Issuu on Google+

Giovedì 11 Settembre 2008 Euro 1,00 Anno XI - Numero 251

Calabria

Il Cartellone - Appuntamenti in Calabria (da pag. 31 a pag. 41) MISS ITALIA In tre sono arrivate tra le prime sessanta più belle

SATRIANO Applausi e consensi per l’ennesimo evento in piazza

Le calabresi ancora in gara

La commedia di Calabretta

SALSOMAGGIORE — Exploit delle miss calabresi a Salsomaggiore su Rai Uno. Ora

SATRIANO — Ancora successi per Gre-

sono in semifinale tra le 60 Erica, Luna ed Erika: tutte e tre di slancio passano il turno, in gara per l’accesso alla finalissima di sabato. La bellezza calabrese s’impone, dunque, a Salsomaggiore nel corso della prima serata di Miss Italia in diretta su Rai Uno. Tra le magnifiche 100 arrivate a Salsomaggiore su 25mila partecipanti in tutta Italia sono in gara tre calabresi: Erica Cunsolo, 18 anni di Rosarno (nella foto), Erika Romeo 18 anni di Reggio Calabria, e Luna Voce, 20 anni di Crotone.

gorio Calabretta e la sua compagnia teatrale che, nell’ambito del tour estivo, ha fatto tappa nel centro storico satrianese proponendo la commedia dialettale “Quasi quasi gliela combino”. Una performance molto apprezzata.

ALLE PAGINE 31 e 54

A PAGINA 32

ALTOMONTE

Di... Vino Jazz 2008 A PAGINA 33

Alle parole del maestro della comunicazione politica, Umberto Bossi, occorrerebbe rispondere con molta più grinta di quanto non riescano a fare partiti ed eletti calabresi

La secessione? Forse ci converrebbe! Ieri nuove cannonate dal leader della Lega. Da noi, invece, si parla di correnti e candidature La Lega continua a menare duro e a far pesare la propria forza. Ieri, a tutta pagina, La Repubblica titolava: «Federalismo, slitta la riforma. Bossi: l’alternativa è la secessione». Il Senatur in procinto di incontrare Berlusconi ha rispolverato tutta la sua maestria politica: «Le genti del Nord vogliono la libertà perché sanno di avere forza e numeri per conquistarsela. Al di là di me e della Lega. Il federalismo è già una mediazione (capito?, ndr). Il presidente del Consiglio sa bene che l’unica alternativa al federalismo è la secessione». Ma dal Sud e dalla Calabria come rispondiamo? A nostro avviso con troppa timidezza, con energia insufficiente, ma forse anche con scarsa

consapevolezza della vera partita che si sta giocando nel Paese. Il Sud e la Calabria sono ancora troppo condizionati dalla presenza di partiti vecchi e antiquati, talora mascherati da sigle nuove. Bandiere fresche ma contenuti appassiti. Sono pochi i casi in cui si può riscontrare la capacità di reggere la sfida lanciata dalla Lega, peraltro sorretta dai settori più liberali e innovativi di Forza Italia. Bisogna riconoscere che il presidente Loiero è stato lungimirante nel lanciare segnali d’allarme. In una nota di oggi lo ammette lo stesso leader regionale di Confindustria, Umberto De Rose, di cui abbiamo apprezzato l’appello. Anche Confindustria, però, diventi più grin-

FEDERALISMO Il duro intervento di Umberto De Rose

«Troppi rischi per il Sud» CATANZARO — «Finalmente qual-

cosa si muove!» E' questo il commento del presidente degli industriali calabresi Umberto De Rose (nella foto) alle dichiarazioni che qualche deputato sta cominciando a rilasciare sulle questioni relative agli effetti del federalismo ed alla penalizzazione che il Mezzogiorno ne subirebbe complessivamente dalla sua applicazione. A PAGINA 19

COSENZA

Tutti pazzi per l’Udc

COSENZA — L’unica cosa certa è

che dove ci saranno i fratelli Gentile non ci sarà Roberto Occhiuto. Senza scomodare “il diavolo e l’acqua santa” ma la sostanza quella è. I perché non mancano. Domenico Martelli A PAGINA 18

tosa e aggiorni il linguaggio. Tranne rare eccezioni, la politica calabrese di entrambi gli schieramenti sta giocando troppo in difesa. E in verità non sta neanche applicando la sana tattica del catenaccio. Le risposte sono quasi sempre blande, generiche, poco incisive e non riescono a superare i confini del Pollino, ad avere risonanza nazionale. Si pecca, tra l’altro, di scarsa capacità in termini di comunicazione. Anche il sindacato, su questo fronte, ci sembra un po’ sotto tono. L’Italia sta cambiando i propri destini e qui da noi la politica litiga sugli assetti interni, spacca il capello sulle candidature, non riesce a produrre elaborazioni all’altezza delle gravi emergenze esistenti. Basterebbe guardare a ciò che sta accadendo nel Pd, dove sembra rinascere qualcosa di simile alle vecchie correnti, o alle recentissime polemiche, sul fronte Pdl, fra il reggino Scopelliti e il cosentino Gentile. Occorre cambiare passo se non vogliamo rimanere schiacciati, stritolati, ancora una volta sottomessi e umiliati. A Bossi bisognerebbe dire che in fondo la secessione non ci fa paura. Proceda pure con la Padania e si metta in competizione con la Germania, la Francia e l’Olanda. Calabria, Campania e Sicilia potrebbero aprire un confronto serio con gli Usa, o con la Cina! Perché non partiamo da auto, alimenti e vestiario? Una provocazione, certo, ma oggi la politica ha bisogno di argomenti tonanti. Bossi docet! Massimo Tigani Sava

VIBO VALENTIA Tiene banco il trasferimento dell’istituzione didattica

Conservatorio e polemiche VIBO VALENTIA — «Dopo vent’anni mi sento vibonese e mi rendo conto di tenere a questa città molto più di tanti vibonesi di nascita. D’altronde, se questa città oggi è così, è perché proprio tanti nativi, pur in posizioni e ruoli importanti, sono l’hanno amata per come merita». A parlare è il M° Antonella Barbarossa, direttore del Conservatorio di musica Fausto Torrefranca di Vibo Valentia, che in questa polemica su chi, se mai c’è un chi, vuole trasferire la più alta istituzione didattica presente in città nella vicina Catanzaro, intende chiamarsi fuori, anzi…

Maurizio Bonanno A PAGINA 17

IL CASO

Morti bianche senza risposte A PAGINA 13

IL PROGETTO

Un’oasi naturale a Sant’Andrea A PAGINA 30

OPERAZIONE TERMINATOR Raffica di arresti della Dda

Cosche cosentine decapitate

Un momento della conferenza stampa di ieri nella sede della Dda a Catanzaro CATANZARO — Omicidio, estorsione, violazione della legge sulle armi com-

messi con l’aggravante dell’appartenenza ad un’associazione mafiosa. Questi i reati contestati, a vario titolo, a 14 persone destinatarie di altrettante ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Catanzaro su richiesta della lDda ed eseguite dagli uomini della Dia di Catanzaro e Reggio Calabria. ALLE PAGINE 14 e 15


2 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Un mondo di immagini La Hilton sbarca a Toronto con il film “Paris, not France”

Inaugurata ieri a Versailles la mostra di Koons

La famosa ereditiera ha presentato ieri la propria pellicola al festival annuale della città canadese

Si tratta di una esposizione controversa Operava nella Corea del Sud

La spia del Nord davanti al giudice Nella residenza del Re Sole, è iniziata l’esposizione dell’artista post-pop americano Jeff Koons. In mostra le sculture più strane, come il cane di palloncini

Jeong-hwa è sospettata di aver carpito segreti di stato alla Corea del Sud

Martedì sedici verranno battuti anche alcuni pezzi della collezione privata dell’americano Scott Gillogly

Le pazze aste inglesi Modellini in vendita a prezzi esorbitanti

Il film girato da Adria Petty (nella foto con la Hilton) è un’autobiografia che vuole restituire alla Hilton una certa dignità che probabilmente è andata persa nei vari scandali degli ultimi anni. Il film parla della giornata tipo della famosa ereditiera

A una settimana dal rapimento i pirati chiedono 1.4 milioni di euro

E’ aumentato il riscatto chiesto dai fuorilegge della Somalia per liberare i francesi tenuti in ostaggio

I pirati somali il 4 settembre hanno rapito sei francesi mentre navigavano con la loro barca, inizialmente chiedevano 1 milione di euro. A fianco la foto del veliero assaltato Carre D'as IV

La credevano morta da nove anni Invece la gatta Dixie vive ancora

A fianco un modellino della collezione di Gillogly che vale circa mille euro. L’intera collezione è valutata oltre il milione di euro, martedì saranno tutti all’asta

In Thailandia il partito Dopo Ike Cuba si risveglia del premier ha aperto senza energia elettrica le consultazioni Ieri mattina è iniziata la conta dei danni

Dopo la fuga del ministro Shinawatra è necessaria

Il felino era scomparso nel 1999 e i proprietari pensavano che l’avesse investita un’auto

L’uragano Ike ha causato molti danni all’isola durante il suo passaggio Nel primo dei trenta giorni dedicati alle novità per la stagione che verrà la curiosa iniziativa

Una coppia londinese ha ritrovato dopo nove anni la propria gatta, che è stata trovata a meno di un miglio dalla loro casa di Birmingham, un abitante preoccupato aveva chiamato l’associazione animalista parlando di un gatto in cattive condizioni, in zona da due mesi

A Sydney le celebrità Jaynie Seal e Kristian Schmid, hanno dato il via con la sfilata subacquea, alla trenta giorni di moda e bellezza australiana

L’ex premier Shinawatra ha abbandonato la Thailandia dopo le accuse per frode

Ecco la sfilata subacquea la nuova frontiera della moda dell’Australia


4 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano Subito stadi privati L’Inghilterra resta il modello da seguire

La violenza si combatte a colpi di spot

ROMA - La privatizzazione degli stadi sul modello inglese «penso che sia la strada da seguire». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, nell’audizione davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato sui recenti episodi di violenza in occasione di manifestazioni sportive, sottolineando che oggi in Italia «tutti gli stadi sono comunali, tranne l’Olimpico». Il ministro spiega che «in Inghilterra gli stadi sono di proprietà delle società di calcio e questo ha funzionato», aggiunge, anche per arginare «la violenza degli ultrà». «Se lo stadio appartiene a una società - osserva il ministro diventa un luogo vivo, frequentato tutta la settimana. Ma la privatizzazione degli stadi «è una questione che riguarda il parlamento».

ROMA - Da domani partirà un’iniziativa straordinaria di comunicazione del ministero dell’Interno che prevede uno spot di 30 secondi in cui saranno contrapposte immagini di «buone azioni calcistiche» contro gli episodi di violenza. È quanto preannuncia il ministro dell’Interno, Roberto Maroni. Lo spot, messo a punto dal ministero dell’Interno in collaborazione con la polizia di Stato, spiega il ministro, oggi sarà proiettato in anteprima nel corso di una conferenza stampa presso il Viminale. A partire da domani, invece, sarà messo on line sui siti internet delle società di calcio di serie A e B, sul sito della Lega Calcio, e proiettato sui maxi schermi degli stadi e nelle sale cinematografiche prima dell’inizio dei film.

Il Parlamento appoggia la linea dura ROMA - «Il ministro dell’Interno Maroni, nel corso della sua audizione in commissione Affari costituzionali al Senato, ha dato informazioni chiare ed esaustive e ha assicurato un’azione efficace per stroncare sul nascere ogni azione di violenza dentro o fuori gli stadi di calcio. Ci sono le norme, c’è la consapevolezza che il fenomeno non va sottovalutato e la decisione di bloccare ulteriori trasferte va in questa direzione. L’azione del governo merita tutto il sostegno del Parlamento. Lo sport deve, d’altro canto, assumersi le sue responsabilità». Lo dichiara il presidente del Pdl al Senato, senatore Maurizio Gasparri.

“E’ finito il tempo di sconti e deroghe, da oggi il via alla tolleranza zero” E l’Osservatorio finisce nel mirino del ministro per i fatti di Roma-Napoli

Maronimetteinfuorigiocoilcalcioviolento Restano acasaitifosi nelletrasfertearischio ROMA - Strigliata per l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive, che ha dato l’ok alla trasferta dei tifosi napoletani a Roma lo scorso 31 agosto, sfociata in disordini; assoluzione per prefetto e questore di Napoli; stop alle tifoserie ospiti nelle partite a rischio. In un’audizione alla commissione Affari costituzionali del Senato, il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, promette «tolleranza zero» ai violenti delle curve e - correggendo l’Osservatorio - la mette subito in pratica vietando la trasferta di sabato a Milano ai tifosi del Catania. Stop anche alle deroghe per gli stadi non a norma. Errore ok Osservatorio a napoletani a Roma Maroni chiarisce la dinamica di quanto accaduto per Roma-Napoli e parla di «una serie eccezionale di avvenimenti», con un errore «a monte»: il via libera dell’Osservatorio ai sostenitori del Napoli, pur trattandosi di partita a rischio. Poi, aggiunge, «ci sono stati altri sbagli, come far partire il treno per Roma alle 12.30 sapendo che sarebbe arrivato tardi, non aver previsto treni speciali, ma - sottolinea - non ritengo di dover attribuire responsabilità gravi alle autorità di pubblica sicurezza del capoluogo campano, che si sono trovate a gestire

Casms e Osservatorio

Sabato sera niente San Siro per i supporter del Catania

A due organi il compito di vigilare

A sinistra i tifosi del Napoli all’Olimpico di Roma: il ministro Maroni minaccia di chiudere gli stadi

una situazione drammatica». Da oggi stop tifosi in trasferte a rischio Scottato da questa esperienza, il ministro annuncia che saranno vietate le trasferte ai tifosi per le partite giudicate a rischio dall’Osservatorio. Porte chiuse per quelle ad altissimo rischio. La sicurezza di cittadini e forze del-

l’ordine «è la cosa più importante, il resto viene dopo. Interverrò per dare indicazioni precise: elevati profili di rischio per me significa stop a trasferte o porte chiuse». Stop ai catanesi E l’intervento del ministro non si fa attendere: mentre martedì Osservatorio e Comitato di analisi sulle manifesta-

zioni sportive avevano dato il via libera ai tifosi etnei per Inter-Catania, ieri Maroni ha dato lo stop. Niente viaggio a Milano per i rossoblu, coerentemente con la politica «niente tifosi in trasferta per i match a rischio». E alla luce della linea dura del ministro, Osservatorio e Casms si riuniscono oggi.

I dirigenti si difendono: “Da quel tragico due febbraio sono cambiate tante cose”

Lo stop del Viminale non va giù agli etnei: “Facciamo fatica a spiegarci questa decisione” Lo Monaco rivela anche un retroscena dell’ultima partita interna dello scorso campionato

Gli scontri fuori dal “Massimino” del due febbraio 2007 in cui fu ucciso l’ispettore di polizia Filippo Raciti

CATANIA - «Abbiamo smesso di meravigliarci, ne abbiamo passate talmente tante da quel tragico 2 febbraio che qualsiasi cosa non ci crea alcuna sensazione». Quasi se lo aspettava il ds del Catania, Pietro Lo Monaco, che l’Osservatorio del Viminale avrebbe vietato alla tifoseria siciliana di partecipare alla trasferta di Milano con l’Inter. «Non so con quale criterio sia stata presa questa decisione, poi ribaltata e ancora ribaltata di nuovo - ha detto a Radio Radio - Se il criterio avesse una sua legittimità nel comportamento dei nostri tifo-

quanto accaduto nell’ultima gara dello scorso campionato, CataniaRoma, quando a bordo campo c’erano tante di quelle persone che quasi incutevano timore ai giocatori giallorossi. Il ds del Catania, però, non ci sta e rivela un particolare di quel pomeriggio: «In quella partita, proprio perchè le autorità la temevano particolarmente, c’erano trecento poliziotti in borghese a bordocampo». La ricetta Lo Monaco è facile: «Con la repressione fatta in una certa maniera, a Catania stiamo vedendo dei frutti».

si negli ultimi tempi, lo stesso Osservatorio dice che i nostri tifosi hanno come subito uno choc e stanno assumendo atteggiamenti totalmente diversi. Se considerate

che due anni fa solo di multe prendevamo 400 mila euro per lancio di fumogeni e l’anno appena trascorso solo 10 mila euro...». Negli occhi di tanti c’è ancora

Camorristi e delinquenti tra ultras Napoli Tornando a RomaNapoli, il ministro conferma le infiltrazioni della camorra nelle curve partenopee e dà i numeri sui 3.096 tifosi che sono andati a Roma: ben 810 hanno precedenti e 27 sono appartenenti o contigui alla camorra. Il ministro conferma che ci sono «contiguità» tra alcune tifoserie e organizzazioni paramilitari: la situazione «viene monitorata continuamente». In ddl nuove norme anti-violenza E qualcosa cambierà anche a livello normativo: nel ddl sulla sicurezza verranno inseriti emendamenti per punire più severamente chi aggredisce le forze dell’ordine e anche per definire i rapporti tra giustizia sportiva e autorità di sicurezza. Ad esempio, fa notare Maroni, «la decisione del giudice sportivo di chiudere le curve del San Paolo per la prossima partita è stata presa in totale autonomia ma, inevitabilmente, ha influenza sulla gestione dell’ordine pubblico: bisogna evitare che questa influenza sia negativa». Berselli, misure subito con decreto Al ddl, il presidente della commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli (Pdl), preferisce il decreto. «Quello che è successo a Napoli - spiega - è di una gravità eccezionale, i presupposti di necessità e urgenza ci sono». Enzo Bianco (Pd), chiede «assoluto rigore», con l’applicazione delle misure già approvate nella scorsa legislatura. Insoddisfatti i radicali Marco Perduca e Mario Staderini.

ROMA - Due organismi integrati, per contrastare la violenza legata al calcio. L’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, dal 1999, svolge funzioni di consulenza sulla prevenzione e il contrasto della violenza. Dal 15 agosto scorso, è affiancato dal Comitato di analisi della sicurezza nelle manifestazioni sportive (Casms), che raccoglie notizie sulle partite a rischio, per poi fornire le indicazioni del caso ai prefetti e ai questori. L’osservatorio - istituito in seguito a una serie di gravi episodi di violenza durante partite del campionato di calcio - è composto da rappresentanti delle forze dell’ordine, istituzioni che rappresentano il mondo del calcio e società che si occupano di trasporti (come Trenitalia). Possono essere invitati altri soggetti pubblici o privati. Le decisioni sono prese a maggioranza assoluta da 13 votanti. I compiti specifici dell’Osservatorio sono: monitorare i fenomeni di violenza e intolleranza commessi in occasione di manifestazioni sportive; approvare le linee guida del regolamento per la sicurezza degli impianti sportivi; promuovere iniziative di prevenzione della violenza, anche in collaborazione con associazioni, club di tifosi ed enti locali; definire le misure che possono essere adottate dalle società sportive per garantire il regolare svolgimento delle manifestazioni. L’Osservatorio stabilisce inoltre i livelli di rischio delle manifestazioni (su una scala da 0 a 3). Il Casms si riunisce subito dopo ogni seduta dell’Osservatorio, di cui è un complemento: svolge funzioni di «ponte» informativo tra questo e le autorità provinciali di Pubblica sicurezza.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 5

Primo piano

É a Kabul. Ma Brunetta smentisce Incidenti con mezzi pesanti anche sull’Autobrennero e la A1 É il 60enne caduto nel Grossetano

Milite malato paga tagliata Maxi-tamponamento tra Tir blocca l’A14 Il lavoro fa un’altra vittima

PADOVA - A un maresciallo padovano in servizio a Kabul sarebbe stata decurtata la paga di 30 euro per qualche giorno di malattia. «La notizia è fantasiosa. Non è mai stato malato e comunque non sarebbe scattata la decurtazione», ha smentito il ministro Brunetta.

BOLZANO - Incidenti per fortuna non mortali, quelli che ieri hanno visto coinvolti dei mezzi pesanti. Una ventina di turisti sono rimasti feriti in uno scontro tra un autobus e un tir al casello di Bolzano Nord dell’Autobrennero. Feriti, uno in modo grave, anche i condu-

centi dei due Tir che si sono scontrati lungo la A1, presso lo svincolo di Chiusi. Molto grave un 39enne alla guida di uno degli otto Tir coinvolti nel maxitamponamento sulla A14 fra San Lazzaro e Bologna Fiera che ha causato per varie ore 5 chilometri di coda.

GROSSETO - È morto al policlinico senese Le Scotte dopo 24 ore di agonia l’operaio di 60 anni ricoverato dopo una caduta nel Grossetano. Gravi ferite alle gambe ha riportato ieri un giovane schiacciato da una ruspa ad Acilia. Ora è al San Camillo di Roma.

Si spiegherebbe così la fine del suocero di De Rossi Il giallo chiarito dalle parziali ammissioni di due arrestati

Una trappola dai complici di rapine L’esecuzione di Pisnoli ricorda i delitti della banda della Magliana

Recuperate anche molte armi per mettere a segno i colpi

Marco Maffettone

di indizi sulla scena del crimine. E per i carabinieri chi aveva agito era un vero professionista, le indagini quindi dovevano puntare ad ambienti ben precisi. All’arresto di Gabriele Piras e di Giuseppe Arena si è giunti dopo un’attività investigativa durata giorni ma che ha subito un’accelerazione dopo l’arresto, avvenuto la settimana scorsa, di un trentenne romano che aveva partecipato con Pisnoli alla rapina in una banca della zona del Divino amore il 31 luglio scorso. Secondo quanto spiegato dagli inquirenti, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche i procuratori antimafia di Roma, Giancarlo Capaldo e Carlo Lasperanza, i due arrestati avevano partecipato anche loro al colpo, fruttato poco meno di 10 mila euro, garantendo la fuga di Pisnoli e del suo complice. L’arma del delitto è stata trovata dai carabinieri in un garage in via della Pisana, periferia sud della capitale. All’interno del locale, che apparteneva a uno dei due fermati, e fungeva da base operativa del gruppo criminale i militari hanno trovato una mini santabarbara, tre fucili, alcune pistole e munizioni. Ma anche documenti e divise false, e tutto il necessario per mettere in atto altre rapine.

ROMA - Un’esecuzione come non ne avvenivano dai tempi della banda della Magliana. Per investigatori e inquirenti l’uccisione di Massimo Pisnoli, suocero del calciatore della Roma Daniele De Rossi, riporta indietro nel tempo, quando a morire erano noti personaggi legati alla violenta banda criminale capitolina. Forse uno sgarro, e non aver rispettato le regole malavitose, sono alla base della morte dell’uomo avvenuta il 7 agosto scorso nella periferia di Aprilia, piccolo centro della provincia di Latina. Il corpo del suocero del calciatore giallorosso fu trovato in una stradina sterrata nei pressi della stazione ferroviaria di Campoleone. Le indagini, coordinate dal procuratore distrettuale antimafia di Roma, Giancarlo Capaldo, hanno preso la direzione decisiva un paio di giorni fa con l’individuazione dei due killer, con diversi precedenti penali. E nel corso delle perquisizioni dopo gli arresti i carabinieri del nucleo investigativo di via In Selci hanno sequestrato un vero e proprio arsenale di armi e circa 230 grammi di cocaina. I fermati, Gabriele Piras e Giuseppe Arena, rispettivamente di

Gabriele Piras, 48 anni

Giuseppe Arena, 40 anni

La conferenza stampa dei carabinieri

Spunta il nome di Fassino nell’appaltopoli abruzzese PESCARA - Servizi segreti e politici nazionali coinvolti sulla gestione della sanità in Abruzzo. Nella seconda giornata d’incidente probatorio, Vincenzo Angelini è stato un fiume in piena. Messo sotto torchio dai magistrati che si stanno occupando dell’inchiesta sulle presunte tangenti nella gestione della sanità in Abruzzo, il re delle cliniche private nella regione, ha tirato in ballo anche Piero Fassino. Nelle dichiarazioni rilasciate nell’aula uno del tribunale di Pescara, Angelini ha spiegato che l’ex segretario dei Ds avrebbe sostenuto un suo concorrente nel settore della sanità privata, Franco Pierangeli, con l’appoggio a livello locale del vicepresidente della Regione Abruzzo, Enrico 48 e 40 anni, avrebbero già confessato in parte e spiegato ai carabinieri quanto avvenuto il 7 agosto. I due avrebbero teso una trap-

pola a Pisnoli: con la scusa di progettare un’altra rapina, avrebbero dato all’uomo un appuntamento nei pressi della stazione di

Gli agenti hanno schedato i docenti in dissenso con la Gelmini in un liceo di Roma

Paolini (Pd). Ma Angelini non ha escluso che dietro vicenda si nasconda la mano dei servizi segreti. «Può darsi», è stato il suo commento al termine dell’incidente probatorio terminato intorno alle quattro. Altre accuse sono andate, poi, all’indirizzo di Forza Italia, verso cui l’imprenditore ha ammesso di aver consegnato 500mila euro come finanziamento al partito e verso Alleanza nazionale, in misura minore. A difesa dell’ex governatore dell’Abruzzo, Ottaviano Del Turco e degli altri indagati era sceso in campo in mattinata l’ex segretario alla presidenza della giunta regionale, Lamberto Quarta, «Il centro sinistra non ha preso soldi», ha detto. L’incidente probatorio riprenderà venerdì. Campo Leone, nella periferia di Aprilia. Lì, come in un’esecuzione, Pisnoli è stato ucciso con un colpo di lupara al volto. Ma il

corpo dell’uomo è stato trovato solo il pomeriggio dell’11 agosto. Un’indagine ’difficile’, si percepì subito, soprattutto per l’assenza

Emesse 11 ordinanze che hanno colpito alcuni dei boss di spicco del Cosentino

“Distruggete la scuola”. Precari identificati Operazione Dia svela omicidi di ‘ndrangheta

ROMA - I precari della scuola che ieri mattina hanno contestato il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini in visita al liceo Newton di Roma sono stati identificati dalle forze dell’ordine. In tutto si tratterebbe di otto-nove persone. «Eravamo una decina di insegnanti racconta Eduard Walken, precario da 4 anni ed esponente dei Cobas quando è arrivato il ministro. Io gli ho gridato ’facci lavorare, ci metti in mezzo alla strada’». Insomma «cose assolutamente legittime, nemmeno un insulto». Eppure «subito dopo sono intervenuti due agenti in borghese che ci hanno chiesto i documenti. Gentilissimi,

“Gli agenti sono stati gentili ma esprimevamo solo un’opinione” Identificati otto contestatori del ministro all’istruzione Gelmini

ci hanno detto che ci capiscono, ma che dovevamo preannunciare la contestazion». Poi le identificazioni sono proseguite in aula magna, dove, mentre il ministro parlava, qualcuno dei precari le ha gri-

dato che stava distruggendo la scuola. «Altri colleghi mi hanno raccontato sono stati identificati - racconta ancora Eduard - esattamente come dei delinquenti, solo perché avevano espresso dissenso».

COSENZA - Sono 11, rispetto alle 14 emesse su richiesta della Dda di Catanzaro, le ordinanze eseguite dalla Dia nell’ambito dell’operazione Terminator fatta la notte di martedì contro la ’ndrangheta in provincia di Cosenza. L’inchiesta si basa, oltre che sull’attività investigativa, sulle rivelazioni di quattro collaboratori di giustizia grazie ai quali sono state ricostruite le vicende della criminalità organizzata cosentina alla fine degli anni ’90. Dalle indagini è emerso in particolare che Marcello Calvano e Vittorio Marchio furono uccisi nell’ambito dello scontro tra gli esponenti cosentini e quelli della zona tirrenica della ’n-

I collaboratori di giustizia utili per l’attività investigativa Le 7 custodie cautelari notificate a persone già detenute

drangheta per il controllo degli appalti pubblici per la realizzazione di lavori lungo la strada statale 18. Sette delle ordinanze di custodia cautelare sono state notificate in carcere a persone già detenute. Tra

loro il boss Domenico Cicero, di 51 anni, presunto capo dell’omonima cosca di Cosenza, e Luigi Muto (46), figlio del boss Francesco Muto, detto il «re del pesce» e capo della cosca di Cetraro.


6 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

Dal Cern di Ginevra è stato acceso ieri Lhc, l’acceleratore di particelle più potente al mondo

Verso le origini dell’Universo Partitalagrandeavventura GINEVRA - Acceso acceleratore Cern, l’ora del big bang, un ’primo lampo’ poi il brindisi degli scienziati. È’ cominciata l’avventura più ambiziosa della fisica moderna, diretta a esplorare i segreti della materia subito dopo il Big Bang che ha dato origine all’universo. E’ stato acceso l’acceleratore di particelle più grande e potente mai costruito, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra, costato 3 miliardi di euro. Crescendo di eventi I primi fasci di protoni hanno attraversato per la prima volta i 27 chilometri dell’anello dell’acceleratore in senso orario e antiorario e tutto è andato perfettamente. Già all’inizio della prossima settimana i due fasci di particelle saranno sincronizzati per essere iniettati contemporaneamente per ottenere le collisioni. All’inizio e per un periodo di una o due settimane queste avverranno ad un’energia bassa e in ottobre, probabilmente a ridosso dell’inaugurazione ufficiale dell’Lhc prevista per martedì 21, si passerà a cinque TeV. Per i primi mesi del 2009 la macchina lavorerà a regime, all’energia di sette TeV. Lancio nel microcosmo A quel punto i quattro esperimenti dell’acceleratore cominceranno a registrare dati e in ogni momento potranno riservare sorprese. Comincerà così quello che

Ma per la paura che il mondo finisca, in India una16enne si è suicidata L’Italia ha contribuito al 15% della macchina e sono circa 800 i ricercatori italiani impegnati nell’Lhc

ieri il presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), Roberto Petronzio, ha definito «un lancio nel microcosmo che promette di avere un’importanza fondamentale per la fisica». E per il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) ed ex direttore generale del Cern Luciano Maiani, «è stato superato un giro di boa di grande importanza, un momento critico essenziale all’avvio di qualunque macchina acceleratrice, specie se della complessità e delle dimensioni di Lhc». I primi istanti dopo il big bang Riuscire a vedere le particelle esistenti immediatamente dopo l’esplosione che ha dato inizio all’universo è uno degli

obiettivi più ambiziosi del super acceleratore. Extradimensioni e materia oscura Oltre alle tre dimensioni spaziali e al tempo, l’Lhc potrebbe rivelare l’esistenza di altre dimensioni. Scoprirle significherebbe rivoluzionare le conoscenze fisiche, così come riuscire finalmente a catturare la misteriosa materia oscura che costituisce il 25% della materia esistente nell’universo. L’Lhc potrebbe poi aiutare a a risolvere il problema della scomparsa dell’antimateria. La particella di Dio E’ l’inafferrabile bosone (una ipotetica particella elementare, massiva, scalare, prevista dal modello standard della

fisica delle particelle ndr) di Higgs dal quale dipende l’esistenza della massa, ossia che fa aggregare tutte le particelle esistenti. Avventura che parla anche italiano Un’avventura, ha aggiunto Petronzio, che parla in gran parte italiano: «i ricercatori italiani al Cern - ha detto - sono i più numerosi insieme a quelli americani. Non c’è dubbio che lì ci sia un pezzo di casa nostra». L’Italia ha contribuito al 15% della macchina e sono circa 800 i ricercatori italiani impegnati nell’Lhc. È stata seguita in videoconferenza in diretta da Perugia l’attivazione del primo fascio ad Lhc (Large Hadron Collider) a Ginevra nel laboratorio internazionale del Cern.

Un suicidio in India Una ragazzina di 16 anni si è suicidata temendo che stesse arrivando la fine del mondo scaturita dall’esperimento sul Big Ben che si stava eseguendo a Ginevra. Chhaya, che abitava nella città di Sarangpur nei pressi di Indore, nel distretto di Rajgarh dello stato centrale indiano del Madya Pradesh, da diversi giorni si era appassionata alle notizie dell’esperimento in corso al Cern, al quale assistono anche scienziati indiani. Chhaya stava seguendo da un paio di giorni la notizia alla tv e si era lasciata impressionare dal fatto che molti parlavano di fine del mondo, tanto da perdere il sonno ed essere molto nervosa. Martedì sera tardi la

decisione di uccidersi, ingerendo tavolette di insetticida. Il Vaticano scettico Scetticismo sulla simulazione del Big Bang è stata espressa dai gesuiti astrofisici della Specola Vaticana, l’osservatorio astronomico alle dipendenze del Papa, con sede a Castelgandolfo e a Tucson (Arizona). In ogni caso, anche l’eventuale scoperta del ’bosone di Higgs’ ovvero di quel ’quid’ in grado di spiegare perchè esiste la massa, non metterebbe in alcun modo in discussione la creazione divina: infatti padre Giuseppe Koch, astronomo della Specola - ciò servirebbe solo a dare «validità» alla teoria del Big Bang,che «rimane, appunto, una teoria».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 7

Attualità

L’Ispettorato del lavoro ha inflitto una multa al San Martino di 250mila euro “Siamo in continua emergenza personale” afferma il segretario regionale alla sanità Non fa verificare le ore lavorate denunciato il console dei camalli

Nelle foto due vedute del porto di Genova, dove operano i camalli, o semplicemente scaricatori di porto. L’ispettorato del lavoro di Genova si è visto rifiutare da Paride Batini il registro con le ore lavorative dei camalli

GENOVA - L’Ispettorato del lavoro di Genova ha denunciato alla Procura della Repubblica il console della Culmv, Paride Batini, accusandolo di non aver fornito i documenti richiesti relativi a un’ispezione fatta dallo stesso Ispettorato. Lo scrive il Secolo XIX di Genova rivelando che dopo un incidente mortale in porto nello scorso febbraio (era morto il portuale Fabrizio Cannonero, dipendente della Compagnia unica di Batini), lo stesso Ispettorato del lavoro aveva deciso di verificare tempi e turni dei lavoratori della compagnia, sospettando che i turni di lavoro andassero oltre l’orario consentito dalla normativa. Gli ispettori chiedono quindi a Batini di fornire i registri e altri documenti che certifichino la scansione e tipo di turni dei camalli. Cioè in pratica l’Ispettorato del lavoro voleva verificare se gli orari di lavoro fossero rispettosi dei termini di legge oppure no. Batini si rifiuta di fornire i documenti ed anche ad una successiva richiesta scritta non consegna gli elenchi. Da qui la denuncia dell’Ispettorato del lavoro alla Procura della Repubblica con l’accusa di mancato rispetto della legge 628 del luglio 1961 che disciplina gli obblighi documentali del datore di lavoro. Il reato da amministrativo diventa quindi penale, ma può comunque essere estinto pagando circa 500 euro di ammenda. Rimane ora da seguire l’evolversi della vicenda e come la stessa si chiuderà.

Infermieriatempo...strapieno A Genova sono costretti a lavorare di continuo a causa dei pochi colleghi

Per l’Ispettorato del lavoro gli infermieri di Genova lavorerebbero troppo. Ma i secondo i dirigenti della sanità locale questo è dovuto al poco personale

GENOVA - Ore e ore di superlavoro, tensione, stress. Gli infermieri impegnati nelle sale operatorie dell’ospedale San Martino lavorano troppo e l’ispettorato del lavoro infligge al nosocomio una multa di 250 mila euro. E la presidente dei collegi degli infermieri ripete: mancano all’appello almeno 30 mila infermieri sul territorio.Gli accertamenti della Direzione Provinciale del Lavoro iniziano a metà 2006 e proseguono per tutto il 2007. L’indagine si concentra su una cinquantina di infermieri qualificati, soprattutto “ferristi”. Obiettivo: scoprire le situazioni di superlavoro che potrebbero produrre insicurezze, sulla base della legge 66 del 2003, che però, nel frattempo, è stata modificata (il 25 giugno scorso) e prevede oggi una serie di deroghe che forse impedirebbero un provvedimento così severo. Dall’inchiesta emergono violazioni: troppi infermieri hanno “sforato” il monte ore concesso dalla legge. Destinatario del provvedimento l’ex direttore del San Martino Gaetano Cosenza: «Sapevo degli accertamenti - dichiara - ma non credo proprio che sarò io a rispondere in solido alla sanzione». Il nuovo direttore Mauro Barabino, insediatosi il primo settembre, si dice disponibile a cercare percorsi innovativi per migliorare la situazione purché «siano compatibili con la primaria missione dell’assistenza ai malati». Una multa analoga, di 110 mila euro, era stata inflit-

ta alle “Molinette” di Torino. «In quel caso come in questo - dice Barabino - bisogna ricordare che l’ospedale non è catena di montaggio. Abbiamo a che fare con malati che hanno bisogno di cure. In sala operatoria lavora personale specializzato, non si può certo interrompere un intervento perchè è finito il turno. Se la legge è cambiata vuol dire che ce ne era motivo». Intanto, i sindacati confederali hanno chiesto un incontro alla dirigenza dell’ospedale per conoscere il merito della contestazione sul superlavoro, e anche alla Regione Liguria per segnalare ancora una volta il problema degli organici ridotti. «Siamo in perenne emergenza organizzativa e di personale afferma il segretario regionale sanità della Cgil Renzo Miroglio -. Ci sono decine di infermieri che non possono recuperare le ore di straordinario e neppure farsele pagare perché non ci sono i fondi». «La sanzione è plausibile però teniamo conto che non lavoriamo in un tubificio - osserva il segretario regionale Cisl Antonio Angius -. Andiamo ripetendo che gli organici sono troppo ridotti. Però se parliamo di sala operatoria, pronto soccorso o neurochirurgia la specializzazione deve esserci. A volte, finito il turno, i ferristi di questi reparti vengono chiamati per qualche urgenza, con pronta disponibilità. È una cosa normale. Certo se si ripete con costanza allora diventa un problema».

Si era organizzato un funerale in grande stile, invece è vivo e vegeto. Pronta la denuncia alla struttura

Sul lastrico dopo un referto medico sbagliato

Il 72enne ha speso tutto il patrimonio

LONDRA - I medici gli avevano dato poche settimane di vita. E lui, preso dalla disperazione, ha dato via tutti i suoi risparmi pensando di non averne più bisogno. La diagnosi, però, si è rivelata sbagliata: Andy Lees, 72enne di

Blackburn, è vivo e vegeto. E ora vuole fare questa storia: credevo di avere il cancro e tutti causa ai responsabili della struttura sanitaria. i miei cari hanno subito il colpo. Stò seriamen«Ho dato via i miei risparmi perché non crede- te considerando l’ipotesi di denunciare le auvo di averne bisogno», si è confidato Lees col torità sanitarie per quello che è successo». La tabloid “Daily Express”. «E ora i medici mi struttura incriminata è il St. John’s Hospital dicono che non morirò più, nonei pressi di Livingston. Dove, nostante io rimanga gravemen- A un 72enne inglese dice l’Express, si è già aperta te malato». Il denaro è stato già erano stati dati pochi un’indagine formale per capitutto speso ed è irrecuperabile. giorni di vita, lui aveva re che cosa è accaduto. «AbbiaLees ha regalato 1000 sterline mo già incontrato il signor Lespeso tutti i risparmi a ciascuno dei suoi cinque fies e la sua famiglia», ha detto gli, 2000 a ognuno dei suoi due nipoti, 3000 le Charles Swainson, responsabile del comparto ha regalate agli amici e 6500 le ha spese per ospedaliero di Lothian, «e ci siamo scusati per organizzare un funerale coi fiocchi. E per farsi i disagi causati. Un’indagine è già in corso e ci scolpire la lapide. «Io e la mia famiglia abbia- dirà che cosa è andato storto, in modo che mo passato le pene dell’inferno a causa di episodi del genere non si verifichino più».


8 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

La sorte di una bambina bionda di 4 anni continua a turbare gli israeliani La piccola è al centro di una delle storie più sordide mai viste nello stato ebraico

“Ma la piccola Rose è viva” La giornalista britannica fa causa all’emittente islamica

Licenziata da Al Jazira perchè cristiana LONDRA - «Mi hanno licenziata perchè sono cristiana, donna e occidentale»: una giornalista britannica, Josephine Burgin, ha trascinato in tribunale a Londra la tv araba Al Jazira chiedendo un milione di sterline (più di un milione e duecentomila euro) a titolo di risarcimento per le «discriminazioni» sofferte: ha sostenuto di essere stata «umiliata in pubblico» e «calunniata professionalmente» perchè non ha assecondato il taglio sempre più filo-islamico dell’emittente. Quarantanove anni, con alle spalle quasi un quarto di secolo di giornalismo televisivo in Gran Bretagna a Itn e Sky News, Josephine Burgin era stata assunta a Doha nel 2005 quando il gruppo televisivo del Qatar reclutò a piene mani giornalisti anglofoni per il suo nuovo, strombazzato canale in inglese che vanta tra le sue vedette anche l’italiana Barbara Serra. La giornalista inglese ha raccontato al Tribunale londinese del Lavoro che ebbe una poltrona

Josephine Burgin

importante (le fu affidata la Direzione per la Pianificazione) ma iniziò ad avere sempre più problemi quando nel maggio del 2006 Ibrahim Helal fu nominato vicedirettore generale di Al Jazira. Helal l’avrebbe ignorata e sabotata e si sarebbe in particolare rifiutato di discutere con lei di come doveva essere organizzata la copertura della guerra in Iraq. «Era ovvio - ha sottolineato

Josephine Burgin all’inizio di un processo che rischia di offuscare la reputazione della tv araba, già considerata dagli americani un megafono dell’estremismo musulmano - che Helal nutriva sentimenti anti-occidentali e voleva imporre una linea pro-islamica. Era arrogante e scontroso. Mi bypassava e parlava al mio vice, alla riunioni di direzione mi gridava addosso e roteava gli occhi quando facevo una domanda». La giornalista sostiene di sentirsi vittima di discriminazioni di «sesso, razza e religione» per il fatto che al Jazira non le rinnovò il contratto di due anni con una serie di «scuse pretestuose», come il suo presunto «comportamento aggressivo nei confronti dei dipendenti». Dice che non ha mai conosciuto una gestione «inefficiente, incoerente e malvagia» . Al Jazira (da cui ultimamente sono andati via parecchi giornalisti occidentali) ha respinto le accuse, assicurando che nessuno nel suo staff ha mai patito discriminazioni di sorta.

Il nonno-patrigno aveva confessato: “Uccisa e gettata nelloYarkon”

Adesso ritrattatutto “Cercatela cercatela”

TEL AVIV - La sorte di una bambina bionda di quattro anni, dagli occhi melanconici e dal poetico nome francese di Rose, continua a turbare gli israeliani. La piccola è al centro di una delle storie più sordide mai viste nello stato ebraico. Ogni settimana che passa la sua vicenda si attorciglia, e ogni svolta della trama svela aspetti sempre più sconvolgenti della mente umana. Secondo quanto risulta alla polizia, Rose Pizam-Ron è stata vista per l’ultima volta il 21 maggio a nord di Tel Aviv. Sulla base delle confessioni rese dal «nonnopatrigno» Roni Ron (45 anni) sarebbe stata da lui uccisa quel giorno involontariamente, dopo un alterco, poi chiusa in una valigia, infine gettata nelle acque dello Yarkon, un pigro corso d’acqua a nord di Tel Aviv. Dall’inizio di settembre i sub della polizia hanno sfidato i liquami venefici di quel fiume per cercare la valigia, sia pure in forte ritardo per le reticenze dei familiari di Rose. Tutto è stato vano. Martedì scorso Roni Ron, a sorpresa, ha urlato la sua innocenza a giornalisti incrociati nel tribunale di Ramle (Tel Aviv). «La confessione - ha esclamato mi è stata estorta dalla polizia». Ma dov’è Rose?, gli hanno chiesto i cronisti. «L’ultima volta che l’ho vista era ancora viva - ha risposto enigmatico. - Vi supplico, cercatela, cercatela...». “Non ci sono prove che Rose Pisam, la bambina di quattro anni

è ancora in stato di arresto, la sua nuova versione è dovuta allo stress», ha detto un funzionario di polizia. Per ricostruire i legami familiari di Rose, i giornali sono stati costretti a pubblicare complessi grafici. È figlia di due cittadini francesi: Benyamin e Marie-Charlotte Pizam-Ron. Dopo la nascita di Rose, Benyamin - sempre vissuto in Francia - decise di visitare in Israele il padre naturale, Roni Ron. Ma presto questi avrebbe sviluppato una relazione sentimentale con Marie-Charlotte, avendo da lei due figlie. Roni Ron è dunque al tempo stesso nonno e patrigno della bambina scomparsa. Rientrato in Francia, Benyamin si è intanto fatto un’altra famiglia. Adesso la polizia si chiede che peso dare alla sortita di Roni Ron e in particolare se abbia senso continuare le ricerche di un cadavere, mentre Rose forse è ancora in vita. La polizia cerca inoltre di mettere a fuoco la figura della madre Marie-Charlotte, che si dice ignara della sorte della figlia e che è sospettata di sapere più di quanto voglia ammettere. Nella speranza che qualcuno possa identificarla, i giornali pubblicano tutti i giorni l’immagine di Rose. I suoi occhi profondi sembrano rilanciare l’interrogativo che è sulle bocche di tutti: possibile che una bambina possa sparire da Israele, senza lasciare la minima traccia?

New York: 11/09/2001

Il cantiere di Ground Zero

Luciano Clerico più isolate regioni tribali del PakiWASHINGTON - A sette anni dalstan, dove si ritiene che sia nascol’attentato dell’11 settembre, camsto il capo di Al Qaida. bia la strategia nella caccia a OsaGli uomini della Cia e quelli delle ma Bin Laden. Il letale Predator forze speciali non hanno l’autorizzadrone, l’aereo spia americano imzione ad operare liberamente in piegato nelle missioni più delicate, Pakistan. I Predators, muniti come nell’ultimo mese ha intensificato i sono di telecamere capaci di trasuoi voli tra le montagne di Afghasmettere in diretta via satellite, solo nistan e Pakistan. nell’ultimo mese hanno portato a Lo riporta ieri il Washington Post, Cambia la strategia nella caccia a Osama Bin Laden termine ben 4 missioni, lanciando i citando militari americani di alto loro missili Hellfires contro quattro rango, i quali hanno riferito che obiettivi diversi. Gli 007 americani rispetto al passato il Predator ha riferiscono che almeno due capi di più che triplicato le sue missioni. Al Qaida sono stati uccisi. Su ognuNel 2007 ne aveva fatte tre. Ora è no di loro pende una taglia da 5 già a quota 11 attacchi, 4 dei quali milioni di dollari. Tuttavia, per solo nell’ultimo mese, e tutti mirati quanto i suoi cacciatori aumentino su obiettivi che si ritiene diano rifugio ai gono che Bin Laden, se ancora in vita, conti- gli sforzi, Bin Laden per il mondo intero conluogotenenti di Bin Laden. A sette anni di nui a nascondersi sulle montagne al confine tinua a restare un fantasma. Mentre l’Ameridistanza dall’11 settembre 2001, il capo di Al tra Pakistan e Afghanistan. Per questo motivo ca si appresta a celebrare il settimo anniversaQaida continua ad essere l’uomo più ricerca- hanno deciso di cambiare la loro strategia di rio dei ’suoi’ attentati, ed a ricordare per al to al mondo. Ma - per stessa ammissione di caccia: hanno intensificato tra le montagne settima volta in sette anni i ’suoì quasi tremiWashington - in sette anni l’unica volta in cui afghane i voli del letale Predator drone. Se- la morti. Oggi la cerimonia ufficiale a gli Stati Uniti sono riusciti a risalire a lui è condo il Washington Post, che riporta una Ground Zero alla presenza dei due candidati stato nel dicembre 2001, quando ebbero con- serie di interviste con alcuni ufficiali america- in corsa per la Casa Bianca, Barack Obama e ferma che Bin Laden si trovava a Tora Bora, ni impegnati sul campo, la caccia a Bin La- John McCain. Sia a Washington, sia a New regione afghana al confine col Pakistan. Da den non ha avuto successo per l’impossibilità York, a mezzogiorno, un minuto di campane allora più nulla. I servizi di intelligence riten- di sviluppare una rete di informazioni nelle a lutto, e un minuto di silenzio a Wall Street.

A Ground Zero dopo 7 anni Osama pare un “fantasma”

e mezzo scomparsa da alcuni mesi in Israele, sia stata uccisa». Un altra fonte. Questa autorevole. Lo ha detto ieri un alto dirigente della polizia israeliana di fronte a una commissione parlamentare della Knesset, secondo quanto riporta Ynet, l’edizione

online dello Yedioth Ahronoth. «La polizia non ha prove» che sia stata uccisa, ha detto il comandante di polizia Uri Weiskpoft, dopo che il nonno della bambina, Roni Ron, che inizialmente aveva confessato di aver ucciso Rose picchiandola a

morte, ha ritrattato la sua versione dei fatti e ha proclamato la sua innocenza. Ron ha inoltre detto di essere stato forzato a confessare l’uccisione della bambina dopo il suo arresto, all’inizio di agosto. Della piccola Rose si sono perse la tracce da quattro

mesi. La polizia israeliana sta proseguendo le ricerche nell’area intorno a Tel Aviv e nel fiume Yakon, senza ottenere finora risultati. Gli investigatori hanno spiegato che la nuova versione fornita dal nonno non cambia il corso delle indagini: «Ron


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 9

Cronache in breve Piccolo “Lupin” deruba a 12 anni MILANO - Risulta segnalato ben 46 volte, e ogni volta con un nome leggermente diverso, un rom di 12 anni bloccato a Milano dai carabinieri subito dopo aver derubato una turista straniera assieme a un complice. È stato solo segnalato all’autorità giudiziaria, dato che non è imputabile in quanto minore di 14 anni. Il ragazzino ha derubato una bulgara di 24 anni in via Soperga, di 800 euro che sono stati recuperati e restituiti.

I grandi nomi della moda italiana alla conquista della passerella newyorkese Romantica, fashion e anche un po’ ribelle la donna della primavera 2009

Sbronzo sull’A 4 alla guida di un tir VENEZIA - Era alla guida del camion lungo la A4 tra Trieste e Venezia con un tasso alcolico nel sangue superiore di otto volte al limite consentito e quando è stato invitato dalla polizia stradale a scendere è crollato a terra. Un camionista russo, di 31 anni, è stato denunciato per giuda in stato di ebbrezza, mentre il mezzo è stato posto sotto sequestro. Il conducente è stato bloccato dopo che al 113 erano arrivate varie chiamate di automobilisti.

Giunge in ospedale a bordo di un furgone LIPARI (MESSINA) - Un anziano di 76 anni colpito da ictus è stato trasportato a bordo di un furgone alla pista dell’elisoccorso da dove, successivamente, è stato trasferito all’ospedale di Messina. Accade a Filicudi, piccola isola dell’arcipelogo delle Eolie (Messina) con 300 abitanti dove non c’è l’ambulanza e di volta in volta per il trasporto dei degenti viene utilizzato un mezzo di fortuna messo a disposizione dagli stessi abitanti dell’isola.

“Ammazzano” la noia Sassi contro le finestre BRESCIA - Dovranno rispondere di lancio pericoloso di oggetti, danneggiamenti e molestie i sette giovani, poco più che 18enni, denunciati l’altra notte a Brescia dopo che avevano lanciato dei sassi contro le finestre di una casa utilizzando le fionde. I giovani hanno ammesso di aver agito per noia.

Ladro minorenne arrestato per rapine BARI - Uno studente minorenne accusato di aver compiuto due rapine lo scorso marzo in una banca a Corato, quando aveva ancora 15 anni, e a luglio in un supermercato, è stato arrestato. Il ragazzo frequenta un istituto tecnico a Trani e proviene da una famiglia perbene: era stato arrestato dalla polizia in flagranza.

PECHINO - Nata da pochissimo, forse solo ore, una bambina è stata trovata abbandonata nei bagni del celebre stadio di Pechino ’Nido d’uccello’ che ha ospitato le Olimpiadi appena concluse in Cina. Lo stadio della capitale cinese ospita al momento le Paralimpiadi (le Olimpiadi per atleti con disabilità) e proprio durante le gare ieri l’altro, intorno a mezzogiorno, una donna ha trovato la neonata in un bagno del ’Nido d’uccello’ e ha immediatamente avvertito lo staff. «La donna ha avvertito il personale di aver trovato una neonata nel bagno cha aveva ancora tracce di sangue sul corpo», scriveva ieri il Beijing Times. Volontari e staff dello stadio hanno cercato la madre a lungo ma senza risultati. Le ricerche continuano, intanto la bambina è stata accudita e nutrita e sta bene.

Sulle tavole italiane spopola la carbonara MILANO - Carbonara batte amatriciana nelle preferenze gastronomiche degli italiani. Lo sostiene una indagine della ’Montorsi Axis research’ che ha sondato il grado di appeal dei due piatti tipici. Secondo lo studio, il 55% degli intervistati si schiera con la carbonara e solo il 34,5% con l’amatriciana. La carbonara, inoltre, è amata soprattutto dagli uomini, come rivela il 56% del campione e dai più giovani, ben il 63,5%.

Escursione fatale per donna alpinista BOLZANO - Una donna di 47 anni è morta ieri pomeriggio precipitando durante una escursione sul Renon, vicino Bolzano. La donna di Lastebasse, una piccola frazione sopra la valle d’Isarco, è probabilmente scivolata mentre percorreva un sentiero poco lontano da casa sua finendo in un dirupo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il soccorso alpino di Bolzano.

Trovata una neonata nel bagno dello stadio

Ferisce il superiore poi si toglie la vita Una modella sulla passerella di New York indossa un capo firmato da Michael Kors

La “grande mela” si veste di nuovo NEW YORK - La “Grande Mela” veste i panni della capitale mondiale della moda in questi giorni. Un mix tra un poeta maledetto del 19mo secolo e una rockstar ribelle degli anni Settanta: saranno così l’uomo e la donna della primavera 2009 targata Diesel. Il marchio italiano sfila al Bryant Park di Manhattan e infiamma le passerelle con il tradizionale jeans, icona dell’azienda, questa volta lavorato per sembrare vintage: strappato e semi distrutto a manifestare anche attraverso l’abbi-

gliamento la libertà di espressione della generazione ’rock’. Esordio newyorkese per Raul Melgoza, nuovo stilista del marchio Luca Luca e autore dell’intera collezione primavera/estate 2009 che ha sfilato a Manhattan. Melgoza presenta abiti semplici, ma con profonde scollature a vivacizzare le forme piuttosto lineari. Molto bianco, accompagnato da colori tenui come panna e color sabbia. Ermenegildo Zegna privilegia uno showroom del Westside Manhattan per la sua visione della moda uomo.

PARIGI - Un gendarme di 40 anni ha sparato a un suo superiore, un tenente di 27, ferendolo gravemente, e poi si è tolto la vita: è successo ieri nella caserma di Chateau-Gontier, nel nord-ovest della Francia. Il gendarme - secondo un comunicato della gendarmeria nazionale avrebbe sparato con la sua arma di servizio durante un litigio, avvenuto in mattinata. Il tenente, raggiunto da diversi proiettili al petto, si trova «in uno stato critico». Al punto che in un primo momento «è stato necessario operarlo immediatamente, sul posto». Il procuratore di Chateau-Gontier ha aperto un’inchiesta giudiziaria per stabilire le circostanze esatte del fatto.

Misure anti-piccione Cuore malformato Ginecologo in manette Jovanotti “giardiniere” A Venezia è guerra Bebè sotto ai ferri per abusi e mutilazioni pianta alberi a Cagliari VENEZIA - Apposite colombaie poste a qualche chilometro di distanza dai luoghi attuali di nidificazione, come l’area di Piazza san Marco, per ridurre la presenza di piccioni a Venezia. Strutture seguite da personale specializzato che al momento della posa delle uova da parte delle colombe provvederà a sostituire le stesse con palline in gesso di analoga forma. L’obiettivo è abbattere del 90% la popolazione di colombi.

SYDNEY - Arrestato un ex ginecologo australiano, di 58 anni, con l’accusa di aver abusato sessualmente e mutilato i genitali di diverse pazienti. Il detective capo della squadra contro i crimini sessuali, John Kerlatec, ha detto che le indagini sono state lunghe e complesse, e sono tutt’altro che concluse. «Parliamo di più di 113 vittime e testimoni». E ha esortato altre donne che abbiano sofferto per mano dell’ex medico, di farsi avanti e denunciare, assicurando privacy e supporto psicologico.

Esecuzione sospesa per magistrati amanti WASHINGTON - La Corte d’Appello del Texas ha sospeso l’esecuzione di un condannato a morte, Charles Dean Hood, prevista per ieri, perchè il procuratore che a suo tempo chiese la condanna capitale e la giudice che accolse quella richiesta erano amanti. Il processo, tenuto nel 1990, si concluse con la condanna a morte di Charles Hood, ma a 18 anni di distanza viene di fatto riaperto perchè è stato dimostrato che l’ex procuratore distrettuale Thomas ÒConnell jr e l’ex giudice Verla Sue Holland all’epoca del processo erano amanti.

Bimbo operato al cuore

MILANO - A sole otto settimane di vita un piccolo bimbo del Camerun rischiava la morte a causa di una rara malformazione cardiaca mortale nella quale il cuore si trova a pulsare all’esterno del corpo e non al sicuro, dentro il torace. Il bambino è stato però salvato grazie a un intervento record messo in atto dai cardiochirurghi pediatrici del Policlinico San Donato. La malformazione chiamata ectopia cordis colpisce circa 5-8 bambini su un milione di nati vivi.

Romena multata per accattonaggio VENEZIA - Una romena di 44 anni che chiedeva l’elemosina a Venezia è stata bloccata dalla polizia ed è stata multata. Nei suoi confronti - in ottemperanza all’ordinanza comunale antiaccattonaggio - verrà emesso un foglio di via. La donna, una volta condotta negli uffici del commissariato è stata identificata ed è risultata essere stata bloccata, sempre per accattonaggio, altre quattro volte dalle forze dell’ordine.

CAGLIARI - Venti alberi per salvare il pianeta. Tutti piantati nel quartiere di Sant’Elia, a Cagliari, da un insolito giardiniere: Jovanotti. Il cantante romano si è materializzato nella tarda mattinata di ieri nel rione popolare cagliaritano per tenere fede a un’iniziativa ecologista ideata da lui stesso insieme all’Enel. Obiettivo: compensare l’emissione di CO2 prodotta nei concerti del suo Safari Tour 2008 piantando in alcune città italiane 2.262 nuovi alberi. Così facendo si contribuirà a riforestare un’area complessiva di circa quattro ettari, corrispondenti allo spazio occupato da quattro campi da calcio, dieci volte la superficie del Colosseo. Per quanto l’ufficio stampa di Lorenzo Cherubini abbia tentato di non divulgare troppo la notizia, nella borgata tutti si sono accorti che nell’aria c’era qualcosa di insolito. Così, spontaneamente, si è subito radunata una discreta folla, incredula sino a quando Jovanotti è davvero sceso da una Mercedes con i vetri oscurati. In quell’esatto momento sono partiti e sms e telefonate e il piazzale dove gli operai del comune stavano piantando gli alberi si è riempito in pochi minuti.


10 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

La nostra economia quest’anno non andrà oltre un modesto 0,1% Riviste ancora al ribasso le stime, va male anche il resto d’Europa

Crescita zero per l’Italia Le famiglie arrancano Il frigo nuovo è un miraggio Negli ultimi 12 mesi la spesa per beni durevoli è scesa del 7%

La crescita trimestrale SU STESSO TRIMESTRE DELL’ANNO PRECEDENTE

1,8

0,4

0,6

stimata per l’Italia in questo 2008 lo scorso aprile e la abbassa a +0,1%. In pratica ci si avvia a chiudere l’anno con una crescita zero o poco sopra. Rallenta tutta l’Europa ma l’Italia di più: non c’è infatti nessun grande Paese che vede la crescita diminuire su base annua. «Le prospettive per i prossimi mesi - avverte il Commissario Ue agli affari economici e monetari Joaquin Almunia - restano sfavorevoli a causa di un’ulteriore deterioramento della competitività e di un rallentamento della domanda mondiale». La previsione è dunque un Pil fermo nel terzo trimestre con PREZZO RIF 0,84

VAR % P. RIF -1,59

PREZZO ULT 0,83

-1,58

1,98

-1,30

1,98

11,09

-1,51

11,10

5,24

-0,36

5,23

ACOTEL GROUP

190

71,92

-0,73

72,14

+1,29

71,80

ACQUE POTABILI

64

2,08

-2,35

2,08

-0,86

2,08

ACSM

14

1,35

-1,24

1,36

+0,97

ACTELIOS

91

6,59

-2,96

6,59

-1,64

6,51

AEDES

439

1,04

-8,52

1,05

-0,28

1,06

AEFFE

203

1,33

-0,52

1,34

+0,07

1,33

0

8,68

0,00

8,75

0,00

0,00

1

17,99

0,00

17,99

0,00

17,99

0

8,85

0,00

8,85

0,00

0,86

+2,50

0,83

-1,58

0,83

9

3,60

-3,69

3,60

-3,17

3,63

ALERION

65

0,69

-0,13

0,69

+0,51

0,69

ALITALIA

0

0,45

0,00

0,45

0,00

0,00

AMPLIFON

0,00

65,00

0,00

6,72

-0,58

6,72

-0,30

6,71

59

112,09

-2,77

111,66

-1,57

110,90

0,00

2,34

+1,25

2,33

+0,69

1,19

-1,50

1,18

-1,34

1,18

911

9,92

-2,31

9,96

-0,33

9,96

ARENA

109

0,06

-0,84

0,06

+1,36

0,06

ASCOPIAVE

192

1,45

-1,42

1,46

-2,94

1,46

347

5,20

-2,00

5,18

-1,62

5,21

ATLANTIA

6.066

16,71

-2,12

16,93

-0,05

16,95

AUTOGRILL SPA

1.992

8,97

-1,33

8,97

-0,71

8,99

595

10,45

AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS

-2,87

10,32

-3,54

10,32

8

22,80

-4,40

22,66

-2,41

22,66

1.517

6,12

-1,73

6,12

+0,87

6,11

4

81,00

+0,94

81,00

+0,62

81,00

75

4,83

-1,75

4,82

-0,99

4,82

-0,61

8,19

-0,73

8,26

0

99,10

0,00

99,10

0,00

0,00

15

4,09

+0,05

4,08

-0,12

4,08

BANCA ITALEASE

1.092

5,46

-2,10

5,42

-1,10

5,43

BANCO POPOLARE

5.447

12,60

-2,34

12,56

-2,10

12,58

4

11,21

-4,18

11,19

-3,32

11,19

BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE

BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER

44

8,19

7

37,43

-2,60

37,50

-2,47

37,50

143

1,60

-3,15

1,60

-2,21

1,59

64

0,07

-0,72

0,07

+1,93

0,07

4

54,01

-0,20

54,04

+0,04

54,04

BB BIOTECH

26

55,07

-0,86

55,13

-1,62

55,07

BCA CARIGE

2.402

2,45

+2,82

2,46

+3,98

2,47

BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP INTRA BCA POP MILANO

un piccolo sussulto in coda d’anno (+0,1%).Se la crescita economica frena è anche perchè gli italiani tirano sempre più la cinghia comprimendo i consumi. Si risparmia su tutto: dagli alimentari alle cose necessarie per la vita quotidiana. Ma se poi si tratta di comprare qualcosa di più impegnativo, un bene ’durevole’ in gergo tecnico (che poi altro non è che l’auto o l’armadio, l’orologio o la lavatrice), ci si pensa due volte. Il televisore non si cambia, o almeno lo si fa solo se il vecchio ’catodico’ ci pianta proprio in asso. Così come l’auto, il frigorifero, il computer, la moto e la bici-

cletta. E magari, a dispetto dell’arrivo dell’estate, si è fatto a meno anche del tanto desiderato condizionatore d’aria. Le famiglie italiane tirano la cinghia e, oltre ad alleggerire il proprio carrello di spesa alimentare, tagliano anche sui beni durevoli e semi-durevoli. Nel secondo trimestre a livello congiunturale la flessione della spesa delle famiglie è stata dello 0,3%, su base annua dello 0,5% e dove si registra un vero e proprio crollo dei beni durevoli. Federconsumatori e Adusbef fanno notare che «non solo quindi si ha un peggioramento delle condizioni

30

2,48

+1,35

2,49

+1,63

2,49

8

111,49

+0,24

111,43

+0,01

111,43

TITOLO BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO

-8,04

22,99

-8,04

2,52

-1,02

2,52

-0,20

2,51

33,89

-2,53

34,04

-1,90

34,05

BP-10 CV

4,75%

99,61

-0,02

99,65

+0,05

99,60

7,99

-0,66

7,95

-0,76

7,91

D’AMICO

BRIOSCHI

56

0,31

-3,84

0,31

-2,58

0,31

DADA

BULGARI

7,00

-3,01

2,58

-1,56

2,55

ERGO PREVIDENZA

237

3,95

+1,65

3,96

+2,17

3,99

-0,49

6,52

+0,31

6,50

ESPRINET

330

3,39

-1,74

3,39

-0,88

3,36

0,73

+0,65

0,73

+0,70

0,76

EUROFLY

51

0,83

-2,87

0,83

-2,04

0,83

1,14

-0,95

1,15

-1,29

260

2,33

+2,87

2,32

+1,98

2,30

69

11,27

-1,70

11,33

-1,24

11,35

1,15

EVEREL GROUP

EUROTECH

119

4,01

-1,57

4,01

-0,74

4,01

EUTELIA

159

0,62

-5,29

0,63

-3,69

0,63

29

0,20

-2,53

0,20

-2,90

0,20

7,02

DAIMLER

6

40,96

+0,47

40,97

+0,96

40,97

EXPRIVIA

73

1,10

-3,33

1,10

-1,87

1,11

0,93

DAMIANI

48

1,77

-2,43

1,78

-0,50

1,79

FASTWEB

907

20,32

+1,14

20,29

+1,65

20,28

18.818

11,01

+0,36

11,09

DANIELI & C

1.605

15,78

-9,81

15,87

-5,81

15,97

11,07

+0,93

115

9,09

-2,88

9,09

-1,20

9,05

DANIELI & C RISP NC

1.148

10,73

-9,67

10,87

-5,98

10,95

FIAT PRIV

656

6,99

-4,42

7,08

+0,84

7,11

CAD IT

36

6,82

-1,83

6,79

-2,13

6,78

DANONE

0

47,48

0,00

47,55

0,00

0,00

FIAT RISP

623

7,13

-3,57

7,14

-1,30

7,14

CAIRO COMMUNICATION

55

2,43

-1,62

2,45

-0,45

2,45

DATA SERVICE

53

1,99

-2,21

1,98

-4,35

1,98

FIDIA

22

5,39

-0,90

5,40

+0,73

5,42

DATALOGIC

60

6,20

+0,13

6,18

-0,76

6,18

FIERA MILANO

69

6,19

+0,28

6,16

+0,88

6,14

DE’LONGHI

47

2,82

+0,72

2,82

+0,89

2,80

FILATURA DI POLLONE

6

0,56

-1,89

0,56

-1,82

DEA CAPITAL

79

1,82

-0,60

1,81

-0,44

1,82

FINARTE CASA D’ASTE

28

0,31

-5,09

0,30

-5,82

0,31

9

60,79

-1,57

60,60

-2,38

60,60

FINMECCANICA

4.510

17,33

+1,30

17,29

+1,51

17,30

14

11,33

-0,33

11,38

-0,17

11,34

FMR ART’E’

15

6,23

-1,70

6,22

-1,24

6,22

BUZZI UNICEM

RNC

CALTAGIRONE

1

4,85

+0,46

4,85

+0,73

4,85

CALTAGIRONE EDIT

31

3,69

-0,38

3,69

-0,22

3,70

CAMFIN

54

0,74

-0,51

0,74

+0,54

0,74

1.484

6,18

+0,57

6,15

+0,18

6,17

1

0,65

-6,10

0,65

-5,80

0,00

CAMPARI CAPE LIVE

0,81

CARRARO CARREFOUR

6,13

CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS

148

4,56

-4,26

4,51

-3,84

4,55

0

34,60

0,00

34,58

0,00

0,00

565

32,92

-0,84

32,97

-0,54

32,96

14

1,94

-0,72

1,97

-0,30

1,97

1.230

1,06

-8,89

1,00

-11,88

1,00

DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN

117

14,04

-0,66

14,02

-0,52

14,00

16

3,82

-1,39

3,80

-1,88

3,81

FONDIARIA-SAI R

DMAIL GROUP

37

5,88

-3,00

5,89

-2,64

5,93

FORTIS

DMT

269

22,92

+0,09

22,98

+1,14

23,00

DUCATI MOTOR HOLD

118

1,70

-0,06

1,70

-0,12

1,70

7

35,93

-3,13

35,80

-3,16

35,88

975

1,28

-2,45

1,28

0,00

5

1,38

-2,26

1,38

-1,00

-1,05

6,79

CEMBRE

24

4,60

-1,52

4,61

-1,14

4,61

+0,53

1,11

CEMENTIR HOLDING

306

3,90

-2,75

3,88

-1,57

3,87

BCO BILBAO VIZ ARG

0

11,60

0,00

11,68

0,00

0,00

CENTRALE LATTE TO

21

2,26

-2,76

2,24

-3,12

2,24

EDISON

BCO DESIO BRIA RNC

10

5,35

+0,30

5,36

+0,54

5,49

CERAMICHE RICCHETTI

BCO DESIO BRIANZA

84

5,41

-0,61

5,41

-1,73

5,41

CHL

BCO SARDEGNA RISP

15

14,07

-1,62

14,07

-1,43

14,06

BEGHELLI

26

0,73

-1,55

0,72

-0,34

0,72

CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI

CICCOLELLA

1.092

8,12

+0,04

8,21

+1,37

8,21

19

90,64

-0,05

90,66

+0,13

90,51

399

0,75

+0,43

0,75

+0,11

0,76

COFIDE SPA

COBRA

0,57

COMUNE MI-A2A 09 CV

348

7,59

-3,31

7,63

-0,56

7,64

CR BERGAMASCO

6

29,05

-0,10

29,09

+0,41

29,09

CREDEM

FIAT

DIGITAL BROS

1,13

-1,57

-2,96

6,52

2

13,19

1,83

0,57

PREZZO ULT 2,30

-2,40

-1,64

-1,48

VAR % P. RIF +2,54

-0,81

-1,08

0,57

PREZZO RIF 2,30

0,92

+1,58

22

VAR % P. UFF +0,18

13,22

6,78

BIESSE

PREZZO UFF 2,26

-2,01

-1,74

BIALETTI INDUSTRIE

NR CONTR 48

-2,27

-2,03

BMW

TITOLO ERG RENEW

0,94

1,13

BENETTON GROUP

PREZZO ULT 14,11

13,19

6,80

BENI STABILI

VAR % P. RIF -4,68

104

0,81

6,53

-2,49

PREZZO RIF 14,11

302 2

2,56

VAR % P. UFF -5,71

1.426

6,05

13,20

7,06

37

PREZZO UFF 14,18

BUONGIORNO

1,83

-4,09

3.017

CSP INT IND CALZE

NR CONTR 12

BUZZI UNICEM

-0,88

+0,41

CREDITO VALTELLINESE

21

-1,24

6,57

CREDITO ARTIGIANO CRESPI

830

+1,35

13,38

0,00

TITOLO CREDIT AGRICOLE

BREMBO

0,80

-0,55

PREZZO ULT 63,85

22,99

6,10

-7,55

2

VAR % P. RIF -1,89

14

1,84 6,56

PREZZO RIF 63,87

18

15

13,03

VAR % P. UFF -2,60

BONIFICHE FERRARESI

20 88

PREZZO UFF 64,32

BOLZONI

4.076

899

NR CONTR 212

42

BENI STA 2011 CV2,5%

tengono: il debito pubblico continua a salire (a giugno è a quota 1,649 miliardi di euro) ma le entrate fiscali vanno bene. Nei primi sette mesi sono cresciute del 5,4% e nel solo mese di luglio l’aumento è stato superiore all’11%, circa 4 miliardi in più rispetto a luglio 2007. Anche il resto dell’Europa ristagna. Pil di Eurolandia in caduta libera:

Seduta opaca per la Borsa di Milano, il cui indice Mibtel ha chiuso in perdita dello 0,64% a 21.499 punti dopo una giornata nervosa, passata quasi sempre in territorio negativo. La tensione rimane in particolare sui titoli bancari, mentre Telecom Italia ha consolidato la corrente di acquisti ed è tornata la calma sulla ’galassia Agnelli. Il ciclone Lehman Brothers ha riportato il nervosismo sul settore del credito, con Intesa SanPaolo che ha chiuso in perdita dell’1,85% a 3,88, Mediobanca dell’1,44% a 9,65 e Unicredit dell’1,15% a 3,76 euro. In negativo anche la Banca popolare di

12.068 (-0,5)

28.064 (-0,7)

2.516

BCA PROFILO

di vita di milioni di cittadini ma vi sono anche ricadute pesanti sul tessuto economico e quindi sul prodotto interno lordo del nostro Paese». Confcommercio parla di «recessione ormai alle porte»; Confesercenti chiede al governo di «rimboccarsi le maniche e ridare fiducia al Paese». Se la crescita è debole, le finanze pubbliche comunque

26.034 (+0,06)

21.499 (-0,64)

2,35

18

ANSALDO STS

ASTALDI

ANSA-CENTIMETRI

0,00

2.073 642

65,00

-0,3 2008

1,36

542

ANIMA

2007

MIDEX

VAR % P. UFF -2,43

-0,49

0

0,1

Variazioni % del Pil

-1,61

ALLEANZA ASS

0,5

0,1

2006

Fonte: Istat

1,99

ALITALIA-10 CV 7,5%

0,3

-0,4

5,23

ALLIANZ

0,3

2005

11,09

ALCATEL-LUCENT

+0,1

in caso di crescita zero nel III e IV trimestre

1,0

-0,1

22

AICON

-0,1

2008

2007

0,5

0,1

2.039

AHOLD KON

0,7

0,4

1.021

AEROPORTO FIRENZE

2006

0,3

SU TRIMESTRE PRECEDENTE

A2A

AEGON

0,1

2005

ACEA ACEGAS-APS

1,7

ALL STARS

PREZZO UFF 0,83

0,7

Crescita acquisita 2008

1,6

MIBTEL

NR CONTR 119

0,6

2,1

S&P/MIB

TITOLO

2,5

1,0

ROMA - L’Italia è ferma: l’economia crescerà quest’anno dello 0,1% e Bruxelles parla già di «stagnazione». La crescita nel nostro Paese frena più che nel resto d’Europa e l’Istat rivede al ribasso anche i dati del secondo trimestre dell’anno: se su base congiunturale si conferma una diminuzione dello 0,3%, su base annua si registra infatti un calo dello 0,1% (contro una situazione stazionaria stimata in via preliminare ad agosto). Le famiglie tirano la cinghia, consumano sempre meno. In un anno la spesa per i beni durevoli è crollata del 7%. Ma il premier Silvio Berlusconi replica così ai pessimisti: «Credo di essere presidente del Consiglio di un Paese molto solido con un alto livello di vita e di benessere». La crescita italiana dunque frena e la conferma è arrivata ieri all’unisono da Roma e da Bruxelles. Da una parte c’è l’istituto di statistica che certifica per il secondo trimestre dell’anno un calo dello 0,3% rispetto a gennaio-marzo e dello 0,1% rispetto al secondo trimestre 2007 e parla di una crescita acquisita per il 2008 dello 0,1%. Dall’altra c’è la Commissione europea che rivede «la già debole crescita» dello 0,5% A.S. ROMA

1,7 1,6

E.ON

FONDIARIA-SAI

0,57

1.862

19,40

-1,80

19,37

-0,91

19,38

336

13,09

-1,02

13,17

+0,91

13,07

1

9,34

-3,68

9,34

-1,06

9,34

FRANCE TELECOM

3

19,43

-0,78

19,45

-0,17

19,45

FULLSIX

4

2,40

-0,87

2,40

-0,41

2,40

GABETTI

4

1,41

-1,06

1,41

+0,36

1,41

1,28

GAS PLUS

6

7,36

-1,04

7,36

-1,05

7,35

1,38

GDF SUEZ

0

36,02

0,00

36,00

0,00

8

1,65

-1,44

1,65

-1,85

1,65

EDISON R

33

0,28

-0,74

0,28

-0,57

0,28

EEMS

30

2,15

+0,19

2,15

-0,69

2,15

GEFRAN

10

4,21

-2,21

4,20

-1,41

4,30

68

25,14

+0,20

25,58

+2,85

25,14

GEMINA

682

0,84

-1,29

0,86

+1,16

0,85

51

2,04

-2,54

2,07

+2,63

2,06

0

0,77

0,00

0,77

0,00

0,00

GENERALI ASS

7.332

22,74

-0,61

22,87

+0,62

22,89

GEOX

1.038

8,11

-0,49

8,17

+0,48

28

3,88

+0,70

3,90

+0,96

3,90

598

1,87

+0,48

1,88

+1,51

1,88

GRANITIFIANDRE

22

6,31

-0,55

6,27

-1,46

6,37

GREENERGYCAPITAL

41

0,64

-3,28

0,64

-3,32

0,00

36

1,30

-1,29

1,31

-0,15

1,31

EL.EN

602

1,69

-1,11

1,70

+1,68

1,70

ELICA

0,97

EMAK

19

4,76

-1,23

4,70

-1,28

22

3,86

-2,48

3,85

-2,61

3,86

ENEL

9.211

5,86

-1,55

5,84

-0,92

5,86

200

0,71

-0,70

0,72

+0,70

0,72

ENGINEERING

22

23,19

-1,11

23,20

-0,09

23,20

GEWISS

4

105,64

-1,03

105,30

-1,05

105,30

18.815

20,48

-1,16

20,04

-0,74

19,96

GR EDIT L’ESPRESSO

15

27,14

-1,13

27,14

+0,18

27,20

ENIA

326

6,63

-2,98

6,57

-3,25

6,55

442

6,70

-1,18

6,74

0,00

6,74

ERG

2.124

12,11

-1,62

12,02

-1,69

12,06

52

0,96

-3,40

0,97

-1,22

ENI

4,70

GEMINA RISP PORT NC

0,00

8,17


il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

Crescono gli immigrati con un’occupazione

Lavori di serie B per gli stranieri Sempre di più

PARIGI - I lavoratori stranieri sono sempre più presenti nel mercato del lavoro italiano, ma sono «sovrarappresentati» negli impieghi meno qualificati. Lo dice il Rapporto internazionale sulle migrazioni 2008 dell’Ocse, pubblicato ieri a Parigi, che indica l’Italia come uno degli Stati membri con la maggiore crescita dell’occupazione straniera. Secondo le cifre fornite dall’Organizzazione di cooperazione economica, la quota di immigrati sul totale dgli occupati nel nostro Paese è aumentata in modo «particolarmente rimarchevole» nel 2006, arrivando all’8,6% del totale, più 4.5% rispetto all’anno precedente. Un dato secondo sola a quello della Spagna, in cui l’aumento annuale è stato del 7%. La loro presenza è però concentrata soprattutto negli impieghi poco qualificati, come l’edilizia, l’assistenza domestica, la ristorazione e i servizi sociali. La percentuale di stranieri regolari tra i lavoratori della costruzioni, per esempio, è passata dal 9 a oltre il 14%. Un dato comune a tutti i Paesi dell’Europa meridionale, dove tra il 25% e il 33% degli immigrati sono impegnati come operai o dipendenti non qualificati. I loro salari sono inoltre mediamente più bassi di quelli dei lavoratori locali, anche se, precisa il rapporto, «il gap salariale immigrato/nativo tende ad essere minore di quello uomo/donna». A peggiorare la condizione degli stranieri in Italia contribuisce anche la lentezza nell’esame delle pratiche di regolarizzazione: nel 2006 sono state presentate circa 520mila domande di permesso di soggiorno, ma «i ritardi amministrativi hanno fatto sì che la maggior parte delle pratiche non fossero considerate fino alla fine dell’anno». Un ritardo che, spiega uno degli autori del rapporto Ocse, Georges Lemaitre, può trasformarsi in «incentivo all’illegalità». La nazione più rappresentata fra gli stranieri residenti in Italia è la Romania, con oltre 500.000 regolari nel 2007, aumentati di circa il 50% rispetto all’anno precedente anche grazie all’adesione del Paese ex comunista all’Ue. In totale, la popolazione straniera in Italia nel 2006 hai sfiorato quota 3 milioni di unità (2.939.000, per la precisione), arrivando a costituire il 5,2% degli abitanti della penisola.

Le stime Ue per il 2008 INFLAZIONE

CRESCITA

3,7 0,1

ITALIA

3,5 1,0

FRANCIA

3,0

1,8 GERMANIA

4,5 1,4

SPAGNA

3,6 UE-15

1,3

Fonte: Commissione

nel 2008 crescerà solo dell’1,3%, esattamente la metà del 2007. Se tutto andrà bene, nella seconda metà dell’anno non si andrà oltre uno 0,0% nel terzo trimestre e uno 0,1% nel quarto. Ma il presidente dell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, non nasconde che il rischio vero è quello di una «recessione tecnica» della zona euro già da que-

cifre in %

ANSA-CENTIMETRI

st’anno. Più cauto il numero uno della Bce, Jean-Claude Trichet, che però conferma «l’elevata incertezza» sul fronte delle prospettive economiche, a causa dell’imprevisto prolungarsi della crisi sui mercati finanziari e del prezzo del petrolio che - pur essendo tornato sotto i 100 dollari al barile - resta su livelli inusuali .

Costa a ogni cittadino oltre 5mila euro

Il commissario Fantozzi detta le regole

Così in Europa

ROMA- I sindacalisti che hanno incontrato ieri il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, da cui hanno appreso che la compagnia è pronta ad avviare le procedure di mobilità e di disdetta dei contratti se non sarà raggiunto un accordo domani sul piano di salvataggio, hanno commentato i contenuti della riunione parlando di «un pressing inopportuno» ma anche di «segnali di ottimismo» sulla possibilità che ci possano essere gli elementi per arrivare ad un accordo. Il clima è di forte attesa in vista del rush finale del confronto (da questa mattina alle 10 presso la sede del ministero del Lavoro di via Flavia) con il governo, la compagnia, e la società della cordata che si è candidata a rilevare asset di Alitalia per farla rinascere in una nuova compagnia nella quale integrare anche Air One. I rappresentanti di tutte le sigle hanno sottolineato la disponibilità a cercare un accordo, ma hanno anche ribadito il no all’accordo ora sul tavolo.

Una carissima Stretta finale Pubblica per Alitalia: amministrazione accordo o mobilità Gli importi dell'incidenza delle pubbliche amministrazioni dei principali Paesi europei Spesa di funzionamento Totale 1ª Francia (peggiore)

6.164

2ª ITALIA

5.420

4ª Germania

4.094

5ª Spagna (migliore)

4.006

Dati procapite in euro anno 2007

ANSA-CENTIMETRI

VENEZIA - La pubblica amministrazione costa a ciascun cittadino italiano 5.420 euro. È quanto emerge da una analisi della Cgia di Mestre che rileva come «tra i principali competitori economici europei solo la Francia con 6.164 euro pro capite registra una spesa superiore a quella italiana, anche se in termini di efficienza e di performance il pubblico impiego transalpino è nettamente migliore del nostro». Secondo la ricerca la spesa totale è data dai costi per il personale, dai costi per l’amministrazione e la gestione e quelli per gli interessi da pagare sul debito pubblico. Il costo totale più esoso è quello francese con un valore pro capite pari a 6.164 euro. Segue l’Italia con 5.420 euro, la Germania (4.094) e, all’ultimo posto tra i principali paesi dell’Europa dei 15, la Spagna (4.006). «Di fronte a questi risultati commenta Giuseppe Bortolussi, della Cgia di Mestre - ciò che balza subito agli occhi non è tanto il costo del personale italiano, che con 2.784 euro pro capite è ben al di sotto dei dati riferiti alla Francia, bensì i costi per il funzionamento della macchina pubblica che, dopo la Francia, è la più costosa tra i principali paesi Ue nostri competitori. Infatti - conclude Bortolussi se in Francia è pari a 1.511 euro, da noi il costo si attesta sui 1.348 euro pro capite mentre tutti gli altri Paesi sono ben al di sotto di questo importo. Infine paghiamo ben 1.287 euro pro capite di interessi sul debito pubblico contro gli 816 di Francia e Germania e i 374 della Spagna».

Il grande hotel si prenota via web

Una notte da sogno alla portata di tutti

MILANO - Soggiornare all’hotel Santa Caterina di Amalfi, al grand hotel villa Medici a Firenze o all’hotel Bauer di Venezia con poco più di 15 euro. Il sogno di ogni turista, che diventa realtà. La catena ’Leading Hotels’, per festeggiare il suo ottantesimo anniversario dalla fondazione, ha deciso di mettere all’asta on line un numero limitato di stanze al costo di 19,28 dollari a notte. Dopo aver lanciato lo scorso marzo il tour del lusso con un pacchetto esclusivo al costo di un milione di dollari, ’Leading Hotels’ prosegue le celebrazioni a livello mondiale proponendo una tariffa low cost, ispirata proprio all’anno di fondazione: il 1928. Abbassando drasticamente il costo di una stanza, mediamente fissata intorno ai 450 dollari, la catena permetterà di prenotare via web, ma solo per 80 minuti, a partire dal primo di ottobre, fino a due notti in un resort esclusivo in un paese a scelta. Sono circa un centinaio gli hotel in giro per il mondo, dagli Stati Uniti ai Caraibi, dall’oriente all’Africa. In Italia, le strutture disponibili sono più di venti. TITOLO

S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR MIN

MAX

1,4015

1,4177

150,2500

152,4400

Sterlina Inglese

0,7982

0,8037

SANOFI

Franco Svizzero

1,5912

1,5976

SAP

Dollaro US Yen Giapponese

1,7396

1,7647

Dollaro Canadese

1,4993

1,5130

TITOLO GRUPPO COIN GUALA CLOSURES HERA I GRANDI VIAGGI I.M.A

NR CONTR 84

PREZZO UFF 2,80

VAR % P. UFF -1,62

PREZZO RIF 2,81

VAR % P. RIF +1,45

PREZZO ULT 2,83

51

4,28

-0,02

4,28

-0,07

4,28

1.411

2,00

-3,48

2,01

-1,38

2,01

KME GROUP

49

0,80

+0,19

KME GROUP RSP

10

1,06

+0,57

0

68,50

0,00

68,50

1,08

-0,46

1,09

-1,18

1,09

L’OREAL

14,44

-1,30

14,47

-0,21

14,42

LA DORIA

11,38

-5,05

11,64

+3,08

11,61

LANDI RENZO

4,24

+0,09

4.533

4,29

-1,20

4,25

LAVORWASH

VAR % P. RIF -1,55

PREZZO ULT 0,33

0,80

-0,35

0,80

1,05

+0,10

1,08

70,43

-2,21

69,90

-2,94

69,90

PHILIPS

ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED

5

2,50

-2,38

2,51

-1,76

2,52

104

0,83

-2,43

0,83

-1,62

0,83

MAIRE TECNIMONT

642

3,10

-3,63

3,12

+0,74

3,12

PININFARINA SPA

2.542

3,52

-3,03

3,51

-1,93

3,52

MANAGEMENT E C

17

0,71

-1,35

0,71

-1,39

0,00

PIRELLI E C

-0,11

8,99

-0,11

8,31

+3,16

8,35

MARIELLA BURANI F.G

7,20

-0,55

0,00

0,00

MARR

MARCOLIN

PIAGGIO

85,80

-1,11

68,12

SMURFIT SISA SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F

PIRELLI E C RISP POR

3,11

+0,42

3,10

1,92

+0,73

1,92

15,01

+2,37

14,98

0

22,21

0,00

22,21

0,00

0,00

548

1,58

-0,63

1,60

+0,95

1,59

SOGEFI

173

SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN

STMICROELECTRONICS

TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R

0,43

TOTAL

2

4,39

-1,10

4,40

-1,06

4,40

POLIGRAFICI EDIT

28

0,63

+1,44

0,64

+1,79

0,65

TREVI FIN IND

5.613

4,77

-1,97

4,73

-1,87

4,74

POLTRONA FRAU

55

1,12

-0,44

1,12

+0,09

1,11

TREVISAN COMETAL

0

0,83

0,00

0,86

0,00

0,00

MEDIOBANCA

5.393

9,66

-2,48

9,65

-1,44

9,65

PPR

3

73,99

-8,37

73,98

-8,38

73,98

139

5,72

+0,35

5,67

-0,21

5,72

MEDIOLANUM

3.255

3,33

+1,78

3,39

+5,08

3,39

PREMAFIN FIN HP

100

1,28

-2,51

1,28

-2,59

1,28

1,31

+0,77

1,31

+1,00

0,00

0,98

0,00

0,00

MILANO ASS ORD

518

3,41

-1,07

3,41

-0,29

3,41

2,77

-2,94

2,70

-8,26

2,69

MILANO ASS RISP PORT

12

3,47

-0,66

3,49

+0,40

3,47

RCS MEDIAGROUP

2,47

-0,76

2,40

-3,30

2,50

MIRATO

37

7,33

-0,35

7,30

-0,25

7,29

RCS MEDIAGROUP RSP

IRIDE

739

1,71

-2,57

1,75

+1,33

1,76

MITTEL

9

3,93

-3,25

4,00

-1,72

4,00

RDB

ISAGRO

109

4,73

-4,13

4,77

-2,03

4,78

MOLMED

7

1,92

+0,16

1,93

+0,52

1,93

RECORDATI ORD

IT HOLDING

119

0,44

-2,09

0,44

-0,93

0,44

MONDADORI EDIT

362

3,81

+0,18

3,80

+0,08

3,81

RENAULT

MONDO TV

29

4,81

-0,99

4,90

+1,18

4,91

RENO DE MEDICI

MONRIF

41

0,65

-5,07

0,66

-1,59

0,67

REPLY

MONTEFIBRE

32

14

4,61

-1,20

4,63

-0,54

4,65

2.452

10,08

-1,74

10,24

+0,85

10,24

331

7,84

-0,81

8,05

+3,34

7,96

0,44

RETELIT

ITALMOBILIARE

128

49,20

-0,91

48,98

-0,31

48,84

MONTEFIBRE R

2

0,42

-0,35

0,42

-0,12

0,42

RICHARD-GINORI 1735

ITALMOBILIARE RNC

197

36,13

-0,50

35,96

+0,28

35,71

MUNICH RE

1

105,67

-0,19

105,67

-1,23

105,67

40

1,05

-0,28

1,06

+0,29

1,06

34

4,13

-4,82

4,10

-5,79

4,18

MUTUIONLINE

0,43

-2,60

0,44

-0,63

RATTI

RISANAMENTO RWE

+0,58

8,40

22,00

+0,09

22,00

-0,98

0,11

-0,98

0,00

32

111,55

111,46

-0,06

111,57

+0,02

16.688

1,11

+3,17

1,12

+2,95

186

0,13

-1,62

0,13

-1,63

0,13

6.907

0,84

+3,04

0,85

+3,55

0,86

1,13

1,44

MEDIASET S.P.A

0,98

8,37

-2,48

0,11

40,16

MEDIACONTECH

0

+0,49

21,62

2

-1,03

0,56

PRYSMIAN

8,41

17

-3,73

0,00

PRIMA INDUSTRIE

4.844

0,80

1,45

0,00

PREMUDA

0,00

40,22

-0,16

0,00

0,47

0,00

-0,41

0,56

3,16

+3,13

3,60

-3,48

21,71

3,26

0,47

0,00

1,46

0,00

0,00

+3,73

3,60

40,18

+0,09

-0,06

0,47

0

1.106

0,56

-0,76

635

2.107

21,97

3,16

+0,60

TISCALI

0

3,28

0,80

TOD’S

12

19,00

-1,29

0,00

14,69

0,00

0,80

2,55

14,77

-0,22

77

15,26

+0,75

-0,49

2,62

0,00

+0,07

3,16

0,00

-1,36

+3,19

3,27

3,96

0,00

+0,28

0,43

19,00

-2,39

88,75

2,54

14,87

1

+2,69

4,00

0,00

17,00

14,72

12

2,59

-1,91

88,75

15,28

-1,55

14

+0,93

4,01

0

0,00

-0,49

TELEFONICA

2,59

14

-0,86

+0,20

MID INDUSTRY CAPITAL

3,95

+0,25

0,43

MELIORBANCA

65,40

+0,74

2,55

14,90

MEDITERRANEA ACQUE

0,36

-4,47

3,97

16,98

14,33

3,88

-0,84

65,33

+0,46

15,48

25

0,13

0,37

-3,74

3,97

0

13

3,47

-1,85

66,71

8.679

1.805

-1,85

0,37

34

4.669

POLIGRAF. S. F

-0,54

47 112

TENARIS

1,67

-1,95

0,00

TERNA

5,65

3,88

0,42

0,00

6,84

15,50

0,13

4,02

-3,81

93,55

0,46

-0,59

3,48

-0,94

0,42

0,00

+1,27

-0,84

-1,54

4,02

-3,95

93,55

+3,00

+1,93

-1,21

-1,23

0,42

1

6,85

1,67

-2,04

4,01

56

0,46

5,69

3,91

3.053

-2,27

15,49

0,13

0,00 3,38

+0,67

-2,93

3,51

0,00 -3,05

6,73

-0,26

16

2,20 3,37

0,45

+0,05

1.312

0,00 -2,60

218

1,66

14.861

2,20 3,41

2.263

5,60

PIRELLI&C REAL E

0 281

SOCOTHERM

STEFANEL

15,65

19

JUVENTUS FC

6,40

-0,10

68,30

STEFANEL RISP NC

24

86

ITALCEMENTI RISP

-1,98

85,81

-2,19

2,94

83

IRCE

ITALCEMENTI

6,37

-0,18

68,30

0,50

335

IPI

IT WAY

-1,89

86,07

TELECOM IT MEDIA R

2

-0,55

6,42

6 11

TAS

LVMH

+1,14

944

SIEMENS

0,82

3,60

8,99

SIAS SIAS-17 CV 2,625%

0,65

-0,19

8,17

0,11 0,10

14,01

-0,06

0,05

+1,76 +1,02

-0,42

+0,31

0,00

0,11 0,10

+0,17

+0,85

0,05

+0,74 +0,30

-2,30

3,09

-0,22

0,11 0,10

2,94

1,93

0,05

104

0,50

14,89

35 2.186

-2,74

3,62

7,20

SEAT PAGINE GIALLE

+0,37

-0,66

1

SCHIAPPARELLI SEAT PAGINE GIALLE R

0,84

3,59

4

7,30

0,65

26

1.562

3,19 11,30

-1,59

14,20

22

50,29

7,28

PREZZO ULT 3,08

158

43

-3,11

VAR % P. RIF 0,00

3.133

0,00

7,30

-0,02

PARMALAT

0,00

19

-2,86

PANARIAGROUP

25,00

SAVE

+1,67

PERMASTEELISA

0,00

37,25

0,84

1,65

25,00

+1,77

0,65

21,08

0

11,40

14,15

17,53

1,23 22,50

-0,73

29

-3,51

13,67

+1,15 +1,40

11,02

34

-0,42

-0,91

1,23 22,46

21

37

-4,18

13,77

-1,28 -0,58

SAT

OMNIA NETWORK

1,65

-1,88

1,24

51,00

OLIDATA

21,13

13,60 22,43

-1,66

NOKIA CORPORATION

17,52

63 691 8.005

-1,79

0,00

-2,98

1,28 15,84

+6,50

0,00

-0,98

-0,23 -0,99

3,19

4,29

-5,43

1,31 15,84

37,25

0,00

1,66

-1,53 -2,62

50,76

-0,30

21,14

18,24

1,29 15,58

-1,84

1,42

17,66

+1,40

8 138

-2,67

4,28

2.209

18,23

PREZZO ULT 0,00

+7,50

0,00

5.933

+1,53

VAR % P. RIF -4,08

3,21

-5,17

LOTTOMATICA

18,04

PREZZO RIF 0,35

37,25

1,42

LUXOTTICA GROUP

VAR % P. UFF -4,08

1

4,15

2

0,00

29

PREZZO UFF 0,35

2.585

SARAS

0

3,08

INDESIT COMPANY

3,4740

SAIPEM RISP CV

1.999

1,95

IMPREGILO RP

3,3913

-1,23

-0,71

INDESIT COMPANY RNC

11,4810

-2,58

-0,67

MAFFEI SPA

241,0000

11,2900

2,88

3,10

0,17

238,6400

0,49

1,94

-0,77

Fiorino Ungherese

19

-6,14

0,17

2,0294

37

-1,58 -1,29

11,0410

2,0106

NICE

3,15

0,17

10,9430

Dollaro Singapore

NEGRI BOSSI

NAVIGAZ MONTANARI

1,93

87

Dollaro HongKong

PREZZO RIF 3,08

534

IMMSI

9,5297

VAR % P. UFF -0,06

140

IMM LOMBARDA

8,0570

9,4945

PREZZO UFF 3,08

IFIL RISP

IMPREGILO

8,0380

Corona Svedese

NR CONTR 145

TITOLO

IGD IL SOLE 24 ORE

7,4576

SAFILO GROUP SAIPEM

SOCIETE GENERALE

PREZZO RIF 0,32

84

2,1144 24,8380

Corona Norvegese

Zloty Polacco

VAR % P. UFF -0,70

KAITECH

2,1017 24,5050 7,4555

Rand Sudafrica

PREZZO UFF 0,33

18

IFIL

Corona Danese

NR CONTR 5

TITOLO

3.396

IFI PRIV

Corona Ceca

1 € = 1,4044 $

SAES GETTERS RISP NC

Dollaro Australiano

Dollaro Neozelandese

Milano e Monte dei Paschi di Siena, che hanno ceduto rispettivamente l’1,05% e l’1,08% finale e il Banco Popolare del 2,10% a 12,56 euro. In controtendenza Mediolanum che ha invece registrato forti acquisti per tutta la giornata, chiudendo in crescita del 5,08% a 3,39 euro. Bene anche Generali, che è aumentata dello 0,62% a 22,87 euro. Prosegue il buon momento di Telecom Italia, il cui titolo, dopo la corsa della vigilia, è cresciuto ancora del 2,95% finale a 1,17 euro, allontanandosi quindi dal rischio di scendere sotto la soglia psicologica di un euro.

SAES GETTERS

NR CONTR 10

16

1,31

TXT E-SOLUTIONS UBI BANCA UNI LAND

92

17,33

-2,30

17,20

-2,63

17,20

UNICREDIT

2.983

16,56

-0,86

16,43

-0,68

16,38

UNICREDIT RSP

0

0,40

0,00

0,39

0,00

0,00

237

1,76

+1,44

1,79

+2,93

1,79

UNIPOL

5

1,25

+0,56

1,26

+0,56

1,26

UNIPOL PRIV

11

2,91

-0,10

2,90

0,00

2,90

VIAGGI DEL VENTAGLIO

422

4,50

-0,68

4,48

-0,31

4,45

VIANINI INDUSTRIA

2

54,92

-3,39

56,48

-1,26

56,48

56

0,27

-0,44

0,27

+0,30

0,27

26

20,58

-0,39

20,73

+0,14

20,70

37

0,53

-1,40

0,53

-0,08

UNILEVER

VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F

10

44,66

+0,79

44,69

+1,38

44,35

2.921

11,61

-7,65

11,53

-6,47

11,54

59

1,71

-1,55

1,71

-0,81

9

8,84

-1,78

8,85

-1,14

8,84

3.175

15,11

-1,70

15,11

-0,98

15,11

195

1,39

-1,77

1,37

-1,15

1,72

1,37

17.798

3,77

-2,66

3,77

-1,15

3,76

1

4,06

-3,63

4,06

-2,80

4,06

2

20,55

+2,96

20,63

+3,36

20,63

1.661

1,74

-0,06

1,74

+0,40

1,74

859

1,32

-0,45

1,32

+0,08

1,32

65

0,37

-1,80

0,37

-0,64

0,37

5

2,70

-0,55

2,72

-1,20

2,68

22

8,57

-2,29

8,66

-0,70

8,69

129

11,24

+0,38

11,05

+2,13

11,00

0

268,00

0,00

268,00

0,00

0,00

0

0,00

0,52

VIVENDI

25,50

0,00

25,50

0,00

0

0,40

0,00

0,41

0,00

0,00

ZIGNAGO VETRO

63

4,09

+0,12

4,10

+0,37

4,11

478

1,10

-1,08

1,13

+2,92

1,14

ZUCCHI SPA

0

2,42

0,00

2,42

0,00

0,00

5

66,25

-1,55

66,29

-1,06

66,15

ZUCCHI SPA RISP NC

0

3,19

0,00

3,19

0,00

0,00


Pag. 13

CALABRIA il Domani

www.ildomanionline.it

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

Giovedì 11 Settembre 2008

Concessionaria esclusiva di pubblicità telefono 0961996802 fax 0961903421

IL FATTO Esiste una figura professionale per tutelare i lavoratori: è il tecnico della prevenzione. Ma gli addetti sono pochissimi

Morti bianche, troppi ritardi in Calabria Nelle cinque province solo Cosenza ha indetto un concorso pubblico, attualmente in fase di stallo CATANZARO — Dov’è la prevenzione in Calabria? Quello delle “morti bianche” è un tema ampiamente discusso dalla politica, a tutti i livelli, ma su cui sembra esserci stata una scarsa attenzione in termini pratici. Si parla di strage solo dopo che succede qualcosa di grave. Si piangono i tanti morti di una regione che sta vivendo una continua carneficina, e le vittime sono lavoratori, magari in nero, magari mandati su un cantiere senza nessuna precauzione, nessun controllo nè da parte del datore di lavoro nè da parte di uno Stato che non è capace di dare le giuste risposte in termini di sicurezza. Eppure solo due giorni fa a Rende Rosario Ruffolo, operaio di 53 anni, è morto in un cantiere sepolto da un cumulo di terra franata sopra la sua testa e qualche giorno prima un’altra “morte bianca” era avvenuta a Melito Porto Salvo. Eppure proprio nella città Cosenza, a differenza delle altre province calabre-

www.ildomani.it

Reg. Tribunale nr. 64 del 15/7/97

Fondatore

Guido Talarico Direttore

Massimo Tigani Sava Direttore responsabile

Orlando Rotondaro Editore

T&P Editori Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona industriale Marcellinara (Cz) 0961/996802 FAX 0961.903801/903907 E-mail: redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250.”

PUBBLICITA’ LOCALE Concessionaria esclusiva

Mediatag Spa Presidente

Giuseppe Gangale Loc. Serramonda, Zona Industriale 88040 Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 fax 0961.903421 - 903.784 e-mail: info@mediatag.it

NAZIONALE: Piemme Spa via Umberto Novaro, 18 - 00195 Roma tel. 06.377081 - fax 06.3724830 Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

CENTRO STAMPA Stab. Tipografico De Rose - Montalto U. (Cs) per T&P Editori tel. 0961.996802 GRAFICA

manolibera

Progettazione grafica editoriale e pubblicitaria via Milelli, 1 - Catanzaro tel. 0961.706110 - fax 0961.743764 DIFFUSIONE•ABBONAMENTI Media Services - tel. 0965.644464

si dove nulla si è mosso, è stato bandito un concorso dall’ex Asl 4 pubblicato il 05-05-2006 (sul bollettino ufficiale della Regione Calabria Parte III - n. 18) per l’assunzione di tecnici della prevenzione nell’am-

biente di vita e nei luoghi di lavoro a cui però, per essere espletato, mancherebbe la delibera da parte della Regione Calabria, seppure le graduatorie siano già state stilate. La domanda nasce, quindi, spon-

tanea: si vuole fare veramente prevenzione o l’indizione di questi concorsi che tutelerebbero il mondo del lavoro è solo una mera propaganda elettorale nei mesi antecedenti l’andata alle urne? Esiste, quindi, una figura professionale che dovrebbe tutelare i lavoratori che, giorno dopo giorno, mese dopo mese, “combattono” tra la vita e la morte per mantenere una famiglia. Il tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di vita e di lavoro in Calabria sembrerebbe, dati alla mano, una figura scarsamente presa in considerazione all’interno della sanità regionale e nazionale seppure tanti sono gli avvenimenti e i casi in cui un servizio di prevenzione più attivo e radicato nel territorio avrebbe evitato inutili tragedie o, come si dice in questi casi, “morti bianche”. Ebbene nel Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (Spisal) della Regione Calabria

nell’ambito della prevenzione ci sarebbero solo tre unità a Castrovillari, tre a Cosenza, cinque a Rossano, uno a Lamezia Terme, cinque a Locri, tre a Reggio Calabria, quattro a Crotone, due a Vibo Valentia e uno a Catanzaro. Questi numeri appaiono del tutto insufficienti per soddisfare il fabbisogno effettivo della collettività in termini di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro. Perché non implementare il servizio in modo tale da renderlo più efficace ed efficiente con l’assunzione di personale qualificato vista la carenza di unità attive nel dipartimento? Servirebbero più verifiche e controlli, sanzioni certe e pesanti, maggiore potere ai responsabili della sicurezza, incremento del numero degli ispettori nonché l’isolamento delle imprese che non investono sui temi della salute e della sicurezza.

COSENZA — «I fatti successi negli

Cosenza, quando la malasanità “uccide” il medico e il paziente

questo. Ci auguriamo che il procedimento disciplinare a carico del collega dell'ospedale si concluda celermente e in modo a lui favorevole, che la sua immagine e quella dell'intero corpo dei medici dell'Annunziata sia riabilitata, che l'agitazione locale e regionale possa rientrare e che si possa aprire un dialogo con la Direzione dell'Azienda ospedaliera di Cosenza e con l'Assessorato alla Salute sui temi sopra detti. Ma in caso contrario ne trarremo le dovute conseguenze, con l'amara consapevolezza che non ci si vuole finalmente dotare di un sistema in grado di coordinare gli interventi in circostanze come questa; che non si vuole rispondere in modo esauriente ai bisogni dei cittadini, che emergono quotidianamente e sempre più drammaticamente; che non si darà seguito ai suggerimenti e alle denunce lapidariamente descritte da una relazione prefettizia di nomina governativa. Mentre si vuole solo cercare un capro espiatorio - conclude la nota , qualunque esso sia, per dare una parvenza di falsa efficienza davanti ad ogni situazione presente e futura di crisi del sistema».

ultimi giorni evidenziano ancora una volta la fragilità del nostro servizio sanitario regionale e ripropongono con forza la necessità di ridisegnare un sistema che da diversi anni si dimostra fallimentare». A dichiararlo i sindacalisti Teresa Papalia (Fp Cgil Medici e responsabile aziendale) e Piero Piersante (segretario regionale). «Neppure le improbabili “punizioni” esemplari a carico dei medici - prosegue la nota -, che al momento si sentono un anello debole, sembrano la cura più efficace per sbloccare un meccanismo ormai inceppato. I provvedimenti a carico degli operatori sanitari, se da un lato sembrano tacitare le aspettative di una pubblica opinione “giustizialista”, dall'altro inducono una disaffezione al lavoro e quindi un ulteriore calo della qualità all'interno degli ospedali. Il cittadino dal canto suo chiede provvedimenti drastici a carico degli operatori che vengono meno ai loro doveri, ma convive con una sfiducia sempre più grande nei confronti di tutte le strutture sanitarie. E infine, di fronte ai casi più critici, anche i politici sembrano pagare un prezzo, non fosse altro perché si trovano a dover giudicare nell'estemporaneità situazioni che non sempre si possono affrontare nelle loro esatte dinamiche. Ma nonostante la tragicità dei molteplici casi di disfunzioni sanitarie ci faccia sentire quasi arrivati al capolinea, è urgente correre ai ripari e chiedere con forza il ripristino di un sistema di regole e di efficienza che non può essere solo uno slogan da usare nei momenti difficili - continua il comunicato . Serve una cura definitiva per la sanità, una vera rivoluzione capace di inaugurare un nuovo percorso. Serve una rete per la gestione dell'emergenza - ma anche dell'ordinario - che abbia al centro la necessaria dotazione di strutture, strumenti e risorse umane adeguate. E’ necessario avviare un'azione moralizzatrice a tutti i livelli, dove trovi spazio l'etica, l'empatia nel rapporto medico-paziente e soprattutto il rapporto fiduciario tra amministratori e operatori.

Serve un modello di sanità in grado di risarcire i cittadini della mancata applicazione del sacrosanto diritto alle cure. Gli ospedali dovranno e potranno essere rilanciati dai medici, quegli stessi medici che vengono sbattuti sulle pagine dei giornali quali artefici di quella brutta cosa che è la parola Malasanità. E' tempo che tutti sappiano che Malasanità è anche quando gli ospedali non sono adeguati, quando mancano i mezzi per svolgere il lavoro ordinario, quando gli ascensori e i percorsi non sono a norma, quando i sistemi di allarme non si attivano. Malasanità è non potere usufruire di prestazioni qualificate e anche di eccellenza, è la mancanza o l'interruzione di alcune strutture, l'appiattimento delle carriere e la demotivazione degli operatori. Ma soprattutto, come più volte i medici hanno denunciato, anche attraverso i loro sindacati, Malasanità è la totale assenza di una rete territoriale di assistenza, che si faccia carico in maniera globale e integrata dei bisogni diagnostici e terapeutici ordinari e programmabili, una rete che strategicamente tutelerebbe l'accoglienza delle urgenze negli ospedali e migliorerebbe la qualità dei ricoveri ospedalieri, riducendo quelli inappropriati. Purtroppo la Malasanità non è facilmente eliminabile e non è solo colpa dei medici o della famosa maledizione del Sud, ma è un problema politico, che riguarda tutti come cittadini. Dobbiamo tutti pretendere, in primo luogo, che chi governa e amministra abbia dimostrate capacità di programmazione e di gestione, traducibili in investimenti mirati e in provvedimenti di razionalizzazione delle risorse umane e strutturali, orientati alla funzionalità e fruibilità dei percorsi clinico-assistenziali. Abbiamo chiesto al Direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Cosenza di istituire una commissione tecnica pariteti-

ca per analizzare il caso del paziente rifiutato da 11 ospedali calabresi, ma poi adeguatamente trattato in un presidio del servizio sanitario nazionale, anche se in un'altra regione e a poche centinaia di chilometri di distanza. Una commissione che non deve entrare nel merito del procedimento disciplinare in corso, ma che dovrebbe cercare di capire cosa non ha funzionato a Cosenza, che cosa sarebbe dovuto accadere e non è accaduto, a Cosenza e in tutta la Calabria, di fronte alla richiesta di trasferimento di un caso urgente. Una commissione che tenti di dettare regole di comportamento interne, in attesa di quelle regionali (che da tempo attendiamo), per evitare il ripetersi di casi come questo; per fronteggiare il flusso crescente delle richieste di ricovero urgente, ma anche ordinario, la cui gestione improvvisata e spesso personalistica finisce per favorire proprio il ripetersi di casi come

Claudia Vellone

Concessionaria esclusiva di pubblicità tel. 0961.996802 fax 0961.903421-903784 Sede legale: località Serramonda di Marcellinara


14 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA Brillante operazione coordinata dalla Dda. Nel mirino esponenti della ’ndrangheta cosentina

Omicidi e estorsioni, 14 arresti TERMINATOR

Un momento della conferenza stampa alla Dia di Catanzaro

mento di nuovi assetti. Un’unica organizzazione criminale capace di controllare il giro delle estorsioni nel Cosentino, eliminando personaggi ritenuti scomodi e imponendo il proprio controllo sui più importanti appalti pubblici in itinere tra il 1999 e il 2000 nella provincia di Cosenza. E’ su questo che ha fatto piena luce l'operazione "Terminator", portata a termine dalla Direzione investigativa antimafia di Catanzaro e Reggio Calabria. Un’operazione complessa, basata sui riscontri investigativi delle inchieste portate a termine sul finire degli anni Novanta nella provincia cosentina, con l'aggiunta di importanti collaborazioni di giustizia che hanno permersso di chiarire l'atteggiamento della criminalità in quegli anni.

Delle 14 ordinanze emesse, sette sono nei confronti di elementi delle cosche già in carcere, tre i latitanti sfuggiti almeno per ora alla cattura. Non solo esponenti mafiosi, nella rete della Dia sono finiti anche imprenditori e soggetti ritenuti collaterali alle cosche, come ha dichiarato il procuratore di Catanzaro, Murone. A illustrare ai giornalisti i particolari dell’operazione: il procuratore nazionale Antimafia Emilio Le Donne, il procuratore aggiunto Antimafia, Mario Spagnuolo, il procuratore facente funzioni di Catanzaro Salvatore Murone, il sostituto della Dda Luberto (che ha coordinato le indagini insieme al pm Sforza), i resposabili della Dia di Catanzaro, Cannarella, e Reggio Calabria, Falbo.

Grazie alle risultanze investigative è stato possibile fare luce sulla riorganizzazione delle cosche cosentine dopo le operazioni antimafia di quegli anni. La risposta allo Stato è risultata immediata, con la riorganizzazione «verso un modulo completamente nuovo», così come ha evidenziato il procuratore Spagnuolo. «Un unico gruppo - ha aggiunto Spagnuolo - una cosca federata, grazie a un accordo sancito in carcere con il beneplacito di tutte le cosche calabresi». L'obiettivo della nuova organizzazione era quello delle grandi estorsioni, con i tentacoli criminali che sarebbero finiti sugli appalti per i lavori del centro storico di Cosenza, della galleria di Amantea sull'autostrada A3, delle opere di urbanizzazione della fascia tirrenica. Un meccanismo semplice per portare a termine le estorsioni, come ha spiegato il pm Luberto, attraverso il controllo dei subappalti e l'utilizzo di ditte legate alla criminalità, con l'esclusione di quelle ritenute fuori dal giro delle cosche. A testimonianza del potere messo in atto dalla nuova organizzazione criminale, anche una lunga scia di sangue, scaturita dalla necessità di dare un segnale forte a chiunque potesse ostacolare in qualche modo gli interessi criminali. Primo fra tutti, come si diceva, il duplice omicidio di Marcello Calvano e Vittorio Marchio, ma anche il duplice omicidio dell’imprenditore Perri e della moglie, avvenuto una settimana dopo. Quattro assassini che, secondo gli inquirenti, sarebbero legati almeno da un dato: la

sepoltura dell'auto utilizzata per il primo agguato proprio in un cantiere edile di Perri. Per i responsabili della Dia di Reggio e Catanzaro, Falbo e Cannarella, si è trattato di un’indagine che «ha ripercorso le fasi delle operazioni portate a termine in quegli anni, ricompattando le informazioni e incrociando i nuovi dati». In gioco, quindi, sono entrate le inchieste “Garden”, “Tamburo”, “Squarcio”, “Nepetia” e la prima fase di “Terminator”: tutte incentrate sui controlli della criminalità cosentina nel settore delle estorsioni, dei traffici illeciti e degli omicidi. A fornire ulteriori elementi e riscontri fondamentali, il ruolo dei collaboratori di giustizia, a partire da quello di Vincenzo De Dato, ritenuto uno dei due contabili del gruppo federato. Da lui sarebbero arrivate le informazioni più consistenti, con un riscontro importante legato alla presenza di una microspia nell'auto dello stesso De Dato, prima che questo diventasse un collaboratore di giustizia, consentendo oggi un riscontro alle sue affermazioni. Per il collaboratore anche la confessione di avere partecipato, come mandante o come organizzatore, ad alcuni omicidi di quegli anni. Quindi, anche la collaborazione dei Serpa, storico clan cosentino, e di alcuni collaboratori già attivi nella zona. Grazie alle dichiarazioni, svelate anche le alleanze poste in essere in quegli anni, con il gruppo federato capace di stringere accordi e allargare i propri confini anche nelle aree di Paola e Amantea. (Agi)

Tucson trasformabile in autocarro da € 16.490,00

Mai meglio di così

CATANZARO — Omicidio, estorsione, violazione della legge sulle armi commessi con l'aggravante dell'appartenenza ad un'associazione mafiosa. Questi i reati contestati, a vario titolo, a 14 persone destinatarie di altrettante ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Catanzaro su richiesta della locale Dda ed eseguite ieri all’alba dagli uomini della Dia di Catanzaro e Reggio Calabria. L’operazione, denominata in codice “Terminator”, avrebbe consentito agli inquirenti di individuare i responsabili di alcuni omicidi consumati nella provincia di Cosenza tra il 1999 ed il 2000. Tra questi, l’eliminazione di Marcello Calvano, indicato come il capo delle cosche mafiose paolane, e di Vittorio Marchio, esponente di vertice della ’ndrangheta cosentina. Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi, personaggi di spicco della criminalità organizzata del Cosentino, come Domenico Cicero, di 51 anni; Tommaso Gentile di 50; Domenico Andreoli di 53; Luigi Muto di 46; Mario Scofano di 48; Walter Gianluca Marsico, di 41. I particolari dell’operazione sono stati resi noti ieri mattina nel corso di una conferenza stampa nella sede della Dia di Catanzaro. Sarebbe stata la necessità di riorganizzare i clan, dopo i colpi subiti in seguito alle numerose inchieste giudiziarie, a determinare, nel periodo in cui maturarono i delitti, una riorganizzazione degli equilibri fra le ’ndrine che determinò l'eliminazione fisica di quanti si opponevano al raggiungi-

Una cosca federata con tentacoli su Cosenza, Paola e Amantea

con rottamazione

Il miglior prezzo di sempre

Hyundai Tucson benzina, GPL e diesel common rail Scopri il motore 2.0 CRDi VGT da 140 CV Euro 4 con filtro antiparticolato e cambio a 6 marce di serie

In più Maxifinanziamento

Dotazioni ai vertici della categoria su tutta la gamma ABS+EBD, trazione 2WD o integrale 4WD TOD, sistema controllo stabilità e trazione ESP, 6 airbag, climatizzatore e radio CD/Mp3.

- zero anticipo - prima rata da dicembre 2008 - 2 anni assicurazione furto incendio - 2 bolli pagati

RUGA

Catanzaro - tel. 0961.759659 / 367062 r.a. - e-mail: ruga.hyundai@tin.it in collaborazione con

Supermotori di Santoro I. via Cutro, 600 - (KR) tel. 0962.964568

Punto Auto di Lico Giorgio via Longobardi - Vibo Marina (VV) tel. 0963.573820

Autochiara by Lamezia Gomme via del Progresso - Lamezia T. (CZ) tel. 0968.456686

Autocentro di Cariati Antonio piazza Municipio - Cirò Marina (KR) tel. 0962.35910

Grandinetti Aldo Automobili via Maigret - Soveria Mannelli (CZ) tel. 0968.662348


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 15

CALABRIA Il procuratore aggiunto dell’Antimafia Emilio Ledonne sul ruolo dei fiancheggiatori delle cosche

«Occhio alla borghesia mafiosa» TERMINATOR CATANZARO — Il problema che si pone con più urgenza nella lotta contro il crimine organizzato è l’individuazione dei cosiddetti «borghesi mafiosi», di coloro cioé che riciclano i proventi illeciti delle cosche. E' quanto ha sostenuto il procuratore nazionale antimafia aggiunto, Emilio Ledonne, illustrando i particolari di “Terminator”, l'operazione della Dia di Catanzaro che ha portato all'arresto di presunti affiliati alla ’ndrangheta. «Il fatto grave - ha aggiunto Emilio Ledonne - è che non si riesce ad intercettare e a sequestrare i proventi illeciti, perché ci sono alcuni terminali che col-

«Le azioni investigative vengano dirette soprattutto sul riciclaggio» legano il gruppo mafioso al denaro e che sono costituiti da un gruppo di persone che provvede sistematicamente a investire le somme in attività lecite. Prendendo spunto dalla nuova normativa in materia di prevenzione patrimoniale, è necessario - ha sottolineato il magistrato - che l'azione investigativa venga rafforzata e soprattutto sia diretta all'identificazione di chi provvede al riciclaggio del denaro delle cosche, professionisti appartenenti alle più svariate categorie che fiancheggiano la mafia, lavorando per l'organizzazione criminale e presentando i propri servizi ciascuno nei settori

Emilio Ledonne

di rispettiva competenza». Ledonne, facendo riferimento agli arresti fatti dalla Dia, ha detto che «l'operazione è importante perché sono stati ricostruiti alcuni fatti già oggetto di altre inchieste svolte in precedenza ed ulteriormente rivisitate a seguito degli esiti di intercettazioni telefoniche e di nuove operazioni di polizia». Secondo Ledonne, inoltre, «significativo è stato l'apporto di alcuni collaboratori di giustizia acquisiti di recente, tra cui Vincenzo Dedato, che hanno fornito un quadro molto chiaro anche dell'attività estorsiva svolta dalle cosche cosentine». (Ansa).

Spagnuolo: un consorzio per il grande affare degli appalti pubblici CATANZARO — «I gruppi criminali si consorziano per grandi affari e qui l’affare enorme è quello del condizionare gli appalti pubblici». Lo ha detto il procuratore aggiunto della Dda di Catanzaro, Mario Spagnuolo, commentando gli esiti dell'operazione Terminator. «L'operazione è importante - ha aggiunto - perché consente di riscontrare l'idea di fondo che abbiamo in Dda, e cioé che vi sono accordi dei singoli gruppi criminali che vanno ben al di là della competenza territoriale». (Ansa).

Il magistrato assumerà l’incarico di procuratore a Vibo

Il governatore plaude agli inquirenti e avverte: «La Regione dà i suoi frutti»

L’addio di Spagnuolo dopo sette anni alla Dda

Loiero: «Barra dritta per la trasparenza»

Lombardi: tra noi sempre galantuomini

Mario Spagnuolo

CATANZARO — Applausi e commo-

zione a Palazzo di giustizia di Catanzaro per il procuratore aggiunto della Dda, Mario Spagnuolo, che ieri ha lasciato l'ufficio distrettuale per assumere l'incarico di Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia. Magistrati e impiegati si sono ritrovati in una stanza della Procura per un saluto al collega che, dopo sette anni, lascia la Dda catanzarese per un nuovo importante incarico, ma soprattutto per formulargli gli auguri di buon lavoro nella nuova sede che andrà ad assumere. «Il dottor Spagnuolo - ha detto Salvatore Murone, procuratore vicario della Repubblica di Catanzaro - ha dato un'impronta sua

NAPOLI — I carabinieri della

compagnia di Sorrento hanno arrestato Domenico D'Agostino, 45enne di Reggio Calabria, personaggio vicino alle cosche della ’ndrangheta calabrese, Domenico Scappatura, 33enne di Reggio Calabria con precedenti per furto, e Cristina Giuffrida, 30enne catanese, responsabili del furto di circa 50mila euro contenuti nei cassetti blindati del Bancomat della filiale del Monte dei Paschi di Siena di Seiano, nel comune di Vico Equense, avvenuto il 23 agosto. Il colpo è stato in venti minuti forzando la serratura dell'uscita di emergenza della filia-

personale nell'ambito delle attività della Procura, ritagliandosi uno spazio su cui operare e che ha portato avanti con operazioni di grande importanza l'ultima delle quali è proprio di queste ore». «Sin dal mio insediamento - ha detto il procuratore generale Vincenzo Jannelli ho potuto apprezzare le qualità e l'esperienza del dottor Spagnuolo nell'ambito della Dda, che è un fiore all'occhiello». Jannelli ha messo in evidenza il valore delle sinergie anche in vista del lavoro che Spagnuolo andrà a svolgere «in una realtà delicata come quella di Vibo Valentia». Nel suo intervento Jannelli ha sostenuto che «l'aspetto più deleterio, la patologia, rimane la personalizzazione delle funzioni. Non vorrei vedere - ha detto - la fotografia del singolo magistrato o la sottolineatura della persona, ma l'ufficio nella sua interezza». A salutare il nuovo procuratore della Repubblica di Vibo è intervenuto anche Mariano Lombardi, ex Procuratore della Repubblica e da alcuni mesi in pensione, che ha ricordato gli anni di lavoro comune. «Abbiamo fatto - ha detto Lombardi -l'impossibile per sette anni e se scontri ci sono stati, sono stati sempre tra galantuomini». Il più commosso di tutti, prima del brindisi finale, è apparso proprio Spagnuolo. «Sono stati anni densi quelli vissuti qui dentro - ha detto ma importanti, forti e decisivi per la mia crescita». (Ansa).

CATANZARO — «Nella lotta alla crimi-

nalità organizzata non bisogna avere pause e va dato atto alla Dda di Catanzaro di svolgere, con successo, una incessante azione giudiziaria per dare sicurezza ai calabresi, come l'operazione “Terminator” che ha colpito duramente potenti clan cosentini». Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, commentando la conclusione di un lungo e difficile lavoro investigativo coordinato dal procuratore aggiunto della Dda di Catanzaro, Mario Spagnuolo. «Al dottor Spagnuolo - auguri anche per il suo nuovo incarico di procuratore a Vibo Valentia, realtà difficile - e a tutti gli investigatori impegnati vanno, mio tramite, i complimenti di tutti i calabresi - ha aggiunto Loiero - per i quali si aprono così varchi di speranza. Sappiamo quale sia l'azione nefasta della 'ndrangheta e non solo in Calabria, vista la sua internazionalizzazione, ma l'azione dello Stato, io ne sono certo prevarrà». «E visto che i riflettori investigativi sono stati puntati sulla bor-

ghesia mafiosa, come afferma il procuratore nazionale antimafia aggiunto Emilio Ledonne, su questo terreno - ha concluso Loiero - è sostanziale una profonda reazione della società civile. Per quanto riguarda la Regione abbiamo tenuto la barra dritta verso l'attuazione di processi di garanzia, trasparenza e legalità che hanno dato il loro frutto. Altre sicurezze le avremo non appena entrerà in attività la Stazione unica degli appalti che, prima regione in Italia, abbiamo voluto».

Il plauso di Mancini «Esprimo il più vivo apprezzamento nei confronti dell'operato del dottor Mario Spagnuolo sempre caratterizzato da competenza ed equilibrio. Un'operazione importante contro le cosche criminali che operano nel Cosentino». Così l'ex parlamentare socialista Giacomo Mancini. Sono certo- ha concluso Mancini- che anche alla guida della procura di Vibo Valentia il dottor Spagnuolo continuerà nel suo impegno».

Rosa Calipari: grande risultato nella lotta al crimine organizzato COSENZA — «E’ un grande risultato

nella lotta alla criminalità organizzata in Calabria, e premia un lungo e proficuo lavoro investigativo della Dia di Catanzaro, coordinata dal procuratore aggiunto della Dda di

Catanzaro, Mario Spagnuolo». Lo ha dichiarato l’onorevole Rosa Villecco Calipari, capogruppo in Commissione Difesa del Partito democratico. «Gli arresti eseguiti, tra i quali emergono nomi di spicco

Rapina nella penisola di Sorrento. I carabinieri hanno arrestato un gruppo di calabresi

Furto dal bancomat, tre in manette le, escludendo i sistemi di allarme e video sorveglianza, rimuovendo la blindatura del bancomat con la fiamma ossidrica per svuotare i cassetti metallici contenenti le banconote di grosso taglio; poi è stata messa una finta serratura, in modo da far sembrare tutto in ordine dall'esterno. La rapina è stata scoperta solo il lunedì mattina. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sorrento hanno tra l'al-

tro raccolto e valutato materiale dai sistemi di videosorveglianza installati sulla Statale 145 “Sorrentina” e dai sistemi di riconoscimento delle targhe installati sulle auto dell'Arma; in questo modo hanno identificato le tre auto a noleggio utilizzate dalla banda, una Fiat Croma, una Mercedes Classe C e una 159 SW, e, attraverso filmati notturni analizzati con software evoluti e contestuali riscontri con le ban-

che dati, hanno ricostruito tempi e spostamenti della banda, identificando i tre. I ladri sono rimasti per dieci ore in gironella penisola sorrentina, confondendosi tra i villeggianti. Hanno fatto di notte diversi sopralluoghi nei pressi della filiale dell'istituto di credito e poi il colpo. Oltre alle auto e agli abiti eleganti per fingersi una comitiva di turisti, i tre hanno tenuto un atteggiamento rispettoso delle regole (cinture di

Napoli: territorio sottovalutato per troppo tempo ROMA — «Con l’operazione “Termi-

nator” continua l'instancabile ed importante lavoro della Dda di Catanzaro contro la potenzialità delle cosche della 'ndrangheta cosentina». E’ quanto dichiara in una nota Angela Napoli, componente commissione Giustizia. «L'inchiesta, coordinata dal Procuratore Mario Spagnuolo, che ha portato alle 14 ordinanze di custodia cautelare di questa mattina (ieri, ndr), è riuscita - avverte Napoli - a far luce su omicidi ed estorsioni attuati nel territorio cosentino, per troppo tempo sottovalutato rispetto alla crescente potenzialità degli uomini delle coche mafiose. La stessa omertà che ancora oggi - conclude Angela Napoli - è pervasiva non è certamente di aiuto agli organi inquirenti». della ‘ndrangheta calabrese - ha continuato l’esponente democratica confermano i rapporti e le collaborazioni esistenti tra le cosche operanti nella provincia cosentina ed in particolare svelano le logiche che determinarono una lunga serie di omicidi alla fine degli anni Novanta. Interessante – ha concluso Calipari – è aver fatto luce sulla riorganizzazione interna ai clan di quel periodo e sulle nuove alleanze tra le cosche». sicurezza sempre indossate durante gli spostamenti e tipo di guida estremamente tranquilla) per arginare il rischio di essere controllati dalle forze dell'ordine. I carabinieri li hanno attesi e ammanettati alla riconsegna delle auto noleggiate, sottoponendoli tutti e tre a fermo di indiziato di delitto emesso dal pm Silvio Pavia, poi convalidato dai gip di Reggio Calabria e Catania. Due delle tre auto utilizzate per il furto sono state sequestrate e saranno analizzate dal Reparto Investigazioni Scientifiche dell'Arma. Al momento del fermo, sequestrati 10mila euro in contanti a D'Agostino. (Agi)


16 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO — Nuovi sviluppi per “Drug Off ”. Pioggia di assoluzioni, ieri, a conclusione del processo con rito abbreviato celebrato per una quarantina di imputati. Secondo quanto appreso, il gup ha assolto tutti i processati con rito alternativo. Tra coloro i quali si sono visti accolta la richiesta di assoluzione, anche il crotonese Armando Passalacqua, 37 anni, difeso dall’avvocato Stefano

CATANZARO Concluso ieri il processo con rito abbreviato. Ipotesi accusatorie crollate per tutti

Drug Off, pioggia di assoluzioni Nimpo: il pm, Teresa Barillari, aveva chiesto per l’uomo 15 anni di reclusione. L’operazione Drug Off scattò nel 2006 con l’iscrizione nel registro degli indagati di ben 102 perso-

ne. Secondo l’impianto accusatorio del pm allora titolare delle indagini (Luigi De Magistris), al centro dei reati ipotizzati ci sarebbero stati esponenti di primo piano della criminalità rom del

capoluogo catanzarese, subalterna alle cosche del crotonese. I reati contestati vanno dallo spaccio di droga al furto di auto di grossa cilindrata ed al successivo riciclaggio, tutti commessi

secondo l’accusa fra Catanzaro, Cirò, Botricello, Agrigento, Presila catanzarese. Le auto - secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti - venivano “prelevate” in Calabria, portate a Napoli, contraffatte nei numeri di telaio e di identificazione, dotate di documentazione nuova e falsa e rivendute come nuove. f. c.

Dure critiche al sistema sanitario espresse da Cgil, Cisl e Uil nel corso delle audizioni della III Commissione regionale

«Sanità autoreferenziale e clientelare» Giamborino: «Operare in maniera sinergica con l’università è l’unica via possibile» REGGIO CALABRIA — La terza

Commissione, “Politica sociale, sanità, cultura e formazione” del Consiglio regionale, presieduta da Pietro Giamborino, ha concluso i propri lavori con l'audizione di Cgil, Cisl e Uil. Problemi delle dipendenze, salute degli immigrati, politiche del farmaco, riduzione delle liste di attesa, razionalizzazione della rete ospedaliera pubblica e rapporti con il privato, sono gli argomenti condensati dai sindacati in documenti depositati agli atti della Commissione. Cgil, Cisl e Uil, hanno denunciato «l'autoreferenzialità clientelare del sistema, con vere e proprie situazioni di privilegio, al di là dell'efficienza che, fra l'altro, hanno

comportato conseguenze negative e tragiche confermate dai fatti di Vibo, Cosenza, Lamezia e Locri». Cgil, Cisl e Uil, infine, hanno indicato alla Commissione «la necessità di attivare uno strumento di confronto permanente sull'attuazione del Piano sanitario regionale e delle politiche di programmazione sanitaria». «La necessità di operare in maniera sinergica tra Università e sistema sanitario regionale, pur tra le diverse caratterizzazioni e finalità delle due realtà, resta l'unica strada percorribile per migliorare l'offerta sanitaria complessiva». Ad affermarlo, in una nota, il presidente della terza commissione, Pietro Giam-

L’ospedale di Locri

borino, a conclusione dei lavori della terza Commissione. «Lo sforzo più grande - prosegue - sarà quello di contestualizzare una sanità più efficiente ed organizzata nell'ambito di una modesta allocazione di risorse e nella necessità di una razionalizzazione delle stesse nel tentativo di ottimizzarne la loro utilizzazione elidendo livelli di organizzazioni fatiscenti e non proponibili, e rafforzando quelle che, per essere di livello adeguato, necessitano di sforzi supportivi». «Infine - conclude Giamborino voglio ringraziare l'assessore Vincenzo Spaziante per la sua attiva presenza ai lavori della Commissione e Cgil, Cisl e Uil per il contributo fornito».

Solidarietà al direttore generale Pangallo

Oliverio: doccia scozzese per Maurizio Gasparri

CATANZARO — Solidarietà al di-

CATANZARO — «Il senatore Ga-

SANITA’ Nota dei direttori generali delle Aziende ospedaliere di Catanzaro e di Cosenza

rettore generale dell’Azienda ospedaliera di Reggio, Leo Pangallo, per alcuni episodi è stata espressa in una nota dai direttori generali delle Aziende ospedaliere di Catanzaro, Vincenzo Ciconte, e di Cosenza, Cesare Pelaia. Nei giorni scorsi, Pangallo aveva presentato un esposto al posto di polizia degli Ospedali Riuniti dopo avere trovato gli uffici della direzione generale aperti e con le luci accese senza poter risalire a chi fosse entrato nei locali e ancora in seguito alla presenza di una persona che scattava foto davanti all’ingresso e che si è dileguata alla vista del personale della vigilanza. «Gli episodi regi-

stratisi nei giorni scorsi - affermano Ciconte e Pelaia - rappresentano gesti ignobili e di vigliaccheria che dimostrano come, paradossalmente, la strada per affermare con forza e coerenza il rispetto delle regole sia quella giusta. Questo perché, nella nostra regione, la via della legalità e troppo spesso ostacolata da minacce e gesti intimidatori che tentano di modificare le azioni di chi opera nelle istituzioni». «Esprimiamo la nostra vicinanza - sostengono ancora Ciconte e Pelaia - ad un uomo impegnato ad affrontare e risolvere i problemi di un'azienda ospedaliera inserita in un contesto complesso, sostenendo che il cammino non

sarà solitario per dimostrare che le istituzioni e persone che le servono considerano il bene collettivo primario rispetto a loschi interessi di chi, con gesti ignobili, crede di poter dettare condizioni o fantomatiche trattative». «Esprimiamo la nostra solidarietà al direttore generale Pangallo - concludono Ciconte e Pelaia - la cui dedizione, serietà e legalità nella gestione dell'ente significano, evidentemente, prerogative scomode per qualcuno. Siamo certi che l'ing. Pangallo non si farà intimidire e anzi porterà avanti iin modo ancora più tenace il proprio impegno al servizio dell collettività». (Ansa)

sparri ritiene che lui e il suo governo possano decidere per decreto su tutto e tutti. L’ultima sua sortita riguarda l'on. Massimo D'Alema che, a dire di Gasparri, “non ha alcun titolo per parlare” di meridione, e l'associazione Red che per lui è “scozzese”, e così via. Vogliamo consigliare al capogruppo della destra maggiore accortezza nel valutare i “titoli” dei dirigenti degli altri partiti e, per quanto riguarda Red, di scozzese, continuando così, in futuro, con le elezioni in Calabria, ci sarà solo la doccia che il senatore Gasparri e il suo seguito si accingono a ricevere». Lo dichiara, in una nota, l’on. Nicodemo Oliverio. «Al senatore Gasparri - continua -

ricordiamo che le recenti elezioni non sono le ultime e che in democrazia si vota sempre. I calabresi, poi, sono gente fiera e dignitosa che non si fanno mettere in tasca da nessuno: queste cose il capogruppo del Pdl al Senato le conosce direttamente. In aggiunta, al sindaco di Reggio Calabria ricordiamo che i partiti scelgono i candidati ma che a decidere gli eletti deve essere il popolo sovrano e nessun altro. Tanto meno le ristrettissime cerchie che sovrintendono alle liste. Il sindaco Scopelliti, forse spinto da Roma, sta tentando di fare da apripista perchè la vergognosa legge nazionale che consente di nominare d'ufficio gli eletti al Parlamento venga imposta anche alla Calabria».

VERSO LE REGIONALI SPA

RICERCA PER LA ZONA DI CATANZARO E PROVINCIA

NR. 3 AGENTI PUBBLICITARI/AMBOSESSO PER LA VENDITA DI SPAZI PUBBLICITARI SUI MEZZI IN CONCESSIONE: IL DOMANI DELLA CALABRIA, QUIECONOMIA, ASTEINFOAPPALTI, PROGETTO CALABRIACITY SI RICHIEDE: DISPONIBILITÀ IMMEDIATA PROVENIENZA DAL SETTORE TITOLO DI STUDIO SUPERIORE. ETÀ MAX 35 ANNI

OFFRESI:

ZONA E PORTAFOGLIO CONSOLIDATO ALIQUOTE PROVVIGIONALI DI SICURO INTERESSE INQUADRAMENTO DI LEGGE ( ENASARCO) ANTICIPI PROVVIGIONALI MENSILI COMMISURATI ALLE EFFETTIVE CAPACITA‚ DEL CANDIDATO

SOLO SE INTERESSATI INVIARE CURRICULUM VITAE AL NR. 0961/903421 E TELEFONARE AL NUMERO 0961.996802 ATTENDERE E COMPORRE IL 4 DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00, CHIEDERE DELLA SIGNORA GIULIA, PER FISSARE L’APPUNTAMENTO SELETTIVO. ASTENERSI PERDITEMPO. LE SELEZIONI SARANNO GESTITE DIRETTAMENTE DALL’AZIENDA.

Trematerra: un copione già visto «Mentre la Calabria è ultima in Europa, non mi pare che la cosa più saggia per le forze politiche sia di contrapporsi sul percorso che dovrà portare al nuovo Governo della Regione nel 2010». Michele Trematerra - capogruppo dell'Udc - a proposito delle polemiche di questi giorni, asserisce: «E’ un copione già visto. Vedere gli uni contro gli altri, e tutti polemizzare con noi, perché noi intendiamo capovolgere i termini del dibattito, non aiuta le conclusioni costruttive». Argomenta: «A nostro avviso, se non si dà ossatura e scopo a una Regione resa negli anni elefantiaca, è quasi impossibili rilanciare lo sviluppo. In una Calabria che soffre del discredito nazionale ed internazionale, il dibattito non può seguire i vecchi schemi, né può esaurirsi nella corsa alla candidatura a Presidente. Se cosi fosse, la Calabria non avrebbe più speranze. Lo sforzo, politico e culturale, che stiamo tentando consiste nel capire se in Calabria c'è la possibilità di mettere assieme il meglio della politica e il meglio delle istanze della società civile, per affrontare la prossima stagione, che dovrà essere una legislatura straordinaria e di scopo, sulla base di un programma che contenga pochi punti su cui dovrà crearsi la convergenza delle forze politiche e sulle quali si potranno creare quindi le alleanze. Ecco perché, a chi ci invita a esporci su un fronte o sull'altro, noi rispondiamo: parliamo di cose da fare, di problemi da affrontare, di obiettivi da conseguire. Partendo da una constatazione: le formule politiche fin qui conosciute dalla Calabria, sono state del tutto insufficienti; e quella attuale di centrosinistra aggiunge alle proprie, che sono tante, le insufficienze delle altre». Aggiunge Trematerra: «Se questo desiderio di rinnovamento, che avvertiamo nella società calabrese, non ci fosse nel mondo della politica, significherebbe che la politica ha subito un avvitamento irreversibile su se stessa irreversibile. E' davvero strano che sia da una parte che dall'altra non s’intenda che la sfida verte sui temi da noi indicati. O la Calabria smette il volto rassegnato di chi chiede continuamente risorse aggiuntive allo Stato e all'Europa, senza mai riuscire a organizzare da sé un sistema politico ed amministrativo efficiente, o non ci sarà futuro. Forse proprio la nostra posizione politica, ci consente di guardare alle questioni che più interessano i cittadini. E sul piano dell'innovazione legislativa, penso per esempio alla valorizzazione del capitale cognitivo, dell'edilizia per le giovani coppie e contro il carovita, l'Udc ha già dimostrato come si possa migliorare il sistema». Conclude il capogruppo dell'Udc: «Il problema è che, se non cambia il metodo di aggregazione e se le stesse non diventano meno permeabili agli interessi congiunturali, noi le cause strutturali del sottosviluppo calabrese non riusciremo mai ad affrontarle. Non è solo questione di centrosinistra o centrodestra, come ha già sostenuto l'on. Talarico. Noi poniamo oggi una questione di rinnovamento della politica e di nuovo approccio con i problemi come condizione preliminare per concretizzare una buona amministrazione».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 17

CALABRIA VIBO VALENTIA A parlare è Antonella Barbarossa, direttore del Fausto Torrefranca, sul paventato trasferimento dell’alta istituzione didattica

«Io sto tutelando il Conservatorio» Pioggia di reazioni. Il vice sindaco Antonino Daffinà si dichiara “stupito” di Maurizio Bonanno VIBO VALENTIA — «Sono molto

più vibonese io di tanti vibonesi!». «Dopo vent’anni che vivo qui e ci lavoro, mi sento vibonese e mi rendo conto di tenere a questa città molto più di tanti vibonesi di nascita. Non lo dico per presunzione, ma sono sincera. D’altronde, se questa città oggi è così, è perché proprio tanti nativi, pur in posizioni e ruoli importanti, sono l’hanno amata per come merita». A parlare è il M° Antonella Barbarossa, direttore del Conservatorio di musica Fausto Torrefranca di Vibo Valentia, che in questa polemica su chi, se mai c’è un chi, vuole trasferire la più alta istituzione didattica presente in città nella vicina Catanzaro, intende chiamarsi fuori, anzi… «Non sono certo io a pensare ad una simile ipotesi - afferma - anche perché sarebbe sciocco. Proprio io non possono non sapere che in questo settore, relativo agli di istituti superiori di alta formazione, non è contemplata l’ipotesi di trasferimento, ma solo la chiusura laddove non sussistono più le condizioni di una corretta ed opportuna agibilità». Ed allora? Quella lettera spedita al ministero? «Un’iniziativa utile ed opportuna. Oltretutto, inderogabile, altrimenti sarei incorsa in omissione in atti d’ufficio. Io ho solo segnalato una situazione momentanea di disagio per mancanza di adeguate strutture in un momento delicato, alla vigilia di esami di stato. Ho solo posto la questione a tutela dell’istituto che dirigo e proponendo il momentaneo spostamento in una sede che è del nostro Conservatorio, seppure in diversa ma non meno prestigiosa città, l’ho tutelato impedendo che qualche malintenzionato potesse specularci sù con mire distruttive». Ed allora, questo intenso dialogo con le amministrazioni di Catanzaro che ormai va avanti da più di un anno? Qualcuno lo ha immaginato come un tradimento! Vibo Valentia ha un lunga tradizione musicale: oltre al Conservatorio, è stata sede di un’Accademia, per trent’anni è stata sede di

una stagione concertistica prestigiosa, forse la più importante in regione, che ha ospitato alcuni tra i più grandi musicisti a livello internazionale; ha ospitato un concorso pianistico di valenza internazionale; di recente è stata sede di un Politecnico ad indirizzo musicale. Certo, questo è un periodo di profonda crisi, però la storia e le tradizioni sono un valore innegabile: sono radici sulle quali costruire un futuro e non lo spunto per abbandonare e degradare sempre più un territorio. Alla luce di queste considerazioni, l’insieme della sue iniziative sono apparse come un tradimento, una volontà demolitrice. «Niente di più sbagliato - risponde decisa Antonella Barbarossa chi più patisce per questo stato di cose in città sono io. Io più di molti vibonesi, che si ricordano di esserlo solo per esibirlo e niente più. Io che con i successi internazionali che i nostri allievi stanno ottenendo sto portando il nome di Vibo Valentia sulle ribalte più prestigiose al mondo. E poi - aggiunge con un sorriso che prova a nascondere l’amarezza - sarei folle o stupida a tentare una cosa del genere ben sapendo che al di sopra del mio ruolo, all’interno dell’istituzione Conservatorio, il Presidente del Nucleo di Valutazione è il senatore Franco Bevilacqua, parlamentare vibonese. Potrei ordire mai una qualunque trama a sua insaputa? E se mai volessi, ma non è nei miei pensieri una simile ipotesi, riuscirei mai in questo intento sapendo della presenza di una tale autorità nella struttura amministrativa del Conservatorio? Chi ha immaginato di allestire un simile “scandalo” è, dunque, male informato e - lui sì - in malafede!». Ma non può negare che il dialogo con le istituzioni di Catanzaro è stata lei ad avviarlo? E che ne è soddisfatta?! «Ma va tutto ad onore della città di Vibo Valentia!». Che intende dire? «Aver garantito alla città di Catanzaro una sede staccata per una serie di corsi di base, rappresenta un atto di cortesia che Vibo Valentia ha offerto a Catanzaro. E

questa iniziativa l’ho presa proprio pensando ai buoni rapporti esistenti tra le due città. Questi corsi di base che il Conservatorio di Vibo Valentia offre a Catanzaro sono un gesto nobile, perché evitano a tanti giovani ragazzi catanzaresi di sottoporsi ad enormi sacrifici per raggiungere Vibo Valentia e, raddoppiando le disponibilità logistiche, aumenta anche la possibilità che più giovani ragazzi vibonesi possano accedere agli stessi corsi. Cosa c’è di più bello, che venire incontro ai sogni dei bambini ed alleviare loro le difficoltà per realizzarli?!». «Poi - aggiunge cambiando espressione del viso - non mi faccia dire che nelle istituzioni di Catanzaro ho trovato un entusiasmo, una disponibilità, una voglia di collaborazione ed una fiducia che invece… No. Non mi faccia dire! Dovrei di nuovo parlare su chi davvero ama la città di Vibo Valentia… invece voglio solo fare il mio lavoro: voglio fare il Direttore del Conservatorio di Vibo Valentia!». Intanto, la ventilata ipotesi di trasferimento del Torrefranca sembra aver svegliato dal torpore la classe politica vibonese. Si è scatenata una pioggia di reazioni. Il vice sindaco Antonino Daffinà si dichiara stupito. Il gruppo del Pd in Consiglio comunale, con in testa il capogruppo Bruno Greco, ha chiesto al presidente dello stesso Consiglio ed al sindaco una convocazione urgente dell’assemblea di Palazzo Luigi Razza (in calce seguono le firme dei consiglieri De Grano, Piperno, Rocco, De Luca, Gurzillo e Piro). Stessa richiesta viene fatta dal capogruppo di An, Pasquale La Gamba. Si segnalano, poi, gli interventi dell’ex assessore provinciale alla cultura, Pino Ceravolo, dei segretari cittadini di An e Forza Italia. Accuse all’amministrazione comunale vengono dall’ex presidente del Consiglio d’amministrazione del Conservatorio, Maria Silvestro, che, tra l’altro, ha evidenziato: «Il Conservatorio di Vibo Valentia ha ben 600 ragazzi in più rispetto a quelli di Reggio e di Cosenza e merita una maggiore attenzione».

PIZZO A cadere nella rete degli uomini della Benemerita è stato un giovane cittadino italiano

Ancora un arresto per spaccio di droga VIBO VALENTIA — Nuovo arresto in pochi giorni per spaccio di sostanze stupefacenti a Pizzo operato dagli uomini della Compagnia carabinieri di Vibo Valentia. Questa volta a cadere nella rete degli uomini della Benemerita è stato un giovane cittadino italiano, A. M. cl. ’87, che è stato sorpreso dai militari della stazione carabinieri della città napitina in possesso di una considerevole quantità di droga. Il giovane, infatti, è stato notato dagli uomini della Benemerita intorno alle 20 mentre si trovava in uno dei parchi pubblici della città in compagnia di altre due persone. I militari dell’Arma, che stanno battendo a tappeto il territorio per contrastare in maniera capillare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, appena hanno visto il gruppetto hanno deciso di approfondire il controllo per verificare che tutto fosse in regola ed hanno così sottoposto a perquisizione il ragazzo, il cui atteggiamento da subito aveva tradito un notevole nervosismo. L’esperienza e l’occhio dei militari non li hanno tra-

Il materiale sequestrato

diti ed addosso al giovane gli uomini della stazione carabinieri di Pizzo hanno rinvenuto ben 6 gr. di canapa indiana e 2 gr. di hashish, per un valore di alcune centinaia di euro, oltre che più di 250 euro in vari tagli. Immediate sono

scattate per il giovane le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, a cui è seguito il sequestro sia della droga che del denaro, verosimilmente provento della sua illecita attività commerciale.

Catanzaro, il Partito democratico si riorganizza e critica Berlusconi

La riunione dell’esecutivo del Pd di ieri

CATANZARO — «Incideremo sulla storia del paese e della nostra regione». È questo il buon proposito che i componenti dell’esecutivo provinciale del Partito Democratico di Catanzaro hanno scelto di adottare nell’imminenza di appuntamenti considerati fondamentali per tentare di dare concretezza alla svolta politica auspicata dai democratici in fase di costituzione. L’organismo, convocato dal coordinatore Pietro Amato, si è confrontato sulla raccolta firme “Salva l’Italia”, che sfocerà nella grande manifestazione nazionale contro il governo in programma il prossimo 25 ottobre e che dal fronte democratico si prepara con grande entusiasmo. «Dobbiamo dare il nostro supporto all’iniziativa - ha detto ai presenti Amato - per tale ragione stiamo fornendo il materiale necessario a tutto il territorio, per contribuire in maniera consistente alla raccolta firme». Non solo questo però all’ordine del giorno dell’esecutivo, che ha discusso del tesseramento in attesa che il Pd calabrese si dia una pianificazione per l’immediato futuro, così come ha illustrato Mario Paraboschi. Amato successivamente, con la collaborazione del responsabile all’organizzazione Antonio Sorrentino, ha presentato l’elenco dei Circoli costituiti ed indicato una mappatura di quelli che a breve si formeranno, soprattutto nei comuni interessati dalle prossime elezioni amministrative. Per raggiungere tale obiettivo, l’esecutivo ha stabilito di costituire una delegazione che si occuperà nello specifico di organizzare la costituzione dei nuovi Circoli. Trentuno comuni su ottanta sono attualmente quelli con i Circoli già avviati, ai quali si aggiungeranno Taverna e Carlopoli il 20 e 21 settembre. «Dobbiamo forzare i tempi - ha aggiunto il coordinatore provinciale del Pd - anche in merito alle due grandi città, Catanzaro e Lamezia, dando però priorità al radicamento in quei comuni dove si andrà a votare, prendendo forma e consistenza su tutto il territorio. Praticamente a breve supereremo il 50% dei Circoli da fare e tutto sommato, considerando il passo delle altre province calabresi, è certamente un risultato di cui essere orgogliosi. Già le prossime elezioni, lontane ma non troppo, ci daranno indicazioni chiare relative al lavoro prodotto in questi mesi, per questo non possiamo arrivare a tali appuntamenti impreparati. Abbiamo

le carte in regola per confermare e se possibile aumentare i consensi registrati alle ultime elezioni, quindi gli stimoli ci sono. Ora non rimane che accelerare i tempi e rimetterci al passo con le altre realtà democratiche del paese. A quel punto, e ne sono certo, se ognuno avrà fatto la propria parte e seguirà la linea comune del partito, saremo vincenti. Il Pd è fondato sui principi democratici del confronto e dell’ascolto, ma chiunque farà scelte diverse da quelle indicate dagli organismi democraticamente eletti, sceglierà automaticamente di non essere parte del partito, perché esiste uno statuto e va rispettato». Considerazione quella del coordinatore condivisa da Paraboschi, che ha sottolineato che «questa è la linea vincente fondata sulla coesione da inseguire e da raggiungere al più presto». «Ci sono regole scritte e condivise e vanno rispettate - ha aggiunto Pino Tomasello - perché non può avere seguito quello che fin qui è successo. Chi ha scelto di essere Pd, ha scelto di rappresentare un partito e non se stesso». Linea condivisa da tutti e accreditata dall’intervento di Rita Commisso: «Siamo un partito forte e compattarci è doveroso e urgente». Di tale avviso è stato pure Massimo Lo Monaco, che ha precisato «come sia necessario richiamare tutti i democratici alla responsabilità, per diventare davvero incisivi nella vita politica del territorio provinciale». A margine della riunione il dibattito si è spostato sulle problematiche generali, come il «disastro scuola” generato dalla Gelmini. Il Pd della provincia di Catanzaro si schiera contro queste manovre, che non sono finalizzate a risolvere il malessere degli italiani, bensì ad accentuarlo notevolmente. Scuola e Federalismo saranno i temi che saranno approfonditi in prossime iniziative organizzate sul territorio provinciale, alle quali saranno invitati a partecipare i ministri ombra di competenza. Ecco i 31 comuni nei quali sono stati costituiti i Circoli della provincia di Catanzaro: Argusto, Badolato, Belcastro, Borgia, Borgia-Roccelletta, Caraffa, Cenadi, Centrache, Cortale, Falerna, Feroleto, Gasperina, Girifalco, Isca sullo Jonio, Marcellinara, Magisano, Montepaone, Olivadi, Palermiti, Petrizzi, Pianopoli, San Vito, Santa Caterina sullo Jonio, Satriano, Sellia Marina, Sersale, Squillace, S. Pietro Apostolo, Stalettì, Vallefiorita, Zagarise.


18 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA COSENZA L’ex Galati spinge verso Berlusconi. Gli altri fiutano e non si sbilanciano. Ma lo Scudocrociato “tira” tantissimo

Tutti pazzi per l’Udc...che però non sceglie L’unica cosa certa è che dove ci saranno i fratelli Gentile non ci sarà Roberto Occhiuto COSENZA — L’unica cosa certa è

che dove ci saranno i fratelli Gentile non ci sarà Roberto Occhiuto. Senza scomodare “il diavolo e l’acqua santa” ma la sostanza quella è. I perché non mancano, la storia è lunga e non è qui certo il caso di ripercorrerla tutta, tant’è intrisa di cosentinità al veleno. Giovane, rampante, promettente Roberto Occhiuto ai tempi della militanza comune in Forza Italia. Al punto da “meritarsi” un fuoco incrociato dai “fratelli”. Lo scontro frontale c’è stato tutto, anche feroce e inaspettatamente equilibrato perché Occhiuto non è mai andato sotto i tre zeri in tutte le consultazioni elettorali. Un pericolo, per i “fratelli”. Lo costrinsero in qualche modo a migrare, con alterne fortune e cocci dappertutto, alcuni di questi li stiamo ancora raccogliendo oggi. Intendiamoci, tutto può essere nella vita. Ma se dovessimo vedere un giorno Roberto Occhiuto salire “sincero” su un palco a chiedere voti per uno dei “fratelli” vorrà dire che ha indossato una maschera che gli somiglia. E chissà a quale prezzo. Ma non avverrà ed è questo l’unico punto “fermo” nella Palestina senza patria degli udiccini versione conterranea. Tolta questa equazione negativa, può accadere di tutto perché non c’è odissea peggiore che rimanere senza potere e senza partito in un solo colpo. Casini li ha costretti di suo a farsi il giro di tutte le feste di partito, in agosto. E loro, versione calabrese più abituata a dividersi assessorati e poltrone di governo, l’hanno preso sul serio il viaggio catartico verso nuove sponde. Anche perché le offerte non mancano ed è solo sufficiente non scegliere quella sba-

gliata, il trappolone come si dice in gergo. La febbre alta e strategicamente funzionale per l’Udc è iniziata con l’elezione di Francescoantonio Stillitani alla vicepresidenza del consiglio regionale. Anzi, è cominciata prima. L’ha inaugurata come al solito Nicola Adamo, che non fa mistero di considerarsi il Richelieu della situazione. Se c’è da andare ad esplorare, da estendere il raggio d’azione, da fare quattro conti, da gettare una monetina nella fontana di Trevi c’è lui, non c’è problema. È sua l’idea di far votare al Pd Stillitani ben prima che il Pdl sciolgliesse le riserve se far convogliare le schede su Pietro Aiello. Prende contatti con Occhiuto, con Tassone, disegna lo sdoganamento dell’Udc verso spiagge di centrosinistra. Ma il progetto non passa perché dall’altra parte proprio Pino Gentile fiuta il colpo e fa votare pure lui Stillitani. Troppo presto per lasciar scappare candidamente l’Udc senza nemmeno salutarsi a dovere. E poi con tutte le partite in giro che verranno, non si sa mai. E così Stillitani fa il pieno, da destra e da sinistra. Nessuno avrebbe preso più schede di lui, in quel momento. E vorrei vedere. Sul petto porta lo Scudocrociato, mica niente. Che sarà anche senza patria e senza confini, ma “tira” moltissimo di questi tempi. E cosa non si fa, per l’Udc. Non c’è mattina che un’impresa editoriale non tenti di portarlo ora tra le braccia dei Gentile, ora tra quelle di Adamo e Minniti. E così puoi trovare facilmente nelle locandine un’ipotesi udiccina nella kermesse del Pd di Santa Trada. Così come in una convenction del

Roberto Occhiuto

Pdl magari in un bosco del Savuto. Tutti vogliono l’Udc. Lo cerca chi vuol vincere alla Provincia di Cosenza. Lo cerca chi asfalta progetti per le Regionali. Lo cerca quotidianamente chi dà le carte in consiglio regionale. Sono tutti pazzi per l’Udc. Che nel frattempo, però, non sceglie e non sa che pesci prendere. L’ex Galati, ormai parlamentare del Pdl ma tutt’ora azionista con buone quote nell’Udc, spinge verso Berlusconi. Occhiu-

Tutto è iniziato con l’elezione di Francescoantonio Stillitani alla vicepresidenza del consiglio regionale

to fiuta e sta a guardare, non si sbilancia. Nel frattempo Chiappetta lancia segnali d’allarme, Talarico fa più o meno lo stesso, Tassone sente Adamo al telefono con un orecchio ma dice che se amore tornerà è con il Pdl e Michele Trematerra, forse colto dal pragmatismo tipico della presila, getta la palla in calcio d’angolo e la butta sui contenuti… «Mentre la Calabria è ultima in Europa, non mi pare che la cosa più saggia per le forze politiche sia di contrapporsi sul percorso che dovrà portare al nuovo governo della Regione nel 2010. È un copione già visto. Vedere gli uni contro gli altri, e tutti polemizzare con noi, perché noi intendiamo capovolgere i termini del dibattito. Ecco perché a chi ci invita a esporci su un fronte o sull'altro, noi rispondiamo: parliamo di cose da fare, di problemi da affrontare, di obiettivi da conseguire. Non è solo questione di centrosinistra o centrodestra, come ha già sostenuto Talarico. Noi poniamo oggi una questione di rinnovamento della politica e di nuovo approccio con i problemi come condizione preliminare per concretizzare una buona amministrazione. Se cosi non fosse, anche l'impegno in politica per moltissimi di noi risulterebbe poco accattivante, specie per chi intende la politica non come un fine, ma come un mezzo per risolvere i problemi». E bravo Trematerra junior da Acri. Il “senatore” Gino, il padre, non ce l’avrebbe fatta al posto suo. Non sarebbe riuscito a metter giù quattro righe in cui si vuol lasciare intendere che l’importante non è vincere, ma partecipare… Domenico Martelli

COSENZA Morelli sull’Annunziata Il consigliere regionale del gruppo di Alleanza Nazionale, Franco Morelli, in una interrogazione a risposta scritta indirizzata al Presidente della Giunta regionale, in relazione all’istituzione del laboratorio di emodinamica presso la Divisione di Cardiologia dell’Ospedale “Annunziata” di Cosenza, chiede di sapere «se il Direttore generale Cesare Pelaia, intenda utilizzare quanto necessario della somma stanziata dalla Giunta regionale per dotare il reparto di cardiologia delle tecnologie indispensabili per effettuare un servizio qualitativamente e quantitativamente adeguato». Morelli, nella sua interrogazione, pone l’accento sugli aspetti «della moderna gestione della cardiopatia ischemica, soprattutto acuta, ormai fondata sull’attività di emodinamica interventistica, in grado di ridurre significativamente la mortalità rispetto alla sola terapia medica. Tenuto conto - prosegue Morelli - che il Piano per l’emergenza cardiologica realizzato dal consulente dell’assessorato alla salute, prof. Franco Romeo, indica come necessaria la realizzazione di un laboratorio di riferimento per tutto il territorio provinciale presso la divisione di cardiologia dell’Annunziata, è necessario conoscere al più presto il tipo di iter amministrativo che la direzione generale dell’ospedale intende attivare per conseguire l’obiettivo indicato, e cioè l’istituzione dell’emodinamica a Cosenza, nel minor tempo possibile, al fine di ridurre l’ormai inaccettabile gap di trattamento terapeutico».

COSENZA Il Segretario di Italia di Mezzo evidenzia le «contraddizioni di Oliverio» COSENZA Il gruppo di destra al consiglio provinciale attacca anche l’assessore Morcavallo

Gaudio: «E’ caos nel Pd» Pdl: «Oliverio non ha un progetto» COSENZA — «Le recenti notizie sulle “grandi manovre” elettoralistiche del Pd cosentino in vista della prossima competizione per le provinciali confermano il grande caos di un partito che non c’è, teso soltanto verso la costruzione di cartelloni elettorali che hanno l’unico fine di intercettare quanti più voti possibili per mezzo della frammentazione dei gruppi e dei partiti, ma con buona pace dei sogni veltroniani della semplificazione e del bipolarismo». Ad affermarlo è Fabio Gaudio, Segretario cittadino di Italia di Mezzo, che evidenzia le grandi contraddizioni del progetto di Mario Oliverio che sembra voler mettere in campo ben dodici liste di cui addirittura quattro dello stesso Partito Democratico. «Ci troviamo di fronte ad una vera e propria presa in giro dell’elettorato, con un disprezzo senza precedenti dell’indicazione uscita dalle urne lo scorso aprile rispetto al gradimento dei calabresi di un quadro politico semplificato», continua Gaudio che rimarca «la grande confusione interna nello stato maggiore del Pd, con gravi ripercussioni per gli enti amministrati dal centro sinistra, il cui immobilismo colpevole ricade sulle spalle dei cittadini». Per il Coordinatore cittadino di Italia di Mezzo, «la strategia di Mario Oliverio conferma che il Presidente uscente della Provin-

cia di Cosenza continua a perdere pezzi ed ha una grande paura di essere battuto dal centro destra. Una situazione chiara da tempo aggiunge Fabio Gaudio -, che rimarca l’assenza del Gruppo unico del Pd fra i banchi del Consiglio Provinciale e sottolinea la grande fretta dell’auto candidatura dello stesso Oliverio, che «attraverso la polverizzazione del voto ed il classico gioco con sette mazzi di carte, punta a farsi i “fatti suoi”, dimostrando di non avere recepito il messaggio di rinnovamento espresso dalla gente, e tradisce gli impegni assunti con le famose primarie in cui hanno chiesto addirittura il pagamento di un euro promettendo la costruzione di un grande partito. Una beffa - conclude Gaudio -che alla prova dei fatti viene smascherata definitivamente e che sarà punita dagli elettori con il voto di primavera». Fabio Gaudio ribadisce ancora che «le recenti notizie sulle “grandi manovre” elettoralistiche del Pd cosentino in vista della prossima competizione per le provinciali confermano il grande caos di un partito che non c’è, teso soltanto verso la costruzione di cartelloni elettorali che hanno l’unico fine di intercettare quanti più voti possibili per mezzo della frammentazione dei gruppi e dei partiti, ma con buona pace dei sogni veltroniani della semplificazione e del bipolarismo».

COSENZA — «Ci si chiede quale sia “l’ampio progetto sponsorizzato dal Presidente Oliverio per valorizzare il Centro Storico di Cosenza”, incautamente strombazzato dal suo Assessore all’Edilizia Scolastica Oreste Morcavallo». Ad affermarlo è il gruppo del Pdl in Consiglio Provinciale, che si dice «stupito da simili alterazioni della realtà da parte di un rappresentante delle istituzioni che pur di portare acqua al proprio mulino dimentica - oppure finge di dimenticare - il grave isolamento ed il degrado in cui versa la Città Vecchia proprio a causa dell’incuria e del malgoverno della Giunta Provinciale e del Sindaco Perugini». «Chi si loda s’imbroda - continuano i Consiglieri Provinciali del Pdl - e chi lo fa dovrebbe quantomeno conoscere la realtà di cui parla, perché l’allarme sulle condizioni del Centro Storico e sulla situazione di abbandono di cui è incolpevole vittima, della quale ne fanno le spese i residenti ed i commercianti, è stato lanciato proprio ultimamente da più parti - non ultimi gli organi di stampa, e chiama in causa proprio la mancanza di una strategia e di un serio progetto di Comune e Provincia per il suo effettivo rilancio». Secondo il Pdl «è davvero “curioso” che l’Assessore Provinciale all’Edilizia Scola-

stica richiami il restauro dei Palazzi del Centro Storico, proprio nel momento in cui l’acquisto del ferrovecchio di Vaglio Lise ha definitivamente certificato la reale volontà di Mario Oliverio di spostare l’asse della sua politica a nord di Cosenza, tradendo gli impegni programmatici assunti con gli elettori». Una “gaffe”, quella di Morcavallo, che secondo i Consiglieri Provinciali dimostra

«Oliverio vuole spostare l’asse della sua politica a nord, tradendo gli impegni assunti con gli elettori» non solo la distanza dell’Assessore dalla stessa realtà cosentina, ma che rende evidente la confusione che ha in testa rispetto alla politica portata avanti dall’esecutivo di cui egli stesso fa parte, «forse a causa delle troppe frequentazioni romane, in cui si reca spesso in “gita scolastica”, e che non consentono di riuscire a trovarlo nei locali dell’Assessorato ed in nessun altro posto, a meno di

non andare a “Chi l’ha visto” per ricercarlo. Ed a proposito di Edilizia scolastica, nelle rare volte in cui si trova a Cosenza aggiunge il Gruppo di opposizione - si consiglia a Morcavallo di andare a dare un’occhiata di fronte agli uffici provinciali di Via Galliani, negli uffici del Csa dove ha lasciato i dipendenti senza neppure l’aria condizionata; così come, nella sua qualità di componente della Giunta, gli si chiede di andare a vedere in quali condizioni sono costretti a lavorare molti uffici e dipendenti della stessa amministrazione provinciale. Il Gruppo del PDL stigmatizza questo modo di fare politica da parte di chi occupa una poltrona importante senza che i cittadini sappiano chi rappresenta, dal momento che «non è dato sapere a quale forza politica si richiami l’algido ed immodesto assessore, il quale non ha però ancora deciso che cosa fare da grande». Ma sarà il voto di primavera a decidere che cosa non faranno più Morcavallo ed i suoi amici - concludono i Consiglieri Provinciali -, che si dicono certi della bocciatura elettorale di una Giunta che ha collezionato soltanto guasti ed inadempienze non più tollerabili, il cui esempio più eclatante rimane la mancata adozione del Piano Provinciale per la raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 19

CALABRIA CATANZARO L’intervento del presidente degli industriali calabresi, Umberto De Rose, che critica i silenzi dei parlamentari

«Federalismo, troppi rischi per il Sud» «Fino a ieri l’unica voce a difesa della nostra regione è stata quella del governatore Loiero» CATANZARO — «Finalmente qualcosa si muove!» E' questo il commento del presidente degli industriali calabresi Umberto De Rose alle dichiarazioni che qualche deputato sta cominciando a rilasciare sulle questioni relative agli effetti del federalismo ed alla penalizzazione che la Calabria ed il Mezzogiorno ne subirebbero complessivamente dalla sua applicazione. «Già al varo della manovra finanziaria del Governo, - ha dichiarato De Rose, - avevamo posto l’accento ed evidenziato come tutte le azioni messe in campo oltre che le iniziative in cantiere del Governo, avessero, come unico denominatore comune, la forte penalizzazione del Mezzogiorno e della Calabria. Avevamo anche sottolineato come il disegno sul federalismo fiscale rischiasse e rischi tutt'oggi di portare in un tunnel senza ritorno la nostra regione ed avevamo chiesto un sussulto d'orgoglio

Umberto De Rose

alla classe politica e proposto una forte unità che andasse oltre gli schieramenti per evitare i devastanti effetti delle scelte nazionali sullo sviluppo e sul futuro della nostra regione. Fino a ieri

con coraggio ma anche in perfetta solitudine l'unica voce che si era levata a difesa delle ragioni della Calabria era stata quella del Presidente della Giunta Loiero. Oggi registriamo, almeno spero, l'affermarsi di una consapevolezza più marcata rispetto al passato, dei rischi che corre la nostra regione, perché non ci si deve lasciare ingannare dall'assunto secondo il quale basta razionalizzare la spesa e spendere meglio per avere gli effetti positivi di un federalismo fiscale che in verità non sembra portatore né di autonomia né di maggiore trasparenza. Dal canto nostro, - ha concluso De Rose, - non possiamo che rilanciare l'idea di lavorare uniti ed insieme, pur nella distinzione dei ruoli di ciascuno, per lo sviluppo della nostra terra, poichè è solo attraverso l'affermarsi di una nuova coscienza che si potrà portare qualcosa di nuovo e più positivo per il futuro».

CATANZARO Il commento del senatore del Pdl, Vincenzo Speziali, sulle critiche del centrosinistra

«Scuola, la riforma Gelmini è giusta» CATANZARO — «È francamente inconcepibile che alcuni esponenti del centrosinistra, dopo la sonora bocciatura del sistema scolastico italiano ad opera dell'Ocse, paventino, con sprezzante ironia, un ritorno alla “civiltà contadin“ o un futuro di balilla per i nostri scolari». È quanto afferma il senatore del Pdl, Vincenzo Speziali, segretario della Commissione Finanze e Tesoro di Palazzo Madama. «Prima di avventurarsi in simili idiozie - prosegue - sarebbe opportuno documentarsi sui termini della questione, soprattutto sulle dinamiche sindacali che portarono alla riforma del 1995 quando, a fronte di un generalizzato crollo demografico, gli organici della scuo-

Vincenzo Speziali

la elementare aumentarono del 40% e venne inaugurata l'attuale gestione a moduli. La riorganizzazione prevista dal Ministro Gelmini non produrrà alcun effetto negativo per gli alunni e per le loro

famiglie; sarà salvaguardato il tempo pieno, se non addirittura aumentato, e sarà garantita la presenza di figure educative specializzate per l'insegnamento di quelle materie tecniche come la lingua straniera, la musica e l'educazione fisica. L'introduzione del maestro unico consentirà ai bambini che si affacciano per la prima volta sul mondo scolastico, di trovare un punto di riferimento in grado di seguirli in maniera coerente durante l'intero ciclo educativo. Ciò faciliterà il loro processo di apprendimento e - conclude Speziali - razionalizzerà l'organizzazione della pubblica istruzione, avvicinando la realtà scolastica italiana a quelle degli altri paesi europei».

REGGIO CALABRIANella giornata di domenica ha avuto luogo il passaggio di consegne

Il saluto dei carabinieri al Maresciallo Falconieri REGGIO CALABRIA — Il Comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria saluta il Maresciallo Falconieri. «Il Maresciallo Ordinario Massimo Falconieri, - si legge in una nota - lunedì 08.09.2008, ha lasciato il Comando della Stazione di Stilo per raggiungere la nuova, prestigiosa ed operativamente impegnativa sede in cui è stato trasferito: la Stazione Carabinieri di Badolato (Cz). Il Maresciallo era giunto al presidio di Stilo il 04 agosto del 2003, proveniente dalla Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Firenze, e subito si era distinto per l'impegno che profondeva nell'affrontare la nuova esperienza nell'Arma territoriale al servizio del cittadino. Dopo 4 anni di “affiancamento” al Maresciallo Capo Antonio Grandinetti, nel settembre del 2007 ha assunto il comando della Stazione di Stilo. In questo periodo ha ben messo a frutto l'esperienza maturata portando avanti una costante azione

Il Maresciallo ha lasciato la Stazione di Stilo per raggiungere la nuova sede di Badolato di controllo del territorio e mettendo a segno incisivi colpi contro quei fenomeni delinquenziali più “sentiti” dalla gente comune: contrasto al pascolo abusivo, controlli sulla macellazione clandestina, lotta agli abusivismi edilizi e mirate azioni di controllo su quei soggetti d'interesse operativo, gravitanti nei tre comuni della circoscrizione, Stilo, Pazzano e Bivongi. Qualsiasi cittadino, bussando alla porta della Caserma, ha sem-

pre trovato nel Maresciallo Falconieri “una persona amica”, un militare dell'Arma, che ha saputo ascoltare, consigliare e, all'occorrenza, risolvere il problema. Dopo aver ben lavorato in questi 5 anni nel presidio dell'alta vallata dello Stilaro, ricevendo tanti attestati di stima e solidarietà per l'impegno quotidiano profuso, il Maresciallo Falconieri, sia per motivazioni di carattere familiare che per esigenze di servizio, è stato trasferito a più impegnativa Stazione del catanzarese; forte del suo bagaglio d'esperienza e delle sue doti umane, è certo che anche a di Badolato il predetto saprà distinguersi per impegno e professionalità. Nella giornata di domenica ha avuto luogo il “passaggio di consegne” e, al Maresciallo Ordinario Massimo Falconieri, è subentrato il Maresciallo Salvatore Misiti, sottufficiale che già da alcuni mesi presta servizio a Stilo e che ora ne assume il comando».

Per Gioia Tauro arriva la conferma di porto leader nel Mediterraneo GIOIA TAURO — «Gioia Tauro si conferma porto leader nel Mediterraneo». Si legge in un comunicato. «Il porto continua a segnare primati. Crescono i volumi di traffico nell'infrastruttura portuale calabrese, fiore all’occhiello dell’intera regione. Le merci movimentate al 31 agosto 2008 si assestano su un parziale di 2.432.045 Teus, registrando un aumento, rispetto al 2007, anno dei record per quanto riguarda i volumi di traffico, con un aumento del 1,7%. Il mese di agosto, poi, è stato il mese dei records con un volume di traffico pari a 336.703 Teus: il valore più alto in assoluto registratosi dall'inizio delle attività

del terminal Mct. Molto positivo l'andamento nel settore della movimentazione delle automobili che si assesta in questi primi sette mesi del 2008 su 247.222 unità contro i 94.435 registrato nello stesso periodo del 2007, con un aumento dei volumi di traffico del 161% e la prospettiva di raggiungere entro la fine dell'anno un record sfondando quota 333.000 auto movimentate. La Ico-Blg ha siglato un nuovo accordo con la General Motors, azienda statunitense leader nella produzione di autoveicoli presente in tutto il mondo, che porterà nello scalo calabrese una movimentazione aggiuntiva di circa 80.000 100.000 mila auto».

Le iniziative della Cia Calabria per il settore dell’agricoltura CATANZARO — Si è riunita a Catanzaro la Direzione regionale della Confederazione Italiana Agricoltori della Calabria, con all’ordine del giorno: esame della situazione politica ed economica della regione, discussione e approvazione del programma di lavoro della Cia per i prossimi mesi. «Il Presidente Giuseppe Mangone - spiega una nota - si è soffermato sullo stato in cui versa il settore, evidenziando che dopo il trend di crescita registratosi nel 2000-2006 (Valore Aggiunto + 3,2% - produzione agricola + 2,2%, media annuale), nel 2007 si è avuta una flessione della produzione complessiva determinata dal calo degli agrumi (-17,9%) e delle olive (- 7,8%). I due settori, insieme, rappresentano il 57% del valore. Nel primo semestre del 2008, non vi sono ancora significativi segnali di ripresa, mentre la siccità che si protrae, ormai, da diversi mesi rischia di aggravare la situazione soprattutto per il vino e l'olio. In crescita, invece, la diversificazione produttiva delle aziende e le attività collaterali quali: agriturismo, fattorie didattiche

e turismo rurale. Il Psr secondo Mangone, può essere una importante occasione per segnare una possibile ripresa degli investimenti. A questo proposito la Cia, attraverso le iniziative e la propria struttura di servizi “Agricoltura è Vita”, ha fatto e farà per intero la propria parte per essere riferimento degli agricoltori che vogliono cimentarsi con questa opportunità. Per rilanciare l'iniziativa politica la Cia Calabria ha previsto di tenere un fitto calendario di iniziative. Di queste le più imminenti sono: 12 settembre, seminario regionale sulla zootecnia; 14 settembre, Scandale (Kr) giornata nazionale del Biologico; 16 settembre, ore 18, Simeri Crichi presentazione del progetto: “Campo Scuola - in Campo con la Cia”che si terrà dal 29 settembre all'11 ottobre a Brognaturo Vv); 18-21 settembre partecipazione Festa nazionale dell'Agricoltura a Genova; 2324 settembre, seminario e presentazione del Progetto Se. Ta (Servizi Telematici per l'Agricoltura) Lamezia Terme; 26 settembre, seminario sulla Bonifica in Calabria.

Cambio della guardia al vertice della guardia di finanza di Reggio REGGIO CALABRIA — Un giorno

importante, quello di oggi, per il comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria: Oggi, infatti, alle ore 12.00, presso la caserma “S. Caravelli” - sede del Comando Provinciale di Reggio Calabria delle fiamme gialle, avrà luogo la cerimonia di avvicendamento tra il Colonnello Francesco Gazzani, cedente, ed il Colonnello Alberto Reda, subentrante, al comando delle fiamme gialle reggine. A darne comunicazione, il comandante provinciale (Col. t. I. s. S. m. I.) Francesco Gazzani. «La cerimonia - si legge nel comunicato - sarà presieduta dal

Generale di Brigata Gaetano Giancane, Comandante del Comando Regionale “Calabria” di Catanzaro. Alla stessa parteciperanno tutti gli Ufficiali alla sede e tutti i Comandanti dei reparti dipendenti dislocati nell'ambito di questa Provincia, nonché i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia delle Sezioni di Reggio Calabria, e Locri e Gioia Tauro.

Appuntamento ore 12 presso la caserma S. Caravelli


20 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Una lunga querelle in merito alla gestione dell’area a verde pubblico ubicata in via Gioacchino da Fiore

Un’aiuola “contesa” con il Comune Maurilio Minervini: «Se la situazione non verrà chiarita passeremo alle vie legali» CATANZARO — «Se la situazione non verrà chiarita passeremo alle vie legali», è con queste parole che Maurilio Minervini, amministratore della ditta catanzarese “Informatics and office srl, prodotti per l’informatica e l’ufficio” esprime il suo disappunto in merito alla gestione dell’area a verde pubblico ubicata in via Gioacchino da Fiore, di fronte al Benny Hotel. E’ di soli due giorni fa il telegramma inviato al settore marketing urbano del Comune di Catanzaro con cui si comunica, tra le altre cose, che «è stata chiusa l’acqua per cui il manto erboso volge a colorazione giallastra - è scritto - [... ]. Attendiamo soluzioni e riscontro» e qualora non arrivassero «attiveremo - prosegue il telegramma - azione legale per risarcimento danni patiti ivi compresi danni immagine nostra società». Ma andiamo con ordine per ricostruire i fatti di questa intricata vicenda. Il 4 ottobre del 2007 il signor Maurilio Minervini, in qualità di rappresentante della ditta “Informatics and office” chiede al Settore Marketing Urbano del Comune l’affidamento della gestione di un’area verde «a totole cura e spese, senza alcun costo - è scritto nella richiesta - o qualunque altra tipologia di onere o responsabilità a carico dell’Amministrazione comunale» e «la possibilità di pubblicizzare l’intervento eseguito mediante l’istallazione di quattro cartelli». Dopo la richiesta la prima risposta dell’assessorato al Turismo,

L’aiuola in via Giocchino da Fiore

Immagine e Marketing Territoriale del Comune di Catanzaro arriva il 26 marzo del 2008 con cui si comunica al privato che «si riserva di assegnare l’area in questione ad ultimazione dei lavori e previo adempimento di tutti gli atti amministrativi necessari e propedeutici». Mentre il 6 giugno arriva l’accordo di affidamento dell’aiuola in questione, i primi problemi arrivano poco più di un mese dopo, il 10 luglio, quando il Settore Igiene Ambientale del Comune comunica al signor Minervini e al settore marketing urbano dello stesso ente il “mancato falcio dell’erba dell’aiuola sita difronte il Motel Agip”. «Questo settore - si legge nella missiva - è dovuto intervenire nel me-

se in corso per la rasatura dell’erba dell’aiuola, in quanto la stessa si presentava con ampie zone maltenute [... ] Alla luce dei fatti sopra esposti la s. v. è tenuta ad osservare in toto le disposizioni dettate dal disciplinare, anche per non incorrere alla sospensione e/o revoca dell’affidamento». L’Informatics and Office risponde, respingendo «in toto le argomentazioni mosseci [... ] solo da un mese e 9 giorni è stata accettata la nostra richiesta di affido [... ]. Ora in base al principio di trasparenza e correttezza, che dovrebbe essere alla base di ogni rapporto tra le P. a. e i cittadini in generale siano o no soggetti d'imposta, è lapalissiano che chiunque, nella fase iniziale, ne-

cessita di un periodo di vacatio per organizzare al meglio il lavoro affidato. Invece il settore Igiene dopo un mese ha formalizzato una immotivata protesta con addirittura minaccia di revoca. La vacatio, però non è stata da noi utilizzata, in quanto dopo pochi giorni, e precisamente in data 11/06/08, constatato lo stato di completo abbandono dell'area verde, due nostri incaricati hanno lavorato per ben 6 ore per falciare l'erbacce, zappare e radere l'erba portando in condizioni di assoluta gradevolezza l'aiuola da poco affidata. Dopo circa una settimana, senza alcuna necessità, da parte del settore Igiene Ambientale è stata eseguita una parziale rasatura dell'erba. Successivamente i nostri operatori hanno eseguito un altro intervento di manutenzione e il lavoro svolto ha avuto il largo apprezzamento dell'assessore Talarico, che constatato il buon lavoro svolto ha invitato il nostro amministratore a proporre istanza per l'affidamento delle altre aiuole circostanti. Per quanto riguarda sopra appare più eclatante la speciosità della lettera a firma dell'ing. Mauro, allorquando si può facilmente constatare la non idonea cura delle aiuole circostanti, nonchè di altre zone della città. A mò di esempio e a titolo di protesta segnaliamo la via A. Lombardi, sede della nostra società, ove le aiuole non sono mai state curate e permangono in uno stato di completo abbandono. Diffidiamo

chiunque a ledere la nostra immagine per cui eventuali danni, non escludendo quelli materiali, saranno reclamati nelle competenti sedi». La pen’ultima puntata, dopo il telegramma di qualche giorno fa, è del 2 settembre scorso quando la società privata, in un’ennesima missiva indirizzata all’assessorato al Turismo, Immagine e Marketing Territoriale del Comune di Catanzaro comunica che «sabato 30 agosto, i nostri giardinieri hanno eseguitoil dovuto intervento di manutenzione sul manto erboso e pulizia generale di tutta l’area. Ieri (1 settembre, ndr), a distanza di sole 48 ore gli operai di Catanzaro Servizi, ancora una volta, sono intervenuti sulla stessa aiuola con un’operazione di rasatura, pur non essendovi niente da tagliare o pulire. Detto intervento ha solo causato il solito stress al manto erboso e stravolto il senso direzionale di rasatura voluto dai nostri giardinieri [... ]. In questa occasione ribadiamo che a nessuno consentiremo di ledere la nostra correttezza e la nostra immagine». Un’aiuola contesa, affidata dal Comune a un privato che ora sta “soffrendo” per i vizi di forma che troppo spesso bloccano la buona volontà degli onesti cittadini che spendendo soldi propri hanno deciso di dare un servizio alla città facendo, inoltre, risparmiare soldi all’intera comunità. Claudia Vellone

«Disinfestata la zona nord della città»

Catanzaro, negli uffici provinciali dell’Aci i servizi si possono pagare col bancomat

CATANZARO — Riceviamo e pubblichiamo una nota di Franco Maruca, consigliere della I circoscrizione di Catanzaro sul servizio di disinfestazione effettuato nella notte tra martedì e mercoledì nella zona nord della città: «E’ di qualche giorno fa la richiesta avanzata unitamente al consigliere comunale Antonio Gigliotti al reparto prevenzione dell’Asl per un pronto intervento di disinfestazione del territorio della I Circoscrizione. Devo ri-

CATANZARO — A partire da questo mese, il pagamento dei servizi offerti dagli uffici provinciali dell'Automobile Club d'Italia potrà avvenire, oltre che in contanti, anche attraverso il bancomat. Senza nessun costo aggiuntivo sarà possibile ottenere allo sportello passaggi di proprietà, radiazioni, visure, iscrizioni di veicoli nuovi al Pra (il Pubblico Registro Automobilistico), estratti cronologici e tanto altro ancora.

CATANZARO Franco Maruca, consigliere della I circoscrizione, sull’operazione effettuata nella notte di martedì

«Un'operazione per combattere la fastidiosa presenza di zanzare favorita dall'esistenza di vaste aree di verde»

Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

COMUNE DI POLISTENA (Prov. di Reggio Calabria) Avviso di conclusione della conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto relativo alla “ristrutturazione ex foro Boario da adibire a Centro Aziendale sito in C/da Villa in variante al vigente PRG” IL RESPONSABILE DEI SERVIZI TECNICI Vista la Legge Regionale n. 19/2002, art. 14 e s.m.i. RENDE NOTO che in data 30.06.2008 si è conclusa la Conferenza dei servizi ed è stato approvato il Progetto relativo “alla ristrutturazione ex foro Boario da adibire a Centro Aziendale sito in C/da Villa in variante al vigente PRG”. Si indica, inoltre, che tutti gli atti relativi alla conferenza dei Servizi sono consultabili presso la Ripartizione Servizi Tecnici - Ufficio del Responsabile del Procedimento geom. Luigi Borgese. Polistena, 02.09.2008 Il Responsabile del Procedimento (geom. Luigi Borgese)

Il Capo Ripartizione Servizi Tecnici (arch. Luigi Cannatà)

conoscere che la risposta, grazie anche alla sensibilità del Sindaco Rosario Olivo e dell’Assessore Lorenzo Costa, non si è fatta attendere a lungo. Questa notte (martedì 9 settembre, ndr), infatti, gli operatori dell’Asl, in mia presenza e coordinati dai responsabili dell'Assessorato all'ambiente del Comune, hanno provveduto a disinfestare sia le vie principali che le stradine secondarie dell'intero territorio della zona nord della città. L'operazione si è resa necessaria per combattere la fastidiosa presenza di zanzare favorita dall'esistenza di vaste aree di verde e di zone umide che forniscono riparo alle larve dei fastidiosi insetti che, con il loro ronzio e le fastidiose, ed a volte anche pericolose, punture continuano a disturbare il riposo notturno dei residenti. La disinfestazione ha interessato buona parte del quartiere Stadio ed è proseguita poi per viale Pio X, il quartiere di Pontepiccolo ed è continuata per tutta la notte anche in via Bambinello Gesù e sul territorio di Pontegrande. Nei giorni scorsi il settore aveva già provveduto a spruzzare con le loro apparecchiature l'altro versante di competenza della I Circoscrizione, dove in alcune vie, come via Miraglia, è stata eseguita una radicale disinfestazione e per la quale, inoltre, l'Amministrazione comunale ha già dato disposizione per l'allestimento di un impianto nuovo di zecca per l'illuminazione pubblica che andrà a migliorare l'attuale situazione. Sento pertanto il bisogno di ringraziare gli operatori dell'Asl, il personale dell'Assessorato all'ambiente del comune, l'Assessore Lorenzo Costa ed il Sindaco Rosario Olivo per l'attenzione e la tempestività verso la richiesta avanzata e per la sensibilità che continuamente dimostrano di avere nei confronti della salute dei cittadini e dell’ambiente in cui vivono».

Per il momento non è previsto il pagamento con carta di credito. Si tratta di un altro importante passo avanti nella semplificazione del rapporto fra Pubblica Amministrazione e cittadini, un tema particolarmente caro all'Aci, che proprio per questo è stato recentemente inserito dal ministro Brunetta fra i cento esempi di innovazione nella P. a. r. c.

Pubblicità

Scoperto negli U.S.A. il preparato ad uso topico che favorisce l’erezione peniena

Erezione del Pene? Prova Gratis* l’Efficacia di «Stimoxina®» Trattamento prova gratuito* in Farmacia La pomata non può intervenire nella cura di patologie quali le disfunzioni erettili ma applicata localmente sui genitali di utilizzatori sani alimenta la stimolazione sensoriale coadiuvando le erezioni del pene NEW YORK - A New York sono stati resi noti i risultati dei test di autovalutazione, compiuti sull’ultimo ritrovato ad uso topico, che massaggiato direttamente sul corpo del pene di volontari sani, si è dimostrato efficace nel favorire l’erezione fisiologica del pene. L’innovativo preparato è arrivato anche nelle farmacie

italiane grazie alla società Lloyd Pharma di Londra. Il nome del trattamento è “Stimoxina”. Leggere attentamente le modalità d’uso. Non è un farmaco. Utilizzare con il consiglio del farmacista. Nei test effettuati dai ricercatori “Stimoxina” non ha provocato controindicazioni. LLOYD PHARMA

* Ritagli l’articolo e lo consegni in una delle Farmacie concessionarie Lloyd Pharma, riceverà una confezione prova gratuita di “Stimoxina” per favorire l’erezione peniena. Le Farmacie che sono sprovviste dei campioni gratuiti di Stimoxina, potranno richiederli alla Lloyd Pharma. Offerta valida sino ad esaurimento. Scadenza 31/12/2008 (DC)


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 21

CALABRIA CATANZARO Ieri il club ha consegnato un’auto per i pazienti del reparto di Radioterapia oncologica e radiobiologia

La donazione dei Lions al Pugliese Perri: «E’ un gesto di grande umanità, un servizio in più per chi soffre a causa di una grave malattia» CATANZARO — Il Lions club Ca-

tanzaro host ha donato un’auto per i pazienti del reparto di Radioterapia oncologica e radiobiologia del Presidio ospedaliero ”Carlo De Lellis” dell’Azienda Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. La consegna è avvenuta ieri mattina presso la struttura ospedaliera, c’erano a rappresentare il Lions club Catanzaro il presidente Enzo Marincola, il presidente in pectore, Oscar Tommasini, il tesoriere, Vincenzo Corea ed il governatore del sodalizio Giuseppe Iannello, mentre a ricevere il prezioso ed utile dono c’erano il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, Vincenzo Ciconte, il direttore sanitario Giuseppe Perri, il direttore del reparto Radioterapia Oncologica e Radiobiologia, Domenico Pingitore e personale medico e non medico dello stesso reparto. Già circa dieci anni fa un’altra autovettura era stata donata dal Lions alla struttura sanitaria, vettura che ora è stata rottamata e sostituita con questa nuova e più efficiente. Il compito di condurla a Maurizio «che - come sottolineato dal direttore del reparto di Radioterapia Oncologica e Radiobiologia, Domenico Pingitore - è sempre disponibile con i pazienti e con grande spirito di umanità e dedizione svolge un servizio efficiente». E’ dal 1999 che il sodalizio Lions club ha preso a cuore la mission di collaborare con il reparto del dottore Pingitore e alleviare le sofferenze degli ammalati. In quella data infatti inizia il percorso del reparto di Radioterapia Oncologica e Radiobiologia, una sezione dell’Ospedale che oggi è veramente un fiore all’occhiello nell’intera regione e, come dichiarato dal direttore generale dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio, Vincenzo Ciconte, in tutto il Meridione. In effetti si tratta di un reparto veramente all’avanguardia ed il personale che vi lavora oltre ad una grande professionalità mette a disposizione il cuore per aiutare i pazienti. Ha raccontato il dottore Pingitore dell’impegno «di tutto il personale, dell’assistente sociale Franca Caporale per realizzare e divulgare degli opuscoli informativi sulla radioterapia, per dotare il reparto di uno sportello di Psicologia oncologica, e poi l’idea di un autovettura per il trasporto dei pazienti. Quest’ultima subito sposata con grande senso di responsabilità e spirito di solidarietà dal Lions Catanzaro. Un gruppo encomiabile che non finiremo mai di ringraziare». Anche il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Vincenzo Ciconte ha commentato: «Questa è un’iniziativa di grande valore. Un gesto di grande generosità che contribuisce a migliorare la qualità dei servizi di un’azienda che sta puntando proprio sull’innovazione e sull’efficienza, specialmente nei reparti più delicati e importanti dove si curano malattie gravi come i tumori e le malattie cardiovascolari. I nostri sforzi sono concentrati proprio per offrire un servizio sanitario completo ed efficiente e presto questo presidio avrà il nuovo Blocco operatorio, la Rianimazione e il Pronto soccorso». Il presi-

va e spirito di collaborazione tra un ente pubblico e un’associazione privata: «Poter contribuire a migliorare i servizi di un reparto fondamentale dell’Ospedale e già di per se efficiente, e venire incontro alle esigenze di chi soffre, per noi e già motivo di gratitudine. E’ nostra intenzione continuare a collaborare con questa azienda per aiutare chi è meno fortunato». In linea con i due colleghi le dichiarazioni del presidente in pectore del Lions club Oscar Tommasini orgoglioso dell’iniziativa sociale e dell’efficienza del reparto di Oncologia. Infine direttore sanitario Giuseppe Perri: «E’ un gesto di grande umanità, un servizio in più per chi soffre a causa di una grave malattia. E’ motivo di soddisfazione anche per chi lavora in questo reparto, personale medico e non che ha un grande cuore e dota l’Ospedale di un’anima, qui ci si impegna ogni giorno ben oltre le competenze professionali perché entra in campo un grande senso di responsabilità e umanità».

Alcuni momenti della consegna dell’autovettura. Anche il governatore del sodalizio catanzarese Giuseppe Iannello sottolinea l’impegno sociale del Lions e parla di grande iniziativa e spirito di collaborazione tra un ente pubblico e un’associazione privata.

dente dei Lions Enzo Marincola: «Siamo felicissimi di contribuire con una goccia ad alleviare le sofferenze del prossimo. Proseguiremo in questo percorso e continueremo a collaborare con l’azienda ospedaliera, è

nel nostro dna adoperarci nel sociale per migliorare le condizioni di vita di tutti». Anche il governatore del sodalizio catanzarese Giuseppe Iannello sottolinea l’impegno sociale del Lions e parla di grande iniziati-

Vitaliano Marino

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

SPA

è la concessionaria di pubblicità esclusiva dei mezzi : AsteInfoappalti QuiEconomia il Domani della Calabria QuiSardegna Nord e di un qualificato sistema internet come www.aste.eugenius.it | www.calabriacity.com | www.ildomani.it Inoltre rappresenta, per la Calabria, importanti gruppi editoriali nazionali . Nel quadro di un programma di sviluppo della Divisione Pubblicità locale

ricerca

nr. 5 SALES ACCOUNT/ambosessi per le province di

Catanzaro | Vibo Valentia | Crotone | Cosenza | Reggio Calabria ai quali verrà affidato un importante elenco clienti da sviluppare, per prodotto di vendita, nella provincia di competenza. Ricerchiamo diplomati o neolaureati, brillanti e responsabili con spiccate capacità relazionali che dimostrino costanza e tenacia nel raggiungimento degli obiettivi. Offriamo:  la possibilità di entrare in un’azienda innovativa e che da sempre forma i migliori venditori del settore attraverso formazione e supporto costante sul campo;  un importante compenso provvigionale con erogazione di anticipi mensili commisurato alle effettive capacità.  incentivi al raggiungimento degli obiettivi;  mandato Agente Enasarco  sede di lavoro: Calabria Si richiede:  disponibilità all’iscrizione all’Albo Agenti e auto propria.  SEDE DI LAVORO: province di Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone, Cosenza, Reggio Calabria  DIVISIONE AZIENDALE: Vendite Pubblicità Locale  TIPOLOGIA CONTRATTO: Agente di Commercio Inviare dettagliato curriculum vitae a : Mediatag Spa - Selezione Fax : 0961.903421 | Email: info@mediatag.it Località Serramonda- Zona Ind.le , 88040 Marcellinara (Cz) Ai sensi degli articoli n°1 L.903/77 e n°4 L.125/91 questo annuncio è diretto a candidati dell’uno e dell’altro sesso. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/2003. La gestione dei dati avviene nel pieno rispetto del D. Lgs 196/2003 ed in qualsiasi momento l´Interessato potrà esercitare i diritti di cui all´articolo 7.

QUESTO AVVISO È DEDICATO ALLE AZIENDE

Gli annunci di

Ricerca Personale Qualificato Alle aziende costano poco Questo spazio ha un costo di euro 250,00 + iva per 10 giorni consecutivi. Telefona subito per prenotare l’inserzione al numero 0961/996802 ed invia il testo per fax al numero 0961/903421 o tramite posta elettronica e-mail:info@mediatag.it

Mediatag pubblicità una grande area di comunicazione al servizio delle aziende

Affermata azienda trasporti intermodali

SELEZIONA

Figure Commerciali Inviare curriculum presso

Studio Zago via Digione n° 11 35138 Padova (PD)


22 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO E' stata presentata a Cavita la manifestazione dell’associazione nazionale della Polizia di Stato che si svolgerà a Pescara

Il IV raduno nazionale dell’Anps Presenti i presidenti Emilio Verrengia, Franco Greco, Demetrio Muselmo, Enzo Flotti e Germano Pileggi CATANZARO — E' stato presentato, presso il centro Polifunzionale della Polizia di Stato di Cavita, il IV raduno dell'Anps (associazione nazionale della polizia di stato) che avrà luogo il 13 e il 14 settembre a Pescara. Le sezioni calabresi saranno protagoniste di questa manifestazione che prevede in tutto 113 sezioni partecipanti. All'incontro, moderato da Danilo Colacino, erano presenti: il presidente dell'Anps Catanzaro, Emilio Verrengia, il presidente della sezione di Cosenza, Franco Greco, il presidente dell'Anps di Reggio Calabria, Demetrio Muselmo, Il presidente della sezione di Crotone, Enzo Flotti e il rappresentante della Polizia stradale, Antonio Provenzano. Alla conferenza vi erano anche Germano Pileggi, presidente dell'Anps di Lamezia Terme, un gruppo di rappresentanti della sezione di Palmi, il presidente dell'Anps di Aosta e Don Franco, cappellano della Polizia di Stato di Catanzaro. Il quarto raduno nazionale dell'Anps si svolgerà in due giornate. Durante al prima (il 13 settembre): alle 16,15 verrà deposta una corona ai caduti nella piazza centrale di Pescara; alle 16 e 30 si apriranno gli stand espositivi in piazza della Rinascita; alle 17 è prevista la celebrazione della messa solenne nella chiesa di San Pietro e alle 19 il grande concerto della famosa e apprezzata Banda della polizia di stato in piazza della Rinascita. La seconda giornata (il 14 settembre) si aprirà alle 10 con la sfilata dei reparti della Polizia di Stato e delle sezioni Anps d'Italia su Lungomare Matteotti e Viale della Riviera. «Il sottotitolo di questo quarto raduno - spiega Emilio Verrengia - è: "Ricordare il passato per costruire il futuro". Questo vuole essere uno stimolo a continuare il nostro lavoro al servizio dei cittadini. L’Anps non è un'associazione costituita solo da poliziotti in pensione ma anche da tanti che sono ancora in servizio e dai molti simpatizzanti della Polizia di Stato. La sezione di Catanzaro ha un numero significativo di componenti che svolgono molte attività, dal volontariato allo sport. C'è un vincolo di solidarietà tra noi e tutti i cittadini. Questo raduno sarà anche un'occasione di confronto. Saremo in otto mila a sottolineare l'importanza di questi raduni. Vorrei - continua Verrengia ringraziare il Questore e gli enti locali, Comune e Provincia, che hanno reso possibile questa nostra partecipazione al raduno e che ci aiutano a svolgere la nostra attività sul territorio. La Polizia di Stato svolge un opera di prevenzione ma anche di educazione alla legalità. Sono molto soddisfatto della fiducia che i cittadini stanno sviluppano nei confronti delle forze dell'ordine e per questo vorrei ringraziare il nuovo Questore De Felice, che a pochi giorni dal suo arrivo a Catanzaro sta già svolgendo un ottimo lavoro. Questo quarto raduno deve essere un segno e deve portarci al prossimo incontro che vorremmo organizzare tra tutte le sezioni calabresi e quelle gemellate di Catania e Salerno. Insieme si può dare un messaggio diverso della Calabria, che è anche volontariato e spiri-

«In Calabria l'Anps ha circa 2.000 soci che contribuiscono alla crescita culturale e all'educazione alla legalità. Forte è l’impegno contro la violenza negli stadi» to di abnegazione nei confronti degli altri. In Calabria l'Anps ha circa 2000 soci che contribuiscono alla crescita culturale e all'educazione alla legalità. L'idea per il futuro - conclude Ver-

I protagonisti dell’incontro di ieri

rengia - è quella di andare nelle scuole per parlare direttamente con i ragazzi. Il nostro impegno sarà rivolto anche alla lotta contro la violenza negli stadi». «Stiamo lavorando tutti insie-

me per aprirci alla cittadinanza - ribadisce, invece, il presidente Anps di Vibo Valentia - e questo lo possiamo fare anche grazie agli enti locali. Vorrei cogliere l'occasione per fare un plauso al

CATANZARO Sergio Costanzo chiede apertamente al sindaco quali inziative intende portare avanti per risolvere il problema

«Drammatica la situazione della viabilità» CATANZARO — Interrogazione del

consigliere comunale Sergio Costanzo sulla viabilità cittadina. Costanzo scrive «al Sindaco di Catanzaro Rosario Olivo e all’Assessore al Turismo e politiche del mare Marketing urbano e Trasporti, Roberto Talarico». Di seguito il documento: «Interrogazione Urgente: Stato Lavori di manutenzione della Funicolare e viabilità cittadina. Il sottoscritto Sergio Costanzo Consigliere Comunale di Catanzaro chiede di sapere: Premesso che la città di Catanzaro, città Capoluogo di Regione, vive in particolare negli ultimi anni e nonostante gli ingenti interventi pubblici, il dramma di una viabilità cittadina e di un trasporto pubblico urbano ormai al collasso. Se a questo si aggiunge: la chiusura al traffico su Corso Mazzini con l’istituzione dell’”Isola Pedonale” che dal San Giovanni arriva fino alla Questura (chiusura per la verità poco rispettata), la mancanza di parcheggi e di aree per la sosta a tempo, la chiusura ad intermittenza della Funicolare e la funambolica messa in posa di panchine, cubi di cemento e birilli di vario tipo, il risultato è veramente allarmante. Considerato che l’assessore con la

Sergio Costanzo

delega ai trasporti è anche assessore al Turismo e politiche del mare - Marketing urbano - Innovazioni tecnologiche - Promozione turistica e immagine della Città –promozione e valorizzazione della risorsa mare. Considerato altresì gli innumerevoli impegni ed interessi istituzionali dell’Assessore Talarico: Organizzazione della Notte Piccante, incontri con Ingeneri e tecnici vari per il progetto del Porto di Catanzaro Lido, la sistemazione e il nuovo look urbano della “Bellissima” Piazza Roma; lo smontaggio del suo stabilimento balneare in quel di Montauro; la gestione di tutta la cartellonistica e gli spazi pubblicitari nel Comune e la cura di tutto il marketing e

la pubblicità dell’amministrazione comunale. Tanto premesso e considerato chiedo di conoscere quali iniziative si intendono intraprendere, Pendolo e Metropolitana a parte, per migliorare la situazione drammatica della viabilità cittadina e del trasporto pubblico urbano e soprattutto quali interventi ha previsto o programmato questa amministrazione per risolvere questi problemi atavici. Chiedo altresì di sapere se il Sindaco Rosario Olivo non ritenesse opportuno, vista mole di lavoro cui è sottoposto l’Assessore competente, di interessarsi, lui personalmente, per prendere in mano una questione che urge affrontare con una certa risolutezza e con urgenza. I cittadini reclamano la riapertura immediata della Funicolare (i lavori di manutenzione potrebbero essere eseguiti in orari diversi dal suo funzionamento) e chiedo che oltre ai fiumi di parole sui futuri e avveniristi progetti della città di Catanzaro più volte enunciati alla cittadinanza, vi sia almeno la volontà politico-amministrativa per il mantenimento e il miglioramento di quei servizi e di quelle opere realizzati dalla precedente amministrazione».

Comune di Vibo che ha dato all'Anps degli splendidi locali nel centro della città. Vorrei inoltre sottolineare l'importanza delle figure spirituali per la polizia da sempre legata alla chiesa». «L'Anps è fondamentale per i poliziotti - sottolinea invece Antonio Provenzano - sia quando si lascia il servizio sia quando si è ancora in attività. Le tematiche che si affrontano sono sempre di rilievo. Il nostro compito è quello di garantire ai cittadini un perfetto svolgimento del nostro lavoro e in questo l'associazione nazionale della polizia di stato ci aiuta molto». Dunque grande attesa per questo week end che vedrà tutte le sezioni dei questa associazione ricca di valori a Pescara. L'Anps nasce nel 1968 dalla volontà di un gruppo di pensionati dell'amministrazione della pubblica sicurezza. Il Presidente della Repubblica nel 1970 erige l'associazione ad ente morale. All’Anps si possono iscrivere da sempre tutti i cittadini che abbracciano gli ideali e le finalità dell'Ente, al fine di avvicinare coloro che simpatizzano per la Polizia di Stato. L'Anps ha sul territorio ben 159 sezioni con 32 mila soci ed è da sempre impegnata nell'attività: di formazione, assistenza sociale, tutela dell'ambiente, protezione civile, organizzazione di attività sportive e ricreative, di eventi culturali e commemorativi. L'Anps vuole tramandare gli ideali alle nuove generazioni per garantire una continuità sui principi fondamentali della nostra democrazia quali: libertà, giustizia e legalità. Il raduno di Pescara sarà un altra occasione per rilanciare i valori dell'associazione nazionale della Polizia di stato con l'augurio che il quinto raduno del 2009 possa tenersi proprio in Calabria. Carmela Mirarchi

CATANZARO Sicurezza in via Barlaam «Nella serata di giorno 9 settembre - scrive Lanfranco Nisticò, Consigliere circoscrizionale - si è verificato un brutto incidente in via Barlaam da Seminara e precisamente in corrispondenza dell’incrocio che conduce fino al bivio ex Motel Agip. Ad avere la peggio è stato un motociclista (soccorso dal 118) investito da una autovettura che non si è fermata al segnale di stop. Le due strade in questione sono di competenza dell’Anas e della provincia di Catanzaro. Colgo la spiacevole occasione per rinnovare il mio invito alle autorità competenti di attivarsi per il rifacimento della segnaletica stradale orizzontale oltre che per il potenziamento dell’ illuminazione proprio in quel tratto che appunto, oltre a risultare poco illuminato, E’ completamente carente della soprindicata segnaletica. Già nei mesi passati, recependo le segnalazioni di alcuni residenti, ho avanzato le medesime richieste ufficiali, ma ad oggi la situazione a quanto pare non è affatto mutata. Nel rimanere fiducioso che la mia sollecitazione possa finalmente essere presa nella dovuta considerazione da chi di competenza spero che una volta assunti tutti gli accorgimenti del caso possa diminuire considerevolmente il rischio incidenti».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 23

CALABRIA SANITA’ L’assessore Spaziante ipotizza l’integrazione al posto dell’azienda unica. Ma quali vantaggi dal rinunciare alla fusione?

Pugliese e Mater Domini, nessun passo indietro? A questo punto si dovrà chiarire che fine fa l’accordo Regione-Ministero sul nuovo ospedale CATANZARO — Integrazione e non

più fusione? L’idea di un cambio di marcia su Pugliese-Ciaccio e Mater Domini, è un qualcosa che «stiamo concretamente valutando», dichiara all’Ansa l’assessore regionale alla Sanità Vincenzo Spaziante, precisando che non si tratta di un passo indietro, bensì in avanti, «nella direzione di una migliore organizzazione». Possiamo anche credere che l’integrazione tra le due aziende non incarnerà lo spirito conservatore che aleggia in buona parte della sanità, ospedaliera e universitaria. Ma i dubbi sono legittimi. Almeno fino a quando non verranno chiariti i termini, le regole, gli obblighi alla base della cosiddetta integrazione funzionale. Dubbi sì, dunque, fino a quando non sarà spiegato con conti alla mano in che modo la semplice integrazione sarà più conveniente (in termini economici e organizzativi) rispetto alla fusione di due realtà ospedaliere finora poco comunicanti tra loro, nonostante la vicinanza fisica. Fino a quando la questione non verrà chiarita, scovando il significato vero di parole generiche come “forte integrazione funzionale ”, paiono legittimi alcuni interrogatiREGGIO CALABRIA — La terza Commissione, “Attività sociali, culturali, sanitarie e formative”, presieduta da Pietro Giamborino, alla presenza dell'assessore alla Sanità, Vincenzo Spaziante, ha aperto i propri lavori con l'audizione del rettore dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, Francesco Costanzo. «I rapporti tra sistema sanitario regionale ed università sede di facoltà di Medicina - ha detto Costanzo - è un tema di grande valenza largamente discusso in varie sedi e non ancora risolto in modo univoco ed efficiente sull'intero territorio nazionale». Costanzo, inoltre, ha sottolineato la «coesistenza inscindibile di didattica, ricerca ed assistenza con la capacità di confrontarsi e di integra-

L’ospedale Pugliese

vi. Eccone alcuni: 1) La semplice integrazione sarà figlia in qualche modo di resistenze politiche, sociali e corporative? 2) Non sarebbe più agevole il risparmio aprendo all’Azienda unica, pagando un solo direttore generale anziché di due e accorpando uffici amministrativi, piuttosto che mantenere due realtà aziendali (con due dg) chiamate comunque a condividere professionalità e mezzi? 3) La mancata fusione delle aziende

renderà più difficile la mobilità del personale intesa come funzionale, tra l’altro, allo scambio di saperi medico-scientifici? 4) Con due aziende distinte e separate, sanità universitaria e sanità ospedaliera godranno di maglie più larghe a svantaggio dello scambio di know how? 5) Quanto costerà al servizio sanitario regionale, e dunque ai cittadini contribuenti, il mancato accorpamento aziendale? 6) Perché si è proceduto a fondere le Aziende sanitarie sveltolando la bandiera del risparmio (a parere di molti in forme inopportune per la sanità territoriale) mentre per le due aziende ospedaliere (queste sì da inquadrare in reti più razionali) sembra si voglia seguire una “filosofia” di segno opposto?

Il nuovo ospedale è inquadrato dall’accordo coi Ministeri nell’ambito dell’Azienda unica

A questi interrogativi se ne aggiunge un altro di non poco conto. Che fine farà l’accordo di programma siglato a dicembre 2007 da Regione, ministero della Salute e ministero dell’Economia nel quale è prevista la realizzazione del nuovo Ospedale di Catanzaro, a Germaneto? L’accordo, infatti, apre, con tanto di precise coordinate finanziarie, al nuovo ospedale (al posto dell’attuale Pugliese) ma il tutto nell’ambito della prefigurata creazione dell’Azienda

Francesco Ciampa

Il numero uno dell’Università Magna Graecia ai lavori della terza Commissione regionale

Il rettore: «Favorevoli al nuovo ospedale» re altri saperi, che è la mission del sistema nazionale delle facoltà di medicina». Costanzo, ancora, si è detto «fermamente convinto del mantenimento della diversità delle due grandi realtà sanitarie del Paese, l'Univer-

sità e l'Ospedale, un disegno sanitario evoluto e di livello europeo, capace di garantire risultati eccellenti e di ottimizzare al tempo stesso le risorse economiche esistenti». Il rettore, infine, ha sottoposto alla Commissione la ne-

LAMEZIA Irene Torchia (Fse Cobas) boccia la fusione di As 6 e As 7: «Si spende più di prima»

«L’accorpamento? Solo una beffa» LAMEZIA TERME — «E' paradossale - sostiene in una nota la segretaria territoriale Fse Cobas Irene Torchia - quanto accade presso l'ospedale di Lamezia Terme dopo che la Regione Calabria ha proceduto all'accorpamento (tra As 6 e As 7, ndr), una costosissima operazione (i dati ne danno conferma, si spende più di prima) senza un preventivo progetto di fattibilità adeguato». «Apprendere che l'accorpamento ha portato a una spesa superiore è sconcertante. Su questo punto - prosegue la nota - la Segretaria territoriale Fse Cobas - presenta un'interrogazione, per avere notizia di come il governo regionale intenda agire per evitare, che la brutta figura rimediata dall’Asl, si trasformi in una clamorosa beffa ai danni dei conti della sanità regionale, e se non sia il caso di avviare una indagine interna al fine di accertare eventuali responsabilità amministrative». «A seguito dell'accorpamento - continua Irene Torchia -la nostra Azienda che prima dava delle risposte qualiquantitative accettabili adesso ha avuto un calo enorme presso alcuni reparti. Quindi non basta affermare, come fanno i politici, che si è trattato di un provvedimento a fin

Il campus dell’Ao Mater Domini

unica ospedaliero-universitaria. A questo punto c’è da chiedersi se l’accordo debba essere rivisto, e in quali termini (visto il vento del federalismo che soffia più deciso che mai). Infine un altro punto di domanda legato al primo: si allungheranno ulteriormente i tempi per la realizzazione del nuovo ospedale? E ancora: nel caso prevalga la via dell’integrazione, dovrà essere rivisto pure il collegato alla finanziaria regionale del 2008? Il collegato stabilisce infatti che “al fine dell’attuazione dell’accordo di programma” nel quale “è prevista la realizzazione del nuovo Ospedale di Catanzaro, nell’ambito - si precisa - dell’istituenda Azienda unica ospedalierouniversitaria, la Giunta regionale è autorizzata a procedere al commissariamento dell’azienda ospedaliera mista (Regione-Università, ndr) Mater Domini”. Sfumerà, quindi, pure la via del commissariamento? A queste domande, speriamo si diano risposte chiare, risposte ai cittadini, con l’auspicio che le scelte che la politica vorrà adottare saranno contrassegnate dal marchio della svolta e del coraggio.

di bene per ridurre la spesa sanitaria: non ci sono giustificazioni che tengano per questo provvedimento». «E' questa - si chiede la sindacalista - la sanità migliore predicata e promessa? I contribuenti calabresi ancora oggi si chiedono quali sono stati i criteri che hanno ispirato un accorpamento così incauto, con quale logica i manager hanno pianificato la programmazione. La verità - è detto ancora nella nota - è che la sanità promessa dalla Regione Calabria ha rimediato l'ennesima figuraccia. La nostra Azienda, purtroppo, è stata lasciata per oltre un anno nel più totale caos a seguito della mancata nomina del direttore generale. Ora, dopo mesi dal suo insediamento, non c’è segnale di discontinuità, né di novità. Anzi, dopo vari incontri attendiamo ancora di chiudere le code contrattuali per il personale del comparto, di avere un calendario di incontri, di sapere quale ruoli avranno i nostri operatori amministrativi, se anche loro saranno utilizzati come pendolari della Regione Calabria, o se più di qualche autorevole professionista amministrativo sarà indotto a emigrare verso nuove strutture per esercitare al meglio, e con maggiore sere-

nità, la professione. Ciò - incalza Torchia - è gia visibile per il personale sanitario (sia medico he infermieristico). E tutto ciò a discapito di una utenza territoriale che deve preferire altre strutture, anche fuori regione, per farsi curare, nonostante il nostro territorio abbia una mega struttura, che però non riesce a garantire più la “normalità”, le più elementari prestazioni, e, che sotto alcuni aspetti organizzativi, fa acqua da tutte le parti». «Sono diversi - prosegue il comunicato della sindacalista - i reparti che attendono la nomina di primari, altri loro sostituti, altri personale infermieristico, personale ausiliario, recenti tecnologie e nuovi macchinari». «L’auspicio - conclude la segretaria territoriale dellla Fse Cobas - è che i politici, con il tanto decantato nuovo Piano sanitario, possano contribuire a fornire quelle giuste e coraggiose indicazioni al fine di adottare le scelte migliori per il rilancio dell’Azienda per non rischiare di continuare a vivere alla giornata, nel caos e nel'improvvisazione più totale. Perché è vero il detto: “Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa ciò che lascia ma non sa ciò che trova”».

cessità di «una rivisitazione urgente del protocollo di intesa UniversitàRegione in vista della costruzione del nuovo ospedale di Catanzaro la cui realizzazione in località Germaneto ci vede totalmente favorevoli».

Francesco Saverio Costanzo

CATANZARO CENTRO STORICO CORSO MAZZINI

VENDESI ATTIVITA’ COMMERCIALE ADIBITA A BAR Per informazioni chiamare al numero

338/9096746

FITTASI STANZE SINGOLE IN APPARTAMENTO RISTRUTTURATO TERMO AUTONOMO • TUTTI I CONFORT

PER STUDENTESSE O LAVORATRICI A MT.300 DALL’UNIVERSITA’ DI CZ E DALL’OSPEDALE DI PIO X INFO

334 1875277


24 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA CATANZARO Si è svolto nei locali della IV Circoscrizione un incontro per discutere sull’attività di informazione turistica svolta dai volontari

La Pro Loco parla di «stagione positiva» Ma molto vacanzieri sono venuti in città solo per incontrare parenti o amici della zona CATANZARO LIDO — Si è svolta nei locali della IV Circoscrizione a Catanzaro lido una conferenza stampa per discutere sull’attività di informazione turistica svolta dai volontari del servizio civile nazionale e dai collaboratori Pro Loco a partire dal 7 luglio presso il box sito in via Lungomare: «Vorremmo ringraziare il presidente Ennio Macrì per aver messo a disposizione il posto in cui materialmente noi abbiamo soggiornato due mesi per fornire un servizio ai cittadini ed ai turisti. Vorrei precisare che essere socio della Pro Loco significa amare la nostra città, in quanto bisogna tenere presente che sono davvero pochi i contributi che vengono stanziati per le nostre iniziative; ma nonostante ciò, noi continuiamo a fare il possibile, sacrificandoci per il bene collettivo!». Con queste parole il presidente della Pro Loco, Giorgio Ventura, ha dato il via al dibattito nel corso del quale è emerso che l’attuale stagione estiva si è chiusa con un trend del numero di turisti presenti nel capoluogo in lieve crescita, anche se un’indagine tra gli operatori alberghieri realizzata per valutare il flusso turistico a Catanzaro ha evidenziato come la presenza dei vacanzieri, quasi tutti italiani, non sia stata legata alla particolare appetibilità turistica del territorio, ma a ragioni familiari o amicali. Infatti alla voce “motivazione della presenza dei visitatori in città” è stato risposto: “Nella stragrande maggioranza il turista ospite delle strutture ricettive cittadine ha frequentato la città per incontrare parenti o amici in zona”. «Si tratta spesso di emigrati di ritorno - puntualizza Salvatore Bullotta addetto stampa Pro Loco - gente che torna nella nostra città per trascorrere pochi giorni presso i parenti e le famiglie d’origine. La preCATANZARO LIDO — Si avvia a de-

finizione una delle questioni legate ad una migliore e più efficace mobilità all’interno del territorio del Capoluogo di Regione ed in particolare per quanto attiene il servizio di trasporto urbano nel quartiere marinaro. Nei giorni scorsi, infatti, i consiglieri comunali: Riccio, Ranieri, Febbe e de Gaetano hanno incontrato i vertici dell’Amc, Romeo e Gigliotti, per CATANZARO — «Sta per ripartire il nuovo anno scolastico, ma per molti bambini catanzaresi, soprattutto quelli diversamente abili ed in modo particolare per i loro genitori, purtroppo sarà un vero calvario». Inizia così il comunicato del Movimento Civico “Catanzaro nel Cuore”. «Ormai è noto a tutti che per effetto dell’applicazione della legge finanziaria 2007 (art. 2 comma 413 e 414), essendo stato aumentato per decreto il rapporto alunni disabili/docenti passato da 138/1 a 190/1 (prima grande assurdità) motivandolo col contenimento della spesa, la Provincia di Catanzaro subirà rispetto allo scorso anno un taglio di 150 posti. Ciò - prosegue il comunicato - si traduce nel mancato riconoscimento di un diritto certificato dall’Asp ma negato dall’eccesso di potere del direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, allo scopo di raggiungere gli obiettivi stabiliti dal Ministero che fissa il tetto di spesa massima da rispettare. E’ un vero e proprio

In alto: Gianluca Bellacoscia, Umberto Maggi, Giorgio Ventura, Ennio Macrì, Nicola Albano, Salvatore Bullotta

senza di stranieri, pochi in verità, soprattutto tedeschi o inglesi, è legata invece a legami amicali o a parenti che lavorano a Catanzaro, come nel caso di chi proviene dall’Europa dell’Est. Vorrei sottolineare che il servizio di informazioni per eventi e sagre è stato molto apprezzato non solo dai turisti ma anche dai residenti di Lido». Nel suo intervento il presidente della IV Circoscrizione Ennio Macrì ha posto l’accento sulle varie iniziative portate avanti dall’attuale amministrazione che hanno contribuito alla buona riuscita di questa stagione estiva che ormai volge al termine: «Nonostante la presenza di una congiuntura economica particolarmente sfavorevole che ha colpito l’intero settore turistico il numero dei turisti non è in calo. Merito del mare cristallino, delle spiagge pulite, delle varie iniziative realizzate

Il presidente Ennio Macrì: «Nonostante la crisi economica il numero dei turisti non è in calo. Merito del mare cristallino, delle spiagge pulite, delle varie iniziative realizzate dalla nostra amministrazione comunale».

CATANZARO I consiglieri comunali hanno incontrato i vertici dell’Amc per discutere il trasferimento

Tutti d’accordo sul capolinea di Giovino prospettargli l’opportunità di una più funzionale collocazione del capolinea dell’Amc nel quartiere, trasferendolo dall’area Teti nella zona Giovino. La proposta ha riscosso il consenso da parte di Ro-

meo e Gigliotti, i quali, accompagnati dai consiglieri e dai tecnici dell’Azienda di mobilità, hanno effettuato un sopraluogo nella zona per individuare un’area idonea che possa soddisfare la richiesta.

Soddisfazione per l’attenzione posta al problema è stata espressa dai quattro consiglieri i quali hanno sottolineato come «la scelta di Giovino, quale capolinea dell’Amc per quanto riguarda il quartiere mari-

CATANZARO Il movimento civico CnC spiega perchè quest’anno scolastico sarà un calvario per i disabili

«La vergogna dei diritti negati ai bambini» sopruso ai danni dei nostri ragazzi già sfortunati nella vita per effetto dei loro handicap, ma soprattutto crediamo che la norma sia mal interpretata nel senso che l’art. 2 comma 413, indicando le modalità per il conseguimento degli obiettivi di contenimento della spesa, recita testualmente che “tali criteri e modalità devono essere definiti con riferimento alle effettive esigenze rilevate, assicurando lo sviluppo dei processi di integrazione degli alunni diversamente abili, anche attraverso compensazioni tra province diverse”. Ciononostante registriamo la beffa e il paradosso: infatti i rappresentanti sindacali della scuola, colpevolmente assenti in questo periodo di contestazioni, in occasione della contrattazione periferica hanno deciso di perequare

il valore esistente tra le province calabresi che vedeva Catanzaro con un rapporto alto rispetto alle altre province, decidendo così a tavolino come distribuire le presenze di ragazzi con handicap nella Regione e cercando di arrivare ad un dato omogeneo all’interno della stessa (insomma, dove non ha provveduto la Divina Provvidenza hanno posto rimedio i nostri rappresentanti sindacali). Tale decisione ha provocato di fatto un ulteriore taglio di cattedre pari a 160 posti che aggiunti ai 150 determinati per effetto della legge 244 fa sì che 310 bambini diversamente abili della nostra Provincia non potranno più beneficiare di un loro diritto sacrosanto, sancito dalla Costituzione e regolato dalla legge 104 (all’avanguardia in Europa per quanto ri-

guarda il diritto allo studio di questi ragazzi), ma di fatto annullata dall’incapacità dei Dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali e Regionali che non hanno saputo inoltrare al Ministero le legittime richieste dei genitori degli alunni diversamente abili. E’ bene sapere che altre regioni italiane hanno saputo ottenere posti in deroga per attenuare il disumano effetto dei tagli ai più sfortunati. Ora che l’anno scolastico sta per avviarsi, molti genitori subiranno le indicibili conseguenze del provvedimento quando la presenza dell’insegnante di sostegno sarà garantita - in alcuni casi - solo per 4 / 8 ore settimanali e pertanto, siamo certi, ciò scatenerà una dura reazione. Nel frattempo gli Uffici Scolastici Provinciali e Regionali pensano ad autocelebrar-

dalla nostra amministrazione comunale. È un dato di fatto che i nostri giovani si siano spostati di notte molto meno rispetto agli anni passati. Sono rimasti nei nostri locali anziché scegliere di andare a Soverato». Molto gradita dai vacanzieri la particolarità del nostro territorio di godere oltre che di un mare limpido anche di una bella montagna che però risulta difficile da raggiungere con i mezzi pubblici, altro tasto dolente sul quale si è soffermato Umberto Maggi. Queste le sue parole: «Sarebbe auspicabile che venissero intensificate o addirittura create ex novo le linee di trasporto urbano ed extraurbano per creare collegamenti con le principali zone che rappresentano una buona attrattiva turistica come il Parco archeologico di Scolacium o Lamezia Terme, sede dell’aeroporto e di un importante snodo ferroviario». Tra i presenti è intervenuto inoltre l’avvocato Gianluca Bellacoscia, presidente del centro studi “Esperia”, il quale ha auspicato un maggior raccordo tra le amministrazioni locali e la Pro Loco, un rapporto che allo stato appare del tutto episodico e saltuario: «Bisogna puntare sulla sinergia tra i vari territori della Provincia di Catanzaro, ipotizzando una programmazione comune tra i diversi centri rivieraschi e la Sila catanzarese. Solo grazie a questa offerta globale si potrà davvero rilanciare il nostro turismo e mettere in moto l’economia». Chiude l’incontro Nicola Albano, consigliere Pro Loco: «Dobbiamo coccolare i turisti che ormai vengono nella nostra città, a differenza del passato, solo per pochi giorni…! Lo abbiamo fatto adeguatamente? Vorrei chiudere quest’incontro lasciando aperto quest’interrogativo»!. Rita Macrì

naro, consentirà una migliore e più comoda fruibilità dell’intera costa catanzarese, ma soprattutto, darà la possibilità ai residenti di usufruire di un numero maggiore di corse per muoversi all’interno del territorio comunale. Inoltre hanno concluso Riccio, Ranieri, Febbe e de Gaetano - lo spostamento a Giovino agevolerebbe quanti quotidianamente frequentano anche il polisportivo». si così come recita il titolo del loro convegno “Il successo formativo della scuola Calabrese” che si tiene proprio in questi giorni a Pizzeria, dove intervengono proprio coloro i quali hanno consentito che potesse calare sulla testa dei ragazzi diversamente abili una mannaia così tagliente (sarebbe stato interessante un dibattito con questi genitori per capire il loro giudizio sul successo formativo). Crediamo che i numerosi ricorsi dei genitori saranno alla fine accolti ed auspichiamo che in breve tempo i Giudici catanzaresi potranno rendere loro quanto con arroganza gli è stato tolto. Confidiamo nella forza di volontà dei genitori ma soprattutto invochiamo le dimissioni di tutti coloro i quali hanno consentito, con la loro passività, che soggetti deboli e già profondamente colpiti dagli eventi della vita, dovessero subire ancora per la manifesta incapacità della classe dirigente, nel tutelare i diritti sacrosanti sanciti dalla Costituzione Italiana».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 25

CALABRIA CATANZARO L’operazione è stata portata a termine, nella zona di San Leonardo, dagli agenti della squadra mobile della polizia

Detenzione e spaccio, due arresti Gli uomini, ora detenuti nel carcere di Siano, sono stati trovati in possesso di 4 grammi di droga CATANZARO — Nella tarda mattinata

di ieri, il personale della locale Squadra Mobile di Catanzaro, nel corso di un servizio di Polizia effettuato nella zona di San Leonardo, ha notato un giovane scendere velocemente da un’autovettura condotta da un uomo il quale immediatamente riprendeva la marcia in direzione della vicina Tangenziale. Gli Agenti, insospettiti, hanno deciso di fermare il ragazzo per un controllo e, subito dopo, di bloccare anche l’altra persona allontanatasi raggiungendo l’automobile dopo un breve inseguimento. A seguito degli accertamenti esperiti sono stati rinvenuti all’interno dell’auto utilizzata da Pasqualino Teseo Raso, 42 anni nato in Svizzera ma residente a Lamezia Terme, dentro ad una custodia per occhiali posta nel portaoggetti, 6 dosi già confezionate di sostanza stupefacente dal peso di 1,6 grammi. Altre 8 dosi di droga, dal peso di 2,4 grammi, sono state rinvenute nella tasca dei pantaloni del primo giovane fermato, il 24enne Gino De Zerbi, nato a Milano

Incendi, Questura in prima linea tre avvisi orali contro piromani CATANZARO — Il Questore di

Gino De Zerbi

Pasqualino Raso

ma residente da tempo a Catanzaro. Quanto rinvenuto è stato sequestrato e sottoposto ad analisi, da parte del personale della Scientifica, da cui è risultato che la sostanza stupefacente, dal peso complessivo di 4 grammi, era

positiva al narcotest per cocaina. I poliziotti hanno quindi arrestato per il reato di detenzione illegale di sostanza stupefacente al fine di spaccio entrambi i soggetti i quali sono stati accompagnati nel carcere di Siano.

Catanzaro, Dott. Arturo De Felice, sensibile all’attuale problema degli incendi boschivi, fenomeno tristemente diffusosi nella provincia catanzarese, che anche quest’anno ha colpito duramente la nostra regione, ha voluto affrontare la delicata questione convocando una riunione tecnica durante la quale sono state individuate delle modalità operative che il personale della Questura dovrà adottare, ognuno nell’ambito delle proprie specifiche competenze, per fronteggiare l'emergenza. In tal senso, gli Agenti della Divisione Polizia Anticrimine, a

seguito delle segnalazioni pervenute negli ultimi giorni, hanno provveduto all'applicazione di tre Avvisi Orali, emessi dal Questore, ai sensi degli Artt. 1 e 4 della Legge 1423/56, come modificati dalle Leggi 327/88 e 128/01, a carico di altrettanti pregiudicati residenti nell'hinterland catanzarese. I tre piromani, rispettivamente di trentatre, cinquantanove e settantasette anni, erano stati tutti già indagati per aver dato fuoco, in diverse situazioni e luoghi, a boschi e terreni ricoperti da macchia mediterranea, mettendo anche a repentaglio, in alcuni casi, i vicini centri abitati.

CATANZARO Nominato il nuovo preparatore atletico delle squadre, Marcello Sabatino

Al via ufficialmente la stagione rugbystica CATANZARO — Parte ufficialmen-

te con la preparazione atletica, guidata dal nuovo preparatore Marcello Sabatino presso il Campo Scuola di Catanzaro, la stagione rugbystica 2008/2009 del Cas Catanzaro Rugby: formazioni Under 13, Under 19 e Seniores. Un anno nuovo con il solito rebus campo anche se i frenetici contatti tra la dirigenza, l'assessore del capoluogo di regione allo sport Danilo Gatto ed il comune di Simeri Crichi fanno ben sperare sulla possibilità, per la formazione giallorossa, di utilizzare, per il secondo anno consecutivo, le strutture sportive messe gentilmente a disposizione dalla ospitale cittadina di Simeri Crichi. Nonostante la carenza di strutture comunque il rugby continua a crescere nel capoluogo con una giovane generazione giallorossa che fa gola a mezzo rugby nazionale, così dopo le partenza degli anni passati di Michele Borgese per il Cus Pisa, di Dario Cosentini per l'Union Rugby Milano, di Daniele Ursetta per il Rugby Lazio e del giovanissimo Matteo Carelli per il Rugby L'Aquila anche questo anno due giovani talenti lasceranno la Calabria per accasarsi in prestigiose squadre del centro-nord Italia: Antonio Bordino andrà ad Ancona e Giuseppe Datola a Rovigo. «E' una grande soddisfazione -dichiara il presidente Luca Giglio - vedere questi ragazzi arrivati piccolissimi CATANZARO — «Bisogna nominare subito il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza». E’ l’appello del presidente dell’associazione culturale “Rebecca”, Fedora Costa. «Abbiamo salutato con favore- scrive - l'istituzione (con legge regionale n.22 del luglio scorso) del Garante della salute della Regione Calabria in un momento delicato ed importante della Sanità nella nostra Regione che richiede strumenti di garanzia dei diritti del cittadini e, nello stesso tempo, ha sollecitato servizi più efficaci ed efficienti. Allo stesso modo occorre, presto e bene, anche in ragione dei chiarimenti

Antonio Bordino

nel nostro vivaio andare a calcare campi prestigiosi e togliersi tante soddisfazioni personali. Il comportamento in campo delle nostre giovanili è apprezzato da tanti tecnici del settore non solo per la preparazione nel gioco ma soprattutto per la capacità di essere uomini individualmente e squadra insieme, sempre rispettosi degli avversari e delle regole. Ricordo sempre che la correttezza, l'amicizia, il rispetto sono la base valoriale del rugby». Le partenze dei due giocatori non devono far pensare ad un depotenziamento delle formazioni giovanili, l'Under 19 l'anno scorso arrivò sesta nel campionato di categoria nonostante 4 punti di

penalizzazione inflitti per l'assenza di un proprio terreno di gioco; continua Giglio «in Under 19 questo anno saliranno otto ragazzi provenienti dall'Under 13 che hanno già in passato fatto vedere di cosa sono capaci cito per tutti Gaetano Pullano e Carlo Pizzuti, a loro si aggiungerà per parte della stagione il talentuoso Matteo Carelli che dopo un infortunio a L'Aquila tornerà a Catanzaro per un periodo di riabilitazione fisica e qualche partita prima di ritornare a vivere il suo sogno nella cittadina abruzzese. Sicuramente i ragazzi allenati da mister Marco Campana si toglieranno delle belle soddisfazioni». Poche novità nelle fila della formazione seniores, tra questi l'ingresso del partner Caseificio Sila; l'idea per la stagione 2008/2009 è di puntellare la rosa con alcuni giovani elementi provenienti dal vivaio e cercare di combinare gli schemi di mister Francesco Celi con l'esperienza maturata nello scorso campionato Calabro-Pugliese, dove sempre per la questione campo 12 furono i punti di penalizzazione inflitti ai giallorossi. Anche l'attività dell'Under 13 proseguirà spedita con i nuovi allenatori neo patentati FIR (Federazione Italiana Rugby) Antonio Pullano e Sabino Spina, che guideranno con passione e competenza l'avvicinamento dei piccoli sportivi calabresi ad uno sport tradizio-

I ragazzi della squadra under 19. Sotto Giuseppe Datola

nalmente utilizzato nei modelli anglosassoni come perno del sistema educativo. Chiunque voglia cimentarsi in questo sport nelle categorie amatoriale, seniores, under 19 ed un-

der 13 potrà farlo contattando la dirigenza del Cas Catanzaro Rugby ai numeri di telefono 3498064883 - 3387637135 oppure sul sito internet www. catanzarorugby. wordpress. com.

CATANZARO La richiesta arriva dal presidente dell’associazione Rebecca, Fedora Costa

lo costantemente e di soddisfare tempestivamente ed adeguatamente le esigenze più acute di disagio. La ripresa autunnale sarà importante per verificare, fino in fondo, la reale volontà di riforma di delicati settori della vita regionale proprio a cominciare dai servizi primari quali la salute e le politiche sociali e la spinta innovativa sarà verificata anche dalla capacità complessiva di far avanzare l'intero sistema di diritti e tutele dei più deboli in una Regione che è assetata di diritti e che attende segnali forti e positivi in grado di rappresentare al meglio aspettative ed esigenze larghe e diffuse».

«Bisogna nominare il Garante per l’infanzia» normativi intervenuti con la stessa legge regionale n. 22/2008, procedere alla nomina del Garante per l'infanzia e per l'adolescenza, già istituito, da tempo, dal Consiglio regionale con la legge regionale n. 28 del 2004, senza attendere che decorrano i 180 giorni che la stessa legge regionale n. 22/2008 attribuisce al Consiglio regionale scongiurando l'attivazione delle procedure sostitutive; sarebbe

un bel segnale se il Consiglio regionale - direttamente - riuscisse a procedere alla elezione in Aula. La tutela dell'infanzia e dell'adolescenza, infatti, è tema sempre scottante e, troppo spesso, si scontra con una quotidianità costellata da gravi ed intollerabili episodi che scuotono profondamente le coscienze e che devono indurre ad una reazione sempre forte sul terreno della denuncia alta e delle con-

crete azioni che devono servire non soltanto a tenere desta l'attenzione ma anche, e soprattutto, ad attivare una permanente azione delle Istituzioni a tutela e protezione di una fascia sociale debole e particolarmente esposta ed a rischio. Occorre coordinare, sinergicamente, la Regione Calabria, gli Enti locali, le Associazioni perché una vera e propria “rete” sia presente sul territorio in grado di monitorar-


26 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA LAMEZIA TERME I componenti dell’Mpa, Patrizia Nicolazzo e Pasqualino Ruberto, intervengono sull’esplosione intimidatoria dei giorni scorsi

«Risposte serie contro la criminalità» «Nel nostro movimento, chi ha precedenti penali non potrà partecipare a competizioni elettorali» LAMEZIA TERME — «Il recente atto intimidatorio, la bomba scoppiata nel pieno centro storico della città, a distanza di pochi mesi dall’ultimo episodio, che porta ad otto i gesti criminali nell’ultimo anno, non ci può lasciare indifferenti, perché trattasi di un ulteriore gesto di arroganza criminale, che crea alla città un grave blocco alla sua crescita economica e sociale». E’ il commento dei due neo esponenti dell’Mpa Lamezia Terme, Pasqualino Ruberto e Patrizia Nicolazzo. «Contro la criminalità organizzata - scrivono - ognuno deve svolgere il proprio ruolo in modo responsabile ed incisivo, senza delegare ad altri ma cercando sinergie, dialogo e programmazione finalizzate ad affrontare il problema in maniera più efficace possibile. Ci rassicurano, ed allo stesso tempo ci responsabilizzano, le parole pronunciate dal questore Arturo De Felice quando dice che lo slogan della festa della Polizia “vicini alla gente” dovrà concretizzarsi per 365 giorni all’anno, e quando si sofferma sulla necessità di essere molto presente sul territorio e di supportare con consigli le forze dell’ordine, che dovranno svolgere attività sinergica tra di loro, affinché nulla venga trascurato. Il nostro movimento politico, nell'augurare un buon lavoro al questore De Felice, dichiara la

A Lamezia Terme le iniziative per il nuovo anno pastorale LAMEZIA TERME — Per l’inizio del

Pasqualino Ruberto e Patrizia Nicolazzo

più totale collaborazione e disponibilità per qualunque iniziativa o attività finalizzata al contrasto alla criminalità che possa vedere interessato il ruolo diretto della politica. Non è più consentito - proseguono pronunciare frasi di circostanza, fare passerella nelle manifestazioni contro la criminalità, intervenire a pubblici dibattiti per la legalità, se poi non si è conseguenziali nelle azioni, nelle scelte e nei comportamenti. La responsabilità, pertanto, è di tutta la classe dirigente, scuola, chiesa, famiglia, impresa, sindacati, associazioni e soprattutto della politica che deve innescare una rivoluzione culturale

che supporti le forze dell'ordine, creando terra bruciata intorno alla criminalità organizzata. Il movimento per l’autonomia per avviare un processo di concretizzazione di quanto appena affermato, regolamenterà la propria struttura ed attività dotandosi di un codice etico, garantendone il rispetto, che avrà come norma intransigente il divieto per quanti hanno precedenti penali di partecipare a qualsiasi competizione elettorale. Il cambiamento reale concludono - non può prescindere da una scelta attenta e responsabile di chi domani governerà ed amministrerà la nostra città».

nuovo anno pastorale la curia vescovile fa delle comunicazioni: «Carissimi, muoviamo i primi passi del nuovo anno pastorale, che sarà caratterizzato, per volontà del Santo Padre, dalla figura dell’apostolo Paolo. Con gli organi collegiali e nelle sedi competenti, opereremo il discernimento comunitario per cercare le motivazioni, gli obiettivi e le scelte che il Signore vuole da noi per il nostro cammino annuale. Nel frattempo, ciascuno secondo le sue responsabilità, prenda visione dei prossimi appuntamenti, in attesa che sia preparato il calendario pastorale per tutto l’anno. Lunedì 15 settembre, preghiera e digiuno per i cristiani dell’India. Mercoledì 17, ore 9,30 in Episcopio, incontro dei Direttori degli Uffici e Servizi pastorali diocesani. Giovedì 18 settembre, ore 10,00 in Episcopio, Consiglio Presbiterale. Seguirà lettera di convocazione. Sabato 20 settembre, ore 18,30 in Episcopio, Consiglio Pastorale Diocesano, unitamente alla Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali. Seguirà lettera di convocazione. Giovedì 25 e Venerdì 26, Corso di Aggiornamento Diocesano. Al mattino, ore 9.3012.30, presso la Casa Bethel Tabor, per il clero. Nel pomeriggio, ore

18,00-20.00, presso il Centro Pastorale di Via Leonardo da Vinci, per tutti. Interverrà il primo giorno don Paolo Asolan (Pontificia Università Lateranense). Il secondo giorno avrà uno sfondo maggiormente “paolino”, con la presenza di S. E. Mons. Franco Giulio Brambilla, Preside della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. I diaconi (con le mogli) si inseriscano al mattino o alla sera, secondo le loro esigenze lavorative. Mercoledì 8 e Giovedì 9 ottobre, Formazione permanente per i sacerdoti (fino a 50 anni di età, circa). Casa Bethel-Tabor. Si inizia il mercoledì alle 9,30 e si conclude giovedì con il pranzo. Giovedì 9 ottobre, Parrocchia di San Raffaele Arcangelo in Lamezia Terme. Raduno diocesano dei giovani, ore 19.00. Sabato 11 ottobre, inaugurazione dell’anno pastorale. Domenica 19 ottobre, Giornata Missionaria Mondiale. Colletta obbligatoria. Infine, vi informo che, per volontà del Consiglio Ispettoriale salesiano, la Comunità dei Padri Salesiani lascerà la Diocesi. Con gioia, invece, vi annuncio che domenica 14 settembre p. v., con la S. Messa alle ore 18,30, nella Parrocchia di San Giuseppe Artigiano, inizierà la presenza in mezzo a noi dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 27

CALABRIA LAMEZIA TERME La Coldiretti ha incontrato ieri i rappresentanti di filiera per stabilire un piano che tenga conto degli errori passati

Il programma per lo sviluppo rurale Prima discussione costruttiva per tracciare le linee guida del settore agricolo LAMEZIA TERME — C’è forte bi-

sogno di studiare le procedure e metterle su carta in modo da evitare sprechi di tempo e rallentamenti burocratici. Questo il concetto alla base del workshop promosso dalla Coldiretti Calabria che ha voluto incontrare ieri tutti i rappresentanti dei integrati di filiera nonché i primi attori del settore visto a più livelli, al fine di risolvere alcune problematiche di base ed avviare sinergicamente procedure nuove di organizzazione partendo proprio dall’esperienza vissuta sul campo. Un incontro di lavoro per meglio programmare lo sviluppo rurale 2007-2013, dunque, voluto dal presidente regionale di Coldiretti, Pietro Molinaro facendo tesoro degli “errori” del passato partendo l’agenda 2000. Dagli indicatori del Por 20002006 ed in modo particolare dalle difficoltà procedurali ed ostacoli più frequenti della gestione che in sintesi, si traducono nelle ventisei fasi procedurali che portano al collaudo ed alla liquidazione del progetto. Presentazione della richiesta di collaudo all’ufficio territoriale competente; assegnazione dell’incarico per istruttoria della richiesta; redazione del verbale di collaudo; trasferimento dello stesso completo della proposta di liquidazione dall’Ufficio territoriale al dirigente del Dipartimento; visto dell’ufficio di segreteria

Al centro, il presidente Molinaro

del Dg ed invio al protocollo generale; attribuzione del protocollo e trasferimento al settore competente; stesura del decreto di liquidazione del Dirigente del servizio; verifica Equitalia; stampa scheda contabile da parte dell’ufficio Interventi comunitari; definizione decreto di liquidazione completo di scheda contabile e resoconto Equitalia; invio decreto di liquidazione alla firma del Dirigente del settore così come del dirigente generale del Dipartimento; da qui ancora la trasmissione alla segreteria di Giunta per la registrazione che acquisisce il decreto di liquidazione per ritrasmetterlo al Dipartimento e via via così fino al-

l’ultima fase con la trasmissione alla documentazione alla tesoreria per l’accreditamento della liquidazione. Ventisei punti da rivedere con altrettanti lungaggini in termini di tempo e che vanno a penalizzare un settore che già in Calabria vive condizioni drammatiche. Problemi non indifferenti legati al contesto territoriale in cui si opera; alle condizioni spesso non floride delle imprese calabresi per non parlare delle difficoltà per accedere al credito. Di questo ed altro i responsabili Pif hanno discusso con assieme al presidente Pietro Molinaro ed al direttore regionale, Angelo Milo, con il dirigente dell’assessorato all’A-

LAMEZIA TERME Forte il messaggio del presidente Scarpino alla chiusura dell’incontro con Idv e Udeur

«Aderite alla nostra Fondazione» LAMEZIA TERME — «Da Lamezia

abbandonate tutti i partiti politici e ed aderite alla fondazione. Unico e vero soggetto ad indirizzo formativo». Con questo messaggio, chiaro e conciso, il presidente della Fondazione “Caporale”, Fulvio Scarpino, chiude l’incontro con i giornalisti voluto assieme alla presidente provinciale di Italia dei Valori, Giusy Crimi ed il commissario provinciale dell’Udeur, Antonio Torchia, per chiarire alcune posizioni apparse sulla stampa circa i “passaggi facili” da un partito all’altro. Prendere, dunque, le dovute distanze per decidere di andare avanti liberamente e senza condizionamenti di sorta, ma soprattutto, in una Calabria ed in Paese, più in generale, dove non esiste più un partito con la sua storia ed il suo valore bensì un’accozzaglia di più soggetti con pregi e difetti così come lo sono gli stessi due partiti monocratici in questione, Udeur e di Italia dei valori. «In Calabria, purtroppo - ha infatti sottolineato Scarpino - abbiamo ancora una parte della politica che protende per la candidatura di grossi imprenditori, e dall’altra per le vedove e questo è un fatto che non ha precedenti storici. Un fatto che poco ha a che vedere con la vera politica e le esigenze della gente che lavora e che si aspetta risposte diverse da chi li amministra». Da qui la perdita dei valori fondanti e la prosecuzione di una strada che ormai non scandalizza più nessuno come nessuno, ormai, si scandalizza dei passaggi alle diverse casacche e dovute principalmente alla «mancanza, nella nostra regione e a Lamezia in modo particolare, di un’area di centro che salvaguardi gli interessi del popolo

Torchia, Scarpino e Crimi

interessi e che si batta per un voto che deve essere necessariamente ritornare ad essere limpido, chiaro e trasparente». Focalizzando l’attenzione sul ruolo importante delle fondazioni in questo momen-

to particolare della vita politica nazionale, Scarpino ha poi anche puntato il dito su alcune di queste criticando un operato, a suo avviso, poco “etico”. Entrando più nello specifico, a trattare l’argomen-

GIZZERIA Sabato verrà presentato l’accordo con la Fiaba

Aeop a tutela dei più deboli GIZZERIA — Sabato alle 11.15 l’Aeop (Associazione europea operatori polizia)

terrà una conferenza stampa per illustrare il protocollo d’intesa stipulato con la Fiaba (Federazione italiana abbattimento barriere architettoniche). All’incontro prenderanno parte il presidente del consiglio provinciale, Peppino Ruberto, il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza, il presidente del consiglio comunale, Gianfranco Luzzo, il massimo dirigente nazionale di Fiaba, commendatore Giuseppe Trieste, e per l’Aeop il generale e responsabile interregionale Mario Catroppa, e il tenente colonnello e comandante provinciale Franco Pujia. L’appuntamento si pone l’obiettivo di far conoscere gli accordi sottoscritti tra le parti a Roma lo scorso 5 settembre, che assegnano all’associazione europea operatori polizia il compito di costituire gruppi di lavoro, di concerto con Fiaba, per la tutela della parità e delle pari opportunità per tutti i cittadini. «Una funzione - ha commentato Mario Catroppa - che ci onora».

gricoltura Mario Toteda; con il presidente regionale dei dottori agronomi e forestali, Stefano Poeta; con i presidenti e vice direttori di Coldiretti Cosenza; Catanzaro; Vibo Valentia; Crotone e Reggio Calabria, rispettivamente Pietro Tarasi; Salvatore Loffreda; Pietro Bozzo; Roberto Torchia; Pietro Sirianni; Antonio Maesano e Francesco Saccà; con il direttore Gal Valle del Crocchio, Elisa Marchio, con i responsabili regionali del centro di assistenza agricola Aldo Manunta; dell’area economica e tecnica, Giovanni Cipolla e della CrediAgri, Gianfranco gentile nonché con i presidenti regionali “Giovanimpresa”, Daniele to del giorno sono stati proprio la Crimi e Torchia. La prima a sottolineare che le battaglie iniziate nell’Udeur «le ha portate avanti anche in Italia dei Valori con la differenza che mentre con Mastella poco si è riuscito a fare, con Di Pietro oltre alla scuola di magistratura, è stato possibile avere riscontri positivi anche per quel che riguarda il finanziamento della caserma dei carabinieri e del contratto di quartiere». «Lo stesso papa ha ribadito nei giorni scorsi che in Italia c’è bisogno di una classe politica che abbia rigore e competenza. Lo stesso rigore e competenza che deve contraddistinguere tanto le persone al vertice quanto le persone del popolo che deve lavorare per dare una svolta decisiva a partire dal cambio generazionale a da un progetto serio e unitario». Di opinione diversa per quanto riguarda “i giovani al comando”, Antonio Torchia dell’Udeur che ha parlato sì di entusiasmo di entusiasmo giovanile ma soprattutto di una politica che si fa su progetti concreti e non solo su idee. In questo caso, bene, secondo lui, è stato optare per un terzo soggetto. «Alcuni di noi che dall’Udeur sono passati ad Italia dei Valori e poi usciti proprio dalla politica perché non hanno ritenuto opportuno accogliere idee diverse dalle loro, si rendono oggi promotori di alcuni progetti che combaciano con quelli della fondazione Caporale. Una fondazione che guarda con attenzione al territorio ed allo viluppo e che assieme alla gente comune discutere e cerca di trovare la giusta soluzione a tematiche importanti per il cambiamento in meglio della realtà locale». Progetti ed idee per il rinnovamento però, che arrivano tanto dai giovani, tanto da chi da anni ha fatto politica attiva perché per l’Udeur e Torchia, «giovane non vuol dire necessariamente nuovo». Antonietta Bruno

Perrone e “Terranostra”, Ester Perri. Prima discussione e quindi anche primo incontro costruttivo per tracciare le linee guida di quella che sarà la nuova programmazione agricola in virtù anche del fatto che «un decreto emanato dalla regione non è e non può essere visto come un regalo fatto all’agricoltore bensì la certificazione di un indebitamento di quanto si va a fare per lo sviluppo del territorio» ed in quanto tale, opportune devono essere le scelte e significativi i passi sui quali si voglio tracciare le linee guida del futuro produttivo calabrese. Antonietta Bruno

Lamezia Terme Rissa a San’Eufemia Quattro giovani lametini sono stati tratti in arresto in flagranza di reato dagli agenti del Commissariato di Polizia di Lamezia Terme. Si tratta di D. C., C. V., M. M. e D. V. tutti rispettivamente di età compresa tra i venti ed i trent’anni. L’accusa è quella di aver partecipato ad una rissa la sera del 5 settembre scorso alle ore 21 e 45 circa all’interno di un bar di Sant’Eufemia denominato “La Dolce Follia” di proprietà di uno degli imputati. Secondo l’accusa D. C. e C. V. sarebbero entrati all’interno del locale con l’intento di consumare un aperitivo. La rissa sarebbe scaturita a seguito di un diverbio nato per futili motivi; C. V. avrebbe iniziato a schiaffeggiare M. M. il quale avrebbe reagito prendendolo a sprangate. Nella rissa sarebbero rimaste coinvolte anche due donne di cui una di nazionalità romena che si trovavano all’interno del bar. Qualcuno ad un certo punto ha sollecitato l’intervento della polizia, la quale al suo arrivo ha trovato il bar a soqquadro. Ha poi proceduto all’arresto dei quattro giovani tradotti presso la Casa Circondariale di Lamezia Terme. L’8 settembre è iniziato il processo per direttissima per i quattro. Gli avvocati difensori (tra gli Tommaso Colloca) hanno ottenuto la scarcerazione di tutti gli imputati. Il Giudice Dott. Carmine De Rose ha disposto per D. C., C. V., M. M e D. V. l’obbligo di presentazione alla Pg presso il locale Commissariato di Polizia per tre giorni a settimana; ha altresì concesso agli imputati un congruo termine a difesa.


28 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SOVERATO Il sindaco ufficializza l’ingresso dei Repubblicani in Giunta e lancia l’ennessimo appello al rinnovamento

Gioviale assessore, ma non finisce qui... Mancini: «Anche il Pdl deve continuare il programma di rinnovamento generazionale» SOVERATO — Maurizio Gioviale (Pri) è assessore della Giunta comunale di Soverato. L’incarico è stato conferito ieri mattina dal sindaco, Raffaele Mancini (An), che ha ufficializzato la nomina con una comunicazione inviata ai vertici regionali, provinciali e locali del Pdl e dell’Udc. «Il sindaco - ha scritto Mancini nella sua nota - ha preso atto del verbale del 2 settembre sottoscritto dai segretari dei partiti costituenti la maggioranza consiliare del Comune di Soverato e dagli stessi consiglieri. Condivide la determinazione dell’esecutivo secondo quanto espresso dal documento in oggetto. Pertanto, aggiudica 2 assessori tra cui il vice sindaco al partito dell’Udc, espressi formalmente nelle persone di Teodoro Sinopoli, con funzioni anche di vice sindaco, e Vincenzo Arcidiacono. Assegna un assessore al Partito Repubblicano, indicato formalmente in Maurizio Gioviale. Assegna tre assessori ed il presidente del consiglio a Forza Italia ed un assessore ad Alleanza Nazionale. Nell’ipotesi di costituzione della Pdl, resteranno 4 assessori più il presidente del consiglio assegnati alla stessa Pdl. Attende indicazioni formali per gli assessori di Forza Italia e di An o, complessivamente della Pdl, per varare l’esecutivo. Sarà si-

Maurizio Gioviale

Raffaele Mancini

curamente cura di tale rappresentanza politica continuare il programma di rinnovamento generazionale previsto già al momento della compilazione della lista. Sarebbe, inoltre, opportuno che l’iter della ufficializzazione del nuovo esecutivo si concluda entro 3-4 giorni». Dunque, il sindaco guarda lontano, superando la semplice riconferma dell’attuale squadra di Giunta. Insomma, nelle sue dichiarazioni non c’è solo l’acquisizione dell’accordo sottoscritto dai consiglieri di maggioranza. Mancini va oltre, sollecitando Forza Italia ed An (o complessivamente il Pdl) a «continuare il programma di rinnovamento generazionale previsto già al momento della compilazione della lista». Cosa potrebbe significare questo? Sicuramente l’intenzione di introdurre ulteriori elementi di novità nel quadro politico. A scaldare i motori, a questo punto, dovrebbe essere soprattutto Donatella Scuteri (Fi), in corsa per un turn-over con i più “anziani” del suo partito. Da non escludere, in questo riordino complessivo degli assetti di maggioranza, lo stesso presidente del consiglio comunale, Giancarlo Tiani. Passaggio di consegne in vista con Renato Barone o Antonio Matozzo?

SOVERATO — Ieri il sindaco Raffaele Mancini si è recato sulle rive del Beltrame per deporre una corona di fiori in ricordo delle vittime dell’alluvione di otto anni fa. «Non bisogna dimenticare - ha dichiarato Mancini -. Questa tragedia ci ha segnati tutti e ci ha fatto capire che bisogna lavorare insieme per la sicurezza del territorio e dei cittadini. Questo è l’impegno che da quel tragico giorno tutti abbiamo preso». Il camping “Le Giare” ospitava in quel momento molti disabili e volontari che stavano trascorrendo nella bella località una vacanza. Il 10 settembre 2000 alle cinque l’esondazione del fiume ha sorpreso tutti. E’ stata una strage. Chi si è arrampicato sugli alberi e i muri si è salvato per gli altri non c’è stato scampo. L’acqua si è riappropriata del suo spazio originario scatenando un vero inferno. Una tempesta di fango che nessuno ha ancora dimenticato.

Francesco Pungitore

car. mir.

SOVERATOIl sindaco Mancini ha deposto una corona sul letto del Beltrame

La tragica alluvione del 2000

NOCERA La Field e il Comune hanno tenuto un incontro per presentare i bandi regionali SQUILLACE Certa ormai l’esistenza di un area cimiteriale infantile

Gli avvisi pubblici per l’occupazione Rinvenuti altri due scheletri NOCERA TERINESE — Si è tenuto presso la sala convegni S. Giovanni Battista un incontro promosso dall’associazione Field e dal Comune di Nocera Terinese per presentare i bandi regionali sostenuti dall’Assessorato al lavoro e alla Formazione professionale nell’ambito del “Piano regionale per l’occupazione ed il Lavoro - Piano d’Azione 2008”. Particolare attenzione è stata attribuita agli avvisi pubblici relativi alla concessione di incentivi alle imprese per favorire l’incremento occupazionale e la formazione in azienda dei neoassunti. Presenti all’iniziativa, il sindaco di Nocera Terinese, Luigi Ferlaino, l’assessore comunale Rino Rocca e, in rappresentanza della fondazione Field, Annamaria Cardamone, dirigente della stessa fondazione che ha portato anche i saluti del presidente Muzzì, Pasquale Sposato e Caterina Nano che ha illustrato tecnicamente su tutte le misure previste nei bandi in oggetto. In particolare, la dottoressa Nano ha relazionato sulle possibilità previste per l’autoimpiego, la conciliazione, l’adattabilità e gli incentivi per le assunzioni. «Rientrano nella prima categoria - ha infatti informato -, avvisi pubblici per l’avvio di iniziative di autoimpiego in forma di lavoro autonomo nei nuovi bacini di impiego per i quali sono stati stanziati 12.500.000 euro; forme di lavoro autonomo promosso da donne e per i quali sono stati stanziati altri 12.500.000 euro, e altri avvisi in forma di microimprese nei nuovi bacini di impiego per i

quali sono stati invece stanziati 24.000.000 euro. Le tre possibilità sono destinate a persone non occupate residenti in Calabria. In relazione alla conciliazione - ha ancora illustrato la Nano - esistono altri due avvisi pubblici: uno per la concessione di voucher alla persona per la conciliazione dei tempi di vita e dei tempi di lavoro destinati a lavoratrici dipendenti o autonome, occupate, disoccupate; l’altro, invece, riguarda la conciliazione di incentivi alle imprese per la realizzazione di servizi di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro di cui possono beneficiare le imprese pubbliche e private, singole o in Ats ed è destinato a lavoratori/trici anche con contratti di lavoro atipico e/o a tempo indeterminato. Le risorse stanziate sono pari a 6.000.000 di euro. Per quanto riguarda l’adattabilità sono previsti altri due bandi: uno per la realizzazione di progetti integrati per lo sviluppo della sicurezza nei luoghi di lavoro (stanziati 4.000.000 di euro) di cui possono beneficiare le imprese pubbliche e private, singole o in raggruppamenti temporanei e che è destinato ai lavoratori o ai soci titolari di imprese; l’altro relativo ai Piani di formazione aziendale. Possono beneficiarne le Pmi e sono destinati ad occupati residenti in Calabria. Le risorse stanziate equivalgono a 42.000.000 di euro. Per ultimo, sono state illustrate le misure riguardanti gli incentivi alle imprese, anche in questo caso due sono i bandi previsti: il primo relativo alla concessione di

incentivi ai datori di lavoro per l’incremento occupazionale e la concessione di una dote formativa come contributo all’adattamento delle competenze di cui possono beneficiare i datori di lavoro e destinato: ai lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinari e mobilità provenienti da aziende in crisi e a soggetti iscritti al Cpi 7.600.000 euro sono le risorse stanziate; l’altro è attinente alla concessione di incentivi alle imprese per l’incremento occupazionale e la formazione in azienda dei neoassunti di cui possono beneficiare: le Pmi con risorse pari a 20.000.000 di euro e le imprese di grandi dimensioni con risorse pari a 14.000.000 di euro. In entrambi i casi i destinatari sono lavoratori svantaggiati o diversamente abili». Di grande rilievo, nello stesso convegno informativo, il fatto che per alcuni di questi bandi, ancora, non è stata presentata alcuna domanda. La stessa dirigente Cardamone ha sottolineato come «la fondazione ha su tutto il territorio regionale persone competenti e preparate che possono aiutare gli interessati a formulare e valutare le domande prima della presentazione delle stesse». Il sindaco Ferlaino, dal canto suo, ha ribadito come questi bandi rappresentino «un’occasione unica per lo sviluppo della regione» e come diversi settori, non del tutto decollati in Calabria, «possono trovare approfondimento e buona riuscita». Er. Ma

SQUILLACE — Ancora due schele-

tri di infanti sono venuti alla luce durante gli scavi archeologici in atto nel castello normanno di Squillace. Dopo la piccola sepoltura che accoglieva un infante deposto in posizione supina scoperta ai primi di settembre ieri altre due tombe simili, sempre con i resti di infanti, sono state rinvenute nella stessa area, quella esterna al cassero adiacente al don-jon normanno. Questi nuovi ritrovamenti confermano l’ipotesi dell’antropologo Gaspare Baggieri e della professoressa Chiara Raimondo, che coordina le operazioni di scavo sotto la direzione della Soprintendenza archeologica della Calabria, di un’area cimiteriale infantile risalente al 13° secolo e ancora tutta da studiare. Nei giorni scorsi, nel castello squillacese erano venuti alla luce lo scheletro di un infante e un ambiente sotterraneo accessibile da una botola, oltre a vari resti di oggetti in ceramica e altro materiale. Nella prima campagna di scavi, tra il 1990 e il 1994, ma in un’altra zona del castello, erano stati rinvenuti gli scheletri di due guerrieri. In occasione del ritrovamento del primo scheletro di infante, l’antropologo Baggieri aveva dichiarato che «non mi sorprende se nello stesso luogo venissero rinvenute altre tombe infantili: sarebbe un’area sacra all’interno del castello ben identificata». E così è stato. Dei nuovi ritrovamenti è stata immediatamente informata la soprintendente per i Beni archeologici calabresi Caterina Greco, che ha compiuto un sopralluogo. Per le precisazioni scientifiche sui reperti sarà emanato un comunica-

to ufficiale congiunto della Soprintendenza e del Comune di Squillace. Il sindaco Guido Rhodio, intanto, ha disposto maggiori misure di protezione nel castello al fine di evitare intromissioni o accessi non autorizzati, già tentati in occasione del primo ritrovamento e per i quali è stata presentata denuncia ai Carabinieri. Gli scavi, che proseguiranno ancora per alcuni mesi, permettono, inoltre, di raccogliere moltissime informazioni sulle produzioni ceramiche tipiche di Squillace tra il XIII e il XVIII secolo, sulle suppellettili in vetro, in metallo e su molti altri manufatti della vita quotidiana del castello. Salvatore Taverniti


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 29

CALABRIA CHIARAVALLE La richiesta dei venti sindaci del territorio delle pre-serre per affrontare le questioni relative alla struttura

«Ospedale, incontro urgente con Loiero» «Vanno concordate le linee più idonee per sbloccare l’attuale situazione di stallo delle risorse» CHIARAVALLE — In un momento in cui si sente parlare solo di tagli in vari settori cruciali, come scuola, sanità e pubbliche amministrazioni, i sindaci del comprensorio di Chiaravalle, esattamente venti, hanno chiesto un incontro urgente al presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, per discutere di una questione delicata e da diverso tempo oggetto di dibattiti: l’Ospedale di Chiaravalle, una risorsa per il territorio che però si vede privata dei fondi necessari per funzionare correttamente. «Da oltre trenta anni - scrivono i sindaci - l’Ospedale di Chiaravalle Centrale ha erogato con successo ed efficienza servizi sanitari a tutta la popolazione delle pre-serre ed anche a calabresi non residenti nell’ambito del territorio». Per l’Ospedale di Chiaravalle era stata decisa una riconversione in struttura di riabilitazione cardiologica, motoria e respiratoria, «ferma restando l’erogazione di alcuni servizi essenziali assolutamente necessari per la popolazione residente nel ter-

L’Ospedale di Chiaravalle Centrale

ritorio di oltre 25.000 abitanti ed anche non residente. L’ipotesi di riconversione - spiegano i sindaci - per la parte relativa alla struttura, si fondava su un finanziamento Inail che oggi è stato accantonato dal governo

centrale, mentre per la parte funzionale il progetto di riconversione era affidato alle decisioni regionali e dell’allora Asl». Ma la riconversione, a tutt’oggi, non è ancora avvenuta in maniera concreta. «Negli anni - spie-

gano - si è registrato che, a fronte di una riduzione ed uno svuotamento dei servizi esistenti, gli amministratori locali hanno dovuto assistere ad una grande lentezza nello sviluppo del progetto di riconversione e ad una grande incertezza sui fondi e le risorse da destinarvi. Al contrario, i sindaci firmatari della richiesta di incontro sono convinti che la struttura ospedaliera potrà continuare ad avere un ruolo fondamentale per l’erogazione dei servizi e per lo sviluppo di un intero territorio. «Chiediamo un contatto diretto con il presidente Loiero - commenta il primo cittadino di Chiaravalle, Nino Bruno - per la difesa del nostro territorio e di una struttura, come quella dell’Ospedale, fondamentale per i cittadini dell’hinterland». A condizione - prosegue la richiesta dei sindaci - che le Autorità preposte adottino una seria programmazione e siano capaci di dare attuazione agli interventi programmatici. Pertanto, nell’intento di instaurare un costante rapporto tra

territorio e governo della regione, superando gli ostacoli di natura burocratica e di disattenzione, i sindaci Antonio Bruno (Chiaravalle), Luigi Foderaro (Amaroni), Bruno Nisticò (Cardinale), Franco Luppino (Centrache), Giovanni Sgrò (Gagliato), Pantaleone Procopio (Montauro), Domenico Notaro (Palermiti), Michele Drosi (Satriano), Pantaleone Narciso (Stalettì), Giovanni Bruno (Vallefiorita), Vincenzo Daniele (Argusto), Alessandro Teti (Cenadi), Cosimo Femia (Davoli), Renato Puntieri (Olivadi), Massimo Rattà (Montepaone), Domenico Mazza (Petrizzi), Guido Rhodio (Squillace), Giuseppe Pitaro (Torre di Ruggiero), Luigi Rubino (San Vito sullo Jonio) e Domenico Lomanni (Gasperina), chiedono un incontro per concordare alcune linee programmatiche ed attuative idonee a sbloccare la situazione di stallo ed a ridare alle popolazioni la fiducia nelle istituzioni regionali». Maria Teresa Folino

PETRONA’ Iniziativa del dirigente dell’Istituto per avviare progetti con le agenzie formative

Incontro scuola-territorio per istruire educando PETRONA’ — La scuola del pae-

se dei funghi e delle castagne non è adusa a fare soliloqui. Così ogni anno, molto prima del suono del campanella di inizio attività didattiche, incontra le agenzie formative per concorrere insieme al territorio all'educazione e all'istruzione delle nuove generazioni. L’incontro scuola-territorio è ormai una prassi nella comunità educante di Petronà: qui dal dirigente scolastico, professoressa Gina Guzzi, in giù si pensa che la scuola può svolgere efficacemente la sua funzione educativa soltanto se è in grado di instaurare una sinergia virtuosa con il territorio. La TORRE DI RUGGIERO — «Ai circa 100mila calabresi (i dati sono indicati dagli Uffici comunali preposti e dalle forze dell'ordine) che dal 6 al 9 di settembre sono giunti a Torre di Ruggiero in visita alla Madonna delle Grazie, un ringraziamento vivissimo per l'estrema civiltà dimostrata soprattutto nei momenti di alta concentrazione d'afflusso ad uno dei Santuari mariani più rinomati del Mezzogiorno italiano». E’ il commento soddisfatto del sindaco di Torre di Ruggiero, Giuseppe Pitaro, e degli amministratori della cittadina. «Ci sono stati momenti di presenza altissima, ma il comportamento composto ed equilibrato delle persone giunte a Torre di Ruggiero da ogni luogo della Calabria nel corso di 4 splendide giornate e l'estrema efficienza delle forze dell'ordine ha fatto si che il tutto sia trascorso senza intoppi e disagi». A tal proposito viva soddisfazione è stata espressa da parte dell'assessore Comunale Raimondo Gabriele con delega al commercio e alla protezione civile per quanto riguarda l'organizzazione e la ge-

scuola ha parlato, la scuola ha ascoltato. La pedagoga Gina Guzzi ha dato il là, ieri mattina, al contraddittorio, asserendo che «il territorio è non solo un sussidio, ma anche un laboratorio preziosissimo della scuola, senza il quale non si può istruire, educando». La parola è poi passata alle agenzie educative che hanno preso parte allo scambio dialettico. Ogni interlocutore ha proposto alla scuola un progetto pedagogico per trasmettere ai ragazzi conoscenze, abilità e competenze. C'erano: la scuola calcio di Andrea Bolotta; la palestra “Placet Fitness” di Massimiliano Elia; l'associazione Insieme

onlus con il presidente Daniela Dattilo; la biblioteca con il vice presidente Christian Berlingeri; il Tae Kwon do e l'associazione I care rappresentate entrambe da Grazia Mazzei; l'associazione Armonia del responsabile Filippo Marciano; il dottor Santino Scalzi nelle vesti di dirigente del Poliambulatorio sanitario di Sersale; il sindaco di Cerva Mario Marchio; il maresciallo dei Carabinieri di Petronà Christian Cesareo; il responsabile della Chiesa Evangelica Giovanni Aiello. E ancora: il dottor Enrico Ambrosi dell'Asp di Catanzaro lido e l'assistente sociale Rita Doria. Il primo ha proposto un proget-

Un momento dell’incontro di ieri

to su fumo e alimentazione, mentre la seconda, a nome del dottor di medicina riabilitativa Roberto Colao, ha illustrato un progetto di prevenzione sanitaria con l'opportunità di fare ai discenti uno screening per prevenire una scorretta postura. L'Istituto comprensivo di Petronà, tre ordini di scuola, confermerà anche gli ambizioni progetti su legalità e giornalismo, così come parteciperà ai

progetti europei del Piano operativo nazionale conosciuti con l'acronimo Pon Il tutto per coinvolgere ragazzi, famiglie e istituzioni intorno a un condiviso progetto educativo. Se c'è una scuola nella presila catanzarese che antepone il plurale al singolare, preferendo la concertazione a scelte improvvisate e unilaterali, è quella di Petronà.

TORRE DI RUGGIERO La soddisfazione del primo cittadino per l’alto numero di presenze alla festa

pellegrini portatori di handicap, dei bambini e degli anziani. La presenza fitta e indaffarata di commercianti dislocati su oltre 2 km di percorso se da un lato ci ha proposto nuove problematiche dall'altro ci ha confermato l'urgenza di iniziare a lavorare per la realizzazione di un idoneo sito (area fieristica) ottimale per un grande evento. Un ultimo, ma non meno importante, ringraziamento alle delegazioni delle due associazioni di Torresi in Canada, entrambe intitolate alla Madonna delle Grazie presenti alla festa e che annoverano a Toronto e Montreal ben 1500 Torresi iscritti: si è di fronte a numeri che di per sé danno l'idea delle potenzialità anche economiche insite in eventi cosi radicati nella storia del nostro popolo e che riconoscono alle aree interne come la nostra un ruolo, in termini di riconoscibilità identitaria e spirituale, di primissimo ordine; si ha, in sostanza, l'ulteriore dimostrazione che la Calabria senza un potenziamento serio e la valorizzazione delle sue zone interne non va da nessuna parte».

Madonna delle Grazie, un successo stione dell'ordine pubblico e dal referente alla Cultura Michele Sangiuliano che hanno curato congiuntamente alle forze dell’ordine l’organizzazione dell’evento, «infatti nei quattro giorni di festeggiamenti grazie all'impegno di tutti - scrivono - non si è registrata nessuna criticità per i numerosissimi fedeli giunti a Torre di Ruggiero. Forze dell'ordine guidate dal comandante della stazione Carabinieri di Cardinale Maresciallo Maggiore Aiutante Vincenzo Carroccia sotto le direttive del Comandante la Compagnia Carabinieri di Soverato Cap. Giorgio Broccone e dal Comandante del Nucleo Operativo radiomobile Ten. Giancarlo Russo, dal Comando di Polizia Municipale sotto le direttive del Maresciallo Vito Sangiuliano, coadiuvato dal gruppo Gpg Italcaccia-Pesca I° Nucleo Argusto agli ordini del Cap. Salvatore De Giorgio e dal gruppo

Italcaccia V° Nucleo VigilanzaIttico-Venatoria-Ambientale distaccamento di Chiaravalle Centrale agli ordini del Cap. Laratta Giuseppe e dai volontari della Misericordia sezione di Soverato guidati dalla Governatrice Antonella Cutruzzulà, che hanno consentito il regolare svolgimento di un evento spirituale che per simbologia e numeri ed effetti collaterali di vario segno, in Calabria ha pochi eguali». «Anche quest’anno - riprende ancora il sindaco Pitaro, - anno particolare in quanto la ricorrenza del 150° Anniversario della Ricostruzione del Santuario e della ricomparsa della Fonte Prodigiosa come d'altronde ha evidenziato la stessa presenza dell'Arcivescovo metropolita della Diocesi Catanzaro Squillace mons. Antonio Ciliberti, la festa della Madonna delle Grazie di Torre di Ruggiero, ha registrato una partecipa-

zione incredibile di pellegrini e visitatori che evidenzia l'importanza religiosa, civile ed economica di un evento cosi imponente, di un appuntamento cosi straordinario che richiama gente da tutte le parti della Calabria ed emigranti di tutto il mondo. La stessa presenza di parlamentari, consiglieri regionali e di tutti i sindaci del comprensorio che ringrazio per la loro sensibilità e autorevole presenza, dà la cifra di un evento spirituale che supera le appartenenze ed impone un raccoglimento spirituale da cui la politica può trarre giovamento. Per noi, Amministrazione comunale, la gestione di un evento siffatto non è stata agevole, ma grazie agli sforzi di tutti siamo riusciti a portarla a compimento con soddisfazione generale, un grazie particolare a tutti i volontari che ci hanno aiutato senza risparmio, penso per esempio all'accoglienza dei

Vincenzo Bubbo


30 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

CALABRIA SANT’ANDREA Conferenza stampa ieri mattina al Parco Scolacium promossa dal Fondo per l’Ambiente Italiano

Oasi protetta, illustrato il progetto La spiaggia sarà tutelata nel suo stato originario valorizzando le peculiari colonie di tartarughe CATANZARO — E’ stato presentato ieri, presso il Parco Archeologico di Scolacium a Borgia, il progetto d’indirizzo per l’istituzione di un’oasi protetta “Dal Fosso Cupido al Torrente Bruno” nel comune di Sant’Andrea Apostolo dello Jonio. Ha aperto, quasi poeticamente, i lavori il dott. Colistra, per poi dare la parola al moderatore Marco Magnifico, Direttore Generale culturale Fai, il quale ha iniziato con l’introduzione e presentazione del progetto. L’area dell’oasi, coprirebbe un litorale di circa 3 kilometri di costa intatta, e rappresenta uno straordinario tratto ancora integro della costa calabrese. E’ caratterizzata da una serie di vere rarità, infatti, sono ancora presenti numerose specie di piante tipiche di tale ecosistema e pertanto di grande rilievo ecologico; inoltre è presente una macchia mediterranea molto variegata, un’elevata biodiversità vegetale ed infine numerose specie di volatili. Ma la vera protagonista di questa zona, che ha attirato l’attenzione di tanti turisti, è la tartaruga marina “Caretta caretta”. La straordinaria schiusa delle uova, avvenuta lo scorso agosto, dimostra il pregio naturalistico della spiaggia, adatta alla deposizione, e il ruolo che potrebbe svolgere nella tutela di questa specie minacciata dall’estinzione. A tal proposito, è stato proiettato un video raffigurante una schiusa record di oltre il 90%, ciò significa che ben 132 piccoli hanno potuto raggiungere il mare.

Il tavolo dei relatori

Sono ancora presenti numerose specie di piante tipiche di tale ecosistema e pertanto di grande rilievo ecologico

Il principale obiettivo del progetto è quello del recupero e della valorizzazione dell’area per creare e gestire un circuito virtuoso di buone pratiche che possano essere da esempio per il comprensorio. L’istituzione dell’oasi porterà notevoli benefici non solo all’ambiente ma anche all’economia, rendendo l’area protetta fruibile alla collettività, pertanto è emerso durante l’incontro, un punto di primaria importanza, ossia la necessità di preservare e difendere accuratamente l’oasi dalla “mano dell’uomo”, affinchè non venga deturpata o danneggiata in alcun modo da attività e strutture non compatibili. Hanno partecipato alla conferenza Wanda Ferro, Presidente della Pro-

La straordinaria schiusa delle uova, avvenuta lo scorso agosto, dimostra il pregio naturalistico della spiaggia, adatta alla deposizione

vincia di Catanzaro; Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette e territorio di Legambiente; Gregorio Colistra, portavoce del Direttore Generale dei Beni culturali e paesaggistici della Calabria - Roberto Cecchi; Pino Paolillo, responsabile Wwf Calabria; Antonio Mingozzi, responsabile del progetto TartaCareUniversità della Calabria; Pino Commodari, portavoce di Maurizio Lijoi Sindaco di Sant’Andrea Apostolo sullo Jonio; ed infine la dott. ssa Patrizia Carè, portavoce del Consigliere Nazionale Italia Nostra. Sposano quest’importante iniziativa ben quattro associazioni di prestigio, il Fai, Fondo per l’Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo con Italia Nostra; Legambiente e WwF Italia. Il Presidente Wanda Ferro ha espresso solidarietà ed apprezzamento verso il progetto, dichiarandolo d’interesse pubblico e d’investimento per il futuro; si è detta altresì favorevole, per l’ente che rappresenta, ad un’eventuale collaborazione, sottolineando l’importanza, per lo sviluppo della Calabria, dell’attività agricola e turistica. Lo studio per l’istituzione dell’oasi è stato realizzato dal Fai, grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo. Dunque l’auspicio è che, da Sant’Andrea Apostolo dello Jonio, possa partire un nuovo modello di sviluppo territoriale, capace di tutelare bellezza e ambiente, riequilibrando il rapporto tra uomo e natura. Emanuela Coppoletta


Pag. 31

APPUNTAMENTI il Domani

Giovedì 11 Settembre 2008

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO La commedia in vernacolo “U Cortila da pacia” è il nuovo apprezzatissimo lavoro del regista Aldo Conforto

Grande successo per “A Trambia” Pienamente soddisfatto della stagione estiva il presidente della compagnia, Lino Bagnato CATANZARO — Non si placa l’eco

di successo della commedia in vernacolo “U Cortila da pacia” e di tutto il cast della Compagnia Teatrale Catanzarese “A Trambia” che ha proposto per la stagione estiva il nuovo apprezzatissimo lavoro ad opera del regista Aldo Conforto. Una commedia brillante che si è aggiudicata i consensi della critica su tutto il territorio regionale, per la qualità che traspare dai ritmi dinamici delle scene, dall’accurata partitura fisica e dall’interpretazione. Numerose amministrazioni comunali e comitati feste hanno ospitato “U Cortila da pacia” per regalare ai proprio concittadini delle piacevoli serate di puro divertimento e di cultura, consentendo alla compagnia “A Trambia” di farsi portavoce e strumento di divulgazione della cultura catanzarese. Pienamente soddisfatto il presidente della compagnia Lino Bagnato che ha tirato le somme del Tour estivo del gruppo e ha annunciato i prossimi appuntamenti previsti. “Quest’anno abbiamo lavorato duramente su un lavoro di elevato spessore culturale, vista la maestria dell’autore dell’opera Pippo Scammacca. Ma l’impegno di tutto il gruppo - a partire dal registra Aldo Conforto, dal direttore artistico Silvestro Bressi, passando ad Alfredo Paonessa che ha curato i commenti musicali, a Giovanni Sorrenti per le scenografie, fino agli attori impegnati in scena – è stato abbondanteCATANZARO — Maurizio Scarpa e

la Pallina Rossa. L’offerta diversificata di eventi previsti per la Notte Piccante edizione duemilaotto non deluderà le aspettative di grandi e piccini. Come per l’edizione dell’anno precedente, ampio spazio sarà dedicato al divertimento dei più piccoli, che potranno trascorrere piacevoli ore in compagnia dei genitori e di altri coetanei partecipando attivamente allo spettaREGGIO CALABRIA — Grande soddi-

sfazione, da parte dell’amministrazione Provinciale di Reggio Calabria per la presenza tra le finaliste, di due splendide ragazze provenienti dalla Provincia di Reggio Calabria. Erika Romeo 18 anni di Reggio Calabria ed Erica Cunsolo 18 anni di Rosarno. Quest’anno l’Assessorato allo Spettacolo ha inteso patrocinare e promuovere alcune serate di Miss Italia - organizzate da Beniamino Chiappetta agente regionale del concorso che hanno riscosso tanto successo di pubblico e d’interesse mediatico. Ma l’appagamento maggiore per l’amministrazione Provinciale nasce dal fatto che la Miss reggina, Erika Romeo sia stata selezionata, in una delle serate sponsorizzate dall’Amministrazione Provinciale diventando Miss Melito e vincendo la finale regionale di Cittanova. Melito, Anoia, Bagnara, Gioiosa Jonica e una finale a Cittanova sono state le tappe del tour della bellezza in provincia di Reggio Calabria che - come più volte affermato - sono servite anche a promuovere le bellezze architettoniche e gli itinerari artistici della Provincia di Reggio attraverso la visione in tutte le piazze della Calabria attraverso una scheda turistica monumentale

Gli attori durante una recente serata

Una commedia brillante che si è aggiudicata i consensi della critica su tutto il territorio

Gli appuntamenti: domani a Santa Maria, il 14 a Mater Domini, il 19 a Siano

CATANZARO Durante la manifestazione i più piccoli potranno godersi lo spettacolo di Maurizio Scarpa

Notte Piccante anche per i bambini colo del mimo-clown Maurizio Scarpa. L’attore vanta un curriculum di tutto rispetto ed un esperienza specializzata in animazione per bebè, per bambini, per ragazzi e per adulti, è inoltre esperto in tea-

tro di mimo, teatro di strada, ed ultimamente è impegnato anche nel sociale. Seguendo la scia del celebre dottore Patch Adams, infatti, attualmente regala un sorriso con la sua arte ai bambini affetti da leu-

cemia e tumori che vivono in ospedale. Celebre per le sue esibizioni artistiche per le strade e nei teatri di tutta Italia ed anche all’estero, Maurizio Scarpa è un mimo sordo che porterà a Piazza Marconi, in

REGGIO CALABRIA Soddisfazione da parte dell’amministrazione Provinciale per i traguardi di Erica e Erika

«Alla finale di Miss Italia sosteniamo le reggine» nell’ambito delle trasmissioni trasmesse da Video Calabria. «Una bella soddisfazione per tutta l’Amministrazione Provinciale - dichiarano gli esponenti della provincia reggina che ha voluto e creduto in questo progetto che non ha avuto solo finalità di spettacolo e di bellezza in passerella, ma che ha consentito anche la promozione della storia, della cultura, delle tradizioni, delle peculiarità dei luoghi e della stessa Provincia di Reggio Calabria. Già ci ritenevamo molto soddisfatti in quanto gli obiettivi proposti erano stati ampiamente raggiunti e superati: ma ora con la presenza in diretta su Raiuno, tra le 100 Miss che si contendono il titolo di Miss Italia nell’ambito del più importante evento mediatico e televisivo italiano, di due Miss reggine ed in particolare della “nostra” Erika Romeo che ha fatto tutto il suo percorso durante le serate da noi patrocinate, la soddisfazione aumenta. Sono queste per loro esperienze che nascono come un gioco e poi diventano vetri-

Una fase delle finali in corso a Salsomaggiore

na artistica in quanto la Calabria è tradizionalmente lontana dai circuiti artistici che contano e le nostre ragazze hanno in tal senso ben poche possibilità di coltivare i loro sogni artistici. Alla nostra Erika Romeo au-

guriamo il maggior successo possibile e siamo fieri e sicuri che nell’evento mediatico televisivo in diretta Raiuno oltre che la sua indiscutibile bellezza mediterranea e calabrese, saprà ben rappresentare e diventare

mente premiato. «Non sono state poche le serate estive - aggiunge Bagnato - in cui il pubblico ci ha ringraziati a chiusura dell’opera con delle standing ovation inattese». Tanti stimati apprezzamenti e significativi riconoscimenti hanno coronato la bellezza di un’opera teatrale che già in città aveva fatto discutere in maniera molto positiva la critica. Grande onore soprattutto per il cast, capeggiato dal mattatore Pino Tafuri accanto a Roberta Critelli. Insieme a loro: Teresa Barbagallo, Marco Angilletti, Antonio Orlando, Lino Bagnato, Roberta Rocca, Salvatore Montesano, Stefano Gualtieri, Benedetta Rubino, Annarita Palaia e Antonio Critelli. Dopo l’impegno sul territorio regionale, la compagnia è ora impegnata a mettere in scena “U Cortila da pacia” nei quartieri del catanzarese, in occasione delle diverse feste e degli appuntamenti che i vari comitati di quartiere hanno pensato di organizzare. Dopo la buona riuscita ottenuta nel quartiere Pontegrande in occasione della consueta festa, nel mese di settembre, domani sarà impegnato a Santa Maria, il 14 a Mater Domini, il 19 a Siano, il 28 a Samà e il 4 ottobre a Cavita. Tante altre serate all’insegna del divertimento, quindi, grazie alla capacità di una compagnia abilmente impegnata nell’offrire ai catanzaresi un prodotto teatrale che nasce e vive della catanzaresità stessa. occasione della Notte Piccante, lo spettacolo itinerante “Maurizio e la pallina rossa”. L’aspetto buffo, il vestiario eccentrico e colorato, il trucco in volto tipico da pagliaccio, una grossa pallina rossa al posto del naso ed una mimica ed una comunicatività eccezionale, costituiscono un mix perfetto per stupire e coinvolgere in giochi divertenti i bambini presenti in città per l’attesa manifestazione. testimonial della bellezza della nostra Provincia che avrà un simbolo positivo da proporre a livello nazionale. Cosi come analogo successo auguriamo alla miss rosarnese Erica Cunsolo. Siamo sicuri che l’intera Provincia saprà far sentire loro tutto il calore ed il sostegno anche grazie al meccanismo del televoto con il quale si potrà votarle in modo da spingerle il più in alto possibile. Al loro rientro - concludono -, comunque vada il loro percorso, avremo il piacere di riceverle nella nostra sede istituzionale per ringraziarle personalmente della loro positiva esperienza di testimonial della nostra Provincia in un cosi importante evento mediatico e di costume italiano». Sarà possibile sostenere le miss reggine in gara televotando per loro nel corso delle trasmissioni in diretta Rai presentate quest’anno di nuovo da Carlo Conti. Per televotare Erika Romeo in gara con il numero 065 - bisognerà comporre il numero 16477 digitando poi 065. Per sostenere Erica Consolo - in gara con il numero 018 - bisognerà comporre il numero 16477 digitando poi 018. Si potrà anche votare via sms inviando un messaggio al 48444 poi 065 per Erika Romeo e 018 per Erica Consolo.


32 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA SATRIANO In piazza Spirito Santo è andata in scena “Quasi quasi gliela combino”, una commedia offerta dall’amministrazione comunale

I valori della commedia di Calabretta La vicenda ruota attorno al marito molto avaro e alla moglie che riesce a sopportare le sue impertinenze SATRIANO — Ancora successi per

Gregorio Calabretta e la sua compagnia teatrale che, nell’ambito del tour estivo, ha fatto tappa nel centro storico satrianese proponendo la commedia dialettale “Quasi quasi gliela combino”. Una performance molto apprezzata da tutti i presenti, arrivati in tanti in piazza Spirito Santo trasformata in una sala teatrale all’aperto per accogliere la professionale commedia ideata dal grande artista calabrese, Gregorio Calabretta, attore, autore e regista affermato nell’arte teatrale, dove ha all’attivo tanti riconoscimenti e premi che evidenziano la sua notevole professionalità. Le sue commedie nascono dalle vi-

cende quotidiane e dalla vita realmente vissuta dalla gente comune, tanti personaggi che mettono in risalto i problemi di tutti i giorni, il lavoro, l’amore, la crisi economica. Sono proprio questi i temi trattati nella commedia in due atti, messa in scena a Satriano, promossa dall’Amministrazione Comunale assessorato alla cultura, turismo, sport e spettacolo, dal titolo “Quasi quasi gliela combino”, dove si evidenziano i valori e le debolezze dei personaggi proposti, come ad esempio il rincorrere i beni materiali attraverso sotterfugi, tradimenti ed equivoci, che rendono la commedia originale ed unica nel suo genere popolare. La vicenda ruo-

ta attorno a due personaggi, il marito molto avaro che lotta a recuperare una somma scommessa e per farlo induce al tradimento il suo amico e la moglie che riesce a sopportare l’impertinente marito. I preparativi del matrimonio del figlio del protagonista con la figlia di amici mettono in evidenza la tirchieria del protagonista, interpretato dallo stesso Calabretta, che rende comico il dialogo tra le famiglie degli sposi. Una sequenza di imbrogli e di storie contorte che hanno fatto ridere e scompisciare l’intera platea che ha continuamente elargito calorosi e meritati applausi. Rosanna Paravati

Un momento dello spettacolo

CATANZARO — Da oggi al 14 settembre si svolgerà, organizzata dalla comunità della Parrocchia Santa Croce di Catanzaro e dalla comunità dei Padri Minimi di San Francesco di Paola guidata dal parroco padre Gregorio Colatorti nel quartiere Pontepiccolo, la festa dell’Esaltazione della Croce titolare della chiesa. Il Consiglio Pastorale parrocchiale, ha reso noto il programma dei festeggiamenti religiosi che iniziano oggi, nel quale è prevista alle ore 17 l’esposizione e l’adorazione del santissimo Sacramento con la possibilità di accostarsi al sacramento della riconciliazione a seguire la santa mes-

CATANZARO Da oggi al 14 settembre tante celebrazioni per l’esaltazione della croce titolare della chiesa

CATANZARO — Le due qualificate del

CATANZARO Le due qualificate del girone B affronteranno I Diavoli e il Pontegrande

girone B affronteranno rispettivamente I Diavoli e il Pontegrande. Pronostici rispettati nel girone B del torneo “Siano in festa 2008”. I Warriors, superato lo scoglio Blu Angels, si appresta ad affondare giovedì sera il Pontegrande. La Ditta Santise, campione in carica, si è sbarazzato agevolmente dei J Team andando a disputare la semifinale contro I Diavoli. Si tratterà di derby, in quanto le due squadre provengono dallo stesso quartiere: Ianò. Si attendono numerosi spettatori in quanto entrambe le squadre sono molto seguite. Anno scorso il pubblico ha dato una grossa mano, con tifo incessante per tutta la durata della partita e carosello finale che ha impreziosito la manifestazione. La prima semifinalista del girone B i Warriors, è squadra tosta, può punire in qualsiasi momento e non demorde mai. Inoltre, tra le fila dei giocatori c’è Longo Francesco, che con undici reti all’attivo, per ora, è il vice capocannoniere del torneo. La Ditta Santise è completa in ogni reparto. L’arma principale è la forza fisica e la resistenza e può vantare in Mazza, autore finora di ben diciotto reti, il bomber che fa la differenza. L’unica pecca che a volte prende con sufficienza l’impegni, pagandoli a caro prezzo.

J TEAM DITTA SANTISE 15

5

J Team: Fera G., Posella, Caracciolo, Fera V., Grotteria, Minisi D. Santise: Rotundo, Gagliardi D, Santise, Ruffa, Cacia, Mazza, Gagliardi R. Marcatori: Posella 4’, 53’ -Caracciolo 19’ - Fera V. 25’, 52’ - Santise 47’ -Cacia 14’, 31’, 39’ - Mazza 15’, 16’,18’, 20’, 48’,49’, 50’, 51’, 56’, 57’, 60’ In una partita che contava più per lo spettacolo che per la classifica, si è assistiti ad una buona prova della Ditta Santise in vista delle semifinali. La partita comunque piacevole è stata onorata fino alla fine dalla J Team, i

La Festa religiosa di Pontepiccolo sa. Venerdì 12 alle 17,30, si svolgerà una Via Crucis al cimitero cittadino nel corso della quale si pregherà per tutti gli ammalati e i defunti. Sabato 13 con lo sguardo rivolto a Maria madre di Gesù, ”presso di Te, o Croce di Gesù, stava sua Madre” alle ore 18,30 ci sarà la celebrazione eucaristica ed alle ore 21 presso la Cappella di San Francesco di Paola nel quartiere uccelluzzo, si terrà una veglia di preghiera animata dai

La festa parte oggi alle 17 con l’esposizione e l’adorazione del santissimo Sacramento

giovani della parrocchia. Domenica 14 dopo le messe della mattina, alle ore 17,30 si snoderà per le vie del quartiere la processione del Santo Crocifisso che partirà dalla cappella di San Francesco di Paola. Al termine del momento di fede, in parrocchia, ci sarà una solenne celebrazione eucaristica. Il parroco padre Gregorio, nell’invito rivolto alla comunità dei fedeli ha detto: «la croce è la gloria di Dio, il trionfo

Torneo Siano in festa 2008: D. Santise e Warriors in semifinale quali tra infortuni, formazioni rimaneggiate e propria e vera sfortuna, hanno affrontato un torneo in condizioni altamente precarie. Aspetteremo migliori prestazioni nelle prossime edizioni del torneo. Questa sera hanno, per forza di causa, dovuto ammainare la bandiera e soccombere alla più forte avversaria. Il risultato finale la dice sul divario tra le due formazioni. Tra l’altro, con il premio capocannoniere in palio, è stata una motivazione maggiore racimolare il più possibile da quest’incontro. Ci riesce ottimamente Mazza, che con undici reti di questa sera, aggiunte ad altre sette siglate finora, ha praticamente il titolo capocannoniere in tasca. Anche perché Longo, a quota undici, ha sette reti da recuperare e rimangono solo due gare, difficili. Ma non è detta l’ultima parola. In bocca al lupo ad entrambi. La Ditta Santise affronta la sfida con tono minore, ritmi molto blandi, simili ad una partita d’allenamento. I J Team fanno la loro partita, creando qualche problema a Rotundo, che si trova costretto a raccogliere la palla in rete al quarto ad opera di Posella, abile a battere da due passi l’estremo difensore. Spinge ancora J Team e all’ottavo su tiro di Fera V. la palla, a portiere battuto, colpisce entrambi i pali prima di terminare fuori. Sale in cattedra la Ditta Santise ed iniziano i problemi per Fera G. Prima Mazza e poi Cacia, mettono freno alle speranze di vittoria dei J Team. Comunque, la Ditta Santise concede ampi spazi, la voglia di segnare è tanta per tutti i componenti della formazione in maglia

gialla, sfruttati dalle marcature di Caracciolo e Fera, che al venticinquesimo con un preciso tiro di punta insacca dove il portiere non può arrivare. Nel secondo tempo è Mazza show. Alla fine sul tabellino si registrano undici reti siglate di destro, sinistro, al volo, di punta ed una traversa colpita di testa. Rimane spazio anche per il “sempreverde” Santise, Cacia e un altro gol a testa per Posella e Fera V. Dopo l’agevole successo per la Ditta Santise, si prospetta una semifinale “palpitante” nel derby con I Diavoli questa sera. Per i J Team un buon rientro, con la speranza che il divertimento abbia colmato le serate dei ragazzi di S. Janni. Francesco Longo

BLU ANGELS WARRIOS

6 11

Blu Angels: Amelio, Iozzo, Faragò, Capilupi, Benenati, Montesano A., Pellegrino, Montesano F., Arcuri Warriors: Colosimo C., Colosimo L., Longo, Scicchitano, Tiriolo, Cenescriti, Masciari, Montesano Marcatori: Montesano F. 1’,58’-Arcuri 17’ - Pellegrino 38’ - Iozzo 42’ - Colosimo L. 23’, 36’, 62’ - Longo 5’, 19’, 33’, 52’, 55’, 56’ - Scicchitano 26’, 60’ La sindrome da secondo tempo per i Blu Angels si è fatta sentire anche questa sera. In una partita in cui l’unico risultato utile per accedere alle semifinali era la vittoria, e di fronte si presentava una squadra quadrata e con un candidato al titolo capocannoniere, il compito era ostico. Per nulla intiVincenzo Mazza

dell’amore, da essa è venuta a noi la vita e la comunione con Dio e tra noi. Il senso della festa annuale è di ritrovarsi insieme per attingere la gioia e la forza di costruire veri ed autentici rapporti di umanità, unità e comunione contemplando il legno della croce a cui fu appeso il Cristo Salvatore del mondo». La comunità di Santa Croce, si pone in attesa della visita Pastorale che effettuerà nei prossimi mesi l’arcivescovo metropolita mons. Antonio Ciliberti. Le celebrazioni saranno animate dalla Corale Polifonica San Francesco di Paola. A corona della festa liturgica sono previste manifestazioni civili. moriti dal biglietto da visita dei Warriors, partono benissimo i Blu Angels e già dopo venticinque secondi passano con Montesano F. Non contenti premono sull’acceleratore ed è per caso che subiscono il pareggio al quinto con tapin di Longo su passaggio di Colosimo L. I Blu Angels si rifanno avanti con Arcuri al diciassettesimo, con lo stesso che qualche minuto prima, su calcio di punizione, aveva colpito il palo alla destra del portiere. I Warriors iniziano ad uscire fuori dal guscio e collezionano azioni degne di nota. E’ sempre Longo che, due minuti più tardi, su assist di Scicchitano appoggia in rete per il pareggio dei Warriors. Azione fotocopia al ventitreesimo ma il marcatore questa volta è Colosimo L. Scicchitano corona la sua grande serata al ventiseiesimo, quando da fuori area sorprende Amelio. Il vantaggio inizia ad essere rassicurante siamo sul quattro a due per i Warriors. Il secondo tempo inizia bene per i Blu Angels, un’autorete li porta sul tre a quattro, ma inspiegabilmente appaiono disuniti e senza idee. Prendono le redini del gioco i Warriors, con Scicchitano che distribuisce una quantità infinita di palloni. Con Scicchitano, Longo e Colosimo L. inizia lo show dei Warriors. Ben coperti dietro con Masciari e compagni, creano azioni da rete a valanga con un feeling alquanto impressionante tra Longo e Colosimo L. Si scambiano assist reciproci che li porta in appena dieci minuti a siglare cinque reti ed un altro allo scadere con Scicchitano. I Blu Angels trovano l’orgoglio di rispondere con Pellegrino, al trentottesimo, su azione manovrata partita dalle retrovie e con Iozzo su appoggio dello stesso centravanti su citato. Il risultato finale premia i Warriors con un risultato giusto analizzando l’intero andamento della partita. I Blu Angels escono un po’ presto di scena per gli obiettivi prefissati. C’è qualcosa da rivedere all’interno della squadra, in quanto fanno ammirare bei numeri, vi è una buona organizzazione di gioco ma tutto ciò è stato poco per ottenere la qualificazione al turno successivo.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 33

APPUNTAMENTI CALABRIA S.ANDREA Calato il sipario su “Una voce per lo Jonio” l’assessore allo spettacolo spiega il valore di un festival ricco di talenti

Cosentino: «La Calabria fucina di ingegni» La gara è stata visionata da alcune accademie e case di produzione nazionali S. ANDREA — Giunto alla sua se-

conda edizione il festival canoro “Una voce per lo Jonio”, ha visto, la scorsa settimana, calare il sipario con una serata conclusiva entusiasmante. Dopo aver incantato, sin dal mese di luglio, innumerevoli spettatori, la finale della kermesse, ha avuto quali protagonisti, 22 concorrenti che si sono esibiti sul palcoscenico con professionalità e disinvoltura. Ideatore e direttore artistico della manifestazione musicale, Christian Cosentino, assessore allo sport e spettacolo del comune di Sant’Andrea, che pone al centro dei suoi obiettivi promuovere talenti autoctoni con il suo lavoro: «Sono convinto - spiega Christian Cosentino - che la Calabria sia una fucina di ingegni, naturalmente non solo artistici, che hanno poche possibilità di farsi conoscere superando i confini spesso anche della nostra provincia. Il Festival ha, quindi come scopo principale, quello, se possibile, di venire a conoscenza di personaggi talentuosi ed aiutarli ad emergere!». La gara, infatti, è stata visionata da alcune accademie e case di produzione nazionali, se poi a guardarti, coREGGIO CALABRIA — Nel segno della tradizione. Presentato a Palazzo San Giorgio il programma delle feste patronali in onore della Madonna della Consolazione. Quattro giorni di festeggiamenti, da sabato 13 a martedì 16 settembre, che si apriranno, come sempre, sabato mattina con la processione del Quadro di Maria Santissima Madre della Consolazione dal Santuario dell’Eremo alla Basilica Cattedrale. Un appuntamento che si rinnova da secoli e che rappresenta un atto di fede dei reggini alla Santa Patrona. Un momento particolarmente significativo sarà quello della consegna della Vara dai padri cappuccini alle autorità civili e religiose cittadine che avverrà all’incrocio tra via Cardinale Portanova e viale Amendola. Nel corso della presentazione del programma sono stati illustrati gli eventi organizzati dall’Amministrazione Comunale nell’ambito dei festegALTOMONTE — Oggi secondo

appuntamento in cartellone per “Di…vino jazz2008”. Alle ore 20, in Piazza della Cattedrale, “Bosso & Girotto Latin Quartet” in “New York - Cordoba - New York”. Messo in piedi in occasione dell’edizione 2006 del Brianza Open Jazz Festival, il quintetto si avvale di due figure leader: da un lato il torinese Fabrizio Bosso, dall’altro l’argentino Javier Girotto, italiano d’adozione. Si incontrano così, nel terreno fertile dell’improvvisazione e del jazz, estetiche apparentemente lontane, l’hard bop di cui Bosso è alfiere indiscusso e gli influssi latini e le ritmiche argentine, dal tango in giù, di Girotto. Il calore che emana l’incontro tra due grandi stilisti del jazz quali Bosso e Girotto anima la musica del quintetto: inquadrature veloci, rapidi cambi di timbro, assoli fulminanti, interplay mnemonico. La tromba tecnicamente infallibile di Fabrizio e la voce inconfondibile dei sassofoni di Javier sospingono l’estro com-

La serata finale

me presidente di giuria, quindi a valutarti, c’è un autorità come Michele Fischietti, collaboratore di Simona Ventura e scopritore con lei di Giusi Ferreri, nonché vocal coach di artisti, come Max Pezzali, Loredana Bertè e i Finley, se ti fai notare è meglio. I cantanti in gara, difatti, dal primo all’ultimo, hanno dato il massimo nell’interpretazione delle canzoni scelte, che hanno abbracciato una larga fascia generazionale. A

Vincitrice del concorso Barbara Danieli, che ha cantato una canzone di Mina: “Amor mio”

smorzare la tensione, ben visibile sui volti dei cantanti in erba, l’anchorman Domenico Milani, conduttore della soirée. La giuria critica, composta dai corrispondenti delle varie testate giornalistiche regionali, delle emittenti televisive e radiofoniche più importanti, insieme alla giuria di eccezione, rappresentata dalle autorità politiche locali e da musicisti ed artisti del mondo dello spettacolo, hanno avuto il

REGGIO Presentato a palazzo San Giorgio il programma della festa, dal 13 al 16 settembre

Madonna della Consolazione nel segno della tradizione giamenti civili. Erano presenti all’incontro il consigliere delegato all’attuazione del Programma Giuseppe Agliano, presidente del Comitato Feste, gli assessori Enzo Sidari (delega turismo e spettacolo), Fabrizio Veneziano (sport) e Candeloro Imbalzano (attività produttive), don Giorgio Costantino, portavoce della Curia reggina, Giuseppe Iannò in rappresentanza dei portatori della Vara, padre Giuseppe Sinopoli, Superiore dei Cappuc-

cini dell’Eremo e Pino Crucitti componente del Comitato Feste. Il consigliere Agliano, nella sua qualità di presidente della Commissione che ha stilato il programma, ha ricordato come lo stesso «rispetti la tradizione ma con qualche novità rappresentata dalla presenza degli sbandieratori di Ferrara frutto di un gemellaggio con la città emiliana voluto dall’Avis reggina». Agliano ha anche annunciato che «l’Amministrazione Comunale ha desti-

nato cento mila euro per il restauro della Vara. I lavori cominceranno alla fine di novembre quando il Quadro della Madonna della Consolazione rientrerà al Santuario dell’Eremo». L’assessore Sidari ha sottolineato «la presenza di spettacoli che vedranno protagonisti artisti reggini oltre ai concerti di cantanti famosi come quello di Edoardo Bennato in programma martedì sera a piazza del Popolo». Fabrizio Veneziano, da parte sua, ha annun-

ALTOMONTE Oggi un’altro affascinante appuntamento, alle ore 20, in Piazza della Cattedrale

Seconda serata di “Di…vino jazz 2008”

Bosso e Girotto

binatorio e visionario di un quintetto che gode inoltre della partecipazione straordinaria del pianista italo-argentino Natalio Mangalavite, già compagno di Girotto in tante altre av-

venture. L’estetica del quintetto si colloca dunque nella tradizione jazz con occhio di riguardo nei confronti di linguaggi misti ad influssi latini, sul comune retroterra dell’improvvi-

sazione e del linguaggio afroamericano: una soluzione valida a estetiche programmate, che si avvale dell’inguaribile volontà d’innovazione dei componenti, estremamente interessati a fon-

compito arduo di scegliere i migliori. Due le categorie da giudicare, tra le quali a primeggiare, sono Federica Sestito, terzo posto, Martina Carioti, secondo e Anastasia Franco, prima classificata, per la sezione giovani. Mentre fra gli adulti si distinguono, Anna Vittoria Cassari, con “Amor mio” di Mina, Francesca Bressi, con una straordinaria interpretazione di “New York New York”, ed infine vincitrice del concorso Barbara Danieli, che ha surclassato tutti ed incantato la giuria, con una canzone, ancora una volta di Mina, “Amor mio”. Insomma, grazie a Christian Cosentino, i giovani del panorama musicale catanzarese hanno l’occasione di crescere e migliorare sfruttando la possibilità di apprendere i segreti del mestiere dallo stesso Michele Fischietti che in questi giorni sarà presso la “Sound Academy” a svolgere le funzioni di maestro. Un’avventura sorprendente ed un’opportunità unica che, come sottolinea il sindaco di Sant’Andrea, Maurizio Lijoi, «se sfruttata più ampliamente, coinvolgendo l’intera regione, raggiungerebbe risultati maggiori!». ciato gli appuntamenti sportivi e tra questi «la scherma in piazza che mai si era svolta nella nostra città». L’assessore alle Attività Produttive Candeloro Imbalzano ha confermato «la scelta dell’Amministrazione che, come lo scorso anno, ha autorizzato l’allestimento delle giostre solo per bambini al parco Pentimele». Don Giorgio Costantino ha messo in evidenza che “«a rassegna internazionale dei Canti corali ha raggiunto la tredicesima edizione con la presenza di gruppi che arriveranno dal Messico e dalla Spagna, oltre al Coro da Camera della radio ungherese». L’associazione Portatori della Vara celebrerà la “Giornata del Portatore”, come annunciato dal suo rappresentante Iannò. «Tra gli appuntamenti - ha dichiarato - una pesca per beneficenza per raccogliere fondi per realizzare una casa accoglienza in Ruanda denominata ‘Madonna della Consolazione». dere forme comunicative apparentemente lontane. Di…Vino Jazz 2008 indaga l’affascinante mondo del jazz, all’insegna della commistione di stili e culture nella musica sotto la guida del direttore artistico Francesco Gallavoti. Buona musica e buon vino questo il connubio perfetto che proporrà anche quest’anno il cartellone di Di…Vino jazz. Per il pubblico torna, inoltre, “Ristorante in piazza”, serate gastronomiche a tema a base di piatti e pregiati vini locali che si svolgeranno nella suggestiva Piazza della Cattedrale prima e dopo i concerti. In una perfetta armonia di sensazioni sonore e sensoriali alla ricerca del “Suono del Gusto”. Prossimo appuntamento domani sera alle ore 20, nella Piazza della Cattedrale. In scena, Iguazù Progect (Michele Ascolese chit. Maurizio Meo Bass, Reinaldo Santiago dr. Jean Do Piavì perc. Aidan Zammit piano e fis.) in “La musica del mondo che come l’acqua scorre e arrichisce questa nostra piccola tribù”.


34 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Italiani... che commedia!”, rassegna cinematografica fino al 6 ottobre a Castrovillari

“Settembre in festa” a Catanzaro IL CARTELLONE

Passeggiata antidiscriminazione per le persone obese a Belvedere Marittimo

ALTOMONTE (Cs) - “Di.. vino in jazz 2008” Programma Di...vino in jazz, programma: oggi, ore 20.00, presso il centro storico Altomonte, Fabrizio Bosso - Javier Girotto latin quartet (F.Bosso tr. J.Girotto sax, Natalio Mangalavite piano, Luca Bulgarelli bass, Lorenzo Tucci dr.) in “New york - Cordoba - New York”; 12 settembre, ore 20.00, presso il centro storico Altomonte, Iguazù Progect (Michele Ascolese chit. Maurizio Meo bass, Reinaldo Santiago dr. Jean Do Piavì perc. Aidan Zammit piano e fis.) in “La musica del mondo che come l'acqua scorre e arricchisce questa nostra piccola tribù"; 13 settembre, ore 20.00, presso il centro storico Altomonte, Omparty (Leon Pantarei perc. Pasqualino Fulco chit. Roberto Cherillo tast.) in “Musica meticcia che unisce la memoria delle proprie origini ai suoni della terra"; 14 settembre, ore 20.00, presso il centro storico Altomonte, Big Band diretta dal M. Gerardo Di Lella in “Italian Soundtracks & American standards”; 19 settembre, ore 21.00, presso il centro storico Longobucco, “Swing fratis in concerto". AMARONI (Cz) - “Presepi aperti” in allestimento Il Comune di Amaroni sta allestendo la manifestazione "presepi aperti" edizione 2008/2009, giunta all'VIII edizione. Info: 0961/913030 - 0961/913535. AMARONI (Cz) - Festa dell’Addolorata Festa dell'Addolorata 20 e 21 settembre. Sabato 20 settembre, dopo la S. Messa con i Vespri ore 17.00, processione eucaristica per le vie principali del paese; domenica 21 settembre, alle ore 17.00, la processione con la statua della Madonna e al rientro la S. messa. Il 20 settembre è prevista "La sagra tipica amaronese" animata da un gruppo folkoristico. BADOLATO (Cz) - Festa del Partito Democratico Prima festa del partito Democratico il 19 e il 20 settembre 2008 a Badolato Marina, in Piazza Tropeano.Ci saranno giochi popolari, dibattiti politici e stands gastronomici. Chiusura della festa il 20 settembre alle ore 21.00 con il concerto del gruppo Parafonè. Info: 338/2839619. BADOLATO M. (Cz) - Festa dei Santi Angeli custodi 25/26/27/28 settembre, festa dei Santi Angeli custodi protettori della parrocchia di Badolato Marina. Programma religioso: 25/26/27 settembre: ore 17.30, triduo solenne; 25/27, esposizione del Santissimo Sacramento e recita della preghiera dei Vespri con riflessione; 28, celebrazione della Santa Messa con riflessione; domenica 28 settembre, ore 8.00, S. Messa; ore 10.30, S. Messa; ore 17.00, S. Messa cantata con panegirico di Don Eugenio Aiello; subito dopo processione con fiaccolata. Programma civile: venerdì 26 settembre, ore 21.00, la compagnia teatrale "Le tre torri" di Badolato M. presenta: "u vogghiu u vogghiu e hru vogghiu", commedia in due atti in vernacolo; sabato 27 settembre, ore 18.30, giochi popolari; ore 21.00, tributo live "in concerto" omaggio a Rino Gaetano; domenica 28 settembre, ore 20.00, giochi popolari; ore 21.00, orchestra "T. Campanella" dell'istituto comprensivo Badolato. Durante l'esibizione verrà effettuata l'estrazione dei biglietti vincenti; ore 22.30, spettacolo pirotecnico a cura della ditta Argirò. Durante le serate funzioneranno stand gastronomici.

BELVEDERE M. (Cs) - Passeggiata per obesi A Belvedere Marittimo sabato 13 settembre si svolgerà la terza edizione la passeggiata antidiscriminazione delle persone obese che si terrà a Belvedere Marittimo. La Passeggiata è promossa anche quest’anno dall’organizzazione no-profit Demetra Onlus e dal Centro Antiobesità dell’Istituto Ninetta Rosano, Casa di Cura Tricarico di Belvedere Marittimo che, ormai da sette anni, si occupa di affrontare e trattare questa patologia, curando anche gli aspetti socio-culturali che ne conseguono. BOVALINO (Rc) - Presentazione libro Mario La Cava In occasione del centenario della nascita del grande scrittore calabrese Mario La Cava, la casa editrice Città del Sole Edizioni pubblica un inedito, la sua tesi di laurea dal titolo La Repubblica Cisalpina (Appunti sulla Costituzione e sull’Attività legislativa della Repubblica Cisalpina). Opera prima dello scrittore e giornalista originario di Bovalino, si presenta, oltre per l’indiscusso valore storico, come uno strumento meta-letterario: infatti, proprio nel suo ultimo romanzo di ispirazione autobiografica, Una stagione a Siena, lo scrittore si sofferma sul suo periodo di studi a Siena. Il volume sarà presentatooggiore 17.00 a Bovalino, presso la casa di famiglia (Corso Umberto I, 112, Bovalino), nella due giorni organizzata dall’Associazione culturale Mario La Cava, in occasione dell’anniversario della nascita.

BRATTIRO’ (Vv) - Raduno fan club Nomadi Sabato 27 settembre, dalle ore 20.30 in poi, festa raduno

"Fans club-Solo Nomadi" presso la piazza centrale. CASTROVILLARI (Cs) - “Italiani... che commedia” Cinema in città nel segno della Commedia all’italiana. La rassegna cinematografica “Italiani… che commedia!” , con ingresso gratuito, è a cura della Mediateca e della Biblioteca “Umberto Caldora” e andrà avantisino al 6 di ottobre con sei films, grazie al patrocinio dell’Amministrazione comunale - assessorato alla Cultura. Nel Cortile di Palazzo Cappelli il 15 settembre, sempre nello stesso Cortile, luogo della Rassegna, sarà la volta di “Una vita difficile” di Dino Risi, mentre lunedì 22 settembre verrà proiettato ”Il sorpasso” dello stesso cineasta. Il 29 settembre sarà proposto “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi e lunedì 6 ottobre “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola chiuderà la rassegna che si prefigge di rivisitare la cosiddetta “commedia all’italiana”, genere cinematografico sorto negli anni ’50 del Novecento e sviluppatosi nei successivi anni '60 e '70, mietendo tanto successo ed interesse che si incontra ancora oggi.

Palestra Fermi, ore 15.00/18.00, gruppo A e B presso Palasport Giovino: elementi speciali del gioco-ginnastica; 2° livello insegnanti area motoria oggi, ore 8.30/13.00, pausa pranzo 15.00/ 18.00, attività: atletica leggera e pallacanestro, impianti utilizzati: Palasport e pista di atletica leggera.

CATANZARO - Abbonamenti Politeama Il calendario della campagna abbonamenti del Teatro Politeama di Catanzaro per la stagione 2008-2009 è stato definito nel dettaglio. Programma: da oggi al 20 ottobre 2008 campagna nuovi abbonamenti “generali”; da oggi al 28 novembre 2008campagna nuovi abbonamenti “prosa”; dal 20 ottobre al 7 novembre campagna abbonamenti “jazz”; dal 20 ottobre al 7 gennaio 2008 campagna abbonamenti “danza/balletto”; dal 20 ottobre al 7 novembre 2008, campagna abbonamenti Ateneo (riservato agli iscritti delle Università, dell’Accademia Belle Arti e del Conservatorio musicale); dal 20 ottobre al 20 novembre 2008 campagna abbonamenti stagione Teatro Masciari. Il botteghino del Politeama è aperto dalle 10.00 alle 13.00 e alle 16.30 alle 19.00. Sono già dispoCASTROVILLARI (Cs) - Manifestazioni estive nibili le brochure dei programmi del Politeama e del “PoA Castrovillari sono in corso i festeggiamenti in onore liteama al Masciari”. della Madonna della Pietà che proseguiranno fino a domenica 14 settembre. Programma: 14 settembre nel Protoconvento, la finale di Miss Golden Girl nella quale CATANZARO - “Settembre in festa” prenderà vita anche un’interessante serata di moda e L'Associazione "Sacro Cuore", di concerto con la Regione spettacolo. Calabria e il Comune di Catanzaro assessorato al Turismo, CASTROVILLARI (Cs) - Fidal, incontro L’atletica leggera al centro d’incontri dedicati. Il presidente provinciale della Fidal, Federazione italiana atletica leggera, Vincenzo Caira, sarà a Castrovillari oggi, alle ore 17, per incontrare atleti , dirigenti ed appassionati.

organizza "Settembre in Festa" che si terrà nel quartiere Mater Domini, quattro giorni di eventi da oggi al 14 settembre prossimi. Di seguito il programma dei festeggiamenti. Oggi, alle ore 21.00, il Teatro Ercules presenta "Pilu e cuntrapilu" di Piero Procopio, commedia brillante in due tempi in vernacolo calabrese; venerdì 12 a partire dalle ore 20.00, cena sociale, incontro con associazioni di volontariato per confrontarsi e scambiarsi esperienze, un'occasione di dialogo e ascolto; sabato 13, alle ore 21.30, Luisa Corna in concerto; domenica 14, alle ore 21.00, la Compagnia teatrale 'A Trambia presenta "'U cortila d'a pacia" per la regìa di Aldo Conforto.

CATANZARO - Esposizione di Mimmo Rotella Fino a domenica 28 settembre 2008, presso il museo Marca, esposizione delle opere di Mimmo Rotella su lamiera. L'esposizione è curata da Alberto Fiz ed è organizzata in collaborazione con la fondazione Mimmo CATANZARO - “La terza nel sociale...”, presentazione Rotella. Oggi, ore 11.00 presso la sala giunta dell' Amministrazione

CATANZARO - Campus Nuoto La Catanzaro Servizi e l’Asd Gruppo Polisportivo Catanzaro nell’ambito del rilancio dell’impianto sportivo di Pontepiccolo hanno promosso un’iniziativa di importante valenza sociale e sportiva, consistente in un Campus nel periodo fino al 12 settembre. Il campus prevede l’utilizzo dell’impianto sportivo natatorio di Pontepiccolo, affinché i giovani dai 5 ai 10 anni possano apprendere le fondamentali nozioni della disciplina del nuoto e dell’attività sportiva in genere. Si espleterà dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 17.00 al costo simbolo di euro 50,00. L’attività prevede nella mattinata l’utilizzo degli spazi d’acqua, con l’assistenza da parte di tecnici federali per l’apprendimento dei rudimenti della disciplina natatoria, successivamente i ragazzi saranno trasferiti con gli scuolabus dell’Amc presso il Parco della Biodiversità dove dopo la pausa pranzo che si terrà presso il bar con annessa sala ristoro all’interno del parco, proseguiranno con l’attività fisica all’aperto propedeutica al nuoto.

provinciale di Catanzaro, conferenza stampa di presentazione de: “La terza nel sociale, viaggio nel sociale e mostra d’arte: percorsi di vita nella creatività”. Interverranno: Wanda Ferro, presidente Provincia di Catanzaro; Sergio Polisicchio, assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Catanzaro; Piero Procopio, presidente Associazione "Hercules". Modera: Domenico Gareri.

CATANZARO - “Per l’occupazione femminile...” È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, n.175 del 28 luglio 2008, il provvedimento con il quale il Comitato nazionale di parità e pari opportunità nel lavoro ha formulato per il 2008 il “Programma-obiettivo per la promozione dell’occupazione femminile, per il superamento delle disparità salariali e nei percorsi di carriera, per il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete”. I soggetti finanziabili sono i datori di lavoro pubblici e privati, le cooperative e i loro consorzi, i centri di formazione professionale accreditati, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali, le associazioni. L’ufficio della consigliera regionale di Parità, ha attivato, nello specifico, uno sportello informativo presso la propria sede di Catanzaro, via Gioacchino da Fiore 86. Lo sportello sarà aperto ogni lunedì dalle ore 10 alle ore 12.

CATANZARO - “St.art”, festival di teatro Presentato, presso il Complesso Monumentale San Giovanni, lo “St.art ” festival di teatro - Edizione Straordinaria - Città di Catanzaro. Il festival che si articolerà in quattro giornate di spettacoli, nei giorni oggi, 13, 14 e 18 settembre, dalle ore 20.30 presso il chiostro del Complesso Monumentale San Giovanni, ospiterà un’importante sezione dedicata al teatro danza e teatro fisico circense. I seminari di queste importanti discipline artistiche si terranno fino al 18 settembre. Personalità riconosciute in campo internazionale, quali Marta Ruiz proveniente da Bogotà, e l’artista italiana Momo, saranno tra i protagonisti della rassegna. Programma: fino al 18 settembre 2008, presso il Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro, dalle ore 20.30 in poi. Fino al 12 settembre, stage di danza teatro: tecnica del corpo-elastico lo stage è rivolto a danzatori e attori, profesionisti e non. Dal 16 al 18 settembre, stage di Circo Teatro Urbano “Alla conquista dei barili”, laboratorio intensivo di Nouveau Cirque e Teatro di strada itinerante, spettacoli eventi. Oggi, teatro canzone, dalle 20.30 concerto: Hand Bass & String (Catanzaro), oncerto: Momo in Trio (Roma). 13 settembre, danza teatro dalle 20.30 spettacolo: Penelope (Bogotà), spettacolo: Didone (Roma). 14 settembre, teatro dalle 20.30 spettacolo “Su ogni pallottola un nome” (Catanzaro). Il 18 settembre, teatro circense, spettacolo: Lenz - La scimmia di Goethe. Per ulteriori informazioni contattare il numero telefonico: 0961.743912; oppure scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica czstartfest@alice.it; o ancora consultare i siti internet www.confineincerto.it/start.html - www.edizionestraordinaria.eu.

CATANZARO - Corsi di formazione per insegnanti L’Ufficio per le attività motorie, fisiche e sportive dell’Usp di Catanzaro, in collaborazione con la direzione didattica del 10° Circolo di Catanzaro, ha organizzato nei giorni oggi e il 12 settembre, nell'ambito del progetto "Bimbinsegnanti in campo..ancora insieme", dei corsi di formazione rivolti a circa 300 insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria della provincia di Catanzaro. Programma attività pratiche: scuola dell’infanzia, venerdì 12 settembre, dalle ore 8.30 alle ore 13.00; gruppo A presso Palasport Giovino, gruppo B presso

CATANZARO - Manifestazioni Zarapoti Il comitato Festa S. Maria di Zarapoti di S. Maria di Catanzaro organizza una serie di manifestazioni per la festa patronale del 12, 13 e 14 settembre. Programma festeggiamenti: venerdì 12 settembre, ore 21.30, Commedia in Vernacolo; sabato 13 settembre, ore 21.30, Spettacolo Musicale con il gruppo "I Catanza" con Tony Reale direttamente dagli studi di Canale 5; domenica 14 settembre 2008, alle ore 21.30, serata di cabaret con Salvatore Gisonna Tempisti dei Sogni.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 35

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“U cortila da pacia”, commedia in vernacolo calabrese domani nella Città dei Tre Colli

“La Notte Piccante” a Catanzaro IL CARTELLONE

Gloria Gaynor in concerto domani sera in Piazza Prefettura

CATANZARO - Gloria Gaynor in concerto Gloria Gaynor, a Catanzaro in un concerto ad ingresso gratuito venerdì 12 settembre 2008 in piazza Prefettura. Due schermi giganti, uno in piazza Garibaldi, e il secondo in piazza Grimaldi saranno a disposizione dei cittadini che vorranno seguire l’evento. L'organizzazione è della Essemmemusica di Maurizio Senese in collaborazione con l'associazione Senza offesa. Nel pomeriggio di venerdì 12 settembre, la signora Gaynor incontrerà la stampa a palazzo Alemanni a Catanzaro, alle ore 18.00. Per informazioni sul concerto di venerdì 12 set-

tembre a Catanzaro, contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese visitando il sito internet di seguito indicato www.essemmemusica.it.

CATANZARO - “U cortila da pacia”, commedia Continua il successo della commedia in vernacolo “U Cortila da pacia” e di tutto il cast della compagnia teatrale catanzarese “A Trambia”. Dopo l’impegno sul territorio regionale, la compagnia è ora impegnata a mettere in scena “U Cortila da pacia” nei quartieri del catanzarese, in occasione delle diverse feste e degli appuntamenti che i vari comitati di quartiere hanno pensato di organizzare. Nel mese di settembre, giorno 12, il gruppo sarà impegnato a Santa Maria, il 14, a Mater Domini, il 19, a Siano, il 28, a Samà e il 4 ottobre, a Cavita. CATANZARO - “Rotaract senza barriere” Si terrà sabato 13 settembre, alle ore 17.30, nella sala consiliare del Comune di Catanzaro, la presentazione del progetto nazionale “Rotaract senza barriere”, che si propone di sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sull’importante tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Dopo i saluti del presidente della Regione Agazio Loiero, del presidente della Provincia Wanda Ferro, del sindaco della città Rosario Olivo e del presidente del club di Catanzaro Giuseppe Martucci, seguirà l’illustrazione del progetto da parte del rappresentante Rotaract del Distretto 2100 Giuseppe Mazzei e gli interventi dei rappresentanti degli ordini professionali. All’incontro, i cui lavori saranno coordinati dal presidente dell’ordine regionale dei giornalisti Giuseppe Soluri, parteciperanno il governatore del Distretto Rotary 2100 Guido Parlato ed il presidente Nazionale di Fiaba (Fondo Italiano per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche) Giuseppe Trieste. CATANZARO - Festa di Santa Croce L’associazione Cometa con il patrocinio dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro organizza la nona edizione della festa di Santa Croce del quartiere Pontepiccolo. Quest’anno sono previste le seguenti manifestazioni: torneo di tressette presso i locali del Centro Sociale Vinicio Caliò Pontepiccolo; sabato 13 settembre 2008 ore 21.30, La Corrida presso la piazzetta antistante il centro sociale Vinicio Caliò; domenica 14 settembre ore 20.00, sagra delle penne all’arrabbiata e della salsiccia, ore 21.30 premiazione dei vincitori del torneo di tressette e della Corrida e a seguire esibizione de”I contro Tempo live Cover Laura Pausini”. Tutti coloro che vorranno iscriversi alla corrida possono contattare il n° telefonico 338/8160341. CATANZARO - Seminario di formazione politica L’Area culturale “La ragione e il tempo" associazione di aderenti e simpatizzanti del partito Democratico Catanzaro organizza il seminario di formazione culturale e politica. Coordinatore: Carlo Scalfaro. Primo ciclo: Il pensiero politico. Il percorso della democrazia. Dalla “polis” ateniese alla “res publica” romana. Docente: Maria Librandi, prof.ssa di storia e filosofia, sabato 13 settembre, alle ore 17.00, presso la sala dei concerti, Comune di Catanzaro. Stato e diritto. Dal “Principe” di Machiavelli allo “Stato assoluto” di Hegel. Docente: Alberto Scerbo, prof. di filosofia del diritto dell’Università “Magna Graecia”, sabato 27 settembre, alle ore 17.00, presso la sala dei concerti, Comune di Catanzaro. Il liberalismo. Docente: Maria Luisa Sarpi, prof.ssa di storia e filosofia, sabato 11 ottobre. Il socialismo tra utopia e scienza. Docente: Armando Vitale, preside del liceo classico “P.Galluppi”, sabato 25 ottobre. La dottrina sociale cristiana. Docente: Rosario Chiriano, avvocato, già presidente del consiglio regionale della Calabria, sabato 8 novembre. La moderna sociologia politica. Docente: in attesa di conferma, sabato 22 novembre. Secondo ciclo: Stato e mercato. Scuola, stato e società alle origini dell’Unità d’Italia. Docente: Antonio Gioia, professore di storia, sabato 6 dicembre. Giovanni Giolitti e lo Stato moderno. Docente: Carlo Scalfaro, coordinatore del seminario, già segretario regionale Cgil, sabato 20 dicembre. L’idea di Stato in Antonio Gramsci. Docente: Armando Vitale, preside del liceo classico “P. Galluppi”, sabato 10 gennaio 2009.Luigi Sturzo e la concezione dello Stato nel pensiero cattolico. Docente: Rosario Chiriano,

avvocato, già presidente del consiglio regionale della Calabria, sabato 24 gennaio 2009. I Costituenti. La genesi della Costituzione della Repubblica Italiana. Docente: Luigi Ciambrone, avvocato e esperto di diritto costituzionale, sabato 7 febbraio 2009. Dal Mec alla Ue. L’Europa nel mercato globale. Docente: Vincenzo Falcone, sottosegretario della presidenza della giunta regionale, già segretario generale del comitato delle Regioni della Unione Europea, sabato 21 febbraio 2009. Terzo ciclo: Il governo del territorio. L’intervento straordinario nel Mezzogiorno. Docente: Carlo Scalfaro, coordinatore del seminario, già segretario regionale Cgil, sabato 7 marzo 2009. Il regionalismo in Calabria, tra speranze e realtà. Docente: Tommaso Rossi, già consigliere regionale e parlamentare europeo, sabato 21 marzo 2009.Paese e paesaggio in Calabria. Docente: Vito Teti, professore ordinario di etnologia all'Università della Calabria, sabato 4 aprile 2009. I Patti Territoriali. Il pensiero e le problematiche dello sviluppo autogestito. Docente: Paolo Abramo, presidente Unioncamere della Calabria, sabato 18 aprile 2009. Autonomia e federalismo fiscale. Docente: Agazio Loiero, presidente della giunta regionale della Calabria, sabato 9 maggio 2009. Il governo della comunità locale tra realtà e progetto. L’esperienza di Catanzaro. Docente: Rosario Olivo, sindaco di Catanzaro, sabato 23 maggio 2009. A conclusione dei cicli è prevista una lezione di “Teoria della Comunicazione”.

CATANZARO - Festa della Madonna della Pietà L'associazione culturale “Il Fondaco” organizza sabato 13 e domenica 14 settembre, la festa della Madonna della Pietà. Programma religioso: domenica 14, ore 16.30, processione, con partenza dalla Chiesa di San Giuseppe (Piano casa), della statua della Madonna della Pietà per le vie del quartiere accompagnata dalla banda musicale “Tiriolo dei due mari”; ore 18.30, ss.ma Messa solenne animata dalla corale “Mater Redemptionis” e presieduta da Se Rev.ma Mons. Antonio Ciliberti; ore 19.30, inaugurazione chiesa della Pietà. Programma civile: sabato 13 settembre 2008, ore 16.00, torneo di tresette e briscola a coppie; ore 18.00, giochi popolari a squadre: corsa dei sacchi/ delle candele/ con una gamba sola, a pignata e il tiro alla fune; alle ore 21.00 è invece i programma l’esibizione del gruppo “duo Piciciaos”; domenica 14 settembre 2008, ore 9.30, giochi dei bambini e caccia al tesoro; ore 21.00, gran concerto bandistico “Tiriolo dei due mari”; ore 24.00, spettacolo pirotecnico. CATANZARO - Cover band Laura Pausini I Resta In Ascolto Live - CoverBand Laura Pausini, suoneranno domenica 14 settembre, con inizio alle 21.30, in piazza, a Pontepiccolo. CATANZARO - Raccolta di sangue Il 17 settembre, Palazzo de Nobili ospiterà una giornata di solidarietà attraverso una raccolta di sangue. L’iniziativa è dell’Avis comunale. I prelievi verranno effettuati, dalle ore 8.00 alle ore 12.00, da personale medico e paramedico autorizzato dal centro trasfusionale dell’Ao “Pugliese” ed a ogni donatore verranno consegnate le analisi previste dalla legge. CATANZARO - Attività Fiamma Tricolore Tra le iniziative della Fiamma Tricolore che saranno riprese si segnala la ripresa, dopo una breve pausa estiva, l’attività del dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Provinciale della Fiamma Tricolore, guidata dall’avv. Pino Napoleone, con l’appuntamento previsto per il 18 settembrealle ore 18.00, sempre presso la sede di via Case Arse, con un argomento legato alla stretta attualità e dal titolo “Olimpidi sì: e adesso…? - Fu vera gloria … o solo battaglia del grano ?”, una lucida analisi sul dopo-Olimpiadi nel Gulag cinese del professor Vittorio Gigliotti.

CATANZARO - Master canoro La Sound Music, in collaborazione con l'Academy Italian Music, organizza il master di perfezionamento canoro con Michele Fischietti, vocal coach di Xfactor che si terrà nella città di Catanzaro il19 settembre.Per iscrizioni e informazioni contattare il numero telefonico 328/2971162. L' organizzazione è curata da Francesco Davoli. CATANZARO - Armonie d’arte festival Armonie d'arte festival, direttore artistico Chiara Giordano, presso il parco archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, Le Castella Crotone, complesso monumentale S. Giovanni Catanzaro, luglio- settembre

2008. Programma: presso il complesso S. Giovanni a Catanzaro venerdì 19 settembre 2008, alle ore 21.00, Il sorriso e la poesia. Nel 150° anniversario della nascita di Eduardo Scarpetta omaggio di Mariano Rigillo al pianoforte Maria Sbeglia produzione di Armonie d'arte; giorno 26 settembre 2008, alle ore 21.00, presso il complesso S. Giovanni, Una donna per sempre. Nel 100° anniversario della nascita omaggio ad Anna Magnani. Interventi e testimonianze di noti critici e di personaggi che hanno conosciuto o lavorato con la Magnani. CATANZARO - “La Notte Piccante” Ritorna la magia de “La Notte Piccante”. Il prossimo 20 settembre il centro storico di Catanzaro tornerà nuovamente ad animarsi con stand, shopping no stop ed eventi culturali e musicali. La manifestazione realizzata dall’Assessorato al Turismo del Comune, guidato da Roberto Talarico, nella scorsa edizione calamitò il favore di duecentomila visitatori. E quest’anno, visto il successo ottenuto e il ritorno mediatico, si prevede, addirittura, un afflusso maggiore. Prendendo spunto dalle tonalità e specificità locali, la kermesse avrà come filo conduttore il colore rosso tipico e identificativo della tradizione catanzarese nel suo complesso, ed enogastronomico in particolare, i cui massimi rappresentanti saranno ancora una volta il peperoncino, “u morzeddhu” ed il buon vino locale. La Notte Piccante vivacizzerà tutti i “vichi” e le piazze del centro storico cittadino arroccato sugli storici tre colli. La Dea del peperoncino è pronta a svolazzare sui catanzaresi e su tutti coloro invaderanno gioiosamente Catanzaro. “Agli altri piace Bianca… a noi piace Piccante” questo lo slogan della prima festa più cult della Calabria. “Sei bellissima”, invece, quello che quest’anno promuoverà la nuova edizione de “La Notte Piccante”.

CATANZARO - “Premio note piccanti” La Sound Music di Francesco Davoli in collaborazione con L'Academy Italian Music e con il patrocinio del Comune di Catanzaro, organizzano il concorso canoro "Premio Note Piccanti" che si terrà nel centro storico di Catanzaro nella giornata di sabato 20 settembre 2008 in occasione della notte piccante. Le iscrizioni per partecipare sono gratuite e la giuria sarà composta da noti produttori discografici nonchè da esperti del settore. La direzione artistica è curata da Francesco Davoli. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero telefonico di seguito riportato: 328/2971162. CATANZARO - Dibattito sul Medio Oriente Riprende, dopo una breve pausa estiva, l’attività in sede del dipartimento Cultura e Formazione della Segreteria Provinciale della Fiamma Tricolore, guidata dall’avv. Pino Napoleone, con l’appuntamento previsto per giovedì 20 settembre alle ore 18.00, presso la sede di via Case Arse, con un argomento legato alle ControConferenze – seminari di Storia e Cultura - de “L’Altra Storia”, tenute a cura dello storico Vittorio Gigliotti, dall’esauriente titolo “Medio Oriente e conflitto Israelo-Palestinese: alle radici dell’odio!” col quale Vittorio Gigliotti tratteggerà, nell’originale e magistrale modo ormai a noi tutti noto, la storia e le vicende che portarono due popoli, che in epoca lontanissima vivevano fianco a fianco, ad una guerra lunghissima quanto cruenta, tesa ad affermare il diritto di esistere e di occupare i territori degli avi. CATANZARO - “Ritorno a San Luca”, libro Giovedì 25 settembre, alle ore 10.30, presso i locali dell’auditorium Scopelliti in viale Crotone a Catanzaro Lido, l'Istituto di istruzione superiore "Enrico Fermi", l'osservatorio Falcone Borsellino Scopelliti, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro presentano il libro: "Ritorno a San Luca" di Filippo Veltri e Diego Minuti. Saluti Raffaele Folino, dirigente scolastico dell'istituto di istruzione superiore Fermi; introduzione di Filippo Veltri, responsabile Ansa Calabria e autore del libro; intervengono: Rosario Olivo, sindaco di Catanzaro; Wanda Ferro, presidente Provincia di Catanzaro; Carlo Mellea, presidente dell'Osservatorio; Tommaso Chiodo, direttivo regionale Cgil; Alberto Cisterna, magistrato; Marisa Manzini, della Dda di Catanzaro; avv. Caterina Salerno; Giuseppe Lumia, già presidente della Commissione parlamentare Antimafia. Dibattito con gli studenti.

CATANZARO - Non ti pago, la commedia La Compagnia teatrale "Vecchi Giovani" di Catanzaro presenta lo spettacolo dal titolo “Non ti pago!”. Si tratta di una commedia di Eduardo De Filippo. Una commedia in tre atti modernizzata nel testocon la regia di Maurizio Chiefalo. Programma: sabato 27 settembre 2008 loc. Corvo Catanzaro. Inizio spettacolo ore 21.30.


36 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto di Vinicio Capossela il 22 novembe al Teatro Politeama di Catanzaro

Motoraduno nazionale a Cinquefrondi IL CARTELLONE

“Insegnare e apprendere a Sud... lavorare a Nord”, dibattito a Cosenza

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Politeama 2008/2009: 23/25 ottobre, Il Barbiere di Siviglia. Nuovo allestimento fondazione Politeama Catanzaro, regia Mimmo Calopresti con la partecipazione di Nino Frassica; 7 novembre, Cristina Zavelloni Quartet - Idea. Una proposta musicale carica di energia incentrata sul jazz; 8 novembre, Danilo Perez Trio - special guest Lee Konitz al sax; 15 novembre, Messa da Requiem per soli cori e orchestra. Roma Sinfonietta Orchetsra diretta da Francesco Lanzillotta e nuovo coro lirico sinfonico romano diretto da Stefano Cucci; 29/30 novembre, Il letto ovale di Ray Cooney - John Chapman. Con Maurizio Micheli, Maria Laura Baccarini e Pierluigi Misasi; 5 dicembre, Tu mi fai girar. Tour 2008 di Patty Pravo; 12 e 14 dicembre, Turandot, produzione del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria; 22/23 dicembre, Massimo Ranieri, Canto perché non so nuotare.... da 40 anni. Los how è accompagnato da un orchetsra tutta al femminile; 1 gennaio, concerto di Capodanno - Moscow State Radio and Tv Symphony orchestra; 5/6 gennaio, Il giorno della Tartaruga - commedia musicale di Garinei e Giovannini. Con Chiara Noschese e Christian Ginepro; 9/10 gennaio, Miguel Angel Zotto, Il ritorno di Buenos Aires Tango. Partner di Zotto Daiana Guspero e 13 ballerini; 14/15 gennaio, Portami tante rose. it il Musical, di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime. Con Valeria Valeri e i ragazzi di Amici; 27/28 gennaio, Madre coraggio di Bertold Brecht. Con Isa Danieli; 3/4 febbraio, Poveri ma belli, un’idea di Pietro Garinei e Guido Lombardo, con Bianca Guaccero, Antonello Angiolillo e Michele Canfora; 12 febbraio - Giselle di Jules - Henri Vernoy de Saint - Georges e Thèophile Gautier - corpo di ballo del maggio musicale fiornentino; 18/19 febbraio - La strada di Tullio Pinelli e Bernardino Zapponi, con Massimo Venturiello e Tosca, tratta dall’omonimo film di Federico Fellini; 22 febbraio - Lo Schiaccianoci di Pyotr Ilyich Tchaicovsky. Balletto nazionale di Sofia;6 marzo - Puppin Sisters live. See the fabulous; 10/11 marzo - Faust di Johann Wolfgang Goethe, con Glauco Mauri e Roberto Sturno; 15 marzo - Mare notrum. Concerto del trio Poaolo Fresu, Richard Galliano e Jan Lundgren; 19 marzo - Recital di Hirano Midori al violino e Charles Abramovic al pianoforte; 26/27 marzo, Due dozzine di rose scarlatte di Aldo de Benedetti, con Leopoldo Mastelloni e Katia Terlizzi; 3/4 aprile, Momix - Bothanica. L’ultimo capolavoro di Moses Pendleton; 9 aprile, Ludovico Einaudi, piano solo; 17 aprile, La Serena, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; 23 aprile, Domenico Codispoti in concerto; 4 maggio, serata d’onore. Tributo ad Armando Trovajoli. Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; 8/10 maggio, High School Musical. Il Politeama al Masciari: 21 novembre, Tutto quello che le donne (non) dicono, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, Completamente spettinato con Paolo Migone; 22 gennaio, Outlet, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio, Per tutti Revolution di Alessandro Siani e Francesco Albanese. Con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

CATANZARO - Concerto Vinicio Capossela Concerto esclusivo di Vinicio Capossela al Politeama di Catanzaro il 22 novembre novembre 2008, per la sua unica data fra Calabria e Sicilia confermata al momento. L’evento rientra fra gli spettacoli fuori abbonamento e le prevendite inizieranno alla fine di settembre. CATANZARO - “Delirio tour” con Beppe Grillo "Delirio Tour", il nuovo esilarante spettacolo di Beppe Grillo in programma il 10 dicembre alle ore 21.15 al Palacorvo di Catanzaro. Info: 0968/441888 - www.ruggeropegna.it. CINQUEFRONDI (Rc) - Motoraduno nazionale Il 27 e 28 settembre, 1° Motoraduno nazionale "Città di Cinquefrondi", una manifestazione che è giunta al 5° anno con un crescendo di pubblico e di motociclisti provenienti da tutta la Regione e dalle regioni limitrofe. Ciò che caratterizza il M.R. è lo spettacolo del sabato sera con la presenza quest'anno del cabarettista Claudio Batta (Zelig e Belli Dentro), la presenza delle Miss Motors dell'Agenzia Royal Communications, la cena a base di salsiccia e fagioli offerta a tutti i motociclisti iscritti, la musica dal vivo dei "Mercedes-Band" e il pranzo della Domenica strettamente casereccio cucinato dalle sapienti mani delle donne dell'Associazione "Pro Busale".

COSENZA - “Fattoria aperte in Sila” Torna l’iniziativa patrocinata dalla Provincia di Cosenza, “Fattorie aperte in Sila”, giunta alla sua terza edizione. Quest’anno le fattorie rimarranno aperte ogni sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 fino al 28 settembre e, su prenotazione, dal lunedì al venerdì, dall'alba al tramonto. COSENZA - “Ci facciamo in 4 per l’estate” Più di 60 spettacoli dislocati su tutto il territorio cittadino, dal centro storico alla città nuova, alle frazioni. E' il cartellone di "Ci facciamo in 4 per l'estate", promosso dall'assessorato allo Spettacolo di Palazzo dei Bruzi insieme alle quattro circoscrizioni per il periodo che va fino al 23 settembre. COSENZA - Peperoncino festival Tanta comicità, profumi e sapori piccanti. Questo promette la sedicesima edizione del Peperoncino Festival in programma a Diamante, in provincia di Cosenza, fino al 14 settembre. Come sempre tutto si svolgerà all’aperto senza biglietto d’ingresso. Per cinque giorni la città sarà letteralmente invasa dal popolo dei «peperoncinomani» che, nonostante la crisi, arriveranno numerosi da ogni parte d’Italia e anche dall’estero. Le previsioni parlano di centocinquantamila presenze nelle cinque giornate. L’Amministrazione comunale, in questi giorni, è alle prese con i problemi logistici. Parcheggi, navette e servizi sono gli argomenti delle riunioni operative. L’Accademia del peperoncino definisce gli ultimi dettagli di un programma che anche quest’anno si preannuncia ricco di novità. Tutto come sempre sarà ispirato dal

sottotitolo del festival che parla di «arte, cultura e gastronomia in salsa piccante». Negli stand leccornie piccanti vecchie e nuove in arrivo da tutta Italia. Dal Messico dieci aziende con le loro specialità. Dall’Inghilterra piante e varietà di peperoncini con Jim Buckland il « patron » della «Chili fiesta» che si fa a Chichester. A lui sarà dedicata la serata di sabato col «gemellaggio piccante». Ospite d’onore S.E. Edward Chaplin, console britannico a Roma. Record di mostre, otto in tutto. E in più un’istallazione nella piazza principale, «Le lenzuola di Elisabetta» che ricordano l’antica tradizione di Calabria per la quale i giovani sposi dovevano esporre al pubblico la testimonianza di un amore consumato e di una verginità senza dubbi. Tre i convegni con i riflettori accessi per «Prostata e peperoncino», relatore d’eccezione il prof. Michele Gallucci dell’Universita di Roma.Sul lungomare farà bella mostra la collezione di peperoncini di Massimo Biagi che, con i suoi ottocento esemplari, è la più importante del mondo. I «laboratori del gusto» si occuperanno di piatti con Fabio Campoli, lo chef di Uno Mattina e soprattutto di vino per scegliere i migliori abbinamenti con le pietanze piccanti.Lo spettacolo è assicurato da “Stradateatro” la rassegna internazionale di teatro di strada, dal campionato di satira «Vignette sul ring» e da Gianni Pellegrino che ancora una volta condurrà la finalissima del Campionato Italiano mangiatori di peperoncino. Con i partecipanti tutti uniti per battere il campione in carica Angelo Schiavo che mangiando 520 grammi di “spezia piccante” ha vinto per due anni consecutivi ed è intenzionato a fare tris. A far ridere ci pensanno soprattutto i cabarettisti di Zelig che presentano lo spettacolo « Comici per la Dreher » con Leonardo Manera in veste di presentatore, assieme a Gioele Dix, Gigi e Ross, Teresa Mannino, Claudia Pennoni, Luca Medici alias Checco Zalone e i gruppi musicali «I Militi Ignoti» e «Gli inadatti». Con le loro vignette ci faranno sorridere, Altan, Disegni, Passepartout, Vauro e dieci disegnatori appena arrivati dalla Cina con la mostra «Dalla Cina con umore». Per gli amanti della tradizione anche un megaspettacolo di fuochi d’artificio che la premiata ditta Forestiero brucerà dalla «spiaggia grande»a conclusione del gemellaggio con l’Inghilterra. COSENZA - “Insegnare e apprendere a sud...” “Insegnare e apprendere a Sud….lavorare a Nord”, idee e proposte per l’anno che verrà. E’ il tema del dibattito in programma oggi,alle ore 16.30, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi. L’iniziativa è promossa dal Cidi (Centro d’Iniziativa Democratica degli Insegnanti) di Cosenza in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola e Pubblica Istruzione di Palazzo dei Bruzi. I lavori dell’incontro saranno aperti dalla presidente del Cidi di Cosenza Assunta Morrone. Parteciperanno l’assessore alla Scuola e Pubblica Istruzione del Comune di Cosenza Maria Lucente che parlerà di “Enti locali e scuola”, Caterina Gammaldi, componente del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione che interverrà su “La pubblica istruzione nelle politiche scolastiche e nei provvedimenti normativi” ed il Prof.Giuseppe Trebisacce dell’Università della Calabria, il cui intervento riguarderà “La tradizione pedagogica a Sud”. Al dibattito sono stati invitati a partecipare docenti, dirigenti scolastici, studenti, genitori, amministratori locali, rappresentanti delle forze sociali e delle associazioni professionali degli insegnanti e dei dirigenti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 37

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Tornare @ Itaca”, inaugurazione della mostra collettiva itinerante a Cosenza

“Palio del ciuccio” a Guardavalle IL CARTELLONE

“Il successo formativo della scuola calabrese”, convegno a Gizzeria

COSENZA - Occupazione e lavoro, incontro L’assessore alle Attività economiche e produttive del Comune di Cosenza Maria Rosa Vuono ha promosso un incontroseminario per oggi, alle ore 17.30, alla Casa delle Culture, nel corso del quale saranno divulgati i contenuti e le modalità operative degli interventi previsti nei bandi regionali in materia di occupazione e formazione relativi al Piano d’azione regionale 2008 per l’Occupazione ed il Lavoro. All’incontro info-divulgativo l’assessore Vuono ha invitato le imprese, le associazioni di categoria e gli ordini professionali del territorio di Cosenza. L’iniziativa di oggi alla Casa delle Culture è promossa dall’assessorato comunale alle Attività economiche e produttive, in collaborazione con la Fondazione Field che è il soggetto attuatore delle azioni di supporto e accompagnamento al Piano Regionale per l’Occupazione, con particolare riferimento agli avvisi pubblici relativi alla concessione di incentivi alle imprese per l’incremento occupazionale e la formazione in azienda dei neoassunti. L’incontro è stato voluto dall’assessore Vuono per fornire un utile servizio al territorio e per rispondere ad una precisa esigenza di informazione da parte delle imprese. COSENZA - “Visibilecittà”, presentazione La rassegna cinematografica “Visibilecittà”, la città raccontata per immagini, promossa dall’assessorato comunale al Turismo ed alle Attività economiche e produttive e dall’Associazione culturale “Le sei sorelle” è in programma da venerdì 12 settembre a domenica 14 settembre tra Piazzetta Toscano e la Biblioteca Nazionale. COSENZA - “Tornare @ Itaca” Sabato 13 settembrealle ore 18.30 s’inaugurerà la nuova stagione artistica (la sesta) di Vertigo, il Centro d’arte contemporanea in via Rivocati 63 a Cosenza, con la mostra collettiva itinerante “Tornare @ Itaca”, curata dal critico d’arte Mimma Pasqua con la collaborazione del poeta e vice presidente di Vertigo Franco Gordano. 29 artisti (Salvatore Anelli, Patricia Bueno, Luciano Castellano, Luce Delhove, Mavi Ferrando, Franco Flaccavento, Rebecca Forster, Cesare Galluzzo, Alfredo Granata, Helene Gritsch, Anna Lambardi, Pino Lia, Giorgio Longo, Ruggero Maggi, Nadia Magnabosco, Marilde Magni, Marco Magrini, Tonino Milite, Giuseppe (Pino) Miniaci, Daniela Miotto, Giglio Pasotti, Salvatore Pepe, Lucio Perna, Lucia Pescador, Tarcisio Pingitore, Antonio Pugliese, Alfredo Pizzo Greco, Mirella Saluzzo, Vincenzo Trapasso) da ogni parte d’Italia per soffermarsi sul tema del “Viaggio come ritorno”. La mostra che durerà fino al 25 settembre approda da Milano dove nei mesi di maggio e giugno scorsi è stata ospitata alla Biblioteca Comunale Cassina Anna e alla Libreria Archivi del ‘900 e da Grimaldi dove è stata ospitata presso il Palazzo Comunale per tutto il mese di agosto e fa parte di un più ampio progetto che ha previsto anche serate di letteratura e poesia.

COSENZA - Gradinate in scena Il 18 settembre, nello splendido scenario delle scalinate di via Calabria, a Cosenza, si terrà la dodicesima edizione di “Gradinate in scena”. La manifestazione, organizzata da Franco Totera e da Franco Giordano, vedrà diversi artisti all’opera: da Claudio Lippi a Lola Ponce, da Anna Oxa ad Al Bano, da Ron a Natalia Estrada. Per quest’anno è prevista la presenza di rappresentanti prestigiosi del mondo circense internazione. Franco

Giordano presenterà i capi in esclusiva della collezione autunno-inverno 2008 dei più grandi stilisti mondiali. CROPALATI (Cs) - “Back to Cropalati” Ritornare nei Centri Storici, rivitalizzare i borghi riscoprendo ed investendo sull’identità, destagionalizzare la complessiva offerta socio-culturale e turistica, preferire suggestioni l’arte, la creatività e più in generale lo spessore culturale e la qualità ai cliché televisivi o alle tante mode del momento. Privilegia queste quattro fondamentali direzioni “Back to Cropalati”, l’ambizioso progetto socio-culturale e artistico ideato da Peppe Voltarelli e promosso, con convinzione ed impegno, dall’Amministrazione comunale del piccolo e prezioso borgo di Cropalati. Oggi sarà sicuramente una giornata per stimolare una vera e propria emigrazione al contrario.

CROTONE - Manifestazione velistica La manifestazione velistica, giunta alla sua II edizione, organizzata dalla Lega navale di Crotone, dallo Yachting club Crotone e dall'associazione Maresport, ha preso il via.Sempre per quanto riguarda le regate d'altura la Lega navale ha stilato il calendario delle manifestazioni che si terranno fino al termine dell’estate. Da venerdì 19 al 21 settembre 2008, si terrà, invece, la regata Taranto Crotone, sponsorizzata da Italia Nostra. DIAMANTE (Cs) - Raduno nazionale 500 Il 14 settembre il “Raduno nazionale mitica 500” a Diamante. Programma: ore 10.00 parco del Corvino, ritrovo e iscrizioni; ore 11.00 giro turistico, Diamante, Cirella, Diamante; ore 12.00 cocktail a Cirella sulla scogliera del Tartana Club; ore 13.00 Maierà, ristorante di Aligia; pranzo con specialità piccanti, premiazioni; ore 19.00 lungomare e lungofiume Peperoncino Festival; ore 22.00 megapalco sul mare Comici per la Dreher, Zelig Cabaret; ore 24.00 estrazione lotteria del Peperoncino, primo premio fiat 500 pop 1.2 superaccessoriata. GIZZERIA (Cz) - “Il successo della scuola calabrese” Si svolgerà oggi a Gizzeria Lido, presso il Centro congressuale “Caposuvero”, l’ incontro regionale “Il successo formativo della scuola calabrese”, promosso da Francesco Mercurio, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria. All’iniziativa parteciperanno i 603 dirigenti scolastici delle scuole statali ed i gestori e coordinatori dell’area didattica delle Scuole paritarie della Regione. Le due giornate di lavoro saranno dedicate ad una esposizione delle attuali tematiche scolastiche ed ad un confronto tra diverse esperienze e buone pratiche della scuola regionale. Il programma dei lavori, denso di relazioni e dibattiti, è una opportunità per i partecipanti di analisi ed approfondimento anche degli argomenti più recenti inerenti lo sviluppo del sistema formativo. All’incontro sono, inoltre, invitati rappresentanti della Consulta degli Studenti e delle Organizzazioni Sindacali. Sul sito www.calabriascuola.it è disponibile il programma definitivo della manifestazione con la descrizione in dettaglio delle attività previste.

GUARDAVALLE (Cz) - Guardavalle estate Il Comune di Guardavalle, in collaborazione con la Pro-

vincia di Catanzaro, assessorato alla Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo, presenta il cartellone "Guardavalle estate 2008". Fino al 12 settembre, 5ª edizione del torneo "Memorial per una stella" a Guardavalle Marina; oggi, per le vie del borgo chitarra battente organizzata dalla Pro loco centro anziani a Guardavalle centro; 12,13,14 settembre, palio del ciuccio, organizzato dalla Pro loco presso l'agriturismo Fassi. GUARDAVALLE (Cz) - Presentazione Pif Il 12 settembre, alle ore 17.30, presso il museo delle arti e tradizioni contadine in loc. Pietrarotta - Guardavalle, il consorzio "Punta Stilo", nell'ambito del Psr Calabria 2007/2013 ed in coerenza con gli obiettivi della propria organizzazione, presenterà il Pif (Progetto integrato di filiera) denominato "Punta Stilo". Info: 348/4469711 - info@agroquality.it.

LAINO BORGO (Cs) - Grande musica bandistica Laino Borgo celebra la IV edizione della grande musica bandistica, fino al 13 settembre la IV edizione del Festival delle Bande Musicali di Rossella Regina. Organizzato dall'Associazione Musicale “Vincenzo Longo”, con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale della neo Città di Laino Borgo, il Festival, che già in passato ha portato nel ridente borgo dell'alto cosentino importanti complessi bandistici, vedrà 4 grandi formazioni musicali contendersi l'ambita Medaglia d'Argento Presidente della Repubblica. Programma (ore 21.00, Piazza Navarro): il 12 settembreil Gran Concerto Bandistico Città di Bracigliano. A valutare le quattro esibizioni in concorso una giuria di qualità formata da tre docenti del Conservatorio di Vibo Valentia (i Maestri Antonella Barbarossa, Presidente di giuria, Antonio La Torre e Donato Semeraro), sotto la supervisione del Direttore Artistico Vincenzo Calvosa, Maestro del Complesso Bandistico “Vincenzo Longo” Città di Laino Borgo. A conclusione delle esibizioni in concorso, quella, attesissima, della Banda Musicale dei Vigili del Fuoco di Roma, in programma per il 13 settembre. LAMEZIA T. (Cz) - Progetto musicampo Il progetto musicampo presentato da Ama Calabria alla Regione ai sensi dell’avviso pubblico Por Calabria 2000-2006 – Misura 3.6 ”Prevenzione della dispersione scolastica e formativa” azione 3.6 b è stato approvato ed avrà luogo a Lamezia fino al 14 settembre. Al progetto, cui partecipano come soggetti aderenti il 1°, 2° e 4° Circolo didattico di Lamezia Terme, prenderanno parte 60 allievi, 20 per ciascun circolo. Il corso sarà preceduto nei primi di settembre da una serie di incontri tra i responsabili del progetto, i dirigenti scolastici dei circoli coinvolti ed i genitori degli allievi. LAMEZIA T. (Cz) - Congresso Calabro-Siculo La società italiana di igiene medicina preventiva e sanità pubblica sezione Calabria (Siti), organizza il XX congresso interregionale Calabro Siculo. Il congresso è rivolto a medici e tecnici della prevenzione. L'evento annovererà la partecipazione di illustri professori, esperti nel settore. L’apertura del congresso avverrà giorno 12 settembre, presso il Teatro Umberto di Lamezia Terme alle ore 16.30, inoltre i lavori proseguiranno nei giorni 13 - 14 settembre, presso il T-Hotel di Lamezia Terme.


38 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

I migliori protagonisti della “Notte della Taranta” ospiti del Festival dello Stretto a Reggio

Spettacolo per bambini a Pentone IL CARTELLONE

Povia in concerto sabato 20 settembre a Ragonà di Nardo di Pace

LAMEZIA T. (Cz) - “Settore nutrizione e salute” Domenica 28 settembre, alle ore 16.00, presso ass. Tensegrita, arte ed armonia della salute naturale, ci sarà l'inaugurazione "Settore nutrizione e salute" inerente il "Percorso Shiatsu Tensegrita" nutrirvi rieducandovi ai cibi sani. Info: 338/6415105 - Via G. Pinna, 17 Lamezia Terme. LAMEZIA T. (Cz) - “Giornata dedicata all’arte” Il 4 ottobre a Lamezia Terme l’associazione 400KC e Aleph Arte - inserite nell’importante cartellone nazionale consultabile al sito www.amaci.org - promuovono una giornata dedicata all’arte contemporanea nel cuore del centro storico della città. LAMEZIA T. (Cz) - Music against ’ndrangheta Torna a Lamezia sabato 25 ottobre il Music Against ‘Ndrangheta (Man), la manifestazione musicale giunta ormai alla terza edizione che quest’anno si arricchisce estendendosi anche ad altre forme d’arte e comunicazione come la fotografia, la letteratura e l’arte. Quattro sezioni strutturate tutte sotto forma di concorso. Le band musicali amatoriali che spediranno la domanda di partecipazione suoneranno sul palco e quella vincitrice si aggiudicherà come premio il sostegno delle spese per la realizzazione di un demo in sala di registrazione. Il concorso fotografico, invece, avrà come tema “E’ questa la mia città”. I partecipanti dovranno riuscire a far risaltare le caratteristiche positive di Lamezia Terme e del suo circondario. In premio una macchina fotografica e la possibilità di esporre le proprie opere. La stessa possibilità sarà data a chi si aggiudicherà il premio per la migliore opera d’arte e per chi rappresenterà meglio graficamente il tema della manifestazione, che come tutti gli anni è la lotta alla ‘ndrangheta. In aggiunta ci saranno anche un lettore mp3 e la possibilità di realizzare la scenografia dietro il palco. La competizione letteraria è rivolta a tutti gli studenti delle scuole medie superiori della città. I ragazzi dovranno elaborare uno scritto sul tema ‘La ‘Ndrangheta un ostacolo tra i giovani, il sud e il loro sviluppo. L’illegalità si combatte con semplici gesti di ogni giorno”. Il vincitore verrà premiato con un buono libri da cento euro e la pubblicazione del proprio scritto su un quotidiano regionale. Per conoscere nel dettaglio le modalità di partecipazione e le relative scadenze basta scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica music_against_ndrangheta@yahoo.it. Aderiscono e promuovono il progetto: Casa della Legalità, Collettivo Macondo, Comitato Giovanile Lametino, New Castro Sound Calabro Saund Iunaited, Lameziaweb, lamezia.tv e Meet up amici di Beppe Grillo di Cz. I regolamenti sono scaricabili su forumdellalegalita.forumup.it nella sezione Music Against ‘Ndrangheta.

NARDO DI PACE (Rc) - Povia in concerto Povia in concerto il 20 settembre, ore 21.30, in piazza a Ragonà di Nardo di Pace. Spettacoli (ad ingresso gratuito) organizzato dal comitato feste, con la Puntieri management di Vittorio Puntieri. Informazioni: 334/5978797 - www.puntierimanagement.com. OLIVADI (Cz) - Programma estate 2008 L'associazione culturale Olivadese presenta il programma Estate 2008. Mercoledì 24 settembre, ore 18.00, presso la chiesetta incontro con Marco Travaglio.

PENTONE (Cz) - Estate pentonese 2008 L'associazione turistica Pro Loco di Pentone, con la collaborazione il patrocinio dell'amministrazione provinciale di Catanzaro, la Comunità Montana della PreSila catanzarese, il Comune di Pentone, l'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia e la parrocchia San Nicola di Bari comunica le manifestazioni turistiche, attrattive, fiere ed attività socio-culturali e religiose che si svolgeranno nel Comune di Pentone, nei mesi di agosto e settembre 2008. Ogni mercoledì di fine mese, nel corso principale del paese ha luogo il consueto mercato-fiera. Verranno organizzate diverse manifestazioni turistiche tornei (carte-dama-scacchi), concorsi (balcone fiorito - dolci) mostre ed escursioni per intrattenere i turisti e valorizzare il paese. Presso la sede della Pro Loco in Corso De Laurenzi sarà possibile ritirare materiale pubblicitario e visitare una mostra della Civiltà Contadina. Programma: oggi ore 20.00 "Le luminarie", ore 21.00, spettacolo per i bambini animato da mimoclown "La Pallina Rossa" M. Scarpa www. pallinarossa, com; 12 settembreore 20.00 "Le Luminarie", ore 20.30 Corteo delle "Litanie Lauretane", ore 22.00 Gran Concerto Bandistico "Città di Chieti" diretto dal M° Gerardo Garofano; 13 settembre ore 20.30 Corteo delle "Litanie Lauretane", ore 22.00 Gran Concerto Bandistico "Città di Chieti" diretto dal M° Gerardo Garofalo; 15 settembreore 21.00 Piazza Mons. V. Tarantino tradizionale festa dell'emigrante, "La Corrida" , scenette - premiazione pittori, emigranti e concorso “Il Balcone Fiorito” ecc. REGGIO C. - Archeologia e paesaggi dal Porthmòs Il Cai presenta la mostra “Arheologia e paesaggi dal Porthmòs alla Sila” Silva Tauricana a cura di R. Agostino e M. M. Sica presso il Museo di Reggio fino al 30 ottobre. REGGIO C. - Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto La mostra "Aegyptiaca: dal Nilo allo Stretto" sino al 28 settembre, arricchirà le sale del terzo piano del Museo Nazionale della Magna Graecia di Reggio Calabria. REGGIO C. - “Obiettivo Reggio”, opere in mostra Sono stati premiati, nel salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, i vincitori del primo concorso “Obiettivo Reggio”, edizione 2007, promosso nell’Amministrazione comunale e dell’Associazione Promedia. Il concorso, promosso nell’ambito delle Festività Mariane, ha inteso immortalare attraverso scatti e video i momenti più significativi di una ricorrenza tanto ai reggini. Primo classificato per la sezione fotografica, Pasquale Gareffa che ha preceduto nell’ordine, Claudio Crocè, ed Alessandro Azzarà , Filippo Labate e Mario Merolillo terzi classificati. A primeggiare nella sezione riservata ai cortometraggi, “Premio Notte Bianca”, Angela Vazzana. Primo classificato, invece, per il cortometraggio sul tema, “Feste Patronali”, il signor Filogamo. Le opere saranno esposte a Palazzo sino al 16 settembre.

ne. Programma: vigilia 7°sabato (12 settembre) Veglia di preghiera mariana: ore: 21.00: Presiede Sua Ecc. Mons. Vittorio Mondello, Arcivescovo Metropolita di ReggioCalabria-Bova Concelebrazione Eucaristica: ore: 23.00: Presiede fra Giuseppe Sinopoli; 7°sabato e conclusione Settenario (sabato 13 settembre 2008) Celebrazione Eucaristica: ore: 00.00: Presiede il Ministro Provinciale della Provincia deiFrati Minori Cappuccini di Calabria. Veglia di preghiera: ore: 01.00-03.15: Animazione a cura dei Frati Cappuccini Sante Messe: ore: 03.30 - 04.30 - 05.30 Concelebrazione Eucaristica: ore: 06.30: Presiede Sua Ecc. Mons. SalvatoreNunnari, Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano Processione: ore: 08.00: l’effigie di Santa Maria Madre della Consolazione viene accompagnata processionalmente in Cattedrale.

REGGIO C. - Settembre Anassilaos L’associazione culturale Anassilaos presenta il programma di settembre 2008 fino al 28 settembre: oggi ore 21.00 Chiostro San Giorgio al Corso “Filosofi(estate) 2008”, incontro sul tema “Introduzione alla filosofia orientale”, interviene il Dr. Giuseppe D’Agostino, in apertura “Omaggio a Lucio Battisti (5 marzo 1943/9 settembre 1998) nel 10° anniversario della scomparsa”; giovedì 18 settembre 2008ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al Corso, incontro con l’autore, Carmelo Santonocito, “Più profondo del mare” (Falzea Editore), relaziona il Prof. Daniele Castrizio, sarà presente l’autore; martedì 23 settembre ore 21.00 presso il Chiostro San Giorgio al Corso “Filosofi(estate) 2008”, conclude gli incontri di Filosofi(estate) 2008 la Prof. ssa Vincenzina Mazzuca cin una conversazione sul tema “Galilei e Bruno alle origini della cosmologia moderna”. Si concludono gli Incontri al Chiostro Estate 2008 e comincia la normale programmazione, domenica 28 settembre ore 19.30 presso la Chiesa San Giorgio al Corso, con “I Papi del XX Secolo/Anniversari Omaggio a Giovanni Paolo I (Albino Luciani) nel 30°anniversario della morte (1978 30 settembre 2008), Immagini e letture”. REGGIO C. - Evento Active Life Oggi, nella splendida cornice dell’Oasi Village, Technogym presenta le nuove soluzioni per il wellness in un’atmosfera suggestiva e accattivante. L’evento Active Life sarà l’occasione per illustrare l’utilizzo di Flexability, il nuovo attrezzo per la pratica dello stretching, e di Spazio Forma, il tapis roulant professionale pieghevole. Il tutto con l’accompagnamento di immagini e suoni riprodotti con le esclusive apparecchiature Bang & Olufsen. Gli ospiti di Technogym avranno così la possibilità di provare con l’assistenza di un personal trainer specializzato i nuovi attrezzi, in una serata all’insegna del vero benessere, da godere comodamente negli ambienti domestici.

REGGIO C. - Festival dello Stretto Venerdì 12 settembre 2008, alle ore 21.00, presso il Lungomare di Reggio Calabria, con ingresso libero, i migliori proREGGIO C. - “I sette sabati” tagonisti della “Notte della Taranta” ospiti all’ottava edizioPresso la basilica Santuario Parrocchia “Eremo” di Reg- ne del Festival delo Stretto con una chicca in più da non pergio Calabria fino al 13 settembre la celebrazione dei set- dere: La Piccola Orchestra la Viola composta da oltre 20 elete sabati in onore di S. Maria Madre della Consolazio- menti.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 39

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Internazionalizzazione delle imprese: strategie e strumenti”, ciclo di seminari a Reggio

Prosegue il “Settembre Rendese” IL CARTELLONE

Corso per accompagnatori di escursionismo nella Città dello Stretto

REGGIO C. - Incontro di pugilato Nemmeno il tempo di tornare dalle ferie e l’Amaranto Boxe unitamente all’organizzazione di Rosanna Conti Cavini hanno definito il programma della grande riunione che si terrà il lunedì 15 settembre 2008 nell’impianto all’aperto dell’ “Arena dello Stretto” dedicata a Ciccio Franco, sul lungomare di Reggio Calabria. La riunione è imperniata sul vacante titolo tricolore dei pesi mediomassimi tra il giovane reggino Francesco Versaci, pupillo ventiduenne di Umberto e Rosanna Conti Cavini, e il torinese ventiseienne Maurizio Lovaglio. Versaci, già campione del Mediterraneo Wbc, ha davanti a sé la sua seconda occasione per cingere anche la corona italiana. Le emozioni della serata di Reggio, che coincide con le feste patronali della città calabrese, non sono limitate all’ incontro di Versaci, ma prevedono altri grandi protagonisti, tra cui alcuni tra i migliori prodotti della boxe italiana, che sono in attesa di combattere per titoli di assoluto prestigio. Copertina per il welter Michele Di Rocco, il campione umbro per il quale si attende al più presto una grande chance internazionale, che a Reggio affine le sue armi e il suo temperamento contro un avversario tutt’altro che di comodo, l’ungherese Laszlo Komjathi, già avversario quattro anni fa di Zoff per il titolo europeo dei leggeri e due volte di Michele Delli Paoli, sempre con una cintura internazionale in palio. Più recentemente Komjathi ha impegnato i vari Giuseppe Lauri, Willy Blain, Amir Khan e Gianluca Branco, ossia alcuni tra i migliori pugili a livello europeo. Reduce da due vittorie nel mese di agosto, Komjathi si presenta quindi allenato e determinato a rendere la vita difficile nei sei round che lo vedranno opposto a “The King” Di Rocco. Detto che anche il sottoclou dilettantistico si annuncia interessante, con almeno due altri pupilli della Amaranto Boxe come i massimi Graziano Calabrò e Angelo Trimboli, la riunione avrà inizio alle ore 20,30, mentre è naturalmente prevista la diretta su Rai Sport Più con commento affidato a Mario Mattioli e a Nino Benvenuti. Sul sito www.amarantoboxe.it potranno essere seguiti tutti gli aggiornamenti curati direttamente dal direttore sportivo Carmelo Regolo, nonché si potrà venire a conoscenza del programma dettagliato dell’evento con foto, locandina, brochure della manifestazione.

REGGIO C. - 103esimo congresso della Sbi Dal 17 al 19 settembre,si terrà a Reggio Calabria, presso l'Aula magna dell'Università "Mediterranea" di Reggio Calabria "Antonio Quistelli", il 103° congresso della Sbi: un'occasione per aggiornarsi sulle ultime ricerche nel settore botanico con approfondimenti sulla flora della montagna. Sabato 20, si terrà l'escursione nel Parco Nazionale dell'Aspromonte che sarà guidata dal club alpino italiano sezione Aspromonte. Quanti vorranno partecipare all'escursione gratuita dovranno iscriversi giovedì 18 settembre, alle ore 21.00, alla sede del Cai. REGGIO C. - Ciclo di seminari sulle imprese La Camera di Commericio Reggio Calabria, organizza il ciclo di seminari “Internazionalizzazione delle imprese: strategie e strumenti”. I seminari si svolgeranno presso la sede camerale (Via T. Campanella 12); la mattina sarà dedicata all'attività d'aula, nel pomeriggio il relatore sarà disponibile per incontri one-to-one dietro prenotazione, per approfondire quesiti specifici e tradurre direttamente in chiave pratica le tematiche affrontate in aula. Calendario: 18 settembre: Come si struttura un contratto con operatori esteri; 7 ottobre: Gestione delle pratiche doganali e dei trasporti internazionali nelle operazioni di import/export: casi pratici; 28 ottobre: Incassare senza rischi nelle vendite internazionali; 12 e 13 novembre: Indagini di mercato e strategie di marketing internazionale. REGGIO C. - Accompagnatori di escursionismo Il Cai Reggio offre ai soci la possibilità di partecipare al III corso propedeutico alla formazione degli accompagnatori di escursionismo (Ae) in Aspromonte dal 21 al 23 novembre. Il corso propedeutico é requisito indispensabile per la successiva frequenza al corso di formazione per accompagnatore di escursionismo. Per info: giuseppe.romeo@gruppogdm.it - 339/4628019 o in segreteria dove è consultabile la relativa modulistica da inviare entro il 18 settembre.

REGGIO C. - Gianni Morandi con “Grazie tutti” Il primo "Riccio d'Argento" di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009", XXIII edizione della rassegna del miglior live d'autore diretta da Ruggero Pegna, sarà assegnato a Gianni Morandi per il tour "Grazie a tutti". L'oscar della musica dal vivo italiana, creazione del celebre orafo Gerardo Sacco, consegnato in questi anni ai più prestigiosi autori, tra cui Fabrizio De Andrè, Gino Paoli e Paolo Conte, sarà consegnato a Gianni Morandi il 2 gennaio a Reggio Calabria, in occasione della tappa nella Città dello Stretto del suo tour prodotto dalla "Ballandi". Grazie a tutti di Gianni Morandi aprirà il 2 e 3 gennaio la XXIII edizione di "Fatti di Musica" all'interno del Palatenda che sarà allestito nella zona del Palapentimele di Reggio Calabria, con il patrocinio dell'assessorato comunale alla Cultura. La vendita dei biglietti partirà il prossimo 22 settembre in tutti i punti abituali. Per ulteriori informazioni consultare il sito internet di seguito riportato www.ruggeropegna.it. RENDE (Cs) - Scuola estiva all’Unical Presso il dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria (cubo 31/c – IV°piano) è in corso di svolgimento, fino venerdì 12 settembre, una scuola estiva internazionale sul tema: “A multidisciplinary study of uplift and deformation in the Calabrian Arc (Studio multidisciplinare del sollevamento e della deformazione nell’arco calabro)”, organizzata dai professori: Ignazio Guerra, dell’Università della Calabria, e Alberto Malinverno, del Lamont Earth Observatory della Columbia University di New York. RENDE (Cs) - “Settembre Rendese” E' partito il “Settembre Rendese”. Programma: giorno 14 settembre, Reunion trio live, ore 21.00, piazza degli Eroi, centro storico; giorno 17 settembre, Suor Angelica opera in atto di G. Puccini, ore 21.00; giorno 19 settembre, Boosta, ore 22.00, Quattromiglia; giorno 20 settembre, Caparezza, ore 21.00, piazza Matteotti Commenda.


40 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Il pane: tecniche di produzione e cottura nel forno a legna”, corso teorico-pratico a Scalea

“L’Ippocampo d’oro” a Soverato IL CARTELLONE

Giornata nazionale del Biologico in programma a Scandale

SATRIANO (Cz) - Luca Barbarossa in concerto Luca Barbarossa in concerto, il 27 settembre, presso il centro storico. L’appuntamento è organizzato dal Comitato Feste. L’ingresso è libero.Per ulteriori informazioni contattare la Esse Emme Musica di Maurizio Senese al numero 335/5244393 o visitare il sito internet www.essemmemusica.it.

SELLIA M. (Cz) - “Reggae summer 2008” Kaya bar, a Sellia Marina loc. Riva Chiara presenta la rassegna "Reggae Summer 2008", dj resident DoctaP in collaborazione con Kissusenti Reggae Movement, ingresso libero. Programma: tutte le domeniche pomeriggio "Simmer down" roots ska rub & dub Robbie e DoctaP ai controlli.

SCALEA (Cs) - Corso sul pane In occasione del campionato nazionale pizzaioli d’Italia, il corso teorico - pratico per professionisti, amanti e/o semplici appassionati su “Il pane: tecniche di produzione e cottura nel forno a legna”, a cura della Dott.ssa Simona Lauri. Programma: giovedì 2 ottobre (ore 9.00 – 15.00) presso Hotel Parco dei Principi a Scalea (Cs), Programma: metodi di panificazione: diretto corto, indiretto con biga, indiretto con poolish, indiretto con madre, metodica corretta di produzione della biga, Vantaggi/Svantaggi dell’utilizzo della biga, difficoltà operative e gestionali, confronto tra diverse metodiche di produzione; impasto diretto, biga, poolish, madre, realizzazione pratica di alcuni pani con l’utilizzo della metodica indiretta con biga e cottura nel forno a legna. Quota di partecipazione 50,00 euro. Per ulteriori e più dettagliate informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la Elvis Santaromita Villa; o visitare il sito internet www.elvissantaromita.it; o telefonare ai numeri di seguito indicati: 334/3866703 - 329/ 5797312 - 339/2758084.

SERRASTRETTA (Cz) - Mirò in concerto Sabato 13 settembre, in occasione della festa patronale a Serrastretta, la Vip Music di Massimo Marramao presenta Andrea Mirò in concerto.

SCANDALE (Kr) - Giornata del Biologico Domenica 14 settembre, con inizio alle ore 10.00, presso l’azienda “Valle del Biologico” a Scandale di Salvatore Rota, la Cia della Calabria terrà la “Giornata Nazionale del Biologico” incentrata sul tema: “Il Bio in tavola”. Nel contesto della giornata sono previste diverse iniziative. La prima riguarderà la visita dell’azienda, con l’illustrazione delle attività che essa svolge nel campo delle coltivazioni (olivo, vite, foraggi, cereali) e degli allevamenti (vacche, avicunicoli, ovicaprini). Destinatari privilegiati delle informazioni saranno gli alunni delle seconde classi della scuola media dell’istituto Benedetto Citriniti di Simeri Crichi e le loro famiglie. Agli alunni, in particolare, saranno riservate delle specifiche attività incentrate sul valore dell’alimentazione biologica, a cura di Adele Vitelli, animatrice rurale. La seconda iniziativa riguarderà una tavola rotonda che si terrà, sempre in azienda, con la quale la Cia presenterà le proprie analisi e proposte per l’agricoltura biologica in Calabria. La tavola rotonda sarà introdotta da Franco Barretta - presidente provinciale Cia Crotone e coordinata da Michele Drosi - vice presidente regionale della Cia. Ai lavori prenderanno parte: Giuseppe Mangone - presidente Cia Calabria, Salvatore Nicoscia - Tecnico Cia Crotone, Maurizio Agostino - responsabile Icea Calabria, Sergio Iritale - presidente Amministrazione provinciale Crotone, Mario Pirillo - assessore regionale all’Agricoltura. Le conclusioni saranno tratte da Enzo Pierangioli - vice presidente nazionale della Cia. Dopo la tavola rotonda seguirà una degustazione di prodotti da agricoltura biologica dell’Azienda Rota.

SETTINGIANO (Cz) - Promozioni “Bowling Center” Durante i mesi estivi il “Bowling Center” pratica le seguenti promozioni estive: tutte le sere più giochi meno paghi; giovedì e domenica promozione coppia. SIMERI C. (Cz) - Music Village A Simeri Crichi la IX edizione di “Music Village”, l’evento che unisce la musica emergente e il mondo della discografica a cui prenderanno parte musicisti provenienti da tutta Italia, scelti da un team di esperti del settore durante le selezioni live che hanno coinvolto numerose città italiane. Gli Sciaradha e i giovanissimi The Mistery Machine rappresenteranno la Calabria all'evento. Music Village fino al 13 settembre a Simeri Crichi. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Giovanile Net4Fun in collaborazione con Event Sound Promotion. SOVERATO (Cz) - Ad Asso di Quadri... Asso di quadri presenta opere in permanenza ad olio e serigrafia del maestro Franco Azzinari. Si potranno ammirare le opere di Mimmo Rotella, Salvatore Fiume, Gonzaga, Carlo Franchi; De Michelis; Romano Mussolini; Treccani; e altri artisti. Info: 0967/23706 349/8203817 - 347/7192337. SOVERATO (Cz) - “L’Ippocampo d’oro” Puntieri con il patrocinio dell'Amministrazione comunale di Soverato ed in collaborazione con CalabriaWebTv.it, il Domani.it, Gm agency, soveratoweb.it, Studio Network presentano "L'Ippocampo d'oro" 1° festival della canzone che si terrà a Soverato nei giorni di oggi, del 12 e del 13 settembre. SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale 2008/2009 Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: 31 ottobre, Insinna Flavio Senza Swing regia di Giampiero Solari; 7 novembre C.C.R. Umbria Oplas Danza direzione Luca Bruni; 8 – 9 novembre C.C.R. Umbria Oplas Dnza love direzione Luca Bruni, 15 novembre Lella Costa – Amleto di William Shakespeare; 28 – 29 novembre Peter Pan il Musical regia Maurizio Colombi; 19 dicembre Compagnia Donati Olesen Comedy Show regia G. Donati e J. Olesen;3 gennaio Caprioglio Scaccia La Dodicesima Notte di William Shakespeare; 6 gennaio Concerto Lirico Vocale “Una voce

poco fa” a cura del Maestro Vito Cristofaro; 10-11 gennaio Tullio Solenghi L’Ultima Radio regia di Marcello Cotugno; 6-7 febbraioHair The tribal love rock Musical direzione musicale Elisa; 28 febbraio Dr Jekill e Mr Hyde The strange show di e con Fabrizio Paladin; 7 marzo Claudio Insegno Risate al 23° piano di Neil Simon; 21 marzo Gaia De Laurentis Sottobanco regia Claudio Beccaccini; 4 aprile Tosca D’Aquino Ogni anno punto e a capo di Eduardo De Filippo; 16 aprile Sorelle Marinetti Non ce ne importa niente regia Max Croci; 25 aprile Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier; 3 maggio Giorgio Albertazzi lezioni americane di Italo Calvino.

SOVERIA M. (Cz) - La Rosa nel Bicchiere La Rosa nel Bicchiere suggerisce una serie di appuntamenti all’insegna del connubio cultura-gastronomia. “Degusto” propone un percorso di riscoperta dei prodotti della cucina calabrese, nazionale e internazionale. Xfood ci guida in un intrigante viaggio tra ambiente, antropologia e cronaca calabrese. La Rosa nel Bicchiere Beach coniuga gastronomia, buona musica e...relax. È gradita la prenotazione al numero 0968/666668 – 349 6886589. Il 13 settembre, la bistecca fiorentina, vino: Drumo Muratori ore 20.30 (costo della cena euro 35,00); degusto il 20 settembre, taglieri di formaggi piemontesi, vino: Freisa dell’azienda Crotin e Barbera dell’azienda Fontanafredda, ore 20.30 (costo della cena euro 25,00); inoltre tutti i giorni menù alla carta: taglieri: tanti deliziosi formaggi, affettati, crostini, verdure grigliate...e vino da gustare all’aperto, costo della cena euro 15.00; barbecue: tutto il necessario (carni, aromi,vini) per poterti sbizzarrire in deliziosi barbecue all’aperto costo della cena euro 20.00; Piscina: mezza giornata euro 7,00; intera giornata euro 10,00. Light lunch in piscina (primo piatto, insalata ricca, frutta, una bevanda); oppure insalata ricca, caprese, prosciutto, una bevanda) euro 15.00. SQUILLACE (Cz) - Visite al centro storico L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria mette tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico di Scolacium Borgia. Per ulteriori e più dettagliate informazioni: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - www.calabriaguide.it.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax:

0961-903801


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

APPUNTAMENTI CALABRIA

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 41

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Proseguono con l’appuntamento del 19 settembre “I Venerdì della Dante Alighieri” a Vibo

“Scuola delle fate” a Taverna IL CARTELLONE

Visite al santuario “Santa Maria delle Grazie” a Torre di Ruggiero

STALETTI’ (Cz) - Vertice dell’Unionturismo E’ stato convocato nella località di Copanello nel Comune di Stalettì in Calabria per il 12 settembre, il vertice dell’Unionturismo con la presidenza nazionale e la giunta esecutiva allo scopo di fare una prima valutazione sull’andamento dei flussi turistici italiani e stranieri. All’ordine del giorno figurano inoltre: l’esigenza di implementare la delega del turismo oggi affidata ad un Sottosegretariato che vede impegnata in modo significativo l’onorevole Michela Brambilla con le materie contigue rappresentate dall’ambiente e dai beni culturali: il forum è affidato alla relazione introduttiva del presidente vicario Cesare Mulè di Catanzaro; la modifica del calendario scolastico con l'allineamento al 1° ottobre su tutto il territorio nazionale può favorire il consumo interno ma non deve configgere con la necessità che il Paese abbia una solida ed avanzata preparazione culturale e professionale; il calendario tedesco prevede una lunga vacanza in occasione della Pentecoste: in tale periodo si potrebbero prevedere alcuni “iatus” in cui porre stages formativi al di fuori delle strutture scolastiche in convitti o villaggi adatti ad accogliere studenti e docenti per i grandi indirizzi letterariumanistici e tecnico-scientifici; il forum è affidato alla direzione di Roberto Rossitto già assessore del Comune di Piazza Armerina per le relazioni con l’Università turistica della stessa città in provincia di Enna; la concertazione di un incontro con le amministrazioni provinciali e con le aziende della mobilità che gestiscono le autolinee del centro Italia e della Sardegna per migliorare e facilitare la mobilità dei flussi, il tutto con la auspicata collaborazione dell’Aci: relatore Fausto Serra consigliere nazionale dell’automobile club italiano; la restituzione e la ricollocazione della Venere di Morgantina nel sito o nell’area di provenienza con la creazione di un eccezionale polo culturale nella Sicilia orientale (Taormina, Piazza Armerina, Agrigento) cui si aggiunge la sollecitazione alla Regione Sicilia per dotare l'Agrigentino di un aeroporto; relatore Michelangelo Trebastoni vice presidente nazionale dell’Unionturismo: una comunicazione sullo stato e sulle prospettive del trasporto Nord-Sud correlativamente alle problematiche dell’attraversamento dello Stretto, relatori Roberto Pizzi di Guardavalle e Gennaro Amoruso di Stalettì, consiglieri nazionali; apertura di una finestra mediterranea su Malta recentemente aderente all’Unione Europea; relatore il presidente nazionale Gian Franco Fisanotti; proseguimento della collaborazione dell’Unionturismo con il progetto Eden varato con successo dalla presidenza del consiglio dei ministri; relatori gli osservatori della segreteria nazionale dell’Unionturismo. Durante il meeting di Copanello il presidente Fisanotti incontrerà numerosi amministratori comunali e provinciali e gli operatori turistici della Costa Ionica Calabrese.

STALETTI’ (Cz) - Slalom Magna Graecia Si terrà il 14 settembre, il 1° slalom della Magna Graecia "Copanello-Staletti" che si snoderà lungo i 13 tornanti della strada provinciale 52. La competizione si svilupperà con il seguente programma: sabato 13 settembre, con inizio alle ore 14.00, si effettueranno le verifiche sportive e tecniche presso la scuola media statale di Stalettì; domenica 14 settembre, con inizio alle ore 10.30, la competizione ufficiale con tre manches, di cui una di ricognizione. STALETTI’ (Cz) - Congresso medico V Congresso nazionale Associazione Geriatri Extraospedalieri “Il geriatra territoriale e la gestione delle comorbidità: tra specificità di competenze e complessità” a Copanello, presso il Villaggio Guglielmo, dal 2 al 5 ottobre 2008.

TAVERNA (Cz) - “La barca e la scia”, mostra Fino al 25 settembre nel Complesso Monumentale di San Domenico, sede del Museo e della rinnovata Galleria d’Arte Contemporanea di Taverna, la mostra di Giuseppe Macchione - “La barca e la scia”, promossa ed organizzata, nell’ambito della quarta edizione della manifestazione europea “La notte dei Musei 2008”. L’evento curato da Giuseppe Valentino, Direttore del Museo Civico di Taverna, è patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese; dalla Direzione dei Musei di Francia; dal Consiglio d’Europa; dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dall’Icom International e dal Comune di Taverna. La mostra resterà aperta sino al 25 settembre e sarà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00, chiuso il lunedì.

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un pregevole bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabiletutti i giorni tranne il lunedì con orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - “Piccola scuola estiva delle fate” Il Gal Valle del Crocchio, il dipartimento di Economia e Statistica – Università della Calabria, con il contributo di: Cciaa di Catanzaro, comunità montana della Presila Catanzarese, corpo forestale dello stato, laboratorio per le politiche di sviluppo – Dps - Ministero dello sviluppo economico, Parco nazionale della Sila, organizzano “piccola scuola estiva delle fate” quinta edizione 2008 “Nello sviluppo...” presso il Parco Nazionale della Sila - Villaggio Mancuso, Taverna fino al 12 settembre (Sala convegni museo verde). Programma:oggi, ore 9.30, “Contro” lo sviluppo, Piero Bevilacqua (Università di Roma – La Sapienza); ore 11.30, “Riflessioni su 10 anni di politica regionale in Italia” Paola Casavola (Dps – Ministero sviluppo economico); lunch - buffet; ore 15.30, “C’era una volta il Sud” Gianfranco Viesti (Università di Bari); ore 17.00, “La lezione del partigiano Facio” Carlo Spartaco Capogreco (Presidente fondazione Ferramonti); venerdì 12 settembre, ore 9.30, “Valutazione della scuola: il ritardo accumulato e gli spazi aperti” Aline Pennisi (Uval – Ministero sviluppo economico); ore 11.30, “Globalizzazione e povertà” Giovanni Anania (Università della Calabria); lunch buffet; ore 15.30, “Strategie per lo sviluppo: politiche, istituzioni, politica” Gilberto Seravalli (Università di Parma); ore 17.00, Un “sud persistente”: riflessioni su 10 anni di politica per il mezzogiorno d’Italia, Fabrizio Barca (Ministero dell'economia e delle finanze).

TORRE DI R. (Cz) - Visite al santuario diocesano Presso il santuario diocesano "Santa Maria delle Grazie" ha avuto inizio l'anno giubilare. Tappe: a partire dal 19 fino al 21 settembre, colloquio internazionale di Mariologia. VIBO V. - “Venerdì della Dante Alighieri” Con la presentazione dei "Venerdì della Dante Alighieri", ha preso il via l'attività di un antico comitato provinciale culturale. Il programma prevede: il 19 settembre, sarà la volta dello scrittore calabrese Sharo Gambino,il 24 ottobre, Alfredo D'Agostino parlerà di "Messianismo: storia, religione, letteratura"; quindi, il 21 novembre, Lorenzo Meligrana tratterà il tema "Tra lingua e dialetti", il ritorno del dialetto nell'opera di Mario Roperto "Addoccussì va 'u mundu". VILLA SAN GIOVANNI (Rc) - Cidis, incontro Il Cids (Comitato interprovinciale per il diritto alla sicurezza) ha indetto per oggi,alle ore 11.30, nella sala del Consiglio comunale di Villa S. Giovanni un incontro con la stampa sulla preoccupante situazione dell’ordine pubblico e per sollecitare urgenti misure per garantire sicurezza e legalità. Interverranno: Pino Bellantone, presidente Consiglio comunale; Antonio Cosimo Calabrò, già presidente dell’Amministrazione provinciale; Demetrio Marra, segretario generale Spi-Cgil di Reggio Calabria; Pino Morabito, esponente politico; Demetrio Costantino, presidente Cids. CALABRIA - In scena i Tributo live Il 27 settembre a Badolato m.n (Cz) saranno di scena i Tributo live. CALABRIA - Premio Maurizio Grande Il "Premio Internazionale Maurizio Grande" annuncia la sua quinta edizione in programma da govedì 25 a sabato 27 novembre 2008 a Reggio Calabria e a Cosenza (Università della Calabria). Istituito e promosso dal Circolo del Cinema

"Charlie Chaplin" di Reggio Calabria, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Calabria, il Premio vede, anche in questa quinta edizione, la partecipazione del Dams dell'Università della Calabria.Il premio, riservato a saggisti e critici cinematografici, è internazionale e la sua finalità è rivolta all'eccellenza nel campo degli studi filologici e storici.Il premio ha due sezioni: saggi editi in lingua italiana, saggi editi in lingua francese. Per ognuna delle sezioni viene assegnato un premio di 1.500,00 euro. La giuria è composta da: Gioia Costa, direttrice del festival "Esplor/azioni", Bruno Fornara, critico cinematografico, direttore editoriale Cineforum e docente presso la scuola Holden di Torino; Jean Paul Manganaro, docente di Letteratura italiana contemporanea presso l'Università Charles de Gaulle di Lille ; Enrico Magrelli, critico cinematografico; Pietro Montani, docente di Estetica presso l'Università La Sapienza di Roma; Nicola Petrolino, Vice presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria; Claudio Scarpelli, presidente circolo del cinema "C. Chaplin" di Reggio Calabria.Per l'edizione 2008 la giuria del Premio ha deciso di premiare: per la sezione saggi editi in lingua italiana Veronica Pravadelli per "La grande Hollywood" Marsilio; per la sezione in lingua francese la giuria ha deciso di non assegnare alcun premio.

CALABRIA - Slalom e cronoscalata La scuderia Aspromonte ha iscritto a calendario sei gare di slalom ed una cronoscalata. Le manifestazioni sono state incluse e ratificate nel calendario nazionale Csai. Programma: penultimo appuntamento stagionale il 21 settembre, con la disputa della S. Stefano - Mannoli; e la stagione targata "Scuderia Aspromonte" si concluderà con il 15° slalom "Città di Montebello" il 26 ottobre. CALABRIA - Dj-set Mino Stella Il dj Mino stella presenta i suoi prossimi Dj-sets: venerdì 19 settembre, after dinner @ A Turra de' Briganti - Migliuso (Cz); venerdì 26 settembre EsSensum @ Il Casale - Feroleto Antico (Cz); venerdì 21 novembre 2008 EsSensum meets Diagonal Jazz in "Dj for dj" @ Il Casale - Feroleto Antico (Cz). CALABRIA - “Settembre culturale” E’ partito da Francavilla Marittima la settima edizione del “Settembre Culturale- Valle del Raganello/ La poesia al femminile”. L’evento è organizzato da “Il Musagete”, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza e dei quattro comuni della Valle del Raganello, (Francavilla Marittima, San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria e Civita); e in collaborazione di Aljon Editrice e Tele A1 di Corigliano.Questo è il calendario degli appuntamenti: San Lorenzo Bellizzi, sabato 13 settembre, ore 19.00, Sala consiliare, presentazione del libro di poesia della poetessa lucana Maria Pina Ciancio, “La ragazza con la valigia” (LietoColle). Cerchiara di Calabria, domenica 14 settembre 2008, ore 19.00, Sala Convegni (ex Scuole Medie), “La stagione della condivisione - Viaggio nel pensiero femminile”. Civita, venerdì 19 settembre 2008, ore 19,00, Museo Etnico Arbresh, Novecento - La figura e l’opera di Gabriela Mistral, (reading). Francavilla Marittima, sabato 20 settembre 2008, ore 21.00, presso l’ex chiesa (C.da Silva), Premio Valle del Raganello –Donna dell’anno 2008, cerimonia di premiazione.

Ogni lunedì sul Domani

LA PIAZZA Settimanale di economia locale con servizi sulle imprese e annunci gratuiti Per chi compra e vende, chi è a caccia di occasioni, chi cerca e offre lavoro. Case, ville, terreni, negozi, garage, auto, moto, accessori, bricolage, dischi, computer, attrezzi, software, mobili, audio-video Per contatti con la Redazione via mail: lapiazza@ildomani.it via fax: 0961-903801


42 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

SERIE B INGLESE

WEST HAM

Una nuova vita per Tommasi nel Queen’s Park Rangers di Briatore

Zola ha firmato un triennale per la panchina del club Oggi l’annuncio

Una doppietta del centrocampista giallorosso cancella la brutta prestazione di Cipro La Georgia dell’ex interista Cuper non può nulla contro un’Italia comunque modesta: 2-0

Italia (4-3-3): Buffon; Zambrotta, Legrottaglie, Cannavaro, Dossena; Pirlo (Palombo dal 1’ st), De Rossi, Aquilani; Camoranesi, Toni (Iaquinta dal 25’ st), Di Natale (Del Piero dal 11’ st). A disp: De Sanctis, Barzagli, Cassetti, Gilardino. Ct. Lippi Georgia (4-5-1): Loria; Lobjanidze, Salukvadze, Kaladze, Eliava (Kvaskvhvadze dal 1’ st); Kenia, Khmaladze, Mentesahshvili (Odkadze dal 24’ st), Koblashvili, Iashvili; Mchelidze (Siradze dal 10’ st). A disp: Khvadze, Shashlashvili, Gotsiridze, Aleksidze. Ct. Cuper Marcatori: De Rossi al 17’ pt e al 44’ st Arbitro: Einwaller Recupero: 2’ e 4’ Note. Ammoniti: Pirlo, Aquilani, Kenia Spettatori: 25mila circa UDINE - L’Italia vince ma non convince nemmeno contro la Georgia. Gli azzurri conquistano tre

DeRossiincontenibile Lippisiprendeitrepunti punti verso i Mondiali del 2010 grazie alla doppietta di De Rossi: un gran tiro da fuori dopo 17 minuti e preciso diagonale al 44’ della ripresa. Ma la prestazione è stata tutt’altro che convincente. Anche se l’impatto del match dell’Italia è nettamente più convincente rispetto a quello di sabato scorso a Cipro, complice anche l’avvio troppo prudente della Georgia. Dopo

7’ il primo tiro in porta degli azzurri: un destro di Aquilani scalda le mani al portiere Loria, mentre un minuto dopo Toni chiede un rigore per una trattenuta di Kaladze, ma per l’arbitro è tutto regolare. L’Italia insiste e assedia la Georgia nella propria area di rigore. Al 15’ Toni lancia in profondità Di Natale, che sfiora la rete di un soffio sull’uscita del portiere. E’ il prelu-

dio al gol che arriva dopo pochi secondi. Al 17’ De Rossi indovina un sinistro da 25 metri che si insacca nel sette. Il vantaggio dà ancora spinta all’Italia, che per qualche minuto continua a surclassare la Georgia sfiorando anche il gol. Poi però gli azzurri tirano il fiato e rischiano di subire il pareggio. Al 26’ un contropiede Mchelidze-Kenia porta quest’ultimo davanti a

Buffon, ma il giovanissimo talento manca il pallone in due occasioni. Dopo la batosta morale per il gol mancato, Kenia subisce anche quella fisica: De Rossi gli rifila una gomitata che passa inosservata agli occhi dell’arbitro che non prende alcun provvedimento. L’Italia amministra il risultato e va al riposo in vantaggio. La ripresa si apre con le novità Palombo (subito

dentro per Pirlo) e Del Piero che dopo 11 minuti prende il posto di Di Natale. Cuper prova a correggere la Georgia con tre cambi in 24 minuti. Gli ospiti sembrano più intraprendenti rispetto al primo tempo anche se raramente creano problemi a Buffon. L’Italia fa fatica a costruire gioco e al 17’ arrivano i primi fischi del “Friuli”. La partita si innervosisce, aumentano i falli e per vedere un’azione pericolosa bisogna aspettare il 22’ con Toni (poco dopo sostituito da Iaquinta) che fa da sponda per un bell’inserimento di Aquilani. Al 36’ la difesa azzurra sbaglia un fuorigioco costringendo Buffon a liberare in uscita bassa; mentre sul capovolgimento di fronte è Iaquinta a impegnare Loria. Al 41’ grande slalom di Kenia e sinistro a girare da 20 metri, ma il portiere azzurro blocca a terra. Al 44’ De Rossi scambia con Del Piero e con un bel diagonale fa 2-0.

LA NOVITA’

I medici del club di Madrid dichiarano guerra ai disegni sul corpo

Ruud Van Nistelrooy, centravanti olandese del Real Madrid

MADRID - Il Real Madrid dichiara guerra ai tatuaggi, spaventato dal rischio di contagi. D’ora in poi i giocatori dovranno chiedere il permesso di decorare i propri corpi. È quanto scrive il quotidiano sportivo Marca, secondo il quale la misura, lungi dal discriminare da un punto di vista estetico, risponde a un’esigenza igienica. La pratica dei tatuaggi, ormai molto diffusa nel calcio, può comportare, secondo i servizi medici del Real, «un focolaio di infezioni» e pertanto, se non eseguita

certificato di sanità del centro dove intende farlo, con tanto di referenze del personale, e «comprovare che gli aghi siano nuovi e sterilizzati». Non solo. I calciatori dovranno consultare i servizi medici del Real, per chiedere l’autorizzazione, dato che «la misura del tatuaggio, assieme alla data in cui viene praticato, sono elementi chiave» per ottenere il permesso. Fra gli effetti collaterali della seduta di tatuaggio, i servizi medici del Real annoverano «stanchezza, spossatezza o anche nausea».

Vuoi giocare con il Real? Non puoi tatuarti Si teme l’eccessivo rischio infezioni viste le condizioni in cui essi vegono fatti Il Real è contrario ai tatuaggi per i propri giocatori: il club ha paura delle infezioni

con un minimo di garanzie igieniche può «pregiudicare la salute dei calciatori». «Vedere un giocatore con disegni o frasi tatuate sul-

la pelle è ormai abituale - sottolinea Marca - Ma questa pratica deve essere controllata per evitare rischi o conseguenze pregiudi-

zievoli per la salute». Le merengues non sfuggono alla moda. Per questo, registra Marca, «il club si è preoccupato di dare una serie

di raccomandazioni o consigli ai giocatori per evitare rischi». Il decalogo prevede che chi voglia tatuarsi debba prima chiedere un


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 43

Sport

Il capitano potrebbe tornare in campo martedì in Coppa Tra i protagonisti dell’anticipo con i giallorossi ci sarà l’ex Amelia

Spalletti recupera Taddei Ballardini vara il suo Palermo Totti rimandato in Champions Gli occhi dei tifosi sono su di lui Sabato la Roma dovrà rinunciare ancora anche a Perrotta Totti sarà in campo martedì nel match di Champions

ROMA - Taddei sì, Totti forse tendente al no, Perrotta no. Spalletti ha qualche buon motivo per sorridere anche se l’infermeria giallorossa fatica a svuotarsi del tutto. Il brasiliano, sabato a Palermo, tornerà in campo a quattro mesi e mezzo dall’ultima gara. Il capitano, invece, sarà in campo martedì all’Olimpico nell’esordio in Champions contro il Cluj.

PALERMO - Sarà un Palermo tutto da scoprire quello che scenderà in campo sabato prossimo contro la Roma nell’anticipo del secondo turno. Gli occhi dei tifosi rosanero saranno puntati su Ballardini, l’allenatore scelto da Zamparini dopo il doppio e traumatico ko con Ravenna (in Coppa Italia) e Udinese (in campionato), che è costato la panchina a Colantuono. Nell’ambiente rosanero c’è molta curiosità per vedere all’opera la squadra che Ballardini finora ha tenuto lontano da telecamere e taccuini. Tra i protagonisti più attesi c’è Marco Amelia.

Walter Zenga sarà a Milano per la prima volta da ex

Un Meazza tutto neroazzurro per accogliere Walter Zenga Ballardini è il nuoco trainer del Palermo di Zamparini

Dopo ventiquattro giorni dall’infortunio riecco il difensore Potrebbe esserci già domenica contro l’Udinese

Chiellini è pronto al rientro

CATANIA - Sarà il derby personale di Walter Zenga, che sarà applaudito però soltanto dai suoi ex tifosi, perchè sabato sera al Meazza quelli del Catania non ci saranno, come anticipato dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni. L’ex portiere neroazzurro e della nazionale gioca contro il suo pas-

sato e non dimentica «le emozioni vissute con quella maglia indossata per 22 anni» anche se per lui «adesso contano quelle rosso-azzurre». Sulla squadra che schiererà però nessuna anticipazione, anche se Zenga spera di potere recuperare Carboni, neppure sul modulo che utilizzerà.

Il brasiliano ha giocato il secondo tempo, a Genova ci sarà

Lugano in agrodolce per il Milan Perde 2-0 ma si rivede Kakà Bene Senderos che ha recuperato dal mal di schiena che lo bloccava

“Tra scudetto e Champions vinceremo qualcosa”

TORINO - Il rientro è ormai vicino. Sembrava dovesse restare fermo per due o tre mesi e invece, a soli 24 giorni dall’infortunio al ginocchio, Giorgio Chiellini si prepara a tornare in campo. «E’ una settimana che mi alleno con la squadra, sono pronto», afferma il difensore juventino che potrebbe disputare uno spezzone già domenica sera contro l’Udinese, per poi godersi dal primo minuto il debutto in Champions League. «Chiunque vorrebbe giocare una partita così - sottolinea - contro lo Zenit voglio esserci». Il Trofeo Berlusconi, il contrasto con il milanista Paloschi e il ginocchio sinistro che si gira, costringendolo a uscire in barella con il dolore dipinto sul volto, sono ormai acqua passata. «Avverto ancora un po’ di fastidio quando calcio - dice il giocatore - e penso che dovrò conviverci ancora per un mesetto, ma ormai sto

Sabato Inter-Catania sarà senza tifosi ospiti

LUGANO - Il risultato non conta ma perdere 2-0 coi ticinesi del Lugano, non è la medicina migliore per il Milan (privo dei nazionali) scosso dallo scivolone alla prima di campionato. Le buone notizie per Ancelotti vengono solo da Kakà, che ha giocato tutto il secondo tempo mostrando di essere pronto a debuttare in campionato domenica a Genova; e da Senderos, che sembra aver smaltito il mal di schiena con il quale è arrivato dall’Arsenal. Per il resto, una buona prova sia pure a intermittenza, del nuovo acquisto Car-

Kakà ha dato segni ieri di essere in forma campionato

dacio, ma tanti dubbi ancora sulla crescita di Pato, che ha fatto vedere qualcosa solo nel primo tempo. Ancelotti ha provato un 4-3-1-2 con Pato e Inzaghi sostenuti da Seedorf.

Serie B Si gioca lunedì per le operazioni di sicurezza

Salerno trova un residuo bellico Posticipata la gara con il Frosinone

sempre meglio». Con Mellberg che ha bisogno di altro tempo per ambientarsi, Knezevic ancora alla ricerca della condizione migliore e Legrottaglie che potrebbe tornare dalla Nazionale con un problemino muscolare, la Juve tira un bel sospiro di sollievo. «Sì, ho sentito di Legrottaglie, ma non dite che sono indispensabile», si schermisce il giocatore. «Solo Buffon - con-

tinua - è insostituibile. E poi la difesa ha fatto bene anche senza di me, e ci sono tanti giovani pronti a dare il loro contributo. Mellberg? Se non fosse stato per il gol di Gilardino, e che gol, contro la Fiorentina avrebbe fatto una partita perfetta». Senza contare che la difesa «non riguarda solo quattro giocatori - continua - ma tutta la squadra, come facevamo ai tempi di Capel-

lo». È questo il modello da utilizzare contro lo Zenit. «Gran brutta gatta da pelare, avrei preferito evitare di affrontare i russi», sottolinea Chiellini. L’ottimismo, però, non manca al giocatore. «Abbiamo voglia di vincere - spiega - e dico che qualcosa porteremo a casa, tra Champions e scudetto». «L’Inter chiude Chiellini - resta la squadra da battere, ma noi ci siamo».

Formula uno Il pilota della Ferrari è pronto per la rincorsa finale all’inglese della McLaren Hamilton

SALERNO - Salernitana-Frosinone, gara della terza giornata di serie B in programma sabato, è stata rinviata a lunedì 15, alle 20.45, per la concomitanza con le operazioni di messa in sicurezza di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale e ritrovato nei giorni scorsi a Salerno. Lo ha deciso la Lega Calcio su richiesta del Prefetto di Salerno.

Melandri, Capirossi e De Angelis vogliono stupire

Massa si carica per il Gran Premio D’Italia di domenica A Indianapolis gli italiani “E’ una pista diversa dalle altre ma l’imperativo è vincere” sono in cerca di soddisfazioni

MONZA - Il profumo del Mondiale è vicino, come il Gran premio d’Italia in programma a Monza domenica prossima, che potrebbe sancire nella classifica provvisoria il sorpasso del ferrarista Felipe Massa sulla freccia d’argento Lewis Hamilton: il brasiliano ci crede. «Mi sento vicino al titolo e farò di tutto per conquistarlo». Il brasiliano ha cercato di fare il modesto ma non ha potuto evitare di ammettere che «è la prima volta che ho più possibilità di conquistarlo». «La lotta è intensa - ha spiegato - farò di tutto per vincere». Per il ferrarista, l’uomo da battere è Hamilton: «È’ il pilota più forte in questo momento, quello che è davanti a me in campionato. Dobbiamo avere lui come obiettivo». Non gli risparmia tuttavia critiche per quello che ha fat-

Felipe Massa può puntare realisticamente al titolo piloti

to in Belgio con il compagno di squadra. «Non ha avuto pazienza di aspettare un’altra curva per attaccare - ha rilevato Massa - tagliando la chicane ha avuto un vantaggio. Se lui faceva la curva sarebbe stato impossibile sorpassare Raikkonen. Questo è il regolamento. Per questo ha avuto la penalizzazione. Il ricorso? Non mi preoccupa». Su Raikkonen preferisce evitare di rispondere in modo diretto.«Se ora mi aspetto aiuti da Kimi? La squadra vuole vincere proviamo a fare il massimo per vincere». Per Massa la squadra è pronta a Monza:«È’ una pista completamente diversa dalle altre per quel che riguarda l’aerodinamica, speriamo di aver trovato le soluzioni giuste. Sarà una gara dove avremo tanta spinta dai tifosi, ma questo ti dà molta più carica».

INDIANAPOLIS - Gli sono rimaste ormai solo poche gare per togliersi qualche soddisfazione prima di dire addio alla Ducati e pas-

sare alla Kawasaki. Marco Melandri domenica negli Stati Uniti cercherà di fare qualche altro passo avanti con la sua GP8, con cui sta migliorando lentamente il feeling. Un altro pilota in cerca di buoni risultati è Loris Capirossi, fresco di rinnovo contrattuale con la Suzuki. Contratto appena rinnovato anche per Alex De Angelis con il team Honda di Fausto Gresini. Il sammarinese vuole riscattare la caduta di Misano con un buon risultato domenica. «Sono contento di correre su un circuito inedito come quello di Indianapolis» ha detto.


44 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT Il fantasista amaranto reduce da un infortunio parla della difficile gara di domenica contro il Torino

S E R I E

A

Brienza: spero di esserci REGGINA

«Dobbiamo mettercela tutta per portare a casa i tre punti»

REGGIO CALABRIA — La spe-

ranza di tutti è quella di vederlo in campo presto. Magari già da domenica in casa contro il Torino. Tuttavia le possibilità che Franco Brienza possa essere impiegato già questo turno di campionato sono piuttosto scarse. Colpa di un infortunio che lo perseguita dal ritiro e che tuttora continua a trascinarsi. Oggi se ne saprà qualcosa di più sulle sue condizioni, che verranno verificate nel corso della partitella in famiglia che la squadra giocherà nel pomeriggio. Ovviamente il giocatore non vede l’ora di tornare ad essere di aiuto per la Reggina. «Vengo purtroppo da questo infortunio che mi ha fatto perdere un bel po’ di tempo spiega - tutta la seconda parte della preparazione e le amichevoli. Ho ripreso da poco ad allenarmi con la squadra. La voglia è tanta anche se la condizione non è ottimale. In questo momento è importante che stia lavorando senza dolore, senza alcun tipo di fastidio. Sono molto realista sul fatto di non stare bene fisicamente. Domenica conto di esserci ma so che è difficile». Per la Reggina è importante esordire davanti al pubblico

2ª D I V I S I O N E

amico con una prestazione positiva, soprattutto dopo la sconfitta subita in casa del Chievo Verona alla prima di campionato. Ma la partita contro il Torino presenta difficoltà. «Affrontiamo una gara importante - dice Brienza e se vogliamo potremmo considerala decisiva. E’ una squadra ben attrezzata che ha fatto benissimo alla prima giornata. Noi invece abbiamo fatto un passo falso. Ma abbiamo dalla nostra il fatto di giocare in casa. Dobbiamo mettercela tutta per portare a casa i tre punti». Il fantasista prelevato lo scorso giugno dal Palermo commenta la qualità dell’avversario: «E’ una squadra molto forte nei singoli e anche organizzata. E’ una società che ha una grande storia alle spalle. Con grande attenzione e voglia di fare bene dobbiamo provare a superare questo ostacolo. Il Torino è forte in tutti i reparti, soprattutto in quello avanzato grazie all’arrivo di Amoruso e Bianchi. Sono giocatori di tutto rispetto».

Nella passata stagione l’intesa con Amoruso era a dir poco perfetta. Il giocatore spera di averla anche con Bernardo Corradi. «Sono due giocatori con caratteristiche diverse afferma ancora - ma due grandi atleti. Purtroppo a causa di questo infortunio ho giocato poco con Corradi ma cercheremo di trovare insieme i giusti meccanismi. Sono convinto che siamo una coppia che può fare bene». La voglia di tornare in campo come detto è grande, anche perché Brienza promette di salvare la Reggina a suon di gol, magari superando il record personale di reti nella massima serie. «L’obiettivo è quello superare quota dieci gol - conclude il giocatore - per centrare il traguardo della salvezza. Speriamo di raggiung, erla con meno sofferenza rispetto al passato. Sappiamo che è difficile anche perché la concorrenza è alta. Però ce la metteremo tutta come sempre».

“Il mio obiettivo? Superare quota dieci gol per centrare il traguardo della salvezza... ”

Il fantasista amaranto, Franco Brienza

Angela Latella

L’esperto centrocampista parla del derby col Cosenza e pensa al match di domenica

VIBONESE

VIBO VALENTIA — Archiviare

subito la sconfitta lasciando nella memoria solo quanto di buono fatto, anche contro il Cosenza, allorquando si è giocato la partita rimanendo in vantaggio fino all’85’. Concentrarsi senza esitazione sulla trasferta di Melfi. Soprattutto respingere qualche critica (in verità poche) ingenerosa e frettolosa. La squadra sta dando prova di maturità dopo il derby perso domenica scorsa. Soprattutto, ha dato immediatamente il segnale che si sperava: tutti sono intorno al loro allenatore, la fiducia è massima e tutti hanno sposato la filosofia del tecnico. A farsene portavoce uno dei veterani, Gaetano Di Mauro. «E’ assurdo accusare il nostro allenatore di aver perso la partita perché difensivista – afferma deciso – tutto si può di Galfano tranne che è un difensivista. Proprio io sono stato sostituito perché non ce la facevo più e addirittura il mister ha messo al mio posto un attaccante, Melis». Questo vuol dire non solo che difendete il vostro allenatore, quanto che siete d’accordo con il suo modo di vedere il calcio? «Proprio così condividiamo a pieno l’impostazione che ci sta dando. Soprattutto, ci stiamo trovando benissimo con le sue idee, con il suo modo di impostare il lavoro. Ci stiamo diver-

Di Mauro difende Galfano e avverte: Melfi trasferta insidiosa

L’esperto centrocampista vibonese, Gaetano Di Mauro.

tendo ed abbiamo recuperato il gusto di giocare a calcio. Il clima che si respira tra noi è il migliore». Gaetano Di Mauro riflette poi sulla partita di domenica: «Abbiamo giocato bene. Siamo stati noi a fare la partita. Avevamo chiuso il Cosenza, che si limitava a quei lanci lunghi, mentre noi giocavamo la palla, occupavamo gli spazi. E’ vero, alla fine abbiamo perso, per colpa di due ingenuità che abbiamo pagato caro. E non è giusto, anche se nel calcio ci può stare. Però la squadra c’è, ha dimostrato di fare un bel calcio. E poi, non dimentichiamo che noi siamo partiti più tardi con la prepara-

zione e questo conta, soprattutto nelle prime giornate: è una differenza che nei novanta minuti si paga. E noi, putroppo, l’abbiamo pagata!». E’ mancata un po’ di esperienza in più… «Sì. Se pensate che alla fine c’erano un sacco di under in campo… il mister, comunque, ha chiesto ad alcuni di noi, a me, a Ruscio, a Orefice, a Mastrolilli, di stare vicino ai più giovani perché non bisogna perdere tempo: nessuno ci aspetta, nessuno ci regala nulla». Intanto, tu stai recuperando. Ed è importante il tuo ruolo in mezzo al campo. «Beh, io, a mia volta, ho inizia-

to ancora più tardi, per via di alcune cose che non si erano chiarite subito, ma sto lavorando sapendo bene qual è il mio compito e quante sono le mie responsabilità. Non mi tiro indietro e sono convinto che faremo un buon campionato». Ora bisogna andare a Melfi… «E’ una piazza insidiosa. Non deve ingannare lo zero che ancora hanno in classifica, perché da quanto ho potuto vedere non se lo meritano. Finora hanno perso immeritatamente e questo dà loro una carica maggiore, una rabbia in più che vorranno sfogare nella partita che giocano tra le mura amiche. Dovremo stare attenti – conclu-

de Gaetano Di Mauro – dobbiamo preparare questa sfida con la massima attenzione, ben sapendo il valore dell’avversario che avremo di fronte, mentre noi ancora saremo costretti a giocare in emergenza». Un ultimo pensiero ai tifosi: «Abbiamo bisogno del loro sostegno. Abbiamo bisogno di sentirli vicino, come sta accadendo in questo inizio di campionato. Noi promettiamo loro che ci impegneremo a giocare questo calcio che li farà divertire. Ci divertiremo insieme ed arriveranno belle soddisfazioni». Maurizio Bonanno


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 45

SPORT 2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Stagione agonistica 2003-2004, campionato di serie D. La Vigor Lamezia di Gigi Boccolini espugna il “San Vito” con un perentorio 1-3. Poi, con l’identico risultato, vince anche la gara di ritorno sul neutro di Crotone. Mattatore di quell’impresa nella gara d’andata, Tony Lio autore di una doppietta, alla quale fece da splendido corollario la rete di un certo, Nacho Castillo (oggi in serie A col Lecce). Sono aggrappati a questi indelebili ricordi, le speranze dei tifosi della Vigor Lamezia che si preparano alla trasferta di domenica nel capoluogo silano. Certo, allora la compagine biancoverde (poi ripescata in C2 grazie alla vittoria nei play-off), era la corazzata del girone, mentre oggi le posizioni sono decisamente invertite con il Cosenza che gode dei favori del pronostico per la vittoria finale. Sarà, dunque, davvero dura uscire imbattuti dal “San Vito”, ma vale la pena provare a invertire la logica dei pronostici. Inoltre, bisogna ricordare che anche la scorsa stagione la Vigor Lamezia dopo due giornate si ritrovava con un solo punto in classifica e, come oggi, alla terza giornata si recava a Catanzaro per il derby dei “Due Mari” con tanto di infortuni e giocatori contati in panchina. Il risultato fu di 2-1 per i lametini di Fofò Ammirata. Ora, cabala a parte, la Vigor che farà tappa a Cosenza sarà una formazione sì giovane, ma intenzionata a riscattarsi subito dalla pesante beffa subita domenica scorsa in casa. Biglietti. Sono 400 quelli messi a disposizione della società silana e inviati presso la sede sociale della Vigor in via Marconi. Oltre a questi biglietti, i tifosi lametini potranno acquistare il tagliando anche via Internet attraverso il sito: www. inprimafila. net. Così come informa l’ufficio stampa della società biancoverde. «L’atteso derby fra Cosenza e Vigor Lamezia - si legge nella nota - si giocherà a porte aperte essendo lo stadio cosentino fornito di tutte le previste condizioni di massima garanzia, tra le quali il funzionamento dei tornelli». Per quanto riguarda la vendita dei biglietti, l’ufficio stampa precisa

2ª D I V I S I O N E

COSENZA

COSENZA — Per chi ha saputo leggere tra le righe del pensiero di Toscano materia per riflettere ce n’era eccome nell’ultima conferenza stampa. Il mister del Cosenza ha detto qualcosa di più rispetto ai suoi “gioielli”. Con tutto il rispetto per i ragazzi carichi di entusiasmo Mimmo Toscano, pur avendo rispettato la scaletta che prevede il copione in questi casi (i complimenti di rito, l’ambiente, la società etc.) è stato abbastanza chiaro: dobbiamo essere più incisivi. Tradotto dal gergo del pallone vuol dire che per lunghi tratti la squadra a Vibo è stata sterile. Più o meno la stessa cosa una settimana prima col Barletta. Ha tenuto palla ma in modo inconcludente. E certo non

E’ arrivata l’ufficialità in vista del derby col Cosenza. Oltre 400 i biglietti a disposizione dei supporter lametini

Al San Vito a porte aperte E allo stadio di via Marconi primi lavori per rendere agibile la curva sud Sopra e a fianco i supporter della Vigor Lamezia durante la semifinale play-off della scorsa stagione contro il Real Marcianise. In alto la gradinata est Nell’altra immagine la tribuna centrale dello stadio “Guido D’Ippolito”. Saranno oltre 400 i supporter biancoverdi che seguiranno la squadra nell’atteso derby di domenica al “San Vito” contro il Cosenza.

Oggi al D’Ipppolito il test del giovedì col Real Pianopoli LAMEZIA TERME — E intanto

gradinata est e, soprattutto, realizzare la strada d’accesso alla curva. Per quest’ultima opera, sicuramente la più importante, indiscrezioni provenienti dal “Palazzo” inducono all’ottimismo, nel senso che l’assessorato preposto pare abbia garantito la costruzione nell’imminenza del primo derby al D’Ippolito, ovvero quello del 5 ottobre contro il Catanzaro.

prosegue la preparazione della Vigor in vista del derby di domenica al “San Vito”. Ieri seduta tecnico-tattica con esercizi in palestra e poi solita sgambatura. Come già ricordato ieri, appare certo il rientro del centrocampista Ciotti con Lopetrone e Di Donato che dovrebbero partire dalla panchina. Qualche spiraglio positivo anche per quanto riguarda Riccobono. Le condizioni dell’estroso fantasista biancoverde migliorano notevolmente e Ammirata al “San Vito” potrebbe portare pure lui in panchina. Almeno due settimane invece, è il tempo previsto per i recuperi di Carraro, Pascuccio e Amita. Il primo, comunque, già da parecchi giorni ha preso confidenza con il pallone. Oggi ne sapremo di più anche perché si disputerà la consueta partitella infrasettimanale. Sparring partner, dei biancoverdi sarà il Real Pianopoli, compagine che milita in Prima categoria. Il test si svolgerà allo stadio “D’Ippolito”.

Antonio Cannone

r. s.

Ieri doppia seduta d’allenamento. Tutti gli effettivi a disposizione del mister

del solito, concreto e determinato, può controllare la rabbia dei lametini. Quattrocento i biglietti che la società del Cosenza mette in vendita per i tifosi del Lamezia. Ma anche via Internet qualche tifoso potrà provvedere ad acquistare il tagliando. Non meno quindi di cinquecento i tifosi ospiti previsti per domenica, almeno cinquemila ovviamente i cosentini. Attenzione massima da parte delle forze dell’ordine e tuttavia non si registra un clima particolarmente ansiogeno. Dovrebbe scorrere tutto liscio, c’è acredine tra le due tifoserie ma niente a che vedere con altri derby che la città conosce bene. Si vedrà. La società intanto comunica che sono ancora in vendita fino a venerdì sia gli abbonamenti standard che quelli per gli under 12, 15 euro per l’intera stagione. Ma la novità di domenica è l’iniziativa di Damiano Paletta, il presidente, che in qualche modo vuole rimediare alla figuraccia che la città di Cosenza ha fatto con un gruppo di francesi in gita presi a schiaffi nelle vie del centro storico. Saranno ospiti gratuiti della tribuna ovest.

che, in entrambi i casi (vendita on line e presso la sede sociale), i biglietti si possono acquistare fino alle ore 19,00 di sabato al costo di 8 euro. Come è noto lo stadio di Cosenza è fornito di appositi tornelli, e quindi, ciascun acquirente del biglietto dovrà fornire - al momento dell’acquisto - il proprio nome, cognome e la data di nascita. Il settore riservato ai tifosi lametini sarà la curva nord, varco (o ingresso) 20. Lavori al D’Ippolito. Qualcosa si

muove per quanto riguarda gli “accorgimenti” necessari all’agibilità della curva sud, quella destinata alle tifoserie ospiti. Il Comune ha provveduto a installare gli “offendicoli” lungo la recinzione che separa la gradinata dal terreno di gioco. Inoltre sono stati rafforzati così come richiesto dalle autorità preposte - i due cancelli che dalla curva consentono l’ingresso sul terreno di gioco. Rimane da smantellare il gabbiotto esistente sulla

E Toscano non si fida della “giovane” Vigor ha tutti i torti mister Toscano. Qualcuno nell’ambiente storce un po’ il muso, al cospetto di due successi consecutivi e a tratti del buon gioco sviluppato. Ma sono in pochi a dar torto a Toscano e sono ancora di meno quelli che non vedono nelle critiche del mister alla squadra l’unica via per disputare davvero un campionato di altissimo livello. La Seconda divisione, ex C2, non è proprio simile al campionato dilettanti vinto l’anno scorso. Ci sono alcuni valori tecnici paragonabili ma poi quando si tratta di notare le differenze queste ci sono eccome. Altre partite come quella di Vibo non tanto facilmente si vinceranno in futuro con pochi tiri in porta, la stessa cosa si può più o

meno dire per la gara d’esordio con il Barletta. E Toscano, mister non certo sprovveduto, questo lo sa bene. Cosenza del resto troppo spesso in passato ha vissuto di facili entusiasmi e un po’ di sano realismo non può che far bene. Questo ha detto Toscano e questo, più o meno, hanno detto anche Carli e Moschella. La squadra è serena, compatta, consapevole che la società ha investito e si aspetta buoni risultati, ma non perde il contatto con il terreno di gioco. E questo dice che c’è ancora da lavorare, la brillantezza è ancora di là da venire. Seduta d’’allenamento intensa intanto quella di ieri. Doppia, con la prima di buon mattino. Lunga corsa defatigante con un

fuoriprogramma, una sgambata sui prati circostanti attorno al campo. Si lavora ancora sul fondo per mettere fieno in cascina, il gran caldo ancora non permette di esaltare gli scatti e la reattività. L’infermeria non preoccupa particolarmente in vista della prossima partita di domenica al “San Vito”, a parte Parisi ma non è niente di importante, riposerà qualche giorno. E che partita, la prossima. Il derby con il Lamezia è il classico incrocio che può dire molto della foto dell’intera stagione. La Vigor viene da un incredibile scivolone interno ma chi pensa di trovare una squadra depressa potrebbe rimanere scottato. Tutt’altro. Solo un Cosenza più attento e motivato

Ediratio


46 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPORT 2ª D I V I S I O N E

STADIO Porte aperte col Cassino? Ieri ennesimo sopralluogo e decisione rinviata a domani

Ceravolo, un altro rinvio CATANZARO

Intanto dalla Cassa Depositi e Prestiti ok al mutuo per i lavori di adeguamento alle norme antiviolenza

CATANZARO — Col passo della luma-

ca verso la riapertura al pubblico del “Ceravolo”. Anche se non s’è registrato, ieri mattina, l’atteso disco verde da parte delle autorità competenti, oramai, ci sono tutti i presupposti per sperare nell’happy end per quanto concerne la vicenda del vecchio “Militare”. A meno di colpi di scena si viaggia verso una soluzione positiva. Mentre si svolgeva l’atteso sopralluogo nell’impianto catanzarese, con la presenza di Comune (rappresentato dal sindaco Olivo, dal vicesindaco Tassoni e dall’assessore allo Sport Gatto), questura e Vigili del fuoco, da Roma arrivavano notizie piuttosto confortanti. Dall’Osservatorio del Viminale per le manifestazioni sportive, infatti, partiva un via libera… seppur condizionato alla riapertura dello stadio. Ci spieghiamo meglio. L’organo preposto alla sicurezza negli impianti calcistici ha giudicato esauriente e completa la documentazione inviata dall’Effeccì, dalla prefettura e dalla questura. Si è trattato, però, di un via libera condizionato a quella che sarà il parere (a questo punto vincolante) che dovrà esprimere la Commissione di vigilanza. Quest’ultima farà capolino al “Ceravolo” nella mattinata di domani. Intorno alle ore 13, verrà pronunciata l’ultima parola. Tre le possibilità: via libera per le porte aperte (è la soluzione più probabile); Catanzaro-Cassino riservata ai soli abbonati oppure (ancora) porte chiuse. Nel frattempo, entro il pomeriggio di oggi, dovrebbe essere in dotazione dell’Effeccì la smart card necessaria all’attivazione della biglietteria elettronica. Il club giallorosso, manco a dirlo, si sta muovendo per non farsi trovare impreparato ad un’eventuale vendita dei tagliandi in vista della gara di domenica. Riepilogando. Nella migliore delle ipotesi, si potrebbe 8fi-

Lo stadio Ceravolo durante l’ultima gara di coppa Italai disputata in casa dalla formazione giallorossa.

effettuati dal sindaco nel mese di agosto, per rendersi conto di persona dell’andamento dei lavori mirati alla definizione di tutte le problematiche aperte e sulle quali si sta lavorando alacremente in stretto contatto con la Fc Catanzaro. Al termine della verifica tecnica il sindaco Olivo ha ringraziato vivamente il comandante Occhiuzzi «per la disponibilità dimostrata» ed anticipando, inoltre, che proprio ieri mattina a Palazzo de Nobili è giunto l’ok della Cassa Depositi e Prestiti alla contrazione del mutuo di due milioni di euro per i lavori di adeguamento dello stadio “Nicola Ceravolo” alle norme antiviolenza. «I lavori - ha spiegato Olivo - saranno, quindi, presto affidati all’impresa “Genovese” di Catanzaro alla quale il Comune, allo

scopo di accelerare i tempi, aveva affidato in via provvisoria l’appalto». Ricordiamo che l’impresa Genovese ha proposto l’offerta più vantaggiosa, con un ribasso di circa il 27 per cento sull’importo a base d’asta di 2milioni di euro. Somma che sarà coperta da un contributo costante poliennale di 150mila euro concesso dalla Regione e finalizzato, appunto, alla contrazione del mutuo della durata di venti anni. I lavori dovranno essere completati entro sessanta giorni dalla consegna. Ovviamente, l’obiettivo principale è quello di garantire il massimo della sicurezza agli spettatori che assisteranno agli incontri casalinghi delle Aquile. Alla conclusione dei lavori, il “Ceravolo” sarà, quindi, omologato per una

L’INTERVISTA Parla il responsabile dell’area tecnica, Pasquale Gigliotti

è cercato di abbattere i costi, davvero alti per la categoria di appartenenza, alla pari della media anagrafica dei calciatori. In tal senso si è dato ampio spazio ai giovani, per apportare anche quei correttivi ad una rosa che la passata stagione forse non aveva reso per come doveva». A proposito di rosa non le sembrano un po’ troppo ventisei elementi in forza. «Alla luce delle nuove norme federali assolutamente no, per non parlare che si lavora molto nell’ottica dei giovani, essendo questi ultimi il futuro del calcio. Annoverarne nella rosa qualcuno in più è sempre un fattore positivo, alla luce anche che è molto più facile dedicarsi a loro, migliorarli sul piano tecnico ed assicurarsi un potenziale tecnico di un certo interesse. Del resto deve essere questa la politica di una società, quale il Catanzaro, che non può permettersi il lusso di fare il passo più lungo della gamba». Quale la situazione di giocatori in forza, sia pure fuori rosa. «I vari Cianni, Criniti e Caccavale hanno la possibilità di accasarsi presso altre società sino al 31 dicembre. Posso anzi anticipare che per i primi due abbiamo ricevuto delle offerte da parte di società dilettantistiche, offerte che stiamo attentamente vagliando e che in breve tempo andremo a concretizzare. D’intesa con i diretti interessati troveremo la giusta soluzione, dando naturalmente la priorità a quelle squadre che mirano a disputare un torneo d’avanguardia e magari a vincerlo. Diverse le problematiche per ciò che concerne il difensore Caccavale, il cui ingaggio ha reso difficile i movimenti di mercato. Impossibile allora che società dilettantistiche possano essere interessa-

nalmente) giocare a porte aperte o, come dir si voglia, socchiuse (in virtù della capienza ridotta a 7.499 posti). In tal caso, la vendita dei tagliandi avverrà nella biglietteria dello stadio. Rimane, allo stesso tempo, un margine d’incertezza. Eloquenti le parole del geometra Rotundo, responsabile per la sicurezza della società giallorossa. «Al 90% chi sarà in possesso dell’abbonamento potrà entrare senza problemi al “Ceravolo”». Un invito che non è un semplice spot a sottoscrivere abbonamenti. Comunque, ancora ventiquattrore e sapremo. Alla Commissione di vigilanza l’ultima e decisiva parola. Tornando al sopralluog o di ieri mattina, si è proceduto a un approfondimento minuzioso, che ha fatto seguito ad altri

«Con impegno, abnegazione e lavoro questa squadra potrà arrivare in alto» CATANZARO — Per lui il “Ceravolo”

è di casa, considerato che sin da piccolo, accompagnato per mano dal padre, spostandosi dalla vicino Cicala, paese natio, era solito assistere alle gare della squadra del cuore. Una vera e propria passione, che, da grande, l’ha portato ad intraprendere la carriera di “direttore sportivo” al di là dello stretto, in quel di Messina. Stiamo parlando nel nuovo responsabile dell’area tecnica dell’Fc Catanzaro, Pasquale Gigliotti, al quale la società del presidente Bove ha affidato l’importante incarico. Lo abbiamo avvicinato a bordo campo del “Mirko Gullì” di Giovino, scrupoloso nel controllare lo stato del terreno di gioco dell’impianto marinaro. «Fino a poco tempo addietro – ha esordito – mi sono sempre interessato delle sorti del Catanzaro dall’esterno, come tifoso, anzi come super tifoso. Ora che sono stato chiamato dalla società giallorossa, sono felicissimo di potere lavorare per la squadra della mia città, non senza ringraziare i dirigenti per la fiducia accordatami, che spero ricambiare con i fatti, ovvero con i risultati della squadra stessa». Una lunga gavetta prima di appro-

dare a Catanzaro... «Undici anni di lavoro e di esperienza, che mi hanno plasmato, facendomi comunque capire cosa gira intorno al pianeta calcio. Ho iniziato la mia attività partendo da Messina e devo dire che proprio il Messina Calcio mi ha consentito, durante l’attività lavorativa, di studiare e laurearmi in giurisprudenza. Poi i lunghi anni nel calcio dilettantistico: dal Milazzo al Capo d’Orlando, per poi approdare a Sapri in serie D. Ma i co-

lori giallorossi erano evidentemente nel mio destino, per cui eccomi a Catanzaro, voglioso di bene operare alla prima esperienza in campo professionistico. Certo, senza fare proclami, saranno i fatti a giudicare». Chiusa la campagna acquisti–cessioni, può fare un primo bilancio del suo operato. «Diciamo subito che quella appena trascorsa è stata una estate molto importante per quanto concerne il lato prettamente tecnico. Innanzitutto si

capienza di 14.592 spettatori, suddivisi in 6 settori: curva ovest (3.442), tribuna laterale coperta ovest (1915), tribuna centrale coperta (1441), tribuna laterale coperta est (2315), curva est (2229), distinti( 3250). Gli interventi più significativi sono: numerazione dei posti a sedere, divisione dei settori e individuazione vie di esodo, installazione di 15 tornelli (750 persone all’ora), servizi igienici per gli spettatori, sistema di illuminazione, postazioni pronto soccorso, area parcheggio 200 posti a servizio del settore “ospiti”, sistemi di allarme, ammodernamento della tribuna stampa e realizzazione di una “sala interviste” a ridosso degli spogliatoi. Il sindaco Olivo si è detto, quindi, soddisfatto della buona notizia «in linea con i tempi pronosticati» e ha sottolineando «il grande sforzo che il Comune e la Regione Calabria – pur in presenza di grossi problemi di natura finanziaria – hanno prodotto per portare a definizione l’adeguamento dell’impianto calcistico della città». Diario di bordo. Prosegue a ritmi serrati la preparazione delle Aquile in vista del big match di domenica contro il Cassino dell’ex Evangelista Cunzi. Ieri, la squadra ha svolto una doppia seduta sul rettangolo verde del PoliGiovino. In mattinata, lavoro prettamente atletico. Per Gimmelli e compagni diversi esercizi di resistenza alla velocità. Nel pomeriggio, invece, una seduta tecnico-tattica. Cardascio, pian pianino, sta forzando i ritmi per tornare entro fine mese a disposizione di Provenza. Diarrà continua a fare fisioterapia a San Lucido mentre Frisenda è a Bologna per una visita di controllo dopo l’operazione all’anca. E oggi, test del giovedì a Giovino con la formazione Berretti. V. R.

te ad assicurasi le sue prestazioni». Possiamo definire il Catanzaro un mixer di giovani e anziani? «Possiamo e dobbiamo parlare di un gruppo bene assortito, oltre che già amalgamato che darà, nel corso del campionato appena iniziato, grosse soddisfazioni. Del resto se vogliamo analizzare i risultati ottenuti dalla squadra nella gare di Coppa e nelle prime due uscite di campionato, possiamo senza dubbio affermare che esistono tutti i presupposti per un torneo d’avanguardia. E’ un Catanzaro allestito con elementi di categoria, giocatori che hanno una buona esperienza, voluti dal tecnico, grazie al lavoro alacre e certosino. A proposito del tecnico, la scelta di mister Provenza è stata la mossa azzeccata ed auguriamoci anche vincente del Catanzaro: un allenatore tanto giusto, quanto puntiglioso, un allenatore carismatico per una piazza importante quale Catanzaro». Dove potrà arrivare allora la compagine giallorossa? «Intanto la squadra dovrà comportarsi meglio della trascorsa stagione. Impegno, abnegazione, lavoro e massima concentrazione in ogni impegno: sono questi i requisiti essenziali per un Catanzaro giovane, voglioso di fare bene, ma che, nel contempo, deve rimanere sempre con i piedi per terra. Settimana per settimana, gara dopo gara, sarà importante mettere in cascina più punti possibili. Una volta raggiunta una certa quota, si potrà guardare in alto, per la gioia dei tifosi, da troppo tempo delusi e spesso mortificati. Catanzaro squadra, checché se ne dica, per tradizione, merita ben altri palcoscenici». Mario Mirabello


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 47 TRIBUNALE DI CATANZARO Prima sezione civile Procedura esecutiva n. 131/06 R.G. Espr. Il Giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 11.06.2008; visti gli artt. 569 e ss, c.p.c. e vista la richiesta di vendita. Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto unico “unità abitativa in Montepaone in catasto al fg. 15part. 746 sub. 1 (sub. 5 e 6 in comunione) al prezzo base di euro 273.937,5; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 28.10.2008 ore 12.00; fissa per la deliberazione dell’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a euro 5.000,00, l’udienza del 29.10.2008 ore 9.30; dispone che le offerte di acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro Procedura n. 131/06”portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo dell’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima de4lla scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet “ www.aste.eugenius.it” e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire in executvis. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nella pubblicità sia omessa l’indicazione del debitore. Catanzaro, 9.04.2008 °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr.Giuseppe Cava nella procedura esecutiva n.141/86 r.g.e. ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni siti in Botricello: Lotto n.l: Appartamento posto al I piano di un fabbricato non conforme (F.6,p.lla 682,Sub 5) Euro 43.575,75 Lotto n.2: Appartamento posto al I piano di un fabbricato non conforme (F.6,P.lla 682,Sub 6) Euro 42.878,81 Lotto n.3: Appartamento posto al I piano di un fabbricato non conforme (F.6,P.lla 682,Sub 7) Euro 48.340,12 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria., L’udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 29 ottobre 2008. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata re-cante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fo-tocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare “Non Trasferibile” intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n........” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti,!’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L’aggiudicatario,dovrà versare in Cancelleria,il prezzo d’acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiu-dicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d’acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.eugenius.it; - II Domani Catanzaro,11 giugno 2008 °°°°°°°°°° Sez. Esecuzioni immobiliari AVVISO DI VENDITA Si rende noto che il Sig. G.E. della procedura esecutiva rubricata al n. 85/2001 R.G. Es., dr. G. Cava, ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e che comunque l’offerente depositando l’offerta dichiara di conoscere, stato meglio descritto nelle relazioni tecnico-estimative in atti consultabili in Cancelleria e a cui si rinvia: Lotto unico: Quota ideale pari ad un mezzo (1/2) della proprietà di Appartamento e locale garage siti nel Comune di Guardavalle. In catasto al foglio 64 p.lle 221 sub 5 e 9. PREZZO BASE: euro 17.771,25 UDIENZA di vendita ex art. 572 cpc e eventuale gara tra gli offerenti = 12.11.2008 AUMENTO MINIMO in caso di gara = euro. 3.000,00 DEPOSITO cauzionale per essere ammesso alla vendita = 10% del prezzo base o proposto, da depositare unitamente all’offerta di acquisto in busta chiusa e sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente la domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonchè un A.C. non trasferibile intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. n° 85/2001 RGE”, entro le ore 12.00 del giorno antecedente alla vendita presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale” DEPOSITO PREZZO residuo = entro 60 gg. dalla data di aggiudicazione presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale Spese di trasferimento a carico dell’aggiudicatario. Maggiori informazioni sono acquisibili presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari.

PROGETTO

A CURA DELLA

°°°°°°°°°° Il Giudice dell’Esecuzione dott. Luigi Cavallo, ha pronunciato la seguente Ordinanza Nel procedimento N. 6/99 R.G.E. Vista la richiesta di vendita, Dispone la vendita senza incanto dei seguenti beni: - lotto 1: quota pari a 1/2 di appartamento sito in San Sostene, Vico Vittorio Emanuele 6, vani 2,5, su una quota pari ad 1/3 dell’intero insiste il diritto di usufrutto in capo a terzi, in catasto foglio 12, p.lla 127, sub. 1102, cat. A/4, sup. mq.14; -prezzo base di euro 1071,00; - lotto 2: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in agro del Comune di San Sostene compreso tra le strade comunali Petruso Farro e Lupinati, qualità unica castagneto, sup. mq. 3460, in catasto al foglio 20, p.lla 135; -prezzo base di euro 1005,00; - lotto 3: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in agro del Comune di San Sostene compreso tra la strada comunale e Petruso Farro, qualità unica castagneto, sup. mq. 3600, in catasto al foglio 20, p.lle 128 e 129; -prezzo base di euro 1046,25; - lotto 4: quota pari a 1/2 di appezzamento di terreno agricolo, sito in agro del Comune di San Sostene compreso tra le strade comunali Petruso Farro e Lupinati, qualità unica castagneto, sup. mq. 2850, in catasto al foglio 20, p.lle 148 e 149; -prezzo base di euro 828,00. Gli immobili,meglio descritti nella relazione tecnica consultabile nella cancelleria di questo Tribunale, saranno venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in cancelleria la propria offerta, entro le h.12,00 del giorno precedente l’udienza fissata per la vendita, in una busta sigillata unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro-procedura n. 6/99” portante una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata in data del 22/10/2008 h. 9,30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Aumento minimo in caso di gara euro 100,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge,la prima domenica antecedente la vendita mediante inserzione nel sito internet www.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e nella rivista “Aste” del mese anteriore la vendita. Manda alla cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 04/06/2008 Il Giudice Dott. Luigi Cavallo TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 CPC NELLA PROC. ESEC.IMM. N. 32-72 RE Si rende noto che il G.E. con ordinanza del 4.6.08 ha disposto la vendita all’incanto in più lotti dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: LOTTO N. 2 Terreno in località Promessa fg. 8 del Comune di Curinga part. 5 di ha 0.78.30 al prezzo base di euro 12.394,97 LOTTO N. 3 Terreno in località Trevonio fg 18 del Comune di Curinga part. 271 di ha 0.13.10 al prezzo base di euro 1.334,59. Gli interessati a presentare offerta di acquisto possono esaminare il bene in vendita chiedendo di accedere all’immobile, previa preventiva comunicazione scritta al debitore-custode, nei giorni e nelle ore indicate dal combinato disposto ex artt. 519 e 147 c.p.c. FISSA la vendita all’ incanto per il giorno 15.10.2008, ore 9,30 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme. Chiunque, tranne il debitore, intenderà partecipare alla vendita,dovrà depositare, a titolo di cauzione, il decimo del prezzo base d’asta; La presentazione dell’offerta di acquisto dovrà: 1essere depositata nella cancelleria delle esecuzioni di questo Tribunale a decorrere dal nono giorno antecedente e fino alle ore 12,00 del giorno precedente la vendita; 2le offerte in busta chiusa sigillata dovranno recare la seguente intestazione “procedura esecutiva n. 3272 RE - Giudice dell’Esecuzione dott. Brancaccio udienza di vendita del 4.6.08, devono essere effettuate inserendo nella busta, oltre alla domanda di partecipazione alla vendita, assegno circolare intestato a Poste Italiane spa per la cauzione; 3contenere la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio ex art. 174 disp. Att. cpc; 4dichiarare espressamente di conoscere ed accettare l’elaborato peritale, acquisito agli atti della procedura e consultabile in cancelleria; 5manifestare la volontà di avvalersi della facoltà prevista dall’art. 585 c.3 cpc in tema di finanziamento degli aggiudicatari da parte degli istituti di credito; 6Entro il termine di 60 giorni (70 nel caso di vendita con incanto) da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva in favore dell’unico offerente ovvero del migliore offerente, l’aggiudicatario dovrà: a) versare, nelle forme dei depositi giudiziari, il prezzo di aggiudicazione detratto l’importo già versato a titolo di cauzione e contestualmente versare, b) ex art. 179 bis disp. nelle forme dei depositi giudiziari il 20 % del prezzo di aggiudicazione a titolo di deposito per presumibile ed approssimativo ammontare delle spese di trasferimento.ivi incluse quelle di controllo della certificazione ipo-catastale e di redazione del decreto di trasferimento, ove eventualmente delegate ai sensi dell’art. 591 bis cpc, la somma così depositata verrà imputata prima di tutto alle spese, c) depositare idonea ed aggiornata certificazione ipo-catastale dell’immobile posto in vendita ed attestante le risultanze catastali e dei registri immobiliari. 7L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile, alla sanatoria e/o condono di eventuali irregolarità urbanistiche netro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento. DETERMINA Le seguenti ulteriori specifiche modalità: 1all’offerente che ometta di partecipare all’incanto personalmente o a mezzo di procuratore speciale senza documentato e giustificato motivo, sarà restituita, nella misura di nove decimi dell’intero, la prestata cauzione essendo la restante parte trattenuta

MEDIATAG

come somma riveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; l’aumento minimo da approtare all’offerta, è, sin d’ora, fissato nella misura di euro 2.000,00 rispetto al prezzo base d’asta, sicchè, in presenza di più offerte, l’Ufficio inviterà gli offerenti alla gara, sull’offerta più alta, mediante scheda segreta; 3in caso di offerta dopo l’incanto formulata nel termine perentorio di 10 giorni successivi all’aggiudiucazione provvisoria e che superi di almeno un quinto quello raggiunto nell’incanto, accompagnata da cauzione pari al doppio di quella fissata da questo Ufficio per partecipare all’incanto, l’Ufficio procederà ai sensi dell’art.584 cpc.Con espressa avvertenza che, nel caso di diserzione della gara indetta a norma del 3° co., l’aggiudicazione diventerà comunque definitiva ed a carico degli offerenti in aumento sarà pronunciata la perdita della prestata cauzione, il cui importo sarà, in tal modo, trattenuto come riveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione.Il creditore procedente provvederà a inserire l’avviso di vendita sul sito www.astegiudiziarie.it, peruna sola volta su un quotidiano diinformazione a diffusione locale a scelata, per una sola volta sulla rivista “ Aste giudiziarie” Ulteriori informazioni in Cancelleria. Lamezia Terme 4.6.08 Il cancelliere C1 f.to Bernardi 2-

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PROC. N. 153/97 RE SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione dott. Brancaccio, con ordinanza del 30.04.2008, ha fissato la vendita, davanti a sé, degli immobili in calce elencati per il giorno 22.10.2008 ore 12,00 che si terrà nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale al prezzo base di euro 184.673,90. Ogni concorrente per essere ammesso all’incanto,dovrà depositare nelle forme dei depositi giudiziari, nella Cancelleria di questo Tribunale almeno quattro giorni prima della data fissata per l’incanto, euro 18.467,39 per cauzione ed euro 36.934,78 per spese. L’aumento minimo da apportarsi alle offerte è del 5 % del prezzo base. L’aggiudicatario dovrà provvedere a sua cura e spese alla voltura catastale dell’immobile trasferitogli. Entro 30 giorni da quando l’aggiudicazione sarà divenuta definitiva (40 giorni dalla vendita) l’aggiudicatario dovrà versare,nelle forme dei depositi giudiziari,il prezzo di aggiudicazione,dedotto l’importo già versato a titolo di cauzione. Maggiori informazioni in Cancelleria. DESCRIZIONE DELL’ IMMOBILE Piena proprietà del locale da adibire ad attività artigianale sito nel Comune di Lamezia Terme Via delle Imprese, 30, di mq 916 oltre manufatti accessori per servizi. In Catasto al fg 44 p.lla 118 sub 1-23. Tutto da riaccatastare con variazione. Porzione del fabbricato e alcuni manufatti di servizio sono soggetti a condono edilizio,in quanto realizzati abusivamente. Non è stato rilasciato il certificato di abitabilità. Non esiste contratto di locazione. Valore stimato euro 704.400,00. Lamezia Terme 30.4.2008 Il Cancelliere C/1 F.to Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.40/2001 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 7 maggio 2008 ha disposto la vendita senza incanto in unico lotto, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 14.11.2008 lotto uno - “terreno sito nel comune di Lamezia Terme, località Piane, riportato nel NCT al foglio 50, p.lla 511, di mq. 980, su cui insiste un fabbricato plurifamiliare composto da tre appartamenti, di cui due al piano terra ed uno al primo piano. Il fabbricato è dotato di una pertinenza adibita a parcheggio e spazio verde”; prezzo base d’asta euro 171.404,50 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed

Per informazioni 0961 996802

i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 171.040,00 per il lotto n. 1; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 8.000,00 per il lotto n. 1; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.70/2005 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 15 maggio 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 19.11.2008 lotto uno - “ appezzamento di terreno ubicato in Curinga, località Feghetto-Donale, riportato nel NCT di detto comune al foglio 1, p.lla 6,7,95,98,171 e 174 e al foglio 3, p.lla 1, e costituito da serre per Ha 1.00.00, da un frutteto per Ha 4.83.10, da un seminario irriguo per Ha 2.95.70 e da un uliveto per Ha 2.77.80” al prezzo base d’asta 352.600,00 lotto due - “ appezzamento di terreno ubicato in Curinga, località Pruscini-La Piana, riportato nel NCT di detto comune al foglio 5, p.lla 51 (frazionata nelle p.lle 216 e 217), 61, 66(frazionata nelle p.lle 222 e 223), n.68 (frazionata nelle p.lle 224 e 225) e n.70, tutte destinate a serre, dalla superficie totale di Ha 1.74.25” prezzo base d’asta 118.500,00 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

48 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 352.600,00 per il lotto n.1, di euro 118.500,00 per il loto n.2; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 17.000,00 per il lotto n.1, ad euro 5.000,00 per il lotto n.2; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come

PROGETTO

A CURA DELLA

liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.18/2000 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 19 giugno 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 19.11.2008 lotto uno - “locale destinato a magazzino-deposito, in Falerna, località Cartolano, con superficie di mq.150. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9.plla 401, sub 1102, cat. C/2, classe I” al prezzo base d’asta di euro 37.500,00 lotto due - “locale destinato a magazzino-deposito, in Falerna, località Cartolano, con superficie di mq.100. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9.plla 401, sub 1101, cat. C/2, classe I” al prezzo base d’asta di euro 25.000,00 lotto tre - “locale destinato a magazzino-deposito, in Falerna, località Cartolano, con superficie di mq.173. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9.plla 402, sub 29, cat. C/2, classe I” al prezzo base d’asta di euro 43.250,00 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 37.500,00 per il lotto n.1, di euro 25.000,00 per il loto n.2 e di euro 43.250,00 per il lotto n.3; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 1.500,00 per il lotto n.1, ad euro 1.200,00 per il lotto n.2 e ad euro 2.000,00 per il lotto n.3; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18

MEDIATAG

novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.52/1987 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 26 giugno 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 14.11.2008 lotto uno - “fabbricato destinato a civile abitazione a due piani fuori terra, oltre sottotetto, sito in Lamezia Terme, Sambiase, via vico I corso della Repubblica, n. 3, costituito, al primo piano, da un piccolo stanzino di mq. 37, al secondo piano, da tre camere da letto, una cucina, due salotti, due piccoli bagni, ingresso e corridoio e, al piano sottotetto, da due vani più una terrazza di circa 90 mq. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 74, p.lla 619, sub 7, A/4, classe 3, vani 1, sub 14, A/4, classe 3, vani 15, A/3, classe 1, vani 7; prezzo base d’asta euro 236.050,00 lotto due - “magazzino adibito ad autolavaggio sito in Lamezia Terme, Sambiase, via De Gasperi, n. 41/43, con una superficie commerciale di mq. 72. L’immobile è riportato nel NCEU al foglio 74, p.lla 619, sub 5, C/2, classe 2”; prezzo base d’asta euro 72.000,00 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra;

Per informazioni 0961 996802

- per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 236.050,00 per il lotto n. 1 e di euro 72.000,00 per il lotto n. 2; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 11.000,00 per il lotto n. 1 e ad euro 3.500,00 per il lotto n. 2; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.16/1994 RGE con ordinanza emessa all’udienza del 7 maggio 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 14.11.2008 lotto uno - “appartamento per civile abitazione ubicato al primo piano di un fabbricato sito in Lamezia Terme, alla via dei Gelsomini, n. 66. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 26, p.lla 568, sub 3, cat. A/3, classe 3, vani 6,5, per una superficie commerciale di mq. 153,56”; prezzo base d’asta euro 145.574,88 lotto due - “appartamento per civile abitazione ubicato al primo piano di un fabbricato sito in Lamezia Terme, alla via dei Gelsomini, n. 66. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 26, p.lla 568, sub 4, cat. A/3, classe 3, vani 6,5, per una superficie commerciale di mq. 146,43”; prezzo base d’asta 138.815,00 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta;


Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 49 - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 145.574,88 per il lotto n. 1 e di euro 138.815,64 per il lotto n. 2; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 7.000,00 per il lotto n. 1 e ad euro 6.500,00 per il lotto n. 2; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi

PROGETTO

A CURA DELLA

°°°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART.569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n°.26/2006 RGE con ordinanza emessa a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 15maggio 2008 ha disposto la vendita senza incanto in più lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 5.11.2008 ed ha fissato, per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’udienza del 19.11.2008 lotto unico - “appartamento sito in Lamezia Terme, Sant’Eufemia, alla via Pinna snc, costituito da un ingresso-soggiorno, da una cucina, da tre camere, da un bagno, da un ripostiglio e da due balconi, per una superficie complessiva lorda di mq. 119, oltre al relativo box auto, esteso per complessivi mq.10. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 14, p.lla693, sub4, cat.A/3, classe 1, vani 6,5”; prezzo base d’asta euro 147.278,00 SI RENDE ANCORE NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1. VENDITA SENZA INCANTO - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.,”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; 2. VENDITA CON INCANTO - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 147.278,00; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 6.000,00; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008 ore 9.30 e segg., con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra: - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; SI AVVISA, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e

MEDIATAG

quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 27/04 R.E. Il GIUDICE DELL’ESECUZIONE sciolta la riserva assunta all´udienza del 26 giugno 2008; preso atto dell´istanza di vendita formulata dal creditore procedente; - rilevato che custode del bene pignorato è la debitrice; - considerato, che la natura e la destinazione del cespite, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un deterioramento del cespite nelle more della definizione della procedura di vendita, induce a ritenere che la sostituzione della debitrice con un terzo quale custode giudiziario non abbia, allo stato, utilità ex art. 559, comma 4 c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l´obbligo del debitore di rendere il conto di gestione ex artt. 560 e 593 c.p.c.; - ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell´esperto, in ordine sia all´individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; - ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 92.480,00 alla vendita coattiva del seguente bene: Lotto Unico - “locale magazzino sito in Soveria Mannelli, alla Via dei Vespri, snc, con superficie di mq. 272 (seminterrato oltre corte esclusiva), riportato nel NCEU di detto comune al foglio 8, p.lla 1182, sub 4, cat. A/3, classe 3”; Prezzo base euro 92.480,00 - rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l´esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d´ora la data per gli incanti; EVIDENZIATO, QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED A NORMA DEL VIGENTE TESTO DELL´ART. 571 COD. PROC. CIV., CHE: - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l´acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell´art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l´indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell´offerta; - l´offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l´incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l´offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito: 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell´articolo 568 e più sopra ricordato: e) se l´offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - l´offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l´indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l´offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell´offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell´offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l´esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all´offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l´assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all´esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell´esecuzione e la data dell´udienza fissata per l´esame delle offerte; le buste saranno aperte all´udienza fissata per l´esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell´aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; EVIDENZIATO, QUANTO ALL´EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 92.480,00; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 4.500,00; - ogni concorrente, per essere ammesso all´incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l´indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l´istanza stessa si riferisce, le proprie generalità

Per informazioni 0961 996802

(nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all´istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l´esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l´istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d´asta; - all´esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell´esecuzione e la data dell´udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all´udienza stabilita per l´incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell´aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell´immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell´esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fine alle ore 13.00 del giorno 4 novembre 2008 con le modalità e per il prezzo base dì cui sopra; - per l´esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell´art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l´udienza del giorno 5 novembre 2008, ore 9.30 e segg.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari dell´istanza di partecipazione agli incanti termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 19 ottobre 2008, ore 9.30 e segg. la vendita ai pubblici incanti dell´immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell´esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall´esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l´esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell´anno in corso e dell´anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l´aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” in mancanza, si provvederà a norma dell´art. 587 c.p.c.; - soltanto all´esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell´aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell´art. 586 c.p.c.; Ulteriori informazioni potranno essere chieste in cancelleria Lamezia Terme, lì 02.09.2008 Il Giudice dell´Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio °°°°°°°°°° UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 - C.P.C. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE N. 38/05 R.E. SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione nella procedura n. 38/05 R.E. promossa da Intesa Gestione Crediti s.p.a., con ordinanza del 12.03.2008 ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: Lotto Unico - “appartamento sito in Lamezia Terme, via G. Murat, n. 88, composto da cucina abitabile, un salone-pranzo, tre camere da letto, due servizi igienici, un ripostiglio, 4 balconi, per una superficie utile di 180,45 mp.. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 32, p.lla 931, sub 11, piano secondo, int. 4, cat. A/2”; Prezzo base euro 180.450,00 FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 04 novembre 2008, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 05 novembre 2008, ore 9.30 e segg,; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 18 novembre 2008, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 19 novembre 2008, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il


50 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it rubrica di economia. info: lapiazza@ildomani.it

La fortunata rubrica del “Domani”, dedicata alla piccola economia, sta già presentando una serie di importanti novità

La nostra Piazza è già cambiata Da lunedì prossimo tornerà lo speciale di oltre 20 pagine completamente aggiornato

Gli annunci d’asta sono presenti anche sul sito internet: www.aste.eugenius.it

“La Piazza” è cambiata. La fortunata rubrica del “Domani”, dedicata alla piccola economia, sta già presentando una serie di novità destinate ad aumentare il gradimento dei lettori. Innanzitutto, gli sforzi si sono moltiplicati per offrire ogni giorno le ultime novità sugli annunci gratuiti di chi vende, compra, scambia, cerca. Insomma, si sta facendo di tutto per rendere più vivo e dinamico questo grande luogo d’incontro. Una “piazza” per l’appunto, capace di mettere in contatto soggetti diversi e tutti accomunati dalla legittima voglia di trovare l’occasione giusta. Da lunedì prossimo tornerà lo speciale di oltre 20 pagine completamente aggiornato con tanti approfondimenti in più e i pubbliredazionali delle piccole e medie imprese calabresi: dal più piccolo artigiano e operatore commerciale alle aziende più grandi e strutturate. Un modo per dare spazio e voce all’economia del territorio, alla gente che lavora, agli imprenditori che con grande sacrificio tengono aperte le loro attività. “La Piazza” si conferma, pertanto, uno strumento molto utile, quindi, per conoscere quanto di positivo si muove in un territorio, per apprendere novità interessanti. Uno spazio libero al servizio dei cittadini e di quanti, rifiutando atteggiamenti parassitari e attendisti, dedicano la loro vita al lavoro, magari al prezzo di grandi sacrifici. Con l’aiuto e il coinvolgimento di tutti, “La Piazza” continuerà a crescere!

ANNUNCI - le novità della settimana -OFFRESI LAVORO - la De Agostini in collaborazione con la Walt Disney e Sony seleziona per la Sese di Catanzaro 4 diplomati anche prima esperienza di lavoro, si richiede età 20/40 anni diploma o laurea. Disponibilità immediata offresi corso di formazione a totale carico dell'azienda, l'azienda valuterà, con il candidato, in sede di colloquio diverse opportunità contrattuali. Si prega inviare Curriculum Vitae: Leuzzi Marco Agenzia De Agostini Via Padre A. da Olivadi, 5 88100 Catanzaro Tel. e Fax 0961/792856 n_leuzzi@virgilio.it -VENDESI CASA - vendo a Decollatura casa ristrutturata di recente composta da: piano seminterrato: due grandi magazzini; piano rialzato: cucina abitabile e grande salone-pranzo e wc; primo piano: due grandi camere letto, wc, balcone con vista panoramica; mansarda: camera letto, bagno, vista panoramica. Terreno attiguo di mq 200. -VENDESI CASA - vendesi a Decollatura terreno agricolo di mq 35.000 con all'interno casa rurale ristrutturabile e bosco di castagni e di cerri il prezzo è di euro 80.000 trattabili. Per info: 3926167207 -VENDESI CASA - vendesi a soveria mannelli mini appartamento di mq 70 posto al piano terra con accesso autonomo. Composto da 2 camere letto, bagno, anticamera con soggiorno-pranzo-cucinino. Il prezzo è di euro 70.000 trattabili. Per info: 392-6167207 -VENDESI CASA - vendesi a Soveria Mannelli casa di recente costruzione composta da piano terra e da primo piano. La casa è già abitabile e libera subito. Adiacente area per il tempo libero e orto per usi agricoli e garage. Il prezzo è di euro 150.000 non trattabili. Per info: 392-6167207 lapiazza@ildomani.it

prezzo base di cui innanzi; QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO ED A NORMA DEL VIGENTE TESTO DELL’ART. 571 C.P.C. STABILISCE CHE - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane Spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; - detta dichiarazione deve altresì recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività e i costi per la cancellazione delle formalità; EVIDENZIATO, QUANTO ALL’EVENTUALE, SUCCESSIVA VENDITA AGLI INCANTI, CHE: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 180.450,00; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 7.500,00; - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza si riferisce, le proprie generalità (nome,

PROGETTO

A CURA DELLA

cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane Spa”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede la deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; STABILISCE, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane Spa”, in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effet-

tuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme 02.09.2008 Il Cancelliere (C/1) Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che Il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n 94/93 promossa da IST. NAZ.LE CREDITO EDILIZIO. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo piano di un fabbricato sito nel. Comune di Siderno, Via dei Cedri n. 1, riportato nel NCEU alla partita 4111, foglio di mappa 30, particella 872 sub 5, cat. A/3, classe 3^, mq. 170, vani 7, r. £.805.000, in ditta Prezzo base del lotto: euro 72.303,97 Deposito per cauzione: euro 7.230,40 Deposito per spese: euro 10.845,59 L’incanto avverrà, con il prezzo da ridurre di 1/5, all’udienza del 24.10.2008 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data _________ alle stese condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al l0% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro 3.615,20 L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 24.10.2008. Estratto conforme per uso pubblicità Locri, 25.07.2008 Esatte: euro 14.62 per bollo, euro 6.20 per diritti Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SIRENDENOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 46/1992 pro-

MEDIATAG • Per informazioni 0961 996802

mossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Ordinanza di Vendita del 03.01.2008 LOTTO 1: “Diritto di proprietà sull’unità immobiliare sita in Bovalino, Via delle Rimembranze, costituita da due vani a piano terra, di vetusta costruzione, con annessa corte, il tutto edificato catastalmente con la partita 1945, fgl. 15, Part. 161, correttamente identificato nel Catasto Fabbricati, Comune di Bovalino, fgl. 15, Part. 161, Partita: 1002386” PREZZO BASE D’ASTA: Euro 42.165,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 2: “Diritto di proprietà per la quota di 1/2 sulla casa per civile abitazionesita in Bovalino, Via Marconi n. 10, composta da piano terreno e piano primo, identificata catastalmente con la partita 1956, fgl. 15, particella 271, correttemente identificato nel Catasto Fabbricati, Comune di Bovalino, fgl. 15, part. 271 sub 1, partita: 1956” PREZZO BASE D’ASTA: Euro 23.150,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo LOTTO 3: “Diritto di proprietà sull’unità negoziale composta da: a) IMMOBILE - Cat. C/1 di mq. 40, sito in Bovalino (RC) distinto al NCEU fgl. 15 part. 477 sub 1; b) ABITAZIONE DI TIPO ECONOMICO Cat. A/3 di vani 3 sita in Bovalino (RC) distinta al NCEU fgl. 15 part. 477 sub 2” PREZZO BASE D’ASTA: Euro 63.496,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo L’incanto avverrà, con il PREZZO SOPRA INDICATO, all’udienza del 02.10.2008, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, sino alle ore 12,00 del giorno anteriore all’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 02.10.2008. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 09 settembre 2008 IL CANCELLIERE


il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 51

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it rubrica di economia. info: lapiazza@ildomani.it

GASTRONOMIA Il Gusto dei Tempi è un locale raffinato per una cucina ricercata a base di pesce o carne. Non manca la tradizionale pizza

A Davoli specialisti della ristorazione Il tutto è accompagnato da una ricca cantina con ottimi vini regionali e nazionali ANNUNCI - le novità del giorno - LEZIONI PRIVATE - lauretata impartisce lezioni private a ragazzi di scuole elementari e medie. Tel. 334-3856339 -VENDESI ROULOTTE- vendo roulotte Elnagh mod. Briscola m. 3,25 targata, con libretto di circolazione e tassa pagata. Tenda, veranda e frigo. Tenuta in garage. Euro 2.000, 00 Tel. 339 - 6331789 -VENDESI CASA - a Catanzaro, via Conti di Loritello / Parco dei Principi, mansarda di 35 mq. utili con bagno e camino. Completamente arredata. Ottime condizioni. Euro 40.000,00 Tel. 339-5723679 -VENDESI CASA - vendesi a Catanzaro appartamento 90 mq, ristrutturato, termoautonomo, autoclave, ampia balconata, cantina e corte annessa composto da: cucina-salone, 2 camere, 2 bagni. No condominio. Via Orti, 26. Prezzo 125.000 euro. Tel: 3391052742 / 0961-770473 -FITTASI CASA - fittasi appartamento arredato, nuova costruzione, presso la nuova stazione ferroviaria di Germaneto a due passi dal campus universitario. Solo studenti. Per info 349-1448769 -FITTASI CASA - a Catanzaro L ido viale Magna Grecia affitto camere per studentesse o impiegate singole e posti letto. Appartamento nuovo luminoso riscaldamento. Tel. 333-4695385 -FITTASI GARAGE - fittasi garage di mq. 40 circa completamente autonomo con ingresso privato in Piazza della Repubblica a Lamezia Terme. Ideale per 2 autovetture. Tel. 338- 7311650 lapiazza@ildomani.it

DAVOLI — A Davoli Marina il ristorante-pizzeria "Il Gusto dei Tempi" un locale veramente raffinato dove poter gustare una cucina ricercata a base di pesce o carne o scegliere la tradizionale pizza. Una nuova prestigiosa location, al villaggio Costa Verde, per una struttura che offre servizi di alta qualità e una gastronomia raffinata e ricercata. Per quanto riguarda la struttura è stata concepita per accogliere oltre 300 posti a sedere, in un ambiente ampio e curato nei minimi dettagli con pilastri e volte adornate da mattoni, una veranda realizzata con travi di legno, pavimenti in cotto e una grande vetrata. Gli arredi sono semplici ma è l’insieme a rendere tutto l’ambiente unico e suggestivo. Ideale per festeggiare matrimoni o particolari ricorrenze, ma anche per gustare deliziosi piatti della tradizione sia a pranzo che a cena. La cucina de “Il Gusto dei Tempi” si ispira ai piatti della cucina tipica del territorio basata su componenti estremamente semplici, si spazia dal pesce, rigorosamente fresco, alla carne con un vasto repertorio di pietanze per un percorso enogastronomico alla riscoperta del mangiare bene e genuino. Molti prodotti sono di produzione propria, come gli ingredienti che compongono l’antipasto a base di salumi, e tutti comunque provengono dal territorio. Il ristorante rispetta la stagionalità dei cicli naturali e così si ha la certezza di mangiare sempre prodotti freschi. Il pescato

del mare Jonio o la carne genuina dei pascoli dell’entroterra vengono proposti ogni giorno in tante deliziose varianti e i piatti sono sempre abbondanti. I menu vengono elaborati dallo chef Antonio Barbieri, che è anche l’ideatore e titolare del locale assieme al fratello Vittorio che invece si occupa del servizio in sala. Le specialità marinare con un approvvigionamento costante di pesce, frutti di mare e crostacei freschi, o i piatti a base di carne e di

verdure e ortaggi di stagione danno vita a prelibate ricette, ricche di sapori deliziosi e raffinati. Il tutto è abbinato e accompagnato da ottimi vini regionali e nazionali. Info: 0967.572824 PER ILTUOSPAZIO IN QUESTARUBRICA:

- E MAIL: lapiazza@ildomani.it - FAX: 0961.903801

Coupon di prenotazione annuncio L’inserto de “il Domani” in uscita ogni lunedì Spett.le T&P Editori, si prega di voler pubblicare gratuitamente il seguente annuncio in “La Piazza”, rubrica del giornale quotidiano “Il Domani della Calabria”. Vi comunico, inoltre, che siete sollevati da ogni eventuale responsabilità circa i dati personali inseriti sul presente coupon oltre che per i contenuti dell’inserzione stessa.

Gli annunci possono essere così spediti: a) A mezzo fax al numero telefonico 0961/903801; b) A mezzo e-mail all’indirizzo: lapiazza@ildomani.it; c) A mezzo posta ordinaria all’indirizzo: Il Domani, rubrica La Piazza - località Serramonda - zona industriale Marcellinara (CZ); d) Consegna diretta, da lunedì a sabato mattina, ore 9.30-18.00, presso lo stesso indirizzo.

Scegli la Sezione (es. Auto-Moto; Case; Hardware; ... Vedi elenco pubblicato a lato): TESTO DA PUBBLICARE (max 35 parole) - OBBLIGATORIO IN STAMPATELLO

“La Piazza” fornisce solo ed esclusivamente un servizio gratuito e non interviene in alcun modo e in alcuna forma nelle eventuali trattative che dovessero intercorrere tra potenziali venditori e acquirenti.

SEZIONI DISPONIBILI Auto - Moto - Nautica Automobili - Moto - Motorini - Accessori - Ricambi - Nautica Hardware e Software PC - Mac - Periferiche - Componentistica - Software Inserire il recapito telefonico, cellulare o fisso, nel testo dell’annuncio (obbligatorio)

Per la casa Arredamento - Edilizia / Sanitari / Riscaldamento - Elettrodomestici e Casalinghi - Fai da te e giardinaggio - Traslochi & C.

DATI PERSONALI (obbligatorio)

Firma leggibile

Cognome e Nome

Case e Attività Commerciali Vendita e affitti, uso abitazione e uso commerciale Viaggi, Sport e Tempo libero Intrattenimenti - Sport - Viaggi - Strumenti musicali - Bici - Fitness Nautica - Dischi - Cd musicali - Libri - Fumetti - Francobolli - Monete

Via Città

Prov.

E-mail

Tel.

Tipo documento di riconoscimento

Audio - video e Telefonia Audio - Video - Telefonia - Proiettori - Home theatre Di tutto un po’ Salute - Animali domestici - Finanziamenti - Altro non previsto Cerco e offro lavoro

N. Doc.

Carta d’identità

Patente

C.A.P.

Passaporto

Data rilascio (gg/mm/aa)

Autorità che ha rilasciato il documento Autorità che ha rilasciato il documento I dati vengono raccolti dall’Azienda in conformità a quanto previsto del D. L. gs 196/2003. Il trattamento dei dati, che sarà effettuato anche con mezzi informatici, ha come finalità la soddisfazione degli utenti. I dati forniti verranno utilizzati esclusivamente per raggiungere le finalità espresse dal contesto in cui li si fornisce. Le richieste di cancellazione da “La Piazza” degli annunci pubblicati vengono accettate ed eseguite solo a seguito di apposito invio a “il Domani”, da parte degli interessati, di Raccomandata PP.TT. a.r. - La cancellazione dell’annuncio avverrà nella prima uscita utile dalla data di ricezione.


52 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPECIALE ESPERTI VITA DI CONDOMINIO Questa settimana altri due argomenti vengono analizzati nella rubrica a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro

“Spese di lastrici solari e terrazze” e “dissenso alle liti” Il modo in cui vengono ripartite le quote e la libertà del condomino di dissociarsi dall’assemblea “Ripartizione spese di lastrici e terrazze” e “dissenso alle liti” sono gli argomenti affrontati, questa settimana nella consueta rubrica “Vita di Condominio” a cura del Centro Studi Anaci di Catanzaro. Il lastrico solare di un immobile può essere di uso comune o destinato a pochi. Sulla base di ciò è diversa la disciplina relativa alla ripartizione delle spese. Una terrazza a livello di proprietà esclusiva è una area scoperta calpestabile a cui si accede da un appartamento posto allo stesso livello e che funge da copertura dei sottostanti locali abitabili o parti comuni. Un lastrico solare è invece la copertura (piana) dell'edifico, salvo una leggera inclinazione per lo smaltimento delle acque piovane. Le terrazze a livello ed i lastrici di uso esclusivo oltre ad assolvere alla funzione di copertura dei locali sottostanti, sono utilizzabili dai singoli proprietari come superfici scoperte. Ai fini della regolamentazione, è indifferente che essi siano eventualmente protetti da pensiline o altre strutture di protezione dagli agenti atmosferici. I lastrici solari inagibili o inaccessibili o di uso comune in genere sono caratterizzati dalla mancanza di parapetti o altre protezioni, oppure dalla loro destinazione ad ospitare macchine o attrezzature che servano a tutti condomini. Le spese di riparazione della terrazza a livello, di proprietà esclusiva, debbono essere sostenute da tutti i condomini in concorso con il proprietario o con il titolare del diritto di uso esclusivo. In tema di lastrico ad uso esclusivo di un condomino, la Cassazione Sez. II, n° 735 del 19/01/2004 precisa che le spese per la riparazione o ricostruzione del lastrico possono essere ripartite, con gli altri condomini, solo se si riferiscono alle componenti essenziali della struttura; ovvero ad opere murarie o di impermeabilizzazione, e che effettivamente svolgono funzioni di protezione e copertura. Sono invece interamente a carico del condomino, che utilizza in modo esclusivo il lastrico, le spese sostenute per consentirne un migliore utilizzo (muretti, pavimenti, etc.), salvo che la demolizione di queste parti sia necessaria per interventi di ricostruzione del lastrico vero e proprio. La terrazza a livello, anche se di proprietà o di uso esclusivo di un singolo condomino, assolve alla stessa funzione di copertura del lastrico solare posto alla sommità dell'edificio nei confronti degli appartamenti sottostanti. Ne consegue che anche se appartiene in proprietà o se attribuito in uso esclusivo a uno dei condomini, l'obbligo di provvedere alla sua riparazione o alla sua ricostruzione riguarda tutti i condomini, in concorso con il proprietario del diritto di uso esclusivo. Un danno come il distacco dell'intonaco se non attribuibile al proprietario del balcone, lo paga l’inquilino del piano inferiore in quanto un balcone altri non è che il proseguimento del solaio del piano e pertanto è come se si fosse staccato all'interno della sua abitazione. Lo stesso vale per quanto riguarda la riparazione o ricostruzione del lastrico solare; poiché esso svolge la funzione di protezione del fabbricato, tutti i condomini in concorso con il proprietario superficiario o con il titolare del diritto di

Le spese di lastrici solari e terrazze vengono ripartite diversamente in base all’uso uso esclusivo, sono tenuti a provvedere alla sua riparazione o alla sua ricostruzione. Pertanto, dei danni cagionati all'appartamento sottostante per le infiltrazioni d'acqua provenienti dal lastrico, deteriorato per difetto di manutenzione, rispondono tutti gli obbligati inadempienti alla funzione di conservazione, secondo le proporzioni stabilite; i condomini ai quali il lastrico serve da copertura, interverranno in proporzione dei due terzi, ed il titolare della proprietà superficiaria o dell’uso esclusivo, in ragione delle altre utilità, nella misura del terzo restante. Chi è contrario alle liti non partecipa alle spese Il singolo condomino ha la possi-

bilità di opporsi alla decisione dell’assemblea di intentare causa o di resistere in giudizio per una causa in essere nei confronti del condominio; la legge, infatti, permette a chi ha manifestato il proprio dissenso alla lite, di non partecipare alle spese della causa e di non sopportare le conseguenze in termini di danaro. Ciascun proprietario dal momento in cui apprende la volontà dell’assemblea di intentare una causa o di contestarne una, può entro i successivi 30 giorni, manifestare in modo esplicito, il proprio dissenso all’amministratore. La comunicazione di dissenso può essere inviata all’amministratore a mezzo lettera raccomandata o con altro mezzo similare; ciò che è essenziale è poter dimostrare, in ogni momento, che la stessa sia giunta a destinazione nel termine previsto dalla legge. E’ importante puntualizzare che il dissenso alla lite, avanzato da un condomino, non può essere sostituito dal voto contrario alla delibera espresso in assemblea. Questo è solo un espediente per impedire il formarsi della maggioranza relativamente alla decisione riguardo la vertenza giudiziaria da iniziare o contro cui resistere e non deve assolutamente

L’iter da seguire per non partecipare ad una causa intentata dal condominio

essere fraintesa con la successiva dichiarazione secondo la quale il condominio, nei rapporti verso il condominio, manifesta la volontà di separare la propria responsabilità sulle conseguenze della lite rispetto a quella che è stata espressa dalla maggioranza della collettività condominiale. In definitiva chi partecipa all’assemblea deve pronunciare un doppio no: uno per opporsi all’assunzione della delibera e l’altro per non subire le conseguenze sfavorevoli della causa

VITA DI CONDOMINIO INVIA I TUOI QUESITI AGLI ESPERTI DEL CENTRO STUDI ANACI DI CATANZARO

- Centro Studi Anaci Direttore Pietro Bullotta. Componenti: Valentino D’Onofrio; Daniela Gemelli; Lidia Cupido; Marianna Cupido; Marzia Milano; Concetta Bruni; Maria Commisso.

Per informazioni e domande utilizzare l’e-mail: lapiazza@ildomani. it


54 Giovedì 11 Settembre 2008 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI - TV - COSTUME - TURISMO MISS ITALIA Una grande soddisfazione a Salsomaggiore per la Drb Associati del promoter regionale Beniamino Chiappetta

Tre calabresi tra le sessanta più belle! Una magica prima serata. Stasera ancora riflettori puntati sulle straordinarie Erica, Luna ed Erika SALSOMAGGIORE — Exploit delle

miss calabresi a Salsomaggiore su Rai Uno. Ora sono in semifinale tra le 60 Erica, Luna ed Erika: tutte e tre di slancio passano il turno, in gara per l’accesso alla finalissima di sabato. La bellezza calabrese s’impone, dunque, a Salsomaggiore nel corso della prima serata di Miss Italia in diretta su Rai Uno. Tra le magnifiche 100 arrivate a Salsomaggiore su 25mila partecipanti in tutta Italia sono in gara tre calabresi: Erica Cunsolo, 18 anni di Rosarno (Miss Calabria), Erika Romeo 18 anni di Reggio Calabria, e Luna Voce, 20 anni di Crotone. La prima a scendere in gara dopo l’introduzione di Carlo Conti è stata proprio la “capitana” Erica Cunsolo, inserita nel gruppo delle 25 dedicata alla fiction: un gruppo in cui erano presenti molte delle più accreditate miss. Su 25, 15 passavano il turno mentre 10 sarebbero state eliminate. Ed Erica Cunsolo, in forma smagliante con un sorriso bellissimo, è apparsa molto emozionata. Dopo la presentazione e l’esibizione artistica ecco la nostra Miss Calabria sulle famigerate scalinate ad aspettare il verdetto, Verdetto annunciato con la fatidica frase: “Erica per te Miss Italia... continua! ”. Una esplosione di gioia a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, ma anche a Reggio (dove la miss ha vinto la prima fascia, al Taithi di Pellaro) ed in tutta la Calabria. Erica ha vinto le sue finali una a Torretta di Crucoli (Kr) e la finalissima a Pizzo. Una miss calabrese a tutto tondo. «Una emozione incredibile - ha dichiarato - non pensavo che si provasse tanta tensione ma alla fine è stata una grande soddisfazione, bello! Sono emozioni indescrivibili. Avevo timore perché effettivamente nel mio gruppo c’erano tante belle ragazze. Aver superato questo ostacolo mi dà fiducia e mi fa ben sperare per le serate successive anche se ho bene in mente la regola di stare con i piedi ben piantati per terra. Ora pensiamo all’altra serata, dove mi fa piacere che ci siamo tutte e tre le calabresi. Andiamo d’accordo e speriamo tutte di arrivare fino alla finalissima di sabato sera. Ringrazio quanti si sono mobiliatati per votarci e sostenerci con il televoto sia nella mia Rosario e nella piana ma in tutta la Calabria. Speriamo che lo facciano nelle prossime serate. Ne abbiamo bisogno. Grazie a tutti». Dopo questo inizio promettente, è stata la volta del secondo gruppo senza miss calabresi: si può allentare la tensione… Un meccanismo, quello previsto quest’anno, con continue eliminazioni e verdetti che tengono incollati al video creando un clima di grande attesa. Ed ecco il terzo gruppo quello dello “sport” dove è in gara la splendida Luna Voce, già Miss Santa Fé e poi vincitrice della finale del Villaggio Tucano. E’ di origini olandesi ma vive da anni a Crotone. Ecco Carlo Conti che le presenta ed il dolcissimo e bel viso di Luna riempie lo schermo dando la sensazione - rispetto alle altre del gruppo - di essere una delle più belle. Ma si sa, l’incognita della giuria dei 60 giovani che votano insieme alla giuria tecnica ed il tele voto da casa fanno sempre stare sul chi va là. Ma ecco, anche in questo caso il verdetto positivo:

Erica Cunsolo

“Luna per te Miss Italia continua”. Bene, due su due. Le miss calabresi vanno alla grande. Manca adesso il terzo suggello. E dopo la parentesi musicale con la hit di Giusy Ferreri e in gara le ultime 25 ragazze in gare tra cui la mediterranea e bella Erika Romeo, 18 anni di Reggio Calabria, vincitrice della fascia di Miss Melito e poi della finale di Cittanova. Un’intera provincia la sostiene alla grande. Lei sente il peso di questa attenzione ma nello stesso tempo ha ben vissuto questo periodo delle prove. Un’esperienza, quella di Erika, straordinaria. Partita per caso («Mia madre mi ha trascinata ma poi conoscendo l’organizzazione e facendo amicizie mi sono appassionata sempre di più») è arrivata alle stelle! Erika fa parte del gruppo del musical: spazio al televoto ed alla giuria in sala. Momenti di notevole tensione. Carlo Conti aumenta questa tensione chiamando per la prima volta di fila 4 ragazze alle quali annuncia il verdetto positivo (che tradizionalmente si alterna con quello negativo). E quando chiama la n. 065 il cuore di Erika si ferma. così come in tutta la Calabria davanti al video si trattiene il respiro. Due, tre, quattro secondi interminabili e poi il verdetto: “Erika per te Miss Italia …continua”. Un sorriso smagliante illumina il viso di Erika e si sente l’applauso di tutto il pubblico. «Mamma mia che tensione - commenta - non me l’aspettavo proprio». Le sue prime parole sono state ale telefono, all’una e mezza di notte, mentre rientrava in albergo insieme alle sue colleghe. «Difficile da spiegare - sottolinea le emozioni di quei momenti e di tutta la serata. Davvero devo ringraziare Miss Italia che mi sta offrendo emozioni indescrivibili. Poi quando sono stata chiamata dopo 4 passaggi consecutivi mi sono detta: “Non ce la faccio”. Ed invece eccomi insieme alle mie due

Erika Romeo

Luna Voce

amiche calabresi tra le 60 finaliste. Bellissimo anche perché credo di aver dato una bella soddisfazione ai tanti che mi stanno sostenendo. Ora voglio assaporarmi questa parziale vittoria e poi pensiamo alle prossime serate. Come si dice: l’appetito vien mangiando!». Davvero una bella affermazione in questa prima serata da parte delle miss calabresi come sottolinea un più che orgoglioso Beniamino Chiappetta, impegnato a Salsomaggiore a trepidare ed a sostenere le “sue” ragazze. «Confidavo sulla bellezza delle nostre tre belle miss - confessa - ma si sa in una competizione del genere non è mai facile. Siamo felici di avere le nostre tre tra le 60. E’ un bel risultato che ci fa ben sperare anche per le serate finali. Sicuramente importante per le nostre anche il televoto per il quale ringraziamo quanti si sono adoperati. A tutti i sostenitori delle nostre miss però diciamo di non allentare la presa ma anzi di stringersi sempre di più attorno alle ragazze e di tele votarle in maniera più forte perchè più si va avanti e più le difficoltà aumentano Le nostre bellissime Erica, Luna ed Erika hanno tutte le possibilità di arrivare in fondo: quindi sosteniamole con affetto per come meritano». Stasera riflettori puntati ancora sulla passerella di Salsomaggiore con le calabresi potenzialmente in lizza per la finalissima.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

SPETTACOLI-TV

T&P Editori, Mediatag e Manolibera declinano ogni responsabilità in relazione a cambiamenti nei palinstesti, i quali vengono rilevati da Internet, seppure su siti ufficiali

RAIDUE

RAIUNO 06:00 ATTUALITÀ Euronews 06:05 RUBRICA Anima Good News 06:10 TELEROMANZO Incantesimo 9 06:30 Tg 1 06:45 ATTUALITÀ Unomattina estate 07:00 Tg 1 07:30 Tg 1 L.I.S. 07:35 Tg Parlamento 08:00 Tg 1 09:00 Tg 1 09:30 Tg 1 Flash 10:15 RUBRICA Appuntamento al cinema 10:20 MUSICALE Concerto World Peace 11:30 Tg 1 11:40 TELEFILM La signora in giallo 13:30 Telegiornale 14:00 Tg 1 Economia 14:10 TELEROMANZO Julia Sulle strade della felicità 14:55 FILM TV Il destino ha quattro zampe Commedia 16:50 Tg Parlamento 17:00 Tg 1 17:10 SITUATION COMEDY Cotti e mangiati 17:15 TELEFILM Le sorelle McLeod 18:00 TELEFILM Il commissario Rex 18:50 GIOCO Reazione a catena 20:00 Telegiornale 20:30 GIOCO La botola 21:20 VARIETÀ Miss Italia 2008 00:05 Tg 1 00:10 RUBRICA XXI secolo Testimoni e protagonisti 01:20 Tg 1 Notte 01:50 Estrazioni del Lotto 01:55 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:00 RUBRICA Sottovoce 02:30 RUBRICA FuoriClasse Canale scuola lavoro 03:00 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 03:30 FILM Ormai è fatta! 04:50 TELEFILM Aeroporto internazionale 05:20 RUBRICA Ultime dalla notte 05:25 VIDEOFRAMMENTI SuperStar 05:45 ATTUALITÀ Euronews

06:00 Tg 2 E...state con Costume 06:15 DOCUMENTARIO Carnia Le Alpi verdi d'Italia 06:45 Tg 2 Medicina 33 06:55 RUBRICA Quasi le sette 07:00 RUBRICA Random 09:05 TELEFILM 8 semplici regole 09:30 RUBRICA Paralympic Games 10:00 RUBRICA Tracy & Polpetta 10:15 Tg 2 Notizie 11:00 TALK SHOW Insieme sul Due 13:00 Tg 2 Giorno 13:30 Tg 2 E...state con Costume 13:50 Tg 2 Medicina 33 14:00 MUSICALE Scalo 76 Cargo 14:40 RUBRICA Italia allo specchio 16:15 TALK SHOW Ricomincio da qui 17:20 TELEFILM The District 18:05 Tg 2 Flash L.I.S. 18:10 NEWS Rai Tg Sport 18:30 Tg 2 19:00 CARTONI ANIMATI Warner Show 19:10 TELEFILM Friends 19:35 TELEFILM Squadra speciale Cobra 11 20:25 Estrazioni del Lotto 20:30 Tg 2 20.30 21:05 TELEFILM Senza traccia 22:40 SERIE TV The Nine 23:25 Tg 2 23:40 RUBRICA Stracult 01:10 RUBRICA Tg Parlamento 01:20 TELEFILM Wolff Un poliziotto a Berlino 02:05 RUBRICA Almanacco 02:10 Meteo 2 02:15 RUBRICA Appuntamento al cinema 02:25 Tg 2 E...state con Costume 02:40 SERIE TV Un uomo in trappola 03:35 RUBRICA Il mare di notte 03:45 VIDEOFRAMMENTI Videocomic 04:05 Tg 2 Medicina 33 04:15 RUBRICA NET.T.UN.O 05:45 VARIETÀ Cercando cercando

R A D I O F R E Q U E N Z E MESSINA Studio 55 diffusion 98.700, 87.500

R. CALABRIA Touring 104.4, 103.7, 101.1 Energie 90.00 Radio DJ Club Studio 54 101.8 - 102.9 (Jonio CatanzaroCrotone, 102 - 106.3; Tirreno, 106.5)

COSENZA Sound 100.600, 98.700 (a Vibo, 96.8, /101.1; a Catanzaro, 101.2/ 96.800/107.6; a Lamezia, 96.8/91.6; costa tirrenica, 101; costa ionica, 98.7; Cosenza, 100.6/98.7 Castrovillari, 97.0 Crotone, 101.0/107.6; Reggio Calabria e Messina, 94.3

RAITRE

Cosenza centrale 94.100, 104.00 Tir Rossano 95.350 Radio Cosenza Nord 102.000; 98.400 Radio Punto Nuovo 91.800 Sibari, Corigliano - 103.000 Paola, Amantea, Tropea - 91.500 Costa Tirrenica, Cosentina

CROTONE Nove Nove Network 99.00

CATANZARO Radio Amore 94.6;106.5 Radio Valentina 96.100; 100.600 104.8 Radio Squillace 92.00

VIBO VALENTIA Radio Onda Verde 92.200; 98,00

08:00 Tg 5 Mattina

09:05 FILM Gazebo 10:45 RUBRICA Cominciamo bene estate

08:40 ATTUALITÀ Mattino Cinque 10:00 Tg 5

12:00 Tg 3

11:00 RUBRICA Forum

12:25 RUBRICA Cominciamo bene 13:00 Tg 5

estate 13:00 RUBRICA Animali e animali e...

13:40 SOAP OPERA Beautiful

13:05 TELENOVELA Terra nostra

14:10 TELEROMANZO CentoVetrine

14:00 Tg Regione

14:45 SOAP OPERA My Life

14:20 Tg 3 14:50 RUBRICA Animali e animali e... 15:00 Tg 3 Flash LIS

15:55 TELEFILM Una mamma per amica

15:05 RUBRICA Trebisonda 16:30 RUBRICA Rai Sport Pomerig-

16:55 Tg5 minuti 17:00 ATTUALITÀ Pomeriggio Cinque

gio sportivo 17:15 TELEFILM Giardini e misteri

18:50 QUIZ Chi vuol essere milionario?

18:05 DOCUMENTARIO Geo Maga-

20:00 Tg 5

zine 20:30 SHOW Veline

19:00 Tg 3 19:30 Tg Regione

21:10 SERIE TV Distretto di polizia 8

20:00 ATTUALITÀ Blob

23:20 TELEFILM Missing

20:10 TELEROMANZO Agrodolce 20:35 TELEROMANZO Un posto al

01:20 Tg 5 Notte 01:50 SHOW Veline

sole 21:05 FILM La bestia nel cuore

02:20 TELEVENDITA Mediashopping

23:05 Tg 3

02:35 SITUATION COMEDY Will &

23:10 Tg Regione

Grace

23:20 Tg 3 Primo piano 23:40 DOCUMENTI Ritratti

03:30 TELEVENDITA Mediashopping

00:35 Tg 3

03:40 Tg 5

00:45 RUBRICA Off Hollywood 01:15 RUBRICA Appuntamento al cinema

04:15 SITUATION COMEDY Otto sotto un tetto

01:25 MUSICALE La musica di Raitre

05:25 TELEVENDITA Tre minuti con

02:20 RUBRICA Fuori orario. Cose 02:25 ATTUALITÀ Rai News 24

Mediashopping 05:30 Tg 5

LA 7 06:00 Tg La7 07:00 ATTUALITÀ Omnibus estate 2008 09:15 TELEGIORNALE Punto Tg 09:20 RUBRICA Due minuti un libro 09:30 DOCUMENTI Le vite degli altri 10:30 TELEFILM Mai dire sì 11:30 TELEFILM Matlock 12:30 Tg La7 12:55 NEWS Sport 7 13:00 TELEFILM Cuore e batticuore 14:00 FILM Ercole contro Moloch 16:05 TELEFILM Il ritorno di missione impossibile 17:05 TELEFILM Il commissa-

rio Scali 19:00 TELEFILM Stargate SG-1 20:00 Tg La7 20:30 DOCUMENTARIO 11/9: doppio gioco all'FBI 21:30 DOCUMENTARIO 11 settembre Il giorno che ha cambiato la storia 23:40 DOCUMENTARIO Uno squarcio nel cielo 00:35 Tg La7 01:00 TELEFILM Star Trek: Deep Space Nine 02:00 TELEFILM Alla corte di Alice 03:00 RUBRICA Due minuti un libro 03:05 ATTUALITÀ CNN

RADIO RADIOUNO 6,08 Italia , istruzione per l’uso 7,34 Questioni di soldi 8,35 Golem 9,08 Radio anch’io 10,06 Il bacio del milennio 12,00 Come vanno gli affari 12,36 Radioacolori 14,08 Con parole mie 15,06 Ho perso il trend 16,06 Baobab 17,00 Come vanno gli affari 19,23 Ascolta si fa sera 19,33 Zapping 21,03 Zona Cesarini - Musica Club 22,34 Uomini e camion 0,38 la notte dei misteri 2,02 Non solo verde/Bella Italia RADIODUE 6,00 Incipit 6,01 Il cammello di radio 2 8,45 Una strana coincidenza. Storia per la radio 9,00 Il ruggito del coniglio 11,00 3131 Chat 12,00 Il cammello di radio 2 15,00 Acquario «I topi ballano» 16,00 Il cammello di radio 2 16,35 Top 10 Singles 18,00 Caterpillar 19,00 Fuori giri 20,00 Al-

06:00 Tg 5 Prima pagina

08:05 RUBRICA La storia siamo noi

le otto della sera. Il racconto delle cose e dei fatti 20,37 Dispenser 20,50 Il cammello di radio 2 22,00 Boogie nights 24,00 Il pittore 2,01 3131 Chat 2,50 Alle otto della sera (replica) RADIOTRE 6,00 Mattinotre - Lucifero 7,15 Radio Tre Mondo 9,01 Mattinotre 10,00 Radio Tre Mondo 10,30 Il sigillo di Luffenbach 10,50 I concerti di mattinotre 11,40 Arrivi e partenze 11,45 La strana coppia 12,15 Tournèe 12,30 La musica di domani 13,00 La Barcaccia 14,00 Fahrenheit 14,10 Diario Italiano 14,30 Invenzioni a due voci 18,00 Cento lire 18,15 Invenzioni a due voci 19,03 Hollywood party 19,50 Radiotre Suite 20,00 Teatro giornale 20,30 Concerto dell’orchestra del teatro comunale di Bologna 23,30 Storia alla radio 24,00 Notte classica

06:30 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 06:35 CARTONI ANIMATI David Gnomo amico mio 06:50 CARTONI ANIMATI Franklin 07:05 CARTONI ANIMATI Doraemon 07:20 CARTONI ANIMATI Le avventure di Piggley Winks 07:50 CARTONI ANIMATI Pinocchio 08:15 CARTONI ANIMATI Casper 08:30 CARTONI ANIMATI Scooby Doo 09:05 TELEFILM Starsky & Hutch 10:05 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 10:10 TELEFILM Supercar 11:10 TELEFILM Pacific Blue 12:25 TELEGIORNALE Studio Aperto 13:00 NEWS Studio Sport 13:35 QUIZ MotoGP Quiz 13:40 CARTONI ANIMATI What's My Destiny Dragon Ball 14:05 CARTONI ANIMATI Tutti all'arrembaggio! 14:30 CARTONI ANIMATI Lupin III 15:00 TELEFILM Paso Adelante 15:55 SITUATION COMEDY Hannah Montana 16:50 CARTONI ANIMATI My Melody sogni di magia 17:10 CARTONI ANIMATI Idaten Jump 17:35 CARTONI ANIMATI SpongeBob 17:50 CARTONI ANIMATI Frog 18:05 CARTONI ANIMATI Batman 18:30 TELEGIORNALE Studio Aperto 19:00 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 19:05 SITUATION COMEDY Tutto in famiglia 20:05 SITUATION COMEDY Camera Café Celebrity Edition 20:40 GIOCO La ruota della fortuna Vip 21:10 SHOW Primo e ultimo 22:45 FILM Matrix 01:20 NEWS Studio Sport 01:45 TELEVENDITA Tre minuti con Mediashopping 01:50 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata 02:05 MUSICALE Talent 1 Player 02:30 TELEVENDITA Shopping By Night 02:45 TELEFILM Squadra emergenza 03:35 TELEVENDITA Shopping By Night 03:50 FILM Notte di tenebre 05:30 NEWS Studio Sport 05:55 TELEGIORNALE Studio Aperto La giornata

MTV 07:00 MUSICALE Wake Up! 09:00 MUSICALE Summerhits 12:30 MUSICALE Star Wars 13:30 REALITY SHOW Parental Control 14:00 MUSICALE TRL on Tour 15:00 CARTONI ANIMATI Inuyasha 16:00 TELEGIORNALE Flash 16:05 MUSICALE Summerhits 17:00 TELEGIORNALE Flash 17:05 MUSICALE Summerhits 17:30 MUSICALE Mtv Sunset 18:00 TELEGIORNALE Flash

RETE 4

ITALIA 1

CANALE 5

06:00 ATTUALITÀ Rai News 24

(mai) viste

il Domani Giovedì 11 Settembre 2008 55

18:05 MUSICALE MTV Live 18:30 MUSICALE MTV Live 19:00 TELEGIORNALE Flash 19:05 MUSICALE TRL on Tour 20:00 TELEGIORNALE Flash 20:05 SHOW Making the Band 21:00 MUSICALE 100 Greatest Songs of The 90'S 22:00 REAL TV Pimp My Ride 22:30 TELEGIORNALE Flash 22:35 TALK SHOW Loveline 23:30 TELEFILM Skins 00:30 MUSICALE MTV Unplugged

06:00 Tg 4 Rassegna stampa 06:15 TELEFILM Chips 07:05 TELEVENDITA Mediashopping 07:35 TELEFILM Magnum P.I. 08:35 TELEFILM Charlie's Angels 09:35 SOAP OPERA Febbre d'amore 10:30 TELENOVELA Bianca 11:30 Tg 4 Telegiornale 11:40 TELEFILM Hunter 12:30 SERIE TV Carabinieri 13:30 Tg 4 Telegiornale 14:00 RUBRICA Sessione pomeridiana: il tribunale di Forum 15:00 TELEFILM Hamburg Distretto 21 16:00 SOAP OPERA Sentieri 16:15 FILM I 2 marescialli 18:40 SOAP OPERA Tempesta d'amore 18:55 Tg 4 Telegiornale 19:35 SOAP OPERA Tempesta d'amore 20:20 TELEFILM Walker Texas Ranger 21:10 DOCUMENTARIO In viaggio verso Lourdes 23:10 RUBRICA I bellissimi di Rete 4 23:15 FILM Roba da ricchi 01:35 Tg 4 Rassegna stampa 02:00 FILM La supplente va in città 03:45 FILM Le seminariste 05:30 TELENOVELA Terra nostra 2 La speranza

OGGI IN TV MATRIX Italia 1 ore 22,45 Produzione: USA, 1999 Genere: Fantascienza Durata: 136' Regia: Andy Wachowski, Larry Wachowski Cast: Keanu Reeves, Laurence Fishburne, Carrie-Anne Moss, Hugo Weaving Neo è convinto che esistano due realtà ben distinte: una rappresentata dall'esistenza che conduciamo tutti i giorni, l'altra nascosta e non accessibile a tutti. Neo intende scoprire la verità sulla Matrix qualcosa di cui la gente non vuole parlare, un'entità misteriosa e sconosciuta che esercita un potere sinistro sulla sua stessa esistenza. Ma che cos'è Matrix? Neo pensa che l'unico uomo in grado di dare una risposta alle sue domande sia Morpheus, uno strano personaggio di cui si raccontano episodi strani. Ma sarà l'incontro con Trinity a svelargli il mistero di Matrix.

IL FILM La bestia nel cuore DI OGGI Rai 3 ore 21.05 120’ Regia: Cristina Comencini Cast: Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Stefania Rocca, Angela Finocchiaro, Giuseppe Battiston, Luigi Lo Cascio, Francesca Inaudi, Alessandra Mastronardi. Genere: Drammatico Produzione: Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna, 2005. Sabrina (G. Mezzogiorno), doppiatrice, vive nella normalità serena di un amoroso rapporto col compagno Franco (A. Boni), attore, dal quale aspetta un figlio. Perturbata da un incubo notturno che la mette in contatto con una parte di sé che ignora, passa

il Natale col fratello Daniele (L. Lo Cascio) che da molti anni, sposato e padre di due figli, insegna in un'università USA. È lui che le rivela quel che successe quand'erano bambini. Al suo 8° film, scritto con Francesca Marciano e Giulia Calenda e tratto da un suo romanzo (2004), la secondogenita di L. Comencini ha messo molta carne al fuoco: gli scheletri nell'armadio dell'istituto familiare, la pedofilia incestuosa, la crisi d'identità e della coppia, il lesbismo, l'adulterio, l'incidenza del rimosso nei sogni, la satira della televisione, oltre ai passaggi dal (melo)dramma alla commedia.



il domani