Page 1

il

Domani dello Sport Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

Giovedì 12 Luglio 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 169

SANITÀ Scopelliti al TGCom sulla Spending Review: «Destano serie preoccupazioni i tagli alle risorse economiche»

SOCIALE Stillitani loda la nota della Conferenza Episcopale calabra intitolata “L’importanza della solidarietà”

www.ildomanidellosport.it

ISTRUZIONE Caridi presenta i Master per stranieri dell’Ateneo di Reggio Calabria per il prossimo anno accademico

a pag. 3

a pag. 2

a pag. 5

E’ saltato l’accordo con la Reggina Calcio per l’utilizzo del Granillo

INGRESSO VIETATO HINTERREGGIO Momentaneamente sospesa l’iscrizione al campionato di Seconda Divisione

REGGINA

a pag. 6

Hetemaj parla per la prima volta da giocatore amaranto: «Sudo, lotto e recupero sempre la palla. Qui conquisterò la nazionale» a pag. 7

IBV VESTMAN-ST. PATRICKS

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 12/7/2012

Consiglia

1

2.45

2.45

X

3.15

3.25

MOTO GP

Valentino Rossi incita tutta la sua squadra a far bene domenica al Mugello sul circuito casalingo per il Gran Premio d’Italia 2012 a pag. 11

2

2.65

2.60


2 il Domani dello Sport

Giovedì 12 Luglio 2012

CRONACA CALABRIA

«I TAGLI ALLE RISORSE SONO IL VERO PROBLEMA» SANITÀ Spending Review, l’intervento di Giuseppe Scopelliti al TG Com

I

Daria Ciotti

l Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, a seguito dell’emergenza Spending Review, che sta minancciando e non poco l’economia e la Sanità del Sud Italia e della Calabria in particolare, è intervenuto ieri pomeriggio al TG Com. «Per alcuni aspetti quando si parla di interventi sui piccoli ospedali in Calabria, nel 90% circa dei casi citati anche dai giornali, li stiamo già effettuando, con la chiusura e la riconversione ad altre funzioni. Dal marzo del 2011 - ha dichiarato Scopelliti - sono state sei le strutture che hanno cessato la loro funzione ospedaliera e da marzo del 2012 se ne sono aggiunte altre otto. L’ipotesi paventata anche per quanto riguarda i posti letto è stata adeguatamente rispettata dalla Calabria, abbiamo in gran parte realizzato questo percorso». «Il vero problema - ha sottolineato il Governatore della Calabria - che ci troviamo di fronte è legato, invece, al tema delle risorse in meno che verranno trasferite alle Regioni per gli anni 2012, 2013 e a seguire. Tendenzialmente, rispetto al taglio ipotizzato, avremo circa 36 milioni di euro in meno nelle casse della Regione. Nel nostro caso - ha aggiunto Scopelliti essendo una Regione sottoposta al Piano di Rientro, all’interno del quale sono più volte riportati i vincoli da rispettare e le azioni da assumere, si corre il rischio di costringerci ad avviare ulteriori azioni di razionaliz-

zazione. Tutto questo non ci aiuta perché abbiamo sempre pensato ed operato per avviare una lotta agli sprechi, tutelando i servizi al cittadino e giovedì, in un apposita conferenza stampa, comunicherò i dati del nostro lavoro ed i risultati che siamo riusciti ad ottenere in un anno e mezzo di lavoro, proprio per contrastare il disavanzo nel comparto sanitario. Il nostro obiettivo è quello di liberare sempre maggiori risorse per creare possibilità di investimento in nuove tecnologie, nuove figure professionali in grado di rilanciare una nuova sanità positiva e di qualità sul territorio calabrese. Con quanto si sta

«Le casse della Regione subiranno un taglio di circa 36 milioni di euro negli anni a venire» ha dichiarato Giuseppe Scopelliti prospettando a livello nazionale, invece, si corre il rischio, da una parte di tagliare e razionalizzare e dall’altra di aumentare la spesa sull’emigrazione sanitaria che è uno dei nodi centrali sul quale vogliamo intervenire». «Si tratta - ha così concluso il Presidente Scopelliti la sua intervista al TG Com di ieri pomeriggio - di una spesa di circa 230 milioni di euro l’anno per l’emigrazione sanitaria che finisce nelle casse delle altre Regioni d’Italia».

FITTASI

Politiche sanitarie: ad agosto a Scalea il primo campo scuola per ragazzi diabetici

L

a Regione promuove il primo campo scuola per ragazzi diabetici in Calabria. Si tratta di una iniziativa di educazione sanitaria finalizzata al raggiungimento dell’autogestione della malattia, che si svolgerà dal 26 agosto al 2 settembre 2012 presso il Parco Hotel dei Principi di Scalea, in provincia di Cosenza, in collaborazione con i servizi della “Rete Diabetologica Pediatrica”. Il soggiorno residenziale, offerto gratuitamente a 30 ragazzi ed adolescenti con diabete mellito, tutti di età compresa tra gli 11 e i 17 anni, che sono attualmente seguiti presso i centri di diabetologia pediatrica, è possibile grazie al finanziamento di 100.000 euro autorizzato dalla Regione (con la legge regionale 26/2010) con cui si sostengono una serie di attività rivolte ai giovani soggetti diabetici per il triennio 2011/2013.

Nel corso del campo scuola, una équipe medica, costituita da personale sanitario dipendente delle Aziende Sanitarie calabresi, avvierà un percorso educativo-terapeutico che rientra a pieno titolo nella terapia ottimale del diabete. Il programma di formazione sarà integrato ad una vacanza organizzata, comprensiva di attività di animazione diurna e serale, tornei sportivi, giochi e balli di gruppo. Il tutto per favorire il confronto con altri ragazzi con diabete ed acquisire maggiore consapevolezza della propria condizione e diventare, così, protagonisti nella gestione delle attività quotidiane. L’organizzazione del campo scuola è affidata all’Asp di Reggio Calabria presso cui insiste il centro di diabetologia pediatrica di Locri e che funge da coordinamento della Rete Diabetologica Pediatrica istituita con DGR 368/2009. (dc)

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO

Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606

Direttore responsabile FRANCESCO ARCIDIACO

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421

Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ)

Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro

già il Domani 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 FRANCESCO ARCIDIACO


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

«QUALCOSA INFINE SI MUOVE!»

POLITICHE SOCIALI Stillitani sulla nota “L’importanza della solidarietà”

L’

Maria Gallo

Assessore regionale al Lavoro, Formazione professionale e Politiche sociali, Francescantonio Stillitani, ha espresso le proprie considerazioni in merito alla nota della Conferenza Episcopale Calabrese, dal titolo “L’importanza della Solidarietà”. «In merito alla nota redatta dalla Conferenza Episcopale Calabrese, dal titolo “L’importanza della Solidarietà” - ha dichiarato Stillitani - vorrei fare alcune considerazioni da assessore regionale alle politiche sociali cattolico, perché proprio da cattolico ne percepisco la valenza morale. Finalmente qualcosa si muove. Apprezzo molto e condivido l’analisi fatta dai vescovi calabresi, sulla realtà delle politiche sociali. Ho sempre sostenuto, sinora come voce solitaria purtroppo, che in Calabria il problema delle politiche sociali è soprattutto culturale. Ho più volte detto pubblicamente che l' obiettivo che mi sono posto in qualità di assessore regionale al ramo, non è solo quello di recuperare risorse, spenderle bene, proporre leggi e regolamenti ma ritengo necessario e prioritario far crescere la coscienza del sociale nelle istituzioni». «La maggior parte di noi politici infatti - ha continuato Stillitani considera l’intervento nel sociale come un favore da fare agli altri, un’elargizione benefica che, a volte, può servire anche per fare clientela o scambi elettorali. Il concetto che operare come istituzione a favore del sociale sia un dovere, anzi il principale dovere, per molti di noi è ancora sconosciuto. Cosa ancora più grave è che sinora, a mio modesto avviso, non vi sia stata in Calabria la presa di coscienza dei propri diritti neanche da parte di chi deve essere oggetto di attenzione o di intervento o di chi rappresenta nelle varie vesti il sociale. Devono darmi atto tutti i rappresentanti di associazioni, categorie protette, porta voci di soggetti bisognosi che quando li incontro, benevolmente li rimprovero di essere sempre stati troppo accondiscendenti verso il potere politico o istituzionale e di aver sbagliato a non

Stillitani si è detto soddisfatto della presa di posizione dei vescovi calabresi sperando che sia duratura e non solo un caso

«Da assessore cattolico - ha detto Stillitani percepisco la grandissima valenza morale di questa nota»

«Il mondo delle istituzioni non ha ancora ben chiaro il concetto che intervenire nel sociale è un dovere» alzare la voce. Un concetto questo che ho sempre espresso in tutti i miei interventi pubblici e in tutte le manifestazioni a cui sono stato invitato ad intervenire. La frase che dico spesso, in tali occasioni, è che chi opera nel sociale e per il sociale, non deve presentarsi “con il cappello in mano” a chiedere favori al politico o al dirigente di turno ma deve convincersi che quello che chiede è un diritto e non un favore da ricambiare con il voto». «Ritengo in sostanza - ha proseguito l’assessore - che il mondo delle istituzioni non abbia ancora ben chiaro il concetto che intervenire nel sociale sia un dovere e che il mondo del sociale dal canto suo, non abbia ancora acquisito la coscienza che quello che chiede è un diritto. E’ appunto un fatto culturale. Nella logica di cercare di stimolare la coscienza del sociale nelle istituzioni, il mio assessorato ad esempio, ha organizzato la “Cena al buio”, assieme all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Una cena che si è svolta completamente al buio, servita da camerieri ciechi. Alla manifestazione sono stati invitati tutti i consiglieri regionali, i rappresentanti istituzionali delle principali città e province calabresi, con l’obiettivo di far capire loro, le numerose difficoltà che i disabili affrontano quotidianamente, con la speranza che quando avrebbero trattato del

sociale, nell’esercizio delle loro funzioni istituzionali, si sarebbero ricordati di quell'evento. Non è la prima volta che biasimo il comportamento della maggior parte di noi politici, nei confronti del sociale e della sanità. Considerato che una delle principali cause della totale assenza di una rete sociale in Calabria e dello sfascio della sanità, sia proprio il distorto approccio che il mondo politico ha verso questi settori. Anni fa, da consigliere regionale, ho proposto ai miei colleghi, durante una seduta del consiglio regionale, di stringere un “patto d’onore”. Chiedevo loro infatti, di sottoscrivere un documento contenente l’impegno a non considerare la sanità ed il mondo che la circonda come un bacino elettorale e clientelare». E a proposito delle risorse statali, ha fatto presente che «sono quasi del tutto scomparse. Basti pensare che oggi come Regione Calabria, riceviamo il 10% rispetto a quanto era invece disponibile nel 2008. Nella filosofia del Governo Centrale, della spesa sociale devono farsi carico soprattutto i comuni ma per come ho evidenziato, nel corso dei tanti incontri avuti con il Ministro e i vari assessori regionali al ramo, se i comuni ricchi del Nord possono sopperire alla mancanza delle risorse statali, questo purtroppo, è molto difficile per i più poveri comuni calabresi. Anche se io ho più volte invitato pubblicamente, realizzando anche, apposite trasmissioni televisive, tutti i sindaci dei comuni calabresi a prestare maggiore attenzione al sociale, ponendolo come spesa prioritaria nella redazione dei bilanci comunali. Il piano di coesione sociale e territoriale, destinato alle regioni del sud su proposta del Ministro Fabrizio Barca, credo sia anche il frutto di queste considerazioni. Per come evidenziato nella nota dei vescovi calabresi mancano, a livello regionale,

le risorse addirittura, per poter completare i pagamenti alle strutture socio sanitarie e assistenziali, e la legge sulla non autosufficienza è bloccata perchè non é possibile dotarla di un'idonea dote finanziaria. In verità, ho già richiesto al mio collega, assessore regionale al ramo, un incremento delle risorse necessarie, più consistente rispetto a quelle richieste dalla Cec». «Ho dovuto, purtroppo, prendere atto che in questa fase, considerato anche il vincolo del piano di rientro sanitario e del patto di stabilità, non è stato possibile destinare al sociale le risorse economiche necessarie, da me richieste. Vi è, però, l’impegno da parte di tutta

ascolto per donne oggetto di violenza, centri antiviolenza, centri di aggregazione per anziani in cento comuni, asili nido comunali, privati e domiciliari, mense per i poveri, ticket per l’infanzia, voucher per la conciliazione dei tempi di vita e dei tempi di lavoro per le donne, progetti di mutuo aiuto per le famiglie, contributi a famiglie con disabili, provvedimenti a favore delle donne vittime di tratta, corsi di formazione per mediatori interculturali, progetti di legge sul volontariato e sull’infanzia, telegiornale LIS per non udenti, progetto di alfabetizzazione per immigrati, corsi di formazione per badanti, microcredito, etc.». «In conclusione - ha finito il suo intervento l’assessore Stillitani posso dirmi estremamente soddisfatto della presa di posizione nel sociale da parte dei vescovi calabresi, spero solo che non sia limitata nel tempo e non si tratti perciò di un fatto occasionale. Mi auguro che la stessa possa servire da sti-

la Giunta e del Presidente Scopelliti, sensibili al problema, di integrare consistentemente il capitolo nel prossimo assestamento che sarà varato entro ottobre prossimo. Non bisogna dimenticare invece che si è potuto lavorare nel campo delle Politiche Sociali, grazie all’impiego di risorse provenienti da specifiche leggi nazionali e da fondi comunitari. Cito ad esempio, alcuni interventi messi in campo dal mio assessorato: work experience per disabili psichici, non vedenti e non udenti, case accessibili per disabili, centri di

molo alle coscienze di tutti noi amministratori calabresi (consiglieri regionali, provinciali, comunali e dirigenti). Accolgo il suggerimento di istituire un tavolo di concertazione sul sociale pur nella difficoltà di individuare i soggetti che vi dovranno prendere parte. Mi riservo inoltre, di chiedere ai vertici della Conferenza Episcopale Calabrese, un incontro per poter congiuntamente e sinergicamente ottenere i migliori risultati possibili in un momento in cui il problema sociale diventa emergenza».


4 il Domani dello Sport

Giovedì 5 luglio 2012

CRONACA CALABRIA

MOBILITÀ E QUALITÀ DELLA VITA ALL’ORDINE DEL GIORNO

COMUNI L’incontro dell’Assessore Mancini coi Sindaci del Savuto per i progetti PISL

L’

Carlo Liguori

Trematerra illustra i progressi dell’Arcea

Assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione Nazionale e Comunitaria Giacomo Mancini si è confrontato con i Sindaci del Savuto sui fondi europei e sulla progettazione integrata. All’incontro, che si è svolto nell’auditorium “Madre Teresa di Calcutta” di Grimaldi, hanno preso parte i sindaci Giovanni Notarianne di Grimaldi, Pasquale De Rose di Altilia, Antonio Orrico di Santo Stefano di Rogliano,

L’

L’Assessore al Bilancio Mancini ha tenuto a sottolineare la grande sinergia creatasi tra i Comuni coinvolti Antonio Basile di Belsito, Giuseppe Vigliaturo di Carpanzano, Mario Guzzo di Malito, Rodolfo Aiello di Marzi e Carmelo Caputo di Paterno Calabro. Tutti i presenti hanno sottolineato la grande sinergia che si è creata tra i Comuni coinvolti, sviluppando un progetto unico che ha come obiettivo lo sviluppo del loro territorio. Alla riunione pubblica hanno preso parte anche i tecnici Antonio Scarpino, Carlo Con-

soli, coordinatore del progetto integrato presentato dal Savuto, Giuseppe De Caro e il docente di tecnica Urbanistica dell’Università della Calabria Mauro Francini. I Comuni del Savuto hanno partecipato a due tipologie di Pisl (Piano integrato per lo sviluppo locale): “Mobilità”, inserendosi nel grande progetto della Metro leggera di Cosenza-Rende; e “Qualità della vita”. A proposito di quest’ultimo, grazie alla colla-

borazione e la supervisione di Mauro Fiore (originario del Comune di Marzi e premio Oscar per la fotografia per il film Avatar e rappresentato per l’occasione dalla sorella Maria), si punta a realizzare, grazie ai finanziamenti europei, una rete di attività culturali nei vari centri del Savuto, che faccia capo al Comune di Marzi. Un progetto pensato soprattutto per i giovani, che possa riprendere, valorizzare e for-

Grazie al contributo di Mauro Fiore, Oscar per la fotografia di Avatar e originario di Marzi, si realizzeranno nuovi progetti mare i ragazzi alle diverse attività artistiche (quelle visive in particolare) legate anche alla tradizione di ciascun paese. «A breve - ha dichiarato l’Assessore Mancini - saranno pubblicate le graduatorie. Abbiamo ottenuto un risultato di cui siamo orgogliosi: 406 comuni hanno partecipato, 96 partenariati sono stati dichiarati ammissibili, i progetti ammontano a circa 1 miliardo di euro. Finanzieremo progetti per 406 milioni, ma chi non risulterà aggiudicatario di finanziamento, ha già dalla sua un patrimonio enorme rappresentato dalla progettazione realizzata. Abbiamo realizzato insieme - ha concluso l’Assessore Mancini- un lavoro enorme che consentirà alla nostra regione di crescere e migliorare».

Assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra ed il Commissario dell’Arcea (Agenzia regionale Calabria per le erogazioni in agricoltura) Raffaele Cesario hanno illustrato, nel corso di una conferenza stampa, i risultati conseguiti dall’Agenzia per il PSR e per la Domanda Unica. L’Assessore Trematerra ha sottolineato l’importanza del «lavoro fatto dall’Ente pagatore dal 2010 ad oggi avendo provveduto ad erogare ben oltre seicento milioni di euro di cui oltre trecento a favore dei sessantamila beneficiari del PSR e circa trecentomila a favore dei centomila beneficiari per la domanda unica, ossia direttamente ai coltivatori, relativamente all’attività svolta con riferimento ai loro terreni. Questi dati ci hanno consentito di essere la seconda regione dell’“Obiettivo 1”, in termini di spesa europea, evitando, così, il pericolo della restituzione dei fondi alla stessa Unione. D’altra parte la Calabria è in linea con il dato medio nazionale per quanto attiene l’utilizzo dei fondi europei». Il Commissario Cesario, da parte sua, ha evidenziato che la Calabria è l’unica regione ad elargire un contributo relativo alla produzione di olio biologico «e, assieme alla Puglia, produciamo il 95% dell’olio biologico prodotto nel nostro Paese. L’Arcea incide fortemente nell’economia calabrese essendo, dopo l’Agea nazionale, il primo organismo pagatore regionale, con i centoquarantamila beneficiari e i circa quattrocento milioni di euro annui da erogare». (cl)


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport

5

CRONACA CALABRIA

EUROPROGETTAZIONE E PROJECT MANAGEMENT TRA I VARI CORSI L’

ISTRUZIONE Caridi illustra i Master dell’Università per Stranieri per il 2013

Assessore regionale alle Attività produttive Antonio Caridi ha reso noto che dopo aver concluso la positiva esperienza maturata grazie al protocollo d’intesa, promosso dalla Giunta su proposta dell’Assessorato, finalizzato a valorizzare i percorsi formativi avviati dall’Università per stranieri di Reggio Calabria in collaborazione con il MEDAlics Centro di Ricerca per le Relazioni Mediterranee, già si pensa alla programmazione per le attività del 2013. Su espresso invito dell’Assessore Caridi si è riunito, presso

Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno sono stati istituiti 5 nuovi master per stranieri all’Università di Reggio Calabria la sede dell’Assessorato Regionale, il Tavolo di Discussione appositamente organizzato per presentare il programma di massima relativo ai Master che l’Università per stranieri intende presentare per il 2013, sempre in un'ottica di collegamento con il sistema locale ed il contesto internazionale. Presenti all’incontro: l’Assessore Caridi, i rappresentanti del Centro MEDAlics, le Associazioni di Categoria. Sono intervenuti Roberto Mavilia, Direttore del Centro MEDAlics e Marta Silvani del Centro di ricerca BTO, i quali hanno illustrato, ai fini di una pur sommaria valutazione congiunta, i cinque Master ed i due corsi di Alta formazione, già progettati, che si intendono realizzare nel corso dell’anno 2013. I due relatori hanno ampiamente posto in evidenza la necessità di un adeguato raccordo con le associazioni di categoria, con le quali si intendono perseguire decisioni condivise, ma anche recepire suggerimenti ed osservazioni che possano migliorare la programmazione dei percorsi formativi, oltre alla segnalazione delle best pratice aziendali, che potrebbero collaborare attivamente nella formazione

dei corsisti riportando le proprie esperienze di eccellenza. I cinque Master, nel rispetto degli ambiti prioritari dettati dall’Unione Europea per l’utilizzo dei fondi strutturali, riguarderanno: - Diritto, economia e tecnologia delle risorse ambientali; - Tecnologie della salute e diritti della persona; - Tecnologie della salute e

Alla presentazione dei nuovi corsi per il 2012 oltre all’Assessore Caridi anche il direttore di MEDAlics Roverto Mavilia bioingegneria; - Management dell’innovazione e delle tecnologie dell’informazione; - Sviluppo App web, mobile e social media. Sono programmati anche due corsi di Alta Formazione incentrati sulle materie di Project management ed Europrogettazione. Molto apprezzata e condivisa, da parte del mondo economico

ed imprenditoriale, la scelta metodologica avviata su impulso dell’Assessore Caridi che è stato il promotore dell’incontro, sulla scorta degli eccellenti risultati già colti anche grazie all’iniziativa Career Day recentemente svoltasi a Pizzo Calabro. Secondo l’Assessore Caridi con queste iniziative si coglie l’obiettivo di rafforzare il

Sono queste le iniziative che rafforzano il rapporto fra il sistema formativo e il mondo imprenditoriale

necessario rapporto tra il sistema formativo ed il mondo imprenditoriale. Nella sostanza si crea un luogo di produzione della conoscenza, della creatività e dell'innovazione collegato in rete con il sistema locale ed il contesto internazionale della ricerca e dell'impresa e si consolida il partenariato tra il sistema della ricerca ed il sistema delle imprese


6 il Domani dello Sport

Giovedì 12 Luglio 2012

SPORT CALABRIA

L’HINTERREGGIO È SENZA STADIO S LEGA PRO Salta l’accordo per il Granillo e l’iscrizione alla Seconda Divisione

enza dubbio ora sarà difficile parlare di solidarierà tra le due squdre della città. Lo si capisce dal durissimo comunicato dell'Hinterreggio Calcio Srl, che ufficilaizza la momentanea mancata iscrizione al campionato di Seconda Divisione Lega Pro, per la mancata concessione dello stadio Granillo da parte della Reggina Calcio

IL COMUNICATO - «Una occasione persa. Non per un gruppo, non solo per chi ha lavorato sodo e ha creduto fino in fondo ad un progetto nato in sordina e diventato grande: ma per tutta la città, la nostra città. La vicenda kafkiana che ruota attorno alla mancata iscrizione dell’Hinterreggio alla Lega Pro ha il gusto amaro delle cose interrotte, delle belle storie d’amore lasciate a metà. Perché sognare, guardare oltre, pensare in grande, in una città come Reggio Calabria, rammarica dirlo, forse non è consentito. In seguito all’ufficializzazione della notizia, la società Hinterreggio interviene con questo comunicato non solo per esprimere la dovuta e fisiologica amarezza che, giocoforza, scaturisce da una sconfitta ingiusta, ma anche perché ha l’obbligo morale di

La rabbia dei tifosi “scatenata” su Facebook e sui siti specializzati: un’occasione sprecata

individuare tutte le responsabilità evidenziatesi a conclusione di questo brutto capitolo. Perché di brutto capitolo si deve parlare, seguito però ad un crescendo di successi che solo in pochi, i sognatori, avrebbero potuto immaginare. L’Hinterreggio è nata dal nulla e seguendo un cammino glorioso – ma glorioso davvero – dall’eccellenza è arrivata in soli 6 anni alle soglie del calcio professionistico, diventando la seconda squadra della provincia di Reggio Calabria. Traguardi, questi, che avrebbero dovuto inorgoglire, far battere forte il cuore, fare “sognare”, spingere la città, intesa non solo come insieme di persone ma individuata in tutte le sue componenti istituzionali. Non ogni città, o addirittura regione, può vantare una seconda squadra all’interno di una competizione così prestigiosa, che - come è noto - avrebbe di certo dato lustro a tutta la provincia, avrebbe rappresentato una vetrina importante per la stessa, avrebbe comportato, in poche parole, un ritorno non solo di immagine, ma anche in termini di indotto economico. La società Hinterreggio ha fatto tutto ciò che doveva fare per iscrivere il proprio club al Campionato Nazionale Profes-

uella che senza dubbio Q può essere considerata la notizia del giorno ha fatto esplodere di commenti il blog di Tuttoreggina.com. «Che il Sindaco Arena venga fuori allo scoperto e dia le sue spiegazioni..» «Un Reggino che vive al nord e che ha sempre tifato e seguito in trasferta la sua Reggina lontano da 25 anni dalla amata Reggio». «Solidarietà completa al Presidente Pellicano a tutta la squadra e a tutti i componenti dell'Hintereggio,spero

LA POLEMICA CON LA REGGINA - Ecco che arriva il punto focale, il momento dello scontro con Foti, che secondo la dirigenza dell’Hinterreggio sarebbe stato

responsabile del mancato accordo sullo stadio. «L’Hinterreggio si è sempre sentita figlia di questa città e, dunque, sorella della più grande e titolata Reggina Calcio, che ha sempre guardato con ammirazione, esultando sinceramente ad ogni vittoria e ad ogni traguardo amaranto, proprio come fa una sorella più piccola quando guarda alla primogenita. Tuttavia, con grande tristezza, non si possono sottacere le pesanti responsabilità del Presidente della Società Reggina Calcio (che in questa vicenda è bene tenere separato dalla “passione amaranto”). La Reggina Calcio ha mantenuto sin dal primo momento un atteggiamento ambiguo e dilatorio nei confronti dell’Hinterreggio. Ad ogni incontro ha avanzato sempre nuove richieste, sino a rendere le condizioni dell’accordo sulla disponibilità dello stadio eccessivamente gravose

vivamente di potere cullare il sogno di aver potuto tifare per un'altra squadra reggina e che non svanisca nel nulla... Parole forti. Si alterna la responsabilità delle istituzioni alla solidarietà alla squadra per il momento difficile che sta attraversando. Certo è che questo destino è comune con tutti gli altri. Ecco quindi che il tam-tam prosegue su queste note. «E con questo credo proprio che abbiamo raschiato il fondo... delle cose sporche

fatte da un tale che si vanta di essere il primo tifoso della squadra cittadina,questa della mancata concessione dell'impianto Granillo alla società. Hinterreggio è una delle più vergognose...» Nel mirino, come detto anche le istituzioni. Vergogna, a questo punto,anche all'Amministrazione Comunale per non essere intervenuta per tempo a mediare la cosa. Voci che si spera possano essere ascoltate al più presto.

sionistico Lega Pro. Ha adempiuto a tutti gli oneri e obblighi che erano posti a suo carico. Era pronta all’iscrizione, mancava soltanto la dichiarazione di disponibilità relativa allo Stadio “Granillo” da parte del Presidente della Reggina Calcio S.p.A., titolare di un rapporto di convenzione con il Comune (si rammenta, infatti, che la scelta del suddetto stadio comunale era obbligata, dal momento che nessun’altra struttura comunale è a tutt’oggi idonea, considerata la recentissima riforma, per disputare un campionato professionistico, né tantomeno sarebbe stato possibile mettere a norma uno degli impianti già esistenti).

e incomprensibili. Sottoscrivere l’accordo proposto sarebbe stato come firmare un assegno in bianco perché, in buona sostanza, non sarebbe stato possibile prevedere (a parte l’importo fisso da pagare per ogni gara casalinga, pari a 5.000,00 più I.V.A.) una spesa neanche approssimativa per usufruire dello Stadio Comunale. Probabilmente la Reggina Calcio non ha considerato l’Hinterreggio come una sorella minore, ma come una fastidiosa realtà. Di fronte ad una situazione del genere non ci resta che affidare le sorti dell’Hinterreggio al Sindaco di Reggio Calabria, in qualità di rappresentante dell’Amministrazione comunale. Al Primo cittadino, dunque, l’ultima parola, perché dello straordinario percorso biancoceleste non rimanga che il ricordo di una bella storia finita male». Una macchia per il calcio reggino.


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT

CALCIO

Stovini pronto a tornare amaranto

HETEMAJ IL DURO REGGINA Il centrocampista si presenta ai tifosi

olto attivi sul fornte calciomercato. Rinforzare il M reparto arretrato e affidarsi a mani sicure per la porta. Contestualmente, snellire la rosa. Questi i primi

obiettivi di Foti nella settimana corrente. Nelle scorse settimane vi abbiamo raccontato di un interessamento nei confronti di Lorenzo Stovini, attualmente svincolato: le trattative con l'Empoli per il rinnovo, infatti, non sono andate a buon fine. Dopo Di Bari, Stovini potrebbe rappresentare un ulteriore rinforzo a parametro zero per una difesa che, lo scorso anno, ha mostrato grandi lacune. Queste le sue parole rilasciate in esclusiva ai microfoni di TuttoReggina.com, che non escludono a priori un ritorno sullo Stretto. «Attualmente sono svincolato, sono libero. L'interessamento da parte della Reggina? Personalmente non ho ricevuto nessuna telefonata, ma non avrei nessun problema a tornare. Se mi diranno qualcosa, valuterò la proposta».

Iuliano corteggia il Catanzaro

he Catanzaro sia tornata ad essere una piazza calcistiC ca ambita… ormai lo sanno anche le pietre!Grazie alla passione ed alla serietà messa in mostra dal presidente Cosentino, c’è la fila dietro la porta dell’Uesse da parte di giocatori e procuratori per sbarcare in una realtà che non ha nulla a che vedere con le disastrose conduzioni societarie del passato. C’è poi anche chi strizza l’occhio al club giallorosso in maniera non molto velata. E’ il caso del portiere Rino Iuliano (28anni) il cui nome, nelle scorse settimane, è stato accostato più volte al Catanzaro. Per lui una stagione appena trascorsa… un po’ tutta da dimenticare. Anzi, una stagione iniziata bene con il Campobasso dov’era partito titolare con mister Provenza, salvo poi ritrovarsi in tribuna ad ottobre con il cambio d'allenatore. E gettando così alle ortiche un’annata agonistica. Un peccato se si pensa alle qualità tecniche di un elemento che vanta una lunga militanza in categorie superiori ed in piazze importanti come Salerno. In un’intervista rilasciata alla testata telematica “Tuttolegapro.com” ha rivelato: «Nella passata stagione, avevo ricevuto un interesse dalla Reggina, dove conoscevo il tecnico Breda, ma anche dal Catanzaro di mister Cozza. Alla fine il direttore Coscia (ds del Campobasso, ndr) mi ha convinto, anche perché, dopo l’improvvisa morte di mia madre, non me la sentivo di prendere impegni pesanti, senza nulla togliere ad una piazza come Campobasso. Ora però mi manca il campo, ho un altro anno di contratto con il Campobasso, ma valuteremo il da farsi».

S

econda giornata di lavoro per la Reggina di Davide Dionigi, che anche ieriha svolto la programma doppia seduta, habituèè che si protarrà almeno sino a domenica. Così come riporta il sito ufficiale, al mattino lavoro atletico per gli amaranto, nella seduta a porte chiuse. Al pomeriggio, davanti ad un discreto numero di tifosi e curiosi, la truppa di Dionigi ha alternato la parte tattica a quella atletica. Dionigi ha chiamato a se otto calciatori, vale a dire Adejo, Freddi, Burzigotti, Di Bari, Melara, Armellino, Hatemaj e Rizzato, che sono stati disposti con una linea difensiva a tre e una linea mediana a quattro. Il tecnico ha provato lo sviluppo del gioco, le aperture dei difensori a sul centro-destra e sul centro-sinistra verso gli esterni, ma anche i movimenti dei due centrali di centrocampo. Da notare che Lorenzo Burzigotti è stato provato in mezzo alla difesa e Vito Di Bari sul centro-sinistra. Corsetta e lavoro in palestra per gli altri calciatori del gruppo. Va notato che quella odierna, è stata una giornata di caldo africano. Al Sant'Agata, intanto, la società ha disposto l'area relax per i calciatori amaranto, così come accade nei ritiri veri e propri. Ancora non si è visto il giovane difensore francese Rubal, che difficilmente farà parte della Reggina del prossimo anno, causa i contrasti contrattuali sorti negli ultimi giorni. Il protagonista assolito della giornata è però un altro, ovvero il giocatore che si è presentato ai microfoni. E' appena arrivato dall'Albinoleffe, ma ha già le idee chiare. Mehmet Hetemaj,

centrocampista prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla formazione seriana, ha incontrato la stampa nel giorno della sua presentazione presso il centro sportivo Sant'Agata. Di seguito, alcune delle dichiarazioni rilasciate ai giornalisti. Quattro gli argomenti principali, come riporta il sito Tuttoreggina.com. VETRINA «Tutti in Finlandia conoscono la Reggina, sanno del suo presente e della sua storia in Serie A. E' una vetrina importantisima, sono carico. Con la maglia amaranto sono convinto di poter conquisare un posto fisso in Nazionale. Inoltre, andare in A con la Reggina, ma sappiamo tutti che sarà molto difficile». C A R AT T E R I S T I C H E «Lotto, sempre, dal primo all'ultimo minuto. Recupero il pallone, sudo, mi metto a disposizione dei miei compagni con umiltà e dinamismo. Posso giocare da interno di centrocampo come ho fatto nei primi due anni in Italia ma anche davanti alla difesa, come fatto nel corso della passata stagione. Lì, mi sono trovato meravigliosamente bene». DIONIGI «Il mister ha iniziato immediatamente a lavorare tatticamente. Quello che ho notato immediatamente è che

è davvero bravo a spiegare le sue idee, ad insegnare il suo calcio. Abbiamo, poi, una struttura incredibile: non immaginavo il S.Agata fosse un tale gioiello». SOCIETA' «Ha scelto un allenatore che vuole attaccare, ci sono giocatori molto tecnici a centrocampo, veloci e giovani in tutti i reparti. Filosofia giusta, secondo me». Meno entusiasmo e non potrebbe essere diversamente, nelle parole di uno degli uomini è i discussi in questa stagione. . L’attaccante della Reggina, Fabio Ceravolo (25anni) potrebbe lasciare il club calabrese dopo appena una stagione. In questi giorni, infatti, è emerso l’interesse di diversi club per il calciatore di Locri. A riguardo la redazione di Itasportpress.it ha chiesto all'agente le ultime novità di mercato. «Il giocatore ha molti estimatori -spiega il procuratore Roberto La Florio- sia in serie A che in serie B. Sassuolo, Verona, Siena e Pescara sono alla finestra anche se la decisione finale spetta poi alla Reggina che ha ancora un anno di contratto. Fabio non ha ancora ricevuto una proposta di rinnovo dalla Reggina e questo fa pensare che le strade potrebbero dividersi»


8

TRIBUNALE DI CATANZARO Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.sa Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Visti gli atti del procedimento n. 99/91 R.G.E. pendente tra: Sanpaolo Banco di Napoli E DISPONE La vendita senza incanto dei beni seguenti: Lotto 1: Terreno agricolo, in località S. Teresa, Comune di Petrizzi, sup. complessiva Ha 41.05.56, sul terreno sono stati realizzati diversi fabbricati per la conduzione dell’azienda , tutti abusivi, in catasto Foglio 1 P.lla 105; Foglio 3, P.lla 7;Foglio 4 P.lla 300. Prezzo base: € 294.315,00. Lotto 2: Terreno agricolo, località Marrani, Comune di Olivadi, sup. Ha 42.90, in catasto al Foglio 3, P.lla 27. Prezzo base: € 2.154,50. Lotto 3: Terreno agricolo, località Ferria, Comune di Olivadi, sup. Ha 44.00.00, sul fondo è presente un fabbricato a due piani e una piccola costruzione a blocchi di cemento, in catasto Foglio 3, P.lla 151. Prezzo base: € 2.625,00. Lotto 4: Terreno agricolo, località Runci, Comune di Olivadi, sup. Ha 28.40.00, sul fondo è presente un fabbricato di antica costruzione, in catasto Foglio 8, P.lla 276. Prezzo base: € 1.860,00 Lotto 5: Terreno agricolo, località Pagliaro, Comune di Olivadi, sup. Ha 01.99.44, sul fondo è presente un fabbricato in parte di recente costruzione, in parte di antica costruzione, in catasto Foglio 2, P.lla 271 e Foglio 3, P.lla 287. Prezzo base: € 12.712,50 Lotto 6: Terreno in San Vito Ionio, loc. Gatti, in catasto Foglio 18, P.lla 299; P.lla 300, P.lla 74, P.lla 79. Prezzo base: € 1.837,50 • Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’ immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitariamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 99/91 portante di un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di deposito cauzionale, entro le ore 12 del giorno 12/10/2010, restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. • L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 13/10/2010. • Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Aumento minimo in caso di gara € 500,00. • L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Catanzaro lì, Il cancelliere C1 Il Giudice dott. Salvatore Aiello dott.sa Gioia

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 81/94 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Complesso produttivo sito in Isola Capo Rizzuto, Loc. Anastasi , - Foglio 29 part. 214 esteso per HA 2.56.64 Lotto 1 Superficie complessiva Ha 1.81.64 sul quale insistono a: capannone prefabbricato di mq. 1.022 b: Locali ricovero impianti in stato fatiscente. c: Modesto locale pesa e bilico a ponte. d: Ampio spiazzale asfaltato Prezzo base: €. 117.774,00 Rilancio minimo: €. 1.000,00 Vendita con incanto: 31/10/2012 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv.Rosa Ciliberto . Tel. 347.0720201, o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART. 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO CHE Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°181/93 R.G.E. con ordinanza emessa all’udienza del

Giovedì 12 Luglio 2012

20.06.2012 ha disposto la vendita con incanto del lotto primo nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 17.10.2012. PRIMO LOTTO: unità immobiliare in Lamezia Terme - Sambiase sito alla Via Catanzaro n. 1 e n. 3 composta da un edificio di tre piani fuori terra destinato a civile abitazione; esso si compone di un vano al piano terra adibito a magazzino - legnaia, di un vano al primo piano e di un vano al sottotetto sovrastante, per una superficie coperta complessiva di mq. 68.00, oltre a mq. 2,40 di balcone ed a mq. 18 di magazzino; l’immobile è allo stato fatiscente e con tetto pericolante; è distinto al NCEU del predetto comune censuario alla partita 104, foglio di mappa 75, particelle 193 sub 1 piano terra e 193 sub 2 primo paino, cat. A6, classe terza; il piano sottotetto è stato realizzato abusivamente ed è sanabile entro 120 giorni dalla comunicazione del Decreto di trasferimento mediante il pagamento della somma di €. 2.844,64 (pari a £. 5.508.000), già detratta dal prezzo base d’asta. Prezzo base d’asta €. 6.594,78 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: VENDITA CON INCANTO: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 6.594,78 per il lotto primo; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; • in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; • a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non

sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; • tali offerte si fanno a norma dell’art. 571 e, prima di procedere alla gara di cui all’art. 573, il Cancelliere da pubblico avviso dell’offerta più alta a norma dell’art. 570 c.p.c.; • in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16.10.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • è fissata, per il giorno 17.10.2012, ore 09.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 26.06.2012 Il funzionario giudiziario Deborah Chirico ***** Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, Dott. Adele Foresta ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 23/2001 R.E. pendente tra Banco di Napoli ravvisate le condizioni per procedere alla vendita coattiva del seguente bene: Lotto Unico: ““fabbricato terra – tetto sito nel Comune di Francavilla Angitola, località Lanzardo, via M. Condello, riportato nel NCEU al foglio 16, particella 588, di

Info - 0961.023931

piani quattro composto da vani 14,5” DISPONE Quanto alla vendita con incanto, da effettuarsi al prezzo base di per il € 90.644,04 lotto unico; essa deve aver luogo al prezzo base di € 90.644,04 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a 13.000,00 • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; • in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA CON INCANTO • è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16 OTTOBRE 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • è fissata, per il giorno 17 OTTOBRE 2012, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative;


9 • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non • potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.;

• •

***** Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, Dott. Adele Foresta ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 33/2007 R.E. pendente tra Banco di Napoli ravvisate le condizioni per procedere alla vendita coattiva del seguente bene: Lotto Unico: “appartamento per civile abitazione sito nel comune di Pianopoli, alla via Canne, int. 6, piano 3. L’immobile è riportato, riportato nel NCEU al foglio 3, particella 292, sub 11, cat. A/3, classe 2, vani 6,5” DISPONE Quanto alla vendita con incanto, da effettuarsi al prezzo base di € 68.082,50 per il lotto unico; essa deve aver luogo al prezzo base di € 68.082,50 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a € 5.000,00 • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sotto-

Giovedì 12 Luglio 2012

scritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA CON INCANTO è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 16 OTTOBRE 2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 17 OTTOBRE 2012, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del

20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; ***** Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, Dott. Adele Foresta ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 122/2010 R.E. pendente tra Banco di Napoli ravvisate le condizioni per procedere alla vendita coattiva del seguente bene: Lotto Unico: “ Complesso Immobiliare sito in Lamezia Terme, Sant’Eufemia e costituito da terreno agricolo, agrumeto, fabbricati rurali allo stato non accatastati e ombraio; il terreno, composto da particelle unite in un unico corpo di forme irregolare, è censito nel NCT del predetto Comune al foglio di mappa 35, p.lle 30 e 166” DISPONE Quanto alla vendita con incanto, da effettuarsi al prezzo base di € 66.500,00 per il lotto unico; essa deve aver luogo al prezzo base di € 66.500,00 ; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 5% • ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) • ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; • l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; • in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; • non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; • all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); • con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; • all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; • le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti,la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione,che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art.581 c.p.c ;la mancata partecipazione all’incanto,personalmente o a mezzo di procuratore speciale,senza documentato e giustificato motivo,comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione,che,di contro,sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto,ove l’offerente, regolarmente presente,non divenga aggiudicatario;nel caso di una sola istanza di partecipazione,occorrerà comunque apportare un rialzo minimo,ex art.581,comma 2,per conseguire l’aggiudicazione provvisoria;

Info - 0961.023931

• a norma dell’art.584 c.p.c, infatti, avvenuto l’incanto,possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; • tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art.571 c. p. c, prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte,verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art.584 c.p.c. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art.584,comma 3,c.p.c, l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione,il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; • in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; • è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSA IN RELAZIONE ALLA VENDITA CON INCANTO • per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 16/10/2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; • per il giorno 17/10/2012, ore 09.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI’ CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: • gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; • la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non • potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; • l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; • soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.;


10 il Domani dello Sport

Giovedì 12 Luglio 2012

SPORT NAZIONALE

AGNELLI DIFENDE LE STELLE BIANCONERE E GIÀ RILANCIA JUVE In vista del nuovo testa a testa con il Milan, arriva la replica ad Allegri

T

Massimiliano Venzi

utto è pronto per la sfida Juve-Milan. Senza mancare di rispetto all’Inter, scatenata negli ultimi giorni di calciomercato, ma l’impressione generale è che la prima fila sia occupata da rossoneri e bianconeri. La pensano così i bookmaker che lanciano già il testa a testa tra le due contendenti dell’ultimo campionato. E ad aprire il fuoco e Agnelli, che in un’intervista pubblicata su Repubblica dice la sua. «Allegri scherza sul numero dei nostri scudetti? Tutti parlano della Juve - la replica piccata del presidente Agnelli -, ma noi preferiamo rispettare la regola base di guardare in casa nostra. Io parlo di Juventus, gli altri pensino agli affari loro. Se noi abbiamo 31 titoli, allora il Milan ha due stelle. Il nostro conto degli scudetti arriva a 30, quello della Federazione si ferma a 28. Noi non riconosciamo la loro aritmetica, il loro modo di contare: ecco perché abbiamo tolto le stelle dalle maglie, scegliendo invece lo slogan 30

sul campo. Sul petto abbiamo il nostro trentesimo tricolore, un titolo che parte da lontano. Noi non dimentichiamo le vicende del 2006. Abbiamo rispettato le decisioni di allora, poi però sono emersi nuovi fatti. Hanno deciso di non decidere, ecco perché sono partite le nostre azioni legali che il club monitora costante-

mente». E ancora, un fiume di parole a sottolineare l’orgoglio del vertice juventino. «Ma le tre stelle all'ingresso dello stadio ben visibili ribatte Agnelli -. Le nostre divise sono molto belle, anche grazie a quel triangolino tricolore... Juve, Nike, Jeep e lo scudetto sul petto rendono

Lunga lista per la panchina russa ma Capello resta ancora favorito

abio Capello resta in pole position per F la panchina della nazionale russa, dopo le dimissioni del coach olandese Dick

Advocaat in seguito all'eliminazione della squadra negli ottavi di finale degli europei. I dirigenti della Federazione calcio russa cominceranno infatti da lui i colloqui con i 13 'papabili' elencati oggi ufficialmente nel sito. Secondo radio sport, già domani voleranno in Italia per proporgli un 2+2, ossia sino ai prossimi mondiali, che precederanno quelli russi del 2018. Nella lista il concorrente più serio sembra Pep Guardiola, che ha appena dato l'addio al Barcellona dopo un ciclo magico. Più remota sembra invece l'ipotesi di Marcello Lippi, ct dell'Italia campione del mondo nel 2006: ha un contratto faraonico di due anni e mezzo con il Guangzhou Evergrande, il club più ricco del calcio cinese, che secondo voci non confermate avrebbe sborsato 25 milioni di euro. Nei giorni scorsi giravano anche i nomi dell'allenatore dello Zenit Luciano Spalletti, sui cui però avrebbe messo il veto Alexiei Miller, il numero uno del potente sponsor Gazprom, e di Roberto Mancini, che ieri invece ha firmato per altri cinque anni con il suo Manchester City. La lunga lista diffusa dalla Federcalcio russa sembra pensata più per confondere

questa maglia una delle più belle d'Europa». E poi si parla di calcio giocato. «A chi andrà la maglia numero 10? Decideranno i ragazzi. Conosciamo il peso specifico di quella casacca: nella nostra storia abbiamo avuto tanti numeri 10 eccellenti. Se il prossimo giocatore che la indosserà avrà un po' meno

successo di chi lo ha preceduto saremmo più che contenti». E poi suona la carica ai tifosi. “Abbiamo ancora fame": lo slogan scelto per la campagna abbonamenti riecheggia nelle parole del presidente Agnelli. Del resto, si sa, l’appetito vien mangiando: «Alla Juve c'è un solo obiettivo: vincere. L'anno scorso abbiamo vissuto un'annata eccezionale, con un'autentica cavalcata da imbattuti. Ora torniamo ai blocchi di partenza, ripartiamo tutti da zero. L'ambizione è quella di vincere ogni manifestazione a cui prenderemo parte. La mission della Juve è ben rappresentata dalle parole di Boniperti che da quest'anno fanno bella mostra all'interno dei colletti delle nuove maglie: vincere non è importante, è l'unica cosa che conta. Siamo consapevoli delle difficoltà che troveremo in Champions - prosegue Agnelli -, le avversarie sono molto competitive e agguerrite. Incontreremo delle società che fatturano il doppio di noi, ma sappiamo che la palla è rotonda e che può succedere di tutto». La sfida è appena iniziata.

MONDO INTER

MERCATO

Per Silvestre e Handanovic prime parole da nerazzurri

Maxi Lopez è il nuovo attaccante della Samp

arole da leader.Raccoa attore non protagoniP gliere l'eredita' di Lucio D sta nel Milan a leader al centro della difesa dell'In- del progetto che rilancia la

le acque che per una vera selezione. Il sito Gazeta.ru sostiene che si possono individuare quattro gruppi: quello degli allenatori russi con un grande passato sportivo ma senza chance reali (Valery Gazzaev, Yuri Semin, entrambi ex allenatori della nazionale, Valery Nepomniaschy, Anatoly Byshovets e Yuri Krasnozhan).

ter non spaventa Matias Silvestre. «Sara' una responsabilita' importante, certo, ma sono pronto'», ha spiegato il nuovo acquisto nerazzurro, consapevole che «ci sara' tanta concorrenza per il ruolo di difensore centrale, ma 'è pronto a guadagnarsi la fiducia di tutti'». Il gioco aereo e il tempismo sono le sue doti principali secondo Silvestre, che ieri nel primo test stagionale e' stato utilizzato da terzino destro. Carico anche Handonovic. «L’Inter è' il top club che volevo. Rispetto e stimo tanto Julio Cesar, per me e' un grande portiere, pero' con questa storia non c'entro niente».

Sampdoria, «Qui c’è un progetto ambizioso che ho sposato subito e la Samp è una societàimportante'. Queste le prime dichiarazioni di Maxi Lopez da neo doriano. L’attaccante argentino ha effettuato le visite mediche: una lunga e accurata analisi terminata dopo oltre tre ore che ha confermato il perfetto stato fisico dell’ex centravanti del Catania. Lopez sarà' presentato oggi alle 15 all' AC Hotel. Lanciato nel campionato argentino, il Catania ha portato l’attaccante in Italia con un vero colpo di mercato. Poi la chiamata del Milan e quella della Sampdoria.


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport

11

SPORT NAZIONALE

«AL MUGELLO MASSIMO IMPEGNO» MOTOMONDIALE Valentino Rossi vuole fare bene al GP d’Italia

V

Massimiliano Venzi

alentino Rossi sogna un ruolo da protagonista nel Gran Premio d’Italia in programma domenica prossima al Mugello. Il “dottore” e la Ducati sono reduci dal sesto posto nel Gp di Germania disputato lo scorso fine settimana. Il gap rispetto ai big è ancora evidente e il pilota chiede alla squadra un impegno straordinario per non sfigurare nell’appuntamento al quale assisteranno migliaia di ducatisti. «Al Sachsenring domenica scorsa abbiamo usato una messa a punto che ci ha permesso di essere più costanti e di stressare un po’ meno la gomma posteriore, arrivando fino a fine gara con un passo discreto - ha detto Rossi riferendosi alla gara tedesca - E’ stato il nostro miglior risultato complessivo sull’asciutto e quindi adesso dobbiamo partire da questa base per cercare di fare meglio al Mugello. C’è il Gran Premio d’Italia, dobbiamo fare un extra sforzo, io compreso, per fare bene nella nostra gara di casa». «E’ una delle piste più belle del mondo ha aggiunto Rossi - sia per il disegno del tracciato sia per l'atmosfera, per tutti i tifosi che vengono a vederci e sostenerci. Bisogna davvero cercare di fare tutto il possibile». Vuole un weekend memorabile anche il suo compagno Nicky Hayden, impaziente di affrontare un «Gran Premio che è speciale. Sono sicuro che sarà un fine settimana ricco di impegni ma anche di grande supporto da parte dei tifosi e questa è una cosa che fa sempre piacere. Il tracciato non è facile, è molto tecnico e richiede grande precisione. Non si sfrutta ovunque la potenza delle 1000cc ma ci sono alcuni punti molto veloci», è l’analisi del pilota statunitense. «Da ducatista - ha aggiunto Hayden - qui non ho ottenuto grandi cose ma mi piace comunque tanto. Cercheremo di mettere insieme tutto quello che serve durante il weekend per fare bene domenica». «Correre

Anche il compagno di squadra del “Dottore” Nicky Hayden vuole dare il massimo «per fare bene domenica»

Per Valentino Rossi il Mugello è «una delle più belle piste d’Italia, sia per il disegno del tracciato che per l’atmosfera, per tutti i tifosi»

in casa, nell’ultima di tre gare di fila è veramente un grande impegno sia per il team sia per i piloti, ma nello stesso tempo ci dà anche una motivazione ulteriore - ha invece affermato il team manager Vittoriano Guareschi a corollario di quanto già espresso dai piloti - Da una pista corta e stretta come il Sachsenring ad una vecchio stile con lunghi rettilinei e cur-

voni veloci come il Mugello c’è una bella differenza - ha proseguito soffermandosi sulle caratteristiche tecniche del tracciato - ma dovremo riuscire a ritrovare gli aspetti positivi della messa a punto che avevamo individuato in Germania, per dare a Vale e Nicky la possibilità di fare il meglio possibile, e anche di divertirsi, in una gara che entrambi sentono molto».

Bundesliga: Allianz Arena già sold out

T

utto esaurito all’Allianz Arena per la Bundesliga 2012/2013. Il Bayern Monaco ha annunciato la vendita di tutti i biglietti per le 17 partite interne di campionato, che avrà inizio il 24 agosto. Oltre ai 39.500 posti riservati agli abbonati, sono già occupati anche i restanti 29.500 (lo stadio ha capienza totale di 69.000 persone). Le delusioni patite con la sconfitta nelle finali di Champions e Coppa di Germania e il secondo posto in campionato dietro al Dortmund non hanno raffreddato l’entusiasmo dei tifosi. Lo stesso Rummenigge, ad della società, ha commentato con soddisfazione il “tutto esaurito”: «Non posso far altro che ringraziare i tifosi per il loro magnifico appoggio. Ciò dimostra che il Bayern resta uno dei team più attraenti e con maggior seguito». (mv)


12 il Domani dello Sport Giovedì 12 Luglio 2012

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

BRASILE Brasileiro

Al “Flu” il derby del centenario ma il Mineiro resta a +1 esta vittoria in otto giornate e per l’Atletico Mineiro le prospettive continuano ad essere rosee. Alle sue spalle, però, si vanno disponendo in fila indiana giusto le quattro squadre più pericolose, il Fluminense - che ha regolato con un gol di Fred il Flamengo nel derby del centenario - il Vasco, l’Inter che ha presentato nel migliore dei modi l’ingaggio di Diego Forlan e il Sao Paulo, molto convincente contro il Coritiba. Altri due flash per archiviare la giornata: il primo riguarda il Santos, autore di una grande partita con meritata goleada finale pur dovendo fare a meno di Ganso, il suo autentico “faro”. Il secondo concerne invece il Botafogo, che sta risalendo la china puntando su ragazzi giovani e bravi (e sconosciuti, qui da

S

noi) come il centrocampista classe 1993 Alcides da Sousa Farìa Jùnior, per tutti “Cidinho”, un fuscello di meno di 1,70 per meno di 60 chili che contro il Bahia ha mandato al manicomio i marcatori succedutisi su di lui. Ora, tutti in campo nel weekend con BotafogoFluminense, PalmeirasSao Paulo e FigueirenseAtletico Mineiro come gare più attese, e quelle, al contempo, di più difficile “lettura”. Per le scommesse, meglio seguire Vasco, Corinthians e Flamengo.

Il pronostico di TS Corinthians-Nautico 1 Bahia-Flamengo X2 Sport Recife-Portuguesa 1 Vasco-Atl. Goianiense 1

PT G

ATLETICO MIN. FLUMINENSE VASCO DA GAMA INTERNACIONAL SAO PAULO CRUZEIRO BOTAFOGO FLAMENGO PONTE PRETA GREMIO NAUTICO SPORT REC. SANTOS FIGUEIRENSE PORTUGUESA CORITIBA BAHIA PALMEIRAS CORINTHIANS ATLETICO GOI.

19 18 17 15 15 14 12 12 12 12 10 9 8 8 8 7 7 5 5 2

X

8 8 8 8 8 8 7 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 7 8

PARTITE V N P 6 5 5 4 5 4 4 3 3 4 3 2 1 1 2 2 1 1 1 0

1 3 2 3 0 2 0 3 3 0 1 3 5 5 2 1 4 2 2 2

1 0 1 1 3 2 3 2 2 4 4 3 2 2 4 5 3 5 4 6

5 SAO PAULO 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-1 ▼ . . .

INTERNACIONAL SANTOS ATLETICO MIN. PORTUGUESA CRUZEIRO CORITIBA PALMEIRAS VASCO DA GAMA FIGUEIRENSE

15 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 3-2 ▲ 3-1 ▲ . . .

3 5 11 7 9 8 13 12 8 8 15 10 7 10 10 16 10 10 8 15

3 2 3 3 4 2 2 3 2 3 2 1 1 1 2 2 1 1 1 0

IL TURNO SUCCESSIVO (9ª GIORNATA) Bahia - Flamengo 15-07 Botafogo - Fluminense “ “ Corinthians - Nautico “ “ Cruzeiro - Gremio “ “ Figueirense - Atletico Min. “ “ Internacional - Santos “ “ Ponte Preta - Coritiba “ “ Palmeiras - Sao Paulo 16-07 Sport Rec. - Portuguesa “ “ Vasco da Gama - Atletico Goi. “ “

Atletico Nautico AL 09-07 0-1 PARTITEGoi. DAL- 08-07 Botafogo - Bahia 3-0 Figueirense - Vasco da Gama 1-1 Fluminense - Flamengo 1-0 Internacional - Cruzeiro 2-1 Santos - Gremio 4-2 Sao Paulo - Coritiba 3-1 Atletico Min. - Portuguesa 2-0 Ponte Preta - Palmeiras 1-0 Sport Rec. - Corinthians 1-1

BOTAFOGO CRUZEIRO NAUTICO INTERNACIONAL PONTE PRETA BAHIA CORINTHIANS FLUMINENSE SANTOS GREMIO

BOTAFOGO SPORT REC. FIGUEIRENSE VASCO DA GAMA SAO PAULO INTERNACIONAL GREMIO PORTUGUESA FLAMENGO

SAO PAULO FLUMINENSE BOTAFOGO SPORT REC. BAHIA CRUZEIRO SANTOS ATLETICO MIN. ATLETICO GOI.

SPORT REC. ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA CORINTHIANS FIGUEIRENSE PONTE PRETA SAO PAULO CORITIBA NAUTICO

12 15 15 12 11 11 17 13 9 9 9 8 7 8 5 13 6 7 4 4

IN CASA V N P

(8ª GIORNATA)

12 FLUMINENSE 2-3 ▼ 2-3 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 3-0 ▲ Rin. . . . .

SANTOS INTERNACIONAL PORTUGUESA ATLETICO GOI. NAUTICO FLAMENGO BOTAFOGO BAHIA PONTE PRETA

14 GREMIO 3-2 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 3-1 ▲ 2-3 ▼ 1-2 ▼ . . .

ATLETICO GOI. CORINTHIANS NAUTICO FLAMENGO ATLETICO MIN. SANTOS CRUZEIRO SPORT REC. BOTAFOGO

INTERNACIONAL 15 SANTOS

PALMEIRAS

RETI F S

IL TURNO PRECEDENTE

CRUZEIRO

Le possibili sorprese Internacional-Santos

Classifica

SPORT REC. PALMEIRAS CRUZEIRO BAHIA INTERNACIONAL CORITIBA CORINTHIANS PORTUGUESA GREMIO ATLETICO MIN.

1-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

FLUMINENSE SAO PAULO FLAMENGO CORITIBA PORTUGUESA GREMIO INTERNACIONAL BOTAFOGO VASCO DA GAMA

9 PORTUGUESA 2-1 ▲ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 3-2 ▲ 1-1 = . . .

CORITIBA ATLETICO GOI. FLUMINENSE SAO PAULO SANTOS ATLETICO MIN. SPORT REC. CRUZEIRO CORINTHIANS

18 1-1 = 0-0 = 4-1 ▲ 4-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

1 2 0 0 0 1 0 1 1 0 1 2 3 3 1 0 2 2 1 1

RETI F S

0 9 0 7 1 10 1 6 0 6 1 4 2 10 0 10 1 4 1 5 1 4 1 4 0 7 0 4 1 3 2 9 1 4 1 5 1 3 3 2

2 3 8 3 1 3 7 6 3 1 4 5 5 3 1 6 4 4 3 7

BAHIA ATLETICO MIN. VASCO DA GAMA SPORT REC. FIGUEIRENSE INTERNACIONAL BOTAFOGO FLAMENGO FLUMINENSE CORITIBA

CORINTHIANS FIGUEIRENSE GREMIO PONTE PRETA PALMEIRAS SPORT REC. BOTAFOGO NAUTICO FLAMENGO PORTUGUESA

12

FIGUEIRENSE

1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-4 ▼ . . .

CORINTHIANS PONTE PRETA CRUZEIRO BAHIA PALMEIRAS VASCO DA GAMA ATLETICO MIN. ATLETICO GOI. SAO PAULO

8

PONTE PRETA

1-1 = 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-2 = 0-0 = 4-2 ▲ . . .

FLAMENGO FIGUEIRENSE CORINTHIANS BOTAFOGO VASCO DA GAMA PALMEIRAS CORITIBA NAUTICO FLUMINENSE

8 0-2 ▼ 2-0 ▲ 1-4 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 0-2 ▼ . . .

V

FUORI N P

3 3 2 1 1 2 2 0 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

0 1 2 3 0 1 0 2 2 0 0 1 2 2 1 1 2 0 1 1

1 0 0 0 3 1 1 2 1 3 3 2 2 2 3 3 2 4 3 3

RETI F S 3 1 8 2 5 3 6 4 5 8 7 5 7 6 3 6 5 5 4 7 5 11 4 5 0 2 4 7 2 9 4 10 2 6 2 6 1 5 2 8

REGOLAMENTO In Libertadores le prime 4 più la vincente della Coppa del Brasile. In Sudamericana le squadre dal 5° al 12° posto. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

7 FLAMENGO

12

PONTE PRETA CORITIBA SANTOS GREMIO ATLETICO GOI. FLUMINENSE BAHIA CORINTHIANS CRUZEIRO

2-2 = 3-1 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 3-2 ▲ 0-1 ▼ . . .

1-1 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-3 ▼ . . .

5 NAUTICO 1-1 = 0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = Rin. . . . .

VASCO DA GAMA BOTAFOGO GREMIO ATLETICO MIN. FLUMINENSE ATLETICO GOI. CORINTHIANS PONTE PRETA PALMEIRAS

8 ATLETICO MIN. 19 1-1 = 0-0 = 0-1 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ 1-1 = . . .

BAHIA PALMEIRAS SAO PAULO NAUTICO GREMIO PORTUGUESA FIGUEIRENSE INTERNACIONAL SPORT REC.

12 CORITIBA 2-2 = 0-0 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ 2-3 ▼ 1-0 ▲ . . .

PORTUGUESA FLAMENGO ATLETICO GOI. SANTOS SPORT REC. SAO PAULO PONTE PRETA PALMEIRAS BAHIA

VASCO DA GAMA 17 ATLETICO GOI. NAUTICO BAHIA PALMEIRAS CRUZEIRO PONTE PRETA FIGUEIRENSE ATLETICO GOI. SAO PAULO SANTOS

10 2-4 ▼ 3-2 ▲ 1-0 ▲ 1-5 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

4-2 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ 3-2 ▲ 1-1 = . . .

GREMIO PORTUGUESA CORITIBA FLUMINENSE FLAMENGO NAUTICO VASCO DA GAMA FIGUEIRENSE INTERNACIONAL

1-1 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ 5-1 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ . . .

7 2-0 ▲ 1-3 ▼ 3-0 ▲ 2-2 = 2-3 ▼ 1-3 ▼ . . .

2 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-3 ▼ 1-4 ▼ 2-3 ▼ 0-1 ▼ . . .

Statistiche «UNDER» Atletico Min. Portuguesa Corinthians Gremio Santos Atletico Goi. Bahia Figueirense Fluminense Internacional Palmeiras Ponte Preta Sao Paulo Sport Rec. Cruzeiro Flamengo Nautico Vasco da Gama Coritiba Botafogo

7 7 6 6 6 5 5 5 5 5 5 5 5 5 4 4 4 3 2 0

(3-4) (4-3) (2-4) (4-2) (2-4) (3-2) (2-3) (3-2) (2-3) (2-3) (3-2) (3-2) (3-2) (3-2) (3-1) (1-3) (3-1) (0-3) (1-1) (0-0)

«OVER» Botafogo Coritiba Vasco da Gama Cruzeiro Flamengo Nautico Atletico Goi. Bahia Figueirense Fluminense Internacional Palmeiras Ponte Preta Sao Paulo Sport Rec. Gremio Santos Atletico Min. Corinthians Portuguesa

7 6 5 4 4 4 3 3 3 3 3 3 3 3 3 2 2 1 1 1

(4-3) (3-3) (4-1) (1-3) (3-1) (1-3) (1-2) (2-1) (1-2) (2-1) (2-1) (1-2) (1-2) (1-2) (1-2) (0-2) (2-0) (1-0) (1-0) (0-1)

«GOAL» Vasco da Gama Botafogo Figueirense Bahia Coritiba Flamengo Palmeiras Sport Rec. Cruzeiro Fluminense Internacional Nautico Ponte Preta Atletico Goi. Corinthians Santos Sao Paulo Atletico Min. Gremio Portuguesa

7 6 6 5 5 5 5 5 4 4 4 4 4 3 3 3 3 2 2 2

(4-3) (3-3) (3-3) (3-2) (2-3) (3-2) (3-2) (3-2) (1-3) (2-2) (2-2) (1-3) (1-3) (2-1) (2-1) (3-0) (1-2) (2-0) (0-2) (0-2)

«NO GOAL» Atletico Min. Gremio Portuguesa Atletico Goi. Santos Sao Paulo Corinthians Cruzeiro Fluminense Internacional Nautico Ponte Preta Bahia Coritiba Flamengo Palmeiras Sport Rec. Figueirense Botafogo Vasco da Gama

6 6 6 5 5 5 4 4 4 4 4 4 3 3 3 3 3 2 1 1

(2-4) (4-2) (4-2) (2-3) (1-4) (3-2) (1-3) (3-1) (2-2) (2-2) (3-1) (3-1) (1-2) (2-1) (1-2) (1-2) (1-2) (1-1) (1-0) (0-1)


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport 13

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

ROMANIA

Classifica BRASOV CFR CLUJ CEAHLAUL CONCORDIA DINAMO B. GAZ METAN C. GAZ METAN M. GLORIA B. IASI OTELUL PANDURII PETROLUL PLOIESTI RAPID B. STEAUA B. UN. CLUJ VASLUI VIITORUL C.

I Liga CAMPIONATO AL VIA

Il pronostico di TS

(1ª GIORNATA) CFR Cluj - Gaz Metan M. 21-07 Gaz Metan C. - Dinamo B. “ “ Gloria B. - Ploiesti “ “ Iasi - Otelul “ “ Pandurii - Un. Cluj “ “ Petrolul - Ceahlaul “ “ Rapid B. - Vaslui “ “ Steaua B. - Concordia “ “ Viitorul C. - Brasov “ “

CFR Cluj - Gaz Metan M. 1 Gaz Metan S. - Dinamo B. 2 Steaua - Concordia 1

La possibile sorpresa Rapid - Vaslui Viitorul - Brasov

1 1

0

0 GAZ METAN M.

CFR CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI RAPID B. PETROLUL DINAMO B. PANDURII

. . . . . . . . .

CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV CONCORDIA PLOIESTI

. . . . . . .

OTELUL DINAMO B. RAPID B. PETROLUL CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C.

.

0

. . . . . . . .

IASI RAPID B. PETROLUL CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C.

. . . . . . .

0

0 VASLUI

RAPID B. VASLUI OTELUL IASI DINAMO B. PETROLUL CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B.

. . . . . . . . .

RAPID B. PETROLUL CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV

. . . . . . .

. . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . .

0

PETROLUL

.

CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI RAPID B. DINAMO B. CFR CLUJ PANDURII GLORIA B.

. . . . . . . .

0

VIITORUL C.

.

BRASOV CONCORDIA PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI

. . . . . . . .

I 10 numeri più frequenti

66 16 38 47 73 86 12 62 70 71 49

17 15 75 Rit. 61

60

57

49

49

44

8

33 21 71 76 70 43

53

49

48

15 31 81 46 64 40 Rit. 95

64

51

44

42

41

43

54

51

48

46

43

43

38

46

9

89 23 52

39

36

42

45

38

47

44 43 70 11 54 87 23 Rit. 70

35

44 35

8

58 17

41

40

37

83 71 15 52 88 16 22 56 26 39 Rit. 111 86

65

65

59

56

55

24 36

1

69 79 17

4

83 29 75

57

51

45

45

Rit. 90

66

64 51

49

54 42

53 36

47 46 51 18 88 89 32 38 16 6 Rit. 74

72

56

53

50

49

42

19 85 34 15 44 73 43

41

38

33

7

87 47

69

59

45

43

42

38

36

51 50 40

4

88 39

2

55 35 26

52

50

49

43

34

12 80 33 26 38

8

36 27 75 6

48

47

Rit. 79 Rit. 60

76 56

Rit. 108 76

55 71

54

49

46

33 44

35 31 42

19 41 83 12 55 67 54 31 35 32 Rit. 95 Rit.

67

52

45

43

26 27 76 84 85 53

9

18 24 39

6

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

REGOLAMENTO La prima in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa di Romania. Retrocedono le ultime 4. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto degli scontri diretti.

0

0 PLOIESTI GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV CONCORDIA DINAMO B. UN. CLUJ GAZ METAN M.

. . . . . . . . .

. . . . . . . . .

0

0 CEAHLAUL PETROLUL CFR CLUJ PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV CONCORDIA

. . . . . . . . .

. . . . . . . .

0

VIITORUL C. GAZ METAN C. DINAMO B. CONCORDIA PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI

. . . . . . . .

arà, in teoria, un torneo di grande equilibrio quello rumeno che vede 4 formazioni, i campioni in carica del CFR Cluj, il Vaslui e le due principali squadre di Bucarest, Steaua e Dinamo, partire alla pari ai nastri di partenza. Il 1° turno mette in scena subito un confronto interessante, quello tra Rapid e Vaslui, che potrebbe già riservare una sorpresa. Da provare l'«1». In alternativa c'è sempre l'«Under». CFR e Steaua non dovrebbero sbagliare l'esordio casalingo contro Gaz Metan Medias e Concordia. Tra le altre gara da tentare l'«1» del Viitorul.

S

.

0 BRASOV .

Vaslui, c’è subito l’insidia Rapid

. . . . . . . . .

67

6

6

64 6

58 6

5

4

4

43 4

41 4

BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

I 10 numeri più in ritardo

14 20 51 81 23 33 44 53 57 65 Freq. 21

17

1 59 Freq. 17

16

17

15

14

14

6 15

14

35

8

27 31 42 56 73

15

14

14

14

11 18 28 41 44 65 75 Freq. 16

15

15

15

86 34 84 Freq. 18

17

15

15

14

14

14

14

14

4

42 74

14

14

4

9

19 68 78 90 12

14

14

14

14

14

13

14 28 23 57 69

4

5

7

15

15

15

13

13

13

12 77

3

54 74 80 37 44 18 42

17

17

1

58 78 24 30 41 55 62

16

15

Freq. 18 Freq. 20

18

20 90 Freq. 19

18

14 16 15

14 16 14

14 15 14

15 14

14 14

14 14

1 56 79 83 25 88 31 15 66 3 Freq. 18

18

60 1 Freq. 19

17

18 9 Freq. 19

17

18

18

17

17

16

15

15

14

42 14 32 56 70 78 22 27 16

15

14

14

14

77 17 28

1

25 42 43 56

17

14

14

15

15

14 14

13 14

13

17

16

16

15

15

15

1 42 77 78 65

3

20 37 14 56

Freq.128 123 122 121

14

13

13

118 117 116 116 115 114

I 10 numeri più frequenti

I 10 numeri più in ritardo NELLA SESTINA 18 7 4 50 36 11 22 61 28 68 RITARDO 102 79 76 44 37 31 30 30 29 29

Il sistema 9 numeri Ridotto a garanzia di un “5” con 5 numeri Combinazioni 30 € 15,00

5 10 33 5 5 10 33 33 10 5

10 33 37 33 10 37 37 37 33 10

33 37 60 60 33 60 60 60 60 60

37 60 61 61 37 65 61 61 65 65

72 61 72 65 65 72 65 65 72 72

87 87 87 87 87 87 72 87 87 87

NELLA SESTINA 54 49 90 45 74 75 69 67 55 38 FREQUENZA 49 47 46 43 42 42 42 41 40 40

5 5 10 10 5 10 5 5 5 5

10 33 60 33 10 33 10 33 10 10

33 37 61 60 33 61 37 60 33 33

60 60 65 61 37 65 60 61 37 37

61 61 72 65 65 72 61 72 61 61

87 87 87 72 72 87 72 87 72 65

5 5 5 5 5 5 10 5 5 5

33 33 37 37 10 10 37 10 10 10

60 37 60 61 61 37 61 33 33 37

61 65 65 65 65 60 65 37 37 60

65 72 72 72 72 61 72 60 60 61

75 47 76 48 15 16 27

9

16 13

9

13

12

11

11 10

19 26 8

8

64 65 11 18 23 28 30

8

13

13

11

11

I 10 numeri più frequenti NUMERO 35 FREQUENZA 13

13

12

12

12 12

12

Il sistema 13 numeri Garanzia di due “9” con 10 numeri e 1 fissa: 33 Combinazioni 20 - € 20,00 Pronostico: 7, 12, 15, 20, 37, 41, 44, 50, 62, 66, 85, 88

14

70 27 43 50 66 76 80 88 15 36 Freq. 18

NUMERO RITARDO

14

14

79 8

16

15

14

SUPERENALOTTO

Pronostico: 5, 10, 33, 37, 60, 61, 65, 72, 87

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

10eLOTTO

I 10 numeri più in ritardo Rit. 109 75

FUORI N P

PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI RAPID B. PETROLUL

LOTTO BA CA FI GE MI NA PA RM TO VE NZ TT

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

V

GLORIA B.

.

STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV DINAMO B. PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

.

0 CONCORDIA .

IN CASA V N P

0

PANDURII GLORIA B. STEAUA B. VIITORUL C. GAZ METAN C. BRASOV CONCORDIA PLOIESTI DINAMO B.

.

CONCORDIA PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI RAPID B.

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 UN. CLUJ .

STEAUA B.

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

GAZ METAN C. IASI BRASOV RAPID B. CONCORDIA PETROLUL PLOIESTI CFR CLUJ UN. CLUJ

.

UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL IASI RAPID B. PETROLUL CFR CLUJ

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

.

PANDURII

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

0 DINAMO B.

DINAMO B. BRASOV CONCORDIA PLOIESTI UN. CLUJ GAZ METAN M. CEAHLAUL VASLUI OTELUL

.

0 OTELUL

IASI

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

GAZ METAN C.

.

PARTITE V N P

PT G

72 87 87 87 87 87 87 65 72 65

7 7 7 7 7 12 7 12 7 7 7 7 7 7 12 15 12 7 7 7

12 12 12 12 15 15 12 15 12 12 12 15 12 12 15 20 15 20 15 12

15 20 15 15 20 20 15 20 15 20 15 33 15 20 20 33 33 33 20 33

20 33 20 20 33 33 20 33 20 33 33 37 33 33 33 41 37 37 33 37

33 37 33 33 37 37 33 37 33 37 41 41 37 41 37 44 41 41 37 41

37 44 37 37 41 41 44 41 41 41 44 44 41 44 50 50 44 44 44 44

41 62 41 44 44 44 50 44 50 50 50 62 50 50 62 62 50 50 50 50

44 66 62 50 50 50 62 62 62 62 62 66 66 66 66 66 62 62 66 62

66 85 66 62 62 66 66 85 66 85 85 85 85 85 85 85 66 66 85 66

85 88 85 85 88 88 88 88 88 88 88 88 88 88 88 88 85 85 88 88


Giovedì 12 Luglio 2012 il Domani dello Sport 15

GIOCHI & SCOMMESSE

a cura della redazione di

SVIZZERA Classifica

Super League Il pronostico di TS

CAMPIONATO AL VIA

X2 (1ª GIORNATA) Servette - Basilea 13-07 Grasshoppers-Sion X2 Thun - Losanna 14-07 Grasshoppers - Sion 15-07 La possibile sorpresa Lucerna - Zurigo “ “ 2 San Gallo - Young Boys “ “ Servette-Basilea San Gallo-Young Boys

BASILEA GRASSHOPPERS LOSANNA LUCERNA SAN GALLO SERVETTE SION THUN YOUNG BOYS ZURIGO

PT G 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

SION YOUNG BOYS BASILEA SAN GALLO SERVETTE LUCERNA THUN LOSANNA ZURIGO

0

0 SION

GRASSHOPPERS .

. . . . . . . .

GRASSHOPPERS SERVETTE LUCERNA BASILEA LOSANNA YOUNG BOYS ZURIGO SAN GALLO THUN

. . . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

V

FUORI N P

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

LOSANNA ZURIGO YOUNG BOYS LUCERNA BASILEA SAN GALLO GRASSHOPPERS SERVETTE SION

. . . . . . .

0

. . . . . . . .

. . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Le prime 2 in Champions League. La 3ª e la 4ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa di Svizzera. Retrocede direttamente l'ultima. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

0 . . . . . . . . .

0

0 YOUNG BOYS

YOUNG BOYS LOSANNA ZURIGO GRASSHOPPERS LUCERNA THUN BASILEA SION SERVETTE

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

REGOLAMENTO

THUN SAN GALLO SERVETTE ZURIGO SION BASILEA YOUNG BOYS GRASSHOPPERS LUCERNA

.

SAN GALLO

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

0 LOSANNA

THUN

.

LUCERNA THUN SAN GALLO LOSANNA YOUNG BOYS SERVETTE SION BASILEA GRASSHOPPERS

.

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

.

0 ZURIGO .

IN CASA V N P

0

SERVETTE LUCERNA GRASSHOPPERS SION THUN LOSANNA SAN GALLO ZURIGO YOUNG BOYS

.

LUCERNA ZURIGO BASILEA SION THUN SAN GALLO GRASSHOPPERS SERVETTE YOUNG BOYS LOSANNA

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

0 BASILEA

SERVETTE BASILEA SION LOSANNA YOUNG BOYS GRASSHOPPERS ZURIGO LUCERNA THUN SAN GALLO

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

PARTITE V N P

SAN GALLO GRASSHOPPERS THUN SERVETTE ZURIGO SION LOSANNA LUCERNA BASILEA

. . . . . . . . .

. . . . . . . .

Challenge League

Classifica

Il pronostico di TS

CAMPIONATO AL VIA

Locarno-Winterthur Under (1ª GIORNATA) Locarno - Winterthur 14-07 Wohlen-Aarau 2 Lugano - Wil 1900 “ “ Biel Bienne - Bellinzona 15-07 La possibile sorpresa Vaduz - Chiasso “ “ 1 Wohlen - Aarau 16-07 Biel Bienne-Bellinzona

AARAU BELLINZONA BIEL BIENNE CHIASSO LOCARNO LUGANO VADUZ WIL 1900 WINTERTHUR WOHLEN

PT 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

BELLINZONA CHIASSO LUGANO WIL 1900 LOCARNO VADUZ WINTERTHUR WOHLEN AARAU

0

0 BELLINZONA

BIEL BIENNE .

. . . . . . . .

BIEL BIENNE LUGANO WIL 1900 WOHLEN WINTERTHUR LOCARNO CHIASSO AARAU VADUZ

. . . . . . . . .

. . . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

LOCARNO VADUZ WOHLEN CHIASSO BELLINZONA AARAU BIEL BIENNE LUGANO WIL 1900

. . . . . . . . .

VADUZ BIEL BIENNE AARAU WINTERTHUR WOHLEN WIL 1900 BELLINZONA LOCARNO LUGANO

IN CASA V N P

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 . . . . . . . . .

0

0 CHIASSO

VADUZ CHIASSO WINTERTHUR LOCARNO AARAU LUGANO BIEL BIENNE WOHLEN WIL 1900 BELLINZONA

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 WINTERTHUR

LOCARNO WINTERTHUR AARAU VADUZ LUGANO BIEL BIENNE BELLINZONA WIL 1900 CHIASSO WOHLEN

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

. . . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

FUORI V N P 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

. . . . . . . . .

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Promossa la 1ª, retrocede l'ultima. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

LUGANO WOHLEN BELLINZONA BIEL BIENNE AARAU CHIASSO LOCARNO VADUZ WINTERTHUR

. . . . . . . . .

WOHLEN LOCARNO CHIASSO VADUZ WIL 1900 WINTERTHUR LUGANO BELLINZONA BIEL BIENNE

Aarau favorito, ma tanti ci sperano olto incerto il campionato di Challenge League, in cui quasi la metà delle squadre parla italiano (Bellinzona, Lugano, Locarno e Chiasso). Ovvi favori per l’Aarau, che a fine stagione ha mancato di poco l’accesso alla massima serie dopo il doppio spareggio col Sion. La sconfitta 1-2 contro il Basilea in amichevole rafforza la convinzione che la squadra sia altamente competitiva. Non mancano però le alternative, dal Wil al Vaduz, che ha operato una piccola rivoluzione. Sono squadre discrete e poco più le quattro ticinesi sopra elencate, desta invece curiosità il Bienne, possibile mina vagante. Per Wohlen e Winterthur obiettivo salvezza

M 0 . . . . . . . . .

0

0 AARAU

WOHLEN AARAU WIL 1900 WINTERTHUR BELLINZONA CHIASSO LUGANO VADUZ BIEL BIENNE LOCARNO

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

REGOLAMENTO

0 WIL 1900

LUGANO WIL 1900 BELLINZONA BIEL BIENNE LOCARNO VADUZ WOHLEN AARAU WINTERTHUR CHIASSO

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

guardare le quote, non c’è storia nel massimo torneo svizzero. Il Basilea del confermatissimo Heiko Vogel parte in pole ed è giocabile attorno all’1.50 e raramente oltre. Considerando che la prima avversaria è a 7.50/8.00 si direbbe un torneo inutile da disputare, ma tutto sommato non è così. La suddetta avversaria è il Sion, protagonista di campagna acquisti ispirata e ambiziosa (i fiori all’occhiello della quale sono stati Gattuso dal Milan e Kyle Lafferty dai Rangers). Un tentativo si può fare, insomma; le migliori fra le altre sono Young Boys, Zurigo e Lucerna. Altro torneo difficile in vista per il glorioso Grasshopper.

A

.

SVIZZERA PARTITE G V N P

Basilea il super favorito dei bookie

. . . . . . . . .


il domani  

Edizione del 12 Luglio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you