Page 1

Mercoledì 11 Agosto 2010

Anno XIII - Numero 219

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

ENERGIA

ENOGASTRONOMIA

Centrale di Rossano: gli incontri del Comitato per la riconversione

“Calabria terra madre di culture” la decima edizione in Aspromonte

a pag » 8

PROFESSIONI Entrate: effetti della manovra sui crediti previdenziali dell’Inps

a pag » 13

a pag » 17

Protocollo d’intesa siglato dal presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, e dall’assessore alla Cultura, Mario Caligiuri, con le tre università calabresi

Ricerca, stanziati 14 milioni di euro

«Contiamo che una percentuale corposa di giovani torni per avviare un’esperienza nei nostri Poli di innovazione» IL COMMENTO

Telecom, una vittoria per le relazioni industriali

«La ricerca - ha detto Caligiuri - è considerata un’area strategica dalla Giunta e da Scopelliti e lo ha dimostrato con i fatti. Mettere a disposizione delle università 14 milioni in un periodo di difficoltà è un segnale importante» a pag » 4

COSSIGA IN RIANIMAZIONE

Politiche sociali, due milioni per il diritto al lavoro dei disabili

di Annamaria Furlan segretario confederale della Cisl

L’accordo raggiunto sul futuro di Telecom è una grande conquista del sindacato ed in particolare della Cisl che ha fortemente sostenuto la proposta dei contratti di solidarietà così composti: 1100 full time equivalenti telecom; 470 directory assistance; 450 in Ssc e dei percorsi formativi di riconversione dei lavoratori che attraverso corsi di aggiornamento e di formazione professionale, rimarranno operativi all’interno della stessa azienda Telecom. Il risultato ottenuto è una vittoria per le relazioni industriali e per la tenacia della contrattazione. Abbiamo evidenziato nuove idee che hanno liberato, da una parte, lo stallo delle trattative e dall’altra, lo stato di avanzamento delle parti nel rispetto degli impegni assunti. segue a pag » 2

REGIONE

Condizioni critiche ma stabili ROMA - Le condizioni del presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, che è ricoverato presso il reparto di rianimazione del policlinico Agostino Gemelli, sono stabili e un prossimo bollettino medico è atteso oggi in tarda mattinata. Nella sala d’attesa del pronto soccorso dell’ospedale è apparso il sottosegretario agli Esteri, Enzo Scotti, visibilmente commosso.

CATANZARO - Il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, d’intesa con il ministero dell’Economia e delle Finanze, ha assegnato al dipartimento regionale delle Politiche Sociali risorse per circa due milioni di euro. Lo stanziamento (994.290,23 euro per l’anno 2008, 798.463,48 euro per l’anno 2009) si riferisce - informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - alla ripartizione delle risorse del "Fondo nazionale per il diritto al lavoro dei disabili" e riguarda l’esercizio finanziario 2009, per le assunzioni effettuate dai datori di lavoro privati nell’anno 2008, e l’esercizio finanziario 2010, per le assunzioni dell’anno 2009. «Si tratta - ha affermato l’assessore Francescantonio Stillitani - di un importante risultato». a pag » 6

REGGIO CALABRIA Sequestro di beni da 1,5 milioni di euro al presunto boss della ’ndrangheta Stilo a pag » 33

CATANZARO Pattuglia di carabinieri salva a Copanello un bimbo di 11 anni che stava annegando a pag » 29

LAMEZIA TERME Bimba ferita nel campo rom, lo zio finisce in manette per favoreggiamento a pag » 28

L’INTERVENTO

Gli artigiani versano “tre” e ricevono “uno” di Giorgio Guerrini presidente di Confartigianato

Gli artigiani versano 3 e ricevono 1. Serve un riforma strutturale per sanare questo squilibrio. Prendiamo atto dell’annuncio del Presidente dell’Inail. Ma continuiamo a sollecitare, anche al Governo, un intervento strutturale e consistente di rideterminazione delle tariffe pagate dagli artigiani per sanare l’assurda sperequazione che oggi vede i nostri imprenditori versare contributi 3 volte superiori rispetto alle prestazioni ricevute dall’Istituto. La riduzione è tanto più necessaria in considerazione dell’ottimo andamento della Gestione dell’artigianato presso l’Inail frutto dell’impegno delle imprese artigiane per garantire la sicurezza sul lavoro. Mi auguro che il confronto già avviato tra le parti sociali e l’Inail porti ad una revisione tariffaria che tenga conto dell’andamento delle rispettive gestioni per porre rimedio all’insopportabile divaricazione tra i premi versati dagli imprenditori all’Istituto e le prestazioni ricevute. Da molti anni sollecitiamo al Governo la revisione delle tariffe al fine di ristabilire, separatamente per ciascuna gestione, un corretto rapporto fra importo dei premi incassati dall’Inail e costo degli infortuni indennizzati. In questi anni, grazie ai positivi risultati dell’impegno delle imprese artigiane per garantire la sicurezza sul lavoro, la Gestione dell’artigianato presso l’Inail ha evidenziato un avanzo di gestione estremamente elevato che non viene utilizzata né per aumentare le prestazioni, né per ridurre il costo del lavoro, né per finanziare azioni e progetti volti ad accrescere la sicurezza sui luoghi di lavoro.


2

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Annamaria Furlan Telecom, una vittoria per le relazioni industriali La verifica delle adesioni alla volontarietà; la formazione abbinata ai progetti di solidarietà sia per il 1254 sia per l’Ssc; la formazione come nuovo progetto di ammortizzatore sociale per la riconversione professionale sono idee da sempre portate avanti dalla Cisl e con cui abbiamo scongiurato ancora una volta licenziamenti, così come avvenuto negli ultimi 10 anni. Delle 3.900 uscite, 3.700 sono nuove e 200 sono rimanenze del precedente accordo del 2008. Tra le novità la formazione e la mobilità volontaria. Per 3.900 dipendenti si prevede l’attivazione di una mobilità ordinaria su base volontaria nel biennio 2010-2012. Per altri 2.220 invece si ricorrerà a percorsi di formazione con contratti di solidarietà per consentire il reinserimento in settori strategici dell’azienda, in particolare nella rete. Si tratta di 1.300 dipendenti che non erano coperti da alcuna tutela e che saranno reinseriti in Telecom, di 470 dipendenti del 1254 e 450 di Ssc.

Un’intesa che in un momento di grave crisi occupazionale salvaguarda posti di lavoro, dà concrete prospettive di sviluppo all’impresa ed attraverso i contratti di solidarietà ed i corsi di formazione professionale limita di molto gli esuberi dando continuità lavorativa a migliaia di persone. La Cisl fin dall’inizio della trattativa aveva più volte richiamato Telecom ad un forte senso di responsabilità a favore dell’intero paese ed a scommmettere sulla professionalità dei lavoratori e sulla capacità di investimento dell’impresa.

FUORI DAL COMUNE

Annamaria Furlan

di Carmela Mirarchi

Fc Catanzaro, è arrivato il momento dei giovani Quale sarà il destino dell’Fc Catanzaro? Prima dell’arrivo delle vacanze estive d’agosto erano state tante le proposte per salvare e far rinascere la squadra del capoluogo, ma a pochi giorni dal calcio di inizio tutto sembra fermo. Solo la nota solitaria dell’appassionato consigliere comunale Franco Cimino riporta l’attenzione sulla questione. Ed ha proprio ragione il consigliere comunale di Nuova Alleanza quando definisce strani certi cittadini "importanti". «Quando l’Fc Catanzaro stava in difficoltà, questi l’hanno guardata e lasciata morire - ha scritto nei giorni scorsi in una nota -.C’è voluto il Comune a fare quelle manovre di salvataggio». Poi, come ricorda Cimino, quando la squadra andava a gonfie vele ha richiamato le passioni e l’attenzione di quei cittadini "importanti" che si sono finalmente fatti vedere. Ma il ripescaggio non c’è stato e sono tutti spariti. A questo punto il consigliere commenta: «Non si comprende il perché nessuno voglia comprarsi il Catanzaro. Il Catanzaro calcio è ormai diventato un "affaire", un mistero, dietro il quale troppi silenzi sembrano celare interessi "interessati"». E da qui la soluzione di Cimino alla anomala situazione dell’Fc: «Si punti, senza l’ansia del risultato, sui giovani. Si realizzi con le altre società calabresi un rapporto di amicizia collaborativa, che abbatta anche vecchi stupidi steccati e sterili campanilismi».

LA NOTA di Carlo Fatuzzo* Il fenomeno povertà e i pensionati Nonostante i tanti ottimismi, i problemi di una consistente fetta di cittadini italiani sono gravi e non accennano a migliorare. Tanti non riescono più a pagare l’affitto mentre crescono indebitamento e rinunce. Una consistente percentuale di cittadini è sotto la soglia di povertà. Sono lavoratori e pensionati gli anelli deboli della società che, forse più di tutti, pagano le conseguenze di questa pesante crisi economica che ha investito l’intero Paese. C’è da sottolineare che la vera portata del "fenomeno povertà" sfugge alle Istituzioni proprio per l’orgoglio di molti e tanti di coloro, soprattutto pensionati, che si trovano in gravi difficoltà neppure chiedono un aiuto agli Enti preposti, per dignità e, tante volte, per la non conoscenza delle possibilità di ottenere un sussidio, l’abbattimento dell’affitto e quant’altro: in questi casi si tratta, quasi sempre, proprio di chi forse avrebbe più bisogno di aiuto, ed è per questo che è necessario che siano le Istituzioni a contattare chi è in situazioni di disagio e su questo versante sono i Comu-

ni, con gli assistenti sociali che dovrebbero effettuare una attenta azione di monitoraggio e di contatto, per contrastare efficacemente la povertà estrema. Il nostro Paese non è un’isola felice nel panorama europeo ma porta pesantemente i segni di una crisi che ha segnato profondamente le abitudini e la vita di tanti suoi cittadini. Il dramma del lavoro, la disoccupazione crescete, la frustrazione dei giovani che non riescono ad inserirsi nel mondo del lavoro, i tanti che rinunciano persino a trovare un lavoro, la silenziosa disperazione di tanti padri di famiglia: questa realtà è presente in Italia, volerla ignorare è un gravissimo errore. Il Governo, in primo luogo, e tutte le altre Istituzioni devono operare concretamente e urgentemente per essere maggiormente vicine ai più deboli a chi più ha bisogno, a chi non è in condizione di far valere le proprie ragioni. *segretario nazionale del Partito Pensionati


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani

3

PRIMO PIANO

Caligiuri: la scuola al centro dell’azione politica regionale

di Franco Clericò CATANZARO - «La scuola è al centro dell’azione politica del Governatore Scopelliti. In questi mesi abbiamo avviato iniziative concrete, non fatto annunci. A settembre presenteremo un libro verde sull’istruzione in Calabria». A dirlo è stato l’assessore alla Cultura, Ricerca e Istruzione, Mario Caligiuri, dopo l’incontro con i giornalisti per presentare il pro-

getto finalizzato al recupero degli insegnanti perdenti posto nella scuola calabrese, svoltosi lunedì scorso. «Un modo di lavoro - ha aggiunto - concertato con il Ministero, l’Ufficio scolastico regionale, i sindacati e gli enti locali. Tutto nasce da due protocolli d’intesa realizzati nei mesi scorsi con il ministro Mariastella Gelmini». La linea d’azione della Giunta regionale, ha sostenuto Caligiuri, si è mossa su varie direttrici a cominciare

Ci sono poi due milioni per interventi strutturali nel Piano per il diritto allo studio ed un altro milione per un progetto sull’alternanza scuola-lavoro

dall’edilizia scolastica che «costituisce un problema per il 40% degli istituti. Abbiamo messo in campo 42 milioni ed entro ottobre scadranno i termini per accedervi. Scopelliti ricorderà questa scadenza scrivendo ai sindaci ai qualiricorderàanchediutilizzare i beni confiscati alla criminalità». «Per quanto riguarda poi l’abilità di base - ha proseguito l’assessore - siamo partiti dal dato che dice che i quindicenni, soprattutto al Sud, hanno difficoltà a leggere e scrivere e con la matematica per cui interverremo in maniera mirata su questo aspetto. Ci sono poi due milioni per interventi strutturali nel Piano per il diritto allo studio ed un altro milione per un progetto sull’alternanza scuola-lavoro. Inoltre realizzeremo una banca con tutte le informazioni utili sulle scuole, i beni materiali e quelli immateriali. Puntiamo inoltre sull’handicap ed investiremo in direzione dei non udenti, una categoria che è stata trascurata per anni, valorizzando l’esperienza avviata lo scorso anno da Cersosimo in provincia di Cosenza ed estendendola». «Con la Fondazione Agnelli - ha proseguito Caligiuri - avvieremo una ricerca su come negli istituti secondari gli studenti vengono preparati all’accesso all’università. Avvieremo poi un’azione sull’educazione alimentare e gli stili di vita, anche nell’ottica del

contenimento della spesa della sanità. Inoltre analizzeremo l’impatto delle nuove tecnologie sulla vita degli studenti con una ricerca che sarà guidata dal professore Longo dell’Università di Trieste. Otto milioni li abbiamo destinati a combattere la dispersione scolastica che in Calabria è la più alta d’Italia. Sul fronte del dimensionamento per una scuola di

La linea d’azione si è mossa su varie direttrici a cominciare dall’edilizia che costituisce un problema per il 40% degli istituti qualità, abbiamo dato linee guida quinquennali per dare stabilità, salvaguardando l’autonomia degli istituti di montagna e le minoranze linguisiche. Inoltre salvaguarderemo gli istituti agrari». Insomma, progetti a vasto raggio e che abbracciano più settori. Ma il tutto si muove seguendo una dimensione di organicità e razionalità, in modo da poter incidere concretamente sui problemi da affrontare. E se la scuola può dirsi il laboratorio delle future classi dirigenti, adesso c’è da ben sperare.


4

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

PRIMO PIANO

Intesa, finanziata con fondi Por, tra Governatore, assessore e rettori degli atenei calabresi

Formazione, Caligiuri e Scopelliti investono 14 milioni nella ricerca di Alessandro Caruso CATANZARO - Oltre 14 milioni di euro per le tre università calabresi finalizzati alla formazione e alla ricerca per giovani laureati. L’investimento è previsto in un protocollo d’intesa siglato ieri mattina, a Catanzaro, dal presidente della

Mario Caligiuri

Regione, GiuseppeScopelliti, dall’assessore alla Cultura, ricerca e istruzione, Mario Caligiuri, dal rettore dell’Unical, Giovanni Latorre e dai prorettori degli atenei di Catanzaro e Reggio Calabria, Aldo Quattrone e Vincenzo Tamburino. L’intesa, finanziata con fondi Por 2007-2013, riguarda due programmi: uno sul

potenziamento e internazionalizzazione dei dottorati di ricerca e l’altro su borse post-doc all’estero. Nel primo programma lo stanziamento è di 5,6 milioni di euro che saranno ripartiti tra i tre atenei per garantire un incremento dei periodi di formazione all’estero nell’ambito dei corsi di dotto-

Tamburino: «È importante investire in ricerca e innovazione. Significa che deve esserci un ritorno in termini di sviluppo del territorio. Nel Mezzogiorno lo Stato investe meno che al Nord» rato offerti dalle università, a fronte di una quota di dottorati di ricerca con soggiorni all’estero che attualmente non supera il 15% con punte minime del 7%. Il programma prevede 100 borse di dottorato triennali con 12-18 mesi all’estero in qualificati centri di ricerca. L’80% delle risorse è destinato agli ambiti dei costituendi poli di innovazione regionali, mentre il 20% delle borse è destinato a sostenere le discipline di base. Il secondo progetto è destinato a offrire un’opportunità di formazione alla ricerca, in un contesto internazionale, a giovani calabresi che dimostrino, con un eccellente curriculum e la capacità di formulare un avanzato programma di lavoro, spiccate attitudini alla ricerca. I destinatari del progetto sono giovani disoccupati e inoccupati residenti in Calabria che hanno conseguito il dottorato di ricerca o sono in possesso di un eccellente curriculum con almeno tre anni di documentata attività di ricerca, attestata da pubblicazioni e contratti e con meno di 40 anni. La dotazione finanziaria

è di 8,8 milioni di euro che saranno suddivisi tra i tre atenei e gli enti pubblici di ricerca. «Dopo le intese con il Cnr e con l’Asi, l’Agenzia spaziale Italia - ha detto Scopelliti - adesso sigliamo questo protocollo d’intesa. Contiamo che una percentuale corposa di questi giovani torni per avviare un’esperienza in Calabria nei poli di innovazione che sono la parte conclusiva di un percorso. Sul settore della ricerca non ci sono mai stati grossi investimenti, non c’è mai stata una propensione della politica a investire. Adesso speriamo che le nostre scelte siano condivise ed apprezzate dai rettori con i quali contiamo di instaurare rapporti sereni e cordiali». Dello stesso avviso Caligiuri: «La ricerca - ha detto - è considerata un’area strategica dalla Giunta e da Scopelliti e lo ha dimostrato con i fatti. Mettere a disposizione delle università 14 milioni in un periodo di difficoltà è un segnale importante. Con questa intesa intendiamo perseguire una serie di

obiettivi a cominciare dall’internazionalizzare della ricerca. È poi la prima volta che viene sviluppato un percorso del genere. In passato c’éstata un’esperienza avviata dall’allora assessore Principe ma con una dotazione di fondi ridotta. Il progetto prevede che lo studio sia all’estero e un modello di valutazione che garantisce la massima trasparenza». Inoltre, si evince dal progetto, le università sono tenute a dare la massima evidenza ai bandi per favorire la massimapartecipazione.Latorre, dal canto suo, ha sottolineato come l’investimento sia notevole. «In una situazione caratterizzata dai tagli ai finanziamenti - ha spiegato - significa dare una possibilità a quel vivaio che esiste nelle università calabresi, a quel capitale umano che rischiava di essere disperso. Con questa intesa, per quanto riguarda il nostro ateneo, diamo la possibilità a 73 giovani ricercatori non di ruolo di proseguire un percorso a conclusione del quale speriamo possano trovare spazio nelle nostre università». E ha poi concluso: «Non c’é innovazione senza ricerca». Gli ha fatto eco Tamburino: «È importante investire in ricerca e innovazione. Significa che deve esserci un ritorno in termini di sviluppo del territorio. Nel Mezzogiorno lo Stato investe meno che al Nord. Queste risorse compensano un vuoto».

Giovanni Latorre


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

La somma destinata alla campagna è di alcune migliaia di euro

Isca sullo Ionio, la Regione finanzia la campagna di scavi di Andrea Morrone CATANZARO - La Regione ha finanziato la campagna di scavi in programma questo mese sul sito archeologico individuato ad Isca sullo Ionio. «Alla Regione, al presidente Scopelliti - ha detto l’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri - è sembrato doveroso dare la possibilità a volontari, studiosi e ricercatori che stanno operando di poter continuare a proseguire gli scavi perché la Calabria ha le aree archeologiche più estese di tutta Italia. Per noi sono un grande valore e una grande risorsa dal punto di

vista culturale ed economico e dell’identità. Puntiamo molto in questa direzione e sosterremo tutte le iniziative di qualità, come quella di Isca, che vanno in questa direzione». La campagna di scavi, giunta alla quinta edizione, ha portato alla luce dei resti murari che, insieme ai materiali rinvenuti, fanno ipotizzare la presenza di un "pars fructuaria" di una villa produttiva con diverse fasi edilizie che vanno dal I sec. a.C. al IV sec. d.C. Tra i reperti trovati figurano una moneta traianea (98-117 d.C.), un dupondio augusteo (18 a.C.), un antoniniano di Claudio II il Gotico (III sec. d.C.),

un Ae 4 di Costantino I (IV sec. d.C.), un "anulus signatories" (anellocon sigillo incastonato), oggetti in bronzo, ceramica fine e da fuoco, sigillata africana, vetro, frammenti di anfore vinarie. «La somma destinata alla campagna ha concluso Caligiuri - è di alcune migliaia di euro, sufficienti a svolgere per circa un mese un’attività di grande qualità che tenderà ad aumentare di molto gli scavi finora effettuati con il ritrovamento di importanti reperti che poi saranno analizzati e valutati dalla Sovrintendenza ai beni archeologici e che quindi saranno adeguatamente promossi e valorizzati».

Critica di Principe sull’istruzione: si prende spunto da nostre iniziative CATANZARO - Il capogruppo del principale partito di opposizione, il Pd, ha criticato l’originalità delle iniziative messe a punto dall’assessore Mario Caligiuri in favore della formazione e dell’istruzione: «L’assessore Mario Caligiuri è una cara persona, estroversa, colta ed è un grande comunicatore. Ma, dal punto di vista politico, la migliore qualità di Caligiuri è che è persona serena, con la buona volontà di fare bene e, pertanto, capace di valorizzare e Principe: «Il progetto continuare iniziative amministrative che, pur "Una scuola per la avviate dal precedente democrazia", in favore Governo di centrosinireputa utili e meridei precari della scuola stra, tevoli di attenzione». Lo richiama quello portato ha detto Sandro Principe. L’intesa siglata con i avanti da Cersosimo» rettori degli atenei calabresi gli ha ricordato qualcosa: «È il caso dell’iniziativa in favore dei precari della scuola denominata "Una scuola per la democrazia", che richiama un progetto portato avanti dall’allora vicepresidente, Cersosimo, denominato "Più scuola", che riprende a sua volta una nostra idea inserita tra le filiere del Por Calabria 2007/2013 e che avevamo denominato "Pre scuola-Postscuola". Queste brevi considerazioni - dice Principe - le facciamo, non

Sandro Principe

tanto per civetteria e per richiamare, quindi, nostre intuizioni, ma per sottolineare che lo stile dell’assessore Caligiuri di evitare ogni forma di demonizzazione del passato e anzi, capace di riprendere idee ed iniziative ritenute valide, rappresenta un magnifico esempio di come si può essere uomini delle istituzioni».

Cesare Giraldi


6

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

PRIMO PIANO Bronzi, visita d’eccezione

In totale sono 87 i soggetti per l’anno 2008 e 47 per l’anno 2009 per i quali è stata ottenuta una così importante assegnazione di risorse

Politiche sociali, due milioni di euro per il diritto al lavoro dei disabili di Felice Insardà CATANZARO - Il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, d’intesa con il ministero dell’Economia e delle Finanze, ha assegnato al dipartimento regionale delle Politiche Sociali risorse per circa due milioni di euro. Lo stanziamento (994.290,23 euro per l’anno 2008, 798.463,48 euro per l’anno 2009) si riferisce informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale alla ripartizione delle risorse del "Fondo nazionale per il diritto al lavoro dei disabili" e riguarda l’esercizio finanziario 2009, per le assunzioni effettuate dai datori di lavoro privati nell’anno 2008, e l’esercizio finanziario 2010, per le assunzioni dell’anno 2009. «Si tratta - ha affermato l’assessore Francescantonio Stillitani - di un importante risultato raggiunto grazie al lavoro assiduo e sinergico che il dipartimento regionale ha avviato negli ultimi due mesi con le Province calabresi, anche attraverso l’utilizzo di modalità di governance attiva e di cooperazione istituzionale, in li-

nea con le indicazioni fornite dal Presidente Scopelliti, secondo il quale: per ottenere risultati importanti, serve una strategia comune. Un lavoro incessante - ha spiegato Stillitani - che ci ha permesso di acquisire i dati da fornire al Ministero relativamente alle assunzioni di soggetti con disabilità. In totale sono 87 i soggetti per l’anno 2008 e 47 per l’anno 2009 per i quali è stato ottenuta una così importante assegnazione di risorse».

A Lamezia nasce un numeroso circolo finiano di “Generazione Italia”

di Mario Losardo

«L’assessorato è attento alle problematiche dei diversamente abili e sicuramente non dimentica le loro difficoltà. Ma soprattutto si adopererà per offrire servizi per rendere più’ dignitosa la vita delle persone con disturbi sensoriali» aveva detto Stillitani nel corso di un recente inconttro nel corso del quale erano stati esaminati alcuni problemi che riguardano molto da vicino il mondo dei sordi calabresi, in modo particolare di alcuni temi caldi verso i quali l’as-

sessore Stillitani «porrà la sua massima attenzione perché possano essere risolti». «I temi che i rappresentati regionali dell’Ente Nazionale Sordi hanno esposto sono tematiche di estremo interesse sociale e verso le quali il mio assessorato non mancherà di porre grande attenzione anche perché la Regione è particolarmente attenta alle problematiche delle fasce più deboli delle società e cercherà, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, di tener conto delle esigenze espresse». Un impegno che continua con questo nuovo accordo sulle politiche sociali.

STILLITANI: «Si tratta di un importante risultato raggiunto grazie ad un lavoro assiduo e sinergico»

LAMEZIA TERME - Anche a Lamezia Terme, come in gran parte della penisola, nasce l’associazione vicina a Gianfranco Fini, Generazione Italia. Su impulso del gruppo Futuro e Libertà costituito in sede al consiglio comunale da Francesco Grandinetti , è stato fondato il circolo territoriale "Generazione Italia - Lamezia Terme". Decine sono già i primi iscritti che hanno formalmente permesso la costituzione del circolo. Responsabile e coordinatore dell’iniziativa è il dott. Gianni Ferraro, vicepresidente dell’ex Terzo Polo per il Sud, oggi Futuro e Libertà per l’Italia. Dichiara Ferraro «è una iniziativa maturata sicuramente nella base e che risponde all’esigenza di formare anche a Lamezia quel pensatoio di idee che è Generazione Italia che è presente ormai in ogni parte d’Italia. Sicuramente il tutto - prosegue Ferraro- si è

concretizzato dopo la scelta dell’Ing Grandinetti e di tutto il Terzo Polo per il Sud di aderire al progetto politico intrapreso dal Presidente Fini, verso appunto un centrodestra rinnovato, liberale ed europeo e attento finalmente all’etica e alla morale pubblica». Dell’iniziativa è stata prontamente tenuta informata la responsabile regionale di Generazione Italia, l’on. Angela Napoli che si è detta en-

REGGIOCALABRIA-«E’stata una visita privata molto gradita quella dell’ambasciatore d’Austria in Italia Christian B. M. Berlakovits che, nel suo giro calabrese, dopo aver incontrato il governatore Scopelliti, ha voluto scoprire il fascino dei Bronzi di Riace e aggiornarsi sul progetto di restauro dei mitici Guerrieri». E’ quanto comunica il consigliere regionale della lista "Scopelliti Presidente", Candeloro Imbalzano che a Palazzo Campanella ha ricevuto l’ambasciatore. «E’ stata l’occasione per uno scambio reciproco di idee e di vedute sullo stato dei rapporti tra i due Paesi e sulle nuove prospettive che possono delinearsi con la nostra regione dice Imbalzano-. In particolare, è stato posto l’accento sulla possibilità di sviluppare proficue relazioni di carattere economico con gli imprenditori del nostro territorio e, al tempostesso,disegnareunpercorso culturale che, nella tradizione artistico-musicale, ha un punto d’incontro ed un motivo di orgoglio». Conclude così Imbalzano: «Ritengo, pertanto, che la valorizzazionedellerispettiveidentità sia l’aspetto sul quale potere innestare nuovi legami tra due realtà solo apparentemente lontane. Ed è su questa sintonia che, partendo dalla nostra Calabria, si sono gettate le basi per forme più intense di collaborazione».

tusiasta di come anche a Lamezia si sia materializzata questa importante realtà. «Oltre alle decine di adesioni iniziali - conclude Ferraro - che servono per la costituzione ufficiale del Circolo, molte provenienti dall’ex Terzo Polo per il Sud, tanti altri cittadini venuti a sapere dell’iniziativa ci chiedono ogni giorno informazioni e notizie, manifestando la volontà di prendere parte attiva a questo nuovo percorso che si sta sviluppando».


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO Il presidente della Regione ad un dibattito a conclusione di Legalitalia

Scopelliti: meritiamo rispetto fare politica qui è più difficile di Giuseppe Barca REGGIO CALABRIA - «Chi fa politica in Calabria merita più rispetto di tanti altri perché fare politica qui è più difficile che altrove. Si lavora spesso sul filo del rasoio rischiando, senza volerlo, di finire nell’illegalità». Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, intervenendo a Reggio ad un dibattito a conclusione della manifestazione Legalitalia. «Per questo le istituzioni, e non soltanto in Calabria ha aggiunto Scopelliti - devono essere sempre più sostenute ed aiutate. Penso ai piccoli Comuni che, per esempio, spesso non hanno le risorse economiche per ristrutturare beni confiscati e, per questo, gli amministratori vengono accusati, di favorire la criminalità. La lotta alla mafia passa attraverso l’impegno non soltanto di magistratura e forze «La lotta alla dell’ordine e di uomini come il della Squadra mobile di mafia passa capo Reggio Calabria, Renato Cortese, ma anche attraverso l’impegno attraverso degli amministratori locali». Sel’impegno condo Scopelliti, «la criminalità si combatte con le non soltanto organizzata azioni e con gli atti concreti e non di magistrati con le parole o le dichiarazioni di principio. La mafia teme chi fa ate forze ti non teme le parole. Ed in Italia, soprattutto nel Mezzogiorno, su dell’ordine e equesto tema di parole se ne fanno tante». di uomini Nella stessa serata è stato assecome Renato gnato a Renato Cortese, capo della Squadra mobile di Reggio Cortese» Calabria, il premio Antonino Scopelliti, intitolato al magistrato di Cassazione ucciso dalla mafia a Campo Calabro il 9 agosto del 1991. Il riconoscimento è stato consegnato a Cortese dalla figlia del magistrato assassinato, Rosanna Scopelliti, presidente della fondazione intitolata al padre e cofondatrice del Movimento antimafia "E adesso ammazzateci tutti". Nella motivazione, illustrata da Aldo Pecora, presidente di Ammazzateci tutti, si afferma che «il premio a Cortese non è soltanto un riconoscimento ad un grande poliziotto in memoria di Antonino Scopelliti, ma è anche un tributo ed un segno di vicinanza ai tanti uomini che quotidianamente sono impegnati nella lotta alla criminalità organizzata». Renato Cortese, dal 2007 dirigente della Squadra mobile di Reggio Calabria, ha arrestato alcuni dei più importanti lati-

Tassone: lotta per la legalità senza riserve CATANZARO - «La lotta per la legalità e la criminalità deve essere chiara netta senza alcuna riserva mentale». Lo ha ribadito l’onorevole Mario Tassone, vice segretario nazionale dell’Udc e componente della commissione parlamentare antimafia incontrando a Catanzaro nella sede dell’Udc alcuni amministratori della provincia. «Non è una battaglia per acquisire uno status personale - ha commentato Tassone - ma per inseguire l’affermazione di principi che sono connaturati all’uomo come quelle delle libertà, della dignità, della civiltà e della giustizia. Ricordare i magistrati uccisi dalla violenza mafiosa come del resto ho fatto in aula di Montecitorio nei giorni scorsi nel ricordare Rocco Chinnici e Nino Scopelliti deve essere non un esercizio di belle parole,

tanti della ’ndrangheta, mentre a Palermo, nel 2006,è stato protagonista della cattura di Bernardo Provenzano. «Mi sento di condividere questo riconoscimento - ha detto Cortese - con tutti gli uomini e le donne della Questura di Reggio Calabria. Sono loro i veri protagonisti dei risultati che abbiamo raggiunto in questi anni». Con la consegna del premio a Renato Cortese si sono concluse a Reggio Calabria le iniziative promosse nell’ambito di Legalitalia, l’iniziativa antimafia, giunta alla quarta edizione, promossa da "E adesso ammazzateci tutti" e dalla Fondazione Scopelliti. In giornata c’era stata l’omelia di don Luigi Ciotti che aveva detto: «Nino Scopelliti fu ucciso perché faceva bene il suo lavoro, non abbassava la testa e si batteva per la libertà, la dignità e la giustizia delle persone». «Scopelliti - ha detto ancora don Ciotti - ha combattuto la sua battaglia e con la morte ci ha consegnato il suo testimone. Risplende nei giusti la sapienza del Signore. Antonino Scopelliti era un uomo giusto e come tutti gli uomini giusti non sarà mai dimenticato ed il suo nome passerà di generazione in generazione. Siamo qui perché papà - ha detto ancora don Ciotti rivolgendosi al Rosanna Scopelliti - continui a vivere insieme a noi. C’é troppa gente oggi che vuole vivere in pace, ma non vivere per la pace, per i diritti, i doveri e la verità umana, che vuol dire giustizia». «Pensando ad Antonino Scopelliti - ha proseguito il fondatore di Libera - mi sono chiesto chi poteva consegnarci il suo volto questa sera. E l’ho individuato in un suo amico, Antonino Caponnetto, che nel 1996 disse che Antonino Scopelliti, cui ho voluto bene, era un grande magistrato».

«La criminalità organizzata si combatte con le azioni e con gli atti concreti e non con le parole o le dichiarazioni di principio»

ma un impegno che va rinnovato girono per giorno». Tassone ha poi rilevato che «la lotta alla criminalità diventa sempre più seria ed efficace se la maggioranza dei cittadini sarà protagonista di una svolta culturale altrimenti saranno spettatori, registrando commenti nelle circostanza ufficiali. Invece - ha sottolineato - oggi si chiede a tutti soprattutto coerenza. Coerenza nel posto di lavoro, della gestione della cosa pubblica e in tute le manifestazioni sociali e civili. La criminalità organizzata è supportata soprattutto da una mentalità che resiste ad ogni invito all’equilibrio e alla giustizia. Vi sono diffuse presenze in posti di responsabilità dove attraverso l’ingiustizia e la prevaricazione si consumano delitti contro la persona umana. Questi senza essere catalogati come appartenenti alla criminalità organizzata sono di essa il supporto più pericoloso che minaccia la nostra civiltà, democrazia ed economia». Ecco perché, ha spiegato Tassone,«ognuno di noi deve fare la propria parte acquistando l’etica della responsabilità nelle istituzioni e nella società. Non c’è dubbio - ha aggiunto - che la commissione antimafia nella sua collegialità nei parossismi mesi dovrà operare per evidenziare quanto si sono discostati dal codice deontologico per quanto riguarda le candidature nelle istituzioni. Questo per imboccare un percorso che deve essere perlustrato senza nessuna fuga in avanti».


8

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

PRIMO PIANO

Centrale Rossano: Scopelliti incontra il Comitato per la riconversione La riunione è stata anche l’occasione per discutere i mancati investimenti in Calabria da parte delle grandi aziende di Giulio Crocitti

Continua la querelle che vede protagonista la centrale Enel di Rossano. Oggi però con una nota positiva: il governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti ha infatti incontrato a Palazzo Alemanni una rappresentanza del Comitato per la riconversione acarbonedell’azienda.«Abbiamo preferito interloquire col governatore - è scritto in una nota - solo con una rappresentanza del Comitato e senza portarci dietro a manifestare i tanti lavoratori, disoccupati, precari e giovani che hanno aderito al nostro progetto perché volevamo solo esprimere le nostre opinioni in maniera democratica e civile. D’altronde la stessa cosa abbiamo fatto all’inaugurazione dell’anfiteatro degli Enotri a Rossano e la stessa cosa faremo nei prossimi giorni in occasione delle feste di Ferragosto perché vogliamo solo attira-

«Al governatore Scopelliti abbiamo affermato che siamo noi per primi, al di la di ogni integralismo, a pretendere il massimo rispetto dell’ambiente che si coniuga anche con la coesistenza tra industria, agricoltura e turismo» sostiene il Comitato

re l’attenzione sul problema, senza creare attriti e senza mancare di rispetto a nessuno». Un incontro quello con Scopelliti, «franco e cordiale»,che ha permesso al Comitato di illustrare la posizione rispetto alla riconversione della centrale Enel di Rossano: «Al governatore Scopelliti abbiamo affermato che siamo noi per primi, al di la di ogni integralismo, a pretendere il massimo rispetto dell’ambiente che si coniuga anche con la coesistenza tra industria, agricoltura e turismo». La riunione è stata anche l’occasione per discutere delle recenti dichiarazioni circa i mancati investimenti in Calabria da parte delle grandi aziende e sul pericolo che la Regione corre se salta anche l’investimento dell’Enel a Rossano. «L’onorevole Scopelliti - conclude il Comitato - si è dimostrato molto interessato ai

nostri argomenti ed ha dichiarato che lo sviluppo di un territorio dipende essenzialmente dagli enti

«Per la centrale - ribadisce la Cisl si tratta di un investimento pari a un 1,2 miliardi di euro da realizzarsi in 5 anni, con una occupazione media di 1.500 lavoratori nel periodo di cantierizzazione e a regime di 400 unità, oltre l’indotto»

locali interessati. In ogni caso, ha aggiunto Scopelliti, la Regione si renderà parte attiva per convocare, subito dopo le ferie, un tavolo istituzionale per trattare complessivamente la questione della riconversione dell’Enel a Rossano». Un’apertra da parte della Regioneinvocatadatempoanche dalla Cisl che parlava di troppa «improvvisazione e superficialità» da parte della Giunta su temi di grande rilevanza, economica e sociale contribuendo ad alimentare ulteriormente le «divisioni tra i vari soggetti e le popolazioni interessate»: «Per la centrale di Rossano si tratta di un investimento di dimensioni quasi del doppio di quelle di Pomigliano, pari a un miliardo e duecento milioni di euro da realizzarsi in 5 anni, con una occupazione media di 1.500 lavoratori

nel periodo di cantierizzazione e a regime di 400 unità, oltre l’indotto». E parole dure contro la Regione, ma anche provincia di Cosenza e comune di Rossano, erano state espressa anche dalla Uilcem: «La riconversione prevista dall’Enel per quella Centrale prevede un investimento di 1.200 milioni di euro, un cantiere di circa sette anni con una forza lavoro pari a circa 1000 persone, con punte di 1.500, oltre 150 lavoratori diretti ed altrettanti indiretti, un grosso impegno di autotrasportatori locali per l’approvvigionamento della biomasse e di operai forestali dell’industria del legno». «Il progetto innovativo e sicuro . Il carbone non entrerà mai - sostiene Uilcem - in contatto con l’ambiente circostante, mentre i nuovi filtri riusciranno a trattenere oltre il 98% del particolato e pare che l’Enel sia disponibile anche a sperimentare forme di cattura della Co2, che sebbene non sia un fattore inquinante, procurerebbe grandi vantaggi per tutto il pianeta».

Uilcem: «Il progetto è innovativo e sicuro. Il carbone non entrerà mai in contatto con l’ambiente circostante, mentre i nuovi filtri riusciranno a trattenere oltre il 98% del particolato e pare che l’Enel sia disponibile anche a sperimentare forme di cattura della Co2.


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO

Secondo un’indagine della Coldiretti salgono a 4511 i prodotti agroalimentari tradizionali delle regioni

Agricoltura: Calabria sesta in Italia per tipicità alimentari di Giuseppe Tetto Sono 4511 i prodotti agroalimentari italiani ottenuti secondo regole tradizionali antiche tramandate nel tempo censiti dalle regioni, che sono disponibili come «souvenir o per allietare le tavole dei turisti durante le vacanze». Tipicità che rispetto all’anno precedente possono contare su 40 specialità in più. Un risultato importante che emergedall’indagine della Coldiretti sull’elenco dei prodottiagroalimentari tradizionali delle regioni aggiornato con la decima revisionepubblicatanellaGazzetta Ufficiale. Per l’estate 2010 il turismo enogastronomico con un valorestimato di 5 miliardi di euro, si conferma il vero motore della vacanza Made in Italy che è l’unica nel

Nella mappa delle regioni che presentano la più ricca "biodiversità" a tavola il primato spetta alla Toscana con 463 specialità seguita sul podio da Veneto e Lazio (367) e Piemonte (365)

mondo a poter offrire la più ampia varietà di prodotti tradizionali regionali ma anche il record comunitario nella produzione biologica, ben 207 denominazioni di origine riconosciute a livello europeo, mentre sono 477 i vini a

denominazione di origine. E nella mappa delle regioni che presentano la più ricca "biodiversità" a tavola si classifica al primo posto la Toscana con 463 specialità seguita sul podio da Veneto e Lazio (367) e Piemonte (365)

ma ottimi posizionamenti si riscontrano per Campania (333). A seguire ci sono Liguria (295), Calabria (272), Sicilia (238), Emilia-Romagna (233), Puglia (222), Lombardia (209), Sardegna (172), Molise (159), Friuli-Venezia Giulia (151), Marche (147), Abruzzo (143), Trento (109), Bolzano (92), Basilicata (73) Umbria (70) e Val d’Aosta (31). «In dieci anni, rispetto al luglio 2000 quando è iniziato il lavoro di catalogazione a livello regionale, i prodotti censiti sono più che raddoppiati grazie all’impegno degli imprenditori agricoli nel recupero delletradizioni. Un risultato - continua la Coldiretti finalizzato a proteggere dalle falsificazioni e a conservare anche in futuro nella sua originalità il patrimonio gastronomico nazionale che rappresenta una

Durante il periodo estivo a livello nazionale con il sostegno della Coldiretti sono aperti 18mila agriturismi e 63.600 frantoi, cantine, malghe e cascine dove acquistare specialità alimentari garantite

componente determinante per la competitività del Made in Italy». Una ricchezza nazionale che comprende prodotti ottenuti secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni emetodiche praticate sul territorio in modo omogeneo. «Comperare direttamente dal produttore è un modo - sostiene la Coldiretti per garantirsi l’autenticità degli acquisti e non cadere nel rischio dei prodotti taroccati spacciati come tipici del territorio, ma che non hanno in realtà nulla a che fare con la realtà produttiva locale come nel caso dell’offerta di prosciutti di montagna o di campagna spesso provenienti dalla stagionatura di cosce di maiali olandesi, ma anche di panini ciociari che sfruttano del tutto impropriamente l’appeal del territorio». Durante il periodo estivo a livello nazionale con il sostegno della Coldirettisonoaperti18milaagriturismi e 63.600 frantoi, cantine, malghe e cascine dove è possibile acquistare specialità alimentari garantite direttamente dal produttore che garantiscono l’originalità dell’offerta, ai quali si aggiungono gli oltre 500 mercati di campagna amica aperti dalla Coldiretti nell’ambito del progetto per "una filiera agricola tutta italiana" nelle piccole e grandi città.


il Domani

|

AsteInfoappalti

10

Mercoledì 11 Agosto 2010

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 7/05 R.G.E. G.E. Dr. Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr. Emiliano Capano Lotto 1: Diritti pari all’intero della proprietà di appartamento al primo piano sito in Castrovillari Prezzo base: euro 98.250,00 Vendita senza incanto: 12/102010 Vendita con incanto: 15/10/2010 Lotto 2: Piena proprietà di terreno sito in Castrovillari Prezzo base: euro 2.550,00 Vendita senza incanto: 12/102010 Vendita con incanto: 15/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Dr. Emiliano Capano - C.so Calabria, 41- Castrovillari (Cs) - Tel 0981/21454 - Fax 0981/200925 Presentare le offerte entro h. 13.00 del 11.10.2010 presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (Cs) C.so Calabria, 41 - Tel 0981/21454 - Fax 0981/200925 °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 8/02 R.G.E. G.E. Dr. Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr. Vittorio Cerbini Lotto 1: Appartamento di civile abitazione posto al secondo piano facente parte di un fabbricato a tre piani fuori terra ne comune di Trebisacce Prezzo base: euro 111.281,00 Vendita senza incanto: 30/09/2010 Vendita con incanto: 07/10/2010 Lotto 2: Mansarda adibita a locale di sgombero di 72 Mq. sita al secondo piano sita nel comune di Trebisacce Prezzo base: euro 33.480,00 Vendita senza incanto: 30/09/2010 Vendita con incanto: 07/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: Dr. Vittorio Cerbini - Via delle Peonie 24/c Castrovillari - CS .Tel 0981/483226 - Fax 0981/983113 Presentare le offerte entro h. 13.00 del 29/09/2010 presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (Cs) Via delle Peonie 24/c - Tel 0981/483226 - Fax 0981/983113 °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 18/99 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Dr. Domenico Renda Lotto 1 Appartamento sito in Roseto Capo Spulico Prezzo base: euro 40.183,59 Rilancio: euro 500,00 Vendita senza incanto: 12/10/2010 Vendita con incanto: 20/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: dr. Domenico Renda - Via Martiri della Libertà 2/G Morano Calabro Presentare le offerte entro h. 13.00 del 11/10/2010 Maggiori informazioni presso lo studio sito in Via Martiri della Libertà 2/G - Morano Calabro . Tel 0981/33008

TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 9/04 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Porzione immobiliare sito nel comune di Crucoli Prezzo base: euro 16.875,00 Rilancio: euro 500,00 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o in alternativa al Custode Giudiziario Avv. Andrea Aloisio - Tel. 0962/21020, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 96/02 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Rosanna Macrini Lotto 1: Quota di 1/2 della piena proprietà di un fondo rustico sito nel comune di Isola Capo Rizzuto

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

Prezzo base: euro 20.570,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Lotto 2: Quota di 1/2 della piena proprietà di un fondo rustico sito nel comune di Isola Capo Rizzuto Prezzo base: euro 23.400,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o in alternativa al Custode Giudiziario Avv. Rosanna Macrini - Tel. 0962/26922, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 88/94 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Piena ed intera proprietà di un terreno agricolo sito nel comune di Isola Capo Rizzuto Prezzo base: euro 47.461,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o in alternativa al Custode Giudiziario Avv. Andrea Aloisio - Tel. 0962/21020, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 76/03 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Piena ed intera proprietà di un opificio industriale sito nel comune di Rocca di Neto Prezzo base: euro201.867,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Lotto 2: Piena ed intera proprietà di un opificio industriale sito nel comune di Rocca di Neto Prezzo base: euro 234.140,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o in alternativa al Custode Giudiziario Avv. Andrea Aloisio - Tel. 0962/21020, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 21/2007 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Antonio Elia Lotto: Piena ed intera proprietà di serra e relitto di terreno Prezzo base: euro 307.090,00 Rilancio: euro 2.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 58/94 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Patrizia Carella Lotto Unico: Piena ed intera prorpietà di unità immobiliare sita nel comune di Strongoli Prezzo base: euro 59.063,00 Rilancio: euro 5.000,00 Vendita senza incanto: 20.10.2010 Vendita con incanto: 27.10.2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it

precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o al Custode Avv. Patrizia Carella tel. 0962/23846, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 67/93 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Fabbricato a tre piani fuori terra nella zona urbana del comune di Rocca di Neto Prezzo base: euro 5.000,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 2: Fabbricato a quattro piani fuori terra di cui l’ultimo mansardato oltre seminterrato nella zona urbana del comune di Rocca di Neto Prezzo base: euro 9.000,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 3: Terreno nel comune di Rocca di Neto, Prezzo base: euro 34.900,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 45/96 + 38/99 + 113/99 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Piena ed intera proprietà di fabbricato sito in Cirò Marina Prezzo base: euro 16.875,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 2: Piena ed intera proprietà di due magazzini posti al piano terra di un fabbricato sito in Cirò Marina Prezzo base: euro 46.406,25 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 3: Piena ed intera proprietà di un appartamento posto al primo piano di un fabbricato sito in Cirò Marina Prezzo base: euro 54.843,75 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 4: Piena ed intera proprietà di due appartamenti posti al secondo piaano di un fabbricato sito in Cirò Marina Prezzo base: euro 63.281,25 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 53/04 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Andrea Aloisio Lotto 1: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Caccuri Prezzo base: euro 15.018,75 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Lotto 2: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Caccuri Prezzo base: euro 3.600,00 Rilancio: euro 500.00 Vendita con incanto: 13/10/2010 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 71/2006 promossa da BANCA ANTONIANA POPOLARE VENETA SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immo-

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

bili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO UNICO: “Piena proprietà di aun appartamento al piano terra rialzato, facente parte di un edificio a tre piani f.t. in c.da Elisabetta di Gioiosa Jonica, censito nel NCEU al foglio 34, p.lla 1549 sub 3”; PREZZO BASE: Euro 137.088,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita del 06.10.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 07.10.2010, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/4, alle seguenti condizioni: - ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; - le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; - se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 680 cpc; - l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: dr. Giovanni LANZAFAME (Tel. 0964.342040) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 31 luglio 2010 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 71/2006 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, … OMISSIS …, ORDINA ai debitori di fornire al nuovo custode il rendiconto dell’attività svolta fino ad oggi, nonché ogni documento necessario al fine di adempiere compiutamente l’incarico affidatogli; - DISPONE a revoca di ogni precedente provvedimento, PROCEDERSI ALLA VENDITA DEGLI IMMOBILI SU DESCRITTI; - STABILISCE per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell’art. 569 cpc, con il metodo dell’incanto, alle seguenti condizioni: 1) L’immobile pignorato sarà posto in vendita, a corpo, nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell’Ing. C. LAROSA) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

11

Mercoledì 11 Agosto 2010 di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6) l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9) l’udienza di vendita è fissata per il giorno 02.04.2009 e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10) in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11) in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente: potrà avvalersi della facoltà di subingresso nel mutuo, assumendosene gli obblighi relativi, secondo quanto indicato nell’art. 41 comma V, T.U.B. (versamento alla,banca di quanto dovuto per rate scadute, accessori e spese entro 15 gg. dall’aggiudicazione); - nel termine perentorio di gg. 50 dall’aggiudicazione dovrà versare direttamente alla banca mutuante B.A.P.V. spa la parte del prezzo corrispondente al credito della medesima vanto

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

13)

14)

15) 16)

17)

18)

per capitale, accessori e spese (salva la facoltà di subingresso nel mutuo di cui infra); a tal fine sarà l’Istituto mutuante a comunicare tempestivamente l’importo del credito; nel termine di gg. 60 dall’aggiudicazione dovrà versare l’eventuale differenza tra il prezzo di aggiudicazione e le somme già versate alla banca, detratto l’importo della cauzione, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nel Comune di Gioiosa Jonica (invitanto all’uopo il creditore ad allegare copia di . 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del 04.06.2009 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato;

A CURA DELLA

MEDIATAG SPA

www.asteannunci.info | www.aste.eugenius.it www.asteinfoappalti.it | www.astepress.it 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20) la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22) se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indÏce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a

COORDINAMENTO AREA

CALABRIA

valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. … OMISSIS … Si comunichi, anche al custode. LOCRI, 06 ottobre 2008 F.to IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO

TRIBUNALE DI PAOLA FALLIMENTO I N.559-41/97 Il giorno 21 Settembre 2010 alle ore 09.00 presso il Tribunale di Paola, avanti al Giudice delegato Dr.ssa Buffardo, sarà posta in vendita all’incanto in lotti, nei modi di legge, le seguenti porzioni immobiliari del fallito signor, giusto provvedimento del 12/05/2010. Lotto n. 1: fabbricato sito in Aiello Calabro alla via Aricella, costituito da appartamento censito in catasto al foglio 9 particella 289 sub 2 categoria A/7 consistenza 6,5, locale seminterrato particella 289 sub 3 categoria C/2 consistenza 50 mq, terreno censito in catasto al foglio 9, particella 333, uliveto, classe 3, superficie 360 mq Prezzo base euro 8.718,00. Lotto n. 2: 1/2 della quota dei seguenti terreni: - foglio 15 particella 1520 uliveto, classe 2 superficie 6.070 mq.: - foglio 15 particella 21 uliveto, classe 3, superficie 7.830 mq.; - foglio 15 particella 32 seminativo, classe 2, superficie 840 mq.; - fogli 15 particella 58 querceto, classe 4, superficie 16.320 mq.; - foglio 15 particella 60 vigneto, classe 2, superficie 1.750 mq.. Prezzo base euro 3.252,00 Lotto n. 3: 1/2 della quota del terreno censito in catasto al foglio 9, particella 302, sem. irr. arb., classe 1, superficie 23 mq. Prezzo base euro 342,00 Il tutto nello stato attuale di fatto e di diritto come meglio risulta dalla perizia di stima, alla quale si fa integrale rinvio per quanto non riportato nel presente avviso. La vendita avverrà alle seguenti condizioni: 1) coloro che intendono partecipare all’asta dovranno far pervenire alla cancelleria dell’Ufficio fallimentare entro le ore 13.00 del giorno precedente la vendita, una domanda in carta da bollo allegando un assegno circolare trasferibile, intestato allo stesso offerente di importo pari al 30% del prezzo base, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% per spese presuntive di vendita; 2) nel corso della gara, la misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte sarà di euro 500,00 con obbligo di primo rilancio sul prezzo base; 3) l’aggiudicatario entro 60 giorni dalla gara, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotto l’importo della cauzione già prestata, mediante assegno circolare intestato alla Curatela fallimentare. Maggiori chiarimenti in Cancelleria. Il Curatore Dr.ssa Cesarina Marino

Info 0961 996802


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 13

IMPRESE E LAVORO Apicoltori: bene l’intervento del ministro Galan, ora si lavori sul progetto Apenet La Fai - Federazione Apicoltori Italiani plaude alle dichiarazioni del ministro Giancarlo Galan in materia di fondi al settore apistico. «Atteso e opportuno, quanto risolutivo, l’intervento del titolare di Via XX Settembre teso a sbloccare le risorse rimaste perenti dal 2005 e che rischiavano di non poter essere più utilizzate». A dichiararlo il presidente della FAI, Raffaele Cirone, secondo il quale

«va dato atto al ministro Galan di aver assicurato all’apicoltura un posto di tutto riguardo nell’agenda del Governo, specie in un momento di generalizzata difficoltà per il comparto apistico, alle prese con una diffusa e difficilmente controllabile morìa degli alveari». «Ci aspettiamo ora - prosegue il presidente Cirone - che il programma Apenet per il monitorag-

gio e la ricerca sullo spopolamento delle api, realizzi azioni di ricerca in piena sinergia con le Organizzazioni apistiche nazionali. Una collaborazione, quella dei ricercatori con le rappresentanze apistiche, che non ha finora tenuto conto del ricco potenziale detenuto dagli Apicoltori italiani: una rete di alveari, capillarmente diffusi sul territorio nazionale».

Il progetto è organizzato dalla cooperativa sociale "Demetra" in collaborazione con l’assessorato alle Attività produttive della Provincia

“Calabria terra madre di culture” la decima edizione in Aspromonte di Marika Griffo REGGIO CALABRIA - La Cooperativa Sociale "Demetra" in collaborazione con l’ Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Reggio Calabria , il Comune di S. Stefano in Aspromonte la Coldiretti di Reggio Calabria la, Condotta Slow Food Reggio Calabria - Area Grecanica presenta la decima edizione del progetto "Calabria Terra Madre di Culture" che quest’anno prevede uno spaccato su: "Ceramedde e cerameddari in Aspromonte". Due sono gli obiettivi principali del progetto: evidenziare e promuovere l’autentico volto della nostra terra di Calabria e dei suoi figli, lontano dal consueto e negativo immaginario collettivo nazionale;sostenere,attraversole celebrazioni per l’Anno Internazionale della Biodiversità, la Fondazione Slow Food per la Biodiversità. Torna puntuale, quindi, l’ennesima edizione, la decima per l’esattezza, di "Calabria Terra Madre di Culture", l’evento che in poche intense giornate propone al suo vastissimo pubblico lo spaccato vero di una Terra orgogliosa delle sue radici e della sua identità; un variegato mix di sapori, saperi ed emozioni che solo una terra antica e ricca di tradizione e cultura, come la nostra, sa emanare. Nella location, particolarmente suggestiva, il visitatore diventerà protagonista attivo degli eventi culturali e "vivrà" spaccati di vita popolare calabrese dal "sapore" familiare e naturale. La 10a edizione dell’evento vede, infine,come inpassato, fortemente impegnati. L’Assessorato alle Attività Produttivedell’AmministrazioneProvinciale di Reggio Calabria ed il Comune di Santo Stefano che non hanno mai nascosto la bella ambizione di proporre, tanto agli oriundi quanto ai numerosissimi turisti che invadono ogni anno Gambarie, i grandi valori identitari del territorio. Gli altri Enti che con lodevole

ammirazione e fattivo coinvolgimento hanno patrocinato il progetto sono: la Fondazione Slow Food per la Biodiversità, la Confartigianato, la Pro-loco di Roghudi, l’Associazione Zampognari di Cardeto, il Consorzio Motta, l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ed Ecotouring Costa Viola. Questa, come tutte le altre edizioni del progetto, verrà realiz-

zata nella pineta Belvedere, una tra le più incantevoli e suggestive pinete di Gambarie, nota località turistica nel cuore dell’Aspromonte, tra natura incontaminata e paesaggi mozzafiato. L’evento avrà luogo nei giorni del 13-14-15 Agosto. Il target della manifestazione è costituito prevalentemente da esperti, cultori ed appassionati

della storia, della cultura e dei "vissuti" della nostra terra e della nostra gente. Tutti i giorni dalle ore 09:00 alle ore 20:00 è prevista l’apertura dell’emozionante Villaggio dei saperi e dei sapori di Calabria, visitando il quale si potrà, per esempio: degustare conserve realizzate con prodotti locali e secondo antiche

modalità di preparazione; liquori ai fichi d’india, al peperoncino, alla liquirizia; salumi di suino nero di Calabria; dolci tradizionali . I scaddateddi, in particolare, sono dolci dei greci di Calabria, la cui preparazione, particolarmente lenta e laboriosa, è causa dell’ormaiquasitotalescomparsa del prodotto.


14

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

IMPRESE E LAVORO E’ possibile prenotare da subito e poter ottenere il contributo. L’iniziativa scade il 3 luglio 2011

Confartigianato Crotone: si riparte con l’operazione dei “Buoni vacanza” CROTONE - «I nuovi "buoni vacanza". Si riparte con l’operazione Buoni Vacanze, che nello spirito dell’iniziativa vuole principalmente destagionalizzare le vacanze delle nostre Famiglie e dare la possibilità a quelle numerose e con basso reddito di usufruire anch’esse di questo diritto. E’ possibile prenotare da subito e poter ottenere il contributo statale. L’iniziativa scade il 3 luglio 2011, ad esclusione del periodo compreso tra il 20 dicembre e il sei gennaio», si legge in una nota di Confartigianato Crotone. «In questo nuovo decreto - prosegue la nota -, a differenza del preè stato introdotto «In questo nuovo cedente, un nuovo criterio di valutazione della situazione decreto, a difeconomica e familiare che ferenza del preaccerta il diritto di ottenere i buoni non più sul redcedente, è stato dito lordo ma sul parametintrodotto un nuo- ro reddituale ISEE della famiglia, favorendo in tal vo criterio di vamodo maggiormente le famiglie numerose. lutazione della I contributi saranno più elevati dei precedenti e situazione ecopossono arrivare fino a nomica e familiare 1240 euro per nuclei familiari di quattro persone ed che favorisce i oltre. nuclei numerosi» La validità dei buoni già emessi scadenti al 30 giugno 2010 viene prorogata fino al 20 dicembre 2010.Salvatore Lucà, segretario di Confartigianato Imprese, ha sottolineato «come questa iniziativa del Ministro Brambilla favorisce sia i cittadini che l’industria turistica in quanto contribuisce nel dare la possibilità a molte famiglie numerose e bisognose di andare in vacanza e agli operatori turistici di allungare la loro attività stagionale». «Per effettuare le prenotazioni dal 1 settembre,

Salvatore Lucà, ha dichiarato che nell’ambito dell’operatività dello "sportello anticrisi confartigianatoimpresecrotone"attiverà un nuovo servizio mettendo a disposi- «Confartigianato zione delle imprese e dei cittadini una risorsa umana per effettuare le pre- Imprese ha pennotazioni direttamente in Associazione e sato sia alle poter aiutare e migliorare di conseguenza la qualità della vita di tanti nostri cor- imprese che regionali. Sono ammessi e convenzionabili al siste- vogliono essere ma Buoni Vacanze tutte le tipologie di inserite nell’elenco strutture recettive alberghiere ed extralberghiere, quali alberghi, villaggi, resi- di quelle aziende dence, dimore storiche, case per ferie, ostelli, rifugi, B&B, affittacamere, country convenzionate sia house, campeggi, agriturismo, etc. men- alle famiglie con tre per le Famiglie farà fede l’Isee». «Confartigianato Imprese, ha ribadito il rilascio Isee» Lucà, ha pensato sia alle imprese che vogliono essere inserite nell’elenco di quelle aziende convenzionate sia alle Famiglie con il rilascio Isee e l’eventuale prenotazione in Associazione.

In questo momento di grande recessione, ogni minima attività può contribuire a quella ripresa economica in cui tutti dobbiamo credere e di conseguenza, ognuno per la sua parte, deve dare il giusto contributo. Questa nostra iniziativa è un altro piccolissimo tassello su quel grande puzzle delle attività socio economiche a cui tantissimi giornalmente lavorano e che dovrà significare per forza di cose ripresa economica, lavoro e benessere per tutti».

Mario Bellitti

La soddisfazione delle Arpa Riceviamo e pubblichiamo una nota della Rsu del comparto di Arpa Piemonte, in merito al rititato emendamento relativo alla privatizzazione dell’Arpa Calabria: «Quanto è avvenuto in questi giorni nei confronti dell’’Arpa Calabria riguarda i lavoratori di tutte le Arpa regionali.L’’emendamento presentato in Commissione bilancio della Regione Calabria, che pre-

vedeva la messa in liquidazione dell’Arpa Calabria e la sua trasformazione in un Ente di tipo privatistico, è un atto gravissimo e colpisce il sistema delle Agenzie per la protezione ambientale nel suo complesso.La Rsu di Arpa Piemonte manifesta la più netta contrarietà ad un atto che, se fosse stato approvato, avrebbe comportato di fatto la privatizzazione dell’Arpa Calabria, con la sua trasformazione in

Azienda, privatizzando così il sistema dei controlli ambientali, la tutela dell’’ambiente, con la prospettiva di assegnare il personale ad un contratto di tipo privato.La Rsu di Arpa Piemonte, che ha più volte contestato i tentativi di ridurre l’autonomia e l’autorevolezza tecnico scientifico della nostra Agenzia regionale, non può che denunciare come quanto avvenuto in questi giorni contro l’Arpa Calabria è solo l’’ennesimo e duro attacco al sistema pubblico delle Agenzie di protezione ambientale, ai principi di indipendenza, autonomia e terzietà che dovrebbero essere garantiti nel sistema pubblico dei controlli ambientali.Anche in questo caso, la difesa dei diritti dei cittadini ad un sistema efficiente di tutela pubblico dell’Ambiente procede con-

giuntamente alla difesa dei diritti dei lavoratori pubblici.La Rsu del Comparto di Arpa Piemonte, nell’’impegnarsi a dare massima diffusione alle informazioni che provengono dai colleghi calabresi, esprime convinta solidarietà ai lavoratori che in questi giorni hanno lottato contro la messa in

liquidazione e la privatizzazione dell’Arpa Calabria.La Rsu di Arpa Piemonte esprime grande soddisfazione per il risultato della mobilitazione sindacale e dei lavoratori che ha portato all’’annuncio, arrivato pochi giorni fa, del ritiro dell’emendamento».


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 15

IMPRESE E LAVORO Uil: accordo sulla riorganizzazione e sullo sviluppo dei servizi postali «Dopo circa un anno di serrato confronto con l’Azienda si è conclusa nella tarda nottata di ieri la trattativa sulla riorganizzazione dei Servizi Postali», si legge in una nota delle segreterie nazionali di: Slp-Cisl, Slc-Cgil, Uilposte, Failp-Cisal, Confsal Com.ni, Ugl Com.ni . «Un confronto - prosegue la nota - difficile ed articolato che ha fatto registrare in questi mesi momenti di forte tensione, sfiorando in diverse occasioni la rottura del negoziato ma che alla fine a fronte delle notevoli difficoltà dell’attuale fase congiunturale e della contrazione del mercato di riferimento ha visto prevalere la compattezza e l’unitarietà del fronte sindacale per addivenire ad un accordo che, pur affrontando delicati processi di riorganizzazione, consente di garantire forti elementi di stabilità e certezze per il futuro del setto-

re. In tale ottica l’impegno aziendale a non modificare nel piano strategico 2011 -2013 il proprio assetto societario riconfermando il valore assoluto dell’unicità aziendale. Un risultato che giudichiamo positivo ma per nulla scontato anche in considerazione dell’imminente processo di liberalizzazione (1 gennaio 2011) che tenderà a stravolgere le presenze degli operatori sul mercato di riferimento e porterà a forti necessità di innovazione di prodotto e di processo. L’accordo infatti, partendo dall’analisi del mercato postale che registra una significativa contrazione dei volumi a livello internazionale, una erosione delle quote di mercato ed un mutamento della domanda della clientela, intende perseguire da una parte l’obiettivo della difesa dei volumi e dall’altro quello dello sviluppo dei ricavi».

Il dato è confermato dalla Coldiretti sulla base dell’ultima indagine "Eurobarometro"

Derivati da animali clonati a tavola? I cittadini italiani ed europei dicono no La maggioranza assoluta dei cittadini europei ed italiani boccia la possibilità che latte, formaggi e carne provenienti da animali clonati arrivino sulle tavole per motivi ambientali, etici, sanitari ed economici, avendo peraltro ben chiaro il significato della nuova tecnica. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dell’ultima indagine Eurobarometro dopo la conferma che la carne prodotta da almeno un toro nato da esemplari clonati e’ stata messa in commercio in Gran Bretagna illegalmente, e verosimilmente e’ stata mangiata, secondo la Food Standard Agency (Fsa). Il 79 per cento degli italiani - sottolinea la Coldiretti - conosce in cosa consiste la tecnica della clonazione animale, ma ritiene che siano chiari gli effetti di lungo periodo sulla natura (81 per cento), che potrebbe compromettere la biodiversità (63 per cento), che causi sofferenza agli animali (52 per cento) e che sia moralmente sbagliata (69 per cento). Il 64 per cento ritiene pertanto che la clonazione a fini alimentari non sa-

«Il 79 per cento degli italiani conosce perfettamente in cosa consiste la tecnica della clonazione animale»

rebbe mai giustificabile con la maggioranza dei cittadini che non comprerebbe mai latte o carne da animali clonati e per questo - continua la Coldiretti - il 78 per cento ha dichiarato che un sistema di etichettatura dovrebbe essere reso obbligatorio qualora fossero venduti prodotti derivati dalla progenie di animali clonati.

Occorre intervenire tempestivamente per impedire l’arrivo sul mercato di carne, latte e derivati provenienti dagli eredi delle mucche clonate che rappresenta un rischio concreto anche per l’Italia che è il piu’ grande importatore europeo di latte e derivati dall’estero. La commercializzazione di carne, latte e formaggi proveniente da animali clonati è - continua la Coldiretti - un rischio inaccettabile che oltre ad un problema di scelta consapevole da parte dei consumatori e di rispetto della biodiversità pone evidenti perplessità di natura etica che occorre affrontare prima che sia troppo tardi. Dopo oltre tredici anni dalla scoperta della pecora Dolly, pubblicata sulla rivista Nature del febbraio 1997, oggi è possibile clonare un animale con una spesa attorno i diecimila e la tecnica conclude la Coldiretti - riguarda già molti animali da allevamento dalle pecore ai maiali, dai tori ai cavalli, con sperimentazioni effettuate anche in Italia con il toro Galileo, la cavalla Prometea e anche con un muflone selvatico.

«Occorre intervenire tempestivamente per impedire l’arrivo sul mercato di cibo provenienti dagli eredi delle mucche clonate» Marta Belgrado


16

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

BANDI & AVVISI DI GARA

Bando di gara a procedura aperta n. 50/2010 relativo all’aggiudicazione dei lavori di restauro della Chiesa dello Spirito Santo nel centro storico di Vibo Valentia Ente appaltante: Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia Scadenza: 7 settembre 2010 ore 12,00 Contatti: tel 0963- 997378 fax 0963/997282 e-mail: domenicovardaro.sua@provincia.vibovalentia.it CODICE CUP: E53G06000020003 CODICE CIG: 0523479488 1. Stazione appaltante aggiudicatrice: Amministrazione Provinciale di ViboValentia - Via C. Pavese - tel. 0963/997378 - Fax 0963/997282. 3. Luogo, Descrizione, Importo complessivo dei lavori, Oneri per la sicurezza e Modalità di pagamento delle prestazioni: 3.1 Luogo di esecuzione: Comune di Vibo Valentia. Nel caso sia richiesto da parte delle imprese il sopralluogo per la visita dei luoghi, lo stesso potrà effettuarsi il Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00, previo appuntamento telefonico al numero 0963/997277 - Responsabile del procedimento: Maria Giovanna Conocchiella; 3.2 La qualificazione delle Imprese, singole o riunite, avverrà con le modalità previste dal D.P.R. n.34/00 "Regolamento recante istituzione del sistema di qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici. 3.3 Importo complessivo dei lavori a base di gara (compresi oneri per la sicurezza): euro 794.000,00 (diconsi Euro settecentonovantaquattromila/00) di cui Euro 743.055,93 (diconsi Euro settecentoquarantatremilazerocinquantacinque/93) soggetti a ribasso d’asta; 3.4 oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: euro 50.944,07 (diconsi Euro cinquantamilanovecentoquarantaquattro/07); 3.5 lavorazioni di cui si compone l’intervento: categoria prevalente OG2 - €. 647.908,20 - incidenza 81,601% - Classifica III - subappaltabile 30%; categoria scorporabile OG11 - euro 146.091,80 - incidenza 18,399% - Classifica I - a qualificazione obbligatoria - obbligo di possesso dei requisiti in proprio, altrimenti obbligo di R.T.I. - oppure requisiti nella prevalente con obbligo subappalto per intero; 3.6 modalità di determinazione del corrispettivo: a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 53 comma 4 e 82, comma 2, lettera a), del dlgsvo 163/2006 e s.m.i.. 4.Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso determinato mediante massimo ribasso sull’elenco prezzi posto a base di gara, ai sensi dell’art. 89 del D.P.R. 21/12/1999,n. 554, con l’applicazione dell’art. 122 comma 9 e art. 86 comma 1 del citato decreto legislativo n. 163/2006 e smi. Nel caso di offerte in numero inferiore a dieci non si procederà ad esclusione automatica, ma la Stazione Appaltante ha comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte che presentino un carattere a normalmente basso rispetto alla prestazione (art.86, comma 3, D.Lgs. n.163/2006 e smi. 4 BIS . Il contratto sarà stipulato mediante atto pubblico a rogito del Segretario Generale dell’amministrazione aggiu-

dicatrice. 5. Termine di esecuzione: giorni 365 (trecentosessantacinque) naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori: 6. Condizioni di carattere economico dell’appalto: Ai sensi dell’art.133 del Dlgsvo 163/2006 e smi non è ammessa la revisione prezzi e non si applica il primo comma dell’art. 1664 del cc.. In ogni caso si fa riferimento al citato art. 133 e smi; Sono a carico della stazione appaltante tutte le tasse, imposte, ecc. presenti e future,escluse: l’Iva, per la quale l’aggiudicatario avrà diritto di rivalsa a norma di legge, le spese contrattuali (verbali di gara e contratto) e conseguenti di pratica che dovranno essere versate dall’aggiudicatario a richiesta dell’Amministrazione e che rimarranno ad esclusivo carico dell’appaltatore in caso di risoluzione o revoca a qualsiasi titolo del contratto. Il bando ed il disciplinare di gara sono, altresì, disponibili sul sito Internet www.provincia.vibovalentia.it, sul sito della Regione Calabria www.regione.calabria.it . Si precisa che ai sensi dell’art. 74 comma 3 del dlgs 163/2006, e smi, l’utilizzo dei moduli predisposti quale schema di domanda non è obbligatorio a pena di esclusione dalla gara a condizione che siano ugualmente trasmesse tutte le dichiarazioni in essi richieste e rilasciate nelle forme previste dalle vigenti disposizioni richiamate nei moduli. 8 Termine, Indirizzo di ricezione, Modalità di presentazione e data di apertura delle offerte: 8 a) termine 7 settembre 2010 alle ore 12,00; 8 b) indirizzo: Amministrazione Provinciale - Stazione Unica Appaltante - Via C. Pavese -Vibo Valentia; 8 c) modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara ; 8 d) esame documenti ed apertura offerte: seduta pubblica presso sede Amministrazionesita in Via C. Pavese alle ore 10,00 e seguenti del giorno 8 settembre 2010; In caso di necessità per eventuali verifiche delle autocertificazioni prodotte dalle imprese partecipanti alla gara la fissazione della seconda seduta verrà comunicata ai concorrenti con affissione all’albo pretorio dell’Ente. 9. Soggetti ammessi all’apertura delle offerte: Potranno presenziare echiedere di effettuare eventuali osservazioni soltanto i titolari delle Ditte individuali o i legali rappresentanti delle Società e/o Associazioni concorrenti. Oltre ai titolari delle Ditte individuali ed ai legali rappresentanti delle Società, avranno titolo ad intervenire alle operazioni sopra descritte anche coloro che saranno muniti di delega per rappresentare l’Impresa da esibire al Presidente della Commissione di gara, che potrà richiedere idonea documentazione per l’identificazione del soggetto rappresentante l’Impresa. 12. Finanziamento: Mutuo Cassa Depositi e Prestiti. 13. Pagamenti: Il pagamento dei lavori sarà effettuato con le modalità previste dalcapitolato speciale d’appalto in conformità alle disposizioni di legge e alle normeregolamentari i n materia di contabilità. 14. Termine di validità dell’offerta: 180 giorni.

*Il testo integrale del bando è disponibile su www.regione.calabria.it nella sezione "Bandi e avvisi di gara" alla voce "Amministrazioni Varie"


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 17

LAVORO & PREVIDENZA

di Giulia Cervicato

Assenze per malattia nella Pa: a luglio +0,07% rispetto allo stesso mese del 2009 Nel mese di luglio 2010 i risultati provvisori delle rilevazioni condotte dal ministero della Pubblica amministrazione e dell’Innovazione indicano una sostanziale stabilità delle assenze per malattia rispetto allo stesso mese del 2009 (+0,07%). Le stime sono elaborate sulle base delle risposte di 3.719 amministrazioni pubbliche interpellate, senza però l’usuale procedura di riporto all’universo. Il ministero ricorda che a settembre verranno resi pubblici i dati definitivi di luglio e agosto 2010. Dai dati raccolti, prendendo a riferimento le assenze registrate nell’anno precedente l’entrata in vi-

gore della legge 133/08 (periodo giugno 2007-maggio 2008), la variazione annua dei giorni di assenza per malattia pro capite è risultata pari a: -38,0% nel primo anno di applicazione (giugno 2008 maggio 2009) e -30,2% nel secondo (giugno 2009 - maggio 2010).Confrontando il periodo giugno-luglio 2010, inizio del terzo anno di operatività della norma, con lo stesso periodo del 2007 (pre norma) i giorni di assenza per malattia pro capite si attestano su valori significativamente più bassi (1,3 contro il 2,1), e la variazione percentuale risulta pari a circa -35%

Con la circolare n.108, la direzione centrale delle Entrate ricapitola le disposizioni, contenute nella manovra correttiva, più importanti in materia di crediti previdenziali di competenza dell’Inps. Art. 30, Potenziamento dei processi di riscossione dell’Inps: semplificazione del processo di gestione del recupero dei crediti contributivi denunciati o accertati d’ufficio, attuato attraverso la notifica al contribuente di un avviso di addebito con natura di titolo esecutivo. Il nuovo sistema di riscossione entrerà in vigore il 1° gennaio 2011 e interesserà le modalità di recupero di tutti crediti accertati a partire dalla predetta data, anche di competenza di periodi antecedenti al 2011. Art. 30 comma 10. Abrogazione dell’art. 25, comma 2, del decreto legislativo 26 febbraio 1999, n. 46 . L’intervento abrogativo ridefinisce gli effetti della presentazione del ricorso con riferimento ai tempi di affidamento per il recupero dei crediti agli agenti della riscossione e alle attività da essi poste in essere. Tali aspetti, sono stati disciplinati, nell’ambito del predetto DLgs n.46/99, dall’art. 24, co. 4 e dalla norma in esa-

Entrate: effetti della manovra sui crediti previdenziali dell’Inps

me. Art. 38, comma 12. Modifiche ai termini di decadenza. L’art. 25 del dl 26 febbraio 1999, n. 46 prevede che gli Enti previdenziali debbano procedere all’iscrizione a ruolo dei contributi o premi non versati entro il 31 dicembre dell’anno successivo al termine fissato per il versamento. In caso di contributi o premi denunciati, comunicati tardivamente o

riconosciuti, tale termine decorre dalla data della loro conoscenza da parte degli Enti impositori. Per il comma 12, dell’art. 38, tali disposizioni non si applicano al periodo compreso fra il 1 gennaio 2010 ed il 31 dicembre 2012, ai contributi non versati e agli accertamenti notificati dall’Ente creditore successivamente alla data del 1° gennaio 2004.

Convenzione tra l’Inps e la Cub per la riscossione dei contributi associativi di Vittoria Amata Il 18 marzo 2010 l’Inps ha sottoscritto con la Cub un nuovo testo di convenzione per la riscossione dei contributi associativi sulle prestazioni temporanee che, a tutti gli effetti, sostituisce il precedente accordo. L’istituto di previdenza ne rende noti i punti salienti con la Circolare n. 114 di ieri. I soggetti beneficiari dei trattamenti previdenziali di mobilità, trattamenti di disoccupazione ordinari e speciali e trattamenti ordinari e straordinari di integrazione salariale e dei sussidi per lavori socialmente utili, possono versare i contributi associativi a favore delle Organizzazioni sindacali aderenti alla Cub mediante trattenuta sulle prestazioni predette. Le trattenute si effettuano previo rilascio della delega, il cui testo è compreso nel modello Inps relativo alla richiesta della prestazione, sottoscritta dal lavoratore che deve recare anche il timbro dell’Organizzazione e la firma del legale rappresentante. Nel testo di delega viene indicato ilcodiceassegnatodall’Inpscorrispondente alla Confederazione stipulante e alla Organizzazione sindacale. Nella circolare dell’Inps sono riportati i codici identificativi che devono essere mantenuti attivi e le denominazioni delle corrispondenti Federazioni. Nuove Organizzazioni sindacali

aderenti alla Cub potranno richiedere di avvalersi del servizio di esazione dei contributi in oggetto, presentando apposita domanda di autorizzazione secondo le modalità di cui all’art.1, comma 3, dell’ allegata convenzione. Nel caso di pagamento diretto da parte dell’Inps dei trattamenti d’integrazione salariale, il datore di lavoro dovrà comunicare all’Istituto, contestualmente agli elenchi, i dati relativi alle deleghe rilasciate da ciascun lavoratore, compresa l’autorizzazione ad effettuare le ritenute previste dall’art. 18 legge

223/1991. Le deleghe, così come le eventuali revoche e nuove deleghe, dovranno essere depositate e conservate presso il datore di lavoro. In caso di contestazione dell’effettivo rilascio della delega da parte di uno o più lavoratori l’Istituto cesserà di operare le relative trattenute a far tempo dal mese successivo alla ricezione della comunicazione medesima. L’Organizzazione sindacale, in tal caso, restituirà le somme indebitamente ricevute a favore dei lavoratori interessati. Per le prestazioni la cui domanda ha efficacia per periodi superiori all’anno è

possibile revocare o presentare una nuova delega entro il 20 del mese di ottobre precedente all’anno per cui si vuole revocare o modificare la delega stessa. In caso di revoca o annullamento della prestazione, l’Organizzazione sindacale è tenuta a restituire al lavoratore interessato le somme già trattenute sulla prestazione a titolo di contributo associativo. La misura del contributo da trattenere deve essere indicata espressamente nell’atto di delega, in misura percentuale alla prestazione previdenziale e uguale per tutti gli iscritti all’Organizzazione. Al riguardo la Cub ha comunicato, per conto delle Organizzazioni sindacali aderenti, la misura di dette percentuali da applicare alle prestazioni temporanee: 1 % sull’indennità ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti ridotti; 1% sulla Cig edile, ordinaria e straordinaria; 1% sui restanti trattamenti (Cig ordinaria e straordinaria, Cisoa, indennità ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti normali, trattamenti speciali di disoccupazione, indennità di mobilità e sussidio per lavori socialmente utili). Le strutture territoriali Inps effettueranno i versamenti, ed entro un mese metteranno a disposizione della Organizzazione sindacale interessata gli elenchi dei nominativi per i quali sono state effettuate le trattenute, con i relativi dati anagrafici e l’importo delle trattenute stesse.


18

201oL1i6uVlgrdneì

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

LAVORO & TECNOLOGIA

li Domani

P R IM O P IA N O

Errani: i tagli sono squilibrati, non interrom piam o il lavoro che stiam o facendo

M anovra, le R egioni non m ollano Filippelli: il Pdl punta sui giovani per le m a abbassano i toni col G Chiarimenti overno delle Entrate am m inistrative per di Giulia Cervicato

Internet: Agcom, al via da ottobre di A ndrea M orrone il software gratuito per misurare la velocità di connessione R O M Apropria - L a m anovra com incia a essere discussa

in P arlam ento, m a le R egioni non m ollano e A partire dal prossimo ot- di matica, continuano a cercare esseredell’elettronica, soddisfatte nelle tobreloro saràrichieste: possibile veridei servizi pubblici a rete,le «D a qui a quando arriveranno ficareconseguenze le prestazioni della della radiotelevisione e di di questa m anovra ci sarà tem po propria connessione adrinunciam dei servizi audiovisivi e lavorare; noi non o a cercare di cam internet da postazione multimediali. progetto biarla». C osì si è espresso il presidenteIl della C onfissa ferenza attraverso un softfornisce un innovativo delle R egioni, V asco E rrani, arrivando ware certificato e gratuistrumento controllo per atieri alla sede della Cdionferenza to che l’utente potràl’inizio dei traverso il quale l’utente lavori. E rrani continua Errani: «Deautilizzarea sul scaricare potràferm avere m antenere a maggiore la sua linea: «I proprio personal compuconsapevolezza delle squilibrati», ha ripetuquiter.a quando tagli sono prestazioni offerte dagli to. R oberto C ota, G overnatore Il progetto si chiamerà orientarsi tra arriveranno le del P iemoperatori onte, ha einvece espresso "Misura Internet" e verrà le offerte mercato, soddisfazione: «Èdiun documveriento conseguenze lanciato dall’Autorità per ficando persona la restipositivo: non si di parla più di le garanzie nelle comunidella propria lidelle deleghe e si im posta della m anovra tuzione qualità cazioni in collaborazione nea e confrontandola il confronto con il G overnocon in la Fondazione quella promessa ci con sarà tem po Ugo m odo costruttivo, non con un Bordoni (Fub), l’istitudall’operatore al momenm uro contro m uro: questa è la via di zione lavorare» sottoposta allada vigito della stipula del conseguire». M entre R oberto F orlanza del ministero dello Ciò potrà valere m igoni, tratto. G overnatore della L om Sviluppo economicobardia, che anche per le amministrava cauto: «L e R egioni conduce studi scientifici zioni pubbliche che potcontinuano a m arciare unite e a ritenere insostee applicativi nelle materanno così programmare nibile questa m anovra. P oi chiediam oal governo rie delle comunicazioni le proprie politiche con di aprire finalm ente il tavolo sul federalism o». elettroniche, dell’informaggiore efficienza. L a dicotom ia tra leghisti e resto della ciurm a

5

C O S E N ZA - Il centrodestra si prepara alle am m inistrative del prossim o anno e con i L’Agenzia delle entrate, con la risolum igliori auspici. «S iam o pronti a conquistazione numero 80/E del 6 agosto 2010, re i com uni di C osenza, C rotone e C atanzaha fornito alcuni chiarimenti in merito ro alle prossim e elezioni am m inistrative in alla modalità di denuncia, mensile ed C alabria con nostri candidati a sostegno annuale, e di versamento, da parte deldelle liste di centrodestra. U ltim o atto per le società assicurative, dell’imposta dospazzare definitivam ente il P d e il centrosivuta sui premi ed accessori incassati in nistra da questa terra». L o ha afferm ato M iciascun mese solare. In particolare, le chele F ilippelli, presidente del m ovim ento imprese assicuratrici nazionali e le impolitico "S com ode P resenze". «S indaci coprese estere che operano in libera presm e S alvatore P erugini - prosegue - m eritaV a s c o E a r n i tazione di servizi non hanno più l’obno di essere ricandidati e di essere bocciati bligo di nominare un rappresentante da un popolo feroce che per cinque anni ha fiscale, al fine di provvedere alla denon viene quindi conferm ata da nessuno, anche dovuto subire l’incapacità am m inistrativa, nuncia e ai versamenti, purchè abse i toni la lasciano sem pre "annusare". A nche la paralisi burocratica e l’inefficienza dei biano «sede principale negli Stati dall’altra parte del tavolo sono arrivati com sem plici servizi a causa di una scelta scelledell’Unione europea ovvero negli Stati piacim enti per l’atteggiam ento costruttivo delle La dicotom ia rata e di rinnovata fiducia». dello Spazio economico europeo che R egioni. C om e avvenuto con P eppe S copelliti alla coi leghisti assicurano adeguato scambio in- R affaele Il m inistroun dei R apporti con le di R egioni R egione, secondo F ilippelli, questa servizi, la denuncia è presentata dal approvato il nuovo modelloanche di denuncia formazioni». F itto ha detto: «S aluto con favore la ritrovata non viene volta il P dl troverà candidati a sindaco di contraente «entro un mese dal giorno dell’imposta sulle assicurazioni dovuta Secondo disposizioni in materia, unità di le intenti delle R egioni nella la prosecuzione giovane età e di alta professionalità con del pagamento del premio ed accessori sui premi ed accessori incassati, da predenuncia deve essere presentata entro diun confronto costruttivo con il G overno che conferm ata qualità m orali al telematica di sopra didirettamente ogni sospetto. sentare in via o ilper 31 maggio di ciascun anno e «redattanonall’assicuratore»,pagandocontemporaparte sua, a questo confronto, ha m ai m a i toni la «S olo, infatti, con una sinergia tra com uni, neamente l’imposta. Invece, gli assicutramiteintermediariabilitati.L’Agenzia infatto conformità al modello stabilito con m ancare la propria piena disponibilità». regione e governo - ha concluso ratori esteri, che operano in regime di liprecisa che se nazionale la società assicuratrice decreto del Ministro finanze, didalla L e decisioni assunte delle unanim em ente C onfe- lasciano F ilippelli si potrà continuare a realizzare bera prestazione di servizi, presentano estera- non è tenuta alla presentazione concerto con quello dell’industria, del renza delle R egioni sono, secondo lui, una quel progetto di rilancio che punta a rendeuna denuncia mensile relativa ai premi della denuncia quando, nel periodo di commercio e sidell’artigianato». buona notizia che aggiunge a quella altrettan- "annusare" re, non solo sulla carta, la C alabria regione incassati nel mese precedente. Succesriferimento, non abbia incassato alcun Qualora gli assicuratori siano soggetti to im portante per il sistem a paese rappresentata d’E uropa». sivamente, con provvedimento interdipremio, ovvero, abbia incassato solo non diversi del da quelli che opedalresidenti, voto favorevole S enato alla m anovra. rano in regime di libera prestazione di rettoriale del 18 maggio 2010, è stato premi non soggetti ad imposta.

le imprese assicuratrici estere


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 19

POLITICA NAZIONALE E intanto a sinistra si fa il toto ticket e c’è chi propone Chiamparino e Vendola

Per Di Pietro: gli otto punti di Fini tardivi, insufficienti U. Di Giacomo ROMA - Gli otto punti di Gianfranco Fini non convincono la stampa e nemmeno l’opposizione che era stata finora piuttosto solidare con lui sul caso della casetta monegasca. Le parole di Fini sulla vicenda della casa a Montecarlo sono state anzi "tardive e insufficienti": oggi "non possono certo bastare". A scuotere l’atteggiamento prudente del Partito democratico sulla questione dell’abitazione monegasca legata al presidente della Camera è ancora una volta il leader di Italia dei valori, Antonio Di Pietro. Per l’ex pm se Fini «le stesse cose le avesse dette il primo giorno, avrebbe evitato una brutta figura e un mese di gogna mediatica. Allora magari erano sufficienti». Ma oggi no. Ieri alcuni dubbi sugli otto punti attorno a cui è ruotata la spiegazione dell’ex leader di An sono stati moissi anche da Emma Bonino. Il Pd che con Andrea Orlando valuta comunque «una sproporzione tra l’aggressione mediatica cui è sottoposto il presidente della

Camera e la vicenda in sé» rimane alla finestra, nella speranza di trarre il massimo profitto da una situazione di "conflitto perenne" tra il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e la terza carica dello Stato. La questione si intreccia infatti con la possibilità di elezioni anticipate. La presenza di Fini in una maggioranza di centrodestra potrebbe garantire all’opposizione di sfruttare il "logorio" continuo del premier. Il voto - a cui diversi esponenti di maggioranza pensano come modo per sbarazzarsi di "spine" interne non sarebbe al momento gradito al Pd. Anche se Matteo Orfini, della segreteria Bersani, è convinto che «se il cupio dissolvi di Berlusconi porterà alle elezioni, il Pd è pronto a raccogliere i frutti del lavoro svolto in questi mesi per rafforzare l’opposizione e costruire l’alternativa», al Nazareno non sono pronti: né sul nome su cui puntare in caso di ritorno alle urne, né su eventuali coalizioni da mette-

re in piedi. Tanto è vero che sono diversi, al momento, a esercitarsi sulle più disparate ipotesi . Puntare su un "ticket" Chiamparino-Vendola, ha proposto il sindaco di Bari, Michele Emiliano. «Una collaborazione tra i due - ha spiegato Emiliano -, con un patto tra nord e sud, tra un amministratore serio, concreto e preparato come Chiamparino e un politico capace di suscitare nuove emozioni,

Arturo Parisi, voce critica interna al Pd, vuole subito il voto anziché "governicchi": «Il Paese non può permettersi di essere governato da una maggioranza eventuale»

C’è perfino chi come il sindaco di Bari, Michele Emiliano punta su un ticket Chiamparino-Vendola con un patto tra nord e sud, per un Pd in cerca di leader

nuove visioni del futuro come Vendola», potrebbe funzionare. «Tutti e due insieme, candidato premier e vicepremier a seconda di chi prende più voti alle primarie, ma con un patto di collaborazione siglato prima del voto». L’idea è stroncata subito da Giorgio Merlo: «Emiliano parla a titolo personale o a nome di qualcun altro? È bene saperlo anche perché‚ lo statuto del Pd prevede che il leader della coalizione, almeno per il Pd, è il segretario nazionale del partito. Emiliano ne è informato?». Anche il senatore Lucio D’Ubaldo parla della "svista" di Emiliano: «Sarebbe questo il modo, sulla scia di Prodi, per aprire al centro? 0 non è piuttosto un modo, capzioso e sbagliato, per ‘dare la sfiducia’ a Bersani?». Anche Franco Giordano, ex leader del Prc e ora di Sel, boccia la proposta: «Tutti coloro che nel pieno della calura estiva si trastullano proponendo improbabili ticket farebbero bene ad astenersi». Arturo Parisi, voce critica interna al Pd, vuole direttamente il voto anziché "governicchi": «Il Paese non può permettersi di essere governato da una maggioranza eventuale». Nel frattempo Di Pietro continua a incalzare: «Noi siamo contrari alle ammucchiate, agli amori di gruppo. Noi siamo alternativi ai figli della Balena bianca». E Fini? Non è un alleato potenziale - per il leader di Idv -. Fini per definizione non si potrà mai alleare alla sinistra. Prospettiva che invece vede - anche se come estrema ratio - il responsabile Giustizia del Pd, Andrea Orlando: «Sarebbe la scelta tra populismo e difesa dell’impianto della democrazia».

Casini avverte i suoi: prepararsi sul territorio, si sta andando verso le elezioni

Sempre più duro lo scontro con i finiani sulle dimissioni ROMA - Lo spettro del voto anticipato aleggiasemprepiùvorticosamentesullo scenario politico. Tanto che il leader Udc Pier Ferdinando Casini, assieme al segretario Lorenzo Cesa, avverte via sms i quadri nazionali e locali del partito: «C’è il rischio fortissimo di elezioni anticipate alla ripresa. Utilizzate l’estate per mobilitarvi nel territorio». La settimana politica, apertasi all’insegna dell’alta tensione tra Pdl e finiani (anche) in relazione al caso dell’appartamento di Montecarlo abitato dal "cognato" di Gianfranco Fini, resta caratterizzata da uno scontro all’arma bianca. Acuito oggi dall’intensificarsi degli attacchi dei settori finiani nei confronti di Daniele Capezzone, di cui vengono ripescate dichiarazioni contro Silvio Berlusconi risalenti a quando il portavoce del Pdl era leader dei Radicali. «Le dichiarazioni nervose oppure offensive (in qualche caso è ammesso il ‘cumulo delle cariche’) di alcuni esponenti

finiani rappresentano una prova di debolezza e il segno di una perdita di contatto con la realtà», replica Capezzone. Sottolineando che "a chiedere le dimissioni di Gianfranco Fini non è più solo Il Giornale , o altre testate libere, o numerosi dirigenti del Pdl. Ormai siamo dinanzi a una vera e propria ondata popolare. È ai cittadini che i finiani, se hanno argomenti, dovrebbero cercare di rispondere». La replica di Capezzone è a 360 gradi: «Non si tratta solo - spiega il portavoce Pdl - dell’opaca storia della casa a Montecarlo, o delle pressioni che il presidente della Camera avrebbe effettuato in Rai, ma soprattutto della gestione che Fini ha deciso di fare della terza carica dello Stato». Italo Bocchino chiede che si smetta di «continuare a massacrare il presidente Fini», il newsmagazine della fondazione finiana Farefuturo invoca lo stop alle "manganellate" contro il presidente della Camera. Bocchino "non può dare lezioni", dopo le polemiche da lui accese negli ultimi mesi, e comunque «chi è causa del suo mal deve piangere se stes-

so», risponde il portavoce Pdl Fabrizio Cicchitto. Rimandando a fine agosto per un punto sulla situazione. «A quel punto verrà l’ora della verità, in Parlamento si vedrà se c’è una maggioranza. Qualora non ci fosse, non apriremo la strada - avverte il presidente dei deputati Pdl - a governicchi o operazioni di palazzo. La legittimità democratica richiede che si torni alle urne». La gravità dello scontro in atto è confermata dalla nuova dichiarazione con cui Bocchino mette in guardia il premier dall’aprire, con la richiesta di dimissioni nei confronti di Fini, «una crisi istituzionale senza che sappiamo quali possano essere le conseguenze per il Paese e anche per il governo». Bisogna, per il presidente dei deputati Fli, «dar vita a un percorso partendo da un vertice di maggioranza». Ma i margini per una ricomposizione nel centrodestra diventano ogni giorno più sottili. Come certifica il ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi: «Da Di Pietro al Pdl e a Parisi (che diffida il Pd dal progettare ‘governicchi’, vedi sopra,

ndr) mi sembra che si delinei il quadro classico dello scioglimento delle Camere. Sarà una bella battaglia e noi la faremo come sempre accanto a Berlusconi. Ci resta ignoto solo l’avversario, ma non lo sarà per molto: in cima all’ammucchiata da Fini a Vendola già spunta un ciuffo...». Allusione a Luca Cordero di Montezemolo, assicura chi si è impegnato nella decrittazione del messaggio di Rotondi.


20

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

SPECIALE ESTATE Il Trap mangia pesce e finisce in ospedale Piccolo spavento per Giovanni Trapattoni alla vigilia dell’amichevole della sua Irlanda contro l’Argentina. L’ex c.t azzurro ha accusato un’intossicazione alimentare, provocata da un pasto a base di pesce consumato in Italia nei giorni scorsi, che ha richiesto il ricovero in ospedale nella capitale irlandese.


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 21

SPECIALE ESTATE Javier Zanetti bandiera Con l’Inter per sempre Javier Zanetti, primo acquisto dell’era Moratti nel 1995, fresco di rinnovo del contratto sino al 2014, compie 37 anni. E la bandiera dell’Inter si appresta a vivere la stagione in nerazzurro numero sedici. Lui guarda avanti con il consueto ottimismo: «Ringrazio la famiglia Moratti e i tifosi. Vinceremo ancora».


22

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

ECONOMIA NAZIONALE Il rapporto di Mediobanca rivela che l’imposizione può arrivare all’80% per le società ad alta intensità

Irap: ovvero come ti pelo le Pmi, dice uno studio di Carlo Bassi MILANO - L’Irap finisce per tartassare le imprese ad alta intensità di lavoro con un carico fiscale complessivo che arriva a superare l’80 per cento. Il dato emerge dall’ultima indagine dell’ufficio studi di Mediobanca, Dati cumulativi di 2025 società italiane , che rileva anche come, nella prima metà del 2010, le aziende italiane siano riuscite a risollevarsi dalla crisi recuperando i due terzi dei margini persi lo scorso anno. La penalizzazione delle medie imprese, si legge ancora nell’analisi dei Dati cumulativi di 2025 imprese effettuata dall’Ufficio studi di Mediobanca, è «riconducibile essenzialmente al maggior peso dell’Irap che costituisce un importo pari al 41 per cento dell’Ires, contro il 31-33 per cento dei gruppi maggiori». La ragione sta, come si è visto, «nella maggior quota di valore aggiunto assorbita dai costi di lavoro: 63 per cento per le medie imprese, 47 per cento per i gruppi maggiori», si legge nel rapporto. Guardando poi il tax rate complessivo, quello che ne emerge non è molto diverso: per le imprese medie (quelle che hanno meno di 500 dipendenti ed un fatturato sotto ai 330 milioni di euro) è del 35,1 per cen-

to, che cala però per le imprese medio grandi (più di 330 dipendenti e un fatturato sopra i 500 milioni) al 28,6 per cento e, per i gruppi maggiori (quelli con un fatturato sopra i 3 miliardi), al 27,6 per cento. Mentre, per quelle a controllo estero, il tax rate è del 33 per cento. La media totale è del 29,2 per cento. Ma anche ad un profano appare assurdo che a essere penalizzate al massimo siano proprio le imprese di dimensioni minori. Tanto più che da un altro recente studio è emerso chiaramente come nel nostro Paese il vero tessuto connettivo sia costituito per la stragrande maggioranza proprio dalle piccole imprese, per non definirle piccolissime, quelle che contano fino ad un massimo di dieci dipendenti. Intanto proprio su queste impre-

se si sta intensificando l’attenzione del fisco, come ampiamente riferito dalla carta stampata e da tutti i servizi televisivi, concentrandosi sulle spese del turismo. Ma per fortuna soprattutto quello di alto livello. Sotto esame sono finiti in queste settimane un migliaio di operatori economici (alberghi, ristoranti, lidi) e i loro clienti, insieme a 805 porti turistici. Obiettivo degli 007 dell’Agenzia delle entrate è confrontare le spese dei turisti con le dichiarazioni dei redditi e far scattare l’accertamento sintetico quando i conti non tornano. Nel mirino degli ispettori anche alberghi totalmente in nero.

La ragione sta «nella maggior quota di valore aggiunto assorbita dai costi di lavoro: 63% per le medie imprese, 47% per le grandi»

Nasce New International Power, di cui la società francese Suez avrà il 70% ROMA - Gdf Suez ha raggiunto un accordo con la britannica International Power per la costituzione di un nuovo gruppo, denominato New International Power, di cui la società francese avrà il 70%. L’intesa prevede il trasferimento di Gdf Suez Energy a International Power e il pagamento di un dividendo straordiNel 2009 il gruppo ha nario agli azionisti del realizzato un fatturato gruppo britannico del complessivo di di 5,09 miliardi di sterline valore 1,4 miliardi di sterline. Con International 6,02 miliardi di euro, Power, Gdf Suez divencontro gli 80 miliardi terà la «prima utility del mondo» in termini di di Gdf Suez fatturato e la seconda per capacità produttiva, ha sottolineato il presidente e a.d. Gerard Mestrallet durante una conference call. «Il nuovo gruppo avrà posizioni di leader nelle regioni a maggior crescita, come l’America Latina, il Medio Oriente e l’Asia», ha aggiunto il numero uno di Gdf Suez. L’operazione, che prevede il pagamento di un dividendo straordinario unitario pari a 92 pence per azione, dovrebbe essere finalizzata alla fine del 2010 o all’inizio del

2011. L’acquisto di International Power permetterà a Gdf Suez di raggiungere una capacità di produzione di 107 gigawatt contro gli attuali 68 con tre anni di anticipo sui suoi obiettivi. Da sola la nuova entità, che conserverà la quotazione a Londra e a cui verranno trasferite le divisioni internazionali di Gdf Suez al di fuori dell’Europa e alcuni asset in Gran Bretagna e Turchia, avrà una capacità produttiva di 66 gigawatt. Le sinergie sono indicate a 165 milioni di sterline per anno e saranno raggiunte per il 75% nel secondo anno dal completamento dell’operazione. Per Gdf Suez la transazione avrà un impatto positivo sull’utile per azione dal primo anno e comporterà sinergie aggiuntive annuali per 70 milioni di euro. International Power detiene 45 centrali elettriche nel mondo, tra cui 6 nel Regno Unito. Nel 2009 il gruppo ha realizzato un fatturato di 5,09 miliardi di sterline (6,02 miliardi di euro), contro gli 80 miliardi di Gdf Suez. Il ceo di International Power Philip Cox e il direttore finanziario Mark Williamson manterranno le loro posizioni nella nuova società. I due gruppi avevano avviato trattative per un’aggregazione all’inizio dell’anno che si erano però concluse

Mediobanca

Misura incomprensibile La Corte dei conti blocca la nomina di Sgaqrbi a Venezia ROMA - Problemi con la Corte dei conti per la nomina di Vittorio Sgarbi alla guida del polo museale di Venezia. I magistrati contabili, rende noto la Uil dei Beni culturali, hanno rimandato indietro il provvedimento accompagnandolo con una serie di rilievi, che gli uffici del ministro Sandro Bondi dovranno ora chiarire entro 30 giorni. La Corte contesta la procedura seguita dal ministero per la nomina, che definisce «non comprensibile», e chiede anche di precisare se l’incarico attribuito a Sgarbi sia compatibile con quello di sindaco della cittadina di Salemi. In particolare, la Corte ricorda che Sgarbi al momento della nomina era un funzionario in aspettativa del ministero senza qualifiche dirigenziali. La legge prevede che la qualifica di dirigente possa essere attribuita «a persone di particolare e comprovata qualificazione professionale non rinvenibile nei ruoli dell’Amministrazione», nota la magistratura contabile. Ma questo non sembrava il caso del ministero, che aveva già avviato le procedure per trovare un dirigente al suo interno e accertato la disponibilità di due dirigenti ritenuti dal direttore generale in possesso «di un ricco curriculum». Il che costituisce un vincolo per l’amministrazione, «salvo il ricorrere di validi motivi non palesati» . Per cui «non appare comprensibile - scrive il magistrato - l’operato della amministrazione che, discostandosi dalla procedure seguita e dai risultati conseguiti si risolse ad attribuire l’incarico ai sensi dell’articolo 19 comma 6». Così com’è, conclude la Corte, «il provvedimento appare privo del presupposto indispensabile della dalla legge per attribuire l’incarico a personale non dirigente dei ruoli dell’amministrazione». Se il ministero non dovesse rispondere entro 30 giorni il provvedimento sarà deferito alla Sezione del controllo. La Uil sulla nomina di Sgarbi a Venezia aveva avanzatodasubitoriserve.


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 23

ECONOMIA, BANCHE E BORSE Per il giudice del lavoro di Potenza la Fiat ha tenuto un comportamento antisindacalista, ma intanto i sindacati restano ancora su posizioni diverse

Fiat condannata dal giudice, da reintegrare i tre operai di Melfi di Gaia Mutone ROMA – Condanna per comportamentoantisindacaleereintegro in azienda dei tre operai licenziati a Melfi. È quanto ha deciso ieri il giudice del lavoro di Potenza in merito ai licenziamenti decisi dalla Fiat nello stabilimento lucano dal gruppo automobilistico. A darne notizia è stato Enzo Masini, responsabile nazionale per il settore auto della Fiom-Cgil il quale ha così commentato la decisione della Corte: «La Fiat è stata condannata per comportamento antisindacale e il giudice ha detto che i 3 licenziamenti sono illegittimi e i dipendenti dovranno essere reintegrati al lavoro». I tre dipendenti, due dei quali rappresentanti sindacali, erano stati licenziati a metà luglio dall’azienda perché durante un corteo interno allo stabilimento avevano bloccato un carrello robotizzato che riforniva altri

operai regolarmente al lavoro. L’allontanamento deciso dalla Fiat aveva suscitato un’ondata di sdegno poiché era arrivato nel pieno della complessa trattativa che il gruppo guidato da Marchionne sta portando avanti per svincolarsi dal contratto di lavoro nazionale ottenendo così un contratto ad hoc per i dipendenti dello stabilimento napoletano di Pomigliano d’Arco, comprendente sanzioni per chi non rispetta le intese. Una situazione complessa

I tre dipendenti erano stati licenziati a metà luglio per aver bloccato, durante un corteo, un carrello robotizzato che riforniva altri operai regolarmente al lavoro

Piazza Affari in rosso, crollano i cementieri MILANO – Piazza Affari archivia la seduta in rosso dopo una giornata a lungo incerta. Sostenuto da Telecom, Fiat e dalle banche, il listino di Milano, nella prima parte della giorIncerte le banche; male nata, si era guadagnato la palma di migliore in gli assicurativi (stoxx Europa. Nel pomeriggio, però, complice l’aveuropeo a -1,47%) e i vio in calo di Wall Street petroliferi (-1,58%). Fiat e il peggioramento di alcuni settori (costruzioni, recupera dopo i dati in particolare), la borsa della trimestrale Chrysler italiana si è addentrata nel terreno negativo, pur confermandosi migliore delle altre piazze del vecchio continente e riguadagnando terreno nel finale. In chiusura, l’indice Ftse Mib ha perso lo 0,38%, l’All Share lo 0,42% e il Mid Cap lo 0,72%. Volumi per un controvalore di circa 1,55 miliardi di euro. Perdite pesanti per le società legate alle materie prime e alle costruzioni (i cementieri, declassati da Goldman Sachs, sono andati a picco); Buzzi, ad esempio, ha lasciato sul terreno il 3,37%, penalizzata dal taglio del target price di Goldman e dai risultati del primo semestre. In netta controtendenza Telecom Italia, balzata del 3,52%, grazie, secondo l’interpretazione dei trader, alla promozione di Barclays Capital, che ne ha migliorato il rating a ’overweight’ da ’equal weight’ e il target a 1,40 da 1,24 euro.

alla quale si è aggiunta la frammentazione all’interno dei sindacati stessi, non tutti allineati nella decisione di accettare l’accordo: la Cgil, al contrario di Uilm-Uil, Fim-Cisl, Ugl e Fismic, si è rifiutata di sottoscrivere i nuovi patti sollevando le critiche delle altre associazioni. Prova della spaccatura le dichiarazioni rese da Luigi Angeletti, segretario generale della Uil, in occasione dell’assemblea dell’Abi, il 15 luglio, il quale aveva ipotizzato che ci fosse una giusta causa a sostegno della decisione aziendale di cacciare i tre lavoratori. Nella giornata di ieri, invece, Giovanni Sgambati, se-

L'Ad di Fiat, Sergio Marchionne

gretario della Uilm Campania e responsabile per il settore auto del sindacato, si è detto preoccupato che la decisione del giudice di Potenza possa inasprire ulteriormente il conflitto con Fiat e le trattative ancora in corso. Di tuttaltra opinione Giuseppe Farina, segretario generale della Fim-Cisl: «la Fiat ha sbagliato a non graduare le sue decisioni nei confronti di quei dipendenti, utilizzando gli strumenti già previsti dal contratto, ma la sentenza ci dice anche che l’attuale quadro di riferimento legislativo e contrattuale garantisce la tutela dei diritti».

Per Giovanni Sgambati, segr. Uilm Campania, la decisione del giudice potrebbe inasprire il conflitto sull’accordo separato su Pomigliano


24

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

POLITICA ED ECONOMIA INTERNAZIONALE La stampa non risparmia critiche per la pochezza degli aiuti all’agricoltura

Salgono i morti e i timori per la radioattività e i danni economici di A. Biccari ROMA - Sale il numero delle vittime in seguito agli incendi e alle alte temperature che da giorni affliggono la Russia. Tra i nuovi decessi anche quelli di due militari che stavano cercando di sedare un incendio scoppiato nei pressi della centrale nucleare di Sarov, una delle principali del Paese. Si tratta di Vasili Tezetev, 22 anni, comandante di un battaglione di artiglieria, e di Vasili Veshkin, delle truppe dell’interno, aiutante di un ufficiale di una struttura penitenziaria. Il sindaco della Capitale, Iuri Luzhkov, continua, comunque, a riferire che la situazione è sotto controllo e ha reso noto che da qualche ora tonnellate d’acqua stanno bagnando le strade di Mosca. Secondo quanto riferito dalla stampa, le richieste di soccorso e ricovero sarebbero aumentate almeno del 20 per cento mentre il tasso di mortalità è raddoppiato: circa 300 decessi in più rispetto alla media. Dopo la crescente incidenza di gastroenteriti acute e il deterioramento dell’acqua potabile in 52 delle 83 regioni russe, le autorità hanno rafforzato i controlli sanitari per evitare il propagarsi di malattie infettive. «Temiamo l’importazione di colera dal sud-est asiatico e dal Pakistan, dove la situazione non è buona - ha detto il capo dei servizi sanitari, Guennadi Onishchenko -. Stiamo prendendo iniziative per organizzare il controllo del cibo e la consegna di acqua potabile». Nel frat-

tempo anche Greenpeace lancia l’allarme: sembra, appunto, che i devastati incendi potrebbero diffondere materiale radioattivo a causa dell’avvicinamento delle fiamme a un impianto di trattamento e stoccaggio di rifiuti nucleari, Mayak, nella località di Ozersk. Al quotidiano Neue Presse , l’esperto nucleare di Greenpeace, Christoph von Lieven, ha dichiarato: «Vi è molto materiale radioattivo nell’area circostante, molto materiale è stato semplicemente gettato in un lago». Tuttavia le autorità locali e gli operatori dell’impianto hanno già smentito quantoriportatodall’agenziaambientali-

1%

Del Prodotto interno lordo è l’ammontare delle perdite per l’economia russa causate dagli incendi

sta. Il ministro Sergei Shoigu ha chiesto ai vigili del fuoco di "non fermarsi" e lavorare giorno e notte, almeno intorno al sito nucleare di Snezhinsk, sugli Urali, minacciato dalle fiamme. «Vi restano 7 ettari - ha detto Shoigu -, non è una superficie enorme, spero che riuscirete a spegnere l’incendio». Dopo l’annuncio di Putin in merito all’ulteriore riduzione del raccolto di grano per il 2010, da 70-75 a 60-65, gli esperti hanno calcolato le perdite a breve termine per l’economia nazionale derivanti dalla prolungata ondata di caldo e di incendi. Le perdite, appunto, potrebbero arrivare all’1 per cento del Pil 2010, ossia a circa 15 miliardi di dollari. Le stime del ministero dell’Agricoltura indicano che la siccità e gli incendi avranno conseguenze anche sul raccolto di patate e barbabietole da zucchero. Mentre la furia delle fiamme avanza e la situazione viene definita dalla stampa "catastrofica", gli aiuti giunti in seguito all’impegno di Putin, pari a 10 miliardi di rubli e 25 miliardi di prestiti al settore agricolo, e le donazioni volontarie di Medvedev non sono bastate a placare le critiche della stampa.

«Vi è molto materiale radioattivo nell’area circostante, molto materiale è stato semplicemente gettato in un lago» secondo Greenpeace

C’è anche una vittima italiana fra le migliaia di morti e dispersi nelle inondazioni nel Ladakh

ROMA - Non si placa l’ondata di maltempo che da giorni imperversa in Asia e che continua a mietere vittime in Pakistan, India e Cina. Le intense piogge torrenziali ostacolano il lavoro dei soccorritori, impegnati in una corsa contro il tempo per salvare il maggior numero di persone. Interi villaggi sono stati inghiottiti dalle frane e i collegamenti in molte delle aree colpite sono interrotti. Resta preoccupante la situazione nel Ladakh, nel Kashmir indiano, dove numerosi turisti, tra cui tanti nostri connazionali, sono rimasti bloccati. L’Unità di crisi della Farnesina è in costante contatto con la nostra ambasciata a Nuova Delhi, che si è immediatamente attivata per garantire il loro rientro nella capitale. Dal ministero fanno sapere che sono circa 200 gli italiani che si trovano ancora

nella regione, molti dei quali sono stati già contatti. Solo alcuni mancano ancora all’appello. E proseguono anche oggi i trasferimenti a bordo di voli di linea di compagnie indiane da Leh, capoluogo del Ladakh, verso la capitale indiana. Più preoccupante la situazione in Pakistan, dove si teme siano più di 1.600 le vittime delle alluvioni. Circa 14 milioni le persone colpite dall’emergenza. Per le Nazioni Unite la tragedia supera quella che colpì il sudest asiatico nel 2004, quando fu travolto dallo tsunami. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha annunciato una raccolta fondi per «sostenere il Pakistan in questo momento difficile». Il Paese ha bisogno «di diverse migliaia di dollari per rispondere alle esigenze immediate». Molto colpite le aree del Punjab e del

Politica monetaria accomodante non c’è rischio inflazione di Carlin FRANCOFORTE - La politica monetaria nella zona euro è alquanto accomodante e la debole crescita dell’offerta di moneta e del credito non indicano un aumento dei rischi inflattivi. Lo ha detto il membro tedesco del direttivo Bce Juergen Stark. «L’evoluzione dell’offerta di moneta e di credito ha contribuito significativamente all’attuale contesto, molto accomodante, di politica monetaria», ha affermato Stark in un articolo scritto per il quotidiano tedesco Boersen-Zeitung. I tassi del mercato interbancario sono saliti costantemente dalla fine di marzo, insieme alla progressiva riduzione da parte delle banche della liquidità in eccesso concessa dalla Bce, spingendo il tasso Euribor a tre mesi in rialzo di 13 punti base dalla fine di giugno. Stark ha aggiunto che i rischi inflazionistici derivanti dall’evoluzione del credito e della moneta giocheranno un ruolo importante nella determinazione della politica monetaria futura. L’inflazione nella zona euro si è attestata all’1,7 per cento in luglio, ampiamente entro il tetto del 2 per cento imposto, o meglio raccomandato, dal-

Sindh, dove milioni di persone sono state costrette a scappare dalle loro case per sfuggire alle inondazioni. Anche in Cina la situazione resta difficile. I soccorritori sono al lavoro da ore per raggiungere i centri più isolati di Zhouqu, nel nordovest, la più colpita. Il bilancio delle vittime è salito a 700 morti ma il numero di dispersi è più di un migliaio.


il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010 25

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

CAMBI

CHIUSURA

VAR. %

21.726,42 21.259,89 23.407,36 21.577,04 21.922,85 10.693,77

-0,42 -0,38 -0,72 -0,62 -0,22 -0,56

Euro

METALLI

US $

UK £

1 Euro

1.0

1.3218

1 US $

0.75620

1.0

1 UK £

1.2020

1.5892

1 ¥en

¥en

USD/on

EURO/gr

1183,85

28,85

18,53

0,454

PLATINO

1612,50

39,64

PALLADIO

523,00

13,03

0.83150 112.71

ORO

0.62890

ARGENTO

85.25

1.0 135.49

0.0088709 0.011724 0.0073814

1.0

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma

Prezzo ultimo contr. Var %

0,968 +0,31 -0,77 17.30.56 9,08 -1,03 4,1275 -2,42 50,00 +0,00 1,699 -0,06 1,05 +0,48 2,825 +0,18 0,2007 -1,86 0,331 -0,60 4,62 -3,25

Ora

17.30.21 1,158 17.30.08 17.30.15 17.30.08 17.30.41 17.30.42 17.30.16 17.30.15 16.56.51 16.43.07

Min

Max

Apertura

0,9615 0,969A2A 1,164 1,178 1,174 9,00 9,165 9,165 4,1275 4,20 49,26 50,31 49,70 1,671 1,699 1,011 1,05 1,038 2,76 2,825 0,1984 0,2064 0,2025 0,331 0,3355 4,62 4,70

Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ageas 2,21 -3,49 17.13.31 2,19 2,285 Ahold Kon Aicon 0,2535 -1,36 17.30.19 0,2525 0,2585 0,2585 Alcatel-Lucent 2,255 -1,10 15.38.26 2,245 2,26 Alerion 0,58 +0,35 17.30.23 0,5725 0,5865 89,66 -1,73 17.21.13 89,50 90,98 90,98 Allianz Amplifon 3,85 -0,26 17.30.23 3,795 3,8675 3,845 9,865 -0,65 17.30.52 9,775 10,01 9,925 Ansaldo Sts Antichi Pellettieri 0,56 +1,27 12.22.58 0,5335 0,56Apulia Prontop 0,409 -2,85 17.30.26 0,409 0,42 Arena 0,0276 -0,72 17.04.12 0,0272 0,0278 0,0274 Arkimedica 0,486 +0,00 17.30.17 0,4755 0,49 Arkimedica 2012 Cv5% 98,70 -0,05 14.02.44 98,70 99,00 Ascopiave 1,555 +0,32 17.30.49 1,54 1,559 Astaldi 4,8975 +0,98 17.30.16 4,795 4,8975 4,8625 Atlantia 15,39 -0,58 17.30.30 15,24 15,53 15,43 9,79 9,755 9,66 -0,92 17.30.15 9,605 Autogrill Spa 10,10 -0,88 17.30.05 9,975 10,19 10,11 Autostrada To-Mi Autostrade Merid 22,30 -0,67 17.30.46 21,55 22,34 Axa 14,23 -1,79 16.20.43 14,13 14,45 7,82 7,765 7,805 +0,19 17.30.05 7,685 Azimut B Interm-15 Cv 1,5% 90,90 +0,55 15.02.30 90,62 90,90B&C Speakers Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 105,91 -0,07 15.58.51 105,90 106,40 Banca Generali 8,935 +2,52 17.30.56 8,655 8,97 8,68 Banca Ifis 5,255 -0,09 17.30.10 5,13 5,275 5,15 Banca Intermobiliare 4,165 +0,06 17.21.26 4,155 4,165 Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 107,22 -0,54 16.34.44 107,08 108,00 4,9375 -1,00 17.30.35 4,9125 4,9925 4,9725 Banco Popolare Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 106,49 +0,07 16.44.23 106,26 106,59 Banco Santander 10,12 -1,36 17.19.12 10,10 10,22 Basf 45,15 -0,73 15.49.47 45,15 45,60 Basicnet 2,655 +0,00 17.30.06 2,6125 2,655 Bastogi Spa 1,819 +1,06 11.08.33 1,799 1,819 Bayer 48,38 -1,51 15.55.45 48,38 48,77 Bb Biotech 42,77 +0,52 17.09.52 42,25 42,82 Bca Carige 1,739 -1,19 17.30.41 1,728 1,768 1,739 2,72 2,64 -2,04 12.10.56 2,64 Bca Carige R 109,86 +0,15 15.15.48 109,86 109,87 Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat 0,5275 -0,47 16.46.14 0,5275 0,53 Bca Mps 1,025 -0,29 17.30.04 1,014 1,034 1,024 Bca Pop Di Spoleto 9,255 -1,02 17.30.08 9,17 9,375 Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio 3,2125 -1,68 17.30.33 3,18 3,265 Bca Pop Milano 4,0575 -1,10 17.30.32 4,0325 4,10 4,0925 Bca Pop Sondrio 6,775 -0,95 17.30.25 6,76 6,85 6,85 0,524 +0,00 17.30.27 0,511 0,524 0,511 Bca Profilo 3,7125 +0,34 17.20.12 3,7125 3,775 Bco Desio Bria Rnc 3,69 -2,06 17.30.43 3,69 3,7525 Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp 9,71 -0,31 17.30.51 9,56 9,71 0,36 0,359 -1,37 17.00.08 0,3475 0,365 Bee Team 0,652 +0,31 17.30.30 0,649 0,652 Beghelli Benetton Group 5,47 -0,64 17.30.28 5,45 5,545 5,52 Beni Sta 2011 Cv2,5% 99,85 -0,09 16.54.57 99,76 99,87 Beni Stabili 0,6175 -1,98 17.30.28 0,6115 0,63 0,63 Best Union Company 1,219 -1,13 10.00.06 1,185 1,219 Bialetti Industrie 0,41 +0,49 16.57.24 0,408 0,417 1,432 -0,35 15.13.45 1,42 1,432 Biancamano Biesse 5,545 -2,55 17.30.55 5,375 5,66 5,66 Bioera Sosp. 43,52 -1,65 16.11.36 43,40 44,15 Bmw Bnp Paribas 55,94 -1,93 17.24.54 55,70 57,06 56,80 Boero Bartolomeo Bolzoni 1,99 +0,05 17.30.12 1,92 1,992 Bonifiche Ferraresi 30,21 +0,00 17.30.21 29,82 30,21 Borgosesia 1,00 +0,00 9.07.21 0,9995 1,00 Borgosesia R Bper 12 Cv Sub 3,7% 102,96 +0,55 17.07.22 102,00 102,96 5,86 +0,95 17.30.51 5,76 5,87 5,805 Brembo Brioschi 0,1745 -0,63 17.30.03 0,1728 0,1755 6,07 -0,57 17.30.42 5,985 6,095 6,095 Bulgari Buongiorno 0,91 -1,03 17.30.17 0,90 0,928 8,17 -3,37 17.30.51 8,11 8,385 8,325 Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc 4,8375 -3,20 17.30.34 4,82 4,995 4,995 Cad It 4,30 +1,36 17.14.31 4,21 4,30Cairo 2,60 2,59 -0,38 17.30.12 2,53 Communication Caleffi 1,06 +0,95 17.30.44 1,06 1,06 2,05 +0,61 17.24.22 2,02 2,05 Caltagirone Caltagirone Edit 1,852 -0,27 17.30.30 1,838 1,852 Camfin 0,3455 -1,99 17.30.18 0,337 0,3645 0,352 Campari 4,095 -0,55 17.30.40 4,0325 4,115 4,11 Cape Live 90,72 +0,25 16.38.29 90,00 90,75 Cape Live Cv 5% 2009-2014 2,40 -0,41 17.30.53 2,365 2,43 Carraro Carrefour

AZIONI

Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico 4,1025 Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On 0,959 Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Sosp. Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R France Telecom Fullsix Gabetti 5,50 Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A Igd Ikf Il Sole 24 Ore

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

20,06 -1,18 1,829 -1,35 0,3065 -1,13 4,8575 -0,82 2,205 -0,90 2,395 +0,00 0,281 -0,88 0,128 +0,24 0,295 -1,67 0,7105 -1,73 1,455 -0,89 0,461 -1,91 1,24 -1,66 0,6675 -0,07 0,47 -5,62 100,81 -0,14 0,8605 -3,85 22,19 -0,94 4,9325 -0,15 11,00 -1,79 1,459 +2,67 3,8675 -0,71 0,1689 +0,00 102,44 -0,06 0,96 -0,93 1,062 -1,48 -1,56 17.30.29 40,90 -1,18 0,793 -3,17 15,06 -1,25 8,345 -2,96

17.30.31 12.45.41 17.30.11 17.30.58 17.30.33 13.28.17 17.23.33 17.30.43 15.27.43 17.30.00 17.30.04 17.14.34 17.30.54 17.30.58 17.30.03 17.17.12 17.30.06 15.43.48 17.30.28 16.37.31 17.30.13 17.30.31 14.19.51 16.49.11 17.30.47 17.30.10 4,1025 15.45.01 17.20.32 17.30.57 17.30.41

20,05 1,744 0,3035 4,8125 2,1825 2,36 0,276 0,1277 0,294 0,7105 1,442 0,4605 1,24 0,651 0,469 100,81 0,8605 22,02 4,8625 11,00 1,43 3,8525 0,1621 102,30 0,9345 1,055 4,30 40,90 0,78 15,01 8,345

4,14 +0,06 3,69 +0,14 1,20 -1,07 55,33 -1,53 10,25 -0,10 31,71 -2,37 1,302 -3,05 4,1475 +1,65 13,80 -2,13 23,60 +0,81 -0,78 17.30.02 1,283 +0,94 1,507 -2,21 11,12 -1,59 1,632 -1,98 4,35 -0,23 3,89 -0,64

17.30.43 17.30.05 17.30.01 17.18.11 16.39.05 17.30.07 17.08.33 17.30.35 17.30.28 12.53.13 0,9485 17.11.46 17.30.15 14.24.24 17.30.35 17.30.23 17.30.19

4,13 4,14 4,14 3,6075 3,69 3,68 1,193 1,21 1,202 55,00 56,19 10,20 10,31 31,20 33,00 32,40 1,302 1,358 4,075 4,1475 13,80 14,06 13,93 23,38 23,60Edison 0,964 0,962 1,283 1,283 1,506 1,558 11,12 11,30 1,632 1,678 4,35 4,35 3,87 3,925 3,91

20,40 16,43 10,06 0,8295 0,571 7,02 2,07

-0,05 -0,96 -1,57 -2,18 -4,83 -1,13 +0,24

17.30.49 17.30.01 17.30.23 17.30.28 17.30.20 17.30.47 17.30.31

20,16 20,45 16,32 16,61 16,50 10,01 10,29 10,15 0,8115 0,845 0,5675 0,608 0,608 6,86 7,135 7,04 2,045 2,0725 2,0725

15,59 12,11 12,90 0,902 11,32 10,08 6,15 6,475 3,55 4,0925 0,1165 8,585

+0,19 -0,66 -0,77 +0,22 +0,62 +0,70 +0,00 -0,08 -0,56 -0,18 -2,92 -0,17

17.30.25 17.30.59 17.16.47 17.30.36 17.30.56 17.30.26 17.30.41 17.30.19 17.20.34 16.55.28 17.30.17 17.30.22

15,33 11,98 12,80 0,89 11,20 9,915 6,05 6,41 3,4625 4,0925 0,1157 8,51

15,73 12,24 13,14 0,919 11,32 10,15 6,215 6,565 3,55 4,16 0,121 8,635

0,52 8,335 5,115 16,48

+0,00 -1,48 -1,16 +0,86

17.09.28 0,52 17.30.35 8,305 17.30.32 5,05 16.18.48 16,29

0,52 8,46 5,16 16,48

0,356 +0,99 +0,00 17.30.17 26,45 -1,27 2,55 -1,16 0,4905 -0,41 1,289 +0,70 15,53 -1,02 4,205 -1,06 4,1225 +0,00 1,638 +0,00 2,94 +0,77 5,97 +2,93 4,80 +0,05 6,145 +0,33 1,488 -0,60

17.30.01 5,425 15.45.43 17.30.07 17.30.01 9.02.24 17.30.04 17.30.10 16.56.46 17.30.31 17.30.33 17.30.00 17.21.10 17.30.02 17.30.04

0,35 5,50 26,45 2,525 0,49 1,289 15,37 4,165 4,1225 1,616 2,91 5,62 4,75 6,035 1,472

Max

Apertura

20,45 1,895 0,3095 0,3065 4,8625 2,2575 2,3975 0,284 0,28 0,1297 0,295 0,295 0,73Cir-Comp Ind 1,474 1,464 0,47 1,30 1,265 0,668 0,66 0,4995 0,4975 100,95 0,895 22,19 4,985 11,04 1,459 1,447 3,91 0,1689 102,60 102,60 0,974 0,9345 1,074Dada 4,25 41,54 0,815 15,31 15,22 8,60

15,59 12,90 11,26 9,99 6,48

8,58 8,46

0,357Gas Plus 26,45 2,60 0,4985 0,4905 1,289 15,68 15,66 4,2675 4,24 4,1225 4,1225 1,647 1,644 3,00 3,00 5,97 4,80 6,17 6,15 1,50 1,485

0,8525 13,26 1,185

+0,00 16.55.01 0,8305 +2,55 17.30.36 13,03 -1,25 17.30.24 1,16

0,859 13,69 1,204

1,35

-0,81 17.30.23 1,337

1,365

0,859

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Industria E Innovazione Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iren Isagro It Holding Sosp. It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal 1,951 Landi Renzo Le Buone Societa' Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Sosp. Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Methorios Capital Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv 0,4455 Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup 1,846 Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Recordati Ord

0,775 2,0875 8,11

Ora

Min

Max

Apertura

-1,90 17.30.14 0,775 0,7905 0,781 -0,48 17.30.14 2,0675 2,105 2,0925 -0,49 17.30.54

7,88

8,15

8,085

2,1025 7,55 0,455

-2,21 15.31.26 2,05 -2,39 16.58.22 7,54 -0,98 11.33.44 0,455

2,15 7,72 0,46

7,72

4,3975 2,5775 2,03 0,052 1,373 1,278 2,695

-0,73 +0,29 +0,37 -0,38 +1,70 -0,54 -1,64

17.30.29 17.30.08 17.30.58 16.52.24 10.31.13 17.30.36 17.30.35

4,38 2,5325 1,994 0,0503 1,373 1,27 2,695

4,4125 4,40 2,595 2,5575 2,0325 2,005 0,0523 0,0523 1,373 1,285 1,284 2,7375

3,165 -0,24 6,065 -3,27 3,46 -2,05 25,32 -2,39 16,53 -0,60 1,612 +0,25 0,90 +0,00 0,0807 +0,12 4,4225 -1,39 2,025 -5,15 0,29 +0,00 0,552 +2,41 80,40 -3,13 +0,36 15.58.59 3,5325 +0,79 0,4925 -0,40 11,17 -1,32 19,76 -1,40 96,60 -0,31 2,745 -2,40 0,1639 +0,00 2,595 -1,70

9.25.35 17.30.43 17.30.11 17.30.29 17.30.51 16.27.09 17.30.43 17.30.19 17.30.47 17.30.51 17.30.14 17.30.04 15.40.06 1,912 17.30.50 11.28.10 17.30.40 17.30.11 9.59.52 17.30.00 17.30.36 17.30.55

3,10 6,01 3,4575 25,11 16,16 1,591 0,885 0,0806 4,4225 2,025 0,285 0,542 80,07 1,954 3,5075 0,4905 11,11 19,61 96,18 2,74 0,1604 2,595

3,165 6,17 6,16 3,50 3,50 25,82 25,80 16,63 1,613 0,90 0,90 0,0828 0,082 4,50 2,1325 0,29 0,5535 83,04La Doria

7,19 3,0475 4,9675 6,975 3,30 2,995 0,0581 0,388

-0,14 -1,05 -1,14 -0,14 -0,45 +0,17 +4,31 +1,84

17.30.24 17.03.31 17.30.44 17.30.09 17.30.48 17.04.43 17.30.47 16.42.24

7,11 7,20 2,9075 3,0475 2,9075 4,905 5,08 5,04 6,885 7,035 6,965 3,2825 3,34 3,315 2,995 2,995 0,0547 0,061 0,0573 0,372 0,388

11,08 +0,00 1,469 -0,07 1,601 -0,56 3,015 -1,79 0,471 -0,53 2,445 -0,81 0,1296 -1,67 7,095 +0,50 -1,33 12.32.22 0,165 +0,12 0,3275 +1,39

17.30.42 17.30.56 17.30.39 17.30.28 17.30.47 17.30.55 17.24.05 17.30.58 0,4425 17.02.39 9.43.37

11,08 1,453 1,577 2,9925 0,471 2,415 0,129 6,915 0,446 0,1635 0,321

108,50 -0,14 5,27 -2,41 1,30 +0,00 -0,99 17.24.00 5,98 +0,00 7,185 -0,90

14.16.15 17.30.42 17.04.14 3,01 17.12.47 17.19.40

108,50 108,50 5,135 5,32 1,289 1,30Nice 3,015 5,98 5,98 7,165 7,26

7,26

0,662

0,612

0,662 +18,21 17.30.32 0,612

3,5525 0,4945 11,35 20,02 96,60 2,8175 0,1639 2,6625

3,51 11,32 19,95 2,80 0,162

11,08 1,475 1,466 1,63 3,06 0,4785 0,475 2,46 2,45 0,1316 7,10Monrif 0,1657 0,3305

3,01

1,693 -2,14 -0,81 17.30.38 24,09 +2,95 2,105 -2,21 3,6475 +0,00 1,745 +0,87 1,52 +2,01 5,495 -1,79 5,28 +1,15 0,38 -1,81 2,885 -0,34 10,65 +0,47 0,5015 -3,18 0,635 -2,31 0,81 +2,53

17.30.08 1,84 15.31.55 17.30.59 17.30.28 17.30.09 17.30.47 17.30.53 17.30.43 17.30.44 17.10.45 17.30.47 16.04.39 17.30.16 17.30.03

1,693 1,73Parmalat 1,869 1,855 24,09 24,09 2,0825 2,165 2,16 3,6475 3,6475 1,701 1,745 1,735 1,50 1,534 5,475 5,59 5,59 5,225 5,31 0,38 0,39 0,387 2,82 2,89 10,33 10,73 0,5005 0,516 0,63 0,67 0,78 0,81

1,333 0,877 0,731 7,02 13,29 0,1724 0,759 1,22 0,696 2,07 5,77

17.30.42 17.30.33 16.50.20 16.20.42 17.30.15 17.30.32 17.30.35 17.30.22 16.56.02 17.30.06 17.30.40

1,309 1,351 0,877 0,8985 0,722 0,731 7,02 7,235 13,14 13,39 13,32 0,1724 0,1779 0,1779 0,7175 0,759 1,176 1,22 1,20 0,6865 0,715 2,0625 2,08 5,75 5,805 5,765

-1,19 -1,79 +0,14 -0,28 -0,60 +0,64 +2,57 +1,92 -0,14 +0,36 -0,34


26 Mercoledì 11 Agosto 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Gas Snia Sosp. Snia 3% Cv 2010 Sosp. So Pa F Societe Generale Socotherm Sosp. Sogefi Sol

Prezzo ultimo contr. Var %

0,2147 15,82 0,35 0,0475 0,316 1,46

Ora

Min

Max

Apertura

-3,94 -0,13 +0,58 +0,64 -0,63 -0,07

17.19.53 17.30.21 17.30.26 17.11.09 17.30.03 13.16.28

0,2146 15,75 0,348 0,0464 0,3115 1,416

0,312 -0,64 -1,62 17.30.39 0,4005 -1,96 5,71 -1,30 4,65 +2,20 8,965 -0,39 27,90 -1,20

14.52.57 18,10 17.30.15 17.17.14 17.30.56 17.30.03 17.30.11

0,311 0,32Sabaf 18,20 18,50 0,4005 0,4065 5,71 5,83 5,81 4,595 4,74 4,595 8,695 9,10 8,995 27,66 28,23 28,03

46,44 35,44 1,485

+0,74 15.25.17 46,14 -0,87 11.55.14 35,44 -0,40 17.30.20 1,45

7,00 0,634 0,14 1,001 5,095 7,035 95,10 76,94 2,83 3,585

-0,43 -0,39 +0,00 -3,75 +0,49 -0,98 -0,29 -1,69 -2,16 +0,99

0,0655 45,05 2,075 4,69

17.30.30 17.30.29 17.30.16 17.30.39 17.30.06 17.30.38 16.08.44 16.41.05 17.30.46 17.30.56

0,2277 15,82 0,3535 0,0489 0,3245 1,465

46,74 35,77 1,492

1,49

7,00 7,09 7,09 0,625 0,6365 0,6365 0,1377 0,141 0,1396 1,001 1,001 5,08 5,19 7,005 7,12 7,12 95,10 95,50 76,80 78,35 2,83 2,915Snam Rete 3,54 3,5925 3,55

-2,96 17.30.51 0,0653 0,0675 -2,74 17.03.14 44,91 45,62 -1,89 17.30.36 2,0725 -0,79 17.30.51 4,5825

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi

2,12 4,815

2,12 4,815

60,25 1,531 0,5805

6,28 -0,95 1,28 +0,00 -8,08 14.46.45 2,00 -8,05 0,36 +0,00 1,059 +3,52 0,2034 -0,49 0,854 +3,27 17,81 -1,55 14,21 -1,46 3,1675 -0,24 3,86 -2,28 0,61 -0,65 0,1121 +0,99 58,95 +0,38 1,475 +0,00 40,02 -1,96 12,27 -0,24

Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tesmec Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Txt E-Solutions Ubi Banca

8,19

Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Ventaglio Sosp. Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass

Ora

Min

-0,82 17.30.19 60,25 -0,52 17.30.55 1,521 -0,51 17.30.45 0,5725 17.30.23 15.18.46 10,10 17.30.34 17.30.38 17.30.10 17.30.00 17.30.13 13.43.45 17.30.41 17.30.33 17.30.12 17.30.44 17.30.14 17.30.27 17.30.01 17.07.55 17.30.45

6,265 1,28 11,00 2,00 0,36 1,024 0,2007 0,8285 17,81 14,10 3,15 3,79 0,604 0,1107 58,10 1,475 39,90 12,11

-0,61 17.30.41 8,135

Apertura

1,521 0,589

6,445 6,355 1,28Tas 10,12 10,80 2,37 2,20 0,36 1,063 1,03 0,2049 0,2049 0,8545 0,83 17,81 14,36 14,32 3,1875 3,175 3,9925 3,9475 0,616 0,1121 0,1115 59,00 58,79 1,475 40,80 12,29 8,27

8,25

107,32 107,78 0,598 0,618 2,0775 2,1125 2,3225 2,3725

2,095 2,33

107,33 0,614 2,095 2,335

+0,01 +0,16 -0,36 +0,22

0,588 0,3825 4,16

-1,42 17.30.47 0,585 0,6025 0,5965 -1,42 17.30.42 0,3825 0,392 0,3885 -0,06 15.24.29 4,075 4,16Viaggi Del

1,375 4,10 3,74

15.11.06 17.24.59 17.30.59 17.30.36

Max

61,90 1,54 0,591

+0,00 17.18.52 -0,85 17.30.09 -0,27 17.05.24

1,34 1,375 4,09 4,1675 3,71 3,765

1,34 4,145

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Ergycapital 2016 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Ginori 2011 Warr Snia 2010 Sosp. Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Warr Unipol 2013 Warr Unipol Prv 2013 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro 0,528 Zucchi Spa Risp Nc

Ora

Min

Max

Apertura

0,0544 0,016 2,8525 0,0535 0,3255 0,0915 0,2263

-4,56 +9,59 -2,31 -2,37 +0,00 +1,67 -5,63

17.24.38 17.30.43 17.07.54 17.30.12 17.30.26 17.22.28 17.15.48

0,0539 0,0145 2,80 0,053 0,32 0,0893 0,2263

0,0578Warr Bp 0,0178 0,0165 2,92 0,0565 0,055 0,3255 0,0949 0,0949 0,24

0,6095 0,0066 0,0285 0,0113 0,0121 0,0285 0,015 0,895

-1,22 +0,00 +0,00 -0,88 -1,63 -0,70 -9,09 -0,56

16.23.23 11.14.43 9.30.42 10.14.38 16.31.29 17.17.53 16.17.04 17.21.23

0,5835 0,0066 0,0285 0,0113 0,0121 0,0285 0,015 0,88

0,62 0,0067 0,0067 0,0285 0,0285 0,0113 0,0121 0,0303 0,015 0,015 0,895

1,812 0,07 0,0165

-4,63 16.47.57 1,806 1,88 -1,41 17.21.27 0,069 0,071Warr Richard -15,82 16.12.45 0,0151 0,0165 0,0165

0,0026 +0,00 0,014 +2,94 0,0318 -5,64 0,0268 -3,60 6,34 +0,16 0,0796 -1,73 4,445 -0,11 +1,25 17.08.35 0,5095 -0,97

17.30.27 17.30.04 17.30.49 17.30.00 17.30.32 17.30.15 17.30.57 0,528 17.23.17

0,0026 0,0125 0,0318 0,0261 6,20 0,0794 4,36 0,545 0,4955

0,0027 0,0143 0,0136 0,0337 0,0336 0,0279 0,0277 6,40 6,32 0,083 0,0824 4,445Zucchi Spa 0,5095

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia A Bpvi Azionario Italia B Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fideuram Italia Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Bancoposta Azionario Euro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Amundi Europe Equity Anima Europa

-0,30 -0,57 +0,17 -0,70 -0,70 -0,80 -0,62 -0,28 -0,83 -0,56 -0,71 -0,70 -0,62 -0,61 +0,44 +0,51 -0,74 -0,33 -0,74 -0,68 -0,77 -0,74 -0,20 -0,78 -0,78 -0,73 -0,72 -0,84 -0,80 -0,67 -0,54 +0,47 -0,62 -0,69 -0,80 +0,00 -0,81 -0,68 -0,68 -0,93 +0,00 -0,22 -0,73 -0,78 -0,36 -0,99 -0,44 -0,43

-0,86 -0,68 -1,17 -1,21 -1,03 -1,20 -1,06 -1,17 -1,19 -1,11 -0,02 -1,17 -1,18 -1,06 -1,06 -0,96 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

-0,36 -1,03 -1,02 -0,42 -0,42 -0,78

14,843 5,587 4,082 20,02 19,682 19,267 6,741 6,821 16,964 5,126 4,641 4,651 5,139 5,23 3,621 3,324 16,325 4,52 11,666 19,171 21,602 18,618 15,096 10,864 10,978 12,31 12,668 10,004 8,473 15,166 8,602 4,506 6,091 6,158 5,433 5,439 12,754 13,288 13,699 16,536 5,00 3,55 10,47 5,715 5,509 4,784 8,908 8,775

4,615 4,087 14,059 12,379 4,404 4,445 25,395 13,189 4,396 5,512 5,191 6,144 6,352 5,601 4,935 5,469 7,055 7,055 4,672 4,648 5,329 16,197 15,995 7,059 4,226 3,956

VARIAZ. QUOT.

-0,88 Arca Azioni Europa Bim Azionario Europa -0,83 Bnl Azioni Europa Crescita -1,00 Bnl Azioni Europa Dividendo -0,75 Bpvi Azionario Europa A -0,80 Bpvi Azionario Europa B -0,80 -0,78 Carige Azionario Europa A -0,78 Carige Azionario Europa B Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 -0,92 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue -0,96 Eurizon Az. Europa Multimanager -0,52 Eurizon Az. Pmi Europa -0,65 Eurizon Focus Az. Europa -0,80 Euromobiliare Europe Eq. -0,78 -0,73 Europa -0,42 Fideuram Master Sel.Equity Europe Fondaco Eu Sri Equity Beta -0,94 Fondersel Europa -0,99 Fonditalia Eq. Europe R -0,80 Fonditalia Eq. Europe T -0,80 Gestielle Europa A -0,81 -0,82 Gestielle Europa B -0,73 Gestnord Azioni Europa Imieurope -0,37 Iniziativa Europa -0,63 Interfund Eq. Europe -0,96 Investitori Europa -0,88 Laurin Eurostock +0,00 Mc G.Fdf Europa A -0,36 -0,36 Mc G.Fdf Europa B Mediolanum Amerigo Vespucci +0,98 +0,99 Mediolanum Europa 2000 -0,49 Nextam P. Az. Europa Norvega Az. Europa A -0,77 Norvega Az. Europa B -0,76 Optima Azionario Europa -0,86 Pioneer Azionario Europa A -0,85 Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A -0,86 -0,91 Prima Geo Europa A -0,65 Prima Geo Europa Pmi A Prima Geo Europa Pmi Y -0,64 Prima Geo Europa Y -0,89 -1,02 Ras Lux Equity Europe Sai Europa -0,50 Sofid Sim Blue Chips +1,56 Soprarno Azioni Euro 50 -1,21 -0,38 Symphonia Europa Synergia Az. Europa -0,93 -0,27 Talento Comp. Europa -0,78 Ubi Pramerica Azioni Europa Unibanca Azionario Europa -0,77 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime -1,13 AZ. SALUTE -0,56 Eurizon Az. Salute E Ambiente AZ. FINANZA Eurizon Az. Finanza -1,23 -1,22 Fonditalia Euro Financials R -1,21 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA -1,01 Eurizon Az. Tecnologie Avanzate AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali -0,72 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources -0,72 Fonditalia Euro Cyclicals R -1,29 -1,28 Fonditalia Euro Cyclicals T -0,97 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T -0,97 Fonditalia Euro T.M.T. R -0,81 Fonditalia Euro Tmt T -0,81 Interfund Int.Sec.New Economy -0,91 Norvega Mobiliare Re A -0,68 -0,68 Norvega Mobiliare Re B

9,266 9,68 12,014 2,768 3,821 3,827 5,332 5,588 4,189 3,96 8,622 5,285 5,588 8,203 8,138 13,437 12,835 8,878 87,174 13,018 9,005 9,10 6,85 7,035 8,327 18,181 6,785 5,88 4,949 3,626 6,366 3,602 5,854 15,001 4,863 4,52 4,592 2,884 14,309 6,649 10,727 19,994 20,666 11,10 39,577 10,158 6,427 3,841 5,443 6,059 119,568 5,704 6,045 8,847

14,446

17,666 5,85 5,90 3,841

5,662 8,432 8,662 10,683 11,053 11,186 11,039 11,172 5,492 5,543 32,888 4,208 4,208

VARIAZ. QUOT.

Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Primaclasse Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fideuram Bilanciato Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 B Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Primaclasse Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Bilanciato Internazionale Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 B Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced Arca Te - Titoli Esteri Arcacinquestelle Comp.A/B 25 Aureo Primaclasse Valore Azimut Scudo

VARIAZ. QUOT.

-0,88 2,691 Bancoposta Investimento Protetto 90 Bnl Protezione +0,14 2,849 Bpvi Obiettivo Incremento A +0,14 2,917 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 30 -0,96 5,648 Carige Bilanciato 30 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 15 -1,77 8,196 Carismi Dynamic Mix 30 Euromobiliare Moderato -0,21 3,743 Fonditalia Core 1 R +0,23 3,907 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,961 Gestielle Global Asset 1 -0,45 32,918 Managers & Co. Comparto 30 -0,46 12,317 Mediolanum Elite 30 L -0,39 10,133 Mediolanum Elite 30 S -0,39 10,244 Mix -0,50 4,421 Norvega Sintesi Audace -0,49 4,479 Prima Forza 3 A -0,73 4,497 Prima Forza 3 B -0,28 3,862 Prima Forza 3 Y -0,28 3,865 Symphonia Adagio -0,28 3,938 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia -0,60 5,168 Synergia Bilanciato 30 -0,33 5,181 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. Ubi Pra. Portafoglio Moderato -0,03 17,594 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,25 4,869 Ubi Pramerica Privilege 2 -0,48 16,266 Visconteo -0,35 31,047 OB. EURO GOVERNATIVI BT -0,30 4,588 Allianz Monetario -0,05 4,00 Alto Monetario -0,43 23,313 Amundi Breve Termine -0,12 6,06 Arca Mm - Monetario -0,17 22,211 Bancoposta Monetario -0,44 5,89 Bg Focus Monetario -0,43 6,018 Bim Obb.Breve Termine -0,62 5,169 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,16 4,273 Bpvi Breve Termine A +0,16 4,329 Bpvi Breve Termine B -0,37 6,146 Carige Monetario Euro A -0,14 35,851 Carige Monetario Euro B -0,18 6,111 Cividale Forum Iulii Prudenza A -0,37 23,768 Cividale Forum Iulii Prudenza B -0,44 27,172 Consultinvest Breve Termine -0,34 12,148 Cr Cento Monetario Plus -0,27 45,902 Cs Monetario Italia B -0,29 10,153 Cs Monetario Italia I -0,28 10,248 Ducato Fix Euro Bt A -0,42 12,301 Ducato Fix Euro Bt Y -0,33 14,698 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine -0,19 30,146 Euromobiliare Prudente -0,45 12,504 Fideuram Liquidita' -0,43 5,077 Fideuram Security -0,13 6,17 Fondersel Reddito -0,11 4,574 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R +0,31 5,199 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,30 9,937 Fonditalia Euro Currency R -0,18 6,085 Fonditalia Euro Currency T -0,44 5,722 Gestielle Bt Cedola -0,16 4,31 Gestielle Bt Cedola B -0,16 4,311 Gestielle Bt Euro A -0,16 4,393 Gestielle Bt Euro B -0,22 3,658 Interfund Euro Currency -0,25 4,433 Intra Obb. Euro Bt -0,23 5,669 Laurin Money -0,19 5,203 Leonardo Monetario -0,40 5,684 Mediolanum Risparmio Corrente -0,41 5,536 Mediolanum Risparmio Dinamico -0,27 5,466 Monetario -0,33 6,845 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine Norvega Obb. Euro Breve Termine A -0,04 9,36 Norvega Obb. Euro Breve Termine B +0,03 5,939 Optima Reddito B.T. -0,26 8,563 Optima Riserva Euro -0,22 16,385 Passadore Monetario -0,15 5,483 Pioneer Monetario Euro A +0,00 5,00 Prima Fix Obbligazionario Bt A +0,03 7,73 Prima Fix Obbligazionario Bt Y

-0,07 +0,06 -0,20 -0,20 -0,23 +0,08 +0,15 -0,09 -0,07 -0,07 -0,12 -0,26 -0,13 -0,16 -0,19 -0,29 +0,04 +0,02 +0,04 -0,15 -0,24 -0,20 -0,37 -0,22 -0,04 -0,16 -0,29

+0,04 +0,03 +0,07 +0,01 +0,00 +0,04 +0,03 +0,04 +0,03 +0,03 +0,03 +0,03 +0,04 +0,04 +0,00 -0,02 +0,01 +0,01 -0,05 -0,05 +0,03 +0,01 +0,01 +0,01 +0,05 +0,06 +0,06 +0,00 +0,00 +0,03 +0,03 +0,04 +0,05 +0,01 +0,05 +0,01 +0,10 -0,05 +0,00 +0,05 +0,07 +0,03 +0,03 +0,03 +0,04 +0,03 +0,02 +0,05 +0,05

5,448 22,489 5,049 5,075 5,229 3,976 3,98 6,594 10,467 10,554 8,83 5,387 5,242 10,061 5,695 5,584 4,966 4,966 5,052 5,936 5,389 5,503 5,864 5,935 5,625 5,605 34,984

15,893 7,06 7,464 14,764 6,197 16,407 6,557 7,538 6,285 6,288 11,693 11,483 5,484 5,544 4,984 5,765 7,779 7,838 6,285 6,327 15,18 8,487 16,842 9,538 14,10 7,98 8,025 7,857 7,894 6,377 6,381 7,507 7,562 6,682 5,66 6,916 6,077 13,841 5,449 12,133 8,982 5,842 5,892 6,676 5,288 7,121 13,216 10,159 10,184

VARIAZ. QUOT.

+0,00 Soprarno Pronti Termine Synergia Obb Euro B.T. +0,02 Teodorico Monetario +0,04 Tesoreria Fondo Per Le Imprese +0,04 Ubi Pramerica Euro B.T. +0,06 Unibanca Monetario +0,03 +0,00 Valori Responsabili Monetario +0,05 Zenit Monetario I Zenit Monetario R +0,04 OB. EURO GOVERNATIVI ML +0,25 Allianz Reddito Euro L Allianz Reddito Euro T +0,25 Anfiteatro Bond Corporate +0,00 Anima Obb. Euro +0,08 Arca Rr +0,19 Azimut Reddito Euro +0,06 +0,13 Bancoposta Obbligazionario Euro +0,14 Bim Obb. Euro Bnl Obbligazioni Euro M/Lt +0,22 Bpvi Obblig. Euro Medio Termine A +0,19 Bpvi Obblig. Euro Medio Termine B +0,19 Capitale Pi¿ Comparto Obbligazionario +0,07 Carige Obbligazionario Euro A +0,07 +0,08 Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A +0,24 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B +0,24 Carismi Bond Euro A -0,14 Carismi Bond Euro B -0,13 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 Ducato Fix Euro Mt Y -0,14 Epsilon Qincome +0,19 +0,19 Eurizon Focus Obb. Euro Euromobiliare Reddito +0,20 +0,12 Europe Bond +0,20 Fideuram Rendimento Fondaco Euro Gov. Beta +0,27 Fondersel Euro +0,17 Fonditalia Euro Bond Long Term R +0,61 Fonditalia Euro Bond Long Term T +0,62 Fonditalia Euro Bond Medium Term R +0,31 Fonditalia Euro Bond Medium Term T +0,30 +0,17 Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B +0,18 Gestielle Mt Euro A +0,09 +0,09 Gestielle Mt Euro B Interfund Euro Bond Long Term +0,60 Interfund Euro Bond Medium Term +0,31 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 +0,04 +0,13 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 Intra Obb. Euro +0,21 +0,00 Italfortune Euro Bonds +0,11 Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney -0,12 Mediolanum Italmoney -0,08 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine +0,25 Norvega Obb. Euro A +0,15 +0,15 Norvega Obb. Euro B +0,14 Optima Obbligazionario Euro Prima Fix Obbligazionario Mlt A +0,27 +0,27 Prima Fix Obbligazionario Mlt Y +0,14 Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario +0,12 +0,13 Synergia Obb Euro M.T. +0,21 Ubi Pra. Euro M/L Termine Unibanca Obbligazionario Euro +0,14 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Amundi Corporate 3 Anni +0,42 +0,40 Amundi Corporate Giugno 2012 +0,10 Arca Bond Corporate Carige Corporate Euro A +0,14 Carige Corporate Euro B +0,12 Corporate Bond +0,04 Ducato Etico Fix Y -0,08 Ducato Etico Fix A -0,06 +0,07 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate

5,112 5,074 7,463 6,902 6,754 5,73 5,868 7,553 7,505

33,273 32,584 4,971 7,157 9,092 15,717 6,94 6,999 6,985 6,767 6,774 5,493 10,964 11,119 5,783 5,903 5,527 5,584 7,594 7,676 7,537 14,152 15,654 7,653 9,434 122,826 8,143 7,599 7,666 11,164 11,243 8,262 8,356 15,089 15,246 8,621 8,419 6,991 11,736 6,121 8,42 7,605 6,411 6,561 17,514 6,647 6,733 7,015 5,857 5,877 58,945 12,882 5,262 7,033 5,853 6,252 6,252 101,833 5,049 7,168 6,664 6,754 7,434 5,313 5,26 5,699

VARIAZ. QUOT.

Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine+0,01 7,536 Euromobiliare Euro Corporate Bt +0,02 8,833 Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,08 8,542 Fonditalia Euro Corporate Bond T +0,08 8,595 Interfund Euro Corporate Bond +0,10 5,086 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,12 7,741 +0,08 4,863 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,09 6,608 Prima Fix Imprese A Prima Fix Imprese Y +0,09 6,70 Sai Obbligazionario Corporate +0,10 6,682 +0,07 5,458 Synergia Obb Corporate Ubi Pramerica Euro Corporate +0,14 7,923 OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,05 7,345 Fonditalia Bond Euro High Yield R +0,05 14,264 Fonditalia Bond Euro High Yield T +0,05 14,335 +0,05 7,817 Interfund Bond Euro High Yield +0,00 8,021 Prima Fix High Yield A Prima Fix High Yield Y +0,00 8,19 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari -0,48 9,149 Azimut Reddito Usa -0,72 6,029 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt -0,44 6,352 +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A +0,28 7,085 Ducato Fix Dollaro Y Fonditalia Bond Usa R -0,61 8,639 Fonditalia Bond Usa T -0,60 8,712 Gestielle Bond Dollars A -0,40 9,467 Gestielle Bond Dollars B -0,39 9,612 Interfund Bond Usa -0,61 7,518 Nordfondo Obbligazioni Dollari -0,58 14,539 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L -0,18 16,521 -0,18 16,194 Allianz Reddito Globale T +0,03 7,208 Alpi Obbligazionario Internazionale Alto Internazionale Obb. -0,18 6,539 Arca Bond - Obbligazioni Estere -0,18 12,951 Aureo Obbligazioni Globale +0,10 8,15 Bim Obb. Globale +0,17 6,007 Bpvi Obblig. Internazionale A +0,25 6,064 +0,26 6,07 Bpvi Obblig. Internazionale B Carige Obbligazionario Internazionale A +0,28 6,134 Carige Obbligazionario Internazionale B +0,27 6,262 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 -0,23 5,694 Carismi Bond Internaz. B Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 Eurizon Obb. Internazionali -0,25 8,734 -0,09 14,728 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A -0,36 6,585 -0,36 6,697 Gestielle Obbligazionario Intern. B -0,12 16,48 Imibond Mc G.Fdf Global Bond A +0,24 5,408 Mc G.Fdf Global Bond B +0,24 5,35 Ml Master Series Bonds +0,00 5,338 Norvega Obb. Internazionale A +0,23 6,017 +0,23 6,095 Norvega Obb. Internazionale B +0,17 7,017 Optima Obb. Euro Global Pianeta -0,13 10,001 -0,15 9,292 Prima Fix Obbligazionario Globale A -0,15 9,331 Prima Fix Obbligazionario Globale Y Sai Obb.Internazionale +0,13 8,186 -0,10 5,932 Ubi Pra. Obbligazioni Globali OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond -0,02 5,602 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,25 6,945 OB. YEN Ducato Fix Yen A -0,04 4,54 Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576 -0,26 6,174 Interfund Bond Japan OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Amundi Multicorp. Dic. 2012 +0,54 5,073 Amundi Obbligazionario Euro +0,18 5,569 Anima Convertible -0,06 6,202 Azimut Trend Tassi +0,04 8,947 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine -0,02 5,148 +0,02 5,203 Consultinvest Obbligazionario


il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010 27

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,02 6,114 Eurizon Obb. Etico +0,13 5,53 Fonditalia Euro Yield Plus R +0,03 9,432 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,03 9,501 Fonditalia Inflation Linked R +0,11 13,926 Fonditalia Inflation Linked T +0,11 14,018 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,07 7,226 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,05 7,347 Groupama It. Bond Sel. Fund +0,40 5,829 Interfund Inflation Linked +0,12 13,856 Mediolanum Risparmio Reddito -0,22 11,115 Nordfondo Obbligazioni Convertibili -0,20 5,37 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income +0,20 16,162 +0,15 6,696 Pioneer Obb. Euro Dis. A Prima Fix Emergenti A +0,16 13,454 Prima Fix Emergenti Y +0,16 13,765 +0,12 5,134 Prima Forza 1 A Prima Forza 1 B +0,14 5,136 Prima Forza 1 Y +0,12 5,173 Prima Forza 2 A +0,13 4,673 +0,13 4,675 Prima Forza 2 B Prima Forza 2 Y +0,13 4,726 Ras Lux Short Term $ +0,02 144,721 Ras Lux Short Term Euro +0,03 65,68 Symphonia Comp.Obb. Area Europa +0,10 9,648 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari -0,63 5,201 OB. FLESSIBILI Amundi Soluzioni Tassi -0,04 4,818 Arca Cedola 2015 Alto Potenziale +0,06 5,028 -0,02 5,012 Arca Cedola Bond Globale Euro Arca Cedola Corp. Bond +0,02 5,298 Arca Cedola Corp. Bond Ii +0,04 5,058 Arca Cedola Corporate Bond Iii +0,06 5,054 Arca Cedola Gov. Euro Bond +0,12 5,119 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii +0,10 4,98 Arca Cedola Gov. Euro Bond Iii +0,10 5,041 Aureo Cash Dynamic -0,02 5,201 Bg Focus Obbligazionario -0,01 6,727 Bnl Target Return Liquidita' +0,00 9,985 Cividale Forum Iulii Strategia A +0,09 5,789 Cividale Forum Iulii Strategia B +0,10 5,942 Consultinvest High Yield -0,44 5,693 Consultinvest Monetario +0,00 5,467 +0,00 7,213 Consultinvest Reddito Ducato Fix Rendita A -0,02 18,313 Ducato Fix Rendita Y -0,01 18,583 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,08 6,65 Mediolanum Flessibile Obblig. Globale +0,06 10,028 Premium +0,12 6,569 Risparmio +0,06 7,796 -0,03 5,936 Ritorni Reali +0,06 5,214 Symphonia Bond Flessibile Ubi Pra. Active Duration +0,11 5,676 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,10 10,587 +0,02 5,268 Vegagest Obbligazionario Flessibile Volterra Tr Obblig. +0,06 5,20 OB. MISTI +0,16 5,476 Alleanza Obbligazionario Alto Obbligazionario +0,01 8,852 Anima Fondimpiego -0,09 20,087 +0,08 8,503 Arca Obbligazioni Europa Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity +0,05 7,908 +0,05 5,947 Bancoposta Mix 1 Bim Corporate Mix +0,05 5,558 Bnl Telethon +0,02 5,971 +0,03 5,741 Bpvi Obiettivo Reddito A Bpvi Obiettivo Reddito B +0,03 5,748 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 15 -0,06 5,312 +0,07 5,587 Carige Bilanciato 10 Cividale Forum Iulii Rendita A -0,04 5,549 -0,04 5,692 Cividale Forum Iulii Rendita B -0,15 5,844 Cr Cento Misto Best Eurizon Diversificato Etico -0,10 7,974 Eurizon Rendita -0,18 5,981 +0,03 6,893 Eurizon Soluzione 10 Fucino Challenger +0,00 4,699 -0,03 6,345 Gestielle Etico Per Ail A -0,02 6,404 Gestielle Etico Per Ail B Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica -0,16 5,698 Nextam P. Obbligazionario Misto +0,07 6,043 Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni+0,09 6,686 Norvega Sintesi Moderato -0,21 5,572 -0,08 8,324 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A -0,16 4,972 Sai Multi Fund Linea Prudente Sai Performance +0,09 17,47 Sforzesco -0,12 10,11 Symphonia Patr.Globale Reddito -0,01 7,092 Synergia Bilanciato 15 -0,04 5,335 +0,26 4,168 Total Return Obbligazionario -0,03 6,136 Ubi Pra. Portafoglio Prudente Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,05 6,182 Zenit Obb. I +0,00 8,202 Zenit Obb. R +0,00 8,143 OB. PAESI EMERGENTI +0,25 13,866 Arca Bond Paesi Emergenti -0,30 23,251 Bnl Obbligazioni Emergenti -0,03 6,38 Emerging Markets Bond Eurizon Focus Obb. Emergenti +0,18 11,593 Euromobiliare Emerging Markets Bond -0,29 7,31 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,27 10,823 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,27 10,875 +0,18 10,562 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,19 10,768 Gestielle Emerging Mkt Bond B Interfund Bond Global Emerging Markets +0,31 11,174 Mc G.Fdf High Yield A +0,00 7,265 Mc G.Fdf High Yield B -0,02 5,246 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti -0,18 8,974 Norvega Obb. Paesi Emergenti A +0,29 7,599 +0,30 7,728 Norvega Obb. Paesi Emergenti B Optima Obb. Emergent Market -0,46 7,786 -0,39 10,15 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A LIQUIDITA' AREA EURO +0,02 5,566 Agora Cash +0,00 5,586 Allianz Liquidita' A Allianz Liquidita' At +0,00 5,056 Allianz Liquidita' B +0,00 5,713 Amundi Eonia +0,00 102,164 Amundi Liquidita' +0,01 8,953

VARIAZ. QUOT.

Anfiteatro Tesoreria +0,04 5,677 Anima Liquidita' +0,00 6,624 Arca Bt - Breve Termine +0,03 8,739 Arca Bt - Tesoreria +0,03 5,764 Aureo Liquidita' +0,00 5,715 Azimut Garanzia +0,01 12,302 Bnl Cash +0,03 22,168 Bpvi Tesoreria A +0,02 5,646 Bpvi Tesoreria B +0,02 5,65 Carige Liquidita' Euro A +0,02 6,328 Carige Liquidita' Euro B +0,03 6,392 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297 Epsilon Cash +0,02 6,289 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,01 7,658 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,01 7,703 Eurizon Liquidita' A +0,01 7,278 +0,03 7,457 Eurizon Liquidita' B Euromobiliare Conservativo +0,00 11,101 Euromobiliare Contovivo +0,01 11,84 +0,01 14,612 Fideuram Moneta Fondaco Euro Cash +0,01 116,444 Fondo Liquidita' +0,00 7,597 Gestielle Cash Euro A +0,01 7,052 +0,01 7,09 Gestielle Cash Euro B Nextam P. Liquidita' +0,05 5,80 Nordfondo Liquidita' +0,06 6,198 Norvega Monetario A -0,02 5,863 Norvega Monetario B +0,00 5,908 Optima Money +0,03 6,143 Pensplan Invest Cash Fund +0,03 5,934 Pioneer Liquidita' Euro A +0,02 5,067 Prima Fix Monetario A +0,02 8,508 +0,01 8,608 Prima Fix Monetario I Prima Fix Monetario Y +0,02 8,597 Sai Liquidita' +0,04 11,497 Symphonia Comp.Monetario +0,00 7,437 Synergia Monetario +0,02 5,017 Synergia Tesoreria +0,00 5,048 Ubi Pramerica Euro Cash +0,03 7,28 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,90 12,498 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,13 16,612 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,25 5,277 8a+ Latemar -0,12 5,145 8a+ Monviso +0,00 5,113 +0,00 5,749 Abis Flessibile Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 Agora Flex +0,13 6,789 Agora Selection +0,08 4,849 Agora Valore Protetto +0,02 6,354 Alarico Re -0,24 4,498 Alkimis Capital Ucits -0,10 4,897 -0,54 4,06 Allianz F100 L -0,52 3,985 Allianz F100 T Allianz F15 L +0,07 5,441 Allianz F15 T +0,07 5,361 -0,04 5,252 Allianz F30 L Allianz F30 T -0,04 5,174 Allianz F70 L -0,38 27,523 -0,38 26,96 Allianz F70 T Amundi Absolute +0,13 5,215 Amundi Azionario Trend -0,48 95,834 -0,09 5,27 Amundi Dynamic Allocation Amundi Equipe 1 +0,02 5,251 Amundi Equipe 2 +0,00 5,188 -0,04 5,165 Amundi Equipe 3 Amundi Equipe 4 -0,15 4,802 Amundi Eureka Bric Ripresa 2014 +0,06 5,226 +0,72 5,625 Amundi Eureka China Double Wine Amundi Eureka China Ripresa 2015 +0,96 5,029 Amundi Eureka Doppia Opportunit¿ 2014 -0,48 5,015 Amundi Eureka Double Call +0,68 5,461 +0,80 5,641 Amundi Eureka Double Win Amundi Eureka Double Win 2013 +1,49 4,92 +1,28 6,257 Amundi Eureka Dragon +0,71 4,941 Amundi Eureka Oriente 2015 Amundi Eureka Ripresa 2014 +1,10 5,254 Amundi Eureka Ripresa 2016 +0,81 5,078 +1,05 4,992 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi Eureka Settori 2016 +1,40 4,918 +1,12 4,797 Amundi Eureka Usa 2015 -0,08 5,033 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,35 4,925 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 +0,60 5,238 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,22 4,917 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014+0,06 5,068 +0,14 5,721 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. +0,14 4,992 Amundi Form. Private Div. Opp. Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 +0,85 4,511 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,84 4,547 Amundi Formula Garantita 2012 +0,20 5,079 Amundi Formula Garantita 2013 +0,26 4,961 Amundi Formula Garantita Due - 2013 +0,20 4,945 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014+0,82 4,944 Amundi Piu +0,04 5,616 Amundi Premium Power -0,04 5,094 Amundi Private Alpha +0,04 4,776 Amundi Qreturn -0,73 5,425 -0,47 4,625 Amundi Soluzione Azioni -0,02 4,926 Amundi Strategia 95 +0,04 7,418 Anfiteatro Bond Plus Anfiteatro Conservative Flex +0,00 5,023 Anfiteatro Corporate Absolute Return -0,07 5,615 Anfiteatro Corporate Bt -0,04 5,165 Anfiteatro Total Return +0,00 3,24 -0,15 13,657 Anima Fondattivo +0,00 4,868 Aqqua Arca Capitale Garantito Dic 2013 +0,00 5,208 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 +0,08 5,016 Arca Corporate Breve Termine +0,00 5,536 Arca Rendimento Assoluto T3 +0,16 5,162 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,89 4,973 +0,00 5,074 Aureo Defensive Aureo Finanza Etica +0,00 6,108 -0,85 9,646 Aureo Flex Euro -0,29 16,989 Aureo Flex Italia -0,39 4,837 Aureo Flex Opportunity -0,03 5,921 Aureo Plus Aureo Primaclasse Flessibile +0,02 5,406 Aureo Rendimento Assoluto -0,11 5,565 Azimut Strategic Trend -0,12 5,11 Azimut Trend -0,32 19,225

VARIAZ. QUOT.

Azimut Trend America -0,33 Azimut Trend Europa +0,30 Azimut Trend Italia -0,82 Azimut Trend Pacifico -0,02 Bancoposta Centopiu' -0,02 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,00 Bancoposta Extra +0,00 Bancoposta Step -0,02 Bancoposta Trend +0,14 Bg Focus Azionario -0,20 Bim Flessibile -0,42 Bnl Target Return Conservativo -0,12 Bnl Target Return Dinamico -0,27 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Asia +0,11 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Europa +0,10 Bnpp Equipe Attacco -0,33 -0,17 Bnpp Equipe Centrocampo Bnpp Equipe Difesa +0,00 Bpvi Obiettivo Rendimento A +0,09 +0,09 Bpvi Obiettivo Rendimento B Carige Flessibile +0,02 Carige Flessibile B +0,00 Carige Flessibile Piu' A -0,02 -0,02 Carige Flessibile Piu' B Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo -0,67 Consultinvest Mercati Emerg. -0,68 Consultinvest Multi Flex -0,23 Consultinvest Plus -0,02 +0,00 Cr Cento Premium Ducato Etico Flex Civita A -0,07 Ducato Etico Flex Civita Y -0,05 Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y+0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global -0,02 Epsilon Qreturn -0,74 Eurizon Focus Capital. Protetto 12/2014 +0,10 Eurizon Focus Garantito 03/13 +0,10 Eurizon Focus Garantito 06/12 +0,08 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,08 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,10 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,04 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,04 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,02 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,04 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 +0,04 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,08 Eurizon Focus Profilo Dinamico -0,38 -0,13 Eurizon Focus Profilo Moderato -0,02 Eurizon Focus Profilo Prudente Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A +0,00 +0,00 Eurizon Team 1 G Eurizon Team 2 A +0,00 Eurizon Team 2 G +0,00 -0,13 Eurizon Team 3 A Eurizon Team 3 G -0,12 Eurizon Team 4 A -0,35 -0,37 Eurizon Team 4 G Eurizon Team 5 A -0,52 Eurizon Team 5 G -0,54 +0,07 Euromobiliare Real Assets Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex -0,25 Euromobiliare Tr Flex 3 +0,02 +0,01 Euromobiliare Tr Flex 4 Federico Re +0,04 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,07 -0,46 Flessibile Fondaco Global Opportunities -0,38 Fondersel Duemila +0,00 -0,08 Fonditalia Flex. Emerging Mkts R Fonditalia Flex. Emerging Mkts T -0,08 -0,29 Fonditalia Flexible Dynamic R -0,29 Fonditalia Flexible Dynamic T Fonditalia Flexible Income R +0,09 Fonditalia Flexible Income T +0,09 Fonditalia Flexible Multimanager R +0,10 Fonditalia Flexible Multimanager T +0,11 +0,08 Fonditalia Flexible Opportunity R +0,08 Fonditalia Flexible Opportunity T Fonditalia New Flexible Growth R +0,02 Fonditalia New Flexible Growth R -0,10 Fonditalia New Flexible Growth T +0,02 Fonditalia New Flexible Growth T -0,10 -0,09 Formula 1 Alpha Plus 20 -0,03 Formula 1 Conservative Formula 1 High Risk -0,22 Formula 1 Low Risk -0,03 Formula 1 Risk -0,22 Gestielle Brasile -0,75 +0,00 Gestielle Global Asset Plus +0,02 Gestielle Harmonia Dinamico +0,06 Gestielle Harmonia Moderato Gestielle Harmonia Vivace +0,00 Gestielle Total Return -0,18 Gestielle Total Return Obiettivo Piu' +0,04 Gestielle Tr Obiettivo Cedola -0,04 -0,19 Gestnord Asset Allocation -0,07 Igm Flessibile A Igm Flessibile B -0,07 Interfund System 100 -0,01 Interfund System 40 +0,03 Interfund System Evolution -0,01 Interfund System Flex +0,13 -0,47 Intra Assoluto Intra Flessibile -0,10 -0,14 Investitori Flessibile -0,28 Kairos Partners Fund +0,00 Kairos Partners Income -0,12 Kairos Partners Small Cap Leonardo Trend -0,31 Macro F.0. -0,20 Mc G.Fdf Flx Low A -0,06 Mc G.Fdf Flx Low B -0,04

8,814 12,102 14,78 6,342 5,291 5,262 5,293 4,99 5,001 22,229 3,785 5,059 12,459 5,413 5,101 4,554 4,831 5,427 5,306 5,319 5,212 5,231 4,499 4,564 4,819 4,897 6,075 6,122 3,238 5,082 4,841 5,226 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,999 6,156 5,093 5,19 5,147 5,131 5,148 5,301 5,176 5,254 5,138 4,971 5,232 5,272 5,343 5,465 5,481 5,241 4,892 8,101 5,999 5,999 5,70 5,694 4,775 4,798 4,00 4,023 3,847 3,87 4,212 3,206 13,412 4,596 6,877 5,215 9,133 2,795 97,716 93,081 2,492 2,518 6,091 6,112 8,503 8,547 9,399 9,468 7,796 7,846 8,659 8,675 8,739 8,757 6,372 6,417 6,717 6,632 6,469 5,017 5,314 5,365 5,323 5,402 13,898 5,026 4,919 4,726 4,035 4,08 9,507 11,178 10,128 10,295 5,897 6,177 6,229 5,656 6,69 9,177 6,016 3,96 5,263 5,254

VARIAZ. QUOT.

Mc G.Fdf Flx.High A -0,18 Mc G.Fdf Flx.High B -0,19 Mc G.Fdf Flx.Med. A -0,33 Mc G.Fdf Flx.Med. B -0,34 Mediolanum Flessibile Globale -0,50 Mediolanum Flessibile Italia -0,47 Mediolanum Flessibile Strategico +0,05 Nextam P. Flessibile -0,25 Nordest Sicav -0,50 Norvega Flessibile A -0,24 Norvega Flessibile B -0,23 Norvega Mb Absolut -0,07 Norvega Mb Strategic -0,07 Norvega Rendimento A +0,04 Norvega Rendimento B +0,04 Ob. Rendimento +0,02 +0,51 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 +0,57 Paritalia Orchestra C +0,00 +0,00 Pioneer Target Controllo A Pioneer Target Equilibrio A -0,07 Pioneer Target Sviluppo A -0,16 Prima Strategia A-Rt 100 A -0,02 -0,02 Prima Strategia A-Rt 100 Y Prima Strategia A-Rt 200 A -0,02 Prima Strategia A-Rt 200 Y -0,02 Prima Strategia A-Rt 50 A +0,10 Prima Strategia A-Rt 50 Y +0,10 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A -0,09 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y -0,09 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A-0,15 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y-0,14 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A +0,09 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,09 Profilo Best Funds +0,05 Profilo Elite Flessibile -0,02 Sofia Flex -0,14 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A +0,35 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A +0,29 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B +0,29 Soprarno Global Macro A +0,45 Soprarno Global Macro B +0,45 Soprarno Inflazione +1,5% A +0,22 Soprarno Inflazione +1,5% B +0,22 Soprarno Relative Value A +0,19 +0,19 Soprarno Relative Value B Symphonia Asia Flessibile +0,44 Symphonia Comp.Fortissimo -0,41 Symphonia Italia Flessibile -0,08 Synergia Total Return -0,08 Total Return +0,43 Ubi Pra. Active Beta -0,11 -0,02 Ubi Pra. Alpha Equity +0,10 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,10 Ubi Pra. Total Return Dinamico -0,10 +0,02 Unibanca Plus Volterra Dinamico +0,04 Volterra Tr Glob. -0,21 -0,18 Zenit Absolute Return I Zenit Absolute Return R -0,16 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 -0,43 Zenit Zero 100 ASSICURATIVI Antonveneta Vita +0,95 Antonveneta Vita Armonico Antonveneta Vita Armonico 2007 +1,19 Antonveneta Vita Attivo +1,20 +1,39 Antonveneta Vita Attivo 2007 Antonveneta Vita Azionario +1,58 Antonveneta Vita Azionario Globale +0,48 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +0,55 +0,82 Antonveneta Vita Bilanciato Euro Antonveneta Vita Bilanciato Globale +0,73 +1,38 Antonveneta Vita Dinamico +0,61 Antonveneta Vita Equilibrato Antonveneta Vita Euromoneta +0,07 Antonveneta Vita Monetario +0,14 +0,30 Antonveneta Vita Obbligazionario Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,43 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +0,55 +0,36 Antonveneta Vita Protetto Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,37 Antonveneta Vita Sicuro +0,36 Antonveneta Vita Trend +0,98 Antonveneta Vita Trend Dinamico +1,36 +0,59 Antonveneta Vita Trend Equilibrato +0,99 Antonveneta Vita Trend Plus Antonveneta Vita Trend Protetto +0,56 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +0,34 Aurora New Bond +0,18 +0,29 Aurora New Share +0,04 Aurora Unietic Aurora Unit Balanced +0,31 Aurora Unit Bond -0,05 Aurora Unit Share +0,53 Aurora Winvest Bilanciata +0,17 -0,10 Aurora Winvest Dinamica +0,42 Aurora Winvest Prudente AXA MPS FINANCIAL Axa Mps Aggressivo +0,62 Axa Mps Carattere Forte +0,18 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,07 -0,08 Axa Mps Fin. Az. Pacifico +0,41 Axa Mps Fin. Az. Sector Axa Mps Fin. Az. Top Ten -0,75 Axa Mps Fin. Carattere Attento -0,01 Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 +0,18 Axa Mps Fin. Dinamico Axa Mps Fin. Dinamico A -0,47 Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A -0,92 -0,89 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,33 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo +0,04 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,03 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,08 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,00 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 -0,05

4,409 3,741 5,706 3,774 14,064 16,037 6,336 4,732 4,02 7,349 7,386 3,014 2,97 5,311 5,332 5,849 4,503 3,727 72,253 5,39 5,364 22,426 5,114 5,133 4,878 4,898 16,362 16,405 2,234 2,256 13,96 13,966 4,647 4,702 5,886 5,625 0,712 5,147 5,092 5,175 5,199 4,898 4,954 5,458 5,489 5,329 5,388 6,096 2,666 4,906 5,232 2,123 4,722 5,117 5,118 5,138 4,977 5,252 5,354 5,335 5,698 5,609 1,245 4,384 11,319 9,777 12,139 9,365 14,384 8,341 9,603 11,449 11,023 13,543 14,711 11,428 11,845 11,861 13,397 12,52 12,553 10,605 12,886 12,009 8,57 10,114 7,424 10,551

10,778 10,532 11,393 10,54 10,608 9,091 9,448 11,507 10,16 12,496

9,638 8,999 8,15 7,205 15,86 6,603 10,982 10,754 10,40 10,755 11,785 10,168 11,585 21,887 10,998 9,112 11,261 10,815 11,89 10,003 9,951

VARIAZ. QUOT.

Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,00 9,565 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Secure A +0,05 13,094 Axa Mps Fin. Usa Equity A -1,11 5,52 BCC VITA Bcc Vita Equity America +3,36 4,68 Bcc Vita Equity Asia +1,24 5,133 Bcc Vita Equity Europa +3,79 4,629 Bcc Vita World Global Bond +0,17 5,419 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,17 5,99 Bpm Az 50 -0,17 5,73 Bpm Az 80 +0,00 5,32 Bpm Az Flex -0,67 4,43 Bpm Financial Audace -0,26 3,90 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,36 5,52 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 5,57 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 5,51 +0,18 5,51 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 Bpm Financial Equilibrato -0,43 4,62 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,58 Bpm Financial Geographic Areas -0,61 3,24 +0,32 6,35 Bpm Financial Global Bond Bpm Financial Industrial Sector -0,60 3,31 Bpm Financial Prudente +0,00 5,26 Bpm Financial Riserva Euro +0,15 6,52 Bpm Financial Vita Azionario -0,43 4,62 Bpm Financial Vita Bilanciato -0,35 5,62 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,14 7,15 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 -0,18 10,913 -0,26 8,707 Bnl Vita Capital Unit 60 Bnl Vita Capital Unit 90 -0,42 6,636 Cardif Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B -0,79 137,092 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 Cardif Bilanciato A -0,89 123,124 Cardif Bilanciato B -0,02 191,948 Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,57 220,095 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A -0,06 184,421 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 Cardif Spazio Naturale +0,29 173,009 CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,16 -0,05 3,767 Carige Gestilink Arancione Dinamica -0,11 5,292 Carige Gestilink Blu Moderata Carige Gestilink Verde Prudente +0,39 6,745 Carige Protezione Attiva +0,02 104,38 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario -0,12 4,217 Cattolica Bilanciato +0,07 4,473 -0,47 3,421 Cattolica Bpbari Freeway Country Cattolica Bpbari Freeway Desert -1,70 3,298 Cattolica Bpbari Freeway Jungle +1,01 0,301 -0,21 11,595 Cattolica Cividale Percorso Azionario Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,66 11,496 Cattolica Ferrara Investire Azionario -0,24 3,374 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario -0,04 5,483 Cattolica Fondo Protetto +0,23 5,198 Cattolica Formula Life Azionaria -0,26 4,523 -0,24 4,956 Cattolica Formula Life Bilanciata Cattolica Fuoriclasse Balanced -0,28 4,604 Cattolica Fuoriclasse Bond -0,14 5,609 Cattolica Fuoriclasse Equity -0,45 3,098 -0,97 1,327 Cattolica Fuoriclasse High Tech Cattolica Nuove Rotte +0,11 5,573 +0,40 4,972 Cattolica Obbligazionario +0,39 4,676 Cattolica Progetto Attivo Bond Cattolica Progetto Attivo Equity -0,16 3,856 Cattolica Progetto Attivo Mix +0,04 4,469 -0,15 5,327 Cattolica Soluzione Dinamica Cattolica Soluzione Prudente -0,06 6,549 -0,16 3,694 Cattolica Soluzione Vivace CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra -0,05 72,116 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 Centrovita Anni 40 -0,01 149,699 Centrovita Anni 50 -0,01 167,602 -0,06 123,721 Centrovita Anni 60 -0,79 123,52 Centrovita Anni 70 Centrovita Anni 80 -1,71 96,58 Centrovita Azionario -2,40 107,924 Centrovita Azionario Blue -2,43 57,279 Centrovita Azionario Green -2,43 57,486 -2,46 131,556 Centrovita Azionario Plus -0,59 151,36 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus -0,61 178,46 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 Centrovita Eag 2006 +0,00 1.049,92 Centrovita Obbligazionario +0,25 194,824 +0,23 127,796 Centrovita Obbligazionario Blue +0,26 216,917 Centrovita Obbligazionario Plus DUOMO PREVIDENZA S.P.A. Duomo Unit Dynamic +0,79 2,047 Unit Moderate +0,31 4,897 GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio +0,82 6,058 -0,02 4,844 Genertellife Aptus 1 -0,14 4,373 Genertellife Aptus 2 Genertellife Aptus 3 -0,19 3,626 Genertellife Bg 2005-2015 +0,66 10,486 Genertellife Bg 2005-2020 +1,44 9,889 Genertellife Bg 2005-2025 +1,90 8,957 Genertellife Bg 2005-2030 +2,22 8,471 +0,23 2,215 Genertellife Bg Azionario 1 Genertellife Bg Azionario 2 +0,12 2,539 +0,13 3,919 Genertellife Bg Bilanciato 1 +0,10 5,096 Genertellife Bg Bilanciato 2 +1,20 8,259 Genertellife Bg Dinamico -0,33 2,755 Genertellife Espansione Genertellife Espansione2000 -0,18 2,769 Genertellife Sviluppo -0,19 4,137 Genertellife Sviluppo2000 -0,05 3,729 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio -0,14 5,898

VARIAZ. QUOT.

Genertellife Tirreno Unit Protezione +0,09 5,841 Genertellife Tirreno Unit Sviluppo -0,17 5,135 Genertellife Valore +0,00 6,087 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,00 4,153 Ina Fondo Valute Estere +0,09 1,157 Ina Nuovo Fondo Ina +0,10 7,972 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione -0,11 5,333 Intesa Vita Azionario America Growth -1,23 8,742 Intesa Vita Azionario America Value -1,23 9,636 Intesa Vita Azionario Cina +1,36 22,87 Intesa Vita Azionario Europa Growth +0,81 10,758 Intesa Vita Azionario Europa Value +1,05 11,265 Intesa Vita Crescita +0,02 6,099 Intesa Vita Dinamica -0,17 4,754 Intesa Vita Eurounit Azionario +0,16 3,188 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,06 5,084 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,05 5,613 Intesa Vita Eurounit Prudente +0,08 6,438 Intesa Vita Gpa Accordo +0,24 691,85 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,24 664,25 Intesa Vita Gpa Acuto +1,33 418,26 Intesa Vita Gpa Acuto 2 +1,32 351,17 Intesa Vita Gpa Armonia +0,97 530,32 Intesa Vita Gpa Armonia 2 +0,97 466,24 Intesa Vita Gpa Motivo +0,51 642,69 Intesa Vita Gpa Motivo 2 +0,51 603,40 Intesa Vita Monetario Dollaro -1,43 9,37 +0,01 10,837 Intesa Vita Monetario Euro Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,19 11,454 Intesavita Gpa Private Bond +0,10 736,68 -0,33 596,73 Intesavita Gpa Private Global Guar. Intesavita Gpa Private Global High -1,80 345,60 Intesavita Gpa Private Global Low -0,16 681,57 Intesavita Gpa Private Global Medium -0,60 556,16 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo -0,03 3,525 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis -0,05 4,037 Mediolanum Azionario Fedelt¿ +0,00 1,857 Mediolanum Azionario Lntraprendenza -0,06 3,274 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis -0,02 4,02 Mediolanum Azionario Protezione -0,02 5,86 Mediolanum Balanced +0,02 4,76 Mediolanum Balanced Bis +0,00 4,827 Mediolanum Country -0,03 3,423 Mediolanum Country Bis -0,03 3,995 Mediolanum Dynamic +0,00 4,187 +0,02 4,588 Mediolanum Dynamic Bis Mediolanum Eurobond Breve Termine +0,01 6,745 Mediolanum Eurobond Opportunita' +0,10 7,003 +0,07 6,781 Mediolanum Eurobond Sviluppo Mediolanum Euroequity Opportunita' -0,07 4,275 Mediolanum Euroequity Protezione +0,00 6,483 Mediolanum Euroequity Sviluppo -0,02 4,538 Mediolanum Moderate +0,04 5,182 +0,02 5,197 Mediolanum Moderate Bis Mediolanum Obb. Breve Termine Bis +0,02 5,524 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,07 5,514 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis +0,00 5,21 Mediolanum Obb. Moderazione Bis +0,05 5,524 Mediolanum Obbligazionario Crescita +0,10 6,871 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' +0,02 6,654 Mediolanum Obbligazionario Moderazione+0,06 6,677 Mediolanum Opportunity -0,05 3,821 -0,07 4,18 Mediolanum Opportunity Bis Mediolanum Prudent +0,02 6,204 Mediolanum Prudent Bis +0,02 5,50 Mediolanum Sector -0,03 3,381 Mediolanum Sector Bis -0,05 4,204 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario -0,85 3,05 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato -0,47 4,401 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,00 6,168 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,14 5,673 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica -2,68 3,013 -1,67 5,416 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata Risparmio Eurolink Cv Dinamico -1,70 12,861 -0,45 12,797 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato Risparmio Eurolink Cv Risparmio -0,29 11,871 Risparmio Formula Link In Prima +0,03 11,632 Risparmio Formula Link In Seconda +1,17 9,964 Risparmio Formula Link In Terza -0,96 8,075 +0,85 8,931 Risparmio Gestivita Azionario +0,64 10,816 Risparmio Gestivita Bilanciato Risparmio Gestivita Obbligazionario +0,27 12,668 Risparmio Patavium Ul Dinamico +0,00 7,57 Risparmio Patavium Ul Equilibrato -0,12 8,88 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A +0,44 8,245 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale +0,42 7,916 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,89 9,265 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +0,26 9,571 -0,21 9,73 Sara Vita Profilo Guardian Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno +0,01 119,53 Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,76 108,984 +1,12 13,687 Unipol Uninvest Crescita +1,07 12,966 Unipol Uninvest Equilibrio +1,23 7,055 Unipol Uninvest Flessibile Unipol Uninvest Grande7 +0,80 108,754 Unipol Uninvest Grandevita +0,71 104,987 Unipol Uninvest Mach 7 +0,46 111,271 Unipol Uninvest Otto&Mezzo +0,47 103,803 Unipol Uninvest Performance Europa +3,47 7,544 Unipol Uninvest Risparmio +0,17 13,604 Unipol Uninvest Valore +1,97 12,722 ZURICH LIFE AND PENSION Zlap Controllo -0,13 5,458 -0,58 6,475 Zlap Crescita Zlap Equilibrio -0,27 7,653 Zlap Evoluzione -0,27 4,836 Zlap Protezione +0,20 7,966 -0,05 5,785 Zlap Prudenza Zlap Sicurezza +0,09 5,522 Zlap Sviluppo -0,57 3,694


28

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

CRONACHE Bimba ferita nel campo rom, zio in manette per favoreggiamento di Carmela Mirarchi LAMEZIA TERME - E’ in gravi condizioni una bambina di nove anni ferita in una sparatoria accaduta a Lamezia Terme, nel campo rom di contrada Scordovillo. La bambina è stata raggiunta da due colpi di pistola esplosi da una persona non identificata nel corso della sparatoria accaduta, tra alcuni rom che vivono nell’accampaLa bimba è stata mento.Icarabinieri, hanno sottoposta ad verificato la posizione di alun intervento cune persone chirurgico per accertare il loro coinvolgid’urgenza al mentonellalite. cuore e polmoni La bambina è stata ricoverata con prognosi riservata nell’ospedale di Lamezia Terme. E’ sempre grave, ma non è in pericolo di vita, M.B., ferita con due colpi di pistola, nel corso di una sparatoria, nell’accampamento rom di Lamezia Terme, in contrada Scordovillo.Labambina resta in prognosi riservata, ma i medici dell’ospedale di Lamezia Terme sono fiduciosi sul suo recupero. M.B., raggiunta dai colpi all’addome e ad un braccio, è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dopo che è stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Ieri c’è stata una parziale svolta nelle indagini relative al ferimento della minore. Alle 14.30 la svolta dopo un’incessante e meticolosa attività d’indagine sviluppata dai militari della Compagnia Carabinieri di Lamezia Terme e protrattasi per l’intera nottata. Decine sono state le persone condotte in caserma e sentite in qualità di testimoni dalle

ore 20 di lunedì alle ore 13 di ieri, come numerose sono state le perquisizioni eseguite. Interrogatori condotti in maniera serrata e con controlli incrociati ai quali ha partecipato direttamente il Sost. Proc. della Repubblica di Lamezia Terme, Dott. Maffia, che sin da subito ha assunto la direzione delle indagini. L’indagine, resa complessa dall’ambiente ermetico nel quale l’evento si è verificato, alla fine ha aperto uno spiraglio nel muro del silenzio e che fa sperare in un prossimo completo accertamento dei fatti: infatti, tra le persone interrogate, in prevalenza parenti della giovane vittima, vi è stato anche uno zio della bambina, il quale ha reso ripetute dichiarazioni sia al Pubblico Ministero che alla PoliziaGiudiziaria,discordantitradi esse, assumendo un comportamentoreticente espesso omissivo. Proprio in ragione di tale condotta, ritenuta essere finalizzata ad eludere le investigazioni, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di

Lamezia Terme, coadiuvata dai militari del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Catanzaro, hanno tratto in arresto per favoreggiamento personale (B.C. classe 1967), zio della piccola ferita gravemente, il quale, al termine delle formalità è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lamezia Terme come disposto dall’A.G.. L’attività portata a termine costituisce solo un primo passo in direzione del completo accertamento dei fatti, in particolare riguardo alle cause dell’evento ed ai presunti autori dell’insano gesto criminoso. «Ancora una bambina ferita gravemente perché si è trovata nel posto sbagliato, nel momento sbagliato, finendo nella traiettoria di proiettili vaganti». E’ quanto afferma Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori. «Ci troviamo dinanzi ad una vicenda - prosegue - di degrado, di emarginazione poco o niente controllata, che rende i piccoli rom schiavi di dinamiche di sfruttamento troppo tollerate».

«Episodio che sollecita l’urgenza di interventi risolutivi per il campo nomadi» LAMEZIA TERME - «Si tratta di un ennesimo episodio che sollecita ancor di più l’urgenza di interventi risolutivi per il campo Rom, come ho avuto modo di ribadire e sottolineare allo stesso Ministro Maroni di recente in visita a Lamezia Terme, sia in sede pubblica che in fase di colloquio riservato chiedendo la sottoscrizione di un accordo di programma interistituzionale». Lo ha detto il sindaco di Lamezia terme, Gianni Speranza, commentando il ferimento di una bimba nomade di otto anni. «L’episodio spiega - rinnova l’urgenza di questa proposta e la rende non più derogabile. L’auspicio è che la bambina possa superare questo momento così ifficile e ai genitori vanno l’affetto e la vicinanza di tutta l’Amministrazione». A seguito del gravissimo episodio avvenuto nel campo rom il Sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, e l’Amministrazione Comunale sono rimasti in stretto contatto con il Commissario dell’Asp, Gerardo Mancuso, e con i medici, con i quali lo stesso sindaco si è intrattenuto telefonicamente per seguire il decorso ospedaliero della bimba, ringraziandoli per l’efficienza e l’umanità con cui sono tempestivamente intervenuti in una situazione che si è presentata, fin dall’inizio, molto difficile e delicata.

Il procuratore rientra dalle ferie per seguire le indagini della bimba ferita LAMEZIA TERME - La notizia del ferimento della bimba rom di 8 anni raggiunta due colpi di pistola nell’accampamento nomadi di Lamezia Terme ha suscitato molto scalpore negli ambienti investigativi al punto da indurre il procuratore della Repubblica della città, Salvatore Vitello ad interrompere le ferie e rientrare in sede per seguire da vicino e personalmente tutte le fasi delle indagini che sono coordinate dal sostituto Luigi Maffia che per tutta la notte e fino alle 9.30 di ieri mattina ha interrogato diversi rom e soprattutto i genitori della bimba per capire movente e dinamica, ma soprattutto identificare il feritore. Intanto anche il segretario di Forza Nuova, Roberto Fiore è intervenuto sulla questione. «Mi chiedo - ha detto - se fosse necessario permettere che lo stato delle cose arrivasse a questo punto. Lo stato di fatiscente degrado, di crescente illegalità, di degradante stato del campo di Lamezia è noto atutti i politici ed amministratori locali da molto tempo. Oggi si parla di difficoltà nel trasferire i nomadi, ma la verità è che le istituzioni non vogliono realmente intervenire in maniera definitiva. I campi rom sono polveriere a cielo aperto, lesivi della sicurezza e della dignità umana e vanno chiusi, e noi lo diciamo da tempo».


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 29

CRONACHE

I carabinieri salvano un bimbo che stava annegando di Carmelo Morise STALETTI’- Lunedì mattina i due militari del gommone in servizio presso la Base Logistico Operativa del Comando Legione Carabinieri Calabria di Copanello lido, meglio noto come "lido del Carabiniere", nel corso di un servizio di pattugliamento in mare, giunti in prossimità della scogliera antistante il lido denominato "Guglielmo", hanno notato due persone dimenarsi in mare in evidente difficoltà. I militari si sono così diretti verso di loro notando che si trattava di due bambini di cui uno cercava di attirare l’attenzione mentre il secondo era in evidente stato di difficoltà e si annaspava nel tentativo di rimanere a galla. Nonostante il mare agitato e la vicinanza dei bagnanti agli scogli, i militari sono riusciti con un abile manovra ad avvicinarsi al minore in difficoltà per poi trarlo in salvo a bordo del battello. L’altro minore si è invece avvicinato autonomamente alla scogliera per poi uscire dal mare. Il bambino tratto in salvo, di soli 11 anni, di origini catanesi e in vacanza a Squillace,è stato trasportato presso il vicino "Lido del Carabiniere", dove ha ricevuto i primi soccorsi dal personale della Blo e dai sanitari ospiti presso la struttura. Il bambino non era ferito, era cosciente ma fortemente spaventato e disorientato e lamentava un fortissimo dolore alla gamba sinistra provocato da un tuffo da circa 7 metri di altezza dalla scogliera, unitamente al suo compagno di giochi che involontariamente durante il salto in mare gli era caduto violentemente sulla gamba. Successivamente il bambino è stato condotto presso l’ospedale di Soveratdove è stato riscontrato affetto da vari traumi contusivi.

L’assessore Marcucci: solida la situazione finanziaria del Comune di Rosa Voci

Approvato il master plan delle zone a rischio idrogeologico CATANZARO - La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Rosario Olivo, in riferimento ai fondi stanziati da un decreto del febbraio 2010 dell’allora commissario straordinario per l’emergenza, on. Agazio Loiero, ha approvato il master plan relativo alle zone del territorio comunale a più alto rischio di dissesto idrogeologico. In base alla relazione dell’assessore Francesco Curcio, sono state identificate come aree prioritarie quelle del quartiere Janò e di via Corrado Alvaro. La Giunta ha dato l’ok ai progetti preliminari, da inoltrare all’assessorato regionale ai Lavori pubblici, che prevedono interventi per 1 milione e 600mila euro da destinare a Janò-Rumbolotto e di 2 milioni di euro per via Corrado Alvaro. Inoltre è stato de-

mandato il settore Lavori pubblici comunale a redigere i progetti esecutivi. E’ stato poi approvato per quanto di competenza e come linea di indirizzo strategica sia per l’Amministrazione che per l’Università, lo studio di fattibilità del "master plan" dell’Ateneo "Magna Graecia". Si tratta di un piano d’insieme che riguarda lo sviluppo del Campus universitario di Catanzaro e che era stato portato all’attenzione dell’esecutivo già lo scorso 27 luglio. Obiettivo principale del piano d’insieme è soprattutto quello di permettere all’Ateneo di programmare i suoi finanziamenti; per il Comune di avere contezza di ciò che sarà realizzato e di quello che sarà necessario per creare la giusta integrazione con la città.

CATANZARO - «La situazione finanziaria del Comune di Catanzaro, nonostante la crisi che ha investito gli enti a causa della riduzione dei trasferimenti statali, è solida e non desta allarme grazie a un bilancio equilibrato, il rispetto dei vincoli fissati dal patto di stabilità e un significativo avanzo di amministrazione che ammonta a circa 10 milioni di euro». E’ il commento dell’assessore al Bilancio Giuseppe Marcucci, alla luce degli articoli nei quali si fa riferimento alla delibera della sezione di controllo della Corte dei Conti, trasmessa alla presidenza del Consiglio, sul rendiconto della gestione 2008 dell’ente. «Intanto - ha spiegato l’assessore - la comunicazione della Corte dei Conti, con la quale c’è uno stretto rapporto di collaborazione e sinergia, non riveste un carattere di eccezionalità. Si tratta di un intervento di routine che investe tutti gli enti. Poi c’è da dire che le osservazioni si riferiscono a mali storici del Comune, ad esempio quello relativo alle mancanze del conto del patrimonio. E nonostante la stessa Corte sottolinei come ogni anno perdiamo personale e dunque forza lavoro che se ne possa occupare, siamo riusciti a investire risorse e a fare sensibili passi in avanti. Per quanto

riguarda le lacune evidenziate sulla ricognizione dei nostri residui attivi e passivi - ha proseguito - ciò dipende complessivamente dalla macchina amministrativa. Tuttavia abbiamo fatto ogni anno le revisioni in questione. Vorrà dire che adesso le faremo ancora più dettagliatamente. Proprio in tal senso abbiamo dato già comunicazione ai dirigenti dei vari settori». Marcucci è intervenuto anche sul tema delle riscossioni da parte del Comune, relativamente ai tributi. «Ciò dipende dal nostro incaricato Equitalia. E comunque, entro quest’anno, il Consiglio comunale sarà chiamato a decidere se proseguire i rapporti con l’agenzia incaricata alla riscossione dei tributi o se individuare altre soluzioni». Infine il capitolo "debiti fuori bilancio". «La Corte stessa - ha dichiarato l’assessore - mentre ci invita a fare una ricognizione del contenzioso, loda la nostra decisione di accantonare una parte consistente dell’avanzo di amministrazione, proprio per essere in grado di coprire l’eventuale emersione di debiti scaturenti dalle decisioni della magistratura e relativi a un passato spesso remoto».


30

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

CRONACHE a tanti lavoratori di avere la retribuzione necessaria per sopravvivere. In caso contrario saranno costretti a scendere di nuovo in piazza a manifestare pacificamente giorno 13 e 15 agosto davanti la catte- Coinvolti la fondazione drale di Rossano per Santa Maria gestita far sentire le loro ragioni e far conoscere dalla Curia arcivescovile a tutte le istituzioni civile e religiose lo sta- di Rossano da una parte to in cui sono stati ri- e i dipendenti della dotti».

La manifestazione dei dipendenti della casa di riposo S. Maria

struttura esasperati

Da 40 mesi senza stipendio Parte la protesta pacifica di Anna Bolle BOCCHIGLIERO - Il 13 ed il 15 agosto, davanti la cattedrale di Rossano, si svolgerà una manifestazione pacifica dei dipendenti della casa di riposo Santa Maria di Bocchigliero per protestare «contro la mancata corresponsione di 40 mensilità arretrate». Lo rendono noto le organizzazioni sindacali Usb e Cgil in una nota. «Non sono purtroppo bastate - è scritto nella nota - la riunione in Prefettura prima e i tentativi successivi per trovare una soluzione congrua alla vertenza in atto che vede coinvolti la fondazione Santa Maria gestita dalla Curia arcivescovile di Rossano da una parte e i dipendenti della struttura esasperati «Si chiede di e in una situazione ecocompiere tutti i passi nomica che li ha portati sull’orlodellapovertà.La necessari affinché si volontà dei dipendenti anche in questi ultimi permetta a tanti giorni per trovare una solavoratori di avere luzione - sostengono i sindacati - non è venuta la retribuzione» meno tanto e vero che vista la situazione e in attesa di un piano di ristrutturazione della casa di riposo avevano dato la loro disponibilità a discutere delle mensilità arretrate anche in un secondo tempo a patto che nei sei mesi che la fondazione aveva chiesto per avviare il piano di ristrutturazione, gli venisse per tale periodo, garantiti gli stipendi correnti. Purtroppo ancora una volta almeno fino ad ora i responsabili della

Fondazione a tal riguardo sono stati molto vaghi e poco esaustivi. Le organizzazioni sindacali - prosegue la nota - chiedevano, per sospendere lo stato agitazione tuttora in atto alla casa di riposo, risposte concrete e un gesto di responsabilità e di coerenza che permettesse ai lavoratori di proseguire nelle normali attività lavorative e con un minimo di serenità e fiducia nel futuro. Nel frattempo si avvii questo piano di ristrutturazione che dovrebbe consentire uno sgravio con i vari enti. Si ricorda il debito è pari a 6 milioni di euro e che i lavoratori, solo nel 2010 hanno percepito fino ad oggi solo tre mensilità. Una situazione disperata e che potrebbe ulteriormente precipitare nelle prossime ore. Si chiede pertanto alla Fondazione - conclude la nota - di compiere tutti i passi necessari affinché si permetta

Oggi interruzione idrica per procedere a lavori urgenti in località Contessa di Lattarico COSENZA- La Sorical ha programmato per oggi un’interruzione idrica dalle 8 e per tutta la giornata per procedere a lavori urgenti in località Contessa di Lattarico. E’ quanto riferisce il Comune di Cosenza. Si tratta di un intervento per migliorare la funzionalità e la continuità idraulica dell’acquedotto attraverso lavori di realizzazione di un partitore by-pass tra la linea adduttrice Dn550 e la linea Dn700 denominato raddoppio recentemente messo in esercizio dalla società da Cervicati fino a Montalto, con posa in opera di pezzi speciali di collegamento delle due condotte e relative valvole di intercettazione. L’ultimazione dei lavori avverrà presumibilmente nel pomeriggio della stessa giornata di oggi considerato che l’esecuzione sarà affidata a imprese specializzate che saranno impegnate simultaneamente. «L’interruzione - afferma ancora la Sorical - riguarderà solo le utenze alimentate dalla linea adduttrice Dn 550, tra le quali: Sartano nel Comune di Torano Castello, Università, Arcavacata, Difesa, Sant’Agostino, Cozzo, Pantoscia del Comune di Rende, Colle Mussano, San Vito e De Rada».

Corbelli: vergognosa chiusura del laboratorio di analisi dell’ospedale Mariano Santo COSENZA - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, in una nota denuncia quella che definisce «l’ultima vergogna della sanità calabrese, la chiusura, a partire da lunedì, per carenza di personale,del laboratorio di analisi dell’ospedale Mariano Santo di Cosenza, centro di eccellenza regionale per la cura delle malattie oncologiche», e chiede l’immediato intervento e visita nella città bruzia del Governatore calabrese e neo commissario della sanità, Giuseppe Scopelliti, e dei due subcommissari, Luciano Pezzi e Giuseppe Navarria, «per cancellare subito - dice - questa iniziativa indegna, di cattiva sanità, di disorganizzazione, una pagina nera della sanità calabrese». Corbelli parla di «inaccettabile penalizzazione della sanità cosentina, che vede i due maggiori ospedali cittadini regionali, L’Annunziata e il Mariano Santo, completamente abbando-

nati al loro destino e condannati ad un lenta agonia, nell’indifferenza delle Istituzioni regionali o peggio della volontà politica di queste amministrazioni di depotenziarli per poi chiuderli. A Cosenza siamo all’emergenza sanità, la situazione è drammatica non solo all’Annunziata ma anche al Mariano Santo dove addirittura a partire da lunedì, si è arrivati alla chiusura del reparto di laboratorio di analisi. Questo fatto, inaccettabile, - dice - motivato con la carenza di personale, per il periodo estivo, comporta una serie di notevoli disagi e tanta sofferenza per centinaia di malati, in particolare di quelli oncologici che, da tutta la provincia e anche dal resto della regione, ricorrono al Mariano Santo, centro regionale di eccellenza per la patologia oncologia, per le loro cure». Marco Gigli


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 31

CRONACHE A prendere posizione sono Musi e il capogruppo al Comune Algieri

Il Pd chiede le dimissioni della Straface: vicenda senza precedenti di Anna Bolle CATANZARO - «Il Pd chiede le dimissioni immediate di Pasqualina Straface, sindaco di Corigliano Calabro, in seguito agli sviluppi dell’operazione antimafia "Santa Tecla"». A prendere posizione, con un documento, sono il commissario regionale del partito, Adriano Musi, e il capogruppo al Comune di Corigliano, Aldo Algieri. Nel documento Musi e Algieri esprimono "infinita gratitudine" alle forze dell’ordine ed alla magistratura «per l’impegnativo lavoro svolto», e manifestano «preoccupazione per come il sindaco e la sua maggioranza stanno rapportandosi alla vicenda. In questi giorni - affermano - il Pd proprio per la delicatezza della situazione, ha ripetutamente manifestato la propria preoccupazione coinvolgendo il suo gruppo dirigente cittadino, i militanti e gli iscritti. Nessun approccio sommario e tanto meno giustizialista ma una posizione responsabile e rigorosa davanti ad una vicenda senza precedenti nella storia democratica di Corigliano. E’ preoccupante - prosegue il documento - che funzioni istituzionali di primo livello continuino ad ignorare persino le iniziative assunte dallo stesso Ministro di

«Corigliano non merita ulteriori danni e non può essere trascinata con una rappresentazione di irresponsabilità in cui la politica è incapace di assumere iniziative irreversibili»

Il Comune di Cassano ottiene dalla Regione 50mila euro per la manutenzione degli impianti di depurazione

Il sindaco Pasqualina Straface

Grazia e Giustizia a riprova della gravità di quanto sta accadendo. Con i loro comportamenti e le affermazioni irresponsabili e faziose tentano di dividere la città tra "colpevolisti" e "innocentisti", mentre oggi Corigliano ha bisogno di atti di responsabilità, di rigore e di autorevolezza. Le nostre posizioni di questi giorni, che riconfermiamo con la richiesta ancora più pressante di dimissioni del sindaco, ha avuto ed ha come riferimento solo gli interessi generali della città. Corigliano non merita ulteriori danni e mortificazioni tanto meno può essere trascinata in Calabria ed in Italia con una rappresentazione di irresponsabilità in cui la politica risulta incapace di autodeterminarsi e di assumere iniziative ormai irreversibili». Per Musi e Algieri «il quadro che si va delineando purtroppo ogni giorno che passa mette la città di fronte ad un quadro assolutamente sconvolgente. I rischi di scioglimento del Consiglio Comunale sono sempre più alti e sarebbe una iattura per la città ma che avrebbe chiare e precise responsabilità nell’atteggiamento

CASSANO IONIO - «Cento milioni delle vecchie lire. Saranno spesi, nel cuore dell’estate, per garantire la funzionalità dei già efficienti depuratori comunali nel periodo di maggior affollamento della costa sibarita» si legge in una nota del Consigliere Regionale Gianluca Gallo. «Ad erogare il finanziamento è stato l’assessorato all’ambiente della Regione Calabria. Che accogliendo un’istanza in tal senso avanzata dal Comune di Cassano Ionio, ha concesso allo stesso la somma di 50.000 euro, finalizzata alla realizzazione di interventi manutentivi sui sei depuratori attivi in città (Algheria, Spadelle, Bruscate grande, Laghi di Sibari, Lauropoli, Doria), la cui perfetta funzionalità è certificata dagli esiti

del sindaco e della sua maggioranza. Che dire poi della vera e propria farsa messa in atto dal presidente del Consiglio sulla mancata convocazione del consiglio comunale specifico sul punto della legalità proposto dal nostro gruppo e nella quale non intendiamo in alcun modo essere coinvolti. Inoltre - annunciano Musi e Algieri - per come avvenuto in altre iniziative giudiziarie, abbiamo già chiesto ai membri del Pd della commissione parlamentare Antimafia l’acquisizione di tutti gli atti del procedimento. Per quanto ci riguarda dunque, chiediamo al sindaco dimissioni subito, così come riconfermiamo che non ci faremo trascinare in nessuna bagarre politica perché la vicenda ha connotazioni così drammatiche per la città ed il suo futuro che sarebbero davvero esiziali sbocchi diversi. Su questa impostazione, in queste ore, stiamo lavorando a costruire un fronte largo ed unitario che a partire dalle forze politiche del centro sinistra allarghi a tutte le rappresentanze, politiche, economiche sociali e culturali della città».

dei controlli effettuati, negli anni dall’Arpacal. I controlli - continua la nota - hanno attestato il pieno rispetto delle soglie di legge previste in tema di presenza di particelle sospese e quantità di ossigeno necessario per ripulire le acque fognarie, oltre che in ambito chimico e batteriologico, così premiando l’impegno dell’ente e la costante dedizione della task force municipale che, attualmente guidata dal geometra Franco Sarubbo, con poche risorse, grandi sacrifici e sicura competenza tecnica garantisce il perfetto funzionamento degli impianti». «Coi fondi ora ottenuti commenta il primo cittadino cassanese e consigliere regionale Gianluca Gallo - contiamo di riuscire ad assicurare la qualità e l’efficienza dei

Idv, riunione del direttivo di Paola PAOLA - Si è riunito lunedì 9 agosto il direttivo cittadino di Paola di Italia dei Valori,alla presenza del segretario provinciale Emilio De Bartolo,del neo-assessore Josè Grupillo, del capogruppo in consiglio comunale Carlo Cassano,del delegato nel coordinamento provinciale Michele Fucetola, del segretario cittadino Vincenzo Licursi e degli altri componenti il direttivo. Dopo ampia e approfondita discussione, si sono ripercorse le tappe che hanno determinato l’ingresso in Giunta del nostro Partito, un percorso che parte da lontano e che è arrivato a compimento, dopo che peraltro il 26 giugno scorso, alla presenza del commissario regionale, nonché responsabile nazionale enti locali On. Ignazio Messina, in una conferenza stampa si ufficializzò l’entrata nella Giunta di Josè Grupillo e la contestuale entrata in Idv del consigliere comunale Carlo Cassano. Ora è stata riconfermata e ribadita una posizione politica che è ormai consolidata, e chi non si attiene alla linea del partito si pone automaticamente fuori dal partito stesso. «Ribadisco inoltre - dichiara il segretario provinciale Emilio De Bartolo - che non è consentito a chicchessia parlare in nome e per conto del partito utilizzando argomentazioni pretestuose, strumentali e non veritiere, rispetto ad una linea che è stata chiaramente tracciata dai responsabili nazionali, regionali e cittadini». Il Direttivo cittadino ha espresso sostegno all’azione che l’assessore Grupillo sta già mettendo in atto.

nostri depuratori anche in una stagione, quella estiva, in cui il carico di lavoro degli stessi raddoppia per la presenza, negli insediamenti turistici sparsi lungo il litorale sibarita, di migliaia di vacanzieri». Lo stanziamento ottenuto, assicura inoltre Palazzo di città, sarà inoltre utilizzato anche per la sistemazione delle stazioni di sollevamento fognario sparse nel territorio.

Il consigliere regionale Gallo


32

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

CRONACHE

Pdci: sciogliere il consiglio comunale di Reggio Calabria di Carmela Mirarchi REGGIO CALABRIA - «La fiction intitolata "modello Reggio", scritta e diretta dall’ex sindaco Giuseppe Scopelliti, è, ormai, giunta inesorabilmente ai titoli di coda, un epilogo triste e penoso». E’ quanto scrive in una nota La nota del del segretario del segretario Pdci di Reggio Calabria, Ivcan cittadino Tripodi. «Una fine ingloriosa che del Pdci continua - purIvan troppo, consegna un’amara realtà Tripodi rappresentata da una lotta condot-

ta, senza nessuna esclusione di colpi, dalle due fazioni in conflitto e finalizzata unicamente alla conquista e all’accaparramento del potere. Una lotta tra bande che si svolge a totale discapito della città e dei reggini che assistono sconcertati e nauseati allo spettacolo che nelle ultime settimane sta offrendo, anche a Reggio Calabria, il Pdl. Un potere comunale che, come emerge dalle recenti inchieste della Procura della Repubblica reggina, ha trasformato Palazzo S. Giorgio in un fetido luogo di interessi, di affari e di clientela.Emerge, in questo quadro desolante, un totale disprezzo per la collettività e per i reali bisogni della gente che coinvolge tutto il centrodestra. A questo punto, per il bene di Reggio e dei reggini, per noi Comunisti

Raffa: ritirerò le dimissioni se si azzererà la Giunta REGGIO CALABRIA - «Disponibile a ritirare le dimissioni, ma l’unica alternativa è l’azzeramento della giunta». A sostenerlo, riferisce un comunicato, è stato il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, in merito alla crisi al Comune di Reggio Calabria, dopo la riunione dei vertici del Pdl. «Non mi sono sottratto al confronto - ha sostenuto Raffa - per il bene della città ho dichiarato al partito tutta la mia disponibilità a ritirare le dimissioni. A tal proposito però ho ribadito quanto concordato con i vertici nazionali del partito. Tale soluzione della vicenda - ha aggiunto è l’unica possibile e si rende necessaria per garantire i requisiti minimi di agibilità politica, nonché il rispetto del ruolo ed i pieni poteri di Sindaco a me spettanti, sia pur facente funzione sia pur nel solco

della continuità, appunto come prevede la legge. Ciò affinché il centrodestra prosegua nella sua esperienza alla guida del Comune di Reggio Calabria fino a nuove elezioni».

Italiani è bene chiudere definitivamente il sipario e ridare, al più presto, la parola ai reggini attraverso la potente arma del voto. Si deve, pertanto, procedere all’immediato scioglimento del Consiglio Comunale. La pantomima degli ultimi giorni, tra il sindacofecente funzioni dimissionario, l’ex sindaco e i 30 tra assessori e consiglieri che hanno spinto Raffa alle dimissioni, è l’ulteriore prova che evidenzia drammaticamente la mancanza di amore per la città. Vi è solo ed esclusivamente l’esasperata voglia di occupare il potere in tutte le sue articolazioni attraverso la cooptazione di pletore di yesmen, vale a dire di servi sciocchi. Una crisi profonda e irreversibile; in tal senso, condividiamo la linea comune assunta da tutta l’opposizione di centrosinistra che ha chiesto lo svolgimentodiunultimoConsiglio Comunale per discutere, alla luce del sole e nel luogo naturale, della crisi politica ed amministrativa del centrodestra. L’aspetto cinico e paradossale di tutta la vicenda - aggiunge - è rappresentata dal fatto che, contemporaneamente a questo ridicolo spettacolo, le famiglie dei reggini stanno ricevendo, con una puntualità svizzera, le salatissime bollette dell’acqua e della spazzatura: gli importi da pagare sono raddoppiati a causa del vergognoso aumento delle tariffe deliberato dall’amministrazione comunale Scopelliti-Raffa, targata Pdl.Una decisione folle che, nei fatti, certifica, sempre più, lo stato di pre-dissesto del Comune di Reggio Calabria: si parla di una voragine finanziaria rappresentata dall’astronomica cifra di oltre cinquecento milioni di euro di debiti.Si deve, necessariamente e definitivamente, voltare pagina. Noi Comunisti italiani, già da qualche mese, ab-

«Un potere che, come emerge dalle inchieste, ha trasformato Palazzo S. Giorgio in un fetido luogo di interessi»

biamo lanciato ed offerto alla città, alla società civile e a tutto il centrosinistra la candidatura a sindaco di Massimo Canale, strenuo oppositore della giunta Scopelliti e del fantomatico "modello Reggio". Una proposta forte che sta aggregando, su programmi e proposte concrete, pezzi e settori della società reggina. In questa direzione conclude - crediamo che tutti coloro che vogliono il bene della città non potranno esimersi dal partecipareadun’aggregazione,basatain primis sulla legalità e sulla lotta alla ‘ndrangheta, che punta a fare rifiorire un nuova Primavera nella città di Reggio Calabria».

«Già lanciata la candidatura a sindaco di Massimo Canale, oppositore della giunta Scopelliti»

Nino Foti (Pdl): sì alla ricomposizione dell’Esecutivo REGGIO CALABRIA - «Oggi ho deciso di intervenire pubblicamente in merito alla vicenda della crisi politica in atto al Comune di Reggio Calabria. Spero che il senso costruttivo di questo mio intervento non venga volutamente "equivocato" come è già accaduto». A dichiararlo è l’on. Nino Foti, deputato e componente Direzione Nazionale e Coordinatore Provinciale Pdl. « A dire il vero su questa vicenda sono stato più volte tirato in ballo. Alcune persone si sono prese la briga e la libertà di muovere false accuse o far ricadere stupidi sospetti sul mio conto senza neppure conoscermi, chi sa perché e a chi torna utile tutto ciò. Dal punto di vista politico sulla vicenda sarei potuto tranquillamente intervenire prima, ma non l’ho fatto. Prima di farlo ho creduto che fosse opportuno e doveroso da parte mia attendere l’esito dell’incontro del Sindaco Raffa, dimis-

sionario, con il Coordinamento Regionale del Pdl. L’incontro segue, infatti, un altro - prosegue l’on. Nino Foti - svoltosi proprio a Roma in presenza del massimo rappresentante del Coordinamento Nazionale del Pdl. Sulla vicenda delle dimissioni del Sindaco Raffa, provocate dal grave documento di sfiducia di "trenta"consiglieri e assessori di maggioranza, ho parlato più volte con il Presidente del Gruppo Pdl al Senato, sen. Maurizio Gasparri, il quale, talvolta anche in presenza di altri parlamentari, mi ha espressamente chiesto di intervenire per scongiurare il commissariamento del Comune. Ho anche parlato, in generale della situazione del partito in Calabria, direttamente con il Premier Silvio Berlusconi. Sono d’accordo con l’on. Denis Verdini circa l’opportunità di dare seguito ad un azzeramento della Giunta in carica. Si tratta di una esigenza

naturale, espressa al partito proprio dal Sindaco Raffa che, così facendo, vuole vedersi garantito nel futuro prossimo rispetto ad altri "brutti scherzi", così da poter continuare con serenità e in un clima collaborativo, a traghettare il centrodestra alla guida dell’Ente comunale fino a nuove elezioni. Pertanto, da parte mia, sento il dovere di esortare il Sindaco Raffa a ritirare le dimissioni e ritengo che sia interesse di tutti seguire l’orientamento del partito nazionale circa l’azzeramento della Giunta ed una sua ricomposizione condivisa, ove possibile, tra il Sindaco Raffa ed il partito stesso. Questo è l’esclusivo interesse della città.Una città - conclude - che gode del privilegio di avere un Governo Regionale "amico" ed un Governo Nazionale "attento" ai suoi bisogni. Una città al centro del Mediterraneo, con una naturale vocazione turistica e con mille potenzialità».


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 33

CRONACHE L’uomo sarebbe esponente della cosca Morabito-Bruzzaniti-Palamara

Sequestro da 1,5 milioni di euro al presunto boss Stilo

Berna (Pdl): pieno sostegno politico al sindaco Raffa di Rosa Voci

di Antonio Latella REGGIO CALABRIA - La mannaia dello Stato sui beni del genero di Peppe "Tiradritto". Un milione e cinquecento mila euro che la Dia del colonnello Franco Falbo ha sequestrato a Francesco Stilo, 55 anni, in atto detenuto. I beni in questione sono due società e dei fondi agricoli che, su richiesta della Dda, la sezione Misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria ha deciso di togliere dalla disponibilità dell’imprenditore originario di Bova Marina, il quale, nel giugno scorso, era stato condannato a nove anni di carcere perché ritenuto colpevole di reati associativi, in particolare di aver fatto parte della consorteria mafiosa Morabito - Bruzzaniti - Palamara, capeggiata da Giuseppe Morabito, anch’egli come il genero, attualmente detenuto. Il destinatario del provvedimento di sequestro - si legge in una nota della Dia risulta inoltre colpito da "ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Reggio Calabria il 20 giungo del 2008 per il reato di associazione mafiosa, per il quale è stato condannato. Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria con ordinanza del 7 agosto del 2008 confermava la menzionata o.c.c. del giugno 2008, mentre con successivo provvedimento del 16 luglio 2008 confermava il decreto di sequestro probatorio, scaturito con l’operazione "Bellu Lavuru" condotta dai militari dell’Arma dei carabinieri di Reggio Calabria".

REGGIO CALABRIA - «L’incontro con carattere interlocutorio tenutosi nella serata di ieri tra il Pdl (Coordinamento Regionale e Grande Città) e il Sindaco f.f. Raffa può ritenersi positivo» si legge in una nota di Demetrio Berna Coordinatore Vicario Pdl. «E’ stata fatta un’analisi delle motivazioni che hanno portato alla redazione del documento originario a firma dei trenta tra consiglieri e assessori, docu-

Il patrimonio riconducibile a Francesco Stilo è stato ricostruito dal Centro Dia di Reggio Calabria, che ha accertato come uno dei beni sequestrati, la società "Imc di Costantino Stilo e C. s.n.c.", di fatto, fosse gestita dallo stesso Stilo, ancorché questi risultasse estraneo alla compagine societaria intestata a due prestanome. Il tribunale reggino ha ritenuto l’uomo dominus assoluto della compagine, definita "impresa mafiosa", in quanto rappresentante "un’articolazione imprenditoriale della cosca Morabito - Bruzzaniti Palamara, attraverso la quale la predetta cosca aveva ottenuto dalla società Condotte d’Acqua spa il subappalto per un importo di 7 milioni e 400 mila euro relativo alla fornitura di calcestruzzo necessario per realizzare la variate dell’abitato di Palizzi della Ss 106 ionica". Igiudici,attraverso l’esamedell’informa-

tiva della Dia, hanno stabilito l’esistenza di una notevole sperequazione tra i beni nella disponibilità dell’uomo e le attività ed i redditi ufficialmente dichiarati. Il sequestro, in particolare, ha riguardato il capitale sociale e il patrimonio aziendale dell’impresa "Imcdi Costantino Stilo e C. s.n.c." con sede ad Africo operante nel settore del calcestruzzo; un’azienda agricola nel comune di Bianco e 100 ettari di terreno coltivati ad agrumeto e vigneto. I sequestri, scaturiti dell’indagine "Bellu Lavuru", complessivamente, riguardano beni per oltre 11 milioni di euro. Oltre a quello di ieri (1,5 milioni di euro) riconducibile a Francesco Stilo, in precedenza altri provvedimenti avevano riguardato i patrimoni di Mario Domenico Mauro, di 51 anni, Giuseppe Maesano (55), Terenzio D’Aguì (49) e Demetrio Morabito (35).

Partono le riprese del film The Opening REGGIO CALABRIA - «Sarà un film centrato sui sentimenti: un storia intima con pochi personaggi che ruota attorno alle figure di un padre e di un figlio che si ritroveranno dopo un evento di sofferenza». E’ questa la trama di fondo del film "The Opening" le cui riprese inizieranno oggi a Seminara, centro che sarà una delle location, assieme alla città di Palmi, il litorale di Bagnara, la Costa Viola del film che vede protagonisti Danny Quinn e Maria Grazia Cucinotta. I due protagonisti sono stati graditi ospiti ieri al Palazzo storico della Provincia, dove sono stati ricevuti e accolti dal Presidente avv. Giuseppe Morabito, dal Capo di Gabinetto, avv. Maurizio Condipodero e dall’Assessore alla cultura Santo Gioffré. Assieme a loro, il produttore del film Domenico Latino, tra l’altro, originario di Seminara, il regista Valerio Zanoli, l’attrice Sabrina Crocco, ed il giovanissimo Bradley Polaski. Lungo e cordiale il colloquio tra il Presidente e i due attori, nel corso del quale sono stati affrontati molti aspetti riguardanti il territorio della provincia reg-

gina, ma anche dell’Area dello Stretto. Il Presidente Morabito ha donato ai due protagonisti un volume fotografico sulla Provincia di Reggio Calabria e una ceramica artistica con i simboli del nostro territorio. «Le riprese ruoteranno attorno a due grande eventi di massa in programma in questi giorni in provincia di Reggio - ha spiegato il regista Zanoli, che si è detto affascinato dai paesaggi e dagli scenari del territorio reggino - la processione della Madonna Nera ed il Corteo Storico, evocativo dell’ingresso di Carlo V a Seminara. Voglio ringraziare la Calabria, la provincia di Reggio - ha proseguito Zanoli - Abbiamo trovato molta accoglienza». Le riprese dureranno 7 giorni. «Utilizzeremo anche due mezzi aerei - ha spiegato il regista - con immagini suggestive girate dall’alto che consentiranno di mostrare il meglio di questo territorio». «Conosco bene questi litorali - ha dichiarato Maria Grazia Cucinotta, entusiasta, per una volta di girare vicino casa, quasi di fronte alla sua Messina - dove immagino mia madre intenta come sempre a cu-

cinare. E’ un film che nasce da una bella storia - ha proseguito la Cucinotta - ricca di valori, di quei valori che solo il nostro Sud sa esprimere». «Questo film sarà una ulteriore occasione di promozione del nostro territorio - ha commentato l’assessore alla cultura Santo Gioffré - D’altra parte, è stato questo l’impegno di questi primi quattro anni di mandato, quello di valorizzare il territorio. Questo film, destinato sicuramente a partecipare a numerosi premi sarà uno strumento formidabile di pubblicità per il nostro territorio».

mento che ha avuto come conseguenza le dimissioni del Sindaco f.f. Raffa. Pur comprendendo -continua le motivazioni che hanno portato alle dimissioni, è stata ribadita la necessità nell’interesse della Città di proseguire l’esperienza amministrativa. Il partito ha sempre riconosciuto e tutt’oggi riconosce in Raffa le capacità e le doti necessarie per continuare la positiva esperienza amministrativa. A sua volta quest’ultimo ha sempre condiviso il programma presentato dalla coalizione guidata da Scopelliti, alla guida dell’Amministrazione Comunale dal 2002, e si riconosce pienamente nelle idee e nei programmi del Pdl. Quindi pieno sostegno politico da parte degli organi del Pdl anche a livello romano che garantiranno, attraverso i loro rappresentanti eletti, sostegno alla sua azione amministrativa nel segno della continuità, in termini di buona ed efficiente amministrazione consapevole di affrontare un periodo non proprio felice per tutte le amministrazione locali. Resta -conclude - il nodo da sciogliere del mancato rapporto fiduciario tra i componenti della giunta firmatari del documento e il Sindaco facente funzioni che, chiariti gli aspetti politici, sembrano sconfinare nella sfera personale. Il partito ha auspicato il ripristino del clima di serenità in tutti gli ambiti ed in tal senso ha inteso convocare una riunione tra gli assessori e Raffa nei prossimi giorni».


34

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

CRONACHE

Gli ex dipendenti sono stanchi e ora esigono risposte concrete

Lavoratori ex Sasol, è partito ieri lo sciopero della fame di Filippo Borromino CROTONE - Non si ferma neanche con il caldo dell’estate la lotta dei lavoratori ex Sasol, che hanno iniziato lo sciopero della fame. Gli ex dipendenti hannodecisodiintraprenAi lavoratori ha fatto dere questa nuova ultevisita il presidente della riore forma di lotta per riProvincia che ha detto chiamare l’attenzione dei cittadini e non solo, sulla di stare cercando di loro vicenda. Si tratta di una delle tante manifestaottenere qualcosa zioni che si aggiunge alle tante proteste li hanno visti protagonisti: assemblea permanente in fabbrica, il gesto disperato dell’operaio salito sul silos, gli operai incatenati davanti il Palazzo comunale, e oggi lo sciopero della fame. Dunque anche durante l’estate, periodo in cui tutti sarebbe giusto riposassero, i lavoratori ex Sasol si sono ritrovati sul lungomare cittadino e hanno deciso di non mangiare, un modo per sottolineare la fame di lavoro e di prospettive, fame che qui, oggi hanno la sensazione non possa essere in alcun modo saziata. E se prima la lotta era per riavere il lavoro, oggi la battaglia è per il diritto agli ammortizzatori sociali. A Crotone i lavoratori sono costretti a lottare non solo per il lavoro, ma adesso anche per la cassa integrazione, qui il parodosso è la normalità e la figura stessa del lavoratore è mortificata e svilita. I lavoratori, circa una ventina,hanno dichiarato che non abbondoneranno il presidio fino a quando "qualcuno",sindaco,

presidente della Provincia, non metterà nero su bianco un programma reale per il loro reinserimento nel mondo del lavoro. Sono stanchi, e stanche sono anche le famiglie di questi operai, provate da mesi di lotte, di discussioni, e soprattutto dalla mancanza di liquidità. La moglie di un operaio, lì presente con i bambini, esasperata ci spiega che quello che vogliono sono risposte non per loro , ma per i figli, ai quali sono stanchi di dover dire sempre no. Negli occhi dei lavoratori, che si sforzano di ascoltare il politico turno, lì presente a dire, dire e ancora dire, il rammarico, la mortificazione e l’umiliazione di sentirsi svuotati del ruolo sociale. Il lavoro cosa non è se non il modo che l’uomo ha per ritagliarsi nella società uno spazio, il modo per dare un senso al vivere quotidiano, visione forse di marxista memoria, ma chi può dire il contrario? Lo stipendio è importante, oggi fondamentale, ma essenziale, indispensabile è sapere di avere uno scopo. Ai lavoratori ha fatto visita il presidente della Provincia, Stanislao Zurlo, che ha spiegato loro che sta cercando dei canali per ottenere qualcosa, l’emergenza ora è la cassa integrazione, gli operai hanno bisogno di liquidità, e Zurlo ha compreso che l’attenzione e gli sforzi adesso devono essere finalizzati a questo. Il sindaco, Peppino Vallone, che non è in città, ha delegato il suo vice, Arturo Crugliano Pantisano, che ha cercato di rassicurare gli operai. Diverse sono state le ipotesi illustrate ai lavoratori, una possibile rimessa in funzione delo stabilimen-

to attraverso l’acquisizione da parte di una multinazionale russa, l’impiego in progetti d’intervento locale, bonifi- Dopo le lotte per il ca, lavori nella zona arposto di lavoro adesso cheologica nord della città: tutte ipotesi, alle si apre una nuova fase, quali i lavoratori non la lotta per gli danno peso. E’ finito il tempo delle ammortizzatori sociali. ipotesi, delle proposte, dei dibattiti, degli in- A Crotone i lavoratori contri istituzionali, con i sindacati, il tempo a sono costretti a lottare loro disposizione è non solo per il lavoro, scaduto, e gli operai ex Sasol non intendono ma adesso anche per la concedereulterioriproroghe a politici e sinda- cassa integrazione cati.

La protesta

Il Magna Graecia Teatro Festival al Parco archeologico di Capocolonna CROTONE - E’ partito lunedì il Magna Graecia Teatro Festival 2010 all’anfiteatro del Parco archeologico di Capocolonna. Lunedì è andato in scena "El ingenioso Hidalgo Don Quijote de la Mancha" di Miguel de Cervantes. Direttore artistico della kermesse teatrale, organizzata dal Comune di Crotone e dalla Regione Calabria in collaborazione con il Teatro Stabile di Calabria, è Angela Spocci. In scena un cast di grande livello a partire dal grande Mariano Rigillo e poi ancora Tonino Taiuti, Anna Teresa Rossini e Patrizia Spinosi. La regia è affidata a Mariano Rigillo. I costumi sono di Anna Maria Morelli e le scene di Paola Petti. Musiche di Nicola Piovani già premio Oscar . L’opera di Miguel de Cervantes è, secondo Lukacs, il primo grande romanzo delle illusioni per-

dute; noi con il nostro progetto vogliamo invece ritrovarle tutte le nostre illusioni e invitare tutti coloro che verranno a vederci a fare altrettanto. Il protagonista, Don Quijote, diventa personaggio emblematico della protesta e del rifiuto ad adattarsi a modelli che la società impone. E pur venendo ad assumere il ruolo contraddittorio, già nella sua stessa definizione, di "eroe comico", Don Quijote dà alla sua condizione uno spessore tragico e sublime per arrivare ad esprimere il suo potenziale eversivo nella libertà di volersi e potersi rappresentare in un mondo che sembra non avere posto per lui. L’allestimento pone l’attenzione sulle avventure narrate nella seconda parte del capolavoro di Cervantes. Luigi Coppola


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 35

CRONACHE D’Agostino e Comito si sarebbero resi responsabili di omissione in atti d’ufficio

Perdita da condotta fognaria, avviso di garanzia al sindaco di Nunzio Morsice VIBO VALENTIA - Quattro avvisi di garanzia, uno al sindaco del comune di Vibo Valentia Nicola D’Agostino, un altro all’assessore all’ambiente Pietro Comito ed altri due ai costruttori edili Vincenzo e Filippo Valotta, rispettivamente padre e figlio, del luogo, sono stati emessi dal sostituto procuratore della Repubblica Fabrizio Garafalo e notificati dai Carabinieri della stazione della citta’ capoluogo che hanno condotto le indagini. Secondo l’ipotesi di reato, gli amministratori comunali si sarebbero resi responsabili di omissione in Avvisi di garanzia atti d’uffianche per due cio, mentre i cocostruttori edili struttoridi getto di Vincenzo e Filippo cose periValotta, padre e colose. Il tutto ha figlio. I due preso l’avsono accusati di aver vio da una gettato cose pericolose denuncia presentata dal proprietario di una villetta in via "Feudotto" G.D. Quest’ultimo ha segnalato prima al Comune e poi ai Carabinieri che da un condotta fognaria fuoriuscivano dei liquami che oltre ad invadere la sua abitazione, andavano finire sulla pubblica via e che gli imprenditori Valotta, che l’avevano fatta costruire, si sarebbero rifiutati di ripararla o di farla riparare. Sulla base degli accertamenti esperiti dal luogotenente Nazzareno Lopreiato, comandante della locale stazione e fatti propri dal sostituto Garofalo, stamattina sono scattati i provevdimenti.

Apre un info point turistico nel centro storico di Tropea di F. Marra

Giudice di pace muore mentre fa footing Il dottor Francesco Galloro aveva 72 anni VIBO VALENTIA - Abitualmente prima di recarsi in ufficio si concedeva mezz’oretta di footing, ma ieri mattina intorno alle 7 si è accasciato al suolo. Così è morto Francesco Galloro, questo il suo nome, giudice di pace presso il tribunale di Vibo Valentia con l’incarico di vice coordinatore, nato 72 anni fa nel vicino comune di San Nicola da Crissa e residente nella città capoluogo in via De Gasperi dove è avvenuto il fatto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che accertare la "morte improvvisa cardiaca" come hanno scritto nel freddo linguaggio burocratico.

TROPEA - Servizi ai turisti e promozione del territorio. Nel centro storico di Tropea, al primo piano del prestigioso palazzo Antico Sedile della frequentatissima Piazza Ercole, un info point turistico offrirà assistenza e informazione qualificata ai visitatori per una più utile e approfondita conoscenza del territorio, delle sue strutture, delle sue risorse, delle sue attrattività e all’insegna della migliore ospitalità. Il progetto muove dall’Accordo di Programma Quadro in materia di Turismo di recente sottoscritto tra Camera di Commercio e Provincia di Vibo Valentia, che, in questo caso, vede coinvolta nella partership l’Amministrazione Comunale di Tropea nell’attivazione di un progetto pilota di "antenna locale" di promozione turistica che sarà anche utile per monitorare i flussi turistici sul territorio e rilevare valutazioni e gradimento dei servizi anche al fine di modulare, nel settore, un’offerta sempre più rispondente alle esigenze di mercato. Il progetto, nei suoi dettagli operativi e nelle sue finalità, e l’info point nella sua struttura e nella sua organizzazione, verranno presentati dal Commissario della Camera di Commercio Michele Lico, dall’Assessore provinciale al Turismo Gianluca Callido e dal Sindaco di Tropea Adolfo Repice, nel corso di una conferenza stampa oggi a Tropea nella sede dell’info point in Piazza Ercole.

Contraffazione, denunciato un pakistano VIBO VALENTIA - Lo hanno sorpreso sulla spiaggia di Colamaio mentre tentava di vendere a turisti e bagnanti oltre 50 paia di occhiali contraffatti riportanti le marche D&G, Cavalli, Gucci, Prada e Rayban. I Carabinieri della Stazione di Vibo Marina, che per il periodo di agosto stanno svolgendo una serie di controlli su tutte le spiagge del circondario del capoluogo per reprimere il fenomeno della vendita di prodotti contraffatti, hanno notato Y.M., pakistano del ’54 residente in Italia, mentre vagava da un ombrellone all’altro provando a convincere i bagnanti ad acquistare qualche occhiale da sole. Gli uomini dell’Arma, che si erano confusi tra la folla, non hanno avuto problemi ad avvicinarsi all’uomo ed a chiedergli, oltre ai documenti, anche le fatture comprovanti l’originalità della merce. Così non c’è voluto molto ai Carabinieri per sequestrare tutta la mercanzia in vendita, del valore di oltre 1000 euro, e denunciare lo stra-

niero con l’accusa di ricettazione ed introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. L’attività di controllo delle spiagge continuerà per tutto il periodo di agosto sia al fine di reprimere il fenomeno del commercio ambulante illegale sia per garantire maggiore sicurezza ai tanti turisti I prodotti sequestrati che in questo periodo affollano le spiagge e che potrebbero essere vittime di qualche malintenzionato pronto ad approfittare del periodo di festa. Marco Gigli


36

il Domani Mercoledì 11 Agosto 2010

IL DOMANI DELLA CULTURA

Ines Fontenla, ispirazioni “terrestri” L’artista argentina affronta il rapporto con il territorio, anche metaforico, e della causa ecologica

Claudia Quintieri

A

rgentina di nascita, Ines Fontenla è romana d’adozione da molti anni. Fin dagli inizi il suo lavoro si è distinto per un approccio contemporaneamente concettuale e manuale che non l’ha mai abbandonata, permettendole di passare da un mezzo espressivo a un altro con una consapevolezza meditata che unisce le due componenti. Il percorso che ha scelto è stato accompagnato da una profondità di pensiero che si è realizzata insieme alla ricerca e allo studio ed è sempre rimasta legata al rapporto con il territorio. Quest’idea si è evoluta attraverso l’approfondimento su vari aspetti che il territorio poteva comprendere, anche e soprattutto a livello metaforico. Ultimamente si è dedicata alla riflessione su problematiche ecologiche. La svolta si è avuta con l’opera Il cielo alla fine del mondo sul buco dell’ozono. Parlaci del tuo ultimo lavoro, presentato a Venezia e a Vercelli. «Ho cercato di raccontare il problema del buco dell’ozono attraverso un’installazione composta anche da un video. Si tratta di una realtà della quale ora si parla molto poco però il buco continua ad aprirsi sistematicamente tutte le primavere in Antartide e nella Terra del fuoco. Provoca cambiamenti nell’ambiente come lo scioglimento dei ghiacci, e siccome è un fenomeno relativamente nuovo ancora non si sa bene quali saranno le conseguenze. Io ho voluto parlare di ciò in maniera sintetica e schematica attraverso simboli, metafore e allusioni, come penso debba fare l’arte. Oltre al video in cui vengono intervistati abitanti delle regioni interessate, ho ricostruito una mappa della Terra del fuoco realizzata con un tappeto verde che simboleggia il territorio, delle case colorate simili alle costruzioni di questa parte del mondo che ricordano le case dei bambini e delle bambole e danno all’installazione un aspetto bucolico, negato da una serie di coltelli che scendono dal soffitto indicando la minaccia incombente». Come sei approdata a queste tematiche? «L’origine dell’interesse risiede nel mio concetto di arte. Credo che questa debba concentrarsi soprattutto sui contenuti, sull’etica. Penso che una delle caratteristiche dell’arte contemporanea sia che la parte estetica debba essere subordinata al contenuto. In questo modo può diventare un mez-

zo per riflettere sui cambiamenti non voluti che riguardano l’ambiente e soprattutto sul bisogno di prendersi delle responsabilità perché questi sono problemi che interessano tutti, sono emergenze. Mi piace parlare dei conflitti dell’uomo, rappresentare il mio tempo, la mia cultura».

Come, con la tua arte, puoi contribuire alla causa ecologica? «L’arte può invitare a una presa di coscienza sulla situazione dell’ecologia in questo momento. Non voglio dare soluzioni, voglio soltanto cercare di provocare un’inquietudine che metta in condi-


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 37

IL DOMANI DELLA CULTURA L’artista

Italo-ispanica doc

Ines Fontenla è nata a Buenos Aires il 3 dicembre 1950, ma vive e lavora a Roma. Ha frequentato l’Accademia di belle arti di Buenos Aires, Madrid e Roma. Ha ricevuto le borse di studio del Circolo culturale nella città natale, del Centro ibero-americano di Madrid, dell’Istituto italo-latino-americano di Roma e dell’università di Siena. Molte le mostre in Italia e all’estero fra cui nel 2008 la personale “This not too late to seek a newer world” alla galleria ArtMbassy di Berlino.

zione la gente di incuriosirsi e di approfondire il tema, il mio è un invito a interrogarsi». Hai iniziato lavorando con le carte geografiche, cosa ti interessava in quel momento? «Mi interessava soprattutto il concetto di territorio, di come l’idea che ne abbiamo sia qualcosa che è cambiata nel corso del tempo nella mente dell’uomo al di là della rappresentazione geografica con creta. Per questo ho utilizzato delle carte geografiche antiche mettendole a confronto con quelle moderne. Il mio intento era anche quello di riflettere su un problema di identità. Siamo abituati ad “essere” in base alla nostra appartenenza geografica e questa è una realtà dell’oggi e del qui, ma era diversa prima e sarà diversa anche dopo». Perché hai scelto di intraprendere il lavoro sulla città ideale? «È stato un po’ uno sbocco della mia riflessione sulle utopie. Dopo la realizzazione delle opere sulle carte geografiche mi sono interessata ai territori utopici che mi hanno portato a considerare le città ideali pensate dall’uomo, mai realizzate, ma che rimangono come un progetto, come la ricerca di qualcosa che va al di là di quella che è la realtà. Ho guardato molto agli architetti e ai filosofi, cominciando da Platone per finire con Ledoux». Sei poi approdata alle valigie scandagliando la tua storia personale di migrante che ha cambiato territorio e nazionalità. «Le valigie sono state l’espressione più intima della mia arte. Erano un po’ la metafora dello spostamento dell’uomo alla ricerca di qualcosa di mi-

gliore. Ho raccontato la mia esperienza di migrante in forma metaforica. Questo lavoro si collegava anche all’utopia perché i migranti cercano di costruire la loro utopia portando dentro le valigie i propri progetti per realizzare, in un territorio nuovo, una realtà diversa lasciando dietro i fallimenti, le frustrazioni e tutto ciò che si vuole cambiare. Questa è un’esperienza personale ma è anche una realtà molto importante perché vediamo in continuazione masse di popoli che si spostano da una parte all’altra cercando di vivere in una maniera differente. Una di queste valigie conteneva una serie di frasi che ci portiamo dentro: avrei voluto, avrei potuto, vorrei, potrei». Infine, ci anticipi il tuo prossimo lavoro? «È un’installazione con la terra e una mappa. Cerco di creare una tensione fra la terra fertile, la madre terra e la terra che l’uomo ha distrutto. Una mappa stampata su un vetro rotto viene appoggiata sopra una superficie di terra appena arata, c’è un contrasto fra i due elementi che crea tensione». Dall’alto, in senso orario: Derive, 2004 un ritratto di Ines Fontenla Il cielo alla fine del mondo, 2009 Verso Itaca, 2008 Alla fine delle utopie, 2002 Pace, s. d.


Il tributo al fondatore del Cavallino Rampante Sintesi di arte e tecnologia, questo è sinonimo di Ferrari. Ma anche passione, amore per la sfida, impegno per raggiungere il risultato e superare ogni traguardo, capacità di guardare sempre avanti. E di questo si parla quando il protagonista è l’uomo che ha creato una leggenda: Enzo Ferrari. Solo un’auto estrema come questa poteva portarne degnamente il nome. E solo con un’opera d’arte come questa potevamo farne risplendere ogni dettaglio, nella sua aggressiva perfezione.

Il fascino assoluto del mito La scultura è realizzata con la tecnica della microfusione a cera persa, in bronzo laminato in palladio. I cristalli sono realizzati con la tecnica dello smalto a caldo. Un prezioso smalto “cattedrale” trasparente permette la visione dei particolari del motore. Scala: 1/18 Dimensioni: 10,5 x 25 x 5,4 cm ca.

TIRATURA LIMITATA PER L’ITALIA A 399 ESEMPLARI NUMERATI E CERTIFICATI

FERRARI ARTISTIC LIMITED EDITIONS

L’ARTE SI ACCENDE DI ROSSO

www.editalia.it

800 014 858 numero verde

PIER PAOLO PUXEDDU + FRANCESCA VITALE STUDIO ASSOCIATO

Produced under license of Ferrari Spa. FERRARI, the PRANCING HORSE device, all associated logos and distinctive designs are trademarks of Ferrari Spa. The body designs of the Ferrari cars are protected as Ferrari property under design, trademark and trade dress regulations

SCULTURE IN MOVIMENTO: ENZO FERRARI


Mercoledì 11 Agosto 2010

il Domani 39

APPUNTAMENTI IV edizione sagra delle braciole di patate Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari BELVEDERE MARITTIMO "Bellum Videre Alternative Fest" Si svolgerà nei giorni 12, 14 e 16 agosto nella piazza G. Amellino di BelvedereMarittimo,lasecondaedizione del primo festival della costa tirrenica,organizzatodai giovanidel luogo, con il patrocinio del Comune di Belvedere BORGIA Intersezioni 5 Fino al 3 ottobre , presso il parco archeologico di Scolacium (Borgia, Catanzaro),eMarcaCatanzaroacura di Alberto Fiz si terrà la mostra catalogo Electa. BOVALINO Presentazione inedito di Mario La Cava Oggi,alleore21.30,alCaffèLetterario “Mario La Cava” presso la Villa ComunalediBovalino,CittàdelSole Edizioni presenta Corrispondenze dal Sud Italia di Mario La Cava. L’inedito del grande scrittore calabrese curato da Gaetano Biguglio. BRIATICO IIEdizionedelMediterraneaSound Festival L’associazione culturale Eleutherìa organizza la II edizione del Mediterranea Sound Festival che si terrà giovedì 12 agosto , a San Costantino di Briatico. CARIATI Sagra del pesce azzurro Oggi, alle ore 21.30, presso il Lungomare, si terrà la Sagra del Pesce Azzurro CASTROVILLARI "Estate castrovillarese 2010" La Città di Castrovillari presenta "Estate castrovillarese 2010". Programma: "XXV estate internazionale del folklore e del Parco del Pollino" dal 17 al 20 agosto , alle ore 21.00, in piazza Municipio; "Miss & Moda": giorno 22 agosto , alle ore 21.00, in piazza Municipio si terrà Miss Castrovillari & Miss e Mister baby 2010, a cura della scuola di ballo "Pam"; "Girovagando... in teatro", giorno 3 settembre , ore 21.00, presso Largo Vescovado, "Filumena Marturano" a cura dell’associazione culturale "Aprustum"; "Notti Bianche": 27 agosto, ore 21.00, presso il villaggio Cammarata si terrà "Gennaro 100% calabrese" a cura del comitato Cammarata. CATANZARO Elisa in concerto Saràunpalcoscenicocompletamente bianco con diversi piani, torri e scale, quello che ospiterà il concerto di Elisa il 13 settembre , all’area Magna Grecia, organizzato dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese. La data rientra nel tour “Heart Alive”.Perleprenotazionieperqualsiasi informazione è possibile telefonare al numero 0961.726313 per la Ticket Service, oppure ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335 per la Esse Emme Musica; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it. COSENZA Festival della musica “Abstract 2010” Un evento unico e tra i più grandi d’Italia, considerato tra quelli più spettacolari del “Dance Floor Internazionale”. E’ “Abstract 2010”, vero e proprio Festival della musica dance internazionale che il 10 settembre sarà ospitato, con inizio alle 20.30, allo Stadio San Vito di Cosen-

L’associazione Ausonia Eventi è cuoche locali e saranno servite a tutti re degli ottimi panini, e sorseggiare lieta di presentare la IV delle buonissime birre di edizione della sagra deldiversemarche.Ovviamenle braciole di patate e fete non abbiamo solo pensasta della birra che avrà toadeliziareilvostropalato luogo in Girifalco (Cz) macisiamoimpegnatiaorin località “Fosso ganizzare una serata ricca Grastello”il 13 Agosto di spettacoli per rendere la 2010 dalle ore 21:00. festa ancora piu’ì bella e Durante la serata si potdivertente e per condivideranno gustare delle ottire insieme con voi, come me braciole, preparate sempre, delle ore indimencon le patate coltivate ticabili. Per questo motivo nel territorio girifalcese abbiamo pensato di : Riorche hanno delle caratteganizzare, dopo il grandisristiche organolettiche simo successo dell’anno molto particolari grazie scorso,ilconcorsodibellezalle condizioni pedo-cliza per Miss e Mister; Fare matiche. Infatti, nel terEsibire il Cabarettista ritorio girifalcese, in Calabrese Norius Florio; particolare quello monInvitare il giovane cantante tuoso,nelperiodoestivo girifalcese Francesco vi sono forti escursioni Rosanò, il quale si esibirà in termiche che stressano dei mini concerti; Coinvolle colture e le inducono gere la scuola di danza ad accumulare un mag“Butterfly” di Lucia Frangigior quantitativo di zucpanechefaràdanzareisuoi cheri, e quindi in genere allievi. Completare la seratutti i prodotti coltivati ta, rinvitando gli artisti nel territorio montuoso localicheesporrannocome girifalcese sono più doll’anno scorso i loro quadri e ci e gradevoli. Il prodotcapolavori. Per chi non to è tipico della zona alsarà sazio di questo ricco meno dall’inizio del semenu alla fine della spettacolo scorso. Le braciole saranno i partecipanti della manifestazione. colo sarà allestita una vera e propria preparate integralmente da esperte Si avrà inoltre la possibilità di gusta- discoteca all’aperto. za per iniziativa della “P.J. Master Production” di Paolo Marozzo e con il patrocinio dell’Assessorato allo sport, spettacolo ed eventi guidato da Francesca Bozzo. CROPANI “Premio Mar Jonio 2010” dieci anni di riconoscimenti prestigiosi Venerdì 13 Agosto 2010, a Cropani Superiore, alle ore 21, si terra’ la cerimonia di assegnazione del "Premio Mar Jonio 2010" giunto alla decima edizione. CROTONE “Notti d’agosto 2010” Ivana Spagna, Alexia, Alvaro Vitali, Giovanni Cacioppo sono solo alcuni degli artisti che arriveranno a Crotone nell’ambito di “Notti d’agosto 2010”, la stagione estiva del Comune di Crotone. Lunedì 16 agosto , alle 21.00, sul lungomare, in zona passerella, sarà di scena Alvaro Vitali. Martedì 17 agosto , sulla Lega navale alle 21.00, ci sarà il rientro di città di Chiara Ranieri, mentre venerdì 20 agosto , sempre sulla Lega navale, alle 21.00, un’altra grande voce sarà protagonista delle “Notti d’agosto”: quella di Alexia. Il giorno seguente, sempre sulla Lega navale, alle 21 si esibiranno i Sonohra. Seguiranno gli appuntamenti: martedì 24 agosto alle 21 alla Villa comunale è la volta di Antonella Costa, seguirà Giovanni Cacioppo, giovedì 26 agosto alle 21 sempre sullaLeganavale,mentre“Letutine” animeranno la serata di domenica 29agostoalle21nellavillacomunale.Dal25al28agosto,poi,ilpiazzale Ultras sarà il palcoscenico del tour del “Mulino Bianco” con animazione ed intrattenimento per bambini. Infine sabato 28 agosto, la Lega navale farà da scenarioall’esibizione della “U2 Tribute Band”. DIAMANTE Concerto per Lilli Passerà dal Teatro dei Ruderi di Cirella, il 18 agosto 2010, la magia della musica di Pino Daniele, concerto organizzato dalla Fondazione Lilli.

FRANCAVILLA MARITTIMA “Panatenee in onore della dea Atena” Ilgiorno18agosto,sisvolgeràpresso il Parco Archeologico didattico di TimponeMottadiFrancavillaMarittima il I° Corteo con rievocazione storica “Panatenee in onore della dea Atena” organizzato dal Comune di Francavilla Marittima in collaborazione con la Fondazione Brettion onlus e la partecipazione di numerosi enti ed associazioni di settore. GASPERINA Esposizione Nicola Raspa Fino al 15 agosto , nei locali di Via Mazzini9/A, conil patrocinio delComune,ilpittoreNicolaRaspaespone nuove opere. LOCRI Fino al 12 Equinozio di Architettura Corte del Palazzo di Città Inaugurazione DESIGN X TERRITORI BIDBORSA IDEA DEL DESIGN Corte Palazzo di Città MAIDA Due Mari Summer Festival Programma Due Mari Summer Festival, presso il centro commerciale "Due Mari": Il 28 agosto , ore 21.00, "Balliamo insieme?", estate danzante con V&V dance school. Il 14 agosto , ore 19.00, "Stessa spiaggia...stesso mare". Dal 16 al 26 agosto , "Pepp’Art", esposizioni, degustazioni e laboratori, a base di peperoncino. OLIVADI Domenico Codispoti in concerto Oggi , alle ore 22.00, presso il Teatro S. Elia, l’associazione culturale OlivadesepresentailconcertodiDomenico Codispoti (pianoforte) ROCCELLA JONICA Rumori Mediterranei Roccella Jazz Dal 13 al 21 agosto , l’associazione culturaleJonicaOnluspresentaRoccellaJazzFestival20^edizione,Rumori Mediterranei 2010 "Memorie future", direzione artistica Paolo Da-

miani. Giorno13 agosto, alle ore 22.00, presso l’auditorium comunale si terrà l’anteprima nazionale del film "Io sono Tony Scott" di Franco Maresco. Dal 16 al 21 agosto , si svolgerà, nei pressi del Teatro al Castello, la Mostra-Mercato dell’enogastronomia e dell’artigianato locale di qualità. ROSSANO Rossano la Bizantina....d’estate 2010 Ogni sabato e domenica fino al 28 agosto,ore19.00/24.00,pressol’AnfiteatroVialeMediterraneo-mercatinoartigianato a cura ass. Creare Insieme con Fantasia. SANTA CATERINA ALBANESE Festival Joggi Avant Folk Appuntamento immancabile dell’estate musicale calabrese sarà anche quest’anno il festival Joggi Avant Folk, in programma a Joggi, frazione del comune di Santa Caterina Albanese, dal 16 al 18 agosto , giunto alla tredicesima edizione. SAN VITO SULLO IONIO "Riscoprendo il borgo tra...arte, gastronomia, artigianato pregiato, antichi mestieri" 13 e 14 Agosto, dalle ore 21 in poi e giorno 14 concluderanno il tutto I MARASA’ in Concerto. SERRASTRETTA Serrastretta nel Tempo Un suggestivo e affascinante viaggio nella Serrastretta di fine Ottocento, tra le caratteristiche viuzze, gli strettissimi vicoli e gli incantevoli scorci del suo centro storico. La dodicesima edizione, oggi , ha in serbo alcune interessanti novità mai viste negli anni precedenti. SPEZZANO DELLA SILA Settimana della cultura calabrese Da domenica 22 a domenica 29 agosto , Camigliatello Silano località turistica del meraviglioso Altipiano Silano, ospiterà la prima Settimana della cultura calabrese, l’evento è un insieme di incontri cul-

turali, presentazioni di libri, visioni multimediali, ascolto di musica etnica, itinerari enogastronomici e turistici, giochi tradizionali. STALETTI’ "NottediNote...Live"alBlancaCruz Beach Village Programma: sabato 14 agosto , ore 23.30, Soul Mind Band, soul dance 70/80; sabato 21 agosto , ore 23.30, Liano Concolino, voce e tastiere; sabato 28 agosto , ore 23.30, New Talent. TIRIOLO V^ Edizione Radici Sonore Festival Fino al 12 agosto , si terrà la V^ edizione "Radici Sonore Festival". Concerti: ore 22.30, in P.zza G. Da Fiore. E’ il filo conduttore della manifestazione, ogni sera un gruppo di rilevanza nazionale, presenterà la sua proposta di interpretazione o di composizione intorno alla musica etnica. Ogni sera, dopo i concerti e fino a notte fonda, festa a ballo con i suonatori tradizionali di Cardeto (Rc). Oggi , Piccola Orchestra La Viola (Lazio) Ingresso gratuito. Giorno 12 agosto , Nuova Compagnia di canto popolare (Campania) – ingresso euro 2,00. Animazioni: ogni pomeriggio, dalle 16.00 alle 20.00, il centro storico sarà animato da una serie di attività: mostra mercato: le eccellenze artigianali calabresi, esporranno lungo le vie principali del centro storico i loro prodotti e contemporaneamente daranno dimostrazione della loro arte; concerti nel centro storico: Piazzetta S. Angelo, mostra fotografica: L’ass. l’Obiettivo di Tiriolo, curerà l’allestimento di un mostra fotografica (gigantografie 70x100); apertura dei musei; laboratori di artigianato artistico; alla riscoperta dei giochi popolari - Presso la piazzetta Seggio saranno organizzati gli antichi giochi popolari – attività rivolata ai bambini. "Sagra del Pollo alla Diavola" Giorno 14 agosto , si terrà 11^ Edizione, sempre organizzata dall’associazionediVolontariatoDiavoliRossi, della Sagra del Pollo alla Diavola. Programma: dalle ore 19.00 alle ore 24,ì.00, in Piazza Italia si potrà degustare il Pollo alla Diavola con patatine, panini con salciccia, creeps, cuddrurieddri, vino di Cirò, birra alla spina, accompagnati da musica e balli. IVª Edizione del Festivalband Si terrà il 21 agosto , in Piazza Gioacchino da Fiore ("Quartiere") la Quarta edizione del Festivalband, il concorso musicale per band emergenti suddiviso in due categorie: Junior e Senior. Per informazioni: 339/7229717 www.festivalbandtiriolo.tk festivalband2007@libero.it TROPEA Tropea Film Festival L’appuntamento cinematografico, ormai ampiamente consolidato, vedrà la presenza di Giuseppe Tornatore il 17 agosto alle ore 21,25, giorno d’apertura. VIBO VALENTIA V edizione “Una notte da Sogno” Per il quinto anno la Top Event by Diamantini rinnova il consueto appuntamento con l’evento musicale dell’estate sul tirreno con “Una notte da Sogno”, che si terrà sabato 14 agosto a Vibo Marina.


il domani  

Edizione del 11 Agosto 2010

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you