Issuu on Google+

Lunedì 12 Gennaio 2009 Euro 1,00 Anno XII - Numero 11

del

Lunedì

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 17 a pag. 22) Il patron calabrese Beniamino Chiappetta lancia tante novità

GIMIGLIANO Grande partecipazione al tradizionale appuntamento

Miss Italia, grandi progetti

Musical “E sia la luce”

CATANZARO — Mentre in Calabria il team organizzativo della Drb Associati è già al lavoro, è stata eletta la prima miss dell’anno 2009. Per Beniamino Chiappetta, agente di Miss Italia, «il 2009 sarà una edizione con grandi novità». Alessia Delli Veneri, nata a Milano il 26 settembre 1991, ma residente a Roma dall'età di cinque anni, è la “Prima Miss dell’Anno” 2009 del Concorso Miss Italia: è stata eletta dal pubblico, tramite il televoto, durante il programma “L'anno che verrà” condotto da Carlo Conti e trasmesso da Raiuno.

GIMIGLIANO — Grandissima parteci-

A PAGINA 18

A PAGINA 18

pazione di pubblico alla rappresentazione del musical natalizio “E sia la luce”. Alla casa di cura di Porto concerto dei giovani. A Gimigliano è ormai consolidato l’appuntamento, almeno annuale, con la rappresentazione.

SECONDA DIVISIONE Rossoblu e giallorossi corsari in trasferta. La capolista passa a Barletta. Le Aquile espugnano Aversa. La Vibonese perde in casa col Gela

Cosenza e Catanzaro, avanti tutta Nella massima serie, la Lazio con Pandev affonda la Reggina al Granillo: 2-3 Giornata trionfale per le due calabresi di Seconda divisione. Il Cosenza supera in trasferta il Barletta per 2-1 grazie alle reti di Braca e Mortelliti. Il Catanzaro passa in Campania sul campo dell’Aversa Normanna con il “solito” Caputo. E così, prosegue la corsa degli uomini di Toscano e Provenza verso la Prima divisione. In serie A, brutta sconfitta casalinga per la Reggina, piegata dalla Lazio per 3-2 con una tripletta di Pandev. Sempre in Seconda divisione, la Vibonese lascia i tre punti al forte Gela che s’impone per 2-1. ALLE PAGINE 29 e 30

I biancoverdi superano l’Isola Liri per 2-1 grazie ai gol di Ragatzu e Sergi

Vigor, finalmente tre punti

Caputo, match-winner ad Aversa

Il boss Candeloro Parrello è stato bloccato dai carabinieri mentre passeggiava per Roma

Narcotraffico, arrestato superlatitante REGGIO CALABRIA — Lo hanno bloccato con un’operazione fulminea mentre, insieme a due fiancheggiatori, passeggiava per le vie del quartiere Montesacro di Roma. E’ finita così la latitanza di Candeloro Parrello, di 53 anni, latitante da 10 anni, considerato elemento di spicco dell’omonima cosca operante a Palmi e referente della ’ndrangheta con i cartelli colombiani dei produttori di droga.

COSENZA

PUGLIESE-CIACCIO

Pd spaccato: due candidati a segretario

Primariati: Tallini rinnova le bordate al dg

A PAGINA 11

A PAGINA 16

A PAGINA 11

SATRIANO Importante iniziativa promossa in sinergia dal Comune e dall’Arma dei carabinieri

Educare alla legalità con l’esempio SATRIANO — Presenti i vertici dell’Arma dei Carabinieri della Calabria, alla manifestazione sul tema: “Educare alla Legalità” promossa, presso la sala consiliare, dall’Amministrazione Comunale di Satriano retta dal sindaco Michele Drosi. All’evento hanno preso parte il vice Comandante dei Carabinieri della Regione Calabria Colonnello Fernando Capradossi, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catanzaro Colonnello Claudio D’Angelo, il Comandante dei Carabinieri di Soverato Capitano Emanuele Lezzi, il Comandante dei Carabinieri di Satriano Maresciallo Salvatore Simione, l’on. Piero Amato consigliere regionale, l’on. Pino Soriero, amministratori e sindaci del comprensorio e rappresentanti delle Associazioni e delle Scuole.

A PAGINA 15

La gioia di Sergi dopo il gol del 2-1 che consegna la vittoria alla Vigor LAMEZIA TERME — Finalmente la Vigor Lamezia espugna il “D’Ippolito” vincendo per 2-1 la sfida contro l’Isola Liri, diretta concorrente per la salvezza. I gol tutti nella ripresa con i biancoverdi che passano in vantaggio grazie a Ragatzu. Pareggio laziale di D’Alessandro e gol decisivo di Sergi al 44’ della ripresa.

A PAGINA 31


2 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini Sul lago di Joux in Svizzera tutti con i pattini ai piedi

“I figli non sono proprietà dei genitori”

Le acque si sono completamente congelate in seguito al crollo delle temperature registrato negli ultimi giorni

L’appello del Papa sull’educazione Si gioca al Royal Trophy golf

Alla ricerca della pallina sommersa Uno dei 13 bimbi battezzati ieri da Benedetto XVI a Roma. Per il Papa i genitori devono guidare i figli verso la ricchezza della vita e la vera libertà

Joe Ozaki, capitano del Giappone tenta il recupero nel lago di Bangkok

La 19esima edizione della kermesse internazionale conta 163 iscritti provenienti da 36 diversi Paesi

Appuntamento in India per gli appassionati di aquiloni di tutto il mondo

Centinaia di pattinatori prendono d’assalto la superfice congelata del lago di Joux, nei pressi di Le Pont, nella Svizzera occidentale. Il luogo è da sempre una popolare meta durante i mesi invernali per gli amanti della particolare pratica sportiva

Medvedev striglia: raggiunto solo il 30% degli obiettivi

Il leader critico nei confronti della lenta reazione della Russia contro la crisi economica

Il presidente russo immortalato durante una visita allo stabilimento di fabbricazione dei componenti della stazione spaziale Salyut, nei pressi di Mosca

Crescono gli alloggi per “braccia” straniere

Alunni di una scuola si esercitano nello yoga nel secondo giorno del Festival dell’aquilone nella città di Ahmedabad, nella parte occidentale dello stato asiatico

In visita per dare sostegno alle truppe

Il neo vice Presidente Usa vola in Afghanistan

Strappata dalle mani dei contrabbandieri

Il secondo di Obama, Joe Biden, stringe a sé una giovane soldatessa

Il reperto raffigurante una donna fu prelevato ad un uomo nel 2005 a Nuweiba

La statua di bronzo ora al museo del Cairo

Sono ormai centinaia le case-dormitorio allestite a Singapore per i lavoratori migranti

I due leader comunisti furono messi in carcere e poi assassinati il 15 gennaio 1919

Manovali dal Bangladesh guardano un film del loro paese in un dormitorio allestito appositamente per la forza lavoro migrante di Singapore. Molti lavoratori sostengono di aver pagato più di 9000 dollari alle agenzie di collocamento solo per entrare a Singapore

Gente lascia garofani rossi ai piedi del monumento per i Socialisti di Berlino, nel corso della cerimonia per i due fondatori del Partito comunista tedesco

La Germania ricorda Karl Liebknecht e Rosa Luxemburg


4 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

C’è chi pensa che la Bce possa scendere fino all’1,75%

Verso un nuovo taglio del costo del denaro

BASILEA - La riunione dei banchieri centrali in programma oggi a Basilea presso la Banca dei Regolamenti Internazionali apre una settimana ’calda’ sul fronte macroeconomico. L’appuntamento clou è infatti fissato per giovedì a Francoforte, dove la Bce deciderà se mettere nuovamente mano ai tassi di interesse o lasciarli al livello attuale. Qualche indicazione potrebbe arrivare già da Basilea, dove, sotto la presidenza del governatore della Bce, Jean Claude Trichet, si riuniranno i banchieri centrali dei principali Paesi del mondo. In agenda finiranno sicuramente i temi più d’attualità, come gli strascichi della crisi a livello mondiale, il calo dell’inflazione e l’andamento del prezzo delle materie prime, il petrolio in particolare. Si farà il punto soprattutto sull’andamento recessivo dell’economia, anche alla luce dei nuovi record negativi messi a segno dall’occupazione negli Stati Uniti.

Il punto sulla crisi A Basilea la riunione dei banchieri centrali

Un tema che sicuramente verrà affrontato è quello relativo alle nuove regole di governance e vigilanza da applicarsi alle banche. Al momento il mercato sembra scontare un taglio dei tassi del 0,5%, che li porterebbe così al 2%. Più volte i vertici della Bce hanno annunciato che se l’inflazione fosse scesa sotto il 2%, l’obiettivo fissato dallo statuto di Francoforte, alla riunione di gennaio si sarebbe potuto effettuare una nuova riduzione dei tassi, la terza consecutiva. Ma c’è anche chi pensa che questa volta si possa arrivare ad un taglio di 75 punti base, per scendere fino all’1,75%, che rappresenterebbe il minimo storico per Eurolandia. I dati macroeconomici non sono certo dei migliori, con la maggior parte dei Paesi Ue che versa in piena recessione, mentre l’inflazione nel Vecchio Continente viaggia ben al di sotto del 2%, essendo arrivata all’1,6% in dicembre. E allora la Bce potrebbe decidere per la sforbiciata.

Sono trascorsi 63 anni da quel primo volo, oggi la svolta nel segno di Cai Tutto è nuovo, a testimoniare di un passato glorioso resta solo il nome

Alitalia muore e rinasce Giochi fatti In giornata il cda decide su Air France ROMA - Oltre mezzo secolo nei cieli, anche se non sempre alla stessa quota. Dalla Ali (Aerolinee internazionali italiane) alla nuova Alitalia, che si prepara a decollare il 13 gennaio mentre oggi terrà un cda per decidere sull’alleanza con Air France, sono trascorsi 63 anni: un lungo volo decollato con traguardi e primati, ma poi messo a terra da crisi ed errori. E ora che la nuova compagnia rinasce sotto il segno di Cai, tutto è nuovo fuorchè il nome, che rimane ad evocare quel passato di successi. Nata a Roma il 16 settembre del 1946, come ALI-Aerolinee Internazionali Italiane, la compagnia diventerà Alitalia solo 11 anni più tardi, assorbendo la LAI-Linee Aeree Italiane. Otto mesi dopo la nascita, il 5 maggio del 1947, decolla il primo volo: il trimotore Fiat G-12 ’Alcione’, pilotato da Virgilio Reinero, parte da Torino diretto a Roma e poi a Catania. A distanza di qualche mese, a luglio, decolla anche il primo collegamento internazionale, da Roma a Oslo con a bordo 38 marinai norvegesi; mentre nel marzo 1948 la prima tratta intercontinentale, un volo di 36 ore che da Milano raggiunge Roma e arriva a Buenos Aires facendo tappa a Dakar, Natal, Rio de Janeiro e San Paolo. Mentre si lavora a rinnovare la flotta, lasciando a terra i vecchi aeromobili, si bada anche all’immagine: quando entrano in servizio le prime hostess, nel ’50, indossano le creazioni delle signore dell’alta moda italiana, le sorelle Fontana. Da allora diversi stilisti celebri, da Mila Schon a Giorgio Armani, hanno speso la loro creatività per le divise delle assistenti di volo Alitalia, soprannominate «angeli dell’aria» e diventate vere e proprie ambasciatrici della bellezza e dell’eleganza italiane nel mondo. La compagnia afferma il proprio primato nazionale nel 1960, quando diviene vettore ufficiale delle Olimpiadi di Roma e nello stesso anno viene raggiunta la cifra record di un milione di passeggeri trasportati. Ma i traguardi si susseguono e in pochi anni Alitalia conquista uno spazio tra le prime com-

Pubblica Amministrazione

I cittadini voteranno il gradimento

L'attrice americana Betty Davis appena giunta all'aeroporto di Ciampino in un'immagine d'archivio del 1958

pagnie al mondo, con primati per traffico passeggeri e qualità del servizio e della flotta: nel 1964 la compagnia trasporta per la prima volta un Papa (l’occasione è il viaggio in Palestina di papa Paolo VI); nel 1965 si superano i 3 milioni e arrivano i DC-9/30, su cui per la prima volta vengono serviti pasti caldi; nel 1969 Alitalia è la prima compagnia europea a volare con una flotta di soli jet; nel 1973 viene effettua-

to il primo collegamento con l’Estremo Oriente. Con questi numeri la compagnia riesce negli anni ’90 a raggiungere e superare i 20 milioni di passeggeri trasportati ogni anno. È l’apice, ma anche l’inizio della crisi, che tra conti in rosso, piani di risanamento e una complessa privatizzazione è arrivata fino ad oggi. La compagnia ’rinata’ grazie alla Compagnia Aerea Italiana creata da una cordata di impren-

ditori italiani, attende solo il partner internazionale. E Air France è sempre più vicina, come ha confermato anche ieri il presidente del consiglio Silvio Berlusconi: «Non credo che ci siano più i tempi per l’inserimento di Lufthansa in una trattativa che è molto avanzata». La vecchia Alitalia saluta lasciando nell’immaginario collettivo le immagini degli scioperi e delle proteste di piloti e assistenti di volo con

il cappio che hanno accompagnato la ’rinascita’ della compagnia. Ma nella ’foto-storia’ di Alitalia resteranno indimenticabili le immagini di tempi più felici, come quelle di attori e divi di Hollywood, da Alberto Sordi a Betty Davis, immortalati sulla scaletta degli aeromobili della compagnia di bandiera, o quella del primo bambino nato su un volo Alitalia, il 31 dicembre 1998.

ROCCARASO (AQ) - La Pubblica Amministrazione, a partire da fine gennaio, «sarà oggetto di un giudizio» da parte dei cittadini attraverso il «sistema delle faccette». Lo dice il ministro per la Pa, Renato Brunetta, dal palco di ’Neveazzurra’ a Roccaraso. «Sto lanciando - ha spiegato il ministro di Fi - il sistema delle faccette: chiunque di voi abbia comprato qualcosa su e-Bay alla fine della transazione sa che compaiono tre faccette: ovvero tu sei tenuto a dare il tuo giudizio sulla transazione». E la stessa cosa, ha detto, succederà anche per l’operato degli uffici della Pa. L’esperimento, ha anunciatio Brunetta, partirà alla fine del mese. Dunque nel futuro «chi offre un servizio sarà giudicato e chi fruisce della transazione avrà in mano questo strumento di giudizio. Nel passato si dava la produttività uguale per tutti. Non sarà più così».

Le nuove statistiche del catasto: modesta un’abitazione su due, l’appartamento medio è di 113 mq

Per casa un castello, accade a 2.404 famiglie ROMA - Vivere in un castello come ai tempi delle fiabe: accade a 2.404 famiglie italiane. Molti di più sono poi i nuclei che abitano in case ’tipiche’, dai trulli della Puglia alle baite delle Dolomiti: 15.568. Sono queste alcune delle curiosità delle ultime statistiche catastali (aggiornate al 2007) diffuse dall’Agenzia del Territorio. Al di là delle case un po’ fuori dalla norma c’è comunque nei nuovi dati la conferma che la maggior parte delle abitazioni italiane, oltre il 57%, sono modeste, dai 2 ai 5 vani, compresi bagno e cucina. Lo stock complessivo delle unità immobiliari italiane, residenziali e non, ammonta, secondo i dati dell’ultimo censimento del Territorio, a 62,5 milioni di unità, di cui più del 50% sono abitazioni (gruppo A al catasto). Metà delle costruzioni sono al Nord e lo stock risulta dal 2006 al 2007 aumentato del 2,8%. Ma ecco in sintesi la fotografia delle case italiane secondo

l’ultimo aggiornamento del catasto. Case di lusso che pagano Ici in tutto sono lo 0,23% Su 31,4 milioni di abitazioni, sono 42.361 le case nelle categorie catastali A1, A8, A9 (case di pregio, ville e castelli). Quindi le case-vip sono 1 ogni cir-

ca 740 case normali. Casa media è oltre 113 mq, da 2 a 21 vani Non è proprio piccola l’abitazione media degli italiani ma come al solito il dato contiene dal monolocale alla quasi-reggia. Il numero di stanze in cui si vive va dalle

2,39 medie delle abitazioni ultrapopolari ai 21 vani (ma anche questa è solo una media e c’è dunque anche chi ha un maggior numero di stanze a disposizione) delle case nelle categorie A9, ovvero castelli e palazzi eminenti. 18 milioni le case modeste Si tratta del 57,4% del complesso delle unità immobiliari residenziali che ammonta complessivamente a 31,4 milioni. In Italia ci sono 11,1 milioni di abitazioni economiche, 5,6 milioni di abitazioni popolari e 1,1 milioni di abitazioni ultrapopolari. La categoria catastale più diffusa è proprio quella delle abitazioni ’economiche’ (A3) dove si risparmia su tutto, dai materiali impiegati alle rifiniture, dagli impianti tecnologici ai servizi. Le case di bassissimo livello (le ultrapopolari della categoria A5) si trovano quasi tutte al Sud: su 1.174.479 case di questo tipo 705.789 sono infatti al Mezzogiorno.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 5

Primo piano

Palazzina esplode come una bomba alla periferia di Bari: tre morti, quattro feriti Durante la ricerca dei superstiti il trillo di un cellulare indica un uomo senza vita L’Assoedilizia: mancano norme e una risorsa diventa un pericolo ROMA - «C’è molta incoerenza nelle norme di sicurezza che regolano le modalità di uso domestico del gas». Lo afferma il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici, riferendosi all’ esplosione nella palazzina, ultimo episodio di una serie avvenuti nelle ultime settimane «che dimostra la pericolosità del gas, metano in particolare, lasciato alla mercè degli utenti a causa di una normativa lacunosa ed equivoca». «È possibile che ciò continui ad avvenire negli anni Duemila ed in un Paese ’civile’ qual è il nostro? - si chiede Colombo Clerici -. Si dispone che i fornelli delle cucine non possano essere venduti, se non sono dotati del dispositivo della valvola termostatica, che impedisce la fuoriuscita del gas in caso di spegnimento della fiamma; e poi si permette che in milioni di case continuino ad usarsi vecchi fornelli che ne sono privi». Non solo: il presidente di Assoedilizia osserva che «non viene disposta l’installazione obbligatoria, all’interno delle abitazioni, di apparecchiature che interrompano automaticamente l’erogazione del gas, o diano l’allarme, in caso di perdite dell’impianto». Gli apparecchi domestici come cucine, forni - sottolinea Colombo Clerici - «andrebbero ’blindati’ ad evitare manomissioni da parte di chi vuol far un uso improprio di questa sostanza altamente pericolosa (ad esempio, per tentativi di suicidio o per minacciare e compiere ritorsioni). Il tutto sotto la responsabilità degli enti erogatori che dovrebbero, in presenza di difetti, interrompere immediatamente la fornitura del gas».

I soccorritori lavorano dentro la palazzina esplosa cercando di liberare i feriti dalle macerie. La loro opera è stata guidata dal trillare dei cellulari che filtrava attraverso i detriti della struttura situata in pieno centro

Un boato, è strage Luisa Amenduni

BARI - Un boato, una nuvola bianca e alta di polvere, poi infissi e suppellettili che volavano ovunque: è la scena che è apparsa agli occhi delle prime persone che sono giunte in strada San Girolamo, nell’omonimo quartiere di Bari, dove poco prima delle 12,40 ieri si è verificata prima un’esplosione e poi il crollo della parte interna di una palazzina a tre piani, al civico 6. Tre persone - Nicola Sassanelli, di 46 anni, Angela Nitti, di 80, e Teresa Paradiso, di 89 anni sono morte; altre quattro sono rimaste ferite, ma non rischiano la vita. Un bilancio pesante. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ne rimane particolarmente colpito e manifesta il proprio dolore e la propria solidarietà alle famiglie delle vittime e ai feriti. A causare la tragedia probabilmente una fuga di gas, forse da una bombola. La gente del quartiere si è riversata in strada, intimorita dal forte boato. Sul posto sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco, i carabinieri, la polizia, i vigili urbani e numerose ambulanze del 118. Tra i primi ad accorre, anche parenti delle vittime, straziati dal dolore. La tragedia avrebbe potuto avere contorni ancora più terribili: sotto la palazzina c’era infatti una sala da barba (ora completamente distrutta) che solitamente la domenica mattina è aperta. Ieri il titolare aveva deciso di tenere chiusa la bottega e di concedersi un pò di riposo. E nella palazzina sembra abitassero anche tre bambini, tutti e tre riusciti a scampare perchè erano in quel momento a passeggio. Il primo a raggiungere il luo-

Una fuga di gas la causa probabile Dichiarati inagibili due edifici vicini go della tragedia è stato un vigili urbano fuori servizio: Vito ha cominciato a scavare con le mani ed è stato lui, insieme con i vigili del fuoco e ad altri soccorritori, a tirare fuori dalle macerie il primo dei quattro feriti. Tra loro anche un anziano che - secondo una prima ricostruzione di quanto avvenuto era in strada e sarebbe stato colpito da alcuni detriti e che da solo sarebbe poi salito su un’autoambulanza giunta sul posto, per farsi medicare. A scavare con le mani tra le pietre e le macerie, anche il sindaco di Bari, Michele Emiliano, alla ricerca di sopravvissuti. Durante le operazioni i soccorritori hanno vissuto momenti di parti-

Persino il sindaco si è messo a cercare tra le macerie a mani nude

Come difendersi dalle fughe di gas i locali, meglio se con feritoie 1 Ventilare in basso controllare ogni anno la caldaia 2 Far e ogni 3 anni il bombolone esterno Il metano è più leggero dell'aria e si disperde con maggiore facilità

IL VADEMECUM Chiudere il rubinetto del gas Non azionare interruttori elettrici (luci, campanelli, telefono, ecc.) Non accendere fiamme Spegnere le fiamme accese

Il gpl (gas di petrolio liquefatto) è più pesante dell'aria e tende a ristagnare in basso. Così è più facile che raggiunga la concentrazione necessaria per esplodere

Non usare né il cellulare né il telefono fisso Aerare subito e bene l’ambiente creando correnti d'aria Telefonare all’azienda distributrice del gas (meglio da un telefono fuori casa) ANSA-CENTIMETRI

“E’ un inferno” ammette un vigile del fuoco. Il presentimento della figlia di una vittima

La gara contro il tempo dei soccorsi

La disperazione dei parenti

BARI - L’ansia dei soccorritori, il loro scavare frenetico con ogni mezzo, anche con le mani, e la disperazione dei parenti delle vittime, il loro pianto dirotto, le urla. «È’ un inferno - dicono i

soccorritori - una cosa terribile», ma non si ventenne di Sassanelli. È stata tra le prime ad fermano a parlare più di tanto con i giornalisti, arrivare, in preda a un terribile presentimento. c’è da lavorare. Il primo ad accorrere, prima Ora grida: «Lo voglio abbracciare, che brutta ancora che arrivino vigili del fuoco, carabinie- morte ha fatto, non è giusto. Questa morte non ri e polizia, è un vigile urbano in abiti borghe- è giusta. Lo voglio abbracciare forte forte mio si. Era lì di passaggio, fuori dal padre, vi prego, prima che lo servizio, ma si è messo subito Tra i primi a scavare portino via». al lavoro, con le mani natural- una guardia La tensione è forte, i medici del mente. Ha lavorato senza sosta fuori servizio 118 chiedono il supporto di psiper ore fermandosi solo per becologi. Stella Ventrella, amica che passava per caso re un pò d’acqua. Anche lui di famiglia di una delle vittime non vuole parlare: mostra solo il suo numero racconta dell’esplosione: «Si è sentito prima un di matricola, 300, e poi se ne va dicendo «Scu- grande boato e poi una nuvola bianca si è sate, non sono a caccia di pubblicità». Vengono sollevata e si è visto volare tutto all’aria, infissi, tratti in salvo i quattro feriti. È lì anche la figlia suppellettili, di tutto».

colare tensione, come quando i vigili del fuoco hanno sentito squillare un telefonino tra i detriti e hanno cominciato a scavare, trovando poi purtroppo una delle vittime, Nicola Sassanelli, di 46 anni. Oppure come quando si è sentita in modo distinto una flebile voce tra i detriti ed è stato tratto in salvo Giovanni Armenise, di 58 anni. I soccorritori hanno utilizzato i cani per le ricerche e, successivamente, anche gli escavatori. Durante le operazioni, gli operatori del 118 hanno chiesto l’aiuto di psicologi per dare supporto alle persone coinvolte nel crollo. «Lo voglio abbracciare, lo voglio abbracciare forte, vi prego. Questa morte non è giusta, non è giusto», ha gridato la figlia di Nicola Sassanelli quando ha capito che il padre era morto. La ragazza, poco più che ventenne, era stata una delle prime a raggiungere il luogo del crollo e da subito aveva detto di avere un brutto presentimento sulle sorti del padre che viveva in quella palazzina dopo la separazione dalla moglie. Una tragedia sulla quale ora bisognerà compiere i dovuti accertamenti per dare una spiegazione a tutto: quello che finora pare certo è che l’esplosione sia avvenuta per una fuga di gas lo stabile non era servito dal metano di città - da una bombola probabilmente in un appartamento al primo piano dello stabile. Ma saranno ora gli investigatori a far luce sul terribile episodio.


6 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Allarme sicurezza per il cpa di Lampedusa. Maroni: “Verranno espulsi”

L’ultima “spiaggia” in attesa del rimpatrio

La perplessità del sindaco: “Una soluzione impraticabile” PALERMO - Sarà Lampedusa l’ultimo approdo italiano dei viaggi della speranza. I migranti che giungeranno sull’isola resteranno lì, in attesa del rimpatrio, e non verranno trasferiti in altri centri del Paese. Anche se la capienza massima della struttura d’accoglienza dovesse essere superata. Una strategia che il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha ribadito ieri, tra gli applausi, dal palco del congresso provinciale della Lega Nord di Varese e che non piace affatto al sindaco della maggiore delle Pelagie, Bernardino de Rubeis, che ha sollecitato l’intervento del Papa sull’emergenza immigrazione. «Il 2009 sarà l’anno della fine degli sbarchi di clandestini a Lampedusa», è tornato a dire Maroni, che ha anche ipotizzato la realizza-

La nuova strategia del ministro dell’Interno Roberto Maroni su Lampedusa: sarà l’ultimo approdo italiano dei viaggi della speranza. I migranti che giungeranno sull’isola resteranno lì, in attesa del rimpatrio, e non verranno trasferiti in altri centri

zione di nuove strutture d’accoglienza sull’isola. Per nulla d’accordo, invece, il primo cittadino, che teme una nuova ondata di viaggi

La donna e i figli già aggrediti due anni fa

Marocchino ubriaco accoltella la moglie

La donna è stata trasportata in gravi condizioni in ospedale

ALBENGA (SAVONA) - Una donna di 40 anni è in gravi condizioni dopo essere stata accoltellata dal marito ubriaco. È accaduto la scorsa notte ad Albenga, in un garage di via dell’Agricoltura. L’aggressore, Mohammed El Ajjouri, di 54 anni, è stato arrestato dai carabinieri. Il marocchino già nel novembre di due anni fa aveva aggredito la donna ed aveva ferito a coltellate il figlio di 12 anni, intervenuto per dividere i genitori. Dopo meno di 24 ore l’uomo era stato scarcerato dal giudice. Mohammed era stato arrestato dai carabinieri per lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Il litigio con la coniuge era iniziato nella notte, quando i vigili urbani erano intervenuti nell’abitazione di viale dell’Agricoltura, avvertiti dai vicini di casa. El Ajjouri, anche in quella occasione ubriaco, aveva contestato alla moglie una telefonata, ricevuta qualche mese prima dando sfogo alla sua gelosia. In quella occasione il nordafricano aveva strattonato la consorte, minacciandola con un coltello.

La denuncia della Brambilla: muove cento miliardi di dollari

Il turismo sessuale brutalizza tre milioni di bambini nel mondo ROMA - Un giro d’affari che vale 100 miliardi di dollari e che coinvolge 3 milioni di bambini nel mondo: è il turismo sessuale, un «aspetto vergognoso» come l’ha definito il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al turismo Michela Vittoria Brambilla. «Non si può definirlo turismo ha spiegato Brambilla, intervenendo a una trasmissione di Sky Tg24 - sono solo viaggi della vergogna». E contro questo fenomeno, il sottosegretario la ricordato l’impegno del governo, che ha promosso una campagna coinvolgendo anche gli

operatori turistici. «In Italia - ha detto ancora - il turismo sessuale non è mai stato denunciato come si deve, non so perchè. Il silenzio è una complicità oggettiva, mentre invece occorre parlarne. In Italia tra l’altro abbiamo una legislazione all’avanguardia, che fa rientrare nella giurisdizione penale il reato anche se compiuto all’estero». «Il governo italiano - ha concluso Brambilla - ha chiesto l’impegno di tutti i Paesi europei nella lotta al turismo sessuale. Questo impegno però deve essere allargato a tutti i governi».

della speranza. «Quando il mare lo consentirà - ha affermato - le nostre coste torneranno ad essere prese d’assalto. Altro che fine degli sbar-

chi. Da Maroni ci aspettavamo più serietà». A non convincere De Rubeis è proprio la politica del Viminale sui rimpatri coatti dall’isola. «È

impraticabile - spiega - e sarà causa di problemi seri di ordine pubblico». Secondo il sindaco nessun volo diretto potrà partire dalla maggiore

delle Pelagie. «Ma quale trasferimento diretto? - ha commentato Anche i 44 egiziani partiti le scorse settimane hanno comunque dovuto fare scalo a Catania. E poi come la mettiamo con la difficoltà di identificare in modo certo tutti i migranti - in alcuni casi è impossibile - e con quanti hanno lasciato il loro Paese per sfuggire alla guerra e potrebbero richiedere lo status di rifugiati?». Secondo De Rubeis, inoltre, quando gli immigrati destinati ad essere rimpatriati capiranno cosa li attende «potrà accadere di tutto.

Il ragazzo viaggiava a 100 km orari, la vettura è slittata su una lastra di ghiaccio

Travolge e uccide due coniugi a passeggio Il neopatentato ha perso il controllo dell’auto

Inutile la frenata e i soccorsi del 118 I due investiti sono morti sul colpo

L'automobile che ha investito, uccidendoli, due coniugi a Cologno al Serio (Bergamo). Il conducente è ricoverato in ospedale per accertamenti

BERGAMO - Sono stati travolti e uccisi da un’auto mentre passeggiavano ai bordi di una piccola strada provinciale nel Bergamasco che collega Cologno al Serio e Spirano. Il conducente, un giovane di 19 anni neopatentato residente nella zona, ha perso il controllo della vettura in prossimità di una curva, dopo essere finito a forte velocità su una lastra di ghiaccio. Così sono morti ieri pomeriggio Pietro Passera, 62 anni, e la moglie Palma Del Carro, 59 anni, residenti a Spirano. Il giovane alla guida dell’auto, M.M., studente di Cologno al Serio, è uscito invece dalle lamiere con le sue gambe dopo una frenata di circa 130 metri, ed è ora ricoverato al Policlinico San Marco di Zingonia, dov’è stato sottoposto agli accertamenti per determinare se fosse - al momento dell’ incidente - sotto l’effetto di alcol o stupefacenti. Dovrà ora rispondere di omicidio colposo plurimo. L’episodio è avvenuto poco prima delle 14 di ieri in via per Spirano, in mezzo ai campi: i coniugi stavano passeggiando sulla carreggiata, così com’erano soliti fare pressochè tutti i giorni dopo pranzo. Marito e moglie camminavano in direzione di Spirano quando, all’uscita di una semicurva, sono stati centrati in pieno dalla Fiat Marea che andava in senso opposto. La ricostruzione dei fatti ad opera dei carabinieri ha accertato che il conducente ha perso il controllo della vettura dopo essere finito su una lastra di ghiaccio. Secondo i militari, è presumibile che l’auto viaggiasse oltre i cento chilometri all’ora. L’impatto è stato inevitabile, nonostante le vit-

to il ribaltamento della vettura, che ha concluso la corsa sulla strada provinciale, circa 130 metri dall’inizio della frenata. Il giovane alla guida, seppure dolorante alle gambe e sotto shock, è uscito dalle lamiere e ha chiesto aiuto. Nel frattempo sono usciti di casa anche i residenti di una villetta che si trova di fronte. Quando l’elicottero del 118 è arrivato, marito e moglie erano già morti. L’uomo era un operaio in pensione, la moglie faceva la sarta; non avevano figli ed erano molto conosciuti in paese. Incidente anche a Merate (Lecco) dove un ragazzo di 16 anni è in coma dopo essere stato investito da un’auto pirata. Il pirata sarebbe sceso dall’auto e dopo aver visto il giovane a terra si è allontanato ma attraverso le telecamere della zona è stato identificato.

time abbiano cercato invano di scansarsi. Marito e moglie sono stati sbalzati a circa ottanta metri di distanza, in un campo ancora rico-

perto di neve. L’auto è finita a sua volta nella scarpata: forse il conducente ha cercato di tornare in carreggiata, ma il dislivello ha provoca-

Il 21enne ha ammesso spontaneamente di essere il responsabile dell’agguato di Como

Lo ferisce a colpi di pistola e poi scappa Il giovane ricercato decide di costituirsi

COMO - Emanuele Enrique Perino ha ammesso di avere sparato contro Vincenzo Di Maso, e di avere poi gettato la pistola in un cantiere vicino alla sua abitazione. L’arma, al momento, non è stata ancora trovata. Per quanto riguarda le ragioni dell’agguato, Perino sarebbe stato molto confuso. Avrebbe comunque fatto accenno alle denunce che la famiglia Di Maso aveva presentato per le molestie ai danni della figlia. Denunce che, a quanto risulta, non sono però recenti, anche se

Emaunele Enrique Perino

gli episodi di molestie si sono ripetuti anche nei giorni scorsi. Il giovane è stato posto in stato di fermo, ma ancora non sono stati formalizzati i reati, che dovrebbero essere tentato omicidio e porto abusivo d’arma. Terminate le formalità sarà trasferito nel carcere di Como. Perino si è presentato alla caserma di Mariano Comense, accompagnato dal legale Enzo Pacia, l’avvocato che ha difeso Rosa Bazzi e Olindo Romano, condannati all’ergastolo per la strage di Erba.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 7

Attualità

Ancora scontri a fuoco, morte e sangue. Olmert: l’obiettivo è quasi raggiunto

I tank dentro Gaza City Israele impiega i riservisti TEL AVIV/GAZA - Le truppe israeliane hanno ieri continuato la loro avanzata in direzione dei principali centri abitati della Striscia di Gaza, compresa Gaza City dove si sono registrati violenti scontri a fuoco in cui sono rimasti uccisi una trentina di palestinesi, la metà dei quali civili. Tra i combattenti rimasti sul terreno ce ne sarebbe anche uno di origine saudita che si chiamava Abu Muhammed al-Mari ed era residente a Medina. A quanto pare era entrato a Gaza passando attraverso i tunnel per il contrabbando scavati sotto i 15 km di confine con l’Egitto. In giornata sono proseguiti anche i lanci di razzi palestinesi verso Israele, ma in misura molto minore che nei giorni scorsi. Razzi Grad da 122mm sono esplosi presso Beer Sheva e Netivot, a decine di chilometri dalla Striscia, senza provocare vittime. L’ultimo bilancio di morti e feriti, riferito dall’agenzia di stampa palestinese Maan, sarebbe di almeno 878 persone uccise e circa 3.700 ferite da

Lo Shin Bet: “Dirigenti di Hamas nascosti negli ospedali” L’ultimo bilancio di morti e feritisarebbe di almeno 878 persone uccise e circa 3.700 ferite Iniziato il dispiegamento di decine di migliaia di riservisti richiamati alle armi nei giorni scorsi

quando, il 27 dicembre, Israele ha lanciato l’offensiva militare ’Piombo fuso’ contro Hamas. Si tratta comunque di stime approssimative in quanto si presume che altri cadaveri si trovino sotto le macerie di edifici bombardati. Il governo israeliano, dal canto suo, ha detto di essere deciso a continuare le operazioni militari contro Hamas, nonostante le pres-

sioni internazionali, ma ritiene anche - così ha detto il premier Ehud Olmert - «di essere vicino alla realizzazione degli obiettivi che aveva stabilito». Olmert ha aggiunto che Israele deve dar prova di tenacia e pazienza per evitare una conclusione delle ostilità che possa dare a Hamas il pretesto per affermare il pur minimo successo.

Da parte sua, il generale israeliano Yoav Galant, responsabile dell’operazione ’Piombo fuso’, ha chiesto a Olmert e al ministro della difesa Ehud Barak di dare il nullaosta all’avvio della «terza fase» dell’operazione che prevede il dispiegamento di decine di migliaia di riservisti richiamati alle armi nei giorni scorsi. Galant ha inoltre ventilato la possi-

bilità che l’esercito possa occupare di nuovo - ma per un periodo limitato - interi settori della Striscia di Gaza, in particolare il tratto di frontiera con l’Egitto al di sotto del quale passano oltre un migliaio di tunnel utilizzati per il contrabbando di armi verso il territorio palestinese. Proprio ieri schegge provocate da bombe israeliane cadute su questa linea di con-

Indonesia Affonda traghetto: 100 dispersi

Gas, Mosca ritarda la riapertura dei rubinetti MOSCA - Rischia di slittare la riapertura dei rubinetti del gas russo destinato all’Europa via Ucraina: la commissione Ue assicura che «tutte le condizioni poste» sono state rispettate, ma Mosca lamenta di non aver ancora ricevuto «tramite canali ufficiali» copia del protocollo firmato nella notte da Kiev sul monitoraggio del transito del suo metano e teme che possa essere diverso da quello sottoscritto ieri l’altro dalla parte russa e dalla Ue grazie alla mediazione del premier ceco Mirek Topolanek, presidente di turno dell’Unione Europea. «Questo ritarda il nostro lavoro», ha spiegato Serghei Kuprianov, portavoce di Gazprom, evocando un copione già noto, ossia quello del sospetto di una duplice versione dell’accordo di pace mediato dalla Ue sull’Ossezia del sud. Ma la Commissione europea ha ammonito che «non c’è più alcun motivo per ritardare ulteriormente il ripristino delle forniture di gas».

fine hanno ferito cinque poliziotti e due bambini egiziani residenti nella parte egiziana della città di Rafah. Il capo dello Shin Bet (i servizi di sicurezza interna di israele) Yuval Diskin ha intanto reso noto che «i dirigenti di Hamas a Gaza restano nascosti in bunker, ospedali e in rappresentanze diplomatiche» delle quali non ha però fatto il nome.

La lapidazione è stata ufficialmente bandita in Iran nel 2002 ma giudici locali la fanno ancora eseguire

Ma gli altri due condannati in Iran non ce l’hanno fatta: massacrati dalle pietre

Salta dalla buca ed evita la lapidazione TEHERAN - Due uomini sono stati messi a morte tramite lapidazione in Iran alla fine di dicembre, mentre un terzo, pur gravemente ferito, si è salvato solo perchè è riuscito - come consente la legge - a divincolarsi dalla buca in cui era stato sepolto. Lo hanno riferito ieri un gruppo di attivisti per i diritti umani e avvocati citati dalla stampa di Teheran. Le esecuzioni, secondo un comunicato degli attivisti pubblicato dal sito Internet del quotidiano riformista Etemad Melli, sono avvenute il 26 dicembre in un cimitero poco fuori dalla città di Mashhad, nel nord-est dell’Iran. L’uomo che è riuscito a mettersi in salvo nonostante i colpi infertigli, è di origine afghana e si

chiama Mahmud. Dei due giustiziati si è riusciti solo a sapere che uno si chiamava Hushang Kh. ed era stato condannato per adulterio. Sull’altro non si ha alcun particolare. Il sito di un’organizzazione per i diritti umani riferisce che anche la donna con la quale Hushang Kh. aveva una relazione extraconiugale è stata condannata allo stesso supplizio ed è in attesa dell’esecuzione, così come altre dieci persone rinchiuse nelle carceri iraniane. Nel 2002 il capo dell’apparato giudiziario, ayatollah Mahmud Hashemi Shahrudi, aveva emesso un decreto per sospendere l’esecuzione delle condanne alla lapidazione, nell’ambito di un dialogo con la Ue sui diritti umani.

Ma ciò non ha impedito a singoli giudici di emettere le condanne e, in alcuni casi, di farle eseguire. In Iran, dove la pena di morte è normalmente eseguita tramite impiccagione per numerosi reati, tra i quali l’omicidio, la rapina a mano armata, il traffico di droga, lo spionaggio e l’omosessualità, è prevista la lapidazione per i colpevoli di adulterio. In tal caso il condannato viene sepolto fino alle ascelle se donna, o fino alla cintola se uomo e viene colpito con pietre che non devono essere troppo piccole nè abbastanza grandi per provocarne immediatamente la morte. Se riesce a fuggire, ha appunto salva la vita.

Il servizio è offerto dal centro estetico maschile più in di Londra

In un video, da militare affibbia nomignoli spregiativi ai commilitoni

LONDRA - Che anche gli uomini si facciano le domenicale londinese, il centro di estetica depilare, da un po’ di anni non è più una per uomini più lussuoso della capitale brinovità. Sportivi o divi del grande schermo tannica, “The Refinery”, ha cominciato nei che siano, la voglia di essere giorni scorsi ad offrire alla stiglabri e levigati come le don- Il trattamento mata clientela la depilazione ne è ormai diffusa. Saloni completo, fin nelle del pelo pubico. Il prezzo di per soli uomini sono sorti in zone più intime, un cera bikini normale è di tutta Europa e negli Stati Uni45 sterline (circa 50 euro). costa 125 sterline ti. E nessuna parte del corpo Ma per una depilazione comviene risparmiata, compresa la zona più inti- pleta, “dalle natiche ai testicoli”, si sale a 85 ma, quella che, se ci passi sopra la ceretta, sterline. Per la madre di tutte le depilazioni, vedi le stelle dal dolore. quella che restituisce un uomo liscio come Come riferiva ieri l'Observer, stimato giorna- un poppante, si arriva a 125 sterline.

ROMA - Il settimanale britannico News of dei suoi compagni, quindi inquadra un comthe World ha messo sul suo sito un filmato militone di origine pachistana e dice «ah, il del 2006 in cui il principe Harry di Wind- nostro piccolo amico ’pakì, Ahmed». ’Paki’ sor, pronuncia battute dal saè un termine dispregiativo pore razzista contro arabi e La rivelazione per i pachistani. Nel seconpachistani. Il video è stato di un settimanale do spezzone di video, durangirato dallo stesso Harry costringe alle scuse te una esercitazione notturna (classe 1984), in occasione a Cipro il principe guarda il Buckingham Palace di una esercitazione a Cipro copricapo mimetico di un del reparto dell’esercito dove era all’epoca compagno e dice «caz..., sembri una ’testa sottotenente, i Blues and Royal (ora è stato di stracci’ (raghead, n.d.r.)», termine sprepromosso tenente). Nel primo spezzone Har- giativo contro gli arabi. Buckingham Palace ry fa dell’ironia sull’aspetto poco marziale ha fatto le scuse, accettate.

Uomini, via i peli anche da lì...

Harry fa infuriare arabi e pachistani

ROMA - Un traghetto indonesiano è affondato sabato con oltre 260 persone a bordo, colpito da un’onda durante un ciclone. Secondo le prime informazioni, 150 persone circa sono state recuperate - ma non si sa se tra queste ci siano dei morti - le altre risultano disperse. Il traghetto «Teratai» era partito da Pare Pare, sulla costa occidentale dell’isola di Sulawesi, verso la città di Samarinda, nella parte indonesiana del Borneo. A bordo aveva 250 passeggeri e 17 membri dell’equipaggio. Secondo le autorità non era sovraccarico, potendo trasportare fino a 300 passeggeri. Al largo della città di Majene, è finito in mezzo a un ciclone, con onde alte quattrocinque metri. Secondo le autorità, un’onda ha finito per far capovolgere il traghetto, che è poi affondato. Le autorità marittime hanno perso il contatto con la nave intorno alle due di notte ora locale, le 19 di sabato in Italia. Sul posto sono accorse imbarcazioni di soccorso, ostacolate però dal maltempo. Molti naufraghi sono stati soccorsi da pescherecci. Il ministro dei Trasporti indonesiano, Jusman Syafii Djamal, ha reso noto ieri che un centinaio di persone risultavano disperse e si è limitato a dire che 150 erano state recuperate, senza precisare se tra queste ci siano dei morti. I naufragi sono frequenti in Indonesia. Il paese conta soprattutto sui traghetti per collegare le numerose isole del suo arcipelago, ma le navi sono spesso sovraccariche e in cattivo stato.


8 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

L‘on. Boniver in Kenya per le suore rapite

Progetti audiovisivi al via tra Ue e paesi terzi

Ponte fra baraccopoli costruito dagli italiani

“Proiezioni” culturali che rafforzano i legami

NAIROBI (Kenya) - L’onorevole Margherita Boniver ha dato il via - letteralmente mettendo in moto il caterpillar che ha avviato gli scavi - ai lavori di un ponte pedonale che congiungerà due slum di Nairobi, Korogocho e Diadora, scavalcando un piccolo fiume: un intervento finanziato dalla cooperazione italiana. La missione della Boniver, oltre a verificare l’ottimo andamento dei rapporti bilaterali, era incentrata sul problema delle due suore italiane (foto) rapite ormai due mesi fa in un villaggio keniano.

Impegno assunto dai Sindaci per la Pace

Firenze farà tre ospedali per i piccoli del Kurdistan

FIRENZE - La città di Firenze sarà protagonista della realizzazione di tre ospedali pediatrici nel Kurdistan iracheno. Il progetto di ricostruzione di quest’area è iniziato nel 2006 quando i delegati di International Peace Bureau e Mayors for Peace si recarono a Halabja e Sulaimaniya. Oggi si concretizza come frutto degli incontri tra i rappresentanti delle istituzioni irachene e sindaci curdi iscritti a Mayors for Peace ed il sindaco Leonardo Domenici, vice presidente internazionale dei ’Sindaci per la Pace’ .

Dal 1999 ad oggi 218 nuove favelas a Rio

L’ombra della povertà si estende sul Brasile

BRUXELLES - La Commissione europea ha adottato ieri il nuovo programma Media Mundus, per una vasta cooperazione nel settore dell’audiovisivo che rafforzerà i legami culturali e commerciali fra l’industria cinematografica europea e quella dei paesi terzi.Tra il 2011 e il 2013 l’Ue concederà finanziamenti per 15 milioni di euro a progetti presentati da professionisti. Per Viviane Reding, commissaria europea responsabile della società dei media: «la risposta giusta, sul piano culturale, al mutato panorama tecnologico globale».

Action Aid accusa di scarsa chiarezza il ministro Frattini che ha annunciato accantonamenti per solo cento milioni

“Troppi tagli alla cooperazione I finanziamenti non ci bastano” ROMA - «Il nostro governo deve prendersi la piena responsabilità delle scelte fatte in materia di aiuti allo sviluppo. A causa dei tagli alla cooperazione, infatti, nel 2009 quest’ultima rischia di toccare il suo punto minimo in 20 anni. Le dichiarazioni del ministro invece sembrano voler mostrare all’opinione pubblica uno scenario ben diverso dalla realtà». Così commenta le dichiarazioni del ministro degli Esteri Frattini, contenute in un’intervista rilasciata a Famiglia Cristiana e pubblicata sul sito della Farnesina, Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid, ong internazionale impegnata nella lotta alla povertà. «Il ministro ha dichiarato che sono stati recuperati 100 milioni di euro per la cooperazione nell’ambito del decreto sulle missioni all’estero -

Fissato a maggio a Pescara il G8 per discutere degli aiuti allo sviluppo prosegue De Ponte -. A tal proposito ci risulta purtroppo che il decreto missioni pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 31 dicembre non preveda alcuno stanziamento aggiuntivo per interventi di cooperazione, a differenza dei 94 milioni stanziati per il 2008. Si tratta in ogni caso di volumi irrisori se paragonati ai 411 milioni tagliati, più del 50% delle risorse». «Il governo ha finora fatto scelte precise, e chiaramente penalizzanti, in

termini di aiuti allo sviluppo. Se il governo non ritiene indispensabile investire sulla cooperazione, proponga soluzioni alternative per la lotta alla povertà», afferma De Ponte. Frattini ha annunciato il G8 per gli aiuti allo sviluppo in programma il prossimo maggio a Pescara, « ma gli investimenti dell’Italia nella cooperazione - commenta De Ponte - non sono sicuramente adeguati alle ambizioni manifestate. Chiediamo al ministro Frattini maggiore trasparenza e coerenza rispetto agli impegni presi sulla cooperazione allo sviluppo in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. L`Italia alla guida del prossimo G8 ha il dovere di dare una spinta forte per dare una risposta adeguata alle sfide poste dalla crisi economica, finanziaria e alimentare in atto».

La regione nel 2009 darà il via a iniziative per i bimbi kosovari

Il Veneto nei panni del “genitore” si prende cura dei figli della violenza Un nuovo progetto per sensibilizzare l’opinione pubblica sui minori a rischio

RIO DE JANEIRO - Dal 1999 al 2008 sono sorte 218 nuove favelas (bidonville) intorno al centro urbano di Rio, il che rappresenta una crescita di tre milioni di metri quadri, superficie equivalente all’intero quartiere di Ipanema. Le favelas sono in totale 968 e rappresentano il 3,7% del territorio. In queste comunità i residenti non contano nella maggior parte dei casi con i servizi sociali di base, come scuole e strutture sanitarie, oltre ad essere esposti ai costanti scontri fra bande di narcotrafficanti, forze dell’ordine e milizie paramilitari.

Nel mirino il nuovo servizio in farsi dell’emittente

Guerra a colpi di Tv tra la Bbc e Teheran LONDRA - Battaglia aperta tra il regime iraniano e la Bbc che la prossima settimana darà finalmente il via dopo due anni di prove generali - al suo servizio satellitare in farsi: Bbc Persian tv. Ovvero un canale interamente gratuito che vuole offrire notizie indipendenti e intrattenimento televisivo di qualità. Nel segno della grande tradizione Bbc. Fumo negli occhi per il regime di Teheran. Che ha accusato il blasonatissimo network di voler in realtà reclutare «spie», condurre «guerra psicologica», e favorire una «rivoluzione morbida».

Larga maggioranza per interventi sociali

Per inserire gli stranieri Pisa stanzia un milione PISA - La Provincia di Pisa ha stanziato un milione di euro per l’inserimento degli immigrati nel territorio pisano. Questo il budget per il 2009 destinato al Centro Nord-Sud, ente operativo provinciale nel campo dell’integrazione degli stranieri e della cooperazione decentrata. Lo stanziamento di fondi, volto a garantire le attività prioritarie del Centro e previsto nel bilancio 2009, è stato approvato a largo consenso con i voti di Pd, Prc, Verdi, Comunisti Uniti e le astensioni di Udc, An e Forza Italia.

Christopher Ross il nuovo segretario generale

Un “inviato speciale” per liberare il Sahara

SAHARA - Il Fronte Polisario ha salutato la prevista nomina di Christopher Ross a inviato speciale del segretario generale delle Nazioni Unite per il Sahara occidentale e gli ha garantito la sua cooperazione. «Il Fronte Polisario assicura a Christopher Ross la sua cooperazione e ogni aiuto necessario in attesa di portare a termine il processo di liberazione del Sahara occidentale conformemente alle risoluzioni delle Nazioni Unite». Ross lavorerà con le parti e i Paesi limitrofi realizzare progressi nella ricerca di una soluzione politica duratura.

Aerei in missione per evacuare i piccoli feriti

Il Belgio vola a Gaza per aiutare i bambini

I minori in Kosovo troppo spesso esposti a diffusi casi di violenza familiare e al trauma dell’abbandono soprattutto post parto

TREVISO - Nel corso del 2009 la Regione Veneto sosterrà la realizzazione del progetto ’Prendiamoci cura dei figli del Kosovo’, in collaborazione con il Cimic (Civil Military Cooperation) Group South di Motta di Livenza, in provincia di Treviso. L`assessore regionale alle relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, Isi Coppola, fa presente che l`iniziativa è stata approvata tra gli interventi di cooperazione decentrata allo sviluppo e solidarietà internazionale nell`ambito di un programma di rafforzamento istituzionale in aree di crisi. Il Cimic di Motta di Livenza ha proposto questo progetto che, muovendo da una analisi delle problematiche connesse alla situazione minorile in Kosovo, caratterizzate da casi diffusi di violenza familiare, abbandono soprattutto post parto, carente ricorso all`istituto dell`affido familiare, limita-

te conoscenze sul fenomeno, si propone di intervenire sensibilizzando l`opinione pubblica sul problema dei minori a rischio, offrendo con l`ausilio di personale specializzato adeguati spazi di informazione sulle soluzioni al problema, formando potenziali coppie affidatarie ed adottive che possano diventare risorsa per i bambini in stato di difficoltà. Le aree che saranno interessate al progetto sono quelle di Pristina, Peja/Pec, Prizen, Gjakova/Djakovica, Mitrovica Nord, Fushe Kosove/Kosovo Polje e Gjilan/Gnilane. Per la realizzazione dell`iniziativa, il CIMIC si avvarrà dell`organizzazione non governativa Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini che è presente in Kosovo con una sua struttura. Inoltre è prevista la collaborazione con i Centri per il lavoro sociale del Dipartimento del benessere sociale kosovaro.

GAZA - Il Belgio si sta preparando per l’invio a Gaza a breve di alcuni aerei per evacuare i bambini feriti dall’offensiva israeliana, con una azione unilaterale perchè «non può aspettare» una possibile missione coordinata.Un aereo C-130 dell’esercito belga dovrebbe partire con un gruppo di una dozzina di persone tra cui personale medico, un rappresentante consolare e traduttori - per El-Arish, una città egiziana a circa 60 chilometri dal confine sud di Gaza. Il gruppo organizzerà la prima evacuazione dei bambini.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 9

Cronache in breve Operata Fabiola Il Belgio in ansia BRUXELLES - Apprensione in Belgio per le condizioni di salute dell’ottantenne regina Fabiola, vedova del re dei Belgi Baldovino, operata giovedì scorso e tuttora ricoverata in un ospedale di Liegi, come ha reso noto a Bruxelles un portavoce del Palazzo Reale. Il portavoce, però, non ha fornito dettagli sull’attuale stato di salute. Secondo indiscrezioni la donna avrebbe subito un delicato intervento alla tiroide.

La Ziyi, famosissima in Cina per la sua interpretazione ne “La tigre e il dragone”, al centro di polemiche per lo scambio di effusioni in spiaggia con il fidanzato Vivi Nevo

Segolene-Rachida solidarietà e potere PARIGI - «Lasciatela in pace! Quest’accanimento è indecente e ingiusto»: a difendere Rachida Dati, criticata da più parti per essere tornata in Consiglio dei ministri 5 giorni dopo il parto, scende in campo Segolene Royal, avversaria ma donna politica in carriera. «Rimettersi in piedi solo 5 gioni dopo aver subito un cesareo, dice l’ex candidata all’Eliseo, è troppo rapido; non c’è dubbio. Ma a funzione eccezionale, comportamento eccezionale».

Bolzaneto, la Procura ha presentato appello GENOVA - La Procura di Genova ha presentato appello alla sentenza sui fatti della caserma di Bolzaneto durante il G8. Il processo di primo grado si è chiuso la scorsa estate con la condanna di 15 dei 45 imputati, tra funzionari di polizia, agenti, guardie carcerariubblici ministeri hanno presentato appello ieri l’altro nonostante il mese prossimo scatti la prescrizione per reati commessi oltre 7 anni fa.

Tentano furto di stereo Arrestati dai carabinieri ROMA - Sono stati sorpresi mentre armeggiavano con i cavi dell’impianto stereo di una Fiat Uno. Due italiani, un uomo ed una donna entrambi romani e pregiudicati, ed un romeno, anch’egli pregiudicato, di età compresa tra 28 ed i 40 anni, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

Appartamento a fuoco Due anziani intossicati BARI - Due anziani sono rimasti intossicati nell’incendio che si è sviluppato, per cause in corso di accertamento, in un appartamento, al quinto piano di una palazzina in via Emilia, a Modugno (Bari). Le fiamme hanno completamente distrutto l’appartamento e avrebbero interessato, tra l’altro, anche l’abitazione attigua.

LUCCA - Il portale di Sant’Anna di Stazzema, che raccoglie materiale per raccontare e diffondere la memoria dell’eccidio nazifascista avvenuto il 12 agosto 1944, ha subito ieri l’altro un attacco hacker neonazista. Ne ha dato notizia ieri il Tirreno. In particolare, spiega il quotidiano, sul sito, per circa un’ora, è apparso un banner con un teschio sormontato da un insetto, con scritte in caratteri gotici, accompagnato da musiche inneggianti al nazismo. Subito è scattato l’allarme al server, che è poi riuscito a bloccare l’attacco e a impedire che potessero essere danneggiati i contenuti del portale. Sull’episodio è intervenuto il sindaco di Stazzema, Michele Silicani, secondo il quale il gesto, definito «stupido», ha un «chiaro» significato politico. Dai primi accertamenti, ancora da confermare, l’attacco hacker sembrerebbe partito dall’estero.

Bacio tra Belen e Corona immortalato da un fan ROMA - Non c’è nessuna foto che testimonia il bacio appassionato che Fabrizio Corona e Belen Rodriguez si sarebbero scambiati sulla Tour Eiffel a Parigi. Ma secondo davidemaggio.it una foto ci sarebbe stata, se Corona non avesse intimato al suo fan che l’ha scattata di cancellarla. Il malcapitato - secondo il sito - avrebbe immortalato la coppia soltanto perché fan di Corona, ma il fotografo non ha comunque gradito e lo ha costretto a eliminarla.

Ragazzina disabile costretta a mendicare COSENZA - Costringeva una ragazzina di 14 anni con una malformazione a un piede a mendicare per le vie di Cosenza e quando la cifra raccolta non la soddisfaceva la picchiava. Con queste accuse, i carabinieri hanno arrestato Violeta Ciurar, di 43 anni, romena. La donna è stata vista dai militari mentre picchiava una ragazzina. Quando si sono avvicinati, la bambina ha detto che non voleva andar via con quella donna.

Attaccato da hacker nazista il sito Sant’Anna di Stazzema

Cade dalla cascata Varie ferite ma è salvo Zhang Ziyi è stata sorpresa da un paparazzo sull’isola caraibica di St.Barts

Caraibi roventi per Zhang

PECHINO - Zhang Ziyi, star cinese del film "La Tigre e il Dragone", ha suscitato scandalo in patria apparendo in bikini con il facoltoso uomo d'affari Vivi Nevo. I due sono stati "immortalati" sull'isola caraibica di St. Barts. Ma la sequenza fotografica, che mostra i due in atteggiamenti molto confidnziali, in Cina non è piaciuta, scatenando la rivolta su molti siti web. Le immagini sono state giudicate volgari e scostumate. "Una vergogna per tutta la Cina". Zhang è la nuova stella

della cinematografia orientale. In tal senso, il suo status può essere assimilato a quello di Gong Li, a cui la unisce la particolare relazione con il grande regista Zhang Yimou. Ha esordito in La strada verso casa (1999) dello stesso Yimou e da allora ha continuato a lavorare con ritmi vertiginosi.Nella già importante filmografia, vale la pena citare l'apparizione in La tigre e il dragone (2000) e l'eccezionale prova ne La foresta dei pugnali volanti (2004).

TRENTO - Una caduta di una decina di metri da una cascata di ghiaccio, finendo nell’acqua gelida, è costata un trauma cranico e vari tagli a un alpinista in Trentino. L’uomo, di Rovereto, intorno ai 35 anni, è stato recuperato dagli elicotteri del 118 e trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento. Oltre al trauma alla testa, presenta vari tagli al volto, alcuni profondi, ma si mostrava cosciente. L’incidente è accaduto intorno alle 10 di ieri mattina in Vallarsa, in località Giazzera del comune di Trambileno. Il recupero ha impegnato per circa due ore i soccorritori di Trentino emergenza, che l’hanno salvato grazie ai verricelli.

Distrutti dalle fiamme Un barboncino undici automezzi alla Casa Bianca

Atterraggio d’emergenza Annega in Venezuela per l’Addis Abeba-Roma il bioarchitetto Sasso

ROMA - Un incendio scoppiato poco prima delle due dell’altra notte ha distrutto 11 automezzi pesanti all’ interno della rimessa di proprietà della società di trasporto Cangura srl a Monte Lanaro, tra Segni e Colleferro, alle porte di Roma. I vigili del fuoco nonostante l’intervento di numerosi mezzi non sono riusciti a contenere le fiamme e limitare i danni. Non ci sono feriti o altri danni a strutture.

LA VALLETTA, (MALTA) - Un boeing B757 della linea Ethiopian Air diretto da Addis Abeba a Roma ha dovuto compiere un atterraggio di emergenza all’aeroporto internazionale di Malta. Ne hanno dato notizia le autorità aeroportuali di La Valletta, specificando che l’atterraggio è avvenuto senza incidenti.. Secondo la fonte, il pilota ha avvertito che uno dei motori era in avaria. Mentre sono scattate tutte le misure di sicurezza, l’aereo con 133 passeggeri è atterrato alle 04.30 di ieri. Nessuno è stato ferito.

Il 67% dei telespettatori dice sì all’oroscopo in tv ROMA - Il 67% dei telespettatori è favorevole all’oroscopo in tv. A rivelarlo è il sondaggio lanciato da Massimo Giletti nel corso di ’Domenica In - L’Arena’, in onda su Raiuno. Il conduttore - si legge in una nota del programma - ha preso spunto dalle polemiche lanciate nei giorni scorsi dall’associazione di telespettatori cattolici Aiart, dopo la prima serata di Raidue ’Mezzogiorno in Famiglia - Speciale Oroscopo 2009’, con Giancarlo Magalli e Paolo Fox, vista da oltre 4 milioni di telespettatori.

Obama ha scelto

NEW YORK - Le figlie di Barack Obama, il presidente eletto degli Stati Uniti, hanno deciso che il cane della Casa Bianca sarà un barboncino di medie dimensioni. Lo ha indicato lo stesso Obama al talk show domenicale della Abc, precisando che le ultime esitazioni riguardando quale tipo di barboncino e che le ipotesi sono due: un labradoodle (incrocio tra barboncino e labrador) o un ’cao de agqua’ portoghese.

BOLZANO - L’architetto Ugo Sasso è morto annegato in Venezuela, travolto dalla corrente marina, mentre faceva il bagno nell’isola di Margarita. Ugo Sasso aveva fondato nel 1991 a Bolzano l’Istituto nazionale di bioarchitettura impegnato a proporre modi di costruzione nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Nato ad Asmara nel 1947, cresciuto in Veneto, laureatosi nel 1971 con Carlo Scarpa, Sasso è stato direttore scientifico della «Rivista di bioarchitettura», ha tenuto corsi e master in numerose università italiane.

Concluso in Norvegia Ricostruita la preistoria il festival glaciale su un’isola delle Seychelles NORVEGIA - Si conclude dopo 3 giorni l’IceMusic Festival di Geilo, dove le melodie sono suonate su strumenti di ghiaccio. Fra i corni e gli altri strumenti a fiato, percussioni e persino strumenti a corda come la chitarra, tutti fatti di ghiaccio, quest’anno hanno fatto il loro debutto anche l’arpa e il violino. Gli strumenti sono pesanti e i musicisti li suonano, per quanto possibile, usando guanti, per non congelarsi le dita.

ROMA - Ritorno al giurassico con tartarughe e millepiedi giganti direttamente dalla preistoria. È il modello Fregate, un’isola privata delle Seychelles, l’arcipelago composto da 155 isole tropicali situate nell’Oceano Indiano. A Fregate, Steve Hill, 50 anni, nato in Sudafrica, dal ’96, sta lavorando per riportare l’isola indietro nel tempo, al suo stato originario, prima che gli uomini vi facessero la loro comparsa 300 anni fa.


Pag. 10

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Lunedì 12 Gennaio 2009

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

PIZZO Un incontro è stato fissato per il prossimo 15 gennaio alle ore 10.30 nella Chiesa di San Giorgio, allo scopo di effettuare una ricognizione dei luoghi

Murat, una figura da valorizzare Gioacchino volle sfidare la sorte e con pochi uomini a disposizione sbarcò sulla spiaggia Napitina PIZZO CALABRO — Un progetto

per «la ricerca delle ossa di Gioacchino Murat», Re di napoli e cognato di Napoleone. A lanciarlo è Fernando Nicotra, sindaco di Pizzo Calabro, la cittadina calabrese dove Murat fu fucilato dopo un tentativo insurrezionale volto a riconquistare il suo regno. Nicotra, al fine di avviare tutte le procedure necessarie per dare inizio alla fase operativa del programma, annuncia un sopralluogo conoscitivo necessario per l’organizzazione logistica ed operativa dell’intervento. Da qui l’invito al ministero per i Beni culturali e le attività culturali Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria, al ministero per i Beni culturali e le attività culturali Soprintendenza per i Beni Monumentali e Paesaggisti della Calabria, alla Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggisti della Calabria Parco Archeologico di Scolacium, al Vescovo di Mileto, www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

al Comando Regione Carabinieri Calabria, al Comando Provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia e della Compagnia, al Parroco di San Giorgio di Pizzo e all’Associazione Culturale “Gioacchino Murat” di Pizzo. Tutti i soggetti interessati sono chiamati dal sindaco a partecipare ad un incontro per il prossimo 15 gennaio alle ore 10.30 nella Chiesa di San Giorgio, allo scopo di effettuare una ricognizione dei luoghi ed acquisire le indicazioni ed i pareri di competenza. «Il progetto - spiega il sindaco - si propone di individuare i resti mortali di Giacchino Murat che dopo la fucilazione fu sepolto nella Chiesa di San Giorgio al fine di effettuare una analisi comparativa del Dna dei resti con quello degli attuali discendenti diretti del Re, i quali più volte hanno dichiarato la loro disponibilità a sottoporsi a tale esame. Il progetto è interamente finanziato dal comune di Pizzo che ha accolto un progetto presentato dall’associazione “Gioacchino Murat” di Pizzo. La comparazione del Dna sarà affidata i carabinieri del Ris di Messina». Gioacchino Murat, il Re di Napoli di cui il Comune di Pizzo Calabro, la cittadina in cui fu fuci-

lato, vuol riesumare le spoglie, salì sul trono della capitale del Sud nel 1808, durante il periodo cosiddetto del “decennio francese”, dopo che re Giuseppe, fratello di Napoleone, venne chiamato dall’onnipotente congiunto a cingere la corona di Spagna. Tenne il regno per soli 6 anni, finché i Borbone non riuscirono a recuperarlo alla loro dinastia l’8 giugno 1815. In quel giorno Giacchino, accompagnato da pochi fedelissimi si allontanò dalla città partenopea, per non cadere in mano ai soldati di Ferdinando IV di Borbone. Si rifugiò ad Ischia e da lì raggiunse la Francia. Non si diede per vinto, anzi preparò in poco tempo una spedizione per impossessarsi nuovamente del regno. Nell’ottobre del 1815 partì alla volta della Corsica, e da qui diresse verso il Salernitano, dove sperava con l’aiuto delle masse di marciare alla volta di Napoli. Una tempesta, però, sconvolse i suoi piani: le navi furono spinte a sud; alcune approdarono a San Lucido, vicino Cosenza; quella che trasportava il sovrano venne sospinta nelle vicinanze di Pizzo. Senza perdersi d’animo Gioacchino volle ugualmente sfidare la sorte e con pochi uomini a

disposizione sbarcò sulla spiaggia Napitina, confidando di recarsi a Monteleone, la cittadina che egli aveva elevato a rango di capoluogo di provincia, e dove sicuramente avrebbe trovato numerosi adepti. Nelle strade di Pizzo il drappello del re - era la Domenica dell'8 ottobre 1815 - venne intercettato dalla Gendarmeria Borbonica al comando del Capitano Trentacapilli, che arrestò l’ex re e lo fece rinchiudere nelle carceri del locale castello. Informato della cattura dell’ex sovrano, il Generale Vito Nunziante (quale Capo militare delle Calabrie) si precipitò incredulo da Monteleone, dove si trovava, a Pizzo e quando si sincerò dell’identità del prigioniero, usò nei suoi confronti tutti i riguardi dovuti ad un uomo d’altissimo rango. Ferdinando IV, da Napoli, nominò una commissione militare competente a giudicare Gioacchino, composta da sette giudici e presieduta dal fedelissimo Nunziante, a cui il re aveva ordinato di applicare la sentenza di morte - ironia della sorte - in base al Codice Penale promulgato dallo stesso Murat che prevedeva la massima pena per chi si fosse reso autore di atti rivoluzionari; e di

concedere al condannato soltanto una mezz’ora di tempo per ricevere i conforti religiosi. Nell’ascoltare la condanna capitale Gioacchino non si scompose. Chiese di poter scrivere in francese l’ultima lettera alla moglie e ai figli, che consegnò a Nunziante in una busta con dentro alcune ciocche dei suoi capelli. Volle confessarsi e comunicarsi, prima di affrontare il plotone di esecuzione che l’attendeva nel cortile del Castello. Affrontò la morte eroicamente: non volle essere bendato, ma pregò i soldati di risparmiargli il volto e di mirare al cuore. Erano le 21 del 13 Ottobre 1815 quando il crepitare dei moschetti pose fine, a 48 anni, alla vita di un personaggio così grande e sfortunato, per il quale vale quanto sinteticamente ebbe a dire il Conte Agar di Mosbourg: fu un uomo che «seppe vincere, seppe regnare, seppe morire». Fu sepolto nella bella Chiesa di San Giorgio, che 5 anni prima aveva fatto edificare, ma dentro una fossa comune. E l’atto di morte venne fatto firmare, quali testimoni, da due facchini analfabeti che apposero sulla tomba un segno di croce. (Agi)

di Andrea Naselli

L’INTERVENTO Andrea Naselli ha scritto alla Befana...

Ti ringrazio tanto a nome di tutti i bambini, compresi quelli che non hai mai potuto beneficiare con i tuoi regali, per motivi che noi adulti conosciamo bene. Grazie perché, anche se non sei più giovane, con il tuo modo di fare manifesti tanta giovialità, si nota che non sei per l’apparire sei proprio per l’essere. Nonostante i tuoi molteplici acciacchi dovuti alla tua veneranda età, non rinunci, non appendi la tua famosa scopa al chiodo, vuoi valorosamente compiere fino all’estremo delle tue forze la tua missione, al contrario di molti professionisti, che tra la missione ed il denaro: hanno scelto il denaro. Invece tu, non sai rinunciare alla felicità dipinta sul volto di ogni bambino, quando pronuncia il tuo nome. Gli adulti invece hanno riposto nello scantinato il capolavoro del sorriso. Un tempo non tanto lontano bastava poco per essere felici. Adesso se guardi in giro, la gente è sfiduciata, perché è passata di colpo dal discreto benessere alla vicina povertà. Da un po’ di anni a questa parte, sia i valori che i prezzi sono cambiati, solo con una sottile differenza: i valori sono diminuiti ed i prezzi sono aumentati. Tu che viaggi tanto, sai anche quanto è aumentata la messa a punto della tua scopa. Comunque ancora puoi ritenerti fortunata, perché nessuno ancora ha pensato di fare una legge per l’assicurazione obbligatoria sulla tua scopa, altrimenti saresti costretta a non poterla più usare. Dovresti andare in giro a piedi, magari a piedi nudi e senza vestiti, per come sono aumentate scarpe e indumenti. Risultato? Saresti libera di rinunciare a fare l’unico lavoro gratificante al mondo socialmente utile. Ritieniti anche fortunata dato che mangi poco e non hai problemi di obesità. Il

La rondinella e il drago

ve essere il problema di tutti, non risolveremo mai nulla, l’unione fa la forza, altrimenti ci resta solo l’illusione di volere cambiare, mentre nel frattempo questa gente che ci governa, continua a fare i propri comodi, mentre la gente muore per qualche grave disattenzione negli ospedali, ma sbaglia chi pensa di sperperare ancora soldi pubblici per costruirne altri. Molte professioni sono garantite da troppe comode poltrone dell’impunità- Ti ho scritto perché io ti voglio fare un regalo! Non ridere, è vero! Ti voglio raccontare la storia triste e drammatica della rondinella e il drago. Una rondinella incautamente aveva fatto il suo nido sotto il tetto di un tribunale. Un giorno, mentre era fuori che volava, un drago strisciò sul nido e le mangiò i rondinotti. Al suo ritorno, trovando il suo nido vuoto, si mise a piangere disperatamente. Un’altra rondine cercava di consolarla e le diceva che non era la sola a cui fosse capitata la stessa disgrazia. Ma lei: Non piango tanto per la grande disgrazia, quanto perché questo oltraggio mi è stato fatto proprio qui, in questo luogo dove quelli che sono oltraggiati ricorrono per ottenere giustizia, “ecco il motivo specifico del perchè Federica Monteleone è stata uccisa per la seconda volta” Quindi ti consegno a nome di tutti i bambini del mondo questo prezioso e prestigioso virtuale premio: della bontà, solo per i tuoi meriti, senza l’ausilio di qualche scorciatoia o bizantinismi di schieramenti. Cara Befana, sono già alla fine spero di non averti tanto annoiata con i miei discorsi. Alla tua domanda: se ti scriverò ancora, non posso rispondere, perché ancora non lo so. Io per il momento ti do un arrivederci poi si vedrà. Con grande gratitudine e amicizia sincera un tuo grande estimatore.

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione

loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

Governo ha pensato anche a questi potenziali pazienti: Quando si va al ristorante si mangerà di meno e si pagherà di più, al contrario di quanto avveniva prima. Per coloro i quali. invece, non vanno al ristorante o non ci sono mai andati, hanno pensato anche a loro! Ormai non vanno più nei piccoli negozi a fare la spesa: perché? Hanno dato ai piccoli proprietari la libertà di chiuderli! ora si va in quei grandi capannoni, quelli che una volta sai: erano adibiti a stalle, adesso sono adibiti a prodotti di prima necessità; con una sottile differenza sui valori d’acquisto; Quando si andava nelle piccole botteghe a fare la spesa, si andava con il borsellino pieno di soldi e si ritornava a casa con una borsa piena di viveri. Ora invece in questi grandissimi capannoni stracolmi di superfluo, fatte da società brumose e fantasiose, quando si arriva alla cassa al contrario di prima: paghi una borsa di soldi ed esci col portamonete pieno di spesa. I tempi cambiano in peggio, ed anche le abitudini. Solo in questi centri periferici ormai ci si incontra, in particolar modo, nei giorni festivi, si incontrano famiglie intere, ora si danno tutti appuntamento lì: genitori e figli, il centro città non fa più moda, figurarsi i luoghi di culto. Conviene trasferire bagatte e bagattelle in questi capannoni. Con il lievitare continuo dei prezzi, chi vive sfortunatamente solo di stipendio, è veramente dura, figurarsi chi non lavora affatto! E invece no! Cara Befana. Qui ti devo informare di un sortilegio, che solo da noi è frequente: chi non lavora, stà meglio di chi lavora, può permettersi di tutto, solo quelli

che lavorano sono liberi di vivere nei divieti piu’ assoluti, compreso il divieto di fumare! Vizio paragonato ad alto rischio inquinante. Con i mozziconi delle sigarette quelli che vivono in montagna potrebbero essere accusati d’inquinamento fluviale e pagare penalmente per tutte le magagne altrui: per le continue scorie occultate nel sottosuolo, per i residui industriali che vengono direttamente scaricati nei fiumi. Solo chi fuma è il solo soggetto pericoloso, perché ad alto rischio inquinamento, mentre chi ricicla è il solo ad avere il diritto-dovere di scaricare tutti i tipi di rifiuti, in quella fogna a cielo aperto che è “il mare nostrum”. Certa gente pensa che solo immergendosi nella spazzatura: ci si può realizzare, dato che oggi, al contrario di ieri, solo con la moltitudine di rifiuti si diventa ricchi, mentre al cittadino spetta solo la libertà di assistere passivamente: agli usi e gli abusi che altri impunemente commettono. Io sono forse l’unico che non ti ha mai scritto e se guardi la corrispondenza sicuramente non troverai una mia lettera, nonostante i miei anni trascorsi su questa terra. Mi sono sempre compiaciuto di quello che mi hai sempre regalato e di questo ti ringrazio, dato che non ho mai avuto grandi pretese, o forse perché sapevo che un giorno ti avrei dovuto scrivere per qualcosa di molto importante che non riguardava solo me ma tantissime persone, le quali, sono magari un po’ troppo distratti, disattenti, disinteressati, forse perché sono ancora spettatori e non protagonisti di certe nefaste iniquità. Fino a quando non capiremo tutti che il problema di uno de-


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 11

CALABRIA CRONACA I carabinieri del Ros hanno bloccato a Roma Candeloro Parrello. Il nome del boss nella lista dei 100 ricercati più pericolosi

Arrestato superlatitante del narcotraffico Ritenuto elemento di spicco dell’omonima cosca e referente con i cartelli colombiani della droga REGGIO CALABRIA — Lo hanno bloccato con un’operazione fulminea mentre, insieme a due fiancheggiatori, passeggiava per le vie del quartiere Montesacro di Roma. E’ finita così la latitanza di Candeloro Parrello, di 53 anni, latitante da 10 anni, considerato elemento di spicco dell’omonima cosca operante a Palmi e referente della 'ndrangheta con i cartelli colombiani dei produttori di droga. Il nome di Parrello figurava nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi ed era stato proposto per l'inserimento nell'elenco dei 30. A mettergli le manette ai polsi, al termine di un'indagine coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, sono stati i carabinieri del Ros di Reggio e di Roma, che da mesi stavano sulle sue tracce seguendo due favoreggiatori. Quando i militari hanno visto i due incontrarsi con Parrello sono entrati in azione. “Sono Parrello, non sparate” ha detto il latitante quando si è visto circondato. L'uomo era ricercato per alcuni provvedimenti restrittivi emessi, tra gli altri, dal Gip di Palmi, dalla Dda di Reggio Calabria e dal Gip di Reggio. Associazione mafiosa e traffico internazionale di droga le accuse contestate a Candeloro Parrello, figlio di Gaetano, il capo clan assassinato in un agguato a Palmi nel settembre 1986.

L'omicidio del capomafia fu messo in relazione all'aggressione subita dallo stesso Candeloro alcuni mesi prima e nella quale l'uomo rimase sfregiato. L'uccisione di Gaetano Parrello, che era soprannominato “lupo di notte”, scatenò una faida tra la cosca del boss assassinato e la famiglia Piccolo. Candeloro Parrello era ricercato anche per una condanna a 18 anni di reclusione per traffico internazionale di droga inflittagli dalla Corte d'appello di Roma al termine dell'inchiesta del Ros denominata Ibisco. Nell'ambito della stessa inchiesta, i carabinieri avevano sequestrato beni mobili ed immobili per un valore com-

plessivo di 15 milioni di euro. Dalle indagini era emerso il ruolo di vertice assunto da Parrello all'interno di un struttura di matrice 'ndranghetista radicata a Roma e capace di movimentare ingenti quantitativi di droga tra il Sud America e l’Europa, attraverso l'Africa, reinvestendo i proventi in ulteriori attività di narcotraffico o in complesse operazioni finanziarie ed immobiliari. L'organizzazione poteva contare anche su contatti in Spagna. E proprio dalla Spagna, utilizzando la struttura logistica e le conoscenze del gruppo di Parrello nel campo nautico (equipaggi di fiducia, meccanici per la riparazione dei natanti), un altro

broker internazionale, Roberto Pannunzi, aveva rifornito per anni di cocaina le principali organizzazioni mafiose italiane, calabresi e siciliane. Secondo il Ros, Parrello aveva una straordinaria capacità di rapportarsi con i cartelli colombiani comprese le organizzazioni di narcoterrorismo. Il modello organizzativo di Parrello prevedeva la compartecipazione di più cosche calabresi all'importazione di droga, la distribuzione non solo in Italia dello stupefacente, il riciclaggio ed il reimpiego dei proventi e l'interazione con le principali organizzazioni mondiali del settore. Le indagini del Ros avevano an-

che consentito di ricostruire i flussi intercontinentali della droga che, dal Venezuela, attraverso il Marocco o le Isole di Capo Verde, giungeva in Spagna, per essere in parte destinata ad organizzazioni legate a cosa nostra e alla 'ndrangheta ed in parte distribuita sul mercato romano da gruppi locali collegati. Nel corso dell'inchiesta sono state sequestrate, complessivamente una ventina di tonnellate di droga di vario tipo. Il gruppo di Parrello, secondo l'accusa, aveva raggiunto il più alto livello del narcotraffico mondiale riuscendo a stabilire contatti privilegiati con i principali cartelli fornitori. (Ansa).

La Polizia romana a dicembre sequestrò beni per 30 milioni ricondotti all’organizzazione cui aderiva Parrello

In casa 70 grammi di droga

Nella Capitale ville hollywoodiane e Ferrari

I carabinieri di San Giovanni in Fiore hanno arrestato Antonio Abbruzzino, di 22 anni, nella cui abitazione sono stati trovati 70 grammi di marijuana divisa in confezioni pronte per la vendita. All'arresto, i carabinieri sono giunti dopo avere trascorso il pomeriggio e la serata dell’altroieri ad osservare i giovani del posto. Individuato “l'obiettivo”, i militari hanno bloccato la strada e sono entrati nell’abitazione del giovane trovando la droga.

ROMA — Candeloro Parrello, figlio di un capo clan della ’ndrangheta, arrestato dai carabinieri, è uno dei componenti di un’organizzazione criminale che operava a Roma alla quale la questura della Capitale aveva sequestrato nel dicembre scorso beni mobili e immobili per un valore di oltre 30 milioni di euro. Tra i beni c’erano ville hollywoodiane, veri e propri bunker immersi nel verde in alcuni quartieri residenziali di Roma. E ancora: auto da sogno, Ferrari, Porche, barche a ve-

la e investimenti che andavano dalla ristorazione ad un centro diagnostico. Parrello aveva a Roma un rivolo di attività imprenditoriali che comprendeva anche negozi di materiale hi-tech e centri estetici. L’arresto del latitante ha suscitato la reazione del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo. «Voglio fare i complimenti - dichiara il governatore in una nota riportata dall’Ansa - agli uomini del Ros e all’Arma dei carabinieri, che grazie a un importante la-

voro investigativo e con una operazione esemplare hanno assicurato oggi alla giustizia un uomo che era latitante da dieci anni». «L'arresto di Candeloro Parrello - spiega Marrazzo - è una dimostrazione di come tutti dobbiamo essere impegnati a tenere alta la guardia non soltanto nei confronti della piccola criminalità, ma anche di tutte quelle organizzazioni che fanno della città di Roma e della nostra regione un punto di passaggio o d’appoggio per le loro attività criminose».

(Ansa)

Mileto, intimidazione a ditta nel terreno della Curia vescovile

COSENZA I carabinieri hanno arrestato una rumena con l’accusa di riduzione in schiavitù

— Ignoti hanno incendiato un box utilizzato dalla ditta “GeCo” impegnata nella costruzione dell'Episcopio di Mileto, nella provincia vibonese, in un terreno di proprietà della Curia vescovile. I malviventi hanno scavalcato il muro di cinta, quindi hanno cosparso di liquido infiammabile la struttura che serviva per il de-

COSENZA — Costringeva una ragazzina di 14 anni con una malformazione congenita ad un piede a mendicare per le vie di Cosenza e quando la cifra raccolta non la soddisfaceva la picchiava. Con queste accuse, i carabinieri hanno arrestato Violeta Ciurar, di 43 anni, romena. La donna è stata vista dai militari mentre, per strada, picchiava una ragazzina. Quando si sono avvicinati, la bambina è corsa lo-

MILETO (VIBO VALENTIA)

COSENZA — Il senatore Franco Bruno è candidato alla segreteria provinciale di Cosenza del Pd. Lo rende noto un comunicato del partito. Ma la candidatura di Bruno - che sarà presentata oggi nel corso di una conferenza stampa in programma nella sala Coni di Cosenza - non è l’unica: i “Riformisti per la Provincia di Cosenza” hanno infatti annunciato la candidatura di Benedetto Di Iacovo, ex segretario generale della Uil. Sono 1000 - è detto in una nota - le firme di donne ed uomini già iscritti al Pd che hanno sottoscritto il programma e la candidatura del Senatore Franco Bruno a segretario provinciale del Pd cosentino. «La candidatura di Bruno - prosegue la nota - è sostenuta da una forte volontà di insediare nella provincia di Cosenza un partito di massa e popolare, un partito sostenitore di un progetto autonomista e riformista per il rilancio del processo di svolta e di cambiamento necessario alla Calabria ed al Mezzogiorno. Unità, responsabilità, innovazione e moralità sono principi ispiratori fondamentali del profilo del gruppo dirigente, della espressione della rappresentanza e dell’organizzazione del partito che si propongono di affidare alla

posito di attrezzature e servizi. Il fatto è avvenuto sabato notte su corso Umberto, nel centro del paese. Le fiamme sono state viste dagli abitanti della zona che hanno chiamato i carabinieri ed i vigili del fuoco. Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, anche se quella del racket sembrerebbe essere quella privilegiata. (Ansa)

Ragazzina disabile costretta a mendicare ro incontro dicendo che non voleva andar via con quella donna. Portata in caserma insieme alla donna, la ragazzina ha raccontato che nel giugno scorso nel suo paese, la Romania, è stata avvicinata da un uomo che l'ha invitata a fare un giro in bicicletta. Dopo, però, l'ha portata in Italia dove, insieme a Violeta Ciurar, la costringeva a mendicare. Violeta Ciurar, che i carabinieri avevano arrestato alcuni mesi fa

POLITICA Una parte dei Democratici sceglie Bruno e un’altra opta per Di Iacovo

Il Pd cosentino si spacca: due i candidati a segretario guida del Senatore Franco Bruno». «Un partito - viene sottolineato nella nota - che fa delle diverse sensibilità politiche e culturali elementi di ricchezza nello svolgimento della dialettica e confronto democratici interni e per dare compimento ad una direzione politica unitaria, collegiale, improntata alla forte partecipazione e protagonismo degli iscritti. Tra i 1.000 sottoscrittori si segnala una molteplicità di rappresentanti territoriali, amministratori locali, espressioni istituzionali a livello provinciale, regionale e parlamentare, componenti dell’Assemblea Costituente nazionale e regionale, numerosi esponenti di associazioni e circoli culturali». «Su sostegno alla candidatura di

Bruno - è detto ancora nel comunicato - si è registrata un’ampia convergenza delle diverse aree e componenti politiche presenti nel partito dopo le primarie del 14 ottobre 2007». I componenti della lista “Riformisti per la Provincia di Cosenza”, la pensano diversamente: «Il contesto in cui è maturata la candidatura di Franco Bruno a segretario provinciale del Pd e le conseguenti metodologie poste in essere per individuarla non ci consentono di aderirvi», si legge in una dichiarazione aparsa sull’Ansa. Dei Riformisti fanno parte vari esponenti del Pd tra i quali Carlo Guccione, Sandro Principe, Umberto Bernaudo, Roberto Castagna e Mario

Franchino. «Siamo convinti - è scritto in un documento approvato al termine di un'assemblea svoltasi ieri che il Pd per essere un partito nuovo, sintesi delle migliori culture riformiste, capace di elaborare programmi e progetti in grado di rispondere alle esigenze poste dalla grave crisi morale, economica e sociale che attraversa il Paese, abbia bisogno al suo interno di un confronto vero e rigoroso». «Questa ineludibile esigenza prosegue la nota - è emersa nel corso di una partecipata assemblea che ha candidato, a larghissima maggioranza, Benedetto Di Iacovo per concorrere all'elezione a segretario provinciale del Pd di Cosenza, con il compito di condurre, con serenità e correttezza, una battaglia per un partito

per una rissa con altri suoi connazionali, è stata trovata in possesso di 200 euro in moneta spicciola, frutto dell'attività della minorenne nelle giornate trascorse a mendicare. La donna è accusata di percosse, lesioni, minacce e riduzione in schiavitù. La ragazzina è stata portata in ospedale dove è stata sottoposta a visita medica e poi accompagnata in un centro di accoglienza. (Ansa) realmente innovativo nei metodi, negli uomini e nei programmi, inclusivo e riformista per il riscatto del Mezzogiorno e della Calabria, che hanno bisogno della solidarietà del partito nazionale e della riscoperta di una efficace politica del fare, partendo dalle istanze dei cittadini, nei singoli territori e dalla operosità delle istituzioni locali». Tra i componenti della lista "Riformisti per la Provincia di Cosenza", secondo quanto si è appreso successivamente, non figura il nome di Mario Franchino. Il commento di Di Iacovo: «Le tante sensibilità importanti che sostengono la mia candidatura si pongono un modello contrapposto all'idea di un partito nel quale pochi possano decidere per tutti». «Siamo - ha aggiunto - per partito che abbia una metodologia nnovativa, che si occupi della crescita e della tante questioni aperte, ma che si preoccupi anche di stare vicino agli amministratori come nel caso del governatore Loiero che solo alcuni giorni fa ha detto di essersi sentito abbandonato e lasciato solo dopo la vicenda che lo ha riguardato. L'idea del governatore Loiero abbandonato ci fa reagire a tutti noi democratici e riformisti».


12 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA ROSSANO La soddisfazione di Angela Celestino: «Tante le proposte e i suggerimenti arrivati dai relatori avvicendatisi»

Successo per il Forum di Legambiente L’incontro, organizzato insieme alla Coldiretti, ha dato vita ad un dibattito ricco ed articolato ROSSANO — «E’ stato un suc-

di confrontarsi su problematiche rilevanti con la comune prospettiva di individuare insieme percorsi virtuosi che salvaguardano e valorizzano le risorse naturali e ambientali del comprensorio». L'incontro ha dato vita infatti ad un dibattito estremamente ricco ed articolato, sviluppando da angoli di visuale specifici l'analisi e la critica del rapporto, a volte difficile e insoddisfacente spesso ricco però di spunti positivi ed innovativi, tra l’ambiente e il suo territorio, tra una realtà spesso contraddittoria e una visione molte volte inadeguata. «Siamo comunque convinti che vale la pena

sviluppare il lavoro che il circolo di Legambiente sin qui ha fatto, è importante investire nel campo della promozione di tematiche complesse ma vitali per la vita e il futuro di una città e di un territorio. Pensiamo che sia necessario avere degli spazi di approfondimento continuativo e per questo abbiamo l’ambizione di essere un vettore per una civile convivenza più ricca, più matura e più conveniente per tutti». La Celestino ha dunque dichiarato la sua soddisfazione per il successo il Forum tematico su Ambiente e Territorio organizzato da Legambiente e dalla Coldiretti.

Reggio, all’Hospice “Via delle stelle” è arrivato l’atteso dono dell’Epifania

COSENZA L’appello lanciato dal centro destra che si dichiara allibito per la decisione sull’Ospedale dell’Annunziata

cesso il Forum tematico su Ambiente e Territorio organizzato da Legambiente e dalla Coldiretti». Queste le parole del presidente del circolo di Legambiente, Angela Celestino, che ha sottolineato ancora come «la sala convegni dell’Auditorium Amarelli molto affollata, le proposte e i suggerimenti arrivati dai relatori avvicendatisi e lo scambio di idee molto vivace che si è registrato, ci fanno dire che l’incontro tematico di questa sera ha colto il proprio obiettivo. Ha consentito infatti ai diversi attori collegati in maniera diversa alle tematiche proposte,

REGGIO CALABRIA — Anche quest’anno la befana ha diretto lo sguardo verso i più bisognosi. E’ stato, infatti, recapitato il 6 gennaio scorso il dono d’epifania da I Circoli del Fare e dal Circolo di Azione Giovani “Ciccio Franco” all’Hospice “Via delle Stelle”, la struttura sanitaria per malati terminali che opera su Reggio da circa due anni. L’iniziativa, giunta ormai alla terza edizione ed indetta dai soggetti sopraccitati, prevede un percorso sportivo-benefico che ha inizio con il consueto Torneo di Pallavolo 4 Ore Misto. La competizione agonistica, svoltasi presso l’Istituto “Maria Ausiliatrice”, a San Sperato, il 3 gennaio, ha visto la squadra capitanata da Gregorio Caracciolo, scalare il gradino più alto del podio. Per l’occasione tutti i giocatori partecipanti e gli spettatori intervenuti alle partite hanno donato una piccola offerta servita per l’acquisto di un omaggio che l’Hospice ha voluto fosse una lavatrice. Alla consegna di quanto ricavato hanno preso parte, per I Cir-

L’iniziativa prevede un percorso sportivo-benefico che ha inizio con il Torneo di Pallavolo 4 Ore Misto

coli del Fare ed il Circolo di AG, Beniamino Scarfone, Lorenzo Suraci, Luigi Amato e Grazia Pellicanò, mentre per l’Hospice, il Presidente della Cooperativa gestrice la struttura sanitaria, Agostino Laruffa, ed i volontari: Mariagrazia Reale, Nicola Saggese e Giovanni Campolo. Nel corso della cerimonia i promotori dell’iniziativa hanno donato, inoltre, al Presidente Laruffa una medaglia come simbolico premio per il grande lavoro che quotidianamente il personale medico, paramedico e volontario svolgono. Il motivo per cui quest’anno è stato scelto proprio l’Hospice quale destinatario della manifestazione di beneficenza, dopo che nelle edizioni passate si erano alternati l’Orfanotrofio gestito dalle Suore Verginelle prima e la Ludoteca dell’Ail dopo, è semplice: la Cooperativa “Via delle Stelle” opera, malgrado le continue difficoltà finanziarie, in maniera egregia in un settore di assoluta delicatezza, quale quello delle cure palliative. Malati terminali trovano nell’Hospice non soltanto il sostegno sanitario idoneo a vivere in maniera dignitosa fino all’ultimo giorno, ma anche un supporto psicologico, spirituale e sociale non indifferente. I Circoli del Fare e il Circolo “Ciccio Franco” con questo gesto hanno voluto, inoltre, contribuire ad evitare che sulla struttura ospedaliera scenda il silenzio, e dunque coinvolgere ulteriormente l’opinione pubblica in questioni che meritano una maggiore sensibilizzazione.

«Il laboratorio analisi non deve chiudere» COSENZA — Il Centro Destra si dichiara “allibito” dall’incosciente gestione amministrativa del Centro Sinistra. «Chi pensava che la sanità cosentina avesse ormai toccato il fondo e che di peggio non poteva accadere, purtroppo si sbagliava di grosso. Assistiamo in queste ore, allibiti, alla chiusura del Laboratorio Analisi dell’Ospedale Civile dell’Annunziata, con un’operazione compiuta nella più assoluta omertà, sulla base di una presunta urgenza per inagibilità dei locali». Ad affermarlo è il Coordinamento Provinciale del Centro Destra di Cosenza, che lancia l’allarme su quella che appare una situazione delicata e tragica, oltre che incomprensibile da ogni punto di vista». Una vicenda definita “allucinante”: «il migliore Laboratorio di Analisi della Calabria (quello che faceva gli esami che tutti gli altri non fanno) è chiuso a tempo indeterminato. Una parte degli esami saranno fatti sul territorio, nei laboratori di Viale Mancini; altri migreranno fra Castiglione, Acri e vari Ospedali zonali; i più importanti saranno trattati a Catanzaro. Ci sarà un Centro Raccolta anche all’Annunziata, vicino al Pronto Soccorso, i cui prelievi saranno smistati fra il Mariano Santo e Rogliano con la conseguenza di non potere garantire le urgenze; e con il rischio che nessuno possa effettuare sul territorio quegli esami per cui anche gli Ospedali zonali si rivolgevano all’Annunziata perché unica struttura in grado di farli. Una situazione che - secondo il Coordinamento Provinciale del Centro Destra - denota una incoscienza senza limiti della Direzione Generale e di quella Sanitaria dell’Ospedale e dei loro referenti politici del Centro Sinistra cosentino: accade infatti che i laboratori di Viale Mancini non siano attrezzati per gli esami in ghiaccio o con stufette, con il rischio tangibile di dare risposte errate e creare nuovi ed allarmanti casi di malasanità». Il Centro Destra punta anche il dito sul modo in cui è stata gestita l’operazione di chiusura del Laboratorio Analisi, nel più assoluto silenzio, con centinaia di pazienti già prenotati che si sono trovati dinnanzi al fatto compiuto proprio nel momento in cui dovevano effettuare gli esami». Secondo il Coordinamento del Centro Destra, la motivazione della chiusura «è alquanto sospetta per più di un motivo: strano è

che l’inagibilità sia stata improvvisamente comunicata dalla Regione tra Natale e Capodanno, nel mentre il problema è noto dal 1999 ragion per cui si poteva intervenire per tempo evitando la situazione attuale. Non si comprende, fra l’altro, perché, sapendo che sarebbe stata chiusa, prima di Natale siano stati spesi tantissimi soldi proprio su questa struttura per dotarla di porte blindate e nuove strumentazioni, con uno spreco di risorse pubbliche senza precedenti. Ma la verità è che si poteva evitare la chiusura completa, intervenendo poco per volta e spostando man mano le apparecchiature oppure utilizzando provvisoriamente unità mobili attrezzate. Solo così si poteva evitare l’ennesimo disservizio a pazienti che aspettano da mesi di eseguire esami specifici ed oggi, senza essere stati avvertiti, troveranno quelle porte inesorabilmente chiuse Questa è la fine di un

ospedale fino a pochi anni fa di eccellenza, oggi ridotto dai signori della sinistra ad ospedale da terzo mondo». «È assolutamente intollerabile conclude il Centro Destra - che il Centro Sinistra cosentino continui ad assistere in silenzio e si faccia anche complice della spoliazione completa dell’Ospedale Civile dell’Annunziata, arrivando a chiudere un Centro di eccellenza come quello del Laboratorio Analisi, dopo averlo man mano ridimensionato portandolo dagli originali circa 290 prelievi giornalieri ai 100 di prima della sospensione attuale: a chi giova e che cosa c’è dietro? E chi garantirà il diritto alla salute dei cittadini? Forse il vero disegno di questo sconsiderato Centro Sinistra è che la sanità cosentina sia colonizzata da Catanzaro. È necessario intervenire subito per far cessare questa ennesima beffa ai danni della Città di Cosenza».

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

COMUNE DI REGGIO CALABRIA Programmazione e Progettazione LL.PP. Oggetto: Bando di gara mediante procedura aperta per l’affidamento dei servizi di progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori, contabilità, prestazioni specialistiche e accessorie quali rilievi e studio dei sottoservizi nonchè il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione degli interventi di realizzazione del Progetto “Sportscape” in Gallina con realizzazione campo di calcio, piscina, adeguamenti vari, verde attrezzato ed impianti di base in aree adiacenti i lotti ospitanti bocciodromo, palestra e scuola media. • Descrizione dell’appalto: “Sportscape” a Gallina: un nuovo paesaggio ludico e sportivo nella collina della città di Reggio Calabria (importo lavori euro 3.850.000,00). Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, coordinamento sicurezza, direzione lavori e prestazioni accessorie: importo spese tecniche a base d’asta 547.833,00. • Nazione: Italia. Città: Reggio Calabria - Località Gallina • Procedura: Gara mediante procedura aperta (articoli 3, comma 37, 55, comma 5, e 91, comma 1, decreto legislativo n. 163 del 2006 - criterio: economicamente più vantaggiosa articolo 83 del decreto legislativo n.163 del 2006). • Partecipazione: Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all’art. 90 del D.Lgs. 163/2006 - comma 1 - lett. d), e), f), g) e h). Obbligatoria la presenza del Geologo nel Raggruppamento. • Scadenza: Termine ultimo per il ricevimento delle offerte è 24/02/2009 ore 12,00 • Documenti a pagamento: prezzo 50,00 (cinquanta/00) euro da versare tramite bollettino di c/c postale n° 287896. Ricevuta da allegare all’istanza di partecipazione alla gara • Info: Comune di Reggio Calabria (RC) - Servizio Programmazione e Progettazione e-mail: p.crucitti@comune.reggio-calabria.it, tel. 0965/362537 0965/29512, fax 0965/21281; • Per tutte le informazioni complete consultare il bando integrale, il disciplinare nonchè tutti gli atti di gara sul sito del Comune all’indirizzo: http://www.reggiocal.it al link territorio Referente: Segreteria Ufficio Programmazione e Progettazione LL.PP. Sig. Orazio Palamara. IL DIRIGENTE E R.U.P Ing.Pasquale Crucitti


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 13

CALABRIA VIBO VALENTIA Domani nella sala della Protomoteca del Campidoglio ci sarà la consegna all’assessore provinciale all’ambiente

A Marcianò il premio “Un Bosco per Kyoto” Il riconoscimento viene assegnato a chi ha adottato o pubblicizzato sistemi per il risparmio energetico VIBO VALENTIA — Un riconoscimento

dal valore non solo simbolico, ma che assume un significato ed un segnale preciso, perché viene assegnato ad un amministratore non politico. Domani nel corso di una cerimonia ufficiale che si terrà nella sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, verrà consegnato il premio “Un Bosco per Kyoto” all’assessore provinciale all’Ambiente, Francesco Marcianò. questa la motivazione con la quale la commissione, presiduta da Ennio La Malfa, ha scelto Marcianò per l’assegnazione del premio: “Per una attenta politica di salvaguardia ambientale”. Francesco Marcianò è uno dei pochi superstiti di quel gruppo di tecnici che l’attuale presidente della Provincia di Vibo Valentia, Francesco De

Nisi, aveva individuato per comporre la prima giunta provinciale. Poi, col passare dei mesi, inesorabilmente la politica aveva ripreso la sue posizioni costringendo De Nisi a rivedere la compagine con l’inserimento di politici, ma lasciando ancora qualche tecnico confermato in giunta. Tra questi, proprio Francesco Marcianò. «Un Bosco per Kyoto - spiegano gli organizzatori della manifestazione - è un premio internazionale assegnato ogni anno a personalità scientifiche e politiche che più di altre si sono distinte nella difesa dell’ambiente e della qualità dell’aria nel loro Paese. In particolare, il riconoscimento viene assegnato a chi ha adottato o pubblicizzato sistemi per il risparmio energetico e per la riduzione di gas serra

nell’atmosfera». La cerimonia di consegna del riconoscimento internazionale si svolge ogni anno a Roma. Il premio viene consegnato dal ministro italiano all’Ambiente o d altre personalità di valore internazionale. Titolare del premio è l’Accademia Kronos. Ogni anno l’Accademia Kronos organizza spedizioni scientifiche in zone del pianeta maggiormente colpite dal fenomeno del riscaldamento globale. Infatti, come sottolineano gli stessi componenti della Kronos, “Un Bosco per Kyoto” è anche un programma di indagine scientifica e di sensibilizzazione e coinvolgimento del pubblico sui fenomeni connessi ai cambiamenti climatici. Maurizio Bonanno

CRONACA Mario Caligiuri, professore dell’Università della Calabria, intervistato da Sky Tv 24

«Il ruolo dell’intelligence è fondamentale» ROMA — «L’intelligence è uno

strumento fondamentale per l'Italia nella globalizzazione». E' quanto ha affermato in diretta su Sky Tv 24 Mario Caligiuri, professore dell’Università della Calabria e direttore dl primo master sull'intelligence promosso da un ateneo italiano. «Oggi più che mai l'intelligence è uno strumento fondamentale per garantire il benessere e la sicurezza nazionale, minacciati dalle turbolenze eco-

nomiche, dal terrorismo e dalla criminalità transnazionale». Per quanto riguarda la presenza delle organizzazioni mafiose nel nostro Paese, Caligiuri si è soffermato sulle recenti polemiche della presenza dei mafiosi sulla rete sociale di Face-Book ed ha affermato che «certamente la criminalità si sta posizionando in modo inedito anche dal punto di vista mediatico, in quanto i continui successi della magistratura e del-

le forze dell'ordine ne stanno indebolendo, soprattutto nei territori dove è maggiormente presente, il consenso sociale del quale ha necessariamente bisogno per ribadire il proprio perverso dominio. Il fenomeno è assai interessante - ha concluso Caligiuri - ed è oggetto di una approfondita ricerca che l'Università della Calabria sta svolgendo in qauno dee scientificamente essere studiato con la necessaria attenzione».

Cosenza, Barile: «Sulla Banca di Garanzia Oliverio sminuisce la Camera di Commercio» COSENZA — «Con riferimento all’incontro avuto dal Presidente della Provincia di Cosenza con le Associazioni di Categoria sul progetto per la costituzione di una Banca di garanzia, che si è configurato come un vero e proprio sgarbo istituzionale compiuto da Oliverio nei confronti di Confesercenti, Confagricoltura, Confcooperative e Confartigianato che hanno giustamente reagito di conseguenza facendo saltare la già prevista conferenza stampa congiunta, Mimmo Barile - Coordinatore dei Gruppi del Centro Destra in Consiglio Provinciale - ha dichiarato: «Il Presidente della Provincia davvero stupefacente! Anziché affrontare in modo serio, strutturale, frontale, la gravità della crisi economica assumendo tutte le iniziative possibili ed utili, cerca maldestramente di mettere il cappello (elettorale) su lodevoli iniziative economiche che farebbe invece bene – se è in grado - a sostenere sul serio. Il tentativo di Oliverio di avocare a sé i meriti della Banca di Garanzia sminuisce il ruolo della Camera di Commercio, che è invece oggi centrale; ma - - ha proseguito - rappresenta anche l’insufficienza della classe dirigente che amministra la Provincia di Cosenza e con essa un

territorio vasto e difficile che meriterebbe ben altri approcci e ben altra politica. Il mio personale apprezzamento e sostegno va al Presidente della Camera di Commercio, Pino Gaglioti, ed ai Presidenti delle quattro Associazioni di Categoria che sostengono la necessità di ridare prestigio all’Ente Camerale e chiedono rapporti paritari e non subordinati con la politica. È assolutamente necessario sostenere un rapporto paritario - ha concluso - e di fiducia fra la classe politica ed imprenditoriale per condividere quelle iniziative che diventano oggi prioritarie per fronteggiare la gravità della crisi economica e finanziaria attuale».

«È assolutamente necessario sostenere un rapporto di fiducia fra la classe politica ed imprenditoriale»


14 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CROTONE Il sindaco Vallone ha illustrato i contenuti del piano che si occuperà delle donne in grave disagio sociale e di tutela della maternità

Presentato il distretto socio-sanitario Anche disabili e non vedenti troveranno un punto di riferimento con l’ippoterapia CROTONE — Un importante ri-

sultao per la città di Crotone. E’ stato presentato, infatti, nei giorni scorsi, presso la sala della giunta del Comune della città di Pitagora il primo piano di interenti nell'ambito del sociale del distretto socio sanitario di Crotone che comprende i comuni di Crotone, che è anche capofila, oltre ad Belvedere Spinello, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Scandale e San Mauro Marchesato. Erano presenti il sindaco Peppino Vallone, il consigliere delegato ai servizi sociali - Filippo Esposito, il sindaco di Isola Capo Rizzuto - Carolina Girasole, il sindaco di Cutro - Salvatore Migale, il presidente della commissione consiliare comunale di Crotone ai servizi sociali Michele Marseglia ed il Dirigente dei Servizi Sociali del Comune di Crotone, Vincenzo Scalera. Il primo cittadino Peppino Vallone ha illustrato i contenuti del piano socio-sanitario che, per quanto attiene il Comune di Crotone, è ispirato alla linea del primo piano strategico comunale, Crotone città solidale. Il finanziamento complessivo della Regione Calabria è di 1.243.069,76 suddiviso in 269,125,75 per interventi per tutela delle donne in grave disagio sociale e tutela della maternità da impiegare in servizi

di assistenza domiciliare, 819.584,61 relativi al piano distrettuale degli interventi distinti per aree (minori - anziani - disabili - famiglie) e 154,359,40 per la realizzazione di prestazioni e servizi assistenziali a favore di persone non autosufficienti. Il trenta novembre è stata convocata la prima conferenza del distretto alla presenza dei sette amministratori dei comuni interessati. In quella sede stato valutato il finanziamento, gli ambiti stabiliti dal progetto regionale e nominata la commissione tecnica cui fanno parte i funzionari di tutti i sette comuni del distretto. Sono seguite poi altre riu-

Il piano presentato è stato trasmesso alla Regione Calabria dopo essere stato approvato dagli amministratori dei comuni interessati

nioni nelle quali è stato definito il programma di previsione che riguarda tutto il settore dell'assistenza domiciliare e predisposto il programma per quanto riguarda l'indicazione degli interventi per i singoli ambiti, anziani, infanzia, disabilità e famiglia. Il piano presentato è stato trasmesso alla Regione Calabria dopo essere stato approvato dagli amministratori dei comuni interessati e valutato dal tavolo tecnico oltre che dagli operatori del terzo settore. A presiedere i lavori della distretto è stato, su delega del sindaco Peppino Vallone, il consigliere comunale delegato ai servizi sociali Filippo Esposito

CATANZARO Rosa Villecco Calipari (Pd) sull’emendamento della Lega relativo alla tassazione per gli immigrati

«L’intervento di Fini è super partes» CATANZARO — L'intervento del presidente della Camera Gianfranco Fini sull'emendamento della Lega sulla tassazione per gli immigrati «é veramente super partes, da garante della Costituzione». Lo ha detto Rosa Villecco Calipari, del Pd, intervenendo a Catanzaro ad un'iniziativa del sindacato di polizia Coisp, durante la quale è stata presentata la prima rivista del sindacato

stesso. «La sicurezza - ha aggiunto Rosa Villecco - non può essere una bandiera o uno spot da utilizzare per la propaganda elettorale. Anche alla luce della presa di posizione del presidente Fini in materia di immigrazione è importante agire per riaffermare il concetto di sicurezza per quello che esso costituisce evitando di inculcare il sentimento della paura».

che ha seguito l'intero iter procedurale Molti progetti riguardano l'assistenza alla persona, donne in difficoltà, anziani, disabili, non vedenti e sono stati concordati in modo complessivo a dimostrazione del clima di collaborazione e sinergia che si è stabilito al tavolo sia dal punto di vista politico che tecnico. I Comuni, ad esempio, oltre a curare propri progetti nel settore del sociale, hanno stabilito di condividere alcune esperienze come quelle con gli anziani proponendo incontri tematici, gite e cure termali che vedranno coinvolti i cittadini di tutte le comunità interessate. Disabili e non vedenti troveranno un punto di riferimento con l'ippoterapia mentre il progetto che riguarda l'apprendimento del linguaggio dei segni verrèà esteso a tutti i Comuni. Il finanziamento complessivo è suddiviso percentualmente per i singoli comuni in base alla popolazione residente. Dopo l'approvazione regionale del piano entro venti giorni i singoli comuni potranno presentare bandi e chiedere la partecipazione delle associazioni operanti nel sociale interessate al programma della singola amministrazione. Si tratta del primo piano tra i trentaquattro distretti socio - sanitari della Calabria pervenuto sul tavolo regionale.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 15

CALABRIA L’INTERVISTA L’esponente nazionale di Italia dei Valori Aurelio Misiti commenta una recente iniziativa di Catanzaro

«I testimoni di giustizia non sono dei mafiosi» «Serve una normativa idonea, al fine di favorire questa naturale ribellione della gente» CATANZARO — La Fondazione

don Francesco Caporale ha organizzato la prima Giornata Nazionale dei Testimoni di Giustizia. All’incontro, tenutosi a Catanzaro, non è potuto essere presente l’onorevole Aurelio Misiti, di Italia dei Valori, che ha comunque rilasciato un’intervista al nostro giornale Qual è il valore che il mondo della politica attribuisce ai testimoni di giustizia? «I testimoni di giustizia sono un elemento prezioso per le indagini contro la malavita organizzata. Sono persone che hanno subito violenze da parte di questa criminalità e, conoscendo bene le attività malavitose, hanno avuto il coraggio di ribellarsi. Noi di Italia dei Valori riteniamo che purtroppo non siano tutelati abbastanza. C’è una legge che non salvaguarda i testimoni di giustizia, ma i pentiti di mafia. Ricordiamo però, che questi ultimi soSATRIANO — Presenti i vertici dell’Arma dei Carabinieri della Calabria, alla manifestazione sul tema: ”Educare alla Legalità” promossa, presso la sala consiliare, dall’Amministrazione Comunale di Satriano retta dal sindaco Michele Drosi. All’evento hanno preso parte il vice Comandante dei Carabinieri della Regione Calabria Colonnello Fernando Capradossi, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catanzaro Colonnello Claudio D’Angelo, il Comandante dei Carabinieri di Soverato Capitano Emanuele Lezzi, il Comandante dei Carabinieri di Satriano Maresciallo Salvatore Simione, l’on. Piero Amato consigliere regionale, l’on. Pino Soriero, amministratori e sindaci del comprensorio e rappresentanti delle Associazioni e delle Scuole. A porgere i saluti il primo cittadino Michele Drosi, il quale ha messo in evidenza quanto l’iniziativa voglia manifestare quanto sia indispensabile la presenza dei carabinie-

no dei delinquenti che si sono pentiti. I testimoni di giustizia non sono dei mafiosi, ma degli onesti lavoratori, spesso dei commercianti, che si oppongono alle regole della ‘ndrangheta o della camorra». Quindi, secondo lei c’è una normativa inadeguata? «In realtà manca una normativa a favore dei testimoni di giustizia. Io penso che riusciremo, insieme a tutti gli altri partiti dell’arco costituzionale, ad elaborare una normativa idonea, al fine di favorire questa naturale ribellione della gente per bene contro la mafia». Diventare testimoni di giustizia significa cambiare radicalmente la propria vita e quella dei propri cari. Cosa c’è da cambiare? Cosa propone l’Italia dei Valori? «Innanzi tutto bisogna tutelare il testimone di giustizia che vuole riprendere la sua vita normale, che vuole tornare a vivere nella

tranquillità familiare che gli spetta. La giustizia si deve premurare di garantire questa possibilità, non si può costringere il cittadino onesto a vivere in un luogo anonimo affinché non venga raggiunto dalla malavita. Il compito delle forze dell’ordine è anche quello di proteggere questi testimoni di giustizia impedendo una eventuale ritorsione della criminalità organizzata». Quanto sono importanti manifestazioni come la prima Giornata Nazionale dei Testimoni di Giustizia, organizzata dalla Fondazione Don Francesco Caporale? «Sono particolarmente importanti perché richiamano l’attenzione su questo problema caldo. Espandono la conoscenza della questione favorendo la presa di coscienza del mondo politico e della società in generale. L’Italia dei Valori aderisce alla manifestazione con un contributo umano e culturale, in modo tale che si

riesca a sensibilizzare la politica affinché stabilisca nuove norme a favore dei testimoni di giustizia». Nel corso dell’incontro di Catanzaro si è parlato anche del disegno di legge che giace da anni in attesa di approvazione proposto dal Centro Studi Lazzati. Qual è la posizione dell’Italia dei Valori in proposito? «La prima legge che ho presentato in Parlamento, appena sono stato rieletto, riguardava proprio la normativa studiata dal gruppo Lazzati. Si tratta di una legge importantissima, perché non solo impedisce ai politici potenzialmente collusi di ricandidarsi, ma vieta a tutti coloro che hanno sospetti rapporti con la malavita di fare campagna elettorale. Quindi, si ostacola anche la propagando dei soggetti che inquinano la politica. L’Italia dei Valori è, dunque, sostenitrice e protagonista di questa battaglia». Settimio News

SATRIANO Comune e carabinieri insieme per diffondere una sana cultura del vivere civile

binieri satrianese si trova ubicata in un bene confiscato, e questo serve a dare un messaggio forte di legalità e del valore dei diritti e dei doveri per costruire una società più giusta. «L’iniziativa - ha dichiarato il Comandante vice Fernando Capradossi - si propone di evidenziare l’importanza della presenza dell’Arma dei Carabinieri nei territori, come presidio di sicurezza e legalità. L’incontro - ha aggiunto - assume un rilievo particolare per la circostanza che la Stazione dei Carabinieri a Satriano ha trovato ospitalità in un bene confiscato, che ritorna ai cittadini. L’iniziativa di oggi - ha aggiunto il colonnello Capradossi - è di notevole importanza e vuole testimoniare il lavoro svolto dall’Arma che niente potrebbe fare senza la collaborazione e l’aiuto dei cittadini». Il comandante ha infine plaudito la presenza delle scuole e dei giovani che è giusto sappiano quali progressi stia facendo la compagnia dei carabinieri sempre presente sul territorio. L’iniziativa che ricade nel 60° della Costituzione, ha anche evidenziato quanto sia importante sottolineare le regole che devono garantire la vita di una intera collettività attraverso la pratica di diritti e di doveri e quanto questo non sia un esercizio vano ma un impegno fondamentale e prioritario per tutti i cittadini. A plaudire l’iniziativa il consigliere Calabretta e l’on. Pino Soriero che si è detto emozionato e orgoglioso della manifestazione che aspettava da tempo, perché una iniziativa nel segno del valore della democrazia e della legalità garantiti dalla Costituzione Italiana. Soriero ha ricordato come l’iniziativa, precedentemente pensata e progettata dalla locale Pro Loco, voglia evidenziare la sicurezza e la tutela che, ogni giorno, l’Arma dei Carabinieri garantisce sul territorio. Soriero ha, altresì, ricordato quando da parlamentare gli arrivavano varie segnalazioni da parte della cittadinanza satrianese, per il ritorno della caserma in paese, e il suo costante impegno, anche perché Satriano non si presentava come un paese semplice e tranquillo. Quindi, Soriero ha sottolineato il suo primo successo nel far arrivare a Satriano la stazione mobile dei carabinieri che ha preceduto la presenza effettiva e il ritorno dell’Arma dei Carabinieri a Satriano. Infine, il sindaco ha fatto dono al Comandante Capradossi di uno stemma di Satriano e alcune pubblicazioni sul paese.

Aurelio Misiti

Iniziative per educare alla legalità

CATANZARO CENTRO

FITTASI PRESTIGIOSO IMMOBILE loft indipendente, arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. ANCHE USO FORESTERIA

INFO

334 1875277

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI

ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

ri in un centro abitato a garanzia di sicurezza, salvaguardia e protezione di tutti i cittadini. Il sindaco ha ricordato i 194 anni di presenza dell’Arma dei Carabinieri, festeggiati a Siena nei giorni scorsi, a testimonianza del pregevole ruolo dei carabinieri nella difesa i cittadini favorendo il dialogo con la popolazione e il rispetto delle regole e dei diritti sanciti nella Costituzione. Il sindaco, inoltre., ha ripercorso gli anni in cui a Satriano era presente la stazione dei Carabinieri segnalando il profondo legame tra i carabinieri e i cittadini di Satriano. A questo proposito, Drosi ha ricordato le manifestazioni di protesta intorno all’anno 1973, per rivendicare la Caserma a Satriano che è poi, ritornata nel 2003 grazie all’interessamento

dell’on. Pino Soriero che da parlamentare satrianese si è fatto carico di questo progetto Inoltre, il sindaco ha messo in risalto come Satriano abbia sempre avuto legami particolari con l’Arma, ricordando l’appuntato Lio, tragicamente scomparso nel pieno della sua attività di difesa al servizio dello Stato, in territorio satrianese, al quale, appena possibile, verrà intitolata la rotatoria di Russomanno. Il sindaco ha anche ricordato il generale di Brigata Pasquale Martinello che ha trascorso la sua infanzia a Satriano e al quale la stessa Amministrazione ha conferito, qualche mese fa, la cittadinanza onoraria. Drosi ha, poi, rilevato la particolarità dell’iniziativa che assume un valore importante perché la stazione dei cara-

Rosanna Paravati


16 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA PRIMARIATI AL PUGLIESE Il consigliere regionale Mimmo Tallini rinnova la polemica sui concorsi dell’azienda ospedaliera

«Rimane il dubbio sulla meritocrazia» «La notizia della sentenza serve a distogliere l’attenzione dalla incompatibilità del dg» CATANZARO — «La notizia di una sentenza che riguarda un concorso di primario presso l’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, e che darebbe ragione al direttore generale, Vincenzo Ciconte, merita qualche approfondimento. La sentenza, lungi dal sancire la vittoria del Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese - Ciaccio, di fatto, conferma quanto dal sottoscritto affermato sia pure sotto la forma dubitativa, in numerose denunce ed interrogazioni scritte circa il criterio di nomina dei Dirigenti di Struttura Complessa presso la stessa azienda ospedaliera». Torna sulla vicenda dei primariati il consigliere regionale Domenico Tallini. «Il giudice - dichiara Tallini in una nota - si è limitato a sancire il “potere discrezionale” di nomina che spetta al Direttore Generale, nell’ambito dei concorrenti idonei a seguito dell’espletamento del concorso oggetto del ricorso, trattandosi di

“La decisione presa dal giudice ha solo sancito il potere discrezionale” che spetta al direttore generale”

L’ospedale Pugliese

nomina fiduciaria. Rimane, pertanto, forte il dubbio avanzato da molti ricorrenti e cioè che per tali nomine non sia stato seguito il criterio della meritocrazia, quesito importante, questo, che presupponeva soprattutto per l’opinione pubblica, risposte chiare ed esaustive mai pervenute». «La notizia di una sentenza che tra l’altro non riguarda i fatti da noi denunciati, appare - incalza Tallini più come un tentativo sterile di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalle vicende gravi che interessano la condizione del direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio, Ciconte, in chiara ed inequivocabile posizione di incompatibilità, in quanto Diri-

gente di Struttura Complessa della stessa Azienda presso cui esercita tali funzioni. Incompatibilità - sottolinea ancora una volta il consigliere regionale tornando su una questione a cui ha dedicato anche una conferenza stampa ad hoc - sancita dall’art. 3 comma 9 del decreto Legge 502/92 e certificata in data 06-10-2008 con parere scritto dal Dipartimento della Funzione Pubblica e a seguito di apposito quesito posto dal sottoscritto, in quanto lo stesso Direttore trovasi in aperta e chiara condizione di conflitto di interessi. Condizione di incompatibilità - rincara Tallini - aggravata, tra l’altro, dal fatto che lo stesso direttore generale Ciconte, svolge il proprio mandato nell’ambito dello

stesso territorio in cui ricopre anche il ruolo di presidente dell’Ordine dei Medici. Tutto questo è stato dal sottoscritto, non sussurrato a qualcuno in un orecchio o pronunciato per le strade a bassa voce, ma denunciato pubblicamente con documenti inconfutabili durante una conferenza stampa del cui contenuto i giornali hanno dato ampio risalto». «Di ciò - ricorda l’esponente politico -, ho anche tempestivamente investito mediante comunicazione formale il Presidente della Regione On. Agazio Loiero affinché intervenisse immediatamente, così come previsto dalla legge, per rimuovere la grave anomalia segnalata. A questo punto, verrebbe anche da domandarsi: che valore hanno eticamente e legalmente le nomine fiduciarie effettuate da un Direttore generale che esercita le sue funzioni in contrasto con la legge, la stessa legge che addirittura prevede che tutti gli atti emanati dalla Direzione generale in tali condizioni di incompatibilità, sono nulli». «Inoltre - sottolinea ancora il consigliere regionale -, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, che, probabilmente, avrà la garanzia di una adeguata copertura politica, continua imperterrito ad espletare nuovi concorsi come quelli di: Laboratorio analisi, Chirurgia toracica, Chirurgia vascolare, Chirurgia d’urgenza, Ematoncologia pediatrica, Chirurgia plastica. Contestualmente lo stesso

direttore generale, come da noi in tempi non sospetti preannunciato, ha avviato una serie di contatti all’interno della stessa Azienda ospedaliera, al fine - sostiene sempre Tallini - di ottenere appoggi elettorali in previsione di una sua sempre più probabile candidatura alle prossime elezioni regionali, col rischio, che l’aspetto dell’interesse della salute pubblica passi in secondo piano e sia sempre subordinato all’interesse di natura politica per il raggiungimento di obiettivi personali». «A questo punto - è quindi l’appello -, sarebbe altresì opportuno, domandarsi per quali ragioni le autorità preposte all’osservanza delle leggi, almeno sino ad oggi, non abbiano ritenuto di dover assumere alcuna iniziativa in merito, malgrado la gravità dei fatti denunciati. Certamente non sarà il sottoscritto a fermarsi, e sin da subito preannuncio per i prossimi giorni forme di lotta e di protesta forti ed eclatanti se necessario».

“Opportuno domandarsi perché le autorità non hanno preso alcuna decisione im merito”


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 17

CALABRIA SOVERATO Trentaseienne fugge dal luogo dell’incidente perché il suo mezzo è senza assicurazione. Denunciato dai carabinieri

Scappa senza prestare soccorso I feriti sono stati portati all’ospedale della cittadina jonica. Prognosi fino a 30 giorni SOVERATO — Non ha prestato

soccorso ai quattro occupanti di un’auto che si è schiantata contro il suo furgone e per questo è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della Compagnia di Soverato. Secondo la ricostruzione fatta dai militari, un’auto con quattro persone a bordo, proveniente da Roccella Ionica (Reggio Calabria), mentre transitava sulla statale 106, all’altezza di Davoli Marina, per cause da accertare ha sbandato andando a scontrarsi contro l'autocarro (che era fermo) condotto da M. C., di 36 anni, di Montauro. L'uomo, secondo i carabinieri, sapendo che l'autocarro era LAMEZIA TERME — «Esprimo sin-

cera gratitudine al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l’attenzione che vuole mostrare nei confronti della Calabria con l’alto onore di una Sua visita, dettata da occasioni di significative ricorrenze per la comunità regionale, e sicuramente inscritta in una costante sollecitudine verso il Mezzogiorno, segmento importante della nazione ancorché non completamente al passo delle parti più sviluppate di essa, pur nel generale clima di incertezza economica di dimensioni planetarie». Si apre così la nota del consigliere regionale Francesco Talarico, segretario dell’Udc calabrese, che interviene in merito alla prossima visita del Capo dello Stato. «Non è la prima visita - prosegue Talarico - di un Presidente della Repubblica in Calabria, e d’altra parte non è la prima visita di Giorgio Napolitano, più volte venuto nella nostra regione nell’ambito delle diverse funzioni di grande prestigio che egli ha saputo svolgere per lungo tempo in più occasioni nella medesima cristallina responsabilità. E’ la felice coinciCATANZARO — «In un paese civile e democratico non possono essere tollerati simili atti intimidatori indirizzati a destabilizzare la serenità di individui che scelgono nel pieno rispetto della libertà personale di contribuire alla vita sociale e politica della propria comunità». Con queste parole il coordinatore provinciale del Partito democratico di Catanzaro, Pietro Amato, in una nota, condanna l’atto intimidatorio subito dal dirigente del Pd di Caraffa Agostino Comi. «Esprimo vicinanza e solidarietà ad Agostino Comi - dichiara ancora Amato -, sia a titolo personale e sia nella veste ufficiale che attualmente ricopro nel Pd CATANZARO — «Il provvedimento

con cui è stata disposta la chiusura dell’Archivio di Stato di Catanzaro, per la verità non completamente chiaro nelle sue motivazioni e finalità, è l’ultima tappa di una agonia silenziosa e per questo gravissima». E’ uno dei passaggi della lunga nota diramata dall’associazione universitaria Ulixes. «L’associazione universitaria Ulixes - prosegue la nota - conosce da tempo lo stato delle cose, per quanto sia possibile conoscere agli utenti, data la presenza di molti studenti universitari tra i frequentatori dell’Archivio». «L’Archivio di Stato - spiega ancora l’associazione universitaria calabrese - è lo scrigno, la cassaforte, entro cui

privo di assicurazione e della revisione periodica, è fuggito senza prestare soccorso agli occupanti dell’auto. I carabinieri, giunti sul posto, dopo avere soccorso i feriti, ha iniziato la ricerca dell’autocarro, trovandolo poco dopo a Montepaone. I militari hanno quindi denunciato il conducente per omissione di soccorso e sequestrato il mezzo che è risultato essere scoperto di assicurazione. I feriti, portati nell'ospedale di Soverato, sono stati giudicati guaribili con prognosi che vanno dai 10 ai 30 giorni.

LAMEZIA TERME La Sinistra democratica della Piana ricorda l’assessore prematuramente scomparso

Morte di Lucchino, il cordoglio di Sd ministrativo - prosegue la nota - la città perde un amministratore onesto, preparato, un instancabile lavoratore che ha sempre coniugato il rigore amministrativo con un sentimento di attenzione e di amore verso i più deboli ed emarginati che gli provenivano da una scelta di vita fatta in età giovanissima e che ha caratterizzato tutto il suo percorso di amministratore. Mai - sottolineano da Sd - ha smarrito gli ideali di giustizia sociale, di solidarietà, qualunque impegno o carica ricoprisse. In

tempi bui di perdita di idealità e di valori la sua testimonianza e la sua coerenza non sono per i compagni di sinistra democratica una testimonianza del passato ma il fondamento per la creazione di quella sinistra che lui, e noi, insieme a lui, eravamo e saremo impegnati a costruire. Se ne va un amico e un compagno. Non se ne vanno le idee che ha testimoniato. Il modo migliore per ricordarlo è di rinnovare il nostro impegno per una sinistra nuova per una società più giusta»

Il segretario regionale dell’Udc, Francesco Talarico, sulla visita del Capo dello Stato

ta carica della Repubblica saprà esercitare verso chi ha responsabilità di governo e di guida dell’economia e dei processi produttivi». «Abbiamo davanti - prosegue la dichiarazione - un anno che si preannuncia difficile, per la crisi economico-finanziaria che investirà le nostre imprese e le nostre famiglie. Sarà un 2009 decisivo per le regioni del Mezzogiorno, in particolare per la Calabria, chiamate a raccogliere e a vincere la sfida derivante dall’introduzione del federalismo fiscale, che imporrà maggiore oculatezza nelle scelte di programmazione economica, di contenimento della spesa pubblica e, nello stesso tempo, una sua maggiore efficacia nel raggiungimento degli obiettivi di crescita complessiva». «La crisi - è l’appello - sia occasione di rinascita. E’ la sintesi più efficace dell’ultimo discorso agli italiani proveniente dal Quirinale. Che il giorno del presidente Napolitano a Rende, a Lamezia Terme e a Reggio Calabria sia momento di questa rinascita è l’auspicio che esprimo a nome di tutto l’Udc calabrese».

(Ansa).

LAMEZIA TERME — «La scomparsa del compagno Gianni Lucchino rappresenta una perdita e un dolore incolmabile per i suoi familiari. A loro innanzitutto si rivolgono tutti i compagni di Sinistra Democratica che sono affettuosamente vicini alla moglie, ai figli, a tutti i suoi cari». In una dichiarazione il messaggio di cordoglio della Sinistra democratica di Lamezia Terme per la morte dell’assessore al Bilancio, scomparso prematuramente a causa di un male incurabile. «Sul piano am-

«Le speranze da rappresentare a Napolitano» denza e concorrenza dello stesso atto nella medesima persona ad assegnare particolare significato all’evento». «Non sarà - avverte l’esponente centrista - una visita consolatoria, non sarà un intervento di constatazione fredda e distaccata delle cose buone fatte e delle molte in atto e delle tante da pensare, programmare e attuare per conferire modernità laddove ci sono incrostazioni da scalfire e per infondere fiducia quando sembra montare un sentimento di rassegnata convivenza con i molti lati oscuri del vivere quotidiano in una regione del Sud, con la disoccupazione giovanile ai massimi storici, con la crisi di credibilità delle istituzioni di rappresentanza, con il venir meno della partecipazione diffusa alle scelte dei partiti, con la presenza ingombrante e pervasiva della criminalità». «Certo, non siamo all’anno zero, le massime Istituzioni politiche

Giorgio Napolitano

“La crisi economica diventi occasione di rinascita”

regionali, i Rettori delle Università calabresi sapranno ben rappresentare - sostiene il consigliere regionale - quante energie sono in movimento in ampi strati della popolazione attiva, tra i giovani, le donne, gli uomini capaci e meritevoli che quotidianamente affrontano mestieri, esercitano professioni, svolgono servizi per la comunità in cui sono inseriti». «Proprio perché sappiamo quanto siano capaci i calabresi, quando siano messi in grado di manifestare le loro antiche abilità, e di cui è testimonianza l’eccellenza che molti di essi hanno raggiunto al di fuori dei confini regionali, non abbiamo dubbi - afferma convinto Talarico - che gli stessi rappresentanti del popolo calabrese sapranno manifestare al Presidente Napolitano tutte le aspettative che una parte della popolazione non inserita nei processi lavorativi ripone nelle capacità di persuasione morale che la più al-

CARAFFA Il coordinatore del Partito democratico Amato esprime vicinanza ad Agostino Comi

Intimidazione a dirigente Pd, Amato: «Intollerabile» della provincia di Catanzaro. Il partito è vicino al dirigente democratico Comi e lo sostiene invitandolo a proseguire nel proprio percorso politico, forte della vicinanza di tutti i democratici della provincia. Anche perché di politico un simile atto intimidatorio non ha nulla e per questo Comi non deve farsi scoraggiare da tali eventi». «A Caraffa - prosegue il comunicato - si è costituito un Circolo del Pd con grande spirito unitario e i

democratici hanno dimostrato di essere compatti sia per ciò che concerne la scelta dell’azione politica e programmatica da intraprendere sul territorio e sia per ciò che riguarda la scelta dei dirigenti indicati ad impegnarsi nella fase costituente per il radicamento del partito sul territorio. I democratici di Caraffa hanno riconosciuto in Comi ed in altri dirigenti del luogo persone capaci a dare un contributo importante per un pro-

getto politico che tutti noi consideriamo ambizioso. Proprio per questo - continua Amato - il Pd della provincia di Catanzaro ribadisce il sostegno a Comi e lo incoraggia a proseguire, con il medesimo impegno da lui mostrato fin qui, il percorso che ha scelto di condividere con gli altri democratici del territorio, perché quello che stiamo insieme costruendo è qualcosa di nuovo nel nostro paese e nonostante tutte le difficoltà

CATANZARO L’associazione universitaria invoca l’unità a sostegno del “custode della nostra memoria”

Ulixes: «Difendiamo l’Archivio di Stato» cono conservati tutti i documenti prodotti dalle varie amministrazioni che sin dal 1300 hanno governato sul territorio. Si può ben dire, allora, che esso sia il custode della nostra memoria storica». «Ma l’Archivio di Stato - è detto in un altro passaggio della nota - è anche un istituto molto più vicino ai cittadini, poiché in esso si trovano documenti che riguardano tutti noi, le testimonianze sulle nostre famiglie, sui sacrifici che la nostra comunità ha dovuto affrontare nei secoli e sullo svi-

luppo della amata città di Catanzaro». «Il problema antico che oggi si presenta all’opinione pubblica per il provvedimento del Ministero dei Beni Culturali riguarda - prosegue la nota - lo stato dell’edificio in cui è ospitato il deposito dell’Archivio, quindi dove sono ubicati i documenti. Circa 800 metri quadri, di proprietà demaniale, in cui il corpus dei documenti è raccolto in fascicoli e stipato su scaffali che sappiamo alquanto inadeguati e vecchi. Uno spazio angusto nel

seminterrato del Comando Regionale della Guardia di Finanza, nel vecchio convento dei domenicani, a Piazza del Rosario, in pieno centro storico». «Di questa faccenda - è quindi l’appello - devono occuparsi congiuntamente Comune, Provincia e Regione. Sappiamo che l’Amministrazione comunale, Il Sindaco e l’Assessore alla Cultura Argirò sono al lavoro per questo. Immaginiamo che lo stesso stiano facendo gli altri enti. Ma l’azione

incontrate sono convinto che il Pd rimanga l’unica via da intraprendere per incidere positivamente sulla società, per favorire quel cambiamento socio-culturale da tutti auspicato e necessario anche affinché simili episodi non si ripetano nel rispetto della libertà individuale e della vita democratica di ogni cittadino». «A Caraffa, come nel resto della provincia e del paese, il Pd - conclude Amato - si sta facendo e nulla potrà ostacolare la realizzazione del soggetto politico che abbiamo scelto insieme di costruire e che insieme porteremo a compimento con grande serietà e responsabilità». deve essere unitaria. E’ necessario reperire una sede nuova, che sia all’altezza dell’istituzione da ospitare e non certo una qualsiasi mega struttura in periferia. Un sito nel centro storico (e il pensiero corre all’ex Ospedale Militare) o nelle sue immediate vicinanze». «La mancanza di spazio nei locali descritti - viene inoltre sottolineato -, ha obbligato la direzione dell’Archivio a trasferire parte dei documenti in altra sede, nel comune di Lamezia Terme, comportando un disagio per gli utenti che devono spostarsi da Catanzaro a Lamezia e viceversa a caccia dei documenti da rintracciare e rappresentando l’ennesima perdita per la città capoluogo».


Pag. 18

APPUNTAMENTI il Domani

Lunedì 12 Gennaio 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

La macchina organizzativa della Drb Associati è in fermento per i primi appuntamenti più importanti dell’anno 2009

Miss Italia, parte una grande stagione Beniamino Chiappetta scommette su una esaltante primavera di bellezza in Calabria CATANZARO — Mentre in Calabria

il team organizzativo della Drb Associati è già al lavoro è stata eletta la prima miss dell’anno 2009. Per Beniamino Chiappetta, agente di Miss Italia, «il 2009 sarà una edizione con grandi novità». Alessia Delli Veneri, nata a Milano il 26 settembre 1991, ma residente a Roma dall'età di cinque anni, è la “Prima Miss dell’Anno” 2009 del Concorso Miss Italia: è stata eletta dal pubblico, tramite il televoto, durante il programma “L'anno che verrà” condotto da Carlo Conti e trasmesso da Raiuno la notte di San Silvestro. Occhi e capelli castani, m. 1,72, Alessia, quarto anno del Liceo scientifico, sarà ammessa diretta-

mente alle finali di Miss Italia che si svolgeranno a Salsomaggiore me a settembre. Il pubblico l'ha preferita a Chiara Salvatori, romana, e a Veronica Cardini di Ascoli Piceno, le altre due ragazze finaliste di questa gara della bellezza di inizio dell'anno che inaugura anche il 70° anniversario del concorso di Enzo e Patrizia Mirigliani. E' stata proprio l'organizzatrice, insieme a Miriam Leone e al direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce a premiare Alessia. Il titolo è un porta fortuna: un anno fa fu conquistato dalla Leone, eletta poi Miss Italia. La nuova miss aspira a diventare pediatra e ricercatrice scientifica.

GIMIGLIANO Grandissima partecipazione di pubblico alla tradizionale rappresentazione

Musical natalizio “E sia la luce...” GIMIGLIANO — Grandissima partecipazione di pubblico alla rappresentazione del musical natalizio “E sia la luce…”. Alla casa di cura di Porto concerto dei giovani. A Gimigliano è ormai consolidato l’appuntamento, almeno annuale, con la rappresentazione dei musical parrocchiali. Nella Chiesa del Ss. Salvatore, dal dicembre 2002 ne sono stati realizzati già nove. Domenica 28 dicembre scorso alla sacra rappresentazione “E sia la luce…” -ideata, scritta e musicata dalla presidente del Movimento Apostolico dott. ssa Cettina Marraffa -hanno partecipato circa ottanta tra bambini e ragazzi. Lo spettacolo - come ha detto il parroco nella presentazione iniziale - narra le opere compiute da Dio all’inizio dell’Antico e del Nuovo Testamento: la creazione dell’universo e dell’uomo e l’incarnazione di Gesù Cristo Figlio di Dio. Numerose le scene: luce e tenebre; la creazione di tutti gli esseri viventi e di Adamo ed Eva; il creato che esulta e loda il Creatore; il serpente che tenta Eva ed il peccato originale; l’annuncio dell’angelo a Maria; la rivelazione angelica in sogno a Giuseppe; la nascita di Gesù; l’adorazione dei pastori e dei Magi. La cornice era veramente suggestiva: la bellissima Chiesa parrocchiale, di recente in gran parte restaurata, che, tra l’altro, custodisce il Quadro miracoloso originale della Madonna di Porto, patrona della Provincia di Catanzaro. Le tre navate erano gremitissime di genitori e familiari venuti ad ammirare i bambini e ragazzi preparati con gioiosa dedizione dalle rispettive catechiste. Ad applaudire, insieme alle centinaia e centinaia di fedeli, anche il sindaco di Gimigliano, dott. ssa Niny Gigliotti, e la dirigente dell’Istituto Comprensivo, dott. ssa Fiorella Careri. Gimigliano ha trascorso una festosa serata nel soave clima natalizio, all’insegna di un mes-

I due concerti

saggio tratto interamente dalla Sacra Scrittura e mediato con tanto entusiasmo ed impegno. Don Orlando, nel ringraziare quanti hanno collaborato, ha invitato i genitori ad un coinvolgimento sempre più intenso nella vita parrocchiale, anche nell’auspicio di ulteriori progetti futuri. Presenti anche numerosi fedeli delle altre due comunità ecclesiali Gimiglianesi, affidate alla cura del medesimo pastore, S. Maria Assunta e S. Anna in Cavorà. Anche in queste due comunità, o insieme ad esse, in questi anni sono state realizzate le varie rappresentazioni sacre ed altre sono in fase di preparazione.

Molto sentito e partecipato è stato anche il concerto natalizio suonato e cantato dai bambini, ragazzi e giovani delle tre suddette comunità, tenuto sabato 3 gennaio, nella casa di cura per anziani, presso il Santuario di Porto. Grazie alla cordiale disponibilità della direttrice amministrativa, dott. ssa Viviana Longo, fin dall’anno di apertura, nelle festività di vario genere, i ragazzi, accompagnati dai genitori, coordinati da catechisti ed animatori parrocchiali, con la guida di don Orlando, hanno portato gioia, compagnia e conforto ai numerosi degenti ed al personale presente.

Il titolo di inizio anno, ideato da Enzo e Patrizia Mirigliani, ha dato modo di mettere in luce molte ragazze, tra le quali - nel 1997 - Mara Carfagna, attuale Ministro delle Pari Opportunità. Negli ultimi anni, in qualche caso, è stata scelta una miss in base a motivazioni con contenuti a sfondo sociale o di altro genere: nel 2002 è stata premiata, per esempio, Mina Piccinini, una ragazza lombarda impegnata nella cura dei malati terminali; l’anno dopo è stato il turno della scrittrice Alissa Fina; nel 2004 una studentessa fiorentina di Belle Arti, Beatrice Maestrini. Enel 2005 è stata la volta della calabrese di Altomonte Marilena Incutti. Ma ancora più indietro nel tempo, troviamo una ragazza delle zone terremotate dell’Umbria, Guendalina Fidenco (figlia del cantante), Ambra Orfei (figlia di Moira) e Rachele Mussolini (figlia di Romano). Si è così aperta la 70° edizione di Miss Italia che da 16 anni è gestita nella nostra regione dalla Drb Associati di Beniamino Chiappetta, che insieme alla sua qualificata struttura, è già al lavoro per proporre anche nel 2009 un’altra affascinante edizione regionale per festeggiare al meglio - anche in Calabria - il prestigioso traguardo delle 70 edizioni. «Stiamo già lavorando con nuove idee per svolgere un’edizione regionale che sarà ricca di novità artistiche e comunque sempre all’insegna dello spettacolo e della pro-

mozione turistica delle varie località che ospitano le nostre manifestazioni - afferma dal suo quartiere generale di Rende l’Agente Regionale. - Già stiamo avviando i vari contatti con le varie Amministrazioni Comunali, con gli operatori turistici privati e del mondo del divertimento calabrese in modo da poter programmare al meglio e con i giusti tempi il calendario delle manifestazioni di Miss Italia in Calabria 2009. Già ad inizio anno abbiamo già più di 300 aspiranti miss calabresi che si sono iscritte attraverso il sito internet, ma ne aspettiamo giustamente ancora tantissime per offrire loro innanzitutto un’esperienza artistica e un grande divertimento e poi chissà… per alcune anche sogni di gloria come in questi anni è avvenuto per tante nostre Miss da noi scoperte e lanciate: da Claudia Trieste a Danila Ferolla, da Simona Marotta a Roberta Morise, da Anna Prete alla nostra bella Miss Calabria in carica Erica Cunsolo». «Per partecipare poi alle selezioni del Concorso Miss Italia 2009 - afferma la Responsabile delle Miss Katia Bellizzi - il requisito essenzialmente è quello dell’età: bisogna avere tra i 17 anni (a condizione che i 18 siano compiuti entro il 31 marzo 2010) ed i 26 anni da compiere entro il 31 dicembre 2009. Possono come al solito partecipare indistintamente le nubili, sposate e le mamme. Insomma largo a tutte quante per questa bella avventura che è si un gioco e divertimento - conclude Katia Bellizzi - ma per alcune si trasforma anche in importanti occasioni di carriera artistica». Quindi l’invito è esteso a tutte le aspiranti Miss calabresi ad iscriversi al Concorso attraverso il sito www. missitalia. rai. it oppure telefonando direttamente allo 0984/ 466781 - numero della Drb Associati - agenzia esclusivista da ben 16 anni del Concorso in Calabria dove la nuova Responsabile della Segreteria, la bella e dinamica Clelia De Bartolo, saprà fornire con professionalità tutte le indicazioni utili all’iscrizione per partecipare a questa grande favola che è Miss Italia. Una favola, una storia, un mito, sempre al passo con i tempi ma che dura da ben 70 anni.


il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 19

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Al teatro Politeama in scena “Portami tante rose.it” il musical con Valeria Valeri e i ragazzi di “Amici”

Mostra dei presepi a Catanzaro IL CARTELLONE

Si chiuderà oggi nella città dei Tre Colli, la mostra d’arte “In - Out Quattro”

CATANZARO - Mostra In-Out quattro Rimarrà aperta fino a oggi, presso il Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzarola quarta edizione della rassegna “In-Out quattro”, un ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2008/09. Tra questi, anche la personale di Max Marra artista calabrese e lombardo di adozione, che presenta la sua più recente produzione artistica intitolata Humana Res (segni e disegni, inchiostri, acrilici su carta e tela). Inoltre, per l’occasione è stato edito un catalogo per le Edizioni “Rubbettino”, contenente testo critico del curatore, apparato iconografico e nota bio-bibliografica sull'artista. La mostra resterà aperta fino a oggi (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 21.00).

Le opere di Rotella a Catanzaro

CATANZARO - Programmazione cinema Programmazione cinematografica al Cinema comunale Catanzaro fino a mercoledì 14 gennaio: “Sette anime - seven pounds” con Michael Ealy, Rosario Dawson, Will Smit. Regia di Gabriele Muccino. Orario spettacoli: 16.00 - 18.00 - 20.10 - 22.15 CATANZARO - Concorso di pittura L’associazione di volontariato “Angologiro”, presieduta da Bianca Maria De Angelis, ha indetto un concorso di pittura e scultura per i ragazzi frequentanti l’ultimo anno all’Istituto d’Arte di Squillace ed al liceo artistico di Catanzaro. I ragazzi avranno tempo fino a giovedì 15 gennaio per aderire al concorso con le loro opere, che saranno visionate da un’apposita giuria. Per fine maggio si conosceranno, poi, i nomi dei sei vincitori che riceveranno premi in denaro, dell’importo di 750 euro (per i primi due classificati delle categorie “pittura” e “scultura”), di 500 (per i secondi classificati) e di 250 euro (per i terzi classificati). Le opere resteranno esposte nella bellissima “Villa Linda” di Sant’Elia, a cui fa capo l’associazione. CATANZARO - Mostra europea del presepe Fino al 18 gennaio 2009, presso il Complesso San Giovanni - Basilica dell'Immacolata a Catanzaro, dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, si terrà la VI mostra europea del presepe. La stessa sarò ospitata nei locali del Parlamento Europeo a Bruxelles dal 28 al 30 gennaio e presso l’Istituto italiano di cultura dal 28 Gennaio al 9 Febbraio prossimo. CATANZARO - Mostra di Mimmo Rotella Fino al 20 gennaio, presso la F.lli Verduci Arte di via Duomo al n.18, si terrà la mostra dell’artista Mimmo Rotella. Orario galleria: feriali 9.00 - 13.00, 16.00 - 20.00 Festivi 10.00 - 13.00, 17.00 - 20.00. CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Rinnovata al Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella. Dopo cinque mesi di successi ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista

Rinnovata al Marca l’esposizione delle lamiere di Mimmo Rotella. Dopo cinque mesi di successi ed il grande consenso popolare che ha caratterizzato l’apertura del museo e lo spazio dedicato al maestro catanzarese, è tempo di cambiamenti. Così la mostra delle lamiere si completa con una integrazione che aiuta a comprendere fino in fondo una delle fasi creative più feconde del grande artista catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo.

catanzarese. Grazie alla collaborazione tra Provincia di Catanzaro e Fondazione Rotella sono infatti giunte a Catanzaro, prevalentemente da importanti collezioni private milanesi, altre 16 opere. La rinnovata esposizione, curata ancora da Alberto Fiz, si protrarrà fino a marzo. CATANZARO - Rassegna espositiva Inaugurata presso il Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro, un’ampia rassegna espositiva dedicata ai più grandi pittori calabresi del Seicento, attivi a Roma: Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti, a cura di Rossella Vodret e Giorgio Leone. L’esposizione, voluta dalla Regione Calabria e dalla città di Catanzaro, con il

TI HANNO NEGATO UN PRESTITO PERCHÉ SEI

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama, programma 2008/2009: mercoledì 14 e giovedì 15 gennaio, “Portami tante rose.it il musical”, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; martedì 27 e mercoledì 28 gennaio “Madre coraggio” di Bertold Brecht con Isa Danieli; martedì 3 e mercoledì 4 febbraio, “Poveri ma belli”, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; giovedì12 febbraio, “Giselle “di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiorentino; mercoledì 18 e giovedì19 febbraio “La strada” di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; domenica 22 febbraio “Lo Schiaccianoci” di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia; venerdì 6 marzo “Puppin Sisters live. See the fabulous”; martedì 10 e mercoledì 11 marzo, “Faust” di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; domenica 15 marzo “Mare notrum”. Concerto del trio Poalo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; Giovedì 19 marzo “Recital” di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; giovedì 26 e venerdì 27 marzo “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; venerdì 3 e sabato 4 aprile, “Momix - Bothanica”. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; giovedì 9 aprile,“Ludovico Einaudi”, piano solo; venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; lunedì 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; venerdì 8 domenica 10 maggio, “High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Sabato 21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. Sabato 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; Venerdì 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; Domenica 14 febbraio, “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo 2009, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile 2009, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso. CATANZARO - Prevendita biglietti Politeama La direzione del Politeama, in considerazione delle numerose richieste che stanno arrivando da tutta la regione, ha deciso di anticipare l’inizio delle prevendite per i cinque spettacoli in programma nel mese di gennaio. I cinque spettacoli sono: Portami tante rose (mercoledì 14 e giovedì 15 gennaio); Madre Coraggio (martedì 27 e mercoledi 28 gennaio). Il botteghino del Politeama, come è noto, è aperto tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

PROTESTATO

NO DA BANCHE E FINANZIARIE? MediaConsult AGENZIA D’AFFARI

SEI STANCO DI SENTIRTI DIRE

Via Italia, 51/53 - Info 0961.743398 - 334.6690330 - 334.6690331 88100 CATANZARO - mediaconsultcz@gmail.com

RIABILITAZIONE

TI FINANZIA LA TUA TELEFONA O INVIA UN SMS CON IL TUO NOME E I TUOI DATI ANAGRAFICI UNO STAFF DI ESPERTI E’ A TUA DISPOSIZIONE

contributo del Comitato Nazionale per le celebrazioni del III centenario della morte di Mattia Preti, presieduto dall’On. Vittorio Sgarbi, è stata organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, diretta da Rossella Vodret. La mostra, visitabile fino a domenica 15 marzo 2009, resterà aperta tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

GRATUITAMENTE

Finanziamenti e mutui • Cancellazione e riabilitazione • protesti (cambiali o assegni) Aggiornamento • Banche Dati Prestiti personali • Istruzioni pratiche • finanza agevolata Leasing • strumentale e immobiliare Cessione • del Quinto e Delega di Pagamento Visure • on line u.i.c. A 60164


20 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Nella città capoluogo di regione, il concerto di Capodanno della Moscow state radio and Tv Symphony Orchestra

Corso per sommeliers a Catanzaro IL CARTELLONE

La guardia di finanza della città dei Tre Colli illustrerà in conferenza i risultati del 2008

CATANZARO - Eventi natalizi L’Associazione Culturale “Sala365” con il contributo dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, organizza nell’ambito della manifestazione “Natale Insieme 2008”. Oggi, con la commedia in vernacolo presso il Teatro Hercules. Martedì 13 gennaio, premiazione dei vincitori del primo concorso di poesia “Natale Insieme” e del primo concorso di fotografia “Il Natale in un clik”. CATANZARO - Discussione parcheggi rosa Oggi, alle ore 10.00 presso la sede della prima circoscrizione sita in località Pontegrande, ci sarà la discussione in merito all'approvazione dei parcheggi rosa riservati alle neo mamme con prole fino ad un anno. Sarà presente all’iniziativa, tra gli altri, il consigliere comunale Ranieri. CATANZARO - Seminari di formazione Oggi,alle ore 17.00 presso la sala concerti del Comune di Catanzaro, avrà inizio il secondo ciclo di lezioni del seminario di formazione culturale e politica, organizzato dalla Associazione culturale “La ragione e il tempo”. A tenere una lezione sul tema “Scuola, Stato e società alle origini dell’Unità d’Italia”, sarà il professore Antonio Gioia. Gli altri temi trattati saranno “Giovanni Giolitti e lo Stato moderno” a cura del presidente dell’associazione culturale promotrice e docente Carlo Scalfaro, “Antonio Gramsci: la Politica, lo Stato” a cura di Armando Vitale, preside del Liceo Classico “P.Galluppi”, “Luigi Sturzo e la concezione dello Stato nel pensiero cattolico” a cura dell’avvocato Rosario Chiriano, “I costituenti. La genesi della Costituzione della Repubblica Italiana” a cura dell’ avvocato Luigi Ciambrone, “Dal Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale” a cura di Vincenzo Falcone, sottosegretario della Presidenza della Giunta regionale.

aail a

01 E

CATANZARO - Appuntamento con la felicità Martedì13 gennaio, alle ore 16.00, si terrà presso l’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro, una manifestazione dal titolo “Appuntamento con la felicità” organizzata dall’Unità operativa pediatria di comunità dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e delle scuole medie Casalinuovo, Galluppi, D.Mario Squillace e Vivaldi. L’evento, patrocinato dalla provincia di Catanzaro, dagli assessorati alla Pubblica Istruzione, alle Politiche Sociali ed alla Cultura del Comune di Catanzaro e dal Comune di Montepaone, coinvolgerà gli alunni delle scuole medie in recite, danze e canti inerenti tutti al tema della “felicità” che è poi il filo conduttore del progetto “La felicità ... un tuffo nell’arcobaleno” promosso da Rossella Anfosso, dirigente dell’Unità operativa e realizzato con le colleghe Maria Accoti psicologa, Antonella Sia sociologa, Rossella Parentela e Rosa Tetro assistenti sociali. Il Programma condotto da Enzo Colacino prevede gli interventi dei dirigenti scolastici Concetta Carrozza, Domenico Rodà, Vitaliano Rotundo e Maria Spanò.

CATANZARO - Corso per sommeliers L’Aassociazione italiana sommeliers, delegazione di Catanzaro, organizza il corso di primo livello per sommelier. Le lezioni avranno inizio martedì 13 gennaio alle ore 20.00 (e di seguito i martedì alle ore 20.15) presso la sala “La Buvette” palazzo provincia di Catanzaro. a questo seguiranno i corsi di secondo e terzo livello (ottobre 2009 gennaio 1010) e l'esame finale per il titolo di Sommelier. Per informazioni ed iscrizioni contattare il delegato Ais di Catanzaro, Giuseppe Mancuso 338-8068757 pimank@alice.it.

presso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Talamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; venerdì 24 aprile, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, pianista. Maggio: venerdì 8 maggio, ore 18.00, palazzo de Nobili, musica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; mercoledì 13 maggio, ore 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura balletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le tradizionali ed intramontabili crespelle.

CATANZARO - Conferenza Guardia di Finanza Mercoledì 14 gennaio,alle ore 10.00, presso la sala di rappresentanza della Caserma “Laganà” della Guardia di Finanza sita in piazza del Rosario n.11, si terrà una conferenza stampa per illustrare l’attività svolta nell’anno 2008. All’incontro prenderà parte il comandante regionale Calabria, generale B.Gaetano Giancane.

CATANZARO - Spettacolo per bambini L'assessorato alle Risorse Educative e Scolastiche, La Media service produzione spettacoli e la Fondazione Politeama presentano: "Primi Passi a Teatro". Il Progetto è finalizzato alla frequentazione dei bambini in teatro, una opportunità di svago domenicale per i genitori da condividere con i propri figli e potranno essere tema di discussione anche nelle scuole di appartenenza. Le rappresenazioni saranno effettuati dalla compagnia teatrale Il Cilindro del Teatro San Raffaele di Roma. Le date saranno: domenica 18 gennaio con "La Creazione del mondo”, domenica 15 febbraio con "Le mille e una notte”, domenica 22 marzo con "I VII Re di Roma” e domenica 19 aprile con "Un Uomo chiamato Francesco". Il prezzo del biglietto è di Euro 5,00 posto unico. Per informazioni e prenotazioni: biglietteria teatro Politeama 0961-501818 / 501819 negli orari di apertura biglietteria - oppure fuori orario: Cell. 334.2637312 338.6302118.

CATANZARO - Staffetta Udi contro la violenza Mercoledì 14 gennaio, la Città di Catanzaro accoglierà con una apposita cerimonia, l’anfora dell’Udi proveniente da Reggio Calabria che sarà consegnata all’Associazione Donne in cammino. Successivamente, sabato 17 gennaio, alle ore 17.30, sarà la volta della città di Lamezia Terme da dove l’anfora dell’Udi proseguirà il suo viaggio verso le altre “stazioni” aderenti al progetto. Tre giornate in programma mercoledì 14, giovedì 15 e venerdì 16 gennaio, a partire dalle ore 16.00 in poi nei locali del Comune di Catanzaro si terranno una serie di eventi commemorativi, formativi e di intrattenimento aperti alla cittadinanza, a tutte le associazioni che lavorano per le don- CATANZARO - Concerto lirico ne o a quelle che vorranno sostenere la staffetta contro la Domenica 18 gennaioalle ore 17.30, presso la sala Concerti del Comune di Catanzaro, si terrà un concerto liviolenza. rico per canto e pianoforte organizzato dagli Amici dell'opera lirica "Jussi Bjorling" (Adol). CATANZARO - Amici della musica L’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta la stagione concertistica 2009. Programma: giovedì 15 CATANZARO - Mostra Molè gennaio, ore 19.00, presso Teatro Politeama, concerto di Da lunedì 19 gennaio a mercoledì 28 gennaio, presso capodanno Moscow state radio and tv synphony orche- la chiesetta di San Omobono di Catanzaro, il maestro stra, Nicola Giuliani, direttore; Giuseppe Albanese, piani- Francesco Molè esporrà una serie di disegni e pitture sta; sabato 17 gennaio, ore 18.00, presso Palazzo de Nobi- ispirati alla maternità. li, Daniela Ramacher, violino; Mario Cavaceppi, pianoforte; venerdì 30 gennaio, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, Claudia Antonelli, arpa; Lidia Osha Vkova, flauto. CATANZARO - Appuntamento “Parole chiave” Febbraio: venerdì 6 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de Martedì 20 gennaio alle 18.00, presso l’Auditorium A. Nobili, musica e immagini concerto per grandi e piccoli, Casalinuovo di Catanzaro, con Liliana De Curtis figlia Maria Vacca, compositrice e interprete al pianoforte; ve- dell'immortale Totò, si terrà l’ultimo appuntamento delnerdì 13 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, la rassegna culturale “Parole chiave”. La rassegna di alMattia Zappa, violoncello; Massimiliano Mainolfi, pia- ta cultura, promossa dalla Presidenza della Giunta renoforte; venerdì 27 febbraio, ore 18.00, presso palazzo de gionale della Calabria con il contributo della PresidenNobili, Vladimir Ovcinnikov, pianista. Marzo: venerdì 6 za della provincia di Catanzaro, dall'assessorato alla marzo, ore 18.00, presso palazzo de Nobili, sestetto d'ar- Cultura del Comune di Catanzaro, dalla Presidenza delchi di Amburgo, Alina Komissarova, violino; Joanna la Camera di Commercio di Catanzaro e di altri imporRundberg, violino; Sonia Reuter, viola; Antje Dampel, vio- tanti partners privati, si propone come piccola enciclola; Roberto Trainini, violoncello; Joannes Krebs, violon- pedia attraverso specifici dialoghi tematici che di volta cello; venerdì 20 marzo, ore 20.00, presso Basilica Im- in volta prendono in esame una pregnante "parola" del macolata, orchestra da camera I solisti di Sofia, Plamen nostro tempo e sarà come di consueto moderata da RafDjurov, direttore. Aprile: venerdì 16 aprile, ore 21.00, faele Gaetano.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 21

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“L’Unical come Bridgetown, città ponte e accademia del jazz”, uno sguardo alle arti e alle musiche nella città di Cosenza

Stagione di prosa al Rendano IL CARTELLONE

“La serva padrona” di Pergolesi all’auditorium Casalinuovo di Catanzaro

CATANZARO - Concorso Unicef In occasione della ricorrenza del 60° anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, il Comitato provinciale dell’Unicef di Catanzaro ha bandito un concorso a premi sul tema “Ti racconto i miei Diritti” per gli alunni delle scuole elementari, medie e del biennio degli istituti superiori della provincia. I termini per l’adesione al concorso da parte delle scuole avverrà attraverso una scheda di adesione che dovrà essere trasmessa al Comitato Provinciale Unicef (c/o Direzione Didattica del 5° circolo- Viale Tommaso Campanella 125-Catanzaro) entro martedì 20 gennaio; I lavori degli alunni, raccolti a cura dei Dirigenti Scolastici dovranno essere trasmessi dagli stessi, in plico sigillato e allo stesso indirizzo su esteso, entro lunedì 20 aprile 2009.

Reclutamento Luiss a Catanzaro

CATANZARO - Assemblea provinciale Pd Giovedì 25 gennaio, il Partito Democratico calabrese terrà una serie di congressi provinciali per l’elezione degli organismi dirigenti. CATANZARO - Assemblea elettiva Il Commissario straordinario Fib Calabria, ha indetto per domenica 25 gennaio, presso la sede del Coni Provinciale di Catanzaro, sala conferenze della Figc – Lnd comitato regionale Calabria sita in via Contessa Clemenza al n.1 di Catanzaro, dalle ore 8.00 in prima convocazione ed alle ore 9.00 in seconda convocazione, l’Assemblea regionale ordinaria elettiva. CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling”, presenta il programma 2008/2009: Sabato14 febbraio, sul Don Giovanni di Mozart ore 17.30, presso San Giovanni; Sabato 14 marzo, grandi scene da opere Verdiane ore 17.30, presso il Circolo Unione; Sabato 11 aprile, sulla direzione e concertazione d’orchestra nell’opera lirica ore 17.30, presso il CicoloUnione; maggio(data e ora da definire), messa in scena de “La Serva Padrona” di Pergolesi, presso l'Auditorium Casalinuovo. CATANZARO - Reclutamento Luiss La Luiss, - Libera università internazionale degli studi sociaali “Guido Carli”, sta reclutando i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma con cultura d’impresa e vocazione internazionale “classe dirigente” per il Paese. L’evento, organizzato in collaborazione con Confindustria Catanzaro, avrà come oggetto le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti dalla Luiss: uno dei più importanti atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. La prova di ammissione ai Corsi della Luiss si terrà lunedì 6 aprile 2009 a Roma e, contemporaneamente, in altre città italiane, tra cui Catanzaro per agevolare gli studenti a svolgere la prova stessa nella propria regione di residenza. CHIARAVALLE (Cz) - Stagione teatrale 2009 Venerdi 16 gennaio 2009“Lascio alle mie donne” di Diego Fabbri con Lello Arena, A.Baggi,S.Tringali, regia di Nanni Fabbri. Domenica 15 febbraio “Edipo a Colono” di Sofocle premio olimpico 2008 con Roberto Herlitzka, regia di Ruggero Cappuccio. Sabato 28 febbraio “Lisetta” di T. Falvo con P. Cristiano,Sabina Ermio, T.Falvo, regia di Tonino Falvo. Sabato 14 marzo “Marlene” di Guseppe Manfridi con Pamela Villoresi, David Sebasti, Orso Maria Guerrini, regia di Maurizio Panici. Sabato 21 marzo “L‘amore mio non può”di Lia Levi con Manuela Kustermann regia di Manuela Kustermann. Sabato 4 aprile “La Cena Dei Cretini” di Francis Veber con S. Douani, F. Calderoni,R. Graziosi, regia di F.Calderoni e S. Douani . Sabato 18 aprile “Goodnight Italia” di N. Leonzio,G.Giugliarelli, S.Marino con S. Marino, Federica Innocenzi regia di Lamberto Dorigo. Sabato 9 maggio “I due gemelli veneziani”di Carlo Goldoni, Compagnia teatrale Tempo Nuovo. Abbonamenti: Poltrona 140,00 - ridotto 100,00. CHIARAVALLE (Cz) - Spettacolo teatrale Venerdì 23 gennaio, per la stagione teatrale di Chiaravalle, con Gian Marco Tognazzi e Bruno Armando, si

La Luiss, - Libera università internazionale degli studi sociaali “Guido Carli”, sta reclutando i migliori talenti su tutto il territorio nazionale, valorizzando l’eccellenza di un modello che, per la qualità della didattica e dell’ambiente studentesco e il forte collegamento con il mondo del lavoro, forma con cultura d’impresa e vocazione internazionale “classe dirigente” per il Paese. L’evento, organizzato in collaborazione con Confindustria Catanzaro, avrà come oggetto le opportunità di studio e gli sbocchi professionali offerti dalla Luiss: uno dei più importanti atenei italiani, il cui presidente è Luca di Montezemolo. La prova di ammissione ai Corsi della Luiss si terrà lunedì 6 aprile 2009 a Roma e, contemporaneamente, in altre città italiane, tra cui Catanzaro per agevolare gli studenti a svolgere la prova stessa nella propria regione di residenza.

terrà lo spettacolo diretto dal regista Armando Pugliese, “La notte più bella della mia vita”. COSENZA - Mostra d’arte contemporanea Organizzata dal Centro Internazionale di ricerca per la Cultura e le Arti visive contemporanee, presenta, a sei anni di attività a Vertico, la mostra ”Rivocati 63“.La vetrina artistica, rimarrà apertafino a giovedì 15 gennaio. COSENZA - Jazz festival & musica in provincia Fino a lunedì 16 febbraio, si svolgerà la 4ª edizione del Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia 2008/2009. Oltre al capoluogo di regione, ccoinvolgerà altri 10 Paesi del territorio provinciale quali Belvedere, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Civita, Frascineto, Rossano, San Nicola Arcella, Scalea, Spezzano Albanese e Trebisacce. COSENZA - Concerto a 4 mani Oggi, alle ore 20.00 presso la Sala "Maurizio Quintieri" del Teatro "A.Rendano" di Cosenza, il duo pianistico “La forza della Calabria nuova”, Francesco e Vincenzo De Stefano, terranno il Concerto di musiche pianoforte a 4 mani F. Schubert, F. Liszt, J. Brahms, S.Calligaris e M.Ravel. Per info e biglietti: Associazione "Maurizio Quintieri" stagione concertistica 2009, Tel.098435783,http://www.associazionequintieri.com COSENZA - Visita Presidente Napolitano La Prefettura di Catanzaro, Ufficio territoriale del Governo, comunica che giovedì15 gennaio, è prevista la visita del Capo dello Stato a Cosenza e, nel pomeriggio,

dalle ore 16.30 a Lamezia Terme, dove inaugurerà la nuova Sala Consiliare. COSENZA - Teatro Rendano, stagione di prosa Stagione di prosa 2008 presso il teatro comunale "A. Rendano". Sabato 17 gennaio, ore 21.00, domenica 18 gennaio, ore 18.00, Teatro Stabile della Sardegna "Pensaci Giacomino" di Luigi Pirandello, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi; sabato 24 gennaio, ore 21.00, domenica 25 gennaio, ore 18.00, Compagnia Gli Ipocriti "Madre coraggio" di Bertolt Brecht, con Isa Danieli; sabato 14 febbraio,ore 21.00, domenica 15 febbraio,ore 18.00, Artisti associati "La variante di Lunenburg" dal romanzo di Paolo Maurensig, con Milva; sabato 21 febbraio, ore 21.00, domenica 22 febbraio, ore 18.00, Area teatromusica "Gloriosa" di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli; sabato 28 febbraio, ore 21.00, domenica 1 marzo, ore 18.00, Il Teatro del Carretto "Pinocchio" da Carlo Collodi, regia di Maria Grazia Cipriani; giovedì 5 marzo, ore 21.00, venerdì 6 marzo, ore 21.00, Placet musical "Cenerentola" con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo, regia di Massimo Romeo Piparo; sabato 14 marzo, ore 21.00, domenica 15 marzo, ore 18.00, Gershwin spettacoli "Un Paese di gente per bene" con Gian Antonio Stella e Bebo Storti; sabato 21 marzo, ore 21.00, domenica 22 marzo, ore 18.00, Teatro Stabile delle Marche "Casa di bambola - L'altra Nora" da Henrik Ibsen con Lunetta Savino. COSENZA - Appuntamenti di musica jazz L’Accademia del Jazz, il festival nato nel 1992 all'Unical, presenta il prossimo calendario di appuntamenti a cura di Centro Jazz Calabria, Cams e Centro residenziale che si terranno, da lunedì 19 a mercoledì 21 gennaio, presso l'Auditorium del Cams, a partire dalle ore 21,00 ed identifcati con il sottotitolo "Bridgetown" - “L'Unical come Bridgetown, Città del ponte e Accademia del Jazz, uno sguardo da quel ponte verso le culture, hub per saperi e linguaggi arti e musiche, scrigno aperto da cui fuoriescono cellule sonore". Il programma dei tre concerti: Lunedì 19 gennaio, Luca Aquino - Francesco Villani Duet Heart & Tech. Martedì 20 gennaio, Rosellina Guzzo Trio Feat con Vincenzo Mancuso Celtica - Blues. Mercoledì 21 gennaio, Guido Schiraldi Feat Sanjay (Musica tradizionale Indiana ). FALERNA (Cz) - Good Vibration Venerdì 23 gennaio, a partire dalle ore 22.00, il progetto musicale Good Vibration ideato dal dj Claudio Giordano approderà al Twiga Music Restauranti di Falerna Lido sito in località Schipani. Una miscellanea pazza e continua di musica anni 70/80/90 e nuova dance commerciale verrà proposta dai due dj catanzaresi: Claudio Giordano e Server, alla quale seguirà anche l’esibizione di uno dei percussionisti più originali della movida notturna calabrese, Davide Tribal. LAMEZIA T. (Cz) - Nevicata nella dimora Fino a giovedì 15 gennaio, presso il Centro per l’arte contemporanea “Angelo Savelli-Sukiya dimora di raffinatezza” di Lamezia Terme, si terrà la rassegna “Nevica nella dimora, ventiquattro presenze nell'arte contemporanea”. La vetrina sarà visitabile dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00. LAMEZIA T. (Cz) - Biennale d’arte Ha preso il via, e proseguirà fino a giovedì 19 febbraio prossimo, presso il Complesso monumentale di San Domenico e con l’apertura della Sezione storica, la seconda edizione del concorso nazionale biennale d’arte di Lamezia. La rassegna verrà quest’anno dedicata a due pittori calabresi recentemente scomparsi, il lametino Nicolino Romeo e il tropeano Albino Lorenzo. Inoltre, da giovedì 22 gennaio la rassegna si arricchirà con la mostra di tutte le opere in concorso e fuori concorso, con chiusura e premiazione giovedì 19 febbraio alle ore 11.30 nel parterre del Teatro Umberto. LAMEZIA T. (Cz) - Riunione con l’On.Ranieri Oggi, alle ore 15.30 presso la sede regionale del Pd in Via delle Nazioni a Lamezia Terme, si terrà una riunione alla presenza dell’on. Umberto Ranieri – Responsabile campagna elettorale europea per il Pd - per discutere i temi relativi al programma del partito democratico per le prossime elezioni europee.


22 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono nella terza città della Calabria, gli incontri culturali dell’Università della terza età

Giorgio Napolitano a Lamezia IL CARTELLONE

La Fondazione centro culturale Paolo VI della città della Piana promuove il concorso diocesano

LAMEZIA T. (Cz) - Conferenza per Napolitano Oggi, alle ore 11.00, presso la sala Giunta del Comune, in via A. Perugini, si terrà una conferenza stampa relativa alla visita del presidente della Gepubblica Giorgio Napolitano. L'incontro, che sarà presieduto dal sindaco Gianni Speranza e che si svolgerà alla presenza della sua Giunta e dei dirigenti, consentirà ai giornalisti presenti di conoscere il protocollo in maniera articolata e l’organizzazione posta in essere per rendere il lavoro degli operatori più agevole.

Staffetta Udi a Lamezia

LAMEZIA T. (Cz) - Incontri Uniter Proseguono gli incontri dell’Uniter, Università della terza età e del tempo libero di Lamezia Terme, che nel corso della programmazione del XX anno accademico dedicato al tema “dare vita agli anni” sta tenendo presso la Casa del sacerdote di via Misiani, una serie di interessanti appuntamenti. Il Programma: Mercoledì 14 gennaio Italo Leone, Dal “vero” secondo il mito al nuovo “vero” della filosofia nella cultura greca del VI sec. a. C. Venerdì 16 gennaio, Filomena Stancati con “Il dialetto nicastrese nella sua origine storica”, con lettura di composizioni poetiche in vernacolo. Mercoledì 21 gennaio, Cesare Perri con “Anoressia e bulimia: il cibo come metafora della relazione”. Mercoledì 28 gennaio, Vincenzo Villella con “Il vero viaggio di Ulisse” di Armin Wolf (con proiezione). LAMEZIA T. (Cz) - Visita Presidente Napolitano La Prefettura di Catanzaro, Ufficio territoriale del Governo, comunica che giovedì15 gennaio, è prevista la visita del Capo dello Stato a Cosenza e, nel pomeriggio, dalle ore 16.30 a Lamezia Terme, dove inaugurerà la nuova Sala Consiliare. LAMEZIA T. (Cz) - Staffetta Udi Sabato 17 gennaio, alle ore 17.30, la Città di Lamezia accoglierà con una apposita cerimonia, l’anfora dell’Udi proveniente da Reggio Calabria e Catanzaro e che sarà consegnata all’Associazione Donne in cammino. L’anfora dell’Udi proseguirà il suo viaggio verso le altre “stazioni” aderenti al progetto. LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival Attesa in tutta la regione per l’avvio del Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “Fiat-Lancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: Sabato17 gennaio, presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi alle ore 20.30, concerto dedicato al tango argentino con musiche di Astor Piazzolla, il gruppo che suonerà Soscia/Iodice Italian Tango 4tet. Sabato 31 gennaio, si ritorna si ritorna al Teatro Umberto e Lamezia Jazz ospiterà una formazione con un organico particolare due bassi e batteria. Progetto titolato Bassproject

Sabato 17 gennaio, alle ore 17.30, la Città di Lamezia accoglierà con una apposita cerimonia, l’anfora dell’Udi proveniente da Reggio Calabria e Catanzaro e che sarà consegnata all’Associazione Donne in cammino. L’anfora dell’Udi proseguirà il suo viaggio verso le altre “stazioni” aderenti al progetto.

nato dall'incontro di due artisti "fuoriclasse". Pippo Matino e Dario Deidda. Sabato 7 febbraio, presso la concessionaria Fiat-Lancia di G.Tripodi, esibizione del Quartetto Tenor Legacy. Sabato 21 marzo, al teatro Umberto, in scena il chitarrista Scott Henderson alla guida della sua Blues Band Henderson. Sabato 28 marzosempre all’Umberto, Buster Williams 4tet presenterà “Something More”. Coordinatore artistico dell’evento, Tommaso Colloca. Attività parallele alla rassegna. Sabato 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato 7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria FiatLancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. Domenica 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. Venerdì 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044 - bequadro@bequadro.it. LAMEZIA T. (Cz) - Assemblea Fps - Cisl Le Segreterie regionali unitarie della Fps Cisl, già in-

contratesi nella riunione del 22 dicembre u.s. hanno deciso la convocazione dell’sssemblea dei lavoratori in condizioni di precarietà e difficoltà lavorative per scelte mancate o sbagliate della Giunta Regionale. L’Assemblea si svolgerà il giovedì 26 gennaio alle ore 10.00, presso il Grand Hotel Lamezia Terme. Oltre ai lavoratori, prenderanno parte all’incontro le segreterie confederali regionali. LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, si terrà la mostra-evento “Oggettinstabili seconda edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo e-mail, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Il versamento di euro 25,00 dovrà essere effettuato con bonifico bancario intestato ad: associazione culturale 400Kc, via dei mille 79, 88046 Lamezia Terme; coordinate bancarie: Iban it 78 y O1030 42841 000003790008 monte dei paschi di Siena filiale di Sambiase; causale del versamento: contributo realizzazione mostra moti urbani stazionimpossibili; termine perentorio fissato per le iscrizioni (incluso versamento), mercoledì 4 febbraio. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia Terme - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Il luogo della mostra sarà reso noto entro mercoledì 4 marzo. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 - info@400kc.eu - caterina@400kc.eu - carlo@400kc.eu. LAMEZIA T. (Cz) - Concorso diocesano La Fondazione Centro Culturale Paolo VI di Lamezia Terme organizza un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. La traccia riguarda il tema «San Paolo apostolo, la globalizzazione e i giovani lametini costruttori di speranza» ed è indirizzato agli alunni frequentanti le scuole secondarie di II grado del territorio della Diocesi di Lamezia Terme. Le sezioni previste sono tre: elaborati scritti di qualsiasi genere letterario, ogni forma di creazione artistica e creazioni multimediali o fotografie. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre martedì 31 marzopressola sede della Fondazione Centro Culturale Paolo VI, presso la Curia Vescovile di Nicastro, Via Lissania, 2 ed in ogni plico dovrà essere inserita una scheda che riporti generalità e recapito del concorrente. A fine concorso, sarà premiato il primo lavoro di ogni sezione, con la somma di Euro 400, entro martedì 30 giugno 2009.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 23

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Serra Pedace e Cosenza centro le ultime due tappe calabresi della manifestazione “Notti di Natale” su strade ferrate

Visite guidate a Squillace e Taverna IL CARTELLONE

A Montepaone, presto la posa della prima pietra della nuova sede Anutel

MONTEPAONE (CZ) - Posa prima pietra Sabato 24 gennaio, alle ore 11.00, si provvederà alla posa della prima pietra della nuova sede Anutel con annessa scuola finanziaria e tributaria degli Enti locali, che dovrà sorgere nel Comune di Montepaone Superiore, in via della Marina. Presenzieranno l’evento, Mons. Antonio Ciliberti, arcivescovo di Catanzaro - Squillace, gli organi associativi dell’Anutel e autorità politiche e civili ai vari livelli. REGGIO C. - Mostra “Auguri nel tempo” Rimarrà aperta fino a sabato 14 gennaio la mostra “Auguri nel tempo” ospitata nel foyer del teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. L’esposizione, che si compone di oltre 1500 documenti augurali d’epoca, riferiti in particolare al periodo vittoriano inglese (fine ‘800, inizio ‘900) e che avrebbe dovuto concludersi il 6 gennaio,a fronte del successo riscosso dal percorso culturale proposto, l’assessorato comunale ai Grandi Eventi, retto da Antonella Freno, ha deciso di prorogare l’iniziativa. Il tutto per consentire di rispondere alle numerose richieste provenienti soprattutto dalle scuole del territorio che nel periodo di apertura della mostra stavano usufruendo delle vacanze natalizie. “Auguri nel tempo”, proposta al Comune dall’associazione “Rhegium Urbs Antiqua 1908” e curata da Lucia Federico e si è posta all’attenzione di un numeroso pubblico per la particolarità dei contenuti che la rendono quasi unica nel panorama nazionale del collezionismo tematico. La mostra è aperta, gratuitamente, tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. REGGIO C. - Mostra “Reggio 28 dicembre 1908” Prosegue fino a venerdì 30 gennaio, presso la biblioteca comunale “Pietro De Nava” di Reggio Calabria, la mostra “Reggio 28 dicembre 1908: viaggio nella memoria”. Un percorso culturale inserito nelle celebrazioni organizzate in ricordo del centenario del sisma che colpì Reggio e Messina. L’esposizione si compone di libri, giornali ed immagini dell’epoca, nonché di volumi che raccontano la storia della città nei periodi successivi al tragico evento naturale. La vetrina culturale, è visitabile gratuitamente, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30 e nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e giovedì dalle 15.00 alle 17.30. REGGIO C. - La Mostra “Notte Santa” Prosegue fino a sabato 31 gennaio presso le sale espositive Cerere del castello di Scilla, la mostra personale di fotografia di P. Arbitrio denominata “La notte santa - I presepi viventi nella provincia di Reggio Calabria”. REGGIO C. - Eventi Anassilaos Manifestazioni associazione Anassilaos. Il programma: Martedì 13 gennaioore 18.00, Saletta San Giorgio al Corso, presentazione di “Gianoâ” scultura del maestro Antonio Pepe. Interverranno il Prof. Antonino Monorchio e Arturo Occhiuto. Venerdì 16 gennaio, ore 18.00, saletta San Giorgio al Corso, musica a cura dell’associazione “Anassilaos Giovani”. Omaggio a Fabrizio De Andrè nel 10º anniversario della scomparsa con l’intervento di Tito Tropea, Giacomo Marcianò e Antonio Cormaci. Domenica 18 gennaio alle ore 19.30, chiesa San Giorgio al Corso-Acli Calabria con Omaggio a Mons. Giovanni Ferrò. Interverrà l’On. Giuseppe Reale. Martedì 20 gennaio ore 18.00, saletta San Giorgio al Corso, oomaggio a Pierre-Auguste Renoir nel 90º anniversario della morte a cura dell’Anassilaos. Introduce la Prof.ssa Gloria Oliveti. Giovedì 22 gennaio, ore 17.30 Sala Giuditta Levato Consiglio Regionale della Calabria, Poesia e omaggio a Giuseppe Tympani.Interverrà Francesca Neri. Introduce Daniela Pericone. Proiezione di un documentario. Letture a cura del Laboratorio di Lettura dell’Anassilaos. Venerdì 23 gennaio ore 21.00, Saletta San Giorgio al Corso, serate filosofiche con Alessandro Degli Espositi. Martedì 27 gennaio, ore 18.00, Saletta San Giorgio al Corso, Anniversari a cura dell’Anassilaos Giovani. “Giorno della Memoria 2009” con letture di testimonianze, proiezione di documentari e immagini. Presentazione della cartolina commemorativa delle vittime della shoah, realizzata dall’Associazione. Venerdì 30 gennaio, ore 21.00 saletta San Giorgio al Corso, invito alla lettura dei classici della letteratura universale con il prof. Pino Papasergio. SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Set-

tingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibici: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza su www.movidacommunity.it. SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center di località Campo, sempre aperto tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso". SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: venerdì 6 e sabato 7 febbraio “Hair The tribal love rock Musical” direzione musicale Elisa; sabato 28 febbraio “Dr Jekill e Mr Hyde The strange show” di e con Fabrizio Paladin; sabato 7 marzo, Claudio Insegno “Risate al 23° piano” di Neil Simon; sabato 21 marzo, Gaia De Laurentis “Sottobanco” regia Claudio Beccaccini; Sabato 4 aprile Tosca D’Aquino “Ogni anno punto e a capo” di Eduardo De Filippo; giovedì 16 aprile, Sorelle Marinetti “Non ce ne importa niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; domenica 3 maggio Giorgio Albertazzi “Lezioni americane “di Italo Calvino. SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo Domenica 18 gennaio ha ufficialmente inizio la stagione 2009 del Teatro del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla Compagnia del Grillo. Il cartellone sarà inaugurato domenica 18 gennaio con Gian Marco Tognazzi e Bruno Armando in “La Panne – La notte più bella della mia vita” tratto da uno dei racconti più significativi di Dürrenmatt. Nel cast anche Lombardo Fornara, Roberto Tesconi, Franz Cantalupo e Lydia Giordano. Venerdì 13 e sabato 14 febbraio, in scena “l’Edipo a Colono” scritto e diretto da Ruggero Cappuccio per un formidabile Roberto Herlitzka che con questo spettacolo ha anche vinto il Premio Eti - Olimpici del Teatro 2008. La programmazione seguiràdomenica 1 marzocon la compagnia Spazioscenico con “Un sesso di troppo”. Un cocktail esplosivo di doppi sensi e situazioni esilaranti condito con un pizzico d'amore e molto buon umore. Franco Procopio dirigerà la divertentissima commedia di James Sherman, campione d'incassi a New York. Domenica 15 marzo, sarà la volta di un cast di straordinari interpreti per rievocare il percorso umano e artistico della Dietrich, che per decenni e fino ai nostri giorni ha sollecitato l’immaginario collettivo. “Marlene”, ultima fatica di Giuseppe Manfridi e novità assoluta della stagione teatrale in corso, vede in scena, per la regia di Maurizio Panici, un’intensa Pamela Villoresi, accompagnata, tra gli altri, da Orso Maria Guerrini e David Sebasti. Domenica 22 marzo, sarà la volta de “L’amore mio non può”. Nel settantennale delle leggi della vergogna razzista, una strepitosa Manuela Kustermann trasforma in poesia una realtà maledettamente violenta. Dall’omonimo romanzo di Lia Levi uno spettacolo applauditissimo. Concluderà la stagione, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione della Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la regia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro nel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Turno A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il posto telefonando o lasciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica "teatrodelgrillo@libero.it" SOVERIA M. (Cz) - “La Rosa nel bicchiere” La Rosa nel bicchiere propone un percorso di degustazione, riscoperta e rivalutazione dei prodotti e della cucina tradizionali attraverso un calendario di serate a tema legate allo scorrere delle stagioni. Programma: Tutti i sabato sera e per tutto il periodo natalizio nella tavernetta de La Rosa nel bicchiere Wine bar, degustazione taglieri di salumi e formaggi, musica e crêpes flambées. Per ulteriori e più dettagliate informazioni è possile contat-

tare i numeri di telefono di seguito riportati: 0968/666668 - 349/6886589; o ancora consultare il seguente sito internet www.larosanelbicchiere.it. SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giornidalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Info: 0961/34618 - 368/7376942 - 347/1094691 320/0473698 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo civico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barbara e alla galleria di arte contemporanea, per associazioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il servizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - www.calabriaguide.it. TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00.

CALABRIA - Notti di Natale Ha ufficialmente preso il via presso la stazione Vaglio Lise di Cosenza, la manifestazione “Notti di Natale 2008/2009”: “In carrozza tra stelle e presepi”. La rassegna itinerante su rotaie che promuove il percorso tra arte, cultura, ambiente, storia e territorio, e che coinvolge i Comuni della provincia di Cosenza e Catanzaro fino a domenica 18 gennaio. Le tappe programmate della mostra itinerante, nelle stazioni ferroviarie della Calabria sono: oggi , a Serra Pedace e da martedì 13 a domenica 18 gennaio, a Cosenza centro. CALABRIA - Cunta Calabria L’Associazione Culturale “Compagnia Teatrale Vibonese” di Vibo Valentia, fino a venerdì 20 marzo presso il nuovissimo Auditorium della Chiesa “Gesù Salvatore” in Vena di Jonadi, presenta la seconda edizione di “Cunta Calabria”. La Calabria si racconta attraverso il teatro popolare e non solo. Il programma: Venerdì 23 gennaio, Associazione Teatrale “Roccella Jonica”. “ Nta casa i Don Rafeli”. Venerdì 6 febbraio, Piero Procopio & Band Cabaret e Musica Popolare. Venerdì 20 febbraio, Associazione Culturale “Nuovo Teatro Aquila” di Pellaro “L’eredità e a jettatura”. Venerdì 6 marzo, “Gruppo Teatrale Anoiano”. Venerdì 20 marzo, Gruppo Teatrale “Giangurgolo” di Gioia Tauro“U muru”. Ingresso pubblico ore 20.30 – Sipario ore 21.00. CALABRIA - Prim’olio IX edizione L’associazione “Saperi e sapori” presenta la IX edizione di Prim’Olio (giornate internazionali per la valorizzazione dell'olivicoltura Mediterranea). Giovedì 29 gennaio, presso la Facoltà di Agraria di Bologna si terrà la presentazione nazionale della “Guida agli extravergini Calabresi”, a conclusione della nona edizione di “Primolio”.


24 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Hamsik sbaglia un rigore, poi Maggio piega 1-0 il Catania che recrimina per la rete annullata a Morimoto

Il Napoli agguanta la zona Champions

NAPOLI (3-5-2): Iezzo 6, Cannavaro 6, Rinaudo 6, Contini 6, Maggio 6, Blasi 7, Gargano 5.5, Hamsik 4.5 (30’ st Russotto 6.5), Vitale 5.5 (46’ st Aronica sv), Lavezzi 6.5 (47’ st Pazienza sv), Denis 6,5. (Gianello, Montervino, Bogliacino, Pià). All. Reja 5.5 CATANIA (3-5-2): Bizzarri 6.5, Sardo 6, Silvestre 6, Terlizzi 5.5, Silvestri 5.5, Izco 6 (32’ st Baiocco sv), Carboni 5.5, Biagianti 6 (26’ st P.Ledesma sv), Gia.Tedesco 6.5 (38’ st Plasmati sv), Mascara 5.5, Morimoto 6. (20 Acerbis, 3 Sabato, 10 Dica, 25 Marti-

Russotto e Maggio dopo il gol

nez). All. Zenga 6 ARBITRO: Celi di Campobasso 6 RETI: nel st 34’ Maggio

AMMONITI: Morimoto SPETTATORI: 40.000 NAPOLI - Il Napoli riprende a correre e, anche se sudando le proverbiali sette camicie, regola in casa il Catania di misura. Decisivo, dopo un rigore fallito da Hamsik, un gol di Maggio nella ripresa. Il primo brivido arriva al 12’: angolo per gli azzurri e girata di Cannavaro di destro deviata da Terlizzi. Al 34’ la migliore occasione della prima frazione, di marca azzurra: angolo dalla destra, colpisce Denis di testa con palla salvata sulla linea. Al 45’ sono invece i siciliani a protestare contro

l’arbitro, che fischia la fine del primo tempo giusto un attimo prima che Morimoto, partito in contropiede, scagli il pallone alle spalle di Iezzo. Nella ripresa le occasioni nitide continuano a scarseggiare. Al 21’ Hamsik fallisce un rigore fischiato per mani di Terlizzi. Il Napoli si scuote subito. Al 35’ il Pocho fa saltare il banco. Denis apre al limite per Lavezzi, cross radente per l’accorrente Maggio, che insacca il gol decisivo. Nel dopogara, il tecnico azzurro Reja ha ammesso che «nell’azione di Morimoto l’arbitro ha sbagliato a fischiare, ma non si può parlare di gol annullato».

Il posticipo Due gol a testa, Roma-Milan finisce 2-2

Nellanottedi Beckham brillanoVucinicePato ROMA (4-3-2-1): Doni 5,5; Cassetti 5,5 (36’ st Cicinho sv), Mexes 5, Juan 6, Riise 6,5; Taddei 6 (20’ st Pizarro sv), De Rossi 6,5, Brighi 6 (39’ st Aquilani sv); Perrotta 6, Baptista 6; Vucinic 7,5. A disp. Artur, Panucci, Loria, Montella. All. Spalletti 6 MILAN (4-3-2-1): Abbiati 5,5; Zambrotta 5, Maldini 6, Favalli 5,5, Jankulovski 5; Beckham 6 (44’ st Flamini sv), Pirlo 6, Seedorf 5; Kakà 6, Ronaldinho 5 (25’ st Ambrosini sv); Pato 7,5. A disp. Dida, Antonini, Kaladze, Shevchenko, F. Inzaghi. All. Ancelotti 6,5 ARBITRO: Morganti di Ascoli Piceno 6 MARCATORI: 22’ pt Vucinic (R), 3’ st e 8’ st Pato (M), 26’ st Vucinic (R) NOTE: ammoniti Pirlo, Seedorf, Riise, Brighi. Recupero 2’ pt, 3’ st. SPETTATORI: 60.000 circa. ROMA - Roma e Milan pareggiano una partita spettacolare nel secondo tempo, quanto lenta e macchinosa nel primo. Dopo una manciata di minuti ci sarebbe già l’occasione per far sfoderare a Beckham il suo prezioso piede destro, ma la punizione dal vertice sinistro dell’area di Doni viene

Per l’inglese ordine e umiltà ma pochi bagliori I giallorossi in vantaggio nel primo tempo soffrono le giocate dei brasiliani Nella foto a sinistra Vucinic mette a segno il primo gol della Roma. A destra l’esultanza di Beckham, che ieri sera ha debuttato nel campionato italiano, e del brasiliano Pato autore di una doppietta

calciata, male, da Ronaldinho. Poi, niente o poco più, giusto qualche mischia sventata a fatica dalla retrogurdia rossonera e un timido diagonale di Perrotta parato a terra da Abbiati (18’), fino alla rete di Vucinic. Il montenegrino aggan-

cia in area un lancio dalla sinistra di Riise e, complici le statue di sale rossonere (Jankulovski nella fattispecie), infila per l’1-0 (22’). Il Milan sembra imbambolato. Kakà e Ronaldinho non pervenuti, Seedorf impalpabile, Beckham

così così, Pato vivace ma sterile. Il Diavolo cerca una reazione al 31’, bravo e attento Doni, e subito dopo con il Papero, che trova in Mexes un baluardo insuperabile. Negli ultimi minuti i rossoneri portano in avanti il proprio bari-

centro, ma ricavano ben poco. La ripresa è tutta un’altra storia dal primo tempo. E’ il 3’ quando Kakà sul fondo dalla sinistra mette in mezzo, la difesa giallorossa (Doni in primis) si fa una bella dormita e Pato tutto solo appoggia

in rete. Passano quattro minuti ed è ancora Pato show. Il brasiliano lanciato in velocità umilia Mexes, al quale rifila tre metri, e con un sontuoso tocco sotto supera Doni in uscita. La Roma risponde con Riise, la cui sventola sibila vicino

Mutu, lussazione al gomito sinistro, rischia un mese di stop. Guai anche per Frey: 1-2

Il Lecce condanna la Fiorentina alla prima caduta in casa

L’attaccante romeno portato fuori dal campo in barella

FIORENTINA (4-3-1-2): Frey 6, Comotto 5, Gamberini 5, Kroldrup 4.5, Vargas 5, Kuzmanovic 5 (29’ st Semioli sv), Felipe Melo 6, Donadel 5 (1’ st Jovetic 5), Santana 6, Gilardino 5, Mutu 6 (6’ st Osvaldo 4). (13 Storari, 14 Zauri, 19 Gobbi, 29 Pazzini). All. Prandelli 5.5 LECCE (4-3-3): Benussi 6.5, Polenghi 6, Fabiano 6, Esposito 6 (39’ st Diamoutene sv), Giuliatto 6, Munari 6.5, Vives 6, Caserta 6.5, Giacomazzi 7 (18’ st Ardito 6), Castillo 7, Tiribocchi 6.5 (23’ st Cacia sv). (1 Rosati, 6 Angelo, 25 Konan, 81 Papadopoulos). All. Beretta 6.5 ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo 4.5 RETI: pt 6’ Giacomazzi, 24’ Felipe Melo, 28’ Castillo ESPULSO: 49’ st Osvaldo per proteste AMMONITI: Felipe Melo, Giacomazzi e Giuliatto SPETTATORI: 27.551

FIRENZE - La Fiorentina cade per la prima volta al Franchi. Bravo il Lecce, che si porta fuori dalla zona retrocessione. Ma a preoccupare Prandelli non è solo la battuta d’arresto. Adrian Mutu rischia un mese di stop. Il romeno si sottoporrà oggi a visite ortopediche per valutare l’infortunio al gomito. Per lui, lussazione all’osso già operato in estate. E anche Frey ieri è uscito malconcio dal campo (forte dolore al compartimento esterno del ginocchio). Interrogativi in più per la Fiorentina, che recrimina per due gol subiti forse in fuorigioco e che in settimana dovrà guardarsi ancora una volta negli occhi. La difesa soprattutto, con il Lecce incappata in una giornata particolarmente difficile. Discorso simile per Kuzmanovic e Donadel a centrocampo, spesso fuori dal gioco e costretti a fare i conti con l’estro e la velocità di Vives e Caserta, l’arma in più di un Lecce tornato a vincere fuori casa (in serie A) dopo più di due anni e mezzo (l’ultimo

successo dei giallorossi lontano dalla Puglia era datato 14 maggio 2006, 3-1 a Genova con la Sampdoria). Eppure Prandelli gioca a carte scoperte, confermando in blocco le indiscrezioni della vigilia. Ma il Lecce fa sul serio. Prima rischia su un’incursione di Santana, poi sblocca il risultato (6’) con Giacomazzi, che mette a sedere Frey e lo salta con un destro morbido. Prandelli si infuria con la sua difesa. Ma il peggio deve ancora venire, perchè dopo il gol di testa di Felipe Melo (bello l’assist di Santana), la Fiorentina si fa sorprendere una seconda volta. Lancio di Tiribocchi per Castillo (sospetto fuorigioco), che inganna Frey e lo batte di destro. Due gol fotocopia, con la retroguardia viola protagonista sempre in negativo. Nella ripresa Prandelli gioca la carta Jovetic per Donadel e arretra Santana sulla linea di centrocampo. Poi l’infortunio a Mutu (50’) e l’assedio alla porta di Benussi. Tutto inutile, il Lecce resiste e porta a casa i tre punti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 25

Sport

Rosanero sul 2-0, ma raggiunti dall’Atalanta. All’81’ il guizzo vincente dell’attaccante: 3-2

Cavani regala il sorriso al Palermo

Il secondo gol del Palermo segnato da Bresciano

PALERMO (4-3-1-2): Amelia 6.5, Cassani 6.5, Carrozzieri 7, Kjaer 6.5, Capuano 5.5, Nocerino 5.5, Liverani 7, Bresciano 6.5, Simplicio 5.5 (dal 26’ st Migliaccio 6), Cavani 6.5 (dal 39’ st Guana sv), Miccoli 7.5 (dal 40’ pt Succi 6). (1 Ujkani, 4 Tedesco, 15 Dellafiore, 99 Mchedlidze). All. Ballardini 6.5 ATALANTA (4-4-1-1): Coppola 6, Garics 6, Talamonti 5, Pellegrino 5.5, Bellini 6, Ferreira Pinto 6.5, Guarente 5, Padoin 5.5 (dal 10’ st Valdes 6.5), Doni 6, Floccari 6.5, Vieri 4.5 (dal 1’ st Cigarini 6). (1 Consigli, 7 Manzoni, 13 Peluso,

16 Rivalta, 28 Bonaventura). All. Del Neri 6 ARBITRO: Girardi di San Donà 6 RETI: nel pt 22’ Miccoli, 39’ Bresciano; nel st 20’ Floccari, 33’ Ferreira Pinto, 36’ Cavani AMMONITI: Garics, Kjaer, Liverani e Nocerino SPETTATORI: 19.000 PALERMO - Il Palermo si conferma grande fra le mura amiche. Settima vittoria, stavolta contro la temibile Atalanta dell’ex Del Neri, al Barbera. Dopo un buon primo tempo, suggellato dal doppio vantaggio di Miccoli e

Marcatori

Uno solo al comando

al palo (13’). Spalletti sostituisce Taddei con Pizarro, avanzando Baptista. Ancelotti si copre: Ambrosini subentra a Ronaldinho. Ma la Roma trova il pareggio poco dopo, ancora con Vucinic, che in tuffo di testa incrocia imparabil-

mente (27’). Il Milan continua a sfondare sulla sinistra, dalla quale parte un cross sul quale Seedorf di testa manda di poco a lato (32’). Il ritmo cala, così come la brillantezza. E non a caso è il neo entrato Aquilani a far tremare Abbiati,

Di Vaio dal dischetto risponde a Pellissier: 1-1

Freddo e paura hanno la meglio Bologna-Chievo col freno tirato BOLOGNA (4-4-2): Antonioli 6.5, Zenoni 6.5, Terzi 6, Moras 6, Bombardini 6.5, Marchini 5 (41’ pt Adailton 6), Mudingayi 4.5, Volpi 6, Valiani 5.5 (34’ st Amoroso sv), Bernacci 5 (39’ st Mingazzini sv), Di Vaio 7. (15 Colombo, 14 Castellini, 23 Lanna, 77 Coelho). All. Mihajlovic 6 CHIEVO (4-4-2): Sorrentino 6, Moro 5, Morero 6, Yepes 6, Mantovani 6, Luciano 6, Pinzi 6 (47’ st Grippo sv), Rigoni 5.5 (39’ st D’Anna sv), Marcolini 5.5, Esposito 5.5 (34’ st Iunco sv), Pellissier 6.5. (18 Squizzi, 21 Frey, 3 Scardina, 23 Bogdani). All. Di Carlo 6 ARBITRO: Trefoloni 7 RETI: nel pt 43’ Pellissier, 45’

pt Di Vaio (rigore) ESPULSO: al 36’ st Mudingayi per fallo da dietro su Luciano. AMMONITI: Rigoni, Mantovani, Bombardini, Volpi, Marchini e Pinzi SPETTATORI: 15.840 BOLOGNA - Paralizzati dal freddo. O dalla paura. Che per il detto fa 90. Proprio come le reti di Di Vaio, che ha allontanato subito il timore di Mihajlovic di perdere la sua prima partita sulla panchina del Bologna. Il vantaggio del Chievo, firmato da Pellissier, è durato appena lo spazio di due minuti, il tempo per il bomber rossoblù di catapultarsi nell’area avversaria e andarsi a prendere un rigore. Così Di Vaio ha fatto 13 in questa stagione. E mister X è arrivato a 7 pareggi.

con un missile di esterno destro che sfiora il palo (43’). Un minuto dopo finisce la prima di Beckham in rossonero. Per lui tanto ordine e volontà, ma rari squilli. Avrà tempo per affinare l’intesa con i compagni.

La classifica marcatori dopo la 18a giornata di A. 13 reti: Di Vaio (Bologna-3 rigori) 12 reti: Gilardino (Fiorentina); Milito (Genoa-4) 11 reti: Ibrahimovic (Inter), Amauri (Juventus) 9 reti: Floccari (Atalanta-2) 8 reti: Pandev e Zarate (2) (Lazio); Miccoli (Palermo-2); Corradi (Reggina-4); Di Natale (Udinese-2); Pato (Milan) 7 reti: Acquafresca (Cagliari-1); Mascara (Catania-2); Del Piero (Juventus-2); Kakà (Milan -2); Hamsik (1) e Denis (Napoli) 6 reti: Mutu (Fiorentina-1); Sculli (Genoa); Ronaldinho (Milan-2); Cavani (Palermo); Quagliarella (Udinese); Vucinic (Roma) 5 reti: Jeda (Cagliari); Totti (Roma-1); Cassano (Sampdoria) 4 reti: Paolucci (Catania); Maicon (Inter); Rocchi (Lazio); Castillo e Tiribocchi (Lecce); Lavezzi (Napoli); Bellucci (1) e Delvecchio (1) (Sampdoria); Amoruso (1) e Rosina (3) (Torino) 3 reti: Doni e Ferreira Pinto (Atalanta); Pelissier (Chievo); Nedved (Juventus); Giacomazzi (Lecce); Maggio (Napoli); Simplicio (Palermo); Brienza (1) e Cozza (Reggina); Kharja (Siena); D’Agostino (1) e Floro Flores (Udinese); Montolivo (Fiorentina); Bianchi (Torino-1).

Bresciano, i rosa si fanno rimontare per poi trovare il gol della vittoria a dieci minuti dalla fine con Cavani. La prima rete al 22’, quando Miccoli batte Coppola di esterno destro. Il raddoppio al 39’, firmato da Bresciano, servito dal solito Miccoli, poi infortunatosi. Nella ripresa l’Atalanta riesce a dimezzare le distanze al 20’ con Floccari. Il Palermo va in barca e subisce il pareggio, questa volta con Ferreira Pinto che spinge dentro un cross di Valdes. Passano tre minuti e il Palermo torna in vantaggio con uno scatto d’orgoglio. Servito da Liverani in area, Cavani incrocia bene e coglie i tre punti.

In zona gol solo Ibra dà garanzie

L’Inter soffre di mal d’attacco

MILANO - La Juventus si riavvi- te complicata. Oltre allo svedese, cina a sole quattro lunghezze e l’Inter può contare su Adriano, forse sarà il caso di smettere di Cruz, Crespo, Balotelli, Quarepensare continuamente al Man- sma, Mancini e Figo. Probabilchester United. Josè Mourinho è mente nessuna squadra al monandato in Inghilterra a seguire il do ha una tale disponibilità di big match della squadra di Fergu- giocatori offensivi di tale livello son contro il Chelsea, ma dovrà ma, in realtà, i numeri dicono presto riportare la concentrazio- che questa abbondanza al mone dell’Inter sul campionato, da- mento è servita a ben poco. Dei to che non si può 32 gol segnati dalconsiderare già l’Inter in campiovinto lo scudetto nato, infatti, 11 ancor prima della portano la firma fine del girone di di Ibrahimovic, andata. Dopo le Cruz ne ha segnati difficoltà di Siena, due, Adriano uno anche il Cagliari su rigore e a Quaha confermato resma è stata attriche Mourinho buita la prima rete non ha ancora trosegnata al Catania vato tutte le rispoche di fatto era un ste per far rendere autogol. Tutto qui. al meglio la sua In- Certezza Ibra Il secondo miglior ter, soprattutto in realizzatore delattacco. Certo, l’Inter è un difenparlare di problesore, cioè Maicon, mi offensivi per la con quattro reti. squadra che ha seAdriano e Balotelgnato più di tutti li sabato non sono in serie A potrebstati neanche conbe sembrare un vocati. Crespo e paradosso, invece Cruz sembrano è proprio la situaentrambi, a 33 e zione del reparto 34 anni, in fase capunte quella che crea più proble- lante. Finora protagonisti in negami. Contro il Cagliari, l’Inter ha tivo anche Quaresma e Mancini, chiuso la gara con cinque attac- costati 40 milioni. Non c’è da canti ma ha avuto la conferma stupirsi, quindi, che il nome di che l’unico a segnare con conti- Diego Milito sia sempre caldo. E nuità è sempre e solo Ibrahimo- domani sera in coppa Italia i nevic, mentre tutti gli altri stanno razzurri sfideranno proprio il Gevivendo una stagione decisamen- noa del “principe”.

Domani i nerazzurri in Coppa ricevono il Genoa

A vincere è il timore della sconfitta: finisce 1-1 tra gli sbadigli

Udinese e Sampdoria limitano i danni UDINESE (4-3-3): Handanovic 5.5, Ferronetti 6, Coda 6, Domizzi 6.5, Lukovic 6 (44’ pt Pasquale 6), Obodo 5.5, D’Agostino 5, Tissone 5 (22’ st Asamoah 5), Pepe 5, Quagliarella 5 (39’ st Floro Flores sv), Di Natale 5 (80 Belardi, 2 Zapata, 19 Felipe, 11 Sanchez). All. Marino 5 SAMPDORIA (4-4-2): Castellazzi 5, Campagnaro sv (19’ pt Ziegler 6), Gastaldello 6, Lucchini 5.5, Accardi 6, Padalino 5 (39’ st Stankevicius sv), Delvecchio 6, Sammarco 6 (27’ st Palombo sv), Franceschini 5, Bellucci 5, Cassano 5 (83 Mirante, 9 Fornaroli, 88 Dessena, 18 Bonazzoli). All. Mazzarri 5 ARBITRO: Valeri di Roma 6 RETI: nel st 12’ Delvecchio, 17’ Domizzi AMMONITI: Sammarco e Lucchini SPETTATORI: 14.000 UDINE - Un pareggio ’brodino’: sia per l’Udinese, che cercava i tre punti per uscire da una

Delvecchio svetta su Tissone

crisi che non ha fine, sia per la Samp che, a conti fatti, non sta meglio. Al Friuli è andato in scena uno spettacolo deprimente. Una partita giocata a due all’ora, senza spunti, con i rispet-

tivi centrocampisti più impegnati a cercare le difese che non gli attacchi, con gli uomini simbolo - Di Natale da una parte e Cassano dall’altra - sempre isolati, mai serviti a dovere e, quindi, mai in grado di incidere. Così nel primo tempo succede poco o nulla. Dopo una conclusione di Obodo dalla distanza, al 33’ la Samp chiede un rigore per presunto fallo di Coda su Padalino. Non succede nulla. L’Udinese arranca. Proprio allo scadere, tanto per pareggiare il conto delle proteste, Pepe chiede il rigore per presunto fallo di Ziegler. Nella ripresa la Samp passa sfruttando un calcio d’angolo con Delvecchio. L’Udinese reagisce subito forse l’unica nota positiva della partita - e con Domizzi riagguanta il punticino. Poi scaramucce, conclusioni dalla distanza, molto fumo, insomma, e poco arrosto. Mai una discesa sulle fasce, mai un affondo, mai uno scambio in velocità, nè da una parte nè dall’altra, fino al triplice fischio finale.


26 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Il genoano Motta lascia l’ospedale GENOVA - Thiago Motta è stato dimesso dalla clinica dove ha trascorso la notte. Il centrocampista del Genoa resta in osservazione a causa dei postumi del trauma facciale con lieve succussione cerebrale riportato nell’azione del terzo gol al Toro. Motta salterà la sfida con l’Inter di domani.

Ultrà negli spogliatoi Tensione a Padova

Fumogeno in curva Tre leccesi in Questura

PADOVA - Arrestati dalla Digos due degli ultras del Padova che in gruppetto erano penetrati nello spogliatoio della squadra. Il fatto è avvenuto al termine di Padova-Legnano 0-0. Sono accusati di violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, ovvero nei confronti degli stewart dello stadio.

FIRENZE - Tre tifosi del Lecce sono stati fermati e accompagnati in questura per accertamenti dopo che allo stadio Franchi, durante Fiorentina-Lecce, hanno acceso un foglio di carta e poi, in seguito, un fumogeno. I tre saranno sanzionati per la violazione del regolamento d’uso dell’impianto.

I bianconeri faticano in fase conclusiva e ringraziano il capitano: 1-0

La Juve fa tre passi verso l’Inter Il solito Del Piero su punizione piega il Siena Le interviste

Ranieri: abbiamo giocato sotto ritmo JUVENTUS (4-4-2): Manninger 7, Grygera 7, Mellberg 7, Legrottaglie 7, Molinaro 6, Marchionni 6 (33’ st De Ceglie sv), Sissoko 6 (20’ st Zanetti 6), Marchisio 7 (40’ st Poulsen sv), Nedved 6, Del Piero 7,5, Amauri 6,5. (12 Chimenti, 41 Ariaudo, 35 Esposito, 20 Giovinco). All. Ranieri 6.5 SIENA (4-3-1-2): Manitta 6.5, Jarolim 6.5, Portanova 6, Brandao 6.5, Del Grosso 6, Del Prete 6 (41’ st Zuniga sv), Codrea 6 (26’ st Packer 6), Galloppa 6, Kharja 5.5, Ghezzal 5.5, Calaiò 5 (13’ st Frick 6). (1 Eleftheropulos, 21 Rossi, 6 Barusso, 16 Moti). All. Giampaolo 7 ARBITRO: Russo di Nola 6.5 RETI: nel pt 32’ Del Piero AMMONITI: Codrea e Grygera SPETTATORI: 20.859 TORINO - C’è voluta l’ennesima, magica, punizione di Alessandro Del Piero per piegare un Siena coriaceo e avvicinare l’Inter, im-

Calciopoli deve risarcire 120 milioni ROMA - Oggi è il giorno di un’altra puntata di Calciopoli. Non ci saranno pene da espiare, ancorchè ’indultate’ come nel caso dei Moggi e della sentenza Gea, ma soldi da risarcire allo Stato, 120 milioni di euro. E’ questo il danno erariale che la Corte dei Conti ha accertato nei confronti di alcuni dei protagonisti di Calciopoli. Oggi nel palazzo di Viale Mazzini, che ospita la magistratura contabile, il viceprocuratore Ugo Montella, chiederà nel corso della prima udienza, la condanna per tutti i «convenuti», così si chiamano in gergo giuridico gli imputati di danni erariali, ossia coloro che rivestivano la veste di pubblici ufficiali. Non ci sono quindi i Moggi ma arbitri, designatori, ed ex dirigenti della Figc. Alla sbarra, tra gli altri, ci sono i designatori arbitrali di Calciopoli, Bergamo e Pairetto, l’ex vertice del’Aia, Tullio Lanese, l’ex dirigente della Figc, Innocenzo Mazzini. Tra le posizioni archiviate risulta quella di Franco Carraro, ex presidente della Figc. Parti lese, ossia coloro che hanno subito il danno erariale, la stessa Figc. E anche la Rai: tra i convenuti infatti ci sono due giornalisti uno dei quali indagato anche a Napoli nel procedimento Calciopoli.

“Vittoria larga, grazie Alex”

Gol da tre punti per Alessandro Del Piero

prevedibilmente fermatasi sabato in casa con il Cagliari. Tutto come da copione: il capitano puntuale con la solita perla dalla ’sua’ mattonella: cinque metri fuori area, spostato a sinistra. E poi il Siena,

che gioca un ottimo calcio fatto di pressing e ripartenze veloci e ficcanti, a fare soffrire la Signora fino al termine. E’ stato Grygera, nel finale, a salvare il risultato che Del Piero aveva confezionato, ri-

TORINO - «Si può vincere anche così, con la caparbietà». La sintesi perfetta di Juventus-Siena è di Alessandro Del Piero, per l’ennesima volta protagonista. Ha tolto lui le castagne dal fuoco alla squadra e Ranieri non trova più parole per ringraziarlo: «Non esistono più aggettivi per un campione di questo livello, mi mettete in difficoltà. È’ stata la prodezza di un campione a regalarci la vittoria, ma non ho visto la Juventus che avevo lasciato nell’anno vecchio. Il Siena non meritava di perdere. Ieri mattina avevo detto alla squadra: come l’Inter ha trovato un Cagliari che l’ha messa in difficoltà, così noi troveremo un Siena dalle caratteristiche simili. Non sbagliavo». «Nel primo tempo abbiamo giocato sotto ritmo prosegue - Un po’ meglio la ripresa. L’Inter? Speriamo di riuscire a metterle ancora più pressione, ma ho detto ai giocatori di non pensarci. Domenica abbiamo la Lazio, che continua a vincere. Il nostro obiettivo rimane migliorarci rispetto allo scorso anno». Amaro il tecnico toscano, Marco Giampaolo: «Sono un po’ stufo di uscire tra gli elogi ma senza punti. Ringrazio Ranieri per aver detto che la sconfitta non è meritata. Lo penso anch’io». battendo un tiro in porta di Kahrja a botta sicura. Ma i bianconeri, senz’altro in forma accettabile nonostante le ruggini della sosta, avevano sprecato due volte nella ripresa palle gol decisive per

mettere al sicuro il risultato, la prima al 10’ con Amauri che su cross di Grygera ha schiacciato di testa fuori a due passi da Manitta e poi Del Piero, servito di testa dal brasiliano, ha sparacchiato di

sinistro sull’esterno della rete. Nel primo tempo i bianconeri hanno faticato a trovare spazio di fronte a un avversario ordinato, reattivo e disposto bene a copertura di tutte le zone del campo. Sbloccato il risultato con la punizione chirurgica di Del Piero, i bianconeri hanno insistito, ben sorretti da una difesa impeccabile e da un Marchisio ancora una volta padrone della zona centrale, sia in fase di contenimento, sia in quella propositiva. La Juve rientrata in campo nel secondo tempo ha confermato di volere la vittoria, cercando subito il raddoppio e accorciando il campo, con il risultato di togliere i rifornimenti al Siena per una mezzora e di andare vicina al raddoppio. Poi, nel finale, un pizzico di fatica e di apprensione ha condizionato la squadra di Ranieri e il Siena è uscito superbamente alla distanza, rivelando una condizione fisica eccellente. Il pericolo più serio lo ha creato con Kharja, ribattuto da Grygera, ma già in precedenza c’erano stati due salvataggi affannosi di Mellberg e Legrottaglie e Manninger in un paio di occasioni aveva dimostrato, su tiri da lontano, che Buffon ha un sostituto di ottimo livello.

Tripletta del macedone, assoluto protagonista a Reggio insieme a Zarate: 2-3

Super Pandev fa volare in alto la Lazio

REGGINA (4-4-2): Campagnolo 6, Cirillo 5, Lanzaro 5, Santos 5, Costa 5 (8’ st Cozza 6), Sestu 6 (41’ st Di Gennaro sv), Barreto 6, Tognozzi 5.5 (11’ st Viola 6), Barillà 6, Corradi 6, Brienza 6. (26 Marino, 19 Krajcik, 13 Cosenza, 11 Ceravolo). All. Pillon 6 LAZIO (4-3-3): Carrizo 5.5, De Silvestri 6, Diakhite 6, Rozehnal 5.5, Radu 6, Dabo 6 (21’ st Brocchi sv), Ledesma 6, Meghni 6.5 (30’ st Mauri sv), Pandev 7.5, Rocchi 6, Zarate 7

(35’ st Foggia sv). (86 Muslera, 25 Cribari, 3 Kolarov, 26 Makinwa). All. Rossi 6.5 ARBITRO: Bergonzi di Genova 6 RETI: nel pt 4’ Corradi (rigore), 14’ e 22 Pandev; nel st 18’ Cozza, 31’ Pandev AMMONITI: Carrizo, Tognozzi, Cirillo, Diakhite, Costa e Pandev SPETTATORI: 10.000 REGGIO CALABRIA - Una tripletta di Pandev mette in ginocchio la Reggina. Il centravanti del-

la Lazio, supportato da uno straordinario Zarate, è stato il castigatore delle speranze dei calabresi che pure avevano iniziato la gara nel migliore dei modi, passando in

vantaggio dopo appena 4 minuti grazie al rigore trasformato da Corradi. Troppo evidente, però, il divario tecnico del tridente schierato da Delio Rossi (anche Rocchi

Pillon amaro: “Commettiamo troppi errori”

Rossi non pone limiti ai suoi: “Difficile dire dove arriveremo” REGGIO CALABRIA - «Non possiamo commettere tanti errori, perchè poi li paghiamo». Non è certo soddisfatto il tecnico della Reggina Bepi Pillon, dopo la sconfitta casalinga rimediata con la Lazio. «I tre gol subiti - spiega il tecnico - sono scaturiti da nostri errori in fase di possesso di palla. Dal punto di vista dell’attenzione, purtroppo non abbiamo giocato come a Cagliari dove abbiamo quasi sempre chiuso gli spazi. Poi siamo troppo imprecisi nel tiro, nonostante i due gol segnati». Di tutt’altro umore, ovviamente, il tecnico della Lazio Delio Rossi. «Sono contento - dice - Abbiamo battuto il record dei punti nel girone di andata e ogni volta che questo è avvenuto abbiamo ottenuto qualcosa in più a fine campionato. Abbiamo ricostruito un gruppo e mi viene difficile dire dove può arrivare questa squadra, perchè ci sono delle ottime basi». Rossi è convinto che la sua squadra debba «migliorare la qualità del gioco. Alterniamo momenti spettacolari con altri meno produttivi. Quindi dobbiamo trovare un equilibrio».

Radu e Meghni fermano Corradi della Reggina

ha fatto la sua parte) nei confronti della difesa amaranto, superata a più riprese dall’argentino e castigata dal macedone. I calabresi hanno giocato a sprazzi riuscendo anche a rimettere in piedi la gara, col gol del 2-2 del subentrante Cozza. Ma la vena realizzativa di Pandev ha fatto la differenza, rendendo amaro il debutto davanti al proprio pubblico del nuovo allenatore amaranto Pillon. La partenza della Reggina è fulminea. Al 3’ Brienza approfitta di un’ingenuità di Rozehnal per presentarsi tutto solo davanti a Carrizo che lo stende. E’ rigore. Corradi trasforma. La Lazio non ci sta. Pandev ci prova al 13’, ma Campagnolo para. Un minuto dopo arriva il pareggio. Pandev ruba palla a Costa e giunto al limite dell’area fa partire un tiro che la deviazione di Santos rende imparabile. Al 22’ il raddoppio. Zarate, sulla sinistra, salta due uomini e serve Pandev lasciato incredibilmente solo a due metri dalla porta: stop di petto e conclusione di sinistro per il gol del vantaggio. Nella ripresa Pillon manda in campo Cozza, che premia la scelta al 18’ segnando il 2-2. Ma poi Zarate supera due uomini e serve a centro area per l’accorrente Pandev che mette a segno la sua tripletta portando a quota 8 i gol stagionali. Per la gioia di Delio Rossi.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 27

Sport

Il gran giorno della nuova Ferrari Dakar, Coma e Sainz Alle 9 si alza il sipario sulla “rossa” sempre al comando FIRENZE - Da Fiorano al Mugello, causa neve, ma sempre in casa resta. La Ferrari oggi sul tracciato toscano di sua proprietà aprirà la saga delle presentazioni delle nuove monoposto per il Mondiale di F1 che inizierà il 29 marzo in Australia. La F2009, se si chiamerà così, sarà svelata anche sul web, sul sito www.ferrari.com, dalle 9.

Tragedia nella B del rugby francese Giocatore 28enne muore in campo

VALPARAISO - L’ottava tappa della Dakar, da Valparaiso a La Serena, ha visto i successi di Cyril Despres nelle moto e Carlos Sainz nelle auto. La giornata in Cile si è svolta senza problemi. Nelle auto lo spagnolo Sainz resta al comando della classifica; nelle moto primo sempre Marc Coma.

TOLOSA - Tragedia nel rugby: Fèao Latu, 28enne giocatore tongano della squadra francese del Perigueux è morto per arresto cardiaco nel corso della partita Cahors-Perigueux, valido per il campionato Federale 1, che corrisponde alla serie B italiana. Latu è crollato a terra dopo un quarto d’ora di gioco. Inutili gli immediati soccorsi.

Calcio Il tecnico portoghese ha assistito al largo 3-0 dalla tribuna

Manchester spaventa Mourinho

Gli euro rivali dei nerazzurri demoliscono il Chelsea MANCHESTER - Scherzo finito. Riecco il Manchester United, per chi ancora si sorprende. Tre a zero al Chelsea, 5 punti sotto il Liverpool, uno solo dai Blues. Con due partite da recuperare. Virtualmente già in testa, per dire. Un simbolo al momento giusto. Un ritorno alla gloria assopita. Perchè loro, i diavoli rossi, quando vedono blu diventano imbattibili: l’anno scorso lasciarono ai londinesi una double di sconfitte, premier e Champions. Ed ecco fatto, si riprendono in un colpo campionato e superiorità mentale, nel derby delle eurorivali italiane: è presto ma sicuramente Mourinho, in tribuna a Old Trafford, non se la ride in previsione di febbraio, la Juve invece spera che questa crisetta della squadra di Scolari duri almeno per un altro mese e spiccioli. In campo c’è più o meno il best del calcio inglese, e fa pure un po’ specie appuntarsi il gol dell’1-0 a nome Vidic. Difensore cannoniere in mezzo a Cristiano Ronaldo, Rooney, Berbatov, Giggs, Drogba, Anelka, Lampard, Ballack, Deco. Eppure così finisce il primo tempo, striminzito riassunto di tensioni e di spettacolo un po’ stiracchiato: al 47’ Giggs trova il traversone

Rooney esulta dopo il gol; nel riquadro Josè Mourinho, spettatore interessato sulle tribune dell’Old Trafford

giusto, sponda aerea di Berbatov e il centrale serbo che sbuca sul secondo palo in tuffo. Avevano già annullato un gol a Cristiano Ronaldo poco prima, per dolo nell’utiliz-

zo del «trucchetto Roma»: Rooney tocca la palla sulla bandierina e se ne va, arriva Giggs che si porta avanti la sfera e poi serve al centro un cross perfetto per Ronaldo che

insacca di testa. L’arbitro non è d’accordo. Sull’1-0 Scolari spacca le polemiche nel nome del risultato e mette dentro anche Anelka, tenuto fuori per Drogba, togliendo

Deco. Ma la storia è un’altra. Perchè al 18’ Cristiano Ronaldo a destra libera di tacco Evra, cross e Rooney di piatto al volo. Due a zero. Così funziona la squadra di

Ferguson: lui può decidere di lasciare in panchina Tevez senza lasciare ossigeno alle polemiche. E vince. Dilagando, perchè a 4 minuti dalla fine segna pure Berbatov, trovato in area da una punizionecross di Ronaldo, che oggi vincerà anche il Fifa World Player dopo il Pallone d’oro. Nella domenica del Manchester da registrare anche il successo del Wigan sul Tottenham nell’altro incontro che chiude la ventunesima giornata. Questi risultati e classifica della Premier League. Sabato: Arsenal-Bolton 1-0; Everton-Hull 2-0; MiddlesbroughSunderland 1-1; Newcastle-West Ham 2-2; Aston Villa-West Bromwich 2-1; Stoke City-Liverpool 0-0; Fulham-Blackburn rinviata Portsmouth-Manchester City rinviata. Ieri: Manchester UnitedChelsea 3-0; Wigan-Tottenham 1-0. Classifica: Liverpool 46 punti; Chelsea 42; Manchester United** e Aston Villa 41; Arsenal 38; Everton 35; Wigan* 31; Hull 27; Fulham** e West Ham 26; Newcastle, Bolton, Sunderland e Portsmouth* 23; Manchester City* 22; Middlesbrough e Stoke City 21; Tottenham 20; Blackburn* e West Bromwich 18. ** due partite in meno; * una partita in meno.

Sci Giornata avara per l’Italia: il miglior risultato è il quinto posto di Manfred Moelgg

Lo slalom parla solo tedesco

ADELBODEN - Parla tedesco lo slalom speciale di coppa del mondo. Ad Adelboden ha vinto a sorpresa l’austriaco Reinfried Herbst davanti al connazionale Manfred Pranger e al tedesco doc Felix Neureuther. A Maribor - quarto successo consecutivo e primato sempre più solido in coppa tra le donne ha dominato la tedesca Maria Riesch. E l’Italia? Per gli azzurri ieri niente podi. Il miglior risultato è arrivato da Adelboden con Manfred Moelgg che ha chiuso in quinta posizione su un tracciato come sempre difficilissimo, soprattutto sul murone diagonale e soprattutto nella seconda manche dove anche l’alternanza sole-ombra ha messo tutti in difficoltà. Ne sa qualcosa l’austriaco Benjamin Raich, secondo dopo la prima manche e che sognava di fare il bis dopo la vittoria in gigante di sabato, ha chiuso solo in undicesima posizione ma conserva il primato nella classifica generale di coppa. Oltre a Moelgg per l’Italia in classifica ci sono il decimo posto di Giorgio Rocca, in crescita di forma ma ancora troppo prudente, il dodicesimo di Patrick Thaler ed il 18esimo di Cristian Deville. Il tutto mentre Giuliano Razzoli, terzo a sorpresa nell’ultimo slalom a Zagabria, è uscito già nella prima manche. Se non è andata bene per gli azzurri, decisamente peggio è andata ai padroni di casa elvetici: nessuno svizzero in classifica fina-

Slittino Vittoria numero 43 e coppa più vicina

Cannibale Zoeggeler

ROMA - Armin Zoeggeler non si ferma più. L’atleta azzurro continua il suo assolo nella Coppa del mondo di slittino firmando la vittoria n.43 che lo mette ancora di più tra i grandissimi dello sport internazionale, quelli che come Eddy Merckx, Michael Schumacher e Lance Armstrong non lasciavano nulla ai loro avversari. Per il fuoriclasse della velocità sul ghiaccio quello sulla pista ’amica’ di Cesana è il terzo successo in stagione che gli permette di allungare in classifica generale a quota 70 punti sul primo inseguitore, il tedesco David Mo-

eller, solo quarto ieri. L’ottava Coppa è ora più vicina. Due ori olimpici, cinque mondiali, due europei e sette coppe del mondo, lo slittinista azzurro è considerato il ’cannibale’ in attività non solo degli sport invernali, ma dello sport italiano. Zoeggeler non finisce di stupire firmando così la sua vittoria n. 43 sulla sua pista preferita. «Amo questa pista. A Cesana è come se mi sentissi a casa - ha detto ancora - Ho fatto un altro passo verso il successo finale, ma la stagione è ancora lunga. E poi ci sono i Mondiali a Lake Placid dove tutti partiremo da zero».

L’azzurro inarrestabile punta già i Mondiali di Lake Placid

le, umiliati dagli eterni rivali austriaci proprio sulla loro pista più famosa. A Maribor le ragazze azzurre non hanno saputo fare meglio dei colleghi maschi, anzi. La migliore è stata Denise Karbon, che è molto gigantista e poco slalomista, con l’un-

dicesimo posto mentre Manuela Moelgg ha chiuso al ventesimo. La più attesa, Nicole Gius, era settima dopo la prima manche: la stessa posizione che aveva nello slalom di Zagabria dove riuscì poi a balzare sino al secondo posto. Niente di tutto questo ieri a

Armin Zoeggeler ha trionfato anche ieri

Maribor: Nicole è andata in rotazione in una delle prime porte della manche decisiva mandando all’aria qualsiasi sogno di rimonta. Chiuso questo fine settimana, la coppa del mondo uomini resta in Svizzera e da Adelboden passa alla vicina Wengen

per il classico trofeo del Lauberhorn. Da venerdì a domenica prossimi sono in programma una supercombinata, una discesa ed uno slalom speciale. La coppa del mondo donne si sposta invece in Austria: sabato supercombinata e domenica discesa.


28 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Serie A

Serie B SQUADRA

Livorno Bari Parma Sassuolo Empoli Grosseto Brescia Triestina Vicenza Albinoleffe Pisa Mantova Ancona Rimini Frosinone Cittadella Piacenza Ascoli Avellino Salernitana Treviso Modena

Pt

G

35 34 33 32 32 32 32 31 29 27 26 26 23 23 23 21 21 21 20 20 18 15

20 20 20 19 20 20 19 20 20 20 19 20 20 19 20 20 20 20 20 20 20 20

V

5 6 5 7 4 7 7 5 3 4 5 3 5 3 5 1 3 3 2 3 4 3

IN CASA N P RF

4 3 5 0 4 2 2 5 5 3 2 5 2 2 3 6 4 3 6 2 5 3

0 2 0 2 2 1 1 0 2 3 3 2 3 4 1 3 3 4 3 5 1 4

17 12 13 18 15 23 12 15 15 10 14 10 18 10 10 3 9 7 11 11 15 11

RS

7 9 6 8 14 11 6 8 8 11 13 10 11 11 4 6 9 9 15 13 11 12

1 Divisione

V

TRASFERTA N P RF RS

3 3 3 2 5 2 2 3 4 2 2 3 1 3 0 3 2 2 2 2 0 0

^

SQUADRA

Gallipoli

Pt

G

37

18

V

7

IN CASA N P RF

1

0 21

RS

7

7 4 4 5 1 3 3 2 3 6 3 3 3 3 5 3 2 3 2 3 5 3

1 2 3 3 4 5 4 5 3 2 4 4 6 4 6 4 6 5 5 5 5 7

10 9 11 13 10 9 9 12 10 9 12 9 9 12 12 12 6 6 8 7 4 13

7 8 10 12 7 19 13 13 5 8 12 9 15 16 23 12 12 13 14 15 12 24

F

RETI S DR PE MI

27 21 24 31 25 32 21 27 25 19 26 19 27 22 22 15 15 13 19 18 19 24

GIRONE TRASFERTA V N P RF RS

4

3

3 10

14 13 -3 17 4 -8 16 8 -7 20 11 -5 21 4 -8 30 2 -8 19 2 -7 21 6 -9 13 12 -11 19 0 -13 25 1 -13 19 0 -14 26 1 -17 27 -5 -14 27 -5 -15 18 -3 -19 21 -6 -19 22 -9 -19 29-10 -22 28-10 -20 23 -4 -4 -18 36-12 -25

B

RETI F S DR PE MI

10 31 17 14

3

Arezzo

33

18

5

3

0 17

5

4

3

3 16

14 33 19 14

-1

Benevento

33

18

8

2

0 19

6

1

4

3

12 28 18 10

-5

9

Albinoleffe - Livorno Ascoli - Treviso Avellino - Modena Bari - Salernitana Cittadella - Frosinone Grosseto - Ancona Mantova - Piacenza Pisa - Rimini Sassuolo - Brescia Triestina - Empoli Vicenza - Parma

0-1 1-0 4-3 1-0 0-0 2-1 0-0 oggi rinv. 2-0 1-1

PROSSIMO TURNO Ancona - Albinoleffe Brescia - Pisa Empoli - Avellino Frosinone - Grosseto Livorno - Ascoli Modena - Triestina Parma - Sassuolo Piacenza - Vicenza Rimini - Cittadella Salernitana - Mantova Treviso - Bari

RISULTATI Benevento - Perugia

1-0

Cavese - Arezzo

2-2

Foligno - Paganese

3-0

Juve Stabia - Taranto

3-1

Pescara - Crotone

0-1

Pistoiese - Gallipoli

0-2

Potenza - Foggia

0-0

Bologna - Chievo

IN CASA N P RF

TRASFERTA V N P RF RS

RETI F S DR PE MI

1-1

Fiorentina - Lecce

1-2

Genoa - Torino

3-0

Pt

G

Inter - Cagliari

1-1

Inter

43

18

7

2

0 14

6

6

2

1 18

6 32 12 20

7

Juventus - Siena

1-0

Juventus

39

18

7

1

1 19

6

5

2

2 12

7 31 13 18

3

Napoli - Catania

1-0

Milan

34

18

8

0

1 19

5

2

4

3 11

15 30 20 10

-2

Palermo - Atalanta

3-2

Reggina - Lazio

2-3

Roma - Milan

2-2

Udinese - Sampdoria

1-1

SQUADRA

RISULTATI

RISULTATI

V

RS

Napoli

33

18

8

1

0 19

5

2

2

5

7

11 26 16 10

-3

Genoa

32

18

7

2

0 20

6

2

3

4

7

11 27 17 10

-4

Fiorentina

32

18

6

2

1 15

6

4

0

5 11

10 26 16 10

-4

Lazio

30

18

5

2

2 12

6

4

1

4 17

18 29 24 5

-6

Palermo

26

18

7

0

2 18 10

1

2

6

6

13 24 23 1

-10

Catania

25

18

7

1

1 14

0

3

6

4

13 18 21 -3

-11

8

Atalanta

24

18

6

1

2 15

7

1

2

6

8

15 23 22 1

-12

Roma

24

17

5

2

1 13

9

2

1

6 10

16 23 25 -2

-9

Udinese

23

18

4

4

2 16 11

2

1

5 10

16 26 27 -1

-15

Cagliari

22

18

5

2

2 12

1

2

6

8

15 20 22 -2

-14

Sampdoria

20

17

4

3

2 11

6

1

2

5

5

13 16 19 -3

-15

Siena

19

18

4

3

1

4

1

1

8

5

15 13 19 -6

-15

8

7

Lecce

17

18

2

5

2 10 10

1

3

5

6

15 16 25 -9

-19

Bologna

16

18

2

3

4 12 13

1

4

4

8

15 20 28 -8

-20

Torino

15

18

4

1

4 12 14

0

2

7

6

18 18 32-14

-21

Reggina

13

18

2

3

4 14 15

1

1

7

3 21 17 36-19

-23

Chievo

10

18

1

2

6

1

2

6

5

-26

5 13

1 Divisione ^

SQUADRA

Pt

G

V

IN CASA N P RF

RS

15 10 28-18

GIRONE V

TRASFERTA N P RF RS

F

A RETI S DR PE MI

Pro Patria

33

17

6

2

1 18

4

4

1

3 11

10 29 14 15

-2

Spal

32

18

3

5

0

3

5

3

2 17

10 23 13 10

-2

6

Novara

30

17

5

2

1 15

8

3

4

2

7

7 22 15 7

-3

Reggiana

30

18

5

2

2

7

3

4

2 10

12 19 19 0

-6

9

PROSSIMO TURNO Atalanta - Inter Cagliari - Udinese Catania - Bologna Chievo - Napoli Lazio - Juventus Lecce - Genoa Milan - Fiorentina Sampdoria - Palermo Siena - Reggina Torino - Roma

RISULTATI Cremonese - Pro Sesto Lecco - Pro Patria

1-1 oggi

Monza - Spal

1-2

Padova - Legnano

0-0

Portogruaro S. - Venezia

2-1

Ravenna - Pergocrema

1-0

Reggiana - Cesena

1-0

Cesena

28

18

6

2

1 15

7

2

2

5

8

10 23 17 6

-8

Sambenedettese - Novara 0-1

Padova

27

18

4

5

0 12

5

3

1

5 10

14 22 19 3

-9

Verona - Lumezzane

Verona

24

18

5

2

2 13

9

0

7

2

8 18 17 1

-12

5

PROSSIMO TURNO

Cremonese

23

17

5

2

2 15 10

1

3

4

5

8 20 18 2

-12

Lumezzane

22

18

3

4

2 12

8

1

6

2

7

8 19 16 3

-14

Ravenna

22

18

4

3

2 11

9

1

4

4

8

14 19 23 -4

-14

Legnano - Lecco

Pro Sesto

22

17

4

2

2

7

1

5

3

8

13 16 20 -4

-11

Lumezzane - Padova

Portogruaro S.

22

18

4

3

2 12

8

2

1

6

7

18 19 26 -7

-14

Pergocrema

19

18

1

7

1

6

2

3

4

5

8 11 14 -3

-17

8 6

Monza

19

18

3

5

2 14 11

1

2

5

5

15 19 26 -7

-19

Legnano

18

18

3

3

3 11 13

1

3

5

9

14 20 27 -7

-18

Venezia

16

18

3

3

3 12

1

3

5

8

11 20 20 0 -2 -18

9

Sambenedettese

16

18

2

3

4

4 10

2

1

6

7

12 11 22 -11

-20

Lecco

14

16

1

3

4

7 10

1

5

2

7

8 14 18 -4

-18

2 Divisione ^

SQUADRA

Varese

Pt

G

34

18

V

6

IN CASA N P RF

2

1 19

RS

3

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

3

5

1

9

A

RETI F S DR PE MI

7 28 10 18

-2

Alessandria

33

18

3

6

0

9

5

5

3

1 12

6 21 11 10

-3

Rodengo Saiano

32

18

5

2

1 14

7

4

3

3

6 23 13 10

-2

9

0-0

Cesena - Ravenna

Novara - Monza Pergocrema - Sambenedettese Pro Patria - Reggiana Pro Sesto - Portogruaro S. Spal - Verona Venezia - Cremonese

RISULTATI Alessandria - Carpendolo 0-0 Alghero - Mezzocorona

2-2

Como - Rodengo Saiano 0-3 Ivrea - Pizzighettone Pavia - Canavese

0-2 rinv.

Pro Vercelli - Montichiari rinv.

Crotone

33

18

7

1

1 17

7

3

2

4

9

9 26 16 10

-3

Olbia

28

17

5

1

3 13

9

4

0

4

6

6 19 15 4

-7

Sambonifacese - Olbia

0-3

Cavese

30

18

5

4

0 15

7

3

2

4

9

13 24 20 4

-6

Real Marcianise - Ternana 0-0

Canavese

27

16

5

1

2 15 10

3

2

3

7

9 22 19 3

-5

Sudtirol - Valenzana

1-1

Foggia

27

18

7

2

0 13

5

0

4

5

6

13 19 18 1

-9

Sorrento - Virtus Lanciano 2-1

Como

27

18

3

4

2 10

4

2

3 10

10 20 18 2

-9

Varese - Itala San Marco 3-0

Perugia

24

18

3

4

2

9

7

3

2

4

6

6 15 13 2

-12

Real Marcianise

23

18

5

4

1

9

4

0

4

4

4

11 13 15 -2

-15

PROSSIMO TURNO

Pescara

23

18

6

1

2 11

6

0

5

4

8

17 19 23 -4 -1 -12

Sorrento

22

18

4

3

2 12

9

1

4

4

7

11 19 20 -1

-14

Crotone - Pistoiese

Virtus Lanciano

21

18

5

1

3 16 10

1

2

6

9

19 25 29 -4

-15

Foggia - Pescara

Ternana

20

18

3

4

2

9

5

1

4

4

8

13 17 18 -1

-16

Paganese

20

17

5

1

2 10

7

1

1

7

3

14 13 21 -8

-13

Juve Stabia

19

17

3

4

2

7

2

2

4

9

13 17 20 -3 -2 -14

Foligno

17

18

2

3

4 10 11

8

1

5

3

6

10 16 21 -5

-19

Taranto

17

18

1

4

4

9 10

3

1

5

7

15 16 25 -9

-19

Pistoiese

14

18

1

6

2

7 10

1

2

6

3

12 10 22-12

-22

Potenza

12

18

2

4

3

9

9

1

2 Divisione ^

SQUADRA

Pt

G

V

IN CASA N P RF

RS

2

6

3

9 12 18 -6 -3 -21

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

Figline

34

18

5

2

1 11

6

4

5

1 11

Viareggio

33

18

7

2

0 17

6

2

4

3

7

B

RETI F S DR PE MI

7 22 13 9

0

10 24 16 8

-3

Celano O.

28

18

6

2

1 24

9

2

2

5

8

13 32 22 10

-8

Prato

27

18

5

2

2 14

8

3

1

5 11

12 25 20 5

-9

Giulianova

27

18

5

3

1 13

9

1

6

2

5

6 18 15 3

-9

Sangiovannese

26

18

4

4

2 11

6

3

1

4 12

14 23 20 3

-12

9 17 17 0

-10

Gallipoli - Potenza Paganese - Real Marcianise Perugia - Cavese Taranto - Foligno Ternana - Juve Stabia Virtus Lanciano - Benevento

RISULTATI Bellaria Igea M.- Bassano Virtus 2-2 Celano O. - Poggibonsi

3-0

Ciscoroma - Figline

0-0

Cuoiopelli C.R. - Gubbio

0-1

Giacomense - Prato

2-1

Giulianova - Carrarese

1-1

Rovigo - Viareggio

1-0

3

3

3 13

14 16 24 -8

-16

8

6

0

3

5

4

13 12 19 -7

-17

Sudtirol

17

18

1

5

4

9 12

2

3

3

6

10 15 22 -7

-21

Montichiari

14

17

3

2

4 10 11

0

3

5

5

12 15 23 -8

-21

Alghero

14

18

2

5

2 11 12

0

3

6

3

11 14 23 -9

-22

2 Divisione ^

SQUADRA

Pt

G

V

IN CASA N P RF

RS

GIRONE

TRASFERTA V N P RF RS

C

RETI F S DR PE MI

Cosenza

40

18

6

3

0 11

4

6

1

2 10

5 21

9 12

4

Gela

38

18

4

4

0 10

3

6

4

0 12

4 22

7 15

4

Olbia - Varese Pizzighettone - Pavia Rodengo Saiano - Pro Vercelli Valenzana - Ivrea

RISULTATI Aversa Norman. - Catanzaro 0-1 Barletta - Cosenza

1-2

Cassino - Noicattaro

1-2

Igea Virtus B. - Val di Sangro 0-0 Manfredonia - Andria Bat 1-1 Monopoli - Pescina Vg

2-3

Scafatese - Melfi

2-0

Vibonese - Gela

1-2

Vigor Lamezia - Isola Liri 2-1

2 13

7

1

3

5

3

8 16 15 1

-11

2 17 11

1

6

2 11

11 28 22 6

-12

Bassano Virtus - Sangiustese

Vibonese

24

18

3

4

3

8

8

2

5

1

6

6 14 14 0

-14

Andria Bat - Igea Virtus B.

Carrarese - Giacomense

Noicattaro

22

18

4

2

3

8

6

1

5

3

6

10 14 16 -2

-14

Catanzaro - Manfredonia

Barletta

20

18

2

6

2

8

8

2

2

4

5

7 13 15 -2

-18

Igea Virtus B.

18

18

3

4

3

9

7

0

5

3

5

10 14 17 -3

-20

Cosenza - Vibonese

Aversa Norman.

16

18

3

4

2

9

6

0

3

6

7

15 16 21 -5

-20

4

1 10

6

2

3

5 11

14 21 20 1

-12

Colligiana

22

18

4

2

3

7

2

2

5

8

11 16 18 -2

-14

-23

3 10

2

1

3

13 14 26-12

5

3

3

18

7

2

4

6

22

5

2

17

4

Carrarese

3

18

18

18

Colligiana - Cuoiopelli C.R.

1

20

18

-10

7 13

Pizzighettone Pro Vercelli

Mezzocorona - Como Montichiari - Sambonifacese

25

4 13 22 20 27 -7

4

-16 -13

24

4

4

7 16 18 -2 9 15 17 -2

Scafatese

2

1

9 8

Canavese - Alessandria

Monopoli

5

18

2 5

-11

7

13

4 1

6 21 18 3

2

Rovigo

3 3

8

9

2

-19

7 11 7

1

4

-22

6 2

5

18

11 12 24-12

1 4

3

24

14 24 29 -5

2 2

4 12 12

Poggibonsi

3

18 17

2

-12

5 12

20 20

3

10 18 18 0

4

Carpendolo Pavia

18

6

1

Itala San Marco - Alghero

25

2

3

-10

Cassino

1

2

6 20 17 22 -5

Sangiustese - Colligiana

8

1

6

-8

0 14

9 13

4

8 18 15 3

4

6 12 15

0

2 10

5

4

2

3

18

0

0 11

4

24

4

2

7

Gubbio

4

5

8

-11

2

17

4

10 25 24 1

18

21

1

3 10

18

Carpendolo - Sudtirol

Mezzocorona

4

3

19

-15

18

3

16

10 13 15 -2

28

2 15 14

Giacomense

-12

8

Andria Bat

4

Cuoiopelli C.R.

10 20 19 1

3

Sangiovannese - San Marino 4-0

3

-15

3 10

4

0

18

-16

3

2

-4

25

14 21 24 -3

3

5

3 24 10 14

Bassano Virtus

14 23 24 -1

9

5

12 23 16 7

11 20 18 2 -1 -10

9

3 10 2

0 11

4

5

3 5

2 15

3 10

2 13

3 2

4

2

2

18 18

4

3

6

24 21

5

3

2

Ivrea

4

2-0

PROSSIMO TURNO

Itala San Marco

7

3

1

-12

4

8

2 12 10

-9

8 15 12 3

8

7

2 10 10

10 18 19 -1

0 13

2 11

4

6

0

3 10

5

3

2 10

5

3

3

3 5

5

2

2

2 2

4

4

18

9 4

5

3

4

18

2 12 2

18

18

21

2 4

18

18

20

5 3

36

26

San Marino

17 18

30

25

Bellaria Igea M.

26 24

Catanzaro

Sangiustese

4

Sambonifacese Valenzana

Pescina Vg

Ciscoroma

8

6

Arezzo - Sorrento

8

PROSSIMO TURNO

Figline - Bellaria Igea M. Gubbio - Sangiovannese Poggibonsi - Ciscoroma Prato - Rovigo San Marino - Giulianova Viareggio - Celano O.

Manfredonia

16

18

2

5

2

6

6

1

3

5

1

Isola Liri

15

18

2

5

2

7

7

0

4

5

3

8

7 14 -7 -1 -19

11 10 18 -8

-21

Val di Sangro

15

18

2

6

0

4

2

0

3

7

6

18 10 20-10

-19

Vigor Lamezia

14

18

1

4

4

6 14

2

1

6

4

12 10 26-16

-22

Melfi

12

18

1

3

5

9 13

0

6

3

8

12 17 25 -8

-24

PROSSIMO TURNO

Gela - Monopoli Isola Liri - Scafatese Melfi - Aversa Norman. Noicattaro - Barletta Pescina Vg - Vigor Lamezia Val di Sangro - Cassino


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 29

SPORT Una tripletta del giocatore laziale decide il match del Granillo. Amaranto sconfitti per 3-2

S E R I E

A

Pandev affonda la Reggina REGGINA

REGGIO CALABRIA — Una tripletta di

Pandev affonda la Reggina. Gli amaranto, sconfitti in casa per 3-2 dalla Lazio, ieri pomeriggio hanno toccato il fondo. Non della classifica, ma del morale, della convinzione, forse delle speranze di salvezza. Il "derby" di Gabriele Martino, tornato in riva allo Stretto dopo aver guidato anche l'area tecnica biancoceleste, ha consegnato al diesse questa sconfortante fotografia. Della gara di ieri non c'è da salvare praticamente nulla. L'unica speranza è rappresentata dal calciomercato. Eppure, subito dopo il fischio d'inizio, la Reggina passa in vantaggio (4'): Rozehnal perde palla, Brienza s'invola e viene falciato in area da Carrizo. L'arbitro Bergonzi concede il calcio di rigore ma commette un grave errore tecnico, ammonendo il pipelet della Lazio invece di espellerlo. Dagli undici metri Corradi spiazza il portiere. Al 10' l'illusione ottica del raddoppio su un calcio di punizione di Barreto: la palla scavalca la barriera ma termina sull'esterno della rete. La Lazio si affaccia per la prima volta in area amaranto al 13' con un elegante scambio in palleggio tra Meghni e Pandev, sul cui tiro Campagnolo si esibisce in uno stacco di reni e devia in corner. Un minuto dopo lo stesso attaccante ospite ristabilisce la parità: taglia la trequarti di campo da destra verso il centro e batte a rete da fuori area; sulla sua conclusione è determinante la deviazione di Santos che spiazza Campagnolo. I biancocelesti sono scatenati e al 21' ribaltano il risultato: cross da si-

2ª D I V I S I O N E

Di Corradi e Cozza le due reti della squadra di Bepi Pillon REGGINA LAZIO

2 3

Marcatori: 4' pt Corradi (rig.), 14' pt, 21' pt e 31' st Pandev, 18' st Cozza. Reggina (4-4-2) : Campagnolo; Cirillo, Lanzaro, Santos, Costa (8' st Cozza); Sestu (40' st Di Gennaro), Barreto, Tognozzi (11' st Viola), Barillà; Brienza, Corradi. A disposizione: Marino, Cosenza, Krajcik, Ceravolo. All.: Pillon. Lazio (4-3-3) : Carrizo; De Silvestri, Diakite, Rozehnal, Radu; Dabo (20' st Brocchi), Ledesma, Meghni (30' st Mauri); Pandev, Zarate (35' st Foggia), Rocchi. A disposizione: Muslera, Kolarov, Makinwa. All.: Rossi. Arbitro: Bergonzi di Genova (assistenti: Ferrandini di Sondrio e Franzi di Verbania; quarto uomo Peruzzo di Schio). Ammoniti: Carrizo, Tognozzi, Cirillo, Diakite. Corner: 8 a 5 per la Lazio. Recupero: 1' pt, 4' st. Spettatori paganti 1170 per un incasso di 13.625 euro. Abbonati 8690. nistra di Radu per Pandev, che al limite dell'area piccola stoppa di petto e con un rasoterra micidiale manda il pallone alle spalle dell'estremo guardiano di casa. Dopo il vantaggio la Lazio amministra il risultato con autorevolezza. Grazie alla fitta ragnatela che crea tra i reparti non corre rischi, mentre si affida alla velocità di alcuni uomini - chiave per trasformare sistematicamente l'azione da difensiva in offensiva. Zarate crea scompiglio, ma

non finalizza mai. La Reggina sbatte contro il muro biancoceleste. Il primo tempo vola via così. In avvio di ripresa gli amaranto si riversano in avanti e al 3' vanno vicini al pareggio: sugli sviluppi di un corner, in mischia, Tognozzi colpisce di testa ma Rocchi salva in extremis. Ad ogni modo i calabresi soffrono troppo sulle fasce. Pillon lo comprende e all'8' richiama l'evanescente Costa, indietreggia Barillà sulla linea difensiva ed inserisce Cozza. La Lazio va vicina al terzo gol (10') con Meghni, a cui Campagnolo risponde con una respinta d'istinto. Intanto il fischiatissimo Tognozzi lascia spazio al giovane Viola. Tatticamente non cambia nulla. Ma a rompere la situazione di impasse è un'azione estemporanea (18'): pallone recuperato a centrocampo da Cirillo, lancio in profondità per Sestu e traversone basso di quest'ultimo per Cozza che da pochi passi non fallisce: è il 2 a 2. La partita non concede respiro e al 31' la Lazio torna in vantaggio, ancora con Pandev che in area scocca un destro violento, con la sfera che s'insacca sotto l'incrocio dei pali. La Reggina si porta avanti più per forza d'inerzia che per effettiva convinzione. Al 43' ha una buona occasione per pareggiare ma, sul tiro rasoterra di Barillà, Viola devia la sfera quel tanto che basta per farla finire fuori dallo specchio della porta. E' l'ultima chance per una Reggina che perde la partita, la testa, la faccia. Per gli amaranto è l'anno zero. Angela Latella

Le pagelle di Antonio Latella Campagnolo 6. Non ha specifiche responsabilità sui gol della Lazio. Paga le distrazioni della difesa. Cirillo 5. La generosità non si discute, come dimostra l’azione del gol di Cozza. Ma soffre troppo il cambio di passo dei brevilinei avversari. Lanzaro 5. Non si salva dal naufragio generale del pacchetto arretrato. Spesso in difficoltà contro Rocchi. Santos 5. La sua deviazione è determinante sul primo gol di Pandev. Prestazione sotto gli standard cui ha abituato. Costa 4,5. A tratti è imbarazzante. Copre poco e male, non scende mai sulla fascia e, quando lo fa, i cross sono da dimenticare. Dall’8’ st Cozza 6. L’unico dotato di piedi e intelligenza calcistica da serie A. Sigla il temporaneo pareggio. Sestu 6,5. Nel primo tempo fa l’ala, nel secondo anche la punta. Ottimo lavoro sulla destra. Dal 40’ st Di Gennaro sv. Barreto 5. Privo del “gemello” Carmona, è costretto a sobbarcarsi un superlavoro: i risultati sono falcata pesante e idee annebbiate. Tognozzi 4,5. Chi si lamenta, perché non gioca, farebbe bene a dimostrare di meritare il posto quando ha l’occasione di scendere in campo. Dall’11’ st Viola 5,5. Molti errori. Probabilmente paga per l’eccessiva emozione. Barillà 5. E’ sulle ginocchia già dopo mezz’ora. Deve sottoporsi a un intenso lavoro dal punto di vista atletico. Brienza 5,5. Costretto a trovare spazi nel “traffico” della difesa biancoceleste. E’ lucido ma alla lunga si perde nel grigiore generale. Corradi 5,5. Si segnala per la trasformazione del calcio di rigore. Per il resto sgomita, si batte con impegno ma non è decisivo sotto rete. Pillon 6. Sia l’impostazione della gara che le correzioni in corsa appaiono ineccepibili. Arbitro: Bergonzi di Genova 5. Se avesse espulso, come da regolamento, il portiere della Lazio dopo appena tre minuti, probabilmente la partita avrebbe avuto un esito diverso.

I rossoblù di Toscano espugnano Barletta per 2-1 e proseguono la corsa solitaria in testa alla classifica

Cosenza, la marcia continua COSENZA

BARLETTA — Riesce l'impresa al

Cosenza, che espugna il Cosimo Puttilli di Barletta imponendosi sui biancorossi con il punteggio di 2-1. I rossoblu sfruttano, specie nel secondo tempo, il calo fisico dei padroni di casa e soprattutto il loro più elevato tasso tecnico messo in campo. Un campo, quello del Puttilli, in condizioni pietose, appesantito dalle intense piogge dei giorni passati e che ha fortemente limitato la manovra di gioco di ambedue le formazioni. Mister Toscano dispone i suoi con il 4-4-1, con Mortelliti a supporto della punta Galantucci, Catania e Occhiuzzi esterni alti ad agire rispettivamente sulla sinistra e sulla destra. Si segnala il neoacquisto Battisti a centrocampo. Per il Barletta invece Sanderra si affida al collaudato 4-4-2, con i nuovi importanti innesti di Gennaio Ike (migliore in campo), Merito e Caracciolese. Primo tempo giocato prevalentemente su ritmi lenti, con le squadre in fase di studio e restie ad offendere con incisività. Al 13' Caracciolese sfrutta un cross dalla sinistra di Ike ma la sua incornata finisce tra le braccia di Ambrosi. Non succede praticamente nulla fino al 33' quando il Cosenza si fa vivo con Occhiuzzi che dalla destra fa partire un cross per l'accorrente Mortelliti che però manda alto. Al 34' Derose manda fuori di poco un cal-

Al vantaggio pugliese di Ike, replicano Braca e il nuovo acquisto, Mortelliti BARLETTA COSENZA

1 2

Marcatori: 44' pt Nwigwe Ike, 7' st Braca, 42' st Mortelliti Barletta: Furlan 5; Mastronicola 5,5; Rizzi 5 (dal 43' st Ruiz sv); Daleno 6; Tangorra 5,5; Fabbro 5,5; Merito 5,5; De Cecco 6 (dal 28' st Pollidori 5,5); Caracciolese 6; Nwigwe Ike 6,5; Alessandri' 6 (dal 25' st Laviano 5,5). A disp.: Montagna, Fontanella, Sabini, Iervolino. All. Sanderra Cosenza: Ambrosi 7; Bernardi 6,5; Musacco 7; Parisi 7 (dal 42' st Moschella sv); De Rose 7; Braca 6,5; Occhiuzzi 6,5 (dal 41' st Profeta sv); Battisti 6,5; Galantucci 6 (dal 30' st Ramora 6); Mortelliti 7; Catania 6. A disp.: Guizzetti, Chianello, Fabio, Salandria. All. Toscano Arbitro: Manna di Isernia. Note: Ammoniti: Merito, Pollidori, Bernardi, Musacco, Nwigwe Ike, Ramora. Angoli 5-5. Tempi di recupero: 2' pt, 5' st. cio piazzato dai 25 metri. Al 38' Caracciolese conclude alto da pochi passi su cross di Dececco dalla sinistra. Al 44' il vantaggio del Barletta che sfrutta al meglio una transizione offensiva: Merito dalla destra lascia partire un lungo cross che incontra una prima violenta deviazione di destro di Ike, miracolo di Ambrosi che però sull'altrettanto violenta ribattuta di sinistro non puo’ nulla. Due minuti di recupero e

la prima frazione si chiude con il Barletta meritatamente avanti sulla capolista. Al ritorno dagli spogliatoi quello che scende in campo è però un altro Cosenza: piu' reattivo fisicamente e incisivo in avanti. Al 7' i rossoblu infatti pervengono subito al pareggio con Braca, che, lasciato colpevolmente libero si saltare da Fabbro, sfrutta al meglio una punizione di Catania infilando Furlan di testa. Il Barletta non si

abbatte e reagisce al 19' con Merito che si vede miracolosamente respinto il suo colpo di testa dall'ottimo Ambrosi. Al 21' ancora Cosenza con l'ex Andria Musacco che conclude alto dalla trequarti. Al 31' vicinissimi al gol i rossoblu con Mastronicola che sventa sulla linea una ravvicinata ma debole conclusione di Catania. Al 33' è Ike a segnalarsi con una pregevole percussione centrale che termina con un tiro

centrale, facilmente parato da Ambrosi. Il Barletta cala fisicamente nel finale e subisce il gol, fortemente contestato. Mortelliti, imbeccato in verticale dal neo entrato Ramora, supera Furlan con un lob vincente ma l'azione è dubbia per un fallo su Ike che ha permesso la transizione favorevole al Cosenza. Il Barletta raccoglie le ultime forze e nei minuti di recupero si riversa in avanti, rendendosi pericoloso prima con Fabbro che di testa manda alto e poi ancora con Ike che di sinistro conclude fuori. Ma non succede piu' nulla e il Cosenza riesce cosi' a portare a casa i tre punti. Un risultato forse un po' generoso, per quanto le due squadre hanno dimostrato nel corso dei 90' minuti di gioco e che premia sicuramente la superiorità tecnica dei rossoblu, punendo invece un Barletta che, dopo un ottimo primo tempo, non e' riuscito a mantenere il giusto ritmo di gara calando alla distanza. Comune denominatore per le due squadre le positive prestazioni dei nuovi acquisti. Il Cosenza prosegue così la sua corsa solitaria in tesa alla classifica a +2 dal Gela. Il Barletta arranca a soli 4 punti dalla zona calda dei playout ma con la buona prestazione mostrata puo’ guardare con più fiducia al futuro. (Italpress)


30 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Vittoria dei giallorossi di Provenza che “passano” ad Aversa per 1-0 e restano sulla scia della capolista

Colpo esterno del Catanzaro CATANZARO

AVERSA — L'Aversa Normanna cade per la secondavolta consecutiva tra le mura casalinghe e consegna tre punti importantissimi ad un Catanzaro bravo, fortunato, caparbio e capace di una grande prova di carattere. Provenzaschiera i suoi con un 4-4-2 in cui non c'e' Falomi, destinato alla panchina ma Iannelli e Caputo. Il tecnicoSergio invece presenta i propri uomini con il 4-4-1-1 con Sibilli alle spalle dell'unica punta Gennaro Marasco. La gara sale di tono al 4' pt quando Antonio Marasco, rientrato alla corte normanna e in campo per la prima gara ufficiale, ci prova dalla distanza con un rasoterra che l'estremo difensore calabrese blocca a terra, distendendosi. Passano appena quattro minuti e il Catanzaro, che appareconfuso nei primi minuti, replica con una punizione di Caputo che non centra il bersaglio e termina di molto a lato. Al 10', è di nuovo il capitano aversano A. Marasco che cerca di portare in vantaggio i suoi con una punizione che, però, non è precisa e termina, seppur di un soffio, a lato. Tra le due formazioni e' sicuramente l'Aversa Normanna a darsi maggiormente da fare, mentre il Catanzaro resta all'angolo come se fosse incapace di reagire e di dare una sterzata alla propria gara. Al 13', infatti, i tifosi locali esultano, ma il gol èè soltanto un'illusione. Sibilli, infatti, imbeccato alla perfezione da Antonio Marasco, calcia in diagonale e la sfera termina sull'esterno rete, dando l'impressione del gol. La gara non riserva particolari spunti dopo questa

2ª D I V I S I O N E

Match-winner ancora l’attaccante Max Caputo. Espulso Zaminga AVERSA NORMANNA 0 CATANZARO 1 Marcatore: 14' st Caputo. Aversa (4-4-1-1) : Del Giudice 5; Panini 6, Avolio 6, Di Girolamo 6, Pagano 5.5; Franzese 6 (18' st Romano 5), Marasco A. 6.5, Zolfo 5, Rosamilia 6 (4' st Matarazzo 6); Sibilli 5; Marasco G. 5.5 (36' st Longo sv). In panchina: Pettinari, Chirico, Silvestri, Arini. All: Sergio. Catanzaro (4-4-2) : Mancinelli 6.5; Montella 6, Gimmelli 6.5, Di Maio 6.5, Tomi 6; Mangiacasale 6.5, Berardi 6.5, Zaminga 5, Cardascio 5 (24' st Benincasa sv); Caputo 6 (24' st Armenise sv), Iannelli 5 (1' st Falomi 6). In panchina: Parisi, Di Meglio, Bruno, Frisenda. All: Provenza. Arbitro: Colasanti di Siena. Note: Espulsi: al 17' st Zaminga (C) per doppia ammonizione; al 45' st Zolfo (A) per doppia ammonizione. Ammoniti: Zaminga (C), Berardi (C), Di Girolamo (A), Zolfo (A), Mancinelli (C). Spettatori 1300 circa. Angoli 62 per l'Aversa. Recuperi: 0'pt, 4'st. azione e sol al 31' Caputo prova a dare la sveglia con una punizione senza alcuna pretesa. Fino allo scadere del primo tempo regolamentare la gara prosegue sulla falsa riga di un equilibrio che le due squadre mettono in atto: l'Aversa sterile in attacco, il Catanzaro confuso e forte in difesa. Al rientro dagli spogliatoi, Provenza prova immediatamente a dare una svolta alla gara dei calabresi, inserendo l'attaccante Falomi al posto

dell’evanescente Iannelli. Il giocatore appena entrato prova subito a dare un'impronta propria e al 4' st sfrutta al meglio un cross dalla destra, svettando pi alto di tutti, ma fallendo il centro veramente di poco. La formazione calabrese sembra essere entrata pi determinata in campo, invertendo i ruoli con gli avversari che tornano a farsivedere al 12' con un'azione clamorosa. Matarazzo, entrato nei secondi 45', effettua un angolo che pesca Avolio tra le maglie della difesa avversaria. Il difensore calcia sotto misura e a botta sicura, trovando la respinta in angolo di Mancinelli che e' miracoloso e blinda la propria porta. Nel calcio, solitamente, vale la regola gol mancato, gol subito, che si realizza anche in questo caso. Due minuti dopo, infatti, e' il Catanzaro ad andare in vantaggio con Caputo che vede il portiere normanno Del Giudice fuori dai pali, calcia dalla lunga distanza e fa centro, trovando la strada spianata verso le rete. Per l'Aversa è una doccia fredda, ma la reazione non arriva, nemmeno, quando al 17' st il Catanzaro resta in dieci per l'espulsione di Zaminga. Bisogna aspettare il 21' per rivedere i granata che cercano il pareggio con il neo acquisto Pagano sul cui tiro si fa trovare, ancora una volta, pronto l’estremo difensore calabrese che respinge. L'assalto finale della Normanna, che pareggia i conti per l'espulsione di Zolfo nel finale, è affidata a Sibilli che fallisce la girata in area di rigore. (Italpress)

Le pagelle giallorosse Mancinelli 6,5 - Con un paio di interventi strepitosi tiene il Catanzaro a galla nel momento più difficile. Sicurezza ed esperienza al servizio di un progetto ambizioso. Montella 6 - Non è molto agile nei movimenti, ma strappa comunque la sufficienza per un lavoro tanto oscuro, quanto efficace. A volte e' troppo duro negli interventi. Gimmelli 6,5 - Con Di Maio l'intesa è ottima anche quando il compagno magari incappa in qualche errore. Un mastino nelle chiusure. Concede pochissimo agli attaccanti avversari. Di Maio 6,5 - E' insuperabile soprattutto nel gioco aereo. Con i piedi qualche volta è imbarazzante, ma comunque rischia pochissimo. Tomi 6 - Un fludificante di sicuro affidamento sia in fase difensiva che offensiva. Anzi quando sente il profumo della porta avversaria prova la via del gol senza esitazioni. Mangiacasale 6,5 - Puo’ giocare indifferentemente a destra o a sinistra. Si sacrifica per la causa e ripaga la fiducia dell'allenatore con una prestazione di qualità e quantità. Berardi 6,5 - Alimenta la manovra, cerca di rifornire i compagni del reparto offensivo. Efficace anche quando bisogna difendere a denti stretti il risultato. Zaminga 5 - Paga l’eccessivo nervosismo con il doppio giallo che gli costa l'espulsione. Cardascio 5 - Non e' in giornata. Dalle sue parti l'Aversa riesce spesso a bucare. Troppi errori anche in palleggio e disimpegno. (dal 24' st Benincasa sv - Contribuisce con la sua freschezza atletica al successo del Catanzaro). Caputo 6,5 - Salva la sua prestazione con un gol da applausi. Fino a quel momento non era stato fortunato. (Dal 24' st Armenise sv) Iannelli 5 - Ha le polveri bagnate e Provenza, giustamente, lo sostituisce. Dal 1' st Falomi 6 - Cerca di rendersi subito pericoloso. Provenza 6,5 - Prova a cambiare l'assetto tattico in corso d'opera, riuscendo a vincere una partita difficile. (Italpress).

Rossoblù sconfitti per 2-1. Siciliani in vantaggio con Esposito. Pareggio di Melis e rete decisiva di Marinucci

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Il migliore in

campo alla fine è anche il matchwinner dell’incontro. Marinucci regala la vittoria al Gela che non ferma così la rincorsa alla capolista Cosenza, con un gol a dieci minuti dalla fine che risolve la partita. E’ una Vibonese che per la prima volta dopo due anni non schiera dal primo minuto Mastrolilli, finito ad Andria. Galfano sceglie un modulo diverso lasciando a Taua il compito di fare reperto avanzato col sostegno di Melis e l’apporto di Polito e Di Franco sulle fasce. L’inizio è spumeggiante con le due squadre che si affrontano a viso aperto con rapidi capovolgimenti di fronte. Subito il Gela in avanti e dopo sessanta secondi Di Mauro deve subire il cartellino giallo costretto a fermare in malo modo la pericolosa incursione per vie centrali di Marinucci. La successiva punizione di Alessandrì finisce al lato. La Vibonese tiene bene il camAmabile: 5.5sui due gol, le colpe non sono certe le sue, ma sono sempre due gol presi! Orefice: 5.5 partita senza sbavature, ma senza incidere. BicaBaden:6.5haingaggiatounasfidaall’armabiancaconGaetadimostrandopersonalità e forza da veterano. Pirrone: 6ha lavorato per sé e per altri cercando di reggere il centrocampo dinanzi a personaggi del calibro di Marinucci. Bianciardi:6rientravadopounlungostop e non è ancora al meglio, ma la sua pre-

Una sfortunata Vibonese si arrende in casa al Gela VIBONESE GELA

1 2

Marcatori: Esposito P. (G) al 25’ p. t., Melis (V) su rigore al 35’ p. t., Marinucci (G) al 35’ s. t. Vibonese (4-2-3-1) : Amabile, Orefie, Bica Baden, Pirrone, Bianciardi, Ranellucci, Di Franco (dal 25 s. t. Kulenthiran), Di Mauro (dal 36’ s. t. Oudira), Taua (dal 41’ s. t. Ruscio), Polito, Melis. All. Galfano. Gela (4-4-1-1) : Cecere, Esposito P., Esposito G., Russo (dal 16’ s. t. Espinal), Fernandez, D’Aiello, Gaeta, Marinucci, Pasca (dall’11’ s. t. Franciel), Alessandrì, Unniemi (dal 46’ s. t. Ambrosecchia). All. Cosco. Arbitro: Melchiori di Ferrara. Note: circa 500 gli spettatori, in tribuna i ragazzi della Scuola Calcio del Paravati ospiti della società rossoblu; ammoniti: Di Mauro (V) al 1’ p. t., Russo (G) all’11’ p. t, Marinucci (G) al 27’ p. t., Esposito P. (G) al 34’ p. t. Angoli: 1-4

po e reagisce con personalità. In tre minuti sfiora un vantaggio che sarebbe stato meritato. Il lavoro di Taua è prezioso liberando per i compagni spazi invitanti. E così al 12’ Melis tenta una conclusione al volo che poteva avere migliore fortuna. Tre minuti dopo, solo una prodezza di Cecere impedisce al colpo di testa di Melis di chiudere in gol una bella azione sviluppatasi da sinistra. Sugli sviluppi del successivo angolo Di Franco conclude sopra la traversa. Si arriva al 22’ per un nuovo botta e risposta tra Vibonese e Gela. Prima è Di Mauro a concludere alto, quindi identica sorte ha la successiva conclusione di Alessandrì. Ancora due minuti ed il Gela è in vantaggio. La punizione di Marinucci pesca Esposito lasciato completamente solo al centro dell’area di rigore: per il difensore proiettatosi in avanti è uno scherzo infilare la palla in rete. La Vibonese reagisce subito con

personalità e si riversa nella metà campo avversaria. Al 33’ ci prova Di Franco con un bel tiro da fuori. Poi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo Bianciardi finisce a terra e l’arbitro a due passi non ha dubbi: il rigore è trasformato da Melis. Finisce qui il primo tempo, sul risultato di 1-1 La ripresa sembra meno pimpante della prima frazione di gioco, ma la Vibonese prova ad insistere. E così, il solito Melis ci prova all’8’ da fuori; quindi, al 18’ una veloce percussione sulla fascia destra della linea d’attacco porta Di Franco ad una conclusione che si infrange sull’esterno della rete. È l’ultima occasione degna di nota per i rossoblu, che rallentano il ritmo ed allentano la morsa. Viene così fuori il Gela, che nel frattempo fa entrare Franciel ed Espinal. L’intervento più impegnativo per Amabile è al 23’, quando con i pugni respinge una conclusione di Unnemi. Intanto, da tempo sulla

LE PAGELLE Bene anche Melis. Deludono Ruscio e Di Mauro. Prova incolore di Amabile

Brilla la stella di Taua. Il migliore senza ha inciso positivamente. Ranellucci: 6 un buon lavoro in tandem con Bianciardi Di Franco: 6si è mosso tanto, ha cercato di prendersi i suoi spazi, ha provato qualche conclusione. Dal 25’ s. t. Kulenthiran 5: la

sua presenza non ha inciso, senza cambiare il corso della partita. Di Mauro: 5 non riesce più a illuminare questa squadra e senza luce la Vibonese non brilla. Che sia vittima della “sindrome da fascia di capitano”? dal 36’ s. t. Oudira:

s. v. qualcuno si è accorto del suo ingresso in campo? Taua: 7se Cosco, allenatore della squadra avversaria,lodefinisce“Immenso!”,serve aggiungere altro? L’unica speranza è che l’infortunio non lo tolga di squadra per

fascia destra della linea d’attacco siciliana è iniziata una sfida all’arma bianca tra il giovane Bica Baden ed il più esperto Gaeta. Ed è proprio da questo lato del campo che parte l’azione del gol-partita con Gaeta che libera da destra Marinucci, il quale entra in area si beve Pirrone e batte Amabile con un tiro preciso, là dove il portiere vibonese non può arrivare. La partita in pratica finisce qui, con la Vibonese che prova a farsi avanti ma il Gela è squadra compatta che non si lascia più sorprendere. C’è solo il tempo per un’altra tegola che si abbatte sui rossoblu: intorno al 39’ Taua si accascia a terra, vittima di quella stesso stiramento subito proprio nella gara d’andata contro lo stesso Gela. A questo punto, se non si interviene in settimana, la Vibonese andrà a Cosenza praticamente senza attacco. Negli spogliatoi, è evidente la preoccupazione dell’allenatore Galfano, mentre il presidente Gurzillo assicura che si andrà subito sul mercato per cercare una punta: “Abbiamo un contatto importante, con un giocatore di serie A, oggi in prestito in C1, ma ci ha chiesto ancora tempo, una settimana dieci giorni, ed in questa condizioni non so più se possiamo aspettare. Vedremo. Vedremo in settimana”. Maurizio Bonanno

troppo tempo. Dal 41’ s. t. Ruscio: 6cuore generoso, prova a dare la scossa alla squadra cercando di trasmettere grinta. Polito: 6.5 si è dimenato per novanta minuti: quando si è accorto di non avere spazi, si è sacrificato tornando indietro alla ricerca di palloni giocabili. Melis:7segnailrigore,siprocuraaltrebelle occasioni, che solo un ispirato Cecere gli impedisce di chiudere in gol. M. B.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 31

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA

LA CRONACA Finalmante i primi tre punti della stagione in casa. Sconfitta l’Isola Liri per 2-1

La Vigor “espugna” il D’Ippolito Grande prova d’orgoglio di tutta la squadra. Ragatzu e Sergi firmano la vittoria

di Antonio Cannone LAMEZIA TERME — Finalmente! Al

termine del match di ieri contro l’Isola Liri, la Vigor Lamezia di Ammirata raccoglie i primi tre punti in casa, sfatando quello che ormai era diventato il tabù “D’Ippolito”. I biancoverdi infatti superano per 2-1 i laziali e rivedono un po’ di luce, abbandonando l’ultima posizione in classfida. Match-winner, il ritrovato bomber, Michele Sergi che ha così “bagnato” l’esordio con un gol pesantissimo, al pari di un rigenerato Mauro Ragatzu, l’altra punta lametina che ha disputato una grande prova. Dunque, inizia nel migliore dei modi il 2009 per la Vigor che sfodera una prestazione oltremodo convincente per impegno, sacrificio e voglia infinita di vincere. Cronaca. Primo tempo sottotono rispetto a una ripresa che ha regalato le migliori emozioni. La Vigor è padrona assoluta del campo e nei primi 45’, la compagine laziale è praticamente inesistente. Al 2’ c’è già un contrasto in area ospite con Ragatzu che viene messo giù. Per l’arbitro è tutto regolare. Al 7’ Sergi a tu per tu con il portiere ospite arriva leggermente in ritardo e sfiora il gol, mancando la zampata vincente. L’Isola Liri si vede solo all’11’ con un tiro di Giacalone dal limite che finisce abbondantemente fuori. Poi è solo Vigor. Al 14’ ancora Sergi dal limite para Fiorini. Al 24’ è Ciotti con un gran fendente dalla lunetta che viene deviato appena sulla traversa da un difensore. Il tempo si chiude con una netta supremazia territoriale dei padroni di casa che però non porta alcun risultato concreto. Nella ripresa, la gara si vivacizza subito con l’Isola Liri che si fa leggermente più intraprendente, consentendo alla Vigor di sfruttare il gioco di rimessa. Al 2’ Ranelli tira dal limite con la sfera che si perde fuori. Al 3’ è Pignalosa che entra in area tira di prima intenzione e Panìco para. Quindi, si giunge al minuto 5 quando, grazie ad una splendida azione biancoverde, la Vigor passa in vantaggio. La manovra offensiva è da cineteca con Lopetrone che da centrocampo “apre” sulla corsia destra per l’accorrente Ciotti. Cross al centro e Ragatzu anticipa tutti spiazzando il portiere ospite. Davvero un gran gol. Sulle ali dell’entusiasmo la Vigor potrebbe chiudere definitivamante la contesa

Esplode il D’Ippolito. Sergi, nella foto, realizza il 2-1 per la Vigor Lamezia

VIGOR LAMEZIA ISOLA LIRI

2 1

Marcatori: 5’ st Ragatzu; 28’ st D’Alessandro; 44’ st Sergi Vigor Lamezia: Panìco, Ciminari, Marinelli, Pascuccio, Lopetrone, Filippi, Ciotti, Carraro, Sergi, Riccobono, Ragatzu (dal 47’ st Sanso). In panchina: Forte, Rondinelli, Clasadonte, Amita, Scalese, Ianni. All. Ammirata Isola Liri: Fiorini, Brunetti, Dolcemascolo, Mollo, Sannibale, Matrisciano, D’Alessandro, Giacalone, Pignalosa (dal 41’ st D’Imporzano), La Cava (dal 14’ st Tortori), Ranelli. In panchina: Tomei, Cagnale, D’Avanzo, Mastrantoni, Rotondo. All. Zecchini. Arbitro: Gallo di Barcellona Pozzo di Gotto. Note: Giornata piovoso e terreno di gioco allentato. Spettatori un migliaio circa. Angoli 6-5 per l’Isola Liri. Ammoniti: Pascuccio (VL); Mollo (IL). Recupero: 2’-4’. con tre consecutive palle-gol. Al 10’ Riccobono in area scambia con Sergi. Il suo tiro si perde di poco fuori. Al 13’ incursione di Ciotti dalla destra. Il jolly biancoverde lascia partire un tiro forte e angolato che il pipelet ospite devia in angolo. Al 16’ i tifosi gridano al raddoppio. Lungo lancio in area con il portiere ospite che perde il tempo e si fa superare dalla sfera. Ciotti è lì appostato ma il suo colpo di testa sfiora incredibilmente il palo. E così accade che nell’unica tiro in porta, l’Isola Liri trova il pareggio. Minuto 28 e D’Alessandro, a seguito di un corner e di una respinta della difesa lametina, trova il tiro della domenica. Un rasoterra forte e preciso che si infila al-

Dopo il gol, l’attaccante è sommerso dagli abbracci dei compagni di squadra...

LE PAGELLE Prestazione superlativa dell’attaccante. Ottima anche la prova di Lopetrone

Ragatzu, migliore in campo! Panìco 6: Praticamente inoperoso nel primo tempo. Nella ripresa corre pochi rischi e sul gol laziale non ha colpe. Ciminari 6,5: Prova di carattere per il difensore argentino che si disipegna bene anche sulla fascia. Marinelli 6,5 : Anche lui offre una prestazione convincente senza mai disdegnare puntatine in avanti. Unica pecca, se così si può dire, poca convinzione nell’affondare in area. Pascuccio 6,5 : Un voto di stima dopo il rientro in squadra. Fermo da poco meno di un anno, ha dato il suo contributo alla causa biancoverde. la destra di Panìco. Scoramento sugli spalti e fantasmi che ritornano. Dopo qualche minuto di smarrimento al 38’ Sergi si vede annullare una rete di testa dopo un cross di Ciotti dalla destra che l’arbitro, su segnalazione del collaboratore, ritiene aver oltrepassato la linea di fondo. Ma la Vigor non si scompone e ci crede. Minuto 44’ Ragatzu poco dopo la linea centrale del campo serve una palla-d’oro per Sergi, scattato sulla linea del fuorigioco. L’attaccante guarda il portiere e lo beffa con una sorta di mezzo pallonetto che si infila in rete. Boato del pubblico e vittoria strameritata per Vigor Lamezia che inizia la rincorsa verso la salvezza sotto i migliori auspici.

Lopetrone 7: Fra i migliori in assoluto. Si rivede in campo dopo il derby d’andata giocato per soli 20 minuti a Cosenza. Offre una prestazione a dir poco maiuscola.

gnare il gol decisivo dell’incontro. Un esordio più che positivo. Si sacrifica per la squadra e spesso torna anche in difesa per far manforte ai compagni del reparto.

Filippi 6 : Prova sufficiente, confortato anche da un reparto che ha funzionato piuttosto bene.

Riccobono 7 : Come sempre mette apprensione alle difese avversarie. Tiene bene palla e imposta il gioco, cercando anche la soluzione personale.

Ciotti 7: Un’altra prova impeccabile nonostante qualche problemino fisico. E’ il solito infaticabile cursore sulla fascia offensiva destra. Carraro 6, 5: Lavoro oscuro e prezioso. Contrasta e imposta, in un centrocampo che finalmente funziona.

Ragatzu 7,5: A lui il voto più alto della domenica. Un gol e tanta grinta, intrisa di abenegazione che fa dimenticare le prestazioni precedenti grazie anche alla “spalla” Sergi. Dal 47’ st Sanso: sv.

Sergi 7 : Ha il grande merito di se-

Ant. Can.

SPOGLIATOIO Mister Ammirata soddisfatto. Oggi arriva Cacciaglia

«Dedico i tre punti alla dirigenza» LAMEZIA TERME — Decisamente soddisfatto a fine gara mister Fofò Ammirata. «Una vittoria sofferta ma meritata - esordisce il tecnico biancoverde per quello che si è visto in campo; siamo stati per oltre 70 minuti padroni del campo. Sono contento per la vittoria soprattutto per la dirigenza e anche perché è stata colta contro una diretta concorrente». Ammirata poi evidenzia che i tre punti sono di buon auspicio anche per il dg Donnarumma. «La vittoria sicuramente aiuta il direttore per operare

ancora meglio sul mercato». Ammirata soddisfatto in particolare della prestazione dei vari Pascuccio, Lopetrone, Ragatzu e Sergi. «Sergi - dice - è un uomo importante per questa squadra, perché aiuta i compagni ed è capace di risolvere molti problem i in attacco». Mercato. Oggi arriva in città il nuovo acquisto. Si tratta del 27enne centrocampista, Daniele Cacciaglia proveniente dalla Val di Sangro. A. C.


32 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

IL PERSONAGGIO

Eroe del grande schermo Raf Vallone è nato a Tropea ed è stato una star del cinema italiano di Alessandro Caruso ROMA - Un concentrato di bellezza, intelletto e talento hanno fatto di Raf Vallone un personaggio poliedrico che nel corso della sua lunga vita è riuscito a diventare un'icona del calcio e del cinema. Questa sua vocazione tuttavia non lo distrasse dai suoi obiettivi di carattere formativo, per cui riuscì anche a terminare gli studi. Nato a Tropea nel 1916 Raffaele Vallone lasciò da piccolo la sua terra per spostarsi al nord. Torino fu la città che lo accolse insieme alla sua famiglia e che lo accompagnò nei primi passi della sua popolarità. Contestualmente agli studi continuò a coltivare la sua passione calcistica, che presto lo portò a esordire nelle giovanili del Torino, per poi approdare in prima squadra. La prima partita in sere A la disputò nel 1934, anno in cui vinse anche la Coppa Italia. Ma la sua esperienza in maglia granata durò giusto il tempo di collezionare le prime sconfitte e delusioni per poi decidere di mollare tutto e con-

La sua espressività e il suo fascino affiancati alla sua immagine di un tipico italiano mediterraneo, passionale e autentico furono per lui un valore aggiunto che gli aprì le porte del cinema neorealista del secondo dopoguerra tinuare gli studi. La doppia laurea conseguita in Giurisprudenza e in Lettere, impreziosita dal contatto con professori del calibro di Luigi Einaudi e Leone Ginzburg, lo proiettò in un tipo di carriera del tutto diversa da quella che lo rese celebre a livello internazionale. Iniziò, infatti, a dedicarsi al giornalismo. Le sue simpatie politiche di sinistra lo avvicinarono a redazioni come quella de

"L'Unità", in cui fu anche caporedattore delle pagine culturali, e, successivamente, de "La Stampa", in qualità di critico cinematografico. Ma presto il tempo e le circostanze lo portarono ad avvicinarsi a un mondo che fino a quel momento lui aveva solo vissuto da osservatore: quello del cinema. La sua espressività e il suo fascino affiancati alla sua immagine di un tipico italiano mediterraneo, passionale e autentico furono per lui un valore aggiunto che gli aprì le porte del cinema neorealista del secondo dopoguerra, anni in cui le nostre produzioni cinematografiche si affermarono in tutto il mondo. E il primo regista che si accorse di lui fu Giuseppe De Sanctis, che lo inserì nel cast di "Riso Amaro", film che rappresentò il suo ingresso ufficiale nel mondo del cinema, dove Raf avrebbe costruito la sua carriera di rilievo internazionale. Il suo percorso cinematografico fu affiancato sin dagli esordi dalla sua passione per il teatro. Il suo debutto sul palcoscenico fu nel 1946 quando al

Nel 2001 la carriera di questo personaggio leggendario si è conclusa con la pubblicazione della sua autobiografia "L'alfabeto della memoria" teatro Gobetti di Torino interpretò un ruolo nel dramma di Georg Buchner "Woyzeck" per la regia di Vincenzo Ciaffi. Per il grande successo in teatro Vallone dovette attendere il 1958, anno in cui a Parigi venne portato in scena il lavoro di Arthur Miller "Uno sguardo dal ponte", che lui interpretò magnificamente e che determinò il suo affrancamento come attore di fama internazionale e

Dedicata a lui la rassegna di Borgio Verezzi

Riconosciuto da tutti una star internazionale ROMA - Il talento di Raf Vallone è stato comunemente riconosciuto a livello internazionale e ancora oggi spesso si svolgono rassegne per ricordare questo personaggio di grande valore artistico. Lo scorso anno è stata dedicata a lui l'importante rassegna cinematografica nazionale di Borgio Verezzi, giunta nel 2008 alla sua diciannovesima edizione. Nata nel 1984, la rassegna ogni estate offre al pubblico una retrospettiva monografica dedicata a singoli at-

tori cinematografici del panorama artistico italiano degli anni Quaranta-Settanta, proponendo una serie di proiezioni di pellicole scelte all'interno della carriera cinematografica del protagonista capaci di mostrare uno spaccato della società e cultura italiane dell'epoca. La manifestazione in ogni sua edizione riscuote sempre un grande successo e molti esperti e appassionati si recano nel piccolo centro in provincia di Savona per riprovare le emozioni del grande cinema di

un tempo e le interpretazioni dei più grandi attori del Novecento. Negli ultimi anni, infatti, la scelta del protagonista della manifestazione artistica è ricaduta sempre sui nomi più rinomati e celebri del nostro cinema. Da Alida Valli, Gino Cervi, Amedeo Nazzari, Vittorio Gassman e Totò a Marcello Mastroianni, Anna Magnani, Ugo Tognazzi, i tre fratelli De Filippo e Aldo Fabrizi. A.C

Raf Vallone con Marcello Mastroianni

riconosciuta. Le scene cinematografiche che lo segnalarono al grande cinema si alternarono soprattutto nel periodo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, quando prese parte a pellicole come "Non c'è pace tra gli ulivi", sempre di De Santis, e "Il cammino della speranza" di Pietro Germi, film in cui Vallone riesce a imporsi come uno fra gli attori più importanti del neorealismo e decide di dedicarsi unicamente al cinema. La sua attività è proseguita con successo fino agli anni novanta, con la partecipazione a molti film stranieri, come "Retour à Marseille", del 1980, "Lion of the Desert", del 1981, "A Time to Die", del 1983, e con partecipazioni in film divenuti celebri, come "Il Padrino. Parte III" di Francis Ford Coppola nel 1990. Nel 2001 la carriera di questo personaggio leggendario si è conclusa con la pubblicazione della sua autobiografia "L'alfabeto della memoria", che ha segnato la fine di uno dei capitoli più intensi e brillanti nella storia di una delle stelle di Calabria.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 33

IL PERSONAGGIO

Il mio nome è Panetta, Leon Panetta Il nuovo capo dei servizi segreti americani ha origini calabresi: i suoi genitori emigrarono da Siderno agli inizi del secolo scorso di Ludovico Casaburi ROMA - Va bene, il riferimento a James Bond è un po’ scontato e soprattutto poco preciso, dato che James Bond è tutto fuorché americano. Gli inglesi non ce ne vorranno, anche perché è innegabile che, negli anni, la sigla "007" è diventata paradigmatica se si tratta di agenti segreti. Fatto sta che l’ultimo dei Bond passati sotto l’occhio critico della cronaca internazionale è... un calabrese. E non un calabrese qualunque, perché Leon Panetta - questo il suo nome di professione avvocato, ex Chief of Staff della presidenza Clinton (dal ’94 al ’97 fu capo di gabinetto della Casa Bianca, ossia l’organizzatore dell’agenda del Presidente), è stato recentemente nominato dal 44esimo Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nuovo capo della CIA, e con i suoi settanta anni di età sarà il più anziano dei direttori dei servizi segreti statunitensi. Leon, sposato e padre di tre figli, è figlio di Carmelo Panetta, originario di Gerace, e di Carmelina Brugnano, di Siderno, emigrati in America agli inizi del secolo scorso con un desiderio, quello di

Sostenitore dei diritti civili, Panetta è anche vicino al movimento ambientalista ed è esperto in materia di spesa pubblica tanti nostri conterranei: vivere il "sogno americano". Papà Carmelo era il tredicesimo della sua famiglia a lasciare l’Italia per inseguire il fatidico American Dream: una volta giunto negli States, dopo la quarantena cui sottostavano tutti i nuovi arrivati, Carmelo provò prima a Sheridan, nel Wyoming, dove una piccola comunità italiana lavorava

Leon Panetta, nuovo direttore della CIA. Con Clinton Presidente, è stato Chief of Staff della Casa Bianca

nelle miniere di rame, poi si stabilì in California, dove, dopo aver acquistato un piccolo terreno nella zona di Monterey, vi aprì un ristorante. La sicurezza economica che quell’esercizio diede loro negli anni, consentì a Leon di studiare e di formarsi, e quindi di affermarsi prima come avvocato, poi come politico. La sua carriera pubblica ebbe inizio nel partito repubblicano alla fine degli anni ’50, schieramento che poi lasciò per battersi in favore dei diritti civili. A metà degli anni ’60

affiancò prima il senatore Thomas Kuchel, e successivamente il Presidente Richard Nixon, in qualità di assistente al dipartimento della Salute. Dopo essere entrato ufficialmente nel partito democratico nel 1971, Panetta fu deputato alla Camera dei Rappresentanti dal 1976 al 1993, prima del già citato incarico di braccio destro di Clinton alla Casa Bianca. Oltre che un forte sostenitore dei diritti civili, Panetta è considerato anche vicino al movimento ambientalista ed

Barack Obama, 44esimo Presidente Usa

un esperto in materia di spesa pubblica. Proprio questa sua attitudine gestionale - Panetta è estraneo ai servizi segreti così come lo era George Bush padre, il quale finì per diventare uno dei dirigenti CIA più efficaci - potrebbe risultare essere la sua dote migliore anche a capo dei servizi segreti: manager di provata abilità, il suo compito sarà quello di razionalizzare un campo, quello della "intelligence" americana, che brilla più per continui conflitti di interesse tra un’agenzia e l’altra che

Panetta durante una conferenza stampa alla Casa Bianca

per meriti attinenti allo scopo per cui è stata creata. Un po’ di sorpresa per la nomina a dirla tutta c’è stata, anche per lo stesso Leon, che dopo un primo ritiro dalla vita politica nel 2002 era tornato a vivere nella sua tenuta di Carmel, sulla costa californiana, cittadina molto frequentata da personaggi del cinema e della politica americana e di cui in passato è stato sindaco l’attore e regista Clint Eastwood. "C’è da scommettere che adesso avrà ancora meno tempo per venire a trovarmi in Italia", ha detto all’Ansa il cugino di Leon, Domenico Panetta, già sindaco di Siderno alla fine degli anni ’90. "L’ultima volta che è venuto in Calabria - spiega Domenico - è stato in occasione della visita in Italia di Bill Clinton. Da allora non è più stato qua, ma vengono gli altri suoi parenti. Un anno fa ad esempio è venuto a Siderno suo figlio. Lui è molto impegnato e da adesso lo sarà ancora di più, con tutto quello che avrà fare". "Leon - prosegue - culturalmente è molto legato alla nostra terra. Parla bene anche il dialetto sidernese! Un po’ americanizzato certo, ma pos-

"Leon è molto legato alla Calabria", spiega suo cugino Domenico Panetta, ex sindaco di Siderno. "Anche se un po’ americanizzato, parla bene anche il sidernese!" so assicurare che ci capivamo benissimo sia in dialetto che in italiano. Un po’ meno in inglese, ma per colpa mia, che non lo parlo bene. Quando andai a trovarlo a Washington, al tempo dell’amministrazione Clinton, Leon mi disse che la Calabria gli mancava tantissimo e che desiderava tornare a visitare il luogo di origine di suo padre".

L’agenzia nacque dalle ceneri dell’OSS, alla fine della II Guerra Mondiale

CIA: dal 1947 spionaggio made in Usa

Il logo della CIA sul pavimento del quartier generale di Langley, in Virginia

L’agenzia di cui è a capo l’italo-americano Leon Panetta venne costituita dal Presidente Harry Truman nel 1947. Durante la Seconda Guerra Mondiale i compiti di spionaggio erano svolti dall’Office of Strategic Services (sigla: OSS). L’OSS si sciolse nell’ottobre del 1945 ma il suo creatore, William J. Donovan (passato alla storia con il soprannome di "Wild Bill"), propose al presidente Roosevelt di formare una nuova organizzazione con i medesimi

compiti e supervisionata direttamente dallo stesso Presidente. Nonostante la forte opposizione dei militari, del Dipartimento di Stato e dell’FBI, nel 1947 Truman fondò, dopo l’approvazione del National Security Act, l’odierna CIA. Durante i primi anni della sua esistenza, soprattutto con Allen Dulles direttore, a causa della massima serietà con cui dovevano essere trattati gli scontri - spesso al limite della legalità - con i rivali del sovietico KGB, gli altri rami del

governo non poterono esercitare molto controllo sulla CIA. La svolta all’inizio degli anni ’70: con lo scandalo Watergate, che costrinse il Presidente Nixon a dimettersi, molti agenti CIA finirono sotto inchiesta e i poteri dell’agenzia furono severamente limitati da una serie di atti del Congresso. Solo dopo l’11 settembre 2001, in piena crisi terrorismo, la CIA ha ripreso parte dell’antica autonomia. Lu.Cas.


34 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPROFONDIMENTI

Calabria, fonte di storia europea Da Tommaso Campanella a Cassiodoro ecco alcuni prodotti culturali di questa terra di Alessandro Caruso ROMA - Non serviva certo il riferimento a Gioacchino da Fiore dell'allora candidato alla presidenza degli Stati Uniti Barack Obama per dare alla comunità internazionale un assaggio del patrimonio culturale calabrese. La Calabria infatti, seppur sacrificata nella sua arretratezza economica, è una terra che trova parte della sua ricchezza e del suo fascino nella storia che l'ha abbracciata e nei personaggi che vi sono nati o passati lasciando la loro eredità intellettuale. Eredità che in molti casi è passata attraverso lingue diverse e ha arricchito il patrimonio culturale collettivo. Personaggi come Bernardino Telesio, Cassiodoro, San Francesco di Paola, Tommaso Campanella, e sono solo una piccola parte, hanno tutti lasciato un'impronta nel corso dell'evoluzione della storia e delle radici dell'Europa e conservano uno stretto legame con la Calabria. Di Gioacchino da Fiore recentemente si è parlato grazie ai ripetuti richiami alla sua filosofia che sono stati fatti dal neopresidente americano durante i suoi appassionati discorsi in campagna elettorale, ma già Dante Alighieri nella Divina Commedia lo citava nel Paradiso riconoscendone l'assoluta importanza e prestigio: "e lùcemi da lato il calabrese abate Gioacchino di spirito profetico dotato" (Par. XII 139-141). Le intuizioni del teologo di Celico (Cs), vissuto nel secondo secolo d.C, dividevano la storia in tre epoche fondamentali, l'Età del Padre quella del Figlio e quella dello Spirito Santo, ed erano dirette a proporre un profondo rinnovamento spirituale. Esse hanno suggerito un nuovo modo di vivere la religiosità e hanno ispi-

rato moltissimi seguaci in tutta Europa. Anche nella Chiesa cattolica contemporanea, specialmente dopo il Concilio Vaticano II, diversi osservatori individuano il fiorire della ecclesia spiritualis di concezione gioachimita. Bernardino Telesio, il filosofo cosentino del

Personaggi come Telesio, Cassiodoro, San Francesco di Paola, Tommaso Campanella, hanno lasciato un'impronta nel corso dell'evoluzione della storia e delle radici dell'Europa 1500, ha avuto il merito di introdurre delle considerazioni filosofiche sul tema della natura che andavano in netto contrasto con le concezioni aristoteliche. Intese la natura come oggetto di studio da parte dell'uomo e non più come terreno della manifestazione delle forze divine, come se fosse uno specchio dell'immagine di Dio, da rispettare e venerare. Con queste sue posizioni antidogmatiche fu tra i precursori di un nuovo modo di "filosofeggiare". Cassiodoro, di Squillace (Cz), fu un politico e storico romano del 500 d.C. Fu suo il progetto di integrazione e fusione, pur preservandone la distinzione, tra la terra dei Goti e dei Romani cementata dalla civiltà cristiana. Con questo disegno lungimirante anticipò di quindici secoli il cammino dell'unificazione delle culture e dei popoli europei. Tommaso

Campanella era invece di Stilo (Rc) ed è stato un filosofo molto importante del Cinquecento. Le sue elaborazioni toriche lo hanno portato ad essere considerato da un lato un restauratore cattolico, per l'importanza che nella sua città ideale viene data al papato, ma anche iniziatore di tendenze di stampo socialista, per il fatto di ritenere inutili i mutamenti politici

se non tengono conto delle istanze delle classi più numerose. San Francesco di Paola è invece il santo calabrese per eccellenza. È stato il fondatore dell'ordine dei minimi e ha vissuto anche presso la corte di Francia, dove la sua azione portò a un miglioramento dei rapporti tra la Francia e il Papa tra il XV e il XVI secolo. Le sue predicazioni furono tal-

mente profonde che molti religiosi, affascinati dal suo stile di vita, si aggregarono a lui anche in Francia, contribuendo all'universalizzazione del suo ordine. La storia dell'Europa trova nella Calabria un capitolo molto denso di contenuti, da cui non si può prescindere per ripercorrere le tappe che hanno portato alla formazione del pensiero occidentale.

Alla convention di Denver Obama citò ripetutamente il teologo calabrese

Anche Obama conosce Gioacchino da Fiore ROMA - Il riferimento a Gioacchino da Fiore da parte del neopresidente americano è avvenuto nel mese di agosto del 2008 quando i democratici si riunirono a Denver per la consueta convention che precede i grandi appuntamenti elettorali. In quell'occasione gli occhi del mondo erano puntati sul nuovo continente per assistere alla sfilata dei più rinomati personaggi dell'entourage di Obama, già avanti nei sondaggi per le presidenziali di qualche mese dopo. Proprio da quel rinomatissimo palcoscenico Obama ha scandito il suo discorso impreziosito da questa citazione che ha inorgoglito la comunità di San Giovanni in Fiore, piccola città in provincia di Cosenza, che conserva le reliquie di Gioacchino. Il candidato presidente si riferì al teologo calabrese raffigurandolo come "maestro della civiltà contemporanea e ispiratore di un mondo più giusto". In seguito a

arrivare tra meno di un anno. Le commissioni della Santa Sede sono al lavoro per studiare i tre faldoni da mille pagine circa, inviati dall'arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, che analizzano la figura di Gioacchino sotto l'aspetto storico, teologico e medico. Vista la rilevanza del personaggio, gli atti saranno esaminati non solo dalla Congregazione dei Santi ma anche da altri organismi della Santa Sede, tra cui la Congregazione della dottrina della fede che avrà il compito di valutare la vicenda che lo vide accusato di eresia per poi essere riabilitato come profeta. Il vescovo della diocesi di Cosenza-Bisignano, mons. Salvatore Nunnari, ha accompagnato l'invio dei documenti con una lettera che ha letto personalmente al Papa Benedetto XVI in occasione di una visita.

Il candidato presidente si riferì al teologo calabrese durante un suo discorso raffigurandolo come maestro della civiltà contemporanea e ispiratore di un mondo più giusto questo colpo di scena il sindaco di San Giovanni in Fiore, Antonio Nicoletti, si disse onorato di questa citazione e pronto a ospitare Obama a visitare l'abbazia gioachimita e a conferirgli la cittadinanza onoraria di San Giovanni in Fiore. Nel frattempo si attende il nulla osta vaticano per la causa di beatificazione, che dovrebbe

Il presidente americano Barack Obama

A.C


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 35

APPROFONDIMENTI

A 100 anni dal terremoto di Messina e Reggio Lo scorso 28 dicembre l’incontro con il WWF Italia e il geologo Mario Tozzi. "I pericoli, oggi come ieri, sono mancanza di prevenzione e disinformazione" di Ludovico Casaburi Lunedi 28 dicembre 1908, gli addetti all’osservatorio Ximeniano di Firenze annotarono: “Stamani alle 5:21 negli strumenti dell’Osservatorio è incominciata una impressionante, straordinaria registrazione. Le ampiezze dei tracciati sono state così grandi che non sono entrate nei cilindri: misurano oltre 40 centimetri. Da qualche parte sta succedendo qualcosa di grave”. Cento anni sono passati dal grande terremoto di Messina e Reggio Calabria. Quel giorno del 1908, nella piena oscurità e con gli abitanti immersi nel sonno, un terremoto che raggiunse i 7.1 gradi della scala Richter (11-12 gradi della scala Mercalli), seguito da un maremoto, mise a soqquadro le coste calabro-sicule con numerose scosse devastanti. La città di Messina, con il crollo di circa il 90% dei suoi edifici, fu quasi rasa al suolo. Gravissimi i danni riportati da Reggio Calabria e da molteplici altri centri abitati del circondario. Sconvolte le vie di comunicazione stradali e ferroviarie nonché le linee telegrafiche e telefoniche. L’illuminazione stradale e cittadina venne di colpo a mancare a Messina, Reggio Calabria, Villa San Giovanni e Palmi, a causa dei guasti che si produssero nei cavi dell’energia elettrica e della rottura dei tubi del gas. “Fu in quel momento che dalle viscere della terra salì un rombo. Inizialmente simile a un gorgogliare profondo, come se qualcosa ribollisse nella pancia buia del pianeta, per poi risalire potente e veloce, fino a esplodere in un boato che spaccava timpani e anime, che trasformava la vita in qualcosa di oscuro e di sconosciuto. Che spazzava via dagli occhi il presente senza sostituirlo con nient’altro. Il mondo dopo non sarebbe stato più lo stesso”. Così lo ricorda lo scrittore messinese Mario Falcone nel romanzo “L’Alba nera”.

Il sisma che in 37 secondi distrusse Reggio Calabria e Messina rappresenta il più grave disastro naturale occorso nella nostra penisola e con i suoi 100.000 morti (solo a Messina furono circa 80.000) è considerato il quarto evento catastrofico, a livello planetario, di tutto il XX secolo. L’eco del disastro fu tale met-

tere in moto una forte tensione morale, che esasperò angosce e timori da una parte, e solidarietà senza precedenti dall’altra, come ci ricordano gli episodi di eroismo della Regina Elena, con le sue “imprese infermieristiche”, o del deputato cattolico Micheli, in grado di edificare in poco tempo una città di baracche ribattezzata “Michelopoli”. Cento anni dopo quell’evento, la discussione sulla sicurezza e soprattutto sulla prevenzione torna in auge. Nel dettaglio, degne di riflessione sono state le considerazioni del geologo e ricercatore del CNR Mario Tozzi, che con il WWF ha organizzato due incontri all’Università di Messina e all’Auditorium “Lucianum” di Reggio (proprio lo scorso 28 dicembre) per parlare dei rischi sismici dell’area.“Il WWF in questa occasione - spiega Gaetano Benedetto, condirettore del WWF Italia - ricorda che l’area dello Stretto di

La distruzione che seguì il terremoto di Reggio Calabria in una foto del 1908

Messina è considerata e riconosciuta universalmente come l’area a più alto rischio sismico del Mediterraneo, per lo scontro esistente tra la placca africana e quella euroasiatica. Nella mappa redatta del National Geographic, è individuata tra le 10 località più a rischio del globo terrestre, con periodicità di un evento disastroso ogni 80/110 anni circa. L’area, delimitata dalla Calabria e dalla punta nord orientale della Sicilia, detiene il primato di regione più sismica d’Italia: in quest’area si sono verificati una ventina dei cosiddetti “Big One” (i più forti terremoti), sette dei quali concentrati in

appena 125 anni, tra il 1783 e il 1908. Ovvero, uno ogni 18 anni. Un’area dove sorgono la città di Messina, che oggi conta 243.997 abitanti, e la città di Reggio, che oggi conta 185.567 abitanti ed è la prima città della Calabria. E dove si calcola che se si ripetesse oggi un sisma di magnitudo analoga a quella del 1908 nella sola Messina, gli edifici danneggiati sarebbero il 52%; quelli danneggiati gravemente sarebbero il 44%; e quelli che di cui è previsto il collasso sarebbero il 38%”. La denuncia del WWF Italia e di Tozzi, rispetto alla situazione attuale, si sofferma quindi su sicurezza, prevenzione e so-

prattutto sull’informazione. “Sia Messina che Reggio dispongono solo da poco tempo di un piano comunale di protezione civile (Messina da settembre e Reggio da giugno, quasi un secolo dopo il grande sisma) ma le popolazioni di entrambe le città non sono informate adeguatamente e non hanno mai partecipato nel loro complesso ad alcuna esercitazione. Ad oggi non esiste un sistema di allarme in caso di maremoto in nessuna località né tirrenica né ionica, sulle coste siciliana e calabrese dello Stretto di Messina. Inoltre, solo il 25% delle case di Messina e Reggio Calabria è in sicurezza antisismica”.

A Reggio “Viaggio nella memoria”, a Messina “Terremoti d’Italia”, per non dimenticare

Nelle città del sisma due mostre con cimeli d’epoca A Reggio Calabria prosegue alla biblioteca comunale ’’Pietro De Nava’’, la mostra dal titolo ’’Reggio 28 dicembre 1908: viaggio nella memoria’’, allestita in collaborazione con la Deputazione di Storia Patria per la Calabria. Si tratta di un percorso culturale di grande impatto, che si inserisce nelle celebrazioni organizzate in ricordo del centenario del sisma che colpì la Calabria e la Sicilia e in particolare le città di Reggio Calabria e di Messina. La mostra, che resterà aperta la pubblico fino al prossimo 30 gennaio, consente di ammirare significativi cimeli risalenti all’epoca del grande terremoto. In particolare, l’esposizione si compone di libri, giornali ed immagini dell’epoca, così come anche di volumi che raccontano la storia delle città e delle persone che vissero il periodo successivo al tragico evento naturale. Da segnalare

anche a Messina l’importante tappa del progetto “Terremoti d’Italia” promosso dal Dipartimento della protezione civile e fino all’8 febbraio ospitato al teatro Vittorio Emanuele, in via Garibaldi. Con il titolo “Centenario del terremoto dello Stretto - per non dimenticare”. Tra gli oggetti, accanto a strumenti scientifici ed

espressioni artistiche, le lettere di solidarietà inviate ai malcapitati nonché un telegramma di Giovanni Pascoli in cui è riportato l’inizio di un discorso sul terremoto calabro-siculo. Le cartoline, circa 160, provengono dall’archivio di Enrico Sturani. Lu.Cas.

Una casa distrutta ad Archi nel 1908


Pag 36

Inserto speciale di annunci gratuiti, rubriche, compravendita, occasioni, secondamano LE

L’ANGOLO DELL’URBANISTA - Catanzaro

Lo sviluppo urbano di Catanzaro Nella nuova rubrica curata dall’urbanista Beniamino D’Errico, viene raccontata la storia ubana di Catanzaro dagli anni ‘50 in poi: “Gli anni del boom edilizio nel XX secolo. Catanzaro tra rinnovamento e crisi urbana. L’analisi di tutti quei processi sociali ed economici che hanno portato alla trasformazione del capoluogo. A PAGINA 40

AZIENDE INFORMANO

Qualità e garanzia da Bressi Carni

A PAGINA 37

VITA DI CONDOMINIO - Catanzaro

Liti, ecco l’Istituto di Conciliazione Questa settimana nella rubrica “Vita di Condominio” a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro si parla di “liti condominiali: Istituto di Conciliazione” La procedura esiste da quasi tre anni, e consente un forte risparmio di tempo e denaro per tutti i cittadini, per gli inquilini e i comproprietari. A PAGINA 39

GASTRONOMIA

La Mozzarella specialità a base di latte A PAGINA 37

L’ARCHITETTO

Antico Forno Sfizioso

I terremoti la terra si evolve “I terremoti” è l’argomento affrontato, questa settimana, dall’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti, sito a Sellia Marina in Via Pullano, 16. Un terremoto, o sisma, è un'improvvisa vibrazione del terreno prodotta da una brusca liberazione di energia e tale energia si propaga in tutte le direzioni (come una sfera) sotto forma di onde. Sono una evidente testimonianza della vitalità della terra, certamente insieme ai vulcani, sono il più appariscente effetto del fatto che il nostro pianeta è vivo, muta la propria forma e si evolve. Tutto ciò è dovuto prevalentemente al movimento che subiscono le placche al di sopra del mantello. A PAGINA 39

COMMERCIO

Libreria Mondadori per gli amanti della lettura A PAGINA 38

CUCINA

Le ricette italiane dello chef Romeo

A PAGINA 43

l a t ra d i z i o n e e la genuinità del t e r r i t o r i o c a l a b re s e a p a g i n a 37


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 37

LE AZIENDE INFORMANO CATANZARO Immerso nel verde, in località Siano SAN VITO Da oltre 50 anni l’attività della famiglia Rocca

All’agriturismo “Ai Reduci” Il caseificio “La mozzarella” solo sapori dalla tradizione le specialità a base di latte...

CATANZARO — L’agriturismo Ai Reduci è un’antica casa colonica completamente restaurata immersa nel verde a due passi da Catanzaro e dal Giardino Botanico della Pineta di Siano. Un locale caldo e accogliente, in grado di deliziare i palati più esigenti con cucina tipica della tradizione catanzarese ed un servizio impeccabile per serate divertenti e soprattutto tanta familiarità. La naturale propensione all'ospitalità e all'accoglienza dei titolari, la famiglia Pavone con i fratelli Saverio e Mansueto, e dello staff che vi lavora ha portato l’agriturismo a diventare in poco tempo un punto di riferimento per le specialità eno-gastronomiche locali. Ai Reduci vanta oltre 50 anni di attività, essendo nato nel 1955, come osteria. Dal 1990 i fratelli Pavone fanno rivivere i valori della tradizione, dei prodotti tipici e del mangiar sano scegliendo una nuova struttura e diventando

agriturismo. Specializzato nelle pietanze a base di carne, u morzeddu, salsicce e patate, i piatti a base di ortaggi di stagione, il pane fragrante fatto in casa, i salumi e gli eccezionali formaggi calabresi, i vini, i profumati ed eccellenti oli extravergine d’oliva, la pasta fresca e tante altre specialità. La cucina offre, inoltre, piatti senza glutine per le persone che soffrono di celiachia. Infatti un settore del laboratorio di cucina, rigorosamente controllato e certificato dalle autorità competenti, è dedicato a questa utenza. E’ adatto anche per festeggiare particolari ricorrenze.Si trova in via Sangue di Cristo in località Siano di Catanzaro ed è aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena. (pubbliredazionale) [Per info Tel. 0961-469761 e 333-7162528 www.agriturismoaireduci.it E-mail: info@agriturismoaireduci.it]

SAN VITO SULLO IONIO — Il caseificio la Mozzarella di Rocca Stefania è un'azienda a conduzione familiare che produce specialità a base di latte. Oltre 50 anni di esperienza per offrire prodotti di alta qualità. Il piccolo laboratorio e il punto vendita situati a San Vito, in località Picciotto, proprio per la caratteristica dimensionale e per il numero ristretto di persone che vi lavorano all’interno garantiscono più sicurezza e qualità. Il segreto dell'azienda familiare è il controllo meticoloso della linea di produzione, nel rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie, nell'esperienza dei maestri "casari", nella lavorazione dei prodotti. Addirittura la mozzarella viene ancora mozzata a mano come si faceva una volta. Quindi grande attenzione, pulizia e passione contribuiscono al-

la qualità del prodotto finale. Il segreto della bontà dei prodotti è nella sapienza delle mani del mastro casaro, e nella qualità degli ingredienti: il latte proviene esclusivamente dai pascoli di collina e di montagna della zona ed è accuratamente selezionato e rigorosamente controllato nei parametri chimici e microbiologici. La mozzarella è il prodotto di punta, ma l’elenco dei prodotti spazia dalle mozzarelle alle mozzarelle alla panna, con la rucola, ci sono le trecce, la scamorza, le provole, il caciocavallo, il provolone affummicato, i formaggi , la juncata, la formaela, il burro, i burrini, i cordoncini di provola, gli animaletti di provola, le ricotte d e la sfoglia di mozzarella ripiena. (pubbliredazionale) [Per info: 0967-96489]

BASSO IONIO A Badolato, Chiaravalle e Soverato SATRIANO In viale Europa, in contrada Laganosa

L’azienda “Bressi Carni” “L’Antico Forno Sfizioso” controlli rigorosi e qualità prodotti freschi e genuini

BASSO IONIO — Bressi Carni, azienda leader nel suo settore, specializzata nel commercio di carni e animali, macellazione conto terzi e sezionamento carni rosse e bianche. Le carni provengono da capi di animali rigorosamente controllati e selezionati sotto il profilo sanitario e igienico e per caratteristiche di qualità, che vengono ingrassati direttamente nella sede aziendale e sempre qui vengono macellati, sezionati e lavorati. La filiera viene completata con la distribuzione delle specialità gastronomiche, pronte per essere gustate, nei punti vendita a Badolato, Soverato e Chiaravalle. I prodotti spaziano dalle carni rosse a quelle bianche, con una vasta scelta tra carni bovine, ovine, suine, equine, pollame e conigli. Il reparto macelleria offre il taglio delle carni per le fettine, la carne macinata,

le costolette, i bolliti, gli ossobuco, la trippa e tanto altro ancora con la possibilità di scegliere anche carni bovine di chianina e la famosa carne argentina. Ma, oltre alla macelleria, ci sono anche i prodotti da banco, lavorati e già confezionati, pronti per essere cucinati. Senza dimenticare i salumi e gli insaccati già stagionati e preparati con il metodo e le ricette tradizionali, senza conservanti e coloranti, come il capicollo, la pancetta, la ‘nduja e altre specialità gastronomiche come i funghi, i sott’oli, le conserve, gli oli ed i vini. Tanta qualità a prezzi decisamente competitivi.(pubbliredazionale) [Info azienda 0967- 81421 Soverato 0967 - 521882 Badolato 0967 - 811552 Chiaravalle 0967 - 92616]

SATRIANO — L’Antico Forno Sfizioso sforna ogni giorno pane, biscotti, pizze e focacce, prodotti per la colazione e da forno seguendo le antiche ricette di un tempo e utilizzando gli ingredienti semplici e genuini della tradizione alimentare del territorio. L'obiettivo è di salvaguardare gli antichi sapori locali e le tradizioni gastronomiche tanto decantate dalla cultura della dieta mediterranea. E’ possibile scegliere oltre al pane fragrante, ai panini, ai biscotti anche gustose pizze da asporto e focacce, frese, crostini, taralli, crostate e torte. Ma è anche rosticceria, pasticceria, stuzzicheria e prodotti tipici. Sono tante le specialità da forno ideate dal mastro artigiano, e tutte sono rigorosamente realizzate con ingredienti naturali, sani e genuini del territorio calabrese. Per venire incontro al-

le esigenze di operai o studenti il locale è aperto dalle ore 6 e 30 di mattino fino alle 13 e 30 e dalle 16 alle 20. Il punto vendita è un’idea di Mimmo Palaia che ha costituito una giovane e dinamica azienda basata da una consolidata esperienza ultradecennale nella produzione di specialità da forno. Grande attenzione alla qualità nella selezione delle materie prime per ottenere la stessa qualità nella lavorazione del prodotto finale. All’Antico Forno Sfizioso c’è anche il reparto salumi ed alimentari, quello dei prodotti tipici e il frigo con le bibite fresche da consumare al momento. L’Antico Forno Sfizioso è a Satriano Marina in viale Europa contrada Laganosa, accanto la chiesa parrocchiale. (pubbliredazionale) [Per info: 340-5449862]


38 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

LE AZIENDE INFORMANO CROPANI Lungo la statale 106 un nuovo stabilimento CATANZARO Per suggellare i momenti più belli

Casa Ligarò, l’extra vergine L’esperienza e la qualità della tradizione calabrese... della gioielleria “Megna”

Il titolare di Casa Ligarò e sullo sfondo i suoi uliveti

CROPANI — L´Olio extra vergine d´oliva è uno degli alimenti più importanti e salutari della dieta mediterranea. Casà Ligaro, che a Cropani Marina, lungo la Statale Jonica 106, a aperto un nuovo e moderno stabilimento per l´imbottigliamento e la vendita, da sempre punta sulla qualità e sulla genuinità dell´olio extravergine di oliva. Dai propri uliveti situati nella fascia costiera del Medio Jonio calabrese, grazie a un´attenta e scrupolosa attività agricola, rispettosa della natura, Casa Ligarò ottiene olive di primissima scelta. La molitura viene effettuata entro poche ore dalla raccolta all´interno di propri impianti, per cui tutto il ciclo produttivo, dalla terra alla bot-

tiglia, viene effettuato sotto il rigoroso controllo di un´azienda che ha saputo farsi apprezzare anche all´estero. Il mondo scientifico è unanime nel sostenere che l´olio extravergine di oliva rappresenta un componente fondamentale di una dieta sana, corretta ed equilibrata. Ma l´olio extravergine di oliva è anche sinonimo di bontà, di prelibatezza, di rispetto della migliore tradizione gastronomica calabrese. A Casa Ligarò è possibile acquistare direttamente, nelle confezioni più adatte alle necessità della famiglia o della ristorazione, l´olio extravergine, anche nella variante biologica. Inoltre, un´elegante sala di degustazione offre l´opportunita di apprezzare anche un´ottima linea di sott´oli che ha saputo esaltare le tipicità locali: olive schiacciate col nocciolo, olive denocciolate, olive alla monacale, olive nere secche, peperoni arrostiti, patè di olive nere e verdi, armonia piccante, pomodori secchi, ortolana verde, bruschetteria. Casa Ligarò è sinonimo di fiducia, correttezza, qualità e convenienza. Vieni a visitare il nuovo punto vendita realizzato a Cropani Marina, lungo la Statale Jonica 106. (pubbliredazionale) [Per info Casa Ligarò, Statale Jonica 106, Cropani Marina (Cz). Tel. 0961-935087 0961-961171 - www.casaligaro.it - E-mail: casaligaro@casaligaro.it]

FALERNA Una residenza turistica fronte mare

creazioni firmate a prezzi esclusivi. Entrando in questa gioielleria non si può che rimanere affascinati dalle incantevoli produzioni di: Comete, DonnaOro, Morellato, Osa, Mooby, Roberto Giannotti Angeli, Tentazioni Malù, UnoErre, Brosway, oltre che dalla vasta gamma di orologi Sector, Chronotech, Lotus, Citizen, Pierre Bonnet, Longines, Sweet Years, Casio, Lewi’s, Vagary, Dkny… e dai tanti altri marchi di qualità anche per bambini come Barbie e Action Man. Può anche capitare di incontrare faccie note, Vip come Francesco Arca o la bella Veronica Maya, la giovane conduttrice di “Verdetto finale” in onda su RaiUno che è stata accolta con grande affetto in un negozio che vale la pena di visitare. (pubbliredazionale) CATANZARO — Una passione che si tramanda da due generazioni, l’arte di impreziosire con oggetti di valore. Un cliente che uscendo dalla Gioielleria “Megna” di Catanzaro Lido non può che rimanere soddisfatto non solo per la varietà della scelta, ma soprattutto per la cordialità e la professionalità dei titolari, gente semplice che con il sorriso riesce sempre ad individuare le varie esigenze ed accontentare “l’amico” che chiede un consiglio, l’amico alla ricerca del regalo giusto. Sono tante le offerte particolari per il giorno più bello, piccoli e grandi doni, le fedi più in voga! Per i mariti che vogliono oggetti molto preziosi sono disponibili brillanti di oltre un carato. Ed inoltre braccialetti, anelli, orologi, accessori fashion, oggettistica d’argento: tante

CATANZARONel cuore della città, su Corso Mazzini

Il “Twiga Resort Hotel” Solo alla Libreria Mondadori è ora Music Restaurant tante le promozioni in corso

FALERNA— Dal 23 gennaio il Twiga Resort diventa Music Restaurant. Dal giovedì alla domenica (e durante la settimana, su richiesta) la nuova gestione del Twiga, capitanata da Salvatore Varano, con la direzione artistica di Tiziana De Matteo e il supporto di uno staff competente e professionale, propone serate di Latino Americano, Live Music con le band più conosciute della zona, serate di intrattenimento con giochi a premi come Dottor Why, per arrivare alla domenica con il lounge aperitive dalle 19:30 in poi. In una location elegante e raffinata, con un servizio ristorante che offrirà menù sempre nuovi a prezzi competitivi, il Twiga propone un lungo week end di divertimento. Per gli amanti della buona musica e per i musicisti professionisti rassegne musicali, stage e seminari con ospiti d’eccezione. Venerdì 23 gennaio il primo evento : “Good Vibration” di Clau-

dio Giordano, Musica a 360°. Fino al 7/02/09 continua l’offerta di Natale per un esclusivo soggiorno vacanza. Hotel Twiga a Falerna Marina, sul mare e a pochi passi dalla montagna. Una residenza turistica perfettamente integrata nel paesaggio, progettata per offrire ai suoi ospiti comfort e funzionalità. Molti i servizi: reception, tv a colori in ogni appartamento, ristorante, piscina scoperta, bar, garage, animazione, servizio taxi, servizio navetta da e per l’aeroporto nel periodo estivo e mini club per bambini. Si occupa, su richiesta, dell’organizzazione di compleanni, lauree, matrimoni e banchetti di ogni gener e. A 2 km dallo svincolo di Falerna , e a 10 km dall’aeroporto e dalla stazione di Lamezia Terme. (pubbliredazionale) [Per info: tel./fax 0968-999408; tel./fax 0961-951282; www.hoteltwiga.it; hoteltwiga@alice.it; savarano@libero. it]

CATANZARO — Da Mondadori tante promozioni: -50% su Calendari e Agende, dal 10/01 al 10/02 e dal 15 al 25 gennaio -25% su tutti i libri Mondadori, Sperling & Kupfer, Frassinelli. Libreria Mondadori, un’attività commerciale ubicata nel cuore della città, su Corso Mazzini, da circa 6 anni che ha, come punto di forza un personale qualificato composto dal titolare Umberto Cosco e dalla collaboratrice Mariella Truglia. Un vasto assortimento che va dai classici dell’800 ai moderni best seller, saggi, romanzi vari, autori contemporanei, letture per ragazzi, narrativa, manualistica varia, cucina, informatica, psicologia, filosofia, gialli e thriller etc. Mondadori è sinonimo di garazia e varietà di scelta, infatti, il portafoglio autori della casa

editrice è ricco in tutti i settori editoriali. Inoltre, presso la libreria Mondadori, qualora non fosse presente un titolo specifico, c’è la possibilità di ritirare qualsiasi volume che sarà consegnato entro dieci giorni dalla prenotazione. Una catena a livello nazionale per una delle librerie più conosciute della città che ha nella sede di Corso Mazzini l’unico punto vendita del capoluogo. Un intero settore è poi dedicato ai ragazzi con una raccolta di giochi divertenti ed educativi per i bambini in età prescolare e tutta la gamma “Walt Disney”. Infine, un vasto assortimento di biglietti di auguri: pensieri stampati per accompagnare un regalo o un lieto evento. (pubbliredazionale) [Per info e prenotazioni: tel. 0961-743637]


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 39

SPECIALE ESPERTI VITA DI CONDOMINIO Anche questa settimana, la consueta rubrica a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro

L’Istituto di Conciliazione per risolvere le controversie Una procedura che esiste da circa tre anni e che permette ai condomini di risparmiare tempo e denaro di Pietro Bullotta* CATANZARO — Questa settimana nella rubrica “Vita di Condominio” a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro si parla di “liti condominiali: Istituto di Conciliazione” La procedura esiste da quasi tre anni, e consente un forte risparmio di tempo e denaro per tutti i cittadini, i quali, però, non essendone informati, non la sfruttano a pieno. Stiamo parlando della riforma del processo civile, entrata in vigore già dal 2006, che ha riconosciuto al consulente tecnico d’ufficio il potere di promuovere il tentativo di conciliazione di liti di varia natura, introducendo quindi uno strumento potente e versatile per risolvere controversie anche (e soprattutto, visti i numeri) in ambito condominiale. La statistiche, infatti, dicono che, se negli Stati Uniti il 95% dei procedimenti giudiziari si con-

VITA DI CONDOMINIO INVIA I TUOI QUESITI AGLI ESPERTI DEL CENTRO STUDI ANACI DI CATANZARO

- Centro Studi Anaci Direttore Pietro Bullotta. Componenti: Valentino D’Onofrio; Daniela Gemelli; Lidia Cupido; Marianna Cupido; Marzia Milano; Concetta Bruni; Maria Commisso.

Per informazioni e domande utilizzare l’e-mail: lapiazza@ildomani. it clude con un accordo transattivo, che riduce in modo significativo il dispendio di tempo e denaro da parte di inquilini e comproprietari, in Italia questo avviene soltanto nel 10% dei casi, cau-

sando una crescita bulimica del numero di cause che finisce con il congestionare l’intero apparato giudiziario. Nello specifico, l’articolo 696-bis del Codice di procedura civile

disciplina l’istituto della consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite e, assegnandogli una competenza per qualsiasi mancata o inadeguata esecuzione di un obbligo contrattuale e per illeciti di varia natura, rende questa procedura buona per tutte le stagioni, applicabile, cioè, ad una larghissima fetta di contenziosi di vicinato, compravendite immobiliari e responsabilità civili. Basterebbe, insomma, un minimo di buon senso, e, senza attese a volte anche di anni, senza spese legali e con reciproca soddisfazione delle parti, molte delle controversie sarebbero sanate prima ancora di approdare nelle aule dei tribunali, e, in caso di mancata conciliazione, il consulente tecnico nominato redigerebbe una relazione scritta, da allegare agli atti per il giudice, che spieghi la situazione nello specifico e ne faciliti la soluzione.

Ai sensi dell’articolo 198, poi, il giudice istruttore può nominare un consulente tecnico anche per esaminare documenti contabili e registri, e, analogamente alla precedente situazione, questo stilerà un verbale in caso di conciliazione o un documento contenente i risultati delle indagini compiute (e il suo parere) in caso di mancato accordo tra le parti, alleggerendo, in ambo i casi, il lavoro del giudice. Il diritto formale regolamenta così ciò che il diritto sostanziale aveva stabilito da anni: nella maggioranza dei casi, infatti, il consulente veniva incaricato dal giudice di tentare la conciliazione tra condomini, cosa non sempre facile vista la dose non trascurabile di conflittualità che spesso fa da contorno a delle apparentemente banali beghe di condominio. *Direttore del Centro Studi Anaci

L’ANGOLO DELL’ESPERTO Le risposte dell’architetto Francesco Coroniti, titolare di uno studio di architettura e ingegneria a Sellia Marina

I “terremoti”, la Terra muta la propria forma e si evolve Spiegazione di quei fenomeni che da sempre sono testimonianza della vitalità del nostro pianeta di Francesco Coroniti* CATANZARO — “I terremoti” è l’argo-

mento affrontato, questa settimana, dall’architetto Francesco Coroniti, Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti, sito a Sellia Marina in Via Pullano, 16. Questi sono una evidente testimonianza della vitalità della terra, certamente insieme ai vulcani, sono il più appariscente effetto del fatto che il nostro pianeta è vivo e tutto ciò è dovuto prevalentemente al movimento che subiscono le placche al di sopra del mantello. Un terremoto, o sisma, è un'improvvisa vibrazione del terreno prodotta da una brusca liberazione di energia e tale energia si propaga in tutte le direzioni (come una sfera) sotto forma di onde. Ma cos'è questa energia? Beh è come immaginare di avere tra le mani un bastone di legno: se si inizia a piegare esso offre una resistenza al piegamento che si esprime sotto forma di energia elastica; le rocce si comportano nello stesso modo: cioè se una porzione di roccia inizia a deformarsi, essa offrirà una certa resistenza (che cambia a seconda del tipo di roccia), ma quando le forze che tengono insieme la roccia vengono superate da quelle che le deformano allora questa si spezza e si ha un brusco spostamento delle due parti che rilasciano l'energia che avevano accumulato durante la deformazione e ritornano in uno stato indeformato. Lo spostamento avviene sia verticalmenteche orizzontalmente Di solito queste rotture, ed i conseguenti spostamenti,si hanno lungo linee preferenziali chiamate faglie, e il punto preciso da cui si propaga il terremoto è detto ipocentro, mentre lo stesso punto, portato in verticale sulla superficie terrestre, si chiama epicentro. Ma cosa sono queste faglie? Una faglia è sostanzialmente una frattura nel terreno, profonda anche vari chilometri, lungo la quale avvengono i movimenti del terreno. Infatti una faglia non è altro che una

L’architetto Francesco Coroniti

linea di minore resistenza della rocciasottoposta a pressioni e quindi la rottura avviene sempre lungo questa linea. Esistono vari tipi di faglie anche molto diverse tra loro, ma tutte hanno in comune il fatto che lungo quella linea si ha un movimento relativo delle rocce. Interessante è il caso della famosa faglia di S.Andreas che corre lungo la costa Ovest degli Stati Uniti. Questa è un tipo di faglia trascorrente, cioè i movimenti del terreno avvengono sempre sul piano orizzontale, (ad esempio un lato va verso Nord mentre l'altro va verso Sud) e lentamente sta avvicinando la città di Los Angeles a quella di S.Francisco alla velocità di circa 2 centimetri all'anno. Questo può sembrare un numero molto piccolo, ma in realtà se pensiamo in tempi geologici (milioni di anni) questo movimento è velocissimo. Ma torniamo ai nostri terremoti: abbiamo detto che questi sioriginano perché ad un certo punto la roccia si rompe lungo una faglia,in profondità, e rilascia tutta l'energia che aveva accumulato per resistere al movimento. Questa energia si disperde nel terreno dall'ipocentro in tutte le direzioni in forma di onde (in parte anche sotto forma di calore) che possono essere: onde di volume, cioè che

coinvolgono un volume e quindi in questo caso la terra stessa, e le onde di superficie che si propagano solo sulla superficie della terra.Le onde di volume si possono ulteriormente dividere anche in onde P cioè primarie (chiamate anche longitudinali), quelle che arrivanoper prime e quindi quelle che viaggiano all'interno della terra con la velocità più alta (dell'ordine dei 6 chilometri al secondo) e sono anche diverse per il modo di viaggiare nel terreno. Attualmente è possibile individuare con molta precisione il punto da cui si è formato un terremoto. Oltre ad essere le più veloci queste alternativamente comprimano e rilasciano il terreno nella loro direzione di propagazione proprio come le onde sonore e infatti quando questo genere di onde arrivano in superficie subiscono una rifrazione nell'aria e possono essere trasmesse all'atmosfera sotto forma di onde sonore. Poi abbiamo le onde S cioè secondarie (chiamate anche trasversali) perché sono più lente (infatti arrivano per seconde) e fanno muovere il terreno alternativamente in basso e in alto trasversalmente alla direzione di propagazione e per loro natura non possono viaggiare nei liquidi. Come abbiamo detto oltre alle onde di volume abbiamo anche quelle di superficie; queste sono anche chiamate lunghe perché viaggiano anche per lunghissime distanze e sono molto simili a quelle che appaiono sull'acqua quando lanciate un sasso; sono questo tipo di onde quelle che causano i danni alle case e alle fondazioni. Questa energia di solito si scarica con una forte scossa principale, per lo più preceduta da piccole scosse premonitorie (dette foreshocks) e seguita da una serie di numerosissime scosse dette repliche. Ma qualche volta i terremoti si possono manifestare direttamente con la scossa principale e naturalmente sono i più pericolosi. Il rilascio dell'energia dovuta a sforzi agenti sulla litosfera (l'involucro rigido che ricopre la terra) può anche avvenire con continuità, cioè i

due blocchi sui due lati della faglia possono scorrere delicatamente l'uno accanto all'altro senza scatti bruschi e senza accumulo di energia, quindi senza provocare terremoti importanti. I terremoti che sono associati a movimento del terreno lungo le faglie sono i più comuni ma vi sono terremoti anche associati ai vulcani , e alla loro attività (movimento del magma, sovrapressione dei gas ecc..). Storicamente l'Uomo ha incessantemente cercato di classificare i vari tipi di terremoti. Quasi tutte le classificazioni si basavano sulla proprietà più evidente : loro intensità. In Italia la più nota è La scala Mercalli, inventata da Giuseppe Mercalli nel 1897, basata solo sull'entità e sulla quantità dei danni: cioè quando avveniva un terremoto si faceva una stima dei danni e in base a questi si assegnava al terremoto un determinato valore che va da 1 (nessun danno, solo gli strumenti lo avvertono) a 10 (distruzione totale). Quella di Mercalli è ormai superata da quella che si basa su valori più oggettivi: La scala Richter (inventata da Charles Richter nel1935). Questa esprime la magnitudo, grandezza che si riferisce alle massime oscillazioni registrate dagli strumenti sismici in opportune condizioni e da una misura oggettiva dell'energia rilasciata. Lo schema di propagazione delle onde di superficie. Ma voi vi chiederete come si fa a misurare le onde sismiche di superficie con uno strumento che appoggia sulla terra, se poi tutta la superficie stessa si muove ? Per superare questo problema si usa il sismografo. Un sismografo è uno strumento formato da un rotolo di carta e di un "pennino" che scrive sulla carta sul rotolo. Il trucco è che il pennino è tenuto sospeso da una molla che fa mantenere al pennino la stessa posizione, mentre durante il terremoto il rotolo di carta andrà su e giù seguendo i movimenti del terreno. Il pennino sta più o meno nella stessa posizione perché la molla, a cui è attaccato,

assorbe i movimenti del terreno e non li trasmette a questo. Grazie a questi strumenti, e agli stessi terremoti, gli esperti possono studiare l'interno del pianeta e vedere cosa c'è al di sotto della crosta sulla quale viviamo (infatti non si può sapere nulla direttamente visto che nessuno è mai andato nel centro della terra e anche le più moderne tecniche di perforazione petrolifera non consentono di andare a profondità maggiori di 10- 15 Km, e si è anche potuto dividere l'interno della terra in varie parti come la crosta, il mantello e il nucleo (ma questo è un altro argomento). Due tipi di sismografo sono utilizzati, il primo misura i movimenti verticali,il secondo quelli orizzontali. Un terremoto, se l'epicentro (il punto sulla superficie posto sulla verticale dell'ipocentro) è nel mezzo al mare allora si avrà come risultato un maremoto (chiamato anche tsunami). Molti di questi sono provocati da un improvviso movimento verticale del fondo del mare e si formano delle onde sulla superficie (come quando vi gettate un sasso) molto grosse che possono viaggiare ad una velocità dai 500 ai 1000 Km all'ora. Quando delle onde del genere arrivano vicino alle coste si alzano (perché diminuisce la profondità del mare)fino ad altezze di 40 metri e oltre. Il maremoto generato dal terremoto del Cile nel 1960, oltre a distruggere tutti i villaggi lungo 800 Km di costa, percorse17.000 Km di Oceano Pacifico e arrivò in Giappone dopo circa 22 ore e provocò notevoli danni. Quindi per concludere si possono considerare i terremoti come lo strumento con il quale la terra cambia forma e si evolve, i monti crescono e si innalzano, le valli si aprono; insomma i terremoti dimostrano che il nostro pianeta è "vivo" e in continua mutazione .[ P e r i n f o : t e l 3 3 8 3828903-mail: coroniti@libero.it] *Titolare dello Studio di architettura e ingegneria Coroniti


40 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ESPERTI L’ANGOLO DELL’ESPERTO La storia poca conosciuta del nostro territorio viene raccontata nella rubrica dell’urbanista Beniamino D’Errico

Catanzaro, tra rinnovamento e crisi urbana Nel XX secolo, gli anni del boom edilizio. La trasformazione del capoluogo della nostra Regione di Beniamino D’Errico* CATANZARO — Nella nuova rubrica curata dall’urbanista Beniamino D’Errico, viene raccontata la storia ubana di Catanzaro dagli anni ‘50 in poi: “Gli anni del boom edilizio nel XX secolo. Catanzaro tra rinnovamento e crisi urbana (prima parte). L’amministrazione Comunale di Catanzaro negli anni fra le due guerre era assillata da preoccupazioni sempre più serie per i problemi relativi al Centro storico sotto un duplice punto di vista della viabilità dell’igiene. La distribuzione interna della viabilità, che cominciava ad aumentare per la diffusioni delle automobili, era affidata ad un’ arteria centrale il Corso Vittorio Emanuele (attuale corso Mazzini), mentre le vie alternative da un lato via XX Settembre e De Grazia, dall’altro via Raffaelli e via Poerio erano inadeguate e molto strette. In quegli anni per migliorare la circolazione venne costruita una nuova strada chiamata via Italia, collegante il Mattatoio con il Mercato e la via Principe Umberto. Sotto il profilo dell'igiene edilizia la situazione, invece, era gravissima, in una inchiesta si era accertato che più di 1000 bassi erano in condizioni di assoluta inabitabilità, interi rioni come Grecia, Paesello, Zingarello e Pianicello si trovavano in condizioni precarie per la fatiscenza delle abitazioni privi di aria e di luce. Così i primi decenni dopo la prima guerra mondiale, per affrontare il deficit abitativo, presero corpo in città i progetti di nuova espansione in località S. Leonardo e si intervenne sul tessuto urbano storico con nuovi piani che prospettavano veri e propri “sventramenti” giustificati da problemi di igiene pubblica e da nuove esigenze funzionali di adeguamento della viabilità. In quegli anni venne previsto il progetto di demolizione forse più apocalittico della storia di Catanzaro che comprendeva la zona detta “Paesello” dove erano ubicati il convento si S. Francesco d’Assisi (attiguo alla Basilica dell’Immacolata) e il Teatro Comunale (denominato fino al 1860 Real Francesco I). Questa proposta scaturì in parte dalle previsioni del Piano redatto dall’ing. Manfredi nel 1864 che, attraverso la bonifica dei vecchi quartieri si proponeva di razionalizzare la trama viaria e costruire nuove strutture edilizie con finalità pubbliche nel cuore del centro storico. Prima di demolire il complesso storico (Teatro-Convento e parte del quartiere “Paesello”) nel 1933 fu redatto un progetto di riqualificazione della piazza affidato al prestigioso architetto Marcello Piacentini (progettista del Museo Nazionale di Reggio Calabria). Il progetto del famoso architetto del regime prevedeva in quell’area (oggi il “grande vuoto” di piazza Rossi) la costruzione di una galleria civica, di un nuovo teatro, la Casa del Fascio e nuove abitazioni. Alla fine degli anni ’30, però, si eseguì solo l’abbattimento del complesso edilizio e si materia-

L’urbanista Beniamino D’Errico

lizzerà, in quegli anni, l’evento forse più distruttivo subito dalla città di Catanzaro, una ferita nel tessuto urbano storico che non sarà mai più rimarginata, la perdita di un simbolo iconico “il Teatro” con il suo portico colonnato e la tranvia, che aveva fatto il giro del mondo attraverso le innumerevoli cartoline di Catanzaro prodotte dalla fine del XIX secolo ai primi decenni del XX secolo. Si realizzò, quindi, un progetto concepito molti anni prima, sicuramente non più adeguato all’epoca modernista del XX secolo, con risvolti negativi sul tessuto urbano storico, in quanto la prevista rivisitazione progettuale unitaria della Piazza elaborata dall’arch. Piacentini, che giustificava in parte la demolizione, non fu mai realizzata per mancanza di fondi e per il sopraggiungere della II guerra mondiale. Un anno dopo l’abbattimento del Teatro (1939) fu approvato un piano organico di risanamento, riguardante un vasto settore centrale, da Piazza Garibaldi a Piazza Roma; questo però non venne eseguito per il sopraggiungere della guerra. Sul fronte abitativo i problemi continuavano a rimanere irrisolti, dopo gli anni ’30 si andarono conformando due zone una a nord (S.Leonardo) per la classe medio-borghese costituita prevalentemente da impiegati che non viveva nei cosiddetti “bassi” insalubri e una zona ultrapopolare situata ai margini sud del centro storico per lavoratori agricoli, precari e disoccupati denominata Fondachello. Nel 1942 con la prima legge Urbanistica nazionale (n.1150) Catanzaro, finalmente si sarebbe potuta dotare di un Piano Regolatore Generale che assumendo validità giuridica poteva consentire una migliore gestione e il controllo pubblico dell’urbanizzazione ma, l’Amministrazione Comunale tardò a prendere l’iniziativa. Nella città storica continuavano a esistere “catoi” sottostrada senza finestre, che, ormai erano diventati da case invivibili ad “alloggi preziosi” per chi doveva acquisire punteggio per ottenere la casa popolare e oggetto di speculazione per chi li fittava. Dopo la seconda Guerra mondiale la città essendo inserita in una graduatoria

speciale dei Comuni maggiormente colpiti dagli eventi bellici elaborò un Piano di ricostruzione (1947) sempre parziale e non complessivo dello sviluppo urbano. Il piano interessava la zona nord della città denominata Villa Menechini (vicino l’attuale caserma Militare G.Pepe), alcune zone del centro storico e Catanzaro Lido. Per il centro storico si proseguiva nell’opera di sventramento in particolare della zona nei pressi della chiesa di S. Giovanni di Malta e il palazzo Susanna (denominata in quegli anni Piazza S.Giorgio) in cui la sezione stradale era di soli cinque metri. Questo piano (che dopo qualche anno si realizzerà) arretrando la facciata degli edifici per allargare la strada principale, prevedeva la loro ricostruzione con criteri moderni. Durante la II guerra mondiale, però, oltre ai danni alle abitazioni vennero distrutte due vetture della automotofunicolare e nel 1949 venne soppresso il servizio Piazza Roma-Pontegrande, mentre nel 1954 fu chiusa la linea Piazza RomaCatanzaro Sala (ripristinata nel 1998); la scomparsa di questa infrastruttura che era all’avanguardia nell’intero Mezzogiorno d’Italia nei primi del ‘900, ha rappresentato una grave perdita di funzionalità urbana perché la città di Catanzaro non ha più avuto un sistema di trasporto pubblico su sede propria capace di penetrare nel centro storico e di raccordare (rispettando gli orari delle corse) la zona nord della città sempre di più in crescita. Agli inizi degli anni ’50 l’esigenza di risanamento e nuova espansione si faceva sempre più pressante, così, nel 1952 venne affidato all’architetto Plinio Marconi il compito di redigere il primo Piano Regolatore Generale (in base alla legge n.1150 del 1942) che consentisse di razionalizzare lo sviluppo urbano e reperire, attraverso l’esproprio per pubblica utilità, aree adeguate alla costruzioni di edifici di edilizia economica e popolare. Fino al 1957 di questo PRG non se ne parlò pubblicamente anzi l’Amministrazione Comunale continuava a dare licenze edilizie in varie zone falsando in qualche modo lo studio dello stesso Piano in itinere. Alla fine del 1957 il piano Marconi venne completato, adottato dal Consiglio Comunale e inviato per l’approvazione definitiva al Ministero dei Lavori Pubblici. La risposta del Ministero fu negativa e arrivò solamente nel 1963, pertanto la bocciatura del Piano imponeva una nuova stesura e probabilmente il ripensamento delle nuove direttrici di sviluppo dato che la città nel frattempo cresceva in maniera smisurata e senza nessuna guida pubblica. La cosa forse più eclatante in questa prima redazione del PRG di Catanzaro fu la previsione della costruzione di una grande strada probabilmente a due corsie alternativa al corso Mazzini, questa via partendo da Carlo V sarebbe dovuta arrivare a S.Rocco tagliando gran parte del centro storico (il percorso si snodava da via Carlo V e risaliva verso via Case Arse, proseguiva per via Sant’An-

gelo, via Dietro il Monte, Pianicello, Maddalena, fino a raggiungere S.Rocco). Naturalmente una strada a doppio senso di marcia avrebbe comportato l’abbattimento di tantissimi fabbricati e la scomparsa di tante piccole attività commerciali nel centro storico. Quest’idea restò solo nella “storia urbanistica virtuale” della città è trovò accanite opposizioni che si coalizzarono per impedire che si approvasse il PRG nel suo complesso (anche per le zone di nuova espansione), lasciando la Commissione Edilizia in un limbo di discrezionalità che portò alla concessione di innumerevoli licenze edilizie con conseguenze di una crescita urbana irregolare e spontanea, guidata dalle sole forze speculative del mercato. Se si escludono i pochi interventi di recupero, dopo gli anni ’50 ci furono continue demolizioni e una frenetica attività edilizia, incontrastata e in tutte le direzioni, per l’assenza di un piano. Furono eseguiti allargamenti e allineamenti, non per valorizzare ma, per rícavare nuovo spazio al traffico automobilistico, e nuovi suoli in aree economicamente ambite, negando quello che era la morfologia del tessuto urbano storico. Per le ridotte dimensioni e i limiti morfologici del centro storico tutte le attività economiche urbane si trovarono negli anni ‘50 di fronte a gravi difficoltà di funzionamento. Catanzaro pur essendo una città provinciale non è rimasta così esclusa dai cambiamenti e dal rinnovamento urbano del XX secolo, però, invece di pianificare uno sviluppo razionale fuori dalle “proprie mura”, chi si è alternato al governo della città, ha cercato di adeguare e moderniz-

zare il sito storico, in particolare nel periodo fascista ha inseguito il mito del “piccone risanatore” e dei grandi sventramenti per cambiare il volto della città, lasciando nel resto del territorio l’iniziativa ai privati. Se vogliamo sanare le ferite e i disastri urbani provocati dalle avanguardie del XX secolo bisogna, oggi, programmare e pianificare lo sviluppo della città (in tempi non biblici come nel passato) e applicare delle regole condivise e gradite da tutti i cittadini. Il nuovo Piano Strutturale Comunale che l’Amministrazione Comunale si appresta a redigere ( è già stato affidato l’incarico) non deve essere, però, un’operazione esclusivamente politica ma, deve tradurre a livello tecnico le esigenze di vivibilità dei cittadini, sia in termini di spazio fisico che di relazioni socio-economiche. Non si può cambiare la città agendo solo sulle strutture fisiche, i fattori di cambiamento sono determinati anche dai processi economici e sociali, in particolare occorre considerare anche la funzione delle classi e dei gruppi sociali, il grado di integrazione dei ceti subalterni (immigrati, poveri, e tutti gli esclusi alla vita urbana). Oggi l’approccio politico al governo della città e del territorio deve porre al centro gli interessi dei cittadini e non dei gruppi che detengono il potere e dei gruppi di pressione (spesso affaristici) che agiscono nella città; le Associazioni, i Comitati di Quartiere e tutti i gruppi politici devono avere un ruolo costruttivo nello sviluppo urbano ed essere “garanti del diritto alla città”.(segue..) *Urbanista Nella prima foto in alto via Principe Umberto (attuale via Jannoni) nei primi decenni del ‘900. Nella seconda foto in alto quella che era Piazza San Giorgio e la Chiesa San Giovanni. Nella foto in basso a sinistra, Corso Mazzini. Ed infine, Catanzaro “U strittu”con la tranvia, un’altra zona oggetto di sventramento. Sulla destra della foto l’edificio Serravalle-Cumis demolito nel 1975


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 41

SPECIALE ANNUNCI NOVITA’ - SI VENDE -ANIMALI - caprette tibetane di tutte le età e colori, vendesi a Davoli Marina (Cz) [Per info: 328-1152342 email: info@agriturismolacalabrisella.com] -ANIMALI - Vendo o scambio pesci tropicali "Discus" di diverse dimensioni, varietà rosso turchese. [Per info: 331-6031330] - BOTTIGLIE-Vendesi collezione bottiglie birra vuote/piene euro 0,15 cad.una. [Per info: 0968-51227] - FRANCOBOLLI - Vendo 126 francobolli da collezione dal 1954 al 1996 [Per info: 334-1230153] - FRANCOBOLLI - Italiani. Regno, Colonie e Repubblica, stupendo lotto oltre 1000 pezzi assortiti nuovi/usati, compreso commemorativi, servizi, alti valori, serie complete, quartine, interi postali, vecchi documenti ecc.., alto valore catalogo, vendesi solo Euro. 100 contrassegno [Per info: 338-4125401] - GIRADISCHI - vendo coppia di giradischi professionali technics sl 1200 mk2- in ottimo stato completi di testine stanton. Causa inutilizzo [Per info: 333-9821004]

Per la casa

NOVITA’ - PER LA CASA - ARREDAMENTO - espositivo completo, costituito da n. 30 mensole in cristallo doppio e 9 montanti in alluminio preverniciato. Merce come nuova. Prezzo scontatissimo. [Per info:329-6173591] - PER LA CASA - Tre rubinetti per vasca, doccia,lavabo e bidet con miscelatore, tutti in acciaio lucido, modello Zucchetti. Cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto. Possibile consegna a domicilio. Nuovi imballati. Possibile mms, fax, email. [Per info:328-4619824] - PER LA CASA - tavoli per casa o locali pizzeria vendo legno massello vari tipologie e modelli presso aff. [Per info:333-3208062] - PER LA CASA - Specchio bagno - legno con 1 pensile - 2 lampadine - colore noce, nuovo. Culla stoffa richiudibile euro 30,00 lenzuolini (3 cotone - 4 flanella) e piumino color verde euro 40,00. Copriletto singolo di cotone, a righe euro 30,00 e copriletto matrimoniale euro 50, 00. Lenzuola di flanella matrimoniali euro 15,00, singole euro 10,00. Lenzuola ,di cotone bianco matrimoniali, euro 35,00 singole euro 30,00. Teli bagno color rosa o azzuro euro 15, 00 cadauno. Tappeti scendiletto color crema euro 25,00 cadauno. Scrittoio cm 120 color noce 1 cassetto euro 70,00. ore pasti. [Per info: 338-7726863 / 3296172906] - PER LA CASA - forno per pizzeria o pub, 2 camere, 380 volt. Perfetto funzionante. Vendo prezzo affare. [Per info: 333-3208062] - VARIE - Chiosco mobile per frutta e verdura o altre cose. Vendo a prezzo aff. Tel.: 333/3208062 [Per info: 333-3208062] - POLTRONE - vendo due poltrone con tavolinetto in legno per salone molto comode prezzo da concordare [Per info: 333-3952113]

Arredamento - Edilizia/sanitari/riscaldamento Elettrodomestici e casalinghi - Fai da te - Etc.

-ARREDAMENTO -vendo, causa cambio arredamento, divano fine ottocento ottime condizioni. Prezzo irrisorio. Tel. 333-6114588 -ARREDAMENTO - tre rubinetti per vascadoccia, lavabo e bidet, Modello Zucchetti, cedo per non utilizzo, 80 euro in tutto con consegna a domicilio. Per info: 3207935230 - CLIMATIZZATORE- Caldo - Freddo 12000 Btu, Nuovissimo ancora imballato senza mai usato , prezzo da concordare ma è un affare. Tel. 338-7430503 - FAI DA TE - Isolazione impermeabilizzazione per tetto/pareti vendesi prezzo affare tel- 333-3208062 - TAVOLO IN MOGANO - vendo tavolo rotondo in mogano primi ‘900, perfettamente restaurato. 400 euro. Tel. 0961-31392

Di tutto un po’ Salute - animali domestici - finanziamenti - altro

-ATTREZZATURA PER BAR- vendo bancone bar da 3,5 metri con vetrina gelato e retrobanco a specchiera, macchina per caffè a due bracci, cioccolatiera, registratore di cassa, granitore, usati poco. Tel. 3277789722 - ATTREZZATURA PER PIZZERIA - privato vende attrezzatura peer pizzeria: lavello a due vasche, lavastoviglie-cucina 6 fuochi-cappa aspirante-forno a gas per pizze una camera, tavolo da lavoro, armadio frigo a un’anta, marca Zanussi mai usati, impastatrice italia macchine e altri attrezzi. 329-873014 - ARREDO CALL CENTER - Cedesi arredo per call center, ced, scuola d'informatica, autoscuola, 11 postazioni compresi computer mmx, monitor e tastiere, arredo segreteria. Prezzo euro 1000,00. Trattativa diretta. Per info: 334/3501125 - BILANCIA - professionale da banco, 35x45x13 cm, piatto acciaio, con 6 display fronte e cliente, peso, prezzo, costo, con tastierino numerico e memorie. Batteria tampone lunga durata. 0-30 kg. Euro 99.00. Su richiesta foto, mms. Tel. 3207935230

- BOTTIGLIE - Cerco bottiglie da collezione di whisky e liquori anche intere. Tel. 3355875454 - COMBINATA PER LEGNO - monofase, norme Ce, completa di utensili, piani in ghisa, squadratrice, ad euro 749. Tel. 3276592986 -C ULTURA - azzerata la questione omerica. Grecista offre informazioni gratis. Tel. 0965-620932 - DISTRIBUTORE AUTOMATICO DI CHEWING GUM - marca dreams. ottimo per attività commerciali (bar, pizzerie, sala giochi).Tel. 329-1873014 -EDILIZIA - Bordatrice monospalla automatica, marca 9 Stefani. Euro 2.000 trattabili. Troncatrice doppie seghe, marca Tris Omgao Euro 3.000 trattabili Tel 3333208062 - FRANCOBOLLI - COllezione di 500 Francobolli usati differenti del regno , Colonie e Repubblica d'Italia, compreso regno antico, commemorativi, alti valori ecc., perfetto stato di conservazione, alto valore catalogo, vendesi euro 30,00 contrassegno. Tel. 338-4125401 - FUMETTISTICA - Numeri vari, 224, Diabolik. 0, 50 euro. Tel. 328-4040603 - IMPASTATRICE- marca italiana macchine da 30 kg a spirale v380 nuova, mai usata. Tel. 329-1873014 - MACCHINA CAFFÈ - vendo macchina da caffè Rancilio a due gruppi, quasi nuova, prezzo interessante. 329-1873014 - MEDAGLIA D’ORO - al valore militare “Ricordati che sei un cavaliere di Savona”, Savone Bonness Novelles. Vendesi ad euro 100,00. Tel. 329-1873014 - MEDAGLIE - Militari, rara Croce in bronzo dell'ordine dei cavalieri di Vittorio Veneto più Croce bronzo al merito di Guerra di Vittorio Emanuele III, tutte in ottimo stato di conservazione con nastrino e custodia originali, vendesi Euro 75,00 contrassegno. Tel. 338/4125401 -NUMISMATICA - monete da collezione: romana di Costanzo II (337 - 361 d.c.) euro 30; due marchi argento Germania nazista (1936/39) euro 25; Cinque lire Aquilotto d'argento (1927) euro. 20; Tre pesos Cubana di Che Guevara euro 18; serie 6 monete impero fascista (1936/43) euro 20. Pagamento contrassegno. Tel. 338-4125401

- NUMISMATICA -Stupenda collezione 50 mondiali differenti tutte fior di stampa, provenienti dall'Europa, America, Africa ed Asia ed omaggio banconota da lire 1 Luogotenenza di Umberto del 1944, vendesi tutto Euro. 30 contrassegno [Per info: 338-4125401] - MONETE -Euro Città del Vaticano emissioni 2008, stupenda divisionale versione fdc tiratura 91.400 serie vendesi Euro 100 più stupendo due euro commemorativo "Anno Paolino" versione fdc tiratura 106.000 esemplari vendesi Euro 60; Pagamento contrassegno. [Per info: 338-4125401] -REGISTRATORI DI CASSA - Riv anni/64 e Ancker anni ‘70, funzionanti e in ottime condizioni, vendesi. Per collezionisti e/o antiquari. [Per info: 338-2389544] - STUFA CAMINETTO - nuova, mai usata, completa di tubi, gomiti, girofumi, vendo a Badolato. [Per info: 349-2396430]

Trattativa privata

- PEDANA - vibrante basculante vibro power xtec cv, nuova, imballata, mai utilizzata, completa di tutto, svendo causa doppio regalo a solo 280 euro e posso anche consegnare. Possibile e-mail o mms. Tel. 344-9563480 - PRODOTTI OMEOPATICI - vendo ottimi prodotti omeopatici provenienti da una multinazionale statunitense. Tel. 3289393157 - QUADRO -vendo quadro di Napoleone su tela 170 per 120. Certificato da Museo Napoleone di Roma. Valore stimato 10.000 euro. Prezzo affare: euro 4.000. Tel. 3408236960 - SAUNA -Belt Solution cintura dimagrante comprata in tv ed elettrostimolatore Gold Hand 602 simile al Tesmed, sei programmi, quattro elettrodi, due canali. Vendo entrambi a 50,00 euro non trattabile. Tel. 3494500151 - TORNIO PER METALLI - monofase, norme Ce, ad euro 1.040 e combinato tornio fresa foratrice ad euro 1.190 tel 3276592986 - VETRINE - vendo 2 ottime vetrine, una calda e una fredda, ideali per conservare cibi, per panini e salumi, lunghezza 1,50 metri cad., ottimo prezzo. 329-1873014


42 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ANNUNCI Cerco e offro lavoro - C ERCASI LAVORO - chef di cucina con esperienza, serio, professionale e capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita. Tel. 366-4130162 - C ERCASI LAVORO - Signora italiana referenziata cinquantenne, con esperienza, automunita, cerca lavoro come baby sitter in zona Catanzaro. Si garantisce massima serietà Tel 389-1844108 - CERCASI LAVORO - Due giovani 23/25 anni, automuniti cercano lavoro a Catanzaro come lavapiatti o in impresa di pulizie. Disponibilità da lunedì a sabato, max 4 ore al giorno. Max serietà. Tel. 340-8983007 - CERCASI LAVORO - Bar ladies con esperienza disponibilità nei week end Provincia di Cz . Tel 327-7731940 - CERCASI LAVORO - cuoco referenziato serio e professionale con capacita gestionali valuta serie proposte di lavoro o gestione attivita astenersi perditempo Tel. 338-9286560 - CERCASI LAVORO - cuoco unico cerca lavoro fisso, stagionale o saltuario, zona lavoro Catanzaro e provincia. Serietà e professionalità. Astenersi perditempo. Tel. 3294337337 - CERCASI LAVORO - cerco lavoro come autista. Tel. 333-6797896 - CERCASI LAVORO - madrelingua inglese offre i seguenti servizi: traduzioni generiche e commerciali, lezioni private, accompagnatrice turistica per la Regione Calabria Tel. 333-2544560. - CERCASI LAVORO - si eseguono lavori al tombolo, max serietà. Telefonare ore pasti 3391114339 - CERCASI LAVORO - Nail Art, allungamento unghie con effetto naturale ed eventuali decorazioni a scelta. Anche a domicilio Tel. 333-2206813 - CERCASI LAVORO-come custode e guardiano Sono disponibile a tempo pieno a trasferire la mia vita insieme alla mia famiglia in ogni parte d’Italia e all���estero a fronte di seria proposta, per offerta di stipendio, etc. Tel. 339-3188116, email stozip@yahoo.it - CERCASI LAVORO - laureata cerca lavoro come baby sitter o segretaria max serietà e disponibilità. Tel. 377- 1131378 - C ERCASI LAVORO - manutentore di appartamenti chiusi e sorveglianza. Zona Soverato, Davoli e Montepaone. Tel. 3471282118 - CERCASI LAVORO - pulizie domestiche o uffici privati. Solo pomeriggio. Tel 3299631120 - CERCASI LAVORO - per stiratura, lavanderie e cliniche private Tel. 338-4363216 - CERCASI LAVORO - diplomata analista contabile con esperienza di 7 anni cerca lavoro come segretaria o ragioniera. Tel. 338-6118277

CERCASI TALENTI - CATANZARO- Sai suonare ma non hai uno spazio dove poterti sperimentare?Vuoi conoscere altre persone che hanno la tua stessa passione e con loro magari formare un gruppo davvero unico e speciale? Allora che aspetti! Vieni a trovarci al Centro Poli…Valiamo in via D.Marincola Pistoia a Catanzaro al secondo piano dell’edificio B.Chimirri, il lunedì o il martedì dalle 17:00 alle 19:00. Siamo alla ricerca di giovani ragazzi/e con la voglia di esprimersi attraverso le note e non solo! Ti aspettiamo! [Puoi anche contattarci ai seguenti numeri: 0961-752158, 333-4893092, 3389155521]

- LEZIONI PRIVATE - Laureata in lettere classiche, con il massimo dei voti, impartisce lezioni private di latino, greco, italiano. Si garantiscono ottimi risultati nel recupero delle materie scolastiche. Tel. 348-5307003

INVIA I TUOI ANNUNCI

- LEZIONI PRIVATE - Professore di italiano, grande esperienza, impartisce lezioni private di italiano, storia, geografia, latino, inglese. Ogni ordine di studi. Prezzi modici. Tel. 0961-469727/333-1102843 - LEZIONI PRIVATE - Laureata impartisce lezioni private a ragazzi di scuole elementari e medie. Tel. 334-3856339 - LEZIONI PRIVATE -professoressa di matematica impartisce lezioni a studenti di tutte le scuole e universitari. Tel: 3392012870 -LEZIONI PRIVATE - si impartiscono lezioni di design urbano, design progettuale, anatomico, fumettistica, stilistico. Zona Soverato. Tel. 339-3911788 - LEZIONI PRIVATE - professore di matematica impartisce lezioni private a studenti per tutti i livelli di istruzione. Località Ruggero di Sellia Marina. Tel. 339-6331789 - LEZIONI PRIVATE - laureanda in lingue e letterature straniere impartisce lezioni private di inglese, francese, tedesco e materie umanistiche per scuole elementari, medie e superiori. Zona Catanzaro e provincia. tel. 338-1122270 -OFFRESI CONSULENZA - bancario in pensione, con decennale esperienza di direzione di filiale, offre consulenza indipendente e neutrale su mutui, rinegoziazione e portabilità.Tel. 388-9360078. - OFFRESI LAVORO - Azienda vendita diretta cerca persone con capacità comunicative (eta minimo 25 anni) sseri motivati, anche prima esperienza. Offresi fisso più provvigioni, premi incentivi. Corso addestramento gratuito. No investimento capitatli. Per colloquio informativo, inviare curriculum vitae al fax. 0968439046 - OFFRESI LAVORO - Aura Sud agenzia Vodafone business ricerca per la propria sede in Calabria funzionari di vendita. Inviare curriculum vitae fax 0968-418636, mail talarico.vodafone@aurasud.it. Tel: 347- 2985335 - O FFRESI LAVORO - Ristorante bar pizzeria in zona Simeri Mare (Catanzaro), cerca cuoco con esperienza e personale per pulizie cucina. Tel. 338-6156706/334-8038516 - OFFRESI LAVORO - Grande opportunità per studenti di scienze motorie, vendesi attività commerciale: palestra ben avviata o cercasi socio con il quale condividere il lavoro. Zona provincia di Catanzaro. Tel. 334-2296004 - OFFRESI LAVORO - Cercasi direttore tecnico per nuova apertura agenzia viaggi. tel 340-8236960 - OFFRESI LAVORO - L’ associazione Ra. Gi. Onlus di Catanzaro, richiede educatori professionali, terapista della neuropsicomotricità e dell’età evolutiva, tecnici della riabilitazione psichiatrica, psicologi, professioni sanitarie della prevenzione, preferibilmente di sesso maschile da inserire in uno specifico progetto. Si prega di inviare curriculum vitae all’indirizzo: info@ra-gi.org - OFFRESI LAVORO - La Amc Italia agenzia Lamezia Terme, leader nella vendita diretta di articoli casalinghi, cerca consulenti ambosessi dinamici e autominiti. Sede lavoro propria residenza e paesi limitrofi. Offresi fisso più provvigioni. Inviare curriculum vitae al fax n° 0968439046 con consenso trattamento dati - OFFRESI LAVORO - La De Agostini in collaborazione con la Walt Disney e Sony seleziona per la Sese di Catanzaro 4 diplomati anche prima esperienza di lavoro, si richiede età 20/40 anni diploma o laurea. Disponibilità immediata offresi corso di formazione a totale carico dell'azienda, l'azienda valuterà, con il candidato, in Sede di colloquio diverse opportunità con-

La modella della Service Data Bank Antonella Montesano con i coupon de ”La Piazza”

E’ possibile trovare i coupon de “La Piazza” nei seguenti punti di raccolta: Informatics and Office, via A. Lombardi, 6 e/o Service Dat a B ank srl, via A. Lombardi, 4 LAMEZIA TERME Bar Roma, Corso Numistrano CATANZARO

SOVERATO

Sam & Co., Corso Umberto I

trattuali.Si prega inviare Curriculum Vitae. Tel. 0961/79285. n_leuzzi@virgilio.it - OFFRESI LAVORO - Società romana con esperienza pluriennale nel mondo della musica, ricerca voce femminile per progetto invernale. Inviare curriculum vitae, foto e cover in mp3 a: info@tweetymanagement.com - O FFRESI LAVORO - si ricercano collaboratori per apertura agenzia finanziaria zona Soverato. Tel. ore ufficio 3207984663 - OFFRESI LAVORO - palestra cerca istruttrice di aerobica e fitness. Per info 3491907669 - O FFRESI LAVORO - cercasi giovani diplomati- laureati da avviare come agenti in attività finanziaria. Inviare curriculum al fax: 0968-23137 o email: recruiting@prestitofacile.biz - O FFRESI LAVORO - cerchi un buon lavoro part-time o a tempo pieno? L’attività Amc è semplice, per iniziare non devi investire denaro. Amc ha previsto per te un corso di preparazione gratuito. Interessante retribuzione. Colloquio informativo Tel. 0968-439046 / 337-981564 - O FFRESI LAVORO - Fastweb cerca agenti in Toscana. Si offre alloggio e altre provvigioni. Tel. 0571-1960074 - OFFRESI LAVORO - Avviata scuola di Dan-

za a Cz lido cerca per l'anno accademico 2008/2009 le seguenti figure professionali: insegnante di danza classica metodo vaganova, età superiore ai 20 anni, possibilmente diplomata e con esperienza; insegnante danza del ventre; insegnante yoga; istruttore aerobica e step; istruttore pilates; istruttore kichboxing o aerobox. Astenersi perditempo. Per info: 3292247666

CALL CENTER -BORGIA - Varano Communications Group Srl Unipersonale Call e Contact Center , ricerca operatori e operatrici di call center. Offresi corso di formazione gratuito, contratto a tempo indeterminato full time o part time. Orario di lavoro 12:30 - 16.00 / 17:00 - 21:00 (Ccnl Telecomunicazioni) Si richiede: eventuale esperienza nel settore, diploma, lauree Sede di lavoro Borgia. Inviare Curriculum Vitae: savarano@libero.it oppure un fax al 0961- 952525 [Per ulteriori informazioni contattare il numero 0961951021 dalle 12.00 alle 21.00. Varano Communications Group, via Svizzera n. 27 88021 Borgia]


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 43

SPECIALE ANNUNCI O FFRESI LAVORO - agente commerciale (Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia) - Charisma, società di ricerca e selezione del personale,ricerca per importante azienda che opera nel settore informatico n°3 agenti per la vendita di un software gestionale con un marchio già affermato. Il candidato ideale possiede almeno un diploma di scuola superiore, precedente esperienza di vendita,forte motivazione ai rapporti interpersonali. Completano il profilo il possesso di ottime doti comunicative e di leadership.Si offre fisso mensile di 500 euro + 5% dell'imponibile sulle vendite del software. Per eventuali chiarimenti può contattarci allo 081-5824911 oppure info@charismahr.it - S ERVIZI MUSICALI - Roberta e Mario.... ed è tutta un’altra musica. Servizi musicali, Piano-Bar e Karaoke. Un vastissimo repertorio dagli evergreen alle ultime novità di domani. Per info 338-7584707 / 3398695671 oppure email casalingo46@libero.it,sorborecord@email.it

PREPARAZIONE:

SICILIA ARANCINI DI RISO

- O FFRESI LAVORO - Avon con offerte vantaggiose cerca presentatrici da inserire in azienda per un lavoro che non richiede costi e spostamenti. Per info: 328-9393157

Ingredienti

- O FFRESI LAVORO - studio medico cerca estetista di bella presenza. Massima serietà. Tel. 330-828293 - OFFRESI LAVORO - agenzia finanziaria cerca mediatori creditizi in attività per offrire mandato di collaborazione. Fisso + provvigioni. Tel. 0961-742017 / 3338328044 - OFFRESI LAVORO - si ricerca personale da inserire in ciclo produttivo di tappezzeria: sarte, falegnami, operai generici. Tel. 3403693558 - O FFRESI LAVORO - azienda in espansione nel Basso Ionio ricerca personale manageriale per semplice lavoro promozionale. Zona Soverato e dintorni. Ottimo guadagno.Per info 339-3911788 - O FFRESI LAVORO - cercasi cuoco serio, professionale, referenziato per la stagione estiva 2008 /anche intero anno presso hotel ristorante in attività da 30anni. Max serietà, no perditempo.Per info: 0961-963135 / 3397474336 - O FFRESI LAVORO - Bynameeting spa, azienda leader nel trading di energia elettrica e gas naturale, con sede a Milano, ricerca per la regione Calabria, agenti plurimandatari. Inviare curriculum vitae al numero 02-70057069

CORSI DI LINGUE L’associazione culturale “Luna di Cristallo” di Catanzaro, organizza Corsi di Dizione: 1°, 2°,3° livello di base e 1°,2°,3° livello di perfezionamento; Corsi di Inglese: 1° livello di base e 2° livello di perfezionamento. I corsi avranno inizio a partire dal 15 settembre 2008; i corsi successivi inizieranno a cadenza mensile [Per informazioni ed iscrizioni: Tel. 349-1077270 ]

ANTONIO ROMEO “Sono Calabrese. Ho girato l’Italia in lungo e in largo. Nella mia parentesi lavorativa milanese mi sono bruciacchiato le dita nei migliori ristoranti (toscani, lombardi, veneti, pugliesi, romani e campani), che si trovavano nella capitale economica d’Italia. Ho appreso i segreti della cucina regionale italiana. Tutte queste esperienze e ricordi costituiscono un importante filo conduttore diverso in ciascuno di noi, che si esprime anche nelle scelte di queste ricette”. Attualmente Antonio Romeo fa parte del qualificato corpo docente dell’Ipssar di Soverato.

- OFFRESI LAVORO - azienda leader di produzione e creazione di centri di estetica all'avanguardia, ricerca e seleziona estetiste da inserire nei centri di altissimo prestigio in Catanzaro e provincia. Inquadramento contratti nazionali. Formazione a carico dell'azienda.Per info contattare Globus: 0831-529119 - O FFRESI LAVORO - Cercasi: cameriere e cuoco con minimo di esperienza per stagione estiva. Tel. 334-8038516/338-6156706 - O FFRESI LAVORO - associazione sportiva, con sede a Montepaone Lido, cerca collaboratori sportivi. In qualità di istruttori (danza, aerobica, difesa personale ecc) Tel. 334-2296004 - O FFRESI LAVORO - La Misa Group/Castrovillari, agenzia di produzioni eventi moda - spettacolo e pubblicità, operante su tutto il territorio nazionale ed estero. Ricerca: in tutta la Calabria. Agenti e rappresentanti da inserire nel proprio organico anche prima esperienza. Per contatti: Misa

2 dadi per brodo 300g riso per risotti 150g tritato di manzo 75g. tritato di maiale 50g concentrato di pomodoro 1 grossa cipolla 2 carote 2 coste di sedano sale e pepe 100g parmigiano 2 cucchiai olio d’oliva 1 cucchiaio burro 1 bicchiere vino rosso 1 bustina zafferano

Group/Castrovillari Tel. 0981-489413; Fax 0981-489413 o compilare il format sul sito www.misagroup.it/castrovillari alla voce lavora con noi o inviare Curriculum a castrovillari @ misagroup.it] - O FFRESI LAVORO - Addette alla vendita, per azienda leader nel settore abbigliamento selezioniamo due unità per la provincia di Catanzaro. Buone capacità relazionali, dinamismo e attitudine al lavoro di squadra le caratteristiche richieste per far parte dello staff del punto vendita. Requisiti: gradita esperienza nel ruolo, conoscenza base del pc, predisposizione ai rapporti interpersonali e bella presenza completano il profilo. Orario: Full time. Sede di lavoro: Catanzaro Lido Inviare curriculum allegando una foto al seguente indirizzo e-mail: lavoro.personale@libero.it

Audio - Video e telefonia Audio - Video - Telefonia - Poiettori - Home theatre

- AUDIOLA - pDvd 992 Drs più antenne tv sony vca 116 più telecomando. Tel. 329- 1873014

In un tegame preparare il brodo con i dadi. Quando giunge ad ebollizione, aggiungere il riso e lo zafferano. Lasciare cuocere per circa 12 minuti a fuoco lento. Quando il riso è cotto, aggiungere il ragù, il parmigiano grattugiato e il burro. Lasciare raffreddare il riso in un piatto largo. Quando si sarà raffreddato, creare con esso delle piccole palline. Passarle prima a farina, dopo nelle uova battute e poi nel pangrattato. Friggere in abbondante olio caldo e rimuovere quando saranno di un bel colore dorato. Per il ragù: mettere nell’olio la cipolla, le carote ed il sedano tritati molto sottilmente in una padella di media misura e lasciare cuocere finché con siano ben cotti. Aggiungere la carne macinata e mescolare e cuocere a fuoco vivace. Lasciare rosolare, aggiungere il sale, il pepe ed il concentrato di pomodoro. Innaffiare con vino rosso, lasciare evaporare, aggiungere un po’ d’acqua, coprire il tegame e cuocere per circa un’ora.

- NINTENDO DS - Light Nuovissimo completo di imballo, con modifica R4 più memoria da 2 gb, più 2000 giochi. Due mesi di vita, ancora in garanzia, con scontrino. Euro 180 non trattabile. Disponibile qualsiasi prova. Tel. 344-9563480 - PROGRAMMA - programma karaoke per trasformare il Pc in un karaoke professionale con 70.000 basi aggiornatissime, testo sincronizzato uso professionale o domestico 50 euro Tel.340-7365074 - TELEFONIA - Cellulare Lg x-series, marchiato 3, colore nero (con scatola) usato pochissimo. Euro 25.00. Cellulare Sagem m9 212x, colore rosso, con scatola più carica batteria auto. Euro 20.00. Cellulare Nokia 2100 colore grigio, usato pochissimo, pari al nuovo, con scatola. Euro 15.00. Pezzi di ricambio: motorola (con doppia batteria) colore grigio con sportello, carica batteria; alcatel one touch easy, più carica batteria; sendò s220bj marcato wind più carica batteria. Euro 20,00. Tel. 338-7726863 o.p.


44 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE CASE golo cottura, 3 stanze, 2 servizi e garage. Tel. 342-8722389 -MARCELLINARA - vendesi casa singola su due livelli di mq. 220 con terreno edificabile di mq 3.200, terreno agricolo di mq. 2.500. Ottima vista panoramica. Tel. 338-3369782 - MONTEPAONE LIDO - vendesi appartamento in località Pilinga (zona Calaghena), mq utili 120 + balconi, immobiliato, vista mare. Info tel 333-2095358 - SIMERI MARE - vendesi appartamento in via lungomare (accanto hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel. 3207626396 - SIMERI MARE -vendesi appartamento in via Lungomare (accanto Hotel Palace) composto da ingresso, salone doppio, ampia cucina, due camere da letto, bagno, ampi balconi e giardino condominiale. Tel.320-7626396 - SQUILLACE - lido, vendesi appartamento 2 camere, cucina abitabile, soggiorno-salotto, bagno lavanderia, posto macchina, mq 80. Prezzo 100.000 euro Tel. 329-1720932 -SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa composto da salone ingresso triplo con cucina a vista, tre camere , studio, due bagni, giardino. Tel. 0961-903801/360-853898

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti - uso abitazione e uso commerciale

TRATTATIVA PRIVATA

-CATANZARO -lido, viale Crotone trav.7 nr 19 composto da: 2 stanze da letto, cucina-soggiorno, bagno, corridoio, due balconi grandi. Riscaldamento autonomo. Prezzo 155 mila euro. Tel. 0961-722684 (fino alle 16) cell. 339-4587804]

Per info: 339-6815575 - CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto da tre vani letto, 2 bagni,soggiorno,cucina, ampio ripostiglio,5 balconi Per info: 339-6815575

APPARTAMENTI IN VENDITA -ALBI- vendesi appartamento ristrutturato 2° piano, 5 vani, doppi servizi, garage, 2 magazzini, giardino, terrazza, termocamino. Prezzo affare. Tel. 0961-727342 - BORGIA - vendesi a 10 km dal mare appartamento di 110 mq: 3 locali, cucina, bagno, ripostiglio, ingresso, ottime rifiniture. Euro 60.000,00 tratt. chiedere di Massimo. Tel. 349-4977644 - BOTRICELLO - vendesi in terreno edificabile fronte mare con destinazione tirrenica ampia estensione confinante con zona edificata già infrastrutturata. Tel. 3473584705 - CATANZARO - zona ospedale civile vendesi appartamento composto da tre stanze letto, cucina, soggiorno, doppi servizi, doppia entrata, ripostiglio Tel. 334-6987160 - CATANZARO- lido: centralissimo con vista a mare, vendesi appartamento mq 160 in contesto d'epoca, euro 280.000,00 Tel. 0961-34991 O 329-4912685 -CATANZARO - vendesi loc. Piterà, casa indipendente di 115 mq con terrazza a livello di mq 100 magazzini sottostanti di mq 85 con antistante corte di mq 75 e terreno di 1200 mq p.a. Tel. 338-1173134 -CATANZARO - lido, via Stretto Antico, difronte il Polifunzionale del Comune, fittasi e/o vendesi locale su strada uso negozio commerciale di mq 140 Tel. 0961-722707 / 338-2389544 -CATANZARO - lido, vendesi terreno edificabile Cat. B1, 1500 mq indice 0,80 mc, recintato, acqua potabile, compreso di magazzino 50 mq e magazzino 12 mq, zona residenziale, via Trapani Tel. 348-0018069 -CATANZARO- Corvo appartamento di 100 mq completamente ristrutturato, con ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 vani, bagno, ripostiglio, 2 balconi verandati, cantina di 10 mq. Tel. 333-8701280 - CATANZARO - Pontegrande, appartamento panoramico, termoautonomo, composto da: ingresso, salone, 2 letto, cucina abitabilissima, lavanderia, bagno, terrazzo. Tel. 328-0879996 -CATANZARO - appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose e accessori, posizione fronte Complesso San Giovanni Catanzaro. Trattative riservate Tel. 3384688877

-CATANZARO - vendesi o fittasi via Madonna dei Cieli a piano terra ampi locali mq400+ 120 ammezzato, categoria C2 Tel. 096725648 o 339-3653737 -CATANZARO - locali in via P. Orsi traversa viale De Filippis, varie metrature, uso ufficio o residenziale. Indipendente ampi parcheggi. Tel. 329-9286449 o 0961-774030 - CATANZARO - discesa Jannoni, vendesi locale di 100 mq da adibire ad attività commerciale o a civile abitazione. Interno ristrutturato, esterno in ristrutturazione. Tel. 333-6327759 - CATANZARO - lido, via Crotone, vendesi appartamento costruzione recente mq 85, arredato più terrazzo mq 5. Box per tre posti auto e parcheggio condominiale. Trattative riservate, no perditempo, no agenzie. Tel. 335-8772859 - CATANZARO - vendesi appartamento, Catanzaro zona Cavita, cucina -soggiornosalone-tre camere-doppi servizi-balconiposto auto, mq 145 circa. Tel. 3338094508 / 333-8927584. -CATANZARO - Germaneto. Affittasi villetta arredata di mq 70, con rifiniture di lusso. Tel. 338-9406226 -CATANZARO - lido, affittasi a studenti alloggio di nuova costruzione, in via Trapani. Prezzo interessante. Tel. 3392868119 -CATANZARO - in loc. Siano, via Regina Madre, appart. autonomo, ristrutturato anno ‘01, con ottime rifiniture di 105 mq calpestabili, composto da: 3 bagni (di cui 1 attiguo a camera da letto), due camere da letto, soggiorno con caminetto, cucina. Tavernetta rustica esterna con terrazzino attiguo all’appartamento, e giardino ben rifinito. Trattativa privata. Tel 3284026872 -CATANZARO - vendesi zona Germaneto vic. nuova stazione ferroviaria, terreno mq 9000, destinazione Dc (artigianale e piccolo commercio), prezzo interessante. Tel. 329-1646400 -CROPANI - marina. Vendesi basso fabbrcato uso commerciale, di mq 350 circa. Tel.0961-961182 -CROPANI - marina via Catanzaro affittasi appartamento composto di due stanze da letto, cucina/soggiorno, ampio ripostiglio, bagno , mtq 40 giardino, arredato.

-DAVOLI MARINA - a due km dal mare e da Soverato (Calabria Jonica): in attrezzatissimo e verde villaggio con piscina, campi tennis e calcetto, giochi bimbi, teatro e discoteca all'aperto, bar, guardiana e animazione, vendesi luminoso e panoramico bilocale arredato, con balcone e posto macchina. Libero per la stagione 2008. Prezzo interessante. Telefonare ore pasti. Per info:0961-771231 - 3293017009 - DECOLLATURA - vendesi casa ristrutturata di recente composta da: piano seminterrato: due grandi magazzini; piano rialzato: cucina abitabile e grande salone, pranzo wc; primo piano: due grandi camere da letto, wc, balcone con vista panoramica; mansarda: camera letto, bagno, vista panoramica. Terreno attiguo di mq 400. Euro 150.000 trattabili Tel. 3926167207 -DECOLLATURA - vendesi in Adami di Decollatura due mini appartamenti con accessi indipendenti e volendo anche unificabili previo opportuna scala interna. Ogni mini appartamento è composto da: ampio ingresso, cucina, pranzo, soggiorno, wc, camera letto, ripostiglio e ampio garage. Il prezzo è di euro 50.000 trattabili Tel. 3926167207 - DECOLLATURA - località “Guercio”, vendesi casa su due livelli composta da piano terra: reparto giorno con cucina , soggiorno, pranzo, porticato coperto, bagno, garage, magazzino, terreno attiguo esteso 20.000 metri; primo piano:tre camere letto, bagno, ripostiglio. La casa è riscaldata con termocamino e autoclave riserva acqua. Euro 230.000,00. Tel. 3926167207 - FRANCAVILLA MARITTIMA -offro locali per deposito merci o altro su strada largo traffico. Tel 329-1873014 - LAMEZIA TERME - via del Progresso, camera singola in appartamento arredato da condividere. Insegnanti , professionisti in genere,lavoratori, studenti. Massima serietà Per info 0968-28591 -MARCELLINARA - vendesi appartamento composto da ingreso, cucina, 3 camere letto, 2 bagni. Riscaldamento autonomo, entrata indipendente; piccolo garage. Ristrutturato. Tel. 339-7452453/3683269270 -MARCELLINARA - vendesi appartamento di 135 mq. composto da: soggiorno -an-

- SOVERIA MANNELLI -vendesi in pieno centro urbano, mini appartamento di mq 60 su due piani.piano terra composto da ingresso, cucina, pranzo, wc, magazzino con autoclave in comodato. Primo piano con accesso interno ed esterno composto da due camere letto piccole e wc. Tel. 3926167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendo a Soveria Mannelli, in zona tranquilla palazzina di due piani, con accesso autonomo carrabile e pedonale, con annesso piccolo terreno ad uso orto e area arredata per il tempo libero. La palazzina è composta da: piano terra (parzialmente ultimato di mq 140); primo piano (3 camere letto + grande soggiorno-pranzo + cucina abitabile + due bagni + ripostiglio + ampi balconi). Il prezzo trattabile è di euro 150.000. Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - Vendesi appartamento mq. 80, camera letto, soggiorno, cucina, bagno, cortile, giardino, euro 60.000 trattabili. Tel. (o.p.) 0961-727342 - SOVERIA MANNELLI - vendesi mini appartamento di mq 70 posto al piano terra con accesso autonomo. Composto da 2 camere da letto, bagno, anticamera con soggiorno, pranzo, cucina. Euro 70.000 trattabili Tel. 392-6167207 - SOVERIA MANNELLI - vendesi casa di recente costruzione composta da piano terra e da primo piano. La casa è già abitabile e libera subito. Adiacente area per il tempo libero e orto per usi agricoli e garage. Il prezzo è di euro 150.00, 00 non trattabili. Tel. 392-6167207 - STALETTÌ -Copanello, vendesi villa a schiera 150 metri dal mare, due livelli arredata 143 mq, giardino di 162 mq, salone, caminetto, tre vani doppo servizi euro 240.000 Tel. 339-8883818 (h 11-14) o 339-1129765 -TORRETTA DI CRUCOLI - vendesi o fittasi appartamento . Tutto arredato, circa 100 mq. Vicino al mare Tel. 338-3848762

VENDESI IN SILA Villetta a schiera, a Villaggio Mancuso, Residence Stella Alpina 2, composta da: ampia cucina soggiorno, due camere da letto, servizi, stanzino deposito, legnaia, piccolo giardino. Con caminetto e arredamento completo. Garage adiacente di 25 mq con ingresso coperto autonomo. [Telefonare ore pasti al: 0961-32459]

Trattativa privata


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 45

SPECIALE CASE APPARTAMENTI IN FITTO - CATANZARO - Fittasi in Via Bambinello Gesù Catanzaro appartamento nuovo, arredato, termo autonomo, 2 stanze + cucina-soggiorno, ben collegato con autobus Amac, anche per Germaneto. Tel. 339-7803596 o 3335236521 - CATANZARO - vicino ospedale Civile, affittasi ad impiegata o studentessa camera singola in appartamento signorile - Arredo nuovo. Tel. 334-8282473 - CATANZARO- via E. de Riso, eventualmente arredato, appartamento termoautonomo mq. 130 più terrazzo (cucina abitabile, dispensa, due vani, ampio salone, posto auto). Prezzo da concordare. Tel.338-8646549 - CATANZARO- E. de Riso, a studenti o uso ufficio appartamento arredato e termoautonomo e/o singole stanze. Prezzo da concordare. Tel. 338-8646549 - CATANZARO- affittasi magazzino in via Teti Pontepiccolo solo uso deposito e a privati mq. 20 eventualmente soppalcabile già disponibile euro 220 mensili Tel. 335- 5804234 - CATANZARO- fittasi appartamento ristrutturato, tre stanze ampie luminose con accessori, fronte Complesso San Giovanni. Uso studio professionale o medico. Tel. 3384688877 - CATANZARO- floc. Germaneto nei pressi dell'università e del policlinico Mater Domini fittasi stanze singole–doppie o intero appartamento di nuova costruzione con posto auto composto da: entrata soggiorno - due camere – cucina – bagno . Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi a Germaneto vicino policlinico e università 2 stanze o intero appartamento arredato di nuova costruzione e con posto auto. composto da 2 stanze bagno - cucina - entrata - soggiorno. Tel. 333-6298565 - CATANZARO - fittasi magazzino 60 mq. pluriaccessoriato (tv, risc.aut., citofofo, bagno e antibagno-soppalco. Uso (no strumenti rumorosi): deposito,ufficio-laboratorio, altro. Via Cagliari 15/c-adiacenze chiesa Padre Pio. Tel. 340-9304526

- BASSO IONIO -

ne Calabria appartamento 4 vani doppi servizi termo autonomo euro 550,00. Nuovo, posto macchina. Per info: 335-487387

-VENDESI ATTIVITA’ -

- ISCA MARINA- fittasi villa al mare indipendente, su due piani e composta da ampio salone, 3 camere letto, cucina, doppi servizi, 4 balconate e immenso giardino con alberi da frutto. [Per info: 320-3672584 o 334-8282473]

- CATANZARO - affittasi locale commerciale in centro storico, via Spasari mq. 50 con servizi ed arredato o non, con licenza o senza, richiesta euro1200,00 mensil Per info: 3921311913 / 349-3737911

CATANZARO - lido vendesi attività avviata settore abbigliamento. Zona Centrale. [Per info 347-4683025]

- SOVERATO - fittasi loc. Cittadella appartamento nuovo non arredato: tre stanze cucina salone doppi servizi ripostiglio terrazzo panoramico. euro: 450.00. [Per info: 340-6127541] - SQUILLACE - affittasi appartamento ammobiliato tutto l'anno Squillace Lido n. 2 camere da letto - cucina abitabile - soggiorno - salotto - bagno - lavanderia - posto macchina. [Per info: 329-1720932]

Trattativa privata

-CATANZARO - A Cavita in via Barlaam da Seminara affitto appartamento di mq. 110 con posti auto. Anche a studenti. Per info: 3388160349

zione ferroviariadi Germaneto. Solo studenti Tel. 349-1448769 - CATANZARO - centro, fittasi uso foresteria prestigioso immobile, loft indipendente arredato e climatizzato, precedentemente abitato da funzionari di istituti di credito. Tel. 334-1875277 - CATANZARO - Fittasi, in via Madonna dei Cieli , vicino università San Brunone, a studentessa o impiegata camera singola in appartamento signorile e con arredo nuovo. Tel. 334-8282473/347-6817553 CATANZARO - affittasi zona Materdomini di Catanzaro (pressi scuola Einaudi), in condominio privato, appartamento-mansarda mq 70 arredato, ad impiegate o studentesse, 2 stanze, cucina, bagno e 2 posti auto. Per info: 338-6260206

-CATANZARO - affittasi appartamento ottime condizioni, zona Lido centro, vista mare, da settembre a giugno. Tel. 0961-738151 oppure 335-320997

-CATANZARO - lido, a studenti due camere singole in appartamento ben arredato con doppi servizi, riscaldamentoo autonomo ben arredato con posto auto. Da ottobre a giugno. Per info 0961-33085 / 34735599054

- LAMETINO - FALERNA- lido e Tropea fitto settimanalmente appartamento in residence - piscina - tennis - animazione: offerte speciali per il mese di luglio. [Per info: 0968-453095] -LAMEZIA TERME - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME- fittasi locale di mq. 140 circa adibito ad uffici aperti al pubblico in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Ideale per attività di finanziaria. [Per info: 338-7311650] -LAMEZIA TERME - fittasi seminterrato di mq. 400 circa da adibire ad uso archivio e/o autorimessa in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme (di fronte Tribunale). Munito di impianto antincendio certificato. [Per info: 338-7311650]

-CATANZARO- lido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Per info: 333-4695385 -CATANZARO - zona Pontepiccolo, fittasi appartamento signorile e arredato composto da due camere, accessori e due terrazzini. Per info: 320-3672584 / 0961-726027

-CATANZARO - fittasi camere singole o doppie a studenti o impiegati, in via Schipani, palazzo Petrucci. Per info 339-7285207

-CATANZARO - affitasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova sta-

- CATANZARO - Siano fittasi appartamento arredato 2-3 posti letto, cucina/soggiorno, vano letto, bagno, capiente ripostiglio con finestra. Termoautonomo, climatizzato. [Per info: 347-7032078]

- SANTA CATERINA SULLO IONIO - fittasi appartamento con giardino. Climatizzato 6-8 posti letto. [Per info: 339-6007772]

-CATANZARO - lido Casciolino, fittasi locale p.t. entrata indipendente per uso ufficio-studio, finemente rifinito. Condizionamento e riscaldamento autonomo. Predisposto Adsl. Tel. 0961-33732 / 340-6782253

- CATANZARO - affittasi via Fontana Vecchia (pressi Tribunale), monolocale con bagno, termoautonomo, al primo piano, uso ufficio o abitazione. Tel. 338-6260206

- CATANZARO - lido affittasi, zona Casciolino, mini appartamento mansardato arredato per max 2 persone, euro 400,00 Per info: 333-4292879 o.p.

-CATANZARO - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -CATANZARO - fittasi in Via Madonna dei Cieli, di fronte Università “San Brunone” camera singola in appartamento signorile e ben arredato. Per info 320-3672584 / 0961-726027 - CATANZARO - lido, centro. Fittasi da ottobre a giugno appartamento. Per info: 3207917831 / 329-8753604. -CATANZARO - lido, lungomare (vicino Hotel Palace), fittasi mini appartamento. Tel. 338-4223740 -CATANZARO - Sala, affittasi, presso funicolare, appartamento composto da ingresso, soggiorno, pranzo, angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Termoautononmo, lavatrice e posto auto in cortile. Tel. 0967-21841 - CATANZARO - lido, via Trapani. Affittasi a studentesse appartamento arredato di nuova costruzione. Prezzo interessantissimo. Tel. 339-2868119. - CATANZARO - via Schipani: prestigioso mini appartamento composto da soggiorno, cucina, camera da letto, bagno, termoautonomo, climatizzato. Entrata indipendente, posto macchina in strada privata. (no studenti). Tel (o.p.) 0961-722413/ 340-5978020 - CATANZARO - via Bianco adiacente Regio-

-CATANZARO - fittasi appartamento Via Z. Bianco nr.13 - 2° piano adiacente Regione Calabria , 4 vani doppi accessori, sgabuzzino e posto auto- termoautonomo. Per info: 335487387 -CATANZARO - centro, zona San Leonardo, fittasi appartamento mq 170, doppio ingresso, posto auto, anche ammobiliato - oppure uso ufficio. Per info: 368-3948807 / 333-2127961 -CATANZARO - centro, zona Duomo, fittasi appartamento 3 vani indipendente, ristrutturato, arredato, doppi servizi, termoautonomo, posto auto e cortiletto. Per info: 0961-774532 / 339-863070 - CATANZARO- via De Riso, 4 posti letto in appartamento arredato di 150 mq. composto da 4 camere letto, cucina, soggiorno-pranzo, salone, 2 bagni, termoautonomo. Uso abitazione ad impiegate o studentesse. Tel. 333-2414272 - CATANZARO - San Leonardo, fittasi locale seminterrato, 3 vani con bagno, ristrutturato per uso studio o ufficio. Per info tel. 3349506955 - RENDE - fittasi a studentesse universitarie a Commenda di Rende (Cs) via Ciro Menotti ,26 n. 2 posti letto in camera doppia appartamento di n. 4 posti letto soggiorno,due camere letto, cucina,bagno, balcone. Palazzo di recente costruzione [Per info 339-3134105 / 329-3725793] - SOVERATO - zona Cittadella, appartamento in villa , composto da triplo salone, tre camere due bagni, posti letto sei, arredato di tutto. Tel. 0961-903801/360853898

Trattativa privata - SOVERATO - di fronte Lido Don Pedro fittasi per tutto l’anno mini appartamenti autonomi piano terra, arredati, provvisti di aria climatizzata, lavabiancheria, giardino, parcheggio interno per motocicli. Euro 300. Tel. 0967-23690 /3207680316 CESSIONI D’AZIENDA -CATANZARO - vendesi avviata edicola cartoleria. Tel. 389-1983286 -CATANZARO - vendesi attività avviata: bar, rosticceria, tavola calda, tabacchi volendo anche impianto benzina a S. Maria di Catanzaro Tel. 328-0021229 -SAN MANGO D’AQUINO - cedesi attività commerciale: bar - pizzeria - trattoria pensione. Tratt. riservata esclusi perditempo. Posto molto conosciuto. Per info: 340-4051067 TERRENI IN VENDITA - CERCHIARA DI CALABRIA - vendesi terreno ulivetato ha 2.24 con casa buono stato. a circa 5 km dal mare.prezzo interessante. Tel. 329-1873014. - CIRÒ MARINA - vendesi a Cirò Marina, a breve distanza dal mare, struttura alberghiera composta, al secondo piano, da 16 camere con bagno; al piano terra e primo ampi saloni per la ristorazione e servizi + ampia cucina; la superficie totale è di mq 650,00; attiguo piccolo terreno; il prezzo, trattabile, e' di euro 250.000,00; libera subito. Per info 392-6167207 - STALETTÌ - via Provinciale per Copanello. Terreno edificabile c.a. 2000 mq, panoramico, possibilità di 2 lotti, prezzo trattabile. Info: 0961-918215 - TIRIOLO - vendesi terreno agricolo metriquadrati ventiduemila con annessa fabbrica fuochi artificiali metriquadratiottanta attrezzature automezzo trasporto tutto regolarmente autorizzato. Tel: 0961-991402 / 339-5713837 /0961-992153

- ALTO IONIO -BOTRICELLO - fittasi mensilmente annualmente prestigiosi appartamenti sul mare ammobiliati e climatizzati composti da due stanze da letto due bagni un ampio soggiorno cucina. te: [Per info 328-2067606]

Trattativa privata


46 Lunedì 12 Gennaio 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE MOTORI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Accessori - Ricambi

- MINI QUAD - 110cc a benzina 4 tempi 12 cv, accensione elettronica, solo fuori strada, portata 180 kg. Euro 450 incluso consegna a domicilio. Tel. 320-7935230 - NAUTICA - vendesi barca semicabinata modello Glastron. Mt 7,20, motore 280 cv anno 2004 con garanzia. Barca totalmente ricondizionata, chiglia nuova di zecca, tendalino, frigo, 2 scale di risalita, supporto ausiliario. Tel. 339-8152564/ 329- 0755294 - NAUTICA - vendesi carrello traino appendice 3, 5 q. come nuovo. Prezzo vero affare Tel. 333-3208062 - NAUTICA - vendo moto d'acqua Yamaha Wave Runner 4 tempi Cc 1100 Cv 138 3 posti con poche ore di navigazione euro 7500,00. Per info: (ore pasti) 3484709710 - NAUTICA - vendo gommone mt. 3.60 con carrello omologato Tel. 349 - 4791446 - ROULOTTE - vendo Elnagh mod. briscola m. 3,25 targata e con libretto di circolazione, tassa pagata. Tenda, veranda e frigo. Tenuta in garage. Euro 2.000. Tel. 339 - 6331789 - TRATTORE - vendo n. 2 ruote per trattore agricolo consumate al 20%, marca stomil misure 13:6/24. Prezzo complessivo euro 200,00. Tel. 329-1873014 ACCESSORI AUTO-MOTO - AUTO - centraline auto, riprogrammano /rimappano centraline auto, sia benzina che diesel ed anche mjet a partire da 200 euro. Info 329-3033734 email: easy-power@libero.it - AUTO - vendo barre portatutto mod. Clio II,originali Renault perfette, come nuovo a metà prezzo euro 60,00.Tel.328-8157867

- AUTO - vendo fari allo Xenon idonei da installare in tutte le auto, facilmente anche da soli, doppia centralina professionale. Valore 400 euro svendo a 180 euro. Possibile vederli tramite Mms tel. 347-7123789 - AUTO - kit conversione fari allo xenon per tutte le auto, nuovi, garanzia, fattura, qualsiasi prova, vendo a 70 euro completi di tutto, con centraline digitali per Cambus, possibile foto, mms, email, fax. Tel. 393-7123789 - AUTO - vendesi a Bagnara Calabra (Rc) pezzi di ricambio usati, ma in ottime condizioni, per Ford Fiesta 1.1 non catalitica (anno 1991 e dintorni); tutto a metà prezzo. Per info: Tel. 0966-372580/ 3349436849 (Gianni). - AUTO - vendo bauletto litri 35 completo di staffa per fissaggio marca Kap per FlyPiaggio Cell. 339-4731321 - AUTO - Pezzi di ricambio Ford Fiesta anno1988: fari anteriori, sedile posteriore, cintura.ottimo prezzo. Tel. 329-1873014 - AUTO - Pezzi di ricambio usati ma in ottime condizioni per Ford Fiesta (anno 1991), tutto a metà prezzo. Tel. 0966-372580 / 3383444894 - MOTO - vendesi motore per moto Honda Hornet Cb600F Km 7000. Euro 500,00. Tel. 329- 0033688 - MOTO - vendesi Casco Arai Professional , colore nero, seminuovo. Telefono 347-3470717 - MOTO - vendo motore Honda SP1 completo di impianto elettrico-alimentazione. Bicilindrico, 136cv, 6 marce. Ottimo per prototipi su terra. Euro 2000 trattabili. Tel. 348-2636567 - MOTO -vendo ricambi racing per Cbr 600 9198: forcella Kayaba rovesciata 50mm, parafanghi carbonio, carena vtr con serbatoio, mono racing Fg e Holhins, pedane arretrate e semimanubri ergal, Termignoni, statore, motore 1994, coppia cerchi normale e con posteriore maggiorato, kit rapporti. Tel. 3482636567

COMPRAVENDITA MOTO USATE

COMPRAVENDITA AUTO USATE

TRATTATIVA PRIVATA

TRATTATIVA PRIVATA

- HONDA -Hornet 600 colore nero anno '02 (causa inutilizzo). Specchietti e frecce in carbonio,cupolino, antifurto immobilize,gommata da 1200 km. Prezzo vero affare. Euro 3300,00 tratt. Tel. 333-5032216

- AUDI - A4 2.5 tdi quattro station wagon grigio quarzo 109.000 km lug. 2002 full optional, navigatore satellitare tv prezzo 23.000 euro. Tel. 0961-753903/0961-753918

- HONDA - Shadow 90cc, anno 1998, colore bordeaux, motore perfetto, carrozzeria in discrete condizioni, 600 euro tratt. zona Belvedere M.mo Tel . 338-3252061 - HONDA - Pantheon 125. Praticamente nuovo. Anno 2000. Freni e copertoi nuovi. Euro 1.500 compreso passaggio. Tel. 335-455858 -HARLEY DAVIDSON - modello custom 53c . anno 99. colore unico bianco perla. Accessoriata con sella touring, schienalino, borsa laterale in cuoio. porta targa. Kit dynajet, frecce e altro.Cedo anche sella singola e coppia di terminali screem eagle. Euro 5.000 revisionata. Tel 329-8416206 - HONDA - Foresight 250. Km 5075 Prezzo affare. Tel 0961-717131

- AUTO - Chiosco mobile per frutta e verdure o altre cose. Prezzo affare Tel. 333-3208062 -FIAT- fiorino 1700 D.P.K. anno 97. Perfetto km 1200 mila. Vendo euro 2900,00. Tel. 3333208062 - FIAT - Ducato 1.9, anno 1998. Coibentato, con certificato atp in perfette condizioni. Garanzia totale euro 7.000,00 Tel. 338-8162887 - FIAT - barchetta colore nero assetto corsa km 68.000 interni in pelle rossa euro 8.000,00.Per info 331-5257181 - FIAT - Doblò 1.9 d Anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. in perfette condizioni, gommato nuovo e revisionato. Usato garantito. Euro 7.200,00 Tel. 0968-97707

- KAWASAKI - En 500, colore rosso e nera km 14000 anno maggio 2001 come nuova, tagliandi sempre fatti al concessionario Kawasaki di Rossano Scalo (Cs). Tel. 348-6955074

- FIAT - Ducato 2.8 Jtd anno 2002, con coibentazione isotermica a norma Atp e gruppo frigo. Appena gommato e revisionato. Garanzia totale. Euro 13.500,00 Tel. 096897707

-PIAGGIO - vendesi Hexagon 125 cc 4 tempi anno 2001 col. nero. Ottime condizioni, motore nuovo. Euro 1200,00 trattabili. Tel. 3295457084

- FORD - vendesi ford transit anno 85 doppia cabina con cassone gemellato in perfetta condizione euro 3.500,00. Per info 33152571

-TRIUMPH - Speed Triple ‘03. Nera, ottime condizioni, unico proprietario, tagliandata e accessoriata. Tel. 331-3604430

- MERCEDES -Vendo Mercedes Clk 270 cd anno 2005 come nuova full optional: interni pelle-cambio automatico-navigatore schermo 5'. Per info: (ore pasti) 3484709710

-VESPA - modello 1958 buone condizioni di carrozzeria. Motore bloccato. Senza targa nè documenti. Euro 800. Tel. 329-6068413 - YAMAHA - R1 anno 2003, in ottime condizioni, (tagliandata e revisionata) colore blu prezzo 7.000 euro. Tel. 339-8152564

- OPEL- vendesi fuooristrada Opel Frontera "Sport" anno 1993, benzina con impianto Gpl elettronico. Ottime condizioni - motore e carrozzeria perfetti. Gomme nuove - Trattativa privata. Tel. 0961-791505/338-3964656

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


il Domani Lunedì 12 Gennaio 2009 47

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 08:20 Tg 1 Le idee 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:00 RUBRICA Verdetto Finale 10:50 RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 RUBRICA Occhio alla spesa 11:25 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 11:30 Tg 1 12:00 GIOCO La prova del cuoco 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 RUBRICA Festa italiana 16:15 ATTUALITÀ La vita in diretta 16:55 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 18:50 QUIZ L'Eredità 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO Affari tuoi 21:10 MINISERIE Il bene e il male 23:20 Tg 1 23:25 ATTUALITÀ Porta a Porta 01:00 Tg 1 Notte 01:30 PREVISIONI DEL TEMPO Che tempo fa 01:35 RUBRICA Sottovoce 02:10 DOCUMENTI Rewind Visioni private 02:40 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:10 FILM White Gold 04:40 TELEFILM Detective Joe Gaillard 05:30 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:45 ATTUALITÀ Euronews

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

06:00 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 06:15 Tg 2 Eat Parade 06:25 REAL TV X Factor La settimana 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Cartoon Flakes 07:05 CARTONI ANIMATI L'apprendista Babbo Natale 09:30 RUBRICA Sorgente di vita 10:00 Tg2punto.it 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 Costume e società 13:55 Tg 2 Medicina 33 14:00 MUSICALE Scalo 76 Cargo 14:45 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM Law & Order I due volti della giustizia 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 REAL TV X Factor I casting 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:30 Tg 2 20.30 21:05 REAL TV X Factor 23:45 Tg 2 00:00 SHOW Scorie 01:15 RUBRICA Tg Parlamento 01:25 RUBRICA Protestantesimo 01:55 RUBRICA Almanacco 02:00 Meteo 2 02:05 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:15 Tg 2 Costume e società 02:30 MINISERIE Un siciliano in Sicilia 03:00 VARIETÀ Cercando cercando 03:30 Tg 2 Medicina 33 03:35 RUBRICA Viaggiando mangiando 04:00 RUBRICA Sulle sponde della Manica 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:00 RUBRICA Letterature 2008 05:45 Tg 2 Costume e società

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

09:05 RUBRICA Cult Book

08:00 Tg 5 Mattina

09:15 RUBRICA Verba volant

08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque

09:20 RUBRICA Cominciamo bene

10:00 Tg 5

Prima 10:00 RUBRICA Cominciamo bene

11:00 RUBRICA Forum

12:00 Tg 3

13:00 Tg 5

12:25 Tg 3 Shukran

13:40 SOAP OPERA Beautiful

12:45 ATTUALITÀ Le storie Diario italiano

14:10 TELEROMANZO CentoVetrine

13:05 TELENOVELA Terra nostra

14:45 TALK SHOW Uomini e donne

14:00 Tg Regione

16:15 REAL TV Amici

14:20 Tg 3

16:55 ROTOCALCO Pomeriggio Cin-

14:50 RUBRICA TGR Leonardo

que

15:00 RUBRICA TGR Neapolis 15:10 Tg 3 Flash LIS

18:00 Tg5 minuti

15:15 RUBRICA Trebisonda 17:00 GIOCO Cose dell'altro Geo

18:05 REAL TV Grande Fratello

17:50 RUBRICA Geo & Geo

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

18:15 Meteo 3

20:00 Tg 5

19:00 Tg 3

20:30 TG SATIRICO Striscia la notizia

19:30 Tg Regione

La voce della supplenza

20:00 ATTUALITÀ Blob 20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al sole

21:10 REALITY SHOW Grande Fratello

21:05 Tg 3

01:30 Tg 5 Notte

21:10 ATTUALITÀ Chi l'ha visto?

02:00 TG SATIRICO Striscia la notizia

23:10 RUBRICA Replay

La voce della supplenza

00:00 Tg 3 Linea notte 00:10 Tg Regione

02:30 TELEVENDITA Mediashopping

01:00 RUBRICA Appuntamento al ci-

02:45 REAL TV Amici

nema 01:10 RUBRICA Fuori orario. Cose 02:15 RUBRICA Nella profondità di Psiche 02:45 RUBRICA Il mare di notte 03:00 ATTUALITÀ Rai News 24

03:30 TELEVENDITA Mediashopping 03:40 REALITY SHOW Grande Fratel-

(mai) viste

lo 04:15 TELEFILM Squadra emergenza 05:30 Tg 5 Notte

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus 09:15 ATTUALITÀ Omnibus Life 10:05 TELEGIORNALE Punto Tg 10:10 RUBRICA Due minuti un libro 10:20 TELEFILM Il tocco di un angelo 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM Cuore e batticuore 14:00 FILM Il carabiniere 16:05 TELEFILM MacGyver 17:05 TELEFILM Streghe 19:00 TELEFILM Cold Squad

20:00 Tg La7 20:30 ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 FILM Papillon 23:55 TELEFILM The Practice Professione avvocati 00:55 Tg La7 01:20 ATTUALITÀ Otto e mezzo 02:00 RUBRICA L'intervista 02:30 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 03:30 TELEFILM Alla corte di Alice 04:30 RUBRICA Due minuti un libro 04:35 ATTUALITÀ CNN News

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

08:15 RUBRICA La storia siamo noi

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:50 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:05 CARTONI ANIMATI Vipo 07:20 CARTONI ANIMATI Le avventure di Piggley Winks 07:50 CARTONI ANIMATI Alla ricerca della valle incantata 08:15 CARTONI ANIMATI Casper 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:00 SITUATION COMEDY La tata 09:30 TELEFILM Ally McBeal 10:20 SITUATION COMEDY Will & Grace 10:50 SITUATION COMEDY E alla fine arriva mamma! 11:20 TELEFILM Friends 12:15 RUBRICA Secondo voi 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Naruto Shippuden 14:30 CARTONI ANIMATI I Simpson 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:50 TELEFILM Smallville 16:40 SITUATION COMEDY Drake & Josh 17:10 CARTONI ANIMATI Spiders riders 17:30 CARTONI ANIMATI Idaten Jump 17:50 CARTONI ANIMATI My Melody sogni di magia 18:05 CARTONI ANIMATI Holly e Benji due fuoriclasse Che campioni Holly e Benji!!! 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 NEWS Studio Sport 19:35 SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café Ristretto 20:15 SITUATION COMEDY Camera Café 20:30 GIOCO La ruota della fortuna 21:10 FILM Hostage 23:15 FILM The Transporter 01:10 NEWS Studio Sport 01:35 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 01:50 MUSICALE Talent 1 Player 02:10 TELEVENDITA Shopping By Night 02:30 SERIE TV Rescue Me 04:00 TELEVENDITA Shopping By Night 04:15 FILM In fuga col malloppo 05:40 NEWS Studio Sport

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Pure Morning 11:30 RUBRICA Lovetest 12:30 MUSICALE Chart Blast 13:30 SHOW Brooke Knows Best 14:00 REAL TV Room Raiders 14:30 GIOCO Next 15:00 MUSICALE TRL Total Request Live 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE My Video 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Into the Music 18:00 TELEGIORNALE Flash

18:05 SHOW Made 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE Chart Blast 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SITUATION COMEDY Clueless 21:00 MUSICALE Mtv The Most 22:00 MUSICALE Mtv the Most Videos 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 RUBRICA MTV Cribs 23:30 RUBRICA Mtv 4 Peace 00:00 MUSICALE Best of Muse Live 00:30 MUSICALE Brand: New Video 02:30 MUSICALE

IL FILM DI OGGI

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24

06:30 TELEVENDITA Mediashopping 07:05 TELEFILM Quincy 08:05 TELEFILM Hunter 08:55 TELEFILM Nash Bridges 10:10 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 TELENOVELA Bianca 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 SOAP OPERA My Life 12:40 TELEFILM Un detective in corsia 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 SHOW Pomeriggio con Retequattro 14:05 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:00 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 15:55 SOAP OPERA Sentieri 16:20 FILM Niagara 18:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:50 SHOW Pomeriggio con Retequattro 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:20 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 TELEFILM Il comandante Florent 23:20 FILM Shining 01:45 Tg 4 Rassegna stampa 02:10 RUBRICA Pianeta mare di ambiente 03:00 FILM In nome del popolo italiano 04:40 RUBRICA Peste e corna e gocce di storia 04:45 SOAP OPERA Febbre d'amore

OGGI IN T Shining Rete 4 ore 23,20 Produzione: USA/Gran Bretagna, 1980, Genere: Horror Durata 119' Regia: Stanley Kubrick Cast: Jack Nicholson, Shelley Duvall, Danny Lloyd, Scatman Crothers Jack Torrance (Nicholson), per trovare il giusto isolamento che gli permetterà di scrivere il suo romanzo, accetta l'incarico di custode invernale di un enorme albergo tra le montagne. Lo seguono la moglie e il figlioletto Danny. Quest'ultimo possiede poteri paranormali che gli permettono di vedere nel passato e nel futuro. In questo film cupo, claustrofobico, Kubrick prende di petto il genere horror ("Shining" è tratto da un romanzo di Stephen King), per piegarlo al proprio genio. Film fatto di segnali ambigui, dove l'orrore è tanto più profondo quanto meno interpretabile, "Shining" si muove tra favola e racconto gotico, con momenti memorabili: le chiacchierate tra Torrance e il fantasma del barista, Danny che si aggira nei corridoi sulla sua automobilina e l'inseguimento finale nel labirinto innevato.

Hostage Italia 1 ore 21.10

Regia: Florent Emilio Siri. Cast: Bruce Willis, Kevin Pollak, Jonathan Tucker, Ben Foster, Bennett, Michelle Horn Genere: Drammatico Produzione: USA, Germania 2005 Dal romanzo di Robert Crais. In seguito a un rapimento finito male – con la morte di una giovane donna e del suo bambino – Jeff Talley, poliziotto di Los Angeles specializzato in sequestri, si trasferisce in una tranquilla cittadina nella contea di Ventura, come capo della polizia locale, con minori rischi e

113’

responsabilità. Quando tre giovanissimi balordi s'introducono in una villa per rubare una macchina, ma scelgono il momento sbagliato e, colti dal panico, sequestrano la famiglia che vi abita, Talley si rifiuta di intervenire. Ma a complicare le cose c'è anche una banda di pericolosi criminali che vuole informazioni preziose nascoste nella casa e non esita a prendere in ostaggio la famiglia di Jeff per riaverle. F.E. Siri, allievo di E. Rohmer, lascia la briglia sciolta a B. Willis che fa di tutto e di più in questo film in cui la buona scuola si sente.



il domani