Page 1

Giovedì 11 Marzo 2010 Anno XIII - Numero 69

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

BILANCI

ECONOMIA

POLITICA

Ecco in quale contesto economico opererà il prossimo governatore

Più pesante nel 2009 la caduta del Pil ma la vera crisi è nei consumi

Berlusconi contro radicali e giudici Bersani: basta con i ricorsi

di Ludovico Casaburi a pag » 4

di Carlo Bassi a pag » 25

di Roberto Carli a pag » 24

Firmato a Roma il Protocollo d’intesa tra il ministro degli Interni e altri soggetti legati alla costruzione dell’opera pubblica

Ponte, Maroni sigla il patto antimafia

Obiettivo: evitare infiltrazioni criminali. Sorvegliata speciale sarà la "Variante di Cannitello" IL COMMENTO

Dopo il 12 marzo non ci fermeremo

Grazie all’iniziativa del Viminale verrà tracciato qualsiasi flusso finanziario legato ai lavori per la realizzazione del ponte sullo Stretto. La fase di monitoraggio L’INTERVENTO riguarderà non solo le imprese ma anche il reclutamento della manodopera di Giuseppe Tetto a pag » 6

REGIONALI NEL CAOS

Carlo Fatuzzo segretario nazionale Partito Pensionati

di Guglielmo Epifani segretario generale Cgil

Lavoro, Fisco e Immigrazione. Questi i tre grandi temi al centro dello sciopero generale indetto dalla Cgil per venerdì 12 marzo. Una mobilitazione che prevede l’astensione dal lavoro per quattro ore con manifestazioni in tutte le piazze d’Italia. Si tratta di uno sciopero che ha un connotato sindacale, non ci fermeremo con il 12, ma continueremo perché sono temi che richiedono una mobilitazione che va oltre. Quanto al merito della mobilitazione, sul tema lavoro la Cgil sollecita il governo ad operare un cambio di passo deciso nella gestione della crisi in difesa del lavoro, per la risoluzione delle vertenze, per un’idea strategica di politica industriale, mentre però in Parlamento, in un momento di estrema difficoltà... segue a pag » 2

Le misure anti crisi partano dalle tasse

I pensionati, quotidianamente alle prese con difficoltà economiche e con una vita caratterizzata da rinunce, sono un vero e proprio tesoro, per le casse dello Stato: il prelievo Irpef garantito dai pensionati, è oltre il 30% del totale. Sono oltre 15 milioni i pensionati che puntualmente e per intero, Accertamenti fiscali, pagano le tasse, una tassazione di Iva "differita" gran lunga superiore a quella che Controlli da redditometro Dal "Te- altri Paesi europei riservano ai penlefisco" 2010 precisazioni riguardo sionati. il contenuto della prova contraria E’ necessaria una politica fiscale che il contribuente deve fornire per più equa ed attenta e non è giusto confutare la ricostruzione sintetica che si spremano sempre e comuneffettuata con lo strumento del que pensionati e lavoratori ed è preoccupante che non si riesca a colpi"redditometro". ROMA - È stata animata da un vivace siparietto fra il Premier e un sere a fondo ed a tutto campo, la vasta Iva ad esigibilità differita dicente giornalista la conferenza stampa di ieri nella quale Silvio Consente ai contribuenti di poter area dell’evasione fiscale. Berlusconi ha sostenuto la tesi del boicottaggio alla presentazione pagare l’Iva solo dopo aver perce- Diminuire le tasse ai lavoratori e delle liste Pdl, ricostruendo l’evento minuto per minuto. Il finto giorcancellarle per i pensionati, rapprepito il corrispettivo fatturato. nalista ha interrotto più volte ponendo domande a raffica. senterebbe, oltre che un momento di Roc a pag» 24 di Gaia Mutone a pag » 26 di equità e giustizia, anche uno strumento utilissimo, per la ripresa dei consumi e quindi della produzione, Il Pdl ostenta sicurezza e contribuendo in maniera significativa, alla ripresa economica. attacca la passata legislatura In questo quadro generale, inoltre, c’è anche il continuo aumento della Attacchi frontali al governatore Agazio Lodisoccupazione (a gennaio ha ragiero arrivano dal Popolo della Libertà. Il cligiunto l’8,6%, il dato peggiore dal ma politico, nonostante il maltempo, è surri2004) che deve preoccupare sescaldato dalle polemiche che arrivano dai riamente come deve preoccupare, palazzi romani e anche in periferia l’ordine è in particolare, la disoccupazione sempre lo stesso: attaccare. «Dopo cinque anni di assenze, di amnesie, di ritardi, di niente Loiero si è svegliato: in giovanile che ha raggiunto la quota queste settimane sta convocando conferenze stampa, distribuisce fondi del 26,8%. fermi da una vita, chiama tutti: se si votasse ogni mese sarebbe proprio Sono le conseguenze di una crisi efficiente». Lo hanno detto i dirigenti regionali del Pdl, La Gamba, che è presente e vigorosa ed appare Romeo e Roberto Tosti. Nei corridoi della direzione regionale del evidente che a poco serve l’ottimiPopolo della libertà c’è aria di ottimismo: «Consapevole di andare in- smo a tutti i costi è l’economia del contro a una sconfitta sicura - prosegue la nota diffusa dagli organi nostroPaese che stentaa riprenderreginali del partito - Loiero non mostra nemmeno il pudore della conti- si ed evidentemente poco incisive nenza e pensa che i calabresi siano con gli anelli al naso, pronti a dargli sono state le iniziative del Governo per cercare di dare un nuovo imfiducia solo perchè specula sui drammi della popolazione». pulso e vigore alla nostra econodi Andrea Morrone a pag » 8 mia.

Siparietto alla conferenza del Premier


2

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI IL COMMENTO di Guglielmo Epifani Dopo il 12 marzo non ci fermeremo ... per i lavoratori, si varano provvedimenti che attaccano i diritti dei lavoratori e le tutele garantite dallo Statuto. Sul fisco la Cgil ha avviato una campagna di comunicazione e promosso una vertenza all’insegna di un Fisco Giusto. La Confederazione, in estrema sintesi, sottolinea la necessità di ridurre la pressione fiscale sul lavoro dipendente e sui pensionati con un bonus di circa 500 euro da erogare entro la primavera e poi strutturalmente con 100 euro medi mensili di riduzione del prelievo fiscale per i prossimi 3 anni, insieme alla riduzione della prima aliquota Irpef dal 23% al 20%. Infine, sui temi dell’immigrazione, la Cgil chiede politiche di accoglienza e di lotta alle nuove schiavitù, con la sospensione delle legge Bossi-Fini per i migranti in cerca di occupazione e con l’abolizione del reato di clandestinità. Un richiamo forte al governo sulle condizione dei lavoratori; alla maggioranza, per la responsabilità che

REGIONALI IN PILLOLE

ha, ma anche all’insieme del mondo politico per una risposta vera ai bisogni dei lavoratori e dei pensionati. Il 2010 sarà da un punto di vista occupazionale anche più pesante del 2009 e del 2008; Cassa integrazione e disoccupazione stanno crescendo in maniera molto forte ed i segnali per un anno ancora più negativi ci sono tutti. Crisi che si acuisce nel Mezzogiorno. Il piano promesso non è mai stato né presentato né discusso ed il Sud continua pagare il prezzo più alto nella crisi. E poi la partita fisco. I redditi da lavoro sono quelli che più hanno pagato le tasse in questo momento di crisi. E non è un fenomeno passeggero ma riguarda l’intera strutturale del nostro prelievo fiscale. Serve dunque una riforma fiscale per sgravare, subito, lavoratori dipendenti e pensionati ai quali restituire anche quei 500 euro di fiscal drag pagati in maniera inconsapevole. Anche le cri-

tiche all’arbitrato e la difesa dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori entrano di diritto nelle ragioni dello sciopero. L’arbitrato non è una libertà in più ma una libertà in meno perché ad oggi le due opzioni sono già possibili, non sono impedite. Dire invece che si deve scegliere è un diritto in meno che si toglie al lavoratore. La norma che inserisce l’arbitrato per i conflitti di lavoro, infatti, configura un indebolimento delle garanzie sul lavoro e può diventare una forma di pressione indebita al momento dell’assunzione.

*www.cgil.it

COSE DELL’ALTROMONDO

di Francesco Pungitore

Tra destra e sinistra, balletto di responsabilità

di Carlo Bassi

Ovidio ci avrebbe messo di meno e senza pedaggio

«Il candidato alla Regione del centrodestra non ci fa mancare la sua gaffe quotidiana. Alla fine sono certo ammetterà apertamente che il centrodestra non é in grado di governare, invitando i calabresi a votare massicciamente per Loiero». Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco. «Incontrando gli ingegneri a Cosenza - ha affermato Greco, candidato di “Slega la Calabria” - Scopelliti ha riconosciuto infatti il fallimento della gestione commissariale sui rifiuti tralasciando di dire però che il commissario era il presidente della giunta regionale di centrodestra e che la scelta del secondo termovalorizzatore a Gioia Tauro fu tutta responsabilità del suo partito». «Ma è quando parla di programmazione - ha concluso Greco - che Scopelliti diventa sublime, perché non ha capito che i 15 milioni promessi dal governo per l’ultimacalamitànaturalenonbasterannoneppure a coprire le spese per i lavori di somma urgenza. Di quale programmazione parla dunque? A meno che non si riferisca a quella fatta dalla giunta Loiero che ha impegnato quasi 900 milioni di euro per la salvaguardia idrogeologica del territorio, sottraendo tali risorse ad altre priorità, proprio in quanto il governo di centrodestra ha dimenticato la Calabria».

Ci sono due tipi di calamità naturali: quelle annunciate e quelle cercate. In entrambe le categorie l’Italia svetta ai massimi livelli e se ci fossero Olimpiadi della cialtroneria gli azzurri non tornerebbero a casa a mani vuote, come da Vancouver. Due esempi davanti agli occhi di tutti sui quali vorremmo riflettere brevemente. Marzi in festa per Mauro Fiore novello Oscar per la fotografia: ma se lui fosse arrivato all’aeroporto di Lamezia in queste ore per festeggiare con papà, mamma e tutto il paese, autostrada chiusa. A piedi su per le colline della valle del Savuto, sempre che non si frani anche camminando visto lo stato idrogeologico del territorio. Secondo esempio: un collega del Domani rientra da Sulmona (la città di Ovidio) nel bel mezzo di una nevicata, fortema noneccezionale,ampiamentepreannunciata (almeno le previsioni funzionano adesso). Cinque ore per fare cento chilometri di autostrada. Ma la tragedia è un’altra: code disagi e incidenti sono stati causati da centinaiadiautomezzipesantichenonpossonoaccedere in autostrada per legge in quelle condizioni. Ma se ne fottono. E gli addetti ai caselli non li possono fermare. Un po’ di neve, un po’ di pioggia ma tantissima cialtroneria. La stessa degli addetti alle liste...

www.ildomani.it

::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

Direzione

T&P Editori srl

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

calabria@ildomani.it

Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it

appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


4

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

PRIMO PIANO

VERSO LE ELEZIONI Da un’analisi del Sole 24 Ore su dati Bankitalia, panoramica sullo stato di salute dell’economia calabrese

Nel 2010 si investirà il 40% in meno: con questo dovrà confrontarsi il prossimo Governo regionale di Ludovico Casaburi ROMA - Cosa resterà di questi anni di governo di centrosinistra in Calabria? Quale la reale situazione economica e finanziaria? Quale il contesto in cui si immergerà il centrodestra di Scopelliti - dovesse vincere le regionali, si capisce - e quale quello in cui eventualmente resterà il centrosinistra dell’uscente governatore Loiero? È proprio a domande come queste che tenta di dare risposta il quotidiano il Sole 24 Ore con uno

speciale pubblicato sul suo sito in cui si analizzano«alleanzeed economie regione per regione», per fare un punto sui candidati (alle provinciali e alle comunali) ma soprattutto, come detto, sulla condizione di "salute" delle casse regionali. Per quanto riguarda le cose di casa nostra, in Calabria «prosegue la congiuntura negativa», sottolinea il quotidiano economico. Anche nel dettaglio, vale a dire settore per settore, la Regione risulta in sofferenza: a partire dall’industria, su cui «continua a pesare il crollo degli ordini». Le

L’Europa non ha dubbi siamo la regione più povera per Prodotto interno lordo BRUXELLES - Tra le regioni con un Pil al di sotto del 75 per cento della media dell’ Unione euiropea, cioè il tasso che dà diritto ad aiuti europei più consistenti (fondi strutturali obiettivo convergenza), in Italia figurano la Calabria (65,8 per cento), la Campania (65,9 per cento), Sicilia (66 per cento) e Puglia (66,8 per cento). Proprio al limite con il 75,1 per cento, la Basilicata. Quindi le cifre dicono con grande chiarezza che la Calabria è la più povera regione d’Italia per Quindi le cifre dicono quanto riguarda il Procon grande chiarezza dotto interno lordo regionale. In Ue la che la Calabria è la regionepiùpoverainaspiù povera regione soluto è quella bulgara dello Severozapaden d’Italia per quanto con un 26 per cento seriguarda il Pil condo i rilevamenti dell’ Eurostat, l’ufficio europro capite regionale peo di statistica, che ha reso noto pochi giorni addietrol’ultimoaggiornamento dei dati (2007) relativialprodottointerno lordo per abitante espresso in standard di potere d’acquisto di 271 regioni europee. In Italia Lombardia e provincia di Bolzano si confermano i territori più ricchi, ma al top in Ue restano Londra e il Lussembur-

E Londra è la più ricca, 334% della media

go. La regione più povera in Italia è la Calabria, seguita da Campania e Sicilia, ma in questo caso la fotografia di Eurostat indica una situazione decisamente peggiore in molte altre regioni di Bulgaria, Romania e Polonia. Considerando 100 la media Ue-27, i dati indicano per Londra un Pil per abitante pari al 334%, mentre la Lombardia, che pure è la più ricca in Italia, si ferma al 134,8%, pochissimo sopra Bolzano con il 134,5%. Al terzo posto invece l’Emilia Cas

imprese calabresi sono dunque costrette a correre ai ripari, intervenendo sugli investimenti programmati. Secondo l’ultimo aggiornamentoregionaledellaBanca d’Italia infatti, la spesa programmata per gli investimenti relativi al 2010 risulta del 40% più bassa rispetto all’anno precedente. «Anche il valore delle esportazioni resta storicamente basso - fa notare il Sole 24 Ore - anche se il calo nei primi sei mesi del 2009 (-17,7%) è meno marcato che nel resto del Paese». Soffre la produzione industriale manifatturiera, in particolare il comparto delle plastiche e degli articoli in gomma, con esportaall’anno prezioni più che dimezzate Nonostante le sofferenze cedente.Intanto, però, il calo (-68,2%). Non si deglioccupatiarresta anche la cresce la voglia in linea con il frenata delle di costruire: secondo nazionale venditeall’estero il Cresme (centro ricerche dato – coinvolge andei prodotti aliche il comparmentari calabre- sul mercato dell’edilizia) to edile e si si (-55%), in conil valore dei bandi concentra poi trotendenza rinei servizi. Più spetto a quanto pubblicati nel primo facile invece accade in altre semestre 2009 è stato trovare lavoro regioni del Sud. Cresce la voglia di circa 519 milioni di euro, nel settore agricoloeneicendi costruire: sein sensibile aumento tri commercondo il Cresme ciali. Nono(centro ricerche (+68,2%) rispetto al 2008 stante il potensul mercato ziale della dell’edilizia) il valore dei bandi pubblicati nel Calabria nel settore turistico, infiprimo semestre 2009 è stato pari ne, l’anno scorso si è registrato un a circa 519 milioni di euro, in sen- sensibile calo delle presenze. sibile aumento (+68,2%) rispetto


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani

5

PRIMO PIANO

di Sofia Ricciardi CATANZARO — Dati di spesa per 660 milioni di euro su un totale di 1.015gare effettuate,tra enti della sanità, enti sub regionali e società partecipate. Queste le cifre snocciolate, a poco più di un anno dalla sua entrata in funzione, dai verticidellaStazioneunicaappaltante, l’autorità di controllo istituita nel 2007 con legge regionale con l’obiettivo di controllare appalti e bandi di gara. Il dato che maggiormente salta all’occhio riguarda l’entità della spesa sostenuta dagli enti del servizio sanitario regionale,pari a oltre 499 milioni di euro, ben il 75% del totale visionato. «È chiaro che in Calabria il problema è la sanità e per questo il 100% dei bandi di gara della settore deve passare al vaglio della stazione unica degli appalti, il resto lo vedremo». A dirlo è il commissario della Sua, l’ex magistrato Salvatore Boemi, che ha infatti confermatoche pro-

75%

A tanto corrisponde la spesa degli enti sanitari regionali rispetto al totale esaminato: ben 499 milioni su 660

Al vaglio della Sua il 100% di gare e bandi nella sanità Bilancio della Stazione unica appaltante ad un anno dalla nascita

Conferenza stampa con Salvatore Boemi e Ivan Cicconi

prio l’ambito sanitario, sia per la mole della spesa, sia per le complessità del sistema, richiede uno sforzo e un attenzione superiore. Non mancano però i problemi: «Dal gennaio del 2009, da quando siamo partiti, ad oggi - ha detto il presidente della Sua, Ivan Cicconi - non sono mancate le difficoltà strutturali con le quali ci siamo dovuti misurare e a cui abbiamo dovuto fare fronte, come la mancanza della sede o la carenza di personale: 22 persone quando l’organico ne prevede almeno

120». In questo caso la mancanza di personale incide non poco, e rischia di mandare in fumo i propositi all’origine dell’iniziativa: oltre a svolgere un ruolo di controllo sulle spese dei soggetti obbligati a fare riferimento alla Stazione (e cioè i Dipartimenti regionali, le aziende sanitarie enti con partecipazione del privato), la Sua stessa dovrebbe diventare anche, per volere di Cicconi e Boemi, soggetto certificatore di qualità. Fondamentali a questo scopo i protocolli che saranno sottoscritti con i

soggetti obbligati a comunicare gare e appalti, e soprattutto le società partecipate, che, avendo dei soci privati, hanno diverso profilo rispetto agli altri enti. Il segretario generale della Giunta regionale, Nicola Durante, cui si deve la preparazione della legge istitutiva della Sua, ne sottolinea i punti di forza: «In primo luogo il suo ruolo di centrale di committenza per gli enti della Regione; poi la funzione di monito che è racchiusa al suo interno per l’utilizzo di buone pratiche. Poi, l’impegno nell’ambito della certificazione di qualità».

«L’avvio a regime della Sua significa definire regole che consentano il controllo puntuale delle attività degli enti e delle società partecipate dalla Regione»

A rivendicare la paternità della Sua, ci pensa Nicola Adamo, capogruppo regionale del Pd, il quale precisa: «Ogni commessa di beni e fornitura di servizi, ogni appalto di opere pubbliche superiore alla soglia di 150mila euro sarà affidato alla Sua. Si sostiene, quindi, l’imprenditoria onesta e pulita».

BREVI I cittadini si mobilitano per il potenziamento del servizio Equitalia LOCRI — File lunghissime già alle prime ore del mattino e attese di oltre quattro ore davanti agli uffici di Equitalia Etr. Marcella Rosetta, segretaria di Codici Calabria, raccoglie la protesta di centinaia di utenti che per i gravi disagi non riescono ad effettuare le proprie pratiche per l’insufficienza degli sportelli aperti al pubblico. Le scene di rabbia sono ormai all’ordine del giorno e alcuni cittadini sono ormai in preda alla rassegnazione. Codici e le associazioni a tutela dei cittadini chiedonounaurgenteriorganizzazione e un potenziamento del servizio


6

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

PRIMO PIANO

Presentato dal ministro dell’Interno un protocollo di intesa, sottoscritto anche dal prefetto di Reggio Luigi Varrata, per prevenire le infiltrazioni mafiose nei lavori della "Variante di Cannitello"

Ponte sullo Stretto, Maroni: «Via all’intesa antimafia su appalti» di Giuseppe Tetto ROMA - «Un’ulteriore segno dell’azione delle istituzioni contro la mafia e contro la ‘ndrangheta». Con queste parole il ministro dell’Inteno Roberto Maroni descrive il protocollo d’itesa uscito ieri dalle stanze del Viminale volto a prevenire i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei lavori di realizzazione della cosiddetta "Variante di Cannitello", un’opera connessa alla costruzione del ponte sullo stretto di Messina. Un documento importante sottoscritto dal prefetto di Reggio Calabria Luigi Varratta, dall’amministratore delegato della Società Stretto di Messina Pietro Ciucci, dall’amministratore delegato della Società di Progetto Eurolink Michele Leone e dai rap-

Con il protocollo saranno monitorati i flussi finanziari e tracciato ogni movimento di denaro legato ai lavori: tutto sarà rintracciabile. Presso la prefettura verrà istituito un tavolo per tenere sotto controllo il reclutamento della manodopera Roberto Maroni

sullo stretto (viene realizzata una deviazione dell’esistente linea ferroviaria tirrenica Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catani, in corrispondenza di Cannitello, necessaria a risolvere le interferenze

flussi finanziari e tracciato ogni movimento di denaro legato ai lavori: tutto dovrà essere rintracciabile. Presso la prefettura sarà istituito un tavolo per il monitoraggio del reclutamento della manodopera locale. «Ci sarà - ha aggiunto il prefetto di Reggio Calabria, Varratta - una attività di controllo dei cantieri (non solo su imprese, ma acneh sui mezzi e le persone che vi lavoreranno) da parte della Prefettura e delle forze

30

Sono i milioni stanziati per la messa in atto dell’opera da realizzare in 18 mesi

presentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori di categoria. E prorpio questi ultimi reppresentano per il ministro Maroni la vera svolta nella lotta alle mafie: «Per la prima volta le rappresentanze sindacali si impegnano direttamente con noi per fare le verifiche nei cantieri sulla regolarità dei contratti di lavoro». E nelle intenzioni c’è la forte volontà di far diventare questo protocollo un vero "patto di legalità": partendo dalla Variante di Cannitello" che rappresenta nel suo "piccolo" un’opera propedeutica alla realizzazione del ponte

con il futuro cantiere sul versante calabrese) si vogliono dare specifiche misure per la "messa in sicurezza" dell’opera sotto il profilo dell’antimafia. Timori giustificati in quanto verranno messi in gioco una grande quantita di denaro: «È un’opera - ha spiegato Ciucci da 30 milioni di euro per un cantiere di 18 mesi di lavoro». Un piatto prelibato per la mafia, dunque. Per queste ragioni grazie al protocollo verranno effettuate verificheantimafiapreventive:saranno controllate le ditte, le società appaltatrici e sub appaltatrici. Saranno monitorati inoltre i

dell’ordine». Misure importanti volte alla creazione di un modello che nella prospettiva del ministro Maroni può e deve essere esportato per la buona realizzazione di tutte le grandi opere: «Questo del protocollo è un modello che penso potremmo esportare sia per quanto riguarda la ricostruzione dell’Abruzzo che per l’Expo 2015». E non sono nomi a caso in quanto secondo il Ministro là dove ci sono grandi opere «il Governo, le istituzioni, la prefettura, le associazioni di categoria e i sindacati tutti uniti devono attuare le verifiche necessarie per evitare che i soldi pubblici finiscano direttamente e indirettamente nelle tasche della mafia per garantire hai lavoratori italiani e extracomunitari un contratto regolare e tutte le garanzie sul loro contratto di lavoro».

BREVI Mafia, Maroni: «Con "Paesan Blues" duro colpo alla criminalità organizzata» A margine della firma del patto d’intesa per prevenire le infiltrazioni della mafia nei lavori della "Variante di Cannitello", il ministro dell’interno Roberto Maroni ha reso noto un’importante successo nella lotta alla criminalità organizzata con la riuscita di "Paesan Blues": un’operazione antimafia fra Italia e Usa del Servizio operativo centrale della Polizia, della squadra mobile di Palermo e dell’Fbi che ha procurato 20 arresti. Maroni ha voluto, in particolare, sottolineare «il modello di grande efficienza e cooperazione tra le polizie di Italia e Usa» così come si è

venuto «consolidando dai tempi di Giovanni Falcone». L’operazione condotta ieri, ha poi aggiunto, rappresenta un «punto importante nella lotta alla mafia». G.T


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO

Lo Moro scrive a Matteoli «Treni, tagli ingiustificati» di Car.Mir. CATANZARO - «Le ragioni di bilancio addotte da Trenitalia, società a prevalente capitale pubblico, non valgono a giustificare provvedimenti fortemente penalizzanti per i cittadini, ed in particolare per le fasce più deboli, che condannano alcune zone della Calabriaecomplessivamentel’intera regione alla marginalità ed all’isolamento ed hanno forti ripercussioni sul livello occupazionale». Lo afferma la deputata del Pd Doris Lo Moro, segretario della Commissione Affari Costituzionali della Camera, in una interrogazione rivolta al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ed al al ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. «Con decorrenza primo marzo, Trenitalia - scrive la deputata - ha dato seguito alla soppressione di alcuni treni a lunga percorrenza.Tali decurtazionisarebbero propedeutiche alla preparazione del contratto di servizio che il Governo deve stipulare con Trenitalia, attraverso il quale sono individuati i treni del segmento della lunga percorrenza». Dopo aver fatto rilevare che il territorio calabrese è interessato dalla soppressione di otto treni da e per Reggio Calabria, la parlamentareevidenziachelasoppressione delle cosidette antenne (se-

zione jonica) dei treni notte diretti a Milano e Torino «ha un grave impatto sociale in quanto limita in maniera significativa il diritto alla mobilità dei residenti della fascia jonica». Doris Lo Moro fa anche rilevare che i provvedimenti «hanno interessato anche il servizio auto al seguito. Sono stati, infatti, totalmente soppressi treni che garantivano tale servizio nella stazione di Lamezia Terme, presso cui peraltro di recente, nel 2009, sono state installate le rampe metalliche ed effettuati i lavori al piazzale della Stazione per consentire il carico/scarico delle auto, con un adeguamento strutturale costato circa 60.000 euro. Anche i tagli a tale servizio, di cui peraltro - aggiunge la Lo Moro non si capiscono le ragioni, tenuto conto che soltanto nel 2007 sono state movimentate diecimila auto, hanno una forte ripercussione sociale, considerato che a farne usosono soprattutto persone che vengono in Calabria per brevi periodi ed hanno interesse a raggiungerla in treno e ad avere in loco la disponibilità di una vettura. In realtà considerata la posizione strategica dello scalo lametino e il numero elevato di clienti, sarebbe stato conveniente per Trenitalia implementare un servizio in attivo. Non è da escludere che tale operazione, non giustificabile sul piano aziendale, possa agevolare l’iniziativa di pri-

vati che potrebbero attivare un servizio di trasporto delle vetture, senza garanzie di costo per gli utenti e con lo svantaggio per i viaggiatori di non avere la propria vettura al seguito. Gli scenari descritti - afferma la deputata provocano delle forti ripercussioni sul livello occupazionale, comportando la riduzione di 70 unità lavorative». La parlamentare chiede pertanto a Matteoli e Tremonti «se ritengono di dover interveniresullasceltadisoppressione del servizio auto al seguito, nonostantegliinvestimentirecenti effettuati per migliorare il servizio, il rilevante numero di auto movimentate e i disagi provocati dalla dismissione di un servizio in attivo» e se «non ritengono necessario attivare un tavolo di confronto per discutere e rivedere le scelte che contraddicono finalità sociali che non possono essere estranee ad una azienda alle cui perdite partecipa lo Stato».

Laratta su Trenitalia «Indietro di 40 anni»

di cm ROMA - «Le scelte di Trenitalia per la Calabria, riportano la nostra regione indietro di 40 anni. Stazioni chiuse, treni vecchi e sporchi, continue soppressi, tagli spropositati e fortemente penalizzanti cancellano decenni di progressi nel sistema dei trasporti regionali». Lo ha detto stamane a Roma il deputato del pd on. Franco Laratta che ha chiesto con una lettera al Ministro dei Trasporti, Matteoli, di intervenire con urgenza. Per l’on. Laratta «In Calabriac’èfortepreoccupazione per quanto sta accadendo nel settore dei trasporti. L’impressione dei cittadini è che non solo le Ferrovie dello Stato stiano abbandonato il Sud, ma anche i grandi gruppi di interesse pubblico, le aziende dello Stato, le società

pubbliche, mentre il Governo ha letteralmente cancellato la Calabria dall’agenda politica nazionale». Ma il deputato del pd critica il governo anche per avere sottovalutato l’allarme lanciato nei mesi scorsi in parlamento: «Nel corso degli ultimi 4 anni ho presentato alla Camera 4 interrogazioni urgenti e 2 interpellanze con le quali denunciavo la smobilitazione di Trenitalia dalla Calabria. Sono anche intervenuto più in volta in Aula di Montecitorio per denunciare le condizioni di degrado dei treni e le continue cancellazione e soppressione degli stessi. Ho ricevuto - continua l’on. Laratta - sempre risposte che volevano essere delle vere e proprie smentite di quanto denunciavo. Il governo ha sempre sottovalutato le condizioni di grave precarietà dei trasporti in Calabria, aggravate oggi da una vera e propriasmobilitazionediTrenitalia. Nel profondo disinteresse del ministero dei Trasporti».

«L’impressione dei cittadini è che il Governo ha eliminato la Calabria dalla sua agenda politica»


8

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

PRIMO PIANO

Da Gentile a La Gamba piovono accuse sulla gestione del governatore uscente E sabato arriva Ronchi a Cosenza con Scopelliti per presentare i candidati

Dal Pdl si sente aria di ottimismo: «Loiero va incontro a sconfitta sicura» I dirigenti del Pdl: «Dopo cinque anni di assenze, di amnesie, di ritardi, di niente Loiero si è svegliato: in queste settimane sta convocando conferenze stampa, distribuisce fondi fermi da una vita, chiama tutti: se si votasse ogni mese sarebbe proprio efficiente» di Andrea Morrone ROMA - Una giornata di attacchi frontali per Agazio Loiero. Ieri gli esponenti del centrodestra calabrese si sono alternati nel criticare il lavoro della passata legislatura. Da Pasquale La Gamba a Daniele Romeo a Tonino Gentile, i pidiellini hanno sottolineato quelli che hanno visto come punti oscuri della gestione Loiero. Il clima del resto, nonostante il maltempo, è surriscaldato dalle polemiche che arrivano dai palazzi romani e anche in periferia l’ordine è sempre lo stesso: attaccare. «Dopo cinque anni di assenze, di amnesie, di ritardi, di niente Loiero si è svegliato: in queste settimane sta convocando conferenze stampa, distribuisce fondi fermi da una vita, chiama tutti: se si votasse ogni mese sa-

Scopelliti prova con il suo programma a espugnare Catanzaro, il feudo di Loiero

rebbe proprio efficiente». Lo hanno detto i dirigenti regionali del Pdl, La Gamba, Romeo e Roberto Tosti. Nei corridoi della direzione

regionale del Popolo della libertà c’è aria di ottimismo: «Consapevole di andare incontro a una sconfitta sicura - prosegue la nota - Loiero non mostra nemmeno il

pudore della continenza e pensa che i calabresi siano con gli anelli al naso, pronti a dargli fiducia solo perchè specula sui drammi della popolazione». Il riferimento è

nostra azione di governo che intendiamo attuare. Non quindi un contenitore per una semplice raccolta elettorale, ma uomini capaci, con la loro professionalità,preparazione e disponibilità di rendere forte, propositiva e concretamente realizzabilela propostapolitica di cambiamento per la Calabria». Secondo Scopelliti è

necessario come primo punto guardare al Mediterraneo come fonte di sbocco e di sviluppo economico che veda la Calabria avamposto nell’area dell’Unione europea, l’alta velocità in tutta la regione, l’integrazione delle università, lo sviluppo degli aeroporti, il completamento della Salerno-Reggio Calabria. «Bisogna inoltre - ha ripetuto Scopelliti guardare con più attenzione alle fasce più deboli della società sviluppando una nuova politica del welfare». Scopelliti sembra un fiume in piena e conclude il suo elenco con altre proposte, senza omettere il contributo che la sua esperienza di sindaco può apportare alla sua causa: «Dobbiamo attuare una forma di governo partecipato sul modello che in piccolo ho attuato da sindaco. C’é

Antonio Gentile: «Loiero non mostra nemmeno il pudore della continenza e pensa che i calabresi siano con gli anelli al naso, pronti a dargli fiducia solo perchè specula sui drammi della popolazione»

CATANZARO - Inffrastrutture, europeismo e viabilità. Sono questi tre priorità per il candidato del centrodestra alla presidenza regionale Giuseppe Scopelliti. Ieri ha avuto modo di elencarle da Catanzaro, dove si è recato per un incontro con gli elettori. «Negli ultimi cinque annia abbiamo sentito parlare di rivoluzioni copernicane, delle quali si sono tuttavia accorti soltanto pochi intimi. Al contrario, invece, molto spesso siamo saliti alla ribalta della cronaca nazionale per episodi spesso drammatici e sconcertanti». Così ha esordito il giovane sindaco di Reggio Calabria, che è venuto a provare a espugnare il feudodi Loiero,il capoluogodella regione. «Occorre allora - ha aggiunto Scopelliti - invertire subito la tendenza, rendere credibile la

ai danni causati dalle intemperie in questi giorni: «Loiero ha ritardato di tre mesi l’erogazione dei fondi per le alluvioni e la difesa del suolo: roba d’altri tempi, i tempi del suo passato». E a tal proposito è arrivato anche il parere del senatore Gentile, che ha voluto puntualizzare la cura osservata da Guido Bertolaso relativamente ai fondi sulle somme urgenze: «Ringrazio il sottosegretario Bertolaso per avere rispettato e mantenuto la promessa relativamente ai fondi sulle somme urgenze. Vedo - ha aggiunto - che il presidenteLoieroquandoincassa ringrazia Roma, ma quando le cose vanno male non perde tempo per censurarla. A differenza della Regione che ha convocato i Sindaci per dare loro, in piena campagna elettorale, i decreti relativi al fondo europeo, insufficienti e inadeguati, Bertolaso ha dimostrato rispetto istituzionale: avrebbe potuto riferirlo a noi, visto che siamo in campagna elettorale,maharispettatol’istituzione, senza clamori e senza spettacolarizzazioni assurde e vergognose». Intanto il Pdl ricorre alle grandi manovre. Sabato mattina il candidato del centrodestra Giuseppe Scopelliti sarà a Cosenza per la presentazione dei candidati della provincia bruzia. L’appuntamento è 11,30 al cinema Citrigno. IntrodurràGianfrancoLeone,coordinatore provinciale di Cosenza e saranno presenti Giovanni Dima, vice coordinatore vicario di Cosenza e lo stesso Gentile. A dare loro manforte ci sarà anche Andrea Ronchi, ministro per le Politiche europee.

bisogno in Calabria di una agenzia per lo Sviluppo che si occupi del coordinamento delle aree Industriali del territorio. Tutto ciò necessita di un approccio diverso anche al problema sicurezza e una struttura regionale più efficiente e meno costosa. In definitiva, chiediamo un voto per un progetto di cambiamento, da realizzare insieme ai calabresi che studiano, lavorano e hanno fede nell’avvenire». A.M


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO

di Luana Rocca Non solo volti, adesso tutti i dipendentidellepubblicheamministrazioni devono essere ben identificabili. Infatti il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha disposto nuovi controlli sull’applicazione delle norme che impongono l’identificazione del personale a contatto con il pubblico. E i controlli sono partiti a tutto campo su 31 capoluoghi di provincia da parte dell’ispettorato per la Funzione pubblica. «Tutti i dipendenti che svolgono attività a contatto con il pubblico da adesso sono tenuti a rendere conoscibile il proprio nominativo mediante l’uso di cartellini identificativi o di targhe da apporre presso la postazione di lavoro». Questo è l’invito fatto alle amministrazioni per far impartire loro tuttele dovuteistruzioninell’effettiva applicazione della norma, os-

Brunetta ha disposto nuovi controlli sull’ applicazione delle norme che impongono l’ identificazione del personale

Tutti sotto controllo nella Pubblica amministrazione

servando come la stessa si inserisca nell’ampio contesto delle misure adottate da questo Governo perrenderetrasparentel’organizzazione degli uffici pubblici e agevolare soprattutto i rapporti con l’utenza in un quadro impeccabile Ma nessuna preoccupazione da parte delle amministrazioni che hanno confermato di essersi attivate in tal senso. Ed è proprio Cosenza insieme ad Aosta, Milano, Genova e Trieste ad aver dato

confermasullaimmediataimpartizione delle disposizioni già all’indomani del decreto legislativo n. 150/2009, ossia la cossidetta «Riforma Brunetta della pubblica amministrazione». E per dare nota del grande interesse da parte delle Regioni alla trasparenza, si precisa che Cagliari e Trento hanno già provveduto in merito con propriedeterminazioniancorprima del’entratain vigore della norma. Anche le nuove tecnologie vengo-

no impiegate per rendere più veloce l’attuazione delle disposizioni. Ed è stato il comune di Bologna a trasmettere per primo la circolare a tutti i suoi dipendenti attraverso la sua pubblicazione sull’intranet dell’amministrazione rammentando che «l’inosservanzadelladisposizionecomporta responsabilità disciplinare in capo al dirigente». Tutti i comuni hanno dato tutte le loro disposizioni e comunicato i loro controlli senza riserve tranne

Cosenza con altre regioni ha impartito immediatamente le disposizioni già all’indomani del decreto legislativo quello di Taranto che non ha trasmesso nessuna comunicazione a conclusione di una verifica interna. Ma non è solo la Pubblica amministrazione a passare sotto il torchio dei controlli dell’ispettorato per la Funzione pubblica. Questo è stato esteso anche alle direzioni interregionali della Motorizzazione. Quelle proposte alle regioni del Nord-Ovest, del Nord-Est e del Centro-Nord e Sardegna hanno confermato di aver impartito disposizioniperl’applicazionedella circolare del ministro e di aver avviato, in tal senso, una ricognizione interna. Ora si attende un simile riscontro anche dalle direzioni preposte alle regioni del Centro-Sud e della Sicilia. E nessun sotterfugio, l’ispettorato rimane a disposizione di tutti i cittadini che nei prossimi giorni potrebbero rilevare delle inadempienze.

La cultura del ricordo Giorno 8 marzo alle ore 20,00 munito dei conforti religiosi e amorevolmente assistito dai propri cari si è spento nella clinica di villa Margherita in Roma il Signor OLIVERI MATTEO GIUSEPPE I funerali saranno celebrati giovedì 11 marzo alle ore 16.00 nella Chiesa di S. Francesco di Paola a Catanzaro.

In occasione del 1° Anniversario della morte del Signor ANTONIO PAPARO sarà celebrata una messa in suffragio della sua anima benedetta giovedì 11 marzo alle ore 17.00 nella Chiesa di Pontegrande a Catanzaro.

Nel Trigesimo del ritorno alla Casa di Dio della Signora EMILIA SPINA GEMELLI sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del Trigesimo della morte della Signora CONCETTA BATTAGLIA sarà celebrata una messa in suffragio lunedì 1 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Sacra Famiglia in località Corvo a Catanzaro. In occasione del 1° anniversario della morte della Signora GIUSEPPINA FREGOLA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nella Chiesa del Carmine a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ASSUNTA CERMINARA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.00 nellaChiesadiPontegrandeaCatanzaro. In occasione del 1° Anniversario della morte della Signora CONCETTA SPAGNOLO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Maria Assunta a Gagliano (Catanzaro).

In occasione del trigesimo della morte del Signor ELIO BILOTTA sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa della Maddalena a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte della Signora ELENA BELLINI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa Nuova di Mater Domini a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONINO ROMEO sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 16.00 nella Chiesa Madonna dei Cieli a Catanzaro. In occasione del 1° Anniversariodella morte della Signora MARIA ALFIERI sarà celebrata una messa in suffragio martedì 2 febbraio alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Teresa dell’Osservanza a Catanzaro. In occasione del trigesimo della morte del Signor ANTONIO GULLI’ sarà celebrata una messa in suffragio mercoledì 3 febbraio alle ore 18.00 nella Chiesa Madonna di Pompei a Catanzaro.

Accettazione telefono

0961 996.802 ORARIO: 9,00-13,00 | 15,00-18,00


10

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Il coordinamento regionale del Pdl accusa Loiero: cinque anni di ritardi e amnesie CATANZARO - «Dopo cinque anni di assenze, di amnesie, di ritardi, di niente Loiero si è svegliato:in questesettimanesta convocando conferenze stampa, distribuisce fondi fermi da una vita, chiama tutti: se si votasse ogni mese sarebbe proprio efficiente».Lo affermano i dirigenti regionali del Pdl, Pasquale La Gamba, Daniele Romeo e Roberto Tosti. «Consapevole di andare incontro a una sconfitta sicura - proseguono i tre dirigenti del Pdl

- Loiero non mostra nemmeno il pudore della continenza e pensa che i calabresi siano con gli anelli al naso, pronti a dargli fiducia solo perché specula sui drammi della popolazione. Insieme a Covello che ha la figlia candidata - concludono - Loiero ha ritardato di tre mesi l’erogazione dei fondi per le alluvioni e la difesa del suolo: roba d’altri tempi, i tempi del suo passato». Rimanebndo in casa Pdl, sabato presentazione dei candi-

dati di Cosenza al cinema Citrigno.Introdurrà, l’onorevole, Gianfranco Leone, coordinatore provinciale di Cosenza. Dopo i saluti dell’onorevole, Giovanni Dima, vicecoordinatoprio vicario di Cosenza, interverranno il senatore Antonio Gentile, vicecoordinatore vicario regionale del Pdl e Giuseppe Scopelliti, candidato alla presidenza per la coalizione di centrodestra. Concluderà il ministro per le Politiche europee, Andrea Ronchi.

Per il leader del Movimento Diritti civile prosegue il caos sulla questione ex listino «Il caso è ormai diventato una vicenda di interesse nazionale...»

Regionali, Corbelli: inevitabile il rinvio delle elezioni in Calabria COSENZA - Il leader del Movimento Diritti civili, Franco Corbelli in un una nota afferma "che è oramai di fatto inevitabile il rinvio delle elezioni regionali calabresi, per evitare che le stesse, se tenute, il 28 e 29 marzo, vengano successivamenteannullateperilmancato chiarimento, da parte del ConsiglioregionaledellaCalabria,del meccanismo di riparto dei nove seggi del premio di maggioranza, cherendonoimpossibilel’attribuzione, da parte dell’Ufficio elettoralecentraleregionaledellaCorte di Appello di Catanzaro, di questi stessi seggi (ex listino bloccato) che vanno alla coalizione vincente". Corbelli parla del "rinvio della consultazione regionale calabrese pressoché certo, a causa di una situazione (quella dell’assegnazione dei seggi dell’ex listino) particolarmente grave e complessa che è assai difficile si possa chiarire e sanare prima del 28 e 29 marzo, per questo le elezioni saranno sicuramente rinviate, in modo da dare la possibilità al Consiglio regionale di riunirsi, in seduta straordinaria, per chiarire esattamente con quale sistema elettorale (proporzionale o maggioritario, ai primi non eletti o a quelli che occupano i primi posti delle liste) vanno assegnati i seggi del premio di maggioranza ai partiti della coalizione vincente che hanno superato la soglia di sbarramento del 4%". Intanto la battaglia del leader di Diritti Civili sul mancato chiarimento del meccanismo di riparto dei nove seggi

del premio di maggioranza, che è destinato a portare al rinvio delle elezioni per scongiurare l’annullamento delle stesse elezioni regionali, è finito sulle pagine del Giornale di Milano ed è diventato un caso nazionale "Dopo la stampa calabrese, che da un mese segue e sostiene, con correttezza e coerenza, la battaglia di trasparenza, legalità, democrazia e giustizia di Diritti Civili, anche i media nazionali (lo ha fatto ieri Il Giornale di Milano) scoprono finalmente il caso Calabria, il vero grande scandalo (inganno) elettorale delle prossime elezioni regionali. Oltre un milione di calabresi sono chiamati a votare senza conoscere il sistema eletto-

rale, approvata dal Consiglio regionale della Calabria il 6 febbraio scorso, che ha abolito il listino bloccato è un mostro giuridico e un inganno politico che ha, da una parte, abrogato (a furor di popolo) il listino regionale e, dall’altra, non spiegato in modo preciso come sarà assegnato (con quale sistema elettorale: proporzionale o, di nuovo, maggioritario

“Il Consiglio regionale che sarà eletto il 28 e 29 marzo prossimi sarà imperfetto” rale per l’assegnazione del premio di maggioranza(nove seggi). Proporzionale o maggioritario? Eletti o nominati? La nuova legge elettoraleregionaledellaCalabria non lo chiarisce, come ha confermato a Diritti Civili la Presidenza dell’Ufficio Elettorale Centrale della Corte di Appello di Catanzaro. La modifica alla legge eletto-

quelli eletti cioè, con il sistema proporzionale,nellecinquecircoscrizioni provinciali, secondo la vecchia ripartizione territoriale per il numero di abitanti; non verrebberoinfattiattributi,dallaCorte di Appello di Catanzaro, i nove seggi del premio di maggioranza per il mancato chiarimento del meccanismo di assegnazione.»

Regionali, il Tar della Calabria rigetta il ricorso del candidato del Partito comunista dei lavoratori CATANZARO - Il Tribunale amministrativo della Calabria ha respinto, nella giornata di ieri, il ricorso presentato nei giorni scorsi a seguito dell’esclusione, da Pino Siclari, contro la sua mancata candidatura a presidente della Regione Calabria per il Partito comunista dei lavoratori. Lo ha reso noto lo stesso Siclari al termine dell’udienza. L’esclusione era stato deciso dall’Ufficio centrale elettorale della Corte d’appello di Catanzaro per la mancanza delle firme nella documentazione relativa alla presentazione della candidatura per la presidenza della Regione. «Ci siamo già attivati - ha detto altresì Siclari - per presentare ricorso al Consiglio di Stato e, comunque, se le elezioni sidovessero svolgere in questo quadro di sopraffazione e inassenza delle garanzie democratiche, chiederemo l’annullamentodelle elezioni. Il Tribunale amministrativo della Calabria - ha aggiunto l’esponente

Belcastro: Di Pietro e De Magistris fuori controllo! EREGGIO CALABRIA - «L’ennesimo attacco al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, da parte dell’europarlamentare De Magistris, dell’Italia dei valori, è il segnale evidente delle difficoltà interne del centrosinistra anche in questa campagna elettorale, oltre che la dimostrazione che Di Pietro e De Magistris hanno perso ormai ogni controllo e pur di essere presenti nelle cronache ricorrono al vilipendio». Ad affermarlo, attraverso una dichiarazione dai toni aspri e polemici, è

camuffato) questo premio di maggioranza. Un atto di grave responsabilità dell’Assemblea di Palazzo Campanella che di fatto, se non si rinvia la consultazione elettorale di fine marzo, è destinato a portare all’annullamento delle elezioni regionali di marzo, visto che il Consiglio che sarà eletto il 28 e 29 marzo prossimi sarebbe imperfetto (40 consiglieri su 50,

stato il parlamentare Elio Belcastrodel movimento "Noi Sud". «Citano a modo loro la Costituzione italiana - ha altresì sottolineato Elio Belcastro - ma ne infrangono i principali fondamenti, dimenticando ad esempio che proprio sulla separazione dei poteri tra Parlamento e magistratura si basa la nostra Costituzione». Una polemica, dunque, con risvolti non solo nazionali ma anche calabresi in vista r.c.

del Partito comunista dei lavoratori - si è inventato il fatto che la nuova legge elettorale regionale introduce una distinzione tra i partiti che hanno una rappresentanza parlamentare e gli altri. Cosa che non esiste. La stessa legge, entrata in vigore il 12 febbraio, stabiliva che non erano più necessarie le firme per la candidatura del presidente, cosa che invece ci è stata contestata. Da questa vicenda emerge un grave deficit di democrazia. Adesso invito Antonio Di Pietro - ha sostenuto infine Pino Siclari - a non limitarsi alle manifestazioni, ma a porre il problema e ad un pronunciamento chiaro su questo deficit di democrazia. Aspetto una parola da Di Pietro e anche dal suo candidato in Calabria, Pippo Callipo. Se non parleranno vorrà dire che questo gioco va bene anche a loro». r.c.


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Mafia, Santelli: «Sui sequestri la Calipari fa una polemica pretestuosa» CATANZARO - «Pretestuosa e ingiusta la polemica sollevata dall’onorevole Calipari, quando accusa il Governo di non essere interessato all’istituzione dell’agenzia per i beni confiscati alla mafia». A sostenerlo è Jole Santelli, responsabile sicurezza ed immigrazione del Pdl e vice presidente della commissione Affari costituzionali. «Le sue parole - aggiunge - sono incomprensibil-

mente offensive nei confronti sia del governo sia di tutti quei parlamentari che stanno alacremente lavorando alla realizzazione di tale agenzia. L’onorevole Calipari - afferma la Santelli - bene farebbe ad informarsi prima di lanciare tali accuse. Dovrebbe, la collega Calipari, occuparsi anche dei lavori delle commissioni preposte, che si stanno occupando anche in queste ore dell’agen-

zia in questione. Calipari dovrebbe inoltre sapere che se il provvedimento è in Aula è grazie all’impegno di questa maggioranza e di questo governo in primis, sensibile alla sottrazione dei patrimoni mafiosi alle cosche, come ha già dimostrato ampiamente con il lavoro svolto nel corso dell’intera legislatura». r.c.

COMUNALI A LAMEZIA J’accuse del centrodestra contro la giunta Speranza Nel “mirino” l’utilizzo di alcuni depliant sul rendiconto dell’Amministrazione civica

«Il sindaco sta violando le leggi in materia di proganda elettorale» di Antonio Cannone

LAMEZIA TERME -«L’Amministrazione comunale e il sindaco hanno violato la circolare Bonaiuti in tema di propaganda elettorale». Così, Ida D’Ippolito, candidata a sindaco di Lamezia Terme per il centrodestra, in occasione di una conferenza stampa indetta ieri mattina per stigmatizzare la "comunicazione" pseudo-istituzionale dell’Amministrzione civica che, attraverso alcune pubblicazionin sul "rendi-

Peppino Ruberto; Giovanni Scalzo e una rappresentata della lista di donne che sostiene la D’Ippolito. «La legge - ha aggiunto la parlamentare del Pdl - è stata violata in punto di diritto e in punto di merito per questo faremo denuncia al Corecom. Il sindaco e la Giunta stanno utilizzando la comunicazione dell’Ente non a fini istituzionali, ma opersonali. Si tratta di una presa in giro per i lametini i quali, al contrario, hanno problemi seri di lavoro, di sicurezza, di sanità e quant’altro. Nel merito poi delle pubblicazioni -

La conferenza stampa di ieri. In alto, Ida D'Ippolito

conto" delle attività, avrebbe sforato il termine ultimo del 10 febbraio, ovvero non rientrando nei 40 giorni previsti dalla legge sulla propaganda elettorale. Insieme al candidato a sindaco, presenti anche il coordinatore cittadino del Pdl, Luigi Muraca, il presidente del Consiglio provinciale,

ha aosservato Ida D’Ipopolito anche il contenuto è alquanto discutibile. Si parla di apertuta di un ospedale in Uganda, e non c’è un rigo sulla sanità lametina. Quando tutti sappiamo che il sindaco di una città è il primo resposnabile dei problemi dei cittadini e dovrebbe adoperarsi per tutela-

re e salvaguardare i diritti della gente. Il sindaco e la sua Giunta ha rimarcato Ida D’Ippolito - fanno un puro esercizioo della cultura dell’immagine. Nel suo programma elettorale ci sono solo dei titoli; solo enunciazioni. Mentre noi abbiamo individuato le cose dare fare nel concreto». Luigi Muraca, dal canto suo, introducendo la conferenza stampa

ha puntato l’indice su due determine della Giunta attinenti proprio alla comunicazione dell’Ente. «Si tratta di un utilizzo assai discutibile delle risorse pubbliche, palesate attraverso atti che complessivamentecostano ai cittadini lametini qualcosa come 70mila euro. Nella prima determina - ha spiegato Muraca - la Giunta ha impegnato 54mila euro. Solo

12mila per la rivista sul cosiddetto rapporto alla città. Inoltre - ha stignmatrizzato Muraca - si sono spesi quasi 18mila euro solo per la rivista sulla visita del Presidente della Repubblica con determina datata 19 marzo 2009. Perché inviarla proprio in questi giorni ai cittadini, se non per un utilizzo strumentale e chiaramente propagandistico?».

La replica del sindaco Speranza e della sua Giunta: «Quanto fatto sulla comunicazione è legittimo...» LAMEZIA TERME - «Su facebook, sui giornali e in televisione si sta assistendo all’ennesimo tentativo di screditare e diffamare l’Amministrazione comunale e il sindaco. In particolare in quest’ultimo periodo più volte è rimbalzata la notizia che il sindaco avrebbe speso 40 mila euro in comunicazione per finanziarsi la campagna elettorale con i soldi dei cittadini». Questa la replica del sindaco Speranza. «Ognuno - prosegue - sta cercando a suo modo di buttare fango quotidianamente sugli amministratori di questa città su operazioni che, invece, sono del tutto trasparenti. La comunicazione istituzionale è uno dei compiti più importanti di un Comune che ha necessità di informare i suoi cittadini delle cose fatte e l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme, tra l’altro, ha speso molto meno di comuni con lo stesso numeri di abitanti.I soldi sono stati spesi nella maniera seguente: 13 mila euro per la realizzazione e la messa in onda di un video di fine mandato che parla della città, di come è diventata in questo quinquennio e ha valore promo-

zionale; altri 13 mila euro circa per un opuscolo-rapporto di fine mandato realizzato con regolare bando, un bilancio dell’attività dell’amministrazione in carica per consentire così al cittadino di valutare la realizzazione delle linee programmatiche indicate al momento dell’insediamento e 12 mila euro per la prosecuzione della durata del periodico di informazione istituzionale televisiva "Lamezia Informa" (produzione e messa in onda) anche per il mese di gennaio per approfondire le attività svolte, motivare le scelte fatte ed illustrare le nuove opportunità disponibili,ora che molti risultati sono stati raggiunti. Tutto questo - conclude Speranza - è legittimo da un punto di vista della legalità e della moralità pubblica, ed è anche un dovere informare i cittadini di quello che il Consiglio comunale e l’Amministrazione comunale hanno realizzato in 5 anni.Evidentemente si insiste su questo punto per paura che la gente possa venire a conoscenza di quanto è stato realizzato in questi anni».

Regionali, De Gaetano del Prc critica Scopelliti REGGIO CALABRIA - Per Nino De Gaetano segretario regionale di Rifondazione comunista «il candidato governatore del Popolo della libertà, Scopelliti ha dichiarato, nel corso del suo tour elettorale, che in Calabria vuole fare in grande ciò che ha fatto in piccolo a Reggio. Un’affermazione che suona davvero minacciosa per tanti lavoratori reggini, costretti a pagare in prima

persona l’allegra gestione della cosa pubblica dell’Amministrazione Scopelliti. I risultati del presunto “buon governo” reggino - lo stesso che il sindaco vorrebbe esportare in tutta la regione sono d’altronde sotto gli occhi di tutti e non temono smentite: le file di creditori davanti agli uffici del Comune, la messa in vendita di uno dei gioielli architettonici di Reggio - l’albergo Miramare - e

la probabile chiusura della cooperativa Rom 95, incredibilmente lasciata fuori dal servizio di raccolta degli ingombranti, sono altrettanti fiori all’occhiello di un’Amministrazione che da sempre costringe i lavoratori ad elemosinare il dovuto». r.c.


12

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' MALTEMPO A Pedace, centro a pochi chilometri da Cosenza, coperto interamente il piano terra di uno stabile in cui vivono dodici famiglie. Disagi anche nel Vibonese e nel Reggino

Frane e allagamenti in Calabria Nel Cosentino chiusa l’autostrada di Sandro Viscardi COSENZA - Ancora emergenza maltempo in Calabria. Una frana staccatasi da un costone a Pedace, centro a pochi chilometri da Cosenza, ha coperto interamente il piano terra di uno stabile in cui vivono 12 famiglie. Il fango è arrivato sino al primo piano, ma fortunatamentenonhaprovocatoferiti. Tutti gli abitanti dello stabile sono stati evacuati. Sempre nel cosentino, rischia di crollare il ponte sul fiume Savuto, lungo la strada che da Rogliano conduce a Parenti. La piena ha già danneggiato parte della sede stradale e

sta lesionando i piloni del ponte che è stato chiuso al traffico, così come tutta la strada. Frane e smottamenti si sono verificati anche a Cosenza città. Nella zona di Colle Guarassano è in atto uno smottamento ma, al momento, non sono segnalati problemi per le persone o le cose. Altre frane sono segnalate nei comuni vicini a Cosenza quali Zumpano e Donnici. La pioggia e il forte vento hanno imperversatoanchenelVibonese. A Maierato, il comune evacuato neigiorni scorsi a causa di uno smottamento, lungo la strada provinciale, una frana ha ostruito

la carreggiata, mentre la Protezione Civile è all’opera per svuotare l’invaso che si è creato in contrada "Draga" a monte del letto del torrente "Squadrapitri" ostruito dallo smottamento e che

Emergenza maltempo, alla Regione saranno trasferiti 15milioni di euro CATANZARO - Saranno trasferiti alla Regione i 15 milioni di euro della seconda ordinanza di protezione civile per gli eventi alluvionali dell’inverno 2008-2009. Lo ha reso noto il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, il quale, ieri mattina, ha avuto un colloquio telefonico con il capo della Protezione civile, sottosegretario Guido Bertolaso. «Come avevo assicurato ieri ai sindaci del cosentino i quali giustamente lamentavano di non aver ricevuto i rimborsi per i lavori di somma urgenza effettuati - ha detto Loiero - ho chiamato Bertolaso che mi ha subito rassicurato che il trasferimento dei fondi avverrà subito. Voglio qui ringraziarlo perché ancora una volta è stato celere nel dare risposte ai bisogni della Calabria». Sull’argomento è intervenuito anhche il senatore Antonio

La frana di Maierato

Gentile, vicecoorduinatore regionale del Popolo della libertà. «Ringrazio il sottosegretario Bertolaso per avere rispettato e mantenuto la promessa relativamente ai fondi sulle somme urgenze: vedo che il presidente Loiero quando incassa ringrazia Roma, ma quando le cose vanno male non perde tempo per censurarla. A differenza della Regione - ha aggiunto Antonio Gentile - che ha convocato i sindaci per dare loro, in piena campagna elettorale, i decreti relativi al fondo europeo, insufficienti e inadeguati - aggiunge - Bertolaso ha dimostrato rispetto istituzionale: avrebbe potuto riferirlo a noi, visto che siamo in campagna elettorale, ma ha rispettato l’istituzione, senza clamori e senza spettacolarizzazioni assurde e vergognose».

Uomo si getta in mare. Ricerche a Catanzaro Lido

potrebbe tracimare. Altri smottamenti vengono segnalati a Piscopio, unafrazione alle porte di Vibo Valentia, ad altissimo rischio idrogeologico. A Pizzo Calabro, inoltre, i Vigili del fuoco, in contrada "Bevivino", hanno monitorando un torrente che ha rotto gli argini. Sempre nella zona di Pizzo Calabro, una delle più flagellate dal vento, vengono infine segnalati alberi caduti o pericolanti. Situazione difficile nel Reggino. Un a frana ha interrotto la vecchia Statale 11 che da Locri conduce a Gioia Tauro. Problemianche sulla provinciale che da Bovalino porta a S. Luca, dove, in località Timpe Bianche, pezzi di roccia staccatisi da un costone hanno invaso la sede stradale. Il traffico autostradale sta subendo gravi rallentamenti, soprattutto nel tratto Cosentino dove per un lungo tratto l’A3 è rimasta chiusa.

CATANZARO - Personale della Capitaneria di porto di Catanzaro Lido, dal pomeruiggio di ieri, sta effettuando delle ricerche nelle acque antistanti il quartiere Lido dopo la segnalazione di un uomo che si è buttato in mare. Sono stati alcuni passanti ad allertare i carabinieri dicendo di avere visto un uomo spogliarsi e gettarsi nelle acque, ieri particolarmente mosse. Sulla battigia sono stati trovati alcuni capi di abbigliamento, ma, fino a tarda sera, le ricerche non hanno dato esito. I carabinieri stanno anche cercando di appurare se l’uomo si sia effettivamente buttato in mare o se si sia allontanato dalla riva. .

r.c.

Anziano fotografo trovato morto dopo dieci giorni VIBO VALENTIA Era da tempo che non si vedeva più in giro. E la sua assenza non era passata inosservata. A.P., 85 anni, uno tra i primi fotografi professionisti di Vibo Valentia, è stato trovato morto ieri mattina nella sua abitazione in piazza Morelli, in pieno centro cittadino. L’uomo, secondo quanto si è appreso, che viveva solo, sarebbe morto per cause naturali da almeno 10 giorni. Ad allertare i Vigili del fuco, i primi ad intervenire sul posto, sono stati intorno alle ore 10.30 alcuni vicini di casa la cui attenzione era stata richiamata dal cattivo odore emanato dal cadavere del fotografo, ormai in avanzato stato di decomposizione. Per entrare in casa, i Vigili hanno dovuto forzare una finestra laterale e consenti-

resuccessivamente l’intervento dei medici del "118", degli agenti della Volante per le indagini del caso e degli specialisti della Scientifica, per gli opportuni rilievi. Ad accertare il decesso, il medico legale Filippo Cugliari. Il corpo è stato trovato riverso a terra. E’ probabile che l’uomo sia deceduto in seguito ad un malore, ma nessuno ha potuto dare l’allarme poiché da tempo l’uomo viveva in totale solitudine. La notizia ha fatto in poche ore il giro della città. Si trattava infatti di una figura nota, uno tra i primi fotografi del capoluogo.


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 13

AMBIENTE

A Cosenza l’incontro con l’Ordine degli Ingegneri del candidato a Presidente Scopelliti (Pdl)

«Difesa suolo, serve programmazione Rifiuti, situazione di pre emergenza» di Car.Mir. COSENZA - «La programmazione è la chiave che serve ad aprire la porta dell’emergenza continua ed è l’unica possibilità seria di prevenzione di cui disponiamo per difendere il nostro suolo». Lo ha detto ieri mattina, a Cosenza, nel corso dell’incontro con l’Ordine degli Ingegneri, il candidato a Presidente del centrodestra, Giuseppe Scopelliti. Scopelliti ha ricordato «il contributo operativo fornito dagli ingegneri, molti dei quali giovani, alla preparazione del programma» ed

ha affrontato i diversi punti programmatici posti dalle domande rivoltedall’Ordine ai tre candidati a Presidente. Scopelliti ha sottolineato come «ci sia la necessità di acquisire una cultura della programmazione temporale, attraverso step qualificanti che portino alla definizione di piani di intervento mirati. A Reggio, per esempio, abbiamo speso 40 milioni di euro per la sicurezza, abbattendo 12 scuole, ricostruendole e utilizzando le conoscenze tecniche per affrontare concretamente il rischio sismico. Sul piano di difesa del suolo avremmo 15 milioni di euro

dal governo nazionale, ma con le competenze passate alle Regioni si sono sovrapposti i ritardi burocratici. La Calabria ha speso nel quinquennio meno della metà di quantospeso dalla Campania in termine di prevenzione idrogeologica. C’é la necessità - ha poi sostenuto Scopelliti - di implementazione delle energie rinnovabili, che vanno comprese nell’alveo delle specificità di settore, considerando l’esempio illuminante dei paesi del centro Europa, sia per l’autosufficienza dei costi d’impresa, sia per le famiglie». Sulla questione dei rifiuti, il

Ente Parco nazionale della Sila Adottato Sistema di gestione COSENZA - L’Ente Parco Nazionale della Sila hamesso a punto il proprio Sistema di Gestione Ambientale inaccordo con la Norma Internazionale Uni En Iso 14001, che ha come scopo il mantenimento e la conservazione dell’ambiente naturale in collaborazione con le Autorità istituzionali operanti nel territorio del Parco. Il Sistema, per il cui ottenimento si è adoperato in una prima fase l’Ex Commissario dell’Ente, Silvio Vetrano, poi la Presidente del Parco, Il Sistema di gestione Sonia Ferrari, con il Michele ambientale è in accordo Direttore, Laudati,èstatocertificacon la Norma Uni en iso to alla fine del 2009 dal prestigiosoEnteinterna14001, che ha come zionale Bsi, che ne ha scopo la conservazione accertato, dopo due sessioni diaudit, la confordell’ambiente naturale mità alla Norma Internazionale Uni en iso14001 e l’efficacia. «La norma Uni en iso 14001 Iso - affermaFerrari - definisce un modello organizzativo al quale un ente, nel nostro caso il Parco, deve conformarsi al fine di migliorare nel tempo le proprie prestazioni ambientali. La conformità ai requisiti della Norma può essere verificata,così come è stato per il Parco Nazionale della Sila, da un Organismo di certificazione accreditato che rilascia la certificazione Iso 14001 ricono-

sciuta internazionalmente. E’ evidente come l’Ente Parco avesse il dovere di compiere questo passo» ha concluso la Presidente. La norma Iso prevede che l’ente effettui una prima analisi ambientale per verificare l’adeguamento alle Leggi vigenti (quelle prettamente ambientali in Italia sono raccolte nel Testo Unico dell’Ambiente Dlgs 152/06 e sue modificazioni) e l’impatto che le attività svolte dall’organizzazione hanno sull’ambiente. Vuole inoltre stabilire una Politica ambientale che sia alla base della gestione del territorio da parte dell’Ente ed i criteri con cu i questo intende perseguire il miglioramento delle sueprestazioni ambientali, identificando più obiettivi da raggiungere in un’ottica di perfezionamento continuo. «L’Ente Parco vuole darsi un’ organizzazione efficace, nominando anche un Responsabile della Gestione Ambientale che, alle dipendenze della Direzione, cui il buon funzionamento del Sistema di Gestione - ha evidenziato Michele Laudati -. Questo riconoscimento sancisce, anche a livello internazionale, il successo delle attività che il Parco svolge in difesa dell’Ambiente, anche con la collaborazione della altre Istituzioni che operano sul territorio, quali il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente, la Regione, le Province, i Comuni, le Comunità Montane».

candidato del centrodestra ha detto che «c’é una sorta di pre-emergenza simile alla Campania. Non è decente vedere che 40 milioni di euro pubblici dovranno essere spesi per pagare danni alle imprese che dovevano realizzare il secondo termovalorizzatore. Il binomio tra rifiuti ed energia avrebbe consentito di programmare un percorso di autosufficienza, ma nel rapporto fra i costi sostenuti dai cittadini ed i servizi erogati c’é una differenza abissale». Riguardo alla professione ingegneristica, Scopelliti ha

Scopelliti: «C’è la necessità di implementazione delle energie rinnovabili considerando l’esempio illuminante dei Paesi del centro Europa, sia per l’autosufficienza dei costi d’impresa, sia per le famiglie» detto che «é necessario innanzitutto coinvolgervi nella definizione ordinaria dei prezziari pubblici. E’ necessario effettuare una reale turnazione, prevedendo il coinvolgimento dei giovani, aprendo le porte della pubblica amministrazione e sapendo che il reddito medio professionale di un ingegnere, 15 mila euro annui,é il più basso della Regione. Quindi convergenza nei gruppi di progettazione con gli under 40, per includere e non escludere». Scopelliti ha poi di «bioedilizia e valorizzazione delle produzioni locali nel campo delle costruzioni, attraverso una filiera organizzata che faccia emergere le opportunità operative». Infine ha detto «sì a telemedicina e ad ingegneria applicata nella scienza, partendo dagli esempi di crescita delle Università e con la produzionedisoftwareesportabili in grado di garantire servizi e autosufficienza».


14

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

AMBIENTE

Loiero e Greco hanno incontrato la Commissione sugli illeciti del ciclo dei rifiuti «Stiamo andando avanti con i fondi stanziati da noi, ma la questione è nazionale»

«Parte bonifica di 24 siti a Crotone Resta aperta la questione del mare» di Ca.Mi. CROTONE - Il Presidente della Regione Agazio Loiero ha partecipato ieri, insieme all’assessore regionale all’Ambiente Silvio Greco, all’incontro, svoltosi alla Prefettura di Crotone, con la Commissione parlamentare d’inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti, presieduta da Gaetano Pecorella. La Commissione è venuta a Crotone perché è il territorio maggiormente colpito da problemi ambientali. Una riunione per fare il punto della situazione di inquinamento della Calabria sulla base dei dati forniti dalla Regione. L’incontro si è svolto a porte chiuse. All’uscita il Presidente Loiero ha annunciato che partirà nei prossimi giorni la bonifica su ventiquattro siti contaminati nell’area crotonese, così come ha disposto la Giunta nell’ultima riunione. «Era un obiettivo importante - ha detto il Presidente Loiero - che ci eravamo fissati per questo territorio che è stato tanto maltrattato: sono arrivate in anni passati le industrie, che non hanno dato lo sviluppo prospettato e, chiudendo, non solo hanno messo sul lastrico i tanti lavoratori, ma hanno lasciato l’ambiente devastato». Per il presidente Loiero quello di Crotone è un problema nazionale di cui al momento si fa carico solo la Regione. «Per ora - ha dichiarato Loiero - andiamo avanti con i fondi stanziati da noi che sono sufficienti per fronteggiare la bonifica dei ventiquattro siti crotonesi. Ma resta an- nell’ambiente. cora da risolvere l’inquinamento del mare e del I ritardi - ha continuato Greco - sono causati porto. Per questo aspettiamo sempre un inter- dalle società che fanno ostruzionismo, tempovento del Governo e stiamo facendo forti pres- reggiando rispetto alla decisione presa il 23 lusioni al Ministero dell’Ambiente».Un intervento glio da Regione e Ministero che impone loro di del Governo lo ha chiesto anche l’assessore partire con la bonifica. L’Eni ha capitalizzato le risorse per iniziare la bonifiall’Ambiente Silvio Greco per ca, ma potrebbero non esseaccelerare i processi di bonifire sufficienti.Abbiamo, però, cadellaPertusolache,secondo Assessore all’Ambiente chiesto all’Eni di istituire un Greco, restano il vero probleSilvio Greco: gruppo di controllo, di cui ma. «Le due discariche sul litofacciano parte anche rale e, in generale, tutto il siste- «Le due discariche sul Regione, Provincia e Comuma della Pertusola - ha affermato l’assessore - pur essendo litorale e tutto il sistema ne di Crotone, che segua passo dopo passo le attività di sito di interesse nazionale, non della Pertusola non è bonifica e, dopo, si concertiè messo in sicurezza. Una tale no insieme ipotesi di svilupsituazione fa sì che i contami- messo in sicurezza» po dell’area». nanti continuino a disperdersi

Sit in degli operai dell’ufficio biodiversità del Cfs COSENZA - Gli operai dell’ufficio territoriale biodiversità del Corpo forestale dello Stato hanno incrociato le braccia ieri in segno di protesta per il mancato stanziamento delle risorse necessarie al rinnovo del contratto collettivo. Mentre nella capitale i lavoratori hanno attuato un presidio sotto il Ministero delle politiche agricole, in città i 120 operai cosentini si sono riuniti dinanzi la sede dell’ufficio biodiversità di viale della Repubblica unitamente ai dirigentidei tre sindacati confederali di categoria. «Il Governo - ha dichiarato il segretario provinciale dellaFai - Cisl Mario Ammerata - non ha ancora comunicato quali equante risorse della legge finanziariasaranno destinate,come aveva promesso, al rinnovo del contratto dei lavoratori Utb, che è scaduto da quasi quattro anni e che

riguarda circa 120 lavoratori della nostra provincia. La nostra preoccupazione è aumentata dopo che nei giorni scorsi il ministro delle politiche agricole, dopo aver convocato una specifica riunionedel tavolo interministeriale, non ha fornito notizie utili alla risoluzione della vertenza aperta da Fai - Cisl, Flai - Cgil eUila - Uil. I lavoratori, la cui attesa è stata fin troppo paziente - ha concluso Ammerata - non potevano più concedere al Governo altra dilazione, dal momento che i loro dirittivengono inspiegabilmente negati da troppo tempo». Al sit-in degli operai Utb hanno partecipato anche, per la Cgil, i segretari Savaia e Tempo e, per l’Uila, il segretario Gianfranco La Cava. La manifestazione davanti la sede dell’ufficio di viale della Repubblica si è protratta fino a mezzogiorno.

Settore idraulico-forestale Proclamate 16 ore di sciopero CATANZARO - Sedici ore di sciopero dei lavoratori del settore idraulico-forestale, le prime otto delle quali da tenersi nel mese di marzo, sono state proclamate dai sindacati di categoria Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil per chiedere la riapertura del tavolo negoziale per il rinnovo del contratto collettivo nazionale Il contratto è scaduto degli addetti. A darne il 31 dicembre 2009 notizia è Pierluigi Talamo responsabile e il ritardo accumulato settore idraulico - foè ingiustificato restale dell’Uila - Uil. Alla prima giornata vista l’importanza di astensione se ne aggiungerà una se- che esso riveste conda il 20 aprile nell’ambito di una manifestazione nazionale. «La decisione afferma Talamo - è stata assunta a seguito dell’indisponibilità delle controparti Uncem, Lega Coop Agro-Alimentare, FedAgri - Confcooperative, Agci, Federforeste di aprire il negoziato per il rinnovo del Ccnl del settore idraulico forestale in tempi brevi. Il contratto è scaduto il 31 dicembre 2009 e, pertanto, il ritardo accumulato è ingiustificato e intollerabile vista l’importanza che esso riveste e la platea di circa 70.000 lavoratori interessati che, alla pari degli altri lavoratori che hanno già visto sottoscritto il loro contratto, reclamano pari dignità».


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 15

UNIVERSITA' E SCUOLA Competenze digitali per la società Incontro all’Ipssar di Soverato

La lezione del professore Carlo Stagnaro si terrà il 12 marzo L’Università Magna Graecia di Cz ospita tutti gli appuntamenti

Il seminario SdL all’UmG "Le ragioni dell’ecologia" di cm

CATANZARO - "Le ragioni dell’ecologia: perché la libertà economica è amica dell’ambiente" sarà il tema che tratterà il prof. Carlo Stagnaro all’ 8° seminario della Scuola di Liberalismo 2010 - II Edizione di Catanzaro, che si svolgerà il 12 marzo 2010, con inizio alle ore 15, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Magna Graecia di Catanzaro. Il prof. Carlo Stagnaro è direttore ricerche e studi dell’Istituto Bruno Leoni. Ingegnere per l’Ambiente e il Territorio, ha conseguito il dottorato di ricerca in "Economics, Markets, Institutions" presso Imt Alti Studi - Lucca. Dal 2007 cura il rapporto annuale dell’Ibl, "Indice delle liberalizzazioni". Fa parte della redazione delle riviste "Energia" e "Aspenia". E’ membro del Comitato scientifico del Festival dell’Energia, della Fondazione Umberto Veronesi, e del Corso di Alta Formazione in Energy Finance organizzato da Politecnico di Milano - Mip - Gse. E’ autore di diverse pubblicazioni sulle politi-

che energetiche e ambientali e i processi di liberalizzazione. Il suo ultimo libro è "Il mercato del gas naturale" (2009), con prefazione di Alessandro Ortis. Scrive regolarmente per i quotidiani Il Foglio, Libero e Il Secolo XIX. Il seminario è finalizzato ad approfondire, in un’ottica liberale, i problemi ambientali, i quali sono spesso stati interpretati come fallimenti del mercato. È questo un assunto che poggia su una serie di apparentipresuppostieconomici, tra cui che le risorse siano finite e che, dunque, esistano dei limiti fisici alla crescita. Né spiega un fatto molto banale ovverosia che ad essere inquinate sono, normalmente, risorse di proprietà pub-

Il seminario è finalizzato ad approfondire i problemi ambientali, i quali sono spesso stati interpretati come fallimenti del mercato

blica, o comunque fortemente regolamentate.L’aria, le acque, le discariche abusive non sono quasi in mani private. In realtà, tale approccio deriva da una palese incomprensione del funzionamento dei mercati, i quali se lasciati liberi - hanno esattamente lo scopo di "amministrare la scarsità". L’aspetto cruciale, allora, è quello di definire chiaramente dei diritti di proprietà sulle risorse ambientali, in modo che il mercato possa conseguirne l’allocazione e il livello di sfruttamento "ottimi". La proprietà privata è, infatti, da un certo punto di vista, una forma particolarmente efficiente di regolazione degli accessi, mentreun contestodi mercato, nel quale siano possibili gli scambi, consente di conservare le risorse in buono stato, per garantire un reddito o un beneficio immateriale futuro) di prevalere su quello di breve ("spolpare" le risorse prima che lo facciano altri). La Sdl, iniziata il 22 gennaio 2010, è un corso di formazione politica in 10 lezioni che si propone di analizzare, studiare e diffondere in Calabria il sistema di principi del liberalismo classico.

SOVERATO - Le competenze digitali per la società della conoscenza, in sinergia tra scuola e mondo del lavoro, è l’argomento del seminario che si è svolto martedì scorso a Soverato presso l’Ipssar (Istituto Professionale Statale dei Servizi Alberghieri e di Ristorazione). L’iniziativa è stata organizzata dal Nucleo territoriale - ex Irre Calabria - dell’Agenzia Nazionale per il Supporto L’iniziativa è stata dell’Autonomia Scolastica (Ansas) nell’ambito dell’atti- organizzata dal Nucleo vità di sensibilizzazione, deterritoriale dell’Ansas nominata ‘eSkills week’, promossa da European School- nell’ambito dell’attività net e da Digitaleurope, con l’obiettivo di favorire la con- di sensibilizzazione, sapevolezza della richiesta eSkills week crescente di professionisti altamente qualificati nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (tic) e di utenti attivi nell’industria. All’incontro hanno preso parte, oltre alle autorità pubbliche, rappresentanti di associazioni di categoria, di società e imprese calabresi nonché alcune scuole della regione con i ragazzi che sono stati i veri protagonisti, che hanno svolto attività didattiche con l’utilizzo delle tecnologie digitali. Ansas è l’agenzia istituita presso il ministero della pubblica istruzione allo scopo di sostenere l’autonomia delle istituzioni scolastiche nella dimensione dell’Unione europea ed i processi di innovazione e di ricerca educativa e favorirne

l’interazione con il territorio. European Schoolnet è la rete di 31 ministeri della pubblica istruzione creata con lo scopo di promuovere l’innovazione nell’insegnamento e nell’apprendimento. Digitaleurope rappresenta l’industria europea delle tecnologie digitali e comprende imprese nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e dell’elettronica di consumo.

Nuovi lavori di ristrutturazione nelle scuole di Lamezia LAMEZIA TERME - L’Amministrazione di Lamezia ha realizzato nuovi interventi sulle scuole di competenza comunale. I lavori di ristrutturazione hanno interessato questa volta la scuola media Nicotera di via Gramsci, per un costo dell’opera di circa 36 mila euro. Si tratta di un intervento di ripristino del corpo di fabbrica, già destinato ad alloggio custode, che è stato convertito in nuove aule speciali per attività didattiche a servizio dello stesso Istituto comprensivo. Questa parte d’edificio, che consiste in un piano fuori terra staccato dal plesso principale, si presentava non ultimata e deteriorata; infatti nel tempo la struttura è stato oggetto di diversi atti di vandalismo tra i quali la rimozione degli infissi interni ed esterni, dei pezzi igienici ed altri. Si è proceduto alla demolizione, rimozione ed asportazione di parte della tramezzatura rimasta, alla rimozione dei rivestimenti wc, alla demolizione di pavimenti e ai tagli di muratura

in corrispondenza di due vani finestra. Si è intervenuti, quindi, con la realizzazione della nuova tramezzatura; dei nuovi servizi igienici, dell’intonacatura e successiva tinteggiatura pareti interne ed esterne; alla realizzazione dei nuovi impianti tecnologici (idrico sanitario - elettrico - termico); alla fornitura e posa in opera dei nuovi infissi interni ed esterni; alla realizzazione delle nuove scalinate d’accesso e per uscita d’emergenza; alla realizzazione della rampa per diversamente abili; al ripristino dei marciapiedi esistenti e della copertura. «L’attività di risanamento, sistemazione e messa in sicurezza delle scuole - ha detto il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza - è uno dei nostri obiettivi principali. Quest’intervento era necessario per ottenere finalmente una scuola adeguata, una struttura scolastica di grande qualità. Tuttavia l’attenzione dell’Amministrazione rimane massima».


18

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

LAVORO E SINDACATI Loiero: «È un dovere essere qui, indipendentemente dalla campagna elettorale. Sempre più frequente diventa il numero degli imprenditori che vengono in Calabria per predare le risorse del territorio»

La Kroton Gres 2000 ex Sasol

Il governatore della Calabria ha incontrato ieri mattina i lavoratori della Kroton Gres 2000 che non ricevono stipendio da mesi e si trovano in assemblea permanente da giorni

Ex Sasol, Loiero: «La Regione andrà in profondità sulla vicenda»

Loiero - e sottoporrò il vostro problema al Governo, perché Crotone è una questione nazionale». La crisi aziendale che ha investito l’azienda crotonese sarà al centro di un tavolo ministeriale - in programma per il 17 marzo - in cui sarà deciso l’inserimento della “vertenza Crotone” fra le aree di crisi nazionali. Intanto, nei giorni scorsi il tavolo istituzionale voluto da Confindustria e sindacati confederali calabresi ha vagliato nei dettagli legali la vertenza dei dipendenti della ex Sasol, per decidere l’impugnamento dell’atto di cessione dello stabilimento ex Sasol e inoltrare la nuova richiesta di Cigs per i 189 lavoratori della Kroton Gres 2000. In entrambi i casi, si ricorrerà all’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori. Il presidente Loiero ha assicurato l’impegno della Regione nella trattativa con l’amministratore delegato dell’azienda, per arrivare in tempi brevi a una soluzione che non penalizzi i lavoratori: «La Regione sarà al vostro fianco - ha concluso Loiero-. Abbiamo già un processo aperto a Milano con l’Eni che ha abbandonato il sito industriale di Crotone».

di Oriana Tavano CROTONE - Il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero ha incontrato ieri mattina i lavoratori dell’ex Sasol di Crotone, rilevata dalla Gres 2000 nell’ottobre del 2009, che non ricevono stipendio da mesi e si trovano in assemblea permanente ormai da parecchi giorni. «È un dovere istituzionale essere qui- ha detto Loiero incontrando i lavoratori -, indipendentemente dalla campagna elettorale. È sempre più frequente il numero degli imprenditori che vengono in Calabria per predare le risorse del territorio, ma la Regione andrà in profondità su queste vicende». Il governatore della Calabria ha così rassicurato i lavoratori: «Chiamerò l’amministratore delegato della Gres 2000 - ha detto

Solidarietà dei Giovani Comunisti reggini ai dipendenti Omeca: «Lavoratori come cavie da laboratorio»

L'ingresso dello stabilimento di Crotone, sbarrato dai lavoratori in protesta

REGGIO CALABRIA - I giovani comunisti reggini, attraverso un comunicato, esprimono piena solidarietà ai lavoratori delle Omeca e si dicono «pronti a sostenere e incitare qualsiasi forma di lotta, che abbiano intenzione di intraprendere». Davanti «all’ennesima minaccia di messa in cassa integrazione» ai giovani comunisti appare «davvero incomprensibile il silenzio delleistituzioni locali. Non è pensabile che le officine Omeca, unica industria - fanno rilevare - ormai presente sul nostro territorio, altamente specializzatanellaproduzioneenella rifiniture di locomotive ferroviarie, venga abbandonata a sestessa a causa di scellerate scelte verticistiche imposte da una clas-

Manifestazione dei Giovani Comunisti

se dirigente, il cui unico obiettivo è l’utile finanziario capitalizzato a fine anno, ottenuto sfruttando l’anello più debole della catena, e cioè il lavoratore». I giovani comunisti reggini esprimono la propria indignazione e la forte opposizione «a questo sistema di svaligiamento delle risorse meridionali perpetuato dai governi nel corso degli anni», e si dicono «pronti ad intraprendere qualsiasi forma di lotta e di resistenza, al fine di ribadire il nostro no secco a questo deplorevole modo di concepire il lavoratore come una “cavia dal aboratorio”, utilizzata fino al momento del bisogno, e poi abbandonato a se stesso senza un minimo di rispetto e di dignità».


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 19

LAVORO E SINDACATI Sindacato autonomo di polizia: «L’on. Napoli vada avanti» CATANZARO - La segreteria provinciale del Sindacato autonomo di polizia (Sap) di Catanzaro in una nota esprime solidarietà all’on. Angela Napoli dopo le rivelazioni di un collaboratore di giustizia circa un progetto di attentato nei suoi confronti. «Nel ribadire - è scritto nella nota del Sap - il sostegno senza riserve alla campagna di legalità e giustizia dell’on. Angela Napoli, la esortiamo comunque a non desistere, convinti che bisogna fare fronte comune per evitare che i poteri criminali attentino in maniera irreparabile alla democrazia». «Anche in quest’ottica - prosegue la nota - il 16 marzo, la locale segreteria provinciale ha programmato e organizzato un pubblico convegno al quale presenzieranno diverse autorità della

L'on. Angela Napoli

sfera politica ed economica» Il tema dibattuto nel corso dell’incontro, come rende noto il Sap, sarà incentrato su: “La legalità come strumento per garantire la giustizia sociale e lo sviluppo”. «L’ambizioso proposito del convegno - sottolinea la segreteria del Sap catanzarese - è quello di essere da stimolo alle istituzioni preposte, per concorrere alla modifica delle normative in materia di sicurezza pubblica». Lo scopo principale, specifica la nota, è soprattutto quello di «fornire un contributo per promuovere e valorizzare le colonne portanti della nostra società democratica». Tra queste il Sap individua come altamente valorizzanti «la cultura della legalità, lo sviluppo economico, la sicurezza dei cittadini e il funzionamento delle istituzioni».

I segretari di Usr e Fit Cisl, Tramonti e Fiorenza, si appellano ai vari livelli istituzionali

Cisl: «La politica prenda posizione con Trenitalia per evitare i pesanti tagli» di Vania Notaro CATANZARO - «Quanto sta accadendo nel settore dei trasporti non può che generare allarme e preoccupazione». È quanto affermano in una nota congiunta il segretario generale della Usr-Cisl Calabria Paolo Tramonti e il segretario generale Fit-Cisl Annibale Fiorenza, circa i tagli ai treni da e per la Calabria. «Quel che è ancora più grave - proseguono i sindacalisti - è che tutto questo avviene in un contesto di costante e continua spoliazione di risorse e investimenti per la nostra Regione. Come se non bastasse, oltre ai pesanti tagli operati in questi anni dal Governo nei confronti della nostra Regione si aggiunge il pressoché totale disimpegno dei grandi gruppi di servizi pubblici, non solo Trenitalia e gruppo Fs, ma anche Poste, Anas, Enel, Autostrade e Telecom, che da più anni stanno letteralmente saltando la Calabria dai loro programmi di investimento con inevitabili riflessi di ordine occupazionale e di riduzione degli organici». Per la Cisl, l’Unione sinda-

La stazione ferroviaria di Crotone

«Forze politiche e istituzioni esercitino un’azione forte tesa a scongiurare il perpetuarsi di politiche penalizzanti in Calabria»

cale regionale e la federazione che dà voce ai lavorotori del settore trasporti, «tutto questo è inaccettabile - aggiungono i sindacalisti - e quel che ancor di più preoccupa è l’assenza di una qualsiasi presa di posizione (tranne poche eccezioni) della politica e delle istituzioni, che proprio in momenticomequestidovrebbero far sentire forte la propria voce a

«Ancora più grave è che tutto questo avviene in un contesto di costante spoliazione di risorse e investimenti per la nostra Regione»

Roma». La Cisl ha rilanciato la richiesta di attivazione di un tavolo interistituzionale e sociale di concertazione finalizzato «all’attuazione - è scritto nella nota della Cisl - di un Patto di responsabilità per il Sud in grado di dare un forte impulso soprattutto alle aree più deboli del Paese come la Calabria». In questo ambito per la sigla rimane fondamentale «il potenziamento di infrastrutture e trasporti», che rappresenta per la Cisl «una priorità assoluta su cui intervenire attraverso iniziative specifiche». Dopo la manifestazione dello scorso 6 febbraio davanti alla stazione di Reggio Calabria, indetta dai sindacati Filt, Fit, Ugl, Orsa, Fastferrovie, le sigle Cisl Usr e Fit intendono continuarenell’azionedisensibilizzazione delle istituzioni in merito alla pericolosità sociale che tale decisione di Trenitalia ha innescato. Una questione che, per la Cisl, investe i vari livelli istituzionali (governo, regione, province, comuni) e pertanto, come sottolinea la sigla, «non può essere affrontata e sostenuta chiamando alla lotta la sola categoria dei ferrovieri». «Rinnoviamo - conclude la nota del segretario Usr-Cisl e del segretario Fit-Cisl, - l’appello a Trenitalia affinché riveda i programmi neiconfrontidellanostraRegione e facciamo appello alle forze politiche e istituzionali, ai vari livelli, affinché esercitino un’azione forte, tesa a scongiurare il perpetuarsi di politiche penalizzanti per la Calabria».


20

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

SANITA' E WELFARE Orlando a Loiero: malasanità, verità sul caso di Reggio ROMA - La Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, presieduta dall’on. Leoluca Orlando, ha avviato, in seguito a segnalazione pervenuta alla Commissione, un’indagine sul presunto caso di malasanità ai danni della sig.ra Margherita Papisca, morta a Reggio Calabria il 7 febbraio scorso a 73 anni. La segnalazione pervenuta si riferisce alle condizioni assistenziali assicurate nel decorso della malattia in fase terminale, e lascia sospettare l’omissione di cure. Inoltre i medici di Reggio Calabria avrebbero rifiutato, apparentemente senza motivo, di adeguare la terapia a quanto veniva consigliato dai colleghi del centro oncologico di Milano, prevalentemente allo scopo di attenuare la sofferenza fisica cui la malattia dava luogo. Infatti, a fronte di una diagnosi infausta - mieloma multiplo con metastasi diffuse - l’ammalata sarebbe stata sottoposta a continui trasferimenti dal reparto di ematologia

degli "Ospedali Riuniti" di Reggio, ove evidentemente non si intendeva procedere a un ricovero prolungato malgrado la necessità di praticare terapie possibili solo in ambiente ospedaliero, al suo domicilio. La condizione avrebbe comportato la necessità di lunghissime soste in barella nei locali del pronto soccorso, anche in due casi nei quali si verificava un blocco intestinale; e in un’altra occasione, dopo una lunga attesa all’aperto la paziente avrebbe appreso che il medicinale per la chemio in dotazione all’ospedale era terminato. A fronte di tali notizie, il Presidente della Commissione Leoluca Orlando ha chiesto al Presidente della Regione Calabria Agazio Loiero di accertare «se la realtà dei fatti risulti analoga a quanto riferito alla Commissione, e, se del caso, ad indicare i conseguenti e necessari provvedimenti che riterrà di assumere nei confronti di quanti dovessero risultare responsabili».

Il presidente Defilippo: ci attiveremo secondo la legge per far valere le nostre ragioni

Distribuzione diretta del farmaco Federmarma: «Non c’è risparmio» di Carmela Mirarchi CATANZARO - «La Federfarma della Calabria si batte contro l’assurdo tentativo di depotenziare il sistema farmacia attraverso un eccessivo ricorso alla distribuzione diretta». Lo afferma in una nota il presidente della Federfarma della Calabria, Vincenzo Defilippo. «Per distribuzione diretta aggiunge - si intende l’erogazione di farmaci da parte di ospedali o Aziende sanitarie provinciali ad un paziente, che può assumerli successivamentepressoilproprio domicilio. Si tratta di una forma di distribuzione del farmaco che desta serie e fondate perplessità. Il farmaco, che sia in prescrizione ospedaliera, che sia in terapia normale, deve essere distribuito attraverso le farmacie distribuite sul territorio, perché il cittadino, in questo modo, ha la garanzia di poter accedere al farmaco 24 ore su 24. Rompere l’asse farmaco - farmacia - farmacista - paziente è un dannoso errore perché l’ipotesi della distribuzione attraverso le farmacie delle Aziende Sanitarie

non persegue neppure il tanto sbandierato obiettivo del risparmio. Vi sono Regioni in Italia, che hanno provato in via sperimentale a praticare la distribuzione diretta attraverso le Aziende sanitarie: a conti fatti e quindi sommando i costi dell’aste, della gestione del magazzino, degli scaduti, del personale addetto, hanno concluso che la spesa era aumentata e quindi quelle regioni sono tornate indietro, restituendo, in via esclusiva, la dispensazione del farmaco alle farmacie dislocate sul territorio. In quel modello - prosegue Defilippo - non c’é risparmio. Anzi, forse, c’é anche spreco. La somministrazione attraverso le farmacie delle Aziende Sanitarie consente il rilascio di quantità del farmaco pari anche ad un mese di terapia. Ebbene, se, però, nell’arco di quel mese,- e l’evenienza, soprattutto, per talune patologie non è remota - il paziente cambia terapia, la quantità residua del farmaco sostituito, si butta! Senza tacere che, attraverso questo meccanismo, si produce, inevitabilmente, un magazzino di scadu-

to particolarmente consistente, che va anch’esso buttato. Non solo: ci sono - addirittura - anche forti disagi per la popolazione, costretta a sobbarcarsi anche trasferimenti chilometrici. Ecco perché è sommamente sbagliato scardinare il principio dell’esclusivitàdelladistribuzione del farmaco attraverso le farmacie dislocate sul territorio, propagandando risultati e cifre che so-

no solo virtualmente sottratte al bilancio del settore farmaceutico, facendole apparire maggiormente virtuose nel contenimento della spesa, dal momento che almeno una parte di questa spesa (circa il 50% del supposto risparmio) viene puntualmente trasferita dal bilancio del "farmaceutico" a quello dei "beni e servizi" offerti dalle Aziende sanitarie provinciali e dalle strutture ospedaliere e che quindi solo per l’altra metà si può parlare di un risparmio reale. Si precisa che l’offerta - evidenzia il presidente di Federfarma - a cui si riferisce il direttore generale del dipartimento della Salute,AndreaGuerzoni,detratta l’Iva e la quota per la distribuzione intermedia corrisponde a euro 2,92 a pezzo per un totale di euro 304,00 lorde mensili a farmacia per distribuire i 122 principi attivi pari a 1015 confezioni E’ chiaro, insomma, che non è possibile proseguire oltre: c’é bisogno di interventi urgenti, di trattative, di protocolli sulla distribuzione per conto. Nonostante la manifestata urgenza, ancora una volta, ramma-

rica informare i cittadini e gli operatori del settore che la Regione Calabria, non ha intenso accogliere le richieste della categoria farmaceutica , facendo naufragare qualunque possibilità di accordo, con le recenti prese di posizione sull’attivazione-implementazione della distribuzione diretta dei farmaci con la delibera di Giunta Regionale n. 81 del 10 febbraio 2010, diffusa solo venerdì scorso, 26 febbraio, dal Dipartimento Tutela della Salute, con la quale si dispone, con decorrenza da lunedì primo marzo la distribuzione diretta esclusiva da parte delle Aziende sanitarie dell’Ossigeno Terapeutico, dei farmaci in Pht e dei farmaci in dimissione ospedaliera ed ambulatoriale. Tradotto in altri termini significa: enormi disagi per i cittadini con patologie gravi che dovranno provvedere a ritirarli, o a farli ritirare, presso i pochissimi punti di distribuzione delle Asp anziché nella farmacia sotto casa. E’ intenzione dei farmacisti della Calabria - conclude - attivarsi con gli strumenti che la legge concede loro per far valere le proprie ragioni ma preme soggiungere che, oggi più che mai, l’agitazione è a favore della comunità dei cittadini - pazienti che si servono del servizio farmaceutico, per molti dei quali il farmaco è fonte di vita o di dignitoso sopravvivenza, per opporsi a determinazioni regionali intollerabili da un punto di vista medico, etico - sociale, morale ed anche economico per l’intera comunità calabrese».


il Domani Giovedì 11 Marzo 2010 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI VAR. %

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

23.128,82 1,22 22.638,65 1,27 24.917,65 0,81 23.761,11 1,11 23.425,34 -0,13 11.300,64 0,86

Euro

METALLI

US $

UK £

1 Euro

1.0

1.3640

0.91190 123.46

ORO

1 US $

0.73290

1.0

0.66840 90.510

ARGENTO

1 UK £

1.0962

1.4953

1.0 135.36

1 ¥en

0.0080977 0.011043 0.0073841

EURO/gr

USD/on

¥en

1.0

1110,05

26,1

17,17

0,406

PLATINO

1600,00

37,98

PALLADIO

471,00

11,36

I TITOLI DI BORSA AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut B Interm-15 Cv 1,5% B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Banca Intermobiliare Banca Italease Banco Popolare Banco Popolare Axocv Banco Popolare Cvxcv Banco Santander Basf Basicnet Bastogi Spa Bayer Bb Biotech Bca Carige Bca Carige R Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat Bca Mps Bca Pop Di Spoleto Bca Pop Emil Romagna Bca Pop Etrur-Lazio Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza Bco Sardegna Risp Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Bmw Bnp Paribas Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia R Bp-10 Cv 4,75% Bper 12 Cv Sub 3,7% Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem Rnc Cad It Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Edit Camfin Campari Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 Carraro Carrefour

Prezzo ultimo contr. Var %

0,7825 1,341 7,645 3,90 67,50 1,68 0,8795 3,68 0,2498 0,444 4,91 13,98

+0,06 +0,08 +1,39 -1,01 +5,47 +0,78 +1,56 -0,27 -0,28 +3,74 +1,24 +0,29

Ora

16.30.43 17.30.41 17.30.06 16.30.57 17.30.25 16.30.16 14.17.48 17.30.45 16.30.52 17.30.20 16.14.11 15.38.00

Min

Max

Apertura

0,7765 0,785 0,785 1,327 1,344 1,341 7,545 7,66 7,56 3,86 3,98 3,86 65,00 68,79 65,51 1,658 1,685 1,677 0,866 0,8845 0,866 3,65 3,6975 3,6975 0,2475 0,254 0,254 0,428 0,462 0,4315 4,8175 4,91 13,52 13,99 13,53

0,31 +0,65 16.30.52 0,305 0,3295 0,308 2,5325 +1,30 17.19.53 2,50 2,535 0,58 +1,75 16.30.00 0,57 0,58 0,573 88,37 +0,25 17.13.09 87,60 88,46 88,15 3,72 -0,47 17.30.49 3,66 3,8725 3,75 14,60 +1,39 17.30.45 14,35 14,60 14,45 0,643 -0,85 16.30.51 0,63 0,654 0,64 0,406 +1,88 16.30.45 0,391 0,4065 0,393 0,0394 +12,89 16.30.11 0,034 0,0394 0,0359 0,659 +1,39 16.17.42 0,64 0,659 100,30 -0,14 15.33.21 100,30 100,49 100,49 1,568 -0,38 17.30.07 1,556 1,574 5,405 +1,12 17.30.06 5,31 5,445 5,36 17,45 -1,41 17.30.10 17,41 17,71 17,71 8,94 +1,30 17.30.42 8,845 8,975 8,875 9,59 9,455 9,435 +0,32 17.30.16 9,34 19,19 +1,32 16.30.10 18,73 19,70 19,19 16,20 +2,99 17.04.10 15,80 16,20 9,39 +2,40 17.30.30 9,27 9,425 9,325 91,29 +0,65 15.00.31 90,90 91,29 2,70 +0,00 11.00.54 2,70 2,70 2,70 8,235 +1,54 17.30.28 8,02 8,27 8,13 6,75 -0,88 17.30.01 6,70 6,81 4,27 -0,58 16.30.58 4,24 4,2975 4,28 0,795 +0,00 17.30.46 0,795 0,7955 0,795 4,97 +1,84 17.30.07 4,85 4,985 4,87 0,1292 +5,04 17.30.15 0,1186 0,1338 0,12 0,0582 -2,84 17.30.35 0,053 0,0601 0,0569 10,40 +0,48 15.38.11 10,29 10,40 44,25 +1,77 16.32.51 43,30 44,25 2,13 +2,40 16.30.32 2,075 2,145 2,10 2,07 -0,48 16.30.35 2,0625 2,0975 52,54 +0,65 17.18.39 52,42 52,62 52,20 +0,58 17.19.04 51,45 52,20 51,45 1,957 +0,46 17.30.22 1,931 1,957 1,948 2,9525 +3,14 17.30.39 2,93 2,9525 115,40 -0,34 15.47.21 115,25 115,83 0,567 +1,25 17.30.54 0,5545 0,5745 1,158 +1,49 17.30.31 1,137 1,159 1,137 4,56 +0,22 15.41.20 4,50 4,595 4,50 10,28 +0,78 17.30.31 10,07 10,38 10,14 4,01 -3,61 17.30.27 3,98 4,1525 4,12 4,75 +2,04 17.30.40 4,65 4,7625 4,6625 7,47 +0,88 17.30.57 7,325 7,47 7,35 0,615 +0,00 16.30.50 0,612 0,626 0,626 4,08 4,02 +0,50 16.07.34 3,92 4,09 4,0375 4,0425 -0,43 16.30.20 4,035 10,71 +0,47 16.30.18 10,61 10,74 10,74 0,443 -1,34 16.30.29 0,4415 0,454 0,4425 0,69 0,6775 0,68 +0,37 16.30.11 0,6765 6,095 -0,08 17.30.09 6,045 6,135 6,13 99,40 -0,10 17.07.12 99,26 99,54 0,71 -1,66 17.30.46 0,694 0,722 0,722 0,52 1,42 6,435 1,05 32,10 57,45

+1,76 +0,14 +2,63 +0,00 +0,41 +0,84

16.30.35 16.06.06 17.30.21 16.30.14 16.11.02 17.24.30

0,505 1,408 6,185 1,05 31,89 56,74

1,404 31,36 1,28 1,379 100,40 103,00 4,95 0,223 6,205 1,065 10,03 6,325 5,49 2,83 1,048 2,175 1,899 0,282 7,825 0,388 90,50 2,46 36,30

-1,13 +0,19 -0,16 +3,76 +0,00 +0,00 +1,64 +0,32 +3,76 +1,24 +3,40 +3,10 +2,62 +0,71 +3,35 +0,46 +1,01 +1,81 -0,44 -0,51 -0,38 -0,71 +0,00

16.57.50 16.30.58 16.30.30 16.10.12 16.56.31 16.08.44 17.30.13 16.30.39 17.30.09 17.30.35 17.30.44 17.30.00 17.11.14 17.06.55 16.13.35 16.30.28 16.30.38 16.30.34 17.30.05 16.17.52 15.58.18 16.30.19 15.48.04

1,39 31,00 1,257 1,32 100,30 103,00 4,84 0,2195 5,975 1,045 9,62 6,10 5,37 2,77 1,035 2,155 1,875 0,2735 7,80 0,3775 90,50 2,455 35,85

0,528 1,434 6,45 1,05 32,11 57,60

1,408 6,30

1,451 31,41 31,41 1,285 1,388 100,49 103,30 4,95 4,87 0,2239 0,2223 6,21 5,985 1,067 10,05 9,62 6,395 6,19 5,49 2,84 1,048 1,035 2,19 1,92 0,2845 0,282 7,93 7,88 0,3905 90,50 2,52 2,50 36,30

AZIONI

Cattolica Ass Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Everel Group Exor Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

23,01 2,26 0,807 4,54 3,05 2,6275 0,4045 0,1543 0,285 0,8675 1,674 0,5865 1,871 0,714 0,784 104,10 1,119 23,39 5,385 11,82 1,80 4,92 0,2028 103,36 0,7605 1,261 5,135

+0,92 +4,63 +0,25 -0,22 +0,00 -1,41 -0,12 +0,13 +0,00 +1,70 +1,21 +1,47 +2,52 +0,56 -2,73 -0,48 +0,81 +1,56 +2,28 +2,52 +0,28 -0,30 +2,12 +0,29 -1,93 +0,88 +1,18

17.30.24 16.30.28 16.30.58 9.46.58 17.30.39 16.54.38 16.23.51 16.30.21 16.30.13 16.30.56 17.30.32 16.19.13 17.30.13 16.30.27 16.30.41 16.07.41 16.30.06 16.54.16 17.30.56 15.40.11 16.24.10 17.30.04 16.16.35 17.30.28 16.20.09 17.14.38 17.30.43

22,59 2,09 0,7835 4,54 3,04 2,5975 0,3995 0,1515 0,28 0,8435 1,652 0,577 1,82 0,703 0,7805 104,02 1,086 23,00 5,22 11,70 1,785 4,90 0,1921 103,01 0,7215 1,25 5,02

23,18 22,70 2,335 2,285 0,8295 0,7885 4,54 3,0825 3,05 2,635 0,4045 0,1549 0,1549 0,285 0,8675 1,68 1,655 0,589 0,58 1,871 0,7175 0,711 0,80 104,13 1,119 24,00 5,395 5,27 11,82 1,80 1,79 4,9525 4,93 0,2045 103,37 0,784 0,784 1,268 5,25 5,09

0,931 18,97 9,935 44,10 3,925 3,0325 1,208 52,10 9,805 25,80 2,155 5,38 16,78 27,36 1,077 1,396 1,34 11,87 1,814 3,86 4,1575 1,42 24,95 17,87 5,85 9,70 0,811 0,92 7,925 2,6625 0,223

+0,05 +1,44 +1,95 +0,11 -0,13 +0,75 +0,67 +2,04 +0,46 +4,24 +0,23 +0,28 -1,06 +1,82 +0,65 +0,43 +3,80 +0,68 -0,44 +0,33 +0,67 +5,19 -1,96 +1,02 +0,09 -1,02 +2,01 +7,60 +0,19 +0,76 +0,91

17.30.13 16.30.14 16.30.18 11.50.44 16.16.32 16.30.46 17.30.11 17.30.31 17.23.08 17.30.39 17.30.07 16.14.27 17.30.07 16.20.08 17.30.52 17.18.57 17.30.22 17.30.11 17.30.54 17.30.14 17.30.36 14.29.02 17.30.06 17.30.03 17.30.34 17.30.50 16.30.55 16.30.54 17.30.12 17.16.52 16.14.33

0,921 18,74 9,72 44,10 3,89 3,0125 1,183 51,06 9,75 24,61 2,12 5,30 16,62 26,72 1,066 1,376 1,292 11,75 1,799 3,7525 4,115 1,42 24,76 17,64 5,765 9,66 0,79 0,846 7,815 2,6025 0,218

0,969 19,14 18,85 9,95 9,80 44,10 3,93 3,09 3,085 1,208 52,10 9,84 9,775 27,00 24,70 2,155 5,42 5,355 16,90 16,80 27,36 26,72 1,08 1,073 1,434 1,364 1,294 11,92 11,90 1,825 3,8675 4,1575 4,13 1,42 1,42 25,39 25,39 17,89 17,75 5,855 5,855 9,785 9,77 0,8385 0,79 0,94 0,92 7,955 7,83 2,6625 2,6425 0,2249 0,2249

12,65 7,18 8,965 1,161 14,41 9,22 5,70 5,95 4,1975 4,3475 0,47 0,1786 10,01 0,516 11,32 7,765 2,795 17,77 1,175 0,461 6,015 28,04 2,055 0,645 1,493 17,84 5,19 2,795 2,2725 3,6725 5,75 4,7325 4,98 1,742 2,6975 0,961 13,54

+1,12 +1,13 -0,06 +0,61 +0,07 +2,96 +2,70 +1,97 +0,24 +4,44 -0,63 +0,62 +1,01 +1,88 +0,89 +0,19 +2,48 +0,68 +0,00 -1,28 +0,33 +0,50 +0,24 +1,90 -1,65 +1,71 -0,19 +1,27 +2,14 +4,70 +0,52 -0,79 +2,26 +0,00 -0,09 +1,37 -0,22

17.30.05 17.30.35 17.12.32 17.13.30 17.30.16 17.30.08 17.30.53 17.30.16 17.30.47 17.30.27 16.05.08 16.10.08 17.30.39 16.30.28 17.30.53 17.30.18 17.30.04 16.40.40 16.19.42 16.30.37 16.30.27 15.45.23 15.19.13 17.30.32 17.00.54 17.30.25 17.30.00 15.57.23 17.30.28 17.30.58 16.30.59 16.24.54 16.30.41 17.30.13 17.16.39 16.30.37 17.16.32

12,37 7,00 8,95 1,142 14,20 8,85 5,48 5,725 4,16 4,20 0,458 0,1775 9,86 0,505 11,15 7,685 2,7225 17,69 1,15 0,4475 5,93 28,04 2,05 0,627 1,48 17,48 5,15 2,74 2,25 3,5175 5,75 4,5625 4,86 1,73 2,6325 0,95 13,40

12,70 12,51 7,25 7,10 9,05 1,168 14,46 14,36 9,22 8,935 5,71 5,54 5,975 5,82 4,2275 4,205 4,47 0,479 0,477 0,181 10,04 9,94 0,516 11,36 11,21 7,825 7,75 2,82 2,7725 17,78 1,175 0,478 0,4615 6,015 28,04 2,085 0,649 0,637 1,558 17,92 17,54 5,205 5,195 2,795 2,75 2,2975 2,27 3,6725 3,56 5,885 5,75 4,79 4,9875 4,945 1,748 1,747 2,6975 0,961 13,55

AZIONI

Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Ratti Azxaz Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

1,52 0,9915 1,75 0,8815 2,4375 8,27 9,065 8,095 7,34 0,35 0,615 3,6675 2,8475 2,195 0,064 1,368 1,40 3,45

-1,23 +4,37 +0,29 +0,46 +2,63 -0,18 -0,38 -1,82 +0,55 -0,57 +1,07 +0,62 +0,98 +0,69 +0,31 +0,00 +0,00 +1,85

17.30.47 17.30.32 16.22.31 16.30.40 17.30.07 12.29.46 17.30.45 17.13.49 17.23.36 16.30.36 16.30.20 17.30.00 17.30.20 17.30.24 16.30.24 12.24.33 17.30.19 17.30.15

1,506 1,553 0,926 0,9975 1,745 1,77 1,745 0,87 0,8845 0,88 2,3625 2,4375 2,37 7,915 8,27 8,93 9,125 9,125 7,85 8,245 7,21 7,365 0,347 0,355 0,352 0,615 0,615 3,61 3,675 3,67 2,8025 2,85 2,8175 2,15 2,195 2,1825 0,0631 0,064 0,064 1,35 1,368 1,38 1,406 1,406 3,34 3,45

3,575 8,86 4,885 29,12 20,86 1,87 0,837 0,1091 7,50 2,72 0,352 0,585 79,98 2,4625 3,5575 14,45 18,96 86,15 2,67 0,1378 1,48

+0,92 +1,61 +0,77 +2,18 +2,91 -0,64 +0,00 -3,11 -1,05 -1,00 +0,43 -0,43 -0,01 +0,72 +1,35 +2,92 +0,32 +2,56 +3,59 +2,84 -0,94

9.28.11 17.30.44 17.30.12 17.30.30 17.30.52 16.30.28 17.30.17 16.30.52 17.30.50 16.30.10 16.11.24 16.03.41 11.06.02 17.20.33 17.30.24 17.30.40 17.30.43 13.08.01 17.30.07 16.30.15 16.23.56

3,525 8,66 4,81 28,41 20,13 1,85 0,826 0,1087 7,50 2,7125 0,3475 0,585 79,98 2,4225 3,485 14,30 18,75 82,13 2,5725 0,1325 1,48

3,58 3,58 8,86 8,73 4,885 4,85 29,12 28,77 20,89 20,13 1,89 0,8375 0,826 0,1159 0,115 7,65 7,60 2,765 2,74 0,352 0,5985 79,98 2,4675 2,465 3,58 14,72 14,62 18,98 18,89 87,99 2,695 2,59 0,1378 0,1325 1,51

6,49 +0,46 17.30.41 6,445 2,985 -0,42 15.49.12 2,90 5,895 +0,34 17.30.19 5,80 8,105 +1,50 17.30.54 7,97 4,3225 +1,59 17.30.49 4,245 2,50 -0,79 16.30.35 2,50 0,1382 -1,64 16.30.06 0,137 0,53 -3,46 16.30.16 0,53 13,50 +0,00 11.00.31 13,50 2,075 +0,36 17.30.33 2,0475 2,25 +0,00 17.30.57 2,2325 3,41 +0,44 16.30.28 3,39 1,739 -0,11 16.30.21 1,715 2,965 -1,00 17.30.40 2,925 0,1568 +0,90 16.16.03 0,1537 7,75 +5,16 17.22.16 7,37 0,45 -2,17 16.11.07 0,45 0,1505 +20,50 16.30.44 0,132 0,35 +12,90 16.30.08 0,32 1,292 +0,23 16.30.07 1,29 117,68 +1,29 16.33.45 117,68 5,67 -0,53 17.30.16 5,64

6,50 6,485 2,985 2,9325 5,91 5,84 8,13 7,97 4,3375 4,27 2,545 2,50 0,141 0,535 0,535 13,50 2,08 2,065 2,25 3,415 1,745 3,0075 2,99 0,1626 0,154 7,75 0,46 0,1505 0,145 0,351 0,32 1,318 1,29 117,68 5,75

2,745 5,72 10,67

+4,97 17.30.03 2,6125 2,7925 +2,14 11.25.14 5,72 5,72 +2,70 17.23.04 10,39 10,71

0,476

+0,21 16.14.23

0,47 0,4885

0,475

1,884 1,942 24,00 2,33 4,4625 2,845 1,129 0,427 0,482 0,455 11,45 0,448 0,74

-1,31 -0,15 +3,32 +4,02 -0,17 +2,34 +2,92 +4,15 +8,68 -0,55 -1,80 +0,22 -2,63

17.30.27 17.30.33 17.09.14 16.30.38 16.30.59 16.16.31 16.30.24 17.30.35 17.30.47 17.30.34 17.30.04 14.59.07 17.30.21

1,93 1,868 1,934 1,96 1,953 23,30 24,65 23,30 2,2425 2,33 2,2875 4,415 4,50 4,50 2,85 2,80 2,865 1,098 1,129 0,408 0,4275 0,4115 0,442 0,486 0,4455 0,47 0,461 10,99 11,80 11,56 0,4445 0,448 0,446 0,7365 0,7505

1,672 1,008 0,944 7,63 13,84 0,273 0,10 0,896 1,244 0,78 2,0375 2,11 5,565

+3,08 +0,80 -1,56 +1,19 +1,02 -3,87 -9,09 +0,45 +0,24 -0,13 -0,12 +0,00 -0,27

16.30.24 16.30.38 14.36.08 17.13.00 17.30.49 16.30.19 16.30.12 16.30.59 17.30.53 17.01.59 17.30.41 16.30.43 17.30.48

1,617 1,725 1,617 0,98 1,013 1,009 0,9405 0,974 0,96 7,45 7,63 13,66 13,87 13,81 0,272 0,2875 0,28 0,0932 0,107 0,1051 0,892 0,905 0,892 1,24 1,253 0,7655 0,78 2,035 2,0375 2,07 2,11 5,525 5,58 5,58


22 Giovedì 11 Marzo 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Safilo Group Azxaz Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

32,45 +1,38 14.07.09 32,45 0,209 -0,71 17.30.23 0,2048 15,60 -0,32 17.30.34 15,35 0,419 -0,24 16.30.42 0,409 0,083 +1,10 16.21.47 0,0826 0,3965 -1,12 16.30.01 0,395 1,21 +0,00 16.12.20 1,163 64,50 +1,70 17.24.41 64,30 0,337 +0,15 16.11.44 0,337 16,00 +0,00 16.41.16 15,90 0,406 -1,34 16.30.34 0,399 6,065 +1,00 17.30.13 6,01 5,295 +0,19 17.30.42 5,20 0,385 +14,41 16.30.22 0,338 0,08 +14,29 11.00.34 0,08 26,73 +2,89 17.30.11 25,86

33,20 0,2109 15,74 0,422 0,0833 0,083 0,4065 0,399 1,22 64,50 0,3495 16,12 0,4085 6,15 5,295 0,386 0,3685 0,08 26,78 26,00

56,29 +0,00 16.11.09 56,00 34,00 +0,30 16.15.31 34,00 1,858 -0,37 17.30.17 1,825 9,25 +0,54 16.30.51 9,19 6,54 +0,62 16.30.57 6,43 0,673 +1,51 16.30.10 0,662 0,169 +0,96 17.30.56 0,1651 1,133 -4,23 17.30.18 1,133 5,30 +1,34 15.43.32 5,18 6,53 -1,36 17.30.22 6,455 94,39 +0,31 16.03.41 94,15 67,67 +1,12 17.18.49 66,83 2,64 +2,13 16.30.06 2,565 3,5575 -0,28 17.30.04 3,525 0,1045 +17,15 16.30.51 0,0871 75,00 +7,45 16.30.34 69,70 0,1189 -0,33 16.30.21 0,118 44,58 +2,86 17.23.41 43,40

56,29 34,00 1,863 1,858 9,29 9,195 6,63 6,52 0,675 0,6635 0,1695 0,1675 1,133 5,32 6,65 6,575 94,39 67,69 2,6475 2,57 3,575 3,575 0,1045 0,097 75,00 70,00 0,1228 44,68 43,40

2,00

+0,00 17.30.03 1,975

2,03

2,02

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sol Sopaf 2012 Cv3,875% Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass

Ora

Min

Max

Apertura

3,9825 64,80 1,40 0,299

+0,95 +0,14 +1,60 -3,86

11.52.43 3,88 3,9975 16.14.42 64,70 65,15 16.30.42 1,377 1,405 16.30.14 0,288 0,3075

6,80 1,285 13,90 2,295 0,084 1,086 0,0819 0,821 18,18 16,28 3,1125 3,94 0,1636 50,84 1,46 43,07 12,50

+0,97 +0,23 -0,50 +1,10 -2,78 +1,78 -0,61 +1,99 +1,34 +0,31 -0,56 +0,51 +1,18 +1,66 +0,00 +1,34 +2,88

17.30.20 16.30.58 16.30.11 17.30.00 16.30.04 17.30.37 16.30.26 17.30.23 16.32.09 17.30.31 17.30.02 16.30.46 17.30.31 17.30.44 16.17.51 17.00.29 16.30.08

6,66 1,267 13,35 2,245 0,0813 1,065 0,0807 0,801 18,15 16,09 3,1025 3,8775 0,1601 49,96 1,459 42,68 12,07

6,635 9,845 110,25 0,81 2,0375 2,625

-1,56 +2,61 +0,26 +1,70 +2,08 +0,58

17.15.22 17.30.51 17.30.47 17.18.31 17.30.37 17.06.22

6,56 6,73 9,56 9,85 109,72 110,25 0,7915 0,82 1,982 2,0375 2,6025 2,6275

0,8805 0,586 4,25

+0,34 17.30.18 0,8675 0,8845 +0,86 17.30.13 0,576 0,5875 +0,00 15.07.40 4,25 4,25

1,358 4,26 3,75

+0,00 16.30.15 1,358 1,36 +0,00 16.30.50 4,23 4,2675 +3,38 17.30.55 3,65 3,80

6,83 1,285 13,90 2,2975 0,085 1,088 0,0823 0,826 18,19 16,32 3,1325 4,05 0,1653 50,89 1,461 43,19 12,63

65,00 1,384 6,735

0,0813 1,07 0,0815 0,806 16,18 3,1275 3,90 0,1624 1,459 42,68 12,15 9,595 1,99 0,88 0,583

4,23 3,65

Prezzo ultimo contr. Var %

AZIONI

Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

0,0844 0,0405 4,00 0,0397 0,3195 0,45 0,185 0,124 0,075 0,0321 0,26 0,01 0,066 0,024 0,0974 0,02 0,033 0,888 0,30 2,55 0,1225 0,029 0,003 0,004 0,0389 5,52 0,1419 3,9475 0,433 0,529

-0,59 +15,71 +3,29 +7,30 +1,43 -0,11 +8,82 -0,40 -3,85 +3,55 +6,12 -1,96 +1,70 +0,00 +3,62 +11,11 +10,00 -0,11 -3,23 +0,00 -0,81 -8,52 +30,44 +2,56 +2,37 +0,73 -5,40 +1,22 +0,70 -0,09

Ora

Min

Max

Apertura

16.30.50 17.22.37 17.02.45 16.30.59 17.04.09 16.46.17 16.30.39 15.26.50 15.55.17 14.05.33 16.51.59 16.30.33 13.17.49 16.22.27 17.30.16 16.04.52 16.30.13 17.30.13 13.35.02 15.54.45 12.34.53 16.30.42 16.30.21 17.06.08 17.30.20 17.30.58 16.30.49 17.23.25 16.30.11 16.00.51

0,0821 0,035 3,9075 0,038 0,311 0,4405 0,1695 0,122 0,075 0,031 0,25 0,0092 0,066 0,023 0,0925 0,018 0,033 0,883 0,30 2,55 0,1085 0,028 0,0024 0,0038 0,037 5,505 0,14 3,92 0,4105 0,514

0,085 0,041 4,00 0,0397 0,326 0,466 0,193 0,124 0,0775 0,0321 0,26 0,0103 0,0687 0,024 0,0974 0,02 0,033 0,905 0,30 2,60 0,1225 0,034 0,003 0,004 0,0389 5,655 0,1495 3,955 0,433 0,5295

0,0845 0,037 0,0393 0,326 0,1695

0,0094 0,0687 0,093 0,02

0,1225 0,028 0,0029 0,0039 5,53 0,1461 0,43

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Risparmio Italia Crescita Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Amundi Europe Equity

-0,30 +0,18 +0,41 +0,42 +0,42 +0,37 +0,52 +0,39 +0,36 +0,53 +0,29 +0,36 +0,36 +0,44 +0,51 +1,08 +0,72 +1,10 +0,32 +0,64 +0,35 +0,40 +0,40 +0,38 +0,39 +0,36 +0,43 +0,43 +0,41 +0,27 +0,24 +0,47 +0,11 +0,13 +0,38 +0,36 +0,47 +0,93 +0,93 +0,12 +0,00 +0,38 +0,39 +0,43 +0,39 +0,18 +0,50 +0,50 -0,04 +0,15 +0,01 +0,11 +0,09 +1,03 +0,75 +0,11 -0,11 +0,07 +0,77 +0,76 +0,05 +0,34 +0,34 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06 -0,36 -0,05 -0,04 +0,63 +0,37

14,843 6,035 4,156 20,631 20,296 19,70 7,008 7,003 17,509 5,299 4,79 5,286 5,352 3,621 3,324 16,504 4,605 11,748 19,857 19,255 15,319 11,118 11,209 12,846 13,148 10,341 22,063 8,688 15,559 8,882 16,487 4,506 6,217 6,265 5,562 5,571 13,112 13,379 13,714 17,319 5,00 3,652 11,061 6,043 5,713 4,982 9,418 9,307 4,56 4,063 14,17 12,272 4,394 25,101 13,083 4,419 5,644 5,35 6,039 6,209 5,635 5,033 5,555 7,055 7,055 4,672 4,648 5,329 15,778 15,575 7,009 4,083

VARIAZ. QUOT.

+0,18 Anima Europa Arca Azioni Europa -0,08 Bancoposta Azionario Euro +0,02 Bim Azionario Europa -0,08 Bnl Azioni Europa Crescita -0,19 -0,04 Bnl Azioni Europa Dividendo Bpvi Azionario Europa +0,21 Carige Azionario Europa A +0,09 Carige Azionario Europa B +0,09 Carismi Dynamic Europe A +0,19 Carismi Dynamic Europe B +0,43 +0,08 Consultinvest Azione Epsilon Qvalue +0,33 +0,48 Eurizon Az. Europa Multimanager +0,63 Eurizon Az. Pmi Europa Eurizon Focus Az. Europa +0,77 -0,12 Euromobiliare Europe Eq. Europa -0,11 Fideuram Master Sel.Equity Europe +0,51 Fondaco Eu Sri Equity Beta -0,06 Fondersel Europa -0,05 Fonditalia Eq. Europe R -0,10 Fonditalia Eq. Europe T -0,10 -0,06 Gestielle Europa A -0,06 Gestielle Europa B -0,11 Gestnord Azioni Europa Imieurope -0,10 -0,03 Iniziativa Europa Interfund Eq. Europe -0,16 Investitori Europa -0,02 +0,03 Laurin Eurostock Mc G.Fdf Europa A +0,21 Mc G.Fdf Europa B +0,17 Mediolanum Amerigo Vespucci +0,14 Mediolanum Europa 2000 +0,10 Nextam P. Az. Europa +0,10 +0,02 Norvega Az. Europa A Norvega Az. Europa B +0,04 -0,07 Optima Azionario Europa -0,06 Pioneer Azionario Europa A Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A +0,09 +0,67 Prima Geo Europa A Prima Geo Europa Pmi A +0,49 +0,50 Prima Geo Europa Pmi Y Prima Geo Europa Y +0,67 Ras Lux Equity Europe +0,07 Sai Europa +0,07 Soprarno Azioni Euro 50 +0,05 +0,51 Symphonia Europa +0,05 Synergia Az. Europa +0,67 Talento Comp. Europa Ubi Pramerica Azioni Europa -0,09 +0,71 Unibanca Azionario Europa AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME Eurizon Az. Energia E Materie Prime +0,18 AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente -0,73 AZ. FINANZA -0,01 Eurizon Az. Finanza +0,19 Fonditalia Euro Financials R +0,19 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate -0,65 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,02 Ducato Immobiliare A +0,21 Ducato Immobiliare Y +0,22 Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources +0,73 Fonditalia Euro Cyclicals R -0,27 -0,25 Fonditalia Euro Cyclicals T +0,11 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T +0,11 Fonditalia Euro T.M.T. R +0,35 +0,36 Fonditalia Euro Tmt T Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,08

3,837 9,223 4,369 9,692 11,371 2,822 3,829 5,415 5,646 4,189 3,96 8,63 5,097 5,421 7,629 7,967 13,587 12,654 8,728 86,349 12,871 8,931 9,003 6,832 6,979 8,346 18,038 6,503 5,714 4,951 3,72 6,305 3,575 5,686 14,627 4,878 4,651 4,699 2,885 14,507 6,638 10,434 18,881 19,405 10,734 39,493 10,271 3,865 5,286 6,061 116,622 5,524 5,845 8,907

14,843

17,24 5,88 5,914

3,814

5,906 8,432 8,662 10,709 10,52 10,618 11,434 11,54 5,502 5,537 2,45

VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Flex. Emerging Mkts T Interfund Int.Sec.New Economy Norvega Mobiliare Re A Norvega Mobiliare Re B Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Ff 1classe Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Ff 1classe Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Global Asset 2 Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced

VARIAZ. QUOT.

+0,12 2,471 Arca Te +0,20 32,437 Arcacinquestelle Comp.A/B 25 +0,27 4,154 Aureo Ff 1classe Valore +0,27 4,154 Azimut Scudo +0,19 2,63 Bancoposta Investimento Protetto 90 Bnl Protezione +0,14 2,849 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 30 +0,14 2,917 Carige Bilanciato 30 +0,02 5,627 Carismi Dynamic Mix 15 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 30 -1,77 8,196 Euromobiliare Moderato Fonditalia Core 1 R +0,56 3,748 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,907 Gestielle Global Asset 1 +0,23 3,961 Managers & Co. Comparto 30 -0,06 32,249 Mediolanum Elite 30 L +0,28 9,969 Mediolanum Elite 30 S +0,30 10,055 Mix +0,22 4,455 Norvega Sintesi Audace +0,22 4,501 Prima Forza 2 A +0,12 12,337 Prima Forza 2 Y +0,02 4,381 Prima Forza 3 A +0,00 3,745 Prima Forza 3 Y +0,03 3,805 Symphonia Adagio +0,31 5,209 Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia +0,61 5,13 Synergia Bilanciato 30 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. -0,03 17,594 Ubi Pra. Portafoglio Moderato +0,36 4,789 Ubi Pramerica Privilege 1 +0,29 15,675 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,05 31,009 Visconteo +0,09 4,56 OB. EURO GOVERNATIVI BT +0,41 3,964 Allianz Monetario +0,03 23,692 Alto Monetario -0,02 5,964 Amundi Breve Termine -0,13 22,051 Arca Mm +0,12 5,827 Bancoposta Monetario +0,12 5,926 Bg Focus Monetario +0,14 5,144 Bim Obb.Breve Termine +0,16 4,273 Bnl Obbligazioni Euro Bt +0,16 4,329 Bpvi Breve Termine +0,08 6,146 Carige Monetario Euro A +0,24 34,72 Carige Monetario Euro B +0,00 6,075 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,01 23,767 Cividale Forum Iulii Prudenza B -0,05 26,519 Consultinvest Breve Termine -0,08 11,786 Cr Cento Monetario Plus +0,46 45,468 Cs Monetario Italia B +0,29 10,043 Cs Monetario Italia I +0,29 10,114 Ducato Fix Euro Bt A +0,07 12,31 Ducato Fix Euro Bt Y +0,05 14,791 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,10 30,386 omobiliare Prudente +0,02 12,207 Fideuram Security +0,00 4,957 Fondersel Reddito +0,49 6,125 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R +0,49 4,549 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,37 5,098 Fonditalia Euro Currency R +0,39 9,751 Fonditalia Euro Currency T +0,03 6,091 Gestielle Bt Euro A +0,07 5,669 Gestielle Bt Euro B -0,07 4,198 Gestielle Cedola -0,05 4,267 Imi 2000 -0,28 3,575 Interfund Euro Currency +0,20 4,41 Intra Obb. Euro Bt +0,29 5,561 Laurin Money -0,06 5,145 Leonardo Monetario +0,02 5,648 Mediolanum Risparmio Corrente +0,18 5,49 Monetario +0,37 5,368 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine -0,14 6,582 Norvega Obb. Euro Breve Termine A Norvega Obb. Euro Breve Termine B -0,04 9,36 Optima Reddito B.T. +0,19 5,783 Optima Riserva Euro +0,05 8,573 Passadore Monetario

+0,01 +0,06 +0,20 +0,07 +0,00 +0,02 +0,04 +0,12 +0,08 +0,15 +0,00 +0,18 +0,19 +0,03 -0,06 +0,19 +0,20 +0,03 +0,05 -0,02 -0,02 -0,04 -0,02 +0,10 +0,20 +0,02 +0,03 +0,07 +0,14 +0,25 -0,05

+0,04 +0,00 +0,00 +0,06 +0,00 +0,00 +0,00 +0,03 +0,03 +0,03 +0,04 +0,02 +0,02 +0,02 -0,02 +0,01 +0,01 -0,05 -0,05 +0,03 +0,02 +0,01 +0,02 +0,01 +0,01 +0,00 +0,00 +0,03 +0,01 +0,03 -0,01 +0,00 +0,02 +0,01 +0,07 +0,01 +0,01 +0,03 +0,02 +0,02 +0,06 +0,02 +0,01

16,256 5,407 4,957 7,569 5,457 22,608 5,023 5,188 3,976 3,98 6,446 10,409 10,477 8,859 5,228 5,165 9,933 5,728 5,539 4,571 4,615 4,873 4,948 5,808 5,434 5,448 5,872 5,84 5,544 5,509 34,277

15,865 7,082 7,469 14,812 6,195 16,37 6,535 7,488 6,301 11,592 11,354 5,488 5,536 5,002 5,765 7,767 7,822 6,285 6,327 15,281 8,478 9,566 14,206 7,902 7,937 7,862 7,89 7,577 7,627 6,395 16,876 6,68 5,662 6,932 6,086 13,832 12,155 8,993 5,849 5,887 6,689 5,295 7,145

VARIAZ. QUOT.

+0,02 13,164 Pioneer Monetario Euro A Prima Fix Obbligazionario Bt A +0,02 10,167 Soprarno Pronti Termine +0,02 5,129 Synergia Obb Euro B.T. +0,02 5,062 Teodorico Monetario +0,01 7,484 +0,01 6,906 Tesoreria Fondo Per Le Imprese Ubi Pramerica Euro B.T. +0,00 6,74 Unibanca Monetario +0,02 5,749 Valori Responsabili Monetario +0,00 5,86 Zenit Monetario I +0,03 7,565 Zenit Monetario R +0,03 7,526 OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L +0,02 32,359 +0,03 31,723 Allianz Reddito Euro T -0,02 4,982 Anfiteatro Bond Corporate Anima Obb. Euro +0,14 7,144 +0,08 9,007 Arca Rr Azimut Reddito Euro -0,06 15,65 Bancoposta Obbligazionario Euro -0,01 6,853 Bim Obb. Euro +0,01 6,854 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt +0,01 6,781 Bpvi Obblig. Euro +0,01 6,68 Capitale Pi¿ Comparto Obbligazionario +0,02 5,445 +0,03 10,746 Carige Obbligazionario Euro A +0,04 10,859 Carige Obbligazionario Euro B Carige Obbligazionario Euro L.Termine A -0,04 5,551 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B -0,02 5,64 -0,14 5,527 Carismi Bond Euro A Carismi Bond Euro B -0,13 5,584 Ducato Fix Euro Mt A -0,13 7,594 -0,14 7,676 Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome +0,00 7,451 Eurizon Focus Obb. Euro -0,01 14,06 Euromobiliare Reddito +0,01 15,404 Europe Bond -0,03 7,462 Fondaco Euro Gov. Beta +0,04 119,883 -0,02 8,013 Fondersel Euro Fonditalia Euro Bond Long Term R -0,01 7,218 -0,01 7,271 Fonditalia Euro Bond Long Term T Fonditalia Euro Bond Medium Term R +0,03 10,879 Fonditalia Euro Bond Medium Term T +0,04 10,94 +0,05 8,242 Gestielle Lt Euro A Gestielle Lt Euro B +0,06 8,321 +0,05 15,091 Gestielle Mt Euro A Gestielle Mt Euro B +0,05 15,223 Imirend +0,01 9,343 Interfund Euro Bond Long Term -0,01 8,168 Interfund Euro Bond Medium Term +0,04 8,19 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 +0,01 6,957 +0,01 11,514 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 -0,02 5,939 Intra Obb. Euro Italfortune Euro Bonds +0,00 8,42 +0,08 7,57 Leonardo Obbligazionario Mediolanum Euromoney -0,14 6,415 Mediolanum Italmoney -0,05 6,578 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine +0,04 17,335 Norvega Obb. Euro A +0,00 6,502 +0,00 6,57 Norvega Obb. Euro B +0,07 6,984 Optima Obbligazionario Euro +0,00 5,836 Prima Fix Obbligazionario Mlt A -0,06 56,634 Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario +0,01 12,85 Synergia Obb Euro M.T. +0,02 5,161 Ubi Pra. Euro M/L Termine +0,03 6,891 Unibanca Obbligazionario Euro -0,03 5,815 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A -0,10 6,252 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 6,252 +0,02 5,644 Vrg Coro Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE +0,00 102,598 Amundi Corporate 3 Anni +0,00 5,106 Amundi Corporate Giugno 2012 Arca Bond Corporate +0,10 6,999 Carige Corporate Euro A +0,12 6,469 +0,12 6,528 Carige Corporate Euro B Corporate Bond +0,14 7,346

VARIAZ. QUOT.

-0,08 5,313 Ducato Etico Fix Y Ducato Etico Fix A -0,06 5,26 Eurizon Focus Obb. Euro Corporate +0,00 5,59 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine+0,03 7,492 Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,12 8,372 +0,12 8,412 Fonditalia Euro Corporate Bond T Interfund Euro Corporate Bond +0,12 4,979 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,11 7,591 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,11 4,738 Prima Fix Imprese A +0,03 6,456 Prima Fix Imprese Y +0,03 6,53 +0,09 6,555 Sai Obbligazionario Corporate Synergia Obb Corporate +0,07 5,384 +0,12 7,756 Ubi Pramerica Euro Corporate OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,24 7,07 +0,48 13,901 Fonditalia Bond Euro High Yield R Fonditalia Bond Euro High Yield T +0,48 13,955 Interfund Bond Euro High Yield +0,45 7,649 Prima Fix High Yield A +0,39 7,699 Prima Fix High Yield Y +0,40 7,832 OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM Arca Bond Dollari -0,35 8,665 -0,43 5,793 Azimut Reddito Usa -0,37 5,982 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 -0,42 8,115 Fonditalia Bond Usa R Fonditalia Bond Usa T -0,41 8,168 Gestielle Bond Dollars A -0,39 8,713 -0,37 8,821 Gestielle Bond Dollars B Interfund Bond Usa -0,41 7,053 Nordfondo Obbligazioni Dollari -0,36 13,695 OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L -0,21 15,464 Allianz Reddito Globale T -0,21 15,174 +0,03 7,245 Alpi Obbligazionario Internazionale Alto Internazionale Obb. +0,33 6,152 -0,11 12,398 Arca Bond -0,06 7,996 Aureo Obbligazioni Globale Bim Obb. Globale -0,24 5,77 -0,48 5,785 Bpvi Obblig. Internazionale Carige Obbligazionario Internazionale A -0,66 5,714 Carige Obbligazionario Internazionale B -0,67 5,817 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 -0,33 8,388 Eurizon Obb. Internazionali -0,24 8,569 Euromobiliare Intern. Bond -0,15 13,936 Fondersel Internazionale Gestielle Obbligazionario Intern. A -0,19 6,315 -0,19 6,401 Gestielle Obbligazionario Intern. B Imibond -0,17 15,656 Mc G.Fdf Global Bond A +0,02 5,296 Mc G.Fdf Global Bond B +0,02 5,245 Mediolanum Intermoney -0,19 6,359 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds -0,54 5,691 Norvega Obb. Internazionale A -0,54 5,748 Norvega Obb. Internazionale B +0,04 6,922 Optima Obb. Euro Global Pianeta -0,24 9,403 Prima Fix Obbligazionario Globale A -0,37 8,843 Prima Forza 1 A -0,04 5,052 Prima Forza 1 Y -0,04 5,084 Sai Obb.Internazionale -0,35 7,882 Ubi Pra. Obbligazioni Globali -0,18 5,626 OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,04 5,673 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,01 6,675 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pra. Obbl. Globali Alto Rendimento +0,29 8,444 OB. YEN -0,04 4,54 Ducato Fix Yen A Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576


il Domani Giovedì 11 Marzo 2010 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

Fonditalia Euro Yield Plus R +0,00 9,444 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,00 9,499 Interfund Bond Japan -0,14 5,615 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti +0,36 13,171 Bnl Obbligazioni Emergenti +0,13 21,687 Emerging Markets Bond +0,23 6,013 Eurizon Focus Obb. Emergenti -0,05 11,044 Euromobiliare Emerging Markets Bond +0,06 6,843 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,27 10,186 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,27 10,224 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,27 10,039 Gestielle Emerging Mkt Bond B +0,29 10,198 Interfund Bond Global Emerging Markets +0,28 10,501 Mc G.Fdf High Yield A +0,11 7,077 Mc G.Fdf High Yield B +0,12 5,12 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti +0,05 8,513 Norvega Obb. Paesi Emergenti A +0,01 7,20 Norvega Obb. Paesi Emergenti B +0,01 7,293 Optima Obb. Emergent Market +0,11 7,25 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A +0,13 9,536 Prima Fix Emergenti A +0,04 12,707 Prima Fix Emergenti Y +0,05 12,951 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI +0,05 5,486 Amundi Obbligazionario Euro +0,16 6,101 Anima Convertible Azimut Trend Tassi -0,04 8,933 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,10 5,125 Consultinvest Obbligazionario +0,10 5,209 Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,03 6,117 -0,04 5,387 Eurizon Obb. Etico Fonditalia Inflation Linked R -0,20 13,479 Fonditalia Inflation Linked T -0,20 13,548 Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,21 7,081 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,22 7,177 Groupama It. Bond Sel. Fund -0,09 5,764 Interfund Inflation Linked -0,20 13,334 Mediolanum Risparmio Reddito -0,05 10,914 Mediolanum Vasco De Gama +0,14 10,078 Nordfondo Obbligazioni Convertibili +0,19 5,386 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income -0,03 15,737 -0,02 6,502 Pioneer Obb. Euro Dis. A Ras Lux Short Term $ +0,00 144,752 Ras Lux Short Term Euro +0,00 65,999 Symphonia Comp.Obb. Area Europa +0,04 9,395 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari -0,41 4,869 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario -0,05 5,567 Alto Obbligazionario +0,00 8,75 Anima Fondimpiego +0,27 19,612 -0,04 8,299 Arca Obb.Europa Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity +0,10 7,889 +0,00 5,842 Bancoposta Mix 1 +0,07 5,484 Bim Corporate Mix Bnl Telethon -0,07 5,842 Ca Multimanager Difensiva +0,00 5,00 Capitale Pi¿ Comparto Bilanciato 15 +0,02 5,26 +0,07 5,49 Carige Bilanciato 10 Cividale Forum Iulii Rendita A +0,11 5,546 +0,12 5,664 Cividale Forum Iulii Rendita B Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 +0,01 7,931 Eurizon Diversificato Etico Eurizon Rendita +0,13 5,991 Eurizon Soluzione 10 +0,10 6,901 -0,15 4,574 Fucino Dynamic Gestielle Etico Per Ail A +0,02 6,376 Gestielle Etico Per Ail B +0,02 6,422 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica +0,02 5,681 +0,05 6,10 Leonardo 80/20 +0,05 6,009 Nextam P. Obbligazionario Misto Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni+0,06 6,638 +0,02 5,509 Norvega Sintesi Moderato Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A -0,10 8,097 +0,02 4,861 Sai Multi Fund Linea Prudente Sai Performance +0,11 17,17 Sforzesco -0,02 9,885 +0,04 7,082 Symphonia Patr.Globale Reddito Synergia Bilanciato 15 +0,02 5,275 Total Return Obbligazionario -0,14 4,323 Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,03 6,048 -0,07 6,051 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,05 8,229 Zenit Obb. I Zenit Obb. R +0,04 8,187 OB. FLESSIBILI +0,00 4,94 Amundi Soluzioni Tassi Arca Cedola Corp. Bond +0,08 5,31 Arca Cedola Corp. Bond Ii +0,10 5,009 Arca Cedola Gov. Euro Bond +0,06 5,135 +0,10 5,01 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii +0,00 5,228 Aureo Cash Dynamic +0,03 6,697 Bg Focus Obbligazionario Bnl Target Return Liquidita' +0,02 9,969 Cividale Forum Iulii Strategia A +0,19 5,668 +0,21 5,779 Cividale Forum Iulii Strategia B Consultinvest High Yield +0,22 5,573 +0,11 5,486 Consultinvest Monetario +0,23 7,355 Consultinvest Reddito -0,02 18,313 Ducato Fix Rendita A Ducato Fix Rendita Y -0,01 18,583 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,03 6,569 +0,00 6,493 Premium Risparmio +0,03 7,739 +0,10 5,993 Ritorni Reali Symphonia Bond Flessibile +0,02 5,101 Ubi Pra. Active Duration +0,00 5,679 +0,01 10,529 Ubi Pramerica Total Return Prudente Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 5,268 Volterra Tr Obblig. +0,04 5,167 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,00 5,562 Allianz Liquidita' A +0,02 5,595 Allianz Liquidita' At +0,02 5,07 Allianz Liquidita' B +0,02 5,714 +0,00 101,984 Amundi Eonia Amundi Liquidita' -0,01 8,961

VARIAZ. QUOT.

Anfiteatro Tesoreria +0,02 5,681 Anima Liquidita' +0,02 6,613 Arca Bt +0,02 8,758 Arca Bt Tesoreria +0,02 5,772 Aureo Liquidita' +0,00 5,716 Azimut Garanzia +0,01 12,327 Bnl Cash +0,01 22,198 Carige Liquidita' Euro A +0,02 6,311 Carige Liquidita' Euro B +0,02 6,368 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297 Epsilon Cash +0,02 6,27 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,01 7,661 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,01 7,698 Eurizon Liquidita' A +0,01 7,303 Eurizon Liquidita' B +0,01 7,474 Euromobiliare Conservativo +0,03 11,104 Euromobiliare Contovivo +0,01 11,84 Fideuram Moneta +0,00 14,617 Fondaco Euro Cash +0,02 116,192 Fondo Liquidita' +0,01 7,597 Gestielle Cash Euro A +0,03 7,053 Gestielle Cash Euro B +0,01 7,087 Mediolanum Risparmio Monetario +0,02 5,482 Nextam P. Liquidita' +0,05 5,836 +0,02 6,209 Nordfondo Liquidita' +0,02 5,864 Norvega Monetario A Norvega Monetario B +0,03 5,90 Optima Money +0,02 6,156 Pensplan Invest Cash Fund +0,03 5,931 Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 5,062 Prima Fix Monetario A +0,01 8,522 Prima Fix Monetario I +0,02 8,615 +0,02 8,598 Prima Fix Monetario Y Sai Liquidita' +0,03 11,545 Symphonia Comp.Monetario +0,03 7,43 Synergia Monetario +0,02 5,025 Synergia Tesoreria +0,04 5,049 Ubi Pramerica Euro Cash +0,01 7,29 Vrg Coro Tesoreria +0,02 5,641 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro -0,84 12,205 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ +0,10 16,708 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso -0,02 5,213 +0,04 5,089 8a+ Latemar 8a+ Monviso +0,22 5,073 Abis Flessibile +0,00 5,61 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 Agora Flex +0,01 6,83 +0,12 4,829 Agora Selection Agora Valore Protetto +0,06 6,345 Alarico Re +0,29 4,54 Allianz F100 L +0,10 4,103 +0,10 4,032 Allianz F100 T Allianz F15 L +0,04 5,382 Allianz F15 T +0,06 5,309 +0,06 5,186 Allianz F30 L +0,06 5,114 Allianz F30 T Allianz F70 L +0,10 27,486 Allianz F70 T +0,09 26,94 Amundi Absolute +0,00 5,22 +0,06 5,17 Amundi Dynamic Allocation Amundi Equipe 1 +0,10 5,253 +0,14 5,189 Amundi Equipe 2 Amundi Equipe 3 +0,14 5,133 +0,15 4,749 Amundi Equipe 4 Amundi Eureka China Double Wine +0,00 5,555 Amundi Eureka Double Call +0,00 5,378 +0,00 5,561 Amundi Eureka Double Win Amundi Eureka Double Win 2013 +0,00 4,996 Amundi Eureka Dragon +0,00 6,11 Amundi Eureka Ripresa 2014 +0,00 5,20 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,00 4,973 +0,00 4,853 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 +0,00 5,189 +0,00 4,859 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014+0,00 4,973 +0,00 5,682 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. Amundi Form. Private Div. Opp. +0,00 4,958 Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 4,468 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 4,48 Amundi Formula Garantita 2012 +0,00 5,056 Amundi Formula Garantita 2013 +0,00 4,883 Amundi Formula Garantita Due - 2013 09/03/10 +0,00 4,894 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014+0,00 4,86 Amundi Piu +0,04 5,603 +0,08 5,104 Amundi Premium Power +0,00 4,791 Amundi Private Alpha Amundi Qreturn -0,27 5,582 Amundi Soluzione Azioni +0,02 4,746 Amundi Strategia 95 +0,06 4,954 -0,01 7,409 Anfiteatro Bond Plus -0,02 5,279 Anfiteatro Conservative Flex Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,04 5,629 Anfiteatro Corporate Bt +0,06 5,163 Anfiteatro Total Return +0,00 3,308 +0,35 13,497 Anima Fondattivo Aqqua +0,00 4,955 +0,02 5,193 Arca Capitale Garantito Dic 2013 +0,14 5,121 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 +0,07 5,53 Arca Corporate Bt Arca Rendimento Assoluto T3 +0,15 5,179 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,00 4,907 +0,00 5,07 Aureo Defensive Aureo Ff 1classe Flessibile +0,11 5,407 +0,05 6,091 Aureo Finanza Etica Aureo Flex Euro +0,03 9,705 Aureo Flex Italia +0,24 17,265 -0,02 4,833 Aureo Flex Opportunity Aureo Plus +0,00 5,982 Aureo Rendimento Assoluto +0,14 5,626 Azimut Strategic Trend +0,02 5,045 Azimut Trend +0,10 19,216 Azimut Trend America -0,08 8,814 Azimut Trend Europa -0,04 12,231 Azimut Trend Italia +0,20 15,305 +1,04 6,293 Azimut Trend Pacifico Bancoposta Centopiu' +0,02 5,284

VARIAZ. QUOT.

Bancoposta Centopiu' 2007 +0,02 Bancoposta Extra +0,06 Bg Focus Azionario +0,13 Bim Flessibile +0,15 Bnl Target Return Conservativo +0,00 Bnl Target Return Dinamico +0,04 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Asia +0,28 Bnpp 100% E Pi¿ Grande Europa +0,02 Bnpp Equipe Attacco -0,07 Bnpp Equipe Centrocampo -0,02 Bnpp Equipe Difesa +0,02 Carige Flessibile +0,10 Carige Flessibile B +0,12 Carige Flessibile Piu' A +0,18 Carige Flessibile Piu' B +0,18 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,13 Consultinvest Mercati Emerg. +0,22 Consultinvest Multi Flex -0,02 Consultinvest Plus +0,10 Cr Cento Premium +0,00 -0,07 Ducato Etico Flex Civita A -0,05 Ducato Etico Flex Civita Y Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,27 Epsilon Qreturn -0,27 -0,02 Eurizon Focus Garantito 03/13 Eurizon Focus Garantito 06/12 +0,00 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,00 Eurizon Focus Garantito 12/12 +0,00 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 -0,02 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 +0,12 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 -0,02 Eurizon Focus Profilo Dinamico -0,12 Eurizon Focus Profilo Moderato -0,02 +0,02 Eurizon Focus Profilo Prudente Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni +0,04 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 +0,02 Eurizon Team 1 A Eurizon Team 1 G +0,02 Eurizon Team 2 A +0,04 Eurizon Team 2 G +0,04 +0,06 Eurizon Team 3 A Eurizon Team 3 G +0,06 Eurizon Team 4 A +0,05 +0,05 Eurizon Team 4 G +0,08 Eurizon Team 5 A Eurizon Team 5 G +0,08 Euromobiliare Real Assets +0,05 Euromobiliare Strategic +0,03 +0,33 Euromobiliare Strategic Flex Euromobiliare Tr Flex 3 +0,11 +0,01 Euromobiliare Tr Flex 4 Federico Re +0,02 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,18 Flessibile -0,07 Fondaco Global Opportunities +0,00 +0,00 Fondersel Duemila Fonditalia Flexible Dynamic R +0,56 Fonditalia Flexible Dynamic T +0,52 Fonditalia Flexible Growth R +0,24 +0,25 Fonditalia Flexible Growth T +0,02 Fonditalia Flexible Income R Fonditalia Flexible Income T +0,02 +0,18 Fonditalia Flexible Multimanager R Fonditalia Flexible Multimanager T +0,18 +0,04 Fonditalia Flexible Opportunity R Fonditalia Flexible Opportunity T +0,05 Formula 1 Alpha Plus 20 +0,06 +0,03 Formula 1 Conservative Formula 1 High Risk +0,03 Formula 1 Low Risk +0,00 Formula 1 Risk +0,02 +0,00 Gestielle Global Asset Plus +0,11 Gestielle Harmonia Dinamico Gestielle Harmonia Moderato +0,08 +0,15 Gestielle Harmonia Vivace +0,03 Gestielle Total Return Gestnord Asset Allocation +0,04 Igm Flessibile A +0,05 Igm Flessibile B +0,05 +0,05 Interfund System 100 +0,03 Interfund System 40 +0,06 Interfund System Flex Intra Assoluto +0,00 Intra Flessibile -0,27 -0,02 Investitori Flessibile Kairos Partners Fund +0,18 +0,00 Kairos Partners Income +0,18 Kairos Partners Small Cap +0,15 Macro F.0. Mc G.Fdf Flx Low A +0,00 Mc G.Fdf Flx Low B +0,00 -0,03 Mc G.Fdf Flx.High B Mc G.Fdf Flx.Med. A +0,30 +0,29 Mc G.Fdf Flx.Med. B Nextam P. Flessibile +0,04 Nordest Sicav +1,23 +0,03 Norvega Flessibile A Norvega Mb Absolut -0,20 Norvega Mb Strategic -0,20 Norvega Rendimento A +0,06 Ob. Rendimento +0,07 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 +0,56 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 +0,88 Paritalia Orchestra C +0,00 +0,00 Pioneer Target Controllo A Pioneer Target Equilibrio A +0,04

5,255 5,238 22,309 3,909 5,019 12,514 5,422 5,088 4,497 4,796 5,432 5,19 5,19 4,527 4,571 4,819 4,897 6,075 6,122 3,178 4,993 4,935 5,237 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 4,913 6,337 5,167 5,141 5,116 5,128 5,292 5,172 5,252 5,134 5,019 5,201 5,146 5,265 5,444 5,483 5,222 4,848 8,034 5,971 5,971 5,639 5,639 4,688 4,702 3,901 3,916 3,745 3,76 4,149 3,206 13,384 4,587 6,877 5,195 9,21 2,828 94,522 93,389 6,337 6,334 8,842 8,911 8,512 8,543 9,488 9,559 7,833 7,869 6,539 6,55 6,987 6,727 6,62 5,293 5,34 5,288 5,403 14,102 4,753 4,028 4,062 9,513 11,124 10,32 5,72 6,212 6,372 5,72 6,691 9,441 4,104 5,202 5,193 3,758 5,727 3,796 4,728 4,13 7,366 3,016 2,972 5,36 5,819 4,515 3,764 72,928 5,32 5,296

VARIAZ. QUOT.

Pioneer Target Sviluppo A +0,02 22,222 Prima Strategia A-Rt 100 A +0,12 5,132 Prima Strategia A-Rt 200 A +0,14 4,901 Prima Strategia A-Rt 50 A -0,02 16,379 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A +0,36 2,215 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y +0,41 2,228 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A +0,31 13,747 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y+0,29 13,769 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A +0,26 4,696 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y +0,25 4,737 Profilo Best Funds +0,00 5,874 Profilo Elite Flessibile +0,14 5,542 Sofia Flex +0,29 0,695 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A +0,00 5,125 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A +0,00 5,17 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B +0,00 5,184 Soprarno Contrarian A +0,33 3,696 Soprarno Contrarian B +0,33 3,701 Soprarno Global Macro A +0,06 4,865 Soprarno Global Macro B +0,08 4,916 Soprarno Inflazione +1,5% A -0,07 5,457 Soprarno Inflazione +1,5% B -0,07 5,483 Soprarno Relative Value A -0,15 5,323 -0,15 5,372 Soprarno Relative Value B -0,03 5,76 Symphonia Asia Flessibile Symphonia Comp.Fortissimo -0,19 2,589 Symphonia Italia Flessibile +0,24 5,075 Synergia Total Return +0,00 5,223 Total Return -0,17 2,289 Ubi Pra. Active Beta +0,06 4,727 Ubi Pra. Alpha Equity +0,06 5,105 +0,00 5,129 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B +0,00 5,146 Ubi Pra. Total Return Dinamico +0,02 4,996 Unibanca Plus +0,04 5,244 Volterra Dinamico +0,11 5,304 Volterra Tr Glob. +0,04 5,47 Vrg Coro Rendimento +0,06 5,351 Zenit Absolute Return I +0,11 5,583 Zenit Absolute Return R +0,11 5,515 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 +0,04 4,592 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico +0,78 11,327 Antonveneta Vita Armonico 2007 +0,91 9,793 Antonveneta Vita Attivo +1,18 12,13 Antonveneta Vita Attivo 2007 +1,28 9,432 +1,61 14,30 Antonveneta Vita Azionario Antonveneta Vita Azionario Globale +0,54 8,05 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +1,12 9,497 Antonveneta Vita Bilanciato Euro +1,03 11,178 +0,99 10,741 Antonveneta Vita Bilanciato Globale Antonveneta Vita Dinamico +1,10 13,436 Antonveneta Vita Equilibrato +0,26 14,589 +0,01 11,411 Antonveneta Vita Euromoneta +0,01 11,852 Antonveneta Vita Monetario Antonveneta Vita Obbligazionario +0,18 11,833 Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,22 13,375 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +0,45 12,297 +0,17 12,568 Antonveneta Vita Protetto Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,19 10,632 +0,18 12,874 Antonveneta Vita Sicuro Antonveneta Vita Trend +1,19 11,709 +1,08 8,524 Antonveneta Vita Trend Dinamico Antonveneta Vita Trend Equilibrato +0,26 10,091 Antonveneta Vita Trend Plus +1,19 7,238 +0,21 10,565 Antonveneta Vita Trend Protetto AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +1,32 10,363 Aurora New Bond +0,69 10,117 +1,49 11,018 Aurora New Share +0,10 10,548 Aurora Unietic Aurora Unit Balanced +1,34 10,145 +0,11 8,815 Aurora Unit Bond Aurora Unit Share +2,65 9,102 +2,15 11,509 Aurora Winvest Bilanciata Aurora Winvest Dinamica +2,87 10,148 Aurora Winvest Prudente +1,22 12,479 AXA MPS FINANCIAL Axa Mps Aggressivo +0,62 9,638 Axa Mps Carattere Forte +0,18 8,999 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 -0,07 7,205 Axa Mps Fin. Az. Giappone -0,08 15,86 Axa Mps Fin. Az. Pacifico Axa Mps Fin. Az. Sector +0,41 6,603 +0,84 10,65 Axa Mps Fin. Az. Top Ten -0,01 10,754 Axa Mps Fin. Carattere Attento Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Conservativo +0,07 11,785 +0,18 10,168 Axa Mps Fin. Dinamico +0,70 11,285 Axa Mps Fin. Dinamico A Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +1,11 20,244 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo -0,33 9,112 +0,04 11,18 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,03 10,744 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,08 11,842 +0,03 10,055 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,01 10,018 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,08 9,568 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa Axa Mps Fin. Secure A +0,10 12,894 +1,27 5,514 Axa Mps Fin. Usa Equity A BCC VITA Bcc Vita Equity America +0,94 4,42 +1,61 4,936 Bcc Vita Equity Asia Bcc Vita Equity Europa -1,09 4,441 Bcc Vita World Global Bond +0,51 5,353 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,34 5,87 Bpm Az 50 +0,36 5,60 Bpm Az 80 +0,19 5,19 Bpm Az Flex +0,46 4,41 +0,00 3,79 Bpm Financial Audace Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,18 5,49

VARIAZ. QUOT.

Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,18 5,56 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,18 5,50 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,18 5,48 Bpm Financial Equilibrato +0,45 4,51 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,18 5,56 Bpm Financial Geographic Areas +0,64 3,16 Bpm Financial Global Bond +0,33 6,08 Bpm Financial Industrial Sector +0,62 3,24 Bpm Financial Prudente +0,39 5,13 Bpm Financial Riserva Euro +0,31 6,48 Bpm Financial Vita Azionario +0,22 4,51 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,18 5,48 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,58 6,98 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 +0,32 10,556 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,78 8,51 Bnl Vita Capital Unit 90 +1,24 6,539 CARDIF Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B -0,75 134,946 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 -0,89 123,124 Cardif Bilanciato A -0,37 189,674 Cardif Bilanciato B Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,76 218,90 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,17 181,863 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 +0,29 173,009 Cardif Spazio Naturale CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica +1,17 3,706 Carige Gestilink Blu Moderata +0,71 5,139 Carige Gestilink Verde Prudente +0,36 6,647 Carige Protezione Attiva +0,03 102,97 Cattolica Assicurazioni Cattolica Azionario +1,39 4,076 Cattolica Bilanciato +1,07 4,352 Cattolica Bpbari Freeway Country -0,47 3,421 +0,92 3,521 Cattolica Bpbari Freeway Desert Cattolica Bpbari Freeway Jungle -2,31 0,169 Cattolica Cividale Percorso Azionario +1,80 11,272 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario+0,28 11,351 Cattolica Ferrara Investire Azionario +1,36 3,354 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario +0,18 5,556 Cattolica Fondo Protetto +0,04 5,22 Cattolica Formula Life Azionaria +2,14 4,436 Cattolica Formula Life Bilanciata +1,67 4,823 +1,78 4,567 Cattolica Fuoriclasse Balanced Cattolica Fuoriclasse Bond +0,16 5,509 Cattolica Fuoriclasse Equity +3,68 3,212 +4,18 1,421 Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,29 5,548 Cattolica Nuove Rotte Cattolica Obbligazionario +0,60 4,847 Cattolica Progetto Attivo Bond +0,59 4,583 Cattolica Progetto Attivo Equity +1,33 3,743 +1,04 4,364 Cattolica Progetto Attivo Mix Cattolica Soluzione Dinamica +1,16 5,152 +0,48 6,224 Cattolica Soluzione Prudente Cattolica Soluzione Vivace +2,25 3,629 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,07 72,648 Centrovita 6protetto Regina -0,09 105,47 -0,02 150,61 Centrovita Anni 40 Centrovita Anni 50 +0,34 165,239 Centrovita Anni 60 +0,47 119,10 Centrovita Anni 70 +0,16 119,741 -0,11 95,426 Centrovita Anni 80 -0,11 107,408 Centrovita Azionario Centrovita Azionario Blue -0,24 56,981 -0,14 57,286 Centrovita Azionario Green Centrovita Azionario Plus -0,13 130,965 +0,17 148,289 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus +0,16 174,798 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 +0,00 1.049,92 Centrovita Eag 2006 Centrovita Obbligazionario +0,39 189,096 Centrovita Obbligazionario Blue +0,55 124,273 Centrovita Obbligazionario Plus +0,41 210,416 DUOMO PREVIDENZA S.P.A. +1,23 2,054 Duomo Unit Dynamic Unit Moderate +0,33 4,873 GENERTELLIFE S.P.A. +0,89 6,018 Adria Equilibrio Genertellife Aptus 1 +0,99 4,998 Genertellife Aptus 2 +2,05 4,621 Genertellife Aptus 3 +2,79 3,868 +0,53 10,361 Genertellife Bg 2005-2015 +0,85 9,68 Genertellife Bg 2005-2020 +0,50 8,787 Genertellife Bg 2005-2025 Genertellife Bg 2005-2030 +1,05 8,407 Genertellife Bg Azionario 1 +2,91 2,225 +2,57 2,55 Genertellife Bg Azionario 2 Genertellife Bg Bilanciato 1 +1,75 3,954 +1,14 5,149 Genertellife Bg Bilanciato 2 +1,69 8,10 Genertellife Bg Dinamico +2,10 2,862 Genertellife Espansione Genertellife Espansione2000 +1,84 2,871 Genertellife Sviluppo +1,38 4,273 +1,39 3,804 Genertellife Sviluppo2000 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio +1,21 5,851 +0,48 5,817 Genertellife Tirreno Unit Protezione Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +2,28 5,12 Genertellife Valore +0,32 6,194 Ina Assitalia Ina Fondo Ina Valore Attivo +0,00 4,107 Ina Fondo Valute Estere +0,27 1,135 Ina Nuovo Fondo Ina -0,05 7,852 Intesavita Spa Intesa Vita Accumulazione -0,23 5,187 Intesa Vita Azionario America Growth +3,97 8,65 Intesa Vita Azionario America Value +4,50 9,457 +3,47 21,088 Intesa Vita Azionario Cina Intesa Vita Azionario Europa Growth +3,45 9,962

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Azionario Europa Value +2,72 10,796 Intesa Vita Crescita +0,02 5,992 Intesa Vita Dinamica -0,48 4,598 Intesa Vita Eurounit Azionario +0,88 3,084 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,32 4,968 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,11 5,514 Intesa Vita Eurounit Prudente -0,03 6,363 Intesa Vita Gpa Accordo +0,04 681,59 Intesa Vita Gpa Accordo 2 +0,04 655,25 Intesa Vita Gpa Acuto -0,20 387,81 Intesa Vita Gpa Acuto 2 -0,22 329,69 Intesa Vita Gpa Armonia -0,18 503,90 Intesa Vita Gpa Armonia 2 -0,18 443,22 Intesa Vita Gpa Motivo -0,02 623,64 Intesa Vita Gpa Motivo 2 -0,02 585,99 Intesa Vita Monetario Dollaro +0,71 9,165 Intesa Vita Monetario Euro -0,02 10,855 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,68 11,274 Intesavita Gpa Private Bond +1,43 727,58 Intesavita Gpa Private Global Guar. +0,46 583,28 Intesavita Gpa Private Global High +0,81 328,09 +0,46 663,27 Intesavita Gpa Private Global Low Intesavita Gpa Private Global Medium +0,59 535,56 MEDIOLANUM VITA S.P.A. Mediolanum Azionario Dinamismo +1,12 3,513 Mediolanum Azionario Dinamismo Bis +1,10 4,034 Mediolanum Azionario Fedelt¿ +0,00 2,169 Mediolanum Azionario Lntraprendenza +1,22 3,246 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis +1,19 3,988 Mediolanum Azionario Protezione +0,19 5,873 Mediolanum Balanced +0,54 4,68 Mediolanum Balanced Bis +0,51 4,755 Mediolanum Country +1,22 3,409 Mediolanum Country Bis +1,22 3,98 +0,71 4,113 Mediolanum Dynamic Mediolanum Dynamic Bis +0,67 4,514 Mediolanum Eurobond Breve Termine +0,01 6,752 Mediolanum Eurobond Opportunita' -0,09 6,813 Mediolanum Eurobond Sviluppo -0,03 6,702 Mediolanum Euroequity Opportunita' +1,25 4,225 Mediolanum Euroequity Protezione +0,20 6,479 +1,14 4,515 Mediolanum Euroequity Sviluppo Mediolanum Moderate +0,24 5,099 Mediolanum Moderate Bis +0,18 5,107 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis +0,00 5,536 Mediolanum Obb. Crescita Bis -0,19 5,376 +0,19 5,224 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis Mediolanum Obb. Moderazione Bis -0,09 5,465 Mediolanum Obbligazionario Crescita -0,12 6,697 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' +0,02 6,662 Mediolanum Obbligazionario Moderazione -0,06 6,604 Mediolanum Opportunity +1,21 3,778 +1,20 4,135 Mediolanum Opportunity Bis +0,00 6,208 Mediolanum Prudent Mediolanum Prudent Bis +0,00 5,507 Mediolanum Sector +1,23 3,366 Mediolanum Sector Bis +1,18 4,187 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario +0,13 3,008 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato +0,05 4,341 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,02 6,182 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario+0,00 5,557 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. Risparmio Crfc Gentile Dinamica +4,18 3,443 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata +2,40 5,896 Risparmio Eurolink Cv Dinamico +1,92 13,004 +1,39 13,025 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato Risparmio Eurolink Cv Risparmio +0,57 11,951 +1,08 10,959 Risparmio Formula Link In Prima Risparmio Formula Link In Seconda +1,56 9,567 Risparmio Formula Link In Terza +2,43 7,875 Risparmio Gestivita Azionario +1,52 8,628 Risparmio Gestivita Bilanciato +1,07 10,349 +0,37 11,995 Risparmio Gestivita Obbligazionario Risparmio Patavium Ul Dinamico +2,51 7,804 Risparmio Patavium Ul Equilibrato +1,13 9,101 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A +1,68 8,071 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale +1,68 7,755 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,13 9,226 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +0,12 9,638 -0,20 9,86 Sara Vita Profilo Guardian Unipol Assicurazioni Unipol Uninvest Arcosereno -0,07 119,51 Unipol Uninvest Azioni Piu' +1,18 107,833 +0,87 13,419 Unipol Uninvest Crescita +1,79 12,496 Unipol Uninvest Equilibrio Unipol Uninvest Flessibile +2,05 6,808 +1,21 108,016 Unipol Uninvest Grande7 +1,19 103,504 Unipol Uninvest Grandevita Unipol Uninvest Mach 7 +0,23 110,943 +0,28 103,382 Unipol Uninvest Otto&Mezzo Unipol Uninvest Performance Europa +2,17 7,356 Unipol Uninvest Risparmio +0,42 13,465 Unipol Uninvest Valore +2,53 12,301 ZURICH LIFE AND PENSION -0,13 5,357 Zlap Controllo Zlap Crescita +0,33 6,46 Zlap Equilibrio +0,01 7,521 +0,17 4,767 Zlap Evoluzione Zlap Protezione -0,18 7,855 Zlap Prudenza -0,11 5,705 Zlap Sicurezza -0,15 5,468 Zlap Sviluppo +0,49 3,677


24

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Sempre più rovente il clima politico con il programma delle regionali nel caos più totale: ma il Premier esclude che ci possa essere un rinvio delle consultazioni

Berlusconi denuncia radicali e giudici. Bersani: basta ricorsi

di Roberto Carli ROMA - Non è possibile pensare a uno slittamento delle elezioni Regionali del 28 e 29 marzo dopo l’esclusione della lista Pdl nel Lazio che non è stata dovuta ad alcuna responsabilità di dirigenti del Pdl. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una conferenza stampa nella sede nazionale del Pdl a Roma in via dell’Umiltà. «Non è possibile pensare a uno slittamento, non lo abbiamo mai pensato», ha detto Berlusconi. Il presidente del Consiglio ha criticato i dirigenti dell’ufficio elettorale della provincia di Roma («è molto strano che nei confronti del Pdl si siano mostrati questi comportamenti preclusivi») e la decisione del Tar del Lazio. A proposito di quest’ultimo Berlusconi ha detto: «I rilievi del Tar sono privi di pregio, anche in relazione all’inapplicabilità del decreto interpretativo». «In quel che è accaduto non vi è stata alcuna responsabilità di nostri dirigenti e funzionari. Dalla ricostruzione che mi accingo a fare si evince che ai delegati del Pdl Lazio è stato impedito di presentare le liste con atti e comportamenti ben precisi», ha detto il presidente del Consiglio all’inizio della conferenza stampa. Il capo del governo ha detto che saranno raddoppiati gli sforzi per far prevalere il programma del governo e per far vincere nel Lazio la nostra candidata Renata Polverini: «I nostri elettori potranno votare il suo nome ed il suo simbolo». Berlusconi, che ha confermato l’intenzione di svolgere a Roma, probabilmente sabato 20 marzo,

Parapiglia in sala durante la conferenza stampa di Berlusconi

una manifestazione elettorale nazionale del Pdl, ha aggiunto: «Anche con queste condizioni sono certo che noi riusciremo a prevalere sui nostri avversari che avrebbero preferito correre da soli come si usava nelle democrazie popolari sovietiche». A proposito dell’esito elettorale si è detto «ottimista nonostante un danno di immagine c’è stato sia all’interno che all’esterno». «Ci è stato impedito di presentare le liste, non vi è stata nessuna responsabilità riconducibile a nostri dirigenti». «Sono qui - ha aggiunto il capo del governo - per reagire

«Ci è stato impedito di presentare le liste, non vi è stata nessuna responsabilità riconducibile a nostri dirigenti»

all’assolutadisinformazionecheè stata fatta sulla vicenda delle liste e per dare una ricostruzione fedele di quanto è accaduto». Minuto per minuto la versione del Pdl sul "caos liste". Berlusconi ha ripercorso così minuto per minuto la versione del Pdl sul "caos liste" nel Lazio. Un rappresentante di lista del Pdl, Giorgio Polesi, ha detto il premier si è messo in fila: «dopo le 12 un componente dell’ufficio della cancelleria si è limitato a chiedere chi doveva consegnare le liste. Il nostro rappresentante si è identificato ma nessuno ha verbalizzato nulla». Nel pomeriggio la replica di Pier Luigi Bersani: «Quella presentata stamattina Berlusconi «è una ricostruzione fantasiosa», ha detto il segretario del Pd. «Quello che doveva essere il governo del fare ha aggiunto Bersani - è finito per essere il governo del fare confusione». E il leader del Partito democratico è sbottato: «Basta con i ricorsi».

ROMA - Scompiglio in sala durante la conferenza stampa sulle Regionali nel Lazio tenuta ieri da Silvio Berlusconi. Il premier stava rispondendo alla seconda domanda, dopo un lungo intervento nel quale aveva spiegato perché secondo lui la lista Pdl del Lazio ha le carte in regola, quando una voce proveniente da metà della sala, senza microfono, ha chiesto a Berlusconi se sa- L’uomo che ha irritato pesse che i decreti del sotto- il premier si chiama segretario e capo della Protezione civile Guido Bertolaso Rocco Carlomagno, «drenavano tangenti». Il predice di essere un sidente del Consiglio inizialmente si è limitato a dire freelance di all’uomo di aspettare il proprio turno per fare la doman- Aprile online da ma la sua insistenza ha attratto l’attenzione di tutti, tanto che il ministro della Difesa Ignazio La Russa gli si è seduto accanto nel tentativo di calmarlo. L’uomo si chiama Rocco Carlomagno, dice di essere un freelance di Aprile online, quotidiano per la sinistra. Ha continuato a interrompere la conferenza stampa con domande senza microfono. Quando è tornato sul capo della Protezione civile Guido Bertolaso e sulle presunta corruzione legata agli appalti per il G8 Berlusconi ha detto: «Penso che lei sarà denunciato penalmente da Bertolaso». Quando dagli organizzatori è stato fatto notare a Carlomagno che non risultava iscritto ad alcun albo professionale lui ha risposto: «Gli albi fanno parte dell’epoca fascista dalla quale provenite voi».

Al Senato è rissa sul legittimo impedimento: Passa la fiducia ROMA - Via libera della maggioranza in Senato al primo dei due voti di fiducia al disegno di legge sul legittimo impedimento. I sì sono stati 168, i no 132, mentre tre senatori si sono astenuti. Il ddl regola la possibilità per il premier e i ministri di privilegiare gli impegni di governo rispetto alle convocazioni nei procedimenti giudiziari. Il governo aveva deciso di porre sul provvedimento la questione di fiducia (la trentesima dall’inizio della legislatura), scatenando le proteste dell’opposizione. Maggioranza ed esecutivo hanno giustificato la scelta con l’elevato numero di emendamenti presentati, oltre millesettecento, ma in aula c’è stato un violento scontro polemico con reciproche accuse di "arroganza" fra il Pd e il Pdl. Le opposizioni hanno chiesto che il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, riferisca in aula

sulle ragioni che lo hanno spinto a chiedere la fiducia su un provvedimento «di origine parlamentare» che «non fa parte del programma di governo». Durante il dibattito c’è stata anche la protesta dell’Italia dei valori: i senatori dell’Idv si sono seduti per terra nell’emiciclo con in mano una copia della Costituzione. Nei banchi è rimasto solo Luigi Li Gotti per evitare che il gruppo fosse fatto allontanare dall’aula. Impassibile il presidente del Senato Renato Schifani che sta guidando l’aula. La seconda fiducia era prevista per le 20 o le 21 ma c’erano dubbi sulla possibilità di farcela .

Roc

Roc


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Continua il boom delle esportazioni cinesi, saldo di quasi 8 miliardi di euro ROMA - Le esportazioni cinesi sono aumentate del 45,7 per cento su base annua a febbraio (più 21 per cento a gennaio) e le importazioni del 44,7 per cento (più 88,5 per cento producendo un avanzo commerciale di ben 7,6 miliardi di dollari dopo i 14,2 miliardi di gennaio. Su base mensile si rileva un calo del 13,7 per cento dell’export e dell’8,9 per cento dell’import. Lo rende noto l’amministrazione doganale di Pechino. Gli analisti si aspettavano un surplus di 8 miliardi, quin-

di appena di poco superiore. Un’altra conferma che la crescita dell’economia cinese è inarrestabile viene dai dati sulle importazioni di greggio che sono salite dell’8,2 per cento mensile, raggiungendo i 18,5 milioni di tonnellate.La crescita cinese nel 2009 è stata dell’ordine del dieci per cento e quella attuale è forse ancora superiore alla luce degli ultimi dati. Grazie al boom della crescita, la Cina ha appena superato la Germania nel ruolo di primo esportatopre del mondo.

L’Istat ha modificato la variazione media annua, abbassandola a meno 5,1% DAL -4,9%

Più pesante la caduta del Pil IV trimestre: bassi i consumi di Carlo Bassi MILANO - Nel quarto trimestre del 2009, secondo i dati definitivi di Istat, il Pil è sceso dello 0,3 per cento sui tre mesi precedenti, quando aveva mostrato un rialzo dello 0,5 per cento, dato rivisto dal più 0,6. A livello tendenziale il Pil è sceso del 3 per cento rispetto al meno 4,8 per cento del terzo trimestre, rivisto da meno 4,6. I dati sono stati rivisti rispetto alla stima preliminare diffusa dall’ Istat il 12 febbraio, che indicava una variazione congiunturale di meno 0,2 per cento e una variazione annua di di meno 2,8. L’Istat ha modificato anche la variazione media annua, abbassandola a meno 5,1 per cento dalla stima di meno 4,9. Il dato Istat sulla crescita finale del quarto trimestre mostra una variazione congiunturale dei consumi finale pari a 0,1 per cento, mentre gli investimenti fissi hanno segnato una flessione dell’uno per cento rispetto al terzo trimestre e le importazioni sono salite di 3,2, mentre le esportazioni hanno segnato meno 0,1 per cento. Dalle scorte è venuto un contributo positivo per la crescita pari a più 0,8. SecondoGilles Moeck, citato dalla Reuters, è difficile avere un quadro preciso: «C’è stata molta volatilità sui dati italiani della produzione industriale e del Pil nella seconda parte dell’anno scorso e questo rende difficile decifrare questi nu-

meri. Penso che dovremmo fare una media tra il terzo e il quarto trimestre e questo porterebbe a una crescita trimestrale di circa lo 0,1 o 0,2, coerente con i deboli dati mensili del periodo. Nel quarto trimestre abbiamo avuto un forte balzo delle scorte che hanno alimentato l’import e ridotto le esportazioni nette, mentre la domanda domestica è rimasta debole e gli investimenti si sono contratti. Tutto questo non ci dice molto in un’ottica futura ma gli indicatori prospettici e i dati odierni della produzione industriale ci dicono che l’Italia si sta riprendendo e che la ripresa non dovrebbe essere ostacolata dal forte consolidamento fiscale che sarà necessario in altri paesi. Quest’anno vedo una crescita intorno all’1 per cento, niente di spettacolare ma comunque non penso che dovremmo temere una ricaduta». Secondo Laura Cavallaro, analista di Aletti Gestielle: «La sorpresa più grande è la dinamica negativa dei consumi. Con la coda degli incentivi alle auto e le forti vendite al dettaglio, ci aspettavamo un contributo positivo che non è arrivato. Il dato negativo sugli investimenti invece era atteso, vista la serie mensile della produzione industriale, ma lo si stimava di entità più modesta, invece è stato abbastanza forte. Sulla bilancia commerciale pesano le importazioni forti oltre le attese, l’export è

A livello tendenziale il Pil è sceso del 3 per cento rispetto al meno 4,8 per cento del terzo trimestre, rivisto da meno 4,6 più debole ma quanto meno positivo. Va sottolineato l’andamento positivo delle scorte, che in Italia non si era ancora verificato dalla crisi in poi: è la prima accumulazione, che segue gli smaltimenti dei trimestri precedenti. Alla luce di questo andamento, nei prossimi trimestri ci aspettiamo una crescita bassa o negativa dei consumi, mentre vediamo una ripresa degli investimenti, dopo la caduta di fine 2009, anche in base al dato fortissimo di produzione industriale di gennaio. In generale ci aspettiamo una crescita modesta del pil, con una media anno dello 0,6%, frutto di una dinamica molto lenta nella prima parte dell’anno e in ripresa, ma sempre modesta, nella seconda». Deluso anche Marco Valli di Unicredit, soprattutto per i dati sui consumi privati.

Cresce la produzione industriale ROMA - Notizie confortanti dalla produzione industriale, in forte aumento in gennaio sul mese precedente e perfino in crescita sullo steso mese di un anno prima. Nel mese di gennaio 2010, infatti sulla base degli elementi finora disponibili, le stime provvisorie danno l’indice della produzione industriale destagionalizzato, con base 2005=100, in aumento del 2,6 per cento rispetto a dicembre 2009. La media degli ultimi tre mesi è risultata invariata rispetto a quella dei tre mesi immediatamente precedenti. L’indice della produzione corretto per gli effetti di calendario ha registrato a gennaio un aumento tendenziale dello 0,1 per cento (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 20 di gennaio 2009).L’indice grezzo della produzione industriale ha invece resgistrato una diminuzione del 3,3 per cento rispetto a gennaio 2009. Gli indici destagionalizzati dei raggruppamenti principali di industrie, registrano tutti variazioni congiunturali positive: più 3,3 per cento per i beni strumentali, più 2,3 per cento per l’energia, più 2,1 per cento per i beni intermedi e più 1,0 per cento per i beni di consumo totale (più 3,3 per cento i beni durevoli, meno 0,1 per cento i beni non durevoli). L’indice della produzione industriale corretto per gli effetti di calendario ha segnato, nel confronto con gennaio 2009, una variazione positiva del 2,9 per cento per i beni di consumo totale (più 3,8 per cento i beni non durevoli, meno 1,1 per cento i beni durevoli) e una variazione nulla per i beni intermedi.


26

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Tecniche di difesa in caso di accertamento da redditometro Come contrastare la presunzione legale relativa al redditometro

Precisazioni "Telefisco" L’attuazione dell’accertamento sintetico è disciplinata da un decreto del ministero delle Finanze che ha determinato gli indici e i coefficienti presuntivi di reddito. Dal "Telefisco" 2010 sono arrivate delle precisazioni riguardo il contenuto della prova contraria che il contribuente deve fornire al fine di confutare la ricostruzione sintetica effettuata con lo strumento del "redditometro". Precisazioni importanti dato che viene affermato che «le presunzioni legali derivanti dall’applicazione del redditometro possono essere contrastate in vari modi». Compito del contribuente e di chi lo assiste (il professionista), è certamente quello di produrre un’adeguata difesa. Come precisato dalla circolare

n. 49 del 2007, in sostanza, il contribuente, a fronte di un accertamento che misura il reddito per un importo pari a 100 mila euro, potrà agire nei seguenti modi: produrre documentazione utile per evidenziare comunque la disponibilità di tale importo; in alternativa dimostrare che per il proprio vivere quotidiano necessita di importi minori; combinare le due tesi difensive, dimostrando da un lato una maggiore capacità economica e dall’altro che con tale capacità, seppur inferiore alla presunzione accertativa, riesce a sopperire alle sue necessità. Riguardo alla prima tesi difensiva, secondo l’Agenzia delle entrate il contribuente può dimostrare: il possesso ulteriore di redditi forfetari (per esempio, redditi derivanti dallo svolgimento dell’attività agricola); la disponibilità di somme riscosse a titolo di disinvestimenti patrimoniali; il ricorso a finanziamenti di vario genere; l’utilizzo di somme di denaro deri-

vanti da eredità, donazioni, vincite; l’utilizzo di somme riscosse, fuori dall’esercizio d’impresa, a titolo di risarcimento patrimoniale; la circostanza che i beni e i servizi siano utilizzati all’interno dell’attività imprenditoriale o professionale, il possesso dei predetti beni per un periodo limitato dell’anno, ovvero la disponibilità degli stessi anche nei confronti di soggetti terzi con relativa suddivisione delle spese; il ricorso al finanziamento o prestiti di altri soggetti, anche non appartenenti al nucleo familiare, nonché l’intervento del proprio nucleo familiare nelle spese di ordinaria amministrazione; il possesso di altre disponibilità, comunque legittime e ancorché collegate a eventi particolari, come ad esempio gli importi accumulati a seguito di evasione in periodi condonati o «scudati». Gaia Mutone

Inps: Collaboratori

L’Iva ad esegibilità differita Non è prevista alcuna comunicazione all’erario e la facoltà va esercitata di volta in volta ponendo su ogni fattura una apposita dicitura

Il 28 aprile 2009 è entrata in vigore la così detta "Iva per cassa" (o Iva ad esegibilità differita), che dà la possibilità ai contribuenti di poter pagare l’Iva solo dopo aver percepito effettivamente il pagamento del corrispettivo fatturato, anche se, comunque, entro il decorso di un anno dal momento di effettuazione dell’operazione. Questo meccanismo è stato esteso anche a coloro che, operando nell’esercizio di impresa, arti o professioni, (e con un volume d’affari Iva non superiore a 200mila euro), effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi imponibili nel territorio dello Stato nei confronti di cessionari o committenti a loro volta nell’esercizio di impresa, arti o professioni. Sono escluse le operazioni svolte con consumatori finali, sia se residenti in Italia che all’estero, e le

operazioni effettuate dai soggetti che si avvalgono di regimi speciali di applicazione dell’imposta. Sono sempre escluse dall’esigibilità differita: le operazioni svolte nei confronti di cessionari che assolvono l’imposta mediantel’applicazionedell’inversionecontabile (reverse-charge); le cessioni intracomunitarie o le operazioni per le quali il cedente o prestatore nazionale non indica l’Iva in fattura e non è debitore della relativa imposta. Verificata la sussistenza di tutti i presupposti per l’applicazione, la fatturazione con esigibilità differita può essere liberamente utilizzata, non essendo, infatti, previsto alcun obbligo di comunicazione all’erario, ma su ogni singola operazione si dovrà indicare sulla fattura la notazione "operazione con imposta ad esigibilità differita ai sensi dell’art. 7 del D.L. 185/2008", che è vincolante per poter beneficiare del rinvio dell’esigibilità dell’Iva sino al suo incasso. In assenza di tale adempimento formale, l’Iva si intende esigibile all’atto dell’effettuazione dell’operazione, indipendentemente dalla sua riscossione. L’imposta diviene, comunque, esigibile dopo il decorso di un anno dal momento di effettuazione dell’operazione. Le cessioni di beni si considerano effettuate nel momento della stipulazione se riguardano i beni immobili e nel momento della consegna o spedizione se riguardano beni mobili. Quindi è da tale momento che decorre l’anno di differimento dell’esigibilità dell’Iva. Se prima dei predetti eventi viene emessa fattura, l’operazione si considera effettuata alla data della fattura, e da tale data decorre l’anno di differimento dell’esigibilità.

In caso di cessazione del rapporto di lavoro, i collaboratori a progetto iscritti in via esclusiva alla gestione separata (cioè con una aliquota del 25,72% nel 2009 e del 26,72 nel 2010), hanno diritto ad una indennità una tantum pari al 30% del reddito percepito nel 2009. In ogni caso, tuttavia, l’indennità non potrà superare i 4mila euro. È quantoha stabilito l’Inps, con la circolare numero 36 pubblicata martedì scorso. Nel testo, sono individuati i beneficiari, i requisiti e le modalità di presentazione della domanda, che va fatta tenendo presente che il beneficio, previsto dall’articolo 2 della legge 191/09, si applicherà, in via sperimentale, esclusivamente al biennio 2010-2011. Queste le condizioni necessarie per poterne fare richiesta (esse dovranno necessariamente verificarsi in maniera congiunta): i collaboratori devono svolgere la propria attività per un unico committente; per il 2010 va considerato il reddito lordo del 2009; nell’anno di riferimento va accreditata almeno una mensilità presso la gestione separata; i collaboratori devono risultare senza contratto di lavoro da almeno due mesi. Relativamente all’accredito contributivo dell’anno precedente, devono essere accreditate nella gestione separata almeno tre mensilità.

G.M. PAGINA REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON "FISCAL FOCUS" diANTONIOGIGLIOTTI


COMUNICATO PREVENTIVO Ai sensi e per gli effetti della Delibera n. 24/10/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 41 del 19 Febbraio 2010 relativamente alle campagne per le elezioni regionali provinciali e comunali previste per i giorni 28 e 29 Marzo 2010

la cui redazione è in Loc.tà Serramonda di Marcellinara km. 12.300 88040 Marcellinara (Cz) - Telefono 0961.996802 – Fax 0961.903801

DICHIARA la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata e/o allegati ad essa messaggi politici elettorali - nei tempi e nei limiti previsti dal sopraindicato provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni alle seguenti condizioni:

Tariffe Edizione Regionale Modulo cad.: B/N 27,00 + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) COL. 35,00 + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) Finestrella prima pagina cad.: 200,00 mini + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) 300,00 max + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) Pagina intera ultima colore 1800,00 + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) Pagina intera interna colore 1400,00 + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) Pagina intera interna b/n 1000,00 + IVA 4% (ART. 7 LEGGE 90/04) Pagamento: anticipato; Prenotazione: entro le ore 12:00 del terzo giorno precedente la data di richiesta per l’uscita; Presentazione del materiale: entro le ore 15:00 del terzo giorno precedente la data richiesta per l’uscita. Tutte le richieste di informazioni potranno altresì essere inviate alla concessionaria di pubblicità:

IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria Coordinamento Area Calabria Mediatag S.p.A. Località Serramonda – 88040 Marcellinara(CZ) Tel. 0961/996802 – Fax 0961/903421 – 903784 Tel. 0984/429477 – Tel. e Fax 0984/391711 Presso le redazioni sopra indicate è disponibile, su richiesta, il documento analitico concernente le condizioni di prenotazione degli spazi e le tariffe per l’accesso.


28

il Domani

Giovedì 11 Marzo 2010

CULTURA E ASSOCIAZIONI

SOVERIA M. A marzo un incontro con ospiti del panorama culturale, editoriale e del marketing

La scuola per librai Rubbettino spegne la quarta candelina SOVERIA MENNELLI - La scuola per librai Rubbettino si appresta, il 14 marzo, a spegnere la sua quarta candelina, diventando a pieno titolo l’evento imprescindibile per tutti i librai del Sud Italia e, in particolar modo, per quei librai che vogliono interpretare il loro lavoro non come un semplice mestiere da imparare (e che pertanto non avrebbero, a rigore, bisogno di alcuna scuola) ma anche come un modo per contribuire alla crescita culturale e sociale del Mezzogiorno, una passione

Un'immagine di Soveria Mannelli

Presentato il documento dal titolo “Una maratona per la Calabria” a Catanzaro

che diventa quindi anche passione civile e impegno sociale. Chi intende il proprio ruolo in questo modo non mira più al solo profitto (peraltro molto magro, come sa bene chiunque lavori nel mondo dei libri) ma a diventare moltiplicatore di cultura. Per esserlo è necessario però fare rete, confrontarsi con gli altri librai, tessere relazioni ma, soprattutto, uscire dalla propria realtà per incontrare i grandi personaggi del mondo della cultura, dell’editoria, del marketing.

«L’iniziativa vuole essere una grande occasione offerta gratuitamente a tutti i librai che amano pensare in grande» La scuola per librai Rubbettino vuole essere questo: una grande occasione offerta gratuitamente a tutti i librai che amano pensare in grande. L’incontro che si svolgerà a Soveria Mannelli, nella Sala "Ermanno Critelli" della Rubbettino Editore prevede un programma molto nutrito e la partecipazione di ospiti del panorama culturale, editoriale e del marketing molto importanti, dal giornalista Rai Ennio Remondino, inviato di guerra in Irak, Bosnia, Kosovo, Medio Oriente, Afghanistan, che terrà la sua lectio magistralis su "il libraio di Teheran. Quando anche leggere è reato" allo scrittore,

CATANZARO - Un’interessante incontro si è svolto nel salone della Multiservizi "Aliseo comunication" di Germaneto, per iniziativa del dirigente regionale dr. Falcone, dell’associazione "Calabriagora". In una sala gremita da numerosi partecipanti, ha introdotto i lavori l’avv. Chiriano con una dotta e appassionata relazione, a cui ha fatto seguito l’intervento di Falcone che ha illustrato le istanze di un suo documento,"Una maratona per la Calabria", pubblicato dall’Editrice Cymoff. Il documento presentato dall’autore, è risultato denso di contenuti orientati verso una "prospettiva di programma politico", con la manifesta intenzione di "voltare pagina", nel tentativo di superare le difficoltà e le carenze in cui versa la nostra regione. E’ emersa quindi, la necessità del superamento prioritario delle modalità di gestione e di governo che hanno caratterizzato l’attività degli amministratori regionali e che hanno prodotto le conseguenze nefaste delle cose non fatte e degli appuntamenti mancati, pur in presenza delle grandi disponibilità finanziarie e dei consistenti flussi di denaro erogati dalla Comunità europea. L’avv. Chiriano da parte sua, nell’esprimere il suo apprezzamento

traduttore, giornalista ed editor letterario francese Serge Quadruppani, che esporrà "un punto di vista sulla letteratura e sull’Italia". L’appuntamento vedrà poi la partecipazione di Paola Dubini che parlerà del mercato librario in tempo di crisi della situazione attuale e degli scenari futuri. La Dubini è docente di economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano. Si occupa prevalentemente di economia della cultura. È autrice di numerosi studi tra cui il fortunato Voltare pagina. Economia e gestione strategica nel settore dell’editoria libraria. Per concludere la prima parte del programma Giuseppe Massara, esperto di formazione nei settori della comunicazione efficace e delle tecniche di vendita, gestione e creazione dei team di lavoro consiglierà delle tecniche e le metodologie di vendita nella comunicazione con il cliente. Dopo il Lunch Break, riprenderà i lavori lo scrittore Tonino Ceravolo, esperto di storia e antropologia religiosa e autore di numerosi volumi dedicati alla storia

perl’analisi di Falcone, ha fatto appello al senso di responsabilità di ciascunoper il recupero e la difesa della dignità di persona di cui ogni uomo èportatore. Egli ha sottolineato il ruolo del cittadino nel regime democratico, attraverso modelli orientativi di più alto civismo e impegno partecipativo. Non sono mancati i riferimenti ai nomi e all’opera di alcuni illustri personaggi del passato appartenenti alla corrente del "cristianesimo militante", come esempi di dedizione e di impegno per la realizzazione del bene comune: Maritain, La Pira, Guarasci. Ha ricordato che quest’ultimo, oltre che uomo di vasta cultura, fu anche presidente della regione Calabria. Dal documento politico-programmatico illustrato dal dr. Falcone, oltre ad un’analisi circostanziata sull’arretratezza della Calabria e sulle responsabilità del ceto politico regionale, emerge anche la drastica volontà di rottura col passato e di mobilitazione per l’avvio e la costruzione di un percorso nuovo di rinnovamento che chiama in causa il coinvolgimento della società civile e delle sue componenti più dinamiche e vivaci.

religiosadellaCalabriamedievale che parlerà di "libri e raccolte librarie nel Medioevo" a seguire Paola Mazzucchi, project manajer presso mEdra e consulente Associazione italiana editori, proporrà i suoi suggerimenti su come usare al meglio le tecnologie di rete per il reperimento di informazioni bibliografiche. E ancora Giorgio Pignotti, titolare della libreria Rinascita di Ascoli Piceno e della società Rinascita informatica produttrice di software gestionali per librerie, presenterà MacBOOK. La parte conclusiva del programma prevede le testimonianze dei librari Walter Castelli della Libreria Montecitorio di Roma e Gioacchino Tavella dell’omonima Libreria di Lamezia Terme. La giornata si concluderà con l’incontro con due autori Rubbettino, Francesco Bevilacqua e Alberto Castagna, la presentazione del nuovo piano editoriale e la tradizionale cena presso l’agritu-

La parte conclusiva del programma prevede le testimonianze dei librai Walter Castelli e Gioacchino Tavella rismo "La Rosa nel Bicchiere". Per iscriversi: on line sul sito internet www.scuolalibrai.rubbettino.it oppure contattare Antonio Cavallaro: 0968 6664209 commerciale@rubbettino.it; Antonio Colosimo: 0968 6664208 colosimo@rubbettino.it; Giuseppe Paletta: 0968 6664275 g.paletta@rubbettino.it; o inviare un fax 0968 662055 o spedire la cartolina a: Rubbettino editore, viale Rosario Rubbettino 10 88049 Soveria Mannelli - CZ.

Re. S.

«Il documento presentato dall’autore, è risultato denso di contenuti orientati verso una "prospettiva di programma politico"»


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI Domani, tornerà sul palcoscenico del capoluogo lo spettacolo "Avec le temps, Dalida" portato al successo da Maria Letizia Gorga e da un gruppo di straordinari musicisti: ha già superato le duecento repliche

Un omaggio a Dalida sul palco del Teatro Politeama

CATANZARO - Un autentico mito internazionale (Parigi le ha dedicato una piazza e una statua nel quartiere Montmartre), forse un po’ dimenticata nella sua terra d’origine, la Calabria. Il Politeama di Catanzaro rende omaggio a Dalida, la grande cantante ed attrice franco-egiziana, i cui genitori erano di Serrastretta. Venerdì 12 marzo, tornerà sul palcoscenico del capoluogo lo spettacolo "Avec le temps, Dalida".Lo spettacolo portato al successo da Maria Letizia Gorga e da un gruppo di straordinari musicisti ha già superato le duecento repliche; dopo il debutto al Festival del Parco di Montovolo nell’Agosto 2004 ha infatti toccato più di 60 città italiane ed europee. Prodotto dalla Compagnia Le Nuvole Teatro diretta da Gianni Afola, per la regia dell’autore Pino Ammendola si è avvalso della collaborazione di Stefano De Meo agli arrangiamenti, Raffaele Golino alle scene e Jacqueline Chenal alle coreografie. I musicisti sono stati

COSENZA - Al via il prossimo 12 marzo la rassegna organizzata dal Coordinamento provinciale del Silcea Cinema e Lavoro "Rappresentazione del mondo, narrazione dell’Altro: film di finzione e documentario". In programma incontri, letture e proiezioni. Appuntamento al Teatro dell’Acquario. Rendere visibile il disagio sociale, troppe volte sommerso o ignorato, che abita il mondo del lavoro. È questo il principale obiettivo della rassegna "Cinema e Lavoro Rappresentazione del mondo, narrazione dell’Altro: film di finzione e documentario", organizzata dal Coordinamento provinciale di Cosenza del Silcea (Sindacato Italiano Lavoratori Credito e Assimilati) in collaborazione con il Circolo Cosenza Cinema. La manifestazione, a cui hanno aderito anche il Centro Rat e la Compagnia Teatro Rossosimona, si articolerà in tre incontri in programma presso il Teatro dell’Acquario il 12, 17 e 29 marzo e vedrà alternarsi interventi, letture e proiezioni. Sei le proiezioni in calendario. Si parte venerdì 12 marzo con Risorse umane di Laurent Cantet (ore 20.30) e In fabbrica di Francesca Comencini (ore 22.00). La visione delle pellicole sarà preceduta da una serie di contributi utili a presentare la rassegna e a riflettere, così, sul rapporto tra cinema, lavoro e storie di vita. Interverranno Mimmo Donato e

Una scena dello spettacolo

Dopo il debutto al Festival del Parco di Montovolo nell’agosto 2004, lo spettacolo ha toccato più di 60 città italiane ed europee

Stefano De Meo al piano, Elena Lera e Laura Pierazzuoli al violoncello, Marco Colonna e Pasquale Laino ai fiati. Dalida, per il suo modo di attraversare la storia e d’illustrarne i cambiamenti, è una vera eroina dei nostri tempi. La piccola ragazza italiana dagli occhiali spessi, nata in un sobborgo popolare del Cairo, divenuta prima Miss Egitto, poi Mademoiselle Bambino e infine la regina dei juke-box, verrà consacrata come la più grande cantante Francese di tutti i tempi. In vita il Generale de Gaulle l’aveva insignita della medaglia della Presidenza della Repubblica, unica donna ed unico artista ad averla ottenuta, e alla sua scomparsa Parigi le ha dedicato una piazza: Place Dalida! Alla scoperta del suo busto il giornale "Libération" scrisse: "Dalida è più presente che mai, nessuna artista sarà mai così celebre..." E’ stata contemporaneamente la vamp hollywoodiana tutta lustrini e file di boys ed anche la più grande diva mediorientale, per

L’iniziativa è organizzata dal Coordinamento provinciale del Silcea In programma incontri, letture e proiezioni al teatro dell’Acquario

Al via domani la rassegna “Cinema e Lavoro” a Cosenza Mara Gambilongo, dirigenti sindacali Silcea e organizzatori della manifestazioneeMarcelloWalter Bruno, docente di Istituzioni di Cinema presso il Corso di laurea in Comunicazione e Dams dell’Università della Calabria e criticocinematografico.L’appuntamento è per le ore 19.00. La manifestazione proseguirà mercoledì 17 marzo con Mi piace lavorare - Mobbing di Francesca Comencini (ore 18.30) e Paul, Mick e gli altri di Ken Loach (ore 20.30) e si concluderà lunedì 29 marzo con la proiezione de Il Cineamatore di Krzysztof Kieslowski (ore 18.30), le Storie (ore

Si parte con "Risorse umane" di Laurent Cantet (ore 20.30) e con “In fabbrica” di Francesca Comencini

diventare, dopo la morte, una figura-culto per una intera generazione. Durante tutta la vita dietro la star Dalida, la donna Jolanda ha amato e sofferto semplicemente, umilmente. Si è donata senza limiti agli uomini della sua vita come ad un pubblico che sempre aveva per lei il "viso dell’amore", vivendo costantemente la tragedia di essere amata più come artista che come persona. L’idea dello spettacolo nasce dal desiderio di farci anche noi sua memoria, e ricordare, oltre alla sua vita, le canzoni che l’hanno resa celebre e che ci hanno appassionato. Abbiamo dimenticato o trascurato troppo a lungo la storia di una ragazza italiana del sud che è passata alla storia fuori dell’Italia: nemo profeta in patria? No, forse solo un’artista troppo scomoda per i benpensanti, o per quelli che, dopo il tragico evento di Sanremo, hanno preferito sacrificarla sull’altare dei non graditi per salvare uno dei business più redditizi dell’epoca: quello delle case discografiche. Ci piace ricordarla nel suo infinito repertorio musicale di vario genere , nel suo sorprendente trasformismo, nel suo misterioso e affascinante percorso tra arte e amore.

20.30), lettura dell’attore e regista Lindo Nudo e di Serena Ciofi, attrice, ed infine con il documentario di Mimmo Calopresti La fabbrica dei Tedeschi. «I film e i documentari che abbiamo scelto - spiegano gli organizzatori - diventano strumenti indispensabili per dare vita alla Storia umana, ricostruendo narrazioni capaci di restituire lo spirito del tempo nel quale sono stati realizzati». «Auspichiamo che questa rassegna - aggiungono possa essere occasione di riflessione, attraverso le storie narrate dal cinema, sul tema del lavoro e della sua importanza sociale, e che da questa riflessione esca rafforzata la consapevolezza della necessità di difenderne la dignità sempre, rivendicando il diritto di cittadinanza e il diritto all’esistenza della persona». Tutti gli appuntamenti saranno ospitati dal Teatro dell’Acquario, l’ingresso è gratuito. Re. S.

La visione delle pellicole sarà preceduta da una serie di contributi utili a presentare la rassegna e a riflettere su alcune storie di vita


Giovedì 11 Marzo 2010

il Domani 31

APPUNTAMENTI Ancora numerosi gli appuntamenti in cartellone dell’iniziativa curata dal Sistema bibliotecario vibonese

Seminario sul cinema a Vibo Prosegue al Musmi di Catanzato la mostra di pittura di Antoni Tàpies • BAGNARA C. (Cs) "Premio Mia Martini" Nei prossimi giorni a Parigi conferenza stampa di presentazione della 16 edizione del Premio Mia Martini. Da Bagnara Calabra, quartier generale del prestigioso Premio, in questi giorni stanno giungendo notizie di grande fermento e di incessante attività. Tutto in funzione dell’organizzazione della prossima edizione del rinomato evento, che anno dopo anno acquista una rilevanza sempre più importante per il pubblico e gli addetti ai lavori. Ad ascoltare le aspiranti “Nuove Proposte per l’Europa” nei prossimi mesi, sarà una commissione artistica nominata direttamente dal patron Nino Romeo, composta dall’eccellente musicista Mario Rosini (presidente della commissione),dall’ormaistoricogiornalistamusicaleAndreaDirenzo(coordinatoredella commissione), da Giovanna Gilda Severino e dalla già preannunciata vocalist deiMatiaBazar,RobertaFaccani,dasubito entusiasta di far parte della grande famiglia del Premio Mia Martini. Infatti, sia il patron che la responsabile organizzativa Silvana Bonadonna sono sicuri che la preziosa esperienza di un’artista del calibro della Faccani apporterà un grandissimo valore alla nuova edizione e a tutti i giovani artisti. La responsabile organizzativa Silvana Bonadonna, come nel suo stile, non svela nulla di ciò che saranno le sorprese della prossima edizione; preannuncia, però, che nel corso della conferenza stampa di Parigi saranno rese note le novitàchevedrannoprotagonistile“Nuove Proposte per l’Europa”. Il Premio Mia Martini è patrocinato dalla Regione Calabria,dall’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e Calabria e dal Comune di Bagnara Calabra. Adesso tocca a te! in palio il tuo sogno. • CATANZARO Laboratorio di musica E’attivo,ognimartedìdalleore16,00alle ore 18,00, nell’Oratorio del Carmine, in via Fiorentino, il Laboratorio sperimentale di musica moderna . Gli appuntamenti rientrano nelle attività culturali 2009/10 dell’Agenzia Regionale Diritto allo Studio Universitario Ardis di Catanzaro e sono indirizzati agli allievi iscritti all’Accademia de Belle Arti di Catanzaro, dell’Università della Magna Grecia e del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, promossi e organizzati dall’Associazione "Promocultura" presieduta dal M° Tommaso Rotella. I laboratori prevedono una serie di incontri di formazione musicale di canto moderno tenuti dalla Prof. ssa Velia Ricciardi e di chitarra e basso elettrico tenuti dal M° Vittorio Accorinti. • CATANZARO Premio Vivarium L’Associazioneculturale“Accademiadei Bronzi”, in collaborazione con le Edizioni Ursini di Catanzaro e Radio Squillace, promuove e organizza la 2ª edizione del premio “Vivarium”di poesia, saggistica e narrativa. La partecipazione è gratuita e il monte-

premi totale è di 6.000 euro. Alla sezione A, dedicata a S.S. Giovanni Paolo II, si partecipa inviando tre poesie inedite in lingua italiana, contenute nei 35 versi, di cuialmenounaatemareligiosooispirata ad argomenti di carattere sociale.Alla sezione B, dedicata a Flavio Magno Aurelio Cassiodoro (Squillace, 490 circa – Monastero di Vivarium 583 circa), si partecipa con un saggio inedito di argomento religioso, storico o sociale, oppure con un testo inedito di narrativa (romanzo o racconti).Ilavorinondovrannosuperare le 200 cartelle dattiloscritte formato A4. Gli elaborati dovranno essere spediti in duplice copia, con firma ed indirizzo dell’autore,entroil31marzo2010,unitamente alla scheda di partecipazione che potrà essere scaricata dal sito www.ursiniedizioni.it o richiesta via fax al n. 0961.782980. L’invio dei testi dovrà avvenire solo con posta prioritaria, intestando il plico a “Nuova Accademia dei Bronzi”, Via Sicilia 26 – 88100 Catanzaro. Per eventuali informazioni scrivere a premiovivarium@gmail.com. • CATANZARO Mostra di Antoni Tàpies A una settimana dall’inaugurazione, al Museo Marca è stata inaugurata nella giornata la mostra di Antoni Tàpies, figura centrale nella storiadell’arte contemporanea internazionale, che potrà essere visitatefinoal15marzo. Cinquantaleopereesposteneglispazidel Marca, un gruppo di lavori monumentali, in gran partemai visti in Italia, focalizzati sull’indagine degli ultimi tredecenni: dipinti, sculture, muri, disegni, composizioni grafiche e libri illustrati provenienti da importanti collezioni pubbliche e private italiane e straniere, a testimoniare la straordinaria vitalità dell’artista e l’attualità di una ricerca che ha attraversato tutta l’arte del dopoguerra ponendosi come elemento di costante autocoscienza. All’inaugurazione ha partecipato, tra gli altri, Juan Manuel Bonet uno dei maggiori esperti internazionali di Antoni Tàpies, storico e critico d’arte che ha ricoperto importanti incarichi come la direzionedell’Ivam di Valencia e del Reina Sofia di Madrid. Numerosi sono stati i segnali di un interessamento e di un forte consenso a questa nuova iniziativa del Marca. Dagli articoli già apparsi su diverse riviste nazionali come Dove e Inside ai ripetuti contatti già avviati dalle maggiori testate italiane. • CATANZARO “Titina alla quarantina” Il 14 marzo 2010 alle ore 19.00, presso l’Auditorium “Casalinuovo” di Catanzaro, sarà rappresentata la commedia teatrale dal titolo “Titina alla quarantina” organizzata dall’associazione di volontariato “I figli della luce” con la partecipazione straordinaria di Enzo Colacino.La rappresentazione è patrocinata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro – Assessore Antonio Argirò – e sponsorizzata dal Lions Club Catanzaro Host.

• CATANZARO Adol, stagione 2009/2010 Adol, Amici Dell’Opera Lirica "Jussi Bjorling" presenta il programma 2009/2010: 27 marzo 2010, dadefinire; 24 aprile 2010, Grandi scene d’Opera "La pazzia" presso Circolo Unione ore 17.30; 22 maggio 2010, 2° incontro su Mozart-Da Ponte "Le Nozze di Figaro" presso Circolo Unione ore 17.30. • CATANZARO Festival di Pontegrande L’Emmeti associazione comunica che si terrà giorno 17 aprile 2010, la VIII edizione del festival canoro di Pontegrande. Quest’annolamanifestazionesisvolgerà presso l’auditorium "Casalinuovo". La quota di iscrizione è di euro 40,00. Come ogni anno, ad ogni partecipante sarà fornito un dvd del festival e n. 2 fotografie (a scelta). Leiscrizionidovrannopervenire,improrogabilmente, entro e non oltre, il 31 marzo 2010. Al vincitore verrà consegnato il trofeo del festival di Pontegrande. Inoltre, i primi tre classificati parteciperanno di diritto alle semifinali nazionalidelfestivalestivo2010organizzato dall’Asi di Piombino. Per il modulo d’iscrizione, il regolamento ed ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri: 333/3926440 - 328/8103948 334/5825185. • CHIARAVALLE Stagione teatrale L’associazione culturale Tempo Nuovo presenta la stagione teatrale 2010. sabato 13 marzo, "La guerra spiegata ai poveri" di Ennio Flaiano; regia di Francesco Frangipane con Massimiliano Benvenuto, Vanessa Scalera; venerdì 19 marzo, "Vogliamoci tanto bene" testo e regia di Carlo Buccirosso, con Carlo Buccirosso,MariadelMonte;domenica 28 marzo , "Roma ore 11" di Elio Petri; regia di Anna Damiani con Manuela Mandracchia,MariàngelesTorres;sabato 17aprile, "Il rompiballe", di Francis Veber; regia di Franco Procopio con la Compagnia Tempo Nuovo.

• LOCRI (Rc) "Locri Fest Jazz" Sei spettacoli, sei serate di grande jazz.La città di Locri ospita, presso la Tenuta Il Palazzo , il primo "Locri Fest Jazz", un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Francesco Macrì . Programma: il 5 marzo , sempre alle 20.30, sarà la volta di Greg Osby & Quartet.Il quarto spettacolo vedrà, il 25 marzo alle 20.30, l’esibizione di Gary Thomas & Quartet. Gli appuntamenti si concluderanno con l’esibizione di Maria Neckam &Quintetil3aprilealleore20.30edinfine, l’11 aprile sarà la volta di Eddie Gomez Trio". Tra le novità del festival l’abbinamento tra la musica e la gastro-

nomia come ha sottolineato l’avvocato Nicola Capogreco, il quale ha precisato che ad ogni spettacolo è previsto, all’interno del costo del biglietto, la degustazionediunpiattoimportantedialtacucina accompagnato da un ottimo vino, tranne che per la prima serata che, iniziando alle ore 18.30, si prevede l’accompagnamento con un aperitivo originale.Ilcostopersingolospettacoloè dieuro20,00,mentrel’abbonamentocosta 90,00 euro.I biglietti e gli abbonamenti di possono prenotare ed acquistarepressol’ufficiostaffdelsindacodiLocri, posto al primo piano del Palazzo di Città. E’ gradita la prenotazione in quanto è previsto un limite ai posti a sedere, comprensivi dei tavoli dove gustare le raffinatezze gastronomiche.Per gli organi di stampa è gradita la richiesta di accredito sempre presso l’ufficio staff del sindaco di Locri. • SOVERATO (Cz) "Incontriamoci a teatro" “IncontriAmOci a teatro” è il titolo della rassegna 2009/2010 del “Teatro comunale di Soverato”, diretta da Gregorio Calabretta. Di seguito il programmacompleto delle due rassegne: 3 marzo , “Dal Derby al Nuovo” con TeoTeocoli, ore 21.00; 12 marzo , “Le Nozze diFigaro” di Gregorio Calabretta, ore 21.00; 19 marzo , “Ciak si suona” del Classic MoviesQuartetconKatiaRicciarelli,ore 21.00. Primi passi a teatro: 23 gennaio , Don Chisciotte, ore 18.30; 13 febbraio , Odissea, ore 18.30; 13marzo , La favola dell’amore, ore 18.30; 17 aprile, Il magodi OZ, ore 18.30.

• VIBO VALENTIA Seminario sul cinema Il Sistema Bibliotecario Vibonese presentaL’Itala,ilCinematografoAutobiografiadiunanazione:1861-2010,seminario di storia e critica del cinema. Il seminario, che prevede la proiezione di 10 film, oltre a 11 sedute, avrà la durata di 4 mesi, fino a giugno . Gli altri film proiettati saranno: La grande guerra di Mario Monicelli, Roma città aperta di Roberto Rossellini, Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, Un maledetto imbroglio di Pietro Germi, I pugni in tasca di Marco Bellocchio, Todo modo di Elio Petri, Bianca di Nanni Moretti, L’uomo in più di Paolo Sorrentino, Biutiful cauntri di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero. Le proiezioni avranno luogo nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 13 febbraio, alle ore 15.00; il 15 febbraio, alle ore 21.00; il 26 marzo, alle ore 21.00; il 27 marzo, alle 18.00; il 29 marzo, alle 21.00; il 29 aprile, alle ore 21.00; il 30 aprile, alle ore 21.00; il 3 maggio, alle 21.00; il 14 maggio, alle ore 21.00. Gli altri incontri sono invece previsti nei seguenti giorni e ai seguenti orari: il 15 febbraio, alle ore 16.00; il 16 febbraio, alle ore 16.00; il 26 marzo, alle ore 16.00; il 29 marzo, alle ore 16.00; il 30 marzo,alleore18.00;il30aprile,alleore 16.00; il 3 maggio, alle ore 16.00; il 4 maggio, alle ore 18.00; il 15 maggio, alle

ore 21.00; il 17 maggio alle ore 17.00. Tutte le sedute avranno come relatore Antonio Tricomi, fatta eccezione per l’ultima,chevedràl’interventodellosceneggiatore cinematografico e televisivo LeonardoMarini.Ilseminarioèapertoatutti. Le domande di ammissione al seminario dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2010 alla segreteria del seminario di storia e critica del cinema, Sistema BibliotecarioVibonese,ViaAbatePignatari - 89900, Vibo Valentia. La partecipazione al seminario è gratuita. Al termine del seminario, a chi avrà assistito alla proiezione di almeno 6 film e abbia preso parte ad almeno 6 incontri, verrà rilasciato un attestato di frequenza comprensivo delle firme dei relatori.

• CALABRIA Premio giornalistico Fino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni alla Terza Edizione del Premio Giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei,rivoltoaigiovanigiornalistisottoi35 anni che abbiano saputo raccontare l’Italiael’Europacontemporaneecongli occhi di chi si affaccia alla professione. Per il 2010 il Premio è rivolto ai servizi giornalistici pubblicati o trasmessi su testate italiane e della Svizzera italiana tra il 1° gennaio 2009 e il 15 maggio 2010, che abbiano riguardato: "Quando la natura si rivolta: la forza degli elementi, l’ambiente violato, le scelte per un pianeta migliore". La Giuria valuterà: il migliorarticolopubblicatosuquotidiani, periodici e web; il miglior servizio radio-televisivo trasmesso da emittenti locali e nazionali. Nella giuria figurano nomi prestigiosi del giornalismo e della cultura, tra i quali Claudio Magris (scrittore), Arrigo Benedetti (regista), FerrucciodeBortoli(CorrieredellaSera),Arturo Colombo (professore universitario), Michele Fazioli (RTSI), Attilio Giordano (La Repubblica), Alfredo Macchi (TG4), Giuseppe Mascambruno (La Nazione), MassimoNava(CorrieredellaSera),Antonio Patuelli (Libro Aperto), Gianni Riotta (Il Sole 24 Ore), Carlo Verdelli (Condé Nast), Andrea Vianello (RAI Tre), e Fulco Pratesi (giornalista e ambientalista, WWF) come Giurato speciale per l’Edizione 2010. Tutta la Giuria sul sito www.barbielliniamidei.it.Il PremioGiornalisticodedicatoallamemoria e all’impegno di Gaspare Barbiellini Amidei è natonel 2008 sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio dell’OrdineNazionale dei Giornalisti, dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, della Federazione NazionaleStampa Italiana, dell’Associazione Ticinese dei Giornalisti e della Città di Lugano, con l’obiettivodi incoraggiare un giornalismo libero, innovativo e di qualità.Innovative le modalità di partecipazione al Premio, interamente on line attraverso ilsito www.barbielliniamidei.itLa cerimonia di consegna del Premio si svolgerà all’Isola d’Elba, tra luglio e agosto 2010, incollaborazioneconilPremioletterario Isola d’Elba - Raffaello Brignetti, il Comune di Marciana e l’APT dell’Arcipelago toscano.


il domani  

Edizione del 11 Marzo 2010