Page 1

Giovedì 12 Maggio 2011

Anno XIV - Numero 129

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

POLITICA

REGIONE

L’appello del Colle: basta guerre Ma a Milano volano accuse e querele

EDITORIA Millenaria ha acquistato “TS Totoguida Scommesse”

«Da Veolia 3,5 milioni di euro per interventi nel sociale»

a pag » 4

a pag » 13

a pag » 12

Il ministro della Pubblica amministrazione in visita a Rosarno a sostegno dei candidati del Pdl

Brunetta: il ministro della Calabria sono io «C’è troppo egoismo al nord mentre il futuro deve essere costruito al sud: azzeramento della burocrazia» L’INTERVENTO

Un’Europa che abbia una politica estera forte

«Occorre abbandonare l’alibi della presenza della ‘ndrangheta perché IL COMMENTO i ritardi nelle opere sono costituiti dalle cattive imprese e dalla cattiva burocrazia Io dirò queste cose nel prossimo Consiglio dei ministri come ministro della Calabria» a pag » 13

POLITICA

ARRIVA TREMONTI

di Antonio Tajani

Cesa replica al premier. Udc e Pdl ai ferri corti a Crotone

vicepresidente della Commissione europea

Serve un’Europa che abbia una politica estera forte e una difesa comune. E’ necessaria un’Europa meno burocratica e più politica che si occupi dei problemi dei cittadini laddove gli Stati membri non sono in grado di farlo. Si può fare di più, abbiamo assistito a un’Europa divisa nel Nord Africa. La Commissione Ue si è mossa sempre tempestivamente, poi gli Stati membri non sempre riescono a fare prevalere l’interesse comune dell’Europa. Sul piano economico non credo che la Grecia voglia e debba uscire dall’Area Euro, né c’è l’intenzione di farla uscire. Certo, la situazione è difficile e noi dobbiamo fare di tutto perché la Grecia possa superare questo momento difficile, risanare la sua economia e risanare i conti dissestati che ha, facendo sacrifici duri. L’Euro è una moneta alla quale noi non possiamo assolutamente rinunciare.

Conferenza stampa a Reggio Calabria REGGIO CALABRIA - Prosegue la rassegna di big della politica nazionale in Calabria, a pochi giorni dall’appuntamento elettorale con le amministrative. Oggi alle ore 11,30, nell’aula commissioni del consiglio regionale di Palazzo Campanella, a Reggio Calabria, il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, ed il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, terranno una conferenza stampa.

Il confronto a distanza tra Pdl e Udc non accenna a stemperarsi. E dopo i fendenti lanciati al partito centrista da Berlusconi nel suo colorito intervento a Crotone è arrivata, stizzita, la replica dallo scudocrociato. Ci ha pensato Lorenzo Cesa, il segretario del partito, a fare ordine: «Consiglierei a Berlusconi di cambiare mestiere, soprattutto in questi ultimi giorni. Invece di andare a fare comizi, faccia una telefonata a Confalonieri e così lo mandiamo a Zelig. Ormai è irrecuperabile». Il suo comizio lo ha fatto da Rocca Di Neto, nel crotonese, dopo aver disdetto la tappa nella città pitagorica a causa delle incomprensioni nate con la candidata a sindaco Dorina Bianchi, rea di non aver difeso il suo partito dalle invettive berlusconiane . a pag » 3

CATANZARO Giuseppe Fioroni: le elezioni in Calabria sono un banco di prova a pag » 14

CROTONE Gasparri: la visita di Berlusconi è segno di un impegno del Premier per la città a pag » 20

REGGIO CALABRIA Rischio idrogeologico, potenziato il sistema di allertamento dell’area urbana a pag » 23

Incentivare di più la ricerca e l’innovazione di Mario Guidi presidente di Confagricoltura

Competitività significa confrontarsi con il mercato 365 giorni all’anno, come sanno bene i nostri imprenditori, per mantenere e magari conquistare ancora più quote di mercato. Ecco perché occorre creare il più possibile quelle precondizioni perché le imprese aumentino la loro presenza sui mercati, accrescano la produzione e la produttività, riducano i costi diretti ed indiretti, anche quelli legati alla burocrazia ed ai tanti rigidi vincoli normativi -, siano facilitate nell’introduzione di innovazioni di prodotto e di processo. Abbiamo intanto un problema di crescita anche in agricoltura. A livello globale l’incremento della popolazione mondiale e del reddito disponibile in alcune aree, uniti al cambiamento degli stili alimentari, fa aumentare gradualmente la domanda di cibo, creando nuove interessanti opportunità e spazi di mercato da occupare. Tutto ciò si svolge mentre le norme nazionali e sovranazionali accrescono il differenziale di competitività tra le imprese italiane/europee e quelle dei principali Paesi concorrenti. A vantaggio ovviamente di queste ultime. Si sono caricati sulle imprese oneri burocratici di varia natura che stanno, giorno dopo giorno, costando alle imprese tempo e danaro. Avevamo a suo tempo calcolato in oltre 100 giornate l’anno questo onere - con un apposito studio promosso da Confagricoltura che ora probabilmente è da ricalcolare in aumento... continua a pag. 2


2

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI DALLA PRIMA Incentivare di più la ricerca e l’innovazione » segue dalla prima » ...perché gli adempimenti sono aumentati invece di diminuire (si pensi ad esempio alla nuova materia relativa al sistema di rintracciabilità dei rifiuti). Si è troppo sovente pensato di dover orientare con le norme l’attività del fare impresa e influenzare le scelte che spettano invece al solo imprenditore. Inquadrare le attività, anche quelle nuove, come la produzione di energia da fonti rinnovabili, va bene, ma non deve prevalere il dirigismo, creando e poi mettendo a rischio con un tratto di penna intere filiere. Senza tenere conto, ancora una volta, della competitività e dei rapporti con i concorrenti degli altri Paesi. Così si è agito anche sul fronte delle biotecnologie dove si è chiusa del tutto la porta ad una importante innovazione e anche alla sua sperimentazione, mettendo una seria ipoteca sulla nostra competitività come sistema Paese. Si sono poi ridimensionati alcuni strumenti della politica comunitaria,

che è stata più che altro "neutralizzata" nei suoi effetti sui mercati più che nella dotazione finanziaria. Occorre qui un maggiore sforzo comune per entrare nel vivo del negoziato a Bruxelles che sta disegnando la Pac per il "post 2013". Noi organizzazioni professionali, cooperative e sindacati del mondo agricolo, abbiamo fatto la nostra parte approvando un documento comune sulla questione. Ora tocca al Ministro ed ai nostri Europarlamentari riprendere queste idee e farne parte integrante della posizione italiana a Bruxelles ed a Strasburgo. Poi ci sono alcune riforme urgenti da realizzare e su cui da tempo Confagricoltura punta la sua attenzione. L’erogazione dei pagamenti diretti comunitari agli agricoltori è un elemento essenziale per la garanzia del loro reddito. Ma ad oltre quindici anni dalla riforma di Aima e la creazione di Agea e degli Organismi pagatori regionali occorre una riflessione su quanto è stato fatto e su come migliorare concretamente questa macchina. Una macchina che funziona a

PUNTI DI VISTA

due velocità sul territorio nazionale con un federalismo incompiuto che certo non giova e soprattutto con meccanismi amministrativi gestionali basati sull’informatica che ancora non sono del tutto a regime. E questa sembra una cosa impossibile se si pensa che di tempo per il rodaggio ce n’è stato eccome. C’è la necessità di incentivare di più la ricerca e l’innovazione, elementi essenziali per le imprese competitive. Una riflessione che più generale deve, a nostro avviso, richiamare il Governo e il Parlamento a prendere posizione sui vari dossier con uno sguardo attento alla congiuntura, allo scenario complessivo e soprattutto a tutto ciò che oggi può agevolare la competitività delle imprese. Abbiamo speso molto nel disciplinare la vendita diretta dei prodotti agricoli. Un’iniziativa condivisibile, che completa un quadro giuridico carente per le imprese che intendono dedicarsi a questa attività ed accorciare del tutto la distanza tra "il campo e la tavola". Ma ci ritroviamo anche oggi a discutere del fatto

che, in una fase di squilibri e volatilità dei mercati, manca una disciplina della contrattazione e delle pratiche commerciali auspicabili con la Gdo. Così come mentre abbiamo dedicato molto tempo al varo della legge sull’etichettatura di origine, non abbiamo invece messo mano ad un’azione di rilancio del made in Italy agroalimentare nel mondo con strumenti di promozione dell’internazionalizzazione funzionali alle esigenze delle imprese. Non abbiamo risolto - per citare esempi più settoriali - problemi più specifici come il collocamento del tabacco nazionale presso le manifatture. Su questo chiediamo al Ministro Romano di proseguire con la stipula di altri Accordi Quadro con le manifatture che vogliono continuare ad investire sul mercato italiano per favorire un comparto che tanta importanza ha per l’occupazione nelle campagne. C’è infine l’annosa questione delle quote latte, di cui occorrerà, una buona volta, scrivere la parola "fine" facendo prevalere i principi di legalità e di etica imprenditoriale.

di Gianni Pittella*

Segnali di distensione politica L’apertura della cancelliera Merkel all’ipotesi di candidatura del presidente Draghi alla guida della Bce rappresenta un importante segnale di distensione politica in un momento in cui la crisi economica spinge l’Europa sul pericoloso crinale della enfatizzazione degli egoismi nazionali. Draghi possiede, più di tutti gli altri candidati, i requisiti necessari per guidare la Banca centrale europea, tanto più in un momento storico così delicato. Il suo spiccato europeismo, la sua conoscenza del sistema bancario e finanziario, la sua attuale esperienza di presidente del Comitato per la stabilità e a capo della Banca d’Italia ne fanno il candidato ideale. Il sostegno della Merkel rappresenta un meritato riconoscimento per la persona ed una chiara presa di coscienza della necessità di superare una volta per tutte quegli egoismi nazionali che tanto stanno pesando sulla ripresa europea. *vice presidente vicario del Parlamento europeo

Tutti erano pronti a non assicurare un futuro alla coppia Davide Baronicini ed Erinela Bitri, ex concorrenti del Grande Fratello. Invece la coppia sta andando a gonfie vele e dichiara il suo amore alla rivista di gossip Visto. Un amore con la A maiuscola quello di Davide ed Erinela


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani

3

PRIMO PIANO

Cesa replica al premier. Udc e Pdl ai ferri corti a Crotone

Lorenzo Cesa

di Cesare Giraldi ROCCA DI NETO (CROTONE) - Il confronto a distanza tra Pdl e Udc non accenna a stemperarsi. E dopo i fendenti lanciati al partito centrista da Berlusconi nel suo colorito intervento a Crotone è arrivata, stizzita, la replica dallo scudocrociato. Ci ha pensato Lorenzo Cesa, il segretario del partito, a fare ordine: «Consiglierei a Berlusconi di cambiare mestiere, soprattutto in questi ul-

timi giorni. Invece di andare a fare comizi, faccia una telefonata a Confalonieri e così lo mandiamo a Zelig. Ormai è irrecuperabile». Il suo comizio lo ha fatto da Rocca Di Neto, nel crotonese, dopo aver disdetto la tappa nella città pitagorica a causa delle incomprensioni nate con la candidata a sindaco Dorina Bianchi, rea, secondo la segreteria di via dei due Macelli, di non aver difeso il suo partito dalle invettive berlusconiane ("Faremo le riforme ora

che non ci sono più Fini e Casini"). Sulla vicenda Cesa torna con distacco: «Dorina Bianchi? Lasciamo perdere la persona Bianchi. Faccio un fioretto - ha aggiunto Cesa - e non ne parlo, anche perché non commento chi non sente il dovere di difendere il leader del partito a cui appartiene». Le sue parole sono tutte per l’Udc. Poco e nulla viene detto sull’alleanza con il Pdl. L’unico riferimento al patto è sull’impegno del suo partito nel rispettarlo:

«Siamo un partito serio. Abbiamo stipulato dei patti che manteniamo fino in fondo». Per il resto Cesa gioca sul day after al Berlusconi show di Crotone per presentarsi come il modello alternativo: «Noi - ha detto - ci occupiamo dei problemi della gente contrariamente a quanto fa Berlusconi che viene in Calabra non parla dei problemi dei calabresi, non parla dei problemi del Paese ma fa solo insulti e promesse. Questa per noi non è politica è puro cabaret. Se continua così è imbarazzante, un presidente del consiglio che fa battute su tutto ormai. Questa non è politica. Parliamo di cose serie». Sui risultati Cesa sfodera un cauto ottimismo. Il vento del terzo polo, per quanto in Calabria sia arrivato in maniera piuttosto debole, lo fa essere fiducioso sulla raccolta di consensi: «Il terzo polo è nato solo un mese e mezzo fa e siamo riusciti a realizzarlo già in una serie di realtà italiane. Ci auguriamo abbia un peso in questa tornata elettorale come noi siamo sicuri che lo abbia. Si parla di ballottaggi ovunque nelle grandi città e questo lo dobbiamo al fatto che c’è uno sfaldamento delle due grandi coalizioni e anche al lavoro che stiamo facendo sul territorio in tutta Italia». Ma il suo messaggio deve inevitabilmente confrontarsi, soprattutto dopo il nervosismo scaturito dalle parole del premier, con la difficoltà di

portare avanti la tattica delle alleanze col Pdl: amici in Calabria e nemici a Roma. E Cesa ne esce a modo suo: «Il lavoro che faremo ha rilevato - è far sì che l’Udc ottenga il maggior risultato possibile in questa regione visto che comunque stiamo parlando bene della squadra che abbiamo in Consiglio e Giunta regionale e del lavoro che si sta facendo a livello romano per questa terra, occupandoci dei problemi veri della gente, contrariamente - attacca a quanto fa Berlusconi». Si dà il caso, però, che sia proprio Berlusconi il leader di quel Pdl che in regione va a braccetto con l’Udc. A sciogliere ogni imbarazzo e a gettare acqua sul fuoco ci pensa il governatore e coordinatore calabrese del Pdl Giuseppe Scopelliti, che di malumori a tre giorni dal voto non vuole proprio sentirne parlare: «Quella del presidente Berlusconi a Crotone è stata una battuta riportata male e alla quale è stata data enfasi - interpreta Scopelliti -. Berlusconi ha apprezzato il mio discorso sull’alleanza con l’Udc. Credo che ci sia stato un fatto d’impeto nel riportare quanto detto. Se andiamo a verificare quello che il presidente Berlusconi ha detto è stata una battuta così come l’aveva fatta Casini quando era stato nella stessa città. In una competizione elettorale ci sta e può passare il concetto dei piccoli messaggi lanciati».


4

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

ITALIA Il presidente della Repubblica: «I giovani preservino i nostri valori fondamentali: libertà, unità e giustizia »

Napolitano: io ho un sogno basta con la guerra politica di M.T. Squillaci ROMA- Serve «rispetto reciproco tra le parti che fanno politica e che competono per conquistare la maggioranza alle elezioni» perché «la lotta politica non sia una guerra continua». All’indomani del nuovo attacco a testa bassa del Premier Silvio Berlusconi che continua con il "quel che mio è mio quel che tuo è mio" verso il Quirinale, a quarantotto ore dalla chiusura della campagna elettorale per le elezioni amministrative, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiesto senza mezzi termini alla classe politica un cambio di rotta. Napolitano vuole un’Italia «più serena, meno lacerata, meno divisa dove la lotta politica». Un’Italia che sia rispettata in campo internazionale «per quello che sa dare, per il suo contributo, e per l’immagine che può dare di se sul piano culturale, civile e morale» scandisce Napolitano. La prima carica dello Stato coglie l’ occasione della festa per la scuola per i 150 anni per ribadire la sua idea dell’ Italia e della politica. A una domanda su come il Presidente immagina il Bel Paese del 2061, Napolitano ha risposto: «È un po’ difficile immaginare il Paese tra 50 anni - ha detto il presidente ai

ragazzi- perché dipende da voi: lo costruirete, dipenderà da voi. Di certo - ha posto l’accento- mi auguro un’Italia più serena, più sicura di sé, più consapevole delle sue grandi tradizioni». Per questo Napolitano ha sottolineato l’importanza della passione e dell’impegno civile da parte delle nuove generazioni. «Guai - ha detto il presidente - se non vi interessate del vostro Paese, delle sorti dell’Italia e del popolo come fecero i giovani del Risorgimento». Il presidente della Repubblica, infine, ha fatto riferimento ai suoi viaggi per l’Italia per festeggiare il 1861: «Il valore della coesione sociale si è rafforzato. Ho visto partecipare a questi festeggiamenti italiani di tutte le età, di tutte le parti del paese, di tutte le generazioni. Di tutte le idee, al di là delle tante tensioni e divisioni

«Se non ci si impegna a realizzare obiettivi non solo personali ma comuni a tutti non si può essere felici. Fatevi guidare da grandi ideali»

che purtroppo affliggono il Paese». Infine un appello ai giovani: «Fatevi guidare da grandi ideali e valori che sono fondamentali per il futuro della nostra Italia» a partire dagli «ideali di libertà, unità e giustizia». Perché «se non ci si impegna a realizzare obiettivi non solo personali ma comuni a tuttiha ammonito il Capo dello Statonon si può essere felici». Avrebbe probabilmente qualcosa da ridire in merito il premier Berlusconi che ieri da Crotone ha rilanciato l’idea di una riforma costituzionale che abbia come obiettivo quello di assegnare più poteri al premier e meno al presidente della Repubblica. A dare man forte a Napolitano (o a dare contro a Berlusconi) tra gli altri il segretario Pd Bersani: «Berlusconi ha avuto molti più poteri di De Gasperi, più di qualunque premier in tempi di democrazia: ci dica come li ha usati». Il leader democratico lancia poi un appello: «Lasciamo stare il Capo dello Stato. Non riesco a immaginare la saldezza del Paese senza questo presidente». Pro Napolitano anche il leader dell’ Italia dei valori Antonio Di Pietro che commenta: «In uno Stato di diritto deve esserci un arbitro, solo in un regime dittatoriale gli arbitri vengono buttati via».

Pera censura sia il premier che il Colle entrambi fanno a pezzi la Costituzione ROMA - E a dimostrazione del fatto che l’appello del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sembra destinato a seguire la stessa sorte di tutti gli altri in passato (plauso generale ma poche risposte concrete), Umberto Bossi prende posizione nella questione sul ruolo del Presidente del Ma Napolitano, per Pera, Consiglio in questo Paese. Ha detto con grande «non è da meno perché chiarezza ieri: « Berluha mille difficoltà anche a lui la Costituzione sconi a fare il premier, è imvigente sta assai stretta». prigionato con tutte le leggi vecchie che ci soPensa di aver titolo ad no». Il leader della Lega, ai arbitrare, in realtà gioca microfoni di Sky tg24 in occasione di una manifestazione elettorale a Desio, ha commentato così le parole di Silvio Berlusconi, secondo cui bisogna dare più poteri al presidente del Consiglio. «Lui - ha insistito il ministro delle Riforme - ha il problema di dover fare le leggi, invece è imprigionato. Però sbaglia quando dice che si è fatto poco. Il federalismo fiscale è un cambiamento epocale». Bossi ha poi aggiunto di non essere d’accordo con i magistrati che "hanno esagera-

to" e ha spiegato: «Berlusconi ha le sue ragioni evidenti. Io - ha precisato - sono suo alleato e lo sostengo, dove si può sostenere però. Lui mi ha dato i voti per fare il federalismo, che vale molto di più di tutte le altre cose, quindi può chiederci di aiutarlo e noi lo aiutiamo. Non siamo traditori». L’ex presidente del Senato, Marcello Pera, in un intervento su Libero critica entrambi: «Più Berlusconi alza i toni più il Presidente Napolitano risponde a tono. E più l’uno parla più l’altro straparla. Quello ad un popolo, l’altro ad un altro». Per Pera, questo vuol dire che «la nostra crisi è ormai drammatica e che sta entrando in una zona assai pericolosa». Berlusconi, rileva l’ex presidente di Palazzo Madama, è insofferente alla Costituzione, sostenendo che gli «impedisce di governare, gli impone vincoli, lo sottopone a percorsi per lui incomprensibili, non gli conferisce adeguati poteri». Ma Napolitano, per Pera, «non è da meno perché anche a lui la Costituzione vigente sta assai stretta». Egli pensa che «abbia titolo a disciplinare il gioco, ad orientarlo e dirigerlo verso sbocchi che, lui ritiene, devono essere condivisi o bipartisan o comunque non sbilanciati». Ma così facendo gioca, non arbitra.

GUERRA POLITICA Letizia Moratti accusa Giuliano Pisapia e si becca una querela MILANO - «La Corte d’Assise ha giudicato Pisapia responsabile del furto di un veicolo che sarebbe stato usato per sequestro e pestaggio. Poi il reato è stato amnistiato». Parole grosse e che infiammano la campagna elettora per le amministrative a Milano quelle di Letizia Moratti. Le reazioni sono state però altrettanto infuocate. Il candidato sindaco a Milano per il centrosinistra Giuliano Pisapia ha querelato il sindaco Letizia Moratti per diffamazione aggravata in riferimento alle affermazioni da lei rese nel corso di un confronto te«La Moratti ha detto il falso levisivo su Sky Tg 24 nel quale ha che lui era stato consapendo di dire il falso e sostenuto dannato per furto. di diffamarmi: così non si Carteallamano,Pisapiacontesta l’accusa rivoltagli dall’avversaria: fa la campagna elettorale. «Letizia Moratti ha accusato Giuliano Pisapia di essere responsaQuesti metodi non sono bile di un furto, citando una sentenza della Corte d’Assise, che degni di Milano» dichiarava il reato estinto per amnistia. Nonostante l’amnistia, Giuliano Pisapia presentò appello, accolto. La III Corte d’assise d’appello di Milano presieduta dal dott. Luigi Maria Guicciardi nel procedimento n.76 del 1985 ha assolto Giuliano Pisapia per non aver commesso il fatto». Il candidato del centrosinistra ha citato direttamente la sentenza nel passaggio: «In conclusione non vi è prova - né vi sono apprezzabili indizi - di una partecipazione del Pisapia, sia pure solo sotto il profilo di un concorso morale, al fatto per il quale è stata elevata a suo carico l’imputazione di furto, dalla quale l’appellante va pertanto assolto per non aver commesso il fatto. Ha poi concluso: «Tale sentenza di assoluzione con formula piena è passata in giudicato ed è quindi definitiva». Giuliano Pisapia, fuori dagli studi Sky di Milano, continua a commentare: «Letizia Moratti ha fatto una cosa vergognosa, strumentalizzando il fatto di essere l’ultima ad avere diritto di parola: ha fatto dichiarazioni assolutamente false sul mio conto, sono stato vittima di un errore giudiziario, riconosciuto da una sentenza che mi ha assolto per non aver commesso il fatto, quando ancora c’era addirittura la formula dell’insufficienza di prove». Commenta infine sarcasticamente il segretario del Partito democratico Pierluigi Bersani: «Il sindaco Moratti alla disperata ha estratto la pistola e si è sparata sui piedi ma questa arroganza la pagherà, sono tentativi di colpi bassi come un pugile che non sa più dove colpire».

Michela Mancini


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani

ITALIA Il direttore generale degli imprenditori Giampaolo Galli: «Offesa l’opinione pubblica»

Confindustria alla fine si scusa, «Un errore applaudire Thyssen» di Gaia Mutone ROMA – Forse sarà stato il grande entusiasmo o l’emozione di trovarsi di fronte ad una poderosa platea di imprenditori "produttori di Pil", fatto sta che col senno di poi è stato un momento che con un eufemismo potremmo definire di scarsa lucidità. Una leggerezza che rischia di condizionare seriamente l’operato di Confindustria e i suoi vertici e, soprattutto, i rapporti con le rappresentanze dei lavoratori. Per queste ragioni, oltre che per un sussulto di umanità, alla fine è arrivata la marcia indietro. Ma torniamo indietro al fatto in questione. Nel corso delle Assise di Confindustria tenutesi a Bergamo sabato e domenica scorsi, gli imprenditori presenti avevano indirizzato un applauso spontaneo di solidarietà all’amministratore delegato di ThyssenKrupp, Harald Espenhahn, condannato in primo grado a 16 anni e mezzo per omicidio volontario. Un gesto che ha ovviamente scatenato la reazione imemediata dei familiari delle sette vittime, dei sindacati e dei politici e che è stato "aggravato" dalle parole spese durante gli applausi (e della standing ovation) dalla stessa Marcegaglia: «È un unicum in Europa - aveva detto nel suo intervento Emma Marcegaglia -. Una cosa di questo tipo se dovesse prevalere allontanerebbe investimenti esteri mettendo a repentaglio la sopravvivenza del sistema produttivo. È un tema che va guar-

dato con grande attenzione, nel massimo rispetto per la sicurezza sul lavoro, ma una cosa di questo tipo se dovesse prevalere allontanerebbe gli investimenti dall’Italia». La "cosa di questo tipo" sarebbe forse la gravità della condanna o la condanna in sé? Francamente indifendibile e a poco serve che subito dopo la presidente degli industriali abbia aggiunto che ci sarà «il massimo impegno per la sicurezza» e abbia annunciato di voler incontrare i familiari dei lavoratori morti. Ormai la frittata era fatta. Di qui le scuse. «L’applauso all’amministratore delegato di Thyssen è stato sbag-

«Il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, nei prossimi giorni si recherà a Torino per incontrare i familiari delle vittime della Thyssen»

liato, inopportuno, e colgo l’occasione per chiedere scusa a nome di Confindustria ai familiari delle vittime e all’opinione pubblica che si è sentita colpita e offesa». A recitare il mea culpa ieri è stato il direttore generale di Confindustria, Giampaolo Galli intervenendo alla trasmissione "Cofeee Break" su La7. «Ma quell’applauso - ha aggiunto - va capito perché è spontaneo in una platea di imprenditori. Perché c’é stato? Perché le imprese si trovano preoccupate per l’estrema incertezza del diritto in Italia». Vero: il problema dell’incertezza dei tempi del diritto c’è e va risolto per evitare che questo diventi un deterrente all’investimento, ma farne una rivendicazione mentre si battono le mani all’amministratore della ThyssenKrupp è stato un vero autogol, di cui difficilmente ci si dimenticherà. «Le sentenze si rispettano», ha concluso Galli, ma «ha detto lo stesso Guariniello che la sentenza era storica, un unicum, che accadeva per la prima volta al mondo. «Personalmente credo che le sentenze non debbano essere esemplari, ma giuste». Certo, ma il rispetto dei morti vale sempre.

«Noi siamo i primi ad essere seriamente impegnati affinché non ci siano incidenti. Noi abbiamo un impegno fortissimo sulla sicurezza sul lavoro»

Partito il processo di ’ndrangheta di Milano: 39 imputati dopo il blitz "Infinito"

MILANO Ha preso il via ieri a Milano il processo alle cosche della ’ndrangheta colpite nel luglio scorso dalla maxi operazione "Infinito", che ha portato a oltre 170 arresti nella sola Lombardia. Tra i 39 imputati che hanno scelto il rito ordinario (altri 119 verranno giudicati con il rito abbreviato a partire dal prossimo 9 giugno), c’è anche l’ex direttore della Asl di Pavia, Carlo Chiriaco: secondo l’accusa, sarebbe stato un elemento di raccordo tra i boss della ’ndrangheta e alcuni esponenti politici. Prima dell’inizio del processo le telecamere della Rai sono state allontanate: nessun operatore ha potuto riprendere quanto accaduto in aula. In tribunale sono arrivati, per assistere al processo, anche i

giovani dell’associazione «Ammazzateci tutti», di altri gruppi e perfino gli studenti del liceo artistico milanese di Brera. I giovani hanno indossato le caratteristiche magliette con su scritto «E adesso ammazzateci tutti». Assente il più noto degli imputati: «Non posso sopportare lo stress del viaggio e dell’udienza, prima della seduta di dialisi a cui mi devo sottoporre». Lo ha comunicato il boss Pino Neri in una comunicazione ai giudici, giustificando così l’assenza alla prima udienza. In aula, dei 39 imputati, ce n’erano più di una trentina presenti nelle gabbie, tra cui l’ex direttore della Asl di Pavia Carlo Chiriaco, l’ex carabiniere Michele Berlingieri, Ivano Perego imprendi-

Ocse, salari italiani tartassati dal fisco di Sofia Ricciardi PARIGI – Lo sapevamo già, ma ricordarlo è sempre utile: l’Italia è ai vertici della classifica dei Paesi dove il peso delle tasse sui salari è rilevante. Il cosiddetto cuneo fiscale che calcola la differenza tra quanto pagato dal datore di lavoro e quanto effettivamente finisce in tasca al lavoratore, in Italia è infatti al 46,9%. Stavolta la rilevazione è dell’Ocse che ha diffuso i dati del rapporto "Taxing Wages" relativo al 2010.Neldocumentovieneevidenziato che l’onere del fisco nel nostro Paese è aumentato di 0,4 punti percentuali rispetto al 2009, quando si attestava al 46,5%. Il risultato è che nella classifica dei Paesi membri dell’Ocse, aggiornata alla fine dello scorso anno, l’Italia sale dal sesto al quinto posto per peso fiscale sugli stipendi, sorpassando l’Ungheria (46,4%), ma restando dietro a Belgio (55,4%), Francia (49,3%), Germania (49,1%) e Austria (47,9%). Il dato tuttavia non tiene conto dell’enorme sommerso, che di fatto spinge il cuneo fiscale ben al di là del 50% su un valore che mettendo insieme le diverse stime va dal 52 al 55%. L’Italia resta in fondo alla classifica Ocse sui salari, ma sale dal 23/o al 22/o posto superando la Grecia. Il salario netto medio di un single senza figli a carico in Italia è stato di 25.155 dollari nel 2010. La cifra è inferiore sia alla media Ocse (26.436 dollari), che a quella dell’Ue a 15 (30.089). Il salario lordo è stato invece di 35.847 dollari, lievemente superiore alla media Ocse (35.576), ma inferiore a quella europea (42.755). Qui l’Italia è al 19/o posto.

tore milanese della Perego Strade e Vincenzo Novella, figlio del boss Carmelo Novella, ucciso nel 2008. Il legale di Pino Neri ha chiesto ai giudici di poter «regolare» il calendario delle udienze con la necessità del presunto boss, ora ai domiciliari per motivi di salute, di sottoporsi a sedute di dialisi e perciò ha anche chiesto che l’imputato possa fare la dialisi a Pavia e non a Voghera. I giudici hanno spiegato che decideranno dopo aver valutato le richieste di accusa e difesa sul punto. Il processo è stato aggiornato al prossimo 14 giugno nell’aula bunker di via Ucelli di Nemi. I giudici hanno fissato anche altre udienze per il 23 e il 30 giugno e per il 7, 12 e 19 luglio.

5


6

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

ECONOMIA ED ESTERI I ribelli hanno conquistato l’aeroporto della città. Secondo loro il rais è fuggito da Tripoli, dove la Nato continua a bombardare

I ribelli espugnano Misurata «Gheddafi è fuggito a sud» di Bruno Tosatti ROMA - Il regime di Tripoli perde terreno: ieri, dopo violenti scontri, i ribelli hanno preso il controllo dell’aeroporto di Misurata. Lo ha riferito un giornalista della France Presse, direttamente dalla città della Tripolitania, dove, i militanti della rivolta, pur perdendo più di 800 uomini, erano riusciti a resistere per più di due mesi al feroce assedio delle truppe lealiste, condotto con bombardamenti indiscriminati, sia nelle zone residenziali che sul porto, dove il regime ha cercato di ostacolare l’arrivo degli indispensabili aiuti umanitari. Nell’invertire la tendenza, determinate è stato il contributo dei raid aerei della Nato, che a fine aprile aveva distrutto la quasi totalità dei mezzi blindati dell’esercito di Muammar Gheddafi, consentendo ai ribelli di uscire da una situazione che sembrava disperata e di espugnare prima la zona residenziale, quindi il porto. Con gli scontri di ieri, quindi, le forze del regime sono state definitivamente respinte da Misurata: i rivoltosi, informavano fonti locali già in mattinata, hanno completamente circondato l’aeroporto e si sono impadroniti di una quarantina di missili Grad delle forze nemiche, neutraliz-

zando i mortai governativi che avevano provocato 13 feriti tra le loro fila. Avrebbero inoltre catturato un mercenario mauritano. Mentre le forze di Bengasi avanzano verso ovest dall’avamposto in Tripolitania, nuove esplosioni sono state udite nella mattina nella zona est di Tripoli, sorvolata dai velivoli della Nato. Ieri il ministro degli Esteri Franco Frattini ha ribadito quanto più volte affermato dalle autorità della coalizione internazionale coinvolta in Libia, ovvero che «Gheddafi non è mai stato l’obiettivo della missione», ma è evidente come negli ultimi giorni del conflitto le operazioni della missione Unified protector si stiano concentrando su Tripoli, per colpire quegli strumenti del regime che eppure non costituiscono una minaccia diretta per la popolazione civile, la cui protezione è lo scopo dichiarato dell’azione dell’Alleanza.

Ieri il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon ha lanciato un appello per un «cessate il fuoco immediato e verificabile», a Misurata come nel resto del Paese

Lo scorso 30 aprile, nel corso di un bombardamento di una delle residenze bunker della capitale, furono uccisi Seif al Arab Gheddafi, figlio minore del leader libico, e tre nipoti: da allora il rais non è più apparso in pubblico, e ieri l’altro la Nato aveva ammesso di non avere «alcuna prova» che potesse essere ancora vivo. Né d’altro canto esistono prove che sia morto: per i ribelli, sarebbe fuggito, dopo essere scampato all’attacco di dodici giorni fa, da Tripoli e si troverebbe nel deserto di Ash Shurayf, a circa 400 chilometri a sud della capitale. Lo si legge da ieri sulla pagina Facebook del movimento, "Intifada 17 febbraio", assieme all’ipotesi che da quel luogo Gheddafi possa, in caso di necessità, fuggire più agilmente verso il Ciad. E ieri per gli insorti è arrivato un nuovo importante riconoscimento: l’Unione europea aprirà presto un ufficio a Bengasi per garantire maggiore assistenza alle autoritàprovvisoriepresentinella seconda città libica. L’alto rappresentante per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza dell’Ue, Catherine Ashton, ha dichiarato davanti al Parlamento europeo che l’ufficio garantirà il sostegno del vecchio continente alla società civile e al Consiglio nazionale di transizione.

A Winchester comincia la resa dei conti per Daniele Restivo: il via al processo LONDRA - Ci ha pensato la giustizia britannica ad aprire la resa dei conti finale su Daniele Restivo, l’uomo su cui incombono gravissimi sospetti per la morte di Elisa Claps tanti anni fa, e da ieri sul banco degli imputati in Gran Bretagna per un delitto chepresentainquietanti siimilitudini con quello di Potenza. Il processo Ben Barnett, il fratello di controil39ennepotentiHeather, e Gildo Claps, no accusato di aver ucciso la sua dirimpettaia, fratello di Elisa, hanno la sarta 48enne Heather Barnett, ha preso il via stabilito stretti rapporti presso la Crown Court nel corso dei mesi: hanno di Winchester. Il procesi è aperto con le stesse idee su Restivo dimento un dibattito su questioni procedurali, dall’ammissibilità di certe prove all’uso o meno di Twitter dall’aula, il calendario del processo e la selezione della giuria. Restivo, in giacca scura, camicia azzurra e cravatta, fino a oggi ha negato ogni cosa: lui, tanto di quest’omicidio che di quello di Elisa Claps, dice di non saperne nulla. Toccherà ora agli inquirenti britannici dimostrare il contrario: il verdetto del giudice è atteso entro le prossime otto settimane. Questa è la durata del processo stabilita se-

condo i criteri della ’common law’, il sistema giuridico in vigore nel Regno Unito. Gli interrogativi che ancora aspettano una risposta sono parecchi. E sebbene a Winchester si tratti del solo caso Barnett, è molto probabile che in aula si assista a diversi intrecci con la vicenda di Elisa. Le due morti hanno infatti molti aspetti in comune, e non solo a causa del ’modus operandi’ scelto dal killer. Restivo era stato fermato due volte, prima nel 2004 e poi ancora nel 2006, dai detective della Dorset Police ma in entrambi i casi era stato rilasciato senza nessuna incriminazione. A Bournemouth, la cittadina del sud dell’Inghilterra dove risiedeva la Barnett e dove Restivo si era trasferito nel 2001, aspettano dunque da nove anni la soluzione a quello che è considerato come uno dei delitti più odiosi mai commessi nella zona. Una lunga attesa che ha anche creato una sorta di alleanza: Ben Barnett, il fratello di Heather, e Gildo Claps, fratello di Elisa, hanno stabilito stretti rapporti. Anche nelle convinzioni sul ruolo di Restivo: «Ho sempre nutrito dei sospetti su Restivo», ha confessato Ben Barnett dopo l’incriminazione del ’’parrucchiere’’ - come chiamano qui Restivo - per il vizietto di tagliare ciocche di capelli alle donne.

Rivolta in Siria I carri armati sparano ad Homs. Frattini: «Ma Assad non è come Gheddafi» di C.Brangia

ROMA - Ieri i carri armati dell’esercito siriano hanno bombardato il distretto residenziale di Bab Amro a Homs, terza città del paese, 160 chilometri a nord di Damasco, nonché centro nevralgico, insieme a Deraa, della protesta contro il governo del presidente Bashar Al Assad. «La città sta tremando per via delle esplosioni causate dai bombardamenti dei carri armati e per gli spari delle armi automatiche», ha raccontato Najati Tayrara, un attivista locale per i diritti umani, all’emittente araba al Jazeera . Il quartiere preso di mira ieri è da giorni sotto assedio delle forze di sicurezza siriane: con lo scopo di una repressione definitiva, il regime ha lanciato l’offensiva contro le città della rivolta, dislocando migliaia di soldati, mezzi blindati, mentre diverse associazioni umanitarie hanno denunciatolapresenzaanIl presidente siriano Assad, succeduto al padre nel 2000 che di cecchini. Osservate superficialmente, la Siria e la Libia precedente alla guerra sembrano dunque essere simili. Ma nel Paese Nordafricano, ha spiegato ieri il ministro degli esteri Franco Frattini intervistato a Radio1 , «la situazione è cominciata in modo del tutto diverso», «con una deliberata azione del regime, non vi è stata nessuna apertura alle prospettive di riforme». «Diciamolo francamente», ha proseguito il titolare della Farnesina: «Assad non è Gheddafi». Parallelamente alla repressione il presidente siriano ha mostrato di voler accogliere le richieste della popolazione: lo scorso mese aveva annullato, almeno sulla carta, lo stato di emergenza, in vigore dal 1963, e «la comunità internazionale - ha continuato il ministro - ritiene cha abbia ancora un margine piccolissimo per aprire ad un programma di riforme. Questo lo ritiene l’Europa che ha approvato con la forte spinta dell’Italia una pacchetto di sanzioni alla Siria, che comprendono anche il fratello del presidente Assad, ma non lui personalmente». Le sanzioni dell’Unione, però, costituiscono il «segnale ultimo», e per Assad, come per il dittatore libico, «il tempo sta scadendo».


il Domani

|

AsteInfoappalti

7

Giovedì 12 Maggio 2011

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 1/02 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di un appartamento sito in Cirò Marina, Via Lungomare, terzo piano di circa mq. 100 riportato in N.C.E.U al foglio 19 p.lla 96 sub 17 Prezzo base: euro 29.050,50 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 13.07.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone o al Custode Giudiziario Avv. Enrico Proto - tel. 0962/24932, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 67/93 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Lotto 1: Fabbricato a tre piani fuori terra nella zona urbana del comune di Rocca di Neto in NCEU al fg. 4 p.lla 353 cat A76 Prezzo base: euro 5.000,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13.07.2011 Lotto 2: Fabbricato a quattro piani fuori terra di cui l'ultimo mansardato oltre seminterrato nella zona urbana del comune di Rocca di Neto in NCEU al fg. 4 p.lla 212 cat A76 Prezzo base: euro 9.000,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13.07.2011 Lotto 3: Terreno nel comune di Rocca di Neto, sul fondo v'è un magazzino allo stato rustico di mq. 20 e una casa colonica di circa mq. 111 Prezzo base: euro 34.900,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13.07.2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 15/2008 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena e dintera proprietà di villa singola sita in agro di Crotonei, frazione Tropidò Soprano, Contrada Caparra, all'interno del "Villaggio Baffa". Prezzo base: 57.560,00 Rilancio: 1.000,00 Vendita senza incanto: 06/07/2011 Vendita con incanto: 13/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Simona Infante, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Fallimento n. 12/93 G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Quota del 50% dell'intera proprietà di una villetta singola con annessa corte a due piani fuori terra sita in San Giovanni in Fiore Frazione Colle Ciuccio. Prezzo base: 27.300,00 Rilancio: 800,00 Vendita con incanto: 21/06/2011 Vendita con incanto: 19/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Rag. Iole Madarena, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 6/93 + 7/94 + 35/05 R.G.E. G.E.: Dott. Francesco Murgo Lotto Uno: quota pari a 2/21 di tre fondi siti nel comune di Cirò Marina (KR) in c.da Brisi e in c.da Marta Prezzo base: euro 5.343,75 Rilancio: euro 500, 00

Vendita con incanto: 29/06/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Espropriazioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. o presso il custode giudiziario Avv. Mariangela Mesoraca con studio in Crotone in via VENEZIA, 17 -TEL. 062/21375

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME FALL. N. 455/95 R.F. Lotto 2 - Comune di Lamezia Terme, fraz. Sant'Eufemia, Via Saba, 12. Locale destinato a deposito - magazzino di ca. mq. 30. Prezzo base: Euro 16.875,00; aumento minimo pari al 5% del prezzo base. Vendita con incanto: 12/07/2011 ore 9.30, innanzi al G.D. Dott.ssa Adele Foresta c/o il Tribunale di Lamezia Terme, P.zza della Repubblica, 2. Deposito domande entro le ore 13 del 11/07/2011. Maggiori info in cancelleria fallimentare e sul sito www.astegiudiziarie.it (A122549). °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 16/2007, con ordinanza emessa all'udienza del 09.03.2011, ha disposto la vendita con incanto di un unico lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 06.07.2011; Lotto Unico: "terreno esteso 3.350 mq, sito nel Comune di Decollatura, località Cutura, ricadente nel foglio di mappa 57, p.lla n.153. Su porzione del terreno insiste un fabbricato (ancora non accatastato) adibito ad essiccatoio per legname, così suddiviso: mq 78,02 locale cella di essiccazione in muratura termoisolante con porte in materiale isolante e chiusura di sicurezza; mq 23,18 locale caldaia, quadro elettrico di comando; il tutto in ottimo stato di conservazione, con tutte le attrezzature di corredo perfettamente funzionanti. Ancora, è presente una tettoia in ferro con copertura in lamiera grecata, estesa mq 101,52, anch'essa in ottimo stato di conservazione. Il terreno coltivabile, di circa 2.600 mq pianeggiante e di buona qualità agronomica, è di facile accesso ed è possibile eseguire meccanicamente le operazioni colturali". Prezzo base euro 36.703,13. SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo base di euro per il lotto unico di euro 36.703,13; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente avviso, termine fino alle ore 13.00 del 05.07.2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 06.07.2011, ore 12.00 e segg.;

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA: - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, e della relazione di stima dell'esperto su un sito Internet individuato ai sensi dell'art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente può, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d'ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria alme-

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

8

Giovedì 12 Maggio 2011 no dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante. Lamezia Terme, lì 02 maggio 2011 Il Funzionario Giudiziario Dott.ssa Leonilda Bonaddio °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA Procedura n. 102/1999 Registro Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Lamezia Terme Il professionista delegato Avv. Massimiliano Carnovale con studio legale in Lamezia Terme alla Via Trento n. 3, nella procedura esecutiva n. 102 / 1999 RGE Tribunale di Lamezia Terme promossa dalla Società UNICREDITO ITALIANO S.P.A. Visto il provvedimento di vendita e delega emesso dal Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme Dott. Alessandro Brancaccio in data 4 luglio 2008 e depositato il 7 luglio 2008 ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c - N. 24 / 2008 R.D. e successive proroghe ed autorizzazioni alla riduzione del prezzo base d'asta del 16.11.2009 e visto il provvedimento del Tribunale di Lamezia Terme GE Dott.ssa Adele Foresta del 14 / 15 marzo 2011 Viste le precedenti vendite andate deserte Ritenuto necessario, pertanto fissare la vendita dei beni pignorati; visto l' art. 569 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si terrà la vendita senza incanto dei seguenti immobili: LOTTO UNICO - Locale "magazzino deposito" sito in Maida, alla Via Statale Rione Campo Trav. E, e riportato in catasto al foglio 53 particella 338 sub 2 con una superficie commerciale di 386, 78 mq - e locale magazzino esposizione sito in Maida, via Statale Rione Campo Trav. E, riportato in catasto al foglio 53 particella 338 sub 1 con una superficie di 437, 87 mq; per un totale di 824, 65 mq Prezzo base Euro 145.578, 52- diconsi euro centoquarantacinquemilacinquecentosettantotto/ 52 centesimi di euro Cauzione Euro 14.557, 85 - diconsi euro quattordicimilacinquecentocinquantasette/ 85 centesimi di euro Rilancio minimo Euro 7.278, 92 - diconsi euro settemiladuecentosettantotto/ 92 PER IL LOTTO UNICO: Data dell'incanto: 12 LUGLIO 2011 alle ore 10:00 con continuazione Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato Avv. Massimiliano Carnovale sito in Lamezia Terme alla Via Trento n. 3, (telefono e fax 0968 401064; cell. 339-4055024; e mail avvcarnovale@libero.it) In tale sede per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo pari all'importo sopra indicato I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma dell'Ing. Giovanni Cimino che deve essere consultata dall'offerente, ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l'esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 17, previo avviso telefonico, e sul sito internet www.aste.eugenius.it; Si avvisa in ogni caso, che la vendita del bene di cui al lotto unico avviene nello stato di fatto e di diritto in cui il bene si trova, con tutte le eventuali pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo a nessun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsivoglia genere ivi compresi a titolo esemplificativo e non esaustivo quelli urbanistici, quelli derivanti dalla eventuale necessità di adeguare gli impianti alla normativa vigente, spese condominiali dell'anno in corso e degli anni precedenti, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia non potranno dare luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione del bene e nella volontà di partecipare all'asta. L'immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita eventuali iscrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura.

Ogni onere fiscale derivante dalla vendita unitamente ai costi di cancellazione di trascrizioni ed iscrizioni saranno a carico dell'aggiudicatario Maggiori informazioni potranno essere richieste al predetto professionista delegato Avv. Massimiliano Carnovale che è anche custode dell'immobile. La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni della VENDITA CON INCANTO sono regolate come segue: - a norma dell'art. 579 c.p.c ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell'art. 579, ultimo comma c.p.c.; - le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa entro le ore 13 del 11 LUGLIO 2011. - Le stesse potranno essere presentate presso lo studio del suindicato professionista delegato dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell'Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l'esame delle offerte; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del professionista ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata par-

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

tecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; nonché sono a carico dell'aggiudicatario ed in aggiunta al prezzo di aggiudicazione, il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli abusi - e quindi quelle dovute a titolo di oblazione e di canoni concessori e quant'altro se sussistenti - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita per un importo presumibile pari al 20 per cento del prezzo di aggiudicazione, è di 60 giorni dalla aggiudicazione mediante assegni circolari non trasferibili intestati a Poste Italiane S.p.A., che verranno poi depositati su un libretto di deposito postale o bancario nominativo già acceso, intestato alla procedura e vincolato all'ordine del Giudice. Gli assegni circolari predetti devono essere due uno quale saldo prezzo e uno di importo pari al 20 per cento del prezzo di aggiudicazione per gli ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita - in caso di inadempimento l'aggiudicazione sarà revocata e l'aggiudicatario perderà tutte le somme versate; OFFERTE IN AUMENTO DI UN QUINTO: a norma dell'art. 584 c.p.c., avvenuto l'incanto possono ancora essere fatte offerte d'acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell'incanto. Pertanto, l'aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. Sono a carico dell'aggiudicatario tutte le spese per il trasferimento degli immobili nonché quelle relative alla cancellazione della trascrizione del pignoramento e di tutte le formalità con i relativi compensi spettanti al professionista delegato per le operazioni successive alla vendita, come liquidati dal G.E. Sono ovviamente a carico dell'aggiudicatario ed in aggiunta alle somme di cui all'aggiudicazione i costi per il pagamento dell'oblazione e dei canoni di concessione se sussistenti. LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, è data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell'esperto su un sito Internet individuato ai sensi dell'art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente può, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d'ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante. Per gli immobili su cui grava mutuo fondiario ai sensi del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l'aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione definitiva dovrà pagare all'istituto mutuante quella parte del prezzo che corrisponde al credito dell'istituto stesso in capitale, accessori e spese salvo che non preferisca accollarsi in conto prezzo di aggiudicazione il residuo capitale del mutuo fondiario relativo all'immobile aggiudicato. In tal caso in ottemperanza all'art. 41 del Testo Unico delle leggi in materia banca-

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

9

Giovedì 12 Maggio 2011 ria e creditizia (D.lgs. 1993 n. 385) l'aggiudicatario dovrà: a) pagare al mutuante nel termine di 15 giorni dalla data di aggiudicazione le rate scadute gli accessori e le spese dichiarando di volere profittare dl mutuo stesso; b) depositare entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione definitiva nelle forme di cui al precedente capo l'eventuale differenza del prezzo di aggiudicazione ottenuta detraendo dal prezzo di acquisto la cauzione prestata, l'importo del versamento effettuato all'istituto mutuante nonché l'eventuale ammontare residuo del capitale accollato; c) depositare in cancelleria ai fini del trasferimento idonea ed aggiornata certificazione concernente l'immobile subastato ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari. Si specifica che tutte le attività che ai sensi dell'art. 571 c.p.c. e seguenti c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell'Esecuzione, o dal cancelliere o dal Giudice dell'Esecuzione sono eseguite dal professionista delegato presso il suo studio. Si invita il creditore procedente ad essere presente alla vendita con incanto. Il presente avviso verrà pubblicato mediante affissione all'Albo del Tribunale di Lamezia Terme, sul quotidiano Il Domani della Calabria edizione regionale sul mensile Asteinfoappalti, e sul sito internet www.aste.eugenius.it.. Tra l'avvenuta pubblicità di cui sopra e la vendita senza incanto dovrà decorrere un termine non inferiore a quarantacinque giorni. Lamezia Terme 26 aprile 2011 Il Professionista Delegato Avv. Massimiliano Carnovale °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 60/2006, con ordinanza emessa all'udienza del 30.03.2011, ha disposto la vendita con incanto del seguente bene immobile in un unico lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 13.07.2011 Lotto Unico: "immobile a due piani fuori terra con seminterrato ed ampio piazzale, sito nel Comune di Cicala, alla via Attanzio, n. 25, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 11, p.lla 63 e 65, cat. A/4, classe 1, consistenza 9,5 vani". Prezzo base euro 20.671,87. SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo base di euro 20.671,87 per il lotto unico; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d'asta; - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della peri-

zia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; - è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente avviso, termine fino alle ore 13.00 del 12.07.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - è fissata, per il giorno 13.07.2011, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA: - su impulso del procedente, sia predisposto l'avviso di vendita, da pubblicare all'albo dell'Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità: - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - in ogni caso, per una sola volta, del presente avviso, e della relazione di stima dell'esperto su un sito Internet individuato ai sensi dell'art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - il creditore procedente può, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; - la pubblicità muraria e l'ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d'ora non necessarie ai fini dell'esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante. Lamezia Terme, lì 02.05.2011 Il Funzionario Giudiziario Dott.ssa Leonilda Bonaddio

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 46/1992 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA, O R D I N A la vendita con incanto dei seguenti beni immobili: ORDINANZA DEL 29.05.2010 LOTTO 1 - "Unità immobiliare costituita da magazzino posto al piano terra di fabbricato, sito in Bovalino, via G. Marconi n. 5, riportato nel Catasto fabbricati dello stesso Comune al foglio 15, p.lla 477 sub 1, Cat. C1, Classe 7, cons. mq. 40" Prezzo base d'asta: Euro 33.510,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo LOTTO 2 - "Unità immobiliare costituita da appartamento, posto al primo piano di fabbricato, sito in Bovalino, via G. Marconi 6, riportato nel catasto fabbricati dello stesso Comune al foglio 15, p.lla 477 sub 2, Cat. A/3, Cl. 3, consistenza 3 vani" Prezzo base d'asta: Euro 29.986,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all'udienza del 24.06.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. Ogni offerente, dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base d'asta da imputarsi per il 10% a titolo di cauzione e per il 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. L'aggiudicatario, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, dovrà depositare il residuo prezzo, detratta la cauzione già versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 24.06.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 03 maggio 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 40/2003 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, tranne quanto sotto riportato, vedere l'ordinanza di vendita del 27.07.2008 - punti da 1 a 28 riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 24.06.2011, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni: DA RIDURRE DI 1/4+1/4; - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 680 cpc;

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it

10

www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

Giovedì 12 Maggio 2011 - l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Francesca SPEZIALI (Tel. 0964.20179) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 09 maggio 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 40/2003 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, … OMISSIS …, - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Insediamento produttivo adibito alla produwione di costruzioni metalliche in Siderno, c.da Pantanizzi, censito nel NCEU al foglio 25, p.lla 805, comprensivo di capannone e locale servizi" PREZZO BASE: Euro 500.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: "Quota di 2/3 del diritto di proprietà sui terreni in Siderno, loc. S. Marini, censiti in catasto al foglio 23 p.lle 8 (fabbricato rurale) - 260 - 335 - 336 - 341 - 343 - 347 - 352 - 353 per una superficie complessiva di circa mq 10.198" PREZZO BASE: Euro 50.000,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Ing. G. FRAMMARTINO) che deve intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; 4) l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 27.03.2009, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente: potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell'art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla,banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall'aggiudicazione); - nel termine perentorio di gg. 50 dall'aggiudicazione dovrà versare direttamente alla banca mutuante M.P.S. Gestione Crediti spa (n.q. di cui agli atti) la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine sarà l'Istituto mutuante a comunicare tempestivamente l'importo del credito; - nel termine di gg. 60 dall'aggiudicazione dovrà versare l'eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l'importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri oppure presso il custode giudiziario; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante mani-

18)

19)

20)

21)

22)

23)

24)

25)

26)

27)

festi murali da affiggersi nei Comuni di SIDERNO E LOCRI (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di . 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 07.05.02009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonché l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 27 luglio 2008 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 9/1998 promossa da Istituto Bancario San Paolo di Torino, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO N. 1 - Fabbricato a piano terra adibito ad attività commerciale sito nel Comune di Locri, in Corso Vittorio Emanuele, n. 86 (angolo via G. Mazzini, n. 10), riportato nel NCEU alla partita 1002045, foglio di mappa 27, particella†162, sub 1, cat. C/1, classe 5ª, di mq 190, r. £ 7.505.000 e sub 2, cat.†C/2, classe 2ª, mq 51, r. £ 306.000. Prezzo base del lotto: euro 296.542,32 Deposito per cauzione: euro 29.654,23 Deposito per spese: euro 44.481,35 LOTTO N. 2 - Fabbricato a piano terra adibito ad attività commerciale sito nel Comune di Locri, in Corso Vittorio Emanuele, n. 74 (angolo via G. Mazzini), riportato nel NCEU alla partita 1792, foglio di mappa 27, particella 659-661, sub†2, cat. C/1, classe 6ª, di mq 48, r. £ 2.208.000 e partita 1003153, foglio di mappa 27, particella 659-662, sub 3, cat. C/1, classe 4ª, mq 37, r. £ 1.254.300. Prezzo base del lotto: euro 162.234,61 Deposito per cauzione: euro 16.223,46 Deposito per spese: euro 24.335,19 L'incanto avverrà, con il PREZZO da RIDURRE di 1/5+1/5+1/5, all'udienza del†07.07.2011 - ore 9:00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ----- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: - Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12:00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà), mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. - Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3%. - L'aggiudicatario dovrà depositare, entro il termine di 60 giorni dall'incanto, il prezzo di aggiudicazione, detratta la cauzione versata, con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 25.02.2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 81/95 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Diritti vantati, in ragione di 1/2, sul terreno sito nel Comune di Siderno, loc. Lamia, riportato nel NCT alla partita 75280, foglio di mappa 24, particella 72, seminativo classe 1^ di are 00.74.30, particella 73 attualmente terreno di sedime e particella 74 di are 00.71.70, in ditta ... proprietaria per 1/2, … proprietaria per 1/2, … proprietaria per 1/2, ... proprietario per 1/2 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 23.478,00

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

11

Giovedì 12 Maggio 2011 DEPOSITO PER CAZIONE: Euro 2.347,80 DEPOSITO PER SPESE: Euro 3.522,00 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data ---- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a Euro 1.000,00. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 20.04.2011 Esatte Euro 14,62 per bollo - Euro 10,62 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 71/84 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito in località Cavaldemoli, denominato Pianeto, riportato nel catasto del Comune di Gioiosa Jonica, al fgl. 15, part.lla 69, di mq. 2430, pascolo cespuglioso, part.lla di mq. 24, rudere; part.lla 71 di mq. 2650, vigneto PREZZO BASE D'ASTA: Euro 2.027,95 2° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica e riportato in catasto al fgl. 15, part.lla 173, di mq. 2640, pascolo arborato, part.lla 206 di mq. 4600, pascolo arborato; part.lla 313 di mq. 1920, pascolo arborato PREZZO BASE D'ASTA: Euro 1.348,26 3° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica e riportato in catasto al fgl. 15, part.lla 113, di mq. 1900, pascolo arborato, distanta 10 mt dal lotto 2 PREZZO BASE D'ASTA: Euro 279,66 4° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica e riportato in catasto al fgl. 15, part.lla 171, di mq. 1900, pascolo cespugliato PREZZO BASE D'ASTA: Euro 176,63 5° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica e riportato in catasto al fgl. 15, part.lla 36, di mq. 1010, seminativo irriguo arborato, part.lla 37 di mq. 4110, uliveto

PREZZO BASE D'ASTA: Euro 3.522,00 6° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica località Mosella e riportato in catasto al fgl. 14, part.lla 96, di mq. 7720, uliveto PREZZO BASE D'ASTA: Euro 5.581,87 7° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica località Pizzilli e riportato in catasto al fgl. 14, part.lla 132, di mq. 5300, uliveto PREZZO BASE D'ASTA: Euro 3.832,11 8° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica località Petrompera e denominato Giordano, riportato in catasto al fgl. 14, part.lla 159, di mq. 6160, uliveto PREZZO BASE D'ASTA: Euro 4.453,92 9° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica, riportato in catasto al fgl. 14, part.lla 11, di mq. 1730, seminativo arborato, part.lla 22 di mq. 6860, uliveto; part.lla 23 di mq. 22, rudere; part.lla 33 di mq. 140, rudere; part.lla 35 di mq. 13090, uliveto; part.lla 57, di mq. 4530, pascolo arborato; part.lla 65, di mq. 4920, uliveto; part.lla 266, di mq. 1690, vigneto; part.lla 267 di mq. 4690, pascolo arborato PREZZO BASE D'ASTA: Euro 21.696,10 10° LOTTO: A) Quota parte pari alla metà dell'intero del fondo rustico sito nel Comune di Gioiosa Jonica, e riportato in catasto al fgl. 13, part.lla 150, di mq. 8530, pascolo arborato PREZZO BASE D'ASTA: Euro 1.256,02 L'incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 30 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 27 aprile 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 107/98 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Diritti vantati, in ragione di 1/2, sul terreno sito nel Comune di Gioiosa Jonica, località Annunziata, riportato nel

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

NCT alla partita 7844 foglio di mappa 32, particella 653, agrumeto di are 00.04.10, classe 3° Prezzo base del lotto: Euro 9.500,00 Deposito per cauzione: Euro 950,00 Deposito per spese: Euro 1.425,00 L'incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente l'udienza, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. ANTONIO RICCIO (Tel. 0964.342030). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addi, 29 aprile 2011 IL CANCELLIERE

TRIBUNALE DI PAOLA - UFFICIO FALLIMENTI IL GIUDICE DELEGATO OGGETTO. Fallimento di N.569-9/98 Il cancelliere sottoscritto, rende noto che il Giudice Delegato con ordinanza del 18 gennaio 2011 ha disposto la vendita all'incanto, delle porzioni immobiliari appresso descritte: 1) Porzione di fabbricato sita nel Comune di Diamante (CS), località Piane in adiacenza alla SS 18, ubicata al piano terra, riportata nel NCEU al foglio N.10, part.lle n. 731 sub 3, categoria C/1, classe 3, mq. 40, rendita 462,75 e 731 sub 4, categoria C/2, classe 1, mq. 82, rednita 220,22, costituita da due locali produttivi con tre ingressi ma all'interno comunicanti tra loro, per cui la suddetta porzione di fabbricato rappresenta un unico lotto e quindi un unico locale produttivo, con annessa porzione di corte pari a 4/9 dell'intero, riportata in catasto al foglio n.10, part.lla 731 sub 9. Detta porzione immobiliare confina da due lati con corte condominiale, proprietà … e proprietà … , mentre la porzione di corte confina con proprietà … , strada statale SS 18, proprietà … e proprietà … La superficie commerciale dell'intero locale è di mq. 140 al lordo di tramezzi e tompagnatura perimetrale, mentre quella catastale è di mq. 122 al netto dei muri perimetrali e tramezzatura interna, il tutto nello stato di fatto e di diritto, come meglio risulta dalla

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

perizia redatta dal CTU e depositata il 30/04/07, alla quale si fa integrale rinvio per quanto non riportato nella presente ordinanza; PREZZO BASE euro 112.720; 2) Quota pari a 1/2 del terreno ubicato nel Comune di Diamante (CS), intestato ai falliti, in comunione dei beni con i rispettivi coniugi, identificato in catasto al foglio 13, part.lla 49, della superficie di mq.14.270, RD 36,85, RA 40,53, confinante con strada provinciale Diamante - Buonvicino, part.lle n. 50331-329-360, parte con destinazione urbanistica C72 e parte in zona E; il tutto nello stato attuale di fatto e di diritto, come meglio risulta dalla perizia redatta dal CTU e depositata il 30/04/07, alla quale si fa integrale rinvio per quanto non riportato nella presente ordinanza; PREZZO BASE euro 219.615,00. L'incanto avrà luogo davanti al giudice delegato il giorno 28 giugno 2011 alle ore 12 alle seguenti condizioni: 1 - Coloro che intendono partecipare all'asta dovranno far pervenire alla Cancelleria dell'Ufficio fallimentare, entro le ore 13,00 del giorno precedente la vendita, una domanda redatta su carta da bollo, contenente l'indicazione del proprio numero di codice fiscale (o di partita IVA, in caso di società) e della propria residenza, e l'elezione del proprio domicilio nel comune di Paola (CS); 2 - Alla domanda dovrà essere allegato un assegno circolare trasferibile, intestato allo stesso offerente, di importo pari al 30% del prezzo base, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% per le spese presuntive della vendita; 3 - Nel corso della gara, la misura minima dell'aumento da apportarsi alle offerte sarà di euro 2.000,00 (duemila), con obbligo di primo rilancio sul prezzo base; 4 - Entro sessanta giorni dalla gara l'aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotto l'importo della cauzione già versata, mediante assegno circolare intestato alla Curatela fallimentare. In caso di inadempimento, il medesimo sarà dichiarato decaduto dal diritto, con perdita della cauzione, salva l'eventuale condanna a pagare la differenza di cui alla seconda parte dell'art.587c.p.c.; 5 - Nello stesso termine e con le medesime modalità di cui al precedente punto 4, l'aggiudicatario dovrà integrare la somma preventivamente depositata a titolo di spese presuntive di vendita fino a raggiungere il 20% del prezzo di aggiudicazione, sotto pena di decadenza dall'aggiudicazione medesima ai sensi del citato art. 587 c.p.c. Ove l'immobile si astato aggiudicato a seguito del solo rilancio minimo obbligatorio, l'aggiudicatario è dispensato dall'obbligo della integrazione per spese; 6 - Gli oneri fiscali della vendita (IVA o registro) e le spese di trascrizione e di cancellazione delle formalità ipotecarie saranno a carico dell'acquirente. Non vi sono spese notarili o di mediazione; 7 - Il Curatore provvederà a tutti gli adempimenti relativi alla trascrizione del decreto di trasferimento ed alla cancellazione delle formalità iscritte o trascritte a carico della porzione immobiliare oin oggetto. L'esecuzione delle volture catastali è rimessa invece all'iniziativa dell'acquirente. Paola lì, 21/01/2011

Info 0961 996802


12

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

IN CALABRIA

«Da Veolia 3,5 milioni per interventi nel sociale»

di Marco Ruffo CATANZARO - Tre milioni di euro da investire in attività di promozione sociale e sportiva a favore dei territori della Calabria. È quanto prevede l’accordo siglato tra Regione e Veolia, la multinazionale francese che gestisce il termovalorizzatore di Gioia Tauro, presentato a Catanzaro dal governatoreGiuseppeScopellitie dal direttore di Veolia Italia,

Giancarlo Renda. «L’intesa - ha detto Scopelliti - è un’idea che abbiamo messo in campo per ottenere ricadute e opportunità da parte delle aziende presenti a favore delle realtà territoriali interessate. È questa la filosofia che ci muove e che intendiamo attuare anche con tutte le altre aziende che operano in Calabria. Già Veolia dà royalties per 1,2 milioni di euro all’anno al Comune di Gioia Tauro, che diventeranno 2,5 con il raddoppio dell’impianto. Ques-

te ulteriori risorse di 3,5 milioni, una tantum, saranno messe a disposizione per interventi nel sociale e nella promozione dello sport soprattutto per i più piccoli. C’é da chiedersi, però: se queste cose le abbiamo fatte noi perché non le ha fatte chi ci ha preceduto?». «In materia di rifiuti - ha sostenuto ancora Scopelliti - ci siamo prefissati di chiudere la questione nei tempi più brevi possibili. Siamo consapevoli che ci vorranno dai due ai tre anni per

IN BREVE

È quanto ha reso noto il presidente Milano, Regione intende Scopelliti sull’intesa costituirsi parte civile raggiunta MILANO - La Regione Calabria atcon la multinazionale traverso il suo legale, l’avvocato Gullo, intende costituirsi parfrancese per inziative Luigi te civile nel processo milanese le cosche della ’ndrangheta a favore dei territori contro dove sono imputate 39 persone. fare quello che non è stato fatto sinora. Non è possibile, comunque, che chi ha prodotto i guasti nel settore dei rifiuti venga oggi a darci lezioni o a chiedere il conto. Per quanto ci riguarda siamo fiduciosi e sappiamo che si dovrà lavorare, anche per questo l’apporto del commissario Melandri sarà fondamentale». «La nostra azienda - ha detto Renda - opera nella logica della ‘social responsability’, un modus operandi che non è molto diffuso nelle imprese italiane. L’impegno di Veolia è quello di agire a favore dei territori in cui si opera. Adesso abbiamo superato le difficoltà che hanno caratterizzato gli ultimi tre anni e i lavori per il raddoppio del termovalorizzatore vanno avanti. Dal nostro punto di vista - ha concluso il direttore di Veolia Italia riteniamo che la Calabria possa uscire dall’emergenza entro il 2011».

Ieri mattina il legale della Regione Calabria si è presentato come ‘persona offesa’ dei reati di associazione mafiosi contestati ai presunti affiliati della ’ndrangheta nel capoluogo lombardo e nei comuni limitrofi. In aula, si è presentato anche l’avvocato dello Stato, Michele Damiani, per le persone offese, Ministero dell’Interno e della Difesa. Le richieste di costituzione di parte civile verranno formulate nella prossima udienza e poi discusse fra le parti e poi i giudici della VIII Sezione penale decideranno se ammettere le parti civili. Tra coloro che intendono costituirsi parte civile nella prossima udienza e che ieri si sono presentati come ‘persone offese’, ci sono anche i legali delle curatele fallimentari di alcune società, tra cui la Perego General Contractor, la Perego Strade e la Perego Holding. Tra gli imputati infatti figura Ivano Perego che, secondo l’accusa, sarebbe stato un imprenditore ‘al soldo’ della ’ndrangheta.

COMUNICATO PREVENTIVO ai sensi e per gli effetti della Delibera n. 80/11/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 30 Marzo 2011 relativamente alle disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 15 e 16 maggio 2011 e per gli eventuali ballottaggi del 29 e 30 maggio la cui redazione è in Loc.tà Serramonda di Marcellinara km.12.300 - 88040 Marcellinara (Cz) Telefono 0961.996802 – Fax 0961.903801

DICHIARA la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata e/o allegati ad essa messaggi politici elettorali - nei tempi e nei limiti previsti dal sopraindicato provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - alle seguenti condizioni:

Tariffe Edizione Regionale M odulo c ad .: 25,00 + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) B/N 35,00 + IV A 4% (AR T.7 LEGGE 90/04) COL.

Pagina in ter a ultima c olor e 1500,00 + IVA 4%

(ART.7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na c olor e 1300,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Finestr ella pr ima pagina c ad .: 200,00 mini + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) 300,00 max + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na b/n 1000,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Tariffe elettorali sul Web Medium Rectancle 362 x 248 rotazione 25% al giorno nelle pagine web provinciali Sezione Territorio Pagamento : Prenotazione : Presentazione del materiale

Medium Rectancle 362 x 248 rotazione

€ 25,00 an ticipa to; en tr o le or e 12:00 del t : en tr o le or e 15:00 del t

25% al giorno nelle pagine web provinciali Home page

er zo gior no pr ec eden te la da ta di r ichiesta p er l ’uscita ; er zo gior no pr ec eden te la da ta r ichiesta p er l ’uscita .

Tutte le richieste di informazioni potranno altresì essere inviate alla concessionaria di pubblicità: IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria

Coordinamento Area Calabria Mediatag S.p.A. Località Serramonda – 88040 Marcellinara(CZ) - Tel.0961/996802 Fax 0961/903421 – 903784 - Tel.0984/429477 – Tel.e Fax 0984/391711

Presso le redazioni sopra indicate è disponibile, su richiesta, il documento analitico concernente le condizioni di prenotazione degli spazi e le tariffe per l’accesso.

€ 40,00


il Domani 13

Giovedì 12 Maggio 2011

IN CALABRIA Caligiuri: «A luglio convocheremo gli stati generali del teatro»

Il ministro della Pubblica amministrazione in visita a Rosarno per sostenere i candidati del Pdl locale lancia la sua ‘candidatura’

Brunetta si propone come «ministro della Calabria» di Saverio Miniaci ROSARNO (REGGIO CALABRIA) - «In questo periodo di nomine di nuovi sottosegretari e viceministri io voglio annunciarvi il nome del nuovo ministro della Calabria che si chiama Renato Brunetta. Ho scritto un libro sul sud e voglio realizzare al sud nel posto più difficile le cose che ho scritto sul libro che si chiama proprio Sud». Così il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, in visita a Rosarno a sostegno del candidato del Pdl locale Gaetano Rao e del candidato a presidente della Provincia del Pdl Giuseppe Raffa, lancia anche la sua ‘candidatura’. «Voglio diventare ministro della Calabria perché - ha aggiunto - ritengo che c’é stata una unificazione sbagliata del nostro Paese, c’é troppo egoismo del nord mentre il futuro deve essere costruito al sud e poiché le soluzioni per costruire questo futuro non vengono da fuori voglio diventare ministro della Calabria puntando su meri-

to, trasparenza, cultura, nuove tecnologie, università e azzeramento della burocrazia. Occorre corredare la pressione fiscale e burocratica alle dimensioni delle imprese e su questo punteremo in autunno quando approveremo come Governo la riforma fiscale». Brunetta ha detto che darà un consiglio a Berlusconi «realizzare subito poche ma importanti infrastrutture. Non serve una prospettiva decennale e per questa ragionevogliovederesubitoaperti i cantieri del ponte. Occorre fare le grandi opere in pochi anni e se è necessario anche con i commissari ad acta. Occorre abban-

Il Ministro ha detto che darà un consiglio a Berlusconi: «Realizzare subito poche ma importanti infrastrutture»

donare l’alibi della presenza della ’ndrangheta perché in alcune circostanze i ritardi nelle opere pubbliche sono costituiti dalle cattive imprese e dalla cattiva burocrazia. Io dirò queste cose nel prossimo Consiglio dei Ministri come nuovo ministro della Calabria». La proposta del ministro Brunetta è stata giustificata dal fatto che «in questo modo verrà evitato il rischio di infiltrazioni mafiose, ma - ha evidenziato - allo stesso tempo non daremo alibi ai costruttori che non potranno lamentarsi della presenza della ’ndrangheta e dovranno procedere celermente». Il passaggio sulle infrastrutture non poteva non riguardare il ponte sullo Stretto di Messina. «Voglio vedere subito i cantieri aperti altrimenti dirò a Berlusconi che l’annuncio dell’opera si tramuterà in un boomerang contro di noi». Brunetta infine ha chiesto al popolo del Pdl di seguire con attenzione il lavoro del Governo, di non leggere certi giornali e di non guardare certe trasmissioni televisive.

r.c.

A cura: M ediatag Spa coord. area C alabria

Millenaria acquista “TS Totoguida Scommesse” ROMA - Millenaria, la società editoriale diretta da Guido Talarico, ha acquistato "TS - Totoguida Scommesse" e tutte le testate sportive edite da Giroal, società editrice leader nel settore dei giochi e delle scommesse. L’accordo siglato da i due amministratori delegati, Alessandro Borghese per Giroal e Carlo Taurelli Salimbeni per Millenaria, è già entrato nella fase operativa dal numero in edicola. «Con questa importante acquisizione - ha dichiarato l’editore Guido Talarico il nostro gruppo entra autorevolmente in un settore ancora in espansione e conferma il proprio interesse nell’editoria specializzata di qualità. Le testate che fanno capo a "TS" rappresentano infatti il meglio della pubblicistica italiana multi-

CATANZARO - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri commentando il primo anno di attività dell’Assessorato per il settore teatrale ha detto che «il Presidente Scopelliti e la Giunta hanno prestato la massima attenzione al teatro calabrese, in quanto propulsore dello sviluppo culturale ed economico. Molti gli interventi realizzati e programmati. Nel mese di luglio vorremmo convocare L’assessore regionale gli stati generali del teatro per tracciare le linee di svi- alla Cultura ha citato luppo per i prossimi anni intra gli altri interventi sieme a tutti gli attori del settore». Caligiuri ha citato, tra la programmazione gli altri interventi, la programmazione per il triennio 2011-2013 del Magna 2011-2013 del Magna Grecia Grecia Teatro Festival Teatro Festival, con un impegno di spesa complessiva di 2 milioni e 400 milioni di euro. I tredici comuni che ospitano le manifestazioni nelle loro suggestive aree archeologiche hanno già sottoscritto il protocollo d’intesa. «A breve - ha detto Caligiuri sarà nominato il direttore artistico per cui si entrerà nel vivo della progettazione della rassegna». Caligiuri ha ricordato che in pochi mesi sono stati assegnati i finanziamenti destinati alle città capoluogo e ai centri con popolazione superiore a cinquantamila abitanti per il 2010 e 2011, indirizzando quasi un milione di euro a sostegno dei teatri di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Lamezia Terme. È stato, inoltre, approvato dalla competente Commissione Consiliare presieduta da Nazzareno Salerno il piano per il teatro 2011-2013 in base alla legge regionale del settore. Si è anche avviata la concertazione con gli operatori del settore sul Progetto integrato di sviluppo regionale "Grandi attrattori culturali" che prevede interventi dedicati ai teatri, la cui dotazione finanziaria è di circa cinque milioni di euro, la cui assegnazione avverrà tramite un bando da emanare entro l’estate». Caligiuri ha, inoltre, ricordato che l’assessorato alla Cultura si sta concentrando sullo snellimento delle leggi regionali in materia e che è già stata predisposta una proposta per la semplificazione del regolamento regionale che disciplina lo sviluppo dell’attività teatrale.

mediale in materia di giochi e scommesse e noi - ha proseguito Talarico - siamo pronti, con investimenti editoriali e pubblicitari, a rafforzare questa leadership». TS, Nuovo Totoguida Sport, Totoguida Scommesse più il portale Giochi e Scommesse costituiscono la realtà più affermata e completa del panorama editoriale di settore e rappresentanoilsistemad’informazione di riferimento di giocatori, esercenti e provider. Sede a Roma, diffusione su tutto il territorio nazionale, soltanto TS è un bisettimanale da 200mila lettori a edizione. Giochi e Scommesse, con la sua Web-Tv e il suo notiziario quotidiano, è invece il portale di riferimento dell’intero comparto.

E nti Pubblici e Istituzioni G li annunci sono presenti sul sito w w w.aste.eugenius.it

A M M IN ISTRA Z IO N E P R OVIN C IA LE D I VIB O VA LE N TIA S E TTO R E V II - S TA Z IO N E U N ICA A P PA LTA N TE tel. 0 9 63-9 97378 - fax 0 9 63-9 97219

E S TR ATTO BA N D O A P R O C E D U R A A P E R TA LE A S IN G IM M O B ILIA R E S TA Z IO N E A P PA LTA N TE: A m m inistrazione Provinciale di Vibo Valentia - S tazione U nica A ppaltante - Via C Pavese - tel. 0 9 63/9 97378 - Fax 0 9 63/9 97282 - 9 97219 A M M IN IS TR A Z IO N E AG G IU D ICATR IC E: C om une di Tropea O G G ET TO : R iqualificazione infrastrutture scolastiche (costruzione polo elem entare e m edia) com une di Tropea (W ) - C IG 1 6 8373 6 6E5 - C U P: F1 9H 1 00003 4 0007 P R O C E D U R A D I G A R A : A perta ai sens. dellíart 16 0 bis del D lgs n. 163/200 6 e sm i con il criterio di aggiudicazione dell'offerta econom icam ente più vantaggiosa di cui all'art. 83, com m a 1 del D lgs n. 163/200 6 e sm i. C riteri econom ici punti 5 0 - criteri qualitativi punti 4 0 - criteri tem porali punti 10 IM P O R TO TOTA LE LEA S IN G : €. 6.000.000,00 di cui per lavori €. 4.5 6 5.000,00 - spese tecniche €. 6 8 4.75 0,00 oneri ed IVA esclusa) com prensivo degli oneri per la sicurezza; - C ategoria prevalente: O G 1 class V - C ategoria scorporabili; O S 3 0 C lass III TE R M IN E D I P R E S E N TA Z IO N E E DATA D I A P E R TU R A D E LLE O F F E R TE: Term ine presentazione offerte 257-20 11 20 11 alle ore 12,00: A pertura offerte ed esam e docum enti seduta pubblica presso sede A m m inistrazione sita in via C Pavese alle ore 9,00 e seguenti del giorno 26-7-2011; Eventuale 2^ seduta pubblica il giorno 8-820 11 S econdo quanto previsto dall'art. 16 0-bis del D . Lgs. n 163/200 6 sono am m essi allaprocedura "contraente generale" o "associazione tem poranea" costituita dal soggetto finanziatore (soggetto autorizzato ai sensi del D . Lgs. 3 85/19 93) o dal soggetto realizzatore responsabili ciascuno In relazione alla specifica obbligazione assunta, indicando in tale fase o in seguito se aggiudicatari il progettista che eseguirà la progettazione che dovrà essere in possesso dei requisiti richiesti qualificato com e prescritto all'art 53, com m a 3 del D . Lgs. n. 163/200 6. Q ualora l’offerente sia un A .T.I o C onsorzio ordinario ex art. 26 02 cod civ. il soggetto finanziatore ed il soggetto realizzatore sono responsabili, ciascuno, in relazione alla specifica obbligazione assunta è am m esso avvalim ento per com e specificato nel disciplinare. La durata del C ontratto di leasing e fissata in anni 20 (venti), decorrenti dal giorno della consegna dell'O pera all'A m m inistrazione da parte dell'A ggiudicatario, previo collaudo provvisorio I soggetti am m essi devono essere in possesso del requisiti generali e tecnici di cui all'art 3 8, 3 9,4 0. 41 e 42 del citato decreto Il contraente generale dovrà, com unque, possedere i requisiti di capacità tecnica ed econom ica richiesti dal bando e dal disciplinare - R U P Ing. S cordo - Il bando e disciplinare di gara sono disponibili sul sito Internet w w w.provincia.vib ovalentia.it e sul sito internet w w w.regionecalabria.it - S pedito in G U C E Il 28-42011 - S i porta a conoscenza che la precedente procedura aperta di cui al bando di gara n. 9 9/2010 è andata deserta. Vibo Valentia, lì 3-5-2011

Il D irigente D ott.ssa Edith M acrì


14

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CRONACHE CATANZARO - «Le elezioni amministrative del 15-16 maggio 2011 sono ormai vicine, la lista Alleanza per l’Italia ritiene sia giusto dare quante più informazioni agli elettori, sui candidati ed i loro programmi politici che intendono realizzare una volta eletti» si legge in una nota di Andrea Stelitano, candidato al Consiglio Comunale. Attualmente Coordinatore Provinciale dei Giovani di Api, dà inizio al suo impegno politico, mosso dallo spirito di servizio come contributo verso la cosa pubblica, sostenendo attivamente la candidatura dell’Euro Deputato Andrea Losco, in qualità di componente dei giovani del Partito della Margherita. «Da sempre fedele con le idee e le linee del pensiero politico dell’On. Francesco Rutelli, oggi intraprende una nuova sfida politica candidandosi al Consiglio Comunale nella lista Alleanza per l’Italia».

Stelitano (Api): candidato a sostegno di tutti i cittadini Andrea Stelitano è un giovane che si candida a favore della realtà giovanile nella città di Catanzaro, teso all’ascolto dei reali problemi che affrontano le famiglie e gli anziani che sono una fonte inesauribile di esperienza e di conoscenza per la collettività. Il suo programma elettorale si basa sui principi della correttezza, non puntando l’attenzione su quello che non si è fatto, ma su quello che si può fare. «A fianco del candidato a Sindaco Antonio Argirò per una politica della cittadinanza contro ogni forma di discriminazione - conclude - per una società che sia antifascista ed antirazzista,

tesa al rispetto dei diritti di tutti. Per una città con più attenzione al turismo inteso come strumento trainante dello sviluppo economico della città, potenziando le azioni di intervento nei sui punti cardini, volte a valorizzare le bellezze naturalistiche, storiche e gastronomiche del nostro territorio. Per una politica rappresentativa della cittadinanza che "esprimi il vostro pensiero attraverso la sua voce».

r.c.

L’ex Minisitro è stato nel capoluogo per sostenere la candidatura di Salvatore Scalzo

Giuseppe Fioroni: le elezioni in Calabria sono un banco di prova CATANZARO - «Quello che ha detto il presidente del Consiglio a Crotone è una provocazione, ma è anche la costatazione di una maggioranza che, se governerà icomuni e le province di questa regione, ha in sè i bacilli della divisione, perche’ l’Udc viene considerato un ospitesgradito e pagante anche quando gli è concesso di esprimere chi guida l’amministrazione». Lo ha detto l’ex ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso di una manifestazione elettorale del centrosinistra a Catanzaro, a sostegno del candidato sindaco Salvatore Scalzo. Il dirigente del Pd si è soffermato sull’intervento di ieri del premier, che a Crotone ha criticato aspramente Casini e la politica del partito dei centristi, mentre sul palco si trovava la candidata sindaco Dorina Bianchi, senatrice dell’Udc sostenuta per le amministrative da tutto il centrodestra. Secondo Fioroni, «le elezioni amministrative della Calabria sono anche un banco di prova per sfuggire dalle contraddizioni di Berlusconi. Credo che martedì sia stata una

giornata incredibile per le cose che Berlusconi ha detto, per le ulteriori divisioni, contrasti e lotte che ha messo in piedi. Credo - ha aggiunto - che non sia possibileche nessun candidato sindaco di una città, mi riferisco alle vicende di Crotone - ha detto l’ex ministro - possa stare accanto al presidente del Consiglio mentre dirige insulti verso tutto e verso tutti. Bisogna avere il coraggio civile di rispon-

dere e di dissentire, anche perchè il sorriso è una forma di correità rispetto a uno sfascio a cui si sta portando il Paese». Così, nella regione in cui l’Udc è alleata al centrodestra, Fioroni ha aggiunto che «quanto sta avvenendo in Calabria dimostra una cosa singolare, che sempre di più la coerenza e la capacità di essere un’alternativa di Governo affidabile, come ha detto il Capo dello Stato, necessita che si sia schierati dalla stessa parte a Roma come in Calabria. Non può cambiare la latitudine e la longitudine e trovarsi insieme personaggi che altrove si combattono; questa è una contraddizione dalla quale mi auguro che presto l’Udc voglia uscire - ha concluso - perchè la battaglia di costruzione di un’alternativa del Paese non può avere un vulnus incredibile come quello che capita in Calabria».

Carmela Mirarchi

Scuola magistratura: sarà a Benevento BENEVENTO - «Ho detto a Catanzaro una cosa che ripeto qui a Benevento: noi intendiamo confermare la Scuola di Magistratura di Benevento. Questo l’ho detto a Catanzaro citando anche a Catanzaro Benevento. Lo dico perché fin dal primo giorno ho affermato ciò. Se sarà possibile farlo allo stato dell’arte e delle carte lo faremo allo stato dell’arte e delle carte. Viceversa, lo faremo per legge». Così il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ieri a Benevento. Dichirazioni pesanti quelle del Ministro che di certo scateneranno nel capoluogo di Regione una serie di polemiche visto che in realtà il Ministro aveva dimostrato una certa positività rispetto l’idea della Scuola a Catanzaro. r.c.

Rutelli: Argirò è l’uomo giusto CATANZARO - «Questo è un voto per le nostre città che può dire tanto anche a livello nazionale». Lo ha detto Francesco Rutelli, incontrando il candidato a sindaco di Catanzaro del terzo polo, Antonio Argirò. «Al momento ha aggiunto Rutelli - c’è una coalizione di governo che dipende dalla Lega, la quale vuole sempre più potere per toglierlo al Sud. E’ una situazione che si è ritorta anche contro Catanzaro e "Api" vuole sostenere ed incoraggiare i candidati sul territorio per creare un’argine per il futuro della città».


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 15

CRONACHE CATANZARO - E’ stato interrogato ieri mattina dal sostituto procuratore di Catanzaro Gerardo Dominjanni, il vice prefetto Sebastiano Cento, indagato nell’ambito dell’inchiesta della Dda su alcuni appalti del Comune e su presunte infiltrazioni della ’ndrangheta. Oltre a Cento, il magistrato ha sentito Luigi Franco,coordinatoreesecutivodeilavori e della sicurezza sui cantieri per il rifacimento di Corso Mazzini, uno dei lavori al centro delle indagini. I due, difesi dall’avv. Enzo Joppoli, secondo quanto riferito dal legale, hanno riposto a tutte le domande «offrendo chiarimenti sulla loro posizione. Riteniamo - ha aggiunto che gli interrogatori siano andati bene e

Appalti al Comune, ieri interrogato il viceprefetto che alle domande siano state date risposte logiche. Sono anche state depositate delle memorie con documenti allegati. Adesso rimaniamo in fiduciosa attesa delle decisioni del pm che speriamo giungano nei tempi più brevi possibili vista anche la posizione che occupano i miei assistiti». Cento è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, abuso d’ufficio, corruzione per atto d’ufficio e rivelazione di segreto istrutto-

rio mentre Franco per concorso esterno, abuso e truffa. Nell’inchiesta sono indagate 47 persone a 19 delle quali è stato inviato un invito a comparire nel quale i nomi degli altri è coperto da omissis. Le indagini avrebbero evidenziato una serie di irregolarità compiute nei lavori di rifacimento di Corso Mazzini. r.c.

Ieri la presentazione della lista del Governatore a sostegno di Michele Traversa sindaco

Presentata la Lista Scopelliti: un valore aggiunto per il centrodestra CATANZARO - «Una lista che porta il nome del nostro presidente Scopelliti e che rappresenta un valore aggiunto, nel panorama del centrodestra a sostegno di Michele Traversa sindaco, formata tra l’altro da tanti volti puliti». Così ha esordito l’assessore regionale alla cultura, Mario Caligiuri, nell’avviare la presentazione della Lista Scopelliti che parteciperà alle amministrative per l’elezione del Sindaco e del nuovo Consiglio comunale di Catanzaro. A fare da cornice una gremitissima sala convegni della "Fondazione Caporale" ed una nutrita platea istituzionale e politico. In prima fila il governatore Scopelliti, il candidato sindaco Michele Traversa, la presidente della provincia, Wanda Ferro, l’on Sergio Abramo, il coordinatore provinciale del Pdl, Francesco Granato ed il vice, Maurizio Vento. A fare gli "onori di casa" l’on Claudio Parente che ha coordinato la composizione della lista. E proprio sulla composizione della lista s’è soffermato Parente che, presentando ad uno ad uno i 32

componenti ha detto: «Abbiamo scelto gente perbene, che di questi tempi rappresenta una delle operazioni più difficili quando si fa politica. E’ una squadra di persone qualificate, messa in piedi dal sottoscritto con l’aiuto di Sergio Abramo e Francesco Granato. Prendendo la parola, il consigliere regionale Sergio Abramo ha ricordato la valenza della candidatura di Michele Traversa. Il presidente dell’Amministrazione provinciale, Wanda Ferro, rivolgendosi al governatore della Calabria ha evidenziato come «quella di Scopelliti sia stata per noi la

più grande vittoria, dinanzi a qualcuno che riteneva la non catanzaresità quasi un male». Il candidato a sindaco , sottolineando come «bisogna rimboccarsi le maniche perché la situazione della città è veramente disastrosa. Già il 17 maggio sarò a Palazzo Alemanni per programmare con Scopelliti quelli che dovranno essere gli interventi per Catanzaro». Ha concluso la manifestazione il governatore della Calabria Scopelliti, il quale, ha definito Traversa «uomo del fare e del chiedere».

Comune, incontro su discariche abusive CATANZARO - Si è svolta ieri mattina una riunione operativa coordinata dall’assessore all’Ambiente Domenico Iaconantonio con i vertici cittadini dell’Aimeri , impresa incaricata della raccolta dei rifiuti solidi urbani. All’incontro hanno partecipato l’avvocato Giuliano Siciliano, dirigente del settore, il geometra Pasquale Scamardì, responsabile operativo e, per l’Aimeri, la dottoressa Maria Pia Chiarella e Gaetano Bruni. Nell’ottica di una sinergica collaborazione, nel rispetto del contratto d’appalto, si è convenuto di procedere a una serie di interventi urgenti che saranno eseguiti nei prossimi giorni. Più precisamente sarà completato il diserbo e la pulizia dei cortili delle oltre 40 scuole interessate dalle operazioni elettorali dei prossimi 15 e 16 maggio e dei cimiteri urbani. Inoltre è stato programmato un intervento radicale per la bonifica di alcuni siti cittadini ormai ridotti al rango di discariche. «Il potenziamento dell’attività di diserbo - ha spiegato l’assessore Iaconantonio - si rende necessario per rispettare il cronoprogramma previsto e che, a causa delle ingenti piogge che hanno interessato la nostra città, è stato rallentato. Per quanto riguarda la bonifica delle diverse discariche abusive, è auspicabile una collaborazione più responsabile dei cittadini nel segnalare la presenza di rifiuti abbandonati sul territorio». r.c.


16

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CRONACHE LAMEZIA TERME - E’ quella della rapina la pista privilegiata dagli inquirenti per tentare di fare luce sull’omicidio di Giovanni Caputo, di 62 anni, commesso a Lamezia Terme lunedì scorso all’interno del negozio di ricambi auto che la vittima gestiva nel quartiere di Sambiase. Infatti, mancherebbe una somma di denaro che l’uomo avrebbe ritirato da un libretto di risparmio proprio lunedì mattina. Gli investigatori della polizia, comunque, non tralasciano nessuna altra ipotesi. Dall’autopsia eseguita

Commerciante ucciso, pista privilegiata è la rapina sul corpo di Caputo è emerso che il colpo mortale è stato quello che ha raggiunto la vittima al torace.Ieri pomeriggio, nel quartiere di Sambiase, nella chiesa matrice si sono svolti i funerali di Caputo. Nell’omelia il parroco don Antonio Bonacci si è chiesto: «Lamezia potrà mai riscattarsi da questo senso di frustrazione? C’é lo stato di diritto

ma, purtroppo, c’é lo stato della illegalità. Se rimangono impuniti i delitti perpetrati allora vuol dire che c’é qualcosa che non va e che la giustizia è assente».

r.c.

A comunicare la decisione è stato Carchidi, segretario del sindacato

Cgil a Lamezia: diritti violati all’Abramo Customer care di Anna Bolle LAMEZIA TERME - La Slc Cgil Calabria, riunitasi a Lamezia Terme, «preso atto degli innumerevoli abusi perpetrati ripetutamente ai danni delle lavoratrici e dei lavoratori dell’Abramo Customer Care ha deciso all’unanimità di attivare tutte le iniziative sindacali e di legge necessarie a ristabilire un corretto rapporto relazionale tra datore di lavoro e lavoratori». Lo comunica Daniele Carchidi, segretario del sindacato, che aggiunge: «L’iniziativa, assunta durantelariunionedicoordinamento, si rende necessaria per garantire i lrispetto dei diritti dei lavoratori, sottoposti ad atteggiamenti aziendali lesivi della loro dignità. Non meno frequenti - si legge - sono le vessazioni cui vengono sottoposti i delegati sindacali che rischiano ormai quotidianamente il proprio posto di lavoro nell’esercizio delle funzioni loro attribuite e costituzionalmente garantite. Ci meraviglia che tali abusi - continua la nota - si verifichino proprio in una delle aziende piu’ importanti del settore sia a

livello regionale che nazionale ed il cui proprietario riveste anche la carica di Presidente di Assocontact cioè l’associazione di Confindustriacheraggruppagliimprenditori che svolgono attivita’ di call center a livello nazionale». La Slc Cgil Calabria «continuerà pertanto, sempre con maggiore rigore, è scritto - a vigilare sugli accadimenti, riservandosi di rivolgersi alla Magistratura per il rispetto, la tutela ed il riconoscimento dei diritti sanciti e riconosciuti da una vasta produzione normativa sconosciuta o ignorata da chi rappresenta l’azienda».

Daniele Carchidi, Cgil: si è deciso di attivare le iniziative sindacali e di legge necessarie a ristabilire un corretto rapporto relazionale tra datore di lavoro e lavoratori».

LAMEZIA TERME - LAMEZIA TERME - I quattro esponenti politici lametini che nei giorni scorsi hanno lasciato il Pdl sono "approdati" nell’Udc. Salvatore De Biase, Francesco Chirillo, Francesco De Biase e PasqualinoScaramuzzinohannoinfattiufficializzato il loro ingresso nel partito di Casini, guidato in città dall’avvocato Giancarlo Nicotera, e che ha come massimo esponente cittadino il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico. Un ingresso, quello dei quattro ex pidiellini, che era nell’ariada tempo, anche se mai ufficializzato dallo scudocrociato. Ieri invece, nel corso di un incontro che pare si sia tenuto aReggio Calabria, i quattro esponenti politici hanno avuto l’ok ad entrare ufficialmente e far parte dell’Udc. Questo comporterà un aumento di consiglieri comunali, dato che Francesco De Biase e Francesco Chirillo, dopo l’uscita dal Pdl, avevano costituito il Gruppo misto. Fino ad oggi l’unico consigliere comunale dell’Udc è stato Massimo Cristiano, che alle passate elezioni ha incassato oltre 400 voti, e che è alsuo primo mandato elettorale. Bisognerà ora vedere se questi nuovi ingressi cambieranno le carte in Consiglio, con l’elezione di un nuovo capogruppo. Si è dunue tenuto a ieri Reggio Calabria, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale, Francesco Talarico, del segretario e del presidente regionale del partito, Sen. Gino Trematerra e Marisa Fagà del segretario cittadino di Lamezia Terme, Giancarlo Nicotera e del portavoce Nicola Mazzocca, un incontro tra il Segretario Nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, i due dirigenti Salvatore De Biase, Pasqualino Scaramuzzino ed i due consiglieri comunali Francesco De Biase e Francesco Chirillo, tutti ex Pdl. «Nell’incontro è stato manifestato l’apprezzamento del partito per la volontà di adesione delgruppo all’Udc, che è stata vieppiù apprezzata in quanto scevra da logiche mercantili e lontana da qualsiasi scadenza elettorale che avrebbe potuto offuscare quella che è stata,solo e soltanto, una scelta di tipo politico nell’accezione più nobile del termine». cm

Contrabbando di tabacchi, due arresti FALERNA - Nel pomeriggio di martedì, una pattuglia della Squadra Mobile di Catanzaro in servizio sull’Autostrada Salerno - Reggio Calabria ha notato, all’altezza del bivio per Falerna, un furgone con targa straniera procedere, in direzione sud, a sostenuta velocità. Gli Agenti hanno deciso di seguire il mezzo fino allo svincolo per Lamezia Terme dove, hanno proceduto a fermarlo per effettuare un controllo. A bordo del veicolo quattro cittadini ucraini, fra i quali una donna, i quali sono apparsi immediatamente insofferenti e nervosi per le domande, sul contenuto della merce da loro trasportata, poste dagli operatori. In particolare l’autista e l’uomo seduto accanto a lui si limitavano a riferire di provenire dall’Ucraina e di

In quattro lasciano il Pdl per entrare nell’Udc

Essere a Soveria, accordo con la Regione

trasportare della merce per conto di alcuni connazionali residenti in Italia. Gli investigatori hanno proceduto ad effettuare un’accurata perquisizione nel corso della quale sono stati rinvenuti ben 771 pacchi di tabacchi lavorati esteri per un peso complessivo di circa 15,420 chilogrammi. I poliziotti hanno tratto in arresto gli autisti del mezzo, il 52enne Todor Khaisuk ed il 55enne Gheorghe Vieru, ritenuti responsabili di contrabbando di tabacchi con l’aggravante dell’occultamento, volto ad eludere i controlli di Polizia, nonché dall’utilizzo di un veicolo altrui. I due arrestati sono stati associati nelle camere di sicurezza del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme. r.c.

SOVERIA MANNELLI - Il Sindaco Leonardo Sirianni ha firmato la convenzione con la Regione Calabria per la realizzazione di Essere aSoveria 2011, durante l’incontro organizzato dall’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri a Lamezia Terme con i sessanta beneficiari del bando regionale sugli eventi culturali. Il finanziamento previsto per la città di Soveria Mannelli e’ di oltre 26.000 euro. Inizia così la programmazione della storica manifestazione dell’estate di Soveria, giunta alla ventiquattresima edizione che vuole confermarsi comeuno degli eventi più ricchi dell’estate calabrese. Anche quest’annoilcalendarioprevedera’eventi e manifestazioni per tutto il mese di agosto. Nel programma approvato dalla Regione, sono previste iniziative nel segno della tradizione come l’Università d’Estate, la musica di Soveria Sound, la

rassegna teatrale calabrese, il Premio Calabriambiente e gli appuntamenti enogastronomici di Soveria Gola.


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 17

CRONACHE Ieri a Roma la premiazione nel corso del Forum Pa 2011. La soddisfazione di Mirenzi

Il comune di Pentone nella Top Five del Premio “Trasparenza Pa" PENTONE - «Con grande orgoglio e soddisfazione voglio sottolineare il riconoscimento che il "Forum Pa 2011", ha voluto rivolgere al Comune catanzarese di Pentone, per il proprio sito internet istituzionale (www. comunedipentone. gov. it)». Gennaro Tarallo, direttore di Asmenet Calabria, la società consortile che unisce 319 Enti Locali calabresi con l’obiettivo di supportarli nei processi di informatizzazione e dematerializzazione documentale, annuncia così il grande risultato del Comune di Pentone, che si è piazzato al quinto posto nella classifica prestigiosa del Premio "Trasparenza Pa", organizzato dal Forum della pubblica amministrazione 2011 e dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione e finalizzato a premiare le amministrazioni che meglio hanno interpretato le esigenze di trasparenza e di qualità della comunicazione istituzionale via web così come fissate dalle linee guida ministeriali per la qualità dei siti internet per la pubblica amministrazione. Messo a punto con la collaborazione di Asmenet

Calabria il riconoscimento al sito web del Comune di Pentone segna l’ennesimo punto a favore del lavoro svolto da Asmenet Calabria, il centro servizio territoriale che riunisce l’80 per cento dei comuni calabresi e che da cinque anni lavora per la loro informatizzazione. La premiazione del Comune di Pentone si è svolta ieri, alle ore 15, nei saloni del Forum PA 2011 presso la Fiera di Roma. «Un riconoscimento nazionale così prestigioso - dichiara Raffaele Mirenzi, sindaco di Pentone - è un motivo di grande orgoglio per la Calabria e per il comune che rappresento e voglio esprimere parole sincere di congratulazioni per il responsabile del sito web comunale, Antonio Pugliese e per il responsabile del servizio amministrativo Fabio Iannelli, che ha collaborato alla realizzazione del sito. Un ruolo di grande importanza è stato quello svolto da Asmenet Calabria, che ha saputo offrirci un supporto tecnico qualificato e innovativo. Essere tra i primi cinque comuni d’Italia in quanto a" trasparenza della Pa per la qualità dei siti

web istituzionali" significa aver lavorato bene ed aver dato un volto realmente "istituzionale" al nostro sito. Questo riconoscimento è certamente da stimolo per fare ancora di più e meglio e siamo orgogliosi di essere presenti a Roma per portare nella capitale, nell’importante rassegna del Forum Pa 2011, il nostro Comune e la Calabria». «Il Comune di Pentone rappresenta un importante esempio di innovazione - evidenzia Gennaro Tarallo, direttore di Asmenet Calabria - ma i dati ministeriali testimoniano che ci sono molti altri comuni calabresi altrettanto meritevoli, che grazie al serio lavoro svolto assieme ad Asmenet contribuiscono sempre più a ridurre il famigerato digital divide con il resto del Paese. Basti pensare ai 303 comuni calabresi dotati di un nuovo sistema di firma digitale che ha fatto da apripista in tutta Italia. Una pratica informatica virtuosa che racconta un altro meridione».

Carmelo Morise

Soverato, trovati i fondi per il Magna Graecia Film Festival SOVERATO - Via libera della giunta comunale a guida Raffaele Mancini al bilancio di previsione 2011 del comune, che è riuscito a salvare le manifestazioni centrali della stagione soveratese, e cioè la festa della Madonna a mare, l’Addolorata e la Galilea. Il comune ha torvato anche i fondi per il Magna Grecia Film Festival di Gianvito Casadonte. Il contributo di Soverato alla messa in scena del festival è abbastanza ridotto (circa 30 mila euro, ndr). A dare un segnale di riconoscimento a un evento ad alta intensità culturale e di grande risalto nazionale e internazionale. «Ringrazio Mancini per questo sforzo e del bel percorso fatto insieme, e spero che il prossimo sindaco voglia investire su una Soverato dalle grandi prospettive culturali e turistiche» dice Casadonte, che il 27 Maggio sarà a Catanzaro per presentare l’edizione 2011 del festival, nell’ambito di una conferenza stampa organizzata dalla Fondazione Don Caporale.

r.p.


18

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CRONACHE L’Assessore provinciale ai Trasporti: saremo noi ad aprire il cantiere di quest’opera

Giovanni Forciniti: aeroporto di Sibari, incalzeremo Scopelliti di Alessandro Caruso COSENZA - «E’ giunto il momento di mettere definitivamente da parte spirito di appartenenza, veti campanilistici e colorazioni politiche per porre immediatamente mano alla realizzazione di una serie di obiettivi concreti per lo sviluppo ed il decollo infrastrutturale della provincia di Cosenza e della Calabria». E’ quanto afferma, in una nota, l’Assessore Provinciale ai Trasporti e alla mobilità urbana, Giovanni Forciniti. «Un’attenzione particolare - ha aggiunto - merita il Porto di Corigliano che è, per l’ampiezza delle banchine e la profondità dei fondali, paragonabile al Porto di Gioia Tauro e agli altri grandi hub portuali mediterranei. In questi anni, abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità per valorizzare questa grande infrastruttura. Il nostro intervento è stato premiato ed oggi il Porto di Corigliano è riconosciuto come nodo strategico nella mappa della portualità industriale e commerciale italiana ed è destinatario di consistenti risorse finanziarie per l’adeguamento delle strutture e lo sviluppo dei servizi. Nei mesi e negli anni che verranno continueremo a contribuire alla strategia di inserimento del Porto di Corigliano nelcontestointernazionaledellegrandi vie del mare e delle rotte mediterranee e nei pacchetti di offerta degli operatori

crocieristici. Infine, opereremo per sviluppare progetti di cooperazione, nell’ambito dei Programmi Comunitari Interreg e Med, per inserire il Porto di Corigliano in reti di partenariato euromediterraneo su tematiche come la sicurezza dei trasporti marittimi, la tutela ambientale, l’integrazione dei sistemi di controllo, le reti logistiche, i corridoi trans-mediterranei delle merci dell’agroalimentare, ecc. Altro punto irrinunciabile per il rilancio della nostra provincia e dell’intera regione prosegue l’assessore provinciale - è la realizzazione dell’Aeroporto della Sibaritide o, come sarebbe più giusto definirlo, della provincia di Cosenza. Il nostro impegno e quello del Presidente Oliverio a realizzare quest’opera di straordinaria importanza strategica per l’intero territorio è pieno e concreto ed è ampiamente dimostrato dai fatti. Grazie alla Provincia, alla Camera di Commercio e alla volontà di tantissimi operatori economici, infatti, dopo 23 anni di parole e di promesse, questo progetto ambizioso oggi sta finalmen-

te prendendo concretamente corpo. Nei giorni scorsi il Consiglio Provinciale ha approvato a larga maggioranza lo stanziamento di venti milioni di euro nel Piano degli Investimenti per la realizzazione di questa importante opera. Questa volta andremo avanti fino in fondo e al Presidente Scopelliti, subito dopo la campagna elettorale, chiederemo di mantenere gli impegni assunti un anno fa con le popolazioni della Sibaritide. I cittadini di Cosenza e della Piana di Sibari avranno il loro aeroporto e noi apriremo il cantiere».

Il Consiglio provinciale ha approvato lo stanziamento di 20 milioni di euro nel Piano degli investimenti per la realizzazione di questa importante opera

«Un’attenzione particolare merita il porto di Corigliano che è, per l’ampiezza delle banchine e la profondità dei fondali, paragonabile al porto di Gioia Tauro e agli altri grandi hub portuali»

COSENZA - Batterà presto il suo primo ciak il film "Ferramonti - il campo nella palude", del regista cosentino Salvatore Lo Piano che racconterà la storia del più grande campo di concentramento per ebrei e stranieri costruito in Italia dopo le leggi razziali, e dove vissero, tra il 1940 ed il 1943, più di duemila persone che, nonostante la vita difficile del lager, vi trovarono "un paradiso inaspettato" grazie all’aiuto e alla solidarietà ricevuti dalla gente del posto. La città di Cosenza, insieme a diverse località della provincia, sarà location privilegiata del film. Qui saranno, infatti, girate alcune delle scene più significative della pellicola di Lo Piano, in particolare le scene del trasferimento dei deportati verso il campo di Ferramonti, a bordo di una locomotiva a vapore che sarà messa a disposizione dalle Ferrovie della Calabria. E Cosenza e la sua provincia forniranno al film anche maestranze e comparse. Il regista Lo Piano ha partecipato nei mesi scorsi per due volte ad altrettante sedute della commissione politiche culturali di Palazzo dei Bruzi proprio per mettere a punto alcuni dettagli organizzativi relativi al set che sarà allestito nella città di Cosenza. A proposito del casting del film, la prossima settimana saranno selezionati alcuni attori per piccoli ruoli, insieme a comparse e figuranti che andranno ad affiancare i protagonisti di "Ferramonti - il campo nella palude". r.c.

Corbelli: ritardi test alla motorizzazione

Unical, 700 studenti a Campus Live COSENZA - 700 ragazzi hanno partecipato ieri alla seconda giornata di "Campus Live", l’iniziativa che permette agli studenti delle ultime classi delle scuoles uperiori di conoscere l’Universita’ della Calabria. Gli studenti provenivano da otto scuole della regione. Anche ieri gli studenti, dopo essere stati accolti dal team di Orientamento in Entrata dell’Unical guidato dalla prof.ssa Carmen Argondizzo, hanno avuto modo sia di conoscere l’offerta formativa dell’Unical attraverso delle brevi lezione tenute dai rappresentati delle facoltà dell’Ateneo, sia di rendersi conto delle tante strutture didattiche della maggiore università regionale. Gli stu-

Film sul campo di Ferramonti di Tarsia: al via il casting

denti hanno poi ascoltato le testimonianze dei rappresentanti di alcune associazioni di volontariato, poichè l’edizione 2011 di campus Live è dedicata all’Anno Europeo del Volontariato. Campus Live terminerà oggi quando è previsto l’arrivo all’Unical di altri Istituti superiori. r.c.

COSENZA - «E’ scandaloso che ci sia un sistema informatico vecchio, da terzo mondo, alla Motorizzazione di Cosenza che non consente di collegarsi con il ministero dei Trasporti se non dopo ore e ore di attesa e che questo, di fatto, rende assai difficile, se non addirittura impossibile, sostenere i test per l’esame di teoria per il conseguimento della patente di guida». A sostenerlo, in una nota, è il leader del movimento Diritti civili Franco Corbelli. «Il caso è stato segnalato a Diritti Civili - riporta una nota del movimento - da diversi partecipanti ai test che si sono recati alla Motorizzazione di Cosenza per sostenere l’esame di teoria alle 8,30 di matti-

na e che alle 14 erano ancora lì in attesa che da Cosenza si potessero collegare al sistema informatico del Ministero per avere i quesiti da sottoporre ai candidati. E’ questa l’informatizzazione della pubblica amministrazione strombazzata da Renato Brunetta. Quello che accade a Cosenza non succede invece in una qualsiasi città del Nord, o meglio della Padania leghista, dove invece i computer moderni e un sistema informatico efficiente, un server ottimale consentono un immediato collegamento con il Ministero».

r.c.


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 19

CRONACHE Il sindaco uscente: un risultato che è merito di tutti, grande festa con i cittadini

Sero: Cariati è bandiera blu, ora il marchio si estenda agli altri comuni di Carmela Mirarchi CARIATI-«L’ottenimentodellaBandiera Blu carica di responsabilità, da una parte l’Amministrazione comunale che non deve desistere dai percorsi virtuosi intrapresi e che ancora non sono definiti perchè ci sono problemi che vanno risolti; dall’altra, coinvolge direttamente i cittadini, perchè questo risultato non si sarebbe ottenuto se non ci fosse stata la partecipazione di tutta la comunità. Vorremmo iniziare, adesso, una collaborazione con gli altri comuni del basso jonio affinché questo marchio di qualità possa estendersi anche a loro e possa caratterizzare e promuovere tutto il territorio. Riteniamo, infatti, che non soltanto il nostro mare, ma questa parte della Calabria sia in grado di ottimizzare servizi e organizzarsi in maniera tale da attrarre sempre più flussi turistici e di fare dell’ambiente e della qualità della vita un mezzo di promozione e di crescita economica». È quanto ha dichiarato Filippo Sero, sindaco uscente e ricandidato dalla coalizione Viviamo Cariati. Grande festa in Piazza Marconi nel centro storico, appena giunto da Roma, con in mano la Bandiera Blu 2011 conquistata, per la terza volta consecutiva, dal Comune e dalla comunità cariatesi. Ad attenderlo, come ne-

gli anni passati, numerosi cittadini, radunatisi spontaneamente per festeggiare, con spumante e torta, il traguardo raggiunto ed ufficializzato nel giorno di S.Cataldo, protettore di Cariati. «La Bandiera Blu - ha spiegato Sergio Salvati che sin dal primo anno, nel 2009, a titolo gratuito e volontario cura in prima persona questo progetto dell’Esecutivo, affiancando l’ufficio comunale - non è soltanto un simbolo, per quanto prestigioso ed importante. Rappresenta un importante biglietto da visita della Città e della sua complessiva offerta turistica. Nonostante i sacrifici e le non poche difficoltà - ha proseguito Salvati - in questi anni abbiamo fatto passi da gigante per creare, di fatto, le condizioni necessarie per l’ottenimento, per tre anni di seguito, di questa certificazione di qualità del nostro mare, delle nostra spiagge e dei nostri servizi. C’è ancora tanto lavoro da fare, su più fronti, per migliorare sempre di più i servizi e per continuare e consolidare le azioni, istituzionali e sociali, per la salvaguardia del nostro ambiente, a 360

gradi e 365 giorni all’anno. In questa sfida, quotidiana e progettuale, e che i cariatesi hanno ormai fatto propria, il vessillo della Bandiera Blu diventa un continuo punto di partenza ed uno stimolo sociale». «Di Cariati e delle altre località calabresi destinatarie del riconoscimento della Fee - ha aggiunto Sero nella giornata di ieri hanno parlato i principali telegiornali nazionali. È, anche per questo, un efficace strumento di marketing territoriale. Ed è per questo che ci auguriamo di poter coinvolgere altri territori per allargare il tratto di costa degno della Bandiera Blu. Invito cittadini e turisti - ha concluso il candidato a sindaco della lista Viviamo Cariati - Insieme - a salvaguardare l’ambiente in ogni momento, sapendo tutti di portare il carico di questa responsabilità. L’obiettivo, adesso, è investire sulla Bandiera Blu 2011, pensando a conquistarla anche nel 2012».

«C’è ancora tanto lavoro da fare, su più fronti, per migliorare sempre di più i servizi e per continuare e consolidare le azioni, istituzionali e sociali, per la salvaguardia del nostro ambiente»

COSENZA - Il Sindaco Salvatore Perugini, ieri mattina, ha incontrato nella loro sede associativa i rappresentanti dell’Unione Italiana Ciechi di Cosenza. Ad accoglierlo il Presidente Pietro Testa e il dirigente nazionale dell’Unione, responsabile del settore "barriere architettoniche" Giuseppe Bilotti. Il Presidente Testa ha ribadito l’attenzione e la proficua collaborazione che da cinque anni è stata alla base del rapporto tra il comune e l’Uici. L’associazione, a Cosenza, conta circa 450 soci e tra le numerose attività che offre agli utenti anche un corso di formazione per centralinisti rivolto ai giovani non vedenti: «Lo stage si svolge - ha spiegato il Presidente Testa- grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale che ha offerto le sue strutture di via Bendicenti, per ospitare i giovani impegnati nel corso di formazione». Dal canto suo, il dirigente Bilotti ha ribadito l’ottimo dialogo che l’associazione ha avuto in questi anni con il Comune sollecitando il Sindaco sul problema delle barriere architettoniche presenti in città. «Su questo fronte - ha risposto il Sindaco - è necessaria la collaborazione di tutti i cosentini. Non basta eliminare le barriere architettoniche se resta il mal costume di parcheggiare la propria auto davanti agli scivoli per i diversamente abili. Continueremo a stare vicini al terzo settore, stimolando il confronto con il volontariato così da individuare insieme le vere esigenze dei cittadini e delle fasce deboli». r.c.

Picchia l’ex fidanzata, denunciato

La Cgil si mobilita per Villa Serena SAN LUCIDO - La Cgil di Cosenza e la Camera del lavoro territoriale di Paola si mobilitano a difesa dei lavoratori e degli ospiti della casa di riposo Villa Serena (ex Onpi) di San Lucido. «La struttura - spiega una nota - è in crisi dopo il blocco dei trasferimenti da parte della Regione. Una decisione che ha pesanti conseguenze sui lavoratori impiegati nella casa di riposo per i quali non ci sono certezze sul presente e sul futuro. Senza considerare che è a rischio l’assistenza agli anziani ospiti della struttura. Per tutelare i lavoratori e gli ospiti, per chiedere una soluzione alla vertenza, la Cgil di Cosenza e la Camera del lavoro territoriale di Paola - è scritto - si

Perugini incontra i rappresentanti della Unione italiana ciechi

sono rivolti al prefetto di Cosenza e hanno organizzato un sit-in di protesta». La manifestazione e’ indetta per venerdi’ 13 maggio, a partiredalle 9, davanti alla sede della casa di riposo Villa Serena di San Lucido. (AGI) Com/Adv r.c.

ROGGIANO GRAVINA- Brutta avventura , a Roggiano Gravina, per una giovane del luogo minacciata con un coltello dall’ex fidanzato che le aveva chiesto, ottenendolo, un ultimo appuntamento. La giovane è costretta a subire le minacce a bordo dell’auto dell’uomo, che aveva bloccato le portiere, prima di colpirla con schiaffi e pugni finchè non è riuscita ad allontanarsi. Ripresasi dalla brutta avventura la donna si è rivolta ai carabinieri che hanno denunciato l’aggressore alla Procura della Repubblica di Cosenza con pesanti accuse:sequestro minaccia aggravata, percosse ed ingiurie. r.c.


20

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CRONACHE STRONGOLI - Due persone armate e incappucciate hanno fatto un’irruzione, nella serata di martedì, in un casa colonica dell’azienda agricola di famiglia del candidato a sindaco di Crotone del centrodestra e dell’Udc, Dorina Bianchi. I due, armati di un fucile da caccia, verso le 22 sono entrati nella struttura e dopo avere immobilizzato un fattore originario del Bangladesh e un ospite del bed and breakfast, si sono impossessati di 150 euro e sono fuggiti. L’episodio, avvenuto a Strongoli, a poca distanza da Crotone, é stato raccontato ieri mattina dalla stessa Bianchi che ha evidenziato come sia avvenuto «nel momento

Irruzione nell’azienda di Dorina Bianchi in cui era presente, a Crotone, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi» giunto in Calabria per partecipare ad un’iniziativa elettorale a favore della candidata. Sull’episodio, denunciato alle forze dell’ordine, è intervenuto anche Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato, nel corso della conferenza stampa che ha tenuto ieri mattina a Crotone a sostegno di Dorina Bianchi. «La minacciosa aggressione è un

fatto gravissimo ed increscioso ha detto il capogruppo del Pdl al Senato Gasparri - che deve essere denunciato pubblicamente. Non sta a noi decifrarne la matrice. E’ evidente che si possa riconnettere ad un impegno pubblico importante e positivo e questo fatto non può essere sottovalutato».

Carmela Mirarchi

Il capogruppo Pdl ribadisce la forte alleanza regionale con lo Scudocrociato

Gasparri: visita del Premier è segno di un impegno per la città di Carmela Mirarchi CROTONE - «Ho parlato con Cesa in maniera serena. C’é stata una vicenda che lui ha valutato nel modo in cui avete letto. Francamente non mi sembra che ci fossero state espressioni così critiche». Così il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, ieri a Crotone. «Mi pare - ha aggiunto - che l’on. Casini che è venuto anche a Crotone, probabilmente nel suo intervento sarà stato molto più critico nei confronti di Berlusconi di quanto Berlusconi non sia stato con Casini. Se andiamo a fare la media ponderata degli attacchi e delle polemiche la cosa ci porterebbe lontano. In questa fase cerco di lavorare più per la coesione del centrodestra, del mondocattolico impegnatoin politica, dello stesso PdL in cui a volte si discute come è normale che sia in un grande partito. So che Cesa ha confermato alcune manifestazioni. C’é un’alleanza tra il Pdl e l’Udc in tutta le regione e questi - ha proseguito Gasparri indicando i simboli dei partiti che sostengono il candidato al Comune di Crotone - sono i simboli che sostengono Dorina Bianchi. Questa la proposta fatta ai cittadini che è simile a quella che c’é a Cosenza, a Reggio Calabria e a Catanzaro. Andiamo avanti con l’obiettivo semmai di riannodare le fila del dialogo. Mi pare che l’impegno a rispettare i patti sia un fatto positivo». «La presenza di Berlusconi a Crotone è stata particolarmentesignificativa»hadetto Maurizio Gasparri. «Berlusconi - ha proseguito Gasparri ha dedicato molte attenzioni a tutta la campagna elettorale, ma presenze fisiche e dirette soltanto ad alcuni appuntamenti. Che abbia scelto Crotone - ha aggiunto Gasparri - è un messaggio che riguarda tutto il Mezzogiorno, tutta

la Calabria. E’ stato un modo per sottolineare la possibilità di convergenze sui fatti, sulle cose che contano, partendo dalle città. Anche grazie alla Calabria, al successo di Scopelliti, dal 2008 ad oggi,ilCentrodestra,lacoalizione moderata, nelle realtà alternative alla sinistra, si sono fortemente consolidati sul territorio. Il Presidente del Consiglio ha dato luogo ad una presenza, ad un intervento

aver affermato che «l’economia e le infrastrutture sono tra i principali argomenti dei quali ci occupiamo» e che c’é «un’attenzione corale nei confronti di questi aspetti» Gasparri ha auspicato che la «discussione che ci sarà nei prossimi giorni in Parlamento sia vissuta da tutti in maniera positiva. Se dalle opposizioni vi sono dei miglioramenti da apportare, noi li esamineremo». «Al di là de-

Elezioni, servizio trasporti per accompagnamento disabili CROTONE - Allo scopo di consentire agli elettori diversamente abili di poter esercitare il proprio diritto di voto nelle migliori condizioni possibili, si comunica che sarà in funzione un servizio trasporti per il loro accompagnamento presso le Sezioni appositamente individuate, nel seguente orario: Domenica 15 maggio 2011 dalle ore 9 alle ore 20. Lunedì 16 maggio 2011 dalle ore 9 alle ore 13. Liceo Ginnasio Trav. Regina Margherita - Sezione n° 11Scuola Elementare Montessori - via N. Calidari - Sezione n° 22. Scuola elementare di Papanice - via Oceania - Sezione n° 16. Scuola elementare via Saffo - Sezione n° 42 Scuola elementare Rosmini - via Venezia - Sezione n° 38 Scuola media Alcmeone - via Giovanni Paolo II° - Sezione n° 49 . Scuola media Vittorio Alfieri - via Cutro - Sezione n° 55 . Scuola elementare P. di Piemonte - Discesa Conigliera - Sezione n° 46 . Scuola elementare Ises. - via L. Pirandello - Sezione n° 28 . Scuola elementare Codignola - via XXV Aprile- Sezione n° 64 Per consentire una migliore organizzazione del servizio gli interessati potranno avanzare le loro richieste, telefonando sabato 14 maggio dalla ore 15 alle ore 18 ai seguenti numeri: 0962/921111 - 921365.

r.c.

Rilasciano false generalità Denunciati 26 immigrati CROTONE - 26 cittadini extracomunitari di varie nazionalità (palestinese, afgana, irachena, eritrea, egiziana marocchina e ivoriana) e di età comprese tra i 25 ed i 44 anni, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato di Crotone. Devono rispondere del reato di false attestazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri. E’stato inoltre deferito all’autorità giudiziaria un cittadino albanese per rilascio di dichiarazioni mendaci. rc

non solo politico, o solo per un sostegno personale alla candidata Dorina Bianchi, ma ha indicato alcuni impegni nell’azione che deve essere svolta in questa città e dei quali ci facciamo garanti». «Credo che la discussione sul decreto sviluppo sia un’occasione molto concreta e noi sfidiamo l’opposizione ad un confronto positivo, a proposte credibili». Ha detto ieri Maurizio Gasparri. «Mi auguro - ha aggiunto - che questa fase della legislatura ci consenta non solo di elencare le cose avviate, ma di portare a compimento alcune di queste realizzazioni. Su questo terreno sappiamo che l’elenco delle cose da fare è molto più lungo delle cose fatte, ma siano consapevoli di agire in maniera serena in anni in cui la situazione internazionale è assolutamente drammatica». Dopo

gli aspetti amministrativi e delle polemiche di giornata che si esauriscono, quello che deve caratterizzare lo schieramento che si sta formando in Calabria» è l’assunzione di una «posizione chiara anche su questioni fondamentali in difesa della famiglia, della persona, della vita»o ha detto Maurizio Gasparri ricordando come intorno a questi temi «in Senato si è molto discusso cercando sempre convergenze. Mi rendo conto - ha proseguito Gasparri - che sono questioni che possono apparire quasi astratte rispetto al lavoro, all’occupazione, allo sviluppo, alla sicurezza. Tuttavia se non si è d’accordo in primo luogo su cos’é la vita, su cos’é la famiglia, diventa difficile fare un Piano regolatore, occuparsi di urbanistica, di un piano di sviluppo industriale».

Le associazioni dicono no ai tagli degli alberi di Villa Margherita CROTONE - «Una saggia politica di gestione del territorio, in qualsiasi regione italiana, prevede che, nel caso in cui esso sia soggetto ad eventi alluvionali ed a fenomeni di smottamenti, sia tenuto sotto costante controllo così da fare prevenzione attiva di quei fenomeni. Succede Invece che la Regione Calabria, dietro richiesta dell’Enav, abbia autorizzato, lo scorso 15 aprile, il taglio di 1500 alberi di eucalitti per un’estensione di 5 ettari nel bosco di Villa Margherita, di proprietà dell’Arssa». E’ quanto si legge in un docuemnto diffuso da diverse associazioni ambientaliste del crotonese. «La motivazione addotta - è scritto - è che glialberi interferiscono con la sicurezza delle aeromobili in transito. Le associazioni si oppongono al taglio a raso autorizzato dalla Regione Calabria e chiedono che tali alberi, ormai secolari, siano potati ma non distrutti». rc


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 21

CRONACHE VIBO VALENTIA - Un meeting delle cineteche mediterranee, che custodiscono uno straordinario tesorodireperticinematograficie documentaristici, alcuni inediti e sconosciuti al grande pubblico. È questo l’evento culturale patrocinato dall’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia, che animerà il museo della Tonnara di Pizzo dal 19 al 22 maggio. La manifestazione - Giornate del cinema mediterraneo - è stata illustrata ieri nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’assessore al Turismo

Presentata "Le giornate del cinema mediterraneo" e allo Spettacolo Gianluca Callipo, che ha promosso il patrocinio dell’Ente, e gli organizzatori: il presidente della Cineteca della Calabria Eugenio Attanasio e il presidente della associazione "Nish", Ivano Tuselli. .La manifestazione coinvolge le principali cineteche mediterranee (corsa, sarda, siciliana, lucana), il conso-

lato del Marocco e alcuni dei maggioricineasti,documentaristi e storici del cinema, che hanno focalizzato la propria attività sulla filmografia che tratta temi legati al meridione d’Italia e al bacino del Mediterraneo. Anna Bolle

La Cisal invita a rivedere la decisione sulla scorta di analisi e di valutazioni

Sindacato: chiusura del centro anti obesità, intervenga Scopelliti di Carmela Mirarchi NICOTERA - «Sembra esserci una congiura contro la sanità vibonese. Non dovrebbe essere così ma pare di capire che si ha voglia di mandare a picco anche le iniziative che rappresentano una forte speranza di riscatto per l’intero sistema organizzativo sanitario» si legge in una nota della ConfederazioneItalianaSindacati Autonomi. «La decisione assunta dalla terna Commissariale dell’Asp volta a non rinnovare la convenzione con l’Università di Tor Vergata - continua - cui è affidata da anni la gestione del Centro di Obesità di Nicotera, lascia a dir poco esterrefatti, diffonde panico tra gli assistiti e alimenta tristezza e preoccupazione tra quanti, addetti ai lavori e non, mantengono in vita una delle iniziative più intelligenti presenti sul territorio della provincia di Vibo Valentia. Non conosciamo la motivazione addotta all’assurdo provvedimento e ci chiediamo se il Presidente della Giunta Regionale e Commissario straordinario per la sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti ed il Presi-

dente della Commissione Sanità della Regione Calabria, Nazzareno Salerno, sono a conoscenza della incomprensibile scelta operata dall’attuale gestione dirigenziale della sanità vibonese? Così come ci domandiamo, altresì, se i "supporti dirigenziali aziendali" si legge ancora nella nota - abbiano adeguatamente informato la terna commissariale sulla reale e indiscutibile funzionalità del Centro di Obesità che ormai da anni è sicuro punto di riferimento per la cura di una patologia che sta rivelandosi sempre più estesa e non soltanto nel territorio vibonese e se la stessa Commissione abbia avuto diretta contezza dell’eccellente servizio prestato dall’èquipe medico sanitaria del Centro. Il Centro Obesità di Nicotera - aggiunge il sindacato - proprio per la sua specificità, ha acquisito pazienti provenienti anche da altre province calabresi ed in particolar modo da quella reggina, determinando un attivo di gestione. Per questo Nicotera - continua - e dintorni non possono tollerare un

gesto di siffatta portata antisociale e antisanitaria. L’attività del Centro ha raggiunto un tasso di utilizzo notevole e gli utenti, in costante crescita soprattutto per il passaparola, hanno tutte le ragioni di questo mondo per contestare vivacemente lo smantellamento di un servizio che è punta di orgoglio per la comunità Calabrese e non solo vibonese. La Cisal invita - si legge infine nella nota - pertanto, la terna Commissariale a rivedere la propria decisione sulla scorta di una attenta analisi e valutazione della concretezza scientifica del servizio e confida nel risolutivo intervento del Presidente Giuseppe Scopelliti in questo momento impegnato a promuovere una sana svolta intorno alla sanità vibonese. Ecco perché ci rifiutiamo di pensare che nel Piano di Rientro in corso d’opera il Presidente Scopelliti abbia messo in elenco anche la chiusura del Centro di Obesità di Nicotera, divenuto, proprio per la sua eccellente attività, uno dei punti di forza della sanità calabrese».

Sorvegliato in manette per violazioni degli obblighi VIBO VALENTIA - Era sottoposto da tempo alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e, come di consueto, all’atto della notifica del provvedimento, gli era stata ritirata la patente. Ma Antonio Vacatello, quarantasettenne ben noto alle forze dell’ordine, non si è minimamentepreoccupatodiquestoparticolare ed ha continuato a girare indisturbato per le vie della frazione marina del capoluogo convinto di poterla fare franca senza problemi in barba a qualsiasi legge. Peccato che la sua idea sisiascontrata contro i militari della locale Stazione Carabinieri che lo hanno sorpreso tranquillamente al volante sulla centralissima e trafficatissima via Colombo. L’uomo, non nuovo alla violazione delle prescrizioni, quando è stato fermato dai militari a pochi metri dal proprio veicolo che aveva appena parcheggiato, ha addirittura tentato di negare l’evidenza che fosse lui alla guida, pur avendo le chiavi in tasca, ed ha addirittura tentato di intimidire gli uomini della Stazione di Vibo Marina convinto che lo avrebbero lasciato andare. Un gesto del tutto inutile e che gli è costato invece l’arresto con l’accusa di violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno. Un reato tutt’altro che nuovo per lui e che si spera dovrebbe convincerlo, non solo a rispettare gliobblighi, ma anche ad imparare l’educazione. r.c.

Mediazione e conciliazione, Camera di commercio accreditata presso il Ministero VIBO VALENTIA - Importante attestazione ministeriale per la Camera di Commercio di Vibo Valentia nell’ambito del servizio di mediazione. La Camera di Mediazione e Conciliazione dell’Ente camerale è stata iscritta, presso il Ministero di Grazia e Giustizia, nel Registro degli Organismi deputati a gestire la mediazione e risulta, ad oggi, l’unico ente provinciale accreditato presso l’istituzione governativa per la gestione dell’importante attività di composizione stragiudiziale delle controversie. L’organismo della Camera di Commercio dispone di un totale di 17 mediatori professionisti accreditati, già segnalati al Ministero. La mediazione

viene effettuata da parte di un professionista imparziale, con competenze non solo tecnico-giuridiche, ma anche strategiche, psicologiche e relazionali, scelto dalla Camera di Commercio per favorire una soluzione amichevole della controversia e/o per formulare una proposta risolutiva della stessa. La mediazione può essere richiesta per controversie di natura economica, civili e commerciali, relative a diritti disponibili. Il D.Lgs. n. 28/2010 prevede 3 tipologie di mediazione: obbligatoria, quando il tentativo di mediazione è condizione necessaria per potersi rivolgere al giudice; demandata, quando il giudice che sta già giudicando una con-

troversia invita le parti a tentare la mediazione; facoltativa, cioè scelta dalle parti. Dal 21 marzo 2011 il tentativo di mediazione è obbligatorio per le seguenti materie: diritti reali (proprietà, abitazione, servitù, usufrutto, ecc.); divisione; successioni ereditarie; patti di famiglia; locazione, comodato e affitto di aziende; risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità; contratti assicurativi; contratti bancari e finanziari. Dal 2012 diventeranno obbligatorie anche quelle in materia di condominio e risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e

natantiPer poter avviare una conciliazione è necessario inoltrare una semplice domanda a un organismo accreditato, come appunto la camera di Commercio di Vibo Valentia, che garantisce la presenza di un mediatore professionale ovvero in possesso dei requisiti di legge e con una formazione adeguata; entro i successivi quattro mesi dovranno trovare un accordo definitivo. Una mini rivoluzione che porterà vantaggi a cittadini e imprese, assicurando certezza ai propri diritti in modo semplice, rapido e conveniente.

r.c.


22

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CRONACHE Il Segretario questore del Consiglio regionale a margine di un incontro a Bagnara

Interpellanza di Nucera per la tutela del settore pesca di Martina Sia BAGNARA CALABRA - «Ancora una volta ci troviamo a dover fare i conti con i paradossi generati dall’applicazione di norme comunitarie che di fatto disconoscono la realtà delle comunità locali in cui poi vanno a incidere pesantemente». E’ quanto dichiarato dal Segretario Questore del Consiglio Regionale, onorevole Giovanni Nucera, nel corso di un approfondito confronto avuto a Bagnara con i rappresentanti delle cooperative dei pescatori della zona, in merito al grave disagio che sta condizionando il settore della pesca nel territorio di Bagnara. L’incontro è avvenuto a margine della visita a Bagnara Calabra per la presentazione del candidato al consiglio provinciale dei "Popolari e Liberali", Emanuele Antonio Oliveri Sindaco di Melicuccà. «I nostri pescatori - ha affermato Nucera - stanno attraversando una fase di estrema difficoltà dovuta in larga parte alle restrizioni legate alle quote sulla pesca del tonno imposte in sede Europea. L’impossibilità infatti di effettuare una pesca selettiva costringe i pescatori a dover ributtare in mare i tonni accidentalmente pescati durante la pesca al pescespada, il cui limite massimo annuo è pari a 750 chili. Su questa problematica che tocca da vicino un comparto di vitale importanza per l’economia del territorio reggino, intendiamo portare avanti con forza un impegno presso i nostri rappresentanti in seno al governo nazionale, per aumentare la quota accidentale che regolamenta la pesca del tonno innalzandola da 750 kg a 2.000 kg e non assoggettarla all’osservanza della percentuale sul pescato giornaliero. Questa misura - ha inoltre aggiunto il Segretario Questore del Consiglio Regionale - eviterebbe la spiacevole quanto inutile prassi che vede

Bagnara Calabra, effettuati sequestri di tonno rosso per oltre tre quintali

obbligati i pescatori impegnati nella pesca del pescespada a disfarsi del tonno in eccesso». Al riguardo come annunciato dallo stesso Nucera che della vicenda ha informato anche il Sottosegretario e leader nazionale dei "Popolari e Liberali", Carlo Giovanardi, è già stata predisposta un’apposita interpellanza indirizzata alla Giunta regionale a all’Assessorato all’Agricoltura per avere chiarezza fra le altre

«I nostri pescatori stanno attraversando una fase di estrema difficoltà dovuta in larga parte alle restrizioni legate alle quote sulla pesca del tonno imposte in sede Europea. Intendiamo portare avanti l’impegno»

BAGNARA CALABRA - Nel corso dell’attività di vigilanza e controllo costantemente assicurata in materia di pesca dalla Guardia Costiera, sono stati sottoposti a verifica nel porto di Bagnara Calabra 25 pescherecci. Gli accertamenti compiuti hanno consentitodirilevaredelleinfrazioni a rilevanza penale e amministrativa inerenti alla pesca del tonno rosso ed a sequestrare 13 esemplari della specie ittica, del peso complessivo di 330 Kg. Il primo intervento ha interessato un peschereccio al suo rientro in porto. L’unità deteneva a bordo nove esemplari di tonno rosso sotto misura, frutto della battuta di pesca. La cattura di specie ittiche allo stato giovanile ha conseguenze fortemente negative sul patrimonio

cose, in merito alle tutele previste dal governo nazionale per i livelli occupazionali e salariali dei pescatori in questione.«La questione - ha poi concluso il coordinatore dei "Popolari e Liberali" - è strettamente connessa inoltre anche ad altri aspetti di forte criticità. Nel Mediterraneo infatti i nostri pescatori devono osservare rigidamente le direttive europee diversamente però da quanto accade ai pescherecci provenienti dalle coste africane la cui attività non è soggetta ad alcun vincolo, senza considerare che il loro pescato viene poi venduto sul nostro territorio. Discorso analogo può essere esteso anche ai cosiddetti pescatori da diporto che nell’eventualità di una grossa pescata di tonno, non si vedono applicata alcuna norma o limitazione. In poche parole ciò che emerge è che solo quanti svolgono attività di pesca per lavoro, si vedono ingabbiati entro le maglie di una normativa troppo restrittiva e oltretutto poco aderente con le complessità e le specificità di un mestiere estremamente difficile».

ittico in quanto, con il prelievo degli esemplari prima del raggiungimento della maturazione riproduttiva, viene favorito il depauperamento dei mari. Si è pertanto proceduto al sequestro penale del pescato ed a deferire il comandante dell’unità all’Autorità giudiziaria.Successivamente un secondo peschereccio attraccava nel porto di Bagnara con a bordo esemplari di tonno rosso. In tal caso si trattava di esemplari adulti della specie ittica ma catturati in misura superiore al consentito. Oltre al sequestro degli esemplari eccedenti la quota permessa, per sanzionare la condotta illecita sono stati redatti dei verbali amministrativi a carico del comandante dell’unità e dell’armatore del peschereccio.Tut-

Migrantes, in manette il ricercato algerino di Maria Speziale RSARNO - Agenti della Squadra Mobile di Caserta, in sinergia con la Squadra Mobile di Reggio Calabria e il Commissariato di Gioia Tauro, hanno arrerstato a Casal Di Principe Aissa Bensid, algerino di 41 anni, residente a Rosarno, nel Reggino. L’uomo è stato arrestato a seguito a una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Palmi, Fulvio Accurso. Provvedimento emesso nell’ambito dell’operazione "Migrantes"che, nell’aprile dello scorso anno, portòallo smantellamento di un presunto giro di caporalato e di lavoro nero nella Piana di Gioia Tauro. Le indagini condotte da personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gioia Tauro e coordinate dal Procuratore Capo della Repubblica di Palmi, GiuseppeCreazzo, e dal sostituto Andrea Papalia, hanno consentito di accertare che Bensid, per l’incidente probatorio ammesso nell’ambito dell’operazione "Migrantes" celebratosi al Tribunale di Palmi il 15 marzo 2011, si sarebbe recato a casa di un teste di origine extracomunitaria, prelevandolo e accompagnandolo al Palazzo di Giustizia, dove quest’ultimo doveva rendere testimonianza, e, minacciandolo reiteratamente di gravi e seri danni alla propria incolumità personale se lo avesse ancora accusato con le sue dichiarazioni, lo avrebbe costretto a ritrattare le dichiarazioni rese a suo tempo .

to il pescato sequestrato è stato sottoposto a visita da parte del personale del servizio veterinario dell’Asp di Reggio Calabria e successivamente devoluto in beneficienza ad enti caritatevoli. I controlli sulla filiera della pesca finalizzati alla tutela delle specie ittiche con particolare riguardo a quelle a rischio di estinzione per le quali sono stati predisposti a livello comunitario dei piani di ricostituzione, tra cui si annovera il tonno rosso, proseguiranno con la massima attenzione ed impegno su tutto il territorio calabrese.

r.c.


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 23

CRONACHE Il progetto consentirà di monitorare la zona tra la fiumara di Catona e la Valanidi

Rischio idrogeologico, potenziato sistema di allertamento di Reggio di Cecilia Bartoli REGGIO CALABRIA - Prosegue e s’intensifica l’azione promossa dal Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti in tema di previsione e prevenzione dei rischi naturali in Calabria. Dopo gli interventi già realizzati a seguito delle specifiche emergenze nei comuni di Catanzaro (Ianò), Maierato, Gimigliano, Gioia Tauro (T.Budello) e Cirò superiore, finalizzati all’estensione e alla specializzazione del Sistema di Allertamento Regionale per il rischio idrogeologico. Infatti, la Protezione Civile regionale ed il Centro Funzionale Multirischi, sulla base degli indirizzi forniti dal Sottosegretario alla Presidenza con delega alla Protezione Civile Franco Torchia, hanno predisposto un progetto per il potenziamento del sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico riferito all’area urbana di Reggio che consentirà di monitorare il territorio compreso tra la fiumara di Catona e la fiumara "Valanidi", al fine di migliorare l’attività di allertamento del sistema locale di protezione civile per la salvaguardia della popolazione dagli improvvisi e violenti eventi alluvionali come quelli che recentemente hanno colpito la città dello Stretto. L’intervento si articolerà in più fasi. La prima riguarderà l’aumento della dotazione strumentale di monitoraggio installata sul territorio, per la quale saranno impiantati tre nuovi tele pluviometri, sette tele idrometri e dieci webcam di controllo sulle sezioni maggiormente critiche delle dieci fiumare che saranno messe sotto controllo; la seconda fase riguarderà il miglioramento della conoscenza del territorio in esame mediante l’esecuzione di rilievi topografici di dettaglio e misure di portata da utilizzare per la caratterizzazione del comportamento idraulico dei tronchi delle

Il sindaco Macrì: attivato a Locri il Banco alimentare per i disagiati

fiumare interessanti il territorio urbano; la terza fase, infine, prevede la messa a punto dei modelli matematici di simulazione idrologica ed idraulica e la determinazione delle soglie pluviometriche relative al rischio di esondazione dei tronchi fluviali che consentiranno un notevole miglioramento nell’attività di preannuncio ed allertamento dei fenomeni alluvionali. Il sistema sarà integrato nella rete regionale di monitoraggio e sorveglianza idrometeorologica operativa sull’intero territorio regionale gestita dal Centro Funzionale Multirischi, oggi incardinato nell’Arpacal, deputato all’emissione degli Avvisi di Criticità Regionali per rischio idrogeologico, mentre la Protezione Civile regionale provvederà alla diffusione sul territorio

LOCRI - E’ stato attivato a Locri il Banco Alimentare. Lo rende noto il sindaco della Città di Locri, Francesco Macrì, che ha fortemente voluto una sede operativa sul territorio comunale al fine di sostenere le famiglia disagiate. La sede del Banco Alimentare è operativa presso la struttura denominata "Sede Com", in contrada Canneti, grazie alla sensibilità dimostrata dal presidente della associazione "Leocos" di Locri, Leo Modafferi. Si concretizza, quindi, un progetto iniziato alcuni mesi or sono, che trova in pochi mesi un’attuazione di quel nesso tra solidarietà e sussi-

dei messaggi di allertamento ed al coordinamento della gestione delle eventuali emergenze. All’attuazione del progetto sovrintenderà il Dirigente Generale del Dipartimento della Presidenza Francesco Zoccali che assicurerà il cronometrico rispetto dei tempi previsti, in modo che il sistema sarà operativo sin dall’inizio della prossima stagione autunnale. Per la Calabria questa è da considerarsi un’ulteriore tappa del percorso che porterà per la prima volta al rilancio, alla definizione di un nuovo assetto ed alla ristrutturazione dell’intero sistema regionale di protezione civile che vedrà un sempre più determinante ruolo dell’attività di previsione e prevenzione nell’azione di contrasto ai tanti rischi cui il territorio regionale è esposto.

diarietà fortemente voluto dal sindaco Francesco Macrì a difesa e, soprattutto, nell’interesse delle famiglie meno agiate della comunità, affinché possano essere sostenute con una vera politica sociale. Attraverso la Leocos, infatti, anche Locri ha la possibilità di avviare un percorso di coscienza e consapevolezza che, attraverso l’aiuto alimentare, permette di sostenere le persone emarginate attraverso la consegna di beni gratuiti, di genere alimentare. La città di Locri, grazie all’attivismo del sindaco Francesco Macrì, ha posto in primo piano una politica so-

Restituito ai cittadini di Vito Inferiore il plesso scolastico di Maria Speziale REGGIO CALABRIA - Restituito alla comunità di Vito Inferiore il plesso scolastico appartenente alla Direzione Didattica Italo Falcomatà. Un risultato importantissimo ottenuto in tempi molto brevi dall’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Giuseppe Raffa. Sebastiano Vecchio, assessore Comunale alla Pubblica Istruzione, alla presenza del Presidente della III Circoscrizione Diego Scopelliti, ha formalmente consegnato l’immobile alle autorità scolastiche. Due piani, 5 aule, più una multimediale e una professori, ascensore, servizi igienici su entrambi i piani, totalmente priva di barriere architettoniche, munita di ogni tipo di comfort, secondo gli standard qualitativi, per accogliere i ragazzi che dal prossimo anno scolastico potranno ricominciare a frequentarla. Gli amministratori, Vecchio e Scopelliti, hanno voluto complimentarsi con la ditta che si è occupata dei lavori, la "Edil Minniti", di Giovanni Minniti, che ha portato a termine l’opera in soli 2 anni. «Siamo veramente soddisfatti - ha dichiarato l’Assessore Vecchio - per essere riusciti a portare a termine un’opera così importante, perché riguarda i nostri ragazzi».

ciale concreta che, anche attraverso il Banco Alimentare, risponde con responsabilità, alle domande dei cittadini meno abbienti. Il servizio vede impegnati attivamente i giovani volontari della Leocos che portano a Locri gli alimenti raccolti nei centri di Cosenza e Gallico per poi distribuirli, almeno per due volte al mese, attraverso lo sportello operativo che l’associazione ha presso la sede Com, sita in contrada Canneti. Sede concessa dall’Amministrazione Comunale.

r.c.


24

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

CARTELLONE Grande serata di Gala a Palmi Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari avrà inizio a Palizzi dove si conoscerà Antonino Pichilli, Nino per gli amici, il fondatore dell’omonima azienda vitivinicola. Tappa successiva il borgo di Pentedattilo. Il viaggio del piacere legato al cibo continuerà la sera di scena presso il ristorante tipico la Porta del Parco, ex frantoio Jacopino, a Bagaladi. Domenica mattina, infine, a Staiti, paesino del basso Jonio, in un’area pic-nic si potrà assistere e/o partecipare al laboratorio dei jaluni (dolci tradizionali dell’area grecanica) e successivamente consumare pietanze e prodotti che più identificano tale territorio

CATANZARO Maurizio Gasparri a Catanzaro Il presidente del gruppo Pdl al Senato, sen. Maurizio Gasparri, sarà a Catanzarooggi.Alleore19.30,presso la Casa delle Culture, Gasparri terrà una conferenza stampa insieme al candidato a sindaco di Catanzaro, on. Michele Traversa, al presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, al presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, al vice coordinatore provinciale del Pdl Maurizio Vento. Incontro con Bruno Tabacci Venerdì 13 maggio , alle ore 15.30 presso il Benny Hotel l’on. Bruno Tabacci, presidente dell’Assemblea Nazionale di Alleanza per l’Italia chiuderà la campagna elettore per la lista Autonomia e Diritti e Alleanza per l’Italia con candidato a Sindaco AntonioArgirò.Nelcorsodell’incontro l’on. Tabacci incontrerà tutti i candidati delle due liste. A valorizzare il dibattito, oltre ai candidati e il pubblico,prenderannoparteilCoordinatore di Catanzaro Pietro Romeo, il presidente di Autonomia e Diritti On. Agazio Loiero e le diverse autorità cittadine. Convegno “Cultura del lavoro, cultura della vita…la sicurezza è vita” Giorno 20 maggio 2011 , è stato organizzato un evento, finalizzato all’approfondimento delle problematiche connesse alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Il predetto convegno, dal titolo “Cultura del lavoro, cultura della vita…la sicurezza è vita”, avrà difatti ad oggetto il drammatico problema delle morti e degli infortuni sul lavoro. Il convegno si terrà alle ore 17.00, nella sala Delle Culture presso la sede dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Si tratta, peraltro, di un evento organizzato con il Patrocinio dell’AmministrazioneProvincialediCatanzaro e dell’Università degli Studi Magna GraeciadiCatanzaro.Relatorichevi parteciperanno, Pietrantonio Ricci, ed Antonio Viscomi. E’ inoltre prevista la partecipazione di Wanda Ferro. Modererà i lavoriVincenzo Fulvio Attisani. Conclusione del Ministero Episcopale di S.e. Mons. Antonio Ciliberti Sabato 21 maggio , nella Cattedrale di Catanzaro si terrà la celebrazione diringraziamentoperlaconclusione del Ministero Episcopale di Se Mons. Antonio Ciliberti, secondo il seguente programma: ore 17.30, inizio celebrazione eucaristica, omelia di Mons. Arcivescovo, abbraccio di pace con tutti i sacerdoti. Prima della benedizione finale: interventi: sindaco della città di Catanzaro; prof.ssa Clotilde Albonico; Mons. Raffaele Facciolo. COSENZA Iniziativa “Riprendiamo la rivoluzione interrotta” Oggi , alle ore 17.00, presso la sala consiliare del Comune di Cosenza si terrà l’iniziativa elettorale “Ripren-

Palmi - Nella città natale di Francesco Cilea, la 4 giorni dedicata al compositore calabrese, ha trovato il suo epilogo, con un’autentica festa della Musica. Ieri sera, infatti, alla Casa della Cultura L.Repaci di Palmi Teatro Comunale Cilea di Reggio Calabria dove Armando Praticò, nel segno e nella memoria del padre, l’indimenticabile Pierpaolo, ha dato vita, al nuovo corso del Premio Cilea d’Oro. Lo spettacolo, presentato dal suo conduttore storico, il musicologo Daniele Rubboli che dirige il Laboratorio Lirico Europeo di Milano, ha visto il concerto dei tre

vincitori del concorso: il tenore cinese Xing Like cui è andato il primo premio; il baritono Kim In Hui ed il soprano Lee Soon Jae, terzo premio, entrambi coreani. E coreana era anche la brava pianista del Conservatorio di Milano, Inseon Lee che ha accompagnato le performances dei giovani artisti. I tre artisti hanno eseguito 3 arie ciascuno, dando il dovuto lustro a Cilea con delle esecuzioni impeccabili, per poi concludere con un "O sole mio" cantato in coppia dal tenore e dal baritono, che ha emozionato tutti gli spettatori. A consegnare i premi Cilea d’Oro

sono stati: il Sindaco di Palmi dr. Ennio Gaudio, l’assessore alla cultura Nunzio Laquaniti e il Presidente Onorario dell’Associazione Cav. Armando Praticò. Grande soddisfazione, infine, è stata espressa dall’Amministrazione Comunale di Palmi che è molto sensibile a questi eventi culturali ed ha tra i tanti meriti, anche uno particolare, quello cioè, di un forte impegno per dare alla città di Palmi ed alla sua comunità un teatro, sede di cultura e di arte, che ci auguriamo possa presto vedere la luce ed in seguito ospitare anche alcuni dei nostri eventi.

diamo la rivoluzione interrotta”, con l’on. Mario Segni, leader referendario, a sostegno del Candidato a Sindaco Sergio Nucci

anni di storia. Un passato da conoscere per un presente e un futuro da scrivere e gli interventi di Giorgio Campanini; Giovanni Maria Flick; Antonino Spadaro.Venerdì 13 maggio, alle ore 9.00, presso l’Università degli Studi di Reggio Calabria si approfondiranno alcuni temi, quali il senso di appartenenza con Ferdinando Pagnoncelli; il rapporto tra Italia ed Europa con Paolo Bustaffa; il federalismo solidale con Luigi D’Andrea. Sempre venerdì, alle ore 16.30, al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria si svolgerà la tavola rotonda sul tema L’Italia s’è desta? Il ruolo dei giovani nell’Italia che verrà.InterverrannoNinoAmadore; Francesca Chirico; Francesco Delzio; Genevieve Makaping. Sabato 14 e domenica 15 si svolgerà infine l’Assemblea Federale della Fuci.

locali del B’art sul corso Garibaldi una conferenza stampa avente ad oggetto: Impegnati per fare di Reggio Calabria una città di classe A. Parteciperanno: Francesco Ferrante; Massimo Canale

Chiusura campagna elettorale Venerdì 13 maggio , alle ore 18.30, su corso Mazzini (tra via Adige e via Isonzo) chiusura della campagna elettorale. Interverrà l’on. Aangela Napoli, coordinatrice regionale di Futuro e Libertà e Sergio Nucci candidato a Sindaco di Cosenza Suor Elena Aiello sarà beatificata Il Santo Padre, Benedetto XVI, tramite la segreteria di Stato, accogliendo la proposta dell’Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano, S.e. monsignor Salvatore Nunnari, ha concesso che la celebrazione del Rito di Beatificazione della Venerabile Serva di Dio Elena Aiello, abbia luogo a Cosenza mercoledì 14settembre2011.Rappresentante del Santo Padre sarà Sua Eminenza il cardinale Angelo Amato. REGGIO CALABRIA Convegno Nazionale della Fuci Si svolgerà da oggi al 15 maggio , il convegno Nazionale della Fuci, dal titolo 150 e non sentirli. Eredità e prospettive dell’Italia che cambia. I lavori del convegno inizieranno oggi, alle ore 16.30, presso il Teatro Cilea di Reggio Calabria con la relazione introduttiva a cura della presidenza Nazionale Fuci su 150

Chiusura campagna elettorale Daniele Romeo Oggi , alle ore 19.00, presso l’auditorium "Lucianum" di Reggio Calabria, il candidato al Consiglio comunale del Pdl Daniele Romeo terrà una manifestazione per chiudere la campagna elettorale. Interverranno anche Vittorio Siclari della Giovane Italia, Antonio Franco, il candidato a Sindaco del centrodestra Demetrio Arena e il Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti. Conferenza stampa Oggi , alle ore 11.00, si terrà presso i

Seminario in Europrogettazione Si svolgerà il seminario in Europrogettazione con inizio il 19 maggio . Il corso è rivolto a liberi professionisti, studenti universitari e laureati, consulenti di enti pubblici e imprese private che, con le competenze acquisite, possano avviare progetti da finanziare, totalmente, con i fondi europei. Info al sito: www.eurotalenti.it Seminario sui trasporti Giorno 20 maggio , presso la Facoltà di Ingegneria (Aula E2, Biennio), alle ore 15.00/17.00, si terrà il seminario di studio sul tema “Planning of air transport services: Global concept of aircraft utilization and routeoptimization”conlapartecipazione di Juan R. Fajardo, Chief Strategic Air Operations Centre United Nations. Nuova esperienza slow nel cuore dell’Area Grecanica E’ proprio con gli amici della Condotta di Cosenza che si è pensato e programmato di vivere un’esperienza slow nel cuore dell’Area Grecanica s abato 21 e domenica 22 maggio . Il viaggio del piacere conviviale

RENDE Workshop internazionale sul Seo ed il Web Marketing Presso l’Università della Calabria di Cosenza, si svolgerà, con inizio lunedì 16 maggio e termine lunedì 23 maggio, un Workshop Internazionale sul Seo ed il Web Marketing. L’evento vedrà la partecipazione di studenti dei Comitati Locali di EestecdituttaEuropa,studentidell’Università della Calabria, aziende del settore e studenti delle scuole superiori. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione per ogni seminario seguito. L’evento sarà patrocinato dall’Università della Calabria, la Facoltà di Ingegneria ed il Consiglio degli Studenti . Programma Giornate Seminari: Lunedì 16 maggio ore 16.30: Cerimonia di apertura (Sala Stampa); martedì 17 maggio dalle 9.30 alle 13.30: Clustering, Wrapping, Crawling, Xml (Aula Magna); mercoledì 18 maggio, dalle 9.30 alle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.00: Tecniche Seo, Penalizzazioni, Web Semantico (Aula Magna); giovedì 19 maggio dalle ore 9.30 e 13.30: Web Marketing, Web Marketing Turistico, Web Usuability. SAN LUCIDO Sit-in di protesta Villa Serena La Cgil di Cosenza e la Camera del lavoro territoriale di Paola si mobilitano a difesa dei lavoratori e degli ospiti della casa di riposo Villa Serena (ex Onpi) di San Lucido. Per tutelare i lavoratori e gli ospiti, per chiedere unasoluzioneallavertenza,laCgildi CosenzaelaCameradellavoroterritoriale di Paola si sono rivolti al prefettodiCosenzaehannoorganizzato un sit-in di protesta. La manifestazione è indetta per venerdì 13 maggio , a partire dalle 9.00, davanti alla sededellacasadiriposoVillaSerena di San Lucido. CALABRIA Programma Sen. Gasparri Oggi , alle ore 11.00: Rossano, conferenza stampa; sede locale Pdl sala Rossa Palazzo San Bernardino. Ore 15.30: Cosenza, manifestazione; conferenza stampa - palazzo Salfi. Ore 18.15: Soverato, piazza Maria Ausiliatrice (Municipio). Ore 19.30: Catanzaro, manifestazione politica; Casa Delle Culture presso Amm.ne Provinciale


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 25

CARTELLONE Successo per la caccia alla volpe simulata Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ALTOMONTE 5° edizione Gran Festa del Pane Tre giornate all’insegna di Cultura, Arte, Folklore e tanto tanto Pane. Tali si preannunciano quelli in programma dal 13 al 15 maggio , ad Altomonte, centro calabrese capace di creare sempre iniziative di successo come la Gran Festa del Pane, evento giunto alla sua 5° edizione. CATANZARO Conferenza di astronomia Venerdì 13 maggio , alle ore 18.00, presso l’Hotel Guglielmo si terrà la conferenza di astronomia "Capire l’Universo". Introduce: Luigi Noto. Relatore: Corrado Lamberti. 2° randone provincia di Catanzaro Il Comune di Catanzaro, la Provincia e l’associazione culturale sportiva Gb Realations organizza il 2° randonnèe provincia di Catanzaro 2011. 150 kilometri nella Provincia di Catanzaro e Vibo, giorno 15 maggio , piazza Prefettura Catanzaro, partenza alla francese dalle ore 7.30 alle ore 8.30. Programma: partenza: piazza prefettura Catanzaro. Controlloerifornimento:SerraSanBruno. Arrivo: ore 16.00/17.00: Piazza Prefettura Catanzaro con premiazione squadre. Info: 339/6982059 338/3683675 giovanni.brofferio@tiscali.it Secondo Casting Film "Il Coraggio d’Amare" Il2°castingrelativoallaselezionedegli attori del film “ Il Coraggio d’ Amare, avrà luogo lunedì 16 e martedì 17 maggio 2011 , dalle ore 9.30 alle 13.30 presso il centro polifunzionale calabrese di via Fontana Vecchia,44 ( Catanzaro ). Per partecipare è necessario inviare una mail ad : armoniaecontrasto02@tiscali.it entro e non oltre il 10 maggio 2011. Campagna di beneficenza, Associazione CreativaMente L’associazione CreativaMente, ha deciso di avviare una campagna di beneficenza che durerà 15 giorni e terminerà domenica 22 maggio . L’iniziativanascedallavogliaditanti ragazzi di impegnarsi nel sociale e di poter aiutare chi, spesso molto vicino a noi, versa in condizioni di disagio economico. L’idea è quella di raccogliere fondi da destinare alla struttura “Istituto Palazzolo”, sita nel quartiere cittadino Santa Maria, che ospita una decina di bambini orfani, che, più di altri, hanno bisogno di assistenza. Il tema dell’iniziativa è “ Dona uneuro per…”, il contributo di ognuno, infatti, dovrà essere proprio di un euro, né più né meno. Nella riunione, di venerdì 20 maggio, si farà il punto della situazione, per poi domenica 22 maggio, andare tutti insieme a trovare i bambini ospiti della struttura “Istituto Palazzolo” e dare loro il contributo raccolto. 3° Memorial Luca Zerilli “Le Rosse a Catanzaro“ L’associazione sportiva Rosso Scuderia Catanzaro e Promo Dea S.r.l.,

Domenica 8 maggio si è tenuta la caccia alla volpe simulata, organizzata dal Club Calabrese per la caccia alla volpe a cavallo. L’edizione primaverile ha avuto luogo per la prima volta in agro di Soverato, dove in spiaggia una discreta folla ha potuto assistere anche alla presa della velocissima volpe (Pietro Pirritano.) Quest’anno il prestigioso trofeo Barone Gallelli, è andato a Licia Bovino, che nella fase d’inseguimento ha avuto la meglio sugli altri cavalieri, è avvicinando la volpe è riuscita a tirargli la finta coda legata al braccio. Il Buffet del dopo caccia, e la successiva premiazione, si è tenuta presso il maneggio Garieri in località Turrati, (struttura associata al Club) di Achille Garieri (Field - Master del circolo.) Il maneggio Turrati è quindi l’unico maneggio della regione in grado d fornire un adeguato allenamento per la caccia alla volpe del Club, (lo sport equestre più tecnico e difficile.) Istruttori preparati formano giovani allievi, che possono quindi misurarsi con le difficoltà di una caccia alla volpe. La caccia alla volpe a cavallo, da 5 anni è ormai in Calabria un appuntamento certo, unico, e inimitabile. Grazie infatti ai baroni Gallelli di Badolato, (fondatori e proprietari del Club), dal 2006 hanno importato con successo lo sport della caccia alla volpe a cavallo, con gli stessi usi, stili, costumi, e consuetudini dei circoli Britisch più esclusivi. Il detto circolo che è anche l’unico nel sud Italia, e dal 2008 grazie alla sua fama, e visto le sue eleganti sale, i suoi prestigiosi arredi, e i suoi suggestivi spazi immersi nel verde, è anche diventata la Location più esclusiva della regione, ideale per ogni tipo di evento o ricevimento. Ancora una volta la Calabria conferma il primato, quale unica regione del meridione in grado di offrire a turisti e visitatori l’incredibile spettacolo della caccia alla volpe a cavallo. La caccia ideata dai baroni Gallelli, è in pratica un elegante e tecnica bat-

organizzano a Catanzaro la manifestazione automobilistica denominata 3° Memorial Luca Zerilli “Le Rosse a Catanzaro “ che vedrà tutta la provincia tingersi di rosso nei giorni 2/3/4/5 giugno 2011 . Programma: nel pomeriggio del 3 giugno, si parte conunaprovadiregolaritàdaBadolato Marina diretti a Badolato Borgo Antico, nella mattina del 4 giugno si effettuerà un percorso a birilli sul lungomare di Squillace Lido e nello stesso pomeriggio una sfilata su Corso Mazzini a Catanzaro con l’esposizione delle auto. COSENZA Concerto di Rafe e Clelia Stefanini Oggi , alle ore 21.00, presso il Teatro dell’Acquario si terrà il concerto di Rafe e Clelia Stefanini, violino, banjo, chitarra, voci. Ingresso: 12 euro Intitolazione sala formazione ufficio personale Cerimonia di intitolazione oggi , alle ore 11.00, della Sala Formazione del Comune, presso l’ufficio del personale di Palazzo Ferrari. La Sala destinata alle attività formative sarà intitolata ad Agata Cundari (Tina per i

campagna elettorale giorno 13 maggio 2011, alle ore 22.00 e sino alle 24.00, con una manifestazione pubblicaallaLegaNavalediCrotone.La candidata a sindaco terrà i suoi comizielettoralidichiusuraoggieil13 maggio 2011 in Piazza della Resistenza negli orari sorteggiati dall’UfficioElettorali.Oggi,alleore20.20;il 13 maggio 2011, alle ore 21.40. REGGIO CALABRIA Incontro dal titolo: “Interlingua e analisi degli errori” Nell’ambito delle proprie attività dedicate all’intercultura, alla formazione continua dei docenti di lingua italiana a stranieri, l’associazione interculturale international House organizza oggi un incontro formativo dal titolo: “Interlingua e analisi degli errori”. L’incontro si terrà presso la sede dell’associazione sita in Viale della Libertà 30/C, dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

tuta a cavallo, dove la preda è rappresentata da un esperto cavaliere, che con una coda di volpe finta legata al braccio funge da selvatico. La battuta si snoda lungo i fondi adibiti a pascolo della famiglia, seguendo un percorso della durata di circa 2 -3 ore, già pianificato il giorno precedente dal Master e dai suoi collaboratori. La caccia termina infine con la Presa della volpe, che consiste in un inseguimento lanciato, nel quale vince il cavaliere che riesce a strappare

al selvatico la finta coda che porta legata al braccio. La giornata si conclude poi con l’assegnazione al vincitore del trofeo barone Gallelli, seguito poi dalla cena e dai balli. La caccia è anche ideata per valorizzare il territorio rurale di Badolato, e quindi indirettamente anche il turismo calabrese. Negli esercizi commerciali di Badolato, non esiste giornalaio, libreria, o agenzia viaggi che non esponga orgogliosamente le cartoline della caccia alla volpe e del circolo.

colleghi), dipendente comunale scomparsa il 22 maggio del 2009. Alla cerimonia di domani parteciperanno il sindaco Salvatore Perugini, l’assessore al personale e alla formazione Carlo Salatino e la dirigente del settore personale, lavoro e formazione Anna Rita Pellicori.

volta in Italia, nella Galleria Le Muse di Cosenza, i suoi lavori che sono un chiaro riferimento alla cultura del suo Paese, il Perù “Fragmentos del Alma Andina”. Orario: da lunedì a sabato 10.00 – 13.00 / 17.00 – 20.00. Domenica: 11.00 – 13.00, fino al 27 maggio .

"La Notte dei Musei" Sabato 14 maggio , dalle ore 20.00 alle2.00,laSoprintendenzaperiBeni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, guidata da Fabio De Chirico, partecipa a La Notte dei Musei con una propria iniziativa, coordinata da Nella Mari e da Patrizia Carravetta, denominata Fra suoni e visioni. La serata si aprirà, alle ore 20.00, con l’inaugurazione della mostra di arte contemporanea dal titolo Ente Comunale di Consumo, a cura di Claudio Libero Pisano, con il coordinamentogeneralediFabioDe Chiricoeconilcoordinamentoorganizzativo di Nella Mari e Patrizia Carravetta. La Galleria Nazionale di Cosenza resterà aperta dalle ore 20.00 alle 2.00.

Zucchero in concerto Sugar Fornaciari e il suo Chocabeck faranno tappa anche in Calabria, a Cosenza, il prossimo luglio. Il concerto di Cosenza allo stadio San Vito che si preannuncia spettacolare, con un boccascena di 20 metri, si terrà il 28 luglio , a cura dell’Amministrazione comunale, fortemente voluto dall’assessore allo sport e spettacoli Francesca Bozzo, e gestito dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese. Per qualsiasi informazione è possibile telefonare ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it.

Mostra di Vidal Bedoya VidalBedoyaesporràperlaseconda

CROTONE Chiusura campagna elettorale Giusy Regalino Giusy Regalino concluderà la sua

Seminario "Una politica linguistica per la scuola e la società italiana plurilingue" Sabato 14 maggio 2011 , alle ore 10.00, a Reggio Calabria (Aula Magna del liceo scientifico “Leonardo da Vinci”) - alla presenza della dott.ssa G. Ursino, Prefettura di Reggio Calabria, del dott. Roberto Tomassetti, Università per Stranieri di Siena, si svolgerà il seminario dal titolo “Una politica linguistica per la scuola e la società italiana plurilingue”, evento durante il quale si argomenterà e rifletterà su “Il D.m. del 4 Giugno 2010 e il Test d’italiano per stranieri”esu“Insegnare,apprendere e certificare le conoscenze e competenze dell’italiano L2”. IX premio giornalistico internazionale Gino Votano 2011 L’associazione culturale Teatro del Mediterraneo organizza per il settimo anno consecutivo il premio giornalistico “Gino Votano”, legato al Medef (Mediterranean Experiences Festival). La manifestazione si propone di far conoscere la storia, la cultura, questioni sociali e ambientali, dei paesi che si trovano nell’area mediterranea, e si terrà dal 20 al 22 maggio 2011 , nella splendida cornice della città di Reggio Calabria. Esposizione autovetture d’epoca Giorno 31 maggio , a Reggio Calabria, Località Feo di Vito, alle ore 9.00/12.00, si terrà l’esposizione autovetture d’epoca RENDE Incontro poetico organizzato dai giovani de “Il Sileno” La poesia incontra gli studenti e si proietta nella vita di ogni giorno. Prendevital’incontrodipoesiaorganizzato dall’associazione culturale “Il Sileno”. L’evento (l’ultimo dell’anno), previsto per oggi , alle ore 15.00, nell’aula Storia5dell’UniCalèorganizzatoda GaetanoSantandrea,DavideAvallone, Biagio Moliterni e Luca Rota.


26

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

MAPPAMONDO

La semifinale di ritorno di Coppa Italia, su Rai 1 Palermo-Milan, con la sconfitta dei rossoneri ha ottenuto degli ottimi risultati vincendo la serata degli ascolti tv registrando una media di 5.869.000 telespettatori

Il Palermo si regala la terza finale di Coppa Italia della sua storia e Zamparini si regala un nuovo acquisto, l’israeliano Eran Zahavi, annunciandone l’acquisto subito dopo la vittoria sul Milan che ha sancito la qualificazione all’atto conclusivo della Coppa. La notte più importante - finora - per il club rosanero si è conclusa con una festa di popolo durata nella centralissima piazza Politeama, con migliaia di tifosi a intonare cori («Andiamo a Roma, andiamo a Roma»), sventolare bandiere, suonare clacson. Altri fans, invece, sono tornati subito a casa per prenotare on line un volo per la capitale, per assistere alla finale del 29 maggio. Davanti a più di trentatremila paganti, il Palermo ha giocato alla pari con il Milan, fresco di scudetto, e lo ha fatto più con i suoi uomini di fatica (da Migliaccio a Balzaretti, a Nocerino) più che con le stelle Pastore e Ilicic.

Foto: La Presse


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 27

MAPPAMONDO

E’ vicina all’addio la coppia formata da Leonardo Di Caprio e dalla modella israeliana Bar Refaeli. «Bar e Leo stanno vivendo un periodo difficile» rivela il New York Times

Bar Rafaeli ha rotto con Leonardo Di Caprio! O forse no. La top model israeliana, che ha recentemente posato senza veli per il mensile GQ, è la storica fidanzata di Leonardo Di Caprio che, prima di lei, ha avuto una lunga love story con la top model brasiliana Gisele Bundchen. Secondo il New York Times tra la coppia ci sarebbe aria di crisi e a confermarlo sarebbero gli ultimi avvistamenti dei due, rigorosamente separati, ed impegnati in eventi mondani distinti. Se Bar era al celebre Metropolitan Museum of Art’s Met Ball in compagnia della ex collega ed attrice somala Iman, Di Caprio era allo Standard Hotel con gli amici. Nel giugno del 2007 il National Enquirer annunciò l’imminente matrimonio tra la star di Hollywood Leonardo Di Caprio e la top model Bar Rafaeli. Sono passati quasi quattro anni e la star di Titanic non ha portato sull’altare la sua compagna.

La bellissima Rosie Huntington-Whiteley


28

il Domani

Giovedì 12 Maggio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Nuova edizione del Salone internazionale del libro

Dal 12 al 16 maggio al Lingotto la ventiquattresima edizione della kermesse. Ospiti la Russia e la Palestina

Torino, torna il Salone del libro Margherita Criscuolo Al via il Salone internazionale del libro di Torino, visitabile da giovedì 12 a lunedì 16 maggio al Lingotto fiere. Quattro giorni di appuntamenti per un weekend lungo all’insegna della lettura e della cultura in generale. Giunta alla sua ventiquattresima edizione, la fiera si presenta rinnovata nell’anno del centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia, e occupa con i propri spazi espositivi i padiglioni 1, 2 e 3 di Lingotto fiere mentre il 5 è riservato agli operatori professionisti con l’International book forum e il nuovo spazio dell’Oval, struttura di 20mila metri quadrati nata per ospitare le gare di pattinaggio ai Giochi olimpici invernali di Torino 2006, e da luglio 2009 parte del polo

L’Oval ospita il "Bookstock village" per i giovani lettori la mostra 1861-2011 L’Italia dei libri, il padiglione Italia con gli stand delle regioni riunite in un’unica area espositivo. L’Oval ospita il Bookstock village per i giovani lettori, la mostra 1861-2011 L’Italia dei libri, il padiglione Italia con gli stand delle regioni, per la prima volta riunite in un’unica area, gli stand delle istituzioni nazionali, l’area Lingua madre, lo spazio Libro e cioccolato, tentazione e meditazione, lo spazio dedicato dalla Russia, paese ospite, ai piccoli lettori e una nuova sala convegni. Sono infatti la Russia e la Palestina gli invitati stranieri al Salone, ospite d’onore la prima e special guest la seconda. Una partecipazione, quella della Russia, che rientra nell’ambito dell’Anno della cultura e della lingua russa in Italia e dell’Anno della cultura e della lingua italiana in Russia. Per cui, all’interno del padiglione Russia, si mostreranno al pubblico i migliori lavori editoriali degli ultimi due anni che riflettono i legami culturali e letterari tra la Russia e l’Italia. Vi si svolgeranno in totale più di quaranta eventi, tra

Sono la Russia e la Palestina gli invitati stranieri al Salone internazionale, ospite d’onore la prima e "special guest" la seconda, per riflettere sui legami letterari tra i paesi tavole rotonde, lezioni, mostre ed eventi gastronomici. Tra i partecipanti al programma gli scrittori russi Viktor Erofeev, Sasha Sokolov, Liudmila Ulitskaja, Andrej Gelasimov, Vladislav Otroshenko, Maksim Amelin, Julia Latynina, e giovani autori quali Pavel Sanaev, Mariam Petrosyan, Zakhar Prilepin, Mikhail Elizarov e altri. Special guest a Torino, la Palestina. Una presenza forte la cui produzione culturale è tutta legata alla dimensione di tragedia di un popolo cacciato dalla sua stessa terra e privo di uno stato in cui riconoscersi. A rappresentare il paese, Suad Amiry, (Sharon e mia suocera, premio Viareggio 2004; Murad Murad, 2009, asciutta cronaca della vita sotto l’occupazione, Feltrinelli) e quattro tra i

Lingotto fiere

Il ministro Giancarlo Galan

poeti più significativi: Mourid Barghouti, Samih al-Qasim autore di sei raccolte dai versi brevi e brevissimi, Salman Natour, che ha anche esperienze di teatro, e Ali Al Kalili, recentemente insignito del più prestigioso riconoscimento culturale del suo paese. Con loro e Mohammad Ali Ta-

ha, segretario dell’Associazione scrittori. Tornando all’Italia, la star dell’edizione 2011 del Salone è la mostra 1861-2011 L’Italia dei libri a cura di Gian Arturo Ferrari che ripercorre la storia unitaria attraverso i libri che hanno fatto e diviso gli italiani e i loro protagonisti. Sono cinque i percorsi di visita: I 150 Grandi libri, i 15 Super libri, i 15 Personaggi, gli Editori, i Fenomeni editoriali. E al centro, il "sedicesimo decennio": lo spazio Telecom Italia con il libro del futuro fra digitale ed "ebook". Tra gli espositori circa 1.500 realtà del panorama editoriale italiano, tra cui 123 debuttanti, piccole case editrici all’interno dell’Incubatore, e colossi editoriali. Tra questi, Editalia, che espone le sue opere al padiglione 2 dove ci sarà una mostra speciale dedicata alle opere con cui la casa editrice del Poligrafico celebra i 150 anni dell’Unità, come le collezioni dedicate alla storia della moneta nazionale realizzate dalla Zecca dello Stato. Sono tantissimi gli appuntamenti al Lingotto ma il Salone non si esaurisce lì. Con Salone off, infatti, fino a lunedì 16, la fiera sbarca in spazi aulici e popolari di Torino, come ex fabbriche e piazze dove si svolgerà domenica 15 una caccia al tesoro. Appuntamento oggi all’Oval per l’inaugurazione alla presenza del ministro per i Beni e le attività culturali Giancarlo Galan. Info: www.salonelibro.it.


Giovedì 12 Maggio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA

Una scena del film

Una commedia brillante e ironica tratta dal romanzo di Jonathan Ames tradotto in Italia con il titolo Io e Henry

Il perfetto gentiluomo nelle sale venerdì Kevin Kline è un gigolò d’altri tempi Silvia Ussia Il perfetto gentiluomo esce domani nelle sale e annovera tra gli attori protagonisti il premio Oscar Kevin Kline, la bella Katie Holmes, più famosa per essere la moglie di Tom Cruise, e un giovane Paul Dano, protagonista del "blockbuster" statunitense "Little Miss Sunshine". Il film si presenta come una commedia brillante e mai volgare che affronta i tabù legati al sesso e all’inadeguatezza sociale con tocco leggero e divertente.Tratto dal romanzo di Jonathan Ames, noto ai più per essere l’autore della serie culto "Bored to death", il libro in questione è "The extra man", pubblicato in Italia col più classico titolo di Io e Henry. Una visione dal sapore classico e dal retrogusto volutamente moderno, che non scade mai nella volgarità, pur trattando ampiamente le tematiche sessuali e analizzando il rap-

porto di crescente stima e amicizia fra due improvvisati conviventi, dalle vedute e dal carattere, oltre che dalla situazione economica, completamente opposti. Protagonista è Louis (Paul Dano) accanto a lui il perfetto gentiluomo interpretato da Kevin Kline, magistrale nella resa di questo accompagnatore di alto bordo dalle idee così eccessivamente reazionarie e dal carattere lunatico, ma dai modi quasi sempre impeccabili e galanti. Lo stile di vita di Henry è fortemente precario, eppure così libero da suscitare sia nel protagonista che nello spettatore un misto di incredulità e rispetto. Nella pellicola si affrontano però anche i tabù legati alle perversioni sessuali e all’inadeguatezza sociale, offrendo così uno sguardo disincantato sulla tolleranza e sulla diversità. Louis Ives è un giovane insegnante di letteratura presso un liceo a Princeton, con un grosso proble-

ma di timidezza e un’ossessione per la biancheria intima femminile. Dopo esser stato sorpreso dalla direttrice dell’istituto a indossare un reggiseno, Louis decide di trasferirsi a New York per trovare una vocazione artistica ed esplorare la sua identità sessuale. A Manhattan, trova un alloggio nel minuscolo appartamento di Henry Harrison, un eccentrico intellettuale di mezza età che sostiene di aver scritto un’unica grande opera teatrale nella vita e che questa gli sia stata sottratta

Lady Diana torna a far parlare di sè. Domani sarà protagonista della 64esima edizione del Festival di Cannes, già in fermento per l’attesa della prima mondiale di "Unlawful killing", in altre parole omicidio. Un documentario girato da Keith Allen, attore, regista e padre della famosa cantante Lily, che ha riaperto sulla stampa inglese il dibattito sulla fine di Diana e Dodi, morti nella macchina guidata dall’autista ubriaco Henri Paul che cercava invano di schivare i fotografi che tentavano di scattare immagini alla coppia. La pellicola che sarà presentata da Mohamed Al Fayed, immortala lady Diana agonizzante dopo lo schianto mortale nel tunnel di Parigi nell’ agosto del 1997, in una foto choc che uno

dei paparazzi lanciati all’inseguimento della principessa e Dodi Al Fayed non esitò a scattare, e le immagini dell’auto distrutta: una ferita ancora aperta per gli amanti e i fanatici della principessa, l’ennesima mercificazione per chi quel famoso 31 agosto lo conosce a memoria. Allen ripercorre le tappe di quella tragica notte fino a mostrare la foto di Diana morente mai vista finora in Gran Bretagna. La principessa triste, vittima di un sistema che la vedeva perdente sin dal matrimonio con Carlo, ancora oggi, a distanza di tredici anni dalla sua morte, proprio quando sembrava che l’attenzione si fosse spostata sul suo primogenito William, anche lui vittima della stampa mondiale e di recente protagonista dei rotocalchi per il suo matrimonio con la bella Kate Middleton, continua ad attirare la curiosità dei

Cannes, occhi puntati sul documentario che mostra la tragica fine di Lady Diana

Valeria Belli

New York, romantico scenario di una strana e intensa amicizia che analizza i conformismi sociali e la diversità I protagonisti in una scena del film

molti. Non resta che aspettare l’anteprima del film, sperando riveli qualcosa di nuovo e interessante, dettagli non ancora noti della morte più discussa e mercificata nella storia della famiglia reale britannica.

Foto d'archivio

La foto che ritrae gli ultimi istanti di vita della principessa triste crea in tutti attesa, curiosità, scalpore


il Domani Giovedì 12 Maggio 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

02:10 - Rai Educational Cantieri d'Italia 02:40 - RUBRICA Mille e una notte 05:00 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

ITALIA 07:00 - CARTONI ANIMATI Willcoyote 07:05 - CARTONI ANIMATI Willcoyote 07:10 - CARTONI ANIMATI Spongebob 07:30 - Il lungo Viaggio di Porfy 07:55 - CARTONI ANIMATI Jewelpet 08:20 - CARTONI ANIMATI Doraemon 08:35 - I pinguini di Madagascar 08:45 - DOCUMENTARIO Urban legend 09:20 - DOCUM. Real C.S.I. - A sangue freddo 10:40 - DOCUMENTARIO Non ditelo alla sposa 12:10 - Cotto e mangiato - Il menu' del giorno 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:40 - TELEFILM I Simpson 14:10 - TELEFILM I Simpson 14:35 - How i met your mother 15:05 - SITUATION COMEDY Camera cafè 15:45 - Camera cafè ristretto 15:50 - Zack e Cody sul ponte di comando 16:50 - TELEFILM Zeke e Luther 17:20 - TELEFILM Zeke e Luther 17:50 - Love bugs 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 19:02 - NEWS Studio sport 19:30 - TELEFILM C.S.I. Miami 20:30 - GIOCO Trasformat 21:10 - The bourne ultimatum - Il ritorno dello sciacallo - con M. Damon, P. Sidine, E.r Ramirez - regia di Paul Greengrass (USA) - 2007 23:25 - SHOW Le iene 00:55 - SHOW Poker1mania 01:45 - Studio aperto - La giornata 02:00 - TELEFILM Chante! 02:25 - TELEFILM Chante! 02:50 - TELEFILM Chante! 03:15 - TELEVENDITA Media shopping 03:30 - FILM Manie di Mr. Winninger omicida sessuale - con W.Wohlfahrt, P. Loran, L. Induni regia di Jose' Luis Madrid (Spagna) - 1970

06:00 - ATTUALITÀ Rai News 24 - Morning News 06:30 - ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 07:00 - RUBRICA TGR Buongiorno Italia 07:30 - RUBRICA TGR Buongiorno Regione 08:00 - RUBRICA Rai 150 anni. La Storia siamo noi 09:00 - RUBRICA Dieci minuti di... programmi dell'accesso: - di attualità 09:10 - RUBRICA Agorà - di attualità 11:00 - RUBRICA Apprescindere 11:10 - TELEGIORNALE TG 3 Minuti 12:00 - NEWS TG 3 12:25 - SPORT Ciclcismo: 94° Giro d'Italia Ciclismo 12:45 - RUBRICA Le storie - Diario italiano 13:10 - TELEFILM La strada per la felicità 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG 3 14:50 - NEWS TGR Leonardo 15:00 - TELEGIORNALE TG3 L.I.S. 15:05 - SPORT Ciclcismo: 94° Giro d'Italia 6^ tappa - Ciclismo 17:00 - RUBRICA Processo alla tappa 18:05 - RUBRICA Aspettando Geo & Geo 18:15 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 18:20 - RUBRICA Geo & Geo 19:00 - TELEGIORNALE TG 3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - ATTUALITÀ Blob 20:10 - SITUATION COMEDY Cotti e mangiati 20:35 - SOAP OPERA Un posto al sole 21:05 - TELEFILM Desperate Housewives 23:25 - TALK SHOW Parla con me 00:00 - TELEGIORNALE TG3 Linea notte 00:10 - TELEGIORNALE TG Regione 01:00 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 - SPORT Ciclcismo: 94° Giro d'Italia 01:40 - RUBRICA Rai Educational Estremi urbani 02:10 - RUBRICA La musica di Raitre - di musica 02:40 - RUBRICA Fuori orario. Cose (mai) viste 02:45 - NEWS RAInews 05:10 - ATTUALITÀ America Today 05:15 - VIDEOFRAMMENTI Superzap

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 07:58 - NEWS Borse e monete 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:40 - SHOW Mattino cinque 10:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Ore 10 10:05 - SHOW Mattino cinque 11:00 - RUBRICA Federica Panicucci e Forum Claudio Brachino condu13:00 - TELEGIORNA- cono la terza e dizione di “Mattino cinque” LE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:41 - SOAP OPERA Beautiful 14:10 - SOAP OPERA Centovetrine 14:45 - TALK SHOW Uomini e donne 16:15 - SHOW Pomeriggio Cinque 18:00 - TELEGIORNALE Tg5 - 5 minuti 18:50 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 19:45 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:30 - NEWS Meteo 5 20:31 - SHOW Striscia la notizia - La Vocedell'improvvidenza 21:10 - SHOW Svisti e mai Visti - 1a puntata 23:44 - NEWS Matrix 01:30 - Tg5 - Notte 02:00 - NEWS Meteo 5 notte 02:01 - Striscia la Il conduttore del programma, notizia Alessio Vinci affronta temi di 02:21 - In tribunale attualità, cronaca e spettacolo con ospiti in studio e filmati con Lynn 03:45 - TELEVENDITA Media shopping 03:59 - TALK SHOW Uomini e donne 05:31 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica 05:44 - NEWS Meteo 5 notte 05:45 - TELEVENDITA Media shopping

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:45 - RUBRICA Coffee Break 10:30 - ATTUALITÀ (ah)iPiroso 11:25 - RUBRICA Atlantide 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - FILM Lettera al Kremlino con Bibi Anderson, Richard Boone - regia di John Huston (USA ) - 1970 15:55 - TELEFILM Chiamata d'emergenza 16:25 - RUBRICA Movie Flash 16:30 - TELEFILM Jag - Avvocati in divisa 18:35 - RUBRICA Cuochi e fiamme 19:40 - ATTUALITÀ G Day 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 - REAL TV S.O.S. Tata 23:20 - ATTUALITÀ G Day 23:40 - ATTUALITÀ Effetto domino 2020 00:35 - TELEGIORNALE Tg La7 00:45 - RUBRICA Movie Flash 00:50 - RUBRICA Otto e mezzo 01:30 - RUBRICA La7 Colors

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - MUSICA Official Top 20 10:00 - MUSICA Only Hits 12:00 - NEWS MTV News 12:05 - SHOW The Hills 13:00 - NEWS MTV News 13:05 - TELEFILM Ninas Mal 14:00 - NEWS MTV News 14:05 - SHOW I Soliti Idioti 15:00 - NEWS MTV News 15:05 - TELEFILM Jersey Shore 16:00 - SHOW Made 17:00 - SHOW 16 And pregnant 18:00 - SHOW Teen Mom 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - SHOW I Soliti Idioti 20:00 - TELEFILM Ninas Mal 21:00 - TELEFILM Buffy l'ammazzavampiri 23:00 - NEWS Speciale MTV News 23:30 - SHOW South Park 00:30 - REPORTAGE Il Testimone 01:30 - SHOW i Used to Be Fat 02:30 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

RETE 06:30 - TELEVENDITA Media shopping 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:25 - TELEFILM Zorro 07:50 - TELEFILM Nash bridges I 08:45 - TELEFILM Sentinel 09:45 - TELEFILM Carabinieri 10:55 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - NEWS Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:50 - Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 - Il tribunale di forum 15:10 - TELEFILM Finalmente arriva kalle 16:15 - SOAP OPERA Sentieri 16:40 - RUBRICA Riassunto - Ben hur 16:45 - FILM Ben hur - con Charlton Heston, Stephen Boyd, Jack Hawkins - regia di William Wyler (USA) - 1959 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Walker texas ranger 21:10 - FILM L' altra donna del re - con Natalie Portman, Scarlett Johansson, Eric Bana - regia di Justin Chadwick (GB) - 2008 23:40 - SHOW Cinema festival 23:45 - FILM Arancia Meccanica - con John J. Carney, Michael Bates, Anthony Sharp regia di Stanley Kubrick (USA) - 1971 02:43 - TELEVENDITA Media shopping 03:01 - FILM L'uovo del serpente - con Liv Ullmann, David Carradine, Gert Frobe regia di Ingmar Bergman (USA) - 1998 04:48 - TELEVENDITA Media shopping 04:52 - Peste e corna e gocce di storia 04:57 - SITUATION COMEDY Casa Vianello 05:10 - SHOW Come eravamo 05:15 - TELEGIORNALE Tg4 night news

1

Sottovoce è una rubrica televisiva basata su interviste, ideata e condotta da Gigi Marzullo, che va in onda su Raiuno nella fascia notturna, dalla domenica al venerdì, escluso il sabato.

06:00 - RUBRICA Secondo canale 06:10 - TALK SHOW Maurizio Costanzo Talk 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes - per ragazzi 07:01 - CARTONI ANIMATI Agente Speciale Oso 07:25 - CARTONI ANIMATI Phineas and Ferb 07:35 - CARTONI ANIMATI Pop Pixie 07:50 - RUBRICA Magic English - di didattica 08:00 - RUBRICA L'Albero Azzurro - per ragazzi 08:20 - CARTONI ANIMATI Pocoyo 08:25 - CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 08:50 - CARTONI ANIMATI Le principesse del mare 09:15 - CARTONI ANIMATI Billy the Cat 09:45 - RUBRICA Rai Educational - Cantieri d'Italia 10:00 - RUBRICA Tg2punto.it - di attualità 11:00 - SHOW I Fatti Vostri 13:00 - TELEGIORNALE TG 2 - GIORNO 13:30 - NEWS TG 2 - Costume e Società 13:50 - RUBRICA Medicina 33 14:00 - RUBRICA Pomeriggio sul 2 - di attualità 16:10 - TELEFILM La signora in giallo 17:00 - TELEFILM Top Secret 17:45 - NEWS TG 2 Flash L.I.S. 17:50 - NEWS Rai TG Sport 18:15 - NEWS TG 2 18:45 - TALK SHOW Maurizio Costanzo Talk 19:30 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:25 - GIOCO Estrazione del lotto 20:30 - TELEGIORNALE TG2 - 20.30 21:05 - RUBRICA Spazio Santoro/Annozero 23:10 - TELEGIORNALE TG 2 23:25 - Rai 150 anni. La storia siamo noi - di storia 00:25 - SHOW Base Luna 01:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 01:15 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:20 - TELEFILM Day Break 02:05 - FILM Non dire si - con Burn Gorman, Seth Green, Jane How - regia di Stefan Schwartz 03:35 - RUBRICA Secondo Canale - di attualità 04:15 - RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - di didattica 04:16 - RUBRICA Storia Medievale - di didattica 05:00 - Creatività e comunicazione pubblicitaria

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - RUBRICA Aspettando Unomattina 06:30 - TELEGIORNALE TG 1 06:45 - RUBRICA Unomattina 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 07:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 07:35 - TG Parlamento 08:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:00 - TELEGIORNALE TG 1 09:30 - TG 1 FLASH 10:00 - SHOW Verdetto Finale Eleonora Daniele conduce 10:50 - RUBRICA Unomattina e da Appuntamento al cinema quest’anno sarà coadiuvata da 11:00 - TELEGIORNALE TG 1 Michele Cucuzza 11:05 - Occhio alla spesa che così torna in 12:00 - GIOCO La prova del tv dopo 10 anni cuoco 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - RUBRICA TG1 Economia 14:10 - SHOW Se...a casa di Paola 16:10 - SHOW La vita in diretta 16:50 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:10 - Che tempo fa 18:50 - GIOCO L'Eredità 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:30 - RUBRICA Qui Radio Londra 20:35 - GIOCO Affari Tuoi 21:10 - SERIE TV Un medico in famiglia 7 23:20 - RUBRICA Porta a Porta 00:55 - RUBRICA TG 1 - NOTTE 01:25 - Che tempo fa 01:30 - RUBRICA Qui Radio Londra 01:35 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:40 - RUBRICA Sottovoce

06:30 Natale a Beverly Hills 08:15 Oceani 09:40 From Paris With Love - Speciale 09:55 Il paradiso all'improvviso 11:35 Iron man 2 13:40 Jerry Maguire 16:00 Happy Family 17:40 Natale a Beverly Hills 19:25 Chloe - Tra seduzione e inganno 21:00 Sky Cine News - Film in sala 21:10 La regina dei castelli di carta 23:40 What Women Want - Quello che le donne... 01:55 Soffocare 03:30 Il Signore degli Anelli - Speciale

03:50 Oceani 05:15 From Paris With Love - Speciale 05:30 Men In The City La regina dei castelli di carta Un film di Daniel Alfredson. Con Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Annika Hallin, Per Oscarsson, Lena Endre. Genere: thriller Durata: 142 min. Svezia Danimarca Germania 2009. Lisbeth Salander viene ricoverata in ospedale con una pallottola in testa. A un passo dalla morte la ragazza che odia gli uomini e su tutti il genitore disertore è una minaccia per la Sezione, ramo deviato e criminale della SÄPO (i servizi segreti svedesi). Sfinita dagli abusi e dai soprusi, Lisbeth è decisa a rivelare le mostruosità del padre e dello spregevole dottor Teleborian, disposto di nuovo a redigere una falsa perizia psichiatrica. Per salvaguardare Zalachenko, preziosa fonte di informazioni, e il loro circolo corrotto operativo dagli anni Settanta i “servizi” organizzeranno una violenta rappresaglia...


il domani  

Edizione del 12 Maggio 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you