Page 1

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Domenica 12 Febbraio 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 39

Anche in questo fine settimana sarà emergenza maltempo in Serie A

LA NEVE SFIDA IL CALCIO

BASKET

Grande Jeremy trascina i Knicks e segna il record 38 punti

a pag. 13

MAFIA

L’arresto del super boss Aquino mette fine alla stagione delle latitanze in Aspromonte a pag. 8

VIBO

Truffa all’Inps centinaia di braccianti indagati dalla Procura a pag. 9

NAVE COSTA

Video del Tg5 acquisito agli atti per Schettino responsabilità sempre più evidenti

a pag. 15


2

il Domani dello Sport Domenica 12 febbraio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE Catania-Genoa

Wolves-W.Bromwich

«1»

«X»

2,20

3.25

ITALIA 1ª Divisione Girone A

Carpi, incrocio della verità urno importante per la lotta al vertice. Il Taranto può far fuori definitivamente il Carpi, costretto a giocarsela a viso aperto e guadagnare quindi la vetta della classifica. Trasferta a rischio, invece, per la Ternana che deve arginare la voglia di rilancio del Benevento che sul terreno amico si scatena ed è secondo nella particolare classifica dei goal segnati in casa. Anche

T

in coda c’è uno spareggio retrocessione tra Foligno e Pavia. Gli umbri sono favoriti anche perché la loro classifica sconta 4 punti di penalizzazione.

Il pronostico di TS Avellino - Pro Vercelli Taranto - Carpi Viareggio - Foggia

2/Over X/Under X/Goal

Le possibili sorprese Pisa - Lumezzane Benevento - Ternana

1/Under 1/Over

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 1756.71 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

8

CINQUINE

Parma-Fiorentina 1X Catania-Genoa 1 Bari-Sassuolo Under Lille-Bordeaux X2 Augsburg-Norimberga 1 Colonia-Amburgo 2 Wolves-West Bromwich X Aston Villa-Manch. City Goal Real Madrid-Levante 1/H Parma-Fiorentina 1X 1.29 Catania-Genoa 1 2.20 Bari-Sassuolo Under 1.58 Lille-Bordeaux X2 2.09 Augsburg-Norimberga 1 2.60

Parma-Fiorentina Catania-Genoa Bari-Sassuolo Colonia-Amburgo Real Madrid-Levante

1.29 2.20 1.58 2.09 2.60 2.25 3.25 1.80 1.68 1X 1 Under 2 1/H

1.29 2.20 1.58 2.25 1.68

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

160.82 Euro

111.87 Euro

Parma-Fiorentina 1X Catania-Genoa 1 Colonia-Amburgo 2 Wolves-West Bromwich X Aston Villa-Manch. City Goal

1.29 2.20 2.25 3.25 1.80

Parma-Fiorentina 1X Bari-Sassuolo Under Wolves-West Bromwich X Aston Villa-Manch. City Goal Real Madrid-Levante 1/H

1.29 1.58 3.25 1.80 1.68

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

246.54 Euro

132.21 Euro

Parma-Fiorentina Lille-Bordeaux Augsburg-Norimberga Colonia-Amburgo Real Madrid-Levante

1X X2 1 2 1/H

1.29 2.09 2.60 2.25 1.68

Con 6 euro puntati la vincita è di

174.88 Euro Catania-Genoa 1 Augsburg-Norimberga 1 Wolves-West Bromwich X Aston Villa-Manch. City Goal Real Madrid-Levante 1/H

Catania-Genoa 1 2.20 Bari-Sassuolo Under 1.58 Lille-Bordeaux X2 2.09 Aston Villa-Manch. City Goal 1.80 Real Madrid-Levante 1/H 1.68

Con 6 euro puntati la vincita è di

144.99 Euro 2.20 2.60 3.25 1.80 1.68

Bari-Sassuolo Under Lille-Bordeaux X2 Augsburg-Norimberga 1 Colonia-Amburgo 2 Wolves-West Bromwich X

1.58 2.09 2.60 2.25 3.25

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

371.03 Euro

414.37 Euro

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

TERNANA TARANTO (-1) PRO VERCELLI CARPI SORRENTO (-2) BENEVENTO (-2) COMO (-1) AVELLINO TRITIUM FOGGIA (-1) LUMEZZANE PISA REGGIANA (-2) SPAL (-2) MONZA VIAREGGIO (-1) FOLIGNO (-4) PAVIA

48 47 40 40 38 35 31 31 30 28 28 27 26 20 18 15 12 10

14 14 11 12 11 11 9 9 8 7 8 6 8 6 3 4 4 1

30 26 31 34 29 33 30 26 20 22 17 21 26 19 18 13 16 20

22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 21 22 22 21 22 22 22 22

6 6 7 4 7 4 5 4 6 8 4 9 4 4 9 4 4 7

2 2 4 6 4 7 8 9 8 7 9 7 10 11 10 14 14 14

IN CASA V N P

13 7 13 18 18 25 32 30 23 22 22 20 29 26 30 35 30 38

9 9 6 9 7 5 5 7 3 3 4 5 4 4 2 3 3 1

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(22ª GIORNATA) Carpi -PARTITE Ternana DEL 05-02 1-1 Foggia - Como 1-2 Foligno - Reggiana 1-1 Lumezzane - Spal Rin. Pavia - Monza 0-0 Pro Vercelli - Benevento 3-0 Sorrento - Avellino 2-0 Tritium - Pisa 0-0 Viareggio - Taranto 0-0

(23ª GIORNATA) Avellino - Pro Vercelli 12-02 Foligno - Pavia “ “ Pisa - Lumezzane “ “ Reggiana - Sorrento “ “ Spal - Como “ “ Taranto - Carpi “ “ Tritium - Monza “ “ Viareggio - Foggia “ “ Benevento - Ternana 13-02

12 PAVIA

FOLIGNO SPAL AVELLINO COMO TERNANA BENEVENTO REGGIANA PAVIA LUMEZZANE SORRENTO

2-3 M 1-0 L 2-2 = 1-1 = 0-1 M 1-1 = . . .

0-1 M 2-1 L 2-0 L 0-2 M 2-1 L 1-1 = . . .

2-0 L 1-0 L 0-0 = 2-0 L 1-0 L 0-0 = . . .

PRO VERCELLI TRITIUM VIAREGGIO LUMEZZANE PAVIA TERNANA TARANTO AVELLINO SPAL

15 FOGGIA

VIAREGGIO TRITIUM TERNANA CARPI SPAL AVELLINO TARANTO FOGGIA MONZA PAVIA

PISA MONZA PAVIA COMO TARANTO AVELLINO REGGIANA BENEVENTO FOLIGNO

0-1 0-3 0-3 2-0 0-2 0-0

M M M L M = . . .

PAVIA BENEVENTO PRO VERCELLI PISA MONZA COMO VIAREGGIO TRITIUM REGGIANA

5 4 3 10 7 9 13 11 9 12 8 11 14 11 17 14 12 18

AVELLINO TARANTO FOLIGNO PISA TRITIUM VIAREGGIO SORRENTO PRO VERCELLI CARPI MONZA

PISA SORRENTO SPAL AVELLINO FOGGIA PRO VERCELLI TRITIUM LUMEZZANE COMO TERNANA

M M M M = .

38

SPAL

= L

FOLIGNO PISA TARANTO VIAREGGIO TRITIUM LUMEZZANE COMO PAVIA CARPI

L L M L . . .

2-1 1-0 3-0 1-1 2-1 1-1

16 15 17 26 17 17 14 17 10 11 7 14 12 12 11 9 9 9

M

.

1-1 2-0 2-0 2-0 0-1 2-0

0 1 1 1 1 2 3 3 3 4 3 3 5 4 5 5 5 8

10

.

47 CARPI

TARANTO AVELLINO LUMEZZANE SPAL PAVIA SORRENTO VIAREGGIO CARPI TERNANA PRO VERCELLI

0-2 1-2 0-2 0-2 1-2 0-0

26 SORRENTO

REGGIANA LUMEZZANE PAVIA MONZA BENEVENTO COMO FOLIGNO SORRENTO PRO VERCELLI FOGGIA

FOGGIA REGGIANA SORRENTO TARANTO CARPI MONZA FOLIGNO SPAL VIAREGGIO

2 1 4 2 3 3 3 1 5 4 4 2 1 3 4 3 3 3

RETI F S

40

TRITIUM

L

VIAREGGIO CARPI TERNANA AVELLINO SPAL PISA MONZA FOGGIA LUMEZZANE

L L = L = . . .

28

BENEVENTO

2-0 L 1-0 L 1-1 = 1-0 L 1-2 M 1-2 M . . .

MONZA FOGGIA LUMEZZANE REGGIANA FOLIGNO PRO VERCELLI TERNANA SORRENTO COMO

V

FUORI N P

5 5 5 3 4 6 4 2 5 4 4 1 4 2 1 1 1 0

4 5 3 2 4 1 2 3 1 4 0 7 3 1 5 1 1 4

2 1 3 5 3 5 5 6 5 3 6 4 5 7 5 9 9 6

RETI F S 14 11 14 8 12 16 16 9 10 11 10 7 14 7 7 4 7 11

8 3 10 8 11 16 19 19 14 10 14 9 15 15 13 21 18 20

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l'ultima. Dalla 14ª alla 17ª al playout per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto

31 PRO VERCELLI 0-2 M 0-1 M 1-0 L 0-1 M 2-0 L 0-2 M . . .

CARPI COMO FOGGIA MONZA PISA BENEVENTO AVELLINO REGGIANA TARANTO

27 LUMEZZANE 1-1 = 1-2 M 0-1 M 0-1 M 1-4 M 0-0 = . . .

REGGIANA TARANTO BENEVENTO CARPI TERNANA SPAL PISA FOLIGNO TRITIUM

20 COMO 3-2 L 2-1 L 0-0 = 0-2 M 2-1 L Rin. . . . .

TERNANA PRO VERCELLI FOLIGNO SORRENTO REGGIANA FOGGIA SPAL PISA BENEVENTO

30 MONZA 1-0 L 0-1 M 0-2 M 1-0 L 1-2 M 0-0 = . . .

BENEVENTO SORRENTO REGGIANA PRO VERCELLI FOGGIA PAVIA TRITIUM VIAREGGIO AVELLINO

35 TERNANA 2-1 L 0-1 M 2-0 L 2-0 L 1-0 L 0-3 M . . .

COMO VIAREGGIO TRITIUM FOLIGNO LUMEZZANE CARPI BENEVENTO TARANTO PISA

40 1-2 M 2-0 L 1-1 = 1-1 = 4-1 L 3-0 L . . .

28 1-0 L 0-1 M 0-2 M 1-1 = 0-1 M Rin. . . . .

31 1-2 M 0-2 M 2-2 = 0-2 M 1-2 M 2-1 L . . .

18 1-2 M 0-2 M 0-2 M 1-1 = 2-1 L 0-0 = . . .

48 2-1 L 3-0 L 2-0 L 1-1 = 1-0 L 1-1 = . . .

«UNDER» Pisa Taranto Foggia Tritium Pro Vercelli Ternana Foligno Lumezzane Monza Sorrento Viareggio Avellino Spal Reggiana Carpi Benevento Pavia Como

17 (6-11) 17 (8-9) 16 (8-8) 16 (9-7) 15 (8-7) 15 (7-8) 14 (8-6) 14 (10-4) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (6-8) 13 (6-7) 13 (7-6) 12 (5-7) 11 (4-7) 10 (5-5) 9 (7-2) 8 (4-4)

«OVER» Como Pavia Benevento Carpi Reggiana Avellino Foligno Monza Sorrento Spal Viareggio Lumezzane Pro Vercelli Ternana Foggia Tritium Pisa Taranto

14 13 12 11 10 9 8 8 8 8 8 7 7 7 6 6 5 5

(7-7) (5-8) (5-7) (8-3) (5-5) (5-4) (3-5) (5-3) (4-4) (4-4) (5-3) (1-6) (3-4) (4-3) (3-3) (2-4) (4-1) (3-2)

«GOAL» Como Pavia Foggia Monza Reggiana Benevento Avellino Tritium Carpi Foligno Pro Vercelli Pisa Sorrento Spal Ternana Viareggio Lumezzane Taranto

15 13 12 12 12 11 10 10 9 9 9 8 8 8 8 7 6 5

(7-8) (5-8) (7-5) (7-5) (5-7) (5-6) (5-5) (6-4) (6-3) (5-4) (2-7) (4-4) (5-3) (4-4) (4-4) (4-3) (2-4) (3-2)

«NO GOAL» Taranto Lumezzane Viareggio Pisa Sorrento Ternana Carpi Foligno Pro Vercelli Spal Avellino Tritium Benevento Foggia Monza Reggiana Pavia Como

17 15 15 14 14 14 13 13 13 13 12 12 11 10 10 10 9 7

(8-9) (9-6) (7-8) (6-8) (6-8) (7-7) (6-7) (6-7) (9-4) (7-6) (6-6) (5-7) (5-6) (4-6) (4-6) (5-5) (7-2) (4-3)


Domenica 12 febbraio 2012 il Domani dello Sport 3

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA

Classifica 1ª Divisione Girone B

IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(23ª GIORNATA)

Barletta - Bassano 1/No Goal Cremonese - Siracusa X/Under Prato - Andria 1 o X/h V. Lanciano - Piacenza 1/Under

Barletta - Bassano 12-02 Cremonese - Siracusa “ “ Feralpisalo’ - Pergocrema “ “ Frosinone - Carrarese “ “ Portogruaro - Sudtirol “ “ Prato - Andria “ “ Trapani - Spezia “ “ Triestina - Latina “ “ Virtus Lanciano - Piacenza “ “

BARLETTA PIACENZA FROSINONE PRATO ANDRIA VIRTUS LANCIANO LATINA BASSANO SUDTIROL TRIESTINA

FROSINONE SIRACUSA BARLETTA SPEZIA SUDTIROL PRATO VIRTUS LANCIANO CARRARESE TRIESTINA ANDRIA

Le possibili sorprese Trapani - Spezia

32 BASSANO 2-1 L 1-2 M 3-1 L 1-2 M 2-2 = 1-1 = . . .

TRAPANI VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CREMONESE LATINA SUDTIROL BARLETTA PORTOGRUARO CARRARESE

23 CARRARESE 0-1 M 2-1 L 1-2 M 1-2 M 0-1 M Rin. . . . .

PERGOCREMA CREMONESE LATINA PORTOGRUARO TRAPANI TRIESTINA FROSINONE ANDRIA BASSANO

X2/Goal

PARTITE V N P

TRAPANI 43 22 13 SIRACUSA (-3) 42 22 13 SPEZIA 35 22 9 CARRARESE 34 22 9 CREMONESE (-6) 32 22 11 SUDTIROL 32 22 8 BARLETTA 32 22 8 VIRTUS LANCIANO (-1)32 21 9 PORTOGRUARO 31 21 8 PERGOCREMA (-1) 30 21 9 TRIESTINA 26 22 8 FROSINONE 23 21 6 PRATO 22 22 5 LATINA 22 22 5 ANDRIA 21 22 4 PIACENZA (-4) 21 21 7 BASSANO 19 21 4 FERALPISALO’ 17 22 3

19

CREMONESE

0-7 M 0-1 M Rin. . 1-3 M 1-0 L 0-0 = . . .

SUDTIROL CARRARESE ANDRIA BASSANO PIACENZA SPEZIA SIRACUSA TRAPANI PORTOGRUARO

34

PT G

4 6 8 7 5 8 8 6 7 4 2 5 7 7 9 4 7 8

5 3 5 6 6 6 6 6 6 8 12 10 10 10 9 10 10 11

RETI F S 40 29 27 32 27 24 26 24 27 23 30 23 20 24 23 23 14 12

22 17 21 23 16 18 24 23 23 29 33 28 25 29 32 35 28 22

32 SIRACUSA 0-2 M 1-2 M 1-0 L 3-1 L 0-1 M 0-0 = . . .

FROSINONE LATINA PORTOGRUARO TRIESTINA SPEZIA FERALPISALO’ CREMONESE PERGOCREMA TRAPANI

ANDRIA PERGOCREMA SIRACUSA CARRARESE FERALPISALO’ PIACENZA SUDTIROL BASSANO CREMONESE

1-1 = 4-1 L 0-1 M 0-2 M 0-0 = Rin. . . . .

6 9 5 7 7 5 5 5 3 5 6 5 3 4 4 3 2 1

1 1 1 1 2 3 2 1 2 4 4 3 4 5 4 5 6 5

15 19 13 19 18 13 15 12 14 14 19 16 9 18 13 12 5 8

V

7 5 6 6 8 8 11 8 11 17 13 13 9 16 13 18 15 12

FERALPISALO’

L =

VIRTUS LANCIANO TRIESTINA SUDTIROL TRAPANI PORTOGRUARO SIRACUSA PERGOCREMA PIACENZA LATINA

L L = L . . .

32

CREMONESE PIACENZA FERALPISALO’ FROSINONE PERGOCREMA BASSANO PORTOGRUARO BARLETTA VIRTUS LANCIANO

3 2 5 3 1 3 4 4 6 3 1 2 3 3 3 2 3 5

RETI F S

42 1-0 0-0 1-0 2-0 1-1 1-0

PORTOGRUARO 31 SUDTIROL

2-2 = 2-1 L 0-1 M 2-0 L 0-1 M 3-0 L . . .

IN CASA V N P

7 4 4 2 4 3 3 4 5 4 2 1 2 1 0 4 2 2

1 4 3 4 4 5 4 2 1 1 1 3 4 4 6 2 4 3

4 2 4 5 4 3 4 5 4 4 8 7 6 5 5 5 4 6

RETI F S 25 10 14 13 9 11 11 12 13 9 11 7 11 6 10 11 9 4

15 12 15 17 8 10 13 15 12 12 20 15 16 13 19 17 13 10

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l’ultima. Dalla 14ª alla 17ª al play-out per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto.

17 PERGOCREMA 1-1 = 2-0 L 0-2 M 1-2 M 0-0 = 0-1 M . . .

CARRARESE PORTOGRUARO BASSANO LATINA SUDTIROL PRATO FERALPISALO’ SIRACUSA SPEZIA

30 2-2 = 1-4 M Rin. . 1-1 = 1-0 L 0-0 = . . .

21

22 ANDRIA

PRATO

2-0 L 0-0 = 2-0 L 2-1 L 0-1 M 0-0 = . . .

FUORI N P

TRIESTINA TRAPANI BARLETTA VIRTUS LANCIANO FROSINONE PERGOCREMA ANDRIA LATINA PIACENZA

2-0 L 1-2 M 1-3 M 0-0 = 1-0 L 0-0 = . . .

PORTOGRUARO SPEZIA CREMONESE BARLETTA TRIESTINA TRAPANI PRATO CARRARESE FROSINONE

1-1 = 1-2 M 0-1 M 2-1 L 1-1 = 1-2 M . . .

«UNDER» Feralpisalo’ Bassano Cremonese Siracusa Latina Portogruaro Prato Sudtirol Barletta Pergocrema Spezia Andria Virtus Lanciano

19 (8-11) 15 (8-7) 15 (6-9) 15 (8-7) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (7-7) 14 (8-6) 13 (7-6) 13 (7-6) 13 (9-4) 12 (5-7) 12 (6-6)

«OVER» Piacenza Trapani Triestina Carrarese Frosinone Andria Barletta Spezia Virtus Lanciano Latina Pergocrema Prato Sudtirol

13 13 13 11 11 10 9 9 9 8 8 8 8

(6-7) (4-9) (7-6) (5-6) (7-4) (6-4) (4-5) (2-7) (4-5) (6-2) (5-3) (3-5) (3-5)

«GOAL» Andria Barletta Frosinone Latina Spezia Carrarese Portogruaro Sudtirol Triestina Virtus Lanciano Prato Trapani Piacenza

16 14 13 13 12 11 11 11 11 11 10 10 9

(8-8) (6-8) (9-4) (8-5) (4-8) (5-6) (7-4) (4-7) (6-5) (6-5) (5-5) (4-6) (5-4)

«NO GOAL»

TRAPANI BASSANO PRATO PIACENZA FERALPISALO’ CARRARESE ANDRIA SPEZIA CREMONESE SIRACUSA

43 SPEZIA 7-0 L 2-1 L 3-0 L 2-1 L 1-0 L 2-1 L . . .

35

LATINA ANDRIA FROSINONE PIACENZA SIRACUSA CREMONESE TRAPANI VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA

26 LATINA

TRIESTINA

2-1 L 2-1 L 2-1 L 1-0 L 1-1 = 0-0 = . . .

PRATO FERALPISALO’ VIRTUS LANCIANO SIRACUSA ANDRIA CARRARESE LATINA FROSINONE BARLETTA

0-2 M 0-2 M 3-0 L 0-2 M 1-1 = 0-3 M . . .

SPEZIA SIRACUSA CARRARESE PERGOCREMA BASSANO BARLETTA TRIESTINA PRATO FERALPISALO’

22

VIRTUS LANCIANO 32 PIACENZA

M

FERALPISALO’ BASSANO TRIESTINA PRATO BARLETTA FROSINONE PIACENZA SPEZIA SUDTIROL

1-2 0-0 1-0 1-1 0-1 1-1

= L = M = . . .

1-1 = 1-0 L 0-3 M 0-0 = 2-2 = Rin. . . . .

BARLETTA SUDTIROL TRAPANI SPEZIA CREMONESE PORTOGRUARO VIRTUS LANCIANO FERALPISALO’ PRATO

21 1-2 M 0-0 = 0-3 M 0-1 M 1-0 L Rin. . . . .

Cremonese Feralpisalo’ Bassano Pergocrema Siracusa Piacenza Prato Trapani Carrarese Sudtirol Triestina Portogruaro Spezia

15 15 14 13 13 12 12 12 11 11 11 10 10

(6-9) (6-9) (9-5) (8-5) (9-4) (5-7) (5-7) (6-6) (6-5) (7-4) (5-6) (4-6) (7-3)

Atalanta-Lecce Catania-Genoa Inter-Novara Parma-Fiorentina Avellino-Pro Vercelli Reggiana-Sorrento Taranto-Carpi Cremonese-Siracusa Trapani-Spezia Pisa-Lumezzane Spal-Como Portogruaro-Sudtirol Prato-Andria Bologna-Juventus

Pron.

1

X

2

N. Partite

1X 1 1 1X X1 X1 1 2X1 1 X12 1 1 1 2

39 45 80 37 36 36 46 30 44 33 43 47 40 15

36 34 10 35 39 39 32 34 35 36 35 34 32 30

25 21 10 28 25 25 22 36 21 31 22 19 28 55

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Lecce Catania-Genoa Inter-Novara Parma-Fiorentina Avellino-Pro Vercelli Reggiana-Sorrento Taranto-Carpi Cremonese-Siracusa Trapani-Spezia Pisa-Lumezzane Spal-Como Portogruaro-Sudtirol Prato-Andria Bologna-Juventus

Pron. 0-2 3 7 4 1 11 3 6 14 2 12 9 13 5 10 8

25 30 15 35 15 25 45 15 45 30 45 30 35 30

30 30 20 35 35 30 33 35 35 40 35 30 35 40

4

5+

35 25 35 25 30 35 20 30 15 25 15 25 25 25

10 15 30 5 20 10 2 20 5 5 5 15 5 5

GRUPPO 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

GRUPPO 3

N. Partite

GRUPPO 1

CONCORSO N. 13 DEL 12/2/2012

Atalanta-Lecce Inter-Novara Foligno-Pavia Reggiana-Sorrento Taranto-Carpi Trapani-Spezia Catania-Genoa Parma-Fiorentina Avellino-Pro Vercelli Pisa-Lumezzane Cremonese-Siracusa Portogruaro-Sudtirol

1

1 1

1 1

1

1 1X

1X

1

1X

1

1

1

1X

Bologna-Juventus Spal-Como Prato-Andria

1 1X

1X

1-0; 2-0, 1-1

:: già il Domani :: REDAZIONE Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARIO Capiredattori FRANCESCO PUNGITORE (Nazionale) ANGELO ROSSI (Napoli) MAURIZIO ZUCCARI (Cultura) Garante del lettore FRANCO ESPOSITO > Redazione Roma Tel. 06/4542717071 Via Archimede, 201 - 00197 ROMA roma@ildomani.it

> Redazione Napoli Tel. 081/19103955 Via Antiniana, 59 - 80078 POZZUOLI (NA) redazione@ildomanidinapoli.it > Redazione Calabria Tel. 0961/023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori srl - Tel. 0961/023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) Testata Reg. Trib. Czn 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 numero 250 e seguenti modifiche.

PUBBLICITA’

Nazionale, locale e giudiziaria IL SOLE 24 ORE SPA SYSTEM Direttore Generale Gianni Vallardi Sede di Napoli Corso Umberto I, 7 - 80138 NAPOLI Tel. 081/5471111 Sede Calabria: Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Tel. 0961/023922 Classificata e territoriale Napoli SEAT PAGINE GIALLE - Tel. 335/6505556 Tariffa a modulo 46x19 mmh. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40%

DISTRIBUZIONE Sodip Media Services (Calabria) CENTROSTAMPA LITOSUD srl Via Carlo Pesenti, 130 - 00156 ROMA Tel. 06/4121031 STABILIMENTO TIPOGRAFICO DE ROSE C/da Pantoni Marinella - 87040 MONTALTO U. (CS) - Tel. 0984/934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 - Orlando Rotondaro


4

il Domani dello Sport Domenica 12 febbraio 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone A

Treviso, ora è il turno della svolta l Treviso riprova a vincere a spese di una Valenzana che vanta il peggior bottino esterno (3 punti): «1». Fiducia al fattore campo anche a Rimini dove, a cercare di bloccare la capolista, arriva un Poggibonsi a corrente alternata tra casa e fuori: «1» e 4° di fila per i romagnoli. Obbligo di risposta per il Casale, ma non sarà facile imporsi ad Alessandria forte dell’imbattibilità da 4 gare: «2» di misura con «Dispari» al seguito. Il San Marino gode di ottima salute e buona continuità: la Giacomense che l’ospita con passo lento e corto potrebbe frenarlo, rischiamo l’«X/Under». Puntiamo sul «2» secco, invece, nel caso del Cuneo che non dovrebbe soffrire molto contro un Lecco rassegnato. Seconda trasferta di fila per la V.

I

LECCO ALESSANDRIA VALENZANA VIRTUS ENTELLA PRO PATRIA CASALE GIACOMENSE CUNEO POGGIBONSI BORGO A B.

RIMINI VIRTUS ENTELLA SAMBONIFACESE BORGO A B. SANTARCANGELO VALENZANA CASALE POGGIBONSI ALESSANDRIA BELLARIA IGEA

Entella che, con la difesa inviolata da 5 partite, può imporsi a Montichiari: «2». Il Bellaria ha le carte in regola per vincere la sfida di quota 28 col Mantova, «1». Savona favorito per l’allungo sulla Sambonifacese.

Il pronostico di TS Alessandria - Casale 2/Dispari Bellaria - Mantova 1 o X/h Montichiari - V. Entella 2 Treviso - Valenzana 1/Goal

La possibile sorpresa Giacomense-San Marino X/U

IL TURNO SUCCESSIVO (25ª

GIORNATA) Alessandria - Casale 12-02 Bellaria Igea - Mantova “ “ Borgo a Buggiano - Pro Patria “ “ Giacomense - San Marino “ “ Lecco - Cuneo “ “ Montichiari - Virtus Entella “ “ Renate - Santarcangelo “ “ Rimini - Poggibonsi “ “ Savona - Sambonifacese “ “ Treviso - Valenzana “ “

14 CUNEO 1-0 L 0-3 M 0-3 M 0-3 M 2-2 = Rin. . . . .

SAVONA BORGO A B. GIACOMENSE SAMBONIFACESE ALESSANDRIA LECCO PRO PATRIA BELLARIA IGEA SAN MARINO

45 POGGIBONSI 2-1 L 2-1 L 2-0 L 0-3 M 1-0 L Rin. . . . .

GIACOMENSE TREVISO MONTICHIARI VIRTUS ENTELLA SANTARCANGELO PRO PATRIA RIMINI LECCO SAMBONIFACESE

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RIMINI CASALE TREVISO (-1) SAN MARINO CUNEO VIRTUS ENTELLA SANTARCANGELO POGGIBONSI RENATE BORGO A B. ALESSANDRIA (-2) BELLARIA IGEA MANTOVA GIACOMENSE SAVONA (-4) PRO PATRIA (-13) MONTICHIARI (-2) SAMBONIFACESE VALENZANA LECCO

45 44 40 40 39 37 33 33 32 30 29 28 28 27 26 25 24 24 15 14

14 3 6 28 21 13 5 5 35 20 11 8 5 36 21 12 4 7 42 28 12 3 7 36 29 10 7 7 34 20 10 3 10 27 24 9 6 9 34 32 8 8 8 26 24 8 6 10 29 31 8 7 8 26 27 7 7 9 26 30 6 10 8 24 32 6 9 8 30 36 7 9 7 26 22 10 8 5 29 20 7 5 11 29 37 6 6 12 25 40 3 6 14 18 35 2 8 13 16 47

ALESSANDRIA

BORGO A B. SAN MARINO CUNEO RIMINI ALESSANDRIA MONTICHIARI TREVISO PRO PATRIA MANTOVA LECCO

39

MONTICHIARI TREVISO SAVONA POGGIBONSI GIACOMENSE BORGO A B. VALENZANA VIRTUS ENTELLA SAMBONIFACESE SANTARCANGELO

33

29 CASALE

LECCO 0-1 M RENATE 2-0 L SANTARCANGELO 1-0 L BORGO A BUGGIANO2-1 L CUNEO Rin. . VIRTUS ENTELLA 0-0 = CASALE . RIMINI . TREVISO .

1-0 L 2-3 M 2-1 L 2-2 = Rin. . . Rin. . . .

1-1 = 0-1 M 5-2 L 0-3 M 1-0 L 1-1 = . . .

23 23 24 23 22 24 23 24 24 24 23 23 24 23 23 23 23 24 23 23

SAVONA CUNEO MONTICHIARI TREVISO VALENZANA GIACOMENSE SAN MARINO SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA MANTOVA

SANTARCANGELO SAN MARINO SAMBONIFACESE BELLARIA IGEA LECCO RIMINI ALESSANDRIA GIACOMENSE RENATE

30 PRO PATRIA 2-3 M 3-2 L 0-2 M 1-2 M 3-2 L 1-0 L . . .

MANTOVA SANTARCANGELO RENATE LECCO POGGIBONSI BORGO A B. CUNEO TREVISO VALENZANA

RETI F S

IN CASA V N P

44

RIMINI BELLARIA IGEA LECCO POGGIBONSI MANTOVA ALESSANDRIA MONTICHIARI SAVONA GIACOMENSE

BELLARIA IGEA RIMINI CASALE CUNEO MANTOVA RENATE SAVONA MONTICHIARI POGGIBONSI

3 3 3 0 2 1 4 3 3 4 5 2 3 2 2 3 5 5 5 5

18 15 16 26 17 23 17 18 16 14 17 13 12 17 15 17 12 15 14 12

9 9 12 12 9 7 11 11 11 10 19 12 13 14 9 10 14 16 20 24

25

GIACOMENSE

2-2 = 1-0 L 0-2 M 3-0 L 1-1 = . Rin. . . .

POGGIBONSI MANTOVA CUNEO MONTICHIARI SAVONA LECCO SAN MARINO CASALE VIRTUS ENTELLA

1-2 M 1-0 L 3-0 L 3-0 L 3-0 L 0-0 = . . .

1-1 = 1-2 M 0-2 M 2-2 = 0-1 M 1-1 = . . .

V

RENATE VALENZANA ALESSANDRIA PRO PATRIA MANTOVA TREVISO SAMBONIFACESE SANTARCANGELO SAN MARINO CASALE

TREVISO MONTICHIARI POGGIBONSI SAVONA SAN MARINO RENATE BORGO A B. VALENZANA PRO PATRIA ALESSANDRIA

FUORI N P

5 7 6 4 5 2 3 3 2 2 3 3 3 2 2 4 4 2 0 1

BELLARIA IGEA SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA VALENZANA CASALE SAN MARINO SANTARCANGELO MANTOVA CUNEO RIMINI

26 SAMBONIFACESE 24 0-1 M 1-1 = 1-1 = 0-0 = 2-0 L Rin. . . . .

0 3 4 3 1 3 0 3 3 2 2 6 6 5 5 3 3 3 3 6

3-0 L 1-3 M 2-0 L 1-3 M 2-2 = Rin. . . . .

24 VIRTUS ENTELLA 37 1-2 M 1-1 = 2-5 M 2-2 = 2-3 M Rin. . . . .

9 6 5 8 7 8 7 6 6 6 5 4 3 4 5 6 3 4 3 1

RETI F S

3 2 4 1 2 4 3 3 5 4 5 1 4 4 4 5 2 3 3 2

3 2 2 7 5 6 6 6 5 6 3 7 5 6 5 2 6 7 9 8

RETI F S 10 20 20 16 19 11 10 16 10 15 9 13 12 13 11 12 17 10 4 4

12 11 9 16 20 13 13 21 13 21 8 18 19 22 13 10 23 24 15 23

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart'ultima e la quint'ultima disputano un play-out per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone B per stabilire l'ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto

28 MANTOVA 1-1 = 0-1 M 1-0 L 3-1 L 1-2 M Rin. . . . .

27 SAN MARINO 1-1 = 2-2 = 1-2 M 2-2 = 0-2 M Rin. . . . .

28

PRO PATRIA 2-2 GIACOMENSE 2-2 SAN MARINO 0-0 RENATE 2-2 SAMBONIFACESE 1-0 VIRTUS ENTELLA 0-3 BELLARIA IGEA BORGO A BUGGIANO SAVONA

BORGO A B. CASALE MANTOVA TREVISO BELLARIA IGEA SAVONA GIACOMENSE RENATE CUNEO

= = = = L M . . .

40 3-2 L 3-1 L 0-0 = 1-0 L 2-1 L Rin. . . . .

32 SANTARCANGELO 33 2-1 L 0-2 M 2-0 L 2-2 = 1-0 L 1-1 = . . .

CASALE PRO PATRIA ALESSANDRIA RIMINI POGGIBONSI BELLARIA IGEA RENATE VALENZANA MONTICHIARI

40 VALENZANA 2-1 L 1-0 L 1-1 = 0-1 M 0-1 M 0-1 M . . .

RENATE LECCO BELLARIA IGEA SAVONA RIMINI MONTICHIARI TREVISO SANTARCANGELO PRO PATRIA

0-3 M 0-1 M 0-1 M 3-0 L 0-1 M Rin. . . . .

15 1-2 M 3-0 L 0-1 M 0-0 = 0-1 M Rin. . . . .

Statistiche 2ª Div/A «UNDER» Savona 17 Renate 16 Borgo a Buggiano15 Casale 14 Pro Patria 14 Sambonifacese 14 Santarcangelo 14 Treviso 14 Alessandria 13 Bellaria Igea 13 Mantova 13 Poggibonsi 13 Rimini 12 Valenzana 12 Virtus Entella 12

(9-8) (8-8) (8-7) (9-5) (7-7) (7-7) (6-8) (7-7) (4-9) (8-5) (8-5) (8-5) (6-6) (4-8) (5-7)

«OVER» Cuneo 14 Lecco 14 San Marino 14 Giacomense 12 Montichiari 12 Virtus Entella 12 Mantova 11 Poggibonsi 11 Rimini 11 Valenzana 11 Alessandria 10 Bellaria Igea 10 Sambonifacese 10 Treviso 10 Borgo a Buggiano 9

(6-8) (9-5) (7-7) (6-6) (4-8) (7-5) (4-7) (4-7) (6-5) (7-4) (8-2) (4-6) (5-5) (5-5) (4-5)

«GOAL» Alessandria 14 Bellaria Igea 14 Cuneo 14 Montichiari 14 Borgo a Buggiano13 Poggibonsi 13 San Marino 13 Savona 13 Giacomense 12 Treviso 12 Lecco 11 Mantova 11 Renate 11 Sambonifacese 10 Rimini 9

(9-5) (9-5) (6-8) (6-8) (5-8) (6-7) (7-6) (7-6) (5-7) (7-5) (8-3) (5-6) (4-7) (5-5) (5-4)

«NO GOAL» Santarcangelo 16 Casale 15 Pro Patria 15 Valenzana 15 Virtus Entella 15 Rimini 14 Sambonifacese 14 Mantova 13 Renate 13 Lecco 12 Treviso 12 Borgo a Buggiano11 Giacomense 11 Poggibonsi 11 San Marino 10

(7-9) (9-6) (9-6) (7-8) (8-7) (7-7) (7-7) (7-6) (8-5) (4-8) (5-7) (7-4) (6-5) (6-5) (4-6)


Domenica 12 febbraio 2012 il Domani dello Sport 5

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone B

L’Aquila torna a volare, «1» loccato dal maltempo a Chieti, il L’Aquila dovrebbe poter giocare in casa contro il Milazzo: l’occasione è di quelle buone per riprendere a vincere , «1» con «Under», segno molto legato ai siciliani. Chi, invece, ha giocato lo scorso weekend, vincendo per la 4ª volta di fila e salendo al 2° posto solitario è il Catanzaro: i giallorossi non possono certo preoccuparsi del Fano con scarsa continuità di prestazioni e risultati: «1» e «No Goal». Il Perugia deve cercare a tutti i costi il «2» sull’ostico campo dell’Arzanese che l’attende con 3 «1» di seguito: compito difficile ma possibile. Lanciata verso il vertice da un ottima serie casalinga, la Vigor Lamezia non promette nulla di buono alla Vibonese, entrata invece in un tunnel pericoloso che la sta avvicinando alla zonaretrocessione: «1» secco. Ha avuto a che fare da

B

GAVORRANO NEAPOLIS EBOLITANA ARZANESE FANO CELANO FONDI ISOLA LIRI MILAZZO VIBONESE

NEAPOLIS GAVORRANO VIBONESE CATANZARO EBOLITANA ISOLA LIRI ARZANESE CHIETI AVERSA NORM. PERUGIA

ultima con la squadra calabrese la Paganese che sta prendendo forma e gioco dopo il cambio tecnico: con il Fondi può esserci il ritorno all’«1» dopo 3 pari. Agevole sembra, sulla carta, l’impegno interno del Gavorrano con un’Isola Liri allo sbando: «1/No Goal».

Il pronostico di TS Arzanese-Perugia 2 Catanzaro-Fano 1/No Goal Gavorrano-Isola Liri 1/No Goal L’Aquila-Milazzo 1/Under V. Lamezia-Vibonese 1

La possibile sorpresa Aprilia-Celano

(27ª GIORNATA) Aprilia - Celano 12-02 Arzanese - Perugia “ “ Campobasso - Ebolitana “ “ Catanzaro - Fano “ “ Gavorrano - Isola Liri “ “ Giulianova - AVERSA NORM. “ “ L’Aquila - Milazzo “ “ Neapolis - Chieti “ “ Paganese - Fondi “ “ Vigor Lamezia - Vibonese “ “ RIPOSA - Melfi “ “

PERUGIA RIPOSA AVERSA NORM. PAGANESE NEAPOLIS VIGOR LAMEZIA GAVORRANO MELFI L’AQUILA

26 CHIETI 1-2 M 1-0 L 0-2 M 1-1 = 2-0 L 0-1 M . . .

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

PERUGIA 54 25 16 6 3 38 17 CATANZARO 49 24 14 7 3 34 16 L’AQUILA 48 24 13 9 2 29 12 VIGOR LAMEZIA 47 24 13 8 3 31 17 PAGANESE 43 25 11 10 4 30 19 GAVORRANO 39 25 10 9 6 39 29 ARZANESE 38 25 9 11 5 32 30 CHIETI 34 23 10 4 9 30 27 AVERSA NOR. (-1) 34 24 9 8 7 20 19 APRILIA 33 23 9 6 8 36 29 GIULIANOVA 29 24 8 5 11 26 31 FANO (-5) 27 24 9 5 10 28 28 CAMPOBASSO (-2) 27 25 7 8 10 23 29 NEAPOLIS (-2) 26 25 6 10 9 29 35 FONDI 26 25 7 5 13 24 33 MILAZZO 24 25 5 9 11 20 27 VIBONESE 24 25 5 9 11 26 34 EBOLITANA (-1) 23 25 6 6 13 19 37 MELFI (-4) 20 25 6 6 13 27 37 ISOLA LIRI (-2) 18 23 5 5 13 24 32 CELANO 13 24 3 4 17 20 47 Ogni settimana una squadra RIPOSA -99 0osserverà 0 0un turno 0 0di riposo 0

APRILIA MELFI GIULIANOVA RIPOSA CAMPOBASSO MILAZZO FANO CELANO VIBONESE PAGANESE

33 CELANO 3-1 L 3-3 = Rin. . 2-0 L 2-2 = Rin. . . . .

CHIETI PAGANESE VIGOR LAMEZIA AVERSA NORM. GAVORRANO GIULIANOVA APRILIA ARZANESE CAMPOBASSO

13 1-1 = 1-0 L 1-2 M 0-1 M 0-2 M Rin. . . . .

8 9 6 9 8 5 7 7 8 5 5 5 3 3 5 3 3 4 5 4 3 0

3 2 6 4 3 5 3 3 3 3 2 2 3 6 4 5 5 3 3 4 3 0

2 0 1 0 1 2 3 2 1 3 5 4 6 3 4 5 4 5 5 4 6 0

RETI F S 24 19 16 20 18 17 18 18 15 19 12 14 9 15 19 11 10 13 15 15 12 0

13 5 7 7 8 11 15 10 6 14 13 12 16 15 16 13 13 18 13 11 20 0

ARZANESE PAGANESE FONDI GAVORRANO GIULIANOVA L’AQUILA NEAPOLIS PERUGIA CELANO CHIETI

V

FUORI N P

8 5 7 4 3 5 2 3 1 4 3 4 4 3 2 2 2 2 1 1 0 0

3 1 5 3 3 1 4 3 7 3 4 4 8 2 1 7 5 6 3 5 3 6 3 6 5 4 4 6 1 9 4 6 4 7 3 8 3 8 1 9 1 11 0 0

RETI F S 14 15 13 11 12 22 14 12 5 17 14 14 14 14 5 9 16 6 12 9 8 0

4 11 5 10 11 18 15 17 13 15 18 16 13 20 17 14 21 19 24 21 27 0

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai playoff per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart’ultima e la quint’ultima disputano un playout per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone A per stabilire l’ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto.

38 PERUGIA 1-1 = 1-0 L 0-0 = 3-1 L 2-2 = 1-0 L . . .

ISOLA LIRI AVERSA NORM. CHIETI MELFI PAGANESE CAMPOBASSO ARZANESE GIULIANOVA NEAPOLIS

CELANO MILAZZO PERUGIA FONDI RIPOSA L’AQUILA NEAPOLIS CATANZARO ARZANESE

CAMPOBASSO FONDI L’AQUILA GIULIANOVA APRILIA AVERSA NORM. PERUGIA EBOLITANA FANO CELANO

18

GIULIANOVA

0-2 M Rin. . 0-2 M 2-2 = 0-2 M Rin. . . . .

RIPOSA APRILIA CAMPOBASSO ARZANESE FANO CELANO AVERSA NORM. PERUGIA MILAZZO

34 1-1 = 1-2 M 0-1 M 0-2 M Rin. . Rin. . . . .

PAGANESE ARZANESE CELANO MILAZZO ISOLA LIRI PERUGIA VIBONESE FONDI VIGOR LAMEZIA APRILIA

27 EBOLITANA 1-1 = 0-0 = 1-1 = 0-2 M 1-2 M 1-1 = . . .

VIGOR LAMEZIA GAVORRANO L’AQUILA NEAPOLIS CATANZARO MELFI CAMPOBASSO RIPOSA FANO

23 0-4 M 1-6 M 0-3 M 1-1 = 0-1 M 0-3 M . . .

29 AVERSA NORM. 34 Rin. . 3-3 = 1-1 = 1-3 M 0-2 M Rin. . . . .

VIBONESE PERUGIA ISOLA LIRI CELANO CAMPOBASSO RIPOSA GIULIANOVA NEAPOLIS CATANZARO

0-0 = 0-0 = 2-0 L 1-0 L 2-1 L Rin. . . . .

43 FONDI 1-1 = 0-1 M 1-0 L 2-2 = 0-0 = 1-1 = . . .

CAMPOBASSO ARZANESE VIBONESE CHIETI VIGOR LAMEZIA GAVORRANO PAGANESE L’AQUILA MELFI

26 1-1 0-1 2-1 2-0 0-1 2-2

= M L L M = . . .

CATANZARO VIGOR LAMEZIA MELFI NEAPOLIS RIPOSA EBOLITANA MILAZZO FANO CHIETI AVERSA NORM.

L’AQUILA FANO CAMPOBASSO EBOLITANA VIBONESE ARZANESE CHIETI MILAZZO FONDI ISOLA LIRI

49 FANO 0-1 M 2-0 L 2-0 L Rin. . 1-0 L 2-1 L . . .

L’AQUILA VIGOR LAMEZIA MELFI GAVORRANO GIULIANOVA APRILIA CATANZARO CAMPOBASSO EBOLITANA

48 MILAZZO 2-1 L 0-0 = 3-0 L 1-0 L 2-2 = Rin. . . . .

RIPOSA CHIETI PAGANESE VIGOR LAMEZIA APRILIA CATANZARO L’AQUILA GAVORRANO GIULIANOVA

VIGOR LAMEZIA 47 VIBONESE CATANZARO FANO CELANO MILAZZO FONDI ISOLA LIRI VIBONESE PAGANESE RIPOSA

1-0 L 1-1 = 2-1 L 1-0 L 1-0 L Rin. . . . .

AVERSA NORM. NEAPOLIS FONDI L’AQUILA MELFI PAGANESE VIGOR LAMEZIA APRILIA GAVORRANO

Statistiche «UNDER» Aversa Normanna 18 (9-9) Milazzo 18 (9-9) Campobasso 17 (7-10) L’Aquila 17 (9-8) Paganese 17 (7-10) Perugia 17 (7-10) Fondi 16 (7-9) Vigor Lamezia 16 (8-8) Arzanese 15 (8-7) Catanzaro 15 (7-8) Celano 15 (8-7) Ebolitana 15 (7-8) Gavorrano 14 (7-7) Giulianova 14 (8-6) Vibonese 14 (9-5) Melfi 13 (8-5) Aprilia 12 (4-8)

«OVER»

54 2-0 L 0-0 = 1-0 L 2-0 L 0-0 = 1-1 = . . .

IL TURNO SUCCESSIVO

39 ISOLA LIRI 2-1 L 6-1 L 0-0 = 1-0 L 2-0 L 2-2 = . . .

X2/Under

Classifica

27 1-2 M 1-1 = 2-1 L 0-1 M 2-0 L Rin. . . . .

24 Rin. . 2-1 L 0-1 M 0-1 M 2-2 = 1-2 M . . .

24 0-0 = 0-1 M 1-2 M 0-1 M 1-1 = 1-1 = . . .

Neapolis Chieti Fano Melfi Aprilia Gavorrano Isola Liri Vibonese Arzanese Ebolitana Giulianova Catanzaro Celano Fondi Campobasso Paganese Perugia

13 12 12 12 11 11 11 11 10 10 10 9 9 9 8 8 8

(5-8) (6-6) (5-7) (5-7) (7-4) (5-6) (5-6) (3-8) (5-5) (5-5) (4-6) (4-5) (4-5) (6-3) (5-3) (5-3) (6-2)

«GOAL» Neapolis Arzanese Fano Gavorrano Chieti Paganese Vibonese Giulianova Melfi Aprilia Milazzo Campobasso Catanzaro Perugia Celano Isola Liri Vigor Lamezia

16 15 15 15 14 14 14 13 13 12 12 11 11 11 10 10 10

(7-9) (6-9) (7-8) (8-7) (8-6) (7-7) (5-9) (5-8) (5-8) (6-6) (6-6) (5-6) (4-7) (8-3) (5-5) (4-6) (6-4)

«NO GOAL» Aversa Normanna 17 (8-9) Ebolitana 16 (6-10) Fondi 16 (5-11) L’Aquila 15 (8-7) Campobasso 14 (7-7) Celano 14 (7-7) Perugia 14 (5-9) Vigor Lamezia 14 (7-7) Catanzaro 13 (7-6) Isola Liri 13 (8-5) Milazzo 13 (7-6) Melfi 12 (8-4) Aprilia 11 (5-6) Giulianova 11 (7-4) Paganese 11 (5-6) Vibonese 11 (7-4) Arzanese 10 (7-3)


6 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO FALLIMENTI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 6/2006 SI RENDE NOTO CHE Il Giudice Delegato al Fallimento n. 6/2006; Visti gli artt. 569,571,576, c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005,263/2005 e 51/2006 e dell’art. 108 L.F.; Con ordinanza del 29/11/2011, ha disposto la vendita coattiva, al prezzo base di euro 180.000,00 del lotto n. 2 del seguente bene immobile: lotto due – “ villetta a schiera a tre livelli fuori terra facente parte di un complesso residenziale in Lamezia Terme, località Ferrantazzo, via Reillo, n. 1, Cooperativa Verde, edificio B, riportata nel NCEU di detto comune al foglio 31, p.lla 1468, sub 14, cat. A/3, classe 3, vani 6,5”; RILEVATO CHE: 1)Occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto; 2)L’ Udienza per l’esame delle stesse, 3)Nel caso in cui non abbia luogo la vendita senza incanto la data per gli incanti. STABILISCE PER LA VENDITA SENZA INCANTO CHE: ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c. tranne il debitore(fallito), è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579,comma 3, c.p.c. ( il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria fallimentare,dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, del bene ( e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente ( nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/ domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota,il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso ( ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l’offerta nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; L’offerta è irrevocabile salvo che: 1) Il giudice ordini l’incanto; 2) Siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. L’offerta non è efficace: 1)Se perviene oltre il termine stabilito; 2)Se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’art. 568 e più sopra ricordato; 3)Se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela fallimentare “ R.F. 6/2006”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’ offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3 c.p.c.; in caso di più offerte valide,si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura concorsuale ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “ Monte dei Pachi di Siena S.p.a.”- filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e

Domenica 12 Febbraio

mediante la comunicazione,a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa anche regolarmente, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte di acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l’offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese di trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; QUANTO ALL’ EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI HA STABILITO CHE: essa deve avere luogo al prezzo base di euro 180.000,00 per il lotto n. 2; l’aumento minimo da apportare alle offerte, a pena di inammissibilità, deve essere pari al 3% del prezzo base ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1 c.p.c., tranne il debitore ( fallito), è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. ( il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1 c.p.c.); ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità( nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/ domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota,il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso ( ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società ); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alla curatela del fallimento “ R.F. 6/2006”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione ( ed in conto prezzo aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione,che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per consegure l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi i dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento;

tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria fallimentare, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudiziovoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale dell’ordinanza di vendita, termine sino alle ore 13.00 del giorno 06/04/2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del giorno 10/04/2012 ore di rito FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NONABBIA LUOGO, per la presentazione presso la Cancelleria Fallimentare delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante dell’ordinanza, termine sino alle ore 13.00 del giorno 07/05/2012 con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 08/05/2012 ore di rito, la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIAQUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal fallito - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del fallimento “R.F.6/2006” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.d.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, ex art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; SI AVVERTE fin d’ora gli interessati che, ove all’udienza fissata per la celebrazione

dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, il G.D.si riserva di applicare immediatamente l’art. 591 cod.proc.civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, provvedendo in quello stesso contesto sull’eventuale fissazione di una nuova vendita. Lamezia Terme,li 05/12/2011 IL FUNZIONARIO GIUDIZIARIO ( Dott.ssa Leonilda Bonaddio) ***** AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione nella procedura 97/02 R.E. ha disposto la vendita all'incanto, in un unico lotto, del seguente bene immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: Unico Lotto: Immobile sito in Curinga alla via Romolo Murri, costituito da un appartamento di mq. 134 posto al primo piano e da un magazzino a piano terra di mq. 101, riportati rispettivamente nel N.C.E.U. di tale Comune al foglio 37, p.lla 994 sub 3, cat. A/4, cl 2, e sub 2, cat. C/2, cl 2. VALORE DEL BENE: EURO 39.049,00 Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicati dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c. FISSA La vendita con incanto per il 11.04.2012 ore 9.30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme, al prezzo base d'asta come sopra determinato di Euro 39.049,00 Ogni concorrente per essere ammesso alla vendita dovrà presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di R.G.E. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale tra coniugi). All'istanza di partecipazione deve essere allagata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. Con l'istanza di partecipazione da presentarsi in busta chiusa e senza segni di riconoscimento deve essere depositato assegno circolare non trasferibile intestato a "POSTE ITALIANE S.p.A., tramite cui effettuare il versamento della cauzione in ragione del 10 % del prezzo base d'asta e delle spese nella misura del 20 % del prezzo base d’asta. In ogni caso le spese di trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. L'offerta di acquisto è irrevocabile tranne che il Giudice ordini l'ncanto, siano decorsi 120 gg dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. Il termine ultimo per depositare istanza di partecipazione alla vendita con incanto, nella Cancelleria delle Esecuzioni del Tribunale di Lamezia Terme, è entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 10.04.2012; Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta. L'immobile viene posto in vedita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall'esperto nella relazione. L'aggiudicatario dovrà versare a) la differenza del prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione, mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "POSTE ITALIANE S.p.A."; b) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale concernente l'immobile posto in vendita ed attestante le risultanze delle visure catastali e dei registri immobiliari, nonchè del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell'aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria; c) l'aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell'immobile trasferitogli, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. Maggiori informazioni in Cancelleria Lamezia Terme Il Cancelliere (C/1) ***** AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI nella proc.esec.imm. 178/93 R.E. SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, con ordinanza dell’14.12.2011, ha disposto la vendita senza incanto per l’udienza del 4.4.2012, e, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto per l’udienza del 18.4.2012,ore 9,30 e segg. presso la sede delle pubbliche udienze del locale Tribunale.


7 Descrizione dei beni in vendita: Lotto N. 2 - “Quota parte pari alla metà di un appezzamento di terreno sito nel Comune di Lamezia Terme, località Bosco Amatello, n. 2, esteso per mq 988,80, riportato nel N.C.T. di detto comune al foglio 6, p.lla 238, qualità uliveto, classe 2. Sul suolo insiste un piccolo casotto in lamiera, a un piano fuori terra, destinato a deposito di mezzi ”; Prezzo base Euro 4.449,00 Lotto N. 3 - “Quota parte pari alla metà di un appezzamento di terreno, destinato in parte a seminativo irriguo ed in parte ad uliveto, sito nel Comune di Lamezia Terme, località Bosco Amatello, n. 2, esteso per mq 1.878,05, riportato nel N.C.T. di detto comune al foglio 6, p.lla 159 qualità seminativo irriguo per are 3,00, classe 3, e uliveto per are 16,40, classe 2. Sul suolo insiste un fabbricato della superficie commerciale di mq 217,16, , di cui mq. 141,21 al piano rialzato e mq 65,95 al primo piano. Detto fabbricato non è accatastato ed è privo di licenza edilizia, ma tale irregolarità può essere sanata entro 120 giorni dalla notificazione del decreto di trasferimento mediante il versamento della somma dovuta, già detratta dal prezzo base d’asta”. Prezzo base Euro 30.484,00 Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base d’asta di euro 4.449,00 per il lotto n. 2 e di euro 30.484,00 per il lotto n. 3: ciascun offerente, ai sensi dell’art 571, comma 1, c.p.c. tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 13 del giorno 3.4.2012, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1) il Giudice ordini l’incanto; 2) siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sulla offerta più alta: Quanto all’eventuale vendita all’incanto: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 4.449,00 per il lotto n. 2 e di euro 30.484,00 per il lotto n. 3; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 222,00 per il lotto n. 2 e di euro 1.524,00 per il lotto n. 3; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario monito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c., presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 13,00 del 17.4.2012, istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, il prezzo proposto, le proprie generalità e, se coniugato, il regime patrimoniale fra i coniugi; con l’istanza di partecipazione, corredata da copia di valido documento di identità del concorrente e da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; La vendita, sia quella senza incanto che quella con incanto, avviene alle seguenti condizioni: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella

Domenica 12 Febbraio

relazione, che può essere consultata dall’offerente; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad es. quelli urbanistici per qualsiasi motivo non considerati, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”; in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; all’aggiudicatario, che dovrà versare, altresì, le spese di trasferimento, restano riservate le attività e i costi per la registrazione e trascrizione del decreto, nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme 7.2.2012 IL CANCELLIERE (C/1) ***** RE. n. 137/1997 Il Cancelliere AVVISA CHE il Giudice delle Esecuzioni Dott. Alessandro Brancaccio ha fissato per il giorno 14 MARZO 2012 ore 9,30 e seguenti la vendita senza incanto del seguente immobile: “fabbricato adibito a ristorante con terreno di pertinenza sito in Maida, c.da Vallini, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 58, p.lla 151, sub 2, cat C/1 , classe 1”; Prezzo base di euro 71.757,00 - ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l'offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta

cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; - in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “Monte dei Paschi di Siena S.p.A.” – filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art.579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo di pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’ offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 cpc e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a. ‘Poste italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di rge, della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi ) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno . della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’ esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’ esame delle offerte, le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese de trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario,cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO è fissato, per la presentazione presso la Can-

celleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 13 marzo 2012_, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; è fissata, per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del 14 marzo 2012, ore 9,30 e segg.; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA: su impulso del procedente, sia predisposto l’avviso di vendita, da pubblicare all’albo dell’Ufficio; a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità : in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno trenta giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno trenta giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell’esperto su un sito Internet individuato ai sensi dell’art. 173 ter disp. att. c.p.c. e di cui è data notizia in Cancelleria, almeno trenta giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; il creditore procedente può, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno trenta giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), a ulteriori forme di pubblicità dal medesimo prescelte, da eseguirsi almeno trenta giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell'incanto; la pubblicità muraria e l’ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d’ora non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita; della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa – da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite – sia fatto carico al creditore procedente o surrogante. Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE


il domani  

Edizione del 12 Febbraio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you