Page 1

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Martedì 13 Dicembre 2011 > euro 1,00 > Anno XIV Nr. 343

UESSE CATANZARO Masini e Carboni ricordano i vecchi e gloriosi tandem

LA COPPIA DEL GOL AQUILE Catanzaro-Giampà. Prevista già nelle prossime ore la fumata bianca che porterà il centrocampista in giallorosso a pag. 6

VIGOR LAMEZIA La sconfitta di Perugia brucia ancora Gli uomini di Costantino guardano con fiducia ai prossimi impegni a pag. 8

I TIFOSI I regali di Cosentino e la coreografia dei sostenitori assiepati in Curva Ovest si sono divisi in settori per inscenare un colore raramente visto sugli spalti dell’Italia intera a pag. 7

LA PROTESTA Manifestazioni in tutta la Calabria per dire no alla manovra del Governo Monti considerata poco equa. A Catanzaro la fiaccolata a pag. 20

FIAMME GIALLE

ESTORSIONE

Indagine sui derivati, Operazione Sorgente sequestro per 2,5 mln Sono stati due Finisce in manette gli arresti nel clan Ripetute le consulente della Regione. Un esposto intimidazioni ai danni di un imprenditore era stato già locale che però presentata da ha denunciato Scopelliti a pag. 21

a pag. 19


2 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

SPORT I dubbi sulla reale efficacia del tavolo della pace piovono e Petrucci minimizza: «È un incontro normale»

Per ora la chiameremo “inutilità”

Nello Biafra

:: già il Domani :: REDAZIONE Direttore GUIDOTALARICO Direttoreresponsabile ORLANDOROTONDARO Capiredattori FRANCESCOPUNGITORE(Nazionale) ANGELOROSSI(Napoli) MAURIZIOZUCCARI(Cultura) Garantedellettore FRANCOESPOSITO >RedazioneRoma Tel.06.45427170/71 ViaArchimede,201-00197ROMA roma@ildomani.it >RedazioneNapoli Tel.081.19103955 ViaAntiniana,59-80078POZZUOLI(NA) redazione@ildomanidinapoli.it >RedazioneCalabria Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) redazione@ildomani.it

ROMA - Appunto. Come ha detto lo stesso presidente del Coni Petrucci, il "tavolo della pace" sarà un incontro normale. E allora, se trattasi di un incontro normale, non si capisce cosa abbia in più degli incontri normali (quelli in cui l’incontro Moratti-Agnelli è sempre terminato con un X handicap) per risolvere qualcosa e portare la tanto sospirata serenità. «Chi è stato invitato ha risposto in maniera positiva, chi non è stato invitato non si offenda: non poteva diventare un’assemblea di Lega». «Sento un’aspettativa spasmodica ma si tratta di un incontro normale ha detto Petrucci a margine di un

EDITORE T&PEditoriSRL-Tel.0961.023922 Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Testatareg.trib.Czn.64del15/7/1997 R.O.C.Numero5606 Latestatafruiscedeicontributistatalidirettidicuialla Legge7agosto1990n.250eseguentimodifiche PUBBLICITA’ Nazionale,localeegiudiziaria ILSOLE24ORESPASYSTEM DirettoreGeneraleGianniVallardi SedediNapoli CorsoUmbertoI,7-80138Napoli Tel.081.5471111 SedeCalabria Loc.Serramonda-88044Marcellinara(CZ) Tel.0961.023922 ClassificataeterritorialeNapoli SEATPAGINEGIALLE Tel.335.6505556 Tariffaamodulo46x19mmh.Commercialeeuro 103,00-Occasionaleeuro129,00-Corsidi formazioneeuro129,00-R.P.Q.euro78,00necrologioeuro77,00cad.Economicieuro0,62a parola.Supplementocolore:40% DISTRIBUZIONE:Sodip MediaServices(Calabria) CENTROSTAMPA:METROTIPOSPA ViaVaccareccia,27-Pomezia(RM) Tel.06.9114251 STABILIMENTOTIPOGRAFICODEROSE C/daPantoniMarinella-87040MONTALTOU. (Cs)-Tel.0984.934382 Responsabiledeltrattamentodati Dlgs96/2003-OrlandoRotondaro

«Sappiamo che nel mondo del calcio ci sono tante tensioni accumulate da Calciopoli in avanti per anni: tutti possono portare avanti la propria tesi, ma nessuno pensi di strattonare la Figc», ha chiarito Abete evento nella sede della Gazzetta dello Sport - L’obiettivo dovrebbe esseresemplice,trovarelaserenità perché il calcio è sempre uno sport. Il principale attore sarà la Federcalcio, perché è l’istituzione che gestisce il calcio». In poche parole solo il numero uno del Coni non riesce a individuare la velleitarietà di questo cosiddetto tavolo della pace. Glielo hanno già detto in molti: in primis il presidente del Cagliari Cellino e poi quello del Palermo Zamparini. Verso il patron rosanero, che aveva detto che il «tavolo non serve a nulla», Petrucci si è permesso anche d’ironizzare.«Permettetemi

di ringraziare un presidente che è stato molto carino erispettoso con me e ha ricordato che il Coni non si comporta bene». Su questa riunione che ha il sapore di una pizzata tra i gloriosi che hanno vissuto Calciopoli (come se facesse curriculum) il presidente della Figc Abete ha messo le mani avanti: «Nessuno pensi di strattonarci». Questo l’avvertimento del presidente della Federcalcio Giancarlo Abete a due giorni dal tavolo della pace di mercoledì, «unaopportunità per approfondire tante problematiche riguardantigli ultimi difficili anni e le criticità collegate a Calciopoli». «Sappiamo che nel mondo del calcio ci sono tante tensioni accumulate da Calciopoli in avanti per anni: tutti possono portare avanti la propria tesi, ma nessuno pensi di strattonare la Figc», ha chiarito Abete, commentando così la proteste di chi si è sentito escluso dagli inviti: «Quando si parlerà della riforma del calcio la discussione riguarderà tutte le componenti di questo mondo». «La Figc da subito ha appoggiato l’iniziativa del Coni: il nostro ruolo è essere garanti delle regole, senza avere figli e figliastri, senza una logica di nemici e guerra», ha spiegato Abete, parlando in occasione di un evento nella sede della Gazzetta dello Sport, a cui hanno partecipatofraglialtri il presidente del Coni Gianni Petrucci, quello della Lega di serie AMaurizioBerettaevaridirigenti, fra cui l’ad dell’Inter Ernesto Paolillo e il presidente del Genoa Enrico Preziosi.

COPPA ITALIA Sannino fa turnover contro il Palermo ROMA - Il Siena affronta stasera il Palermo negli ottavi di finale di Coppa Italia. Il tecnico dei bianconeri Giuseppe Sannino ha convocato 19 giocatori, lasciando a casa molti titolari. Come già fatto in occasione del precedente turno contro il Cagliari, l’allenatore darà spazio a chi ha giocato meno: «Ma si tratta pur sempre di giocatori con all’attivo diverse gare in serie A - precisa il tecnico - e comunque sapete bene che non mi piace parlare di titolari e riserve perchè per me non esistono. Andiamo per vincere, vogliamo passare il turno». In campionato il momento è difficile, il Siena ha conquistato un solo punto nelle ultime quattro partite, Sannino cerca di rilanciare la fiducia dell’ambiente: «Il nostro obiettivo finale non è cambiato, dobbiamo solo salvarci. Se avessi fatto 14 punti distribuiti diversamente lungo le 14 giornate adesso non si parlerebbe di noi con questi toni. Ci sono momenti meno belli nel corso di una stagione, questo lo è sicuramente, ma è proprio adesso che si vedono gli uomini e i giocatori veri». Il tecnico torna anche sulla partita con il Genoa per difendere la prestazione dei suoi: «Certi giudizi negativi non me li spiego proprio: io non ho visto una grossa differenza tra noi e loro».

IN BREVE

> JOVETIC

> INIESTA

> NAINGGOLAN

Gli accertamenti diagnostici a cui è stato sottoposto oggi Stevan Jovetic hanno escluso lesioni a livello muscolo-tendineo, tuttavia sarà valutata nei prossimi giorni la prognosi riguardo alla sua disponibilità per la gara di sabato prossimo al Franchi con l’Atalanta. Nell’ultimo turno di campionato l’attaccante della Fiorentina ha dovuto saltare all’ultimomomento la gara di tre giorni fa a San Siro contro l’Inter perl’acutizzarsi di un dolore all’anca: la sintomatologia, fasapere lo staff medico viola, rientra in un quadro «di sindromedel piriforme che determinando compressione sulla radicenervosaevocadolore». Jovetic sta già seguendo una terapia specifica e le sue condizioni saranno monitorate durante la settimana in attesa di un recupero che però potrebbe non arrivare prima della sosta di Natale.

Per una volta «è bello essere uno qualunque». Parola di Andres Iniesta, l’uomo che con il suo gol all’Olanda ha regalato alla Spagna il primo titolo mondiale e che ieri, approfittando delle 26 ore di libertà concesse ai giocatori dal tecnico Guardiola (la semifinale contro l’Al Sadd è giovedì), se n’è andato in giro per Tokyo prendendo la metro emuovendosi fra le varie stazioni come fosse un perfetto sconosciuto. Per una volta il principale protagonista dell’ultimo Clasico tra Real e Barcellonahaprovatoilsapore dell’anonimato, visto che tra la folla sui vagoni della metro della capitale giapponese nessuno lo ha riconosciuto, o comunquelo ha voluto disturbare. Così Iniesta ha pubblicato sul proprio profilo su Twitter la foto di se stesso in mezzo alla gente in metro sotto ad un’insegna piena di ideogrammi.

«Nainggolan non lo vendo neanche per 100 milioni. È una questione di sentimenti, è una politica diversa. Se spendiamo soldi per fare lo stadio non possiamo vendere i calciatori. Naingolan è giocatore che vorrei tenere a Cagliari e per lui non c’è prezzo, non lo vendiamo. Ci hanno offerto tanti soldi ad agosto dall’estero, adesso il procuratore mi ha detto che ci sono club interessati ma non vogliamo cederlo». Il presidente del Cagliari, Massimo Cellino, non ha nessuna intenzione di cedere Radja Nainggolan né a gennaio né a giugno. Il centrocampista rossoblu è il pezzo pregiato della formazione sarda. «Tutte queste voci su di lui lo hanno distratto, sono alcune partite che non gioca ai suoi livelli. Ho parlato con lui, sta per avere una figlia, sta bene a Cagliari e non se ne vuole andare via».


Martedì 13 Dicembre 2011 3

il Domani dello Sport

Lexus CT200h inaugura una nuova scelta stilistica del marchio

Lexus CT200h, una ibrida di lusso Pasquale Chirchiglia

Jeep che si rifanno allo stile marinaresco In occasione del Salone Nautico di Parigi, da poco conclusosi, Wrangler ha presentato due concept di ispirazione nautica, ovvero le Jeep Wrangler Nautic, sia in versione Black che White. Tra i segni che le contraddistinguono, il pozzetto posteriore rivestito in legno e una serie di cromature in punti strategici, nonchè inserti in legno marino su plancia, volante e portiere.

Opel Insignia, ancora più potente A partire da gennaio, arriverà in concessionaria una nuova motorizzazione per la Opel Insignia. Si tratta di un 2.0 BiTurbo CDTi da 195 CV, in grado di toccare i 230 km/h e di garantire uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi. Inoltre, sarà possibile ordinare il telaio Super Sport sulle versione AWD, con sospensioni anteriori OPC e montanti HiperStrut. Lexus CT200h

Una ruota apparentemente perfetta Lexus, brand di lusso del marchio Toyota, ha tra le caratteristiche principali quella di non badare troppo ai fronzoli stilistici, privilegiando l’efficienza, la qualità e la ricerca tecnologica e questa Lexus CT200h non è da meno, essendo la prima e, al momento unica, vettura del segmento C "Premium" a vantare esclusivamente una architettura ibrida, tratta dalla Prius. Le emissioni dichiarate variano da 87 a 94 g/km, mentre il consuLa Lexus mo medio di carburante è di 4,1 litri per 100 km, il CT200h ha, che rende la CT200h la più tra isuoi efficiente della sua categoria. Ma siccome oltre all’eftanti punti ficienza, anche l’occhio vuole la sua parte, specie di forza, la quando si tratta di vetture che richiedono un certo tiricercatezza po di esborso economico, tecnologica, ecco che questa nuova Lexus inaugura una scelta i consumi stilistica più compatta e aerodinamica, che tiene la ridotti e macchina incollata alla il rispetto strada. Grazie a determinate soluzioni, il Cx è di dell’ambiente 0,28, il che permette di massimizzare le prestazioni e, come già detto, di ridurre i consumi, dote assolutamente non trascurabile, visto il vertiginoso aumento del carburante che sembra non volersi arrestare in nessun modo. Ad ogni modo, la CT200h non è esattamente una vettura pensata per correre, in quanto il motore elettrico non ha uno scatto brucian-

te. A questo si può ovviare in parte selezionando, tramite l’apposita manopola, la funzione "Sport", ma non è che l’auto diventi un razzo. La velocità massima è di 180 km/h, mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h si compie in 10,3 secondi. L’abitacolo, come tradizione, unisce eleganza e sobrietà, oltre a un completo sistema di infotainmen che, nonostante ricco di funzioni e quindi complesso ad un primo approccio, alla fne si rivela estremanente funzionale e ci permette di controllare agevolmente navigatore sa-

All’ultimo Salone di Tokyo, la Bridgestone ha presentato il "Non Pneumatic Concept Tire", in parole povere la ruota senza aria, composta di resina termoplastica e gomma. Non essendoci aria, è impossibile forarla, e la pressione rimane costante per tutta la sua durata. Quindi, offre minore manutenzione e maggiore sicurezza, senza contare che è totalmente riciclabile.

Un modo curioso per aumentare lo spazio tellitare, impianto audio, impianto audio e tutto quello che la tecnologia può offrire. I posti a sedere sono confortevoli e, nonostante la presenza delle batterie, il bagagliaio offre una capienza di 375 litri, quindi in linea con gli standard del segmento C. Per quanto riguarda la funzionalità del motore elettrico, ovviamente il meglio lo offre nel traffico intenso, quando le velocità sono quelle minime intorno ai 20-30 km/h, perché il motore termico viene sfruttato in minima parte. L’energia delle batterie si ricarica in decelerazione e in frenata, per cui se si vuole, quando si è in discesa si può attivare la funzione "B" che accentua il freno-motore e permette di ricaricarle più in fretta.

Se pensate che la Smart sia comodissima per la città, ma il bagagliaio sia eccessivamente piccolo, ecco quello che fa per voi. Il RainSpeed Dock+Go, che verrà presentato a Ginevra il prossimo marzo, è un sistema modulare che aumenta la capienza dell’auto. Un sorta di bauletto con le ruote insomma, nel quale caricare bagagli supplementari, o anche batterie di riserva per la Smart elettrica


4 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

www.ildomanidellosport.it

Genoa e Inter stasera in campo per il match rinviato per l’alluvione. Ranieri attende la sosta e promette un grande 2012

«Ne riparliamo dopo il derby»

Claudio Ranieri (LaPresse)

Ettore Zonno MILANO - Che bello il Natale. Se di mestiere si fa l’allenatore dell’Inter, è addirittura più bello. Perché, finalmente, Ranieri e i suoi potranno tirare il fiato, mettersi in pausa fino al 2 gennaio (solo allora il tecnico riprenderà la preparazione, scelta insolita) per preparare più la testa che le gambe all’appuntamento del derby con il Milan, che l’Inter giocherà il

IL FATTO

La Lazio ha un problema tra i pali: Federico Marchetti è stato sottoposto ieri mattina presso la clinica Paideia di Roma ad accertamenti che hanno avvalorato la diagnosi fatta durante la partita di Lecce. Marchetti ha subito «una lesione di primo-secondo grado del bicipite femorale della coscia destra» che lo renderà indisponibile sino a dopo la sosta natalizia.

15 gennaio. E proprio sul derby, Ranieri punta tutto: «Giudicateci dopo il derby», dice alla vigilia della gara con il Genoa di questa sera, recuperodell’undicesimagiornata rinviata per l’alluvione del novembre scorso. Perché Ranieri sa che durante la sosta potrà risolvere, con la calma che non è mai concessa a chi subentra in corsa, i problemi tattici e di programmazione atletica che hanno sin qui afflitto la sua Inter. «Vincere oggi non av-

rebbe nessun significato in particolare, se non di aggiungere tre punti in classifica. Sapete come la penso, noi continuiamo a lavorare come abbiamo sempre fatto e con il Genoa dobbiamo far bene contro una squadra che sa giocare bene al calcio. Noi dobbiamo pensare solo a noi, alla nostra strada, che non è libera da incidenti. Quindi, zitti e pedalare». Sulla situazione infortunati, Ranieri prosegue: «Milito è con noi, ma deciderò solo nella rifinitura se schierarlo o meno. Forlan verrà in panchina: è un giocatore di classe e temperamento. È vog-

«Vincere oggi non avrebbe nessun significato, se non quello di darci tre punti in classifica. Noi guardiamo alla nostra strada, che non è libera da incidenti. Quindi, zitti e pedalare»

lioso, bisogna tenerlo con le catene, vorrebbe giocare sempre, è comeSneijder,diconosempredistare bene». Delle precarie condizioni di Sneijder ha incece parlato il presidente Moratti: «C’è preoccupazione per ilfattochesièfattomale.Continua ad avere un pò di fastidio, gli passerà. Però è un peccato perché ci poteva servire». In ogni caso Moratti è parso molto sollevato dalla vittoria con la Fiorentina. «È anche una sorta di premio al lavoro di Ranieri. Mi sembra che abbia lavorato bene sia psicologicamente che sul campo, in una certa maniera», ha detto Moratti. Sul digiuno di gol di Diego Milito: «Per me ha giocato molto in maniera molto intelligente, per la squadra, quindi poi il gol naturalmente può venire». «Il tavolo della pace? Non so esattamente quale sarà il significato. Quindi vado lì con molta curiosità», ha chiosato Moratti a proposito dell’incontro convocato dal Coni per il 14 dicembre a Roma.

LE PROBABILI FORMAZIONI

GENOA GENOA (4-4-2) Frey; Mesto, Dainelli, Kaladze, Moretti; Rossi, Veloso, Constant, Merkel; Jankovic, Pratto. Allenatore: Alberto Malesani

INTER INTER (4-4-1-1) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta, Faraoni; Coutinho, Pazzini Allenatore: Antonio Conte

Guidolin si gode il momento magico e ringrazia Di Natale: «È di un’altra dimensione»

«Il mio miracolo Udinese» UDINE - Francesco Guidolin parla di «momento magico» della sua Udinesedopol’ennesimosuccesso in campionato anche grazie ai gol del gioiello dei friulani, Totò Di Natale, arrivato a quota 10 reti. «Totò è una certezza e sarà pronto per l’Europeo, e questo Prandelli lo sa», ha detto Guidolin in un’intervista radiofonica. «È un fuoriclasse maturo e consapevole. Davanti siamo ben coperti, abbiamo Floro Flores che è uno dei migliori centravanti italiani, ha grande tecnica, qualità nell’agilità e nel saper colpire la palla. È chiaro che Totò viveunperiodostraordinario,riesce a fare gol quasi sempre, speriamo duri più a lungo possibile. Luièilprincipalefinalizzatore,ma fagiocatestraordinarie,creaoccasioni, insomma è di un’altra dimensione». Il "miracolo" Udinese, che pure ha perso tre pedine importanti prima del via del campionato, continua. «Lavoro in un contesto sereno in cui c’è competenza, saggezza e anche pazienza -

Francesco Guidolin (LaPresse)

spiega il tecnico - e c’è un gruppo che ha voglia di arrivare, stiamo crescendo, il lavoro fatto in questi anni ci sta facendo cogliere dei frutti, quando si lavora bene, e intendo la società, i frutti si raccolgono. Andare più forte dell’anno scorso avendo ceduto tre pezzi così importanti è stato sorprendente per tutti, ma la spiegazione sta nel fatto che ci conosciamo di più e meglio, la squadra sa cosa voglio e io ho cominciato a capire come prendere questi giocatori, che non sempre sono facili da gestire. Chi viene qui sa che si deve ripartire ogni anno, se il pezzo importante viene ceduto per grandi club, ci sono sempre dei i ragazzi che sostituiscono quelli che partono. del resto a certi prezzi l’Udinese non può competere, per questo bisogna arrivare prima». Il sogno di Guidolin è chiudere comunque in Friuli: « Vorrei finire la mia carriera a Udine, sto benissimo qui: se non dovesse andare bene vorrei finire all’estero».


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

5

SPORT Lamar Odom giocherà con i Dallas Mavericks. Il netto no di Kobe Bryant

Troppe cessioni nei Lakers

di Anna Bolle «Non mi piace, non mi piace per niente». Kobe Bryant, stella dei Los Angeles Lakers, non gradisce la cessione di Lamar Odom ai Dallas Mavericks. La franchigia californiana ha spedito l’ala ai campioni Nba, insieme ad una seconda scelta del draft 2012, in cambio di una prima scelta e di una trade exception da 8,9 milioni di dollari. «Stiamo parlando del sesto uomo dell’annonellascorsastagione.Ha giocato alla grande», dice Bryant riferendosi a Odom che, fuori dal campo, ha fatto discutere per il reality di cui è protagonista con la moglie la starlette Khloe Kardashian. «Non capisco le critiche per il reality, non le capisco proprio. L’ultima stagione è stata la migliore per lui, non era affatto distratto e ha dato tutto in campo», aggiunge Bryant che si limita a citareiMavericksusandoleparole «quella squadra». La freddezza nei confrontideitexanièd’obbligodopo il secco 4-0 con cui i Lakers sono stati eliminati nei playoff della scorsa primavera. «Conosco Lamar da tanti anni, la sua versatilità e la sua personalità hanno significato tanto per la squadra. La

I Dallas Mavericks si preparano ad accogliere il nuovo acquisto. «Con Odom, Dirk Nowitzki e Shawn Marion probabilmente abbiamo il miglior trio di ali nella lega. Ed è splendido»

sua presenza è importante nello spogliatoio, anche solo se pensiamo alla chimica. Lui è speciale quando si tratta di fare gruppo», aggiunge Bryant. Umore diverso, ovviamente, nel training camp dei Dallas Mavericks, che si preparano ad accogliere il nuovo acquisto.«ConOdom,DirkNowitzki e Shawn Marion probabilmente abbiamo il miglior trio di ali nella

Spedita l’ala ai campioni Nba in cambio di una prima scelta e di una trade exception da 8,9 milioni di dollari

lega. Ed è splendido», dice il coach Rick Carlisle. «Odom può fare tutto, ci darà tante alternative: può allungare il gioco, può segnare, ha esperienza e ha giù vinto in carriera», aggiunge il tecnico. Le delusioni, per Bryant, potrebbero non finire qui. I Lakers hanno rinunciato, almeno per ora, all’ingaggio di Chris Paul. Il play dei New Orleans Hornets, destinato a cambiare maglia, potrebbe trasferirsi a Los Angeles ma non per indossare la casacca gialloviola: secondo il Los Angeles Times, CP3 è vicino ai Clippers. La seconda franchigia di L.A. metterebbe sul piatto il centro Chris Kaman, la guardia Eric Bledsoe, l’ala Al-FarouqAminueunaprimascelta.Alla fine, toccherà alla Nba dare il via libera all’affare. La lega attualmente gestisce gli Hornets e il commissioner David Stern giovedì scorso, pressato dai proprietari di alcune squadre, ha bocciato il trasferimento di Paul ai Lakers. Da New Orleans se n’è di fatto andato via David West: l’ala ha raggiunto l’accordo con gli Indiana Pacers con cui si appresta a firmare un biennale da circa 20 milioni di dollari.

> Pattinaggio Il ritorno dello zar Evgeni Plushenko: il cigno ai nazionali Il cigno del pattinaggio - oro olimpico ai Giochi di Torino, ma assente dal ghiaccio dalle Olimpiadi di Vancouver nel 2010 - è pronto per tornareingaraafineanno.Ciriprova dunque Evgeni Plushenko. Lo zar dei pattini parteciperà ai campionati nazionali in programma a Saransk dal giorno di Natale al 28 dicembre, e sarà la prima competizione dopo il torneo olimpico. La conferma è arrivata dallo storico allenatore del campione russo, Alexi Mishin. «Quando Plushenko ha fatto il suo primo ritorn io lo avevo definito un eroe, considerando che ci riprova per la seconda volta sono costretto a chiamarlo eroe doppio, perchè è estremamente complicato farlo due volte». Ma i campionati russi saranno un trampolino di lancio verso gli appuntamenti del 2012, con Europei e

Mondiali: l’obiettivo è piazzarsi nei primi due posti per accedere al torneo continentale e iridato. Classe 1982, tre volte campione del mondo, un oro e due argenti a cinque cerchi, Plushenko si era già fermatounavoltaneidueannichehanno preceduto i Giochi di Vancouver. Una pausa dalle gare in cui però aveva continuato a pattinare in giro perilmondoconisuoispettacoli.E proprio un’apparizione in uno spettacolosulghiaccio,retribuitaesenzailconsensodellaFederazioneinternazionale, è costata a Plushenko la sospensione per un anno, sanzione terminata di scontare nello scorso giugno. Ma il pattinatore dei record aveva sempre detto di sognare di gareggiare ai Giochi invernali in casa, in programma a Soci nel 2014. Intanto prepara i campionati nazionali. Ma il suo allenatore non nasconde qualche ansia. «È vero, la rotazione gli viene meglio che a Torino e a Vancouver spiega Mishin - ma non salta meglio».


6 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

SPORT

Prevista già nelle prossime ore la fumata bianca che porterà il centrocampista in giallorosso

Catanzaro-Giampà: sembra fatta Simone Nisticò CATANZARO - Ci siamo. La lunga ed estenuante trattativa che vuole portare Domenico “Mimmo” Giampà a Catanzaro è in dirittura d’arrivo. Già nei giorni passati c’era il sentore che qualcosa potesse sbloccarsi in settimana e dalle ultime notizie in nostro possesso si può azzardare qualcosa in più di una banale ipotesi. E’ vero, Giampàvestiràilgiallorossosinda subito.Pocheoreseparanoancora il centrocampista attualmente in forza al Modena dai Tre Colli. Il giocatore nativo di Girifalco, in provincia di Catanzaro, classe 1977 e che attualmente si trova alla corte di un’altra vecchia conoscenza del calcio catanzarese quale Agatino Cuttone, con ogni probabilità già nella prossima settimana si armerà di valigia e di biglietto solo andata per fare ritorno a casa. Il suo però non sarà un viaggio di piacere né la classica sosta per passare le ferie natalizie vicino ai parenti. Mimmo Giampà porterà con sè invece gli scarpini e il cuore per dare un forte contributo alla causa giallorossa. Proprio con il Catanzaro aveva mosso i suoi primi passi nel calcio professionistico quando alla tenera età di

FOCUS

Salvatore Carboni

Quattro gol su azione per gli attaccanti nelle ultime due gare Il presidente, intanto, continua a dispensare sogni. Che differenza rispetto a quel triste Catanzaro-Pomezia di un anno fa esatto, con i calciatori seduti in mezzo al campo nel deserto del Ceravolo

Domenico Giampà

17 anni bagnò l’esordio in serie C2 nell’anonima stagione 1994/95 allorquando i giallorossi si piazzaronoall’undicesimopostoingraduatoria.IlCatanzaroquell’annoebbe

ben tre gestioni in panchina con Improta sui blocchi di partenza che venne rilevato da Nicolini prima e da Leotta poi. Giampà quell’anno riuscì a raccogliere due

presenzeperpoiconfermarsinella stagione successiva con i vari tecniciZampollini,PasquinoeBanelli. Era un Catanzaro che viveva sul lastrico e conduceva campionati

anonimi ad un passo dal torneo interregionale. Adesso, dopo anni di militanza in categorie superiori e dopo aver giocato anche nell’olimpo calcistico italiano con le maglie di Messina e Ascoli, Giampà torna in giallorosso e lo fa con il massimo della disponibilità e con tanto entusiasmo. Un entusiasmo e un amore mai scalfiti dopo anni di lontananza dalla sua città d’origine. Per mettere nero su bianco e mandare in porto l’operazione dunque ci vorrà davvero poco. Già nelle ore dopo il match contro il Fondi lo stesso Giampà, il suo procuratore e Cosentino si sono incontrati per definire la trattativa. Una trattativa intensa ed estenuante che però ha finalmente avuto la svolta decisiva. Portare un giocatore dalla serie cadetta alla Lega Pro comporta un gran dispendio di risorse economiche. Mimmo Giampà è disposto ad abbassare nettamente il suo ingaggio, almeno fino a giugno, quando cioè al termine della stagione si potrà parlare di ritocchi. Quello economico è il motivo per cui ancora il sodalizio giallorosso non ha dato la notizia ufficiale. Il “margheritone” che Ciccio Cozza sfogliaognigiornoèarrivatoall’ultimo petalo: “viene, non viene….viene”.

Masini e Carboni rispondono a suon di gol a chi reclamava rinforzi in attacco

Quando le critiche fanno bene CATANZARO - Quando le critiche… fanno bene. Questo assioma ben si addice agli attaccanti del Catanzaro, a digiuno per qualche partita di troppo e improvvisamente risvegliatisi nelle ultime due gare, Lamezia esclusa, nel corso delle quali hanno realizzato due gol a testa, e tutte su azione manovrata. Masini e Carboni hanno così tranquillizzato quanti, e chi scrive per primo, cominciavano a reclamare rinforzi per il reparto offensivo. Ma le vittorie contro Paganese e Fondi, hanno anche sciolto gli ultimi dubbi di chi storceva il muso per un gioco forse non troppo brillante. Sia contro i forti campani, che contro i modesti laziali, i ragazzi di mister Ciccio Cozza hanno condotto il gioca con autorità, dando l’impressione di poter andare a rete in qualsiasi momento, e facendo tornare alla mente, in qualche frangente, quella autentica macchina da gol che era il Catanzaro di mister Auteri un paio di stagioni fa. Ma le liete notizie non sono giunte solo dal campo, ultimamente. Anche le esternazioni del presidente Cosentino

sulla serietà del progetto, sulla puntualità nel pagamento degli stipendi ai calciatori, sugli investimenti futuri e per ambizioni addirittura…europee, hanno creato entusiasmo tra la tifoseria, alla quale sembra ancora di star vivendo un sogno, ove si pensi che esattamente un anno fa di questi tempi, i nostri calciatori si sedevano a terra in mezzo al campo in segno di protesta per il mancato pagamento di quanto spettante in occasione di un triste Catanzaro- Pomezia. Se un calciatore come Giampà, titolare in una formazione di serie B, non vede l’ora di rivestire la casacca giallorossa rinunciando a palcoscenici certamente superiori, è testimonianza di come in pochi mesi il Catanzaro sia riuscito a riacquistare quella credibilità e quel prestigio che sembravano irrimediabilmente perduti a causa delle ultime scellerate gestioni. Già questa è una grande vittoria del presidente Cosentino, ora aspettiamo tranquilli e fiduciosi la conferma del campo. Simone Masini

Claudio Pileggi


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

7

SPORT Masini e Carboni ricordano i vecchi e gloriosi tandem. Dai "gemelli del gol" a Borghi e Bivi

La "coppia gol" del Catanzaro sull’altare delle aquile giallorosse Simone Nisticò CATANZARO - L’entusiasmo cresce in casa giallorossa. Una splendida coreografia della Curva MassimoCapraro ha fatto da contorno ad un’aria di rinnovato entusiasmo. E’ lapalissiano oramai. Il popolo delle aquile è unito, un po’ come prima. Le stesse ammissioni ricche di autostima e di forti ambizioni del patron giallorosso Giuseppe Cosentino sussurrano qualcosa all’orecchio dei tifosi del Catanzaro. “Vincere e in fretta” sono paroleche paionol’eco proveniente da qualche annata precedente caratterizzata dalla vendita di fumo alle bancarelle dell’usato. Stavolta invece, l’essenza di quelle parole viene smorzata dal baffetto irto che trasmigra sempre più sensazioni di passione e sete di vittoria, di mettersi cioè sotto le luci di quella ribalta che ormai da troppo tempo non accecano la vista della Catanzaro pallonara. Intanto il presente parla di una vittoria, quella contro il Fondi, che al di là della caratura dell’avversario continua a far sognare tutti. Anche loro, i “gemelli del gol”. Difficile ora arrestare l’entusiasmo. Sarebbe più semplice fermare un frecciargento sulla linea Roma-Napoli C.le. E invece no i due goleador per eccellenza quest’anno in maglia giallorossa Simone Masini e Sasà Carboni stanno facendo parlare di loro alle cronache sportive dell’intero stivale. Lo stesso stivale che i due giocatori prima di scivolare giù nel profondo sud hanno girato. Ritorna aria di festa dunque in casa giallorossa anche gra-

La "coppia gol" Masini-Carboni

zie ai due bomber. Carboni, 7 reti delle coppie più prolifiche e affiafinora realizzate e Masini 6 centri tate del calcio italiano: Pulici e per lui a due giornate dalla conclu- Graziani. Con loro e soprattutto sione. Si può dire ciò che sivuole. attraverso i loro gol e la loro intesa Che il Catanzaro ha iniziato in ri- il Toro degli anni ’70 raggiunse tardo, che non si sapeva che tipo di successi importanti come lo scucategoria si doveva affrontare, che detto nell’annata 1975/76. Ma anquesto è l’anno della rinascita. Ma che il Catanzaro dei tempi d’oro andando a spulciare nel curricu- ebbe le sue coppie del gol che non lum e nella gavetta della sonopoisemprestatecaratterizzacoppia-gol del Catanzaro sap- te da un rapporto tutto rose e fiori. caso della coppia piamo che i due sono tutt’altro che Nel due sbarbatelli alle prime armi e Palanca-Chimenti per esempio fu che stanno facendo valere la pro- inevitabile una separazione. Vito priaforza.Lamentedeipiùnostal- Chimenti,arrivatoaCatanzarocogici di una pallone che non c’è più è subito andata a ritroso nel tempo. Le firme delle partite contro la Paganese ed il Fondihannoinevitabilmente affisso questatarghetta,“i gemellidelgol”,affidataria di una Una formazione del Catanzaro 1981/82

me pezzo pregiato del mercato con la sua immancabile “bicicletta” da Palermo non riuscì ad effettuare clamorose impennate lasciando il diritto di segnare solo al buon Palanca. All’altare del gol si presentarono in maglia giallorossa anche altri due pezzi grossi del Catanzaro quali Edi Bivi e Carlo Borghi, due giovanotti dal sangue freddo ma dal piede caldo, così tanto da far suggellare un matrimonio, con la supervisione dell’ultimo vero tecnico della serie A catanzareseBrunoPace,maiscalfito nei tifosi delle aquile. Al termine della stagione 1981/82 Edi Bivi si classificò alle spalle del solito Roberto Pruzzo nella classifica dei cannonieri della Serie A(l’anno precedente lo stesso destino era toccato a Massimo Palanca). Ricordi di un calcio dai calzoncini corti e dalle maglie in flanella. Ora nel Catanzaro di marca Gicos sembraesserelavoltadiduenuovi nomi. Un “toscanaccio” di quelli veraci e dai pochi fronzoli e un sardo dalle poche parole ma dalla classe sopraffina che probabilmente non ha raccolto nella sua carriera quel che meritava. Masini e Carboni, Carboni e Masini: i “gemelli del gol” per farla breve. Entrambi spinti dallo spirito goliardico imprescindibile del Catanzaro di quest’anno e dalla giusta vena di riscatto si apprestano ad inviare le partecipazioni di un matrimonio che si sta suggellando in questa stagione. Ad accompagnare all’altare Carboni c’è Cosentino, ad attenderlo Simone Masini con il “padrino” Ciccio Cozza.

I regali di Cosentino e la coreografia CATANZARO - Ci è voluto un po’ affinchè lo show degli Ultras Catanzaro 1973 avesse inizio. Però quando è stato dato il via, qualche secondo dopo il fischio d’inizio del Sig. Sacchi di Macerata, probabilmente gli occhi puntati sul rettangolo verde saranno stati in pochi. I veri protagonisti della partita a quel punto sembravano loro. I tifosi assiepati in Curva Ovest si sono divisi in settori per inscenare un colore raramente visto sugli spalti dell’Italia intera. Erano cinque per l’esattezza i settori: giallo e rossi in alternanza con un bianco candido in mezzo per risaltare l’effetto. Un’immenso striscione bianco con scritta nera “Massimo sempre con noi” avvolgeva la recinzione della curva, mentre un solo coro innalzato con onore e tanta voglia di incitare i beniamini inebriava l’aria e i circa tremila del “Ceravolo”. “Siamo la Massimo Capraro e mai nessun ci fermerà...” cantava la curva scaldando un’atmosfera piacevole, d’altri tempi, che anticipa il Natale e con esso i bei regali sotto l’albero di Pino Cosentino. s.n.

La cura di Cozza allontana le "domeniche lunatiche" CATANZARO - Il “day after” della partita contro il Fondi non può che essere dei più lieti. Già da un po’ di tempo a questa parte il popolo giallorosso butta giù dal letto il lunedì mattina con una carica in più. Le “domeniche lunatiche” delle stagioni pregresse sembrano ormai un brutto ricordo. La cura migliore per combattere le notti passate in bianco l’ha data quest’anno il Dott. Ciccio Cozza che ha consegnato la vittoria ai supporters delle aquile. Anche contro il Fondi ottima prestazione. Voti buoni per tutti in pagella. Nessuna insufficienza grave. Il canguro australiano Christian Tommaso Squillace, centrocampista del Catanzaro

Esposito ha sbagliato un paio di occasioni da gol nitide. Una rimane sul groppo del numero 10 giallorosso perchè poteva sbloccare già nella prima frazione il match. Nulla di grave comunque e sufficiente la sua prestazione. Il ragazzo si è mosso bene ed ha servito anche un pallone in profondità sul piatto d’argento per un Romeo dalla tanta corsa ma che ha ritardato il tempo nell’accensione della scintilla. Qualche “tiratina d’orecchio” il mister l’avrà fatta anche ad Accursi. Il capitano giallorosso in un paio di occasioni ha fatto nascere delle apprensioni per poi rifarsi nel resto della gara. Questo è

il pelo nell’uovo. Ma il Catanzaro è davvero squadra forte. La solidità parte dalle retrovie con un Mengoni che compie “interventi con i piedi”, ma provvidenziali. Il Narducci visto domenica è un giocatore di categoria superiore mentre continuano a sorprendere la sicurezza e la freddezza di Papasidero. Sulla mediana Corso va a lezione da Maisto. A tal proposito occhio che l’allievo non superi il maestro. Squillace ha un mancino raro e che può fare tanto male agli avversari. Dei “gemelli del gol” nulla da dire. Impeccabile il cinismo di entrambi. s.n.


8 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

SPORT Gli uomini di Costantino, comunque, guardano con fiducia ai prossimi impegni

VIGOR, C’E’ GROSSO RAMMARICO La sconfitta di Perugia brucia ancora Matteo Brancati LAMEZIATERME-Ripartiredalla buona prestazione, evitando amnesie che finiscono per rovinare una gara: è questo l’obiettivo della Vigor Lamezia dopo il ko di Perugia. Una sconfitta sfortunata come abbiamo scritto ampiamente che non deve però abbattere un gruppo che ha fatto sudare le cosiddette sette camicie alla formazione perugina.L’autogoldiCerchia,cose che capitano, sul finire di primo tempo, avrebbe ammazzato chiunque sul piano caratteriale, ma nella ripresa la rete di Mancosu aveva ristabilito la parità, dimostrando a tutti il carattere di una squadra che non molla mai. Poi ci sta di prendere due gol, ma dispiace per il modo in cui si è subito il raddoppio e il tris umbro. Il secondo gol è nato da una collettiva disattenzione su un corner calciato dalla destra, mentre nel tris perugino,Marchettihacommesso un errore grave. Si badi bene non stiamocondannandonessuno,ma alcune ingenuità li paghi, soprattutto contro corazzate del campionato. Altra nota stonata è certamente l’espulsione di Gianfranco Rondinelli, che ha lasciato i suoi in dieci uomini quando la gara era sul 3-2. Avere un elemento in più nel forcing finale sarebbe stato importante, ma una giornata no capita a tutti, dunque niente drammi. RAMMARICO - Massimo Costantino recrimina per l’autorete iniziale: «Margarita, per noi e per il guardalinee, è in posizione di fuorigioco. Questo costringe il no-

Brutta sconfitta degli Allievi contro il Taranto

Solo applausi per la Vigor

Ancora recriminazioni per la rete del vantaggio umbro ma ora niente drammi, domenica bisogna vincere stro calciatore a fare quel movimento. Siamo arrabbiati, ma l’arbitro ha pensato diversamente. Il Perugia, secondo me, vincerà il campionato senza problemi, essendo una squadra molto forte. Noi abbiamo perso, ma certamente non sul piano del gioco». Parole amare che fanno aumentano i rimpianti in casa Vigor, per una partita che poteva finire diversa-

mente.Trasettegiornisaràimportante tornare alla vittoria per non perdere terreno dalle zone nobili della classifica. La sconfitta di domenica ha infatti, fatto perdere la quinta piazza in graduatoria, ma nello stesso tempo ha lasciato invariato il distacco dal Giulianova, perdente proprio con l’Ebolitana. E poi c’è il pubblico che spera di chiudere l’anno con due vittorie casalinghe. C’è da ricordare che dopo i campani si recupererà il derby contro il Catanzaro, sospeso una settimana fa per l’infortunio del “famoso” Ros di Pordenone. Il rischio di arrivare deconcentrati all’Ebolitana è alto, per questo il tecnico biancoverde dovrà essere bravo a isolare i suoi giocatori dalla “partitissima”. PREPARAZIONE – La squadra riprenderà la preparazione

quest’oggi in vista della gara di domenicapomeriggio;tuttiadisposizione, tranne Sinicropi e Pristerà. Contro l’Ebolitana ci sarà da sostituire Rondinelli, che verrà appiedato per una giornata dal Giudice sportivo. Al suo posto probabile l’inserimento di Mercurio a destra. Possibile anche l’arretramento di Marco Cane in difesa, con il conseguente impiego di Riccardo Lattanzio sulla trequarti. L’esterno nativo di Andria ha disputato una buona gara in quel di Perugia, mettendo a segno la rete (purtroppo vana) del 3-2. C’è fiducia nelle sue capacità, come dimostrano le ultime reti siglate contro Chieti e Perugia appunto, che hanno fatto capire le reali qualità di questo giovane calciatore. Contro i campani potrebbe giocare dall’inizio.

Non porta fortuna la Puglia alla formazione degli Allievi Nazionali della Vigor Lamezia. Dopo il sonoro 5-0 rimediato contro il Foggia, domenica i ragazzi dal tecnico Giuseppe Saladino tornano a casa con un’altra pesante sconfitta. Il Taranto dimostra tutto il suo indiscusso valore e rifila ai giovani biancoverdi, prive di pedine importanti quali Passafaro, Battimelli, Fioretti ben sei reti, tre per tempo. Partita aperta fino al doppio vantaggio dei padroni di casa. Sotto di due gol gli allievi lametini hanno la possibilità di riaprire l’incontro, ma sciupano davvero troppo sotto porta, permettendo così ai Pugliesi di realizzare il tre a zero che chiude praticamente l’incontro. Nella ripresa, infatti, la formazione biancoverde non riesce a reagire e gli avversari vanno a segno altre tre volte. Sabato prossimo comunque si ritorna in campo. Vi è da recuperare la sfida contro il Melfi. L’intento è quello di riscattare l’ultima brutta d’arresto e di chiudere questa prima parte della stagione ritrovando la vittoria. Vanessa Paola

QUI EBOLI, FIDUCIA IN SENO AL GRUPPO CELESTE Riprendono gli allenamenti dopo i tre punti di domenica EBOLI (SA) - Una vittoria importante per la classifica, ma non solo. L’Ebolitana si gode il successo ai danni del Giulianova e guarda con fiducia al futuro. La compagine allenata da Domenico Giacomarro ha vinto meritatamente una gara da vincere a tutti i costi, grazie anche al pubblico che ha trascinato dal primo all’ultimo minuto una squadra forte contro il Giulianova. Ma da oggi si pensa già alla prossima trasferta, proibitiva sulla carta, in quel di Lamezia Terme contro una Vigor “ferita” dalla sconfitta di Perugia. Maconi trepunti raccolti domenica i campani affronteranDomenico Giacomarro, tecnico dell'Ebolitana

no con un po’ più di tranquillità l’impegno, ma non sono ammessi cali di tensione. Domenica è andatoasegnoBroso,ungiovaneattaccante che fa della scaltrezza la sua arma migliore. Il classe 91’ ha trascinato i suoi, grazie anche all’appoggio del resto della squadra. Sicuramente è un elemeno di belle speranze, che farà parlare di sè. Importante è stato anche il gol del centrocampista classe 84’ Toscano, che ha spianato la strada al successo. Per la gara del “D’Ippolito” il tecnico dei “celesti” non dovrebbe avere grossi problemi di formazione, puntando cosi sul blocco

che da più garanzie. Fare punti contro la Vigor sarebbe importante per accrescere la fiducia in seno al gruppo, che paga ancora la penalizzazione subita tempo fa in campionato. Con 22 punti in graduatoria la posizione è un minimo più tranquilla, ma nel calcio, si sa, bastano due, tre risultati negativi per essere risucchiati nel vortice della bassa classifica. Per quanto concerne la preparazione,lasquadrasialleneràfino alla giornata di sabato, quando si partirà alla volta della cittadina calabrese dove domenica disputerà l’importante match m.b


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport

9

TOTOGUIDA SCOMMESSE Palermo-Siena

R. Sociedad-Granada «1»

«X»

1,90

3,45

ITALIA Serie A

Il Milan segna il passo Genoa-Inter X e Goal

S

i allarga sempre più la forbice tra le prime quattro della classifica e il resto del plotone. In attesa di Roma-Juventus che al momento di andare in stampa con il giornale deve ancora prendere il via, vincono Udinese e Lazio (domenica ci sarà la scontro diretto all’Olimpico) con i friulani che prendeno addirittura la testa e la Lazio che raggiunge i rossoneri fermati a Bologna

da una gagliarda squadra felsinea che alla fine giustamente recrimina per l’arbitraggio di Rocchi. Questa sera è in programma l’ultimo recupero, Genoa-Inter, con il pareggio risultato più probabile che si gioca a 3.20. Occhio anche all’esito «Goal» giocabile a 1.75.

Il pronostico di TS Genoa-Inter

X/Goal

Classifica

PT G

UDINESE JUVENTUS MILAN LAZIO NAPOLI PALERMO GENOA CAGLIARI CATANIA ROMA INTER PARMA ATALANTA (-6) FIORENTINA CHIEVO BOLOGNA SIENA CESENA NOVARA LECCE

30 29 28 28 21 20 18 18 18 17 17 17 16 16 16 15 14 12 11 8

FUORI

9 8 8 8 5 6 5 4 4 5 5 5 5 4 4 4 3 3 2 2

3 2 5 0 4 2 4 2 6 3 2 6 3 5 6 4 6 4 2 6 2 6 2 7 7 2 4 6 4 6 3 7 5 6 3 8 5 7 2 10

RETI F S 18 24 31 22 22 16 16 12 15 15 16 15 17 13 11 13 14 7 15 13

IN CASA V N P

7 10 16 11 14 16 16 13 20 17 18 20 16 13 18 20 14 15 25 26

18 INTER

GENOA CASA

PARTITE V N P

14 13 14 14 14 14 13 14 14 13 13 14 14 14 14 14 14 14 14 14

3

2

1

8

5

=

RF

RS

2

1

4

LAZIO CATANIA CHIEVO PARMA LECCE JUVENTUS ROMA FIORENTINA NOVARA CESENA MILAN SIENA INTER BOLOGNA NAPOLI

8 11 2-1 ▲ 3-0 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ 0-0 = 2-2 = 2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 2-0 ▲ Rin. . . Rin. .

CASA FUORI

7 5 5 3 3 6 3 1 3 3 3 4 3 4 3 2 3 1 2 0

0 2 2 2 3 0 2 5 2 1 1 1 4 2 3 1 1 3 3 1

17 3

1

3

6

7

=

RF

RS

2

1

3 10 11 0-0 = 1-3 ▼ 3-1 ▲ 0-3 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ Rin. . . Rin. .

ROMA NOVARA BOLOGNA NAPOLI CATANIA CHIEVO ATALANTA JUVENTUS CAGLIARI SIENA UDINESE FIORENTINA GENOA CESENA LECCE

0 0 0 2 1 1 1 1 2 2 3 2 0 1 1 4 3 3 2 6

RETI F S

V

14 2 16 5 19 4 8 5 13 8 16 7 8 5 3 5 7 6 10 8 6 7 10 5 7 4 12 4 6 4 7 11 11 7 5 7 10 11 7 15

2 3 3 5 2 0 2 3 1 2 2 1 2 0 1 2 0 2 0 2

FUORI N P 3 3 2 2 3 2 1 1 4 1 1 1 3 2 1 2 4 0 2 1

2 0 2 0 2 5 4 3 2 4 3 5 2 5 5 3 3 5 5 4

RETI F S 4 8 12 14 9 0 8 9 8 5 10 5 10 1 5 6 3 2 5 6

5 5 12 6 6 9 11 8 14 9 11 15 12 9 14 9 7 8 14 11

REGOLAMENTO Le prime 3 in Champions League. La 4ª e la 5ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa Italia. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto degli scontri diretti.

I precedenti recenti di...

GENOA INTER 00/01 01/02 02/03 03/04 04/05 05/06 06/07 07/08 08/09 09/10 10/11

(Genoa in serie B) (Genoa in serie B) (Genoa in serie B) (Genoa in serie B) (Genoa in serie B) (Genoa in serie C1) (Genoa in serie B) Genoa-Inter Genoa-Inter Genoa-Inter Genoa-Inter

1-1 0-2 0-5 0-1

I precedenti ufficiali tra le due squadre a Genova sono 47 con bilancio di 14 successi Il Genoa rossoblu (ultimo 2-1, nella serie A 1994/95), 17 pareggi (ultimo 1-1, nella serie A non batte l’Inter 2007/08) e 16 vittorie nerazzurre (ultima 1-0, nella serie A 2010/11). Nelle ultime tre uscite a Marassi Genoa senza gol contro i nerazzurri. Settima sfida tecnica ufficiale da 17 anni con score di 1 vittoria di Malesani, 3 pareggi e 2 successi di Ranieri. Julio Cesar portiere dell’Inter impegnata stasera a Marassi

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

Mirandes-Villarreal Almeria-Osasuna Alcorcon-Saragozza Celta Vigo-Espanyol Cordoba-Betis Deportivo-Levante Maiorca-Sp. Gijon Santander-Rayo Vall. San Roque-Siviglia Mirandes-Villarreal Almeria-Osasuna Alcorcon-Saragozza Celta Vigo-Espanyol Cordoba-Betis

2 1 1 1 2

8 Palermo-Siena è da «Under» l programma-spezzatino quali potrebbe essere favoriIquesta della Coppa Italia prosegue to il Siena, squadra che settimana con un’altra fa della compattezza e

9 GARE 2744.19 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

1.90 2.60 2.45 2.65 2.45

CINQUINE

1.90 2.60 2.45 2.65 2.45 2.30 2.00 2.40 1.40

2 1 1 1 2 1 1 1 2

Mirandes-Villarreal Almeria-Osasuna Alcorcon-Saragozza Deportivo-Levante San Roque-Siviglia

2 1 1 1 2

1.90 2.60 2.45 2.30 1.40

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

518.62 Euro

257.21 Euro

Mirandes-Villarreal Almeria-Osasuna Deportivo-Levante Maiorca-Sp. Gijon Santander-Rayo Vall.

2 1 1 1 1

1.90 2.60 2.30 2.00 2.40

Con 6 euro puntati la vincita è di

359.95 Euro Mirandes-Villarreal Celta Vigo-Espanyol Cordoba-Betis Deportivo-Levante San Roque-Siviglia

2 1 2 1 2

Mirandes-Villarreal Alcorcon-Saragozza Maiorca-Sp. Gijon Santander-Rayo Vall. San Roque-Siviglia

2 1 1 1 2

1.90 2.45 2.00 2.40 1.40

Con 6 euro puntati la vincita è di

206.46 Euro 1.90 2.65 2.45 2.30 1.40

Almeria-Osasuna Alcorcon-Saragozza Celta Vigo-Espanyol Santander-Rayo Vall. San Roque-Siviglia

1 1 1 1 2

2.60 2.45 2.65 2.40 1.40

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

262.16 Euro

374.34 Euro

Almeria-Osasuna Cordoba-Betis Maiorca-Sp. Gijon Santander-Rayo Vall. San Roque-Siviglia

1 2 1 1 2

2.60 2.45 2.00 2.40 1.40

Alcorcon-Saragozza Celta Vigo-Espanyol Cordoba-Betis Deportivo-Levante Maiorca-Sp. Gijon

Coppa Italia

1 1 2 1 1

2.45 2.65 2.45 2.30 2.00

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

282.52 Euro

482.93 Euro

sola partita: Palermo-Siena. Per i rosanero il match capita al momento giusto visto che Mangia non vede l’ora di cancellare l’amarezza per il 1° ko stagionale al Barbera contro un bel Cesena. Certamente la sfida non arriva, però, nel momento migliore delle due squadre. Il Palermo si è improvvisamente inceppato in attacco, il Siena, dopo aver brillato nella prima fase del campionato, sta tirando, inevitabilmente, un po’ il fiato come testimoniano le 3 sconfitte rimediate nelle ultime 4 giornate. Detto ciò è verosimile che, da parte di entrambe, prevalga la paura di compiere un nuovo passo falso che possa incidere sul morale. Per questo l’esito più probabile appare l’«Under». Ricordiamo che ai fini della scommessa il risultato valido è quello nei tempi regolamentari e non è escluso che la partita finisca proprio in parità per dar vita ai supplementari nei

della carica agonistica il suo forte. Sarà una partita molto equilibrata che vivrà essenzialmente sulla soluzione di alcuni singoli in cerca di riscatto.

Palermo - Stadio Barbera - Martedì 13/12 ore 21.15

Palermo Siena Al Barbera non esce la «X» da ben 65 anni La “storia” del match Sono 14 i precedenti in Sicilia con bilancio di 9 successi del Palermo (ultimo 2-0, serie A 2011/12), 2 pareggi (ultimo 2-2, nel misto A/B 1945/46) e 3 vittorie del Siena (ultima 3-2, nella serie A 2007/08). I precedenti ufficiali tra gli attuali tecnici delle due squadre sono 6 con bilancio di perfetta parità: 2

I nostri consigli Dovrebbe venir fuori l’«Under» Ris. finale

1 U/O

Under G/NG No Goal Ris. esatto 1-0

Atalanta regina dell’esito «Goal» «UNDER» Cesena Udinese Bologna Siena Cagliari Fiorentina Palermo Lecce Atalanta Catania Chievo Juventus Napoli Genoa Inter Lazio Novara Parma Roma Milan

12 11 10 10 9 9 9 8 7 7 7 7 7 6 6 6 6 6 6 5

(5-7) (4-7) (4-6) (4-6) (5-4) (3-6) (4-5) (4-4) (6-1) (4-3) (5-2) (3-4) (3-4) (3-3) (4-2) (4-2) (4-2) (4-2) (2-4) (2-3)

«OVER» Milan Lazio Novara Parma Atalanta Catania Chievo Genoa Inter Napoli Roma Juventus Lecce Cagliari Fiorentina Palermo Bologna Siena Udinese Cesena

9 8 8 8 7 7 7 7 7 7 7 6 6 5 5 5 4 4 3 2

(5-4) (3-5) (3-5) (3-5) (1-6) (3-4) (2-5) (3-4) (3-4) (4-3) (4-3) (4-2) (3-3) (2-3) (4-1) (3-2) (3-1) (3-1) (3-0) (2-0)

«GOAL» Atalanta Novara Catania Napoli Inter Juventus Lazio Milan Parma Roma Bologna Cagliari Chievo Genoa Lecce Siena Cesena Fiorentina Palermo Udinese

10 9 8 8 7 7 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 3 3 3 3

(4-6) (5-4) (4-4) (4-4) (2-5) (4-3) (3-4) (3-4) (3-4) (5-2) (3-3) (2-4) (2-4) (2-4) (4-2) (2-3) (3-0) (2-1) (3-0) (2-1)

«NO GOAL» Cesena Fiorentina Palermo Udinese Siena Bologna Cagliari Chievo Lecce Genoa Lazio Milan Parma Catania Inter Juventus Napoli Roma Novara Atalanta

11 11 11 11 9 8 8 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6 6 5 4

(4-7) (5-6) (4-7) (5-6) (5-4) (4-4) (5-3) (5-3) (3-5) (4-3) (4-3) (4-3) (4-3) (3-3) (5-1) (3-3) (3-3) (1-5) (2-3) (3-1)


10 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE Spagna - Copa del Rey

Le seconde linee del Real Madrid senza problemi sul campo del Ponferradina edicesimi di finale della Copa del Rey non più ad eliminazione diretta ma con partite di andata e ritorno. Il Barcellona ha già esplicato la sua pratica vincendo la partita di andata sul campo dell’ Hospitalet con un gol di Iniesta nella ripresa in una partita senza storia. La stessa cosa farà questa sera il Real Madrid impegnato sul campo del Ponferradina.

S

Il pronostico di TS Ponferradina-Real 2/Over Maiorca - Gijon 1 Almeria - Osasuna 1 Cordoba - Betis 2

La possibile sorpresa: Celta Vigo - Espanyol Getafe - Malaga

1 1

Sarà l’occasione per Mourinho di provare tutte le seconde linee che non hanno mai occasione di mettersi in mostra nelle altre competizioni. Ma i sedicesimi sono anche altre partite ben più combattute ed incerte. E’ il caso di Celta VigoEspanyol con possibile segno «1» ma con qualificazione che dovrebbe sorridere ai catalani. Altra sfida incerta è MaiorcaSporting Gijon. Anche qui segno «1» ma alla lunga favorito è proprio il Maiorca così come il Saragozza sull’Alcorcon e il Santander sul Rayo Vallecano. Tutte squadre in cerca di riscatto in coppa visto il deludente andamento del loro campionato.

SEDICESIMI DI FINALE L’Hospitalet-Barcellona Albacete Balompie-Atl. Madrid Real Oviedo-Atl. Bilbao Ponferradina-Real Madrid Cadice-Valencia Maiorca-Sp. Gijon Celta Vigo-Espanyol Mirandés-Villarreal Real Sociedad-Granada Getafe-Malaga

and. 0-1 2-1 0-1 13/12 “ ” “ ” “ ” “ ” “ ” “ ”

rit. 22/12 21/12 “ ” 20/12 22/12 20/12 “ ” 21/12 “ ” “ ”

D. La Coruna-Levante Cordoba-Real Betis Saragozza-Alcorcon Almeria-Osasuna R. Santander-R. Vallecano San Roque-Siviglia

and. 13/12 “ ” “ ” “ ” “ ” “ ”

rit. 21/12 “ ” “ ” “ ” “ ” 20/12

Nilmar e il Villarreal in cerca di riscatto in Copa del Rey

CONCORSO N. 104 DEL 14-15/12/2011 - IL PRONOSTICO TECNICO

Pron.

1

X

2

N. Partite

1 X1 2X 1 1X 1 1X2 1 X2 1 1 1 X12 1

12 87 49 36 41 52 26 21 63 55 40 30 35 46

35 12 36 41 37 37 39 31 30 33 36 34 34 36

53 1 15 23 22 11 35 48 7 12 24 36 31 18

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Pron. 0-2 3

Lazio-Sp. Lisbona Besiktas-Stoke City Sl. Bratislava-Salisburgo PSG-Atl. Bilbao Wisla Cracovia-Twente Fulham -Odense BK Sturm Graz-AEK Atene Anderlecht-Lok. Mosca PAOK-Rubin Kazan FC Copenaghen-St. Liegi Udinese-Celtic Glasgow AZ Alkmaar -Metalist Club Brugge-Braga Atl. Madrid-Rennes

I SISTEMI INTEGRALI E RIDOTTI N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Lazio-Sp. Lisbona Besiktas-Stoke City Sl. Bratislava-Salisburgo PSG-Atl. Bilbao Wisla Cracovia-Twente Fulham -Odense BK Sturm Graz-AEK Atene Anderlecht-Lok. Mosca PAOK-Rubin Kazan FC Copenaghen-St. Liegi Udinese-Celtic Glasgow AZ Alkmaar -Metalist Club Brugge-Braga Atl. Madrid-Rennes

12 14 9 11 2 8 4 1 6 3 13 5 10 7

45 45 30 35 15 30 30 15 25 15 45 30 35 25

35 33 40 35 35 40 30 20 30 35 35 30 35 30

4

5+

15 20 25 25 30 25 25 35 35 30 15 25 25 35

5 2 5 5 20 5 15 30 10 20 5 15 5 10

Lazio-Sp. Lisbona Wisla Cracovia-Twente Fulham-Odense BK FC Copenaghen-St. Liegi AZ Alkmaar-Metalist Atl. Madrid-Rennes

GRUPPO 1

Lazio-Sp. Lisbona Besiktas-Stoke City Sl. Bratislava-Salisburgo PSG-Atl. Bilbao Wisla Cracovia-Twente Fulham -Odense BK Sturm Graz-AEK Atene Anderlecht-Lok. Mosca PAOK-Rubin Kazan FC Copenaghen-St. Liegi Udinese-Celtic Glasgow AZ Alkmaar -Metalist Club Brugge-Braga Atl. Madrid-Rennes

GRUPPO 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Besiktas-Stoke City PSG-Atl. Bilbao Sturm Graz-AEK Atene Anderlecht -Lok. Mosca PAOK-Rubin Kazan Club Brugge-Braga

GRUPPO 3

N. Partite

Udinese-Celtic Glasgow FC Zurigo-Vaslui Slovan Bratislava-Salisburgo

1 1X 1 1X

1 1X 1

1X 1X 1X

1X 1

1X 1

1

1 1X 1X

2-1; 2-2; 3-1

IL SISTEMA RIDOTTO - 3 tr, 5 dp - col. 82 - € 41,00

6 DOPPIE Col. 32 Rid. 7

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TR-4 DP Col. 48 Rid. 8

1 X1 2X 1 1X 1 1X 1 X2 1 1 1 X1 1

1X X1 2X 1 1X 1 1X 1 X2 1 1 1 X1 1

1X X1 2X 1X 1X 1 1X 1X X2 1 1 1 X1 1

1 1 2 1 1X 1 1X2 1X X2 1 1 1 X1 1

3 TR 1 TR-6 DP 5 DP Col. 192 Rid. 24 Col. 864

1 1 2X 1X 1X 1 1X2 1X X2 1 1 1 X1 1

Rid. 0-5 errori - Garanzia 1 “13”

1 1 1 1 X1 1X X X 2X X X X 1X X X 1 1X X 1 X 1 1 1 1 1X2 1 1 1X2 1X 1 X X X21 X 1X2 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X12 X X X 1 1 1 1

1 X 2 1 1 1 1 1 X 1 1 1 X 1

1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X X X 2 X 2 X 2 2 X 1 1 X X 1 1 1 1 1 1 1 X X X 1 1 1 1 1 1 1 X2 X2 X2 1X2 X2 1 1 1 1 1 1 X 1 1 12 1X2 X X X 12 1X2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X 12 12 X 12 12 1 1 1 1 1 1 1

1 1 X 1 2 X2 X 1 1 1 1 1 1 1 X X 12 X 1 1 1 1 1 1 X 12 1 1

1 1 2 X X 1 1 1 X 1 1 1 X 1

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X 1 1 1 1 X X 1 X 2 2 2 2 2 2 2 X X X 1 X 1 X X 1 X 1 1 1 1 X X 1 1 X X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X2 X2 X2 X2 1 1 1 X2 1 1 X 1 1 X 1 X X 1 1 X 12 12 X X 12 12 X 12 12 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 12 X 12 X 12 X 12 X X 12 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE SCOZIA Premier League

In attesa dell’Old Firm turno facile per le grandi

T

urno numero 18 con la squadra favorita vincente in tutte le partite - Rangers, Celtic, Dundee e Motherwell e parità nella gara più equilibrata, ad Aberdeen. Il Celtic, vittorioso con un gol di Wanyama (il fratellino classe ‘91 di McDonald Mariga), resta a -4 dalla vetta. Nel prossimo turno Rangers e Celtic non

avranno difficoltà contro rispettivament inverness e St. Johnstone.

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(18ª GIORNATA) PARTITE DAL Aberdeen - St.10-12 Mirren AL 12-12 2-2 Celtic - Hearts 1-0 Hibernian - Rangers 0-2 Inverness - Dundee Utd 2-3 St. Johnstone - Motherwell 0-3 Dunfermline - Kilmarnock Pos.

(19ª GIORNATA) Aberdeen - Hibernian 17-12 Hearts - Dunfermline “ “ Kilmarnock - Dundee Utd “ “ Motherwell - St. Mirren “ “ Rangers - Inverness “ “ St. Johnstone - Celtic “ “

1-0 ▲ 0-0 = 3-2 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = Sos. . 3-0 ▲ .

HIBERNIAN KILMARNOCK INVERNESS CELTIC ABERDEEN DUNDEE UTD HIBERNIAN ST. JOHNSTONE ST. MIRREN

PT G

RANGERS CELTIC MOTHERWELL ST. JOHNSTONE HEARTS KILMARNOCK DUNDEE UTD ST. MIRREN INVERNESS ABERDEEN HIBERNIAN DUNFERMLINE

45 41 33 26 22 22 21 21 15 14 14 14

PARTITE V N P

18 14 18 13 17 10 17 7 18 6 17 5 18 5 18 5 18 4 17 3 17 3 17 3

RETI F S

IN CASA V N P

3 1 34 8 2 3 36 14 3 4 23 18 5 5 20 16 4 8 16 14 7 5 23 25 6 7 24 29 6 7 17 23 3 11 24 36 5 9 19 25 5 9 16 28 5 9 20 36

6 7 3 3 5 4 2 3 2 3 1 0

3 1 2 1 0 3 3 2 2 3 3 4

X

22 DUNFERMLINE

DUNFERMLINE RANGERS KILMARNOCK ST. MIRREN DUNDEE UTD INVERNESS ST. JOHNSTONE CELTIC DUNFERMLINE

21

2-0 0-2 0-1 0-0 0-1 2-1 1-2 0-1

= = ▲ ▼ ▼ = .

▼ ▼ = ▼ ▲ ▼ ▼

14

Rit. 65

61

9

59

58 47

1

41

73 38

7

72

66

60

59

34 71 54 36 16

Rit. 92

70

67

65

48

13 85 27 67 30

Rit. 98

66

62

73 1

24

Rit. 64

58

56

34 36 64

Rit. 106 77

37

36

35

32

57

54

49

2

85 70 40 56

46

8

41

42

40

6

50 69 20

37

51

7

25 30 12

8

56 33 72 43 27 62

47

45

46

44

44

37

38

38

59 47

42

44

38

44

33

33

6

54 8

36 43

36

42

32 35

40

29 57 54 79 84 78 31 64 75 56

Rit. 143 72

65

41 40 68

Rit. 60

54

54

47

42

4

61 69 62 78 50 17

48

47

35

47

33

45

33

45

32

43

30

39

64 67 37 73 26 25 45 57 17 29

Rit. 87

61

52

52

49

45

42

38

21 31 78 70 11 59 69 64

Rit. 85

70

60

57

55

55

51

45

35

34

5 16

40

40

6 90 62 28 11 51 87 40 42 68

Rit. 87 Rit.

74

61

47

44

40

39

33

31

30

72 76 82 18 62 64 23 30 38 44 9

6

1-1 2-0 2-1 3-1 0-0 0-1 2-1 2-0

=

ST. JOHNSTONE DUNFERMLINE MOTHERWELL KILMARNOCK CELTIC HEARTS ST. MIRREN DUNDEE UTD RANGERS

▲ ▲ ▲ = ▼ ▲ ▲ .

15

18 15 17 10 4 6 17 8 14 4 8 9

2 10 10 5 7 11 20 14 21 14 14 14

REGOLAMENTO Le prime 2 in Champions League. La 3ª e la 4ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa di Scozia. Retrocede l’ultima. In caso di arrivo a pari punti vale la differenza reti.

14 HIBERNIAN

Statistiche

Inverness re del «Goal» «UNDER» Hearts Rangers Celtic Hibernian St. Johnstone St. Mirren Dundee Utd Kilmarnock Aberdeen Inverness Motherwell Dunfermline

14 0-1 ▼ 3-2 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ Sos. . 0-2 ▼ .

MOTHERWELL ST. MIRREN CELTIC DUNFERMLINE KILMARNOCK ST. JOHNSTONE MOTHERWELL RANGERS ABERDEEN

0-2 1-1 2-3 6-3 0-2 1-2 2-1 2-3

22 DUNDEE UTD 3-3 = 0-0 = 1-0 ▲ 3-6 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 2-0 ▲ Pos. . .

INVERNESS DUNDEE UTD ST. MIRREN ABERDEEN RANGERS HIBERNIAN HEARTS MOTHERWELL CELTIC

= ▼ ▲ ▼ ▼ ▲ ▼ .

2-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ Rin. . 0-0 = 3-1 ▲ 2-1 ▲ 0-3 ▼ .

12 11 10 9 8 8 8 6 6 5 5 4

(6-6) (4-7) (5-5) (5-4) (6-2) (4-4) (3-5) (3-3) (5-1) (1-4) (2-3) (2-2)

«DISPARI» Motherwell Inverness St. Mirren Aberdeen Celtic Dunfermline Hearts Hibernian Kilmarnock St. Johnstone Dundee Utd Rangers

41 2-1 0-0 2-1 2-0 2-1 5-0 1-0 1-0

(6-9) (6-6) (4-6) (6-4) (5-5) (5-5) (7-2) (4-5) (2-5) (5-2) (4-3) (2-4)

«GOL»

21

ABERDEEN HIBERNIAN MOTHERWELL INVERNESS DUNFERMLINE ST. MIRREN DUNDEE UTD HEARTS ST. JOHNSTONE

15 12 10 10 10 10 9 9 7 7 7 6

Inverness Dundee Utd Dunfermline Kilmarnock Aberdeen Hibernian St. Mirren Celtic Rangers Motherwell St. Johnstone Hearts

1-3 ▼ 0-0 = 4-1 ▲ 1-3 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 3-2 ▲ .

ABERDEEN ST. JOHNSTONE DUNFERMLINE RANGERS HEARTS MOTHERWELL CELTIC INVERNESS KILMARNOCK

26 CELTIC

ST. JOHNSTONE

6

5

5

5

4

4

4

4

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

57 5

▲ = ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ .

11 10 10 8 8 8 8 8 8 8 7 6

(6-5) (5-5) (6-4) (4-4) (5-3) (1-7) (5-3) (4-4) (5-3) (3-5) (4-3) (2-4)

I 10 numeri più in ritardo

Freq. 19

16

38 4

Freq. 18

17

11 14 41 46 20 24 30 51 15

15

1

42 59 62 81

16

16

15 16

15 16

14 16

14

14

5

37 83

15

30 25 14 28 17 43 75 90

Freq. 18

17

78 4

Freq. 20

17

16

16

15

15

21 56 71 86 15

15

15

15

15

3

14

15

3

14 15

7

15

14

6

17 33

14

14

14 14

15

15

15

15

15

12 22 76 40 51 55

Freq. 22

16

16

15

15

14

15

14

9

20 30 42

13

13

14 13

14 13

Il sistema 16 numeri Ridotto a garanzia di due “4” con 6 numeri Combinazioni 35 € 17,50

6 18 3 4 11 6 3 4 11 3 4 3

23 23 6 11 18 18 23 11 23 11 6 11

25 29 42 25 29 25 25 25 42 23 23 18

42 42 49 42 49 29 47 29 49 29 29 42

76 72 60 60 72 72 72 47 85 60 60 47

86 86 72 72 85 76 85 86 86 76 85 76

18

16

15

14 13

13

12

11

I 10 numeri più frequenti NUMERO 31 FREQUENZA 14

89

9

23 38 21 56 62 63 75

13

12

12

12

11 11

11

11

11

25 52

Garanzia di due “9” con 10 numeri e 1 fissa: 10 Combinazioni 20 - € 20,00

Freq. 18

17

17

17

6

12 42 46 13 24 30 43

16

16

15 16

15 16

15 15

15 15

15 15

15 15

70 41 84 14 16 33 52 60 74 50

Freq. 19

15

15

15

9 53 58 67

1

37 40 60 17 35

Freq. 18

16 17

16

16

15

15

4

5

10

17

26

32

40

47

64

69

15

14

13 29 57 14

4

5

10

26

32

47

56

64

69

74

37 12 38 14 30 42

3

78 43 4

4

5

10

17

26

32

40

56

64

69

4

5

10

17

26

32

47

50

56

69

4

10

17

26

32

40

47

50

56

74

5

10

17

26

32

40

47

50

64

74

4

5

10

17

26

47

50

56

64

74

5

10

17

26

32

40

47

56

69

74

4

5

10

17

26

40

50

56

64

74

4

5

10

26

32

40

50

56

69

74

4

5

10

17

40

47

50

56

69

74

4

10

17

32

40

47

56

64

69

74

4

5

10

17

32

40

50

64

69

74

4

5

10

26

40

47

50

64

69

74

5

10

17

26

32

50

56

64

69

74

10

17

26

40

47

50

56

64

69

74

5

10

17

32

40

47

50

56

64

69

4

10

26

32

40

47

50

56

64

69

4

10

17

26

32

47

50

64

69

74

4

5

10

32

40

47

50

56

64

74

Freq.126 125 121 120

15

14

14

14

Pronostico: 4, 5, 17, 26, 32, 40, 47, 50, 56, 64, 69, 74

2

15

14

14

15

15

15

15

15

17

17

15

36 25 50 51 66 86

Freq. 19

6 23 18 18 6 60 4 4 29 4 11 23

Il sistema 13 numeri

17

120 118 117 117 116 115

NELLA SESTINA 90 54 49 45 74 67 69 38 32 79 FREQUENZA 41 40 40 39 37 35 34 33 33 32

4 4 3 4 3 47 3 3 25 3 6 18

8 36 82 10 32 34 40 73 78 18 28 19

41 49 55 58 12 30 47 74 85 90

Freq. 22

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo NELLA SESTINA 50 20 89 70 6 47 66 43 27 85 RITARDO 43 40 37 36 34 28 27 26 25 24

NUMERO RITARDO

79 14 19 37 38 62 78 22 31 36

Freq. 16

SUPERENALOTTO

Pronostico: 3, 4, 6, 11, 18, 23, 25, 29, 42, 47, 49, 60, 72, 76, 85, 86

1 2 1 1 4 3 3 3 6 6 4 5

3-1 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ Rin. . 1-2 ▼ 3-3 = 0-2 ▼ 2-2 = .

CELTIC MOTHERWELL HEARTS INVERNESS HIBERNIAN RANGERS ABERDEEN DUNFERMLINE DUNDEE UTD

I 10 numeri più frequenti

36 85 17

68 14 10 26 61 41 85 19 89 82

Rit. 74

0 1 1 4 4 4 3 4 1 2 2 1

RETI F S

10eLOTTO

I 10 numeri più in ritardo 80 62

8 6 7 4 1 1 3 2 2 0 2 3

KILMARNOCK

1-1 = 1-4 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 3-3 = 1-2 ▼ Pos. . .

45 INVERNESS

ST. MIRREN HEARTS ABERDEEN DUNDEE UTD ST. JOHNSTONE KILMARNOCK DUNFERMLINE HIBERNIAN INVERNESS

INVERNESS DUNDEE UTD HIBERNIAN ST. MIRREN CELTIC ABERDEEN RANGERS KILMARNOCK HEARTS

.

RANGERS

LOTTO BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

FUORI N P

Una fase di Dundee Utd-Celtic

HEARTS

1-1 2-3 1-0 0-0 2-1 0-5 1-2 2-2

6 4 8 11 7 14 9 9 15 11 14 22

DUNDEE UTD CELTIC RANGERS ST. JOHNSTONE MOTHERWELL DUNFERMLINE KILMARNOCK ST. MIRREN HIBERNIAN

La possibile sorpresa

RANGERS HIBERNIAN ST. JOHNSTONE HEARTS DUNFERMLINE CELTIC INVERNESS ABERDEEN MOTHERWELL

16 21 6 10 12 17 7 9 10 15 8 11

V

ABERDEEN

Aberdeen-Hibernian 1 Hearts-Dumfermline 1 St. Johnstone-Celtic 2 Rangers-Inverness Over Motherwell-St. Mirren

RETI F S

0 1 3 4 4 2 4 4 5 3 5 4

Il pronostico di TS

33 ST. MIRREN

MOTHERWELL

Classifica

18 47 25 49 29 72 29 25 42 6 18 25

42 49 60 60 47 76 42 49 47 11 23 49

47 72 85 76 49 85 76 72 49 72 47 72

85 76 86 86 86 86 85 86 60 86 60 86

18 6 6 3 3 3 6 3 3 3 6

23 11 11 4 4 4 11 4 4 4 11

29 29 25 18 6 18 18 25 6 29 25

42 42 49 23 11 23 23 49 11 42 47

76 72 76 25 47 47 76 76 29 47 49

85 86 85 49 60 60 85 85 42 60 60


12 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

TOTOGUIDA SCOMMESSE Basket - Eurocup

Treviso deve battere il Bayern M. T

reviso ha vinto anche contro il Cedevita Zagabria rimettendosi in corsa per la quaificazione alla fase successiva dell’Eurocup (già Uleb, già Korac). Per con la squadra di Sasha partita il botto l’Eurocup Djordjevic c’èLacomunque 2012/13. vittoria di 30sempre punti delil problema di sostituirecontro i transfughi in Gravelines a Zagabria il Cibona America “fuggiti” accasarsi nel parla per tutte le altreper come ad esempio campionato di Nba e laattenuanti cosa nondiè la sconfitta netta e senza facile daa Monaco risolvere.contro Per giovedì l’obbligo Treviso il Bayern. èNel vincere sul campo del non irresistibisecondo turno abbiamo già alcune le Bayern, ma Becirovic & C. prrove d’appello importanti comegiocheappunranno come nella doppia sfida con ila to la trasferta che attende il Cibona Cedevita, concontro la massima Gerusalemme l’Hapoelconcentrae la partita zione e intensità. consigliaamo degli Skyliners che Noi in casa aspettano lail segno nella tipologia di gioco visita del«1» Gran Canaria dopo l’inopinata “testa a testa”. Percon il resto il programsconfitta di misura il Banvit. ma è fittissimo partite chedell’Euroledecidono, Ricordiamo chedi a differenza praticamente, vari ga che qualificalelequalificazioni prime 4 di ogninei girone, gironi. E’ il caso di Hapoel nell’Eurocup a qualificarsi sonoGerusale prime lemme-Donetsk il fattore campo due e quindi c’è dadove essere concentrati al giocherà untutte ruolo decisivo, Valenciamassimo in le partite se non si vuole Asvel, dove i francesi possono dire la restare irrimediabilmente appiedati. loro e fare il colpaccio, oppure come in Nella tipologia di gioco «1X2» per il prosLokomotiv-Gran Canaria all’insegna simo turno, consigliamo il segno «1» dell’equilibrio, ma con il fattore campo anche se nel primo turno il fattore favorito.

È

L’Alba Berlino è a un passo dalla qualificazione

campo non è stato rispettato al massimo.

Il pronostico di TS Gravelines - Cibona Paok - Riga Lukoil - Ostende Skyliners - Banvit Torow - Buducnost

1 1 1 2 2

Eurochallenge

Ultimo turno con tante qualificazioni in bilico esta giornata dell’Eurochallenge S con ancora solo 2 squadre a punteggio pieno e di conseguenza con l’accesso già in tasca per la fase successiva. La corsa al primo posto sembra premiare l’Oldenburg e il Besiktas a punteggio pieno e quindi alla fase successiva, mentre è incerta negli altri gruppi. Nel gruppo C il Roanne rischia forte ma sul campo il Prostejov non sarà insuperabile. Nel gruppo D più semplice il compito del Ventspils che andrebbe in porto battendo il Novgorod. Nel gruppo E c’è addirittura la sfida spareggio tra Chalon e Antwerp, con il fattore campo che dovrebbe saltare. Nel gruppo F il Triumph è quasi in porto. Deve battere l’Edrine che non ha più nulla da chiedere. Nel gruppo G altro spareggio e altro fattore campo favorito in BonnPinar. Infine, nel gruppo H Dragons quasi in porto. Anche loro devono battere fuori casa il Pau-Orthez.

Il pronostico di TS Oldenburg - Norrkoeping Gottingen - Besiktas Cluj - Enisey Turk - Minsk Pau Orthez - Dragons

1 1 1 1 2

GRUPPO A GRAVELINES DONETSK HAPOEL GER. CIBONA Z.

PT 8 4 2 0

V 4 3 1 0

P 0 1 3 4

1ª giornata Donetsk - Hapoel Ger. Cibona - Gravelines 2ª giornata Hapoel Ger. - Cibona Gravelines - Donetsk 3ª giornata Donetsk - Cibona Hapoel Ger. - Gravelines 4ª giornata Cibona - Donetsk Gravelines - Hapoel Ger. 5ª giornata Hapoel Ger. - Donetsk Gravelines - Cibona 6ª giornata Donetsk - Gravelines Cibona - Hapoel Ger. GRUPPO E LOKOMOTIV K. GRAN CANARIA BANVITSPOR SKYLINERS

PT 6 6 4 0

V 3 3 2 0

F 367 309 309 301

V 4 2 1 1

F 303 294 280 248

GRUPPO F LIETUVOS RYTAS NOVA MESTO AZOVMASH LE MANS

98-81 75-91 76-78 97-74 13/12 13/12

S 269 274 286 296

73-72 84-76 75-67 58-71 83-60 85-61 79-54 58-69 13/12 13/12 20/12 20/12

GRUPPO A PT V P OLDENBURG 10 5 0 FUENLABRADA 8 3 2 BENACO S.N. 6 1 4 NORRKOPING 6 1 4 1ª giornata Bemaco Spu Nitra - Oldenburg Fuenlabrada - Norrköping 2ª giornata Norrköping - Bemaco Spu Nitra Oldenburg - Fuenlabrada 3ª giornata Bemaco Spu Nitra - Fuenlabrada Norrköping - Oldenburg 4ª giornata Norrköping - Fuenlabrada Oldenburg - Bemaco Spu Nitra 5ª giornata Bemaco Spu Nitra - Norrköping Fuenlabrada - Oldenburg 6ª giornata Oldenburg - Norrköping Fuenlabrada - Bemaco Spu Nitra

F 428 437 398 387

GRUPPO E PT ANTWERP 9 CHALON 9 ENISEY 6 CLUJ-NAPOCA 6 1ª giornata Enisey - Antwerp Cluj-Napoca - Chalon 2ª giornata Antwerp - Cluj-Napoca Chalon - Enisey 3ª giornata Enisey - Cluj-Napoca Chalon - Antwerp 4ª giornata Antwerp - Enisey Chalon - Cluj-Napoca 5ª giornata Enisey - Chalon Cluj-Napoca - Antwerp 6ª giornata Cluj-Napoca - Enisey Antwerp - Chalon

F 396 400 376 371

P 1 1 4 4

PT 8 4 2 2

20/12 20/12

89-73 78-53

P 1 1 2 4

GRUPPO B KHIMKI MOSCA RIGA PAOK CHOLET

1ª giornata Vef Riga - Paok Cholet - Khimki Mosca 2ª giornata Khimki Mosca - Vef Riga Paok - Cholet 3ª giornata Vef Riga - Cholet Paok - Khimki Mosca 4ª giornata Khimki Mosca - Paok Cholet - Vef Riga 5ª giornata Paok - Vef Riga Khimki Mosca - Cholet 6ª giornata Vef Riga - Khimki Mosca Cholet - Paok

80-71 71-101

1ª giornata Banvit - Skyliners Gran Canaria - Lokomotiv K. 2ª giornata Lokomotiv Kuban - Banvit Skyliners - Gran Canaria 3ª giornata Lokomotiv Kuban - Skyliners Gran Canaria - Banvit 4ª giornata Banvit - Gran Canaria Skyliners - Lokomotiv Kuban 5ª giornata Lokomotiv Kuban - Gran Canaria Skyliners - Banvit 6ª giornata Gran Canaria - Skyliners Banvit vs.Lokomotiv Kuban

V 4 4 1 1

S 273 306 341 366

S 367 397 411 475

72-77 89-75 82-64 85 - 66 75-86 73-95 79-119 88-79 108-78 77-83 13/12 “ “ S 345 403 393 402

76-72 81-85 87-63 87-79 73-81 65-90 73-69 83-74 79-80 72-74 13/12 “ “

PT 8 6 2 0

V 4 3 1 0

P 0 2 3 3

F 325 287 275 250

S 260 289 302 286

V 3 3 2 0

20/12 20/12 F 322 294 270 252

GRUPPO G SPARTAK S.P. TREVISO BAYERN CEDEVITA Z.

90-70 74-62 69-53 62-71 89-65 72-68 13/12 13/12

1ª giornata Azovmash - Le Mans Nova Mesto - Lietuvos Rytas 2ª giornata Lietuvos Rytas - Azovmash Le Mans - Nova Mesto 3ª giornata Azovmash - Nova Mesto Le Mans - Lietuvos Rytas 4ª giornata Lietuvos Rytas - Le Mans Nova Mesto - Azovmash 5ª giornata Le Mans - Azovmash Lietuvos Rytas - Nova Mesto 6ª giornata Azovmash - Lietuvos Rytas Nova Mesto - Le Mans

PT 6 6 4 0

1ª giornata Gasterra Flames - Rudupis Aris - Nymburk 2ª giornata Rudupis - Aris Nymburk - Gasterra Flames 3ª giornata Rudupis - Nymburk Gasterra Flames - Aris 4ª giornata Nymburk - Rudupis Aris - Gasterra Flames 5ª giornata Rudupis - Gasterra Flames Nymburk - Aris 6ª giornata Gasterra Flames - Nymburk Aris - Rudupis

80-74 63-75

P 0 1 3 4

GRUPPO C NYMBURK ARIS RUDUPIS GASTERRA F.

S 231 274 304 329

79-76 65-73 83-55 65-84 66-71 62-79 87-49 74-70 13/12 13/12 20/12 20/12

PT 8 4 2 2

V 4 2 1 1

P 1 1 2 4

F 328 263 304 246

S 277 233 319 312

F 307 309 258 280

GRUPPO H ALBA BERLINO BUDUCNOST TUROW DEXIA MH

79-91 51-58 80-83 79-58 13/12 13/12

S 256 313 279 306

73-56 72-62 70-64 78-87 75-62 86-87 60-72 82-68 13/12 13/12 20/12 20/12

GRUPPO B PT V P F S BESIKTAS 10 5 0 447 378 ARMIA 8 3 2 38 388 ZURG EN Z. 7 2 3 358 378 GOTTINGEN 5 0 5 373 416 1ª giornata Armia - Gottingen 82-76 Zorg En Zekerheid - Besiktas 58-86 2ª giornata Gottingen - Zorg En Zekerheid 71-80 Besiktas - Armia 103-82 3ª giornata Armia - Zorg En Zekerheid 74-71 Besiktas - Gottingen 105-94 4ª giornata Gottingen - Armia 61-69 Besiktas - Zorg En Zekerheid 76-69 5ª giornata Armia - Besiktas 75-77 Zorg En Zekerheid - Gottingen 80-71 6ª giornata Gottingen - Besiktas 13/12 Zorg En Zekerheid - Armia “ “

GRUPPO C PT V ROANNE 9 4 PROSTEJOV 8 3 JP PARDUBICE 8 3 GOVERLA 5 0 1ª giornata JIP Pardubice - Roanne Goverla - Prostejov 2ª giornata Prostejov - JIP Pardubice Roanne - Goverla 3ª giornata Prostejov - Roanne JIP Pardubice - Goverla 4ª giornata Prostejov - Goverla Roanne - JIP Pardubice 5ª giornata Goverla - Roanne JIP Pardubice - Prostejov 6ª giornata Goverla - JIP Pardubice Roanne - Prostejov

GRUPPO F PT V P F S TRIUMPH L. 9 4 1 369 345 ETHA ENGOMIS 8 3 2 336 349 AALSTAR 7 2 3 422 390 EDRINE 6 1 4 360 403 1ª giornata Triumph Lyubertsy - Aalstar 83-78 Edrine - Etha Engomis 70-82 2ª giornata Etha Engomis - Triumph Lyubertsy 55-72 Aalstar - Edrine 95-70 3ª giornata Triumph Lyubertsy - Edrine 70-61 Etha Engomis - Aalstar 61-80 4ª giornata Etha Engomis - Edrine 70-67 Aalstar - Triumph Lyubertsy 83-84 5ª giornata Triumph Lyubertsy - Etha Engomis 60-68 Edrine - Aalstar 92-86 6ª giornata Edrine - Triumph Lyubertsy 13/12 Aalstar - Etha Engomis “ “

GRUPPO G PT V P BONN 8 3 2 PINAR KARSIYAKA 8 3 2 TURK TELEKOM 7 2 3 MINSK 7 2 3 1ª giornata Minsk - Bonn Turk Telekom - Pinar Karsiyaka 2ª giornata Pinar Karsiyaka - Minsk Bonn - Turk Telekom 3ª giornata Minsk - Turk Telekom Pinar Karsiyaka - Bonn 4ª giornata Pinar Karsiyaka - Turk Telekom Bonn - Minsk 5ª giornata Minsk - Pinar Karsiyaka Turk Telekom - Bonn 6ª giornata Turk Telekom - Minsk Bonn - Pinar Karsiyaka

P 1 2 2 5

V 3 3 2 0

20/12 20/12

60-71 93-60

1ª giornata Spartak S.P. - Cedevita Z. Bayern - Treviso 2ª giornata Cedevita Z. - Bayern Treviso - Spartak S.P. 3ª giornata Spartak S.P. - Bayern Cedevita Z. - Treviso 4ª giornata Bayern - Spartak S.P. Treviso - Cedevita Z. 5ª giornata Cedevita Z. - Spartak S.P. Treviso - Bayern 6ª giornata Spartak S.P. - Treviso Bayern - Cedevita Z.

PT 6 6 4 0

1ª giornata Asvel - Valencia Ostende - Lukoil Akademik 2ª giornata Lukoil Akademik - Asvel Valencia - Ostende 3ª giornata Lukoil Akademik - Valencia Ostende - Asvel 4ª giornata Valencia - Lukoil Akademik Asvel - Ostende 5ª giornata Lukoil Akademik - Ostende Valencia - Asvel 6ª giornata Ostende - Valencia Asvel - Lukoil Akademik

77-82 55-64

P 0 2 3 3

GRUPPO D ASVEL VALENCIA LUKOIL A. OSTENDE

F 403 406 401 349

S 381 400 400 378

82-77 75-77 82-76 81-78 85-87 72-69 78-64 88-73 63-70 98-84 13/12 “ “ F 410 411 411 409

S 387 397 418 439

79-71 74-82 103-105 87-80 74-93 66-65 81-83 93-81 70-79 81-94 13/12 “ “

PT 6 4 4 2

V 3 2 2 1

P 1 1 2 4

V 4 3 2 1

S 262 272 282 294

87-78 65-66 66-62 75-62 64-72 53-70 83-59 83-65 13/12 13/12 20/12 20/12 P 1 2 2 3

1ª giornata Buducnost - Turow Dexia Mh - Alba Berlino 2ª giornata Turow - Dexia Mh Alba Berlino - Buducnost 3ª giornata Dexia Mh - Buducnost Alba Berlino - Turow 4ª giornata Buducnost - Dexia Mh Turow - Alba Berlino 5ª giornata Alba Berlino - Dexia Mh Turow - Buducnost 6ª giornata Dexia Mh - Turow Buducnost - Alba Berlino

GRUPPO D PT VENTSPILS 9 NOVOGOROD 8 YUZHNY 7 ATOMEROMU 6 1ª giornata Yuzhny - Ventspils Atomeromu - Novgorod 2ª giornata Novgorod - Yuzhny Ventspils - Atomeromu 3ª giornata Atomeromu - Yuzhny Ventspils - Novgorod 4ª giornata Novgorod - Atomeromu Ventspils - Yuzhny 5ª giornata Yuzhny - Novgorod Atomeromu - Ventspils 6ª giornata Yuzhny - Atomeromu Novgorod - Ventspils

F 302 308 255 245

F 330 281 276 284

S 301 280 307 283

75-50 74-78 67-66 86-68 66-53 79-68 85-78 91-87 13/12 13/12 20/12 20/12

P 1 2 3 4

GRUPPO H PT V P ARTLAND D. 9 4 1 SZOLNOKI 8 3 2 KERAVNOS 7 2 3 PAU ORTHEZ 6 1 4 1ª giornata Keravnos - Artland Dragons Szolnoki - Pau Orthez 2ª giornata Artland Dragons - Szolnoki Pau Orthez - Keravnos 3ª giornata Szolnoki - Keravnos Artland Dragons - Pau Orthez 4ª giornata Artland Dragons - Keravnos Pau Orthez - Szolnoki 5ª giornata Keravnos - Pau Orthez Szolnoki - Artland Dragons 6ª giornata Keravnos - Szolnoki Pau Orthez - Artland Dragons

F 373 415 363 341

S 345 362 393 392

81-67 83-72 85-73 69-56 73-76 77-75 96-51 81-55 78-87 78-79 13/12 “ “ F 444 409 401 371

S 405 401 420 399

81-93 85-70 86-78 83-85 81-93 87-81 93-75 67-75 67-70 90-85 13/12 “ “


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

13 TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 422/88 R.G.E. G.E. Alessandro Pazzaglia Professionista Delegato: Paolo Stigliano Lotto Unico: Area di sedime e relativa corte con fabbriche su di esso insistenti, sita nel comune di Cassano allo Jonio (Cs), località Campo Sportivo o diversamente, censita in Nuovo Catasto dei Terreni, partita 5081, Foglio 31, mappale 376, qualità seminativo arbotato, classe 1, superficie are 05.20, reddito domiciliare euro 1,88, reddito agrario euro 0,94. Prezzo base: euro 10.743,20 Rilancio: euro 214,89 Vendita senza incanto: 30/01/2012 Vendita con incanto: 06/02/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Rocca Imperiale Scalo (Cs), alla Via Ionio nr 3 (di fronte stazione ferroviaria - Palazzo Tarsia, piano 2°)

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell'Esecuzione, Dr.ssa MARTA POLLICINO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 70/1984 promossa da ITALFONDIARIO spa DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 27. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: (ORDINANZA DEL 23.11.2007) LOTTO UNICO: "Diritto di proprietà sui seguenti terreni e manufatti siti nel Comune di Careri, loc. Anoiaro: 1. Terreno in catasto al foglio 8 particella 599 (ex 10), ha 13.80.30; 2. Terreno in catasto al foglio 8 particella 304, ha 1.76.00; 3. Terreno in catasto al foglio 8 particella 195, ha 3.65.00; 4. Terreno in catasto al foglio 8 particella 112, ha 5.79.30; 5. Manufatto in stato di abbandono, in catasto al foglio 8, particella 598 sub 2; 6. Insediamento produttivo di circa 3.314,00 mq., in catasto al foglio 8 particella 598 sub 3, comprendente: porticato, caseificio, stalle, mangiatoia, abbeveratoio, fienile, porcilaia, tettoie; 7. Area cementata, con zona destinata, ad accumulo formaggi e struttura di n. 9 pilastri, in catasto al foglio 8 particella 598 sub 1. Prezzo base d'asta: Euro 286.326,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all'udienza del 02.02.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5+1/5, alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei

termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 05.04.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5+1/5, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 580 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Dr. GIOVANNI LANZAFAME (Tel. 0964.342040). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 01 DICEMBRE 2011 CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA REG. ESEC. n. 70/1984 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato

| AsteInfoappalti

il Domani

Martedì 13 dicembre 2011

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (vedi sopra), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell'ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché

18)

19)

20)

21)

22)

23)

24)

25)

mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qui Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell'ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it www.portaleaste.it - www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del (vedi sopra) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, domanda di partecipazione all'incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell'offerta; all'esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Camera di Commercio dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24);

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

14 26) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 27) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 71/2006 promossa da BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: "Piena proprietà di aun appartamento al piano terra rialzato, facente parte di un edificio a tre piani f.t. in c.da Elisabetta di Gioiosa Jonica, censito nel NCEU al foglio 34, p.lla 1549 sub 3"; PREZZO BASE: Euro 137.088,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita del 06.10.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all'udienza del 02.02.2012 con il prezzo da ridurre di 1/4+1/4, alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita del 06.10.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 05.04.2012, con il prezzo da ridurre di 1/4+1/4, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 680 cpc;

il Domani

Martedì 13 dicembre 2011

- l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: dr. Giovanni LANZAFAME (Tel. 0964.342040) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 01 dicembre 2012 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 71/2006 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS … , ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'incarico affidatogli; - DISPONE a revoca di ogni precedente provvedimento, PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Ing. C. LAROSA) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta;

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE:

A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 02.04.2009 e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente: potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell'art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla,banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall'aggiudicazione); - nel termine perentorio di gg. 50 dall'aggiudicazione dovrà versare direttamente alla banca mutuante B.A.P.V. spa la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine sarà l'Istituto mutuante a comunicare tempestivamente l'importo del credito; - nel termine di gg. 60 dall'aggiudicazione dovrà versare l'eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l'importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nel Comune di Gioiosa Jonica (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta

| AsteInfoappalti pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 04.06.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

15 delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. …. OMISSIS ….. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 06 ottobre 2008 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell'Esecuzione, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 25/96 promossa da CREDITO FONDIARIO, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 29. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI LOTTO n. 1: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 7, di circa 43 mq.; PREZZO BASE: Euro 12.900,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 2: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 8, di circa 35 mq.; PREZZO BASE: Euro 10.500,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 3: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 9, di circa 29 mq.; PREZZO BASE: Euro 8.700,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 4: Unità immobiliare adibita ad uso commerciale (supermercato), posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 10, di circa 443 mq., con annesso deposito al piano seminterrato, riportato al NCEU al foglio 16, part. 797, sub 39, di circa 367 mq.; PREZZO BASE: Euro 398.050,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 5: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 11, di circa 80 mq.; PREZZO BASE: Euro 38.450,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 6: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 15, di circa 165 mq.; PREZZO BASE: Euro 57.750,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 7: Unità immobiliare da destinarsi ad uso commerciale, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 16, di circa 77 mq.; PREZZO BASE: Euro 21.650,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 8: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 9: Unità immobiliare destinata ad uso commerciale (sala giochi), posta al piano 1° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 19-20, di circa 73 mq.; PREZZO BASE: Euro 42.340,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 10: Unità immobiliare destinata ad uso commerciale (ristorante), posta al piano 1° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 21-22-23 di circa 239 mq.;

Martedì 13 dicembre 2011

PREZZO BASE: Euro 138.620,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 11: Unità immobiliare non ancora completata, posta al piano 1° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 24, di circa 157 mq.; PREZZO BASE: Euro 62.800,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 12: Unità immobiliare non ancora completata, posta al piano 1° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 25, di circa 136 mq.; PREZZO BASE: Euro 54.400,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 13: Unità immobiliare destinata ad abitazione, posta al piano 2° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 28, di circa 181 mq.; PREZZO BASE: Euro 86.880,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 14: Unità immobiliare destinata ad abitazione, posta al piano mansarda di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 29, di circa 185 mq.; PREZZO BASE: Euro 88.800,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 15: Unità immobiliare destinata ad abitazione, posta al piano mansarda di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 30, di circa 155 mq.; PREZZO BASE: Euro 74.400,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 16: Unità immobiliare destinata ad abitazione, posta al piano mansarda di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 31, di circa 143 mq.; PREZZO BASE: Euro 52.910,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 17: Unità immobiliare non ancora completata, posta al piano 1° di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 34, di circa 114 mq.; PREZZO BASE: Euro 54.720,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 18: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 19: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 20: Unità immobiliare destinata ad abitazione, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 37, di circa 204 mq.; PREZZO BASE: Euro 97.920,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO - VENDUTO; LOTTO n. 21: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 22: Unità immobiliare destinata ad autorimessa, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 40, di circa 31 mq.; PREZZO BASE: Euro 10.850,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 23: Unità immobiliare destinata ad autorimessa, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 41, di circa 25 mq.; PREZZO BASE: Euro 8.750,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 24: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 25: Unità immobiliare destinata a deposito, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra

il Domani con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 43, di circa 28 mq.; PREZZO BASE: Euro 9.800,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 26: Unità immobiliare destinata a deposito, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 44, di circa 140 mq.; PREZZO BASE: Euro 28.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 27: Unità immobiliare destinata a deposito, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 45, di circa 152 mq.; PREZZO BASE: Euro 30.400,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 28: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) LOTTO n. 29: Unità immobiliare destinata ad autorimessa, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 47, di circa 15 mq.; PREZZO BASE: Euro 5.250,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 30: Unità immobiliare destinata ad autorimessa, posta al piano seminterrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 49, di circa 20 mq.; PREZZO BASE: Euro 7.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 31: Unità immobiliare destinata a deposito, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra con seminterrato, ubicato nel Comune di Bianco, via C. Colombo, riportato al NCEU al foglio 16, particella 797 sub 50, di circa 43 mq.; PREZZO BASE: Euro 37.490,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO; LOTTO n. 32: SOSPESO (ord. del 13.03.2007 confermata con ord. del 30.04.2007) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita del 17.05.2006(punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all'udienza del 02.02.2012, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/4+1/4, alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; - l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; - l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita del 17.05.2006(punti da 1 a 29) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt.

| AsteInfoappalti 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 05.04.2012, con il prezzo DA RIDURRE 1/4 +1/4, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 680 cpc; - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: dr. Giovanni LANZAFAME (Tel. 0964.342040). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 01 dicembre 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 25/1996 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE … OMISSIS … , ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell'attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l'incarico affidatogli; - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Ing. F. Racco) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'of-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it | www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

16 ferente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; 5) l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; 9) l'udienza di vendita è fissata per il giorno 13.03.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; 13) in caso di aggiudicazione, l'offerente: - potrà avvalarsi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell'art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall'aggiudicazione); - nel termine di gg. 50 dall'aggiudicazione, dovrà versare direttamente alla banca mutuante Fonspa la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine, sarà l'Istituto che potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, mutuante a comunicare tempestivamente l'importo del credito; nel termine di gg. 60 dall'aggiudica-

14)

15)

16)

17)

18)

19)

Martedì 13 dicembre 2011

zione dovrà versare l'eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l'importo della cauzione, in un libretto di deposito intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione acceso presso un qualsiasi istituto bancario; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri, oppure presso il custode giudiziario, dott. G. LANZAFAME; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Bianco, Ardore, Bovalino (invitando all'uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 07.06.2007 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato;

il Domani 20) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 21) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 22) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 23) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 24) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 25) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 26) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 27) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 28) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 29) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a

| AsteInfoappalti valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. … OMISSIS … Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 17.5.2006 f.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 149/1992 promossa da BANCA POPOLARE DI POLISTENA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: ORDINANZA DEL 06/08.07.2009 LOTTO 1: "Piena proprietà di una unità immobiliare in Gioiosa Jonica, via Madama lena, costituito da un fabbricato a due piani fuori terra ed un cantinato, catastalmente riportato al foglio di mappa n. 32 part. 835 sub 4 (deposito e magazzino), 5 (appartamento), 6 (lastrico), 7 (lastrico)" Prezzo base d'asta: Euro 495.600,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo LOTTO 2: "Piena proprietà di un terreno in Roccella Jonica /RC), c.da Lacchi, catastalmente riportato al foglio di mappa n. 40, part. 251 Prezzo base d'asta: Euro 45.540,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIBASSARE DI 1/5+1/5, all'udienza del 02.02.2012, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente, dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base eventualmente ribassato. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: dr. Giovanni LANZAFAME (Tel. 0964.342040). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 02.02.2012. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 01 dicembre 2011 IL CANCELLIERE

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria Il Sole 24 Ore - Info 0961.023922


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 17

DALL'ITALIA E DAL MONDO Morto un operaio mentre montava il palco, sospeso il concerto di Jovanotti Doveva svolgersi ieri sera il tanto atteso concerto di Jovanotti a Trieste. Ma a poche ore dallo show è successo l’impensabile. Un imprevisto che ha annullato l’evento. Un operaio, impegnato nella fase di allestimento del palco, è morto per il crollo dell’impalcatura. Altri dodici sono rimasti feriti. Due di loro sono in

condizioni moltog ravi. La struttura sportiva, situata nel rione di SanSabba,adiacenteallostadio «Nereo Rocco», è stata transennata e posta sotto sequestro. La struttura era quasi stata completata e mancavano solo pochi altri dettagli per ultimare il lavoro. La notizia ha spezzato la stagione concertistica dell’artista:

«I prossimi concerti sono al momento sospesi e verrà data comunicazione entro domani sera delle decisioni prese riguardo agli stessi». Lo ha spiegato Maurizio Salvadori della Trident Management, casa di produzione del tour di Jovanotti che si doveva concludere il 30 dicembre a Taranto.

Da Roma a Bologna a Cagliari le sigle sindacali hanno marciato fianco a fianco contro la manovra

I sindacati uniti fermano l’Italia

Cesare Giraldi Sindacati di nuovo uniti. Il governoMonticonle ultimemisureeconomiche ha avuto se non altro il pregio di aver, per ora, sanato la frattura all’interno delle sigle sindacali.Ieri,dopoilfallimentodella trattativa avviata domenica sera con il presidente del Consiglio, Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno portato in piazza migliaia di lavoratori in molte città italiane. E il Paese di lavoratori, per ben tre ore, si è fermato in molti settori, dalle industrie all’editoria. La mobilitazione è stata indetta unitariamente dai sindacati per protestare contro un intervento giudicato «iniquo e recessivo»nelcomplesso.ARoma, a partire dalle ore 16, a piazza Montecitorio si è svolto anche un

Intanto è ormai certo che sarà sabato il giorno in cui la Camera voterà la manovra. Alle ore 17.00 i deputati saranno chiamati a un suffragio che passerà alla storia presidio delle tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil. Lo sciopero unitario «dimostra la maturità del sindacato e di tutti i cittadini, del ceto medio basso italiano - ha affermato il leader dell’Ugl, Giovanni Centrella siamoprontiaunagrandemanifestazione se il governo non ci ascolta».

A Torino il corteo della Fiom, che ha proclamato per ieri addirittura otto ore di sciopero nell’ambito delle iniziative organizzate dai sindacati contro la manovra, ha raggiunto piazza Castello dove si è unito al presidio davanti alla prefettura promosso da Cgil, Cisl e Uil.ImetalmeccanicidellaCgilsono scesi in piazza anche per protestare contro il nuovo contratto che entreràinvigoreilprossimo1gennaio in tutti gli stabilimenti italiani del gruppo Fiat. Secondo la Fiom l’adesione allo sciopero ha fatto registrareadesionisignificative.In particolare i metalmeccanici della Cgil sottolineano che alla Powertrain di Mirafiori l’adesione è stata del 60%, oltre il 50% a Fpt Iveco, alla Microtecnica 95%, all’Alenia di Torino Caselle e all’Avio di Rivalta 70%, 90% all’Avio di Borgaretto, e del 100% in alcuni aziende metalmeccaniche del canavese. «Abbiamo fatto una scelta coraggiosa che è stata premiata dai lavoratori - commenta per la Fiom il segretario provinciale Federico Bellono - in corteo ci sono migliaia di persone che dimostrano come i lavoratori abbiano capito che per i metalmeccanici la partita è doppia, riguarda cioè la manovra ma anche lo strappo democratico che proprio a Torino potrebbe consumarsi nelle prossime ore con la sigla del nuovo contratto per la Fiat».

BREVI Matrimoni di comodo, tre fermati in Lombardia Scontri all’anniversario di Piazza Fontana Il fatidico sì non è arrivato a coronare il loro sogno. Un sogno diverso da quello che di solito anima le coppie in procinto di sposarsi. Loro avevanopresentatoalComune di Romano di Lombardia (Bergamo) la documentazione per sposarsi con tre donneitaliane.Gliagentidella polizialocale,alterminediuna serie di accertamenti, sono arrivati alla conclusione che i lorononsarebberostatimatrimonid’amore,bensìdicomodo,perottenereunpermesso di soggiorno nel nostro Paese. Così tre extracomunitari irregolari - due nigeriani di 35 anni e un albanese di 33 anni - sono stati rintracciati e con-

trollati dagli agenti della locale, che da tempo ha avviato una serie di servizi di controllo, proprio per contrastare il fenomeno dei matrimoni di comodo. Nessuno di loro era in regola con il permesso di soggiorno, nè avevanounafissadimora.Per tutti e tre sono quindi scattate le procedure per l’espulsione dall’Italia.

Lecontestazionialpresidente della provincia milanese hanno macchaito un momento che si immaginava fosse solo diunione.Spintonieinsulti,infatti,sisonoscatenatiieriaMilano durante il corteo per celebrare il 42° anniversario della strage di piazza Fontana a Milano. Protagonisti i militanti dei centri sociali. All’inizio del corteo, partito da piazza della Scala, è stato contestato il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, poi la tensione tra ragazzi dei centri sociali e forze dell’ordine è cresciutaduranteipochimetri percorsi per raggiungere piazza Fontana. Non si sono registrati scontri, ma solo ten-

sione. Un poliziotto ha colpito un ragazzo con un manganello per tentare di bloccarlo e fargli smettere di urlare "Fuori fascisti dalla città". Subito dopo il corteo composto da centinaia di persone ha raggiunto piazza Fontana dove si è tenuta una breve commemorazione delle 17 vittime della strage tenutasi 42 anni fa.

A Genova, come a Bologna e così in Sardegna si sono svolti cortei che hanno richiamato molti aderenti. Unico ostacolo è stato il maltempo, che comunque non ha scoraggiato i manifestanti. Intanto è ormai certo che sarà sabato il giorno in cui la Camera voterà la manovra. Alle ore 17.00 i deputati saranno chiamati a un suffragio che passerà alla storia. Come sembrano

certe due modifiche sostanziali al decreto. Innanzitutto l’adeguamento all’inflazione di tutte le pensioni fino a circa 1.400 euro (al momento sono salvi solo gli assegni fino a circa 1.000 euro) e un alleggerimento dell’Imposta municipale unica, ovvero quella che prima si chiamava Ici, la tassa sugli immobili, sulla prima casa, probabilmente alzando la franchigia di 200 euro.

Pensioni e Imu, arriva un "ritocchino" La manovra assume un aspetto solo in parte nuovo. Alcune delle misure che più delle altre avevano fatto discutere per la loro rigidità potrebbero essere ritoccate. Ormai sembra cosa certa e lo sapremo entro sabato, giorno in cui la manovra sarà votata in aula alla Camera. «Ogni cosa a suo tempo e il tempo sta scadendo». Così il ministro del Welfare, Elsa Fornero,che,allaCameraperincontrare il collega Piero Giarda, conferma che le modifiche sull’indicizzazione delle pensioni «stanno arrivando». Le fa eco il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda che, a proposito delle modifiche, spiega: «stiamo studiando, stiamo lavorando». Giarda invita alla «pazienza» i deputati della Lega e del Pdl, che si lamentano delle dichiarazioni rilasciate dal ministro del Welfare, Elsa Fornero. «È positivo che non sia rimasto senza risposta l’appellolanciatoneigiorniscorsisul divieto di pagamento in contanti delle pensioni di importo superiore ai 500 euro», ha rilevato il presidente della commissione Esteri del Senato Lamberto Dini, commentando l’orientamento che sembra emergere da parte dell’esecutivo in favore di unamodificaallamanovranellaparterelativaallapossibilitàdiinnalzare la soglia minima dell’importo delle pensioni erogabile in contanti. Si parla di un nuovo limite che si attesterebbe attorno ai mille euro. «C’è

Elsa Fornero

stata una risposta significativa - prosegue l’esponente Pdl che nei giorni scorsiavevasottolineatolaquestione - e si vede che il governo non è rimasto insensibile, manifestando una disponibilità ad alzare quella soglia che nelle indicazioni originarie avrebbe avuto l’unico effetto di antagonizzare senza motivo una ampia fascia di cittadini meno abbienti. Senza considerare, inoltre -conclude l’ex premier- che il limite generale di utilizzo del contante è stato fissato a mille euro». «Ho apprezzato quanto dichiarato recentemente al ministro Fornero. Il suo desiderio di assumere i temi dei non tutelati nel modello di welfare come una delle priorità e svolte del nuovo governo», ha commentato il presidente della Provincia diRoma,NicolaZingaretti,daglistati generali del welfare. «È importante, inoltre, come il ministro Fornero abbia riaperto il capitolo del reddito minimo, la propensione ad inserire le nuove generazioni all’interno di un modello di welfare che spesso, invece, li esclude. Sono pronunciamenti importanti - ha proseguito ai quali voglio dare credito». «Ho apprezzatonegliaccentidelministro Fornero - ha continuato Zingaretti questa voglia di assumere il tema dei non tutelati nel modello di welfare come una delle priorità e svolte del nuovo governo». A.M


18 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

DALL'ITALIA E DAL MONDO PANAMA Torna faccia d’ananas Ne ha fatti 20 ne rischia altri 60

Moody’s minaccia ancora Caos per borse e spread Carlo Bassi MILANO - Infiamma i mercati un nuovo report diffuso durante la notte da Moody’s, che boccia di fatto il vertice Ue tenutosi nel fine settimana. L’agenzia di rating americana - una delle tre grandi con Fitch e Standard&Poor’s - ha confermatolapossibilitàdieseguire downgrade sul debito dei Paese europei nel primo trimestre del prossimo anno. In particolare secondo Moody’s nell’incontro non sono state prese decisioni decisive per invertire la tendenza dell’economia nel vecchio continente. Moody’s ha infatti sottolineato l’importanza di assumere queste decisioni per stabilizzare i mercati nel breve periodo e per questo motivo "l’eurozona, e in misura maggiore l’Ue, restano esposte a nuove scosse e la coesione dell’area euro sotto una minaccia persistente". Nell’ultimo periodo il mercato azionario europeo risulta molto sensibile alle valutazioni provenienti da istituzioni o enti sovranazionali. Ne è nato un altro Lunedì nero per la Borsa di Milano con l’indice Ftse Mib che è scivolato sotto quota 15mila punti, pagando soprattutto la debacle del comparto bancario. L’indice Ftse All share è sceso del 3,49 per cento, quello Ftse Mib il 3,79 per cento, mentre pesanti perdite si sono registrate anche sulle altre piazze europee, ma con PiazzaAffarimaglianera.IlConsiglio Ue di venerdì scorso non ha fatto cambiare dunque idea a Moody’s calla quale potrebbero seguire anche le altre. Gli investitori attendono infatti la decisione di Standard & Poor’s, pronta a lasciare cadere la sua spada di Damocle sugli Stati europei messi in credit watch la scorsa settimana. Grande tensione anche sull’obbligazionario, con lo spread Btp-Bundpartitoa435puntibase, arrivato oltre 470 e poi sceso in area 450 punti. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto il 3,79% a 14.896 punti (minimi intraday), mentre il Ftse All Share è arretrato del 3,49% a quota 15.663.

Ma tutto questo dà ragione a chi sostiene che i risultati del vertice tanto atteso a Bruxelles fra i capi di Stato e di governo non han risolto niente Pesanti vendite sul comparto bancario in scia al deprezzamento dei titoli di Stato italiani e al nuovo monitoraggio dell’EBA che, per i primi cinque gruppi bancari italiani, ha richiesto nuovi capitali freschi per 15,4 miliardi di euro (14,7miliardilaprecedenterichiesta) per portare il loro Core Tier al 9% entro giugno 2012. "L’Abi percorrerà tutte le strade possibili, compresa quella legale, per contrastare l’esercizio dell’EBA e la suarichiestadiaumentidicapitale per 15,4 miliardi di euro", ha dichiarato ieri Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi. La forte presa diposizionediMussarinonhaplacato le vendite: Monte dei Paschi

ha ceduto l’8,83% a 0,259 euro, Bper il 9,45% a 5,315 euro, Ubi Banca il 7,01% a 3,078 euro, Banco Popolare il 7,76% a 0,904 euro, Popolare di Milano il 5,68% a 0,277 euro, Unicredit il 5,81% a 0,753 euro, Intesa SanPaolo il 5,79% a 1,203 euro. Il tutto - come dicevamo - nonostante non fosse andata male l’asta del Tesoro italiano di Bot a 12 mesi: Il Tesoro ha infatti reso noto di aver collocato tutti i sette miliar di di Bot a 12 mesi nell’asta di ieri con ren dimento al 5,952 per cento. La buona notizia che la richiesta è stata il doppio dell’offerta da parte del Tesoro, ma il rendimento è salito di circa mezzo punto rispetto all’ultima asta, un mese fa. Contemporaneamente lo spread tra il Btp decennale e il bund vo lava a 453 punti, e poi a 470, vicinissimo alla soglia letale del sette per cento di rendimento. Per fortuna c’è stato un calo in serata. Ma tutto questo dà ragione a chi sostiene che i risultati del vertice tanto atteso a Bruxelles fra i capi di Stato e di governo non ha risolto un bel niente. Chi scommetteva contro l’euro continua a farlo.

CITTA’ DI PANAMA - Manuel Noriega, 77 anni, è stato estradato dalla Francia e si trova in un carcere in Panama. L’ex uomo forte di Panama, che ha già passato oltre 20 anni in prigioni americane e francesi per traffico di droga, potrebbe essere condannato ad altri 60 anni di detenzione. Come ha mostrato la tv, l’aereo della Iberia con l’ex dittatore a bordo è stato accolto all’aeroporto da giornalisti, fotografi, simpatizzanti e oppositori. Tra questi, un gruppo di familiari di desaparecidos negli anni, tra il 1983 e il 1989, in cui l’ex generale aveva il controllo del Paese. ’’Vogliamo giustizia’’, ha commentato Aurelio Barria, leader della ’Cruzada Civilista’, gruppo che alla fine degli anni ’80 si oppose all’ex tiranno. Tra i vari capi d’accusa che pendono sull’ex dittatore c’è anche quello della sparizione e uccisione di Hugo Spadafora, oppositore al regime di origini italiane, il cui cadavere fu ritrovato, con la testa mozzata, il 13 settembre del 1985, sotto un ponte al confine con il Costa Rica.

SANTA LUCIA Non è la più corta Ma porta un sacco di bei regalini VERONA - Oltre un milione di bambini scarta in anticipo i regali delle feste che però al posto di Babbo Natale vengono portati da Santa Lucia, secondo una tradizione fortemente radicata in alcuni territori da Verona a Brescia, da Cremona a Vicenza fino a Bergamo. È quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che il tradizionale appuntamento è festeggiato con l’acquisto di regali e leccornie per i più piccoli. Un primo banco di prova delle feste per una ricorrenza molto sentita in Svezia, dove sfilano le ragazze vestite di bianco con una coroncina in testa, ma importante anche in Italia nonostante sia stato scientificamente provato che il 13 dicembre non coincide con il solstizio d’inverno e quindi «Santa Lucia non è il giorno più corto che ci sia». Secondo una tradizione molto radicata sul territorio, nella notte del 12 dicembre, arriva nelle case la Santa protettrice della vista sull’asinello volante.

NEWS

GB Sondaggi danno ragione al premier Ha fatto bene per il 57% degli inglesi

RUSSIA Putin nega i brogli elettorali Dice che i voti contestati sono lo 0,5%

LONDRA-Unalargamaggioranzadeibritannici (57%)sostieneladecisionedelprimoministro conservatoreDavidCamerondiporreilvetoaun nuovotrattatoeuropeo.Lorivelaunsondaggio delquotidianoTheTimes.Peril57%degli intervistati,Cameronhafattobeneadesercitareil suodirittodiveto,mentresoloil14%ritieneche abbiaavutotorto.Unapercentualedavvero irrisoria.Perdipiùcircaanchelametà(49%)degli elettorichehannovotatonel2010perilPartito liberaldemocratico(europeista)sostengonola decisionedelprimoministro.Epropriodaiverticiliberaldemocraticisonovenutele primecriticheaCameron,oltrechedainemicigiurati,ilaburisti.IlRegnoUnitoèora completamenteisolato?ComehadettoTerrySmith,dellasocietàdibrokeraggio TullettPrebon,allaBBC-ilPaeseèisolatocomequalcunolasciatosullabanchinaa SouthamptonmentreilTitanicstasalpandoversoilsuonaufragio.Cameronsiè giocatogranpartedelsuocapitalepoliticoehastressatoirapporticonmoltileader dell’Unionema,riprendendounarticolodiFraserNelson,sulloSpectator,quelladel RegnoUnitorestacomunqueun’economiaapertaecollegataallareteglobale.Lo dimostrailfattocheDavidCameronhausatoilsuodirittodivetononperproteggere unapiccolapartedell’economiabritannica,maunapartesostanziale.Ancoraoggi, comedasecoli,iservizifinanziarihannorappresentatounsurplusnellabilanciadei pagamentidi35miliardidisterlineloscorsoanno(tradottoineuro,duevoltela manovradelgovernoMonti),unodeipochisettorichehageneratounsurplus,con

MOSCA - Non accennano a spegnersi le polemiche in Russia sulle elezioni che hanno decretato una nuova vittoria del partito di Vladimir Putin ma secondo i contestatori - grazie ad evidenti brogli elettorali. E ieri lo stesso primo ministro e - nelle sue intenzioni - prossimo presidente in marzo, ha risposto a muso duro che è tutta una montatura. L’agenzia Ria Novosti riferisce che circa 70 persone sono ancora agli arresti amministrativi in seguito alle manifestazioni effettuate il 5 dicembre, all’indomani del voto. Denunciando presunti massicci brogli, i manifestanti erano scesi per le vie di Mosca dando vita a un braccio di ferro con le autorità che si era chiuso con l’arresto di 300 persone. Lo stesso numero di persone veniva fermato il giorno seguente nel corso di una manifestazione, stavolta non autorizzata. Ma cortei e iniziative di protesta si sono ripetuti anche nel fine settimana in non meno di 40 città. In mattinata il primo ministro Vladimir Putin aveva scartato ogni ipotesi di invalidazione del voto, stimando come non rilevante - non più dello 0,5 per cento - la quota di schede contestate. Nel frattempo le autorità elettorali russe hanno proclamato i risultati relativi a San Pietroburgo, dove il partito di Putin (Russia Unita) ha ottenuto 20 dei 50 seggi disponibili, tre in meno di quelli che avevanellapassatalegislatura.


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 19

IN CALABRIA TOGHE LUCANE-BIS: pm di Potenza fa ricorso alla Corte Europea

all’inchiesta "Toghe lucane due" della Procura di Catanzaro, nella quale è indagato, tra l’altro, per associazione segreta. Bonomi Il sostituto procuratore generale ha spiegato attraverso il suo legale, l’avvocato Vittorio presso la Corte d’appello di Trupiano, di soffrire di problemi Potenza, Gaetano Bonomi, ha presentato un ricorso alla Corte cardiaci «aggravati dalla Europea contro lo Stato italiano, vicenda»: il magistrato ha quindi «chiesto la condanna dello per essere «indagato da anni di Stato per violazione delle reati strumentali e altamente infamanti della mia onorabilità»: il norme che regolano il giusto processo e che prevedono che magistrato ha fatto riferimento

l’indagato possa difendersi sin dal primo atto dell’indagine, e che il processo a suo carico venga definito in un tempo ragionevolmente breve». Il magistrato era stato coinvolto anche in "Toghe lucane", l’inchiesta condotta da Luigi De Magistris, l’ex pm che era in servizio nella Procura di Catanzaro. cm

Arrestato romeno: era ricercato da quattro anni per rapina Ricercato dal 2007 per rapina aggravata, un latitante romeno è stato arrestato dalla polizia a Rosarno. Florin Conolos, di 35 anni, era ricercato per un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 25 settembre 2007 dal gip di Reggio Calabria per rapina

aggravata in concorso. Gli agenti del Commissariato di Gioia Tauro sono intervenuti per sedare una violenta lite in famiglia ed hanno identificato alcuni cittadini romeni, uno dei quali era stato ferito alla mano destra con un’arma da taglio. Le indagini hanno permesso di accertare che l’uomo era stato colpito poco prima con un coltello da un connazionale, Mircea Marcocian.

OPERAZIONE SORGENTE Ripetute le intimidazioni ai danni di un imprenditore locale

Estorsione, 2 arresti nel clan Mancuso di Carmela Mirarchi

Giglio, Morelli e Valle chiedono la revoca degli arresti MILANO - Hanno chiesto al TribunaledelRiesamediMilanolarevoca degli arresti il giudice Giuseppe Giglio, il consigliere regionale calabrese Francesco Morelli e Leonardo Valle, tre delle nove persone finite in carcere lo scorso 30 novembre nel blitz coordinato dalla Dda milanese che ha inferto un altro colpo alla ’ndrangheta, in particolare a quella che è stata definita la ’zona grigia’, operativa tra la Lombardia e la Calabria. L’udienza in cui si discuterà dei ricorsi è stata fissata per domani. Il 30 novembre era scattato il maxiblitz contro la zona grigia della ’ndrangheta per l’esecuzione di una decina di provvedimenti cautelari nei confronti di professionisti accusati di aver favorito le attività della ’ndrangheta, in particolare della cosca Valle-Lampada. I provvedimenti avevano colpito anche un giudice del Tribunale di Reggio Calabria, Vincenzo Giglio, accusato di corruzione e favoreggiamento personale, rivelazione del segreto d’ufficio con l’aggravante di aver agevolato le attività della ’ndrangheta e il consigliere regionale Morelli.

VIBO VALENTIA - Arrestati dai Carabinierididella Stazione diNicotera, nel Vibonese, nell’ambito dell’operazione "Sorgente", Antonio Campisi, 23 anni, già noto alle forze dell’ordine e Nicola Vittorio Drommi, 22 anni ritenuti responsabili di tentativo di estorsione in concorso aggravato e continuato e danneggiamenti nei confronti di un imprenditore locale, titolare di una impresa di confezionamento di acqua minerale. I militari hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia. I due arrestati sarebbero legati, secondo i carabinieri , da stretti rapporti di parentela a noti esponenti del Clan "Mancuso" di Limbadi. Uno dei due era già sottoposto a custodia cautelare in carcere presso la Casa Circondariale di Vibo Valentia. Sono accusati delle intimidazioni compiute con l’esplosione di una cinquantina di colpi d’arma da fuoco contro la porta dell’abitazione e del magazzino di un imprenditore che opera nel settore dell’imbottigliamentodiacquaminerale, i due giovani arrestati ieri dai carabinieri di Nicotera. Antonio Campisi e Nicola Vittorio Drommi, tra l’altro, sono figli, rispettivamente, di Domenico Campisi e Salvatore Drommi, il primo scomparso nell’estate del 2010 ed il secondo vittima di agguato nel

giugno scorso. Le indagini dei carabinieri sono cominciate due mesi fa quando l’imprenditore Antonio Comerci, proprietario di un appezzamento diterrenosulqualeinsisteunafonte di acqua e sul quale sono in corso lavori di realizzazione di un impianto per l’imbottigliamento ed il confezionamento dell’acqua stessa, é stato vittima di ripetuti atti intimidatori. In particolare, il 25 ottobre sono stati sparati 14 colpi di

In manette sono finiti Antonio Campisi, 23 anni, già noto alle forze dell’ordine e Nicola Vittorio Drommi, 22 anni pistola contro il portone dell’abitazione e del garage attiguo e poi, il 27 ottobre, altri 29 colpi contro i magazzini dell’impresa Acqua Soave. Nel corso delle indagini, il 9 novembre scorso, i carabinieri, nelle vicinanze dei luoghi presi di mira, i carabinieri hanno arrestato, dopo un breve inseguimento, Drommi,trovatoconunapistolaBeretta calibro 9x21 (lo stesso di quello usato per le intimidazioni) con matricola punzonata, il colpo in canna e due caricatori con 29

proiettili. Il 6 dicembre, il gip ha emesso nei confronti di Campisi e Drommi un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ritenendoli responsabili della tentata estorsione all’imprenditore. Nel prov-

vedimento, il gip ritiene "fondatamente esistente a carico di Drommi Nicola Vittorio e di Campisi Antonio un grave quadro indiziario in relazione ai reati contestati dal pm".


20 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

IN CALABRIA Presidi dei sindacati in tutta la regione. A Catanzaro la fiaccolata contro Monti

La Calabria dice no alla manovra di Carmela Mirarchi CATANZARO-Presidiorganizzati da Cgil, CIsl e Uil si sono svolti davanti a tutte le prefetture calabresi in concomitanza con lo sciopero di tre ore indetto dai sindacati conferedarli. A Reggio Calabria un centinaio di persone, con in testa i segretariprovincialidelleconfederazioni, si è radunato davanti all’ufficio territoriale di governo. Circa 300 i partecipanti alla manifestazione a Vibo valentia, dove, tra le bandiere sinadacali, ce n’era qualcuna di partito. E’ invece slittata al pomeriggio la manifestazione di Catanzaro, dopo che il prefetto ha comunicato di essere disponibile a ricevere le delegazioni alle ore 16. Copiosa la partecipazione delle rappresentanze sindacali e della gente comune anche all’appuntamento cosentino. Una parte dei presenti, con alla testa alcuni sindacalisti, si è staccata per formare un corteo che si è diretto verso la sede dell’Asp, per protestarecontrolasituazionedelle case di cura del cosentino, pratiE’statadell’85%l’adesioneallo scioperodeilavoratoridell’Agenzia regionaleperiserviziall’agricoltura (Arssa).Idipendentidell’azienda,che hannotenutounsitinstamania Catanzarodavantiallasededel DipartimentoAgricolturadella Regione,hannomanifestatosia controilprogettodileggedi trasformazionedell’aziendache controlamanovrapropostadal governoMonti.L’astensionedal lavorodeidipendentidell’Arssa,da tempoinstatodiagitazione,erastata

camente tutte in agitazione a causa del mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti. Secondo stime sindacali tra 400 e 500 persone - considerando delegati sindacali, lavoratori attivi, precari e pensionati - hanno partecipato a Crotone, davanti alla Prefettura, al sit - in di protesta indetto dalle confederazioni sindacali. Il prefetto di Crotone, Vincenzo Panico, ha ricevuto i segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Pasquale Aprigliano, Pino De Tursi e Mimmo Tomaino, i quali sono andati ad illustrare al rappresentante territoriale del Governo gli effetti negativi che, a giudizio dei sindacati, alcuni dei provvedimenti contenuti nella manovra avranno sul reddito dei cittadini e sulle possibilita’ di sviluppo ed occupazione in territori particolarmente deboli ed in crisi come quello di Crotone. Una fiaccolata per "illuminare Monti". E’ la protesta decisa da Cgil, Cisl, Uil e Ugl a Catanzaro in occasione della manifestazione regionale dei sindacati nell’ambito dello sciopero

In centinaia hanno invaso Piazza Prefettura per manifestare con bandiere, fischietti, volantini e tanta musica

Adesione dell’85% alla protesta di Catanzaro

TRASPORTI Il consigliere De Gaetano

Arssa, ieri lo sciopero dei dipendenti

Azioni forti contro taglio treni e aerei

indettaprimacheleorganizzazioni sindacaliconfederaliindicesserolo scioperodioieri.«Ilmixtravertenza aziendaleeprotestanazionale-ha affermatoAlfredoIornosegretario generaledellaFpCgil-hacomunque portatoadun’adesionealtissimada partedeilavoratoricheancoranon hannopercepitolostipendiodi

novembre».Inmattinatale rappresentanzesindacalisonostate ricevutedaldirettoregeneraledel Dipartimentoagricolturadella Regione,GiuseppeZimbalattial qualehannoespostoiterminidelle lororivendicazioni.

MANOVRA Statti (Confagri): tassazione al 300%

Agricoltura condannata a morte Con il decreto Salva Italia l’aumento della tassazione arriverà fino al 300 per cento. Un vero colpo al cuore per l’agricoltura, che vuole contribuire a sanare i conti del Paese, ma non potrà farlo se verrà condannata a morte«. E’ quanto afferma il presidente regionale di Confagricoltura, Alberto Statti, commentan-

Albero Statti

di Anna Bolle

nazionale contro la manovra del Governo Monti. In centinaia, tra le luci di Natale e il traffico rallentato, hanno invaso Piazza Prefettura permanifestareconbandiere,fischietti, volantini e tanta musica nell’intento di dare voce al disagio crescente dei lavoratori dipendenti, dei pensionati e dei tanti precari della regione «massacrati - hanno detto - dai provvedimenti del

Governo del prof. Monti». Nel pomeriggio i segretari generali Sergio Genco (Cgil), Paolo Tramonti (Cisl), Roberto Castagna (Uil) e il segretario regionale dell’Ugl, Franco Greco, hanno incontrato, al palazzo di Governo, il prefetto il Catanzaro Antonio Reppucci «per chiedergli - hanno spiegato - di portare a Roma, nei palazzi del Governo, i termini di una situazione che se è grave e insostenibile in tutto il Paese assume dimensioni drammatiche per la nostra regione. C’é una specificità calabrese - hanno sostenuto ancora i segretari generali dei sindacati - che va tenuta in considerazione per evitare di affossare definitivamenteunaregionecheviveunafase di crisi pesantissima».I sindacati e non solo chiedono cambiamenti all’interno della manovra Salva Italia considerata poco equa perchè colpisce soprattuto pensionati e lavoratori. In particolare si chiede di guardare di più al rilancio del’economia e al lavoro piuttosto che ai tagli e alle tasse.

do lo scenario che si prefigura, per il comparto agricolo, con l’attuazione della manovra economica. «Si tratta di un fatto estremamente grave - prosegue Statti - che vede vessare con una tassazione sproporzionata gli agricoltori, escludendoli al contempo da provvedimenti per lo sviluppo. Con il decreto varato dal Governo, ad esempio, verrà anticipata dal 2014 al 2012 l’applicazione della nuova imposta municipale (Imu), che sostituisce l’attuale Ici; per i terreni agricoli la base imponibile è determinata applicando al reddito dominicale (rivalutato del 25%) un moltiplicatore pari a 120, rispetto al valore precedente di 75. L’incremento è pari al 60%; inoltre è disposto l’assoggettamento all’Imu per i fabbricati rurali, che con la normativa Ici si consideravano inclusi nella base imponibile dei terreni. Viene da

chiedersi - sostiene ancora Statti quale scenario di sviluppo si prefiguri per il settore primario, soprattutto per un’area del Paese come il Sud. Ribadisco con forza la richiesta già avanzata al Governo e al Parlamento dal nostro presidente Guidi, di correggere urgentemente questo aspetto penalizzante della manovra. Sottolineo, infine, che ho già provveduto, assieme al componente calabrese della Giunta nazionale di Confagricoltura, Nicola Cilento, a interessare i parlamentari calabresi di entrambi gli schieramenti, inviando loro una lettera, perché si adoperino al fine di scongiurare questo ennesimo colpo alla tenuta del sistema agricolo della nostra regione. Salvare il Paese non può e non deve significare condannare a morte l’agricoltura».

«Iltempodeilamentiè abbondamentescaduto.Gliultimi, gravissimicolpialdirittoallamobilità deicalabresicostituisconoilpunto d’arrivodiungradualeprocessodi isolamentodellanostraregioneche gliappelliaiverticiaziendalidiRfi, Alitalia,Anasoaivariministridei Trasportinonhannofinoraneppure scalfito».Loaffermailconsigliere

regionaleNinoDeGaetano.«Oggi difronteallasoppressionedi21 trenialungapercorrenzaedi52voli daeperl’aeroportoMinnitidi ReggioCalabria,lamentarsinon bastapiù:cosadobbiamoancora aspettare,infatti,primache l’annuncio,troppevolteagitato,di eclatantiazionidiprotestasitramuti infatti?».

MANOVRA Castiglione chiede un incontro

Province alla Corte dei Conti: impatto drammatico sui bilanci «Nonsistatenendonellagiustaconsiderazioneildrammaticoimpattointermini economicichelenormeprevistedallamanovrasulleProvincecomporterannosui bilancidiRegioni,ProvinceeComuni,ilcaosistituzionaleeiconflittichene nasceranno,masoprattuttoilforteaumentodellaspesapubblicachepercontro produrranno.E’deltuttoevidente,infatti,che,aseguitodiquestenorme,ibilanci delleAutonomieterritorialisubirannounaimprovvisarivoluzione,cheavrà conseguenzeinauditegiànell’immediato».E’quantoscriveinunaletteraindirizzata alpresidentedellaCortedeiConti,LuigiGiampaolino,ilpresidentedell’Upi GiuseppeCastiglione,chiedendounincontrourgenteperverificare«leevidenti incongruenzecontenutenellanorma.LospostamentodellefunzionidalleProvince alleRegioni,eaiComuni-scriveCastiglioneelencandoinodiirrisolti-avràun impattoinauditoche,anostroparere,èstatodeltuttosottostimato.Nonsarà possibileperRegioni,ProvinceeComuniapprovarebilancidiprevisioneperil 2012realistici,ingradoditenerecontodellatraslazionedellecompetenze,congli effettiimmensidimodificadegliassetticontabili.Ilriallocamentodifunzioni,edelle corrispettiverisorseeconomiche-proseguenellaletterailpresidentedell’Upi, Castiglione-comporteràconseguenzedrammatichesuivincolidettatidalPattodi stabilitàdiRegionieComunicherisultinodestinataridell’immensoflussodi competenzeerisorse.Lanorma,poi,nontienecontochelospostamentodelle funzioniimplicaunaimmediatamodificadellanormativatributariadiRegioni, ProvinceeComuni:leentratetributarie,patrimonialiepropriedelleProvince dovrannopassareinquotaparteaRegionieComunipergarantireilfinanziamento dellefunzioni.Sidetermina-proseguelamissiva-ilbloccototaledegliinvestimenti programmatieincorsodelleProvince.Leopere,infatti,verrebbero immediatamentefermate,perchéimutuicontrattidalleProvince,ancheattraversola CassaDepositiePrestiti,dovrebberoesserespostatialleRegionioallealtre amministrazionilocali».


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 21

IN CALABRIA Gli approfondimenti riguardano swap relative ad un prestito obbligazionario

Indagine sui derivati, sequestro per 2,5 mln Finisce in manette consulente della Regione Bimba nata morta, Procura apre inchiesta CATANZARO - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha avviato un’indagine a seguito del parto di una bimba morta all’ospedale "Pugliese-Ciaccio". A dare il via agli inevitabili accertamenti, che per il momento riguardano undici persone, come da prassi, la denuncia della coppia di 35enni che ha perso la piccola. I due giovani hanno infatti chiesto che si verifichi se si sono verificate negligenze nella loro vicenda, che è iniziata alcuni giorni fa con il ricovero della signorae si è conclusa tragicamente domenica, quando la donna ha dato alla luce la bambina oramai deceduta, lamentando ritardi nellecure. Sarà a questo punto l’autopsia a dire di più sulle cause della morte della nascitura, mentre intanto il sostituto procuratore Carlo Villani, titolare dell’inchiesta, ha disposto l’acquisizione della cartella clinica. Solo ulteriori indagini consentiranno al magistrato di chiarire le posizioni dei 5 medici, delle 5 ostetriche e dell’infermiera coinvolti nel caso per essersi occupati della partoriente.

cm

di Anna Bolle I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ed il sequestro di beni per 2,5 mln di euro nei confronti, fra gli altri, di un consulente della Regione Calabria, ritenuto responsabile di truffa aggravata ai danni dell’Ente pubblico, frode in pubblica fornitura e falsità ideologica, nell’ambito di un’indagine sui derivati. L’indagine che ha portato all’arresto è una costola di quella condotta a Milano dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo e trasmessa per competenzaaCatanzaro.Gliapprofondimenti condotti dalle Fiamme Giallehanno riguardato operazioni in derivati (swap) relative ad unprestito obbligazionario sottoscritto dalla Regione Calabria per un importo pari a circa 325 milioni di euro (e a due successive rinegoziazioni), in merito alle quali sarebberostaticonseguiti,attraverso modalità fraudolente, profitti illeciti per circa 25 milioni di euro, parte dei quali (circa 2,5 milioni) risultano "veicolati" in favore del consulente finanziario tratto in arresto. La Guardia di Finanza ha sequestrato, in via preventiva, beni mobiliedimmobili,oltreadisponibilità finanziarie e conti correnti per un importo complessivo di 2,5 milioni di euro, riconducibili ai 7 indagati, tra cui figurano oltre al consulente finanziario, alcuni manager di una banca e un dirigente dell’Ente pubblico, nonchè lo stesso istituto di credito per violazione della legge 231. Un esposto denuncia riguardante i

contratti derivati conclusi dal 2003 al 2008 con alcuni istituti bancari era stata presentata nel luglio scorso dal Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Nell’esposto, depositato negli uffici della Procura della Repubblica di Catanzaro, era evidenziato che attraverso le operazioni effettuate la Regione Calabria ha subito un consistente danno economico, stimato in circa 52milioni di euro e per il cui risarcimento è già pendente una causa civile al Tribunale di Catanzaro. Il danno subito dall’Ente deriverebbe dall’illecita applicazione di commissioni implicite, che, se non fossero state artatamente nascoste, avrebbero impedito la conclu-

Un esposto riguardante i contratti derivati conclusi dal 2003 al 2008 era stato presentata da Scopelliti sione dei contratti alle condizioni pattuite. In particolare l’inchiesta che ha portato oggi all’arresto di Massimiliano Napolitano è lo sviluppo di uno dei filoni investigativi emersi dall’inchiesta della Procura di Milano sui derivati. I manager di banca che sono indagati nell’inchiesta della Procura di Catanzaro sui derivati, che ha portato all’arresto di Massimiliano Napolitano, appartengono all’isti-

tuto di credito giapponese Nomura. E’ indagato anche l’ex dirigente del settore Bilancio, programmazione finanziaria e patrimonio della Regione Calabria, Mauro Pantaleo. Dall’inchiesta è emerso che la banca Nomura ha avuto profitti per 30 milioni di euro mentre tre milioni di sovrapprezzo sono stati intascati dai soggetti che hanno fornito assistenza sugli swap (titoli a rischio) sottoscritti dalla Regione Calabria dal 2004 al 2006. A fornire assistenza alla Regione Calabria, rappresentata da Mauro Pantaleo, all’epoca dirigente del Settore Bilancio, c’era Massimiliano Napolitano, ex partner di Pantaleo nella società ConsulEnti, che, secondo l’accusa, avrebbe consigliato la Regione ed incassato denaro dalla banca nipponica su conti esteri. Dall’inchiesta è emerso inoltre che una società statunitense registrata in Delaware e riferibile a Napolitano, la Keaton Llc, ha ricevuto quel denaro, tre milioni, in relazione alle tre operazioni in derivati con la Regione Calabria. Nelle operazioni di swap tra la Regione Calabria e la Nomura International firmate con cadenza quasi annuale il 21 aprile del 2004, il 7 aprile del 2005 e il 21 giugno 2006, la banca giapponese ha registrato profitti per circa 30 milioni di euro. Una cifra che alcune consulente acquisite dagli inquirenti ritengono spropositata per operazioni di quel genere. All’epoca degli swap, attraversolaConsulEnti,Massimiliano Napolitano, era advisor della Regione Calabria a titolo gratuito maformalmentecontrattualizzato da Mauro Pantaleo.

NEWS NIDI D’INFANZA

PONTE SULLO STRETTO

PORTO DI GIOIA TAURO

L’assessore regionale al Lavoro, Formazione e Politiche sociali Francescantonio Stillitani ha illustrato il bando "Nidi d’infanzia e servizi integrativi". All’incontro erano presenti anche i dirigenti di settore e di servizio Giuseppe Nardi e Alessandra Celi. La dotazione finanziaria è di 11 milioni di euro con risorse derivanti dal Fondo del Dipartimento della politica della famiglia per la prima infanzia e dal Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità. L’obiettivo generale del bando è di aumentate l’offerta educativa su tutto il territorio regionale anche se, in concreto, si raggiungono una serie di traguardi come la creazione di nuovi posti di lavoro e l’aiuto alla conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro delle donne. Nel caso della azione sui nidi d’infanzia e servizi educativi la dotazione finanziaria del bando è pari a 7 milioni di euro. Per i servizi educativi domiciliari e familiari la dotazione finanziaria è, invece, di 4 milioni di euro di cui beneficeranno i Comuni che a loro volta dovranno trasferire i contributi alle persone fisiche.

Massimo Donadi, capogruppo idv alla Camera dei deputati, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al Ministro per le infrastrutture ed i trasporti su sollecitazione del Gruppo regionale consiliare calabrese dell’Idv. «Nonostante il Governo Berlusconi abbia sempre ripetuto che l’opera sarebbe stata pagata dai privata - scrive Massimo Donadi- è sotto gli occhi di tutti il fatto che il costo dell’opera sarà per la maggior parte a carico delle casse pubblich. Si tratta di un’opera che ha già drenato molte risorse e che ne drenerà altre, ma che si realizzerà mai, conquistando un primato come ottava meraviglia del mondo degli sprechi. Occorre fermare definitivamente il progetto- incalza Donadi- fino a quando si è in tempo e comunque prima che il Cipe approvi il progetto definitivo. Il Governo intende o meno procedere alla realizzazione del Ponte e, in caso non intenda procedervi, quali iniziative intenda assumere per bloccare l’approvazione da parte del Cipe del progetto definitivo ed esecutivo, al fine di prevenire l’eventuale applicazione di penali?».

Il dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio della Regione ospiterà, mercoledì 14 dicembre, il Workshop internazionale "Port Gioia Tauro, Vision 2030", una giornata di studi sul futuro di Gioia Tauro città porto, con autorità ed ospiti internazionali. All’evento che si terrà a partire dalle 10.30 nella sala conferenza del Dipartimento Urbanistica, prenderanno parte il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, l’assessore regionale all’Urbanistica Piero Aiello, il presidente dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro Giovanni Grimaldi, rappresentanti degli imprenditori e costruttori calabresi, i Sindaci dei Comuni di Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando ed illustri professori universitari e professionisti del settore. L’iniziativa vuole essere momento di discussione e di confronto tra esperti ed i soggetti interessati (stakeholders) sul futuro di Gioia Tauro Città Porto. Il Dipartimento regionale Urbanistica vuole contribuire, attraverso la partecipazione al reCity, alla costituzione di un laboratorio permanente che garantisca lo sviluppo.

Al via un progetto per agevolare i giovani imprenditori E’ stato presentato stamani, all’UniCal, il progetto della Regione "Nuovi Giovani Imprenditori". L’iniziativa, la cui attuazione è stata demandata alla Fondazione Field, si inserisce nel Piano triennale delle Attività produttive della Regione ed è finalizzata ad assistere e agevolare i giovani nell’avvio di nuove attività imprenditoriali non soltanto attraverso la concessione di incentivi economici, ma anche mediante specifiche azioni di accompagnamento. «Si tratta - ha sostenuto l’assessore regionale alle Attività produttive, Antonio Caridi - di un’occasione importante che offriamo ai giovani della Calabria che ci auguriamo, tra qualche settimana, quando sarà disponibile il bando dell’iniziativa, partecipino numerosi."Nuovi Giovani imprenditori" è tra quelle attività che concretizzano l’azione dell’assessorato finalizzata alla crescita del tessuto imprenditoriale regionale. La sinergia con l’Università della Calabria è importantissima poiché c’é la necessità di individuare e promuovere idee di qualità, capaci di vincere la difficile sfida che la globalizzazione impone». Sull’importanza del capitale umano si è soffermato il rettore Giovanni Latorre. «La Calabria - ha detto - è una terra che investe molto sui giovani formandoli al meglio per poi, purtroppo, essere costretta ad esportarli in altre parti del mondo dove esistono maggiori e migliori opportunità di lavoro. Questo è inaccettabile e va in tutte le maniere contrastato. Ben vengano, dunque, progetti come "Nuovi Giovani Imprenditori" che costruiscono quelle condizioni indispensabili per trattenere questi cervelli consentendogli di produrre lavoro e ricchezza che vadano a beneficio della nostra terra». Alla presentazione hanno partecipato anche Rossana Loizzo, del Servizio speciale di Ateneo per le Attività di orientamento e Massimo Paturzo del Liaison office di Ateneo. Il 26 gennaio, sempre all’UniCal, è stata fissata una nuova iniziativa seminariale che intende entrare maggiormente nel dettaglio del progetto.


22 il Domani dello Sport Martedì 13 Dicembre 2011

IN CALABRIA DIRITTI La ragazza nigeriana aiutata da Corbelli ha una nuova vita a Lodi

Permesso di soggiorno definitivo per Kate

CATANZARO - «Kate Omoregbe è cittadina di Lodi ed ora ha anche il tesserino elettronico rilasciato dalla Questura della città lodigiana per il permesso di soggiorno definitivo in Italia. Da alcuni giorni Kate ha ottenuto la carta di identità e la residenza nel comune lodigiano, dove, da due mesi e mezzo, è ospitata presso l’istituto religioso Sant’Anna e dove lavora come badante, assistendo una anziana donna centenaria, la ragazza nigeriana che, se espulsa, rischiava nel suo paese la lapidazione e la morte per il suo rifiuto (per questo è stata

ancheripudiatadallasuafamiglia) di sposare una persona, un musulmano, molto più grande di lei (che l’aveva violentata) e per non essersi voluta convertire (lei che è cristiana) alla religione islamica». Lo dichiara al Domani il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, promotore della campagna umanitaria "per salvare Kate", andata avanti ininterrottamente per due mesi (da quando ha ricevuto, il 21 luglio, dal carcere di Castrovillari, dove era detenuta, la lettera con l’accorata richiesta di aiutodella ragazzanigeriana)e so-

stenuta da una petizione internazionale che ha fatto registrare 12.556 adesioni da tutto il mondo (da 60 Nazioni di tutti i cinque Continenti). La giovane nigeriana di 34 anni era detenuta nella casa circondariale di Castrovillari (dove ha finito di scontare, il 5 settembre scorso, con un abbuono di 90 giorni per buona condotta, una condanna a quattro anni e quattro mesi, per detenzione di una piccola quantità di droga, rinvenuta durante una perquisizione, nel febbraio del 2008, in un appartamento che la ragazza divideva a Roma, dove lavorava come badante, con altre tre sue connazionali: reato che la ragazza ha sempre con forza ribadito di non avere mai commesso), aveva chiesto asilo politico per poterrestareinItalia(dovesitrova

Kate ha ottenuto la carta di identità e la residenza nel comune lodigiano, dove è ospitata presso l’istituto religioso Sant’Anna

da undici anni, con regolare permesso di soggiorno) e non essere espulsa per evitare, nel suo Paese una fine orrenda. Il 7 settembre le è stato concesso l’asilo politico in Italia sotto forma di protezione umanitaria. Il 19 ottobre l’ultimo atto giudiziario: il giudice di sorveglianza del tribunale di Cosenza, Sergio Caliò, aveva riconosciuto la non pericolosità della Omoregbe. «Nei giorni scorsi il comune di Lodi le ha concesso la residenza e le ha rilasciato la carta di identità. La Questura di Lodi l’altro ieri le ha rilasciato il tesserino elettronico che attesta il permesso di soggiorno definitivo in Italia. L’epilogo finale e positivo di una lunga battaglia, andata avanti per tutta l’estate», afferma Corbelli che esprime ancora una volta la sua grande soddisfazione. «E’ una grande gioia aver salvato questa ragazza e sentirla oggi felice. Sento Kate quasi tutti i giorni e continuo, per ogni problema, ad aiutarla, insieme a suor Rosalia e suor Anna Silvia, dell’istituto Sant’Anna. Sono queste le battaglie importanti per cui vale la pena combattere. Quelle che porto avanti ininterrottamente da 30 anni».

E’ nata ieri la meravigliosa Chiara Boccuto CATANZARO - E’ nata ieri mattina alle ore 11 e 25, all’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro Chiara Boccuto, una meravigliosa bimba di quasi 3 chili. Saranno giorni speciali per la mamma Zaira, il papà Luca e la sorellina Martina che potranno festeggiare il Natale ed il nuovo anno con la nuova arrivata in famiglia. Ad attendere ieri mattina la bellissima Chiara c’erano tantissimi amici e parenti di Zaira e Luca. Ma soprattutto c’era Martina che da nove mesi aspettava con curiosità la sua sorellina Chiara. Mamma e papà hanno fatto alla piccola Martina, a loro stessi e a tutti quelli che gli vogliono bene il più bel regalo di Natale. Chiara è la seconda arrivata in casa Boccuto ma è anche la seconda nipotina per i quattro nonni che ieri mattina erano davvero tanto felici. Auguri ai genitori, ai nonni e agli zii da tutta la "grande famiglia" ed in particolare da Sofia, Pamela, Valentina e Carmen.


Martedì 13 Dicembre 2011 il Domani dello Sport 23

IN CALABRIA

Pugliano scrive a 42 sindaci: Intervenite sulla rete fognaria del mare. La Regione Calabria - ha detto ancora l’Assessore Pugliano -, per il tramite del Dipartimento regionale Politiche dell’Ambiente, ha condotto un’attività di programmazione straordinaria a regia,concretizzatasiconladefinizione di un "Piano Operativo di Interventi", finalizzato prioritariamente a migliorare la qualità e, quindi, la balneabilità delle acque marino-costiere del territorio calabrese. I 47 interventi previsti dal Piano, che interessano 42 comuni della Calabria, con un investimento di 38 milioni di euro, sono finalizzati a rimuovere situazioni di rischio di sversamento di reflui, non adeguatamente col-

di Carmela Mirarchi CATANZARO - L’Assessore regionale all’Ambiente Francesco Pugliano ha inviato una lettera ai Sindaci di 42 Comuni calabresi sollecitandoli a fornire tutte le informazioni sullo stato di avanzamento delle procedure per l’avvio dei lavori relativi al Piano Operativo Interventi su rete fognaria e depurazione. «Gentilissimi Sindaci - ha scritto l’Assessore Pugliano -, l’Amministrazione regionale, nel suo primo anno di attività, ha avviato una necessaria ed attenta indagine conoscitivasullostatodelleinfrastrutturefognarieedepurativedelterritorio regionale; da questa sono emerse numerose criticità, soprattutto gestionali, nonostante gli ingenti investimenti pubblici attivati nell’ultimo decennio, che hanno consentito la realizzazione di nu-

merose infrastrutture, ma che non hanno prodotto risultati significativi in ordine allo stato di salute dell’ambiente, perché non sono stati orientati da una pianificazioneorganicaedunitaria. Il settoredella depurazione-ha proseguito - è stato sicuramente penalizzato dai ritardi nell’attuazione del Sistema Idrico Integrato, da parte delle Province e delle Autorità d’Ambito, e dalla inadeguata gestione del sistema fognario e degli impianti, da parte degli Enti Locali, perché, senza l’individuazione di un Gestore Unico d’Ambito, è rimasta una gestione frammentata, senza economia di scala e, quindi, inefficace. Tale condizione, oltre a pregiudicare notevolmente l’immagine della Regione, ha provocato, e provoca ancora,notevolieffettinegativisulla qualità dell’ambiente e, principalmente, sulla qualità delle acque

«Eventuali inadempienze o negligenze si renderanno responsabili dal punto di vista etico e morale, per i danni procurati alla Calabria» lettatie/otrattati presso gliimpianti di depurazione, direttamente o indirettamente nelle acque marine. Per attuare il Piano, nel mese di agosto 2011, sono state sottoscritte le convenzioni, presso il DipartimentoRegionale,regolanti i rapporti tra Regione e Amministrazioni beneficiarie, contenenti

disposizioni in ordine ai tempi di realizzazionedegliinterventiedalle modalità di erogazione del finanziamento concesso. Visto che, nella individuazione degli interventi previsti nel Piano, sono state privilegiate le carenze infrastrutturali che più di altre pregiudicano lo stato di salute del mare, si sollecitano le SS. LL. ad un impegno ed una responsabilità straordinari, nella definizione di atti e procedure, per una rapida realizzazione degli interventi. E’ interesse comune, di ogni calabrese - ha aggiunto Pugliano -, scongiurare tutto ciò che potrebbe ulteriormente compromettere le nostre splendide risorse naturali ed il mare in particolare, consapevoli dell’imprescindibile rapporto tra qualità dell’ambiente e sviluppo socio-economico, turistico ed occupazionale della nostra regione. In funzione di una responsabilità condivisa, finalizzata a tutelare un comune patrimonio, coscienti dell’importanza strategica dei tempi di realizzazione degli interventiprevisti,Viinvito,concortese sollecitudine, a fornire tutte le informazioni sullo stato di avanzamento delle procedure per l’avvio dei lavori, confermandovi la piena disponibilità del Dipartimento regionale ad agevolarne il percorso. Eventuali inadempienze o negligenze - ha concluso l’Assessore - si renderanno responsabili dal punto di vista etico e morale, per i danni procurati alla Calabria ed ai Calabresi, e saranno denunciate qualielementidiinsensibilitàedirresponsabilità».

NEWS FEDERFARMA

ORDINE MEDICI

CRIMINALITA’ A LAMEZIA

«La consegna domiciliare del farmaco investe aspetti di particolare rilievo che, se non opportunamente considerati, possono condurre a conseguenze sicuramente negative». Lo sostiene il presidente di Federfarma Catanzaro, Vincenzo Defilippo, in merito a servizi sanitari erogati negli Uffici postali calabresi promossi dal sen. Antonio Gentile. «In primo luogo - prosegue Defilippo - tutti sanno che molto spesso chi si reca in farmacia per ritirare un farmaco, con il medicinale riceve dal farmacista anche un consiglio, un’avvertenza, indicazioni d’uso, in buona sostanza, una consulenza professionale che altrimenti non avrebbe. L’accordo con le Poste è in contrasto con i principi e le norme che regolano la dispensazione dei farmaci ai cittadini, in quanto determina un’integrazione verticale produttore - distributore - dispensatore vietata dalla legge e ritenuta illegittima dalla nostra Corte Costituzionale e dalla Corte di Giustizia Europea, in quanto espone il cittadino al rischio di vedere condizionata l’assistenza farmaceutica dalle scelte commerciali del produttore/grossista».

«E’ necessario ed indispensabile allora riconsiderare i tempi e i modi della proposta di integrazione delle strutture oncologiche della città inquadrate nel più generale discorso di integrazione delle strutture sanitarie del comprensorio catanzarese». E’ quanto si afferma in una nota del consiglio direttivo dell’Ordine dei medici di Catanzaro in relazione all’integrazione dei servizi tra Azienda ospedaliera e università nel quale si chiede che la Regione «accolga tutte le istanze che vogliono un confronto positivo tendente all’ abbattimento del muro che sembra ergersi fra due importanti realtà calabresi. Abbiamo ricevuto nei giorni scorsi dai colleghi del Dipartimento Oncoematologico dell’Aopc - è scritto in un comunicato - una lunga e preoccupata nota che mette in evidenza il fondato disagio di quegli operatori in relazione non solo e non tanto al proprio futuro professionale quanto in relazione alla possibilità di continuare a svolgere con la stessa efficacia il proprio ruolo per una utenza molto vasta».

«Gli episodi criminali, che si sono susseguiti a Lamezia Terme, in questi giorni e nelle scorse settimane meritano una risposta netta, decisa, collegiale da parte della società civile, dei sindacati, dei partiti, dalle imprese, delle associazioni e delle Istituzioni tutte». E’ quanto afferma, in una nota, Giuseppe Valentino, segretario generale della Cgil Catanzaro Lamezia. «Non è possibile - prosegue Valentino assistere passivamente ad un’escalation criminale che va fermata, prima che sia troppo tardi per intervenire. Prima cioé che, come già si sta verificando, l’economia criminale prenda il sopravvento su quella pulita. In questa crisi drammatica il rischio reale è che l’unica società con grossi capitali a disposizione li offra sul mercato, al posto di chi dovrebbe farlo, cioé lo Stato, le banche, le istituzioni. Questo significherà drammaticamente che l’economia, la politica, lo Stato vengano totalmente controllati dal potere criminale. Questo significherà la fine della democrazia».

Lavoratori extracomunitari la replica di Torchia Il sottosegretario alla Presidenza regionale, con delega alla protezione civile Franco Torchia replica alle notizie apparse negli ultimi giorni sulla questione dei lavoratori extracomunitari e alla ricerca di un lavoro presenti nelle campagne della Piana di Gioia Tauro. «Fare polemiche strumentali sulla situazione degli extracomunitari di Rosarno - ha dichiarato Torchia - non giova a nessuno, tantomeno a chi ha responsabilità nei confronti di questi lavoratori ma soprattutto nei confronti del popolo calabrese. Gli attacchi continui al Presidente della Regione Scopelliti su un tema, quale quello dell’accoglienza ai migranti, sono assolutamente fuori luogo e pretestuose. Il problema di Rosarno, in particolare, è stato attenzionato dal Presidente Scopelliti sin dal suo insediamento e la stessa struttura realizzata all’inizio di quest’anno nell’area di Sviluppo Industriale ad opera della Protezione civile regionale è stato un primo segnale in questa direzione. L’installazione di quei 20 moduli abitativi - ha proseguito il sottosegretario - doveva però rimanere provvisoria e durare giusto il tempo della raccolta delle arance a cui erano chiamati ad operare gli extracomunitari. Ci è stato chiesto di derogare al termine del 30 aprile, data dello smantellamento dei bungalow, per consentire anche quest’anno ai lavoratori extracomunitari aventi diritto di essere accolti dignitosamente. E’ necessario ricordare il progetto di integrazione presentato proprio a Rosarno da Scopelliti lo scorso mese di settembre che prevede un programma di interventi di accoglienza con investimenti per 14 milioni di euro per la realizzazione di alloggi destinati ad ospitare in Calabria circa 1250 immigrati. Per quanto riguarda le risorse di cui il sindaco di Rosarno lamenta il mancato trasferimento da parte della regione si tratta di un rimborso di 25 mila euro dovuto per l’allestimento della struttura di accoglienza. Il contributo è stato già disposto con decreto di liquidazione adottato dal settore di Protezione civile, ma per tutte le questioni legate al rispetto del Patto di stabilità, non si è ancora potuto procedere al trasferimento».


il domani  

Edizione del 13 Dicembre 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you