Page 1

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Mercoledì 15 Agosto 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 198

POLITICA

MUSICA

Il Capogruppo Nisticò risponde alle polemiche del Cnc contro la Giunta Giuseppe Scopelliti a pag. 2

www.ildomanidellosport.it

REGIONE

Domani sera al Magna Grecia l’atteso concerto di Emma. Ritoccati verso il basso i prezzi dei biglietti

La Giunta del Governatore Scopelliti recupera 98 milioni per la ristrutturazione dei centri storici

a pag. 4

a pag. 5

Stasera a Berna nell’amichevole con l’Inghilterra Prandelli collauda le nuove leve

LA GIOVANE ITALIA FERRAGOSTO Il Domani dello Sport, come tutti i giornali, non sarà in edicola domani. A tutti i lettori buon Ferragosto!

REGGINA

Prosegue la preparazione della squadra di Dionigi in vista della trasferta di Modena. All’interno le cifre della Coppa a pag. 8

INGHILTERRA-ITALIA

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 15/8/2012

1

Consiglia

2.45

2.40

X

3.20

3.15

CATANZARO

Il Club giallorosso ricorda la dolorosa scomparsa del portiere Masci avvenuta esattamente un anno fa a pag. 9

2

2.70

2.75


2 il Domani dello Sport

Mercoledì 15 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

NISTICÒ: «TROPPE POLEMICHE»

POLITICA Il Capogruppo risponde con lucidità agli attacchi del Cnc su Scopelliti

N

Daria Ciotti

essuno mette in dubbio che i movimenti di opinione possano essere una risorsa per la vita politica italiana. In un periodo di instabilità generale nessuno lo può negare, vista anche l’ultima risposta elettorale, ma i contenuti del pensiero profuso deve certo mantenere un senso di concretezza che non limiti l’impegno ad un semplice slogan. In merito arriva un contributo da segnalare da parte di Carlo Nisticò, Capogruppo Lista Scopelliti Presidente al Comune di Catanzaro. «Spiace constatare che “Catanzaro nel Cuore”, Movimento d’opinione salito alla ribalta durante il primo decennio del 2000 per le argute riflessioni e capace di offrire alla politica contributi importanti anche in termini di risorse umane quali ad esempio l’Assessore Comunale Roberto Talarico che ha saputo tradurre in operazioni amministrative idee e azioni mirate a quello che doveva presupporre il cambiamento della politica, oggi sia costretto a inseguire la polemica a tutti i costi per attrarre quell’attenzione che adesso, smarrita la strada maestra, non riesce più a mantenere viva». Questa l’apertura di un corposo intervento che nella giornata di ieri ha fatto discutere e pensare. «L’attacco maldestro che in questi giorni, muove nei confronti del Governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti – prosegue la nota - appare del tutto fuori luogo, prodotto da chi evidentemente ritiene di volersi impegnare in politica ma che nei fatti ne sottolinea la

propria strumentalità. Non mi soffermo sull’elenco delle opere che il Governatore, nel corso della sua attività di amministratore, avrebbe sottratto o cercato di sottrarre a Catanzaro, poiché ritengo esaustiva la risposta prodotta dal Sindaco Sergio Abramo ma soprattutto perché sono convinto che cambiare la politica oggi deve prioritariamente significare guardare oltre il campanile. Questa considerazione, osservando tutto quello che sta accadendo in Europa, dovrebbe far sì che la politica della nostra Regione non si riduca in un’abominevole guerra tra i poveri ma guardi avanti cercando con chiarezza e rigorosa metodologia di raggiungere i bisogni di tutta la gente». Ecco quindi che le parole assumo un tono di ulteriore livello

FITTASI

di lucidità, quando viene messo in chiaro che il movimento ha sì un ruolo assolutamente prezioso e che la stessa categoria politica si attende interventi di una certa (attenta) caratura. «Da “Catanzaro nel Cuore” mi aspetto un contributo diverso da quello che può essere la sterile polemica e - prosegue la nota del Capogruppo Lista Scopelliti Presidente al Comune di Catanzaro - , paradossalmente, gli suggerisco di utilizzare quello strumento che proprio il Governatore Scopelliti il 24 luglio u.s. nel Centro Agroalimentare di Lamezia Terme, ha battezzato dando vita al Forum dei Movimenti e delle Associazioni di tutta la Regione Calabria per dare voce a coloro i quali non sentendosi rappresentati dalla politica vogliono contribuire in

prima persona a quel cambiamento che ormai appare ineludibile. Mi sembra chiaro che non ha colpe il Governatore Scopelliti se in Calabria e nell’intero Sud, i guasti e le contraddizioni del vecchio sistema di potere emergono in tutta la loro devastante portata. Egli, nella sua azione amministrativa, ha cercato di porre in primo piano la sua città trovando la giusta sponda in seno ai banchi del Parlamento romano. Cosa che non ha fatto nessuno dei nostri politici cittadini i quali hanno sempre anteposto, evidentemente, altri interessi a quelli della nostra città. Fare dietrologia comunque non serve a nessuno, oggi più che mai occorre guardare avanti intensificando le azioni per il cambiamento. Un cambiamento che secondo me dovrà avvenire integralmente e

il Domani dello Sport

già il Domani

Direttore GUIDO TALARICO

Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606

Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ)

che dovrà interessare uomini e metodi, scardinando le vecchie logiche conservatrici. Mi pare che in questa direzione, proprio il Governatore Scopelliti, abbia responsabilmente dichiarato che, almeno il 75% dei parlamentari della nostra Regione dovrebbero essere avvicendati». Ecco quindi che si arriva alla conclusione dell’argomentazione. «Credo quindi, sia giunto il momento per bandire le polemiche pretestuose – continua Nisticò - e ad ogni costo per avviare invece una rigenerazione culturale capace di spezzare quei meccanismi perversi che hanno colonizzato la nostra Regione divenuta area di degrado e sottosviluppo, consegnata alle organizzazioni criminali, devastata nell’ambiente dalle zone costiere a quelle interne, mortificata dalla dilagante disoccupazione. E ribadisco, non per colpa del Governatore Scopelliti! Spero che queste mie riflessioni, che non vogliono essere una difesa d’ufficio del Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, il quale a mio avviso sta muovendosi nella direzione giusta per la ripresa generale della nostra Regione, possano contribuire a stimolare ragionamenti nuovi e forieri di proposte innovative al di là di polemiche e suggestioni che servono solo per avere i riflettori dei media. Concludo rispondendo anche all’Associazione “Azimut 360” alla quale, rivolgendo lo stesso appello di “rigenerazione culturale”, sottolineo che non occorrerà assegnare la cittadinanza onoraria aScopelliti né a nessun altro politico, poiché fino ad oggi le speranze di tutti noi sono ancora utopie».

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 - Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00

- R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

IL PD CHIEDE RIGORE ECONOMICO POLITICA Attraverso un comunicato viene resa nota la necessità di un taglio della spesa

V

Andrea Splendore

igilia del 15 di agosto calda anche in chiave politica. Non potrebbe essere diversamente visto che ieri si è parlato di bilancio. Il Pd di Sellia Marina ha espresso la propria opinione attraverso una nota. «Il Pd di Sellia Marina, nella sua rappresentanza democraticamente individuata in seno al congresso di Circolo del 13 Luglio 2012 , si trova oggi di fronte ad un appuntamento fondamentale nella vita amministrativa dell’Ente: l’approvazione del Bilancio previsionale per l’anno 2012, documento essenziale di analisi delle risorse finanziarie da destinare in maniera oculata ai vari Capitoli di Bilancio. Purtroppo ci si trova a dover constatare che l’attuale maggioranza - da cui il Pd, ha dovuto prendere le distanze da tempo si dibatte in una profonda crisi politica determinata anche da un’attività amministrativa che potremmo definire alla “Berlusconi Tremonti” tesa a far credere ai cittadini che tutto vada bene e che i conti siano in ordine mentre da ogni parte arrivano segnali che ciò potrebbe essere mendace». Così si legge nel comunicato del Pd di Sellia Marina, che poi prosegue. «Le comunicazioni continue della Corte dei Conti - prosegue la nota - nonché le perplessità di alcuni consiglieri vanno nella stessa direzione e addirittura l’ultima comunicazione della Corte dei Conti richiama il rischio del dissesto finanziario. Tutto ciò dopo uno sforamento del patto di stabilità che, da una prima analisi, non appare giustificato da investimenti che porteranno benefici futuri all’ ente e/o alla collettività ma comporterà di sicuro una multa (stimata in euro 124.000), nonché la difficoltà dell’ente nell’accedere a futuri finanziamenti. Se si pensa di continuare ad amministrare ancora con questo modo di fare, il Comune rischia nei prossimi anni di non riuscire neanche a garantire i servizi primari. È necessario che gli interventi siano fatti con un’effettiva programmazione e non con improvvisazione, salvaguardando le innumerevoli risorse presenti sul nostro territorio come il mare, il turismo e l’agricoltura che anno dopo anno mostrano una crisi

profonda. Bisogna effettuare spese controllate con il parere vigile degli uffici competenti e non si devono esporre le casse comunali al di là delle proprie capacità finanziarie. C’è l’esigenza di rispettare e far rispettare le regole, infondere il concetto di democrazia, parità e legalità, attraverso una gestione prudente ed equilibrata. Chi pensa che con la politica delle tasse, portando l’Imu sulla seconda casa allo 0,96%, aumentando la Tarsu di un’ulteriore 6% rispetto al precedente anno, aumentando la tariffa dell’acqua di circa il 34%, portando l’abbonamento mensile dello scuolabus da 15 euro a 18 euro e il ticket della mensa scolastica da 1 euro a 2,50 euro, riesca a risolvere la difficile situazione in cui versa l’Ente non ha compreso le attuali circostanze economiche o continua “bluffare”. Il Pd e i suoi militanti vogliono, dunque, ribadire con forza che è arrivato il momento di avviare una seria politica di risanamento del Bilancio dell’ Ente senza gravare, però, sempre e solo sugli stessi contribuenti che vedono giorno dopo giorno assottigliare le loro disponibilità per un peggioramento della situazione economica generale a cui si va ad associare l’incremento di spese locali “al fine di mantenere gli equilibri di bilancio». Si tocca poi il tema della spending review. Due parole che ormai da una parte mettono paura, dall’altra devono essere affrontate con coraggio e lucidità. Ecco quindi come prosegue il comunicato diffuso ieri.

«A cosa serviranno questi ulteriori sacrifici? Ad un miglioramento dei servizi? continua la nota - Noi crediamo si debba attuare una seria politica di “Spending review” mettendo mano a tutte quelle spese e sprechi che possono essere vinti, ad esempio riducendo tutti quegli incarichi esterni che non apportano benefici ma maggiori spese all’ente e utilizzando in maniera più efficace il personale interno presente nelle proprie strutture, rendendo più efficiente l’Intera macchi-

na amministrativa. Nell’attuare ciò, proponiamo all’attuale amministrazione la riduzione della Giunta, composta da 6 assessori; anticipando di fatto le nuove istruzioni del Ministero dell’Interno (decreto legge 13 Agosto 2011 n. 138 convertito dalla legge 14 Settembre 2011 n. 148) rivolte agli Enti Territoriali nell’ambito degli interventi volti al contenimento della Spesa Pubblica, che per Comuni maggiori di 5000 abitanti prevede la riduzione del numero di Consiglieri (da 12 a 10) e

del numero degli Assessori (da 6 a 4). Siamo coscienti che il risparmio derivante non sarebbe rilevante in termini assoluti ma ,sarebbe importante dare un segnale e, potrebbe servire ad evitare l’eccessivo aumento, del 150%, del ticket mensa per i bambini delle scuole. Il Sindaco e la sua Giunta dovrebbero fare piena chiarezza sulla reale situazione in cui si trova l’ente nel rispetto di tutta la cittadinanza selliese». Conti duri da fare, ma la situazione appare tale.

CULTURA

Il ricordo del genio Rambaldi

A

l cordoglio che in questi giorni si sta stringendo in tutta Italia attorno alla figura del noto Carlo Rambaldi ha inteso prendere parte anche il celebre attore catanzarese Paolo Turrà. «Rambaldi è stato un esempio di alto valore artistico e umano – afferma Turrà – che ha saputo leggere le nuove dimensioni e le avanguardie espressive e, quindi, le innovative soluzioni legate al cinema. Basti ricordare che ha vinto il premio Oscar per gli effetti speciali in ben tre occasioni. Alla sua figura sono legati anche una serie di film che hanno scritto la storia del grande schermo come King Kong, ET, Alien. Con la scomparsa di Rambaldi - aggiunge poi Turrà - perdiamo un

genio del settore e del mondo della cultura, ma anche una persona di straordinaria umiltà e generosità che io ho avuto modo di conoscere e di apprezzare in diverse circostanze. Non va disperso

il suo ricco patrimonio che certamente lascia una traccia indelebile nel patrimonio cinematografico e potrà significare molto in termini di ricerca e di approfondimento specialmente per le nuove generazioni».


4 il Domani dello Sport

Mercoledì 15 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

EMMA: DOMANI IL GRANDE SHOW VENTIDUE BRANI IN SCALETTA CATANZARO La cantante proporrà i suoi pezzi in una rinnovata versione rock

U

Maria Gallo

Previsto il pienone come è spesso accaduto nelle tappe della cantante salentina. Ritoccato il costo dei biglietti verso il basso

na scaletta che contiene tutti brani originali del suo repertorio, con l’unica eccezione per “Nel blu dipinto di blu” in versione surf. Emma Marrone arriverà a Catanzaro proprio domani e anche nel capoluogo di regione sprigionerà la sua grinta coinvolgente. Tanti i fan che hanno già acquistato il tagliando per l’esibizione nell’Area polifunzionale “Magna Grecia” di Catanzaro lido. Grazie alla People eventi riaprirà – seppur per una sera la struttura che negli anni ha accolto i più grandi concerti dell’estate catanzarese ma che ormai da un po’ di stagioni ne ospita sempre più di rado. E’ invece grazie al con-

Lo spettacolo andrà in scena nell’Area polifunzionale “Magna Grecia” di Catanzaro. Teatro musicale della città

tributo dell’Amministrazione provinciale guidata da Wanda Ferro se il costo dei biglietti è il più basso di tutta Italia. «In questo periodo di crisi – ha spiegato il presidente della People eventi Michele Giglio – non potevamo che portare avanti una politica dei prezzi

che andasse incontro all’esigenza delle famiglie. E così, nonostante l’impegno gravoso messo in atto dalla mia società per rimettere in funzione una struttura del tutto abbandonata come l’Area Magna Grecia, siamo riusciti a limitare il costo dei taglian-

di. Per questo devo ringraziare il presidente Ferro che ha compreso i nostri sforzi e ha assecondato la nostra volontà di venire incontro al pubblico». Per quanto riguarda lo spettacolo, la cantante salentina, amatissima da tutte le genera-

zioni e capace di raggiungere il milione di fan sulla sua pagina facebook, è accompagnata sul palco dalla sua affiatata band formata da Daniele Formica alla batteria, Simone De Filippis e Flavio Pasquetto alle chitarre, Pietro Casadei al basso, Luca Cirillo alle tastiere e Arianna Mereu, sua ex “compagna di classe” ad Amici 9, ai cori. La scaletta, composta da 22 brani riproposti in una versione rock elettronica, propone i suoi successi più famosi: da “Ti capita mai”, a “Resta ancora”, da “Sarò libera” a “Con le nuvole”, da “Calore”, a “Non è l'Inferno”. Da sottolineare che moltissime date del tour, finora, sono state sold out. L’ultima quella del 12 agosto a Paestum.

La “Caccia al tesoro” torna al Parco della Sila T

radizioni che non muoiono mai. L’Ente Parco Nazionale della Sila e l’Associazione “Città del Sole” di Cosenza organizzano, per il 18 agosto prossimo, la terza edizione della caccia al tesoro fra i boschi della Sila. Quest’anno l’avventura della caccia al tesoro, dedicata alla brigantessa Maria Oliverio passata alla storia con il nome di Ciccilla, avrà inizio alle 14.30 con il ritrovo dei partecipanti alla Proloco di Lorica. Alle 15.00 si partirà alla volta del tesoro insieme ad un cantastorie che narrerà la storia del brigantaggio calabrese ed accompagnerà il gruppo all’incontro con Ciccilla e la banda del brigante Pietro Monaco. Noi finisce qui, visto che probabilmente la parte più interessante sarà quando tutti

andranno tra i boschi della Sila, costeggiando il lago Arvo, fra canti e giochi a squadre della tradizione popolare, come la gara del ìmaccaturoî, la corsa con i sacchi, la gara di componimento di un poema risorgimentale, quella di ballo tarantolato, del “Coro dei lupi” e tanto altro fino a sera. Soltanto a conclusione della giornata si procederà alla ricerca del tesoro ed alla consegna dei premi ai vincitori. L’iscrizione alla caccia al tesoro è gratuita ed aperta a tutti. E’ un’occasione per ricordare insieme, immersi nella natura di un Parco nazionale di splendida e rara bellezza, la storia di un fenomeno meridionale alle cui vicende i luoghi dell'altopiano silano sono legati profondamente.


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

LA GIUNTA SCOPELLITI CHIUDE UN’ IMPORTANTE OPERAZIONE REGIONE Recupero di 98 milioni destinati alla ristrutturazione dei centri storici

«C

Carlo Liguori

on il recupero dei fondi per la ristrutturazione dei centri storici calabresi, il presidente Scopelliti e la Giunta regionale hanno concluso un’importante e significativa operazione destinando 98 milioni di euro a ben 170 comuni calabresi su 240 che ne avevano fatto richiesta». E’ quanto afferma, in una nota, il Vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò (nella foto in basso). «La Giunta regionale ha avuto l’abilità di disinnescare quello che andava appalesandosi come un autentico gioco al massacro - dice Nicolò - tant’è che parecchie amministrazioni locali dopo aver avviato le procedure ed assunto impegni in merito, si sono improvvisa-

Nicolò: «La Giunta regionale ha avuto l’abilità di dissinnescare quello che sembrava un vero gioco al massacro»

mente trovati senza alcuna certezza rispetto alla programmazione. Una situazione che ha rischiato di portare al collasso decine di piccoli e medi comuni calabresi che si erano ritrovati spoliati di ogni possibile capacità di agire, stante le notevoli somme già impegnate e su cui non c’era certezza di ritorno. In molti comuni - prosegue Alessandro Nicolò - i lavori erano stati addirittura completati senza che vi fossero i corrispettivi della copertura di spesa. Una situazione incresciosa che solo grazie all’impegno della Giunta di centrodestra è stato possibile risanare». «La rivitalizzazione dei centri storici - continua Alessandro Nicolò - non è soltanto una questione di risanamento urbanistico, ma incide significativamente sul tessuto sociale ed economico che, storicamente, ha fatto del nucleo centrale delle città il luogo privilegiato per lo scambio commerciale, per l’avvio delle iniziative artigianali, un pulsare economico che è stato il motore anche culturale della nostra società. Pertanto, lasciano molta perplessita’ le polemiche incomprensibili di autorevoli esponenti del centro sinistra. Il giudice migliore di questa situa-

zione sono stati i sindaci dei comuni interessati, come Carmela Lanzetta, che certamente non è un amministratore di centrodestra, ma che ha voluto - dice - testimoniare con onestà intellettuale l’efficacia dell’azione politica della Giunta regionale, esprimendosi, appunto, sui fatti e non sui sogni che, in questo caso, stavano diventando un vero e proprio incubo per le casse di oltre 250 comuni di varia maggioranza politica».

Al Sindaco di Parghelia la solidarietà di Scopelliti

I

eri sera alle ore 19.30, al palazzo comunale di Parghelia (VV) il Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, accompagnato da una delegazione di rappresentanti istituzionali, incontrerà il Sindaco Luisa Brosio per portarle la propria solidarietà. Il primo cittadino, infatti, - ricorda una nota della presidenza della Regione - nelle scorse settimane è stato colpito da una serie di gravi atti intimidatori. Infatti, sono state date alle fiamme le auto sua e quella del marito.


6 il Domani dello Sport

Mercoledì 15 Agosto 2012

CRONACA CALABRIA

CACAO RALLENTA INVECCHIAMENTO SALUTE Secondo uno studio effettuato dal team di geriatria dell’ospedale di Avezzano

D

Carlo Liguori

a uno studio condotto dal team della Geriatria dell’ospedale di Avezzano e dall’Università dell’Aquila una ‘scoperta’ che, passando per gli Stati Uniti, ha suscitato immediata eco nella comunità scientifica internazionale: il cacao riduce l’invecchiamento del cervello e ne migliora le capacità cognitive. La ricerca, ora bisognosa di approfondimenti, potrebbe aprire nuovi orizzonti nella lotta contro l’Alzheimer. Lo studio, in sostanza, ha dimostrato che l’assunzione di flavanoli (composti naturali) del cacao, presi con determinati dosaggi, nell’ambito di una dieta controllata, potenzia le performance mentali degli anziani. Le conclusioni dello studio, condotto da Giovambattista Desideri, direttore del reparto di Geriatria dell’ospedale di Avezzano, sono state pubblicate sulla rivista Hypertension, testata dell’American Heart Association. La notizia rimbalzata dagli Usa ha immediatamente destato l’interesse della comunità scientifica internazionale. Sono stati ‘osservati’ 90 anziani affetti da declino cognitivo lieve, reclutati principalmente nella Marsica tra gli utenti afferenti all’Unità

Sono stati osservti 90 anziani affetti da declino cognitivo lieve, reclutati principlamente nella Marsica in Abruzzo

Valutativa Alzheimer, suddivisi in modo casuale in 3 gruppi che hanno ricevuto ogni giorno, per 8 settimane, dosi diverse di bevanda con flavonoli del cacao: 990 milligrammi (dose alta), 520 mg (media) o 45 mg (bassa). Le capacità cognitive (cioè del cervello) sono state valutate attraverso test neuropsicologici che esplorano le funzioni esecutive, la memoria a breve termine, la rapidità di pensiero e la capacità cognitiva complessiva. Lo studio del prof. Desideri ha dimostrato che chi assumeva dosi medio-alte di flavanoli del cacao mostrava in generale performance migliori rispetto a chi ne consumava meno. Nel gruppo di anziani, selezionati per la ricerca, è stata inoltre rilevata una riduzione della

Nel gruppo di anziani selezionati per la ricerca, è stata inoltre rilevata una recrudescenza della pressione sanguigna pressione sanguigna, dello stress ossidativo e dell’insulinoresistenza. Proprio da quest’ultimo aspetto, secondo l’equipe di ricercatori dipende il miglioramento, nella misura del 40%, delle funzioni cognitive. «L’effetto positivo sembra essere mediato principalmente da un miglioramento della sensibilità all’insulina - dice Desideri -

l’ormone che gioca un ruolo fondamentale nel tenere sotto controllo la glicemia. Resta ora da capire se questi benefici sul profilo cognitivo siano una conseguenza diretta del consumo di flavonoli del cacao oppure un effetto secondario al miglioramento della funzione cardiovascolare». Lo studio, spiega Desideri, «evidenzia che consumare flavanoli del cacao, come parte di una dieta controllata a livello calorico e bilanciata dal punto di vista nutrizionale, può migliorare la capacità cognitiva degli anziani. Considerando l’aumento globale dei disturbi cognitivi, con un impatto notevole sulla qualità di vita delle persone - osserva il geriatra - il ruolo dei flavonoli del cacao nella prevenzione o nel rallentamento del declino cognitivo

giustifica ulteriori ricerche sul tema. Dopo questi primi, importanti risultati, ora servono studi più ampi che aiutino anche a comprendere la durata degli effetti positivi e i livelli di flavanoli del cacao che possano essere necessari nel lungo termine per mantenere o migliorare lo stato di salute del cervello».

Dopo questi primi importanti risultti, or servonostudi più ampi che aiutino a comprendere la durata degli effetti positivi della cura


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport

7

CRONACA CALABRIA

IL BOSS MANFREDA TRADITO E UCCISO DAI SUOI AFFILIATI

CRONACA Ricostruite tutte le fasi del raggiro e la falsa vendetta contro i Vona

N

Massimiliano Venzi

el decreto di fermo emesso dalla Procura distrettuale di Catanzaro contro i cinque petilini accusati del delitto di Valentino Vona e del tentato omicidio del fratello Giuseppe sono ricostruite tutte le fasi del ‘raggiro’. Il boss Vincenzo Manfreda sarebbe stato ucciso dai suoi affiliati che volevano far ricadere la colpa sui Vona facendo passare l’agguato contro i due fratelli per una vendetta. Ecco alcuni passi del provvedimento che ricostruiscono la vicenda, come si legge su il crotonese.it. «L’omicidio di Manfreda Vincenzo, avvenuto nella serata del 23.3.2012, costituisce l’antefatto dell’uccisione di Vona Valentino e del ferimento di Vona Giuseppe. Maturato nell’ambito della medesima organizzazione criminale che era capeggiata dal Manfreda, gli autori (a carico dei quali si procede separatamente, non risultando le indagini complete), si preoccuparono di occultare le proprie responsabilità e di sviare ogni sospetto appunto facendone ricadere le colpe su Vona Giuseppe e tentando di eliminarlo come punizione per il fatto ingiustamente attribuitogli. In buona sostanza, tutto lascia ritenere che l’autore dell’efferato delitto fosse una persona che conosceva il Manfreda Vincenzo, dato che non sono stati individuati segnali di un tentativo di fuga della vittima; chi lo trucidò l’aspettava nei pressi del maneggio e/o lo seguiva a breve distanza. Può dirsi, in conclusione, che il modo del Manfreda di amministrare e gestire la “bacinella” della cosca aveva suscitato mol-

Il boss Vincenzo Manfreda sarebbe stato ucciso dai suoi affiliati che volevano far ricadere la colpa sui Vona teplici rancori da parte di altri esponenti della leadership, tra i quali Combierati Salvatore e Castagnino Giovanni. Appare conseguentemente sostenibile, anche per le già esposte conclusioni circa la dinamica dell’uccisione del Manfreda, che questa sia stata deliberata all’interno del medesimo gruppo criminale al quale la vittima apparteneva, circostanza quest’ultima che assume uno specifico rilievo anche ai fini della ricostruzione dell’omicidio Vona». Confermate qunidi le indiscrezioni e i sospetti di ieri. Gli inquirenti, quindi, fanno riferimento ad una riunione tra sodali del gruppo Manfreda, nel corso della quale «erano stati individuati, al fine di procedere ad una rappresaglia per l’uccisione del Manfreda, soggetti, pur sempre affiliati ma di inferiore spessore criminale, quali Pace Giuseppe e Lechiara Luigi, i quali, nonostante qualche perplessità a svolgere la prestazione loro richiesta avevano alla fine aderito alla direttiva loro impartita e si erano adoperati per la riuscita del piano omicidiario, studiando le abitudini della vittima predestinata, Vona Giuseppe (c. 1986, detto “Generale”). Dalla medesima intercettazione, tuttavia, si comprende che Lechiara e Pace erano convinti che l’omicidio di Vona Giusep-

pe, per vendicare la morte del Manfreda - oltre a rispondere alla decisione, già presa da tempo, di eliminare la famiglia dei “Marvizzi” - mirava unicamente a nascondere il fatto che l’uccisione di questi era stata deliberata da Castagnino Giovanni. L’ eliminazione fisica di Vona Giuseppe nasceva, dunque, proprio dalla necessità di occultare, agli occhi dei rimanenti e limitrofi ambienti ‘ndranghetistici, le reali responsabilità del Castagnino (“Pace: Se ammazziamo “U Generale” gli diciamo a... inc... che noi lo sappiamo che è stato lui ...(a bassa voce)...». La ricostruzione (per ragioni di spazio siamo stati costretti a tagliare alcuni punti senza però stravolgere il senso) va quindi avanti. «La ricostruzione investigativa così delineata trova un fondamentale contributo nelle ulteriori dichiarazioni rese (il 23.05.2012) da Vona Giuseppe alla Polizia Giudiziaria di Petilia Policastro. Vona spiegava chiaramente che il brutale omicidio del fratello e l’attentato alla sua persona trovavano radice nella artata attribuzione - in suo pregiudizio - dell’omicidio di Manfreda Vincenzo e precisava che essi erano notoriamente maturati nell’ambito della criminalità organizzata del posto e che la violenza e l’efferatezza del gesto doveva rappresentare una risposta, nello stesso tempo, simbolica ed esemplare: (...)»

E poi ancora, si scende sempre di più nei dettagli. Tutto è stato studiato con cura. «Lo sanno tutti a Petilia Policastro che sono vittima di una chiaro “raggiro criminale” è un dato di fatto che cercano o hanno cercato di accollarmi la responsabilità materiale dell’omicidio di Manfreda Vincenzo, evento che vi posso garantire non ho commesso io e poi se veramente avessi fatto un azione simile, di certo non sarei partito per tagliare legna alle 5 della mattina, portando con me anche mio fratello Valentino. Con l’omicidio di Manfreda Vincenzo io non c’entro nulla. Inoltre vi posso aggiungere che la sera in cui è stato ucciso Manfreda Vincenzo, verso le ore 20.00 io ero con Fico Salvatore in giro per Petilia Policastro, poi ci siamo intrattenuti nel pub del fratello Fico Pasqualino fino alle ore 23:00 - 23:30 circa. Ricordo che nel pub c’era anche, oltre che FicoPasqualino e il fratello Salvatore, mio fratello Valentino e la sua fidanzata, sono entrati anche altri avventori ma non ricordo con precisione, dopo Fico Salvatore mi ha riaccompagnato a casa. Solo la mattina dopo ho appreso della morte di Manfreda Vincenzo (...) L’omicidio di Manfreda Vincenzo lo sapete pure voi che è maturato nell’ambito della criminalità organizzata e chi sia stato voleva una testa da tagliare per porre in essere questo raggiro ovvero far cadere la responsabilità su altre persone. Hanno

«L’omicidio di Vona per vendicare la morte del Manfreda, mirava a nascondere il fatto che l’uccisione di questi era stata deliberata da Giovanni Castagnino» scelto per motivi che ancora oggi non so spiegarmi, io con Vincenzo non avevo nulla a che vedere, ci conoscevamo come paesani, ci si scambiava il saluto ad un incontro ma ognuno per la sua strada (...) Rientra nel raggiro che vi ho descritto poco fa, hanno colpito violentemente a Valentino per far capire a tutti ed ovviamente ingannare tutti, dimostrando la mia ingiusta responsabilità nell’omicidio di Manfreda Vincenzo, hanno voluto far credere che l’omicidio di mio fratello fatto con tanta violenza era la risposta naturale ed immediata all’omicidio di Manfreda Vincenzo (...). Certo è che Vona Giuseppe era precisamente consapevole di essere stata la vera ed unica vittima predestinata di un commando che, sostanzialmente, era ancora di libero di muoversi. (...) ho ancora paura che qualcuno mi possa uccidere e pertanto non sto uscendo di casa, fino a quando non si risolverà la questione, ossia i colpevoli verranno arrestati e non sarà chiusa la vicenda (…)».


8 il Domani dello Sport

Mercoledì 15 Agosto 2012

SPORT

TANTE ROSE DA COMPLETARE CALCIOMERCATO Come accade ogni anno i presidenti provano a fare colpi finali

C

Massimiliano Venzi

ontinua, a due settimane dall’inizio della stagione, il mercato della serie B

LE TRATTATIVE Presente, come in ogni giornata, lo Spezia del direttore Nelso Ricci che pensa ad alcuni tasselli per completare la difesa e il reparto offensivo. Uno dei papabili è Massimo Volta, classe 1987, in forza alla Sampdoria: difensore centrale, si adatta anche come terzino, è in uscita dai blucerchiati dove non viene reputato all'altezza della massima categoria. Su di lui c’è il forte interesse del Torino che

sembra in vantaggio, ma lo Spezia non molla facilmente. Intanto, salta definitivamente l'acquisto di Claiton, difensore brasiliano, pronto ad accasarsi al Livorno che nel frattempo ha chiuso per il centrocampista Gentsolgu della Sampdoria, arrivato in Toscana con la formula del prestito. Tornando allo Spezia per il reparto offensivo resta in auge il nome di Cacia mentre per Okaka - come si legge su Tuttomercatoweb - restano da definire solo i dettagli. In uscita c'è Evacuo, attaccante ex Gallipoli, che potrebbe lasciare il posto a Paulinho del Livorno. Il Sassuolo è pronta a riabbracciare

n I provvedimenti disciplinari

I

l Giudice Sportivo ha comunicato le proprie determinazioni, in seguito alle gare del secondo turno di Coppa Italia. La Reggina è stata multata di 500 euro, “per avere suoi sostenitori, al 29° del primo tempo, acceso un fumogeno nel proprio settore”. Un turno di stop per Sinisa Andelkovic, espulso durante Modena-Sudtirol: il difensore sloveno salterà la gara contro la Reggina. Un turno di stop anche per: Blondett (Portogruaro), Ceppitelli (Bari), Colombini (Pisa), Gori (Benevento), Picci (Brescia), Sales (Cremonese), Gandelli (Chieti), Di Gaudio, Kabine e Perini (Carpi), Gavilan (Nocerina), Tozzi Borsoi (Perugia) e Volpe (Virtus Entella)Tre giornate di stop oer il giocatore del Grosseto, Ronaldo, due turni di squalifica per Caputo del Bari. Multe anche per Grosseto (2000 euro, per gli insulti al procuratore federale Palazzi), Novara, Nocerina e Ascoli., due giorni prima del match inaugurale di Euro 2012 che vedrà opposte, allo Stadio Nazionale di Varsavia, la Polonia e la Grecia. Citta avrà a disposizione, in quell'occasione, tre mele: una con il logo della Polonia, una con quello della Grecia e una terza mela senza logo (che, se scelta, indicherebbe una partita che finisce in parità). (m.v.)

Boakye, attaccante che lo scorso anno, sotto la guida di Pea, ha fatto le fortune della formazione neroverde. L’ Hellas Verona pensa a sfoltire l'organico: Bjelanovic al Cittadella, Frattali verso Bari e Berettoni, centrocampista milanese, a un passo dal Vicenza guidato da Roberto Breda. Il Bari per la porta, perso Lamanna, pensa a Nicola Leali della Juventus, oltre al già citato Frattali. Il Cesena perderà quasi sicuramente Adrian Mutu, cercato sempre più dall’ Ajaccio, formazione francese. Il Varese cede in comproprietà Pucino al Chievo Verona e cerca un sostituto che avrebbe individuato in Cristiano, in forza attualmente all' Albinoleffe. La Ternana per la difesa starebbe pensando a Di Maio, roccioso difensore in forza alla Nocerina. C’è però da battere la concorrenza dell’Empoli. Chiudiamo con la trattativa finalmente conclusa tra Cesena e Siena: Caldirola è un calciatore toscano, mentre Sestu rinforzerà l’ìorganico dei romagnoli. L’HINTERREG GIO NON S TA A GUARDARE Francesco Postorino potrebbe essere il prossimo attaccante dell’Hinterreggio. Il giovane attaccante, classe 1993, ex Reggina Primavera, nell'ultima stagione alla formazione giovanile del Vicenza, è ufficialmente in prova presso il club

allenato da mister Di Maria. Già nella gara di Siderno dello

Molte squadre non hanno ancora completato l’organico: c’è chi cerca saldi nella fase finale del calciomercato

scorso sabato, il giocatore era in panchina e lo staff tecnico lo sta valutando in vista di un possibile ingaggio. Nell’ultima annata, Postorino ha messo a segno ben 13 reti in 24 partite giocate. Ha militato in biancorosso anche nella stagione 2010-2011, con 4 reti messe a segno in 13 gare. Nella Reggina, ha fatto un po’ la trafila delle varie squadre, non venendo confermato. Ha fatto un ottimo Tirneo di Viareggio, segnando due reti

Coppa Italia: ecco le cifre della Reggina

L

a Coppa Italia degli amaranto può essere letta in tanti modi, anche con l’aiuto di qualche preziosa statistica. PRIMO TURNO OK La Reggina partecipa ininterrottamente dalla stagione 1993-1994 alla Coppa Italia Professionisti. Negli ultimi dieci anni, gli amaranto sono stati eliminati una sola volta nel primo turno a cui hanno partecipato, stagione 2001-2002, quando sono stati estromessi nella fase a gironi( girone a 4 squadre con Modena, Cagliari e Lumezzane).

CERAVOLO-GOL Fabio Ceravolo ha realizzato la prima rete ufficiale della stagione. L'attaccante amaranto ha messo a segno la sua quarta rete in Coppa Italia con la maglia della Reggina. La rete in Reggina-Piacenza 3-2, del 29 agosto 2007 e la doppietta in RegginaCagliari 4-0 del17 settembre 2008, si aggiungono alla marcatura che ha estromesso dalla manifestazione nazionale la Nocerina.

ESORDIO PER TANTI Moltissimi i calciatori che hanno fatto il loro esordio

con la maglia della Reggina nella serata di domenica. Si parte dai portieri Facchin e Baiocco, per proseguire con Ely e Di Bari, ma anche Hatemaj, Comi e Bombagi, che aveva giocato solo con la Primavera e mai in Prima Squadra. ORA IL MODENA Avversario insidioso per la Reggina nel prossimo turno di Coppa Italia, il Modena. Ben tre eliminazioni dalla Coppa Italia per la Reggina per mano della tosta squadra emiliana. La prima risale all'edizione 2001-2002, seguita poi da quella al secon-

do turno della Coppa 2002-2003: in quella circostanza, vittoria di misura al Granillo,1-0, ko al Braglia 2-1 e Coppa Italia addio. Infine, è recente

l'ultimo ko fatale, quello del 21 agosto 2011, con la super rete di Di Gennaro che ha spezzato l'equilibrio sancito dalle reti di Greco e Emerson.


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport

9

SPORT

IL RICORDO DEL GRANDE MASCI CATANZARO I tifosi non dimenticano una bandiera della squadra giallorossa

M

Mirko Bussi

iti che è impossibile dimenticare. L’8 agosto 2012 è stato il primo triste anniversario della morte dell’indimenticabile portiere (il più grande di tutti i tempi dell’U.S. Catanzaro) Vittorio Masci. Era nato il 7 luglio 1925 a Molina Aterno in provincia dell’Aquila. Arrivò a Catanzaro nella stagione 1946 – 47 per poi passare in serie A alla Salernitana prima ed al Palermo dopo. Dal 1952 al 1959 è tornato di nuovo al Catanzaro conquistando la serie B nel campionato 1958 -59. Disputò anche una partita in nazionale. Il mitico portierone giallorosso - si legge in una nota - ha lasciato la vita terrena l’anno scorso e precisamente l’8 agosto 2011 a Soverato all’età di 86 anni. Nella chiesa di Maria SS. Addolorata di Soverato superiore, quindi, giorno 8 agosto u.s alle ore 18,00 è stata celebrata una messa in suffragio dell’amato Masci. A tale funzione religiosa, che come si sa, di solito, è circoscritta alla presenza dei familiari e di amici intimi del defunto, l’as-

sociazione culturale catanzarese “Petrusinu ogni minestra” ha voluto essere presente con un proprio rappresentante, Amedeo Chiarella. Quest’ultimo, non essendo più giovane, ha avuto la fortuna di seguire personalmente tante partite casalinghe di Masci proprio nel periodo che ha fatto parte della compagine giallorossa. Il rappresentante ha voluto rendere omaggio alla memoria di un grande uomo ricco di valori e di spiccata umanità, condividendo le stesse parole usate dal parroco che ha officiato la messa, e che rimarrà sempre nei cuori dei veri catanzaresi. L’associazione “petrusiniana” intende anche evidenziare che proprio in questi giornivi è stato un altro triste anniversario che riguarda la dipartita di Gregorio Regolo ( super tifoso giallorosso. Anch’egli ha lasciato un vuoto incolmabile. Con comunicati di questo genere si vuole trasferire il ricordo alle giovani leve, che deve rimanere indelebile, di nomi che hanno fatto parte integrante della storia catanzarese in cui si denota ancora oggi l’attaccamento alla nostra amata città.

PANAREA SOGNA I

BEACH SOCCER Tris di vittorie a sorpresa

l calcio è bello perché imprevedibile! La Panarea Beach Soccer ha confezionato uno straordinario tris di vittorie nell’ultimo weekend: 6 a 3 con il Belpassese, 5 a 3 con il Canalicchio Catania e 8 a 2 con la Vigor Lamezia. In più, durante l’appuntamento siciliano, due componenti della squadra, Emanuele Zurlo ed il senegalese Diop, soprannominato Bafodé, sono stati premiati come migliori giocatori della tappa. Questi ottimi risultati hanno alzato l’umore ed ora c’è una grande concentrazione per il prossimo appuntamento. La Panarea Beach Soccer accede di diritto ai quarti di finale e venerdì 17, alle ore 17, si esibirà con la corazzata Colosseum Roma. Riti scaramantici a parte, si prevedono forti emozioni per un torneo, quello della Serie A Enel, che sta regalando grandi sorprese. (m,b)


10 il Domani dello Sport

Mercoledì 15 Agosto 2012

SPORT NAZIONALE

«HO DETTO A TUTTI DI CALARSI NELLO SPIRITO AZZURRO»

PRANDELLI Stasera Italia-Inghilterra che non può essere considerata una rivincita

«A

Giuseppe Mosca

i ragazzi ho chiesto di immedesimarsi subito nello spirito azzurro, voglio capire non solo se saranno all’altezza - e credo che già lo siano - ma anche e soprattutto se sono già pronti per un’avventura importante come le qualificazioni per i Mondiali». Così Cesare Prandelli, alla vigilia della prima amichevole stagionale, che l’Italia giocherà domani alle 21.00 a Berna contro l’Inghilterra. Il ct ha convocato per l’occasione tanti giovani alcuni dei quali debutteranno dal primo minuto: si tratta degli

Il CT ha convocato un gran numero di giovani che non ha mai assaggiato neanche l’Under 21 e questo ha sorpreso non poco attacanti Destro ed El Shaarawy, mentre il centrocampista Verratti entrerà a gara in corso. E potrebbe esserci spazio anche per altri. «Se dopo la partita di domani torneremo a casa con la consapevolezza che due o tre giovani sono pronti, saremo già soddisfatti», ha sottolineato Prandelli, che ha diramato la formazione: Sirigu, Abate,

Ogbonna, Astori, Balzaretti, Nocerino, De Rossi, Aquilani, Diamanti, Destro, El Shaarawy. Sussiste un margine di dubbio per Balzaretti: il neo attaccante della Roma, alle prese con un sovraccarico muscolare, sarà verificato domani mattina. C’è ottimismo, comunque in preallarme c’è Peluso, «Per noi sarebbe una grossa perdita, come lo è

Tra le grandi novità il milanista El Shaarawy alla prima convocazione e che certamente esordirà

stata quella di Ibrahimovic, quindi spero che resti perché ci può dare tanto». Stephan El Shaarawy, alla prima convocazione in Nazionale, parla così del compagno di squadra Antonio Cassano, che qualcuno vorrebbe già lontano dal Milan. «Per me è un grandissimo giocatore, lo stimo come calciatore e come uomo», continua il giovane attaccante, che domani potrebbe debuttare nell’amichevole contro l’Inghilterra. L’assenza di Cassano a Coverciano secondo El Shaarawy è solo momentanea: «Credo sia un punto fermo della Nazionale come lo è del Milan». Con l’attaccante barese El Shaarawy si è sentito appena arrivata la telefonata di Prandelli: «Con lui ho un

El Shaarawy: «Sono ovviamente contento ma nello stesso tempo preoccupato perché non dobbiamo perdere Cassano»

buon rapporto, mi ha detto di stare tranquillo e di fare quello che so fare». Della situazione del club rossonero, però, il giovane attaccante si dice tranquillo, anche se sono andati via giocatori importanti, «che hanno fatto la storia del Milan. Credo, però, che alla fine del Calciomercato saremo competitivi». Quello di domani è sicuramente per El Shaarawy «un test importante per me e per la squadra». Confermando di sognare «i Mondiali del 2014», ha detto: «Intanto è arrivata questa prima convocazione, una grande emozione e spero ci saranno altre occasioni». Non fa paragoni tra Allegri e Prandelli - «due grandi allenatori che sanno stimolare la squadra e soprattutto i giovani come me» - e spiega di gradire il gioco voluto dal ct: «Mi piace partire dall’esterno in velocità e poi arrivare al centro». Con Destro, suo probabile compagno domani nell’attacco contro l’Inghilterra, conferma di trovarsi bene: «Abbiamo già giocato insieme in Under 21, è un giocatore che sa vedere la porta».


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport

11

SPORT

PROCURA DEPOSITA I TABULATI PROCESSO Riguarderebbero i verbali della telefonta intercorsa tra Di Vaio e Portanova

L

Luca Ogrilio

a telefonata tra Marco Di Vaio e Daniele Portanova, sempre negata tra i due giocatori del Bologna nel processo calcioscommesse sulla presunta combine Bari-Bologna, in realtà ci fu. Lo dimostrerebbero i tabulati depositati dalla procura federale, ma il difensore di Di Vaio, l’avv. Guido Magnisi, anche a nome dell’avv. Aldo Savoi Colombis, in una dichiarazione all’ANSA sostiene che la conversazione sarebbe stata brevissima, poco più di mezzo minuto, e dunque non potrebbe avere alcun senso nell’inchiesta della procura federale sul calcioscommesse. La difesa di Di Vaio, ora al Montreal Impact (assolto in primo grado, mentre Portano-

E’ la telefonata, sempre negata dai due giocatori del Bologna, sulla presunta combine di Bari-Bologna dell’anno scorso

va, per il quale il procuratore Stefano Palazzi aveva chiesto una condanna a tre anni, è stato condannato a sei mesi ma solo per l’omessa denuncia), «rileva come i tabulati telefonici integrali, che erano stati negati alla difesa di Portanova dalla procura della Repubblica di Bari, e che ovviamente erano inaccessibili a Di Vaio perché in quel processo non è indagato e neppure persona informata dei fatti, farebbero emergere un contatto telefonico in tarda ora tra i due calciatori. Al di là delle considerazioni processuali (infatti anche la Vodafone aveva negato a questi difensori l’accesso ai tabulati) comunque l’orario della telefonata e la sua durata, circa 40 secondi, fanno intuire come si tratti di una conversazione che non può avere alcun rapporto coi fatti di cui in oggetto». Resta il fatto che, se le indiscrezioni sui tabulati verranno confermate, Palazzi avrebbe aggiunto un punto di forza al suo appello contro la decisione della commissione disciplinare, perché quella telefonata era stata sempre smentita dagli interessati e dallo stesso club. Il processo d’appello sarà celebrato il 21 agosto.

Messi, Iniesta e C. Ronaldo candidati al Premio Uefa A ndres Iniesta, Lionel Messi, entrambi pilastri del Barcellona, e Cristiano Ronaldo (Real Madrid), sono i tre finalisti resi noti dall'Uefa che, a Montecarlo, il 30 agosto, in occasione del sorteggio dei gironi di Champions League, assegnerà il premio di miglior calciatore, sulla base delle segnalazioni dei giornalisti di 53 Paesi europei. Ben 32 calciatori avevano ricevuto la nomination il 16 luglio scorso. Messi ha già vinto l'ultima edizione del premio, ricevendolo direttamente dalle mani del presidente dell'Uefa, Michele Platini. Alle spalle dei tre 'nominatì, il più votato risulta essere Andrea Pirlo, che precede Xavi Hernandez (5/o) e Iker Casillas (6/o). Al settimo posto si è piazzato Didier Drogba, da poco trasferitosi allo Shanghai Shenhua, all'8/o Petr Cech, al 9/o Falcao, colombiano dell'Atletico Madrid, mentre Mesut Ozil si è dovuto accontentare del 10/o posto. Della lista dei 32 facevano parte anche Mario Balotelli, Gianluigi Buffon e l'ex centravanti del Milan Zlatan Ibrahimovic passato da un mese all squadra francese del Psg allenata da Carlo Ancelotti. Inutile dire che come negli multimi anni il grande favorito è l’argentino Messi.

RAZZISMO

A Varese cori contro Ebagua, ma Abodi stigmatizza

«I

rapporti forse incrinati con una parte della tifoseria hanno determinato questa reazione del tifo che non è accettabile, ma non credo sia della stessa natura di un episodio di razzismo, che sarebbe gravissimo. Varese non si è mai segnalata per questo tipo di atteggiamenti. Io propendo più per la seconda ipotesi». Il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, commenta così, all’Adnkronos, quanto avvenuto a Varese con una piccola parte del pubblico che, durante la gara di Coppa Italia, ha fischiato e intonato cori contro il proprio calciatore Giulio Osarime Ebagua. «La comunicazione del Varese chiarisce la posizione. Sempre che di insulti razziali si tratti, bisogna capire se Ebagua è stato fischiato perchè, secondo una parte della tifoseria, aveva tradito il Varese, visto che aveva già giocato a Varese senza problemi, o per altri motivi, che sarebbero gravissi-

mi. Al di là della deprecabilità dell’atmosfera e del fatto che è umanamente comprensibile che il ragazzo si sia lasciato andare - una persona ha anche la sua dignità - io devo capire se si sia trattato di razzismo, o di una reazione sbagliata e comunque censurabile di una tifoseria rispetto ad un giocatore che sembrava avesse tradito la maglia», ha sottolineato Abodi. «Ci sono delle esasperazioni che non aiutano, ma mi auguro che tutto sia definitivamente chiarito. Capisco anche l’imbarazzo di una società come il Varese, che ha sempre cercato di lavorare nel rispetto delle norme, cercando di fare attività di carattere sociale - prosegue -, ed ha fatto della responsabilità sociale uno dei suoi punti cardine nel progetto sportivo. Quindi c’è anche l’amarezza di incidenti di percorso che mi auguro siano una parentesi che si possa chiudere definitivamente».


12 il Domani dello Sport Mercoledì 15 Agosto 2012

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

BRASILE Brasileiro

Cruzeiro-Fluminense: la capolista tiferà per il segno «1» Piace la doppia «X2» rende forma settimana dopo settimana l’effettiva caratura dell’Atletico Mineiro, che battendo il Vasco (1-0, gol dello stampellone Jo a 20’ dalla fine) ha conservato i tre punti sul Fluminense, con una partita giocata in meno. Il turno, tuttavia, avrebbe potuto risultare ancora più favorevole al “Galo” se almeno una delle altre inseguitrici (Flu, Gremio, Inter e Cruzeiro) avesse perso punti, il che non è stato: hanno vinto tutte. Si torna ora in campo nell’infrasettimanale di ferragosto, con la capolista a Goiania, lo scontro diretto Cruzeiro-Fluminense («X2» per noi), e

P

buone occasioni per restare a tiro della zona Libertadores per Botafogo, Gremio, Sao Paulo e Vasco da Gama. Dal punto di vista dei contenuti tecnici, invece, la partita più bella è certamente Corinthians-Internacional, confronto tra due squadre in lunga serie utile che potrebbe rilanciare le quotazioni dei padroni di casa.

Il pronostico di TS Cruzeiro-Fluminense Gremio-Portuguesa Vasco-Coritiba Botafogo-Sport Recife

X2 1 1 1

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

ATLETICO MIN. FLUMINENSE VASCO DA GAMA GREMIO INTERNACIONAL CRUZEIRO SAO PAULO BOTAFOGO FLAMENGO CORINTHIANS PONTE PRETA PORTUGUESA SANTOS NAUTICO CORITIBA SPORT REC. PALMEIRAS BAHIA FIGUEIRENSE ATLETICO GOI.

38 35 34 31 30 26 25 24 22 21 20 18 17 17 15 14 13 13 11 11

12 10 10 10 8 8 8 7 6 5 5 4 3 5 4 3 3 2 2 2

27 27 22 23 21 21 24 26 20 16 19 13 15 20 24 13 15 12 14 16

8 9 12 14 12 20 20 21 21 15 20 17 19 29 32 23 19 22 25 30

7 5 6 6 5 4 6 3 4 3 3 4 3 4 3 2 2 1 1 2

IL TURNO SUCCESSIVO (17ª GIORNATA) Atletico Goi. - Atletico Min. 16-08 Botafogo - Sport Rec. “ “ Cruzeiro - Fluminense “ “ Gremio - Portuguesa “ “ Nautico - Sao Paulo “ “ Palmeiras - Flamengo “ “ Ponte Preta - Bahia “ “ Corinthians - Internacional 17-08 Figueirense - Santos “ “ Vasco da Gama - Coritiba “ “

Bahia - Cruzeiro 0-1 PARTITE DAL 11-08 AL 12-08 Santos - Atletico Goi. 2-2 Sport Rec. - Figueirense 0-1 Atletico Min. - Vasco da Gama 1-0 Coritiba - Corinthians 1-2 Flamengo - Nautico 2-0 Fluminense - Palmeiras 1-0 Internacional - Ponte Preta 2-1 Portuguesa - Botafogo 1-1 Sao Paulo - Gremio 1-2

BOTAFOGO GREMIO VASCO DA GAMA FIGUEIRENSE ATLETICO GOI. PALMEIRAS PORTUGUESA SPORT REC. ATLETICO MIN. FLAMENGO

24 SPORT REC. 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-1 = . . .

ATLETICO MIN. PONTE PRETA ATLETICO GOI. SAO PAULO VASCO DA GAMA FIGUEIRENSE BOTAFOGO FLUMINENSE NAUTICO

1-4 1-1 0-0 0-1 0-2 0-1

1 3 1 0 3 1 0 1 2 3 3 2 5 1 1 3 3 5 3 1

0 0 1 1 1 3 2 4 1 2 2 2 0 2 4 4 3 3 4 4

RETI F S 16 14 14 12 12 9 12 13 12 10 10 9 15 13 13 7 9 7 7 10

3 4 8 3 5 9 5 11 9 9 7 5 10 8 12 13 8 9 12 14

ATLETICO GOI. INTERNACIONAL SAO PAULO SPORT REC. BOTAFOGO CORINTHIANS SANTOS ATLETICO MIN. PALMEIRAS BAHIA

14

CRUZEIRO

FLAMENGO CORINTHIANS PALMEIRAS PONTE PRETA SANTOS BAHIA FLUMINENSE CORITIBA ATLETICO MIN.

= = ▼ ▼ ▼ . . .

V

FUORI N P

5 5 4 4 3 4 2 4 2 2 2 0 0 1 1 1 1 1 1 0

1 2 3 1 3 1 1 2 2 3 2 4 3 1 2 2 1 2 2 4

1 1 1 4 1 3 5 2 4 3 4 4 5 7 5 4 6 4 5 5

RETI F S 11 13 8 11 9 12 12 13 8 6 9 4 0 7 11 6 6 5 7 6

5 5 4 11 7 11 15 10 12 6 13 12 9 21 20 10 11 13 13 16

REGOLAMENTO In Libertadores le prime 4 più la vincente della Coppa del Brasile. In Sudamericana le squadre dal 5° al 12° posto. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

Corinthians-Internacional 1

GREMIO

21 INTERNACIONAL 30 ATLETICO GOI. FIGUEIRENSE VASCO DA GAMA PALMEIRAS NAUTICO PONTE PRETA CORINTHIANS PORTUGUESA GREMIO

4-1 1-0 0-0 1-0 0-0 2-1

▲ ▲ = ▲ = ▲ . . .

FIGUEIRENSE SAO PAULO INTERNACIONAL BOTAFOGO PORTUGUESA FLAMENGO SPORT REC. SANTOS GREMIO CORITIBA

31 PORTUGUESA 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ . . .

CORINTHIANS FLAMENGO NAUTICO FIGUEIRENSE BAHIA BOTAFOGO GREMIO INTERNACIONAL PONTE PRETA

22

PONTE PRETA

CRUZEIRO 0-1 ▼ PORTUGUESA 0-0 = SAO PAULO 1-4 ▼ ATLETICO MIN. Rin. . FIGUEIRENSE 2-0 ▲ NAUTICO 2-0 ▲ PALMEIRAS . VASCO DA GAMA . BOTAFOGO .

FLUMINENSE SPORT REC. SANTOS CRUZEIRO GREMIO INTERNACIONAL BAHIA SAO PAULO PORTUGUESA

11 SANTOS 0-2 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

NAUTICO PALMEIRAS CORITIBA PORTUGUESA SANTOS INTERNACIONAL FLAMENGO SAO PAULO BAHIA SPORT REC.

13 FLAMENGO 3-0 ▲ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 0-1 ▼ . . .

18 1-1 = 0-0 = 3-1 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 1-1 = . . .

VASCO DA GAMA ATLETICO MIN. PONTE PRETA NAUTICO CRUZEIRO ATLETICO GOI. FIGUEIRENSE CORINTHIANS PALMEIRAS

17 0-2 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 0-3 ▼ 4-2 ▲ 2-2 = . . .

SPORT REC. 4-1 ▲ SANTOS 2-0 ▲ FLUMINENSE 0-0 = FLAMENGO Rin. . CORITIBA 1-0 ▲ VASCO DA GAMA 1-0 ▲ ATLETICO GOI. . BOTAFOGO . CRUZEIRO .

35

26 FLUMINENSE 1-0 ▲ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 2-4 ▼ 1-0 ▲ . . .

PONTE PRETA GREMIO ATLETICO MIN. CORITIBA SAO PAULO PALMEIRAS CRUZEIRO SPORT REC. VASCO DA GAMA

2-1 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

25

17 SAO PAULO 0-3 ▼ 3-4 ▼ 1-3 ▼ 3-0 ▲ 0-0 = 0-2 ▼ . . .

FIGUEIRENSE ATLETICO GOI. FLAMENGO SPORT REC. FLUMINENSE GREMIO NAUTICO PONTE PRETA CORINTHIANS

2-0 ▲ 3-4 ▼ 4-1 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

13

20 BAHIA 1-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ . . .

CORITIBA PALMEIRAS CORINTHIANS GREMIO PORTUGUESA CRUZEIRO PONTE PRETA NAUTICO ATLETICO GOI.

VASCO DA GAMA 34 CORITIBA SANTOS BOTAFOGO INTERNACIONAL CORINTHIANS SPORT REC. ATLETICO MIN. CORITIBA FLAMENGO FLUMINENSE

Statistiche «UNDER» Portuguesa Atletico Min. Corinthians Figueirense Vasco da Gama Fluminense Internacional Palmeiras Santos Sport Rec. Bahia Gremio Sao Paulo Atletico Goi. Cruzeiro Flamengo Ponte Preta Botafogo Nautico Coritiba

13 11 11 11 11 10 10 10 10 10 9 9 9 8 8 8 7 6 6 5

(7-6) (6-5) (5-6) (6-5) (4-7) (4-6) (5-5) (6-4) (3-7) (6-4) (5-4) (5-4) (5-4) (3-5) (4-4) (3-5) (5-2) (3-3) (3-3) (3-2)

11 ATLETICO MIN. 38 1-4 ▼ 4-3 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 1-1 = 2-2 = . . .

La possibile sorpresa

NAUTICO BAHIA CRUZEIRO INTERNACIONAL BOTAFOGO FLUMINENSE FLAMENGO ATLETICO GOI. SANTOS

1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 0-0 = 1-1 = 2-1 ▲ . . .

1 1 2 5 2 6 7 6 5 5 6 6 5 9 9 8 9 7 9 9

(16ª GIORNATA)

PALMEIRAS

PORTUGUESA CRUZEIRO BAHIA VASCO DA GAMA ATLETICO GOI. CORITIBA INTERNACIONAL SANTOS SAO PAULO

2 5 4 1 6 2 1 3 4 6 5 6 8 2 3 5 4 7 5 5

IL TURNO PRECEDENTE

BOTAFOGO FLUMINENSE CORITIBA BAHIA PONTE PRETA SAO PAULO PORTUGUESA FIGUEIRENSE INTERNACIONAL

CORINTHIANS

15 16 16 16 16 16 16 16 15 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16

IN CASA V N P

2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 0-0 = 2-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

BAHIA NAUTICO GREMIO FLUMINENSE ATLETICO MIN. CORINTHIANS VASCO DA GAMA CRUZEIRO FIGUEIRENSE

2-2 2-0 0-0 1-3 0-0 0-1

= ▲ = ▼ = ▼ . . .

15 2-2 = 4-3 ▲ 2-1 ▲ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ . . .

«OVER» Coritiba 11 Botafogo 10 Nautico 10 Ponte Preta 9 Atletico Goi. 8 Cruzeiro 8 Bahia 7 Flamengo 7 Gremio 7 Sao Paulo 7 Fluminense 6 Internacional 6 Palmeiras 6 Santos 6 Sport Rec. 6 Corinthians 5 Figueirense 5 Vasco da Gama 5 Atletico Min. 4 Portuguesa 3

(5-6) (5-5) (4-6) (3-6) (4-4) (4-4) (4-3) (4-3) (2-5) (3-4) (4-2) (4-2) (2-4) (5-1) (3-3) (3-2) (2-3) (4-1) (2-2) (1-2)

«GOAL» Botafogo 11 Coritiba 11 Ponte Preta 10 Atletico Goi. 9 Palmeiras 9 Sport Rec. 9 Bahia 8 Corinthians 8 Cruzeiro 8 Figueirense 8 Sao Paulo 8 Flamengo 7 Fluminense 7 Gremio 7 Internacional 7 Nautico 7 Vasco da Gama 7 Portuguesa 6 Santos 6 Atletico Min. 5

(5-6) (5-6) (4-6) (5-4) (4-5) (5-4) (5-3) (6-2) (4-4) (4-4) (3-5) (3-4) (3-4) (2-5) (4-3) (2-5) (4-3) (2-4) (6-0) (3-2)

«NO GOAL» Atletico Min. 10 Portuguesa 10 Santos 10 Fluminense 9 Gremio 9 Internacional 9 Nautico 9 Vasco da Gama 9 Bahia 8 Corinthians 8 Cruzeiro 8 Figueirense 8 Flamengo 8 Sao Paulo 8 Atletico Goi. 7 Palmeiras 7 Sport Rec. 7 Ponte Preta 6 Botafogo 5 Coritiba 5

(5-5) (6-4) (2-8) (5-4) (5-4) (5-4) (5-4) (4-5) (4-4) (2-6) (4-4) (4-4) (4-4) (5-3) (2-5) (4-3) (4-3) (4-2) (3-2) (3-2)


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

ISLANDA

«UNDER»

Urvalsdeild IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(16ª GIORNATA)

Hafnarfjor - Kr Reykjavik 1 IA Akranes - Stjarnan Goal

Fram R. - Breidablik Grindavik - Selfoss Hafnarfjor - KR Reykjavik IA Akranes - Stjarnan Valur - Fylkir Vestman - Keflavik

FRAM R. IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR GRINDAVIK SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR

IA AKRANES FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN GRINDAVIK VESTMAN

20-08 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “

La possibile sorpresa Grindavik - Selfoss

KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS GRINDAVIK

SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK GRINDAVIK IA AKRANES VESTMAN VALUR

VALUR FYLKIR HAFNARFJOR KEFLAVIK FRAM R. STJARNAN SELFOSS IA AKRANES BREIDABLIK

22 3-1 1-1 1-1 3-3 1-3 3-4

▲ = = = ▼ ▼ . . .

Il pronostico di TS Under 1 1

LYNGBY VIBORG VEJLE FREDERICIA HJORRING HOBRO VESTSJAELLAND KOGE BRONSHOJ FYN SKIVE AB COPENH.

6 4 4 4 3 3 3 2 1 1 1 0

2 AB COPENH. HOBRO LYNGBY KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA VEJLE FYN VIBORG

0 0-1 ▼ 0-1 ▼ . . . . . . .

4 9 5 2 2 1 2 3 2 4 2 0

IN CASA V N P

2 3 2 1 1 2 7 3 3 5 5 2

1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0

IL TURNO SUCCESSIVO (3ª GIORNATA) Bronshoj - Vejle 08-08 Fredericia - Viborg “ “ Hobro - Vestsjaelland “ “ Koge - AB Copenh. “ “ Lyngby - Hjorring “ “ Skive - Fyn “ “

LYNGBY FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND HOBRO VIBORG KOGE SKIVE BRONSHOJ

4 VIBORG 1-1 = 1-0 ▲ . . . . . . .

BRONSHOJ VESTSJAELLAND FREDERICIA HOBRO VEJLE LYNGBY FYN KOGE AB COPENH.

6 HJORRING 3-2 ▲ 1-0 ▲ . . . . . . .

VESTSJAELLAND HOBRO LYNGBY KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA VEJLE FYN

4 2-2 = 7-1 ▲ . . . . . . .

3 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . . . . . .

6 2 3 3 3 2 4 3 2 2 1 1

0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 0

RETI F S

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1

3 7 4 1 2 1 1 1 2 2 1 0

0 2 0 2 3 4 1 0 2 1 1 2

2 3 4 3 1 1 2 5 3 5 5 5

RETI F S 16 8 14 9 16 9 16 8 9 12 8 14

9 10 8 11 13 9 9 13 16 15 18 21

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Islanda. Retrocedono le ultime 2. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

27

32 KR REYKJAVIK 1-3 ▼ 1-0 ▲ Pos. . 1-0 ▲ 5-2 ▲ 1-0 ▲ . . .

FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS

2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 2-3 ▼ . . .

2 1 1 0 0 0 0 1 2 2 1 1

BRONSHOJ VIBORG FREDERICIA VEJLE FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND HOBRO LYNGBY

HOBRO AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND VIBORG LYNGBY KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA

SKIVE FREDERICIA VEJLE FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND HOBRO LYNGBY KOGE

3-2 ▲ 1-0 ▲ Pos. . 0-1 ▼ 2-0 ▲ 4-0 ▲ . . .

V

FUORI N P

1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 1 1 1 0 0 0 1 0 0 0 0

0 0 0 0 1 1 1 0 1 1 1 1

BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR GRINDAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR

RETI F S 1 2 1 1 0 0 1 2 0 2 1 0

0 2 1 1 1 2 7 2 1 3 4 1

4-0 1-1 0-2 2-1 3-1 2-3

.

REGOLAMENTO Promosse le prime 2. Retrocedono le ultime 2. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto in primis della differenza reti poi, eventualmente, del maggior numero di reti segnate.

KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA VIBORG FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND

HJORRING VIBORG HOBRO LYNGBY KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA VEJLE

1 FYN 1-1 = 1-4 ▼ . . . . . . .

▲ ▼ .

4 1-1 = 4-1 ▲ . . . . . . .

3 VESTSJAELLAND 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . . . . . .

▲ = ▼ ▲

.

1 VEJLE 2-2 = 0-1 ▼ . . . . . . .

LYNGBY KOGE SKIVE BRONSHOJ FREDERICIA VEJLE VIBORG AB COPENH. HJORRING

11 9 7 7 7 6 6 6 6

(6-5) (5-4) (2-5) (2-5) (5-2) (4-2) (1-5) (2-4) (4-2)

«OVER» Grindavik Stjarnan Selfoss Fylkir IA Akranes KR Reykjavik Keflavik Valur Hafnarfjor

11 11 10 9 9 9 9 8 7

(5-6) (5-6) (5-5) (4-5) (6-3) (6-3) (4-5) (5-3) (4-3)

«GOAL» Stjarnan Grindavik KR Reykjavik Fylkir IA Akranes Selfoss Keflavik Valur Fram R.

14 11 11 10 9 9 8 7 6

(8-6) (4-7) (6-5) (5-5) (5-4) (5-4) (5-3) (4-3) (2-4)

21

26 KEFLAVIK

FRAM R. SELFOSS HAFNARFJOR BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES

(2ª GIORNATA)

SKIVE BRONSHOJ VIBORG VEJLE FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND HOBRO

1-1 = 2-2 = . . . . . . .

0 0 0 0 1 1 1 0 1 1 1 2

5 10 4 17 16 9 14 10 12 11 15 16

FUORI N P

V

VESTMAN

IL TURNO PRECEDENTE

FREDERICIA

VEJLE FYN AB COPENH. HJORRING VESTSJAELLAND HOBRO LYNGBY VIBORG SKIVE

0 1 1 1 0 0 0 2 1 1 1 0

20 20 13 15 16 6 10 15 11 7 11 8

VALUR GRINDAVIK VESTMAN FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK

1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-0 ▲ 3-3 = 1-2 ▼ 0-4 ▼ . . .

RETI F S

0 1 0 2 2 4 4 3 2 5 5 4

RETI F S

HAFNARFJOR

20

PARTITE V N P 2 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0

2 1 2 1 4 0 2 0 3 0 1 2

11

KR REYKJAVIK GRINDAVIK KEFLAVIK STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R.

2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2

4 6 5 4 2 4 2 4 3 2 2 1

1-3 ▼ 0-4 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-5 ▼ 4-2 ▲ . . .

21 FYLKIR

PT G

IN CASA V N P

2 2 36 14 3 4 28 20 2 4 27 12 3 5 24 28 7 3 32 29 4 5 15 18 3 6 26 23 0 8 23 23 5 5 20 28 1 10 19 26 2 10 19 33 4 9 22 37

STJARNAN IA AKRANES VESTMAN VALUR HAFNARFJOR FRAM R. GRINDAVIK BREIDABLIK KR REYKJAVIK

0-2 ▼ 3-1 ▲ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 3-4 ▼ 3-2 ▲ . . .

Fredericia - Bronshoj 1-0 PARTITE DAL 03-08 AL 05-08 Hjorring - Hobro 2-0 Viborg - Vestsjaelland 7-1 AB Copenh. - Lyngby 0-1 Fyn - Koge 2-2 Vejle - Skive 4-1

KOGE

RETI F S

10 SELFOSS

VALUR GRINDAVIK HAFNARFJOR FRAM R. SELFOSS BREIDABLIK KR REYKJAVIK FYLKIR KEFLAVIK STJARNAN

PARTITE V N P

14 10 15 8 14 8 15 7 15 5 15 6 15 6 15 7 15 5 15 4 15 3 15 2

2-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 2-2 = 4-3 ▲ . . .

Classifica

1st Division

Koge-AB Fredericia-Viborg Lyngby - Hjorring

32 27 26 24 22 22 21 21 20 13 11 10

GRINDAVIK

DANIMARCA Doppietta di segni «1» in multipla

HAFNARFJOR KR REYKJAVIK VESTMAN IA AKRANES STJARNAN BREIDABLIK KEFLAVIK VALUR FYLKIR FRAM R. SELFOSS GRINDAVIK

22

24 STJARNAN 0-2 ▼ 4-0 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ 3-2 ▲ . . .

PT G

0-4 ▼ 1-1 = 1-1 = 1-0 ▲ 4-3 ▲ 0-1 ▼ . . .

13 BREIDABLIK 2-0 ▲ 2-3 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-2 = 2-4 ▼ . . .

«X»

Classifica

Breidablik Fram R. Hafnarfjor Valur Vestman Fylkir IA Akranes KR Reykjavik Keflavik

3

1-0 ▲ 1-7 ▼ . . . . . . .

«NO GOAL» Breidablik Fram R. Hafnarfjor Valur Vestman Keflavik IA Akranes Selfoss Fylkir

10 9 8 8 8 7 6 6 5

(7-3) (5-4) (3-5) (3-5) (4-4) (3-4) (2-4) (3-3) (3-2)

Negli esiti «Under” vola il Fredericia «UNDER» Fredericia AB Copenh. Bronshoj Hjorring Hobro Skive Vejle Fyn Koge

4 3 3 3 3 3 3 2 2

(2-2) (2-1) (1-2) (2-1) (2-1) (2-1) (1-2) (1-1) (1-1)

«OVER» Lyngby Viborg Fyn Koge Vestsjaelland AB Copenh. Bronshoj Hjorring Hobro

3 3 2 2 2 1 1 1 1

(2-1) (2-1) (1-1) (1-1) (1-1) (0-1) (1-0) (0-1) (0-1)

«GOAL» Viborg Fyn Koge Lyngby Skive Vestsjaelland Fredericia Hobro Vejle

4 3 3 3 3 3 2 2 2

(2-2) (1-2) (2-1) (2-1) (2-1) (1-2) (1-1) (1-1) (1-1)

1 2-3 ▼ 2-2 = . . . . . . .

«NO GOAL» AB Copenh. Bronshoj Hjorring Fredericia Hobro Vejle Fyn Koge Lyngby

3 3 3 2 2 2 1 1 1

(2-1) (1-2) (2-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-0) (0-1) (0-1)


Mercoledì 15 Agosto 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

EIRE

«UNDER»

Classifica Airtricity L. Il pronostico di TS

IL TURNO SUCCESSIVO

Derry-Bohemians (23ª GIORNATA) Derry City - Bohemians 17-08 Shelbourne-Sligo Drogheda - Shamrock “ “ Shelbourne - Sligo “ “ St. Patrick-Bray St. Patrick - Bray UCD - Cork City Monaghan Utd - Dundalk

1-0 ▲ 1-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ Rin. . Sos. . . . .

CORK CITY UCD MONAGHAN UTD DUNDALK BRAY DROGHEDA DERRY CITY SHELBOURNE SLIGO

26 1-1 = 1-0 ▲ Sos. . 2-1 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ . . .

19

32 BRAY

ST. PATRICK SHAMROCK DROGHEDA UCD SLIGO DERRY CITY CORK CITY BRAY DUNDALK MONAGHAN UTD

“ “ “ “ La possibile sorpresa 18-08 Drogheda-Shamrock X2 o 2

23 BOHEMIANS

DERRY CITY UCD SLIGO DUNDALK SHAMROCK ST. PATRICK MONAGHAN UTD BOHEMIANS BRAY SHELBOURNE

Under 2 1

SLIGO SHELBOURNE SHAMROCK MONAGHAN UTD BOHEMIANS DUNDALK ST. PATRICK DERRY CITY UCD

1-1 = 0-2 ▼ 1-1 = Rin. . Rin. . 1-0 ▲ . . .

1-1 = 2-3 ▼ 0-0 = Sos. . 0-0 = 1-1 = . . .

Il pronostico di TS

Ross County-Celtic 18-08 Hearts-Inverness “ “ “ “ St. Mirren-Hibernian

ST. JOHNSTONE HIBERNIAN INVERNESS ABERDEEN DUNDEE FC ST. MIRREN DUNDEE UTD KILMARNOCK CELTIC

4 INVERNESS 2-0 ▲ 1-1 = . . . . . . .

ST. MIRREN KILMARNOCK HEARTS CELTIC MOTHERWELL ABERDEEN HIBERNIAN DUNDEE UTD ROSS COUNTY

1 ABERDEEN

ST. JOHNSTONE HEARTS MOTHERWELL ABERDEEN HIBERNIAN DUNDEE UTD CELTIC ROSS COUNTY DUNDEE FC ST. MIRREN

2 1 1

“ “ La possibile sorpresa “ “ 1 19-08 St. Johnstone-Aberdeen

HEARTS

▼ =

0-2 1-1 .

. . . . . .

ST. PATRICK DUNDALK BRAY DERRY CITY UCD SLIGO DROGHEDA MONAGHAN UTD CORK CITY

Pos. . 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-4 ▼ 1-0 ▲ . . .

0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

6 5 4 5 4 3 3 2 2 1 2 0

4 3 6 1 4 2 1 5 3 4 3 0

21 13 21 12 10 15 8 14 16 7 8 0

7 8 7 6 6 14 13 14 24 14 13 0

SHELBOURNE DUNDALK BRAY DROGHEDA CORK CITY MONAGHAN UTD UCD SLIGO BOHEMIANS DERRY CITY

22

BOHEMIANS MONAGHAN UTD SLIGO SHELBOURNE DUNDALK ST. PATRICK UCD DROGHEDA SHAMROCK

0 2 0 2 2 5 6 3 5 5 5 0

33

14 CORK CITY

UCD

Classifica

(3ª GIORNATA) Hearts - Inverness Kilmarnock - Motherwell Ross County - Celtic St. Johnstone - Aberdeen St. Mirren - Hibernian Dundee Utd - Dundee FC

MONAGHAN UTD ST. PATRICK SHELBOURNE UCD SLIGO BOHEMIANS SHAMROCK CORK CITY DUNDALK

14 23 26 13 18 27 22 24 37 36 31 0

RETI F S

1-1 = 1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = . . .

38 SHAMROCK

DROGHEDA

IN CASA V N P

FUORI V N P 5 6 4 3 3 4 3 2 2 2 1 0

3 2 3 7 1 2 4 5 4 3 2 0

DROGHEDA CORK CITY BOHEMIANS BRAY SHELBOURNE DERRY CITY DUNDALK SHAMROCK ST. PATRICK

12 20 13 12 9 9 12 10 11 9 9 0

7 15 19 7 12 13 9 10 13 22 18 0

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Eire. Retrocede direttamente l’ultima. La penultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

40

25 SLIGO 4-0 ▲ 3-2 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = Sos. . 1-2 ▼ . . .

BRAY DERRY CITY CORK CITY ST. PATRICK DROGHEDA SHAMROCK SHELBOURNE UCD BOHEMIANS

0 DUNDALK

MONAGHAN UTD

1-1 = Sos. . 2-2 = 0-0 = 1-1 = 0-1 ▼ . . .

1 2 3 0 6 4 2 3 4 5 7 0

RETI F S

SHELBOURNE SHAMROCK DERRY CITY BOHEMIANS CORK CITY BRAY MONAGHAN UTD ST. PATRICK DROGHEDA

Pos. . Sos. . Sos. . Sos. . Sos. . Sos. . . . .

1-1 = 2-1 ▲ 2-2 = Rin. . 4-1 ▲ 1-1 = . . .

St. Patrick Bohemians Cork City Derry City UCD Dundalk Shamrock Drogheda Shelbourne

14 13 13 12 12 10 10 9 9

(5-9) (7-6) (6-7) (6-6) (8-4) (7-3) (6-4) (6-3) (3-6)

«OVER» Bray Drogheda Shelbourne Dundalk Shamrock Sligo UCD Bohemians Cork City

13 11 11 10 10 10 8 7 7

(9-4) (4-7) (7-4) (3-7) (4-6) (6-4) (2-6) (3-4) (4-3)

«GOAL» Bray Drogheda Cork City Dundalk Shamrock Sligo UCD Shelbourne Bohemians

14 13 12 12 12 12 11 10 8

(8-6) (5-8) (7-5) (6-6) (6-6) (6-6) (5-6) (8-2) (3-5)

16 0-4 ▼ 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ 1-1 = 1-1 = . . .

«NO GOAL» Bohemians Derry City Shelbourne St. Patrick UCD Cork City Dundalk Shamrock Drogheda

12 11 10 10 9 8 8 8 7

(7-5) (7-4) (2-8) (5-5) (5-4) (3-5) (4-4) (4-4) (5-2)

«UNDER»

Premier League IL TURNO SUCCESSIVO

PT

RETI F S

SLIGO 40 19 11 7 1 33 DROGHEDA 38 20 11 5 4 33 SHAMROCK 33 20 8 9 3 34 ST. PATRICK 32 18 8 8 2 24 BOHEMIANS 26 20 7 5 8 19 SHELBOURNE 25 20 7 4 9 24 DERRY CITY 23 19 6 5 8 20 CORK CITY 22 20 4 10 6 24 BRAY 19 20 4 7 9 27 DUNDALK 16 20 3 7 10 16 UCD 14 20 3 5 12 17 IlMONAGHAN Monaghan Utd siUTD è ritirato dal0campionato per problemi finanziari 0 0 0 0 0

DERRY CITY BOHEMIANS ST. PATRICK DROGHEDA SHAMROCK SHELBOURNE CORK CITY SLIGO BRAY

SCOZIA

PARTITE G V N P

CELTIC ROSS COUNTY ST. JOHNSTONE HEARTS ST. MIRREN INVERNESS MOTHERWELL HIBERNIAN KILMARNOCK

2

HEARTS ST. MIRREN DUNDEE UTD CELTIC INVERNESS KILMARNOCK MOTHERWELL ROSS COUNTY ABERDEEN ST. JOHNSTONE DUNDEE FC HIBERNIAN

KILMARNOCK

2-2 = 1-1 = . . . . . . .

DUNDEE FC INVERNESS MOTHERWELL DUNDEE UTD ROSS COUNTY HIBERNIAN ST. MIRREN HEARTS ABERDEEN

1

ST. MIRREN

0-1 ▼ 0-0 = . . . . . . .

INVERNESS DUNDEE FC HIBERNIAN MOTHERWELL ABERDEEN HEARTS KILMARNOCK ROSS COUNTY ST. JOHNSTONE

PT

PARTITE G V N P

4 4 3 3 2 2 2 2 1 1 1 1

2 2 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2

1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

1 1 0 0 2 2 2 2 1 1 1 1

0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1

2 MOTHERWELL 0-0 = 1-1 = . . . . . . .

ROSS COUNTY ST. JOHNSTONE KILMARNOCK ST. MIRREN INVERNESS DUNDEE FC ABERDEEN CELTIC DUNDEE UTD

4 HIBERNIAN 2-2 = 2-0 ▲ . . . . . . .

DUNDEE UTD HEARTS ST. MIRREN ST. JOHNSTONE CELTIC KILMARNOCK INVERNESS ABERDEEN DUNDEE FC

RETI F S 3 4 3 1 3 1 1 0 0 1 0 1

IN CASA V N P

1 2 0 0 3 1 1 0 1 3 2 4

1 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

2

0 1 0 0 1 1 1 1 1 0 0 1

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0

RETI F S 2 2 3 1 1 0 1 0 0 0 0 1

0 2 0 0 1 0 1 0 0 0 2 1

ROSS COUNTY

0-0 = 1-1 = . . . . . . .

MOTHERWELL ABERDEEN CELTIC DUNDEE FC KILMARNOCK DUNDEE UTD ST. JOHNSTONE ST. MIRREN INVERNESS

1

DUNDEE UTD

0-3 ▼ 1-1 = . . . . . . .

HIBERNIAN CELTIC DUNDEE FC KILMARNOCK ST. JOHNSTONE ROSS COUNTY HEARTS INVERNESS MOTHERWELL

FUORI V N P 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

1 0 0 0 1 1 1 1 0 1 1 0

0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 1

RETI F S 1 2 0 0 2 1 0 0 0 1 0 0

1 0 0 0 2 1 0 0 1 3 0 3

REGOLAMENTO Le prime 2 in Champions League. La 3ª e la 4ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa di Scozia. Retrocede l’ultima. In caso di arrivo a pari punti vale la differenza reti.

3

2 CELTIC 0-0 = 0-0 = . . . . . . .

ABERDEEN DUNDEE UTD ROSS COUNTY INVERNESS HIBERNIAN ST. JOHNSTONE DUNDEE FC MOTHERWELL HEARTS

3 DUNDEE FC 3-0 ▲ Rin. . . . . . . . .

KILMARNOCK ST. MIRREN DUNDEE UTD ROSS COUNTY HEARTS MOTHERWELL CELTIC ST. JOHNSTONE HIBERNIAN

1-0 ▲ Rin. . . . . . . . .

Aberdeen Dundee FC Hearts Kilmarnock Motherwell Ross County St. Johnstone Celtic Hibernian

2 2 2 2 2 2 2 1 1

(1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (0-2) (1-0) (1-0)

«OVER» Dundee Utd Hibernian Inverness St. Mirren Aberdeen Celtic Dundee FC Hearts Kilmarnock

1 1 1 1 0 0 0 0 0

(1-0) (0-1) (0-1) (1-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0) (0-0)

«GOAL» Inverness Hearts Hibernian Kilmarnock Motherwell St. Johnstone St. Mirren Aberdeen Celtic

2 1 1 1 1 1 1 0 0

(1-1) (0-1) (1-0) (0-1) (1-0) (0-1) (1-0) (0-0) (0-0)

1 0-0 = 0-2 ▼ . . . . . . .

«NO GOAL» Aberdeen Dundee FC Ross County Celtic Dundee Utd Hearts Hibernian Kilmarnock Motherwell

2 2 2 1 1 1 1 1 1

(1-1) (1-1) (1-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (1-0) (0-1)


il domani  

Edizione del 15 Agosto 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you