Page 1

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Domenica 15 Aprile 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 95

Muore Morosini: sospesi i campionati di calcio dalla serie A alle giovanili

SENZA PAROLE

CRONACA

ARSENAL-WIGAN

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 15/4/2012

a pag. 3

FEDERCALCIO La decisione del Presidente Abete che alla notizia della scomparsa di Morosini ha dato ordine di sospendere tutto il calcio italiano

a pag. 4

1

Consiglia

REGGINA

1.25

1.25

X

➜ ➜

Il miniciclone Lucy arriva anche sulla Calabria con piogge e vento

5.75

5.50

CATANZARO Amaranto beffati Come tutte le altre nel recupero dal partite del calcio Crotone che dopo italiano anche lo svantaggio Catanzarosubito da Angella Arzanese non si ha pareggiato con giocherà. Sotto Pettinari. Poi lo choc anche la choc Morosini squadra di Cozza a pag. 5

2

11.00

11.00


2 il Domani dello Sport

Domenica 15 Aprile 2012

CRONACA CALABRIA

IN VISTA 150 LICENZIAMENTI TRASPORTI I sindacati contro i tagli nell’occupazione e nel chilometraggio

H

Felice Stanca

a scatenato una serie di reazioni la delibera regionale n. 147 dello scorso trenta marzo. È incentrata essenzialmente sui tagli al trasporto pubblico locale, che a quanto pare penalizzerebbe soprattutto la provincia bruzia. Il territorio cosentino, infatti, rischia di perdere, in termini di risorse disponibili per il servizio su gomma, diversi milioni di euro, pronti a ripercuotersi sul personale dipendente delle ditte private. Molti lavoratori, infatti, tra autisti e controllori, sarebbero già in odore di licenziamento. Si parla addirittura di 150 esuberi. Almeno stante ai calcoli effettuati dai sindacati. Tanto è bastato a far scattare l’allarme e nella prossima settimana l’insoddisfazione potrebbe trasformarsi in corteo di protesta. Lo denunciano i rappresentanti dei lavoratori, determinati ad alzare le barricate. Intanto, il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Fausto Orsomarso, è in procinto di lasciare l’incarico (rappresenta il Cosentino a Palazzo Campanella), mentre la batosta dei tagli grava essenzialmente sulla testa delle aziende private, che si sono viste decurtate perfino il “percorso stradale”. Dei 4,5 milioni di chilometri eliminati in tutta la Calabria, tre riguarderebbero proprio la provincia di Cosenza. Da qui la “paccata”

Il territorio cosentino rischia di perdere in termini di risorse disponibili per il servizio su gomma milioni di euro

ECONOMIA

A Polistena l’Imu allo 0,2%

«L’

Amministrazione Comunale di Polistena sta dimostrando in concreto - si legge in un comunicato - con il proprio operato, di rimanere schierata al fianco del popolo, evitando di mettere le mani in tasca ai cittadini sulla nuova ICI prevista per la prima casa. Pur non potendo sottrarci all'imposizione della legge, abbiamo stabilito nell'ultimo Consiglio Comunale un principio di equità e giustizia sociale abbattendo l'IMU (così si chiama la nuova ICI) allo 0,2% per la prima casa, sgravando in tal modo la stragrande maggioranza della popolazione da una tassa che reputiamo ingiusta ed iniqua». «Proprio in un momento drammatico per le famiglie, dove il disagio spesso sfocia in tragedia, il Governo Monti avrebbe dovuto alleggerire la pressione fiscale sui cittadini incentivando piuttosto salari e stipendi. Cosa che invece non solo non è avvenuta - continua la nota - ma la reintroduzione dell'ICI sulla prima casa, sulla

quale ribadiamo la nostra contrarietà, è un atto che colpisce uno dei diritti fondamentali del cittadino. La prima abitazione è sempre un qualcosa costruito dopo sacrifici di lavoro e sudore da parte di genitori e figli, che non è giusto tassare». «La maggioranza comunale ha approvato la definizione delle aliquote della nuova imposta, assumendo la decisione storica, esemplare e coraggiosa di non far pagare sulla prima casa la maggior parte dei polistenesi, i quali potranno ridurre a zero il dovuto grazie alla detrazione fissa di Euro 200,00 prevista dalla legge ed a quella aggiuntiva di 50 Euro per ogni figlio a carico al di sotto di ventisei anni». «A Polistena, dunque, a differenza di altri comuni italiani che stanno cogliendo l'occasione dell'Imu per fare cassa - conclude il comunicato - l'Amministrazione Comunale ha come sempre saputo distinguersi ed interpretare il difficile momento di disagio sociale, stavolta tutelando il diritto alla prima casa per tutti».

di euro in meno di finanziamenti, destinata – dicono gli addetti ai lavori – a riversarsi sul personale dipendente. Se l’ipotesi licenziamento dovesse concretizzarsi, sarebbe un altro boccone amaro da mandare giù per un territorio già fortemente penalizzato. D’altronde la politica della razionalizzazione della spesa sta colpendo diversi settori, come la sanità. Adesso tocca ai trasporti, rispetto ai quali i sindacati non transigono: «Significa l’annullamento del diritto alla mobilità», incalza Mario Litrenta, segretario generale della UilTrasporti per la provincia di Cosenza. Che chiama in causa la classe politica bruzia, affinché si faccia portavoce presso il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti.«Perché deve pagare sempre Cosenza?», si domanda Litren-

ta. «Non bastavano le “sforbiciate” agli ospedali?. I nostri politici prendano in mano la situazione sapendo che a breve ci saranno proteste e scioperi». La delibera prevede la soppressione dei cosiddetti servizi a basso contenuto di traffico, evitando i doppioni. Dove operano efficacemente le Ferrovie della Calabria, per esempio, è inutile mantenere anche il trasporto su gomma. Questa sarebbe la logica della delibera regionale, considerando pure i mancati trasferimenti dello Stato alle Regioni. A Litrenta, però, le scelte operate dal maggiore ente istituzionale calabrese non piacciono affatto. «Chiediamo ai vertici regionali di fare un passo indietro. In questo modo si mette in ginocchio il sistema dei trasporti e si blocca l’economia». Il segretario generale della Uil, che parla anche a nome delle segreterie di Filt-Cgil, Fit e Ugl, ricorda anche i tagli che subiranno i servizi universitari di lunga percorrenza dove i collegamenti risultano sovrabbondanti. E il riferimento è alle corse verso l’Unical. «Un altro colpo al cuore», commenta. In merito a tale vicenda si è inserita pure la Confail, la quale protesta energicamente nei confronti della delibera n. 147: «Questo provvedimento crea disagi a tutta la provincia di Cosenza, tenuto conto che la Regione non ha predisposto il piano regionale dei trasporti, così non delineando principalmente i servizi essenziali e quelli minimi, a garanzia della mobilità interna delle zone più disagiate dell’entroterra. Il taglio dei chilometri riferiti alla provincia bruzia – incalza la Confail – , che risulta essere la più penalizzata, non tiene conto del polo attrattivo della stessa Regione, che è l’Unical e il secondo polo che è la città di Cosenza. Ci preoccupa, poi, il mantenimento dei livelli occupazionali. Ecco perchè chiediamo la sospensione della delibera».

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Domenica 15 Aprile 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

LUCY ARRIVA IN CALABRIA

METEO Il miniciclone che staziona sul Canale di Sardegna ha riportato l’inverno ovunque

«F

Andrea Splendore ine settimana bagnato su gran parte delle regioni, con schiarite che saranno però di breve durata. E mentre sulla Sicilia e sulla Sardegna dopo il maltempo torna temporaneamente il sereno, è atteso un pomeriggio temporalesco su gran parte del Centro-Sud, con nubifragi sulla Calabria dove si sta abbattendo il cuore del mini-ciclone Lucy». E' quanto riferisce Antonio Sanò, meteorologo di ilmeteo.it, avvertendo che «non

potremo fare a meno dell'ombrello fino a venerdì prossimo». Infatti, «il sole tornerà il prossimo weekend sopratutto al Centro-Sud con temperature attorno ai 20°, mentre la domenica una nuova perturbazione raggiungerà il Nord nel pomeriggio. Una prima ondata di caldo dal sapore estivo è prevista per il 25 aprile e durerà almeno fino al 1° maggio». Nel dettaglio, queste le previsioni di ilmeteo.it: «Oggi, piccolo ciclone mediterraneo in azione sul basso Tirreno, circolazione depressionaria

che coinvolge tutta l'Italia; maestrale su Sardegna e Tirreno, Sicilia e Calabria, scirocco sull'Adriatico; maltempo con nubifragi dal Tirreno verso la Calabria, migliora sulla Sardegna e poi sulla Sicilia con ultime piogge sul messinese; precipitazioni meno probabili o assenti sulle coste di Veneto e Friuli-Venezia Giulia; nel pomeriggio, diffusi temporali al Centro-Sud, rovesci al Nord-Ovest in EmiliaRomagna; in nottata nuovo peggioramento sulla Sardegna». «Domani, piogge e rovesci interessano tutto il

Nord, l'alta Toscana, l'Umbria e le Marche, schiarite si aprono sulle coste della Toscana, del Lazio, sull'Abruzzo, Molise, sulle coste ioniche, su Puglia e Basilicata; una nuova perturbazione giunge sulla Sardegna con nuove piogge verso la Sicilia e temporali sul Tirreno puntano verso la Campania, Calabria e tutta la Sicilia; peggiora nel pomeriggio al CentroSud e Sicilia, con temporali su basso Lazio e Campania; maltempo la sera su Sicilia, Lazio, Campania. Lunedì, nuova circolazione depressionaria in formazione; instabile con frequenti rovesci e temporali diffusi al centrosud tutto e sulla Sicilia, neve a 1500 metri; rovesci anche su EmiliaRomagna, bassa Lombardia, basso Piemonte, Sardegna meridionale; nel pomeriggio e sera molto instabile quasi ovunque, meno sulle Alpi, temporali al centrosud e Sicilia e anche sulla Sardegna». «Martedì, tempo ancora instabile; aria fresca da nord, venti da nord sull'Adriatico, maestrale su Sardegna e Tirreno; temporali al sud e Sicilia, piogge sulle Adriatiche dalle Marche e alla Puglia con temporali verso Lazio, Campania; temporali anche sulla Sardegna; più sole sul resto del nord, Toscana, Umbria; nel pomeriggio temporali al sud, Sicilia e

Sardegna, Lazio, Roma, locali sulle Alpi centrali e su Alpi marittimeentroterra imperiese-cuneese. Mercoledì, venti da nord al sud dove ultimi temporali interessano il Salento, la Calabria, il nord Sicilia, ma da ovest avanza una nuova perturbazione atlantica con piogge al nordovest, Alpi, alta Toscana, Sardegna, dirette verso il resto del nord, tutta la Toscana e anche ovest Sardegna; nel pomeriggio temporali al nordovest, ma anche dorsale appenninica, zone interne del centro, Campania, Calabria». «Giovedì, venti da ovest, libeccio forte sui mari occidentali e in Sardegna, piogge e rovesci e temporali al nordovest, Toscana, tutte le tirreniche, Umbria, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna; nel pomeriggio temporali su buona parte del centronord, tirreniche, isole e anche Puglia. Venerdì, sabato e domenica, temporali al centrosud, rovesci sul nordest, più sole su ovest Alpi, Piemonte, Liguria, Varesotto e poi Lombardia e le Isole maggiori. Sabato, bel tempo con rovesci la sera su ovest Alpi. Domenica, temporali dal Nord-Ovest verso il resto del Nord e la Toscana, sole e caldo al Centro-Sud e in Sicilia e Sardegna».


4 il Domani dello Sport

Domenica 15 Aprile 2012

SPORT IN LUTTO

SENZA PAROLE

TERRIBILE La tragica morte di Piermario Morosini getta nel lutto lo sport

I

l volto drammatico dello sport moderno torna a riaffacciarsi con prepotenza, trascinandolo nella cronaca: il cuore che tradisce l'atleta proprio mentre è in campo. Erano ancora fresche nella memoria le immagini dei crolli a marzo di Fabrice Muamba a White Hart Lane e del pallavolista Vigor Bovolenta a Macerata; oggi la tragedia ha colpito Piermario Morosini, centrocampista del Livorno che stava giocando a Pescara. Dunque ancora uno choc in diretta: per tutti gli altri in campo, per gli spettatori, a casa e allo stadio, fra loro forse anche i familiari. Decisivi, a quel punto, sono le condizioni dell'atleta che affronta l'arresto cardiaco, così come la tempestività dei soccorsi. Muamba oggi racconta la sua esperienza, Bovolenta e Morosini purtroppo no. Prima di loro era già lunghissima la lista di altri episodi drammatici. Lo scorso agosto il decesso di Naoki Matsuda, 34 anni, difensore ed ex nazionale del Giappone che aveva disputato il Mondiale di casa del 2002. Morì a due giorni dal ricovero d'urgenza, dopo aver perso i sensi durante un allenamento con la sua squadra di club, il Matsumoto Yamaga. Tra le scomparse più choccanti, poi, c'era stata quella di Antonio Puerta, giocatore della Nazionale spagnola e del Siviglia, crollato in campo nel 2007 durante una partita col Getafe. Dopo l'arresto, gli fu praticato il massaggio cardiaco e tornò nello spogliatoio, ma poi fu colpito da un nuovo, fatale arresto cardiaco. L'autopsia stabilì che soffriva di una displasia ventricolare destra, un'aritmia visibile solo ad esami approfonditi. Nel 2003 era stato lutto mondiale per Marc Foè, 28enne centrocampista del Camerun, stroncato da un arresto cardiaco in una partita di

Lo sfortunato ragazzo del Livorno si è accasciato al suolo sul finire della gara. Voleva rialzarsi disperatamente. Non c’è riuscito Confederations Cup. Ma la storia del calcio italiano si intreccia con tragedie sportive in campo. Impossibile dimenticare il caso di Giuliano Taccola, attaccante della Roma fulminato nel '69 da un infarto nello spogliatoio di Cagliari e morto sull'ambulanza nel trasporto in ospedale. Allora c'era solo il precedente di Ferraris IV, mediano campione del mondo morto in campo per infarto, ma in una partita di vecchie glorie, quando aveva 43 anni. Il 30 ottobre 1977 fu la volta di Renato Curi, durante un Perugia-Juventus che era partita di

n Problemi per l’ambulanza!

vertice anche per gli umbri. Il 24enne centrocampista fece uno scatto, poi il crollo. Scena analoga ma esito fortunatamente diverso dodici anni dopo, sul campo del Bologna, quando ad accasciarsi sull'erba fu Lionello Manfredonia. Arresto cardiaco, intervento di soccorso immediato e salvataggio. Il vivaio dell'Atalanta, tanta serie B e un po’ di Udinese, e poi tre partite nell'Under 21 di Pierluigi Casiraghi all'Europeo del 2009. Era questa la parabola sportiva di Piermario Morosini, centrocampista del Livorno morto oggi dopo essere crollato in campo per un arresto cardiaco. Morosini era cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta dove nei 10 anni di militanza aveva vinto anche uno scudetto allievi. Nel 2005 era passato in comproprietà all'Udinese dove a 19 anni giocò la prima stagione da professionista dividendosi tra Primavera e prima squadra e collezionando 5 presenze in Serie A, 3 in Coppa Italia e una in Coppa Uefa (l'ottavo di finale Levski Sofia-

P

roblemi per l'ambulanza che ha soccorso Piermario Morosini: il mezzo è stato bloccato per qualche minuto da un'auto dei vigili urbani che ostacolava l'ingresso al campo. Attimi concitati: per rimuovere il mezzo è stato rotto un vetro. Ma, come ha sottolineato il cardiologo Paloscia, «un minuto in più o un minuto in meno nei soccorsi non sarebbe servito a nulla. Il cuore si è fermato e non ha più ripreso a battere. Abbiamo infatti provato a rianimarlo in ogni modo per un'ora e mezzo, ma tutto è stato inutile».

S

un Walter Novellino «profondamente triste», quello che, al telefono con l'ANSA, riesce a pronunciare poche parole per ricordare Piermario Morosini, il giocatore morto oggi pomeriggio durante Pescara-Livorno, e che Novellino, ex tecnico dei toscani, aveva allenato a Reggio Calabria. «Un ragazzo bravissimo, di poche parole, e un ottimo centrocampista ma con una gran voglia di arrivare», dice Novellino che, ricordando la morte di Curi (suo compagno al Perugia di Castagner e morto dopo un malore durante un Perugia-Juventus), sottolinea come «la morte di un ragazzo su un campo di calcio sia un dispiacere per tutti, per chi lo conosceva e per chi ama il calcio e lo sport in generale».

fermano tra i titolari anche per la stagione successiva (32 presenze). Nell'estate del 2009 l'Udinese era diventata proprietaria interamente del suo cartellino riscattandone la comproprietà dal Vicenza per 1,5 milioni di euro e il 31 agosto di quell'anno Morosini era passato in prestito alla Reggina e successivamente al Padova, per poi tornare nel 2011 a Vicenza. Dal gennaio di quest'anno il centrocampista era in forza al Livorno: con i toscani aveva collezionato 9 presenze. Morosini aveva fatto anche tutta la trafila nelle nazionali giovanili fino alla Under 21 dove aveva esordito nel settembre del 2006, arrivando a disputare l'Europeo 2009 in Svezia.

Da gennaio giocava con il Livorno che l’aveva rilevato in prestito dalla squadra che ne deteneva il cartellino: l’Udinese

Sospeso il calcio, 1’ di silenzio nello sport top a tutti i campionati di calcio nel fine settimana, dopo la tragica morte di Piermario Morosini. Lo ha deciso la Federcalcio. Il Presidente del Coni, Giovanni Petrucci, ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia da questo momento e per tutto il weekend in memoria del calciatore Piermario Morosini, improvvisamente colpito da un attacco cardiaco oggi durante Pescara-Livorno e successivamente scomparso all'ospedale di Pescara. «È stato come rivedere Renato Curi»: è

Udinese). L'anno dopo l'esperienza in serie B a Bologna dove colleziona 16 presenze, il riscatto dall'Udinese nella successiva sessione estiva del mercato passa al Vicenza, ancora in B dove con 34 gettoni e un gol contribuisce a conquistare la salvezza dei veneti, al punto che i biancorossi ne riscattano la metà del cartellino e lo con-

«Le abbiamo provate tutte per rianimarlo, ma non c'è stato niente da fare». Così il professor Leonardo Paloscia, primario del reparto di cardiologia dell'ospedale Santo Spirito di Pescara, dopo la morte di Piermario Morosini. Il 25enne calciatore del Livorno è stato stroncato da un malore in campo. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. «Il ragazzo era già in arresto cardiorespiratorio. Finché non si è deciso di interrompere la rianimazione, un'ora e mezzo dopo, non si è mai ripreso», spiega il professor Paloscia ai microfoni di Sky. «Le abbiamo provate tutte», abbiamo anche applicato un pacemaker provvisorio, ma non c'è mai stato un accenno di ripresa».


Domenica 15 Aprile 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

AMARANTO BEFFATI N ALLO SCADERE REGGINA In vantaggio con Angella, pari al 93’

I

n campo, al Granillo, Reggina e Crotone. E' tempo di derby della Magna Grecia nell'incontro valido per la 35^ giornata di Serie Bwin. Gara importante per determinare il futuro delle due realtà calabresi in questo campionato, grande attesa per le due tifoserie. I gol allo scadere delle due frazioni di gioco: prima Angella incendia il Granillo poi, oltre il 90', l'incornata di Pettinari. I pitagorici strappano un punto ad una Reggina coraggiosa che ha mostrato grande spirito ed ha onorato la maglia fino all'ultimo istante nonostante l'inferiorità numerica. Espulsi Gabionetta, Cosenza e Bonazzoli. Segui la gara su Regginacalcio.com, commenta il derby insieme a tutti i tifosi amaranto sulla official page di Facebook. La gara: 94' Fischio finale del direttore di gara. Il Crotone strappa un punto al Granillo. 93' Gol del Crotone. All'ultimo assalto,, dopo una gara di straordinario coraggio e sacrificio da parte degli amaranto, i pitagorici trovano il pari con un colpo di testa di Pettinari. 91' Miracolo di Belardi su una conclusione di Eramo. Reggina in apnea in difesa del vantaggio. 84' Tanti, tantissimi applausi per Nino Barillà al momento della sua sostituzione. Al suo posto, Riccardo Colombo per questi ultimi, lunghissimi minuti. 77' Campagnacci rileva uno stremato

Ragusa. Il Granillo omaggia la prestazione dell'attaccante siciliano con un applauso convinto e prolungato. 75' Spinge a pieno organico il Crotone, stringe i denti la Reggina a difesa di un risultato di capitale valore e importanza. 63' La Reggina ad un passo da un clamoroso 2-0 in inferiorità numerica: Freddi di testa dopo un'uscita avventata di Belec, palla fuori di un soffio. 62' Crotone all'arrembaggio, Belardi salva il risultato sugli sviluppi di un corner. 55' Nel Crotone è il turno di De Giorgio che rileva Correia. 51' Espulso Emiliano Bonazzoli. Il capitano riceve una gomitata in un contrasto con Abruzzese e protesta con il guardalinee il quale segnala al direttore di gara le rimostranze del bomber ed esibisce il cartellino rosso. Reggina in 9. 46' Sostituzione Reggina. Esce Alessio Viola, entra Marino che prende il posto, in difesa, dell'espulso Cosenza. - Reggina e Crotone giocheranno il secondo tempo in 10. Espulsi negli spogliatoi Cosenza e Gabionetta. 45' GOL DELLA REGGINA!!! GABRIELE ANGELLA! Colpo di testa vincente del centrale amaranto che incorna alla perfezione su azione da calcio d'angolo e spedisce il pallone accanto al palo alla sinistra di Belec. 26' Reggina vicinissima al gol. Prima la conclusione a botta sicura di Bonazzoli viene respinta dal ginocchio di Vinetot un passo avanti la linea di

porta, poi un destro di Cosenza finisce tra le braccia di Belec. Applausi del Granillo. 24' Ammonito Rizzo per un fallo su Sansone. 22' Metà primo tempo in archivio senza ulteriori emozioni. Cambio tattico nei pitagorici che, dopo l'uscita di Mazzotta, hanno arretrato Galardo in difesa. Maiello, subentrato, compone il tandem di interdittori davanti alla retroguardia con Eramo. 7' Sostituzione Crotone. Mazzotta lascia il campo per infortunio, al suo posto Maiello. - Squadre in campo. Reggina d'argento, indossa i Bronzi di Riace per celebrare il derby della Magna Grecia. Primo tempo con la squadra dello Stretto che attacca sotto la Nord. Ufficiali le scelte dei due tecnici, Gregucci e Drago. Questi gli undici iniziali e le panchine delle due squadre calabresi. REGGINA: Belardi; Freddi, Cosenza, Angella; Ragusa, Barillà, Rizzo, Armellino, Rizzato; A. Viola, Bonazzoli. A disposizione: Zandrini, Marino, Montiel, N.Viola, Colombo, Ceravolo, Campagnacci. Allenatore: Sig. Gregucci (squalificato, in panchina Luigi Genovese). CROTONE: Belec; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Eramo, Galardo; Gabionetta, Florenzi, Sansone; Calil. A disposizione: Bindi, Tedeschi, Maiello, Loviso, De Giorgio, Pettinari, Ciano. Allenatore: Sig. Drago.

Anche al Granillo dopopartita choc per la morte di Pierpaolo Morosini

essuna dichiarazione sulla partita da parte dell'alle natore dei portieri, oggi secondo di Gregucci. Choc per la morte di Morosini. Nessuno della Reggina parlerà e nessuno vuol parlare. Il secondo di Gregucci, Genovese, ha dichiarato nell’immediato dopopartita: «Abbiamo appena appreso della scomparsa di Morosini, siamo sconvolti. Era un ragazzo che ha frequentato il Sant'Agata, si è allenato qui con noi. Anche mister Gregucci e gli altri stanno piangendo, lo hanno anche allenato a Vicenza. Era un ragazzo tranquillo e solare». Le dichiarazioni del post Reggina-Crotone dalla sala stampa dello stadio Granillo: «Non siamo assolutamente già salvi, dobbiamo fare otto-nove punti ancora». «Brutta partita? Il portiere loro ha fatto tre-quattro parate importanti, c'era una mezza trattenuta su Sansone da parte di Freddi, non è facile per una squadra che gioca fuori casa. Sia Reggina che Crotone hanno fatto una bella partita, non ci sono brutte partite nel calcio di oggi. Per me è stato un buon derby». «Un derby va giocato con la grinta. Al di là di qualche scaramuccia, è stata una gara corretta. L'arbitro ha preso decisioni giuste. Cosenza-Gabionetta? Loro mi hanno detto che si sono spinti e l'arbitro li ha cacciati fuori. Forse poteva fare a meno di cacciare Cosenza e Gabionetta, nel derby si può avere la parola. L'arbitro può sbagliare, ha fatto la scelta che doveva fare». "Quando la Reggina ha giocato con un uomo in meno, hanno iniziato a giocare dietro. A parte qualche contropiede di Ragusa, abbiamo avuto tre-quattro palle importanti, dobbiamo essere contenti di questo punto». Arriva Galardo, l'unico a parlare del Crotone: «Ci stringiamo tutti noi, alla famiglia di Morosini. Morire a 26 anni è una cosa che va al di là del calcio. Mi dispiace tantissimo, ci siamo rimasti malissimo». Drago non si presenta in sala stampa, per la morte di Piermario Morosini. L'allenatore del Crotone sarebbe in lacrime per la scomparsa del calciatore. La notizia della morte del povero ragazzo del Livorno ha sconvolto tutti, proprio tutti.

CULTURA E SPORT

Successo per la Reggina che indossa la Calabria

O

rgoglio. Storia. Fiera Calabresità. Il club dello Stretto ed il progetto “La Reggina indossa la Calabria”, trait d’union di sentimenti e valori insiti nella tradizione di questo territorio. Venerdì mattina, presso la Sala Conferenze del Centro Sportivo S. Agata, nel corso di un incontro con gli organi d’informazione, sono state presentate le attività correlate ad un’iniziativa volta a sottolineare, ancora una volta, l’eccellenza di questa terra. Presenti il Presidente della Reggina Calcio, Pasquale Foti, il titolare di Progetto 5, Santo Frascati, jersey sponsor del derby della Magna Grecia, ed il Responsabile della Comunicazione del club amaranto, Gianpiero Versace.

La squadra amaranto è scesa in campo con la maglia stilizzata con l’immagine dei Bronzi di Riace simboli della Calabria E’ stato quest’ultimo a moderare la conferenza stampa e, dopo aver ringraziato i media presenti per l’attenzione riservata a questa iniziativa, ha esordito ripercorrendo le origini del progetto. «Abbiamo iniziato a lavorare a questa idea circa sei mesi fa, convinti potesse sposare perfettamente la nostra mission

aziendale centrata sulla promozione del territorio che abbiamo l’onore di rappresentare. Insistiamo su concetti ormai noti, di identità amaranto e sincera calabresità - ha

proseguito Versace -, certi che iniziative come questa possano raccogliere l’attenzione dell’opinione pubblica di respiro nazionale mettendo in risalto quanto di meraviglioso

la Calabria è in grado di offrire». Poi, un passaggio sui Bronzi di Riace e su ciò che la Reggina si propone di valorizzare attraverso questa maglia celebrativa. «Mi preme sottolineare innanzitutto l’investimento fatto dal club per poter utilizzare l’immagine dei Bronzi (lo scatto riprodotto sulle maglie è di Antonio Sollazzo, ndr), protetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ad ulteriore testimonianza del valore strettamente sociale, e non commerciale, del progetto. Sono stati scelti i due guerrieri, capolavori scultorei del ciclo ellenico, perché simbolo di Reggio e della Calabria, oltre che per commemorare i 40 anni dal loro ritrovamento».


6 il Domani dello Sport

Domenica 15 Aprile 2012

SPORT NAZIONALE

I TIFOSI SONO SEMPRE CON NOI

NAPOLI Mazzarri carica ancora un ambiente che nell’ultima settimana appare depresso

«D

Carlo Liguori

obbiamo invertire subito la rotta». È la parola d'ordine di Walter Mazzarri, tecnico del Napoli, alla vigilia della trasferta di campionato a Lecce. Dopo il crollo casalingo contro l'Atalanta la formazione partenopea è scivolata a 6 punti dalla zona Champions. La squadra è stata fischiata al San Paolo e per Mazzarri è una contestazione che ci può stare. «I tifosi possono fischiare e ho già detto che mercoledì mi sarei fischiato anche io», ammette il tecnico. «Però la maggior parte dei napoletani è al nostro fianco e ci è sempre stata vicina. Personalmente i fischi o le avversità non mi abbattono, mi caricano per dare ancora di più sotto il profilo della rabbia sportiva e dell'orgoglio. Anche per i calciatori deve essere così. Bisogna stare tranquilli e trarre dalle difficoltà energia positiva per tornare a fare grandi prestazioni. Poi tutti sono liberi di salire e scendere dal carro dei vincitori», aggiunge. «Se un giorno dovessimo vincere qualcosa mi ricorderò di quelle persone che si sono distaccate da noi. Ed anche i giocatori devono tener presente tutto, perché certe persone che muovono certe critiche ci danno una carica ulteriore». L'incontro con il presidente

Mazzarri: «A Napoli si è alzata troppo l’asticella. Questa squadra ha già fatto grandi cose e mi dispiace il disfattismo» Aurelio De Laurentiis, racconta Mazzarri, «è stato importante, una visita bella ed opportuna. Mi è piaciuta la maniera in cui ha parlato ai ragazzi. È sempre stato vicino alla squadra, ci ha rassicurati, rasserenati ed incoraggiati tutti». «Questo è un gran gruppo, solido ed unito. Basta un episodio favorevole per fare girare il vento», sottolinea Mazzarri. «I ragazzi ora sono stanchi, ma vi assicuro che sudano la maglia fino alla fine. In questo gruppo non esiste uno che non si impegni al massimo. Adesso dobbiamo ritrovare forze ed energia, restiamo uniti e giochiamoci tutto fino alla fine con orgoglio». Il Napoli aveva iniziato la stagione con grandi ambizioni, ma dopo l'eliminazione dalla Champions la stagione ha preso una piega negativa. «Purtroppo a Napoli si è alzata troppo l'asticella, la squadra ha fatto grandi cose ma si pretende sempre di più. Questo è un errore. La squadra è cresciuta

in tutti i sensi ed ha ancora margini di miglioramento. Sicuramente non mi era capitato mai di perdere tre partite consecutive e sono il primo ad essere amareggiato però non mi piace ragionare sui parziali, vedremo alla fine cosa avremo ottenuto in questa stagione e potremo fare un bilancio». Secondo Marek Hamsik il Napoli ha praticamente detto addio al terzo posto.

Napoli spera nel sole per la giornata finale dell’America’s Cup

e onde superano i franL giflutti a ridosso di Lungomare Caracciolo e il

vento particolarmente teso, dato in aumento nel corso del pomeriggio, obbliga il Comitato di Regata delle World Series dell'America’s Cup ad annullare le prove odierne a Napoli. Le semifinali e finali dell'evento di match race si disputeranno domani. La settima e ottava prova del Fleet Racing Championship, invece, sono state cancellate e non verranno disputate. La serie di regate di flotta si concluderà domani, con lo svolgimento di una

prova che, come previsto, ai fini della classifica generale avrà valore superiore rispetto a quelle disputate nei giorni scorsi. «Oggi ci siamo trovati nella condizione di dover annullare il programma a causa delle condizioni meteo particolarmente avverse - ha spiegato il direttore della regata, Iain Murray -. Secondo i bollettini, nel corso del pomeriggio la situazione dovrebbe addirittura peggiorare e le raffiche dovrebbero superare i 30 nodi. Il rischio di generare danni a cose e persone è troppo elevato. Non si è trattato di una

Le onde sono arrivate anche a ridosso della famosa via Caracciolo impedendo agli spettatori di prendere posto scelta facile: il mio cuore mi ha detto a lungo di mandare in acqua i team, ma la testa mi ha consigliato di aspettare fino a domani». Si spera che al più presto Napoli tornai ad essere la citta del Sole.

Per Mazzarri «lui ha parlato da tifoso ed il suo atteggiamento è quello di un giocatore che vuole sempre puntare al massimo e dà tutto per la squadra. Ciò che conta è la voglia di rialzarci. Non siamo stupidi e sappiamo che le possibilità di arrivare al terzo posto si sono ridotte, ma non molleremo perché la matematica ci dà ancora l'opportunità di provarci».

Hamsik ha detto che le speranze per il terzo posto sono perse: «Marek ha parlato da tifoso. Il suo attegiamento è quello di vincere»


Domenica 15 Aprile 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

CONTE: «CI SIAMO STUFATI»

SERIE A L’allenatore della Juve ribadisce che Allegri sta esagerando e plaude a Del Piero

A

llegri, hai stufato. Adesso guardiamo tutti avanti, smettendola con le polemiche, perché il gran finale si ripromette di essere incandescente. Antonio Conte stoppa così il tecnico rossonero, che per l'ennesima volta ha tirato in ballo il gol di Muntari, la Juventus e il tecnico bianconero. «Questo argomento mi provoca una noia mortale - spiega il tecnico con un certo distacco -. Dopo Parma avevamo sollecitato un problema, ma ci hanno detto di stare zitti e così abbiamo fatto. Però ogni tre giorni sento parlare altri. Questo argomento mi affatica davvero. Noi della Juventus siamo andati avanti. Una settimana fa Allegri aveva detto che se vincessimo lo scudetto sarebbe meritato: ha cambiato idea? Dobbiamo essere credibili, quando parliamo». Ma Conte avrebbe volentieri fatto a meno di entrare in questo argomento e ha risposto più per cortesia che per spirito bellicoso. Nemmeno l'inchiesta di calcioscommesse, che potrebbe far scaturire esiti clamorosi tra qualche settimana, lo scuote più di tanto: «Non credo che ci sarà qualche squadra che si lasci andare. E ritengo che invece tutte si batteranno fino in fondo per fare più punti possibile, indipendentemente da questa inchiesta, che non mi sembra possa influire più di tanto sull'esito della lotta scudetto. Ce la dovremo giocare punto su punto, fino all'ultimo. Il calendario in questo momento conta relativamente: per noi, da domani, saranno sei partite della vita. Piuttosto, ritengo che sia meglio giocare gare più probanti, perché si è mentalmente più motivati. Domani però mi aspetto una squadra matura che affronti l'impegno come decisivo. La storia ci insegna che si sono persi punti in modo cruciale anche con le retrocesse: ne so qualcosa con il Lecce in cui esordivo contro la Roma, che si apprestava a festeggiare lo scudetto». Un solo problema di formazione, le condizioni fisiche di Bonucci, appena operato al setto nasale, ma voglioso di giocare anche con maschera protettiva: «Parlerò con lui e comunque De Ceglie è in un periodo di grande condizione, anche se ha subito un colpo a un ginocchio in allenamento». Altro problema è il campo sin-

tetico: «Andremo a visionarlo, ma abituarci a un terreno diverso non è possibile in poche ore. O ci stai una settimana, oppure addirittura diventa controproducente provarlo per un paio di giorni. Il vantaggio è che non ci sono buche, lo svantaggio è che la palla corre più in fretta». Conte ricorda ancora che la Juventus è l'unica squadra a lottare ancora per due obiettivi e si dice «assai soddisfatto degli attaccanti». Domani c'è Matri che insidia Quagliarella, ma l'ex napoletano è sempre in pole position, così come lo è lo schema, 3-5-2, a meno che le condizioni di Bonucci non consiglino la difesa a quattro, ma è poco probabile. E Del Piero? «Come ha detto in modo intelligente lui stesso, il suo futuro è Cesena». «Per noi è la partita della vita. Da qui alla fine del campionato, lo saranno tutte». Guardia alta e antenne dritte: Antonio Conte carica la Juventus alla vigilia della sfida in programma domani a Cesena. La Vecchia Signora, capolista in campionato, fa visita al fanalino di coda della Serie A. Guai, però, a sottovalutare il rivale. «Abbiamo un impegno probante contro un Cesena che viene da quattro risultati utili consecutivi. Non dobbiamo sottovalutare niente

e nessuno, perché la storia insegna che in passato si sono persi punti in momenti cruciali con squadre già retrocesse. Ricordo, quando ero a Lecce, una partita con la Roma che già festeggiava lo scudetto. Io facevo parte di quella rosa ed eravamo retrocessi...», dice Conte nella conferenza stampa tenuta a Vinovo. Quest'an-

no, la Juve ha perso diversi punti contro le cosiddette “piccole”. «La squadra ha compiuto grandi passi in avanti a tutti i livelli e anche sotto questo aspetto penso che sia matura, che capisca il momento e che affronti quella di domani come la partita della vita» ribadisce Conte. «Mancano sei gare e saranno

LA SCOMPARSA DI MIRKO FERSINI

In 2.000 a Fiumicino per salutare il giovane calciatore della Lazio

ltre 2.000 persone, con tutte le rappresentanze O calcistiche della Lazio, sono accorse a Fiumicino per l'ultimo saluto a Mirko Fersini, il difensore

degli Allievi Nazionale della formazione biancoceleste, morto giovedì scorso all'Ospedale San Camillo dopo il gravissimo incidente stradale avvenuto il 6 aprile scorso. Grande la commozione e l'affetto di tanti che si sono stretti attorno ai genitori, Katia e Roberto, alle sorelle Tania e Marika e al nonno Alfredo, nella piccola chiesa di Santa Maria Madre della Divina Provvidenza, gremita. Sono presenti, tra gli altri, il presidente Claudio Lotito, alcuni giocatori della prima squadra, tra i quali Dias e Miroslav Klose e alcuni campioni del primo Scudetto del '74, l'ex capitano Pino Wilson e Giancarlo Oddi, oltre a Bruno

Giordano e al sindaco di Fiumicino Mario Canapini. La stragrande maggioranza dei presenti non è potuta entrare nella parrocchia dell'Isola Sacra e ha seguito le esequie, riparandosi con ombrelli, sotto la pioggia battente. Schierati sull'Altare i compagni di squadra di Mirko e i pari categoria della Roma. Sempre sull'Altare campeggia un grande vessillo biancoceleste, mentre all'esterno sono a decine le corone di suffragio con i fiori biancocelesti. I funerali sono celebrati da padre Leonardo Ciarlo, ex parroco dell'Isola Sacra ed ora parroco alla Giustiniana, amico di famiglia e tra l'altro tifoso biancoceleste, che aveva seguito fin da piccolo Mirko. Tantissimi i giovani presenti, affranti dal dolore, dai compagni di scuola agli amici della comitiva. «Ho visto crescere Mirko - ha detto nell'omelia padre Leonardo -. Ci univa l'amicizia con la famiglia, la fede ed anche il tifo per la Lazio. Un giovane sportivo che aveva tutto un futuro davanti: la fede non cancella il pianto ma contribuisce a dare un senso alla tristezza, all'abbandono, al distacco e al dolore atroce della famiglia. La morte di Mirko, però, non è la fine di tutto ma un inizio, alla luce di Cristo. Cari giovani - ha concluso - la vita è preziosa ed è un grande dono: valorizzatela al massimo; scrivete sempre subito in bella ogni momento importante». Con l'espianto degli organi di Mirko, autorizzato dalla famiglia, si è potuta dare una possibilità di vita a sei persone.

tutte partite della vita. Dovremo vincere anche domani, indipendentemente dal risultato del Milan». La Juve ha un punto di vantaggio sui rossoneri. Ieri il tecnico dei campioni d'Italia, Massimiliano Allegri, ha evidenziato il «peso devastante» della rete non concessa ai rossoneri nello scontro diretto pareggiato a febbraio contro la Vecchia Signora. Inevitabile la domanda sul futuro di Alessandro Del Piero. «In questo momento il futuro di Del Piero è Cesena, come ha detto lui stesso in maniera intelligente. Guardiamo al presente, visto che siamo l'unica squadra in Italia a giocare per due obiettivi. Concentriamoci su questo». Prima o poi, bisognerà parlare anche del futuro di Conte. Ieri l'amministratore delegato Giuseppe Marotta ha prospettato un rinnovo quasi “automatico” del contratto del tecnico. «Sicuramente mi ha fatto piacere che il direttore abbia pronunciato quelle parole. Ha parlato di stima, ha parlato di amicizia, ha parlato di un bel rapporto», dice Conte. Secondo l'allenatore, ad ogni modo, «sarà opportuno sederci e parlare un po’ di tutto. Quando ci siederemo, sono convinto che saranno piacevoli gli argomenti che andremo ad affrontare. Dobbiamo parlare, non c'è dubbio».


8

TRIBUNALE DI LOCRI - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il G.E., dr.ssa POLLICINO, nella Procedura Esecutiva n. 25/06 R. Es. promossa da BANCA DI ROMA SpA all’udienza del 15.12.2011 HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO n. 1: “Piena proprietà di abitazione a 2 piani fuori terra sita nel comune di Siderno in via Santa Caterina n. 35, ricadente in zona Ar-sottozona AR2 - recupero edilizio urbanistico, geostatico e sismico; in Catasto Urbano al foglio 13 particella 616 - sub.2 - piano T -1 - categoria A5 - consistenza 4 vani - rendita Euro 109,49” PREZZO BASE: Euro 45.000,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO n. 2: “Piena proprietà di abitazione a 2 piani fuori terra sita nel comune di Siderno in via Santa Nicola n. 2/4, ricadente in zona Ar-sottozona AR2 - recupero edilizio urbanistico, geostatico e sismico; in Catasto Urbano - Comune di Siderno vicolo Primo Petrazza al foglio 13 particella 234 - sub 1 piano T -1 - categoria A4 - consistenza 2,5 vani - rendita Euro 67,14; sub 2 - piano T - categoria C/2 - consistenza mq 14 rendita Euro 28,92; sub 3 - piano T - categoria C/2 - consistenza mq 12 rendita Euro 24,79;” PREZZO BASE: Euro 50.400,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO VENDITA CHE AVVERRA’ ALLE SEGUENTI PRINCIPALI CONDIZIONI: LA VENDITA SENZA INCANTO, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 07.06.2012 con LA RIDUZIONE DI 1/4+1/4+1/10; Entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi. l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene oggetto dell’offerta; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, da inserirsi, a cura dell’offerente, nella medesima busta contenente l’offerta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto nei pimtu 12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg. dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, all’uopo comunicato dalla cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento); il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); OVE SI DEBBA PROCEDERE AI SENSI DEGLI ARTT. 571,572 E 573 C.P.C., LA VENDITA AL PUBBLICO INCANTO AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 05.07.2012, con il prezzo stabilito come per l’udienza senza incanto del 07.06.2012. ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e la perdita della cauzione di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.. Siti Internet sui quali sono pubblicati l’ordinanza di vandita e la relazione di stima: www.portaleimmobili.it - www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite

Domenica 15 Aprile 2012

presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. - Custode Giudiziario: AVV. ANTONIO RICCIO. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 16 marzo 2012 IL CANCELLIERE - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 25-2006 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’im-

porto per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni pre-

Info - 0961.023931

viste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione Dr.ssa M. POLLICINO, nella Procedura Esecutiva n. 39/1998 R.Es. promossa da BANCO DI NAPOLI SpA all’udienza del 03.11.2011 ha disposto la vendita dei seguenti lotti: 1° LOTTO: Fabbricato, non accatastato, per civile abitazione in cemento armato a due piani fuori terra con annesso corpo adiacente in cemento armato, adibito a deposito-garage per complessivi mq. utili 114,50, sita nel Comune di Locri, contrada Caruso, sorgente su terreno riportato nel N.C.T. alla partita 607080, foglio di mappa 32, particella 572 di mq. 220, uliveto, classe 2^; particella 573 di mq. 305, uliveto, classe 2^; Prezzo base del lotto: Euro 109.739,86 Deposito per cauzione: “ 10.973,99 Deposito per spese: “ 16.461,03 2° LOTTO: Terreno sito nel Comune di Locri, catastalmente riportato alla partita 605237, foglio di mappa 25, particella 1356, uliveto di mq. 770, classe 1^, r.d. £. 12.705, r.a. £. 5.005, in ditta ... (omissis)... comproprietaria per 2/4, ....(omissis)... comproprietario per 2/4, ... (omissis)... proprietario per 2/4 Prezzo base del lotto: Euro 53.685,69 Deposito per cauzione: “ 5.368,57 Deposito per spese: “ 8.052,85 UDIENZA DI VENDITA SENZA INCANTO: il 07.06.2012 (con la riduzione di 1/5+1/5+1/5) UDIENZA DI VENDITA CON INCANTO: il 05.07.2012 (con la riduzione di 1/5+1/5+1/5) - Le offerte, in entrambe le udienze, devono essere presentate in busta chiusa. - Custode Giudiziario: Avv. MARIA FRANCESCA CARBONARO (Tel. 0964.20306). Locri, 16 febbraio 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - REG. ESEC. n. 39-1998 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previ-


9 sti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (vedi sopra), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli

Domenica 15 Aprile 2012

estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (vedi sopra) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà su-

periore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, dr.ssa POLLICINO, nella Procedura Esecutiva n. 138/95 R. Es. promossa da I.N.A.I.L. all’udienza del 19.01.2012 HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Diritto di piena proprietà su una porzione (alloggio e mansarda) di fabbricato in Africo (RC), identificata nel NCEU al foglio di mappa n. 34, particella 174 sub 4 e 5” Prezzo base d’asta: Euro 74.700,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo VENDITA CHE AVVERRA’ ALLE SEGUENTI PRINCIPALI CONDIZIONI: LA VENDITA SENZA INCANTO, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 07.06.2012, con la riduzione di 1/5 del prezzo base d’asta. Entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi. l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene oggetto dell’offerta; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, da inserirsi, a cura dell’offerente, nella medesima busta contenente l’offerta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto nei pimtu 12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg. dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, all’uopo comunicato dalla cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento); il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); OVE SI DEBBA PROCEDERE AI SENSI DEGLI ARTT. 571,572 E 573 C.P.C., LA VENDITA AL PUBBLICO INCANTO AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 05.07.2012, con il prezzo sopra riportato nella descrizione immobili e ridotto come nella udienza senza incanto. ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo

Info - 0961.023931

quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e la perdita della cauzione di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.. Siti Internet sui quali sono pubblicati l’ordinanza di vandita e la relazione di stima:www.portaleimmobili.it - www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it - CUSTODE GIUDIZIARIO. Avv. EMMA MAIO Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 20 febbraio 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 138-1995 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non po-


10 tranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta

Domenica 15 Aprile 2012

presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE

TRIBUNALE DI PAOLA AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO ( artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto dott. Fernando CALDIERO, dottore commercialista con studio in Cetraro alla via F. Pirrino n. 37, nominato in sostituzione del precedente delegato con provvedimento del 2123/04/2007, vista l’ordinanza di vendita n. cron. 8264, emanata dal Giudice dell’Esecuzione in data 29/10/2003-03/11/2003 con cui è stata disposta la vendita all’incanto dei beni pignorati nel procedimento esecutivo n. 78/99 R.E.I. e sono state delegate le relative operazioni , visti gli artt. 569, 576 e 591 bis c.p.c. visti i provvedimenti del 17/11/2009 , 10-14/12/2009, 18/03/2010-08/04/2010, 11/11/2011 RENDE NOTO che il giorno 11 giugno 2012, alle ore 16.30 presso il proprio studio in Cetraro in via F. Pirrino n. 37, si svolgerà l’incanto in distinti lotti dei beni oltre descritti. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni, meglio descritti nella perizia del C.T.U. in atti, ed alla quale espressamente si rinvia, si trovano (anche in relazione al T.U. di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380), con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo. La presente vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere risolta per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dall’eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Gli immobili vengono venduti liberi da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ogni ulteriore onere derivante dalla vendita

sarà a carico dell’aggiudicatario. Ciascun offerente, per poter essere ammesso all’incanto, dovrà presentare, presso il sopra indicato studio, entro le ore 12.30 del giorno feriale precedente l’incanto, escluso il sabato, domanda di partecipazione all’incanto, in regola con il bollo vigente, e dovrà versare a titolo di cauzione,una somma pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta ed una somma pari al 15% (quindici per cento) del prezzo base d’asta in conto spese, con due distinti assegni circolari non trasferibili all’ordine del sottoscritto professionista delegato. Qualora sia stato azionato nella procedura esecutiva un Credito Fondiario, ai sensi dell’art. 41 della nuova Legge Bancaria (D.Lgs. 1/09/1993 n. 385), l’aggiudicatario, il quale non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento, dovrà versare direttamente all’istituto di credito fondiario, entro il termine di giorni 40 dalla data dell’aggiudicazione, la parte del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso. L’aggiudicatario, entro il termine perentorio di 40 giorni dall’aggiudicazione, dovrà versare al professionista delegato, il saldo del prezzo di aggiudicazione o di assegnazione, dedotta la prestata cauzione, nonché l’eventuale saldo delle spese, mediante distinti assegni circolari non trasferibili intestati al medesimo professionista. In caso di inadempimento l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto dal diritto, con conseguente perdita della cauzione a titolo di multa salvo l’eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell’art. 587 c.p.c.. I partecipanti all’asta hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo fino ad un massimo del 70/80% del valore dell’immobile come stimato nella perizia a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca. Le banche aderenti all’iniziativa consultabili sul sito dell’ABI (http://www3.abi.it/AsteImm/) . I partecipanti all’asta sono pertanto invitati a contattare, qualora vi abbiano interesse, le banche aderenti all’iniziativa . Una copia del presente verrà affissa ex primo comma art. 490 c.p.c, altra copia verrà pubblicata sull’edizione domenicale del quotidiano “Il Domani della Calabria”, sul Mensile “Aste” e sui siti internet www.aste.eugenius.it e www.asteannunci.it. Il debitore o il custode consentiranno la visita del compendio posto in vendita nei tre giorni antecedenti l’incanto, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Delle eventuali visite dovrà essere data comunicazione al professionista Delegato. A norma dell’art. 591 bis c.p.c. tutte le attività relative alla vendita saranno espletate presso lo studio del professionista delegato. BENI SOTTOPOSTI AD INCANTO LOTTO B: piena proprietà del terreno ubicato nel comune di Diamante (CS) alla località Tirrena e/o San Vincenzo- asservito ai fabbricati ai fini volumetrici . Zonizzazione PRGC Zona “ TVA Turistica per villaggi ed alberghi”. Vincoli assoggettati: Paesaggisticoambientale ex legge 1493/39. Confini: a nord con la particella n° 314 e 6, , ad ovest con le p.lle 745 e 747, ad est con la p.lla 743 ed a sud con la p.lla 886. Catasto terreni del Comune di Diamante Foglio 1 p.lla n. 748, qualità vigneto, cl. 2, consistenza mq. 40, RD 0,13, RA 0,09 e foglio 1, p.lla 744, qualità semin irrig, cl. 2, consistenza mq. 280, RD 1,16, RA 0,29. Prezzo a base d’asta euro 6.400,00 (seimilaquattrocento/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 100,00 (cento/00). LOTTO C: Alloggio al piano terra, ubicato in Diamante (CS) alla località Tirrena e/o San Vincenzo, con annesse corti di complessivi mq. 40,00 e portico di mq. 6,35, composto da cucina, soggiorno/pranzo, bagno, tinello e camera per una superficie lorda di mq. 49,52. Concessione edilizia n. 45 del 27/11/1972 e concessione in sanatoria n. 101 del 23/01/1997. L’immobile risulta alla data del sopralluogo conforme alla concessione in sanatoria. Confini: a nord con particella 889 e 771, ad ovest con particella n. 768, ad est con particella 747 e a sud con l’alloggio stessa particella n. 890 sub nn. 2-3. Zonizzazione PRGC Zona “ TVA Turistica per villaggi ed alberghi”. Vincoli assoggettati: Paesaggistico-ambientale ex legge 1493/39. Catasto fabbricati del Comune di Diamante foglio 1, particella 890 (ex 756-773) subalterni 1-4-5, piano T, Categ. A/3, cl. 2, Vani 4, rendita euro 149,77. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Prezzo a base d’asta euro 39.113,00 (trentanovemilacentotredici/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00).

Info - 0961.023931

LOTTO D: Alloggio al piano terra, ubicato in Diamante (CS) alla località Tirrena e/o San Vincenzo, con annessa corte di complessivi mq. 110,00 e portico di mq. 6,35, composto da cucina, soggiorno/pranzo, bagno, tinello e camera per una superficie lorda di mq. 51,65. Concessione edilizia n. 45 del 27/11/1972 e concessione in sanatoria n. 101 del 23/01/1997. L’immobile risulta alla data del sopralluogo conforme alla concessione in sanatoria. Confini: a nord con l’alloggio stessa particella n. 890 sub n°1-4-5, ad est con particella 747 -887, ed a sud-ovest ovest con particella n. 768 e 779. Zonizzazione PRGC Zona “ TVA Turistica per villaggi ed alberghi”. Vincoli assoggettati: Paesaggisticoambientale ex legge 1493/39. Catasto fabbricati del Comune di Diamante foglio 1, particella 890 ( ex 756-773) subalterni 2-3, piano T, Categ. A/3, cl. 2, Vani 4, rendita euro 149,77. Il tutto meglio precisato nella consulenza tecnica in atti. In ogni caso l’ aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle disposizioni di cui all’art. 46 del vigente T.U. sull’edilizia di cui al D.P.R. 6/6/2001 n. 380 e di cui all’art. 40, VI comma, della citata legge 47/85 e di ogni altra norma vigente. Prezzo a base d’asta euro 42.493,00 (quarantaduemilaquattrocentonovantatre/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO E: quota ideale in ragione di un mezzo (1/2) di un terreno asservito ai fabbricati ai fini volumetrici ed utilizzato in gran parte per l’accesso alle unità abitative , ubicato in Diamante(CS) alla località Tirrena e/o San Vincenzo, confinante a nord-est con particella 747-776, ed a sud ovest con la p.lla n. 890768-763. Zonizzazione PRGC Zona “ TVA Turistica per villaggi ed alberghi”. Vincoli assoggettati: Paesaggistico-ambientale ex legge 1493/39. Catasto terreni del Comune di Diamante, foglio 1, p.lle 766 qualità: Vigneto cl. 2, consistenza mq. 90 RA 0,3, rd 0,21 e 771, , semin. Irrig., cl 2, consistenza mq. 155, RA 0,64, rd 0,16. Prezzo a base d’asta euro 1.265,43 (milleduecentosessantacinque/43). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 100,00 (cento/00). LOTTO G: quota ideale in ragione di un sesto (1/6) della piena proprietà di un terreno libero ubicato nel Comune di Diamante (CS) alla località Cirella, Via Porto. Zonizzazione PRGC zona “ B3 Completamento residenziale” e zona SPU Servizi di interesse comune. Vincoli assoggettati: Paesaggistico-ambientale ex legge 1493/39. Confini a nord con la Via IV Novembre, ad ovest con p.lla 118, ad est con le p.lle 117-105 ed a sud con la Via Porto. Catasto terreni del comune di Diamante foglio 3 p.lla 119, qualità: Semin Arb., cl. 2, consistenza mq. 350, rd 0.81, r.a. 0,29. Prezzo a base d’asta euro 1.808,00 (milleottocentootto/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 100,00 (cento/00). LOTTO H: quota ideale in ragione di un quarto (1/4) della piena proprietà di un terreno libero ubicato nel Comune di Santa Maria del Cedro (CS) alla località Pantano. Catastalmente Grisolia- Cipollina. Zonizzazione PRGC zona “E esercizio attività Agricole”. Confini a nord con particella n. 119, ad ovest con part. 120, ad est con le particelle 336-85-366 ed a sud con part. 363. Catasto terreni del Comune di Grisolia foglio 15, particella 123 , qualità Sem. irrig., cl. 2, consistenza mq. 3810, r.d. 12.79, r.a. 3.15. Prezzo a base d’asta euro 14.754,00 (quattordicimilasettecentocinquantaquattro/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). LOTTO I: Quota ideale in ragione di un mezzo (1/2) della piena proprietà di un terreno libero ubicato nel Comune di Santa Maria del Cedro (CS) alla località Pantano. Catastalmente Grisolia- Cipollina. Zonizzazione PRGC zona “E esercizio attività Agricole”. Confini a nord con la particella 123, ad ovest con la particella n. 120, ad est con le particelle n. 367 ed a sud con le particelle 122-588-124585-584-126-368-539. Catasto terreni del Comune di Grisolia foglio 15 p.lla 363, qualità semin irrig, cl. 2, consistenza mq. 1720, rd 3.55, ra 1.07. Prezzo a base d’asta euro 13.321,00 (tredicimilatrecentoventuno/00). Le offerte minime in aumento con primo rilancio obbligatorio non potranno essere inferiori a euro 1.000,00 (mille/00). Maggiori informazioni presso la Cancelleria delle Esecuzioni ed il professionista Delegato. Si pubblichi nelle forme di cui sopra. Cetraro li 30/03/2012 Il Professionista delegato Dott. Fernando Caldiero


Domenica 15 aprile 2012 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE Siena - Bologna

St. Etienne-Brest

«1»

«X»

2.30

3.20

ITALIA

Classifica 1ª Divisione Girone A

Ternana, è arrivata l’ora di vincere! a corsa alla prima piazza, e conseguente promozione diretta, vede la Ternana favorita sulla Reggiana che deve solo gestire il vantaggio-salvezza. Ma deve tornare a vincere anche perché il Carpi è lì attaccato a tre soli punti anche se gli emiliani sono attesi da un non facile compito ricevendo il Benevento che ultimamente vince in casa e pareggia in trasferta:

L

Carpi-Benevento Taranto-Tritium Ternana-Reggiana Viareggio-Pisa

X/Under 1/Goal 1/Over X/Goal

La possibile sorpresa Pavia-Como

1/Under

8

CINQUINE

1.88 1.25 2.60 2.15 2.00 2.80 3.15 1.55 1.90

Under 2 1 1 Goal X X 1 2

Novara-Lazio Cesena-Juventus Lecce-Napoli Latina-Trapani Auxerre-PSG

Under 2 1 X 2

1.88 1.25 2.60 2.80 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

214.53 Euro 1.88 1.25 2.80 3.15 1.55

Con 6 euro puntati la vincita è di

212.04 Euro Novara-Lazio Siena-Bologna Taranto-Tritium Latina-Trapani Auxerre-PSG

Under 1 Goal X 2

Novara-Lazio Lecce-Napoli Lorient-Montpellier Roma-Fiorentina Auxerre-PSG

Under 1 X 1 2

1.88 2.60 3.15 1.55 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

299.28 Euro 1.88 2.15 2.00 2.80 1.90

Cesena-Juventus Lecce-Napoli Siena-Bologna Roma-Fiorentina Auxerre-PSG

2 1 1 1 2

1.25 2.60 2.15 1.55 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

283.85 Euro

135.82 Euro

Cesena-Juventus Taranto-Tritium Lorient-Montpellier Roma-Fiorentina Auxerre-PSG

2 Goal X 1 2

1.25 2.00 3.15 1.55 1.90

Con 6 euro puntati la vincita è di

153.07 Euro

3 6 6 2 6 9 9 13 13 13 12 13 13 13 13 18 15 17

18 10 23 11 16 9 13 10 23 9 31 9 30 7 38 9 30 5 38 6 33 4 34 3 41 6 32 5 38 2 45 4 45 2 41 4

(31ª GIORNATA) Carpi - Benevento 15-04 Lumezzane - Avellino “ “ Monza - Foligno “ “ Pavia - Como “ “ Sorrento - Foggia “ “ Spal - Pro Vercelli “ “ Taranto - Tritium “ “ Ternana - Reggiana “ “ Viareggio - Pisa “ “

173.40 Euro Under 2 X X 1

37 43 38 33 37 41 31 35 24 34 30 24 35 27 24 24 30 22

11 8 9 12 10 6 12 6 6 6 8 8 6 8 12 5 10 7

IL TURNO SUCCESSIVO

Con 6 euro puntati la vincita è di

Novara-Lazio Cesena-Juventus Latina-Trapani Lorient-Montpellier Roma-Fiorentina

16 16 15 15 14 15 9 11 11 11 10 9 10 9 5 7 5 6

30 30 30 29 30 30 30 30 30 30 30 30 29 30 30 30 30 30

(30ª GIORNATA)

9 GARE 2122.79 Euro

1.88 1.25 2.60 2.15 2.00

59 56 54 54 50 49 39 39 39 37 36 35 34 31 27 26 25 21

IN CASA V N P

IL TURNO PRECEDENTE

Novara-Lazio Cesena-Juventus Lecce-Napoli Siena-Bologna Taranto-Tritium Latina-Trapani Lorient-Montpellier Roma-Fiorentina Auxerre-PSG Under 2 1 1 Goal

RETI F S

Il pronostico di TS

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

Novara-Lazio Cesena-Juventus Lecce-Napoli Siena-Bologna Taranto-Tritium

PARTITE V N P

l’«Under»sembra essere l’opzione preferita. Stesso discorso anche per il Taranto contro una Tritium in caduta libera che non riesce più a vincere.

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

TERNANA CARPI PRO VERCELLI TARANTO (-3) SORRENTO (-2) BENEVENTO (-2) PISA AVELLINO LUMEZZANE REGGIANA (-2) FOGGIA (-2) TRITIUM COMO (-2) SPAL (-4) MONZA VIAREGGIO PAVIA FOLIGNO (-4)

PT G

Lecce-Napoli Siena-Bologna Taranto-Tritium Latina-Trapani Lorient-Montpellier

1 1 Goal X X

2.60 2.15 2.00 2.80 3.15

Con 6 euro puntati la vincita è di

650.81 Euro

Benevento - Pavia PARTITE DEL 04-04 Como - Avellino Foggia - Spal Foligno - Viareggio Monza - Carpi Pisa - Taranto Pro Vercelli - Lumezzane Reggiana - Tritium Sorrento - Ternana

LUMEZZANE TRITIUM PAVIA VIAREGGIO MONZA SORRENTO PRO VERCELLI AVELLINO FOGGIA COMO

PAVIA VIAREGGIO LUMEZZANE TERNANA PRO VERCELLI PISA BENEVENTO COMO AVELLINO TRITIUM

SPAL CARPI SORRENTO MONZA TERNANA REGGIANA FOGGIA PRO VERCELLI BENEVENTO AVELLINO

TERNANA PISA AVELLINO PAVIA SPAL MONZA SORRENTO REGGIANA PRO VERCELLI FOGGIA

2-0 1-0 0-2 1-1 0-1 2-2 1-0 3-1 0-0

39

39 AVELLINO 0-0 = 1-2 ▼ 0-4 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 0-1 ▼ . . .

PRO VERCELLI TERNANA FOGGIA REGGIANA BENEVENTO COMO LUMEZZANE PAVIA SPAL

2-1 ▲ 1-2 ▼ 4-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ . . .

34

25 COMO 3-1 ▲ 2-1 ▲ 0-0 = 1-0 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ . . .

BENEVENTO VIAREGGIO TRITIUM CARPI AVELLINO PAVIA TARANTO MONZA LUMEZZANE

0-1 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ . Sos. . . .

54

31 PRO VERCELLI 2-2 = 1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . .

AVELLINO TRITIUM FOLIGNO PAVIA VIAREGGIO LUMEZZANE SPAL TERNANA SORRENTO

FOGGIA CARPI PISA AVELLINO SPAL TRITIUM TERNANA VIAREGGIO TARANTO

1 1 2 1 1 3 4 4 5 6 7 5 5 5 8 8 8 5

20 28 22 19 22 23 21 25 11 18 14 12 17 16 11 14 11 14

9 10 4 7 8 11 17 15 11 19 17 14 17 15 22 20 19 16

CARPI SPAL REGGIANA SORRENTO FOGGIA COMO MONZA BENEVENTO PISA FOLIGNO

MONZA AVELLINO TARANTO SPAL LUMEZZANE TERNANA CARPI FOLIGNO COMO PISA

SORRENTO FOLIGNO SPAL CARPI VIAREGGIO LUMEZZANE TERNANA FOGGIA TRITIUM PRO VERCELLI

TARANTO

1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

PRO VERCELLI MONZA BENEVENTO FOGGIA PISA TRITIUM COMO FOLIGNO REGGIANA

37

VIAREGGIO

▼ =

PAVIA COMO LUMEZZANE SORRENTO PRO VERCELLI FOLIGNO PISA REGGIANA BENEVENTO

59 REGGIANA 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = 0-0 = . . .

4 3 4 4 5 3 4 2 5 3 4 7 3 5 5 3 5 6

RETI F S

0-2 1-1 1-2 1-0 1-0 3-1

▼ ▲ ▲ ▲ . . .

V

FUORI N P

6 5 6 5 5 6 2 2 6 5 6 6 4 4 3 3 3 2

RETI F S

7 2 17 9 5 5 15 13 5 4 16 12 8 1 14 6 5 5 15 15 3 6 18 20 8 5 10 13 4 9 10 23 1 8 13 19 3 7 16 19 4 5 16 16 1 8 12 20 3 8 18 24 3 8 11 17 7 5 13 16 2 10 10 25 5 7 19 26 1 12 8 25

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l'ultima. Dalla 14ª alla 17ª al playout per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto

49

56 BENEVENTO 2-2 = 1-1 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

COMO PISA TARANTO TRITIUM AVELLINO PAVIA CARPI SPAL VIAREGGIO

1-0 2-0 1-1 1-0 1-1 2-0

SORRENTO FOGGIA PRO VERCELLI PISA TRITIUM VIAREGGIO MONZA TARANTO CARPI

REGGIANA FOLIGNO AVELLINO CARPI TARANTO SPAL SORRENTO LUMEZZANE TERNANA

.

21 2-1 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = . . .

36 2-0 ▲ 2-0 ▲ 0-4 ▼ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

35

54 TRITIUM 0-0 = 0-0 = 1-1 = 2-1 ▲ 2-2 = . Sos. . . .

LUMEZZANE PRO VERCELLI COMO BENEVENTO FOLIGNO REGGIANA TARANTO SORRENTO PAVIA

0-0 = 0-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-3 ▼ . . .

39

26 PISA 1-3 ▼ 2-1 ▲ 4-0 ▲ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

TERNANA BENEVENTO REGGIANA FOLIGNO PAVIA TARANTO VIAREGGIO CARPI MONZA

= ▲ .

50 FOGGIA 1-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

= ▲

.

27 FOLIGNO 2-1 ▲ 0-0 = 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ . . .

▲ ▲

1-1 0-2 2-1 2-0 1-1 2-2

= ▼ ▲ ▲ = = . . .

«UNDER» Pisa Pro Vercelli Taranto Ternana Tritium Foggia Sorrento Lumezzane Spal Foligno Monza Benevento Reggiana Viareggio Avellino Carpi Pavia Como

22 22 22 22 22 21 21 20 20 19 19 18 18 18 17 17 14 12

(9-13) (12-10) (11-11) (10-12) (12-10) (11-10) (11-10) (12-8) (9-11) (10-9) (9-10) (10-8) (9-9) (8-10) (7-10) (7-10) (10-4) (5-7)

«OVER» Como Pavia Avellino Carpi Benevento Reggiana Viareggio Foligno Monza Lumezzane Spal Foggia Sorrento Pisa Pro Vercelli Ternana Tritium Taranto

17 (9-8) 16 (5-11) 13 (8-5) 13 (8-5) 12 (5-7) 12 (6-6) 12 (7-5) 11 (5-6) 11 (6-5) 10 (3-7) 10 (6-4) 9 (4-5) 9 (4-5) 8 (6-2) 8 (3-5) 8 (5-3) 8 (3-5) 7 (4-3)

«GOAL» Como Pavia Reggiana Monza Avellino Foggia Benevento Carpi Pisa Tritium Foligno Ternana Sorrento Spal Pro Vercelli Taranto Viareggio Lumezzane

19 (9-10) 17 (6-11) 16 (8-8) 15 (7-8) 14 (8-6) 14 (8-6) 13 (5-8) 13 (6-7) 13 (7-6) 13 (8-5) 12 (8-4) 12 (7-5) 11 (6-5) 11 (6-5) 10 (2-8) 10 (6-4) 10 (5-5) 7 (3-4)

«NO GOAL» Lumezzane Pro Vercelli Viareggio Sorrento Spal Taranto Foligno Ternana Benevento Carpi Pisa Tritium Avellino Foggia Monza Reggiana Pavia Como

23 20 20 19 19 19 18 18 17 17 17 17 16 16 15 14 13 10

(12-11) (13-7) (10-10) (9-10) (9-10) (9-10) (7-11) (8-10) (10-7) (9-8) (8-9) (7-10) (7-9) (7-9) (8-7) (7-7) (9-4) (5-5)


12 il Domani dello Sport Domenica 15 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 1ª Divisione Girone B IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(31ª GIORNATA)

Barletta-Spezia 1/Goal Feralpisalò-Andria Under Siracusa-Prato 1/Under Portogruaro-V. Lanciano X2

Barletta - Spezia 15-04 Bassano - Frosinone “ “ Feralpisalo’ - Andria “ “ Latina - Trapani “ “ Pergocrema - Cremonese “ “ Portogruaro - Virtus Lanciano “ “ Siracusa - Prato “ “ La possibile sorpresa Sudtirol - Carrarese “ “ X/Under Triestina - Piacenza “ “ Latina-Trapani

BARLETTA TRIESTINA TRAPANI FERALPISALO’ PORTOGRUARO PERGOCREMA SIRACUSA SPEZIA CREMONESE CARRARESE

LATINA FERALPISALO’ FROSINONE ANDRIA VIRTUS LANCIANO PORTOGRUARO SUDTIROL TRAPANI PIACENZA CREMONESE

50

43 SPEZIA 1-1 = 1-1 = 0-1 ▼ 1-1 = 2-0 ▲ 3-2 ▲ . . .

PERGOCREMA CARRARESE PORTOGRUARO FERALPISALO’ PRATO BASSANO BARLETTA SUDTIROL TRIESTINA

SIRACUSA BARLETTA FROSINONE PERGOCREMA VIRTUS LANCIANO PORTOGRUARO LATINA TRIESTINA SUDTIROL

1-2 1-1 2-1 0-0 0-0 1-5

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

TRAPANI SPEZIA SIRACUSA (-5) V. LANCIANO (-1) CREMONESE (-6) SUDTIROL BARLETTA (-1) PORTOGRUARO PERGOCREMA (-2) CARRARESE FROSINONE TRIESTINA FERALPISALO’ ANDRIA PRATO PIACENZA (-6) LATINA BASSANO

55 50 49 49 43 43 43 41 41 40 39 35 33 31 31 31 30 24

16 13 15 14 14 11 11 10 12 10 11 9 8 7 7 9 7 5

50 40 41 36 40 35 37 36 31 38 35 39 23 31 29 33 32 20

0-1 ▼ 1-2 ▼ 2-2 = 0-2 ▼ 2-2 = 0-3 ▼ . . .

CARRARESE FERALPISALO’ SIRACUSA ANDRIA TRIESTINA SPEZIA FROSINONE PRATO PIACENZA

55

PERGOCREMA

▼ =

SPEZIA PIACENZA TRIESTINA TRAPANI BARLETTA FROSINONE CREMONESE VIRTUS LANCIANO ANDRIA

▲ = = ▼ . . .

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30

7 11 9 8 7 10 11 11 7 10 6 8 9 10 10 10 9 9

7 6 6 8 9 9 8 9 11 10 13 13 13 13 13 11 14 16

ANDRIA LATINA TRAPANI CREMONESE PIACENZA PERGOCREMA BASSANO PORTOGRUARO FERALPISALO’

5 6 3 6 3 5 6 8 4 5 2 3 5 3 4 7 3 3

19 21 25 17 26 19 21 17 15 23 26 25 12 18 17 15 21 7

FERALPISALO’ LATINA BASSANO BARLETTA SPEZIA CREMONESE PRATO ANDRIA CARRARESE FROSINONE

▼ ▼ ▼ ▲ ▲ . .

43

V

15 7 10 12 14 11 15 17 21 11 16 19 16 16 21 21 20 20

.

PORTOGRUARO PRATO VIRTUS LANCIANO FROSINONE FERALPISALO’ TRIESTINA PERGOCREMA BARLETTA LATINA

3 1 2 2 3 3 2 3 6 2 4 5 6 6 7 5 7 9

RETI F S

39 1-0 0-2 1-2 0-2 2-0 5-1

41 CREMONESE 1-2 ▼ 0-0 = 0-0 = 0-0 = 0-2 ▼ 1-5 ▼ . . .

IN CASA V N P

33 7 27 8 30 10 30 7 25 9 29 7 33 7 33 4 39 5 35 8 36 9 42 7 34 4 38 6 37 4 43 3 40 5 42 3

24 FROSINONE

BASSANO

2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 3-0 ▲ 2-2 = 3-0 ▲ . . .

30 TRAPANI 1-2 ▼ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ . . .

Classifica

FUORI N P

9 5 5 7 5 4 4 6 7 2 2 2 4 1 3 6 2 2

2 5 6 2 4 5 5 3 3 5 4 5 4 7 6 3 6 6

4 5 4 6 6 6 6 6 5 8 9 8 7 7 6 6 7 7

RETI F S 31 19 16 19 14 16 16 19 16 15 9 14 11 13 12 18 11 13

18 20 20 18 11 18 18 16 18 24 20 23 18 22 16 22 20 22

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l’ultima. Dalla 14ª alla 17ª al play-out per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto.

31

33 ANDRIA 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 3-2 ▲ . . .

FROSINONE VIRTUS LANCIANO LATINA BASSANO SUDTIROL PIACENZA FERALPISALO’ SIRACUSA PERGOCREMA

0-1 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 3-1 ▲ 0-0 = . . .

PORTOGRUARO 41 VIRTUS LANCIANO 49

4-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

CREMONESE TRIESTINA SPEZIA BARLETTA LATINA TRAPANI VIRTUS LANCIANO FROSINONE PRATO

0-4 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-1 = 1-1 = 5-1 ▲ . . .

1-2 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 3-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ . . .

PIACENZA ANDRIA CREMONESE LATINA TRAPANI CARRARESE PORTOGRUARO PERGOCREMA SIRACUSA

«UNDER» Feralpisalo’ Portogruaro Bassano Barletta Cremonese Latina Andria Pergocrema Sudtirol Prato Siracusa Spezia Carrarese

21 21 20 19 19 19 18 18 18 17 17 17 16

(10-11) (10-11) (11-9) (10-9) (9-10) (8-11) (8-10) (9-9) (11-7) (7-10) (8-9) (11-6) (8-8)

«OVER» Piacenza Trapani Triestina Carrarese Frosinone Virtus Lanciano Prato Siracusa Spezia Andria Pergocrema Sudtirol Barletta

17 (7-10) 17 (6-11) 16 (10-6) 14 (7-7) 14 (9-5) 14 (7-7) 13 (8-5) 13 (7-6) 13 (4-9) 12 (7-5) 12 (6-6) 12 (4-8) 11 (5-6)

«GOAL» Barletta Andria Latina Triestina Frosinone Siracusa Spezia Sudtirol Virtus Lanciano Carrarese Portogruaro Trapani Prato

19 18 17 17 16 16 16 16 16 15 15 15 14

(9-10) (9-9) (9-8) (9-8) (11-5) (6-10) (5-11) (6-10) (9-7) (7-8) (9-6) (7-8) (9-5)

«NO GOAL»

SIRACUSA TRAPANI SUDTIROL BASSANO PIACENZA CARRARESE BARLETTA PRATO ANDRIA VIRTUS LANCIANO

49 PRATO 2-1 ▲ 0-0 = 2-2 = 1-1 = 3-1 ▲ 2-3 ▼ . . .

PIACENZA CREMONESE SUDTIROL CARRARESE SPEZIA FERALPISALO’ SIRACUSA BASSANO PORTOGRUARO

0-3 0-0 2-3 0-0 2-2 2-3

31

SUDTIROL

VIRTUS LANCIANO SIRACUSA PRATO TRIESTINA ANDRIA LATINA CARRARESE SPEZIA TRAPANI

= ▼ = = ▼ . . .

43 CARRARESE 1-2 ▼ 0-0 = 3-2 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ 2-0 ▲ . . .

BASSANO SPEZIA PIACENZA PRATO SIRACUSA VIRTUS LANCIANO SUDTIROL FERALPISALO’ BARLETTA

40

TRIESTINA

BARLETTA PORTOGRUARO PERGOCREMA SUDTIROL BASSANO CREMONESE PIACENZA TRAPANI SPEZIA

1-0 1-1 2-2 0-0 1-3 1-3

= = = ▼ ▼ . . .

31

35 PIACENZA VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CARRARESE SIRACUSA FROSINONE ANDRIA TRIESTINA LATINA BASSANO

1-1 = 1-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 2-2 = 1-1 = . . .

2-1 ▲ 0-0 = 2-2 = 1-1 = 0-2 ▼ 0-0 = . . .

Bassano Cremonese Feralpisalo’ Pergocrema Piacenza Prato Carrarese Portogruaro Trapani Frosinone Siracusa Spezia Sudtirol

20 19 19 19 17 16 15 15 15 14 14 14 14

(12-8) (8-11) (9-10) (10-9) (8-9) (6-10) (8-7) (6-9) (8-7) (4-10) (9-5) (10-4) (9-5)

Pron.

1

X

2

1X2 2 2 1 X1 1 2 1 X21 1 X2 1X X2 1

35 10 15 50 35 53 24 47 30 46 23 41 25 55

33 30 35 38 38 36 31 34 36 35 40 38 39 35

32 60 50 12 27 11 45 19 34 19 37 21 36 10

Pron. 0-2 3

N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Chievo Cesena-Juventus Lecce-Napoli Palermo-Parma Siena-Bologna Sorrento-Foggia Spal-Pro Vercelli Ternana-Reggiana Viareggio-Pisa Pavia-Como Barletta-Spezia Pergocrema-Cremonese Portogruaro-V. Lanciano Roma-Fiorentina

I SISTEMI INTEGRALI E RIDOTTI N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Chievo Cesena-Juventus Lecce-Napoli Palermo-Parma Siena-Bologna Sorrento-Foggia Spal-Pro Vercelli Ternana-Reggiana Viareggio-Pisa Pavia-Como Barletta-Spezia Pergocrema-Cremonese Portogruaro-V. Lanciano Roma-Fiorentina

12 6 2 8 10 4 7 11 14 9 13 1 5 3

45 25 15 30 35 30 25 35 45 30 45 15 30 15

35 30 35 40 35 30 30 35 33 40 35 20 30 35

4

5+

15 35 30 25 25 25 35 25 20 25 15 35 25 30

5 10 20 5 5 15 10 5 2 5 5 30 15 20

Lecce-Napoli Palermo-Parma Roma-Fiorentina Sorrento-Foggia Spal-Pro Vercelli Viareggio-Pisa

GRUPPO 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Chievo Cesena-Juventus Lecce-Napoli Palermo-Parma Siena-Bologna Sorrento-Foggia Spal-Pro Vercelli Ternana-Reggiana Viareggio-Pisa Pavia-Como Barletta-Spezia Pergocrema-Cremonese Portogruaro-Virtus Lanciano Roma-Fiorentina

Atalanta-Chievo Siena-Bologna Pavia-Como Barletta-Spezia Pergocrema-Cremonese Portogruaro-Virtus Lanciano

GRUPPO 3

N. Partite

GRUPPO 1

CONCORSO N. 35 DEL 15/4/2012

Cesena-Juventus Ternana-Reggiana Latina-Trapani

2

2

1 1

1

1 1

2 1X 1X 1X 1 X2 1X

1 X2

2 1

0-1, 0-2, 0-3

IL SISTEMA RIDOTTO - 3 tr, 5 dp - col. 82 - e 41,00

6 DOPPIE Col. 32 Rid. 7

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TR-4 DP Col. 48 Rid. 8

1X 2 2 1 X1 1 2 1 X2 1 X2 1X X2 1

1X 2 2 1 X1 1 2 1 X2 1X X2 1X X2 1

1X 2 2 1 X1 1 2X 1X X2 1X X2 1X X2 1

1X2 2 2 1 X1 1 2 1 X2 1 X2 1 X2 1

1 TR-6 DP 3 TR 5 DP Col. 192 Rid. 24 Col. 864

1X 2 2 1 X1 1 2 1 X21 1X X2 1X X2 1

Rid. 0-5 errori - Garanzia 1 “13”

1X2 1 1 1X2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 X12 X 1X2 X 1 1 1 1 2X X2 2 2 1 1 1 1 X21 X X X 1X X X X X2 2 2 X 1X X 1 X X2 X 2 2 1 1 1 1

1 2 2 1 X 1 2 1 X 1 X 1 X 1

X2 X2 X2 1X2 X2 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 12 1X2 X X X 12 1X2 1 1 1 1 1 1 1 X X 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 X X 12 12 X 12 12 1 X 1 X 1 1 X X X 2 2 X X X 1 1 1 1 X X X X X X X 2 X X 1 1 1 1 1 1 1

1 1 2 2 2 2 1 1 12 X 1 1 2 X 1 1 X 12 1 1X 2 X 1 1 2 2 1 1

1 2 2 1 X 1 X 1 X 1 2 X X 1

X2 X2 X2 X2 1 1 1 X2 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 12 12 X X 12 12 X 12 12 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 X X X X 2 2 X 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 12 X 12 X 12 X 12 X X 12 1 1 1 1 1 1 1 X X X X 2 X 2 2 X 2 X X X 1 X X 1 1 X X 1 1 1 2 X X 2 X 2 2 X X 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Domenica 15 aprile 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone A

Le due migliori una di fronte all’altra il meglio che ora può offrire il campionato. San Marino e Pro Patria si misurano in una prova di forza che, se non fosse per la penalizzazione di 11 punti, varrebbe per il primato. E invece gli obiettivi in campo sono diversi: la vetta solitaria per i Titani, la zona-playoff da raggiungere per i biancoblù che si presentano anche con la più lunga imbattibilità. Il «Goal» può essere una buona base per l’«1» che giochiamo in virtù sia del probabile scatto d’orgoglio dei padroni di casa sia del comprensibile calo di energie degli ospiti, reduci da una rimonta tanto incredibile quanto dispendiosa. Sfavori del pronostico anche per la V. Entella che si presenta al Casale, anch’esso chiamato a riprendere a macinare punti-promozione: «1X»

E’

senza rischi o «X/h» per chi ha più coraggio. Non dovrebbe fare scherzi il Treviso che ispira l’«1» secco sulla Sambonifacese. Cuneo all’esame Rimini con buone possibilità di passarlo: la nostra sensazione è l’«X».

Alessandria-Valenzana X Casale-V. Entella 1X o X/h Rimini-Cuneo X/Under San Marino-Pro Patria 1

La possibile sorpresa Renate-Giacomense

IL TURNO SUCCESSIVO

SAN MARINO LECCO POGGIBONSI GIACOMENSE MONTICHIARI VALENZANA VIRTUS ENTELLA PRO PATRIA SANTARCANGELO SAMBONIFACESE

. .

RETI F S

SAN MARINO CASALE CUNEO TREVISO (-2) RIMINI VIRTUS ENTELLA SANTARCANGELO PRO PATRIA (-11) POGGIBONSI BORGO A BUGGIANO ALESSANDRIA (-2) RENATE SAVONA (-7) BELLARIA IGEA MANTOVA GIACOMENSE MONTICHIARI (-3) LECCO SAMBONIFACESE VALENZANA

59 58 58 57 56 52 52 50 49 47 45 44 40 40 40 40 34 27 25 23

17 16 17 16 16 14 16 16 14 13 12 10 11 9 9 9 9 6 6 5

59 43 52 49 40 50 44 52 45 41 39 34 41 35 35 40 38 27 33 26

13 9 9 8 10 11 11 7 10 8 8 8 9 5 5 6 4 3 4 5

40 22 23 23 25 34 27 24 24 20 24 20 23 18 20 21 17 17 18 21

VIRTUS ENTELLA CASALE VALENZANA GIACOMENSE SANTARCANGELO SAMBONIFACESE POGGIBONSI SAVONA RENATE

SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA MONTICHIARI BELLARIA IGEA RIMINI SAVONA SAN MARINO CASALE ALESSANDRIA

34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34 34

8 10 7 11 8 10 4 13 7 8 11 14 14 13 13 13 10 9 7 8

9 8 10 7 10 10 14 5 13 13 11 10 9 12 12 12 15 19 21 21

45 VALENZANA 1-1 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-1 ▼ . . .

37 29 42 30 34 33 35 33 43 40 39 35 36 40 41 47 48 62 66 53

4 4 4 6 2 4 0 7 4 2 4 6 6 9 8 7 7 6 4 5

23

0 4 4 3 5 2 6 3 3 7 5 3 2 3 4 4 6 8 9 7

16 14 17 15 16 12 19 15 12 17 22 13 12 17 18 20 19 32 28 28

V

FUORI N P

4 7 8 8 6 3 5 9 4 5 4 2 2 4 4 3 5 3 2 0

BELLARIA IGEA

SAMBONIFACESE 3-2 ▲ BORGO A BUGGIANO0-3 ▼ TREVISO 1-2 ▼ VIRTUS ENTELLA 1-1 = SAN MARINO 0-2 ▼ MANTOVA 0-2 ▼ ALESSANDRIA . POGGIBONSI . CASALE .

ALESSANDRIA TREVISO MANTOVA PRO PATRIA SAVONA POGGIBONSI LECCO GIACOMENSE MONTICHIARI

58 VIRTUS ENTELLA 52

TREVISO 0-0 = BORGO A BUGGIANO0-2 ▼ MANTOVA 0-0 = SAVONA 0-1 ▼ POGGIBONSI 1-0 ▲ CUNEO 0-2 ▼ VIRTUS ENTELLA . PRO PATRIA . VALENZANA .

Alessandria - Valenzana 15-04 Bellaria Igea - Lecco “ “ Casale - Virtus Entella “ “ Mantova - Montichiari “ “ Poggibonsi - B. a Buggiano “ “ Renate - Giacomense “ “ Rimini - Cuneo “ “ San Marino - Pro Patria “ “ Savona - Santarcangelo “ “ Treviso - Sambonifacese “ “

0-1 ▼ 2-0 ▲ 3-0 ▲ 0-0 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

50

59 PRO PATRIA 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-0 = 1-1 = 2-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

IN CASA V N P

CASALE

(35ª GIORNATA)

= .

RETI F S

RETI F S 21 15 25 15 18 21 16 18 31 23 17 22 24 23 23 27 29 30 38 25

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart'ultima e la quint'ultima disputano un play-out per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone B per stabilire l'ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto

40 LECCO

27

4 6 3 5 6 6 4 6 3 6 7 8 8 4 5 6 3 3 3 3

9 4 6 4 5 8 8 2 10 6 6 7 7 9 8 8 9 11 12 14

1-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = 1-1 = 0-0 = . . .

19 21 29 26 15 16 17 28 21 21 15 14 18 17 15 19 21 10 15 5

MONTICHIARI SAN MARINO SANTARCANGELO TREVISO RENATE RIMINI BELLARIA IGEA MANTOVA SAVONA

1-2 ▼ 2-1 ▲ 2-1 ▲ 0-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

X2

49 B. A BUGGIANO 47 ▼

PARTITE V N P

MANTOVA BELLARIA IGEA SAVONA POGGIBONSI MONTICHIARI GIACOMENSE VALENZANA SAMBONIFACESE PRO PATRIA

Il pronostico di TS

MANTOVA 1-0 SAN MARINO 1-3 RIMINI 0-3 ALESSANDRIA 2-1 CASALE 0-1 BELLARIA IGEA 0-0 BORGO A BUGGIANO VALENZANA CUNEO

PT G

ALESSANDRIA

POGGIBONSI

▼ ▼

Classifica

3-3 = 4-2 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 3-2 ▲ 1-1 = . . .

RENATE

44 GIACOMENSE

BELLARIA IGEA 1-0 SAVONA 1-1 RIMINI 1-1 CUNEO 1-1 LECCO 1-1 MONTICHIARI 1-1 GIACOMENSE VIRTUS ENTELLA BORGO A BUGGIANO

▲ = = = = = . . .

POGGIBONSI CASALE BELLARIA IGEA RIMINI CUNEO VALENZANA MONTICHIARI LECCO SANTARCANGELO

40

40 SANTARCANGELO 52

TREVISO

POGGIBONSI 3-1 RENATE 1-1 ALESSANDRIA 0-2 CASALE 1-0 BELLARIA IGEA 1-1 PRO PATRIA 1-1 SANTARCANGELO BORGO A BUGGIANO LECCO

▲ =

RIMINI BELLARIA IGEA VALENZANA LECCO GIACOMENSE SANTARCANGELO SAMBONIFACESE CUNEO VIRTUS ENTELLA

▼ = = . . .

CUNEO 2-5 ▼ GIACOMENSE 4-0 ▲ LECCO 1-2 ▼ SAMBONIFACESE 2-1 ▲ BORGO A BUGGIANO2-0 ▲ TREVISO 1-0 ▲ SAVONA . SAN MARINO . MANTOVA .

LECCO CUNEO PRO PATRIA SAN MARINO ALESSANDRIA RENATE MANTOVA RIMINI BELLARIA IGEA

0-2 1-1 3-0 0-0 2-3 2-1

▼ = ▲ = ▼ ▲ . . .

2-1 0-0 0-1 1-1 1-2 1-1

SANTARCANGELO MONTICHIARI VIRTUS ENTELLA RENATE MANTOVA CASALE RIMINI TREVISO POGGIBONSI

25 23 23 22 21 20 20 19 19 19 19 18 18 18 18

(13-12) (12-11) (12-11) (11-11) (11-10) (9-11) (10-10) (7-12) (10-9) (12-7) (8-11) (9-9) (12-6) (10-8) (8-10)

«OVER» Lecco San Marino Cuneo Sambonifacese Virtus Entella Giacomense Poggibonsi Pro Patria Rimini Alessandria Mantova Montichiari Valenzana Santarcangelo Treviso

20 19 18 18 17 16 16 16 16 15 15 15 15 14 14

(12-8) (10-9) (8-10) (8-10) (11-6) (8-8) (5-11) (7-9) (9-7) (10-5) (7-8) (5-10) (9-6) (8-6) (7-7)

=

«GOAL» ▼

= . . .

5-2 ▲ 0-0 = 1-0 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ . . .

57 SAMBONIFACESE 25 2-0 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

«UNDER» Renate Casale Savona B. a Buggiano Bellaria Igea Santarcangelo Treviso Alessandria Mantova Montichiari Valenzana Giacomense Poggibonsi Pro Patria Rimini

▼ =

58

56 CUNEO

TREVISO RENATE POGGIBONSI MANTOVA PRO PATRIA LECCO CUNEO MONTICHIARI GIACOMENSE

SAVONA

0-1 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . .

RIMINI

SANTARCANGELO 0-4 ▼ SAMBONIFACESE 4-0 ▲ SAN MARINO 0-0 = BORGO A BUGGIANO0-0 = TREVISO 0-1 ▼ ALESSANDRIA 1-0 ▲ RENATE . BELLARIA IGEA . RIMINI .

34

40 MONTICHIARI

MANTOVA

BORGO A BUGGIANO1-0 ▲ PRO PATRIA 2-4 ▼ CUNEO 0-1 ▼ VALENZANA 1-1 = SAMBONIFACESE 5-0 ▲ SAN MARINO 2-1 ▲ CASALE . RENATE . TREVISO .

Statistiche 2ª Div/A

PRO PATRIA 3-3 = VALENZANA 2-3 ▼ GIACOMENSE 0-4 ▼ SANTARCANGELO 1-2 ▼ VIRTUS ENTELLA 0-5 ▼ BORGO A BUGGIANO0-1 ▼ TREVISO . ALESSANDRIA . SAN MARINO .

Alessandria Savona Bellaria Igea Cuneo Montichiari San Marino Lecco Renate Poggibonsi Treviso B. a Buggiano Giacomense Mantova Pro Patria Rimini

22 21 20 20 20 20 18 17 16 16 15 15 15 15 15

(12-10) (10-11) (13-7) (9-11) (10-10) (11-9) (11-7) (6-11) (7-9) (10-6) (6-9) (6-9) (8-7) (6-9) (7-8)

«NO GOAL» Casale Santarcangelo Valenzana B. a Buggiano Giacomense Mantova Pro Patria Rimini Sambonifacese Virtus Entella Poggibonsi Treviso Renate Lecco Bellaria Igea

23 23 21 19 19 19 19 19 19 19 18 18 17 16 14

(12-11) (10-13) (9-12) (11-8) (11-8) (9-10) (11-8) (10-9) (11-8) (10-9) (10-8) (7-11) (11-6) (6-10) (4-10)

TRIS I NOSTRI SISTEMI

CAMPO PARTENTI ROMA - GALOPPO - PR. L. CANALE - m. 1600 DOMENICA 15 APRILE - ORE 18.00 n° gabbia clas. 10 6 14 1 11 2 5 12 9 7 8 13 15 16 4 17 3

Probabili in terna

C. Demuro S. Basile S. Sulas S. Diana P. Aragoni G. Marcelli C. Di Napoli D. Perovic F. Branca C. Fiocchi Gb. Bietolini D. Vargiu M. Pasquale A. Polli Gp. Fois M. Belli M. Vargiu

Possibili

fantino

63.0 63.0 62.0 61.5 61.5 61.0 60.5 59.5 59.0 57.0 56.0 55.0 55.0 52.0 50.0 50.5 50.0

ALERUS SPECULANTE PAINTED BLACK GABBY'S BROTHER SOPRAN PRINCE SAN LONG LEGEND SALISBURGO TRIVIAL PURSUIT SHABI ANGELINA TRAIN DEAL BLACK RANGER NEW JEAR'S DAY OUTTHEBLUE DEMOCRITO LIGHT ENERGY KARDINAL BIRD

Per la quota

peso

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Da escludere

N. cavallo

Tris - Sistema per 10 cavalli Sistema sviluppato con 2 biglietti T3 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

Tris - Sistema per 8 cavalli Sistema sviluppato con 2 biglietti T3 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

9 5 1 3 10 4 12 6 11 17 16 14 8 2 7 13 15

9-5-1 3-10-4 12-6

1 vincente e 0-1-2 piazzati 0-1-2 piazzati 0-1 piazzato

1° Arr. 9-5-1 2° Arr. 9-5-1-3-10-4-12-6 3° Arr. 9-5-1-3-10-4

F P S

€ 60.00

9 5-1-3-10-4 12-6-11-17

Vincente 1 1-2 piazzati 0-1 piazzato

1° Arr. 9 2° Arr. 5-1-3-10-4 3° Arr. 5-1-3-10-4-12-6-11-17

1° Arr. 9-5-1 2° Arr. 9-5-1-3-10-4 3° Arr. 12-6

F P S

1° Arr. 9 2° Arr. 12-6-11-17 3° Arr. 5-1-3-10-4

€ 20.00

Tris - Sistema per 11 cavalli Sistema sviluppato con 2 biglietti T3 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

Tris - Sistema per 9 cavalli Piazzato 1-2 piazzati 0-1 piazzato

1 biglietto P 1/5 9

F P S

€ 66.00

3 biglietti P 2/5

5-1-3-10-4 € 30.00

€ 10.00

€ 15.00

€ 45.00

9 5-1-3-10 4-12-6-11

€ 30.00

9-12 5-1-3-10-4 9-6 5-1-3-10-4 9-11 5-1-3-10-4

9-5 Un vincente e 0-1 piazzato 1-3-10-4 1-2 piazzati 12-6-11-17-16 0-1 piazzato (max 3° posto) € 12.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr.

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr.

9-5 9-5-1-3-10-4 9-5-1-3-10-4 € 20.00

F P S

€ 40.00

9-5 1-3-10-4 12-6-11-17-16 € 20.00


14 il Domani dello Sport Domenica 15 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone B

Catanzaro e Perugia ora avanti tutta inque turni e ogni discorso, promozione e retrocessione, è ancora aperto. Partiamo dall’alto dove ci sono 3 squadre in lotta. Il Perugia, ritornato capolista solitario, può passare a Fano contro una squadra che segna poco, ma difficile da bucare: per questo giochiamo il «2/No Goal/Under». Non prevediamo gol neanche per l’Arzanese che prova a fermare il Catanzaro: la maggior caratura dei giallorossi non lascia adito a dubbi sull’«1/No Goal». Tre gare consecutive senza subire reti, il Melfi vuole mantenersi fuori dalla bagarre e darà il massimo contro la più quotata e lanciata V. Lamezia che non intende staccarsi dal treno di testa: «2/Over». In ogni caso, un postoplayoff è assicurato. Gli altri se li contendono il Chieti (reduce da 3 vittorie, può approfittare di un’Ebolitana che continua a fare più che altro «Goal»), L’Aquila (2 ko di fila, rischia di non supera-

C

EBOLITANA

GIULIANOVA MILAZZO CATANZARO MELFI NEAPOLIS VIGOR LAMEZIA GAVORRANO RIPOSA PERUGIA

Il pronostico di TS Aprilia-Isola Liri 1 Aversa N.-Paganese X2 Catanzaro-Arzanese 1/No Goal Ebolitana-Chieti 2/Goal Fano-Perugia 2/No Goal

Le possibili sorprese Campobasso-Vibonese 2/Under

. = = .

(38ª GIORNATA) Aprilia - Isola Liri 15-04 Aversa Normanna - Paganese “ “ Campobasso - Vibonese “ “ Catanzaro - Arzanese “ “ Ebolitana - Chieti “ “ Fano - Perugia “ “ Giulianova - Fondi “ “ L’Aquila - Gavorrano “ “ Melfi - Vigor Lamezia “ “ Milazzo - Celano “ “ RIPOSA - Neapolis 16-04

ISOLA LIRI 1-0 VIGOR LAMEZIA 1-0 APRILIA 2-2 PAGANESE 2-1 FANO 2-0 GIULIANOVA 2-0 EBOLITANA AVERSA NORMANNA VIBONESE

60 GAVORRANO 2-0 ▲ 0-0 = 0-0 = 0-0 = 1-2 ▼ 1-3 ▼ . . .

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

PERUGIA 75 35 22 9 4 54 24 11 CATANZARO 74 35 21 11 3 57 23 14 VIGOR LAMEZIA 73 35 21 10 4 54 25 14 CHIETI 61 35 18 7 10 50 34 11 L’AQUILA 60 36 15 15 6 35 22 8 PAGANESE 57 35 15 12 8 40 32 10 GAVORRANO 54 36 14 12 10 60 49 8 APRILIA 52 35 14 10 11 51 40 9 ARZANESE 49 35 12 13 10 43 45 8 FANO (-5) 44 35 13 10 12 40 40 6 FONDI 42 35 11 9 15 35 41 8 AVERSA N. (-1) 40 35 10 11 14 25 32 9 GIULIANOVA (-2) 38 36 11 7 18 34 47 7 MELFI (-3) 37 35 10 10 15 41 45 6 CAMPOBASSO (-1) 37 35 9 11 15 34 42 5 MILAZZO 36 36 7 15 14 34 42 5 NEAPOLIS (-2) 36 36 9 11 16 37 52 3 VIBONESE (-1) 32 35 7 12 16 36 49 5 ISOLA LIRI (-2) 32 35 8 10 17 36 49 6 EBOLITANA (-1) 28 35 6 11 18 28 56 4 CELANO 25 35 7 4 24 28 63 6 Ogni settimana una squadra RIPOSA -99 0osserverà 0 0un turno 0 0di riposo 0 0

APRILIA CATANZARO EBOLITANA CHIETI VIGOR LAMEZIA GAVORRANO ARZANESE ISOLA LIRI FONDI NEAPOLIS

52 ISOLA LIRI 1-1 = 0-0 = 2-2 = 0-1 ▼ 2-1 ▲ 2-0 ▲ . . .

CHIETI FONDI FANO CELANO CATANZARO EBOLITANA APRILIA MILAZZO CAMPOBASSO

32 0-1 ▼ 1-1 = 0-0 = 4-1 ▲ 0-5 ▼ 1-1 = . . .

5 3 4 5 8 5 7 5 4 6 6 4 3 6 4 8 7 5 6 6 3 0

2 0 0 2 2 3 3 3 6 5 4 4 8 5 8 5 8 7 6 7 9 0

RETI F S 32 32 32 27 20 25 30 31 21 17 26 19 16 19 17 20 19 15 24 18 17 0

V

FUORI N P

16 11 7 7 11 7 13 7 9 7 16 5 20 6 19 5 22 4 16 7 18 3 14 1 18 4 16 4 22 4 19 2 27 6 19 2 19 2 27 2 27 1 0 0

AVERSA N. FANO GIULIANOVA VIGOR LAMEZIA EBOLITANA ARZANESE FONDI PAGANESE CHIETI GAVORRANO

4 8 6 2 7 7 5 5 9 4 3 7 4 4 7 7 4 7 4 5 1 0

2 3 4 8 4 5 7 8 4 7 11 10 10 10 7 9 8 9 11 11 15 0

RETI F S 22 25 22 23 15 15 30 20 22 23 9 6 18 22 17 14 18 21 12 10 11 0

8 16 14 21 13 16 29 21 23 24 23 18 29 29 20 23 25 30 30 29 36 0

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai playoff per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart’ultima e la quint’ultima disputano un playout per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone A per stabilire l’ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto.

40 PAGANESE 0-0 = 0-1 ▼ 0-4 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ . . .

PAGANESE 4-3 PERUGIA 0-2 CAMPOBASSO 2-2 GIULIANOVA 3-0 APRILIA 1-2 CATANZARO 2-2 L’AQUILA MELFI AVERSA NORMANNA

61 ▲ ▲ = ▲ ▲ ▲ . . .

54 ▲ ▼ = ▲ ▼ = . . .

CAMPOBASSO FANO GAVORRANO CELANO ARZANESE MELFI PAGANESE VIBONESE VIGOR LAMEZIA ISOLA LIRI

FANO

37 VIBONESE 1-1 = 2-2 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ . . .

44 PERUGIA

AVERSA NORMANNA0-0 = CAMPOBASSO 1-1 = ISOLA LIRI 0-0 = FONDI 1-1 = CHIETI 0-2 ▼ VIBONESE 2-1 ▲ PERUGIA . NEAPOLIS . ARZANESE .

MELFI FONDI CELANO L’AQUILA RIPOSA CAMPOBASSO NEAPOLIS VIGOR LAMEZIA GAVORRANO PAGANESE

PERUGIA CELANO RIPOSA CATANZARO MILAZZO FANO CAMPOBASSO GIULIANOVA CHIETI

VIBONESE GAVORRANO FONDI RIPOSA EBOLITANA MILAZZO FANO CELANO L’AQUILA

32 0-0 = 1-0 ▲ Rin. . 0-2 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

75 0-0 = 2-0 ▲ 1-1 = Pos. . 3-1 ▲ 2-1 ▲ . . .

CATANZARO APRILIA CAMPOBASSO L’AQUILA VIBONESE ISOLA LIRI GAVORRANO ARZANESE PAGANESE VIGOR LAMEZIA

57

GAVORRANO 3-4 ▼ NEAPOLIS 1-0 ▲ EBOLITANA 1-1 = CHIETI 1-2 ▼ RIPOSA Rin. . CAMPOBASSO 1-0 ▲ AVERSA NORMANNA . CATANZARO . MELFI .

GIULIANOVA

MILAZZO

CHIETI 0-1 ▼ AVERSA NORMANNA4-0 ▲ APRILIA 1-0 ▲ RIPOSA Rin. . GIULIANOVA 0-0 = L’AQUILA 3-1 ▲ MELFI . CAMPOBASSO . CATANZARO .

MELFI L’AQUILA ARZANESE NEAPOLIS VIBONESE PERUGIA CELANO ISOLA LIRI FONDI

42

ISOLA LIRI 1-1 = MELFI 0-0 = PERUGIA 1-1 = FANO 1-1 = CELANO 0-2 ▼ AVERSA NORMANNA1-0 ▲ GIULIANOVA . APRILIA . MILAZZO .

36 CELANO 2-2 = 0-0 = 2-2 = 1-1 = 1-1 = 1-2 ▼ . . .

49

VIGOR LAMEZIA 2-3 ▼ RIPOSA Rin. . MILAZZO 2-2 = CAMPOBASSO 2-0 ▲ AVERSA NORMANNA1-0 ▲ APRILIA 0-2 ▼ CATANZARO . EBOLITANA . FANO .

38 FONDI

L’AQUILA 0-2 ▼ AVERSA NORMANNA1-0 ▲ NEAPOLIS 0-1 ▼ GAVORRANO 0-3 ▼ VIGOR LAMEZIA 0-0 = CHIETI 0-2 ▼ FONDI . VIBONESE . RIPOSA .

37 VIGOR LAMEZIA 73 0-0 = 0-1 ▼ 0-0 = Rin. . 2-0 ▲ 3-0 ▲ . . .

74 ARZANESE 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 5-0 ▲ 2-2 = . . .

VIBONESE MELFI CAMPOBASSO ISOLA LIRI FONDI RIPOSA MILAZZO PERUGIA EBOLITANA

Statistiche «UNDER» Aversa Normanna 27 L’Aquila 27 Fondi 25 Paganese 24 Campobasso 23 Giulianova 23 Milazzo 23 Perugia 23 Celano 22 Ebolitana 21 Vigor Lamezia 21 Aprilia 20 Arzanese 20 Catanzaro 20 Fano 20 Vibonese 20 Isola Liri 19

(12-15) (13-14) (12-13) (12-12) (9-14) (13-10) (11-12) (10-13) (12-10) (10-11) (10-11) (6-14) (12-8) (10-10) (12-8) (12-8) (10-9)

«OVER»

IL TURNO SUCCESSIVO

28 CHIETI

APRILIA 0-0 = RIPOSA Rin. PAGANESE 1-1 AVERSA NORMANNA1-1 = PERUGIA 1-3 ▼ ISOLA LIRI 1-1 CHIETI . ARZANESE CELANO .

L’AQUILA

re un Gavorrano che fuori vanta una lunga serie di gare con almeno 2 gol al passivo) e la Paganese (segna regolarmente, può ripetersi su un’Aversa Normanna che ha difficoltà in fase realizzativa). Aprilia favorita sull’Isola Liri, Vibonese sorpresa.

Classifica

25 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-4 ▼ 2-0 ▲ Rin. . . . .

Gavorrano Neapolis Chieti Melfi Isola Liri Aprilia Arzanese Catanzaro Fano Vibonese Ebolitana Vigor Lamezia Celano Giulianova Milazzo Campobasso Perugia

20 18 17 17 16 15 15 15 15 15 14 14 13 13 13 12 12

(10-10) (8-10) (8-9) (7-10) (8-8) (11-4) (6-9) (7-8) (5-10) (5-10) (7-7) (8-6) (6-7) (5-8) (7-6) (8-4) (8-4)

«GOAL» Gavorrano Fano Milazzo Arzanese Neapolis Vibonese Chieti Paganese Aprilia Ebolitana Isola Liri Melfi Perugia Campobasso Catanzaro Giulianova Vigor Lamezia

23 21 21 20 20 20 18 18 17 17 17 17 17 16 16 16 15

(12-11) (9-12) (11-10) (7-13) (10-10) (7-13) (10-8) (10-8) (10-7) (10-7) (9-8) (7-10) (11-6) (7-9) (6-10) (6-10) (9-6)

«NO GOAL» Aversa Normanna 26 L’Aquila 24 Celano 22 Fondi 22 Giulianova 20 Vigor Lamezia 20 Campobasso 19 Catanzaro 19 Aprilia 18 Ebolitana 18 Isola Liri 18 Melfi 18 Perugia 18 Chieti 17 Paganese 17 Neapolis 16 Arzanese 15

(12-14) (12-12) (12-10) (8-14) (12-8) (9-11) (10-9) (11-8) (7-11) (7-11) (9-9) (10-8) (7-11) (8-9) (8-9) (8-8) (11-4)


Informazione pubblicitaria

il domani  

Edizione del 15 Aprile 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you