Issuu on Google+

Sabato 15 Novembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 315

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 33 a pag. 43) CROTONE La consegna avverrà il 10 dicembre durante lo spettacolo organizzato da Ruggero Pegna

CATANZARO Realizzato il progetto Citizen of the World

Il Premio Pitagora a Beppe Grillo Full immersion in Europa CROTONE — L’assessore alla Cultura del Comune di Crotone, Giovanni Capocasale, ha voluto assegnare il “Premio speciale Pitagora 2008” a Beppe Grillo. La consegna avverrà il prossimo 10 dicembre durante l’unico spettacolo del “Delirio Tour” organizzato dalla Show Net di Ruggero Pegna.

REGGIO CALABRIA

I bambini di Pellaro scoprono Londra A PAGINA 35

A PAGINA 35

CATANZARO — Da Catanzaro in In-

ghilterra. Per l’Istituto Tecnico Industriale Statale “E. Scalfaro” grazie alla realizzazione del Progetto Por “Citizen of The World”, finanziato dalla Regione Calabria, una full immersion in Europa.

RENDE

Il magistero della Chiesa A PAGINA 33

A PAGINA 33

SANITA’ Il consigliere regionale conferma le proprie accuse nei confronti del direttore generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio

Tallini ribadisce: «Ciconte è incompatibile» «Quotidianamente si percepisce il fallimento di un settore che ha un “buco” di oltre 2 miliardi» CATANZARO — «E’ mortificante leggere l’intervento del presidente dell’associazione “Calabria Oltre”, dopo che tutti hanno giudicato, mediante solidarietà diretta, come coraggiosa la denuncia, dal sottoscritto effettuata, sullo stato della sanità catanzarese e sulla incompatibilità del direttore generale dell’Azienda ospedaliera PuglieseCiaccio», Vincenzo Ciconte, primario in aspettativa presso la stessa azienda ospedaliera. Il consigliere regionale dei Popolari europei verso il Pdl Mimmo Tallini replica al presidente di Calabria Oltre.

A PAGINA 19

VIBO VALENTIA

Piani di sviluppo L’analisi di Basile VIBO VALENTIA — Prende spun-

to dal recente convegno sul federalismo, organizzato dalla Confindustria di Vibo Valentia, l’europarlamentare Domenico Antonio Basile, e considera come la qualità delle cose dette meritasse «certamente sorte migliore». Domenico Tallini

MAURIZIO BONANNO A PAG. 20

Vincenzo Ciconte

REGIONE Prestito da 450 milioni di euro concesso dalla Banca europea degli investimenti

COSENZA

Sottoscritto il contratto con la Bei

Provincia, Corbelli al posto di Principe?

CATANZARO — Ammonta a 450 milioni di euro, 50 dei quali rinnovabili annualmente fino al 2013, il prestito concesso dalla Banca europea degli investimenti alla Regione Calabria per sostenere il rilancio dell’economia. Il contratto è stato sottoscritto ieri mattina dal presidente della Regione, Agazio Loiero e dal vicepresidente Bei, Dario Scannapieco (nella foto i due firmatari).

COSENZA — E’ stato convocato per lunedì l’ufficio di presidenza del Consiglio provinciale. Tra i punti all’ordine del giorno l’elezione del nuovo Presidente del Consiglio. Tra i diversi nomi in ballo, c’è anche quello del leader di Diritti Civili, Franco Corbelli, che ha dichiarato: «Se si registrerà una larga convergenza sono pronto ad accettare l’incarico».

A PAGINA 18

REGIONE

A Loiero la delega alla Sanità A PAGINA 18

A PAGINA 15

L’INTERVISTA Giacomo Mancini spiega il sodalizio col Cavaliere

«Ecco perché scelgo il Pdl» COSENZA — «Mi rendo conto che un certo modo di fare politica in Calabria riduce tutto al pettegolezzo, all’incontro notturno, alla trama nascosta e però per quanto mi riguarda il mio percorso politico e le mie decisioni sono limpide e trasparenti. Tutto alla luce del sole». E’ uno dei passaggi dell’intervista con la quale Giacomo Mancini (nella foto) spiega il suo passaggio al Pdl. «Con il voto di aprile - sottolinea il quadro politico è profondamente cambiato. Ormai anche in Italia si va rafforzando un sistema che poggia su due soli partiti il Pd e il Pdl. Chi vuole fare politica deve scegliere rispetto a questo nuovo assetto». DOMENICO MARTELLI A PAG. 13

IL PUNTO SULLE CALABRESI

Del Piero-Palanca magico accostamento di Vittorio Ranieri

el Piero è un punto di riferimento per i compagni, un po’ come quando giocavo io a Catanzaro: sapevo che Palanca da un momento all’altro avrebbe potuto segnare su calcio d’angolo o su punizione ed entravo in campo caricato. Insomma, pensavo positivo». Così parlò Claudio Ranieri. Una dichiarazione che, nei giorni scorsi, ha fatto il giro dei quotidiani sportivi e non. Finanche il tg sportivo di Sky s’è scomodato per regalare al pubblico dei calciofili alcune immagini di Massimo Palanca in azione. E ciò per spiegare meglio il Ranieri-pensiero. Che settimana, quella che volge al termine, per il pubblico di fede giallorossa! Secondo posto in campionato, un entusiasmo che pian pianino sta coinvolgendo la “piazza” calcistica dei tre colli (in tanti seguiranno domani la squadra a Melfi) il tutto poi per arrivare al Ranieripensiero, che ha regalato le luci della ribalta al Catanzaro calcio. Un qualcosa che, diciamola tutta, ci voleva proprio! Non è bello vivere solo di ricordi. Ma son proprio i ricordi a rafforzare i sentimenti presenti e la forza di identificazione nella propria realtà e di quello che essa ha simboleggiato nel passato. Su Massimo Palanca potremmo scrivere fiumi di inchiostro. Per Catanzaro e il Catanzaro ha rappresentato l’estro, il coraggio, la fantasia e la semplicità. Per tutti noi, era ed è “O’ rey” o “l’imperatore della ovest”. Per chi lo conosce bene, è una persona dalla grande (e disarmante) semplicità. Un campione dentro e fuori il campo. Un po’ come Alex Del Piero. Il numero dieci juventino (seppur nella sua grandezza calcistica e mediatica) è un tipo riservato, poco mondano e che vive per il campo di calcio e la famiglia. Verrebbe da dire, un ragazzo d’altri tempi.

«D

CONTINUA A PAG. 52


2 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Le ville dei ricchi in fiamme Incendio a Santa Barbara

Tailandesi in fila per la cremazione della principessa

In quella zona si trovano le ville di alcune star di Hollywood, da Michael Douglas alla conduttrice Oprah Winfrew

Migliaia di curiosi per le vie di Bangkok Cartier all’asta milionaria

Smeraldi e zaffiri da far girar la testa Centinaia di migliaia di cittadini tailandesi alla cremazione della principessa Galyanis. Tanti i curiosi che ne hanno approfittato per portare a casa una foto ricordo

I gioielli di Cartier dovrebbero fruttare quasi dieci milioni di dollari

L’arrivo dell’estate tropicale favorisce la zanzara che trasmette la malattia L’ultima vittima è una 22enne

Torna l’incubo dengue Paura in tutto il Brasile per una nuova epidemia

Bruciano le lussuose ville a sud est di Santa Barbara, in California. Alcuni incendi sviluppatisi nella notte hanno distrutto almeno 80 abitazioni e un collegio, e oltre 5.000 persone sono state evacuate. Le fiamme si sono sviluppate nella zona di Montecito

La Turchia esorta l’Europa a boicottare il “terrore”

Il Pkk, presente nei dei gruppi terroristici, riceverebbe sostegni politici e finanziari da molti Paesi europei

Il primo ministro turco Erdogan ha inviato una lettera ai capi di governo dei Paesi membri dell’Unione europea esortandoli contro il terrorismo curdo del Pkk

Le voci “donne” del Congo si levano contro i soprusi

Con l’approssimarsi dell’estate tropicale torna l’incubo della febbre-dengue a Rio de Janeiro. Una 22enne, madre di un bambino di 4 anni è morta

Fernando Machado Soares si è dato al fado

Dal tribunale alla musica la nuova vita del giudice

Il freddo mette appetito E il panda si “scalda” divorando il bambù

La stessa voce che faceva tremare gli imputati, ora fa commuovere i portoghesi

Arriva il freddo e aumenta il consumo di bambù da parte dei panda

Durante l’inverno aumenta l’appetito

La violenza contro le donne è aumentata. Alcune sono morte mentre cercavano di proteggere i propri figli

Nel messaggio inviato ai tibetani il leader fa intendere di essere pronto a lasciare la carica politica per la democrazia nel suo Paese

Centinaia di donne si sono radunate in uno stadio sportivo della città di Goma, in Congo, per chiedere pace e protezione nel nord della regione del Kivu, martoriata ormai da settimane dagli scontri tra le truppe governative e i gruppi di opposizione

Per il Dalai Lama: “E’ importante restare fedeli all’approccio non violento per risolvere il problema dell’autonomia tibetana. E’ necessario costruire una democrazia in Tibet”

Seguendo le orme del Buddha Il Dalai Lama ai tibetani: “Basta con la violenza”


4 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Uno studio del 2005 fotografa la situazione

Per Mario Riccio non patirà fame e sete

ROMA - In Italia si stima siano tra le 2.000 e le 2.500 le persone che, come Eluana Englaro, sono in stato di coma vegetativo. In realtà, fare un censimento su questo fronte, non è semplice. E per avere un ordine di grandezza bisogna rifarsi agli ultimi dati ufficiali in materia, che emergono da un’indagine svolta nel 2005 da una commissione ad hoc istituita dal ministero della Salute. Il documento finale prodotto al termine di lavori, indicava appunto in 2.000-2.500 il numero di pazienti di questo tipo.

ROMA - «Eluana Englaro assolutamente non soffrirà. Non ha alcuna sensazione. Non soffrirà né la fame né la sete perchè sono queste delle sensazioni che appartengono a chi è cosciente». Così Mario Riccio, il medico che ha sospeso la ventilazione a Piergiorgio Welby, commenta su Ecoradio la decisione della Cassazione. «La sentenza - continua Mario Riccio- sancisce il diritto all’autodeterminazione del paziente che può lasciare le sue volontà e farle rispettare. Uno stato deve assicurare le migliore cure ma non può imporre le cure».

In Italia altri 2500 con lo stesso dilemma

Il medico di Welby dice: “Se ne andrà senza soffrire”

Negli ospedali circa 2500 come Eluana

Mario Riccio, il medico di Welby

Tutte le forze politiche concordano sulla necessità di riempire il vuoto legislativo in seguito al verdetto della Cassazione che autorizza la sospensione delle cure

Dopo Eluana, ora subito una legge “I giudici hanno dovuto sostituirsi al legislatore” ROMA - Dopo la sentenza della Cassazione che ha autorizzato la sospensione dell'alimentazione forzata di Eluana Englaro - e quindi di fatto il via libera alla sua morte «naturale» - il mondo politico resta diviso tra chi ritiene l'intervento dei magistrati un sopruso ai danni del parlamento e chi parla di scelta obbligata per porre fine ad una situazione di sofferenza e dolore durata già 16 anni. Ma tra i poli c'è un giudizio trasversale e convergente sulla necessità di nuove norme che regolino la materia senza lasciare dubbi di interpretazione. Ed è lo stesso ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che all'indomani del verdetto degli Ermellini richiama le Camere sulla necessità di provvedere in tempi brevi a comare questa mancanza di regole certe. «Il Parlamento è chiamato a riempire questo vuoto normativo. Seguo con grande attenzione il mo-

Ma per Veronesi la soluzione c’è già: il testamento biologico

Le religiose accudiscono Eluana nella clinica Talamoni

Le suore di Lecco si fanno avanti “Lasciatela qui, per noi è viva” MILANO - «Se c’è chi la considera morta, lasci che Eluana rimanga con noi che la sentiamo viva». Le suore della clinica Beato Luigi Talamoni di Lecco lanciano un appello perché la donna, in coma vegetativo dal 1992, venga lasciata presso la loro struttura. «Non chiediamo nulla in cambio - si legge in una nota delle religiose - se non il silenzio e la libertà di amare e donarci a chi è debole, piccolo e povero». «Noi suore - prosegue la nota - continuiamo a servire la vita di Eluana Englaro e di tutti i nostri pazienti. L’amore e la dedizione per Eluana e per tutti coloro che si affidano alle nostre cure ci portano ad invocare il Signore Gesù affinché la speranza prevalga anche in vimento parlamentare attorno a quella legge che potrebbe colmare il vuoto in atto». «Come ministro di questo stato - ha sottolineato dico che il Parlamento è chiamato a riempire questo vuoto normativo, un Parlamento che ha già solle-

La clinica Luigi Talamone di Lecco dove le suore hanno accudito sinora Eluana Englaro

questa ora difficile, in cui sperare sembra impossibile. La nostra speranza - e di tanti con noi - è che non si procuri la morte per fame e sete ad Eluana e a chi è nelle sue condizioni. Per questo, ancora una volta, affermiamo la nostra disponibilità a continua-

vato il conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale». La preoccupazione trova eco anche nel centrosinistra. «La pausa di riflessione si è conclusa e la sentenza della Cassazione obbliga il parlamento a fare presto», dice il

re a servire, oggi e in futuro, Eluana». Il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Roberto Castelli appoggia la proposta delle suore : «Di fronte alla straordinaria offerta di carità delle suore che accudiscono Eluana nessuno può restare insensibile».

capogruppo del Pd alla Camera Antonello Soro. .«Non possiamo accettare che una questione di tale importanza venga disciplinata dalla magistratura che ha operato solamente in presenza di un vuoto legislativo. È necessa-

ria una assunzione di responsabilità da parte del legislatore per arrivare, con il più ampio consenso, all’approvazione in tempi rapidi di una legge che sappia fornire indirizzi inequivocabili per orientare l’azione dei medici e delle fami-

“Staccare il sondino” presenta molti problemi di ordine pratico

Rimane ora da capire come potrà essere eseguita la sentenza della Corte d’Appello di Milano, che ha autorizzato a interrompere l’alimentazione forzata

Disponibilità dei sanitari e strutture Ora il dubbio più atroce è chi lo farà Non è necessario che lo stop avvenga all’interno del servizio pubblico ROMA - La decisione su Eluana Englaro rappresenta una novità assoluta per il sistema giuridico italiano, che non può quindi rifarsi a precedenti. Rimane ora da capire come potrà e dovrà essere eseguita la sentenza della Corte d’Appello di Milano, che quest’estate ha autorizzato a interrompere l’alimentazione e nutrizione artificiale, e su cui il governatore lombardo, Roberto Formigoni, aveva già fatto sapere che nessuna struttura sanitaria della sua regione avrebbe proceduto. Ecco i punti nodali della questione, secondo alcuni giuristi. Come spiega Stefano Rodotà, docente di Diritto Civile alla Sapienza, «quando una pubblica amministrazione si rifiuta di adempiere ad un ordine giudiziario, si può chiedere il giudizio di ottemperanza presso un tribunale amministrativo». Però non è detto che al diritto sancito dalla sentenza corrisponda un obbligo da parte della pubblica amministrazione ad ese-

Domani in tv

Il risveglio di Sciortino in un film ROMA - Difficile non pensare al dramma di Eluana e della famiglia Englaro di fronte a questo film per la tv che domani, in prima serata su RaiUno, racconterà la storia di Gianluca Sciortino, il bimbo romano che nel ’92 diventò anche lui un caso mediatico dopo un risveglio dal coma avvenuto, si disse, sulle note di una canzone di Venditti. Ma se il capo struttura di Rai Fiction Francesco Nardella giura che la data della messa in onda «è assolutamente casuale», il regista Alberto Simone, coautore con la moglie Roberta Manfredi, è netto nel prendere le distanze da similitudini e polemiche. «In nome del figlio non è un film sull’eutanasia», si accalora, «non c’entra niente con il dibattito di questi giorni sul testamento biologico, è solo la storia di un’amore a lieto fine tra una madre e un figlio». Alla Rai anche lui ieri per la presentazione, Gianluca evita di dare commenti sulla vicenda di Eluana, è orgoglioso di poter «aiutare gli altri alla speranza», preferisce raccontare - e lo fa con un fiume inarrestabile di parole - quanto la musica sia stata importante per farcela, sempre e soprattutto durante gli anni più duri, frustranti e solitari della riabilitazione. guirlo. «La corte d’Appello di Milano - spiega Marcello Clarich, professore di diritto Amministrativo presso l’università Luiss di Roma - ha detto che l’interruzione del trattamento di sostegno vitale artificiale dovrà avvenire in un hospice o altro luogo di ricovero confacente. Non parla esplicitamente

quindi delle strutture sanitarie pubbliche». Non è detto quindi che tale prestazione debba essere garantita dalle Regioni. «Poichè la sentenza non specifica direttamente l’obbligo in capo a una struttura, o questo si ricava dalla legislazione sanitaria, nazionale e regionale - conclude Clarich - o questo

glie». «In parlamento il Pd ha già avanzato delle proposte. È auspicabile superare le divisioni ma in ogni caso la vicenda drammatica di Eluana ci costringe tutti ad un supplemento di responsabilità». Secondo il prof.Umberto Veronesi «il testamento biologico sarebbe la soluzione a tutti i futuri casi simili a Eluana Englaro. Il testamento biologico è esattamente l’opposto dell’eutanasia», ha ribadito. Dobbiamo cautelarci per il momento possibile in cui a causa di un incidente o di un trauma non potremo più esprimere la nostra volontà». «Dobbiamo essere in grado di dare direttive anticipate ai medici - ha continuato il senatore del PD - dicendo ’adesso non posso parlare perchè sono in coma, però quando ero lucido e sano di mente, ho deciso che mi venissero applicate alcune cure determinate e altre nò. È questo il testamento biologico».

non c’è. Si potrebbe arrivare all’assurdo di una sentenza che diventa ineseguibile per mancanza di strutture disponibili a farlo». Ma non tutti i giuristi sono concordi. La formulazione generica della Corte d’appello è stata fatta proprio per lasciare ampia scelta alla famiglia Englaro sulla struttura,

che può essere quindi pubblica o privata. Teoricamente potrebbe essere anche la loro casa, a patto che vi sia un medico e gli strumenti adeguati ad assistere una malata terminale per circa 15 giorni. «Eluana Englaro ha diritto ad avere tutte quelle prestazioni lecite, che il Ssn deve erogare a tutti, an-

che a chi sta per morire. Siccome la corte ha chiarito che quello di Eluana è un trattamento medicoterapeutico, ha diritto a che il sondino naso-gastrico le sia staccato da un medico». Ciò non significa, dicono i giuristi, impedire al medico contrario di esercitare l’obiezione di coscienza. Ma «la struttura sanitaria pubblica, che è in primis quella che eroga le prestazioni sanitarie in Italia, è tenuta a garantire l’eseguibilità della prestazione». Nell’ipotesi assurda che nessun medico di un ospedale fosse disponibile quindi, la struttura dovrebbe trovare un altro medico disponibile a farlo. E se questi non ci fosse, «due sarebbero allora le armi a disposizione della famiglia Englaro - concludono i giuristi - o il giudizio di ottemperanza presso il Tar, o un procedimento d’urgenza presso il tribunale civile, in caso di danno grave e irreparabile». Nell’incertezza sul come, l’Associazione “Scienza & Vita” rivolge un appello per non andare avanti con lo stop all’alimentazione di «una giovane donna da anni in stato vegetativo persistente, non dunque una malata terminale, che versa in un gravissimo stato di disabilità che necessita solo di un’assistenza elementare nell’idratazione e nell’alimentazione».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 5

Primo piano

Il ministro dell’Istruzione: comprendo i ragazzi, però non c’è scelta

La Gelmini non cede: è necessario cambiare “Bisogna voltare pagina se vogliono avere un futuro”

Il ministro Mariastella Gelmini e Roma, ieri

ROMA - «Comprendo le loro preoccupazioni, le loro paure, il problema di trovare un posto di lavoro, ma sono convinta che sia indispensabile voltare pagina e cambiare nella scuola e nell’università proprio per dare a questi ragazzi un futuro». Così il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, ha commentato al Tg5 la manifestazione del mondo dell’università e della ricerca. «Oggi la scuola - ha sottolineato il ministro - non prepara al mondo del lavoro, i ragazzi entrano troppo tardi. È indispensabile ripensare la scuola e l’università». Quanto alla carenza di risorse degli atenei, Gelmini ha detto che «le risorse esisto-

E incassa il sostegno dei militanti di destra

no oggi come esisteranno nel 2010. Occorre però imparare a spenderle meglio. Ci sono 5.500 corsi e 170 mila insegnamenti: la metà è inutile». Dai giovani di destra ieri una lettera di sostegno alla Gelmini.

L’onda dalle due anime, studentesca e sindacale, ha pacificamente invaso la capitale Ed è già lotta ai numeri: 500mila presenti per gli organizzatori, 30mila per la questura

Un “maremoto” di proteste Tre i cortei in piazza Uno fino al Parlamento ROMA - L’onda ha invaso Roma, ma non ha distrutto. Coerente con le promesse della vigilia, la manifestazione contro le politiche del governo in materia di università e ricerca è stata uno tsunami pacifico che ha lambito Montecitorio, il Senato, Palazzo Chigi, la cittadella della politica, per poi ritirarsi, lasciandosi dietro lattine vuote e cartelli stropicciati, verso i luoghi di partenza: La Sapienza, gli altri atenei romani o le tante città da cui, tra ieri l’altro e ieri, si sono mossi migliaia di studenti, precari, ricercatori, docenti, allievi di conservatori e accademie per dire «no» alla legge 133, ai tagli di personale e risorse, alla trasformazione delle università in fondazioni, al provvedimento ammazza-precari di Brunetta. È stata una protesta con due anime - quella del sindacato e quella del movimento studentesco - e due grandi assenti: la Cisl che ha ritenuto sufficienti le rassicurazioni avute dal ministro Gelmini e, a 48 ore dallo sciopero, ha revocato la mobilitazione, e il Pd che, a parte qualche solitaria presenza avvistata nei pressi del palco di piazza Navona ha disertato la piazza. Movimento studentesco e sindacale si sono sfiorati, ma non saldati. Forse non soltanto fisicamente. I tre cortei degli studenti (agli universitari si sono uniti anche gli studenti medi) sono partiti da La Sapienza (dove in tanti arrivati da fuori Roma hanno dormito la scorsa notte nelle facoltà occupate), da Roma Tre, da piazza della Repubblica. Quello dei sindacati ha preso il via dalla Bocca della Verità. Destinazione comune piazza Navona. Ma lo spezzone forte degli studenti è arrivato a comizi conclusi. In tanti hanno deviato prima, per raggiungere Montecitorio; altri li hanno raggiunti o si sono dispersi in tanti rivoli per le vie del centro: «blocchiamo la città, questa è la risposta dell’universita»: una promessa che non è rimasta campata in aria. Centomila hanno sfilato con i sindacati, secondo gli organizzatori, mezzo milione di ragazzi in piazza alla con-

Il 17 novembre e il 12 dicembre

Si allunga l’agenda del malcontento

Studenti universitari in piazza Montecitorio. Sono arrivati a Roma da tutta Italia, hanno manifestato pacificamente

ta delle associazioni studentesche. Cifre ridimensionate dalla questura che parla di un più modesto 30 mila. Tanti i cori e gli slogan che hanno avuto come bersaglio non

soltanto la Gelmini, ma anche Brunetta e l’intero Governo, alternando il sofisticato al casereccio: «Legge 133 più irrazionale di radice quadrata di due», «Il sonno del-

la ragione genera mostri», «Quo usque tandem Gelmini abutere patientia nostra» ma anche i più spiccioli «governo di nani arriva lo tsunami», «Gelmini ci hai pro-

vocato?... e noi te se magnamo». Tantissimi infine i dipendenti, per lo più precari, degli enti di ricerca, con buona pace del ministro Brunetta.

ROMA - La protesta degli studenti continua: prossimi appuntamenti il 17 novembre, giornata mondiale di mobilitazione per il diritto allo studio, e il 12 dicembre, in occasione dello sciopero generale indetto dalla Cgil. Lo sottolinea la Rete degli studenti medi commentando positivamente il «corteo gigantesco» che ieri ha invaso Roma. «Un’ondata - precisa un comunicato - che pacificamente ha riempito le strade del centro storico. Una risposta all’ arroganza del governo e della Gelmini, che ancora oggi ci bolla come conservatori e con tono paternalistico ci dice che ’lo fa per noi’: la nostra risposta è che impari la lezione lei questa volta, la lezione di un movimento che rimane forte e unito sugli obbiettivi di fermare il governo nel suo progetto miope e nefasto di distruggere la scuola e l’università pubbliche».

La mobilitazione ha spaccato i confederali. La Cisl non c’era in attesa di un confronto

Epifani affonda: “Sbaglia chi non c’è” Il leader della Cgil: “Ogni volta che provano a isolarci gli va male però persistono” ROMA - «Chi non c’è sbaglia: lo ha detto il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani riferendosi all’assenza della Cisl nella manifestazione organizzata dai sindacati contro le politiche dell’istruzione del governo. «Ogni volta che provano a isolarci - ha detto Epifani che è entrato nel corteo all’altezza di Piazza Venezia - gli va male però persistono. E perseverare è diabolico». «C’è - ha osservato - una richiesta forte di riforme e non di tagli. La Gelmini continua a ripetere che noi non vogliamo le riforme. È lei invece che pensa di contrabbandare per riforma una politica di

Il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, prende parte al corteo studentesco a Roma. Anche la Uil ha partecipato al contrario degli esponenti della Cisl

soli tagli. Apra una vero confronto - esorta Epifani - e vedrà che noi saremo disponibili. Senza soldi e con i tagli non c’è riforma che tenga». La Uil dal canto suo continuerà a scioperare contro la riforma proposta dal governo e dal ministro Gelmini finchè

questi ultimi non decideranno di ascoltare le sue richieste. Dal palco del DatchForum, dove ieri mattina c’è stata l’assemblea dei delegati, il leader Luigi Angeletti ha detto: «Noi non facciamo uno sciopero contro la Gelmini perchè ci è antipatica o

solo perchè è un ministro del governo di destra. Il giorno in cui accetterà di incontrarci cesseremo di scioperare». Secondo Gregorio Fontana, deputato Pdl, chi ieri manifestava non rappresenta tutto il mondo dell’università. «La Conferenza dei Rettori ha più volte ribadito il proprio apprezzamento per la riforma, il sindacato più rappresentativo dell’università ha revocato lo sciopero, perfino qualche esponente dell’opposizione non era riuscito a trattenere parole d’apprezzamento per i primi provvedimenti del ministro Gelmini. Questa è la realtà dei fatti».


6 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il commento del presidente Barone

L’ex capo reparto annuncia il ricorso

“Non c’è condanna se sussiste il dubbio”

E Canterini si sente un “capro espiatorio”

GENOVA - «Il nostro codice prevede che si possa condannare solo quando la responsabilità è accertata oltre ogni ragionevole dubbio». Lo ha detto il presidente della prima sezione del tribunale penale Gabrio Barone che ha presieduto il collegio che ha condannato gli uomini del VII Nucleo sperimentale antisommossa guidati da Vincenzo Canterini per i fatti avvenuti all’ interno della scuola Diaz. «Capisco il risentimento di chi è stato picchiato - ha detto Barone - ma le persone dovrebbero prima leggere gli atti».

GENOVA - «Sono diventato il capro espiatorio di tutto questo casino. Sono amareggiato, per me e per i miei uomini». Lo ha detto Vincenzo Canterini, ex capo del VII reparto mobile oggi addetto all’ambasciata italiana in Romania, condannato a 4 anni di reclusione (tre dei quali condonati) per i pestaggi nella scuola Diaz durante il G8 di Genova. «Comunque, andrò fino in fondo, fino all’ ultimo grado di giudizio - ha detto - per dimostrare che non c’entro, non c’entriamo nulla».

Il presidente della prima corte Gabrio Barone

Il pubblico ministero Enrico Zucca

I pubblici ministeri aspettano solo che vengano depositate le motivazioni della sentenza per potersi appellare, insieme alle parti civili che lamentano risarcimenti troppo bassi

Le vittime della Diaz ci sperano ancora Un’inchiesta difficile a causa dell’omertà e all’inevitabile “spirito di corpo” GENOVA - Il giorno dopo la sentenza sui fatti avvenuti nella scuola Diaz durante il G8 di Genova - 13 condannati, 16 assolti - è il giorno del ragionamento, dei pensieri a voce alta, delle domande,è il giorno in cui si alza il velo su alcune curiosità di un’inchiesta durata cinque anni e di un processo durato due anni che ha sortito una sentenza dicotomica: da una parte i “buoni”, i vertici della polizia, praticamente ingannati dai “cattivi”, quelli del VII reparto sperimentale antisommossa, tutti condannati a partire dal loro capo Vincenzo Canterini che adesso dice «sono un capro espiatorio». Due gruppi di persone che sembrano non esser mai stati comunicanti: tanto è vero che al-

Restano ancora forti dubbi sul verdetto pronunciato giovedì

Il consigliere Roia: “Presto apriremo una pratica”

E ora il Csm scenderà in campo per tutelare i giudici di Genova ROMA - Al Csm sarà chiesta l’apertura di una pratica a tutela dei giudici di Genova che hanno pronunciato la sentenza sulle violenze alla scuola Diaz avvenute nei giorni del G8. Ad annunciare l’iniziativa è il consigliere del Csm, Fabio Roia, che fa sapere che se ne farà promotore insieme ad altri colleghi. «Anche la decisione di Genova, come quella della Cassazione, è oggetto di pesanti attacchi - dice Roia che esulano da legittimo e doveroso diritto di critica verso tutte le decisioni dell’autorità giudiziaria, per debordare in attacchi denigratori e strumentali, utilizzati anche per dibattiti politici che nulla c’entrano con l’esercizio della l’inizio, quando cioè arrivarono in procura i primi fascicoli, venne deciso di aprire due procedimenti paralleli ma differenti: da una parte i

La corte che ha giudicato gli indagati per il pestaggio alla scuola Diaz durante il G8 di Genova

giurisdizione». Proprio per questo, aggiunge il consigliere, «è auspicabile che il Consiglio intervenga anche per tutelare i magistrati di Genova che hanno assunto la decisione sui gravi

“dirigenti” dall’altra gli “operativi”. Agendo su questi due differenti fronti, pensavano al tempo gli inquirenti, si sarebbe portato gli

fatti alla scuola Diaz. Per questo mi farò promotore insieme ad altri consiglieri dell’apertura di una pratica a tutela dell’autonomia e dell’indipendenza delle decisioni giudiziarie».

“operativi” a parlare dei “dirigenti”. Poi però l’inchiesta è diventata una cosa unica, difficile da gestire soprattutto perchè «c’è stata inevi-

tabile omertà, ci sono stati ostacoli insuperabili dovuti anche e soprattutto allo spirito di corpo». Così, tra silenzi e coperture, difficile è

stata l’identificazione dei soggetti cui attribuire i fatti: e il tribunale ha condannato solo le persone per le quali era certa, fuor di dubbio, l’attribuzione di fatti comprovati e assolvendo (anche se con la vecchia formula dubitativa) tutti gli altri. Però, fanno notare le parti civili, a questa sentenza manca quello che i giuristi chiamano “nesso teleologico” ovvero manca quella connessione tra i due gruppi che era allora necessaria. I pubblici ministeri aspettano le motivazioni per appellarsi così come le parti civili che, lamentano basse provvisionali e scarsi apprezzamenti del danno. Restano molti dubbi su questa sentenza, su quello che c’è stato prima e su quanto ci sarà dopo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 7

Attualità

Era stato arrestato per droga, rapina, lesioni e violenza sessuale

Scappa dai domiciliari per stuprare una donna

La giovane vittima è ora alle prese con un disturbo post-trauma MILANO - Ha approffittato di essere agli arresti domiciliari per compiere l’ennesima, efferata violenza sessuale, ma dopo aver utilizzato il cellulare della vittima è stato rintracciato e di nuovo arrestato. Si trova ora nel carcere milanese di San Vittore Emilio Cataldo, nato 29 anni fa a Monza ma residente con i genitori a Milano. Al suo attivo precedenti per droga, rapina, lesioni gravissime e violenza sessuale. Dal 16 settembre scorso, però, Cataldo era agli arresti domiciliari per l’ultimo reato da lui commesso: clonazione di carte di credito. La violenza sessuale è avvenuta qualche giorno fa, verso le tre del mattino: l’uomo ha avvicinato, su uno scooter, una Punto, guidata da una bella donna lettone della sua età. Ha fatto finta

Un 29enne di Milano, Emilio Cataldo, ha approfittato di essere ai domiciliari per compere l’ennesima violenza sessuale ai danni di una donna avvicinata su un’auto poi barabaramente picchiata

di aver bisogno di una informazione, ma quando la donna ha abbassato di poco il finestrino per rispondergli, ha infilato un braccio dentro

Denunciato un ambulante di Catania

all’abitacolo, ha aperto la portiera, ha immobilizzato la donna mordendole un braccio e si è richiuso in macchina con la sua vittima. Cerca-

va soldi, forse per comprare la droga, ma non avendo trovato nulla nel porta oggetti, ha costretto la donna ad accostare l’auto e poi l’ha violen-

tata. Dopo la violenza, completa e non protetta, ha preso la borsa della donna ed è fuggito. La donna, sposata con un italiano e madre di due

figli, ha chiamato i soccorsi ed è stata medicata al Centro di Soccorso Violenza Sessuale, dove le hanno riscontrato ecchimosi sulle braccia e lesioni ai genitali. Ha riportato anche un grave disturbo post-traumatico da stress. Già nel 2006, Cataldo era stato accusato di violenza sessuale. In quell’occasione la vittima era una donna nigeriana: dopo la violenza e la rapina, alla supplica della vittima di essere lasciata andare, Cataldo la riempì di botte, procurandole lesioni gravissime alle mani e permanenti al viso.

La donna è ora indagata per omicidio colposo. Presto saranno controllati i tabulati

Vende cioccolata scaduta Muore annegata a dieci mesi mentre fa il bagnetto e “intossica” un bambino La mamma si era allontanata per rispondere al telefono Non è stata disposta l’autopsia sul corpicino della piccola

Bambino intossicato da una barretta di cioccolato

CATANIA - Duecentocinquanta chilogrammi di prodotti alimentari deperibili scaduti sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Catania a un venditore ambulante del mercato di piazza Carlo Alberto, in seguito alla denuncia della madre di un bambino di otto anni, che ha accusato mal di pancia e mal di testa dopo aver mangiato una barretta di cioccolato al latte che era scaduta. Dopo che la donna ha chiamato il 117 sono intervenuti i medici dell’Ausl3, che hanno riscontrato al bambino una leggera intossicazione alimentare, e i militari, che hanno constatato che la data di scadenza stampigliata sulla confezione, il 2009, era stata falsificata e che il prodotto era, invece, scaduto. Tra i prodotti sequestrati al banco dolciumi, succhi di frutta, caramelle, biscotti, cornetti e brioscine. L’uomo, 48 anni, senza licenza per il commercio ambulante, è stato denunciato per violazioni alle leggi sanitarie e per frode nell’esercizio del commercio.

Recuperati a Palermo ben 3 milioni di euro

Medici rimborsati dalla Asl per pazienti morti e non cancellati PALERMO - Ammonta a ben 3.700.755 euro la somma recuperata dalla Asl6 di Palermo dopo una verifica sulla anagrafe assistiti degli ultimi 18 anni. La cifra è stata resa nota dal direttore generale Salvatore Iacolino. Dall’indagine è emerso che erano 12.711 gli assistiti di Palermo e provincia deceduti ma ancora iscritti al servizio sanitario nazionale. Per questi pazienti ai medici di base sono stati erogati 3.220.755 euro. Somma ora recuperata dall’Asl6 di Palermo. Dalla verifica dell’Asl6 è emerso, inoltre, che gli assistiti non più residenti

Anagrafe sanitaria nel mirino

erano 3.500, i pazienti più volte iscritti in elenchi diversi erano 2.660: per questi l’Asl6 ha recuperato 480 mila euro.

PALERMO - Si sarebbe allontanata dalla stanza in cui stava facendo il bagnetto alla figlia di 10 mesi per andare a rispondere al telefono. Quando è tornata, probabilmente la bimba era già morta. La madre, una donna ucraina di 30 anni che vive a Cinisi, piccolo comune a 15 chilometri da Palermo, l’ha trovata a testa in giù nella vaschetta; ha cercato di rianimarla e, visto che la piccola non si riprendeva, ha chiamato immediatamente il personale del 118. Ora, la donna, protagonista della tragica vicenda e ancora sotto choc per la morte della figlioletta, è indagata per omicidio colposo. «È assente - dicono gli investigatori - dopo i primi momenti è come se si fosse chiusa in un suo mondo». I carabinieri della compagnia di Carini, che indagano sulla vicenda, l’hanno interrogata ieri mattina. È stata proprio lei a ricostruire quanto era accaduto. Disperata, ha raccontato agli investigatori, coordinati dal pubblico ministero di Palermo Francesco Del Bene, di avere lasciato la piccola nella vasca dopo avere sentito squillare il telefono e di essere tornata dopo pochi istanti. Troppi, probabilmente, per la neonata, che, secondo quanto ha ricostruito il medico legale che ha effettuato l’ispezione cadaverica subito dopo il decesso, è scivolata nell’acqua e annegata. Sulla causa della morte, dunque, gli inquirenti non hanno dubbi. Tanto che avrebbero deciso di non disporre l’autopsia sul corpicino della bimba.

Bimba di dieci mesi muore annegata nella vaschetta mentre fa il bagnetto Indagata la mamma che si era allontanata

Verranno, invece, acquisiti tutti i tabulati telefonici dell’utenza dell’abitazione della donna, sposata con un netturbino del paese.

Il magistrato che coordina le indagini vuole capire quanto è durata la telefonata fatta dall’ucraina e, dunque, per quanto tempo la pic-

cola è rimasta sola nella vaschetta. Casalinga, già madre di un bimbo di 4 anni - che si trovava in casa al momento della tragedia - la donna viene descritta dai parenti come una persona molto attenta e anche molto premurosa nei confronti dei suoi figli. I carabinieri di Carini, oltre ad aver a lungo interrogato la donna, hanno sentito familiari e vicini di casa, anche loro sotto choc per la tragica morte della piccola. Secondo il medico legale, la piccola sarebbe morta prima dell’arrivo dell’ambulanza del 118 che l’ha portata all’ospedale dei Bambini, dove, però, il personale sanitario non ha potuto far altro che costatare il decesso per annegamento della bimba.

Nuove agghiaccianti rivelazioni sul Josef Fritzl. A marzo inizierà il processo

Per 24 anni ha tenuto segregata sua figlia abusando sessualmente di lei e picchiandola VIENNA - Dopo la formalizzazione giovedì dell’atto di accusa, dettagli agghiaccianti sono filtrati sulla stampa austriaca sul caso di incesto perpetrato da Josef Fritzl (73 anni), il padre-mostro che ha violentato e tenuto prigioniera per 24 anni in una cella sotto casa ad Amstetten la figlia Elisabeth (42), che ha partorito negli anni sette figli dal padre. Per sequestrarla, nell’agosto 1984, Fritzl la stordì con dei narcotici e la rinchiuse in uno scantinato senza luce sotto la loro casa nel comune della Bassa Austria. Fritzl tenne quindi Elisabeth,

Elizabeth Fritzl

allora 18enne, legata per nove mesi a un palo di ferro con una catena di acciaio che le lasciava appena 50 cm per muoversi. Calci, botte, stupri: la ragazza fu oggetto continuo di vessazioni da parte del padre, che la costrinse persino a imitare ruoli pornografici da filmini che le aveva mostrato. Incredibili anche le circostanze ricostruite nell’accusa in cui Elisabeth fu costretta a partorire: un libro di ostetricia, una forbice, una coperta per avvolgere il neonato e pannolini, era tutto ciò di cui disponeva la donna.


8 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

L’Abio elabora la Carta dei diritti dei piccoli pazienti in ospedale

In cantiere i ricoveri a misura di bimbo

Bollino verde nei reparti per gli adolescenti Concessi gioco e studio e la mamma sempre vicina

Ricovero giocoso per i piccoli malati

ROMA - Ogni anno in Italia vengono ricoverati in ospedale circa 1,2 milioni di bambini. Ma il 40% di quelli tra i 3 e 18 anni viene tenuto in reparti per adulti. E questa è solo una delle carenze dell’assistenza ospedaliera pediatrica in Italia. Ecco perchè l’Abio (A fianco dei bambini in ospedale), in occasione dei suoi trent’anni di vita, ha elaborato la Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti in ospedale, e sta lavorando a un progetto per la definizione di un manuale della qualità dell’assistenza, presentato ieri al suo convegno nazionale a Roma. «La carta propone un decalogo di diritti - spiega Regina Sironi, segretario generale Abio -

Le buone forchette vittime del morbo Le cattive abitudini battono la genetica

spesso disattesi in questi anni”. Tra i diritti specificati nella carta c’è quello ad avere sempre accanto i genitori senza limitazioni di orario, con la possibilità di farli restare in ospedale e di far giocare e studiare i piccoli.

Tanto sport e sana alimentazione, per i medici lo stile di vita è più efficace dei farmaci Il “wellness” un valido aiuto per prevenire la malattia che colpisce 3 milioni di italiani

Il diabete si vince a tavola Dato allarmante: Nel nostro Paese in aumento i bimbi over-size MILANO - Sport e sana alimentazione meglio dei farmaci nella prevenzione del diabete, che oggi dilaga in tutto il mondo colpendo 230 milioni di persone, 3 milioni solo in Italia. A dirlo sono gli esperti riuniti a Milano per le celebrazioni della Giornata mondiale del diabete, che ieri sera ha visto illuminarsi di blu ben 61 monumenti italiani. «I numeri ci dicono che il diabete è strettamente legato all’obesità, tanto che ormai si parla di ’diabesita’ - spiega Michele Carruba, direttore del Centro di ricerca e studio sull’obesità dell’Università di Milano -. L’85% dei malati di diabete è colpito da quello di tipo 2, che non dipende da fattori genetici ma da uno scorretto stile di vita, e il 90% di loro è obeso o in sovrappeso”. Molto preoccupante, in questo senso, anche il continuo aumento dei bambini over-size, “che nel nostro paese - aggiunge sono il 36%”. Proprio su di loro è necessario agire, secondo l’esperto, “perchè studi recenti hanno dimostrato che alimentazione sana e sport riducono del 60% il rischio di diabete”, mentre “i farmaci precisa Adolfo Arcangeli, presidente di Diabete Italia e dei medici diabetologi (Amd) - si fermano al 40%”. Un messaggio positivo, quello lanciato dagli esperti, che controbilancia il quadro allarmante sul diabete in Italia tracciato dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini. “È preoccupante - afferma - che in dieci anni la popolazione affetta da diabete di tipo 2 sia passata dal 4% al 5-6%, e che la mortalità dei diabetici sia doppia rispetto ai non diabetici”. E confermando quanto detto da Carruba, Martini ricorda come la mappa del diabete in Italia ricalchi esattamente quella del sovrappeso e dell’obesità, con “il Sud più colpito (con un’incidenza del 5,2%) rispetto al Centro (4,5%) e al Nord (3,9%). Il diabete poi non ha età: una fetta sempre più importante dei 250 milioni di malati di tutto il mondo è fatta di bambini e adolescenti. Basti pensare che ogni giorno solo il diabete di tipo 1 colpisce oltre 200

Chirurgia estetica

Il lato B? E’ appeso a un filo

“Mordere la vita” olio su tela di Marco Bernardi. Il diabete non dipende solo dai geni ma soprattutto dall’alimentazione

di loro. E proprio su questi giovanissimi pazienti sono stati puntati i riflettori in occasione della Giornata mondiale del diabete, che è stata celebrata in 160 paesi con

numerose iniziative anche in 400 piazze italiane, con un testimonial d’eccezione: lo showman Fiorello. È davvero preoccupante la fotografia scattata a livello mondiale dal-

la Federazione internazionale del diabete (Fid). Ogni anno 70mila bambini sotto i 15 anni sviluppano il diabete di tipo 1 (la forma autoimmune che colpisce il pan-

creas rendendolo incapace di produrre insulina): i casi, in crescita del 3-6% ogni anno, sono 440mila, e più di un quinto vive in Europa.

MILANO - Il fondoschiena si può modellare tirandolo con fili sottocute. Sia per dargli una forma più gradevole nella parte superiore, sia per risollevare i glutei quando ’cadono’ a causa dell’età. È una tecnica chirurgica presentata al Simposio Internazionale di Chirurgia Estetica svoltosi in questi giorni a Barcellona dal chirurgo estetico italiano Raoul Novelli. «In funzione del risultato che si vuole ottenere - spiega Novelli - si disegnano le linee di trazione e si indicano i punti di entrata e di uscita di speciali suture munite di piccoli coni riassorbibili». Le linee di trazione saranno quindi orizzontali per rimodellare la parte superiore, verticali per risollevare un gluteo caduto. Ma anche entrambe le direzioni potranno essere adottate in situazioni ’miste’. L’intervento, di chirurgia ambulatoriale, si realizzerà in anestesia locale.

L’osteopontina e la metalloproteasi consentono la diagnosi precoce delle lesioni maligne alla prostata

Le proteine che “incastrano” il tumore La scoperta del team italiano consentirà un’individuazione repentina del cancro che renderà più efficaci le cure

CATANIA - Quattro ricercatori, Massimo Libra e Grazia Malaponte, del Dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Catania, e Giancarlo Castellano e Silvana Canevari, dell’Istituto tumori di Milano, hanno scoperto che l’aumento correlato nel sangue di due proteine, osteopontina e metalloproteasi-9, rappresenta uno dei primi segnali della presenza di un cancro della prostata terza causa di morte per tumore in Italia - e si rileva anche se le lesioni maligne sono ancora di dimensioni microscopiche. Il livello delle due proteine, inoltre, va di pari passo con l’aggressività tumorale e ciò consente

L’aumento nel sangue di due proteine rappresenta uno dei primi segnali della presenza del cancro alla prostata, terza causa di morte per tumore in Italia

di monitorare la progressione della malattia. Lo studio sarà pubblicato oggi sulla rivista scientifica statunitense ’Clinical Cancer Research’. Il direttore del Dipartimento di Scienze biomediche dell’ateneo catanese Franca Stivala ha sottolineato che i risultati

«dovranno essere ulteriormente validati». La scoperta, che dovrebbe consentire una diagnosi precocissima aumentando in maniera esponenziale l’efficacia delle terapie, è stata fatta con il supporto della Lega italiana per la lotta contro i tumori.

Intanto da Chigago la ricerca fa ulteriori passi avanti. Un piccolo frammento di materiale genetico potrebbe rappresentare la differenza tra un tumore localizzato facile da curare e un cancro aggressivo in grado di diffondersi in tutto il corpo. Alcuni ricercatori Usa hanno infatti scoperto che quando si perde una piccola parte di acido ribonucleico (Rna) conosciuto come microRna-10, una proteina chiamata EZH2 inizia a proliferare. L’EZH2 è stata collegata a forme aggressive di tumore al seno, pelle e vescica, ma finora non era chiaro cosa innescasse la sua sovrapproduzione.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 9

Cronache in breve Per entrare negli Usa servirà il permesso ROMA - Dal 12 gennaio, anche per gli italiani, per qualsiasi motivo intendano entrare negli Usa, sarà obbligatorio richiedere una specifica autorizzazione prima del viaggio. La domanda, che può essere presentata anche da terzi o da un operatore turistico, deve essere effettuata sul sito https://esta.cbp.dhs.gov, dove occorre fornire dati anagrafici, numero del passaporto e dettagli del viaggio.

Occhi indiscreti avrebbero visto la bellissima attrice americana in un bar del Bel Air Hotel insieme al campione di tuffi e ex modello

Medvedev in Francia si porta gli assaggiatori NIZZA - Nelle cucine del palazzo dei Re Sardi, dove si tiene il Vertice Ue-Russia, sono arrivati due assaggiatori ufficiali per Medvedev. Eccezionali misure di sicurezza hanno accompagnato la trasferta francese di Medvedev, ieri a Nizza. Nonostante i costi faraonici, piuttosto che accettare le vetture messe a disposizione dalla Francia, il Cremlino ha preferito fare atterrare a Nizza tre aerei cargo con 17 limousine blindate.

Calzolaio fan di Obama crea un paio di scarpe ANKARA - Huseyin Bati, proprietario di una piccola di azienda calzaturiera nella città di Konya, nella Turchia centrale, è un così grande ammiratore del neo-eletto presidente Usa Barack Obama che ha deciso di realizzare un paio di scarpe tutte per lui e regalargliele. Lo riferisce l’agenzia turca Anadolu secondo cui Bati si è detto «molto emozionato» dal risultato delle recenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

Taglia le gomme alla coinquilina FIRENZE - Un uomo di 40 anni è stato denunciato per danneggiamento dalla polizia dopo essere stato sorpreso da una coinquilina mentre con un oggetto metallico stava tagliando una delle gomme della sua automobile, parcheggiata sotto il palazzo. È’ accaduto a Firenze.

In Texas la 16ma esecuzione del 2008 WASHINGTON - Il Texas ha eseguito la 16/ma condanna a morte nello Stato nel 2008 e si appresta a mettere a morte altre quattro persone.George Whitaker è morto per iniezione letale, in seguito a una condanna per un omicidio del 1994, per aver ucciso una ragazza di 17 anni, sorella della sua ex fidanzata.

COSENZA - Per quattro anni ha continuato a incassare la pensione di una sua familiare morta e ieri i finanzieri gli hanno sequestrato due terreni ed un appartamento. Il protagonista della vicenda è un uomo di 58 anni, di Rende (Cosenza), che è indagato in una inchiesta della Procura di Cosenza per il reato di truffa. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal gip del tribunale di Cosenza. Nei mesi scorsi il direttore dell’ufficio Inps di Cosenza ha segnalato alla Procura che l’indagato continuava ad incassare la pensione di una sua familiare morta nel 2004. Dalle indagini della Guardia di Finanza è emerso che il denaro veniva accreditato regolarmente sul conto corrente dell’uomo che era delegato al ritiro della pensione. La somma incassata illecitamente ammonta a circa cinquantamila euro.

Olimpiade della raccolta differenziata della carta PALERMO - Prende il via oggi a Palermo l’edizione 2008 delle Cartoniadi, l’Olimpiade della raccolta differenziata di carta e cartone. Alle Cartoniadi, organizzate da Comieco, assessorato all’Ambiente del Comune di Palermo e Amia, partecipano Palermo, Milano, Bologna, Firenze, Roma e Reggio Calabria. La città che registrerà gli aumenti maggiori rispetto allo stesso periodo del 2007 riceverà in premio dal Comieco 50mila euro.

Latte avvelenato uccide cinque bimbi NEW DELHI - Cinque bambini sono morti dopo aver bevuto del latte in una scuola di Baridih, a 25 km da Ranchi, nel nord-est del Jarkhand (India). Altri 65 studenti e il guardiano della scuola sono stati ricoverati in ospedale. Cinque sono in gravi condizioni. La polizia ha sequestrato un campione del latte per esaminarlo. Le autorità scolastiche sono state sospese.

Incassa la pensione del morto, indagato

Sulla luna sventola la bandiera dell’India Kate Hudson, l’attrice americana beccata in un bar in compagnia di Jason Statham

Kate pizzicata con Statham Lui è inglese, ex campione di tuffi ed ex modello. Sul grande schermo deve il suo successo a Guy Ritchie prima, che l'ha voluto come attore in "Lock & Stock - Pazzi scatenati", "Snatch - Lo strappo" e "Revolver", e poi al ruolo del killer eroe e autoironico in "The Transporter" e "Transporter: Extreme". Jason Statham, 36 anni, è macho fino al midollo. Sarà per questa ragione che ha catturato l'attenzione di Kate Hudson. La bella attrice, dopo la storia con Owen Wilson e un presun-

Pestato e gettato da auto in corsa

to flirt con Lance Armstrong, è stata pizzicata in un bar del Bel Air Hotel con un ragazzo che molti hanno identificato come Jason. I due parevano molto affiatati. Parlavano fitto, fitto, mostrando una certa intimità e complicità. Subito i gossip si sono scatenati: la Hudson e Statham sono la nuova coppia di Hollywood? Non c'è ancora alcuna conferma della liaison, ma certo, se la bionda avesse perso la testa per il ragazzo, avrebbe l'approvazione di molte donne del pianeta.

Corte Costituzionale Marcelletti reintegrato La Queen Elizabeth II Flick nuovo presidente dall’ordine dei medici fa tappa a Napoli

VERONA - È’ di un sudafricano, probabilmente residente a Caprino Veronese, il corpo rinvenuto a Spiazzi di Caprino Veronese, a margine di una strada che sale lungo i tornanti del Monte Baldo. Il cadavere non presenta segni di coltellate o di colpi d’arma da fuoco, ma di un probabile pestaggio. L’uomo potrebbe esser stato scagliato fuori da un’auto in corsa, è stato trovato quasi sul ciglio della strada.

ROMA - L’ordine dei medici di Roma ha revocato la sospensione di Carlo Marcelletti dall’albo professionale, atto deciso dopo gli arresti del cardiochirurgo. «Si tratta di un atto dovuto - ha detto Falconi - poichè Marcelletti ora è un libero cittadino in attesa di un giudizio definitivo». Marcelletti può quindi ora tornare a lavorare. Il tribunale del riesame di Palermo ha disposto infatti nei giorni scorsi la revoca degli arresti domiciliari per il medico, accusato di concussione, truffa, abuso d’ufficio e produzione di materiale pedopornografico.

Tombe a due piani nei cimiteri inglesi LONDRA - Nei cimiteri del Regno Unito non c’è più spazio. Troppe, infatti, sono le tombe antiche o antichissime che per legge non si possono violare. Ecco allora il rimedio: tombe a due piani. Il progetto pilota, in sperimentazione dal prossimo anno presso il Manor Park Cemetery, nell’est di Londra, prevede infatti che i sepolcri vecchi di almeno 100 anni possano essere aperti. I resti che là riposano saranno quindi ri-seppelliti a una maggiore profondità e sopra verrà calata la bara del nuovo ’inquilino’.

DELHI- Il modulo indiano Moon Impact Probe, rilasciato dalla sonda Chandrayaan-1, è arrivato ieri pomeriggio, erano le 20.32 ora locale indiana, sul suolo lunare. Lo ha annunciato la televisione indiana IBNlive. Moon Impact Probe ha il tricolore indiano dipinto su un fianco. La sonda Chandrayaan-1 (che dà il nome all’intera missione) era stata lanciata lo scorso 22 ottobre alle 06.22 del mattino dalla base costiera di Srihakot, nello Stato indiano meridionale dell’Andra Pradesh. Scopo principale dell’operazione è la ricerca dell’elio-3, isotopo utile per la fusione nucleare, che è rarissimo sulla Terra ma sembrerebbe abbondare sulla Luna, anche se difficile da estrarre.

Giovanni Maria Flick

ROMA - È Giovanni Maria Flick il nuovo presidente della Corte Costituzionale. Succede a Franco Bile, il cui mandato è scaduto lo scorso 8 novembre. Ad eleggerlo sono stati, a scrutinio segreto, i quindici della Consulta. Sessantotto anni, nato a Ciriè (Torino), Flick è il trentaduesimo presidente della Corte Costituzionale e resterà in carica fino al 18 febbraio 2008. Noto avvocato penalista, fu ex ministro della Giustizia nel primo governo Prodi.

Aggirano divieto anti smog Nei guai 500 automobilisti NAPOLI - Oltre 500 automobilisti sono stati denunciati dalla Polizia municipale di Napoli alla Procura della Repubblica per aver violato il divieto di circolazione in vigore sull’intero territorio cittadino il 27 ottobre scorso. Lo stop alla circolazione era stato deciso con un’ordinanza sindacale per ragioni di igiene e sanità. La Polizia municipale ha disposto la denuncia dopo aver acquisito i dati Arpac.

NAPOLI - Queen Elizabeth II, la più antica nave da crociera in circolazione, sulla quale hanno viaggiato, tra gli altri, la principessa Diana, Paul Newman, Nelson Mandela, Margaret Thatcher, raggiungerà, per l’ultima volta, il porto di Napoli nell’ambito del suo viaggio conclusivo che da Southampton la porterà a Dubai dove verrà trasformata in un lussuosissimo ed esclusivo albergo.

Scomparsa a Canosa ritrovata a Livorno LIVORNO - Una donna di 33 anni di Canosa di Puglia che soffre di disturbi di memoria è stata rintracciata a Livorno e riconsegnata ai familiari dopo la scomparsa da casa avvenuta mercoledì scorso. L. P. era stata ritrovata in un primo momento dalla polizia ferroviaria alla stazione di Taranto e gli agenti avevano chiamato la madre. Ma la figlia non è mai arrivata alla stazione, così la madre ha presentato denuncia di scomparsa. Ieri mattina, intorno alle 7, gli agenti della Polizia ferroviaria di Livorno l’hanno trovata.


10 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

Siamo in recessione: nel terzo trimestre il pil è diminuito di mezzo punto percentuale

Per l’Italia un altro passo indietro ROMA - L’economia italiana fa un altro passo indietro: nel terzo trimestre del 2008 il prodotto interno lordo è diminuito mezzo punto percentuale rispetto al trimestre precedente e ha ceduto lo 0,9% rispetto allo stesso trimestre del 2007. Una diminuzione del pil era stata registrata anche nel periodo aprile-giugno di quest’anno, -0,4% sul trimestre precedente, e l’Istat certifica così che il Paese è in «recessione tecnica». Ovvero recessione vera in senso stretto, quella che per gli economisti si verifica appunto quando in due trimestri consecutivi si registra un calo congiunturale, ovvero sul trimestre precedente, del prodotto interno lordo. L’Italia da anni combatte con una crescita debole dell’economia ma per parlare di recessione dobbiamo tornare indietro all’inizio del 2005, quando si verificò la stessa situazione di oggi, ovvero economia in calo congiunturale per due trimestri di seguito. Ma allora i

cali trimestrali erano meno accentuati, quasi di misura (-0,2% ultimo trimestre 2004 e -0,1% primo trimestre 2005) e comunque sull’anno l’economia registrava ritmi più positivi di quelli attuali. Per trovare una situazione peggiore a quella di oggi - hanno detto gli esperti dell’istituto di statistica bisogna risalire addirittura agli anni 1992-1993, ovvero 15-16 anni fa, quando, a cavallo dei due anni, ci sono stati ben sei trimestri con il Pil in calo congiunturale (nel ’92 addirittura tre consecutivi). Sempre in quegli anni si erano registrati anche cali tendenziali, ovvero su base annua, abbastanza consistenti. Per esempio nel primo trimestre del ’93 si era verificata una diminuzione del Pil dell’1,5% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente (nel terzo trimestre di quest’anno il calo tendenziale c’è, -0,9%, ma inferiore). Se la situazione restasse così com’è oggi, ovvero se nell’ultimo tri-

Per molti diventa un lusso anche mettere in tavola la carne

Le tasche vuote e sempre di più in cassa integrazione

Difficile per molte famiglie arrivare alla fine del mese

ROMA - C’è chi non riesce a sbarcare il lunario e viene trovato a rubare tra gli scaffali del supermercato e chi, data la scarsa liquidità, rispolvera l’antico sistema del baratto. Si moltiplicano intanto i casi di cassa integrazione tra i lavoratori e gli esercenti vedono sempre più nero per il prossimo Natale stretti da una crisi dei consumi che si fa sempre più forte. Ma un dato su tutti fornisce bene il polso della situazione: gli italiani consumano sempre meno alimenti e tra questi pane e carne. E così stringere la cinta diventa sempre meno un modo di dire e sempre più una realtà quotidiana. I segni della crisi sull’economia rea-

le della Penisola si intensificano spinti dall’aggravarsi della crisi più alta, quella finanziaria, che influisce invece asciugando la liquidità. E a poco fino ad ora sono serviti gli interventi delle Banche centrali chè sì hanno dato un po’ di ossigeno al sistema finanziario che però sembra trattenerlo: non si realizza cioè l’auspicata osmosi nel sistema banche, imprese, famiglie. Una prima soluzione, o almeno la strada per uscire da questa situazione, potrebbe però essere indicata a breve. Il G20 in programma a Washington nel fine settimana dovrebbe infatti indicare la via che poi i singoli governi nazionali dovrebbero attuare.

Mai così male da 16 anni Necessario intervenire subito mestre dell’anno il Pil registrasse una variazione congiunturale nulla, il 2008 si chiuderebbe con un -0,3% (questa è infatti la «crescita acquisita» dopo il dato comunicato ieri). Ma questa ipotesi al momento sembra addirittura ottimistica. E infatti l’economia italiana non solo ha registrato una brutta performance nel terzo trimestre dell’anno - i cui dati risultano peggiori di quelli di altri grandi Paesi ma è andato peggio di come si pensava. Il calo congiunturale per il periodo aprile-giugno 2008 è infatti stato rivisto da -0,3% a -0,4%.

La crisi economica sembra non risparmiare nessuno dei settori di attività del Paese. «Il risultato congiunturale del Pil - ha infatti spiegato l’Istat diffondendo la stima preliminare - è la sintesi di una

diminuzione del valore aggiunto dell’agricoltura, dell’industria e dei servizi». La situazione «è grave» ed occorre intervenire al più presto con misure a sostegno della domanda. Que-

sto l’appello che arriva all’unisono dal mondo delle imprese a quello dei lavoratori, dalle associazioni del commercio ai consumatori. Tutti gli operatori dell’economia italiana concordano sul fatto che

Tra gli ultra sessantacinquenni solo uno su due giudica sufficiente il proprio reddito,

Si invecchia bene e in bu peccato quei pochi sold

ROMA - Gli anziani sono un po’ disorientati dall’era moderna soprattutto per quanto riguarda i cambiamenti sociali e nella famiglia, ma si sentono ancora utili, sono abbastanza soddisfatti della propria salute e per il 48% di loro anche il reddito è sufficiente. È la fotografia di una generazione, quella degli ultra 65enni, scattata dall’ Università Cattolica del Sacro Cuore. Sulla base di studi demografici, nel 2025 dieci milioni di persone, cioè un italiano su sei, avranno più di 70 anni. Così l’Istituto per gli Affari Sociali (IAS) e l’Istituto di Igiene dell’Università Cattolica di Roma hanno organizzato a Roma un convegno intitolato «Qualità della vita dell’anziano», nel corso del quale sono stati illustrati i risultati di uno studio realizzato da Codres. La ricerca, condotta su un campione rappresentativo di 1.067 ultra 65enni in tutta Italia, ha rivelato che gli anziani si sentono attivi, utili attori di integrazione in famiglia, tra i parenti, amici e conoscenti e in genere nella società. Gli ultra 65enni del 2008 sono composti dalla generazione nata prima della Repubblica e sono un po’ disorientati di fronte agli sconvolgimenti del ruolo e della composizione della famiglia e del tradizionale supporto che

Così gli anziani in Italia I risultati di una ricerca condotta su un campione di 1.067 ultra 65enni

L'IDENTIKIT 34,6%

è vedovo

77,3% vive da solo

48%

ritiene il proprio reddito insufficiente

44%

è soddisfatto del proprio livello di salute

78,7%

sa assumere correttamente i farmaci

IL LIVELLO DI AUTOSUFFICIENZA 75%

85,7%

è in grado di farsi il bagno da solo

riesce a mangiare senza aiuto

61%

viaggia autonomamente

14%

partecipa ad attività parrocchiali, culturali, ricreative, sportive quasi tutti i giorni

LA VITA RELAZIONALE

58,5%

fa visita agli amici o ai familiari più volte alla settimana

Fonte: Cooperativa documentazione ricerche economiche sociali

questa aveva finora fornito agli anziani. Ma la famiglia regge e per gli anziani svolge ancora un ruolo centrale anche se le cose cambiano geograficamente, anche riguardo alla qualità della vita e l’accesso ai servizi socio-sanitari, con forti differenze tra le Regioni del Paese. Ma quale è il ruolo degli anziani nei social networks? Ciò che

ANSA-CENTIMETRI

emerge dall’indagine sulla tipologia dei contatti nei «social networks» è che il 58.5% degli anziani fa visita a amici, vicini o familiari più giorni alla settimana (il 22.5% quasi tutti i giorni), mentre riceve visite con altrettanta frequenza il 75%. Il 14.1% partecipa ad attività parrocchiali, culturali, ricreative, sportive fuori casa qua-

si tutti i giorni della settimana. Infatti, i risultati dell’indagine mostrano come i luoghi più frequentati dai soggetti di 65 anni e oltre sono nell’ordine: parrocchia (41.8%), centro anziani (22.2%), bar o locali di ritrovo (23.9%) e sedi di mostre, cinema e teatri (22.2%). Il 10.7% dichiara di frequentare abitualmente palestre o


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 11

Economia

La commissione Ue impegnata in un piano di rilancio

La crisi economica sembra non risparmiare nessuno dei settori di attività del Paese: dalla agricoltura, all’industria, ai servizi

Tutte o quasi in negativo le principali economie d’Europa

Dall’agricoltura, ai servizi, all’industria: non c’è scampo La crescita trimestrale SU STESSO TRIMESTRE DELL’ANNO PRECEDENTE (tendenziale)

1,1

0,4

0,6

0,7

1,0

1,8

1,7

1,6

2,1 2,5

1,7

crescita acquisita

-0,3

1,6 0,1

0,4

-0,2 -0,9

'04

2005

2006

2008

2007

SU TRIMESTRE PRECEDENTE (congiunturale) recessione tecnica

0,6

0,7 0,4

0,1

recessione tecnica

1,0 0,5

0,3

0,3

0,1

0,2 -0,4

-0,2 -0,1 '04

0,5

2005

Fonte: Istat

non bisogna assistere impotenti alla situazione e chiedono al governo misure, soprattutto di alleggerimento fiscale. «Non dobbiamo farci prendere dal panico» ha detto il presidente di Confindustria Em-

2006 Variazioni % del Pil

ma Marcegaglia. La situazione «è grave - ha aggiunto - c’è una recessione europea ed è possibile anche una recessione globale, nei prossimi mesi possono arrivare dati ancora peggiori». Per il numero uno

lo dice una ricerca dell’Università cattolica

uona salute di in tasca

sale da ballo, mentre il 7.9% le associazioni di volontariato. In Italia, il 34.6% degli anziani è vedovo o vedova e nel 23.9% dichiara di vivere solo (di questi il 77.3% è vedovo/a). Il 48% del campione giudica sufficiente il proprio reddito familiare, anche in considerazione del fatto che un’ampia percentuale (62.9%) gode di pensione di

anzianità, il 22.3% di vecchiaia e il 25.1% di reversibilità. Il 44% dichiara di essere abbastanza soddisfatto del proprio stato di salute (dato più basso nelle Regioni del Sud), a fronte della presenza di una o più patologie croniche (nel 46% del campione, con patologie diagnosticate da oltre 10 anni nel 28.5%). Le malattie non sembrano comunque influenzare eccessivamente l’autosufficienza fisica, operativa e relazionale: il 75.3% è in grado di farsi il bagno da solo, e il 85.7% riesce ancora a mangiare senza aiuto, il 78.7% è capace di assumere correttamente farmaci il 12.8% è capace di effettuare piccoli acquisti, mentre il 61% viaggia autonomamente. Con un certo gradiente Nord-Sud, l’analisi sull’accessibilità ai servizi assistenziali dimostra come l’8.2% del campione dichiari di aver utilizzato o di utilizzare l’assistenza socio-sanitaria domiciliare (il 3.3% comunale ed il 4.9% offerta dalla Asl) e tra questi l’80.5% si ritiene soddisfatto del servizio. Il 10.7% dichiara di non andare dal medico curante. Tra chi fa uso dei servizi sanitari, il 63.9 impiega mediamente meno di 15 minuti per recarsi dal medico, il 75.2% per recarsi in farmacia, il 39.6% per raggiungere il centro analisi e il 39,2 la Asl.

2007

-0,4 -0,5 2008 ANSA-CENTIMETRI

di Confindustria però «questa situazione finirà, torneremo alla crescita per cui non bisogna farsi prendere dal panico». Per i sindacati è giunto il momento di sostenere i redditi da lavoro e le famiglie.

BRUXELLES - Eurolandia è entrata ufficialmente in una fase di recessione tecnica. A certificarlo sono i dati di Eurostat, che per il terzo trimestre 2008 indicano un Pil in calo dello 0,2%, così come nel trimestre precedente. Ad affondare sotto lo zero sono quasi tutte le principali economie europee, a partire da Germania, Regno Unito, Italia (-0,5%) e Spagna (-0,2%). Solo la Francia fa registrare un timido +0,1%. Ma ormai non v’è dubbio che il Vecchio Continente attraversa la più grave crisi economica degli ultimi decenni. Si conferma così lo scenario tracciato il 3 novembre scorso dal commissario Ue agli affari economici e monetari, Joaquin Almunia che parlò chiaramente di stime prudenti e di rischio recessione. Rischio legato soprattutto alla grande incertezza sull’evolversi della crisi dei mercati e sull’impatto complessivo delle turbolenze sull’economia reale. E Almunia lo ha ripetuto anche negli ultimi giorni: il 2009 e il 2010 saranno «anni difficili». Soprattutto se l’Europa non saprà dare una risposta di politica economica forte e coordinata, così come ha fatto per reagire alla crisi delle banche. E mentre in questo fine settimana tutti gli occhi sono puntati sul G20 di Washington, da cui si attendono i primi passi per una radicale riforma del sistema finanziario mondiale, a Bruxelles si lavora alacremente al piano di rilancio dell’economia europea, che la

Commissione Ue si è impegnata a presentare il prossimo 26 novembre. In tempo perchè vengano prese delle decisioni concrete nel corso del Consiglio Ue dei capi di

peo è sostanzialmente un piano d’emergenza, fatto di misure a effetto immediato per limitare il rallentamento dell’economia e creare i presupposti per una robusta

La recessione in Eurolandia Variazioni % del Pil sul trimestre precedente nei principali Paesi dove circola la moneta unica europea in recessione risultati previsioni tecnica 0,5 0,1 0,1 ITALIA

-0,4

-0,5

GERMANIA

1,4

-0,4

0,4

SPAGNA

0,3

0,1

0,0

0,1

-0,1

0,1

0,1

-0,2

-0,3

AREA EURO

0,7

-0,2

-0,2

-0,1

I

II

III

IV

trimestri

0,1

-0,2

-0,3

2008 Fonte: Eurostat e Commissione Ue

Stato e di governo dell’11 e 12 dicembre, l’ultimo dell’anno e l’ultimo sotto la presidenza francese. Quello che si sta mettendo a punto nelle stanze dell’esecutivo euro-

Anche la carta bebè per spingere i consumi

All’esame anche interventi a favore dell’infanzia

tro il 30 di novembre). Ma il pagamento sarebbe così solo posticipato al saldo. L’effetto benefico di una maggior liquidità sparirebbe nel giro di pochi mesi. Bonus bebè Si tratta dell’assegno (2.000 euro nell’ultima versione) che arriva alle famiglie sotto una certa soglia di reddito con l’arrivo di un nuovo nato. Prestito bebè Un’altra via che è stata annunciata nei giorni scorsi è quella del prestito per i nuovi nati: 5.000 euro restituibili con un interesse del 4% destinati alle famiglie più numerose. Carta sociale La misura è già decisa ma la carta arriverà a dicembre. Per finanziarla sono stati di recente sbloccati i fondi dei conti dormienti Bollette giù per via amministrativa? Il Governo avrebbe intenzio-

-0,5 0,1

FRANCIA

Tante le ipotesi allo studio del governo per aiutare le famiglie Si parla pure di un bonus di fine anno in busta paga

ROMA - Detassazione delle tredicesime oppure un vero e proprio bonus di fine anno in busta paga. Misure legate alla natalità come il bonus-bebè o il prestito per i nuovi nati in famiglie numerose. Ma anche l’uso della leva fiscale rinviando gli acconti Irpef a momenti migliori. Più probabilmente gli interventi arriveranno con un decreto, dopo il G20, che sarà presentato dall’esecutivo entro il 25 novembre. Ecco le ipotesi per sostenere famiglie ed imprese: Detassazione tredicesime Se ne parla da mesi ormai e soprattutto l’opposizione in Parlamento preme perchè si faccia. Ma è misura assai costosa: le tredicesime valgono circa 50 miliardi e detassarle, a tutta la platea dei lavoratori, costerebbe tra gli 8 e i 9 miliardi. Quindi il Governo, alle prese con la difesa dei conti pubblici, sembrerebbe aver scartato l’ipotesi. Bonus tredicesime Altra ipotesi è quella di un bonus secco sulle tredicesime. Si tratterebbe di una misura ’una tantum’ per spingere i consumi sotto Natale. Ma l’ipotesi incontra non poche critiche: c’è rischio infatti che in un momento di crisi i pochi soldi in più vengano trattenuti dai lavoratori. Mini taglio per acconti Si tratterebbe di alleggerire gli acconti di imposta dovuti dai contribuenti en-

-0,2

ne di incidere anche su bollette e tariffe ma non con un provvedimento ad hoc. La misura però non sarebbe contenuta nel prossimo decreto. Pacchetto ecologico Lo hanno chiesto direttamente le imprese attraverso la promozione di prodotti ecologici: auto, elettrodomestici, case, motori industriali. Governo cerca più fondi per cigs Il Governo ha già rimpinguato i fondi per la Cigs: 600 milioni invece dei 450 previsti con la Finanziaria. Ma il ministro dell’Economia, Tremonti ha già detto che arriveranno ulteriori risorse. Banche garantiscano monte prestiti Berlusconi lo ripete da giorni: «proporremo con insistenza che le banche continuino a fare le banche e garantiscano il monte prestiti precedente alla crisi».

-0,1 0,1

0,1

I

II 2009

ANSA-CENTIMETRI

ripresa. Misure che vanno incontro alle famiglie e alle imprese più colpite dalla crisi, riducendo al massimo il suo impatto sulla disoccupazione.

Il Mibtel a + 1,60 In luce l’energia

Chiusura di settimana in rialzo per Milano

MILANO - Chiusura di settimana in rialzo per Piazza Affari. Sull’onda del buon andamento di Tokyo gli indici milanesi, come il resto del Vecchio Continente, hanno aperto le contrattazioni in deciso rialzo. E nemmeno il dato sul Pil che ha sancito la recessione tecnica per l’Italia ha provocato sussulti alla Borsa. A fine seduta il Mibtel ha registrato un incremento dell’1,60% a 16.170 punti mentre lo S&P/Mib ha guadagnato il 2,04% a 20.831 punti. In luce, soprattutto l’energia con Eni, Telecom (che ha riagguantato quota un euro) e Unicredit. Proseguono gli acquisti su Eni (+5,56% a 18,04 euro) nonostante continui la debolezza del greggio. In flessione, invece, la controllata Saipem (-0,6% a 14,9 euro). Tra gli energetici in positivo anche Enel (+3,5% a 5,2 euro) e la utility Terna (+1,3% a 2,4 euro). Unicrdit nel giorno in cui l’Assemblea straordinaria degli azionisti ha approvato l’aumento di capitale da 3 miliardi di euro, ha rivisto, nel corso delle contrattazioni, i 2 euro e poi ha chiuso appena sotto (+2,2% a 1,9 euro). La migliore nel credito è stata Ubi Banca (+3,8% a 12,4 euro) mentre il titolo Mps (utile nei nove mesi in calo del 10%) è stato spesso in altalena per poi archiviare la seduta a +1,3% a 1,4 euro.


12 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Speciale

Punito dalla Cassazione

La perseguitava con sms erotici, Condannato per molestie L’idea promossa in un villaggio turistico dell’Australia

Il mese del sesso libero, in vacanza ora ci si rilassa così SYDNEY - Una stazione di villeggiatura per nudisti nel nordest dell’Australia, per combattere la crisi del turismo, ha rilanciato raduni e feste per appassionati del sesso libero annunciando un ’mese dell’edonismo’ per il prossimo marzo. Il White Cockatoo Resort presso Port Douglas, prospiciente la Grande barriera corallina, noto in passato come luogo di ritrovo per il sesso di gruppo, aveva imposto un regime più restrittivo tre anni fa dopo una serie di incidenti. «I tempi duri impongono misure radicali», ha detto il proprietario del resort Tony Fox al quotidiano Courier Mail nel descrivere le nuove iniziative, «abbiamo preso il toro per le corna e la risposta è stata eccezionale, siamo quasi al tutto esaurito». Immediata è giunta la condanna del vescovo cattolico James Fley: «C’è da chiedersi che genere di persone verranno e perchè. Dov’è finito il codice morale?”.

Per combattere la crisi del turismo il proprietario del villaggio vacanze autraliano ha lanciato il mese dell’edonismo raduni e feste all’insegna del sesso libero

Moglie tradita dal compagno su internet divorzia nella vita reale Ha “beccato” due volte il marito in flagrante nell’universo online

Virtuali, ma semprecorna La coppia inglese si era conosciuta 4 anni prima proprio sul web

La donna ha scoperto il marito in atteggiamento definito «affettuoso» con una signorina nel programma on line Second Life: la donna ha dunque chiesto il divorzio

Patrizio Nissirio LONDRA - Amy Pollard, britannica di 28 anni, avrà il divorzio dal marito David, 40, dopo aver scoperto che questi aveva avuto due amanti nel mondo virtuale su internet di Second Life. L’avatar (personaggio virtuale della ’seconda vita’) di David, che Amy aveva conosciuto a sua volta nell’universo virtuale, è stato colto in flagrante in entrambi i casi. Nel febbraio scorso, Amy scoprì una relazione adulterina (ancorchè virtuale) con una prostituta: insospettita dai comportamenti dell’alter ego del marito sul web, assoldò un detective online per spiare le mosse dell’uomo. Verificata l’infedeltà, mise fine al rapporto online tra il suo avatar e quello del marito, ma rimase con lui nella vita reale. In aprile aveva quindi scoperto il marito virtuale in atteggiamento definito «affettuoso» con una nuova signorina di Second Life: la donna ha dunque chiesto il divorzio, che verrà finalizzato la prossima settimana. Amy ha detto di essere rimasta scioccata più da questo tradimento che dal primo: «Erano intenti a parlare su un divano, c’era del vero affetto». David si è difeso: «Non stavamo facendo del cybersesso, stavamo solo chiacchierando e passando del tempo insieme. Non stavo facendo nulla di male». Tuttavia, David ha intanto iniziato a frequentare regolarmente la sua nuova compagna virtuale, che è nella realtà un’utente americana del sito. I due non si sono ancora mai visti in carne ed ossa. «L’avvocato non era affatto sorpre-

so - ha detto Amy al Daily Telegraph - Ha detto che era il secondo caso di divorzio collegato a Second Life che le capitava in una settimana». Oltre 10 milioni di persone hanno creato una loro seconda vita sul sito internet. Aziende di fama mondiale hanno aperto loro negozi nel mondo virtuale, dove ci sono alberghi, banche e persino concerti rock. Anche Barack Obama e Hillary Clinton avevano uffici virtuali nel mondo online, durante le primarie democratiche. La coppia britannica si era conosciuta quattro anni fa proprio sulla realtà virtuale Second Life; avevano poi deciso di incontrarsi in carne ed ossa, e presto avevano iniziato a convivere, prima di sposarsi in Cornovaglia nel 2005. In onore alla loro storia nata online, avevano deciso di celebrare anche un matrimonio su Second Life, modellato su quello tra David e Victoria Beckham. Elemento tipico di Second Life, Amy e David, entrambi obesi e disoccupati, si erano creati degli alter ego belli e di successo nel mondo virtuale: Dave Barmy, capello lungo, abiti alla moda, poco più che ventenne, già titolare di un night club, e Laura Skye, anche lei con fisico da modella, dj e con un ricco conto in banca. Amy dice che non è rimasta sola a lungo: ha già incontrato un altro uomo, stavolta non Second Life, ma nel gioco fantasy ’World of Warcraft’. «Lo che molta gente trova queste vicende bizzarre - dice la donna Ma l’amore si può incontrare in molti modi diversi».

Ricomparso in Nepal dopo un anno il ragazzo considerato la reincarnazione del sacro Buddha

Siddharta fatto corpo si manifesta

Per Ram dodici mesi di meditazione

NEW DELHI - Ram Bahadur Bamjan, il ragazzo da molti ritenuto la reicarnazione di Buddha, è ricomparso in Nepal, dopo essere stato nella giungla per oltre un anno, nei pressi della città di Nijgadh, a circa 160 chilo-

metri dalla capitale, Kathmandu. Alla notizia del ritorno di Bamjan, centinaia di devoti sono subito partiti per recarsi a rendergli onore. Il ragazzo sin dalla sua prima apparizione, nel 2005, viene considerato da molti la reicarnazione di Buddha in quanto passa interi mesi seduto in meditazione sotto un albero, apparentemente senza mangiare e senza bere. Molti ritengono invece che si tratti di un impostore. Bamjan, che è apparso in buona salute, vestito in un abito bianco, secondo quanto riportato dalla stampa locale nepalese, ha parlato ai suoi seguaci, invocando la pace e l’assenza di discriminazioni. Le autorità buddiste non hanno mai esplicitamente dichiarato Banjam come reincarnazione di

Buddha. Molti sin dall’inizio hanno mostrato scetticismo sulla vicenda in quanto ai visitatori era consentito vederlo solo da lontano ed ogni tanto i suoi seguaci lo nascondevano alla vista del pubblico utilizzando una sorta di tenda. Era stato infatti proprio questo particolare a insospettire i più scettici, secondo i quali il ragazzo approfittava proprio di questi momenti per nutrirsi. Le autorità nepalesi hanno anche chiesto, per sciogliere il dilemma, l’aiuto di alcuni esperti di buddismo, i quali tuttavia non sono riusciti a giungere a delle conclusioni precise non avendo avuto la possibilità di studiare a fondo il fenomeno perchè appunto Bamjan si era dileguato, nascondendosi nella giungla.


Pag. 13

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Sabato 15 Novembre 2008

L’esponente socialista spiega il sodalizio col Cavaliere: «Non esistono più gli schemi del Novecento. Berlusconi è un innovatore e Veltroni un conservatore»

Mancini: ecco perché scelgo il Pdl «Il Pd alleandosi con Di Pietro ha finito per completare il lavoro delle Procure» COSENZA — Quando ha deciso definitivamente che era il caso di cambiare aria? Chi e cosa lo hanno convinto in modo netto? Ci racconti un aneddoto… «Mi rendo conto che un certo modo di fare politica e anche giornalismo in Calabria riduce tutto al pettegolezzo, all’incontro notturno, alla trama nascosta e però per quanto mi riguarda il mio percorso politico e le mie decisioni sono limpide e trasparenti. Tutto alla luce del sole». Ci faccia capire… «Con il voto di aprile il quadro politico è profondamente cambiato. Ormai anche in Italia si va rafforzando un sistema che poggia su due soli partiti il Pd e il Pdl. Chi vuole fare politica deve scegliere rispetto a questo nuovo assetto». Giusto. Ma perché lei non ha scelto il Pd? «Perché sarei stato incoerente e avrei tradito la mia storia». Veramente i suoi detrattori dicono il contrario: il tradimento è stato quello di andare nel Pdl... «Ma nemmeno per idea. Il Pd in aprile ha fatto una scelta chiara: si è alleato con Di Pietro ed ha lasciato a casa i socialisti così cancellando la nostra rappresentanza dal Parlamento e finendo il lavoro iniziato dalle procure di Borrelli, Caselli e Boemi all’inizio degli anni Novanta». E però adesso il rapporto tra Veltroni e Di Pietro sta scricchiolando… «Ma niente affatto! Ha seguito la vicenda della vigilanza Rai? Veltroni si è suicidato per non rompere con l’eroe di “Mani Pulite”. Anzi diciamo la verità fino in fondo: ormai chi detta la linea al Pd è Di Pietro». Non pensa di esagerare? «Assolutamente no. La piazza, il

giustizialismo, l’antiberlusconismo hanno sconfitto definitivamente l’approdo riformista di quel partito». Eppure verso i socialisti l’atteggiamento di Veltroni sembra cambiato… «Bella forza: prima ci ammazza e poi ci manda i fiori. Non si faccia illusioni. Si ricordi la frase di D’Alema: i socialisti nel migliore dei casi sono inutili nel peggiore sono dannosi. Il Pd ha bisogno di mosche cocchiere che lo sostengano ricevendo in cambio modesti strapuntini. La linea della subalternità al Pd non fa per me». E quella che ha sposato Nencini? «Guardi, è venuto a Cosenza a farsi applaudire da coloro che avevano infangato Giacomo Mancini da morto definendolo ladro e mafioso. Una cosa ignobile! E per cosa? Per avere un assessoricchio al Comune di Cosenza dove c’è il sindaco peggiore di Italia! (lo dicono le statistiche…)». Quella manifestazione al Cinema Italia di Cosenza ha avuto un peso nella sua scelta? «Ha fugato anche l’ultimo timore. Essere definito da incalliti antisocialisti “un macigno” sulla strada della loro unità solo perché nella mia attività politica ho difeso, pagandone prezzi enormi, la storia migliore del socialismo calabrese, mi ha fatto capire che lì non c’è alcuna agibilità politica per un socialista che voglia mantenere la schiena diritta». E quindi l’approdo al Pdl: unico riferimento per i riformisti ha detto. Non le sembra di esagerare? «Niente affatto. E per chi, come me, è socialista e può vantare una gloriosa e centenaria storia familiare socialista è naturale stare dalla par-

COSENZA — Il Partito Democratico

COSENZA Oggi i Democratici ufficializzeranno la proposta di ricandidatura per le elezioni del 2009

ufficializzerà oggi la proposta di ricandidatura del presidente uscente Mario Oliverio alla guida dell'Amministrazione Provinciale di Cosenza alle elezioni 2009. La proposta - del resto già anticipata sulle nostre colonne - sarà presentata dalla coordinatrice provinciale del Pd, Maria Francesca Corigliano, all’assemblea costituente convocata dalla presidente provinciale Simona

Giacomo Mancini

te di chi realizza le riforme e contro chi le osteggia. Impegnarsi con chi ha iniziato a cambiare il Paese e contro chi favoleggia di un pericolo per la democrazia e si limita ad agitare la piazza. Considero giusto e coerente lavorare insieme a chi predilige i fatti alle chiacchiere, premia i meriti e taglia gli sprechi, investe nei diritti e nelle garanzie per i cittadini e lotta contro gli ingiusti privilegi delle corporazioni». I più cattivi dicono che abbia perseguito un suo interesse personale? «Guardi che se fosse stato vero questo avrei aderito al Pdl prima delle elezioni politiche. Ha visto che accoglienza che mi hanno tributato?». In effetti a Roma c’era tutto il gotha di Forza Italia in ottica Pdl. Il coordinatore Verdini, il capogruppo Cicchitto, il portavoce Capezzone. Un’accoglienza coi fiocchi. Ma che c’entra con la mia domanda? «Beh pensa che se fossi andato da loro prima delle elezioni mi avrebbero negato di continuare a fare il de-

Diacovo per le ore 17,00, nel Salone di Rappresentanza del Comune di Cosenza. «L'Assemblea di domani - dichiara Maria Francesca Corigliano - segna un momento importante nella vita

del nostro partito, in considerazione del ruolo strategico che la Provincia di Cosenza interpreta, quale baluardo storico del centrosinistra in Calabria». Dal fronte del centrodestra, invece,

Realacci: «La Calabria è molto indietro» ministro dell’Ambiente del Governo ombra del Pd, ha partecipato ieri mattina a Cosenza ad una conferenza stampa sul tema “Territorio, imprese e sviluppo sostenibile. Dal mezzogiorno idee e proposte sul federalismo e sulla crisi”. Realacci ha parlato della situazione dei rifiuti, dopo la dichiarazione di Berlusconi che pone la Calabria tra le regioni in emergenza. «E' vero: la Calabria è indietro, è necessario partire dalla raccolta differenziata, che qui è molto indietro», ha detto Realacci. «Poi bisognerà realizzare un sitema di impianti. Non bisogna ridursi come è accaduto in Campania o a Catania. Bisogna agire su-

«Guardi, ogni giorno ne hanno scritto una differente. Quella del giorno dopo smentiva quella del giorno prima. Hanno detto che avrei fatto il presidente della Regione, il presidente della Provincia di Cosenza, il sindaco della città, il parlamentare europeo. Lo sa una cosa?». Sono tutto orecchi… «Mi sono un po’ offeso perché non hanno scritto che farò il ministro. Siccome lo ha fatto prima sia mio nonno che il mio bisnonno, a passare come pecora nera della famiglia non mi sta bene..!». Certo l’ironia non le fa difetto ma a proposito di pecora nera, in conclusione, mi permette una domanda diciamo pure cattiva? «Spari!». Qualcuno ha scritto che suo nonno si sarà rivoltato nella tomba a saperla nel Pdl… «Guardi per me sarebbe facile farmi scudo di mio nonno evocando tante sue decisioni controcorrente e lungimiranti come quella di allearsi con dei giovani fascisti nel 1993 che gli permisero di diventare il primo sindaco di Cosenza eletto dai cittadini. E, però, mio nonno non c’è più da sei anni ed è giusto tenerlo fuori dalle vicende politiche di oggi. Anche se…». Anche se? «Ricordo che anche a lui è capitato che critici in malafede e a corto di argomenti lo attaccassero dicendo che il padre, che lui venerava, non avrebbe mai potuto condividere una sua scelta». E suo nonno come rispondeva? «Se ne infischiava, anzi se ne fotteva e andava avanti. Anch’io me ne fotto e vado avanti per la mia strada». Domenico Martelli

Il Pd rivuole Mario Oliverio presidente

RIFIUTI Il ministro ombra del Pd ieri a Cosenza. Perugini minaccia di rivolgersi a Bertolaso

COSENZA — Ermete Realacci,

putato?». Messa così non posso darle torto… «Invece ho scelto di guidare la mia comunità in una battaglia di cui già conoscevo l’esito negativo. E però un dirigente serio deve anche pagare prezzi salati. Io ho rinunciato a fare il deputato pur di non arrendermi all’alleanza Veltroni Di Pietro…». Un Mancini nel centrodestra: un valore aggiunto o un problema? «Intanto non esistono più gli schemi del Novecento che servono a connotare destra e sinistra. Se guardo all’Europa vedo Blair innovatore come Cameroon e come Sarkozy. Berlusconi in Italia è un innovatore, Veltroni un conservatore. E poi se la sinistra è Di Pietro a Roma, Loiero in Calabria e Perugini a Cosenza io mi sento profondamente di destra. Anzi di estrema destra». Eppure si confronterà nella costruzione del Pdl con donne e uomini che hanno una storia di destra. Problemi? «Assolutamente no. Ne sono onorato. Ho sempre avuto rispetto per uomini come Filosa, Valensise Adimari. La loro dignità, l’approccio etico con la politica, la spinta verso una più diffusa legalità rappresentano un punto di riferimento ideale irrinunciabile». Ed il suo ruolo adesso? Che partita giocherà? «Sono l’ultimo arrivato, e per questo mi impegnerò con umiltà, ma anche con grande determinazione. Insieme ai miei amici voglio portare un contributo per costruire una prospettiva di buon governo anche in Calabria che è soffocata da anni di cattiva amministrazione». E rispetto alle prossime scadenze elettorali? Sono state fatte tante ipotesi…

bito». «Non siamo nelle condizioni di doverci considerare in un'emergenza ineludibile», ha detto a margine della conferenza stampa il sindaco di Cosenza, Perugini. «Ieri - ha dichiarato - abbiamo tenuto una lunga riunione, con i sindaci di Castrolibero e di Rende, visto che i nostri tre comuni rappresentano quasi i due terzi dell'intero bacino consortile, e con i soci privati della Vallecrati. Alla fine ho dichiarato che o il sistema attuale è in grado di azzerare i cumuli di immondizia che ci sono in città o mi recherò personalmente dal sottosegretario Bertolaso». «Siamo ad un punto di svolta, ma ognuno di noi deve assumersi le sue responsabilità. Ho trovato un

sistema che funzionava male e del quale non ho alcuna responsabilità. Non ho responsabilità per il passato, ma mi assumo fino in fondo la responsabilità per dare ai cittadini una città più pulita», ha affermato il sindaco. «Per questo ho fatto compiere a questa amministrazione uno sforzo notevolissimo: ripianare un debito di dieci milioni di euro di debiti verso la Vallecrati», ha dichiarato ancora Perugini. «Da oggi voglio vedere la città più pulita, domani la voglio vedere ancora più pulita. Gli impegni che sono stati assunti da parte della società vanno nella direzione di due o tre giorni per risolvere l’emergenza», ha concluso Perugini. (Agi).

si è lontani dall’ufficializzazione del candidato alla presidenza della Provincia. Anche se da tempo circola il nome dell’azzurro Pino Gentile, che però sarebbe ancora dubbioso se accettare o meno la candidatura.

Mario Oliverio


14 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CONSIGLIO REGIONALE Anche ieri lavori dedicati ai nodi sanitari. Il governatore: il Piano della Salute dovrà riflettere quello di rientro

Il lungo dibattito sulla sanità Loiero e Adamo in sintonia: tagli ma anche riqualificazione. Nicolò (Fi): no alla dismissione degli ospedali REGGIO CALABRIA — Un dibattito durato ore e ore, come era prevedibile. A tenere banco ieri in Consiglio regionale ancora una volta il tema della sanità e il disavanzo stratosferico che logora il settore. Loiero ha mostrato fermezza nell’esigenza di razionalizzare, di frenare sprechi e inefficienze. Ma la linea ribadita al gruppo del Pd incontrato prima dell’inizio dei lavori guarda non solo ai tagli: bisogna risanare i conti - e i dati definitivi sul deficit ancora non ci sono - ma è chiaro che oltre ai tagli si dovrà puntare alle eccellenze, da valorizzare in virtù dei risparmi che verranno. Questo in sostanza avrebbe ribadito Loiero ai suoi e rimbalzato in Aula. Per quanto riguarda il Piano sanitario, è chiaro che esso - è il ragionamento del governatore ribadito incontrando i Democratici - dovrà riflettere i dettami del piano di rientro, da attuare con il decisionismo che ha spinto il presidente a prendere nelle sue mani la delega della sanità fino a poche ore fa di Spaziante, le cui dimissioni sono state accettare ieri stesso dal governatore prima di recarsi a Reggio. Anche il capogruppo del Pd Adamo non si è limitato ai conti. «Il risanamento - ha detto - deve diventare una leva per riqualificare la sanità e non solo per pareggiare i conti». Secondo Adamo, «dal Consiglio regionale deve partire una battaglia corale contro gli sprechi per invertire la tendenza passata quando venivano premiate con più fondi le Aziende sanitarie meno virtuose e si decurtavano le risorse a quelle più virtuose. Oggi il piano di rientro pone in capo al presidente della Giunta regionale responsabilità uniche ed enormi. Non possiamo dunque lasciarlo da solo e tutti dobbiamo capire in che direzione andare, avendo coraggio e consapevolezza di scegliere quello che va e quello che non va più. La politica, quindi, deve assumere la stessa determinazione che ha avuto la magistratura nelle settimane scorse a Vibo e Catanzaro». Il consigliere del Nuovo Psi Francesco Galati ha detto che «Loiero deve spiegarci stasera come intende operare per il rientro del debito. Sia chiaro che l'opposizione non voterà leggi per mettere tasse nuove ai cittadini. Dobbiamo però dire una parola chiara a tutti coloro i quali pretendono gli ospedaletti sotto casa perché in questa situazione non è più possibile». Pasquale Senatore, consigliere de La Destra, ha detto che "«l disastro della sanità si protrae da decenni e se ne conoscono esattamente anche i motivi. In questi anni, le responsabilità sono parimenti da ripartire a destra e a sinistra». L'ex assessore Pasquale Tripodi ha ricordato "gli scontri avuti in Giunta

La sede del Consiglio regionale

con l'assessore Lo Moro, la quale spesso ci tranquillizzava dicendo che il patto di stabilità della sanità calabrese era rispettato. Da quanto ci diceva, sembrava che la sanità non avesse problemi. Ma così oggi non è». Sandro Principe ha detto che «la sanità rappresenta il fallimento principale del regionalismo calabrese. E' chiaro che il piano di rientro a cui si sta lavorando, non può non coincidere con lo stesso piano sanitario. Si tratterà a questo punto, vista la grave situazione finanziaria, di operare efficacemente per risolvere duplicazioni e inefficienze sul territorio. Credo che in Calabria si abbia più bisogno di poche strutture veramente eccellenti, ripartite nelle cinque province, a cui accompagnare sul territorio efficienti servizi di base». «Un patto morale che ci obblighi ad astenerci dal fare pressioni sulla sanità per motivi di partito, riservando alla politica le funzioni di controllo, evitando così di fare della sanità un bacinoelettorale privilegiato». è stato l’appello del vicepresidente del Consiglio regionale, Francescantonio Stillitani (Udc). «La classe politica - ha proseguito Stillitani - ha sempre coltivato la sanità per fini elettorali e non avendo come obiettivo il bisogno di salute dei cittadini. La conseguenza di questi atteggiamenti è stata lo spreco di risorse e il clientelismo, con responsabilità trasversali a destra e a sinistra, situazione questa che ha deprivato il merito e le capacità professionali di tanti medici. L'appartenenza ad un partito politico è stata spesso la chiave strategica per accedere a primariati e a posti di dirigenza, un metro di valutazione questo che ha mortificato molti rappresentanti della classe medica che spesso sono costretti ad operare in strutture fatiscenti e non per loro responsabilità, come a Vibo Valentia». «La malattia della sanità calabrese non è certamente recente - ha detto il consigliere di Forza Italia Antonio Pizzini - ma è pur doveroso circo-

scrivere e delimitare i fatti ad oggi. Ed i fatti parlano di un settore certamente complesso, intriso di predomini sanitari e politici atavici difficili da contrastare, che ha vissuto sulla espansione costante della spesa a cui non è corrisposta parallelamente l'elevazione della qualità sanitaria». Pizzini aggiunge che «si possono cercare tutte le possibili responsabilità dei passati amministratori regionali, di sinistra e di destra, si possono fare tutti i nomi e cognomi di questo mondo, consultare tutti i passati bilanci della sanità regionale, ma c'è da chiedersi nel contempo cosa hanno saputo fare il presidente Loiero e la sua Giunta in questi ultimi quattro anni». «Il tema sanità - ha detto nel suo intervento Gianpaolo Chiappetta, capogruppo dei Popolari europei verso il Pdl - è ovviamente di quelli che non consentono polemiche per partito preso ma, al contrario, impone un surplus di serietà politica e di rigore amministrativo». «Ecco perché - ha aggiunto Chiappetta - il dibattito in corso in Consiglio regionale, che ha fatto seguito alla relazione tecnica dell'ex assessore Spaziante e a quella politica del presidente della Giunta regionale, Loiero, monco di certezze di dati registra un aspetto inequivocabile: la sanità in Calabria è gravemente ammalata, ma i politici che dovrebbero curarla sono in pieno stato confusionale». Secondo il consigliere di Forza Italia Alessandro Nicolò, quello in corso «è un dibattito che non ha molto significato sotto il profilo amministrativo e soprattutto sotto l'aspetto politico. Finora - ha aggiunto Nicolò - né il Presidente Loiero, né l'ex assessore Spaziante hanno dato indicazioni e risposte esaustive rispetto a quelli che sono i bisogni reali della sanità. Il debito ha ormai assunto volumi vertiginosi ed è fuori controllo di gestione. In questo quadro, dopo tre anni di governo di centrosinistra, con forti responsabilità di una maggioranza che ha perseguito soltanto progetti di gestione del potere cambiando e ricambiando continuamente direttori generali e vertici ospedalieri, obbedendo soltanto a logiche correntizie, ci troviamo dinnanzi ad un procedere di indicazioni date dalla Giunta regionale orientate solo a spogliare il territorio di quel minimo di strutture esistenti, in attesa di futuri scenari e di nuovi ospedali i cui tempi di realizzazione sono assolutamente aleatori». «Ecco perché - ha concluso l'esponente di Forza Italia - abbiamo espresso la nostra contrarietà dinnanzi alla fretta con la quale le Asp procedono alla dismissione degli ospedali minori. Per parte nostra continueremo a stare dalla parte dei cittadini ed a sostenere le loro giuste richieste».

Nella prossima seduta sarà ricordato Cecchino Principe

Giornalisti in Giunta la minoranza: rivedere le procedure di selezione

REGGIO CALABRIA — Il Consiglio regionale, impegnato ieri nella prosecuzione del dibattito politico sulla sanità avviato il 5 novembre scorso, nella prossima seduta ricorderà solennemente l'on. Francesco Principe. «L'assise di palazzo Tommaso Campanella - è detto in un comunicato - intende, così, riservare un ampio e doveroso tributo alla figura dell'on. Principe, una delle espressioni più alte della storia politica calabrese». «L'Assemblea legislativa - ha detto il

REGGIO CALABRIA — I consiglieri regionali del centrodestra hanno presentato una mozione sull’assunzione di giornalisti nell’ufficio stampa della Giunta regionale. Nella mozione i consiglieri chiedono di «rivedere le procedure per la selezione dei cinque giornalisti che dovranno essere assunti, con l'adozione di criteri meno discrezionali».

presidente del Consiglio, Giuseppe Bova - ricorderà in forma solenne una delle personalità politiche più impegnate, anche a livello nazionale, per un autentico riformismo e per la difesa dei diritti dei cittadini del Mezzogiorno. Tale commemorazione è un atto ancor più dovuto dal punto di vista istituzionale, dal momento che l'on. Principe, tra gli altri prestigiosi incarichi ricoperti, ha anche svolto le funzioni di consigliere regionale e di presidente della Regione Calabria». (Ansa) .

Politiche e diritti dell’infanzia Cersosimo: dobbiamo fare di più FIRENZE — In Calabria la politica pubblica per l’infanzia è in ombra. Nella fascia da zero a tre anni gli asili nido degli Enti locali accolgono soltanto 2.800 bambini su quasi 73.000 residenti. «Da noi non c’è una domanda sociale di politica per l’infanzia, non ci sono portatori di interessi organizzati nel settore. Per questo non ci si attiva sufficientemente, ma non è una giustificazione sufficiente per chi amministra, che ha il dovere di assicurare questo diritto universale ai cittadini, in quanto anche da noi esistono i portatori di problemi che spesso non hanno voce per farsi sentire. Se metteremo in campo un’offerta adeguata potrà anche svilupparsi una domanda verso i servizi all’infanzia». Così il vicepresidente della Regione Calabria, Domenico Cersosimo, ha esordito come relatore al convegno internazionale “Diritti dei bambini e servizi: la programmazione regionale. Regioni d’Europa a confronto”, che si è svolto ieri a Firenze. Realtà molto diverse, quelle di Catalogna (Spagna), Vastra Gotaland (Svezia), Toscana e Calabria, che comunque hanno dato la propria disponibilità a promuovere una rete di progetti interregionali e di scambio di buone pratiche. «Con la Regione Toscana - ha annunciato Cersosimo - la Calabria procederà a un accordo istituzionale di partnership sulle politiche pubbliche relative all’intera filiera formativa da zero anni fino al dottorato di ricerca». L’Unione Europea chiede che entro il 2010 venga accolto almeno il 33% dei bambini, nella fascia da zero a tre anni, negli asili nido. C’è adesso un’enorme forbice da colmare, come dimostrato a Firenze dall’analisi delle quattro regioni: la svedese Vastra Gotaland assicura il servizio prescolastico al 43% dei bambini fino ad un anno di età e dell’85% tra i due ed i tre anni; negli asili della Catalogna si arriva al 32%; in Toscana si tocca il 29,5% mentre in Calabria a malapena si arriva al 4%. «Anche in Calabria, comunque, c’è qualche eccellenza, ma ciò non deve giustificare l’assenza di una politica organica per l’infanzia. Da noi - ha evidenziato il vicepresidenza della Giunta - è mancato lo sviluppo economico, con una forte occupazione femminile, determinando così una bassa richiesta di servizi. Ma perché dobbiamo legare il diritto universale del cittadino calabrese alla situazione socio-economica? L’offerta educativa e formativa per i bambini non deve derivare solo da motivazioni di mercato, perché è in sé un motivo di crescita culturale e quindi di innovazione della società. Anche in Calabria la politica si sta faticosamente impegnando a creare le condizioni pedagogiche e di servizio offerte agli svedesi, ai catalani, ai toscani. Il paradigma, in questo caso, deve essere opposto: l’offerta pubblica deve creare la domanda delle famiglie». «Certamente, con i tagli alla scuola ed agli enti locali, la strada da intraprendere sarà in salita. Però

Da sinistra, Cersosimo con Simoncini

La Svezia assicura servizi pre-scuola al 43% dei bambini mentre in Calabria si resta fermi al 4% degli interessati - ha affermato inoltre Cersosimo - dobbiamo attivarci presto, altrimenti rischiano di fallire anche le politiche pubbliche già realizzate, come l’organizzazione dei bonus di 600 euro al mese, indirizzati alle neo-mamme per l’acquisto di servizi per l’infanzia. Infatti, in molti casi esse trovano difficoltà ad impegnare la cifra in quanto non c’è un’adeguata offerta formale di tali servizi neppure dal privato». «In questo settore - ha concluso il vicepresidente - è necessario impiegare le stesse capacità che la Regione ha dimostrato di disporre per le scuole superiori e per le università. La Calabria ha sperimentato, tra le prime in Italia, gli incentivi ed i premi per studenti, operatori e strutture scolastiche, nel campo dell’educazione di base al fine di superare il gap di conoscenza e di competenza soprattutto nelle materie tecnicoscientifiche. Le nostre proposte formative hanno ottenuto una risposta di massa, molto superiore all’obiettivo che ci eravamo preposti. E nella rete interregionale delle buone pratiche, mentre dobbiamo imparare moltissimo sulle politiche per l’infanzia, sul terreno della correlazione tra incentivi monetari e performance formative potremo essere noi di aiuto alle altre Regioni. Così come abbiamo sperimentato questo azzeramento formativo per i neoimmatricolati in questo anno accademico, stiamo adesso progettando un’altra iniziativa sui bambini neonati, attraverso un originale programma di sensibilizzazione dei genitori alla lettura per il precoce apprendimento».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 15

CALABRIA REGGIO CALABRIA — «Merco-

ledì 19 novembre, alle ore 10, la Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria terrà a Reggio Calabria un convegno sul tema “Più efficienza, meno burocrazia, maggiore competitività delle imprese Calabresi”». Si legge in un comunicato della Confederazione Italiana Agricoltoridella Calabria. «L’iniziativa - continua il documento - si svolgerà nella sala “Nicholas Green del Consiglio regionale e sarà aperta dal presidente della Cia di Reggio, Antonino Inuso e coordinata dal vice presidente della Cia calabrese, Michele Drosi, mentre porteranno il loro

REGGIO Un convegno che la Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria terrà sulla competitività delle imprese

Più efficienza e meno burocrazia saluto il presidente del consiglio regionale, Giuseppe Bova e il presidente della provincia di Reggio, Giuseppe Morabito. I lavori proseguiranno con la relazione introduttiva del presidente della Cia calabrese, Giuseppe Mangone e gli interventi dei consiglieri regionali, Egidio Chiarella e Franco Morelli, del presidente della Cia toscana, Giordano Pascucci e dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Mario

Più semplificazione amministrativa e legislativa significa risparmio, trasparenza e recupero di risorse

Pirillo. Le conclusioni saranno fatte dal presidente della Cia nazionale, Giuseppe Politi. Nel presentare la manifestazione il presidente della Cia regionale, Giuseppe Mangone ha evidenziato come più semplificazione amministrativa e legislativa significa risparmio, trasparenza e, soprattutto, recupero di risorse che possono essere destinate allo sviluppo e alla competitività. La ‘macchina amministra-

tiva’ deve essere più snella e più semplice. Le aziende e i cittadini non devono muoversi più con fatica nei meandri burocratici e sottostare ad una miriade di adempimenti e di documenti”. la semplificazione amministrativa, lo snellimento delle procedure e la riduzione degli oneri burocratici rappresentano un’esigenza fondamentale per una società che deve crescere. Nell’attuale situazione - conclude le aziende sono sempre meno competitive e i cittadini sono costretti a confrontarsi con un’amministrazione che richiede tempi lunghissimi e insopportabili, costi sempre più onerosi».

COSENZA L’assessore Mario Pirillo comunica alla Cia le sue preoccupazioni per la riduzione delle risorse che il Governo centrale ha disposto

«Nel settore agricolo tagli netti» «Chiedo un impegno forte dei Parlamentari calabresi per ritornare ad occupare uno spazio importante» COSENZA — L’Assessore regionale

all’Agricoltura Mario Pirillo si rivolge alla Direzione provinciale aperta della Cia di Cosenza per comunicare la sua assenza ad un incontro importante promosso proprio dalla Confederazione italiana agricoltori per impegni istituzionali già programmati. L’assessore Pirillo comunque non rinuncia ad intervenire sull’argomento della riunione e dirama un comunicato in cui si legge: «Carissimi amici, sono sinceramente rammaricato ma non potrò partecipare a questo importante incontro aperto agli Operatori dell’informazione e ai Parlamentari della provincia cosentina per impegni istituzionali che avevo da tempo programmato fuori regione. Tuttavia, non potevo non rispondere, seppure sinteticamente, alla chiama della Cia cosentina, le cui iniziative hanno sempre impegnato uno spazio importante per le mie riflessioni; che sono preoccupate per le sorti del primo comparto dell’intero Mezzogiorno. Nello scorso mese di ottobre, in sede di Commissione Politiche Agricole, abbiamo approfondito il tema delle risorse finanziarie del settore agricolo allocate nel bilancio dello Stato per l’anno 2009. Nel disegno di legge finanziaria approvato dal Governo non sono state appostate sufficienti risorse per il settore, facendo riferimento in particolare all’azzeramento del Fondo di solidarietà nazionale (da cui si prelevano le risorse per gli aiuti alle imprese colpite da calamità naturali o avversità atmo-

Mario Pirillo

sferiche eccezionali che compromettono i raccolti e danneggiano le strutture produttive o le infrastrutture connesse all'attività agricola), al taglio delle risorse per il settore zootecnico e a quello per il settore dei controlli che discendono dall’attuazione di disposizioni comunitarie. In più si registra una forte riduzione delle risorse per il Piano Irriguo. Tutto ciò era stato già deciso ad agosto, in sede di approvazione del decreto 112, con una serie di tagli che fran-

«Mi sono impegnato perché si evitasse il disimpegno delle risorse»

camente destano molte preoccupazioni soprattutto alle nostre latitudini. Per esempio, si passa dai 48 mln di euro del 2008 ai 20 mln del 2009 per i Piani di Settore; dai 10 mln ai 5 mln per l’imprenditoria giovanile; dai 9,3 mln ai 6,5 mln per le Associazioni nazionali allevatori. C’è infine una riduzione di 41 mln di euro per il Piano Irriguo Nazionale. Dai dati fin qui riportati mi sembra chiaro che, in sede di discussione parlamentare, diventa fondamentale la difesa dei nostri interessi. Non possiamo infatti far pagare tagli così netti a un settore che sta subendo forti ristrutturazioni, piegandosi doverosamente alla Politica Agricola Comune dettata dall’Unione Europea. E’ l’impegno che chiedo ai nostri Parlamentari della provincia cosentina, a qualunque sensibilità politica essi appartengano. In qualità di Assessore regionale mi sono prodigato in questi ultimi tre anni perché si evitasse il disimpegno delle risorse comunitarie disponibili nel settennio 2000/2006. Nel contempo siamo riusciti a far partire la nuova programmazione, che impegnerà fino al 2013 circa 3 mila miliardi di vecchie lire a beneficio del sistema agricolo-forestale calabrese. Ma è anche con la presenza concreta del Governo nazionale, attraverso il reperimento e la messa a disposizione di risorse economiche e normative, che l’agricoltura calabrese potrà aspirare nella stagione della globalizzazione economica - ad occupare uno spazio importante».

Cosenza: Provincia, Corbelli pronto a ricoprire l’incarico di Principe COSENZA — E' stato convocato per lunedì prossimo, dal vice presidente vicario del Consiglio, Antonio Pucci, l'ufficio di presidenza del Consiglio provinciale di Cosenza. E' la prima riunione che viene convocata dopo la scomparsa del presidente Francesco Principe. L'Ufficio di Presidenza (composto dall'altro vice presidente Mario Caligiuri e dai due segretari questori Gilberto Raffo e Franco Corbelli) dovrà, tra l'altro, fissare la conferenza dei capigruppo per stabilire la data del Consiglio provinciale, da tenersi entro la fine di novembre. Tra i punti all'ordine del giorno della prossima riunione del Consiglio la commemorazione di Principe, la surroga del consigliere (presidente) scomparso con il primo dei non eletti della Lista dello Sdi, la elezione del nuovo Presidente del Consiglio e l'approvazione di un adempimento di Bilancio. Tra i diversi nomi in ballo, c'è anche quello del leader di Diritti Civili, Franco Corbelli, che, contattato dall'Agi ha dichiarato che se sul suo nominativo «si registrerà una larga convergenza del Consiglio provinciale, nell'interesse dell'Istituzione e della collettività, per il rapporto di stima e fiducia che mi lega a tutti i consiglieri provinciali e per mero spirito di servizio, sono pronto ad accettare l'incarico di presidente e

Franco Corbelli

a continuare, con imparzialità, equilibrio e rispetto dei diritti di tutti i gruppi politici, l'eccezionale lavoro svolto in questi anni dal presidente Principe». Corbelli nel 2004 è stato candidato alla Presidenza della Provincia di Cosenza con la Lista Diritti Civili, ottenendo quasi 14 mila voti, oltre il 3%, raggiungendo il quorum e un consigliere provinciale (lo stesso Corbelli). Corbelli da 20 anni è fondatore e coordinatore del Movimento Diritti Civili. Nel settembre del 2003 per “il suo eccezionale impegno civile, libertario e umanitario in Italia e, anche, all'estero”, è stato nominato, dall'allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. (Agi)


16 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Le operazioni sono state svolte dagli agenti dalle Squadra Volante nel corso di mirati servizi volti al maggiore controllo del quartiere Santa Maria

Questura, denunciate quattro persone Sono state fermate dagli operatori lungo Viale Isonzo in due distinti momenti CATANZARO — Giovedì notte

quattro persone sono state denunciate a piede libero, a vario titolo, dagli Agenti della Squadra Volanti, diretti dal Commissario Capo della Polizia di Stato dottoressa Isabella Laino, nel corso di mirati servizi effettuati nel quartiere di Santa Maria. Lungo Viale Isonzo gli operatori hanno fermato in due distinti momenti i catanzaresi T. A., di ventotto anni pluripregiudicato, ed il nomade di ventuno anni V. P. M., i quali rispettivamente conducenti di un’automobile e di un motoveicolo, sono stati successivamente denunciati poiché entrambi risultati sprovvisti di regolare pa-

La Questura di Catanzaro

tente di guida mai conseguita. Inoltre nel cofano dell’autovettura sulla quale viaggiava T. A., Sorvegliato Speciale di P. S., in compagnia di un 21enne extracomunitario di origini marocchine, E. K. A., i poliziotti hanno rinvenuto diversi arnesi utili allo scasso. Pertanto i due sono stati deferiti in concorso all’Autorità Giudiziaria per questo tipo di reato. Infine, nella stessa zona, è stato fermato poco dopo il 22enne catanzarese C. D. D. il quale è stato denunciato per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, arnesi che sono stati trovati nel portaoggetti del suo ciclomotore.

CATANZARO E’ il commento di uno degli inquirenti che sta coordinando l’inchiesta su presunti illeciti nella gestione di fondi

«Why Not, proseguono bene le indagini» CATANZARO — E' giunto ad un "ottimo punto" (espressione di un inquirente) il lavoro svolto dai magistrati che stanno coordinando l'inchiesta Why not dopo la riunione fiume di giovedì alla Procura generale di Catanzaro. L'incontro, secondo quanto si è appreso, è stato estremamente produttivo ed un altro è previsto a breve termine, per il prosieguo dell'esame delle singole posizioni prima di

giungere alla conclusione delle indagini ed alla formalizzazione delle richieste di rinvio a giudizio o di archiviazione. I tempi per giungere alla conclusione formale dell'inchiesta, comunque, non saranno brevissimi, vista la complessità del materiale raccolto nel corso delle indagini e la possibilità di dover effettuare altre attività istruttorie da parte del pool di magistrati coordinato dal procura-

tore generale di Catanzaro Enzo Jannelli. Why not è l'inchiesta avviata dall'allora pm De Magistris (ora giudice al Tribunale della Libertà di Napoli), in cui tra gli altri è indagato l'ex premier Romano Prodi e riguarda presunti illeciti nella gestione di fondi nazionali e comunitari. Una cinquantina gli indagati, tra politici, imprenditori, funzionari, burocrati. (Ansa)

Cerisano, giovane arrestato per spaccio di stupefacenti CERISANO — Invece di dedicarsi ad un'attività lavorativa lecita in modo stabile, come prescritto dalla sorveglianza speciale alla quale era sottoposto, spacciava droga nel comune di residenza, Cerisano. Al termine dell'attività di indagine il comando stazione Carabinieri competente ha depostitato la documentazione alla Procura che ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere a carico di Emiliaon Chiuca, 22 an-

ni, eseguito stamane all'alba. I militari di Cerisano, coadiuvati da un'unità cinofila del Goc di Vibo Valentia, durante una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto un involucro di 6 grammi d marijuana e un bilancino precisione a conferma di quanto già emerso durante le indagini sul giovane. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasferito nella casa circondariale di Cosenza. (Agi)

Reggio Calabria, due in manette per tentato furto di uno scooter REGGIO CALABRIA — Due molda-

vi sono stati arrestati da agenti della Questura di Reggio Calabria per il tentato furto di uno scooter. I due, Vasile Ghilezohi, di 45 anni, e Viorel Lungu, di 35, entrambi in Italia illegalmente, sono stati notati dal proprietario del ciclomotore che ha subito avvertito la polizia. Dopo una breve ricerca, grazie alla descrizione fornita dall'uomo, gli agenti di due volanti ha individuato uno

dei due moldavi, mentre l'altro è stato scoperto dietro una recinzione dove tentava di nascondersi. I poliziotti hanno accertato che i due, per allontanarsi dalla zona del tentato furto, avevano utilizzato uno scooter dello stesso tipo di quello che volevano rubare al cui interno sono stati trovati attrezzi utilizzati per lo scasso. Riconosciuti dalla vittima del tentato furto, Ghilezohi e Lungu sono stati arrestati.

Rapina una donna 60enne, arrestato

Cittanova, kalashnikov in casa beccato dalla polizia un 39enne

REGGIO CALABRIA — I “Baschi verdi” della compagnia pronto impiego della guardia di finanza di Reggio Calabria, nel corso dell’espletamento di un servizio d’istituto, hanno arrestato un rapinatore, tale B. G. classe ‘85. Il soggetto, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dopo aver compiuto una rapina ai danni di una signora di 60 anni che aveva appena ritirato la pensione. I militari erano infatti in prossimità di un centro commerciale situato in via modena,

CITTANOVA — Un uomo, Francesco Ferraro, di 39 anni, è stato arrestato dagli agenti del commissariato della polizia di Stato a Cittanova per detenzione illegale di armi da guerra. I poliziotti hanno compiuto una perquisizione nell'abitazione di Ferraro ed hanno trovato un Kalashnikov e 200 munizioni. Il fratello di Ferraro è stato denunciato per l'omessa custodia di altre armi detenute legalmente. Il questore di

Reggio Calabria, Santi Giuffré, ha disposto che vengano intensificate le indagini per individuare la provenienza del Kalashnikov. Nel giro di pochi giorni, infatti, é il secondo fucile mitragliatore che viene trovato dagli investigatori nella disponibilità di un incensurato nella zona della Piana di Gioia Tauro. L'arma sarà sottoposta ad esami balistici per accertare se é stata utilizzata per compiere reati.

su di un furgone pronto per lo smaltimento. Peccato che l’intera opera fosse effettuata in assenza di qualsiasi autorizzazione ambientale e senza la minima precauzione per gli operai e per la popolazione circostante, che era costretta a respirare le particelle che si liberavano nell’area a seguito dei lavori in corso e che per legge sarebbero dovute essere sottoposte a specifici trattamenti. Gli uomini della

Benemerita della Stazione di Briatico hanno quindi provveduto all’immediato sequestro dell’area del cantiere e delle numerose lastre di eternit appena rimosse. Inoltre hanno denunciato la proprietaria dell’immobile, i titolari dell’impresa edile ed i due operai dipendenti da questa, con l’accusa di getto pericolose di cose ed illecito smaltimento di rifiuti speciali pericolosi.

REGGIO CALABRIA Il 23enne, insieme ad un complice, cerca di prenderle la borsa con la pensione appena ritirata

quando vedevano B. G., accompagnato da un complice a bordo di un ciclomotore, intento a sottrarre una borsa da un’autovettura in sosta sul ciglio della strada condotta da una donna. Immediatamente, gli operanti, tra le urla di disperazione della sfortunata, che nel tentativo di opporre resistenza era stata violentemente strattonata, dopo essersi qualificati come appartenenti alle forze dell’ordine ed avere invano intimato l’alt ai due soggetti, si ponevano al-

l’inseguimento dei rapinatori che stavano scappando a bordo del ciclomotore. Al termine del breve inseguimento la pattuglia delle fiamme gialle riusciva a fermare uno dei due rapinatori che, abbandonato il complice, stava tentando di liberarsi della refurtiva. Alla malcapitata veniva restituita la borsa contenente 1600 euro, mentre il malvivente, convalidato l’arresto da parte del magistrato di turno, veniva associato presso la casa circondariale di Reggio Calabria.

VIBO VALENTIA Continuano i controlli antinquinamento da parte degli uomini della Compagnia dei carabinieri

Scoperto smaltimento illegale di eternit

La zona sequestrata dalle Fiamme Gialle

VIBO VALENTIA — Continuano i

controlli antinquinamento da parte degli uomini della Compagnia Carabinieri di Vibo Valentia. Questa volta ad entrare in azione sono stati gli uomini

della Stazione Carabinieri di Briatico. I militari dell’Arma hanno infatti sorpreso, nel pieno centro abitato del paese, un vasto cantiere in cui si stavano illegalmente rimuovendo e

smaltendo oltre 130 kg di eternit in avanzato stato di corrosione. I militari dell’Arma sono stati attirati verso le impalcature, innalzate da una ditta edile del luogo ed in cui erano al lavoro quattro operai, dalla coltre di pulviscolo ed amianto che si stava riversando sulle abitazioni e sulle strade limitrofe e che proveniva da tetto di un’abitazione di proprietà di una donna originaria della cittadina. Gli uomini della Benemerita hanno provveduto all’immediata interruzione dei lavori ed all’esame dettagliato di tutta l’area interessata dalle ristrutturazioni. Hanno così scoperto come la ditta, su incarico della proprietaria, avesse provveduto a rimuovere ben quaranta lastre di eternit in avanzato stato di deteriorazione, del peso di oltre centotrenta chili, dal tetto dell’immobile e ad accatastarle


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 17

CALABRIA LAMEZIA TERME Secondo gli investigatori la causa della morte del 24enne, trovato carbonizzato nell’auto, sarebbe maturata in ambienti della criminalità

Amendola ucciso per vendetta? L’autopsia, eseguita ieri, ha confermato che il decesso è avvenuto per due colpi di pistola calibro 38 LAMEZIA TERME — Una vendetta maturata in ambienti della criminalità comune per uno sgarro: sarebbe questo il movente dell'omicidio di Roberto Amendola, il giovane di 24 anni, ucciso giovedì sera a Lamezia Terme. Secondo quanto è emerso dalle indagini, Amendola è stato ucciso mentre era a bordo della stessa auto (una Lancia Y) sulla quale è stato trovato il suo cadavere, di proprietà della madre della vittima. La vettura, con all'interno il corpo del giovane, è stata poi data alle fiamme dagli assassini per cancellare eventuali tracce utili per gli investigatori. Amendola è stato stato ucciso con due colpi di pistola alla testa da una persona che era in auto insieme a lui e

Una pattuglia dell’Arma

che si trovava sul sedile posteriore. Questo lascerebbe pensare ad una metodologia, di solito, utilizzata dai jiller professionisti. Nalla vettura ci sarebbe stata anche un’altra persona che era sul sedile accanto al posto di guida. La Procura della Repubblica di Lamezia Terme ha disposto l’autopsia che è stata eseguita ieri pomeriggio. L’esame ha consentito di stabilire che Amendola è stato ucciso con due colpi di pistola calibro 38. Gli elementi scientifici raccolti durante l'autopsia saranno ora trasmessi agli organi inquirenti per le indagini che al momento si presentano difficili e complesse. Le indagini sono concentrate in modo particolare sulle amicizie di Amendola.

REGGIO CALABRIA Esprime grande soddisfazione, il capogruppo regionale di Idv, per la sentenza di ieri

Feraudo assolto dall’accusa di truffa e falso REGGIO CALABRIA — «Esprimo grande soddisfazione per la sentenza assolutoria di ieri mattina emessa dal Gip del Tribunale di Reggio Calabria, con la quale, su richiesta del pubblico ministero, mi si ritiene completamente estraneo rispetto all'ipotesi accusatoria di truffa e falso ai danni della Regione». E' il commento del capogruppo di Idv, Maurizio Feraudo, che aggiunge: «Soddisfatto, perche' ho avuto ragione, in un duplice senso; anzitutto nel merito, evidenziando il mio comportamento trasparente e lecito, e, in secondo luogo, ho avuto ragione nel tenere nei confronti della magistratu-

ra, verso cui ho sempre il massimo rispetto, un atteggiamento leale ed equilibrato. Finisce, cosi, questa storiaccia che per me era diventata un autentico tormentone. Sulla stessa vicenda c'è stato, a gennaio 2008, il pronunciamento del Gip del Tribunale di Cosenza che aveva decretato l'archiviazione per l'ipotizzato reato di concussione. La conclusione del procedimento, avviato nei miei confronti a seguito delle accuse rivelatisi infondate di due miei ex collaboratori, da me denunciati per calunnia, mi trova soddisfatto anche perchè la magistratura di Cosenza ha accertato che gli accusatori hanno agi-

to nei miei confronti perchè spinti da risentimenti e rancore in quanto licenziati dalla struttura di supporto alla mia attività di Capogruppo». Conclude Feraudo: «L'auspicio, ora che è stata acquisita la verità giudiziaria, è che i retroscena non giudiziari della vicenda, che mi hanno angustiato per mesi e mesi, vengano, prima o poi, alla luce, anche per evitare che la politica sia posta sotto scacco da iniziative riprovevoli non certo della magistratura ma di chi, in un ambiente debole qual è la nostra terra, non svolge altra funzione che quella di tentare di pescare nel torbido». (Agi)

COSENZA La somma presa illecitamente dal 58enne ammonta a circa cinquantamila euro

Incassava la pensione della parente morta COSENZA — Per quattro anni ha continuato a incassare la pensione di una sua familiare morta e ieri i finanzieri gli hanno sequestrato due terreni ed un appartamento. Il protagonista della vicenda è un uomo di 58 anni, di Rende, che è indagato in una inchiesta della Procura di Cosenza per il reato di truffa. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal gip del tribunale di Cosenza, Livio Cristofano, che ha accolto la richiesta del procuratore, Dario Gra-

Dalle indagini della Gdf è emerso che il denaro veniva accreditato sul conto corrente dell’uomo

nieri, e del sostituto procuratore, Francesco Minisci. Nei mesi scorsi il direttore dell'ufficio Inps di Cosenza ha segnalato alla Procura che l'indagato continuava ad incassare la pensione di una sua familiare morta nel 2004. Dalle indagini della Guardia di Finanza è emerso che il denaro veniva accreditato regolarmente sul conto corrente dell'uomo che era delegato al ritiro della pensione. La somma incassata illecitamente ammonta a circa cinquantamila euro.

MELITO PORTO SALVO Il commissario del Consorzio di bonifica Alli-Punta di Copanello sulla costruzione dell’opera

Diga, Manno denuncia affari e manovre MELITO PORTO SALVO — «Affari, manovre, soldi e potere: è quanto io vedo, oggi, intorno a tutta la vicenda della Diga del Melito. Chiarirò queste mie affermazioni davanti al Procuratore Generale della Repubblica di Catanzaro, al quale chiederò nei prossimi giorni un incontro, dopo aver messo insieme carte e memorie». Lo afferma Grazioso Manno, commissario del Consorzio di bonifica Alli-Punta di Copanello. «Con il Procuratore - aggiunge - parlerò di quello che io ritengo il tentativo di delegittimare la nostra sacrosanta battaglia: probabilmente siamo stati, e continueremo ad essere, di ostacolo a gruppi di interesse "affaristici". A tali personaggi nulla interessa dello sviluppo della Calabria e quindi del-

la realizzazione di infrastrutture vitali come la Diga del Melito. A tali personaggi interessano solo affari, manovre, soldi e potere. Durante tutta la vicenda della Diga del Melito, soprattutto nelle fasi più delicate, ho sempre cercato di rispondere al sentimento del dovere: ai doveri dell'amministratore innanzitutto, a quelli del rappresentante legale dell'Ente appaltante di una grande opera ed a quelli, che reputo insiti, del cittadino che pretende il rispetto dei soldi della collettività. Oggi, accanto a questi doveri, sento, fortissima, un'altra esigenza: quella che sente colui che si sente vittima di una gravissima ingiustizia. E' con questo carico che chiederò un incontro con il Procuratore Generale della Repub-

blica di Catanzaro. E' con questo carico che chiederò di essere sentito su tutta la vicenda della Diga del Melito, da 30 anni a questa parte. E' con questo carico che vorrò, a lui personalmente, consegnare tutti i documenti ufficiali, nonchè i riservati e personali, scritti da me e quelli inviatimi. E' con questo carico che esporro' a voce tutta una serie di incontri, di colloqui, di dichiarazioni, impressioni e deduzioni, facendo nomi e cognomi degli innumerevoli attori della vicenda (sono talmente tanti da riempire un campo di calcio). E' per essere certo di condividere questo carico - conclude Manno che intendo riferire in prima persona e senza l'ausilio dei miei stimatissimi legali». (Agi)

Catanzaro, al processo Omnia il pm chiede 236 anni di carcere CATANZARO — Condanne per un totale di 236 anni e otto mesi di reclusione sono state chieste ieri da pubblico ministero antimafia Vincenzo Luberto, nell'aula bunker di via Paglia a Catanzaro, nell'ambito dei trentaquattro giudizi abbreviati a carico di altrettante persone coinvolte nell'inchiesta nome in codice "Omnia", diretta a sgominare il clan Forastefano di Cassano Ionio. Nel procedimento, che si sta svolgendo davanti al giudice dell'udienza preliminare distrettuale Abigail Mellace, sono costituiti parte civile la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, Confindustria Calabria e due parti offese "private" (Antonio Oriolo, e la famiglia Lombardi). L'inchiesta ha coinvolto tra gli altri anche il consigliere regionale Franco La Rupa - non arrestato ma solo indagato poichè gli inquirenti ritengono che i Forastefano abbiano sostenuto la sua candidatura, e per lui il pm ha chiesto una condanna a quattro anni. Ci sono volute diverse udienze perchè il sostituto procuratore Luberto ripercorresse il vasto impianto accusatorio, in cui a vario titolo sono contestati i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, e reati fine che vanno dalla rapina all'estorsione, all'usura, allo spaccio di droga. Secondo quanto emerse fin dall'operazione dei carabinieri battezzata "Omnia", scattata il dieci luglio del 2007 per l'esecuzione di oltre cinquanta ordini di cattura, il clan non solo avrebbe imposto in modo generalizzato il pizzo agli imprenditori agricoli, agli imprenditori del terziario e agli appaltatori di opere pubbliche e private in tutta la Piana della Sibaritide, nel Cosentino, ma avrebbe inoltre gestito l'immigrazione clandestina e l'impiego della manodopera irregolare, mettendo a segno inoltre una serie di truffe all'Inps grazie a cooperative agricole di cui aveva acquisito il controllo, e grazie alle quali avrebbe assunto fittiziamente un gran numero di braccianti. Gli affiliati avrebbero infine gestito l'offerta del pescato nel territorio di Cassano Ionio, attraverso imprese, vicine al sodalizio, che rivendevano i prodotti ittici. Le singole richieste di condanna

(così scontate di un terzo per la scelta del rito abbreviato) sono: 6 anni per Maurizio Adduci, trentotto anni, di Cassano; 2 anni e 2 mesi per Domenico Alfano, cinquantasei anni, di Cassano; 9 anni per Nicola Blando, 47anni, di Francavilla Marittima; 3 anni e 8 mesi per Pietro De Francesco, settantatre anni, di Stilo; 7 anni per Fabio Di Bella, 34 anni, di Cassano; 23 anni per Antonio Forastefano, 36 anni, di Cassano; 4 anni e 4 mesi per Domenico Francese, 33 anni, di San Lorenzo Bellizzi: 17 anni per Giuseppe Garofalo, trenta anni, di Cassano; 3 anni per Luigi Garofalo, 31 anni, di Cassano; 8 anni e 4 mesi per Teresa Iannicelli, 61 anni, di Cassano; 4 anni per Franco La Rupa, cinquanta anni, di Amantea; 4 anni per Giovanni Nocera, trenta anni, di Rosario; 3 anni e 10 mesi per Salvatore Novelli, 55 anni, di Cassano; 12 anni per Camillo Rende, 36 anni, di Cassano; 12 anni per Nicola Rende, sessantunoanni, di Cassano; 8 anni e 4 mesi per Morena Rubini, ventiquattro anni, di Cassano; 4 anni e 4 mesi per Loredana Vaccaro, 35 anni, di Cassano; 4 anni e 10 mesi per Silvio Forastefano, 21 anni, di Cassano; 3 anni e 10 mesi per Francesco Elia, 28 anni, di Cassano; 6 anni e 10 mesi per Giuseppe Campanella, 27 anni, di Cassano; 9 anni per Giuseppe Pulignano, 31 anni, di Cassano; 9 anni per Alfredo Ascione, 42 anni, di Napoli; 6 anni per Giancarlo Iannicelli, 29 anni, di Cassano; 7 anni per Francesco De Marco, 42 anni, di Cassano; 3 anni e 4 mesi per Giovambattista Arcidiacono, 25 anni, di Cassano; 3 anni e 4 mesi per Domenico Falbo, alias "il Cireneo", 27 anni, di Cassano; 7 anni per Giuseppe Cerchiara, 31 anni, di Cassano; 8 anni per Giuseppe Giannicola, 46 anni, di Cassano; 4 anni per Michele Guerrera, 54 anni, di Scalea; 8 anni per Giovambattista Capparelli, 63 anni, di Cassano; 3 anni per Maria Letizia Santagada, 53 anni, di Cassano; 8 anni per Francesco Faillace, 25 anni, di Cassano; 9 anni per Giovanni Maida, 44 anni, di Napoli; 5 anni per Salvatore Vitale, 40 anni, di Trebisacce. Il prossimo 27 novembre inizieranno le arringhe dei difensori. (Agi)

Diamante, il sindaco Magorno prosegue lo sciopero della fame DIAMANTE — Prosegue lo sciopero della fame avviato giovedì dal sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, per protestare contro il sequestro di un'area comunale adibita a parcheggio. Magorno chiederà alla procura della Repubblica l'utilizzo delle due aree sequestrate in vista del mercato settimanale previsto per domani ed al quale partecipano oltre 300 commercianti. Il sequestro è stato di-

sposto dalla Procura della Repubblica di Paola ed è stato motivato dal fatto che l'area di parcheggio sarebbe stata realizzata su un'area fluviale. «Continuerò a fare lo sciopero della fame - ha detto Magorno - fino a quando non sarà trovata una soluzione al problema. Domani mi arrivano oltre trecento commercianti ambulanti ed io francamente non so dove poterli sistemare». (Ansa)


18 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA Il presidente della Regione prenderà le redini del settore guidato dal dimissionario Vincenzo Spaziante. Con lui una struttura di supporto

La delega della Sanità in capo a Loiero Il governatore si richiama al decisionismo. «Nella mia figura anche poteri in deroga al Consiglio» CATANZARO — Resterà in capo al presidente della Regione, Agazio Loiero, la delega alla Sanità, lasciata dal dimissionario Vincenzo Spaziante, con il governatore che sarà affiancato da «una struttura di supporto per la quotidianità». E’ stato lo stesso presidente Loiero a illustrare il nuovo assetto, rispondendo alle domande dei giornalisti al termine di una conferenza stampa che si è svolta ieri mattina a Catanzaro. «Spaziante ha fatto un gesto positivo - ha affermato Loiero - è avvenuto così anche nel Lazio. Se devi fare un piano di rientro anche massiccio, è difficile che quei poteri possano essere in capo a un assessore, per quanto prestigioso come Spaziante. Nel presidente ci sono poteri per decidere, pure in deroga rispetto al Consiglio regionale, anche se io non li ho mai utilizzati». Quindi, la decisione di essere af-

Insomma, la partita da giocare sembra essere ormai tutta politica. E il presidente della Regione dovrà mostrare la giusta autorevolezza per richiamare al senso della responsabilità maggioranza e opposizione per scelte che dovranno essere contrassegnate dal coraggio, per ridurre sprechi e inefficienze di una sanità collassata da un consistente disavanzo maturato negli anni. La “diplomazia” politica a questo punto avrà un ruolo fondamentale, e questo nel caso le scelte coraggiose si facciano o no. r. r.

L’assessorato alla Sanità

fiancato da esperti: «Ho intenzione - ha spiegato Loiero - di creare una struttura di supporto per la quotidianità. L’avrei evitato con piacere perché ci sono tanti settori in difficoltà».

Regione, sottoscritto il contratto per 450 milioni di prestito dalla Bei

“E’ avvenuto in questo modo anche nel Lazio”

Un momento della sottoscrizione del contratto tra Regione e Bei

CATANZARO — Ammonta a 450 REGGIO CALABRIA — Non solo

malumori per i tagli dei docenti, nell’agenda delle richieste dellla politica anche la possibilità di rastrellare più posti di docenza possibli in un clima di austerity. Il consigliere regionale del Partito democratico Franco Amendola, in una interrogazione all’assessore all’Istruzione, sollecita la Regione a chiedere all’Ufficio scolastico regionale un'apposita relazione sull'individuazione delle esigenze degli alunni diversamente abili e, di conseguenza, del contingente dei docenti di sostegno autorizzati nella provincia di Catanzaro. Amendola ricorda che «le nuove disposizioni di legge hanno causato anche in Calabria un considerevole taglio dei posti per gli insegnanti di sostegno con conseguenze rilevanti per l'integrazione e l'inclusione dei bambini diversamente abili nonché pe-

Scuola, Franco Amendola (Pd): la Regione sostenga i disabili santi disagi sulle loro famiglie» e che in provincia di Catanzaro l’organico è stato ridotto di circa il 50%. Il consigliere del Pd, nell'interrogazione, afferma quindi che «nonostante fosse riservata agli Uffici scolastici regionali la possibilità di richiedere posti aggiuntivi questa ipotesi pare non sia stata vagliata». Tale richiesta, aggiunge, è stata invece avanzata ed accolta a Cagliari, Bologna e in Sicilia. «La Regione - afferma Amendola - si sta fortemente opponendo alle disposizioni nazionali presentando, da ultimo, ricorso alla Corte Costituzionale in quanto sono state violate le proprie pre-

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI

ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

rogative in materia sancite dal titolo V della Costituzione. In aggiunta a questa azione politicoamministrativa si è fatta carico di predisporre un Accordo di Programma Quadro con le Province per la costruzione di dieci nuovi edifici scolastici». Amendola chiede quindi di sapere anche se, «in considerazione della sensibilità dimostrata sull'argomento dalla Regione Calabria, non si ritenga utile predisporre specifici interventi finanziari e progettuali per assicurare agli alunni diversamente abili l'assistenza scolastica di cui hanno necessità e, nel contempo, riportare maggiore serenità nelle loro famiglie».

Ricadi, iniziativa dopo l’intimidazione a Franco Sarago VIBO VALENTIA — I recenti attentati subiti a Ricadi dal responsabile di Legambiente, Franco Sarago, hanno provocato un'unanime reazione dal mondo sociale e politico di diversa estrazione. Ora i vertici di Legambiente e l'Amministrazione comunale di Ricadi hanno deciso di assumere un'inziativa capace di meglio rappresentare la piena solidarietà a Franco Saragò ed alla sua famiglia, condannando il vile attentato perpetrato ai suoi danni, oltre che ad un imprenditore edile locale ed un cittadino slavo, che viene considerato come «rivolto a tutta la cittadinanza e teso ad imbavagliare le coscienze di chi, come Franco Saragò, ha a cuore il bene di questo territorio e vive alla ricerca della legalità perduta». «Già nel passato - viene ricordato in una nota - questa comunità è stata scossa da simili episodi criminosi, in un continuo crescendo fino a colpire anche quanti difendono strenuamente la nostra terra, per ridarle la bellezza e la vivibilità d'un tempo». E così, questa mattina, a partire dalle ore 10.30, nella sala consiliare del Comune di Ricadi, si terrà un pubblico incontro a difesa della libertà e della democrazia. m. b.

milioni di euro, 50 dei quali rinnovabili annualmente fino al 2013, il prestito concesso dalla Banca europea degli investimenti alla Regione Calabria per sostenere il rilancio dell’economia. Il contratto che definisce l'operazione è stato sottoscritto ieri mattina dal presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero e dal vicepresidente dell'istituzione bancaria europea, Dario Scannapieco. L'iter che ha portato all’accensione della linea di credito segue una serie di contatti come l'approvazione dell'operazione da parte del comitato direttivo della banca, del Cda e il via libera di Commissione europea e Governo italiano. Quattrocento milioni sono destinati a cofinanziare la quota regionale del Por nei settori Energia, Ambiente e Trasporti mentre 50 milioni riguarderanno prestiti sull'asse piccole e medie imprese del Por. «Abbiamo allacciato - ha detto Loiero - contatti virtuosi con Bei che hanno portato all’instaurarsi di un rapporto fiduciario». «Questo contratto di prestito - ha detto Scannapieco - è la prima operazione diretta con la Regione Calabria e un impegno molto importante per noi nel Mezzogiorno». Alla sigla del contratto di prestito erano presenti, per la Regione, gli assessori al Lavoro e ai Fondi comunitari, Mario Maiolo, e alle Attività produttive, Francesco Sulla. Per la Bei c’erano anche il capo divisione infrastrutture Antonello Ricci, il Senior Lawyer Alessandro Izzo e Gennaro Ramazio, responsabile finanziamento enti locali. Il prestito, relativo alla quota Por ha una durata massima di 20 anni. «Il credito, così come la criminalità e il deficit di infrastrutture ha detto Loiero - è uno dei problemi che assillano gli imprenditori e rischia di essere esiziale in un ter-

ritorio come quello calabrese. Il prestito acceso con la Bei diventerà volàno importante sulla strada dell'abbattimento dei tassi». «Metteremo a gara questi fondi ha detto ancora Loiero - stabilendo le categorie che potranno fruirne. Faremo avvisi offrendo a tanti piccoli e medi imprenditori la possibilità reale di fruire di un interesse addirittura inferiore a quelli della Cassa depositi e prestiti». Scannapieco ha messo l’accento sugli assi di intervento finanziabili come reti di collegamento e mobilità (Porto Gioia Tauro); Energia con il polo di Crotone e Ambiente con attenzione particolare rivolta agli schemi idrici. Bei siederà nel comitato di monitoraggio del Por come osservatore. «Pensiamo con la nostra presenza - ha detto ancora Scannapieco - di portare un valore aggiunto». La Bei non è una struttura “for profit”, che nel 2007 ha avuto un volume d'affari di 50 miliardi di euro, e il tasso previsto per il prestito, per la Regione, è legato all'Euribor a sei mesi con un leggero aumento. Per l'assessore Maiolo «la linea di credito attivata dalla Bei con la Regione consentirà l'accelerazione degli investimenti». L'assessore Sulla ha posto l'accento anche sulle «opportunità di rilancio del turismo nella zona del Crotonese che attualmente stenta a decollare».

Loiero: “Il prestito con la Bei sarà occasione per tassi di interesse più vantaggiosi”

Pdl, Maurizio Gasparri oggi in Calabria Oggi, alle ore 12.00, il capogruppo del Popolo della Libertà al Senato, senatore Maurizio Gasparri, sarà a Locri (Reggio Calabria), dove parteciperà alla scopertura di un bassorilievo dedicato ai Martiri di Nassiriya. Alle ore 17.00, Gasparri sarà a Lamezia Terme per partecipare all'assemblea regionale di Alleanza Nazionale sul tema “Verso il Pdl”, che si terrà al Grand Hotel Lamezia, piazza Lamezia. L’appuntamento lametino si inserisce nell’agenda del Pdl, che si muove per arrivare al traguardo dell’effettiva trasformazione in soggetto politico unico, senza contare i prossimi appuntamenti elettorali (le provinciali e le elezioni europee).


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 19

CALABRIA SANITA’ Il consigliere regionale replica al presidente di Calabria Oltre. Nel mirino il direttore generale del Pugliese-Ciaccio

Tallini ribadisce l’incompatibilità di Ciconte «Vincenzo Mazzei dice il falso: vale il Decreto legislativo 502 e non la legge regionale» CATANZARO — «E’ mortificante leggere l’intervento del presidente dell’associazione “Calabria Oltre”, dopo che tutti - personale medico e paramedico, ma soprattutto tantissimi cittadini - hanno giudicato, mediante solidarietà diretta, come coraggiosa la denuncia, dal sottoscritto effettuata, sullo stato della sanità catanzarese e sulla incompatibilità del direttore generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio», Vincenzo Ciconte, primario in aspettativa presso la stessa azienda ospedaliera. Il consigliere regionale dei Popolari europei verso il Pdl Mimmo Tallini replica al presidente di Calabria Oltre, che invece sostiene che non sussiste incompatibilità appellandosi al Piano sanitario regionale 2004-2006. La Calabria, prosegue Tallini, è una regione «dove troppo spesso la sanità viene gestita in forma palesemente clientelare e dove quotidianamente si percepisce il fallimento di un settore che oggi scopriamo sull'orlo del baratro, vista l'enormità del debito accumulato nel corso di questi anni tale da causare un vero e proprio “buco nero” che si aggira attorno ai 2 miliardi e 200 milioni di euro». «L'ex sindaco di Petronà Vincenzo

Mazzei, oggi Presidente di “Calabrioa Oltre”, sostituendosi al Presidente della Regione On. Agazio Loiero e alla pletora di consulenti giuristi di cui è attorniato, ha stabilito, con le sue conclusioni, che la nomina del direttore generale Vincenzo Antonio Ciconte è legittima poiché sarebbe stata effettuata ai sensi dell'art. 14 della Legge regionale n° 11 del 19 marzo 2004. Se il presidente dell’associazione “ Calabria Oltre” - prosegue Tallini -, avesse letto con attenzione la documentazione da me esibita nel corso della conferenza stampa, avrebbe compreso la fondatezza delle mie ragioni e forse non sarebbe intervenuto a difesa di una nomina platealmente illegittima perché adottata in contrasto con la normativa vigente. Infatti, tale ipotesi da lui prospettata, non potrebbe configurarsi nemmeno come eccezione con riferimento al disposto dell'art. 14 comma 4 della Legge regionale 19.3.2004 n. 11 che ha approvato il “Piano Regionale per la Salute 2004- 2006” che, in via puramente incidentale, contempla lo stato di aspettativa riferito anche ai dipendenti dell’Asl di appartenenza, infatti: a) le cause di incompatibilità alla nomina di direttore generale sono di ordine pubbli-

CATANZARO — «Ad un blocco di go-

Il responsabile organizzativo dell’Udc Calabria, Giuseppe Nardi: «Serve un nuovo meridionalismo» Federalismo, a Roma

verno di chiara fede nordista è opportuno contrapporre un forte e determinato asse, tra le rappresentanze istituzionali ed i diversi attori sociali, che parta dalla Calabria e sia fautore di un rinnovato meridionalismo». È quanto dichiara in una nota Giuseppe Nardi, responsabile organizzativo regionale dell’Udc. Un asse - prosegue Nardi - «nel quale, ad esempio, i fondi destinati alle imprese possano premiare il merito e quindi essere utilizzati secondo il meccanismo del credito d'imposta piuttosto che del fondo perduto, le condizioni e modalità di accesso al credito siano in linea con il resto del Paese e garantiti a quanti mostrino, innanzitutto con le CATANZARO — «La Coldiretti in-

terprovinciale di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, continua - è detto in una nota della stessa associazione - l’attività di educazione alimentare in diverse scuole con il progetto “Campagna Amica”». «Nelle attività messe in campo dall’équipe dell’organizzazione, sono coinvolte diverse scuole che - sottolinea Coldiretti - con una straordinaria partecipazione degli insegnanti e alunni, scoprono o meglio riscoprono, di volta in volta, la straordinaria ricchezza delle attività agricole, dei prodotti e della capacità degli imprenditori di essere parte attiva nel far capire ai ragazzi il ruolo economico, sociale ed ambientale di una agricoltura rigenerata e multifunzionale». «Il 10° circolo didattico scuola Passo di Salto di Catanzaro, ha ricevuto - si apprende nella nota premi per la propria attività dall’azienda apistica di Daniela Mancini di Amaroni, e proseguirà le attività previste con la raccolta delle castagne che è preludio per una vera e propria festa per questo saporito frutto autunnale con caldarroste e pane di castagna per gli alunni con la previsione del vino novello per gli adulti accompagnatori. Con la scuola media di Taverna, invece, sarà visitata l’azienda agricola di Diretto Mosè a Varapodio (Rc) per conoscere il bergamotto e la

Mimmo Tallini

co ed attengono alla disciplina propria della legislazione statale e non di quella regionale (che concerne invece solo il funzionamento delle aziende sanitarie ed ospedaliere). b) Ciò vale a maggior ragione per il fatto che la legge regionale n.11/2004 va qualificata giuridicamente come “legge provvedimento”, essendo caratterizzata dal fatto che ha per oggetto la approvazione di una materia (quale il Piano Regionale per la Salute) che in via propria sarebbe suscettibile di approvazione con un atto amministrativo regionale. Ciò posto, se è vero che viene ritenuta

possibile la detta “legge provvedimento” ciò non toglie che la stessa ha i contenuti limitati, anche temporalmente, al Piano Regionale per la Salute 2004-2006. L'intervento del presidente di “Calabria Oltre” però, ci porge anche una ghiotta occasione per essere ancora più puntuali e circostanziati, circa l'incompatibilità in cui ancora oggi si trova Ciconte in base all'art. 3 Comma 9 Dlgs n°502/92 e successive modificazioni che afferma: che la carica di Direttore generale “è incompatibile con la sussistenza di un rapporto di lavoro dipendente, ancorché in regime di aspettativa senza assegni, con l'unità Sanitaria Locale presso cui sono esercitate le funzioni”. Incompatibilità espressamente sancita nel parere della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica, parere dal sottoscritto appositamente richiesto». «Per fugare ogni dubbio, consiglierei al Presidente di “Calabria Oltre” - tuona ancora Tallini - di consultare la delibera di Giunta regionale n° 528 del 3 agosto 2007 di nomina a Direttore generale Ciconte, per rendersi conto che la stessa è stata effettuata in base al Dlgs 502/92 e non in base alle disposizioni contenute

nella Legge regionale n°11 del 19 Marzo 2004, come lo stesso asserisce. La stessa delibera al punto 5 prevede: di procedere alla verifica dei requisiti di cui all'art. 3 del Dlgs n° 502/92. Tale verifica è sta mai effettuata? Per convincersi ulteriormente, basterebbe poi consultare il Decreto dirigenziale n° 6896 del 28 Maggio 2007 in cui veniva disposto l'avviso pubblico per la copertura degli incarichi di Direttore generale presso le Azienda sanitarie provinciali e ospedaliere della Regione Calabria, laddove si obbligano espressamente i partecipanti al bando pubblico di dichiarare di non trovarsi in alcuna delle cause di incompatibilità di cui al comma 9 dell'art. 3 del Dlgs n° 502 del 1992 e successive modificazioni. Di sicuro, per tanto, c'è che falso è il contenuto delle dichiarazioni di Vincenzo Mazzei che, forse per eccessivo affetto nei confronti del dottor Ciconte, ha finito involontariamente per arrecargli un ulteriore danno che gli sarà probabilmente di pregiudizio per eventuali candidature regionali. Questa volta sì, è vero, il presidente dell’associazione “Calabria Oltre” è andato, con il suo intervento inopportuno, oltre ogni sia pur ragionevole previsione».

«Fare blocco contro il governo nordista»

iniziativa seminariale promossa dal “Campo”

idee, affidabilità e capacità di prospettiva, le dinamiche dello sviluppo possibile siano basate su modelli endogeni ed un virtuosismo tutto regionale, ecc. Bene fanno, pertanto, seppure nell’esercizio di ruoli differenti ma convergenti, il presidente degli Industriali Umberto De Rose ed il parlamentare Roberto Occhiuto - tra l’altro di recente firmatario in commissione Finanze di un emendamento volto a ripristinare il credito d’imposta per le regioni del Sud con un

Pino Soriero

contributo di un miliardo e mezzo di euro in tre anni (emendamento prontamente respinto dalla maggioranza) - a denunciare l’inesistenza di politiche attive sul Mezzogiorno. Prosegue Nardi: «Se i fondi per le aree sottosviluppate (Fas) vengono, a meno di ripensamenti, dirottati altrove, se le ricadute negative sugli equilibri di bilancio a seguito del taglio dell'Ici vengono compensate in gran parte dallo storno di ulteriori fondi in precedenza destinati alle infrastrutture

del Mezzogiorno, se il sostegno alle banche esclude quello alle famiglie, se il federalismo in itinere ha uno scarso tratto solidarista, allora il disegno, che trova adeguato spazio nella finanziaria in “corsa”, è assolutamente chiaro». «Alla luce di ciò - conclude Nardi - l'Udc calabrese, grazie al magnifico impegno della deputazione nazionale e regionale, vorrà continuare ad essere protagonista di un impegno istituzionale in favore del Mezzogiorno e della Calabria».

Coldiretti protagonista di “Campagna Amica”, iniziativa di educazione alimentare per le scuole

Tutti a lezione di sana agricoltura

Alcuni scolari protagonisti di “Campagna Amica”

sua trasformazione. “Ma il fiore all’occhiello del progetto - precisa Roberto Torchia, presidente interprovinciale di Coldiretti saranno le “Agriolimpiadi della salute” che coinvolgeranno scuole elementari di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia”. Con l’ausilio di medici specialisti, sarà svolta un vera e propria azione educativa per avere un buon rapporto con il cibo e adottare abitudini sane, indirizzate a favorire il

“Il fiore all’occhiello sono le Agriolimpiadi della salute. Al centro sempre le scuole”

raggiungimento ed il mantenimento di uno stato di benessere fisico. I piccoli atleti dovranno rispettare e condividere le dieci buone azioni dello statuto delle agriolimpiadi. I ragazzi saranno veri e propri ambasciatori del consumare locale e favorire l’acquisto di prodotti di stagione a chilometri zero. Il presidente Torchia ricorda ancora che “con l'approvazione della legge regionale 29/2008 a favore delle produzioni a “chilometri zero”, che sancisce, tra l'altro, la preferenza ai prodotti locali nelle mense di scuole elementari, istituti scolastici superiori, università, ospedali e caserme, ci si è posti all'avanguardia nel garantire la qualità dell'offerta con cibi genuini e di stagione che non devono percorrere lunghe distanze prima di giungere sulle tavole”. La iniziative di legge popolare, positivamente conclusa in Calabria, è stata promossa dalla Coldiretti ed ha incontrato - viene sottolineato - il sostegno dei cittadini che avvertono un bisogno di trasparenza, genuinità e garanzia dell'origine nel cibo offerto in mense, ristoranti e sugli scaffali della distribuzione commerciale».

CATANZARO — Martedì 18 novembre, alle ore 15,00, presso la Sala Di Liegro di Palazzo Valentini, l'assessore provinciale alle Politiche Finanziarie e di Bilancio, Antonio Rosati, apre il convegno: “Nord, Sud, Roma capitale: quale federalismo? ”, seminario di approfondimento delle proposte in materia di federalismo fiscale, promosso dall’associazione “Il Campo Idee per il futuro”, d'intesa con l'associazione “Avvocati per l’Europa” e l’Ordine degli avvocati di Roma. Il dibattito, coordinato da Giuseppe Soriero, presidente dell’associazione “Il Campo”, prevede le relazioni di Andrea Manzella, direttore del centro studi sul Parlamento dell'Università Luiss, Federico Pica, ordinario di Scienza delle Finanze, Domenico Condello, membro del direttivo del centro studi “Avvocati per l'Europa”, e del presidente dell'Ordine degli Avvocati di Roma, Alessandro Cassiani. Seguiranno gli interventi di Raffaele Fitto, Ministro Affari Regionali e Autonomie locali, Linda Lanzillotta, Ministro ombra Pubblica Amministrazione e Innovazione, Agazio Loiero, Presidente Regione Calabria. E' prevista la partecipazione di avvocati, docenti universitari ed esponenti del mondo politico ed istituzionale a confronto sul tema del federalismo fiscale. Soriero sottolinea in un comunicato «il contributo importante di proposte e di iniziative istituzionali che proprio dalla Calabria stanno emergendo nel confronto su un tema oggi delicatissimo».


20 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA VIBO VALENTIA Le riflessioni dell’europarlamentare Domenico Basile. Al centro: Piano strutturale comunale e Piano strategico

«Quale futuro per i piani di sviluppo?» «La mancata attivazione di meccanismi di crescita è un errore che non deve ripetere» VIBO VALENTIA — Prende spunto

dal recente convegno sul federalismo, organizzato dalla Confindustria di Vibo Valentia, l’europarlamentare vibonese Domenico Antonio Basile, e considera come l'autorevolezza degli intervenuti e la qualità delle cose dette meritasse «certamente sorte migliore di quella di passare alla storia come l'ennesima, anche se prestigiosa, passerella della vanità di soggetti in cerca di una qualche visibilità sull'onda dell'attualità e dell'importanza del tema trattato». Questo perché, ad avviso di Basile, «dopo il mio fermo appello alla modernizzazione ed al cambiamento rivolto sia al mondo della politica ed anche alla “società civile”, rappresentata nel contesto dagli imprenditori e dai sindacati, mi aspettavo una qualche ulteriore riflessione e soprattutto un prosieguo di attività con qualche iniziativa che desse continuità al discorso avviato. Ed invece, non solo nessuno ha

“Il mio appello per ammodernare politica e società” VIBO VALENTIA — Il rituale taglio del

nastro tricolore ha sancito l'inaugurazione della variante di Badia, la strada realizzata dall'Amministrazione provinciale di Vibo Valentia per collegare Limbadi a Nicotera, bypassando il centro abitato della frazione Badia di Nicotera. Alla cerimonia hanno partecipato gli assessori provinciali Giuseppe Barbuto (Lavori pubblici) e Paolo Barbieri (Trasporti), il sindaco di Limbadi Rosario Spasari, il vice sindaco di Nicotera Paolino Campanaro, il presidente della Consiglio provinciale Giuseppe Barilaro, il consigliere Renato Arone ed i parroci don Peppino Saragò e don Mario Dell'Acqua. La nuova bretella costituisce un'alternativa alla strada provinciale 30, nel tratto che congiunge i due centri vibonesi, dove subisce un notevole restringimento che costringeva i veicoli in transito a procedere a senso unico alternato, con grande disagio per i residenti. L'intervento della ProVIBO VALENTIA — Anche Vibo Valen-

tia partecipa allo sciopero di oggi del settore TDS (Terziario, Distribuzione e Servizi) per respingere i contenuti dell'accordo separato per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, siglato a luglio da Confcommercio, Confesercenti e Cisl e Uil di categoria. La Filcams Cgil non ha sottoscritto quell'intesa perché considerata peggiorativa delle normative vigenti. In particolare, sul lavoro domenicale, «l'intesa separata - spiega Fortunato Petrolo, segretario generale Filcams di Vibo Valentia - recepisce sostanzialmente le richieste della controparte. Per noi della Filcams-Cgil questo “contratto separato” è sbagliato perché: peggiora le condizioni di lavoro, in particolare in materia di orari e di lavoro domenicale; crea una divisione inaccettabile tra vecchi e nuovi apprendisti: I nuovi apprendisti assunti dopo il 18 luglio 2008 dovranno lavorare di più in quanto vengono assorbiti i permessi retribuiti; non si è permesso una consultazione dei lavoratori, chiesta dalla Filcams e prevista dagli accordi siglati unitariamente (10 giorni di assemblee da fare unitariamente per ascoltare l'opinione degli interessati: i lavoratori)». «Da tempo, infatti - continua Petrolo -

ritenuto di riprendere e rilanciare la problematica da me posta, per quanto tutti (mi riferisco, con qualche rarissima eccezione, a politici, istituzioni, associazioni professionali e di categoria, confederazioni produttive, forze sociali, cenacoli culturali, ecc. ecc.) sono totalmente silenziosi riguardo quei due strumenti importantissimi per lo sviluppo urbano e territoriale attualmente in fase di definizione a Vibo Valentia». Il riferimento che l'esponente politico del PdL fa è relativo al Piano Strutturale Comunale ed al Piano Strategico che sono stati messi in atto dalla Giunta guidata dal sindaco Sammarco e che, secondo Basile, «corrono il rischio di costituire semplicemente il terreno di confronto, se non di scontro, di interessi limitati e di parte, quando non del tutto soggettivi, fra coloro i quali avranno la possibilità, e la capacità, di assumerne la direzione». «In altri termini, il pericolo, concreto ed attuale direbbero i giuristi, che si corre - spiega Basile - è che anche in questa occasione si radichino gli stessi meccanismi che hanno informato tutta la storia dei Patti Territoriali e che, pertanto, al di là di quelle che potranno essere

ne hanno definito il modello, assegnato gli obiettivi, individuato le misure, scelto gli strumenti operativi e conseguentemente approvato i progetti esecutivi da finanziare - si chiede retoricamente Basile - ebbene, vi è qualcuno fra i tanti, compresi i loro colleghi imprenditori, che abbia tempo e voglia di chiedere a questo circolo di oligarchi oscurantisti (questo sì che sarebbe appropriato definire la banda di Shangai) se qualcuno di essi, al di là dei benefici diretti o indiretti che ne ha tratto personalmente, ricorda anche quali erano le ipotesi sulle quali a suo tempo avevano lavorato? Vi è qualcuno che si sia preoccupato di verificare, non solo in termini di sviluppo complessivo che comunque nemmeno si intravede, l'incidenza di quanto realmente fatto rispetto a quanto progettato?». Ed ancora: «Chi si è preso la briga di verificare, anche se a posteriori visto che ex ante sicuramente non è stato possibile ad alcuno che non fosse della banda accedere alla benché minima informazione, la coerenza interna e la congruità fra progetti finanziati, strumenti, azioni, obiettivi, modello e realtà? Per non parlare delle ricadute occupazionali previste, delle quali è persi-

no inutile andare ad analizzare gli specifici indicatori stanti le condizioni drammatiche e l'infimo posto assegnato alla provincia vibonese in tutte le graduatorie socio-economiche nazionali». Da qui, la considerazione dell'europarlamentare vibonese: «E’ di tutta evidenza che senza cambiamento è inutile aspettarsi successi futuri; ma il cambiamento impone analisi approfondite ed impietose non solo per individuare le precise responsabilità (che pur ci sono e vanno sicuramente censurate) della mancata attivazione dei meccanismi di sviluppo ipotizzati, quanto per enucleare gli errori, o meglio gli orrori, che non si devono mai più ripetere». Per concludere con una domanda che appare provocatoria: «Ci sarà qualcuno, a Vibo Valentia, che abbia voglia di incamminarsi su una tale strada?».

VIBO VALENTIA Taglio del nastro per l’arteria che collegherà Limbadi a Nicotera

ci, che hanno effettuato numerosi rilievi per verificare la presenza di nuovi reperti lungo il tracciato. Soddisfazione è stata espressa dall'assessore Barbuto, che ha sottolineato l'importanza strategica della nuova infrastruttura, «che da una parte consente di eliminare annosi disagi per i residenti dell'area e dall'altra si inserisce a pieno titolo nel programma di ammodernamento della rete viaria provinciale, anche in prospettiva di un incremento dei flussi turistici». Sulla stessa lunghezza d'onda Barbieri, che promosse l'intervento durante la scorsa consiliatura, quando rivestiva la carica di assessore ai Lavori pubblici. In particolare, Barbieri ha sottolineato lo spirito di collaborazione tra amministrazioni comunali, Sovrintendenza e Provincia, che ha facilitato la realizzazione dell'opera.

Domenico Antonio Basile

le spinte dirigiste si assista ancora una volta, e ad opera degli stessi settori, alla privatizzazione delle risorse a fronte della socializzazione degli elementi di crisi». Ed ecco ripercorrere quelle fasi individuandone i difetti che, questa volta, dovrebbero essere evitati: «Come non ricordare quali soggetti sono stati gli attori principali, per non dire i protagonisti unici, delle varie fasi della programmazione negoziale sul nostro territorio; che

Inaugurata la Variante di Badia vincia ha eliminato questa criticità, grazie alla realizzazione di una variante a due corsie lunga circa un chilometro e caratterizzata da un tracciato ondulato che si inserisce al meglio nel contesto morfologico della zona. I lavori di realizzazione dell'infrastruttura - costata 852mila euro e costruita in 450 giorni - hanno avuto anche un importante risvolto archeologico. Durante gli scavi per la preparazione del tracciato, infatti, sono state portate alla luce quattro sepolture risalenti al IV-V secolo a. C., corredate da una serie di manufatti cerimoniali in terracotta. Un ritrovamento di grande interesse, che ha determinato il costante monitoraggio dei lavori da parte degli esperti della Sovrintendenza ai Beni archeologi-

Un momento della inaugurazione della variante di Badia

Maurizio Bonanno

“Il convegno di Confindustria passerella di vanità”

M. B.

La Filcams Cgil di Vibo oggi Giornata mondiale del diabete: a Roma per lo sciopero anche l’Asp di Vibo aderisce Confcommercio e Confesercenti inseguivano la modifica della norma contrattuale, che affida al secondo livello di contrattazione, quella aziendale e territoriale, il compito di concordare i calendari delle aperture domenicali. Tale procedura è solo formalmente mantenuta nell'intesa separata, che individua nei quattro mesi successivi all'intesa stessa il periodo entro il quale esercitare tale funzione. In realtà, quell'intesa sancisce di fatto l'obbligatorietà della prestazione lavorativa alla domenica, prevedendo, inoltre, un peggioramento del trattamento normativo, con un forte risparmio per le aziende ed una riduzione del trattamento salariale per i lavoratori». Quindi, Petrolo spiega i motivi della contestazione: «La Filcams non è contraria al lavoro domenicale in quanto tale, la Filcams combatte l’idea e la pratica di un regime degli orari nel commercio in balia della liberalizzazione delle aperture, voluta dagli Enti Locali e della mano libera delle aziende, soprattutto nella grande di-

stribuzione, perché produce un peggioramento delle condizioni di lavoro ed elimina un fattore essenziale quello della libertà individuale delle persone e della famiglia. Non è scaricando sul fattore lavoro che le imprese della distribuzione e l'intero settore potranno rispondere alla crisi in atto. La crisi, che nel settore si manifesta con particolare gravità è dovuta al crollo dei consumi e si combatte, da un lato, difendendo il potere d'acquisto dei redditi da lavoro e da pensioni, e dall'altro favorendo il rilancio dei consumi». La delegazione vibonese ha organizzato un pullman per raggiungere in giornata Roma e prendere aperte attiva allo sciopero, che - ribadisce in conclusione Fortunato Petrolo - «si propone di respingere il tentativo di dividere la categoria e le organizzazioni sindacali, voluto da Confcommercio e Confesercenti, rilanciando il ruolo della contrattazione». Maurizio Bonanno

VIBO VALENTIA — L’Azienda Sa-

nitaria Provinciale di Vibo Valentia in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale del Diabete, che quest’anno ha come tema ufficiale “Il Diabete nel Bambino e nell'Adolescente”, promuove una iniziativa volta a sensibilizzare la popolazione sui grandi temi legati alla complessa e delicata patologia del diabete. Il Commissario straordinario dell'Asp, Rubens Curia, ha disposto che l'unità operativa di Endocrinologia e Diabetologia di stanza presso l'ex ospedale di via Carmine, affidata alla direzione di Mario Luciano, così come accaduto negli scorsi anni, dedichi la giornata di sabato alla esecuzione di screening gratuiti sul diabete. Verranno effettuati sui diabetici anche screening mirati sul piede. «L'evento - sostiene il responsabile del servizio Mario Luciano -

rappresenta ancora una volta l'occasione per focalizzare l'attenzione dei mass-media e dell'opinione pubblica sul diabete, le sue problematiche, le necessità di cura e soprattutto la realizzazione di una sempre più cospicua attenzione sulla ricerca scientifica». Tenendo conto che il diabete nel mondo è diventato ormai una vera e propria epidemia legata alle modificazioni dello stile di vita della popolazione (iperalimentazione, sedentarietà etc.), anche a Vibo Valentia l'Unità Operativa di Endocrinologia e Diabetologia oggi, al fine di ricordare la Giornata Mondiale del Diabete, terrà aperto dalle ore 9,00 alle 15,00 i locali siti in via Carmine per eseguire screening gratuiti sulla popolazione e per eseguire screening mirati sul piede per i diabetici già noti. Ma. Bo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 21

CALABRIA CATANZARO Il Comitato insegnanti di sostegno sottolinea che la Provincia “tampona” il problema dei disabili con gli educatori

«La Ferro si sbaglia sugli sforzi dell’Usr» « Non è vero che l’Ufficio ha portato avanti le esigenze del territorio come altri nel resto d’Italia» CATANZARO — «Siamo vicini ai genitori di Martina, la bimba diversamente abile di Catanzaro che con tanta dignità hanno dovuto, come decine e decine di genitori catanzaresi, affrontare l’handicap dei loro figli e, se non bastasse, una battaglia contro chi gli toglie anche quel minimo di diritti e di tutela, da parte di un mondo adulto sempre più cinico e distratto verso chi non è un possibile affare o un qualsivoglia motivo di tornaconto personale o di partito» si legge in una nota del Cis comitato insegnanti di sostegno. «Come dire - prosegue -, i disabili? Ma non può fregarcene di meno! Abbiamo troppi affari importanti per le mani! Davvero encomiabile l’impegno del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, che parla giustamente di “importante conquista civile”, visto che l’odierna società è diversamente abile rispetto alla civiltà, quindi in-civile. Ma, come già il Comitato dei genitori diversamente abili ha sottolineato, il pur

apprezzabile intervento della Provincia di Catanzaro che però “tampona” il problema affiancando alla bambina l’educatore (figura qualificata e di supporto all’insegnante ma di non sostituzione a quest’ultima), non può ritenersi una soluzione, né può rischiare di affievolire la questione del vuoto didattico-educativo che i bambini si stanno portando dietro mancando loro l’insegnante di sostegno. Ci è sembrato anche un apprezzabile segno di sensibilità e attenzione la lettera del Presidente Wanda Ferro al Ministro Gelmini che evidentemente non sa, come il Presidente sottolinea, quanto la peculiare conformazione morfologica della Calabria contribuirà, se tanti plessi verranno chiusi, a rendere ancor più disastrosi gli effetti di questa riforma. Riduzione del personale, (ma il Ministro ha detto che ci fa assumere dal Turismo, che bello!), disagi per anni interi di famiglie costrette a trascinare i bambini come piccoli sacchi dal proprio paese,

senza scuola, a quello non sempre più vicino, alunni diversamente abili senza insegnante che non vogliono proprio sparire dalla circolazione! L’applicazione - continua - a dir poco impersonale che la riforma avrà sul nostro territorio è veramente preoccupante, la democrazia è in serio pericolo ma sembriamo non accorgercene. Dobbiamo, però correggere quanto il Presidente Ferro dichiara nella sua lettera. Ci dispiace contraddirla, ma gli “sforzi operati dall’Ufficio Scolastico Regionale che cerca di venire incontro ai docenti”, sono in pratica inesistenti. Presidente, non vogliamo che questa pur disastrosa riforma diventi un falso problema o l’alibi con cui già dal mese di luglio l’Usr si copre “interpretando” regolamenti, applicando la legge finanziaria con i danni sotto gli occhi di tutti e di cui Martina è solo un esempio. Non solo il rapporto insegnante-alunno è stato ingiustamente ridotto da chi, peraltro, non ha la giusta compe-

CATANZARO La mostra si completa l’integrazione che aiuta a comprendere una delle fasi creative del grande artista

Il Marca ospita le lamiere di Rotella CATANZARO — «Rinnovata al

Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella» si legge in una nota di Wanda Ferro. «Dopo cinque mesi di successi - prosegue - ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle Lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. Lavori - continua - di grande impatto per fare spazio alle quali è stato necessario sacrificare alcune delle lamiere già esposte e che oggi sono ritornate in possesso dei legittimi proprietari. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo. Intanto, sempre al Marca, si è conclusa la mostra dei giovani Flavio Favelli, Paola De Pietri e Davide Rivalta. All’esposizione dei tre ar-

Il Marca

tisti già affermati e in continua ascesa, farà seguito a partire dal prossimo 20 dicembre, quella di altre due giovani promesse dell’arte contemporanea internazionale che saranno presentate alla stampa nei prossimi giorni. Dalla stessa data il piano dedicato all’arte giovane, definito Marca Underground, sarà interessato da una serie di eventi settimanali che spazieranno dalla musica alla videoarte, dal teatro alla

poesia. Inoltre, dalla stessa data, sarà reso attivo e vitale il Bar d’Artista progettato e realizzato da Flavio Favelli, già autore dell’apprezzato bar del Mambo di Bologna. Il Marca Underground - conclude la Ferro - diverrà dunque uno spazio da vivere e un luogo dove intrattenersi piacevolmente tra opere d’arte e performances varie, avvicinando così la città di Catanzaro alle realtà più evolute in Europa.»

tenza professionale in fatto di gravità diagnostiche per ridurlo, appunto, in modo indiscriminato; addirittura non si danno risposte a quei genitori che giustamente osservano come alcuni rapporti 1-1 siano rimasti tali, ma sono di eguale gravità per chi se lo è visto togliere! Insomma, la guerra tra poveri ci sembra davvero il massimo dei risultati che questo Ufficio poteva ottenere! Ma quali criteri questi esperti dell’handicap hanno usato? Non è vero che l’Ufficio Scolastico ha portato avanti le esigenze del territorio come altri Uffici hanno fatto, non è vero che sta cercando di venire incontro alle esigenze di genitori e docenti, è vero altresì che altre regioni d’Italia hanno avuto ulteriori posti in deroga sul sostegno, proprio dimostrando le suddette esigenze proprie di ogni territorio e chiedendo posti aggiuntivi al Ministero. L’Ufficio, dopo un primo incontro, non ha neanche avuto la correttezza di rincontrare le parti e porre al vaglio le

tante documentazioni che i genitori, dopo l’incontro, avevano prodotto sostenute dall’Anmci di Catanzaro e che, prese in considerazione, non avrebbero potuto non cambiare l’attuale assetto dell’organico docenti (unica provincia d’Italia senza organico di fatto nel sostegno). Innumerevoli, poi, i ricorsi al Tar, che rischiano però di essere una soluzione lunga nel tempo. Se crede, siamo pronti a dimostrarle le evidente incongruenze dell’Usr e incontrarla, perché crediamo nella sua sensibilità di persona, di donna. Dove sono -conclude la nota -, ci chiediamo, i nostri politici locali, i nostri deputati, che hanno fatto tanto in passato per la loro città? Anche loro hanno la questione sul tavolo, nessuno può dire di non sapere. Come può non stare a cuore una faccenda così palesemente contro l’etica, la giustizia, le minime regole di garanzia ai cittadini? Abbiamo riposto la fiducia nei grandi assenti, a Catanzaro come a Roma.

Catanzaro, sta crescendo l’interesse dei media per i due gioielli della città CATANZARO — «E’ crescente l’interesse dei media nazionali nei confronti di due dei gioielli realizzati in questi anni dall’amministrazione provinciale di Catanzaro» si legge in una nota di Wanda Ferro. «Il Parco della Biodiversità Mediterranea prosegue - con i suoi chilometri di percorsi tra il verde è oggetto di un bell’articolo all’interno del numero in edicola di Correre, il mensile dedicato a tutti coloro i quali fanno dello jogging uno stile di vita e che possono usufruire a Catanzaro di piste davvero entusiasmanti, tra boschi di querce, fitte pinete e panorami mozzafiato. Il Parco si conferma meta privilegiata di un numero sempre più largo di appassionati; dagli sportivi puri che qui trovano le condizioni ideali per raggiungere le loro performances più prestigiose, ai neofiti di uno sport in grande crescita, a chi approfitta del Parco per coniugare i benefici di una corsetta salutare e le tante bellezze dei luoghi, da quelle naturalistiche delle aree verdi e dei boschi a quelle artistiche delle tante sculture che adornano aiole e percorsi. E’ invece un prestigioso periodico di turismo e cultura che questo mese si occupa del Marca. Nel numero di Novembre in edicola, ben cinque sono le pagine dedicate al Museo delle Arti di Catanzaro. Belli-

talia, come già nelle scorse settimane Panorama, non si limita a descrivere il patrimonio artistico del Marca, ma si sofferma sulle idee alla base dell’ambizioso progetto dell’amministrazione provinciale e spazia poi in città e in provincia interessandosi della gastronomia, della ricettività alberghiera e delle altre località di interesse artistico presenti sul territorio. Un primo passo verso quel connubio tra natura e cultura che deve essere uno degli obiettivi da perseguire con successo per avviare una politica di crescita e di sviluppo nella nostra provincia. L’attenzione della stampa nazionale, in questa come in tante altre recenti occasioni - commenta il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro - è il segnale positivo di una piccola inversione di tendenza. Sui giornali nazionali di Catanzaro non si parla tanto, ma quando lo si fa non è come in passato per denunciare situazioni di disagio, ma per raccontare una Calabria diversa. E’ per questa ragione che bisogna continuare a credere con forza a una politica dei grandi eventi, non trascurando le realtà locali, ma guardando oltre e mirando più in alto. Con questa convinzione - conclude - abbiamo allestito un programma per il 2009 che non mancherà di stupire».


22 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO C’ è il sostanziale impegno del Comune nella realizzazione di una riunione tra la rappresentanza e il Consiglio di amministrazione

Amc, il sindaco vicino ai sindacati «Credo che un primo incontro possa essere realizzato entro la prossima settimana» CATANZARO — C’ è il sostanziale impegno dell’amministrazione comunale a fare in modo che si realizzi in tempi brevi un incontro tra la rappresentanza sindacale RdB/Cub, il Consiglio di amministrazione e la direzione dell’Amc. Lo ha ribadito con un fax il sindaco, Rosario Olivo, dopo che giovedì in mattinata, il delegato del Primo cittadino, Vittorio Todaro, si era portato nella sede dell’Azienda municipalizzata di trasporto per ascoltare gli autori della protesta. Nella circostanza Todaro ha assicurato il massimo impegno dell’amministrazione di palazzo De Nobili a fare da tramite con i vertici dell’Azienda affinché i lavoratori siano informati sulle deter-

minazioni dell’azienda in merito ai programmi di rilancio della stessa. Assicurazioni confermate dal sindaco Olivo che ha inviato, sempre in mattinata, alla RdB/Cub, un fax con il seguente testo: «Assicuro la vostra Associazione che saranno instaurate relazioni informative, formali e continue, con il CdA e la Direzione della nostra società di trasporto locale Amc Spa, in particolare in contemporanea o subito dopo le normali convocazioni sindacali. Mi impegno, altresì, affinché un primo incontro possa essere realizzato entro la prossima settimana. Auguro, inoltre, che la vostra Associazione possa al più presto ottenere i riconoscimenti formali ai quali aspira».

Incontro del Pd

Confindustria

Oggi alle 10 i gruppi consiliari del centrosinistra si riuniranno presso la sede della provincia di per discutere del piano territoriale di coordinamento provinciale: pianificazione condivisa del territorio plurale. Ad aprire i lavori sarà il sindaco Rosario Olivo. A presiedere la riunione sarà invece l’on. Piero Amato Coordinatore Gruppi Centro Sinistra-Coordinatore Provinciale Pd. I lavori saranno introdotti da Enzo Bruno Capogruppo Pd al Consiglio Provinciale. La relazione tecnica sarà dell’arch. Tonino Riverso. Presenti tra glia ltri anche: ing. Cosimo Femia Consigliere Provinciale, Wanda Ferro Presidente Provincia, On. Michelangelo TripodI Assessore Regionale Urbanistica. Concluderà l’incontro l’On. Agazio Loiero Presidente Regione Calabria.

Carmen Audino, presidente Ande, Chiara Suraci Turtoro, Presidente Ammi, Grabriella Albano, Presidente Aidm, Eugenia Gallo, Presidente Fidapa, Beatrice Sozzi, Preside Convegni mcs e Giusy Pino, Presidente Moica, nel corso di un conferenza stampa prevista per oggi ore 12 nella sala giunta della Provincia(secondo piano), presenteranno la Istituzione del forum delle associazioni femminili.

Confcommercio L’assemblea straordinaria dei soci dell’unione del commercio, del turismo e dei servizi è convocata per giorno 24 novembre 2008 alle ore 16 in prima convocazione.

CATANZARO Passa il progetto di Tassoni che sarà presto sottoposto al consiglio comunale

La Giunta approva il piano triennale CATANZARO — La giunta comunale,

riunitasi sotto la presidenza del sindaco Rosario Olivo, ha approvato, su relazione dell’assessore ai lavori pubblici Antonio Tassoni, il Piano triennale dei Lavori Pubblici per l’arco temporale 2009-2011. Il documento di programmazione farà parte integrante del bilancio comunale e, come tale, sarà sottoposto all’esame del Consiglio comunale. Il Piano, aveva avuto il propedeutico parere della commissione lavori pubblici presieduta da Antonio Gigliotti che aveva vagliato le proposte pervenute dai singoli consiglieri e dalle circoscrizioni. Una parte importante del Piano riguarda le grandi opere strategiche che saranno realizzati attraverso i finanziamenti europei inseriti nel Por Calabria. Il Comune di Catanzaro si è posto con forte dinamismo, proponendo alla Regione una serie di opere destinate a trasformare il volto del Capoluogo. «E’ cambiata - come ha osservato il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Tassoni - la filosofia che ispira il Piano: non più “libro dei sogni”, mero elenco di opere certamente necessarie ma che non hanno adeguata copertura finanziaria, ma programma realistico che tiene conto delle effettive disponibilità finan-

Antonio Tassoni

ziarie dell’Ente. In particolare, si è colta la necessità di potenziare gli interventi di manutenzione sulla rete viaria comunale, sul patrimonio scolastico e sportivo, sui sistemi impiantistici a rete. Confermando un orientamento già emerso in sede di stesura del Programma triennale 2008-2010, si sono individuate le priorità, privilegiando le manutenzioni, i completamenti, le ristrutturazioni e gli adeguamenti, nonché la soluzione di problemi contingenti».

Quattro gli obiettivi del Piano. 1-Sistema viario comunale. Conservare a garantire la manutenzione dell’attuale sistema viario comunale ed opere connesse con priorità e particolare riferimento al ripristino delle condizioni di fruizione in assoluta sicurezza (rifacimento manti stradali, marciapiedi, illuminazione pubblica). 2- Patrimonio scolastico e sportivo. Garantire la manutenzione dei plessi scolastici per mantenere e migliorare la fruibilità degli edifici esistenti (aule, impianti tecnologici, riscaldamenti). Conservare e adeguare il patrimonio degli impianti sportivi, anche in funzione della prevenzione e della protezione dai rischi. 3-Interventi su strutture e reti di servizio. Migliorare la funzionalità della rete di collettamento reflui fognari e degli impianti di sollevamento. Realizzare una rete indipendente di raccolta delle acque bianche per tutto il territorio a partire dalle zone ortograficamente più elevate fino a raggiungere il livello del mare. 4- Interventi a carattere ambientale. Provvedere alla manutenzione dell’arenile, delle foci, degli alvei dei torrenti, allo scopo di prevenire fenomeni di esondazioni o dissesti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 23

CALABRIA CATANZARO Ieri mattina alle 10 presso Cinema Comunale l’incontro regionale della Cgil alla presenza dei vertici e della base del sindacato

Lo sciopero dei lavoratori pubblici Duro atto d’accusa contro i tagli derivanti dall’accordo «truffa» del Ministro Brunetta CATANZARO — Si è svolta nella mattinata di ieri una grande manifestazione di lavoratori pubblici nell’ambito delle giornate di sciopero che interessava le regioni meridionali e le isole. I lavoratori assieme alla Cgil contestano fermamente l’accordo contrattuale “truffa” del Ministro Brunetta e del Governo che, se da una parte aumenta mediamente di 40-45 Euro gli stipendi dei lavoratori del pubblico impiego, dall’altra riduce dal 1°gennaio 2009 i fondi a disposizione delle varie Amministrazioni con un conseguente “taglio” reale delle retribuzioni pari a una somma che va da 80 a 250 Euro. «Ma - si legge in una nota di Luigi Veraldi Sergio Genco (Cgil) - “ l’accordo truffa” del Ministro Brunetta non nasconde solo una riduzione degli stipendi pubblici quanto rivela il più complessivo e graduale disegno di smantellare il sistema della Pubblica Amministrazione per dirottare i servizi pubblici e l’amministrazione dei beni universalmente garantiti dalla Costituzione Italiana verso le gestioni private; la strategia è molto chiara: prima il polverone dei dipendenti fannulloni per creare il giusta clima di sfiducia nell’opinione pubblica, poi l’attacco sistematico agli stipendi e la demotivazione, la dequalificazione del lavoro pubblico, la negazione di diritti, per arrivare a dire infine che i servizi pubblici non funzionano o funzionano male e sancire che privatizzare è meglio. La Cgil non difende i fannulloni e dice che esistono da sempre norme contrattuali per perseguirli: basta applicare le norme. Ma una piccola minoranza non può screditare milioni di lavoratori che quotidianamente svolgono il proprio lavoro. La gestione dei beni pubblici e dei diritti alla sanità, alla scuola, alla cultura, alla sicurezza, all’ambiente, non possono essere trattati come se fossero merci assoggettate alle leggi di mercato e all’andamento delle Borse. Sono diritti universali che lo Stato deve far fruire pienamente e in maniera efficiente a tutti i cittadini italiani, a cominciare dalle classi meno abbienti. La Cgil - concludono chiede che l’accordo che hanno firmato Cisl e Uil col Ministro Brunetta venga sottoposto a referendum tra i lavoratori pubblici italiani: così potremo democraticamente conoscere cosa pensano i lavoratori».

Catanzaro, Bevacqua (Cisl Fps) riflette sulla delibera dell’Ao Mater Domini

L’incontro al Cinema comunale

CATANZARO Il Presidente dei Periti Industriali Nicola Cervino scrive ad Olivo sulla questione

«La Villa è ora un campo di calcetto» CATANZARO — «Dopo reiterate pro-

teste ed incontri con Ella, con la Dott. ssa Ritrovato ed il Dott. Franco, prendo atto che nulla è cambiato» si legge in una nota del Presidente dei Periti Industriali Nicola Cervino. «Le regole non vengono rispettate - prosegue -. Per i lettori spiego il perchè: Accade che una pubblica Villa Comunale ed esattamente il prolungamento di “Villa Trieste”, destinata ad uso pubblico e collettivo, sia stata invece trasformata, con l’avvallo del Sig. Sindaco, in un campo di calcetto in maniera stabile e con la collocazione di vere e proprie porte in legno, striscioni pubblicitari e realizzazione di veri e propri Tornei; il tutto svolgendosi fino a notte inoltrata (mezzanotte, l’una, ecc.) anche con la garanzia della pubblica illuminazione gentilmente messa a disposizione dal Comune. Bene inimmaginabili le gravi conseguenze per i cittadini residenti e prospicienti in detto sito in termini di rumori, schiamaz-

zi e disturbi della quiete, del riposo e delle occupazioni delle persone. A ciò si aggiunga che l’intero perimetro della ringhiera, peraltro pericolosa già di per sé, in quanto prospiciente un affaccio di notevole altezza, è recintato da una rete arancione di quella normalmente utilizzata dai cantieri per segnalare le zone pericolose. Orbene - continua -, alla luce di quanto sopra esposto, e tenuto conto che il sito in questione è caratterizzato da un selciato in mat-

«Gravi le conseguenze per i cittadini in termini di rumori e disturbi della quiete»

toni duri e da gradini in cemento armato, chiedo giammai si dovesse verificare un incidente di calcio, chi risarcirebbe tale infortunio? Ed ancora, le sembra legittimo sottrarre l’uso comune ed indifferenziato del detto luogo pubblico a favore esclusivo del gioco del calcio, peraltro foriero di fastidi e molestie per i cittadini e pericoloso per gli stessi ragazzi? Da quanto appreso non esisterebbe alcuna autorizzazione comunale a proposito e tutto parrebbe organizzato con l’avvallo di un Consigliere comunale. Se davvero il Comune vuole attivarsi per i giovani che amano il calcio, individui e realizzi spazi idonei e funzionali a tale scopo, nel rispetto della sicurezza degli sportivi e della tranquillità dei cittadini. Anch’io - conclude -, che sono stato in mezzo ai giovani per quaranta anni, auspico per gli stessi la possibilità di attività ludiche e sportive, che però vanno garantite dagli Enti locali nelle forme e nei modi più appropriati».

CATANZARO — «L’immediato annullamento della deliberazione n° 329 del 7 novembre 2008 affisso all’albo il 12 novembre 2008 dell’A. O. Mater Domini avente ad oggetto “Rimodulazione organigramma uffici Amministrativi in via provvisoria e temporanea”» si legge in una nota del Segretario Generale Cisl funzione pubblica Antonio Bevacqua. «Le deliberazione - prosegue - è in aperta violazione di ogni disposizione di legge del pubblico impiego privatizzato, del Ccnl del personale Dirigente Spta oggi vigente e di ogni altra norma di organizzazione dei servizi e disposizioni Regionali. La stessa non cita nessuna disposizione di riferimento proprio per l’evidente illegittimità con le vigenti disposizioni: A) la deliberazione in oggetto è stata adottata senza alcuna informativa, concertazione e consultazione sindacale come previsto dall’art. 6 del Ccnl nei punti A, B. e C. Pertanto, oltre a chiedere l’annullamento della deliberazione illegittima, si chiede con la presente che deve valere anche come istanza di concertazione e consultazione su: criteri per l’affidamento, mutamento e revoca degli incarichi dirigenziali; articolazioni delle posizioni organizzative, delle funzioni e delle connesse responsabilità ai fini della retribuzione di posizione; criteri generali di valutazione dell’attività dei dirigenti di cui all’art. 25 comma 5; organizzazione e disciplina di strutture, servizi ed uffici; B) con l’attribuzione di incarichi dirigenziali in via provvisoria e temporanea si tende a dare instabilità professionale ai dirigenti ( sempre ad nutum revocabili), senza il dovuto rispetto della normativa sul pubblico impiego ( Dlgs N° 165 del 2001 e s. m. i.) e del Ccnl recentemente approvato che espressamente dettano disposizioni sulle modalità di conferimento degli incarichi dirigenziali e dei provvedimenti di revoca, entrambi attuabili solo con una complessa e particolare procedura, che dalla deliberazione non appare affatto realizzata; C) contraddittoriamente nella deliberazione si dichiara che non c’è alcun aggravio di spesa, mentre in realtà si conferiscono funzioni dirigenziali di struttura

complessa a semplici collaboratori amministrativi ( personale del comparto), che potranno in ogni caso rivendicare il trattamento economico in forza della deliberazione con la quale è conferito l’incarico (giurisprudenza costante); D) nella deliberazione è addotto a motivo delle necessità organizzative di rimodulazione degli incarichi dei dirigenti di struttura complessa, la scadenza dei pregressi incarichi. In realtà avrebbero dovuto semplicemente essere confermati alla scadenza, non sussistendo i presupposti di legge per l’implicita revoca, né i motivi addotti per mutamento della professionalità di ciascuno, in quanto potrebbero essere lesivi. A tale proposito si cita il parere Aran del 20.02.2002 secondo il quale in condizioni di necessità si provvede con l’affidamento dell’incarico ad interim ad altro dirigente di struttura complessa o in subordine ad altro dirigente che tra l’altro, nell’azienda Mater Domini pur avendo maturato i cinque anni nella dirigenza avrebbero potuto aspirare al conferimento di un incarico per i posti resisi vacanti, seguendo le procedure di trasparenza ed i criteri indicati nelle disposizioni contrattuali; E) qualsiasi affidamento di nuovi incarichi dirigenziali avrebbe dovuto comunque essere sottoposto a preventiva autorizzazione regionale, finora mai ottenuta perché in contrasto con le vigenti disposizioni finanziarie; F) non è stato stabilito il finanziamento degli incarichi affidati a funzionari del Comparto; tale ulteriore illegittimità potrebbe arrecare un danno ai dirigenti presenti in azienda, perché potrebbero essere intaccati i fondi di posizione e di risultato attualmente ancora nebulosi. Se la deliberazione e per le motivazioni su espresse non sarà revocata entro brevissimo tempo - 48 ore dal ricevimento della presente si procederà ad attuare tutte le iniziative atte a ripristinare nell’alveo della legittimità - gli atti di organizzazione per come previsto dalle leggi e dai Ccnl».

«Le deliberazione viola le disposizioni di legge»

Convegno sulla farmacia Oggi alle 8 e 30preso l’Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro Campus di Germaneto - Aula Magna “A” corpo “H” edificio delle Bioscienzel’incontro sulle “recenti evoluzioni in materia di legislazione in farmacia” I Sessione Plenaria: “Gli stupefacenti in farmacia” Introdurranno: Dott. Vitaliano Corapi Presidente Ordine Provinciale Farmacisti Catanzaro, Dott. Vincenzo Defilippo Presidente Federfarma Catanzaro. 9.15/10.30 Il ruolo dei NAS nei controlli in farmacia con riferimento alle sostanze stupefacenti.10.50/12 L’ispezione e la vigilanza sulle farmacie: ruolo dei Nas. 12/13 Legislazione riguardante la gestione delle sostanze stupefacenti e psicotrope in farmacia. Relatori: Dott. ssa Alberta Talarico (Direttore Servizio Farmaceutico di Catanzaro) e Dott. ssa Maria Rosaria Maione (Direttore Servizio Farmaceutico di Lamezia Terme). Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro D. p. r. 309/90 e successive modificazioni L. 12/2001 e successive modificazioni L. 49/2006 Tabelle sostanze stupefacenti e successive modificazioni. Obblighi del farmacista e del medico II Sessione Plenaria: “il servizio ispettivo e la vigilanza sulle farmacie”14/15,30 I farmaci dell’allegato III bis: la Terapia del dolore. 15.30/16 Esercitazioni pratiche, carico e scarico, compilazione del buono acquisto.16.00/17.00 La vigilanza sui medicinali soggetti a norme particolari.


24 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Il capogruppo consiliare di Catanzaro nel Cuore ha fatto un esposto alle competenti autorità, documentato con un preciso reportage fotografico

Riccio: «Strade distrutte dai cantieri» «Gli scavi di Via Milelli e Via Acri hanno reso pericoloso per gli automobilisti gran parte del transito» CATANZARO — «Un esposto alle competenti autorità, documentato con un preciso report fotografico, contro i lavori che, mai come in queste ultime settimane, stanno interessando diverse tra le più importanti arterie stradali del Capoluogo», è l’iniziativa promossa dal capogruppo consiliare di Catanzaro nel Cuore, Eugenio Riccio, resasi necessaria in seguito alle decine di segnalazioni di cittadini che lamentano la pericolosità delle strade interessate da lavori per la posa di cavi e fibra ottica. «Clamorosi spiega Riccio -, infatti, gli scavi che interessano totalmente le Vie Milelli ed Acri, in pieno centro cittadino, dove in alcuni tratti sono stati sommariamente chiusi con cemento che, sbriciolatosi, ha invaso buona parte della carreggiata rendendola pericolosa per gli automobilisti e, soprattutto, per le centinaia di centauri che quotidianamente la percorrono. Con questa denuncia - ha tenuto a precisare il capogruppo di Catanzaro nel Cuore, Eugenio Riccio chiedo l’intervento immediato dell’Ufficio Legale del Comune di Catanzaro al fine di verificare se sono state rispettate, da parte

Gli studenti di San Brunone (Unicz): «Non siamo considerati importanti» CATANZARO — «Aula C, Edificio

via Acri

dell’impresa che sta eseguendo i lavori per una importante società telefonica nazionale, tutte le norme di legge previste in materia di appalti e lavori pubblici. Mi consta, infatti, che diversi sono stati gli interventi, da parte del dirigente comunale responsabile della gestione del territorio, al fine d’invitare la ditta che sta eseguendo i lavori al ripristino dello stato dei luoghi e di via Milelli e di via Acri. Non è quindi ammissibi-

le che nella nostra Città i lavori effettuati sulle strade comunali siano esenti da controlli con tutte le ripercussioni negative che ne derivano per i cittadini e gli utenti della strada. Credo - conclude sia ora che l’Ufficio Legale del Comune che tanto tempo dedica a “sinistri” di ogni tipo causati da buche e quant’altro, cominci a dedicare altrettanto tempo, impegno ed energie nei confronti di chi le buche le provoca».

CATANZARO La Provincia ha partecipato alla riunione sul tema organizzata dall’Aiccre

“Contro tutte le forme di tratta” CATANZARO — «Si è tenuta a Roma, l’11 novembre presso il Senato-Palazzo Madama, la presentazione della nuova newsletter dell’Aiccre (Associazione Italiana del Consiglio e dei Comuni e regioni d’Europa) sul fenomeno della tratta degli esseri umani» si legge in una nota di Ivan Cardamone, consigliere provinciale. «“Contro tutte le forme di tratta” - prosegue - la nuova newsletter patrocinata dal Ministero per le pari opportunità. Alla conferenza stampa sono intervenuti il Senatore Di Giovan Paolo Roberto, Carla Olivieri responsabile del Piano di Azione contro la tratta, Isabella Rauti Capo Dipartimento del Ministero per le Pari opportunità. In rappresentanza della Provincia di Catanzaro ha partecipato il consigliere Ivan Cardamone che ha concertato con il Presidente Wanda Ferro e l’Assessore alle Politiche Sociali, Sergio Polisicchio, le future azioni sinergiche da sviluppare con l’associa-

zione Aiccre. La provincia di Catanzaro ha risposto all’appello fatto agli enti locali dall’associazione Aiccre per la prevenzione e il contrasto della tratta di esseri umani in data 8 agosto 2008 per un’opera di sensibilizzazione al problema di cui trattasi. La tratta degli esseri umani, nelle sue diverse manifestazioni (sfruttamento sessuale, sfruttamento dei minori e sfruttamento del lavoro) rappresenta una delle emergenze sociali di vaste proporzioni in ambito internazionale. Conoscere il fenomeno vuol dire contribuire a creare coscienza civile e sociale sulle gravi violazioni dei diritti fondamentali delle persone deboli e indifese. Solo attraverso un rilancio di una politica di prevenzione e contrasto il fenomeno della tratta può essere impedito. L’adesione della Provincia di Catanzaro - continua - ha voluto rappresentare un’azione al fine di promuovere una concertazione territoriale attraverso la costitu-

zione di reti interistituzionali di prevenzione e intervento, attraverso il coordinamento e la costituzione di tavoli interistituzionali e l’attivazione di percorsi di monitoraggio. Una partecipazione – dichiara il Consigliere Ivan Cardamone - interessante sia per il contenuto, per gli enti coinvolti che per persone presenti alla conferenza stampa; la newsletter rappresenta un canale di informazione al quale tutti possono accedere per meglio conoscere il problema della tratta degli esseri umani. Notizie dal mondo e dall’Italia, progetti ed iniziative degli enti locali eventi ed appuntamenti che saranno resi pubblici attraverso la newsletter. Solo attraverso un’informazione diffusa si arriva ad una sensibilizzazione dei contesti territoriali per promuovere un’azione di contrasto al fenomeno della tratta. Un periodico che ha ricevuto il patrocinio del Ministero per le Pari Opportunità».

TI HANNO NEGATO UN PRESTITO PERCHÉ SEI

di Scienze giuridiche a Germaneto, autogestita. Aula 3, San Brunone di Colonia, autogestita. Cineforum, dibattiti, assemblee, manifestazioni in piazza. Questa è la protesta degli studenti dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, “la protesta dei fannulloni” o di coloro “che non sanno niente di quello che succede intorno”. E allora le nostre ragioni le spieghiamo» scrivono in uan nota gli studenti auto-organizzati di San Brunone di Colonia (Unicz). «Noi protestiamo - spiegano - perché questa legge 133 non ci piace. E contestiamo ogni punto. Tagli ai fondi: nel 2009 sono previsti 63,5 milioni di Euro in meno, nel 2010, 190 milioni di Euro, e questo solo per i primi due anni. Sono tagli ai fondi delle Università e a quelli per la ricerca. Discuteremo tra breve quelli alle Università. Esaminiamo ora la ricerca in Italia. I nostri ricercatori stanno negli scantinati, con macchinari rotti o mai utilizzati, per un motivo o per un altro. Inutile dire che un Paese, senza ricerca, senza sperimentazione, non ha futuro. In nessun campo, l’Italia potrà migliorare. Ed è davvero un peccato molto grave se si pensa a quanto è migliorata la qualità della nostra vita, grazie alla ricerca di base. Tutti i ricercatori italiani che hanno studiato e si sono formati in Italia dovranno andare all’estero e lì, porteranno i frutti preziosi del loro studio e del loro lavoro. La ricerca in Italia è già in ginocchio. Ulteriori tagli a cosa porterebbero? Poi ci chiediamo: come mai la Francia per reagire alla grave crisi di questo periodo, aumenta i finanziamenti alla ricerca? E soprattutto, come mai l’Italia ha preso invece la decisione opposta? Vuole forse salvare le Banche con questi fondi? Facoltà di trasformare gli atenei in fondazioni private; certo, rimane una facoltà dei singoli atenei, non è mica un obbligo! Ma, riflettiamo un attimo. Se lo Stato non finanzia più o finanzia molto poco le Università, quanti atenei saranno costretti a chiudere, o ad “affidarsi” ad enti privati, con conseguente aumento delle tas-

PROTESTATO

NO DA BANCHE E FINANZIARIE? MediaConsult AGENZIA D’AFFARI

SEI STANCO DI SENTIRTI DIRE

Via Italia, 51/53 - Info 0961.743398 - 334.6690330 - 334.6690331 88100 CATANZARO - mediaconsultcz@gmail.com

RIABILITAZIONE

TI FINANZIA LA TUA TELEFONA O INVIA UN SMS CON IL TUO NOME E I TUOI DATI ANAGRAFICI UNO STAFF DI ESPERTI E’ A TUA DISPOSIZIONE

GRATUITAMENTE

se? Quanti e quali enti privati, soprattutto al Sud, saranno disposti a finanziare le Università e quanti potranno permettersi di frequentarle? Sì, “permettersi di frequentarle”, perché studiare, non sarà più un nostro diritto, ma un lusso. Blocco turnover: ogni cinque docenti assunti, ne viene rimpiazzato solo uno. Questo porterà due gravi conseguenze: moltissimi posti di lavoro in meno, e diminuzione della qualità della didattica. Abbiamo cercato di capire le ragioni di tale riforma. Abbiamo sentito parlare di “meritocrazia” e di “baroni che devono andare via dall’Università”. Non riusciamo a capire dove sia il premio al merito con questa riforma. Dopo proteste, manifestazioni, occupazioni in tutta Italia, il governo fa un passo indietro. Lascia i tagli, ma decide di finanziare gli Atenei “virtuosi”. Ora sì che vediamo la tanto attesa meritocrazia. C’è solo un problema. Vengono considerati “virtuosi” gli Atenei il cui bilancio risulti in attivo. Ad oggi, sono pochi gli atenei non in rosso. Noi frequentiamo un’ Università, in cui i professori si assentano e lo fanno spesso; non veniamo avvisati in anticipo di lezioni rinviate o saltate, con la conseguenza che si sta ore ad aspettare e perdere tempo inutilmente. Non abbiamo abbastanza aule, non ci sono tutti gli strumenti necessari per una vita universitaria dignitosa. Allora capiamo che noi studenti non siamo considerati molto importanti nella nostra Università. Ma senza studenti, l’Università non avrebbe senso di esistere! Noi siamo il motore dell’Università di oggi e vogliamo essere i promotori di una società di domani diversa, una società che non subisce e non accetta, che si ribella e dice ciò che non le piace, una società in cui se uno mangia due pani, e un altro non ne mangia affatto, non afferma che mediamente si sta bene, ma si ferma e grida: “C’è un problema! ”. Siamo- conclude la nota - tristemente consapevoli del fatto che le nostre università sono gravemente ammalate. Ma noi vogliamo che vengano guarite, non uccise».

Finanziamenti e mutui • Cancellazione e riabilitazione • protesti (cambiali o assegni) Aggiornamento • Banche Dati Prestiti personali • Istruzioni pratiche • finanza agevolata Leasing • strumentale e immobiliare Cessione • del Quinto e Delega di Pagamento Visure • on line u.i.c. A 60164


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 25

CALABRIA CATANZARO Il Movimento Civico “Catanzaro Nel Cuore” annuncia che andrà a Roma il 28 gennaio per sostenere la battaglia

Scuola di Magistratura, fissata l’udienza Il Comune aveva presentato ricorso dopo la decisione di trasferire la sede a Benevento CATANZARO — Il Movimento Civico “Catanzaro Nel Cuore”, interviene sulla Scuola di Magistratura: «La notizia era attesa da diversi giorni dal nostro movimento. E finalmente è arrivata: il Tar del Lazio ha fissato per il 28 gennaio 2009 l’udienza pubblica sul ricorso presentato dal Comune di Catanzaro contro la decisione dell’allora ministro della Giustizia, Clemente Mastella, di dirottare da Catanzaro a Benevento la sede meridionale della Scuola superiore di magistratura. Nella qualità di interveniente ci sarà anche la nostra associazione. Resistono in giudizio, invece, il Comune e la Provincia di Benvento, oltre ai ministeri della Giustizia e dell’Economia, nonchè la presidenza del Consiglio dei ministri. Si riapre, quindi, la partita relativa alla scuola nazionale della magistratura, che “Catanzaro Nel Cuore” non ha mai accantonato. Ora toccherà non solo alla giustizia ma anche alla politica fare il re-

sto. La deputazione catanzarese e calabrese in generale dovranno vigilare affinchè, Catanzaro e la Calabria siano garantite nelle aule giudiziarie. Anche perché i tempi sono cambiati: non c’è più Mastella mentre i firmatari del precedente decreto che assegnava a Catanzaro la sede meridionale della scuola della magistratura, ossia Tremonti e Castelli sono tornati al loro posto. Senza dimenticare che fu lo stesso Silvio Berlusconi a dire durante la recente campagna elettorale che la sede della scuola, qualora avesse vinto le elezioni, sarebbe ritornata a Catanzaro. E le promesse vanno mantenute. Ora attendiamo non solo l’udienza del Tar, ma che la politica faccia la sua parte per ridare alla Calabria e al suo Capoluogo un ente strappato maldestramente dall’ex ministro Clemente Mastella. Noi il 28 gennaio 2009 saremo a Roma a sostenere questo sacrosanto diritto della nostra amata Catanzaro.

CATANZARO L’intervento di Pino Tomasello (Pd) sugli attacchi degli ultimi giorni da parte di esponenti del centro destra

«Campagna denigratoria contro Loiero» CATANZARO — «Una vera e propria campagna di stampa denigratoria nei confronti della Giunta regionale e del presidente Loiero, abbondantemente ed in modo irresponsabile cavalcata dalla destra, in questi ultimi giorni ha subito una inconsueta accelerazione». E’ il commento di Pino Tomasello dell’esecutivo provinciale Pd di Catanzaro. «Partono, infatti, quotidianamente attacchi gratuiti, sconsiderati, e decisamente scaldalistici. La stampa locale, in questo senso, non sempre si rende protagonista di atteggiamenti di imparzialità. Di recente è stato adoperato un argomento di notevole spessore e valenza politica, ponendolo però alla pubblica opinione in modo poco serio. Prendendo spunto dalle

dimissioni dell'assessore Spaziante, peraltro supponiamo motivate da serie ragioni che meriterebbero adeguate spiegazioni, si è voluto spostare in modo surrettizio il discorso sui costi della politica, persino azzardando paragoni stipendiali sensazionali, improbabili e senza adeguate verifiche. Che esista un problema del costo della politica, anche a livello regionale è fuori discussione. Del resto un concreto intervento per limitarlo è stato compiuto dal presidente del Consiglio regionale Bova, che ha trasferito i risparmi effettuati sul diritto allo studio, aumentando il numero e l'importo delle borse. E' la prima volta che succede in Calabria. I consigli regionali del passato e le rispettive giunte di destra, i va-

ri presidenti, gli assessori regionali sono anch'essi responsabili e non soltanto degli sprechi e degli abusi della politica. Troppo comodo accusare solo Loiero! Nisticò, Chiaravalloti, Luzzo, cosa hanno fatto a loro volta per ridurre il costo della politica regionale; hanno lasciato in eredità la catastrofe attuale, che, il centrosinistra riesce a gestire con grande difficoltà, anche per il riemergere di campanilismi che oggettivamente ne limitano l'attività. Chi è senza peccato scagli la prima pietra! Non è con lo scandalismo e la demogogia che mette in campo la destra che si risolvono i problemi regionali, a cominciare dai costi della politica, che nessuno nega siano particolarmente pesanti».

Consegnate le stelle al merito del lavoro

Catanzaro, commissione antimafia: Pdl: «Bene per nomina D’Ippolito»

CATANZARO — Un riconoscimento del

CATANZARO — Martedì 11 no-

valore di chi si è distinto in tutta la vita lavorativa per laboriosità, perizia e rettitudine morale, ma anche per impegno sociale e civile. E’ questo il senso della cerimonia che si è svolta ieri presso la Sala del Consiglio provinciale di Catanzaro, nel corso della quale saranno presentati alla cittadinanza, alle autorità e ai rappresentanti del mondo del lavoro e delle imprese, i 9 nuovi Maestri del Lavoro della provincia di Catanzaro. Nel corso della cerimonia il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, consegnerà un riconoscimento ai lavoratori decorati con la “Stella al Merito del Lavoro” nell’anno 2008. I Maestri del Lavoro che riceveranno il riconoscimento sono: Walter Adinolfi(Enel Servizi); Marcello Astorino(Abramo Printing); Carmela Aulicino (Enel Distribuzione); Francesco Brutto (Istituto di Vigilanza Privata Notturna e Diurna - Catanzaro); Renato Caroleo (Telecom Italia); Giuseppe Nisticò (Co. Ma. C. srl - Soverato); Massimo Pirrò (Cibus srl); Vittorio Pistoia(Enel Distribuzione); Ferdinando Righini (Intesa SanPaolo). Le “Stelle al merito del lavoro” sono assegnate a coloro che, nell'ambito delle loro attività, si siano particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, laboriosità.

vembre a Palazzo San Macuto il presidente della Camera Gianfranco Fini, di concerto con il presidente del Senato Renato Schifani, ha convocato la prima seduta della Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia. Della commissione presieduta dall’onorevole Beppe Pisanu, è componente anche il deputato calabrese del Pdl on. Ida d’Ippolito. Il gruppo Pdl in seno al Consiglio provinciale di Catanzaro, in una nota a firma del Capogruppo Giampaolo Bevilacqua, si ritiene soddisfatto dell’importante incarico parlamentare conferito all’on. D’Ippolito: «Siamo molto soddisfatti della recente nomina dell’onorevole Ida d’Ippolito quale componente della Commissione antimafia. In questo delicato momento di crisi economica la Calabria paga un prezzo ancora più alto delle altre regioni non solo per il tasso di disoccupazione altissimo ma anche perché le imprese perdono la fiducia ad investire in una terra dove ormai si vedono ripetersi con una certa frequenza gravi atti intimida-

CATANZARO Ieri Wanda Ferro ha premiato chi si è distinto per rettitudine morale e impegno

La cerimonia di consegna delle stelle al merito del lavoro

tori perpetrati anche a danno di commercianti, di politici ed amministratori. Purtroppo le indagini svolte per individuare i colpevoli non sempre vengono sostenute da una cultura della legalità che crediamo oramai importante se non indispensabile per combattere il fenomeno delle mafie che per anni, grazie anche alla “complicità” di forme di omertà e di connivenze varie, hanno potuto attuare la loro pressione criminale. Forse quest’ultima aggressività, fa pensare che la politica, così come gli imprenditori e tutta la società civile, stanno intraprendendo la giusta strada, convinti che solo in questo modo si può agevolare il duro compito che lo Stato ha nella battaglia alla mafia. La Commissione Antimafia avrà quindi come tutti un compito difficile per questo all’on. Ida d’Ippolito e a tutti i componenti auguriamo buon lavoro».

Bevilacqua: «Un’importante e delicato incarico»


26 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Giovedì sera, alla presenza del sindaco Rosario Olivo e del consigliere provinciale Pietro Amato, si è svolta la cerimonia

Pd, inaugurato il nuovo circolo a Lido Si è tenuto anche un confronto sulle problematiche del quartiere, avviato dal coordinatore Carlo Bonifati CATANZARO — Il Pd di Catanzaro Li-

Movimento Catanzaro Marina «La Giunta non ha fatto nulla» CATANZARO — «Questa Giunta e

questo sindaco, non finiscono mai di stupirci negativamente, per la disinformazione e le clamorose bugie, con la quale tentano di mascherare il nulla politico - amministrativo prodotto fino ad ora e l’agonia della maggioranza dell’Amministrazione Comunale di Catanzaro, che sta lasciando per Catanzaro soltanto macerie, lacrime e sangue». Questo il durissimo commento del Movimento Catanzaro Marina, alle dichiarazioni del sindaco, sullo sviluppo del quartiere marinaro, rese nell’ambito dell’apertura del circolo del Pd di Catanzaro Marina. «Nell’ambito di tale, incontro -incalzano dal Movimento-, il sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, ha tracciato, la “presunta” attività amministrativa, compiuta a favore del quartiere, tra tutte lo sviluppo inesistente di Giovino, dopo la bocciatura delle lottizzazioni, ed il clamoroso bluff del completamento del Porto di Casciolino (sarà terminato solo il primo lotto e non certo per merito Suo), questioni su cui con documentazione abbiamo più volte controbattuto senza mai essere smentiti. Secondo Olivo, che secondo il Movimento, sempre di più descrive il Mondo di Oz, la “sua” Giunta ha prodotto e sta producendo, un grande sforzo, per Catanzaro Marina, e per il suo sviluppo turistico, con “meravigliosi” obiettivi da raggiungere negli anni a venire. Lo stesso - continuano - poi, ha nuovamente dedicato una nuova parentesi (la seconda in pubblico), in modo offensivo ed ironico al Movimento Catanzaro

Marina, reo ai propri occhi di lavorare per l’autonomia del quartiere marinaro con la costituzione del Comune di Catanzaro Marina, per come apprendiamo dai giornali, - incalza la nota -. Egregio sindaco, il fatto che lei, non perda occasione per “tentare” di denigrare, l’opera ed il progetto, che stiamo portando avanti con abnegazione e tanta tenacia, la dice lunga sulle nostra giusta e sacrosanta battaglia per l’autonomia di Catanzaro Marina. Lei quale politico di lungo corso, insieme alla “sua” Giunta inconcludente, litigiosa ed evanescente, dovrebbe accettare le regole della democrazia, nei cui binari noi del Movimento Catanzaro Marina stiamo operando. Il nostro progetto, ovvero la creazione del Comune di Catanzaro Marina, nasce da un’attenta analisi del fenomeno della nascita dei nuovi comuni, negli ultimi venti anni in tutta Italia, molti dei quali avvenuti, proprio per il distacco di quartieri, maltrattati, mortificati, derisi, così come da sempre è avvenuto ed avviene per Catanzaro Marina. Le citiamo il fatto che nella nostra battaglia non siamo soli. Noi del Movimento Catanzaro Marina, che voliamo bassi e che abbiamo i piedi per terra, dobbiamo ancora una volta, per ripristinare la realtà dei fatti, ricordarle il famoso “Suo” Patto - spot per Lido. Vedrà che non uno solo di quei punti è stato realizzato. Le parole finali recitavano: “Se non fossi in grado di mantenere questi impegni lascerò il mio incarico”. Aspettiamo da tempo le “sue dimissioni».

CATANZARO

CATANZARO

Congresso regionale di Cardiologia Fare il punto sulle novità in tema di prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie cardiovascolari: sarà questo l’obiettivo del congresso Regionale della Società Italiana di Cardiologia che si svolgerà sabato 15 novembre, a partire dalle ore 9, nell’ Aula Magna A dell’Edificio delle Bioscienze (Corpo H) del Campus universitario di Germaneto. Il Congresso organizzato dal professor Ciro Indolfi, Presidente Regionale della Società Italiana di Cardiologia e Ordinario di Cardiologia all’Università Magna Graecia di Catanzaro, con il patrocinio del Ministero della Salute, ha come scopo quello di riunire tutti i cardiologi, i diabetologi e gli specialisti di medicina generale della Regione Calabria, focalizzando l’attenzione sugli ultimi aggiornamenti in Cardiologia. In particolare, durante i lavori del primo simposio, dedicato alla prevenzione delle malattie cardiovascolari e organizzato in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale, il professor Gnasso, il professor Perticone, il dottor Romano e il dottor Gerace affronteranno il problema del diabete mellito, della disfunzione endoteliale come fattore di rischio delle malattie cardiovascolari e della terapia farmacologica migliore.

Verso l'Italia bipolare, convegno Verso l'Italia bipolare è il tema di un interessante convegno che si terrà il prossimo 28 novembre a Catanzaro alle ore 17.30 presso la Casa delle Culture. L'incontro organizzato dalle associazioni "Notus" di Catanzaro e "Settecolori" di Lamezia Terme, con il patrocinio dell'Amministrazione Provinciale di Catanzaro, vedrà gli interventi del Sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, del Presidente della Provincia Wanda Ferro, del consigliere regionale Piero Aiello. Si discuterà, tra l'altro, dell'attuale sistema politico italiano orientato verso un modello bipolare che, però, in questa oramai lunga fase di transizione stenta ancora ad individuare concrete forme di partecipazione popolare all'interno dei nuovi partiti che stanno nascendo. Sul tema si confronteranno il prof. Alessandro Campi, dell'Università di Perugia, il prof. Alberto Scerbo ed il prof. Valerio Donato dell'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro. L'evento rappresenta pure un'occasione per il ritorno in città del prof. Campi, nato a Catanzaro nel 1961, che è anche direttore scientifico di uno dei più importanti think thank politici operanti nel nostro Paese, la Fondazione "Fare Futuro".

do sull’inaugurazione del nuovo Circolo: «Circa una quindicina di anni fa si erano spente le luci della sede politica di via T. Gulli a Catanzaro Lido. In quel periodo si chiudevano le porte della sede in cui si riunivano l’allora Presidente della Giunta Regionale Rosario Olivo ed il Presidente della Provincia Pietro Amato, componenti di una sezione che fino a quei giorni veniva considerata una scuola vera e propria per molti politici e per molti cittadini impegnati a discutere delle problematiche del territorio e non solo. Le porte si erano chiuse, ma ora si sono riaperte per ospitare un nuovo modo di fare politica, lo stesso modo che il Partito Democratico ha fatto proprio. Si è percepita l’emozione di entrambi, Amato ed Olivo, attuali consigliere regionale e sindaco del capoluogo di regione, nell’inaugurare giovedì sera il nuovo Circolo del Pd di Lido, nello stesso luogo che avevano lasciato anni fa. Tanti i presenti, tra cui il vicesindaco Tassoni e gli assessori Costa, Iaconantonio e Marcucci, oltre ai consiglieri comunali e circoscrizionali che il Pd annovera nel suo schieramento territoriale di Lido. Il confronto sulle problematiche del quartiere è stato avviato dal coordinatore del Circolo Carlo Bonifati, che ha vo-

Un momento della cerimonia di inaugurazione di giovedì

luto sottolineare il ruolo politico della nuova sede democratica, un luogo “dove deve essere avviato il dialogo circa le problematiche immediate del territorio e che deve avere la forza di sostenere ed orientare il percorso politico dei rappresentanti istituzionali in seno al partito, per contribuire ad uno sviluppo socio-economico che Lido insegue da anni”. «Oggi, ha detto il sindaco del capoluogo, sono grato a chi mi ha invitato qui, perché rivivo ricordi stupendi. Per questo ho voglia di

essere schietto e diretto, nel voler sottolineare gli interventi che questa amministrazione sta compiendo. Noi sappiamo che questo quartiere della città rappresenta una risorsa inestimabile per tutti, perché da Germaneto a Giovino, sta nascendo qualcosa che per anni abbiamo cercato di realizzare. Eppure siamo attaccati continuamente dall’opposizione che vuole giocare pesante, che sfrutta la maggiore forza mediatica per discriminare ciò che di buono si sta facendo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 27

CALABRIA CATANZARO Molica interviene sul corso di formazione, evento unico nel suo genere nella nostra regione per il gradimento finora incontrato

«Oncologia, il Pugliese a livello eccellente» «Il paziente partecipa al processo decisionale con un ruolo sempre più attivo» CATANZARO — Molica interviene

sul corso di formazione oncologica. Dott. Molica, come procedono i lavori del primo corso in formazione oncologica? «L’evento, unico nel suo genere nella nostra regione, per il gradimento finora incontrato, deve indurci a utilizzare per il futuro modelli di formazione continua in oncologia che mettano al centro i bisogni dei pazienti secondo un principio di trasferimento della informazione scientifica al letto del malato. E’ questa la filosofia del nostro corso che mette insieme i principali attori del percorso assistenziale: oncologi medici, radioterapisti, ematologi, medici di base, infermieri con specifica attività oncologica e farmacisti ospedalieri». Siamo a metà del percorso, iniziato lo scorso 4 ottobre, la partecipazione di professionisti provenienti da tutt'Italia, Le consente di porter trarre un primo bilancio di un'iniCATANZARTO — «Il cittadino cala-

brese comune è frastornato dalle notizie che giornalmente gli piovono addosso sullo stato di salute dell’economia calabrese» si legge in una nota di Emilia Celia Coordinatrice di Cittadinanzattivatdm. «Se - prosegue - nel resto d’Italia l’economia non va bene in Calabria è allo sfascio. Nubi minacciose si profilano per l’avvenire dei calabresi e sicuramente uno dei settori dove la situazione è diventata insostenibile è quello della sanità. In questi anni abbiamo assistito ad una girandola di nomine di assessori e direttori generali importati da tutta Italia che sono stati sempre presentati come il massimo della esperienza e professionalità dai Presidenti di turno (non chiamiamoli Governatori per carità!). Ed ora ci vengono a dire, con candore, che vi è un buco di due miliardi e duecento milioni di euro. Cifre pauCATANZARO — Incontri diVini con il Pungolo ha iniziato una nuova serie di appuntamenti. Lunedì scorso si è svolto scorso il primo degli Incontri diVini organizzati dall’Associazione Il Pungolo per Catanzaro al Moma (ex Zula). Dopo i saluti e una breve introduzione del Presidente dell’associazione, avv. Francesco Pitaro, è partito il percorso enoculturale tenuto

ziativa senza precedenti. «L’attività assistenziale e la produzione scientifica dei reparti clinici afferenti al dipartimento oncoematologico dell’A. O. PuglieseCiaccio hanno raggiunto livelli confrontabili con quelli di altre strutture del cento e nord Italia. Analogamente il livello medio di preparazione del personale medico e infermieristico è eccellente, pertanto è giustificata la voglia di mettere a disposizione dell’intera comunità oncologica regionale il bagaglio di esperienza specifiche maturate nel tempo. Abbiamo anche chiesto ad esperti presenti nella nostra regione o provenienti da strutture extra-regionali di portare a questo corso il contributo delle loro conoscenze. Negli ultimi anni si è assistito a un’esplosione delle conoscenze nel campo della biologia tumorale. Per la prima volta i clinici hanno avuto a disposizione una serie di farmaci innovativi, in particolare

nel corso dell’ultimo anno ai maggiori congressi internazionali sono stati presentati studi sull’impiego delle terapie mirate in numerose neoplasie. I risultati di questi studi influenzano positivamente la quantità e la qualità di vita dei pazienti, ma, spesso mancano linee guida continuamente aggiornate. Vi è inoltre l’aspetto delle possibili tossicità dei nuovi farmaci e quindi la necessità di acquisire conoscenze sempre più dettagliate e aggiornate su incidenza, intensità e gestione di tali effetti secondari. Pensiamo, che almeno nelle sue battute iniziali il corso abbia a pieno risposto a queste esigenze formative degli operatori sanitari». Dal punto di vista, più strettamente medico, sono emersi dati importanti in termini di ricerca e studio. Quali i punti salienti emersi fino ad ora? «Nel corso del I° modulo (tenutosi lo scorso 4 ottobre) il Professore Angelo Vacca della Cattedra di Me-

dicina Interna dell´Università di Bari ha presentato i risultati personali di esperimenti dimostrano in modo chiaro come angiogenesi e vasculogenesi siano due fenomeni complementari nel processo di progressione neoplastica. Il modello più frequentemente utilizzato dal ricercatore è quello del mieloma multiplo ed è in questo ambito che i farmaci ad attività anti- angiogenica hanno avuto una più ampia utilizzazione. Con un pizzico di orgoglio mi piace rimarcare il fatto che questi dati, inclusi nella relazione scientifica che il Professor Vacca terrà al 3rd Mayo clinic angiogenesis symposium di Rochester (USA), sono stati preliminarmente presentati a Catanzaro». Può azzardare l'ipotesi di una seconda edizione del corso? «Completato il IV° e ultimo modulo cercheremo di fare un bilancio complessivo e valuteremo la possibilità di dare vita ad una seconda

edizione del corso. Nella logica di offrire sempre nuovi spunti di approfondimento agli operatori sanitari impegnati nel settore dell’oncologia abbiamo in mente di trattare alcune problematiche di grande attualità quali: la divulgazione scientifica e i rapporti con i media, l’etica in oncologia e l’integrazione fra cure specialistiche e cure primarie. Così come recentemente ribadito nel corso dell’ultimo congresso nazionale Dell’Aiom (Associazione Italiana di Oncologia Medica) tenutosi nei giorni scorsi a Verona, l’oncologia è sempre di più una “medicina delle scelte”. Il paziente partecipa al processo decisionale con un ruolo sempre più attivo, pertanto appare cruciale fornirgli un adeguato livello di informazione e questo è compito della classe medica. Pensiamo pertanto di inserire in una prossima edizione del corso un modulo di informazione scientifica dedicato ai pazienti e ai loro familiari».

CATANZARO Celia, coordinatrice di Cittadinanzattiva-tdm, analizza il quadro calabrese

della totale assenza di controlli da parte di chi avrebbe dovuto controllare, nonché della circostanza che nessuno ha mai pagato per i danni causati se non lo stesso cittadino che dovrà pagare anche il piano di rientro. La certezza di dover pagare con i propri beni indurrebbe, forse, gli amministratori della cosa pubblica ad essere accorti e cauti nella loro azione ed amministrare in modo imparziale e trasparente. A questo punto - conclude - aspettiamo di conoscere quali provvedimenti intenderanno intraprendere il Presidente Loiero, direttamente investito da Tallini, e le autorità preposte a vigilare sul buon andamento della pubblica amministrazione su quanto è stato evidenziato dettagliatamente dal consigliere in modo che non vi siano ombre né sospetti sulla conduzione della sanità cittadina e regionale».

«La situazione della sanità è insostenibile» rose che, per essere ripianate, necessiteranno di decenni di sacrifici nostri e dei nostri figli. E i nostri amministratori dove erano nel mentre i debiti si accumulavano? Di chi è la responsabilità? Forse è dei cittadini che hanno consumato troppi farmaci nel tentativo di curarsi e hanno affrontato dei viaggi per trovare quei servizi che in Calabria esistono sulle targhe nei corridoi delle aziende sanitarie e sui cedolini degli stipendi. E intanto l’assessore Spaziante si dimette. E intanto- prosegue - il consigliere regionale Domenico Tallini in una conferenza stampa, appositamente convocata, fa un quadro veramente fosco sulla conduzio-

ne della sanità calabrese ed in particolare su quella dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio: dai concorsi per primari, a cui hanno fatto seguito innumerevoli ricorsi dinanzi alla Magistratura ordinaria ed anche a quella penale, alla istituzione da parte del Dott. Ciconte di una Commissione interna ispettiva che garantisce ai componenti un gettone di 250 euro a seduta, all’acquisto di inutilizzabili macchinette per il controllo delle presenze del personale, al mancato rispetto delle prescrizioni regionali nell’ attuazione dell’ atto aziendale. Intanto, afferma sempre Tallini, a volte manca materiale ordinario di consumo. E per finire apprendia-

mo, dalla stessa conferenza stampa, che il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera PuglieseCiaccio verserebbe in tali gravi situazioni di incompatibilità con la carica che ricopre da chiedere al Presidente Loiero di sollevarlo dall’incarico per evitare ulteriori e maggiori danni erariali che potrebbero essere causati dall’azione del manager e da eventuali richieste di risarcimento danni da parte di chi ritiene di essere stato danneggiato da atti adottati da un Direttore nominato in modo illegittimo. Una ulteriore ed amara considerazione che viene fuori dall’ analisi della descritta e pubblicizzata disastrosa situazione della sanità calabrese è quella

CATANZARO Si è svolta lunedì scorso la prima delle serate organizzate dall’associazione Il Pungolo

Incontri diVini, appuntamento al Moma dal Sommelier Tommaso Biamonte. Si è trattato di una lezione divertente e istruttiva per i numerosi partecipanti che si è sviluppata attraverso l’analisi visiva, olfattiva e gustativa del

vino. Un modo piacevole per avvicinarsi al vino e per orientarsi con cognizione nel suo mondo. I prossimi appuntamenti sono fissati per lunedì 17 e 24 Novembre al Moma alle

21,00. Per informazioni e prenotazioni Hyperlink "http: //www. ilpungolopercatanzaro. it" www. ilpungolopercatanzaro. it e 334/6246568. Gli incontri sono aperti a tutti.

Lamezia, conferenze Esercito Il Colonnello Salvatore Rampulla, Comandante in sede vacante del “Calabria”, terrà, giorno 17 Novembre 2008 alle ore 09:00 presso l’Istituto Professionale per il commercio di Nicastro, una conferenza sulla I° Guerra Mondiale e sulla nuova organizzazione dell’Esercito Italiano.


28 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Sono rientrati dalla Cina i 19 lametini che hanno visitato l’oriente in occasione della manifestazione internazionale

«Fiera Medio Tirreno, esperienza unica» La delegazione ha incontrato ieri il sindaco Gianni Speranza. Donati tre regali simbolici LAMEZIA TERME — Dodici ore di

volo nell’andata e un pò meno, seguendo il tramonto, nel ritorno e il tutto arricchito dalla curiosità, dall’entusiasmo e dalla voglia di portare a Lamezia il ricordo ma soprattutto il messaggio della Cina che lavora. Con queste parole i 19 lametini, tra commercialisti ed imprenditori che hanno visitato, nell’ambito della VII Fiera Itinerante del Medio Tirreno Calabrese, i centri di Pechino, Shanghai e Jianshan. «Una visita culturale - ha sottolineato Francesco Antonio Fagà - ma che per noi ha un duplice significato. L’impatto con i mercati e i sistemi culturali diversi dal nostro Paese e la promozione del territorio dell’area del medio Tirreno Calabrese, agganciando le comunità calabresi all’estero». Esperienze significative, dunque, giunte ormai alla settima edizione con puntate a New York, Sidney, la Plaza, Monte Mineo, Buenos Aires, Rio De Janeiro Caracas, Santo Domingo e ora anche la Cina che mira a diventare la prima potenza mondiale. Una terra bella ed affascinante, dove pochi sono gli italiani che vi lavorano, ma che tanto pò offrire. Una realtà divenuta tra le più importanti per capacità e idee spese più che altro nel settore dell’alta tecnologia, e che hanno ora chiesto ai “missionari” della VII Fiera Itinerante del

Un momento dell’incontro

Medio Tirreno Calabrese, di potere avviare con la città di Lamezia un gemellaggio. Rapporti futuri che potrebbero in qualche modo aiutare contribuire alla crescita culturale e sociale delle due realtà. Quella occidentale appunto, e quella orientale. A evidenziare questo desiderio dei cinesi al primo cittadino Gianni Speranza, Fagà Gaetano Fera e gli altri diciassette amici che dal 30 di ottobre al 10 di novembre hanno preso parte alla “spedizione” portando con sé dei doni che gli amministratori locali hanno inteso fare al popolo mandarino. Doni che quest’ultimo ha ricambiato consegnando al sindaco di Lame-

zia, per mano dei lametini della Finetica (Fiera itinerante) un quadro in giada, un antico e prezioso piatto per inchiostro nonché l’alberello della prosperità. Tre doni simbolici che i cinesi,

In futuro l’imprenditoria lametina andrà fino in India per nuovi importanti progetti

per come sottolineato dall’imprenditrice Anna Rosa Carnovale, lametina da 14 anni in Cina, sono particolarmente cari agli orientali. «Doni che non facilmente fanno proprio per il loro contenuto paradigmatico» ma soprattutto perché, i cinesi, popolo all’apparenza molto aperto e amichevole, è in realtà impenetrabile. Gente che si concede poco a poco ma che ugualmente evidenziato la volontà a avere dei rapporti più stretti con l’Italia e con la città di Lamezia in modo particolare, che in quanto ad ospiti cinesi, ne ha davvero un numero importante seppure ancora imprecisato. Una scommessa vinta quella cinese, dunque, che va a

riaffermare tutta quella serie di altri risultati positivi che l’attività della Finetica sta portando avanti con tutta una serie di protocolli d’intesa con la rete degli imprenditori calabresi nell’unione europea. Oltre 3 mila imprenditori “made in Italy” in tutto il globo, che agevolano i rapporti di internazionalizzazione a aprono la Calabria a nuove frontiere. Sfide a tutto tondo che continueranno anche con la prossima edizione, l’ottava, della Fiera Itinerante del Medio Tirreno Calabrese, che il prossimo mese di novembre porterà i messaggeri dell’imprenditoria lametina fino in India. Antonietta Bruno


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 29

CALABRIA LAMEZIA TERME — Un premio spe-

ciale alla memoria del notaio Galati. Lo ha istituito l’Ente Fiera di Lamezia Terme con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, all’interno del I Concorso Nazionale “Vini del Mediterraneo” che giusto quest’anno si terrà nella Città della Piana. Il presidente dell’Ente fiera, Vincenzo Siriani, in questo senso ha sottolineato «l’impegno particolarmente profuso per la realizzazione dell’iniziativa dell’assessore comunale al-

LAMEZIA L’Ente Fiera ha istituito il riconoscimento all’interno di “Vini del Mediterraneo”

Un premio alla memoria del notaio Galati le Attività produttive, Dr. Antonio Palmieri e - ha tenuto a precisare che - finalmente, dopo tantissimo tempo, è stato raggiunto l’obiettivo di far svolgere un’iniziativa così importante nella città di Lamezia Terme. Il pro-

getto, è stato realizzato - ha ricordato ancora il presidente dell’Ente Fiera in collaborazione con l’Onav, Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vini di cui è componente la dr. ssa. Saveria Sesto». All’iniziativa partecipe-

ranno, insieme al sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, anche il presidente della Giunta regionale Agazio Loiero, l’assessore regionale all’Agricoltura Mario Pirillo, la presidente della Provincia di Catanzaro Wanda

Ferro e il presidente della Camera di Commercio Paolo Abramo. È prevista, ancora, la presenza del ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia. Siriani ha fatto notare come «l’attività dell’Ente Fiera sta ripartendo in stretta collaborazione con l’Amministrazione di Lamezia. Il Concorso, infatti, - ha dichiarato - rientra in tutta una serie di iniziative che l’Ente Fiera vuole attuare con lo scopo principale di valorizzare le risorse del territorio e dei suoi prodotti».

LAMEZIA TERME Il consigliere De Biase esprime apprezzamento per la definizione di una struttura che si presenta moderna ed efficiente

«La Municipale ha ora una sede adeguata» «Ma la nuova costruzione ha già alcune anomalie strutturali, dovute alle dimensioni dell’ingresso del garage» LAMEZIA TERME — «Non possia-

mo che esprimere apprezzamento, per la definizione di una struttura che si presenta moderna, efficiente, baricentrica, utile oltre che, attigua alla sede del Comune e per questo funzionale per i cittadini» si legge in una nota del consigliere comunale Francesco De Biase. «Insomma - prosegue - una sede dignitosa, per l’intero comando, che ora, oltre ad avere nel Dr. Giuseppe Caputo, una figura di Comandate di esperienza e prestigio, si ritrova al centro della città, nella sede Direzionale di questo Comune, accanto all’Ospedale, all’Inps, con la constatazione che, l’area istituzionale-direzionale, prende corpo. Per l’intanto, sapere che la sede del comando del corpo Municipale, è oramai definitiva, risulta rassicurante, oltre che garanzia, di trovare in un solo luogo, il parco macchine, un archivio attualizzato, garage, sinergia tra i settori interessati,

quindi nell’insieme la certezza, che i nostri Vigili, finalmente risultano strutturati ed allocati in una sede dignitosa. Lo meritava la città - continua -, lo meritava l’intero corpo dei Vigili Urbani e nell’insieme è una risposta adeguata, ad una città che risulta essere oramai saldamente la terza della Regione Calabria. Ciò premesso però, non posso sfuggire, a seguito di un opportuno sopralluogo, nelle vesti di consigliere comunale, che alcune questioni, di vitale importanza, per l’organizzazione di un settore e per la vivibilità degli uffici stessi, languono, meritevoli di quindi adeguate risposte. Nello specifico, per esempio, è paradossale, consegnare una struttura nuova e non dotarla, di un adeguato, moderno e funzionale arredamento interno, alla luce di quello attualmente in uso, datato e obsoleto, oltre che per certi versi fuori norma. Inoltre e quanto meno singolare, la notizia rispetto al-

la quale, la nuova costruzione, presenterebbe già alcune anomalie strutturali, dovute alle dimensioni dell’ingresso del garage, che impedirebbe l’accesso allo stesso, per alcuni mezzi in dotazione al Comando. Altro dato che dovrebbe preoccupare, è l’ assenza di un collegamento telefonico non presente nella struttura, che comporta gravi disagi e disservizi, all’intera macchina Comunale, Vigili e nello stesso tempo ai cittadini. Per questo ci rivolgiamo al Sig. Sindaco, per conoscere quali provvedimenti risolutori, intenderà assumere a riguardo, visto che le problematiche, citate, rappresentano un ostacolo serio, per il buon andamento dei sevizi essenziali, praticati dal Corpo dei Vigili. Nell’auspicio - conclude - che le problematiche rappresentate, possano trovare immediata soluzione, rivolgo il mio più caloroso Augurio, di buon lavoro all’intero Corpo ed al suo Comandante Dott. Caputo».

LAMEZIA TERME Dopo due anni la fondatrice Titty Giglio passa le consegne alla neo presidente Sabrina Curcio

Cambio al vertice del Soroptimist LAMEZIA TERME — Cambio al vertice del club lametino del Soroptimist International. Dopo due anni di intensa attività, la presidente fondatrice del club, Titty Giglio, passa le consegne alla neo presidente Sabrina Curcio. Alla cerimonia, che si terrà domenica 16 novembre alle ore 18,30 al Grand Hotel Lamezia e coinciderà con l’apertura del nuovo anno sociale, prenderanno parte la past presidente nazionale del Soroptimist d’Italia, Teresa Gualtieri Garcea, le presidenti di tutti i club della Calabria, i presidenti locali dei club Lions e Rotary, oltre naturalmente alle socie del club lametino. Il primo passaggio di cariche all’interno del club fondato due anni fa alla presenza della presidente della Federazione Europea Monique Rivière, e composto da 22 socie, alle quali domenica se ne aggiungeranno altre tre. «Sono stati due anni intensi e profondamente importanti - ha detto Titty Giglio - nel corso dei quali ci siamo impegnate in iniziative ricche di significato. Il Soroptimist è infatti LAMEZIA TERME — Si è tenuto, presso

la sala giunta del Comune, l’incontro tra l’Amministrazione comunale e le associazioni, le parrocchie e altri organismi del terzo settore, per definire il cartellone delle attività culturali, di spettacolo e di attrazione delle aree commerciali, da porre in essere durante il periodo natalizio. Erano presenti per l’Amministrazione, il sindaco Gianni Speranza, l’assessore alle attività produttive, avv. Antonio Palmieri, il dirigente dell’area promozione del territorio, ing. Pasqualino Nicotera, il dirigente Antonio Ferraiolo per il settore della cultura, gli assessori Francesco Cicione e Pino Zaffina. Nutrita la partecipazione degli operatori che hanno risposto alle sollecitazioni

Titty Giglio

una libera associazione di donne professionalmente qualificate, impegnate attivamente nel mondo lavorativo, sociale e culturale: donne attive che operano secondo principi di etica, di moralità, di rispetto dei diritti umani,

di solidarietà, di pace, di comprensione ed amicizia internazionale. Donne impegnate a servire le comunità locali, nazionali e internazionali ed a partecipare attivamente alle decisioni a tutti i livelli della società. Noi tutte abbiamo avvertito l’esigenza di proporre il nostro impegno personale alla società e alla realtà di Lamezia, realtà dove ognuna di noi vive e lavora. Abbiamo sentito il desiderio di offrire il nostro contributo per una crescita sempre di maggiore qualità. La nostra attenzione è un po’ più specifica all’impegno femminile, ma è estesa all’intera struttura sociale in quanto le donne sono portatrici delle esigenze delle famiglie, dei giovani, degli anziani, nonché delle esigenze di tutti i lavori che noi socie rappresentiamo». E di attività, in questi primi due anni di vita, il Soroptimist ne ha realizzate tante, sempre in linea con le direttive nazionali ed internazionali. A partire dal progetto “Aspettando il decennale” realizzato insieme al Centro regionale di Neurogenetica.

Lamezia, Uil Fpl sanità: chiesto un nuovo reparto malattie infettive LAMEZIA TERME — «In una riunione di tutti gli iscritti della Uil Fpl Sanità, alla presenza del Segretario generale, Dr Francesco Caparello e del segretario aziendale Salvatore De Biase sono stati trattate tutte le tematiche attinenti gli istituti contrattuali ancora non applicati, e nell’insieme i disservizi che oramai sono all’ordine del giorno, dopo l’accorpamento. «Nell’occasione è stata salutata positivamente - spiegano Salvatore De Biase e Francesco Caparello - la nomina del referente Dr Giuseppe Maione, al quale è stato rivolto un augurio di buon lavoro, oltre che la necessita di conoscere quale programmazione intenderà avviare, di concerto con la parte sindacale. Da qui la richiesta di un tavolo comune. Nell’occasione l’assemblea si è soffermata sul problema Malattie Infettive in quanto è da anni che si discute del destino di tale reparto, lo stesso individuato quale punto di riferimento per l’intero territorio, per una risposta adeguata verso le nuove patologie. Sicuramente, il primo obiettivo era e rimane, investire su una struttura moderna ed efficace, pronta a fronteggiare, anche con spazi di “isolamento respiratorio” malattie gravi come (turbecolosi, sars, influenza aviaria ecc). Ebbene - continuano -, dopo anni di parole, senza riscontro alcuno, è tempo di chiarezza! L’obiettivo di vedere la costruzione di un nuovo reparto, (già progettato, deliberato e finanziato, individuando finanche l’area su cui costruire), è divenuto oramai inderogabile, e qualcuno deve dire che fine ha fatto il progetto e le risorse. Finora, abbiamo assistito ad una sorta di telenovelas, dai contorni foschi. Eppure la continua emigrazione dai Paesi orientali, e la conseguente trasmigrazione di nuove malattie infettive, dovrebbe imporre una maggiore attenzione e sensibilità, proprio verso reparti come quello guidato dal Dr Petronio e della sue equipe. Al Dr Maio-

LAMEZIA TERME Idea del Comune al fine di definire il cartellone delle attività culturali

Iniziative natalizie, incontro con gli operatori dell’Amministrazione, contribuendo alla discussione con la presentazione dei loro progetti e proponendo suggerimenti per una maggiore sinergia tra i diversi soggetti. «L’Amministrazione comunale, - si legge in una nota - al fine di rendere le prossime festività maggiormente partecipate, ha inteso tracciare delle linee guida capaci di coinvolgere e soddisfare ogni strato della popolazione, con particolare riferimento a tutte quelle zone, periferiche, montane e collinari, spesso tenu-

te ai margini delle diverse iniziative. In particolare gli operatori, così come richiesto dall’Amministrazione, dovranno: a) elaborare un progetto partendo da un’idea di fondo incentrata sullo spirito del Natale, che andrà sviluppata e declinata nelle diverse sue rappresentazioni; b) animare soprattutto il centro storico, le aree a vocazione commerciale ed i centri minori del territorio, con iniziative di particolare valenza artistica, culturale e sociale. L’idea è quella di animare le pe-

riferie e congiungerle al centro della Città; c) rivolgere le iniziative essenzialmente alle diverse fasce di età, con una attenzione particolare a quelle più deboli, alle famiglie, alle comunità delle frazioni di pianura, collina e montagna, alle popolazioni dei centri storici, ai giovani residenti ed a quelli fuori sede per motivi di studio che rientrano per le festività, agli operatori economici della città. L’Amministrazione comunale intende quest’anno valorizzare fortemente l’asse dei centri com-

ne, quale referente, oltre che lametino, è stato chiesto di porre fine alle tante disattenzioni che Lamezia subisce, e nello specifico di intervenire, per la risoluzione della precarietà strutturale in cui versa attualmente il reparto Malattie Infettive, il quale oltre a far registrare un numero elevato di ricoveri e prestazioni, non dispone di aree e spazi di isolamento respiratorio, più che mai necessari per fronteggiare le emergenze. A tutto ciò si è aggiunto la distrazione di unità di personale medico, per destinarli a compiti che fanno parte integrale della specialità delle malattie infettive, con il risultato di ulteriore carenza di organico, che pesa sull’intera organizzazione. A tal punto ci si domanda: A chi è utile tutto ciò? Non certamente ai malati!! I quali vengono distratti da una unità di diagnosi e cura come il reparto di malattie infettive, e condotti verso un ambulatorio, a risposta forse, inadeguata e precaria. A fronte di ciò, la Uil fpL, non intende fare sconti a nessuno, ed in tal senso, oltre a chiedere un incontro con i vertici dell’azienda, per conoscere quali provvedimenti, nello specifico, si intenderà assumere, auspica, che sulla problematica, venga detta la parola fine, consapevole che: il finanziamento per la costruzione del reparto malattie infettive, non si sa che fine a fatto, e con esso il progetto; il reparto non viene potenziato, con la creazione di spazi di isolamento respiratorio, come previsto dalla legge, l’organico viene ridotto, togliendo unità operative, senza rimpiazzarli; si aprono nuovi e forse inutili ambulatori, la cui attività può essere svolta all’interno del reparto, oltretutto con maggiore sicurezza ed offerta di servizi adeguati. La presenza del Dr Maione concludono - contribuirà a far cambiare le cose? L’auspicio è questo. Diversamente ci troveremo costretti ad avviare forme di lotta democratiche ma decise». merciali naturali con la realizzazione di interventi artistici qualitativamente rilevanti. In particolare sarà previsto un percorso luminoso che colleghi il centro storico con le aree a vocazione commerciale, ispirandosi all’effetto galleria. Le iniziative di animazione culturale che i vari soggetti metteranno in campo, secondo gli intendimenti dell’Amministrazione, dovranno prevedere: a) un percorso di presepi da realizzarsi prevalentemente nei luoghi del centro storico, in modo tale da costituire una “rete”, con ciascun presepe destinato a comunicare ai visitatori uno specifico messaggio; b) una rassegna teatrale in vernacolo ed una rassegna di concerti di fiati, cori e zampogne, incentrati sui temi natalizi».


30 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERATO Ieri l’inaugurazione del progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune a cui hanno partecipato tanti ragazzi

Al via il Laboratorio teatrale interscolastico «L’iniziativa offre uno spazio ai giovani in cui confrontarsi e socializzare» SOVERATO — Scuola & Teatro: è partito alla grande il Laboratorio teatrale interscolastico. Il progetto pensato dall’Accademia “Officina Teatrale” e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Soverato ha avuto una grande risposta dai ragazzi delle scuole superiori soveratesi. Ieri l’inaugurazione dell’iniziativa alla presenza degli studenti degli Istituti scolastici che hanno già aderito numerosi al progetto, sono oltre 100 le iscrizioni provenienti da tutte le scuole della cittadina jonica e tante altre saranno formalizzate nei prossimi giorni. Il Teatro comunale, nonostante l’inclemenza del tempo, ieri ha ospitato circa 100 studenti accompagnati dai responsabili del laboratorio teatrale di ogni scuola. Gli studenti, maschi e femmine equamente rappresentati, hanno risposto con entusiasmo all’appello lanciato dall’Accademia del direttore artistico Giovanni Carpanzano, e sposato in pieno dall’assessore comunale Sonia Munizzi. Assieme ai due c’era anche Antonio Pellegrino, il vero ideatore dell’iniziativa che coordinerà il progetto. Ai ragazzi è stato spiegato in che modo si svolgerà il percorso del laboratorio teatrale che avrà più moduli di studio: interpretazione-dizione; elementi di regia; scenografia e scenotecnica; canto; scrittura creativa. E nella stessa prima giornata quasi 60 ragazzi hanno già scelto il modulo, o i moduli, giacché è possibile iscriversi a più sezioni, a cui frequentare. Insomma i giovani sono affascinati dal mondo del teatro e dell’arte dell’interpretazione in genere e lo hanno dimostrato partecipando con un gran numero di presenze all’inaugurazione del progetto. Progetto che, come ha ribadito l’assessore Munizzi, ha anche dei risvolti sociali, oltre a quelli culturali infatti offre uno spazio ai giovani in cui confrontarsi, socializzare, esprimersi e impegnarsi in qualcosa di interessante e formativo per lo stesso percorso di vita. Insomma il laboratorio teatrale mira a promuovere l’arte ma si propone anche come un intervento nel sociale volto a creare uno spazio di aggregazione per i giovani, che finalmente avranno l’opportunità di allontanarsi dalla strada, dall’indifferenza e dalla noia. Sarà un modo per ricucire lo strappo esistente tra mondo della scuola e società civile in un percorso di crescita artistica, sociale e culturale. I giovani all’interno del laboratorio teatrale saranno educati ai valori reali come la disciplina, lo studio, il linguaggio del corpo, l’im-

La presentazione del progetto al teatro

Tanti i ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa

postazione della voce, ha spiegato ai ragazzi Giovanni Carpanzano. Ma all’interno del progetto non ci sarà spazio solo per la recitazione ma anche per il canto, la sceneggiatura, la scenografia, la regia e la scrittura

creativa. A fine percorso, presumibilmente nel mese di giungo, sarà allestito anche uno spettacolo, ma probabilmente dato il gran numero di iscritti saranno più spettacoli, che sarà(nno) curato(i) integralmente

dai ragazzi. L’iniziativa lo ricordiamo è completamente gratuita per gli studenti ed alla fine verrà loro rilasciato un attestato di credito formativo. Il prossimo appuntamento con il laboratorio teatrale è fissato

per venerdì prossimo, in questa data inizieranno le lezioni dei vari moduli con i professori dell’Accademia. Vitaliano Marino

CROTONE Al Salone Margherita la presentazione delle scuole vincitrici alle quali verranno assegnati computer portatili

Progetto Icaro, ieri le premiazioni CATANZARO — La vita è la vita, difendila. "La vita è opportunità, coglila…la vita è bellezza, ammirala…la vita è una sfida, affrontala…la vita è preziosa, abbine cura". Le parole di Madre Teresa di Calcutta accompagnano uno degli otto spot realizzati dagli studenti vincitori del concorso legato al Progetto Icaro, la campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato insieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Ministero dell'Istruzione, alla Fondazione delle imprese di assicurazioni (Ania), con il sostegno della Facoltà di Psicologia 2 della Sapienza di Roma e dell'Unicef.

La premiazione, alla quale hanno partecipato anche studenti di Crotone, si è svolta ieri al Salone Margherita di Roma con l'eccezionale presenza del Mister della Nazionale di calcio Marcello Lippi, dell'attore Max Giusti, del campione olimpico di pugilato delle Fiamme Oro Roberto Cammarelle, impegnati tutti a dare il loro contributo per combattere il fenomeno degli incidenti stradali, contro la rassegnazione, contro il cinismo, a favore della vita e della legalità sulle strade. Studenti ed insegnanti sono stati premiati con telefonini, Ipod e navigatori satellitari e, per i primi tre classificati, con uno stage pres-

so il Centro Addestramento della Polizia di Stato di Cesena. Alle scuole vincitrici verranno assegnati computer portatili. E’ stato presentato il calendario e le linee guida della nona edizione del Progetto Icaro, che coinvolgerà 13 città italiane, dove accanto a due spettacoli teatrali per la scuola primaria e per la scuola superiore (IcaroJunior e IcaroYoung), proseguirà la ricerca curata dalla Facoltà di Psicologia 2 della Sapienza, Università di Roma. L'obiettivo è quello di realizzare una "cassetta degli attrezzi" con giochi di ruolo, piccoli esercizi, espedienti divertenti per aiutare i giovani a cambiar pro-

La cerimoni a Roma

spettiva, per guardare finalmente la strada con gli occhiali della sicurezza. Il tour verrà accompagnato dall'Ania Campus con corsi di guida su ciclomotori e moto tenuti da istruttori del-

la Federazione Motociclistica Italiana, su veicoli messi a disposizione dall'Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori (ancma). E la sfida per la vita continua...


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 31

CALABRIA CROPANI La cooperativa 29 Giugno cerca di attivarsi per far migliorare la convivenza tra gli abitanti del luogo e gli ospiti

Centro accoglienza, idee di integrazione Intanto i cittadini oggi terranno un corteo contro la decisione del Ministero dell’Interno CROPANI — Mentre i cittadini si preparano a manifestare contro la decisione del Ministero dell’Interno di aver autorizzato un centro di accoglienza per extra comunitari a Cropani Marina, in piena fascia turistica, la cooperativa 29 Giugno, che gestisce il centro, cerca di attivarsi per far migliorare la convivenza nella cittadina ionica tra gli abitanti del luogo e gli ospiti. Attraverso il personale a disposizione, hanno già attivato un piano per impartire le regole di buon comportamento a tutti gli ospiti del centro che, per ragioni di cultura e modi ci comportarsi diversi dai nostri, hanno creato qualche difficoltà alla cittadinanza. Tra le varie attività programmate, anche il rispetto dell’ambiente in cui sono inseriti gli ospiti, più volte, come nella mattinata di ieri, un folto gruppo di extracomunitari, attrezzati di guanti e buste di plastica, hanno ripulito l’arenile antistante il piazzale Adriatico e tutto il viale. Un modo come un altro per migliorare la forma di inte-

grazione nel contesto territoriale. Va comunque precisato che la cittadinanza di Cropani non manifesta contro gli immigrati, nei confronti dei quali esprime solidarietà, ad alcuni di loro addebita soltanto un diverso modo di intendere l’espletamento di bisogni fisiologici con scarso rispetto della privacy, ma contro una decisione del Ministero che non ha tenuto conto di aver calato in una zona a vocazione turistica, senza programmarla con le autorità locali, un elevato numero di extra comunitari rispetto alla popolazione residente. Nel corso della manifestazione che si terrà oggi pomeriggio a partire dalle ore 14.30, a Cropani Marina, che interesserà la Statale 106, con probabili problemi per il traffico, potrebbero verificarsi blocchi parziali per la durata del corteo, il comitato civico chiederà ancora una volta di avere garanzie sulla durata della convenzione.

LAMEZIA TERME Lo fanno notare i movimenti Altra Lamezia e Collettivo Macondo

«Mancano luoghi di aggregazione giovanile» LAMEZIA TERME — «Uno spazio sociale a Lamezia». E’ l’idea lanciata dai movimenti Altra Lamezia e Collettivo Macondo, che annuncia una «battaglia sugli spazi sociali». Lo avevamo detto - scrivono in una nota - e lo faremo. È palese che a Lamezia Terme manca un luogo di aggregazione giovanile, manca uno spazio da lasciare a giovani capaci di autogestirlo come meglio credono, attraverso la musica, l’arte, cineforum, semplici riunioni o dibattiti. Manca tutto questo. Un ragazzo lametino, - prosegue la nota - dopo aver finito di studiare, esce e passeggia su e giù per i due corsi di Lamezia. Se a lui piace bal-

lare e ha soldi per farlo andrà in qualche locale, altrimenti si accontenterà del bar o del pub per bere. E invece i giovani che hanno a cuore i problemi della città cosa fanno? Niente! Non c’è un posto al chiuso dove esibirsi se si ha un gruppo musicale, non c’è un luogo dove giocare a carte o a biliardino, non c‘è un luogo al chiuso dove potersi incontrare per organizzare un dibattito, un’assemblea pubblica o un cineforum. Il progetto nasce proprio dall’esigenza di trovare un luogo che funga da contenitore per tutto questo. Dopo tanti anni - prosegue la nota - finalmente a Lamezia Terme si è creato un movimen-

LAMEZIA TERME Un intervento sulle iniziative che il consiglio comunale dovrebbe intraprendere

quadrante della politica l’ora della verità. Voglio chiudere con il ricordo che ho di un Papa che tempo fa scrisse sulla decadenza dei costumi: “una crisi di pensiero condiziona la moralità”. Questo papa, Giovanni Paolo II, rivolgendosi a 150 partecipanti ad un convegno nazionale promosso dalle associazioni cattoliche sui problemi della moralità pubblica disse: “ nella presente situazione l’atteggiamento deve essere quello di dimostrare un illuminato coraggio, richiedendo ai responsabili della cosa pubblica una maggiore responsabilità, una più energica difesa ed una più esigente valutazione di quel bene comune irrinunciabile che è l’onestà, la decadenza del costume è decadenza della civiltà, perché esiste una connessione causale tra cedimento spesso voluto, alla licenziosità pubblica ed alla diffusione di fenomeni abnormi, quali la violenza, la delinquenza, la sfiducia nella legalità e il mancato controllo degli impulsi più irrazionali”. Il discorso di Papa Giovanni Paolo II rimane sempre attuale e la classe politica tutta dovrebbe, e senza indugi combattere con decisione e fermezza ogni forma di delinquenza organizzata ed ogni tipo di mafia. Occorre far presto, prestissimo! Domenico Calvano

Giuseppe Fittante

«Servono progetti concreti per la città» LAMEZIA TERME — Riceviamo e

pubblichiamo: «Tutto il consiglio comunale di Lamezia Terme dovrebbe elaborare progetti da portare a compimento per assicurare una reale ed efficacia politica di credibilità se vuole dare un concreto e serio contributo alla città in questo anno e mezzo che resta. Bisogna prima capire e poi risolvere i problemi restando con i piedi per terra e fare in modo che tutti i cittadini si sentano interessati direttamente a tutte le problematiche in essere. Occorre sapere elaborare programmi e progetti, solo così gli amministratori possono caratterizzarsi. Occorre avere soprattutto idee chiare e su tutto. Non debbono e non possono coprirsi con il velo della ipocrisia, non rendono un buon servizio ad alcuno, dire sempre comunque la verità. Occorre sgomberare il campo da elementi di confusione, eliminare anche le contraddizioni che a volte emergono dagli interventi televisivi e giornalistici. Comunque, senza umiltà non si può essere vicino all’ indifeso e senza conoscenza del proprio

mestiere non si può dare giusto consiglio e che con le parole dette a metà non si può ritenere concluso alcun discorso. Non si debbono temere gli altri se si è certi di avere lavorato e di lavorare per il bene dei cittadini. Non bisogna nemmeno assurgersi a paladini della giustizia se l’ingiustizia, magari, si pratica tutti i giorni, nè si può invocare “la luce” se si è solo portatore di “tenebre” e non bisogna pretendere di avere se non si è capaci di dare. Non bisogna sottovalutare i problemi che vengono posti dai cittadini, nè presumere di sapere tutto se si è convinti che il sapere non si esaurisce mai. Forse, a qualcuno il “potere” avrà fatto sfuggire il vero significato del proprio ruolo, oppure pur essendone a conoscenza, volutamente lo ignora. A me pare che alcuni consiglieri sono uno strumento non di elevazione di certi valori, ma di sola buona e comoda occasione per favorire “amici e sostenitori”, magari a danno di chi ha maggiore diritti. Episodi di mal costume non possono e non debbono essere accettati e né tacitamente avallati. La

mancanza di una linea politica seria ha contribuito notevolmente a rendere meno credibile questo nostro consiglio comunale. Lamezia conta circa 80.000 abitanti ai quali si deve rispetto, ai quali bisogna dare conto, ai quali bisogna sempre e comunque dare esempi di rettitudine, di serietà, di senso di responsabilità e di grande rigore morale, perché solo così, solo con la pratica quotidiana di queste virtù si può contribuire a dare fiducia agli indifesi, agli incerti e non certamente praticando la logica perversa dell’io sono, io posso, io faccio, io comando, io dispongo, perché così agendo si snatura il significato della politica e non esaudisce sicuramente l’ansia di giustizia, particolarmente dei giovani, dei tanti giovani disoccupati. Ogni amministratore dovrebbe compiere una missione al servizio della città che rappresenta in continua coerenza e nell’integrità più assoluta dei valori morali. Occorre saper dire no ai compromessi, no alle compiacenze, perché il popolo che sa e conosce uomini e cose saprà, io spero, far battere sul

to giovanile capace di muoversi per la propria città, un movimento di ragazzi che non esitano a rivendicare i propri diritti e i propri spazi cosi come è successo con le autogestioni delle scuole, con il Music Against Ndrangheta e come sicuramente succederà ancora. Altra Lamezia e Collettivo Macondo stanno lavorando ad un progetto da proporre in Comune. Come sostenerlo? È semplice, basta una firma. Nei prossimi giorni - concludono - verranno organizzati diversi punti informativi per la raccolta firme. Sul nostro sito www. altralamezia. tk aggiorneremo le notizie sul progetto».

Carlopoli, Carovana Antimafie Arriva anche a Carlopoli la “Carovana Nazionale Antimafie 2008”. Oggi il piccolo centro del Reventino ospiterà l’importante manifestazione che, sempre in Calabria, farà tappa solo in grossi centri: Lamezia Terme, Cosenza, Crotone, Vibo Valentia, Reggio Calabria e nella Locride. «Un motivo d’orgoglio in più - si legge in una nota - per la giovane Amministrazione del piccolo centro pre-silano e per il suo sindaco, Bruno Arcuri, da anni impegnato nell’associazione Libera». La “Carovana Antimafie” dal 1994 attraversa paesi e città coinvolgendo, informando e sensibilizzando sui temi della legalità e dei diritti. Quest’anno, organizzata da Libera, Arci e Avviso Pubblico, sarà dedicata al 60° anniversario della Costituzione e della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. A Carlopoli queste tematiche saranno affrontate e attualizzate nel corso di un dibattito che si svolgerà alle ore 16 presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo “Gioacchino da Fiore”. Dopo i saluti del Sindaco interverranno il dirigente scolastico, prof. Angelo Falbo, e Domenico Nasone, del “Coordinamento nazionale Libera formazione”. Tema dell’incontro sarà: “La scuola come contrasto alla mafiosità. Il diritto all’istruzione”. Modererà Enzo Caroleo, coordinatore di Libera Lamezia. «Per due mesi - prosegue la nota dell’organizzazione - la Carovana sarà in giro per l’Italia con cento tappe che toccheranno tutte le Regioni. Gli appuntamenti itineranti hanno l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della lotta alle mafie, sulla sicurezza sul lavoro.


32 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CROPANI Il Comune specifica in una nota ufficiale che quanto notificato ad amministratori e dipendenti è da precisare

«Avvisi di garanzia, non c’è accusa di truffa» «Manca la buona abitudine del confronto leale e aperto sul piano politico» CROPANI — «In merito agli avvisi di garanzia, che sono stati notificati in data 12 novembre 2008 dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, a carico di amministratori e dipendenti comunali di Cropani, occorre precisare il contenuto degli stessi» si legge in una nota ufficiale del Comune. «A carico - prosegue la nota - dei componenti della Giunta (Grano Antonio, Fittante Giuseppe, Lopresti Domenico, Macrì Salvatore e Colosimo Pierluigi) si ipotizza soltanto il reato di abuso d’ufficio e quello di falso ideologico, per avere sottoscritto, senza gara, con la società Dnp servizi srl, una convenzione per la gestione del servizio delle multe rilevate mediante photored, omettendo di dire che il vero motivo di tale convenzione era quello di assicurare gli equilibri del bilancio comunale. Quanto ai Vigili urbani Basile Domenico e Bianco Salvatore, è stata solo ipotizzata la fal-

sità ideologica perché gli accertamenti e le stesure delle multe, secondo l’accusa, sarebbero state fatte dalla Dnp. servizi srl, anzicchè dai vigili stessi. Nei confronti del dipendente Sinatora è stato solo ipotizzato il reato di abuso d’ufficio, perché avrebbe disposto il pagamento di somme derivanti da due sentenze di condanna, emesse dal Tribunale di Catanzaro, senza prima farle riconoscere dal Consiglio comunale come debiti fuori bilancio. In tutti e tre i casi, si tratta di una questione di forma, più che di sostanza. Nessuna accusa di truffa è stata, quindi, ipotizzata nei confronti degli amministratori e dei dipendenti del comune di Cropani. Viste le contestazioni, gli amministratori e i dipendenti sono molto sereni, perché hanno fiducia nella regolarità e nell’onesta del loro operato, nonché nella giustizia, che arriverà a sancire la loro estraneità ai reati

tora sono perfettamente legittimi, perché approvati nell’ambito degli stanziamenti del bilancio comunale. Non vi è nemmeno la truffa, ipotizzata ai danni del responsabile della ditta Dnp servizi srl. (Nicola Pignataro). L’accusa sostiene che Pignataro avrebbe regolato la durata del giallo a cinque secondi e questi non sarebbero sufficienti. Il Ministro dei trasporti la pensa diversamente, in quanto, con parere n. 110930 del 5.11.07 e con nota n. 67906 del 16.7.07, dice che sono sufficienti tre secondi per la durata del giallo e non cinque. L’indagine che ha portato all’emissione degli avvisi di garanzia nasce da una comunicazione che tutto il gruppo di minoranza del Comune di Cropani, ha fatto nel 2007, a diverse Autorità, nella quale si denunciavano vari aspetti della gestione amministrativa del Comune di Cropani (photored, debiti fuori bilancio, appal-

ti, gestione del personale, incarichi esterni per consulenze legali, omissioni di attività obbligatorie per legge, ecc. ecc) dando vita ad una indagine per la quale sono stati acquisiti centinaia di documenti comunali. La gestione amministrativa, si può dire che è stata tutta scandagliata. Dopo tutta questa indagine - continua la nota -, l’amministrazione comunale è confortata dal fatto che solo queste accuse, facilmente contestabili, sono state mosse al suo operato. Segno, evidente di una gestione corretta, onesta e trasparente. Resta - conclude - solo il rammarico e la constatazione che la politica, a Cropani, è stata ridotta dal gruppo di minoranza solo a denuncie penali contro gli amministratori e contro i dipendenti, senza avere mai avuto la buona abitudine del confronto leale e aperto sul piano squisitamente politico e della proposta politica».

DECOLLATURA — Sarà inaugurato lunedì 11 novembre alle ore 11.00, l’ufficio postale di Piazza Municipio. A fare gli onori di casa sarà il direttore della Filiale di Catanzaro, Francesco de Marco, insieme al direttore dell’ufficio postale, Umberto Molinaro. Tecnologia avanzata e moderne strutture si coniugano con i nuovi arredi realizzati nei colori aziendali, secondo il modello del progetto “layout”. L’ufficio si presenta più luminoso, acco-

DECOLLATURA Completamente rinnovato e informatizzato il locale sarà inaugurato lunedì prossimo

che sarà garantita da sistemi e tecnologie molto avanzati: presenza di contante allo sportello quasi eliminata grazie a dispensatori di denaro a tempo; monitoraggio dei locali attraverso telecamere attive 24 ore su 24, collegate a centri di controllo remoti; blindature esterne di nuova concezione e porte di sicurezza. L’ufficio di Piazza Municipio osserverà orario al pubblico dalle 8 alle 13.30, dal lunedì al venerdì, e dalle 8 alle12.30 il sabato.

NOCERA TERINESE — Si è tenuto lo scorso 17 ottobre una seduta del Consiglio Comunale ove si è trattata all’o. d. g. a proposta di transazione avanzata dagli eredi della Marchesa De Luca, proprietaria di centinaia di ettari di terreno siti nel Comune di Nocera Terinese ed anche creditrice di circa 1.300.000 euro nei confronti del Comune. «Abbiamo portato la trattazione di questo argomento - ha detto il Sindaco Luigi Ferlaino - all’attenzione del Consiglio Comunale principalmente perché vogliamo dare un segnale di massima trasparenza, anche nella speranza di ridurre, così, al minimo, le strumentalizzazioni politiche. Sono stati invitati a partecipare alla seduta del

ipotizzati. L’affidamento del servizio multe alla Dnp servizi srl è stato dato secondo le procedure di legge, così come avviene regolarmente e normalmente in centinaia di altri paesi e città della Calabria e dell’Italia. Non si capisce dov’è l’anomalia! I rilevamenti, gli accertamenti e le stesure della multe sono stati fatti dai Vigili urbani di Cropani e non dalla Dnp servizi srl. I pagamenti effettuati dal dipentente Sina-

«Gli amministratori e i dipendenti sono molto sereni e hanno fiducia nell’onestà del loro operato»

Apre l’Ufficio Postale di piazza Municipio gliente, funzionale, in grado di offrire a clienti una migliore qualità dei servizi. Completamente informatizzato e collegato in rete con tutti i 14.000 uffici postali presenti sul territorio nazionale l’ufficio dispone di quattro spor-

telli, tre per i prodotti Bancoposta ed uno per i prodotti Postali; è presente anche un’Area dedicata ai servizi finanziari, dove personale specializzato è a disposizione della clientela per offrire, con competenza e riservatez-

za, informazioni dettagliate su prodotti e servizi. L’ufficio è fornito anche di un Atm Postmat (cash-dispenser) di ultima generazione, che sarà attivato a breve. Particolare attenzione è stata riservata al problema della sicurezza

NOCERA TERINESE Il sindaco commenta la scorsa seduta del Consiglio in cui si è discussa una proposta urbanistica

«Vogliamo arrivare alla transazione» Consiglio i tecnici redattori del Piano Strutturale Comunale ed i legali che hanno seguito l’Ente nelle ultime fasi della vicenda del debito che il Comune ha nei confronti della famiglia De Luca. Nonostante da parte dell’Amministrazione Comunale ci siano state tutte queste oneste intenzioni - ha ancora dichiarato il sindaco - mi duole verificare che alcuni consiglieri di minoranza si sottraggono ad ogni forma di dialogo e di confronto agitando come al solito

il fantasma dell’illegalità e degli interessi privati. Il Consiglio Comunale non ha approvato nessuna transazione - ha ribadito - anche perché ciò non rientra nelle sue prerogative. È stata semplicemente discussa una proposta di concertazione urbanistica, presentata ai sensi della Legge Regionale n° 19/2002, relativa ad una ipotesi di pianificazione urbanistica su alcune aree di proprietà dei De Luca. Peraltro, delle cinque aree oggetto della discussio-

ne, ben quattro sono già edificabili nel vigente P. R. G. redatto ed approvato dalla precedente Amministrazione di Centro-Sinistra». Il sindaco, con il suo intervento, ha sottolineato che «è intenzione dell’Amministrazione Comunale pervenire ad un accordo con i proprietari titolari dell’ingente credito, in maniera tale da garantire gli equilibri dei bilanci comunali. L’amministrazione comunale deve sempre e comunque perseguire l’interesse pubblico. Bi-

di Andrea Naselli

LAMEZIA TERME Un intervento per evidenziare i problemi della Calabria e sollecitare soluzioni

LAMEZIA TERME — Non era certamente nostra intenzione intervenire in questo momento così particolare che questa Regione sta attraversando, ma semplicemente per dichiarare apertamente che il nostro Comitato è nato dal 1999, dalle radici della società civile, non soddisfatti di come andavano le cose allora in quel preciso momento storico e ad onor del vero questa classe politica, lascia molto a desiderare anche oggi. In secondo luogo per scacciare qualsiasi velato o palese dubbio da parte di qualche buontempone, per rassicurarlo che non abbiamo la bacchetta magica per risolvere i problemi che affliggono questa bella Regione, almeno ci proviamo, scrivendo ricette adatte per tagliare alla radice la cancrena, prima che infesti tutto il corpo sociale e politico. Qualcuno non capisce, o fa finta di non capire che, anche, in questa Regione vivono uomini liberi, liberi da condizionamenti e per questo sempre sotto tiro, ricevendo colpi proibiti da parte di coloro che dovrebbero essere l’emblema ed i porta vessilli della legalità e della giustizia, ma questi ancora pensano che, essa sia fatta per esse-

«Il dibattito politico regionale è fermo» re utile all’amico e nociva per il nemico, dimenticando che è universale. Ribadiamo ancora una volta e ad alta voce che: l’ordine universale delle cose non può e non potrà mai essere mantenuto se è assente il diritto, invece qui da noi nemmeno l’ingiustizia è uguale per tutti. Una cosa è certa in ogni tempo ed in ogni luogo, al passaggio della fiaccola della verità in mezzo alle folle, qualche barba solenne o qualche parrucca ipocrita prendono subito fuoco, poiché la verità non si trova mai in superficie, essa sta sempre nei fondali, come una cosa messa lì e poi dimenticata, quindi è necessario scendere in profondità per trovarla. Ci sono tante verità che vengono sepolte sotto le fondamenta di strade, sotto la costruzione di interi quartieri cittadini, vedi Crotone!! e mai possibile che solo ora, dopo tanti decenni trascorsi, tutta la verità ritorna in superficie? Chi pagherà, se pagherà veramente, per questo attentato alla salute pubblica e l’ attacco crimino-

so all’ambiente?. Come mai dopo la nostra denuncia sul ritrovamento archeologico sui terreni dove sorgerà la Cittadella Regionale, con la complicità delle istituzioni preposte alla sorveglianza, nessuno s’indigna e nessun partito politico è interviene per denunciare questa “barbarie senza scuse”? Forse, perché, fin dalla tenera età, ci è stato insegnato a perdere di vista le differenze, perché ci hanno insegnato che il confine tra il bene ed il male, tra il lecito e l’illecito è sottile ovunque, da noi è proprio inesistente. La specialità di tutta la classe dirigente calabrese, passata e presente è di sapere mescolare bene le carte, ogni vincente ha sempre sostenuto di essere stato fregato da coloro che li hanno fatti vincere, sono certi delle loro sovrastanti qualità di potere sempre abbindolare il prossimo. Invece è presente una amoralità ecumenica, che secondo i bisogni spazia fra centro destra e centro sinistra e quindi in grado di coprire ogni spostamento, ogni

alleanza fatta in nome del bottino. Ogni elezione è un mercato a cielo aperto, nella quale determinati ceti sociali stanno da pascià. La Calabria ha allevato generazioni di “voltagabbana”, i quali hanno indossato più livree di quanti capelli hanno in testa. Il livello del dibattito politico, non ci sembra attribuibile solo alla mediocrità degli attori di professione, c’è qualche cosa che non va nei bersagli, si ipotizza una causa più profonda meno prontamente visibile, che sfugge alle categorie del normale buon senso. E’ probabile che il livello della discussione non raggiunga il piano critico a causa dell’incapacità di individuare i temi cruciali. Chi ha il potere vero in questa Regione? Chi accumula e controlla le risorse?. Chi decide gli investimenti strategici?. Abbiamo l’impressione che il dibattito politico giri sempre a vuoto in questa Regione, perché non morde nella realtà del potere, abbiamo l’impressione che nessuno sappia dove stia di casa. Do-

sogna, quindi, trovare una soluzione al problema del debito, senza che ciò richieda alcun sacrificio economico alle famiglie noceresi e non sottragga risorse finanziarie ai servizi che l’Ente stesso eroga. Questo ha fatto intendere Ferlaino - significa, soprattutto in un periodo di profonda crisi economica, senza alcun dubbio, perseguire l’interesse pubblico inteso sia come interesse dell’Ente che dell’intera collettività. Ovviamente, ogni accordo con i proprietari verrà fatto ad esclusivo vantaggio del Comune e soprattutto nel rispetto delle vigenti leggi, garantendo ai proprietari il soddisfacimento del proprio credito». Erma. vremo riflettere maggiormente sui valori e sui limiti della politica, sui rischi e sulle ambiguità che si annidano nell’esperienza della gestione della cosa pubblica e soprattutto ritrovare un maggior senso civico e critico. La legalità rigorosa, la moralità sociale, la tutela dei diritti e dei doveri, l’attenzione ai condizionamenti subdoli, il rispetto nel dibattito politico, il pluralismo e così via dicendo, sono realtà nei cui confronti non si può essere indifferenti né come cittadini, né come cristiani. Purtroppo i mass-media ci confondono le idee con le statistiche dei disoccupati ormai cronici e quelle dei morti ammazzati e si parla di mafia o delinquenza organizzata solo ed esclusivamente quando vengono colpiti o scalfiti certi ceti sociali, dimenticando tutti gli altri delitti. Sarà una vaga impressione la nostra, che manca una volontà vera da parte di tutti, per debellare alla radice la cancrena mafiosa, che accompagna quotidianamente i nostri passi. Ci sorge un dubbio ed una impressione che tutto ciò possa essere una valvola di sfogo per alcuni ceti sociali legali, i quali agiscono nell’illegalità, basta guardare il proliferare di Istituti di Credito, di finanziarie in questa Regione.


Pag. 33

APPUNTAMENTI il Domani

Sabato 15 Novembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

Quindici allievi dell’Itis Scalfaro per due settimane hanno preso parte a un soggiorno-studio in Inghilterra, a Bournemouth grazie alla realizzazione del Progetto Por

Catanzaresi “Citizen of the world” Una full immersion in Europa per creare dimensioni didattico-culturali nuove per gli allievi CATANZARO — Da Catanzaro in Inghilterra. Per l’Istituto Tecnico Industriale Statale “E. Scalfaro” grazie alla realizzazione del Progetto Por “Citizen of The World”, finanziato dalla Regione Calabria, una full immersion in Europa. L’intervento ha avuto, infatti, come obiettivo quello di creare dimensioni didattico-culturali nuove per gli allievi, grazie all’esperienza formativa di un soggiorno-studio di due settimane nella città inglese di Bournemouth. «E’ fondamentale che la scuola oggi si apra effettivamente all’Europa, in modo che i giovani possano meglio comprendere e rispettare culture e civiltà diverse dalla propria, socializzare con altri adolescenti delle più svariate nazionalità che come loro si recano in Inghilterra per migliorare e potenziare la propria competenza linguistica e comunicativa», a dichiararlo i tre docenti dell’Istituto che sono stati parte attiva del progetto: prof. ssa Maria Critelli, insegnante di Lingua Inglese e responsabile del Progetto, il prof. Ing. Domenico Vottari, Tutor del Progetto e accompagnatore, il Prof. Paolo Formoso, insegnante di lingua inglese ed accompagnatore. Professori animati dal forte desiderio di far vivere ai 15 allievi selezionati una full immersion presso una

I ragazzi dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “E. Scalfaro” in Inghilterra

scuola Ef riconosciuta da organismi come il British Council, English Uk e dalla Southern New Hampshire University. Acquisire una sensibilità nei confronti di culture e life-style diversi: senza dubbio un arricchimento culturale sotto ogni profilo. «Che dire? I ragazzi sono entusiasti dell’esperienza fatta proseguono gli insegnanti -, è un coro unanime il loro che si è levato per dire “ben vengano questi progetti” in una regione come la nostra che paga abbondantemente lo scotto di essere considerata “periferia” del mondo. Abbiamo colto al volo questa occasione che la Regio-

ne Calabria ha offerto alla scuole calabresi di ogni ordine e grado. Noi docenti insieme al dirigente scolastico siamo fermamente convinti che da sempre il compito della scuola sia quello di favorire l’acquisizione di un bagaglio culturale ed umano al passo con i tempi. Un grazie sincero - concludono -va quindi alla Regione Calabria (Dipartimento di Cultura ed Istruzione) che ha reso possibile tutto questo e al nostro dirigente scolastico Prof. Gregorio Teti, che insieme ai docenti ha compreso il grande spessore formativo di questa esperienza». r. s.

RENDE Un convegno Internazionale di Studi in Calabria presso l’Aula Magna dell’Università

L’arte, la bellezza e il magistero della chiesa RENDE — Prende vita il Convegno Internazionale di Studi sul tema “Arte, Bellezza e Magistero della Chiesa” organizzato dalla Associazione Culturale Settecolori presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria (Cosenza). Numerosi i contributi d’eccellenza che spaziano dall’arte sacra, al patrimonio culturale, alla teologia tomistica dei segni, all’architettura, sino all’intelligenza connettiva applicata alla Bellezza del Sacro. Un incontro importante tra la Chiesa di Roma e quella della Calabria veicolato da una casa editrice giovane che intende fare il punto della situazione coinvolgendo tra i prelati anche laici e istituzioni laiche. L’editore Manuel Grillo ha lavorato sulla qualità dei contenuti e ha puntato su relatori di assoluta eccellenza: S. Ecc. Rev. Luigi Renzo, Vescovo di MiletoNicotera-Tropea; Dom Abate Michael J. Zielinski Osb Oliv., Vice-Presidente della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, Suor Maria dell'Anima Christi Van Eijck Ssvm, Madre Generale delle Serve del Signore e della Vergine di Matarà, P. Uwe Michael Lang d. o., Consultore dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice e Coordinatore accademico del Master in "Architettura, Arti Sacre e Liturgia", Università Europea di Roma, Mons. Nicola Bux, Con-

sultore dell'Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice, prof. Rodolfo Papa, artista e storico dell'arte, docente di Storia delle teorie estetiche, Pontificia Università Urbaniana, Presidente Accademia Urbana delle Arti, Membro Ordinario Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere nella classe dei pittori, prof. Sor. Angela Monachese F. f. b., docente di Estetica, Facoltà di Filosofia, Pontificia Università Urbaniana, P. Arturo Ruiz Freites I. v. e., Preside del Dipartimento di Teologia del Centro di Alti Studi "San Bruno di Segni". dott. arch. ciro Lomonte, studioso e progettista di adeguamenti liturgici. L’Associazione Culturale Settecolori ha inoltre inteso offrire ai relatori uno spaccato assolutamente inedito della Bellezza del Sacro in Calabria invitando la Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” di Roma a mostrare in anteprima Calabria Excelsa, il nuovo sistema di gestione della conoscenza capace di offrire prenotazioni turistiche supportate dalla digitalizzazione dei beni culturali d’eccellenza relativi all’arte sacra della Calabria. Il relatore sarà il dott. Fabio Gallo Responsabile dei rapporti Istituzionali. «La Giornata di Studi “L'arte, la bellezza e il Magistero della Chiesa” - dice l’Editore Manuel Grillo - ha come scopo quello di riflettere e far riflettere sull'i-

dentità e sulla finalità dell'arte, ed in modo specifico su quale sia il ruolo dell'arte sacra. Ci si propone di andare ai fondamenti, riflettendo sull'uomo, sulla bellezza, su Dio. Il punto di partenza continua l’editore - è costituito da quanto scriveva, alcuni anni fa, l'allora cardinale Joseph Ratzinger: “Noi, oggi, non sperimentiamo solo una crisi dell'arte sacra, ma una crisi dell'arte in quanto tale, e con un'intensità finora sconosciuta. La crisi dell'arte è un altro sintomo della crisi dell'umanità, che proprio nell'estrema esasperazione del dominio materiale del mondo è precipitata nell'accecamento di fronte alle grandi questioni dell'uomo, a quelle domande sul destino ultimo dell'uomo che vanno oltre la dimensione materiale. Questa situazione può essere certamente definita come un accecamento dello spirito”. - J. Ratzinger, Introduzione allo spirito della liturgia, Cinisello Balsamo Milano, 2001 -. Attraverso studi condotti da diversi punti di vista disciplinari (teologia, filosofia, storia dell'arte, teoria dell'arte, architettura, liturgia), ascoltando quanto il Magistero stesso ha proposto e propone nell'ambito dell'arte sacra, si vuole mettere a tema una profonda riflessione sull'arte nella Chiesa e sull'arte per la Chiesa, nella prospettiva della sua attualità e vitalità».

A Reggio Calabria l’ultimo appuntamento con Crivu REGGIO CALABRIA — Ultimo ap-

puntamento con "Crivu", rassegna di workshop e performance d'arte che l'Associazione Socio-Culturale "Liberi Tutti" organizza in collaborazione con il Museo dello Strumento Musicale di Reggio Calabria ( il museo si trova proprio dietro la pineta Zerbi). La rassegna ha già visto esibirsi la cantastorie siciliana Matilde Politi accompagnata da Simona Di Gregorio con "Vogghiu cantari e darimi bonutempu: canti in siciliano di ieri e di oggi", il trio "Piscinelli - Savino Mongelli" in "Queremos Paz Project" che con il loro laboratorio e la loro performance finale ci hanno portato nel mondo della sperimentazione più estrema, fra teatro, musica concreta, e painting visionario. Il 16 novembre invece sarà la volta di "Fragments of Sound" a cura dei maestri Giancarlo e Francesco Mazzù. Il progetto parte dalla visione del suono come effetto della vibrazione di un corpo. Suoni arcaici ed elettronici si mescolano continuamente, creando aggregazioni e dissonanze sempre cangianti, in perpetua trasformazione, in un universo di sensazioni ed emozioni generate in tempo reale dall’improvvisazione dei due musicisti. La chitarra, a volte graffiante e distorta, ma anche capace di suoni lunghi e morbidi, si fonde con le vibrazioni degli strumenti asiatici in un insieme di frammenti sonori irripetibili che esprimono la com-

plessità dell’attuale percezione del suono. Il concerto (ore 21) è preceduto da un workshop in orario pomeridiano (ore 18) durante il quale i musicisti illustreranno l’origine e la funzione tradizionale degli strumenti usati e consentiranno ai partecipanti di interagire effettuando “frammenti di improvvisazioni”. Giancarlo Mazzù, è diplomato in Chitarra e in Composizione e Arrangiamento Jazz. Fa parte del trio “Armonie Mediterranee”, della formazione “Isologos” e del "Mahanada Quartet", oltre ad essere titolare di diversi progetti jazz a suo nome. Ha suonato in importanti festivals, stagioni concertistiche, teatri e università ed è attualmente docente di Chitarra Jazz e di Armonia e Analisi di Composizioni Jazz presso il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani. Francesco Mazzù, fa parte anch'esso da almeno vent'anni del trio “Armonie Mediterranee” oltre a far parte, in qualità di percussionista, della formazione Isologos con la quale ha realizzato l’omonimo album edito dall’etichetta Ethnoworld. Grazie alla sua conoscenza delle percussioni nordafricane e mediorientali tiene, insieme a Giancarlo Mazzù, concerti e workshop sulla musica popolare del Mediterraneo. Profondo conoscitore della tecnica della chitarra elettrica, fa inoltre parte di numerose formazioni di musica rock.


34 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO Questa sera l’esecuzione dell’opera di Verdi eseguita dalla Roma Sinfonietta Orchestra e dal Nuovo Coro Lirico Romano

Al Politeama la “Messa da requiem” I riflettori sono puntati sul giovane direttore Lanzillotta, un astro nascente nel mondo della musica CATANZARO — Un’esecuzione da brividi. Così il Sovrintendente Mario Foglietti definisce la “Messa da requiem” che domani sera, sabato 15 novembre, sarà eseguita al Politeama dalla Roma Sinfonietta Orchestra e dal Nuovo Coro Lirico Romano. Sono, come è noto, le due formazioni che normalmente accompagnano il maestro Ennio Morricone nei suoi concerti in Italia e all’estero. I riflettori sono puntati soprattutto sul giovane direttore d’orchestra, Francesco Lanzillotta, che a soli 31 anni (è nato a Roma nel 1977) è già considerato un astro nascente nel mondo della musica classica. Di origini calabresi (il padre, anch’egli musicista di prim’ordine, è di Fuscaldo, sul Tirreno cosentino), Lanzillotta è anche un geniale compositore. Ecco, di seguito, una scheda di Francesco Lanzillotta. Si diploma in direzione d'orchestra con il Maestro Bruno Aprea e in composizione con il Maestro Luciano Pelosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma. Ha studiato inoltre pianoforte con il Maestro Velia de Vita. Ha frequentato il corso di Direzione di Coro e tecnica vocale tenuto dal Maestro Gary Graden ad Arezzo presso l'associazione "Guido d'Arezzo", il corso di Composizione tenuto dal Maestro Pascal Dusapin presso l'Accademia di Francia di Roma, il "Conducting Institute" con il Maestro Harold Farberman a New York presso il Bard College, il corso di perfezionamento in Direzione d'Orchestra con il Maestro Bruno Aprea a Cava de' Tirreni, il corso di Direzione d’Orchestra all’Accademia Chigiana di Siena con il Maestro Gianluigi Gelmetti e il Master in in Direzione d'orchestra tenuto dal Maestro George Phelivanian a Madrid con la "Jonde Orquestra". Le sue composizioni sono state eseguite in importanti festival quali "La Sagra Musicale Umbra", Festival "Musica d'Oggi", "Nuovi Spazi Musicali", "Festival di Anagni", "I. u. c. ", Teatro Greco di Taormina etc. Ha scritto per ensemble quali "Ilsax quartet" "Concentus Romae", "Quartetto Pessoa", "Gruppo Strumentale Musica d'Oggi", per il duo "PinciniButtà", etc. Nel giugno del 2000 è stato selezionato fra i 25 giovani compositori italiani che hanno partecipato alla rassegna "Primaverona" organizzata dal Maestro Marco Tutino in collaborazione con "L'Arena di Verona". Nel 2004 ha vinto la menzione speciale al concorso di composizione “Oreste Sindici”, sempre nello stesso anno è risultato finalista a concorso di composizione “Vieri Tosatti”, nel 2005 ha vinto il primo premio al concorso “Valentino Bucchi” con la composizione “Rapsodici Percorsi” per violino e orchestra e nel 2007 ha vinto il primo premio al concorso di composizione "Nino Rota". Ha scritto inoltre musiche per diversi lavori teatrali e colonne sonore per cortometraggi e film quali “Piccole cose di valore non quantificabile”, "Nessun Messaggio in Segreteria" di Paolo Genovese e Luca Miniero, per trasmissioni televisive quali "Ballarò" ed ha collaborato con Nanni Moretti per il film “Il Caimano”. Ha composto la musica per i balletti “L’Angelo Azzurro” e "Narciso" messi in scena

dalla compagnia “Astra Roma Ballet” di Diana Ferrara nei principali teatri italiani fra cui il Teatro Sistina, il Teatro Olimpico a Roma. Nel settembre del 2006 è andato in scena presso il teatro Auditorium Massimo di Roma il musical "Candido" con musiche da lui composte. Come direttore è stato assistente del Maestro M. Nyman, ha diretto presso Il "Parco della Musica", l'auditorium dell'Università di Tor Vergata, Il

Due formazioni che accompagnano il maestro Ennio Morricone nei suoi concerti in Italia e all’estero

Conservatorio di Bolzano, il Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma, a Lerici (Sp) all'interno della rassegna di musica contemporanea "Sguardi Musicali", Il "Goehte Institute", l’Auditorium Pio, l’Aula Magna dell’Università di Rende (Cs), l’Auditorium del ”Divino Amore”, il teatro "Ponchielli" di Bari, il Teatro Comunale di Benevento, etc. Ha diretto numerose composizioni di autori contemporanei quali, Matteo D’Amico, Marcello Panni, Ennio Morricone, Ada Gentile, Luciano Pelosi, Carlo Galante, Giorgio Nottol Ha collaborato con artisti quali, Franco Maggio Ormezwosky, Susanna Rigacci, Marco Rogliano, Antonio Salvatore, Enzo Bolognese, Maddalena Crippa, Pino Insegno, Michael Bolton etc. Nel 2007 ha diretto al Teatro Comunale di Benevento l'oratorio funebre "Judith seu Bethuliae liberatio" di Nicola Sala in prima esecuzione in tempi moderni. Ha diretto l’Orchestra Regionale di Roma e del Lazio, l’Orchestra del Conservatorio S. Cecilia e l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l'Orchestra del Conservatorio di S. Cecilia, La Jonde Orquestra, l'orchestra Eufoniarchè.

Foglietti dedica a Miriam Makeba questa serata CATANZARO — Sarà dedicato alla memoria di Miriam Makeba il concerto di questa sera al Politeama. Lo ha proposto il Sovrintendente della Fondazione Politeama Mario Foglietti, ricordando la memorabile esibizione a Catanzaro di Mama Africa. «E’ un giusto tributo ad una donna e ad un’artista che ha dedicato la sua vita alla musica e alla democrazia - ha dichiarato Foglietti -. La cantante sudafricana è stata il simbolo della lotta all'apartheid. Sebbene stanca e malata, non ha voluto dire di no agli organizzatori del concerto di solidarietà a Roberto Saviano. Sono certo - conclude il Sovrintendente della Fondazione Politeama - che il pubblico del Politeama, che non ha mai dimenticato la straordinaria esibizione della Makeba, le tributerà un lungo e caloroso applauso».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

AZIENDA LEADER NEL SETTORE DI VENDITA ORGANIZZAZIONE E RAPPRESENTANZE DI MACCHINE EDILI INDUSTRIALI E STRADALI

RICERCA DUE FIGURE -

1 FIGURA (AMMINISTRATIVO PART-TIME)

DIPLOMA SUPERIORE - MAX 25 ANNI

1 FIGURA (VENDITE ESTERNE FULL- TIME)

DIPLOMA SUPERIORE- MAX 25 ANNI

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AL CELL. 338 8455646 ZONA INDUSTRIALE MARCELLINARA - CZ QUESTO AVVISO È DEDICATO ALLE AZIENDE

Gli annunci di

Ricerca Personale Qualificato Alle aziende costano poco Questo spazio ha un costo di euro 250,00 + iva per 10 giorni consecutivi. Telefona subito per prenotare l’inserzione al numero 0961/996802 ed invia il testo per fax al numero 0961/903421 o tramite posta elettronica e-mail:info@mediatag.it

Mediatag pubblicità una grande area di comunicazione al servizio delle aziende

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo: la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo; un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità. incentivi al raggiungimento degli obiettivi; mandato Agente Enasarco sede di lavoro: Calabria Si richiede: disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria. SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 35

APPUNTAMENTI CALABRIA CROTONE Il 10 dicembre l’assessorato alla Cultura omaggerà il comico genovese per il suo impegno in difesa del territorio

A Beppe Grillo il premio speciale Pitagora 2008 CROTONE — L’assessore alla Cultura del Comune di Crotone, Giovanni Capocasale, ha voluto assegnare il “Premio speciale Pitagora 2008” per l’impegno sociale ed ambientale a Beppe Grillo. La consegna avverrà il prossimo 10 dicembre durante l’unico spettacolo del “Delirio Tour” organizzato dalla Show Net di Ruggero Pegna, sotto l’egida dell’Amministrazione Co-

munale, e che il comico genovese terrà proprio in Calabria. L’assessore Capocasale ha così motivato questa scelta: «In un momento in cui la Città di Crotone avverte forte il problema del rispetto dell’ambiente per la tutela del territorio, del paesaggio e, soprattutto, della salute dei cittadini, ritengo che la testimonianza e l’impegno di Beppe Grillo a favore della difesa di

questi temi con una continua, coraggiosa e forte denuncia, sia da esempio per tutti, innanzitutto per chi ha compiti istituzionali o ruoli nella pubblica amministrazione. Crotone, terra di storia e miti, ma anche di straordinarie bellezze paesaggistiche, deve profondere il massimo sforzo sia politicamente che culturalmente, per la tutela del suo grande patrimonio»

Beppe Grillo

REGGIO CALABRIA I giovani scolari delle classi 3ª, 4ª e 5ª elementare dell’istituto “Cassiodoro” in “gita” nella capitale britannica

I bambini di Pellaro scoprono Londra Ad allietare i quindici giorni di permanenza al college anche Roberto Aloisio dei “Vai & vieni” REGGIO CALABRIA — Numerosi bambini tra i 6 ed i 10 anni e tutti frequentanti le classi terza, quarta e quinta della scuola elementare “A. Cassiodoro” di Pellaro diretta dalla dirigente scolastica Giuseppina Princi, hanno visitato nei giorni scorsi la splendida capitale inglese. Una iniziativa alquanto gradita dai giovani studenti e resa ancora più bella ed interessante per la presenza del comico nonchè esperto di animazione, Roberto Aloisio, ed organizzata per fare studiare e meglio apprendere ai giovanissimi la lingua inglese. Ad ospitare i piccoli ed attenti ospiti, un collage inglese, sede ritenuta più oppurtuna per curare e portare avanti l’interessante iniziativa scolastica conclusasi, poi, con la consegna degli attestati ai bambini partecipanti. Ossia, ai giovanissimi protagonisti del progetto Por Calabria 2000-2006, misura 3.6 “Prevenzione della dispersione scolastica e formativa”. Un’esperienza all’estero, bella e appassionante, che oltre ai bambini ha coinvolto varie figure professionali tra le quali, la dirigente Giuseppina Princi, l’assesso-

L’esperto di animazione, Roberto Aloisio

re comunale alla Pubblica istruzione Sebastiano Vecchio, un medico pediatra, una docente esperta di lingue e le maestre delle rispettive classi prescelte. Molto curiosa, sicuramente originale e gradita ai piccoli, è stata anche, come dicevamo, quella ricoperta dal giovane Roberto Aloisio, l’esperto in animazione che, rientrato “a scuola” ha così commentato la bella esperienza vissuta. «Penso di essere

CATANZAROAllo scrittore ungherese il riconoscimento speciale alla carriera

Omaggio a Miklós Hubay CATANZARO — Ha portato fortuna

al grande scrittore ungherese Miklós Hubay lo stretto legame con la città di Catanzaro e con la Calabria. Una prima esperienza indimenticabile la sua, vissuta lo scorso mese di maggio in occasione del soggiorno per prendere parte alle manifestazioni del Gutenberg 2008, di cui Hubay è stato ospite d’onore festeggiato, per i suoi 90 anni, da giovani del luogo, dagli studiosi e dalle istituzioni. Una terra, la Calabria, che gli è, dunque, rimasta nel cuore e a fine novembre, anche un premio a lui dedicato. La prestigiosa giuria di Scritture di frontiera, Città di Trieste, gli conferirà infatti, un premio speciale alla carriera per tutta la sua attività ed in particolare, per i suoi ultimi due volumi italiani, “The rest is silence” e “Album Hubay” curati da Milly Curcio e Luigi Tassoni ed editi da Rubbettino. La motivazione del premio sottolinea, fra l’altro, che Hubay è stato ed è «interprete del tragico contemporaneo e delle sue radici europee, e nella sua opera di scrittore ha mostrato come una vita per il teatro sia molto di più che una vita a teatro». Ma prima dell’appuntamento triestino, sarà Firenze il 21 e il 25 novembre a ospitare Miklós Hubay per due se-

rate, che si annunciano molto attese, organizzate dalla rivista internazionale “Semicerchio” e dalla Fondazione “Il fiore”, entrambe fiorentine. Ai due incontri parteciperanno anche Milly Curcio, già allieva di Hubay all’Università di Firenze e studiosa dell’opera del Maestro e il prof. Luigi Tassoni, critico e semiologo dell’Università di Pécs, che ricorderanno il ruolo fondamentale nella cultura europea del Novecento svolto dal grande scrittore ungherese. Fra l’altro, sempre Curcio e Tassoni, che stanno lavorando all’edizione di nuovi testi “italiani” dello scrittore ungherese, parteciperanno all’omaggio che l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest renderà a Hubay il 16 dicembre. Non a caso il sodalizio dello scrittore con la cultura italiana ha origini antiche, che, come si vede, durano fino ad oggi. Lo sottolinea in questi giorni, la prestigiosa rivista di Budapest «Europai utás» (Il viaggiatore europeo) con una serie di foto e un lungo, dettagliato articolo che sono omaggio anche alla città di Catanzaro, in quanto si ripercorrono i momenti emozionanti dell’incontro di Miklós Hubay con gli studenti, i professori, la gente, i luoghi significativi del capoluogo calabrese.

rimasto nel cuore di tutti i bambini che ho avuto il piacere di frequentare durante il viaggio studio a Londra. Un’esperienza di cui fare tesoro: difficile dimenticarsi dei loro sorrisi, dei loro abbracci, delle loro marachelle». Poi il comico dei “Vai & vieni” prosegue: «Ho creato insieme ai piccoli studenti momenti di magia, cabaret, tornei di calcio, gare in piscina. Credo che la mia figura sia stata

molto importante per non far pesare loro il distacco dalla famiglia e l’arrivo in una grande metropoli. Ho trascorso momenti davvero sereni, belli, allegri anche se non è stato sempre facilissimo poiché essendo bambini così piccoli bisognava stare molto attenti». Alla domanda, parlaci un pò di te, l’animatore risponde: «Nasco a Reggio Calabria e fin da bambino ero molto attratto dal mondo dello spettacolo. Difatti, appena maggiorenne, comincio a muovere i primi passi nel mondo dell'animazione. Dopo aver girato un po’ di villaggi, mi ritrovo seduto su un divano a dare spettacolo con un amico che avevo conosciuto qualche anno addietro, Santo. Da quel momento divento ufficialmente “Vai”. Ad oggi continuo ad intrattenere il pubblico in vari locali ed in piazza… La mia specialità è l’improvvisazione, con i testi non vado proprio d'accordo». Aloisio conclude poi: «Era la prima volta che mi recavo a Londra, una grande città che merita di essere visitata almeno una volta nella vita. Un’esperienza che mi è servita tanto e mi hanno lasciato davve-

Il piano “Rossano la Bizantina” alla 5ª edizione di UrbanPromo

ROSSANO — Presentato ufficial-

mente all’Urbanpromo il Piano strategico “Rossano la Bizantina”. L’evento, giunto alla quinta edizione e che si sta svolgendo in questi giorni, presso l’Istituto Veneto di Scienze lettere e arti di Venezia, a palazzo Franchetti, è stato promosso dall’Istituto nazionale di urbanistica ed organizzato, con il patrocinio dal Ministero dell’Ambiente e dal Comune di Venezia, all’Urbit, Urbanistica Italiana Srl. Urban-

promo, si propone con i suoi eventi, di far crescere la cultura della fattibilità urbanistica economica e ambientale dei progetti migliorando la qualità dei processi di pianificazione e di progettazione e rendendo il mercato concorrenziale. L’importante simposio, crea poi occasioni di partenariato pubblico e privato e di collaborazione interdisciplinare facendo interagire enti detentori di poteri di pianificazione, proprietari pubblici e privati. A

ro a bocca aperta posti incantevoli come National Gallery, Oxford, Winsor, il Big Bang, la ruota panoramica, il Tamigi e naturalmente le tante opere e sculture presenti nella capitale inglese; sia sul piano “educativo” che su quello “organizzativo” era tutto perfetto. I bambini sono rimasti attratti dal castello della regina; con me si sono comportati bene e a dirla tutta mi hanno anche assistito gli ultimi tre giorni che purtroppo sono rimasto a letto a causa dell’influenza: mi portavano anche la colazione in camera…! Veramente dei bambini splendidi! Spero di rifare altre esperienze di questo tipo, sempre in collaborazione con la dirigente Giuseppina Princi che ringrazio per avermi scelto! E’ stato davvero un piacere per me lavorare al suo fianco!». Ed ora, l’affascinate e alquanto imprevedibile Roberto Aloisio, cosa farà lavorativamente parlando? «Dopo questa full immersion nell’inglese, torno a fare quello che facevo prima di partire “in italiano”: il comico dei “Vai & Vieni”». Rita Macrì

presentare il piano, nella sala “Rio dell’ Orso”, una delegazione composta dal sindaco Filareto, dal vicesindaco Zagarese, dall’assessore all’Urbanistica Trento, dai dirigenti Graziani e Passavanti e dal capo ufficio stampa Sapia. Ad illustrare tecnicamente il piano, l’architetto Vecchietti della società Creta che ha anche redatto il documento strategico. Il Sindaco Filareto ha posto l’accento sull’importanza e la valenza del piano strategico, che partendo da una “vision” della realtà attuale mira a delineare gli scenari di sviluppo futuro della Città di Rossano. Notevole importanza è stata attribuita alla ormai costituita area urbana Rossano - Corigliano, volano di sviluppo dell’intero territorio del nord est della Calabria e per cui già nei prossimi giorni è fissato il primo incontro della cabina di regia politico -istituzionale e tecnico - amministrativa. Sono state illustrate le prospettive dell’intero territorio dell’Area Urbana con particolare riferimento al sistema della infrastrutture e dello sviluppo turistico. Tali concetti sono stati poi ripresi dall’architetto Amantea, direttore Generale del Dipartimento Urbanistica della Regione Calabria, che ha riconosciuto notevole valenza al lavoro effettuato dal Comune di Rossano e al Sindaco Filareto ha rivolto ufficialmente l’invito affinchè “Rossano la Bizantina” venga definitivamente fatto proprio dalla Regione Calabria.


36 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Conferenza stampa di presentazone della rassegna regionale di cucina, pasticceria e sculture artistiche a Bagnara Calabra

Stage di danza a Catanzaro IL CARTELLONE

Presentazione dell’opera di poesia “Frammenti del fuoco” a Castrovillari

AMARONI (Cz) - “Presepi aperti 2008/2009” Partirà dal 16 novembre e si protrarrà fino al 16 gennaio 2009 la VIII edizione di "Presepi aperti" 2008/2009 che vede tra i patrocinanti la curia di Catanzaro metropolitana Catanzaro-Squillace, il Comune di Amaroni, la Regione Calabria, la Provincia di Catanzaro, consorzio di bonifica Allipunta Copanello catanzaro, la I Circoscrizione di Catanzaro, la Comunità montana Fossa del Lupo Chiaravalle Centrale, il Comune di Chiaravalle Centrale, il Comune di Vallefiorita, il Comune di Girifalco, il Comune di Risch gemellato con il Comune di Amaroni (Svizzera), la chiesa di Santa Barbara VeM Amaroni, la chiesa San Sergio e soci Vallefiorita, la stazione carabinieri di Squillace, l'ufficio postale di Amaroni, la direzione didattica statale di Squillace, l'Istituto comprensivo statale di Squillace, il Comune di Squillace, l'associazione culturale Castellense di Squillace, radio Squillace, il Coe sede operativa di Olivadi, l'associazione Amici del favo di Caltagirone, le officine musicali amaronesi, l'ass.ne pro loco di Amaroni, l'archeoclubs di Amaroni, il centro ricreativo di Amaroni degli anziani, l'ass.ne naz.le Angeli Blu di Borgia, il wwf di Amaroni, l'on. Mario Tassone comm.ne par.re antimafia, la Camera di commercio di Catanzaro, la rivista nazionale delle nazioni di Roma 100 presepi, www.calabriawebtv.it Soverato, la Scuola media statale di Amaroni, Scuola elementare di Amaroni, Scuola materna statale di Amaroni, la direzione provinciale delle poste di Catanzaro per annullo filatelico e circa 40 privati di Amaroni.

CATANZARO - Presentazione romanzo Oggialle ore 17.00, presso la sala concerti del Comune di Catanzaro, sarà presentato il secondo romanzo della scrittrice Anna Pascuzzo. Parlerà del romanzo, in qualità di ralatore, il professore Gigi La Rosa. Il titolo è "Le colonne di Emma", la casa editrice è veneta: Altromondo Editore di Padova. Coprotagonista del romanzo è Emma.

2009, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio 2009, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio 2009, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

CATANZARO - “Canto per te... Franco” “Canto per te ... Franco”,oggiore 20.25, presso l’Auditorium Casalinuovo. La famiglia Franconieri, in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, i Centri Sociali del Comune di Catanzaro, l'Associazione Sacro Cuore di Catanzaro, la Gdl Produzioni Artistiche Musicali, presenta “Canto per te...Franco”, II edizione del memorial dedicato a Franco Franconieri. Tra gli ospiti della serata: Brigitte Valentino, Salvatore Chiefalo, Giovanna Dardano, Stefano Greco, Ilaria & Giuliana Grande, Antonio La Salvia, Gino Celli, Mara Franconieri, Lucrezia, Anna Folino, Pino Colao, Adriano Fasano, Rosalba Chiarella, Francesco Carmine Fera & Anna Maria Bagnato, Michele Tosi, Anna laura, Ettore Capicotto, Mimmo Mancini, Ulisse. I cantanti saranno accompagnati dalla GDL band (versione storica): basso Piero Dardano, chitarre Sergio Turcomanni, tastiere Antonio Gallelli, batteria Gianfranco Caroleo. Coreografie: Alessandra Badolato & Federica Borromeo. Ospite della serata: Piero Procopio. Presenta: Giagià Rubino. Ingresso gratuito ad invito. Per info: 339/7444018.

CATANZARO - Buddha Style Domenica 16 novembre 2008 al Red Pub Cafè, sito in località Giovino a Catanzaro Lido, nuovo appuntamento con il Buddha Style, a partire dalle ore 19.00, dj set Claudio Giordano live percussion Davide Tribal.

BAGNARA C. (Rc) - Rassegna regionale di cucina L'associazione professionale cuochi italiani, l’Unione cuochi Regione Calabria, delegazione provinciale Reggio Calabria, invitano alla conferenza stampa di presentazione della II rassegna regionale di cucina, pasticceria e sculture artistiche & 1° trofeo "Costa viola" riservato agli istituti alberghieri e ai centri di formazione professionale turistici alberghieri, oggi, alle ore 15.30, presso il castello Ruffo di Bagnara Calabra (Rc), in via Nazionale. Info: 392/2335781. L'evento si terrà giorno 17 e 18 novembre, dalle ore 13.00, presso l'hotel ristorante Sporting club "Villaggio del Pino" a Melia di Scilla. Programma dell'evento: lunedì 17 novembre, ore 13.00 - 15.00, registrazione dei cuochi concorrenti; ore 15.00-17.00, presentazione dei piatti in gara; ore 18.00, riunione assembleare dei cuochi della Regione Calabria: relazioni sulle attività svolte e sui programmi futuri dell'associazione nazionale e della sua delegazione regionale; ore 20.00, cena di gala all'insegna della tipicità gastronomica calabrese con i cuochi partecipanti, alla presenza delle autorità e della stampa; saluti di circostanza e conferimento dei premi della rassegna per le varie categorie; assegnazione del I trofeo Costa Viola e delle pergamene di merito. Martedì 18 novembre, ore 8.30, visita guidata dei panorami e delle località della Costa Viola: Campo Calabro, Villa San Giovanni, Bagnara Calabra, Palmi: aperitivo e buffet offerto dal centro commerciale "Le Palme"; ore 14.00, rientro in hotel, pranzo a buffet e saluti di commiato.

CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama 0per la stagione 2008-2009 è stato definito. Programma: fino al 28 novembre campagna nuovi abbonamenti “prosa”; fino al 7 gennaio 2008 campagna abbonamenti “danza/balletto”; fino a lunedì 20 novembre campagna abbonamenti stagione Teatro Masciari. Il botteghino del Politeama è aperto dalle 10.00 alle 13.00 e alle 16.30 alle 19.00. Sono già disponibili le brochure dei programmi del Politeama e del “Politeama al Masciari”. La richiesta che arriva al botteghino del Politeama un po’ da tutta la regione ha indotto la direzione del teatro ad anticipare a lunedì 17 novembre l’inizio della prevendita per la commedia “Il letto ovale” (29 e 30 novembre), per il concerto di Patty Pravo (5 dicembre), per il doppio show di Massimo Ranieri (22 e 23 dicembre). Il botteghino del Politeama è aperto da lunedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30.

CATANZARO - “L’Ars Magna di Raimondo Lullo” “L’Ars Magna di Raimondo Lullo” è l’argomento di un incontro promosso dalle Edizioni Ursini e dall’Associazione Accademia dei Bronzi, che si terrà mercoledì 19 novembre, alle ore 17.30, nei locali del Circolo Unione di Catanzaro.

CASTROVILLARI (Cs) - “Frammenti del fuoco” La manifestazione organizzata dall’Associazione culturale Il Musagete di Francavilla Marittima e dalla Casa Editrice “Aljon”, si svolgerà oggi, alle ore 18,00, a Castrovillari, presso il Teatro della Sirena. A parlare dell’opera di poesia “Frammenti del fuoco” (Aljon Editrice)” del poeta campano Pasquale Napolitano saranno il prof. Oreste Bellini, dell’Università di Napoli; lo scrittore Bonifacio Vincenzi, direttore della rivista di letteratura, Il Fiacre N. 9 e Maria Grazia Scarnecchia, direttore editoriale Aljon Editrice. Sarà presente l’autore. CATANZARO - Concorso di pittura e di scultura L’associazione di volontariato “Angologiro”, presieduta da Bianca Maria De Angelis, ha indetto un concorso di pittura e scultura per i ragazzi frequentanti l’ultimo anno all’Istituto d’Arte di Squillace ed al liceo artistico di Catanzaro. I ragazzi avranno tempo fino al 15 gennaio per aderire al concorso con le loro opere, che saranno visionate da un’apposita giuria. Per fine maggio si conosceranno, poi, i nomi dei sei vincitori che riceveranno premi in denaro, dell’importo di 750 euro (per i primi due classificati delle categorie “pittura” e “scultura”), di 500 (per i secondi classificati) e di 250 euro (per i terzi classificati). Le opere resteranno esposte nella bellissima “Villa Linda” di Sant’Elia, a cui fa capo l’associazione. CATANZARO - Presentazione abiti da sposa “Favole abiti da sposa” presenta la collezione 2009 nei giorni oggi-16 novembre dalle ore 10.00 alle ore 20.00. Ingresso gratuito presso lo show room di S.Elia Catanzaro in via D.Bpano' Bolani 89/b. Info: 0961/761596 - www.favolesposi.it. Ai partecipanti buono sconto del 20 %.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama, programma 2008/2009: oggi, Messa da Requiem per soli cori e orchestra. Roma Sinfonietta Orchestra diretta da Francesco Lanzillotta e nuovo coro lirico sinfonico romano diretto da Stefano Cucci; 29/30 novembre, Il letto ovale di Ray Cooney - John Chapman. Con Maurizio Micheli, Maria Laura Baccarini e Pierluigi Misasi; 5 dicembre, Tu mi fai girar. Tour 2008 di Patty Pravo; 12 e 14 dicembre, Turandot, produzione del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria; 22/23 dicembre 2008, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Lo show è accompagnato da un orchestra tutta al femminile; 1 gennaio 2009, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio 2009, Il giorno della Tartaruga - commedia musicale di Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio 2009, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio 2009, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio 2009, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio 2009, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio 2009 - Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio 2009 - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio 2009 - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; 6 marzo 2009 - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo 2009 - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo 2009 - Mare notrum. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo 2009 Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo 2009, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile 2009, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile 2009, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile 2009, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile 2009, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio 2009, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio 2009, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre 2009, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre

CATANZARO - Stage di danza La scuola di danza Nuova Ariadne di Catanzaro sede di via M.Greco 116 organizza per giorno 16 novembre uno stage di danza tenuto dal ballerino e coreografo di fama mondiale Michele Oliva. Prenotazioni al numero 338/5756900. CATANZARO - “Farmaci distribuiti dalle Asl...” La Consulta regionale sindacale Titolari di farmacia della Calabria, ha indetto per martedì 18 novembre 2008 alle ore 12.00, presso la sede di Federfarma Catanzaro via Italia, 81 - Catanzaro, una conferenza stampa su: “Farmaci distribuiti dalle Asl: risparmio o spreco?”.

CATANZARO - “Incontri diVino” Il direttivo dell’associazione “Il Pungolo per Catanzaro” rende noto che si svolgeranno tre “incontri diVini” nei giorni 17 e 24 novembre alle 21.00 al Moma (ex Zula) di Catanzaro. Si tratta di un percorso enoculturale diretto dal sommelier Tommaso Biamonte che si svilupperà secondo un esame visivo, olfattivo e gustativo. Un modo divertente ed istruttivo per avvicinarsi al vino, conoscerne la sua profondità e per abbinarlo correttamente alla cucina. Info: 334/6246568. CATANZARO - “Catanzaro Jazz Fest” Ha preso il via la XII edizione del “Catanzaro Jazz Fest”. L’inizio degli spettacoli è previsto per le ore 20.45. Programma: 18 novembre, all’auditorium Casalinuovo, Matt Wilson’s Arts and Crafts; 25 novembre, al complesso San Giovanni, Phil Markowitz Trio; 3 dicembre, presso il museo Marca, Erin Bode Quartet. CATANZARO - Ristorante Antonio Abbruzzino, serate Il ristorante “AntonioAbruzzinoaltacucinalocale”, località S. Janni (Cz), presenta il programma degli eventi che si realizzeranno durante l’arco dell’anno composto da serate a tema quali: gastronomie regionali con la presenza di uno chef proveniente dalla regione stessa; al fine di valorizzare i prodotti regionali lo chef proporrà dei piatti abbinati ai vini di un’azienda vinicola calabrese; saranno inoltre proposte in base alla stagionalità degli ingredienti serate a tema come per esempio funghi, castagne, cacciagione, cioccolato e altri prodotti. Programma: giovedì 20 novembre, Regionale (la Campania); giovedì 27 novembre, Ebbrezza di mare;giovedì 4 dicembre, La cantina; giovedì 11 dicembre, Regionale (Valle d’Aosta); giovedì 18 dicembre, Bontà riconosciuta “la cacciagione”. CATANZARO - Circolo Placanica, iniziative A cura del Circolo di cultura ”Augusto Placanica” presentazione del calendario delle prossime attività del circolo: 20 novembre, 27 novembre, ore 17.30, presso l'auditorium Casalinuovo I giovani leggono Dante; 6 dicembre, ore 17.30, presso la sala conferenze istituto tecnico industriale "La riforma protestante", relatore dott. Ricca. CATANZARO - Festa latina A cura dell’associazione cultturale Gb Relation “Festa latina”, il 21 novembre, con inizio alle ore 21.30, presso Il Disco pub Hemingway, ex Cristobal sito a Giovino di Catanzaro. CATANZARO - Sud Sound System in concerto Catanzarock, Kissusenti, Catanzion, Calabria Reggae promotion presentano Sud Sound System & Bag a Riddim band in concerto "dammene ancora tour",il 21 novembre, alle ore 23.00, presso il People ex Sesto senso a Catanzaro, unica data in Calabria. Ingresso 14 euro.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono le lezioni del seminario di formazione politica e culturale nella Città dei Tre Colli

Gran galà di beneficenza a Catanzaro IL CARTELLONE

Concerto di Vinicio Capossela sabato 22 al Teatro Politeama

CATANZARO - Ufficio scolastico, iniziative Nell’ambito del Piano provinciale di intervento per la valorizzazione ed il potenziamento dell’ Educazione motoria e sportiva nella Scuola dell’Infanzia e Primaria, avranno luogo le seguenti iniziative promosse dall’Ufficio scolastico di Catanzaro: venerdi 21 novembre, alle ore 9.00, presso la direzione didattica Statale del 10° Circolo - Via Forni - Catanzaro Lido, saranno proposte alle insegnanti dell’area motoria le linee guida “tecniche“ per la realizzazione delle attività di GiocoAtletica e GiocoSport, rispettivamente IV classe e V classe ed eventuali indicazioni sulla Giornata Provinciale dello Sport. CATANZARO - Seminario di formazione politica Proseguono le lezioni del “Seminario di formazione culturale e politica” dedicato ai giovani, ma comunque aperto a tutti coloro che considerano la politica una espressione alta dell’esperienza umana. Con la sesta lezione dedicata alla massima espressione del pensiero sociologico contemporaneo si concluderà il primo ciclo del seminario che ha affrontato l’evoluzione del pensiero politico occidentale, dalla “polis” ateniese alla “res publica romana”, dal “Principe” di Machiavelli allo “Stato assoluto” di Hegel, dal liberalismo al socialismo, alla dottrina sociale cristiana. La sesta lezione sarà dunque tenuta sabato 22 novembre, alle ore 17.00, nella Sala Concerti del Palazzo Municipale di Catanzaro, da Carlo Scalfaro, presidente della Associazione culturale “La ragione e il tempo”, coordinatore del Seminario, già segretario regionale della Cgil Calabria, sul tema: “Società, etica e politica nel pensiero di Zygmunt Bauman”. CATANZARO - Presentazione libro Il 22 novembre, con inizio alle 17.30, nei Saloni del Circolo Unione, presentazione del volume “Pagine dell’Ottocento catanzarese” di Francesca Rizzari Gregorace, pubblicato nei giorni scorsi dalle Edizioni Ursini di Catanzaro ed inserito nella collana “Galassie”. Alla presentazione, a cura dell’Associazione culturale “Accademia dei Bronzi”, con l’autrice e l’editore, interverranno G. Battista Scalise, (Responsabile culturale dell’Accademia dei Bronzi e delle Edizioni Ursini), Rossella Capitelli Pascali, e Oreste Sergi. Voce narrante: Elvia Gregorace.Il volume edito da Ursini offre una suggestiva presentazione della società catanzarese ottocentesca, evocando spunti reali di vita quotidiana, basata su convivenze tra le varie classi sociali. Non mancano modi di dire, canzoni popolari, filastrocche e fiabe ambientate in determinati spazi urbani e ispirate a fenomeni sociali. CATANZARO - Vinicio Capossela in concerto Vinicio Capossela con ”Da solo on la strada” nell’ambito della stagione del Festival d’autunno: sabato 22 novembre al teatro Politeama, alle ore 20.45. Prezzi : euro 36 I ordine, euro 31 II ordine, euro 26 III ordine, euro 21 IV ordine, euro 16 V ordine, compresa prevendita. Biglietteria del Festival d’autunno :corso Mazzini,15(vicino museo S.Giovanni),oppure www.festivaldautunno.com. Orario 11-14 e 17-20. Info: 389/0931362. CATANZARO - Corso di formazione in Oncologia Prosegue, nella sede dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, in via Settembrini, il corso di formazione in Oncologia. Coordinato dal dr Stefano Molica, direttore della Soc di Oncolo-

gia medica dell’A.O. Pugliese-Ciaccio, il corso è articolato in quattro moduli (rispettivamente sabato 22 novembre e sabato 13 dicembre 2008) per un totale di 30 ore di formazione ed è accreditato presso il ministero del Welfare secondo il programma di educazione continua in medicina (Ecm) del ministero della Salute. Il progetto formativo è patrocinato dall’ordine dei medici chirurghi di Catanzaro e dall’Ipasvi di Catanzaro. CATANZARO - “Lo spettro di me stesso” Il 22 e il 23 novembre, nella località Gagliano Materdomini, verrà girato il film mediometraggio dal titolo "Lo spettro di me stesso", regia Enzo Cittadino, sceneggiatura Masciari Antonello, con uno staff di attori famosi. Con il patrocinio dell’ assessorato alla Cultura e Spettacolo di Catanzaro, produzione Ass. Calabria cinema e cultura. CATANZARO - Consiglio comunale Il presidente del Consiglio comunale, Francesco Passafaro, sentita la conferenza dei capigruppo, ha fissato due sedute del civico consesso: lunedì 24 novembre alle ore 10 in primo appello e venerdì 28, sempre alla stessa ora, in seconda convocazione. CATANZARO - Quinta edizione di “Ri... Vista” Si svolgerà il 24 novembre, dalle ore 21.00, la quinta edizione di "Ri... Vista", tradizionale kermesse del "beat" catanzarese. Ideata e promossa da Filippo Capellupo, con l'organizzazione di Fausto De Gregorio e Pino Ranieri, la manifestazione rappresenta una rassegna qualificata di artisti locali che ripropongono le musiche e le atmosfere degli anni 60/70. Sarà ancora il "Teatro Masciari" di Catanzaro la storica "location" dell'evento che quest'anno, condotto da Eugenio Nisticò e Paola Cristofalo, sarà l'occasione per la consegna dei premi "Beat One" e "N. Monizza". I particolari dello spettacolo saranno illustrati in una conferenza stampa che si terrà il 17 novembre alle ore 16.30, presso il consueto ritrovo beat della pizzeria "da Faustino" a Catanzaro Sala. CATANZARO - “Approccio ai censimenti” La Prefettura di Catanzaro e l'Istat, con la collaborazione delle associazioni professionali degli ufficiali di anagrafe e stato civile, hanno organizzato un incontro di carattere provinciale con i responsabili degli uffici di statistica e degli uffici di anagrafe dei comuni, denominato "Approccio ai censimenti", che si svolgerà presso la prefettura di Catanzaro Salone "Liberty" il 27 novembre,dalla ore 9.00 alle ore 17.00. CATANZARO - Ens, seminario Il Consiglio regionale Ens Calabria annuncia che sabato 29 novembre 2008 alle ore 9.00 presso la “Sala Consiliare” dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro si terrà il seminario dal titolo: “Seminario sulla didattica multimediale ed interattiva nell’ambito di una piena integrazione del bambino sordo”. CATANZARO - Ens, incontro Cgsi Calabria Il Consiglio regionale Ens Calabria annuncia che sabato 29 novembre con inizio alle ore 16.00, presso l’Ex Enel “Arca” sito in Piazza Matteotti a Catanzaro, si svolgerà il “I incontro regionale Cgsi Calabria”.

CATANZARO - Calabria film festival La fondazione Calabria Film Commission, nell’ambito della II edizione del Calabria Film Festival, bandisce tre concorsi per reclutare talenti nei campi narrativo ed audiovisivo: “Un racconto da vedere”; “Aree protette della Calabria”;” Cinema, ambiente, paesaggio”. Giurie di esperti, dal 2 al 6 dicembre, a Catanzaro, premieranno le opere migliori. Ulteriori informazioni: www.calabriafilmcommission.eu www.cometafilm.com. CATANZARO - Adol, presentazione stagione L'Adol, amici dell’opera lirica “Jussi Bjorling” Catanzaro, presenta il programma 2008/2009: 6 dicembre, introduzione all’opera “Turandot” ore 17.30, presso il Circolo Unione; 20 dicembre, ricordo di G.Puccini nel 150°della nascita ore 17.30, presso il Circolo Unione; gennaio (data da definire), concerto augurale nuovo anno ore 17.30, presso il Comune; 14 febbraio, sul Don Giovanni di Mozart ore 17.30, presso San Giovanni;14 marzo,grandi scene da opere Verdiane ore 17.30, presso il Circolo Unione; 11 aprile, sulla direzione e concertazione d’orchestra nell’opera lirica ore 17.30, presso il Cir.Unione; maggio(data e ora da definire), messa in scena de “La Serva Padrona” di Pergolesi, presso l'Auditorium Casalinuovo. CATANZARO - Gran galà di beneficenza La Cagliostro Comunication Srl annuncia il II Gran galà di beneficenza che si svolgerà a Catanzaro presso l’auditorium “Casalinuovo”, sabato 13 dicembre. Lo spettacolo (che prevede la presenza della meravigliosa Rosalia Misseri) è patrocinato dall’Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica) ed è inteso alla raccolta fondi per la ricerca contro questa terribile malattia. L’organizzazione è curata anche da “Una Curva di Solidarietà” insieme all’associazione internazionale supporters Catanzaro del presidente Andrea Amendola. All’interno dello spettacolo, in esclusiva per La Cagliostro comunication, ci saranno Francesca Chillemi, attrice, Miss Italia 2003 e Anna Safroncik, attrice, prossimamente al cinema con “La Matassa” di Ficarra e Picone e tra poco su Canale 5 con la fiction “Un veterinario per caso”. Testimonial della beneficenza sarà Roberta Morise (L’Eredità - Rai), in esclusiva per la Cagliostro Comunication s.r.l. Conduttrici della serata, sempre in esclusiva per la Cagliostro comunication, saranno, Stella Sabbadin (Controcampo - Mediaset) e Ivana La Piana (Notti D’oro – La7 Gold). La serata vedrà poi, oltre al cabaret di Enzo Colacino, le performaces canore di Avril (Vincitrice Mtv 2007) di Ania (Sanremo, in uscita con il suo nuovo Album “Nuda”) e Manuela Zanier (Cantante attrice anche lei in uscita con il suo nuovo album). A sorpresa la serata offrirà anche un altro ospite canoro Top Secret. Verrà poi premiata la vincitrice di questo mini festival canoro. La serata sarà allietata dalla compagnia di danza “Luisa Squillacioti”, che si esibirà in una serie di balletti. Il tutto sarà ripreso dalle telecamere, regionali e nazionali, della Rai. Invitato speciale della serata Gianni Brucculeri, fotografo ufficiale di “Chi”, “Diva e donna”, “Vanity fair” e “Gossip”. Gli abiti della serata saranno curati dallo stilista Ettore Matera. Il trucco e le acconciature saranno curati da Antonella hair style. Lo spettacolo continuerà anche il giorno dopo, il 14 dicembre, presso lo stadio “Nicola Ceravolo”, in occasione della gara interna dell’Fc Catanzaro, dove verranno raccolti altri fondi da destinare alla beneficenza.


38 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Inaugurazione della terza edizione della mostra di antiquariato oggi nella Città dei Bruzi

“Nutella party” a Cortale IL CARTELLONE

Proseguono fino al 19 dicembre le “Proiezioni d’autunno” a Cosenza

CORTALE (Cz) - “Nutella party” Presso lo Stendhal club di Cortale, contrada Malittoro, il 7 dicembre alle ore 22.30, "Nutella party" con giochi, divertimento, animazione, gadgets e soprattutto la musica di Radio Juke box, oramai ospite fisso dello Sthendal club. Info: 349/3264804. COSENZA - “Proiezioni d’autunno” Le“Proiezioni d’autunno” andranno avanti fino al 19 dicembre. A chiudere sarà un omaggio ad Ingmar Bergman che ha anche aperto il ciclo con “Sussurri e grida”. COSENZA - Campagna di tesseramento al Pd Il presidente della Commissione provinciale di Garanzia Raffaele Zuccarelli rende noto che si svolgerà fino al 23 novembrela campagna di tesseramento e di adesione al Pd nella provincia di Cosenza. COSENZA - Sloow Food in festa Compie 10 anni la Condotta Slow Food di Cosenza. Un traguardo che verrà adeguatamente festeggiato con una serie di manifestazioni programmate per oggi. Filo conduttore della due giorni: l’oliva da mensa. Teatro della manifestazione sarà l’Hotel Executive di Rende e non più il Comune di Carolei come inizialmente previsto. La manifestazione si concluderà oggi alle ore 20.30, con la festa di compleanno: buffet, piano bar di Rocco Gallo ed uno spettacolo della tradizione musicale calabrese “I Lycosa tarentula”. COSENZA - “Il Barbiere di Siviglia” Si è alzato il sipario sulla nuova stagione lirica del Teatro “Rendano” di Cosenza. Replica de “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini per la regia di Mimmo Calopresti, oggi al Teatro Rendano alle ore 20.30. Non essendo stato possibile, però, allestire delle vere e proprie anteprime per le scuole, così come era avvenuto fino allo scorso anno, al fine di favorire comunque l’approccio dei giovani all’opera lirica ed alla fruizione della cultura nelle sue diverse articolazioni, l’Amministrazione comunale e la Direzione artistica del Teatro “Rendano” hanno deciso di riservare 100 posti di galleria (50 per ogni recita del “Barbiere di Siviglia”) agli studenti delle scuole medie della città. I nuovi abbonamenti per i due titoli della stagione lirica (oltre al “Barbiere di Siviglia” il cartellone prevede “Tosca” di Giacomo Puccini il 12 ed il 14 dicembre) ed i biglietti per le singole rappresentazioni sono in vendita, presso il botteghino del “Rendano” aperto dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. COSENZA - Presentazione romanzo Oggi, alle ore 18.00, presso il Circolo Culturale “Giuseppe Saragat” - Onlus (Via Molinella n. 19, Cosenza), avrà luogo la presentazione del romanzo, dal titolo “Tempo”, edito lo scorso mese di giugno per “Cicorivolta Editore”. La presentazione sarà curata dalla dott.ssa Luisa Conforti, vice presidente del circolo culturale, e dal prof. Francesco Fontana dell'Università della Calabria. COSENZA - Congresso regionale Siaip Calabria Oggi si svolgerà a Cosenza il I Congresso regionale Siaip Calabria - III Congresso Interregionale “Attualità nelle malattie respiratorie e allergiche del bambino e dell’adulto”. Si tratta di un convegno di notevole rilevanza scientifica, a cui interverranno qualificati ricercatori ed esperti dell’allergologia regionale e nazionale. Verranno affrontati temi di notevole interesse sociale e sanitario quali le vaccinazioni del bambino, le infezioni respiratorie, la prevenzione, l’alimentazione del paziente allergico, i nuovi vaccini antiallergici, etc. COSENZA - Territorio silano, conferenza stampa Conferenza stampa sullo stato di salute del territorio silano, presso la sede del circolo Legambiente Sila, oggi alle ore 15.30. Tale incontro si svolge al termine dell’ edizione 2008 della “Settimana dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile” che quest’anno è dedicata al tema dei rifiuti. In seno alla conferenza verranno trattate alcune delle problematiche ambientali più annose riguardanti il territorio ed il Comune di San Giovanni in Fiore in particolare. Intervengono: Antonino Morabito, presidente Legambiente Calabria; Franco Falcone, direttore Legambiente Calabria; Giovanni Alessio, presidente circolo Legambiente Sila; Giuseppe Veltri, socio circolo Legambiente Sila. Partecipano alla discussione: Antonio Nicoletti, Sindaco di San Giovanni in Fiore; Giuseppe Bitonti, dirigente Medico Ufficio Igiene San Giovanni in Fiore. Modera il dibattito: Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette Legambiente Onlus. Per informazioni : 0984/970877 – 0984/4653897; fax 0984/970877 - info@legambientesila.org - legambientesila@live.it.

COSENZA - Vittime della strada, manifestazione Oggi, alle ore 16.30, presso il Salone degli specchi, Amministrazione provinciale di Cosenza, piazza XV Marzo, manifestazione in ricordo delle vittime della strada. Domenica 16 novembre, è la giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada indetta dalle nazioni unite e dall'organizzazione mondiale della sanità in ricordo delle vittime. A Cosenza manifestazione con la Provincia e i 155 Comuni. Palazzi e monumenti pubblici illuminati. Vittime, istituzioni, organizzazioni economico-sociali insieme per la sicurezza stradale. Saluti: Giuseppe Gagliardi, assessore ai Trasporti Provincia di Cosenza. Introduce: Giuseppe Guccione, presidente Fondazione Luigi Guccione Onlus. Intervengono: Salvatore Perugini, sindaco di Cosenza; Umberto Bernaudo, sindaco di Rende; Gianluca Gallo, sindaco di Cassano Jonio; Orlandino Greco, sindaco di Castrolibero; Roberto Perrotta, sindaco di Paola; Francesco Filareto, sindaco di Rossano. Concludono: Sergio Dondolini, direttore Generale Direzione sicurezza stradale Ministero Infrastrutture e Trasporti; Mario Gerardo Oliverio, presidente Amministrazione provinciale di Cosenza. COSENZA - Mostra artista messicano Mostra di Antun Kojtom - artista messicano - presso l'Associazione culturale Gradiva Onlus oggi alle ore 18.00. COSENZA - Mostra d’antiquariato Sarà inaugurata oggi, alle ore 17.00, presso l’ex deposito delle Ferrovie dello Stato in Piazza Matteotti, la terza edizione della mostra d’antiquariato, organizzata dall’Associazione Antiquari Calabresi, presieduta da Francesco Di Maria, e patrocinata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Cosenza, guidato da Salvatore Dionesalvi. La mostra resterà apertafino al 23 novembre. In esposizione mobili, quadri e oggetti d’arte del ‘600, ‘700 ed ‘800. La mostra, aperta dalle 10.00 alle 20.00, sarà arricchita da due stand, uno dedicato al design storico e l’altro agli abiti da sposa vintage di Vallì. COSENZA - Presentazione “Alba chiara” Lunedì 17 novembre, alle ore 11.00, presso la Sala degli stemmi della Provincia di Cosenza, si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto "Alba chiara" programmi di assistenza per donne vittime di tratta. Coordina i lavori: Pietro Caroleo, Promidea cooperativa sociale; introduce: Graziella Battaglia, presidente consorzio servizi sociali della Provincia di Cosenza; intervengono: Gerardo Mario Oliverio, presidente Provincia di Cosenza; Giuseppe Altomare, dirigente generale settore politiche sociali Regione Calabria; Franco petramala, direttore generale Asp Cosenza; Raffaele Salerno, questore di Cosenza; Michele Abenante, dirigente provinciale servizio prevenzione crimini - Ministero dell'interno; Pino Rubinetto, Rossano solidale cooperativa sociale; Pino De Lucia, cooperativa sociale Agorà Kroton; Franca Garreffa, centro interdipartimentale di women's studies Unical. COSENZA - Carovana anti-ndrangheta Lunedì 17 novembre 2008 da Cosenza passerà la Carovana anti-ndrangheta (carovana nazionale che sta attraversando tutta l'Italia). Si tratta di un evento di caratura nazionale patrocinato dal Comune di Cosenza e che si realizzerà grazie al fattivo contributo di Libera, Arci, Csv Cosenza, con la collaborazione di tantissime altre organizzazioni come Udu Cosenza, Uds, Cgil Cosenza, Confindustria, Verde Binario. COSENZA - Rendano, anteprima stagione di prosa Teatro comunale Alfonso Rendano, anteprima stagione di prosa. 22 novembre, Motus X racconti crudeli della giovinezza; 29 novembre, Sergio Staino, Disegnare una canzone; 12 dicembre, Teatro Italia - Aroldo Tieri, Ascanio Celestini, Pecora nera; 13 dicembre, Teatro P, Uccelli - Spettacolo di Piazza. Opera 2008: novembre, Il Barbiere di Siviglia, libretto Cesare Sterbini, musiche di Gioachino Rossini; dicembre, Tosca, Libretto di V. Sardou, L. Illica, G. Giacosa, musica di Giacomo Puccini. Concerti: 2 gennaio 2009, gran concerto di Capodanno; 11 marzo, Ornella Vanoni; 1 aprile, Franco Battiato. ABBONAMENTI: Fino a oggi i vecchi abbonati della stagione lirica potranno rinnovare l’abbonamento, con la conferma del posto che occupavano lo scorso anno, esercitando il loro diritto di prelazione per i due titoli in cartellone: “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini, per la regia di Mimmo Calopresti (in scena il 13 ed il 15 novembre) e “Tosca” (12 e 14 dicembre), opera con la quale il teatro di tradizione cosentino rende omaggio a Giacomo Puccini, in occasione dei 150 anni dalla nascita. La “Tosca”, per la regia di Marco Belussi, segna il ritorno all’opera lirica della cantante Denia Mazzola Gavazzeni. Il botteghino del “Rendano” per la conferma dei vecchi abbonamenti è aperto dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

COSENZA - Gran prix open “The best” Giorno 22 novembre, presso il Cineteatro Italia si terrà il gran prix "The best", con ingresso gratuito. Programma: ore 15.00, galà della danza; ore 16.00, inizio pesatura atleti; ore 18.30, inizio gara bodybuilding. Info: 333/3989908 333/8434685. COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: dal 24 al 28 novembre “L'uomo dal fiore in bocca – La carriola” di L. Pirandello; dal 23 al 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - Associazione Jonica, stagione 2008 Riprende la stagione concertistica 2008 organizzata dall’Associazione Culturale Jonica mercoledì 29 novembre al Teatro Rendano di Cosenza con il concerto di Ambrogio Sparagna & Orchestra Pizzicata in “Tarantella d’amore”, concerto di balli popolari & serenate. E’ uno spettacolo dedicato al repertorio di serenate e, in particolare, ai balli popolari dell’Italia centro-meridionale. Lunedì 1 dicembre al teatro Morelli, appuntamento con il pianista Franco D’Andrea, uno dei più grandi pianisti di jazz di oggi. Mercoledì 16 dicembre al teatro Rendano di Cosenza è il momento danza con la compagnia Bucarest National Opera Ballet che presenterà “Cenerentola”. Lunedì 22 dicembre Sarah Jane Morris, vera e propria stella della musica leggera internazionale, sensuale cantautrice che si muove agilmente fra rock, blues, jazz e soul accompagnata al pianoforte dal grande Danilo Rea per un recital dal titolo “Angels at Christmas”. Ultimo appuntamento della stagione, sabato 27 dicembre al teatro Rendano di Cosenza con un coro di grande bravura per la prima volta in Italia:il concerto gospel di Earnest Pugh & The Assembly per rinnovare la tradizione natalizia che coniuga musica e preghiera. Tutti i concerti inizieranno alle ore 20.30. Info: 0984/21412 - info@profserv.it. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: 25 - 26 novembre, Mario Scaccia, "La XII notte"; 12 - 13 dicembre, Vittoria Belvedere "L'altro lato del letto"; 21 - 22 gennaio, Tognazzi, "La panne"; 5 - 6 febbraio, Bianca Guaccero "Poveri ma belli"; 2 - 3 marzo, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; 23 - 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; 17 - 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; 16 - 17 maggio,Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: 6 novembre, Lucio Dalla; 3 dicembre, Gianluca Grignani; 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; 7 - 8 gennaio, Hair spray.

Ogni lunedì sul Domani

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Svuotare - Sottrarre - Pregare”, mostra di Antonio Pugliese fino al 30 novembre a Lamezia

“Delirio tour”, spettacolo a Crotone IL CARTELLONE

“Così è se vi pare” di Luigi Pirandello in scena al teatro Apollo

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008 presso il teatro comunale "A. Rendano" Cosenza. Sabato 17 gennaio, ore 21.00, domenica 18 gennaio, ore 18.00, Teatro Stabile della Sardegna "Pensaci Giacomino" di Luigi Pirandello, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi; sabato 24 gennaio,ore 21.00, domenica 25 gennaio, ore 18.00, Compagnia Gli Ipocriti "Madre coraggio" di Bertolt Brecht, con Isa Danieli; sabato 14 febbraio, ore 21.00, domenica 15 febbraio, ore 18.00, Artisti associati "La variante di Lunenburg" dal romanzo di Paolo Maurensig, con Milva; sabato 21 febbraio, ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti; sabato 21 marzo, ore 21.00, domenica 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. CROTONE - Beethoven Acam, concerti La società Beethoven Acam presenta la stagione concertistica 2008. Oggi, concerto del duo Maurizio Zanchetti - Baritono; Giancarlo Peroni - pianoforte in.. “Donne schizzate”, musiche di: Ezio Monti, presso l'auditorium liceo musicale “O.Stillo”, inizio ore 19.00; domenica 16 novembre, concerto dell'orchestra da camera "Orfeo Stillo", solista: Masha Diatchenko - violino; dr.: M°Fernando Romano; musiche di: N.Paganini - P.De Sarasate - G.Dinicu, presso la Chiesa dell’Immacolata, inizio ore 19.00; domenica 23 novembre,concerto del quartetto Hyo soon lee - soprano, Ju mi Kim - mezzosoprano; Seung Taek Kim - tenore; Paolo Subrizi, pianoforte; musiche di: W.A.Mozart - G.Bizet - J.Hoffenbach G.Puccini - G.Rossini - L.Delibes - G.Donizetti, presso l'auditorium istituto Ipstcp “S.Pertini”, inizio ore 19.00; domenica 30 novembre, concerto del duo Ginevra Schiassi - soprano, Stefano Malferrari - pianoforte, "Le più belle arie" di E.Satie - F.Poulenc - J.Brahms - R.Strauss - W.A.Mozart G.Verdi - G.Puccini, presso l'auditorium istituto Ipstcp “S.Pertini”, inizio ore 19.00. CROTONE - Tappa della Carovana antimafie Il 18 novembre, per la prima volta la Carovana antimafie farà tappa a Crotone. Programma: mattino, “Ecomafie e diritti. Diritto alla salute e alla bellezza”, PalaMilone. Ore 10.30, arrivo testimone e lettura art. 32 Costituzione Italiana e art. 3 Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo; ore 11.00, proiezione “Biutiful cauntri” e incontro/ confronto con studenti, associazioni e cittadini sul tema dell’inquinamento e dello smaltimento illegale dei rifiuti. Saranno presenti Peppe Ruggiero coautore del documentario e Antonio Pergolizzi, Coordinatore Nazionale Osservatorio ambiente e legalità di Legambiente e coautore del dossier Ecomafie. Pomeriggio: “Simboli e risorse di comunità libere. L'uso sociale dei beni confiscati in provincia di Crotone”, Auditorium Istituto Liceo Scientifico “Filolao”. Ore 17.30, incontro con i sindaci dove sono ubicati i beni, rappresentanti delle forze dell'ordine, associazioni, cooperative, sindacati e categorie, scuole e giornalisti. Sono invitati: il prefetto, il procuratore della Repubblica di Crotone, l’arcivescovo di Crotone e San-

ta Severina, Davide Pati dell’ufficio di presidenza di Libera. CROTONE - Presentazione nuova piscina Coni Martedì 18 novembre alle ore 18.00, in piazza Rino Gaetano a Crotone, la Provincia di Crotone presenterà il progetto della nuova piscina Coni di via Cristoforo Colombo. Alla conferenza saranno presenti, tra gli altri, il presidente della Provincia, Sergio Iritale, l’olimpionico Michele D’Oppido, il presidente del Coni, Romeo Fauci, il presidente regionale della Fin (federazione italiana nuoto), Daniele Paonessa, appassionati di nuoto ed ex atleti, oltre che le “vecchie glorie” del nuoto e della pallanuoto crotonese. CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone. 26, 27 novembre, Emilia romagna teatro fondazione, Nuova scena arena del sole teatro stabile di Bologna in "Così è (Se vi pare)" di Luigi Pirandello regia di Massimo castri; 11-12 dicembre, DiElleI grandi eventi in "900 napoletano" scritto e diretto da Bruno Garofalo; 8, 9 gennaio2009, gli ipocriti, A. Casagrande, G. Esposito, T. Taiuti in "La scampagnata dei tre disperati" "Francesca Da Rimini" due atti unici tratti da Antonio Petito, regia di Antonio Casagrande; 14 - 15 gennaio, teatro stabile del Veneto, teatro biondo stabile di Palermo, teatro stabile di Verona Gat Gaia aprea "Peccato che sia una sgualdrina" di John Ford, traduzione Enrico Groppati adattamento e regia di Luca De Fusco; 27 - 28 gennaio 2009, Nautilus pictures Remo Girone, Eleonora Giorgi "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy traduzione Gerardo Guerrieri, regia di Guglielmo Ferro; 11 - 12 febbraio, La contrada - teatro stabile di Trieste Gianfranco Jannuzzo, Daniela Poggi "Il divo Garry" di Noel Coward traduzione Masolino D'Amico regia di Francesco Macedonio; 19 - 20 febbraio, teatro Bellini, Tato Russo "Il paese degli idioti" di Tato Russo - da Fedor Dostoevskij regia di Alvaro Piccardi; 17 - 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di si" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; 2 - 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; 18-19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: 26 - 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di Osvaldo Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. Inizio spettacoli ore 20.30. CROTONE - “Delirio tour” con Beppe Grillo L' unica tappa calabrese del "Delirio Tour", il nuovo spettacolo di Beppe Grillo, in un primo momento in programma per giorno 10 dicembre, alle ore 21.15, al Palacorvo di Catanzaro, sarà invece effettuata al Palamilone di Crotone,il 10 dicembre. Ulteriori informazioni: 0968/441888 - www.ruggeropegna.it. Messi in vendita i biglietti soltanto di posto a sedere (platea: euro 30.00; tribuna: euro 25.00, compreso diritti di prevendita), per un totale di 2800 biglietti disponibili fino ad esaurimento. Informazioni: www.ruggeropegna.it - 0968/441888. (Prevendite autorizzate - Crotone: Boutique Top Teen 0962/21889; Botricello: Bar Royal, 0961/967173; Catanzaro: Bar Mignon, 0961/741000, Catanzaro Lido: Bar Cremino, 0961/34370; Cosenza: In Prima Fila, 0984/795699; Lamezia T.: Crash & Clap, 0968/27538, Uffici Pegna, 0968/441888; Reggio C.: Boutique Taxi,

0965/332383; Roccella: Remix, 0964/863421; Rossano: Ottica Pugliese, 0983/513516; Soverato: Quelli del toto, 0967/521189; Vibo V.: Discomania, 0963/42250). ISCA SULLO J. (Cz) - Inaugurazione palestra Il 16 novembre, in occasione dell’inaugurazione della palestra, all’interno della struttura di Isca sullo Ionio che ospita la piscina, si terrà un open-day con le varie attività aperte gratuitamente al pubblico. Competizione sportiva che si terrà ad Isca, presso la piscina Athlon, il 23 novembre 2008. Si tratta di una selezione di tutti gli atleti calabresi affiliati alla Uisp, che nelle specifiche categorie saranno selezionati per costituire la rappresentativa calabrese che prenderà parte, a livello nazionale, al "26° Trofeo delle regioni" che si terrà il 6 e 7 dicembre 2008 a Ravenna. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra di Antonio Pugliese Il centro A. Savelli-Arte Contemporanea e l'ass. culturale Sukiya, nell'ambito della normale programmazione 2008/09, hanno presentato la personale del maestro Antonio Pugliese, artista in ambito nazionale. La mostra del maestro ha per titolo "Svuotare sottrarre pregare" e resterà aperta nella elegante galleria Sukiya, sita in via Ticino 11 di Lamezia Terme, fino al 30 novembre dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 18.00 alle 20.00. LAMEZIA T. (Cz) - “Cinzia Nania works” Le opere di Cinzia Nania saranno esposte fino al 22 novembre, nel Complesso Monumentale di San Domenico a Lamezia . LAMEZIA T. (Cz) - “Settimana contro la precarietà” Oggi a Lamezia Terme, presso l’Hotel Lamezia, alle 10.30, si terrà una conferenza stampa in cui verrà illustrata la “Settimana contro la precarietà” che si svolgerà dal 17 al 23 novembre, con una serie di iniziative pubbliche su tutto il territorio della Calabria. Alla conferenza interverranno: Sergio Genco, segretario generale Cgil Calabria; Antonio Cimino, segretario generale Nidil - Cgil Calabria; Alfredo Iorno, segretario generale Cgil Catanzaro. LAMEZIA T. ( Cz) - Carovana antimafie, incontro Oggi, alle ore 11.00, presso la sala giunta della Palazzo comunale di località Maddamme, si terrà un incontro con gli esponenti della carovana Antimafie 2008 di Libera, Arci e Avviso Pubblico. Il tema della Carovana di quest'anno sarà quello della sicurezza, del razzismo e delle mafie, in occasione del 60° anniversario della Costiituzione e della Dichiarazione dei diritti dell'uomo. Saranno presenti, oltre al sindaco Gianni Speranza, la Giunta comunale al completo, Enzo Caroleo per Libera Coordinamento di Lamezia, Tiziana Barillà per LIbera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Peppe Meduri, presidente Regionale Arci Calabria. LAMEZIA T. (Cz) - “Il sabato del Casale” Oggi, ore 21.00, presso il Casale nuovo appuntamento con il sano e puro divertimento “Il sabato del Casale”. Una nuova avventura musicale con Enzo Ruberto ed il DeeJay Marco con karaoke, animazione, giochi e premi. Nel corso della serata Dancing with Marco con musica commerciale anni 7080 - latino - latino-americani e balli di gruppo.


40 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Le stelle del tango nel mondo”, spettacolo questa sera in scena al Teatro Cilea di Reggio

“Romantic commedy” a Paola IL CARTELLONE

Intitolazione di una nuova piazza ai Caduti di Nassiriya a Locri

LAMEZIA T. ( Cz) - Cia incontra parlamentari Lunedì 17 novembre , alle ore 9.30, presso la sede dell’Unioncamere di S.Eufemia Lamezia, in via delle Nazioni, la Confederazione italiana Agricoltori della provincia di Catanzaro terrà un incontro con i parlamentari calabresi. All’incontro interverranno oltre al presidente della Cia provinciale, Franco Lucia, il presidente regionale Cia Giuseppe Mangone e l’imprenditore Vincenzo Traversa. LAMEZIA T. (Cz) - Fiera del libro calabrese Sedici case editrici delle cinque Province della Calabria partecipano alla Fiera del libro calabrese prima edizione, fortemente voluta dall’associazione “Sinergie Culturali” e realizzata grazie alla collaborazione della libreria Biblos, sita negli stessi locali di via Leonardo da Vinci di Lamezia Terme. Programma: 18 novembre, ore 17.00, tavola rotonda con la partecipazione di editori e rappresentanti delle istituzioni. Conduce Giancarla Rondinelli. Nei locali della libreria Biblos presso il centro pastorale di Via Leonardo da Vinci, 2, sarà possibile visitare gli stand librari allestiti dagli editori calabresi. Orari: 8.00-13.00/ 16.00-20.00. LAMEZIA T. (Cz) - Congresso regionale Adiconsum Secondo Congresso regionale Adiconsum Calabria il 21 novembre, con inizio alle ore 10.00, presso il Grand Hotel Lamezia sito in Lamezia Terme (Cz) in P.zza Lamezia. LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival Attesa in tutta la regione per l’avvio del Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi (partirà il 20 dicembre 2008 e chiuderà nel marzo 2009). Torna quale coordinatore artistico della rassegna Lamezia Jazz Tommaso Colloca. Info: 0968/442864 - 339/8309044 - bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra-evento “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Il versamento di euro 25,00 dovrà essere effettuato con bonifico bancario intestato ad: associazione culturale 400Kc, via dei mille 79, 88046 Lamezia Terme; coordinate bancarie: Iban it 78 y O1030 42841 000003790008 monte dei paschi di Siena filiale di Sambiase; causale del versamento: contributo realizzazione mostra moti urbani stazionimpossibili; termine perentorio fissato per le iscrizioni (incluso versamento): 4 febbraio 2009. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro il 4 marzo 2009. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LOCRI (Rc) - Inaugurazione nuova piazza Il Comune di Locri rende noto che oggi sarà inaugurata una nuova piazza, antistante la Chiesa di San Biagio, intitolata ai “Caduti di Nassiriya”, in ricordo dei 12 carabinieri, i 5 militari e i 2 civili barbaramente uccisi, nella cittadina irachena il 12 novembre 2003, mentre prestavano il loro servizio nel corso della Missione umanitaria e di pace “Antica Babilonia”. La cerimonia di intitolazione avrà inizio alle ore 10.30 con la solenne cerimonia religiosa officiata da mons. Giuseppe Fiorini Morosini, vescovo della diocesi di Locri-Gerace. A seguire l’esibizione della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri. PAOLA (Cs) - Festival internazionale d’organo IV Festival Internazionale d’Organo “Città di Paola”. La manifestazione è organizzata e diretta dal maestro Matteo Francesco Golizio, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Paola e della Provincia di Cosenza, nonché la gran-

de collaborazione della Comunità dei Frati Minimi di Paola e dell’Associazione Musicale “Arte Organistica”. Appuntamento a oggi alle ore 18.00, sempre presso la Nuova Chiesa del Santiario di San Francesco di Paola. Sarà ospite l’organista austriaco Kristian Scnheider.

tanti appassionati. I vincitori, oltre ad esporre durante il Festival, saranno premiati da un noto fotografo di livello nazionale e le immagini vincitrici, inoltre, saranno utilizzate dall’Amministrazione per produrre materiale promozionale sulle proprie iniziative istituzionali.

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2008. 22 dicembre,"Romantic commedy" con Marco Columbro e Mariangela D’Abbraccio; 17 gennaio, "Sognando il mare" con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri; 29 gennaio, "Miseria e nobiltà" con Francesco Paolantoni e Nando Paone; 6 febbraio, "Sunshine" con Sebastiano Somma e Benedicta Boccoli; 28 febbraio, "Da giovedì a giovidì" con Marco Marzocco; 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it).

REGGIO C. - “Riciclo aperto”, manifestazione Oggi, in occasione della Settimana dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile organizzata dall’Unesco, 100 impianti per il riciclo e alla produzione di carta e cartone aprono i loro cancelli per raccontare a tutti i cittadini come la carta, attraverso il processo del riciclo, può tornare a nuova vita. Riciclo Aperto – questo il nome della manifestazione – ha ospitato dal 2001 oltre 100.000 persone che hanno potuto toccare con mano il ciclo del riciclo. Quest’anno, inoltre, per la prima volta in Italia, Riciclo Aperto viene inaugurato dalle Cartoniadi Nazionali, la gara che per la prima volta vedrà scendere in campo sei tra le maggiori città italiane (Milano, Roma, Firenze, Bologna, Palermo e Reggio Calabria) per contendersi il titolo di Regina del riciclo italiana: la sfida è a chi riuscirà in 30 giorni – da oggi al 15 dicembre - a incrementare di più la propria raccolta differenziata di carta e cartone rispetto allo stesso periodo del’’anno precedente. La prima classificata riceverà un premio di 50.000 euro da devolvere in progetti di natura ambientale o sociale, che verranno stabiliti con un referendum dai cittadini stessi.

PETRONA’ (Cz) - Raduno fuori strada Petronà club 4x4 off road organizza, con il patrocinio del Comune di Petronà, un raduno nazionale fuori strada nei percorsi fangosi e rocciosi della Presila. Partenza da località Cona il 16 novembre alle ore 9.00. Il club consiglia pneumatici tassellati e cinghia di traino. Possibilità di pernottamento. Per adesioni: 338/4435948 oppure 366/5007265. REGGIO C. - “Comunicare sicurezza”, corso Si terrà fino al 5 dicembre il IImodulo del corso “Comunicare sicurezza”, destinato al personale della Polizia Provinciale. Dopo la prima parte che ha trattato le tecniche di relazione e comunicazione personale, utile a un miglioramento organizzativo e relazionale delle attività del Corpo della Polizia provinciale di Reggio Calabria, la formazione continua ora affrontando più specificamente l’approccio sociologico e giuridico della criminologia, trattando devianza e crimine in generale e nel contesto della provincia di Reggio Calabria. Il corso, decisamente voluto dal presidente della Provincia avv. Giuseppe Morabito e dal comandante del Corpo della Polizia Provinciale dr. Domenico Crupi sarà modulato con lezioni teoriche e analisi di casi specifici attinenti alla realtà locale. Dopo la presentazione a cura del dr. Giuseppe Rotta, coordinatore regionale Conscom Calabria (Registro Nazionale Sociologi e Consulenti della Comunicazione) docente di Sociologia, autore di numerose pubblicazioni a carattere sociologico ed antropologico, nonché direttore della rivista di Scienze Sociali “Helios Magazine”, che relazionerà anche sul tema “La devianza e la criminalità minorile in Provincia di Reggio Calabria”, seguirà la parte relativa alla sociologia giuridica con tema “Introduzione alla devianza e concetti di criminologia” trattata dal prof. Rosario Lombardo, docente e giornalista, mentre la criminologia e nell’ambito del sistema giuridico italiano sarà materia trattata dall’avv. Mario Plutino, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati reggino e coordinatore regionale dell’Aiga che affronterà “Reati ambientali e contro il patrimonio ed il sistema di pene e sanzioni”. Il dr. Salvatore Romeo, psicoterapeuta, componente del comitato scientifico della rivista di scienze sociali Helios Magazine affronterà il tema: “Devianza e comportamenti criminosi” e la dr.ssa Antonella Giglietto, psicologa, aderente a Conscom, già coordinatrice di progetti sviluppati in diverse scuole della provincia e per contro dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, autrice di pubblicazioni a carattere psicologico tratterà il tema delle “Forme di devianza: prevenzione e controllo”. La Dr.ssa Giulia Serranò consigliere Cisme, aderente a Conscom (Registro Nazionale Sociologi e Consulenti della Comunicazione) tratterà il tema: “Immigrazione e criminalità”. REGGIO C. - “Reggio photo fest” Si svolgerà in riva allo Stretto fino al 22 novembre la prima edizione del “Reggio photo fest”, in altre parole il festival del fotogiornalismo italiano e internazionale organizzato dall’associazione culturale “Ater Raster” e dall’assessorato comunale ai Beni Culturali e Grandi Eventi, retto da Antonella Freno con la direzione artistica dei fotoreporter Francesco Cufari ed Adriana Sapone. Il festival sarà un’occasione per conoscere le opere di grandissimi nomi della fotografia internazionale, che giungeranno a Reggio anche per esporre le loro realizzazioni. Cittadini e turisti potranno perciò ammirare centinaia di scatti provenienti da tutto il mondo. Nell’ambito del festival, che sarà ospitato dall’elegante cornice rappresentata dal foyer del teatro Francesco Cilea, si terrà anche il contest “Reggio in pixel”, al quale hanno già aderito numerosi fotoamatori e diversi professionisti del settore. Si tratta di un’occasione che il Comune di Reggio Calabria, insieme ai due direttori artistici, desidera offrire ai

REGGIO C. - Giornata mondiale del diabete Un avvenimento parte per la Locride dalla storica Gerace. Il sito più rappresentativo del territorio sarà la piazza privilegiata dalla quale decollerà per la zona la tre giorni dedicata alla giornata mondiale di sensibilizzazione sul diabete. La Cattedrale si accenderà di luci giorno 14, e rimarrà così visibile sino al 17 novembre. Il programma della tre giorni di manifestazione prevedrà nell’ordine: nel pomeriggio dioggi, alle ore 18.00, nella Chiesa di S. Francesco di Gerace, si svolgerà un incontro pubblico di informazione scientifica riguardante le novità più recenti del trattamento del diabete in età pediatrica. L’iniziativa, organizzata dall’amministrazione Comunale di Gerace e all’azienda sanitaria di Locri, in collaborazione con l’associazione Giovani diabetici della Locride (Agdl), vedrà la partecipazione in qualità di relatori dei pediatri del servizio ospedaliero di diabetologia pediatrica dell’ospedale di Locri. Quindi giorno 16 novembre, la manifestazione toccherà la piazza dei Martiri di Locri, a partire dalle ore 9.00. In questo caso azienda sanitaria ed il Comune di Locri, in collaborazione con le associazioni dei pazienti con diabete e di altre associazioni di volontariato, organizzeranno una giornata di informazione e di sensibilizzazione sul diabete. Durante la giornata, in piazza, medici e pediatri dei servizi ospedalieri di diabetologia dell’ospedale di Locri eseguiranno gratuitamente, a tutti coloro che ne faranno richiesta, un controllo riguardante alcuni fattori di rischio e la determinazione della glicemia su goccia di sangue prelevata con semplice puntura del dito. REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma prevede: novembre: oggi,Le stelle del tango nel mondo (danza) - Gran galà internazionale di tango; 17-18, Giorgio Albertazzi (prosa) - Lezioni americane; 21-22, concerto M° Julian Kovatchev (concertistica); dicembre: 5-7, Turandot (opera lirica); 13-14, Politeama Genovese - Teatro Colosseo - Teatro ventaglio smeraldo - “Hair”; 16-17, Russian state ballet - Mosca (danza); 22-23, concerto lirico di Natale - M° C. Montanaro; gennaio: 10-11, compagnia opera Italia (danza) - Carmen..una storia mediterranea; 16-17-18, Teatro stabile del Veneto (prosa) - Peccato che sia una sgualdrina; 24-25, concerti sinfonici - M° J. Kovatchev; 30-31, Komiko procduction - Miseria e nobiltà; febbraio: 78, compagnia del balletto Mimma Testa - Capricci e bisticci ovvero la Principessa sul pisello; 13-14-15, Teatro stabile La contrada di Trieste (prosa) - Il divo Garry; 22-24, Il pipistrello (lirica); 25-26, Nautilus pictures - Fiore di cactus; marzo: 12, concerti sinfonici - M° Veronesi; 21-22, Ballet de 2Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; 27-28-29, Teatro Bellini di Napoli - Masaniello; aprile: 3-4-5, I due della Città del sole (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; 9-10, concerti sinfonici - M° Moranti; 15-16, Candoco dance company London (danza) - Double bill; 18-20,Werther (lirica); 26-27-28, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; maggio: 9, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino al 7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30, al mattino, e dalle 16.30 alle 19.00, al pomeriggio.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Incontri di storia, letteratura e psicologia”, ciclo di appuntamenti nella Città dello Stretto

Sagra dei vini a Reggio Calabria IL CARTELLONE

Concerto di Gianni Morandi prossimamente in località Pentimele

REGGIO C. - “Crivu”, conclusione rassegna Oggi si concluderà la rassegna di workshop e performance d'arte "Crivu" che vede collaborare con il Museo dello Srumento Musicale di Reggio Calabria ( il museo si trova proprio dietro la Pineta Zerbi ) e l'associazione socio-culturale "Liberi tutti" con il duo "Fragments of Sound" composto da Giancarlo e Francesco Mazzù. Il 16 novembre ci sarà l'ultimo appuntamento "Fragments of Sound" ed anche in quest'occasione la performance prevede due parti: il WorkShop con inizio alle ore 18.00 e la Performance con inizio alle ore 21.00, intervallati da un aperitivo-buffet con qualche stuzzichino e del buon vino offerto dal Museo dello Strumento Musicale. Il suono come effetto della vibrazione di un corpo. Suoni arcaici ed elettronici si mescolano continuamente, creando associazioni e dissonanze cangianti in un universo di emozioni generate, in tempo reale, dai due musicisti. Questo proporranno Giancarlo Mazzù (e(c)lectric guitar, loops, digital and analog delay, radio, noises) e Francesco Mazzù (tibetan and indian bells, drums, singing bowls, salterio, stones) domenica pomeriggio dalle 18.00. Costo iscrizione: performance euro 5; workshop + performance euro 8. REGGIO C. - Sagre di prodotti calabresi Il Club Unesco promuove una cultura di pace, incentivando lo scambio internazionale e la conoscenza delle culture delle diverse comunità di stranieri residenti in città. In tal senso, di concerto con Il Tipico (che ne ha proposto l’organizzazione), ha co-organizzato una serie di sagre per la valorizzazione dei prodotti tipici locali. Si svolgono di sabato sera, e sono aperte ai soci di questo club Unesco Re Italo, ed ai simpatizzanti (Soci di Accademia Kronos Calabria e di altre Associazioni Culturali ed Ambientali), nonché ai soci del CinefotoClub Vanni Andreoni di Reggio e del centro studi Colocrisi. Presso i locali de Il Tipico, viene allestita una mostra di prodotti artigianali, foto d’autore, dipinti e sculture sugli argomenti di volta in volta trattati. L’iniziativa, denominata Vini e Sapori, è articolata con il seguente programma: oggi, ore 20.00, circa, sagra dei vini. La sagra si svolge presso la sede del centro studi Colocrisi a Sambatello di Gallico, nell’ambito delle manifestazioni indette dall’associazione. Sabato 22 novembre, ore 20.00, circa, sagra del miele. I soci possono gustare i prodotti tipici locali, come da menù, provvedendo al rimborso individuale (per i costi di acquisto degli alimenti e la preparazione), alla struttura ospitante de Il Tipico, di euro 10,00 per ciascuna serata. REGGIO C. - Premio Anassilaos Oggi, alle ore 17.30, presso la sala Nicholas Green consiglio regionale della Calabria si terrà il premio Anassilaos, arte cultura economia e scienze XX edizione. Premio Anassilaos per la pace papa Giovanni Paolo II. Incontri: domenica 16 novembre, ore 19.30, presso la chiesa San Giorgio al Corso, lectio di Don Mauro Fotia sul tema "Ricordando Don Raimondo Lico/ impegno culturale dei cattolici e crescita religiosa e civile della Calabria", interverranno: Don Antonio Santoro e Giandiego Carastro. In occasione della giornata internazionale della violenza contro le donne (25 novembre), intervento di Amnesty international sezione di Reggio Calabria. In occasione del ventennale del premio poste italiane ha concesso uno speciale annullo filatelico. Uno stand sarà presente presso la sala Green durante la cerimonia di premiazione. Nel 10° anniversario della scomparsa del poeta Emilio Argiroffi, verrà donata al pubblico presente la raccolta Il Cimento della parola sconosciuta, Laruffa editore. Alle personalità insignite del premio in dono un'opera realizzata dall'artista Gloria Oliveti. REGGIO C. - Campionato di danza sportiva Si terrà al PalaCalafiore di Reggio Calabria, oggi ed il 16 novembre, la seconda gara di campionato interregionale - Serie B di danza sportiva. REGGIO C. - “Clé per Cri”, iniziativa Le Clementine Igp di Calabria saranno protagoniste dell’iniziativa “Clé per Cri - il frutto del tuo cuore…per la Sicurezza Stradale”, promossa a Reggio Calabria dalla Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale e dalla Croce Rossa Italiana, in collaborazione con Groupama Assicurazioni, per sostenere progetti di sensibilizzazione e informazione, volti a combattere il terribile dramma dell’incidentalità stradale nel nostro Paese. Domenica 16 novembre in piazza Duomo a Reggio Calabria, sotto il gazebo della Croce Rossa Italiana, verranno distribuiti, a fronte di una offerta, sacchetti da 1 kg di clementine del Consorzio Clementine Igp di Calabria, insieme a materiale informativo sulle iniziative, in tema di sicurezza stradale, sviluppate dalla Fondazione Ania e da Groupama Assicurazioni. I fondi raccolti andranno a sostenere progetti di sicurezza stradale, con l’obiettivo di prevenire gli incidenti e ridurre drasticamente il numero di vittime sulle strade. L’iniziativa di solidarietà avrà come testimonial il calciatore della Nazionale Italiana e centrocampi-

sta del Milan, Rino Gattuso, fondatore dell'Associazione 'Forza Ragazzi' che promuove attività a favore dei giovani. REGGIO C. - Iniziative contro il carovita Domenica 16 novembre, Rifondazione Comunista organizza in tutta Italia “300 piazze contro il carovita e a favore del referendum abrogativo Lodo Alfano”, con banchetti, volantinaggi, presidi da parte dei circoli Prc. Questi gli appuntamenti previsti nell’ambito della provincia di Reggio Calabria: Reggio Calabria, ore 10.00/13.00, P.zza S.Giorgio al Corso; Reggio Calabria, ore 10.00/13.00, Quartiere RC Modena; Reggio Calabria, ore 10.00/13.00, Aereoporto RC Ravagnese; Caulonia (Rc), ore 9.30/12.30, Piazza Bottari; Roccella Jonica (Rc), ore 10.00/22.00, P.zza S.Vittorio; Africo (Rc), ore 10.00/13.00, P.zza Municipio; Cinquefrondi (Rc), ore 10.00/13.00, P.zza della Repubblica; Polistena (Rc), ore 10.00/13.00, Villa Comunale. REGGIO C. - Rassegna del circolo Zavattini Con l’anteprima costituita dal film sul cambiamento delle donne italiane tra anni ’60 e ’70 “Vogliamo anche le rose” di Alina Marazzi ha preso il via la rassegna annuale del circolo del cinema “Cesare Zavattini”. Particolare importanza riveste però la manifestazione collegata al film della regista milanese. La serata è infatti organizzata con gli uffici delle consigliere di Parità della Regione Calabria Stella Ciarletta e della Provincia di Reggio Calabria Daniela De Blasio. Sarà ospite la giornalista reggina Adele Cambria e il vice presidente della Giunta regionale Domenico Cersosimo. La rassegna, che accompagnerà i soci dello “Zavattini” prosegueil 17 novembre, con Sfiorarsi di Angelo Orlando;il 24 novembre, con Coverboy di Carmine Amoroso, e infine lunedì 1 dicembre, Jimmy della collina di Enrico Pau. Il costo della tessera per tutte le proiezioni è di 15 euro. Le proiezioni avranno luogo presso il Cineteatro Aurora e i tesserati avranno l’opportunità di scegliere tra due proiezioni che si svolgeranno presso il Cinema Aurora in Via S. Caterina alle ore 18.00 e alle ore 21.00, ad eccezione della serata d’apertura del 29 settembre, che inizierà alle 20.00, e per la quale l'ingresso è libero. REGGIO C. - “Il Sud verso il federalismo” Mercoledì 19 alle ore 16.30, presso la Sala conferenze del dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, economiche e sociali della Facoltà di Giurisprudenza - via T. Campanella, n. 38 Reggio Calabria – si terrà il convegno “Il Sud verso il federalismo”. Ai saluti del rettore Massimo Giovannini, seguiranno tre relazioni: nell’ordine, del prof. Antonino Spadaro - ordinario di Diritto costituzionale nell’Università Mediterranea, del prof. Lucio Villari, ordinario di Storia contemporanea nell’Università di Roma 3 e dell’on. Agazio Loiero, presidente della Giunta e della Regione Calabria. REGGIO C. - Convegno Cia Mercoledì 19 novembre, alle ore 10.00, la Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria terrà a Reggio Calabria un convegno sul tema “Più efficienza, meno burocrazia, maggiore competitività delle imprese calabresi”. L’iniziativa si svolgerà nella sala “Nicholas Green del Consiglio regionale e sarà aperta dal presidente della Cia di Reggio, Antonino Inuso e coordinata dal vice presidente della Cia calabrese, Michele Drosi, mentre porteranno il loro saluto il presidente del consiglio regionale, Giuseppe Bova e il presidente della provincia di Reggio, Giuseppe Morabito. I lavori proseguiranno con la relazione introduttiva del presidente della Cia calabrese, Giuseppe Mangone e gli interventi dei consiglieri regionali, Egidio Chiarella e Franco Morelli, del presidente della CIA toscana, Giordano Pascucci e dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Mario Pirillo. Le conclusioni saranno fatte dal presidente della Cia nazionale, Giuseppe Politi. REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 19 novembre, ore 17.00-19.00, autore Leopardi, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. A. Monorchio; 17 dicembre, ore 17.00-19.00, autore Hawthorne, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; 21 gennaio 2009,ore 17.00-19.00, autore Kafka, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa S. Cordiani; 18 febbraio, ore 17.00-19.00, autore D'Annunzio, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dott.ssa D. Belmondo, dott.ssa R. Nucera; 18 marzo, ore 17.00-19.00, autore Faulkner, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa F. Farano; 15 aprile, ore

17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 13 maggio, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; 10 giugno, ore 17.00-19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; 15 luglio, ore 17.00-19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dr. Paolo Praticò. REGGIO C. - Seminari della Fondazione Field Nel pomeriggio di giorno 28 novembre e nella mattinata del 29 novembre, a Reggio Calabria nelle sedi del Consiglio regionale e provinciale, si terranno i seminari di studi annuali della fondazione Field, organizzati unitamente alla Regione Calabria. L'appuntamento di quest'anno avrà come tema: "Pubbliche amministrazioni per lo sviluppo locale", e vedrà la partecipazione di autorevoli studiosi e testimonial. Programma: 28 novembre, alle ore 15.00, presso la sala consiglio regionale della Calabria, saluti: Giuseppe Bova, presidente del consiglio regionale della Calabria; Anna Nucera, consigliera di amministrazione Field; relazioni: Antonio Viscomi, ordinario diritto del lavoro Università degli studi Magna Graecia; Francesco Manganaro, ordinario di diritto amministrativo univesità degli studi "Mediterranea" Reggio Calabria; Enrico Caterini, ordinario di diritto privato università della Calabria, Cosenza; Francesco Timpano, ordinario di politica economica università cattolica del Sacro Cuore Piacenza; Vittorio Daniele, ricercatore di economia politica università degli studi "Magna Graecia" Catanzaro; interventi: Luigi Bulotta, dirigente generale bilancio e patrimonio Regione Calabria; Anna Maria Cardamone, dirigente generale fondazione Field; Domenico Carnevale, dirigente generale dipartimento lavoro, politiche famiglia, formazione professionale, cooperazione e volontariato Regione Calabria; Giuseppe Fragomeni, dirigente generale presidenza giunta Regione Calabria; Andrea Guerzoni, dirigente generale dipartimento tutele della salute e politiche sanitarie Regione Calabria; Antonio Izzo, dirigente generale personale Regione Calabria; Salvatore Orlando, dirigente generale dipartimento programmazione nazionale e comunitaria Regione Calabria; conclusione: Demetrio Naccari Carlizzi, assessore bilancio e patrimonio della Regione Calabria. Giorno 29 novembre, alle 9.30, presso la sala consiglio provincia di Reggio Calabria, saluti: Giuseppe Morabito, presidente della provincia di Reggio Calabria; Francesco Cicione, consigliere di amministrazione Field; introduce: Antonio Viscomi, università degli studi "Magna Graecia" Catanzaro; intervengono: Carmela Frascà, assessore al Personale Regione Calabria; Mario Maiolo, assessore al Lavoro Regione Calabria; Roberto Occhiuto, segretario del Comitato per la Legislazione e componente della VI Commissione (Finanze) - Camera dei Deputati; Tiziano Treu, vice presidente della XI commissione permanente lavoro e previdenza sociale - senato della Repubblica; coordina: Mario Muzzì, presidente fondazione Field; intervista al presidente della Giunta regionale della Calabria Agazio Loiero dal tema: "Federalismo e organizzazione burocratica. Opportunità e vincoli per la Regione Calabria”, con i giornalisti: Domenico Nunnari, Paolo Pollicheni, Tonino Licordari, Massimo Tigani Sava. REGGIO C. - “Expo dello Stretto” Calabria eventi associazione promozionale, presenta la 1ª Expo dello Stretto. La nuova mostra mercato con spettacoli, convegni, degustazioni, intrattenimento, luna park, artigianato, antiquariato, edilizia, che si terrà il 5-6-7-8 dicembre, a Reggio Calabria presso il parco Pentimele. Ingresso gratuito. Info: 348/2774698 - calabriaeventi.rc@libero.it. REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni che hanno come tema la montagna o, più genericamente, il rapporto tra uomo e ambiente naturale. Le proiezioni, a ingresso libero, avranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma: martedì 9 dicembre, martedì 16 dicembre, martedì 13 gennaio 2009, martedì 10 febbraio, martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno 2009. REGGIO C. - Gianni Morandi con “Grazie a tutti” Confermati i due concerti reggini del tour "Grazie a tutti" di Gianni Morandi per l’ 8 e il 9 aprile 2009. I concerti inizieranno alle ore 21.00. La tendostruttura sarà installata in località Pentimele, nei pressi del Palasport. Previsti due tipi di biglietto: poltronissima euro 40.00 e tribuna euro 30, compreso diritti di prevendita. I due concerti di Gianni Morandi a Reggio Calabria fanno parte di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore italiano e godono del patrocinio e della collaborazione dell' assessorato comunale alla Cultura.


42 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Inaugurazione del secondo salone del Vino Novello domani in programma a Rende

“Cineforum” a Soverato IL CARTELLONE

“Il mio paese”, proiezione del film oggi pomeriggio a Rossano

RENDE (Cs) - Secondo salone del Vino Novello Domenica 16 novembre, alle 18 presso il Museo del Presente a Rende, verrà inaugurato il secondo salone del Vino Novello del Meridione a cui prenderanno parte circa 15 produttori selezionati di vino novello delle 5 regioni meridionali: Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata e Campania. Sara presente al taglio del nastro il vicepresidente della Provincia di Cosenza, Domenico Bevacqua e rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Rende. RENDE (Cs) - Corso formativo di lingua spagnola L’Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali (Iscapi), che ha sede presso l’Università della Calabria, ha organizzato un corso formativo in “Full Immersion” di lingua spagnola e cultura colombiana. Il corso è organizzato nell’ambito del programma Pitagora Mundus in collaborazione con l’Universidad Sergio Arboleda di Bogotà. Il corso avrà inizio il 24 novembre 2008 con una durata complessiva di 12 settimane – tra l’Iscapi (in Italia) e l’ Università Sergio Arboleda (Bogotá,Colombia)e si articola in 3 periodi di studio. Il primo periodo si svolgerà a Cosenza e comprende 20 ore di insegnamento suddiviso in 2 lezioni settimanali di 150 min. Il corso propone lo sviluppo di due macro-aree linguistiche, quali la comprensione e l’interazione orale e la comprensione e produzione di brani scritti. Gli obiettivi inerenti la prima macro-area si basano su attività formative che mirano al raggiungimento di competenze pratiche, mentre per quanto riguarda la seconda macro-area, si mira al raggiungimento di competenza di analisi e produzione di testi scritti. Il secondo periodo si svolgerà a Bogotà in Colombia e prevede 4 settimane di studio presso l’Università Sergio Arboleda, Bogotá- Colombia, articolato in lezioni, seminari, workshop. Il terzo periodo conclusivo del corso avrà luogo a Cosenza e prevede la preparazione per l’esame Dele (Diploma de Español como Lengua Extranjera), attraverso lezioni frontali che si svolgeranno nell’arco di 3 settimane, per un totale di 12 ore suddivise in due incontri settimanali. La domanda di iscrizione va presentata entro e non oltre le ore 1.00 dioggiutilizzando il sito dell’Iscapi www.iscapi.org nell’area formazione – corsi di lingua. Al termine del corso sarà rilasciata la relativa certificazione da parte dell’Iscapi e dall’Università Sergio Arboleda di Bogotà. Al termine del corso, agli studenti che ne faranno richiesta sarà rilasciato l’attestato di iscrizione all’esame per l’ottenimento della certificazione Dele – Diplomas de Español como Lengua Extranjera. Info: 0984/493131 - 348/9389612 - info.colombia@iscapi.org. RENDE (Cs) - “Incontriamoci a teatro” Il teatro Garden Rende presenta "Incontriamociateatro" stagione teatrale 08/09. 28-29-30 novembre, "Così è se vi pare" di Luigi Pirandello, regia di Massimo Castri; 07-08 dicembre, "'900 napoletano" con Gennaro Cannavacciuolo e Rosaria De Cicco; 18-19 dicembre, Angela Pagano "Lillipupa", regia Antonio Calenda; 10-11 gennaio, La scampagnata dai tre disperati Francesca da Rimini. Le frasi più comiche del teatro classico napoletano Giovanni Esposito, Tonino Taiuti, con la partecipazione di Antonio Casagrande, regia di Antonio Casagrande; 27-28 gennaio (fuori abbonamento) Croatian national ballet theatre "Il lago dei cigni" musiche Piotr Ilich Chaikovskij; 12-13 febbraio, Giorgio Albertazzi "lezioni americane" di Italo Calvino; 17-18 febbraio, Gianfranco Jannuzzo, Daniela Poggi, "il divo Garry" di Noel Coward; 13-14 marzo, Marina Malfatti "Va' dove ti porta il cuore" dal best seller di Susanna Tamaro; 04-05 aprile, "Per tutti" di e con Alessandro Siani; 21-22 aprile, Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino d'aranci fatto in casa" di Neil Simon; data da definire, centro teatrale Meridionale "Liolà" di Luigi Pirandello. Inizio spettacoli ore 20.30. Biglietti e/o abbonamenti: 0984/795699. Info: 0962/905416 0984/33912. RENDE (Cs) - “J&B”, prossimi corsi J&B servizi organizzazione e metodo, presenta i prossimi corsi. "Buone pratiche di relazione, comunicazione ed assistenza” (II edizione), presso l'aula magna Università della Calabria, 6 e 7 - 13 e 14 dicembre, ore 9.00 - 17.00, crediti 36, destinatari: tutte le professioni sanitarie. Per informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria nei giorni dal lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 alle 13.00, al numero 0984/837852. ROSSANO (Cs) - “I 10 anni dell’Uem e dell’Euro” L’Ufficio Europa del Comune di Rossano rende noto che, per celebrare il decimo anniversario dell’Euro, la Commissione Europa lancia Eurocompetition, un concorso on line rivolto ai giovani europei. Eurocompetition invita gli studenti - di età compresa tra i 10 e i 14 anni - della “zona Euro” e della Slovacchia a prendere parte alle celebrazioni realizzando un poster sul tema “I 10 anni dell’Uem e dell’Euro”. I poster dovranno esprimere i pensieri dei partecipanti su ciò che l’Euro ha fatto per i cittadini europei, quali benefici ha portato l’unione monetaria e come vedono il futuro della mo-

neta unica. Il bando di concorso è aperto fino al 31 dicembre 2008. Una giuria di esperti selezionerà 16 vincitori nazionali, ciascuno dei quali si aggiudicherà una fotocamera digitale e la possibilità di vedere il proprio poster stampato ed esposto alla mostra della Commissione Europea di Bruxelles. Fra questi 16 sarà scelto un vincitore assoluto che riceverà un premio speciale, per ora coperto dal segreto. ROSSANO (Cs) - Settimana della cultura In occasione della settimana della cultura d'impresaoggi,alle ore 17.00, si terrà la proiezione del film documento "Il mio paese"; domenica 16 novembre, alle ore 17.00, radici di stile. I gioielli incontrano l'oro nero di Calabria, presso il museo della Liquirizia "Giorgio Amarelli" auditorium. ROSSANO (Cs) - Stabilizzazione precari, incontro L’assessore al Personale Giovanni Zagarese ha concordato con i sindacati confederali, un incontro, previsto per lunedì 17 novembre, alle ore 12.30, presso la sala Giunta della sede comunale, per affrontare la questione della stabilizzazione occupazionale dei lavoratori Lpu ed Lsu. In particolare si discuterà del Dgr n. 550 del 4 agosto 2008 riguardante la stabilizzazione dei precari. SANT’AGATA DEL B. (Rc) - Infanzia e adolescenza In occasione del 19° anniversario della convenzione sui diritti dell’infanzia, in collaborazione con altre realtà parrocchiali, l’oratorio “Il Solco” propone la "Giornata per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza", presso la chiesa di Sant'Agata V e M, giorno 20 novembre, alle ore 17.45. SCALEA (Cs) - Federazione regionale Verdi, incontro La federazione regionale dei Verdi, invita all'appuntameto di Scalea, oggi, alle ore 16.30, presso la sala convegni Hotel Sea Breeze - Via del Mare, 2. Tema dell'incontro: I Parchi Marini della Regione Calabria- Riviera dei Cedri... una prospettiva di sviluppo sostenibile. Introduce: Palmiro Manco, portavoce Verdi Scalea; intervengono: Mario Maiolo, assessore alle Politiche comunitarie Regione Calabria; Antonio Acri, consigliere Regionale - presidente commissione ambiente Regione Calabria; Vincenzo Farina, presidente regionale assoturismo - Confesercenti Calabria; Antonio Nicoletti, consigliere nazionale Legambiente; Piero Di Giuseppe, associazione Amici Parco marino della Riviera dei Cedri; Damiano Guagliardi, assessore al turismo Regione Calabria; Diego Tommasi, consigliere nazionale della federazione dei Verdi; partecipano: ass. Amici del Parco Marino - Ass. Ecologisti del Lao - Vas Calabria - Ass. La Scossa. SERRASTRETTA (Cz) - Dalida, rappresentazione Rappresentazione teatrale di Rachele Ammendola sul dramma umano di Dalida, a Serrastrettail 22 novembre, alle ore 21, nei locali dell’ex Parco Pingitore. SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza su www.movidacommunity.it. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: oggi Lella Costa – Amleto di William Shakespeare; 28 – 29 novembre Peter Pan il Musical regia Maurizio Colombi; 19 dicembre Compagnia Donati Olesen Comedy Show regia G. Donati e J. Olesen; 3 gennaio Caprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraio Hair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprile Sorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Cineforum, seconda stagione E’ iniziata, presso la sala conferenze dell'Istituto tecnico statale per Geometri, via Trento e Trieste, Soverato, la seconda stagione di Cineforum. Il tema affrontato quest'anno sarà: emigrazione e integrazione razziale nel cinema. Il calendario del Cineforum sarà il seguente: giovedì 27,ore 9.00, proiezione del film "Saimir"; ore 10.30 pausa; ore 11.00, incontro

con l'avv. Eugenio Attanasio e con il prof. Giovanni Scarfò. Dibattito con gli studenti. L’11 dicembre, ore 9.00, proiezione del film "Lettere dal Sahara"; ore 11.00 pausa; ore 11.15 incontro con il regista Vittorio De Seta, Cissokho Soungoutouba, con l'avv. E. Attanasio ed il prof. Giovanni Scarfò. SOVERIA M. (Cz) - Giornata dell’emergenza cardiaca Uo pronto soccorso ospedale Soveria Mannelli, Uo cardiologia Utic con emodinamica e cardiologia interventistica, Ao "Pugliese-Ciaccio" Catanzaro, centro hub di riferimento per l'area del Reventino, "La giornata dell'emergenza cardiologica", a Soveria Mannelli - Conflenti, il 17 novembre. “Ruolo dell'ospedale di Soveria Mannelli nel piano per l'emergenza cardiologica territoriale - area del reventino” è il tema dell’iniziativa. SOVERIA M. (Cz) - A “La Rosa nel bicchiere” La Rosa nel bicchiere propone un percorso di degustazione, riscoperta e rivalutazione dei prodotti e della cucina tradizionali attraverso un calendario di serate a tema legate allo scorrere delle stagioni. I prossimi appuntamenti: sabato 29 e domenica 30 novembre, Week end castagne. Programma: sabato 13 dicembre, “Il baccalà”. Un week-end tra i sapori e i colori di un nuovo mese. Cena a tema, passeggiata domenicale con raccolta delle castagne, caldarroste e tartufo alle castagne, caminetto scoppiettante, pranzo della domenica. Vini: Novello Cantine Lento; Novello Cantine Statti. E’ possibile prenotare l’intero week end o solo la domenica. Tutti i sabato sera e per tutto il periodo natalizio nella tavernetta de La Rosa nel bicchiere Wine bar, degustazione taglieri di salumi e formaggi, musica e crêpes flambées. Info: 0968/666668 – 349/6886589 - www.larosanelbicchiere.it. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it. SQUILLACE (Cz) - Seminario Eferir Calabria Oggi, con inizio alle ore 9.00 si terrà a Squillace (Cz) presso la sede dell’Eferir, un seminario di aggiornamento sul “Nuovo testo unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro” con particolare riferimento ai cantieri edili. Il seminario è stato organizzato dall’Eferir Calabria (Scuola edile) e si rivolge a tecnici, imprese, pubbliche amministrazioni, direttori di cantiere e responsabili della sicurezza con l’obiettivo di fornire ai partecipanti le conoscenze, i contenuti operativi e gli elementi fondamentali in tema di gestione del rischio nei cantieri temporanei e mobili. In questa occasione il prof. Francesco Suraci dell’Università di Reggio Calabria, docente di “Project Management Gestione Opere Pubbliche e Cantiere”, Progettazione e Organizzazione e Sicurezza nel Cantiere” e “Progettazione Esecutiva” terrà una lezione magistrale dal tema: “Testo Unico della Sicurezza DLgs. 9 aprile 2008, n. 81: ruolo dei vari operatori nel processo edilizio con particolare riferimento al cantiere”. SQUILLACE (Cz) - Aggiornamento per imprese Agrimedformazione (Formazione e innovazione tecnologica). Aggiornamento professionale (alta formazione) di sostegno per professionisti e imprese dal tema: “Testo Unico della sicurezza Dlgs. 9 aprile 2008, n. 81: ruolo dei vari operatori nel processo edilizio con particolare riferimento al cantiere, che si terrà presso la sede Efepir, Squillace Centro storico, Contrada Miciulla (vicino caserma dei carabinieri), oggi,alle ore 9.00. Per iscrizione inviare una e-mail con i propri dati anagrafici, indirizzo di posta elettronica e numero di telefono a: masterefepircalabria@alice.it - 0961/911220. Quota di partecipazione: costo zero per i partecipanti. (Trattasi di attività promozionale e di sostegno per professionisti e imprese). Ai partecipanti verrà rilasciato l’attestato di frequenza al corso di aggiornamento professionale. Presentazione: dr. Tommaso Innocenti (Presidente Efepir Calabria). Posti disponibili: max 60 posti. Le lezioni sono frontali - durata dell’aggiornamento cinque ore. Info: www.progettazioneinnovazione.com - www.lavoripubblici.biz. SQUILLACE (Cz) - Convegno Magna Graecia E’ stato presentato il convegno della rete di scuole “Magna Graecia”, presso la Sala Consiliare del Comune di Borgia, previsto per il 19 novembre presso il Villaggio Club Porto Rhoca di Squillace Lido, dove si terrà il convegno della rete di scuole “Magna Graecia”. Al convegno parteciperanno delegazioni delle 20 scuole in rete, posizionate sull’intero territorio regionale, delegazioni di istituzioni scolastiche provenienti dalla Grecia nonché rappresentanti di Enti locali della Calabria e della Grecia.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 43

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Esposizione di due nuove opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

“I Venerdì della Dante Alighieri” a Vibo IL CARTELLONE

Convegno nazionale di studi su Cesare Pavese a Vibo Valentia

STALETTI’ (Cz) - Conoscenza del vino Venerdì 28 novembrea partire dalle ore 20.00, presso il Blanca Cruz nella cornice del Golfo di Stalettì, si terrà un percorso di avvicinamento e conoscenza del vino nonchè dell'abbinamento con il cibo; tale percorso si articolerà in più incontri dove verranno esposti i principi dell'enologia, la valutazione visiva olfattiva e gustativa del vino e le basi dell'abbinamento enogastronomico. A condurre tale percorso sarà il sommelier Ais Iuliano che presterà le proprie conoscenze scientifiche. Non solo vino di qualità ma anche alta cucina diretta dallo chef Massimo Fratto. Info: 333/5736483. STALETTI’ (Cz) - “ManGiando e Parlando diVino” La Tavernella wine a restaurant organizza “ManGiando e Parlando diVino... percorso di avvicinamento al vino”. Si tratta di 5 incontri con il sommelier Roberto Iuliano che avranno inizio il 28 novembre, alle ore 20.30. Per la partecipazione è necessaria l'iscrizione. Info: 333/5736483. STALETTI’ (Cz) - Fondazione “Città solidale”, cena La Fondazione "Città Solidale" Onlus da molti anni si occupa di dare sollievo a varie forme di disagio sociale organizzando e gestendo l'accoglienza di minori a rischio di devianza, di donne e minori vittime di maltrattamento, di persone senza fissa dimora e di adulti italiani e stranieri in difficoltà. Per la condivisione di questi obiettivi si sta organizzando una cena di beneficenza che si terrà al Villaggio Guglielmo di Copanello l'11 dicembre. Info 0961/780321. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TIRIOLO (Cz) - Sagra delle castagne Le Proloco associate: Tiriolo, S.Pietro Apostolo, Pratora, Amato e Settingiano presentano "La sagra delle castagne". Oggi, a S. Pietro Apostolo, la Pro Loco, capeggiata dalla presidente Rosetta Mazza, ci farà degustare quanti più possibili piatti tipici a base di farina di castagna, non mancheranno i dolci al miele di castagna e naturalmente non mancherà l'accompagnamento folk. Le fisarmoniche e gli organetti allieteranno la manifestazione. Proseguiremo in quel di Amato, che pur non essendo un borgo a caratteristiche tipicamente castanicole, già da parecchio tempo svolge una funzione di traino per questo prodotto. La Pro loco presenterà delle novità caratteristiche della farina di castagna e non potranno certo mancare "le caldarroste", il folklore e gli organetti faranno compagnia agli astanti. La manifestazione avrà inizio alle 16.00. Il tempo delle castagne conclude la sua passeggiata a Tiriolo, laddove ad aspettare gli ospiti ci saranno le ciambelle di castagna, i dolci al miele di castagna e non ultimo "Sua eccellenza la caldarrosta". I balli sociali, la fisarmonica e gli organetti ci accompagneranno per tutto il pomeriggio. I prodotti saranno distribuiti gratuitamente dalla Pro loco di Tiriolo, guidata dal presidente Paone e dai suoi collaboratori: Paonessa, Ferragina, Donato, Paone, Colacino, Lubello. Specialità castanicole potranno essere degustate al residence alberghiero "Due Mari". TIRIOLO (Cz) - “Lottiamo contro il fuoco” Oggi, alle 16.00, al Centro attività sociali di Tiriolo, convegno “Lottiamo contro il fuoco. Discutiamo insieme sulla campagna Aib 2008”. Programma: saluto del presidente dell'ass.ne; saluto del sindaco di Tiriolo; relazioni: ass.ne "Diavoli Rossi": relazione attività Aib 2008, esperienza dei volontari del servizio civile "Le mappe del rischio incendi boschivi; un esempio: il Comune di Tiriolo" a cura di Raffaele Paone; com.nte prov.le Cfs dott. Spanò; com.nte prov.le Vvf,

ing. Occhiuzzi; rappresentante della Regione Calabria; rappresentante/i del dipartimento naz.le della Pc; coordina: Maria Rita Galati, giornalista di "Calabria Ora"; interventi: prefettura di Catanzaro, vice prefetto dott. Pultrone, presidente Amministrazione prov. di Catanzaro, com.te reg.le Cfs gen. Caracciolo, dir. reg. settore protezione civile, dott. D. La Gamma, dir. Pc amministrazione prov. di Catanzaro, presidente Csv di Catanzaro, Caterina Salerno; rappresentanti delle organizzazioni del volontariato; dibattito. VIBO V. - Convegno di studi su Cesare Pavese Organizzato e sponsorizzato dalla Giacinto Callipo Conserve Alimentari Spa, si svolgerà oggi presso il Valentianum di Vibo Valentia, con inizio alle 9.15 un convegno nazionale di studi su Cesare Pavese dal titolo: “Un respiro profondo di mare. La Calabria di Cesare Pavese”. Parteciperanno all’iniziativa: Elio Gioanola (Univ.Genova), Mariarosa Masoero (Univ. Torino), Anco Marzio Mutterle (Univ. Venezia), Gianni Venturi (Univ. Firenze). Preziose testimonianze saranno rese dal Prof. Vito Teti (Unical) e da Mario Dondero, fotoreporter famoso in tutto il mondo. Ha confermato la sua partecipazione anche il pronipote dello scrittore, il dott. Maurizio Cossa. I lavori saranno introdotti e coordinati da Giovanni Carteri, autore di un trittico pavesiano, pubblicato da Rubbettino, che il Cav. Callipo ha voluto accanto a sé per l’organizzazione della mattinata di studio. La presenza del presidente del Consiglio regionale del Piemonte, avv. Davide Gariglio, dell’assessore alla cultura del Comune di Torino, prof. Fiorenzo Alfieri, del presidente del Consiglio Regionale della Calabria dott. Giuseppe Bova e del vice presidente della Giunta della Regione Calabria, prof. Domenico Cersosimo, sanciscono ulteriormente un rinnovato e fecondo legame Nord-Sud, nel nome di uno scrittore che seppe dare della Calabria un’immagine poeticamente suggestiva. VIBO V. - “Carovana antimafie”, conferenza In viaggio per i diritti, la democrazia e la giustizia sociale. E’ quanto sta facendo la “Carovana antimafie”, una singolare iniziativa organizzata da Libera, Arci e Avviso Pubblico. Circa 100 tappe in tutta la Nazione in un lunga spedizione che nei giorni conclusivi (da oggi al 21 novembre) sarà presente in Calabria e il 19 farà tappa a Vibo Valentia. Alla manifestazione hanno aderito il Comune, l’Utg e la Cgil di Vibo Valentia. Con lo scopo di illustrare il programma che prevede, fra l’altro, il concentramento di autorità, studenti e cittadini in località Feudotto – dove saranno inaugurate una quindicina di nuove vie intitolate a vittime della mafia – e un incontro di studio/convegno che si svolgerà presso la biblioteca comunale, è stata indetta una conferenza stampa per lunedì 17 novembre, alle ore 12.00 nella Sala Giunta di Palazzo Luigi Razza. All’incontro interverranno, insieme al sindaco della città Franco Sammarco, anche i rappresentanti delle associazioni che hanno organizzato e/o aderito alla manifestazione. VIBO V. - “Venerdì della Dante Alighieri” Con la presentazione dei "Venerdì della Dante Alighieri", ha preso il via l'attività di un antico comitato provinciale culturale. Programma: il 21 novembre, Lorenzo Meligrana tratterà il tema "Tra lingua e dialetti", il ritorno del dialetto nell'opera di Mario Roperto "Addoccussì va 'u mundu". VIBO V. - “Vibo - Presepi 2008”, mostra/concorso La Pro Loco di Vibo organizza la IV edizione della mostraconcorso “Vibo-Presepi 2008” che si terrà nella Chiesa rinascimentale di San Michele. La partecipazione è gratuita e suddivisa in due sezioni: privati; scuole, associazioni, enti, ecc... L'autore è libero nella scelta dei materiali da utilizzare e del tema da rappresentare. La tecnica d'esecuzione ed il tema andranno debitamente illustrati nella scheda di presentazione dell'opera che andrà presentata al momento della consegna del presepe. Ogni partecipante può presentare più presepi per la mostra, ma solo due per il concorso. Ogni partecipante dovrà far pervenire i presepi, presso la Chiesa di San Michele con mezzi propri entro e non oltre il 10 dicembre, e ritirarli entro e non oltre il 12 gennaio 2009. I presepi non ritirati entro tale data resteranno in proprietà alla Pro Loco. Giorno ed ora della consegna e del ritiro, vanno preventivamente concordati con la Pro Loco. I presepi verranno giudicati da una giuria competente ed il giudizio sarà insindacabile. L'iscrizione dovrà pervenire, su apposito modello (uno per ogni presepe presentato), entro e non oltre il 29 novembre, presso la Pro Loco e potrà avvenire anche via fax (0963 45300) o tramite e-mail : info@prolocovibovalentia.it. Le domande pervenute oltre i termini fissati non saranno prese in considerazione, o comunque, esaminate dopo quelle prodotte nei tempi utili. La mostra, la cui inaugurazione avverrà sabato 13 dicembre, alle ore 18.00, resterà aperta sino al 5 gennaio 2009, nei seguenti orari: tutti i giorni: ore 10.00 - 12.00/ 17.00 - 20.00. A mezzanotte del 24, la Chiesa accoglierà la suggestiva “ Processione del Bambinello” con personaggi in costume ed accompagnata dalla dolce musica degli zampognari e dal “Gran Falò di Natale”.

CALABRIA - “Prim’olio”, IX edizione L'associazione “Saperi e sapori” presenta la IX edizione di Prim’Olio (giornate internazionali per la valorizzazione dell'olivicoltura Mediterranea). Eventi previsti: 17 - 22 novembre, III edizione di Frantoi Aperti, visite guidate negli oleifici regionali con possibilità di degustazione e acquisto degli oli extra vergini d’oliva di nuova produzione; 28 novembre, ore 19.30, presso Hotel President - Siderno, serata a tema sull’olio d'oliva oro giallo di Calabria....prezioso alimento, organizzato in collaborazione con il Rotary Club Locri; 11 dicembre, presso l'università di Bologna - facoltà di agraria, presentazione gli oli extravergini Calabresi ed altre specialità regionali peculiarità organolettiche e tipicità. CALABRIA - Un “matrimonio piccante” La Divina Commedia recitata in Italiano e subito dopo in dialetto calabrese. La nduja di Spilinga abbinata al Chianti classico. L’Accademia del peperoncino ha organizzato un vero e proprio “matrimonio piccante” fra la Calabria e la Toscana a conclusione del tour che vuole esportare fuori regione la formula vincente del peperoncino Festival di Diamante. L’appuntamento è a Pisa fino al 16 novembre nella splendida cornice della “Stazione Leopolda” che per l’occasione diventa “LeopoldaPic”. CALABRIA - Stage oliogastronomico Fino a oggi, l’olio calabrese è al centro dello stage tematico“Oliogastronomico” degli studenti del terzo anno dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo (Cn). Grazie all’associazione Saperi e Sapori di Palmi, che organizza la nona edizione della manifestazione PrimOlio - giornate per la valorizzazione dell’olivicoltura mediterranea - 11 studenti, tra cui 4 stranieri, saranno ospiti sul territorio calabrese principalmente per scoprire le produzioni artigianali dell’olio. Oggi, gli studenti visiteranno le aziende agricole Statti e De Lorenzo a Lamezia Terme. CALABRIA - La Mannoia apre “Fatti di Musica” Sarà Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale ad aprire il 12 marzo al Teatro Garden di Rende ed il 13 marzo al Teatro Cilea di Reggio Calabria "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", la XXIII edizione della rassegna del live d'autore italiano, ideata e diretta da Ruggero Pegna, che presenta e premia con il "Riccio d'argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore di ogni stagione.La rassegna ha il patrocinio dell' assessorato regionale al Turismo e Spettacolo. La vendita dei biglietti partirà lunedì 1 dicembre in tutte le prevendite autorizzate elencate sul sito www.ruggeropegna.it. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per informazioni: 0968/441888. CALABRIA - “Accademia del Tempo libero” E’ già in corso il programma per il mese di novembre dell’“Accademia del tempo Libero”. Numerose le attività culturali, ricreative e sportive che riempiranno le giornate dei soci. Da questo mese, infatti, sono previsti incontri anche al mattino con corsi di yoga, di training autogeno e di bocce. Il ricco programma del sodalizio culminerà oggi con un appuntamento musicale molto interessante: il “Concerto di fiati”, eseguito dalla “Concert Band” di Melicucco, diretta dai Maestri Maurizio Managò e Gaetano Pisano; flauto Solista il M.° Alessandro Carere. Lunedì 17 si svolgerà la riunione del gruppo di lavoro del settore “Cultura”; martedì 18 appuntamento per un viaggio ideale con “Immagini dal mondo”, a cura di Antonio Dimauro; mercoledì 19 riunione di gruppo “Progetti”; giovedì 20 “Giacomo Puccini e il suo tempo”, soprano Federika Gallo: un tuffo indietro nel tempo con la voce di Carlo Vicedomini che commenterà l’ambiente storico dell’epoca con la regia di Maurizio Bascià. Sabato 22 e domenica 23i soci saranno visiteranno Cosenza, Spezzano, Altomonte e Lungro. Il gruppo “Animazione e ricreazione” si riunirà lunedì 24; martedì 25 verrà trasmesso il “Video sulla Varia di Palmi” a cura di Enzo Barone, immagini inedite di Calabria a cura di Antonio Sollazzo. Mercoledì 26 si terrà la riunione del “Settore Giovani”;giovedì 27 sarà ospite dell’Accademia Elio Musco, specialista in Gerontologia, Geriatria e Neurofisiopatologia-Università di Firenze per parlare di “Genetica-Ambiente-Fortuna”. Il mese dell’Accademia si concluderà il 29 novembre con i Giochi a squadre, regia di Bruno Aloi. CALABRIA - “Autunno ecologista” "Autunno ecologista", programma delle giornate di dibattiti e approfondimenti politici promossi dalla federazione regionale dei Verdi Calabria. Programma: "Educazione ambientale" a Crotone oggi; "Controlli ambientali e qualità della vita", a Sibari, domenica 16 novembre 2008; "Protocollo di Kyoto: Energia rinnovabile", a Montalto Uffugo, sabato 22 novembre 2008; "Il ruolo della Sinistra nel nostro paese", a Paola (Cs), sabato 29 novembre.


il Domani Sabato 15 Novembre 2008 45

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LOTTO & SUPERENALOTTO

A CURA DI PASQUALE SANTILIO*

La figura 9 non fornisce ambi su Tutte da tre estrazioni: due ruote pronte ad ospitare una coppia

Firenze e Milano alla prova del 9 ROMA - Magro bottino quello realizzato con l’estrazione di giovedì 13 novembre; infatti, abbiamo vinto l’ 88 consigliato a Torino nel box delle previsioni qui a lato. Mentre sembra inarrestabile la corsa della cadenza 3 che, su Tutte non produce ambi da sei concorsi, si fa interessante il ritardo maturato dalla figura 9 (9-18-27-36-45-54-63-72-81-90) che, sempre su Tutte, non si presenta con almeno una coppia dei suoi componenti, da tre estrazioni. Inoltre, abbiamo anche considerato il ritardo della cinquina pentagonale 18-36-54-72-90 che manca all’ appello su Tutte da 15 turni e che della figura 9 é un sottogruppo. Pertanto, possiamo già definire la previsione da seguire per le prossime cinque estrazioni: punteremo sulla cinquina 18-36-54-72-90 per le sorti di ambo e terno sulle ruote di Firenze e Milano mentre, su Tutte, considereremo la stessa solo per terno. Infatti, non sarebbe remunerativo puntare sull’ ambo, poiché in caso di vincita, riscuoteremmo un premio pari a circa 2,5 volte la cifra scommessa. Su Tutte, invece, vi suggeriamo l’ ambo forma-

to da 18 e 90 che, naturalmente, rappresenta una valida soluzione anche per le ruote fisse di Firenze e Milano dove questi elementi possono essere giocati anche come ambate. Il tempo di gioco é, come detto, di cinque estrazioni sospendendo il gioco al conseguimento della prima vincita ottenuta con le modalità poc’ anzi indicate. Al fine di assicurarci comunque la vincita, vi consigliamo di scommettere l’ intera formazione, per ambo e terno, sia a Firenze che a Milano. In questa occasione, desideriamo spendere qualche parola a proposito di una sorte di gioco poco seguita dagli appassionati, vale a dire l’ estratto determinato che, a differenza dell’ estratto semplice, paga un premio di circa 51 volte la cifra puntata. Per rimanere nell’ ambito della previsione sinora trattata, potremmo giocare il 18 e il 90 nelle posizioni terza e quarta sui compartimenti indicati; la sortita di uno dei due, non pregiudica il corso dell’ intero pronostico che, quindi, andrà seguito come innanzi specificato.

CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE TUTTE

N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT. N UM. RIT.

29 88 3 77 13 62 18 79 64 78 74 101 49 89 3 96 41 95 43 102 37 66 1 8

62 88 88 59 68 62 23 78 11 68 11 87 46 72 30 70 68 81 14 90 2 64 5 6

4 67 25 51 8 53 48 58 74 55 54 58 1 64 77 67 24 63 40 61 3 60 60 6

Bari Cagliari Firenze Genova Milano Napoli Palermo Roma Torino Venezia Nazionale

3 33 19 30 2 1 7 5 19 70 40

Le previsioni sono valide per ambata, ambo e terno

59 64 31 47 90 51 54 50 28 48 9 49 31 61 36 63 90 56 81 55 62 48 67 5

64 62 13 46 54 47 25 48 84 47 59 49 79 57 59 63 72 54 87 52 72 48 4 4

13 53 86 44 45 44 83 44 33 43 56 46 18 54 35 55 32 50 29 49 1 45 18 4

1 43 53 43 17 40 33 41 77 41 63 41 8 53 23 50 16 49 25 47 69 36 21 4

47 39 61 41 30 39 10 40 19 39 69 40 51 49 12 44 15 47 24 43 61 32 25 4

58 39 27 39 27 37 32 39 25 39 26 35 45 48 5 40 21 38 88 40 55 29 44 4

78 39 44 36 12 36 53 37 60 37 14 34 14 46 32 40 30 38 38 39 89 29 69 4

N UM. FREQ. UM. CAGLIARI FNREQ . N UM. FIRENZE FREQ. N UM. GENOVA FREQ. N UM. MILANO FREQ. N UM. NAPOLI FREQ. UM. PALERMO FNREQ . N UM. ROMA FREQ. N UM. TORINO FREQ. N UM. VENEZIA FREQ. UM. NAZIONALE FNREQ . N UM. TUTTE FREQ.

BARI

ROMA - Se il ritardo attuale é di 6 turni, a fronte di un massimo storico di 11 concorsi, allora abbiamo buone probabilità di successo puntando sui numeri della decina 70-79. Anche in questa circostanza, abbiamo fatto ricorso al criterio delle cosiddette convergenze trattate la volta scorsa; infatti, i numeri 79 e 72, oltre ad appartenere alla decina ricordata, sono anche componenti, rispettivamente, della cadenza 9 e della figura 9, vale a dire due delle serie tradizionali maggiormente scompensate nell’ ultimo periodo. Un’ altra fissa quasi obbligata, é il 45 di cui abbiamo ampiamente parlato sin dal nostro primo appuntamento su queste pagine; non c’é molto da aggiungere, poiché l’ elemento in que-

stione ha dalla sua tante peculiarità statistiche che gli conferiscono un elevato grado di attendibilità a breve scadenza. Quali altri numeri considerare per la composizione del sistema? Sicuramente quelli appartenenti a formazioni avare di sortite nella sestina dall’ inizio dell’ anno, quali i numeri della decina 40-49, della cadenza 9 e della figura 9 che, sono proprio le serie poc’ anzi analizzate.

50 17 42 16 32 16 73 17 24 17 16 19 21 15 34 19 26 16 84 19 25 17 20 117

90 17 47 16 70 15 12 16 16 16 20 16 47 15 18 17 14 15 51 17 15 16 84 116

70 16 15 15 81 15 14 16 44 16 23 15 71 15 23 17 19 15 73 17 27 16 88 116

4

34

78 16 64 15 6 14 68 16 65 16 72 15 86 15 72 17 75 15 34 16 39 16 42 114

3 15 78 15 14 14 2 14 81 15 2 14 88 15 11 16 20 14 18 15 20 15 22 112

8 15 81 15 20 14 7 14 82 15 19 14 89 15 28 16 27 14 82 15 74 15 72 112

69 15 84 15 57 14 9 14 7 14 37 14 26 14 84 16 76 14 83 15 11 14 81 112

87 15 17 14 63 14 13 14 8 14 39 14 30 14 55 15 77 14 27 14 18 14 90 112

2 14 41 14 89 14 31 14 36 14 50 14 35 14 63 15 85 14 53 14 33 14 23 111

11 10 9 9 11 8 9 11 9

84 82 104 91 84 89 108 100 80

2272 2243 2286 2307 2230 2284 2316 2292 2284

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 9 serie figurali, nella sestina.

Decine 0 1 2 3 4 5 6 7 8

1 0 0 0 1 2 1 6 0

8 13 9 14 11 11 8 11 13

95 75 83 113 64 94 97 93 108

2290 2234 2131 2200 2216 2225 2328 2384 2506

I ritardi attuali e storici, così come le frequenze, di un numero di ciascuna delle 10 decine, nella sestina.

I dieci numeri più in ritardo 86

52

48

34.500.000,00 €

N UM. RIT.

45

83

40 56 84 69

62 64 87

29

123

86

52

40

36

35

34

31

87 66 79

76

3

90

51

49

45

I dieci numeri più frequenti IN SESTINA

N UM. FREQ.

88

81

Cad. R.A. R.S. F.A. F.S. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0

0 1 2 0 0 0 0 1 3 0

12 13 11 13 9 12 10 10 12 12

107 91 73 76 70 84 77 86 65 93

2118 2069 2078 2029 2052 2064 2004 2049 2017 2034

I ritardi attuali e storici così come le frequenze, di un elemento di ciascuna delle 10 cadenze, nella sestina.

Dec. R.A. R.S. F.A. F.S.

45-72-79-49-77-38-73-1-89 90-18-5-60-21-83-4-29

80

1 1 1 0 0 0 1 0 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9

Scommetteremo su 17 numeri da giocare a garanzia del “4” per una spesa di 17 euro; questo é il sistema più conveniente per il rapporto numeri in giocospesa- garanzia di vincita. L’ elaborato può essere anche considerato per più concorsi specie in assenza di numeri estratti.

IN SESTINA

31

Cadenze

Fig. R.A. R.S. F.A. F.S.

Pronostico della settimana

Così l’ultimo concorso:

Jackpot previsto di

22 19 33 16 10 16 79 18 17 20 13 19 62 18 20 20 9 16 8 19 17 19 78 118

Figure

Sono tre le fisse del nostro sistema: oltre al super ritardatario 45, ecco 72 e 79 per provare la scalata al ricco jackpot

24

NAZIONALE 48 51 59

I dieci numeri più frequenti

Stop alla decina 70-79: 72 e 79 ci provano

17

69 90 70 39 80 88 77 89 79 79 49

La decina 70-79 continua la latitanza nella sestina

SUPERENALOTTO

15

33 39 40 33 59 49 55 50 55 77 44

ESTRAZIONE N. 137 DEL 13/11/2008 BARI 86 23 76 28 14 CAGLIARI 29 24 47 14 51 FIRENZE 80 49 82 43 89 GENOVA 49 89 22 66 79 MILANO 17 15 35 61 82 NAPOLI 31 89 12 77 58 PALERMO 86 24 37 40 83 ROMA 15 84 16 9 46 TORINO 31 75 47 88 54 VENEZIA 52 51 32 2 7

* Direttore responsabile SuperLotto

I dieci numeri più in ritardo BARI

Previsioni

83

275 263 261 259 259 258 253 252 252 251

Super

Lotto in edicola lunedì e venerdì


46 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

GIOCHI & SCOMMESSE

A CURA DELLA REDAZIONE DI

Da prendere la vittoria con handicap di Manchester Utd e Barcellona

Derby e Napoli, saranno due «X»? to del Treviso. Non dovrebbe fallire: «1». Lo scontro diretto tra TriestinaVicenza è da «Under» sicuro. Infine ispira l’«1» di Salernitana-Rimini. In Inghilterra Manchester Utd-Stoke è da «1 con handicap». Dovrebbero vincere in casa anche Everton, Blackburn e West Ham mentre appare scontato il «2» del Chelsea contro il WBA. BlackburnSunderland è da «Under» mentre Bolton-Liverpool è da «No Goal». In Spagna la base può essere il «2 con handicap» del Barcellona, in striscia positiva, contro il Rec. Huelva. Da provare anche un altro «2», quello del Villarreal a Malaga. Atl. Madrid-Dep. La Coruna è, infine, da «Under» annunciato. In Germania, infine, merita fiducia il Bayern, di scena a M’Gladbach. Hertha-Amburgo vale un «2» a sorpresa. Da prendere anche l’«1» del Werder con il Colonia e dello Stoccarda contro un Bielfeld in crisi.

Atalanta-Napoli Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

4.80 9.40 18 5.60 4.35

2-1

5

2-X

2-2

18 9.40 3.85

SERIE A

SERIE A

1ª giocata

1-X

1-2

2-1

2-X

2-2

1.5

21

42 2.75 8.8 17.5 32

X-2

21

20

4-1 4-2 4-3

1-0 2-0

80

70 80 140

8.25 6.5 10.5 6.5

0-1 0-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

0-1 0-2

1-2

11 9.25 32 17 33

60

50 65 130

26 50

29 300 55 85 300 300 240 260

0-0 1-1

2-2

0-0 1-1

8

6

1-2 2-2

Quote

4-0

44 19 35 3-3 4-4 altro

16.5 65 200 22

Palermo-Inter Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

7.6

11 16.5 7.8

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

4.8 3.95 16.5 11 2.65

SERIE A

Quote

SERIE A

2ª giocata

Parziale-finale (45°-90°) X-X

2-1

3-0 3-1 3-2

4-0

4-1 4-2 4-3

0-4

1-4 2-4 3-4

37

29 50 120

6.5 8.5

9

18 14 30

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

17

65 200 16

9

6.5

Empoli-Grosseto Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

X-2

2.65 10.5 21 3.85 4.6

2-1

8

2-X

2-2

21 10.5 7.85

Risultato esatto al 90°

9.6

19 4.75 4.35 5.8 19.5 9.6

47 65 130

48 20 36

90

75 80 140

0-0 1-1

9

6

X-1

X-X

X-2

2-1

2-X

2-2

15

16

17 13.5 6.6

3.2

16

16 1.85

1-1

2

4-0

2-2

3-3 4-4 altro

14

65 190 20

X-X

X-2

2-1

13.5 27 3.25 5.4

1-X

1-2

X-1

11

25 13.5 12

2-X

2-2

Risultato esatto al 90° 2-1

3-0 3-1 3-2

4-0

9

12.5 10.5 25

22

20 36 75

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

15.5 30

17

2.2 3.3 50 280 300 130 150

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

10

15

70 240 12

7

8

4-1 4-2 4-3

M’Gladbach-Bayern Parziale-finale (45°-90°) 1-1

1-X

1-2

X-1

X-X

12

14

17

11

5.8 3.35 16

Risultato esatto al 90° 3-0 3-1 3-2

1-2

4-1 4-2 4-3

Parziale-finale (45°-90°)

10 18.5 13 100 27 47 170 150 110 180

1-2

2-1

Arsenal-Aston Villa

0-1 0-2

1-X

5

1-4 2-4 3-4

1-4 2-4 3-4

Parziale-finale (45°-90°)

2-2

0-4

0-4

1-1

2-X

0-3 1-3 2-3

0-1 0-2

Rec. Huelva-Barcellona

2-1

55

1-0 2-0

60 190 16

X-2

4-0

6.5

16

X-X

3-0 3-1 3-2

30 50 120

7.75 6

X-1

7 10.5 9.25 29 16.5 32

4-1 4-2 4-3

3-3 4-4 altro

3-3 4-4 altro

3.6

39

2-2

1-4 2-4 3-4

1-2

4-0

0-0 1-1

0-4

1-X

3-0 3-1 3-2 0-3 1-3 2-3

0-3 1-3 2-3

Parziale-finale (45°-90°)

6.5 8.75 8.75 19 14 30 1-2

4-1 4-2 4-3

1-1

8 13.5 10

Quote

2-1

4-0

32 11.5 10 24 95

Roma-Lazio

0-1 0-2

BUNDES L.

1-0 2-0

8

16 12.5 23 110 300 6.75

1-0 2-0

Quote

0-3 1-3 2-3

3-0 3-1 3-2

Risultato esatto al 90°

PREMIER L.

1-2

2-1

X-2

2-1

2-X

4-0

1-0 2-0

2-1

4-1 4-2 4-3

1-0 2-0

2-1

17 33

22 300 37 66 300 300 160 170

13.5 24

16 180 29 48 250 280 120 140

4-1 4-2 4-3

0-1 0-2

1-2

0-4

1-4 2-4 3-4

0-1 0-2

1-2

0-3 1-3 2-3

0-4

1-4 2-4 3-4

17

17 30 75

6.5

8.5

12 10 25

22

20 33 75

2-2

3-3 4-4 altro

11.5 8.75 15

70 240 13

0-0 1-1

2-2

3-3 4-4 altro

12

17

75 260 8.5

9

Quote

0-3 1-3 2-3

6.75 6.75 8.75 10 10 26

7

0-0 1-1

partita

1

X

2

U

O

G

NG

15.00 15.00 15.00 15.00 20.30 20.30 15.00 15.00 15.00

3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527

1 2 3 5 6 7 8 9 10

Atalanta-Napoli Cagliari-Fiorentina Catania-Torino Milan-Chievo Palermo-Inter Roma-Lazio Sampdoria-Lecce Siena-Bologna Udinese-Reggina

2.90 3.00 2.00 1.16 4.20 2.40 1.60 1.95 1.37

2.80 2.85 2.85 6.00 3.20 3.00 3.33 2.85 4.00

2.55 2.45 4.10 15.00 1.85 2.90 6.00 4.30 9.00

1.70 1.70 1.65 1.95 1.82 1.78 1.68 1.70 1.90

1.95 1.95 2.03 1.70 1.82 1.86 1.98 1.95 1.74

1.75 1.75 1.85 1.90 1.75 1.65 1.85 1.82 1.85

1.89 1.89 1.79 1.74 1.89 2.03 1.79 1.82 1.79

12 13 14 15 16 17 18 19 20 21

Ascoli-Parma Avellino-Brescia Bari-Ancona Cittadella-Albinoleffe Livorno-Treviso Modena-Frosinone Piacenza-Sassuolo Salernitana-Rimini Triestina-Vicenza Empoli-Grosseto

3.80 2.72 1.70 2.62 1.40 2.35 2.45 1.87 2.25 1.90

2.95 2.72 3.10 2.72 3.85 2.80 2.80 2.87 2.80 3.00

2.00 2.72 5.20 2.82 8.00 3.10 2.95 4.57 3.33 4.10

1.70 1.60 1.65 1.62 1.77 1.80 1.73 1.75 1.65 1.80

1.91 2.06 1.98 2.02 1.83 1.80 1.87 1.85 1.98 1.80

1.75 1.75 1.78 1.78 1.91 1.72 1.78 1.75 1.78 1.70

1.85 1.85 1.82 1.82 1.70 1.89 1.82 1.85 1.82 1.91

Italia Serie B 15/11 15/11 15/11 15/11 15/11 15/11 15/11 15/11 15/11 17/11

18.00 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 20.45

3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527 3527

Inghilterra Premier League 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 16-11 16-11

13.45 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 16.00 18.30 14.30 17.00

3522 3522 3522 3522 3522 3522 3522 3522 3522 3522

8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Bolton-Liverpool Arsenal-Aston Villa Blackburn-Sunderland Fulham-Tottenham Man Utd-Stoke Newcastle-Wigan West Ham-Portsmouth West Brom-Chelsea Everton-Middlesb Hull-Man City

5.55 1.50 2.10 3.00 1.15 2.00 2.40 11.00 1.80 2.65

3.50 3.65 3.15 3.20 6.00 3.25 3.15 4.55 3.33 3.15

1.60 6.66 3.33 2.25 16.00 3.50 2.80 1.28 4.25 2.50

1.70 1.98 1.70 1.80 2.31 1.80 1.80 2.03 1.75 1.89

1.95 1.68 1.95 1.84 1.50 1.84 1.84 1.65 1.89 1.75

1.82 1.65 1.75 1.65 2.11 1.70 1.65 1.98 1.75 1.60

1.82 2.03 1.89 2.03 1.60 1.95 2.03 1.68 1.89 2.11

15-11 15-11 16-11 16-11 16-11 16-11 16-11 16-11 16-11 16-11

20.00 22.00 17.00 17.00 17.00 17.00 17.00 17.00 19.00 21.00

3535 3535 3535 3535 3535 3535 3535 3535 3535 3535

5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Valladolid-Real Madrid Valencia-Sp. Gijon Getafe-Siviglia Malaga-Villarreal Almeria-Maiorca Atl. Madrid-D. La Coruna Espanyol-Numancia Betis-R. Santander Athl. Bilbao-Osasuna Recr. Huelva-Barcellona

4.65 1.35 2.80 3.33 2.00 1.63 1.70 2.00 2.10 9.00

3.25 4.35 3.15 3.15 3.15 3.55 3.40 3.20 3.15 4.44

1.75 8.00 2.40 2.10 3.65 5.00 4.75 3.55 3.33 1.32

2.31 2.11 1.70 1.80 1.70 1.80 1.70 1.65 1.60 2.39

1.50 1.60 1.95 1.84 1.95 1.84 1.95 2.03 2.11 1.47

1.55 1.80 1.75 1.70 1.75 1.75 1.80 1.80 1.80 1.89

2.20 1.84 1.89 1.95 1.89 1.89 1.84 1.84 1.84 1.75

Stoccarda-A. Bielefeld Leverkusen-Schalke 04 Hertha B.-Amburgo B. Dortmund-Eintracht F. E. Cottbus-Karlsruhe M'Gladbach-Bayern Hoffenheim-Wolfsburg Werder Brema-Colonia

1.35 2.20 2.50 1.68 2.35 6.55 2.10 1.50

4.30 3.20 3.20 3.45 3.20 3.75 3.20 3.75

8.30 3.05 2.60 4.70 2.80 1.48 3.25 6.10

2.26 2.00 1.95 2.06 1.84 2.20 2.44 2.44

1.52 1.67 1.70 1.63 1.80 1.55 1.45 1.45

1.70 1.55 1.60 1.58 1.60 1.60 1.40 1.55

1.95 2.20 2.11 2.14 2.11 2.11 2.60 2.20

Auxerre-Sochaux Le Havre-PSG Le Mans-Valenciennes Marsiglia-Lorient Nancy-Caen Tolosa-Grenoble Lille-St Etienne Nizza-Nantes Rennes-Monaco Lione-Bordeaux

1.92 3.10 1.70 1.45 2.05 1.95 1.70 1.75 1.80 1.70

2.95 2.85 3.15 3.80 2.85 2.95 3.25 3.20 3.15 3.25

4.25 2.35 5.25 7.00 3.85 4.15 4.90 4.80 4.50 5.00

1.55 1.58 1.60 1.85 1.60 1.57 1.65 1.60 1.60 1.70

2.20 2.14 2.11 1.79 2.11 2.16 2.03 2.11 2.11 1.95

1.82 1.78 1.82 1.80 1.78 1.85 1.85 1.80 1.77 1.70

1.82 1.86 1.82 1.84 1.86 1.79 1.79 1.84 1.87 1.95

Germania Bundesliga 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 16-11

15.30 15.30 15.30 15.30 15.30 15.30 15.30 17.00

3518 3518 3518 3518 3518 3518 3518 3518

3 4 5 6 7 8 9 10

Francia Ligue 1 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 15-11 16-11 16-11 16-11

19.00 19.00 19.00 19.00 19.00 19.00 21.00 17.00 17.00 21.00

3520 3520 3520 3520 3520 3520 3520 3520 3520 3520

9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

Le classifiche dei maggiori campionati esteri Francia Inghilterra Spagna Germania Chelsea Liverpool Arsenal Man. Utd Aston Villa Hull Everton Middlesbro’ Portsmouth Fulham Bolton Stoke Man. City West Ham Blackburn Tottenham Wigan Newcastle Sunderland West Brom.

29 29 23 21 20 20 18 17 17 14 14 14 13 13 13 12 12 12 12 11

Barcellona Villarreal Valencia R. Madrid Siviglia D. La Coruna Atl. Madrid Getafe Malaga Santander Espanyol Maiorca Almeria Sp. Gijon Betis Valladolid Recreativo Numancia Ath. Bilbao Osasuna

25 24 23 23 20 15 14 13 13 12 12 12 12 12 11 10 7 7 6 5

Leverkusen Hoffenheim Bayern M. Amburgo Hertha B. Schalke 04 Wolfsburg Colonia B. Dortmund W. Brema Stoccarda Eintracht F. Hannover 96 M’gladbach Karlsruhe Bochum A. Bielefeld E. Cottbus

25 25 24 23 21 20 19 19 18 17 17 13 12 10 10 9 8 6

Lione Marsiglia Bordeaux Rennes Nizza Tolosa Lille Paris Sg Grenoble Le Mans Caen Auxerre Monaco Nancy Lorient Nantes Le Havre St. Etienne Sochaux Valenciennes

30 26 24 22 22 22 20 20 19 18 17 16 16 15 13 12 11 10 9 9

2-2

14 2.08

Risultato esatto al 90° 3-0 3-1 3-2

pal. avv.

Spagna Liga

3-0 3-1 3-2

0-1 0-2

Quote

10 euro = 217,20 euro + ev. bonus

2-1

1-0 2-0

SERIE B

segno quota No Goal 1.82 Under 1.70 Under 1.80 2 2.60 1 1.50

Risultato esatto al 90°

9.5 16.5 12.5 85 25 44 150 130 110 170

Quote

10 euro = 241,47 euro + ev. bonus

1-1

Risultato esatto al 90°

LIGA

10 euro = 359,05 euro + ev. bonus

7.75 12.5 10 7

Quote

segno quota X 2.80 X 3.00 1 1.95 1 1.37 1 1.60

Milan-Chievo

Risultato esatto al 90° 1-0 2-0

16/11 16/11 16/11 16/11 15/11 16/11 16/11 16/11 16/11

squadra segno quota Livorno 1 1.40 Cittadella Under 1.62 Empoli X 3.00 Manchester Utd 1/hc 1.95 Barcellona 2/hc 1.82

X-1

ora

Italia Serie A

I nostri consigli

squadra Bolton Blackburn Atl. Madrid Amburgo Werder

Quote del week-end data

squadra Atalanta Roma Siena Udinese Sampdoria

3ª giocata

ROMA - E’ il derby della capitale il piatto forte della 12ª giornata di serie A. Dalla Roma ci si aspetta un sussulto di orgoglio dopo una partenza ad handicap. Ma è pur vero che la difesa giallorossa fa acqua da tutte le parti. Piacciono la «X» e il «Goal». Un’ottima base è l’«1» del Milan contro il Chievo. Trasferta molto difficile per il Napoli a Bergamo: è un’altra «X» da tentare. Per il resto è probabile che la Sampdoria batta il Lecce, che il Siena pieghi il Bologna e che l’Udinese ottenga contro la Reggina quanto non riuscitogli in coppa Italia. Un ottimo «2», infine, appare quello della Fiorentina a Cagliari. In serie B fari puntati sullo scontro diretto al vertice tra Empoli e Grosseto. Sarà una gara assai equilibrata. Vale la pena provare la «X». Il Sassuolo cerca il colpo a Piacenza. Gli emiliani segnano col contagocce, è un «2» possibile. Il Livorno punta a sfruttare al meglio il calendario andando all’assal-

TS

… la TUA migliore scommessa Ogni martedì e venerdì in edicola


il Domani Sabato 15 Novembre 2008 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

GIOCHI & SCOMMESSE

A CURA DELLA REDAZIONE DI

TGSPORT

Concorso n° 97 del 16/11/2008 - Tra le prime quattro della classifica, rischia di più la Lazio nel derby capitolino

Milan e Udinese da «1», a Roma la tripla 2

ATALANTA-NAPOLI

1

5

MILAN-CHIEVO

Concorso n° 97 del 16 novembre 2008 Atalanta-Napoli Cagliari-Fiorentina Catania-Torino Milan-Chievo Sampdoria-Lecce Siena-Bologna Udinese-Reggina Verona-Novara Paganese-Crotone Padova-Cremonese Spal-Pro Patria Foligno-Cavese Pistoiese-Perugia Roma-Lazio

Concorso n° 96 del 15 novembre 2008 Palermo-Inter Ascoli-Parma Avellino-Brescia Bari-Ancona Cittadella-Albinoleffe Livorno-Treviso Modena-Frosinone Piacenza-Sassuolo Salernitana-Rimini Triestina-Vicenza Arsenal-Aston Villa Fulham-Tottenham Newcastle Utd-Wigan Athl. West Ham-Portsmouth

1 32 27 34 63 46 45 60 28 27 28 52 42 24 36

1 24 27 25 53 31 51 46 33 53 39 60 31 50 46

1

12

21

1

X2 12

FOLIGNO-CAVESE

I precedenti sono 4: 3 vittorie umbre (l’ultima 1-0, in C 07/08) ed 1 della Cavese (2-0 in C-2 05/06). Un solo precedente tra i tecnici: vittoria interna di Indiani su Camplone nella serie C-1 2007/08.

1

1

PAGANESE-CROTONE

Quarto confronto con i padroni di casa imbattuti: 2 affermazioni della Paganese (l’ultima 2-0 in C-2 84/85) ed 1 pari (1-1 in C 77/78). Capuano imbattuto nei 2 precedenti contro Moriero: 1 vittoria ed 1 pari.

X2

1

1X 21

BIG MATCH - Conc. 97 GRUPPO 1

X2 1

Milan - Chievo Sampdoria - Lecce Siena - Bologna Udinese - Reggina Foggia - Benevento Paganese - Crotone

1 1 1

Atalanta - Napoli Cagliari - Fiorentina Catania - Torino Padova - Cremonese Spal - Pro Patria Foligno - Cavese Cittadella - Albinoleffe Modena - Frosinone Piacenza - Sassuolo Triestina - Vicenza Newcastle - Wigan West Ham - Portsmouth

1 1X 1X

Roma - Lazio Verona – Novara Pistoiese - Perugia

Palermo - Inter Arsenal - Aston Villa Fulham - Tottenham

0-1, 1-1, 0-2

BIG MATCH - Conc. 96

ROMA-LAZIO

Sono 73 i derby: 26 vittorie giallorosse (ultima 3-2, 07/08), 32 pari (ultimo 0-0 06/07) e 15 vittorie laziali (ultima 2-1, in C.Italia 97/98). I precedenti tra i tecnici sono 14: 6 per Spalletti, 4 pari e 4 per Rossi.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

123

9

SPAL-PRO PATRIA

Nono confronto a Ferrara e la Spal è imbattuta: 5 vittorie (l’ultima 4-0 in C-1 2003/04) e 3 pari (l’ultimo 1-1 in C-1 1982/83) a proprio favore. Primo confronto ufficiale tra Dolcetti e Lerda.

X

PISTOIESE-PERUGIA

I precedenti a Pistoia sono 22: 11 vittorie toscane (ultima 1-0, in C-1 05/06), 6 pari (ultimo 1-1, in C-1 07/08) e 5 successi umbri (ultimo 1-0, in C.Italia 95/96). Sfida tecnica inedita tra Polverino e Sarri.

14

11

PADOVA-CREMONESE

Sono 26 i precedenti: 11 vittorie venete (ultima, 3-0 in C-1 2006/07), 8 pari (ultimo, 1-1 in C-2 2000/01) e 7 successi grigiorossi (ultimo, 3-2 in C-1 2007/08). Prima sfida tecnica ufficiale tra Sabatini e Iaconi.

13

43

GRUPPO 1

10

VERONA-NOVARA

Sono 17 i precedenti a Verona: 9 vittorie venete (l’ultima 2-1, in C-1 07/08), 5 pari (l’ultimo 0-0, in C. Italia 72/73) e 3 successi del Novara (l’ultimo 2-1, in B 61/62). Sfida inedita tra Remondina e Notaristefano.

1

1

GRUPPO 3

Sono 11 i precedenti ad Udine: 7 successi bianconeri (ultimo 2-0, in A 07/08), 2 pari (ultimo 1-1, in A 06/07) e 2 vittorie amaranto (ultima 2-1, in A 05/06). Primo confronto tra Marino e Orlandi.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

8

UDINESE-REGGINA

A Siena è il quarto confronto ufficiale tra le due formazioni: è sempre finita in pareggio, l’ultima volta per 1-1 nella serie A 2004/05. Prima sfida tecnica ufficiale tra Giampaolo e Mihajlovic.

1

X

SIENA-BOLOGNA

GRUPPO 3

7

2

6

SAMPDORIA-LECCE

A Genova i precedenti sono 16: 8 successi liguri (ultimo 3-0, in A 04/05), 7 pari (ultimo 2-2, in A 03/04) ed 1 vittoria del Lecce (3-1 in A 05/06). Mazzarri contro Beretta: 6 vittorie, 1 pari e 2 sconfitte.

1

3

GRUPPO 2

I precedenti sono 7: 4 successi del Milan (ultimo 31, nella serie A 2006/07) e 3 pari (ultimo 2-2, nella serie A 2003/04). Sempre pari nelle due sfide finora disputate tra i due tecnici, Ancelotti e Di Carlo.

CATANIA-TORINO

Nei 17 precedenti a Catania: 6 successi siciliani (ultimo 1-0, in B 2004/05), 6 pari (ultimo 1-1, in A 2006/07) e 5 vittorie granata (ultima 2-1, in A 2007/08). Primo confronto tra Zenga e De Biasi.

2X

GRUPPO 2

4

I precedenti a Cagliari sono 30: 14 successi sardi (ultimo 2-1, in A 2007/08), 13 pareggi (ultimo 0-0, in A 2005/06) e 3 affermazioni toscane (ultima 2-0, in A 2006/07). Sfida inedita tra Allegri e Prandelli.

X21

1X2 432

Ascoli - Parma Avellino - Brescia Bari - Ancona Livorno - Treviso Salernitana - Rimini West Bromwich - Chelsea

Il nostro picchetto X 2 0-1 2 3 35 36 42 33 36 35 35 37 39 40 34 36 41 34

33 37 24 4 18 20 5 35 34 32 14 22 35 30

32 24 33 20 32 33 19 33 30 29 28 28 32 19

26 27 27 32 26 27 23 27 28 27 30 30 26 25

23 31 24 26 23 24 28 24 24 25 24 24 23 27

1 1 2

4+

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TRIPLA 6 DOPPIE Col. 192 Rid. 24

3 TRIPLE 3 DOPPIE Col. 216 Rid. 24

3 TRIPLE 5 DOPPIE Col. 864 Rid. 96

4 TRIPLE Col. 81 Rid. 9

19 18 16 22 19 16 30 16 18 19 18 18 19 29

1 TRIPLA 4 DOPPIE Col. 48 Rid. 8

X2 X2 X 1 1 1 1 X2 X2 X 1 1 X 1

X2 X2 X 1 1 1 1 X2 X2 X 1 1X X2 1X

X2 X2 X 1 1X 1X 1 X2 X2 X 1 1X X2 1X

X X2 X 1 1 1 1 X X2 X 1 1X X2 1X2

X X2 X 1 1 1 1 X X2 X2 1X 1X X2 1X2

1X2 X2 X 1 1 1 1 X 1X2 X 1 1X X2 1X2

1X2 X2 1X 1 1 1 1 X 1X2 1X 1 1X X2 1X2

1X2 X 1 1 1 1 1 X 1X2 1X2 1 1 X 1X2

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TRIPLA 4 DOPPIE Col. 48 Rid. 8

1 TRIPLA 6 DOPPIE Col. 192 Rid. 24

3 TRIPLE 3 DOPPIE Col. 216 Rid. 24

3 TRIPLE 5 DOPPIE Col. 864 Rid. 96

4 TRIPLE Col. 81 Rid. 9

X2 X2 X2 1 1X 1 1 1X 1 1X 1 X2 1 1

X2 X2 X2 1 1X 1 1 1X 1 1X 1 X2 1X 1X

X2 X2 X2 1 1X 1 1 1X2 1 1 1 X 1 1

X2 X2 X2 1 1X 1 1 1X2 1 1 1 X2 1 1X

1X2 X2 X2 1 1X2 1 1 1X2 1 1 1 X2 1 1

1X2 X2 X2 1 1X2 1 1 1X2 1 1X 1X X2 1 1

1X2 X 1X2 1 1X2 1 1 1X2 1 X X X 1 1

4+

4 DOPPIE Col. 16 Rid. 4

39 37 35 31 41 35 36 35 36 36 30 33 35 36

30 19 19 18 16 20 33 19 19 18 33 29 32 30

X2 X2 X2 1 X 1 1 1X 1 1 1 2 1 1

19 32 32 24 33 22 18 32 29 30 18 19 19 20

23 26 26 32 27 30 23 26 27 28 23 25 23 22

28 23 23 26 24 28 26 23 25 24 26 27 26 28

1X

1-0, 2-0, 2-1

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

Il nostro picchetto X 2 0-1 2 3 37 36 40 16 28 14 18 32 11 25 10 36 15 18

1X 1

4 DOPPIE Col. 16 Rid. 4

Sistemi integrali

Sono 43 i precedenti: 17 successi lombardi (ultimo 5-1, in A 07/08), 19 pari (ultimo 0-0, in B 03/04) e 7 vittorie campane (ultima 3-1, in A 95/96). Una vittoria casalinga per parte tra Del Neri e Reja.

3

CAGLIARI-FIORENTINA

Sistemi integrali

1


48 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

MERCATO

L’AMICHEVOLE DI LUSSO

Il Real a caccia di attaccanti Piacciono Tevez Milito e Crespo

Diretta televisiva in cento Paesi: Italia-Brasile vale 10 milioni

I nerazzurri in campo alle 20,30 a Palermo possono tornare soli in vetta Mourinho sfacciato: “Già stasera non saremo più alla pari con Ranieri”

La parola passa all’Inter Quaresma Serie A: la dodicesima giornata CLASSIFICA ARBITRI e Adriano PARTITE Juventus GIOCATA GIOVEDÌ lasciati a casa Juventus-Genoa 4-1 Inter Milan Ibrahimovic c’è OGGI Napoli 20.30

MILANO - «E’ la Juventus che ha gli stessi punti dell’Inter, e non Ranieri che ha gli stessi miei punti». E’ vigilia di Palermo-Inter, ma per Mourinho e per i nerazzurri soffia già l’aria della prossima sfida con i bianconeri, dopo il loro aggancio alla vetta della classifica con l’anticipo di giovedì sera. C’era stata baruffa tra Mourinho e Ranieri a inizio stagione. Ieri il tecnico portoghese, rispondendo in conferenza stampa, ha voluto chiarire: «Rispetto Ranieri e il suo lavoro, indipendentemente dalle parole che ci siamo scambiati qualche settimana fa». Però, «la mia convinzione è che questa sera non avremo gli stessi punti della Juve, e nemmeno la settimana prossima». Quanto a ’titoli’ per i giornalisti Mourinho non delude mai e anche ieri ne ha distribuiti a piene mani. Tra l’altro, parlando proprio della stampa sportiva. Ha definito «fantastica» quella inglese per come calibra la quantità di attenzione sul calcio, «non paragonabile» a quella italiana, e nemmeno a quella spagnola o portoghese. E poi, sul fronte interno, Mourinho ha aggiunto argomenti al caso Adriano, ancora una volta non convocato (ed è la quinta), e ha sorpreso ancora di più non convocando Quaresma per la gara di Palermo. Eppure, giovedì sera Massimo Moratti ha detto che il caso Adriano è stato un po’ esagerato dalla stampa. Lapidario Mourinho: «Non commento ciò che dice il presidente. Il presidente ha sempre ragione». E comunque, «se non avesse avuto l’influenza, Adriano sarebbe stato convocato». E’ quell’influenza che risale a martedì, comunicata in ritardo da Adriano, e che ha gettato benzina sul fuoco. «Lui è un giocatore come gli altri - ha chiarito Mourinho -. Deve allenarsi tutti i giorni e deve arrivare tutti i giorni come gli altri, deve lavorare come tutti gli altri». «Questa settimana giovedì è

Palermo-Inter

Tagliavento

DOMANI 15.00

Atalanta-Napoli Cagliari-Fiorentina Catania-Torino Milan-Chievo Sampdoria-Lecce Siena-Bologna Udinese-Reggina

Brighi Gava Gervasoni De Marco Trefoloni Valeri Mazzoleni

20.30

Roma-Lazio

Rocchi

*una partita in meno

Lazio Udinese Genoa Fiorentina Catania Palermo Atalanta Siena Lecce Torino Cagliari Sampdoria* Roma* Bologna Chievo Reggina

Borriello salta il match col Chievo Spunta Silva tra i desideri di Emerson

24 24 23 23 22 21 20 20 18 16 14 12 12 11 10 10 8 7 6 5

ANSA-CENTIMETRI

L’allenatore rosanero: “Ce la giocheremo”

Miccoli e Fontana titolari Ballardini si sente sereno PALERMO - E’ sereno, rilassato. La sfuriata del patron Maurizio Zamparini sembra averlo lasciato quasi indifferente. Il tecnico del Palermo Davide Ballardini non si sente messo in discussione. Oggi arriva l’Inter e il tecnico spera che il Barbera stracolmo ispirerà motivazioni e risultati. «Speriamo di giocarcela, non posso dire che vinceremo». Tra i titolari, con ogni probabilità, anche Micstata la prima volta che si è allenato con il gruppo e ieri si è allenato al cento per cento. Per me è poco». Colpo di scena, fuori anche Quaresma. È a causa delle prestazioni non brillanti? Anche Quaresma «è un giocatore come gli altri - ha detto il tecnico - Mancini ha lavorato con impegno per tutta la settimana». Mourinho è comunque soddisfatto di lui, come lo è di Obinna,

coli, che sta recuperando da una botta subita in allenamento. Non sarà della partita, invece, Amelia: al suo posto ’nonno’ Fontana. Difficile l’inserimento dell’attaccante croato Budan, ancora non al massimo. «Budan migliora lentamente - ha spiegato il tecnico rosanero - E’ un giocatore con una stazza particolare e ha avuto grandi problemi fisici. Vediamo». Balotelli, Cruz e naturalmente Ibra. «Abbiamo un gruppo di attaccanti molto forti - ha spiegato - e non posso convocarli tutti». Sicuri presenti, oggi a Palermo, Muntari e Ibra, oltre a Maicon e Cambiasso nonostante entrambi siano diffidati. In allenamento, dice Mourinho, «ho visto un’atmosfera positiva e un rapporto fantastico tra i giocatori. Siamo ottimisti. Sappiamo che

Milan a caccia di punti sfrutta il calendario

Maicon titolare nell’anticipo di Palermo

l’avversario ha qualità, e, sappiamo che loro, quando giocano in casa, sono molto temibili. Sono una squadra difficile da battere, che in questa stagione ha collezionato quattro vittorie su cinque partite casalinghe». Intanto limitazioni alla vendita dei biglietti per Inter-Juve, valutata dall’Osservatorio del Viminale come partita ’a rischio’. La gara, in programma alle 20.30 di sabato 22, potrà essere seguita allo stadio da entrambe le tifoserie ma con il limite fissato dalla prefettura di Milano di un solo biglietto per spettatore. Sancito anche il divieto di cessione dei biglietti. Le probabili formazioni. Palermo (4-3-1-2): 12 Fontana, 16 Cassani, 80 Carrozzieri, 5 Bovo, 42 Balzaretti, 8 Migliaccio, 11 Liverani, 23 Bresciano, 30 Simplicio, 10 Miccoli, 7 Cavani (1 Ujkani, 15 Dellafiore, 24 Kjaer, 14 Guana, 18 Ciaramitaro, 77 Lanzafame, 20 Budan). All. Ballardini Inter (4-4-2): 12 Julio Cesar, 13 Maicon, 2 Cordoba, 25 Samuel, 6 Maxwell, 20 Muntari, 14 Vieira, 19 Cambiasso, 4 Zanetti, 8 Ibrahimovic, 9 Cruz (1 Toldo, 16 Burdisso, 23 Materazzi, 5 Stankovic, 33 Mancini, 21 Obinna, 45 Balotelli). All. Mourinho Arbitro: Tagliavento di Terni

MILANO - Il calendario offre al Milan due occasioni per rosicchiare punti importanti all’Inter. I prossimi ostacoli sulla strada dei rossoneri, Chievo e Torino, sono sulla carta più abbordabili di Palermo e Juventus, con cui faranno i conti i nerazzurri. Ma la lezione di Lecce, con il pareggio subito in extremis, insegna che bisogna prendere ogni partita con le molle. Difficilmente domani Ancelotti potrà già affidarsi a Pirlo, pronto per la panchina. Assente anche Borriello: l’attaccante ieri ha interrotto l’allenamento per un forte dolore alla coscia destra, probabile uno stiramento. Nel frattempo si avvicina la finestra di gennaio del mercato di riparazione, ed Emerson ha consigliato ai dirigenti di via Turati di non perdere l’occasione e assicurarsi il

difensore brasiliano della Fluminense Thiago Silva. «E’ un ragazzo che mi ha colpito, è forte fisicamente e di testa e ha una velocità impressionante» ha detto.

Serie B: le regine d’alta classifica in mano a Bergonzi

Sotto l’ombra del derby toscano il Sassuolo tenta la sua scalata ROMA - Sassuolo e Livorno provano a passare una sera da capolista della serie B in attesa di EmpoliGrosseto che si gioca in posticipo lunedì. Il derby toscano tra le due prime della classe è il match clou

della 14esima giornata della B. Queste le designazioni arbitrali. Ascoli-Parma (alle 18): Farina di Novi Ligure (De Pinto-Stallone/Doveri); Avellino-Brescia: Dondarini di Finale Emilia (Papi-Niccolai/Carbone); Bari-Ancona: Baracani di Firenze (Costa C.-Iannello/Cervellera); Cittadella-Albinoleffe: Candussio di Cervignano (Biasutto- Franzi/ Barbiero); Empoli-Grosseto (lunedì, 20,45): Bergonzi di Genova (Ciancaleoni-Perri/Pecorelli); Livorno-Treviso: Giannoccaro di Lecce (Fiore-Signorile/Irrati); ModenaFrosinone: Girardi di San Donà di Piave (Toscano-Rubino/Vivenzi); Piacenza-Sassuolo: Velotto di Grosseto (D’Agostini-Rossomando/Ostinelli); Salernitana-Rimini: Marelli di Como (Galloni-Ferrandini/Guida); Triestina-Vicenza: Ciampi di Roma (Dobosz-Passeri/Sguizzato).

Sotto la magia delle sue sette vittorie l’anatroccolo bianconero si trasforma in cigno

Polemiche per Maradona, ha assunto il fidanzato della figlia

TORINO - Il Genoa spazzato via come un fuscello e l’Inter a un passo. La favola autunnale bianconera continua: dal brutto anatroccolo di un mese fa, sconfitto in casa dal Palermo e più vicino al fondo che alla testa della classifica, al cigno che insidia il potere nerazzurro, una trasformazione che stupisce tutti tranne Ranieri. Un elemento spicca su ogni altro, il recupero degli uomini importanti, con il progressivo svuotamento dell’infermeria. Ma non basta a spiegare una serie di sette vittorie con avversari che vanno dal Real Madrid alla Ro-

BUENOS AIRES - Ancora polemiche su Maradona in Argentina. Stavolta il neo-ct della nazionale, che oggi parte per la Scozia dove mercoledì la selezione biancoceleste affronta gli ’Highlanders’, ha deciso di portare come suo addetto stampa il fidanzato della figlia Dalma, Fernando Molina di 25 anni, che ha effettuato corsi di giornalismo. Lo scrive il quotidiano ’Clarin’. Oltre a Maradona, il futuro genero e Carlos Bilardo partiranno per Glasgow come aiutanti di campo anche Miguel Angel Lemme, già allenatore di diverse squadre argentine e Alejandro

La Juve si gode l’autunno da favola Del Piero tra Sculli e Ferrari

ma, dal Toro al Genoa. E’ vero, sono tornati Camoranesi, Iaquinta, Legrottaglie, ma la Juventus non ha mai cambiato passo nè atteggia-

mento neppure quando Ranieri era costretto a schierare Ekdal, Knezevic, Marchisio, Giovinco, il Marchionni di un mese fa, che aveva giocato solo un paio di partite, o, buon ultimo, il Tiago messo dentro quasi per disperazione, perchè mancavano tutti. Al portoghese spetta la parte del principe, in questa favola comunque a lieto fine. Ranieri, nel momento difficile, ha rischiato e rilanciato un messaggio forte: nessuno è indispensabile e tutti servono a qualcosa. Le grandi crescite, oltre a Tiago, di Grygera e Marchionni, ne sono una confer-

ma ulteriore. Così la squadra si ritrova più responsabilizzata e consapevole, il che significa, concretamente, che non si sente inferiore a nessuno, neppure all’Inter che affronta tra due sabati non soltanto più con l’atteggiamento del ’rompiscatole’, per dirla alla Ranieri. Ma il miracolo-Juve di queste settimane ha anche una spiegazione in più: la condizione atletica. E poi, una bella mano nel caricare i bianconeri la dà Mourinho, che non perde occasione per punzecchiare. Ma l’Inter ha tutto da perdere, la Juve molto meno.

Un addetto stampa in famiglia Il pibe de oro sistema il “genero”

Mancuso. «Sarà solo per questa partita», hanno però assicurato fonti della federcalcio in merito alla designazione dell’addetto stampa.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 49

Sport

Dal 2016 c’è posto per due discipline in più

Giovedì ha fischiato Juventus-Genoa

Sette sport bussano alle porte dei Giochi

Stakanovista Rocchi Arbitra anche il derby

ROMA - Sono sette gli sport che ieri si sono ufficialmente candidati per entrare a far parte del programma olimpico, a partire dal 2016. Lo rende noto il Cio, specificando che le discipline in questione, sono rugby (nella versione a sette), baseball, softball, karate, squash, golf e pattinaggio a rotelle. Per baseball e softball si tratta di un tentativo di rientro, in quanto dopo aver assegnato medaglie anche a Pechino, sono stati esclusi per Londra 2012. Il Cio ha già messo un limite di 28 discipline per i Giochi del 2016 (ancora da assegnare, la scelta è ristretta a Chicago, Rio, Tokyo e Madrid), e ciò significa che solo due delle sette candidature avranno possibilità di successo. Ora la palla passa al Cio che farà la sua scelta nell’ottobre del 2009 a Copenaghen, dove verrà scelta anche la città sede delle Olimpiadi del 2016.

ROMA - Evento inedito per il calcio italiano: a distanza di soli tre giorni da una partita all’altra, il fiorentino Rocchi dirigerà anticipo e posticipo della medesima giornata del campionato di serie A. Rocchi giovedì ha diretto Juventus-Genoa e farà anche, domani sera, il derby Roma-Lazio. Non è però una novità assoluta per Collina mandare lo stesso arbitro a due partite della stessa giornata, sebbene la distanza temporale delle partite fosse più lunga di tre giorni. Lo scorso anno era accaduto due volte: alla 16/a giornata, il 15 dicembre 2007, Lazio-Juventus venne diretta da Brighi, come pure il recupero Milan-Livorno, disputato il 13 febbraio 2008; alla 31/a giornata, Banti diresse Napoli-Palermo il 30 marzo 2008, ma anche il recupero Juventus-Parma del 16 aprile successivo.

Il baseball e altri sei sport vogliono entrare alle Olimpiadi

Rocchi senza riposo: dopo Juve-Genoa di giovedì, domani arbitrerà il derby di Roma

Il ginocchio operato fa tribolare il numero dieci giallorosso Anche se non al meglio, giocherà la sfida che vale una stagione

Totti spaventa la Roma Taddei in forse Mexes duro: “La classifica fa schifo” ROMA - L’inverno non è ancora arrivato, almeno dal punto di vista del calendario, ma per la Roma è ugualmente tempo di brividi. Provocati non solo dalla posizione in classifica e dalla prospettiva del derby di domenica contro la Lazio, ma anche dalle notizie che arrivano dagli allenamenti: dopo la paura di giovedì per De Rossi, che si è procurato un’infrazione allo scafoide che non dovrebbe impedirgli di scendere in campo, ieri è stato il turno di Totti, il capitano che alla stracittadina tiene da morire. Durante la seduta mattutina il numero 10 si è fermato, è andato in panchina e si è messo il ghiaccio sul ginocchio operato lo scorso aprile. A quel punto per lui non c’è stato lavoro sul campo, ma dopo un iniziale momento di perplessità da Trigoria filtra ottimismo riguardo alla sua presenza in cam-

Delio Rossi schiera la Lazio col tridente e con Dabo

Francesco Totti ha problemi al ginocchio operato, ma al derby non rinuncia. In alto il tecnico della Lazio, Delio Rossi

po. Di sicuro c’è che neppure nella settimana di questa partita, che a Roma vale quasi come un campionato, Spalletti ha potuto lavorare con tranquillità: alle preoccupazioni per i due uomini-simbolo della squadra, il tecnico ha dovuto

Tennis Lo svizzero fuori dal Master

Federer si arrende Murray in semifinale

Andy Murray ha sconfitto ed eliminato dal Master Roger Federer

SHANGHAI - L’allievo che supera il maestro. Per la prima volta dopo otto anni l’ex n.1 del tennis Roger Federer non parteciperà a una semifinale dei Masters: a detronizzare il detentore del titolo è stato il n.4 del ranking Atp e astro nascente Andy Murray battendo lo svizzero in tre set con il punteggio di 4-6, 7-6 (7/3),7-5. Per la prima volta dal suo esordio nel 2002 Federer, vincitore di quattro Masters in carriera, non parteciperà alle semifinali che invece opporranno Murray al russo Nikolay Davydenko e il serbo Novak Djokovic al francese Gilles Simon, il vero vincitore di questa giornata di grande tennis a Shanghai.

aggiungere quelle per Taddei, alle prese con un risentimento muscolare e con il mal di schiena. Questa posizione porta l’allenatore a dover fare di nuovo i conti, tanto per cambiare, con diversi acciaccati al punto che la formazione è

ancora un rebus. Totti alla fine giocherà, ma certo le sue condizioni non sono ottimali, così come quelle di De Rossi e Doni, che andranno in campo con delle fasciature speciali (sulla mano il primo, sulla testa il secondo). Pizarro salterà

la gara per squalifica, Taddei è in forte dubbio, Aquilani resterà fuori. Ma la Roma comunque non ha scuse, e Mexes lo ammette senza problemi. « Il momento è difficile - dice il frances - Mancano i risultati, ma il derby arriva al momento

Rugby Azzurri nel pomeriggio a Torino contro l’Argentina

L’Italia questa volta vuole vincere TORINO - Dopo l’Australia, ecco hanno già sentito: suo zio è Il capitano Parisse: nale, l’Argentina. E questa volta gli apinfatti quel Patricio ’Pato’ Hernanplausi per il bel gioco non basta- “Basta complimenti, dez, calciatore che all’inizio degli no: l’Ital-rugby punta dritto alla fermiamo Hernandez anni 80 indossò la maglia del Torivittoria, che peraltro in questo cano. «Lui è un fenomeno - conferso sarebbe la replica di quella già e ce la possiamo fare” ma Parisse - ma è l’Argentina nel ottenuta a giugno nelsuo complesso che la sfida di Cordoba. dobbiamo temere». Parola di capitan SerPer i Pumas, del regio Parisse che alle sto, la posta in palio 15, nello stadio Olimè parecchio alta: pico di Torino tutto un’altra sconfitta e esaurito, guiderà gli per il giovane tecniazzurri della palla co Santiago Phelan ovale alla riscossa. si spalancherebbero «Perdere contro l’Aule porte su una peristralia ci può stare colosa crisi. Italia-Ardice alla vigilia del gentina ha tutte le secondo Cariparma carte in regola per esTest match - ma quesere un big match. E sta volta, oltre ai La grinta di capitan Parisse per l’Italrugby a dare un pizzico di complimenti, vogliapepe in più a questa mo anche la vittoria». Novantotto sport. Gli azzurri devono fronteg- rivalità c’è anche il fatto che mesi anni dopo la prima gara di rugby giare lo Zidane del pallone ovale, fa l’Argentina (terza ai Mondiali mai disputata in Italia, la voglia Juan Martin Hernandez. Un no- 2007) aveva chiesto di essere amdegli azzurri è quella di scrivere me che allo stadio Olimpico, messa al Sei Nazioni, magari proun’altra gloriosa pagina di questo quando ancora si chiamava Comu- prio a scapito degli azzurri.

giusto: dobbiamo vincere, non abbiamo scelta. Ora facciamo schifo, la classifica non si può guardare, ma i punti in palio sono ancora tanti e ci possiamo rifare». Promessa dal Brasile Ha 9 anni l’ultima promessa del calcio brasiliano: si chiama Caio Werneck e ha scelto la Roma per tentare l’avventura nel pianeta pallone. A raccontare la sua storia sono ’O Globo’ e il sito ’Globoesporte’. Caio, a Trigoria ’coccolato’ dai connazionali Juan e Baptista, punta a diventare difensore centrale e ha scelto come modello Mexes. Lazio con Dabo Delio Rossi appare orientato a schierare il tridente Pandev, Rocchi, Zarate contro la Roma e in mediana il francese Dabo potrebbe giocare al posto di Mauri. Intanto Matuzalem ha ripreso a correre insieme al preparatore.

Deve sciogliere i dubbi sulla candidatura

Meneghin presidente Oggi è il gran giorno

Dino Meneghin oggi dirà se vuole fare il presidente della Federazione

MILANO- Dino Meneghin aspetta l’incontro con i comitati regionali per sciogliere le ultime riserve sulla sua candidatura alla presidenza della federbasket, di cui è stato nominato commissario straordinario dopo le dimissioni di Fausto Maifredi a fine settembre. «Fare il presidente mi piacerebbe ma devo capire se ho il supporto della base altrimenti si rischia di finire nelle sabbie mobili - ha spiegato Meneghin - Oggi incontrerò i comitati regionali e potrebbe essere il giorno decisivo per prendere una decisione in un senso o nell’altro». E sul Ct della nazionale: Recalcati resterà fino agli Europei».


50 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Nevio Orlandi parla del match di domani

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — La Reggi-

na ieri si è allenata sotto lo sguardo vigile del suo patron. Lillo Foti, infatti, ha raggiunto la sua squadra nel ritiro che la ospita ormai da giorni. Nulla di anomalo però nella sua visita. Quella del numero uno del club calabrese è una presenza costante, che soprattutto nei momenti difficili come quello attuale ha un significato: quello di sostenere ed esortare la squadra a non mollare mai. La situazione è estremamente delicata e solo rimanendo uniti si può giungere ad una soluzione. Ieri la squadra ha svolto il penultimo allenamento prima della gara di domani con l’Udinese. Tutto procede secondo i programmi di mister Nevio Orlandi che questa mattina, nel corso della seduta di rifinitura, chiarirà definitivamente le sue idee sulla formazione da mandare in campo contro i friulani. La prima delle due gare giocata mercoledì in coppa secondo Nevio Orlandi «è stata utile ai fini di qualche indicazione per il match di campionato. Oltre aver migliorato la condizione di alcuni elementi che possono tornare utili, sotto l’aspetto tattico ci sono state buone indicazioni». Prima tra tutte quella relativa al giovane portiere Marino, che domani siederà in panchina al posto di Puggioni, rientrato a Reggio per un problema fisico.

«A Udine con buoni propositi...»

Il tecnico amaranto, Nevio Orlandi

«Marino ha dimostrato personalità e sicurezza. Nella gara di mercoledì ha fatto un paio di buoni interventi. E’ un ragazzo che ha sicuramente prospettive», ha detto ancora il trainer il quale poi parlando dell’avversario di domani ha spiegato come l’Udinese sarà diversa rispetto a quella vista mercoledì in coppa Italia: «I bianconeri avranno intanto un atteggiamento diverso considerato che

il campionato per loro è importante, come lo è per noi. Nell’organizzazione e nella velocità di ripartenza, è una squadra molto equilibrata, soprattutto in fase difensiva, quindi concede poco. Visto lo schieramento del reparto arretrato, però, credo che con i nostri calciatori in attacco potremmo fare qualcosa di importante». Anche la Reggina dal canto suo sarà diversa. I cambiamenti riguardano soprattutto la difesa viste le assenze di Lanzaro e Costa. «Cambierà qualcosina anche per noi - ha spiegato infine il trainer - in rapporto allo schieramento dell’Udinese. Ciò non toglie che saremo sempre propositivi nel momento in cui andremo a riconquistare la palla, fermo restando che bisogna stare attenti al reparto offensivo dell’Udinese che è ricco di qualità. Non a caso i suoi giocatori sono nel giro della nazionale. Ovviamente l’assenza di Costa ci farà cambiare qualcosa. Valuteremo quale elemento coprirà al meglio questo ruolo. Credo ci siano buone alternative». Angela Latella

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

ALTRE NUVOLE ALL’ORIZZONTE DELLA REGGINA N

el cielo amaranto è in arrivo una nuova perturbazione. L’ultimo bollettino meteo, diramato dopo la pioggia di Udine, lascia poco spazio all’ottimismo. Difficile ipotizzare cosa accadrà domani al “Friuli”, anche se un nuovo fronte nuvoloso si addensa all’orizzonte della squadra di Lillo Foti. E minaccia un altro temporale di imprevedibile portata. La Reggina, in questo momento, assomiglia ad una casa di tufo che rischia di essere spazzata via dalla pioggia di quest'autunno inoltrato. O la squadra trova un rifugio sicuro, oppure, come un villaggio di poveri pescatori, rischia di essere cancellata. La metafora del maltempo serve per sostenere, ove ve ne fosse ancora bisogno, che il calcio della più grande città della Calabria è uno sport a rischio. E quando oggi in regione si parla di soccer, il pensiero vola alla Reggina. Una squadra che, nel campionato in corso, poggia la sua essenza sulla presunzione di aver fatto bene. Nel calcio non esistono siffatte certezze. Ci sono annate in cui anche una squadra modesta riesce a disputare un ottimo torneo e stagioni caratterizzate dal fallimento ancorché sono stati spesi fior di quattrini. La Reggina è una formazione mediocre che, purtroppo per noi tutti, non può

essere considerata una sorpresa. Quanto poi ai quattrini spesi non ci sembra che il Patron si sia svenato. Foti è stato abile, come al solito, a mantenere la squadra in A. Fino allo scorso torneo il presidente ha avuto ragione. Quest’anno non sappiamo, anche se ci auguriamo che, a maggio del prossimo anno, il popolo amaranto possa, ancora una volta, gridare al miracolo. “Aiutati che il ciel t’aiuta”. Attingiamo dalla saggezza del vecchio mondo contadino per rilevare che il club di via delle Industrie ha fatto poco per evitare di meritare l’attuale ultimo posto. Motivi di bilancio starebbero alla base della parsimonia dei vertici della società. A volte però occorre rischiare, cosa che Lillo Foti, secondo il nostro modestissimo ed opinabile parere, non ha fatto. E oggi stiamo pagando le conseguenze. Il massimo esponente amaranto è convinto di poter resistere alla stagione degli uragani fino al prossimo gennaio. Magari affidandosi alla fortuna. I margini per evitare di essere distanziati dalle formazioni che ci precedono in classifica continuano ad assottigliarsi. E domenica nella partita bis di Udine occorre reagire con orgoglio e dignità. Altrimenti sarà difficile non farsi travolgere della pioggia torrenziale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 51

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Prosegue la preparazione in vista del posticipo di lunedì sera con l’Andria. Si spera nel recupero dei due attaccanti

In attesa di Polani e Galantucci COSENZA

Ieri lodevole iniziativa dei rossoblù, in campo con l’Associazione italiana Persone down

COSENZA — E’ stata una bella matti-

di Cosenza, centrasse l’obiettivo prefissato. A tutti i bambini dell’Associazione italiana Persone Down sezione di Cosenza, la società ha dato appuntamento al San Vito per la partita del 23 novembre con il Monopoli ospiti del Cosenza calcio 1914. Nel pomeriggio è proseguita la preparazione in vista del posticipo che vedrà la truppa rossoblù impegnata allo Stadio Comunale “Degli Ulivi” lunedì sera. Il menù del giorno ha previsto la due porte in famiglia (0-0 con quattro giovani della Berretti impagnati in campo) che ha visto le assenze di Polani e Galantucci. I due attaccanti sono attesi ad un recupero per lunedì ma che comunque non sono stati schierati a scanso di rischi legati ad una qualche ricaduta. Ancora assente forzato è stato Occhiuzzi che pare che per lunedì non possa recuperare. L’infortunio al “Principe” si è dimostrato molto più complicato di quello che sembrava all’inizio: facendo due conti il centrocampista di Cetraro manca oramai da circa un

mese all’appello. Osservando la sgambatura dall’altra parte della rete l’impressione è stata quella per cui si dovrebbe andare verso una riconferma del 4-3-3 ma con uomini diversi in campo. E’ probabile che le differenze rispetto alla gara di domenica contro l’Igea Virtus dovrebbe esserci Danti al posto di Cantoro in avanti ad affiancare Polani e Catania. Se Galantucci, che sembra non soffrire più del problema muscolare che negli ultimi giorni ne sta limitando molto l’impiego, dovesse essere abile e arruolato, allora crediamo che Domenico Danti potrebbe accomodarsi nuovamente in panchina. La formazione che dovrebbe affrontare i biancazzurri di Mister Di Leo (un ex della gara che difeso la porta rossoblù nel 1989-1990) crediamo possa essere: Ambrosi; Bernardi, Moschella, Braca, De Miglio; De Rose, Spinelli, Profeta; Polani, Catania, Galantucci (Danti).

Due vittorie nei due precedenti incontri. Oggi la seduta di rifinitura

tiva è l’altro under, Clasadonte. Secondo “dubbio”, l’attaccante da affiancare a Manca. Giovedì, il baffuto tecnico siciliano ha provato Riccobono al posto di Ragatzu. Sarà così anche domani? Vedremo. Non è esclusa, al di là della rifinitura odierna, una decisione all’ultimo minuto. Poco prima di scendere in campo. Lo schieramento comunque dovrebbe essere: Panìco tra i pali. Linea difensiva da destra a sinistra composta da Di Donato, Ciminari, Filippi e Marinelli. Centrocampo con Ciotti a destra, centrali Carraro e Sanso, con Rondinelli o Riccobono a sinistra. Coppia d’attacco, Manca-Ragatzu (Riccobono). L’incontro di domani sarà diretto da Denis Santonocito di Abbiategrasso Assistenti: Massimiliano Felici di Ciampino e Gianluca Tiburzi di Roma. Infine, secondo fonti societarie scarsa e irrilevante la richiesta di tagliandi proveniente da Noicattaro. Al D’Ippolito dovrebb essere presente un risicato gruppo di dieci sostenitori pugliesi che potrebbero trovare posto in tribuna.

nata all’insegna della festa e del divertimento quella di oggi sul terreno del San Vito. Tutti i calciatori del Cosenza calcio 1914, in divisa da gioco, hanno aderito all’invito dell’Associazione Italiana Persone Down sezione di Cosenza per scattare le fotografie che serviranno alla realizzazione del Calendario 2009 della stessa Associazione. I calciatori del Cosenza e tutti i bambini si sono divertiti, giocando a pallone e calciando i rigori con il bomber Alessio Galantucci nelle inedite vesti di portiere. Momenti di gioia culminati con gli scatti di Riccardo Tucci e la consegna a tutti i bambini presenti questa mattina al San Vito delle maglie ufficiali, delle nuove bandiere e dei palloni. Come al solito, straordinario è stato il contributo dato dall’addetto ai rapporti con la tifoseria Marcello Spadafora per far sì che l’iniziativa, voluta da Lucia Ruggiero, presidente dell’Associazione italiana Persone Down sezione

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

Nella foto l’attaccante Alessio Galantucci. Mister Toscano attende il pieno recupero anche dell’altra punta Enrico Polani.

Al “D’Ippolito” col Noicattaro tradizione favorevole alla Vigor

LAMEZIA TERME — Cresce l’atte-

sa in città per il match di domani contro il Noicattaro. Ambiente sereno e tranquillo, grazie alle due consecutive vittorie esterne (Manfredonia e Barletta) e al pari interno con la Vibonese. La Vigor di Fofò Ammirata, cerca ora di sfatare il tabù del D’Ippolito per conquistare la prima vittoria stagionale fra le mura amiche. E, dea bendata permettendo, l’obiettivo potrebbe essere raggiunto grazie ai precedenti contro la squadra pugliese. Infatti, nei due incontri disputati a Lamezia, il Noicattaro è stato sconfitto in entrambe le occasioni con lo stesso risultato di 2-0. E’ accaduto nella stagione ’98-’99 in

2ª D I V I S I O N E

Nella foto Vincenzo Riccobono Asso nella manica di Fofò Ammirata. Il tecnico punta molto sul fantasista biancoverde per scardinare la difesa del Noicattaro.

serie D e lo scorso anno in C2. Ora, a parte queste considerazioni che naturalmente rappresentano i migliori auspici - i biancoverdi hanno la necessità di confermare quanto di buono fatto nelle ultime tre domenica. La compagine rossonera nelle cui fila milita l’ex difensore Di Muro, precede la Vigor di due punti in classifica. Dunque, per la Vigor si presenta la più ghiotta delle occasione per scavalcare proprio i pugliesi e fare un sensibile passo avanti. Per quanto riguarda gli aspetti tecnico-tattici, Ammirata nella rifinitura di oggi dovrebbe sciogliere alcuni dubbi. Il primo è chi inserire al posto dello squalificato Amita. Sanso resta il favorito. L’alterna-

Potrebbe essere questa la soluzione offensiva nel match di domenica a Monopoli

VIBONESE

Coppia Mastrolilli-Taua Con Melis alle spalle

VIBO VALENTIA — Si va a Mono-

poli attenti a non cadere nella trappola di un ambiente caldo che sta vivendo il rilancio della squadra che da alcune domeniche ha ripreso il suo cammino. Durante la settimana le difficoltà logistiche sono state in qualche modo affrontate agevolmente, anche se alla fine c’è qualcuno che ne ha dovuto pagare il conto: Di Stani, infatti, è ora alle prese con una distorsione alla caviglia che molto probabilmente lo costringerà a disertare completamente il viaggio fino a Monopoli. Non più del gruppo Boemia e Condemi, con Poli che ancora non sembra aver recuperato a pieno la forma, e Di Mauro squa-

L’attaccante vibonese, Mattia Mastrolilli

lificato, per Angelo Galfano le prossime ventiquattrore serviranno per prendere le decisioni che contano sugli undici da far scendere in campo. Se Taua sarà finalmente disponibile, l’allenatore rossoblu sembra essere stuzzicato da un’ipotesi tattica suggestiva: il suo classico 4-3-3 potrebbe assumere caratteristiche più elastiche utilizzando in una situazione di doppia fase Emiliano Melis. Spetterebbe proprio al giocatore dai piedi buoni il compito di trasformare all’occorrenza il 4-3-3 in 44-2 approfittando dell’intelligenza tattica del giocatore che sarebbe così chiamato all’impegnativo compito di fare da terzo

(Ediratio)

r. s.

al duo Mastrolilli-Taua, oppure andando a rafforzare, in caso di necessità il centrocampo che, orfano del cervello Di Mauro vivrà della grinta di Ruscio, del senso tattico di Pirrone, della dinamicità di Kulenthiran. Certo, siamo ancora a livello di ipotesi, visto che i dubbi da sciogliere non sono pochi e riguardano ciascun reparto. Infatti, anche per quanto riguarda la difesa (che vedrà il ritorno di Bianciardi) non tutto è chiarito fino a quando non si capirà quale sia lo stato reale di Poli e quanto grave sia l’infortunio a Di Stani. Insomma, prima di immaginare la probabile formazione, è meglio aspettare. D’altronde, lo stesso Galfano a Ricadi, nel corso della classica partitella del giovedì, questa volta contro il Capo Vaticano, ha preferito mescolare bene le carte e vedere all’opera un po’ gli effettivi disponibili. Dunque, si parte per Monopoli e tutti sono in stato di allerta, pronti a rispondere all’appello dell’allenatore. Maurizio Bonanno


52 Sabato 15 Novembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Pasquale Berardi non nasconde le intenzioni delle Aquile: a Melfi per vincere

«Decisi a fare bottino pieno» CATANZARO

CATANZARO — E’ pronto il Catanzaro per affrontare domani la trasferta in terra lucana e più precisamente in quel di Melfi. C’è da difendere non solo l’imbattibilità che dura dall’inizio del campionato, ma anche quello zero in casella per ciò che concerne le reti subite lontano dal “Ceravolo”. Una formazione, in ogni caso, che Provenza ha plasmato secondo le sue idee, sempre pronta a macinare gioco e soprattutto decisa a centrare l’obiettivo della vittoria, poco importa se in casa o fuori. Dicevamo della trasferta di Melfi: proprio dalla cittadina lucana parte la fase delicata del campionato per ciò che concerne la compagine giallorossa, considerato che Gimmelli e compagni godrebbero poi del doppio turno casalingo imposto dal calendario (Gela e Barletta) prima di quella che sarà la partitissima che, come qualcuno ha già anticipato, potrebbe, se non decidere il campionato, dare allo stesso un’impronta, oltre che significativa, anche decisiva. Si tratta, naturalmente, del derby esterno con il Cosenza, che il Catanzaro intende affrontare con tutte le carte in regola. Non rimane, allora, che partire con il piede giusto in questo “trittico” di incontri preparatori, ad iniziare appunto dal match di domani. A tal proposito, cauta l’analisi della gara da parte del centrocampista catanzarese, Pasquale Berardi. «Una gara decisamente difficile – ha evidenziato - nella quale sarà indispensabile non soffrire di vertigini, considerato che noi siamo piazzati al secondo posto della classifica ed i lu-

“I tre punti ci consentiranno di affrontare nelle migliori condizioni le sfide con Gela e Cosenza”

Il centrocampista giallorosso, Pasquale Berardi

cani, invece, ultimi. A mio giudizio hanno raccolto poco rispetto a quanto avrebbero meritato. Anche domenica scorsa, per non andare lontano, gli stessi lucani sono riusciti a rimontare due reti nella trasferta di Noicattaro, per

non parlare che nelle ultime tre gare di campionato sono rimasti imbattuti, grazie ad altrettanti pareggi conseguiti. Insomma una squadra, il Melfi appunto, che ha dimostrato di avere carattere e grinta e che in casa riesce ad

esprimersi meglio che in trasferta. Un impegno allora da non sottovalutare e quindi da affrontare con grande determinazione». Quanto l’incontro di domani potrà incidere sull’immediato futuro della squadra? «Se noi, come ci auguriamo, dovessimo fare bottino pieno, oltre a compiere un passo in avanti in graduatoria, ci troveremo ad affrontare i prossimi tre impegni, quelli casalinghi con Gela e Barletta e la trasferta sul campo dell’attuale capolista Cosenza, nelle migliori condizioni di spirito». Un Catanzaro che ha sempre dato prova di grande carattere non dovrebbe poi incontrare grosse difficoltà ad uscire imbattuto dal terreno lucano. «Le difficoltà potrebbero nascere se non si affronta la gara con lucidità e concentrazione. Due requisiti essenziali, che per la verità abbiamo trascurato nei dieci minuti di black-out domenica scorsa nella gara con la Val di Sangro, gara che, ipoteticamente, avremmo potuto anche perdere. Quanto accaduto a dovrà allora servire da insegnamento, perché basta un piccolo calo di tensione per essere punito». Esiste differenza tra il Catanzaro del Ceravolo e quello formato esterno? «L’unica differenza è che quando giochiamo al cospetto del nostro pubblico, le squadre che affrontiamo si chiudono in difesa, cercando di portare via un punto e per noi potrebbe sorgere qualche problema In trasferta, invece, è evidente che i padroni di casa fanno di tutto per attaccare ed incamerare l’intera

posta, lasciando, inevitabilmente, più spazi per giocare. Chiaramente, essendo il Catanzaro formazione qualitativamente superiore di un gradino rispetto alla altre, in dette circostanze riusciamo ad imprimere alla gara il nostro gioco e quindi fare nostro il risultato. Il tutto, naturalmente, con le dovute eccezioni, in quanto ogni partita fa storia a sé, sempre differente l’una dall’altra». Quanto può pesare l’imbattibilità? «Assolutamente niente! Costituisce, invece, per tutti noi un grande orgoglio: del resto sei vittorie e cinque pareggi, penso, siano un bottino di notevole rilevanza. Quello che in ogni caso è importante è il lavoro che la squadra compie ogni giorno per preparare al meglio la gara la domenica». Si sente spesso parlare della tua posizione in campo. Un Berardi diverso da quello visto lo scorso campionato. «Premesso che qualsiasi posizione va bene, mi attengo scrupolosamente a quelle che sono le disposizioni del tecnico. La passata stagione il pubblico vedeva Berardi andare spesso alla conclusione nel corso di un incontro. Ora ho avuto affidato compiti più di copertura e di costruzione; un ruolo che svolgo volentieri, grazie anche all’aiuto del mister e di tutti i miei compagni di squadra. Ciò non significa che il gol non interessa, anzi posso dire che fa parte della mia indole. In campionato, fino ad ora, non sono ancora andato a segno, ma l’appuntamento, vedrete, è soltanto rimandato. Perché no: magari domani a Melfi». Mario Mirabello

NOTIZIARIOUn solo dubbio per Provenza. Chi farà coppia con Montella in attacco?

Iannelli-Caputo, ovvero ...una maglia per due CATANZARO — Tre giocatori per

Iannelli

due maglie e un ambiente sportivo in fibrillazione come non accadeva da tempo. Ma procediamo con ordine. Per quanto concerne l’undici antiMelfi, sembra che Nicola Provenza abbia un solo dubbio: il partner d’attacco di Antonio Montella. E’ probabile, infatti, che il tecnico non voglia snaturare l’aspetto della squadra. Spazio quindi al collaudato 4-4-2. Per 10/11 verrà così confermata la formazione che, domenica scorsa ha battuto la Val di Sangro. Dinanzi al portiere Mancinelli, da destra a sinistra, giocheranno F. Montella, Gimmelli, Di Maio e Armenise. A centrocampo, sugli esterni, il compito di dare profondità alla manovra sarà dato a Mangiacasale e Criniti, col duo Berardi-Zaminga che avrà compiti di regia e interdizione. In avanti, è sicuro di giocare dall’inizio solo

Antonio Montella. Poi, sino all’immediata vigilia, terrà banco il ballottaggio Caputo-Iannelli per una maglia da titolare. Cardascio partirà dalla panchina, ma potrebbe fare il suo esordio in giallorosso a partita inoltrata. Frisenda, invece, verrà convocato ma potrebbe accomodarsi in tribuna poiché in panchina ci andrà Marchano ed uno tra Iannelli e Caputo. Ieri, consueto allenamento mattutino. Sul rettangolo verde del PoliGiovino, le Aquile si sono sottoposte ad una robusta seduta nel corso della quale c’è stato spazio per la parte atletica (con esercizi basati sulla velocità) e tecnico-tattica. Il trainer ha fatto provare ai suo uomini diverse soluzioni su palla inattiva. Praticamente, sono tutti a disposizione di Provenza, compreso anche Bruno. Solo Ciano ha proseguito ad allenarsi a ritmo ridotto.

RANIERI dalla prima Ma torniamo a Palanca. Per Catanzaro e Catanzaro rappresenta tuttora un ricordo di stretta attualità. Troppo forte il suo legame coi tre colli! Interpellato dal Domani, telefonicamente, ha sottolineato: «Cosa dire, le dichiarazioni di Ranieri mi hanno fatto tanto piacere. Non posso negarlo. Claudio, poi, l’ho sentito nei giorni scorsi e mi ha espresso chiaramente il suo concetto. Su Tuttosport c’è stato un certo ricamo giornalistico, cosa che non è avvenuta su altre testate. Ranieri, nella sua intervista ha detto come stavano determinate situa-

zioni nello spogliatoio bianconero». Insomma, il paragone del tecnico bianconero sembra veramente calzare a pennello. Ci sono dichiarazioni choc o ad effetto (come quello che tanto piacciono allo special one Mourinho) che fanno tanto clamore, ovviamente per la felicità di noi giornalisti, ma che sono fini a se stesse. Dichiarazioni che non lasciano nulla… di positivo. Ci sono, invece, frasi, tipo quelle pronunciate da Claudio Ranieri, che racchiudono nel loro piccolo autentiche gemme di verità e che, onestamente, regalano

L’ex capitano della pro Vasto si aggregherà completamente al gruppo da martedì. Francesco Corapi, dal canto suo, ha proseguito il lavoro di ripresa dell’attività aerobica che, entro fine dicembre, lo porterà a mettersi a disposizione di mister Provenza. Intanto, l’ambiente sportivo del capoluogo è in fibrillazione per la trasferta di Melfi… come non accadeva da tempo. Diversi i pullman in allestimento. Alcuni club come i “Cani sciolti”, il “Massimo Palanca” di Lido, il “Centro storico 1911”, senza contare gli ultrà giallorossi sono alle prese con l’organizzazione della trasferta. In città, finalmente, si parla sempre più spesso di calcio giocato e di voglia di tornare a partecipare attivamente (ovverossia sugli spalti) alle vicende dell’Fc.

un’immagine positiva ai protagonisti in questione: da “Pinturicchio” (come amava definirlo Gianni Agnelli) Del Piero accostato all’eroe-umile Massimo Palanca, al numero undici giallorosso il cui nome e la cui fama nell’ambiente calcistico non tramontano mai. E poi, cosa dire di Claudio Ranieri? Nel periodo delle rivincite per lui e la sua truppa (che grande risposta queste vittorie a tutti coloro che volevano la sua testa!), poteva gonfiare il petto pieno d’orgoglio e fare il Mourinho della situazione, bacchettando critici e giornalisti. Invece, il tecnico bianconero s’è confermato un vero special one quanto a garbo, edu-

Vit. Ran.

Caputo

cazione e fair play. Ha scelto di ricordare le sue origini calcistiche, con la consapevolezza di chi s’è fatto da solo anche e soprattutto come allenatore. Con la consapevolezza di chi militava, da calciatore, in un Catanzaro che, negli d’oro, era la regina della provinciali. Una compagine che, con una gestione oculata, con la forza delle idee e del gruppo, il suo piccolo-grande scudetto, a fine stagione, lo vinceva sempre. Il tutto è buon viatico per il week end sportivo che ci aspetta. Buon campionato a tutti! Vittorio Ranieri


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 53

SPORT CATANZARO — Palla a due alle 18 di questo pomeriggio al PalaGreco di Catanzaro per la Caruso Costruzioni, il roster catanzarese “in rosa” impegnato nella quarta giornata del torneo cadetto. Contro il San Filippo del Mela, l’Indomita sarà chiamata a dimostrare, a se stessa ed a tutti i suoi tifosi, di aver ritrovato i giusti equilibri e quei meccanismi tattici, rodati quasi alla perfezione che nel passato torneo, soprattutto nella prima fase, avevano contribuito in maniera determinante a farne la difesa meno battuta del campionato. Già nella gara interna contro il San Matteo Messina si sono avute le prime indicazioni positive in questo senso. Aver consentito alla squadra siciliana, accreditata alla vigilia dell'incon-

BASKET B/F Palla a due alle 18 di oggi al PalaGreco di Catanzaro contro il San Filippo del Mela

Le “indomite” della Caruso in cerca di continuità tro come migliore attacco del torneo, di realizzare solo 35 punti, ed alla sua bocca di fuoco Retto autrice nella gara precedente di ben 41 punti, di realizzarne solo 5, di cui qualcuno su tiro libero, significa che il team di Righini è sulla buona strada per ritrovare i giusti assetti difensivi, tanto cari al coach e che fanno dell'Indomita una delle migliore interpreti del torneo di questa fase tattica. La settimana ha dovuto registrare, però molti forfait, che non hanno consentito al coach di fare allenamento a quei ritmi in-

tensi che lui tanto gradisce: Marcella Astorino che stava attraversando un periodo di grande forma, ha subito un delicato intervento chirurgico alla spalla destra. Silvia Esposito fin da domenica sera lamenta un fastidioso e persistente dolore dietro il ginocchio che non le ha consentito di allenarsi mai con la squadra in questa settimana, Valentina Fregola continua le sedute di fisioterapia per il ginocchio ed è quindi stata costretta ad allenarsi poco e male. Il presidente Siciliano si è dichiarato, comunque,

molto fiducioso sull'esito dell'incontro. «Una cosa è certa - ha detto -, nello sport questi incidenti ci sono sempre stati e sempre ci saranno, è assolutamente inutile stare li a piangere, a parte i l grande valore dell'atlete di cui si parla. Abbiamo un roster competitivo e sono certo che chiunque scenderà in campo si impegnerà al massimo per non far rimpiangere le compagne e butterà sul parquet fino all'ultima goccia di sudore, cosi come è nello stile indomita, per cercare di cogliere l'obiettivo della vit-

toria. D'altro canto gente come: “Boom Boom” Galati con i suoi tiri, il “professore” Anna Astorino con la sua esperienza e la sua grande capacità di organizzare la difesa, il “maresciallo” Siciliano che provvederà ad ammanettare l' avversario di turno, “l'elicottero” Brick Coluccio pronta a decollare su ogni rimbalzo, “Il doctor” Amendola “con i suoi tiri impossibili”, “la lametina volante” Isabella con le sue devastanti penetrazioni e Serena Pintimalli puntuale cecchina dalla media distanza, non è seconda a nessuna delle loro compagne ed hanno tutte esperienza, grinta e cuore da vendere. Sono l'anima storica e lo zoccolo duro dell'Indomita, aspetto domenica (oggi, ndr) con fiducia».

SERIE B/M Una trasferta al “Botteghelle” di Reggio Calabria per il team giallorosso. In dubbio gli infortunati Almir, De Assis e Ammirabile

Catanzaro, sfida da vincere CALCIO A CINQUE CATANZARO — Con una formazione

non al top delle condizioni fisiche, il Catanzaro Calcio/5 si appresta oggi ad affrontare la trasferta in riva allo stretto. Il quintetto allenato da Leo Tuoto è di scena al “Botteghelle” di Reggio Calabria, dove incontrerà un Real con il morale alto per la vittoria ottenuta sabato scorso sul non certo facile campo della Paganese, alla pari del resto della compagine catanzarese che, proprio nell’ultimo turno di campionato, ha mandato sconfitto a casa un Team Matera, sceso al “Pala Gallo” forte dei suoi cinque brasiliani e due argentini. «Il successo ottenuto sabato scorso è già nel dimenticatoio - ha sottolineato il tecnico catanzarese - In questo momento sono abbastanza preoccupato non tanto per l’aspetto tecnico dell’impegno odierno, quanto per le condizioni fisiche di alcuni giocatori, che nel corso della settimana non si sono potuti allenare per via dei vari infortuni. Mi riferisco, tanto per citare qualcuno, ad Almir, per una infiammazione alla caviglia destra, a De Assis, che ha lavorato soltanto in palestra, allo stesso Ammirabile. Mi fermo qui, ricordando poi che il BotCATANZARO — L’odierna giornata del

massimo torneo regionale, la settima d’andata, propone per le tre formazioni cittadine incontri molto interessanti. Catanzarese Stefano Gallo Sempre un punto divide la formazione del vice presidente Luca Brescia dalla capolista Fata Morgana. E ciò dopo il vittorioso incontro casalingo di sabato scorso con il Rende, che il quintetto allenato da Gino Fregola ha fatto suo soltanto nei minuti di recupero. Il calendario propone oggi ai giallorossi la trasferta reggina sul campo di una Gallinese, che violando il campo cosentino del Carpe Diem nell’ultimo turno di campionato, si è portata al quarto posto solitario della classifica. Va cauto il tecnico catanzarese nell’analizzare l’impegno odierno della sua squadra. «Una gara ostica, considerato anche che si gioca su un campo corto - ha evidenziato - bisognerà quindi stare vigili ed attenti cercando di evitare cali di tensione, come capitato sabato scorso all’Agrario, allorquando, andati in vantaggio per ben due volte, ci siamo fatti recuperare. Complessivamente la squadra si stà comportando bene, come del resto dimostrano i risultati fin qui ottenuti con le cinque vittorie riportate a monte di una sola sconfitta, a Siderno, tra l’altro di stretta misura. Una squadra che comunque deve concretizzare al meglio le numerose azioni che crea nell’arco dell’incontro, oltre a migliorare nell’approccio con lo

Il tecnico Leo Tuoto: «Contro il Real, la nostra arma dovrà essere la velocità» teghelle è stato sempre la nostra pecora nera, nel senso che lo stesso non ci è stato mai amico quanto a risultati. Pazienza! Vorrà dire che faremo di necessità virtù, sperando che una volta tanto la dea bendata si ricordi di noi. Anche questo è importante». Quali le insidie che potrebbero esserci oggi sul vostro cammino? «Diciamo che abbiamo preparato la gara, sia pure lavorando poco atleticamente, ma molto tatticamente. Sul campo poi dovremmo cercare di leggere attentamente la partita, più specificatamente come contrastare alcuni elementi che sono i cardini della formazione reggina, anche se la maggior parte della rosa proviene dalla Cadi, compagine che fino alla passata stagione ha disputato la serie A1. Si tratta di giocatori dotati tutti tecnicamente, oltre che esperti. Tra l’altro il Real Reggio adotta una difesa a zona e ciò comporta qualche difficoltà nel possesso palla, per cui la squadra, sotto questo aspetto, dovrà stare molto attenta. La nostra arma è la velocità; sarà allora indispensabile carpire il momento giusto per ripartire verso la porta avversaria, sperando sempre di non

perdere la lucidità nel momento della concretizzazione. Insomma vietato sbagliare, considerato che alla prima disattenzione veniamo puntualmente puniti». Ci vorrà quindi il migliore Catanzaro per fronteggiare un avversario di questa portata? «Per dirla proprio tutta, i risultati sono legati alla prestazione del nostro portiere Rodrigo Magnani. Se lui c’è, c’è tutta la squadra ed il risultato è assicurato; questo è un dato di fatto incomputabile. Confidiamo in lui, avendo la certezza che proprio il nostro numero dodici non vorrà venire meno a quelle che sono le aspettative mie e della squadra stessa. Del resto le qualità dell’estremo difensore non si discutono, per cui se stà tranquillo lui, stiamo tranquilli tutti noi». L’attacco, poi, ha ritrovato il “bomber” Carrozza? «Una sua esplosione me l’aspettavo: proprio nei giorni precedenti la gara con i lucani del Team Matera avevo chiesto di ritornare il giocatore che tutti conosciamo. Devo dire che sono stato accontentato addirittura con la realizzazione di una tripletta. Auguriamoci ora che il nostro attac-

cante prosegui su questa strada, magari concedendo il bis al Botteghelle. Un risultato positivo costituirebbe un buon tonico non solo per la classifica, ma soprattutto per il morale, tenendo presente che, campionato a parte, siamo impegnati anche in Coppa Italia, avendo superato i primi due turni della manifestazione. Intanto concentriamoci sull’impegno odierno, augurandoci di ritornare a casa con un risultato positivo. Sappiamo già che dovremmo mettere il cuore oltre l’ostacolo; sì, proprio il cuore, in un derby, ha una grossa influenza». Ha debuttato nel migliore dei modi sabato scorso il neo presidente Salvatore Barberio. «Speriamo anche oggi a Reggio Calabria in una buona prestazione della squadra; da presidente, poi, mi auguro di assistere ad un derby all’insegna sì dell’agonismo, ma improntato sulla massima correttezza. Insomma, un pomeriggio di vero sport». Quanto alla formazione, il tecnico Tuoto scioglierà solo all’ultimo momento il nodo De Assis, alle prese con una contrattura al quadricipite. Inizialmente lo stesso potreb-

SERIE C1/M La Catanzarese Stefano Gallo dalla capolista Fata Morgana

Per l’Atletico Panarea il Rende Zona 2002 ospita il Maestrelli stesso. Ecco allora che se oggi riusciremo ad eliminare queste due, chiamiamole negatività, sono certo che anche da Gallina la squadra potrà tornare con un risultato positivo». Quanto alla formazione, confermato il solito quintetto iniziale, composto da: Patruno, Mardente, Lanciano, Cipparrone e Corea. In panchina, a disposizione, oltre al secondo portiere Sperlì, dovrebbero sedere D’Elia, La Cava, Virgolino, Carnevali, Bruni e Voci. Atletico Panarea Un Atletico Panarea in netta ripresa viaggia alla volta di Rende, sperando in un quarto successo consecutivo. La formazione di Toni Rotundo, dopo un inizio non certo esaltante, ha inanellato un trittico di vittorie, che vanno al di là del risultato. «E’ un momento felice quello che stà attraversando la squadra - ha sottolineato il mister - con tre vittorie fondamentali, che hanno dato alla squadra stessa morale e classifica. Questo però non deve indurci all’esaltazione, anche perché oggi an-

dremo ad affrontare una bella squadra, che fa della fase difensiva il suo cavallo di battaglia e pertanto occorrerà tanta pazienza e sagacia tattica per non ritrovarci nelle condizioni di dovere, come sabato scorso, rincorrere il risultato, favorendo così le ripartenze avversarie. La formazione di mister Cariello darà sicuramente il massimo per ottenere i tre punti, fondamentali per risalire la china, dopo la battuta di arresto esterna di sabato scorso contro la Catanzarese. Dal canto nostro cercheremo in tutti i modi di continuare nella striscia di risultati positivi, cercando di rimanere imbattuti per la quarta volta consecutiva. Diciamo anche - ha proseguito Rotundo - che i padroni di casa avranno il vantaggio di giocare su una superficie dalle dimensioni alquanto ridotte, che permetterà loro di svolgere la fase difensiva con un pò di facilità in più, ma in noi è tanta la voglia di fare una bella partita e giocare con quell’umiltà che fin ora ci ha sempre contraddistinto, che ce la metteremo proprio tutta per

VII giornata Gallinese - Catanzarese; Kroton - Siderno; Mirto - Fata Morgana; Oratorio San Fr. - M. Polistena; S. Giuseppe Ros. - Carpe Diem Cs; Rende - Atletico Panarea; Zona 2002 - Maestrelli

Classifica Fata Morgana 16, Catanzarese 15, Zona 2002 12, Gallinese 11, Maestrelli 10, Atletico Panarea, Oratorio San Francesco, San Giuseppe Rosarno 9, Mirto 7, Mimmo Polistenza, Rende 6, Carpe Diem, Kroton, Siderno 4.

ritornare a casa con un risultato positivo». Per l’incontro odierno lo stesso tecnico ha convocato i sotto elencati dodici giocatori: De Santis A., De Santis G., Zurlo, Sportelli, Critelli, Cacia, Cipolla Fa, Cipolla Fr, Bisignano C., Bisignano A., Barbuto e Scerbo. Zona 2002 Sfatato il tabù trasferta con la vittoria

VIII giornata Acerra - Peloro Messina Siracusa - Mazarese Licogest Vv - Città di Cosenza Altamura - Paganese Real Reggio - Catanzaro Scafati - Deportivo Matera Team Matera - Gragnano

Classifica Licogest Vibo Val., Mazarese 16, Gragnano 15, Catanzaro, Deportivo Matera, Team Matera 12, Siracusa 11, Real Reggio 10, Paganese 9, Scafati 7, Altamura 5, Acerra 4, Peloro Messina 3, Città di Cosenza 2.

be schierare un quintetto formato da: Rodrigo Magnani, Almir, De Souza Paioti, Carrozza e Iozzino. A disposizione, oltre al secondo portiere Carelli, Ammirabile, Carrozza, Brandonisio, Marullo, Pastori e La Salvia. La gara Real Reggio - Catanzaro, sarà diretta dai signori Gisondi di Molfetta e Montesardi di Brindisi. Mario Mirabello

sul non certo facile campo del San Giuseppe Rosarno, la compagine del presidente Riverso è pronta a sfidare al “Pala Gallo” la Maestrelli, con il preciso intento di conquistare quel trittico di vittorie, che hanno portato la squadra catanzarese al terzo posto della graduatoria. «Un incontro da prendere con le dovute cautele - ha sottolineato il tecnico Ivan Laudadio alla luce che i reggini costituiscono un buon complesso sotto l’aspetto tecnico. Una squadra che sa imporre il proprio gioco, anche se in questo inizio di torneo ha avuto un cammino altalenante, ma che comunque alla lunga verrà fuori. Non dimentichiamo che alla vigilia del campionato, proprio la Maestrelli era stata indicata come una delle protagoniste dello stesso. Da parte nostra siamo intenzionati a continuare la striscia di vittorie, oltre a potenziare, se possibile, la classifica che comunque ci vede al terzo posto. Per centrare questo obiettivo sarà indispensabile che i ragazzi scendano oggi in campo con personalità, abbinandola ad una forte concentrazione e ad una grande determinazione». Quanto alla formazione, ancora fuori per l’infortunio al ginocchio Amerato, lo stesso tecnico Ivan Laudadio dovrebbe, almeno inizialmente, confermare lo stesso quintetto di sabato scorso, comprendente: Rotundo, Caroleo G., Carnuccio, Caliò e Brescia. A disposizione: Galera, Laudadio M., Spagnolo, Caroleo D., Galeota e Nisticò. Mar. Mir.


rilancia

STELLE DI CALABRIA

I personaggi di successo che hanno fatto grande la nostra regione: Rino Gattuso, Lyv Tyler, Vittoria Belvedere, Joe Champa e tutti gli altri. Scoprili ogni domenica e lunedĂŹ sul tuo giornale.

www.ildomani.it

( dedicato a chi da 12 anni dice che chiudiamo )


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 RUBRICA Sabato & domenica 09:35 RUBRICA Settegiorni 10:25 RUBRICA ApriRai 10:35 RUBRICA Appuntamento al cinema 10:40 TELEFILM Un ciclone in convento 11:30 RUBRICA Occhio alla spesa 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 RUBRICA Easy Driver 14:30 RUBRICA Lineablu 16:15 RUBRICA Dreams Road 17:00 Tg 1 17:10 RUBRICA A sua immagine 17:40 Tg 1 L.I.S. 17:45 RUBRICA Passaggio a Nord Ovest 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 NEWS Rai Tg Sport 20:35 GIOCO Affari tuoi 21:30 SHOW Serata d'onore 23:50 Tg 1 23:55 RUBRICA Applausi 00:35 Tg 1 Notte 00:45 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 00:50 Estrazioni del Lotto 00:55 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:00 FILM Uomini & donne, amore & bugie 02:35 ATTUALITÀ Pioggia sporca 03:05 FILM Un genio, due compari, un pollo 05:05 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:50 RUBRICA Agenzia RiparaTorti

06:00 VARIETÀ Cercando cercando 06:10 Tg 2 Sì, viaggiare 06:25 RUBRICA L'avvocato risponde 06:35 RUBRICA Inconscio e magia 06:45 VARIETÀ Mattina in famiglia 07:00 Tg 2 Mattina 08:00 Tg 2 Mattina 09:00 Tg 2 Mattina 09:30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10:00 Tg 2 Mattina 10:15 RUBRICA Sulla via di Damasco 10:45 RUBRICA Quello che 11:25 RUBRICA ApriRai 11:35 VARIETÀ Mezzogiorno in famiglia 13:00 Tg 2 Giorno 13:25 RUBRICA Dribbling 14:00 MUSICALE Scalo 76 17:10 RUBRICA Sereno variabile 18:00 Tg 2 18:10 TELEFILM The District 18:50 REAL TV L'Isola dei famosi La settimana 20:00 SITUATION COMEDY Piloti 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TELEFILM Cold Case Delitti irrisolti 22:40 RUBRICA Sabato sprint 23:20 Tg 2 23:30 Tg 2 Dossier 01:50 REAL TV L'isola dei famosi 02:25 Meteo 2 02:30 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:35 DOCUMENTI Il mio 68 02:55 TALK SHOW Il caffè 03:55 VARIETÀ Cercando cercando 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 RUBRICA Quarto potere 05:50 VIDEOFRAMMENTI Videocomic

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:00 Tg 5 Mattina 08:50 MUSICALE Loggione 09:30 RUBRICA Amici libri 10:00 TALK SHOW Maurizio Costanzo Show 13:00 Tg 5 13:40 SITUATION COMEDY Il supermercato 14:10 REALITY SHOW Amici 15:30 ROTOCALCO Verissimo Tutti i colori della cronaca 18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario? 20:00 Tg 5 20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 21:10 SHOW C'è posta per te 00:30 RUBRICA Nonsolomoda Globish News di moda 01:10 Tg 5 Notte 01:40 TG SATIRICO Striscia la notizia La voce della supplenza 02:10 TELEVENDITA Mediashopping 02:20 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 02:25 FILM TV A passo di danza Drammatico 04:15 TELEVENDITA Mediashopping 04:30 Tg 5 Notte 05:00 SITUATION COMEDY Otto sotto un tetto 05:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 05:30 Tg 5

LA 7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus

20:30 SHOW Crozza Italia

09:20 RUBRICA L'intervista 10:00 FILM Arturo 2 on the Rocks 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM In tribunale con Lynn 14:30 Test Match Rugby 17:00 DOCUMENTARIO Big Game 17:40 FILM Il segno del potere

06:50 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 06:55 CARTONI ANIMATI Teodoro e l'invenzione che non va 07:10 CARTONI ANIMATI Garfield e i suoi amici 07:25 CARTONI ANIMATI I Puffi 07:35 CARTONI ANIMATI Baby Looney Tunes 07:50 CARTONI ANIMATI Tom & Jerry Kids 08:05 CARTONI ANIMATI Magic Sport 2 08:20 CARTONI ANIMATI Bratz 08:35 CARTONI ANIMATI Imbarchiamoci in un grande viaggio 09:05 CARTONI ANIMATI Mermaid Melody Principesse sirene 09:35 CARTONI ANIMATI Monster & Pirates 09:50 CARTONI ANIMATI Transformers 10:15 CARTONI ANIMATI Yu-gi-oh GX 10:40 CARTONI ANIMATI Bernard 10:45 SITUATION COMEDY Una pupa in libreria 11:20 TELEFILM V.I.P. 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:35 NEWS Tgcom Attualità 13:40 REAL TV La talpa 14:10 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 14:15 FILM Robin Hood Un uomo in calzamaglia 16:10 FILM Una gorilla per amica 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 FILM Come cani & gatti 21:10 FILM Shaggy Dog Papà che abbaia... non morde 23:00 FILM TV Swarm Minaccia dalla giungla Azione 01:00 NEWS Studio Sport 01:25 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 01:35 TELEVENDITA Shopping By Night 02:00 FILM Me and You and Everyone We Know 03:25 FILM E morì con un felafel in mano 05:10 NEWS Studio Sport 05:35 SERIE TV Classe di ferro

MTV

20:00 Tg La7

Exclusive 21:10 FILM La poliziotta 23:25 RUBRICA La valigia dei sogni 00:05 TELEFILM Hustle I signori della truffa 01:05 Tg La7 01:30 RUBRICA M.O.D.A. 02:05 RUBRICA 25ª ora Il cinema espanso 04:05 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:00 RUBRICA Love test 12:00 MUSICALE Hitlist Italia 14:00 CARTONI ANIMATI Full Metal Panic 14:30 CARTONI ANIMATI Nabari 15:00 REALITY SHOW Pageant Place 15:30 QUIZ Best Driver 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 MUSICALE Into the Music 19:00 TELEGIORNALE

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

07:00 PUPAZZI ANIMATI Bear nella grande casa blu 08:00 RUBRICA Il videogiornale del Fantabosco 08:45 CARTONI ANIMATI Il mondo di Stefi 09:00 TALK SHOW Tv Talk 10:30 RUBRICA Art News 11:00 RUBRICA TGR I nostri soldi 11:15 RUBRICA TGR EstOvest 11:30 RUBRICA TGR Levante 11:45 RUBRICA TGR Italia Agricoltura 12:00 Tg 3 12:25 ROTOCALCO TGR Il Settimanale 12:55 RUBRICA TGR Bell'Italia 13:20 REPORTAGE TGR Mediterraneo 14:00 Tg Regione 14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA TGR Ambiente Italia 15:50 Tg 3 Flash LIS 15:55 RUBRICA Sabato Sport 16:25 Campionato italiano Pallanuoto 17:00 Grand Prix Pattinaggio artistico 18:10 RUBRICA 90° minuto Serie B 18:55 Meteo 3 19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione 20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TALK SHOW Che tempo che fa 21:30 RUBRICA Ulisse: il piacere della scoperta 23:20 Tg 3 23:35 Tg Regione 23:40 ATTUALITÀ Blu notte 00:40 Tg 3 00:50 Tg 3 Agenda del mondo 01:05 Tg 3 Sabato notte 01:20 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste

06:00 Tg La7 Weekend

il Domani Sabato 15 Novembre 2008 55

Flash 19:05 SHOW Mtv Europe Music Awards 2008 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SHOW Pussycat Dolls Presents: Girlicious 21:00 SHOW From G's to Gents 22:00 SHOW All Access 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 SHOW Neurovisione 23:00 CARTONI ANIMATI South Park 23:30 REAL TV A Shot at Love with Tila Tequila 00:30 PUPAZZI ANIMATI Fur Tv 01:00 MUSICALE Yo! 02:00 MUSICALE Party Zone 04:00 MUSICALE Chill Out Zone

06:00 Tg 4 Rassegna stampa 06:15 SITUATION COMEDY Vita da strega 06:45 TELEVENDITA Mediashopping 07:15 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 07:20 SERIE TV Le stagioni del cuore 09:30 RUBRICA Vivere meglio 10:50 RUBRICA Cuochi senza frontiere 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 RUBRICA Cuochi senza frontiere 12:40 RUBRICA Pianeta mare 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 RUBRICA Forum: Sessione pomeridiana del sabato 15:00 FILM TV Perry Mason La bara di vetro Giallo 17:00 TELEFILM Detective Monk 18:00 DOCUMENTARIO Il parco Tarangire 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:30 FILM A rischio della vita 23:40 RUBRICA Guida al campionato 00:30 NEWS Sipario notte 01:20 Tg 4 Rassegna stampa 01:35 SHOW Ieri e oggi in Tv special 02:15 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 02:45 TELEVENDITA Mediashopping 03:00 FILM Il capitano della legione 04:35 TELENOVELA Terra nostra 2 La speranza

OGGI IN TV Shaggy Dog Papà che abbaia... non morde Italia 1 ore 21,10 Regia: Brian Robbins Cast: Tim Allen, Kristin Davis, Zena Grey, Spencer Breslin, Danny Glover, Robert Downey Jr.. Genere Commedia, colore Durata: 98 minuti. Produzione USA 2006 Tim Allen si trasforma da padre di famiglia in cane di casa e viceversa in questa inedita rivisitazione del classico della commedia Disney, “The Shaggy Dog” (Geremia cane spia). Tutto ha inizio quando lo stacanovista vice procuratore distrettuale Dave Douglas è incaricato di un caso in cui è coinvolto un laboratorio per la sperimentazione animale – una circostanza che ancora una volta lo allontanerà dalla moglie e dai figli, che già subiscono la mancanza delle sue attenzioni. Ma quando Dave viene contagiato con un segretissimo siero per la mutazione genetica, tutto quello che aveva creduto di sé e della sua famiglia cambia. Ora, grazie alle sue orecchie rizzate di fresco e al suo punto d’osservazione privilegiato sul tappeto di casa, Dave conquisterà una prospettiva del tutto nuova sui segreti e i sogni della sua famiglia.

A rischio IL FILM DI OGGI Rete 4 ore 21.30 Regia: Peter Hyams Cast: Jean-Claude Van Damme, Power Boothe, Raymond J. Barry Genere Thriller, colore Produzione USA 1995 L’ex-vigile del fuoco McCord si è adattato a lavorare come responsabile del servizio anti-incendio di un grande stadio coperto. Divorziato e con due figli, decide di portarseli allo stadio in occasione di una finale di hockey sul ghiaccio, per la quale è prevista la presenza del Vicepresidente degli Stati Uniti. Quando un commando prende in ostaggio la platea d'onore, chiedendo come riscatto oltre un miliardo di dollari, è proprio McCord a rivelarsi prezioso per la salvezza degli ostaggi. Da solo riesce a di-

della vita 110’

sattivare le bombe innescate dai criminali e a sconfiggerli uno per uno.Il successo di Die Hard ispirò un vero e proprio filone: il cosiddetto «film di assedio», nel quale un uomo solo sconfigge un commando di criminali all'interno di uno spazio chiuso. Di solito è un «eroe per caso», e l’escalation dell'impari confronto prevede il «fai da te» (fabbricazione di ordigni con mezzi di fortuna e utilizzo di armi improprie), nonché il rigido rispetto della gerarchia, per cui il duello Buono-Cattivo arriva solo dopo che tutti gli scherani di contorno sono stati fatti fuori. Sudden Death si inserisce dignitosamente in questa formula: merito di una regia di servizio ma efficace e di uno zelante Van Damme.



il domani