, che nel passato era la condizione dell’esistenza di una comunità e che oggi è sostituita dalla capacità di elaborare e condividere progetti locali. Lo sviluppo locale rappresenta un processo di espansione economica, di trasformazione strutturale, di crescita sociale e culturale che si organizza attorno alle risorse locali, tra cui sono assolutamente fondamentali l’identità e la coesione, valorizzate e sfruttate in un circolo virtuoso. Per delineare le potenzialità delle città in Calabria bisogna partire dai capoluoghi di provincia per poi arrivare alla definizione dell’ossatura urbana regionale che si rapporta fondamentalmente: alla Piana di Sibari con i suoi maggiori cen-

L’urbanista Beniamino D’Errico

La creazione di sistemi urbani per riuscire a definire una “rete di fiducia” e un quadro di “cooperazione” possibile tra le città e i piccoli centri calabresi tri di Castrovillari, Corigliano e Rossano; alla valle del Crati coinvolta dallo sviluppo urbano di Cosenza-Rende- Castrolibero-Montalto Uffugo e dei suoi casali; all’area del Marchesato caratterizzata dalla presenza rilevante di Crotone; all’area baricentrica istmo di Catanzaro-Lamezia T. di connessione Jonio-Tirreno e di riequilibrio regionale; all’area del Vibonese; all’area Jonica Siderno, Locri, Soverato; alla Piana di Gioia Tauro-Rosarno; all’area dello Stretto che coinvolge la fascia urbana da Reggio Calabria a Villa S.Giovanni con collegamenti interregionali con Messina. Spezzare il circolo vizioso per cui è la debolezza delle città e delle economie esterne che esse dovrebbero offrire, a scoraggiare la localizzazione degli insediamenti produttivi ed ostacolare lo sviluppo della regione significa avviare una strategia di assetto urbano-territoriale che, partendo dai punti “meno deboli” miri alla creazione di alcune “aree forti”. Governare l’Area Vasta, cioè avviare la politica di pianificazione dei Sistemi Urbani in Calabria significa rafforzare l’armatura urbana creando un contesto idoneo a rendere produttivi ed efficaci le opere e gli interventi finanziabili attra-

verso l’Asse Città previsto dai fondi Strutturali Europei 2007-2013. Per rafforzare questa politica urbana di sviluppo regionale è infatti, ancora possibile attingere ai fondi Europei in quanto il sistema città è una delle priorità del “Quadro Strategico Nazionale” 20072013. Nella descrizione della priorità n. 8 “Competitività e attrattiva della città e dei sistemi urbani” del documento nazionale si evidenzia che le città sono uno dei principali motori dello sviluppo economico, dell’innovazione produttiva e sociale e culturale dell’intero territorio regionale e interregionale.La programmazione Comunitaria 2007-2013 articola questa priorità strategica per sistemi urbani sostenendone le connessioni economico-produttive con l’offerta di servizi. Tale programmazione dovrà inserirsi in cornici istituzionali, strategiche e operative, che garantiscano una visione integrata tra pianificazione urbanistico-territoriale, il sistema storico, paesaggistico-ambientale, e lo sviluppo economico, l’integrazione degli investimenti e l’efficace coordinamento con le politiche e i programmi di settore. I tre Obiettivi specifici dei fondi europei sono: 1) promuovere la competitività e l’innovazione delle città e delle reti urbane e fornire servizi di qualità ai bacini territoriali sovracomunali e regionali di riferimento. Con questo obiettivo si vuole favorire lo sviluppo e l’attrazione di investimenti per servizi avanzati (ricerca e sviluppo, produzione tecnologica, servizi alle imprese, servizi culturali, turismo). L’obiettivo inoltre intende promuovere la valorizzazione delle eccellenze (nei sistemi della formazione, nei beni ambientali, nell’offerta commerciale e di intrattenimento) per competere a livello internazionale; 2) Elevare la qualità della vita promovendo uno sviluppo ecosostenibile anche in relazione alle politiche ambientali e dei trasporti pubblici (mobilità innovativa e integrata delle persone e delle merci, efficienza energetica e dei sistemi di smaltimento dei rifiuti, recupero e riqualificazione dei siti contaminati, etc); favorire e incentivare il recupero fisico, l’integrazione socio-economica e il recupero dei valori storico-identitari delle aree marginali e delle aree degradate localizzate nelle aree urbane; 3) favorire il collegamento delle città e dei sistemi territoriali con le reti materiali e immateriali dell’accessibilità e della conoscenza. L’obiettivo sostiene l’apertura europea e l’internazionalizzazione delle città, non solo attraverso collegamenti aerei, marittimi, ferroviari, ma anche attraverso reti immateriali per la fornitura di servizi integrati tra centri di eccellenza della ricerca, dell’innovazione, della conoscenza e del partenariato internazionale. Esso inoltre intende promuovere la logistica per favorire una più razionale distribuzione delle merci, ottimizzare i servizi di mobilità al fine di migliorare la

qualità urbana territoriale. Sono definiti come prioritari obiettivi specifici per interventi a maggiore valore aggiunto: sviluppo economico, conoscenza, innovazione e connessione dei progetti urbani con infrastrutture e reti sovra-regionali e internazionali. In particolare, gli obiettivi indicano che la crescita e trasformazione delle economie urbane avverrà attraverso l’attrazione di investimenti per la ricerca e produzione tecnologica e nei servizi avanzati, e la maggiore valorizzazione dei vantaggi competitivi già esistenti in molte città e territori. La cooperazione territoriale volta a rafforzare lo sviluppo reticolare urbano o dei sistemi urbani potrà favorire la crescita di attrattività, il rilancio e il riposizionamento delle città su specifici mercati obiettivo attraverso la messa in rete di strutture e servizi (per la conoscenza, l’innovazione, la cultura, l’acco-

glienza, etc.) che consentano sia di raggiungere rating più elevati a livello europeo e internazionale, sia di contrastare esclusione e disagio . La programmazione operativa regionale, a cui spetta il compito di sostenere le politiche e i progetti per città e sistemi territoriali, dovrà identificare il più appropriato mix di obiettivi specifici per concorrere al perseguimento di tali strategie. Sapremo utilizzare questi fondi veramente in maniera strutturale per rafforzare l’armatura urbana calabrese, aumentare la competitività del territorio e attrarre investimenti migliorando l’occupazione e la qualità delle città? O continueremo a parcellizzare e frammentare gli interventi in "piccole opere" ordinarie che accontentano tutti e non creano sviluppo? *Urbanista

Alcune immagini dei principali centri urbani della nostra Regione; quelle città maggiori che rappresentano, oggi, i principali fattori territoriali di sviluppo e che hanno un ruolo guida nei confronti dell’hinterland. Nella prima foto in alto: la conurbazione Cosenza-Rende Nella seconda immagine in alto: l’area metropolitana dello Stretto. Veduta di Reggio Calabria Nella prima foto a sinistra: il capoluogo regionale di Catanzaro Infine, nell’immagine a lato: l’area urbana di Lamezia Terme.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 41

SPECIALE ANNUNCI NOVITA’ - SI VENDE -ANIMALI - caprette tibetane di tutte le età e colori, vendesi a Davoli Marina (Cz) [Per info: 328-1152342 email: info@agriturismolacalabrisella.com] -ANIMALI - Vendo o scambio pesci tropicali "Discus" di diverse dimensioni, varietà rosso turchese. [Per info: 331-6031330] - BOTTIGLIE-Vendesi collezione bottiglie birra vuote/piene euro 0,15 cad.una. [Per info: 0968-51227] - FRANCOBOLLI - Vendo 126 francobolli da collezione dal 1954 al 1996 [Per info: 334-1230153] - FRANCOBOLLI - Italiani. Regno, Colonie e Repubblica, stupendo lotto oltre 1000 pezzi assortiti nuovi/usati, compreso commemorativi, servizi, alti valori, serie complete, quartine, interi postali, vecchi documenti ecc.., alto valore catalogo, vendesi solo Euro. 100 contrassegno [Per info: 338-4125401] - GIRADISCHI - vendo coppia di giradischi professionali technics sl 1200 mk2- in ottimo stato completi di testine stanton. Causa inutilizzo [Per info: 333-9821004]

NOVITA’ - PER LA CASA - ARREDAMENTO - espositivo completo, costituito da n. 30 mensole in cristallo doppio e 9 montanti in alluminio preverniciato. Merce come nuova. Prezzo scontatissimo. [Per info:329-6173591] - PER LA CASA - Tre rubinetti per vasca, doccia,lavabo e bidet con miscelatore, tutti in acciaio lucido, modello Zucchetti. Cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto. Possibile consegna a domicilio. Nuovi imballati. Possibile mms, fax, email. [Per info:328-4619824] - PER LA CASA - tavoli per casa o locali pizzeria vendo legno massello vari tipologie e modelli presso aff. [Per info:333-3208062] - PER LA CASA - Specchio bagno - legno con 1 pensile - 2 lampadine - colore noce, nuovo. Culla stoffa richiudibile euro 30,00 lenzuolini (3 cotone - 4 flanella) e piumino color verde euro 40,00. Copriletto singolo di cotone, a righe euro 30,00 e copriletto matrimoniale euro 50, 00. Lenzuola di flanella matrimoniali euro 15,00, singole euro 10,00. Lenzuola ,di cotone bianco matrimoniali, euro 35,00 singole euro 30,00. Teli bagno color rosa o azzuro euro 15, 00 cadauno. Tappeti scendiletto color crema euro 25,00 cadauno. Scrittoio cm 120 color noce 1 cassetto euro 70,00. ore pasti. [Per info: 338-7726863 / 3296172906] - PER LA CASA - forno per pizzeria o pub, 2 camere, 380 volt. Perfetto funzionante. Vendo prezzo affare. [Per info: 333-3208062] - VARIE - Chiosco mobile per frutta e verdura o altre cose. Vendo a prezzo aff. Tel.: 333/3208062 [Per info: 333-3208062] - POLTRONE - vendo due poltrone con tavolinetto in legno per salone molto comode prezzo da concordare [Per info: 333-3952113]

Trattativa privata

Per la casa

richiesta foto, mms. Tel. 320-7935230

Arredamento - Edilizia/sanitari/riscaldamento Elettrodomestici e casalinghi - Fai da te - Etc.

- BOTTIGLIE - Cerco bottiglie da collezione di whisky e liquori anche intere. Tel. 3355875454

-ARREDAMENTO -vendo angolo cottura completo di frgo, lavello, cucina, scolapiatti, pensile. Euro 450,00. Tel. 339-4477093 -ARREDAMENTO -vendo, causa cambio arredamento, divano fine ottocento ottime condizioni. Prezzo irrisorio. Tel. 333-6114588 -ARREDAMENTO - tre rubinetti per vasca-doccia, lavabo e bidet, Modello Zucchetti, cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto con consegna a domicilio. Per info: 320-7935230 -ARREDAMENTO PER GIARDINO - vendo Bungalow 5 posti letto, più soggiorno e servizi. Coibentata, non necessità di alcuna licenza edilizia sul terreno privato. Tel. 333-3208062 - CLIMATIZZATORE- Caldo - Freddo 12000 Btu, Nuovissimo ancora imballato senza mai usato , prezzo da concordare ma è un affare. Tel. 338-7430503 - FAI DA TE - Isolazione impermeabilizzazione per tetto/pareti vendesi prezzo affare tel333-3208062 - TAVOLO IN MOGANO - vendo tavolo rotondo in mogano primi ‘900, perfettamente restaurato. 400 euro. Tel. 0961-31392

Di tutto un po’ Salute - animali domestici - finanziamenti - altro

-ARREDO PER BARBIERE- vendo due poltrone e un cavalluccio anni ‘60 in ghisa. Perfette condizioni. Tel. 347-8201583 -ATTREZZATURA PER BAR- vendo bancone bar da 3,5 metri con vetrina gelato e retrobanco a specchiera, macchina per caffè a due bracci, cioccolatiera, registratore di cassa, granitore, usati poco. Tel. 327-7789722 - ATTREZZATURA PER PIZZERIA - privato vende attrezzatura peer pizzeria: lavello a due vasche, lavastoviglie-cucina 6 fuochi-cappa aspirante-forno a gas per pizze una camera, tavolo da lavoro, armadio frigo a un’anta, marca Zanussi mai usati, impastatrice italia macchine e altri attrezzi. 329-873014 - ARREDO CALL CENTER - Cedesi arredo per call center, ced, scuola d'informatica, autoscuola, 11 postazioni compresi computer mmx, monitor e tastiere, arredo segreteria. Prezzo euro 1000,00. Trattativa diretta. Per info: 334/3501125 - BILANCIA - professionale da banco, 35x45x13 cm, piatto acciaio, con 6 display fronte e cliente, peso, prezzo, costo, con tastierino numerico e memorie. Batteria tampone lunga durata. 0-30 kg. Euro 99.00. Su

- COMBINATA PER LEGNO - monofase, norme Ce, completa di utensili, piani in ghisa, squadratrice, ad euro 749. Tel. 327-6592986 -C ULTURA - azzerata la questione omerica. Grecista offre informazioni gratis. Tel. 0965620932 - DISTRIBUTORE AUTOMATICO DI CHEWING GUM - marca dreams. ottimo per attività commerciali (bar, pizzerie, sala giochi).Tel. 329-1873014 -EDILIZIA - Bordatrice monospalla automatica, marca 9 Stefani. Euro 2.000 trattabili. Troncatrice doppie seghe, marca Tris Omgao Euro 3.000 trattabili Tel 333-3208062 - FRANCOBOLLI - COllezione di 500 Francobolli usati differenti del regno , Colonie e Repubblica d'Italia, compreso regno antico, commemorativi, alti valori ecc., perfetto stato di conservazione, alto valore catalogo, vendesi euro 30,00 contrassegno. Tel. 3384125401 - FUMETTISTICA - vendesi Tex di Repubblica come nuovi dal n° 1 al n° 95. 3 euro cadauno Tel. 349 1233190 - FUMETTISTICA - Numeri vari, 224, Diabolik. 0, 50 euro. Tel. 328-4040603 - IMPASTATRICE- marca italiana macchine da 30 kg a spirale v380 nuova, mai usata. Tel. 329-1873014 - MACCHINA CAFFÈ - vendo macchina da caffè Rancilio a due gruppi, quasi nuova, prezzo interessante. 329-1873014 - MEDAGLIA D’ORO - al valore militare “Ricordati che sei un cavaliere di Savona”, Savone Bonness Novelles. Vendesi ad euro 100,00. Tel. 329-1873014 - MEDAGLIE - Militari, rara Croce in bronzo dell'ordine dei cavalieri di Vittorio Veneto più Croce bronzo al merito di Guerra di Vittorio Emanuele III, tutte in ottimo stato di conservazione con nastrino e custodia originali, vendesi Euro 75,00 contrassegno. Tel. 338/4125401 -NUMISMATICA - monete da collezione: romana di Costanzo II (337 - 361 d.c.) euro 30; due marchi argento Germania nazista (1936/39) euro 25; Cinque lire Aquilotto d'argento (1927) euro. 20; Tre pesos Cubana di Che Guevara euro 18; serie 6 monete impero fascista (1936/43) euro 20. Pagamento contrassegno. Tel. 338-4125401

- NUMISMATICA - Stupenda collezione 50 mondiali differenti tutte fior di stampa, provenienti dall'Europa, America, Africa ed Asia ed omaggio banconota da lire 1 Luogotenenza di Umberto del 1944, vendesi tutto Euro. 30 contrassegno [Per info: 338-4125401] - MONETE - Euro Città del Vaticano emissioni 2008, stupenda divisionale versione fdc tiratura 91.400 serie vendesi Euro 100 più stupendo due euro commemorativo "Anno Paolino" versione fdc tiratura 106.000 esemplari vendesi Euro 60; Pagamento contrassegno. [Per info: 338-4125401] -REGISTRATORI DI CASSA - Riv anni/64 e Ancker anni ‘70, funzionanti e in ottime condizioni, vendesi. Per collezionisti e/o antiquari. [Per info: 338-2389544] - STUFA CAMINETTO - nuova, mai usata, completa di tubi, gomiti, girofumi, vendo a Badolato. [Per info: 349-2396430]

Trattativa privata - PEDANA - vibrante basculante vibro power xtec cv, nuova, imballata, mai utilizzata, completa di tutto, svendo causa doppio regalo a solo 280 euro e posso anche consegnare. Possibile e-mail o mms. Tel. 3349563480 - PRODOTTI OMEOPATICI - vendo ottimi prodotti omeopatici provenienti da una multinazionale statunitense. Tel. 328-9393157 - QUADRO -vendo quadro di Napoleone su tela 170 per 120. Certificato da Museo Napoleone di Roma. Valore stimato 10.000 euro. Prezzo affare: euro 4.000. Tel. 340-8236960 - SAUNA -Belt Solution cintura dimagrante comprata in tv ed elettrostimolatore Gold Hand 602 simile al Tesmed, sei programmi, quattro elettrodi, due canali. Vendo entrambi a 50,00 euro non trattabile. Tel. 3494500151 - TORCHIO - antico di grandi dimensioni legno e ghisa altezza circa 2,15m splendide condizioni ideale per giardino,agriturismo,ecc. Tel. 3478201583 - TORNIO PER METALLI - monofase, norme Ce, ad euro 1.040 e combinato tornio fresa foratrice ad euro 1.190 tel 327- 6592986 - VETRINE - vendo 2 ottime vetrine, una calda e una fredda, ideali per conservare cibi, per panini e salumi, lunghezza 1,50 metri cad., ottimo prezzo. 329-1873014


42 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ANNUNCI Cerco e offro lavoro - C ERCASI LAVORO - come rappresentante in tutta la Calabria. Tel 338-6323656 - C ERCASI LAVORO - chef di cucina con esperienza, serio, professionale e capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita. Tel. 366-4130162 - C ERCASI LAVORO - Signora italiana referenziata cinquantenne, con esperienza, automunita, cerca lavoro come baby sitter in zona Catanzaro. Si garantisce massima serietà Tel 389-1844108 - CERCASI LAVORO - Due giovani 23/25 anni, automuniti cercano lavoro a Catanzaro come lavapiatti o in impresa di pulizie. Disponibilità da lunedì a sabato, max 4 ore al giorno. Max serietà. Tel. 340-8983007 - CERCASI LAVORO - Bar ladies con esperienza disponibilità nei week end Provincia di Cz . Tel 327-7731940 - CERCASI LAVORO - cuoco referenziato serio e professionale con capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita astenersi perditempo Tel. 338-9286560 - CERCASILAVORO - cuoco unico cerca lavoro fisso, stagionale o saltuario, zona lavoro Catanzaro e provincia. Serietà e professionalità. Astenersi perditempo. Tel. 329-4337337 - CERCASI LAVORO - cerco lavoro come autista. Tel. 333-6797896 - CERCASI LAVORO - madrelingua inglese offre i seguenti servizi: traduzioni generiche e commerciali, lezioni private, accompagnatrice turistica per la Regione Calabria Tel. 3332544560. - CERCASI LAVORO - si eseguono lavori al tombolo, max serietà. Telefonare ore pasti 3391114339 - CERCASI LAVORO - Nail Art, allungamento unghie con effetto naturale ed eventuali decorazioni a scelta. Anche a domicilio Tel. 3332206813 - CERCASI LAVORO-come custode e guardiano Sono disponibile a tempo pieno a trasferire la mia vita insieme alla mia famiglia in ogni parte d’Italia e all’estero a fronte di seria proposta, per offerta di stipendio, etc. Tel. 3393188116, email stozip@yahoo.it - CERCASI LAVORO - laureata cerca lavoro come baby sitter o cassiera max serietà e disponibilità. Tel. 377- 1131378 - C ERCASI LAVORO - manutentore di appartamenti chiusi e sorveglianza. Zona Soverato, Davoli e Montepaone. Tel. 347-1282118 - CERCASI LAVORO - pulizie domestiche o uffici privati. Solo pomeriggio. Tel 3299631120 - CERCASI LAVORO - per stiratura, lavanderie e cliniche private Tel. 338-4363216 - CERCASI LAVORO - diplomata analista contabile con esperienza di 7 anni cerca lavoro come segretaria o ragioniera. Tel. 3386118277

CERCASI TALENTI - CATANZARO- Sai suonare ma non hai uno spazio dove poterti sperimentare?Vuoi conoscere altre persone che hanno la tua stessa passione e con loro magari formare un gruppo davvero unico e speciale? Allora che aspetti! Vieni a trovarci al Centro Poli…Valiamo in via D.Marincola Pistoia a Catanzaro al secondo piano dell’edificio B.Chimirri, il lunedì o il martedì dalle 17:00 alle 19:00. Siamo alla ricerca di giovani ragazzi/e con la voglia di esprimersi attraverso le note e non solo! Ti aspettiamo! [Puoi anche contattarci ai seguenti numeri: 0961-752158, 333-4893092, 3389155521]

- LEZIONI PRIVATE - Laureata in lettere classiche, con il massimo dei voti, impartisce lezioni private di latino, greco, italiano. Si garantiscono ottimi risultati nel recupero delle materie scolastiche. Tel. 348-5307003

INVIA I TUOI ANNUNCI

- LEZIONI PRIVATE - Professore di italiano, grande esperienza, impartisce lezioni private di italiano, storia, geografia, latino, inglese. Ogni ordine di studi. Prezzi modici. Tel. 0961-469727/333-1102843 - LEZIONI PRIVATE - Laureata impartisce lezioni private a ragazzi di scuole elementari e medie. Tel. 334-3856339 - LEZIONI PRIVATE -professoressa di matematica impartisce lezioni a studenti di tutte le scuole e universitari. Tel: 339-2012870 -LEZIONI PRIVATE - si impartiscono lezioni di design urbano, design progettuale, anatomico, fumettistica, stilistico. Zona Soverato. Tel. 339-3911788 - LEZIONI PRIVATE - professore di matematica impartisce lezioni private a studenti per tutti i livelli di istruzione. Località Ruggero di Sellia Marina. Tel. 339-6331789 - LEZIONI PRIVATE - laureanda in lingue e letterature straniere impartisce lezioni private di inglese, francese, tedesco e materie umanistiche per scuole elementari, medie e superiori. Zona Catanzaro e provincia. tel. 338-1122270 -OFFRESI CONSULENZA - bancario in pensione, con decennale esperienza di direzione di filiale, offre consulenza indipendente e neutrale su mutui, rinegoziazione e portabilità.Tel. 388-9360078. - OFFRESI LAVORO - La direzione medica di Meteor System Spa, nel promuovere una campagna di educazione sanitaria nelle famiglie, offre opportunità di lavoro ad ambosessi anche part - time e prima esperienza, come consulenti informatori. Tel. 348-5116747 - OFFRESI LAVORO - Azienda vendita diretta cerca persone con capacità comunicative (eta minimo 25 anni) sseri motivati, anche prima esperienza. Offresi fisso più provvigioni, premi incentivi. Corso addestramento gratuito. No investimento capitatli. Per colloquio informativo, inviare curriculum vitae al fax. 0968- 439046 - OFFRESI LAVORO - Aura Sud agenzia Vodafone business ricerca per la propria sede in Calabria funzionari di vendita. Inviare curriculum vitae fax 0968-418636, mail talarico.vodafone@aurasud.it. Tel: 3472985335 - O FFRESI LAVORO - Ristorante bar pizzeria in zona Simeri Mare (Catanzaro), cerca cuoco con esperienza e personale per pulizie cucina. Tel. 338-6156706/334-8038516 - OFFRESI LAVORO - Grande opportunità per studenti di scienze motorie, vendesi attività commerciale: palestra ben avviata o cercasi socio con il quale condividere il lavoro. Zona provincia di Catanzaro. Tel. 334-2296004 - OFFRESI LAVORO - Cercasi direttore tecnico per nuova apertura agenzia viaggi. tel 340-8236960 - OFFRESI LAVORO - L’ associazione Ra. Gi. Onlus di Catanzaro, richiede educatori professionali, terapista della neuropsicomotricità e dell’età evolutiva, tecnici della riabilitazione psichiatrica, psicologi, professioni sanitarie della prevenzione, preferibilmente di sesso maschile da inserire in uno specifico progetto. Si prega di inviare curriculum vitae all’indirizzo: info@ragi.org - OFFRESI LAVORO - La Amc Italia azienda vendita diretta articoli casalinghi potenziale rete commerciale Calabria ricerca persone dinamiche motivate con o senza esperienza da svolegere attività autonoma gratificante e redditizia nella propria zona di residenza e comuni limitrofi: capigruppi; incaricti alle vendite. Si offre fisso, provvigioni e incetivi. Formazione gratuita. Inviare curriculum vitae al fax 0968/439046 indicando la posizione interessata. Tel. 337/981564 - OFFRESI LAVORO - La De Agostini in collaborazione con la Walt Disney e Sony seleziona per la Sese di Catanzaro 4 diplomati anche prima esperienza di lavoro, si

La modella della Service Data Bank Antonella Montesano con i coupon de ”La Piazza”

E’ possibile trovare i coupon de “La Piazza” nei seguenti punti di raccolta: Informatics and Office, via A. Lombardi, 6 e/o Service Dat a B ank srl, via A. Lombardi, 4 LAMEZIA TERME Bar Roma, Corso Numistrano CATANZARO

SOVERATO

Sam & Co., Corso Umberto I

richiede età 20/40 anni diploma o laurea. Disponibilità immediata offresi corso di formazione a totale carico dell'azienda, l'azienda valuterà, con il candidato, in Sede di colloquio diverse opportunità contrattuali.Si prega inviare Curriculum Vitae. Tel. 0961/79285. n_leuzzi@virgilio.it - OFFRESI LAVORO - Società romana con esperienza pluriennale nel mondo della musica, ricerca voce femminile per progetto invernale. Inviare curriculum vitae, foto e cover in mp3 a: info@tweetymanagement.com - O FFRESI LAVORO - si ricercano collaboratori per apertura agenzia finanziaria zona Soverato. Tel. ore ufficio 320-7984663 - OFFRESI LAVORO - palestra cerca istruttrice di aerobica e fitness. Per info 3491907669 - O FFRESI LAVORO - cercasi giovani diplomati- laureati da avviare come agenti in attività finanziaria. Inviare curriculum al fax: 0968-23137 o email: recruiting@prestitofacile.biz - O FFRESI LAVORO - cerchi un buon lavoro part-time o a tempo pieno? L’attività Amc è semplice, per iniziare non devi investire denaro. Amc ha previsto per te un corso di preparazione gratuito. Interessante retribuzione. Colloquio informativo Tel. 0968439046 / 337-981564 - O FFRESI LAVORO - Fastweb cerca agenti in Toscana. Si offre alloggio e altre provvigioni. Tel. 0571-1960074

- OFFRESI LAVORO - Avviata scuola di Danza a Cz lido cerca per l'anno accademico 2008/2009 le seguenti figure professionali: insegnante di danza classica metodo vaganova, età superiore ai 20 anni, possibilmente diplomata e con esperienza; insegnante danza del ventre; insegnante yoga; istruttore aerobica e step; istruttore pilates; istruttore kichboxing o aerobox. Astenersi perditempo. Per info: 329-2247666

CALL CENTER -BORGIA - Varano Communications Group Srl Unipersonale Call e Contact Center , ricerca operatori e operatrici di call center. Offresi corso di formazione gratuito, contratto a tempo indeterminato full time o part time. Orario di lavoro 12:30 - 16.00 / 17:00 - 21:00 (Ccnl Telecomunicazioni) Si richiede: eventuale esperienza nel settore, diploma, lauree Sede di lavoro Borgia. Inviare Curriculum Vitae: savarano@libero.it oppure un fax al 0961- 952525 [Per ulteriori informazioni contattare il numero 0961951021 dalle 12.00 alle 21.00. Varano Communications Group, via Svizzera n. 27 88021 Borgia]


il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 43

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ANNUNCI O FFRESI LAVORO - agente commerciale (Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia) - Charisma, società di ricerca e selezione del personale,ricerca per importante azienda che opera nel settore informatico n°3 agenti per la vendita di un software gestionale con un marchio già affermato. Il candidato ideale possiede almeno un diploma di scuola superiore, precedente esperienza di vendita,forte motivazione ai rapporti interpersonali. Completano il profilo il possesso di ottime doti comunicative e di leadership.Si offre fisso mensile di 500 euro + 5% dell'imponibile sulle vendite del software. Per eventuali chiarimenti può contattarci allo 081-5824911 oppure info@charismahr.it - S ERVIZI MUSICALI - Roberta e Mario.... ed è tutta un’altra musica. Servizi musicali, Piano-Bar e Karaoke. Un vastissimo repertorio dagli evergreen alle ultime novità di domani. Per info 338-7584707 / 339-8695671 oppure email casalingo46@libero.it,sorborecord@email.it

CALABRIA LA PIGNOLATA Ingredienti

- O FFRESI LAVORO - Avon con offerte vantaggiose cerca presentatrici da inserire in azienda per un lavoro che non richiede costi e spostamenti. Per info: 328-9393157

500 g farina 6 uova 300 g miele 200 g zucchero 200 g mandorle

- O FFRESI LAVORO - studio medico cerca estetista di bella presenza. Massima serietà. Tel. 330-828293 - OFFRESI LAVORO - agenzia finanziaria cerca mediatori creditizi in attività per offrire mandato di collaborazione. Fisso + provvigioni. Tel. 0961-742017 / 333-8328044 - OFFRESI LAVORO - si ricerca personale da inserire in ciclo produttivo di tappezzeria: sarte, falegnami, operai generici. Tel. 3403693558 - O FFRESI LAVORO - azienda in espansione nel Basso Ionio ricerca personale manageriale per semplice lavoro promozionale. Zona Soverato e dintorni. Ottimo guadagno.Per info 339-3911788 - O FFRESI LAVORO - cercasi cuoco serio, professionale, referenziato per la stagione estiva 2008 /anche intero anno presso hotel ristorante in attività da 30anni. Max serietà, no perditempo. Per info: 0961-963135 / 3397474336 - O FFRESI LAVORO - Bynameeting spa, azienda leader nel trading di energia elettrica e gas naturale, con sede a Milano, ricerca per la regione Calabria, agenti plurimandatari. Inviare curriculum vitae al numero 0270057069

CORSI DI LINGUE L’associazione culturale “Luna di Cristallo” di Catanzaro, organizza Corsi di Dizione: 1°, 2°,3° livello di base e 1°,2°,3° livello di perfezionamento; Corsi di Inglese: 1° livello di base e 2° livello di perfezionamento. I corsi avranno inizio a partire dal 15 settembre 2008; i corsi successivi inizieranno a cadenza mensile [Per informazioni ed iscrizioni: Tel. 349-1077270 ]

- OFFRESI LAVORO - azienda leader di produzione e creazione di centri di estetica all'avanguardia, ricerca e seleziona estetiste da inserire nei centri di altissimo prestigio in Catanzaro e provincia. Inquadramento contratti nazionali. Formazione a carico dell'azienda.Per info contattare Globus: 0831-529119 - O FFRESI LAVORO - Cercasi: cameriere e cuoco con minimo di esperienza per stagione estiva. Tel. 334-8038516/338-6156706 - O FFRESI LAVORO - associazione sportiva, con sede a Montepaone Lido, cerca collaboratori sportivi. In qualità di istruttori (danza, aerobica, difesa personale ecc) Tel. 3342296004 - O FFRESI LAVORO - La Misa Group/Castrovillari, agenzia di produzioni eventi moda spettacolo e pubblicità, operante su tutto il territorio nazionale ed estero. Ricerca: in tutta la Calabria. Agenti e rappresentanti da inserire nel proprio organico anche prima esperienza. Per contatti: Misa Group/Castrovillari Tel. 0981-489413; Fax 0981-489413 o com-

Impastare la farina con le uova; lavorare energicamente e formare dei piccoli cilindri del diametro di 1 cm. Friggere in olio bollente; mettere sul fuoco il miele e lo zucchero; amalgamare i piccoli cilindri e delle mandorle tritate grossolanamente; sistemare in un vassoio e far raffreddare prima di servire IL PIATTO: Quei cibi che non erano essenziale alla sopravivenza erano sempre legati alle tradizioni religiose. Questo dolce fa parte delle tradizioni di Pasqua ed era tipicamente mangiato durante le scampagnate all’aperto del lunedì di Pasqua.

ANTONIO ROMEO “Sono Calabrese. Ho girato l’Italia in lungo e in largo. Nella mia parentesi lavorativa milanese mi sono bruciacchiato le dita nei migliori ristoranti (toscani, lombardi, veneti, pugliesi, romani e campani), che si trovavano nella capitale economica d’Italia. Ho appreso i segreti della cucina regionale italiana. Tutte queste esperienze e ricordi costituiscono un importante filo conduttore diverso in ciascuno di noi, che si esprime anche nelle scelte di queste ricette”. Attualmente Antonio Romeo fa parte del qualificato corpo docente dell’Ipssar di Soverato.

PREPARAZIONE:

PER IL TUO SPAZIO IN QUESTA RUBRICA: - EMAIL - lapiazza@ildomani.it - FAX - 0961.903801

pilare il format sul sito www.misagroup.it/castrovillari alla voce lavora con noi o inviare Curriculum a castrovillari @ misagroup.it] - O FFRESI LAVORO - Addette alla vendita, per azienda leader nel settore abbigliamento selezioniamo due unità per la provincia di Catanzaro. Buone capacità relazionali, dinamismo e attitudine al lavoro di squadra le caratteristiche richieste per far parte dello staff del punto vendita. Requisiti: gradita esperienza nel ruolo, conoscenza base del pc, predisposizione ai rapporti interpersonali e bella presenza completano il profilo. Orario: Full time. Sede di lavoro: Catanzaro Lido Inviare curriculum allegando una foto al seguente indirizzo e-mail: lavoro.personale@libero.it

Audio - Video e telefonia Audio - Video - Telefonia - Poiettori - Home theatre

- NOTEBOOK - Toshiba Satellite A110_110, Microsoft windows xp home edition licenziato, Cpu Intel Celeron 1.5; Cache 2048, Svga 32 mb ob, Ram 512 mb espandibile, Hdd 60 gb, Wifi, monitor 17’ e stampante Lexmark. Euro 300,00. Tel. 320-6178441

- AUDIOLA - Dvd 992 Drs più antenne tv sony vca 116 più telecomando. Tel. 329- 1873014 - NINTENDO DS - Light Nuovissimo completo di imballo, con modifica R4 più memoria da 2 gb, più 2000 giochi. Ancora in garanzia, con scontrino. Euro 180 non trattabile. Disponibile qualsiasi prova. Tel. 344-9563480 - PROGRAMMA - programma karaoke per trasformare il Pc in un karaoke professionale con 70.000 basi aggiornatissime, testo sincronizzato uso professionale o domestico 50 euro Tel.340-7365074 - TELEFONIA - Cellulare Lg x-series, marchiato 3, nero usato pochissimo. Euro 25.00. Cellulare Sagem m9 212x, rosso, con scatola più carica batteria auto. Euro 20.00. Cellulare Nokia 2100 colore grigio, usato pochissimo, pari al nuovo, con scatola. Euro 15.00. Pezzi di ricambio: motorola (con doppia batteria) colore grigio con sportello, carica batteria; alcatel one touch easy, più carica batteria; sendò s220bj marcato wind più carica batteria. Euro 20,00. Tel. 338-7726863 o.p.


44 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE CASE -MARCELLINARA - vendesi appartamento di 135 mq. composto da: soggiorno -angolo cottura, 3 stanze, 2 servizi e garage. Tel. 342-8722389 -MARCELLINARA - vendesi casa singola su due livelli di mq. 220 con terreno edificabile di mq 3.200, terreno agricolo di mq. 2.500. Ottima vista panoramica. Tel. 3383369782 - MONTEPAONE LIDO - vendesi appartamento in località Pilinga (zona Calaghena), mq utili 120 + balconi, immobiliato, vista mare. Info tel 333-2095358 - SIMERI MARE - vendesi appartamento in via lungomare (accanto hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel. 3207626396 - SIMERI MARE -vendesi appartamento in via Lungomare (accanto Hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel.3207626396 - SQUILLACE - lido, vendesi appartamento 2 camere, cucina abitabile, soggiorno-salotto, bagno lavanderia, posto macchina, mq 80. Prezzo 100.000 euro Tel. 329-1720932

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti - uso abitazione e uso commerciale

TRATTATIVA PRIVATA APPARTAMENTI IN VENDITA -ALBI- vendesi appartamento ristrutturato 2° piano, 5 vani, doppi servizi, garage, 2 magazzini, giardino, terrazza, termocamino. Prezzo affare. Tel. 0961-727342 - BORGIA - vendesi a 10 km dal mare appartamento di 110 mq: 3 locali, cucina, bagno, ripostiglio, ingresso, ottime rifiniture. Euro 60.000,00 tratt. chiedere di Massimo. Tel. 349-4977644 - BOTRICELLO - vendesi in terreno edificabile fronte mare con destinazione tirrenica ampia estensione confinante con zona edificata già infrastrutturata. Tel. 347-3584705 - CATANZARO - Traversa L. Siciliani, vendesi appartamento panoramico, 3 vani più accessori. Tel. 339-4587486 - CATANZARO - zona ospedale civile vendesi appartamento composto da tre stanze letto, cucina, soggiorno, doppi servizi, doppia entrata, ripostiglio Tel. 334-6987160

tanzaro. Trattative riservate Tel. 3384688877 -CATANZARO - lido, viale Crotone trav.7 nr 19 composto da: 2 stanze da letto, cucina-soggiorno, bagno, corridoio, due balconi grandi. Riscaldamento autonomo. Prezzo 155 mila euro. Tel. 0961-722684 (fino alle 16) cell. 339-4587804] -CATANZARO - vendesi o fittasi via Madonna dei Cieli a piano terra ampi locali mq400+ 120 ammezzato, categoria C2 Tel. 096725648 o 339-3653737 -CATANZARO - locali in via P. Orsi traversa viale De Filippis, varie metrature, uso ufficio o residenziale. Indipendente ampi parcheggi. Tel. 329-9286449 o 0961-774030 - CATANZARO - discesa Jannoni, vendesi locale di 100 mq da adibire ad attività commerciale o a civile abitazione. Interno ristrutturato, esterno in ristrutturazione. Tel. 333-6327759 - CATANZARO - lido, via Crotone, vendesi appartamento costruzione recente mq 85, arredato più terrazzo mq 5. Box per tre posti auto e parcheggio condominiale. Trattative riservate, no perditempo, no agenzie. Tel. 335-8772859

- CATANZARO- lido: centralissimo con vista a mare, vendesi appartamento mq 160 in contesto d'epoca, euro 280.000,00 Tel. 096134991 O 329-4912685

- CATANZARO - vendesi appartamento, Catanzaro zona Cavita, cucina -soggiornosalone-tre camere-doppi servizi-balconiposto auto, mq 145 circa. Tel. 3338094508 / 333-8927584.

-CATANZARO - vendesi loc. Piterà, casa indipendente di 115 mq con terrazza a livello di mq 100 magazzini sottostanti di mq 85 con antistante corte di mq 75 e terreno di 1200 mq p.a. Tel. 338-1173134

-CATANZARO - Germaneto. Affittasi villetta arredata di mq 70, con rifiniture di lusso. Tel. 338-9406226

-CATANZARO - lido, via Stretto Antico, difronte il Polifunzionale del Comune, fittasi e/o vendesi locale su strada uso negozio commerciale di mq 140 Tel. 0961-722707 / 338-2389544 -CATANZARO - lido, vendesi terreno edificabile Cat. B1, 1500 mq indice 0,80 mc, recintato, acqua potabile, compreso di magazzino 50 mq e magazzino 12 mq, zona residenziale, via Trapani Tel. 348-0018069 -CATANZARO- Corvo appartamento di 100 mq completamente ristrutturato, con ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 vani, bagno, ripostiglio, 2 balconi verandati, cantina di 10 mq. Tel. 333-8701280 - CATANZARO - Pontegrande, appartamento panoramico, termoautonomo, composto da: ingresso, salone, 2 letto, cucina abitabilissima, lavanderia, bagno, terrazzo. Tel. 328-0879996 -CATANZARO - appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose e accessori, posizione fronte Complesso San Giovanni Ca-

-CATANZARO - lido, affittasi a studenti alloggio di nuova costruzione, in via Trapani. Prezzo interessante. Tel. 339-2868119 -CATANZARO - in loc. Siano, via Regina Madre, appart. autonomo, ristrutturato anno ‘01, con ottime rifiniture di 105 mq calpestabili, composto da: 3 bagni (di cui 1 attiguo a camera da letto), due camere da letto, soggiorno con caminetto, cucina. Tavernetta rustica esterna con terrazzino attiguo all’appartamento, e giardino ben rifinito. Trattativa privata. Tel 328-4026872 -CATANZARO - vendesi zona Germaneto vic. nuova stazione ferroviaria, terreno mq 9000, destinazione Dc (artigianale e piccolo commercio), prezzo interessante. Tel. 329-1646400 -CROPANI - marina. Vendesi basso fabbrcato uso commerciale, di mq 350 circa. Tel.0961-961182 -CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto di due stanze da letto, cucina/soggiorno, ampio ripostiglio, bagno , mtq 40 giardino, arredato. Per

info: 339-6815575 - CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto da tre vani letto, 2 bagni,soggiorno,cucina, ampio ripostiglio,5 balconi Per info: 339-6815575 -DAVOLI MARINA - a due km dal mare e da Soverato (Calabria Jonica): in attrezzatissimo e verde villaggio con piscina, campi tennis e calcetto, giochi bimbi, teatro e discoteca all'aperto, bar, guardiana e animazione, vendesi luminoso e panoramico bilocale arredato, con balcone e posto macchina. Libero per la stagione 2008. Prezzo interessante. Telefonare ore pasti. Per info:0961-771231 - 329-3017009 - DECOLLATURA - vendesi casa ristrutturata di recente composta da: piano seminterrato: due grandi magazzini; piano rialzato: cucina abitabile e grande salone, pranzo wc; primo piano: due grandi camere da letto, wc, balcone con vista panoramica; mansarda: camera letto, bagno, vista panoramica. Terreno attiguo di mq 400. Euro 150.000 trattabili Tel. 3926167207 -DECOLLATURA - vendesi in Adami di Decollatura due mini appartamenti con accessi indipendenti e volendo anche unificabili previo opportuna scala interna. Ogni mini appartamento è composto da: ampio ingresso, cucina, pranzo, soggiorno, wc, camera letto, ripostiglio e ampio garage. Il prezzo è di euro 50.000 trattabili Tel. 392-6167207 - DECOLLATURA - località “Guercio”, vendesi casa su due livelli composta da piano terra: reparto giorno con cucina , soggiorno, pranzo, porticato coperto, bagno, garage, magazzino, terreno attiguo esteso 20.000 metri; primo piano:tre camere letto, bagno, ripostiglio. La casa è riscaldata con termocamino e autoclave riserva acqua. Euro 230.000,00. Tel. 392-6167207 - FRANCAVILLA MARITTIMA -offro locali per deposito merci o altro su strada largo traffico. Tel 329-1873014 - LAMEZIA TERME - vendesi deposito con possibilità di qualunque altro uso, di 150 mq; carrabile con due ingressi su via S. Miceli e su via Marconi. Tel. 0968442419/3490889968 - LAMEZIA TERME - via del Progresso, camera singola in appartamento arredato da condividere. Insegnanti , professionisti in genere,lavoratori, studenti. Massima serietà Per info 0968-28591 -MARCELLINARA - vendesi appartamento composto da ingreso, cucina, 3 camere letto, 2 bagni. Riscaldamento autonomo, entrata indipendente; piccolo garage. Ristrutturato. Tel. 339-7452453/3683269270

-SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa composto da salone ingresso triplo con cucina a vista, tre camere , studio, due bagni, giardino. Tel. 0961-903801/360-853898 - SOVERIA MANNELLI -vendesi in pieno centro urbano, mini appartamento di mq 60 su due piani.piano terra composto da ingresso, cucina, pranzo, wc, magazzino con autoclave in comodato. Primo piano con accesso interno ed esterno composto da due camere letto piccole e wc. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendo a Soveria Mannelli, in zona tranquilla palazzina di due piani, con accesso autonomo carrabile e pedonale, con annesso piccolo terreno ad uso orto e area arredata per il tempo libero. La palazzina è composta da: piano terra (parzialmente ultimato di mq 140); primo piano (3 camere letto + grande soggiorno-pranzo + cucina abitabile + due bagni + ripostiglio + ampi balconi). Il prezzo trattabile è di euro 150.000. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendesi appartamento mq. 80, camera letto, soggiorno, cucina, bagno, cortile, giardino, euro 60.000 trattabili. Tel. (o.p.) 0961-727342 - SOVERIA MANNELLI - vendesi mini appartamento di mq 70 posto al piano terra con accesso autonomo. Composto da 2 camere da letto, bagno, anticamera con soggiorno, pranzo, cucina. Euro 70.000 trattabili Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - vendesi casa di recente costruzione composta da piano terra e da primo piano. La casa è già abitabile e libera subito. Adiacente area per il tempo libero e orto per usi agricoli e garage. Il prezzo è di euro 150.00, 00 non trattabili. Tel. 392-6167207 - STALETTÌ - Copanello, vendesi villa a schiera 150 metri dal mare, due livelli arredata 143 mq, giardino di 162 mq, salone, caminetto, tre vani doppo servizi euro 240.000 Tel. 339-8883818 (h 11-14) o 339-1129765 -TORRETTA DI CRUCOLI - vendesi o fittasi appartamento . Tutto arredato, circa 100 mq. Vicino al mare Tel. 338-3848762

VENDESI IN SILA Villetta a schiera, a Villaggio Mancuso, Residence Stella Alpina 2, composta da: ampia cucina soggiorno, due camere da letto, servizi, stanzino deposito, legnaia, piccolo giardino. Con caminetto e arredamento completo. Garage adiacente di 25 mq con ingresso coperto autonomo. [Telefonare ore pasti al: 0961-32459]

Trattativa privata


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 45

SPECIALE CASE APPARTAMENTI IN FITTO

- BASSO IONIO -

- CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. Tel. 339-7803596 o 3335236521

- ISCA MARINA- fittasi villa al mare indipendente, su due piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473]

- CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. Tel. 334-8282473 - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. Tel.338-8646549 - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. Tel. 338-8646549 - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili Tel. 335- 5804234 - CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. Tel. 3384688877 - CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi a Germaneto vicino policlinico e università 2 stanze o intero appartamento arredato di nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. Tel. 340-9304526 -CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficio-studio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. Tel. 0961-33732 / 340-6782253 -CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. Tel. 0961-738151 oppure 335-320997 - CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno, termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. Tel. 338-6260206 -CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova sta-

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis - animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095] -LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

- CATANZARO - via Bianco adiacente Regione Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387 - CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 3921311913 / 349-3737911

-VENDESI ATTIVITA’ CATANZARO - lido vendesi attività avviata settore abbigliamento. Zona Centrale. [Per info 347-4683025]

Trattativa privata - SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541] - SQUILLACE - affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932] - SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

Trattativa privata zione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti Tel. 349-1448769 - CATANZARO - centro, fittasi uso foresteria prestigioso immobile, loft indipendente arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. Tel. 334-1875277 - CATANZARO - Fittasi, in via Madonna dei Cieli , vicino università San Brunone, a studentessa o impiegata camera singola in appartamento signorile e con arredo nuovo. Tel. 334-8282473/347-6817553 CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamento-mansarda mq 70 arredato, ad impiegate o studentesse, 2 stanze, cucina, bagno e 2 posti auto. Per info: 338-6260206 -CATANZARO - fittasi camere singole o doppie a studenti o impiegati, in via Schipani, palazzo Petrucci. Per info 339-7285207 -CATANZARO - lido, a studenti due camere singole in appartamento ben arredato con doppi servizi, riscaldamentoo autonomo ben arredato con posto auto. Da ottobre a giugno. Per info 0961-33085 / 34735599054 -CATANZARO - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -CATANZARO - fittasi in Via Madonna dei Cieli, di fronte Università “San Brunone” camera singola in appartamento signorile e ben arredato. Per info 320-3672584 / 0961-726027 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 3207917831 / 329-8753604. -CATANZARO - lido, lungomare (vicino Hotel Palace), fittasi mini appartamento. Tel. 338-4223740 -CATANZARO - Sala, affittasi, presso funicolare, appartamento composto da ingresso, soggiorno, pranzo, angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Termoautononmo, lavatrice e posto auto in cortile. Tel. 0967-21841 - CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119. - CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020

- CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p. - CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 2-3 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078] -CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385 -CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961-726027 -CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 3388160349 -CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335487387 -CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 368-3948807 / 333-2127961 -CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato, doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961-774532 / 339-863070 - CATANZARO- via De Riso, 4 posti letto in appartamento arredato di 150 mq. composto da 4 camere letto, cucina, soggiorno-pranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Tel. 333-2414272 - CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 3349506955 - RENDE - fittasi a studentesse universitarie a Commenda di Rende (Cs) via Ciro Menotti ,26 n. 2 posti letto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 339-3134105 / 329-3725793] - SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa , composto da triplo salone, tre camere due bagni, posti letto sei, arredato di tutto. Tel. 0961-903801/360853898

- SOVERATO - di fronte Lido Don Pedro fittasi per tutto l’anno mini appartamenti autonomi piano terra, arredati, provvisti di aria climatizzata, lavabiancheria, giardino, parcheggio interno per motocicli. Euro 300. Tel. 0967-23690 /3207680316 CESSIONI D’AZIENDA -CATANZARO - vendesi avviata edicola cartoleria. Tel. 389-1983286 -CATANZARO - vendesi attività avviata: bar, rosticceria, tavola calda, tabacchi volendo anche impianto benzina a S. Maria di Catanzaro Tel. 328-0021229 -SAN MANGO D’AQUINO - cedesi attività commerciale: bar - pizzeria - trattoria pensione. Tratt. riservata esclusi perditempo. Posto molto conosciuto. Per info: 340-4051067 TERRENI IN VENDITA - CERCHIARA DI CALABRIA - vendesi terreno ulivetato ha 2.24 con casa buono stato. a circa 5 km dal mare.prezzo interessante. Tel. 329-1873014. - CIRÒ MARINA - vendesi a Cirò Marina, a breve distanza dal mare, struttura alberghiera composta, al secondo piano, da 16 camere con bagno; al piano terra e primo ampi saloni per la ristorazione e servizi + ampia cucina; la superficie totale è di mq 650,00; attiguo piccolo terreno; il prezzo, trattabile, e' di euro 250.000,00; libera subito. Per info 392-6167207 - STALETTÌ - via Provinciale per Copanello. Terreno edificabile c.a. 2000 mq, panoramico, possibilità di 2 lotti, prezzo trattabile. Info: 0961-918215 - TIRIOLO - vendesi terreno agricolo metriquadrati ventiduemila con annessa fabbrica fuochi artificiali metriquadratiottanta attrezzature automezzo trasporto tutto regolarmente autorizzato. Tel: 0961-991402 / 339-5713837 /0961-992153

- ALTO IONIO -BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

Trattativa privata


46 Lunedì 16 Marzo 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE MOTORI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Accessori - Ricambi - MINI QUAD - 110cc a benzina 4 tempi 12 cv, accensione elettronica, solo fuori strada, portata 180 kg. Euro 450 incluso consegna a domicilio. Tel. 320-7935230

- NAUTICA - vendesi barca semicabinata modello Glastron. Mt 7,20, motore 280 cv anno 2004 con garanzia. Barca totalmente ricondizionata, chiglia nuova di zecca, tendalino, frigo, 2 scale di risalita, supporto ausiliario. Tel. 339-8152564/ 329- 0755294 - NAUTICA - vendesi carrello traino appendice 3, 5 q. come nuovo. Prezzo vero affare Tel. 333-3208062 - NAUTICA - vendo moto d'acqua Yamaha Wave Runner 4 tempi Cc 1100 Cv 138 3 posti con poche ore di navigazione euro 7500,00. Per info: (ore pasti) 348-4709710 - NAUTICA - vendo gommone mt. 3.60 con carrello omologato Tel. 349 - 4791446 - ROULOTTE - 4/6/8 posti letto. Prezzo affare. Tel. 333/3208062 - ROULOTTE - Roller mod. Gorilla m. 4,10 completa di stufa,frigo, cucina e lavello incorporati, più veranda. Prezzo 1.500 euro tattabili. Tel. 339-4477093 - ROULOTTE - vendo Elnagh mod. briscola m. 3,25 targata e con libretto di circolazione, tassa pagata. Tenda, veranda e frigo. Tenuta in garage. Euro 2.000. Tel. 339 - 6331789 - TRATTORE - vendo n. 2 ruote per trattore agricolo consumate al 20%, marca stomil misure 13:6/24. Prezzo complessivo euro 200,00. Tel. 329-1873014 - TRAILER - per trasporto cavalli dell’Umbra Rimorchi ad un posto, con pedana anteriore, pedana posteriore e porta d’ispezione. Prezzo 2000 euro trattabili. Tel. 333-4564111 ACCESSORI AUTO-MOTO - AUTO - centraline auto, riprogrammano /rimappano centraline auto, sia benzina che die-

sel ed anche mjet a partire da 200 euro. Info 329-3033734 email: easy-power@libero.it - AUTO - vendo barre portatutto mod. Clio II,originali Renault perfette, come nuovo a metà prezzo euro 60,00.Tel.328-8157867

fanghi carbonio, carena vtr con serbatoio, mono racing Fg e Holhins, pedane arretrate e semimanubri ergal, Termignoni, statore, motore 1994, coppia cerchi normale e con posteriore maggiorato, kit rapporti. Tel. 3482636567

- YAMAHA - R1 anno 2003, in ottime condizioni, (tagliandata e revisionata) colore blu prezzo 7.000 euro. Tel. 339-8152564 COMPRAVENDITA AUTO USATE TRATTATIVA PRIVATA

- AUTO - vendo fari allo Xenon idonei da installare in tutte le auto, facilmente anche da soli, doppia centralina professionale. Valore 400 euro svendo a 180 euro. Possibile vederli tramite Mms tel. 347-7123789 - AUTO - kit conversione fari allo xenon per tutte le auto, nuovi, garanzia, fattura, qualsiasi prova, vendo a 70 euro completi di tutto, con centraline digitali per Cambus, possibile foto, mms, email, fax. Tel. 393-7123789 - AUTO - vendesi a Bagnara Calabra (Rc) pezzi di ricambio usati, ma in ottime condizioni, per Ford Fiesta 1.1 non catalitica (anno 1991 e dintorni); tutto a metà prezzo. Per info: Tel. 0966372580/ 3349436849 (Gianni). - AUTO - vendo bauletto litri 35 completo di staffa per fissaggio marca Kap per FlyPiaggio Cell. 339-4731321 - AUTO - Pezzi di ricambio Ford Fiesta anno1988: fari anteriori, sedile posteriore, cintura.ottimo prezzo. Tel. 329-1873014 - AUTO - Pezzi di ricambio usati ma in ottime condizioni per Ford Fiesta (anno 1991), tutto a metà prezzo. Tel. 0966-372580 / 338-3444894 - MOTO - vendo i seguenti terminali di scarico: coppia marmitte Yamaha bt 1100 bull dog pari al nuovo; terminali Suzuki dr 65orse - 750 big. Prezzo occasione. Tel. 393-2773209 - MOTO - vendesi motore per moto Honda Hornet Cb600F Km 7000. Euro 500,00. Tel. 3290033688 - MOTO - vendesi Casco Arai Professional , colore nero, seminuovo. Telefono 347-3470717 - MOTO - vendo motore Honda SP1 completo di impianto elettrico-alimentazione. Bicilindrico, 136cv, 6 marce. Ottimo per prototipi su terra. Euro 2000 trattabili. Tel. 348-2636567 - MOTO - vendo ricambi racing per Cbr 600 9198: forcella Kayaba rovesciata 50mm, para-

COMPRAVENDITA MOTO USATE TRATTATIVA PRIVATA - GUZZI - Vendesi moto (Galletto) condizioni da vetrina. Euro 3.200,00 Tel. 349 - 1233190 - HONDA - Hornet 600 colore nero anno '02 (causa inutilizzo). Specchietti e frecce in carbonio,cupolino, antifurto immobilize,gommata da 1200 km. Prezzo vero affare. Euro 3300,00 tratt. Tel. 333-5032216 - HONDA - Shadow 90cc, anno 1998, colore bordeaux, motore perfetto, carrozzeria in discrete condizioni, 600 euro tratt. Tel . 338-3252061 - HONDA - Pantheon 125 cc. 2 tempi. Perfetto. Blu metallizzato. Euro 1.300. Tel. 335-455858 -HARLEY DAVIDSON - modello custom 53c . anno 99. colore unico bianco perla. Accessoriata con sella touring, schienalino, borsa laterale in cuoio. porta targa. Kit dynajet, frecce e altro.Cedo anche sella singola e coppia di terminali screem eagle. Euro 5.000 revisionata. Tel 3298416206 - HONDA - Foresight 250. Km 5075 Prezzo affare. Tel 0961-717131 - KAWASAKI -En 500, ultimo modello, come nuova. Tel. 348-6955074 - MOTO D’EPOCA - Varie marche anni 50 - 80, più pezzxi di ricambio. Tel. 338-4846405 -PIAGGIO - vendesi Hexagon 125 cc 4 tempi anno 2001 col. nero. Ottime condizioni, motore nuovo. Euro 1200,00 trattabili. Tel. 3295457084 -TRIUMPH - Speed Triple ‘03. Nera, ottime condizioni, unico proprietario, tagliandata e accessoriata. Tel. 331-3604430 -VESPA - modello 1958 buone condizioni di carrozzeria. Motore bloccato. Senza targa nè documenti. Euro 800. Tel. 329-6068413

- AUDI - A4 2.5 tdi quattro station wagon grigio quarzo 109.000 km lug. 2002 full optional, navigatore satellitare tv prezzo 23.000 euro. Tel. 0961-753903/0961-753918 - AUTO - Chiosco mobile per frutta e verdure o altre cose. Prezzo affare Tel. 333-3208062 - CLIO - 1400, tre posti. Full optional, anno 1998. Euro 1.200 Tel. 338_4846405 -FIAT- fiorino 1700 D.P.K. anno 97. Perfetto km 1200 mila. Vendo euro 2900,00. Tel. 3333208062 - FIAT - Ducato 1.9, anno 1998. Coibentato, con certificato atp in perfette condizioni. Garanzia totale euro 7.000,00 Tel. 338-8162887 - FIAT - barchetta colore nero assetto corsa km 68.000 interni in pelle rossa euro 8.000,00.Per info 331-5257181 - FIAT - Doblò 1.9 d Anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. in perfette condizioni, gommato nuovo e revisionato. Usato garantito. Euro 7.200,00 Tel. 0968-97707 - FIAT - Ducato 2.8 Jtd anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. Appena gommato e revisionato. Garanzia totale. Euro 13.500,00 Tel. 096897707 - FORD - vendesi ford transit anno 85 doppia cabina con cassone gemellato in perfetta condizione euro 3.500,00. Per info 331-52571 - MERCEDES - Vendo Mercedes Clk 270 cd anno 2005 come nuova full optional: interni pelle-cambio automatico-navigatore schermo 5'. Per info: (ore pasti) 348-4709710 - OPEL- Fuooristrada Frontera "Sport" 1993, benzina con impianto Gpl elettronico. Ottime condizioni. Motore e carrozzeria perfetti. Gomme nuove. Tel. 0961-791505/338-3964656


il Domani Lunedì 16 Marzo 2009 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 RUBRICA Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:15 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 MINISERIE Pane e liberta' 23:10 Tg 1 23:15 ATTUALITÀ Porta a Porta 00:50 TG 1 Notte 01:20 Che tempo fa 01:25 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 RUBRICA Sottovoce 02:00 DOCUMENTI Un Mondo a colori Speciale 02:35 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:10 FILM TV Ho sposato uno sbirro: La venere scomparsa 05:00 DOCUMENTARIO Stella del Sud: Senegal 05:25 RUBRICA Homo ridens 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 RUBRICA Scanzonatissima 06:15 Tg 2 Eat Parade 06:25 REAL TV X Factor La settimana 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:01 CARTONI ANIMATI Cuccioli 07:15 CARTONI ANIMATI Matt & Manson 07:30 CARTONI ANIMATI American Dragon 08:00 CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 08:15 CARTONI ANIMATI Dibo dei desideri 08:30 CARTONI ANIMATI Phineas and farb 08:50 CARTONI ANIMATI Harry e i dinosauri nel magico secchiello blu 09:15 CARTONI ANIMATI Pucca 09:30 RUBRICA Protestantesimo 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:55 Tg 2 Medicina 33 14:00 REAL TV X Factor 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:00 TELEFILM Senza traccia 22:40 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 23:25 Tg 2 23:40 FILM I segreti di Brokeback Mountain 01:25 RUBRICA Sorgente di vita 01:45 RUBRICA Tg Parlamento 01:55 RUBRICA Sorgente di vita 02:25 RUBRICA Almanacco 02:30 Meteo 2 02:35 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:40 Tg 2 Costume e società 03:00 TELEFILM La stagione dei delitti 03:30 VARIETÀ Cercando cercando 04:00 DOCUMENTARIO Da Oslo alle perle del Mar di Norvegia 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Classici della psicologia

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:00 Tg 5 Mattina 08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 09:55 REAL TV Grande Fratello Pillole 10:00 Tg 5 Ore 10 10:05 ATTUALITÀ Mattino Cinque 11:00 RUBRICA Forum 13:00 Tg 5 13:41 SOAP OPERA Beautiful 14:05 REAL TV La Fattoria 14:10 TELEROMANZO CentoVetrine 14:45 TALK SHOW Uomini e donne 16:15 REAL TV Amici 16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:00 Tg5 minuti 18:05 ROTOCALCO Pomeriggio Cinque 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 REALITY SHOW Grande Fratello 00:25 Tg 5 Notte 00:55 Meteo 5 00:56 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 01:25 TELEVENDITA Mediashopping 01:40 REAL TV Amici 02:25 TELEVENDITA Mediashopping 03:10 REALITY SHOW Grande Fratello 03:45 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Jeff & Leo Gemelli detective 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM International Hotel 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 RUBRICA Atlantide, Storie di uomini e di

mondi 19:00 TELEFILM JAG 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 RUBRICA L'infedele 23:30 TELEFILM Sex & the city 01:00 Tg La7 01:20 RUBRICA Movie Flash 01:25 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:05 RUBRICA L'intervista 02:35 TELEFILM Alla corte di Alice 03:35 RUBRICA Due minuti un libro 03:40 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:35 CARTONI ANIMATI Draghi e draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Fragolina 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI L'isola della piccola Flo 08:15 CARTONI ANIMATI Evviva Palmtown 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 12:58 PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Naruto Shippuden 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 TELEFILM Malcom 17:30 CARTONI ANIMATI Spongebob 17:40 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:00 CARTONI ANIMATI Twin Princess Principesse gemelle 18:15 CARTONI ANIMATI Spongebob 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 18:58 PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:00 NEWS Studio Sport 19:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 FILM Vacanze di natale ' 91 23:40 REAL TV RTV La tv della realtà 23:55 REAL TV RTV Clip 00:00 SHOW Mai dire Grande Fratello 00:55 REAL TV Grande fratello Live 01:55 NEWS Studio Sport 02:20 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:35 MUSICALE Talent 1 Player 02:55 TELEVENDITA Mediashopping 03:15 TELEFILM I Soprano 03:50 TELEVENDITA Mediashopping 04:05 FILM Musica per vecchi animali

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 MUSICA Love Test 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Run's House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 TELEFILM Roswell 21:00 MUSICALE Mtv The Most 22:00 MUSICALE Mtv the Most Videos 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 MUSICALE Giusy Ferreri Live@mtv.it 23:30 MUSICA The QOOB Show 00:30 MUSICALE Brand: New Videos 01:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insomnia

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24 Morning News 06:30 ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 07:30 ATTUALITÀ TGR Buongiorno Regione 08:00 ATTUALITÀ Rai News 24 Morning News 08:15 RUBRICA Art News Secrets 08:20 RUBRICA La storia siamo noi 09:15 RUBRICA Verba volant 09:20 RUBRICA Cominciamo bene Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene 12:00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12:25 Tg 3 Shukran 12:45 ATTUALITÀ Le storie Diario italiano 13:05 TELENOVELA Terra nostra 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 RUBRICA TGR Neapolis 15:10 TELEGIORNALE TG3 Flash L.I.S. 15:15 Tirreno Adriatico Ciclismo 16:15 NEWS TG3 GT Ragazzi 16:25 RUBRICA Trebisonda 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo 17:50 RUBRICA Geo & Geo 18:15 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole 21:05 Tg 3 21:10 FILM Agente 007 Missione Goldfinger 23:10 RUBRICA Replay 00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 02:10 RUBRICA Avvocato io, avvocato noi 02:30 RUBRICA Inconscio e magia psiche 03:00 ATTUALITÀ Rai News 24 03:01 News 03:05 Meteo 03:40 RUBRICA Riflettendo con... 03:45 ATTUALITÀ Usa 24 H 04:15 ATTUALITÀ Magazine tematico

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 09:00 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 SOAP OPERA My life 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:35 NEWS Vie d'Italia Traffico 11:40 TELEFILM Un detective in corsia 12:25 TELEFILM Renegade 13:30 Tg 4 Telegiornale 13:46 Meteo 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:10 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 16:00 SOAP OPERA Sentieri 16:40 FILM Nikita Spie senza volto 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:19 Meteo 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:30 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 TELEFILM Il comandante Florent 23:15 FILM La vera storia di Jack lo Squartatore From Hell 01:40 Tg 4 Rassegna stampa 01:55 NEWS Passwor*d Il mondo in casa 02:55 RUBRICA Vivere meglio 04:05 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 04:10 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN TV La vera storia di Jack lo Squartatore Rete 4 ore 23,15 Regia: Albert Hughes, Allen Hughes Cast: Johnny Depp, Heather Graham, Robbie Coltrane, Susan Lynch, Ian Holm, Sophia Myles, Jason Flemyng, Dominic Cooper, Ian Richardson, Katrin Cartlidge, Terence Harvey, Paul Rhys, Lesley Sharp, Estelle Skornik, Titolo originale From Hell. Genere: Horror Durata 137 min. Produzione: USA 2001. Film di atmosfere e di straordinaria "pittura" ispirato al fumetto di Alan Moore 1888: Londra. Nel quartiere di Whitechapel, reso celebre appunto da Jack, il primo serial-killer-mediatico della storia, vive Mary Kelly, prostituta, insieme ad alcune amiche colleghe. La vita è durissima ma almeno... è vita. Poi Ann, una delle amiche, viene trovata uccisa, barbaramente. La stessa sorte tocca, poco dopo, a Polly. A indagare viene chiamato l'ispettore Fred Abberline. Film di atmosfere e di straordinaria "pittura". Molto dovuto all'ispirazione che è, appunto, From Hell, il fumetto edito da Alan Moore negli anni Novanta.

I segreti di Brokeback Mountain Rai 2 ore 23.40

Rehia: Ang Lee Cast: Jake Gyllenhaal, Heath Ledger, Michelle Williams, Anne Hathaway, Randy Quaid, Linda Cardellini, Anna Faris, Scott Michael Campbell, Kate Mara, Cheyenne Hill, Brooklynn Proulx, Tom Carey, Valerie Planche, David Trimble, Victor Reyes, Lachlan Mackintosh, Larry Reese, Marty Antonini, Dan McDougall, Don Bland, Steven Cree Molison Genere: Drammatico Produzione: USA 2005 Wyoming 1963. Sotto i cappelli due cowboy attendono davanti all'ufficio del rancher locale, Joe Aguirre, di salire sul Brokeback per la transumanza. Ennis Del

134’ Mar non ha famiglia, persa dietro una curva di una strada diritta, Jack Twist ne ha una da dimenticare in fondo alla campagna texana. Fuori dal mondo, in quel luogo sospeso che "rompe" con le convenzioni giù a valle, che "spezza" i tempi della cultura per seguire quelli di natura, i due giovani si avvicinano fino a toccarsi. Nella tenda, generosa alcova, il cameratismo si converte in passione, la realtà in epica amorosa. I cowboy innamorati di Ang Lee nascono dalla penna di Annie Proulx che nel 1998 scrisse un racconto breve per il The New Yorker poi diventato un romanzo ad alta concentrazione, Gente del Wyoming.



il domani