Page 16

16

il Domani Martedì 13 Settembre 2011

CATANZARO SPORT Problemi ai botteghini e agli ingressi unico neo di questo inizio stagione

Potrebbero esserci alcuni movimenti in entrata e in uscita Per il reparto avanzato si fa il nome di Antonio Montella

È un Catanzaro che piace I tifosi ritornano a sognare Salvatore Effe CATANZARO - - C’era attesa per vedere all’opera il Catanzaro di mister Cozza dopo la non brillante prestazione dell’esordio di campionato a Melfi. Qualcuno dopo la trasferta lucana aveva ipotizzato che questo sarebbe stato un torneo sofferto per le Aquile. La prestazione di domenica ha smentito clamorosamente chi aveva affrettato i giudizi dimenticandosi che nel calcio nulla è scontato specie se si dimentica dell’impostazione di squadra vista sin dalle amichevoli d’agosto e durante le partite di Coppa. Se contro il Melfi si era detto che gli avversari avevano nelle loro fila tanti giovanissimi e che il Catanzaro pertanto doveva fare un solo boccone, questo non si può dire del Neapolis incontrato ieri. Gli avversari nero stellati di Moxedano sono scesi al "Ceravolo" con i favori del pronostico. La formazione scesa in campo annoverava uomini che in questa categoria ci giocano da sempre. La squadradiCozzahaimpressionato i circa tremila presenti per l’im-

postazione di gioco e per la mentalità vincente. Il 3 a 0 finale non è stato messo in discussione in nessun momento della partita e la dichiarazione del tecnico avversario Castellucci, che ha ammesso la superiorità degli uomini in casacca giallorossa è la prova che il Catanzaro ha offerto una grande prestazione. Eppure questo Catanzaro è ancora incompleto. Masini, il fiore all’occhiello della campagna acquisti di Cosentino, è ancora a mezzo servizio. Lo stesso Cristian Esposito calciatore d’indubbie qualità è stato buttato nella mischia nelle prime due partite ma ancora non ha i novanta minuti nelle gambe. Fuori, indisponibili perché stanno recupe-

La squadra di Cozza ha impressionato per l’impostazione di gioco e per la mentalità vincente. Pur mancando ancora di alcuni tasselli

rando da infortuni muscolari ci sono ancora Papasidero, Mannone e Figliomeni. L’altro acquisto del mercato d’agosto Soudant è invece rientrato a Siena per curarsi un guaio muscolare e potrebbe tornare disponibile fra una settimana. Infine si è ancora in attesa del transfer dei calciatori sudamericani, cinque brasiliani e due argentini. Per questi ultimi due che si stanno allenando sin dal lontano 25 luglio è certo l’inserimento nella prima squadra. Discorso diverso per i brasiliani. Qualcuno potrebbe essere tagliato forse perché le difficoltà per ottenere il transfer sono maggiori del previsto. In funzione di questo circola la voce che la società per rinforzarsistiaguardandosiattorno e punta al mercato degli svincolati. Antonio Montella ex aeroplanino che per due anni ha militato nella città dei tre colli potrebbe essere uno dei rinforzi per il tridente offensivo di mister Cozza. Nei prossimi giorni se ne saprà di più. Gli allenamenti riprenderanno oggi e il Catanzaro avrà tutto il tempo di preparare la prossima trasferta al "Dirceu" di Eboli.

CATANZARO - Quasi tremila gli spettatori presenti che domenica hanno salutato il ritorno della gloriosa Unione Sportiva Catanzaro al Nicola Ceravolo. Spettatori ripagati da una ottima prova dei ragazzi di mister Cozza che hanno divertito e vinto a suon di gol. Tremila spettatori, dicevamo, ma che avrebbero potuto essere molti di più se tanti non fossero stati scoraggiati dagli innumerevoli pro- Le nuove norme sulla blemi avvenuti in settimana ed anche domenica mattina sicurezza complicano ai botteghini ed agli ingressi la vita a chi vuole allo stadio. Le nuove norme di sicurezza servono certa- assistere alla partita. mente da deterrente per eventuali incidenti o proble- La società dovrebbe mi vari, ma sicuramente correre ai ripari complicano maledettamente la vita a chi vuole assistere alla partita. Un sito della tifoseria commentava sabato che "Non è possibile vedere tifosi che stressati dall’attesa sotto un caldo africano per il rilascio di un tagliando vadano via mandando a quel paese tutti bestemmiando le norme vigenti che regolano gli accessi negli stadi. Paradossalmente fai prima se devi entrare in un penitenziario a fare visita a un ergastolano che accedere al Ceravolo". Ed anche chi scrive ha dovuto fare i salti mortali per raggiungere l’improvvisata tribuna stampa visto che, seppur un solo tifoso ospite non fosse presente, la strada che conduce al parcheggio antistante il campo scuola era stata addirittura sbarrata come accadeva a Tripoli qualche setti-

Lunghe code ai botteghini del "Ceravolo" in questo inizio di Campionato

mana fa ma per ragioni ben più gravi. Se è vero quindi che a Catanzaro sta finalmente tornando il gusto di andare allo stadio, speriamo davvero che altri motivi non provochino l’effetto contrario, sarebbe un peccato. clap

A Soverato Homar Leuci conquista il nuovo record di apnea SOVERATO - Nella splendida cornice naturale della baia di Soverato Homar Leuci ha stabilito il nuovo record mondiale CMAS di profondità in apnea in assetto costante. L’atleta milanese ha raggiunto la profondità di -86 mt., nel tempo totale di 2’ e 22" in apnea discesa e risalita, nuotando con la sua monopinna. La prestazione è stata certificata dalla presenza dei due giudici internazionali CMAS, Stefano Floris e Neven Lukas quest’ultimo sceso alla quota da record per certificare lo stacco del cartellino. I giudici federali FIPSAS hanno patrocinato la prestazione che è stata subito rigorosamente sottoposta a procedura antidoping WADA. La Capitaneria di Porto di Soverato ha assicurato il necessario supporto logistico nella Baia per il regolare svolgimento della prova. Nel caso di necessità, era pronto ad

intervenire il team di apneisti di superficie di "CalabriApnea", Nando Formisano e Nicola Mari, coordinati dall’istruttore di "Apnea Academy" Camillo Viscomi con il costante supporto del gruppo di subacquei profondisti di "Almost Blu Diving Center Soverato" guidato da Oreste Montebello e coordinati dall’associazione "Blue World" di Franco Lo Giudice. In particolare nel gruppo subacqueo profondisti erano presenti Agostino Leone, Franco Lo Giudice, Lorenzo Miani, Nino Pizzichemi, Alessio Paciello, Elisa Lo Giudice, Danilo Silipo, Antonio Gaudino, Ernesto Sestito, Luigi Morello, Gianluca Daniele, Marco Migliarese, Oreste Montebello Carmelo Pezzano e Romeo Carnevali, quest’ultimi alle quote più profonde con il giudice internazionale. L’iniziativa è stata patrocinata dalla Provincia di

Catanzaro, che ha voluto assicurare il proprio sostegno ad un evento sportivo di grande rilievo, capace di veicolare l’immagine di Soverato e del golfo di Squillace sui circuiti mediatici nazionali. «E’ stato motivo di grande orgoglio ospitare una manifestazione così importante - ha affermato il Presidente Wanda Ferro - che associa il nome della provincia di Catanzaro ad un record mondiale in una disciplina sportiva affascinante, che si lega ad uno dei principali elementi che caratterizzano l’identità del nostro territorio: la cultura del mare. La nostra Provincia è capace di offrire uno straordinario patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, oltre che eno-gastronomico. Ed iniziative sportive di tale importanza arricchiscono la nostra offerta turistica». A.T.

il domani  

Edizione del 13 Settembre 2011

il domani  

Edizione del 13 Settembre 2011

Advertisement