Issuu on Google+

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

Domenica 11 Marzo 2012 > euro 1,00 > Anno XV Nr. 65

Gli etnei contro la Fiorentina cercano il successo per entrare nelle alte sfere

SORGI CATANIA SANITÀ

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE dell’11/3/2012

a pag. 3

CATANZARO Appuntamento alle 14,30 al “Ceravolo” per la sfida decisiva da tre punti contro il Campobasso

a pag. 4

CATANIA - FIORENTINA 1

X

2

2.05

3.10

3.75

3.10

3.75

Consiglia

2.10

REGGINA

INTER

I pronto soccorso degli ospedali calabresi destano preoccupazione

Il presidente Foti alla vigilia del match di Bari alle ore 12,30 analizza il momento degli amaranto

Le lacrime di commozione di Claudio Ranieri dopo il gol di Milito che ha firmato il 2-0 contro il Chievo

a pag. 6

a pag. 7


2 il Domani dello Sport

Domenica 11 marzo 2012

CRONACA CALABRIA

SCOPELLITI: «SONO SERENO»

REGGIO CALABRIA La Procura della Repubblica conclude le indagini sul caso Orsola Fallara

«L

GIUSTIZIA Pignatore dopo 4 anni lascia Reggio Calabria

Andrea Splendore

a Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha emesso l’avviso di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta sulle somme erogate all’ex dirigente dell’Ufficio finanze del Comune di Reggio, Orsola Fallara, suicidatasi nel dicembre del 2010, per la sua attività di componente della Commissione tributaria. L’avviso di conclusione indagini è stato notificato all’ex sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti, attuale presidente della Regione, ed ai tre componenti del Collegio dei revisori dei conti del Comune, Carmelo Stracuzzi, Domenico D’Amico e Ruggero Alessandro De Medici. Giuseppe Scopelliti, all’epoca dei fatti Sinbdaco di Reggio Calabria e successivamente nominato Presidente della Regione Calabria carica che attualmente ricopre, è indagato per falso ideologico in atto pubblico ed abuso d’ufficio per le autoliquidazioni per circa 750 mila euro che avrebbe fatto Orsola Fallara per il suo incarico in Commissione tributaria. Scopelliti era stato interrogato il 20 dicembre scorso dai magistrati della Procura di Reggio fornendo la sua versione dei fatti. «Ho chiarito la mia posizione rispetto alle vicende contestate – aveva detto Scopelliti ai giornalisti a conclusione dell’interrogatorio – eviden-

Scopelliti: «Il 20 dicembre dello scorso anno ho chiarito la mia posizione rispetto alle vicende contestate»

ziando, così come è scritto dagli stessi ispettori ministeriali, il distinguo tra le competenze, che sono gestionali in capo ai dirigenti, e quelle in capo alla politica. In qualità di sindaco ho dimostrato in maniera chiara la mia estraneità alla vicenda». I tre componenti del collegio dei revisori dei conti, invece, si erano avvalsi della facoltà di non rispondere. «Sono sereno, tranquillo». A dirlo è stato il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti che ha aggiunto:

Scopelliti: «Mi sembra di capire che l’accusa si fonda sul fatto che non potevo non sapere. Non ci sono altri elementi»

REGGIO CALABRIA

Grande soddisfazione per i fondi in arrivo per il Museo Magna Grecia

“C

'e' grande gioia per la delibera del preCipe che assegna i fondi necessari, 6 milioni di euro, per il completamento e la ristrutturazione del Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria che integrano i 5 milioni di euro gia' messi a disposizione dalla Regione. Si tratta di una notizia che conferma il grande lavoro di squadra tra Regione e Governo Nazionale che ha sempre auspicato e portato avanti il Presidente Scopelliti e che offre le necessarie certezze, per restituire al piu' presto alla fruizione il Museo di Reggio Calabria». Lo ha dichiarato l'Assessore alle Attivita' Produttive della Regione Calabria, Antonio Caridi - informa una nota dell'ufficio stampa - in merito alla riunione preparatoria del CIPE, che discutera' l'assegnazione di 6 milioni di euro per il completamento dei lavori del Museo di Reggio Calabria.

Giuseppe Pignatone, dopo quattro anni, chiude la sua esperienza a Reggio Calabria. Venerdì è stato l’ultimo giorno nella città dello Stretto. Da ieri sera è nella sua Palermo in attesa di prendere possesso del posto di procuratore a Roma. Prima di andarsene, però, il procuratore ha incassato il risultato ottenuto con la sentenza del processo Crimine: 94 condanne per il gotha della ‘ndrangheta reggina e per decine e decine di affiliati. Una sentenza “storica” la definisce Pignatone nel suo ultimo giorno a Reggio. Perché da oggi, ragiona il neoprocuratore di Roma, non sarà più necessario dimostrare in ogni processo l’esistenza di una singola cosca dal momento che adesso ci sono tre sentenze, due a Reggio Calabria ed una a Milano, che certificano l’unitarietà della ‘ndrangheta e la sua struttura verticistica. «Fatti i conti delle condanne e delle assoluzioni e degli anni di carcere inflitti - spiega Pignatone - resta il principio sancito dalla sentenza dell’unitarietà della ‘ndrangheta della struttura verticistica che la governa. Altro dato è che la sentenza di ieri, insieme a quelle già emesse a Reggio e Milano, costituisce la base per chi dovrà fare le indagini sulla struttura e le dinamiche della ‘ndrangheta. Perché non si può non tenere conto di tre sentenze, quindi con giudici diversi, che delineano quale sia la struttura dell’organizzazione».

«mi sembra di capire – ha aggiunto Scopelliti – che l’accusa si fonda sul fatto che non potevo non sapere. Non ci sono altri elementi. Gli stessi ispettori hanno chiarito la differenza tra la competenza politica e quella gestionale». «C'è un giudizio sereno – ha concluso – che ci consentirà di riaffermare quelle che sono le responsabilità che non possono essere addebitate alla politica quando questa non ha competenza nè ruolo».

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda - 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC.SERRAMONDA - 88044 MARCELLINARA (CZ) TEL. 0961/023922 FAX 0961/903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h.Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - necrologio euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella - 87040 MONTALTO U. (Cs) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Domenica 11 marzo 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

COLPA DEL PIANO DI RIENTRO SANITA’ Fari puntati dall’opinione pubblica sui pronto soccorso degli ospedali

O

Luca Ogrilio

gni mondo è paese e anche la Calabria ha purtroppo i suoi grossi problemi in fatto di ospedali, nella fattispece in fatto di Pronto Soccorso. E’ quanto è emerso da una nota dell sezione calabrese del Sindacato Medici Italiani “I servizi di accettazione e pronto soccorso degli ospedali calabresi sono da settimane al centro della preoccupata attenzione dell’opinione pubblica a causa delle lunghe attese e degli inenarrabili disagi cui sono sottoposti i cittadini, situazione che è culminata in veri e propri scontri con i medici che, con grandi sacrifici, cercano di far fronte alla difficile situazione». Per lo Smi «si tratta dei primi effetti, destinati ad aggravarsi nei prossimi mesi delle misure del Piano di Rientro basato esclusivamente sui tagli ai servizi sanitari, sulla contrazione del personale medico e infermieristico e sulla massiccia riduzione dei posti letto. Si manifestano allora tutti i limiti di una ottusa politica messa in atto dalla gestione commissariale della sanità calabrese che punta a un risanamento contabile delle aziende sanitarie e ospedaliere senza tener conto che la caduta a picco dei servizi aumenta l’emigrazione sanitaria creando un nuovo disavanzo in termini di mobilità passiva verso le altre regioni». «Al necessario ridimensionamento della rete ospedaliera - prosegue la nota – avreb-

be dovuto infatti corrispondere un rafforzamento dei grandi ospedali, con un grande sforzo in termini di strutture e tecnologie, e specialmente un potenziamento della presenza territoriale, dall’assistenza primaria alla specialistica, di cui invece non si vede alcuna seria misura, salvo sporadiche iniziative peraltro portate avanti dalla progettualità e dall’impegno dei medici. Il sindacato dei medici italiani ritiene che non si possa più restare indifferenti rispetto a una politica commissariale che decanta improbabili successi che stridono fortemente con la realtà che ogni giorno i cittadini e le comunità sono costretti a sperimentare». «Il diritto alla salute – si sostiene ancora nella nota – è ogni giorno più compromesso per i calabresi mentre gli operatori sanitari, medici in testa, scontano gravissimi danni professionali, di crescente rischio e di occupazione quando si guardi a centinaia di precari che da anni sostengono una serie di servizi decisivi e la cui stabilizzazione è diventata sempre più un miraggio. Il Sindacato dei medici italiani chiama i colleghi alla mobilitazione e fa appello alla pubblica opinione perchè comprenda che, dopo i cittadini, sono proprio gli operatori ad essere vittima delle dissennate scelte di politica sanitaria. Si rivolge alle forze politiche perchè rinuncino a particolaristiche scelte di parte e di campanile per esprimere un serio progetto di risanamento della sanità calabrese».


4 il Domani dello Sport

Domenica 11 Marzo 2012

SPORT CALABRIA

SALVEZZA, SI PUO’ FARE

VIBONESE Ipponici sempre più fiduciosi nell’obiettivo stagionale dopo il pari di Perugia

L

CATANZARO

Massimiliano Venzi

a vittoria manca da 4 turni, la posizione di classifica è ancora pericolosa e “appesantita” dall’ennesima penalizzazione: nonostante ciò la Vibonese crede sempre nella salvezza. Una missione difficile, come era stato messo in preventivo ad inizio stagione, ma alla portata della squadra rossoblù, specie dopo il preziosissimo 0-0 raccolto a Perugia mercoledì, nel 32° turno (infrasettimanale). Una vera e propria iniezione di fiducia, una nuova carica di entusiasmo per tutto l’ambiente che fa ben sperare nel prosieguo del campionato, a cominciare da oggi, dalla gara casalinga con il Celano. Guai, però, a sottovalutare un avversario che, con quasi la metà dei punti, chiude una classifica che lo vede quasi spacciato. La bella prova del Curi, fatta di concentrazione e umiltà, con buona qualità alternata a solidità ed equilibrio tra i reparti, non deve far abbassare la guardia alla Vibonese la cui forza non può che essere il fattore campo. E’ proprio sul suo terreno di gioco, con l’imprescindibile sostegno del pubblico, che deve costruirsi la permanenza tra i pro-

La prova del Curi è stata una vera e propria iniezione di fiducia, una nuova carica di entusiasmo per tutto l’ambiente

Campobasso al Ceravolo per la 6ª volta Sono 5 i precedenti ufficiali tra Catanzaro e Campobasso al “Ceravolo”: il bilancio parla di 3 vittorie giallorosse, un pareggio e un successo molisano. Il primo scontro, relativo alla stagione 1983-1984 di Serie B, si concluse con la vittoria per 1-0 del Catanzaro. Due stagioni successive, Serie B 1985-1986, la sfida terminò con il risultato di 1-1. Nella stagione di Serie C2 2000-2001, alla 9° giornata del girone di ritorno,

fessionisti, giocando con determinazione e pensando come se ogni sfida fosse una finale. Anche se di fronte si troverà una squadra con un solo punto raccolto finora in trasferta. Ancor più se un (altro) punto gli sarà tolto dopo l’ennesima penalizzazione subita per la stessa violazione! E’ di giovedì, infatti, la decisione della Commissione Disciplinare Nazionale di punire di un punto la squadra ipponica. Motivo? Non aver documentato, alla scadenza del 14/11//2010, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti delle mensilità di luglio, agosto e settembre 2010, nei termini stabiliti dalla normativa federale. Contributi poi versati entro il 30/06/2011, anche perché altrimenti non sarebbe stato possibile iscrivere la

squadra al campionato di Seconda Divisione 2011/12. La Commissione Disciplinare Nazionale, nell’accogliere la tesi della Procura Federale, ha così dato vita ad un’interpretazione abbastanza originale, anche perché nel Comunicato Ufficiale con il quale ha sanzionato la

La Commissione Disciplinare punisce con -1 di penalizzazione un vecchio inadempimento già sanzionato

società rossoblù, ha proprio riconosciuto che la Vibonese era stata già deferita e condannata per il medesimo inadempimento in due circostanze! Grande sorpresa e stupore in tutta la società del presidente Caffo ma, essendo un giudizio di primo grado, c’è la fiducia e la speranza di tutti di riuscire a far valere le proprie ragioni in tutti gli altri gradi (la Corte di Giustizia Federale in secondo e il Tnas in terzo). A conforto le decisioni assunte dal Tribunale Nazionale Arbitrale per lo Sport la passata stagione quando, a proposito della Salernitana, restituì il punto di penalizzazione al club campano, distinguendo la violazione relativa al mancato pagamento di ritenute e contributi, rispetto a quella relativa al mancato pagamento degli emolumenti dei calciatori.

uscì vincente ancora il Catanzaro, sempre per 1-0. Stesso risultato nella stagione successiva, Serie C2 20012002. L’ultimo incrocio risale, invece, alla scorsa stagione Seconda Divisione, Girone C di Lega Pro e l’esito fu di 2-1 per il Campobasso.


Informazione pubblicitaria


6 il Domani dello Sport

Domenica 11 marzo 2012

SPORT CALABRIA

VIVIAMO ALLA GIORNATA REGGINA Intervista a 360º al presidente Lillo Foti alla vigilia della gara di Bari

I

Sono 19 i convocati per Bari

Giuseppe Mosca

l presidente Foti è stato raggiunto dai colleghi di TuttoBari.com in vista della sfida tra biancorossi e amaranto. Di seguito, l'intervista al massimo dirigente della Reggina.Presidente, alla luce dello stato di forma della due squadre che partita si aspetta? «Difficile dirlo. Certo mi auguro di vedere una bella gara, emozionante, e spero quindi che entrambe le squadre facciano una buona prestazione». Quando è arrivato Gregucci a Reggio Calabria le Reggina era sesta, ora è nona. Si è pentito della scelta che ha fatto a gennaio? «No, è presto per fare valutazioni sull’operato di Gregucci. Non bisogna farsi prendere dalla frenesia valutando la sua gestione solo sulla base degli ultimi risultati ottenuti. A un certo punto tireremo le somme e faremo le

Foti: «Si, ambiamo ai playoff che era il nostro obiettivo dall’inizio e faremo di tutto per riuscirci»

A

nostre considerazioni». La Reggina da qualche anno ha puntato forte sulla linea verde. Com'è maturata questa scelta? «É nata dalla voglia di dare risalto alle qualità dei ragazzi del nostro settore giovanile. La Reggina investe professionalmente, e non solo economicamente, sul vivaio, che è un'importante risorsa per una società meridionale come la nostra che non ha grandi disponibilità economiche». A proposito di giovani, ce n'è qualcuno a cui Torrente dovrà

Amoruso e Cosenza testimonial di Androlife er la Reggina, testimonial P dell'importante iniziative di prevenzione, Francesco Cosenza

e Nicola Amoruso, i quali hanno prestato la loro immagine per lo spot che ha accompagnato l'iniziativa sul territorio della città dello Stretto. Amoruso, responsabile del settore giovanile amaranto ed indimenticata bandiera della Reggina, è stato anche tra i relatori nel corso della conferenza stampa presso la Sala Conferenze del Centro Sportivo S. Agata. Il “Pro-

getto Androlife”, si propone di stimolare la precoce individuazione delle condizioni che alterano il potenziale di fertilità e di promuovere la ricerca scientifica al fine di preservare inalterata la potenzialità riproduttiva naturale dell’uomo eliminando i fattori di rischio, quando possibile, oppure, intervenendo con adeguate terapie, per evitare che l’alterazione progredisca fino all’infertilità. Un tempo, la visita andrologica era obbligatoria con il servizio militare.

fare particolare attenzione? «Io più che altro vorrei che, al di là dei singoli, fosse tutta la squadra ad esprimersi al meglio mostrando in campo qual è il proprio reale valore». Insomma, niente nomi... «Sì, meglio non farne. Ma le qualità dei nostri giovani le conoscono tutti e noi puntiamo su di loro, un po' come sta facendo il Bari». Ci può fare un pronostico della partita di domenica? «Non gioco al Totocalcio.Mi auguro solo che la mia squadra

faccia una buona gara». Ma lei crede ancora nei play-off? «Sì, ambiamo ai playoff e faremo di tutto per realizzare l'impresa. Noi viviamo alla giornata, gara per gara. La prossima è quella con il Bari e a quella noi stiamo pensando». Come valuta la stagione della Reggina? «Sin qui siamo stati molto altalenanti. La mia impressione è che i ragazzi non abbiano espresso al meglio le proprio potenzialità. Ma c'è ancora tempo per raggiungere gli obiettivi prefissati».

il termine della seduta di rifinitura, completata questa mattina sul campo numero 1 del centro sportivo S.Agata, la Reggina è partita alla volta di Bari. Questo l'elenco completo dei calciatori convocati da mister Gregucci per la trasferta del San Nicola: Portieri: Belardi, Zandrini; Difensori: Angella, Cosenza, Di Lorenzo (16), Emerson, Freddi; Centrocampisti: Armellino, Barillà, Castiglia, Colombo, D'Alessandro, De Rose, Melara, Rizzato, N.Viola; Attaccanti: Ceravolo, Ragusa, A.Viola.

Tutti i numeri della Reggina di questa stagione e i precedenti tra i due allenatori

A

lla vigilia di tutti gli incontri del club dello Stretto, una rubrica che riassume tutti i dati più significativi ed interessanti del prossimo impegno ufficiale. Serie bwin 2011/2012 - I punti conquistati dalla Reggina sul totale di quelli a disposizione sono il 49,4%. La proiezione finale è di 62 punti. - La Reggina resta a +1 nel raffronto con il girone di andata - Breda e Gregucci, in questo momento, hanno la stessa media punti 1,5 - Con l'Ascoli è 1-1 per la sesta volta sulla ruota amaranto: è il risultato più ripetuto in stagione - Media dei Portieri: Zandrini 1 gol a partita; Kovacsik 1,2, Marino 1,3 - Viola Nicolas: 5° rigore consecutivo a rete (Empoli, Ascoli, Frosinone, 2 Cittadella) - Il bilancio della Reggina nelle gare giocate a pranzo, alle 12:30: 2v, 1p, 1s - Curiosità: considerando la media punti, la Reggina, con Samp e Roma, è al quattordicesimo posto nella classifica mista delle 42 squadre di A e B Amaranto in traferta: - 1. 18 punti (4v, 6p,5s) secondo attacco (21) dietro il Pescara, nona difesa ( 17) 2. +1 rispetto al girone di andata ed a parità di partite Hanno segnato alla Reggina:

Kutuzov (1) per la Samp, Forestieri (squalificato) 1 per l’Empoli Bomber amaranto contro il Bari - Rizzato - Ragusa (2) Allenatori contro: Gregucci contro Torrente: Mai - Gregucci contro Bari: 5v, 2p, 5s Reggina contro Torrente: 1 vittoria


Domenica 11 marzo 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

Lacrime di commozione su settimane di tensione RANIERI

Il tecnico nerazzurro cede al secondo gol di Milito che regala il successo sul Chievo

D

opo sette tentativi andati quasi tutti malissimo, l’Inter torna alla vittoria in campionato a spese di un Chievo che ha fatto del suo per rendergli ancor più agevole il compito di quanto non dica il risultato finale: 20, grazie ai colpi di testa nel finale di gara di Samuel prima e Milito dopo. Quale miglior modo per festeggiare il 104° compleanno della società nerazzurra? Nessun altro. Ed ecco quindi che si succedono scene di esultanza e di festa, baci e abbracci, ma a colpire sono soprattutto, perchè inattese, le lacrime del tecnico Claudio Ranieri che non riesce a trattenere la gioia per essersi messo alle spalle un lungo periodo di tensione,

to molto e dal punto di vista umano gli sono vicino. Ha vissuto un mese difficile. Durante l’anno gli sono mancati diversi giocatori - ha proseguito il goriziano in conferenza a Formello-. Posso capire la commozione. Io magari la manifesto diversamente perchè esulto, lui è rimasto composto come sempre ma la commozione la posso capire». Reja però non ha escluso che se dovesse centrare il terzo posto riuscirebbe a trattenere le lacrime. «Piangerei volentieri per un posto in Champions» ha assicurato. «Le lacrime di commozione di Ranieri di ieri (venerdì, ndr) in Chievo-Inter le ho trovare molto umane. Noi facciamo un mestiere molto bello e ben remunerato, ma viviamo del nostro lavoro. Ci sono talmente tante tensioni che ognuno le scarica alla sua maniera»: in questo modo dice la sua a riguardo il

Allegri: «Quando alleni ci sono momenti in cui subentrano i sentimenti, le emozioni e le tensioni» critiche e polemiche. Un’immagine, quella riprodotta qui sopra, che ha fatto il giro di giornali, televisioni e siti internet e che ha sortito grande solidarietà da parte dei colleghi del tecnico testaccino. Ad iniziare da

Massimiliano Allegri al quale non è mai capitato di commuoversi, pur ammettendo che può succedere. «Dopo tante sconfitte quella di ieri (venerdì, ndr) per Ranieri è stata una vittoria molto importante anche in vista della Champions - ha osservato Allegri -. Quando alleni, oltre all’aspetto professionale, ci sono momenti in cui subentrano i sentimenti, le emozioni e le tensioni. Io una volta ho perso cinque partite di fila a Cagliari - ha aggiunto l’allenatore del Milan -, non mi è capitato di arrivare a sei e spero non succeda mai». Parole di vicinanza anche da parte di Edy Reja. Il tecnico della Lazio ha, infatto, detto che «Ranieri ha soffer-

MARADONA

El Pibe de Oro vuole tornare a Napoli per chiarire la sua posizione col fisco

«V

oglio tornare subito a Napoli e parlare con le istituzioni, con Equitalia per chiarire tutta la situazione in cui sono rimasto coinvolto. Io non sono un evasore e voglio dimostrarlo. Anzi, ritengo che sia giusto pagare le tasse». Così Angelo Pisani riporta all’Adnkronos le parole del suo assistito Diego Armando Maradona, dopo averlo incontrato nella sua casa di Dubai. «Maradona vuole tornare a Napoli ma soprattutto vuole chiarire la sua posizione con il fisco. Mi ha consegnato una lettera da rendere nota ai napoletani, al fisco, alle istituzioni». «Io ritengo che il fisco debba avere un volto più umano nei confronti della gente: nei confronti di tutti, non solo dei ricchi ma soprattutto di chi ha molti più problemi. Per la pace e lo sviluppo sociale ed economico del Paese è giusto che il fisco si rivolga a tutti i cittadini in un modo diverso per non ingenerare paura e terrore. Pagare le tasse è giusto e io non mi sono mai tirato indietro», scrive Maradona, debitore, secondo Equitalia, di 38 milioni di euro, per avere evaso le tasse alle quali è stata poi applicata la mora per tutti gli anni trascorsi senza pagare il debito con il fisco. Pisani ha già presentato ricorso.

Rossi: «Le lacrime di commozione le ho trovate molto umane. L’allenatore è sempre solo: quando perdi ma anche quando vinci» tecnico della Fiorentina, Delio Rossi. E continua: «L’allenatore è sempre solo: quando perdi ma anche quando vinci, quando sei circondato da gente a cui fa comodo essere accanto a te. Magari io la scarico in maniera diversa, lo capisco e l’ho trovato molto umano. Noi allenatori siamo uomini comuni. Non siamo supereroi, come anche i ragazzi, con tutti i pregi e i difetti».

Napoli: a Londra bisogna evitare certi cali di tensione

«G

li anni di Maradona restano i migliori della storia del Napoli, ma ci sentiamo quasi pari a quell’epoca e questo ci inorgoglisce». E’ un Walter Mazzarri raggiante quello che commenta i 6 gol che il suo Napoli ha rifilato al Cagliari, infilando la quinta vittoria consecutiva che ha fatto ricordare ai tifosi i tempi d’oro a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90. Almeno per gran parte della partita «i ragazzi hanno mostrato la giusta concentrazione - ha poi spiegato il tecnico azzurro - evitando brutte figure e la perdita di punti importanti». Mazzarri bacchetta però i suoi sui due gol finali, su altrettanti colpi di testa di Larrivey: «Non mi sono piaciute affatto quelle due reti incassate, ne dovrò parlare con i ragazzi. Non possiamo permetterci cali di tensione che portino a certi errori in difesa». Errori che potrebbero essere letali mercoledì a Londra, in casa del Chelsea: «Contro certe squadre basta deconcentrarsi per pochi minuti perchè i sogni svaniscano. Ora dobbiamo andare a Londra senza pensare di essere in vantaggio, isolandoci dall’ambiente caldo dello stadio inglese e pensando solo ad applicare il nostro gioco, azione dopo azione, cercando sempre il gol». Gli risponde il collega Ballardini che lascia Napoli con una secca sconfitta: «Il Cagliari mi era piaciuto nel primo tempo, poi però siamo stati ingenui e abbiamo pagato. Purtroppo nella ripresa loro hanno trovato subito il rigore del 4-1 e a quel punto la partita è finita, noi pensavamo già al match con il Cesena». Ballardini spera quindi di recuperare Nainggolan («accusava un dolore sotto il gluteo, per questo è uscito», ha spiegato il tecnico) ma anche Cossu e Pinilla. «La tripletta di Larrivey? Sono contento per lui, è un esempio di impegno e abnegazione, ma non mi mette in difficoltà per le prossime scelte». Ultimo pensiero per la possibile ira del presidente Cellino, ma Ballardini gira la domanda: «Non so cosa pensa, dovete chiederlo a lui».


8

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n.57/2003 + 133/2008 R.G.E. G.E. Dr.ssa Teresa Reggio Professionista Delegato: Avv. Antonio Oriolo Lotto n.1: Diritti pari ad 1/2 della piena proprietà di un terreno sito in Villapiana (CS). Prezzo base: €. 750,00 Lotto n.2: Terreno sito in Villapiana (CS) alla località Torre della Guardia. Prezzo base: €. 200,00 Lotto n.3: Locale a piano terra di mq 12,5 circa, sito in Villapiana (CS) alla località c/da Torre della Guardia. Prezzo base: €. 10.000,00 Vendita senza incanto: 15/05/2012 Vendita con incanto: 22/05/2012 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato:Avv. Antonio Oriolo Presentare le offerte entro h. 13.00 dei giorni precedenti le vendite presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (CS) via D. Anselmi, 37 - tel. 0981/489627 cell. 339/4434091 - e-mail: studioriolo@libero.it

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI OFFERTE IRREVOCABILI E CAUZIONATE MIGLIORATIVE PER L’ACQUISTO DI RAMO DI AZIENDA FALLIMENTO N. 7/2010 Il dott. Paolo Cosentino, con studio in Lamezia Terme, Vico I Garibaldi, 4, tel. e fax 0968/448823 348/7358129 email cosentinopaoolo@tiscali.it nella sua qualità di curatore del fallimento 7/2010 del Tribunale di Lamezia Terme, comunica che è pervenuta alla Curatela Fallimentare offerta di acquisto relativamente al ramo di azienda operante nel settore della fornitura e posa in opera di calcestruzzi e cementi. La vendita è disposta con riferimento allo stato di fatto e di diritto in cui si trovano i singoli beni. Le offerte di acquisto migliorative rispetto al valore dell'offerta già pervenuta alla curatela, dovranno pervenire esclusivamente a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, in doppia busta chiusa, allo studio del curatore entro e non oltre il decimo giorno successivo a quello di pubblicazione del seguente avviso, unitamente ad un assegno circolare intestato a "Curatela fallimento n. 7/2010 del Tribunale di Lamezia Terme" di importo pari al 10% di quanto offerto, a titolo di deposito cauzionale (ed a valere altresì quale acconto in caso di definitiva aggiudicazione). Farà fede il timbro postale di spedizione. Sulla busta dovrà essere apposta la dicitura "offerta migliorativa per l'acquisto dei beni del fallimento n. 7/2010". Le buste verranno aperte alla presenza del Curatore e del Presidente del Comitato dei Creditori. Nell'ipotesi di più offerte migliorative, tutti gli offerenti saranno convocati per la gara avanti al Curatore ed al Presidente del Comitato dei Creditori; in tal caso il prezzo base sarà rappresentato dalla più alta offerta pervenuta ed i rilanci minimi saranno di euro 5.000,00. Al termine della gara, a chi non risulterà aggiudicatario verrà restituito il relativo assegno versato a titolo di cauzione. Nel caso in cui non pervenga alcuna offerta, sarà dichiarato aggiudicatario colui il quale ha già fatto pervenire la propria offerta alla curatela senza la necessità di ulteriori formalità. Le spese, nessuna esclusa, e gli oneri fiscali sono a carico dell'acquirente.. Tutti i beni saranno visionabili previo appuntamento con il curatore

TRIBUNALE DI LOCRI - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, nella Procedura Esecutiva n. 62/00 R. Es. promossa da INDUSTRIA OLEARIA MELINDUS s.r.l. all’udienza del 28.10.2011 HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI 1° LOTTO: Venduto 2° LOTTO: “Terreno sito nel Comune di Stignano, località Guzza, riportato nel NCT alla partita 1917, foglio di mappa 12, particella 23, uliveto, classe 2^, di are 00.12.80, particella 30 incolto produttivo classe U di are 00.12.00, particella 32, uliveto classe 2^ di are 00.59.80” PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 10.998,00 Deposito per CAUZIONE: EURO 1.099,80 Deposito per SPESE: EURO 1.650,00 VENDITA CHE AVVERRA’ ALLE SEGUENTI PRINCIPALI CONDIZIONI: La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 27.04.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5+1/5; entro le ore 12,00 del giorno antecedente la

Domenica 11 Marzo 2012

vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi); l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti n12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg. dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, all’uopo comunicato dalla Cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 25.05.2012, con il prezzo sopra riportato nella descrizione degli immobili e ridotto come per l’udienza senza incanto del 27.04.2012; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Siti Internet sui quali sono pubblicate l’ordinanza di vendita e la relazione di stima: www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Dr. DANTE NESCI (0964.82550). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 02 marzo 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - REG. ESEC. n. 62-2000 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del

soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4)l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7) l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8) l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12) in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti

(invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Quì Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; 20)la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misura di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a va-

0961.023931


9 lutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE ***** - UFFICIO ESECUZIONI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, dr. SERGIO MALGERI, nella Procedura Esecutiva n. 80/88 R. Es. Imm. promossa da ITALFONDIARIO all’udienza del 29.10.2011 HA DISPOSTO PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO 1: “Quota di 1/6 sul diritto di piena proprietà sull’appartamento di mq. 132 di superficie con terrazza di mq. 37 di superficie, posto a piano terra di fabbricato a due piani f.t., sito in Caulonia, via Rossetto, 22 di mq. 132 riporrtato in catasto fabbricati al fgl. 65, particella 291 sub 3, Cat. A3, Cl. 3 Prezzo base d’asta: Euro 16.666,67 Deposito per cauzione: 10% del prezzo LOTTO 2: “Quota di 1/6 sul diritto di piena proprietà sull’appartamento di mq. 131 di superficie con terrazza di mq. 39 di superficie,in corso di costruzione, posto a piano terra di fabbricato a due piani f.t., sito in Caulonia, via Rossetto, 22 di mq. 132 riporrtato in catasto fabbricati al fgl. 65, particella 291 sub 4, Prezzo base d’asta: Euro 7.166,67 Deposito per cauzione: 10% del prezzo LOTTO 3: “Quota di 1/6 sul diritto di piena proprietà sull’appartamento di mq. 130 di superficie con balcone di mq. 15 di superficie, posto al primo piano di fabbricato a due piani f.t., sito in caulonia, via Rossetto, 22 di mq. 132 riporrtato in catasto fabbricati al fgl. 65, particella 291 sub 5, Cat. A3, Cl. 3 Prezzo base d’asta: Euro 15.833,33 Deposito per cauzione: 10% del prezzo LOTTO 4: “Quota di 1/6 sul diritto di piena proprietà sull’appartamento di mq. 141 di superficie con balcone di mq. 16 di superficie, posto al primo piano di fabbricato a due piani f.t., sito in caulonia, via Rossetto, 22 di mq. 132 riporrtato in catasto fabbricati al fgl. 65, particella 291 sub 6, Cat. V3, Cl. 3 Prezzo base d’asta: Euro 17.166,67 Deposito per cauzione: 10% del prezzo VENDITA CHE AVVERRA’ ALLE SEGUENTI PRINCIPALI CONDIZIONI: LA VENDITA SENZA INCANTO, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 27.04.2012 con il prezzo sopra riportato; Entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto con l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non potrà essere inferiore al prezzo base indicato poc’anzi. l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene oggetto dell’offerta; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, da versare con assegni circolari “NON TRASFERIBILI” intestati all’offerente, da inserirsi, a cura dell’offerente, nella medesima busta contenente l’offerta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto nei pimtu 12 e 13 dell’ordinanza di vendita (ovvero deposito entro 60 gg. dall’aggiudicazione del residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, e dell’importo complessivo per le spese collegate alla vendita, all’uopo comunicato dalla cancelleria e necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento); il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); OVE SI DEBBA PROCEDERE AI SENSI DEGLI ARTT. 571,572 E 573 C.P.C., LA VENDITA AL PUBBLICO INCANTO AVVERRA’ ALL’UDIENZA DEL 25.05.2012, con il prezzo stabilito come per l’udienza senza incanto del 27.04.2012. ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offe-

Domenica 11 Marzo 2012

rente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza e la perdita della cauzione di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito.. Siti Internet sui quali sono pubblicati l’ordinanza di vandita e la relazione di stima: www.portaleimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. - Custode Giudiziario: Avv. LUCIA IERINO’. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 06 marzo 2012 - CONDIZIONI DI VENDITA IMMOBILIARE ALLEGATE AL VERBALE DI UDIENZA - P.E. 80-1988 1)L’immobile pignorato sarà posto in vendita a corpo nella consistenza indicata nella perizia di stima da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2)ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma cpc); 3)entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda corredata da marca da bollo e diritti di cancelleria come previsti per legge per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l’indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di inefficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l’indicazione della volontà di avvalersi, ove ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; F) la dichiarazione di aver letto la relazione di stima (consultabile sull’apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell’immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l’offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l’esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l’effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l’autorizzazione del giudice tutelare ove l’offerente sia un minore; 4) l’offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; 5) l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; 6)l’offerta non sarà considerata efficace: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l’offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; 7)l’offerta si considera irrevocabile ad eccezione delle ipotesi in cui: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l’incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; 8)l’offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all’esame delle offerte; 9)l’udienza di vendita senza incanto è fissata per il giorno (VEDI SOPRA), e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; ivi si procederà all’esame delle singole offerte, ai sensi degli artt.

572 (per l’ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); 10)in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all’art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. 11)in caso di mancata aggiudicazione, l’importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; 12)in caso di aggiudicazione, l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito postale intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione; 13)in caso di aggiudicazione, inoltre, l’offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione), e nello stesso termine, l’importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all’uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; 14)il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co., cpc); 15)maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri ; 16)la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all’Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell’art. 555 cpc; B) il valore dell’immobile determinato a norma dell’art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l’avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; 17)la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata, a cura del custode giudiziario con costo a carico del creditore procedente o degli altri creditori, ovvero a carico della Custodia, se in attivo - autorizzando il custode giudiziario al prelievo degli importi necessari per la pubblicità dal libretto della procedura - sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni indicati nell’ordinanza di vendita più recente in cui è contenuta la descrizione dei lotti (invitando ad allegare copia di n. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonché mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + mensili Qu Economia e Asteinfoappalti + siti Internet, nei quali la pubblicazione dell’ordinanza avrà luogo unitamente alla relazione di stima, www.asteimmobili.it - www.portaleaste.it www.aste.eugenius.it; in particolare: A) fatture e copie dei manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all’udienza di vendita; B) l’attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (Mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18)ove si debba procedere all’incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d’ora per l’udienza del (VEDI SOPRA) il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19)in particolare, ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, domanda di partecipazione all’incanto da presentarsi in busta chiusa a pena di irricevibilità dell’offerta; all’esterno della busta il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell’esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l’esame delle offerte; C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito ; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, ciascun offerente dovrà depositare una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria Ufficio Esecuzioni Immobiliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offe-

rente; 20)la domanda di partecipazione all’incanto dovrà riportare le complete generalità dell’offerente, l’indicazione del codice fiscale e, nell’ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all’offerente in udienza nonché l’indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l’offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa; 21)le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell’incanto; 22)se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell’intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23)l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24)ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, da presentarsi nelle forme di cui all’art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d’incanto (art. 584 cpc) e se l’offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all’incanto; 25)su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, indìce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l’aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 26)se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l’aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell’esecuzione; 27)alla medesima udienza fissata per l’incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all’art. 591 cpc. IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE

TRIBUNALE DI PAOLA Fallimento n°229-10/89 Ordinanza di vendita immobiliare con incanto Il Giudice Delegato, dott.ssa Annamaria Buffardo, con ordinanza del 14/12/2011, depositata il 15/12/2011, contenente le condizioni e le modalità di partecipazione, a cui si rinvia, ha disposto la vendita in 3 lotti delle seguenti porzioni immobiliari: 1° lotto: 1/15 della quota dei seguenti terreni: fol.1, p.lla 1, sem.irr., cl.1, intera superficie 5.450 mq (quota 363,33 mq); fol.1, p.lla 2, pasc.cesp., cl.U, intera superficie 5.210 mq (quota 347,33 mq); fol.1, p.lla 94. sem.arb., cl.1, intera superficie 240 mq (quota 16 mq); prezzo base d’asta € 3.996,66; 2° lotto: 1/15 della quota dei seguenti terreni: fol. 1, p.lla 267, fico india, cl.U, intera superficie 110 mq (quota 7,33 mq); fol. 3, p.lla 270, uliveto, cl.2, intera superficie 550 mq (quota 36,6 mq); fol. 3, p.lla 144, pasc. arb., cl.U, superficie intera 6.840 mq (quota 456 mq); fol. 3, p.lla 157, uliveto, cl.3, intera superficie 2.370 mq (quota 158 mq); fol. 3, p.lla 158, uliveto, cl.3, intera superficie 1.020 mq (quota 204 mq); 1/12 della quota del seguente terreno: fol. 3, p.lla 160, uliveto, cl.3, intera superficie 1.650 mq (quota 137,50 mq); prezzo base d’asta € 3.626,70; 3° lotto: 1/3 della quota dei seguenti terreni: fol. 8, p.lla 46, sem., cl.3, intera superficie 1.779 mq (quota 590 mq); fol. 7, p.lla 28, querceto, Cl.U, intera superficie 2.780 mq (quota 926,66 mq); fol. 7, p.lla 429, fabb.rur., intera superficie 46 mq (quota 15,33 mq); fol. 7, p.lla 430, sem. arb., cl.1, intera superficie 1.380 mq (quota 460 mq); prezzo base d’asta € 31.212,00-. L’incanto avrà luogo presso il Tribunale di Paola il giorno 17.05.2012 alle ore 12:00-. Maggiori informazioni presso la Cancelleria fallimentare o il Curatore avv. Giovanni De Pietro tel.0985.876548

0961.023931


10 il Domani dello Sport

Domenica 11 Marzo 2012

SPORT INTERNAZIONALE

NOI VOGLIAMO VINCERE BARCELLONA Guardiola a tutto tondo sulla rivalità con Josè Mourinho

L’

Carlo Liguori

allenatore del Barcellona, Josep Guardiola, ha risposto oggi alle parole di Josè Mourinho sul comportamento degli allenatori nei riguardi delle decisioni arbitrali ed ha assicurato che, per assomigliare al portoghese, dovrebbe rivedere il suo comportamento. «So che Mourinho ha commentato che alla fine ci somigliamo di più di quello che sembra. Sì, noi due ci somigliamo nel senso che entrambi vogliamo vincere», ha affermato il tecnico azulgrana in conferenza stampa. Mourinho aveva infiammato gli animi rispetto alle critiche degli allenatori agli arbitri nel calcio spagnolo: «C'è gente che vende un'immagine differente dalla mia, ma alla fine siamo tutti uguali», aveva assicurato il tecnico del Real Madrid. Guardiola, che si è sentito chiamato in causa dalle parole del lusitano, è stato duro nella risposta. «Non ho mai desiderato mettermi alla sua altezza. Noi due vogliamo vincere, però siamo diversi. Io non voglio danneggiare il mio club e non voglio che la gente possa vergognarsi di me», ha aggiunto il tecnico catalano. Guardiola ha fatto poi riferimento alle parole dell'ex dirigente del Barcellona,

Il Napoli all’attacco dei suoi record

N

Alfons Godall, che ha insinuato che il club azulgrana ha cominciato ad essere danneggiato dalle decisioni arbitrali quando si è allon-

Guardiola in conferenza stampa: «Sì, noi due ci somigliamo più di quello che sembra perché entrambi vogliamo vincere»

tanato «dalle istituzioni che esercitano il potere». «Se le relazioni con i dirigenti della RFEF (Federazione Spagnola di Calcio) hanno influenza sui risultati, il sistema arbitrale ha un grave problema. Questo gioco appartiene ai calciatori e se abbiamo vinto tanto è perché abbiamo grandi giocatori», ha detto “Pep”. «È molto brutto per il calcio che i meriti non siano per Messi o Cristiano Ronaldo. Abbiamo vinto tanto perché abbiamo gio-

MILAN

Allegri: «Basta polemiche in Champions obiettivo ok»

«I

bra vuole vincere. Proprio come me e come tutta la squadra». Massimiliano Allegri carica il Milan alla vigilia del match casalingo contro il Lecce. I rossoneri, leader della classifica con 2 punti di margine sulla Juve, vengono dal k.o. incassato martedì contro l'Arsenal. Il passo falso all'Emirates Stadium non ha impedito ai campioni d'Italia di qualificarsi per i quarti di Champions. La pesante sconfitta, però,

ha spinto Zlatan Ibrahimovic a criticare la prestazione della squadra: «Non si può perdere così». Alle parole dello svedese ha fatto seguito un chiarimento nel gruppo del diavolo. «Ibra vuole sempre vincere, chiede molto a se stesso e a tutti gli altri. Nello spogliatoio ci sono sempre scambi di idee e di vedute. Non è successo assolutamente nulla, la cosa è stata riportata male e ingigantita», dice Allegri, ai microfoni di Milan Channel, ridimensionan-

do gli spifferi relativi a discussioni animate. «Queste voci potrebbero destabilizzare, ma nello spogliatoio c'è serenità. Io sono stato il primo a rimanere amareggiato per la sconfitta di Londra. E tutti vogliamo vincere: i successi, ogni tanto, passano per i litigi», aggiunge. «La gara di martedì non deve lasciare conseguenze. Alla fine abbiamo raggiunto l'obiettivo, ci siamo qualificati per i quarti di finale di Champions: era la cosa più importante.

cato meglio degli altri. Se ora il Real Madrid sta dieci punti avanti, è perché sono stati migliori e noi abbiamo fallito».

Il tecnico: «Abbiamo vinto tanto perché abbiamo giocato meglio degli altri ma in Liga è il Real Madrid che va meglio di noi»

on si arresta la marcia del Napoli, che l’altro ieri sera contro il Cagliari ha centrato la sesta vittoria consecutiva in gare ufficiali dopo quelle ottenute contro Chievo (2-0 interno in serie A), Fiorentina (3-0 esterno in campionato), Chelsea (3-1 casalingo in Champions League), Inter (1-0 in casa in serie A) e Parma (2-1 fuori casa in campionato); 17 le reti segnate - quasi 3 in media a partita -, soltanto 5 quelle incassate, con la coppia Lavezzi-Cavani a fare da protagonista, con 9 gol in tandem, di cui 5 del “Pocho” (salito a 8 gol in questa serie A, dove ha eguagliato il suo primato stagionale italiano, come nei campionati 2007/08 e 2009/10) e 4 dell'uruguayano che, con 11 reti segnate in match ufficiali dall'inizio del 2012, è tuttora il bomber di squadre italiane nel nuovo anno solare. L'ultima gara non vinta dai partenopei resta quella del 9 febbraio scorso, 1-2 a Siena, nella semifinale di andata della coppa Italia. Era dal periodo agosto-settembre 2005 che la formazione campana non metteva insieme un filotto di 6 vittorie di fila: allora i successi consecutivi furono ottenuti tra campionato di serie C-1 e coppa Italia, decisamente altro calcio. Le vittorie di fila in campionato sono dunque 5.


Domenica 11 Marzo 2012 il Domani dello Sport 11

TOTOGUIDA SCOMMESSE Milan - Lecce

Genoa - Juventus

«Goal»

«1»

1.95

4.00

ITALIA 1ª Divisione Girone A

Rilanci di Taranto e Ternana ermata la Pro Vercelli nel recupero di mercoledì, l’Avellino si misura con la Ternana: «1» con pochi rischi per interrompere la serie di pari (2). Di 4 è, invece, fatta quella del Taranto che deve cambiare rotta a Monza: «2».

F

Il pronostico di TS Benevento-Pisa Monza-Taranto Sorrento-Spal Ternana-Avellino

1/Goal 2/Under 1/No Goal 1/Under

Le possibili sorprese Reggiana-Carpi

1

I nostri consigli di gioco MISTA VINCITA GLOBALE:

9 GARE 4085.41 Euro

Correzione di 0-1-2 errori sulle 9 partite 0 err.=8 cinquine; 1 err.=3/4 cinquine; 2 err.=1 cinquina

2 Ajax-RKC Waalwiijk X Milan - Lecce Goal Swansea - Manch. City Goal Novara - Udinese 2 Osasuna - Atl. Bilbao X Santander - Barcellona 2 Nec - Twente 2 Valencia - Maiorca 1

Samsunspor-Gaziantepspor

Samsunspor-Gaziantepspor 2 Ajax-RKC Waalwiijk X Milan - Lecce Goal Swansea - Manch. City Goal Novara - Udinese 2

2.90 6.50 1.90 1.85 1.90

8

CINQUINE

2.90 6.50 1.90 1.85 1.90 3.30 1.22 1.75 1.45

Samsunspor-Gaziantepspor 2 Ajax-RKC Waalwiijk X Milan - Lecce Goal Osasuna - Atl. Bilbao X Valencia - Maiorca 1

2.90 6.50 1.90 3.30 1.45

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

830.87 Euro

1131.07 Euro

Samsunspor-Gaziantepspor 2 Ajax-RKC Waalwiijk X Osasuna - Atl. Bilbao X Santander - Barcellona 2 Nec - Twente 2

2.90 6.50 3.30 1.22 1.75

Samsunspor-Gaziantepspor 2 Milan - Lecce Goal Santander - Barcellona 2 Nec - Twente 2 Valencia - Maiorca 1

2.90 1.90 1.22 1.75 1.45

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

876.53 Euro

112.58 Euro

Samsunspor-Gaziantepspor 2 Swansea - Manch. City Goal Novara - Udinese 2 Osasuna - Atl. Bilbao X Valencia - Maiorca 1

2.90 1.85 1.90 3.30 1.45

Con 6 euro puntati la vincita è di

321.92 Euro Ajax-RKC Waalwiijk Novara - Udinese Santander - Barcellona Nec - Twente Valencia - Maiorca

X 2 2 2 1

Ajax-RKC Waalwiijk X Milan - Lecce Goal Swansea - Manch. City Goal Nec - Twente 2 Valencia - Maiorca 1

6.50 1.90 1.85 1.75 1.45

Con 6 euro puntati la vincita è di

382.64 Euro 6.50 1.90 1.22 1.75 1.45

Milan - Lecce Goal Swansea - Manch. City Goal Novara - Udinese 2 Osasuna - Atl. Bilbao X Santander - Barcellona 2

1.90 1.85 1.90 3.30 1.22

Con 6 euro puntati la vincita è di

Con 6 euro puntati la vincita è di

252.33 Euro

177.46 Euro

Classifica

PT G

PARTITE V N P

TERNANA TARANTO (-3) PRO VERCELLI CARPI SORRENTO (-2) BENEVENTO (-2) LUMEZZANE AVELLINO TRITIUM FOGGIA (-2) PISA COMO (-2) REGGIANA (-2) MONZA SPAL (-4) VIAREGGIO (-1) PAVIA FOLIGNO (-4)

53 48 44 43 42 38 36 35 34 33 31 30 27 24 23 18 17 16

15 8 2 34 15 14 9 2 28 9 12 8 5 34 15 12 7 6 37 21 12 8 5 33 21 12 4 9 34 29 10 6 9 22 22 10 5 10 29 33 9 7 9 22 26 9 8 8 26 23 7 10 8 24 24 9 5 11 32 37 8 5 12 27 34 5 9 11 23 35 7 6 12 23 30 5 4 16 17 40 3 8 14 26 41 5 5 15 20 36

25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25

RETI F S

IN CASA V N P 9 9 7 9 8 6 5 8 3 3 5 5 4 2 5 3 2 4

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(25ª GIORNATA) Avellino Monza 1-2 PARTITE- DAL 04-03 AL 05-03 Benevento - Como 1-0 Foligno - Sorrento 2-1 Reggiana - Foggia 0-2 Spal - Carpi 2-2 Taranto - Pro Vercelli 0-0 Tritium - Lumezzane 0-0 Viareggio - Pavia 1-3 Pisa - Ternana 1-1

(26ª GIORNATA) Benevento - Pisa 11-03 Como - Viareggio “ “ Foggia - Foligno “ “ Lumezzane - Pavia “ “ Monza - Taranto “ “ Pro Vercelli - Tritium “ “ Reggiana - Carpi “ “ Sorrento - Spal “ “ Ternana - Avellino “ “

COMO SORRENTO REGGIANA FOGGIA PISA SPAL BENEVENTO VIAREGGIO TRITIUM TARANTO

LUMEZZANE CARPI TERNANA PISA SPAL FOLIGNO TRITIUM PAVIA VIAREGGIO MONZA

PRO VERCELLI MONZA PISA BENEVENTO REGGIANA TARANTO AVELLINO TRITIUM FOLIGNO PAVIA

SORRENTO COMO TARANTO AVELLINO REGGIANA BENEVENTO FOLIGNO SPAL CARPI VIAREGGIO

30 VIAREGGIO 0-2 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-1 ▼ . . .

SPAL AVELLINO TARANTO FOGGIA MONZA PAVIA COMO LUMEZZANE SORRENTO

2-0 0-2 0-0 0-2 3-0 1-3

TARANTO CARPI MONZA FOLIGNO SPAL VIAREGGIO LUMEZZANE TERNANA PRO VERCELLI

AVELLINO SPAL PISA MONZA FOGGIA LUMEZZANE PRO VERCELLI COMO BENEVENTO

42 SPAL 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 1-2 ▼ . . .

VIAREGGIO TRITIUM LUMEZZANE PAVIA COMO CARPI SORRENTO MONZA TERNANA

REGGIANA FOLIGNO PRO VERCELLI TERNANA SORRENTO COMO PISA TARANTO TRITIUM

PISA MONZA COMO VIAREGGIO TRITIUM REGGIANA FOLIGNO AVELLINO CARPI

▼ = ▼ ▲ ▼

17 0-2 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = 2-2 = 1-0 ▲ 3-1 ▲ . . .

6 5 3 10 7 11 8 14 12 13 14 15 17 20 14 19 18 15

BENEVENTO

FOGGIA

.

1-0 1-2 0-0 1-3 1-0 0-0

17 16 19 26 19 18 10 20 11 11 15 15 13 11 16 10 10 13

.

44 TRITIUM 1-1 = 4-1 ▲ 3-0 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 1-2 ▼ . . .

0 1 1 1 1 3 3 4 4 5 4 4 6 6 4 7 8 5

18

.

36 PAVIA 1-1 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 3-0 ▲ 0-0 = . . .

3 3 4 3 3 3 5 1 6 4 3 3 2 4 4 3 3 4

RETI F S

MONZA PRO VERCELLI FOGGIA PAVIA TRITIUM VIAREGGIO AVELLINO TARANTO SPAL LUMEZZANE

34

REGGIANA

BENEVENTO COMO FOLIGNO SORRENTO PRO VERCELLI FOGGIA CARPI PISA AVELLINO

▼ = ▼ ▲ = . . .

23 0-2 ▼ 2-1 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 2-1 ▲ 2-2 = . . .

TERNANA FOLIGNO LUMEZZANE CARPI BENEVENTO TARANTO PISA AVELLINO PAVIA SPAL

V

FUORI N P

6 5 5 3 4 6 5 2 6 6 2 4 4 3 2 2 1 1

5 2 6 1 4 4 4 5 5 4 1 6 1 6 4 6 1 5 4 3 7 4 2 7 3 6 5 5 2 8 1 9 5 6 1 10

RETI F S 17 12 15 11 14 16 12 9 11 15 9 17 14 12 7 7 16 7

9 4 12 11 14 18 14 19 14 10 10 22 17 15 16 21 23 21

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l'ultima. Dalla 14ª alla 17ª al playout per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto

31

38 PISA 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-3 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

FOGGIA PRO VERCELLI TRITIUM LUMEZZANE COMO TERNANA BENEVENTO REGGIANA FOLIGNO

0-1 ▼ 1-4 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = . . .

16

33 FOLIGNO 1-0 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . .

TERNANA BENEVENTO REGGIANA PAVIA LUMEZZANE SORRENTO FOGGIA PRO VERCELLI PISA

24 TARANTO 1-1 = 2-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 0-3 ▼ 2-1 ▲ . . .

PAVIA SORRENTO VIAREGGIO CARPI TERNANA PRO VERCELLI MONZA BENEVENTO COMO

27 CARPI 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

LUMEZZANE PAVIA TERNANA TARANTO AVELLINO SPAL REGGIANA SORRENTO FOGGIA

53 AVELLINO 1-1 = 1-0 ▲ 1-1 = 2-0 ▲ 1-1 = 1-1 = . . .

TRITIUM VIAREGGIO SORRENTO CARPI MONZA PRO VERCELLI TERNANA FOGGIA REGGIANA

1-1 0-1 1-1 2-2 0-3 2-1

= ▼ = = ▼ ▲

«UNDER» Taranto Foggia Pisa Ternana Tritium Lumezzane Pro Vercelli Sorrento Reggiana Spal Viareggio Avellino Foligno Monza Benevento Carpi Pavia Como

20 19 19 18 18 17 17 16 15 15 15 14 14 14 13 13 10 9

(10-10) (9-10) (8-11) (8-10) (10-8) (11-6) (9-8) (8-8) (7-8) (7-8) (7-8) (6-8) (8-6) (6-8) (7-6) (5-8) (8-2) (4-5)

«OVER» Como Pavia Benevento Carpi Avellino Foligno Monza Reggiana Spal Viareggio Sorrento Lumezzane Pro Vercelli Ternana Tritium Foggia Pisa Taranto

16 (8-8) 15 (5-10) 12 (5-7) 12 (8-4) 11 (7-4) 11 (5-6) 11 (6-5) 10 (5-5) 10 (6-4) 10 (6-4) 9 (4-5) 8 (2-6) 8 (3-5) 7 (4-3) 7 (3-4) 6 (3-3) 6 (4-2) 5 (3-2)

. . .

48 2-0 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 1-1 = 1-1 = 0-0 = . . .

43 1-1 = 2-1 ▲ 1-1 = 1-1 = 0-0 = 2-2 = . . .

35 0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 0-0 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

«GOAL» Como Pavia Monza Reggiana Avellino Foggia Benevento Carpi Foligno Tritium Pisa Pro Vercelli Sorrento Spal Ternana Viareggio Taranto Lumezzane

17 (8-9) 15 (5-10) 14 (7-7) 13 (6-7) 12 (7-5) 12 (7-5) 11 (5-6) 11 (6-5) 11 (7-4) 11 (7-4) 10 (5-5) 10 (2-8) 10 (5-5) 10 (6-4) 10 (5-5) 8 (5-3) 7 (4-3) 6 (2-4)

«NO GOAL» Lumezzane Taranto Viareggio Pisa Pro Vercelli Sorrento Spal Ternana Benevento Carpi Foligno Tritium Avellino Foggia Reggiana Monza Pavia Como

19 (11-8) 18 (9-9) 17 (8-9) 15 (7-8) 15 (10-5) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (7-8) 14 (7-7) 14 (7-7) 14 (6-8) 14 (6-8) 13 (6-7) 13 (5-8) 12 (6-6) 11 (5-6) 10 (8-2) 8 (4-4)


12 il Domani dello Sport Domenica 11 Marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 1ª Divisione Girone B IL TURNO SUCCESSIVO

Il pronostico di TS

(26ª GIORNATA)

Spezia-Carrarese 1/Under Sudtirol-Siracusa 2/Over Trapani-Barletta 1/No Goal Piacenza-Pergocrema X/Under

Andria - Virtus Lanciano Bassano - Feralpisalo’ Cremonese - Prato Latina - Frosinone Spezia - Carrarese Sudtirol - Siracusa Trapani - Barletta Triestina - Portogruaro Piacenza - Pergocrema

ANDRIA BARLETTA TRIESTINA TRAPANI PRATO CARRARESE FROSINONE VIRTUS LANCIANO LATINA BASSANO

LATINA PERGOCREMA BASSANO BARLETTA TRIESTINA PRATO FERALPISALO’ FROSINONE ANDRIA VIRTUS LANCIANO

11-03 “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ “ 12-03

Le possibili sorprese Latina-Frosinone

1/Over

24 VIRTUS LANCIANO 36 2-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

PRATO BARLETTA FROSINONE SPEZIA SUDTIROL PIACENZA ANDRIA CREMONESE LATINA

23 FROSINONE 1-1 = 0-1 ▼ 1-1 = 2-2 = 0-1 ▼ 1-2 ▼ . . .

SUDTIROL PRATO VIRTUS LANCIANO TRIESTINA CARRARESE ANDRIA LATINA TRAPANI CREMONESE

0-0 2-2 0-0 0-1 2-1 1-2

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

TRAPANI SIRACUSA (-5) SPEZIA CREMONESE (-6) PERGOCREMA (-2) CARRARESE BARLETTA V. LANCIANO (-1) SUDTIROL PORTOGRUARO FROSINONE TRIESTINA PRATO PIACENZA (-6) ANDRIA LATINA BASSANO FERALPISALO’

49 43 41 38 38 37 36 36 35 35 33 28 28 27 24 23 22 21

15 14 11 13 12 10 9 10 9 9 9 8 7 9 5 5 5 4

46 33 30 36 30 33 30 27 28 28 27 34 23 30 26 27 15 16

1-3 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-1 ▼ . . .

CREMONESE LATINA SUDTIROL BARLETTA PORTOGRUARO CARRARESE FERALPISALO’ SIRACUSA ANDRIA

= = ▼ ▲ ▼ . . .

33

6 5 6 7 9 8 7 8 8 8 10 13 11 10 11 12 13 12

TRAPANI PORTOGRUARO SIRACUSA PERGOCREMA PIACENZA LATINA BASSANO BARLETTA SPEZIA

41 CARRARESE

SPEZIA

1-2 ▼ 0-1 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 1-0 ▲ . . .

4 6 8 5 4 7 9 7 8 8 6 4 7 6 9 8 7 9

22 FERALPISALO’

BASSANO

=

25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25 25

PIACENZA SIRACUSA CREMONESE TRAPANI VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CARRARESE PORTOGRUARO FERALPISALO’

1-0 ▲ 1-1 = 0-0 = 0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

PORTOGRUARO TRAPANI TRIESTINA ANDRIA FROSINONE BASSANO SPEZIA PIACENZA PRATO

IN CASA V N P

26 23 23 21 32 26 28 27 23 28 29 38 29 38 35 34 31 28

7 9 6 8 5 8 6 6 6 4 7 6 4 3 5 4 3 2

3 2 5 1 3 3 5 5 3 6 2 2 3 4 3 3 3 5

21

2 2 1 3 5 1 2 2 3 3 3 5 5 5 4 6 7 6

RETI F S 17 20 14 23 15 20 17 15 16 15 18 22 11 14 15 18 6 10

V

9 7 6 13 19 6 12 11 10 15 13 17 13 20 13 17 16 16

CREMONESE

1-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 0-3 ▼ 2-2 = 2-1 ▲ . . .

BASSANO PIACENZA SPEZIA SIRACUSA TRAPANI PORTOGRUARO PRATO VIRTUS LANCIANO FROSINONE

37

SUDTIROL

2-0 ▲ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-2 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ . . .

FROSINONE PERGOCREMA BASSANO PORTOGRUARO BARLETTA VIRTUS LANCIANO SIRACUSA PRATO TRIESTINA

FUORI N P

8 5 5 5 7 2 3 4 3 5 2 2 3 6 0 1 2 2

1 4 3 4 1 4 4 2 5 2 4 2 4 2 6 5 4 4

4 3 5 4 4 7 5 6 5 5 7 8 6 5 7 6 6 6

RETI F S 29 13 16 13 15 13 13 12 12 13 9 12 12 16 11 9 9 6

17 16 17 8 13 20 16 16 13 13 16 21 16 18 22 17 15 12

REGOLAMENTO Promossa direttamente la 1ª. Dalla 2ª alla 5ª ammesse ai play-off per il 2° posto promozione. Retrocede direttamente l’ultima. Dalla 14ª alla 17ª al play-out per stabilire le altre 2 squadre retrocesse. In caso di arrivo a pari punti vale lo scontro diretto.

28

38 PRATO 3-1 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 3-1 ▲ 2-4 ▼ 4-0 ▲ . . .

VIRTUS LANCIANO FROSINONE PERGOCREMA ANDRIA LATINA PIACENZA CREMONESE SUDTIROL CARRARESE

0-0 = 1-0 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-3 ▼ . . .

43

35 SIRACUSA 2-1 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ 3-2 ▲ 1-2 ▼ . . .

2-0 ▲ 1-1 = 1-0 ▲ 1-3 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

TRIESTINA SPEZIA FERALPISALO’ CREMONESE PERGOCREMA TRAPANI SUDTIROL BASSANO PIACENZA

«UNDER» Bassano Feralpisalo’ Portogruaro Barletta Cremonese Latina Prato Siracusa Spezia Sudtirol Andria Carrarese Pergocrema

19 (10-9) 19 (8-11) 17 (8-9) 15 (9-6) 15 (6-9) 15 (7-8) 15 (7-8) 15 (8-7) 15 (10-5) 15 (8-7) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (7-7)

«OVER» Piacenza Trapani Triestina Frosinone Andria Carrarese Pergocrema Virtus Lanciano Barletta Cremonese Latina Prato Siracusa

16 (7-9) 15 (5-10) 15 (9-6) 12 (7-5) 11 (6-5) 11 (5-6) 11 (6-5) 11 (6-5) 10 (4-6) 10 (6-4) 10 (6-4) 10 (5-5) 10 (5-5)

«GOAL» Andria Barletta Latina Frosinone Triestina Spezia Sudtirol Virtus Lanciano Siracusa Trapani Carrarese Piacenza Portogruaro

17 16 15 14 14 13 13 13 12 12 11 11 11

(8-9) (7-9) (8-7) (9-5) (8-6) (4-9) (5-8) (8-5) (4-8) (5-7) (5-6) (6-5) (7-4)

«NO GOAL»

TRAPANI FERALPISALO’ CARRARESE ANDRIA SPEZIA CREMONESE SIRACUSA BARLETTA FROSINONE PERGOCREMA

49 BARLETTA 2-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 4-2 ▲ 1-2 ▼ . . .

ANDRIA VIRTUS LANCIANO LATINA BASSANO SUDTIROL TRIESTINA TRAPANI FERALPISALO’ PORTOGRUARO

36

28 PORTOGRUARO 35

TRIESTINA

1-2 ▼ 2-2 = 1-1 = 1-0 ▲ 2-3 ▼ 1-1 = . . .

0-2 ▼ 1-1 = 0-3 ▼ 2-2 = 1-2 ▼ 1-1 = . . .

SIRACUSA ANDRIA CARRARESE LATINA FROSINONE BARLETTA PORTOGRUARO PERGOCREMA SUDTIROL

CARRARESE FERALPISALO’ SUDTIROL PIACENZA BASSANO CREMONESE TRIESTINA SPEZIA BARLETTA

PIACENZA

0-2 ▼ 0-0 = 1-0 ▲ 0-0 = 0-1 ▼ 0-4 ▼ . . .

SPEZIA CREMONESE PORTOGRUARO FERALPISALO’ PRATO VIRTUS LANCIANO PERGOCREMA CARRARESE SIRACUSA

38

27 PERGOCREMA 0-1 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = 2-2 = 3-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

LATINA SUDTIROL PRATO FERALPISALO’ SIRACUSA SPEZIA PIACENZA TRIESTINA TRAPANI

1-1 = 1-0 ▲ 0-0 = 3-0 ▲ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

Bassano Cremonese Feralpisalo’ Pergocrema Carrarese Piacenza Portogruaro Prato Siracusa Trapani Spezia Sudtirol Virtus Lanciano

18 (11-7) 16 (6-10) 16 (7-9) 15 (8-7) 14 (7-7) 14 (6-8) 14 (6-8) 14 (6-8) 13 (9-4) 13 (7-6) 12 (8-4) 12 (7-5) 12 (5-7)

Pron.

1

X

2

1X 1 X21 2X 1 1 2 2X 1 1 1X2 1 1X 1

40 43 29 23 60 48 16 20 50 53 36 49 39 49

36 31 37 36 30 35 30 37 35 31 33 35 36 32

24 26 34 41 10 17 54 43 15 16 31 16 25 19

Pron. 0-2 3

N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Parma Catania-Fiorentina Cesena-Siena Genoa-Juventus Milan-Lecce Lazio-Bologna Novara-Udinese Monza-Taranto Trapani-Barletta Benevento-Pisa Como-Viareggio Pro Vercelli-Tritium Bassano Virtus-Feralpisalò Spezia-Carrarese

I SISTEMI INTEGRALI E RIDOTTI N. Partite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Parma Catania-Fiorentina Cesena-Siena Genoa-Juventus Milan-Lecce Lazio-Bologna Novara-Udinese Monza-Taranto Trapani-Barletta Benevento-Pisa Como-Viareggio Pro Vercelli-Tritium Bassano Virtus-Feralpisalò Spezia-Carrarese

8 3 11 5 1 10 6 14 7 4 13 9 12 2

30 15 35 30 15 35 25 45 25 30 45 30 45 15

40 35 35 30 20 35 30 33 30 30 35 40 35 35

4

5+

25 30 25 25 35 25 35 20 35 25 15 25 15 30

5 20 5 15 30 5 10 2 10 15 5 5 5 20

GRUPPO 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Atalanta-Parma Catania-Fiorentina Cesena-Siena Genoa-Juventus Milan-Lecce Lazio-Bologna Novara-Udinese Monza-Taranto Trapani-Barletta Benevento-Pisa Como-Viareggio Pro Vercelli-Tritium Bassano Virtus-Feralpisalò Spezia-Carrarese

GRUPPO 3

N. Partite

GRUPPO 1

CONCORSO N. 23 DELL’11/3/2012

Milan-Lecce Lazio-Bologna Novara-Udinese Como-Viareggio Monza-Taranto Trapani-Barletta Atalanta-Parma Catania-Fiorentina Cesena-Siena Benevento-Pisa Bassano Virtus-Feralpisalò Spezia-Carrarese Genoa-Juventus Pro Vercelli-Tritium Cremonese-Prato

1 1

1

1 1

2 X2

2

1 1X 1X

1 1

1 1X

1X 1

1X

1-0, 2-0, 2-1

IL SISTEMA RIDOTTO - 3 tr, 5 dp - col. 82 - e 41,00

6 DOPPIE Col. 32 Rid. 7

7 DOPPIE Col. 128 Rid. 16

9 DOPPIE Col. 512 Rid. 64

1 TR-4 DP Col. 48 Rid. 8

1X 1 X2 2X 1 1 2 2X 1 1 1X 1 1X 1

1X 1X X2 2X 1 1 2 2X 1 1 1X 1 1X 1

1X 1X X2 2X 1 1X 2 2X 1 1 1X 1 1X 1X

1X 1 X2 2X 1 1 2 2 1 1 1X2 1 1X 1

1 TR-6 DP 3 TR 5 DP Col. 192 Rid. 24 Col. 864

1X 1X X21 2X 1 1 2 2X 1 1 1X 1 1X 1

Rid. 0-5 errori - Garanzia 1 “13”

1X 1X 1 1 1X X X X X21 X X 1X2 2X X X 2 1 1 1 1 1X X 1 X 2 2 2 2 2X 2 X X 1 1 1 1 1 1 1 1 1X2 1 1X2 1 1 1 1 1 1X2 1 1 1 1 1 1 1

1 1 X 2 1 1 2 2 1 1 1 1 1 1

X X 1 1 1 1 1 1 X 1 X 1 1 X 12 12 12 1X2 12 X X 2 2 X X 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 X 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X2 1X2 1 1 1 X2 1X2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X2 X2 1 X2 X2 1 1 1 1 1 1 1

1 X 1 1X X X X 2 1 1 1 1 2 2 X X 1 1 1 1 X2 1 1 1 1 X2 1 1

X 1 X X 1 X 2 2 1 1 1 1 1 1

1 1 X X X X 1 1 X 1 1 1 1 1 1 1 1 X X X 12 12 12 12 X X X 12 X X 2 X 2 X X 2 X 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X X 1 1 X X 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 X 2 2 X 2 X X 2 2 X 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X2 X2 1 1 X2 X2 1 X2 X2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 X2 1 X2 1 X2 1 X2 1 1 X2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1


Domenica 11 Marzo 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone A

San Marino, ancora avanti con il «2» opo il turno infrasettimanale, tutti in campo di nuovo domenica. Tra le prime 4 forze solo il San Marino gioca fuori ma, visto il Lecco sempre più rassegnato dopo il ko nello scontro diretto con il Montichiari, «2» per dare continuità a una serie positiva arrivata a 12 turni con l’1-0 rifilato al Rimini. Per quest’ultimo c’è la possibilità di rifarsi contro il Treviso, almeno per ipotecare, intanto, un posto playoff a spese di una concorrente diretta: «1» o meglio «X/h». Se lo augura il Poggibonsi che, a secco a Savona dopo 5 gare utili, prova a ripartire ai danni di un Mantova tornato a credere nella salvezza con gli ultimi 2 risultati utili consecutivi: tentiamo l’«X». Segno che azzardiamo tra il Cuneo e il Montichiari affamato di punti-salvezza. Diamo fiducia, infine, al fattore campo

D

LECCO CUNEO POGGIBONSI GIACOMENSE B. A BUGGIANO SAMBONIFACESE MONTICHIARI SAN MARINO SANTARCANGELO TREVISO

RIMINI POGGIBONSI ALESSANDRIA CASALE BELLARIA IGEA SAVONA SAN MARINO TREVISO RENATE MANTOVA

per quanto riguarda il Casale che non riesce da un bel pò a infilare 2 vittorie di seguito («1/Under» contro il Borgo a Buggiano), così come la Pro Patria che, dopo tanti pari (4 in 7 gare), può esultare contro la V. Entella.

Il pronostico di TS Casale-Borgo a B. Lecco-San Marino Poggibonsi-Mantova Rimini-Treviso

La possibile sorpresa Cuneo-Montichiari

(30ª GIORNATA) Bellaria Igea - Alessandria 11-03 Casale - Borgo a Buggiano “ “ Cuneo - Montichiari “ “ Giacomense - Santarcangelo “ “ Lecco - San Marino “ “ Poggibonsi - Mantova “ “ Pro Patria - Virtus Entella “ “ Rimini - Treviso “ “ Savona - Renate “ “ Valenzana - Sambonifacese “ “

GIACOMENSE RENATE SAVONA CUNEO ALESSANDRIA RIMINI LECCO POGGIBONSI MONTICHIARI

48 TREVISO Rin. . 1-2 ▼ 0-0 = 1-1 = 2-2 = 0-1 ▼ . . .

1

IL TURNO SUCCESSIVO

20 SAN MARINO 0-2 ▼ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 0-1 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

1/Under 2 X/Goal 1 o X/h

B. A BUGGIANO PRO PATRIA ALESSANDRIA MANTOVA CASALE RIMINI BELLARIA IGEA VALENZANA LECCO

51 Rin. . 4-1 ▲ 3-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 1-0 ▲ . . .

44 0-1 ▼ 2-2 = 3-1 ▲ 0-3 ▼ 0-0 = . . Rin. . .

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

CASALE SAN MARINO CUNEO RIMINI VIRTUS ENTELLA TREVISO (-2) POGGIBONSI SANTARCANGELO RENATE PRO PATRIA (-13) B. A BUGGIANO ALESSANDRIA (-2) SAVONA (-7) BELLARIA IGEA GIACOMENSE MANTOVA MONTICHIARI (-3) SAMBONIFACESE LECCO VALENZANA

54 51 50 48 45 44 42 40 39 37 37 36 34 33 32 32 31 25 20 19

15 15 15 14 12 12 12 12 10 13 10 9 10 8 7 7 9 6 4 4

42 51 47 32 40 41 41 34 29 43 35 32 37 30 35 30 35 30 21 21

3-1 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 0-0 = 0-1 ▼ . . Rin. . .

POGGIBONSI PRO PATRIA RIMINI LECCO SAMBONIFACESE RENATE SAVONA MANTOVA SAN MARINO ALESSANDRIA

SAVONA SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA SAN MARINO MANTOVA RIMINI POGGIBONSI RENATE ALESSANDRIA CASALE

5 7 9 8 8 6 10 13 10 5 12 9 8 11 10 10 13 16 17 17

CASALE RIMINI CUNEO TREVISO SAN MARINO MANTOVA BELLARIA IGEA SAVONA POGGIBONSI

50 MONTICHIARI

CUNEO PRO PATRIA BELLARIA IGEA ALESSANDRIA SAN MARINO VALENZANA SANTARCANGELO MONTICHIARI VIRTUS ENTELLA RENATE

9 6 5 6 9 10 6 4 9 11 7 11 11 9 11 11 7 7 8 7

33 ALESSANDRIA

BELLARIA IGEA CUNEO RIMINI SANTARCANGELO B. A BUGGIANO RENATE ALESSANDRIA TREVISO MANTOVA PRO PATRIA

29 28 29 28 29 28 28 29 29 29 29 29 29 28 28 28 29 29 29 28

0-3 1-3 1-1 1-1 1-0 5-2

▼ ▼ = = ▲ ▲ . . .

VIRTUS ENTELLA SAMBONIFACESE VALENZANA SANTARCANGELO CASALE LECCO CUNEO PRO PATRIA SAN MARINO

42 MANTOVA 1-1 = Rin. . 1-0 ▲ 3-0 ▲ 2-0 ▲ 1-3 ▼ . . .

VIRTUS ENTELLA B. A BUGGIANO SAVONA TREVISO ALESSANDRIA POGGIBONSI CASALE BELLARIA IGEA RIMINI

34 RENATE 2-1 ▲ 2-2 = 1-3 ▼ 1-0 ▲ 2-2 = 3-1 ▲ . . .

SAMBONIFACESE SANTARCANGELO SAN MARINO CASALE POGGIBONSI BELLARIA IGEA SAVONA RIMINI CUNEO

IN CASA V N P

24 8 31 11 39 8 27 9 26 9 27 6 35 8 32 9 30 8 28 6 38 7 34 6 31 8 35 4 42 5 37 4 43 4 51 4 55 2 41 4

36 1-1 = 2-1 ▲ 1-1 = 1-3 ▼ 0-0 = 1-1 = . . .

4 4 2 1 4 5 3 0 4 5 2 4 5 8 5 7 5 4 6 4

3 0 4 3 1 3 3 5 3 3 6 5 2 2 3 4 5 7 6 6

RETI F S 21 35 20 20 27 19 21 23 18 19 17 20 21 14 20 18 15 18 14 17

12 15 16 11 10 13 11 16 11 12 15 21 11 13 16 17 16 23 27 23

CASALE ALESSANDRIA GIACOMENSE RIMINI RENATE MONTICHIARI TREVISO B. A BUGGIANO MANTOVA SAVONA

31

GIACOMENSE

1-1 = 1-0 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = 2-3 ▼ 2-1 ▲ . . .

SAN MARINO CASALE LECCO VIRTUS ENTELLA PRO PATRIA VALENZANA SANTARCANGELO SAMBONIFACESE B. A BUGGIANO

32 0-3 ▼ 2-3 ▼ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 1-1 = . . Rin. . .

39 1-1 = 1-0 ▲ 1-4 ▼ 0-0 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

PRO PATRIA B. A BUGGIANO CUNEO TREVISO VALENZANA GIACOMENSE SAMBONIFACESE VIRTUS ENTELLA MONTICHIARI BELLARIA IGEA

VALENZANA SANTARCANGELO MONTICHIARI PRO PATRIA CUNEO GIACOMENSE SAMBONIFACESE B. A BUGGIANO TREVISO VIRTUS ENTELLA

V

FUORI N P

7 4 7 5 3 6 4 3 2 7 3 3 2 4 2 3 5 2 2 0

5 2 2 7 3 5 5 5 5 7 5 3 3 7 4 8 5 7 6 2 5 6 7 4 6 6 1 9 6 7 4 6 2 8 3 9 2 11 3 11

RETI F S 21 16 27 12 13 22 20 11 11 24 18 12 16 16 15 12 20 12 7 4

12 16 23 16 16 14 24 16 19 16 23 13 20 22 26 20 27 28 28 18

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai play-off per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart'ultima e la quint'ultima disputano un play-out per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone B per stabilire l'ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto

54 B. A BUGGIANO 37 1-1 = 3-1 ▲ 0-0 = 0-0 = 3-2 ▲ 0-0 = . . .

TREVISO PRO PATRIA MANTOVA LECCO BELLARIA IGEA VIRTUS ENTELLA CASALE VALENZANA GIACOMENSE

1-0 2-4 3-2 1-0 0-0 0-1

▲ ▼ ▲ ▲ = ▼ . . .

32 SANTARCANGELO 40 Rin. . 1-3 ▼ 1-2 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 1-1 = . . .

RENATE VALENZANA MONTICHIARI BELLARIA IGEA VIRTUS ENTELLA CUNEO GIACOMENSE LECCO SAMBONIFACESE

0-1 ▼ 2-0 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 1-2 ▼ 2-5 ▼ . . .

37 VIRTUS ENTELLA 45 4-2 ▲ 3-0 ▲ 2-2 = 2-1 ▲ 0-0 = 3-3 = . . .

ALESSANDRIA MONTICHIARI SAVONA GIACOMENSE SANTARCANGELO B. A BUGGIANO PRO PATRIA CUNEO VALENZANA

0-0 = 1-1 = 2-2 = 0-2 ▼ 2-1 ▲ 1-0 ▲ . . .

19 SAMBONIFACESE 25 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = . . Rin. . .

RENATE SAVONA MONTICHIARI POGGIBONSI LECCO PRO PATRIA VALENZANA GIACOMENSE SANTARCANGELO

1-1 1-2 0-1 0-3 1-2 3-3

= ▼ ▼ ▼ ▼ = . . .

Statistiche 2ª Div/A «UNDER» Renate B. a Buggiano Casale Santarcangelo Savona Alessandria Bellaria Igea Valenzana Mantova Montichiari Poggibonsi Pro Patria Rimini Sambonifacese Treviso

20 18 18 18 18 17 17 16 15 15 15 15 15 15 15

(11-9) (10-8) (10-8) (8-10) (10-8) (6-11) (10-7) (6-10) (9-6) (9-6) (10-5) (8-7) (6-9) (8-7) (8-7)

«OVER» Cuneo Lecco San Marino Giacomense Montichiari Pro Patria Sambonifacese Virtus Entella Mantova Poggibonsi Rimini Treviso Alessandria Valenzana Bellaria Igea

17 (8-9) 17 (10-7) 16 (9-7) 14 (7-7) 14 (5-9) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (9-5) 13 (6-7) 13 (4-9) 13 (7-6) 13 (6-7) 12 (9-3) 12 (8-4) 11 (4-7)

«GOAL» Alessandria Cuneo Savona Montichiari Bellaria Igea San Marino B. a Buggiano Giacomense Lecco Poggibonsi Treviso Mantova Sambonifacese Pro Patria Renate

19 18 18 17 16 16 15 15 14 14 14 13 13 12 12

(11-8) (8-10) (9-9) (8-9) (10-6) (10-6) (6-9) (6-9) (9-5) (6-8) (8-6) (7-6) (6-7) (4-8) (4-8)

«NO GOAL» Santarcangelo Casale Valenzana Pro Patria Renate Virtus Entella Rimini Sambonifacese Lecco Mantova B. a Buggiano Poggibonsi Treviso Giacomense Bellaria Igea

20 18 18 17 17 17 16 16 15 15 14 14 14 13 12

(9-11) (10-8) (8-10) (10-7) (11-6) (8-9) (7-9) (9-7) (5-10) (8-7) (9-5) (8-6) (6-8) (7-6) (4-8)


14 il Domani dello Sport Domenica 11 Marzo 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE ITALIA 2ª Divisione Girone B

Il Catanzaro sogna la vetta sempre più affascinante e incerta la lotta per i primi 2 posti, dopo che il turno infrasettimanale ha messo in evidenza le difficoltà del Perugia di andare a rete (2ª gara di fila, ma è arrivato almeno un punto contro la Vibonese), il carattere del Catanzaro che strappa un ottimo pari (2° esterno di seguito) ad Aprilia e la forza della Vigor Lamezia che soffre ma batte con merito, e di misura, l’Arzanese, riagganciando i cugini calabresi a 63 punti e accorciando a 2 punti la distanza dagli umbri. Per quanto detto, il Perugia rischia di non andare oltre il pari anche nella trasferta con il Gavorrano, tornato prepotentemente in corsa per i playoff grazie al 4-3 di Pagani: base «Under». Il Chieti si è riavvicinato al 6° posto, espugnando di misura Isola del Liri, e si presenta ora come una bella gatta da pelare per la Vigor Lamezia: anche qui tentiamo l’«X». Fattore campo e avversario tutt’altro che irresistibile, il Campobasso, invece, per il Catanzaro che può centrare

E’

FONDI PAGANESE L’AQUILA EBOLITANA NEAPOLIS RIPOSA ISOLA LIRI MELFI PERUGIA FANO

MELFI AVERSA NORM. ISOLA LIRI RIPOSA CHIETI GIULIANOVA MILAZZO FONDI CELANO L’AQUILA

il 13° «1» e salire così in vetta. Il L’Aquila può rifarsi dello stop di Aversa approfittando di un evidente blackout in casa-Giulianova (un punto in 3 gare e zonaplayout vicina 5): «1». Sta peggio il Neapolis (4 ko di fila e quint’ultimo posto) che ospita la Paganese ancora speranzosa di restare tra i primi 6: «X2». L’Aprilia può sbancare Eboli: «2».

Il pronostico di TS Catanzaro-Campobasso 1 Ebolitana-Aprilia 2/Goal L’Aquila-Giulianova 1 Neapolis-Paganese X2

La possibile sorpresa

PARTITE V N P

RETI F S

IN CASA V N P

PERUGIA 65 31 19 8 4 46 21 10 CATANZARO 63 30 18 9 3 46 20 12 VIGOR LAMEZIA 63 30 18 9 3 46 23 12 L’AQUILA 54 30 14 12 4 31 17 7 PAGANESE 50 31 13 11 7 36 29 9 GAVORRANO 49 31 13 10 8 52 41 7 CHIETI 48 30 14 6 10 41 31 8 APRILIA 44 30 12 8 10 45 36 8 ARZANESE 42 31 10 12 9 38 41 7 AVERSA NORM. (-1) 38 29 10 9 10 24 24 9 FANO (-5) 37 29 12 6 11 36 35 6 FONDI 35 29 10 5 14 31 36 7 CAMPOBASSO (-2) 34 28 9 9 10 30 31 5 GIULIANOVA (-2) 34 30 10 6 14 33 39 6 MILAZZO 31 30 7 10 13 27 34 5 NEAPOLIS (-2) 29 31 7 10 14 33 46 3 VIBONESE (-1) 28 31 6 11 14 33 44 4 MELFI (-4) 27 29 8 7 14 34 42 6 ISOLA LIRI (-2) 26 30 7 7 16 30 41 5 EBOLITANA (-1) 24 30 6 7 17 24 50 4 CELANO 16 30 4 4 22 23 58 4 Ogni settimana una squadra RIPOSA -99 0osserverà 0 0un turno 0 0di riposo 0 0

CATANZARO FANO AVERSA NORM. CELANO CHIETI PERUGIA APRILIA CAMPOBASSO L’AQUILA VIBONESE

34

63 CAMPOBASSO 4-1 ▲ 1-0 ▲ 3-0 ▲ 2-2 = 1-0 ▲ 1-1 = . . .

MILAZZO EBOLITANA RIPOSA NEAPOLIS CATANZARO FANO GAVORRANO CELANO ARZANESE

1-1 = 3-1 ▲ Rin. . 3-0 ▲ . Rin. . . Rin. . .

4 2 4 7 4 6 5 4 4 4 3 4 3 2 6 6 5 3 5 4 3 0

2 0 0 1 3 2 2 3 5 2 4 4 6 7 5 6 5 5 6 6 9 0

RETI F S 29 25 28 17 23 25 22 27 19 19 16 23 15 15 17 18 13 17 19 16 14 0

14 6 10 7 15 16 12 16 20 9 13 16 17 17 16 22 15 14 17 23 27 0

CHIETI ARZANESE L’AQUILA GAVORRANO CATANZARO MELFI ISOLA LIRI VIGOR LAMEZIA APRILIA PAGANESE

V

FUORI N P

9 6 6 7 4 6 6 4 3 1 6 3 4 4 2 4 2 2 2 2 0 0

4 7 5 5 7 4 1 4 8 5 3 1 6 4 4 4 6 4 2 3 1 0

2 3 3 3 4 6 8 7 4 8 7 10 4 7 8 8 9 9 10 11 13 0

RETI F S 17 21 18 14 13 27 19 18 19 5 20 8 15 18 10 15 20 17 11 8 9 0

7 14 13 10 14 25 19 20 21 15 22 20 14 22 18 24 29 28 24 27 31 0

REGOLAMENTO Promosse direttamente le prime 2. Dalla 3ª alla 6ª ammesse ai playoff per il 3° posto promozione. Retrocedono direttamente le ultime 3. La quart’ultima e la quint’ultima disputano un playout per stabilere la 4ª retrocessa. La vincente del play-out disputerà un ulteriore spareggio con la vincente del play-out del girone A per stabilire l’ultima retrocessa in serie D. A pari punti vale lo scontro diretto.

48 VIGOR LAMEZIA 63 3-0 ▲ 0-0 = 2-0 ▲ 2-2 = 1-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

PAGANESE ISOLA LIRI NEAPOLIS GAVORRANO ARZANESE CHIETI AVERSA NORM. APRILIA RIPOSA

(33ª GIORNATA) Catanzaro - Campobasso 11-03 Chieti - Vigor Lamezia “ “ Ebolitana - Aprilia “ “ Fano - Aversa Normanna “ “ Fondi - Isola Liri “ “ Gavorrano - Perugia “ “ L’Aquila - Giulianova “ “ Melfi - Milazzo “ “ Neapolis - Paganese “ “ Vibonese - Celano “ “ RIPOSA: Arzanese

L’AQUILA VIGOR LAMEZIA GIULIANOVA MELFI ARZANESE CHIETI FONDI FANO CELANO

L’AQUILA GAVORRANO GIULIANOVA CAMPOBASSO FANO EBOLITANA MELFI ARZANESE NEAPOLIS

0-0 1-3 1-1 2-1 1-0 0-1

EBOLITANA FANO FONDI CAMPOBASSO VIBONESE MILAZZO APRILIA RIPOSA PAGANESE AVERSA NORM.

26

GAVORRANO

=

ISOLA LIRI MILAZZO VIBONESE CHIETI VIGOR LAMEZIA PAGANESE PERUGIA CAMPOBASSO GIULIANOVA

▼ = ▲ ▲ ▼ . . .

31 Rin. . 2-1 ▲ 1-3 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ 3-1 ▲ . . .

NEAPOLIS CHIETI AVERSA NORM. PERUGIA VIGOR LAMEZIA FONDI CAMPOBASSO PAGANESE GIULIANOVA MILAZZO

44

24 APRILIA 2-4 ▼ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 1-1 = 1-3 ▼ . Rin. . . .

VIBONESE PAGANESE FANO PERUGIA AVERSA NORM. CATANZARO EBOLITANA CHIETI VIGOR LAMEZIA

0-2 ▼ 3-0 ▲ 1-1 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = . . .

65

49 PERUGIA 3-1 ▲ 1-2 ▼ 3-2 ▲ 0-2 ▼ 2-2 = 4-3 ▲ . . .

ARZANESE GIULIANOVA NEAPOLIS APRILIA CATANZARO VIBONESE GAVORRANO FONDI RIPOSA

1-1 = 3-1 ▲ 2-1 ▲ 2-0 ▲ 0-1 ▼ 0-0 = . . .

29 PAGANESE 0-2 ▼ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 0-1 ▼ 2-3 ▼ 0-3 ▼ . . .

FONDI VIGOR LAMEZIA APRILIA L’AQUILA GIULIANOVA GAVORRANO NEAPOLIS EBOLITANA CHIETI

1-0 0-2 0-3 1-1 1-0 3-4

FANO EBOLITANA APRILIA RIPOSA MILAZZO CELANO AVERSA NORM. CAMPOBASSO ISOLA LIRI FONDI

2-0 ▲ 3-1 ▲ 1-0 ▲ 2-2 = 3-2 ▲ . . . Rin. .

L’AQUILA FONDI ISOLA LIRI CHIETI PAGANESE CELANO AVERSA NORM. GIULIANOVA CATANZARO MELFI

50

VIBONESE

▲ ▼

VIGOR LAMEZIA APRILIA GAVORRANO ARZANESE EBOLITANA PERUGIA CELANO RIPOSA CATANZARO

▼ = ▲ ▼ . . .

37 AVERSA NORM. 38 4-2 ▲ 1-1 = Rin. . 1-0 ▲ 1-0 ▲ . Rin. . . .

NEAPOLIS CATANZARO RIPOSA MELFI APRILIA L’AQUILA FANO VIGOR LAMEZIA EBOLITANA

0-1 ▼ 0-1 ▼ Rin. . 2-2 = 0-1 ▼ 2-0 ▲ . . .

34

54 GIULIANOVA 0-2 ▼ 0-0 = 0-0 = 1-1 = 1-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

PERUGIA MILAZZO CELANO ISOLA LIRI PAGANESE MELFI L’AQUILA NEAPOLIS GAVORRANO

1-3 ▼ 3-1 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = 0-1 ▼ 0-2 ▼ . . .

16

28 CELANO 1-4 ▼ 2-0 ▲ 2-3 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 0-0 = . . .

GIULIANOVA CATANZARO ARZANESE L’AQUILA FANO VIBONESE MELFI CAMPOBASSO ISOLA LIRI

Statistiche «UNDER» L’Aquila 23 Aversa Normanna 22 Paganese 21 Perugia 21 Milazzo 20 Fondi 19 Campobasso 18 Catanzaro 18 Celano 18 Giulianova 18 Vigor Lamezia 18 Aprilia 17 Arzanese 17 Ebolitana 17 Vibonese 17 Isola Liri 16 Chieti 15

(11-12) (11-11) (10-11) (9-12) (10-10) (9-10) (7-11) (9-9) (10-8) (10-8) (9-9) (6-11) (10-7) (8-9) (10-7) (9-7) (8-7)

«OVER»

IL TURNO SUCCESSIVO

27 MILAZZO 2-2 = 1-2 ▼ Rin. . 2-1 ▲ 2-0 ▲ . Rin. . . .

PT G

Chieti-Vigor Lamezia X/Goal

35 ISOLA LIRI 0-1 ▼ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 3-2 ▲ Rin. . . Rin. . . .

Classifica

0-2 0-3 2-1 0-1 0-1

▼ ▼ ▲ ▼ ▼ . .

Rin.

. .

Gavorrano Neapolis Chieti Melfi Arzanese Fano Isola Liri Vibonese Aprilia Ebolitana Catanzaro Celano Giulianova Vigor Lamezia Campobasso Fondi Milazzo

16 (8-8) 16 (7-9) 15 (7-8) 15 (6-9) 14 (6-8) 14 (5-9) 14 (7-7) 14 (4-10) 13 (9-4) 13 (6-7) 12 (5-7) 12 (6-6) 12 (5-7) 12 (7-5) 10 (7-3) 10 (6-4) 10 (6-4)

«GOAL» Gavorrano Arzanese Fano Neapolis Vibonese Chieti Giulianova Melfi Milazzo Paganese Aprilia Catanzaro Isola Liri Perugia Vigor Lamezia Campobasso Ebolitana

20 19 18 18 18 16 16 16 16 16 15 14 14 14 14 13 13

(11-9) (7-12) (8-10) (9-9) (6-12) (9-7) (6-10) (6-10) (9-7) (9-7) (8-7) (5-9) (7-7) (9-5) (8-6) (6-7) (8-5)

«NO GOAL» Aversa Normanna 21 L’Aquila 20 Fondi 19 Celano 18 Ebolitana 17 Perugia 17 Catanzaro 16 Isola Liri 16 Vigor Lamezia 16 Aprilia 15 Campobasso 15 Paganese 15 Chieti 14 Giulianova 14 Milazzo 14 Melfi 13 Neapolis 13

(10-11) (10-10) (7-12) (10-8) (6-11) (7-10) (9-7) (9-7) (8-8) (7-8) (8-7) (7-8) (6-8) (9-5) (7-7) (8-5) (6-7)



il domani