Page 1

Giovedì 14 Luglio 2011

Anno XIV - Numero 192

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

BENZINA

GOVERNO

Non solo costa quasi 1,68 al litro ma il 27 e il 28 ci lasciano senza

RIFIUTI A Napoli oltre 2200 tonnellate di rifiuti per strada: allarme salute

Tremonti: per venerdì passa la manovra, la borsa respira

a pag » 4

alle pagg » 5 e 6

a pag » 4

L’autorità giudiziaria di San Marino ha accolto la richiesta di confisca di due società da parte della Procura della Repubblica di Lamezia Terme

’Ndrangheta: sequestri a San Marino È la conseguenza dell’operazione Easy Money 2 che ha portato al blocco del riciclaggio e dell’usura perfino a Miami L’INTERVENTO

Manovra economica paghi di più chi più ha di Carlo Fatuzzo

Il provvedimento di sequestro è stato eseguito dai militari del nucleo di Polizia tributaria di Catanzaro in collaborazione con il servizio centrale criminalità organizzata della Guardia di finanza di Roma su nulla osta sanmarinese di Carmela Mirarchi a pag » 12

EVENTI

CALDO RECORD

A Roma il premio Kouros parla sempre della Calabria

presidente Partito dei pensionati

È indubbio che il nostro Paese abbia bisogno di una seria e forte unità di intenti fra le varie forze politiche, per difendere l’Italia dalla speculazione ed evitare ciò che è già capitato ad altri Paesi, ma c’è anche bisogno di equità e di giustizia. Non possono sempre essere le fasce sociali più deboli a pagare, ad essere "spremute".Forse è anche giunto il momento, proprio in nome della solidarietà, che si colpiscano i privilegi e non la povera gente.Il risanamento della nostra economia e il rilancio del senso di appartenenzae di orgoglio di essere italiani, passa anche attraverso maggiore giustizia sociale, che garantisca il welfare e dia dignità ai pensionati ed ai lavoratori. Che siano chiamati a pagare il grande capitale, le rendite parassitarie e la grande proprietà: è indispensabile che chi più ha sia chiamato a contribuire in modo più significativo.

Ma forse da domani si respira, coraggio Questo gattino sardo, immortalato da un fotografo di LaPresse mentre ruba un po’ di refrigerio, testimonia che i 44 gradi toccati in Sardegna li hanno sentiti proprio tutti. Ma è stata un’altra giornata di gran caldo in Italia, con temperature in alcune città saldamente sui 40 gradi. Le solite Roma e Firenze, ma anche Messina, Palermo, Latina, Frosinone, Civitavecchia, e da noi. Ma da oggi a domani dovrebbe andare meglio.

Roma e i calabresi, un binomio che sta affondando sempre di più le sue radici nel tessuto sociale capitolino, grazie alle varie iniziative che parlano della Calabria e della sua cultura, della sua umanità e della sua eccellenza. Un’altra prova di questo consolidato legame si è avuta martedì scorso, a palazzo Ferrajoli, una delle location più incantevoli del centro rinascimentale romano, dove Antonella Freno, col patrocinio di Domenico Naccari, in qualità di delegato del sindaco Gianni Alemanno ai rapporti con le comunità regionali presenti a Roma, hanno organizzato la seconda edizione del premio internazionale Kouros. Una rassegna, ideata insieme a Sara Iannone, presidentedell’associazione"Alba del terzo millennio". di Alessandro Caruso a pag » 10

CATANZARO Fondazione Campanella: nessuna risposta Cresce la preoccupazione del personale a pag » 15

ROSSANO Spaccio di droga, estorsioni e armi Sono 22 gli arresti e 47 gli indagati a pag » 19

CROTONE

IL COMMENTO

Bilancio puntuale e critiche ingenerose di Alessandro Nicolò vicepresidente Consiglio Regionale

Chiarezza nei conti e prospettive più certe, connotano la manovra di assestamento del Bilancio 2011 della Regione approvata dal Consiglio regionale. Le risorse autonome del bilancio - come peraltro evidenziato nella relazione di accompagnamento al provvedimento della Giunta Regionale illustrato dall’Assessore Mancini- sono caratterizzate da un deficit di disponibilità su cui pesano fattori plurimi consolidati negli anni e derivanti anche da decisioni assunte in passato. Si tratta di impegni ed obblighi assunti dall’Ente con leggi regionali o provvedimenti di altra natura. La conseguente stazzatura dell’assestamento del Bilancio 2011 ha permesso dunque l’emergere di risorse disponibili di pari a quindici milioni di euro per finanziare nuove iniziative. Le questioni di carattere sociale ed economico da affrontare sono davvero enormi, ma non possiamo non tenere conto dei nuovi principi di finanza pubblica caratterizzati da una maggiore appropriatezza della spesa a livello locale. Principi che spingono i governi locali ad interventi di natura strutturale sui propri bilanci, con contenimenti significativi della spesa.

Non si fermano gli sbarchi: arrivati altri ventitrè immigrati, presi gli scafisti a pag » 20

segue a pag » 2


il Domani

2

Giovedì 14 Luglio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Alessandro Nicolò* Un bilancio puntuale e critiche ingenerose Dunque appaiono ingenerose ed ingiustificate le critiche demagogiche della minoranza. Il presidente Giuseppe Scopelliti e l’assessore Mancini, hanno svolto un lavoro responsabile senza mai perdere di vista i limiti dell’agire ed il conseguente impegno di risorse finanziarie. E, pur nella ristrettezza del percorso, la Giunta regionale ha comunque prospettato politiche congiunturali di stimolo al sistema delle imprese calabresi con l’obiettivo di recuperare verso il basso l’insopportabile dato della disoccupazione. La Giunta regionale e la maggioranza di centro destra sanno perfettamente quanto sia ormai necessaria e non rinviabile la necessità di azioni di risanamento finalizzate ad incidere in maniera strutturale su alcune delle principali voci della spesa di funzionamento del complessivo sistema regionale. Quello costituito dall’Ente Regione in senso lato, allargato, nel quale trova posto la costellazione dei diversi sog-

getti istituzionali, finanza regionale, società, enti, aziende, che vivono di. Procedere, dunque, alla revisione degli Enti strumentali, significa incidere razionalmente con l’obiettivo di ridurre i costi di sul funzionamento di tali Enti che gravano sul bilancio regionale. Nonostante il gravame delle emergenze (Comunità montane, programma stage, Arssa, forestali, promozione turistica, politiche per la famiglia) la Giunta guidata da Giuseppe Scopelliti è riuscita in un fazzoletto di tempo a riprendere il governo della finanza regionale che era ormai instradata sugli scogli del default, innescando robuste azioni di risanamento, autenticamente in controtendenza rispetto agli anni precedenti.

Dunque appaiono ingenerose ed ingiustificate le critiche demagogiche della minoranza. Il presidente Giuseppe Scopelliti e l’assessore Mancini, hanno svolto un l avoro responsabile senza mai perdere di vista i limiti...

* vicepresidente Consiglio Regionale

DAL VOSTRO INDIGNATO di Carlo Bassi

Il testamento biologico che non c’è Vi chiederete che ci fa il vostro indignato speciale di giovedì? Niente, solo uno straordinario. Perché straordinaria è la sua indignazione. L’ha provocata, naturalmente quell’accozzaglia di ovvietà intollerabili in violazioone della stessa Costituzione italiana che la Camera ha approvato ieri sera col pomposo nome di testamento biologico. Nome sbagliato perché non esiste alcuna indicazione testamentaria della volontà del paziente che, in pratica, secondo quel mostriciattolo legislativo approvato l’altro ieri sera, può chiedere di non essere più curato solo una volta morto. Bella scoperta. Ma perché tanto accanimento da parte nostra? Perché l’Art 32 della Costituzione recita testualmente: «Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana». Il nostro modesto parere è che se il Senato approverà la legge nella versione attuale varata dalla Camera qualunque obiezione di incostituzionalità avrà vita facile. Non volendo concedere al cittadino il sacrosanto diritto di decidere della sua vit, forse sarebbe stato meglio lasciare le cose come stavano, senza legiferare in materia. Ma che senso ha autorizzare il testamento biologico se le volontà dell’individuo contano meno di niente e sarà il medico a imporre la sua volontà? Del resto quante leggi nascono così? Si parte da una necessità creata da un caso - in questa circostanza la tragedia della povera Eluana Englaro - e dal clamore suscitato: si buttà giù una bozza e cominciano interminabili bracci di ferro nei quali si privilegia la vittoria di questa o quella fazione sull’avversario, perdendo di mira l’obiettivo finale. Il risultato di queste battagliucole è sempre un guazzabuglio che non rende giustizia a nessuno.

Grandi cappelli ottocenteschi, atmosfera romantica e ricercata. Soprattutto, le suggestioni dei grandi maestri impressionisti che ispirano l’alta moda e, tra questi, un omaggio particolare al genio di Manet. Ecco la collezione presentata da Raffaella Curiel nell’ultima giornata di Alta Roma in totale, vera esaltazione della femminilità

www dloi.matin.i

Rb:C T:eigra.6n1tzaon4971d-r.95e-l7::

li Domani

R:oO :ersgtC aidpleoalirm t uc5onai6zne.0r6::

Puàbtcibl

Eodteri T&PEdsotlrir

Derizoine

GdcuoTiarl Amoam ertsni

GdcuoTiarl O anldroRotndersao(prones)albi

Redazoine

GusieppG eanpgà(e)tuacblibl AeoD sliG earnPo(rduM ctanage)r CneasinM efrzao()laurl

FarncescoPucon(eatgrpoi)zisevir M oZzciua(ciproaierduoacetr)ul Calbari 0T9e.6l19.968F0a2|0x9613.098239

a@ bcialrdlom itian.i Roma 0T64e.5l42717F0/a1|0x64.5427172

orma@ dlom itian.i apa@ um ntintdeom il.iani @ iratdom riel.iani @ odnreazitdom il.iani

Satm bilienotTpiogarcoifDeRose coanrdtPaM an-loetainlri 8704M 0oU utgfnaC lfto(s)

ogeD treG nieadV:rnliali oD ernziaeimva:iam rtsni M avioneo29trs01a-,149M anloi

MedaiatgSpa FarncboAuaidnrzcseito() vapS eno(lrD satoineia)l

DerizoineRedazoineAmmnsiartzoine LS ocae.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 09T.6el19.968F0ax29|619.03801 RomA Vacm irhied2e0R 1(m) 064T.e5l42717F0ax16|9/.9700312 ietrdiiaslutcbrdieLofuaitsenrit Laelgacglud7eaigo1st992n05,0

09.8etl49-34382

CoondraimenoAterC aabilr

m SoC isneaoiTrbclv(a)oleurnlti

Recetalopfitainf-cxie-mali

CenorStatmpa

Sloie2l4OerSpaSysetm

S ocale.rmonZdM eo-anC (ldaIir.aczl)rel 0T9e.6l19.96802

etandecro4mlpieor Fa0x9619.03421/903784 wo@ n|ftwitiwmai.gm tda.geitdei m affTo4aidro6um :l m 1x9mmh.

Commeaecluroi103O 0,0-coasneialuo1r1L4e0g,e0-al SenetnzA euo1pri2pta9C 0Flod,0m -riosiroanzieuor 129R 0PQ ,0-.euo7.r8N 0,0-eocergliuo7r70,0cad.

Econoem uo06cri,2paao.rl Supepm l enoC 4t0oer% :l

Secvreiespantresrhpi LumR s(aom A-TPae)rs GdcuoTEiaS ertdlipR(aoma) Lap-erseaTn(gocie-fta)rgnizrif nR Vo(ieolm M I-ab)neiaorl Mo-EeiaS rtdcievsr S dàC tesoalsi SpeaN kerewtokr FoaenuoidrapltnzeiI FondoanziFeaFeruotr FondoanziFeom rchie FondoanziR eoma


4

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

ITALIA Superae le 2.150, non si trovano i siti per scaricare, e il caldo torrido preoccupa i sanitari, che lanciano allarmi

Di nuovo oltre le 2000 tonnellate: allarme salute di Carlo Bassi NAPOLI - Aumentano ancora le giacenze di rifiuti in strada. Ieri mattina erano 2.150 le tonnellate di immondizia non raccolte rispetto alle 1.950 della giornata precedente. Lunedì erano 1.800 le tonnellate segnando, di fatto, un incremento di 200 tonnellate al giorno, un’escalation preoccupante. La situazione resta critica anche a causa delle alte temperature che si stanno registrando negli ultimi giorni nel capoluogo campano. Ieri mattina, fino alle 9, erano state conferite 403 tonnellate di cui 238 nell’impianto di Giugliano e 164 in quello di Tufino. Percentuali minori rispetto a quelle programmate che stanno, di fatto, rendendo ancora più complicata la situazione. Intanto proseguono anche i roghi non solo in città ma anche in provincia. Situazione difficile soprattutto nell’area a nord del capoluogo campano dove le giacenze di immondizia sono elevate. Le maggiori criticità si registrano nell’area flegrea così come nelle periferie. Il centro, invece, appare sostanzialmente pulito anche se la crisi è sempre dietro l’angolo. Rifiuti e salute: è allarme per il caldo record. «I malori sono in

aumento proprio nei quartieri assediati dai cumuli» avverte Giuseppe Galano, direttore della centrale operativa del 118 di Napoli. Analizzandol’andamentodellerichieste di soccorso, Galano ha individuato un «picco anomalo» di casi. «Cinquanta gli Sos» nella mattina di ieri: «In appena sei ore e, tutti, per patologie collegate a colpi di calore e stati di malessere - sostiene Galano - acuiti dalla spazzatura che marcisce sotto il sole. Precarie condizioni igienico-sanitarie accentuano infatti questo tipo di reazioni, anzitutto tra le persone più fragili». I sintomi più frequenti riscontrati: «Lipotimia, nausea, dissenteria e disturbi gastrointestinali». I quartieri più colpiti? «Rione Sanità, Fuorigrotta, Ponticelli. E i Quartieri Spagnoli».

Ieri intanto De Magistris ha chiesto al governatore della Campania di firmare una nuova ordinanza, «visto che la situazione è peggiorata»

Galano aggiunge, in relazione alle modalità degli interventi di soccorso: «Dei 50 Sos, quattordici sono stati trattati sul posto dall’équipe di medici e infermieri del 118 o hanno portato al trasferimento del paziente in ospedale, per il ricovero». Con la spazzatura ammassata per le strade, interviene Fulvio Turrà, presidenteregionaledellaSocietà italiana di pediatria, «sono maggiori i rischi di infezioni, ai genitori già da settimane illustriamo cosa fare per ridurre i pericoli. La situazione è comunque sotto controllo». Intanto l’ordinanza del presidente della Campania, Stefano Caldoro, con la quale si dispone il trasferimento delle frazione umida trattata, scade oggi. C’è però da registrare che gli accordi formalizzati dalla Regione per portare i rifiuti oltre i confini della Campania, stanno per diventare operativi. E intanto il decreto sull’emergenza rifiuti si avvia verso il passaggio all’Aula di Montecitorio, previsto per il 18 luglio, per essere approvato entro fine mese. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, la prossima settimana incontrerà il premier Silvio Berlusconi.

Oggi la Giunta per le autorizzazioni decide sulla richiesta di arresto di Papa ROMA - La Giunta per le Autorizzazioni della Camera voterà oggi sulla richiesta di autorizzazione all’arresto per Alfonso Papa, il deputato del Pdl coinvolto nell’inchiesta sulla P4. Ieri la seduta dell’organismo presieduto da Pierluigi Castagnetti è stata dedicata alla discussione generale del Papa oggi ha presentato caso, con una lunga rione cominciata ieri delle carte - spiega il mattina alle 8.30 a Montecitorio.Inprogramma leghista Luca Paolini c’era anche l’ultima tranche della deposisulle quali dobbiamo zione dello stessoAlfonancora riflettere: hanno so Papa che ha concluso sua audizione in aggiunto cose importanti laGiunta. Il parlamentare ha ribadito la tesi di un "complotto" da parte della Procura di Napoli nei suoi confronti: è stata questa la sua spiegazione di quanto avvenuto.Papa magistrato in aspettativa e proprio nella procura di Napoli - ha sostenuto che nella città partenopea è in corso da anni una vera guerra fra le toghe e che lui conta fra i suoi avversari proprio i magistrati che lo hanno incriminato. Secondo la deposizione di Papa, si apprende dal relatore Francesco Paolo Sisto,

nuovi fatti portati dal parlamentare magistrato dimostrerebbero a suo dire «come i Pm abbiano continuato a pedinare e ad intercettare Papa pur sapendo che era un parlamentare». I componenti del Terzo Polo che fanno parte della Giunta hanno ribadito che voteranno a favore della richiesta di autorizzazione all’arresto trasmessa dal gip di Napoli per Alfonso Papa. Mentre la Lega non scioglie ancora la riserva su come voterà. «Papa oggi ha presentato delle carte - spiega il leghista Luca Paolini - sulle quali dobbiamo ancora riflettere visto che hanno aggiunto dei particolari importanti.

Ci vorrà di nuovo l'esercito?

Oggi chiusi Eni Agip Il 27 e il 28 benzinai chiusi per protesta contro la manovra ROMA - Come se non bastassero il caldo soffocante e soprattutto i prezzi asfissianti, sarà anche difficile se non impossibile fare benzina mercoledì 27 e giovedì 28 luglio: scioperano i benzinai. Le stazioni di servizio sia della rete ordinaria che di quella autostradale rimarranno chiuse per iniziativa del coordinamento nazionale unitario della Federazione autonoma italiana benzinai Confesercenti e della Federazione gestori impianti carburanti e affini (Fegica) Cisl. La decisione è stata presa «per rispondere alla ’blindatura’ del Governo, all’interno del decreto sulla manovra, di un articolo sulla distribuzione carburanti». Fatta salva ovviamente la necessità di una approvazione rapida della manovra che serve al Paese in questo difficile momento». Nel frattempo, «per sostenere la battaglia per il rispetto degli accordi sindacali e avere prezzi dei carburanti più bassi, gli impianti a marchio Eni/Agip rimarranno chiusi, dalle 13 di oggi fino alle 7 del 15 luglio, su tutto il territorio nazionale». L’unico obiettivo «è quello di «armare la mano» ai petrolieri e punire l’unica voce del settore - quella dei gestori, di una intera categoria di lavoratori e di decine di migliaia di piccole e medie imprese- che si batte contro gli alti prezzi dei carburanti e che ha avuto il coraggio di mettersi in aperto contrasto dei fortissimi interessi esistenti, proponendo ai consumatori ed al Parlamento l’unico vero progetto di riforma contro lo strapotere ed il monopolio delle compagnie». In una nota pubblicata sul sito della Faib Confesercenti si legge che «l’articolo inserito improvvisamente dal Governo è teso a colpire la categoria a tutto vantaggio dei petrolieri ed a impedire la discussione e l’approvazione del progetto di legge «Libera la benzina!», il cui esame era già stato avviato proprio al Senato.» Faib e Fegica rivolgono «un pressante appello, affinché l’articolo in questione venga stralciato


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani

ITALIA L’opposizione chiede le dimissioni del governo subito dopo l’approvazione

Tremonti: la manovra sarà approvata entro venerdì di Elisa Rossellini ROMA - In commissione Bilancio al Senato già c’è un pacchetto unico di nuove misurechedovrebberosemplificarel’iter in Parlamento e portare al via libera definitivo in settimana, come richiestoci da Bruxelles. Le novità, anticipate dal relatore Gilberto Pichetto Fratin, riguardano ticket sanitari, privatizzazioni e liberalizzazioni, accise della benzina, patto di stabilità interno, l’asta delle frequenze, pensioni, gli ammortamenti per i concessionari e il taglio delle agevolazioni fiscali. La conferma della stretta sui tempi arriva dall’assemblea dell’Abi, associazione bancaria italiana, dove Tremonti, al fianco di Draghi, afferma: «Il decreto per il pareggio di bilancio sarà rafforzato su tutto il quadriennio e approvato entro venerdì». Ha spiegato il ministro: «Tenere in pareggio i conti vuol dire tenere il bilancio dello Stato che è molto più di un misterioso provvedimento di ragioneria. Il bilancio dello Stato lo fa un gruppo limitato di persone, lo firma un

gruppo limitato di persone, lo approva un gruppo limitato di persone: si autodefinisce. Nel denominatore invece trovi i Tar, i Verdi, ideologie politiche, l’azione dei lavoratori e degli imprenditori». E nel denominatore compaiono le forze di opposizione, che posticipano al dopo manovra - ritenuta urgente per il destino finanziario del Paese - i nodi da sciogliere. Il leader del Pd Pierluigi Bersani pensa al futuro, non troppo lontano, e dichiara: ««Dopo la manovra bisogna aprire una fase politica nuova per far riprendere il cammino al paese. Per noi la strada maestra sono le elezioni ma noi siamo pronti a considerare, anche se non sembrano probabili gli spazi, una fase di transizione per cambiare la legge elettorale». Il segretario del Pd chiede le dimissioni del governo dopo l’ok alla manovra. E sull’ipotesi di dimissioni di Tremonti ventilate da alcuni quotidiani spiega: «Non basta il cambio di un ministro, ser-

ve il cambio di tutto il governo. La fase nuova che è necessaria deve avere nuovi protagonisti, non chi ci ha portato fin qui. Il nostro senso di responsabilità mostrato davanti alla manovra ci dà la forza per dire che noi non siamo d’accordo con la politica economica di questo governo che è sempre stata sbagliata». Per Bersani «c’è un problema politico: l’assenza di un governo capace di chiamare gli ita-

Bersani: «Dopo la manovra bisogna aprire una fase politica nuova per far riprendere il cammino al Paese. Per noi la strada maestra sono le elezioni»

Negativo il giudizio del presidente della conferenza delle Regioni,Vasco Errani: «Questa manovra non mette le Regioni in condizione di svolgere le proprie funzioni» (Foto LaPresse)

Il presidente delle Regioni Vasco Errani

liani ad un cambiamento. Con la manovra purtroppo non risolveremo tutto». Non la pensa diversamente Vasco Errani, presidente della conferenza delle regioni: «Questa manovra non mette le Regioni in condizione di svolgere le proprie funzioni». Al termine dell’incontro tra enti locali e una delegazione del Governo composta dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, dal ministro della Semplificazione normativa, Roberto Calderoli e dal responsabile per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, Errani ha criticato le misure della manovra: «Questa manovra pesa per il 47% sulle Regioni ma le Regioni pesano per il 16% sulla spesa pubblica: perciò una manovra senza equilibrio e lo abbiamo detto con chiarezza». Errani aveva premesso che le Regioni hanno detto al Governo «che condividiamo per senso di responsabilità che la manovra venga approvata in tempi rapidi perché occorre bloccare l’attacco al debito sovrano e all’euro. Però abbiamo chiesto di vederci subito dopo la manovra per fare il punto, fermo restando alcune questioni: per quanto riguarda le gravi conseguenze che la manovra determinerà sui servizi per i cittadini e le imprese deve essere chiaro di chi è la responsabilità. Non ci stiamo al gioco del cerino, che scarica la colpa sugli enti locali. Inoltre il federalismo fiscale non è attuabile, chiediamo quindi che si faccia una verifica complessiva rispetto ai decreti attuativi. Poi va rifatto il Patto per la salute. Non è possibile che ci siano interventi unilaterali da parte del Governo».

Il Gip dopo aver rifiutato l’archiviazione richiesta dal pm, richiede il processo

Mafia: rinviato a giudizio il ministro Saverio Romano di Michela Mancini PALERMO - La Procura di Palermo ha depositato ieri mattina la richiesta di rinvio a giudizio del ministro per l’agricoltura Saverio Romano, imputato formalmente di concorso in associazione mafiosa. La richiesta di rinvio a giudizio è stata avanzata in seguito alla decisione del gip di Palermo Giuliano Castiglia di respingere la proposta di archiviazione, chiedendo l’imputazione coatta. Tale proposta di archiviazione era stata avanzata dal pm il quale aveva ritenuto che non ci fossero riscontri sufficienti alle dichiarazioni del pentito Francesco Campanella, ex presidente del consiglio comunale di Villabate (che aveva definito Romano persona "a disposizione" di Cosa nostra e, in particolare, dei capimafia di Villabate, Nicola e Antonino Mandalà). L’atto con la richiesta di rinvio a giudizio - depositato appunto ieri alla Procura di Palermo - è stato firmato dal Pm Nino Di Matteo e dall’aggiunto Ignazio De Francisci, e segue di quattro

giorni la decisione del Gip di Palermo di rigettare l’istanza di archiviazione. Ora il Gup dovrà fissare entro un giorno l’udienza preliminare, ma il termine è solo ordinatorio (alla sua inosservanza, non sono previste sanzioni o effetti sfavorevoli, ndr). Per i pm che hanno firmato la richiesta di rinvio a giudizio, il ministro Romano avrebbe nel tempo sostenuto Cosa nostra e avuto rapporti diretti o mediati con diversi elementi di spicco dell’associazione mafiosa. «Nella sua veste di esponente politico di spicco, prima della Dc e poi del Ccd e Cdu e, dopo il 13 maggio 2001, di parlamentare nazionale - scrivono i magistrati Romano avrebbe consapevolmente e fattivamente contribuito al sostegno ed al rafforzamento dell’associazione mafiosa, intrattenendo, anche alla fine dell’acquisizionedelsostegno elettorale, rapporti diretti o mediati con numerosi esponenti di spicco dell’organizzazione tra i quali Angelo Siino, Giuseppe Guttadauro, Domenico Miceli, Antonino Mandalà e Francesco Campanella». Secondo i pm, inoltre, il ministro avrebbe

«messo a disposizione di Cosa nostra il proprio ruolo, contribuendo alla realizzazione del programma criminoso dell’organizzazione tendente all’acquisizione di poteri di influenza sull’operato di organismi politici e amministrativi». In particolare, nella richiesta di rinvio a giudizio i pm fanno cenno all’interessamento di Romano a candidare, su input del boss Guttadauro, Mimmo Miceli, poi condannato per mafia, alle regionali del 2001. Romano si sarebbe inoltre adoperato per accreditare Miceli e «il suo referente mafioso Guttadauro quali interlocutori da ascoltare nella gestione degli equilibri politici all’interno e all’esterno del Cdu». Infine il ministro, assieme all’ex governatore sicilianoTotòCuffaro,avrebbeassecondato le richieste del capomafia Nino Mandalà inserendo Giuseppe Acanto nelle liste dei candidati del Biancofiore per le regionali del 2001, «nella consapevolezza di esaudire desideri di Mandalà e, più in generale, della famiglia mafiosa di Villabate». Il ministro ha reagito alla notizia dichiarando: ««Non intendo com-

mentare un atto al quale la Procura di Palermo è stata obbligata dopo 8 anni di indagini e due richieste di archiviazione. Continuo a non comprendere come non ci si scandalizzi invece di un corto circuito istituzionale e giudiziario che riguarda chi da un lato ha condotto le indagini e chi dall’altro le ha severamente sanzionate». La vicenda giudiziaria di Romano comincia nel giugno 2003 quando i magistrati della Dda mandano un avviso di garanzia all’allora presidente della Regione, Salvatore Cuffaro accusato di concorso in associazione mafiosa. Proprio in quest’indagine salta fuori il nome di Saverio Romano,alloradeputatodell’Udc,indagato per concorso in associazione mafiosa. Secondo gli investigatori l’attuale ministro dell’Agricoltura avrebbe ricevuto, insieme a Cuffaro, una tangente da un imprenditore per "oliare" la macchina burocratica regionale. Essendo Romano collaboratore di Cuffaro, allora deputato regionale, i capi di accusa di estesero anche al reato di corruzione.

5


6

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

ECONOMIA Bankitalia: avanti con la delega fiscale ma insistere sulla crescita

Giulio Tremonti, Giuseppe Mussari (presidente Abi) e Mario Draghi

All’assemblea dell’Abi, il numero uno di Banca d’Italia mette in guardia sul rischio di innalzamento della pressione fiscale

Draghi chiede nuovi tagli, Fitch: debito non insostenibile di Gaia Mutone ROMA – Venerdì sera, quando probabilmente l’Eurogruppo si riunirà in seduta straordinaria per definire il secondo piano di aiuti alla Grecia, la nostra manovra sarà già legge. Questo è quello che si augura Bruxelles e questo è quello per cui si stanno adoperando maggioranza e opposizione in Parlamento. A starci con il fiato sul collo è tutta l’Europa e anche gli Usa, i quali hanno tremato non poco per la «paura italiana». A tenderci una mano, però, è la Germania con il suo ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble. Il ministro tedesco in quesPiazza Affari parte male to giorni si è speso molto a favore ma recupera per poi dell’Italia e ieri è torchiudere a +1,55%. Oggi natoa"sponsorizzarci": «L’Italia ha un vanno all’asta tra i 3 e i 5 debito pubblico alto, è vero, ma rispetta miliardi di titoli a medio gli obblighi, e la manovra che ci ha e lungo termine presentato il ministro Tremonti risponde alla situazione. Credo che abbia creato qualche discussione nella politica interna locale, che ha mandato segnali irritanti all’esterno. Spero che ora sia finita». Disinnescata in parte (dato che è stato deciso comunque di porre la fiducia) la battaglia in aula, Bankitalia tiene alta la guardia e con Mario Draghi avverte che «se non si

incide anche su altri voci di spesa il ricorso alla delega fiscale e assistenziale per completare la manovra nel 2013-2014 non potrà evitare un aumento delle imposte». Rimane, però, il fatto che l’Italia può contare su «fattori favorevoli» per centrare gli obiettivi di risanamento dei conti ed evitare le emergenze. Contano molto infatti sia il basso indebitamento del privato sia a buona salute degli istituti di credito italiani, i meno esposti anche sulla crisi greca. A questo porposito Draghi ha spiegato che anche dal percorso di rafforzamento patrimoniale delle banche italiane per soddisfare i criteri di Basilea 3 entro il 2019 arrivano buoni segnali: per centrare l’obiettivo servirebbero circa 20 miliardi di euro, invece dei 40 previsti a giugno. «Siamo sulla buona strada», ha detto Draghi. E per una volta anche un’agenzia di rating ci dà ragione. Ieri a mercati aperti, Fitch ha diffuso una nota stampa nella quale si affermava che il debito pubblico italiano «non si trova su un percorso insostenibile», e non lo sarebbe nemmeno nel caso in cui la crescita dell’Italia dovesse continuare ad essere debole e gli interessi per finanziarsi sui mercati dovessero aumentare leggermente. Per l’agenzia l’impennata dei rendimenti sul Btp decennale «non riflette i fondamentali del credito» ma «una crisi di fiducia». Fitch ha poi sottolineato che anche a fronte di un rialzo dei rendimenti al 7% non sarebbe compromesso il processo di graduale riduzione del debito pubblico e che gli obiettivi dell’«ambiziosa» manovra fiscale in via di approvazione sono «coerenti» con l’attuale rating AA-.

ROMA – «Uno spostamento verso l’alto della curva dei rendimenti di 100 punti base comporta un incremento della spesa per interessi pari a circa 0,2 punti percentuali di Pil nel primo anno, e a 0,4 e 0,5 punti rispettivamente nel secondo e nel terzo anno». I numeri sono del vice direttore di Bankitalia Ignazio Visco, che ieri è stato ascoltato in audizione al Senato, e sono alla base della richiesta di Via Nazionale al governo di «anticipare la definizione delle ulteriori misure necessarie per conseguire il pareggio di bilancio». Il riferimento è alla parte della delega sulla riforma fiscale da cui deriverà una riduzione del deficit pari a circa 15 miliardi nel 2014. Visco ritiene la manovra da 40 miliardi adeguata a raggiungere gli obiettivi di risanamento pur avvertendo che, se da un lato le stime di crescita su 2011 e 2012 sono «complessivamente condivisibili», per il biennio 2013-14 la crescita del prodotto può es- «Non essendovi spazio sere conseguita, «ma le stime sono inevitabilmente per stimoli che gravino soggette a elevati margini di incertezza». Sebbene il Do- sulla spesa, occorre una cumento di economia e fi- strategia che affronti nanza (Def) prefigurasse una correzione basata su ta- alla radice le cause della gli di spesa, Visco ha osservato che nel decreto legge le prolungata stagnazione» misure sulle entrate «determinerebbero i due quinti dell’aggiustamento nel 2013 e oltre un quarto nel 2014». La delega fiscale però non basta ed è «ineludibile» adottare misure di riforma strutturale che accrescano il tasso di crescita potenziale poiché crescita e correzione dei conti «non possono essere disgiunti». Questi i punti su cui insistere: accrescere la capacità competitiva e dimensionale delle imprese italiane «senza la quali le nostre aziende difficilmente potranno competere con successo»; accelerare il superamento delle norme anti-concorrenziali; «migliorare la dotazione infrastrutturale, ricercando una maggiore efficienza nella spesa, dando certezza ai programmi, definendo criteri più trasparenti e condivisi di valutazione e selezione delle opere»; ridurre «drasticamente i tempi della giustizia civile»; quinto, superare il dualismo del mercato del lavoro, migliorando le prospettive occupazionali dei giovani e stimolando la partecipazionedelledonne»;«investireincapitaleumano».

Su Internet il 53% degli italiani. Primato di YouTube ROMA – Se state leggendo questo articolo molto probabilmente non siete giovani e non avete un profilo su Facebook. A dirlo non siamo noi del Domani ma uno studio Censis-Ucsi che ha fotografato il rapporto degli italiani con la comunicazione nel 2011. A rimescolare e rivoluzionare le cose negli ultimi due anni sono stati appunto i giovani, i quali sono sempre più lontani dalla carta e dai vecchi media. Si deve certamente al ricambio generazionale il fatto che progressivamente il cosiddetto "digital devide" si sta assottigliando: l’utenza di Internet è cresciuta di oltre il 6% in due anni attestandosi al 53,1%. Il maggior numero di "naviganti", però, si accompagna ad un calo della carta stampata, che perde il 7% di lettori in due anni e che ormai non rientra nella dieta mediatica di oltre il 50% dei giovani. E sono

proprio loro che fanno volare gli smartphone e che per informarsi usano i tg (69,2%) tanto quanto Google (65,7%), Facebook (61,5%) e che guardano i programmi su YouTube, piattaforma che ormai ospita intere fiction originali. Il "tubo", come è affettuosamente chiamato, serve per costruirsi palinsesti su misura: giovani che guardano i programmi su YouTube sono oggi il 47,6% e il 20,1% lo fa abitualmente. Il 36,2%, inoltre, segue programmi scaricati da altri (si tratta di ragazzi che si scambiano file tra di loro) e il 24,7% ricorre ai siti web delle emittenti tv. Nei programmi seguiti via Internet, musica (18,3%), sport (11,7%) e film (9,9%) sono ai vertici dell’interesse. Numeri decisamente più alti rispetto a quello nazionali: Indipendentemente, dall’uso del televisore, infatti, il 12,3% della popolazione

italiana attinge ai siti delle stesse emittenti tv per seguire i programmi prescelti; il 22,7% utilizza YouTube; il 17,5% segue programmi tv scaricati tramite il web da altre persone. E mentre il digital divide cala, aumenta invece il "press divide": se nel 2009 era del 60,7% la percentuale degli italiani che si accostava a mezzi a stampa accompagnati da altri media, ora è scesa al 54,4%. In particolare, i quotidiani a pagamento (47,8% utenza) perdono il 7% di lettori tra il 2009 e il 2011, ed è stabile la lettura delle testate giornalistiche on line (+0,5%, con un’utenza del 18,2%). Se l’80,9% degli italiani usano come fonte di informazione i telegiornali, tra i giovani il dato scende al 69,2% avvicinandosi molto al 65,7% raggiunto dai motori di ricerca su Internet e al 61,5% di Facebook.


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani

7

ESTERI Ma non finisce qui: promettendo tolleranza zero, Cameron ha fatto partire un’inchiesta indipendente sullo scandalo

BSkyB, vince Downing Street: Murdoch ha ritirato l’offerta di Bruno Tosatti ROMA - Il magnate dell’editoria Rupert Murdoch ha ritirato l’offerta per l’acquisto della piattaforma satellitare BskyB . Ha fatto «la cosa giusta e sensata», per usare le parole con cui il vicepremier britannico Nick Clegg lunedì invocava proprio questa scelta. E d’altra parte per la News Corporation, che già detiene il 39% della tv britannica, e con un affare da 14 miliardi di dollari intendeva arrivare a controllarne il 100%, non c’erano altre vie d’uscita: «Riteniamo che la proposta da parte di News Corp sia positiva per entrambe le società, ma è diventato chiaro che è troppo difficile proseguire in questo clima», ha spiegato in un comunicato il presidente Chase Carey. News International, il ramo britannico dell’impero di Murdoch, è infatti al centro di uno scandalo da quando, otto giorni fa, il Financial Times aveva svelato i mezzi illegali con cui i giornalisti di uno dei suoi tabloid, il News of the World , andavano a caccia di scoop. Violazioni dei cellulari di personaggi famosi, membri dell’entourage della famiglia reale e persone comuni al centro di fatti di cronaca, ma anche corruzione di agenti di polizia: metodi che avrebbero anche ostacolato e compromesso importanti indagini di Scotland Yard. E che hanno portato all’arresto di Andrew Coulson, direttore del tabloid tra il 2003 e il gennaio del 2007, nonché alla chiusura del giornale, uscito per l’ultima volta domenica scorsa, dopo 168 anni. Allora si ritenne che la drastica scelta dell’editore, costata il posto di lavoro a 160 delle 200 persone che lavoravano per il News of the World , fosse un tentativo di salvare l’acquisizione della British Sky Broadcasting . Invece nel frattempo lo scandalo si è esteso, giorno dopo giorno, con nuove rivelazioni, fino a coinvolgere anche il Sunday Times e il Sun , altre due testate del gruppo di Murdoch, che spiarono, quando era il premier britannico, Gordon Brown e la sua famiglia, in

La News Corp: «Riteniamo che nostra la proposta sia positiva per entrambe le società, ma è diventato chiaro che è troppo difficile proseguire in questo clima»

particolare alla ricerca di informazioni sulla salute del figlio nato pochi mesi prima. Una «spaventosa invasione della privacy», l’aveva definita l’attuale primo ministro David Cameron, che, appoggiato anche dall’opposizione, aveva promesso battaglia allo "squalo": martedì la decisione di sottoporre la scalata a BskyB al vaglio di una commissione parlamentare, sebbene il governo, mesi prima, avesse già dato il via libera all’acquisizione dietro la proposta conciliatoria di procedere allo scorporo di SkyNews ricevuta da Murdoch. Proposta che in questo braccio di ferro l’editore australiano aveva peraltro ritirato. E l’ultimo colpo Cameron

Nel discorso di ieri mattina Cameron ha attaccato tutti: «giornalisti che hanno violato la legge, funzionari di polizia corrotti, e la classe politica che ha ignorato il problema» l’aveva assestato ieri mattina, poche ore prima che arrivasse la rinuncia da parte di News Corp, quando alla Camera dei Comuni si era nuovamente espresso contro l’operazione: il governo non può impedirla, però «questa societànonsidovrebbeconcentrare sulle acquisizioni, ma sul mettere ordine al suo interno». Ma se Murdoch nel 2003 aveva promosso Rebekah Brooks da direttore del News of the World ad amministratore dell’intero gruppo di News International, similmente, nel luglio del 2007, Cameron aveva scelto Coulson come direttore della comunicazione del suo partito prima, di Downing Street poi. Nei primi giorni dello scandalo il premier aveva difeso l’ex direttore del tabloid, suo collaboratore fino allo scorso gennaio, convinto «che lui non sapesse delle intercettazio-

ni». Poi è arrivato l’arresto e ieri, di fronte al parlamento, David Cameron ha usato parole ben diverse: Coulson «ha mentito dicendo di non essere coinvolto, deve essere perseguito». Ma non sarà l’unico: incalzato dal leader dell’opposizione Ed Miliband, che gli addossa non poche responsabilità, il titolare di Downing Street ha promesso tolleranza zero. Per chi ha sbagliato, per chi è coinvolto nello scandalo: «Chiunque abbia partecipato non avrà alcun futuro nei media». E non solo: «Verrà perseguito dalle autorità». Nel suo discorso il primo ministro non ha fatto sconti a nessuno, accusando non solo «i giornalisti che hanno violato la legge», ma anche «i funzionari di polizia corrotti, e la classe politica che ha ignorato il problema». Il primo ministro ha quindi delineato una commissione d’inchiesta indipendente: a dirigerla sarà il giudice della corte d’appello sir Brian Leveson, il quale avrà il potere di chiamare testimoni tra giornalisti, politici, e proprietari di testate. Murdoch potrebbe quindi essere obbligato a comparire, anche se decidesse di non presentarsi di fronte alla commissione parlamentare per Cultura, Media e Sport, che lo aveva già convocato per martedì prossimo. L’inchiesta si articolerà in due filoni: uno sull’etica nei media, la loro pluralità e i rapporti con i politici (ci si attende che venga redatta una relazione entro i prossimi 12 mesi), l’altro specifico sulle intercettazioni al News of the World e ad altri giornali e al legame tra media e polizia.

L’inchiesta si articolerà in due filoni: uno sull’etica nei media, la loro pluralità e i rapporti con i politici, l’altro sulle intercettazioni del News of the World

Giappone: basta nucleare Il premier Kan: troppo rischioso, diventeremo indipendenti dall’atomo di C.Brangia

ROMA - Tramonta l’atomo nel Sol Levante: il premier giapponese, Naoto Kan, ha affermato ieri che il Paese deve «ridurre gradualmente la dipendenza dall’energia nucleare» per puntare sulle fonti rinnovabili, che diventeranno «un pilastro centrale» del nuovo mix energetico. Non ha fissato obiettivi concreti, ma è chiaro ormai che «vista l’enormità dei rischi connessi alla produzione di energia nucleare, questa tecnologia non è qualcosa che può essere gestito solo con le convenzionali misure di sicurezza». E il Giappone lo sa bene: quattro mesi dopo il terremoto e lo tsunami che lo scorso 11 marzo hanno provocato il più grave incidente atomico dopo Cernobyl, Kan ha affermato che «ci potrebbero volere cinque, dieci anni o anche più per il definitivo smantellamento dei reattori» della disastrata centrale di Fukushima. Il premier giapponese Naoto Kan Ma oltre ad essa, in questi mesi il governo di Tokyo, al centro di critiche per una gestione poco trasparente della crisi che dentro e fuori dai confini nazionali (ieri Kan non ha risposto a domande sulle sue dimissioni), aveva anche deciso di porre in stato di arresto altri 29 dei 54 reattori attivi nel Paese prima di quel maledetto giorno. E non sono ripartiti: ai giapponesi non è piaciuta l’idea degli stress test, con cui il governo contava di allontanare i timori relativi alla sicurezza degli impianti chiusi per accertamenti. Quindi, se prima l’atomo copriva circa il 30% del fabbisogno elettrico del Giappone, ora arriva appena al 18%. Ma il premier, la cui conferenza stampa è stato trasmessa in diretta televisiva, si è mostrato convinto che il Paese sarà in grado di fare fronte alle carenze energetiche estive e invernali grazie agli sforzi di riduzione dei consumi. Sforzi che le autorità hanno imposto alle imprese nelle regioni di Tokyo e Tohoku: meno 15% per tutta l’estate.


8

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

IN CALABRIA

Stillitani: un bando contro le barriere architettoniche

L'assessore regionale Francescantonio Stillitani

CATANZARO - Via le barriere architettoniche nelle case calabresi. Questo è l’obiettivo del progetto della Regione che ha trovato espressione concreta nel bando dell’assessorato al Lavoro. L’assessore competente, Francescantonio Stillitani, infatti, ha presentato ieri alla stampa, nella sede dell’assessorato a Catanzaro, il bando “case accessibili” che riguarda l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle abitazioni private. Un obiettivo ambi-

zioso e di grande civiltà, che vede la Calabria tra le prime regioni in Italia. L’avviso pubblico – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale - è stato pubblicato sul Burc n. 25 del ventiquattro giugno scorso. La dotazione finanziaria, derivante dal Por Fesr, è di 5.220.000 euro. «Il bando – ha detto l’assessore Stillitani – assume particolare rilevanza perché è rivolto a una fascia di soggetti che presentano disabilità grave e consente interven-

LA NOVITÀ «Con "case accessibili" – ha spiegato l’assessore alle Politiche del lavoro Stillitani – abbiamo voluto privilegiare i redditi bassi»

ti di eliminazione delle barriere architettoniche ed interventi di domotica nelle abitazioni private. Stiamo investendo molto nel campo delle politiche sociali. È, infatti, all’approvazione del Consiglio regionale una legge sulla non autosufficienza ed abbiamo lavorato anche per creare opportunità di lavoro per i non vedenti. Con questo progetto, vogliamo dare la possibilità alle persone con disabilità di poter vivere bene nelle proprie case, di adeguare le abitazioni alle proprie esigenze, utilizzando soldi pubblici». La quota di contributo pubblico per ogni singolo progetto non potrà superare i venticinquemila euro sul totale dell’investimento ed è commisurata al reddito Isee annuo del nucleo familiare di appartenenza. I beneficiari sono i comuni della Regione che, a loro volta, dovranno destinare le risorse finanziarie ai soggetti diversamente abili che ne faranno domanda. «Con "case accessibili" – ha continuato l’assessore Stillitani – abbiamo voluto privilegiare i redditi bassi. Infatti, chi non supera un reddito annuo di 6.235,35 euro ha diritto al 100% del contributo; tra i 6.235,36 e i 15 mila euro di reddito si ha diritto, invece, al 90% del contributo richiesto, tra i 15 mila e i 30 mila euro all’80% fino ad arrivare al 20% con un reddito annuo superiore ai 40 mila euro».

Per accedere ai contributi, i destinatari dovranno presentare, entro l’8 settembre 2011, al proprio Comune di residenza, l’apposita domanda di finanziamento, reperibile sul sito www.regione.calabria.it/formazionelavoro/. Una volta verificata l’ammissibilità formale delle domande, i comuni dovranno trasmetterle entro l’otto ottobre prossimo alla Regione Calabria. «Per quella data – ha evidenziato Stillitani - sarà pronta una commissione esaminatrice, di cui faranno parte rappresentanti dei comuni e delle Asp. Entro il mese di novembre dovrebbe, quindi, essere pubblicata la graduatoria dei soggetti beneficiari. Nell’assessorato è stato istituito un ufficio per richieste e chiarimenti, allo scopo di evitare ritardi ed errori con la conseguente esclusione dai finanziamenti. Si tratta – ha aggiunto l’assessore - di un’occasione irripetibile. Per questo mi rivolgo anche alle associazioni dei diversamente abili affinché contribuiscano a diffondere la conoscenza del bando. Con le risorse disponibili potranno essere finanziati oltre trecento progetti. Ma se le domande dovessero essere maggiori faremo il possibile – ha assicurato Stillitani – di reperire altri fondi perché riteniamo che nessuna risorsa possa essere spesa meglio di quelle destinate ai soggetti svantaggiati».


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani

9

IN CALABRIA ’ndrangheta, tornano in libertà 12 imputati per la faida di San Luca

Angela Napoli

La parlamentare di Futuro e libertà ha presentato un’interpellanza al presidente Berlusconi e al ministro dell’Ambiente Prestigiacomo

Emergenza rifiuti, Angela Napoli interpella il governo fi Roberto Carli ROMA - Angela Napoli, deputata calabrese di Futuro e libertà, in un’interpellanza presentata ieri al presidente del Consiglio dei ministri e al ministro dell’Ambiente, ha fatto riferimento al fatto che in merito alla situazione dell’emergenza rifiuti in Calabria, congiunta con la risoluzione tendente a richiedere al Governo nazionale le iniziative necessarie a risolvere la situazione emergenziale, nulla in merito è stato fatto. La Calabria è davvero al collasso e sta continuando a ritrovarsi sotto un «L’emergenza ambientale aumento dello stato emergenzialedell’in- chiude la Napoli - si tero settore ambienriscontra anche sulle tale; l’unico impianto di termovalorizzacoste vibonesi, territori zione dell’intera regione, Gioia Tausui quali insistono ro, si ritrova soffocanoti centri turistici» to dai rifiuti, costringendo i Comuni a dirottare per il conferimento Rsu a Pianopoli, a volte costretta a chiudere, perché satura, il che evidenzia il totale fallimento del sistema regionale dei rifiuti. «Piana Ambiente, la società che si occupa della raccolta rifiuti nei comuni della Piana di Gioia Tauro - ha sostenuto la Napoli nel testo dell’interpellanza - è in crisi, a causa dell’inadempien-

za di pagamento da parte degli stessi enti locali; problemi sono emersi anche dal Consorzio Vallecrati di Cosenza e della società Leonia di Reggio Calabria; la discarica di Casignana che serviva tutti i comuni della locride, risulta chiusa da oltre un mese, perché necessitano i lavori di ampliamento del sito». Il settore depurazione rischia di collassare, avverte la deputata, e sta infatti esplodendo sulle coste vibonesi e reggine, con effetti devastanti per il turismo. «Non possono - prosegue la Napoli - non essere stigmatizzate le gravi responsabilità istituzionali locali e regionali che stanno causando l’enorme danno ambientale da inquinamento marino, dovuto a scarichi fognari di depuratori mal funzionanti e anche al probabile versamento in mare di liquami non depurati da parte di strutture e aziende private. Ad esempio, nel territorio di Bovalino esiste un depuratore di costante inquinamento da tempo e da tutti conosciuto, difettoso sin dall’origine». Per la Napoli appare irrinunciabile di fronte a quanto emerge dalla relazione predisposta dalla commissioneparlamentarebicamerale,nonchédal permanere del collasso del settore ambiente, il superamento del commissariamento in Calabria, nonché definire in maniera chiara i numerosi aspetti diillegalità, le connivenze e gli abusi perpetrati negli anni enell’Ufficio del Commissario. «L’emergenza ambientale - chiude la Napoli - si riscontra anche sulle coste vibonesi, territori sui quali insistono noti centri turistici».

REGGIO CALABRIA - Sono tornati in libertà per decorrenza dei termini 12 imputati del processo sulla faida di San Luca, condannati mercoledì scorso in secondo grado alla pena di 8 anni di reclusione per il reato di associazione per delinquere. Si tratta di imputati diversi da quelli condannatiieri dalla Corte d’Assise di Locri. La decisione è stata presa dal tribunale della libertà di Reggio Calabria. I difensori dei dodici imputati hanno presentato istanza di scarcerazione per i loro assistiti, sostenendo che i termini sono decorsi il 19 marzo scorso perché gli imputati hanno maturato un periodo di tempo trascorso in custodia cautelare preventiva pari al Otto imputati, tra cui doppio di quello previsto dal codice, a partire dalla sen- Giovanni Strangio, ritenuto tenza di primo grado che è l’ideatore ed esecutore stata emessa il 19 marzo del 2009 al termine del processo materiale della strage con rito abbreviato. Questa procedura si applica a colo- di Duisburg, sono stati ro che hanno subito condancondannati all’ergastolo ne a pene inferiori ai 10 anni di reclusione. La stessa richiesta era stata avanzata ai giudici della corte d’appello di Reggio Calabria, che però l’avevano rigettata sostenendo che nel calcolo del tempo andavano considerate due sospensioni dei termini. Contro la decisione dei giudici di secondo grado i difensori si sono rivolti al riesame, che ha accolto l’istanza. La scarcerazione dei dodici imputati è arrivata proprio nel giorno in cui a Locri la corte d’assise ha emesso la sentenza ai 14 imputati che hanno scelto il rito ordinario. Otto imputati, tra cui Giovanni Strangio, ritenuto l’ideatore ed esecutore materiale della strage di Duisburg, sono stati condannati all’ergastolo; tre imputati hanno avuto pene dai 9 ai 12 anni e tre sono stati assolti.

Mirabelli: c’è un impoverimento generale in Calabria COSENZA - «Il vistoso calo del gettito fiscale in Calabria è il segnale di un generale impoverimento delle famiglie e delle imprese della nostra regione». Lo h adetto il consigliere regionale dell’Api, Rosario Mirabelli, ospite della trasmissione "Sound Caffé" di Radio Sound. Con l’assestamento di bilancio approvato dal consiglio regionale con il voto contrario dell’opposizione, ha detto Mirabelli, si è preso atto che c’è stata una riduzione dell’Irap di 66 milioni di euro e dell’Irpef di 4,7 milioni dieuro. Un dato che certifica la profonda crisi del sistema Calabria. Molte aziende stanno chiudendo e c’é un impoverimentodell’economia calabrese. «Si parla da tempo di un piano anticrisi della Regione attraverso l’utilizzo dei fondi comunitari ma ancora siamo alle buone intenzioni perché non ha

prodotto gli effetti sperati e la spesa complessiva del Por è ferma ad un anno fa. Va bene - ha aggiunto Mirabelli - impegnare le risorse che l’Europa ha messo a disposizione della Calabria, ma questi fondi vanno spesi e spesi bene per progetti che hanno un forte impatto sull’economia». Anche il Consiglio regionale deve fare la sua parte attraverso una produzione legislativa di qualità che innalza il prodotto interno lordo della regione. «Ad oggi le cose non vanno in questa direzione e la legge di assestamento di bilancio ne è la dimostrazione perché - ha spiegato - i 10 milioni del fondo sociale a sostegno delle famiglie sono stati, invece, spalmati su altri capitoli per pagare gli stipendi di enti in liquidazione e inoperosi. Ci saremmo aspettati una riforma di questi enti per giustificare una spesa di questa entità».

Rosario Mirabelli

C.G


10

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

IN CALABRIA

A Roma il premio Kouros parla ancora della Calabria

Da sinistra Domenico Naccari, Antonella Freno e la presentatrice televisiva Maria Giovanna Elmi

di Alessandro Caruso ROMA - Roma e i calabresi, un binomio che sta affondando sempre di più le sue radici nel tessuto sociale capitolino, grazie alle varie iniziative che parlano della Calabria e della sua cultura, della sua umanità e della sua eccellenza. Un’altra prova di questo consolidato legame si è avuta martedì scorso, a palazzo Ferrajoli, una delle location più incantevoli del

centro rinascimentale romano, dove Antonella Freno, col patrocinio di Domenico Naccari, in qualità di delegato del sindaco Gianni Alemanno ai rapporti con le comunità regionali presenti a Roma, hanno organizzato la seconda edizione del premio internazionale Kouros. Una rassegna, ideata insieme a Sara Iannone, presidentedell’associazione"Alba del terzo millennio", rivolta alla promozione del patrimonio storico e umano del nostro Paese. Nel-

Naccari: «Questo premio nasce dalla collaborazione con Antonella Freno e intendiamo sviluppare questo ponte culturale per promuovere progetti ad ampio respiro»

le splendide sale di palazzo Ferrajoli sono stati conferiti i riconoscimenti a molti personaggi che hanno, in vari settori, nobilitato quei valori di ispirazione classica, che la creazione scultorea del Kouros rappresenta. L’opera è considerata, infatti, metafora del buono e del giusto, nella storica definizione di Kalos e Agatos. E all’insegna di tali principi è stata organizzata la serata in cui sono stati consegnati i premi. Premi che hanno toccato uomini e donne dalle grandi qualità umane, che con il loro impegno hanno rappresentato un esempio di intelligenza e caparbietà. Nella lista sono rientrati personaggi del calibro di Christian BerlaKovits, ambasciatore d’Austria, la Principessa Orietta Boncompagni Ludovisi, il monsignor Nicola Bux, l’avvocato generale dello Stato Ignazio Caramazza e artisti del calibro dello scultore Lorenzo Carnebianca. Non solo. Sono stati conferiti anche i premi alla memoria del giornalista Franco Bruno e dell’attore Oreste Lionello. E non è mancata la politica. Giuseppe Scopelliti è stato uno dei protagonisti della serata. A lui è andato il messaggio di speranza di tutti quei calabresi residenti da anni a Roma, affinché la sua azione amministrativa possa risollevare di una regione sfortunata e piena di difficoltà. Il governatore ha accolto la sfida: «Con il nostro impegno - ha detto -

stiamo cercando di fare della Calabria una terra libera da quegli scenari negativi che la caratterizzano, tra cui la malavita». Domenico Naccari, da presidente della fondazione "Roma, Calabria, Europa": «La nostra Fondazione ha aderito a un premio internazionale dimostrando che non è proiettata solo alla Calabria e a Roma, ma all’Europa intera. Contiamo di fare a ottobre la presentazione ufficiale della Fondazione, che per ora ha già messo in rete cinquanta comuni della Calabria. Questo premio nasce dalla collaborazione con Antonella Freno e intendiamo sviluppare questo ponte culturale per promuovere progetti importanti e ad ampio respiro, che avvicinino la Calabria non solo a Roma e al resto dell’Italia, ma anche all’Europa intera».

Naccari premia Scopelliti


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 11

IN CALABRIA Loiero interroga la Giunta per chiarire lo stop al termovalorizzatore di Cosenza

Palazzo Campanella

Dopo giorni di proteste animate, i lavoratori precari sono riusciti a ottenere l’incontro istituzionale per parlare della stabilizzazione

Lsu Lpu, finisce la protesta il tavolo tecnico si riunirà di Luca Virgilio REGGIO CALABRIA - I sette lavoratori precari, che per protesta avevano occupato una terazza del palazzo del consiglio regionale hanno sospeso la manifestazione. La comunicazione è stata data dopo che la Regione ha accettato la principale richiesta dei manifestanti, ovvero la convocazione di un tavolo tecnico per sbloccare la stabilizzazione di questi lavoratori che da 15 anni vivono una situazione di eterno precariato, di incertezza del proprio futuro e di timore che il rapporto di lavoro cessi allo scadere di ogni anno. Dopo mesi di battaglie che Usb ha condotto assieme ai lavoratori e di impegni mai mantenuti da parte delle istituzioni, la misura era davvero colma, al punto che alcuni precari e dirigenti Usb, in occasione del sit-in di lunedì scorso, esasperati hanno deciso di salire, tramite una impalcatura posta fuori l’edificio, sul terrazzo all’ultimo piano di palazzo Campanella a Reggio Calabria, sede del Consiglio regionale. Mentre i 7 occupanti

sono rimasti per tre giorni di fila sotto un caldo torrido e a quasi cinquanta metri di altezza, con centinaia di precari che manifestavano sotto le bandiere di Usb, la richiesta formulate agli interlocutori istituzioni è stata sempre la stessa: tavolo tecnico nazionale da convocare immediatamente. Le trattative, intensificatesi ieri, sono partite da proposte ritenute assolutamente inaccettabili. La mattinata ha visto anche momenti drammatici, quando l’unica lavoratrice donna tra i 7 occupanti, si è sentita male, ma non è stato ritenuto di dover far intervenire un medico, malgrado gli stessi manifestanti lo avessero richiesto a gran voce. Nel frattempo telefo-

nate frenetiche con Roma, hanno spinto la regione Calabria verso le richieste avanzate da Usb e dai lavoratori, fino a quando la stessa regione ha ufficializzato la convocazione del tavolo tecnico nazionale che si svolgerà lunedì prossimo negli Uffici delPrefetto di Reggio. Al tavolo tecnico saranno presenti i rappresentanti del ministero del Lavoro, di quello dell’Economia e Finanze, il presidente della Giunta regionale calabrese, l’associazione dei sindaci Anci Calabria e il sindacato Usb, assieme ad una delegazione di lavoratori. «Quanto era stato richiesto - scrive l’Usb - è stato dunque finalmente ottenuto».

Al tavolo tecnico saranno presenti i rappresentanti del ministero del Lavoro, quello dell’Economia e Finanze, il presidente della Giunta regionale Giuseppe Scopelliti, l’associazione nazionale dei comuni italiani e il sindacato Usb, assieme ad una delegazione di lavoratori socialmente utili

CATANZARO - Sulla vicenda dei rifiuti in Calabria è intervenuto ieri anche il consigliere regionale Agazio Loiero, di Autonomia e Diritti, già presidente della Regione che si è rifatto al contenuto della relazione della commissione Pecorella. Loiero ha citato il testo nella sua parte in cui stabilisce che la società Tec Veolia che gestisce l’impianto di Gioia Tauro, non essendovi sufficiente produzione di cdr in Calabria, lo importa da altre Il raddoppio dell’impianto regioni italiane, posto che il cdr, in quanto rifiuto trattato, di Gioia Tauro non serve diventa rifiuto speciale, e coalla Calabria, che non me tale non è più sottoposto a vincoli territoriali, come i produce a sufficienza cdr rifiuti solidi urbani. A tal proposito Loiero ha ricordato nemmeno per la prima che l’impianto di termovalo- linea dell’impianto rizzazione di Gioia Tauro, nell’anno 2007, ha trattato 114 mila tonnellate di cdr, a fronte di una potenzialità complessiva di 120 mila tonnellate; inoltre che è stato usato come combustibile cdr proveniente da altre regioni e, segnatamente, dal Veneto, dalla Toscana e dalla Lombardia. In conclusione, aggiunge Loiero, riportando la relazione di Pecorella: «per affrontare l’emergenza rifiuti nella regione Calabria, sarebbe stato più utile procedere alla costruzione di impianti di incenerimento per rifiuti tal quali, opportunamente delocalizzati sul territorio calabrese e, cioé, uno a Nord e l’altro a Sud della regione. Allo stato sarebbe necessario e opportuno realizzare nella provincia di Cosenza un termovalorizzatore per i rifiuti, in ossequio alle nuove tecnologie in materia di combustione dei rifiuti, così attuando il più volte conclamato principio di prossimità nella gestione dei rifiuti all’interno degli ambiti territoriali, principio finora puntualmente disatteso». Questo, per Loiero, significa che il raddoppio dell’impianto di Gioia Tauro non serve alla Calabria, che non produce a sufficienza cdr nemmeno per la prima linea dell’impianto, tant’è che Tec vi smaltisce rifiuti di altre regioni. «La commissione d’inchiesta non è stata messa evidentemente al corrente che, nel 2010, era stato sotto scritto un accordo tra Regione, Provincia di Cosenza, Tec, Ufficio del Commissario ed un comune cosentino (San Lorenzo del Vallo), per delocalizzare ivi il cosiddetto raddoppio di Gioia Tauro, realizzando un impianto per rifiuti tal quali. Nel contempo il commissario delegato Sottile aveva chiesto al Consiglio di Stato un parere circa la procedura di delocalizzazione da seguire nella fattispecie. Il parere ha indicato come procedere. Ciò nonostante, col cambio di governo regionale questa situazione non è stata più perseguita. Possiamo sapere domanda Loiero - di questo cambiamento di programma,condottoinsilenzio?».

Nicolò elogia Pizzi alla guida del consorzio del Bergamotto CATANZARO - La riconferma, decisa dalla Giunta regionale nella sua ultima riunione, dell’avvocato Ezio Pizzi a commissario del Consorzio del Bergamotto, è un importante segnale a tutto il comparto legato alla produzione e alla lavorazione del bergamotto. Ma è anche il riconoscimento alla svolta impressa da un operatore che, in pochi mesi, è riuscito a portare nuova linfa ed entusiasmo tra gli imprenditori agricoli del settore. Questo è quanto è stato riconosciuto dal vicepresidente del Consiglio regionale, Alessandro Nicolò, che ha detto: «Ritengo che un dato parli su tutti: sono ben 352 le nuove adesioni al Consorzio dopo la nomina a commissario dell’amico Pizzi, a fronte di nessuna richiesta di iscrizione dal 2002. Un vuoto, non solo di presenze, ma anche e soprattutto di interesse, che Ezio

Pizzi ha saputo recuperare all’associazionismo con la passione e la competenza che tutti gli riconoscono e che la Giunta e il presidente Scopelliti hanno saputo valorizzare in un’ottica di meritocrazia delle professionalità calabresi». La scelta dell’avvocato Pizzi, che dovrà amministrare questa fase finoall’espletamento delle procedure di voto del 18 settembre prossimo e al passaggio alla gestione ordinaria, dopo ben 35 anni di commissariamento, secondo Alessandro Nicolò, si è dimostrata quella giusta per ridare nuovo input al rilancio della produzione e della trasformazione dell’oro verde e per creare nuove opportunità occupazionali e scientifiche.

C.G

Alessandro Nicolò


12

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

IN CALABRIA Arpacal, Guccione e Aiello: si seguono logiche che non danno spazio ai giovani

La vicepresidente della Giunta Antonella Stasi in merito all’avvio dell’istruttoria da parte della Giunta per Crotone e Gioia Tauro

«Pronti al riconoscimento delle due aree di crisi» di Carmela Mirarchi CROTONE - In merito all’avvio dell’istruttoria da parte della Giunta per le aree di crisi industriali per la provincia di Crotone ed il territorio di Gioia Tauro, la VicepresidentedellaGiuntaAntonella Stasi - informa una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta dichiarato: «Con la delibera di Giunta Regionale - ha dichiarato la Vicepresidente Antonella Stasi - è stato confermata la forte volontà della Regione Calabria e del Presidente Scopelliti di perseguire il riconoscimento di aree di crisi per la Provincia di Crotone ed il territorio di Gioia Tauro, chiedendo al Governo di assumere impegni al fine di attivare interventi di tipo industriale ed economico a favore di detti siti, attraverso strumenti di livello nazionale e regionale. Il tutto finalizzato al rilancio economico e produttivo dell’indotto di questi territori con l’obiettivo di garantire futuro ai lavoratori coinvolti nell’area di crisi. Approvando la delibera - ha poi aggiunto la Vicepresidente Stasi - la Giunta Regionale ha ufficialmente avvia-

to la procedura per l’accertamento di situazioni di crisi, con impatto significativo sulla politica industriale nazionale, dell’area industriale di Gioia Tauro e di quella della provincia di Crotone. Tutti gli indicatori economici relativi a queste aree del territorio regionale, evidenziano l’esistenza di una situazione che presenta le caratteristiche per essere identificati come una realtà in seria difficoltà. E’ importante, dunque og-

gi, più che mai, aprire una forte sinergia per sottolineare l’urgenza dell’intervento, alla luce delle preoccupanti dinamiche che coinvolgono queste due realtà. La Regione - ha concluso la Vicepresidente Stasi - si dice pronta a sottoscrivere l’accordo di programma. Adesso dobbiamo lavorare tutti insieme, Governo, Regione, Amministrazioni locali e forze economiche per raggiunge l’obiettivo».

«Tutti gli indicatori economici relativi a queste aree del evidenziano l’esistenza di una situazione che presenta le caratteristiche per essere identificati come una realtà in seria difficoltà»

CATANZARO - «Qualche giorno fa il Presidente del Consiglio regionale On. Francesco Talarico ha nominato i membri del Consiglio di Amministrazione dell’Arpacal. Di per sé è una notizia senza alcun valore, né politico né giornalistico, se non fosse per il fatto che al vertice di questa Agenzia, che opera per la tutela, il controllo, il recupero dell’ambiente e per la prevenzione e promozione della salute collettiva, troviamo come presidente la «Si calpesta il merito dottoressa Maria Teresa Fagà, Laureata in Lettere, la e si decide di seguire dottoressa Ida Cozza, laureala strada ta in Ingegneria e il dottor Mario Russo, laureato in dell’affidamento di Medicina e consigliere provinciale del PdL a Cosenza». importanti e ben E’ quanto si legge in una nota remunerati incarichi di Ferdinando Aiello e Carlo Guccione.«Nell’eraScopelli- a chi ricopre ruoli ti capita anche che a guidare importanti nel partito» un Ente altamente scientifico come l’Arpacal troviamo una professoressa di Lettere e un Dirigente medico, figure cioè prive di quelle comprovate esperienze tecnico-scientifiche richieste dal bando di partecipazione. Infatti, quali meriti scientifici hanno acquisito i soggetti in questione per ricoprire questi importanti incarichi? Suscita scalpore, inoltre - aggiungono - la nomina di un Consigliere provinciale perché, avendo la provincia competenze ambientali che si intrecciano con quelle dell’Arpacal, potrebbe esserci, ai sensi del Tu sugli Enti locali, incompatibilità tra i due incarichi. In tutto ciò - si legge ancora nella nota - ci chiediamo quale spazio possono avere i giovani laureati calabresi, quelli di cui spesso il presidente Scopelliti si riempie la bocca, se ancora una volta si calpesta così volgarmente il merito e si decide di seguire la strada delle raccomandazioni o dell’affidamento di importanti e ben remunerati incarichi a chi ricopre ruoli importanti nel partito? È questa la politica del cambiamento tanto sbandierata da questa giunta di centro destra? È questa la buona politica di cui Giuseppe Scopelliti si erge a paladino? In conclusione - dichiarano - facciamo un appello al Presidente della Giunta regionale: per una volta, una volta soltanto, alle tante belle parole faccia seguire un fatto che non sia di segno opposto».

A.Bolle

La Regione Calabria consegna i locali per il 118 all’Asp di Crotone CROTONE - La Regione Calabria ha formalmente consegnato, ieri, all’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone i locali dell’ex Ciapi in comodato d’uso gratuito per dieci anni, da utilizzare per il servizio Suem 118. La vicepresidente della Regione Antonella Stasi, impegnata a Roma in un incontro con il Governo sulla manovra finanziaria, ha sottolineato l’importanza che riveste quest’atto per il territorio di Crotone. «Si tratta ha dichiarato - di 2500 metri quadrati collocati sulla Ss106. fondamentale il decentramento del servizio Suem 118. Il servizio di urgenza medica aveva bisogno di una sede appropriata, senza condizionamenti di traffico proprio per accelerare i tempi di soccorso. Sappiamo che spesso anche solo pochi minuti possono cambiare il destino clinico di un paziente, questi locali logistica-

mente permettono di accorciare i periodi d’attesa riducendo notevolmente il gap temporale. Tutti riconosciamo l’importanza del servizio di soccorso sanitario che gli operatori del settore svolgono sui nostri territori. Pertanto, lavorare in strutture idonee consente di rendere effettiva la tutela del diritto alla salute e alla erogazione di servizi pubblici secondo standard di qualità ed ef-

ficienza». La Vicepresidente Stasi ha reso noto inoltre che, tra non molto, saranno trasferiti nello stabile ex Ciapi anche alcuni comparti amministrativi. «Tutto ciò - ha evidenziato la Stasi - consentirà, tra l’altro, all’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone di ottimizzare i servizi e ridurre i costi di gestione dei locali e di conseguenza risparmiare. Quello di oggi - ha concluso - è un gesto concreto che racchiude l’attenzione, che ancora una volta, la giunta regionale ha manifestato nei confronti del territorio e dei cittadini crotonesi e nei confronti di una nuova sanità che guarda al risparmio ed al rientro del debito pregresso senza toccare i servizi ai cittadini».

C. Mirarchi


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 13

IN CALABRIA Trematerra: è una fase difficile per il nostro comparto ortofrutticolo

Il Sottosegretario ha incontrato il Commissario straordinario per l’attuazione degli interventi in materia di difesa del suolo

Torchia: a breve opere per la difesa del territorio di Carmela Mirarchi CATANZARO - Il Sottosegretario della Regione Calabria, con delega alla Protezione Civile, Franco Torchia ha incontrato ieri il Dott. Domenico Percolla nominato Commissario Straordinario Delegato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministro del 21 gennaio 2011, per l’attuazione degli interventi in materia di difesa del Suolo previsti dall’Accordo di Programma Quadro stipulato tra la Regione Calabria e il Ministero dell’Ambiente lo scorso 25 novembre. Durante l’incontro, cordiale ed improntato alla massima collaborazione, il sottosegretariohachiestoal Commissario chiari«Fra qualche mese menti sui tempi e arriverà la stagione sulle modalità diattivazione delle procedelle piogge e non dure relative alla realizzazione degli vorremmo ritrovarci interventi di mitigaalle prese con alluvioni zione del rischio idrogeologico. e devastazioni» «Siamo ormai in estate avanzata - ha detto Torchia - e fra qualche mese arriverà la stagione delle piogge e non vorremmo ritrovarci di nuovo alle prese con alluvioni e devastazioni. C’è quindi la necessità di operare rapidamente ed avviare le gare per le progettazioni delle opere. Percolla mi ha dato ampie rassicurazioni su tempi brevi e certi e comunque lavorerà di concerto con il

Dipartimento Lavori Pubblici, l’Autorità di Bacino e la Protezione Civile regionale e si farà promotore delle necessarie intese tra i soggetti pubblici e privati. Ho comunque rappresentato al Commissario - ha aggiunto - l’esigenza da parte della Protezione civile di verificare insieme a lui alcuni interventi previsti nell’Accordo di programma quadro che potrebbero essere rimodulati alla luce di nuove situazioni di grave rischio idrogeologico che si sono verificate in quest’ultimo anno e sulle quali occorre intervenire rapidamente per evitare devastazioni e tragedie. In particolare nel comune di Reggio Calabria o nelle zone del vibonese alcune criticità rischiano di degenerare pericolosamente coinvolgendo anche le popolazioni. Percolla si è dimostrato aperto e disponibile ad ogni tipo di discussione che, in ogni caso, deve coinvolgere gli Enti destinatari delle risorse ed i soggetti attuatori». Percolla ha rassicurato Torchia sull’utilizzo delle competenze professionali presenti sul territorio calabrese chiarendo che la convenzione con Invitalia è stata stipulata solo al fine di accelerare le procedure nei casi in cui questo si dovesse rendere necessario, così come si sta facendo con le convenzioni che si stanno sottoscrivendo con le province nei casi in cui le Amministrazioni provinciali sono indicati come "soggetti attuatori". «Ritengo - ha concluso Torchia - che nelle prossime settimane avremo altri incontri per definire nel dettaglio le nuove criticità evidenziate nella giornata di oggi».

CATANZARO - «Il nostro comparto ortofrutticolo - ha dichiarato Trematerra -, già provato dall’ingiustificata psicosi dell’E.coli, attraversa una fase molto difficile. Nei giorni scorsi avevo preannunciato la volontà di inviare un documento all’attenzione del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali per informarlo di tale grave crisi. Detto e fatto: la comunicazione è partita oggi stesso» si legge in una nota dell’assessore regionale all’Agricoltura, Trematerra. «Attraverso tale nota, abbiamo suggerito al governo nazionale l’adozione di misure di supporto coordinate con l’Unione Europea, come ad esempio l’innalzamento dei limiti del ritiro di prodotto attraverso le misure di crisi del Piani Operativi delle Organizzazioni dei produttori - continua -. All’interno della missiva, inoltre, abbiamo manifestato la convinzione dell’utilità di un intervento straordinario di proroga del Reg. (Ue) 585 del 17 Giugno 2011, in modo da includere misure eccezionali a carattere temporaneo anche per pesche, nettarine ed angurie. Tale richiesta è stata già avanzata in via ufficiale dall’Italia ed è sostenuta anche da Spagna e Francia. La gestione della crisi relativa alla E.coli, inoltre, ha evidenziato, nel meridione, la difficoltà di reazione a problematiche congiunturali per i produttori non inclusi nel sistema di aggregazione delle Op. Proprio per questo - altro concetto espresso nella nota al ministero - è necessario il sostegno alla proposta di elevare, dal 20% al 35%, la percentuale di aggregazione che darebbe ori- L’assessore regione gine all’aiuto finanziario ha scritto al nazionale aggiuntivo nel sistema dell’Ocm ortof- Ministro delle rutta. Insomma, per le motivazioni sopra espo- politiche agricole: ste, è ormai necessaria abbiamo suggerito al unariorganizzazione,alivello di sistema, del com- governo nazionale parto ortofrutticolo. L’azione amministrativa l’adozione di misure del dipartimento agricol- di supporto coordinate tura si basa su realismo e rispetto delle gerarchie con l’Unione europea istituzionali. Prese di posizione - conclude vuote e populiste non hanno mai fatto parte del nostro stile e della nostra condotta. Anche per questo, la nostra trasparenza inizia a essere acquisita come dato di fatto anche da chi, a volte, ha provato a screditare il nostro operato».

La Nazionale arriverà presto, primo sopralluogo a Rizziconi RIZZICONI - Una delegazione della Figc è stata ieri mattina a Rizziconi, nel Reggino, dopo che il fondatore di "Libera" don Luigi Ciotti aveva chiesto al commissario tecnico della nazionale di calcio Cesare Prandelli di fare allenare gli azzurri su un campo sottratto alla ’ndrangheta. Un segno per le nuove generazioni, quello chiesto dal prete antimafia, accolto con entusiasmo da Prandelli. Ieri mattina quindi, da Roma sono sbarcati il segretario Mauro Vladovich, il responsabile della sicurezza degli azzurri Roberto Massucci e l’addetto stampa Simone Orati. La prima tappa è stata al comune della cittadina della Piana di Gioia Tauro dove ad accogliere gli emissaridella Figc c’era la terna commissariale che guida l’Ente, don Pino De Masi, referente di Libera per la Piana e il presidentedel Coni regionale Domeni-

co Praticò. Dopo un breve colloquio aporte chiuse, il gruppo si è spostato al campo di calcetto,sorto su di un terreno sequestrato alla potente cosca Crea di Rizziconi, sul quale la nazione verra’ a fare una visita. All’interno del

campetto Vladovich si e’ fatto spiegare da don Pino De Masi la storia della struttura, dove, dal 2007, una scuola calcio è attiva con oltre 100 bambini. Una visita programmata da tempo e che oggi conferma che gli azzurri approderanno nella Piana di Gioia Tauro tra agosto e novembreprossimo. «Durante la prossima settimana ha affermatoVladovich - cercheremo di delineare i dettagli dell’iniziativa.Certamente venire qui è un segnale forte per tutti e noi lofacciamo con piacere. Posso affermare che la nazionale, nell’arco dei prossimi quattro mesi, visitera’ Rizziconi. Programmeremo tutto in una giornata visto che comunque, dopo che faremo visita al campetto partiremo molto probabilmente per la destinazione dove andremo a giocare».

rc


14

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CRONACHE Accordo tra l’Università Magna Graecia, la "T.Campanella" e il Cancer center

Catanzaro e Hawaii unite per la ricerca e la cura dei tumori di Luigi Petronà CATANZARO Incarna la Calabria laboriosa e la straordinaria opera di persone che si contraddistinguono per le loro grandi capacità, l’accordo di collaborazione scientifica tra l’Università Magna Graecia di Catanzaro, la Fondazione "Tommaso Campanella" e la Cancer Center dell’Università delle Hawaii. Al fine di accrescere l’esperienza e le conoscenze nell’ambito della ricerca e della cura dei tumori, mettendo insieme saperi e competenze, ricercatori ed esperti, l’accordo, presentato nei giorni scorsi al Campus universitario, testimonia il valore internazionale della ricerca dell’Ateneo catanzarese, che può vantare un’esperienza consolidata nel campo dell’Oncologia, grazie allo sviluppo di linee di ricerca innovative e scientificamente avanzate. A introdurre i lavori nel corso della prima sessione dell’incontro, che ha dato il via alla cooperazione scientifica internazionale nel settore dell’Oncologia tra le due Università, quella catanzarese e quella Hawaiiana, il Rettore dell’Università Magna Graecia, Francesco Saverio Costanzo, il decano, Aldo Quattrone, il presidente della Fondazione per la ricerca e la cura dei tumori "Tommaso Campanella", Paolo Falzea, il

direttore generale della Fondazione, Sinibaldo Esposito e in rappresentanza dell’Università delle Hawaii e direttore di "Honolulu Cancer Center", Michele Carbone. Soddisfatto si è detto il rettore Costanzo che ha sottolineato: «L’avvio di questo accordo è un ulteriore tassello che si aggiunge a tutto quello che siamo riusciti a realizzare negli anni e testimonia ancor di più il valore della nostra attività

Per il rettore Francesco Saverio Costanzo, l’accordo testimonia il valore dell’ attività di ricerca per la cura dei tumori portata avanti dall’Ateneo catanzarese

La collaborazione scientifica intende accrescere le esperienze e le conoscenze per la ricerca e la cura dei tumori mettendo insieme ricercatori ed esperti Il Campus universitario di Germaneto

di ricerca per la cura dei tumori». Dal canto suo Michele Carbone ha affermato: «Sono orgoglioso di tornare nel luogo da dove sono partito 25 anni fa, per creare questo ponte tra due istituzioni che si trovano in parti opposte del mondo: sarebbe bello che si innescasse uno scambio di persone, studenti, docenti, ricercatori, tra Honolulu e Catanzaro». Nella sessione scientifica, quindi, sono stati illustrati i programmi di ricerca in Oncologia medica, basati sull’integrazione e la sinergia tra laboratorio e sperimentazione clinica, portati avanti dall’Ateneo catanzarese e che hanno ricevuto importanti riconoscimenti nazionali e internazionali, si è discusso di ricerca, diagnosi, cura e trattamento delle patologie. Moderati da Giovanni Morrone, hanno illustrato le proprie relazioni Michele Carbone; Haining Young; Pierfrancesco Tassone; Pierosandro Tagliaferri e Giuseppe Viglietto.

Ai cento anni del Viminale anche il creativo Caracciolo di Anna Viscomi CATANZARO E’ stato protagonista di un’ emozionate giornata che si è svolta lo scorso 11 Luglio alla presenza del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, del ministro Roberto Maroni e degli ex ministri dell’Interno, della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, presso la Sala stampa del Ministero dell’Interno. Si tratta della cerimonia celebrativa del centenario del Palazzo del Viminale: "Cento anni di Viminale" a cui ha partecipato il catanzarese Francesco Caracciolo. Tutte le iniziative sono state caratterizzate dal nuovo logo del ministero dell’Interno, risultato del concorso di idee al quale hanno partecipato volti noti del settore. Tra questi, appunto, Francesco Caracciolo, pubblicitario e creativo di Catanzaro, che si è aggiudicato il quarto posto della classifica tra gli oltre 150 partecipanti tra designer, architetti e creativi sia italiani che stranieri. "Sono orgoglioso- ha dichiarato- del mio posto in classifica dal momento che vi hanno partecipato nomi noti a livello internazionale del calibro di Antonio Romano fondatore di Inarea Strategic società che ha dato vita a loghi come la farfalla della Rai, il marchio Eni, New york university, Italgas più, Tim e tanti altri.L’evento è stato trasmesso in diretta web sul portale www.interno.it".Emozione e soddisfazione, quindi, per un catanzarese di grande talento che si è distinto tra numerosi partecipanti.


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 15

CRONACHE FONDAZIONE CAMPANELLA Pezzi non riceve la delegazione dei lavoratori

Nessuna risposta, cresce la preoccupazione del personale di Carmela Mirarchi CATANZARO - Ieri una delegazione rappresentante il personale dipendente del Polo Oncologico di Catanzaro, non avendo ricevuto alcuna risposta a seguito di formale richiesta d’incontro inoltrata nella settimana precedente, si è recata presso il Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria, chiedendo di essere ricevuta dai Sub-Commissari del Settore Sanità, Generale Luciano Pezzi e Dott. Luigi D’Elia, dal Dirigente e Responsabile del Piano di Rientro Regione Calabria Dott. Gianluigi Scaffidi e dal Dirigente Generale Dipartimento Tutela e Salute Regione Calabria Dott. Antonio Orlando, al fine di avere chiarimenti sulle sorti della Fondazione e del personale in essa operante. «L’attuale rappresentante della Sanità Calabrese , Generale Luciano Pezzi, che ha nelle proprie mani le sorti del Centro Oncologico e del personale tutto, pur essendo presente in Dipartimento, non ha inteso ricevere la delegazione, rifiutandosi, così, di ascoltare le preoccupazioni ormai sempre più crescenti - si legge in una nota -. Dopo una lunga attesa, una parte della delegazione è stata ricevuta dal Direttore Generale del Dipartimento Dott. Antonio Orlando, che pur dimostrandosi disponibile al dialogo,siètrovatonell’impossibilità

di fornire risposte adeguate sia sul futuro della Fondazione che sul destino del personale dipendente. Il Comitato di coordinamento - si legge ancora nella nota - lotta per il Polo Oncologico di Catanzaro è totalmente insoddisfatto per le risposte non ricevute e per il totale disinteressamento del Generale Pezzi e stigmatizza in modo deciso l’atteggiamento assunto dal Dipartimento Tutela della Salute che per un verso non ha inteso dare riscontro ad una legittima preoccupazione dei lavoratori e per altro è stato parziale, inconcludente e contradditorio. Per tali ragioni il personale, riunitosi in una assemblea

generale a seguito dell’incontro, persevera nel continuare il proprio stato di agitazione non escludendo che la protesta potrebbe assumere nel tempo forme sempre più incisive e chiede sin d’ora un incontro urgente con i due Soci Fondatori Regione Calabria e Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro nelle persone del Presidente della Giunta Regionale, nonché Commissario della Sanità Calabrese, On.le Giuseppe Scopelliti e del Magnifico Rettore Prof. Francesco Saverio Costanzo, che rappresentano coloro che hanno creato la Fondazione e che "dovrebbero" difenderla. Si fa anche appello alla classe politica dirigente e al mondo universitario tutto che sono coloro che probabilmente possono meglio comprendere le difficoltà di questa terra, approcciandosi ai problemi con modalità meno formali dei tecnicismi dei burocrati, tutto questo in funzione del prossimo incontro previsto per martedì 19 luglio sui "tavoli romani" dove proprio i Sub-Commissari, che oggi non ci hanno dato risposte, dovranno discutere del futuro della Fondazione "Tommaso Campanella". Piena fiducia - si legge infine nella nota - si ha pertanto per l’incontro programmato per lunedì prossimo con l’On.le Michele Traversa, sindaco di Catanzaro»

Censore (Pd): no ai tagli al Sant’Anna Hospital CATANZARO - «E’ grave e preoccupante il dietrofront della Regione nei confronti del Centro di alta specialità del cuore del S. Anna Hospital». Ad accendere i riflettori sulla situazione del centro di eccellenza catanzarese è il consigliere regionale del Pd Bruno Censore che, in seguito all’incontro tra il commissario provinciale dell’Asp di Catanzaro Gerardo Mancuso e il dg del Sant’Anna Giuseppe Failla, rivolge un appello al governatore Scopelliti affinché non venga meno, come invece pare stia accadendo, l’impegno della Regione a sostegno della clinica specialistica. «Anche se, com’è noto, il partito di cui faccio parte è sempre stato fermamente schierato a favore della sanità pubblica, sarebbe grave, specie in Calabria, rinunciare a cooperare con il settore privato laddove, come nel caso del Sant’Anna, ci si trova di fronte a centri di eccellenza che con il loro operato contribuiscono a salvare un’enorme

quantità di vite umane - dichiara -. Per queste ragioni appare inspiegabile il dietrofront della Regione nei confronti del Centro di Alta specialità del cuore che, secondo quanto dichiarato dal dg Failla, nel 2011 potrà curare circa 800 pazienti calabresi in meno. Il dato riferito dal dott. Failla è stato calcolato tenendo conto della produzione media annua della clinica in base alle risorse che l’Asp ha messo a disposizione per il 2011. E’ preoccupante, inoltre, la dichiarazione odierna dello stesso dg in cui si chiede alla Regione e all’Asp di chiarire se si debba "ridurre sin da subito e fino a dicembre il volume di assistenza erogata, indicando altresì il criterio con cui escludere un paziente piuttosto che un altro", oppure se si debba "interrompere ogni attività con l’esaurimento dei fondi disponibili a partire dal mese di ottobre". E’ inspiegabile il passo indietro della Regione rispetto all’incontro tenutosi in aprile con

i vertici del Sant’Anna, che tra l’altro erano stati informati dal dipartimento Salute circa il via libera dei ministeri della Salute e dell’Economia sull’ipotesi di contratto triennale 2010-12. Invece il commissario dell’Asp è tornato alla contrattazione annuale, riproponendo per il 2010 gli stessi contenuti che già il S.Anna aveva ritenuto inaccettabili. Gli 800 calabresi che non potranno essere curati di cui parla il dg Failla, saranno costretti in alcuni casi a curarsi altrove con aggravio di spese per le famiglie e per la Regione, mentre in altri casi, relativi alle emergenze, ad essere compromessa sarà la possibilità del paziente di avere salva la vita. Alla luce, quindi, dell’importanza che il Sant’Anna riveste per i calabresi e la Regione e l’Asp dovrebbero subito rivedere le scelte fatte e dare il necessario sostegno a questa struttura». Anna Bolle

Ugl: la Fondazione Campanella è patrimonio di tutti noi CATANZARO - «In questa delicata fase di transizione abbiamo il dovere di far fronte comune e di sostenere, senza se e senza ma, il Consiglio di Amministrazione e il Comitato di lotta della Fondazione Campanella». E’ quanto scrive in una nota la segreteria provinciale dell’Ugl/Sanità in relazione allo stato di agitazione proclamato dai lavoratori, preoccupati giustamente del loro futuro, «ai quali - sostiene l’Ugl/Sanità - bisogna dare le adeguate risposte e certezze. La Fondazione Campanella non può subire in alcun modo penalizzazioni preconcette contro i dipendenti perché questi non sono certamente causa di eventuali errori gestionali del passato. Ecco perché come Ugl/Sanità riteniamo indispensabile - continua la nota - che tutte le forze politiche, le Organizzazioni sindacali e le Istituzioni accademiche, continuino a fare fronte comune per assicurare non solo una puntuale offerta pubblica di cure oncologiche, assolutamente necessaria in Calabria, ma anche il posto di lavoro a circa 270 dipendenti, tutti meritevoli di attenzione. Siamo convinti - continua l’Ugl/Sanità - che tale obiettivo viene condiviso dalla maggior parte dei soggetti interessati e che nessuno si sottrarrà ai propri compiti, per mettere definitivamente la parola fine a questa pagina grigia della sanità regionale. Urge quindi, chiudere il cerchio e ripartire con maggiore efficacia ed efficienza affinché il Polo Oncologico continui ad essere un centro di riferimento regionale per tanti calabresi che non si possono curare in strutture sanitarie pubbliche o private di altre regioni». Anna Bolle

F IT TA S I C atanzaro C entro U so Foresteria P re stig io so im m o b ile lo ft in d ip e n d e n te d i m q 70 , e le g an te m e n te ristru ttu rato , fin e m e n te arre d ato e clim atizzato , p re ce d e n te m e n te ab itato d a fu n zio n ari d i Istitu to d i C re d ito .

Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277

F IT TA S I S TA N Z E S IN G O LE a m t.3 00 dall’O spedale Pio X (C z) - A p p artam e n to ristru ttu rato - Te rm o au to n o m o co n tu tti i co m fo rt - P e r stu d e n te sse o la vo ra trici Per inform azioni chiam a il

33 4/1 875277


16

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CRONACHE CATANZARO - L’assessore alla Cultura e al Turismo, Nicola Armignacca, ha incontrato il direttivo della sezione "Turismo e spettacolo" di Confindustria Catanzaro, presieduto da Daniele Rossi. L’incontro è servito per cominciareunragionamentosuiproblemi del settore turistico e per porre le basi di un dialogo costante tra Comune e Confindustria, con l’obiettivo di delineare strategie condivise. «Vi ringrazio per questo invito e porto a tutti voi i saluti del sindaco Traversa. E’ stato proprio quest’ultimo - ha spiegato Armignacca - a voler accorpare le deleghe della Cultura e del Turismo perché si è reso conto della necessità di razionalizzare le manifestazionichesiorganizzano sul territorio. Ritengo fondamentale, in un comparto come quello turistico, programmare per tempo e con tutti gli operatorio del settore, le iniziative che possono in qualche modo incentivare la presenza dei vacanzieri». L’assessore ha spiegato che, a suo avviso, compito degli enti locali è quello di creare le condizioni per un’ospitalità adeguata, «uscendo dalla logica dei finanziamenti a pioggia visto che, in passato - ha detto pur con una capacità di spesa enorme da parte delle istituzioni, si sono raccolti davvero pochi frutti in termini di economia per il territorio».Armignaccahasottolineato come alle bellezze paesaggistiche sia necessario associare dei servizi efficienti e ha detto di considerare prioritaria la destagionalizzazione del turismo: «Qui si riduce il tutto a trenta giorni ha affermato - quando il clima ci consentirebbe di lavorare per un periodo certamente molto più

Sviluppo turistico, Armignacca incontra Rossi di Confindustria lungo». L’assessore ha quindi ricordato che nel poco tempo trascorso dal suo insediamento, ha programmatounaseriediappuntamenti tradizionali grazie a un prelevamento del fondo di riserva: «Ci saranno i festeggiamenti per San Vitaliano, per la Madonna di Porto Salvo nel quartiere marinaro, per alcune iniziative negli altri rioni cittadini e, ancora, qualche evento concertistico per ravvivare la stagione estiva». In precedenza era stato Daniele Rossi a tracciare un quadro sulla situazione del turismo nella provincia di Catanzaro. «Un fattore ha dichiarato - da sempre consideratoimportanteperl’economia di questo territorio ma per il quale, oggettivamente, poco si è fatto. Non basta il mare pulito o la bellezza del paesaggio. E nemmeno nuovi contributi per le strutture ricettive. Occorrono servizi, attrattive. Altrimenti è difficile che si scelga la marina di Catanzaro per fare le vacanze». Rossi ha apprezzato l’azione del sindaco Traversa, in particolare sull’area di Giovino, e ha auspicato che la struttura portuale, "grazie all’operosità del primo cittadino", possa essere portata termine. L’esponente di Confindustria ha quindi illustrato all’assessore l’iniziativa "Magna Graecia bus exspress" che consente ai turisti di diverse località italiane di essere trasportati gratuitamente, a bordo di pullman dotati di ogni comfort, nelle strutture ricettive della costa

L’assessore Ferragina vede i rappresentanti del commercio a sede fissa CATANZARO - Proseguono gli incontri promossi dall’assessore alle attività economiche, Ermanno Ferragina, con tutte le categorie commerciali con l’intento di raccogliere idee ma anche per avviare un percorso condiviso per migliorare e sostenere le attività commerciali autentico motore dell’economia di una città come Catanzaro. L’ultimo in ordine di tempo è stato l’incontro, interlocutorio, con i rappresentanti del commercio a sede fissa. L’intento da parte di Ferragina è quello di prendere cognizione delle problematiche del settore per poi portare una dettagliata relazione al sindaco Michelle Traversa. «Gli incontri che si sono finora svolti - ha spiegato Ferragina - hanno riscosso un buon risultato. Sono state poste sul tavolo problematiche ma anche suggerimenti che meritano attenzione perché indirizzate al miglioramento del

ruolo che il commercio svolge sia sotto l’aspetto economico , ma anche d’immagine e funzionalità di una Città. L’intendo dell’amministrazioneTraversa-haproseguito - è quindi quello di avviare un percorso condiviso con tutti voi senza imposizioni dall’alto ma frutto di una sinergia tra le parti». I rappresentanti sindacali di categoria hanno esposto all’assessore le varie tematiche del settore, ma è stata anche l’occasione per chiarire alcuni aspetti legati alla pesante crisi che attanaglia il commercio a sede fissa e per proporre alcune soluzioni da mettere in atto come il Parco commerciale naturale "Il Corso", la rivitalizzazione del centro storico e la messa in atto di un programma in grado di poter dare impulso al miglioramento dell’economia della città. Carmela Mirarchi

catanzarese. «Un investimento fatto dai privati - ha affermato volutamente senza il contributo delle istituzioni, con l’obiettivo di favorire le presenze». Da parte sua, il direttore Dario Lamanna ha ribadito la fiducia riposta nel sindaco Traversa per la creazione di condizioni di contesto che possano richiamare la presenza dei

vacanzieri, allargando il suo ragionamento sul ruolo che la Regione deve svolgere e dichiarandosi perplesso sul funzionamento dei Sistemi turistici locali. «L’incontro che abbiamo avuto con il dirigente dell’assessorato regionale al Turismo - ha detto - non ci ha molto soddisfatti. A nostro avviso sarebbe necessario

la costituzione di una task force perché si tratta di un settore che, trasversalmente, interessa tutti gli altri. Condividiamo con Palazzo Alemanni l’idea che non serve creare nuovi posti letto se quelli che ci sono restano inutilizzati». Su Catanzaro, Lamanna ha sottolineato l’importanza di sfruttare al massimo la risorsa mare, «che non è un elemento accessorio della città» sostenendo anche che la presenza di importanti polmoni verdi e della Sila avrebbero potuto essere elementi di grande richiamo mentre sono rimasti soltanto delle potenzialità inespresse. Presenti alcuni operatori di settore, tutti hanno condiviso l’idea di un confronto continuo su queste tematiche e l’assessore Armignacca si è detto disponibile a ricevere, sin da subito, proposte per la "Notte piccante". rc


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 17

CRONACHE Costruite illecitamente piattaforme e viottoli in cemento e porzioni di fabbricato

"Blu 70": nuove denunce, occupato demanio marittimo STALETTI’- I carabinieri della Stazione di Gasperina e i marinai della Guardia Costiera di Soverato, hanno denunciato in stato di libertà S.C. cl ’46, residente a Messina, in qualità di proprietario del complesso turistico denominato "Il Blu" (meglio nota come discoteca Blu 70, storica discoteca del litorale soveratese), ritenuto responsabile di aver occupato aree di demanio marittimo in assenza dell’autorizzazione prevista dal Codice della Navigazione, in località Stalettì. L’attività in questione s’inquadra in una più vasta indagine avviata diversi mesi fa dai carabinieri di Gasperina unitamente alla Guardia Costiera di Soverato, i quali, nell’ambito di mirati servizi tendenti a contrastare i reati in materia di abusivismo edilizio predisposti dal Comando Compagnia di Soverato, avevano riscontrato una serie di violazioni delle normative vigenti in materia ambientale, presso il noto locale da ballo. Inizialmente

i militari della Guardia Costiera avevano operato un sequestro avendo accertato opere abusive. I successivi controlli sul rispetto del sequestro operato dai militari consentiva di sorprendere alcuni operai intenti ad effettuare il rifacimento della pavimentazione e dei muretti. Il protrarsi della condotta delittuosa rendeva indispensabile il sequestro dell’intera struttura. I militari dell’Arma e della Guardia Costiera procedevano pertanto a porre l’intera area sotto sequestro preventivo, ed a denunciare in stato di libertà S.C., N.F. e M.B. all’Autorità giudiziaria, poiché ritenuti responsabili a vario titolo di abusivismo edilizio, e per aver realizzato opere in assenza di nulla osta paesaggistico, riservandosi di verificare l’eventuale occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo. A tale scopo, atteso che le misurazioni si appalesavano molto complesse e non espletabili senza l’ausilio di idonea attrezzatura

tecnica, veniva richiesto l’intervento dei tecnici dell’agenzia del Demanio di Catanzaro, i quali, dopo aver effettuato tutte le misurazioni necessarie e perfezionato l’elaborazione dei dati raccolti, evidenziavano l’occupazione abusiva di demanio marittimo per un totale di 270 mq circa, mediante piattaforme e viottoli in cemento, nonchè porzioni di fabbricato. Nella giornata di martedì quindi, i militari operanti hanno integrato le ipotesi di reato già comunicate in precedenza, denunciando S.C., proprietario del complesso turistico denominato "Il Blu", anche per occupazione di aree di demanio marittimo in assenzadell’autorizzazioneprevista dal codice della Navigazione.

Maltrattamenti reiterati in famiglia, arrestato un 44enne a Borgia BORGIA - Martedì i militari della Stazione dei carabinieri di Borgia hanno tratto in arresto per reiterati maltrattamenti in famiglia, Carmelo Mancuso 44enne, operaio, di Borgia. L’arresto è scaturito dopo l’ennesimo intervento per litigiinfamigliacompiuto dai militari della Stazione di Borgia, infatti i militari, una volta giunti sul posto, hanno constatato l’aggressione del Mancuso ai danni della moglie e dei due figli, circostanza già documentata in altri interventi. Ed è stato proprio grazie alla meticolosa attività di indagine e documentazione dei molteplici interventi effettuati dai carabinieri, a consentire al Pubblico Ministero presso la Procura di Catanzaro, dott.ssa Costa, di contestare il reato di maltrattamenti in famiglia, delitto che si configura solo con il reiterarsi della condotta criminale nel tempo. Il Mancuso, immediatamente bloccato e condotto presso la caserma di Borgia per evitare che continuasse a nuocere ai suoi familiari, è stato successivamente dichiarato in arresto e tradotto presso il carcere di Siano. Anna Bolle

Carmela Mirarchi


18

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CRONACHE LAMEZIA TERME - «Auguro buonlavoro a tutti i membri della neo costituita Commissione Pari Opportunità del Comune di Lamezia e auspico che il nuovo organismo metta in atto sin da subito positive azioni a sostegno delle donne della città». Lo scrive in una nota Lella Golfo, Presidente della Fondazione Bellisario. «La FondazioneBellisario ha in Calabria una nutrita delegazione con una rappresentante, Teresa Ruberto, anche a Lamezia. Da calabrese e parlamentare co-

Pari opportunità, Golfo: la commissione contribuisca alla partecipazione nosco bene le difficoltà delle donne in Calabria, soprattutto sul fronte dell’occupazione e dei servizi. Per questo mi auguro che, insieme alle Commissioni Pari Opportunità della Regione e dei singoli Comuni, anche il nuovo organismo di Lamezia possa lavorare alacremente per mettere in atto iniziativeconcretechevenganoin

aiuto alle donne. Il contributo femminile all’economia, anche e soprattutto cittadina, è fondamentale e la Commissione Pari opportunità deve rinvenire tutti gli strumenti che consentano una loro partecipazione sempre più massiccia, anche a livelli apicali. Per questo, mi auguro che tra gli interventi prioritari

di tutte le Commissioni Pari Opportunità della Regione vi sia un monitoraggio della composizione dei CdA delle società partecipate dalle Pubbliche amministrazioni. In Calabria ci sono oltre 50 controllate pubbliche che, in base alla legge appena entrata in vigore sulle quote di genere nei CdA delle quotate e controllate, di cui so-

La decisione rientra nell’operazione Easy money 2 del 30 giugno scorso

Usura e riciclaggio, sequestro di due società a San Marino LAMEZIA TERME - Due società operanti rispettivamente nel settore del noleggio di auto ed in quello di preziosi sono state sequestrate a San Marino nell’ambito di una inchiesta della Procura della Repubblica di Lamezia Terme che, nel 2009, ha portato all’arresto di 11 persone per usura aggravata dal metodo mafioso, estorsioni e tentata truffa aggrava. L’autorità giudiziaria di San Marino ha accolto infatti la richiesta di sequestro avanzata dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme. Il commissario della legge del Tribunale commissariale civile e penale della Repubblica di San Marino, Rita Vannucci, ha inoltre disposto il sequestro preventivo delle due società, riconducibili agli indagati e ubicate nella Repubblica di San Marino. Il provvedimento di sequestro è stato eseguito dai militari del nucleo di Polizia Tributaria di Catanzaro in collaborazione con il servizio centrale criminalità organizzata della Guardia di Finanza di Roma. Il 30 giugno scorso i militari della Guardia di Finanza, nell’ambito dell’operazione Easy money 2, avevano sequestrato altri beni tra cui due appartamenti in uno dei più noti

grattacieli di Miami oltre ad altri immobili a Roma, Milano e Vibo Valentia. L’operazione, denominata "Easy Money 2" costituì la prosecuzione di un’inchiesta che nel 2009 portò all’arresto di 11 persone per usura aggravata dalle modalità mafiose, estorsione e tentata truffa. Successivamente, nel 2010 ci furono alcune denunce per riciclaggio. Durante l’operazione i finanzieri sequestrarono anche due società operanti nel settore del noleggio delle auto ed in quello di gioielli, situate nella Repubblica di San Marino, oltre ad appartamenti a Roma, Milano e Vibo Valentia, quote societarie, magazzini e conti correnti, per un valore complessivo di dieci milioni di euro. Le ulteriori indagini sono state finalizzate a ricostruire i flussi finanziari per accertare la destinazione dei proventi dell’usura. A tale scopo furono denunciate, già nell’ottobre scorso, tre persone, due uomini e una donna, tutti e tre originari della provincia di Vibo Valentia, i quali erano intestatari di conti correnti sui quali venivano fatti transitare gli assegni provento di usura per far confluire il denaro nel circuito finanziario legale. L’indagine è stata supportata con intercetta-

zioni telefoniche i cui risultati sono stati incrociati con articolati accertamenti economico-finanziari. I finanzieri sono così giunti ai due appartamenti a Miami, il cui possesso è stato confermato da una rogatoria internazionale. In particolare, i finanzieri hanno individuato i bonifici per l’acquisto degli appartamenti e intercettato le mail con le quali l’amministrazione del grattacielo richiedeva agli indagati il pagamento delle spese condominiali.

Carmela Mirarchi

L’autorità giudiziaria di San Marino ha accolto la richiesta di sequestro avanzata dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme

frastrutturale all’interno del Patto per lo sviluppo e per la parte "immateriale" ha sollecitato lo sblocco dei fondi previsti per il Pisr, grandi attrattori culturali su cui il Comune ha già avanzato alla Regione specifiche proposte. All’iniziativa, a cui ha preso parte anche il sindaco Gianni Speranza, hanno partecipato tra gli altri Elena Dai Prà dell’università degli studi di Trento, Stanislao De Marsanich di Paesaggio culturale italiano srl, mentre nel pomeriggio sulla situazione dei parchi letterari in Calabria si sono confrontati tra gli altri in rappresentanza del Comune di Lamezia per il Parco Costabile, Salvatore Orlando, dirigente dell’Ente, per il parco Old Calabria Mirella Barracco e per il Parco Horcy-

rc

Parte da Lamezia Terme il Pd Happy Hour LAMEZIA TERME - Sabato 16 luglio alle ore 19 a Lamezia Terme in piazzetta San Domenico parte PD Happy Hour, la novità lanciata dalla Scuola di politica del Partito democratico della Calabria e dal Coordinamento provinciale di Catanzaro. Nove tappe di un percorso sul piu’ drammatico tema della nostra generazione, lavoro e futuro, che toccherà Lamezia Terme, Cardinale, Falerna, Tiriolo, Decollatura, Montepaone Lido, Davoli Marina, Soverato e si concluderà il 29 agosto a Catanzaro Lido. Un viaggio tra i due mari, senza tralasciare la montagna, alle 19, ora dell’aperitivo serale, dove giovani nei luoghi dei giovani si confronteranno con personalità come Katia Stancato, portavoce del Forum del Terzo Settore per la Calabria, Armando Cirillo, responsabile del turismo della Segreteria nazionale Pd, Pietro Molinaro, Presidente Coldiretti Calabria, Anna Fazzari, psicologa, Renato Zaffina, coordinatore fed. it. Shiatsu, Luigi Maffia, sostituto procuratore Lamezia Terme, Angela Robbe, vicepres. lega cooperative Calabria, Pippo Callipo, imprenditore e Luigi Boeri consulente giudiziario per l’ambiente.La novità è che i protagonisti saranno i giovani con i loro quesiti, suggerimenti, paure e sogni, e gli ascoltatori saranno gli esperti. In un’atmosfera serena, senza alcuna barriera, la politica esce finalmente dalle stanze, fa un passo indietro e abbraccia la gente. Il Pd della Provincia di Catanzaro e la Scuola di Formazione Politica della Calabria mettono in moto l’indispensabile rinnovamento, di cui la nostra regione ha tanto bisogno, fatto di competenze, meriti ed emozioni.Pd Happy Hour ritrova la gioia di stare insieme per diventare comunità.

Anna Bolle

Ieri il seminario "Parchi culturali e luoghi della memoria letteraria" LAMEZIA TERME - Nella sala consiliare di piazza Diaz il Comune di Lamezia Terme ha ospitato ieri il seminario promosso dal Ministero per i Beni culturali e dalla Regione Calabria "Parchi culturali e luoghi della memoria letteraria: nuove opportunità di sviluppo per la Regione Calabria". A nome dell’Amministrazione comunale ha portato i saluti il vice sindaco Francesco Cicione, che oltre ad apprezzare la scelta compiuta di tenere questo importante appuntamento nel cuore del parco letterario Costabile, ha tracciato le linee dell’iniziativa che l’Amministrazione comunale ha condotto e intende condurre per quanto riguarda il parco. Il vice sindaco ha ricordato che esso è inserito per la parte in-

no prima firmataria, a partire dal 2012 dovranno avere nei propri CdA il 20% di donne, per arrivare al 30% nel 2015. Mettere in agenda sin d’ora quest’attivita’ di monitoraggio e stimolo - conclude Golfo - sarebbe da parte della nuova Commissione di Lamezia un atto importante».

nus Orca, Massimo Barilla. Il parco letterario "Franco Costabile" è dedicato al poeta nato a Sambiase nel 1924 e morto tragicamente a Roma nel 1965, allievo prediletto di Ungaretti, considerato dai critici l’interprete più profondo, efficace e dolente della realtà meridionale del secondo dopoguerra. Il parco rappresenta un risorsa significativa per il turismo culturale del nostro territorio, con la quale si intende salvaguardare e valorizzare i luoghi d’ispirazione dell’autore, patrimonio ambientale e culturale di fondamentale importanza.

Carmela Mirarchi


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 19

CRONACHE ACQUAPPESA- Si è tenuto nel salone del consiglio comunale di Acquappesa, un incontro a cui hanno partecipato i sindaci di Acquappesa, Fuscaldo e Diamante, il Consigliere Provinciale Giorgio Maritato, i consigliericomunali di Acquappesa Mollo, Sacco, Andreoli, Avolio, Senatore eTrotta, il presidente della Promostar (Patto Territoriale) Ferrazzo, Barbagallo in rappresentanza del Circolo Pd di SanLucido, il segretario del Pd di Paola Carnevale, il segretario del Pd di Fuscaldo Politano, il segretario del Pd di Guardia

Incontro sul termalismo, Guccione: serve presto una legge regionale Piemontese Capua, il segretario del Pd di Acquappesa Borrelli e alcuni dirigenti regionali del Pd per confrontarsi ed esaminare il "Progetto di Legge 164/9 sulla valorizzazione del termalismo in Calabria" che verrà licenziato nella seduta del 19 luglio della IV Commissione "Ambiente e Territorio" della Regione Calabria.

All’incontro era presente anche il Consigliere regionale del Pd, Carlo Guccione, il quale ha assunto l’impegno di trasformare in emendamenti (che dovranno essere depositati entro il termine ultimo del 18 luglio 2011 alle ore 12) tutte le proposte e i suggerimentiemersinelcorsodell’incontro. «La Calabria - ha aggiunto

Guccione nel corso del suo intervento - è una regione che non legifera in questa materia dal 1984 e non ha mai ottemperato alla Legge Nazionale del 2000 che imponeva un’apposita legislazione regionale sul termalismo. Ora, attraverso questo Progetto di Legge, si può recuperare il tempo perso e dotare anche la nostra

regione di uno strumento legislativo che può rilanciare un settore fondamentale per lo sviluppo della nostra terra. «Le Terme Luigiane - ha proseguito Guccionesono già una realtà molto attiva e dinamica che produce tre milioni di euro di fatturato. Esse, insieme alle Terme di Spezzano Albanese, di Cassano allo Jonio e di Cerchiara di Calabria possono rappresentare,unostrumentostraordinario per lo sviluppo turistico». rc

OPERAZIONE PITBULL Sono stati accertati 200 episodi di cessione di droga

Spaccio di droga, estorsioni e armi: 22 arresti a Rossano, 47 gli indagati ROSSANO - I carabinieri della compagnia di Rossano hanno arrestato 22 persone accusate a vario titolo di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni e detenzione di armi. Alle persone arrestate è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Rossano. All’operazione, chiamata Pitbull, hanno partecipato oltre cento carabinieri, due elicotteri ed unità cinofile. Oltre agli arrestati sono indagate altre 47 persone che gestivano lo spaccio di droga nei comuni di Rossano, Cariati, Mandatoriccio, Caloveto e Campana, tutti nel cosentino. La droga, secondo gli investigatori, veniva acquistata nel napoletano per poi essere venduta nell’intero hinterland della Sibaritide. Hanno avuto inizio dopo l’incendio di un lido balneare le indagini che hanno portato all’arresto di 22 persone, di cui 8 in carcere e 14 ai domiciliari, nell’ambito dell’operazione Pitbull eseguita ieri dai carabinieri nella sibaritide. Nel 2009, dopo l’incendio del lido balneare, i carabinieri avviarono una serie di accertamenti durante i quali furono individuati una serie di spacciatori che acquistavano la droga in provincia di Napoli e poi

la rivendevano in alcuni centri della sibaritide. Dalle indagini è emersa una intensa attivit di spaccio di cocaina, hascisc e marijuana. I carabinieri, anche attraverso intercettazione telefoniche ed ambientali, hanno individuato la rete di spacciatori accertando oltre 200 episodi di cessione di droga. Ieri nel corso dell’operazione i carabinieri hanno eseguito anche numerose perquisizioni durante le quali è stato sequestrato un chilo e duecento grammi di hascisc. Sono in realtà solo 21 le persone arrestate a fronte di 22 ordinanze. Una persona è infatti irreperibile. Si tratta di Emili Branca, 51 anni, di Cariati. In carcere sono finite settpersone: Mario Stumpo, 47 anni, Dario Aggazio, 26 anni, Olindo Celeste, 27 anni, Giuseppe Mussuto, 25 anni, Francesco Guzzi, 34 anni, Maurizio Roma, 31 anni, e Giosuè Roma, 36 anni. Ai domiciliari sono finiti in 14: Giacinto Vaglica, 35 anni, Andrea Vaglica, 24 anni, Cosimo Avena, 35 anni, Cesare Mazza, 33 anni, Francesco Antonio Cannas, 33 anni, Francesco Cirantineo, 44 anni, Renato Salvatore Rossano, 36 anni, Vincenzo Iozzi, 35 anni, Francesco Russo, 49 anni, Salvatore Cosentino, 37 anni, Andrea Cele-

ste, 28 anni, Valentina Celeste, 24 anni, Giuseppe Gambardella, 28 anni, e Antonio Bevacqua, 31 anni. In conferenza stampa, tenuta a Cosenza, è stato specificato che il gruppo operava senza un preciso capo, tollerato dalle cosche locali della ’ndrangheta. Il nome dell’operazione, Pitbull, deriva dall’abitudine di uno degli arrestati di portare in auto appunto un cane di questo tipo, che doveva allontanare eventuali cusiosi, visto che proprio in auto aveva le dosi da spacciare. La droga veniva poi anche nascosta in vecchi casolari abbandonati e nelle carcasse di vecchie auto. Il gruppo criminale operava nei comuni del basso ionio cosentino, tra Rossano, Cariati, Mandatoriccio, Mirto Crosia, Caloveto, Campana e Longobucco. I militari, anche attraverso intercettazioni telefonicheedambientali,hannoaccertato oltre 200 episodi di cessione di droga e recuperato più di un chilo di hashish. L’approvvigionamento degli stupefacenti avveniva nel napoletano. Non si escludono altri arresti.

Carmela Mirarchi

Intimidazioni, chiude l’azienda vinicola Re Alarico SAN PIETRO IN GUARANO - La proprietà della società vitivinicola Re Alarico, ha deciso di chiudere i battenti dell’azienda agricola sita in San Pietro in Guarano. Decisivi ai fini della determinazione, spiega una nota, «sono alcuni avvenimenti che da un anno a questa parte si sono verificati nell’azienda. Dapprima i colpi di fucile sparati ad uno dei cancelli dell’azienda, poi il danneggiamento di alcuni attrezzi all’interno della stessa, poi ulteriori colpi di fucile sparati sull’insegna "Proprietà Privata" e da ultimo un provvedimento di demolizione emesso dal Sindaco del Comune di San Pietro in Guarano che ha ordinato la demolizione di uno dei cancelli della proprietà, che da molti anni insisteva a recinzione della stessa, ritenendo la strada su cui era posizionato - un viottolo di campagna abbandonato da molti anni -, di pubblica utilità. Ciò - si legge nel comunicato - determina una si-

tuazione di assoluta mancanza di controllo del territorio che in tal modo costringe l’azienda ad abbandonare i vigneti piantati a 1.000 metri slm che costituivano una assoluta novità nel panorama vitivinicolo nazionale. L’apertura dell’azienda, (40 ettari di castagneto e di piantagioni viticole selezionate) rende la stessa insicura, non tutelabile e, come in passato avvenuto, a rischio di incendi. Per effetto di tale decisione - spiega il comunicato - i quattro operai assunti saranno licenziati e cesserà la produzione del vino che ha ricevuto premi e favori di critica. Il tutto sotto l’assoluta indifferenza delle autorità comunali».

«La Provincia non ha mai dimenticato la strada Aria di Lupi-Lago» COSENZA - «L’Amministrazione Provinciale di Cosenza non ha mai dimenticato e mai dimenticherà la strada "Aria di Lupi-Lago». E’ questa la risposta giunta da un incontro svoltosi ieri presso l’assessorato provinciale alla Viabilità della Provincia di Cosenza a cui hanno preso parte l’Assessore provinciale al ramo Arturo Riccetti, il neo eletto Consigliere Provinciale Elio Filice e i tecnici responsabili della viabilità provinciale, geometri Giancarlo Santoro e Guerino Cordiale, nel corso del quale è stato discusso e messo a punto un piano di interventi sulla Strada Provinciale "Aria di Lupi-Lago". Dopo aver fatto presente che sin dal mese di maggio è stato predisposto anche per questa arteria un piano per il taglio dell’erba che è stato eseguito dapprima sulle strade a basse quote e successivamente sulle strade di montagna, i tecnici della Provincia hanno dato ampia assicurazione al Consigliere Filice che anche la Strada Provinciale "Aria di Lupi-Lago" è stata inserita in questo piano nel mese di luglio e che i lavori inizieranno nella prossima settimana. Riccetti ha confermato, inoltre, l’impegno dell’Amministrazione Provinciale per tutto il territorio di Lago ed ha fatto presente che sono in corso i lavori di ammodernamento della Sp Lago -Amantea e di altre strade di competenza provinciale. L’assessore provinciale alla viabilità, infine, si è soffermato sulle difficoltà nate nei mesi scorsi a seguito delle calamità naturali registratesi in Calabria nel mese di ottobre 2008 e nel mese di dicembre 2010. «In questi due anni - ha detto, rammaricato, l’assessore Riccetti - il Consiglio dei Ministri ha dichiarato per ben quattro volte lo stato di calamità naturale, ma ad oggi nemmeno un Euro è stato erogato alla Provincia di Cosenza, nonostante che, l’Amministrazione Provinciale abbia subito danni per 390 milioni di euro alle Infrastrutture Viarie e un taglio di fondi di oltre 12 milioni di euro". "Purtroppo -ha proseguito Riccetti- questo Governo guarda solo al nord e mai al Mezzogiorno e alla Calabria. Non solo ha sottratto al Sud 31 milioni di euro di Fondi Fas, ma mentre per Veneto ha trovato i fondi necessari per le infrastrutture danneggiate, per la Calabria non sono state pagati neanche gli interventi di somma urgenza effettuate dai Comuni e dalle Province. Mi auguro -ha concluso l’assessore provinciale alla viabilità-. che i parlamentari calabresi e il Governo Regionale insieme a Comuni e Province facciano sentire la propria voce». Anna Bolle

Carmela Mirarchi


20

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CRONACHE CROTONE - «Accogliamo con grande soddisfazione l’accordo stipulato nella giornata di ieri tra i produttori agricoli rappresentati dall’Associazione Tipicamente Crotonese ed i commercianti per il tramite di Confcommercio» si legge in una nota della Camera di Commercio. «L’incontro tra gli agricoltori ed i commercianti del nostro territorio non potrà che portare benefici per tutti, in primo luogo per i consumatori che potranno godere di prodotti locali di qualità a minor prezzo, per i produttori che assisteranno ad un

«Accordo tra commercianti e agricoltori, benefici per tutti» incremento della domanda dei loro prodotti, nonché per i distributori che, grazie alla filiera corta, vedranno abbattuti costi di trasporto - continua -. La proposta di prodotti a chilometri zero rappresenta una scelta etica e rispettosa dell’ambiente che sarà certamente accolta con successo

dai consumatori, sempre più attenti alla qualità, alla genuinità ed alla provenienza dei cibi che arrivano sulle tavole ma anche alla sostenibilità delle produzioni.Le produzioni agroalimentari crotonesi sono gustose e sane ed hanno tutte le carte in regola per arrivare sulle tavole dei consumatori

per il tramite dei commercianti locali o dei ristoratori di fiducia. Lo attestano - aggiunge il Presidente Salerno - anche i numerosi riconoscimenti vinti dai produttori locali, non ultimo quello ottenuto dalle cantine Senatore per il rosatoPuntalice.Inoltre,l’utilizzo di prodotti tipici presso le struttu-

re ristorative darà la possibilità di intercettare i turisti estendendo il potenziale mercato di sbocco oltre la regione o, anche, il confine nazionale. Siamo certi che l’accordo siglato ieri rappresenta solo l’avvio di una proficua e duratura sinergia tra commercianti ed agricoltori che sarà capace di valorizzare ulteriormente le produzioni locali di eccellenza e di soddisfare le preferenze dei consumatori». rc

Sequestrato un motoveliero e arrestate due persone di nazionalità Ucraina

Non si fermano gli sbarchi, arrivano altri 23 immigrati CROTONE -In attuazione di un articolato dispositivo aeronavale predisposto dal Comando Regionale Calabria della Guardia di Finanza, impegnato con le proprie unità nell’attività congiunta di pattugliamento europeo del marIonioSettentrionaledenominata "Aeneas 2011", volta al contrasto dell’immigrazione clandestina via mare, sotto l’egida dell’Agenzia Europea per la gestione della cooperazione operativa alle Frontiere Esterne degli Stati membri dell’Unione (Frontex), martedì, alle ore 23 circa, nelle acque antistanti la località di Capo Rizzutoè stato individuato un motoveliero battente bandiera Austriaca, denominato "Tara", di colore bianco, con un tender di mt. 3 circa, carico di migranti. L’imbarcazione a vela di circa 15 metri, intercettata dalla vedetta "V. 2040" del Reparto Operativo Aeronavale della G. di F. di Vibo Valentia in servizio di contrasto all’immigrazione clandestina, è stata segnalata da un aereo della Guardia Costiera Finlandese, cooperante nella medesima operazione. Affiancata l’imbarcazione in tutta sicurezza, gli uomini delle Fiamme Gialle provvedevano, dopo essersi assicurati delle

buone condizioni di salute dei migranti, ad assumerne il controllo dirigendosi verso il porto di Crotone, ove giungevano alle ore 6 circa di ieri. Giunti in porto, dopo avere fatto sbarcare gli migranti, gli stessi, per un totale di 23 clandestini (21 di nazionalità Afghana, 01 Pakistana e 01 Irachena), venivano sottoposti alle prime cure da parte del personale sanitario giunto sul posto e all’identificazione da parte del personale della Sezione Operativa Navale della G. di F. e della Polizia di Stato di Crotone; successivamente venivano trasferiti presso il Centro di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto. A seguito di indagini esperite, grazie ad una perfetta

azione sinergica condotta dalle prefate Forze di Polizia, si riusciva a concludere le operazioni investigative che portavano, all’arresto per il reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina di due membri dell’equipaggio che venivano messi a disposizione della locale Autorità Giudiziaria, alla denuncia a piede libero di 23 migranti per il reato di clandestinità ed al sequestro dell’imbarcazione. I clandestini, quasi tutti di nazionalità afghana e un pachistano e un iracheno, sono in buona salute.

Campo estivo per i bambini ospiti del Cara del Sant’Anna di Isola ISOLA CAPO RIZZUTO - Continuano i campi estivi organizzati dalla Parrocchia Maria Assunta o ad Nives e dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto. Questa volta, nella settimana che va dall’11 al 15 luglio, tocca al gruppo dei bambini ospiti del Cara (Centro Accoglienza Richiedenti Asilo) di Sant’Anna. Si tratta di 13 bambini, dai 5 ai 12 anni, di varie nazioni: Eritrea, Congo, Costa D’Avorio, Siria e Somalia. E’ la prima volta che si sperimenta un progetto del genere anche in considerazione del consistente numero di famiglie presenti all’interno del Centro. Il Campo estivo è voluto fortemente dal Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco e dalla Direttrice del Cara Liberata Parisi che hanno dirottato, con la totale disponibilità dell’equipe psico-sociale della ludoteca del Centro, gli operatori Aurelio Petrocca, Santina Rocca, Veronica Lombardo, Virginia Iembo e Graziella Varano con il supporto, inoltre, di due bagnini Amedeo e Giovanni Ponissa. Tutto rientra nel più vasto progetto di integrazione sul territorio degli ospiti del Cara, permettendo così agli stessi bambini di condividere la gioia dello stare insieme coi propri coetanei. Il programma prevede l’arrivo dei bambini, che vengono accompagnati col pullmino della Misericordia, presso la struttura della Chiesa S. Caterina alle 9. Qui, accolti da Suor Marcellina, che ogni giorno apre le porte dando il benvenuto, vengono preparati per scendere a mare dove poi sguazzare nelle splendide acquee di Cannella. La risalite avviene verso le 12.30. Nel pomeriggio gli operatori organizzano ogni volta qualche attività ricreativa diversa tra balli di gruppo, lavorazione della pasta sale, la pittura, la ceramica e giochi di gruppo. La giornata si conclude alle 16. Anna Bolle

Carmela Mirarchi

Vallone con una delegazione della Confartigianato visita il Mercato di piazza Pitagora CROTONE - Martedì su iniziativa del consigliere comunale Osvaldo Scarriglia, che in questi ultimi mesi sta condividendo con la Confartigianato le tante problematiche che vivono le piccole aziende del commercio e dell’artigianato, c’è stato un primo sopralluogo al mercato di piazza pitagora insieme al sindaco della città Peppino Vallone per cercare di rispondere concretamente alla grave crisi che vivono gli operatori economici di questo spaccato cittadino. «Vallone - si legge in una nota - accompagnato dal nostro segretario generale, Salvatore Lucà e dal delegato Pietro Ragno, ha voluto rendersi conto di persona della situazione difficile che vivono i commer-

cianti di piazza pitagora. Un segnale di attenzione importante del Primo Cittadino che i commercianti hanno apprezzato molto in quanto è evidente che Peppino Vallone, nei prossimi mesi dopo avere incontrato tutte le realtà imprenditoriali, vuole tenere fede agli impegni presi in campagna elettorale cercando di dare risposte positive alle tante problematiche degli operatori economici che alle esigenze della popolazione tutta. I commercianti hanno ringraziato il Sindaco per la visita che poi si è rivelata una rivisitazione completa delle criticità del posto in quanto tutti hanno colto l’occasione insieme al segretario Lucà di esplicitare chiaramente le tante difficoltà che in questi ultimi anni stanno

vivendo, snocciolando un vero e proprio elenco delle tante situazioni che vanno risolte, qualcuna entro brevissimo altre nel prossimo futuro. In sintesi, però quello che abbiamo recepito è la grande volontà, malgrado la crisi, degli operatori a stringere i denti e continuare nelle loro attività, da parte del Sindaco una grande disponibilità ad accompagnarli con atti concreti per superare questo periodo abbastanza difficile. Dalla chiusura serale della location, ad un rivisitazione strutturale del posto, al problema parcheggio sono le situazioni negative più reclamate che il Sindaco ha potuto toccare con mano e che si è impegnato a risolvere entro tempi brevissimi. Confartigianato vuole ringraziare pubbli-

camente il cons Scarriglia che sta seguendo la nostra attività si può dire giornalmente ma principalmente il Sindaco Vallone che si è impegnato, cosi come ha fatto in campagna elettorale, a continuare in quel percorso di confronto e collaborazione con tutte le realtà imprenditoriali cittadine. Noi - coclude la nota - d’altra parte auspichiamo che da questo confronto quasi giornaliero e dalle sinergie Associazione - Comune nascano quelle iniziative che possano finalmente far decollare questo mondo di micro imprese che nella pratica rappresenta il nerbo portante di tutta la nostra economia». Anna Bolle


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 21

CRONACHE VIBO VALENTIA - «Il Rotary ha deciso di ritagliarsi un proprio ruolo sul territorio e non manca occasione per rivendicare una propria presenza sostanziale sul piano dell’impegno delle professioni, della cultura e dell’imprenditoria». E’ quanto ribadito in sede di passaggio delle consegne tra il presidente uscente Michelangelo Miceli ed il neo presidente Giuseppe Fuscaldo. Nella sua esposizione riassuntiva Michelangelo Miceli ha evidenziato l’attività posta in essere dal club che si è sviluppata sul piano della più

Rotary, Fuscaldo è il nuovo Presidente e subentra a Michelangelo Miceli stretta collaborazione con istituzioni, enti ed associazioni. L’ultimo anello della gestione di Miceli è stata la nomina di Rodolfo Inderst, coordinatore degli eventi del Distretto 2100 del Rotary International, presentato dal presidente dei past governor d’Italia Vito Rosano, a socio onorario del Rotary Club di Vibo Valentia. Il

passaggio del collare da Michelangelo Miceli a Giuseppe Fuscaldo è un segnale di continuità nell’opera svolta dai giovani che rappresentano il futuro anche nel percorso rotariano ed è avvenuto alla presenza di altre autorità rotariane come l’assistente del governatore Franco Petrolo, il formatore distrettuale Giuseppe

Sarlo, i codelegati distrettuali per lo scambio giovani e le problematiche dell’acqua Sonia Lampasi e Mario Prestia, i presidenti dei club di Tropea e Nicotera, Enzo Loiacono e Franco Brosio, della presidente dell’Inner Wheel Vittoria Rosano. Giuseppe Fuscaldo è un valente rotariano. La sua brillante carriera inizia nell’Inte-

ract per poi essere coronata da successo nel Rotaract quando viene chiamato alla guida del Distretto. «Quest’anno . ha detto, tra l’altro, il Presidente Giuseppe Fuscaldo - per i progetti di servizio distrettuale sono state individuate quattro tematiche fondamentali: il disagio giovanile, la sanità, la legalità e le problematiche della terza età».

rc

TROPEA FILM FESTIVAL Ha vinto la scorsa edizione con il corto Uerra

Il regista e attore Paolo Sassanelli sarà il presidente della giuria TROPEA - Come da regolamento, redattodaldirettoreartisticoBruno Cimino, a guidare la giuria della prossima edizione del Tropea Film Festival sarà il regista e attore Paolo Sassanelli, vincitore nella scorsa edizione con il cortometraggio Uerra. Bruna Fiorentino Il regolamento del Tropea Film Festival recita che viene nominato Presidente della Giuria il vincitore per la migliore regia della precedente edizione. E Paolo Sassanelli è il vincitore del Premio per la Migliore Regia Tropea Film Festival 2010 con il bellissimo cortometraggio Uerra. Una formula originale quella del Tropea Film Festival, forse unica nel suo genere, che sino all’ultimo giorno non conosce i nomi dei vincitori che vengono decretati, dopo lo spoglio dei voti di tutte le schede, la mattina del 23 agosto. Quindi, non solo niente di precostituito, ma è soprattutto un modo che scongiura assolutamente qualunque manovra. Attore, regista e musicista, Sassanelli dunque guiderà la meticolosa giuria della prossima edizione di questo festival che vedrà in gara cinque lungometraggi e ventiquattro cortometraggi. Il neo presidente di giuria sarà

coadiuvato nel suo lavoro da un vice presidente, anche lui attore già presente a Tropea, Pietro Romano, e dall’indispensabile garanteProfessorPinoMazzitelli. I membri della giuria saranno, in tutto, diciotto. Nelle precedenti edizioni il ruolo di Presidente era stato ricoperto da Carlo Freccero, DomenicoFortunatoeCinziaBomoll. Ci sembra utile ricordare, anche se brevemente, lo spessore artistico di Sassanelli.Gli ultimi suoi film, come attore sono stati La strategia degli affetti per la regia

Il neopresidente di giuria sarà coadiuvato nel suo lavoro dal vice presidente Pietro Romano, e da Pino Mazzitelli di Dodo Fiori; Figli delle stelle di Lucio Pellegrini; Questo mondo è per te di Francesco Falaschi; Senza arte né parte di Giovanni Albanese. Ma vanno ricordati anche Rosso come il cielo di Cristiano Bortone; La vita che vorrei di Giuseppe Piccioni; Giorni e Nuvole di Silvio Soldini; Matrimoni di Cristina Comencini; Giulia non esce la sera di Giuseppe Piccioni; senza dimenticare le tante commedie per la TV, l’intensa attività teatrale e la passione per la musica. Paolo Sassanelli è nato in Puglia, vive a Roma nel caratteristico quartiere di Testaccio e da giovane trascorreva spesso le sue vacanze a Tropea. Carmela Mirarchi

Spese, presidente De Nisi replica a Bevilacqua VIBO VALENTIA - In merito all’intervento, apparso in data odierna sulla stampa locale, del senatore Franco Bevilacqua circa i costi della Provincia, il presidente Francesco De Nisi ribadisce ancora una volta che l’amministrazione ha da tempo avviato una politica volta al contenimento delle spese. «Abbiamo già avuto modo, e ripetutamente, di chiarire pubblicamente qual è la situazione dell’Ente a questo riguardo. Poiché evidentemente il senatore Bevilacqua, impegnato costantemente a Roma in favore del nostro territorio, non ha avuto modo di apprendere quelle nostre dichiarazioni, volentieri gliele ribadiamo al fine di consentire al massimo rappresentante istituzionale del Vibonese di avere, una volta per tutte, una visione chiara di come stiano effettivamente le cose.All’indomani del nostro insediamento, nell’aprile 2008, abbiamo dovuto constatare che, per via di scelte effettuate dalle precedenti amministrazioni, il rapporto tra il costo del personale e la popolazione residente era fortemente sbilanciato. Una delle nostre priorità è stata pertanto quella di risanare la situazione abbassando tale rapporto e liberando così risorse da utilizzare per investimenti a favore del territorio. Il risanamento - ha concluso - si è sostanziato, tra l’altro, con la mancata sostituzione del personale che in questi tre anni è andato in pensione e con la cessazione del rapporto, imposta dalle vigenti normative, con circa 220 lavoratori precari. I dipendenti a tempo indeterminato dell’Ente sono già passati, dunque, da 481 unità del 2008 a 409 del 2011». Carmela Mirarchi

Bimbo disabile picchiato, una maestra al gip: volevamo aiutarlo VIBO VALENTIA - Si è detta estranea alle accuse una delle maestre dell’asilo di Mileto arrestate nei giorni scorsi per maltrattamenti nei confronti di un bambino disabile. La maestra, Maria Teresa Spina, è stata sentita nel pomeriggio di ieri dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Vibo Valentia, Lucia Monaco, che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare. Nel corso dell’interrogatorio la maestra ha riferito al giudice di non aver mai messo in atto azioni lesive nei confronti del bimbo e che ogni attività svolta era finalizzata ad aiutare il minore. Nel corso dell’interrogatorio la maestra ha anche riferito di svolgere la sua attività da 28 anni e di non aver mai avuto richiami per maltrattamenti nei confronti dei bambini a lei affidati. Il legale della maestra, al termine dell’interrogatorio, ha chiesto la scarcerazione della sua assistita. Sull’istanza il Gip si è riservato di decidere.

Anna Bolle

Lavoratori in mobilità, la Provincia avvia la concertazione per i percorsi formativi VIBO VALENTIA - Oggi alle ore 11, nella sala consiliare dell’Amministrazione provinciale, l’assessore al Mercato del lavoro, Michele Mirabello, avvierà la concertazione sulle politiche attive previste dal piano provinciale per i percettori di ammortizzatori sociali in deroga. All’incontro sono stati invitati i sindaci vibonesi, le organizzazioni sindacali e le rappresentanze datoriali, con il fine di rendere pianamente operativo il progetto che riguarda circa 600 lavoratori vibonesi, la maggioranza dei quali in cassa integrazione straordinaria e gli altri in mobilità. Recentemente, infatti, la Regione ha approvato il piano deliberato dalla giunta De Nisi, che prevede la possibilità per i lavoratori in questione di effettuare 12 mesi di tirocinio (integrato da 20 ore di formazione) nelle aziende e negli enti che si dichiareranno disponibili ad accoglierli, con il duplice obiettivo di assicurare la continuazione del sostegno al reddito e un percorso formativo sul campo per acquisire nuove competenze professionali o consolidare quelle già detenute. «Fondamentale, in questa fase, incrociare le competenze dei lavoratori che fruiscono di ammortizzatori sociali in deroga con le reali esigenze delle aziende e degli Enti locali» spiega Mirabello. cm


22

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CRONACHE REGGIO CALABRIA - Gli agenti della squadra volante della Questura hanno sventato un furto all’interno della filiale del Banco di Napoli di via Baarlam da Seminara a Reggio Calabria. Gli agenti hanno tratto in arresto il responsabile, un cittadino rumeno di 31 anni. L’arrestato è un rumeno già noto alle forze dell’ordine, Florim Catalin Rusu Rosu, 31 anni, rumeno, senza fissa dimora. Era stato un cittadino a segnalare dei rumori provenienti dalla sede dell’Istituto bancario. Giunti sul posto, gli operatori hanno consta-

Polizia sventa una rapina al Banco di Napoli, arrestato rumeno 31enne tato che il vetro blindato di una delle porte d’ingresso laterale della banca era in frantumi, notando un cestino - posacenere in metallo, verosimilmente utilizzato dai malviventi per sfondare il cristallo. Gli agenti entrati all’interno della Banca hanno proceduto ad un’accurata ispezione. Per nulla intimorito, il malvivente ha tenta-

to una disperata reazione avventadosi, armato di una spranga, sugli agenti che sono riusciti, dopo una violenta colluttazione, ad avere la meglio disarmandolo ed immobilizzandolo. Gli agenti hanno riportato leggere contusioni, e anche il malvivente è stasto costretto a far ricorso alle cure mediche. L’uomo è stato arrestato per il reato di tentato furto aggravato, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. rc

Al circolo R. Polimeni il terzo appuntamento con il direttore de L’Europeo

A Tabularasa il Viaggio della memoria con Protti REGGIO CALABRIA - Lo scenario muta ma il calore della platea del circolo "R. Polimeni" non è dissimile da quello già visto per le prime due serate del contest di Strill.it "Tabularasa - Lo Scandalo".Ilterzoappuntamento della rassegna ha avuto come protagonista il direttore de L’Europeo Daniele Protti, il quale ha tirato indietro le lancette del tempo storico facendo rivivere a Reggio Calabria i momenti apicali degli anni Settanta italiani attraverso un racconto per immagini. «Questo - ha affermato Protti - è un viaggio nella memoria. Utilizzo immagini in quanto, spesso, esse esprimono più delle parole. Ricordare che cosa abbiamo alle spalle serve per capire come alcuni problemi attuali siano ferite aperte da tempo. Tale viaggio - ha proseguito - parte dal decennio più vivace del dopoguerra: gli anni ’60, il decennio del consolidamento di un’Italia ricostruita. Un’età di ripresa e di speranza per il nostro Paese». Le immagini vedono i Beatles in scena a Milano il 24 giugno 1965, donne manifestanti nel ’62 a favore del divorzio, Don Milani e la sua scuola di Barbiana, tre studenti del Liceo Parini a Milano incrimi-

nati nel ’66 per offesa alla morale a causa della redazione di un giornale ( La zanzara) contenente un’inchiestasull’amore,unMario Capanna giovane dimostrante nell’occupazione dell’Università Cattolica di Milano nel novembre ’67. Icone di un decennio di riscossa, contenitore di un dinamismo sociale estremo. Ma, poi, tutto cambia. «Un evento di fine anni Sessanta mette il mare sociale in agitazione. La strage di Piazza Fontana a Milano - ha sostenuto Protti - scompiglia, coi suoi 17 morti e 84 feriti, il panorama sociale e politico italiano. Inizia una strategia di bombe ed attentati». Le immagini scorrono: moti di Reggio, la morte a Segrate ell’editorialista e membro dei Gap Giangiacomo Feltrinelli, l’arresto

del capo storico delle Br Renato Curcio nel ’74, la strage di piazza della Loggia a Brescia con nove vittime, l’assassinio del magistrato Vittorio Occorsio. E ancora: la bomba sul treno Italicus, la strage di Peteano del 31 maggio ’72, la bomba, che causò quattro morti il 7 maggio ’73, innescata dal presunto anarchico Bertoli, poi legato, invece, ai servizi segreti. Un insieme variegato di atti di violenza, mostrato da Protti, che dimostra come gli anni Settanta fossero davvero nati per il fracasso. Sono gli anni dello stragismo nero e rosso, la crisi petrolifera del ’73 ha spezzato l’entusiasmo economico mondiale. E’ il decennio in cui si verifica il capostipite dei misteri della Repubblica italiana: il 1978 si apre col sequestro Moro. «Gli anni ’70 - ha sintetizzato - ci hanno tramandato un peso molto gravoso: la militarizzazione mentale». Insieme a questo, secondo Protti, anche il sistema televisivo, dalla fine di quel decennio, ha contribuito, fino ad oggi, all’irrigidimento razionale abdicando alla sua funzione paideutica.

Omicidio Gioia, ricercato presunto autore PALMI - La Procura della Repubblica di Palmi ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di un giovane di Gioia Tauro per l’omicidio di Vincenzo Priolo il giovane di 29 anni ucciso venerdì in un agguato nella città della Piana. Il destinatario del provvedimento, del quale non è stato reso noto il nome, si è reso irreperibile nell’immediatezza dell’omicidio ed è attivamente ricercato. Sull’omicidio di Priolo indaga la polizia. Priolo è stato ucciso mentre saliva sulla sua automobile, parcheggiata sotto casa. Contro il giovane sono stati sparati alcuni colpi di pistola. Il giovane è stato portato nell’ospedale di Polistena (Reggio Calabria) ma è morto poco dopo il ricovero.

Carmela Mirarchi

Spiagge occupate abusivamente liberate dalla Guardia costiera REGGIO CALABRIA - I militari della Compagnia Carabinieri e quelli della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, nell’ambito di un servizio di tutela del territorio finalizzato al contrasto dell’abusivismo su suolo demaniale, in località Sorgente del Comune di Reggio Calabria, su un tratto di litorale a sud del torrente S. Agata, hanno posto sotto sequestro penale due tratti di spiaggia per un totale di circa 1.100 mq, utilizzati senza alcun titolo concessorio da privati a scopo commerciale. Nel primo caso è stato accertato che L.C. aveva occupato arbitrariamente un suolo demaniale marittimo per complessivi 515 mq. Inoltre in una piccola superficie è stata accertata la realizzazione di un pozzo rudimentale da dove, mediante un gruppo elettrogeno e pompa sommersa, veniva prelevata dell’acqua da destinare a servizio docce. I militari hanno anche constatato la presenza di alcuni cartelli affissi sulle strutture riportanti i prezzi per l’utilizzo del campo da beach volley e per l’uso delle docce, circostanza che di fatto conferma che le strutture erano utilizzate per trarne profitto economico, awnza alcun titolo autorizzativo. L’occupatore è stato deferito a piede libero alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria , e le strutture sono state poste sottosequestro. Nel secondo caso, è stato accertato che due persone, F.A.L e M.A.S., in concorso tra loro, avevano occupato 510 mq di suolo demaniale marittimo circa realizzando una struttura adibita a vera e propria struttura balneare, con tanto di tariffario per l’utilizzo delle attrezzature, con vendita di bevande ed alimenti al chiosco. I due abusivi sono stati deferiti a piede libero alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Ai due sono state altresì contestate violazioni amministrative in materia di vendita bevande e alimenti senza licenza commerciale. Anna Bolle

Carmela Mirarchi

Caridi: attenzione per la Locride LOCRI - «Un progetto che è stato preventivamente sottoposto al vaglio dei sindaci del territorio e con gli stessi concertato al fine di avviare azioni orientate a sostenere ed incentivare lo sviluppo di un comprensorio che patisce forti elementi di criticità». E’ quanto si afferma in una nota dell’Assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi nella quale si spiegano «le motivazioni che fanno da presupposto alla delibera approvata dalla Giunta regionale, con la quale il territorio della locride viene prescelto per la sperimentazione di un modello di rete, nel cui ambito sarà possibile attivare un’azione che prevede il rilancio e la valorizzazione dell’artigianato di qualità». «Una scelta che discende dall’analisi setto-

riale del tessuto produttivo regionale - prosegue la nota - dalla quale si evince che l’area della locride evidenzia una forte concentrazione di imprese artigiane tanto da suggerire la sperimentazione su questo territorio del modello di rete indicato, per poi replicarlo sulle altre aree attraverso le risorse della Linea di Intervento 7.1.3.2 Contratti d’investimento per la creazione o il potenziamento di microfiliere produttive locali all’interno dei Pisl. «L’area della locride - ha spiegato Caridi - soffre sicuramente di una certa marginalità economica e sociale. Sono queste le ragioni che hanno indotto il governo regionale, a prestare particolare attenzione a questa area».


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 23

SPORT Si resta in attesa della risposta del Tnas sulla competenza del dibattimento al ricorso presentato dalla società giallorossa

CATANZARO - Occhi puntati sul giudizio del Consiglio federale del 18 luglio di Mario Luciano CATANZARO - Dopo la presentazione dei due ricorsi, uno avverso alla Figc e uno al Tnas del Coni contro il parere avverso di Giancarlo Abete all’iscrizione del Catanzaro Calcio 2011 nel campionato di 2° Divisione, la giornata di ieri non ha registrato nulla di particolare. Si è in attesa in particolare della decisione del Tnas sulla competenza del giudizio ma gli occhi sono tutti puntati sul provvedimento che il Consiglio Federale del 18 luglio fra "scudetto degli onesti" calcio scommesse e diritti televisivi, emetterà sul "caso Catanzaro". Un Consiglio Federale composto dai vari organi del calcio, quali: il Presidente Giancarlo Abete, Presidente Figc, i suoi vice Carlo Tavecchio, Mario Macalli e Demetrio Albertini; i membri della Lega Professionisti Serie A con il presidente Maurizio Beretta, Claudio Lotito e Massimo Cellino; Andrea Aboldi per la Lega di Serie B, Mario Macalli (Presidente), Gabriele Gravina, Vittorio Mormando, Archimede Pitrolo per la Lega Pro; Carlo Tavecchio (Presidente) Alberto Mambelli (Vice Presidente Vicario) Fabrizio Tonelli (Presidente Divisione Calcio a Cinque) Luigi Repace, Salvatore Gagliano, Alberto De Colle per la Lega Nazionale Dilettanti; Marcello Nicchi per l’Associazione Italiana Arbitri; Damiano Tommasi, Ottorino Giugni, Demetrio Albertini, Leonardo Grosso, Gianfranco Serioli, Umberto Calcagno per l’Associazione Italiana Calciatori; Renzo Ulivieri, Bruno Bolchi e Dante Cudicio per l’Associazione Italiana Allenatori; Roberto Baggio per il settore tec-

SERIE A - Il Villareal si è deciso ad abbassare il prezzo per Rossi

nico Gianni Rivera per il Settore Giovanile Scolastico. Scaduto il 12 luglio il termine per la presentazione dei ricorsi, si è appreso che in Prima Divisione

Scaduto il termine per la presentazione dei ricorsi si è appreso che in Prima Divisione non sono iscritte Gela, Lucchese e Salernitana

non sono iscritte Gela, Lucchese, e Salernitana che non hanno presentato ricorso mentre sono in attesa di giudizio Atletico Roma, Carpi, Como, Foligno e Ravenna. In Seconda Divisione Canavese, Crociati Parma, Rodengo Saiano non avevano neanche presentato domanda e invece Cosenza, Brindisi, Cosenza, Matera e Sanremese non hanno predisposto alcun ricorso. La decisione finale sarà presa il 18 luglio dal Consiglio Federale e il format prevede almeno 76 squadre suddivise in due gironi per la Prima Divisione e due per la Seconda Divisione.

ROMA - Nelle frenetiche e convulse giornate di calciomercato, aspettare troppo può risultare fatale, ma può portare anche indubbi vantaggi: se il giocatore non "scappa", il costo del suo cartellino è destinato a scendere. "Marca" ha fatto sapere che il Villareal si è deciso ad abbassare il prezzo per Giuseppe Rossi: se qualche club lo vuole, non dovrà più pagare 35 milioni, ma La tattica attendista "solo" 30. Buone notizie per architettata da Marotta la Juve, non c’è che dire. Evidentemente la tattica attendi- e Paratici sta portando sta architettata da Marotta e evidentemente Paratici sta portando i primi frutti in casa bianconera. Si i primi frutti ricorderà che l’anno scorso accadde qualcosa di simile, in casa bianconera quando i vertici della Vecchia Signora attesero sino all’ultimo prima di acquistare Milos Krasic, costringendo così il Cska ad abbassare le pretese e vendere infine il giocatore ad un prezzo più ragionevole di quello fissato in un primo momento. In queste prime settimane di mercato il Kun Aguero sembrava il vero obiettivo di mercato per l’attacco della Juve, ma l’Atletico Madrid ha sparato alto (il costo dei 45 milioni della clausola rescissoria) e poi si sono messi di mezzo altri club (Real Madrid e il solito Manchester City); così la Juve ha preferito mollare la presa evitando giochi al rialzo: nessuna asta, i campioni vanno pagati, ma al giusto prezzo - è la linea che a Torino si cerca di seguire con coerenza. Anche il cartellino di Giuseppe Rossi è giudicato troppo caro, eppure Pepito costa molto meno del Kun.


24

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE Europa League - 2° turno preliminare

Ancora tanti gli «Over» in vista Giovedì le gare di andata del secondo turno preliminare di Europa League tra le 40 partite segno «2». Il segno «2» ci piace I nostri consigli di gioco Il calendario del secondo turno prelimi- in maniera particolare in TiraT uffiamoci nare di Europa League che non sfuggiranno (la maggior parte) ai «Goal» e agli «Over». Ovviamente le gare in questione sono di una spanna superiori a quelle piuttosto deficitarie (dal punto di vista dell’interesse) del primo turno. Abbiamo diverse partite che non saranno certo dei bigmatch ma che possono rivestire una certa importanza. Ad esempio Orebro-Sarajevo oppure Rudar-Austria Vienna o KR Reykjavik-Zilina. In tutti questi casi il «Goal» è molto probabile e nel caso della partita tra Rudar e Austria Vienna vediamo in bella mostra anche il

na-Spartak Trnava, Fh Hafnarfjordur-Nacional, VaduzVojvodina, CrudadersFulham, Paksi-Trømso, Famagosta, Sant Julia-Bnei Tel Aviv e Floriana La Valletta-Aek Atene. Sul velluto (pensiamo) i segni casalinghi per Olimpja Lubjana-Bohemian, Orebro-Sarajevo, Minsk-Gazientepspor. Sempre per la tipologia 1X2 si può giocare anche una quaterna di probabili segni «X» piuttosto remunerativi: ValerengaMika, Llanelli-Dinamo Tblisi e Metalurg Skopje-Lokomotiv Sofia.

L’americano Clint Dempsey, centrocampista offensivo del Fulham

SVEZIA Angelholms - Ljungskile Atvidaberg - Brommapojk. Falkenberg - Landskrona Varnamo - Assyriska Hammarby - Osters Qviding - Vasteras Brage - Jonkopings S. Sundsvall - Degerfors

1-1 2-1 5-1 3-2 2-1 0-1 1-1 3-0

Classifica

PT

G

ANGELHOLMS DEGERFORS ATVIDABERG ASSYRISKA BROMMAPOJKARNA HAMMARBY OSTERS FALKENBERG BRAGE SUNDSVALL LJUNGSKILE JONKOPINGS S. LANDSKRONA VARNAMO VASTERAS QVIDING

26 26 25 25 24 24 23 22 22 20 20 18 17 15 12 9

15 15 15 15 15 15 15 14 15 14 15 15 15 15 15 15

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League con la vincente della Coppa di Svezia. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

La finale dell’edizione del 2012 dell’Europa League si giocherà nello Stadio Nazionale di Bucarest mercoledì 9 maggio.

■ 2° turno preliminare 1 Met. Rustavi (GEO) - Irtysh Pav. (KAZ) 2 Suduva (LIT) - Elfsborg (SVE) 3 Metalurg Skopje (MAC) - Lok. Sofia (BUL) 4 UE Sant Julia (AND) - Bnei Yehuda (ISR) 5 Zeljeznicar (BOS) - Sheriff (MOL) 6 KuPS Kuopio (FIN) - Gaz Metan (ROM) 7 Minsk (BIE) - Gaziantepspor (TUR) 8 Iskra-Stal (MOL) - Varazdin (CRO) 9 Tauras (LIT) - ADO Den Haag (OLA) 10 Glentoran (IRN) - Vorskla Poltava (UCR) 11 Juvenese-Dogana (SMR) - Rabotnicki (MAC) 12 Orebro SK (SVE) - Sarajevo (BOS) 13 Crusaders (IRN) - Fulham (ING) 14 Llanelli (GAL) - Dinamo Tbilisi (GEO) 15 Floriana (MAL) - AEK Larnaca (CIP) 16 Shakhtyor Soligorsk (BIE) - Ventspils (LET) 17 Flamurtari (ALB) - Jablonec (CEC) 18 KR Reykjavík (ISL) - Zilina (SVC) 19 Mika (ARM) - Valerenga (NOR) 20 Olimpija Ljubljana (SVN) - Bohemian (EIR) 21 Domzale (SVN) - RNK Spalato (CRO) 22 Differdange (LUS) - Levadia Tallinn (EST) 23 Tirana (ALB) - Spartak Trnava (SVC) 24 Ferencváros (UNG) - Aalesunds (NOR) 25 Liepajas Metalurgs (LET) - Salisburgo (AUT) 26 Rad (SER) - Olympiacos Volou (GRE) 27 The New Saints FC (GAL) - Midtjylland (DAN) 28 Kecskeméti (UNG) - Aktobe (KAZ) 29 Häcken (SVE) - Honka (FIN) 30 Anorthosis Famagosta (CIP) - Gagra (GEO) 31 Vaduz (LIE) - Vojvodina (SER) 32 Rudar Pljevlja (MNE) - Austria Vienna (AUT) 33 Slask Wroclaw (POL) - Dundee United (SCO) 34 S. Karagandy (KAZ) - Saint Patrick's (EIR) 35 EB Streymur (FAR) - Qarabag (AZE) 36 FH Hafnarfjordur (ISL) - Nacional (POR) 37 Paks (UNG) - Tromsø (NOR) 38 TPS Turku (FIN) - Westerlo (BEL) 39 Maccabi Tel-Aviv (ISR) - X. Lankaran (AZE) 40 Vllaznia (ALB) - Thun (SVI)

25 VARNAMO

ASSYRISKA

Superettan IL TURNO PRECEDENTE

Campione uscente: PORTO (POR)

IL TURNO SUCCESSIVO Assyriska - Varnamo 16-07 Degerfors - Sundsvall “ “ Jonkopings S. - Brage “ “ Ljungskile - Angelholms “ “ Vasteras - Qviding “ “ Brommapojk. - Atvidaberg 18-07 Landskrona - Falkenberg “ “ Osters - Hammarby “ “

PARTITE V N 7 8 8 8 7 7 6 7 6 5 5 5 4 3 3 1

5 2 1 1 3 3 5 1 4 5 5 3 5 6 3 6

P 3 5 6 6 5 5 4 6 5 4 5 7 6 6 9 8

RETI F S 22 25 29 19 22 21 22 22 18 21 19 20 19 18 13 8

18 22 16 19 13 18 14 18 22 14 19 24 24 25 28 24

Il pronostico di TS Jonkopings-Brage X2/Under Osters-Hammarby X2 Assyriska-Varnamo 1 Ljungskile-Angelholms «Goal»

Le possibili sorprese Vasteras-Qviding X/Somma gol Pari Landskrona- Falkenberg 2

BROMMAPOJK ANGELHOLMS FALKENBERG ATVIDABERG JONKOPINGS S. VASTERAS QVIDING VARNAMO VARNAMO

0-2 1-2 2-1 1-2 1-0 2-0 0-1 2-3

▼ ▼ ▲ ▼ ▲ ▲ ▼ ▼ .

JONKOPINGS S. SUNDSVALL OSTERS DEGERFORS HAMMARBY ANGELHOLMS FALKENBERG ASSYRISKA ASSYRISKA

2-4 3-0 0-2 0-0 0-1 1-1 0-2 3-2

VARNAMO LANDSKRONA LJUNGSKILE OSTERS ASSYRISKA HAMMARBY SUNDSVALL BRAGE BRAGE

4-2 ▲ 0-2 ▼ 3-2 ▲ 0-3 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-3 ▼ 1-1 = .

0-0 = 1-0 ▲ 1-4 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ .

SUNDSVALL BRAGE BROMMAPOJK LANDSKRONA LJUNGSKILE OSTERS ASSYRISKA VASTERAS VASTERAS

0-4 1-2 0-4 1-1 1-2 1-1 1-0 0-1

1-2 2-0 0-0 1-1 3-2 1-1 2-1 1-5

▼ ▲ = = ▲ = ▲ ▼ .

ANGELHOLMS OSTERS ASSYRISKA HAMMARBY DEGERFORS VARNAMO LANDSKRONA LANDSKRONA LJUNGSKILE

LJUNGSKILE HAMMARBY VASTERAS VARNAMO BROMMAPOJK FALKENBERG BRAGE SUNDSVALL SUNDSVALL

▼ = ▼ = ▼ ▲

22

LJUNGSKILE

▲ ▲

DEGERFORS ATVIDABERG JONKOPINGS S. VASTERAS QVIDING BRAGE BROMMAPOJK ANGELHOLMS ANGELHOLMS

▲ ▼ ▲ = ▼ =

9

BROMMAPOJK.

ASSYRISKA VASTERAS QVIDING BRAGE DEGERFORS LANDSKRONA LJUNGSKILE ATVIDABERG ATVIDABERG

▼ ▼ = ▼ = ▲ ▼ .

1-0 0-4 1-2 1-1 4-0 2-0 5-1

21/07 “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ”

▼ ▲

.

17 FALKENBERG

LANDSKRONA BRAGE JONKOPINGS S. ANGELHOLMS QVIDING ATVIDABERG BROMMAPOJK VASTERAS FALKENBERG FALKENBERG

2-1 2-1 1-0 0-3 2-0 1-1 0-5 1-1

14/07 “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ”

DEGERFORS

12 QVIDING

VASTERAS OSTERS BROMMAPOJK DEGERFORS LJUNGSKILE BRAGE ASSYRISKA LANDSKRONA QVIDING QVIDING

LANDSKRONA QVIDING ATVIDABERG BROMMAPOJK VASTERAS LJUNGSKILE DEGERFORS JONKOPINGS S. JONKOPINGS S.

rit.

15

.

JONKOPINGS S. 18 BRAGE

and.

22

OSTERS

▲ ▼

VASTERAS FALKENBERG VARNAMO JONKOPINGS S. ANGELHOLMS QVIDING ATVIDABERG HAMMARBY HAMMARBY

▼ = ▲ ▲ ▲ . .

Europa L. 8 GARE + 1 "BASE" 749.96 Euro VINCITA GLOBALE:

8

Correzione di 0-1-2-3 errori sulle 8 partite variabili 0 err.=8 quat.; 1 err.=5 quat.; 2 err.=3 quat.; 3 err.=1 quat.

QUATERNE

O.Lubiana-Bohemians 1 Hacken-Honka 1 Kf.Tirana-Sp. Trnava X Rad-Volou 1 Floriana-Aek Larnaca 2 Vaduz-Vojvodina 2 Suduva-Elfsborg 2 Zeljeznicar-Sheriff T. 1 LA BASE: Ferencvaros-Aalesund 1 O.Lubiana-Bohemians 1 1.60 Kf.Tirana-Sp. Trnava X 3.30 Zeljeznicar-Sheriff T. 1 2.15 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

▼ ▲ ▲ = ▲ ▼ ▲ ▼ .

79.61 Euro Hacken-Honka 1 1.57 Kf.Tirana-Sp. Trnava X 3.30 Vaduz-Vojvodina 2 1.80 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

51.89 Euro

114.57 Euro

Hacken-Honka 1 1.57 Rad-Volou 1 2.25 Suduva-Elfsborg 2 1.60 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

Hacken-Honka 1 1.57 Floriana-Aek Larnaca 2 1.65 Zeljeznicar-Sheriff T. 1 2.15 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

69.43 Euro

68.42 Euro

Kf.Tirana-Sp. Trnava X 3.30 Rad-Volou 1 2.25 Floriana-Aek Larnaca 2 1.65 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

Vaduz-Vojvodina 2 1.80 Suduva-Elfsborg 2 1.60 Zeljeznicar-Sheriff T. 1 2.15 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

150.51 Euro

76.07 Euro

QVIDING VARNAMO HAMMARBY ANGELHOLMS ATVIDABERG JONKOPINGS S. DEGERFORS DEGERFORS OSTERS

20 4-0 0-3 3-3 1-1 0-2 3-0 3-0

FALKENBERG ASSYRISKA LANDSKRONA SUNDSVALL OSTERS VARNAMO HAMMARBY LJUNGSKILE LJUNGSKILE

HAMMARBY LJUNGSKILE BRAGE ASSYRISKA LANDSKRONA SUNDSVALL OSTERS BROMMAPOJK BROMMAPOJK

= ▲ ▲ ▲ ▼ = ▲ ▼ .

ATVIDABERG DEGERFORS SUNDSVALL FALKENBERG VARNAMO JONKOPINGS S. ANGELHOLMS OSTERS OSTERS

▼ = = ▼ ▲ ▲ .

26 0-1 2-1 0-0 1-1 2-0 1-1 1-0 1-1

▼ ▲ = = ▲ = ▲ = .

25 0-2 2-2 0-1 2-1 2-3 2-0 0-1 2-1

▼ = ▼ ▲ ▼ ▲ ▼ ▲ .

23 HAMMARBY 0-0 4-0 2-0 3-0 0-2 1-1 1-0 1-2

.

24 ATVIDABERG 2-0 ▲ 0-1 ▼ 4-0 ▲ 3-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 3-1 ▲ 1-2 ▼ .

O.Lubiana-Bohemians 1 1.60 Rad-Volou 1 2.25 Vaduz-Vojvodina 2 1.80 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

139.46 Euro

20 ANGELHOLMS 3-2 ▲ 2-2 = 2-3 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ 1-1 = .

1.95

O.Lubiana-Bohemians 1 1.60 Floriana-Aek Larnaca 2 1.65 Suduva-Elfsborg 2 1.60 Ferencvaros-Aalesund 1 1.95 Con 6 euro puntati la vincita è di

26 SUNDSVALL 2-3 2-1 4-1 0-0 1-0 0-4 5-0 0-3

1.60 1.57 3.30 2.25 1.65 1.80 1.60 2.15

24 2-0 1-2 3-3 1-1 1-0 2-0 0-1 2-1

▲ ▼ = = ▲ ▲ ▼ ▲ .

«UNDER» Jonkopings S. Qviding Angelholms Brommapojk Falkenberg Hammarby Ljungskile Osters Varnamo Vasteras Assyriska

9 9 8 8 8 8 8 8 8 8 7

(5-4) (6-3) (4-4) (4-4) (4-4) (4-4) (3-5) (4-4) (4-4) (5-3) (6-1)

«OVER» Degerfors Sundsvall Assyriska Atvidaberg Brage Landskrona Angelholms Brommapojk Hammarby Ljungskile Osters

10 9 8 8 8 8 7 7 7 7 7

(5-5) (6-3) (1-7) (7-1) (3-5) (5-3) (4-3) (3-4) (4-3) (4-3) (3-4)

«GOAL» Landskrona Angelholms Hammarby Ljungskile Varnamo Assyriska Brage Brommapojk Jonkopings S. Vasteras Atvidaberg

11 8 8 8 8 7 7 7 7 7 6

(6-5) (6-2) (4-4) (4-4) (3-5) (1-6) (4-3) (3-4) (1-6) (2-5) (5-1)

«NO GOAL» Atvidaberg Degerfors Falkenberg Osters Qviding Sundsvall Assyriska Brage Brommapojk Jonkopings S. Vasteras

9 9 9 9 9 9 8 8 8 8 8

(3-6) (3-6) (5-4) (4-5) (3-6) (5-4) (6-2) (4-4) (4-4) (6-2) (5-3)


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 25

TOTOGUIDA SCOMMESSE LOTTO

10eLOTTO

I 10 numeri più in ritardo BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

7 55 56 54 90 86

Rit. 79

16 50

7

82 63 52 90 44 51 70

58

54

50

45

I 10 numeri più frequenti

74

76

50

31 84 45

77

Rit. 92

63

2

77

48

47

45 41

59 24 61 15 78 88 18 63

Rit. 59

58

56

47

45

45

43

35

43 38

41 38

5 58

34

33

34 48 38 61 25 27 50 16 41 24

Rit. 72

60

57

57

45

42

11 64 60 27 53 89

Rit. 89

64

60 58

Rit. 86

83

6

41

54

6

11 82 88 14 60

50

38

62 61

51

40

51

44

47

43

37

33

3 22

44

41

2

34 67

40

40

38 40

34 81 63 69 29 46 25 79 58 31

Rit. 115 99

77

45

43

72 31 20 70 77

5

55 50 74 80

Rit. 91

86

71 6

Rit. 79

84

94

67

57 55

52

41

60

5

11 62 27 80 72

56

49

3

46 62 79 89 54 44

67

62

41

39

22 52 79 84 51

37

37

1

41 54

35

34

31

9 60

44

27 17 20 46

2

82 50 58 60 62

6

6

4

4

3

40

42

49

8

43

44

56

Rit. 11

69

47

31

60

Rit. 137 73

48

34

34

61

48

36

37

27 52 17

Rit. 82

73

96

3

39 3

39 3

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

5 88

Freq.20

3

17

16

4

16

34 15

1

14

I 10 numeri più in ritardo

20 33 37 62 14

14

14

14

4 81 38 79 59 62 37 53 75 80

Freq.17

17

67 12

Freq.20

17

16

2

14 19 72 82 31 43 69

15

71 6

Freq.17

16

15

15 15

20 43 49

15

15

15

15

14 24 36 37 62

Freq.16

16

16

16

16

15

14

14

15

3

33 55 56 76

8

78 79

15

14

14

15

15

14

14

15 14

14

14

14

14 14

5 31

14

NUMERO RITARDO

14

Il sistema 23 numeri Ridotto Garanzia di un “4” con sei numeri e una fissa: 30

Combinazioni 40 € 20,00 Pronostico: 6, 14, 19, 20, 21, 30, 36, 37, 42, 44, 54, 56, 59, 61, 64, 67, 70, 75, 76, 82, 85, 86, 88

6 6 6 6 14 14 14 19 19 6 6 6 6 6

14 20 30 30 20 20 21 20 21 14 14 19 19 19

19 21 36 42 30 30 30 30 30 20 21 20 21 21

30 30 37 44 36 37 36 36 37 30 30 30 30 30

54 54 54 54 44 42 42 42 44 36 37 37 36 37

88 88 88 88 88 88 88 88 88 42 44 44 44 42

10

17

17

15 16

15 15

14 15 15

14

14

14

14

15

15

13 14

13 14

6 14

14

14

7

28 30 40 43 69 16 12

Ridotto Garanzia di due "7" con 10 numeri

Freq.18

17

15

7

3

18 numeri

17

15

8

12

13

24 12 22 16 13 38 52 89

17

9

13

Il sistema

17

9

49 54

41 30 55 45 70 74 11 39 47 54

Freq.18

12 12

12

12

11

41 16 90 14 18 33 34 37 64 32 15

15

15

Combinazioni 24 - € 24,00

37 53 58 76

7

50 57 71 73 6

Pronostico: 4, 7, 9, 10, 20, 24, 25, 28, 33, 36, 38, 56, 63, 654, 72, 74, 76, 77

Freq.17 Freq.18

16

16

17

16

16

15

15

15

15

15

15

15 15

14 14

34 29 57 89 21 71 74 17 25 39

Freq.17

16

16

16

15

15

15

14

14

14

37 76 43 12 62 20 36 90 14 33

Freq.131 123 119 118

19 19 19 21 21 36 56 56 56 56 56 56 56 56

11

76 64 90 55 83 12 22 71 17 25

Freq.19

7 7 4 4 7 7 10 4 4 9 4 4 4 4 7 4 4 4 9 4 20 7 4 4

118 115 115 115 114 114

NELLA SESTINA 49 54 90 45 32 74 69 67 34 70 FREQUENZA 37 36 32 30 30 29 29 28 27 27

14 14 14 20 20 30 30 30 30 30 30 30 30 30

12

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo

17 12

NUMERO 20 FREQUENZA 13

SUPERENALOTTO NELLA SESTINA 60 73 61 77 53 63 13 26 68 64 RITARDO 92 79 64 61 50 41 40 38 37 36

46 27 36 84 21 17 39 53 47 51

20 30 30 30 30 37 59 59 59 59 61 61 61 64

21 36 42 36 42 42 61 67 75 82 67 67 70 67

30 37 44 37 44 44 64 70 76 85 75 76 75 75

54 54 54 54 54 54 86 86 86 86 85 82 82 82

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30

56 59 59 59 59 59 61 61 61 67 67 75

64 61 61 64 64 64 64 64 64 70 70 76

70 67 70 67 70 70 67 75 82 75 82 82

76 75 76 76 75 76 70 76 85 76 85 85

85 82 85 85 85 82 86 86 86 86 86 86

9 9 20 7 9 10 25 7 10 10 9 7 9 7 10 9 7 10 10 7 24 9 7 7

10 20 25 10 20 20 28 9 24 25 10 24 24 24 20 10 9 20 24 9 28 20 9 9

20 24 28 20 24 24 36 10 28 33 24 25 25 25 25 20 28 25 25 20 33 28 10 25

24 25 36 24 33 33 38 20 33 36 28 28 38 56 28 33 33 33 28 25 36 36 56 28

25 36 38 28 38 36 56 24 36 38 33 33 56 63 33 36 38 38 33 33 56 38 64 33

28 63 64 63 63 38 63 36 63 64 36 36 63 64 38 56 56 56 56 36 64 56 72 36

38 72 74 64 64 56 72 56 72 72 38 38 64 72 63 63 72 72 63 63 72 63 74 56

72 74 76 74 72 76 74 63 76 74 74 56 76 74 64 64 74 74 74 64 74 76 76 64

77 77 77 76 74 77 76 64 77 76 77 72 77 77 77 72 76 77 76 76 76 77 77 77

TRIS CAMPI PARTENTI E SISTEMI Sistema per 9 cavalli

MILANO TROTTO - PR. RECORD OK - m. 2620-2660 GIOVEDI’ 14 LUGLIO - ORE 22.00 clas. Probabili in terna

driver F. Martinelli M. Barbini G. Contri A. Vannucci G. Berini R. Andreghetti B. Corelli B. Renzulli Mass. Castaldo L. Guzzinati L. Besana Santo Mollo Gio. Fulici B. Congiu A. Guzzinati M. Lovera M. Smorgon

Possibili

2620 » » » » » » » » » 2640 » » » » » 2660

LONGARONE MAKUA DEI GREPPI LIGABUE DRA GALLO WISE IACHETTI OM LANZA LOD LE ROUX MISTERO DEL COLLE MOGOL DEL CIGNO FLAMENGO FONT MAESTRO TRGF GELINOTTE OM MARCELLO GIASONE EGRAL MERCURIO SPIN FLASH GORDON GRIF MARTINA GRIF

Per la quota

metri

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

Da escludere

N. cavallo

15 12 10 6 17 4 14 11 9 13 1 16 2 3 5 8 7

15 12-10-6-17 4-14-11-9

1 biglietto P 1/5 15

12-10-6-17-4 € 30.00

Quarté - Sistema per 9 cavalli Sistema sviluppato con 6 schede T4 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo)

€ 66.00

Piazzato 1-2 piazzati 0-1 piazzato

F P S

3 biglietti P 2/5 15-14 12-10-6-17-4 15-11 12-10-6-17-4 15-9 12-10-6-17-4

15-12-10 6-17-4 14-11-9

1 vincente e 1-2 piazzati 1-2 piazzati 0-1 piazzato

F P S

€ 76.50

€ 12.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 15-12-10 15-12-10-6-17-4 6-17-4

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 6-17-4 15-12-10 6-17-4 € 9.00

€ 13.50

Quinté - Sistema per 10 cavalli € 150.00 Sistema sviluppato con 2 schede T5 (cavalli nell’esatto ordine di arrivo) 15 12-10-6-17-4 14-11-9-13 1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

Vincente F 3-4 piazzati P 0-1 piazzato (max 4° posto) S

15 12-10-6-17-4 12-10-6-17-4 12-10-6-17-4 12-10-6-17-4-14-11-9-13 € 90.00

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr. 5° Arr.

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 15-12-10 6-17-4 14-11-9

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 6-17-4 15-12-10 14-11-9

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 15-12-10 14-11-9 6-17-4

1° Arr. 2° Arr. 3° Arr. 4° Arr.

15-12-10 14-11-9 15-12-10 6-17-4

€ 13.50

€ 13.50

15 12-10-6-17-4 12-10-6-17-4 14-11-9-13 12-10-6-17-4 € 60.00

€ 13.50

€ 13.50


26

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

CARTELLONE “Cariati Città della Tarantella”, XXVIII edizione Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BORGIA “Lunanzio e Lusilla - La trilogia” Arriva per la prima volta in Calabria, in esclusiva per il festival Armonie d’Arte di Roccelletta di Borgia (ParcoScolacium),lospettacolo“Lunanzio e Lusilla - La trilogia”, scritto e direttodaLorisFabiani.Lospettacolo è patrocinato dalla più prestigiosa istituzioneteatralenazionale,ovvero l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di RomaedèorganizzatodaArsFactory Florilegio. Appuntamento al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia, per venerdì 15 luglio , alle ore 22.00. Ingresso: 10 euro. CHIARAVALLE Concorso “L‘Officina: Idee per la Cultura” Prende il via la 3^ edizione del concorso letterario di poesia a cura dell’associazione “L‘Officina: Idee per la Cultura”, con il patrocinio del Comune di Chiaravalle Centrale e dell’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo. La partecipazione al concorso è aperta a tutti e gratuita.Ilplico,cosìcompletato,deve essere inviato tramite posta, al seguente indirizzo: Associazione “L’Officina: Idee per la Cultura”, c/o “Bar del Corso – Via Gregorio Staglianò – 88064 Chiaravalle Centrale (Cz), o consegnato a mano allo stesso indirizzo. Gli elaborati possono, inoltre, essere inviati all’indirizzo officinacultura@hotmail.it. Al messaggio dovranno essere allegati due files, uno con il solo testo della poesia, l’altro con testo e i dati anagrafici su indicati. Gli elaborati dovranno pervenireall’Associazioneentroil30 luglio 2011 . La proclamazione ufficiale dei vincitori e la consegna dei premi avverranno nel corso di una serata speciale che avrà luogo a Chiaravalle Centrale il 14 agosto 2011, nell’ambito del Caffè letterario “Bar del Corso”, durante il quale sarà presentato il libro di Don Giacomo Panizza “Qui ho conosciuto Purgatorio Inferno e Paradiso”. COSENZA Presentazione Festival Euromediterraneo Oggi , alle ore 11.00, nella sala conferenze di Confindustria- Cosenza, in via Tocci, sarà presentato il programma della VII edizione del FestivalEuromediterraneo,chequest’anno si svolgerà dal 24 luglio al 25 settembre. Kermesse di caratura nazionale che porta in Calabria, nel suggestivo borgo di Altomonte, nei mesi estivi, il meglio del panorama artistico italiano. Ad ideare la manifestazione l’amministrazione comunale di Altomonte. Rassegna curata daldirettoreartisticoEnricoProvenzano. A presiedere alla conferenza stampa: Gianpietro Coppola; Enzo Barbieri; Domenico Bloise. A coordinarelaconferenzastampaFrancesca Pecora Convegno"Mezzogiorno/Calabria. Come uscire dalla crisi?" Lunedì 18 luglio , alle ore 18.00, presso il salone conferenze di Confindu-

Sta per entrare nel vivo la programmazione socio-culturale estiva “Cariati Città della Tarantella”- 28esima edizione. Sono numerosi gli appuntamenti proposti dalle associazioni e patrocinati dall’Amministrazione Comunale. Si inizia sabato 16 luglio e si prosegue fino al 30 agosto. Preziosa – spiega il Sindaco – si è rivelata essere, ancora una volta, la partnership con gli imprenditori e con il mondo dell’associazionismo cittadino. Dagli spettacoli musicali all’enogastronomia, dalla moda alle tante mostre, Cariati offre - sottolinea - attraverso il lavoro di tanti sodalizi impegnati nella cultura e nel sociale, nell’intrattenimento e nello spettacolo,

un calendario ricco e per tutti i gusti. Con un filo conduttore – conclude SERO – al quale vincoliamo l’adesione istituzionale: l’identità marinara e il centro storico protagonista. Si parte sabato 16 luglio, alle ore 17.00 con il raduno di barche turismo organizzato dalla Lega Navale Cariati e dallo Yachting Club Crotone. Per lo stesso giorno è prevista la serata karaoke, curata da Sina Scigliano e sponsorizzata dal Lido La Madonnina, alle ore 21.30, sul Lungomare. Si terrà lunedì 18 luglio, alle ore 21.30, sul Lungomare il Concerto dei “Loverpop”. Mercoledì 20 luglio, alle ore 21.30, sarà la volta, invece, dei Canti e balli dell’Ass.Euromania,

stria Cosenza, in Via Tocci 2/c, si terrà il convegno "Mezzogiorno/Calabria. Come uscire dalla crisi?". Intervengono: Renato Pastore; Natale Mazzuca; Rosanna Nisticò; Luca Bianchi; Giuseppe Scopelliti. Modera: Rosario Branda.

degli Studi di Firenze parlerà degli strumenti e della cultura musicale locrese da Senocrito a Nosside. L’incontro ha come titolo “Gli auloi, le lyrai, le kitharai di Locri”. La conversazione avrà luogo alle 21.00, nella suggestiva cornice di Casino Macrì, raggiungibile dal Museo con una breve passeggiata nel Parco archeologico

LAMEZIA TERME Presentazione nuovo Organismo di Conciliazione La presentazione di Mc&F avrà luogoaLameziaTermegiorno16luglio ,ore 19.00 presso Grand Hotel Lamezia P.zza Lamezia. Campagna Sbilanciamoci “Iniqua, sbagliata ed autolesionista”, questo il giudizio del portavoce della campagna Sbilanciamoci, Giulio Marcon sulla manovra presentata dal governo per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2014.Sbilanciamoci, per rilanciare le proposte e leiniziativedellasuacontromanovra e legate alla discussione della prossima legge di bilancio dello stato, dà appuntamento alla IX edizione del suo forum nazionale che si terrà dal 1 al 3 settembre . LOCRI Incontro al Parco Archeologico Venerdì 15 luglio , per il ciclo di Conversazioni al Parco Archeologico di Locri Epizefiri organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria, la professoressa Lucia Lepore dell’Università

Mostra Mercato del Radioamatore Si apre sabato 16 luglio , la 22esima edizione della Mostra Mercato del Radioamatore, dell’elettronica e del computer, che si terrà presso i locali dell’istituto scolastico “Maresca” di Locri fino a domenica 17, dalle ore 9.00alleore13.00,epomeriggiodalle 15.30 alle 20.00. Il classico appuntamento è organizzato dalla Cisar, associazione Nazionale Radioamatori sezione di Locri, con il patrocinio della Città di Locri. MELITO PORTO SALVO Rassegna “Prunellateatro2011” L’AssociazioneculturaleNuovoTeatro Aquila anche per questo 2011 presenta la quinta edizione della Rassegna di Teatro amatoriale “Prunellateatro2011”. La manifestazione si svolgerà dal 18 al 23 luglio 2011 , a Melito Porto Salvo, presso la FrazionePrunella,inPiazzaCanonicoMargiotta,con iniziospettacolialle ore 21.45, con ingresso libero. L’evento è patrocinato dal Comune di Melito Porto Salvo e dalla Federa-

in collaborazione con “Estate Ragazzi 2011”, in Piazza Cooperativa, sul Lungomare. L’avvio della 28esima programmazione socio-culturale della Città della Tarantella è scandito, sempre a cura delle associazioni, dalle due rassegne espositive di fotografie d’epoca, curate dalla ricercatrice e scrittrice Assunta Scorpiniti. Resteranno aperte per tutto il mese di Luglio e di Agosto. La prima, dal titolo “Calabria altrove. Tra generazioni di emigrati nel cuore d’Europa”, è esposta nella Sala Parrocchiale della Caritas, nel centro storico. La seconda, dal titolo “Identità Mediterranea tra immagini e storia della comunità di Cariati”, è ospitata nell’area portuale. Entrambe le mostre saranno aperte in occasione di eventi e manifestazioni e sono visitabili su prenotazioni telefonando al 333.8618588. “Percorsi paralleli di arte al femminile” è la prossima mostra di pittura. Prevista da venerdì 15 a lunedì 25 con la pittrice Carmela Stabilito (Ghernica) e Margherita Andreoli Fascione sarà aperta dalle ore 21.00 alle 24.00, al Vescovado nel centro storico. Da giovedì 28 luglio a sabato 6 agosto sarà adornata la salita San Leonardo nel centro storico con una mostra di pittura su stoffa organizzata dalla Fidapa.

zione Italiana Teatro Amatori (Fita). Anche quest’anno la rassegna vedrà l’esibizionediCompagnieamatoriali provenienti dalle Regioni Calabria e Sicilia. PRAIA A MARE V Edizione “Praia, a mare con…” Saranno Folco Quilici, Ilaria Cavo, Barbara Benedettelli, Nicola Gratteri, Marta Marzotto, Gianluigi Nuzzi, Luciano De Crescenzo e Sonia Raule, gli ospiti della V^ Edizione della Rassegna D’Autore “Praia, a mare con…” proposta dall’assessoratoallaculturaeturismodelComune di Praia a Mare ed organizzata dall’Egidio Lorito Communications e Delia Cultura. Dal 17 luglio , Piazza Municipio sarà la sede della nuova edizione di una rassegna culturale. Intanto, domenica prossima dalle 22.00, presso il Saylor’s Cafè, si terrà la presentazione ufficiale della rassegna. REGGIO CALABRIA Settimana del volontariato di Protezione Civile Si svolge fino ad oggi , la settimana del volontariato di protezione civile, con oltre 400 iniziative in tutta Italia promosse dalle organizzazioni che aderiscono all’Anno Europeo del Volontariato. Anche la città di Reggio Calabria è stata coinvolta in questa importante iniziativa attraversol’istitutoperlaFamigliaIpf:associazione nazionale di volontariato

e di protezione civile con sede centrale a Gallico. L’Ipf ha organizzato, una colonna mobile presso la stazione Lido, sul Lungomare, costituita da cucina e tenda da campo, nonché dai propri mezzi Land Rover Defender e Fiat Daily 4x4. Rassegna "Le Lune del Cinema" Manifestazione organizzata dal Circolo Charlie Chaplin ed il Museo dello Strumento Musicale, Reggio Calabria, in collaborazione con l’associazione Artemed. Incontri nelle serate oggi, 21 e 28 luglio , presso la sededelMuseodelloStrumentoMusicale, Reggio Calabria (viale D.Genoese Zerbi - Pineta ex stazione Lido) con il seguente programma: ore 20.30, buffet "a tema"; ore 21.15, proiezione cinematografica. Presentazione nuovo Organismo di Conciliazione La presentazione di Mc&F avrà luogo giorno 16 luglio 2011 , alle ore 12.30, presso Grand Hotel Excelsior V.le Vittorio Veneto, 66. VIBO VALENTIA Presentazione del nuovo Polo Tecnologico Utiu Presentazione del nuovo Polo TecnologicoUtiu,UniversitàTelematica Internazionale Uninettuno presso il Sistema Bibliotecario Vibonese, "La Calabria al centro del Mediterraneo. Opportunitàenuovibisogniformativideigiovanicalabresinellasocietà", venerdì 15 luglio 2011 , alle ore 16.00, presso il Polo Culturale Santa Chiara. Saluti: Nicola D’Agostino; Carmelo Nobile; Francesco De Nisi; Nicola Barbuto; Francesco Talarico. Intervengono: Maria Amata Garito; Mario Caligiuri; Antonino Barone; Tony Bilotta.Introduce e coordina: Gilberto Floriani. Saranno presenti: Luigi Renzo; Francesco Bevilacqua; Francescoantonio Stillitani; Gaetano Bruni; Brunello Censore; Alfonsino Grillo; Nazzareno Salerno; Alfredo Focà; Paolo Martino; Claudio Vasale; Giuseppe Barilaro; Salvatore Bulzomì; Filippo Bonanno; Barbara Citton; Marcello De Vita; PasqualeFera;PasqualeLaGamba;Michele Lico; Nicola Manfrida; Giuseppe Mangialavori; Michelangelo Mirabello; Pino Nano; Mimmo Piccione; Giuseppe Maria Romano; Rossella Santaguida. CALABRIA Peperoncino Jazz Festival Prosegue il Peperoncino Jazz Festival, rassegna musicale itinerante ricca di eventi correlati organizzata dall’Associazione Picanto, che quest’anno, alla sua 10° edizione. Oggi , il Peperoncino Jazz Festival proseguirà coinvolgendo per la prima volta il territorio comunale di Tortora - che ospiterà la presentazione, anch’essa in anteprima nazionale, di “Change of Direction”, mentre venerdì 15 luglio , sarà la volta del quintetto del prodigioso trombettista americano Jeremy Pelt, che si terrà nel suggestivo scenario del Parco Acquaviva delle Terme Luigiane.


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 27

CARTELLONE Il “Calabria Demofest” a Catanzaro Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BAGNARA Festa del Mediterraneo È stato comunicato il menu a Bagnara domenica 24 luglio per la Sagradell’Alalunga-FestadelMediterraneo. Il prelibato piatto, sarà composto secondo quanto stabilito dalla tradizione culinaria locale. In internet è disponibile il sito ufficiale della manifestazione www.sagradellalalunga.it. CASTROLIBERO In scena Decamerone Oggi , alle ore 21.30, presso l’AnfiteatroComunale,DeboraCaprioglio in Decamerone CATANZARO Incontro Monsignor Bertolone con i giornalisti Oggi , alle ore 11.00, nella Sala “Sancti Petri” dell’Arcivescovado di Catanzaro, Monsignor Vincenzo Bertolone, ha organizzato un incontro con i giornalisti della città e della provincia di Catanzaro. Scopo dell’incontro è quello di avere un approccio diretto con i rappresentanti delle varie testate al fine di ottimizzare i rapporti istituzionali tra Arcivescovadoegiornalistierendere sempre più efficace, propositivo, cordiale e soddisfacente il rapporto tra la Chiesa di Catanzaro-Squillace ed il mondo dell’informazione. Festa patronale "San Vitaliano" In occasione della festa patronale cittadina in onore di San Vitaliano, l’amministrazione comunale assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Catanzaro ha allestito un programma di manifestazioni, in collaborazione con la Provincia e con l’ausilio di alcune associazioni cittadine. Il programma entrerà nel vivo oggi , alle 17.00, con un convegno a cura dell’associazione Linea Jonica, presieduta da Alessio Bressi, che si terrà nella sala del Consiglio Provinciale: “San Vitaliano ritorna a fischiare” è il titolo dell’incontro che, dopo i saluti di Wanda Ferro e di Nicola Armignacca, avrà, coordinati da Eugenio Nisticò, gli interventi dello stesso Bressi, di Vincenzo La Vena, di Maria Giovanna Carbone, e di Walter Fonte. In serata, con inizio alle ore20.00,alMarca,Happyhourcon musica live di Peppe Fonte. Venerdì 15 luglio , sarà caratterizzato dal Concerto dei Cori polifonici, alle 17.00 nel Duomo, a cura dell’Associazione musicale San Vitaliano; dalle18.00alle24.00,poi,saràpossibile effettuare delle visite guidate al campo militare allestito sotto le muradelCastelloacuradelGruppostorico Mirabilia. La giornata si concluderà alle 21.30 nel suggestivo chiostro del Complesso monumentale San Giovanni con “La musica colta: musica e poesia spagnola” a cura dell’Associazione Frenèsia. Sarà il corteo storico di Mirabilia ad aprire le manifestazioni di sabato 16 luglio , con partenza alle ore 18.00 dal San Giovanni e arrivo in piazza Duomo. Nel chiostro del Complesso monumentale alle ore 20.00, è prevista la

Annunciata ufficialmente la sesta edizione del Demofest, finale nazionale del programma quotidiano di Rai Radio1 "Demo l’Acchiappatalenti" di Michael Pergolani e Renato Marengo, la più prestigiosa vetrina italiana della nuova musica di qualità che, ogni anno, seleziona il meglio della musica emergente tra oltre quarantacinquemila proposte pervenute in redazione e circa tremilacinquecento messe in onda. La manifestazione, organizzata dalla Show Net di Ruggero Pegna in collaborazione con Palco Reale di Gianni Sergio, management dei due storici autori e conduttori della Rai, da quest’anno diventa un evento ufficiale del calendario degli appuntamenti estivi dell’Assessorato al Turismo della Regione Calabria e del Comune di Catanzaro Assessorato alla Cultura e al Turismo, che puntano a storicizzare il "Demofest" come uno dei principali eventi dell’estate calabrese e italiana. Una nota dell’organizzazione precisa, infatti, che l’edizione 2011 del "Demofest", che si chiamerà da ora in poi "Calabria Demofest", si svolgerà il 30 e 31 luglio con inizio alle ore 21.30 nella cornice del lungomare del capoluogo calabrese. I dettagli di questa edizione, che vedrà potenziata la diffusione nazionale grazie anche alla presenza di Gian Maurizio Foderaro, responsabile della musica di Rai Radio1, saranno resi noti a breve in una conferenza stampa che si terrà presso il Comune di Catanzaro. Numerose le scoperte di Demo in questi anni, tra cui spicca la bravissima cantautrice romana Nathalie, vincitrice del Demofest nel 2006 e mattatrice dell’edizione 2011 di X Factor. "Ringrazio - dice il promoter Ruggero Pegna - anche a nome di Michael Pergolani e Renato Marengo, che terranno una conferenza stampa ufficiale a Catanzaro alla vigilia dell’evento, il presidente Giuseppe Scopelliti, il direttore generale

rappresentazione teatrale “All’improvviso commedia” del Teatro di Calabria Aroldo Tieri, mentre alle 21.30, in piazza Duomo, si terrà lo spettacolo di musica lirica “Le più belle arie d’opera” a cura dell’Associazione Frenèsia. Mimmo Gangemi alla Ubik Alla Ubik di Catanzaro lo scrittore Mimmo Gangemi presenta “La Signora di Ellis Island” Einaudi, a Catanzaro Lido, venerdì 15 luglio 2011 , alle ore 21.30. Manifestazione "L’Incanto dei libri" Manifestazione "L’Incanto dei libri". Quest’iniziativa, voluta dall’assessorato alla cultura della Rregione Calabria, dal Comune di Catanzaro e dalla Biblioteca Comunale, prevede diversi incontri con i bambini d’età prescolare e scolare e si svolgerà non solo in Biblioteca, ma anche in altri posti quali: Villa Trieste, reparti pediatrici dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio,ambulatoripediatrici e asili. La cooperativa "Incanto" metterà in scena, oggi , ore 18.30, "La bella e la Bestia" presso il Chiosco Villa Trieste. Martedì 19 luglio , "La spadanellaroccia",ore18.30,presso il Chiosco Villa Trieste.

una straordinaria occasione e condividere la passione comune per la mitica due ruote di Pontedera. Il raduno si svolge in due giornate, tra il 16 e il 17 luglio . Madrina dell’evento sarà Maria Perrusi, Miss Italia 2009. Parteciperà alla serata di gala di giorno 16, che vedrà l’elezione di “Miss Vespa sotto le stelle”.Lo spettacolo sarà condotto dall’attrice Daniela Fazzolari.

dell’Assessorato Regionale al Turismo Raffaele Rio, il sindaco Michele Traversa e l’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nicola Armignacca, per aver condiviso le straordinarie valenze del Demofest. Sono certo che, grazie a queste nuove preziose partnership - conclude Pegna - il Demofest già dal prossimo anno potrà sviluppare ogni sua potenzialità, a cominciare dalla cornice di una ricca Fiera Musicale. Dal canto suo il sindaco di Catanzaro Michele Traversa ha dichiarato: “Anche per quanto attiene la cultura e la promozione dei grandi eventi abbiamo inteso puntare sulla qualità dell’offerta e su una sua precisa identità. Quest’anno la nostra città ospiterà la finale nazionale della sesta edizione del Demofest, importante vetrina della musica di qualità che, ad ogni stagione, presenta le migliori proposte artistiche dell’intero territorio nazionale. Per la prestigiosa manifestazione - ha continuato Traversa - intendo ringraziare la Regione Calabria ed il presidente Giuseppe Scopelliti che, insieme al nostro assessore alla Cultura e Turismo Nicola Armignacca hanno saputo costruire una straordinaria occasione di valorizzazione di giovani talenti, di promozione del nostro territorio, ma anche di crescita economica,

sociale e culturale per la nostra città”. L’assessore comunale alla Cultura e al Turismo Nicola Armignacca ha aggiunto: “Con l’arrivo in Città del Demofest l’estate catanzarese si arricchisce di uno dei più grandi eventi del Sud, dedicato alla musica giovane. I nostri esordienti potranno, tra gli altri, confrontarsi con gli scopritori di talenti per eccellenza Pergolani e Marengo, il noto duo radiofonico che conferisce maggiore prestigio ad una manifestazione già di per sé meritoria, tra le più affermate del genere a livello nazionale. Prestigio che, inevitabilmente, si estenderà anche alla Città di Catanzaro: il quartiere marinaro per due giorni sarà il centro pulsante della nuova musica italiana e in particolare del Meridione, trasformandosi in una straordinaria vetrina della Calabria. La capacità del Demofest di coniugare l’importanza della kermesse, insieme ai benefici che in termini di crescita sociale e culturale potrà portare al nostro territorio, ne fa un’occasione che Catanzaro, grazie all’intraprendenza e alla lungimiranza del sindaco on. Michele Traversa, non si è fatta sfuggire”. Tra le prime indiscrezioni, quella che riguarda il super ospite della prima serata del 30 luglio che dovrebbe essere Giuliano Palma con i suoi Bluebeaters.

Happyhour al Marca Presso il Marca, Museo delle Arti Catanzaro, anche a luglio si terranno diversi appuntamenti oggi e il 21 ; un buon drink e qualche stuzzichino tutto compreso nel biglietto della mostra a soli 3 euro, i primi tre giovedì di luglio con gruppi diversi ma di grande qualità. Oggi , suonerà Peppe Fonte. Si chiude il 21 luglio , con il concerto del gruppo “Le Hibou”.

ganizzatodall’associazione“AccademiadeiBronzi”fondataepresieduta da Vincenzo Ursini, è entrato ormai nella fase finale. La premiazione dei vincitori si terrà il 28 luglio a Catanzaro, alle ore 17.30, nel salone del Benny Hotel.

XIII motoraduno d’epoca Il 17 luglio 2011 , a S.Elia si terrà il XIII° motoraduno d’epoca regionale V° memorial Giovanni Critelli. Ore 8.00, iscrizione presso Piazza Ss Maria Assunta in S. Elia. Ore 11.00, chiusura iscrizione, benedizione moto e motociclisti, partenza dalla piazzetta del motociclista, bivio termine, Pentone, bivio Cafarda. Diga del Passante, bivio Semaforo, Villaggio Racise, Villaggio Mancuso. Ore 13.30, pranzo al ristorante "Hotel Sila", estrazione lotteria, chiusura manifestazione e saluti Premio “Vivarium” Con la selezione dei finalisti, il Premio di Poesia “Vivarium - Omaggio a Giovanni Paolo II”, promosso e or-

2° Randonnèe Provincia di Catanzaro 2011 Secondo evento annuale, 130 Kilometri nella Provincia di Catanzaro, giorno 7 agosto 2011 , Giardini San Leonardo. Partenza alla Francese dalle ore 7.30 alle 8.30. Programma: partenza: Giardini San Leonardo; controllo e rifornimento: Semaforo. Arrivo: 16.00\17.00, Giardini San Leonardoconpremiazionesquadre. Info: 338/3683675 giovanni.brofferio@tiscali.it FRASCINETO X Raduno Nazionale della Vespa Mancano poche settimane all’apertura ufficiale del Decimo Raduno Nazionale del la Vespa, un evento messo a punto dal Vespa Club di Castrovillari. A Frascineto (Cs), dove si terrà la manifestazione, fervono i preparativi per accogliere al meglio i vespisti proveniente da tutte le regioni d’Italia per vivere insieme

LAINO BORGO Torneo di Calcio a 5 maschile per persone con disabilità uditiva Il 16 e 17 luglio , si terrà il primo Torneo Internazionale di Calcio a 5 maschile per persone con disabilità uditiva. La conferenza stampa di presentazione si terrà sabato 16 luglio, alle ore 10.30, in Piazza Navarro, a Laino Borgo. LAMEZIA TERME Alessandra Amoroso in concerto Lamezia Terme sarà la prima delle tappe calabresi del nuovo tour “Il mondoinunsecondo”diAlessandra Amoroso. La cantante di Galatina si esibirà in concerto il 2 agosto , nell’anfiteatro del Parco Mitoio a Lamezia Terme. I biglietti per assistere al concerto del 2 agosto possono essere acquistati nelle prevendite abituali: poltronissime numerate 19,00 euro; gradinate non numerate 16,00 euro. I prezzi sono da considerarsi comprensivi di prevendita. Per qualsiasi informazione è possibile telefonare alla Esse Emme Musica ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it. Per l’acquisto dei biglietti è inoltre possibile contattare la Ticket Service allo 0961/748016. SIDERNO Concorso “Acqua, natura e paesaggio” Il concorso di pittura estemporanea 2011 “Acqua, natura e paesaggio” si svolgerà a Siderno presso la Diga sul Lordo, venerdì 29 luglio 2011 ; la tecnica di esecuzione è libera. Nei giorni 30 e 31 luglio, dalle ore 19.00 alle ore 24.00, si si svolgerà la mostra-mercato di opere d’arte i cui autori cureranno personalmente l’esposizione in Piazza V. Veneto. Info: 0964/383222; 0964/342689; info@prolocosiderno.it TARSIA III edizione del Festival Tarantarsia Quest’annoilTarantarsiagiungealla terza edizione e farà ballare per tutta la notte. Il festival organizzato dall’associazione Musikart in collaborazione con il Comune di Tarsia, si svolgerà il 30 luglio 2011 nella piazza San Francesco a Tarsia (Cs). Nel corso della serata, prima del concerto, si aprirà nella piazza San Francesco Vivacqua la fiera enogastronomica “Sapori e profumi della nostra terra”. La serata sarà interamente seguita dalle emittenti Radio Jukeboxe e Calabria Tv.


28

il Domani

Giovedì 14 Luglio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

L'attrice Siena Miller ritratta da Mario Testino

Nella personale, ospitata a Roma nelle sale di palazzo Ruspoli, il fotografo peruviano espone fino al 23 novembre 54 elaborati scatti

”Todo o nada”, le donne di Mario Testino magnetiche icone della bellezza di oggi Giorgia Bernoni Non ci si abitua mai alla bellezza. Nonostante i nostri occhi siano giornalmente bombardati da immagini che ritraggono splendide figure più vicine alle sembianze di angeli che di esseri umani, l’assuefazione è fortunatamente ancora lontana dal compiersi. Non ci si abitua mai ai corpi e visi che diventano icone quando vengono schiacciate sulla bidimensionalità, soprattutto se a ritrarli con struggente eleganza è l’obiettivo di Mario Testino. Il fotografo peruviano, punto di riferimento imprescindibile nel mondo dorato della moda, espone i suoi quadri a Roma nella personale "Todo o nada", visibile a palazzo Ruspoli fino al 23 novembre. Già inaugurata nel 2010 a Madrid nel prestigioso Museo Thyssen Bornemisza, la mostra è composta da 54 scatti che racchiudono i due concetti neanche tanto opposti,

ma sempre ricorrenti, nei lavori patinati di Mario Testino: il nudo e la moda. Due universi largamente inflazionati ma che riservano ancora degli angoli da scoprire se a fare da cicerone è l’occhio dell’artista di Lima. E così una visita per i sontuosi spazi del palazzoromanodiventaun’esclusiva passeggiata sul tappeto rosso calcato da attrici e modelle: dalla statuaria Eva Herzigova alla sorridente Cameron Diaz passando per l’inquieta Kate Moss, tanto amata dal fotografo da riservarle più di una pubblicazione. Ma se neinudi,d’indubbiafascinazione, la presenza di Testino è come celata per pudicizia, è nell’artificiosità dei set più complessi che il fotografo dà libero sfogo a tutta la sua creatività comunicando con lo spettatore in modo più carismatico. Una femminilità, quella ritratta dall’autore di tanti servizi di moda e copertine delle riviste più note, che si muove tra due po-

Le foto racchiudono i due concetti presenti nei lavori patinati dell’artista: il nudo e la moda

Inaugura domani, negli spazi del palazzodellaprovinciadiCatanzaro, la terza edizione della mostra d’Arte contemporanea Zone scoperte, dedicata quest’anno all’Italia nel 150esimo anniversario dell’unità nazionale. Nata da una collaborazione tra la provincia di Catanzaro e la locale accademia di Belle arti, Zone scoperte III omaggio all’Italia, presenta una selezione di circa 60 opere, di diverse tecniche e formati, realizzate dagli allievidell’accademiacatanzarese e di altre istituzioni di alta formazione artistica. La collettiva è curata da Andrea Romoli Barberini ed è supportata da un catalogo, edito da Rubbettino, diviso in quattro se-

zioni con testi di presentazione di Graziano Menolascina, Raffaele Simongini, Luca Pietro Vasta e del curatore. La mostra, in versione ridotta, verrà presentata anche a Roma dal 9 dicembre al 9 gennaio 2012, negli spazi destinati alle esposizioni temporanee del museo fondazione Venanzo Crocetti di via Cassia. Come scritto nel catalogo «ben oltre la forza e la maturità dei singoli manufatti, il valore di questa mostra risiede innanzitutto nell’occasione di leggere e comprendere, attraverso le opere, come questi giovani hanno percepito, interpretato e, nel loro insieme, rappresentato, nel 2011, un qualcosa di molto prossimo a quello che una volta veniva definito l’edificio statuale. E lo hanno fatto con una fedeltà e una puntualità assoluta rispetto al loro punto di osservazione, per

A Catanzaro la terza edizione di Zone scoperte una collettiva di giovani artisti che omaggia l’unità d’Italia Zoe Bellini

Un altro scatto in mostra (particolare)

li opposti: «Mi piacciono le donne forti, indipendenti. Donne che, nonostante la loro forza, non perdono mai la loro femminilità e non usano la loro bellezza come un’arma. Donne di carattere che sanno esprimere i propri desideri e i nostri». Per Mario Testino l’essenza della

nulla privilegiato, anzi piuttosto scomodo, di giovani del sud”. Fino al 31 gennaio 2012. Palazzo della provincia di Catanzaro (Palazzo di vetro), piazza L. Rossi 1, Catanzaro. Info: www. provincia . catanzaro .it.

Maria Teresa Sorbara, Italia 2011

mostra risiede nel considerare i processi e le implicazioni insite nell’atto di togliersi i vestiti per svelare la nudità: «un percorso che va dalla haute couture alla nudità, compreso il processo intermedio che svela la forma». Via del Corso 418, Roma. Info: www. palazzoruspoli .it.

Sessanta opere divise in quattro sezioni in mostra al palazzo della provincia fino al 31 gennaio


Giovedì 14 Luglio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA I media personali nell’era digitale: questo il titolo dell’analisi condotta dall’istituto di ricerca che mostra la scarsa fiducia della popolazione nei confronti dei giornalisti, ritenuti poco affidabili e di parte

Comunicazione, ultimo rapporto Censis i giovani s’informano solo su internet Camilla Mozzetti L’ultima ricerca del Censis-Ucsi, intitolata "I media personali nell’era digitale", sull’uso da parte della popolazione italiana dei mezzi d’informazione non brilla per originalità. I dati elaborati dalla società di ricerca mostrano come il principale canale d’informazione sia oggi la rete, il web. Dal 2009 internet ha fatto un passo in avanti, aumentando del 6,1% la fascia di utenti, sfondando, così, la barriera del 50%. I giovani, tra i 14 e i 29 anni, sono quelli che usano maggiormente il web (l’87,4%), mentre gli anziani, seppur in misura ridotta, mostrano buone capacità di confronto con un mezzo come la rete (15,1%). Naturale è la diffusione di questo strumento tra le fasce della popolazione maggiormente istruite (72,2%) mentre si ferma al 37,7% tra i meno scolarizzati. L’unico dato che potrebbe rappresentare una variante significativa rispetto a ricerche passate è la certezza che i giovani di oggi se si informano, lo fanno solo attraverso uno schermo. In due anni la carta stampata, di cui molti preannunciano da tempo il funerale, ha perso una fetta notevole di lettori (- 7%) mentre i ragazzi che usano internet per l’84,6% preferiscono informarsi così. E lo fanno in qualsiasi posto e in qualsiasi momento. Case, scuole, università, luoghi pubblici hanno quasi tutti un accesso diretto alla rete permettendo la connessione immediata. Non solo. L’aumento degli smartphone ha inciso notevolmente sull’incremento dell’uso di internet. Grazie a loro, infatti, è possibile non solo collegarsi al web, ma avere un buon ritorno in termini di fruibilità viste le dimensioni degli apparecchi cellulari che permettono agevolmente la consultazione on-line. E

foto d'archivio

Crollano le vendite dei quotidiani il giornalismo cartaceo sopravvive solo grazie ai periodici e ai giornali di settore benché gli Stati Uniti siano ancora "leader" nella diffusione e utilizzo degli smartphone, (quasi il 40% ha uno dispositivo elettronico di nuova generazione con cui si connette al web) anche gli italiani non sono da meno. Crollano, invece, le vendite dei quotidiani, e benché ci sia una crescita dell’un per cento nella diffusione della free-press, il giornalismo cartaceo sopravvive solo grazie ai periodici e alla vendita in abbinato ai libri. Tiene banco ancora la televisione che tra i "vecchi" mezzi resta ancora il preferito. Il 97,4% della totalità degli italiani lo usa come canale d’informazione principale. E se resta invariata l’importanza della televisione, cambiano, però, gli approcci. All’indomani dell’avvento del digitale, infatti, l’utenza è aumentata di oltre il 48%, soprattutto per la webTv, mentre stazionaria resta la fruizione di quella satellitare, dell’Iptv e della "mobile tv", relegata ancora ad un utilizzo di nicchia. Nonostante la buona tenuta, c’è, però, una differenza sostanziale alla base della sopravvivenza della tv, ma soprattutto delle sue "declinazioni". Solo il 12,3% della popolazione usa i classici canali televisivi per informarsi e intratte-

foto d'archivio

nersi, mentre il 22,7% utilizza Youtube (cifra che sale al 47,6% se si tiene conto solo della fascia giovanile) e il 17,5% scarica programmi scelti e mirati dalla rete.Il motivo? La scarsa credibilità che uomini e donne dell’informazione e del giornalismo, ma anche dell’intrattenimento e dello svago, suscitano negli spettatori. Dalla ricerca del Censis, infatti, la figura professionale del giornalistarisulta"macchiata".Nonostante l’80,9% delle persone consideri i giornalisti ben informati e sostanzialmente bravi, per il 67,2% altro non sono se non lavoratori poco indipendenti e questo fa sì che risultino poco affidabili agli occhi degli italiani, o almeno alla metà di loro.

Dal 2009 il web ha aumentato del 6,1% la fascia d’utenti e sfondato la barriera del 50%

Bonaiuti: «Possibile un taglio di finanziamenti per l’editoria Mirella Utano Nello stesso momento in cui il Censis rende pubblica la nuova ricerca che mette sotto scacco buona parte del tradizionale mondo informativo, la commissione Cultura di Montecitorio si prepara a mettere al vaglio la proposta del sottosegretario, Paolo Bonaiuti, di revisione del sistema editoriale italiano e nello specifico le regole sottese ai finanziamenti pubblici alla stampa. Si parte dalla cifra del 2010, quando il governo stanziò 180 milioni di euro, scendendo gradualmente a 170 quest’anno e ancor di meno, secondo le idee del sottosegretario, il prossimo 2012, che vedrebbe ridurre ulteriormente la torta data all’editoria per complessivi 190 milioni, ma comprensivi anche di altri oneri compresi i finanziamenti per la Rai. «Potremmo già muoverci a fine mese o a settembre», ha detto ieri Bonaiuti in audizione davanti alla commissione Cultura della Camera. In sostanza alcuni dei punti che il sottosegretario vorrebbe revisionare riguardano il sistema contributivo per la stampa e anche per i giornali on-line, le tariffe postali agevolate, la riforma dei criteri sulle convenzioni con le agenzie di stampa. Tra questi, ha detto il sottosegretario, il ripensamento «sul funzionamento del sistema contributivo per evitare che prodotti senza contenuto editoriale possano usufruire di tutele e parità di trattamento ma solo perché registrati».

Paolo Bonaiuti

E ancora «l’informatizzazione del sistema distributivo, a barre, che ci potrebbe costare sui 15-20 milioni, la revisione della modalità commerciali di remunerazione», insieme ad un’intervento normativo che «tuteli il diritto d’autore». Non finisce qui. Il programma segue, infatti, una «riforma dei criteri per come vengono stipulate le convenzioni con le agenzie di stampa: i parametri devono essere riferiti all’occupazione», nel senso che chi «occupa più giornalisti con un contratto regolare ha diritto ad avere di più, chi usa lavoro in nero non ha diritto ad avere niente». Su quest’ultimo punto si aspetta il favore bipartisan, cosiderando l’ipotetica manovra come vantaggiosa e favorevole per tutti coloro che, iscritti all’albo dei giornalisti, esercitano la professione senza alcuna tutela contrattuale.


il Domani Giovedì 14 Luglio 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

06:10 - TELEFILM Baywatch 06:55 - TELEFILM Baywatch 07:50 - Toto' sapore e la magica storia della pizza regia di Maurizio Forestieri (Italia) - 2003 09:30 - CARTONI ANIMATI Spank tenero rubacuori 10:00 - CARTONI ANIMATI Tom & Jerry 10:10 - CARTONI ANIMATI Zig & Sharko 10:25 - TELEFILM Nini' 11:25 - MINISERIE Una mamma per amica 12:20 - NEWS Giffoni - Il sogno continua 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:40 - CARTONI ANIMATI Detective Conan 14:10 - TELEFILM I Simpson 14:35 - TELEFILM I Simpson 15:00 - How i met your mother 15:30 - TELEFILM Gossip girl 16:25 - MINISERIE O.C. 17:20 - SITUATION COMEDY Hannah Montana 17:55 - SITUATION COMEDY Hannah Montana 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:00 - NEWS Studio sport 19:25 - TELEFILM C.S.I. Miami 20:20 - TELEFILM The mentalist 21:10 - TELEFILM C.S.I. - Scena del crimine 23:00 - TELEFILM The closer 00:45 - SHOW Poker1mania 01:35 - TELEGIORNALE Studio aperto - La giornata 01:45 - NEWS Giffoni - Il sogno continua 01:55 - TELEFILM V.I.P. 02:40 - TELEFILM V.I.P. 03:20 - TELEVENDITA Media shopping 03:35 - FILM La notte che Evelyn uscì dalla tomba con Anthony Steffen, Marina Malfatti, Rod Murdock - regia di Emilio Paolo Miraglia (Italia) - 1971 05:10 - TELEVENDITA Media shopping 05:25 - TELEFILM Zoey 101 05:50 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - NEWS Rai News Morning News 06:10 - NEWS News Rassegna stampa 06:30 - RUBRICA Il caffè di Corradino Mineo 08:00 - Rai 150 anni La storia siamo noi 09:00 - Dieci minuti di... programmi dell'accesso 09:10 - Strani amori con Lana Turner, Cliff Robertson, Hugh O'Brian - regia di Alexander Singer (USA) - 1964 11:20 - RUBRICA Cominciamo Bene 11:25 - TELEGIORNALE TG3 Minuti 12:00 - TELEGIORNALE TG3 13:00 - Cominciamo Bene - Condominio terra 13:10 - TELEFILM La strada per la felicità 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG3 14:45 - RUBRICA Figu 14:55 - TELEGIORNALE TG3 LIS 15:00 - Ciclismo: Tour de France 12^ tappa 18:05 - RUBRICA GEOMagazine 2011 18:55 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 19:00 - TELEGIORNALE TG3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - RUBRICA Blob 20:15 - Sabrina vita da strega 20:35 - SOAP OPERA Un posto al sole 21:05 - TELEFILM Sulle tracce del crimine 23:05 - TELEGIORNALE TG Regione 23:10 - TELEGIORNALE TG3 Linea notte estate 23:45 - RUBRICA Sei miliardi di altri 00:35 - RUBRICA Appuntamento al cinema 00:45 - Rai Educational - Magazzini Einstein 01:15 - MUSICALE La Musica di Raitre 02:05 - RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste 02:10 - NEWS RAInews 02:30 - NEWS RAInews 02:40 - RUBRICA Next 1a parte 03:00 - NEWS RAInews 03:10 - RUBRICA Next 2a parte 03:30 - NEWS RAInews 03:40 - RUBRICA Riflettendo con 03:45 - RUBRICA USA 24 H 04:00 - NEWS RAInews 04:10 - RUBRICA Dentro la Notizia

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 07:58 - NEWS Borse e monete 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:36 - FILM TV La rivincita di Klara Commedia con Rebecca Plymholt, Joel Lutzow, Kjell Bergqvist - regia di Alexander Moberg (S) - 2010 10:55 - NEWS Giffoni festival 11:00 - RUBRICA Forum 13:00 - TELEGIORNALE Tg5 13:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 13:41 - SOAP OPERA Beautiful 14:10 - SOAP OPERA Centovetrine 14:46 - FILM TV Rosamunde Pilcher: L'amore della sua Vita - Commedia con Jessica Boehrs, Wayne Carpendale, Daniela Ziegler - regia di Michael Steinke (Germania) - 2007 16:35 - SHOW Pomeriggio Cinque 18:50 - GIOCO Chi vuol essere milionario 19:45 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:39 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 20:40 - SHOW Paperissima sprint 21:20 - TELEFILM Angeli e diamanti - 2a puntata 23:30 - SHOW Il senso della vita story 01:30 - TELEGIORNALE Tg5 - Notte 02:00 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 02:01 - SHOW Paperissima sprint 02:40 - NEWS Giffoni festival 02:45 - TELEFILM Huff 03:47 - TELEVENDITA Media shopping 03:58 - TELEFILM Joan of arcadia 05:15 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:45 - RUBRICA Coffee Break 10:30 - ATTUALITÀ (ah)iPiroso 11:25 - TELEFILM Chicago Hope 12:30 - TELEFILM Due South 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 13:55 - La pazza storia del mondo con M. Brooks, D. De Luise - regia di Mel Brooks 16:00 - RUBRICA Movie Flash 16:05 - RUBRICA Atlantide 17:30 - TELEFILM Chiamata d'emergenza 18:25 - RUBRICA Cuochi e fiamme 19:35 - ATTUALITÀ G Day 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 20:30 - RUBRICA In Onda 21:10 - Zitti e mosca con A. Benvenuti, A. Cenci regia di Alessandro Benvenuti (Italia) 1991 23:15 - RUBRICA La valigia dei sogni 23:45 - TELEGIORNALE Tg La7 - Informazione 23:55 - RUBRICA Movie Flash - di cinema 00:00 - Red Dust con J. Bartlett, C. Ejiofor, I. Roberts - regia di T. Hooper 02:15 - RUBRICA In Onda 02:55 - RUBRICA La7 Colors

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - SHOW When I Was 17 09:00 - 100 Greatest Artist Of All Time 10:00 - MUSICA Only Hits 12:00 - NEWS MTV News 12:05 - SHOW Paris Hilton Dubai BFF 13:00 - NEWS MTV News 13:05 - SHOW Disaster date 14:00 - NEWS MTV News 14:05 - TELEFILM Scrubs 15:00 - NEWS MTV News 15:05 - SHOW 16 And pregnant 16:00 - SHOW Moving In 17:00 - SHOW Made 18:00 - MUSICA MTV Mobile Chat 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - CARTONI ANIMATI Full Metal Alchemist Brotherhood 20:00 - SHOW My Supersweet World Class 21:00 - SHOW I Used to Be Fat 22:00 - SHOW Plain Jane 23:00 - NEWS Speciale MTV News 23:30 - TELEFILM True Blood 00:30 - SHOW I Used to Be Fat 01:30 - TALK SHOW Loveline 04:00 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

RETE 06:00 - TELEFILM Andy e Norman 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:00 - TELEVENDITA Media shopping 07:20 - SITUATION COMEDY Vita da strega 07:50 - TELEFILM Miami Vice 08:40 - TELEFILM Nikita 09:55 - TELEFILM Giudice Amy 10:50 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:20 - Benessere - Il ritratto della salute 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Piu' forte ragazzi 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:50 - Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 - RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di forum 15:10 - MINISERIE Finalmente arriva Kalle 16:15 - SOAP OPERA Sentieri 16:45 - Fuga dal pianeta delle scimmie con R. Mcdowall, K. Hunter, B. Dillman - regia di Don Taylor (USA) - 1971 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Renegade 21:10 - NEWS La Versione di Banfi 23:20 - SHOW Cinema d'estate 23:22 - ìI figli della guerra con Carlos Padilla, Leonor Varela, Xuna Primus - regia di Luis Mandoki (PR) - 2004 01:25 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:52 - ìIl te' nel deserto con John Malkovich, Debra Winger, Campbell Scott - regia di Bernardo Bertolucci (GB) - 1990 04:12 - TELEVENDITA Media shopping 04:27 - SITUATION COMEDY Casa Vianello 04:50 - SITUATION COMEDY Casa Vianello 05:12 - SHOW Come eravamo

1

ITALIA

06:45 - SITUATION COMEDY Tracy e Polpetta 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes - per bambini 07:01 - Le incredibili avventure di Zorori 07:25 - House of Mouse - Il Topoclub 07:45 - CARTONI ANIMATI Little Einsteins 08:05 - CARTONI ANIMATI Uffa che pazienza! 08:20 - A scuola con l'Imperatore 08:45 - CARTONI ANIMATI Battle Spirits 09:10 - TELEFILM The Elephant Princess 09:35 - TELEFILM Chiamatemi Giò 09:50 - TELEFILM American Dreams 10:30 - RUBRICA TG2punto.it Estate 10:50 - RUBRICA Medicina 33 - di medicina 11:00 - RUBRICA TG2 Sì, Viaggiare 11:05 - RUBRICA TG2 Eat Parade 11:10 - RUBRICA TG2 E...state con costume 11:25 - TELEFILM Il nostro amico Charly 12:10 - TELEFILM La nostra amica Robbie 13:00 - TELEGIORNALE TG 2- GIORNO 13:30 - RUBRICA TG 2 E...state con Costume 13:50 - RUBRICA Medicina 33 - di medicina 14:00 - TELEFILM Ghost Whisperer 14:50 - TELEFILM Army Wives 15:35 - TELEFILM Squadra Speciale Colonia 16:20 - TELEFILM Las Vegas 17:05 - TELEFILM 90210 17:45 - TELEGIORNALE TG 2 Flash L.I.S 17:50 - RUBRICA Rai TG Sport 18:15 - TELEGIORNALE TG 2 18:45 - TELEFILM Cold Case 19:30 - TELEFILM Senza Traccia 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - TELEGIORNALE TG2 - 20.30 21:05 - TELEFILM Private Practice 23:25 - TELEGIORNALE TG 2 23:40 - FILM Rai 150 anni - Fratelli d'Italia 00:40 - RUBRICA Crazy Parade 01:15 - RUBRICA TG Parlamento 01:25 - TELEFILM Cose To Home 02:10 - RUBRICA Appuntamento al cinema 02:15 - Il tempo dei lupi con Isabelle Huppert, Béatrice Dalle - regia di Michael Haneke

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - RUBRICA Aspettando Unomattina Estate 06:30 - TELEGIORNALE TG 1 06:45 - RUBRICA Unomattina Estate 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 07:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 07:35 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:05 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo che fa 09:30 - TELEGIORNALE TG 1 - FLASH 09:55 - RUBRICA Appuntamento al cinema 10:00 - TELEGIORNALE TG 1 10:40 - TELEFILM Un ciclone in convento 11:25 - TELEFILM Don Matteo 6 13:30 - TELEGIORNALE Telegiornale 14:00 - RUBRICA TG1 Economia - di economia 14:10 - TELEFILM Verdetto Finale 15:00 - FILM TV Viaggio di nozze in Zambia con Eva-Maria Grein, Patrik Fichte, Siegfried Rauch - regia di Michael Steinke 16:50 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:15 - RUBRICA Estate in diretta 18:50 - GIOCO Reazione a catena 20:00 - TELEGIORNALE Telegiornale 20:30 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 21:10 - DOCUMENTARIO Superquark 23:25 - RUBRICA Obiettivo Castrocaro 00:15 - TELEGIORNALE TG 1 - NOTTE 00:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 00:50 - RUBRICA Appuntamento al cinema 00:55 - RUBRICA Sottovoce 01:25 - RUBRICA Rai Educational - Cantieri d'Italia - di cultura 01:55 - RUBRICA Mille e una notte Documenti 04:30 - RUBRICA Italia mia, esercizi di memoria 05:10 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - RUBRICA Euronews

06:00 Blindness - Cecita' 08:00 Jerry Maguire 10:20 Defendor 12:05 Bright Star 14:10 Master & Commander - Sfida ai confini... 16:30 The Karate Kid - La leggenda continua 18:55 The Twilight saga: Eclipse 21:00 Sky Cine News - Anteprime Italia 21:10 La solitudine dei numeri primi 23:15 I Borgia - Episodio 1 00:10 I Borgia - Episodio 2 01:15 Master & Commander - Sfida ai confini... 03:30 I Borgia - Speciale 03:50 Blindness - Cecita' 05:50 Defendor

La solitudine dei numeri primi Un film di Saverio Costanzo. Con Alba Rohrwacher, Luca Marinelli, Martina Albano, Arianna Nastro, Tommaso Neri. Genere: Drammatico Durata: 116 min. Italia, Francia, Germania 2010. Alice e Mattia. Coetanei a Torino. Bambini le cui coscienze sono attraversate da un trauma profondo che non li abbandonerà mai. Alice e Mattia. Si conoscono. Potrebbero amarsi. Si separano (lui accetta un incarico in Germania e lei si sposa). Potrebbero ritrovarsi se consentissero a se stessi ciò che si sono sempre in qualche modo vietati..


il domani  

Edizione del 14 Luglio 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you