Page 1

Venerdì 13 Febbraio 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 43

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 32 a pag. 43) CATANZARO Manifestazione in scena il prossimo 14 febbraio su iniziativa di Tonia Santacroce

CATANZARO In ricordo di una figura di alto spessore umano e morale

Campagna nazionale “Per il tuo cuore” Premio Walter Abramo CATANZARO — La Calabria è coinvolta molto attivamente nella campagna nazionale “Per il tuo cuore”, partita lo scorso 5 febbraio. Lo ha ribadito Tonia Santacroce, direttore artistico della manifestazione in scena il prossimo 14 febbraio presso il teatro “Politeama” di Catanzaro.

A PAGINA 43

SERSALE

“Premio Sisme” a Carmine Torchia A PAGINA 34

CATANZARO — Nella ricorrenza

REGGIO

della scomparsa di Walter Abramo, imprenditore di successo e figura di alto spessore umano e morale, Confindustria Catanzaro promuove la terza edizione dell’omonimo Premio di Laurea.

Sognando l’operetta A PAGINA 32

A PAGINA 32

IL CASO I dati sulla gestione delle risorse idriche in Calabria non lasciano dubbi. Una riforma coraggiosa ormai è necessaria

Il buco nero dell’acqua pubblica Un bene che si spreca. Sotto accusa il sistema dei consorzi di bonifica, che non brilla per efficienza CATANZARO — I dati sulla gestione

REGIONE

delle risorse idriche in Calabria non lasciano dubbi. Una riforma coraggiosa è necessaria per evitare sprechi, mare sporco e ulteriore sperpero di danaro. Partiamo dall’acqua. E da una premessa. La nostra regione non è a corto di “oro blu”: la dotazione idrica pro-capite giornaliera per la regione è pari all’89% della media italiana, ma restano elevate le perdite, che si attestano intorno al 56%. La questione investe anche le aree agricole. E qui viene chiamato in causa il sistema dei consorzi di bonifica. Che evidentemente non brilla per efficienza.

Borse di studio ecco i soldi CATANZARO — Gli studenti cala-

bresi appartenenti a famiglie a basso reddito e che frequentano le scuole elementari, medie inferiori e superiori, sia statali che paritarie, potranno beneficiare delle borse di studio che saranno assegnate dalla Regione Calabria.

CATANZARO

Emergenza frane arriva Mantovani

Ferrara: sosteniamo “Learn to Be Free”

CATANZARO — II sottosegretario

alle infrastrutture, Mario Mantovani, domani in Calabria. L’arrivo è previsto per le 11 sul luogo della frana sulla A3.

CATANZARO — Il Circolo del Buon Governo di Catanzaro sosterrà la fondazione “Learn to Be Free”. A sottolinearlo è il presidente del circolo Aldo Ferrara (nella foto).

A PAGINA 19

A PAGINA 14

CONTINUA A PAGINA 48

Comune, il Tar annulla le nomine dei dirigenti

A PAGINA 31

di Valter Leone

MALTEMPO

A PAGINA 20

CATANZARO Non sarebbe legittima l’investitura diretta del sindaco essendo invece necessario il concorso

(presidente Vincenzo Fiorentino) ha annullato le nomine di alcuni dirigenti del Comune «per violazione - è detto nella motivazione - del principio secondo cui non sarebbe legittima la nomina dirigenziale diretta ad opera del sindaco essendo invece necessario l'accesso allla dirigenza per concorso così come previsto dall’art. 96 della Costituzione».

Il Cosenza deciso a continuare la corsa l campionato di Seconda divisione riprende la sua corsa. Domenica pomeriggio si scende in campo per le partite della ventiduesima giornata, la quinta del girone di ritorno. La capolista Cosenza cercherà di sfruttare al massimo la doppia casalinga: al San Vito sarà di scena l’Isola Liri, una delle tre squadre del girone a non avere mai vinto in trasferta, assieme ad Aversa Normanna e Val di Sangro. Toscano continua a chiedere il massimo: vuole la quinta vittoria consecutiva, da parte sua Zecchini vuole dare continuità alla mini serie positiva che dura da tre partite. Sulla carta dovrebbe trattarsi di una sfida agevole per i silani, ma l’imprevedibilità continua a rappresentare una costante nel corso di questo campionato. Il Catanzaro, unica squadra ancora imbattuta, farà visita all’Igea Virtus, squadra con il morale alle stelle dopo il colpaccio di quindici giorni fa in casa del Gela. I giallorossi di Castellucci stanno attraversando un ottimo momento: nelle ultime cinque partite hanno raccolto sette punti, frutto di quattro pareggi e una vittoria. L’obiettivo dei siciliani è quello di allontanarsi il prima possibile dalla zona calda della classifica. Il pari interno con la Vibonese ha frenato la rincorsa dei giallorossi, autori, comunque, di un campionato semplicemente straordinario. Nessuno lo dice ma è opportuno ribadirlo per l’ennesima volta: con i suoi 41 punti il Catanzaro sarebbe in testa sia nei due gironi di Prima divisione, sia negli altri due di Seconda divisione, a conferma dell’ottimo lavoro che sta portando avanti Provenza.

A PAGINA 17

CATANZARO — Il Tar della Calabria

IL PUNTO SULLE CALABRESI

LAMEZIA

Spacciatore in manette

CATANZARO

Open day alla scuola agraria A PAGINA 23

A PAGINA 18

I


2 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Sul treno meglio tornare alla separazione di genere

Darwin in mostra Dallo scheletro all’evoluzione

Nelle Filippine vagoni dedicati alle donne che non saranno più perseguitate dall’incubo “mano morta”

La mostra restèra aperta fino a maggio Al festival di Mentone

Quel violino è fatto di limoni Un’addetta pulisce il coperchio che racchiude uno scheletro umano esposto nella mostra su Darwin al Museo Gulbenkian di Lisbona

Ultimi ritocchi al violino fatto solo di agrumi al Festival del Limone a Mentone

La supestrada che unirà Lhasa all’aeroporto sarà completamente illuminata con l’energia solare

Il Tibet va a energia solare Risparmio energetico e misure contro i gas serra

Una compagnia ferroviaria nelle Filippine ha deciso di avere un occhio di riguardo per le sue utenti donne. Basta con incresciosi episodi di molestie messi in atto da “furbi” passeggeri che, nella calca, contano di passare inosservati: da oggi vagoni separati

Greenpeace dice no all’albergo sulla costa

Gli attivisti chiedono al Ministro dell’Ambiente spagnolo di spostare la costruzione all’interno

Gli attivisti di Geenpeace piazzano lo striscione “Parco Naturale senza l’hotel abusivo” sul sito di un albergo in costruzione sulla costa nel parco naturale di Cabo de gata in Spagna

Duemila in marcia a Kiev Baste paghe ridotte e inflazione

Un anziano contadino tibetano mette a punto l’impianto solare della sua casa nuova in un villaggio poco distante dalla capitale Lhasa

A Sapporo un “ospizio” pensato per i cani

Pensionario per derelitti Ma solo se quattrozampe

Allarme mine antiuomo in Cambogia

Rick, un cane con le gambe paralizzate, al pensionato di Sapporo

Il 12enne cambogiano Ratana ha perso un occhio e un braccio per una mina

Il paese è uno dei più minati del mondo

Insegnanti delle scuole, uomini d’affari e sindacati vogliono dare il benservito al sindaco Chernovetsky

A bordo della nave, sequestrata il 25 settembre al largo della Somalia, 33 carri armati T-72 e munizioni.

Momenti di tensione a Kiev. In duemila si sono riversati intorno alla sede del municipio. Erano insegnanti, piccoli uomini d’affari, esponenti sindacali esasperati dal caro-vita. Ora la protesta è mirata contro il sindaco Leonid Chernovetsky, chieste le sue dimissioni

Kenioti osservano la nave ucraina Faina che arriva al porto di Mombasa. E’ stata rilasciata dai pirati dopo il pagamento del riscatto di 3.2 milioni di dollari

Rilasciata dai pirati la nave keniana carica di armamenti


4 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano La Bce avverte: il protezionismo non batte la crisi

I consumatori: Mr.Prezzi pensi ai cittadini

Confindustria: l’elettricità italiana la più cara della Ue

ROMA - La Bce resta pessimista sulle prospettive per l’economia mondiale ed europea colpite da una grave recessione e destinate a rimanere nei prossimi trimestri «in una persistente debolezza» e lancia l’allarme sulle spinte protezionistiche sempre più forti che interessano i governi e l’opinione pubblica oltre a dirsi preoccupata sulla forte crescita del deficit degli Stati a causa della crisi. Il presidente della Bce Jean Claude Trichet (nella foto, ndr) in un’intervista spiega come l’aumento del deficit nei Paesi dell’area euro sia un «problema importante» e deve spingere i governi al rispetto del Patto di stabilità e crescita. Sette paesi infrangeranno infatti il tetto del 3% nel rapporto deficit-Pil.

ROMA - «Ci auguriamo che il sostituto di Antonio Lirosi alla carica di Mister Prezzi, Luigi Mastrobuono, sia stato consigliato dal ministro Scajola di astrarsi dalle sue passate esperienze professionali nell’industria e nel commercio, per non rischiare di assumere la funzione di Garante delle esigenze delle imprese e dei commercianti al posto di quelle della parte più debole del Paese, cittadini consumatori e famiglie». Così i presidenti di Adusbef e Federconsumatori, Elio Lannutti (foto) e Rosario Trefiletti. «Torniamo a chiedere che inauguri l’incarico avviando approfondite verifiche circa l’accuratezza con cui vengono rilevati i prezzi sul territorio che affluiscono all’Istat per la determinazione dell’ inflazione» aggiungono.

ROMA - «La nostra bolletta elettrica è la più cara d’Europa: in Italia l’elettricità viene venduta a imprese e cittadini a prezzi che sono superiori rispettivamente del 30-35% alla media degli altri paesi dell’Unione europea». E questo si deve anche a «meccanismi di mercato» e alla «poca concorrenza che sino ad oggi ha caratterizzato il mercato». Lo ha detto il vicepresidente di Confindustria per l’Energia, Antonio Costato, nel corso di un’audizione sui prezzi petroliferi alla commissione Industria del Senato. «Si sono sedimentati tutta una serie di meccanismi che rendono il mercato poco conteso, spesso anche poco trasparente» ha detto Costato.

Le due categorie storicamente lontane rispondono compatte all’appello della Cgil Ma la manifestazione sulla politica dell’esecutivo non piace a Cisl, Uil e Ugl

Lamarciadimetalmeccanicieimpiegati “Uniti contro le misure anti-crisi del governo” ROMA - La Cgil oggi sarà in piazza con gli statali e i metalmeccanici contro le misure anti-crisi del governo e l’accordo separato sulla riforma dei contratti. Una prima tappa del pacchetto di iniziative di lotta che il più grande sindacato italiano ha messo in campo per contrastare la politica economica: la prossima il 5 marzo con la manifestazione dei pensionati; nello stesso mese, probabilmente il 18, ci sarà lo stop della scuola; e due iniziative sul Mezzogiorno (a Brindisi il 27 febbraio e a Palermo il 9 marzo). Quindi, la manifestazione nazionale del 4 aprile. Una prima tappa, ma senz’altro importante, quella di oggi che vedrà sfilare, a Roma, tre cortei che confluiranno a Piazza San Giovanni, con il comizio conclusivo del leader, Guglielmo Epifani. In piazza, oltre ai comunisti, ci saranno anche alcuni esponenti politici del Pd (come Pierluigi Bersani), ma anche dell’Idv. A scioperare saranno le due più grandi categorie della Cgil, che hanno deciso di dare una risposta unitaria, pur non legate in passato da particolare feeling. Dunque, un ’no’ deciso gridato insieme al tentativo di dividere il mondo del lavoro. Significativo, in questo senso, il lo-

Rottamazioni

E la Telecom proclama sciopero nazionale per il 13 marzo

Gli sconti su auto e mobili

Il segretario della Cisl Bonanni (a sx) e quello della Cgil, Epifani, che sarà oggi in piazza a Roma

go dell’iniziativa, «Unità anticrisi». «L’insieme delle nostre rivendicazioni sono attraversate dalla cultura della solidarietà da contrapporre alla cultura dell’odio e dell’intolleranza», ha spiegato il segretario della Fiom, Gianni Rinaldini. Mentre il numero uno della Fp, Carlo Podda, ha salutato favo-

revolmente «l’adesione dei movimenti», evocando la «contaminazione» reciproca del 2002 dell’era cofferatiana. Alla vigilia dello sciopero si riaccendono anche le polemiche tra i sindacati: per il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, lo sciopero odierno «esprime una cul-

tura antagonista»; il collega della Uil, Luigi Angeletti, dice basta alle «strumentalizzazioni politiche», respingendo l’accusa ai firmatari dell’accordo sui contratti di essere «marionette nelle mani del governo»; mentre il segretario dell’Ugl, Renata Polverini, sostiene che «le divisioni non fanno bene al Pae-

I lavoratori protestavano contro il ritardo della società nell’erogazione dei sussidi

Precari e cassintegrati Alitalia bloccano l’autostrada Valigie alla mano, passeggeri a piedi verso Fiumicino C’è voluta la Celere per far ripartire tutto Ma per oltre due ore è stata la paralisi ROMA - Decine di passeggeri si sono incamminati, con le valige al seguito, dall'autostrada RomaFiumicino bloccata all'improvviso, intorno alle 12.40 di ieri, da oltre 200 cassintegrati e precari di Alitalia che ieri mattina avevano già occupato per oltre due ore gli uffici dell'amministrazione. Nel mirino della protesta i ritardi, già denunciati nelle scorse settimane, nell'invio all'Inps delle liste dei lavoratori in cigs. Ritardi che stanno impedendo l'erogazione a questi dipendenti del trattamento economico. Dopo aver presidiato

Il blocco, all'altezza della parte terminale dell'autostrada, ha creato un 'tappo' ad auto e pullman

gli uffici dell'amministrazione, i manifestanti si sono spostati in corteo fino all'uscita dell'autostrada Roma-Fiumicino, per rallentare la viabilità in entrata all'aero-

porto. Il blocco, all'altezza della parte terminale dell'autostrada, ha creato un 'tappo' ad auto e pullman incolonnati in una lunga fila. Di conseguenza, per non per-

dere il proprio volo, molti passeggeri hanno deciso di scendere da veicoli e taxi ed incamminarsi verso le aerostazioni che distano circa un chilometro. Il direttore dell' Aeroporto di Fiumicino, Vitaliano Turrà, è riuscito ad ottenere l'apertura di un varco, in modo da permettere il flusso dei veicoli rimasti bloccati per circa 50 minuti sull'autostrada, con una colonna lunga diversi chilometri. Alle 14.05 l'intervento di un drappello della Celere, in assetto antisommossa, ha fatto sì che il blocco fosse rimosso.

se».La Cgil chiede un aumento della cassa integrazione dal 60 all’80%, l’estensione degli ammortizzatori a chi oggi ne è privo, il prolungamento dei contratti di lavoro precario, la restituzione del drenaggio fiscale e l’aumento delle detrazioni fiscali per il lavoro dipendente. Confermati i numeri della macchina organizzativa di oggi: sedici treni (ma sono stati anche attaccati vagoni ai treni ordinari) e mille pullman provenienti da tutta Italia. Possibili disagi potrebbero esserci negli ospedali e in alcuni uffici pubblici. Lo sciopero non riguarderà il mondo della scuola: le lezioni potrebbero però comunque non svolgersi regolarmente perché alla manifestazione che confluirà a piazza San Giovanni parteciperanno l’Unione degli studenti e la Rete degli studenti. E nella stessa giornata è previsto lo sciopero del comparto istruzione indetto dall’Unicobas. Il sindacato di Stefano d’Errico, che da ieri ha avviato il blocco degli scrutini e della consegna delle schede di valutazione, ha organizzato una manifestazione di protesta a Roma, con inizio alle 9,30, davanti al ministero dell’Istruzione. L’Unicobas protesta contro i tagli agli organici, il rinnovo del contratto con aumenti minimi. I sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil hanno infine proclamato per venerdì 13 marzo lo sciopero nazionale di tutti i dipendenti Telecom Italia, intero turno, contro il progetto di riorganizzazione dell’azienda.

ROMA - Mezzo milione di nuove automobili, poco meno di 200mila nuove moto, 450mila acquisiti tra mobili e elettrodomestici: questo è il ’bottino’ che dovrebbe riuscire a mettere insieme il decreto legge ’Scajola’ varato venerdì scorso dal governo con l’obiettivo di dare slancio ai consumi. A dare i numeri è la relazione tecnica del provvedimento, che è approdato alla Camera dei deputati. I bonus, anche quelli fiscali, sono in vigore da sabato 7 febbraio, le altre misure invece da mercoledì, giorno della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Sul fronte dei costi, il pacchetto vale due miliardi di euro in sei anni (fino al 2014), ma per il 2009 sul piatto ci sono 382 milioni di euro. Di questi, 311 sono coperti con la legge 488. Torna la rottamazione, dunque, e la speranza è quella di ridare fiato a un settore colpito gravemente dalla crisi economica. Attraverso le misure varate il governo però punta, oltre che a stimolare le vendite, anche a rinnovare il parco auto e infatti il bonus cresce se si sceglie un veicolo ecologico: secondo le stime dei tecnici nel 2009, gli italiani acquisteranno circa 55.550 vetture con emissioni di Co2 inferiori a 120 g/Km. Chi farà la scelta ’verdè potrà usufruire di uno ’scontò che tocca la soglia di 3500 euro: una cifra che farà gola a molti, facendo lievitare la domanda di circa 4.440 unità. Più circoscritto il mondo delle due ruote: la previsione è un rinnovo di 188.400 moto. Dalla strada alla casa. Chi ristruttura la propria abitazione, quest’anno potrà usufruire di uno sconti Irpef del 20% sui mobili, le lavatrici, le tv e i computer: in totale si si registrano 450mila nuovi acquisti. Da questi conti, però, sono esclusi i frigoriferi e i congelatori, per i quali è già previsto uno sconto.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 5

Primo piano

Casini, Udc: “Tutto il Paese perde se il testo non è modificato”

Il ministro Maroni sul nuovo codice: “Tagliati organismi intermedi inutili”

L’indicazione: “Lo Stato ceda risorse tributarie da 170 miliardi”

CAGLIARI - Il leader Udc Casini: «Se il ddl resta così, è un’occasione persa per il Nord e per il Sud. Solo moltiplicazione dei centri di spesa e confusione istituzionale».

ROMA - A giorni la Carta delle autonomie in Consiglio dei ministri. «Eliminati - dice Maroni - anche gli enti intermedi tra comune e provincia: solo sprechi e difficoltà».

ROMA - Per la riforma federale, dice l’Isae, andrebbero trasferiti agli enti locali 170 miliardi di imposte: su tabacchi, giochi, patrimonio immobiliare e parte di Iva e Irpef.

Enti regionali e locali non vedono risorse certe per sostenere la riforma Vogliono sapere come fare a garantire servizi essenziali e nuove funzioni Fini apre agli orientamenti della Lega

“Il Sud guarirà dai suoi mali”

ENNA - Il federalismo fiscale «per il Meridione può essere una storica opportunità per uscire da quella logica di assistenzialismo che rappresenta un pericolo». Lo ha sottolineato il presidente della Camera Gianfranco Fini incontrando gli amministratori della provincia di Enna che gli hanno chiesto chiarimento sul ddl in discussione ieri alla Camera. Secondo Fini quel provvedimento può contribuire a risolvere «una delle piaghe più difficili da sanare» e cioè il mix di clientelismo, assistenzialismo e trasformismo che colpisce le regioni meridionali. «Se vogliamo sanare la piaga del clientelismo - ha detto il presidente della Camera - serve una responsabilizzazione del Sud» ma puntando «sulla capacità del Sud di essere propositivo». «È una sfida - conclude - che il Sud è in grado di vincere». Ieri è intervenuto sulla riforma federale in atto anche Giovanni Maria Flick, presidente della Corte costituzionale. «Mi pare che stiamo sulla via giusta - ha dichiarato -, perché una volta tanto i nostri politici hanno cominciato a discutere senza saltarsi addosso sul federalismo fiscale». Interpellato su un eventuale rischio che il federalismo scavi un solco tra Nord e Sud ha risposto: «Sì se diventa di tipo competitivo. La soluzione è nel decentramento fiscale solidale, come lo vuole la Costituzione, che lasci alle singole regioni il compito di raccogliere i tributi».

Federalisti ma zoppi Dopo l’impasse sul Patto di stabilità si profila un altro braccio di ferro

Il ddl sul federalismo, dopo le modifiche al Senato, ieri è approdato alla Camera, nelle commissioni Finanza e Bilancio. Le autonomie locali hanno lanciato l’allarme: “Quali risorse?”

ROMA - Regioni, comuni e province sul piede di guerra: ieri in un’audizione alla Commissione Bilancio della Camera sul federalismo fiscale hanno chiesto garanzie sulle risorse altrimenti - ha detto - si parte male. Le regioni, con il presidente dell’Umbria, Lorenzetti, vogliono sapere quali servizi essenziali saranno in grado di garantire; comuni e province vogliono essere sicuri di svolgere con i mezzi necessari le funzioni che saranno loro attribuite. L’intero sistema delle autonomie chiede poi che quanto prima sia approvato il nuovo Codice delle autonomie, essenziale per la piena attuazione del federalismo, e il ministro Maroni ha annunciato che la prossima settimana il provvedimento approderà in Consiglio dei ministri. Il federalismo fiscale sembra così legarsi strettamente ai tagli che il governo chiede alle autonomie locali per fronteggiare la crisi economica i cui nodi ancora non si sono sciolti. I Comuni attraverso Chiamparino sollecitano un incontro con Berlusconi per dirimere una questione che ormai «è una questione politico-istituzionale prima ancora che di articolato legislativo del federalismo fiscale». «I Comuni - ha detto - non possono più essere considerati dallo Stato come il bacino esclusivo di risorse e lo stesso iter del federalismo fiscale, che a noi interesserebbe che andasse avanti miglioran-

Maria Rita Lorenzetti - non può diventare un modo surrettizio per tagliare la qualità dei servizi». Sui cambiamenti al ddl, Lorenzetti ha spiegato che «c’è una garanzia affievolita nel percorso partecipativo e di condivisione per la messa a punto dei decreti delegati» e «questo non va bene». Il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, si è rivolto ai deputati affinché ristabiliscano due principi fondamentali nel testo della legge delega: il vincolo perequativo per il Mezzogiorno e l’intesa forte con le Regioni per l’approvazione dei decreti legislativi di attuazione. Infine, il presidente dell’Upi, Melilli, oltre a proporre alcuni emendamenti al testo sollecita il parlamento a un costante dialogo con le autonomie locali. «È necessario che il legame e la collaborazione tra il Parlamento, le Regioni, le Province e i Comuni sia più saldo nella fase di definizione dei decreti attuativi per la riforma del federalismo fiscale». Melilli, ricordando il grande lavoro di collaborazione che su questo testo si è realizzato tra Governo e rappresentanze delle autonomie locali, ha invitato il Parlamento a seguire la stessa strada. La soluzione migliore sarebbe «la commissione bicamerale per gli affari regionali integrata con i rappresentanti di Regioni, Province e Comuni, e discutere di federalismo fiscale in quella sede».

dolo, è a rischio se non si chiarisce quali risorse i comuni avranno a disposizione per far fronte alla nuove funzioni. Se il monte risorse disponibili per i Comuni è quello attuale, a cui vanno aggiun-

ti i costi della politica e i tagli che sono intervenuti, rischiamo che sia del tutto inadeguato per garantire le funzioni dei Comuni. In più siamo in una fase di sospensione delle relazioni con il governo

sul Patto di stabilità, dopo che l’incontro di mercoledì al ministero dell’Economia non è andato bene. Noi consideriamo questa questione dirimente ai fini del giudizio dell’Anci sull’intero disegno di leg-

ge». Il vice presidente vicario dell’Anci è quindi convinto che serva un «provvedimento ponte, perché altrimenti al federalismo ci si arriva stecchiti». «Il federalismo - ha sottolineato

Nella rosa dei Paesi europei più in difficoltà. Per il 28% delle famiglie grave una spesa imprevista

Povera Italia, in crisi e tra gli ultimi

Per l’Istat il Paese è ancora diviso

ROMA - Di fronte alla crisi, l’Italia è tra i paesi europei che «stanno peggio»: ha un’incidenza della popolazione a basso reddito pari al 20%, mentre la media comunitaria è del 16%. E nell’ultimo anno la posizione italiana

è peggiorata: nella graduatoria è passata dal quinto al terzo posto. A fornire un confronto sulla povertà in Europa, in cui la condizione italiana spicca in negativo, è stata Linda Laura Sabbadini, direttore centrale dell’Istat, intervenuta ieri a un convegno al Cnel. I dati si riferiscono al 2006 e al 2007. «L’Italia - ha precisato la ricercatrice - è il paese più diseguale e con la peggiore situazione dell’Europa dei 15, insieme a quella degli altri grandi paesi mediterranei. È questo il quadro con cui arriviamo alla crisi finanziaria. È una situazione che risente di antiche disuguaglianze strutturali ma che non dà segni di miglioramento. Tanto è vero che una delle problematiche più significative, l’occupazio-

ne femminile al Sud, è ferma». Fra l’altro, «aumenta il divario fra Nord e Sud e al Sud è maggiore il divario tra ricchi e poveri». Ecco uno dei dati più eloquenti: il 28,4% ha serie difficoltà di fronte a una spesa improvvisa. Siamo all’ottavo posto in Europa. Il 38% non può fare una settimana di ferie l’anno e il 10% non riesce a riscaldare adeguatamente l’abitazione. Tuttavia, le famiglie italiane che dicono di essere in arretrato con il pagamento delle bollette sono solo il 9,4% (valore più basso nell’Ue a 15) e per il rimborso di prestiti da banche o finanziarie il 2,2% (anch’esso valore basso). Il record delle famiglie più povere, in quelle dove esiste un disoccupato, in Italia spetta a Sicilia, Calabria e Sardegna.


6 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Donna uccisa in un incidente stradale a Colfiorito e un marocchino morto assiderato a Bolzano

Gelo su tutta la Penisola Due le vittime del maltempo

Fino all’inizio della settimana proseguirà il freddo polare ROMA - Temperature in picchiata soprattutto al nord, temporali e nevicate sul resto d’Italia, con la neve che è caduta anche a Palermo e Stromboli dando vita ad uno spettacolo di colori dovuto al contrasto tra il bianco dei fiocchi e il rosso delle esplosioni del vulcano: la perturbazione artica che da mercoledì staziona sul nostro paese, dove rimarrà almeno fino all’inizio della settimana prossima, ha provocato disagi, anche se tutto sommato contenuti. Ci sono però da registrare due vittime: una donna, morta dopo che l’auto guidata dal marito è sbandata finendo contro uno spazzaneve a Colfiorito, in Umbria, e un marocchino di 51 anni, morto assiderato da almeno un paio di giorni e ritrovato dentro una cabina di di-

Breve nevicata a Palermo. Pioggia gelata anche nell’isola di Stromboli

stribuzione della corrente a Bolzano. Il maltempo, spiegano gli esperti del Dipartimento della Protezione Civile, non abbandonerà nelle

prossime ore il nostro paese e per questo rinnovano l’invito a chiunque dovesse mettersi in viaggio ad usare la massima prudenza alla gui-

da e ad informarsi prima di partire. Le temperature, già in caduta - il record si è registrato sul Plateau Rosà, -23 gradi -, subiranno un ulterio-

re calo, soprattutto al centro-nord, con il rischio di gelate diffuse anche in pianura. I problemi maggiori si sono registrati in Sicilia. La neve è caduta su ampia parte della regione, soprattutto nelle zone interne, e ha imbiancato anche Palermo. Il mare mosso, inoltre, ha fatto saltare i collegamenti con le isole minori: fermi i traghetti per Pantelleria e Lampedusa, gli aliscafi tra Palermo e Ustica e tra Trapani e le Egadi. Nelle Eolie, sono rimaste isolate Stromboli Panarea, Alicudi e Filicudi. Disagi anche in Calabria, dove ancora una volta l’A3 è rimasta chiusa in alcuni tratti per il rischio di frane e smottamenti. La polizia stradale ha inoltre bloccato il transito ai tir nel tratto tra Lagonegro e Frascineto a causa delle nevicate. Anche le regioni centrali non sono stare risparmiate: è nevicato in Umbria e nelle Marche, in alcune zone del nuorese, in Sardegna e in Molise, dove a Campobasso e in alcuni comuni della provincia sono rimaste chiuse le scuole, mentre in Campania è stata chiusa la statale Amalfitana a causa di una frana.

I genitori non hanno assistito al rito in chiesa Processo di Perugia Davanti alla Corte si celebra processo Kercher

Vegliata dai “suoi” monti In aula la deposizione dell’amica Eluana sepolta a Paluzza che ha visto per ultima Meredith Per S.Valentino compariranno alla sbarra i “fidanzatini”

Lo schieramento dei media davanti alla chiesa di Paluzza

PALUZZA (UDINE) - L’ultimo viaggio di Eluana è stato tra i ’suoi’ monti, la ’sua’ Carnia, che tanto amava e che ogni anno, prima di quel tragico 18 gennaio 1992, visitava e frequentava d’estate come d’inverno. Aveva sempre espresso il desiderio di essere sepolta accanto al nonno Gio Batta e alla nonna Iolanda. E così è stato. Papà Beppino dopo estenuanti battaglie è riuscito «a liberare il suo purosangue della libertà»: è stato di parola. Tutta Paluzza, in un silenzio quasi irreale, rotto solo dal suono delle campane, si è stretta attorno alla famiglia. E in 300 hanno assistito al rito celebrato da don Tarcisio Puntel in una chiesa fredda, scarna, addobbata di rosso. Mamma Saturna e papà Beppino non sono venuti, come avevano anticipato. Hanno voluto evitare l’assalto dei media che fino all’ultimo non hanno ’mollato’ Eluana. Qui, Eluana, in una bara di legno chiaro ricoperta da rose rosse su bianchi bucaneve, è stata accolta da don Puntel. Poi il silenzio dei monti. I suoi monti, nella sua terra: come ha sempre voluto e chiesto papà Beppino.

Tra le ipotesi della fuga di gas un tentativo di suicidio

Esplode palazzina a Roma Centenaria rimane illesa

ROMA - Alcuni hanno pensato ad un terremoto, altri ad un botto proveniente dall’esterno del palazzo, tutti i condomini comunque hanno provato un grande spavento quando hanno sentito esplodere l’appartamento nella loro palazzina, nel quartiere Quarto Miglio, a Roma, per una fuga di gas. Nella palazzina anche un uomo di 63 anni che è stato trasferito nel centro grandi ustionati dell’ospedale Sant’Eugenio e un’inferma di 100 anni tra gli inquilini. L’anziana abita al piano sottostante l’appartamento deflagrato e dopo l’esplosio-

ne è stata trasportata nella sua carrozzella fuori. «Non si è spaventata più di tanto - racconta il figlio Maurizio che abita con lei - ci chiedeva insistentemente cosa fosse successo ma era interessata più a portare con sè il suo orologio e la sua catenina». Gli accertamenti dei tecnici valuteranno la dinamica dell’esplosione. Tra le ipotesi al vaglio dei vigili del fuoco non si esclude quella di un tentativo di suicidio compiuto dall’uomo che abitava nell’appartamento, rimasto gravemente ferito. L’esplosione ha sventrato le mura dell’appartamento.

PERUGIA - La sera del primo novembre del 2007 Meredith Kercher mangiò una pizza in casa di amiche per poi tornare nella sua abitazione dove fu uccisa. Ad accompagnarla fino a poche centinaia di metri da via della Pergola fu l’amica Sophie, l’ultima ad avere visto viva Mez prima di chi la colpì mortalmente. La giovane ricostruirà oggi quella serata davanti alla Corte d’assise di Perugia che processa Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l’omicidio Kercher. Sette i testimoni chiamati in aula dai pm Giuliano Mignini e Manuela Comodi. Oltre a Sophie (l’amica con la quale Mez aveva a Perugia il rapporto più stretto) ci saranno le due giovani che cenarono con lei e Meredith e altre cinque loro amiche (che verranno sentite anche sul comportamento tenuto da Amanda in questura e su quanto disse dell’omicidio). Tutte giovani inglesi con le quali Mez spesso usciva. Dopo il delitto hanno lasciato Perugia e oggi torneranno appositamente per deporre. Domani invece, saranno sentiti il giovane italiano, che abitava nell’appartamento sottostante a quello del delitto, al quale Mez era legata sentimentalmente, un suo coinquilino e una delle coinquiline di Meredith e Amanda. Il calendario del processo ha tra l’altro voluto che Sollecito e la Knox, fidanzati fino al giorno dell’arresto, si ritrovino in aula proprio nel giorno di San Valentino. Entrambi sono rinchiusi nel carcere di Perugia e continuano a respingere l’accusa di avere ucciso Mez. I consulenti che collaborano con i difensori del

Schumi: “Sto bene” BERLINO - Michael Schumacher dal suo sito personale ha ringraziato per le manifestazioni d’affetto ed è tornato a rassicurare i tifosi: ’Sto bene’. Sorridente e in maglietta a maniche corte, nell’immagine proposta dal sito all’indomani della brutta caduta in moto sul circuito di Cartagena, Schumi fa sapere di essere tornato a casa dalla sua famiglia: ’Tutti gli esami hanno mostrato che non c’è niente’.

Multe da ritorsione LONGOBUCCO (COSENZA) Incendiarono l’auto di un carabiniere, per ritorsione contro le multe subite, ma sono stati identificati ed arrestati dagli stessi militari. Nei confronti dei due presunti responsabili dell’incendio sono state eseguite le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Rossano, Maria Letizia Benigno, su richiesta della Procura della Repubblica.

Travolto: è grave SUTRI (VITERBO) - Un pedone è stato investito da un’auto mentre attraversava la via Cassia, nei pressi di Sutri, in provincia di Viterbo. L’uomo è stato sbalzato sulla corsia di marcia opposta ed è stato travolto da un pullman diretto a Viterbo. Il pedone è stato trasportato in eliambulanza al policlinico Gemelli di Roma, dove è stato ricoverato in prognosi riservata con traumi in varie parti del corpo.

Due pedoni uccisi BERGAMO- Due pedoni sono morti dopo essere stati investiti da un’auto guidata da una donna mentre stavano attraversando la strada. L’incidente è avvenuto intorno alle 15,30 a Seriate (Bergamo). I due pedoni, un uomo e una donna, sono morte sul colpo. La conducente dell’auto è stata portata in ospedale per accertamenti. Sul posto sono accorsi polizia e carabinieri.

Sigilli a discoteca FIRENZE - Sono 20 i giorni di chiusura per il Tenax, la discoteca fiorentina che in esito ad un accertamento fu sorpresa a vendere bevande alcoliche oltre le 2 di notte. Il provvedimento è stato firmato ieri dal prefetto di Firenze: «La decisione risponde alla necessità di un rispetto rigoroso di quelle disposizioni del legislatore per contrastare l’abuso di alcool, causa troppo frequente di eventi luttuosi». Alla sbarra Raffaele Sollecito accusato dell’omicidio

giovane pugliese hanno tra l’altro preso in affitto una villetta simile a quella di via della Pergola per ricostruire al meglio la scena del crimi-

ne. In particolare per provare che l’assassino può essere entrato in casa dalla finestra trovata aperta e con un vetro rotto.

Wolfang Abel, il veronese reo per i delitti compiuti negli anni ’80

Altri 4 mesi agli arresti domiciliari Per “Ludwig” la pena non è finita VERONA - Attendeva a giorni la libertà definitiva ma invece dovrà trascorrere altri 4 mesi agli arresti domiciliari Wolfang Abel, il veronese condannato assieme a Marco Furlan per i delitti degli anni ’80 firmati «Ludwig». Il Tribunale di sorveglianza dell’Aquila ha deciso che il 50enne veronese dovrà restare ai domiciliari per altri 4 mesi. Abel continua a sostenere la propria innocenza: «Io non c’entro niente» dice riferendosi agli omicidi di barboni, preti, prostitute e omosessuali attribuiti a Ludwig.

Rapina al taglierino CARRARA - Rapina in banca ieri mattina ad Avenza nel comune di Carrara. Un malvivente armato di taglierino è entrato nella filiale della Cassa di Risparmio di Lucca. Si è fatto così consegnare il denaro in cassa, 7000 mila euro secondo una prima stima, per poi fuggire a piedi. L’uomo è entrato a volto scoperto, ma secondo i testimoni, con in testa una parrucca per celare il vero colore dei suoi capelli.

Lieve scossa

Wolfang Abel negli anni ‘80

ROMA - Una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 è stata registrata poco dopo le 13 di ieri nel mare antistante la Sicilia. L’epicentro del sisma, rende noto il Dipartimento della Protezione Civile, è stato registrato a 15 km dalla costa di Cefalù. L’evento è stato lievemente avvertito dalla popolazione; le verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del Dipartimento non risultano danni a persone o cose.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 7

Attualità

Sparò dopo la tentata rapina al suo negozio nel 2003: condannato per omicidio

Uccise il rapinatore Venti mesi al tabaccaio

MILANO - C’è stato un «errore di percezione della situazione» quando il tabaccaio Giovanni Petrali, il 17 maggio del 2003, uccise con un colpo di pistola il rapinatore Alfredo Merlino e ferì al polmone il suo complice, Andrea Solaro, con il quale aveva cercato di mettere a segno un colpo in un bar-tabacchi di piazzale Baracca, a Milano. È per questo - ed è il presidente della Prima corte d’assise di Milano, Luigi Domenico Cerqua, a spiegarlo dopo la sentenza - che Petrali, 74 anni, è stato condannato a un anno e 8 mesi (pena sospesa) per omicidio colposo, lesioni colpose e porto illegale d’arma, a fronte di una richiesta del pm Laura Barbaini di nove anni e 6 mesi per omicidio e tentato omicidio volontari. Il giudice ha parlato di «legittima difesa putativa». «Abbiamo valutato tutta la ricostruzione dei fatti - ha spiegato Cerqua - l’importanza delle testimonianze e delle perizie arrivando alla conclusione che ci sia stata una legittima difesa putativa, ossia erroneamente ritenuta, perchè lui in una situazione di provocazione e offesa ingiusta si è difeso agendo in quel modo». Quel giorno, Petrali sparò sette colpi: quattro nel locale, gli altri per strada, mentre inseguiva i due rapinatori, uno dei quali, Merlino, stramazzò a terra agonizzante ad alcune centinaia di metri di distanza. Per il pm Barbaini fu una «vendetta personale», anche se le modalità furono «odiose» perchè il tabaccaio fu schiaffeggiato e preso a pugni. Il giudice Cerqua, invece, ha risposto in modo risoluto quanto laconico, dopo la sentenza, a chi gli ha chiesto se c’è stata vendetta: «No». Petrali, a cui è stata riconosciuta l’attenuante della provocazione, ha spiegato: «Pensavo andasse meglio. Dispiace a tutti quello che è successo, le armi meglio lasciarle perdere e tenerle nel cassetto». Accanto il suo legale, Marco Martini, e il figlio avvocato, Marco Petrali, che hanno aggiunto: «È stato un grande successo rispetto alle aspettative, anche se si poteva prevedere qualcosa in più e io mi aspettavo l’ assoluzione». Il tabaccaio, in tutti questi anni della sua vicenda giudiziaria, ha sempre avuto accanto un collega che si è ritrovato nella stessa situazione, oltre che a essere sostenuto in aula da alcuni leghisti tra cui il deputato milanese Matteo Salvini. Giuseppe Maiocchi, gioielliere milanese, fu condannato a un mese per lesioni colpose ai danni di un ladro montenegrino che aveva tentato una spaccata alla sua gioielle-

La Lega Nord organizza un presidio in sua difesa Il tabaccaio Giovanni Petrali, 74enne, ieri mattina in attesa del verdetto dei giudici Il presidio della Lega Nord davanti al tribunale di Milano in solidarietà con Giovanni Petrali

ria, mentre suo figlio, Rocco, fu condannato a un anno e sei mesi perchè il ladro rimase ucciso da un colpo di pistola. Maiocchi, spesso in aula in questo processo, si è detto disposto a partecipare alle ronde di cittadini, recentemente rese legali dai nuovi provvedimenti sulla sicurezza. «Spero di poter partecipare - ha detto Maiocchi -, dal momento che solamente un mese fa

ho subito un altro furto in casa». «Fare le ronde, non armati, significa collaborare per la sicurezza; io, comunque, parteciperò con il telefonino, non certo con le armi». Deluso il legale dei famigliari di Merlino, Stefano Ardizzoia: «Perchè la verità che è emersa dal processo è un’ altra - ha commentato non riesco a capire come si è arrivati alla configurazione dell’omici-

dio colposo». Per Matteo Salvini, deputato della Lega Nord, presente in aula alla lettura della sentenza, il tabaccaio stesso «non doveva essere condannato nemmeno a zero mesi e nemmeno al pagamento di zero euro». Salvini, che ieri mattina ha organizzato un presidio in solidarietà del tabaccaio, si è chiesto: «Avrei voluto vedere come si sarebbero com-

portati certi soloni che pontificano in quelle circostanze». «Mi sembra - ha concluso - la solita soluzione all’italiana: non volevano assolverlo, condanniamolo un pò». Salvini ha lanciato un appello al sindaco Letizia Moratti perchè sia il Comune di Milano a farsi carico di tutte le spese legali e di risarcimento al posto del tabaccaio che

nel 2003 uccise un rapinatore e ferì il complice nel suo bar di piazzale Baracca. «Il sindaco Moratti - ha affermato Salvini - faccia almeno questa scelta politica a favore di un proprio concittadino che lavora da 40 anni e che ora si trova persino costretto a dover sborsare una cifra considerevole tra gli oneri legali e i risarcimenti per i suoi “poveri” rapinatori».

Caso Gatti: cassazione conferma l’ergastolo

Una manifestazione di lavoratori contro la disoccupazione

Disoccupati pagati con soldi pubblici a Napoli, il novanta per cento risulta assente

Prendono lo stipendio ma non lavorano NAPOLI - Dovevano essere al lavoro nelle aziende incaricate a provvedere alla loro formazione con soldi pubblici. E invece ieri mattina solo il 10% dei disoccupati napoletani coinvolti nel progetto I.So.La, finanziato con 30 milioni di euro, erano al loro posto. In più alcune delle aziende coinvolte nel progetto non avevano lo spazio fisico per poter occupare i lavoratori per cui percepivano il contributo pubblico. Lo scandalo è emerso dopo una serie di controlli a tappeto da parte degli agenti della Digos e dovrebbe portare alla denuncia per truffa di centinaia di disoccupati ma anche di alcune delle aziende incaricate della formazione. Circa 50 agenti, infatti, oggi sono andati a bussa-

re alle porte di sette delle società a Napoli e provincia coinvolte nel progetto: cinque in città (Saco, Eurocoop, Susym Global Service, Coop Europa Servizi e Sant’Ambrogio) e due ad Acerra (Interservizi e Clear Servizi). Sui mille lavoratori che avrebbero dovuto essere presenti in servizio nel turno 8-14, solo 100 erano al loro posto. La maggior parte non si era presentato per niente o aveva firmato il registro delle presenze per allontanarsi subito dopo. Gli agenti hanno acquisito le informazioni necessarie anche sulle aziende coinvolte per indagare su eventuali irregolarità da parte loro. Il progetto I.So.La., partito da due anni, prevede un investimento totale di 30 milioni di euro di cui 8

stanziati dalla Regione Campania e 22 dal Governo, di cui 7 milioni già liquidati. I soldi servono per pagare 500 euro al mese per un anno ai 3500 lavoratori coinvolti, più un bonus una tantum di 1500 euro alle aziende, che offrono sei mesi di tirocinio formativo più sei mesi di esperienza lavorativa. A dare impulso all’indagine sarebbero stati anche i sospetti avanzati dall’assessore al lavoro della Regione Campania Corrado Gabriele che ha espresso la sua soddisfazione per l’operazione, raccontando che «nelle scorse settimane avevo espresso forti preoccupazioni per il progetto I.So.La.. Mi risultava che molti disoccupati non frequentassero i corsi e che alcune aziende non rispettassero le regole».

Dalle indagini dell’accusa emerge un “quadro penoso” di concussione

Una giovane romena ridotta in schiavitù da tre connazionali e un italiano

MILANO - I Pm Grazia Pradella e Tiziana cesso ricomincia il 5 maggio. Il Pm SiciliaSiciliano hanno chiesto la condanna a 12 no, nell’argomentare la sua richiesta di conanni di reclusione per l’ex primario di urolo- danna, ha detto che «la volontà dei pazienti gia e andrologia dell’ospedaera compressa, non potevano le San Giuseppe di Milano, Liste d’attesa rapide determinarsi, perchè il rapEdoardo Austoni, accusato e operazioni porto tra medico e paziente di concussione e abuso d’uf- in convenzione ha come oggetto la salute e la ficio per avere chiesto denavita, beni non negoziabili, in cambio di denaro ro ai pazienti in cambio di non paragonabili a una riliste d’attesa più rapide per interventi in chiesta di denaro». Dalle indagini per l’accuregime di servizio sanitario nazionale. Quat- sa emerge un «quadro penoso». Mentre Autro anni di reclusione sono stati chiesti per la stoni era una «figura imponente» e per quesua segretaria Maria Luisa Simonini. Il pro- sto «i pazienti rinunciavano ai loro diritti».

ALCAMO (TRAPANI) - L’avevano ridotta in ri, nel gennaio scorso i tre romeni, mentre schiavitù, costringendola a prostituirsi, do- si trovavano nel loro paese di origine, avrebpo averla convinta a venire in Italia promet- bero avvicinato la giovane connazionale in tendole un lavoro come bacerca di lavoro e con l’illusiodante. La vittima delle vio- Le promettono ne di trovarle una sistemaziolenze è una romena di 20 lavoro come badante ne come badante l’avrebbeanni, che ha denunciato i ma una volta in Italia ro convinta a seguirli ad Alsuoi aguzzini dopo essere Ma una volta giunti in violenze e sfruttamento camo. riuscita a fuggire. I sequeItalia le avrebbero sottratto i stratori sono tre connazionali, accusati di documenti di identità costringendola, con violenza sessuale, sequestro di persona, ri- continue minacce di morte e con percosse, duzione in schiavitù e associazione per de- a rimanere chiusa in casa dove sarebbe stalinquere. Secondo le indagini dei carabinie- ta violentata e avviata alla prostituzione.

Chirurgo corrotto, chiesti dodici anni Credeva di fare la colf ma finisce sulla strada

ROMA - È stata confermata, dalla Cassazione, la condanna all’ergastolo per Guglielmo Gatti, accusato di aver ucciso gli zii nell’estate del 2005, e di aver fatto a pezzi i loro corpi disperdendoli nei boschi della Val Camonica. La Suprema Corte ha respinto il ricorso dell’imputato contro la condanna al carcere a vita emessa, il 20 giugno 2008, dalla Corte d’assise d’appello di Brescia. Stessa condanna Gatti aveva ricevuto in primo grado. L’uomo abitava al piano superiore della villetta dove, a Brescia, vivevano anche i suoi zii: Aldo Donegani e Luisa De Leo. In base alle indagini condotte dai carabinieri di Brescia e dal Ris di Parma, tutti gli indizi convergevano contro Gatti, nella cui macchina venivano trovate tracce organiche delle vittime. E nel luogo dove vennero ritrovati i resti dei cadaveri, fu rinvenuta una confezione di verdura sulla quale il codice a barre corrispondeva a quello di uno scontrino che aveva l’imputato e che era stato emesso da un negozio di Brescia. Inoltre, un ragazzo disse di averlo visto mentre guidava, nervosamente, verso i boschi della Val Camonica nei giorni seguenti la scomparsa degli zii. A lanciare l’allarme era stato un altro nipote della coppia che, dalle Marche, non aveva più loro notizie. Gatti è in carcere da tre anni. Nella mattinata di ieri il sostituto procuratore generale di piazza Cavour, Vittorio Meloni, aveva chiesto la convalida della condanna sostenendo che il verdetto della Corte d’assise d’appello era «ampiamente motivato».


8 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Il viaggio previsto dall’8 al 13 maggio

Kadima ha solo un seggio di vantaggio

CITTA’ DEL VATICANO - Il Papa si recherà in Israele «in primavera»: lo confermano i rabbini delle comunità ebraiche americane a conclusione di un incontro con Benedetto XVI avvenuto ieri mattina in Vaticano. La visita si svolgerà dall’8 al 13 maggio. «Abbiamo parlato con i tre leader politici (Tzipi Livni, Benjamin Netanyahu e Ehud Barack) e tutti hanno detto che il Papa è benvenuto in Israele», ha affermato il rabbino Malcolm Hoenlein, che ritiene archiviata anche la vicenda del vescovo negazionista.

GERUSALEMME - I risultati definitivi delle elezioni israeliane di martedì 10 confermano un leggero vantaggio del partito Kadima. I centristi ottengono nella nuova Knesset (parlamento) 28 seggi su 120, il Likud 27. Il partito centrista Kadima ha dunque soltanto un seggio di vantaggio sul Likud (destra nazionalista) di Benjamin Netanyahu. Confermato anche il risultato complessivo delle destre, le quali - sommando aritmeticamente forze laiche e confessionali - si aggiudicano una potenziale maggioranza assoluta di oltre 60 seggi su 120.

Benedetto XVI andrà in Terra Santa

Israele diviso a metà tra centro e destra

Il Papa e i rabbini americani in Vaticano

Un momento dello spoglio elettorale

Erano di proprietà di Usa e Russia che ora contano le migliaia di pezzi rimasti in orbita Non era mai successo tra apparecchi intatti. Sconosciute le possibili conseguenze

Timori per lo scontro fra satelliti La Stazione spaziale internazionale per gli esperti non è minacciata ROMA - L’evento è più che rarissimo: è il primo conosciuto nella storia dell’esplorazione spaziale. E, come tale, è anche latore d’incertezza, persino di qualche allarme. Si tratta della collisione tra due satelliti - uno russo e uno statunitense avvenuta due giorni fa, di cui s’è avuta notizia ieri. Da Washington e Mosca arrivano rassicurazioni, ma ci sono anche esperti russi che evocano anche un’ipotesi preoccupante: che frammenti vadano a impattare in qualche vecchio satellite dotato di reattore nucleare. La notizia della collisione è stata data dall’ente spaziale statunitense, la Nasa, nelle primissime ore di ieri mattina. L’impatto è avvenuto tra il satellite commerciale Usa Iridium 33, destinato alle telecomunicazioni, e il satellite militare russo in disuso Kosmos 2251 (Strela 2M), in orbita dal 1993, a circa 800 km di altezza

Avanzata l’ipotesi che i frammenti colpiscano vecchi reattori nucleari

Studi inediti grazie al supertelescopio europeo in Cile

La storia del sistema solare si legge in quella degli asteroidi ROMA - Un super-telescopio può misurare da Terra dimensioni e forma di asteroidi molto piccoli e lontani con un livello di dettaglio mai raggiunto finora. Il Very Large Telescope Interferometer (Vlti) dell’ Osservatorio meridionale europeo (Eso) si trova sulle Ande cilene ed è il sistema di quattro telescopi europei da otto metri di diametro che lavorano in parallelo, aumentando in questo modo la capacità di catturare dettagli anche minimi a distanze elevatissime. «Conoscere con precisione gli asteroidi è un elemento determinante per capire come, agli albori del nostro sistema solare, polveri e ciottoli cosmici si sono aggregati per formare corpi celesti di grandi dimensioni e come collisioni e altre interazioni li abbiano modellati così come li osserviamo», ha osservato il resulla Siberia. Secondo quanto ha riferito il comandante delle forze spaziali russe, il generale Alecander Yakuchin, l’Iridium pesava 560 kg e il Kosmos oltre 900 kg. «Questa è la

All’Osservatorio meridionale europeo in Cile quattro telescopi funzionano in parallelo e consentono di individuare mini-asteroidi

sponsabile dello studio, Marco Delbo, ora dell’Observatoire de la Cote d’Azur. Il primo oggetto osservato con questa tecnica è stato l’asteroide Barbara, una sorta di «nocciolina ameri-

prima volta che due veicoli spaziali intatti accidentalmente si scontrano», ha commentato Nicholas Johnson dell’Orbital Debris Program, che si occupa di monitorare la «spazzatura spaziale», della Nasa.

cana cosmica» formata apparentemente da due corpi principali, del diametro di 37 e 21 chilometri, distanti tra loro almeno 24 chilometri. Dista dalla Terra 180 milioni di chilometri.

Johnson afferma che lo scontro tra i due satelliti è il peggiore, per quel che riguarda la diffusione di detriti, salvo il caso della distruzione deliberata da parte della Cina di un proprio satellite, nel 2007, e perce-

pita come un’espressione della nuova potenza spaziale cinese. Allora si produssero 2.500 detriti nell’orbita terrestre. «Stiamo tracciando oltre 500 pezzetti che pongono rischi aggiuntivi ai satelliti», ha se-

gnalato il tenente di marina Charlie Drey, portavoce del Comando strategico Usa. Pochi tra i tanti. Sarebbero oltre 12mila i detriti con diametro che supera i 10 centimetri repertoriati e seguiti nell’orbita della Terra. A questi vanno aggiunti più 2.200 satelliti abbandonati e 600 satelliti attivi. Il primo «avamposto» umano potenzialmente minacciato è la Stazione spaziale internazionale (Iss), che orbita a 430 km di altezza, e nella quale al momento operano - ironia della sorte - due statunitensi e un russo, anche se il portavoce dell’Agenzia spaziale russa (Roscosmos) Alexander Vorobiev smentisce pericoli. L’altro pericolo è stato ventilato da un anonimo esperto a Mosca: «I frammenti navigano anche verso l’alto, dove si trovano satelliti dotati di reattori nucleari, e, se li colpiscono, si formerebbe una cintura di detriti radioattivi in orbita».

Le “pagelle” della Commissione nell’ambito della sorveglianza successiva all’adesione vertono su giustizia e lotta alla corruzione

All’esame dell’Ue Sofia la spunta, Bucarest stenta Per entrambi i Paesi resta alto il rischio di vedersi bloccare ingenti fondi BRUXELLES - La Bulgaria, punita l’anno scorso con un taglio dei fondi Ue, ha fatto progressi sul fronte della giustizia e della lotta alla corruzione, mentre in Romania le riforme languono. È questo, in estrema sintesi, il contenuto dei rapporti ad interim pubblicati ieri dalla Commissione europea nell’ambito del ’meccanismo di sorveglianza’ a cui Sofia e Bucarest sono state sottoposte dopo la loro adesione nel 2007. Secondo Bruxelles, la Bulgaria «ha intrapreso alcuni passi iniziali verso la riforma strutturale e legislativa» della giustizia, che «devono essere mantenuti ed estesi ulteriormente per ottenere risultati concreti». In particolare, Sofia deve dimostrare «casi concreti di incriminazioni, processi e sentenze» nel campo della corruzione e della criminalità organizzata. Nei rapporti precedenti Sofia è stata duramente criticata per non essere riuscita a fare luce su neanche una delle esecuzioni di tipo mafioso che hanno scosso il Paese negli ultimi anni. In Romania, invece, «il ritmo di progressi non è stato mantenuto»:

Il rientro nel comando strategico all’inizio di aprile

La Francia torna nella Nato Tramonta la linea De Gaulle PARIGI - Tutto è pronto per il rientro della Francia nel comando strategico della Nato. Ieri il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jaap De Hoop Scheffer, ha incontrato il presidente, Nicolas Sarkozy, all’Eliseo, e ha parlato alle commissioni Difesa ed Esteri dell’Assemblea nazionale, cercando di rassicurate tutti: «La Francia non perderà nulla della sua sovranità se conferma l’intenzione di rientrare in modo pieno nel comando militare della Nato, né l’Eurole autorità sono esortate a «riprendere l’iniziativa nella riforma della giustizia e nella lotta alla corruzione». L’esecutivo Ue nota che «le inchieste in alcuni casi ’eccellenti’ di corruzione rimangono bloccate dal parlamento», nonostante gli sforzi

della Direzione nazionale anticorruzione (Dna). Il procuratore capo del Dna, Daniel Morar, è stato recentemente riabilitato dal governo, che ha cancellato il licenziamento deciso dal precedente esecutivo di Calin Popescu Tariceanu. Il ministro che ha fatto marcia indietro,

però, è sempre lo stesso: Catalin Predoiu, che continua a guidare il dicastero della Giustizia nel governo di Emil Boc. Bulgaria e Romania sono sotto osservazione nel campo della giustizia e della corruzione, della gestione dei fondi Ue e della sicurezza

pa della difesa è minacciata». Dopo oltre 40 anni di assenza nel 1966 il generale Charles de Gaulle sbatté la porta della struttura militare dell’Alleanza - Parigi è pronta: il rientro dovrebbe essere ufficializzato entro il prossimo vertice della Nato, di inizio aprile, a Strasburgo e a Kehl. Sabato scorso, in Germania, Sarkozy aveva detto che «si avvicina il momento» di spiegare ai francesi che il rientro nella Nato non nuocerà all’indipendenza del paese. alimentare, ma i rapporti odierni riguardano solo il primo settore. Un’analisi più approfondita verrà presentata a luglio. L’esecutivo Ue ha chiarito che il ’meccanismo di sorveglianza’ resterà in vigore fino a quando i due Paesi avranno colmato tutte le loro lacune, anche se

Secondo la Commissione, la Romania non ha ancora intrapreso il cammino della lotta alla corruzione. Il Paese varerà nuovi codici

la possibilità di ricorrere alle sanzioni sulla giustizia - che prevedono l’esclusione delle sentenze bulgare e romene dallo spazio europeo - scade a tre anni dell’adesione, il 1 gennaio 2010. A luglio Bruxelles ha applicato la tagliola finanziaria nei confronti di Sofia, bloccando circa 800 milioni di euro di fondi di pre-adesione. Duecentoventi sono stati definitivamente persi a novembre, e in futuro sono possibili ulteriori strette sull’erogazione dei fondi struttuali 2007-2013, ben più cospicui: alla Bulgaria, per esempio, spettano 11 miliardi di euro. Ma nonostante tutto, le pagelle sono state ricevute piuttosto favorevolmente dai diretti interessati. «Il rapporto esprime un segnale chiaramente incoraggiante per le istituzioni bulgare, siamo sulla buona strada», ha commentato il premier bulgaro Sergei Stanishev. A Bucarest, il ministro Predoiu ha definito «obiettiva» la valutazione di Bruxelles, promettendo un nuovo impegno per l’approvazione in parlamento dei nuovi codici di procedura civile e penale.


il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 9

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Cronache in breve Lite tra fratelli Uno resta ucciso TORRE DEL LAGO (LUCCA) - Si chiamava Ben Adel Maaroufi, il muratore tunisino di 47 anni, da tempo in Italia, ucciso mercoledì sera dal fratello Raikal Maaroufi di 44 anni, dopo l’ennesimo litigio, nella sua abitazione a Torre del Lago. La vittima è stata raggiunta da una coltellata al torace. L’omicida è stato rintracciato e arrestato poco dopo dagli uomini del commissariato di Viareggio con l’accusa di omicidio.

Victoria’s Secret, il più noto marchio di biancheria al mondo, le ha volute a New York come testimonial per San Valentino

Festa degli innamorati Uno su 4 regala fiori ROMA - A San Valentino un innamorato su quattro (25%) regala fiori, che si confermano come il pensiero preferito rispetto ai cioccolatini o altri dolciumi (9%), ai capi di abbigliamento (11%) e ai gioielli (3%), anche se la grande maggioranza (52%) non intende fare nessun dono. È quanto emerge dal sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it. Si stima saranno regalati almeno 20 milioni di fiori, tra cui 14 milioni di rose, per una spesa di circa 75 milioni.

LONDRA - Negato l’ingresso in Gran Bretagna al deputato olandese Geert Wilders. Al suo arrivo la polizia doganale britannica gli ha notificato l’ingresso per ragioni di «sicurezza nazionale». Era stato invitato da Lord Pearson, del gruppo indipendente britannico, per mostrare un controverso documentario di 17 minuti in cui immagini degli attacchi terroristici alle torri gemelle si sovrappongono a frasi del Corano.

LONDRA - Un corso anti-razzismo è la punizione dell’esercito ai commenti che il principe Harry ha rivolto a un suo collega di corso. Il commento incriminato risale al 2006, ma è venuto fuori solo un mese fa. Harry, ripreso in un video insieme ai suoi compagni dell’accademia militare di Sandhurst, parla di uno dei suoi compagni come ’il nostro amico Paki’, termine offensivo per definire un pachistano.

Un macchinario lo schiaccia a 82 anni SIRACUSA - Corrado Ballatore, 82 anni, è morto schiacciato mentre stava spostando un grosso macchinario nel pastificio di famiglia, chiuso ormai da diversi anni. L’anziano lo stava spostando con un sollevatore idraulico, il macchinario si è rovesciato. Indaga la procura di Siracusa.

Sfreccia a 200 all’ora Gli tagliano 22 punti BERGAMO - Un giovane neopatentato di 19 anni ha perso 22 punti dalla patente, dopo essere stato sorpreso, alla porte di Bergamo, da una pattuglia della polizia, mentre viaggiava a quasi 200 chilometri all’ora con una Mercedes Cabrio di grossa cilindrata in un tratto in cui il limite di velocità è di 90 chilometri all’ora.

Gang di minorenni derubava studentesse Le due bellissime modelle nel punto vendita di New York

Adriana e Doutzen, così intime NEW YORK - San Valentino con le “veline”. La bionda e la mora: a New York due top model hanno partecipato al party in onore della nuova collezione di lingerie Victoria Vintage di Victoria’s Secret. Le bellissime Adriana Lima (la mora) e Doutzen Kroes (la bionda) hanno animato la festa del marchio di biancheria intima più famoso al mondo. Catalizzando l’attenzione di mezza città. Il marchio Victoria’s Secret ha totalizzato vendite per più di 5 miliardi di dollari grazie ai suoi 900 punti vendita negli Stati

I figli non vanno a scuola Denunciati otto genitori ROMA - Otto genitori sono stati denunciati in stato di libertà dai carabinieri della compagnia di Civitavecchia perché i loro figli non frequentano la scuola dell’obbligo. Dopo gli ultimi controlli che hanno portato alla denuncia di altre 15 persone responsabili dello stesso reato, sono stati fatti ulteriori accertamenti in 15 scuole. Gli otto denunciati sono per lo più non abbienti e residenti nei comuni di Cerveteri e Ladispoli.

Sparisce da casa tre giorni Torna in stato confusionale FOGGIA - Il pregiudicato foggiano Massimo Mancini, di 40 anni, del quale si erano perse le tracce per quasi tre giorni, ha fatto ritorno mercoledì sera, poco dopo le 20,30. Ad avvertire la polizia è stata la moglie e quando gli agenti si sono presentati a casa, hanno trovato l’uomo con il nastro adesivo ai polsi e in stato confusionale, tanto che poi è stato accompagnato negli Ospedali Riuniti di Foggia, dove è ricoverato per accertamenti nel reparto di Neurologia. Gli inquirenti sono piuttosto convinti che si fosse allontanato in modo volontario.

Uniti nel 2007 e un risultato operativo superiore al miliardo di dollari nel 2006. Il nome della compagnia è un riferimento alla regina Vittoria. La compagnia guadagnò notorietà negli anni Novanta dopo che iniziò a usare supermodelle nelle pubblicità e spettacoli di moda. Tra le altre top che hanno lavorato per Victoria’s Secrets ricordiamo Alessandra Ambrosio, Gisele Bündchen, Heidi Klum, Tyra Banks, Naomi Campbell, Laetitia Casta, Eva Herzigova e Bar Refaeli.

Un 5 Superstar da sballo Estrazioni

del 12/02/2009 Bari 3

47

70

24

61

Cagliari

64

74

43

13

51

Firenze

24

69

63

4

39

Genova

70

56

32

79

73

Milano

85

62

86

54

29

Napoli

32

67

66

81

68

Palermo

61

45

6

19

87

Roma

31

71

47

39

59

Torino

6

7

62

50

75

17

37

86

80

40

4

88

2

74

12

Venezia

RUOTA NAZ.

3

24

31

32

61

85

Jolly

Super Star

17

4

ANSA-CENTIMETRI

Per il principe Harry lezioni anti-razzismo

ROMA - Un invito al personale dell’Aeronautica militare ad adottare tutti quegli «atteggiamenti virtuosi» - a cominciare dallo spegnimento di luci, computer, stampanti arriva dal capo di Stato maggiore della Forza armata, Daniele Tei, in occasione di «M’illumino di meno», la giornata di mobilitazione in nome del risparmio energetico promossa dal programma radiofonico Caterpillar. Si tratta di comportamenti, dice Tei, «atti a produrre non solo un concreto risparmio energetico ma, cosa più importante, un impegno per un rinnovato e positivo cambiamento culturale». Nel 2008 l’Aeronautica militare ha formato 40 consulenti ambientali, 33 addetti alla gestione dei materiali e rifiuti pericolosi, e pubblicato una direttiva con «linee guida per il contenimento dei consumi e l’implementazione di sistemi di autoproduzione energetica».

Londra nega l’ingresso a deputato olandese

Filmava donne al supermercato ROMA - Filmava e fotografava con il telefono cellulare scollature e gambe di donne di qualsiasi età che facevano la spesa al supermercato di Roma. Un romano di 25 anni è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della stazione Roma Eur. Nella memory card del telefonino erano state archiviate centinaia di immagini e nel pc di casa sua c’erano centinaia di video.

L’Aeronautica risparmia sulla luce

I 5 vincono 30.772,15 euro. Ai 4 vanno 382,26 euro, ai 3 invece 18,99 euro. Superstar Un solo 5, vince 769.303,75 euro. I 4 prendono 38.226 euro, i 3 invece 1.899. I 2 vincono 100 euro, gli 1 prendono 10 euro, gli zero 5 euro.

BRESCIA - La polizia di Stato ha eseguito ieri mattina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 4 minorenni e un provvedimento di fermo, anch’esso in carcere, nei confronti di un maggiorenne, tutti ritenuti responsabili di numerose rapine e furti nei confronti di coetanei. Un altro, maggiorenne, è ricercato. I cinque provvedimenti sono stati eseguiti all’alba dalla squadra Mobile di Brescia. Si tratterebbe di una banda che agiva alla stazione ferroviaria ai danni di studentesse che venivano derubate di soldi e cellulari. Tra gli arrestati c’è anche una ragazza sedicenne che veniva usata da esca.

Senza biglietto sul bus in nove su dieci a Bari BARI - Su 102 utenti controllati, 91 erano sprovvisti di biglietto: è quanto hanno accertato i carabinieri della Compagnia Bari San Paolo insieme con i controllori dell’azienda barese dei trasporti Amtab, al termine di un servizio tenuto nella mattinata di mercoledì. L’attività di controllo, compiuta nel rione San Paolo, nella fascia oraria dalle 11 alle 13, ha riguardato sette mezzi pubblici.

Gps su uccelli migratori rivela velocità e rotte ROMA - Un mini localizzatore basato sulla luce, montato sul dorso di alcune specie di uccelli migratori, rivela che questi sono da tre a cinque volte più veloci di quanto si immaginasse e capaci di percorrere distanze lunghissime, fino a 500 chilometri in un giorno. I dati, frutto di uno studio condotto fra Europa e Nord America, sono pubblicati questa settimana sulla rivista Science. Nella ricerca per la prima volta le rotte degli animali vengono descritte con precisione.


10 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Oscar Luigi Scalfaro, ex presidente della Repubblica, di nuovo sul palco L’arringa a favore della Costituzione riscalda una folla fatta da giovani

Non voglio temere per la democrazia Oggi i comizi di chiusura, domenica il voto, polemiche a non finire

Sardegna rovente fuori stagione Giorgio Greco

CAGLIARI - Si avvia alle battute finali la campagna elettorale per l’elezione del Governatore e del nuovo Consiglio regionale della Sardegna, un appuntamento che sembra ormai sfuggito dai canoni tradizionali del voto per assumere una valenza e significato che vanno al di là della stretta posta in palio. Quello che uscirà dalle urne che si aprono alle 8 di domenica e si chiudono alle 15 di lunedì appare sempre meno un risultato regionale, in quanto è stata massiccia la presenza di leader nazionali in queste ultime 48 ore. Oggi per la chiusura sono annunciati a Cagliari, giusto per fare pochi nomi, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il segretario del Pd Walter Veltroni, il leader dell’Idv Antonio Di Pietro. Nelle ultime ore, gli arrivi sono stati tanti, da far perdere il conto agli stessi mass media. Tanto per fare un esempio, ieri, a Sassari in serata è giunto, quasi inaspettato, il ministro della Giustizia Angeli-

Renato Soru (Pd)

no Alfano, mentre a Cagliari, quasi «snobbati», hanno partecipato a un dibattito il ministro del Welfare del Governo ombra Enrico Letta e il già ministro del Lavoro Tiziano Treu. Nel capoluogo è giunto nella tarda mattinata anche il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, mentre il ministro della Difesa Ignazio La Russa, dopo una visita ai «Cacciatori di Sardegna», nucleo speciale eliporta-

IncasadelPd nonc’èquiete L’affaireMarino puzzadicongiure

E’ stato un assolo Smantellate in storia e diritto le tesi del Premier ROMA - Da solo sale sul palco, si siede dietro un leggio, circondato da giovani e non dai vertici del Pd, che restano mescolati tra la folla. Da lì Oscar Luigi Scalfaro, novantenne ex capo dello Stato, difende la Costituzione e avverte il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: «In questi giorni ci ha fatto preoccupare, ma noi ci rivolgiamo a lui, con serenità, per non farci vivere giorni nel timore per la patria e la democrazia». Un appello, quasi un avvertimento, che la piazza fa suo, scandendo i passaggi con applausi al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e qualche fischio, subito sedato, verso il premier. Per far scudo al capo dello Stato e replicare agli annunci di Berlusconi di cambiare la Costituzione, il leader del Pd Walter Veltroni non ha voluto una manifestazione di partito in senso classico. C’erano sì le bandiere del Pd, mescolate a quelle dell’Italia dei Valori, ma non ci sono stati a piazza Santi Apostoli interventi di leader politici, che non hanno avuto neanche accesso al palco. «Abbiamo deciso di fare così, sali solo tu e un gruppo di giovani ti sta dietro», spiega Veltroni accogliendo sotto il palco l’ex capo dello Stato. «Ma io non rappresento nessuno», si schermisce Scalfaro e il segretario democratico pronto: «Sicuramente rappresenti me». Scalfaro stringe la mano ad Armando Cossutta, inforca gli occhiali e sale sul palco per smantellare, per mezz’ora, in punta di diritto e di storia le affermazioni del premier. «Chi dice che la Carta è nata da una filosofia

to dei carabinieri di stanza ad Abbasanta, è sceso ad Oristano per una serie di iniziative elettorali. Presenze «illustri» a parte, nelle ultime ore la campagna elettorale è tornata ad accendersi dopo che mercoledì sera i due principali contendenti, Renato Soru per il centrosinistra, e Ugo Cappellacci, per il centrodestra, si sono ritrovati per la prima volta «faccia a faccia» in un studio televisivo. Con loro anche gli altri tre candidati presidenti (il socialista Peppino Balia, e gli indipendentisti Gavino Sale e Gianfranco Sollai) per un dibattito che non ha risparmiato colpi e che ha visto soprattutto il governatore uscente occupare a lungo la scena, pronto ribattere alle accuse su alcuni «temi caldi» come quelli dell’edilizia sulle coste e dell’ambiente, ma anche su lavoro e occupazione. Per la chiusura oggi il confronto sarà molto ravvicinato (il premier e Cappellacci al palazzetto dello sport e Soru alla Fiera, a poche centinaia di metri). Ma soprattutto non si annunciano toni da fair play.

Il presidente Napolitano

Il leghista Umberto Bossi

no la Costituzione come un moloch intoccabile, ma è la stessa carta ROMA - Silvio Berlusconi abbassa a prevedere nell’articolo 138 la posnotevolmente i toni, ma non la sosibilità di essere modificata». Ecco stanza. Nega infatti di aver mai atperchè, prosegue, «chi parla di intaccato il capo dello Stato o la Costitangibilità della Costituzione dice tuzione, ma conferma che la carta una menzogna e finge di dimenticanon è un «moloch intoccabile» core che i cassetti del Parlamento some pretende la sinistra per nasconno pieni di progetti per modificardere le sue divisioni. Il presidente la e molti sono di quella stessa sinidel Consiglio, dopo le polemiche Berlusconi con alcuni ministri dell’attuale Governo stra che ora mi accusa di voler atdei giorni scorsi, cerca dunque di tentare alla Costituzione». Nessuricucire lo strappo con il Quirinana retromarcia neanche sul caso di le. Ma nel farlo, almeno implicitaEluana. Berlusconi annuncia anzi mente, ribadisce l’intenzione di ritempi brevi per il disegno di legge vedere la Costituzione nonostante allo studio del Parlamento. Testo l’altolà dell’alleato Umberto Bossi. che dovrà «impedire qualsiasi for«La sinistra mi ha accusato di aver ma di eutanasia» e soprattutto «il attaccato il capo dello Stato e la Costituzione, della Costituzione: il Cavaliere ci tiene a pun- ripetersi di un fatto per noi inaccettabile e ma non c’è niente di più falso!», attacca il tualizzare di non aver «mai attaccato» la costi- cioè la privazione dell’idratazione e dell’aliCavaliere in collegamento telefonico con ’Pa- tuzione e semmai di averla «difesa» nel pas- mentazione». Il premier approfitta quindi norama del giorno’, su Canale 5. Berlusconi saggio in cui affida al governo «la piena re- del palcoscenico mediatico per lanciare un affronta per prima cosa i rapporti con il Col- sponsabilità di giudizio per quanto riguarda nuovo affondo contro Renato Soru: il candile. «Con il presidente Napolitano - sostiene - l’urgenza e la necessità» dei decreti legge. Un dato del centrosinistra alla poltrona di goverho sempre avuto una cordialità di rapporti riferimento al provvedimento varato dal go- natore della Sardegna, afferma, «ha impoveriche sono sicuro rimarrà tale»; anche perchè verno sul caso di Eluana Englaro e non firma- to i sardi». Qualche ora dopo, il Cavaliere dsi «non ho alcun interesse a non avere buoni to dal Quirinale. Precisato ciò, tuttavia, Berlu- pronuncia sulla maggioranza: “Dobbiamo anrapporti con il capo dello Stato». L’altro tema sconi tiene il punto sulla possibilità che la dare avanti con la costruzione del Pdl perchè che gli sta a cuore è quello della riforma Costituzione possa essere rivista: «Presenta- è questo che la gente chiede al centrodestra”. Federico Garimberti

“Rispetto per la Carta Ma non è un moloch”

comunista lo fa per ignoranza», è la prima ’rettifica’ del ’costituente’ in tono pacato ma deciso. Il refrain del suo intervento è che la Costituzione «è nata per unire e non per dividere e chi la usa per questo è come se la tradisse». L’ex presidente della Repubblica, e con lui il

Pd, si muove su un crinale stretto: difendere Napolitano, ma non dare l’impressione di tirare per la giacca il capo dello Stato, trascinandolo nella battaglia politica. «Il presidente della Repubblica - dosa le parole il senatore a vita - è il supremo tutore della nostra Carta

e noi gli rivolgiamo un saluto, ma ci fermiamo qui perchè il suo ruolo deve essere di assolutà imparzialità». Dalla piazza sale l’applauso così come fischi e qualche ’buuh’ accompagnano l’altolà a Berlusconi. Tra la gente restano mescolati i vari big del partito: Massimo

D’Alema da una parte, Pierluigi Bersani dall’altro lato della piazza, i capigruppo Antonello Soro e Anna Finocchiaro ai lati, Franco Marini un po’ più in là. Non sono loro, né le divisioni interne al partito, i protagonisti della manifestazione, che ricompatta tutti in un momen-

to non certo facile. Veltroni, che ha rinviato la partenza per la Sardegna per essere in piazza, alla fine è soddisfatto: «Sono assolutamente d’accordo con Scalfaro. La Carta è ancora oggi un testo di straordinario valore e attualità e l’idea del presidente del Consiglio di trasferire nelle mani di una sola persona il potere legislativo è estranea alla Costituzione». Veltroni ha anche confermato che la linea del Pd su testamento biologico non cambia, nonostante l’avvicendamento di Ignazio Marino (medico cattolico, sostenitore della libertà di scelta sul ’fine vita’) con Dorina Bianchi (cattolica, considerata su posizioni ortodosse), come capogruppo dei Democratici nella commissione Sanità del Senato. Lo stesso Marino, il leader del Pd Walter Veltroni, i capigruppo Anna Finocchiaro e Antonello Soro si sono affrettati a dichiarare che «non c’è alcun caso Marino», ma si tratta di un «normale avvicendamento», nel tentativo di fugare i dubbi di un cambio di linea su un tema che divide laici e cattolici. Ma nel partito la tensione resta alta, con gli ex Popolari che rivendicano «pari dignità» sui temi etici rispetto gli ex Ds, come fa Beppe Fioroni. L’avvicendamento, votato all’unanimità, è dovuto, dice Anna Finocchiaro, al passaggio, deciso in tempi non sospetti, di Marino alla presidenza della commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema sanitario. Ma il fatto che il cambio sia avvenuto all’indomani della bagarre in Senato per la vicenda di Eluana Englaro, ha sollevato interrogativi all’esterno.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 11

Attualità

L’allarme parte da Bruxelles, si chiede una gestione equa delle risorse Secondo l’Onu il surriscaldamento ridurrà la potabile tra il 20 e 30%

L’emergenzaacquamettearischioilpianeta Quattrocento milioni di euro in più

Per le famiglie italiane avanza la spesa idrica

Un rapporto Federconsumatori lo rivela

ROMA - Acqua sempre più cara per le famiglie italiane. Nel 2008 la spesa annua per le tariffe idriche dei 24 milioni di famiglie italiane è aumentata di 400 milioni di euro rispetto all’anno precedente e, negli ultimi dieci anni, è cresciuta del 68%. È quanto emerge dal VII rapporto presentato dall’Osservatorio nazionale tariffe e servizi di Federconsumatori, che evidenzia anche che il primato negativo per la spesa più alta va ad Arezzo e Reggio Emilia, mentre Milano e Cuneo sono le città dove il servizio idrico è meno costoso. Per una famiglia tipo che consuma 200 metri cubi di acqua per uso domestico le tariffe hanno registrato un aumento di 16 euro rispetto al 2007, pari ad una spesa media annua nazionale per il 2008 di 297,7 euro. L’aumento medio annuo delle tariffe, secondo l’indagine, è del 5,2%, ovvero una velocità quasi doppia rispetto all’inflazione media, al +2,75%: nell’ultimo decennio (tra il 1998 e il 2008) la spesa è aumentata di 120 euro.

Il consumo aumenta molto più in fretta della crescita demografica BRUXELLES - La carenza d’acqua è destinata ad accentuarsi e avrà conseguenze sociali devastanti, per le tensioni sociali che si moltiplicheranno fino a trasformarsi in guerre più aspre di quelle combattute per il petrolio. A lanciare l’allarme da Bruxelles diverse personalità tra cui Mikhail Gorbaciov e il principe Alberto di Monaco, che chiedono ai leader mondiali di inserire, nelle misure anticrisi, anche una gestione più equa e responsabile delle risorse idriche, attualmente distribuite con grande squilibrio tra i paesi del mondo. «L’accesso all’acqua è un diritto fondamentale dell’uomo e i leader che si accingono a ridefinire l’architettura dell’economia mondiale devono tenerlo in considerazione», ha detto ieri l’ex leader Urss, presidente del Forum politico mondiale, aprendo i lavori della conferenza Fare pace con l’acqua, ospitata dal Parlamento europeo. Per Gorbaciov, l’approvvigionamento delle risorse idriche «è un problema politico che i leader mondiali non stanno affrontando nel modo giusto». Un problema, spiega, «aggravato dai cambiamenti climatici». Il surriscaldamento del pianeta altererà le precipitazioni e porterà ad una riduzione di acqua po-

I dati arrivano dalla conferenza “Fare pace con l’acqua” ospitata dal parlamento europeo

tabile compresa tra il 20% e il 30%, secondo i dati Onu citati dal presidente. A soffrirne sarà principalmente l’agricoltura (l’80% dell’acqua viene impiegata per irrigare i campi) e il crollo delle coltivazioni porterà ad un aumento dei prezzi. Ma oltre alle perdite economiche, anche nelle economie più robuste, il pericolo più grande resta l’instabilità sociale, soprattutto nelle aree dove la pressione demografica è maggiore e dove l’accesso alle risorse idriche è sotto il controllo delle forze politi-

che. Come accadde qualche anno fa con la tensione tra Libano e Israele per il controllo delle acque al confine: «Sharon disse chiaramente ai libanesi che era disposto a fargli guerra se avessero accampato pretese sui laghi al confine», ha raccontato Gorbaciov. Secondo un rapporto dell’Onu citato dal presidente, circa un miliardo di persone nel mondo soffre per la mancanza di acqua e non solo nei Paesi in via di sviluppo ma «anche nell’Europa dell’Est dove quella corrente è inqui-

nata». Inoltre, ha aggiunto Gorbaciov, «l’80% delle malattie contagiose sono il risultato della scarsità di risorse idriche». La penuria è determinata soprattutto dal fatto che «il consumo di acqua aumenta più in fretta della crescita demografica», ha spiegato il capo della direzione generale Ambiente della Commissione Ue, Karl Falkenberg, che si è unito all’appello lanciato oggi da Bruxelles ai leader di tutto il mondo: agire subito, non solo per combattere la crisi ma per evitare la guerra dell’acqua.

Replica alle accuse della “premiere dame” che criticava il ritardo italiano nel pagare le quote al Fondo Globale di lotta all’Aids

Frattini alla Bruni: “Facciamo molto per l’Africa” “Il continente è un’opportunità e gli sarà dedicata una sessione al G8” ROMA - L’Italia fa già molto per l’Africa, «un continente che rappresenta un’opportunità e certo non un problema», tanto che il governo ha deciso di dedicarle una sessione del vertice G8 di luglio alla Maddalena. È decisa la replica del ministro degli Esteri, Franco Frattini, alle dichiarazioni della premiere dame di Francia, Carla Bruni, che si è detta «dispiaciuta» del ritardo nel versamento della quota italiana per il Fondo globale per la lotta contro l’Aids, alla malaria e al tubercolosi, di cui la signora Sarkozy è ambasciatrice. È l’ennesimo capitolo di una storia difficile, quella dei rapporti tra l’ex modella dal doppio passaporto italo-francese e il suo Paese d’origine, dopo il suo intervento a favore dell’ex brigatista Marina Petrella (e i sospetti - poi smentiti - di aver avuto un ruolo anche nel caso Cesare Battisti in Brasile) e le sue dichiarazioni sull’ «imbarazzo» di essere italiana. Il botta e risposta sugli aiuti alla lotta alle malattie che devastano il continente africano si consuma proprio mentre sia Carla Bruni

Si avvierà un tavolo tecnico su infrastrutture

Memorandum d’intesa tra Roma e Santiago del Cile ROMA - Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, e il ministro cileno dei Lavori Pubblici, Sergio Bitar Chacra, hanno firmato il Memorandum d’intesa tra i due Paesi sulla cooperazione nel settore delle infrastrutture. Attraverso l’intesa i due ministri hanno espresso la comune volontà di rafforzare le relazioni di amicizia e collaborazione tra i due Paesi nell’ambito delle infrastrutture promuovendo un proficuo scambio di tecnologie ed esperienze. L’incontro con il ministro Bitar è stato «allo stesso tempo cordiale e proficuo - ha dichiarato il ministro Altero Matteoli al termine del vertice - abbiamo avuto modo di verificare lo stato delle relache Frattini si trovano una in Burkina Faso, l’altro in Sierra Leone. Dopo le tappe in Angola e Nigeria, il titolare della Farnesina ha infatti proseguito la sua missione visitando ieri l’ospedale italiano di Makeni (150 chilometri a nord-est di Freetown), indicandolo come «la

risposta» migliore a chi avanza critiche verso l’impegno dell’Italia in Africa. La moglie del presidente francese, rispondendo a una domanda del Corriere della sera sul rischio che l’Italia venga estromessa dal board del Fondo globale per non aver

ancora versato i 130 milioni di euro promessi, aveva detto di essere dispiaciuta per la scelta dell’Italia. «Andrò al G8 della Maddalena per sollecitare che i grandi Paesi diano l’esempio - aveva aggiunto -. Bisogna dare un contributo ai più deboli, anche se l’Italia con la crisi

zioni tra i due Paesi. Molto positivo è stato l’apprezzamento del collega Bitar verso le numerose imprese italiane che operano con successo in Cile, mettendo a disposizione le proprie conoscenze tecnologiche che sono all’avanguardia e le proprie esperienze per l’ammodernamento e la realizzazione di nuove infrastrutture». Conclude Matteoli: «Ho assicurato all’esponente di governo cileno la massima collaborazione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti affinchè la cooperazione tra i due Paesi possa essere promossa e arricchita con sempre maggiore intensità. A tal fine si è comunemente deciso di istituire un tavolo tecnico tra i due Paesi». ha problemi importanti». Pur senza citarla, è intervenuta anche la Farnesina per precisare che i finanziamenti «possono essere versati entro la fine dell’anno solare» e che quindi è fuori discussione che l’Italia venga estromessa dal Consiglio del Fondo.

Il botta e risposta sugli aiuti avviene proprio mentre Carla Bruni e Frattini si trovano una in Burkina Faso e l’altro in Sierra Leone

Le affermazioni della premiere dame suscitano una levata di scudi dalle fila del Pdl: «Come al solito la Premiere dame è scarsamente informata e dalle scarse informazioni lette sulla stampa francese deduce una cosa assolutamente non vera e cioè che l’Italia, presidente di turno del G8, è fuori dal Consiglio del Fondo per la lotta all’Aids». Lo ha detto in una nota Margherita Boniver, deputata del Pdl e Presidente del Comitato Schengen. «Credo che se gli assistenti della Bruni si rivolgessero alla ambasciata italiana a Parigi ha aggiunto l’ex sottosegretario agli Esteri - potrebbero avere tutti i dati che palesemente le mancano». Sulla questione è intervenuto il portavoce di Forza Italia Daniele Capezzone: «Spiace leggere dichiarazioni polemiche - speriamo frutto di una cattiva interpretazione della stampa - nei confronti dell’Italia: la cosa crea sorpresa a maggior ragione se si considera che proprio in queste ore il Ministro degli Esteri Frattini è in Africa, allo scopo di confermare gli impegni italiani»


12 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

Sanremo, il peperoncino se la canta

Non solo Festival della Canzone: quest’anno la città dei fiori ospiterà anche “Sanremo Piccante”, manifestazione dedicata al peperoncino di Calabria, prossimo a diventare IGP di Ludovico Casaburi ROMA - Come ogni anno, la manifestazione canora nazional-popolare del Festival di Sanremo arriva ad allietare le serate degli italiani, tra esibizioni, giurie demoscopiche, ospiti e dibattiti più o meno giustificati. La principale novità di quest'anno però - per quello che ci interessa - ha poco a che vedere con il bel canto: assieme al festival tricolore più famoso infatti, stavolta nella settimana sanremese sarà celebrato uno dei prodotti simbolo della Calabria, il nostro peperoncino. In mancanza di interpreti calabresi sul palco dell'Ariston - né tra i "big", e né tantomeno tra le giovani promesse v'è traccia in questo 2009 di conterranei - quest'anno il calabrese protagonista sarà proprio il

peperoncino IGP di casa nostra, vera star della rassegna "Sanremo Piccante", dodicesima edizione dell'iniziativa ideata e organizzata dall'Academia Italiana del Peperoncino in collaborazione con la “Delegazione accademica di

“Sanremo è una vetrina eccezionale per pro m u o v e re il peperoncino che otterrà tra poco il riconoscimento del marchio europeo”

Una veduta di Sanremo, città che ogni anno ospita il Festival della Canzone Italiana

Sanremo”. "È questa una occasione molto importante per il diavolillo calabrese", sottolinea il presidente dell'associazione, Enzo Monaco. "Sanremo è una vetrina eccezionale per promuovere il nostro peperoncino, che grazie all’impegno dell’Assessorato regionale all’agricoltura sta per ottenere il riconoscimento del marchio europeo”. Per tutta la settimana del Festival, dal 15 al 21 febbraio prossimi, in sei ristoranti della città dei fiori verrà presentato nel menù un piatto col peperoncino. Chi lo consumerà avrà in omaggio una esclusiva confezione di peperoncino di Calabria IGP. Questi i ristoranti e i piatti che partecipano all’iniziativa: il Ristorante “Rex” presenta “Mandilli de sea con pesto siciliano”; “da Tino” si potrà invece gustare una “Farinata con gianchetti e peperoncino”; al “ S o m m e rgibile” invece si punta tutto su “Gianchetti, carciofi e peperoncino”; al ristorante “4 Stagioni” è tutto un programma l’invitante “Tonno in crosta con salsa di zenzero e bruschetta gratinata al peperoncino”; ancora, da “Mister Bast” si va in tavola con i “Moscardini in guazzetto bastardo”, mentre alla trattoria “la Madonnina” con una succulenta “Guancia di manzo alla berbera”. Prevista per il 14 febbraio anche una "rovente" conferenza stampa di presentazione con tanto di "cocktail piccante" e una mostra di “specialità infuocate” nelle centralissima Via Agosti di Sanremo. Sebbene non ancora dotato del marchio di Indicazione Geografica Protetta, la strada verso la prestigiosa etichetta è ormai spianata

per il diavolillo, così come aveva tenuto ad annunciare qualche tempo fa l'Assessore regionale all'Agricoltura, Mario Pirillo, in occasione dell'ultimo "Peperoncino Festival" tenutosi a Diamante: "A breve il peperoncino calabrese otterrà il marchio di Indicazione geografica protetta. Il riconoscimento per cui mi sono tanto battuto varrà per tutti i comuni e quindi mi auguro che tutti lo coltivino e che si metta fine a una

inutile diatriba campanilistica tra le diverse zone della Calabria", aveva sottolineato Pirillo. "Non si tratta di un modo per chiuderci a riccio sui nostri prodotti - concluse - ma le nostre specialità devono avere la precedenza. Una volta ottenuto il riconoscimento, infatti, avremo la possibilità di preparare una legge regionale che ne specifichi le proprietà organolettiche in modo da poterlo distinguere dagli altri".

Il diavolillo più famoso, il peperoncino di Soverato, è in realtà un’invenzione del comico Franco Neri

“Piccante, ma così piccante che...”

Se su internet si effettua una ricerca che ha come oggetto il peperoncino, tra i primi risultati ottenuti farà bella mostra di sé il “peperoncino di Soverato”. In realtà, questa particolare varietà di uno degli ingredienti più amati dai calabresi in effetti... non esiste. Come molti fan del micidiale comico e cabarettista Franco Neri sapranno infatti, il suddetto peperoncino di Soverato è nient’altro che un’invenzione mediatica, utile ai racconti che lo stesso Neri, torinese di nascita ma “generato da calabresi”, fa in merito alle usanze (spesso gastronomiche) dei suoi parenti durante le apparizioni televisive in programmi come l’arcinoto "Zelig" o in altre del genere. Così, tra una colomba pasquale che si alza in volo dopo essere venuta a contatto con il famigerato prodotto soveratese, e una lasagna che aumenta di volume e quindi addirittura si moltiplica

nella teglia solo alla vista del diavolillo, ecco che nasce il mito del peperoncino dalle fantasiose proprietà curative o “che è chiù forte del viagra”. Del resto, lo stesso Franco Neri, in una trasmissione televisiva ebbe modo qualche tempo fa di spiegare che l'idea di dotare Soverato di un suo potentissimo peperoncino gli era nata mentre si trovava a cena con degli amici, cena durante la quale è rimasto "vittima" del famoso ingrediente che gli è andato di traverso lasciandolo “bruciato nel gargarozzo”. Vero e proprio “testimonial” della Calabria come di Soverato grazie dunque alla geniale intuizione del comico piemontese, il peperoncino avrebbe anche, però, scatenato qualche piccola invidia di natura campanilistica da parte degli abitanti della vicina Satriano, secondo molti - principalmente gli stessi satrianesi - la

“vera” patria del piccante di Calabria. Come in ogni querelle che si rispetti, tempestiva è stata la risposta dei soveratesi, arrivata attraverso una nota della fiduciaria Marisa Gigliotti dell’associazione “Slow Food”, in cui si leggeva: “Dietro la felice espressione con cui il popolare comico Franco Neri ha legato il nome di Soverato al peperoncino c’è del vero; esiste sì, un peperoncino di Soverato, ma forse sarebbe meglio chiamarlo di Soverato Superiore”. La realtà racconta invece che non esiste un peperoncino specifico dell’una o dell’altra città, mentre esiste, eccome, il peperoncino calabrese, che sarà presto prodotto IGP, compagno d’avventura di ogni mensa calabrese che si rispetti e universalmente noto anche per le proprietà terapeutiche (ma non miracolose).

Il comico e cabarettista Franco Neri

Lu.Cas.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 13

Speciale

LA DENUNCIA

Ci sono tre ore per salvarsi dall’ictus ma in Italia scarseggiano i centri

Ricerca giapponese svela che il cervello la avverte allo stesso modo

L’invidia fa male quanto un dolore fisico ROMA - L’invidia è un sentimento doloroso quanto meschino, infatti il nostro cervello avverte questa livorosa gelosia allo stesso modo di come il nostro corpo sente un qualsiasi dolore fisico, come per esempio quello causato da una slogatura della caviglia. Infatti Hidehiko Takahashi dell’Istituto Nazionale di Scienze Radiologiche a Inage-ku, Chiba, in Giappone, ha dimostrato utilizzando la risonanza magnetica che l’invidia accende nel cervello esattamente le stesse aree attivate dal dolore fisico. E non è tutto, un altro sentimento tutt’altro che nobile per nominare il quale dobbiamo prendere in prestito la parola ’schadenfreudè dal vocabolario tedesco, ovvero provare piacere dal dolore altrui, accende le aree dell’appagamento, ossia dà una sferzata di piacere come quella che nasce dall’assaporare una barretta di cioccolato, oppure dal sesso o da una droga.

Il nostro cervello avverte la gelosia allo stesso modo di come il nostro corpo sente un qualsiasi dolore fisico: la scoperta è dovuta a studiosi giapponesi

Polemiche roventi negli Stati Uniti dopo il caso degli otto gemelli Alcune cliniche di Los Angeles promettono pargoli persino su design

Seilbimboescedalcatalogo Nadya Suleman, la donna americana che in un solo colpo con l’inseminazione artificiale ha unito otto gemelli ai sei figli che già aveva, viene intervistata dalla Nbc

Per ottenere il risultato si sorvola spesso sulle regole NEW YORK - La madre degli otto gemelli della California esce brevemente allo scoperto tra polemiche e minacce: Nadya Suleman, la donna di 33 anni che in sette anni ha collezionato in totale di 14 figli, si è confessata sulla Nbc. «Provvederò ai bambini da sola, fermerò la mia vita per loro e sarò sempre presente nelle loro vite. Quanti altri genitori possono dire di essere disposti a fare altrettanto?», ha proclamato Nadya mentre la rete tv mostrava in esclusiva le foto dei suoi nuovi ’gioiellì, sei maschietti e due femminucce, tutti con nomi biblici, addormentati nelle incubatrici. La saga di Nadya, che non ha un reddito certo, nè un marito o un compagno per sostenere la vasta famiglia, ha puntato i riflettori sui limiti etici dell’inseminazione artificiale, tra medici che promettono bimbi su ’design’ - al Fertility Institute di Los Angeles si può scegliere sesso e tratti fisici del neonato - e che assecondano scelte estreme come quelle della Suleman, soprattutto in tempi di recessione. Nel 2008 l’associazione americana dei medici per la fertilità ha adottato linee guida che limitano a uno, massimo due, il numero degli embrioni per impianto nelle donne sotto i 35 anni, ma non ci sono leggi che facciano applicare queste norme. In assenza di un quadro legislativo di riferimento molti medici aumentano il numero di embrioni per impianto per migliorare le chance di successo. Secondo dati federali nel 2006 solo l’11 per cento degli impianti era stato fatto con un solo embrione. Il caso di Nadya è così clamoroso che le polemiche sono a tutto cam-

Ok della Cassazione al ricorso di un commerciante umbro, che però è morto nelle more del verdetto

Nessun test sul malato senza informarlo

Un verdetto tardivo

ROMA - Eseguire un test anti Hiv o qualunque altro trattamento senza il consenso del paziente può costare caro a medici e ospedale. Anche nei casi di «necessità clinica» il malato deve essere sempre informato e può

anche decidere di cambiare struttura prima di sottoporsi a test diagnostici o protocolli terapeutici. I giudici della terza sezione civile della Cassazione hanno accolto il ricorso presentato nel 2004 da un paziente affetto da Hiv che però è morto in attesa della decisione della Cassazione. Il ricorso è stato infatti «tenuto in piedi» dagli eredi di Luigi R., un commerciante della provincia di Perugia, ed è stato accolto dalla Cassazione che con la sentenza 2468 ha ribaltato le decisioni di merito. Sia il tribunale che la Corte d’appello di Perugia avevano infatti respinto la richiesta di risarcimento danni, per 1 miliardo di lire, avanzata dal commerciante. La vicenda di Luigi R. risale al 1996,

quando venne ricoverato in un ospedale della zona per un forte attacco febbrile con una diagnosi di grave insufficienza di globuli bianchi. I medici, senza chiedergli nulla, eseguirono il test Hiv con esito positivo. Nell’atto di citazione che il paziente notificò a medici e ospedale nel settembre 1997, veniva sottolineato che in poco tempo le notizie sulla salute di Luigi R. «erano note sia all’interno che all’esterno dell’ospedale». Ciò avrebbe provocato, ricordano i giudici della Corte, «un grave pregiudizio personale e patrimoniale» tanto più che Luigi R., in seguito alle voci che si erano sparse sul suo conto, fu costretto a chiudere il negozio.

po. Accostando una foto di mamma Suleman a una di Angelina Jolie, il sito Huffington Post ha sostenuto che l’ex Lara Croft di Hollywood (sei figli finora) è il modello a cui si ispira Nadya: «Nelle foto prima del parto sono molto diverse, ma oggi si assomigliano come due gocce d’acqua», ha scritto la columnist Kathleen Thompson secondo cui la mamma dei gemelli si è rifatta le labbra e il naso per avvicinarsi anche fisicamente al look dell’attrice. Nadya e i suoi primi sei figli (età compresa tra i due e i sette anni) si sono trasferiti in una «località segreta», ha detto Michael Furtney, dopo esser stati inondati da una valanga di messaggi e telefonate ostili. Il malcontento è alimentato dal fatto che i contribuenti della California, uno stato le cui casse da mesi sono sull’orlo della bancarotta, rischiano di doversi accollare le spese per il mantenimento dei 14 bambini. Nadya ha finora mantenuto i primi sei figli con l’aiuto di un sussidio di 490 dollari e l’assegno della Social Security per invalidità di tre dei bambini, uno dei quali autistico. L’aiuto pubblico aumenterà con l’allargamento della famiglia e la donna ha aperto un sito web in cui invita a lasciare un contributo. Secondo stime federali, allevare 14 figli per una ragazza madre in California costa tra 1,3 e 2,7 milioni di dollari. Intanto l’ospedale dove gli ’ottupletti’ hanno visto la luce e dove passeranno ancora due-tre mesi ha chiesto di essere rimborsato da Medicaid, la mutua statale per i poveri: la cifra non è stata resa pubblica ma potrebbe superare il milione di dollari.


14 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE Il circolo del buon governo di Catanzaro sostiene la fondazione presieduta da Irene Pivetti di cui è promotrice insieme all’onorevole Nicola Formichella

Ferrara a fianco di “Learn to Be Free” «Mi auguro che la maratona di solidarietà di San Valentino possa incontrare la sensibilità di tutti» CATANZARO — Il circolo del buon governo di Catanzaro sosterrà l’azione della fondazione sociale “Learn to Be Free” guidata da Irene Pivetti così come sottolineato dal presidente del circolo Aldo Ferrara, che di ritorno dal recente incontro avuto a Roma con la stessa Irene Pivetti, si è dimostrato disponibile a rispondere alle nostre domande. Perché il Circolo del buon governo di Catanzaro ha deciso di sostenere la fondazione sociale “Learn to Be Free”? «La nostra associazione ha sempre avuto fin dalla sua costituzione una forte sensibilità riguardo l’esigenza di coniugare lo sviluppo economico con la responsabilità sociale. Appare quindi naturale voler essere a fianco di una fondazione che si prefigge tra i propri obiettivi quello di favorire l’accesso al lavoro e all’istruzione, intesi come primo strumento di emancipazione per persone in difficoltà economiche, sociali e culturali. Tanto più quando tale iniziative sono promosse da personalità di così alto valore ed autorevolezza come il presidente Pivetti. Tale impegno assume un significato ancora più rilevante in considerazione delle conseguenze della crisi economica in atto che impone un impegno ancora più marcato riguardo le fasce sociali più deboli che, in tale congiuntura, risultano quelle più esposte. La nostra associazione darà quindi il proprio contributo di idee ed ener-

Irene Pivetti è lieta di presentare “Learn To Be Free”, la fondazione sociale di cui è promotrice insieme all’onorevole Nicola Formichella. Nata originariamente grazie alla disponibilità di alcune aziende orafe, Ltbf si è sviluppata in un primo momento soprattutto nell’ambito delle Imprese del lusso, sensibili all’esigenza di coniugare allo sviluppo economico delle proprie attività la responsabilità sociale d’impresa. L’occasione del debutto della Fondazione è stata infatti la tavola rotonda “Il Lusso Responsabile”, svoltasi lo scorso 9 luglio presso Palazzo Valdina a Roma, alla presenza tra gli altri di Simone Cipriani, responsabile per l’Africa dell’International Trade Center dell’Onu, Alessandro Masini, Presidente di Newd Italia, Antonio Franceschini, responsabile nazionale Cna Federmoda, Giovanni Perrone, presidente del Consorzio Oro Italia. Nel tempo, accanto ai temi centrali del “Lusso Responsabile” e del Gioiello Etico, Ltbf ha ulteriormente delineato e arricchito la sua identità, i suoi progetti, le sue finalità. «“C’è un debito di riconoscenza verso chi lavora. E’ questo il motivo che mi ha fatto pensare alla Fondazione - con queste parole il presidente Pivetti spiega cos’è Ltbf, probabilmente il suo progetto più ambizioso, in cui crede fortemente e a cui sta dedicando tanto impegno e passione - una iniziativa che nasce proprio per cogliere un obiettivo, oggi più che mai, di importanza strategica: favorire l’accesso al lavoro e all’istruzione, intesi come primo strumento di emancipazione per persone in difficoltà economiche, sociali e culturali». Ltbf è un programma di intervento sociale ed umanitario, nato con lo scopo di unire solidarietà e lavoro. Questi i suoi obiettivi: favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro, con particolare riguardo ai soggetti svantaggiati per condizioni sociali, culturali, economiche, anagrafiche; promuovere il dialogo tra Imprese e Istituzioni, non solo al fine di fare il miglior uso

sulle frequenze nazionali del circuito Odeon Tv. Questa “maratona” ha il fine di raccogliere fondi per una categoria di persone in difficoltà; nello specifico il ricavato di questa prima edizione sarà destinato al progetto “Porte Aperte”, volto alla formazione dei ragazzi ex detenuti nel carcere minorile di Benevento. Mi auguro che questa maratona di solidarietà possa incontrare la sensibilità e solidarietà di tutti». Numerosissimi i progetti culturali realizzati da “Learn to Be Free”. Ci spiega i principali? «In collaborazione con aziende, consorzi ed associazioni di categoria, “Learn to Be Free” promuove progetti di sviluppo di impresa, o elabora strategie di resistenza alle fasi critiche, così da incrementare, o in casi critici proteggere, le persone che lavorano e il loro lavoro. Per questo motivo essa promuove, quando necessario, anche una pluralità di iniziative di formazione, finalizzate appunto all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Tuttavia è bene sottolineare che la fondazione non promuove alcun percorso formativo se non sia chiaramente individuato in anticipo uno sbocco occupazionale. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, vorrei elencare alcuni dei progetti nei quali attualmente si esplica la sua azione come: “Traslochi” per formare personale con mansioni di traslocatore e, nello specifico, di imballatrice. Il centro di formazio-

ne pilota è ubicato a Frosinone, con la proiezione dell’attività lavorativa su tutto il territorio nazionale. Il progetto coinvolge società e consorzi del settore. “Network servizi immobiliari” è un progetto promosso per aiutare un prestigioso network di società di servizi immobiliari a costruire una rete integrata di servizi condivisi fra più reti di diversi brand del settore. Ciò determina la creazione di numerosi posti di lavoro di carattere amministrativo e gestione dati, destinati nella maggior parte a persone portatrici di handicap. “Manager del turismo” un progetto che “Learn to Be Free” ha presentato, insieme ad “Italia vola”, associazione culturale di operatori del turismo (albergatori, ristoratori, etc.) per la formazione e successiva assunzione di quaranta giovani donne, ai sensi della l.125, con competenze di Manager del turismo (food & beverage, accoglienza e animazione). Il progetto è stato presentato grazie alla collaborazione dell’istituto Progetto Donna di Bologna, che ha curato la redazione del progetto. I corsi si terranno nelle regioni Sicilia e Basilicata... Potremmo continuare a parlare per ore dei progetti promossi e portati avanti da questa realtà guidata da Irene Pivetti; l’ultimo che vorrei citare è quello di “Animatore turistico” poiché il progetto pilota è situato nella nostra regione».

Numerosi i progetti promossi dall’Ltbf Circa venti nei vari ambiti di interesse

nato all’istruzione di 90 bambini rimasti orfani a causa dell’aids. Per arginare almeno in parte la fuga di professionalità di alta qualificazione dall’Italia verso l’estero, Ltbf promuove il progetto Master Mind Back, volto ad incentivare il rientro in Italia e l’inserimento professionale di quegli studenti italiani che si siano recati privatamente negli Stati Uniti per frequentare master in Business Administration. “Master Mind Back” è un progetto innovativo e in controtendenza rispetto alla tanto deprecata “fuga dei cervelli” dall’Italia. Un vantaggio sia per lo studente che per le Imprese. I primi avranno la possibilità di vivere nel proprio Paese, venendo inseriti in Aziende in cui crescere professionalmente e vedere riconosciute le professionalità acquisite fuori. Le seconde potranno giovarsi di un capitale umano ricco di competenze, tali da permettere loro, in particolare nelle aree più svantaggiate del Mezzogiorno, un importante salto di qualità nella competitività dell’azienda stessa. Ltbf, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, promuove la valorizzazione della cultura del gioiello nel bacino del Mediterraneo, ed il recupero delle professionalità orafe tradizionali. “Oro e lavoro - Il gioiello nel Mediterraneo” sostiene studi, ricerche, mostre ed eventi culturali dedicati alla cultura del gioiello, antico e moderno, nonché corsi di formazione professionale, anche ad alta specializzazione, per le attività artigianali della filiera produttiva del gioiello. Tra questi citiamo il progetto pensato in collaborazione con un affermato marchio italiano della gioielleria, che prevede la creazione, nella città di Roma, di una scuola orafa destinata a produrre professionalità ad alta specializzazione nell’ambito della lavorazione dell’oro, delle pietre e dei metalli preziosi. Ltbf promuove inoltre, in collaborazione con Leonardo International, un progetto editoriale multimediale dedicato all’Oro e al Gioiello.

Nella foto Aldo Ferrara

gie nei progetti e nelle iniziative promosse dalla fondazione». Ci parli di “Learn to Be Free”. E’ vero che ha uno staff interamente costituito da giovani? «Sì, le nuove generazioni sono il cuore pulsante della fondazione e sarebbe giusto che loro diventassero anche i veri protagonisti della nostra società, giocando un ruolo strategico finalizzato allo sviluppo». Molte le iniziative promosse dalla fondazione guidata da Irene Pivetti. Tra queste la no-stop televisiva che andrà in onda la notte di San Valentino. Cosa ne pensa? «“La Notte di San Valentino” è uno speciale televisivo di fund-raising condotto da Irene Pivetti in onda

“La Notte di San Valentino”, uno speciale televisivo in onda sulle frequenze nazionali del circuito Odeon Tv per raccogliere fondi da destinare alla formazione dei ragazzi ex detenuti nel carcere minorile di Benevento

Irene Pivetti

dei finanziamenti pubblici messi a disposizione per favorire lo sviluppo, ma proponendo di individuare strumenti normativi che pongano l’imprenditore sempre più in condizioni di perseguire, nello svolgimento della sua attività, quei valori etici oggi irrinunciabili per una crescente quota di consumatori; creare una rete di relazioni tra imprese, piccole e medie in particolare, che consenta alle aziende che aderiscono a Ltbf non solo di contribuire allo sviluppo delle attività solidali, ma al tempo stesso di rafforzare il proprio businnes. Accanto a Impresa e Istituzioni, Ltbf collabora con le Associazioni no profit, interlocutori privilegiati e fondamentali nella realizzazione di progetti e iniziative. “All win game”: oltreoceano viene definito in questo modo un “gioco in cui tutti vincono”. Ltbf, nell’intenzione dei suoi promotori, vuole essere proprio questo, un “gioco” in cui a vincere siano tutti i “partecipanti”: solidarietà, impresa, etica e lavoro.

Ltbf vede protagonista uno staff formato interamente da giovani, voluto fortemente da Irene Pivetti e dall’onorevole Formichella: a testimoniare che le nuove generazioni possono essere protagoniste di sviluppo e iniziativa, e avere un ruolo attivo nella nostra società. Ognuno di questi giovani professionisti, tutti laureati nelle più diverse discipline, ha quindi la possibilità di dare il proprio contributo di idee ed energie alla Fondazione, a partire dalle proprie competenze: dall’organizzazione ai progetti, dalla comunicazione alle relazioni internazionali, dalla ricerca al diritto. Ltbf è ad oggi promotore di circa venti progetti nei vari ambiti di interesse della Fondazione. Di seguito un breve cenno ad alcuni di essi. “Lusso Responsabile”. Ltbf collabora con alcune importanti aziende operanti nel settore del lusso, sensibili all’esigenza di coniugare allo sviluppo economico delle proprie attività la Responsabilità Sociale d’Impresa. In particolare, in collaborazione con alcune orga-

nizzazioni internazionali, tra cui l’International Trade Center - Itc di Ginevra (istituzione creata congiuntamente dall’Onu e dalla Wto), fa proprie le linee programmatiche indicate dalla Cibjo (Confederazione Mondiale dei Gioiellieri) e concentra la sua attenzione sul tema del Gioiello etico, cioè l’individuazione di criteri pubblici, ragionevoli ed adeguati per rendere trasparente la filiera produttiva dei preziosi. Il prodotto di lusso diventa così non più solo uno status symbol, mera rappresentazione di qualcosa di superfluo, ma promotore di coscienza etica, di crescita professionale ed economica nelle realtà svantaggiate, come l’Africa e alcune regioni del Mediterraneo. Con “Right to the rights”, Ltbf sostiene,inpartnershipconalcunilegaliitaliani ed internazionali, l’azione di mediazione e conciliazione pro bono, ma anche di gratuito patrocinio, nell’ambito del Diritto del lavoro, in particolare per la tutela dei diritti delle donne lavoratrici. Il progetto denominato “Donne S. O. S. (Seniors Out of Standard) ” è realizzato in partnership con l’Associazione ProDoMed (Progetto Donne Mediterraneo), ed è volto ad aiutare le donne con oltre quarantacinque anni di età ad entrare o rientrare nel mondo del lavoro, anche se prive di competenze professionali aggiornate o di qualità competitive. Il progetto è dedicato in particolare alle regioni del Mezzogiorno d’Italia. “Villaggio Tumaini” riguarda il Continente africano, area in perenne emergenza alimentare e sociale, in cui Ltbf è molto attiva dando sostegno a chi offre istruzione di base e formazione professionale. Ltbf supporta l’opera dell’Associazione "Comunità solidali nel mondo - Onlus", per il progetto del Villaggio Tumaini, in Tanzania, desti-

Rita Macrì


Pag. 15

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Venerdì 13 Febbraio 2009

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

OPERAZIONE GOLDEN HOUSE La Procura vuole verificare se vi siano delle responsabilità ad un livello diverso

Si indaga sulla variante al Prg di Vibo Chi, in realtà, non ha adempiuto ai propri doveri? E’ solo una questione tecnica? VIBO VALENTIA — Se il prosieguo del-

le indagini, nell’ambito dell’inchiesta Golden House, ha preso un preciso indirizzo, evidentemente è perché la Procura della Repubblica di Vibo Valentia vuole verificare se vi siano delle responsabilità ad un livello diverso, per non dire più alto, e che toccano anche, o essenzialmente, la struttura ammnistrativo-politica. Lo si evince dalle iniziative che si susseguono a livello di indagine, con la terza visita degli agenti di polizia tributaria della Guardia di Finanza negli uffici di Palazzo Luigi Razza. Questa volta, infatti, l’attenzione dei militari, in questo senso indirizzati dal sostituto procuratore Silvia Golin, si è concentrata sulle pratiche inerenti le norme tecniche di attuazione del Piano regolatore ancora vigente, quello che a Vibo Valentia viene conosciuto col nome di “variante Karrer”. Intanto, lo scontro si fa feroce, con il sindaco Franco Sammarco che, di fronte alle iniziative del suo assessore all’Urbanistica, Carmelo Aiello, ha deciso di chiedere conforto e sostegno all’intero gruppo di maggioranza, all’uopo convocato per questo pomeriggio. È bene ricordare che l’ipotesi accusatoria si basa su presupposti che, secondo l’architetto Giacomo Consoli, responsabile dell’Ufficio Urbanistica del Comune ed al momento “capro espiatorio” dell’intera vicenda, sarebbero “del tutto infondati”. Cerchiamo di capire perchè. Innanzitutto, dalla relazione della Guardia di finanza, si legge che “i permessi a costruire non potevano essere concessi perché in violazione di norme di legge e degli strumenti urbanistici vigenti” e questo perché, “si accertava che le costruzioni realizzate abusivamente in una area classificata dall’ing. Versace (Piano di interventi infrastrutturali di emergenza e prima sistemazione idrogeologica) a rischio R3”. Discorso ineccepibile, se così fosse. Ma, ecco spuntare tutta una serie di anomalie che potrebbe aver indotto la procura all’errore di limitarsi ad indagare solo il livello tecnico-dirigenziale e non amministrativo-politico (se mai questo fosse vero). Bisogna premettere che nel dicembre del 2001, la Regione Calabria approvava il Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico (Pai) notificato con raccomandata A/R al Comune di Vibo Valentia tre mesi dopo. Il Pai ha valore di piano territoriale di settore e rappresenta lo strumento conoscitivo, normativo e di pianificazione mediante il quale l’Autorità di Bacino della Regione Calabria (Abr), pianifica e programma le azioni e le nor-

me d’uso finalizzate alla salvaguardia delle popolazioni, degli insediamenti, delle infrastrutture e del suolo. Pertanto il Pai assume il valore sovraordinatorio sulla pianificazione locale. Questa premessa è importante per chiarire un passaggio dell’inchiesta Golden House: i magistrati denunciano il fatto che pur non rientrando le località di Vibo Marina e Bivona tra le aree individuate e perimetrate dal Pai, “non si è mai provveduto ad alcun aggiornamento delle aree perimetrate dal Pai Calabria del 2001, nemmeno a seguito degli studi commissionati al Dipartimento del suolo Camilab dell’Università della Calabria”. Questa considerazione degli investigatori scaturisce dal particolare che, dopo la drammatica alluvione del 3 luglio 2006, nasce il cosiddetto “Piano Versace 1”, al quale viene - a ben ragione - dato particolare importanza, perché “per la sua impostazione può essere considerato come uno stralcio relativo ad un settore funzionale di un piano di bacino redatto secondo i criteri di cui all’art.65 del D. Lgs. 152 (e quindi del Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico Calabria) di cui costituisce un primo formale aggiornamento che deve essere recepito ed ampliato, in base ai criteri del D. L.180/98”. Ma ci si dimentica di un atto fondamentale: per come previsto dal Pai, per l’aggiornamento delle aree perimetrate e delle relative misure di salvaguardia, è delegata l’Abr (struttura Regionale in capo all’Assessorato ai Lavori Pubblici della Regione Calabria) previa approvazione del comitato istituzionale. Ma non è tutto. Il dirigente (l’arch. Consoli) non ha mai ricevuto alcuna comunicazione né alcun elaborato del piano; addirittura, l’ordinanza non sarebbe mai stata notificata all’amministrazione comunale! Come se tutto ciò non bastasse, sarà bene ricordare un altro passaggio che ha portato al rilascio di queste concessioni che la procura di Vibo Valentia ha giudicato illegittime. L’amministrazione comunale, essendo in itinere lo studio per la predisposizione del Piano strutturale comunale (quello che un tempo veniva chiamato Piano regolatore) ai sensi della legge regionale 19/2002, a seguito dell’alluvione del 3 luglio 2006 e della mareggiata del 14 febbraio 2007, aveva già chiesto ai progettisti un approfondimento ed un adeguamento alle situazioni di rischio che venivano inseriti nel documento preliminare al piano strutturale (marzo 2007), sia nel quadro co-

noscitivo che nella relazione. Ancora oggi, però, il documento preliminare è in discussione al Consiglio Comunale. Il Settore 8, (ovvero il settore Urbanistica) ai sensi dell’ordinanza, e nelle more dell’approvazione del Piano strutturale comunale, a partire dal giorno in cui è pervenuta al protocollo l’ordinanza 61 - quella che, pubblicata il 1° agosto 2008, ufficializzava le decisioni del Commissario Delegato che: approvava il “programma pluriennale di interventi diretti a favorire la ripresa produttiva mediante il reinserimento o la delocalizzazione delle imprese danneggiate nelle aree industriali interessate agli eventi che hanno colpito il territorio della Provincia di VV il giorno 3.7.2006 e ne dispone l’attuazione” (art 1); individuava la Camera di Commercio della Provincia di Vv quale soggetto attuatore del programma (art 2); che stabile che “sulle aree individuate nel programma e descritte nel grafico n°6, è fatto divieto di assentire interventi edilizi per come definiti dall’art.3 del Dpr 380/2001, nonché l’insediamento di nuove e/o diverse attività produttive per la durata di 5 anni ovvero sino all’attuazione di specifici interventi di messa in sicurezza dei suoli (comma 1); imponeva ai comuni interessati compresi nell’ordinanza, l’obbligo di adeguare gli strumenti urbanistici di pianificazione comunale, alle situazioni di rischio alluvionale descritte nel piano di interventi strutturali (ordinanza 21 del 5.4.2007) e nel programma (ordinanza 61 del 8.7.2008) (comma 2); fino all’adeguamento degli strumenti urbanistici comunali, i provvedimenti comunali di autorizzazione alle lottizzazioni convenzionate, nonché ai permessi di costruire e le Dia dovranno contenere una espressa dichiarazione di compatibilità dell’intervento con le situazioni di rischio di cui al comma precedente (comma 3) - ha richiesto, per gli interventi così come definiti dall’art 3 del Dpr 380/2001, la dichiarazione di compatibilità. È superfluo ricordare che un dirigente agisce su precise direttive da parte dell’amministrazione che approva gli strumenti di pianificazione territoriale ai sensi della legge urbanistica nazionale e della legge urbanistica regionale. Dunque, come si può affermare che i procedimenti amministrativi, istruiti documentalmente dal settore 8 e rilasciati dal dirigente, sono illegittimi? Chi, in realtà, non ha adempiuto ai propri doveri? Maurizio Bonanno

Chiesta una accurata ricognizione del livello di sicurezza dell’intero tracciato della A3 e delle zone a rischio

Corbelli: chiudere l’autostrada killer CATANZARO — Il leader del Movi-

mento Diritti Civili, Franco Corbelli, dopo la «frana e il crollo di domenica 25 gennaio di un pezzo della A3, tra gli svincoli di Rogliano e Altilia, che ha provocato la morte di due persone, dopo la caduta di un enorme masso che solo per un miracolo, si è fermato sul muro di sostegno, non è finito sulla carreggiata e non ha provocato una nuova strage, e la chiusura, da oggi, del tratto tra gli svincoli di Rosarno e

Sant’Onofrio, per il pericolo frane», parla di «autostrada killer, di minaccia di morte per tutti gli automobilisti» e chiede che «vengano immediatamente chiusi tutti i tratti a rischio, sino a quando cessata l’ondata di maltempo non sarà ultimata una accurata ricognizione del livello di sicurezza dell’intero tracciato e soprattutto delle zone particolarmente a rischio». «Solo per un miracolo si è evitata una nuova strage, con la caduta di quel masso gi-

gantesco, fermatosi fortunatamente sul muro. E’ un nuovo campanello d’allarme, un segnale allarmante, una conferma purtroppo che l’A3 continua ad essere una autostrada colabrodo e a rischio, una trappola mortale, una minaccia per la incolumità degli automobilisti. Per questo, senza aspettare prima una nuova tragedia, occorre intervenire e chiudere la A3, almeno nei tratti particolarmente a rischio frane, crolli e cedimenti strutturali. Il

Vibo, sul comando dei vigili le forti perplessità di Basile VIBO VALENTIA — «Apprendo dalla stampa che il Comune di Vibo Valentia, e quello di Lamezia, avrebbero trovato la soluzione. Invero sarebbe il caso di dire che il Sindaco di Vibo Valentia, e la Giunta che lo asseconda ciecamente, hanno inventato un ulteriore escamotage per impedire che Giustizia venga fatta, vale a dire che venga finalmente eseguita l’ordinanza di reintegrazione del Maggiore Corigliano nel suo legittimo incarico di Comandante della Polizia Municipale pronunziata dal Giudice della Sezione Lavoro del Tribunale di Vibo Valentia nel mese di dicembre dello scorso anno». Lo sottolinea l’eusoparlamentare Domenico Antonio Basile. «Operato questo preliminare chiarimento - continua - l’esame della strategia scelta dall’Amministrazione Comunale nell’ambito della sua inqualificabile politica di gestione del personale, evidenzia non poche irregolarità: Nonostante il nomen juris attribuito alla procedura, e cioè “protocollo d’intesa per la gestione di un servizio associato”, quella firmata dal Sindaco Sammarco è una vera e propria convenzione per l’affidamento, ad altra pubblica amministrazione, di un servizio, la cui sottoscrizione compete al Consiglio Comunale e non già al primo cittadino. Se così non si volesse ritenere, se cioè ci si intestardisse a non volerla considerare una procedura di affidamento di servizi, si può pensare di configurarla solamente come affidamento di un incarico dirigenziale, intuitu personae, ad un soggetto che assolutamente non può riceverlo in quanto contemporaneamente impegnato in analoghe mansioni presso altra e diversa pubblica amministrazione. L’impegno finanziario assunto dal Comune di Vibo Valentia (pari, a quanto si legge sui giornali, a 1.500 euro/mese) corrisponde, una volta operate le debite proporzioni tenendo conto delle particolari specificità dell’incarico dirigenziale, a circa 12.000 euro/mese, in barba a qualsivoglia contratto di lavoro ed alla funzione della Corte dei

maltempo non dà tregua. I lavori in corso da anni e gli incendi delle ultime stagioni estive hanno creato situazioni e condizioni di pericolo per la A3, Bisogna intervenire e prevenire. Non si può lasciare aperta una autostrada che rischia di franare addosso agli ignari automobilisti. I tratti più pericolosi vanno tutti immediatamente chiusi, monitorati attentamente e solo dopo la fine di questa ondata di maltempo, riaperti al traffico, in condizioni di assoluta sicurezza. Meglio sopportare, da parte degli automobilisti, qualche disagio con percorsi alternativi che non correre il rischio di finire travolti e uccisi sotto una frana lungo l’A3, l’autostrada della morte».

Conti. Da notizie attinte presso attendibili “ambienti solitamente ben informati”, risulterebbe che il Col. Caputo cesserà le sue funzioni di Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Lamezia Terme allo scadere del corrente mese di febbraio. Se ciò fosse vero (come prevedibilmente lo è) quale significato potrebbe avere l’odierna operazione (comunque sia stata mascherata) se non quello di uno strumentale palliativo per non dare esecuzione ad un ordine giudiziale, verosimilmente al solo scopo di evitare che il Comandante Corigliano possa riprendere possesso del suo ufficio illegittimamente, ormai da mesi, sottrattogli». www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464


16 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Le altre cinque persone coinvolte nell’operazione “Pit stop”, condotta dai carabinieri di Soverato, sono state ammesse con rito abbreviato

Droga, Raffaele Todaro a giudizio Le indagini partirono dalle denunce del titolare di un bar per le richieste estorsive subite CATANZARO — E' stato rinviato a giudizio per contestazioni in materia di droga Raffaele Todaro, una delle sei persone coinvolte nell'inchiesta dell'antimafia di Catanzaro sfociata nell'operazione dei carabinieri di Soverato “Pit stop”. Al processo, che inizierà il prossimo 25 marzo, Todaro risponderà solo dei due capi d'accusa relativi alla detenzione a fini di spaccio di stupefacenti, poichè ieri il giudice dell'udienza preliminare distrettuale Antonio Giglio lo ha contestualmente prosciolto dalle altre due contestazioni aggravate dall'uso delle modalità mafiose, come richiesto dal suo difensore Francesco Sassi. Concorso in estorsione aggravata dalla “mafiosità”, danneggiamento, porto e detenzione illegale di armi da fuoco e materiale esplodente, e detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti sono le accuse che, com-

Il tribunale di Catanzaro

plessivamente, vengono contestate in Pit stop dal pubblico ministero della Dda titolare del caso, Gerardo Dominijanni, e di cui a varito titolo devono rispondere gli altri cinque impu-

tati che, sempre all'udienza di ieri, sono stati ammessi al giudizio abbreviato che si terrà il prossimo 12 marzo. Si tratta di Luigi Campise, ben noto alle cronache dopo la recente con-

danna a 30 anni per l'omicidio dell'ex fidanzata; Vincenzo Todaro, Alfonso Carioti, Francesco Di Mauro, Suat Komekci, per i quali dunque si discuterà il prossimo 12 febbraio (nel collegio difensivo figurano Salvatore Staiano, Nicola Cantafora, Giuseppe Gervasi del Foro di Locri, Antonio Berardo del Foro di Como). Tutti, tranne il turco 26enne Suat che risultò irreperibile, finirono in carcere in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip distrettuale Adriana Pezzo su richiesta del sostituto procuratore antimafia Dominijanni, nel corso dell'operazione Pit stop portata a termine il 4 maggio scorso. All'alba di quel giorno finirono in manette Campise, di 25 anni, Raffaele Todaro, 45 anni, Vincenzo Todaro, 26 anni, tutti di Soverato. Furono invece catturati fuori dalla Calabria Carioti, 34 anni di Guardavalle,

CATANZARO All’epoca dei fatti contestati, l’esponente del Pdl era vice presidente della Provincia

Truffa e falso, assolto Mario Magno CATANZARO — Si è concluso con

Mario Magno

un'assoluzione il giudizio abbreviato a carico di Mario Magno, all'epoca dei fatti contestati vice presidente della Provincia di Catanzaro, dell'Udc, e consigliere comunale di Lamezia Terme, accusato di truffa aggravata ai danni di ente pubblico e falso, nell'ambito dell'inchiesta su presunti rimborsi gonfiati o non dovuti sborsati dall'Ente pubblico. La sentenza è arrivata ieri dal giudice dell'udienza preliminare Antonio Giglio, cui il pubbli-

co ministero Simona Rossi ha confermato la propria richiesta di condanna a sei mesi di reclusione. Il difensore di Magno, Giuseppe Spinelli, ha chiesto e ottenuto un'assoluzione «perchè il fatto non sussiste», anche sulla scorta di quanto risultato dagli approfondimenti istruttori che il gup ha disposto lo scorso 11 dicembre. Quel giorno Giglio ha assolto anche l'altro imputato che aveva chiesto l'abbreviato, Giuseppe Cacciatore, il titolare di un'agenzia di viaggi, che lo stesso pm però

aveva chiesto di scagionare. I due riti alternativi erano stati ammessi lo scorso 12 giugno, quando il gup aveva contestualmente rinviato a giudizio altre sei persone, quasi tutti imputati in qualità di amministratori pubblici di Catanzaro, al processo che è in corso davanti al Tribunale, e riprenderà il 16 giugno. In quella sede sul banco degli imputati siedono (le rispettive cariche si riferiscono al periodo considerato dalla pubblica accusa nella richiesta di rinvio a giudizio): Domeni-

preso ad Arluno, nel Milanese, e Di Mauro, 40 anni di San Sostene, trovato a Rovellasca, in provincia di Como. Le indagini partirono dalle denunce della vittima della presunta strategia del terrore che il gruppo avrebbe attuato a Soverato nel 2006. Al marzo di quell'anno risale il primo dei due attentati portati a termine contro il bar di via Trento e Trieste gestito dalla parte offesa dell'inchiesta, battezzata Pit stop proprio dal nome che all'epoca aveva il locale (oggi si chiama in un altro modo ed ha un diverso titolare). L'otto di quel mese una bomba rudimentale danneggià la serranda e gli arredi interni del bar, mentre il 25 settembre seguente numerosi colpi di arma da fuoco vennero sparati contro l'esercizio. Una escalation di violenza che indusse il titolare a denunciare le richieste estorsive subite. (Agi) co Critelli, quale consigliere provinciale del Nuovo Psi; Emilio Verrengia, quale ex assessore comunale ai Trasporti e capogruppo dell'Udc in consiglio provinciale; Tommaso Brutto, quale assessore provinciale ai Trasporti, ex capogruppo dell'Udc in consiglio comunale, e consigliere a Palazzo de Nobili; Vincenzo Bruno, quale capogruppo provinciale ex Ds, e presidente della Comunità montana Fossa del Lupo; Peppino Ruberto, quale consigliere provinciale dell'Udc; ed il titolare di agenzia Ercole Vescio. Nell'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Cristina Tettamanti, è descritto un presunto giro di fatture che sarebbero state gonfiate per ottenere rimborsi non dovuti dagli Enti. (Agi)

Condannato a 30 anni per omicidio

Catanzaro, otto mesi di reclusione per detenzione di stupefacenti

CROTONE — Il giudice dell'udien-

CATANZARO — Salvatore Costa,

CROTONE Salvatore Astorino venne ucciso con quattro colpi di pistola calibro 9, uno dei quali in bocca

za preliminare Giulia Proto, a conclusione del processo celebrato con rito abbreviato, ha inflitto una condanna a 30 anni di reclusione a Rosario Rizzuti, 31 anni, di Cotronei, nel crotonese, accusato di avere ucciso, la sera del 26 gennaio dello scorso anno, un suo giovane compaesano, Salvatore Astorino, di 22 anni. Il giudice ha ritenuto Rizzuti colpevole di omcidio aggravato dai futili CATANZARO — Si è concluso con una

condanna a quattro anni di reclusione e 20.000 euro di multa il giudizio abbreviato a carico di Giovanna Passalacqua, 29 anni, catanzarese di etnia rom, accusata di spaccio di droga e ricettazione, dopo che la Polizia trovò nella sua disponibilità mezzo chilogrammo di stupefacenti vari ed una mole di oggetti di provenienza sospetta. Al termine del rito alternativo, che comporta lo sconto di pena di un terROMA — Il Copasir (il Comitato

Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica) ha concluso positivamente l'esame della Relazione al Parlamento sui rischi per l'efficienza dei Servizi di sicurezza che sono emersi dai documenti trasmessi dalla Procura Generale di Catanzaro e dalle audizioni svolte nel mese di gennaio sul cosidetto Archivio Genchi. Il Copasir ha «dato mandato all'unani-

motivi e dalla particolare crudeltà, ma ha escluso l'aggravante della premeditazione. Rispetto alla richiesta di risarcimento del danno, avanzata dagli avvocati di parte civile, il giudice ha riconosciuto una provvisionale immediatamente esecutiva di 60 mila euro ciascuno per i genitori e di 35 mila euro ciascuno per i tre fratelli della vittima. Il pubblico ministero Daniela Caramico aveva chiesto la condanna all'erga-

stolo per Rizzuti che dopo il suo arresto, avvvenuto anche grazie alle testimonianze di persone presenti alla scena, ha confessato di avver sparato alla vittima. Salvatore Astorino venne ucciso con quattro colpi di pistola calibro 9, uno dei quali in bocca, al culmine di una lite avvenuta in un ristorante di Cotronei dove si stava festeggiando il diciottesimo compleanno di un giovane del posto. (Agi)

32 anni, di Amaroni (Cz), è stato condannato dal tribunale di Catanzaro a otto mesi di reclusione e 1.500 euro di multa, perchè ritenuto colpevole di detenzione illegale a fini di spaccio di stupefacenti. All'uomo il giudice Assunta Maiore ha riconosciuto l'attenuante della lieve entità, ed i benefici della sospensione condizionale della pena e non menzione nel casellario giudiziale, come

CATANZARO Si è concluso, con una condanna a 4 anni, il processo che vedeva imputata una donna 29enne di etnia rom

Spaccio e ricettazione, patteggia la pena zo, il giudice Antonio Giglio ha ritenuto colpevole la Bevilacqua, difesa dagli avvocati Piero Chiodo e Aldo Truncè. La donna era finita in cella il 4 novembre scorso, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare. A

lei i poliziotti erano arrivati a seguito di indagini partite dal ritrovamento avvenuto l’11 settembre durante un'operazione di controllo straordinaria, nel campo nomadi di Germaneto, quando all'interno dell'abitazione del-

la donna furono ritrovati degli scatoloni, contenenti, fra le altre cose, biancheria, cristalleria e porcellane varie, ed anche un consistente quantitativo di droghe, di cui parte già suddivise in dosi. Si trattava di cocaina, eroina ed

ARCHIVIO GENCHI Il presidente Fini ha espresso «apprezzamento per l’approfondito lavoro»

Copasir invia relazione alla Camera mità» al presidente Francesco Rutelli di trasmettere la Relazione, approvata (ai sensi dell'articolo 35 della legge n. 124/2007) e che consta di 40 pagine dattiloscritte, ai Presidenti delle Came-

re nella stessa giornata di ieri. Nella seduta già convocata per martedì 17 febbraio proseguirà l'esame della Comunicazione ai due Presidenti delle Camere, in cui saranno trasmesse altre ac-

quisizioni significative di interesse delle istituzioni, e le proposte di interventi per fare fronte alle lacune e alle anomalie riscontrate dal Comitato nel corso dei suoi lavori». Rutelli ha consegnato a Fi-

richiesto dal difensore Arturo Bova. Costa era finito nei guai il 23 gennaio del 2006 quando i carabinieri, nel corso di una perquisizione domiciliare nella sua casa di Squillace in località “Giudicemare”, trovarono un totale di 128 grammi di marijuana, e 4 grammi di hashish. Il 14 dicembre 2007 il giudice dell'udienza preliminare Antonio Giglio lo rinviò a giudizio. (Agi) hashish per un peso complessivo di circa 500 grammi. Oltre a questo, ben nascosti fra lenzuola e coperte, c'erano due bilancini elettronici di precisione utilizzabili per la preparazione delle singole confezioni di stupefacente destinate allo spaccio. E ancora, saltarono fuori la somma in contante di oltre 20.000 euro, un libretto di risparmio postale e documenti identificativi intestati alla stessa Bevilacqua. (Agi) ni la Relazione sui rischi per l'efficienza dei Servizi di Informazione e Sicurezza derivanti dall'acquisizione e mancata distruzione dei dati sensibili per la sicurezza della Repubblica. Il presidente Fini ha espresso «apprezzamento per l'approfondito lavoro e per l’unanime conclusione cui è giunto il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica». (Ansa)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 17

CALABRIA Litri e litri di acqua a perdere, depuratori mai allacciati, difficoltà a riscuotere le tariffe. Ecco perché si deve voltare pagina

Risorse idriche, riforma necessaria A Cosenza di notte, mentre la gente dorme, si consumano 300 litri di “oro blu” pro capite. L’anomalia costerà al pubblico 10 milioni CATANZARO — I dati sulla gestione

delle risorse idriche in Calabria, non lasciano dubbi. Una riforma coraggiosa è necessaria per evitare sprechi di acqua, mare sporco e ulteriore sperpero di danaro pubblico. Partiamo dall’acqua. E da una premessa. La nostra regione non è a corto di “oro blu”: la dotazione idrica pro-capite giornaliera per la regione è pari all’89% della media italiana, ma restano elevate le perdite nelle reti di distribuzione, che si attestano intorno al 56% (più della metà dell’acqua in rete), senza contare l’acqua che si spreca nei sistemi di adduzione e di trasporto extraurbano. La questione investe anche le aree agricole. E qui viene chiamato in causa il sistema degli impianti pubblici affidati ai consorzi d bonifica. Che evidentemente non brilla per efficienza se è vero che, su una superficie irrigabile di 92mila ettari, la superficie effettivamente irrigata si estende solo per 33mila ettari. Le cause del gap sono molteplici: si va da problemi di natura gestionale alla vetustà delle reti. I dati sono contenuti in una pubblicazione a cura del Dipartimento regionale Politica nazionale e comunitaria e toccano anche l’aspetto della qualità dell’acqua, che diventa critico soprattutto quando l’approvvigionamento fa leva su pozzi localizzati nelle zone costiere. E c’è di più. La Regione non si è ancora dotata di un Piano di tutela delle acque che definisca vincoli e limiti di REGGIO CALABRIA — La quarta Commissione regionale “Ambiente e Tutela del territorio”, presieduta da Antonio Acri, ha concluso i lavori con la decisione di convocare per giovedì 19 febbraio, alle ore 11, l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Incarnato, per ascoltarlo in ordine al provvedimento di legge che disciplina la riscossione dei canoni del servizio idrico per i 106 Comuni che non hanno ancora proceduto ai relativi pagamenti. La Commissione, inoltre, si determinerà successivamente all’audizione dell’assessore Incarnato sul termine temporale

economiche e assecondata anche dall’Ufficio del commissario. Affianco a Incarnato c’è anche Silvio Greco. «In Calabria - sottolinea l’assessore all’Ambiente - abbiamo 440 depuratori e la metà non sono nemmeno allacciati». L’assessore si rivolge anche alle società di gestione, che - è l’avvertimento - dovranno mettersi al lavoro se non vogliono essere denunciate alle Procure. Si dovrà agire per tempo. Perché quest’anno «l’ecosistema è stressato per via del maltempo» che ha portato a mare di tutto e di più e, se non si interviene subito «si rischia il crollo»: l’ecosistema non reggerà il peso degli scarichi della stagione balneare. Acque a uso idropotabile, acque reflue, reti fognarie, impianti di depurazione: sono tutti pezzi di un mosaico che in Calabria appare scompaginato, frammentato, segmentato in ambiti territoriali (gli Ato) che «sono troppi», dice Incarnato annunciando l’ipotesi di arrivare a un solo Ambito. L’assessore comunica ai giornalisti convocati martedì scorso all’assessorato di Via Crispi che è necessario pensare a un gestore unico, a una vera attività imprenditoriale «con investimenti pubblici e privati» per dar vita ad un autentico sistema del ciclo (davvero) integrato delle acque. La proposta - da tradurre in apposita legge regionale dopo i non facili passaggi del confronto politico sarà forse, domanda un giornalista,

il grimaldello per la privatizzazione del bene acqua e di tutto ciò che gli ruota attorno? «Non è nelle nostre intenzioni privatizzare», interviene subito Silvio Greco. Incarnato annuisce, ma spiega che il superamento dell’attuale frammentazione è cosa buona e giusta. Come è opportuno aprire ai privati in nome dell’efficienza. Incarnato fa un esempio di ciò che deve volgere al termine. «Oggi il pubblico deve mettere a disposizione 10 milioni di euro per sistemare la rete idrica del comune di Cosenza, dove di notte, mentre la gente dorme, si consumano 300 litri di acqua pro capite. Ci sarà - è la domanda retorica dell’assessore - un motivo per cui succede tutto questo?». La risposta appare scontata. E la soluzione per Incarnato sta nella individuare un soggetto gestore che investe, fa le gare e si preoccupa (ha interesse a farlo) di recuperare le tariffe presso i cittadini la cui riscossione oggi è affidata a comuni spesso incapaci di svolgere l’impopolare compito. La sfida non è semplice. Accorpare, tagliare organismi, snellire apparati “significa toccare interessi”. Ma una riforma va fatta, individuando un chiaro centro di responsabilità gestionale e contemperando l’esigenza di frenare sprechi e inefficienze all’interesse di considerare acqua e servizi affini come beni di tutti, beni pubblici per eccellenza.

Giovedì la quarta commissione Ambiente e Tutela del territorio convocherà l’assessore Incarnato

motivazioni per le quali gli enti locali non ottemperano alla soluzione del debito, questione che pone seriamente in pericolo la tenuta stessa dei bilanci comunali». «E’ inoltre necessario approfondire ulteriormente ha proseguito l’esponente centrista - ogni aspetto della Convenzione a suo tempo sottoscritta dalla Regione con Sorical per puntualizzare le implicazioni di ogni parte dell’accordo. L’acqua è un bene primario, imprescindibile, di assoluta utilità pubblica, ed il suo uso, deve essere correttamente programmato in funzione dell’alto valore sociale che rappresenta».

La Diga del Menta

utilizzo delle risorse idriche: ne deriva che finora “le concessioni di derivazione pubblica sono state assentite senza alcuna valutazione in merito alla compatibilità ambientale della richiesta”. Il discorso è altrettanto problematico se si considerano le acque reflue e le reti fognarie. Il grado di copertura del sistema fognario si attesta in Calabria mediamente intorno al 90 per cento. E - come risulta dal dossier - si registra una “situazione complessiva di degrado”. Complice è anche l’abusivismo. E gli amministratori locali, che spesso - per dirla con le parole scandite dall’assessore regionale ai Lavori Pubblici nel corso di una recente conferenza stampa - per vincere le elezioni chiu-

dono gli occhi su certo malcostume. Dall’acqua del rubinetto alle acque reflue passando per i depuratori, l’andazzo è più o meno lo stesso. Per quanto riguarda la depurazione, nel volume della Regione viene sottolineato come “le principali criticità attuali sono dovute al mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’Ufficio del Commissario Delegato per l’Emergenza ambientale”. Incarnato alla conferenza stampa di pochi giorni fa - indetta per ipotizzare la riforma dell’intero ciclo idrico - rincara la dose. Sottolinea l’eredità di un passato fatta da una miriade di depuratori, sparsi qui e là per molti comuni piccoli e piccolissimi della Calabria secondo una scelta che polverizza le risorse

Comuni morosi, si discute in Regione entro cui i comuni in posizione debitoria dovranno depositare il programma di rientro finanziario nei confronti della Regione. Il presidente della quarta Commissione, Antonio Acri, a conclusione dei lavori, ha detto: «Nonostante le condizioni di natura anche logistica, la Commissione ha dato prova anche oggi di grande senso di responsabilità, nella consapevolezza

che i problemi più urgenti che riguardano soprattutto le autonomie locali calabresi vadano affrontati con impegno, facendo in modo che la legittima preoccupazione non venga mai meno. Proprio per queste ragioni, la Commissione ha stabilito di riconvocarsi per procedere, con la volontà di portare a compimento un percorso costruttivo, ad un approfondimento sulla natura del debito,

sulle condizioni finanziarie dei singoli Comuni e sul ruolo della Sorical previsto dalla Convenzione». Il consigliere regionale dell’Udc Francesco Talarico, dal canto suo, ha detto di ritenere necessaria un’audizione dell’assessore Incarnato, in relazione al debito per l’acqua gravante su molti comuni calabresi. «E’ necessario approfondire bene - ha spiegato Talarico - le

Francesco Ciampa

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ASPROMONTE Le maestranze della sede di Santo Stefano si rivolgono alla Provincia

«Sostenere i lavoratori del Parco» GAMBARIE (REGGIO CALABRIA) — I dipendenti dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte la cui sede è ubicata in Gambarie di S. Stefano in Aspromonte, denunciano, in una nota, «la gravità e l’intollerabilità della situazione di totale abbandono che ormai da troppo tempo sta caratterizzando la località di Gambarie da parte degli enti preposti e competenti a garantire la viabilità provinciale e comunale». «Ad ogni episodio di neve, ordinario o straordinario, improvviso o annunciato con anticipo dai servizi meteorologici - come quello in atto - la situazione - continua il comunicato è sempre la stessa: l’accessibilità alla località di Gambarie e alla sede dell’Ente Parco in particolare è a dir poco proibitiva e la piena funzionalità dell’Ente viene garantita solo grazie al sacrificio personale dei dipendenti, talvolta anche a rischio della propria incolumità». «Negli anni scorsi - proseguono i lavoratori -, su richiesta dell’Ente Par-

co ed al fine di garantire nel periodo invernale il recupero delle condizioni ambientali conformi agli interessi della collettività, il ministero dell’Ambiente ha finanziato alla Provincia di Reggio Calabria l’acquisto di due mezzi, spalaneve e spargisale, il cui utilizzo è regolato da apposita Convenzione sottoscritta da Provincia ed Ente Parco in data 14 marzo 2008, che prevede in via prioritaria la rimozione della neve e lo spargimento del sale antighiaccio nei tratti di viabilità di accesso a Gambarie ed alla sede dell’Ente». Quindi l’appello: «Per quanto sopra, visto che le precedenti segnalazioni del Presidente e del Direttore sono rimaste infruttuose, si chiede con forza alla Provincia di Reggio Calabria di dare attuazione agli impegni assunti, necessari a garantire al personale ed agli amministratori dell’Ente l’espletamento delle proprie funzioni, nonché alle comunità dei 37 comuni del Parco di poter usufruire dei servizi istituzionali».

Decreto Milleproroghe Coldiretti Calabria plaude al provvedimento

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

CITTA’ DI LAMEZIA TERME Prov. di Catanzaro

SERVIZIO APPALTI Via Sen. Perugini - 88048 LAMEZIA TERME Tel. 0968/207263, 207264 - fax 207264 Profilo di committente: www.comune.lamezia-terme.cz.it

ESTRATTO DI BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA CATANZARO — «Il decreto

legge Milleproroghe approvato dall'Aula di Palazzo Madama contiene la norma che conferma la non assoggettabilità dei fabbricati rurali all'Imposta comunale sugli immobili (Ici) in possesso dei prescritti requisiti». Lo sottolinea, in una nota, la Coldiretti Calabria, che esprime «grande soddisfazione per l'approvazione della norma, che risolve una situazione che si stava rivelando fortemente penalizzante per gli imprenditori, in quanto si tratta di fabbricati strumentali all'esercizio dell'attività agricola».

C.I.G. (codice identificativo gara) 0259121967 Ai sensi dell’art. 64 del codice dei contratti pubblici approvato con D.lgs 12/04/2006, n. 163 e ss. mm. ii., si informa che questa Amministrazione Comunale, in esecuzione della determina del Dirigente Area Tecnica n. 1949 dell’11/12/2008, intende aggiudicare, con procedura aperta ex art. 55 del codice anzidetto, i lavori di messa in sicurezza del torrente Bagni in loc. Caronte. L’importo dei lavori è di euro 566.868,26 di cui euro 546.466,95 soggetti a ribasso ed euro 17.401,31 per oneri dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta. Il criterio di aggiudicazione prescelto è quello del prezzo più basso determinato mediante ribasso sull’elenco prezzi posto a base di gara ai sensi dell’art. 82, comma 2, lettera a), del codice dei contratti e con esclusione automatica delle offerte anomale ai sensi del successivo art. 122, comma 9. E’ richiesta l’attestazione SOA per la categoria prevalente OG8, per la classifica minima di importo II. Le offerte debbono pervenire entro e non oltre il termine dell’11/03/2009 ore 12.00. Copia del bando integrale può essere richiesta gratuitamente all’indirizzo di cui sopra oppure ricavata dal profilo di committente della stazione appaltante. Il presente bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana V Serie Speciale relativa ai contratti pubblici, n. 18 dell’11/02/2009. Lamezia Terme, 11/02/2009 IL DIRIGENTE (Avv. Alessandra Belvedere)


18 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME Finisce in manette il 28enne Pietro Caruso sorpreso dai carabinieri mentre vendeva la sostanza stupefacente a un altro giovane

Eroina, spaccio davanti l’ospedale Numerose lamentele degli abitanti del posto, nelle vicinanze del Sert, per il continuo traffico e via vai di persone LAMEZIA TERME — Ventottenne in manette per spaccio di eroina nei pressi dell’ospedale di Lamezia Terme. Ancora un’altro arresto dei Carabinieri nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. I militari della Compagnia di Lamezia Terme, in particolare quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Gizzeria Lido, nell’ambito dell’ennesima attività investigativa per il contrasto allo spaccio di stupefacenti hanno tratto in arresto Pietro Caruso, classe 1981 con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari operanti, raccolte le lamentele di abitanti del posto per il continuo traffico e via vai di persone, nella mattinata del 9 febbraio scorso hanno subito proceduto ad effettuare un servizio di osservazione e pedinamento nelle vicinanze del Sert, pres-

I Carabinieri con la droga posta sotto sequestro e, a lato, Piero Caruso

Beccato mentre cedeva un involucro ad un giovane in cambio di una banconota da 50 euro

Rinvenute durante la perquisizione, oltre ai soldi avuti, altre due dosi di droga

so l’Ospedale Civile di Lamezia Terme, dove, dopo poco, avevano modo di individuare il Caruso, già noto alle forze dell’ordine, per analoghi reati, intento a cedere un involucro ad un giovane che, consegnatogli una banconota da 50 euro, si allontanava prontamente riuscendo a far perdere le proprie tracce. A quel punto, scattava l’intervento dei militari che, una volta bloccato il citato soggetto, sottoposto a perquisizione, gli venivanno rinvenute altre due dosi di eroina, nonché la banconota di 50 euro pocanzi ricevuta come corrispettivo della sostanza stupefacente spacciata. Il Caruso è soggetto già noto alle forze dell’ordine, in quanto già stato arrestato nell’aprile del 2008, sempre dai militari della Compagnia Carabinieri, i quali, nella circostanza, lo trovarono in possesso di 100 dosi di eroina.

Cosenza, padre e figlio incendiano l’automobile di un carabiniere

Deve scontare 20 anni per omicidio Immigrato preso a calci e pugni un calabrese arrestato a Livorno da 8 ragazzi tra i 15 e i 17 anni

LONGOBUCCO — Incendiarono l'auto di un carabiniere, per ritorsione contro le multe subite, ma sono stati identificati ed arrestati dagli stessi militari. Giuseppe Ciriaco Berardi, di 44 anni, ed il figlio Antonello, di 19, il sei novembre scorso, dopo che gli erano state elevate alcune multe, si erano recati davanti la caserma dei carabinieri di Longobucco ed avevano incendiato la vettura del militare che aveva fatto le contravvenzioni. Le fiamme avevano danneggiato anche l'automobile di un altro carabiniere parcheggiata poco distante. Nei confronti dei due presunti responsabili dell'incendio sono state eseguite le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Rossano, Maria Letizia Benigno, su richiesta della Procura della Repubblica. Antonello Berardi è stato portato nel carcere di Rossano, mentre per il padre sono stati disposti gli arresti domiciliari.

LIVORNO — I carabinieri della

(Ansa)

compagnia di Livorno sono andati a casa sua a colpo sicuro per notificargli l'ordine di carcerazione in seguito a una condanna per omicidio, ma lui quando ha visto arrivare i militari ha tentato di sottrarsi all'arresto, nascondendosi nella soffitta dell'appartamento nel quale viveva a Stagno, frazione del comune di Collesalvetti alle porte di Livorno. In manette è finito un calabrese

da tempo residente a Livorno che deve scontare una condanna a 20 anni e sei mesi per l'omicidio di un uomo avvenuto nel 2003 a Bivongi (Reggio Calabria). Il delitto fu commesso, per questioni di interessi economici, a Bivongi, in provincia di Reggio Calabria. L'uomo risiedeva da tempo a Stagno, frazione del comune di Collesalvetti, in provincia di Livorno. (ansa)

COSENZA — Un cittadino maroc-

chino di 34 anni è stato aggredito a calci e pugni da 8 ragazzi. Il fatto è avvenuto a Santa Caterina Albanese (Cs). L'uomo, residente nel vicino comune di Malvito, è un venditore ambulante. I ragazzi, tutti d'età compresa tra i 15 e i 17 anni, lo hanno aggredito mentre questi si trovava in contrada Mencarelli di Santa Caterina, per svolgere il suo lavoro. Ignote le cause dell'aggressione. Il marocchino è dovuto però ricorrere alle cure

CROTONE Gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno denunciato il titolare di una ditta e un suo dipendente

Scoperta cava abusiva a Santa Severina CROTONE — Gli uomini del Corpo forestale dello Stato nel corso di un controllo del territorio hanno rilevato un’attività estrattiva abusiva. Sono stati denunciati due uomini, l’imprenditore titolare della ditta di lavorazione del materiale escavato e un operaio dipendente della ditta stessa. L’attività illegale era svolta nella località Campodenaro del territorio di Santa Severina (Kr). Al momento dell’intervento del

personale forestale sono stati rinvenuti un escavatore e un autocarro senza i loro conducenti. Essi sono stati posti sotto sequestro. Dai rilievi effettuati con l’ausilio delle apparecchiature Gps e applicativo Sim (sistema informativo della montagna) è stato possibile accertare che l’area oggetto dei prelievi abusivi è di proprietà demaniale. Essa è sottoposta a vincolo paesaggistico - ambientale e rientra nelle are a rischio d’inondazione del Pai

(piano d’assetto idrogeologico). Sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria il titolare della ditta, M. S. di Rocca di Neto, e il suo dipendente, V. F. di Crotone. Parte dell’area interessata ai prelievi abusivi era stata già posta sotto sequestro. Per questo motivo gli è stato contestato all’imprenditore, oltre a diversi reati penali, anche la violazione di sigilli. Mentre al suo dipendente l’ipotesi di reato avanzata è di favoreggiamento

L’aggressione è avvenuta a Santa Caterina Albanese dei sanitari dell'ospedale di San Marco Argentano, decidendo anche di non denunciare il fatto. I carabinieri hanno comunque identificato gli otto minori, che sono stati deferiti alla procura della Repubblica dei minorenni. (Agi) personale, non avendo fornito agli agenti le generalità degli autisti dei mezzi sottoposti a sequestro, non trovati al momento dell’intervento, presumibilmente, accortesi della presenza della forestale, si erano dileguati. L’attività è stata svolta dal Comando stazione Santa Severina con il supporto del Nipaf (Nucleo investigativo polizia ambientale e forestale), sotto le direttive del Comando provinciale Crotone. L’attività svolta è stata mirata a prevenzione di dissesto idrogeologico e al ripristino della legalità. Il Corpo forestale dello Stato invita i cittadini a segnalare eventuali abusi al numero verde 1515.

Vibo Valentia, 31enne arrestato sorpreso con 10mila euro falsi

Catanzaro, incidente Cetraro, Capitaneria Vibo Valentia, sparati su viale de Filippis sequestra attrezzi alcuni colpi di pistola coinvolte tre auto da pesca illegali contro un negozio

VIBO VALENTIA — Un commerciante è stato arrestato dalla squadra mobile di Vibo Valentia con l'accusa di detenzione di soldi falsi. L'uomo arrestato si chiama Giosuè Cosentino, ed ha 31 anni. L'arresto è avvenuto intorno alle 20 di mercoledì sera a Dasà, dove l'uomo, commerciante di prodotti ortofrutticoli, risiede. Gli agenti della squadra mobile lo hanno fermato mentre viaggiava a bordo di un Fiat Iveco ed in seguito ad una perquisizione all'interno del mezzo, vi hanno trovato i 10.000 euro falsi, di buona stampa, avvolti in un giornale. Agli agenti il giovane non ha dato spiegazioni, dicendo solo che stava ritor-

CATANZARO — Un tampona-

nando da un viaggio nel Nord. A bordo del furgone c’erano due motociclette regolarmente fatturate. «Al 113 - ha detto il dirigente della squadra mobile Maurizio Lento - erano arrivate delle segnalazioni da parte di qualche commerciante che denunciava lo spaccio di banconote false. Su disposizione del nostro questore Filippo Nicastro, abbiamo quindi predisposto degli appositi servizi di controllo che hanno dato questo risultato». Con l'arresto del Cosentino, si pensa d'aver messo le mani su un traffico di monete false che stava destando preoccupazioni in tutto il vibonese. (Agi)

mento a catena si è verificato nella giornata di ieri a Catanzaro. Il fatto è avvenuto prima della galleria del Sansinato, alla fine di viale de Filippis, in direzione Lamezia Terme, intorno alle 14 di ieri. Tre autovetture sono rimaste coinvolte in un incidente, provocando parecchi disagi alla circolazione stradale. Sul posto sono giunti i soccorsi del Suem 118 in quanto il conducente di una delle autovetture rimaste coinvolte nell'incidente ha riportato delle ferite. Per i rilivievi del caso, sono giunti anche i carabinieri che hanno provveduto a regolare il traffico veicolare.

COSENZA — La Guardia Costiera di Cetraro ha posto sotto sequestro alcuni attrezzi da pesca non consentiti. L'attività è stata volta principalmente a garantire la massima sicurezza della navigazione alle imbarcazioni che attraversano la costa tirrenica ed a prevenire l'attività di pesca a strascico sottocosta. Sono stati recuperati e sequestrati 2 attrezzi da pesca non consentiti, del tipo da posta, posizionati in mare, davanti a Cetraro, senza nessuna segnalazione. Un altro sequestro, in materia demaniale ed ambientale, è stato posto in atto per un verricello abusivo trovato sulla spiaggia, in località Lampetia di Cetraro. L'autorità giudiziaria ha già convalidato i sequestri.

VIBO VALENTIA — Colpi di pistola sono stati sparati contro la serranda di un negozio per la vendita di materiale edile a Sant'Onofrio, un comune alle porte di Vibo Valentia. Vittima un giovane del luogo D. S. 35 anni, titolare di un esercizio commerciale iper la vendita di materiale per l'edilizia in contrada Morsillara, che non ha denunciato il fatto. Ma sul psoto sono comunque arrivati i carabinieri della locale stazione che, dopo aver dato un’occhiata alla serranda, gli hanno chiesto il motivo per cui non ha denunciato l'episodio. Il giovane avrebbe minimizzato la portata del fatto. Una risposta che non ha soddisfatto i militari dell'Arma che stanno pertanto approfondendo le indagini. (Agi)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 19

CALABRIA Dalla notte di mercoledì scorso nevica su gran parte della regione, anche a bassa quota. In Sila sono caduti una cinquantina di centimetri

Maltempo, nuovi disagi in Calabria Ancora chiusa l’A3 tra gli svincoli di Vibo e Pizzo, mentre tra Lagonegro e Falerna divieto per i mezzi pesanti CATANZARO — Nuovi disagi dovuti al maltempo per chi deve attraversare la Calabria. Dalla notte di mercoledì scorso nevica su gran parte della Calabria, anche a bassa quota. Il picco si è raggiunto in Sila dove, nel corso della notte di mercoledì scorso, sono caduti una cinquantina di neve e sta continuando a nevicare. In Sila tutti i mezzi spazzaneve sono stati messi al lavoro, ma la nevicata continua ha creato comunque problemi alla circolazione e non sono mancati i casi di automobilisti rimasti bloccati. Un'abbondante nevicata ha interessato anche il tratto cosentino dell'autostrada SalernoReggio Calabria, in particolare nella zona di Rogliano. Adesso il fenomeno sembra in attenuazione ma resta in vigore il divieto di circolazione per i mezzi pesanti nel tratto compreso tra gli svincoli di Falerna (Catanzaro) e Lagonegro (Potenza). Le auto possono invece circolare, ma solo con le catene a bordo. La neve è caduta anche sulla Locride, nella zona del passo della Limina, posto a circa 400 metri sul livello del mare, sulla strada di grande comunicazione Ionio-Tirreno. Questo ha provocato qualche rallentamento alla circolazione, ma secondo la polizia stradale, senza blocchi. Neve anche sui quartieri collinari di Reggio Calabria, a circa 300 metri d'altezza. Alle quote più basse piove su quasi tutta la regione. Anche le colline poste intorno a Cosenza, a circa 300 metri d'altitudine, oltre a vari comuni della Provincia. La neve è caduta poi nella zona di Fagnano castello e di San Marco Argentano, con qualche disagio alla circolazione per la presenza di neve mista a ghiaccio sulle strade. Il maltempo ha creato così ulteriori disagi alla circolazione. L’Anas ha infatti chiuso nuovamente il traffico, a causa di un rischio caduta massi e in seguito alle piogge di ieri, la carreggiata nord dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria nel tratto compreso tra gli svincoli di Sant’Onofrio-Vibo Valentia e Pizzo. I veicoli in direzione Nord escono, dunque, allo svincolo di Sant’Onofrio e rientrano in autostrada a Pizzo. La zona resta sempre sotto controllo e monitoraggio da parte del personale e dei tecnici specializzati Anas; nell'area erano stati effettuati dei lavori propedeutici e per sicurezza era stata già applicato un restringimento di carreggiata. E sono in corso i lavori di messa in sicurezza della zona e di ripristino della viabilità. Inoltre è stato chiuso temporaneamente al traffico il tratto compreso tra gli svincoli di Rogliano e Falerna, in direzione nord, per il ripristino della segnaletica sulla carreggiata predisposta a doppio senso di circolazione. Il provvedimento si è reso necessario dopo lo sgombero della neve questa mattina da parte dei mezzi Anas. I veicoli diretti a nord escono a Falerna e percorrono la statale 18 con rientro in autostrada a Cosenza. I dispositivi di traffico ed i percorsi alternativi sono stati comunicati agli Enti e alle Istituzioni interessate.

L’interrogazione a risposta scritta dell’onorovele Giovanni Dima

«Avremo una risposta immediata?» CATANZARO — Una interrogazio-

Domani il sottosegretario Mantovani a Rogliano sul luogo della frana mortale CATANZARO — II sottosegretario alle infrastrutture, Mario Mantovani domani in Calabria. L’arrivo è previsto per le 11 a Lamezia Terme, per poi trsferirsi, insieme alla delegazione del Pdl, sul luogo della frana sulla A3, all'altezza di Rogliano dove giorni addietro hanno perso la vita 2 persone. Subito dopo ci sarà una riunione con i dirigenti dell'Anas presso l'ufficio speciale della A3, a Cosenza, per i problemi connessi alla manutenzione ordinaria e straordinaria dovuti ai fenomeni meteorologici. Alle 14 la delegazione si trasferirà a Fagnano Castello per poi proseguire la visita ed essere per le 15.15 a San Vincenzo La Costa e Rose. Al rientro Mantovani visiterà Tiriolo, paese del catanzarese. «Apprendo con molta soddisfazione la risposta immediata e concreta da parte del Governo, nella persona del ministro Matteoli che ha deciso di inviare, già sabato 14 febbraio, il sottosegretario alle infrastrutture, Mario Mantovani, a prendere visione personalmente dei danni che il maltempo ha provocato nella no-

L’intensa nevicata ha, inoltre, interessato il tratto montano dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria tra gli svincoli di Lagonegro a Frascineto. L'Anas, per evitare disagi alla circolazione e per consentire il traffico regolare delle auto, purché con catene, ha deciso di deviare i mezzi pesanti sul percorso alternativo delle strade statali 585 e 18 con uscita obbligatoria, per i mezzi pesanti in entrambe le direzioni, a Lagonegro nord per chi è diretto a sud e rientro in autostrada a Falerna. I mezzi pesanti diretti a nord devono percorrere il percorso inverso con uscita obbligatoria e Falerna e rientro in autostrada a Lagonegro. L'Anas comunica che si transita con l'obbligo di catene montate anche sulle statali 108 bis, 107 Silana Crotonese, 682 JonioTirreno, 660 di Acri e 17 Silana di Rossano. Restano chiuse, per rischio frane, la statale 18 tra Scilla e Bagnara, la statale 109 bis tra Catanzaro e Sant'Elia e la 182 delle Serre Calabre tra Petrizzi Gagliato e Soverato e in località Sorianello. La polizia ribadisce il consiglio

Mario Mantovani

stra Regione per prendere gli opportuni ed urgenti provvedimenti». E' quanto afferma in una nota il senatore del Pdl, Antonio Gentile. «Questo - conclude Gentile - è solo un primo passo concreto affinché, con la collaborazione di tutti, Regione e Province, la Calabria possa uscire da una emergenza che sta provocando enormi danni economici e sociali». agli automobilisti di tenersi costantemente informati sulla evoluzione della situazione e di verificare le condizioni del veicolo prima di mettersi in viaggio, assicurandosi, in caso di neve, di essere equipaggiati con pneumatici invernali ovvero di avere a bordo catene da neve. Sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria, in particolare nel tratto tra gli svincoli di Lagonegro e Falerna, da ieri mattina si sono alternate nevicate, grandinate e piogge. Lo rende noto l'Anas che ha attivato le proprie squadre per la gestione della viabilità e i mezzi spargisale. L'Anas, in una nota, conferma che per evitare disagi alla circolazione, i mezzi pesanti vengono deviati sul percorso alternativo delle strade statali 585 e 18 con uscita obbligatoria a Lagonegro nord per chi è diretto a sud e rientro in autostrada a Falerna. I mezzi pesanti diretti a Nord vengono deviati invece alle uscite di Falerna e Sibari e rientro in autostrada a Lagonegro. Claudia Vellone

ne a risposta scritta dell’onorovele Giovanni Dima è stata indirizzata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Altero Matteoli, e al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, On. Stefania Prestigiacomo per sapere «quali iniziative urgenti intendano adottare - è scritto nella missiva - al fine di realizzare una maggiore vigilanza sul territorio, contribuendo a scongiurare il verificarsi di analoghi tragici avvenimenti; quali iniziative intendano adottare per dare una prima risposta immediata alla situazione di emergenza venutasi a creare nel territorio calabrese». «Premesso che - inizia l’interrogazione dell’Onorevole Dima - la sera del 25 gennaio 2009, secondo le ricostruzioni fornite dall’Anas, un costone di montagna dell’ampiezza di 60 metri si è riversato su un tratto dell’Autostrada Salerno/Reggio Calabria, compreso tra gli svincoli di Rogliano e Altilia Grimaldi, in provincia di Cosenza, ricoprendo, con più di 10.000 metri cubi di terra e di fango, le due corsie autostradali per circa 80 metri; questo smottamento ha provocato la morte di due persone ed il ferimento, per fortuna non grave, di altre quattro che viaggiavano a bordo di furgoncino che transitava in quel tratto autostradale proprio nel momento del cedimento del fronte montagnoso; la Procura della Repubblica di Cosenza, nel porre immediatamente in essere i primi atti necessari ed indispensabili a far luce su questo disastro, ha disposto il sequestro di 700 metri di tratto autostradale ed ha nominato un collegio di periti, esperti in materia di tecnica delle costruzioni e dissesto idrogeologico, che hanno già effettuato il primo sopralluogo nella giornata di martedì 27 gennaio 2009; la stessa Procura della Repubblica di Cosenza, nell’aprire l’inchiesta giudiziaria, ha ipotizzato la commissione dei reati di disastro colposo ed omicidio colposo plurimo, notificando le relative informazioni di garanzia a due funzionari dell’Anas; il Piano di Assetto Idrogeologico della Calabria, elaborato nel 2001 e costantemente aggiornato nel corso degli ultimi anni, individua, nella tavola cartografica dedicata al Comune di Altilia (Cosenza), diverse zone con frane definite “attive”, alcune delle quali proprio a ridosso del tratto autostradale interessato dalla frana e posto sotto sequestro dalla magistratura; la tragedia, dalle prime informazioni acquisite, sarebbe addebitabile al fattore dell’instabilità idrogeologica ed a quello delle pessime condizioni meteo, con le abbondanti precipitazioni piovose che ormai da due mesi colpiscono la Calabria e che hanno provocato sia disagi alla sicurezza della circolazione veicolare sia rischio per l’incolumità pubblica in seguito, anche, ai numerosi smottamenti che si sono registratati nei centri abitati calabresi; nella provincia di Cosenza, si registrano le situa-

Giovanni Dima

zioni più critiche, con molti Comuni esposti a consistenti fenomeni franosi; con l’esondazione del fiume Crati che alla sua foce ha determinato forti criticità nei Comuni di Corigliano Calabro e di Cassano all’Jonio; con ben centoquaranta strade, su un totale di centosessanta, interessate da frane di diversa pericolosità; con trenta ordinanze di sgombero eseguite nelle abitazioni di diciotto Comuni e che hanno obbligato circa quattrocento persone ad abbandonare la propria abitazione; l’Ordine dei Geologi della Calabria ha più volte denunciato lo stato di abbandono idrogeologico in cui versa il territorio regionale ed ha evidenziato, anche ultimamente, che ben il 68% dei Comuni presenta almeno un’area a rischio frana con possibile pericolo per l’incolumità pubblica visto che gli smottamenti interessano direttamente i centri abitati; sempre secondo l’Ordine dei Geologi, in Calabria non verrebbe applicato il Dpr che obbliga tutte le Regioni al controllo preventivo di tutti quei progetti che riguardano modifiche al territorio, tanto che quasi il 95% degli interventi sfuggirebbero a qualsiasi tipo di controllo preventivo; il Capo Dipartimento della Protezione civile nazionale, Guido Bertolaso, in un’audizione presso la Commissione Ambiente del Senato della Repubblica, ha dichiarato che in Calabria ci sono diecimila frane perimetrate, duemilacinquecento aree individuate come zone con elevato rischio franoso e che nessuno dei quattrocentonove Comuni calabresi può ritenersi al sicuro rispetto ad uno smottamento improvviso; lo stesso Bertolaso ha affermato che è stato istituito un tavolo tecnico Regione Calabria/Dipartimento Protezione civile al fine di fare un primo censimento dei “danni reali” provocati dall’ondata di maltempo e che sono stati già richiesti 15 milioni di euro per far fronte alle emergenze presenti nei vari territori; la situazione di emergenza vissuta in questi mesi in Calabria, è anche e soprattutto il frutto dell’assenza o, comunque, della poca incisività di politiche per la difesa e la tutela del suolo che vadano nella direzione di garantire uno sviluppo sostenibile e rispettoso del territorio».


20 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA La Giunta regionale ha approvato il bando nell’ambito di un piano straordinario di finanziamento per la scuola

Borse di studio, 13 milioni dal Governo Una boccata di ossigeno per gli studenti e le famiglie calabresi a basso reddito CATANZARO — Gli studenti cala-

bresi appartenenti a famiglie a basso reddito e che frequentano le scuole elementari, medie inferiori e superiori, sia statali che paritarie, potranno beneficiare delle borse di studio che saranno assegnate dalla Regione Calabria a sostegno della spesa per l’istruzione per l’anno scolastico 2008/2009. Lo rende noto la vicepresidenza della Giunta regionale dopo l’avvenuta approvazione del relativo bando, in attuazione della Legge n.62 del 2000 che prevede, per l’anno scolastico in corso, un piano straordinario di finanziamento. L’ammontare complessivo delle risorse finanziarie, accreditate dal ministero dell’Economia, è di oltre tredici milioni di euro. Il bando prevede che le borse di studio vengano assegnate a studenti appartenenti a famiglie la cui situazione economica equivalente (Isee) sia di 10.663,00 euro, indipendentemente dalla composizione del nucleo familiare. «In questo momento di forte recessione economica - ha affermato il vicepresidente della Giunta, Domenico Cersosimo - il sostegno alle famiglie a basso reddito si traduce in una boccata d’ossigeno capace di ridare loro fiducia per guardare con minore preoccupazione alle spese da sostenere per l’istruzione dei loro figli». «Pur nella consapevolezza che si tratta di un piccolo aiuto finanCATANZARO — «La Camera reinserisca nel testo il Mezzogiorno e l’intesa forte con le Regioni». E’ uno dei passaggi espressi in una dichiarazione dal presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. Che interviene in merito all’audizione svoltasi ieri alla Commissione Bilancio e Finanze della Camera sul federalismo fiscale. Loiero si rivolge ai deputati «affinché - si legge nella nota diffusa dall’ufficio stampa della Regione - delegazione di Roma - ristabiliscano due principi fondamentali nel testo della legge delega sul federalismo fiscale: il vincolo perequativo per il Mezzogiorno e l’intesa forte con le Regioni per l’approvazione dei decreti legislativi di attuazione». All’audizione dei rappresentanti regionali presso le Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, a cui ha partecipato il vicepresidente Domenico Cersosimo. Per questo - continua la nota - Loiero «ha voluto mandare un messaggio al legislatore affinché il fe-

ziario, data la consistenza numerica delle famiglie che in Calabria ne hanno diritto - ha rimarcato Cersosimo - esso si aggiunge ai numerosi e più corposi altri interventi che la Giunta regionale

Cersosimo: “Con la recessione è una boccata di ossogeno che dà fiducia alle famiglie”

ha già attuato nel 2008 e che continuerà ad attuare per l’anno 2009 a favore dell’intera scuola calabrese, in particolare degli alunni». La domanda per l’accesso al beneficio della borsa di studio dovrà essere presentata esclusivamente alla scuola frequentata dallo studente nell’anno scolastico 2008/2009 e dovrà essere sottoscritta dai genitori o da altri soggetti che rappresentano il minore, ovvero direttamente dallo studente, se maggiorenne, ad esclusione in ogni caso degli studenti di corsi per adulti o per lavoratori. I termini per la presentazione delle domande, che vanno conse-

Domande di accesso da presentare alle scuole di riferimento entro il 20 aprile

FEDERALISMO L’appello del governatore. Ieri audizione alla commissione Finanze della Camera

Loiero: «Inserire nella legge il Mezzogiorno e le Regioni» deralismo fiscale significhi sviluppo del Paese, giustizia economica e sociale tra le sue parti, contributo alla ripresa e al rilancio economico, perequazione e superamento dello squilibrio Nord-Sud». «Il federalismo - ha sostenuto il governatore - può essere una molla di consensi e di impegno se la collettività nazionale comprende che non si tratta di ripartire le risorse esistenti, con inevitabili danni e conflitti tra chi perde e chi guadagna, ma serve a creare le

Agazio Loiero

L’appello a Bova e Loiero lanciato dai capigruppo di minoranza in Consiglio regionale

«Assumere subito gli ex Why Not» REGGIO CALABRIA — I capigruppo delle forze di minoranza in Consiglio regionale, Pino Gentile, di Fi, Alberto Sarra di An, Michele Trematerra, dell’Udc, Francesco Galati del Psi, Gianpaolo Chiappetta dei Popolari e Liberali verso il Pdl, Giovanni Nucera dei Popolari e Liberali e Pasquale Senatore de La Destra rivolgono un appello pubblico al presidente della Regione Loiero e al presidente del Consiglio regionlae Bova affinché «si rispettino le deliberazioni della conferenza dei capigruppo e gli accordi con le organizzazioni sindacali assumendo da subito 320 ex lavoratori di Why Not». «Pur essendoci le risorse finanziarie e nella consapevolezza dell’u-

gnate a mano alla segreteria della scuola o spedite per posta con raccomandata e avviso di ricevimento, scadono improrogabilmente entro le ore 13 del 20 aprile 2009. Alla richiesta per l’assegnazione della borsa di studio dovranno essere allegati la certificazione Isee sul reddito relativo all’anno 2007, attestante la situazione economica equivalente del nucleo familiare (se il richiedente è sprovvisto di certificazione Isee perché disoccupato, potrà presentare un’autodichiarazione di non possesso del certificato per mancanza di reddito); l’autocertificazione delle spese effettivamente sostenute; la fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente; l’eventuale certificazione della Legge 104 del ’92. Nel caso di più figli è necessario che il richiedente presenti alla scuola di appartenenza dello studente una domanda di richiesta di bor-

tilità del servizio prestato - continua la nota - 320 famiglie rischiano di finire sul lastrico a causa di ritardi sinceramente inspiegabili. «Non si può continuare - prosegue la nota dei capigruppo - a parlare di aiuti alle famiglie in un momento di grave difficoltà e poi far finta di niente, ritardando l’assunzione di 320 persone, che svolgono un lavoro di grande utilità sociale». «I documenti approvati all’unanimità da maggioranza e opposizione, evidentemente -conclude la nota dei capigruppo di minoranza - non hanno alcuna importanza operativa per la Giunta regionale, che considera i bisogni ed i diritti di 320 lavoratori (disoccupati da mesi) poco più di niente».

Napoli: «Solidariertà a Pino Nano» «Voglio esprimere solidarietà al dottor Pino Nano, caporedattore di RAI 3 Calabria, per gli ingiustificati e gratuiti attacchi rivoltigli a causa dei servizi mandati in onda e relativi ai vari danni causati dalle ultime calamità naturali, in particolare quelli del disastro sul cimitero di Fagnano». E’ quanto dichiara, in una nota, la parlamentare del Pdl Angela Napoli. «Il Caporedattore di RAI 3 Calabria, così come tutti i redattori e gli inviati della stessa emittente, non si sono mai sottratti - prosegue Napoli - dal far emergere le disastrose verità, le varie calamità, ma anche l’incuria dell’uomo, che continuano a danneggiare la nostra regione».

condizioni per lo sviluppo e la crescita. In America Barak Obama lancia il tema della difesa dell’ambiente e di grandi opere pubbliche. I drammatici eventi calabresi, che ripropongono un disastro ambientale frutto di decenni di mancati interventi, impongono di inserire nel progetto di federalismo fiscale una chiara normativa che preveda un’altrettanto chiara individuazione delle risorse. Il testo approvato dal Senato è insufficiente: una nota spese generica dei bisogni senza

sa di studio per ogni figlio. Le spese ammissibili e per le quali è prevista l’assegnazione della borsa di studio devono ritenersi quelle di iscrizione, di frequenza, quelle per l’acquisto dei libri di testo, dizionari, atlanti ed altre pubblicazioni richieste dalla scuola, laddove non si sia utilizzato il beneficio per la fornitura dei libri di testo da parte della scuola o del Comune. Sono inoltre ammissibili le spese di assicurazione per la frequenza alla scuola, per materiali e attrezzature personali richiesti dalla scuola per attività didattiche particolari, quelle di trasporto con mezzi pubblici e le spese per la mensa. Per gli alunni che frequentano la scuola dell’obbligo l’importo massimo della borsa di studio è di 130 euro che diventano 220 per gli alunni che frequentano le scuole superiori. In aggiunta all’assegnazione delle borse di studio è prevista una quota aggiuntiva di 50 euro. per gli alunni disabili che non possono usufruire del trasporto pubblico. La Regione si avvarrà della collaborazione delle istituzioni scolastiche pubbliche e paritarie per l’istruttoria delle richieste degli aventi diritto e per l’individuazione dei beneficiari. I Comuni, invece, si occuperanno della erogazione dei contributi alle scuole per le borse di studio e delle attività di controllo. nessuna indicazione di quali siano le parti del Paese in sofferenza di quali siano gli squilibri. Soprattutto - ha continuato il presidente della Regione - non riafferma il parametro di spesa per gli investimenti: indirizzare l’85% al Mezzogiorno ed il 15% al CentroNord, un rapporto finora inserito in varie norme». «Inoltre - ha concluso Loiero -, anche dal punto di vista della parità istituzionale il testo licenziato al Senato contiene un grave arretramento rispetto a quanto scaturito dal confronto Regioni-Governo e sempre confermato fino alla relazione in Aula. Si tratta della cosiddetta intesa forte, introdotta dalla legge La Loggia e che non consente atti unilaterali del Governo nel formulare i decreti legislativi. Perché è caduto questo principio fondamentale dell’accordo sottoscritto tra Governo e Regioni? Bisogna certo essere rispettosi sempre della volontà del Parlamento ma questioni così rilevanti non possono essere cambiate alla “chetichella”».

Frane, Misiti (Idv): deludenti le risposte di Bertolaso CATANZARO — «Le risposte del sot-

tosegretario Bertolaso in Commissione Ambiente sugli interventi previsti dal Governo in Calabria per affrontare il dissesto idrogeologico che minaccia l'intera regione sono deludenti». E’ quanto dichiara, in una nota, il parlamentare di Italia dei valori Aurelio Misiti. «Le somme che l’Esecutivo prevede di impegnare - evidenzia Misiti ammontano ad appena a 43 milioni di euro, soltanto cinquecento mila euro per ognuno degli ottanta interventi previsti. Si tratta ancora una volta di finanziamenti a pioggia che non risolveranno in modo strutturale il problema del territorio calabrese». «È necessario - sottolinea Misiti nella replica al sotto-

segretario - che il ministero dell’Ambiente, in accordo con la Regione, programmi interventi strutturali per la messa in sicurezza del territorio in modo preventivo, superando la politica dell'emergenza e degli interventi destinati sempre a seguire gli eventi catastrofici e non a prevenirli». Il sottosegretario Bertolaso ha annunciato la creazione di un tavolo tecnico. E Misiti a margine della nota auspica «che il tavolo di lavoro tenga in considerazione il Piano di assesto idrogeologico di cui la Calabria è dotata dal 2002, coinvolgendo attivamente la Regione, le Province e i 409 Comuni della Calabria, che come è noto risultano tutti a rischio frane».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 21

CALABRIA Mentre si vota per provinciali ed europee si guarda alle regionali. Spunta l’ipotesi del presidente dell’Autorità garante della concorrenza

Callipo o Catricalà per il 2010? Il “re del tonno” potrebbe entrare nell’arena con un’associazione o un movimento trasversale COSENZA — Quando troppe urne si

incrociano si sa poi come va a finire. Con un occhio si compila una scheda e con l’altro si pensa già alla prossima. Vale per chi vota, e per chi vuole essere votato. E se metti in un raggio di dieci mesi e nella stessa curva a gomito elezioni amministrative, europee e regionali il pentolone da girare quello è, per tutti. Un incastro perfetto cercano, Pd da una parte e Pdl dall’altra. Dove ce ne sia per tutti ma non è semplice per niente evitare lacrime e malcontenti. E se il Pd sta attento a non far circolare alcun nome che possa toccare la suscettibilità di Agazio Loiero in chiave 2010 il Pdl, al contrario, i nomi li va cercando. In modo silente ma li va cercando e solo parzialmente fa coincidere quello che “esce” allo scoperto con le reali intenzioni di chi comanda. La polpa rimane ben coperta per ora. È il caso di Nitto Palma, per esempio. Di recente menzionato tra le figure da leadership ma la pensata non è sua e né tantomeno gode di alcun accreditamento. È rimasto vittima, il senatore forzista, del gioco ad incastro “local” che vorrebbe sottrargli la poltrona di sottosegretario. Chi lo espone non gli vuole bene ma lui c’ha messo poco a riROMA — Per far fronte ai danni

del maltempo, il vicepresidente della Giunta regionale chiede la riassegnazione delle risorse “congelate” con la manovra economica del Governo. In merito all’incontro di ieri sera con il Governo, Cersosimo ha proposto un emendamento ai presidenti delle Regioni, che lo hanno approvato, da inserire nell’accordo per il recupero delle risorse per la dissoccupazione. La manovra economica del Governo, approvata in estate con la legge 133/2008, ha “congelato”, al 31 maggio 2008 - si legge in una nota dell’ufficio stampa della Regione - delegazione romana -, le risorse già assegnate dal Cipe per la programmazione 2000/2006 del Fondo Aree Sottoutilizzate, circa 300 milioni di euro di investimenti per la Calabria. Una decisione - viene sottolineato - che ha già prodotto il ricorso alla Cor-

Pippo Callipo

piegare e a spiegare. Sono giochi tipici della politica conterranea ma fermenti sotto il tavolo, e per la Regione 2010, ve ne sono per davvero. Si muove per esempio e in tutta autonomia Pippo Callipo, il re del tonno e delle conserve alimentari di qualità. L’ex presidente di Confindustria Calabria il pallino della politica l’ha sempre avuto, del resto. Anche quando gli conveniva non averlo perché seduto sulla poltrona sbagliata per queste attitudini. Me-

morabili i suoi cazzotti con Chiaravalloti da leader degli industriali ma anche la sua retromarcia “delusa” nei confronti di Agazio Loiero. Votato e con coscienza nel 2005, ha sempre detto Callipo ma ben presto dimostratosi una “sola” agli occhi del nocchiero di Pizzo Calabro. Oggi, con fare silente, Pippo Callipo potrebbe provarci senza contare su nessun altro volto che non fosse il suo. Avrebbe già programmato per marzo una prima sorta di autoconvocazione di quella che non è dato sapere con certezza se sarà un’associazione o un movimento trasversale. Difficilmente sarà un partito vero e proprio a sostegno ma è assai probabile invece che si possa tentare un movimento retrogrado rispetto al passato. Una espressione condivisa e apprezzata della società civile e produttiva, peraltro in questi anni diventata una sorta di coscienza critica nei confronti della “cosa pubblica”, al servizio di uno dei due blocchi che fatalmente andrebbe a coincidere con il Pdl, in evidente crisi di identità quando deve individuare un candidato spendibile e non calato dall’alto. È un progetto, allo stato. Nulla di più. Al quale ci si lavora più da Vibo che da Roma o da Catanzaro. Ma l’idea

«Utilizzare le risorse congelate dal Governo» occupazionale. La Calabria accetta lo sforzo di solidarietà nazionale per sostenere il reddito dei lavoratori in cassa integrazione in deroga, ma si aspetta il sostegno istituzionale a poter riprogrammare i suoi 300 milioni di euro, anche per consentire di costituire rapidamente un plafond destinato a finanziare le opere più urgenti di ripristino delle condizioni di sicurezza ed agibilità di strade e centri abitati. E’ un atto di giustizia evitare un esproprio causato dalla doppiezza della prassi normativa: larga e comprensiva con le amministrazioni centrali e stretta e rigida con le Regioni». L’emendamento proposto dalla

“Come to Calabria”, a Londra l’immagine di Gattuso sui taxi

Assessorato alla Sanità Istituita una task force contro la tubercolosi

L’immagine dela Calabria legata alla Nazionale. Il volto di gattuso su mille taxi londinesi

to di Gennaro Gattuso e la fortezza marina a Le Castella di Isola Capo Rizzuto: è l'immagine che da lunedì scorso compare sulle fiancate di 1.000 taxi londinesi. Una campagna

circola e ha pure una scadenza in agenda e cioè una prima riunione all’inizio di marzo. L’incastro del resto è tutto qui, nella primavera di Calabria che prepara il terreno per un tour elettorale lungo quasi un anno. E se non passa la linea del candidato di rottura e “fatto in casa” qualcuno pensa invece, e non è la prima volta che accade, al jolly pescato a Roma. Forte nei salotti che contano ma con sangue calabrese nelle vene. Il nome che fa pas-

MALTEMPO Il vicepresidente della Giunta regionale Cersosimo chiede 300 milioni del Fas

te costituzionale da parte della Regione. E adesso, con una nuova delibera Cipe il Governo intende riprogrammare i 1.200 milioni di euro non impegnati dalle amministrazioni centrali. «Se ciò vale per i Ministeri non si capisce perché non debba valere per tutti, dunque, anche per la Calabria, che proprio in questi giorni sta vivendo una drammatica emergenza idrogeologica. Per questo - dichiara il vicepresidente della Regione Domenico Cersosimo - ho chiesto ed ottenuto in Conferenza delle Regioni di inserire la richiesta tra quelle prioritarie nel confronto con il Governo sulle disponibilità regionali per affrontare la crisi economica ed

LONDRA — “Come to Calabria”, il vol-

Antonio Catricalà

promozionale del territorio che la Calabria ha lanciato a Londra, presente il presidente Agazio Loiero. Fino al 2010, l’immagine della Calabria resterà legata a quella della Nazionale e avrà come testimonial Gattuso.

CATANZARO — Il Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria, su indicazione del presidente Agazio Loiero ha costituito si apprende in una nota dell’ufficio del portavoce -, un’apposita task force tecnica mista con il compito di supportare le Asp calabresi nel lavoro di sorveglianza e valutazione di eventuali casi di tubercolosi. Secondo quanto ha spiegato il dirigente generale del Dipartimento, Andrea Guerzoni, la task force, che avrà competenze in epidemiologa, igiene e sanità pubblica, malattie infettive e pediatria, si è resa necessaria dopo la segnalazione da parte della Asl di Roma B di un sospetto focolaio epidemico di Tbc in una comunità romana e il cui caso indice ha soggiornato per alcuni mesi in Calabria.

Calabria, condiviso dai presidenti delle altre Regioni, punta a ridare alle medesime Amministrazioni (Regioni e Pubbliche amministrazioni) le risorse Fas già assegnate dal Cipe con apposite delibere entro la data del 31.12.2006 e non ancora impegnate/programmate al 31 maggio 2008. Del resto - prosegue la nota - l’articolo 6-quater della legge 133/2008 ha creato evidenti paradossi, perché ha imposto il blocco al 31 maggio, mentre la legge è entrata in vigore il 21 agosto. Così, nel corso dei mesi di giugno, luglio ed agosto la Giunta Regionale della Calabria ha deliberato l’approvazione di n. 14 Proposte di Accordo di Programma Qua-

si avanti negli scenari possibili è quello di Antonio Catricalà, presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato. Un nome una garanzia, verrebbe da dire. Che risolverebbe un bel po’ di grane mediatiche al centrodestra impallato ancora sulle provinciali. Un pacchetto confezionato nella Capitale forte anche di una possibile rivisitazione della legge elettorale regionale. “Calato” sì ma con radici nostrane, proverebbe a giustificare il marketing elettorale, per solito abile, del centrodestra. Scenari, verosimili o meno, di un Pdl che le prova tutte pur di pensare al futuro. Non c’è mai riuscito fin qui eppure dovrà cominciare prima o poi. Sente di avere un vento buono dietro le spalle ma al cospetto dei colleghi dell’altra parte trova più difficoltà a individuare cavalli da corsa per la Regione. È per questo che da Reggio e da Cosenza si sentono strani silenzi ancora sull’argomento. Uno dallo Stretto dice che non è interessato alla cosa. E l’altro sotto la Sila e dopo quattro mesi deve ancora decidere se candidarsi alla presidenza della Provincia. Finirà che arriveranno prima le elezioni. Domenico Martelli

dro per un valore complessivo di 331.236.848,34 a valere, principalmente, sulle risorse delle delibere Cipe n. 35/2005 e n. 3/2006, da stipulare con il Ministero dello Sviluppo Economico ed altre Amministrazioni Centrali competenti per settore. Quattro di queste hanno anche finito l’iter dell’Apq prima del 21 agosto 2008. «Il Governo, che per i propri fondi vuole rimettere in gioco le risorse bloccate con la manovra economica, non può impedire un’analoga soluzione per la Calabria, che ha bisogno di interventi immediati per far fronte almeno ai danni più urgenti e gravi causati dal maltempo. La disponibilità finanziaria esiste -conclude Cersosimo - ed è assurdo che la Regione ne venga privata, rischiando un esproprio definitivo e la conseguente allocazione delle proprie risorse verso altre finalità o territori».

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Tagliamento Auto concessionaria Mercedes-Benz

CERCA

1

Elettrauto diagnostico qualificato con esperienza nel settore Per colloquio inviare curriculum a:

salvatore.vizzari@tagliamentoauto.it tel. 0968 751844


22 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA ARCHIVIO DI STATOE’ stato deciso durante un incontro tra il sindaco Olivo, l’assessore alla cultura Argirò, e il direttore per i Beni Culturali Salsano

«Questo ufficio storico non chiuderà» Presto la Sovrintendenza procederà ad eseguire alcuni lavori di manutenzione CATANZARO — Nei giorni scor-

si, il sindaco Rosario Olivo e l’assessore alla cultura, Antonio Argirò, hanno incontrato il direttore per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria, dott. Raffaele Salsano per discutere della problematica legate alla paventata chiusura dell’Archivio di Stato. «Notizie riportate dalla stampa locale spiega una nota - che facevano riferimento a numerose dichiarazioni di rappresentanti di associazioni, di operatori e studiosi culturali e semplici fruitori, allarmati dall’eventuale chiusura dell’importante struttura di studio e di ricerca. Nel corso dell’incontro sono state affrontate le questioni che da anni gravano sui locali che ospitano l’Archivio Storico nella Città Capoluogo di regione. Il direttore Salsano ha anticipato che nell’immediato la Sovrintendenza procederà ad eseguiCATANZARO — Si è aperto presso la

Biblioteca Provinciale “Chimirri” il florilegio di incontri culturali promossi dal Slsi (Sindacato Libero Scrittori Italiani) sezione Calabria. Ad aprire la stagione la nota poeta Isabella Scalfaro che ha presentato il suo ultimo volume dal titolo: “Il difficile indugio” edito da Book. L’incontro presieduto dal presidente del Slsi - Calabria, prof. Sergio Paolo Foresta, ha avuto come relatori il docente di Lingua e Letteratura albanese dell’Unical Anton Berisha, il giornalista e scrittore Davide Cosco, il poeta e storico Maurizio Perrone. Prima delle suggestive ed emozionanti letture dell’autrice che ha evidenziato largamente il «ruolo indipendente e salvifico della poesia” a salutare l’iniziativa e gli intervenuti è stato il direttore della Biblioteca Provinciale Corrado Iannino pronunciandosi “entusiasta di un’iniziativa pensata a beneficio del mondo intellettuale e dell’intera comunità». «La poesia della Scalfaro - ha esordito il presidente Foresta - si dispiega mediando tra l’intimo e ciò che sta fuori, costruendo percorsi virtuosi e assai significativi. Versi che si librano alti e ritornano alla quotidianità ma sempre letta sotto una chiave lirica che anche quando si rivolge al dramma, mantiene una mirabile dolcezza positiva». «Vita e poesia - ha aggiunto Foresta - sembrano fondersi perfettamente, si difende un’identità preziosa, la solitudine diviene compagna immancabile e alla

re alcuni lavori di manutenzione individuati a seguito di un sopralluogo effettuato congiuntamente, dall’ing. Paolo Iannello, del Ministero per i Beni Culturali, e dall’ing Giuseppe Cardamone dell’ufficio tecnico comunale. Lavori che consentiranno - prosegue la nota - la riapertura immediata dell’Archivio, che si prevede possa avvenire entro sessanta giorni, mentre per il prossimo futuro, c’è l’impegno congiunto di individuare una nuova struttura più appropriata in grado di poter ospitare il rilevante patrimonio storico culturale custodito dall’Archivio. Sindaco ed assessore alla Cultura si sono detti soddisfatti dell’esito dell’incontro e dalle assicurazioni ricevute «che scongiurano, quindi - hanno evidenziato - le legittime preoccupazioni avanzate nei giorni scorsi».

ARCHIVIO DI STATO La nota di Bevacqua (Cisl -Fp) che chiede una conferenza dei servizi

«Bisogna trovare una soluzione stabile» CATANZARO — Conferenza dei servizi

pendenti. Per questo la Cisl Fp di Catanzaro - continua - nella speranza di porre fine una volta per tutte alle polemiche e alle notizie false e tendenziose fatte in questi giorni sui quotidiani calabresi riguardanti l'Archivio di Stato di Catanzaro, conoscendo bene da sempre la situazione dell'Ufficio medesimo si dissocia totalmente da quanto affermato da alcuni sindacati e da quani altri hanno dato notizie non veritiere danneggiando l'immagine dell'Istituto e delle persone che vi lavorano vanificando in tal modo un trentennale impegno di chi, quotidianamente, lavora nell'ombra e onestamente. La Cisl-Fp, è a conoscenza che la Direzione dell'Archivio di Stato di Catanzaro ha ripetutamente, nell'arco degli anni, sollecitato il Ministero a risolvere i pro-

blemi riguardante l'agibilità dell'immobile inoltre ha interessato più volte gli enti locali per reperire nuovi locali. Inoltre, non esiste nessuno interesse al trasferimento dell'Archivio di Stato di Catanzaro ad altre sede. Quindi non servono trovare il capo espiatorio, per il gusto di apparire, ma servono azioni concrete ed immediate per evitare, come spesso accade, che a "furia di gridare al morto" questo ci scappa veramente come è successo per altri uffici che sono stati trasferiti dalla città capoluogo di regione. La Cisl-Fp - conclude - propone alle istituzioni cittadine, comune e provincia, di attivare una conferenza dei servizi, ed impegnare il Ministero a trovare la soluzione definitiva ed urgente al fine di dare una soluzione stabile all'Archivio di Stato».

CATANZARO Ad aprire la stagione la nota poetessa Isabella Scalfaro che ha presentato il suo ultimo volume

per gli artisti catanzaresi e calabresi. Sicuramente una di queste consiste nelle qualità delle opere esposte e selezionate per la Biennale, opere di pregio che hanno meritato la vetrina di un concorso così importante che le ha portate all’attenzione delle commissioni, dei critici e dell’opinione pubblica per la rilevante qualità che questi nostri artisti hanno espresso. L’epilogo, il 29 maggio 2008 a Palazzo Brancaccio dove nella prestigiosa Sala degli Angeli, a conclusione dei vari concorsi artistici per l’anno 2008 alla presenza di tutti gli artisti vincitori, di personalità civili, militari ecclesiastiche e del mondo dell’arte e della cultura sono stati proclamati dal Presidente del Centro Internazionale artisti Contemporanei Prof. Giuseppe Chiovaro i vincitori della settima Biennale di Roma. Una classifica di merito individuava exquo dieci vincitori e precisamente Il catanzarese Umberto Falvo, Isabella Tomasetti, Andrei Dubinin, Anastasia Krana, Maria Prokofieva, Loriano Aiazzi, Tammaro Cristiano, Andrea Biffi, Sonia Spadafora Rossana Cotugno. A questi artisti è stata assicurata una serie di mostre in Brasile curata dalla Galleria Spazio Surreale della Signora Livia Bucci. Grande è la soddisfazione dell’Associazione Strada G per tutti gli apprezzamenti ricevuti per l’attività svolta per la promozione degli artisti per la grande soddisfazione di aver portato alla ribalta internazionale quattro catanzaresi.

immediata per porre fine alle polemiche sull'Archivio di Stato di Catanzaro, è quanto propone la Cisl-Funzione Pubblica. «Sul fatto che la sede di Catanzaro dell'Archivio di Stato deve rimanere nella città capoluogo siamo tutti d'accordo» si legge in una nota del segretario Antonio Bevacqua. «Dobbiamo - prosegue - però intenderci quale percorso intraprendere per fare in modo che la città non sia depauperata dell'importante patrimonio culturale e non servono, a parere della CislFp, attacchi strumentali che nulla hanno a che vedere con i motivi che hanno indotto il ministero alla sua chiusura. Derivante esclusivamente dalla messa in sicurezza sia dell'archivio stesso, ma anche della sicurezza di utenti e di-

Alla Chimirri gli incontri della Slsi

L’incontro alla Biblioteca Chimirri

quale la poetessa sa di potere rivolgersi anche nei giorni più bui, per trasfigurare i dolori lancinanti nella gioia più pura, di chi ha saputo riconquistare il possesso di sé, la vita». «Scrivere in versi - ha evidenziato Maurizio Perrone - significa sprigionare concettualità pratiche e libere che danno la possibilità di affrontare le problematicità umane sotto una chiave differente. La Scalfaro costruisce una poesia ricolma di impegno civile, storico, artistico, al quale

affianca determinazioni prodotte dalle pulsioni dense, dalle rimozioni e dalle repressioni, in cui si articolano i livelli del conscio, del preconscio e dell’inconscio». «La Scalfaro - ha affermato Davide Cosco - scava dentro l’esistenzialismo, costruisce una natura fertile, femminea, una multivocalità che rompe il tradizionale impianto monologico della lirica, plasmando disegni estetici di largo gusto e tracce di pensiero raffinatissime. La poeta guarda alle cose uma-

ne con distacco analitico, eppur con coinvolgimento solidale, pensandone le ragioni ma rivolgendosi sempre al sublime, ai fenomeni affrontati da un punto di vista ontologico, attraversando le malinconie di una vita e superandole con positiva accettazione consapevole». «Metodologicamente, l’arte, ed in particolare un certo tipo di poesia, rappresentano luoghi privilegiati per cogliere il carattere nichilistico del pensiero occidentale; quello che per Severino rappresenta l’identificazione dell’essere col nulla - ha rilevato Cosco -, nell’arte viene a piena manifestazione, in quanto l’arte stessa ha la peculiarità di mettere in opera l’essenza dell’Occidente e questo fa la Scalfaro nell’elogio della libertà plasmante». Da Catanzaro a Roma, e da qui a San Paolo del Brasile. Non è certo la richiesta che è stata fatta ad una agenzia di viaggi da alcuni artisti catanzaresi, ma la conclusione di un’avventura. L’inizio del viaggio è stata la seconda Mostra di selezione Città di Catanzaro propedeutica per la VII Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Roma tenuta nel novembre del 2007 nei prestigiosi saloni di Palazzo Fazzari a Catanzaro. Credo, che per un insieme di ragioni si è creato un circuito privilegiato


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 23

CALABRIA CATANZARO L’Istituto “Vittorio Emanuele II”, come ogni anno, aprirà le sue porte a tutti gli studenti delle terze medie della Calabria

Domani l’Open day alla scuola Agraria In questa giornata di orientamento verranno date informazioni sulle materie in programma a chi vuole iscriversi CATANZARO — Il Congresso dell’Unesco svoltosi a Bratislava nel 1970 ha dato la seguente definizione di Orientamento: “Orientare significa porre l'individuo in grado di prendere coscienza di sé e di progredire con i suoi studi e la professione, in relazione alle mutevoli esigenze della vita, con il duplice scopo di contribuire al progresso della società e di raggiungere il pieno sviluppo della persona umana”. L’Istituto Tecnico Agrario Statale “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro, come ogni anno, apre le sue porte a tutti gli studenti delle III medie di tutta la Calabria e ai loro genitori per offrire tutte le informazioni possibili per una scelta meditata della scuola secondaria superiore. In ogni famiglia, in questi giorni, le domande più frequenti sono “Dove iscrivo mio figlio? ” … dove c’è il corso di teatro op-

pure quello di giornalismo? dove si canta o dove si balla?. La caccia alle informazioni è aperta. L’Istituto Tecnico Agrario di Catanzaro ha deciso di organizzare l’open day. In questa giornata la Scuola è aperta ad accogliere tutti gli alunni e tutti i genitori che, volendo fare una scelta di vita consapevole, hanno bisogno di informazioni. L’Istituto Tecnico Agrario offre corsi di studio, sia di ordinamento sia sperimentali negli indirizzi “Agroambientale” e “Vivaismo e colture protette”, completi e moderni. Completi perché accanto alle normali discipline generali, sviluppate nella stessa quantità di ore settimanali delle altre scuole, offre discipline tecnico - scientifiche che mirano alla formazione specifica di settore. Si spazia quindi dalla “Topografia” alle “Costruzioni” per le

esercitazioni in pieno campo, facendo ricorso alle strutture aziendali produttive presenti nell’ambito scolastico (serre, tunnels, cantina, ecc.), alle attività di alternanza scuola - lavoro e alla partecipazione alle attività di numerose aziende private che collaborano con l’Istituto Tecnico Agrario. Inoltre il taglio didattico dato alle numerose discipline tecnico scientifiche è indirizzato alle tecnologie che rispettano l’ambiente (tecniche a basso impatto ambientale, lotta biologica, lotta integrata, ecc.), che puntano alla qualità della vita (agroecologia, ecologia del paesaggio, ecc.) e alla prevenzione degli infortuni. L’Istituto Tecnico Agrario “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro, oltre allo specifico campo d’azione e alle opportunità offerte dalla partecipazione a Pe a P offre numerose occasioni di re-

cupero curriculare ed extracurriculare e altrettante attività extracurricolari. Dal corso per conseguire il patentino per i ciclomotori (sicurezza ed educazione stradale), ai corsi di informatica per l’applicazione in agricoltura, dalle attività di biotecnologie vegetali al recupero degli antichi sapori, dalla preparazione alle olimpiadi della matematica alla partecipazione ai concorsi enologici, ecc. ecc.. I genitori che parteciperanno all’open day potranno rendersi conto direttamente dell’organizzazione scolastica, dell’annesso convitto il quale ospita studenti provenienti da tutte le province della Calabria e dell’ambiente favorevole all’apprendimento che la “scuola agraria” di Catanzaro ha posto in essere e di conseguenza fare scelte meditate e consapevoli per il futuro dei propri figli.

CATANZARO — «Oggi la maggior

CATANZARO L’esperienza ha come obiettivo quello di agevolare una migliore consapevolezza del Sé Corporeo

sazioni interne capaci di produrre benessere, alla costruzione dell’asse verticale come base per costruire le propria presenza, all’esplorazione della sfera spaziale come possibilità di sperimentazione sia di uno spazio personale all’interno nel quale sentire il proprio esserci, sia di uno spazio luogo della relazione e di incontro con l’altro. Attraverso la tecnica di Expression Primitive ci siamo spostati verso l’esplorazione della sfera ritmica, come possibilità di dare forma e struttura ai gesti e attraverso questi dare una direzione progettuale al proprio sentire. Attualmente il gruppo sta lavorando alla valorizzazione delle polarità come possibilità di sperimentare gli opposti e all’esplorazione del proprio mondo creativo con evoluzione verso la creazione di coreografie a partire dall’improvvisazione. Un altro strumento utilizzato sono gli Effort (parola traducibile dal tedesco in energia, impulso) attraverso cui possiamo osservare il modo in cui ogni persona usa la propria energia e utilizza le proprie capacità interne nei confronti degli elementi qualitativi del movimento e cioè il peso, lo spazio, il tempo e i flusso». Le attività andranno avanti ancora fino a marzo e si concluderanno con la presentazione di un laboratorio scientifico nel quale saranno presentate le esperienze vissute dai ragazzi e le metodologie educativo/terapeutiche utilizzate dalla Ra. Gi.

parte dei ragazzi e degli adolescenti presentano una particolare difficoltà nel “dire” ciò che profondamente li fa “soffrire, spesso presentano un’alterazione dei processi di simbolizzazione, talchè le emozioni non possono essere espresse e l’energia associata può solo essere agita, espressa materialmente, perché per loro è impossibile tradurla verbalmente» si legge in una nota dell’associazione Ra. Gi. «Sulla scorta di queste considerazioni prosegue -, nell’ambito degli strumenti operativi utilizzabili con ragazzi, non dev’essere trascurata la possibilità di ricorrere a tecniche che, pur operando egualmente nel profondo di ogni stato d’animo, utilizzano canali comunicativi che non implicano in prima istanza la simbolizzazione verbale, tecniche adeguate ad abilitare (non di riabilitazione infatti si può parlare in questi casi) il ragazzo ad una maggiore conoscenza di sé, dei propri meccanismi difensivi, e delle modalità relazionali più utilizzate. Partendo da questo presupposto, l’Associazione Ra. Gi. Onlus in collaborazione con l’istituto Compensivo “Michele Pane” di Decollatura diretto dalla dott. ssa Maria Gabriella Greco, sta portando avanti da qualche mese, un’esperienza che ha come obiettivo primario quello di agevolare una migliore consapevolezza del Sé Corporeo come base per la ristrutturazione

conoscenze ingegneristiche, dalla “Contabilità”, all”Economia generale e politica”, all’”Economia agraria” all’Estimo professionale” per lo sviluppo del settore economico estimativo, dall’”Anatomia e Fisiologia degli animali”, alla “Genetica” all’”Alimentazione”, alla “Zootecnica speciale” per il settore delle produzioni animali, dalla “Botanica” alla “Fisiopatologia”, all’”Entomologia” per la difesa delle colture, dalla “Meteorologia”, all’Agronomia, alle Tecniche di produzione vegetale per la parte agronomica, dalla “Chimica del Terreno” alla “Chimica della pianta”, alla “Chimica dei fitofarmaci”, alle “Industrie Agroalimentari” per la parte dedicata alle tecnologie agroalimentari. Moderni perché tutti gli insegnamenti sono assistiti sia da attività laboratoriali che da

Le sedute di danzaterapia della Ra.Gi.

L’esperienza degli studenti di Decollatura

della propria identità e recupero dell’autostima. Una sfida di non poca entità tenuto conto che si tratta di lavorare con un gruppo di 45 tra bambini, pre-adolescenti e adolescenti residenti in piccolo centro pre-silano. Gli strumenti utilizzati sono la DanzaTerapia in metodologia Espressivo Relazionale e in Chiave Simbolica e l’Expression Primitive». Ogni seduta della durata di tre ore circa è condotta in coconduzione da una danzamovimentoterapeuta, una psicologa, una operatrice e due animatrici esperte in body-art. «Siamo partiti dalla fondazione del gruppo - afferma Elena Sodano della Ra. Gi. - attraverso la promozione di nuovi modi di relazionarsi, ad iniziare dall’attivazione del codice espressivo e comunicativo non verbale. Successivamente siamo passati alla ristrutturazione e rielaborazione dell’immagine corporea di ogni elemento del gruppo, attraverso l’attivazione e la valorizzazione delle sensazioni positive e delle risorse psico-fisiche presenti in ognuno con un lavoro di sensibilizzazione rispetto al proprio corpo. Per raggiungere alcuni risultati abbiamo lavorato sull’ascolto del corpo per favorire la percezione di sen-


24 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO La lettera aperta di Patrizia Cosentino, madre di una delle vittime della frana sull’A3, Danilo Orlando

«Lottare perchè le tragedie non avvengano più» «A nome mio, di mio marito Vitaliano e di Mirko ringrazio tutti quanti per la loro presenza e il loro affetto» di Patrizia Cosentino* CATANZARO — Di fronte ad una tragedia immane ed incredibile come questa è impossibile trovare le parole che possano adeguatamente esprimere il mio dolore e la mia angoscia. A nome mio, di mio marito Vitaliano e Mirko ringrazio tutti quanti per la loro presenza e il loro affetto. Da E- on Produzione in particolare l’ingegnere Merante a Telecontact Telecom con l’ingegnere Bronzi; da Phonemdia e Multivoice con il Ccm Leopoldo Ermetes all’ Università Magna Grecia di Catanzaro, ai club dirigenti e giocatori della squadra di calcio del Catanzaro e un grazie a Giorgio Corona per la sua maglia e per la sua bellissima telefonata. CATANZARO — «Impiegare i fondi strutturali 2007/2013 per dare vita ad una forestazione produttiva e autosostenibile e per proteggere il territorio dai disastri ambientali legati al dissesto idro-geologico, alle alluvioni, agli incendi. Sono questi i principali temi su cui si è focalizzato il congresso della Fai-Cisl della provincia di Catanzaro, al termine del quale l’assemblea dei delegati ha confermato all’unanimità l’uscente Luigi Gualtieri quale segretario territoriale dell’organizzazione sindacale. E’ stata la relazione di Luigi Gualtieri ad aprire i lavori congressuali: «Il Psr 2007/2013 - ha detto il segretario territoriale della Fai di Catanzaro - rappresenta l’ultima occasione di sviluppo per la Calabria. Il grande compito della Regione è quello di prestare una maggiore attenzione per tale comparto, e avviare politiche attive per far crescere in maniera produttiva i diversi settori e le diverse filiere, con interventi mirati ed evitando aiuti a pioggia che vengono dispersi e iniziative dal sapore clientelare. Occorre puntare sulla risorsa montagna e sulle nostre foreste. Dobbiamo dire grazie ai lavoratori forestali che lavorano quotidianamente per proteggere il territorio dalle frane, dalle alluvioni, dalle tracimazioni dei torrenti. Purtroppo la Regione sta puntando a smantellare il settore anziché a valorizzarlo». Un’analisi condivisa dal segretario generale dell’Ust Cisl di Catanzaro Domenico Cubello, il quale ha affermato che «la programmazione regionale deve puntare alla salvaguardia di territorio se si vogliono realmente creare prospettive di sviluppo. Senza tutela del territorio e dell’ambiente non ci può essere turismo né sviluppo industriale. Se non ci sarà un’inversione di rotta la Calabria continuerà a perdere grandi opportunità in settori strategici come quello agro-alimentare o quello energetico». «A tutt’oggi restano irrisolte tante problematiche CATANZARO — Assemblea provin-

ciale dei Popolari Liberali di Catanzaro, la formazione che fa capo all’on. Carlo Giovanardi. All’incontro, presieduto dal presidente provinciale Santo Scalzo, hanno partecipato circa 400 dei quasi 2.000 iscritti, provenienti da tanti comuni della provincia. I lavori sono stati aperti dal segretario provinciale, Mario Gentile, che ha sottolineato il risultato raggiunto «in una provincia - ha detto - dove il movimento non conta nessun parlamentare, consigliere regionale o provinciale e dove nessuno riveste incarichi di nessuna natura. Adesioni che non nascono da promesse ma dalla passione politica di tante persone deluse da vec-

Danilo Orlando è una delle vittime della tragedia di qualche giorno fa sull’A3. Una frana durante alcuni giorni di maltempo ha ucciso due persone

Dall’autorità: l’on. Loiero, il Sindaco Olivo, il prefetto e il questore di Catanzaro ecc all’ on. Michele Traversa, Wanda Ferro, Pino Soriero, gli amici di Cnc, in particolare Eugenio Riccio e Roberto Talarico, Franco Passafaro, Giuliano Renda, Franco Cimino e Sergio Abramo che, oltre ad rappresentare le istituzioni, sono soprattutto amici di famiglia e del mio amatissimo Danilo. E proprio a loro chiedo che il miglior modo di ricordare e onorare Danilo è di fare l’impossibile e di lottare in modo che tragedie come questa non debbano più avvenire in Calabria. Perché la morte è volontà del Signore non della negligenza degli uomini. Solo cosi il mio malandato cuore potrà trovare un po’ di pace. Grazie a tutti. *La mamma di Danilo Orlando

Al centro del dibattito il rilancio della forestazione e la salvaguardia del territorio

Congresso Fai Cisl Catanzaro Luigi Gualtieri rieletto segretario - ha sottolineato il segretario generale della Fai Calabria Giuseppe Gualtieri -, in particolare quelle legate alla soppressione di Arssa e Afor e al trasferimento dei lavoratori alle Province. Un provvedimento che si è finora concretizzato in un nulla di fatto, ma che tuttavia, come è evidente, ha determinato insicurezza e preoccupazione per migliaia di lavoratori e per le loro famiglie. Vogliamo conoscere le prospettive occupazionali e professionali nonché di utilizzo dei lavoratori, ma soprattutto vogliamo che vengano garantiti i livelli di occupazione a fronte dell’esodo incentivato. Non è possibile che ci sia il blocco del turn-over, anzi bisogna favorire l’ingresso di nuove figure professionali per il rilancio di una forestazione produttiva e autosostenibile. Su questo diventa di fondamentale importanza l’utilizzo appropriato dei fondi strutturali 2007/2013, con la programmazione di interventi che portino a un’ottimizzazione delle risorse umane e finanziarie e rendano autenticamente produttivo il comparto della forestazione, per garantire e salvaguardare i livelli occupazionali, per rilanciare le politiche ambientali, per mettere in sicurezza il territorio, per valorizzare il nostro immenso patrimonio boschivo». Il segretario generale della Cisl Calabria, Luigi Sbarra, ha evidenziato «la necessità di rivisitare compiti e modalità di gestione dell’Arssa e dell’Afor, per assicurare all’impor-

I lavori del congresso

CATANZARO All’incontro hanno partecipato circa 400 dei quasi 2.000 iscritti provenienti dall’intero territorio

L’assemblea provinciale dei Popolari Liberali chie appartenenze e da vecchie logiche, allontanatesi dall’Udc per ribadire la loro lealtà al centro-destra ed al Pdl, dopo che l’Udc prima si è dimostrata ondivaga, per poi allearsi sia con Di Pietro che con Rifondazione comunista come è successo in Trentino». «E’ il tempo di realizzare - ha detto Gentile - una nuova sintesi culturale, prima ancora che politica, di moderna dottrina sociale cristiana e pensiero liberaldemocratico. Occorre interpretare la nuova

domanda di libertà deli ultimi decenni conciliandola, tramite la sussidiarieta’, con la tradizione solidaristica propria dei partiti democratici cristiani». Gentile e Scalzo hanno ringraziato il responsabile regionale on. Gianni Nucera, la presidente regionale Ernesta Poletto e l’ex assessore regionale Dionisio Gallo. «Carlo Giovanardi ha dimostrato di esser molto legato alla nostra regione, dove è stato tantissime volte nell’ultimo anno. A livello re-

gionale, come a livello provinciale, quello che chiediamo è di partecipare al tavolo di preparazione del pdl con pari dignità pur consapevoli della diversità dei numeri, perché come ha affermato il presidente Berlusconi ai nostri congressi nazionali, per vincere come per formare un grande partito c’e bisogno di tutti, certamente anche di noi che ormai, siamo radicati in tutto il territorio nazionale». La direzione provinciale neo eletta è composta da Mario Gentile

tante comparto agricolo - forestale competenze e progettualità già esistenti tra gli operatori degli stessi Enti Strumentali della Regione. Siamo convinti - ha detto Sbarra della necessità di cambiamenti mirati all’ottimizzazione dei settori agricolo e forestale e dei relativi Enti di Sviluppo che potrebbero costituire e realizzare grandi opportunità di crescita, sviluppo ed occupazione anche attraverso un utilizzo produttivo nei settori ambientale, della protezione civile, dell’energia e del turismo attingendo in tal modo a cospicue risorse del Por Calabria. Il maxiemendamento con cui il Consiglio regionale ha soppresso Arssa e Afor, ha creato perplessità e contrarietà rispetto alla attuazione pratica dello scioglimento dei due Enti e al trasferimento delle competenze. In particolare risulta complicato il passaggio del personale, del patrimonio demaniale e forestale alle Province, che hanno evidenziato la necessità di avere certezze sulle risorse finanziarie da attribuire, sul ripianamento dei debiti pregressi e sulla definizione del precariato. Per questo sollecitiamo una modifica della legge regionale ancora prima di dare concreta validità ai piani attuativi delle stesse Province». Il segretario nazionale della Fai-Cisl, Fabrizio Scatà, concludendo i lavori congressuali, ha sottolineato come «la straordinaria partecipazione al dibattito conferma la vitalità della nostra Fai e la sua capacità di aggregazione». «La convinta condivisione sul nuovo modello contrattuale ha detto il segretario nazionale della Fai - conferma il valore della cultura riformista. Auspichiamo che, come si è verificato nel passato, la Cgil riprenda il percorso unitario, superando le pregiudiziali ideologiche e ritrovando la strada dell’autonomia. La Cisl proseguirà, con determinazione, lungo il suo originale percorso, che trova proprio nell'autonomia il suo solido referente». (vice- sindaco di taverna e Segretario provinciale), Santo Scalzo, presidente provinciale e consigliere comunale Taverna, Domenico Scalise, Carmelo Coltellaro, Piero Fiore Catizone, Pasqualino Gigliotti, Francesco Folino, Luigi Lepera, Maria Fratto, Marcello Aldo Infelise, Enzo Zofrea, Alessandro Capace, Mario Mancuso, Ada Paonessa, Nicola Vittorio Folino, Salvatore Basile, Enzo Aiello, Francesca Garofalo, Pirrotta Teresa, Bartone Salvatore, Concetta Guerra, Mario Canino, Valeria Ricco, Razvan Claudio Ghebnel, Giandomenico Stanizzi, Andrea Maria Heeb, Marco Marinaro, Natale De Lucia, Giovanni Scelbo e Ivan Colosimo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 25

CALABRIA STAZIONE CARGO La nota della deputata del Pdl Ida D’Ippolito: «Il territorio sarebbe isolato con conseguenze sociali ed economiche negative»

«No al progetto di soppressione di Trenitalia» «Intraprendere iniziative di potenziamento del sistema ferroviario nella regione» LAMEZIA TERME — «No al pro-

getto di Trenitalia di sopprimere la stazione di Lamezia Terme, relativamente al settore Cargo, decisione che renderebbe drammatica una condizione dei trasporti già emergenziale». Lo sostiene la deputata del Pdl Ida D'Ippolito, segretario della commissione Giustizia e componente della commissione Agricoltura, in un'interrogazione al ministro delle Infrastrutture e trasporti, Altero Matteoli, e in una lettera all'amministratore delegato di Trenitalia, Mauro Moretti. Secondo l'on. D'Ippolito, «la soppressione del trasporto merci su rotaia - prosegue Ida D’Ippolito - costringerebbe le imprese ad utilizzare la rete stradale, con conseguenti aumenti dei relativi costi e con notevoli disagi per i cittadini. La regione, infatti, in questo momento vive un vero e proprio

Ida D’Ippolito

stato di paralisi delle comunicazioni con il resto del Paese a causa dell'interruzione della rete autostradale e dell'intasamento degli altri percorsi viari, danneggiati dal maltempo dei

mesi scorsi che ha provocato frane e gravi danni ambientali. Chiudere il settore Cargo della stazione di Lamezia Terme sottolinea la deputata del Pdl -, dunque, significherebbe emarginare ancora di più un territorio già fortemente penalizzato, legittimando così anche la forte preoccupazione espressa dal Presidente di Confindustria di Catanzaro sulle sue gravissime conseguenze economico sociali, non solo per la provincia ma per l'intera Calabria». La deputata del Pdl chiede quindi a Governo e Trenitalia «di adoperarsi per un ripensamento della decisione assunta e di attivarsi - conclude la D’Ippolito - piuttosto per intraprendere iniziative di potenziamento del sistema ferroviario nella regione in modo da rispondere adeguatamente alle esigenze di tutti e consentire il rilancio delle imprese calabresi».

STAZIONE CARGO La nota del sindaco di Lamezia Speranza contro la chiusura dello scalo merci

«Verrebbe penalizzata tutta la Calabria» LAMEZIA TERME — Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, dopo aver appreso del paventato rischio di chiusura dello scalo merci di Lamezia Terme nella dichiarazione pubblica del presidente regionale di Confindustria, Giuseppe Speziali, ha scritto una lettera ai massimi vertici di Trenitalia. Speranza, nel comprendere le preoccupazioni e nell’accogliere il problema posto dall’organizzazione degli industriali calabresi, chiede un incontro alla dirigenza di Trenitalia per valutare come mantenere e potenziare anziché ridurre il traffico merci su Lamezia. E chiede inoltre, al Governo e alle Ferrovie dello Stato di esaminare la questione Trenitalia in Calabria nel suo complesso. «Se ciò dovesse verificar-

Gianni Speranza

si - ha affermato Speranza - rappresenterebbe una penalizzazione non solo per Lamezia ma per l’intera regione, oltre ad essere una sofferenza per le imprese, perché si tratta di una stazione di snodo fondamentale. Il si-

stema ferroviario non è un sistema che riguarda solo la mobilità delle persone ma anche delle merci. Questa notizia giunge proprio in un momento critico in cui, viste le condizioni delle infrastrutture in Calabria e la situazione in cui versa l’autostrada, il traffico merci dovrebbe transitare necessariamente dalla ferrovia». «Il problema poi - ha concluso il sindaco - è ancora più vasto e non riguarda solo il movimento delle merci ma anche quello dei viaggiatori: c’è l’esigenza di potenziare la ferrovia, di garantire la sicurezza ferroviaria e la progressiva velocizzazione, anche perché prima o poi il problema si ripropone, e le notizie sconfortanti di questi ultimi giorni confermano questa preoccupazione».

STAZIONE CARGO La mozione dell’on. Egidio Chiarella

«Serve un consiglio regionale» LAMEZIA TERME — «Ti chiedo di

convocare con urgenza il Consiglio regionale, prima della fine del mese, per approvare, mi auguro all'unanimità, una mozione, stamattina stessa da me depositata, con la quale si chiede a Trenitalia di rivedere la decisione che ha inserito Lamezia Terme e Cosenza "fuori catalogo" dal primo marzo, abolendo di fatto gli ultimi scalo merci della Calabria». Lo ha scritto ieri, in una lettera al presidente dell'assemblea regionale Giuseppe Bova, il consigliere Egidio Chiarella (Pd), il quale ha sottolineato che lo scorso anno solo su Lamezia Terme, vi è stato un movimento di circa 8.000 carri tra arrivi e partenze, quasi tutto di provenienza estera. «E' quasi impossibile pensare - aggiunge che tutto questo traffico, compresi i 2.500 carri che hanno transitato su Cosenza, sarà dirottato sull'Autostrada A3 e sulla Statale 106, che in questi giorni tra l'altro sono state ridotte un "colabrodo" dal maltempo che ha imperversato sui nostri territori. Si apre un futuro non certo esaltante per il trasporto in Calabria. Scompare il trasporto merci su rotaia con conseguente disagio per le imprese industriali, artigianali e commerciali con aumenti di costi non indifferenti per gli imprenditori calabresi, già con grandi problemi di liquidità, a causa della debolezza del credito nella nostra Regione. Tutto questo - dice Chiarella - indebolisce all'inverosimile gli obiettivi strategici della programmazione regionale, relativi ai fondi europei, che prevedono una piattaforma lo-

Egidio Chiarella

«Si apre un futuro non certo esaltante per il trasporto» gistica nella città di Lamezia Terme in sinergia con il Porto di Gioia Tauro». Chiarella chiede che il Presidente Loiero e l'Assessore ai Trasporti Demetrio Naccari, assieme a tutti i deputati della Calabria, «intervengano immediatamente su Trenitalia e sul Ministro dell'Economia, per scongiurare la chiusura degli scali merci calabresi, chiedendo il ripristino dei sessanta milioni di euro sui fondi destinati al settore del trasporto merci nella Finanziaria 2009, che va a penalizzare soprattutto la Calabria, anello sempre più debole in un settore nevralgico per lo sviluppo economico del suo territorio».

STAZIONE CARGO Su proposta di Olivo il sostegno alla funzione stategica della città della Piana STAZIONE CARGO La nota di Francesco Talarico dell’Udc

La protesta della giunta di Catanzaro «Basta alle continue sottrazioni» CATANZARO — No alla cancellazio-

ne della stazione ferroviaria di Lamezia Terme dal “catalogo cargo” delle Ferrovie; pressante richiesta a Trenitalia di ripensare, se confermata, una decisione che «metterebbe in ginocchio l’economia dell’intera Calabria, isolando la regione dal resto d’Italia, anche in considerazione della pessima situazione dell’autostrada Salerno- Reggio Calabria». La giunta comunale di Catanzaro, su proposta del sindaco Rosario Olivo, ha elevato una vibrata protesta per un provvedimento che decreterebbe la definitiva scomparsa del trasporto merci su rotaia, con conseguente disagio per le imprese industriali, artigianali e commerciali, che utilizzano tali modalità di trasporto per la loro attività, alle quali non resta che il trasporto gommato, con aumenti di costi non indifferenti e, tra l'altro, in un momento storico di recessione, difficilmente sopportabili. La decisione di Trenitalia appare ancora più grave se si pensa allo stato di collasso e paralisi della nostra regione che, a causa delle ripetute ondate di maltempo, si trova senza arterie di comunicazione con il resto del paese in considerazione dell' interruzione dell' autostrada e dell'in-

tasamento/blocco di altri percorsi. La giunta comunale di Catanzaro, dopo avere sottolineato la funzione strategica della stazione di Lamezia Terme, ha ricordato che ad essere fortemente penalizzata è anche la città capoluogo di Regione con il suo sistema produttivo di piccole e medie imprese che poggiano sul trasporto merci ferroviario. A ciò si aggiunge - è stato osservato dalla giunta - la progressiva azione di abbandono delle stazioni cittadine e di importanti tratte ferroviarie sul territorio catanzarese». L’esecutivo, su proposta dell’assessore all’ambiente, Lorenzo Costa, ha poi approvato lo schema del protocollo d’intesa con il Commissario delegato all’emergenza ambienta-

le ed ha autorizzato il dirigente del settore risorse umane e professionali, Carmelina Screnci, a procedere all’anticipazione del pagamento delle competenze spettanti ai lavoratori Lpu e Lsu, per il periodo gennaio - marzo 2009, impegnati nei progetti avviati dall’amministrazione di palazzo de Nobili. Inoltre, sentite le relazioni dell’assessore agli affari generali, Aldo Stigliano Messuti, l’esecutivo ha licenziato dieci proposte del settore avvocatura. Infine la giunta, presente il dirigente Pasquale Costantino e la funzionaria Maria Grazia Basile, ha avviato l’esame del bilancio di previsione 2009 illustrato dall’assessore al ramo, Giuseppe Marcucci.

LAMEZIA TERME — «Esprimo forte preoccupazione per le continue sottrazioni di importanza, di centralità e di autonomia che vengono effettuate da diversi enti e istituzioni nei confronti della città di Lamezia Terme, ognuno adducendo motivazioni di razionalizzazione di risorse umane e materiali tra di loro indipendenti, ma alla fine convergenti nell’impoverire un territorio già segnato da notorie insufficienze strutturali» si legge in una nota dell’On. Francesco Talarico. «Dalla cancellazione dal catalogo merci della stazione di Lamezia Terme - prosegue - e dal declassamento della sede Inps a semplice agenzia, emerge in tutta evidenza la necessità che la classe politica si faccia carico delle problematiche più generali e, in una sacrosanta ne-

STAZIONE CARGO La Confartigianato: «No all’emarginazione»

comunicato della Giunta provinciale dell’associazione degli artigiani di Catanzaro. «La decisione - continua - penalizza una delle aree strategiche per lo sviluppo della regione ed indebolisce uno snodo cruciale per la logistica ed i trasporti. La Calabria e la regione più penalizzata sotto il profilo delle infrastrutture. Occorre che sia considerata nelle strategie nazionali - conclude la nota - anche per le potenzialità del suo sistema imprenditoriale.»

«Necessario un ripensamento» LAMEZIA TERME — «La chiusura dello scalo merci di Lamezia Terme, decisa da Trenitalia a far data dal prossimo primo marzo, contribuirà all’emarginazione della Calabria e del suo tessuto produttivo rispetto al Paese ed al-

l’Europa. La Confartigianato ritiene necessario un ripensamento, anche alla luce dei volumi di traffico che non giustificano una decisione di questa portata da parte della società ferroviaria pubblica». E’ quanto si legge in un

cessità di intervenire con decisione laddove realmente sussistano sprechi e inefficienze, salvaguardi tutto quanto invece funziona anche con riferimento a parametri puramente aziendalistici. E’ quanto avviene nella fattispecie sia per lo scalo merci di Lamezia Terme, con una movimentazione annuale significativa, sia per la sede Inps, cui fa riferimento quotidiano una utenza vasta quanto il comprensorio lametino. Sui riflessi nell’economia complessiva del territorio di provvedimenti grossolani e frettolosi - aggiunge - basta pensare alle conseguenze inevitabili, ovvero l’incremento del trasporto su gomma che graverà su un sistema viario problematico da una parte e dall’altra l’aumento delle ore lavorative perse per l’assolvimento di pratiche assistenziali ineludibili, per non parlare dell’evidente spreco derivante dal mancato utilizzo di una sede prestigiosa inaugurata solo qualche mese addietro. Occorre, quindi, uno scatto d’orgoglio di tutta la classe politica lametina per porre fine a queste continue espiazioni che indeboliscono l’economia ed il ruolo centrale che la nostra città ha nello scenario regionale e nazionale. Ognuno - conclude - per le diverse responsabilità e competenze si deve impegnare per sostenere e potenziare quello che esiste».


26 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO L’iniziativa è stata fortemente voluta dai due presidenti, Luigi Bulotta e Mario Muzzì, in una prospettiva di reciproca collaborazione

Protocollo d’intesa tra Field e Calabria Etica «Vogliamo consolidare la rete degli Enti di natura regionale sviluppandone la capacità operativa» CATANZARO — La Fondazione

Calabria Etica e la Fondazione Field hanno sottoscritto nei giorni scorsi a Catanzaro un protocollo d’intesa finalizzato a rafforzare la collaborazione tra i due enti della Regione Calabria. L’iniziativa è stata fortemente voluta dai due presidenti, Luigi Bulotta e Mario Muzzì, in una prospettiva di reciproca e ottimale collaborazione ed integrazione di competenze ed esperienze. «Sono pienamente soddisfatto ha dichiarato Luigi Bulotta - per la sottoscrizione di questo protocollo che rappresenta un accordo strategico per il potenziamento e la valorizzazione delle rispettive finalità statutarie ed assume particolare rilievo in quanto mira a consolidare la rete degli Enti di natura regionale accrescendone e sviluppandone la capacità operativa e l’incidenza sul tessuto sociale in termini di sviluppo. Il protocollo, infatti, - spiega ancora Bulotta - rafforza la piena sintonia, collaborazione e condivisione di obiettivi già esistente tra le due fondazioni che si sono impegnate a cooperare nell’ambito delle politiche sociali, del lavoro e dello sviluppo locale, attraverso la realizzazione di attività di ricerca e analisi, la programmazione di linee operative di intervento, il monitoraggio e la verifica dei risultati prodotti. In tal modo potremo potenziare e valorizzare le attività e gli strumenti

operativi in prospettiva di una maggiore ed ottimale collaborazione ed integrazione di competenze, esperienze, attività di ricerca e risorse disponibili, in linea con i programmi regionali di sviluppo». Anche il presidente Muzzì ha espresso grande soddisfazione per una iniziativa all’insegna della collaborazione possibile tra soggetti istituzionali. Sono quattro gli ambiti di intervento individuati subito da Field e Calabria Etica: ricerca ed analisi su politiche d’intervento nelle materie di competenza; programmazione di linee operative d’intervento, coerentemente con il quadro generale di riferimento a livello comunitario, nazionale e regionale, in materia di politiche attive del lavoro, emersione, sviluppo locale e solidarietà sociale; monitoraggio e verifica dei risultati; cooperazione in campo sociale e delle politiche del lavoro e dello sviluppo locale.

CATANZARO La nota di Maruca della sinistra democratica della Prima circoscrizione

«Uso palestra D’Errico, Sità è stato scorretto» CATANZARO — «La vicenda sull’uti-

lizzo da parte dell’associazione “Ada” della palestra “L. D’Errico” di Viale de Filippis, è stata al centro di un incontro voluto dall’assessore allo sport Danilo Gatto, e non dal presidente della I° circoscrizione Felice Sità, alla quale ha partecipato anche l’Assessore al decentramento Tommasina Lucchetti» si legge in una nota di Franco Marcuca della Sinistra Democratica I° Circoscrizione. «Il confronto - prosegue -, sulla base anche dei documenti portati all’attenzione dei due assessori, non ha lasciato alcun dubbio circa l’irregolarità dell’uso della palestra di viale de Filippis, ma alla fine, grazie anche all’equilibrio dimostrato dai due amministratori, la discussione si era

Catanzaro, due corsi di formazione martedì e mercoledì al Comune CATANZARO — Due nuovi appunta-

menti sono stati programmati dal Centro di formazione permanente diretto dal dott Roberto Di Tommaso, in direzione dell’aggiornamento del personale di palazzo de Nobili, per

martedì 17 e mercoledì 18 febbraio prossimi. Le due giornate di studio, che si terranno nella sala concerti del palazzo municipale, sono state organizzate di concerto con il settore personale diretto da Carmelina Screnci,

chiusa con un accordo finale nel segno della distensione. Si sa però che il lupo perde il pelo ma non il vizio e sono bastate solo poche ore al presidente Sità per riavvenelare i rapporti e rimettere nuovamente tutto in discussione. Sia all’Assessore Gatto che all’Assessore Lucchetti non sarà sfuggita la nota stampa apparsa l’11 febbraio a firma del Sità nella quale venivano diffuse notizie al di fuori della realtà e del tutto prive di fondamento. Il presidente Sità - continua la nota -, scorretto come sempre ma veloce nel ribaltare le situazioni, sa dire il contrario quando afferma sulla stampa che la palestra è stata utilizzata da parte dell’Ada secondo una corretta applicazione della volontà del consiglio della I° circoscrizione e quest’ultima, introdurrà anche le due lezioni. Tema del corso “La qualità del servizio”: i fattori che la determinano, la comunicazione interpersonale e l’assertività. Le principali norme comportamentali, metodologia didattica, interventi ed esercitazioni. Le lezioni saranno tenute dalla dott. ssa Mary Trapani docente dell’università della Calabria e saranno avviate dal presidente della Fondazione, avv Francesco Granato.

della relativa convenzione. Se c’è stato un argomento che è stato posto all’attenzione dei due Assessori è stato proprio quello della violazione di quanto deliberato. Al punto 2 della delibera del consiglio circoscrizionale n° 7 del 14.07.08 infatti, nell’affidare la gestione in forma gratuita dell’attività ludiche ricreative dell’Ada, rimaneva inteso che tutte le iniziative avrebbero dovuto essere regolarmente programmate e preventivamente concordate con i competenti organi della circoscrizione, individuati nella commissione servizi sociali e nell’intero consiglio. Gli abusi e le irregolarità ci sono eccome! Capisco ora l’imbarazzo del Sità a non voler ammettere pubblicamente davanti sia all’Assessore Gatto che all’Assessore Lucchetti di aver sbagliato in quanto la commissione ed il consiglio, dopo ben sette mesi, non avevano programmato un bel nulla, ma avrebbe sicuramente fatto una figura migliore - conclude - se fosse rimasto in silenzio e non si fosse invece precipitato a raccontare falsità e menzogne sulla stampa, parti integranti del suo patrimonio personale ben noto all’intero consiglio della I° circoscrizione ormai abituati a tali comportamenti, rigirando ancora una volta il reale svolgimento dei fatti».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 27

CALABRIA CATANZARO I lavoratori “autonomi” della piscina in una lettera spiegano la loro condizione: «Non abbiamo tutela assicurativa e garanzie per il futuro»

Poligiovino, la protesta degli istruttori «Siamo stanchi di arricchire le casse dei soliti potentati di turno, chiediamo un contratto dignitoso» CATANZARO — «Molto spesso ci

domandiamo, chi è incivile? Chi è immorale? Chi ne paga le conseguenze? Siamo umiliati da un “contratto”, se così lo possiamo definire, che non prevede nessun miglioramento delle nostri condizioni comprese quelle che prevedevano un adeguamento salariale, possiamo quindi affermare con certezza che l'inciviltà la viviamo quotidianamente». E’ quanto si legge nella lettera aperta degli istruttori e assistenti bagnanti della piscina del Poligiovino. «È incivile - proseguono - lavorare senza tutela assicurativa e previdenziale, è incivile lavorare senza alcuna indennità di malattia, è incivile lavorare senza garanzie reali per il futuro, è incivile lavorare senza regolari riconoscimenti salariali, è incivile pretendere professionalità, serietà, affidabilità senza alcuna forma di tutela o diCATANZARO — «Nel periodo no-

vembre/dicembre 2008, gennaio 2009 ed ancora oggi eccezionali eventi meteorologici hanno interessato il territorio regionale e provinciale. Hanno causato lo straripamento di alcuni corsi d’acqua, preoccupanti fenomeni di erosione di sponde, smottamenti, movimenti franosi e recrudescenza di dissesti idrogeologici, nonché ingenti danni alle infrastrutture pubbliche e private. Le forti mareggiate che si sono succedute in questo periodo hanno provocato notevoli danni ad infrastrutture pubbliche e private, a fabbricati privati ed hanno prodotto fenomeni di notevole erosione delle coste». Ad affermarlo è Vito Bordino dell’Udc. «Questa è la tragica “fotografia” di questi terribili tre mesi invernali, un periodo tragico che ancora non accenna ad allontanarsi e che ha messo in tutta la sua tragica evidenza la fragilità e la debolezza del territorio calabrese e CROPANI — Un attento e minu-

zioso lavoro svolto dal personale dell’Istituto Comprensivo di Cropani, diretto dal prof. G. Battista Giuseppe Scalise, e finanziato dalla Provincia di Catanzaro, ha permesso di riordinare l’archivio storico della direzione didattica di Cropani, punto di riferimento, fino a qualche anno fa di tutti i paesi del comprensorio e di riportare alla luce importanti documenti tra i quali un tema di un alunno della classe quinta che inneggiava ai valori della patria in epoca fascista, e corrispondenze varie tra le varie sedi scolastiche di riferimento, la direzione didattica e Roma, la testimonianza dell’importante ruolo della direzione stessa. L’archivio, per volontà del dirigente scolastico Scalise, è stato intitolato a Mons. Domenico Sisca di Petilia Policastro, primo direttore della storia della direzione di Cropani, uomo di elevato spessore culturale, morale e sociale che ha dato tanto alle comunità con cui ha interagito. Un lavoro certosino quello del riordino dell’archivio storico, che versava in deplorevoli condizioni, coordinato dal dirigente Scalise, attento lettore delle dinamiche scolastiche e sociali, persona con cognizione di causa, innamorata profondamente del suo lavoro e dotata di lodevole esperienza trentennale in fatto di archivi, si è infatti interessato dell’archivio

Il Poligiovino

ritto, è incivile non avere una prospettiva certa del proprio futuro. è incivile assumersi il rischio di impresa al cospetto di chi gestisce, è incivile vivere con 400 euro al mese e forse an-

che meno se tutto va bene. Provino il Presidente della Provincia (forte sostenitrice delle politiche e problematiche giovanili), il Sindaco, I direttori dell’ Asisp e dell' Asd (società che ge-

stiscono l’impianto) a lavorare nelle nostre condizioni ed a vivere col nostro magro stipendio. Da quattro anni aspettiamo risposte concrete, ma nulla di concreto è mai pervenuto se non promesse effettuate in campagna elettorale ma mai mantenute. La lotta dei lavoratori della piscina del Poligiovino - continua la lettera - è una lotta che riguarda tutti, in quanto gli utenti che affollano l'impianto giornalmente altro non sono lavoratori che indirettamente subiscono la conseguenza di esternalizzazioni di servizi e privatizzazioni prive di senso che provocano unicamente precariato e instabilità sociale ed economica il che significa minor sicurezza, peggioramenti del servizio e aumento delle tariffe per tutti. Se rabbia ci dovesse essere non deve essere verso i lavoratori ma verso i ve-

CATANZARO L’intervento di Vito Bordino (Udc) sui pesanti danni provocati da frane e smottamenti

«Maltempo, serve un piano di prevenzione» di quello della provincia di Catanzaro. Da anni diciamo queste cose, inascoltati, e da anni purtroppo ci si ritrova a un ciclico ripetersi di eventi alluvionali che mettono in crisi il territorio. Eppure la difesa e la salvaguardia del territorio oppure la drammatica situazione in cui versano gli edifici scolastici o la rete viaria, specie montana, dovrebbero avere priorità assoluta in un Paese civile e che pensa soprattutto al bene comune. Anche in questa occasione è emersa, ancora una volta, la drammatica situazione della mancanza, nel tempo, di adeguati interventi di prevenzione, oltre ai danni prodotti dall’incuria e dall’irresponsabilità umane. Fin da subito, pur in assenza di ade-

guate risorse finanziarie, la Provincia di Catanzaro - con i Settori del Genio Civile e della Viabilità - ed i Comuni si sono prontamente allertati ed hanno attivato, nell’ambito delle proprie funzioni e competenze, i necessari accertamenti ed interventi - sui corsi d’acqua, sui dissesti idrogeologici, sulla viabilità provinciale, sulle infrastrutture e sugli edifici pubblici danneggiati finalizzati al soccorso della popolazione, alla rimozione delle situazioni di pericolo ed alla messa in sicurezza. Tante ancora sono le situazioni sulle quali intervenire per mettere in sicurezza e salvaguardare cose e persone da potenziali rischi. Lo stato d’emergenza e lo stato di calamità naturale sono stati ricono-

sciuti e dichiarati sia dal governo regionale che da quello nazionale, ma, a fronte della esiguità dei fondi finora assegnati per affrontare, sia pure in parte, l’emergenza, occorre ora pensare a un piano pluriennale di prevenzione mirato alla risoluzione dei tanti problemi che ciclicamente si susseguono interessanti la viabilità, i corsi d’acqua, i dissesti idrogeologici e le infrastrutture, oltre a una seria azione mirata alla difesa costiera. Su questa tematica, che è di priorità assoluta, è ormai divenuta improcrastinabile una forte, convinta e responsabile azione degli Amministratori Regionali e dei Parlamentari Calabresi. Si devono, infatti, attivare le azioni ed i meccanismi politico-istituzionali per l’in-

CROPANI Un lavoro certosino quello del riordino coordinato dal dirigente Scalise, lettore delle dinamiche scolastiche e sociali

Apre l’archivio della direzione didattica

L’inaugurazione dell’Archivio della direzione didattica

dell’arcidiocesi Crotone-Santa Severina, dove ha riportato alla luce documenti interessanti oggi fruibili a tutti ed utili soprattutto per gli studenti che preparano le loro tesi di laurea. Il suo sogno di Scalise è che, anche l’archivio di Cropani, possa essere utilizzato dai giovani per i propri studi e per rivalutare la memoria del passato. Una memoria storica conservata con atti scritti è la testimonianza delle certezze del passato che aiuta a vivere meglio il presente e a programmare il futuro. All’inaugurazione erano presenti i parenti prossimi di Mons. Sisca tra i quali il nipote Francesco Ierardi che ha portato una testimonianza diretta della vita dello zio, Mons. Bernardino Mongelluzzi, economo generale dell’arcidiocesi Crotone-Santa Severina che ha portato il saluto dell’arcivescovo Mons. Domenico Graziani e che ha benedetto l’archivio definendolo come le fondamenta della nostra storia, l’assessore provinciale Michelangelo Ciurleo e il consigliere Nicola Armignacca in rappresentanza dell’ente intermedio che ha finanziato l’iniziativa e che si sono detti disponibili a finanziare inizia-

ri responsabili, azienda, provincia, comune e amministratori locali, capaci solo di aumentare le tariffe e peggiorare le condizioni di lavoro. Oggi circa 15 lavoratori dell’impianto non accettano di firmare un contratto, sempre se di contratto si può parlare, ci scusiamo e precisiamo, “lettera di lavoro autonomo”. Autonomo? Si pretende professionalità, serietà, puntualità, rispetto delle regole, delle direttive impartite, degli orari e lo si definisce un lavoro autonomo? Siamo stanchi di arricchire le casse dei soliti potentati di turno col nostro lavoro, con la nostra passione i sacrifici e professionalità, chiediamo rispetto, dignità e soprattutto rispetto delle regole. Chiediamo quindi - conclude -, un contratto serio, dignitoso, e soprattutto professionale, discusso soprattutto con la sigla sindacale di appartenenza». dividuazione delle risorse finanziarie occorrenti per fronteggiare, oltre agli impegni conseguenti ai lavori eseguiti e da eseguire per l’emergenza alluvionale acclarata, sopratutto gli interventi “strutturali”. Serve a questa nostra martoriata terra una seria e mirata opera di prevenzione del territorio per salvaguardarlo dai futuri eventi alluvionali e, pertanto, auspichiamo che sia la volta buona per intraprendere la via di una definitiva azione di risanamento e messa in sicurezza del territorio e per mettere, quindi, fine alla politica e al metodo, pur necessari ma assolutamente insufficienti, degli interventi “a pioggia”, degli interventi che “curano le ferite ma non guariscono il malato”. Un importante ruolo dovrà svolgere il Consiglio Regionale che andremo a rinnovare fra poco più di un anno perchè dovrà mettere in agenda questa tematica quale priorità assoluta ed improcrastinabile». tive in tutte le scuole che desiderano non perdere la cultura del passato. Senza passato, ha detto Ciurleo, non si ha la cognizione del presente e non potrà esserci futuro. Un faro di speranza e di cultura utile anche ai fini della ricerca, ha invece definito l’archivio il consigliere Armignacca. Erano, inoltre, presenti il presidente del consiglio d’istituto il dott. Aldo Funaro che ha auspicato, per il bene degli alunni una perfetta sinergia tra scuola e istituzioni, il dirigente dell’istituto comprensivo di Petilia Policastro, il prof. Battista Granato, che ha proposto un gemellaggio tra le due realtà scolastiche che hanno in comune il riconoscimento per il prezioso lavoro svolto da Mons. Sisca. Nei prossimi giorni sarà organizzata una visita d’istruzione dei ragazzi della scuola di Petilia Policastro all’archivio di Cropani. Presenti anche molti dirigenti scolastici del comprensorio e insegnanti in pensione, il vice comandante della Brigata di Sellia Marina, maresciallo Palombella e il vice comandante della stazione dei carabinieri di Cropani, maresciallo Di Rienzo. L’iniziativa è stata allietata dalla musica della “Dolce Orchestra” dell’istituto comprensivo e dai professori Cimino, Colosimo, Olivo e Capellupo. Giuseppe Fittante


28 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME La nota di Rosa Andricciola sugli effetti del dimensionamento scolastico alla luce della crisi economica

«A scuola si costruisce una città solidale» «A chi appellarsi perché si costruisca una umanità migliore, più giusta, più unita, più coesa?» LAMEZIA TERME — «A proposito di

dimensionamento scolastico. Che la storia sia “magistra vitae” è un assunto di poche menti illuminate, convinte che sia proprio dell'uomo conservare la memoria storica del passato e farne tesoro per il presente, ma relegato dai più a sbiaditi ricordi di scuola» si legge in una nota di Rosa Andricciola. «Di fatto - prosegue - dalla storia apprendiamo poco e, benchè sia vero che “memoria minuitur nisi exerceas”, è evidente che non è soltanto un fatto di memoria dal momento che neanche gli avvenimenti presenti, quelli per intenderci in cui siamo direttamente coinvolti, sia pure in veste di comparse o semplicemente di spettatori, riescono ad esercitare su di LAMEZIA TERME — Con l’acronimo “Lamezia Orienta”, nei giorni 20 e 21 febbraio, si svolge a Lamezia, l’edizione sperimentale di un salone dell’orientamento al lavoro, rivolto ai giovani che nel corso o al termine dei loro studi desiderano confrontarsi con le scuole superiori, le università, gli istituti post-laurea, gli enti e centri formativi, le istituzioni. «Un evento - spiega una anota - dedicato agli studenti per accompagnarli nell’impegnativa scelta della propria formazione e del futuro percorso professionale, ai disoccupati, diplomati e laureati e non solo, per conoscere meglio e confrontarsi con il mondo del lavoro. Ma anche una grande piazza in cui i principali attori, istituzionali e non, del lavoro e della formazione ai diversi livelli territoriali possano confrontarsi per orientarsi a vicenda e per “fare sistema”: Ministeri, Regione, Provincia, Comuni, Camera di Commercio, Istituti scolastici ed Università, il mondo della formazione in genere. Un evento che non riguarda solo la città ma coinvolge tutti i comuni dell’area vasta lametina, che in una dimensione di collaborazione interistituzionale potranno incontrarsi per far seguire in una logica e progettualità di “area” un confronto per politiLAMEZIA TERME — «Ho letto attentamente l’intervista del Prof. Ichino e certamente la cosa non mi meraviglia dato che siamo d’accordo con lui per quanto riguarda il ruolo svolto dell’università della Calabria in particolare in riguardo alla Formazione Professionale ed in generale ed in particolare dell’alta formazione, ho scritto qualcosa nell’anno 2001 e precisamente il 12 gennaio» si legge in una nota di Andrea Naselli dei Cattolici per la democrazia. «Dato che allora ero stato nominato dal Partito Democratico Cristiano - prosegue - responsabile regionale delle attività economiche e produttive della Regione Calabria. Le confesso che il mio cruccio principale è stato il pensiero verso le giovani generazioni, i quali diventavano vecchi, senza avere ancora conosciuto mai il lavoro. In una Regione come la nostra, quando ci domandiamo sulle cause del sotto sviluppo non prendiamo in considerazione l’effetto devastante della corruzione, per cui alcuni politici e poche famiglie si appropriano di diritto o di rovescio anche gli aiuti nazionali ed europei. Siamo tutti a conoscenza che, la mentalità corrotta appartiene all’individuo e si trasmette come una catena di S. Antonio da individuo a individuo nella famiglia, nei quartieri delle Città, con l’insegnamento e con l’esempio. Infatti in alcuni ambienti diventa un modo abituale di vita, un modo per trovare anche lavoro e progressivamente fare carriera e naturalmente arricchirsi. Essa non viene arrestata da leggi rigorose e da controlli con-

noi un qualche magistero di vita. Per stare alla realtà effettuale delle cose, dovrebbe essere chiaro a tutti che la crisi attuale che stiamo vivendo e di cui stiamo scontando i drammatici effetti è il risultato di un modello di sviluppo e di un processo in cui unica ed incontrastata regola è la legge di mercato, la concorrenza sfrenata, l'annientamento del concorrente. Il tutto basato sul presupposto che vengono premiati quei capitani d'impresa capaci di affermarsi anche se a danno degli altri, salvo ad accorgersi, poi, che, essere vittoriosi in un contesto catastrofico, è ben magra consolazione e finisce col vanificare e travolgere anche i vantaggi del vincitore. Tanto è successo nell'economia

mondiale. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: recessione economica, povertà diffusa, condizioni di vita al di sotto dei livelli minimi di sopravvivenza, ma nessuno sembra aver capito la lezione. Prova ne è il fatto che, mentre gli economisti si affannano a trovare il bandolo della matassa, a studiare il fenomeno, ad inventare strategie nella difficile impresa di trovare una soluzione, c’è chi ancora persevera nell’errore. Poco male - continua - che certe cose possano capitare all'uomo di strada: la cui insipienza non fa danno, il danno lo subisce soltanto; ma è oltremodo grave che non lo capiscano coloro che sono preposti a governare i processi, le cui decisioni sono determinanti in vista degli

esiti finali. Ancora più grave se a soffrire di questa insipienza fosse la scuola, palestra per antonomasia di sapere ancor prima che di saperi, di humanitas, di socialità, di senso civico, di legalità, di etica, di quell’etica che si appalesa non nella teorica enunciazione di principi ma nelle scelte, nei comportamenti, nel modo di gestire i rapporti con gli altri, nell’assunzione di responsabilità a fronte di situazioni reali. A chi, se non alla scuola, appellarsi perché si assuma quella funzione, che le compete, di costruire una umanità migliore, più giusta, più unita, più coesa? Di contrastare l'individualismo sfrenato creando condizioni di pari opportunità per tutti? A chi - conclude - se non alla scuola

demandare il compito di costruire una città solidale in cui, superate le angustie di un’etica circoscritta alla cura del proprio orticello, tutti si facciano carico di tutti, in cui, in una logica di condivisione di spazi e risorse, si creino le condizioni perchè non ci siano i buoni da una parte e i cattivi dall’altra, ma in cui chi, e non per merito proprio, abbia avuto di più dalla vita, in termini di condizioni economiche, capacità, contesti vitali, sapere, sappia porsi a fianco di chi ha avuto di meno e condividere con lui, insieme alle proprie risorse, la difficoltà di recuperare un gap, la fatica della emancipazione? Se la scuola verrà meno a questo mandato davvero non avremo più santi a cui votarci».

LAMEZIA TERME Nei giorni 20 e 21 febbraio si svolgerà un evento dedicato a studenti, diplomati, laureati e disoccupati

che e private... Una due giorni articolata su un programma ricco di spunti e opportunità, che offre, accanto ad un calendario di incontri e dibattiti anche un’area espositiva suddivisa in tre grandi aree tematiche: l’Area Istruzione, l’Area Università ed alta formazione, l’Area lavoro. Per l’occasione è in fase di allestimento l’intero primo piano del Complesso Monumentale del San Domenico, in piazzetta San Domenico, nel centro storico di Lamezia, con un’area dedicata di circa 1500 mq suddivisi in tre grandi sale, oltre ad una sala attrezzata per le conferenze, della capacità di circa 200 posti. Il tutto nella suggestiva cornice dello storico palazzo dove approfondì i suoi studi Tommaso Campanella, recentemente restituito in tutta la sua bellezza e suggestione a seguito di un intervento di restauro di grande pregio. Per il livello delle competenze e delle esperienze coinvolte, l’evento si qualificherà quale momento fondamentale nella scelta e nell’orientamento dei giovani che necessariamente si apprestano a seguire percorsi nuovi, maggiormente consapevoli delle modifiche e delle innovazioni che vivono oggi il mondo della formazione e, ancora di più, il mondo del lavoro».

Salone di orientamento al lavoro che attive del lavoro che avvicinino sempre più efficacemente la domanda e l’offerta di lavoro. Particolare attenzione è rivolta al mondo della scuola, dirigenti, docenti e operatori del settore educativo e formativo. Una opportunità di aggiornamento e confronto, un momento privilegiato per fare insieme il punto sulle tendenze in atto del mercato del lavoro e sul posizionamento ed il ruolo che rispetto ad esso svolgono le istituzioni per quanto alle politiche attive del lavoro ed il mondo della scuola e i centri di formazione per orientare e qualificare professionalmente i giovani verso un futuro del lavoro che sia sempre più prossimo. Un mercato della domanda di lavoro sempre più complesso e dinamico richiede una scelta consapevole del percorso di studi, formazione e professionale. Così “Lamezia Orienta”, promossa dal Comune di Lamezia Terme, Assessorati allo Sviluppo Economico e Istruzione, con il supporto organizzativo dell’Azienda Speciale Informa della Camera di

Commercio di Reggio Calabria, è un’occasione da cogliere per i giovani che desiderano proseguire negli studi superiori o universitari o migliorare la propria formazione per essere pronti a cogliere le opportunità lavorative del mercato della domanda delle imprese. E a proposito di imprese non sono dimenticate da “Lamezia Orienta”, solo un appuntamento rinviato nella prospettiva che la valenza sperimentale dell’edizione 2008 consenta di completarne la missione con l’incontro e confronto anche tra mondo del lavoro, della formazione e quello delle imprese. Una prospettiva che cela l’ambizione di fare di Lamezia la “piazza” dell’orientamento per tutta la regione. La risposta così diffusa e pronta, per quanto a tempi ravvicinati, non solo a livello locale ma anche da istituzioni, enti ed organismi nazionali (dai Ministeri della Istruzione dell’Università e della Ricerca, del Lavoro, ad Unioncamere Italiana, Isfol, Ifoa, Alma, ecc.) lasciano ben sperare su questa prospettiva.

A queste realtà di livello nazionale si uniranno gli Istituti di Scuola Superiore, tutte le Università calabresi, l’Accademia delle Belle Arti, le Scuole di alta formazione e master postuniversitari, il Centro per l’Impiego della Provincia di Catanzaro, la Fondazione Field della Regione Calabria. In questa prima edizione sperimentale è prevista la realizzazione di workshop e seminari informativi sul mondo del lavoro. Dal 20 al 21 febbraio prossimi la manifestazione apre le porte a: studenti delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, studenti universitari, laureandi e laureati, giovani in cerca di lavoro, adulti interessati alla riqualificazione professionale, insegnanti e operatori del mondo dell’istruzione e della formazione professionale, dirigenti del mondo della scuola e della formazione, orientatori, educatori, famiglie, responsabili e operatori di enti e istituzioni, operatori economici, imprenditori e dirigenti, responsabili delle risorse umane di realtà pubbli-

LAMEZIA TERME La nota di Andrea Naselli dei Cattolici per la democrazia sulle giovani generazioni

«Formazione, sono d’accordo con Ichino» tinui, perché vengono infiltrati e di conseguenza aggirati. Nonostante tutto, ho grande fiducia nelle nuove generazioni, i quali sano ormai consapevoli che così non si può continuare, bisognerà inculcare a questi giovani, una mentalità opposta alla corruzione per interiorizzare il senso della legalità e della giustizia e lo spirito della legge, per far crescere e migliorare, le istituzioni e gli uomini, vergognandosi soprattutto nel voler fare carriera a tutti i costi, e non arrampicandosi piu’ sulle spalle degli altri. In tutti gli interventi la formazione sembrava: una specie di Idra dalle molte teste, dove l’istruzione all’apparenza era molto diffusa, salvo poi alla fine rivelarsi presso che illusoria. La Formazione - continua - è un processo educativo, sembrava una affermazione scontata, ma invece non lo è stata, innanzitutto perché qui in Calabria si è fatta una grande confusione tra formazione, istruzione, addestramento e tanti altri sinonimi possibili. Ci sono stati nella nostra Regione le iniziative più varie, e a volte fantasiose, private e pubbliche, che troppo spesso hanno dato l’impressione di essere volte soprattutto a consumare i fondi messi a disposizione dalla Regione e dalla Comunità Europea. Che fine hanno fatto i distretti tecnologici? Siamo al limite del paradosso, Bene, è

arrivato il momento di porre fine alle clientele. Esistono una miriade di Scuole Statali: ci sono Istituti Alberghieri ed Istituti Tecnici per il Turismo, Istituti professionali che con il mondo produttivo, hanno rapporti abbastanza sporadici, l’Università, è praticamente assente, se non in modo del tutto episodico. Solo ora che ci sono finanziamenti con i fondi strutturali del 2000/2006 ed ora successivi, tutti si avvicinano alla preda con lo pseudonimo di “alta formazione”, ma alla fine i giovani continueranno ad essere qualificati: ma sempre disoccupati, poiché, i settori trainanti della nostra economia: Commercio, artigianato, Pmi agricole e industriali alla fine: sono stati e saranno sempre, coloro i quali, incuberanno i potenziali giovani nelle loro aziende e gli unici sempre pronti a dare ai giovani una mano con risposte concrete, quindi, l’equivoco di fondo riguarda il ruolo stesso della Formazione. Abbiamo l’impressione che degli enti parastatali stanno monopolizzando questo settore, senza avere né merito, né titolo, perché convinti che il ruolo di formatori - educatori dovrà sempre essere svolto dal mondo economico e produttivo esistente in questa nostra Regione. In poche parole, è l’educazione che aiuta l’individuo a trovare la sua strada all’interno delle

professioni e dei valori condivisi da una collettività anziché contro. La formazione appartiene, invece, all’area della strategia e implica la nozione del cambiamento. Si fa formazione per cambiare, non per ripetere meglio ciò che si è fatto il giorno primo. In questo senso la formazione appartiene all’area dell’istruzione e dell’educazione. Ci s'istruisce per dilatare i propri orizzonti culturali ed umani ci si educa per trasformare il proprio comportamento e renderlo migliore in rapporto all’ambiente sociale, politico e storico che ci circonda. La formazione è la risposta antropologicamente più corretta alla pressione che proviene dall’ambito esterno. Il dramma avviene quando il mondo esterno dialoga su di un habitat rimasto immobile troppo a lungo. Non c’è più il tempo storico per il cambiamento ma solo quello dell’annientamento. Formazione ed istruzione appartengono a processi di per se stessi dinamici ed ininterrotti. Nel momento in cui un individuo o una collettività smette di istruirsi e di educarsi, smettono di crescere e incominciano, nello stesso momento, a invecchiare e a decadere. È questo il motivo per cui ci sono persone vecchie a vent’anni smarrite di fronte a un mondo che non riescono a comprendere e altre che mantengono un’invidiabile

freschezza morale e intellettuale per tutta la vita. Il principale limite - sottolinea - che sembra avvolgerci è una sorta di smarrimento di fronte ad una modernità che c'è piombata addosso come una valanga. All’apparenza siamo cambiati troppo e troppo in fretta, nella sostanza siamo cambiati troppo poco e quasi di malavoglia. Cambiare non significa stravolgere, ma modificare con gradualità, secondo intelligenza e lungimiranza. Nello stesso tempo cambiare implica una conseguenza importante: il cambiamento inizia dalla testa, vale a dire da chi ha il ruolo del comando e quindi non esiste cambiamento e quindi formazione se chi dovrebbe orientare, non è disposto per primo, a cambiare. Cambiare non è indossare un’altra livrea, ma elaborare in modo originale con un indirizzo politico ben preciso, insieme alle categorie sociali e produttive della Regione, per rispondere alla sfida che ci viene dall’esterno agli inizi del terzo millennio. A coloro che sono disposti a cambiare offriamo la nostra collaborazione ed il nostro impegno; se invece si intende continuare come nel passato, diamo un consiglio: lasciate perdere la formazione, per il bene di tutti; rischiate di andare incontro a grandi delusioni e di generare intorno a Voi un crescente senso di frustrazione. Ciò che potrà salvare questa nostra realtà sociale dalla corruzione, potranno essere le centinaia di migliaia di giovani che non si faranno corrompere che sapranno rimanere giusti ed onesti. Questa è la nostra speranza».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 29

CALABRIA SAN PIETRO A MAIDA Il sindaco Giuseppe Arena ha inviato una richiesta al presidente della III commissione regionale Giamborino

«L’accorpamento non rispetta le identità locali» «Non c’è ombra di scelte di responsabilità da parte dell’Istituzione in risposta a situazioni particolari» SAN PIETRO A MAIDA — In merito

all’accorpamento del locale Istituto Comprensivo di San Pietro a Maida, con quello di Maida, il sindaco di S. Pietro a Maida, Giuseppe Arena ha inviato una richiesta indirizzata al presidente della III commissione regionale permanente (Attività culturali) On. P. Giamborino, nella quale chiede di essere ascoltato per esporre le sue considerazioni. «Innanzitutto - spiega Arena -, c’è da rilevare che la Provincia di Catanzaro ha approvato il Piano di dimensionamento il 15 dicembre 2008, prima ancora che la Regione deliberasse le linee guida per la riorganizzazione della rete scolastica. L’Amministrazione

Provinciale di Catanzaro si è limitata, nella fattispecie, ad applicare rigorosamente le direttive di legge, per quanto il 2° comma dell’art. 2 del Dpr n°233/1998, allorquando stabilisce gli indici che gli Istituti devono avere per mantenere la propria autonomia (500900 alunni), specifica che essi sono assunti come “termini di riferimento” e non quindi come parametri invalicabili. Il Piano così formulato è, quindi, soltanto un’operazione tecnica da onesti funzionari. Non c’è ombra di scelte di responsabilità da parte dell’Istituzione, in risposta a situazioni particolari e nessuna considerazione per le esigenze delle Comunità Locali. Per quanto ci

riguarda, ad esempio, si poteva mantenere l’autonomia dell’Istituto Comprensivo di San Pietro a Maida, comunità già di forte emigrazione in cui da qualche anno è iniziato un fenomeno di rientro. La popolazione scolastica del mio Comune (446 alunni) è così vicina al limite minimo, previsto dal Dpr 233/98 (500 alunni) per il mantenimento dell’autonomia, da aver indotto gli estensori della prima bozza di dimensionamento (quella del 10/11/2008 alla quale il sottoscritto, insieme al Dirigente scolastico G. Caroleo eravamo presenti) a non procedere all’accorpamento. Successivamente, invece, contrariamente al deliberato del Consiglio di Istituto “C.

SOVERIA MANNELLI Una coltre di sette centimetri ha imbiancato tutto l’altipiano del Reventino

In città è caduta la prima neve dell’anno SOVERIA MANNELLI — Dopo i nubifragi che a febbraio hanno imperversato su tutto il comprensorio, in città è caduta la prima neve dell’anno. Una coltre di sette centimetri ha imbiancato nella notte e nella mattinata di mercoledì tutto l’altipiano del Reventino. Le strade sono state comunque ripulite dai mezzi della provincia e il traffico è defluito normalmente. Non così evidentemente al passo di Acquabona a 1050 metri, dove il dottore Guido, responsabile del reparto dialisi dell’Ospedale di Soveria, per cause legate alla nevicata non è riuscito a raggiungere il nosocomio. Non vedendolo arrivare nella struttura - per come abitualmente il dirigente fà ogni mattino per le 8 - i pazienti che dovevano fare il trattamento, peraltro necessario antro le 24 ore, hanno avvisato la direzione dell’ospedale, che prontamente a sua volta ha avvisato i carabinieri della locale compagnia. Nell’immediato i militari hanno chiesto riferimenti per rintracciare il medico, in quanto si erano interrotte le comunicazioni con lo stesso poiché il

Alvaro” e della Giunta Comunale di questo Ente, la scuola del paese è stata accorpata all’Istituto Comprensivo di Maida, creando un mega-Istituto che in tal modo supera (917 alunni) il tetto massimo dei 900 alunni, previsto dal Dpr 233/98. Come si evince, quindi, la Provincia, nella fattispecie, ha rigidamente tenuto conto soltanto dell’indice minimo, non tenendo in alcuna considerazione, il fatto che si travalicasse quello massimo. Per queste considerazioni e per altri vizi procedurali, la Giunta Comunale di questo Ente, con delibera n.7 del 9/2/09 ha dato ampio mandato ad un proprio legale per impugnare dinanzi al Tar Calabria la deliberazione

n°51 del 15/12/2008 del Consiglio Provinciale di Catanzaro (chiedendone la sospensiva), con la quale, tra l’altro, è stato previsto l’accorpamento del locale Istituto Comprensivo “C. Alvaro”, con quello di Maida dalla cui operazione è nato, ripeto, un mega-Istituto di 917 alunni, superiore al limite massimo previsto dal Dpr n°233/1998 che da una parte indebolirà definitivamente l’identità della Comunità locale, cancellandone le forme culturali più significative e dall’altra - conclude Arena - contraddice i criteri regionali di maggiore funzionalità organizzativa e didattica e di migliore fruibilità del servizio».

Squillace, nuova corsa autobus per gli studenti del Soveratese SQUILLACE — L’annoso problema

La neve nei pressi dell’ospedale

telefonino non veniva servito al momento dai ripetitori. I carabinieri sono comunque partiti verso Acquabona e arrivati sul posto sono riusciti a rintracciare il dottore e trasferirlo con l’ausilio di una vettura di servizio a trazione integrale all’ospedale. Il medico ha così potuto iniziare il trattamento dei pazienti con tre ore di ritardo, difatti è stato condotto nel nosocomio verso le 10,40.

Un episodio che, ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, dimostra come sia fragile il territorio che: tra piogge incessanti, che hanno creato frane e smottamenti del manto stradale, specie a Motta Santa Lucia, Conflenti e Martirano, e nevicate di poca consistenza generano paralisi e situazioni critiche capaci di mettere a repentaglio la stessa vita dei cittadini del comprensorio.

delle difficoltà di trasporto degli studenti dell’Istituto statale d’arte di Squillace che devono giungere dai Comuni del Soveratese ha finalmente trovato un’adeguata soluzione. A seguito di accordi intercorsi con le Ferrovie della Calabria, dal prossimo lunedì sarà, infatti, istituita una corsa di autobus supplementare che arriverà a Squillace centro alle ore 8.35, consentendo agli studenti pendolari di giungere in orario alle lezioni. A costoro si possono aggiungere anche passeggeri non studenti. Nei giorni scorsi era stato anche risolto il problema dell’affollamento della corsa mattutina da Squillace per Soverato che costringeva gli studenti squillacesi che frequentano le scuole superiori a Soverato a compiere il tragitto su un pullman affollato dove era difficilissimo trovare posto anche in piedi con notevoli disagi e i conseguenti rischi anche per l’incolumità fisica. A queste determinazioni si è giunti grazie all’impegno profuso dal sindaco Guido Rhodio, che con l’assessore comunale ai trasporti Nunzio Pipicella e il dirigente scolastico Pietro Bongarzone hanno raggiunto l’intesa che ha portato alla risoluzione del grave problema. Diverse riunioni gli ammini-

Nunzio Pipicella

stratori squillacesi e il preside avevano avuto sull’argomento con i dirigenti delle Ferrovie della Calabria e recentemente anche con l’assessore provinciale ai Trasporti, Giamo, e il suo staff dirigenziale. «Ancora una volta - si legge in una nota del Comune - la sinergia di rapporti tra le istituzioni, la volontà politica di affrontare e risolvere i problemi e la tenacia hanno consentito di raggiungere un obiettivo che favorirà, assieme ad altre iniziative, il rilancio dell’Istituto d’arte di Squillace e consentirà alle famiglie degli studenti di avere la tranquillità di sapere che i loro figli viaggiano in condizioni di sicurezza». Salvatore Taverniti


30 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERIA MANNELLI La nota di Armando Dionisi (Udc) a favore della rielezione del Presidente della Comunità Montana Tiriolo

«Il Pd sostenga Giacomo Muraca» «Negli enti locali è evidente che si possono realizzare convergenze su tematiche che riguardano il territorio» SOVERA MANNELLI — «La Comunità

sostenere la candidatura di Giacomo Muraca a presidente, in particolare al Partito Democratico che ha la più larga rappresentanza. L’Udc sta’ portando avanti a livello nazionale un’opposizione responsabile che guarda agli interessi generali del paese e dei suoi cittadini. Negli enti locali è evidente che si possono realizzare convergenze su tematiche che riguardano il territorio e le popolazioni amministrate. Una linea politica ben visibile nei comuni di Catanzaro e Lamezia Terme, dove l’Udc esercita un’opposizione responsabile, costruttiva, sostenendo provvedimenti che interessano la comunità. L’Udc, impegnato nella costruzione di una più incisiva Costituente di centro, pensa che questo atteggiamento serva anche a promuo-

vere il ritorno alla politica vera, incentrata sul serio confronto democratico di idee, valori e programmi. Nell’ultima mia visita in provincia ho potuto constatare un partito vivo, organizzato, radicato, assai partecipato di giovani e donne, che fa ben sperare per i prossimi appuntamenti elettorali. Auspico - conclude -, pertanto, che il Partito Democratico voglia sostenere la candidatura di Muraca a presidente di un Ente importante per lo sviluppo occupazionale e la crescita economica. I fondi strutturali 2007/2013, infatti, saranno un’occasione fondamentale per le Comunità montane che possono interpretare un ruolo rilevante nella costruzione di progetti che portino a compimento le potenzialità dei territori amministrati».

LAMEZIA TERME — Grande attesa in città per il ritorno, dopo quattro anni di assenza, della grande Milva a Lamezia. Uno spettacoloevento, organizzato anche questa volta dall’associazione musicale Ama Calabria del maestro Pollice e che si terrà lunedì prossimo presso l’Auditorium dell’istituto Magistrale. Una grande serata presentata nella mattinata di ieri nel corso di una apposita conferenza stampa alla quale hanno preso parte, il vicesindaco Giuseppe Vitale, il consulente per il Teatro del Comune di Lamezia, Giandomenico Crapis, il direttore artistico dell’Ama Calabria, Francescantonio Pollice e il mastro e direttore del prestigioso Coro Polifonico Symphonia che accompagnerà l’artista sul palco, Ferruccio Messinese. Una formula nuova quella di quest’anno, dunque, che vedrà un colosso della musica italiana, qual è Milva, esibirsi a fianco di un coro locale che seppure virtuoso e vincitore di diversi premi e riconoscimenti a livello nazionale, è composto da 25 cantori amatori. Non coristi professionisti, quindi, ma vati che da quattro mesi stanno lavorando, assieme al maestro Messinese, per collaborare a questa produzione e che si esibiranno sul palco su musiche scritte dal maestro Valter Sivilotti e che, come sottolineato dallo stesso maestro lametino, Messinese “bene si sposano con la dimensione del nostro coro. Si tratta di brani molti interessanti sia nella dimensione virtuale che espressivo-musicale”. Riguardo la grande opportunità di affiancare l’intramontabile Milva, ha aggiunto:

LAMEZIA TERME L’artista torna dopo quattro anni con “La variante di Luneburg”

spondendo poi alle domande della stampa circa la formula adottata per l’”evento Milva”, Pollice ha spiegato che «la presenza tra gli interpreti del coro Symphonia e del maestro Messinese che lo dirige, è un ulteriore passo in avanti attraverso il quale il tessuto culturale e connettivo di questa città si sviluppa non soltanto attraverso l’offerta di proposte culturali, ma anche sviluppando le migliori energie locali». Di tutte quelle persone e artisti che «con un percorso serio e approfondito danno lustro a questa città e da questo punto di vista, credo che Ferruccio Messinese con il suo curriculum sappia dare la giusta risposta alla serata. D’altronde - ha concluso il direttore artistico - già il fatto che alla mia telefonata di partecipazione alla serata il maestro Messinese prima di accettare o rifiutare l’offerta, mi ha risposto “ho bisogno di vedere la partitura”. Questa cosa mi ha positivamente impressionato e fatto capire che dinnanzi a me c’era una persona seria e professionale. L’uomo giusto per questo incarico». A chiudere la conferenza stampa, è stato invece Giandomenico Crapis che si è brevemente soffermato sui siti. Sull’adattamento dell’Auditorium Magistrale ad accogliere una artista dal calibro di Milva, ai tanti siti che si stanno aprendo alla città. Non i luoghi classici che conosciamo e di cui si è tanto parlato in questi ultimi anni, ma ai nuovi quali il rinnovato teatro Politeama, l’Abbazia Benedettina e il castello Normanno-Svevo.

CATANZARO — «Da tempo come

CATANZARO La nota di Tonino Cimino della Sd sull’emergenza della “questione urbanistica”

Montana dei Monti Tiriolo, Reventino e Mancuso si appresta a rinnovare gli organi di governo a seguito della legge regionale n. 20 del 2008, che ha inteso riorganizzare e rilanciare le comunità montane quali enti di coordinamento per l’esercizio associato delle funzioni sovracomunali, soprattutto in una regione come la Calabria costituita da numerosissimi comuni al di sotto dei 3000 abitanti» si legge in una nota di Armando Dionisi, Commissario Provinciale Udc Catanzaro. «Le stesse - prosegue -, infatti, promuovono, programmano, attuano politiche di sviluppo e conducono un adeguato piano di attività di promozione e valorizzazione dei territori montani di competenza. L’Udc pro-

Sinistra Democratica poniamo la “questione urbanistica” come la vera, grande emergenza della nostra città, rispetto alla quale si misura la qualità e la credibilità della politica cittadina e delle sue classi dirigenti, ma si misura anche la coerenza e la cultura del cambiamento di una amministrazione di sinistra» si legge in una nota di Tonino Cimino di Sinistra democratica. «In tutti vi deve essere la consapevolezza che il problema della programmazione del territorio - prosegue -, della sua gestione democratica e trasparente non è più rinviabile, pena il definitivo declino della città come moderno ed avanzato capoluogo della Regione. In questi anni la città è stata “piegata” agli interessi di pochi, il suo territorio massacrato da massicci interventi urbanistici che hanno provocato ferite profonde al già

vinciale di Catanzaro ritiene quindi le comunità montane enti intermedi importanti per il raccordo tra comuni, province e Regioni e per la gestione integrata di funzioni al servizio dei cittadini. In tale direzione, il presidente Giacomo Muraca, che ha lavorato bene alla guida dell’ente, riteniamo abbia tutte le competenze e l’esperienza necessaria per riproporsi. Un impegno quotidiano - continua - più che soddisfacente per lo sviluppo della realtà montana, imprescindibile cerniera di apertura su un territorio difficile nelle caratteristiche oggettive ma ricco di potenzialità ancora in gran parte inespresse. Per questo motivo, l’Udc provinciale rivolge un appello a tutti i componenti del nuovo consiglio della comunità montana di

Armando Dionisi

Lunedì arriva il grande “evento Milva”

«Questa per noi, per il nostro coro e per la nostra città, è una grande occasione. Un’opportunità di grande rilievo e di questo dobbiamo ringraziare il maestro Pollice che ha creduto in noi e nelle capacità di un coro che, ripeto, ha una dimensione esclusivamente amatoriale e questo, chiaramente, ci inorgoglisce». Sull’iniziativa e sulle persone scelte, positivo è stato anche il vicesindaco Vitale che per circa la singolare “accoppiata” Coro Polifonico Symphonia - Milva, ha parlato di “gloria locale che contribuirà senza ombra di dubbio, all’ottima riuscita dello spettacolo”. Ad entrare più nel merito dello spettacolo è stato, ovviamente, il direttore artistico dell’Ama Cala-

bria, Francescantonio Pollice. «Lo spettacolo del 16 febbraio prossimo - ha detto - è una delle tante iniziative porta avanti come promozione culturale e di conseguenza, al di là del valore degli interpreti, Milva e Walter Mramor, Valter Sivilotti, Franca Drioli, Marco Albonetti, il Coro Polifonico Symphonia e il maestro Ferruccio Messinese, il significato dell’evento va letto anche nel tipo di spettacolo scelto». “La variante di Luneburg” Fabula in musica. Un grandissimo successo editoriale tratto dal romanzo di Paolo Maurensig ed il cui messaggio e significato trascende dagli stessi interpreti. «Noi ci auguriamo che iniziative di questo genere possano sempre più

avere spazio nella nostra città ha poi aggiunto Pollice - ma vorremmo anche che si creino le condizioni perché risorse extracomunali possano fruire a Lamezia. Mi auguro che questa, insieme alle tante altre iniziative che si promuoveranno da qui in avanti, possano far si che gli enti sovracomunali si rendano conto della qualità delle iniziative poste in essere nella nostra città e che quindi rispondano anche concretamente alle esigenze di questo territorio». E tra le iniziative poste in essere, c’è senza dubbio anche il concerto di musica da camera che si terrà domenica al teatro Umberto e che vedrà sulla scena, il duo Zappa-Mainolfi. Ri-

«Il territorio della città è massacrato» debole tessuto urbano e strappi alla memoria collettiva ed alla storia della città. Basti pensare, in questo senso, alla demolizione o cementificazione delle colline di Sala e del Sansinato, al grattacielo di via Pascali, all’aggressione delle poche aree libere rimaste. E’ necessario, invece, invertire questa tendenza, rompere con un passato di pesanti responsabilità e complicità, gestire in modo trasparente ed innovativo il presente per programmare il futuro. L’ultimo progetto presentato e pomposamente e definito “Beach Village”altro non è che l’ennesima operazione immobiliare-finanziaria, così come lo è il Piano Urbano di Catanzaro che

dovrebbe sorgere in via De Filippis nell’area della cava dell’ex cementificio. Così come lo erano tutte le passate iniziative urbanistiche irresponsabilmente approvate, che hanno provocato danni incalcolabili al territorio, come abbiamo potuto verificare con il maltempo che ha colpito la nostra città in queste settimane. Il Beach Village - continua la nota - dovrebbe essere edificato nell’area dell’ex Tonnina, praticamente quasi dentro la foce del fiume Corace, in una area, cioè, altamente a rischio dal punto di vista ambientale ed idrogeologico. Ora, è vero che l’ex Tonnina è una area industriale dismessa da recuperare, ma non si può conti-

nuare ad operare così come si è operato in tutti questi anni e cioè appesantendo le aree libere con altre colate di cemento. E’ esattamente il contrario ciò che bisogna fare. E’ necessario, infatti, invertire la tendenza finora seguita e cioè quella di costruire sulle aree libere rimaste, che sono sempre di meno e che devono essere considerate una risorsa importante da preservare. Bisogna, invece, favorire una politica del recupero e di bonifica di aree già molto dense. Infine, nell’esprimere una posizione contraria ai citati progetti, vorrei porre un altro problema non meno grave ed impegnativo Un problema che riguarda la democrazia e la

Antonietta Bruno

trasparenza. Chi decide? Dove si decide? In passato l’opacità delle sedi decisionali e dell’iter delle pratiche di concessione edilizia ha fatto prevalere gli interessi del partito del mattone rispetto a quelli collettivi e sociali. Il metodo del “progetto chiavi in mano” su cui poi il Comune, una volta approvato (o forse sarebbe meglio dire ratificato), modellava gli aspetti urbanistici delle aree interessate, è stato un fallimento, sia perché ha impedito uno sviluppo moderno ed equilibrato della città, sia perché è stato, allo stesso tempo, una mortificazione della democrazia e del ruolo della politica. La programmazione e la gestione del territorio - conclude - spettano alla Amministrazione Comunale: riaffermare questo principio e soprattutto praticarlo sarebbe la vera, grande “rivoluzione culturale” di cui oggi la città ha bisogno».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 31

CALABRIA CATANZARO Il Tar della Calabria ha accolto i ricorsi proposti da alcuni dipendenti in quanto «non sarebbe legittima la scelta diretta ad opera del sindaco»

Comune, annullate le nomine dirigenziali L’avvocato Scalzi: «L’ente da oltre diversi anni omette di bandire ed espletare i concorsi» CATANZARO — «Con le tre distinte sentenze, in accoglimento dei ricorsi proposti dai dipendenti comunali avv. Ida Paladino ed arch. Giuseppe Lonetti e dalla dott. Carla Capece Minutolo (già, dirigente comunale per otto anni) il Tar della Calabria ha annullato i decreti dirigenziali emessi il 17.04.06 e relativi alla nomina a dirigenti dei dott. ri Gaetano De Vita, Sgrenci Carmela, Melito Leonardo, Arnò Giuseppe nonché i decreti di nomina dei dirigenti arch. Biagio Cantisani e dott. Antonio Nicola de Marco, unitamente a tutti gli atti e provvedimenti amministrativi presupposti, per violazione del principio secondo cui non sarebbe legittima la nomina dirigenziale diretta ad opera del sindaco essendo invece necessario l’accesso allla dirigenza per concorso così come previsto dalla legge e dall’art. 96 della Costituzione» si legge in una nota dell’avvocato Scalzi. «Le stesse sentenze - prosegue - che hanno accolto il detto motivo di ricorso hanno però ritenuto inammissibili gli ulteriori motivi dei ricorsi con cui gli istanti lamentavano la illegittimità specifica dei singoli atti di nomina, negando in relazione a tali punti il loro interesse non avendo “ad avviso del Collegio, alcuna legittimazione a pretendete il conferimento di incarico dirigenziale perché manca dell'indispensabile requisito della qualifica dirigenziale, per quanto verrà meglio chiarito qui di seguito”. La mancanza di tale requisito, ritiene la sentenza, “consente, invece, alla stessa di proporre, avanti a questo giudice, il riCATANZARO — I Circoli del Partito Democratico di Catanzaro e della provincia sono al lavoro per determinare il percorso imminente dalla quale scaturiranno oltre mille nuovi dirigenti territoriali. Nei prossimi giorni anche nel capoluogo di regione si svolgeranno le assemblee di Circolo e saranno scelti i componenti dei vari direttivi alla presenza del segretario provinciale Caterina Corea e del Consigliere Regionale Pietro Amato. Il 20 febbraio alle 17.30 presso il dopolavoro ferroviario toccherà ai democratici di Catanzaro Lido convocare la prima assemblea territoriale; venerdì 27 sempre alle 17.30 si svolgerà l’assemblea a Santa Maria,

che le eventuali deroghe possano essere giustificate solo da peculiari e straordinarie ragioni di interesse pubblico (corte Cost. 81/2006) ”. “In nessuna delle impugnate delibere prosegue il Tar - si rinviene una giustificazione del ricorso al procedimento di conferimento ex art. 110 Tuel, ovvero a soggetti non in possesso della qualifica dirigenziale, ai sensi dell'articolo 37 del regolamento degli uffici del comune di Catanzaro, che contempli quei presupposti di legittimità implicitamente contenuti dalla normativa e rappresentati o da esigenze temporanee, in attesa dell'espletamento del concorso, da fatti straordinari non prevedibili o ancora dalla necessità di reperire una prestazione altamente qualificata. Tali delibere, inoltre, finiscono per avallare, come già accennato, una erronea applicazione dell'art. 37 della disposizione regolamentare, approvando o dando atto dell'avvenuto conferimento di incarichi per più del 50% dei posti dirigenziali, presenti in pianta organica, a soggetti privi della qualifica dirigenziale, quando non autorizzando l'espletamento di selezioni per il conferimento all'esterno, ex art. 110 Tuel di talune posizioni dirigenziali, senza che, neanche in questo caso, ne ricorrano i presupposti previsti dal quadro normativo”. In conclusione: “Ritiene, quindi, il Collegio che solo peculiari o straordinarie ragioni di interesse pubblico possono giustificare il ricorso ai conferimenti di incarico dirigenziale ex art. 110 Tuel, e solo in presenza di tali presupposti vi sia

una potestà regolamentare dei Comune che consenta di derogare alla normativa statale in materia di requisiti (cfr. C. Conti, Sez. giurisd. Sentenza 141/07). Tuttavia, nel caso di specie, il ricorso alle nomine dirette a personale di categoria D, in asserita applicazione dell'art. 109 Tuel, come anche il ricorso ad incarichi a contratto con soggetti esterni, ai sensi dell'art. 110 Tuel, risulta essere una prassi ordinaria, vigente dal 2001, illegittima, in carenza dei presupposti per il ricorso a tali particolari procedure di conferimento di incarico. Sono, pertanto, illegittimi gli impugnati provvedimenti del 2006 e del 2007, qui impugnati, con i quali ora la giunta comunale, ora il sindaco, a fronte di un numero di soggetti con qualifica dirigenziale inferiore al 50% dei posti dirigenziali presenti in organico, persistono nel convalidare e reiterare incarichi a soggetti privi di qualifica dirigenziale, eludendo l'onere del concorso pubblico”. L’annullamento conclude l’avvocato Francesco Scalzi - degli atti impugnati (attuato solo con lo specifico riferimento alla prescrizione che richieste la copertura degli incarichi dirigenziali per concorso) appare di particolare rilevanza per il Comune che da oltre diversi anni omette di bandire ed espletare i concorsi (limitati solo ad alcuni limitati posti dirigenziali) né è senza rilevanza il fatto che, dopo aver nominato i dirigenti a contratto per tre anni, il Comune non si è preoccupato di bandire o anche di avviare la procedura concorsuale».

CATANZARO Il 20 febbraio toccherà ai democratici di Lido convocare la prima assemblea territoriale

te, attraverso le quali attingere per guadagnare la loro fiducia. D’altronde il Pd è un progetto politico nato per i cittadini, chiamati a diventare concreti protagonisti delle scelte più importanti. Come detto, presto saranno nominati i dirigenti territoriali, ma a Pontegrande alcuni incarichi sono già stati determinati; scelti, infatti, il presidente del Circolo, Angelo Sergio, il vicesegretario, Antonino Modafferi, ed il tesoriere, Tommaso Montesano. Altre riunioni - conclude la nota - si sono svolte anche a Lido e a Santa Maria, segno questo che testimonia quanto il Pdabbia fretta di farsi e di incidere positivamente sullo sviluppo dell’intero territorio».

corso con il quale si duole dell'omesso espletamento di procedure concorsuali per l'accesso alla qualifica dirigenziale”. “Avendo circoscritto la doglianza ammissibile alla lesione dell'interesse strumentale all'accesso alla qualifica dirigenziale” di cui i ricorrenti sono privi ed alla quale aspirano, le sentenze hanno ritenuto che quanto alla censurata di “mancata attivazione delle procedure concorsuali necessarie, di cui i provvedimenti impugnati costituirebbero ostacolo, il ricorso è fondato”. Specifica al proposito il Tar che alla luce dei principi di diritti recepiti (anche in coerenza di precedente sentenza conforme, “appare evidente che non sia ammissibile alcun conferimento di incarico dirigenziale ex art. 109 1° comma Tuel

a soggetti non in possesso della qualifica dirigenziale”, anche in relazione “agli incarichi dirigenziali a contratto di cui all'art. 110, Testo Unico Enti Locali” poiché tale “norma non autorizza certo il Comune ad assumere in via ordinaria dirigenti, anche a tempo determinato, in deroga alle norme di accesso alla dirigenza mediante concorso”. Ciò anche perché - continua Scalzi - “la Corte Costituzionale ha più volte affermato (da ultimo, sentenze n. 159 del 2005, n. 205 e n. 34 del 2004) che il principio del pubblico concorso costituisce la regola per l'accesso all'impiego alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, da rispettare allo scopo di assicurare la loro imparzialità ed efficienza. Tale principio si è consolidato nel senso

Circoli del Pd, la scelta dei direttivi mentre sabato 28 alla stessa ora sarà il turno del Circolo di Pontegrande. Proprio nel quartiere a nord della città si è svolta in questi giorni una riunione preliminare convocata dal segretario Domenico Marino. Diversi gli intervenuti, nell’ordine il consigliere comunale Antonio Gigliotti, l’assessore comunale Giuseppe Marcucci, Remiggio Jacopino, Antonio Modafferi, Giuliana Doldo e, a tracciare le conclusioni, il segretario Marino.

Varie le tematiche affrontate, dalle problematiche nazionali a quelle provinciali e, nello specifico, quelle relative al quartiere di Pontegrande. Al centro del dibattito c’è stata la necessità posta da alcuni dei presenti di rivalutare il ruolo politico della città capoluogo, che deve diventare il punto di riferimento dell’intera regione. «Questo obiettivo si legge in una nota - deve essere perseguito soprattutto reintegrando il ruolo delle periferie in quello

del centro della città, un impegno questo che dovrà essere portato avanti, a parere dei democratici di Pontegrande, attraverso il superamento definitivo di ogni contrasto personale o ideologico. Pragmatismo e risultati, questa la linea politica esposta dal segretario Marino, che ha colto l’occasione per spegnere ogni polemica e per stimolare il Pd del territorio a dialogare e confrontarsi sui temi urgenti, offrendo ai cittadini risposte adegua-

Catanzaro, Mercato del Lavoro convegno in Camera di Commercio

ANDALI Il Comune ha ricevuto il finanziamento dalla Regione Calabria, Assessorato ai lavori pubblici

CATANZARO — Martedì 17 febbraio presso il Salone di Rappresentanza della Camera di Commercio di Catanzaro, la Cia – Confederazione Italiana Agricoltori - terrà un convegno su “Libro Unico e Mercato del Lavoro” nel settore agricolo. L’introduzione del Libro Unico del Lavoro, comunica Franco Lucia, presidente Provinciale della Cia – con il decreto legge n. 112/08 del 25 giugno 2008 e successive modifiche ed integrazioni, allegge-

risce gli adempimenti a carico dei datori di lavoro eliminando tutti i registri dal già nutrito dispensario cartaceo di ogni azienda. Certamente si apre una nuova fase che, come ogni processo innovativo, comporta inizialmente anche maggiori oneri, ma in breve tempo si potranno raccogliere i frutti del nuovo processo di semplificazione burocratica tanto invocato ed atteso dal tessuto produttivo dell’imprenditoria agricola.

ANDALI — Lo avevano promesso in campagna elettorale mettendo nero su bianco: “Il nostro paese necessita di un poderoso programma di chirurgia estetica”. E ora dalle parole si è passati ai fatti. Il Comune di Andali ha ricevuto dalla Regione Calabria, Assessorato ai lavori pubblici, un contributo di 190mila euro da destinare al recupero urbanistico del paese di origini arbereshe. I soldi già ci sono e c’è anche un progetto di recupero edilizio del centro storico. Non si improvvi-

«Ogni intervento sarà finalizzato a contrastare il degrado urbanistico e a riqualificare il centro abitato»

serà nella casa municipale rappresentata dal primo cittadino Giuseppe Costantini. Ogni intervento sarà finalizzato a contrastare il degrado urbanistico e riqualificare il centro abitato, restituendo al visitatore occasionale una bella immagine della piccola comunità. Andali è tra i pochi comuni calabresi a coprire anche parte delle spese che i cittadini affrontano per il risanamento esterno degli edifici privati.

CATANZARO — Sabato 21 febbraio alle 9.30 presso la sala Aldo Ferrara della Provincia di Catanzaro si terrà il Forum Nazionale sul tema “Il riconoscimento giuridico dei Quadri nella riforma del pubblico impiego in attuazione del sistema europeo delle qualifiche professionali”, organizzato dalle delegazioni del Ciu, Confederazione italiana di Unione delle professioni intellettuali. «Il primo comma dell’articolo 2095 del codice civi-

CATANZARO Ad organizzarlo è stata la Confederazione italiana di Unione delle professioni intellettuali

vato, con la legge sui Quadri (190/85), sotto la spinta del nostro Movimento. Si considera necessaria - dice ancora Capellupo - la proposta di costruire un Quadro europeo delle qualifiche e dei titoli per l’apprendimento permanente, ritenendo che un adeguato livello di trasparenza delle qualifiche e delle competenze favorisca la mobilità nell’Unione e permetta un accesso normalizzato e generalizzato nel mercato del lavoro a livello europeo».

Recupero urbanistico, 190mila euro

Forum sul riconoscimento dei Quadri le èsostituito dal seguente: I prestatori di lavoro subordinato si distinguono indirigenti, quadri, impiegati e operai. La Ciu - dice Filippo Capellupo, segretario provinciale e organizzatore del forum - si batte perché la

Pubblica Amministrazione cambi nella sua produttività, efficienza e impegno professionale nei servizi al cittadino, con conseguenteriduzione del costo unitario dei servizi stessi. Da questo cambiamento di cultura e di

funzioni le elevate professionalità delle Pubbliche Amministrazionine ricaveranno un beneficio. La Ciu si sta battendo da anni per ottenere il ricoscimento di uno “status” diverso per loro, come è già avvenuto nel settore pri-

Vincenzo Bubbo


Pag. 32

APPUNTAMENTI il Domani

Venerdì 13 Febbraio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Confindustria promuove la terza edizione del riconoscimento in onore dell’indimenticato imprenditore

Il Premio di Laurea “Walter Abramo” L’assegnazione di 3 mila euro per l’elaborato ritenuto più meritevole dalla commissione CATANZARO — Nella ricorrenza del-

la scomparsa di Walter Abramo, imprenditore di successo e figura di alto spessore umano e morale, Confindustria Catanzaro, a ricordo del suo appassionato impegno rivolto ai temi della ricerca e dell’innovazione, promuove la terza edizione del Premio di Laurea “Walter Abramo” destinato a valorizzare la tesi che fornisca un contributo originale ed innovativo rispetto alle tematiche giuridiche, economiche e tecniche. Tale iniziativa, che intende incentivare la crescita professionale dei giovani promuovendo la cultura della ricerca e dell’innovazione, è rivolta ai laureati delle facoltà di giurisprudenza, scienze politiche, economia, architettura, ingegneria, agraria, veterinaria, farmacia, medicina, scienze biotecnologiche ed informatica degli atenei della Regione Calabria, che abbiano conseguito il diploma di Laurea di II livello (Laurea Magistrale o vecchio ordinamento) negli anni 2007 e 2008,

La locandina del premio

con votazione di almeno 105/110. Il concorso prevede l’assegnazione di un premio in denaro del valore di euro 3 mila per l’elaborato ritenuto più meritevole dalla commissione giudicatrice.

La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice, utilizzando l’apposito modulo, e corredata dalla documentazione richiesta, deve pervenire, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, alla segreteria del premio, costituita presso Confindustria Catanzaro, Via Eroi 1799, n. 23 – 88100 Catanzaro, entro il termine del 31 marzo 2009. Per il rispetto del termine predetto, farà fede la data del timbro postale. Contestualmente alla domanda, dovranno essere prodotti, in duplice copia, i seguenti documenti: fotocopia documento d’identità; diploma di laurea o attestato sostitutivo rilasciato dall’ateneo di riferimento con l’indicazione del voto finale; tesi di laurea che sarà oggetto di valutazione ai fini dell’assegnazione del premio. Per maggiori informazioni consultare l’apposito link sulla home page del sito web www. confindustria. cz. it

REGGIO CALABRIA Domani all’Auditorium del Cipresseto in scena “Arte, duetti, cavatine e valzer”

Il concerto “Sognando l’Operetta” REGGIO CALABRIA — Domani alle ore 18 all’Auditorium del Cipresseto, in Via Melacrino a Reggio Calabria, il concerto “Sognando l’Operetta”“Arte, duetti, cavatine e valzer” Federika Gallo – soprano; Massimiliano Costantino – tenore; Giuseppe Flaviano – baritono e Caterina Figliolia – pianoforte eseguiranno, tra gli altri, pezzi tratti da operette quali: La Vedova Allegra, Il Paese dei Campanelli, La Principessa della Czarda, Madame di Tebe, Scugnizza, O-cin-ci-là Federika Gallo (soprano) si è diplomata in canto lirico al Conservatorio di Musica F. Cilea di Reggio Calabria perfezionandosi presso l’Accademia Musicale di Castellanza (Va) prof. ssa A. M. Castiglioni, Masterclassnell’ arte del canto a Rodi Garganico con il soprano Luciana Serra, corso di perfezionamento Accademia internazionale Mantovani di Milano docente Katia Lolova, Masterclass sulla tecnica vocale diretto del M° Aspinal. Il suo repertorio è alquanto vasto e variegato, spaziando dalla musica sacra, a quella napoletana all’operetta. Artista stabile del coro F. Cilea, nel suo repertorio le opere: Madame Butterfly, Tosca, Elisir d’Amore, Turandot, Gazza Ladra, Norma, Lucia di Lammermoor, Nozze di Figaro, Così fan Tutte, Mefistofele, Nabucco, Sonnambula, Macbeth, Cavalleria Rusticana, Boheme, Adriana Lecouvreur, Viaggio a Reims, Requiem di Verdi, Petit Messe Solennelle di Rossini, Arlesiana, Attila, Cappello di paglia di Firenze, Fedora, Carmen, Otello, Ballo in Maschera, Requiem di Brahms, Aida, Traviata. Collabora con i cori Rossini di Lecce, Eur di Pesaro, Luglio Musicale Trapanese, Coro Sinfonico G. Verdi di Milano, Teatro Rendano di Cosenza. Massimiliano Costantino (tenore), oltre all’assegnazione del premio “Giuseppe Anselmi”, intitolato al grande tenore siciliano, dal comune di Nicolosi (Catania), per le capacità artistiche come nuovo tenore emergente vanta delle seguenti esperienze artistico-musicali tra cui: Recita-

zione, arte drammatica e interpretazione dell’Opera al Teatro Nazionale di Ostrava (Rep. Ceca) per l’opera “Elisir d’amore” di G. Donizetti. La casa di Bernarda Alba” di Federico Garcia Lorca, al Teatro Metropolitan di Catania, eseguendo liriche in spagnolo originali dell’autore. “Il Siciliano”, uno spettacolo con famosi attori siciliani, come Gilberto Idonea, Emma Di Martino e David Coco, tournée siciliana cantando alcune canzoni liriche originali. “Il Marchese di Ruvolito”, con Tuccio Musumeci, in scena al Teatro Stabile di Catania. “ Il Barocco di Noto in rappresentazione multimediale” organizzato dal comune di Noto e la provincia regionale di Siracusa. “Resta qui” di Matteo Musumeci, canzone contenuta nell’album di Andrea Bocelli “Cieli di Toscana”, accompagnato dallo stesso autore, al Teatro Massimo V. Bellini di Catania in occasione di un concerto dell’autore. Inaugura la stagione del teatro comunale di Belpasso (Ct) con una miscellanea d’operetta dal titolo “Vo da Maxim”, diretto dal maestro Ivan Tazzari. Nel mese di marzo del 2007 tiene un concerto di arie liriche e canzoni presso l’auditorium le “Ciminiere” di Catania; intensa attività concertistica in varie associazioni musicali e teatri. Varie apparizione televisive presso emittenti locali siciliane. Canta nei tenori primi del coro lirico “Francesco Cilea” di Reggio Calabria al “Luglio Musicale Trapanese” per la rappresentazione dell’opera “Rigoletto”. Canta nei tenori primi del Coro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria nella “Norma” di V. Bellini, in scena al Festival Internazionale dell’opera di Aspendos (Turchia). Canta nei tenori primi del Coro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria nella “Turandot” di Puccini con Nicola Martinucci e Giovanna Casolla. Flaviano Giuseppe (Attore – Baritono) ha studiato dizione e recitazione presso il Teatro Stabile di Calabria e sotto la guida di Donato Castellaneta (Pupetto), ha frequentato un corso annuale di recitazione preso il Teatro

Valentino di Catania diretto da Costantino Carrozza. Diplomato in canto presso il Conservatorio di Musica di Reggio Calabria, ha seguito i corsi integrativi sulla vocalità barocca della prof. ssa Rose Marie Meister; il corso di Perfezionamento in Canto (Tecnica e interpretazione) con il soprano Maria Angeles Peters; ha studiato con il baritono Tito Turtura a Bologna, il tenore William Matteuzzi a Bologna; ha seguito i corsi dell’Accademia Chigiana di Siena tenuti dal baritono Renato Bruson. Tra le sue esperienze professionali si annovera “Requiem” di G. Verdi, ruolo corista, concerto per il centenario del terremoto del 1908; “Concerto di Natale”, ruolo corista, dir. Ranzani; “Turandot” di G. Puccini, ruolo corista, prod. Impresa Lirica Gitto Gioachino; “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, ruolo corista, prod. Impresa Lirica Gitto Gioacchino. Ha insegnato nel laboratorio di avviamento teatrale per ragazzi a Bologna; “Sul filo del violino” spettacolo di musica e poesia, ruolo aiuto regia, prod. Accademia Hipponiana di Reggio Cal.; “Rigoletto” di G. Verdi, ruolo regia, prod. Ass. Lirico concertistica “G. Verdi” di Roma; “Mefistofele” di A. Boito, ruolo corista lirico, prod. Teatro Vittorio Emanuele di Messina; “La voce del sangue” fiction, regia di A. di Robilant, due pose, Rai1 2001; “Otello” di G. Verdi, selezione, ruolo regia, prod. Ass. Lirico concertistica “G. Verdi” di Roma; “Il miracolo del corporale” dramma sacro di anonimo, ruolo regia, prod. Comune di Reggio Cal. Caterina Figliolia, pianista e maestro sostituto, diplomata presso il Conservatorio San Pietro a Maiella di Napoli, ha svolto, in Italia e all'estero, un'intensa attività concertistica sia come solista che con formazioni da camera. Fondatrice del Laboratorio lirico di Reggio è impegnata nella ricerca di opere sconosciute di compositori calabresi. E' titolare della cattedra di accompagnatore al pianoforte presso il Conservatorio "Francesco Cilea" di Reggio Calabria, città nella quale vive.

REGGIO CALABRIA Oggi presso la Saletta di San Giorgio al Corso

Incontro dedicato a Pavese REGGIO CALABRIA — Nell'am-

bito degli inviti alla lettura dei classici della letteratura universale promossi dall'Associazione Culturale Anassilaos si terrà oggi alle ore 21 presso la Saletta di San Giorgio al Corso l'incontro dedicato a Cesare Pavese di cui il Dr. Alessandro Crupi leggerà “La luna e i falò”, nel 60° anniversario della sua composizione. Nato il 9 settembre del 1908 a Santo Stefano Belbo (Cuneo) Cesare Pavese ha avuto un rapporto molto stretto con la Calabria e Brancaleone che hanno lasciato un segno particolare non soltanto sulla sua vita ma anche - ed è quello che più ci interessa - sulla sua opera letteraria. Un rapporto difficile per chi veniva catapultato dalla ricca Torino ad un paesino sperduto della Provincia di Reggio Calabria che lo accoglieva con umanità senza capirlo. «Qui i paesani mi hanno accolto umanamente», scriveva ad un amico e poi descrivendo le sue giornate aggiungeva «Il giorno lo passo "dando volta", leggicchio, ristudio per la terza volta il greco, fumo la pipa, faccio venir notte; ogni volta indignandomi che, con tante invenzioni solenni, il genio italico non abbia ancora escogitato una droga che propini il letargo a volontà , nel mio caso per tre anni». Condannato a tre anni di confino, Pavese era giunto a Brancaleone, il 4 agosto del 1935. Nello stesso ottobre del 1935, rivolse istanza di

grazia a Mussolini in persona e dopo numerose sollecitazioni da parte di amici e parenti dello scrittore, ottenne due anni di condonò. Era il 13 marzo del 1936. Aveva trascorso a Brancaleone sette mesi e 9 giorni. La luna e i falò scritto nel 1949, ma pubblicato nel 1950, può essere ritenuto un romanzo autobiografico. ed è l'ultima opera del Pavese narratore. Nel titolo vi è un riferimento certo al ciclo delle stagioni che accompagna il lavoro dell'uomo e ne scandisce i tempi e il destino. C'è anche la memoria della antica tradizione contadina dei falò estivi con la luna che unisce il cielo e la terra. Nel romanzo si trovano due diversi piani narrativi, quello dell'infanzia, caratterizzato dalle scoperte e dal desiderio di avventura, con le paure, le ansie, e le gioie che si accompagnano alla scoperta del mondo e insieme la maturità raggiunta con il suo carico di cocenti delusioni. Con tale opera Pavese si congeda dal mondo. Il disagio esistenziale che lo aveva accompagnato per tutta la vita e la delusione amorosa per la fine del complesso e difficile rapporto sentimentale con l'attrice americana Constance Dtwling, alla quale pure aveva dedicato i meravigliosi ultimi versi di Verrà la morte e avrà i tuoi occhi, lo indussero al suicidio. Morirà il 27 agosto del 1950, in una camera dell'albergo Roma, a Torino. Aveva 41 anni.

Rende - Giorgio Albertazzi Oggi alle ore 18 presso il Museo del Presente di Rende, il maestro Giorgio Albertazzi, ospite in città con lo spettacolo “Lezioni Americane”, in programma al Cine-Teatro “Garden”, incontrerà la stampa e la cittadinanza con cui si intratterrà per raccontare la sua arte, il suo pensiero, la sua straordinaria avventura umana e artistica. All’incontro, promosso dall’Assessorato comunale alla Cultura guidato dalla prof. ssa Delly Fabiano in collaborazione con il Teatro Stabile di Calabria, parteciperà anche il Sindaco di Rende, avv. Umberto Bernaudo. Tutti gli organi di stampa sono invitati ad intervenire.


il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 33

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA SOVERATO — Il classico riletto in

chiave contemporanea arriva sul palco del Teatro del Grillo di Soverato. Oggi e domani, per un altro appuntamento imperdibile della stagione di prosa, la sala ospiterà, alle 21, il monologo Edipo a Colono, una riscrittura contemporanea del testo di Sofocle, realizzata da Ruggero Cappuccio su misura per un grande attore:

SOVERATO Oggi e domani un altro appuntamento imperdibile della stagione di prosa

Edipo a Colono al Teatro del Grillo Roberto Herlitzka, nome blasonato delle scene italiane, ma anche notevole attore cinematografico in film diretti da grandi registi come Bellocchio, Wertmuller, Co-

mencini, Mikalkov, Faenza. Herlitzka è stato allievo del M° Orazio Costa all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio d'Amico. Nel 2004 si è aggiudicato un Nastro d'Argento

e un David di Donatello come miglior attore per il film Buongiorno notte di Marco Bellocchio (per la magistrale interpretazione di Aldo Moro) e per lo stesso film nel

2008 ha ricevuto a Messina il Premio Horcynus Orca '08. Nel 2004 ha ricevuto un Premio Gassman come miglior attore per gli spettacoli Lasciami andare madre per la regia di Lina Wertmüller e Lighea. Questo importante monologo che lo vedrà impegnato a Soverato gli ha recentemente fruttato il prestigioso Premio Eti Olimpici del Teatro 2008.

CATANZARO Presso la Sala Consiliare del Comune un convegno che si inserisce nelle attività del Corso “Donne, politica e istituzioni”

Donne, lavoro ed età pensionabile Un dibattito che si è aperto in seguito alla messa in mora dell’Italia dalla Corte di Giustizia europea nel novembre scorso CATANZARO — “Non ho l’età…Donne, lavoro ed età pensionabile”: questo il convegno che si terrà oggi presso la Sala Consiliare del Comune di Catanzaro L’iniziativa, promossa dall’Ufficio della Consigliera regionale di Parità, dal Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, e dal Ministero del Lavoro, si inserisce anche nelle attività del Corso “Donne, politica e istituzioni” “Non ho l’età…Donne, lavoro ed età pensionabile”: sarà questo il tema del convegno che si svolgerà questo pomeriggio, alle ore 15.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Catanzaro, promosso dall’Ufficio della Consigliera regionale di Parità, dal Dipartimento di Diritto dell’Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, e dal Ministero del Lavoro. Il convegno trae spunto dal dibattito che si è aperto in seguito alla sentenza della Corte di Giustizia europea del novembre scorso che ha deciso la messa in mora dell'Italia per la differenza oggi esistente nell'età di pensionamento di vecchiaia tra uomini e donne all'interno della gestione pensionistica del pubblico impiego: 65 anni i primi, 60 le seconde. Dopo i saluti del Sindaco di Catanzaro, Rosario Olivo, dell’Assessore comunale Tommasina Lucchetti, introdurrà il tema del convegno l’Assessore regionale alle Politiche del lavoro ed alle poliREGGIO CALABRIA — “Il divo Garry”,

commedia brillante di Noël Coward, animerà il teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria per tre serate, oggi, domani e domenica, per la regia di Francesco Macedonio. Uno spettacolo messo in scena da “La contrada - Teatro Stabile di Trieste” con Gianfranco Jannuzzo e con la partecipazione di Daniela Poggi. La vicenda ruota attorno al personaggio di Garry Essendine, attore di successo, carismatico e bizzarro, mentre si prepara ad affrontare una tournée in Africa. Nel corso di una serie di eventi che sfiorano la farsa, Garry deve fronteggiare i tentativi di seduzione da parte di diverse donne, inclusa la giovane aspirante attrice Dafne e la bella e arrivista Joanna, neo

ganizzazione e comunicazione istituzionale. Nell’ultimo incontro, svoltosi nei giorni scorsi presso il Campus universitario “Salvatore Venuta”, le partecipanti al percorso formativo hanno incontrato proprio la Consigliera regionale di parità Stella Ciarletta, che si è soffermata, con particolare attenzione, sulla figura istituzionale della Consigliera di parità, sull’evoluzione del ruolo di questa figura sia dal punto di vista giuridico che culturale nel contesto italiano, e sui delicati compiti svolti di vigilanza affinché venga rispettato il principio di non discriminazione e di promozione delle pari opportunità per lavoratori e lavoratrici.

Stella Ciarletta e Rosaria Arcone

tiche sociali, Mario Maiolo. Relazioneranno il Professor Antonio Viscomi, Direttore del Dipartimento di Diritto dell'Organizzazione Pubblica, Economia e Società dell’Università di Catanzaro, che focalizzerà il suo intervento sulla questione dell’età pensionabile nella sentenza della Corte di Giustizia europea, e la Professoressa Valeria Maione dell’Università di Genova che discuterà di donne, mercato del lavoro e sistemi di welfare. Coordinerà i lavori la Consigliera regionale di parità, Stella Ciarletta. A seguire sono previsti interventi programmati da parte di rappresentanti del mondo istituzionale, universitario, sindacale, e dell’associazionismo.

Il convegno sarà concluso dall'intervento del Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. L’iniziativa si inserisce anche all’interno della quarta edizione del Corso “Donne, politica e istituzioni”, in corso di svolgimento presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro. Il percorso formativo, finalizzato all’acquisizione di un insieme di conoscenze per favorire l’inserimento e la partecipazione attiva delle donne nella vita pubblica e nei centri decisionali della politica, vede impegnate le allieve del corso su seminari tematici riguardanti i temi più interessanti dell'agenda politica in materia di assetti costituzionali, sistemi amministrativi, ordinamento comunitario, problematiche del lavoro, or-

“Il divo Garry”, la commedia in scena al Cilea di Reggio sposa di Harry. Destreggiandosi tra la sua protettiva segretaria Monica e la sua gelida ex moglie Liz, Garry si ritrova ad essere ossessionato dal giovane e squinternato commediografo Roland Maule, mentre gli grava addosso la paura degli anni che avanzano, con la classica crisi di mezza età. Present laughter, tradotto in italiano come Il divo Garry, è stato spesso considerato un testo in parte autobiografico. Scritta nel 1939, come corollario alla commedia This happy breed, Present laughter

diventa parte di una sorta di trilogia sulla middle-class inglese che si completa nel 1941 con Spirito allegro. Lo stesso Coward interpreta Garry Essendine nella prima edizione dello spettacolo, contribuendo al successo dell’opera. L’adattamento è di Masolino D’Amico, le scene di Andrea Svanisci, i costumi di Fabio Bergamo, le musiche di Massimiliano Forza, le luci di Andrea Valentini. Interpreti della piece: Bonesi, Calabrese, Cosatto, Giorgini, Giraldi, Izzo, Repetto, Stalteri.

In breve... Catanzaro, S. Valentino al Red Pub Cafè Domani, a partire dalle ore 20.30 S. Valentino, al Red Pub Cafè sito in Località Giovino a Catanzaro Lido. Lo staff del Red Pub ha organizzato una particolarissima cena piena di sorprese per gli innamorati che intendono festeggiare la festa più romantica dell'anno. La colonna sonora della serata è affidata al dj Claudio Giordano che per l'occasione preparerà un set con musiche a tema. L'appuntamento è fissato quindi per domani sera, a partire dalle ore 20.30,

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

FITTASI LOCALE

CON ANNESSA ATTIVITA’ COMMERCIALE Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

VENDESI FURGONE Nuova esposizione alla Pinacoteca Civica Renault Traffic REGGIO CALABRIA Da domani al 14 marzo la scultura marmorea di Eros romano rivenuta in città nel 1907

REGGIO CALABRIA — Questa matti-

na, alle ore 10, il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, la soprintendente Caterina Greco, e l’assessore comunale ai Beni Culturali, Antonella Freno, incontreranno la stampa alla Pinacoteca Civica per presentare una nuova iniziativa espositiva La struttura culturale, infatti, ospiterà da domani al 14 marzo, nelle sue eleganti sale, la scultura marmorea di

Eros romano rivenuta in Città nel 1907. L’opera, che risale al II secolo d. C., fu ritrovata nelle adiacenze della villa Comunale ed appartiene alla Collezione civica custodita dal Museo Nazionale della Magna Grecia: la sua esposizione all’interno della Pinacoteca vuole offrire un’ulteriore opportunità di conoscenza e fruizione dei tesori d’arte della Città. «Un’occasione – dichiara l’assessore Freno - im-

portante per la valorizzazione dei reperti d’arte romana della città. Si tratta di uno dei momenti di divulgazione del sistema dei beni culturali nell’ottica di una fruizione moderna, dinamica e circolare, all’interno di un percorso avviato d’intesa con la Soprintendenza archeologica. Dalla dimensione di polis a quella di urbs, Reggio proietta nell’identità moderna una storia ricca di fascino e di cultura».

anno 1992 per la vendita ambulante di panini, bibite e pizze, perfettamente funzionante.

Info tel. 0961.996686 cell. 3493923191


34 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA CATANZARO L’ agenzia di moda e spettacolo diretta da Monica Minervini sarà presente nella “Città dei Fiori” per seguire la manifestazione musicale

La Service Data Bank a Sanremo Due testimonial a rappresentare la Calabria: Simona Muccari e Antonella Montesano CATANZARO — La Service Data Bank dalle passerelle milanesi al Festival di Sanremo 2009. L’agenzia catanzarese di moda e spettacolo, anche quest’anno sarà presente nella “Città dei Fiori” per seguire la manifestazione musicale più seguita al mondo. «Il festival di Sanremo - afferma Monica Minervini - è un’ottima vetrina per la nostra agenzia, è un’esperienza unica assistere dal vivo a curiosità e gossip su personaggi dello spettacolo e cantanti in gara». Due testimonial a rappresentare la nostra Regione Simona Muccari (modella Medel Fashion) Antonella Montesano (II classificata al concorso di moda e bellezza Pikkanto’ Fashion Tour 2008). «Le nostre modelle - spiega la Minervini - faranno da cornice alle interviste e alle conferenze stampa». La Service Data Bank, ricordiamo, è l’agenzia referente per la Calabria per l’organizzazione di grandi eventi e manifestazioni Pikkanto’ per dare visibilità alle aziende calabresi abbiamo realizzato una brochure in 20.000 copie e proprio in questi giorni in distribuzione in tutta la ns. regione e anche in occasione degli eventi collaterali al festival. La brochure mette in risalto una serie di eventi della Service Data Bank. La presenza della Service alle precedenti edizioni del festival di Sanremo ci sono alcune foto che ritraggono le modelle con personaggi dello

li custodi (security) Franco e Giuseppe si trasferirà nella città dei fiori Sanremo e mi auguro che anche quest’anno le nostre modelle saranno riprese dalle telecamere nazionali. Ricordo che l’anno scorso le miss della nostra agenzia sono state riprese dalle telecamere di striscia la notizia dove è stato girato un ’importantissimo spot con gli inviati del tg satirico della Sardegna Cristian Cocco ed i Tenorenis. Il 2009 - prosegue - ci prospetta un calendario ricco di eventi a cominciare dai congressi medici per tutta la regione Calabria. Vorrei ricordare - conclude - che presso la Service Data Bank agenzia di moda e spettacolo sono aperte le iscrizioni per le modelle per la IV edizione del Medel Fahion uffici sono in Via Lombardi 67/C di Catanzaro».

Simona Muccari, Antonella Montesano e Monica Minervini

spettacolo. «Sono molto contenta per la grande opportunità concessa alla Service Data Bank - continua Monica Minervini - da parte dell’azienda Pikkantò, ringrazio personalmente Luciano Rattà, e finalmente vedo coronorare un mio grande sogno che diventerà realtà: vedere tre modelle della mia agenzia che calcheranno la passerella della capitale della moda giorno 18 febbraio al The Club di Milano il noto

brand Pikkantò presenterà la nuova collezione primavera/estate 2009 Modella di punta sarà Francesca Panaia (16 anni – di Squillace Lido – frequenta il liceo scientifico E. Fermi di Catanzaro Lido) nuova testimonial di tutta la campagna pubblicitaria Pikkantò per la Calabria 2009. In passerella anche altre due modelle calabresi Simona Muccari e Antonella Montesano. Da Milano lo staff della nostra azienda insieme ai miei ange-

SERSALE Alle audizioni live di musicultura 2009 che si sono svolte al Teatro Filarmonica di Macerata

A Carmine Torchia premio per la migliore interpretazione SERSALE — Al calabrese Carmine Torchia “Premio Sisme” per la migliore interpretazione. Alle audizioni live di musicultura 2009 gli aforismi di Carmine Torchia incantano il pubblico maceratese. Le Audizioni Live sono giunte a metà percorso e martedì 10 febbraio hanno ospitato l’ultimo calabrese in gara per Musicultura 2009, Carmine Torchia), al Teatro Filarmonica di Macerata. Da ricordare che Musicultura è l’autorevole concorso che nei suoi venti anni di storia ha premiato artisti come Simone Cristicchi, Povia, Momo, Gian Maria Testa, Pier Cortese, Pacifico, Amalia Grè, Patrizia Laquidara, Giua, Ricky Maffoni, Folco Orselli, Avion Travel, Max Manfredi e tanti altri. Quella del calabrese Carmine Torchi, è stata l’ultima esibizione della serata ed ha “disarmato” tutti i presenti. Carmine si è soffermato molto a raccontare la sua esperienza nel tour “Piazze d’Italia – sulle tracce di De Chirico”, perchè gli ha permesso non solo di promuovere il suo disco ma anche di entrare a contatto diretto con la vasta gamma di umanità che popola il mondo. Proprio durante queste scorribande per le piazze d’Italia, l’incontro con l’autrice marchigiana, Angelica di Barba, lo ha portato a scrivere uno dei testi, proposti ieri sera “Tende di seta”. Gli arrangiamenti sintetici della serata, fatti di corde e percussioni, hanno messo in evidenza la poesia e la profondità dei testi. Carmine si esprime anche con la pittura e quando si è trovato a dire quali colori preferisce, ha risposto in modo puntuale di prediligere tonalità calde. Calde come le sue parole che hanno riscaldato il cuore degli ascoltatori. Ironico quando gli è stato chiesto perché si è definito “ un nervoso vestito da santo”: “io amo usare aforismi” – af-

Carmine Torchia

ferma Carmine – “e in questo caso l’aggettivo nervoso stava per simboleggiare i miei fermenti interiori”. Carmine dice che la musica è il suo modo di disarmare il mondo e in questa serata di audizioni ci è proprio riuscito. A lui il Premio Sisme, un microfono Shure Sm58, per la migliore interpretazione. A consegnarlo L’Assessore alla cultura della Provincia di Macerata, Alessandra Boscolo. Gli altri artisti esibitisi nel corso della serata sono stati: Jacopo Niccolò Badini (Firenze), Nina Monti (Ariccia – Rm), Canemorto (Scarperia – Fi), Stylo (Montegranaro – Ap). Le Audizioni Live, iniziate venerdì 6 febbraio si svolgeranno tutti i giorni fino al 15 febbraio presso il Teatro Filarmonica di Macerata, a partire dalle ore 21, ad eccezione di domenica 15 febbraio, in cui avranno inizio a partire dalle ore 17. Ogni sera si esibiranno cinque artisti per un totale di 50 proposte, che sono state selezionate tra le oltre 700 domande pervenute al concorso.

Il pubblico può accedere liberamente alle serate o può seguirle comodamente da casa collegandosi al sito www. musicultura. it dove ogni giorno le performance degli artisti sono trasmesse, in diretta, sul canale televisivo web della manifestazione. Il programma delle audizioni prevede che tutti i convocati esibiscano tre brani del loro repertorio. Dalle Audizioni che rappresentano la prima fase del concorso, usciranno i 16 finalisti. I loro brani verranno trasmessi sulle onde di Radio 1 Rai e saranno sottoposti al giudizio del pubblico, che potrà esprimere con il televoto la propria preferenza. Contemporaneamente essi verranno sottoposti al vaglio del Comitato Artistico di Garanzia che vanta sempre dei nomi di spicco e che quest’anno è composto da: Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Niccolò Fabi, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Giorgia, Mariangela Gualtieri, Vivian Lamarque, Dacia Maraini, Alda Merini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Teresa Salgueiro, Michele Serra, Daniele Silvestri, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Antonello Venditti. Saranno solo 8 i vincitori che potranno esibirsi sul palco dello Sferisterio durante le serate finali del festival - il 26, 27, 28 giugno – che quest’anno festeggia XX anni di attività nella musica. Il vincitore assoluto si aggiudicherà il Premio Banca Popolare di Ancona, del valore di 20.000,00 euro. Saranno inoltre assegnati la Targa della Critica (5.000,00 euro) e i Premi Imaie, Siae e Unimarche (ciascuno di 2.5000,00 euro) rispettivamente per la migliore interpretazione, la migliore musica e il miglio testo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Per la decima stagione teatrale di Castrovillari, in scena domani “La voce de lu vientu”

“La strada” in scena al Politeama IL CARTELLONE

“Comuni in fiera 2009”, la manifestazione a partire da oggi a Bovalino

ALTOMONTE (Cs) - Iniziative di Carnevale Sono partite le iniziative rientranti nel cartellone del “Primo carnevale delle tradizioni” che si terrà nella città di Altomonte fino al 24 febbraio 2009. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Altomonte ed è ideata e promossa dai giovani dell’associazione culturale denominata “Altomonte in Movimento”. BAGNARA C. (Rc) - Premio Mia Martini All’insegna del ventennale di “Almeno tu nell’universo” che la grande Mia Martini ha lasciato, prende il via la 15ª edizione del Premio Mia Martini, ideato nel 1995 dal regista Nino Romeo e organizzato dall’Associazione Cultura e Spettacolo di Bagnara Calabra in ricordo dell’artista scomparsa. Un evento che nel corso degli anni ha acquistato un’importanza notevole nel panorama musicale italiano ed europeo, diventando un punto di riferimento per tantissimi giovani artisti in cerca di una passerella di qualità per potersi esprimere in musica.La formidabile macchina organizzativa della manifestazione, capitanata da Nino Romeo e dalla responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, sta già mettendo a punto una serie di novità per l’edizione 2009 che vedrà come protagonisti indiscussi le “Nuove Proposte per l’Europa”, provenienti dalle numerose audizioni in corso nelle varie regioni italiane e in alcune città dell’Europa. Il primo incontro artistico si terrà a Bagnara Calabradal 6 all’8 marzo 2009, alla presenza dell’intera commissione artistica. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria, dall’Assessorato al Turismo, dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra. Per info: www.premiomiamartini.it - www.myspace.com/premiomiamartini. BOVALINO (Rc) - “Comuni in fiera 2009” L'associazione culturale & sportiva dilettantistica Bricà, con il patrocinio dell'Amministrazione provinciale di Reggio Calabria e del Comune di Bovalino in collaborazione con il consorzio Gal Alta Locride, presenta la manifestazione “Comuni in fiera 2009”. L'arte negli antichi mestieri da oggi al 15 febbraio, dalle ore 10.00 alle 22.00, ingresso libero. A San Valentino simpatico omaggio a tutte le coppie e diretta live su Studio 54 Network. CARIATI (Cs) - “Carnevalandia 2009” Da Piazza Peter Pan, passando per Piazza Capitan Uncino, sbucando in Piazza Trilli. Una toponomastica genuinamente fantastica farà da cornice all’avvio della 4ª edizione di Carnevalandia 2009. Strade e vicoli del Centro Storico medioevale di Cariati cambiano nome e volto, da sabato 21 a martedì 24 febbraio 2009, per ospitare l’evento socio-culturale ed interterritoriale promosso dall’Associazione “Amici del Carnevale”, con patrocinio del Comune di Cariati. L’edizione 2009 è dedicata a Peter Pan.

CASTROVILLARI (Cs) - Spettacoli Primafila Prosegue la VII edizione di Primafila a Castrovillari, presso il Teatro Sybaris-Protoconvento Francescano, fino al 7 marzo (ore 21.30). Programma: 28 febbraio, Gianluca Belardi in “danni di piombo”. Sabato 7 marzo, Compagnia Cavea in “Non ti pago”di E. De Filippo. CASTROVILLARI (Cs) - “La voce de lu vientu” Per la decima stagione teatrale, organizzata dall’assessora-

to alle politiche culturali e da Teatri Calabresi Associati, va in scena sabato 14 alle 21 al Teatro Sybaris di Castrovillari “La voce de lu viento” - Passiune populare pe’ lu trono e pe’ l’altare (Briganti sul Pollino) scritto, diretto ed interpretato da Giuseppe M. Maradei. Lo spettacolo è una produzione del Teatro della Sirena - Libero Teatro Popolare d’Arte di Calabria Citra e gode del patrocinio dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e della Comunità Montana dell’Alto Jonio Cosentino.

CASTROVILLARI (Cs) - Carnevale, 51ª edizione Come accade ogni anno in questo periodo, cresce in città e in tutta la regione l’attesa per il Carnevale di Castrovillari organizzato dalla Proloco cittadina con il contributo dell’Amministrazione comunale, della Provincia di Cosenza, della Regione Calabria e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino - che è ormai costantemente annoverato tra gli eventi carnascialeschi più importanti d’Italia. Dopo l’enorme successo del Cinquantesimo, dalla Proloco fanno sapere che è tutto pronto per l’avvio della 51ª edizione, in programma dal 15 al 24 febbraio prossimi con un programma ricchissimo di eventi, che verrà svelato nel dettaglio nel corso della tradizionale conferenza di presentazione che si svolgeràoggialle ore 17.00 nel magico scenario di Villa Bonifati.

CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it oppure info@liltcz.it.Info: 0961725026 opp. 3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CASTROVILLARI (Cs) - Giornata di mobilitazione Filtea-Cgil, Femca-Cisl, Uilta-Uil indicono in data 17 febbraio una giornata di mobilitazione e di protesta, dinanzi la sede della Giunta Regionale della Calabria, al fine di sollecitare e definire gli impegni in precedenza assunti da codesto ente con i CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 sindacati e i lavoratori. CATANZARO - “Seta. Il filo dell’arte”, mostra La mostra “Seta. Il filo dell’arte” rimarrà apertafino al 28 febbraio. L’evento espositivo è stato realizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, dalla Regione Calabria - Fondazione Calabria Film Commision, dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Catanzaro, con il patrocinio dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro – Squillace. La mostra, curata da Oreste Sergi, resterà aperta fino al 28 febbraio. In questo periodo si potranno ammirare, nelle sale espositive della struttura museale, damaschi, velluti, taffetas, broccati, broccatelli, gros de Tours, provenienti dalle maggiori chiese della città - Cattedrale di S. Maria Assunta e dei Santi Pietro e Paolo, Rettoria del SS. Rosario, Parrocchia di S. Teresa all’Osservanza ,Rettoria di S. Maria de Figulis seu Montecorvino – dalle chiese di Sellia Superiore, di S. Pietro Magisano e di Vincolise, nonché da alcune collezioni private. Da apprezzare una dalmatica in broccatello della fine del XV secolo proveniente dalla parrocchia di S. Nicola di Sellia Sup., due abiti settecenteschi provenienti dalla parrocchia dei SS. Simone e Giuda di Vincolise, una splendida gonna in damasco “bizzarre” proveniente dal Santuario della Madonna della Luce di S. Pietro Magisano, la seicentesca pianeta detta dei “Borgia” e l’abito impero in velluto piano dell’Addolorata provenienti dalla rettoria del Rosario di Catanzaro, un piviale in damasco classico proveniente dalla Cattedrale, una dalmatica cinquecentesca in damasco viola dell’Osservanza, una raffinata pianeta in taffetas broccato appartenente alla rettoria di S.Maria de Figulis. Catanzaro – Museo Diocesano d’Arte Sacra, Palazzo Arcivescovile, via dell’arcivescovado, 13. Fino al 28 febbraio con orario: lunedì chiuso - domenica apertura solo dalle 17,00 alle 19,30 - tutti gli altri giorni, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,30 (possono variare, verificare sempre via telefono). Biglietti: free admittance.

Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: mercoledì 18 e giovedì19 febbraio “La strada” di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; domenica 22 febbraio “Lo Schiaccianoci” di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; venerdì 6 marzo “Puppin Sisters live. See the fabulous”; martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; domenica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì26 e venerdì 27 marzo“Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; lunedì 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; venerdì 8 domenica 10 maggio,“High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato 21 novembre 2009, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. Sabato19 dicembre 2009, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; Venerdì 22 gennaio 2009, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; Domenica 14 febbraio 2009, “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.


36 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La terza edizione del “Carnevale d’A...mare” in programma nella Città dei Tre Colli

“The best family” a Catanzaro IL CARTELLONE

Conclusione del progetto musicale “Millesuoni” a Palazzo De Nobili

CATANZARO - “Per il tuo cuore” La Calabria è coinvolta molto attivamente nella campagna “Per il Tuo Cuore”, fino al 15 febbraio. Tutti i cardiologi calabresi sono attivamente impegnati per diffondere questa importante campagna nazionale per la raccolta di fondi destinati ad una ricerca cardiovascolare avanzata e personalizzata (curare il malato, non la malattia). E’ la prima volta che una simile campagna si svolge in Italia con il coinvolgimento ed il patrocinio della Rai e delle maggiori reti telefoniche. La campagna calabrese culminerà con una manifestazione che si terrà durante tutta la giornata del 14 febbraio, presso il Teatro Politeama e che è stata organizzata con molto impegno dal cardiologo Roberto Ceravolo coadiuvato dalla dott.ssa Antonietta Santacroce della direzione artistica del teatro. La campagna nazionale dura dal 5 al 15 di febbraio, con numerosi spazi, interventi e spot televisivi e la raccolta fondi sarà attuata attraverso sms o chiamate da telefono fisso al numero verde 48545 (donazione di 2 euro) oppure, per somme maggiori, tramite il conto corrente postale n. 24411506 intestato alla Fondazione “per il Tuo cuore – Hcf Onlus” o presso le filiali bancarie del Gruppo Intesa San Paolo con donazioni esenti da commissione. L'iniziativa Per il tuo cuore si svolge sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica ed è patrocinata dalla Rai. CATANZARO - Incontro istituzionale Oggi, alle 9,30 presso la sede dell'Urbi a Catanzaro in Via Acri, incontro istituzionale: tutti i presidenti e Commissari dei Consorzi assieme all'indispensabile presenza dei vertici regionali delle organizzazioni professionali agricole (Coldiretti, Confagricoltura e Cia) con il presidente della Giunta regionale on. Agazio Loiero.

CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’intero programma delle iniziative: febbraio: oggi, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Mattia Zappa, violoncello; Massimiliano Mainolfi, pianoforte; venerdì 27 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6 marzo, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'archi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna Rundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, viola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violoncello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Immacolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen Djurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile 2009, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio,ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle. CATANZARO - Presentazione libro ”La Calabria brucia”, presentazione del libro di Mauro Francesco Minervino a Catanzaro, oggi, alle ore 16.30, presso la sala della Giunta Provinciale. Un'iniziativa promossa dalla Casa editrice Ediesse in collaborazione con l'associazione "Il campo idee per il futuro". Presiede Pino Soriero, presenta Luigi Combariati. Ne discutono con l’autore: Mimmo Cersosimo, Vito Teti, Dino Vitale. L’attore Maurizio Comito leggerà brani del libro. Sarà presente l’editore Angelo Lana. CATANZARO - Età pensionabile, convegno Si svolgerà, oggi alle ore 15,30, nella sala consiliare di palazzo de Nobili, il convegno “Non ho l’età…Donne, Lavoro ed età pensionabile” organizzato dalla consigliera regionale di Parità,Stella Ciarletta, dal Ministero del lavoro e dal dipartimento Dopes dell’Università Magna Grecia di Catanzaro. Il sindaco Rosario Olivo e l’assessore alle Pari opportunità, Tommasina Lucchetti, faranno gli onori di casa portando i saluti ai partecipanti. Previsto l’intervento dell’assessore regionale, Mario Maiolo. Le relazioni sono state affidate ad Antonio Viscomi, docente università di Catanzaro che tratterà:”La questione dell’età pensionabile nella sentenza della Corte di Giustizia europea” , mentre Valeria Maione, dell’Università di Genova, relazionerà su “Donne, mercato del lavoro e sistemi di welfare”. Coordina i lavori Stella Ciarletta. Concluderà i lavori il presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero. CATANZARO - Istituto Agrario, open day Il Congresso dell'Unesco svoltosi a Bratislava nel 1970 ha data la seguente definizione di Orientamento: "Orientare significa porre l'individuo in grado di prendere coscienza di sé

e di progredire con i suoi studi e la professione, in relazione alle mutevoli esigenze della vita, con il duplice scopo di contribuire al progresso della società e di raggiungere il pieno sviluppo della persona umana". L’Istituto Tecnico Agrario Statale “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro, come ogni anno, apre le sue porte a tutti gli studenti delle III medie di tutta la Calabria e ai loro genitori per offrire tutte le informazioni possibili per una scelta meditata della scuola secondaria superiore. In ogni famiglia, in questi giorni, le domande più frequenti sono “Dove iscrivo mio figlio ?” … dove c’è il corso di teatro oppure quello di giornalismo? dove si canta o dove si balla ?. La caccia alle informazioni è aperta. L’Istituto Tecnico Agrario di Catanzaro ha deciso di organizzare l’open day nella giornata di sabato 14 febbraio 2009. In questa giornata la Scuola è aperta ad accogliere tutti gli alunni e tutti i genitori che, volendo fare una scelta di vita consapevole, hanno bisogno di informazioni. L’Istituto Tecnico Agrario offre corsi di studio, sia di ordinamento sia sperimentali negli indirizzi “Agroambientale” e “Vivaismo e colture protette”, completi e moderni. I genitori che parteciperanno all’open day potranno rendersi conto direttamente dell’organizzazione scolastica, dell’annesso convitto il quale ospita studenti provenienti da tutte le province della Calabria e dell’ambiente favorevole all’apprendimento che la “scuola agraria” di Catanzaro ha posto in essere e di conseguenza fare scelte meditate e consapevoli per il futuro dei propri figli. CATANZARO - Conclusione de “Millesuoni” Si concluderà, sabato 14 febbraio alle ore 17, con una esibizione nella sala concerti di Palazzo de Nobili, il progetto musicale “Millesuoni” dal duo all’ottetto di clarinetto avviato dal Conservatorio di Musica di Vibo Valentia. Il piano di lavoro, che concentra l’attenzione sull’approfondimento dello studio del clarinetto, sta riscuotendo molto interesse da parte dei molti iscritti provenienti da tutta Italia. Il programma è stato predisposto dal responsabile del progetto dello stesso Conservatorio M° Tommaso Rotella, con la masterclass tenuta dal M° Patrick Messina.

CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma 2008/2009 che viene riportato di seguito: 14 febbraio 2009 ore 17,30 presso il Circolo Unione serata speciale sul "Don Giovanni" di Mozart; il14 marzo 2009 ore 17,30 presso il Circolo Unione 3° incontro sulla "Storia del Melodramma; il 18 aprile 2009 ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire.

CATANZARO - Spettacolo per bambini L'assessorato alle Risorse Educative e Scolastiche, la Media service produzione spettacoli e la Fondazione Politeama presentano: "Primi passi a teatro". Il progetto è finalizzato alla frequentazione dei bambini in teatro, una opportunità di svago domenicale per i genitori da condividere con i propri figli e potranno essere tema di discussione anche nelle scuole di appartenenza. Le rappresenazioni saranno effettuati dalla compagnia teatrale Il Cilindro del Teatro San Raffaele di Roma. Le date saranno: domenica 15 febbraio 2009 con "Le mille e una notte”, domenica 22 marzo 2009 con "I VII Re di Roma” e domenica 19 aprile 2009 con "Un Uomo chiamato Francesco". Il prezzo del biglietto è di Euro 5,00 posto unico. Per info e prenotazioni: biglietteria teatro Politeama 0961501818 / 501819 negli orari di apertura biglietteria - oppure fuori orario: cell. 334.2637312 - 338.6302118. CATANZARO - Iniziativa Coni Martedì 17 febbraio,con cadenza mensile, presso la sede del Comitato Provinciale di Catanzaro del Coni, sito in via Contessa Clemenza, il dottor Vincenzo Smeriglia, referente commerciale di zona dell’Istituto per il Credito Sportivo (Ics), incontrerà i possibili utenti che desiderano informazioni sulle procedure per accedere ai finanziamenti dell’Ics. CATANZARO - “Carnevale d’A...mare” Nell’ambito della rassegna carnascialesca “Carnevale d’A…mare”, giunta alla sua terza edizione organizzata dall’assessore al Turismo del Comune di Catanzaro, Roberto Talarico, venerdì 20 febbraio, ci sarà il primo dei tre eventi in programma. Nel centro storico del capoluogo di regione, si terrà una grande festa in maschera; il tratto di corso Mazzini compreso tra la Camera di Commercio e Piazza Santa Caterina diventerà una grande discoteca all’aperto dove, tra tanta buona musica e ospiti famosi, si darà vita a una serata divertente e ci auguriamo molto coinvolgente. Alcune discoteche della provincia catanzarese, “No Mas”, “Atmosfera” e “People”, infatti, allestiranno alcuni palchi, in diversi punti del tratto interessato all’evento e da ognuno di questi

verrà proposto un genere musicale diverso. Corso Mazzini diventerà una specie di “sambodromo” dove tra balli, maschere e cotillon si festeggerà il Carnevale Catanzarese. Non mancheranno personaggi dello spettacolo che, oltre ad intrattenere con le proprie performance il pubblico, parteciperanno attivamente alla festa, scenderanno tra la gente e con loro, balleranno e si divertiranno. L’evento è completamente “free”, tutti possono partecipare. L’unico obbligo per coloro che vorranno prendere parte alla festa è quello di vestirsi in maschera. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 20-22-27 febbraio e 1-13-15 marzola compagnia del Teatro Incanto in "The best family (a famigghja d'e besti)", testo e regia di F.Passafaro; 22 marzo, Gli amici del teatro popolare di Amantea in "Il mio funerale", testo e regia di M.Ruggiero; 27 e 29 marzo, l'Ass. Cult. ATRJ di Roccella Jonica in "Cicciu u pacciu",testo di M.P.Battaglia, regia di P.Carella; 5 aprile, l'Ass. Cult. Confine Incerto in "Racconti dal resto del mondo", drammaturgia di E.Bianchi, regia di E.Capicotto; 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-10-1517-22-24 maggio, la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - Inaugurazione anno giudiziario Il 28 febbraio, alle 10.30, inaugurazione dell’anno giudiziario 2008 nell’aula delle udienze del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria in via De Gasperi, 76/b. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partirà il prossimo 28 marzo il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno argomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranno presso l’aula magna del Seminario San Pio X di Catanzaro: ad inaugurarlo, il 28 marzo, il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, prof. avv. Oreste Dominioni, che interverrà sul tema “L’ammissione della prova scientifica nel processo penale” e il prof. avv. Giovanni Flora, ordinario di diritto penale nell’Università di Firenze, su “Progresso scientifico, giudizio di causalità e giudizio di responsabilità per colpa”. Gli incontri proseguiranno secondo il seguente calendario: 3 aprile 2009, “L’ascolto del minore: uso dell’evidenza scientifica nell’acquisizione e valutazione della testimonianza nel processo penale”, prof. avv. Luisella De Cataldo Neuburger (Docente di psicologia giuridica e presidente della Società di Psicologia Giuridica) e Prof. Giuliana Mazzoni (Docente di Psicologia nell’Università degli Studi di Hull, Gran Bretagna); 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantascienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie metodologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Docente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009, “Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. Giovanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il ciclo di incontri si concluderà sabato 13 giugno 2009, con l’intervento dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecnica del penalista nell’esame incrociato”. CATANZARO - Franco Battiato al Politeama Franco Battiato e il suo tour “Live in Theatre 09”, il 31 marzoal Politeama di Catanzaro. Per info contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese: www.essemmemusica.it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Stage di hip-hop con l’insegnante Maura Paparo in programma Cropani Marina

A Cosenza “Innamorati dell’arte” IL CARTELLONE

Amanda Sandrelli in “Col piede giusto” in scena nella Città dei Bruzi

COSENZA - Jazz festival & musica in provincia Fino a lunedì 16 febbraio, si svolgerà la 4ª edizione del Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia 2008/2009. Oltre al capoluogo di regione, coinvolgerà altri 10 Paesi del territorio provinciale quali Belvedere, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Civita, Frascineto, Rossano, San Nicola Arcella, Scalea, Spezzano Albanese e Trebisacce. COSENZA - Mostra di Ruggero Maggi La Galleria Vertigo di via Rivocati 63, Cosenza ha inaugurato la mostra-installazione dell’artista Ruggero Maggi che continuerà fino a venerdì 20 febbraio. COSENZA - “Energia sostenibile per l’Europa” Fino a oggi in diverse città italiane ed europee si svolgeranno una serie di iniziative a sostegno della Campagna “Energia sostenibile per l'Europa”, promossa dalla Commissione Europea per contribuire alla realizzazione degli obiettivi della politica energetica comunitaria in materia di fonti di energia rinnovabili, efficienza energetica, trasporti puliti e combustibili alternativi. All’iniziativa ha aderito anche Alessco, l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile della Provincia di Cosenza che, in collaborazione con la Rete di Scuole della Provincia di Cosenza e con il patrocinio della Commissione Europea e del Ministero dell’Ambiente, ha organizzato cinque convegni in altrettanti Comuni della Provincia di Cosenza. Tali iniziative sono state inserite all’interno della programmazione “Sustenable Energy Week” promossa dalla Commissione Europea, portando alla ribalta continentale la Provincia di Cosenza. L'obiettivo della campagna è quello di diffondere un messaggio di speranza, secondo cui è possibile superare la crisi ambientale irreversibile che oggi afflige il mondo intero, cambiando il modo di produrre, ricorrendo a fonti rinnovabili e utilizzando l’energia in modo sempre più efficiente e rispettoso della natura. Oggi, alle ore 9.30 presso l’Istituto per Geometra di S. Marco Argentano la serie di convegni si chiuderà con l’intervento del docente dell’Università della Calabria, prof. Piero Gagliardo del Dipartimento di Ecologia e degli esperti dell’Agenzia dell’Energia Alessco. Tutti i convegni si concluderanno con un dibattito sul tema “Energie rinnovabili e sviluppo economico :una sfida per la nostra terra” . COSENZA - Piano per la formazione personale La Giunta Comunale di Cosenza ha approvato il Piano per la formazione del personale che oggi, alle ore 12.00, sarà illustrato in una conferenza stampa nel salone di rappresentanza del Comune. COSENZA - Partito Socialista, assemblea Su iniziativa del segretario provinciale, Gianni Papasso, si terrà, oggi, alle ore 17.00, nella sala riunioni della Federazione Provinciale del Partito Socialista, sita in Cosenza, alla Via Adige 29, l’assemblea provinciale di tutti gli amministratori socialisti.Parteciperanno: l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Luigi Incarnato; l’ assessore provinciale, Pietro Mari; il presidente del Consiglio Provinciale, Leonardo Trento; i consiglieri provinciali Giuseppe Aieta, Flaviano Federico e Gianni Pirillo; l’assessore della Città di Cosenza, Mimmo Genise; i sindaci, gli assessori e i consiglieri comunali socialisti.Sono stati anche invitati a partecipare i membri dell’esecutivo provinciale e i componenti degli organismi

nazionali del partito della provincia di Cosenza.

COSENZA - Congresso Fnp-Cisl Su decisione presa dal Consiglio generale, oggi si svolgerà a Cosenza, l’ottavo congresso territoriale della Federazione pensionati Fnp-Cisl. COSENZA - “Innamorati dell’arte” Anche quest’anno, in occasione della Festa di San Valentino, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali propone una giornata dedicata all’arte e alla cultura. Lo slogan prescelto, “Innamorati dell’Arte”, è un invito a visitare e conoscere l’immenso patrimonio culturale italiano insieme alle persone amate, per condividere le emozioni e la gioia che l’arte suscita in chi vi si accosta. La Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De Chirico, presenta, nel giorno dedicato al patrono degli innamorati, un ricco programma dal titolo L’Arte da amare. Alle ore 10.30 di sabato 14 a Cosenza, nella Sala delle Udienze di Palazzo Arnone, sede della Soprintendenza Bsae della Calabria e della Galleria Nazionale di Cosenza, si terranno due interessanti iniziative. Nella prima verrà presentato il dipinto Marte e Venere di Frans Wouters, allievo di Rubens ed esponente di spicco della pittura fiamminga di età barocca. L’opera, capolavoro della collezione Carime di Cosenza, sarà presto esposta, assieme al resto della pregevole raccolta, nella Galleria Nazionale di Cosenza. All’iniziativa, coordinata da Nella Mari, storico d’arte della Soprintendenza, interverranno Melissa Acquesta, Francesca Mandarino e Federica Toscano, giovani laureate dell’Unical ed attualmente impegnate in uno stage formativo presso la Soprintendenza Bsae della Calabria. Un accattivante cadeau, un segnalibro appositamente realizzato dalla Soprintendenza Bsae della Calabria, verrà distribuito al pubblico presente alla manifestazione. A seguire Rosanna Caputo, storico d’arte della Soprintendenza BSAE della Calabria, terrà una conversazione dal titolo Lo sguardo di Eros. Sentimenti e passioni nell’arte dal Romanticismo ai contemporanei, nel corso della quale verranno presentati alcuni capolavori della cultura figurativa dell’Ottocento e del secolo scorso, il cui filo conduttore, di grande suggestione e fascinazione, è l’amore. Da Il bacio di Hayez a La lettera d’amore di Fragonard, straordinarie raffigurazioni dell’amore romantico sino ad una selezione di opere contemporanee da Klimt a Magritte, da Picasso a Chagall, a Munch, potenti espressioni dell’eros, forza generatrice di arte e vita. COSENZA - Festa dell’amore Eos Arcigay Calabria e Libreria Ubik organizzano la festa dell’amore sabato 14 febbraio, ore 16.00, presso la libreria Ubik, piazza XI settembre - trav. via Galliano; ore 17.00, In programma la presentazione del libro “La corsa di Billy” di Patricia Nell Warren.Intervengono:Donatella Loprieno e Federico Cerminara; lettura di brani scelti a cura di Francesca Marchese; al violoncello: Francesca Fiore. Un pomeriggio con libri, musica, cinema, leccornie e gadget.

COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008/2009 presso il teatro comunale "A. Rendano" di Cosenza. Sabato 14 febbraio 2009, ore 21.00, domenica 15 febbraio, ore 18.00, Artisti associati "La variante di Luneburg" dal romanzo di Paolo Mau-

rensig, con Milva; sabato 21 febbraio, ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti;il 21 marzo, ore 21.00, il 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - “La scuola dei classici” Ritorna “La scuola dei classici”, stagione teatrale specificamente indirizzata alle giovani generazioni, con precipuo intento didattico e formativo. Per il secondo anno consecutivo l'associazione “Porta Cenere”, diretta da Mario Massaro e Natale Filice, in stretta collaborazione con il Comune di Cosenza, assessorato alle Politiche dell'educazione, offre ai dirigenti e ai docenti delle scuole medie inferiori e superiori la possibilità di arricchire l'offerta formativa curriculare con l'indispensabile apporto dei classici teatrali. Gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro Comunale Italia "A. Tieri", sito in piazza Amendola a Cosenza e coinvolgeranno solo attori e tecnici professionisti. Per la stagione 2008/2009 i periodi programmati sono i seguenti: da lunedì 23 a sabato 28 febbraio "Anfitrione" di Plauto; ad aprile 2009 "Cavalleria Rusticana" di Giovanni Verga. COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: martedì 2 e mercoledì 3 marzo 2009, Amanda Sandrelli "Col piede giusto"; Lunedì 23 e martedì 24 marzo, Andrea Giordana "L'Otello"; Domenica 5 aprile, Tosca D'Aquino "Ogni anno punto e a capo"; Venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e domenica 17 maggio, Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 dicembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio, Hair spray. COSENZA - Più di me tour 2009 Per i 50 anni di Carriera, la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni, si esibirà nei principali teatri della penisola. Il suo debutto con il “Più di me tour 2009” il 7 marzo a Cesena. In Calabria, sarà al Teatro Rendano di Cosenza nella serata di mercoledì 11 marzo 2009. COSENZA - Anteprima stagione di prosa Teatro comunale A. Rendano, anteprima stagione di prosa. Mercoledì 1 aprile concerto di Franco Battiato. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta in Cropani Marina dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Per informazioni e adesioni telefonare al numero 3395980519 oppure 3337011799.


38 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Prosegue la stagione teatrale “Ricrii” con lo spettacolo “... Come l’acqua” a Lamezia Terme

Carnevale Occitano a Guardia Piemontese IL CARTELLONE

Congresso sulla cardio-risonanza in programma oggi a Gizzeria Lido

CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: giovedì 19 e venerdì 20 febbraio, teatro Bellini, Tato Russo "Il paese degli idioti" di Tato Russo - da Fedor Dostoevskij regia di Alvaro Piccardi; martedì 17 e mercoledì 18 marzo, teatro stabile di Calabria Geppy Gleijeses, Gennaro Cannavacciuolo, Lorenzo Gleijeses e la partecipaziopne di Gigi De Luca "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo regia di Geppy Gleijeses; Giovedì 2 e venerdì 3 aprile, Tunnel produzioni, Alessandro Siani "Per tutti revolution" regia di Mimmo Esposito; Sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio di tutti gli spettacoli è previsto alle ore 20.30. CROTONE - “L’altra parte di Ron” Parte da Cotronei il 3 marzo 2009, precisamente dal Teatro Comunale del centro Crotonese, “L’altra parte di Ron”, il nuovo evento teatrale che ha come protagonista assoluto Ron. Per ulteriori informazioni e per saterne di più sulle prevendita rivolgersi a: Teatro Stabile di Calabria al numero di telelefono 0962/905416 - oppure alla Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero di rete fissa 0961/761471 – o di cellulare 335/5244393 - o ancora consultare il sito internet di seguito riportato www.essemmemusica.it.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal mercoledì 16 al martedì 20 settembre. CURINGA (Cz) - Carnevale, 21ª edizione L’associazione “Vivi Acconia” comunica che, nei giorni 21-22-23-24 febbraio 2009, si terrà la 21ª edizione del Carnevale in Acconcia di Curinga (Cz). L’ evento include sfilate di carri allegorici, balli in piazza e serate a tema. L’ associazione “Vivi Acconia” quest’anno aprirà il carnevale con un ballo in maschera che si terrà giorno 20 febbraio 2009 presso il John Stuart Hotel sito in località Piano delle Forche in Maida. DAVOLI M. (Cz) - Al Divo Cafè Divo Cafè aperitive-music bar, organizza oggi, l'aperitivo "Legendario" con la musica del Buddha bar; sabato 14, "Love aperitive" aperitivo coppia euro 5,00, con ambient zonegadget; domenica 15, l'aperitivo con "Bollicine di pregio" e soul music forever. Info: 392/2478924. GIZZERIA L. (Cz) - Congresso sulla cardio-risonanza Un importante evento congressuale sulla cardio-risonanza si svolgerà oggi presso il complesso turistico “Capo Suvero” di Gizzeria Lido. L’iniziativa dal titolo “Risonanza magnetica del cuore: confronto con le altre metodiche di Imaging” è stata organizzata dalle Unità Operative Complesse di Cardiologia-Unità Coronarica e di Radiologia dell’Ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme e vedrà impegnati nei lavori congressuali numerosi Cardiologi, Radiologi ed Internisti provenienti da tutta la Calabria.Di assoluto rilievo il gruppo di esperti che discuteranno dei più recenti progressi fatti nella diagnostica per Imaging delle malattie del cuore. Tra questi il Dott. Massimo Lombardi, direttore di uno dei Centri di eccellenza più autorevoli in ambito internazionale, quale il Laboratorio di Risonanza Magnetica Cardiaca dell’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR (Consiglio Nazionale della Ricerche) di Pisa. Il dott. Lombardi, che è anche Presidente del “Working Group di Cardio-Risonanza” della Società Europea di Cardiologia, è l’ideatore e promotore di un importantissimo studio clinico, unico al mondo, denominato “Miot”, di cui si parlerà nell’ambito del congresso; un progetto di studio scientifico che si propone di valutare gli effetti tossici dovuti all’accumulo di ferro a livello del miocardio e del fegato nei soggetti affetti da talassemia e drepanocitosi. Insieme al Dott. Lombardi saranno presenti alcuni dei ricercatori dello straordinario gruppo di lavoro della Cardio-Risonanza del Cnr di Pisa; tutto questo a testimonianza della stima che evidentemente il Dott. Claudio Ascioti e la Dr.ssa Stefania Renne si sono guadagnati nel corso della loro formazione a Pisa. Il Corso vedrà la partecipazione inoltre del Prof. Iacopo Carbone, della cattedra di Radiologia dell’Università di Roma del Dott. Filippo Cademartiri di

Parma, tra i massimi esperti internazionali di Cardio-TAC multistrato. Alla cerimonia di inaugurazione parteciperanno tra gli altri il prof. Giovanbattista De Sarro, preside della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, anch’esso lametino, ed i vertici della direzione aziendale dell’Asp di Catanzaro, dott. Pietro Morabito, Direttore Generale, avv. Giuseppe Maione, referente per la macro area di Lamezia Terme e i dottori Achille Gentile e Maurizio Rocca, rispettivamente direttore Amministrativo e Sanitario dell’Asp di Catanzaro, unitamente al dott. Pietro Menniti, direttore sanitario di Presidio Ospedaliero lametino.

GUARDIA P. (Cs) - Carnevale Occitano A Guardia Piemontese si sta lavorando intensamente per ripetere il Carnevale Occitano dello scorso anno. Sta per partire la terza edizione del Carnevale Occitano organizzata dall’Associazione Arcobaleno di Guardia in collaborazione con le associazioni del territorio e con il supporto di tanti cittadini e commercianti che stanno ultimando numerosi carri e balli coreografici.Due domeniche dedicate interamente al Carnevale: il 22 febbraio e l’1 marzo si assisterà alla sfilata dei carri allegorici. Si partirà alle ore 14.30 dalla Ss 18 (lato Sud), e percorrendo via Kennedy si arriverà in piazza Aldo Moro dove i carri potranno esibirsi in scenografie originali. Le serate si concluderanno con un intrattenimento musicale. Il 2009 vedrà sfilare un nuovo serpentone di carri e maschere. Ai carri di Guardia si sono aggiunti anche carri realizzati nei Comuni di Acquappesa, Fuscaldo e Paola. LAMEZIA T. (Cz) - Biennale d’arte Ha preso il via e proseguirà fino a giovedì 19 febbraio prossimo, presso il Complesso monumentale di San Domenico di Lamezia Terme e con l’apertura della Sezione storica, la seconda edizione del concorso nazionale biennale d’arte di Lamezia. La rassegna verrà quest’anno dedicata a due pittori calabresi recentemente scomparsi, il lametino Nicolino Romeo e il tropeano Albino Lorenzo. Inoltre, la rassegna si arricchisce con la mostra di tutte le opere in concorso e fuori concorso, con chiusura e premiazione nella giornata di giovedì 19 febbraio 2009 alle ore 11.30 nel parterre del Teatro Umberto. LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza età e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso della programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntamenti. Il programma: Febbraio: oggi: prof.ssa Luigina Parlati, La vana ricerca della felicità in Lucrezio; 18 mercoledì : avv. Alfredo De Grazia, “… e lucemi dallato il calavrese abate Giovacchino di spirito profetico dotato” ( Dante, Paradiso, canto XII v.139 e segg.); 20 venerdì : prof. Saverio Di Bella, Le origini e la fine del blocco agrario;25 mercoledì : prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 27 venerdì : prof.ssa Maria J. De Santis, Il racconto di una donna di Adelina Vulpitta/Anna Amato, nostra compianta amica dell’Uniter.Marzo 2009, ore 17,00: 4 mercoledì : prof. Antonio Bagnato, L’incontro del popolo nella prima guerra mondiale, tra violenza, repressione e scoperta dell’identità nazionale; 6 venerdì : prof. Vincenzo Villella, Il vero viaggio di Ulisse di Armin Wolf (conversazione rinviata il 28/01/2009); 11 mercoledì: avv. Francesco Bevilacqua, Originalità del Gran Tour in Calabria; 13 venerdì : dott.ssa Marina Galati, L’evoluzione delle famiglie Rom a Lamezia Terme;20 venerdì: prof. Daniele Macris, Luciano: il sorriso della grecità imperiale; 25 mercoledì : Giovanni Cimino e Antonio Canneto, Poesia e musica nella canzone napoletana tra Ottocento e Novecento; 27 venerdì : prof. Filippo D’Andrea, Profilo religioso nel filosofo Francesco Fiorentino?.Per il ventennale Uniter : domenica 1 febbraio, ore 17,00 al Teatro Umberto col patrocinio del Comune di Lamezia Terme, Falso in atto pubblico del Gruppo teatrale lametino I Dialettanti (Regia di Gaetano Montalto); 29 marzo, ore 17,00 al Teatro Umberto col patrocinio del Comune di Lamezia Terme, concerto di musica classica. LAMEZIA T. (Cz) - San Valentino al Casale Sabato 14 febbraio,ore 21.00, al Casale, serata musicale con l'animazione e la musica di Enzo Ruberto. Nel corso della serata gadget, omaggi floreali e sorteggio di una minicrociera per due persona alle Isole Eolie. Per prenotazioni 339/3778752. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale Ricrii Prosegue la stagione teatrale Ricrii. Programma: 14/15 febbraio, "...Come l'acqua", Teatro Filadelfia regia di Francesco

Pileggi; 13 marzo, "Il volto e la notte" scuola lab Scenari Visibili; 18 marzo, "Made in Italy" Babilonia Teatri con Valeria Raimondi, Enrico Castellani, Premio Scenario 2007; 22 marzo, "Attese" perfotext Tetraedro Teatro in regia Francesco Cerra; 4 aprile, "La nuova colonia" Spazio Teatro, regia Gaetano Tramontana. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Umberto con inizio alle 21.00; 15 febbraio, ore 18.30. Info: www.scenarivisibili.it - info@scenarivisibili.it - 0968/22547 - 392-8249508. Biglietti: Intero euro 12. Ridotto euro 10. Studenti euro 5. Abbonamenti: Intero euro 60. Ridotto euro 50. Studenti euro 25. LAMEZIA T. (Cz) - An, coordinamento regionale Il 15 febbraio, presso la sede di An di Lamezia Terme, si riunirà il Coordinamento regionale di Alleanza nazionale, esteso alle figure istituzionali del partito, per discutere delle prossime elezioni europee e provinciali, Cosenza e Crotone, nonché dell’organizzazione dei congressi provinciali in vista di quello fondativo del Popolo della Libertà. LAMEZIA T. (Cz) - “Città di Lamezia Terme”, concorso La Fisiodinamic palestre e il Csen centro sportivo educativo nazionale organizzano il concorso "Città di Lamezia Terme" gara qualificante per i campionati italianio 2009 domenica 15 febbraio, presso il palazzetto dello sport viale Marconi. Programma: domenica, ospiti della manifestazione, dalla trasmissione Amici di Canale 5 "Valentina" e "Roberta"; ore 9.00, ritiro numeri; ore 10.00, inizio competizione; balli coppia (tutte le categorie); teamdance (balli di gruppo) sincronizzato - coreografico - show dance - hip hop - danza moderna - danza classica, cat. und. 6 - und. 9 - und. 11; premiazioni; domenica ore 13.00, ritiro numeri; ore 14.00, inizio competizione; teamdance (balli di gruppo) sincronizzato coreografico - show dance - hip hop - danza moderna - danza classica, cat. under 13 - under 15 - under 21 - under 34 over 35; premiazioni. I partecipanti dovranno essere tesserati Csen per l'anno in corso. Si qualificano alla fase successiva i primi 6 di ogni categoria. Per informazioni contattare i numeri telefonici di seguito riportati oppure scrivere agli indirizzi di posta elettronica indicati o ancora consultare i siti internet: 333/3989908 - csencatanzaro@hotmail.com www.csencatanzaro.it - 328/6330166 - www.csencrotone.it - sergiostellato@virgilio.it - 0984/837123 - 339/6901951 0968/26471 - www.fisiodinamic.tk. LAMEZIA T. (Cz) - “La variante di Luneburg” L'Ama Calabria promuove in cogestione con l'Amministrazione comunale di Lamezia Terme e prodotto da a.ArtistiAssociati di Gorizia, lunedì 16 febbraio, presso l’auditorium dell'istituto magistrale, alle ore 21.00, lo spettacolo teatrale musicale che avrà per protagonista Milva con l'attore Walter Mramor interprete de “La variante di Lüneburg” fabula in musica dal romanzo di Paolo Maurensig che ha curato anche l’adattamento teatrale ed i testi delle canzoni. Lo spettacolo prevede la partecipazione al pianoforte di Valter Sivilotti, autore delle musiche, del soprano, Franca Drioli, del sassofonista Marco Albonetti e del Coro Polifonico Symphonia diretto da Ferruccio Messinese. Per info: 0968/24580 info@amacalabria.org. LAMEZIA T. (Cz) - Consiglio comunale Il Consiglio comunale è convocato in seduta pubblica di 1ª convocazione per il 16 febbraio (lunedì), alle ore 9.30, ed eventuale 2ª convocazione per il 17 febbraio (martedì), alle ore 16.30, presso la sala consiliare dell'ex Comune di Nicastro per trattazione dell'ordine del giorno. Il consiglio comunale è convocato altresì in seduta pubblica di 1ª convocazione giorno 18 febbraio (mercoledì), alle ore 15.30, ed eventuale 2ª convocazione per il 20 febbraio (venerdì), alle ore 16.30, e giorno 23 febbraio (lunedì), alle ore 9.30, in 1ª convocazione ed eventuale 2ª convocazione per il 25 febbraio (venerdì), alle ore 16.30, per il completamento della trattazione degli argomenti iscritti nell'ordine del giorno. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione Politeama, abbonamenti Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Per informazioni: ufficio Cultura del Comune di Lamezia Terme 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lameziaterme.cz.it - www.teatroalamezia.it.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La ventiseiesima edizione de “L’Ottava del Carnevale della Piana” a Palmi

“La Sirena” in scena a Lamezia Terme IL CARTELLONE

Concerto di Gianni Morandi nel mese di maggio a Maida

LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. La serata di inaugurazione (fuori abbonamento) è prevista per il prossimo 27 e 28 febbraio con Luca Zingaretti e la “Sirena” dal racconto “Lighea” di Tomasi di Lampedusa. Ad arricchire l’articolato programma, per metà composto da spettacoli in esclusiva per la Calabria, altri otto eventi di spessore. Tullio Solenghi con “L’ultima radio” il 12 e 13 marzo; Lunetta Savio e Paolo Bessegato con “45 giri di parole d’amore” il 19 e 20 marzo; Caterina Casini, Simona Marchini e Lucia Poli in “Pazze”il 24 e 25 marzo; Elisabetta Pozzi in “Annie Wobbler” di Arnold Weskeril 30 e 31 marzo; la Compagnia attori e tecnici in “Rumori fuori scena” di Michael Frayn il 4 e 5 aprile; Erica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. LAMEZIA T. (Cz) - Donna, giornata internazionale Il Cgsi Provvisorio Regionale Calabria annuncia che organizzerà la “La I edizione regionale della Giornata Internazionale della Donna” in collaborazione con l’ Ens Regione Calabria che si terrà domenica 08 marzo 2009 le ore 9,30 presso il ristorante “Gran Hotel Lamezia” a Lamezia Terme (Cz) (di fronte la stazione ferroviaria). Nel pomeriggio il programma prevede i momenti dedicati allo spettacolo “California Dream Man”, la sorpresa e il regalo ricordo per tutte le donne presenti fino alla conclusione fissata per le ore 17,30. Il pranzo presso il ristorante è riservato solo ed esclusivamente alle donne. Gli uomini pranzeranno in un altro ristorante o tavola calda a libero piacimento di ognuno con la possibilità di organizzarsi a gruppi. Gli uomini potranno rientrare nel ristorante dell’hotel solo alle ore 17,30.

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzosempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’1 febbraio, ore 10.00, Yara Re-

cords - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Per info contattare i numeri di telefono di seguito riportati: 0968/442864 - 339/8309044; oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica che si legge di seguito a bequadro@bequadro.it.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro mercoledì 4 marzo. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia Terme organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre martedì 31 marzo pressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di euro 400,00 entro martedì 30 giugno 2009. MAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura del 12 e 13 marzo con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d´autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i mi-

gliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti di Gianni Morandi dei giorni 8 e 9 maggio inizieranno alle ore 21.00. Per info 0968.441888 oppure www.ruggeropegna.it.

NOCERA T. (Cz) - Corso per clarinetto Sarà il corso internazionale di alto perfezionamento per Clarinetto, promosso dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pyotr Ilyich Tchaikovsky” di Nocera Terinese (Cz), ad ospitare i primi clarinetti delle più importanti Orchestre Europee. Il corso è promosso in collaborazione con l’Associazione Culturale MusicArs di Vibo Valentia e la Buffet Crampon a Paris (leader mondiale nella costruzione di strumenti musicali da concerto). Gli allievi potranno frequentare il corso in qualità di effettivi o uditori. Per gli allievi effettivi, nel numero massimo di 16 corsisti, è prevista un’audizione preliminare. Il modulo di domanda, unitamente al Bando e al regolamento del corso, sono reperibili sul sito istituzionale dell’istituto. La scadenza per la presentazione della domande è fissata al 25 febbraio 2009. PALMI (Rc) - “L’Ottava del Carnevale della Piana” L’associazione “Per Palmi” anche quest’anno è impegnata a realizzare, nell’ambito delle festività carnascialesche, con il patrocinio del Comune, la manifestazione de "L’Ottava del Carnevale della Piana", giunta al 26° anno consecutivo e che si svolgerà domenica 1 marzo, con la sfilata di carri e gruppi di artisti formati da ballerini, musicanti e splendide maschere, lungo il tradizionale percorso cittadino. L’amministrazione comunale e l’associazione “Per Palmi” aspettando “L'Ottava di Carnevale” organizzano lunedì 23 febbraio, alle ore 17.30, presso l'auditorium Sacra Famiglia, il “Carnevale del bambino 1ª riedizione concorso usignolo d'oro e mascherina 2009”. Potranno partecipare al concorso canoro 20 bambini selezionati dalle scuole elementari; potranno partecipare alla mascherina 2009 24 bambini frequentanti le scuole elementari che indosseranno mascherine originali, fantasiose e simpatiche, realizzate artigianalmente e che si iscriveranno, presso la sede dell'associazione Per Palmi, entro le ore 12.00, di domenica 1 febbraio, e fino al raggiungimento del numero prestabilito. Domenica 1 marzo, ore 14.30, piazzale concordato, ”L’ottava del carnevale della Piana” 26ª edizione partenza della sfilata di carri allegorici, maschere, artisti di strada bande buffe e gruppi mascherati provenienti da Paternò, Castrovillari, Taurianova, Cittanova, Polistena, Delianuova; ore 18.00, piazza 1° Maggio, esibizione di tutti i partecipanti, premiazione dei vincitori e spettacolo musicale. Informazioni telefonando al n. 3663668211 o presso profumeria Umberto corso.


40 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Da giovidì a giovidì”, spettacolo con Marco Marzocca in scena a Paola

“Sognando l’Operetta” a Reggio IL CARTELLONE

“Una poesia per la donna”, concorso letterario in programma a Petronà

PAOLA (Cs) - “Paola in scena”, programma Programma stagione teatrale "Paola in scena" 2008/2009. Sabato28 febbraio, "Da giovidì a giovidì" con Marco Marzocca; sabato 14 marzo, "Come uno scandalo al sole" con Isabella Russinova e Pietro Longhi; lunedì 30 marzo, "L’appartamento è occupato" con Paola Gassman; lunedì 6 aprile, "Quaranta ma non li dimostra" con Luigi De Filippo. La stagione teatrale, a decorrere dal 22 dicembre, prevede due spettacoli al mese, per un totale di otto rappresentazioni. Il costo dell’abbonamento è pari ad euro 120,00 in platea, e ad euro 100,00 in galleria. La prevendita si effettua, tutti i giorni esclusi il mercoledì e il giovedì, al botteghino del teatro Odeon dalle 16.30 alle 21.30 (info 333/494394 – 331/3887161 - www.paolainscena.it). PETRONA’ (Cz) - “Petronà: quale futuro?”, convegno Sabato 14 febbraio, alle ore 16.30, presso la sala convegni di Palazzo Colosimo, la presidenza del consiglio comunale, rappresentata da Mario Scalzi terrà un convegno sul tema: "Petronà: quale futuro? Le proposte dei gruppi consiliari, delle forze politiche, economiche e sociali". Scopo del convegno è perseguire l'interesse generale del paese cercando di individuare misure che favoriscano lo sviluppo del nostro territorio. Parteciperà e concluderà il dibattito il sindaco dr. Santo Bubbo. PETRONA’ (Cz) - “Una poesia per la donna” In occasione della settima giornata della donna che si terrà il prossimo 7 marzo presso palestra comunale, l'Associazione Insieme onlus, indice il I concorso letterario "Una poesia per la donna" in lingua italiana e in vernacolo. Tre i premi per i vincitori: le domande scadono il 28 febbraio. Per ulteriori informazioni, consultate il sito dell'associazione www.insiemeonlus.altervista.org oppure rivolgetevi alle socie di Insieme onlus telefonando al numero 3337673975. La partecipazione al concorso è gratuita. REGGIO C. - A scuola di domenica Andare a scuola anche di domenica? Succederà fino al 22 febbraio al Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria diretto dalla professoressa Maria Quattrone. Studenti e cittadini potranno entrare nell’edificio scolastico non per lezioni, compiti o interrogazioni ma per essere attori e spettatori dei tre momenti finali del laboratorio teatrale del Liceo. Un laboratorio reso possibile con le risorse dei Piani Integrati Pon che in centocinquanta ore di impegno pomeridiano da ottobre a dicembre e in queste settimane ha coinvolto e coinvolgerà sessanta studenti, un docente esperto: Franco Marzocchi, sei professori dell’istituto: Mirella Cafiero, Francesca Neri, Sebastiano Pontari, Liliana Veneziano, Annaida Cammarata e Zemira Liotta (queste ultime due insostituibili protagoniste del progetto) , l’intera organizzazione amministrativa e il personale della scuola. I tre esiti scenici riuniti sotto il titolo di Voli, traiettorie, visioni andranno in scena domenica 15 e domenica 22 febbraio all’interno dell’istituto che si trasformerà, per l’occasione in articolato spazio scenico. Alla base del lavoro la riflessione che la letteratura, la poesia, le arti visive e il teatro sono gli strumenti più efficaci per comunicare la grande capacità fantastica dell’uomo. Gli spazi della scuola permettono un accesso ad un numero limitato di spettatori. Per questo motivi ogni dimostrazione –spettacolo verrà ripetuta tre volte a partire dalle ore 16 . Prenotare allo 0965/21545.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: oggi, sabato 14e domenica 15 febbraio, Teatro stabile “La contrada di Trieste” (prosa) - “Il divo Garry”; domenica 22 e martedì 24 febbraio, “Il pipistrello” (lirica); il 25 e il 26 febbraio, Nautilus pictures Fiore di cactus; il 12 marzo, concerti sinfonici - M° Veronesi; Sabato 21e domenica 22 marzo, Ballet de “Les parentes terribles” (danza) - produzione in collaborazione con il Teatro dell’opera di Roma; venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo, Teatro Bellini di Napoli Masaniello; Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, “I due della Città del sole” (prosa) - “Quaranta ma non li dimostra”; giovedì 9e sabato10 aprile, concerti sinfonici M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile,Werther (lirica); domenica 26, lunedì 27e martedì 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più

grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Stagione teatrale “Zattere” Presso la sala SpazioTeatro fino al 29 marzo, Zattere, stagione teatrale 2009. Programma: venerdì 20, sabato 21 febbraio, ore 21.00, Scenari visibili, "Fumiere" di e con Dario Natale; e con Maria Teresa Guzzo, Gianluca Vetromilo; venerdì 27, sabato 28 febbraio, ore 21.00; domenica 1 marzo, ore 18.15, Squid eXperience "‘A Calabria è morta" performance/installazione di e con Ernesto Orrico; venerdì 6, sabato 7 marzo, ore 21.00; domenica 8 marzo, ore 18.15, Argómm Teatro "Studio sulle serve" da “Les Bonnes” di Jean Genet con Romeo Martel, Francesco Mazza, Luigi Povelato, regia di Francesco Mazza; venerdì 20, sabato 21 marzo, ore 21.00, Tetraedro Teatro, "Attese", regia di Francesco Cerra; sabato 28 marzo, ore 21.00; domenica 29 marzo, ore 18.15, Piccolo Teatro Umano - Nino Racco "Canzone" di e con Nino Racco. REGGIO C. - Accademia del Tempo libero Ha avuto inizio questo mese il corso di integrazione per stranieri organizzato dall’“Accademia del tempo libero” di Reggio Calabria, vincitrice del bando della Provincia.Una serie di incontri per favorire l’inserimento degli stranieri in città attraverso la partecipazione ad interessanti corsi che aiuteranno lo svolgimento delle professioni più comuni ed anche la vita di tutti i giorni. Tra i tanti appuntamenti, oggi, alle ore 15 ed alle 18, il corso di integrazione per stranieri prevede la relazione della professoressa Irene Sitibondo su “L’abito attraverso la lettura dell’opera d’arte”. Un pomeriggio di musica invece è previsto per trascorrere la giornata dedicata agli innamorati (14 febbraio): a San Valentino “Sognando l’operetta: aree-valzer e duetti”; soprano, Federika Gallo; tenore, Massimiliano Costantino; Baritono, Giuseppe Flaviano; al pianoforte, Caterina Figliolia. Domenica 15 i soci dell’accademia saranno a Trunca: “Insieme per la frittolata”. Martedì 17, alle ore 18, si parlerà di “Peso corporeo e la prevenzione delle malattie” con il dottor Celeste Giovannini. Uno spettacolo organizzato e presentato dai soci, dal titolo “Festeggiamo il Carnevale. W le maschere!”, è invece previsto per sabato 21, alle 17 e 30; la regia è curata da Antonia Rigo Festini e Victoria, artista dell’Est, si esibirà nella danza del ventre e nella samba; a fine serata… tante chiacchiere. Ancora un interessante incontro medico è fissato per martedì 24 alle ore 18, per discutere del tema “Le artropatie degli arti inferiori”, tenuto dal dottore Francesco Cutrupi, specialista in chirurgia vascolare. Il 26, alle 18, “Protezione Civile…parliamone” con l’architetto Antonio Romeo. Un evento speciale chiuderà la programmazione di febbraio, il 28 febbraio, i due artisti comici reggini Giacomo Battaglia e Gigi Misefari, presenteranno lo spettacolo di cabaret, di cui sono autori e attori, dal titolo “Non c’è due…senza tress”. Proseguono, inoltre, le lezioni di ballo liscio e sociale, ed i corsi di bocce, di yoga e di training autogeno. REGGIO C. - Problematiche aeroportuali, incontro Oggi, alle ore 11, il presidente del Consiglio Comunale di Reggio Calabria, Aurelio Chizzoniti, terrà a Palazzo San Giorgio una conferenza stampa inerente le problematiche aeroportuali. REGGIO C. - Iniziativa espositiva, presentazione Oggi, alle ore 10, il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, la soprintendente Caterina Greco, e l’assessore comunale ai Beni Culturali, Antonella Freno, incontreranno la stampa alla Pinacoteca Civica per presentare una nuova iniziativa espositiva. La struttura culturale, infatti, ospiterà dal 14 febbraio al 14 marzo, nelle sue eleganti sale, la scultura marmorea di Eros Romano rivenuta in Città nel 1907. REGGIO C. - Corso di fashion design Al via le selezioni per il corso di fashion design istituito dalla Città di Reggio Calabria d’intesa con l’International Institute Fashion Design e Marketing Polimoda di Firenze. Oggi con inizio alle ore 9.30 presso la sede della Facoltà di Architettura dell’ Università Mediterranea di Reggio Calabria prenderanno il via le prove di ammissione per gli studenti del corso triennale di moda. Le due giornate saranno caratterizzate da prove grafiche, con esame di disegno accademico, presentazione del portfolio , colloqui e prove scritte motivazionali.

Saranno Federica Bianchi e Patrick De Muynck, responsabile dell’area design del Polimoda di Firenze ,ad individuare gli aspiranti stilisti cui competerà la carriera professionale di creatore di moda, tendenza e di stile. La significativa iniziativa fortemente voluta dal Sindaco Giuseppe Scopelliti e coordinata dall’ assessore ai Grandi Eventi Antonella Freno scaturisce dall’ intesa siglata il 7 luglio scorso con i presidenti Ferragamo e o Versace in accordo con la Facoltà di Architettura ,guidata dalla Preside Francesca Fatta L’80% dei corsisti avrà l’opportunità di ingresso, al termine del percorso formativo, nei l settori trainanti l’industria del made in Italy. Il corso avrà la durata di 30 settimane annue con un impegno di 28 ore settimanali e riguarderà il fashion design, la scienza tessile, il disegno di moda, cucito e cartamodello, la storia della moda e del costume, la conoscenza dell’inglese e di computer graphic. Si avvarrà di lezioni accademiche e di esercitazioni di laboratorio oltre che di seminari, workshops, frequentazione degli ateliers artistici e tecnici, stages, per una conoscenza singolare e ravvicinata del mondo della moda. Ad ogni corsista verrà offerta la possibilità di affrontare contemporaneamente l’ introduzione dei codici genetici dell’abbigliamento classico, lo studio di temi storici ,la ricerca e le esercitazioni creative. Attraverso significativi moduli di , esplorazione, innovazione e grazie all’insegnamento di materie quali il drappeggio ,il carta modello ed il cucito, gli studenti potranno spendere il proprio bagaglio formativo nei diversi segmenti che afferiscono al mondo del moda. REGGIO C. - Anassilaos, manifestazioni Manifestazioni associazione Anassilaos. Programma febbraio 2009: oggi, ore 21.00, presso saletta San Giorgio al Corso, invito alla lettura dei classici della letteratura universale. Il dr. Alessandro Crupi legge “La luna e i falò” di Cesare Pavese;sabato 14 febbraio,ore 18.30, presso la chiesa San Giorgio al Corso, in collaborazione con il centro internazionale scrittori della Calabria festività di San Valentino. Santa Messa celebrata da Don Antonio Santoro, parroco della Chiesa di San Giorgio al Corso. Al termine benedizione delle coppie di sposi presenti alla funzione e intervento dello stesso Don Santoro; sabato 14 febbraio, ore 19.45, presso la saletta San Giorgio al Corso, festività di San Valentino. Letture e proiezioni. In dono alle coppie di sposi che abbiano raggiunto i 40 anni di matrimonio di un “cuore” realizzato dall’artista Antonclaudio Pizzimenti. Consegna a tutti di uno speciale diploma-ricordo con annullo filatelico della giornata; martedì 17 febbraio, ore 18.00, presso saletta San Giorgio al Corso, “Festival della canzone Italiana/Sanremo, gli anni d’oro”. In occasione del 59° Festiva della Canzone Italiana. A cura di Biagio D’Agostino; venerdì 20 febbraio, ore 21.00, presso saletta San Giorgio al Corso, centenario del futurismo. I° incontro. Centenario della pubblicazione su “Le Figaro” del manifesto del futurismo. Lettura dei manifesti futuristi. Proiezioni. A cura dei componenti dell’associazione Anassilaos. In omaggio la speciale cartolina realizzata dall’associazione; martedì 24 febbraio, ore 18.00, presso saletta San Giorgio al Corso, storia. Incontro sul tema "L'età aurea di Reggio: considerazioni storiche sulla monetazione di Anassila". Interviene dr. Natale Zappalà; venerdì 27 febbraio, ore 11.00, a Roma sede società chimica italiana V.le Liegi 48, centenario della società chimica italiana - Centenario del futurismo. Convegno promosso dalla associazione culturale Anassilaos e dalla società chimica italiana sul tema chimica e futurismo e presentazione del saggio Atomi elementi molecole - Storia della chimica da Dalton alle nanostrutture (Laruffa editore) di Francesco Cardone con la presentazione del presidente della Sci prof. Luigi Campanella e gli interventi del dr. Stefano Iorfida (Presidente dell'associazione culturale Anassilaos di Reggio Calabria), del prof. Luigi Tallarico con una relazione sul tema "Introduzione al movimento futurista", del dr. Francesco Cardone che tratterà del tema “Chimica e futurismo tra letteratura e scienza", del prof. Angelo Liguori che interverrà sul tema "Atomi elementi molecole storia della chimica da Dalton alle nanostrutture": presentazione e considerazioni”. Seguirà dibattito; il 27 febbraio, ore 21.00, Reggio saletta San Giorgio al Corso, Otto Marzo 2009. Festa della donna. Incontro su “Donne per la libertà/Profili di donne” a cura delle sezioni donna e giovani dell'associazione Anassilaos. REGGIO C. - “Sognando l’Operetta” L'accademia del tempo libero sezione giovani in collaborazione con Tielle comunication press agent presentail 14 febbraio, alle ore 18.00, all’Auditorium del Cipresseto Via Melacrino,34 a Reggio Calabria “Sognando l’Operetta. Arte duetti - cavatine - valzer”. Federika Gallo, soprano; Massimiliano Costantino, tenore; Giuseppe Flaviano, baritono;Caterina Figliolia, pianoforte. Eseguiranno, tra gli altri, pezzi tratti da operette quali: La Vedova Allegra, Il Paese dei Campanelli, La Principessa della Czarda, Madame di Tebe, Scugnizza, O-cin-ci-là.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’uomo è forte”, seminario annuale della Fondazione Corrado Alvaro nella Città dello Stretto

Sfilata in maschera a Reggio Calabria IL CARTELLONE

Tre puntate dello spettacolo “Bravo grazie” in onda su Sky

REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Febbraio: lunedì 16, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 26, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; marzo: giovedì 5, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione di Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 5, ore 19.30, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, proiezione video su ambiente (Ambiente giovane); giovedì 12, ore 17.30, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro con giovani stranieri (Giovani insieme); giovadì 12, ore 20.00, presso il tipico, assaggio prodotti tipici (Ambiente giovane); giovedì 19, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro giovani reggini e stranieri (Giovani insieme); giovedì 26, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, presentazione programma socio-culturale per stranieri (Pscs); aprile: domenica 5, ore 8.00, escursione culturale (Pscs). Gerace + museo d'arte moderna Santa Barbara di Mammola, valorizzazione dei borghi antichi e delle strutture museali locali (MusaBa); giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio, assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale; domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

REGGIO C. - “L’uomo è forte”, seminario E’ previsto per i prossimi 13 e 14 febbraio, presso la Sala Conferenze della Provincia di Reggio Calabria, in Piazza Italia, il seminario annuale della Fondazione Corrado Alvaro, intitolato: “L’uomo è forte”. Il seminario è organizzato in collaborazione con: l’assessorato alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria; il Mod – Società Italiana per lo studio della modernità letteraria; con il patrocinio di: Regione Calabria, Provincia di Reggio Calabria, Comune di Reggio Calabria, Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Comune di San Luca, Università per stranieri “Dante Alighieri” Reggio Calabria, facoltà di Lettere e Filosofia Università di Messina. Inizio del seminario, venerdì 13 febbraio ore 15.00. Programma: saluti: Angelo Raffaele Pupino, presidente della Mod; don Pino Strangio, vice-presidente Fondazione C. Alvaro; Giuseppe Morabito, presidente della Provincia di Reggio Calabria; Francesca Antonia Freno, assessore alla Cultura Città di Reggio Calabria; Sebastiano Giorgi, sindaco di San Luca; Salvatore Berlingò, rettore Università per stranieri “Dante Alighieri” Rc; Vincenzo Fera, preside facoltà di Lettere e Filosofia Università di Messina. Relazioni: Aldo M. Morace: “Sulla storia testuale (e non) di “L’uomo è forte””; Riccardo Scrivano: “La paura dell’”uomo forte””. Comunicazioni: Lorella Giuliani: “L’uomo è forte: frammenti di un discorso storico quotidiano e supremo”; Marco Manotta: “L’uomo è forte e la moderna letteratura eu-

ropea dell’inquisizione”.Sabato 14 febbraio ore 9.00. Relazioni: Franco Contorbia: “L’uomo è forte” settanta anni dopo”; Romano Luperini: “Su “l’Uomo è forte” di Alvaro”; Nino Borsellino: “Alvaro e il Grande fratello”. Comunicazioni: Giuseppe Rando: “Nell’inferno della statolatria”; Domenico Scarpa: “Pensare al tiranno. Un incontro del dopoguerra”. Discussione coordinata da Nicola Merola. Sarà presente al seminario don Massimo Alvaro, presidente onorario della Fondazione Corrado Alvaro. REGGIO C. - Iniziativa “Giovani Insieme” Il Club Unesco Re Italo di Reggio, intende provocare un proficuo contatto tra i giovani reggini ed i giovani stranieri, e tra i giovani stranieri delle diverse comunità esistenti a Reggio, accomunati da un rinnovato interesse verso il patrimonio culturale locale. Con l’iniziativa Giovani Insieme (patrocinata dalla Provincia di Reggio) il Club, attraverso tali nuovi rapporti, faciliterà il formarsi di un sistema duraturo di scambio culturale tra le diverse comunità, e l’incentivazione dello scambio tra i giovani reggini e tra essi ed i giovani stranieri, iniziando da Polacchi, Rumeni e Filippini che, prima di altri, si sono organizzati in Comunità. Attraverso incontri, proiezioni, dibattiti, e degustazioni di prodotti tipici, i soci del Club Unesco potranno riuscire a determinare un nuovo interesse, per la condivisione estesa a tutti i giovani residenti a Reggio, di ogni nazionalità ed etnìa. Momento ulteriormente aggregante sarà costituito da una visita di studio, guidata, che si svolgerà il 17 maggio, a Palmi e nel suo territorio. Dopo il primo incontro organizzativo, si svolgerà, alle ore 17.00, di lunedì 16 febbraio, (presso la seconda terza sede del Club, presso Il Tipico, in Via Santa Caterina n° 124), un secondo incontro, aperto, come il primo agli esponenti delle stesse Comunità di stranieri, per il migliore coordinamento del programma. I giovani interessati potranno già da ora prenotare la propria partecipazione scrivendo direttamente al Club, all’indirizzo mail di seguito riportato clubunesco@sandhi.eu.

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: martedì 18 febbraio 2009, ore 17.00 - 19.00, autore D'Annunzio, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dott.ssa D. Belmondo, dott.ssa R. Nucera; mercoledì18 marzo 2009, ore 17.00-19.00, autore Faulkner, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa F. Farano; mercoledì 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.0019.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio, ore 17.00 - 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò. REGGIO C. - Carnevale 2009 Il programma di appuntamenti rientranti nel Carnevale 2009 di Reggio, dedicato a grandi e piccini, prevede per giovedì 19 febbraio, alle 10 e 30, sul Corso Garibaldi, la sfilata delle maschere dal tema “Dalla laguna allo Stretto”, realizzate da 5 laboratori d’eccezione: l’associazione culturale “Donna 2000”, l’Istituto Montalbetti, il Centro didattico Catanoso, l’Istituto d’arte Frangipane e la scuola media Klearchos di Archi; il 21 febbraio, alle ore 15, invece, si svolgerà l’attesissima sfilata dei carri allegorici che daranno seguito ad una sentita usanza.E per i più piccoli, sempre sabato, è prevista, alle 15 e 30 in piazza Campagna, una rappresentazione per rivivere la magica fiaba di Biancaneve ed i sette nani. REGGIO C. - Psico bar, incontri La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia che riunisce attorno alla dimensione psicologica professionisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri

per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: martedì 24 febbraio: “Il gatto a nove code” - Le perversioni sessuali che fanno bene alla coppia, con la partecipazione del dr. G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa F. Farano (psicologa, psicoterapeuta); giovedì 05 marzo: “Marte e Venere a confronto” - Psicologia dell'universo maschile e femminile, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); martedì 17 marzo: “L’apparenza inganna?”- Stereotipi e pregiudizi sociali, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 26 marzo: “Uno, nessuno, centomila” - La comunicazione e le relazioni nell’era di internet, con la partecipazione della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 07 aprile: “Crimini di famiglia” - Aspetti psicologici e giuridici dei delitti familiari, con la partecipazione della dott.ssa D. Belmondo (psicologa) e della dott.ssa A. Foti (avvocato, giornalista pubblicista); giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” - L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); giovedì 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti e agli interessati sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Per ulteriori informazioni: 328.1918853/347.9673649 www.cooperativaimep.it - Per prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - Bravo grazie Tutto è cominciato con la selezione nei festival e nei concorsi di tutta Italia che ha portato sedici finalisti, campioni di comicità, a sfidarsi a colpi di battute, davanti alla giuria popolare del teatro Francesco Cilea, nel corso di tre serate che andranno in onda il 27 e 28 febbraio e 1 marzo su Sky Vivo (canale 109 di Sky). La messa in onda della Champions league della risata sarà preceduta da numerose clip di promozione della trasmissione che sono state girate in città. Una serie di simpatici sketch che vedono come protagonisti gli artisti della risata che hanno animato e divertito il pubblico reggino. Cornice d’eccezione: Reggio Calabria che verrà portata nelle case degli italiani attraverso il piccolo schermo.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in programma:martedì 10 marzo, martedì 21 aprile, martedì 9 giugno. REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): la dott.ssa Marilena Sica tratterà la secondaconversazione, sui Paesaggi dell’anima, sempre presso la Biblioteca, mercoledì 18 marzo 2009.Il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio, il 17 giugno, il 23 settembre, il 21 ottobre, il 25 novembre, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione del 21 ottobre sarà imperniata sul libro.


42 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Luca Carboni in concerto al Teatro Cilea. Corso per assaggiatori di olio vergine di oliva a Rizziconi

“Edipo a Colono” in scena a Soverato IL CARTELLONE

Esposizione delle opere di Mattia Preti al Museo Civico di Taverna

REGGIO C. - Luca Carboni in concerto E’ partita ufficialmente la prevendita per il concerto di Luca Carboni che si terrà il prossimo 23 marzo al teatro Cilea di Reggio Calabria. Unica data per tutta la regione, la data in riva allo Stretto è organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e dalla Nuova Star Italia e rientra nelle tappe previste dal nuovo tour del cantautore bolognese, che inizierà il 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona e che toccherà i principali teatri italiani. I concerti del tour, compreso quello del 23 marzo a Reggio Calabria, seguiranno il nuovo album “Musiche ribelli”, uscito lo scorso 16 gennaio (RCA/Sony Music), raccolta in cui l’artista emiliano rilegge alcuni brani simbolo degli anni ’70, realizzando un personalissimo omaggio a grandi cantautori di quel decennio.Luca Carboni sarà accompagnato sul palco, per una parte del concerto, anche dalla chitarra e dalla voce di Riccardo Sinigallia con cui duetterà in “La casa di Hilde” e “Ho visto anche degli zingari felici”, brani tratti dall’album uscito a gennaio che vede il cantautore romano anche in veste di coproduttore. La band che si esibirà insieme a Luca Carboni è composta da: Antonello Giorgi (batteria e percussioni), Ignazio Orlando (basso), Fabio Anastasi (pianoforte e tastiere), Mauro Patelli(chitarre) e Vincenzo Pastano (chitarre). Durante i concerti Carboni proporrà inoltre brani tratti dall’ultimo album e dal suo repertorio passando da una dimensione acustica ad una più elettrica. L’acquisto dei biglietti per il concerto di Reggio Calabria può essere effettuato online, attraverso il sito del teatro Francesco Cilea e il circuito TicketOne; oppure basta rivolgersi allo stesso teatro Cilea (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/312701), o alla Boutique Taxi (Corso Garibaldi, Reggio Calabria, 0965/332383). Per informazioni: www.essemmemusica.it. REGGIO C. - Ornella Vanoni al Teatro Cilea “Più di me ” è il titolo dell’ultimo capolavoro di Ornella Vanoni, l’artista milanese che in questo ultimo album si vede duettare con i maggiori artisti italiani. La sua nuova tournèe teatrale dal titolo “Piu di me tour 2009” toccherà i maggiori teatri della penisola. Anche la Calabria è pronta ad ospitarla precisamente nella Città di Reggio Calabria nel bellissimo Teatro Cilea il 6 aprile, l’evento sarà organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese e la Nova Star Italia.I tagliandi che sono già in vendita, sono divisi in quattro ordini di posti, posti: primo ordine euro 48,00 comprende tutta la platea e palchi di primo livello; posti di secondo ordine euro 40,00 palchi di secondo livello, posti di terzo ordine euro 35,00 palchi di terzo livello, e loggione euro 25,00. Tutti i prezzi elencati sono compresi di prevendita. Per ulteriori informazioni: 0965/312701- 0961- 761471 - 0965/5936441 - www.essemmemusica.it.

RENDE (Cs) - Fiorella Mannoia in tour Fiorella Mannoia con il suo nuovo tour teatrale, aprirà il giovedì 12 marzo 2009 al teatro Garden di Rende e venerdì 13 marzo 2009 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, la XXIII edizione della rassegna “Fatti di musica Radio Juke Box 2009” ideata e diretta dal promoter Ruggero Pegna. L’evento sarà abbinato alla “lotta alle leucemie e linfomi dell’amena”. La vendita dei biglietti dei concerti di Fiorella Mannoia a Rende e Reggio Calabria sarà possibile in tutte le prevendite autorizzate elencate al sito www.ruggeropegna.it (Cosenza: Inprimafila e Bar Tosti; Rende: Teatro Garden; Reggio Calabria: Boutique Taxi. Quattro i prezzi dei biglietti: euro 44.50 poltronissima, euro 38,50 poltrona, euro 33,50 ed euro 27,50 per palchi e galleria. Per info: 0968.441888. RIZZICONI (Vv) - Corso per assaggiatori di olio La figura del giudice di analisi sensoriale di olio vergine di oliva è fondamentale per l'effettuazione di una corretta ed oggettiva analisi, volta alla reale valutazione qualitativa degli oli. La professionalità di tali figure deve essere quindi tutelata e ben definita, nonché opportunamente formata da personale docente altamente qualificato, secondo programmi conformi a quanto stabilito dal Consiglio Oleicolo Internazionale e dalle norme nazionali. Il corso si terrà presso il Palazzo comunale nei giorni 20,21,23,24,25 febbraio 2009 dalle ore 8,30 alle ore 17,30. La tutela e la qualifica degli assaggiatori di olio vergine d'oliva avviene mediante l'iscrizione all'elenco nazionale dei tecnici e degli esperti, già istituito dall'articolo 3 della L.313/98, tenuto presso il Ministero per le Politiche Agricole e presso le singole Regioni (Ministero per le Politiche Agricole - Circolare n.5 del 18-giugno1999.). Per l'iscrizione a tale elenco l'assaggiatore oltre l'idoneità morale deve possedere i seguenti requisiti: possesso dell'attestato di idoneità fisiologica conseguito al termine di un corso per assaggiatori; possesso di attestati che comprovino la partecipazione ad almeno 20 sedute di assaggio nel triennio precedente la data di presentazione della domanda. ROSSANO (Cs) - Raduno arbitri L’Associazione Italiana Arbitri Sezione “A. Celestino” di Ros-

sano, che vanta oltre trent’anni di storia arbitrale, ha organizzato un raduno di metà campionato unitamente al Comitato Regionale Arbitri di tutti gli arbitri, assistenti ed osservatori della regione Calabria in programma per oggi. ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagione teatrale 2009, presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 19 febbraio, la Contrada - Teatro stabile di Trieste, Il divo Garry di Noël Coward, adattamento di Masolino D'Amico - Regia di Francesco Macedonio; scene di Andrea Stanisci - costumi di Fabio Bergamo - musiche di Massimiliano Forza - luci di Andrea Valentini, con Gianfranco Jannuzzo con la partecipazione di Daniela Poggi e con Paola Bonesi, Giovanni Boni, Davide Calabrese, Maria Serena Ciano, Adriano Giraldi, Alberta Izzo, Mirko Soldano, Danila Stalteri;27 febbraio, Nautilus Pictures presenta Remo Girone, Eleonora Giorgi in "Fiore di cactus" di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy tradotto da Gerardo Guerrieri con Giorgia Trasselli, Guglielmo Guidi, Fabrizio Alessandro Barbone, Andrea Garinei, Federica Montanelli; 16 marzo, Paola Quattrini - Ray Lovelock "I ponti di Madison Country" tratto dall'omonimo romanzo di Robert James Waller; adattamento Lorenzo Salveti con R. Rigillo, A.Marverti, M.G.Laurino; scene Bruno Buonincontri; costumi Bartolomeo Giusti; musiche di Armando Trovajoli; regia Lorenzo Salveti; (Unica data in Calabria); 27 marzo, ente nazionale del balletto-balletto di Roma "Lo schiaccianoci", con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche; regia e coreografia Mario Piazza; musiche Petr Il ic Cajkovskij; nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica, Riccardo Reim; 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali sulla stagione duemilanove saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; e-mail: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute. SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Programma Bar Mario: oggi, drug queen francis; sabato 14 cover band alanisis morissette; domenica 15 la corrida con isa. Info: www.bar-mario.com.

SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Programma: oggi e sabato 14 febbraio, in scena “Edipo a Colono” scritto e diretto da Ruggero Cappuccio per un formidabile Roberto Herlitzka che con questo spettacolo ha anche vinto il Premio Eti Olimpici del Teatro 2008. La programmazione seguirà domenica 1 marzo con la compagnia Spazioscenico con “Un sesso di troppo”. Un cocktail esplosivo di doppi sensi e situazioni esilaranti condito con un pizzico d'amore e molto buon umore. Franco Procopio dirigerà la divertentissima commedia di James Sherman, campione d'incassi a New York. Domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de

“L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riportato "teatrodelgrillo@libero.it". SOVERATO (Cz) - “De Andrè e l’amore” Sabato 14 febbraio, alle ore 18.00, presso il teatro comunale l'Amministrazione comunale promuove la festa degli innamorati organizzando con la collaborazione della Puntieri management, la manifestazione "De Andrè e l'amore", con il seguente programma: ore 18.00, apertura ed intrattenimento a cura di Radio Valentina celebra quest'anno il 25°anniversario; ore 18.30, progetto De Andrè, spettacolo musicale con narrazione di testi critici e riflessioni sulla vita dell’artista e proiezioni di video. L'orchestra progetto De Andrè è così composta: Gregorio Tino, voce, chitarra; Patrizia Procopio, violino; Piero Cusato, piano, tastiera; Enrico Picaro, chitarre, plettri; Giovanni De Sossi, basso, contrabbasso; Vittorino Naso, batteria, percussioni; Barbara Primonato, cori; Luciano Falvo, voce narrante. Al termine dello spettacolo Radio Valentina in occasione della celebrazione del suo 25° compleanno procederà al taglio della torta. Ingresso libero.

SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: sabato 28 febbraio “Dr Jekill e Mr Hyde The strange show” di e con Fabrizio Paladin; sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Per ulteriori informazioni telefonare: 0961/34618 - 368/7376942 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare il sito www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. VIBO V. - Confindustria, conferenza stampa Conferenza, oggi alle 10.30 presso la sala riunioni Confindustria, per la presentazione di un programma di seminari messi a punto da Confindustria Vv e dalla locale Dpl, inerenti importanti novità in materia di tutela e rapporto di lavoro e di vigilanza. Nell’occasione sarà presente la nuova dirigente della direzione prov. del Lavoro di Vibo dr.ssa Caterina Torchia che subentra dr. Paolo Festa e che, insieme al Presidente Confindustria Vv Dr. Domenico Arena, al Responsabile S.I.L. dr. Carmelo Carlizzi ed al Responsabile V. o. dr. Arturo Levato, illustrerà i contenuti dell’accordo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 43

APPUNTAMENTI CALABRIA Sarà in scena al teatro di Catanzaro il prossimo 14 febbraio la prima edizione di una manifestazione nata per raccogliere fondi per la lotta alle malattie cardivascolari

Insieme “Per il tuo cuore” al Politeama Il direttore artistico Tonia Santacroce: «Cultura e sociale si incontreranno in un grande evento di solidarietà» CATANZARO — La Calabria è coinvolta molto attivamente nella campagna nazionale “Per il tuo cuore”, partita lo scorso 5 febbraio. Tonia Santacroce, direttore artistico della manifestazione in scena il prossimo 14 febbraio presso il teatro “Politeama” di Catanzaro, si sta impegnando attivamente per la buona riuscita della prima edizione di “Per il tuo cuore”, una kermesse presentata ieri a palazzo De Nobili, organizzata dalle associazioni Anmco, Donne in arte e dalla scuola media “Manzoni” di Catanzaro. Tonia Santacroce, nel suo discorso, non ha omesso di ringraziare tutti coloro i quali le hanno dimostrato disponibilità: «Ringrazio i giornalisti intervenuti, il sindaco Rosario Olivo, per aver sostenuto fin da subito la nostra iniziativa e tutte le as-

sociazioni che ci stanno aiutando nella raccolta fondi per la lotta alle malattie cardiovascolari; in particolare il club Lions, la Fidapa, l’Ande. Benvenuti alla presentazione della prima edizione della manifestazione “Per il tuo cuore” il cui incasso sarà interamente devoluto alla fondazione italiana omonima; promossa dall’Anmco attraverso il presidente regionale Butera e il segretario regionale Ceravolo, ha coinvolto tutti i cardiologi del territorio Calabrese». Poi il direttore artistico si è soffermato a spiegare come si svilupperà la manifestazione: «La campagna calabrese culminerà con lo spettacolo “Per il tuo cuore” che si svolgerà per tutta la giornata del 14 febbraio presso il teatro Politeama che si divide in due momenti distinti: alle 10.30 è prevista l’esibi-

chestra, diretta da Francesco Salime (docente di sax presso il conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli, da numerosi anni solista e primo sassofono presso la prestigiosa orchestra dell’Accademia S. Cecilia di Roma); i Koralira, famoso gruppo di musica etnica calabrese che entusiasmerà il pubblico con i suoi ritmi travolgenti e gli strumenti particolarissimi; il gruppo Intermezzo Napoletano che, dopo il grande jazz, proporrà le melodie della musica napoletana. Questi gruppi musicali si alterneranno alle splendide coreografie ideate da Giovanni Calabrò per il corpo di ballo ed i solisti di “Artedanza” e con le incursioni di Gennaro Calabrese, cabarettista ed imitatore di successo, ospite fisso di “Domenica in”, il quale proporrà la sua comicità

esilarante ma mai volgare». Tonia Santacroce ha aggiunto: «Il tutto sarà sapientemente mixato da Luigi Grandinetti e da Ramona Badescu, soubrette di gran fascino, oltre che attrice in fiction tv di successo come la Piovra 8, Incantesimo 2, ed attualmente consigliera del sindaco di Roma Alemanno. Una primadonna di grande fascino, impegnata nel sociale, che molto volentieri ha accettato il mio invito, sposando appieno la causa della manifestazione alla quale conferirà con la sua partecipazione un pizzico di internazionalità e di leggerezza». Infine Tonia Santacroce ha concluso: «La manifestazione conclusiva del 14 febbraio è stata preceduta nei mesi scorsi da un corso di formazione e prevenzione delle malattie cardiovascolari rivolto agli studenti

di diverse scuole medie. L’associazione “Donne in arte” che presiedo ha voluto far in modo che cultura e sociale si incontrassero in un grande evento di solidarietà. Occorre che si parli, si discuta, non ci si dimentichi che le malattie cardiovascolari sono in aumento e nessuno ne è immune: è giusto seguire un corretto stile di vita. Ho voluto usare i mezzi che mi sono più familiari come lo spettacolo, la musica, le arti, per accendere ulteriormente i riflettori su questa problematica e contribuire in maniera diversa a fare proprie le finalità dell’Anmco». I biglietti saranno in vendita al costo di 10 e 15 euro il 14 febbraio presso la sede del teatro Politeama.

Previsto un sopralluogo sull’A/3 in cui hanno perso la vita due persone ed in altre aree del territorio stravolte dal maltempo che ha causato frane e smottamenti

lavori della Cosenza - Tiriolo Marcellinara. Una strada alternativa rispetto al tratto dell’A/3 Cosenza - Falerna, i cui lavori sono già cominciati ma per la conclusione dei quali servono fondi». Il senatore Speziali ringrazia, per l’attenzione e la sensibilità dimostrata, il ministro Mattioli e ritiene non rinviabili gli interventi necessari per mettere in sicurezza il territorio calabrese. «A tal proposito – ha concluso - la politica deve operare al fine di evitare che tragedie come quelle assurdamente verificatesi sull'A/3, non avvengano mai più. Perché ciò sia possibile, è necessario rimboccarsi le maniche e lavorare tutti insieme – Governo, Regione e Province – per una prima fase di ricognizione e, subito dopo, per dar avvio a quel risanamento idrogeologico del nostro territorio invocato da anni».

Rita Macrì

«Occorre che non ci si dimentichi che le malattie cardiovascolari sono in aumento e nessuno ne è immune»

Tonia Santacroce

zione delle orchestre scolastiche delle scuole coinvolte nel progetto; alle ore 19 partirà lo spettacolo vero e proprio con ingresso a pagamento a 10 e 15 euro. Una kermesse strepitosa… un vortice di suoni, balli, momenti di spettacolo variegati e d’elevato spessore, adatti ad un pubblico eterogeneo, che spazierà dalla musica, alla danza, al cabaret. Per la sezione musica si esibiranno tre gruppi di genere completamente diverso: la jazz or-

Un momento dell’incontro di ieri

Appuntamento domani con il sottosegretario Mantovani CATANZARO — «Assieme ai colleghi Antonio Gentile, Michele Traversa e Gegé Caligiuri abbiamo chiesto al Ministro Altero Mattioli di interessarsi personalmente della grave situazione che si sta vivendo soprattutto nel Cosentino e nel Catanzarese. Abbiamo trovato risposta alla nostra richiesta e sabato il sottosegretario Mantovani andrà prima a fare un sopralluogo su quel maledetto pezzo di autostrada in cui hanno perso la vita due persone; poi si recherà in altre aree del territorio stravolte da frane e smottamenti». Con queste parole il senatore del Pdl Vincenzo Speziali ha annunciato l’arrivo previsto per domani in Calabria del sottosegretario alle Infrastrut-

Vincenzo Speziali

Per il senatore del Pdl Vincenzo Speziali: «Bisogna avviare il risanamento idrogeologico invocato da anni»

ture Mario Mantovani il quale potrà valutare personalmente i danni causati da questa eccezionale ondata di maltempo che ha flagellato, in particolare, il sistema viario regionale. Purtroppo le previsioni meteo non promettono nulla di buono neanche per i prossimi giorni: in Calabria ancora pioggia, vento e addirittura anche neve a quote basse provocheranno ancora disagi alla circolazione ed alla cittadinanza. Così come sottolineato dal senatore Speziali rimane alta l’attenzione sulle tante criticità. L’incontro sarà occasione per discutere e trovare possibili soluzioni da attuare sul territorio: «A lui chiederemo un impegno da parte del Governo per accelerare i

Rita Macrì


44 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

SERIE B

IN INGHILTERRA

Niente rinnovo con il Bari Samp e Napoli interessate a Conte

Giggs a 35 anni rinnova fino al 2010 Sarà ancora un leader del Manchester Utd

Kakà e Beckham, per motivi diversi, tengono in ansia i rossoneri Il brasiliano salterà il derby; ultimatum per l’acquisto dell’inglese

Il Milan resta sulle spine Bianconeri impegnati in favore di Kyoto nel match di domenica contro la Samp

C’è tempo solo fino a oggi per l’accordo con i Galaxy MILANO - Fine settimana di verdetti per il Milan. Domenica il derby del Meazza dirà se i rossoneri sono ancora da scudetto, l’altro riguarda invece il destino di David Beckham: se il Milan lo vuole, deve trovare un accordo con i Los Angeles Galaxy entro oggi. «Non c’è nessun motivo per tirare le cose in lungo, o Galaxy e Milan si accordano entro venerdì o non se ne fa nulla», ha detto il numero uno della Mls, la Lega calcio statunitense, Don Garber. Parole chiare, che vanno a completare quelle del tecnico dei Galaxy Bruce Arena, ormai rassegnato a perdere la punta di diamante della sua squadra e ansioso di trovare un degno sostituto. In via Turati non si sono scomposti più di tanto. Ma sembra che la trattativa sia in accelerazione grazie all’offerta giusta, la seconda dopo quella già rifiutata nei giorni scorsi dalla Aeg, ovvero la proprietà dei Galaxy. Non si conoscono con precisione le cifre, anche se si parla di un investimento di circa 8 milioni di euro e lo stesso Carlo Ancelotti ha chiarito che «per tenere Beckham secondo me si possono fare dei sacrifici perchè è un giocatore importante per la squadra». «Il Milan mi ha fatto un mondo di bene», ha spiegato Beckham dopo il suo ritorno in Nazionale: «Sono molto più in forma di quanto non lo fossi alcuni mesi fa. In un mese e mezzo la mia condizione è cresciuta del 100%. Questa è la cosa più importante». E chissà che, portando i suoi tre figli a Milanello ieri, l’inglese non abbia voluto mostrare loro dove papà lavorerà nei prossimi anni. Fosse così, Beckham potrebbe vivere il suo primo derby della Madonnina da giocatore completamente rossonero, con un contratto in tasca fino al giugno 2010. Intanto, in una sfida che il Milan deve vincere a tutti i costi, quasi certamente sarà al suo

La Juve si tiene stretto Secco Condurrà ancora il mercato

Beckham allarga le braccia: vuole restare in rossonero

La coppa è l’obiettivo principale dell’Inter

Julio Cesar fa il cannibale: “Voglio vincere la Champions” MILANO - Avanti tutta verso il derby, per fare un altro passo verso lo scudetto, mentre dopo il 2-0 all’Italia per la sua Inter Julio Cesar sogna soprattutto la Champions. Per la prima volta in questa settimana Josè Mourinho ha potuto svolgere l’allenamento con la squadra al completo, considerato che ieri mattina sono rientrati tutti i giocatori impegnati con le varie nazionali. A parte hanno lavorato Muntari, Obinna, Stankovic, Zanetti e Chivu, quest’ultimo diventato papà attorno all’ora di pranzo. I brasiliani Maicon, Adriano e Julio Cesar si sono allenati anche in mattinata con Materazzi. Il campione del mondo ha anticipato l’allenamento al mattino mentre nel pomeriggio è stato dispensato per motivi personali. Restano i dubbi attorno all’impiego del terzino sinistro. Maxwell, Santon e Chivu restano in ballottaggio per una maglia da titolare. Derby e ossessione Champions, trofeo che manca all’Inter da troppi anni. «Quando arrivi in una squadra come l’Inter si vuole vincere sempre di più. A me - confessa Julio Cesar a Globo Esporte - piacerebbe molto vincere la Champions perchè è una coppa che l’Inter non vince da molto tempo e che il nostro presidente desidera molto». A proposito di Manchester il portiere della Selecao aggiunge: «L’ostacolo è di quelli duri da superare, io voglio vincere tutto, forse quest’anno non succederà ma lavoro per vincere». «Sono molto felice del momento che sto attraversando - ammette il portiere dell’Inter - ma so anche che è molto difficile mantenere questi livelli». posto a centrocampo con Pirlo e Ambrosini. E anche a lui si chiederà di far sentire meno possibile l’as-

senza di Kakà, il cui forfait è ormai dato per certo visto che ancora non si è allenato. Ancelotti si prepara a

dare fiducia a Ronaldinho in coppia con Seedorf alle spalle di Pato. Qualche dubbio c’è invece in difesa. Rientrato in campo mercoledì con la Georgia dopo un mese di stop per un guaio al ginocchio, Kaladze è favorito per un posto da centrale su Senderos, Favalli, e Nesta che difficilmente sceglierà il derby per l’esordio stagionale dopo l’infortunio alla schiena. Al fianco del georgiano ci sarà di certo Maldini, arrivato all’ultimo derby (i suoi 55 sono già un record) della carriera. «Fino a maggio vivrò tante ultime volte...», sorride il capitano rossonero che oggi racconterà in conferenza stampa le sue sensazioni. Ma potrebbe essere l’ultima stracittadina anche per Ancelotti. L’allenatore emiliano nega («non penso ad andarmene»), assicura che declinerà eventuali nuove offerte dal Chelsea di Abramovich, ma in agguato c’è anche il Real Madrid e nella stessa intervista rivela anche che «io non dico quasi mai quello che penso». Il suo futuro rossonero sembra legato alla difficilissima impresa di vincere lo scudetto. E si dice che sia pronto a chiedere un rinnovo del contratto in scadenza nel 2010 per fare uscire la società allo scoperto.

La sua Irlanda aggancia gli azzurri nel girone verso i Mondiali. Ad aprile lo scontro diretto

TORINO - Alessio Secco è stato confermato direttore sportivo della Juventus. I vertici del club lo hanno deciso in anticipo rispetto ai tempi di scadenza della verifica dell’operato, dopo aver valutato positivamente l’opera del dirigente juventino nello scorso triennio. Secco rimane quindi nel ruolo a tempo indeterminato, essendo un dipendente della Juventus a tutti gli effetti. Domenica, in occasione di Samp-Juve, scenderà in campio anche lo striscione ’Isolando ama Kyoto, risparmia energia, ci guadagna l’ambiente’. E’ una delle iniziative nate dalla collaborazione tra Lega Calcio e Juventus promossa da Legambiente nell’ambito ’Settimana amica del clima’ dal 13-20 febbraio. Intanto Sissoko si allena in palestra. Ranieri è orientato a

fargli saltare il match con la Samp per averlo a posto a Palermo e Londra, tantopiù che recupera Marchisio, che si gioca una maglia con Poulsen e Tiago.

Il nuovo arrivato Motta può esordire dal primo minuto

Aquilani e De Rossi acciacciati Ma la Roma conta di recuperarli ROMA - Verso Bergamo con l’emergenza terzini. La Roma che domenica pomeriggio sfiderà l’Atalanta può contare al momento solo su Marco Motta e Max Tonetto, viste le indisponibilità degli infortunati

Cicinho, Cassetti e Riise e del ribelle Panucci. A meno di un clamoroso ma fin qui improbabile recupero di Cicinho, Marco Motta farà il suo esordio da titolare con la Roma proprio nello stadio che ha visto muovere i suoi primi passi nel calcio professionistico. La difesa è in emergenza e il centrocampo ha qualche piccolo problema. De Rossi non si è allenato per la leggera distorsione al collo del piede destro rimediata durante l’amichevole Italia-Brasile, mentre Aquilani ha abbandonato il campo prima della partitella per una leggera distorsione alla caviglia destra. In entrambi i casi c’è ottimismo sul recupero. Taddei salterà la sfida dell’azzurri d’Italia per squalifica. Difficilmente sarà convocato Menez, ancora alle prese con una tendinopatia all’inserzione del quadricipite femorale.

Deludono Francia, Inghilterra e Germania

Trap senza età, l’Italia è avvertita

Rimandate le “grandi” d’Europa In amichevole vince solo la Spagna

LONDRA - Intramontabile Trap: proprio quando la sua Irlanda sembrava destinata all’umiliazione casalinga, e virtuale eliminazione dalla corsa mondiale, con fortuna e mestiere ha saputo ribaltare il risultato e ora Giovanni Trapattoni avverte l’Italia: «Siamo una squadra da non sottovalutare». All’indomani del successo in rimonta sulla Georgia il tecnico italiano non si cura dei commenti della stampa irlandese che rimprovera alla sua squadra un calcio sparagnino, speculativo e poco spettacolare. Una versione aggiornata del catenaccio di nereoroc-

ROMA - Una due giorni di calcio internazionale da dimenticare al più presto per le grandi nazionali europee. Nelle amichevoli di lusso giocate tra ieri e martedì Germania, Francia, Inghilterra e Italia sono sembrate le copie sbiadite delle squadre che hanno costruito la loro fama a suon di Mondiali ed Europei vinti. A ridere sono solo i campioni continentali della Spagna che hanno ridimensionato Beckham e compagni, mentre fanno impazzire le superpotenze sudamericane Brasile e Argentina. A deludere forse più di tutte è stata l’Inghilterra di

chiana memoria. Per tutta la settimana precedente l’ultimo impegno internazionale, il Trap aveva catechizzato l’opinione pubblica ripe-

tendo che contava «solo il risultato e la classifica». Ed è stato accontentato. Terza vittoria nel Gruppo 8, primo posto a pari merito con l’Italia. Ora sotto contro la Bulgaria, prossima avversaria (a fine marzo a Dublino); subito dopo il derby con gli azzurri a Bari, il 1ø aprile. Un appuntamento che accende l’entusiasmo di Trapattoni, 70 anni il prossimo 17 marzo (giorno di San Patrizio, patron dell’Irlanda), ma senza spirito di rivalsa. Dieci punti sui 12 a disposizione, anche in Irlanda l’ex tecnico di Juventus e Inter non si smentisce:

«Conta solo il risultato». «Ho accettato l’offerta irlandese solo perchè ho visto che c’era un potenziale inespresso e che potevo dare la mia esperienza a questa squadra», le parole del Trap, che contro la Georgia ha sfoderato tutto il suo repertorio. Lippi ha assistito alla partita. «Nella ripresa gli abbiamo dimostrato che siamo una squadra da non sottovalutare. Non gli ho ancora parlato, ma di certo lo farò non appena sarò tornato in Italia». Per rilanciare la sfida, l’ennesima: l’avventura di Trap sulle panchine del mondo non ha data di scadenza.

Fabio Capello che a Siviglia 2-0 contro la Spagna. Sorprende lo scivolone in casa della Germania che si è fatta battere dalla Norvegia.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 45

Sport

Calcio Raffaele Ciuccariello, pugliese padre di otto figli, è l’imprenditore interessato all’acquisto della società granata

Un “mister x” da 600 milioni Ma a Torino nessuno ci crede

Nadal alza la voce: “Trattati come criminali”

ROTTERDAM - I test antidoping sono diventati «una persecuzione» e i tennisti trattati come «criminali». E’ pesante l’affondo di Rafael Nadal contro le procedure antidoping accolte anche dal mondo della racchetta: il numero uno del ranking mondiale, fresco vincitore degli Open d’Australia, ha criticato presantemente le modalità con cui vengono fatti i controlli agli atleti adottate dall’Atp che ha sottoscritto il protocollo della Wada, l’agenzia mondiale antidoping. Sotto accusa il fatto che dall’inizio dell’anno i giocatori che occupano i primi 50 posti della classifica mondiale devono indicare ogni giorno un’ora in cui possono essere disponibili ai test, così come vuole il regolamento Wada. «Nemmeno mia madre sa dove sto ogni giorno, è difficile sapere dove sei domani, specialmente in uno sport come il tennis», ha aggiunto Nadal. Dello stesso avviso anche altri campioni, come Gilles Simon e Andy Murray.

Rimangonosvariati misteri sull’eredità Il presidente Cairo: “Siamoseri, resto” TORINO - Pugliese di Lucera, in provincia di Foggia, 68 anni il prossimo 27 febbraio, sposato con otto figli - due femmine e sei maschi - di professione ristoratore. E con una eredità milionaria in arrivo che lo ha reso di colpo ricco. Ricchissimo. Ecco qui Raffaele Ciuccariello, il ’Mister X’ pronto a investire cento milioni di euro per acquistare il Torino e portarlo in Europa. Il nome di questo sconosciuto personaggio, che prima di approdare sotto la Mole con la sua numerosa famiglia ha vissuto a lungo in Germania, è stato svelato dai suoi tre legali. «Si tratta di una persona affidabilissima, abbiamo verificato le sue garanzie», hanno assicurato gli avvocati Massimo Durante, Anna Pasquinelli e Grazia Porta. «Il Torino è da sempre il suo pallino - hanno aggiunto - e ora che si trova in difficoltà si è deciso a intervenire». Una «sorpresa» anche per i suoi famigliari. «Sono anni, ormai, che mio padre ci promette un grande cambiamento - dice il figlio Giuseppe, che gestisce un bar nel centro di Torino - ma non pensavamo fosse così grande». «Noi siamo gente normale, ci alziamo tutte le mattine per andare al lavoro», aggiunge il genero Pasquale,

Tennis Il campione ce l’ha con i test

Ciclismo Armstrong annuncia la novità

Consulente antidoping tutto nuovo per Lance L’avvocato Massimo Durante durante la conferenza a Torino in cui è stato svelato il nome di “mister x”

che ha da poco ceduto una birreria alla periferia del capoluogo piemontese per gestire una ricevitoria del Lotto. Sull’eredità con cui Ciuccariello vorrebbe acquistare il Torino - secondo alcuni addirittura 600 milioni di euro - il mistero però resta. «Non ne siamo al corrente, ma sappiamo che c’è», si sono limitati a dire i tre avvocati. Qualcuno sussurra che arrivi da una lunga causa - ben

12 anni di carte bollate - di riconoscimento di paternità. E c’è anche chi parla niente meno che di una discendenza da Casa Savoia. I tifosi hanno accolto il nome del pretendente con sarcasmo. «Vuole portare il Torino - svela l’avvocato Durante - se non in Champions almeno in Intertoto (che però non esiste più), ha intenzione di ritirare la maglia numero 12 per assegnarla ai tifosi della

curva Maratona (cosa già fatta dai precedenti presidenti) e vuole ripristinare la numerazione classica dall’1 all’11», in barba agli attuali regolamenti. «Siamo seri, per favore», è il commento piccato dell’attuale patron del Torino, Urbano Cairo. «Mi hanno detto che la conferenza stampa è stata una roba abbastanza ridicola - ha aggiunto - e poi io non voglio vendere. Punto e basta».

Rugby: domenica arriva l’Irlanda Sci Denise Karbon quarta, la Gius fuori nella seconda manche

LOS ANGELES - Non sarà Don Catlin il consulente antidoping di Lance Armstrong ma il danese Ramsus Damsgaard. Il sette volte vincitore del Tour de France ha confermato il cambio dopo che il New York Times aveva pubblicato un articolo nel quale Catlin aveva annunciato che il programma pianificato con Armstrong era stato annullato. Il campione americano è tornato alle competizioni dopo tre anni e mezzo. Armstrong, sospettato di doping in passato ma mai trovato positivo, aveva detto di voler realizzare «il piano antidoping più completo della storia dello sport».

Vela Gli svizzeri hanno battuto Bmw Oracle Fuori dal podio per un niente Cambia volto Alinghi-New Zealand l’Italia di Mallett E’ amaro il Gigante delle azzurre Siamo all’atto finale ROMA - Sarà Alinghi a sfidare oggi e domani New Zealand nelle finali delle Louis Vuitton Pacific Series. Gli svizzeri hanno battuto Bmw Oracle. La serie finale, che si svolgerà al meglio delle sette gare, si disputerà nelle acque di Auckland. Nella seconda semifinale Alinghi, che aveva già vinto la prima, ha dominato fin dall’inizio, arrivando al traguardo con un minuto e sette secondi di vantaggio.

Oggi è il turno degli uomini Albrecht è uscito dal coma artificiale

L’Italia deve rialzarsi dopo la batosta

ROMA - Facce nuove nell’Italia del rugby scelta da Nick Mallett per la gara con l’Irlanda. Dopo il ko di Twickenham, il ct degli azzurri, privo degli infortunati Andrera Marcato e Marco Bortolami, ha deciso di cambiare le carte nel XV titolare che scenderà in campo domenica al Flaminio di Roma, per la seconda partita del torneo Sei Nazioni. Andrea Masi conserva la maglia numero quindici di estremo andando a formare il triangolo allargato insieme a Kaine Robertson, confermato all’ala in coppia però questa volta con Matteo Pratichetti al posto di Mirco Bergamasco, che torna a formare la cerniera dei centri con Gonzalo Canale. Inedita la mediana azzurra dove, con Marcato fermo per un colpo alla nuca ricevuto sabato, fa l’esordio come apertura titolare in un match del 6 Nazioni il 21enne Luke McLean. Ad affiancarlo Paul Griffen. In terza linea, insieme al capitano Sergio Parisse, rientra Mauro Bergamasco tra i flanker, dividendo il reparto con Alessandro Zanni. Novità anche in seconda linea, dove Tommaso Reato fa coppia con Santiago Dellapè, mentre Mallett conferma la prima linea con Martin Castrogiovanni a destra, Salvatore Perugini a sinistra e Fabio Ongaro tallonatore.

VAL D’ISERE - Qualche lacrima Denise Karbon se la lascia scappare solo tra le braccia consolatorie della mamma, quando i giornalisti sembrano lontani: l’azzurra ha perso una medaglia di bronzo nel gigante mondiale della Val d’Isere per soli 13 centesimi di secondo. E’ finita 4/a, medaglia di legno. Nuova campionessa del mondo è la sconosciuta tedesca Kathrin Hoelzl, 24 anni e due podi in carriera visto che mai aveva vinto prima d’oggi. Argento alla slovena Tina Maze e bronzo alla finlandese Tanja Poutiainen. Denise Karbon, che pareva alla vigilia avere una medaglia in tasca, si è bruciata invece tutte le chance già nella prima manche. «La gara l’ho persa lì. Nevicava forte e la visibilità era scarsa. Se non vedo bene racconta Denise - scendo con il freno tirato a metà». Nella prima manche la più brava delle azzurre era stata Nicole Gius con il sesto tempo. Ma nella seconda l’altoatesina è volata via infilzando una porta e rimediando, dopo un brut-

Formula 1 I team preparano la stagione

Ferrari nella sabbia La McLaren corre Denise Karbon ha sfiorato il podio

to volo, delle botte alle ginocchia. Con Karen Putzer che ha fatto del suo meglio chiudendo in 20/a posizione, la gara delle italiane è sembrata compromessa già nella prima manche quando l’attesissima Manuela Moelgg è volata via dopo 20 secondi di gara, quando il cronometro la dava tra le migliori. Fallita la missione del gigante

donne, l’Italia ci riprova oggi nel gigante uomini. Vanno in pista Massimiliano Blardone, Manfred Moelgg, Davide Simoncelli ed Alexander Ploner. Lo sciatore svizzero Daniel Albrecht è uscito dal coma artificiale. Era ricoverato dal 22 gennaio dopo la sua terribile caduta nella discesa libera di Kitzbuehel.

ROMA - Ancora una giornata persa per Ferrari, Bmw e Toyota sul circuito di Sakhir, in Bahrein. Vento e sabbia hanno reso la visibilità scarsa. Il maltempo ha impedito l’utilizzo dell’elicottero per l’assistenza medica in caso di emergenza, pertanto, non è stato possibile girare in pista, mancando le condizioni di sicurezza previste dalla Fia. Nei test di Jerez Lewis Hamilton guida il gruppo dei team che sono scesi in pista con le nuove monoposto per il 2009. In Spagna il pilota della McLaren ha girato in 1’20’’737.


46 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Ieri consueto galoppo infrasettimanale. Intanto il difensore amaranto Santos Dos Pintos non fa sconti e avverte il Palermo

S E R I E

A

«Per noi tre punti fondamentali» REGGINA

“Siamo in salute e abbiamo tutte le carte in regola per poterci imporre sui nostri avversari”

REGGIO CALABRIA — Il grande

freddo, la grandine e perfino qualche fiocco di neve hanno accompagnato la Reggina durante l'allenamento di ieri. Una situazione inusuale ma certamente suggestiva, che tuttavia non ha stravolto il lavoro degli amaranto, impegnati nel consueto collaudo di metà settimana. Di fronte titolari ed una rappresentativa mista (riserve e Allievi), con quest’ultima che si è imposta col risultato di 2-1. Ad andare a segno per la prima squadra Davide Di Gennaro, che dopo qualche noia nel corso della settimana, è ritornato in perfetta forma. L’attaccante scuola Milan domenica sarà riconfermato al fianco di Corradi, che dopo qualche giorno di lavoro differenziato è tornato ad allenarsi con regolarità. Con Barreto che ha smaltito definitivamente la contusione al ginocchio, la speranza di Nevio Orlandi è quella di poter recuperare in extremis e portare in panchina Franco Brienza. Il centrocampista ex Palermo, che ha saltato le gare con Roma e Milan per un problema muscolare, da giorni è alle prese con un stato influenzale che non gli ha permesso di allenarsi. Tra oggi e domani, però, verranno verificate le sue condizioni, dopo di che Nevio Orlandi si consulterà col medico sociale Pasquale Favasuli per capire se è possibile convocare o meno il giocatore. Nel pomeriggio di ieri si è rivisto al Sant’Agata Krajcik, che ha svolto un lavoro di scarico dopo l’impegno con la sua nazionale, mentre Hallfredsson, Valdez e Carmona si aggregheranno al gruppo oggi. Santos. Uno dei punti fermi della difesa amaranto, Santos Dos Pintos si ritiene soddisfatto delle prestazioni della Reggina, in

2ª D I V I S I O N E

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

BRIENZA, STAVOLTA NON PERDONI... n messaggio decodificato dopo 270 minuti. Ovvero tre partite per capire che la Reggina ce la può fare anche senza Franco Brienza e che tutti siamo importanti ma nessuno ha il diritto di considerarsi indispensabile. L’avvento dell’Orlandi bis ha fornito all’opinione pubblica una serie di elementi su cui riflettere. Tra le questioni più rilevanti per le sorti della Reggina vi è la presenza dell’ex palermitano. Il fantasista, nella gara d’andata al ”Barbera“, si segnalò per l’unico momento di fair play registrato in Italia negli ultimi anni. Ci fu uno scontro fortuito tra due giocatori a centrocampo e lui, arrivato a 50 centimetri dalla linea di porta, calciò a lato. Così facendo consentì ai due protagonisti dell'impatto, che in realtà ne avevano approfittato per riposarsi un minutino, di essere taumaturgicamente guariti grazie all'aspersione di qualche schizzo di acqua prodigiosa contenuta dentro una borraccia del Gatorade. Brienza si guadagnò articoli, copertine e servizi televisivi, oltre agli scroscianti applausi dei tifosi siciliani, che per la verità apprezzarono più il gol fallito che il gesto di sportività. In compenso si attirò addosso qualche critica (compresa la

U

Santos Dos Pintos

particolare del pacchetto arretrato, che nelle ultime tre gare ha incassato, a differenza del passato, tre soli gol. «Credo sia solo una questione di mentalità - ha spiegato il giocatore brasiliano -. Adesso siamo più consapevoli delle nostre qualità. Siamo riusciti a raggiungere un equilibrio. In difesa, siamo più compatti ed anche quando prendiamo un contropiede siamo più organizzati. Prima non succedeva». Contro il Palermo, secondo Santos, l’obiettivo è uno solo: la vittoria. «Per noi i tre punti sono fondamentali - ha proseguito -. Credo fortemente nelle possibilità di conquistare l’intera posta in palio. Nelle ul-

time settimane l’ho detto spesso: siamo una squadra in salute e abbiamo tutte le carte in regola per poterci imporre sui nostri avversari. A cominciare dal Palermo. Possiamo vincere e per noi sarà l’inizio della scalata verso la salvezza». Le assenze di Lanzaro e Cozza si faranno sentire. «Entrambi - ha concluso Santos - hanno dimostrato negli ultimi anni di essere giocatori fondamentali per questa squadra. Dispiace che non potranno lottare con noi domenica, ma credo che ci saranno giocatori altrettanti motivati, pronti da dare il massimo». Angela Latella

Le preoccupazioni del tecnico: su questi campi impossibili non si riesce a far gioco

VIBONESE

Angelo Galfano impreca: il maltempo ci condiziona

VIBO VALENTIA — L’incubo di Angelo

Galfano? Provate a indovinare: la doppia assenza di centrocampo? Le condizioni di Taua? L’innesto dei nuovi arrivati? Il modulo di gioco? La scelta della formazione? L’avversario? No. Niente di tutto questo. Il vero incubo di Angelo Galfano è il tempo, questa pioggia che non smette più ed allenta i terreni di gioco, li rende impraticabili: «La mattina mi sveglio – sorride Galfano – e corro alla finestra a vedere che tempo fa. Sto attento alle previsioni metereologiche. Ma ti pare possibile? I miei pensieri dovrebbero essere altri!». Beh, in effetti non che ne manchino di pensieri, di problemi… «Ma questo tempo – aggiunge l’allenatore rossoblù – questo inverno così rigido e che non accenna a smettere! Lo hanno subito anche i nostri avversari domenica scorsa: su questi campi impossibili, non si riesce a fare gioco e, vi assicuro, che il Ceravolo era in condizioni migliori del Razza quando

nostra) appena tornato sulla sponda calabrese dello Stretto. Oggi la presenza di Brienza nella gara col Palermo è in dubbio. Non ha più la febbre ma nei giorni scorsi non è stato nelle condizioni di allenarsi. Peraltro viene da un periodo di non perfetta forma fisica, a causa dell’infortunio occorsogli nella gara col Chievo, che lo ha costretto a saltare le sfide con Torino, Roma e Milan. Eppure, proprio negli ultimi tre turni, la Reggina ha giocato in maniera convincente e inanellato una serie di risultati utili mai registrata in questo torneo. Lungi da noi la volontà di sminuire il valore di questo talentuoso trequartista, i cui sette gol hanno contribuito alla salvezza nella passata stagione. Ma non crediamo di discostarci dalla verità, nell’affermare che il presidente Foti si aspettava molto di più da parte sua. Anche perché non va dimenticato che Brienza (tra riscatto dal Palermo e ritocco dell’ingaggio) è stato l’investimento più oneroso della campagna acquisti amaranto. Franco ha l’occasione di dimostrare che quei soldi sono stati spesi bene. Attendiamo una sua pronta risposta, per il bene della Reggina, se possibile già domenica al “Granillo”.

Il tecnico della Vibonese Angelo Galfano impreca contro il maltempo che imperversa in tutta la regione: impossibile giocare su questi campi.

abbiamo affrontato il Melfi. Hanno ragione a lamentarsi, ma anch’io mi lamento, perché è stato impossibile anche per noi impostare le nostre ripartenze e colpire il Catanzaro come avremmo voluto. Come si fa a giocare in quelle condizioni? E’ chiaro che poi sono gli episodi a decidere una partita. Tutto diventa difficile: io la partita con il Catanzaro vorrei poterla rigiocare in condizioni normali, convinto che potremmo fare la nostra parte». Comunque, il primo punto dell’anno è arrivato. «Certo. E ce lo siamo meritati. Ora dovrei pensare al Noicattaro, ma hai visto che tempo: qui non smette di piovere e sai che campo ci aspetta domenica?». Un pantano. «Già. Un pantano. E come la giochi? Mettici pure le nostre assenze…Arriva a Vibo – riflette l’allenatore della Vibonese – una squadra particolarmente in forma. Non sta sbagliando una partita e sta facendo punti con tutti: è successo pure a Catanzaro. È una

squadra impostata bene, votata all’attacco e con giocatori di peso che possono fare la differenza su questi campi pesanti. Proprio non ci voleva adesso il Noicattaro: con questo tempo e queste assenze importanti!». Di Mauro è certamente out per squalifica, e Pirrone? «Pure – risponde convinto – non riuscirà a recuperare dall’infortunio che già lo ha costretto ad uscire durante il derby. Anzi, confido molto sul lavoro e la professionalità dei nostri medici per un recupero veloce, ma domenica…Sai – aggiunge – noi abbiamo un staff medico particolarmente scrupoloso, attento alle condizioni dei ragazzi prima che scendano in campo e questo è importante, perché nel momento in cui decidi la formazione bisogna ricordarsi delle loro indicazioni. D’altronde, tutti siamo impegnati a fare il massimo per la squadra e per ottenere i risultati migliori, non solo lo staff tecnico, i dirigenti, i giocatori, anche i medici…». Rimane il problema di inventarsi il centrocampo, chi giocherà? Torna a sorridere Galfano: «Impossibile rispondere adesso. Dipenderà dallo schema che sceglierò. E questa scelta sarà condizionata dalle condizioni atmosferiche e dalla tenuta del campo, più che dall’avversario. Fino a domenica mattina non sarà possibile decidere. D’altronde, che si può fare? Vuol dire che starò a seguire le previsioni del tempo!». Maurizio Bonanno


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 47

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA Il centrocampista giallorosso, Giuseppe Benincasa spera sempre nel primo posto

«Abbiamo il dovere di crederci» CATANZARO

“Guai ad abbassare la guardia! Il campionato è lungo e c’è ancora lo scontro diretto...”

CATANZARO — «Il morale del

gruppo? E’ sempre alto…». Giuseppe “Benny” Benincasa rassicura il popolo giallorosso. Il Catanzaro, secondo il centrocampista, non ha alcuna intenzione di abbassare la guardia. Tutt’altro! Le Aquile, però, non devono abbassare la guardia, tenendo pertanto alta la concentrazione. Questa è la ricetta del mediano catanzarese per proseguire l’inseguimento al primo posto. «Il morale è sempre alto – spiega – anche dopo una partita come quella di domenica scorsa. Aspettiamo, pertanto, con tanta voglia di rifarci, la prossima gara». Giuseppe Benincasa, cosa ha detto mister Provenza, negli ultimi giorni, alla squadra nel chiuso degli spogliatoi? «Ci ha raccomandato vivamente di non abbassare la guardia. Non abbiamo fatto ancora nulla e dobbiamo restare concentrati per raggiungere grossi traguardi. Sono d’accordo col pensiero del nostro allenatore. Guai ad abbassare la guardia! Se facessimo quest’errore, rischieremmo di diventare una formazione qualsiasi. Il Catanzaro per rendere al massimo deve sempre restare concentrato». In tutta sincerità, Giuseppe CATANZARO — Un giovedì, per il Catanzaro, caratterizzato, come di consueto, da prove tecniche di formazioni, in vista della trasferta di domenica a Barcellona Pozzo di Gotto contro la locale Igea Virtus. Un test alquanto utile, quello disputato sul campo in erba sintetica dell’“Andrea Curto” del quartiere marinaro, contraddistinto da due tempi regolamentari contro la formazione “Berretti” di mister Aloi. Nella prima frazione di gioco, il tecnico Provenza ha schierato davanti al portiere Lanzo, Francesco Montella ed Armenise difensori esterni, Gimmelli e Di Maio centrali; a centrocampo Bruno e Pippa laterali, con Berardi e Zaminga al centro. In avanti, infine, l’accoppiata Iannelli–Falomi. Tre variazioni rispetto all’undici iniziale di domenica contro la Vibonese: Pippa al posto dello squalificato Tomi, Bruno a quello di Cardascio e Iannelli a sostituire l’influenzato Caputo. Per quanto concerne la formazione “Berretti” il tecnico Aloi ha schierato un 44-2 con il seguente undici: Mancinelli; Lia, Alfieri, De Sando, Colao; Trapasso, Romano, Santoro, Barberio; Melissari, Capicotto. Dieci in totale le segnature messe a segno da Gimmelli e compagni, cinque per tempo. Ad aprire le marcature il già citato capitano Gimmelli, con un preciso tocco esterno, dopo un angolo calciato da Armenise. Il secondo gol lo siglava Iannelli, con un forte sinistro dal limite dell’area di rigore avversaria. Pochi minuti Falomi calava il tris, sulle conseguenze di un calcio d’angolo battuto da Francesco Montella. Prima della chiusura del tempo, ancora Iannelli metteva a segno una doppietta. Nella prima rete l’attaccante controllava al meglio un invito del compagno di squadra Zaminga, battendo poi Mancinelli; il secondo gol arrivava, invece, su un preciso stacco di testa, ancora dopo un angolo di Armenise. Nei secondi quarantacinque minuti di gioco, mister Provenza mandava in campo un undici diverso, con l’unica eccezione di Gimmelli. Con Parisi a guardia della rete, infatti,

A sinistra la gioia dei calciatori del Catanzaro dopo una vittoria. Sopra, Giuseppe Benincasa

Benincasa ci spera ancora nel primo posto? «Sì, anche se, obiettivamente adesso è un traguardo un più difficile da raggiungere. Tuttavia, il campionato è lungo e abbiamo il dovere di provarci. Sappiamo la nostra forza. Abbiamo affrontato tutte le squadre e nessuno ci ha mai messo sotto. E poi

abbiamo ancora da giocare lo scontro diretto col Cosenza. Ecco perché abbiamo il dovere morale di crederci». Lei cosa teme dell’Igea Virtus, prossimo avversario del Catanzaro? «Sicuramente, i siciliani non meritano l’attuale classifica. L’Igea è una compagine che gioca assieme da anni, dota-

ta sia tecnicamente che dal punto di vista agonistico». Ultima domanda. Domenica non sarà del match Antonio Montella. In terra siciliana, sarebbe stata la sua partita. A parte questa considerazione, quanto manca al Catanzaro lo stesso Montella? «Antonio è un giocatore fondamentale per noi, anche se

chi l’ha sostituito ha fatto la propria parte. Di certo, Montella è un elemento importante per la categoria. Sa aggredire gli spazi e dare profondità alla manovra. Senza contare i gol che ha messo a segno nella prima parte del torneo».

NOTIZIARIO Nel test di ieri nove reti alla Berretti. Assente Caputo influenzato

con una doppietta (gran sinistro sul secondo palo, dopo un passaggio di Corapi; ancora un sinistro appena entrato in area di rigore, a conclusione di una azione personale). Proprio allo scadere del tempo la “Berretti” realizzava il gol della bandiera con Tomi. Risultato finale, quindi, 10-1. Da segnalare la buona prestazione di Iannelli nella prima frazione di gioco, così come quella di Frisenda nel secondo tempo (entrambi, tra l’altro, autori di una tripletta). In crescendo la prova dell’ivoriano Diarrà, mentre nella “Berretti” Capicotto e Barberio hanno tenuto abbastanza bene il campo. Alla partitella non ha preso parte, oltre al già citato Caputo, il difensore Ciano, che comunque ha svolto un lavoro differenziato. Per quanto concerne, infine, Antonio Montella, lo stesso rientrerà in sede martedì, in concomitanza con la ripresa della preparazione della squadra. L’attaccante, infatti, ha ottenuto dalla società il permesso di rimanere nella sua residenza di Aprilia ancora una settimana per completare presso un centro di riabilitazione vertebrale di Roma la fisioterapia in seguito ad una noiosa lombo sciatalgia accusata a suo tempo. Solo martedì prossimo, quindi, lo staff medico potrà effettivamente rendersi conto dello stato di salute del giocatore dopo, ricordiamo, l’incidente stradale occorsogli la settimana scorsa, sempre a Roma, durante il quale ha riportato un trauma distorsivo contusivo del ginocchio sinistro. Ritornando al galoppo infrasettimanale, il tecnico Provenza, intrattenendosi con i giornalisti a fine allenamento, si è ritenuto soddisfatto della prova della squadra, «che – ha sottolineato – è apparsa abbastanza tonica e questo già è un buon segno. La stessa ha giostrato sul campo attraverso una catena di passaggi e profondità ricercate in varie misure. Il tutto con tanta buona volontà e, quando c’è questa, non c’è che essere molto, ma molto ottimisti».

Pippa al posto di Tomi Falomi-Iannelli in avanti

A sinistra, Caputo in forse per la gara di domenica. Sopra, l’altro attacante Iannelli.

una difesa a quattro composta da: De Franco, il sopra menzionato Gimmelli, Di Meglio e Gaglione; a centrocampo Mangiacasale e Cardascio esterni, Benincasa e Sorrentino centrali, con Frisenda e Diarra a comporre il duo d’attacco. La “Berretti” rispondeva con: Re; Trapasso, Alfieri, De Sando e Tomi; Mele, Romano, Capicotto e Corapi, Melissari e Iacullo. Un undici, quindi, rinfor-

zato dalle presenze di Tomi e Corapi, con questo ultimo che via via stà riacquistando la forma. Lo stesso Corapi, negli ultimi quindici minuti della partitella, è stato chiamato dal tecnico Provenza a sostituire Mangiacasale. Cinque ancora i gol realizzati in questa seconda frazione di gioco, il primo dei quali lo siglava Cardascio, che concludeva, con un forte destro, una bella azione di Diarrà. Frisenda, poi, mette-

va a segno la settima rete al termine di una veloce triangolazione: Benincasa lanciava sulla destra Mangiacasale, sul cross del quale Frisenda, di piatto destro, insaccava alle spalle di Parisi. Subito dopo lo stesso Mangiacasale abbandonava prudenzialmente il terreno di gioco, per non affaticare la caviglia infortunata, cedendo, come detto, il posto a Caputo, che, dopo alcuni minuti, realizzava l’ottava segnatura, raccogliendo un preciso invito di Diarrà. Saliva poi in cattedra Frisenda

Vittorio Ranieri

Mario Mirabello


48 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Anche ieri giornata di intenso lavoro per la capolista rossoblù che prepara il match con l’ISola Liri

Massima concentrazione COSENZA

COSENZA — Giorno di festa a Cosenza per la festività della patrona della città, la Madonna del Pilerio (che significa, per chi non lo sapesse, “porta”), giorno di lavoro per il Cosenza. Strano a dirsi ma anche ierii, giorno di festa patronale i rossoblù si sono allenati. Nessuna pausa per i lupi ma del resto l’impegno contro l’Isola Liri si avvicina ed occorre prepararlo al meglio per evitare di prendere sottogamba alcunché. L’ambiente cosentino, squadra, società è tifosi, è consapevole che nulla deve essere lasciato al caso. Le parole del capitano Parisi lascino intravedere tutto questo. Concentrazione massima che si traduce in impegno sul campo e maniacalità nella preparazione della gara. Il fatto è che i campionati si vincono conquistando i tre punti proprio contro le formazioni di bassa classifica dimostrando che la concentrazione non cala proprio in queste situazioni. Le partite di cartello hanno in se tante di quelle motivazioni che è facile affrontarle con il piglio giusto. Quando ti trovi di fronte

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Test tutto in famiglia ieri pomeriggio. Contrariamente a quanto stabilito in precedenza, a causa delle avverse condizioni atmosferiche il galoppo infrasettimanale si è svolto a Filadelfia e non allo stadio provinciale “Carlei”. Sparring partner la formazione Berretti nelle cui fila hanno giocato tra gli altri il portiere Panìco, Amita, Cascone, Sanso, Falco, Angotti. L’undici schierato da Fofò Ammirata era composto con una linea difensiva “stravolta” per l’assenza di Pascuccio a causa di un lutto in famiglia e Ciminari ancora alle prese con il lavoro differenziato. Quindi, il tecnico ha schierato a destra Carraro e a sinistra Marinelli. Centrali, Di Donato e Filippi. Centrocampo con Ciotti, Clasadonte, Lopetrone e Riccobono. In attacco la coppia, Sergi-Ragatzu. Vi è subito da evidenziare che contro il Melfi sicuramente Carraro tornerà ad occupare il ruolo di centrocampista così come Pascuccio quello di difensore centrale. Difficile, a questo pun-

Contro i laziali la squadra di Toscano non intende distrarsi. De Rose e Ambrosi ieri fermi A sinistra un’immagine dei tifosi del Cosenza. Qui, a fianco, il capitano rossoblù Parisi.

ad una squadra che ha conquistato 29 punti meno di quelli che tu hai messo nel carniere, allora sono dolori perché si deve guardare più che alla gara in particolare, alla fine della strada che

si sta percorrendo che è la vittoria del campionato di cui questa gara è una tappa. E dunque il Cosenza ieri ha lavorato come fa sempre cercando di non lasciare nulla al caso.

Non si è svolta, contrariamente al solito, una clasica due porte per mettere a punto i movimenti generali ma un intensa partitella dieci contro dieci alla quale hanno preso parte anche alcuni giovani della formazione berretti. Tale introduzione cospicua si è resa necessaria per il fatto che ieri, oltre ai soliti infortunasti di lungo corso, Morelli e Polani (il cui rientro in città sta slittando giorno dopo giorno),

Braca, ancora alle prese con una preparazione differenziata, e Danti, sempre influenzato; sono rimasti ai box anche De Rose e Ambrosi che non si sono visti sul campo di gioco. Oggi sapremo qualcosa di più preciso sul loro possibile recupero ma la sensazione è che entrambi scenderanno in campo contro i biancorossi laziali guidati da Ferrazzoli. Carmelo Grandinetti

A Filadelfia test contro la Berretti in vista della sfida contro il Melfi

DERBY DEI DUE MARI

Ammirata in attacco prova la coppia Sergi-Ragatzu

Per l’Osservatorio Catanzaro-Lamezia è sempre un match “ad alto rischio...”

to, il recupero di Ciminari per domenica. Mentre ancora incerto è anche l’impiego dal primo minuto dell’altro difensore, Cascone. Va da sé che la Vigor che si presenterà al cospetto della compagine lucana vedrà tra i titolari ancora il contestatissimo Filippi per via dell’indisponibilità di Ciminari e, come già ricordato, di Cascone. Ma tant’è. Ognuno dovrà sapere che una eventuale mancata vittoria farà di nuovo scattare la molla della contestazione e anche la panchina di Ammirata, a quel punto, subirà le pressioni della “piazza”. Ipotesi, ovviamente, da scongiurare perché la compagine biancoverde è chiamata a disputare una gara da vincere a tutti costi. Come abbiamo rimarcato nei giorni scorsi, la posta in palio è davvero alta e bisogna assolutamente abbandonare l’ultimo posto in classifica. Per la cronaca, secondo quanto appreso dalla sede sociale della Vigor, nessuna richiesta di tagliandi è arrivata da Melfi.

LAMEZIA TERME — Intanto, come

r. s.

r. s.

Una fase d’allenamento della Vigor Lamezia allo stadio “D’Ippolito”. (Foto d’archivio)

LEONE dalla prima Le due sconfitte di fila hanno indubbiamente spento l'entusiasmo attorno al Gela che domenica sarà impegnato in trasferta a Cassino. Per la squadra di Patania sarà l'ultima chiamata per potere tornare ad alzare la voce nella corsa ai playoff. La parte alta della graduatoria propone un’altra sfida intrigante: Pescina VdG-Andria, un vero e proprio scontro diretto. Una partita alla quale guarda con particolare interesse il Monopoli, che, nonostante sia inciampato a Melfi e in casa proprio col Pescina, continua a cullare sogni di playoff. Ecco perché domenica cercherà di capitalizzare al massimo il turno casalingo che lo vede opposto all’Aversa Normanna la quale, con affanno, sta cercando di abbandonare la zona playout. La domeni-

ca delle calabresi propone un big-match molto interessante: Vigor Lamezia-Melfi, con i biancoverdi, di fatto, obbligati a vincere nonostante i lucani siano reduci da tre successi consecutivi. I fantasmi dell'esonero che hanno avvolto Ammirata nell'ultimo periodo, hanno il sapore di ultima chiamata per il tecnico siciliano. Ma conoscendolo, siamo certi che la sua voglia di non arrendersi di fronte a nessuna difficoltà l'avrà tramessa anche al gruppo. Occorre la vittoria, per ridare fiato alla classifica e soprattutto ricreare un clima di fiducia attorno alla squadra. In Puglia andrà in scena un bel derby, da seguire tutto d'un fiato: Manfredonia-Barletta. D’Arrigo non può commettere altri passi falsi e va a caccia di punti pesanti per proseguire il suo difficile percorso che porta alla salvezza; allo stesso tempo una sconfitta per Sanderra significherebbe correre il serio rischio

era prevedibile, nella riunione dell’11 febbraio scorso, l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive istituito presso il ministero dell’Interno, non ha modificato di una virgola le valutazioni precedenti in merito ai derby tra Catanzaro e Vigor Lamezia, continuando a descrivere l’evento come una gara “ad alto rischio per responsabilità attribuite ad entrambe le tifoserie sotto il profilo della sicurezza e dell’incolumità degli spettatori”. Pertanto, i componenti dell’Osservatorio, considerata la tradizionale rivalità esistente tra le tifoserie, hanno rilevato che allo stato non risultano nuovi elementi, tali da giustificare una rivalutazione delle precenti indicazioni. Ergo, anche per il match di domenica 22 febbraio al “Ceravolo”, il Casms vieterà la trasferta ai tifosi biancoverdi. Quasi certamente, il prefetto disporrà la diretta televisva.

di essere risucchiato nella bagarre. Più o meno lo stesso discorso vale per Scafatese-Val di Sangro: i campani con un altro ko rimetterebbero seriamente in discussione lo straordinario girone d'andata; gli abruzzesi, da parte loro, non hanno nessuna intenzione di tornare all’ultimo posto. Tornando in Calabria, al “Razza” sarà in programma Vibonese-Noicattaro, sfida fra due squadre che galleggiano fra la tranquillità e la zona playout. Galfano, grazie anche al prezioso pareggio di Catanzaro, sa bene che una vittoria gli consentirebbe di guardare al futuro con maggiore serenità in modo da ottenere sempre il massimo dai suoi straordinari giovani. Buon campionato a tutti e appuntamento a mercoledì prossimo. Valter Leone


il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 49

Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

ERRATA CORRIGE TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME Con riferimento all’ordinanza di vendita nella procedura esecutiva n. 1/98 R.E. pubblicata su “IL DOMANI” della Calabria il 03.02.2009, SI FA PRESENTE che per un mero errore è stato inserito il LOTTO 1 il quale, pertanto, va escluso dalle vendite fissate per il 01 e 15.04.2009. Si autorizzaa , per conseguenza, la MEDIATAG SPA ad eliminare tale lotto dall’ordinanza pubblicata sul sito. Lamezia Terme 10.02.2009. F.to Avv. A.Perri TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Andricciola Nella procedura esecutiva n. 89/97 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto n. 2: Appartamento in Sellia M.na (F5, P.lla 177, sub 7) Euro 13.200,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 1° aprile 2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonchè di un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n. 89/97” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 500,00 L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, acura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 19 novembre 2008 L’Operatore Giudiziario f.to illegibile °°°°°°°°°° prima sezione civile Il Giudice, dott, ssa Maria Carmela Andricciola, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nella procedura esecutiva n. 92/05 R.G.E, pendente tra Cassa di risparmio di Firenze e visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: quota pari a 2/15 di appartamento in Vallefiorita, Via della resistenza, piano primo, in catasto al foglio 11 p.lla 274 sub. 1 Prezzo euro 2.482,00 Lotto 2 quota pari a 2/15 di due depositi in Vallefiorita, Via della resistenza, piano terra, in catasto al foglio il plla 274 sub. 2 e 3 Prezzo euro 680,00 Lotto 3 quota pari a 2/15 di terreni in Vallefiorita, loc. Mortille e Coture, in catasto al foglio 34 p.lle 48, 140, 304, 364 Prezzo euro 1074,23 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 92/05 RGE un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, oltre al 20% per le spese di trasferimento entro le ore 12 del giorno 31.3.2009. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 1.4.2009. Aumento minimo in caso di gara euro 1000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.aste.eugenius. it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere comunica che il G.E., dott. Giuseppe Cava, nella procedura esecutiva n.144/97 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: appartamento in Sellia Marina, via Giardinello, in catasto al foglio 12, p.lla 899 sub.4. Prezzo 19.282,50 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 8.4.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità unitamente ad assegno circolare N.T. intestato a “Tribunale di Catanzaro - procedura n.........” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro 4.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla pubblicazione della presente ordinanza nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e sulla rivista ASTE. Catanzaro °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 160/94 r.g..e. ha disposto proce-

PROGETTO

A CURA DELLA

dersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: Quota di 1/2 di appartamento in Catanzaro, Via Telesio n.22 (F.43, P.lla 309, Sub7) Euro 15.741,85 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è stata fissata per il giorno 8 aprile 2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità, nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n….. “ di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario.. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it; - Il Domani Catanzaro, 28 gennaio 2009. Il Cancelliere Il Giudice °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.1/00 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: Appartamento in Caraffa, corso Colombo (F. 7, P.lla 460, sub 1-2) Euro 32.1462,50 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un “Assegno Circolare Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n............” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data dí aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per Ia presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - II Domani Catanzaro, 14 gennaio 2009 °°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili pignorati Ex art. 569 c.p.c. Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava Nella procedura esecutiva n. 81/99 (cui è riunita la proc. n. 153/06) R.G. Espr., visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, ha dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico terreni e fabbricati siti in Borgia in catasto al fg. 2 partt. 27, 37, 38, 39, 58, 143, 144, 229, 230, 232, 233, 234, 235,236, 44, 43, 46, al prezzo base di euro 69.609,75; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 07.04.2009 ore 12,00: fissa per la deliberazione sull’offerta e per I’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 3.000,00, l’udienza del 08.04.2009 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro-Procedura n.81/99” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico dell’aggiudicatario; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli attt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nella pubblicità sia omessa l’indicazione del debitore Catanzaro, 28 gennaio 2009 °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC Cancelleria esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’Esecuzione Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.18/99 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico: Appartamento in Caraffa di CZ (F.6,P.lla 767,Sub 7) Euro 17.487,75 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotoco-

MEDIATAG

pia del documento d’identità nonché n.1 Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n...........” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere Io stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 3.000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per Ia presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che I’ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 14 gennaio 2009 °°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 71/06 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: Lotto unico: Capannone industriale in Settingiano (CZ) identificato in catasto al fg. 16, mapp.267 (derivante dalla fusione delle partt. 207 e 210) al prezzo base di euro 154.461,94 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n...........” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere Io stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza venga pubblicata entro il termine suddetto oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: . www.aste.eugenius.it; . II Domani Catanzaro 28 gennaio 2009 °°°°°°°°°° Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 c.p.c. Cancelleria esecuzioni immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n. 276/95 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei beni indicati nel prospetto allegato e ai seguenti prezzi: Lotto n.1: Terreno Agricolo in Badolato (CZ), loc. Zicchinaro (F.7, P.lle 55, 61, 66, 466, 468, 469, 471) Euro 3.600,00 Lotto n.2:Terreno Agricolo in Badolato (CZ), loc. Orto di Provvidenza (F.21, P.lla 20) Euro 450.00 Lotto n.3: Abitazione con Corte esclusiva in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552, sub 1 - 8) Euro 49.500,00 Lotto n.4: Locali pluriuso saltuariamente utilizzati come residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552, sub 3) Euro 27.450,00 Lotto n.5: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via F. Caporale (F.28, P.lla 552 - sub 4 - 11) Euro 30.510,00 Lotto n.6: Magazzini saltuariamente destinati a residenza turistica siti in Badolato (CZ), Frazione Marina, Via C. Alvaro (F.28, P.lla 552 - sub 5 - 12) Euro 29.430,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e dí diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente Ia vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n............” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicata entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani Catanzaro, 14 gennaio 2009 °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.115/03 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti BENI IN CHIARAVALLE C.LE: Lotto n.1: Villa, via Nazionale n.102 - 104 (F.35,P.lla 317,Sub 2) Euro 64.013,63 Lotton.2: Ristorante, via Nazionale (F.35, P.Ila 317,Sub 1) Euro 27.638,44 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritti, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 08 aprile 2009 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d’acquisto.

Per informazioni 0961 996802

Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante Ia data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestata a “Tribunale di Catanzaro proc. n...........” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00 L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico dell’aggiudicatario Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per Ia presentazione delle offerte d’acquisto Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it; - II Domani Catanzaro, 14 gennaio 2009 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n. 82/2002 RE, con ordinanza del 26.11.2008 ha disposto la vendita - in unico lotto - del seguente bene immobile, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova lotto unico - “immobile destinato a civile abitazione posto al quarto piano di un fabbricato di maggiore consistenza sito in Falerna, località Malvitano. L’appartamento è composto da ingresso-corridoio, cucina abitabile, soggiorno, due camere da letto e servizio, per una superficie lorda complessiva di mq. 62, con annesso terrazzo e veranda. È riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9, p.lla 75, sub 8, cat A/3, classe 2, vani 4,5”; Valore del bene euro 27.562,50 gli interessati a presentare offerte di acquisto possono esaminare il bene in vendita, chiedendo di accedere al bene immobile, previa comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c.; FISSA La vendita senza incanto per il 08.04.2009 ore 9:30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso in cui la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 22.04.2008 ore 9,30 e segg. al prezzo base d’asta così come sarà determinato, ai sensi dell’art. 568 cpc, in data 08.04.2009 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; L’offerta di acquisto è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 07.04.2009 per la vendita senza incanto e termine fino alle ore 13.00 del 21.04.2009 per la vendita con incanto; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione; L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catstale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria cura e spese alla voltura dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà a inserire l’avviso di vendita sul sito internet www.aste.eugenius.it, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta per una sola volta sulla rivista “Aste Info Appalti”. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme, lì 10.09.2008 IL CANCELLIERE (C/1) f.to Bruna Bernardi °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 5/1993 R.E. SI RENDE NOTO Che il giudice dell’esecuzione nella procedura n. 5/1993 R.E., promossa da… con ordinanza del 26/11/2008 ha disposto la vendita senza incanto, in unico lotto del seguente immobile nello stato di fatto e di diritto in cui di trova: LOTTO UNICO “Appartamento di tipo economico utilizzato come residenza estiva, sito nel Comune di Lamezia Terme, località Marinella, riportato nel relativo catasto al foglio 9, p.lla 774 categoria A/3. L’unità immobiliare è composta da soggiorno con angolo cottura, una camera, un bagno, una piccola veranda e una terrazza” prezzo base d’asta euro 21.098,75 Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati nel combinato disposto ex artt. 519 e 147 cpc. L’immobile sopra indicato e meglio descritto nelle relazioni dell’esperto in atti, cui si fa espressa riferimento FISSA La vendita senza incanto per il 01/04/2009 ore 9:30 presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme e, per il caso che la predetta vendita non abbia eventualmente esito, in via sussidiaria, la vendita con l’incanto per il 15/04/2009 ore 9:30 al prezzo base d’asta così come determinato, ai


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

50 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani sensi dell’art. 568 cpc, in data 01/04/2009 all’esito della vendita senza incanto. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome,, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi). All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale). In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l’istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa senza segni di riconoscimento deve essere depositato l’assegno circolare non trasferibile, intestato a “Poste Italiane S.p.A.” tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L’offerta dia acquisto è irrevocabile,salvo che: il giudice ordini l’incanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme è entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 31/03/2009 per la vendita senza incanto; e termine fino alle ore 13:00 del 14/04/2009 per la vendita con incanto; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a 3% del prezzo base d’asta. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati nella relazione. L’aggiudicatario dovrà versare: a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione con un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane S.p.A.” b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo catastale concernente l’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate in cancelleria. L’aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Il creditore procedente provvederà a inserire l’avviso di vendita sul sito internet www.astegiudiziarie.it, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta, per una sola volta sulla rivista “Aste giudiziarie”. Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria. Lamezia Terme li 27/11/2008 Il CANCELLIERE C1 (Bruna BERNARDI) TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 c.p.c., che Il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 28/2005 promossa da GESCO CONSORZIO. DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE IMMOBILI: VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 13.11.2008 - punti da 1 a 28 allegata al presente avviso): La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 02.04.2009 alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; - l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno ... non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; - l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, TRANNE QUANTO SOTTO RIPORTATO, vedere l’ordinanza di vendita del 13.11.2008 - punti da 1 a 28 allegata al presente avviso): Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 04.06.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10 % del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% DEL PREZZO BASE. - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art.580 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: ——————- (Tel.: ———-) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. Esatte: euro —,— per bollo euro 7,23 per diritti. Locri, 11.02.2009 Il Cancelliere ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI SEZIONE CIVILE - ESECUZIONI R.Es.Imm: 28/2005 Il Giudice dell’Esecuzione, …OMISSIS… DISPONE procedersi alla vendita dei seguenti immobili: DESCRIZIONE LOTTO 1: “ piena proprietà di un terreno in Grotteria, c.da

PROGETTO

A CURA DELLA

Pirgo, identificato in catasto al foglio 40 particella 333, mq 7.900 circa; PREZZO BASE D’ASTA: EURO 118.500,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: “ piena proprietà di un terreno in Grotteria, c.da Pirgo, identificato in catasto al foglio 40 particella 299, mq 1.900 circa; PREZZO BASE D’ASTA: EURO 15.000,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) l’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo e non a misura, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’arch. D. Ierace) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica e strutturale del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma, cpc); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo per partecipare alla vendita senza incanto, contenente: A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; C) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; D) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato, nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; E) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; F) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; G) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita Iva; H) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; I) la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile, ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi, il giorno fissato, presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,oo e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 2.4.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,oo e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno i gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg.60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa, almeno 45 venti giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria -nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc- e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’articolo 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Grotteria e Marina di Gioiosa Jonica (invitando all’uopo il creditore ad allegare copia di n.1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 096420732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’articolo 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es. gara in aumento che non tenuta per mancanza di adesioni: art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 4.06.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti

MEDIATAG

per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10 % del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria -Ufficio Esecuzioni Immobiliari- di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale, e nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita Iva; in tale istanza dovrà anche essere indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art.584 c.p.c) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in cancelleria con le forme di cui di cui all’articolo 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatane la regolarità, indice la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (amministrazione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita) FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi. Locri, 13.11.2008 FIRMATO IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE DOTT. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 74-2000 promossa da ITALFONDIARIO SpA. DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita del 25.07.2008 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 05.02.2009 alle seguenti condizioni: - entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; - l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; - l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; - le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); - l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; - il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita del 25.07.2008 - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 02.04.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alls seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. DANIELA LOGOZZO (Tel. 339.3815151) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la

Per informazioni 0961 996802

Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 11 Febbraio 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 74/2000 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS ...., - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Diritto di piena proprietà su di un alloggio di mq. 113 calpestabili con balconi, sito in Marina di Gioiosa Jonica, via Montezemolo, censito al Nuovo Catasto Edilizio e Urbano di Reggio Calabria al foglio 17,particella 253, sub 40, cat. A/3, classe 3.a, vani 6,5” PREZZO BASE: Euro 113.900,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. E. FRAGOMENI) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 05.02.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; 13) in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14) il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15) maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; 16) la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17) la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 51 cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 27.03.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. L’udienza di vendita senza incanto si terrà al fine di valutare la richiesta di riduzione ex-art. 496 cod. proc. civ., in ordine alla quale ITALFONDIARIO è espressamente invitata a formulare le sue deduzioni. Si comunichi. LOCRI, 25 luglio 2008 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 114/95 promossa da CARICAL, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Fabbricato a tre piani fuori terra allo stato rustico (strutture in calcestruzzo armato e solai) sito nel Comune di Locri, via Napoli, riportato nel NCEU alla partita 1001741, foglio di mappa 25, particella 1651, sub 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 (tutti in corso di costruzione oltre al lastrico solare) per complessivi mq. 1706, in ditta ........................... Prezzo base del lotto: Euro 308.376,41 Deposito per cauzione: Euro 30.387,64 Deposito per spese: Euro 46.256,46 L’incanto avverrà, con il prezzo SOPRA INDICATO, all’udienza del 02.04.2009, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 12.911,42. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 02.04.2009. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 09 ottobre 2008 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO Che Il Giudice dell’Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 4/87 promossa da Banco di Roma. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Lotto N 1 Diritti vantati, in ragione di 2/6, sull’unità immobiliare destinata a garage posta al piano terra di un fabbricato sito nel Comune di Roccella Jonica alla via Cavone riportato nel NCEU alla partita 1000141 foglio di mappa 44 particella 134-146 sub 2 cat. C/2 classe 1^ PT mq. 41, in ditta … proprietario per 1/3, … proprietaria per 1/3, …proprietaria per 1/3. Prezzo base del lotto Euro 2.274,00 Deposito per cauzione Euro 227,40 Deposito per spese Euro 341,00 Lotto N 2 Diritti vantati, in ragione di 2/6, sull’unità immobiliare destinata a garage posta al piano terra di un fabbricato sito nel Comune di Roccella Jonica alla via Cavone n. 2 riportato nel NCEU alla partita 173 foglio di mappa 44 particella 130-145 sub 2 cat. A/4 classe 1^ PT vani 2,5, in ditta…proprietario per 1/6, …proprietaria per 1/6, …proprietaria per 3/6 e usufruttuario per 4/6. Prezzo base del lotto Euro 2.879,00 Deposito per cauzione Euro 287,90 Deposito per spese Euro 432,00

PROGETTO

A CURA DELLA

Lotto N 3 Diritti vantati, in ragione di 2/6, sull’unità immobiliare destinata a civile abitazione posta al primo e al secondo piano con annessa terrazza di un fabbricato sito nel Comune di Roccella Jonica alla via Cavone riportato nel NCEU alla partita 170 foglio di mappa 44 particella 123-134-145 sub 1 cat. A/3 classe 1^ P1-P2 vani 6, in ditta … Prezzo base del lotto Euro 21.034,00 Deposito per cauzione Euro 2.103,40 Deposito per spese Euro 3.155,00 L’incanto avverrà, con il prezzo da ridurre di 1/5 + 1/5+1/5+1/5, all’udienza del 02.04.2009 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data —-, alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: Euro 100,00 per il 1° e 2° lotto; Euro 1.000,00 per il 3°. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 02.04.2009. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 03.12.2008 Esatte: Euro 14,62 per bollo - Euro 6,20 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUWIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 87/1998 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l’ordinanza di vendita - punti da 1 a 28 - riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 02.04.2009, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Giuseppe OPPEDISANO (Tel. 0964.380751) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 29 gennaio 2009 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 87/1998 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, ..... OMISSIS ...., - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: “Terreno agricolo di natura uliveto di circa mq. 1320, in Siderno loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 53” PREZZO BASE: Euro 3.300,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: “Fabbricato adibito a civile abitazione ad un piano fuori terra, con annessa corte, in Siderno, loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 927 sub 1-2-3-4; il fabbricato è stato edificato sulla particella 927 (ex 668) del foglio 29 del catasto terreni del medesimo Comune” PREZZO BASE: Euro 131.750,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. A. DE MEO) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA; I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFE-

MEDIATAG

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

18)

19)

20)

21)

22)

23)

24)

25)

26)

27)

28)

RIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; l’udienza di vendita è fissata per il giorno 16.01.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica, Siderno, Locri (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 23.03.2007 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA

Per informazioni 0961 996802

Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi anche al custode. LOCRI, 05 maggio 2006 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° FALLIMENTO N.1053 REG.FALL. VENDITA DI BENI IMMOBILI Si rende noto che il G.D. al fallimento in oggetto, Dott.ssa Francesca Reale, con Ordinanza del 20/1/2009, ha disposto la vendita con incanto per il giorno 14/04/2009, ore 9.30, da tenersi innanzi a sé, dei seguenti beni immobili nello stato di fatto o di diritto in cui si trovano anche in riferimento alla Legge n. 47/85 e meglio descritti in ogni parte - compresi i dati catastali e i confini, nelle consulenze estimative agli atti della procedura: LOTTO n.1: “Unità immobiliare a piano terra sita in Siderno, al C.so Garibaldi, n. 191,193 riportato in catasto al foglio 30, particella 891 sub 3”. Prezzo base d’asta (iva esclusa, se dovuta) euro 38.400,00 Aumento minimo (pari al 2 % del prezzo base) euro 768,00 Deposito per spese (pari al 15% del prezzo base) euro 5.760,00 Deposito per cauzione (pari al 10% del prezzo base) euro 3.840,00 LOTTO n. 2: “Unità immobiliare a piano terra ubicata nel Comune di Siderno, alla via Garibaldi, in catasto al foglio 30, particella 891 sub 5”. Prezzo base d’asta (iva esclusa, se dovuta) euro 16.912,00 Aumento minimo(pari al 2 % del prezzo base) euro 338,24 Deposito per spese (pari al 15% del prezzo base) euro 2.536,80 Deposito per cauzione (pari al 10% del prezzo base) euro 1.691,20 LOTTO n. 3: “Unità immobiliare a piano terra sita nel Comune di Siderno, al C.so Garibaldi 195, in catasto al foglio 30, particella 891 sub 9 e sub 10”. Prezzo base d’asta (iva esclusa, se dovuta) euro 127.200,00 Aumento minimo(pari al 2 % del prezzo base) euro 2.544,00 Deposito per spese (pari al 15% del prezzo base) euro 19.080,00 Deposito per cauzione (pari al 10% del prezzo base) euro 12.720,00 LOTTO n. 4: “Prop. 1/2 dell’unità immobiliare sita nel Comune di Siderno, alla via Magnagrecia, in catasto al foglio 29, particella 1304 sub 2, sub 3 e sub 5”. Prezzo base d’asta (iva esclusa, se dovuta) euro 66.400,00 Aumento minimo(pari al 2 % del prezzo base) euro 1.328,00 Deposito per spese (pari al 15% del prezzo base) euro 9.960,00 Deposito per cauzione (pari al 10% del prezzo base) euro 6.640,00 LOTTO n. 5: “Terreno in agro del Comune di Ciminà, in catasto al foglio 1, particella 97”. Prezzo base d’asta (iva esclusa, se dovuta) euro 8.096,00 Aumento minimo (pari al 2 % del prezzo base) euro 161,92 Deposito per spese (pari al 15% del prezzo base) euro 1.214,40 Deposito per cauzione (pari al 10% del prezzo base) euro 809,60 Coloro che intendono partecipare all’incanto dovranno in Cancelleria - nel termine perentorio sino alle ore 12.30 del giorno precedente l’udienza di vendita- personalmente o a mezzo mandatario munito di procura speciale: adepositare apposita domanda in carta semplice; bversare le somme sopra determinate per cauzione e spese a mezzo assegni circolari intrasferibili intestati all’offerente. L’aggiudicatario entro il termine perentorio di gg. 60 dalla provvisoria aggiudicazione dovrà versare il residuo prezzo e l’Iva, detratta la cauzione già corrisposta, su un libretto di deposito giudiziario vincolato al fallimento. All’offerente non aggiudicatario verranno restituite le somme depositate subito dopo la chiusura dell’incanto. Il mancato versamento nel suddetto termine perentorio del prezzo residuo e dell’Iva comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e l’incameramento della cauzione da parte della Curatela. Tutte le spese relative alla vendita, comprese quelle inerenti la cancellazione di trascrizioni ed iscrizioni gravanti sui beni, sono a carico dell’aggiudicatario. IN CASO DI ASTA DESERTA AVRA’ LUOGO ALTRO ESPERIMENTO D’INCANTO IL GIORNO 12 GIUGNO 2009 - ORE 10.30, CON RIDUZIONE DI 1/5 DEL PREZZO BASE FISSATO PER OGNI LOTTO AL I° INCANTO.. Altre informazioni potranno essere assunte presso la Cancelleria fallimentare. Locri, 04 febbraio 2009 TRIBUNALE CIVILE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Il Giudice dell’Esecuzione immobiliare - Dott.ssa Vincenzina Andricciola: A scioglimento della riserva di cui al verbale di udienza del 15 gennaio 2008; Letti gli atti relativi alla procedura esecutiva immobiliare n. 149/94 R.E., promossa da CENTROBANCA BANCA CENTRALE DI CREDITO POPOLARE SpA; con l’intervento di - CENTROBANCA SpA; - CENTROBANCA quest’ultima rappresentata dagli Avvocati Antonio Pallone e Francesco Criscoli, elettivamente domiciliata presso lo studio dell’Avv. Giuseppe Corigliano in Vibo Valentia- Viale Kennedy n. 65; - Pronunciando sull’istanza di vendita dei beni pignorati; - ritenuto che sussistono le condizioni di legge per l’accoglimento dell’istanza di vendita all’incanto dei beni oggetto di pignoramento; - visti gli artt. 576 e segg. c.p.c.; ha pronunciato la seguente Ordinanza di vendita immobiliare con incanto dei beni immobili di proprietà della debitrice, così come di seguito descritti “LOTTO N:01”: Piano terra adibito a magazzino del fabbricato sito Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n.18, partita 1314, particella 743, sub.1, categoria C/6 classe 2, superficie mq.90. Questa in vendita1000/1000, valore complessivo euro 11.155,47. “LOTTON.02”: Appartamento posto al piano primo per civile abitazione del fabbricato sito in Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n. 18, partita 1314, particella 743, subalterno 2, categoria A/3, classe 2, con una superficie di mq. 105. Questa in vendita 1000/1000. Valore complessivo euro 12.085,09. “LOTTO N.03”: Appartamento posto al piano secondo del fabbricato sito in Comune di Joppolo (VV) Contrada “Oliveto”, per civile abitazione in fase di costruzione, riportato al N.C.E.U. del Comune di Joppolo al foglio di mappa n. 18, partita 1314, particella 743, subalterno 3, categoria A/3, classe 2, con superficie di circa mq.105. Quota in vendita 1000/1000. Valore complessivo euro 10.628,68. La vendita avrà luogo all’incanto, in più lotti il giorno 7.04.2009, ore 11, davanti al G.E. dell’intestata procedura in una sala delle pubbliche udienze del Tribunale di Vibo Valentia; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui appartengono al debitore e sulla base dei dati emergenti dai certificati catastali ed ipotecari e dalla relazione di stima dell’esperto Arch. Francescantonio Tedesco depositata il 07 settembre 2000, consultabile in Cancelleria. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Il prezzo base è di euro 11.155,47 per il lotto n.1; euro 12.085,09 per il lotto n.2; euro 10.628,68 per il lotto n.3; come da stima del C.T.U. Arch. Francescantonio Tedesco depositata il 07. Settembre 2000. 1) Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro 774,69 (non oltre euro 2.582,28).


52 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

2)

L’ammissione all’incanto è subordinata al deposito sul libretto intestato alla procedura delle seguenti somme: 10% del prezzo minimo a titolo di cauzione; 12% del prezzo minimo quale somma corrispondente all’ammontare approssimativo delle spese della procedura. 3) Ogni offerente dovrà prestare cauzione in danaro o in titoli del debito pubblico della somma suindicata oltre IVA entro il giorno precedente l’incanto mediante deposito di essa nella cancelleria su apposito libretto giudiziario assoggettato a vincolo di indisponibilità salvo diverso ordine del G.E. 4) L’aggiudicatario, entro il termine di giorni 30 (trenta) dall’aggiudicazione dovrà depositare il prezzo, dedotta la cauzione già prestata, in un libretto di deposito giudiziario vincolato al giudice dell’esecuzione. 5) Le spese delle formalità per la cancellazione della trascrizione dei pignoramenti immobiliari e delle iscrizioni ipotecarie nonché delle volture catastali saranno a carico dell’aggiudicatario. 6) L’offerente ove coniugato dovrà produrre un estratto dall’Ufficiale di stato civile del Comune presso il quale fu registrato il matrimonio relativamente al regime patrimoniale della famiglia. 7) Gli eventuali oneri ex lege 47/85 e successive modifiche ed integrazioni saranno a carico dell’aggiudicatario. Qualora il bene aggiudicato sia un appezzamento di terreno avente superficie inferiore a 10.000 mq, troverà applicazione l’art.18 della legge n. 47/85, con la conseguente possibilità di acquisizione dell’area al patrimonio disponibile del Comune qualora il Sindaco accerti la effettuazione della lottizzazione a scopo edificatorio senza la prescritta autorizzazione. 8) Per i lotti costituiti da terreni, l’emissione del decreto di trasferimento è subordinata all’acquisizione del certificato di destinazione urbanistica aggiornato a cura dei creditori interessati o dallo stesso aggiudicatario. 9) Ferme restando le altre condizioni di legge La presente ordinanza sarà pubblicata dal Cancellerie mediante affissione all’albo del Tribunale. A cura e spese del creditore procedente la presente ordinanza sarà divulgata mediante inserzione di un estratto della stessa su un quotidiano avente diffusione regionale. Tra il compimento delle forme di pubblicità e l’incanto dovranno decorrere quarantacinque giorni. Vibo Valentia 7.10.2008. °°°°°°°°°° PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N.RO 122/02 R.G.E. Il sottoscritto Avv. ELEONORA GRECO, professionista delegato ai sensi e per gli effetti dellart. 591 bis C.P.C. dal Giudice Delle Esecuzioni Immobiliari, in merito all’esecuzione di cui sopra, promossa da BPC a v v i s a che IL GIORNO 3 aprile 2009 ALLE ORE 10 PRESSO LO STUDIO LEGALE IN VIBO VALENTIA VIA VITTORIO VENETO N. 68 - A CURA DEL SOTTOSCRITTO PROFESSIONISTA DELEGATO - SI TERRA’ LA VENDITA CON INCANTO DEL BENE IMMOBILE MEGLIO DESCRITTO NELLA RELAZIONE DI STIMA, POSTO IN VENDITA IN UN UNICO LOTTO e precisamente: - Fabbricato per civile abitazione a due piani fuori terra sito nel Comune di Maierato, località “Cabano” composto al piano terra (esteso metri quadrati 125 circa), di sei vani principali oltre accessori e servizi d’uso, e precisamente ingresso-corridoio, ampio soggiorno, tre grandi stanze da letto, bagno, cucina e ripostiglio, al piano primo (esteso metri quadrati 84 circa), di un salone molto ampio, disimpegno, due stanze da letto, cucina e bagno. Il tutto riportato in Catasto Fabbricati del Comune di Maierato al Foglio di Mappa 21 particelle: 270 sub 1 e 2 (graffate), Località Cabalio, PT e I, categoria A/3, classe 1, vani 6,5, rendita catastale euro 241,70 e - 270 sub 4, categoria A/3, classe 2, vani 4,5, rendita catastale euro 144,09. PREZZO BASE EURO 55.080,00 (cinquantacinquemilaeottanta,00) IL CUSTODE E’ L’ ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE con sede legale in Vibo Valentia, Via Milite Ignoto, n. 40, telefono n. 0963/42504 fax 0963/41787. Nella relazione di stima - per quel che riguarda i riferimenti urbanistici - il perito afferma che “il fabbricato oggetto di vendita è stato realizzato in tempi diversi con la precisazione che: - il piano terra è stato edificato certamente tra l’anno 1981 e l’anno 1985 in assenza di concessione edilizia, tuttavia nell’anno 1986 è stata presentata istanza di condono edilizio completa di tutta la documentazione richiesta dalla legge 47/85 comprese le ricevute di avvenuto versamento dell’oblazione ma non è mai stata rilasciata alcuna concessione in sanatoria da parte del Comune di Maierato solo ed esclusivamente perché mai richiesta dal proprietario; - il piano primo dovrebbe essere stato edificato tra gli anni 1991 e 1992, in assenza di concessione edilizia e non è mai stato oggetto di condono o sanatoria anche perchè, alla luce della legislazione vigente in materia, la costruzione non è sanabile in quanto, essendo il terreno disponibile per asservimento soltanto di mq. 1.150,00, considerata la natura agricola dello stesso ed i relativi indici volumetrici, in assenza di condono, non avrebbe potuto essere realizzato neppure il piano terra del fabbricato”. Si fa presente che a norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare - a proprie esclusive spese - domanda di permesso in sanatoria. La vendita avviene a corpo e non a misura nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive e non è soggetta in quanto vendita forzata alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici) anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. Offerta minima in aumento euro 1.652,40 pari al 3% (tre per cento) del prezzo base; con cauzione pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta --CONDIZIONI DI VENDITA: - Le domande di partecipazione all’incanto dovranno essere presentate presso presso lo studio legale succitato due giorni prima la data fissata per l’incanto entro le ore 12,00, corredate di assegni circolari non trasferibili contenenti complessivamente il predetto importo per cauzione all’ordine del professionista delegato Avv. Eleonora Greco. Si precisa che tutte le attività che a norma degli artt. 576 e seguenti c.p.c., debbono essere compiute nella cancelleria del Tribunale o davanti al Giudice dell’Esecuzione, sono effettuate dal Professionista delegato presso il citato studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517. La partecipazione all’incanto presuppone la conoscenza integrale dell’ordinanza di vendita e della relazione di stima, ambedue agli atti di causa, consultabili presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari presso il Tribunale di Vibo Valentia oppure sul sito internet www.aste.eugenius.it. - Il partecipante dovrà inoltre depositare, unitamente alla cauzione: - domanda di partecipazione all’incanto in bollo in cui dovrà precisare se il versamento del prezzo avverrà con l’erogazione a seguito di contratto di finanziamento che preveda il versamento diretto delle somme erogate in favore della procedura e la garanzia ipotecaria di primo grado sul medesimo immobile oggetto di vendita ai sensi dell’art. 585 III comma; - se persona fisica, fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale, ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (o certificato di stato libero); - se società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese (o del registro persone giuridiche), attestante la vigenza dell’ente ed i poteri di rappresentanza, nonché fotocopia di un documento di identità del o dei rappresentanti legali; - in caso di intervento di un rappresentante volontario, originale o copia autenti-

PROGETTO

A CURA DELLA

ca della procura; - in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto; - Si avverte che se l’offerente non partecipa all’incanto si applicano le disposizioni di cui all’art. 580 c.p.c. relative alla perdita della cauzione. Versamento del prezzo a) L’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 (sessanta) dall’aggiudicazione provvisoria, depositare presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 un libretto di deposito bancario nominativo - preferibilmente acceso presso un istituto bancario operante in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al sottoscritto professionista delegato Avv. Eleonora Greco con l’indicazione della procedura contenente: - il residuo prezzo di vendita, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento che verranno tempestivamente quantificate e comunicate dal sottoscritto professionista (salvo restituzioni); b) Qualora nella procedura fosse presente un credito derivante da mutuo fondiario, ciascun aggiudicatario, ai sensi dell’art. 41 comma 5 D.Lgs. n.358/1993, ha facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento purchè entro 15 giorni dalla data di aggiudicazione definitiva paghi al creditore fondiario, proporzionalmente al bene aggiudicatogli, le rate scadute, gli accessori e le spese. Ciascun aggiudicatario, ove non intenda avvalersi della facoltà anzidetta, dovrà ai sensi dell’art.41 comma 4 D.Lgs. n.358/93, entro il termine di giorni 60 (sessanta) dall’aggiudicazione (per la vendita senza incanto, dall’accoglimento dell’offerta e verbale di aggiudicazione; per la vendita con incanto, dal verbale di aggiudicazione provvisoria, corrispondere direttamente al creditore fondiario, senza attendere il prosieguo della procedura e la graduazione dei creditori, il prezzo di aggiudicazione - dedotta la cauzione, fino alla concorrenza del credito fondiario per capitale, accessori, e spese; ciascun aggiudicatario dovrà poi versare entro lo stesso termine l’eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l’importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario nominativo - preferibilmente acceso presso un istituto bancario operante in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al Giudice dell’Esecuzione con l’indicazione della procedura. Il pagamento diretto al creditore fondiario dovrà essere effettuato dall’aggiudicatario esclusivamente nell’ipotesi in cui il medesimo creditore abbia effettuato istanza o presentato dichiarazione di intenti in tal senso, da far pervenire via fax al numero 0963/540801 entro le ore 12 del giorno precedente a quello fissato per la vendita. In mancanza, il pagamento integrale dovrà essere effettuato presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 tramite libretto di deposito bancario nominativo contenente il predetto importo preferibilmente acceso presso un istituto bancario con sede in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al sottoscritto professionista delegato Avv. Eleonora Greco con l’indicazione della procedura. Ai fini di cui sopra, la Banca creditore fondiario dovrà, tassativamente entro giorni cinque dall’aggiudicazione definitiva (giorni quindici dall’incanto), far pervenire anche solo via fax al numero 0963/540801 la propria dichiarazione di credito, con il dettaglio del capitale, rate scadute, interessi e spese; nonché, trattandosi di vendita in lotti, la quota proporzionale del credito riferita a ciascun lotto. c) Si avverte che il mancato versamento delle somme di cui sopra nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, comma 3, cpc); Aumento di un quinto Ai sensi e per gli effetti dell’art. 584 c.p.c., dopo l’incanto, potranno essere presentate presso presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo, negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c. prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. Su tali offerte il sottoscritto Professionista Delegato, verificatane la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui sopra; Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione (art. 584 comma 5 c.p.c.). - Ai sensi dell’articolo 63, comma 2, delle disposizioni di attuazione del codice civile, l’aggiudicatario subentrante nei diritti del condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente (solo se condominiali). - Alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita). - Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento della proprietà degli immobili ed accessori come calcolate e comunicate dal professionista delegato al momento dell’aggiudicazione. Sono altresì a carico dell’aggiudicatario i “compensi” spettanti al sottoscritto professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come verranno liquidati dal Giudice dell’Esecuzione. - Le spese relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e delle ipoteche precedenti e successive il pignoramento stesso, saranno anticipate dall’aggiudicatario su richiesta ed entro i termini da comunicarsi a cura del professionista delegato e recuperate a cura dell’aggiudicatario direttamente in sede di distribuzione del ricavato, con il privilegio di cui all’art. 2770 c.c. con precedenza ex art. 2777 c.c., anche sui crediti ipotecari. - Le pubblicazioni e le affissioni ai sensi e per gli effetti dell’art. 490 c.p.c. saranno effettuate a cura del professionista delegato entro il termine di almeno 45 giorni prima della data dell’incanto; - Il presente avviso unitamente alla relazione di stima sarà inserito nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e sarà pubblicato ai sensi dell’art. 490 c.p.c. su “il Domani - Progetto Aste”. FATTA AVVERTENZA - che la relazione di stima è stata fornita dal professionista esterno che l’ha redatta, pertanto, riproduce l’originale e non può essere modificata o trascritta e può pertanto risultare non accessibile; - che va riservata al Giudice dell’Esecuzione la risoluzione di qualsivoglia questione incidentale che dovesse sorgere nel corso delle operazioni di vendita. Vibo Valentia, lì. 16.01.2009 Il Professionista Delegato Avv. Eleonora Greco °°°°°°°°°° PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N.RO 52/95 R.G.E. --Il sottoscritto Avv. ELEONORA GRECO, professionista delegato ai sensi e per gli effetti dellart. 591 bis C.P.C. dal Giudice Delle Esecuzioni Immobiliari, in merito all’esecuzione di cui sopra, promossa da Istituto San Paolo a v v i s a che IL GIORNO 3 aprile 2009 ALLE ORE 10,30 PRESSO LO STUDIO LEGALE VIA VITTORIO VENETO N.68, AL PIANO PRIMO A CURA DEL SOTTOSCRITTO PROFESSIONISTA DELEGATO - SI TERRA’ LA VENDITA SENZA INCANTO DEL BENE IMMOBILE MEGLIO

MEDIATAG

DESCRITTO NELLA RELAZIONE DI STIMA redatta dall’Arch. De Vito Attilia e consultabile on line sul sito www.aste.eugenius.it, POSTO IN VENDITA IN UN UNICO LOTTO e precisamente: - Diritto di proprietà superficiaria dell’alloggio posto al piano terzo di un più ampio corpo di fabbrica indicato come lotto n. 14, sito in Comune di Pizzo località “Sant’Antonio”, facente parte della Cooperativa denominata “Pizzo Nuova”, indicato con il numero interno 9, riportato in Catasto Fabbricati del Comune di Pizzo al Foglio di Mappa 22 particella 409 sub 29, Via Sant’Antonio, piano terzo, interno 9, scala B, categoria A/3, classe 2, vani 5,5 rendita catastale euro 252,81 PREZZO BASE EURO CON RIDUZIONE DI UN QUINTO EURO 32.640,00 (trentaduemilaseicentoquaranta,zerozero) IL CUSTODE E’ L’ ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE con sede legale in Vibo Valentia, Via Milite Ignoto, n. 40, telefono n. 0963/42504 fax 0963/41787. Dalla relazione di stima si evince - per quel che riguarda i riferimenti urbanistici - che il corpo di fabbrica di cui fa parte l’alloggio oggetto di vendita, è stato realizzato giusta concessione edilizia n. 251 del 06.10.1986 e successive varianti in corso d’opera n.ri 4995 del 1987, 16409 del 1990 e 2207 del 1991. Si fa presente che a norma dell’art. 46 DPR 06/06/2001 n. 380 l’aggiudicatario, qualora l’immobile si trovi nelle condizioni previste per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, dovrà presentare - a proprie esclusive spese domanda di permesso in sanatoria. La vendita avviene a corpo e non a misura nello stato di fatto e di diritto in cui il bene si trova, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive e non è soggetta in quanto vendita forzata alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici) anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La VENDITA SENZA INCANTO, ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 572 e 573 cpc, avverrà alle seguenti condizioni: 1) entro le ore 12,00 del giorno precedente la vendita, l’offerente deve presentare presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 offerta in busta chiusa, al cui esterno sarà consentito annotare solo: - professionista delegato; il nome del depositante, la data e l’orario del deposito, la data e l’orario fissati per l’esame delle offerte; 2) l’offerta a pena di esclusione - dev’essere almeno pari al prezzo base; 3) l’offerta deve essere in bollo ed accompagnata da una cauzione pari al 10% del prezzo offerto in assegno circolare non trasferibile, emesso da un Istituto di Credito operante in Vibo Valentia, intestato al professionista delegato Avv. Eleonora Greco, incaricato delle operazioni; L’offerta dovrà contenere: a) i dati identificativi dell’immobile per il quale l’offerta è proposta; b) l’indicazione del prezzo che si intende offrire; c) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; d) le generalità proprie dell’offerente, ivi compresi: il codice fiscale, domicilio, stato civile e recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta). Se l’offerente è coniugato ed in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge; e) l’indicazione della volontà di avvalersi ove ne sussistano i presupposti dei benefici fiscali per la prima casa; f) le indicazioni circa il tempo comunque non superiore ai sessanta giorni dalla aggiudicazione (accoglimento dell’offerta e verbale di aggiudicazione) il modo del pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; g) la dichiarazione di avere letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la Cancelleria delle esecuzioni Immobiliari presso il Tribunale di Vibo Valentia) e di averne compreso il contenuto ed inoltre di conoscere lo stato dell’immobile; h) dichiarazione di residenza o elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. c.p.c.) pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso Ufficio; Dovrà inoltre essere allegato: - la copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; - l’ estratto dell’atto di matrimonio o il certificato di stato libero; - in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società il certificato di vigenza rilasciato dalla competente Camera di Commercio Industria Agricoltura ed Artigianato dal quale tra l’altro dovranno desumersi i poteri spettanti all’organo amministrativo e copia della partita IVA o l’atto di nomina che giustifichi i poteri; - la sottoscrizione dei genitori esercenti la potestà e l’autorizzazione del Giudice Tutelare ove l’offerente sia un minore; - in caso di offerta fatta da un procuratore dovrà essere depositata la procura speciale autenticata ai sensi dell’art. 579 comma 2 c.p.c.; - in caso di offerta per persona da nominare, esclusivamente da parte di avvocati, l’offerta dovrà essere effettuata ai sensi e per gli effetti dell’art. 579 comma 3 c.p.c. depositando la riserva di nomina; 4) Il giorno fissato per la vendita le buste saranno aperte alla presenza degli offerenti che dovranno essere presenti, ex art. 571 c.p.c. alle ore 10; 5) in caso di presentazione di una sola offerta si procederà immediatamente all’aggiudicazione se il prezzo offerto supera di un quinto il prezzo base; 6) nel caso in cui l’unica offerta non sia superiore ad un quinto del prezzo base ma comunque almeno pari al prezzo base, si procederà all’aggiudicazione solo a condizione che il creditore procedente - manifesti la sua volontà in tal senso (o per iscritto - o attraverso dichiarazione resa in sede di verbale al professionista delegato); 7) in presenza di più offerenti, si procederà alla gara tra gli stessi (art. 573 c.p.c.) partendo dall’offerta più alta con un rilancio minimo obbligatorio di euro 980,00 - pari al 3% (tre per cento) del prezzo base; 8) l’offerta è irrevocabile, la stessa non può essere ritirata ed, in caso di gara, se l’offerente non si presenta, l’aggiudicazione avverrà a favore dell’offerta più alta - fatti salvi i casi di cui all’art. 571 comma 3 -; 9) Versamento del prezzo: a) L’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 (sessanta) dall’aggiudicazione (per la vendita senza incanto, dall’accoglimento dell’offerta e verbale di aggiudicazione; per la vendita con incanto, dal verbale di aggiudicazione provvisoria), depositare presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 un libretto di deposito bancario nominativo - preferibilmente acceso presso un istituto bancario operante in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al sottoscritto professionista delegato Avv. Eleonora Greco con l’indicazione della procedura - contenente: - il residuo prezzo di vendita, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento che verranno tempestivamente quantificate e comunicate dal sottoscritto professionista (salvo restituzioni); b) Qualora nella procedura fosse presente un credito derivante da mutuo fondiario, ciascun aggiudicatario, ai sensi dell’art. 41 comma 5 D.Lgs. n.358/1993, ha facoltà di subentrare nel contratto di finanziamento purchè entro 15 giorni dalla data di aggiudicazione definitiva paghi al creditore fondiario, proporzionalmente al bene aggiudicatogli, le rate scadute, gli accessori e le spese. Ciascun aggiudicatario, ove non intenda avvalersi della facoltà anzidetta, dovrà ai sensi dell’art.41 comma 4 D.Lgs. n.358/93, entro il termine di giorni 60 (sessanta) dall’aggiudicazione (per la vendita senza incanto, dall’accoglimento dell’offerta e verbale di aggiudicazione; per la vendita con incanto, dal verbale di aggiudicazione provvisoria, corrispondere direttamente al creditore fondiario, senza attendere il prosieguo della procedura e la graduazione dei creditori, il prezzo di aggiudicazione - dedotta la cauzione, fino alla concorrenza del credito fondiario per capitale, accessori, e spese; ciascun aggiudicatario dovrà poi versare entro lo stesso termine l’eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla

Per informazioni 0961 996802

banca, detratto l’importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario nominativo - preferibilmente acceso presso un istituto bancario operante in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al Giudice dell’Esecuzione con l’indicazione della procedura. Il pagamento diretto al creditore fondiario dovrà essere effettuato dall’aggiudicatario esclusivamente nell’ipotesi in cui il medesimo creditore abbia effettuato istanza o presentato dichiarazione di intenti in tal senso, da far pervenire via fax al numero 0963/540801 entro le ore 12 del giorno precedente a quello fissato per la vendita. In mancanza, il pagamento integrale dovrà essere effettuato presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 tramite libretto di deposito bancario nominativo contenente il predetto importo preferibilmente acceso presso un istituto bancario con sede in Vibo Valentia - intestato all’offerente e vincolato al sottoscritto professionista delegato Avv. Eleonora Greco con l’indicazione della procedura. Ai fini di cui sopra, la Banca creditore fondiario dovrà, tassativamente entro giorni cinque dall’aggiudicazione definitiva (giorni quindici dall’incanto), far pervenire anche solo via fax al numero 0963/540801 la propria dichiarazione di credito, con il dettaglio del capitale, rate scadute, interessi e spese; nonché, trattandosi di vendita in lotti, la quota proporzionale del credito riferita a ciascun lotto. c) Si avverte che il mancato versamento delle somme di cui sopra nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, comma 3, cpc); 10) Ai sensi dell’articolo 63, comma 2, delle disposizioni di attuazione del codice civile, l’aggiudicatario subentrante nei diritti del condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente (solo se condominiali); 11) Si farà luogo alla VENDITA CON INCANTO nei casi: - di mancanza di offerte o qualora le offerte siano pervenute oltre i termini indicati nel punto 1); - nel caso in cui la gara non possa avere luogo per mancanza di adesioni da parte degli offerenti; - nel caso in cui l’unica offerta non sia superiore ad un quinto del prezzo base tranne che il creditore procedente abbia manifestato espressamente il suo assenso all’aggiudicazione; CHE FISSA SIN D’ORA per il giorno 23 aprile 2009 alle ore 10 al prezzo base d’asta suindicato con offerta minima in aumento euro 980,00 pari al 3% (tre per cento) del prezzo base; con cauzione pari al 10% (dieci per cento) del prezzo base d’asta E SI TERRA’ presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo, alle seguenti condizioni di vendita: - Le domande di partecipazione all’incanto dovranno essere presentate presso presso lo studio legale succitato due giorni prima la data fissata per l’incanto entro le ore 12,00, corredate di un libretto di deposito bancario nominativo - preferibilmente acceso presso un istituto bancario con sede in Vibo Valentia - contenente il predetto importo per cauzione intestato al partecipante e vincolato al professionista delegato Avv. Eleonora Greco con l’indicazione della procedura. Si precisa che tutte le attività che a norma degli artt. 576 e seguenti c.p.c., debbono essere compiute nella cancelleria del Tribunale o davanti al Giudice dell’Esecuzione, sono effettuate dal Professionista delegato presso il citato studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517. La partecipazione all’incanto presuppone la conoscenza integrale dell’ordinanza di vendita e della relazione di stima, ambedue agli atti di causa, consultabili presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari presso il Tribunale di Vibo Valentia oppure sul sito internet “www.aste.eugenius.it”; Il partecipante dovrà inoltre depositare, unitamente alla cauzione: - domanda di partecipazione all’incanto in bollo in cui dovrà precisare se il versamento del prezzo avverrà con l’erogazione a seguito di contratto di finanziamento che preveda il versamento diretto delle somme erogate in favore della procedura e la garanzia ipotecaria di primo grado sul medesimo immobile oggetto di vendita ai sensi dell’art. 585 III comma; - se persona fisica, fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale, ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (o certificato di stato libero); - se società o persona giuridica, certificato del registro delle imprese (o del registro persone giuridiche), attestante la vigenza dell’ente ed i poteri di rappresentanza, nonché fotocopia di un documento di identità del o dei rappresentanti legali; - in caso di intervento di un rappresentante volontario, originale o copia autentica della procura; - in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’istanza di partecipazione all’incanto; - Si avverte che se l’offerente non partecipa all’incanto si applicano le disposizioni di cui all’art. 580 c.p.c. relative alla perdita della cauzione. - Per il versamento del prezzo di aggiudicazione vale quanto precisato nel punto 9). - Ai sensi e per gli effetti dell’art. 584 c.p.c., dopo l’incanto, potranno essere presentate presso presso lo studio legale in Vibo Valentia Via Vittorio Veneto n. 68, piano primo, negli orari di studio e previo appuntamento telefonico con il sottoscritto professionista delegato ai numeri 0963/472673 o 3495252517 offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto. Tali offerte potranno essere depositate presso l’indirizzo sopra indicato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c. prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. Su tali offerte il sottoscritto Professionista Delegato, verificatane la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui sopra; - Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione (art. 584 comma 5 c.p.c.). - Alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita). 12) Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento della proprietà degli immobili ed accessori come calcolate e comunicate dal professionista delegato al momento dell’aggiudicazione. Sono altresì a carico dell’aggiudicatario i “compensi” spettanti al sottoscritto professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come verranno liquidati dal Giudice dell’Esecuzione. 13) Le spese relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e delle ipoteche precedenti e successive il pignoramento stesso, saranno anticipate dall’aggiudicatario su richiesta ed entro i termini da comunicarsi a cura del professionista delegato e recuperate a cura dell’aggiudicatario direttamente in sede di distribuzione del ricavato, con il privilegio di cui all’art. 2770 c.c. con precedenza ex art. 2777 c.c., anche sui crediti ipotecari. 14) Le pubblicazioni e le affissioni ai sensi e per gli effetti dell’art. 490 c.p.c. saranno effettuate a cura del professionista delegato entro il termine di almeno 45 giorni prima della data dell’incanto; 15) Il presente avviso unitamente alla relazione di stima sarà inserito nel sito internet “www.aste.eugenius.it” e sarà pubblicato ai sensi dell’art. 490 c.p.c. su “il Domani - Progetto Aste”. FATTA AVVERTENZA - che la relazione di stima è stata fornita dal professionista esterno che l’ha redatta, pertanto, riproduce l’originale e non può essere modificata o trascritta e può pertanto risultare non accessibile; - che va riservata al Giudice dell’Esecuzione la risoluzione di qualsivoglia questione incidentale che dovesse sorgere nel corso delle operazioni di vendita. Vibo Valentia, lì 16 gennaio 2009. Il Professionista Delegato Avv. Eleonora Greco


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 53

SPECIALE ANNUNCI NOVITA’ - SI VENDE -ANIMALI - caprette tibetane di tutte le età e colori, vendesi a Davoli Marina (Cz) [Per info: 328-1152342 email: info@agriturismolacalabrisella.com] -ANIMALI - Vendo o scambio pesci tropicali "Discus" di diverse dimensioni, varietà rosso turchese. [Per info: 331-6031330] - BOTTIGLIE-Vendesi collezione bottiglie birra vuote/piene euro 0,15 cad.una. [Per info: 0968-51227] - FRANCOBOLLI - Vendo 126 francobolli da collezione dal 1954 al 1996 [Per info: 334-1230153] - FRANCOBOLLI - Italiani. Regno, Colonie e Repubblica, stupendo lotto oltre 1000 pezzi assortiti nuovi/usati, compreso commemorativi, servizi, alti valori, serie complete, quartine, interi postali, vecchi documenti ecc.., alto valore catalogo, vendesi solo Euro. 100 contrassegno [Per info: 338-4125401] - GIRADISCHI - vendo coppia di giradischi professionali technics sl 1200 mk2- in ottimo stato completi di testine stanton. Causa inutilizzo [Per info: 333-9821004]

NOVITA’ - PER LA CASA - ARREDAMENTO - espositivo completo, costituito da n. 30 mensole in cristallo doppio e 9 montanti in alluminio preverniciato. Merce come nuova. Prezzo scontatissimo. [Per info:329-6173591] - PER LA CASA - Tre rubinetti per vasca, doccia,lavabo e bidet con miscelatore, tutti in acciaio lucido, modello Zucchetti. Cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto. Possibile consegna a domicilio. Nuovi imballati. Possibile mms, fax, email. [Per info:328-4619824] - PER LA CASA - tavoli per casa o locali pizzeria vendo legno massello vari tipologie e modelli presso aff. [Per info:333-3208062] - PER LA CASA - Specchio bagno - legno con 1 pensile - 2 lampadine - colore noce, nuovo. Culla stoffa richiudibile euro 30,00 lenzuolini (3 cotone - 4 flanella) e piumino color verde euro 40,00. Copriletto singolo di cotone, a righe euro 30,00 e copriletto matrimoniale euro 50, 00. Lenzuola di flanella matrimoniali euro 15,00, singole euro 10,00. Lenzuola ,di cotone bianco matrimoniali, euro 35,00 singole euro 30,00. Teli bagno color rosa o azzuro euro 15, 00 cadauno. Tappeti scendiletto color crema euro 25,00 cadauno. Scrittoio cm 120 color noce 1 cassetto euro 70,00. ore pasti. [Per info: 338-7726863 / 3296172906] - PER LA CASA - forno per pizzeria o pub, 2 camere, 380 volt. Perfetto funzionante. Vendo prezzo affare. [Per info: 333-3208062] - VARIE - Chiosco mobile per frutta e verdura o altre cose. Vendo a prezzo aff. Tel.: 333/3208062 [Per info: 333-3208062] - POLTRONE - vendo due poltrone con tavolinetto in legno per salone molto comode prezzo da concordare [Per info: 333-3952113]

Trattativa privata

Per la casa

richiesta foto, mms. Tel. 320-7935230

Arredamento - Edilizia/sanitari/riscaldamento Elettrodomestici e casalinghi - Fai da te - Etc.

- BOTTIGLIE - Cerco bottiglie da collezione di whisky e liquori anche intere. Tel. 3355875454

-ARREDAMENTO -vendo angolo cottura completo di frgo, lavello, cucina, scolapiatti, pensile. Euro 450,00. Tel. 339-4477093 -ARREDAMENTO -vendo, causa cambio arredamento, divano fine ottocento ottime condizioni. Prezzo irrisorio. Tel. 333-6114588 -ARREDAMENTO - tre rubinetti per vasca-doccia, lavabo e bidet, Modello Zucchetti, cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto con consegna a domicilio. Per info: 320-7935230 -ARREDAMENTO PER GIARDINO - vendo Bungalow 5 posti letto, più soggiorno e servizi. Coibentata, non necessità di alcuna licenza edilizia sul terreno privato. Tel. 333-3208062 - CLIMATIZZATORE- Caldo - Freddo 12000 Btu, Nuovissimo ancora imballato senza mai usato , prezzo da concordare ma è un affare. Tel. 338-7430503 - FAI DA TE - Isolazione impermeabilizzazione per tetto/pareti vendesi prezzo affare tel333-3208062 - TAVOLO IN MOGANO - vendo tavolo rotondo in mogano primi ‘900, perfettamente restaurato. 400 euro. Tel. 0961-31392

Di tutto un po’ Salute - animali domestici - finanziamenti - altro

-ARREDO PER BARBIERE- vendo due poltrone e un cavalluccio anni ‘60 in ghisa. Perfette condizioni. Tel. 347-8201583 -ATTREZZATURA PER BAR- vendo bancone bar da 3,5 metri con vetrina gelato e retrobanco a specchiera, macchina per caffè a due bracci, cioccolatiera, registratore di cassa, granitore, usati poco. Tel. 327-7789722 - ATTREZZATURA PER PIZZERIA - privato vende attrezzatura peer pizzeria: lavello a due vasche, lavastoviglie-cucina 6 fuochi-cappa aspirante-forno a gas per pizze una camera, tavolo da lavoro, armadio frigo a un’anta, marca Zanussi mai usati, impastatrice italia macchine e altri attrezzi. 329-873014 - ARREDO CALL CENTER - Cedesi arredo per call center, ced, scuola d'informatica, autoscuola, 11 postazioni compresi computer mmx, monitor e tastiere, arredo segreteria. Prezzo euro 1000,00. Trattativa diretta. Per info: 334/3501125 - BILANCIA - professionale da banco, 35x45x13 cm, piatto acciaio, con 6 display fronte e cliente, peso, prezzo, costo, con tastierino numerico e memorie. Batteria tampone lunga durata. 0-30 kg. Euro 99.00. Su

- COMBINATA PER LEGNO - monofase, norme Ce, completa di utensili, piani in ghisa, squadratrice, ad euro 749. Tel. 327-6592986 -C ULTURA - azzerata la questione omerica. Grecista offre informazioni gratis. Tel. 0965620932 - DISTRIBUTORE AUTOMATICO DI CHEWING GUM - marca dreams. ottimo per attività commerciali (bar, pizzerie, sala giochi).Tel. 329-1873014 -EDILIZIA - Bordatrice monospalla automatica, marca 9 Stefani. Euro 2.000 trattabili. Troncatrice doppie seghe, marca Tris Omgao Euro 3.000 trattabili Tel 333-3208062 - FRANCOBOLLI - COllezione di 500 Francobolli usati differenti del regno , Colonie e Repubblica d'Italia, compreso regno antico, commemorativi, alti valori ecc., perfetto stato di conservazione, alto valore catalogo, vendesi euro 30,00 contrassegno. Tel. 3384125401 - FUMETTISTICA - vendesi Tex di Repubblica come nuovi dal n° 1 al n° 95. 3 euro cadauno Tel. 349 1233190 - FUMETTISTICA - Numeri vari, 224, Diabolik. 0, 50 euro. Tel. 328-4040603 - IMPASTATRICE- marca italiana macchine da 30 kg a spirale v380 nuova, mai usata. Tel. 329-1873014 - MACCHINA CAFFÈ - vendo macchina da caffè Rancilio a due gruppi, quasi nuova, prezzo interessante. 329-1873014 - MEDAGLIA D’ORO - al valore militare “Ricordati che sei un cavaliere di Savona”, Savone Bonness Novelles. Vendesi ad euro 100,00. Tel. 329-1873014 - MEDAGLIE - Militari, rara Croce in bronzo dell'ordine dei cavalieri di Vittorio Veneto più Croce bronzo al merito di Guerra di Vittorio Emanuele III, tutte in ottimo stato di conservazione con nastrino e custodia originali, vendesi Euro 75,00 contrassegno. Tel. 338/4125401 -NUMISMATICA - monete da collezione: romana di Costanzo II (337 - 361 d.c.) euro 30; due marchi argento Germania nazista (1936/39) euro 25; Cinque lire Aquilotto d'argento (1927) euro. 20; Tre pesos Cubana di Che Guevara euro 18; serie 6 monete impero fascista (1936/43) euro 20. Pagamento contrassegno. Tel. 338-4125401

- NUMISMATICA - Stupenda collezione 50 mondiali differenti tutte fior di stampa, provenienti dall'Europa, America, Africa ed Asia ed omaggio banconota da lire 1 Luogotenenza di Umberto del 1944, vendesi tutto Euro. 30 contrassegno [Per info: 338-4125401] - MONETE - Euro Città del Vaticano emissioni 2008, stupenda divisionale versione fdc tiratura 91.400 serie vendesi Euro 100 più stupendo due euro commemorativo "Anno Paolino" versione fdc tiratura 106.000 esemplari vendesi Euro 60; Pagamento contrassegno. [Per info: 338-4125401] -REGISTRATORI DI CASSA - Riv anni/64 e Ancker anni ‘70, funzionanti e in ottime condizioni, vendesi. Per collezionisti e/o antiquari. [Per info: 338-2389544] - STUFA CAMINETTO - nuova, mai usata, completa di tubi, gomiti, girofumi, vendo a Badolato. [Per info: 349-2396430]

Trattativa privata - PEDANA - vibrante basculante vibro power xtec cv, nuova, imballata, mai utilizzata, completa di tutto, svendo causa doppio regalo a solo 280 euro e posso anche consegnare. Possibile e-mail o mms. Tel. 3449563480 - PRODOTTI OMEOPATICI - vendo ottimi prodotti omeopatici provenienti da una multinazionale statunitense. Tel. 328-9393157 - QUADRO -vendo quadro di Napoleone su tela 170 per 120. Certificato da Museo Napoleone di Roma. Valore stimato 10.000 euro. Prezzo affare: euro 4.000. Tel. 340-8236960 - SAUNA -Belt Solution cintura dimagrante comprata in tv ed elettrostimolatore Gold Hand 602 simile al Tesmed, sei programmi, quattro elettrodi, due canali. Vendo entrambi a 50,00 euro non trattabile. Tel. 3494500151 - TORNIO - antico di grandi dimensioni legno e ghisa altezza circa 2,15m splendide condizioni ideale per giardino,agriturismo,ecc. Tel. 3478201583 - TORNIO PER METALLI - monofase, norme Ce, ad euro 1.040 e combinato tornio fresa foratrice ad euro 1.190 tel 327- 6592986 - VETRINE - vendo 2 ottime vetrine, una calda e una fredda, ideali per conservare cibi, per panini e salumi, lunghezza 1,50 metri cad., ottimo prezzo. 329-1873014


54 Venerdì 13 Febbraio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO rigi. E fu proprio nel famoso locale della capitale francese che fu notata. Di recente, parlando della tv italiana ha detto: «È tutto nuovo per me, ma questo è il bello: una nuova esperienza senza rete. Chiambretti è un uomo che mi ha divertito dal primo momento in cui l’ho visto». Bella, sensuale, talentuosa: la nuova scoperta di Piero Chiambretti fa, dunque, girare la testa persino a Milingo. Chiunque passi dallo studio dello show ne resta incantato: è successo a Ringhio Gattuso, Marco Melandri e Fabio Capello. Persino l’atleta Andrew Howe - nonostante la presenza in studio della mamma e coach Renee - non è rimasto im-

Le donne

di Chiambretti ROMA — «Non è una bomba atomica, non ha nulla a che fare con la bonazzona sexy: è una bella ragazza che balla da tre anni al Moulin Rouge. Un vero talento». Sono parole di Piero Chiambretti, in tempi non sospetti, riferiti a Danah Matthews, la ballerina del ”Moulin Rouge“ da lui ingaggiata per la sua nuova trasmissione su Italia Uno, ma soprattutto colei che qualche settimana fa ha scatenato le ire della

moglie di ”monsignor“ Milingo, dopo aver messo a disagio Fabio Capello e Gennaro Gattuso, che l’hanno vista sgambettare a pochi centimetri dal proprio naso... «Al Moulin Rouge mi esibivo nuda ma con splendide coreografie e senza volgarità. Al ”Chiambretti Night” vi faccio divertire senza spogliarmi, spero di farvi sognare». Sono parole che Danah disse a “Il Giornale” qualche settimana fa, e molte

pensarono alle performance di Magda Gomes che, qualche anno fa, proprio accanto a Chiambretti (si trattava di “Markette” su La7) proprio puntando sul “vedo, non vedo” riuscì a bucare il video. Della signorina Danah Matthews si sa soltanto che è nata in Nuova Zelanda e che in breve tempo è riuscita a conquistare lo spazio giusto per sfondare, come dimostrano i trascorsi al “Moulin Rouge” di Pa-

Per gli angeli di Victoria non c’è mai crisi ROMA —Microbikiniesexycostumiinteri che svelano le forme. Fantasie esotiche e i colori del mare. Tutto questo è racchiuso nella nuova collezione mare di Victoria’s Secret. Ma non mancano bikini, tankini e monokini dalle palettes accese e dai motivi pop. E allora ecco le bellissime modelle che posano per la famosa maison di intimo, indossare costumi da bagno seducenti con delicati colori del mare. L'intramontabile bikini viene declinato in diverse tonalità e svariati modelli, da quelli arricciati a quelli che fasciano fasciano il seno e che danno un tocco etnico alla collezione. Basta vedere le splendide Adriana Lima, Marisa Miller o Alessandra Ambrosio indossare queste creazioni su spiagge favolose per sentire subito la voglia d'estate e di vacanze. C’è un settore che non conosce la crisi. Anzi, mentre tutti piangono, lui continua a macinare numeri (e profitti) da record. Di che cosa si tratta? Biancheria intima femminile. Altro che restare in mutande: Victoria’s Secret, Agent Provocateuretuttiglimarchistannovivendo il loro momento d’oro. E, non a caso, da quando Amazon ha inserito l’intimo nel proprio catalogo on-line, ha cominciato a vendere a ritmi che, fino a quel momento, erano stati solo un miraggio... Il boom, ovviamente, ha portato una ventata di creatività nei nuovi modelli. Negli ultimi tempi, infatti, ne abbiamo viste di tutti i colori, perfino un reggiseno da... uomo! E, incredibile a dirsi, tra le novità c’è anche la tecnologia. Lucia Iorio, designer di slip e reggiseni, sì è inventata il modello Trovami se ci riesci che, tra le cuciture, nasconde un piccolo trasmettitore gps. In questo modo, basterà un clic per scoprire la posizione esatta di chi lo indossa. Per la gioia di fidanzati, compagni e mariti (anche se, in realtà, lei potrà sempre spegnerlo!).

passibile al fascino della ballerina di origini neozelandesi Danah Matthews. L’appuntamento con lo show è trisettimanale e in seconda serata: martedì, mercoledì e giovedì sera. Questo programma ha fatto parlare di sé per molti mesi, ancor prima che fosse decisa la data di d’inizio, proprio perché faceva discutere che Chiambretti avesse lasciato La7 per un sodalizio con Confalonieri e Piersilvio Berlusconi. I toni della sua trasmissione sono sempre irreverenti forse appena un po’ più pacati, ma gli ospiti che si alternano ogni sera, si devono aspettare domande provocatorie e stuzzicanti. Danah farà il resto.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 12:20 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 SHOW Ciak... si canta! 23:15 Tg 1 23:20 ATTUALITÀ Tv7 00:20 RUBRICA L'appuntamento 00:50 Tg 1 Notte 01:20 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:25 RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 RUBRICA Sottovoce 02:00 DOCUMENTI Rewind Visioni private 02:35 RUBRICA Rainotte 02:36 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 ATTUALITÀ Focus 06:05 RUBRICA Caro amore caro, scene da un matrimonio 06:20 Tg 2 Medicina 33 06:25 REAL TV X Factor 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:01 CARTONI ANIMATI Little Einstein 07:25 CARTONI ANIMATI Huntik 07:50 CARTONI ANIMATI Shaun vita da pecora 07:55 CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 08:25 CARTONI ANIMATI A scuola con l'Imperatore 08:50 CARTONI ANIMATI Pororo il piccolo pinguino 09:00 CARTONI ANIMATI Pucca 09:15 RUBRICA TGR Montagne 09:45 RUBRICA Un mondo a colori Files 10:00 ATTUALITÀ Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 TELEGIORNALE Tg 2 Giorno 13:25 Sci Campionati Mondiali Sci alpino 14:40 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TELEFILM E.R. 22:40 TELEFILM Medical Investigation 23:25 Tg 2 23:40 RUBRICA Malpensa Italia 01:15 Tg Parlamento 01:25 REAL TV X Factor 01:55 Meteo 2 02:00 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:10 Tg 2 Costume e società 02:20 TELEFILM Un posto tranquillo 02:55 RUBRICA Viaggiando mangiando 03:10 VIDEOFRAMMENTI Cercando cercando 03:35 SHOW senator 04:00 RUBRICA Arte e Alchimia 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 Sviluppo Organizzativo 05:45 RUBRICA Quasi le sette

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:15 RUBRICA La storia siamo noi

08:00 Tg 5 Mattina

09:15 RUBRICA Verba volant

08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque

09:20 RUBRICA Cominciamo bene

09:55 REAL TV Grande Fratello

Prima 09:55 Sci alpino: Campionati Mondia-

10:00 Tg 5 Ore 10 11:00 RUBRICA Forum

li Sci alpino 11:25 Sci nordico: Campionati Mondiali Sci nordico

13:00 Tg 5 13:40 SOAP OPERA Beautiful

12:00 Tg 3 13:15 TELENOVELA Terra nostra

14:05 REAL TV Grande Fratello

14:00 Tg Regione

14:10 TELEROMANZO CentoVetrine

14:20 Tg 3

14:45 TALK SHOW Uomini e donne

14:50 RUBRICA TGR Leonardo 15:00 RUBRICA TGR Neapolis

16:15 REAL TV Amici

15:10 Tg 3 Flash LIS

16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cin-

15:15 RUBRICA Trebisonda

que

15:20 DOCUFICTION Serious De18:00 Tg5 minuti

sert 16:00 NEWS GT Ragazzi

18:05 REAL TV Grande Fratello

17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

17:50 RUBRICA Geo & Geo 20:00 Tg 5

18:15 Meteo 3

20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia

19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione

La voce della supplenza

20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole

21:10 SERIE TV I Cesaroni 23:30 ATTUALITÀ Matrix 02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia

21:05 Tg 3 La voce della supplenza

21:10 RUBRICA Mi manda Raitre 23:10 TALK SHOW Parla con me

02:30 TELEVENDITA Mediashopping

00:00 Tg 3 Linea notte

02:45 REAL TV Amici

00:10 Tg Regione 01:00 RUBRICA Appuntamento al ci-

03:30 TELEVENDITA Mediashopping 03:40 REALITY SHOW Grande Fratel-

nema 01:10 RUBRICA Economix

lo

01:40 RUBRICA ApriRai 01:50 RUBRICA Fuori orario. Cose

04:15 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La 7 07:00 RUBRICA Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:10 TELEGIORNALE Punto Tg 10:15 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 RUBRICA Movie Flash 10:25 TELEFILM Il tocco di un angelo 11:25 RUBRICA Movie Flash 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM L'ispettore Tibbs 14:00 FILM Ci rivediamo all'inferno 16:00 RUBRICA Movie Flash 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 RUBRICA Atlantide,

Storie di uomini e di mondi 19:00 TELEFILM Cold Squad 20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 RUBRICA Niente di personale 23:55 DOCUMENTARIO Documentario: Discovery raging planet / Killers waves 00:55 Tg La7 01:15 RUBRICA Movie Flash 01:20 RUBRICA La 25° ora Il Cinema espanso 03:20 ATTUALITÀ Otto e mezzo 04:00 RUBRICA Due minuti un libro 04:05 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

08:00 ATTUALITÀ Rai News 24

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:35 CARTONI ANIMATI Draghi E Draghetti 06:50 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:05 CARTONI ANIMATI Vipo 07:20 CARTONI ANIMATI Spicchi di cielo tra baffi di fumo 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Casper 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY Hope & Faith 09:30 TELEFILM Ally McBeal 10:20 SITUATION COMEDY E alla fine arriva mamma 11:20 TELEFILM Più forte ragazzi 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Naruto Shippuden 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:40 CARTONI ANIMATI Spongebob 17:55 CARTONI ANIMATI Spiders riders 18:15 CARTONI ANIMATI Twin Princess 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:35 CARTONI ANIMATI I Simpson 19:50 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 SHOW Le Iene Show 23:15 TELEFILM Gossip girl 00:10 SHOW Saturday Night Live 01:25 SHOW Poker1mania 02:25 NEWS Studio Sport 02:50 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 03:00 SHOW Ciak Speciale Inkheart 03:10 MUSICALE Talent 1 Player 03:25 TELEVENDITA Shopping By Night 03:40 SERIE TV I Soprano 04:15 TELEVENDITA Shopping By Night 04:30 FILM Kakkientruppen

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 GIOCO Lovetest 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 REALITY SHOW Runs House 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash 18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart

Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Reaper 21:00 REALITY SHOW Randy Jackson presents 22:00 SHOW Busta Move 22:30 RUBRICA MTV special 22:35 RUBRICA A Glamorous Night in Milano 23:30 SHOW All Access 00:00 MUSICALE The QOOB 01:00 MUSICALE MTV live 01:30 MUSICALE Into the Music 03:00 MUSICALE Insomnia 05:40 TELEGIORNALE

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24

(mai) viste

il Domani Venerdì 13 Febbraio 2009 55

06:35 TELEVENDITA Mediashopping 07:10 TELEFILM Quincy 08:10 TELEFILM Hunter 08:55 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 TELENOVELA Bianca 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:35 FILM Sinhue 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:20 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 FILM Il collezionista di ossa 23:35 FILM La giusta causa 01:30 Tg 4 Rassegna stampa 01:55 FILM C'e' un sentiero nel cielo 03:35 FILM Il ladro di Damasco 03:45 FILM S.O.S. Lutezia 05:05 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 05:10 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN T La giusta causa Rete 4 ore 23,35 Regia: Arne Glimcher. Cast: Sean Connery, Laurence Fishburne, Kate Capshaw, Hope Lange, Blair Underwood, Ed Harris, Christopher Murray, Ruby Dee, Scarlett Johansson, Daniel J. Travanti, Ned Beatty, Liz Torres, Lynne Thigpen, Taral Hicks, Victor Slezak, Kevin McCarthy Titolo originale Just Cause. Genere: Thriller Durata 102 min. Produzione: USA 1995. Da un romanzo di John Katzenbach, liberamente adattato. Al prof. di diritto Paul Armstrong arriva una disperata richiesta di aiuto da un giovane nero, laureato, condannato a morte in Florida per l'efferato assassinio di una ragazzina bianca. Accetta l'incarico, va in Florida, riesce ad aprire il caso e a dimostrare l'innocenza del suo cliente. È un falso finale che apre la porta a un colpo di scena.

Il collezionista di ossa Rete 4 ore 21.10

Regia: Phillip Noyce Cast: Denzel Washington, Michael Rooker, Angelina Jolie, Queen Latifah, Luis Guzmán Genere: Poliziesco Produzione: USA 1999. Pur sull'orlo del suicidio, Lincoln Rhyme, ex poliziotto e noto criminologo, affetto da tetraplegia, accetta di occuparsi di un serial killer che lascia ogni volta tracce che portano dritto al luogo del delitto successivo dove la polizia arriva regolarmente in ritardo. Sorpresa finale: una lambiccata vendetta. Da un romanzo (1997) di Jeffery Deaver, adattato da Jeremy Iacone, un giallo a enigma diviso tra una scrittura registica di raffinata

118’ sofisticazione, e una struttura narrativa puntellata da personaggi interessanti. Quasi cinquant'anni fa, ne La finestra sul cortile di Hitchcock, era l'investigatore per caso James Stewart a indagare stando provvisoriamente su una poltrona a rotelle, poi anche il Perry Mason televisivo si trovò nella stessa condizione: Denzel Washington sta peggio, immobilizzato a letto, paralizzato, capace di muovere appena due dita. La sua indagine, nel film abbastanza interessante, è dunque tutta di testa, con appena l'aiuto di una poliziotta assai dotata per la ricerca delle prove. L'assassino usa lasciare frammenti di ossa umane sul luogo del delitto: di qui il titolo.


il domani  

Edizione del 13 Febbraio 2009

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you