Page 1

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Mercoledì 11 Aprile 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 90

La Juventus stasera punta sulla ritrovata vena di Quagliarella

E’ TORNATO CRONACA

JUVENTUS-LAZIO

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 11/4/2012

Si è costituito il terzo elemento della rapina di Pasqua. Il caso a pag. 2 è chiuso

CATANZARO

Festa di Pasqua per il Catanzaro che si è allenato davanti ai tifosi al Ceravolo dove domenica riprende il campionato da pag. 4

1

Consiglia

COSENZA Grande entusiasmo in città per il poker di reti rifilato al Messina. Ora l’Hinterreggio è a soli 3 punti di distanza a pag. 5

1.42

1.45

NAPOLI

X

4.10

4.00

In città si festeggiano le regate della Coppa Anerica e intanto Mazzarri chiama a raccolta i tifosi per la sfida all’Atalanta a pag. 10

2

8.50

7.50


2 il Domani dello Sport

Mercoledì 11 Aprile 2012

CRONACA CALABRIA

IL CASO DELLA RAPINA È CHIUSO Si è costituito ai Carabinieri Giuliano Napoli, l’ultimo componente del commando

«Avviare la fase 2 del piano di sviluppo rurale»

La Coldiretti della Calabria a gran voce

«C

I

Felice Stanca

l caso è chiuso. Ieri sera, infatti, si è costituito ai Carabinieri Giuliano Napoli, 24 anni, l’ultimo componente del commando che, alla vigilia di Pasqua, ha tentato di compiere una rapina nel supermarket “Trovatutto” di Delianuova e, invece, le uniche cose che ha trovato sono state la morte e il carcere. Rapinatori, dunque, identificati e arrestati. Merito dei Carabinieri e della Procura di Palmi che in poco meno di 48 ore hanno prima dato un nome (Luigi Napoli, 19 anni, riconosciuto dalle impronte papillari) al rapinatore rimasto ucciso nell’assalto al market (l’altra vittima è il proprietario Giuseppe Strano, 48 anni) e poi arrestato Antonino Festa, 19 anni appena compiuti «che è figlio - ha detto il colonnello Angelosanto - di un nostro appuntato in servizio a Palmi. Era già noto ai nostri uffici per piccoli precedenti e da tempo non viveva più con la sua famiglia». Festa è stato individuato e bloccato la sera della domenica di Pasqua dai colleghi di suo padre in aperta campagna nel territorio di Oppido Mamertina, dove avrebbe cercato di fare perdere le sue tracce con un complice «che - ha aggiunto il comandante provinciale dei Carabinieri - dovrebbe essere catturato a breve». E così è stato. Nel pomeriggio di ieri, infatti, si è costituito Giu-

La sanguinosa rapina della vigilia di Pasqua a Delianuova che ha registrato la morte del proprietario e di un rapinatore

liano Napoli, 24 anni, cugino del rapinatore rimasto ucciso. Anche lui come Festa dovrà rispondere di concorso in omicidio e rapina aggravata. «Siamo a una svolta decisiva delle indagini - aveva annunciato in mattinata il procuratore della Repubblica di Palmi Giuseppe Creazzo -. Finora sono emersi gravi elementi di colpevolezza non solo a carico di Festa, ma anche di un’altra persona identificata e ricercata con grande determinazione dai carabinieri». E proprio per quanto riguarda le indagini, il procuratore Creazzo e il comandante provinciale dei carabinieri Pasquale Angelosanto hanno chiarito che una ricostruzione precisa dei fatti potrà essere compiuta solo quando sarà completato l’esame autoptico dei cadaveri e saranno a disposizione degli inquirenti anche i dati dell’esame balistico. «Elementi necessari - hanno spiegato - per avere un quadro preciso di quanto successo a Delianuova alla vigilia di Pasqua». «Su Festa abbiamo raccolto gravi indizi di colpevolezza e l’abbiamo sottoposto a fermo, ma l’ultima parola spetterà al gip», ha detto Creazzo. Ma nel corso dei primi interrogatori, Festa avrebbe già ammesso il suo coinvolgimento nella tragica rapina e fatto il nome dell’altro complice. Durante la conferenza stampa tenuta ieri mattina nel Comando provinciale dei carabinieri, è stato sottolineato che le indagini sulla tragica rapina sono andate avanti ininterrottamente da sabato sera. Gli inquirenti, inoltre, hanno chiarito che all’interno del supermercato, in pieno centro a Delianuova, è stata ritrovata una sola pistola, sulla quale sono in corso i rilievi balistici. Secondo la ricostruzione dei fatti, due rapinatori (un terzo era in macchina e non si esclude la presenza di

Arrestato subito Antonino Festa, 19 anni, figlio di un Carabiniere. Si è costituito Giuliano Napoli cugino del rapinatore ucciso un quarto componente della banda, come “palo”) sono entrati nel supermercato e, sotto la minaccia delle armi, pretendevano l’incasso. È subito scattata una colluttazione tra un malvivente e uno dei titolari dell’attività commerciale, Giuseppe Antonio Strano, che, davanti alla propria figlia, è caduto a terra raggiunto da alcuni colpi di pistola al torace. Prima di morire, però, l’uomo è riuscito a sparare a sua volta (da chiarire se con l’arma sottratta al bandito oppure con una propria) contro uno dei malviventi. Quest’ultimo, Luigi Napoli, è stato poi ritrovato cadavere dai carabinieri ad alcune centinaia di metri dal supermercato. I malviventi scappati a bordo di un’autovettura l’hanno abbandonato subito dopo il decesso. Gli inquirenti sono ancora al lavoro per cercare di definire l’esatta dinamica dei fatti e stabilire l’eventuale presenza o meno di un quarto complice che avrebbe avuto il compito di sorvegliare la zona dove è ubicato il supermercato. «L’efferatezza dell’avvenimento impone una riflessione sull’importanza di fare prevenzione sociale, in particolare tra i giovani della Piana di Gioia Tauro, per offrire loro opportunità di impegno e valori che riescano ad allontanarli dalla dinamiche della criminalità organizzata», ha concluso il procuratore Creazzo.

on il completamento e l’approvazione delle ultime graduatorie del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2007-13 riferite alla misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole”, comprensiva della pubblicazione dell’ultimo bando, si giungerà a circa 1200 aziende beneficiarie che equivalgono al 43% dell’obiettivo programmato; con questo è stato messo a segno dal Dipartimento Regionale Agricoltura un decisivo e importante “match point”. Lo si legge in una nota della Coldiretti Calabria. «Con la misura 123 “Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli” di cui hanno beneficiato 120 imprese, si è data una prima risposta per la valorizzazione del vero “made in Calabria”. L’agricoltura sta realizzando 342milioni di Eurouro di investimenti, di cui 42 milioni da giovani insediati per la prima volta, e rimangono da programmare, circa 78milioni di Eurouro di sola

parte pubblica». «Diamo atto che è stato un percorso irto di ostacoli, - commenta il presidente della Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro - riconosciamo che seppur con un fisiologico ritardo e le connesse incertezze, si è raggiunto un buon traguardo. Ora i tecnicismi riferiti al PSR, sono più maturi e questo significa che nel prossimo futuro devono essere una leva competitiva utilizzabile a pieno regime e con maggiori certezze». Ora, non ci devono essere intoppi e ostacoli di varia natura, per non vanificare il percorso di investimento delle imprese e pertanto la vigilanza, l’attenzione e la responsabilità devono essere massime. «La strada quindi è tracciata - conferma Molinaro - e siccome alle imprese interessa “il fare” adesso più che mai occorre coraggio tenendo la barra dritta, perché l’agricoltura ha dimostrato che ci sono idee e progetti nuovi e la volontà di realizzarli».

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Mercoledì 11 Aprile 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

INQUINAMENTO! AMBIENTE Lavorazione delle olive, liquami in mare

Q

Andrea Splendore

uindicimila metri di piazzali e 20mila metri cubi di sansa sequestrati. Questo il “bottino” di un’operazione della Guardia Costiera di Corigliano, conclusa nei giorni scorsi in contrada Fossa, a sud della città. Gli uomini del capitano Antonio D’Amore hanno completato lunghe e laboriose indagini relative alle cause della strana colorazione delle acque del mare Jonio notata in prossimità della foce del torrente Nubrica, in località Fossa.

Nel tratto di litorale interessato, lo sbocco a mare del torrente presentava acque di colore nero e maleodoranti. I militari della Guardia Costiera hanno quindi risalito il percorso del torrente Nubrica fino al fosso di scolo denominato “Ciccino” e, con l’ausilio di mezzi e tecnici del comune di Rossano, è stato accertato che quello strano liquame scuro e di cattivo odore giungeva in mare dalla lavorazione di olive da parte di uno stabilimento industriale poco lontano da contrada Fossa. Da qui il sequestro penale preventivo

CRONACA

di parte di un’azienda industriale e in particolare di piazzali per oltre 15.000 metri quadrati, di 20.000 metri cubi di sansa di olive depositata, vasche di decantazione per la raccolta delle acque, pozzetti interrati e di tutta la condotta idraulica per la raccolta delle acque meteoriche e di dilavamento in parte interrata e intubata e in parte a cielo aperto che dall’azienda porta i reflui della lavorazione delle olive attraverso il canale e il torrente fino al mare. Dalla Capitaneria di Porto di Corigliano fanno anche sapere

Intimidazione contro Don Panizza

uova intimidazione ai danni N della comunità “Pensieri e Parole” di don Giacomo Panizza che ha

sede a Lamezia Terme in un edificio confiscato alla cosca Torcasio. Ignoti hanno sparato due colpi di pistola contro la saracinesca al piano terra. Nella sede sono ospitati laboratori per l’assistenza ai disabili e agli immigrati. Nel febbraio scorso un colpo di pistola fu sparato contro una finestra e

a dicembre fu fatto esplodere un ordigno. «Queste sono cose stressanti e sarebbe importante capire le cause perché così non sappiamo come muoverci, chi denunciare e a chi dire di smetterla» ha commentato don Giacomo Panizza. Il fatto è stato scoperto stamani alla riapertura della sede dopo le festività pasquali. «Noi - ha aggiunto don Panizza - proseguiamo nelle nostre attività.

che la sansa era poggiata alla rinfusa nei piazzali dell’azienda e per la maggior parte priva di copertura, quindi esposta agli agenti atmosferici e alla pioggia che, attraverso la formazione di rigagnoli e piccoli laghetti di acqua di colore nero e dall’odore nauseabondo, si riversava in alcune vasche di decantazione e in parte confluiva in un canale di scolo a cielo aperto. Il liquame, così, tracimava verso il fosso “Ciccino” e quindi attraverso il torrente Nubrica, fino al mare, causando la strana colorazione dell’acqua. I presunti responsabili dei reati di danneggiamento, getto pericoloso di cose, deturpamento di bellezze naturali, violazione dei vincoli paesag-

Concluse le indagini dei Carabineri che hanno scoperto come una fabbrica svessava in mare i liquami della lavorazione delle olive gistici e ambientali, inquinamento delle acque di superficie dolci e del mare, sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria di Rossano e sono stati diffidati dal porre in essere ogni attività per eliminare le cause dell’intorbimento e presunto inquinamento delle acque superficiali e del mare.


4 il Domani dello Sport

Mercoledì 11 Aprile 2012

LA SIMBIOSI CLUB-TIFOSI

SPORT CALABRIA

CATANZARO Dopo la sosta pasquale ripresa la preparazione in vista dell’Arzanese

A

lmeno a Pasqua questo massacrante, snervante, interminabile campionato di Seconda Divisione si è preso una pausa. È arrivata al punto giusto per ordinare le idee, mantenere i nervi saldi e affrontare questo ultimo mese che sarà intensissimo e decisivo. Non bisogna andare oltre il mese. Il 6 maggio è la data ultima. Va bene prima ma non vogliamo andare oltre. Abbiamo accumulato troppa tensione e abbiamo necessità di scaricarla al più presto. Tradotto. Niente play off. Possiamo accettare di arrivare fino all’ultima giornata col Giulianova anche se sarebbe meglio toglierci il pensiero prima. D’altra parte la solita dose di sfortuna non ce la siamo fatta mancare neanche quest’anno. Settantaquattro punti in trentacinque partite più due di riposo, una media impressionante di oltre due punti a partita eppure non siamo primi e la terza sta lì ad un punto. Basta guardare l’altro girone per capire che, normalmente, con questo cammino saremmo già promossi da un pezzo e invece dobbiamo trepidare fino all’ultimo. Bisogna dire che sta andando tutto per il verso giusto. Tutte le componenti stanno facendo la propria parte. Dirigenza, staff tecnico e squadra soprattutto. Grandi partite, grandi vittorie, bel gioco e entusiasmo ritrovato in una piazza dove il pallone era diventato come i

Super Santos azzannati dai cani sulla spiaggia di Caminia. E grande maturità sta dimostrando il pubblico. Uno zoccolo duro sempre presente, altri che si stanno riavvicinando alla squadra. I settemila e passa col Perugia, ma anche i quattromilacinquecento con la modestissima Isola Liri sono un segnale forte. La delusione del pari di Gavorrano e della perdita del primo posto sembra essere stata assorbita bene. Non si sono sentiti i commenti dei soliti soloni (con le o aperte). “Io lo avevo detto”, “Si vindiru a partita” “U Lamezia è cchiù forte”. Niente di tutto questo. Vuol dire che si è creata una simbiosi necessaria e ideale per la promozione che meritiamo più di tutti. Più dello stesso Perugia che ci precede ma al quale abbiamo preso sei punti su sei dimostrando che sul campo siamo i più forti. Fuori dal campo ancora no e l’ultima dimostrazione sono gli otto

(otto!) minuti di recupero concessi agli umbri in piena difficoltà contro il Milazzo. La società comunque si sta consolidando. La democrazia è bellissima ma, nel nostro caso, l’omino coi baffi che diventa il Condottiero Unico era quello che serviva. Ci ha preso gusto il reggino di nome Cosentino quando dice «Non voglio soci, ce la faccio da solo...». Come non tornare col pensiero alle gestioni spartane, ai dirigenti che si autoproclamavano e spuntavano come funghi, a persone senza arte né parte che ancora oggi rivendicano meriti nella rinascita del Catanzaro. Quando leggo certi interventi penso che bisogna sempre guardare avanti anche se dietro ci sono miriadi di persone che sono peggio di noi... Leggo di nuovi incarichi in seno alla società, di persone di fiducia del presidente. Non li conosco e non mi permetto di esprimere giudizi. Dispiace e risulta inattesa l’uscita di Mauri-

Storia di una Pasquetta passata al Ceravolo a Pasquetta di alcuni tifosi L giallorossi e della squadra del presidente Cosentino si è

svolta al “Ceravolo”. Alle ore 15,00 dopo il raduno mattutino presso il Benny Hotel la squadra agli ordini di D’urso e del preparatore Rosario Scarfone (Cozza era assente) e sotto l’attento sguardo del Ds Angelo Sorace è scesa sul manto erboso dell’ex Militare per sostenere una seduta di solo atletica. Non si è visto il pallone. La squadra ha lavorato con una serie di esercizi atletici e leggeri allunghi a tutto campo. A parte, svolgendo solo giri di campo, c’erano Maisto, Esposito, Papasidero e Sirignano con quest’ultimo che dopo l’uscita anticipata a Gavorrano correva discretamente. Accursi dopo un

zio De Filippo dalla società. Perché quest’estate aveva compiuto un capolavoro giuridico per ridare al Catanzaro quello che spettava e anche per immedesimazione nella figura del catanzarese andato a cercar fortuna lontano dai Tre Colli. Siamo certi che Cosentino spiegherà la situazione. La società è comunque da promuovere a pieni voti. Bilanci a posto tanto da far sgranare gli occhi agli organi competenti che in Lega Pro sono abituati a vedere disastri contabili e non solo. Il mercato di gennaio si è dimostrato ottimo. Complimenti anche ad Angelo Sorace. Gli innesti sono stati perfetti a partire da Sirignano e Quadri. Sta andando bene anche Giampà e qui scusate se riprendo una piccola polemica dell’ultimo intervento. Io avevo chiesto tempo per valutare se il giocatore avesse la “fame” giusta per affrontare un girone che è un inferno. Passare da San Siro allo stadio (?) di Gavorrano troncherebbe le gambe a chiunque. Lui ha dimostrato di tenere a Catanzaro e al Catanzaro. È un ragazzo molto intelligente e ne ho avuto conferma durante un’intervista al sempre benemerito Tg Giallorosso. Se posso fargli un appunto avrei evitato quel«Da residente a Terni odio Perugia...». Non per moralismo o perbenismo ma perché certe affermazioni possono portare a squalifiche, vedi l’allenatore del Verona Mandorli-

paio di giri di campo si è invece fermato. In abiti borghesi è rimasto Quadri che accusa qualche noia di natura muscolare che non dovrebbe compromettere la sua presenza domenica. I tre portieri, compreso Luca Scerbo che si è allenato regolarmente dopo aver lavorato con il gruppo hanno effettuato un allenamento in proprio. Non c’era Sasà Carboni. Contro l’Arzanese mister Cozza non potrà contare sullo squalificato Maisto. La preparazione riprenderà domani mattina e proseguirà con il consueto programma settimanale. Al passaggio dei calciatori sotto la tribuna c’è stato un lungo applauso dei presenti che ha coperto qualche improperio indirizzato a Mengoni da un isolato tifoso.

ni, e sarebbe sciocco perdere un giocatore importante per una cosa così, tanto più che il giudice sportivo non si risparmia mai sui nostri calciatori complici i referti arbitrali. Un’ultima parola sulle istituzioni come sempre assenti. Catanzaro è famosa per il vento che spazza via tutto, specie le pomesse dei politici. Il campo di allenamento a Giovino mai utilizzato, lo stadio senza Distinti (ma non dovevano essere pronti a settembre?). Chi guarda le riprese in tivù passa dallo spettacolo della Curva Capraro piena a immagini del campo che non si vedono neanche nei campionati di Eccellenza. Solo perché non c’è neanche il posto per posizionare al meglio una telecamera. RaiSport ha dovuto desistere dall’idea di dedicare un posticipo al Catanzaro che pure avrebbe portato grandi ascolti. E anche la radio aspetta una cornice migliore per riaccendere i suoi microfoni dal Ceravolo. Ora leggo di cinque milioni pronti per ammodernare lo stadio. Eppure non riesco a togliermi dalla testa quel 6 maggio. Potrebbe essere il giorno della promozione ma sarà sicuramente quello del primo turno delle elezioni comunali. L’ipotesi “Promessa al vento” è concreta. Tocca ai catanzaresi, ai tifosi, prendersi quello che a loro spetta. Società e squadra il loro dovere lo stanno facendo al meglio.


Mercoledì 11 Aprile 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

IL COSENZA METTE LA FRECCIA COSENZA Dopo il poker rifilato al Messina la squadra di Napoli vede avvicinarsi la vetta

U

na gara perfetta. Sotto tutti i punti di vista. Mister Napoli raccoglie l’undicesimo risultato utile consecutivo e con un colpo raggiunge due obiettivi: avvicinare la vetta e allontanare il Messina. Per la seconda volta, dunque, il Cosenza riapre il campionato. E lo fa nel migliore dei modi. Rifilando addirittura un poker al temutissimo Messina. Sul campo il Cosenza è quadrato, pulito e i suoi giocatori hanno carica e concentrazione tali e quali a quelle di una squadra che mira ad obiettivi importanti. Altissimi i voti per tutti, che non scendono sotto il 7,5. Tutto merito del gran lavoro che il tecnico del Cosenza ha infuso su questa squadra. Ricostruendo motivazioni, organizzazione e soprattutto quell’unità di intenti che anora oggi alcuni tentano di minare con offese gratuite distribuite un po’ qui e un po’ li. Offese dettate per telefono, ovvio. Ma il coach rossoblu fa cadere tutto nel vuoto. E le sue parole rimangono come pietre «I conti li facciamo dopo

Una gara perfetta per il Cosenza contro il Messina in un San Vito pieno come ai vecchi tempi. L’Hinterreggio è vicino

l’ultima giornata». In tutti i sensi. Ha ragione da vendere e i numeri gli stanno dando ragione. Non accetta provocazioni Tommaso Napoli e sul campo dimostra il suo valore e quello dei suoi uomini. Un connubio che si mostra, gara dopo gara, da squadra importante così come vuole la tradizione. Realtà e intenti finalmente si sposano. E allora Arcidiacono diventa un folletto matto, imprendibile per Corona e soci, che si toglie lo sfizio di realizzare una doppietta al Messina. Marano si diverte anche a giocare di tacco mettendo la firma su due reti come “innescatore ufficiale di gol”. Ci piace più di assist man. Ciano si spacca, da par suo, l’anima a quattro e lo trovi terzino, mediano, attaccante in area a dettare l’ultimo passaggio. Chi come lui? Un gladiatore. Anche Longobardi è letteralmente trasformato rispetto alle prime gare. Anche oggi si beve il suo angelo custode e, visto il passaporto che gli ha consegnato domenica scorsa Ike, se ne va da solo in porta gonfiando ancora la rete. E pensare che Napoli prima della gara aveva ricevuto l’ennesima tegola in testa. Mosciaro con la febbre e la dissenteria, praticamente inutilizzabile. E poi quel Salvino, under dai piedi buoni, buttato nella mischia dal primo minuto. Ma quale problema debutto. Sembrava gicare in quel ruolo da inizio campionato. Una sorpresa piacevole. Ma nel primo tempo il Cosenza, che chiude nella sua metà campo il

Messina, manca ancora di cinismo. Tante le occasioni sotto porta sbagliate. Troppe. Un solo gol di vantaggio nella prima metà di gioco non da il giusto spessore al Cosenza. Poi nella ripresa capitan Parisi piazza il secondo sigillo e sembra voler mettere i sigilli alla gara. Ma il solito errore, unico a dire la verità, dopo due minuti regala un gollonzo al Messina che sfrutta (anche se c’è il sospetto del fuorigioco di Impagliazzo) il calo di tensione che il Cosenza si prende per i due gol di vantaggio. Non si può con una squadra che tra i suoi elementi ha calciatori come Coppola e Corona e un brillante D’Angelo. Il Messina. Giusto. Il

Crotone attento, sono 8 i giocatori diffidati

D

opo il terzo successo consecutivo e due giorni di riposo meritati gli squali sono scesi in campo alle 19 per preparare al meglio la gara di sabato prossimo al Granillo contro la Reggina alle ore 15. Dopo il riscaldamento muscolare, si è passati a esercizi di possesso palla e lavori di resistenza. Tutti presenti eccezion fatta per Francesco Migliore. Per domani in programma una doppia seduta di allenamento allo Scida. Per la sfida di sabato prossimo contro la Reggina in programma alle ore 15 al Granillo, i rossoblù non dovranno fare i conti con le squalifiche. Mirko Eramo, ammonito contro la Sampdoria si aggiunge agli altri sette diffidati pitagorici. Ecco l’elenco completo dei diffidati: Giuseppe Abruzzese, Alessandro Florenzi, Pietro De Giorgio, Caetano Calil, Stefano Pettinari, Nicola Sansone, Antonio Mazzotta, Mirko Eramo. Lunedì 9 Aprile, è stato il compleanno di Massimo Loviso. Il centrocampista compie 28 anni. Loviso è arrivato al Crotone nel gennaio 2011 ed ha collezionato finora 27 presenze realizzando una rete in occasione della vittoria a Bergamo contro l’Albinoleffe. A Loviso vanno gli auguri di tutto il popolo rossoblù!

Messina: non pervenuto. Ma non per demeriti suoi. Per i meriti del gioco imposto dal Cosenza che detta ritmi, pressa, corre e si propone per tutta la gara. Nulla può la squadra di Bertoni contro questo Cosenza formato super. «Non abbiamo ancora fatto niente Dice Napoli -. Si, siamo a tre punti dalla vetta ma abbiamo quattro gare da giocare, quattro finali». E che finali, Licata in casa, Battipagliese in trasferta, Sant’Antonio Abate in casa e Adrano in trasferta. Roba da far tremare i polsi. **** Quattro gare ognuna con i suoi motivi di classifica. Play off o play out tutte hanno motivi per giocarsela all’ultimo sangue. Si fa per dire. Anche il Cosenza ha le sue motivazioni, più che valide. Si sono viste sabato sul campo. Le hanno viste tutti. Anche le prossime avversarie. Squadra tonica e al top della condizione. Così come oggi nelle prossime gare. E non ce n’è per nessuna. “Lupi credeteci” recita lo striscione affisso in curva nord. E noi ci crediamo. Giornate al termine, tre punti di distacco, una sola riuscirà a raggiungere la Lega Pro. L’Hinterreggio esce battuta da Sant’Antonio Abate e sente il fiato sul collo del Cosenza, che continua la sua marcia a suon di tre punti e arriva a meno tre lunghezze dai reggini. Adesso, saranno davvero quattro finali. L’Hinterreggio ha probabilmente il calendario più morbido. I ragazzi di Di Maria riceveranno l’Interpiana a Ravagnese domenica prossima, poi giocheranno sul campo del Nuvla San Felice, battuto sabato dal Sambiase fra le mura amiche e oramai lontana

dai sogni di gloria: per di più, la squadra campana ha subito la squalifica di due turni del campo amico, con l’imposizione di giocare a porte chiuse la gara. Il Nissa arriverà a Reggio il 29 aprile prossimo, nel tentativo di evitare la retrocessione diretta. Infine, l’Hinterreggio chiuderà sul campo di un’Acri attualmente in grande crisi di risultati. Il Cosenza, darà il via al suo rush finale, ricevendo al San Vito domenica prossima il Licata, che ancora ha velleità playoff. Il 22 aprile, trasferta difficile sul campo della Battipagliese, anch’essa coinvolta nella corsa a un posto nella post season (al momento la squadra bianconera campana è al quarto posto). Il 29 aprile, i Lupi ospitano il Sant’Antonio Abate, che comunque, nonostante i tre punti preziosi ottenuti contro l’Hinterreggio, ancora deve mettersi in salvo. Chiusura in trasferta, sul campo dell’Adrano. Il calendario, insomma, dà una mano alla squadra del presidente Pellicanò. D’accordo, la marcia del Cosenza in questo scorcio di stagione, è stata entusiasmante, ma i reggini sono in testa dal’ultima giornata del girone d’andata e hanno mantenuto una media davvero importante. Manca l’ultimo scatto, l’ultimo slancio verso un grande Sogno.

L’Hinterreggio sconfitto a Sant’Antonio Abate ha solo 3 punti di vantaggio sul Cosenza giunto all’undicesimo risultato utile


6 il Domani dello Sport

Mercoledì 11 Aprile 2012

SPORT NAZIONALE

LA JUVE NON È’ IMBATTIBILE LAZIO Reja con il morale alle stelle dopo la vittoria sul Napoli è ottimista per Torino

«J

Carlo Liguori

uventus imbattibile? Vincere con la Juventus è molto difficile ma ogni partita ha una storia a sè. Se consideriamo le sfide precedenti con la Juve, l'anno scorso abbiamo perso all'ultimo secondo e quest'anno abbiamo perso, ma non meritandolo per il gioco espresso. Se ci deve essere compensazione, mi auguro che la fortuna possa girare a favore della Lazio stavolta. Vorrebbe dire aumentare di molto percentuali per raggiungere la Champions». Il tecnico della Lazio, Edy Reja è ottimista per il big match di domani sera contro la Juventus. La squadra biancoceleste dopo il successo sul Napoli vuole continuare a fare punti per mantenere il terzo posto. «Contro la Juventus è una sfida bellissima contro una squadra che vive un momento straordinario di forma. Sarà una gara difficilissima, oltretutto mi sono arrivate due notizie brutte ossia che Radu e Konko non ci saranno. Dovrò fare delle valutazioni e valutare le condizioni di Brocchi e Matuzalem. Abbiamo qualche problemino, mi sarebbe piaciuto affrontare questa compagine con una rosa adeguata, pertanto dovremmo trovare delle soluzio-

«Abbiamo un buon margine di vantaggio ma attenzione perché il Napoli è forte e non si arrenderà facilmente»

«Vincere contro la Juventus è molto difficile, ma non è impossibile. Sarà una sfida bellissima. Noi ci giocheremo la gara» ni all'interno. Scenderanno in campo undici giocatori che sicuramente che stanno bene. La classifica dice che è uno scontro tra prima e terza, quindi di valori ne abbiamo anche noi», sottolinea l'allenatore biancoceleste che sa come affrontare la squadra di Conte. «Sappiamo che lavorano bene sugli esterni, hanno dei buoni attaccanti e anche i centrocampisti si inseriscono bene. Una squadra che ha tutto, carattere, temperamento, qualità, brava nelle ripartenza. E la classifica lo sta dicendo. Adesso - dice - è nel suo momento migliore, dopo qualche difficoltà all'inizio ha trovato l'assetto tattico. Devo fare i complimenti a Conte che ha fatto un lavoro straordinario». Reja esprime poi un giudizio molto positivo su Mauri decisivo contro il Napoli con un gol capolavoro. «Vive serenamente questo periodo non ha niente di cui temere, è un giocatore al 100% della Lazio. Quando gioca ha sempre fatto delle ottime prestazioni, è di una serenità quasi disarmante, e non ci sono problemi. In settimana ci saranno dei colloqui ma credo sia una prassi visto che è stato fatto il suo nome. Sembra che la Lazio sia stata già condannata. Brocchi e Mauri si sentono totalmente al di fuori da questa vicenda».

È fuori luogo poi parlare di un ritorno di Nesta alla Lazio. «È un grande giocatore valutando le qualità non solo professionali ma anche morali. Sentivo che la Juventus è interessata, è chiaro che non può giocare 60 partite ma penso possa essere utile ai bianconeri anche in quest’ottica. Per quanto ci riguarda, in base alla nostra classifica finale valuteremo, sarebbe sicuramente un giocatore importante. Conoscendo l'ambiente laziale però non so se accetterebbe di concludere la carriera a Roma. Lui è laziale, ma le contestazioni sono sempre dietro l'angolo. Chiaramente è un giocatore che farebbe comodo a tutti, ma io penso che rimarrà al Milan», aggiunge Reja che vede i rossoneri in difficoltà. «Juve è prima in campionato e in finale di Coppa Italia e considerando il calendario credo che ci rimarrà fino alla fine. Il Milan non sta attraversando un buon momento di forma, e sta pagando gli impegni europei». L'allenatore della Lazio domani fa 100 in panchina con la squadra capitolina. «Bello, molto bello. Oltretutto veniamo da un risultato importante come quello con il Napoli. Adesso abbiamo due trasferte e dobbiamo tornare a casa con punti. Domani avremo sicuramente difficoltà ma entreremo in campo e cercheremo per 90 minuti di dare battaglia». Sulla corsa Champions, aggiunge: «abbiamo un buon margine ma non credo che il Napoli sia fuori dalla corsa. Servono 65-66 punti. Poi dobbiamo vedere partita dopo partita perchè questa media può alzarsi o abbassarsi. Ci sono compagini che possono ancora lottare per il terzo posto».

Parte oggi l’America’s Cup nel Golfo di Napoli

A

l via domani a Napoli le regate delle World series di America’s Cup. Dopo i primi giorni riservati alle prove libere degli undici catamarani in gara, si parte con le regate ufficiali: stamane si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle gare. Domani la prima giornata, con tre regate di flotta, di 35 minuti ognuna, che vedranno coinvolte tutte le imbarcazioni, sul percorso nel golfo di Napoli che va da Mergellina a Castel dell'Ovo. Le previsioni del tempo non sono buone, ma gli equipaggi sono ottimisti perchè è annunciata la presenza di vento: «Sarà una sfida entusiasmante», è la previsione di Jimmy Spithill, skipper di Oracle, imbarcazione detentrice della Coppa America. «Napoli è lo stadio della vela. In nessun altro posto del mondo le regate si svolgono così vicine al pubblico sulla terraferma. Sentiamo le grida, gli incitamenti, cosa nuova ed entusiasmante». Così Jimmy Spithill, lo skipper di Oracle, imbarcazione detentrice della Coppa America, ha «lanciato» in conferenza stampa le regate delle World series di America’s Cup, che dopo i primi giorni riservati alle prove libere degli undici catamarani in gara, da domani parte con le rega-


Mercoledì 11 Aprile 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

LASCIATE STARE I GIOVANI «I

ROMA Conferenza stampa del tecnico della Roma alla vigilia del match con l’Udinese

l colpevole di tutto questo sono io che sono l'allenatore. Le responsabilità me le prendo io, ma lasciate stare i giovani». Luis Enrique difende la sua Roma, travolta dalle critiche dopo la sconfitta di Lecce, e risponde con vigore a chi parla di giovani sopravvalutati. «Nessuno mi può dire che questa squadra in futuro non potrà diventare qualcosa o fare qualcosa. Parlate dei giovani, ma che cosa volete? Mi ricordo giocatori che erano riserve a 20-21 anni e che oggi sono diventati grandi calciatori. Questo sarà un potenziale incredibile per la Roma fra 2-3 anni. Tutti questi ragazzi, e parlo anche dei giovani, stanno facendo un lavoro importantissimo e una crescita incredibile, non mandiamoli al massacro», dice. «Bisogna smettere di raccontare bugie, di dire che i giocatori litigano negli spogliatoi. Non so chi abbia interesse a farlo ma per favore smettete di dire queste sciocchezze», prosegue il tecnico asturiano. «Questi ragazzi si comportano in modo ottimo ogni giorno e lo dico a testa alta. Non bisogna distruggere niente, dobbiamo migliorare la nostra prestazione». I dirigenti della Roma, da Franco Baldini a Walter Sabatini, hanno espresso qualche perplessità dopo il ko di Lecce: «Non ho sentito le dichiara-

«La colpa è mia. Non prendetevela con i giovani. Loro vanno in campo e non ho niente da rimproverargli assolutamente»

zioni di nessuno. Come sempre quando devo parlare con Baldini o Sabatini lo faccio in privato e tranquillamente», sottolinea l'asturiano. «Se voi volete una lotta io non la voglio, se volete un confronto fra me e i dirigenti della Roma io no», dice rivolgendosi ai cronisti. «Dobbiamo lavorare fino alla fine del campionato e io mi prenderò la responsabilità ogni giorno. Il mio compito è migliorare la squadra e fare in modo che sia pronta per questa partita importante con l'Udinese, il resto sono cose che non mi interessano». Il terzo posto è distante 7 punti, ma

Luis Enrique non molla. «L'illusione c'è e la voglia anche perchè il terzo posto è ancora lì. La classifica dice che siamo sesti da tanto tempo, se facciamo le ultime sette partite a livello superio-

«Non dobbiamo distruggere niente. Dobbiamo migliorare le nostre prestazioni. Coi dirigenti parlo in privato»

re possiamo ancora farcela, ma per ora no. Io non mi vergogno dei miei calciatori, al contrario sono orgoglioso di loro e di come si allenano. Ho visto nelle loro facce la delusione dopo le sconfitte, e ce ne sono state tante e brutte. Ma abbiamo anche fatto qualche partita buona e i giocatori non sono colpevoli di niente». Il tecnico è rimasto seduto in panchina per tutta la partita col Lecce, senza operare cambi. «Pensavo alla partita, poi seduto o in piedi non credo cambi molto. Per tutti noi Lecce era una partita importante, ma ogni volta che siamo arrivati vicini alla lotta

Reja sbotta: «Mi sembra che la Lazio sia già condannata» ive serenamente questo periodo, «V non ha niente da temere».

Il tecnico della Lazio Edy Reja descrive così il momento di Stefano Mauri, che venerdì 13 sarà ascoltato assieme a Cristian Brocchi dal Procuratore federale Stefano Palazzi, nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse. Mauri, almeno sul campo, come

conferma anche il gol da cineteca realizzato sabato con il Napoli, non sembra risentire comunque di questa convocazione in Procura. «È un giocatore al 100% della Lazio - spiega Reja -. È di una serenità disarmante, poi in settimana ci saranno dei colloqui, ma è una prassi normale. Mi sembra che la Lazio sia

già condannata ma quando si è additati così si passa per il torto. Brocchi poi non c'entra niente, è completamente al di fuori da queste cose, così come Mauri». «Da quello che hanno detto i ragazzi non c'è nulla da temere» ribadisce l'allenatore che si è detto anche molto ottimista per il match ddi questa sera a casa Juventus.

per il terzo posto abbiamo fatto una figuraccia, io per primo. Questo è difficile da capire anche per noi, ma non ho visto qualcuno che non abbia la voglia o la grinta», ripete. Secondo Luis Enrique il progetto va avanti. «Da Natale in poi ho visto l'identità di gioco, la Roma che vinca o no fa sempre la sua proposta, anche se manca ancora qualcosa a livello tattico e di motivazione. È chiaro, l'identità di gioco diventa un obiettivo povero se non si vince, ma per vedere una Roma migliore serve quella tranquillità e quella fiducia che i tifosi non ci hanno mai fatto mancare in tutta la stagione. A tutti piacerebbe essere una grande squadra ma in questo momento è quasi impossibile».

«In questo momento non siamo certo una grande squadra ma per esserlo bisogna che ci diano più tempo»


8

TRIBUNALE DI CROTONE Fallimento n. 9/92 G.E.: Dr. ssa Antonia Mussa Lotto Unico: fabbricato ad un piano fuori terra della superficie di mq.330.00, ocmposto da 16 camere ciascuna con servizio igenico, con annessa corte e porticato della superficie di mq.230.00, e così per una superficie complessiva di mq.560.00; D1: terreno della superficie comoplessiva di mq.25.590.00, di natura pascolo cespugliato e seminativo; terreno della superficie complessiva di mq.4.080.00, di natura seminativo; terreno avente superficie complessiva di mq.402.00 di natura seminativo; terreno della superficie di mq.87 (stradina); terreno della superficie di mq.370.00 di natura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno ricadente in zona edificabile di superficie mq. 2.512.00 di natura seminativo con ivi insistenti due strutture in cemento armato; terreno di superficie mq. 2.400.00 di natura pascolo cespugliato, ricadente in zona edificabile; terreno di superficie mq. 40.00 di natura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno di superficie mq. 4.400.00 di natura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno avente superficie complessiva di mq. 4.760.00 di natura seminativa, ricadente in zona edificabile; terreno avente superficie complessiva di mq. 9.450.00 di antura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno di superficie mq. 2.920.00 di natura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno avente superficie complessiva di mq. 2.550.00 di natura seminativo, ricadente ion zona edificabile; terreno di superficie mq. 2.520.00 di antura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno avente superficie complessiva di mq. 2.950.00 di antura seminativo, ricadente in zona edificabile; terreno avente superficie complessiva di mq. 1.570.00 di natura seminativa, ricadente in zona edificabile; terrneo di superficie mq. 1.590.00 di natura seminativo, ricadente in zona edificabile. Prezzo base: € 748.800,00 Rilancio: € 2.000,00 Vendita con incanto: 28/06/2012 In caso di asta deserta un altra vendita con incanto avrà luogo il: 19/07/2012 sul prezzo base ridotto di un quinto e quindi pari ad: 599.040,00 Rilancio: € 2.000,00 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Curatore Avv. Giovanna Pignolo , consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.120/96 con ordinanza emessa all’udienza del 25.01.2012 ha disposto la vendita senza incanto del lotto unico nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 06.06.2012, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto del medesimo lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per l’udienza del 20.06.2012; LOTTO UNICO: “Villino a schiera su due piani con giardino privato sito in Gizzeria, località Maiolino, riportato nel NCEU di detto Comune al foglio 22, p.lla 289, sub6, cat. A/3, classe 2”; Valore del bene €.46.148,73.; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 46.148,73 per il lotto unico; ciascun offerente, ai sensi dell’art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale ri-

Mercoledì 11 Aprile 2012

sultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l’offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il “Monte dei Paschi di Siena S.p.A.” – filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d’ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni;

in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 46.148,73 per il lotto unico; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, Info - 0961.023931

occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 05.06.2012, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; è fissata, per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell’art. 573 c.p.c., l’udienza del 06.06.2012, ore 09.30 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 19.06.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 20.06.2012, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione


9 del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 14.03.2012 IL funzionario giudiziario Leonilda Bonaddio ***** UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°.150/92, con ordinanza emessa all’udienza del 25.01.2012, ha disposto la vendita con incanto di più lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 06.06.2012; lotto uno - “piena proprietà di una casa di vecchia costruzione, ubicata nel centro storico di Martirano, località Verdesca, riportata nel NCEU del Comune di Martirano Lombardo al foglio 9, p.lla 579, sub 2 e 3 ”; prezzo base d’asta euro 3.480,46; lotto due - “quota pari ad ½ della piena proprietà di un appezzamento di terreno sito in Martirano, esteso per complessivi mq. 11.340, riportato al NCT del Comune di Martirano Lombardo al foglio 16 p,lle 379, 382, 383, 384, 386, 432 e 447”; prezzo base d’asta euro 4.935,93 lotto tre - “quota pari ad ½ della piena proprietà di un appezzamento di terreno sito in Martirano, esteso per complessivi mq. 6.380, riportato al NCT del Comune di Martirano Lombardo al foglio 22 p.lle 36, 48, 177, 178”; prezzo base d’asta euro 1.028.31; lotto quattro - “quota pari ad ½ della piena proprietà di un appezzamento di terreno sito in Martirano, esteso per complessivi mq. 9.636, riportato al NCT del Comune di Martirano Lombardo al foglio 29 p.lle 68, 69, 70, 71”; prezzo base d’asta euro 1.676.94; lotto cinque - “quota pari ad ½ di un appezzamento di terreno sito in Conflenti, riportato al NCT di detto Comune al foglio 8 p.lle 122, 126, 103, 123, 128, 100, 125, 127, 101, 124, 129, 38, 60 e 139;

Mercoledì 11 Aprile 2012

quota indivisa pari ad 1/6 di un appezzamento di terreno sito in Conflenti, riportato nel NCT di detto Comune al foglio 8, p.lle 99, 121, 130 e 131, tutte accorpate alle precedenti ed aventi una complessiva superficie di mq. 4.430; quota pari ad 1/24 di un appezzamento di terreno sito in Martirano, riportato nel NCT di detto comune al foglio 14 p.lla 66 della superficie complessiva di mq. 540; il bene è gravato da una servitù di metanodotto”; prezzo base d’asta euro 3.290,62; lotto sei - “quota pari ad 1/6 di una casa di abitazione popolare sita in Martirano, alla Via D’Agostino, n. 29, avente superficie complessiva di mq. 45 e riportata nel NCEU di detto comune al foglio 9, p.lla 277, sub 1”; prezzo base d’asta euro 2.214,84; SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo base di euro 3.480,46 per il lotto n.1, di euro 4.935,93 per il lotto n.2, di euro 1.028.31 per il lotto n.3, di euro 1.676,94 per il lotto n. 4, di euro 3.290,62 per il lotto n.5 e di euro 2.214,84 per il lotto n.6; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formu-

lare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all’incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo “ABI” per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; Info - 0961.023931

è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 05.06.2012, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 06.06.2012, ore 09.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.” (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 14.03.2012 Il funzionario giudiziario Leonilda Bonaddio


10 il Domani dello Sport

Mercoledì 11 Aprile 2012

SPORT NAZIONALE Sabato ero deluso ma ora si deve vincere

positivo il bilancio di Andrea Stramaccioni E’ da due partite alla guida del-

l’Inter. «Sono state - dice in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Siena più che positive. Sicuramente sabato ho provato un po’ di amarezza ed ero anche un po’ arrabbiato. La grande palla gol di Pazzini ci ha lasciato un pò

delusi. Comunque, i ragazzi sono molto convinti e l’Inter ha dato un bel segnale che è viva, ha reagito con grinta e con carattere contro il Cagliari. Stasera dobbiamo fare risultato». Stramaccioni vuole, come è giusto che sia, fare il meglio da qui alla fine del campionato. La squadra «in queste due

sfide ha risposto bene, io mi sento un tutt’uno con loro, dobbiamo andare avanti su questa linea. A Trieste ci siamo riusciti, in parte perché non abbiamo vinto». Per il tecnico romano sono giunti anche i consigli di Prandelli che gli dice di restare comunue e sempre se stesso e andare avanti per la sua strada.

SCURDAMMOCE O’ PASSATO NAPOLI Si sta criticando il Napoli e l’operato del suo allenatore, ma Mazzarri stempera i toni

D

Carlo Liguori

imenticare il passato, concentrarsi sul presente e sul futuro. Walter Mazzarri si traveste da psicologo e cerca di lavorare sulla mente dei suoi giocatori, più che sul loro fisico. Guai se qualcuno dovesse anche inconsciamente pensare che sei punti di distacco dalla Lazio e tre dall’Udinese, a sette giornate dalla fine del torneo, siano uno svantaggio incolmabile. La partita in casa con l’Atalanta, però, è davvero l’ultima spiaggia. «È uno spartiacque, così come lo era stata quella con il Chievo con la quale il Napoli iniziò una serie di cinque vittorie consecutive» dice il tecnico toscano. L’appuntamento con i bergamaschi, in sostanza, è davvero l’ultimo treno sul quale cercare di salire per non vedere definitivamente sfuggire il traguardo della qualificazione alla prossima Champions League. Mazzarri, ancora una volta, punta tutto sull’unità del gruppo e lo dice a chiare lettere. «Nella mia vita - spiega - non ho mai avuto un gruppo più solido e unito di quello che ha il Napoli». «Non voglio rifarmi ai luoghi comuni - aggiunge - Io vi invito semplicemente a guardare la partita dell’Olimpico per capire quanto questa squadra sia unitissima. Da tre anni vi dico che io guardo principalmente alle prestazioni

«In vita mia non ha mai avuto un gruppo così unito e solido di quello che ha il Napoli. Può dare ancora molto e lo darà»

e a Roma abbiamo disputato un’ottima gara in quanto a gioco, occasioni e parametri oggettivi. I ragazzi al termine della partita erano amareggiatissimi, perché nessuno riusciva a spiegarsi come sia potuta arrivare questa sconfitta. Potevamo andare noi avanti 2-1 e invece la Lazio, che sin lì aveva fatto pochissimo, ha trovato uno straordinario gol di Mauri che magari lo farà due volte nella vita sua. Per questo basta vedere la partita per capire che la squadra è viva, orgogliosa e motivata. E vogliamo dimostrarlo sin da domani con l’Atalanta». Nei momenti di difficoltà Mazzarri si è sempre rivolto al pubblico del San Paolo, che non tradisce mai. «Vorrei dice - che il San Paolo ci aiutasse proprio come fece quando incontrammo il Chievo. I

«Vorrei che stasera il San Paolo ci aiutasse come al solito così come fece contro il Chievo in un altro momento difficile» tifosi e la squadra devono formare un corpo unico per riprendere il nostro cammino. I ragazzi meritano tutto l’appoggio del pubblico perché stanno disputando una grandissima annata. Sapevamo che la Champions avrebbe sottratto energie, ma era in preventivo. Siamo stati bravi a conquistare la finale di Coppa Italia che ritenevamo potesse essere importante.

Difficilmente troverò mai nella mia vita un gruppo più affiatato e unito di questo». La partita con l’Atalanta, al di là delle implicazioni psicologiche, sarà difficile. «Piena di insidie come al solito ammette Mazzarri -. A Napoli vengono tutti a giocarsi la gara della vita e questo testimonia di quanto sia cresciuta la squadra. Domani dovremo dare il massimo per riscattarci subito. Abbiamo sette partite e sono sette finali. Vogliamo giocarci tutte le possibilità fino al termine della stagione». Insomma, nonostante tutto, il terzo posto resta ancora un traguardo raggiungibile. «Io non ho mai parlato di terzo posto. Noi - precisa il tecnico - non abbiamo fissato alcun obiettivo all’inizio dell’anno se non quello della crescita.

La gente lo ha capito perché questa squadra incarna alla perfezione il sentimento popolare e la passione della gente. I ragazzi escono sempre dal campo con la maglia sudata. È stato bellissimo cantare ‘o surdato ‘nnammurato per tanto tempo, e adesso lo cantano gli altri perché in questi anni glielo abbiamo impresso bene nella memoria. Questo è motivo di orgoglio per tutti...».

«Cantano tutti O’ surdato innammurato perché glielo abbiamo insegnato e questo è motivo di soddisfazione»


Mercoledì 11 aprile 2012 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE AZ Alkmaar-Twente

Roma - Udinese

«1»

«X»

2.00

3,40

OLANDA Eredivisie

AZ Alkmaar e Ajax, controsorpasso? jax è passato in testa alla classifica superando l’AZ Alkmaar che, escluso dalla Europa League ad opera del Valencia, non ha saputo reagire e si è fatto bloccare sul pareggio da un Vitesse che ha saputo sfruttare il fattore campo con grande abilità. Oggi se la deve vedere col Twente ma dovrebbe farcela, sul terreno amico, a mantenere la posizione. Anzi visto l’impegno della

A

capolista a Heerenveen potrebbe anche ripassare. Poche sorprese sono previste nelle altre partite.

Il pronostico di TS AZ - Twente Waalwijk - PSV De Graafschap - Utrecht VVV Venlo - Vitesse

1 2 2 2

Le possibili sorprese Den Haag - Groningen Roda - Feyenoord

X 2

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 934.68 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

E u r

Az Alkmaar-Twente Fiorentina - Palermo Roma - Udinese Parma - Novara Inter - Siena Genoa - Cesena Wolves - Arsenal Man. City-W.Bromwich QPR - Swansea

Az Alkmaar-Twente Fiorentina - Palermo Roma - Udinese Parma - Novara Inter - Siena

1 Goal X 1 1

1.95 1.70 3.40 1.50 1.55

8

CINQUINE

1.95 1.70 3.40 1.50 1.55 1.45 1.42 1.47 1.62

1 Goal X 1 1 1 2 Over X2

Az Alkmaar-Twente Fiorentina - Palermo Roma - Udinese Genoa - Cesena QPR - Swansea

1 Goal X 1 X2

1.95 1.70 3.40 1.45 1.62

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

172.95 Euro

174.74 Euro

Az Alkmaar-Twente 1 Fiorentina - Palermo Goal Genoa - Cesena 1 Wolves - Arsenal 2 Man. City-W.Bromwich Over

1.95 1.70 1.45 1.42 1.47

Con 6 euro puntati la vincita è di

66.22 Euro Az Alkmaar-Twente Parma - Novara Inter - Siena Genoa - Cesena QPR - Swansea

1 1 1 1 X2

1 X 2 Over X2

1.95 3.40 1.42 1.47 1.62

Con 6 euro puntati la vincita è di

147.97 Euro 1.95 1.50 1.55 1.45 1.62

Con 6 euro puntati la vincita è di

70.29 Euro Fiorentina - Palermo Goal Inter - Siena 1 Wolves - Arsenal 2 Man. City-W.Bromwich Over QPR - Swansea X2

Az Alkmaar-Twente Roma - Udinese Wolves - Arsenal Man. City-W.Bromwich QPR - Swansea

Fiorentina - Palermo Roma - Udinese Parma - Novara Man. City-W.Bromwich QPR - Swansea

Goal X 1 Over X2

1.70 3.40 1.50 1.47 1.62

Con 6 euro puntati la vincita è di

136.27 Euro 1.70 1.55 1.42 1.47 1.62

Roma - Udinese Parma - Novara Inter - Siena Genoa - Cesena Wolves - Arsenal

X 1 1 1 2

3.40 1.50 1.55 1.45 1.42

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

58.81 Euro

107.42 Euro

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

AJAX AZ ALKMAAR TWENTE PSV FEYENOORD HEERENVEEN VITESSE NEC WAALWIJK RODA JC GRONINGEN UTRECHT HERACLES NAC BREDA DEN HAAG VVV VENLO EXCELSIOR DE GRAAFSCHAP

58 57 55 54 54 54 42 37 37 37 35 33 33 30 29 25 18 16

17 17 16 16 16 15 12 11 11 12 10 8 9 8 7 7 4 4

76 56 71 70 57 64 37 33 29 47 39 43 42 35 30 32 23 22

28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28 28

7 6 7 6 6 9 6 4 4 1 5 9 6 6 8 4 6 4

4 5 5 6 6 4 10 13 13 15 13 11 13 14 13 17 18 20

IN CASA V N P

33 9 27 11 32 9 40 12 33 9 43 8 34 7 36 8 39 7 59 10 52 8 47 6 48 7 43 7 52 4 64 6 62 4 62 2

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(28ª GIORNATA)

(29ª GIORNATA) Excelsior - NEC 10-04 AZ Alkmaar - Twente 11-04 Heerenveen - Ajax “ “ NAC Breda - Heracles “ “ Roda JC - Feyenoord “ “ Waalwijk - PSV “ “ De Graafschap - Utrecht 12-04 Den Haag - Groningen “ “ VVV Venlo - Vitesse “ “

Utrecht 3-2 PARTITE- Excelsior DAL 30-03 AL 01-04 Feyenoord - NAC Breda 3-1 Groningen - Heerenveen 1-3 PSV - VVV Venlo 2-0 Twente - Roda JC 2-0 Ajax - Heracles 6-0 NEC - De Graafschap 2-0 Vitesse - AZ Alkmaar 2-2 Waalwijk - Den Haag 1-0

57 TWENTE

AZ ALKMAAR HEERENVEEN HERACLES DE GRAAFSCHAP NAC BREDA WAALWIJK VITESSE TWENTE PSV VVV VENLO

NAC BREDA DEN HAAG VVV VENLO PSV AZ ALKMAAR NEC FEYENOORD HERACLES TWENTE RODA JC

RODA JC DE GRAAFSCHAP AJAX VVV VENLO EXCELSIOR VITESSE TWENTE FEYENOORD GRONINGEN NAC BREDA

DEN HAAG NAC BREDA HEERENVEEN HERACLES AJAX TWENTE WAALWIJK GRONINGEN VITESSE FEYENOORD

3-3 3-1 2-0 0-0 1-0 2-2

= ▲ ▲ = ▲ = . . .

PSV NEC FEYENOORD DE GRAAFSCHAP DEN HAAG RODA JC AZ ALKMAAR NAC BREDA EXCELSIOR

30 HERACLES 4-0 ▲ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-0 = 1-1 = 1-3 ▼ . . .

VVV VENLO AZ ALKMAAR DEN HAAG VITESSE UTRECHT AJAX NAC BREDA WAALWIJK DE GRAAFSCHAP

37 FEYENOORD 0-2 ▼ 1-4 ▼ 3-1 ▲ 1-2 ▼ 3-1 ▲ 0-2 ▼ . . .

PSV GRONINGEN UTRECHT TWENTE DE GRAAFSCHAP NAC BREDA RODA JC EXCELSIOR DEN HAAG

29 GRONINGEN 0-4 ▼ 0-0 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ . . .

NEC FEYENOORD VITESSE UTRECHT EXCELSIOR HEERENVEEN DEN HAAG RODA JC AJAX

55 6-2 ▲ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

33 1-3 ▼ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 3-1 ▲ 0-6 ▼ . . .

54

4 1 3 0 3 2 1 1 3 2 4 2 4 3 0 6 2 5 0 4 2 4 6 2 3 4 4 3 6 4 4 4 3 7 0 12

RETI F S 42 33 35 47 31 34 25 22 17 32 27 32 26 23 15 22 14 12

13 7 13 17 14 22 14 15 14 19 20 26 14 15 19 19 23 33

V

FUORI N P

8 6 7 4 7 7 5 3 4 2 2 2 2 1 3 1 0 2

3 3 4 5 3 5 2 4 2 1 3 3 3 2 2 0 3 4

3 5 3 5 4 2 7 7 8 11 9 9 9 11 9 13 11 8

RETI F S 34 23 36 23 26 30 12 11 12 15 12 11 16 12 15 10 9 10

20 20 19 23 19 21 20 21 25 40 32 21 34 28 33 45 39 29

REGOLAMENTO Le prime 2 in Champions League, 3ª e 4ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa d’Olanda. Dalla 5ª all’8ª play-off per l’ultimo posto in Europa League. Retrocede direttamente l’ultima, 16ª e 17ª al play-out. A pari punti vale la differenza reti.

37

18 NEC

EXCELSIOR

ta a t u p s i d Già

AJAX WAALWIJK HEERENVEEN RODA JC GRONINGEN UTRECHT NEC FEYENOORD TWENTE

1-4 ▼ 0-1 ▼ 2-4 ▼ 2-1 ▲ 0-1 ▼ 2-3 ▼ . . .

3-3 = 0-0 = 4-2 ▲ 1-5 ▼ 4-1 ▲ 3-1 ▲ . . .

EXCELSIOR RODA JC WAALWIJK DEN HAAG PSV HERACLES HEERENVEEN DE GRAAFSCHAP GRONINGEN

1-0 1-0 0-3 1-0 0-1 1-0

▲ ▲ ▼ ▲ ▼ ▲ . . .

FEYENOORD TWENTE NAC BREDA HEERENVEEN AJAX VVV VENLO WAALWIJK AZ ALKMAAR NEC

DE GRAAFSCHAP 16 UTRECHT

2-3 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 3-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

VITESSE AZ ALKMAAR WAALWIJK TWENTE FEYENOORD NEC UTRECHT AJAX HERACLES

35

VVV VENLO

0-4 ▼ 0-1 ▼ 1-3 ▼ 1-3 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

HERACLES NAC BREDA RODA JC NEC HEERENVEEN PSV VITESSE UTRECHT AZ ALKMAAR

58 4-1 4-1 3-0 2-0 2-0 6-0

0-2 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 1-2 ▼ 0-3 ▼ 0-2 ▼ . . .

TWENTE NEC FEYENOORD GRONINGEN HERACLES EXCELSIOR DE GRAAFSCHAP VVV VENLO WAALWIJK

25 VITESSE 3-1 ▲ 2-1 ▲ 1-3 ▼ 0-2 ▼ 1-4 ▼ 0-2 ▼ . . .

WAALWIJK DE GRAAFSCHAP GRONINGEN HERACLES RODA JC AZ ALKMAAR VVV VENLO DEN HAAG HEERENVEEN

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲

17 (7-10) 15 (8-7) 15 (7-8) 15 (8-7) 14 (9-5) 12 (4-8) 12 (3-9) 11 (6-5) 11 (7-4) 11 (7-4) 11 (6-5) 10 (5-5) 10 (4-6) 9 (4-5) 9 (4-5) 9 (5-4) 8 (5-3) 7 (4-3)

«OVER» Roda JC VVV Venlo Ajax Groningen Heerenveen Feyenoord PSV AZ Alkmaar Heracles NAC Breda Twente De Graafschap Utrecht Den Haag Excelsior Vitesse Waalwijk NEC

21 20 19 19 19 18 18 17 17 17 17 16 16 14 13 13 13 11

(10-11) (9-11) (10-9) (10-9) (9-10) (9-9) (10-8) (8-9) (7-10) (7-10) (8-9) (10-6) (11-5) (5-9) (6-7) (7-6) (6-7) (7-4)

. . .

«GOAL»

54

37 PSV

WAALWIJK VITESSE EXCELSIOR AJAX DE GRAAFSCHAP AZ ALKMAAR DEN HAAG PSV HERACLES UTRECHT

4-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

54 AJAX

HEERENVEEN AZ ALKMAAR DEN HAAG EXCELSIOR PSV VVV VENLO GRONINGEN AJAX NEC VITESSE

GRONINGEN UTRECHT TWENTE VVV VENLO NAC BREDA DE GRAAFSCHAP EXCELSIOR HEERENVEEN PSV

«UNDER» NEC Excelsior Vitesse Waalwijk Den Haag De Graafschap Utrecht AZ Alkmaar Heracles NAC Breda Twente Feyenoord PSV Ajax Groningen Heerenveen VVV Venlo Roda JC

3-2 2-6 1-3 5-1 0-2 2-0

▲ ▼ ▼ ▲ ▼ ▲ . . .

33 0-1 ▼ 0-0 = 1-1 = 3-1 ▲ 1-3 ▼ 3-2 ▲ . . .

42 0-1 ▼ 2-0 ▲ 3-1 ▲ 2-0 ▲ 1-3 ▼ 2-2 = . . .

Heerenveen PSV Heracles Twente Ajax Roda JC Utrecht NAC Breda Feyenoord Groningen VVV Venlo De Graafschap Excelsior AZ Alkmaar Vitesse Den Haag NEC Waalwijk

19 19 18 18 17 17 17 16 15 15 15 14 12 11 10 9 9 9

(10-9) (10-9) (8-10) (6-12) (9-8) (8-9) (11-6) (8-8) (7-8) (7-8) (8-7) (8-6) (6-6) (5-6) (5-5) (4-5) (5-4) (5-4)

«NO GOAL» Den Haag NEC Waalwijk Vitesse AZ Alkmaar Excelsior De Graafschap Feyenoord Groningen VVV Venlo NAC Breda Ajax Roda JC Utrecht Heracles Twente Heerenveen PSV

19 (10-9) 19 (9-10) 19 (9-10) 18 (9-9) 17 (9-8) 16 (8-8) 14 (6-8) 13 (7-6) 13 (7-6) 13 (6-7) 12 (6-6) 11 (5-6) 11 (6-5) 11 (3-8) 10 (6-4) 10 (8-2) 9 (4-5) 9 (4-5)


12 il Domani dello Sport Mercoledì 11 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE BELGIO Jupiler Pro League

Anderlecht, altra «X» ma il Bruges perde

Il pronostico di TS Gent-Anderlecht Genk-Kortrijk

1 1

La possibilie sorpresa Standard-FC Bruges 2/Goal

o Standard compie l’impresa di bloccare sullo 0-0 l’Anderlecht (2° pari in altrettanti turni) che, a sua volta, ringrazia il Kortrijk per aver battuto l’FC Bruges (3-1 e aggancio ai biancorossi a 27 punti). Domani, l’Anderlecht fa visita al Gent, ultimo treno forse per rientrare nella corsa al titolo: «1». Giovedì, lo Standard ospita l’FC Bruges: puntiamo al «2» sorpresa.

L

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

RETI F S

ANDERLECHT FC BRUGES GENT STANDARD L. GENK KORTRIJK CERCLE B. LOKEREN MECHELEN MONS BEERSCHOT LIERSE WAREGEM OH LEUVEN WESTERLO ST. TROND

67 61 56 51 46 46 46 44 37 36 36 31 30 29 20 19

20 19 17 14 13 13 13 11 10 9 9 6 6 7 5 3

61 51 63 43 60 39 36 48 40 50 45 24 32 38 29 32

13 12 10 10 10 9 7 6 7 7 7 4 6 5 4 2

44 30 36 28 36 24 19 21 22 32 26 16 23 25 19 20

ANDERLECHT FC BRUGES GENT KORTRIJK STANDARD L. GENK

Westerlo-St. Trond St. Trond - Westerlo Westerlo - St. Trond St. Trond - Westerlo Westerlo - St. Trond

BELGIO Tweede Klase

WETTEREN KVSK UNITED VISE FC BRUXELLES EUPEN ANVERSA SINTNIKLAAS DENDER TUBIZE

OSTENDA DENDER TUBIZE ROESELARE KVSK UNITED TIENEN SINTNIKLAAS EUPEN WAASLAND HEIST

Il pronostico di TS FC Brussels-Charleroi 2 Ostenda-Eupen 1/Over Waasland-KVSK Uinted 1 Heist-Wetteren 1

Le possibili sorprese Tienen-Anversa

1

41 SINTNIKLAAS 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-3 ▼ 3-0 ▲ . . .

TIENEN AALST WETTEREN DENDER ROESELARE OSTENDA BORINAGE KVSK UNITED WAASLAND

0-1 3-1 2-1 1-1 1-1 1-1

PT 36 34 31 27 27 26

PARTITE G V N 2 0 2 2 11 0 2 1 0 2 1 1 2 0 1 2 1 0

WHITE STAR W. FC BRUXELLES CHARLEROI ROESELARE BORINAGE AALST OSTENDA WETTEREN KVSK UNITED

26 32 35 33 44 36 37 40 50 55 51 36 38 58 59 61

= ▼ ▼ ▲ ▲ = . . .

ST. TROND

3

5

S 5

TUBIZE TIENEN OSTENDA EUPEN SINTNIKLAAS WAASLAND VISE HEIST WHITE STAR W.

4

RETI F S

RETI F S

12 12 12 11 8 3 6 6 5 7 8 6 5 7 5 4 2 2

35 35 34 29 23 15 19 20 14 21 28 28 21 18 17 18 17 10

2-1 ▲ 3-0 ▲ 3-0 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 2-2 = . . .

36 VISE HEIST WHITE STAR W. BORINAGE TIENEN FC BRUXELLES CHARLEROI ROESELARE AALST WETTEREN

IN CASA V N P

68

34 CHARLEROI

1-2 ▼ 2-2 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = 2-4 ▼ . . .

1-1 2-0 4-1 0-2 13-04 14-04

PT 6 3 1 1

MONS BEERSCHOT WAREGEM LOKEREN

21 5 4 59 27 18 8 4 55 24 18 8 4 57 31 18 4 8 51 32 13 7 10 43 34 10 12 8 40 38 12 6 12 44 48 11 8 11 41 40 12 5 13 41 44 11 7 12 34 37 11 6 13 42 39 9 9 12 43 48 8 10 12 38 42 10 4 16 29 49 8 7 15 39 50 5 13 12 29 40 6 6 18 30 59 3 7 20 15 48

ROESELARE

3 5 4 6 8 7 6 4 8 9 11 8 8 10 12 10

17 21 27 15 24 15 17 27 18 18 19 8 9 13 10 12

13 22 22 24 33 20 23 25 30 32 38 21 19 34 33 32

REGOLAMENTO Le prime 6 ai play-off per la Champions League. Dalla 7ª alla 14ª ai play-off per l’Europa League. La vincente della Coppa del Belgio in Europa League. Le ultime due ai play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto del numero di vittorie.

OH Leuven - Mechelen Lierse - Cercle B. OH Leuven - Cercle B. Mechelen - Lierse Lierse - OH Leuven Cercle B. - Mechelen

PT G 6 2 1 1 1 2 0 11

SQUADRE

68 62 62 58 46 42 42 41 41 40 39 36 34 34 31 28 24 16

AALST WETTEREN EUPEN WHITE STAR W. KVSK UNITED VISE FC BRUXELLES ANVERSA DENDER

1-1 0-3 6-4 9-04 13-04 14-04

Lokeren - Waregem Mons - Beerschot Beerschot - Lokeren Waregem - Mons Mons - Lokeren Waregem - Beerschot

CHARLEROI OSTENDA EUPEN WAASLAND KVSK UNITED HEIST AALST WHITE STAR W. BORINAGE ANVERSA VISE ROESELARE FC BRUXELLES TUBIZE SINTNIKLAAS DENDER TIENEN WETTEREN

1-3 ▼ 3-2 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 1-1 = 0-0 = . . .

5 3 4 5 4 4 3 6 4 4 2 5 7 3 2 4

RETI F S

PARTITE V N 2 0 0 1 0 1 0 0

P 0 0 1 1

21-04 “ “ 28-04 “ “ 5-05 “ “

RETI F 9 1 5 0

S 4 1 7 3

Play-off Europa League Gr. B

S 1 3 2 2 3 2

PARTITE V N P

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30

7 7 7 4 3 4 6 5 3 2 2 2 0 2 1 1

SQUADRE

PT G

KVSK UNITED EUPEN ANVERSA BORINAGE VISE DENDER CHARLEROI TUBIZE TIENEN

= = =

WESTERLO

13 10 13 9 11 16 14 15 20 23 13 15 19 24 26 29

CERCLE B. LIERSE OH LEUVEN MECHELEN

RETI

Punti F 6 4

0 2 4 1 2 3 4 4 5 3 1 3 4 5 8 7

OH Leuven - Lierse Mechelen - Cercle B. Cercle B. - OH Leuven Lierse - Mechelen Cercle B. - Lierse Mechelen - OH Leuven

Classifica

FC BRUXELLES

62 1-1 2-3 0-3 2-0 3-2 3-3

3-2 3-1 13-04 21-04 28-04

▼ ▲ ▲

RETI F 1 3 3 4 0 2

P 0 1 1 0 1 1

2 1 1 4 3 3 4 5 3 5 7 8 5 5 3 6

FUORI N P

Play-off Europa League Gr. A

27-04 28-04 “ “ 1-05 2-05 “ “ 5-05 6-05 “ “ 10-05 “ “ “ “ 13-05 “ “ “ “

Classifica

31

. . .

62 EUPEN 2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = . . .

3 7 8 7 10 10 10 8 13 12 12 11 12 15 20 17

Genk - Anderlecht Gent - Fc Bruges Standard L. - Kortrijk Fc Bruges - Standard L. Anderlecht - Gent Kortrijk - Genk Gent - Kortrijk Anderlecht - Fc Bruges Standard L. - Genk Genk - Fc Bruges Kortrijk - Anderlecht Standard L. - Gent Fc Bruges - Kortrijk Gent - Genk Anderlecht - Standard L.

2-0 3-0 1-1 0-0 2-0 3-1 11-04 “ “ 12-04 14-04 15-04 “ “ 21-04 22-04 “ “

Play out

BORINAGE

7 4 5 9 7 7 7 11 7 9 9 13 12 8 5 10

Play-off Champions League Fc Bruges - Genk Gent - Standard L. Anderlecht - Kortrijk Standard L. - Anderlecht Genk - Gent Kortrijk - Fc Bruges Gent - Anderlecht Genk - Kortrijk Standard L. - Fc Bruges Anderlecht - Genk Fc Bruges - Gent Kortrijk - Standard L. Kortrijk - Gent Fc Bruges - Anderlecht Genk - Standard L.

SQUADRE

Ostenda-Eupen fuori i secondi per il Waasland una prova di forza

30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30 30

V

4-0 2-3 0-1 1-0 1-1 2-2

3 0 1 2 3 1 1 2 3 4 7 4 4 5 3 5 3 6 4 5 4 4 6 3 5 4 1 7 4 7 7 5 4 9 3 10

10 10 12 12 17 17 19 20 18 22 17 20 20 21 19 16 31 27

HEIST VISE ANVERSA TUBIZE AALST DENDER TIENEN WETTEREN ROESELARE OSTENDA

39

TIENEN

SINTNIKLAAS ROESELARE WAASLAND VISE OSTENDA HEIST ANVERSA WHITE STAR W. FC BRUXELLES

▼ ▼ ▲ = = . . .

V

Beerschot - Waregem Lokeren - Mons Mons - Waregem Lokeren - Beerschot Beerschot - Mons Waregem - Lokeren

G 2 2 2 2

FUORI N P

9 6 6 7 5 7 6 5 7 4 3 3 3 3 3 1 4 1

2 4 7 2 5 3 3 6 4 6 5 4 2 7 5 6 2 7 3 7 2 9 3 9 5 8 3 9 3 8 6 7 2 9 4 10

PARTITE V N 2 0 1 0 0 1 0 1 RETI F S 24 20 23 22 20 25 25 21 27 13 14 15 17 11 22 11 13 5

17 14 19 20 17 21 29 20 26 15 22 28 22 28 31 24 28 21

P 0 1 1 1

20-04 21-04 27-04 28-04 5/05 “ “

RETI F 4 4 1 2

REGOLAMENTO Promossa la prima. Accedono ai playoff, per decidere la seconda, le vincenti dei 3 periodi in cui si divide la stagione (il 1° di 10 gare, vinto dall’Eupen, gli altri 2 da 12, il 2° vinto dallo Charleroi), più la penultima di Jupiler League. Retrocedono le ultime 2, la terz’ultima al playout. A pari punti vale il maggior numero di vittorie.

16

42 WETTEREN 0-4 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 2-1 ▲ 1-1 = . . .

BORINAGE CHARLEROI SINTNIKLAAS WAASLAND AALST KVSK UNITED HEIST EUPEN VISE

0-2 0-3 1-2 0-1 2-0 1-2

WAASLAND HEIST FC BRUXELLES TUBIZE WHITE STAR W. BORINAGE TIENEN CHARLEROI AALST

▼ ▼ ▼ ▼ ▲ ▼ . .

40 0-2 0-1 1-1 2-3 2-2 0-3

20 (10-10) 18 (8-10) 17 (9-8) 17 (9-8) 16 (9-7) 16 (7-9) 14 (9-5) 13 (7-6) 13 (8-5) 13 (7-6) 11 (2-9) 11 (5-6) 11 (6-5)

«OVER» Genk Mons OH Leuven Anderlecht Mechelen Westerlo Gent Beerschot St. Trond FC Bruges Lokeren Standard L. Cercle B.

20 20 20 19 19 19 17 17 17 16 14 14 13

(11-9) (10-10) (10-10) (13-6) (10-9) (9-10) (8-9) (7-10) (8-9) (6-10) (6-8) (8-6) (6-7)

«GOAL» Mons OH Leuven Beerschot Mechelen Lokeren Waregem Anderlecht Genk Gent Westerlo St. Trond FC Bruges Standard L.

25 21 20 20 19 18 17 17 17 17 16 15 15

(13-12) (13-8) (8-12) (11-9) (8-11) (11-7) (9-8) (6-11) (7-10) (10-7) (9-7) (5-10) (7-8)

«NO GOAL» Kortrijk Lierse Cercle B. FC Bruges Standard L. St. Trond Anderlecht Genk Gent Westerlo Waregem Lokeren Beerschot

18 (10-8) 17 (7-10) 16 (7-9) 15 (10-5) 15 (8-7) 14 (6-8) 13 (6-7) 13 (9-4) 13 (8-5) 13 (5-8) 12 (4-8) 11 (7-4) 10 (7-3)

«UNDER» Wetteren Anversa Dender FC Bruxelles Vise White Star W. KVSK United Ostenda Aalst Borinage Heist Tubize Waasland Eupen

19 (8-11) 17 (7-10) 15 (8-7) 15 (6-9) 15 (7-8) 15 (6-9) 14 (7-7) 14 (5-9) 13 (8-5) 13 (8-5) 13 (8-5) 13 (7-6) 13 (5-8) 12 (7-5)

«OVER» Roeselare Charleroi Tienen Eupen Sintniklaas Aalst Borinage Heist Tubize Waasland KVSK United Ostenda Dender FC Bruxelles

21 19 19 18 18 17 17 17 17 17 16 16 15 15

(11-10) (9-10) (9-10) (9-9) (7-11) (7-10) (6-11) (6-11) (8-9) (9-8) (8-8) (10-6) (8-7) (8-7)

«GOAL»

.

24 ANVERSA 1-0 ▲ 2-2 = 0-4 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . . .

S 0 3 3 5

«UNDER» Lierse Waregem Cercle B. Kortrijk Lokeren Standard L. FC Bruges Gent Beerschot St. Trond Anderlecht Mechelen Westerlo

▼ ▼ = ▼ = ▼ . .

Sintniklaas Heist Aalst Roeselare FC Bruxelles KVSK United Tienen Borinage Charleroi Dender Ostenda Waasland White Star W. Eupen

21 20 19 18 17 17 17 16 16 16 16 16 16 15

(9-12) (9-11) (9-10) (7-11) (10-7) (9-8) (10-7) (6-10) (7-9) (8-8) (7-9) (7-9) (9-7) (7-8)

.

«NO GOAL»

TUBIZE ROESELARE OSTENDA HEIST ANVERSA WAASLAND WHITE STAR W. DENDER FC BRUXELLES BORINAGE

34 DENDER 2-1 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 3-2 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

OSTENDA WAASLAND WHITE STAR W. SINTNIKLAAS HEIST FC BRUXELLES TUBIZE BORINAGE CHARLEROI

28

WAASLAND

1-2 ▼ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 0-0 = . . .

ANVERSA DENDER TIENEN WETTEREN TUBIZE ROESELARE KVSK UNITED OSTENDA SINTNIKLAAS

58 KVSK UNITED 2-0 ▲ 3-1 ▲ 4-0 ▲ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 4-2 ▲ . . .

FC BRUXELLES BORINAGE OSTENDA AALST CHARLEROI WETTEREN WAASLAND SINTNIKLAAS EUPEN

3-1 0-1 0-2 0-1 0-2 2-1

46

WHITE STAR W.

EUPEN VISE DENDER CHARLEROI ANVERSA TUBIZE AALST TIENEN ROESELARE

▼ ▼ ▼ ▼ ▲ . . .

42

41 AALST 1-1 = 3-2 ▲ 1-0 ▲ 0-2 ▼ 2-2 = 0-1 ▼ . . .

CHARLEROI SINTNIKLAAS HEIST KVSK UNITED WETTEREN EUPEN WHITE STAR W. VISE ANVERSA

1-2 1-3 1-1 1-0 0-2 3-3

▼ ▼ = ▲ ▼ = . . .

Wetteren Tubize Anversa Eupen Vise Borinage Charleroi Dender Ostenda Waasland White Star W. FC Bruxelles KVSK United Tienen

20 (9-11) 18 (7-11) 17 (8-9) 15 (9-6) 15 (7-8) 14 (8-6) 14 (8-6) 14 (8-6) 14 (8-6) 14 (7-7) 14 (5-9) 13 (4-9) 13 (6-7) 13 (5-8)


Mercoledì 11 aprile 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE SVEZIA

Classifica

Allsvenskan

Atvidaberg per il tris Elfsborg, forza interna

Il pronostico di TS GAIS-Djurgarden AIK-Goteborg Hacken-Mjallby

X/Under 1 o X/h 1

La possibile sorpresa Malmoe-Kalmar

1/Goal

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(2ª GIORNATA)

(3ª GIORNATA) Atvidaberg - Gefle 10-04 GAIS - Djurgarden 11-04 Orebro - Helsingborg “ “ AIK - Göteborg 12-04 Elfsborg - Norrkoping “ “ Hacken - Mjallby “ “ Sundsvall - Syrianska “ “ Malmoe - Kalmar 13-04

Atvidaberg - GAIS 2-1 PARTITE DAL 06-04 AL 09-04 Gefle - Syrianska 1-1 Hacken - Malmoe 5-0 Mjallby - Orebro 0-0 Djurgarden - Sundsvall 1-0 Helsingborg - Elfsborg 2-1 Göteborg - Norrkoping 1-2 Kalmar - AIK 1-2

ATVIDABERG MJALLBY HELSINGBORG GÖTEBORG ELFSBORG SUNDSVALL DJURGARDEN KALMAR NORRKOPING

3-4 ▼ 0-0 = . . . . . . .

NORRKOPING ELFSBORG OREBRO GAIS ATVIDABERG MJALLBY AIK SUNDSVALL HACKEN

0-0 = 5-0 ▲ . . . . . . .

AIK OREBRO HACKEN ATVIDABERG DJURGARDEN HELSINGBORG MALMOE GAIS KALMAR

2

SUNDSVALL KALMAR DJURGARDEN SYRIANSKA NORRKOPING AIK OREBRO GÖTEBORG HELSINGBORG GEFLE

Il pronostico di TS Panetolikos-Aris Ergotelis-Levadiakos Kerkyra-OFI Creta Panionios-Xanthi

1 Under 1 X

La possibile sorpresa AEK Atene - Atromitos

X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(28ª GIORNATA)

(29ª GIORNATA)

29 LEVADIAKOS L. 33

ERGOTELIS PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA ATROMITOS DOXA DRAMA LEVADIAKOS L. XANTHI

AEK Atene - Atromitos 11-04 Asteras - Panathinaikos “ “ Ergotelis - Levadiakos L. “ “ Kerkyra - OFI “ “ PAOK - Doxa Drama “ “ Panetolikos - Aris Salonicco “ “ Panionios - Xanthi “ “ Pas Giannina - Olympiacos P. “ “

0-2 ▼ 0-3 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = 2-2 = 1-1 = . .

KERKYRA PAS GIANNINA PAS GIANNINA ATROMITOS DOXA DRAMA PANIONIOS XANTHI ERGOTELIS PAOK

2-3 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = 2-2 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 2-0 ▲ . .

2 2 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0

0 0 1 1 1 0 0 0 0 2 2 1 1 1 0 0

RETI F S

0 0 0 0 0 1 1 1 1 0 0 1 1 1 2 2

6 3 5 2 3 2 3 2 2 1 0 1 3 0 2 0

4-3 ▲ 2-1 ▲ . . . . . . .

MALMOE SYRIANSKA ATVIDABERG ELFSBORG KALMAR AIK NORRKOPING HACKEN SUNDSVALL

IN CASA V N P

4 1 0 1 2 2 3 2 2 1 0 2 4 5 4 2

1 1 1 0 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

0 1-2 ▼ 1-2 ▼ . . . . . . .

GÖTEBORG GEFLE SUNDSVALL AIK MALMOE HACKEN ELFSBORG NORRKOPING GAIS

PT G

PARTITE V N P

OLYMPIACOS P. PANATHINAIKOS (-3) ATROMITOS PAOK AEK ATENE ARIS SALONICCO ASTERAS OFI PAS GIANNINA LEVADIAKOS L. PANIONIOS XANTHI ERGOTELIS KERKYRA PANETOLIKOS DOXA DRAMA

67 60 49 47 46 39 39 37 35 33 32 32 29 28 25 16

21 4 3 64 17 12 20 3 5 48 23 12 13 10 5 32 24 9 13 8 7 40 23 7 13 7 8 35 29 9 10 9 8 27 24 7 11 6 10 25 32 7 10 7 11 26 26 6 9 8 11 28 31 6 9 6 13 28 39 5 9 5 14 25 31 6 9 5 14 26 32 6 7 8 13 25 39 6 7 7 14 26 42 5 6 7 15 18 32 4 4 4 20 10 39 3

AEK ATENE

46 ATROMITOS

OFI ARIS SALONICCO PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA ATROMITOS DOXA DRAMA

1-1 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 2-2 = 1-2 ▼ . .

49

3-4 3-2 2-0 0-1 0-4 2-2 1-0

▼ ▲ ▲ ▼ ▼ = ▲ . .

AEK ATENE OLYMPIACOS P. PANIONIOS ARIS SALONICCO PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA

37 1-1 0-2 0-1 0-1 0-1 2-2 1-0

= ▼ ▼ ▼ ▼ = ▲ . .

0 0 1 0 1 0 0 0 0 1 1 0 1 0 0 0

0 0 0 0 0 1 1 1 0 0 0 1 0 1 1 1

0-0 = 1-2 ▼ . . . . . . .

2 0 4 3 4 4 5 2 5 4 2 2 4 3 5 3

1 2 1 4 1 2 1 6 3 5 6 6 4 6 5 8

4 2 0 2 1 1 1 0 1 0 0 1 0 0 1 0

3 1 0 1 1 2 2 1 0 0 0 2 0 5 2 1

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. La 2ª e la 3ª in Europa League con la vincente della Coppa di Svezia. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al playout. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

3 1-2 ▼ 1-0 ▲ . . . . . . .

HELSINGBORG GÖTEBORG ELFSBORG SUNDSVALL GAIS MALMOE GEFLE SYRIANSKA OREBRO

6 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . . . . . .

3

1 KALMAR

RETI F S 38 29 17 20 18 18 15 12 15 14 17 17 17 18 12 6

ELFSBORG SUNDSVALL GAIS MALMOE MJALLBY KALMAR OREBRO AIK ATVIDABERG

3 NORRKOPING 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . . . . . .

MALMOE

IN CASA V N P

2-1 ▲ 2-0 ▲ 1-0 ▲ 2-2 = 1-0 ▲ 2-2 = 0-0 = . .

28 OFI

KERKYRA LEVADIAKOS L. LEVADIAKOS L. XANTHI ERGOTELIS PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P. OFI ARIS SALONICCO

PANIONIOS DOXA DRAMA DOXA DRAMA LEVADIAKOS L. XANTHI ERGOTELIS PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P.

1 1 0 1 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0

RETI F S

1 DJURGARDEN

GEFLE HACKEN KALMAR DJURGARDEN SYRIANSKA NORRKOPING MJALLBY ATVIDABERG GÖTEBORG

Classifica

28 28 28 28 28 27 27 28 28 28 28 28 28 28 28 28

1 0 0 0 1 0 1 1 2 1 0 0 4 0 2 1

DJURGARDEN HELSINGBORG NORRKOPING GEFLE OREBRO GAIS SYRIANSKA GÖTEBORG AIK

2-1 ▲ 1-1 = . . . . . . .

RETI F S

2 1 5 0 2 1 2 2 1 1 0 0 3 0 1 0

FUORI N P

V

ELFSBORG

4

0 SYRIANSKA

0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 1 1

HACKEN ATVIDABERG DJURGARDEN HELSINGBORG NORRKOPING ELFSBORG KALMAR MJALLBY SYRIANSKA

SYRIANSKA NORRKOPING AIK OREBRO HACKEN ATVIDABERG SUNDSVALL ELFSBORG MALMOE

0-1 ▼ 0-1 ▼ . . . . . . .

RETI F S

GAIS

0-0 = 1-1 = . . . . . . .

4 GÖTEBORG 0-0 = 2-1 ▲ . . . . . . .

0 0 0 1 0 0 0 0 0 1 1 1 0 1 0 0

2

TATA U P S I GIÀ D

0-0 = 0-0 = . . . . . . .

Ethniki

Aris Salonicco - AsterasAL 09-04 Sos. PARTITE DAL 08-04 Atromitos - PAOK 0-0 OFI - Panetolikos 1-0 Olympiacos P. - Kerkyra 0-1 Panathinaikos - Panionios 3-0 Pas Giannina - AEK Atene 2-1 Doxa Drama - Ergotelis 1-1 Levadiakos L. - Xanthi 2-0

OREBRO GAIS GEFLE MJALLBY HELSINGBORG GÖTEBORG HACKEN MALMOE DJURGARDEN

2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2

PARTITE V N P

6 GEFLE

ATVIDABERG

MJALLBY KALMAR GÖTEBORG SYRIANSKA SUNDSVALL GEFLE HELSINGBORG DJURGARDEN ELFSBORG

GRECIA Ergotelis, assalto al Levadiakos Fiducia al Kerkyra

6 6 4 4 4 3 3 3 3 2 2 1 1 1 0 0

AIK

0-1 ▼ 2-1 ▲ . . . . . . .

4 MJALLBY

HACKEN GAIS MALMOE MJALLBY KALMAR GÖTEBORG SYRIANSKA ATVIDABERG GEFLE HELSINGBORG

3

1 HELSINGBORG

OREBRO

ATVIDABERG NORRKOPING HACKEN AIK SYRIANSKA DJURGARDEN ELFSBORG HELSINGBORG KALMAR GEFLE MJALLBY GAIS OREBRO MALMOE GÖTEBORG SUNDSVALL

PT G

9 10 6 13 7 10 6 10 11 17 16 15 15 26 14 15

0-0 = 0-5 ▼ . . . . . . .

V

FUORI N P

9 8 4 6 4 3 4 4 3 4 3 3 1 2 2 1

2 2 3 3 6 4 5 3 3 7 5 6 1 9 5 5 3 8 2 8 3 8 3 8 4 9 4 8 2 10 1 12

RETI F S 26 19 15 20 17 9 10 14 13 14 8 9 8 8 6 4

8 13 18 10 22 14 26 16 20 22 15 17 24 16 18 24

1-0 ▲ 1-2 ▼ . . . . . . .

REGOLAMENTO La vincente in Champions League. Dalla 2ª alla 5ª ai play-off Champions/Euro pa League. La vincente della Coppa di Grecia in Europa League. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto degli scontri diretti.

39 PANATHINAIKOS 60

ASTERAS

XANTHI 1-0 ▲ ERGOTELIS 3-0 ▲ PAOK 3-2 ▲ AEK ATENE 1-1 = OLYMPIACOS P. 2-7 ▼ OFI 2-2 = ARIS SALONICCO Sos. . PANATHINAIKOS . PANIONIOS .

ERGOTELIS PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P. OFI ARIS SALONICCO PANIONIOS ASTERAS PANETOLIKOS

2-0 0-2 0-2 0-3 1-0 1-0 3-0

0-0 = 2-0 ▲ 2-3 ▼ 1-1 = 4-0 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = . .

PAS GIANNINA ATROMITOS ATROMITOS PANIONIOS LEVADIAKOS L. XANTHI ERGOTELIS PAOK AEK ATENE

▲ ▼ ▼ ▼ ▲ ▲ ▲ . .

16

47 DOXA DRAMA

PAOK ARIS SALONICCO PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA ATROMITOS DOXA DRAMA LEVADIAKOS L.

SUNDSVALL AIK MALMOE HACKEN GEFLE DJURGARDEN GAIS OREBRO MJALLBY

0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . .

«UNDER» Gefle Mjallby Sundsvall AIK Djurgarden GAIS Hacken Helsingborg Kalmar Malmoe Norrkoping Orebro Syrianska

2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

(1-1) (1-1) (1-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1)

«OVER» Atvidaberg Elfsborg Göteborg AIK Djurgarden GAIS Hacken Helsingborg Kalmar Malmoe Norrkoping Orebro Syrianska

2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

(1-1) (1-1) (1-1) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0)

«GOAL» Atvidaberg Elfsborg Göteborg Syrianska AIK Djurgarden GAIS Gefle Helsingborg Kalmar Norrkoping Orebro Hacken

2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 0

(1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (1-0) (0-0)

«NO GOAL» Hacken Malmoe Mjallby Sundsvall AIK Djurgarden GAIS Gefle Helsingborg Kalmar Norrkoping Orebro Atvidaberg

2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 0

(1-1) (1-1) (1-1) (1-1) (1-0) (1-0) (1-0) (0-1) (0-1) (0-1) (1-0) (0-1) (0-0)

«UNDER» Panetolikos Doxa Drama OFI Xanthi AEK Atene Aris Salonicco Asteras Levadiakos L. Atromitos Panionios Ergotelis Kerkyra PAOK

23 23 21 20 19 19 19 19 18 17 16 15 15

(13-10) (12-11) (12-9) (9-11) (11-8) (9-10) (10-9) (11-8) (11-7) (7-10) (8-8) (4-11) (6-9)

«OVER» Olympiacos P. Kerkyra PAOK Panathinaikos Pas Giannina Ergotelis Panionios Atromitos AEK Atene Levadiakos L. Aris Salonicco Asteras Xanthi

14 (8-6) 13 (10-3) 13 (8-5) 13 (9-4) 13 (5-8) 12 (6-6) 11 (7-4) 10 (3-7) 9 (3-6) 9 (3-6) 8 (4-4) 8 (3-5) 8 (5-3)

«GOAL» Pas Giannina Ergotelis Atromitos AEK Atene PAOK Kerkyra Panathinaikos Levadiakos L. Aris Salonicco Olympiacos P. Xanthi Asteras OFI

15 14 13 12 12 11 11 11 10 9 9 8 8

(6-9) (8-6) (5-8) (5-7) (6-6) (7-4) (4-7) (4-7) (6-4) (6-3) (5-4) (4-4) (2-6)

«NO GOAL»

PANETOLIKOS LEVADIAKOS L. XANTHI ERGOTELIS PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P. OFI ARIS SALONICCO PANATHINAIKOS

0-2 1-0 2-0 1-1 0-1 0-1 0-1

25 ARIS SALONICCO 39

PANIONIOS

OLYMPIACOS P. ATROMITOS OFI DOXA DRAMA ARIS SALONICCO LEVADIAKOS L. PANATHINAIKOS XANTHI ASTERAS

▲ ▲ = ▼ ▼ ▼ . .

PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P. OFI PANIONIOS PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA

0-0 = 1-0 ▲ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 4-2 ▲ 0-1 ▼ Sos. . . .

32 XANTHI 0-2 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 2-4 ▼ 2-0 ▲ 0-3 ▼ . .

ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA ATROMITOS DOXA DRAMA LEVADIAKOS L. PANIONIOS ERGOTELIS

0-1 0-1 0-2 1-2 0-1 1-0 0-2

32

PAS GIANNINA

▼ ▼

DOXA DRAMA LEVADIAKOS L. LEVADIAKOS L. XANTHI ERGOTELIS PAOK AEK ATENE OLYMPIACOS P. OFI

▼ ▼ ▼ ▲ ▼ . .

35 OLYMPIACOS P. 67 1-0 2-0 1-1 2-1 1-1 2-1 2-1

▲ ▲ = ▲ = ▲ ▲ . .

PANIONIOS OFI ARIS SALONICCO PANATHINAIKOS ASTERAS PANETOLIKOS KERKYRA PAS GIANNINA ATROMITOS

2-0 2-0 3-0 3-0 7-2 1-0 0-1

▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▲ ▼ . .

Doxa Drama OFI Panetolikos Panionios Asteras Olympiacos P. Xanthi Aris Salonicco Kerkyra Panathinaikos Levadiakos L. AEK Atene PAOK

23 20 20 20 19 19 19 17 17 17 17 16 16

(11-12) (12-8) (9-11) (8-12) (9-10) (9-10) (9-10) (7-10) (7-10) (10-7) (10-7) (9-7) (8-8)


14 il Domani dello Sport Mercoledì 11 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE GERMANIA Zweite Liga IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(30ª GIORNATA)

Eintracht-Ingolstadt ris es 2-1

Braunschweig - Greuther F. E. Cottbus - H. Rostock F. Dusseldorf - Francoforte St. Pauli - Union Berlino Al. Aachen - Bochum Eintracht F. - Ingolstadt 04 Erzgebirge - Paderborn Karlsruhe - Dynamo Dresda Monaco 1860 - Duisburg

10-04 “ “ “ “ “ “ 11-04 “ “ “ “ “ “ “ “

Monaco 1860-Duisburg X2 Karlsruhe-Dynamo Dresda 1

La possibile sorpresa Erzgebirge-Paderborn

BRAUNSCHWEIG 40 GREUTHER F.

ta a t u p s i d à i G

H. ROSTOCK E. COTTBUS FRANCOFORTE F. DUSSELDORF PADERBORN DYNAMO DRESDA GREUTHER F. UNION BERLINO DUISBURG

ST. PAULI

3-2 ▲ 1-1 = 0-0 = 1-1 = 0-0 = 2-2 = . . .

DUISBURG AL. AACHEN MONACO 1860 KARLSRUHE ERZGEBIRGE E. COTTBUS BRAUNSCHWEIG ST. PAULI FRANCOFORTE

1

63

2-0 ▲ 1-0 ▲ 4-1 ▲ 3-0 ▲ 1-1 = 3-0 ▲ . . .

53 UNION BERLINO 42

ta a t u p s i d à i G

MONACO 1860 KARLSRUHE ERZGEBIRGE E. COTTBUS F. DUSSELDORF FRANCOFORTE UNION BERLINO GREUTHER F. H. ROSTOCK

ERZGEBIRGE F. DUSSELDORF MONACO 1860 ST. PAULI H. ROSTOCK GREUTHER F. UNION BERLINO PADERBORN EINTRACHT F. DYNAMO DRESDA

1-1 = 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-0 = 0-0 = 3-3 = . . .

INGOLSTADT 04 DUISBURG AL. AACHEN EINTRACHT F. KARLSRUHE ERZGEBIRGE ST. PAULI BRAUNSCHWEIG F. DUSSELDORF

31 PADERBORN 1-3 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-1 = 0-1 ▼ . . .

AL. AACHEN BOCHUM INGOLSTADT 04 DUISBURG BRAUNSCHWEIG MONACO 1860 ERZGEBIRGE E. COTTBUS KARLSRUHE

3-3 = 1-1 = 3-1 ▲ 0-4 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

52 3-0 ▲ 0-0 = 0-4 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = 2-2 = . . .

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

GREUTHER F. EINTRACHT F. F. DUSSELDORF ST. PAULI PADERBORN MONACO 1860 UNION BERLINO BRAUNSCHWEIG DYNAMO DRESDA BOCHUM DUISBURG E. COTTBUS ERZGEBIRGE INGOLSTADT 04 FRANCOFORTE KARLSRUHE H. ROSTOCK AL. AACHEN

63 61 54 53 52 47 42 40 37 32 31 31 31 30 30 24 23 22

19 18 14 15 14 14 12 9 10 9 8 7 7 6 6 6 4 3

67 68 57 48 45 51 46 34 45 35 35 26 27 37 36 28 27 25

E. COTTBUS

29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29

6 7 12 8 10 5 6 13 7 5 7 10 10 12 12 6 11 13

4 4 3 6 5 10 11 7 12 15 14 12 12 11 11 17 14 13

IN CASA V N P

22 13 29 10 29 9 30 9 34 7 40 8 48 9 31 5 47 6 48 6 42 6 42 3 45 4 49 4 55 3 57 5 48 3 41 2

23

31 H. ROSTOCK

ta a t u p s i d à i G

EINTRACHT F. BRAUNSCHWEIG F. DUSSELDORF ST. PAULI FRANCOFORTE GREUTHER F. H. ROSTOCK PADERBORN BOCHUM

AL. AACHEN PADERBORN GREUTHER F. UNION BERLINO FRANCOFORTE DYNAMO DRESDA INGOLSTADT 04 BOCHUM DUISBURG EINTRACHT F.

KARLSRUHE F. DUSSELDORF ST. PAULI H. ROSTOCK GREUTHER F. UNION BERLINO BOCHUM DYNAMO DRESDA INGOLSTADT 04 PADERBORN

0-1 ▼ 1-1 = 1-1 = 0-0 = 1-1 = 0-3 ▼ . . .

BRAUNSCHWEIG EINTRACHT F. KARLSRUHE ERZGEBIRGE MONACO 1860 F. DUSSELDORF E. COTTBUS FRANCOFORTE ST. PAULI

22 BOCHUM 0-3 ▼ 0-1 ▼ 1-3 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 3-3 = . . .

DYNAMO DRESDA PADERBORN DUISBURG INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. KARLSRUHE AL. AACHEN MONACO 1860 E. COTTBUS

2-3 ▼ 1-5 ▼ 2-2 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

32 0-2 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-3 ▼ 0-0 = . . .

24 DYNAMO DRESDA 37 0-5 ▼ 0-1 ▼ 2-2 = 0-3 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = . . .

BOCHUM INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. MONACO 1860 AL. AACHEN BRAUNSCHWEIG KARLSRUHE F. DUSSELDORF ERZGEBIRGE

2-0 ▲ 0-0 = 0-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-2 = . . .

0 4 4 3 6 2 2 6 5 2 2 7 6 8 8 3 6 6

2 0 1 2 2 4 4 3 4 7 7 4 4 3 4 6 6 6

RETI F S 43 33 30 26 24 28 24 18 27 19 19 15 16 25 18 18 18 12

FUORI N P

V

10 9 14 15 15 18 14 14 19 21 17 22 18 20 24 28 25 21

6 8 5 6 7 6 3 4 4 3 2 4 3 2 3 1 1 1

RETI F S

6 2 24 3 4 35 8 2 27 5 4 22 4 3 21 3 6 23 4 7 22 7 4 16 2 8 18 3 8 16 5 7 16 3 8 11 4 8 11 4 8 12 4 7 18 3 11 10 5 8 9 7 7 13

12 20 15 15 19 22 34 17 28 27 25 20 27 29 31 29 23 20

REGOLAMENTO Promosse le prime 2. La 3ª al play-off con la terz’ultima della Bundesliga. Retrocedono direttamente le ultime 2. La terz’ultima al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

30

F. DUSSELDORF 54 FRANCOFORTE KARLSRUHE ERZGEBIRGE E. COTTBUS BRAUNSCHWEIG ST. PAULI H. ROSTOCK FRANCOFORTE DYNAMO DRESDA UNION BERLINO

Già

EINTRACHT F. E. COTTBUS H. ROSTOCK DYNAMO DRESDA UNION BERLINO BOCHUM DUISBURG INGOLSTADT 04 ERZGEBIRGE AL. AACHEN

MONACO 1860 FRANCOFORTE ERZGEBIRGE GREUTHER F. DYNAMO DRESDA H. ROSTOCK PADERBORN DUISBURG BOCHUM INGOLSTADT 04

ata t u disp

5-0 ▲ 3-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-0 = 1-2 ▼ . . .

ERZGEBIRGE MONACO 1860 BRAUNSCHWEIG AL. AACHEN E. COTTBUS ST. PAULI F. DUSSELDORF H. ROSTOCK GREUTHER F.

3-4 ▼ 3-1 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 1-1 = 3-3 = . . .

61 INGOLSTADT 04 30 1-0 ▲ 5-1 ▲ 3-0 ▲ 4-0 ▲ 3-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

UNION BERLINO DYNAMO DRESDA PADERBORN BOCHUM DUISBURG AL. AACHEN EINTRACHT F. KARLSRUHE MONACO 1860

47 DUISBURG 1-3 ▼ 0-0 = 1-4 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ 2-2 = . . .

GREUTHER F. UNION BERLINO BOCHUM PADERBORN INGOLSTADT 04 EINTRACHT F. MONACO 1860 AL. AACHEN BRAUNSCHWEIG

3-3 0-0 4-0 1-0 1-1 3-3

= = ▲ ▲ = = . . .

31 0-2 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

«UNDER» E. Cottbus Al. Aachen Erzgebirge Braunschweig F. Dusseldorf H. Rostock Ingolstadt 04 St. Pauli Bochum Karlsruhe Paderborn Duisburg Francoforte Union Berlino

20 (10-10) 18 (7-11) 18 (9-9) 17 (8-9) 15 (6-9) 15 (7-8) 15 (9-6) 14 (5-9) 13 (8-5) 13 (5-8) 13 (8-5) 12 (7-5) 12 (8-4) 12 (8-4)

«OVER» Dynamo Dresda Monaco 1860 Eintracht F. Greuther F. Duisburg Francoforte Union Berlino Bochum Karlsruhe Paderborn St. Pauli F. Dusseldorf H. Rostock Ingolstadt 04

20 19 18 18 17 17 17 16 16 16 15 14 14 14

(10-10) (10-9) (8-10) (11-7) (8-9) (7-10) (7-10) (7-9) (9-7) (7-9) (9-6) (8-6) (8-6) (6-8)

«GOAL» F. Dusseldorf Dynamo Dresda Francoforte Ingolstadt 04 St. Pauli Duisburg Eintracht F. Erzgebirge H. Rostock Monaco 1860 Braunschweig Paderborn Al. Aachen Karlsruhe

21 18 18 18 18 17 16 16 16 16 15 15 14 14

(10-11) (11-7) (10-8) (9-9) (9-9) (6-11) (7-9) (9-7) (10-6) (9-7) (7-8) (9-6) (7-7) (7-7)

«NO GOAL» Greuther F. Bochum E. Cottbus Al. Aachen Karlsruhe Union Berlino Braunschweig Paderborn Eintracht F. Erzgebirge H. Rostock Monaco 1860 Duisburg Dynamo Dresda

17 (10-7) 16 (9-7) 16 (6-10) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (12-3) 14 (7-7) 14 (6-8) 13 (7-6) 13 (5-8) 13 (5-8) 13 (5-8) 12 (9-3) 11 (4-7)


Informazione pubblicitaria

il domani  

Edizione del 11 Aprile 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you