Issuu on Google+

Martedì 10 Maggio 2011

Anno XIV - Numero 127

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

LIBIA

BERLUSCONI

Insorti: l’Italia ci fornirà le armi La Farnesina precisa: non è vero

CONSOB Nuovo presidente Vegas: aziende indifese e risparmiatori da tutelare

Critica pm del processo Mills Ma chiama eroi quelli uccisi

a pag » 4

a pag » 6

a pag » 5

Il Ministro della Giustizia non ha dubbi su quale sia la vera ricetta per la crescita della Calabria

Alfano: la legalità la vera infrastruttura Importanti rilievi del Guardasigilli nella visita elettorale nella nostra regione in vista delle amministrative del 15 e 16 L’INTERVENTO

Le riforme decisive: fisco e liberalizzazioni

«Questa terra è strategica per l’intero Paese, ma il Sud ha bisogno di sviluppo e prima IL COMMENTO ancora di legalità. È del tutto inutile pensare ad ogni tipo di infrastrutturazione se contemporaneamente non diventa strategica la legalità» a pag » 3

LAVORO

TRAGEDIA AL GIRO

di Stefano Fassina

Stillitani a sostegno degli affetti da sclerosi multipla

resp. Economia Partito Democratico

Le riforme chieste, ancora una volta, al Governo Berlusconi dalla Presidente Marcegaglia sono le priorità decisive per l’Italia: fisco, ricerca, pubbliche amministrazioni, liberalizzazioni. E’ una richiesta che, riproposta all’inizio del quarto anno di legislatura, certifica che il governo Berlusconi ha vissuto alla giornata, senza una strategia di politica economica per la crescita ed il lavoro. Ogni tre mesi arriva un decreto sviluppo, un decreto anti-crisi, un decreto incentivi ma purtroppo si tratta di interventi propaganditici. Le previsioni di ripresa lo dimostrano: dopo aver perso il doppio dei Paesi euro durante la recessione, cresciamo la metà degli altri. Le riforme non richiedono più spesa pubblica. Richiedono di archiviare la lunga stagione del populismo. Richiedono la convergenza di tutte le forze politiche e sociali.

Il belga Wouter Wylandt muore a 26 anni RAPALLO - Una tragedia ha funestato il Giro d’Italia durante la terza tappa da Reggio Emilia a Rapallo. Il giovane belga Wouter Weylandt è caduto nella discesa del Passo del Bocco urtando un guardrail e finendo poi contro un muro, sfondandosi il cranio. Il medico di corsa era sul posto dopo due minuti soltanto ma nonostante un massaggio cardiaco ininterrotto di 40 minuti, mentre l’elicottero volteggiava per un difficile tentativo di prelevare il ciclista, non c’è stato nulla da fare.

L’assessore al Lavoro e alle Politiche sociali, Francescantonio Stillitani, ha presieduto ieri un incontro con i rappresentanti dell’Associazione italiana sclerosi multipla per discutere sulla possibilità di creare formazione e occupazione per i soggetti affetti dalla patologia. Hanno partecipato all’incontro il consigliere nazionale dell’Aism Antonello Ardito e la volontaria Giusy Gigliotti. «L’intenzione - ha detto Stillitani - è quella di avviare percorsi per l’inserimento nel mondo lavorativo di disabili affetti dalla sclerosi multipla. In questo modo si potrà migliorare la qualità della vita dei pazienti e, allo stesso tempo, fornire loro delle occasioni importanti per condurre una vita quasi normale, attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro. a pag » 9

LAMEZIA TERME Sgomberato il campo rom di Scordovillo Protesta contro l’insediamento nelle case a pag » 17

RENDE Il candidato a primo cittadino Innocenzo Palazzo: saprò essere il sindaco di tutti di Alessandro Caruso a pag » 18

REGGIO CALABRIA Da Bruxelles arriva il riconoscimento di Capitale Europea dello Sport a pag » 23

Il danno e la beffa di non essere competitivi di Mario Guidi presidente Confagricoltura

Non vorrei sembrarvi uno di quegli empirici sperimentatori che provavano su di sé medicamenti e pozioni. Al massimo posso essere una specie di cavia cosciente, che oltre un anno fa ha assaggiato un’ottima polenta preparata con mais Ogm e a tutt’oggi sta benissimo. Bisogna essere onesti e spiegare ai consumatori che parlare di Italia Ogm free è raccontare una favola, visto che importiamo milioni di tonnellate di prodotti geneticamente modificati destinati all’alimentazione di quegli animali di cui mangiamo le carni e beviamo il latte. Esattamente come si fa in tutto il resto del mondo, perché le grandi produzioni di mais e soia, base per i mangimi vengono realizzate dove gli Ogm sono la regola dell’agricoltura e noi li importiamo perché non abbiamo coltivazioni sufficienti, e sufficientemente remunerative, per rispondere al fabbisogno nazionale. Così avviene anche per la maggior parte dei prodotti trasformati su scala globale che contengono mais, soia o i loro derivati. E poi ricordiamoci che anche le normative europee assegnano alla presenza di Ogm nei cibi una soglia di tolleranza, che, in ogni caso, non è pari allo zero. La conclusione è che in Italia gli Ogm si possono mangiare ma non coltivare, così abbiamo il danno di non essere competitivi e la beffa di essere illusi. E mentre tutto ciò accade in Italia, da circa dieci anni non si fanno più ricerche sulle biotecnologie per l’agricoltura.


2

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI PUNTO AGRICOLTURA Il “bio” vale 18 miliardi di euro l’anno Mentre i consumi alimentari convenzionali ristagnano, da ogni parte del globo il segmento biologico conquista quote di mercato. Il giro d’affari nel 2010 è da far girare la testa: si tratta di ben 54,9 miliardi di dollari. Solo in Europa il "bio" vale 18 miliardi di euro l’anno, di cui oltre 2 miliardi "prodotti" nel Belpaese. Tutto merito della maggiore attenzione dei consumatori verso il "mangiar sano", ma anche delle copertine conquistate dal settore sui giornali più patinati. Basta pensare all’orto biologico di Michelle Obama alla Casa Bianca o alla cena "bio" allestita per il Royal Wedding di William e Kate. In Italia il biologico continua la sua corsa inarrestabile. Dopo l’incremento

dell’11,6 per cento messo a segno nel 2010, si assesta al più 13 per cento nei primi due mesi del 2011. Ma se a trainare la crescita sono ancora una volta pasta e riso (più 68,8 per cento) e latte e formaggi (più 20,7 per cento), comincia a consolidarsi anche il consumo di ortofrutta "bio": nel primo bimestre, infatti, il segmento guadagna quasi il 12 per cento, con un peso sul totale degli acquisti di biologico pari al 23 per cento. Ma la vera novità è il "sorpasso" della frutta e verdura "bio" rispetto a quella convenzionale. A livello tendenziale i consumi di patate biologiche sono cresciuti tra gennaio e febbraio del 17,2 per cento rispetto al più 4,3 per cento di quelli "normali"; i finocchi

Nel primo bimestre 2011 salgono gli acquisti “bio” in supermercati (più 19 per cento) e ipermercati (più 12,5 per cento), ma soprattutto aumenta esponenzialmente la spesa “bio” nei discount

PUNTI DI VISTA

"bio" sono aumentati del 32,4 per cento contro l’1,4 per cento dei convenzionali; le zucchine biologiche sono schizzate a più 18,4 per cento, lasciando al più 7 per cento quelle "normali". Non solo ortaggi, stessa sorte è toccata alla frutta: se arance e clementine convenzionali hanno registrato variazioni negative comprese tra l’1 e il 3 per cento, quelle "bio" hanno segnato rispettivamente più 12,9 e più 27,7 per cento. Ma il successo del biologico è reso evidente anche dalla presenza massiccia di questi prodotti nelle catene della Gdo. Nel primo bimestre 2011 salgono gli acquisti "bio" in supermercati (più 19 per cento) e ipermercati (più 12,5 per cento), ma soprattutto aumenta esponenzialmente la spesa "bio" nei discount, che arriva al più 9,5 per cento tra gennaio e febbraio. Cresce la presenza di ristoranti con menù biologico (più 24 per cento), di agriturismi (più 11 per cento) e di mense scolastiche (più 10 per cento). Ufficio stampa Cia

di Felice Belisario*

Borghezio va isolato politicamente La Lega può smettere di far credere ai cittadini che ha proposte serie per i problemi del Paese perché è un’impresa disperata di fronte alle miserabili affermazioni di Borghezio, che confermano ancora una volta come la demagogia padana sia solo pattume politico. Con le farneticazioni populiste, al dibattito sulle emergenze degli italiani si aggiunge solo la propria deficienza politica. Il problema dei rifiuti a Napoli riguarda tutto il Paese ed è proprio il Governo di cui la Lega fa parte che ha promesso di risolverlo: se invece la situazione non fa che aggravarsi è proprio perché il centrodestra, sempre più schiacciato dalla questione morale, si aggrappa solo a slogan e invettive dimostrandosi incapace di affrontare anzitutto la piaga delle collusioni criminali. Sappiamo che Borghezio è un caso umano, ma non basta averlo spedito a Bruxelles: la maggioranza prenda le distanze dalle sue vili affermazioni, altrimenti vorrà dire che le condivide e dovrà assumersene la responsabilità. *capogruppo senatori Idv

Alla base della fine del rapporto tra la pop star e l’ormai ex fidanzato, Brahim Zaibat, ci sarebbe un motivo ben preciso. Madonna, infatti, l’avrebbe lasciato per motivi religiosi. Lei, fervente seguace della Kabbalah, avrebbe preteso che il fidanzato musulmano si convertisse al suo credo. Ma lui ha rifiutato e ciò avrebbe suscitato le ire della signora Ciccone


AVVISO A PAGAMENTO

REGIONE CALABRIA LE DECISIONI DEL “TAVOLO MASSICCI” La Regione comunica i risultati positivi delle ultime riunioni ministeriali sul Piano di Rientro dal disavanzo sanitario Dalle risultanze emerse dalla verifica del “Tavolo Massicci” sugli adempimenti previsti dal Piano di Rientro, appare fondamentale comunicare, al fine di chiarire il percorso seguito e le attività svolte, anche sommariamente, su quanto avvenuto nel corso delle riunioni del 22 febbraio e del 31 marzo scorsi, in cui sono stati affrontati e discussi temi importanti: certificazione posizione debitoria e accesso anticipazione liquidità, risultato di esercizio 2009, stato patrimoniale 2008 e 2009, IV trimestre 2010, rideterminazione perdita non coperta per il periodo 01/01/2006-31/12/2010 e verifica annuale 2010. In modo sintetico, si evidenziano le principali risultanze emerse dal verbale del “Tavolo di verifica”, con riferimento alle tematiche più rilevanti. Sui fondi disponibili iscritti nel Bilancio Regionale e da incassare, la struttura commissariale, con il supporto degli uffici regionali, ha prodotto le analisi e la documentazione di dettaglio relativamente al periodo 2001-2009, che fanno emergere, per il suddetto periodo le disponibilità sul bilancio regionale di somme pari a 659,712 mln di euro, pari alle premialità ed alle quali si deve aggiungere la premialità relativa al 2010. Per quanto riguarda lo stato del debito commerciale pregresso, nel verbale del “Tavolo di verifica” viene rappresentata la situazione rideterminata sulla base della attività svolte dalla Regione, nel periodo di commissariamento, con il processo di ricognizione e riconciliazione del debito. Tale attività, nella prima fase del processo, ha riguardato, tra le componenti della Posizione Finanziaria Netta, il debito commerciale (debito v/fornitori) al 31/12/2007 aperto al 31/12/2010 ed i pagamenti dello stesso effettuati dal 01/01/2006 al 31/12/2010. Relativamente al debito commerciale il “Tavolo di verifica” ha preso atto delle risultanze del processo di riconciliazione in corso validandole e dalle quali emerge che il debito commerciale ante 2005 aperto (da pagare) al 31/12/2010 è di 232,2 mln di euro; che il debito commerciale 2006 e 2007 complessivo per 899,3 mln di euro, aperto (da pagare) al 31/12/2010 è di 413,7 mln di euro; che il debito commerciale 2008 aperto (da pagare) al 31/12/2010 è di 213,1 mln di euro. Per il pagamento del debito commerciale 2005, la Regione è stata autorizzata ad utilizzare per le coperture le Premialità residue 2001-2005 ancora disponibili, e che devono essere trasferite dal Ministero alla Regione Calabria, nonché con il ricorso all’anticipazione di liquidità (mutuo) fino ad un massimo di circa 500 mln di euro. Per il pagamento del debito commerciale e degli altri debiti riferiti agli esercizi 2006-2007 e aperti al 31/12/2010, per cui è in corso il processo di riconciliazione, la Regione potrà utilizzare i fondi disponibili sul Bilancio Regionale e relativi, anch’essi alle Premialità successive al 2005 che devono essere trasferite dal Ministero alla Regione Calabria. Il “Tavolo Tecnico di verifica” ha provveduto, inoltre, a rideterminare il disavanzo 2009 a seguito della valorizzazione di un ulteriore rischio legato ai minori rinnovi contrattuali del personale dipendente per - 1,706 mln di euro e a seguito della rideterminazione dell’ammontare del gettito fiscale destinato alla copertura del disavanzo 2009. Per il disavanzo del 2010 è stato rideterminato dal “Tavolo Tecnico di verifica” a seguito delle valutazioni di ulteriori rischi per -4,600 mln di euro, riconducibili principalmente a maggiori costi del personale e prestazioni ospedaliere. L’esito della verifica e della rideterminazione della perdita non coperta per il periodo 01/01/2006-31/12/2010 ha definito la perdita non coperta, rispetto all’ultimo verbale del 20 maggio 2010, per il periodo 01/01/2006-31/12/2010 in 1.046,983 mln di euro. Le conseguenze della determinazione della situazione contabile sono: l’applicazione degli automatismi fiscali previsti dalla legislazione vigente, vale a dire l’ulteriore incremento delle aliquote fiscali di IRAP e addizionale regionale all’IRPEF anche per l’anno 2011, rispettivamente nelle misure di 0,15 e 0,30 punti; l’applicazione del blocco automatico del turn over del personale del servizio sanitario regionale fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in corso; l’applicazione del divieto di effettuare spese non obbligatorie fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in corso. Relativamente, poi, al Decreto commissariale n.18 con cui la Regione provvede ad approvare tre documenti relativi al riordino della rete ospedaliera, di emergenza-urgenza e territoriale, il Decreto stesso viene validato come atto programmatorio generale con la prescrizione di provvedere ai chiarimenti ed alle integrazioni necessarie in base alle osservazioni formulate nel parere e di provvedere alla definizione dei provvedimenti attuativi previa approvazione da parte dei ministeri affiancanti. Il Decreto presenta un’ integrazione delle tre reti finalizzata a rendere più efficiente il sistema sanitario calabro, rinviando a successivi futuri documenti la declinazione specifica dei cambiamenti da attuare. La verifica, quindi, da ritenersi positiva, consentirà alla Regione Calabria, l’accesso al mutuo per i debiti ante 2005, nonché, sulla base del cronoprogramma, in corso di elaborazione, lo sblocco dei fondi relativi alle premialità non ancora erogati e che consentiranno alle Regioni di sanare il deficit economico. Inoltre, per quanto riguarda la definizione delle reti, sulla base delle osservazioni e delle indicazioni fornite dal parere al decreto n.18, la Regione dovrà provvedere a completare le stesse tenendo conto anche della rete ospedaliera privata, considerato che il calcolo della produzione ottimale dei ricoveri è effettuata sul totale delle prestazioni rese, sia pubbliche che private.


4

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

ITALIA Incombe il problema dei roghi appiccati a montagne di rifiuti, mentre si discute di priorità per i camion

Militari in azione per sconfiggere i rifiuti di Roberto Carli NAPOLI - Nonostante gli sforzi è sempre emergenza rifiuti a Napoli e provincia, con l’aggravante dei roghi che impegnano i Vigili del fuoco. Ancora cumuli di rifiuti in fiamme tra Napoli e provincia: 28 gli interventi dei Vigili del fuoco, di cui 23 solo a Napoli. In particolare sono il centro storico e la zona orientale della città le aree maggiormente colpite. I vigili del Fuoco sono intervenuti, in particolare, in via Vergini, via Foria, via Scarfoglio, ma anche in via Salvator Rosa; diversi interventi anche a Secondigliano. In provincia, Vigili del fuoco in azione soprattutto a Casoria e a Nola. Intanto i militari del Genio sono entrati in azione ieri mattina a Monteruscello, località del comune di Pozzuoli (Napoli) dove la crisi è particolarmente acuta. In mattinata ha avuto luogo una riunione nella quale l’Ufficio flussi della Regione ha deciso a quali zone della città di Napoli dare priorità nell’intervento dei militari, che potrebbe cominciare nel capoluogo già nelle prossime ore. Quanto alla polemica aperta dall’Asia, l’azienda napoletana di igiene urbana, sulla priorità data ai camion militari nell’accesso allediscariche,il tenentecolonnello

Vincenzo Lauro, portavoce del Secondo comando Forze di difesa, ricorda che gli automezzi dell’esercitononpossonorimanere in coda per ore in attesa di accedere agli impianti, poiché in ogni momento potrebbero dover essere impiegati per una qualsiasi altra emergenza sul territorio. I camion militari stanno rimuovendo alcune decine di tonnellate di spazzatura in via Modigliani a Monteruscello. Complessivamente sono 160 gli uomini del 21mo reggimento Genio disponibili per l’emergenza rifiuti a Napoli e in provincia, con un centinaio di mezzi da utilizzare in base agli interventi concordati. Sono state oltre 800, già alle 9 del mattino, le tonnellate di rifiuti scaricate negli impianti: un andamento che per Claudio Cicatiello, presidentedell’Asia,l’aziendaser-

I militari del Genio sono entrati in azione ieri mattina a Monteruscello nel comune di Pozzuoli dove la crisi è particolarmente acuta

vizi di igiene ambientale che si occupa della raccolta dei rifiuti a Napoli, fa ben sperare in un’azione più netta per liberare le strade della città dai cumuli. Grazie all’intermediazione del prefetto di Napoli ed a un dispositivo presentato da Sapna, la società provinciale di Napoli per la gestione del ciclo dei rifiuti, è stato trovato anche un ’accordo’ per consentire l’accesso agli impianti da parte dei mezzi dell’Asia e di quelli dell’Esercito. Secondo quanto spiega Cicatiello, è stata, infatti, individuata una ’finestra’ di sei ore dedicata solo allo scarico dei mezzi del Genio: così allo Stir di Giugliano i militari potranno accedere dalle ore 12 alle ore 18 e nelle restanti ore toccherà all’Asia. Questo a seguito delle polemiche che erano sorte nei giorni scorsi, quando l’Asia aveva denunciato un accesso facilitato dei mezzi dell’esercito, a discapito di quelli dell’Asia per ore in fila davanti agli impianti. «Da ieri si scarica di nuovo a Tufino, poco, ormai solo cento tonnellate, alla discarica di Chiaiano - conclude Cicatiello - insomma, se le procedure di scarico, nodo centrale di tutto visto che ci consente la successiva raccolta, non subiranno intoppi, possiamo sperare in una giornata piuttosto positiva».

I ribelli: l’Italia ci darà le armi, ma la Farnesina smentisce e il rais bombarda ROMA - «Noi manteniamo quello che abbiamo detto: siamo pronti a fornire delle attrezzature difensive (al Cnt libico) ma non armi». Lo ha ribadito il ministro degli Esteri Franco Frattini a margine del Festival dell’Europa in corso a Firenze, a proposito delle forniture di aiuti militari ai ribelli di Ieri notte ha avuto luogo Bengasi che poche ore prima avevano annununa sessione del Consiglio ciato aiuti militari da parte dell’Italia. L’Italia di sicurezza Onu per fare ha accettato di fornirci il punto sulla situazione in «molto presto» armi per aiutarci a combattere Libia, in particolare per gli contro le forze fedeli a Gheddafi. Questa la sviluppi a Misurata frase pronunciata da Abdel Hafiz Ghoga, vicepresidente del consiglio Nazionale transitorio. Ghoga ha anche spiegato che rappresentanti militari degli insorti sono stati in Italia ed hanno raggiunto un accordo per la fornitura delle armi con i responsabili italiani. Intanto a Tripoli "regna il terrore", causato dalla paura per i bombardamenti ma anche «dal giro di vite del regime contro eventuali forme di espressione del dissenso». Lo riferiscono all’Ansa testimoni che sono riusciti a lasciare la capitale li-

bica. «Stanno tutti a casa per paura, delle bombe o della repressione. Intanto in città inizia a scarseggiare la benzina, che è arrivata a prezzi stellari paragonabili a quelli italiani. Manca anche il pane», aggiungono. Altre fonti riferiscono di file lunghissime ai distributori rimasti aperti, e una situazione di "grande nervosismo" soprattutto davanti alle panetterie, «dove i miliziani a stento riescono a mantenere l’ordine». Ma la situazione veramente tragica è quella di Misurata: una carneficina, hanno detto i sopravvissuti di Misurata, l’enclave ribelle stretta tra Tripoli e Sirte, descrivendo alla Cnn l’assedio delle forze di Muammar Gheddafi, che va avanti da oltre due mesi. «Terrore. Paura. La gente ha paura ogni momento della giornata, non importa quanti anni abbiano.È come fosse un film horror», denuncia Muhammad, un residente evacuato via mare a Bengasi. «Bombardano il porto e i quartieri residenziali. È diventata un’operazione di vendetta, non vogliono conquistare le città», racconta Ibrahim al-Neairy, uno dei ribelli feriti trasportati a Bengasi. Ieri notte ha avuto luogo una sessione del Consiglio di sicurezza Onu per fare il punto sulla situazione in Libia, con particolare attenzione per gli sviluppi a Misurata.

MELANIA REA La soldatessa sentita per 11 ore: una storia fissa, da due anni ANCONA - Salvatore Parolisi, il caporal maggiore dell’esercito di stanza al Reggimento di Ascoli Piceno, marito di Carmela Melania Rea, aveva una doppia vita. Emerge con forza dalle dichiarazioni rese ai carabinieri da una soldatessa di cui era stato l’istruttore, e con la quale aveva una relazione iniziata più o meno quando la moglie era in attesa della piccola Vittoria. La vita privata del militare certo non costituisce un movente dell’omicidio, ma spiega l’interesse degli inquirenti per particolari che l’uomo ha taciuto, più o meno consapevolmente, e che potrebbero essere invece cruciali per capire il perché del delitto. Francesca, 27 anni, di origini laziali, il grado di caporale, è stata sentita in un interrogatorio fiume (11 ore) in una caserma di Lecce, di cui ha riportato ieri alcuni stralci Tgcom.it. Con i carabinieri la giovane donna ha non solo ammesso la relazione ma ne ha parlato come di un rapporto ancora in essere, mentre Parolisi l’aveva liquidata come una storia chiusa. La ragazza, invece, che si trova a Lecce per un corso di perfezionamento, non avrebbe lesinato particolari sulla natura del legame con l’ex istruttore, con il quale si era sentita al cellulare anche nelle ore in cui si stava compiendo la tragedia. E Melania sapeva di lei. Anche se all’epoca si trovava a casa dei suoi, a Somma Vesuviana, dove stava portando avanti la gravidanza. Ma forse, spinta dalla gelosia, aveva controllato le chiamate fatte dal marito sul telefonino, o aveva intercettato un messaggio equivoco. E così aveva scoperto la storia di Salvatore, e, decisa a non perderlo, aveva telefonato alla ’rivale’ per dirle di lasciarlo stare. Ma così non è andata. Francesca avrebbe raccontato di essersi vista più volte con l’amante, in luoghi discreti e mai nella casa di lui a Folignano (A.P.), l’ultima volta nel gennaio scorso. Ma ha anche confessato di essersi sentita presa in giro.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani

ITALIA Napolitano difende il ruolo della magistratura, Bossi con lui. Il premier: tutto ok

Berlusconi-Colle: "guerra" fredda su legalità e riforme di M.T. Squillaci ROMA- «Nessuno scandalo». Il presidente del Consiglio, intervenendo a Olbia nel corso di un comizio elettorale organizzato dal candidato sindaco del Popolo della Libertà Settimo Nizzi, è ritornato sulla vicenda che ha creato nuovi attriti tra palazzo Chigi e il Quirinale. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo avere firmato i decreti per la nomina dei nove nuovi sottosegretari, provenienti dal gruppo parlamentare dei Responsabili, ha rilevato venerdì scorso in una nota che alcuni di questi sono stati eletti tra le fila dell’opposizione. Sulla nuovacomposizionedelgovernodovrebbe pertanto pronunciarsi il Parlamento. Il premier si dice per nulla preoccupato dall’eventualità di verificare alla Camera la solidità del suo governo, oggi più forte che mai: «Per la prima volta in 13 anni ho la possibilità di fare la riforma della giustizia, dell’architettura istituzionale dello stato e del sistema tributario». Riguardo ai "nuovi acquisti" il premier ci tiene a

precisare che i "delusi" che facevano parte dell’opposizione, «si sono fatti avanti senza che noi li andassimo a cercare, si sono messi insieme in un gruppo che è diventato la terza forza della maggioranza e ci ha dato una maggioranza più esile nei numeri ma più coesa e convinta che si debbano fare quelle riforme che la presenza di Casini e Follini prima e Fini e la Buongiorno dopo non ci avevo fatto fare». Niente di scandaloso dunque nell’aumento di dieci-quindici sottosegretari per potere avere un «incremento di lavoro» e dare un po di respiro al governo. Parlando di numeri, la nuova maggioranza conta adesso 325 parlamentari contro i 300 dell’opposizione ed ha bisogno quindi di essere sempre presente in Parlamento, anche con i ministri e i sottosegretari e questo, spiega Berlusconi, «ha sottratto loro due o tre giorni per lavorare». Chiariti i dubbi dei malpensanti, subito pronti a credere che la

decisione fosse scaturita dall’esigenza di premiare le nuove reclute della maggioranza, il premier risponde a quanti hanno definito «vergognose» le sue parole di ieri contro la magistratura, definita «un cancro da estirpare». Un’accusa, spiega il presidente, rivolta «non ai giudici ma ai pm milanesi». E rincara la dose, criticando «l’uso del diritto come arma politica contro di me», insieme a «insulti

«I "delusi" si sono fatti avanti e ci hanno dato una maggioranza più esile nei numeri ma più coesa e convinta sulle riforme che Casini prima e Fini poi non ci avevano permesso di fare»

«In Italia è in atto una guerra civile con insulti e calunnie di cui veniamo fatti oggetto e l’uso del diritto contro colui che la sinistra considera il suo nemico politico» Milano, Palazzo di giustizia (Foto LaPresse)

e calunnie terrificanti di cui sono oggetto». Con le sue 2567 udienze il premier si definisce «l’uomo più processato del mondo, anzi dell’universo». Le parole del premier sono state stemperate in serata dal leader della Lega, Umberto Bossi. Da Bologna, il senatur prende le distanze dalle dichiarazioni sulla magistratura come "cancro da estirpare". «Io non penso quella roba lì - taglia corto -. Penso che ogni tanto c’è qualcuno che rompe le scatole, però non sono tutti uguali». Quanto ai rapporti tra Pdl e Lega, secondo il leader del Carroccio «sono buoni. Stiamo bene, ogni tanto ci sono delle diversità come sulla guerra in Libia». Bossi, rafforza poi "l’alleanza" con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, condividendo le sue parole sulla legalità. «Se non difendi la legalità, poi ti impantani». Sulla situazione creatasi il Quirinale non si esprime, ma il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ieri - in occasione della giornata della memoria dedicata alle vittime del terrorismo - nell’introduzione del libro commemorativo «Nel loro segno» condanna le «polemiche politiche indiscriminate» contro la magistratura. Indiretto ma chiaro l’ avvertimento: «Abbiamo dimostrato di essere una democrazia capace di difendersi senza perdersi, capace di reagire ad attacchi e minacce gravi senza snaturarsi. No alla violenza e alla rottura della legalità in qualsiasi forma». Sull’asse Bossi-Napolitano il presidente del Consiglio minimizza con i giornalisti : «massì, che volete che vi dica? Bossi ha fatto bene, anzi benissimo».

I giudici revocano la contumacia ma il premier definisce assurde le accuse

Berlusconi contesta le accuse e stigmatizza i manifesti di Carlo Bassi MILANO - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è tornato in tribunale a Milano per prendere parte all’udienza per il caso Mills in cui è imputato per corruzione in atti giudiziari. Dalla fine di marzo è la quarta volta che il premier si presenta in aula per i processi che ha in corso e la prima volta nel processo Mills. I giudici hanno subito revocato la contumacia con cui lo avevano bollato alla sua prima assenza. È stata un’altra giornata movimentata di fronte al Palazzo di giustizia: un uomo ha urlato "Vergognatevi buffoni" all’indirizzo dei sostenitori di Berlusconi che si trovano fuori del tribunale ed è stato portato via di peso dagli agenti delle forze dell’ordine. Berlusconi a ruota libera nei commenti: «Questo processo ha dell’incredibile», ha detto il premier uscendo dall’aula del processo Mills. Il processo Mills «è il peggiore di tutti, perché non c’è prova, né movente». Berlusconi ha spiegato

che il dibattimento sulla presunta corruzione in atti giudiziari dell’avvocato inglese è un processo «paradossale, ridicolo e surreale». «C’è una richiesta all’interno del mio partito di una commissione di inchiesta per evidenziare se all’interno della magistratura c’è un’associazione con fini a delinquere», ha affermato Berlusconi parlando dei magistrati fuori dall’aula. «Per 24 volte i pm di Milano mi hanno rivolto accuse infondate secondo me cercando di usare il diritto come arma contro quello che loro ritengono un loro avversario politico», ha ripetuto ancora il premier. Ma, al tempo stesso, Berlusconi ha voluto stigmatizzare i manifesti contro i magistrati. Ha ricordato che i magistrati uccisi dal terrorismo sono delle figure «eroiche», davanti alle quali «ci inchiniamo tutti». «Sono assolutamente una cosa indebita», ha detto di quei manifesti anti-pm che hanno creato scalpore. Il premier ha comunque spiegato di aver chiamato Roberto Lassini, responsabile di quella discussa iniziativa e indagato per la vicenda dei

manifesti, per «fare una telefonata di ringraziamento vista la sua rinuncia alla candidatura» per le elezioni milanesi. Il presidente del Consiglio durante una pausa dell’udienza ha fatto consegnare ai giornalisti copia di alcuni passaggi della sua intervista sul caso Mills, tratta dal libro di Bruno Vespa del 2008 intitolato Viaggio in un’Italia diversa . Nell’intervista il premier sostiene che Mills «era uno dei tantissimi avvocati di cui all’estero si era servito occasionalmente il gruppo Fininvest. Io non ricordo di averlo mai conosciuto». Per tornare alle contestazioni, numerosi sono stati proprio i contestatori di Lassini. Si sono sistemati davanti all’ingresso principale del tribunale di Milano: una decina di giovani manifestanti che con i cartelli che richiamano nella grafica l’ormai famigerato "via le Br dalle procure", manifestavano a sostegno dei magistrati vittime del terrorismo, ieri, proprio nella giornata della memoria dei servitori dello Stato uccisi. Le tre gigantografie con i volti del pm Emilio

Alessandrini, del giudice istruttore Guido Galli (uccisi dai terroristi di Prima Linea rispetti9vamente nel 1979 e nel 1980)edell’avvocatoGiorgioAmbrosoli (liquidatore della banca privata assassinato da un killer su ordine di Michele Sindona) hanno fatto da ’sfondo’ alla udienza del processo Mills. I manifestanti, sistematisi proprio sotto le tre gigantografie, hanno innalzato cartelli con la scritta «grazie ai magistrati e alla polizia giudiziaria che ci hanno protetti dalle Br e da tanti altri pericoli anche a prezzo della vita». Il contestatore solitario era invece un signore di mezza età che, uscendo dal tribunale, è stato letteralmente sollevato di peso dagli agenti delle forze dell’ordine, all’entrata di via Freguglia del palazzo di giustizia, e allontanato dalla polizia. Mentre veniva portato via, seguito da decine di giornalisti e cameramen, ha continuato a urlare frasi di contestazione all’indirizzo dei sostenitori di Berlusconi, dicendo alla fine: «In questo Paese non si può neanche più parlare».

5


6

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

ECONOMIA Calderoli attacca la Marcegaglia: «Stesso stile di Montezemolo»

Primo discorso al mercato del presidente della Consob Giuseppe Vegas: le leggi italiane favoriscono scalate ostili

Consob: aziende indifese e risparmiatori da tutelare di Gaia Mutone ROMA - Troppa competizione e poca attenzione a guardarsi le spalle. Nel suo primo discorso al mercato il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, parla della disciplina sulle offerte pubbliche d’acquisto (Opa) tornando a bomba su uno dei temi caldi dell’economia e della finanza italiana, soprattutto alla luce del caso Parmalat-Lactalys. «La legislazione italiana ha sempre privilegiato fortemente la contendibilità, limitando le possibilità di difesa delle società a fronte di scalate ostili. L’effet«È necessario un sistema to indesiderato è stato quello di accendi norme chiare e di tuare la chiusura desemplice applicazione gli assetti proprietari imprese», ha supportato da un sistema delle detto Vegas. In quessanzionatorio inflessibile», to contesto la Consob è chiamata ad ha detto Vegas agire con l’obiettivo difavorire«losviluppo del mercato azionario agendo sul sistema delle regole che determinano i costi di quotazione e, per quanto possibile, stimolando l’afflusso del risparmio verso la borsa». La grande sfida sarà quindi creare le condizioni per far crescere il mercato italiano, che continua ad essere poco sviluppato e caratterizzato da assetti proprietari con-

centrati: «È tempo di un diverso approccio culturale, - ha evidenaziato Vegas - che superi quello in base al quale è meglio disporre di una solida quota di controllo in un impresa che per questo motivo è costretta al nanismo, piuttosto che mantenere una partecipazione, magari più risicata, in un’impresa che cresce ed è in grado di aggredire mercati mondiali». Altre questioni cruciali sono la difesa dei risparmiatori e la regolamentazione della vendita di prodotti finanziari "non proprio trasparenti". In questo senso vanno riviste le norme che disciplinano i prospetti informativi, un esempio di regolamentazione eccessivamente complessa e che andrebbe semplificata, con particolare riguardo agli strumenti finanziari più semplici. Un’ipotesi che farà discutere (e che la Commissione sta valutado) è l’opportunità di vietare la distribuzione ai risparmiatori di alcuni prodotti «che possono diventare sempre più opachi e tossici e far crescere i cosidetti "sistemi ombra"», tutto ciò allo scopo di evitare ulteriori e potenziali "bolle" speculative. L’occasione per riscrivere le regole è rappresentata, ha precisato, dalla revisione della Direttiva Prospetto e il progetto di armonizzazione della disciplina dei prodotti complessi. Una maggiore semplificazione e standardizzazione dei documenti relativi ai prodotti rivolti ai risparmiatori può inoltre limitare le opportunità di arbitraggi fra paesi incentivando gli emittenti italiani a scegliere sistemi più permissivi.

ROMA – Qualcuno non ha proprio gradito la nuova fase di attivismo della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. «Non vorrei che la Confindustria si stesse trasformando in una sorta di Cgil degli imprenditori, ovvero in una forza espressione di una oligarchia convinta oltretutto di essere l’unica detentrice della verità», questo il commento del ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli, intervenuto sul discorso tenuto domenica dalla Macegaglia in occasione delle Assise dell’associazione degli imprenditori a Bergamo. Che ci sarebbe stata qualche reazione era prevedibile. Soprattutto quando la Marcegaglia, rispondendo ad una domanda sul cambiamento del rapporto tra Confindustria e politica ha dichiarato: «Il feeling degli imprenditori è: ora facciamo più cose da soli. Perché le cose non arrivano o sono insufficienti». Perentorie le richieste al governo: «Da mesi diciamo che il Paese deve ritornare a crescere. Le "poc- Il ministro: «Non vorrei he cose" chieste al Governo che la Confindustria si partono dalla riforma fiscale, per alleggerire lavora- stesse trasformando in tori e imprese, anche a pressione fiscale invariata, e an- una sorta di Cgil degli cora: «L’Irap deve sparire». imprenditori, unica Toni di chi sa di partecipare per il 70% alla crescita del detentrice della verità» Pil. L’audacia, però, non è andata giù al ministro Calderoli, che insiste: «Per carità il Governo ascolta sempre con piacere i consigli del mondo imprenditoriale ma mi è sembrato eccessivo il protagonismo sbandierato da Marcegaglia. Ad esempio gli imprenditori dove andrebbero mai senza operai ed impiegati, senza i sacrifici fatti dai loro dipendenti e collaboratori in anni difficili?». «Insomma ha detto Calderoli - i "faso tuto mi" al Paese servono davvero poco. Mentre serve il clima di collaborazione tra le parti sociali che il Governo promuove ed è servito e serve l’impegno di quella piccola imprenditoria diffusa che sulle proprie spalle ha retto il peso della crisi». Poi, finalmente, arriva al vero punto della questione: «Ho trovato una certa arroganza professorale nell’intervento della leader di Confindustria, secondo uno stile, non rimpianto, che fu del suo predecessore Montezemolo, che quello stesso stile adesso vorrebbe portarlo in politica».

Tremonti: «Avanti con la riduzione del deficit e del debito» PARIGI – Come tutti i paesi, l’Italia deve fare di più sui conti pubblici, e lo farà. A ribadirlo è il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, parlando nel corso di un convegno all’Aspen Institute. «Proseguiremo sul percorso di riduzione del deficit e quindi del debito. Come tutti dobbiamo fare qualcosa di più .. e lo faremo» ha detto Tremonti. Il rigore sui conti pubblici è riconosciuto anche dall’Ocse. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, però, se da una parte riconosce che l’economia italiana sembra aver imboccato la strada della ripresa, evidenzia che il recupero dal periodo pre crisi rimane ancora debole e incerto. Proprio sul fronte dei conti pubblici la politica di rigore degli ultimi due anni deve proseguire tenendo presente che il paese potrebbe essere chiamato a nuove misure di consolida-

mento fiscale nel caso in cui si verificasse lo sforamento dei conti rispetto agli obiettivi prefissati dall’esecutivo. «La ripresa, che è iniziata tardi, ora è in corso. In base alle attuali previsioni Ocse, il Pil dovrebbe crescere in media di 1,4% nel corso del triennio 2010-12 e, quindi, bisognerà attendere fino al 2014 (o sette anni) per tornare al suo picco del 2007», scrive l’organizzazione che ha sede a Parigi. «Una priorità chiave è quindi stimolare la crescita della produttività e l’offerta di lavoro», dice l’Ocse stilando una lunga lista di riforme strutturali necessarie tra cui figurano la riduzione delle barriere amministrative e regolamentari alla concorrenza, il miglioramento del sistema scolastico, il miglioramento della struttura della tassazione.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani

7

ESTERI La Nato nega lo scandaloso comportamento nei confronti dei migranti alla deriva denunciato dal Guardian

Denuncia choc: lasciati morire dalla Nato di C. Brangia ROMA - Morire di sete e di fame su un barcone alla deriva, tra i bimbi che urlano disperati e i cadaveri che cadono in mare. La sconvolgente denuncia è del quotidiano britannico The Guardian . Secondo il giornale «Decine di africani sono stati lasciati morire nel Mediterraneo dopo che unità militari europee e della Natohannoapparentementeignorato le loro richieste di aiuto».Nel servizio del giornale inglese si fa riferimento ad un’imbarcazione che trasportava 72 migranti, tra loro molte donne, bambini e rifugiati politici, che ha avuto difficoltà dopo la sua partenza dalla Libia per Lampedusa alla fine di marzo. Tutte le persone a bordo del barcone, tranne 11 - due dei quali morti successivamente - sono morte di sete e di fame dopo 16 giorni alla deriva. «Ogni giorno ci svegliavamo e trovavamo più corpi senza vita, li lasciavamo stare per 24 ore prima di gettarli in mare», ha raccontato Abu Kurke, uno dei 9 sopravvissuti. «Alla fine non ci riconoscevamo, tutti pregavano o morivano». L’inchiesta del Guardian ha permesso di appurare che la barca trasportava 72 immigrati, era partita da Tripoli il 25 marzo. A

bordo 47 etiopi, 7 nigeriani, sette eritrei, sei ghaniani e 5 sudanesi. Vi erano venti donne e due bambini piccoli, uno dei quali aveva appena un anno. Erano diretti a Lampedusa ma dopo 18 ore in mare si erano manifestati i primi problemi e l’imbarcazione aveva iniziato a perdere carburante. I migranti, scrive il Guardian, hanno contattato tramite satellitare padre Moses Zerai, un prete eritreo a Roma, che a sua volta ha contattato la guardia costiera dove lo hanno rassicurato sul fatto che l’allarme era stato lanciato e tutte le autorità competenti erano state avvisate. Poco dopo un elicottero con le insegne militari ha sorvolato l’imbarcazione - che si trovava a 60 miglia da Tripoli circa - e i piloti, che indossavano uniformi militari, hanno fatto scendere sulla barca acqua e biscotti

I migranti, scrive il Guardian, chiamarono via satellitare padre Moses Zerai, prete eritreo a Roma, che ha allertato la Gc

avvertendo i passeggeri di mantenere la posizione in attesa dell’arrivo dei soccorsi. L’elicottero quindi si è allontanato, ma non è arrivata nessuna barca dei soccorsi. Nessun Paese al momento ha ammesso di aver inviato l’elicottero che ha preso contatto con i migranti. Un portavoce della Guardia costiera italiana ha detto: «Abbiamo avvisato Malta che l’imbarcazione si stava dirigendo verso la loro zona di search and rescue ed abbiamo lanciato un allarme alle imbarcazioni in navigazione perché prestassero attenzione alla barca». Le autorità maltesi hanno negato ogni coinvogimento con la barca.Le accuse secondo cui "una portaerei della Nato intercettò e poi ignorò l’imbarcazione in difficoltà sono sbagliate". In una nota l’Alleanza afferma che "solo una portaerei si trovava sotto il comando Nato in quei giorni, la nave italiana Garibaldi (e non la francese Charles de Gaulle come scritto dal quotidiano britannico), che, nel periodo in questione, operava a circa 100 miglia nautiche al largo delle coste". Le navi della Nato, rimarcano dal quartier generale di Bruxelles, "sono pienamente consapevoli delle loro responsabilità.

Obama: «Ora, dopo la morte di Osama Bin Laden, colpo di grazia ad al Qaida» NEW YORK – Ad una settimana dal blitz che ha tolto di mezzo il nemico numero uno degli Stati Uniti, Osama Bin Laden, il presidente americano Barack Obama in un’intervista a ’60 minutes’ della Cbs ripercorre la settimana che ha preceduto l’attacco al rifugio di quello che era considerato il «Non c’é dubbio che Bin terrorista più ricercato dellaterra,epromettedi Laden sia stato ucciso. proseguire su questa strada. Il raid che ha La maggioranza dei portato all’uccisione di Osama bin Laden è staconsiglieri della Casa ta «una delle decisioni Bianca non sapeva della più difficili» da comandante in capo, ha detto decisione dell’attacco» Obama, deciso ora più che mai ad infliggere il «colpo di grazia»ad al Qaida. Una decisione difficile, dunque, ma anche «uno dei momenti di maggiore soddisfazione della mia presidenza», con la cattura di un uomo che «ha eluso la giustizia per anni». Stroncando una volta ancora le teorie complottistiche, Obama ha riferito inoltre di aver visto le foto di Osama Bin Laden in prima persona: «Non c’era dubbio che fosse lui. Non c’è dubbio che Bin Laden sia stato ucciso. Ci siamo presi maggiore cura

noi del suo corpo di quanto non abbia fatto lui» uccidendo oltre 3.000 persone. La decisione di sferrare l’attacco finale era sconosciuta alla maggior parte degli consiglieri della Casa Bianca e anche alla mia famiglia: pochi ne erano a conoscenza. La maggioranza della Casa Bianca non lo sapeva». La decisione, che ha «portato ai 40 minuti più lunghi della mia vita, eccetto quando Sasha è stata male e aspettavo che i medici mi dicessero che era tutto a posto», è stata presa da Obama «giovedì e comunicata il venerdi», dopo aver valutato che le possibilità di prendere Bin Laden erano superiori ai rischi. La domenica mattina dell’azione Obama ha giocato a golf, in attesa che facesse notte in Pakistan. «C’era tensione nella Situation Room, si parlava ma si ascoltava anche molto. Non sapevamo cosa accadesse nel compound» ha osservato Obama, il quale, nell’apprendere la notizia che "Geronimo" (il nome usato per indicare Bin Laden) era stato ucciso, si è sentito «sollevato; volevo solo - ha detto - che i nostri ragazzi rientrassero e atterrassero sani e salvi». «La morte di bin Laden - ha aggiunto Obama - non mi ha tolto il sonno: ha ucciso sul suolo americano e ha meritato quello che ha avuto».

Secondo la Nato non c'era la De Gaulle ma la Garibaldi (nella foto)

GIAPPONE Chiusa un’altra centrale in via preventiva per innalzarne le difese TOKIO – Pro o contro il nucleare, la fase di cautela nel maneggiare l’atomo prosegue, così come l’operazione tranquillità portata avanti dagli addetti del settore. La notizia arrivata ieri ne è una conferma. Il terzo operatore nucleare giapponese ha acconsentito a chiudere una delle sue centrali, finché non saranno potenziate le difese contro gli tsunami di potenza pari a quello di marzo che ha innescato la peggiore crisi atomica in 25 anni. La Chubu Electric Power ha quindi comunicato di avere accettato la richiesta del primo ministro Naoto Kan di chiudere la centrale di Mamaoka, a circa 200 chilometri a sudovest di Tokyo. La decisione segnala un potenziale mutamento nella politica energetica, dopo che l’impianto di Fukushima Daichi nel nordest del Giappone è stato quasi distrutto da uno dei più gravi terremoti mai registrati in Giappone l’11 marzo scorso. La società ha detto che rimetterà in attività la centrale dopo che il suo muro antitsunami e altre misure di sicurezza saranno approvate dalle autorità. Per questo, però, ci potrebbero volere due anni, il che esporrebbe il Paese al rischio di carenza di elettricità, dopo che l’impianto di Fukushima è stato chiuso a causa dello tsunami. Aumentando la preoccupazione dell’opinione pubblica per un’industria che fornisce circa il 30% dell’elettricità al Giappone, un altro operatore, Japan Atomic Power, ha detto ieri che un gas contenente una minuscola quantità di radiazioni è fuoriuscito ieri dalla sua centrale nucleare di Tsuruga nel Giappone occidentale. Ha aggiunto che non c’è alcuna ripercussione per l’ambiente. Il reattore n.2 da 1.160 megawatt è stato chiuso sabato per un’ispezione non programmata, dopo che la società ha riscontrato un problema tecnico la scorsa settimana. Japan Atomic ha detto di avere fermato la perdita e di stare indagando sulle cause.


8

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

IN CALABRIA

Dispersione scolastica: in Calabria diminuisce

di Mattia Sestito ROMA - I dati sugli abbandoni scolastici dopo il primo biennio delle superiori rivelano un trend inaspettato. A dirlo è Tuttoscuola nel "Secondo rapporto sulla qualità nella scuola". E dunque per Tuttoscuola la dispersione, dopo i primi due anni delle superiori, è in controtendenza (a livello nazionale la dispersione scolastica nella scuola statale a fi-

ne ciclo si è ridotta del 2,2%), essendo aumentata, tra il 2007 e il 2010, di oltre un punto percentuale. I dati raccolti evidenziano che alla fine del 2007 avevano abbandonato dopo il biennio in 95 mila, pari al 15,4%, mentre a fine 2010 i dispersi dopo il biennio delle superiori sono stati 103 mila, pari al 16,7%. E ciò è avvenuto nonostante sia stato nel frattempo introdottoilnuovoobbligoscolastico relativo, appunto, ai primi due anni delle superiori.

A Como c’è una dispersione doppia che a Bari (21,7 a 10,8%); a Lecco è due volte e mezza quella di Cosenza (20,9 a 8,1)

L’aumento è su tutti i tipi di scuola: licei (dall’11 all’11,4%), tecnici (dal 15 al 16,6%), professionali (dal 22,3 al 24%). C’è quindi un segnale che la piaga della dispersione scolastica abbia ripreso ad allargarsi, almeno al termine dei primi due anni dopo la licenza media. Aumenta dappertutto a partire dal Nord, meno che al Sud, dove alla fine del biennio si è ridotta dal 16,7 al 16,2%. Per Regione: è aumentata in Lombardia (+0,4%), Piemonte (+2,6%), Liguria (+3,4%), Emilia Romagna (+2,6%), Veneto e Friuli Venezia Giulia (+1,6%), in tutte le Regioni del Centro (+1,5% in media), nonché in Sicilia (+1,3%) e Sardegna (con un macroscopico +10,4%, passando dal 14,3 al 24,7%). Diminuisce in Calabria (-0,9%), in Basilicata (-1,3%) e in Puglia (-1,4%), cioè in tutte le Regioni del Mezzogiorno, esclusa la Campania in cui è rimasta attestata ad un preoccupante 20%, ma comunque nell’analisi del trend non è in aumento. Per effetto di queste tendenze la mappa della dispersione in Italia, misurata alla fine del primo biennio delle superiori, è cambiata: le isole restano la maglia nera con il 23,3%, il nord ovest sorpassa il sud (17,6% verso 16,2%), poi il centro (14,5%) e infine il Nord Est, area con il minor tasso di dispersione (12,7%). L’analisi di Tuttoscuola evidenzia che a Como c’è una dispersione doppia

che a Bari (21,7 rispetto a 10,8%); a Lecco è due volte e mezza quella di Cosenza (20,9% rispetto a 8,1%), a Bergamo (19,1%) è quasi il triplo che a Frosinone (7,5%). E scendendo a livello di tipo di scuola, gli estremi sono ancora più lontani: alla fine del biennio degli istituti professionali a Perugia il tasso di abbandono è dell’1,6% (1,3% a fine 2007), a

Aumenta dappertutto a partire dal Nord, meno che al Sud, dove alla fine del biennio si è ridotta dal 16,7 al 16,2% Novara del 46,8%. Alla fine del biennio iniziale degli istituti tecnici a Campobasso si ritirano l’1,8% dei ragazzi (1,5% nel 2007), a Novara - che ha anche qui il record negativo nazionale - il 30,1% (23,2% nel 2007). Nei licei delle grandi città il tasso di dispersione dopo i primi due anni è del 16,2% a Milano, del 14,6% a Roma e dell’11,4% a Napoli. Il ministro dell’IstruzioneMariastellaGelmini ha affermato che in questi anni sono stati coinvolti in iniziative contro la dispersione scolastica un milione e 139 mila studenti.

COMUNICATO PREVENTIVO ai sensi e per gli effetti della Delibera n. 80/11/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 30 Marzo 2011 relativamente alle disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni provinciali e comunali fissate per i giorni 15 e 16 maggio 2011 e per gli eventuali ballottaggi del 29 e 30 maggio la cui redazione è in Loc.tà Serramonda di Marcellinara km.12.300 - 88040 Marcellinara (Cz) Telefono 0961.996802 – Fax 0961.903801

DICHIARA la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata e/o allegati ad essa messaggi politici elettorali - nei tempi e nei limiti previsti dal sopraindicato provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - alle seguenti condizioni:

Tariffe Edizione Regionale M odulo c ad .: 25,00 + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) B/N 35,00 + IV A 4% (AR T.7 LEGGE 90/04) COL.

Pagina in ter a ultima c olor e 1500,00 + IVA 4%

(ART.7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na c olor e 1300,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Finestr ella pr ima pagina c ad .: 200,00 mini + IVA 4% (ART.7 LEGGE 90/04) 300,00 max + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Pagina in ter a in ter na b/n 1000,00 + IV A 4% (AR T. 7 LEGGE 90/04)

Tariffe elettorali sul Web Medium Rectancle 362 x 248 rotazione 25% al giorno nelle pagine web provinciali Sezione Territorio Pagamento : Prenotazione : Presentazione del materiale

Medium Rectancle 362 x 248 rotazione

€ 25,00 an ticipa to; en tr o le or e 12:00 del t : en tr o le or e 15:00 del t

25% al giorno nelle pagine web provinciali Home page

er zo gior no pr ec eden te la da ta di r ichiesta p er l ’uscita ; er zo gior no pr ec eden te la da ta r ichiesta p er l ’uscita .

Tutte le richieste di informazioni potranno altresì essere inviate alla concessionaria di pubblicità: IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria

Coordinamento Area Calabria Mediatag S.p.A. Località Serramonda – 88040 Marcellinara(CZ) - Tel.0961/996802 Fax 0961/903421 – 903784 - Tel.0984/429477 – Tel.e Fax 0984/391711

Presso le redazioni sopra indicate è disponibile, su richiesta, il documento analitico concernente le condizioni di prenotazione degli spazi e le tariffe per l’accesso.

€ 40,00


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani

9

IN CALABRIA Da Stillitani l’impegno a sostenere il lavoro degli affetti da sclerosi multipla

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano

Il ministro della Giustizia ha fatto il suo tour calabrese in vista delle amministrative. E da Reggio ai magistrati: vi sosteniamo con i fatti

Alfano: la legalità è la ricetta per lo sviluppo della Calabria di Cesare Giraldi REGGIO CALABRIA - Il ministro della Giustizia Angelino Alfano ieri è venuto in Calabria per portare anche il suo contributo ai candidati impegnati nelle amministrative per il centrodestra. Un contributo, quello di Alfano, che è stato diretto soprattutto a rinvigorire il tema della legalità con riferimento alle battaglie politiche della coalizione. «Questa terra ha detto Alfano da Reggio Calabria - è strategica per l’intero Paese, ma il Sud ha bisogno di sviluppo, e prima ancora di legalità. È del tutto inutile - ha aggiunto pensare ad ogni tipo di infrastrutturazionesecontemporaneamente non diventa strategica un altro tipo di infrastruttura, immateriale, chiamata legalità. Lo Stato deve metterci del suo per costruirla, ma qui ognuno deve concorrere con forza al suo successo». Quello delle infrastrutture è solo uno dei settori in cui si annida l’ingerenza criminale. Ma tale sinergia distruttiva può essere contrastata, secondo Alfano: «Credo che un’amministratore pubblico, come prima qualità

debba impegnarsi con onestà. Ma, subito dopo, deve avere gli strumenti per saper fare, misurando la propria determinazione e la propria capacità di mettere le mani nel forno della pubblica amministrazione senza sporcarsi di farina». L’intervento del ministro Alfano, fatto nel corso di un convegno sul tema legalità e impresa organizzato dalla Camera di commercio reggina, ha posto in primo piano la figura dell’imprenditore: «Credo che la funzione degli imprenditori, e non solo in Calabria, sia strategica in questo tempo. In Sicilia - ha ricordato Alfano - purtroppo i segni di riscossa e di riscatto sono stati figli del sangue delle stragi. Io auspico che la Calabria possa invece riscattarsi senza bisogno di morti o di attentati». E al convegno, in rappresentanzadegliimprenditori calabresi, era presente il presidente dei giovani industriali Sebastiano Caffo. Oltre a lui, hanno partecipato anche il governatore Giuseppe Scopelliti, l’onorevole Pino Galati, l’assessore alle Attività produttive Antonio Caridi, il procuratore generale Salvatore Di Landro, il procuratore capo della Direzione distrettuale anti-

mafia, Giuseppe Pignatone e il presidente del tribunale di Reggio Calabria, Luciano Gerardis. E proprio ai magistrati il ministro si è voluto rivolgere quando ha parlato dell’impegno del governo nazionale nel contrasto della criminalità: «Lo Stato è vicino ai magistrati non solo con attestazioni di solidarietà ma riempiendo di contenuti l’azione di contrasto alla ’ndrangheta. Voglio ricordare che questo governo ha eliminato il patteggiamento in appello e questo ha avuto uno straordinario impatto positivo sulla realtà calabrese».

CATANZARO - L’assessore al Lavoro e alle Politiche sociali, Francescantonio Stillitani, ha presieduto ieri un incontro con i rappresentanti dell’Associazione italiana sclerosi multipla per discutere sulla possibilità di creare formazione e occupazione per i soggetti affetti dalla patologia. Hanno partecipato all’incontro il consigliere nazionale dell’Aism Antonello Ardito e la volontaria Giu- L’assessore Stillitani: «In sy Gigliotti. «L’intenzione ha detto Stillitani - è quella di questo modo si potrà avviare percorsi per l’inserifornire loro delle mento nel mondo lavorativo di disabili affetti dalla sclero- occasioni importanti si multipla. In questo modo si potrà migliorare la qualità per condurre una vita della vita dei pazienti e, allo quasi normale» stesso tempo, fornire loro delle occasioni importanti per condurre una vita quasi normale, attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro. Un modo per tenerli occupati durante tutto l’arco della giornata e mantenere vivi i rapporti interpersonali». La collaborazione tra Regione e Aism si concretizzerà in una serie di progetti per la formazione professionale di disabili affetti dalla sclerosi multipla al vaglio del dipartimento. «I percorsi formativi che

Francescantonio Stillitani

Alfano: «Il governo ha eliminato il patteggiamento in appello, con un ottimo impatto positivo sulla realtà calabrese»

abbiamo intenzione di avviare con Aism - ha dichiarato Stillitani - daranno la possibilità ai pazienti calabresi di mettere in pratica le professionalità acquisite. L’inserimento nell’ambito lavorativo dei disabili è uno degli obiettivi principali dell’assessorato. Per il reinserimento nel mondo del lavoro di soggetti non vedenti e non udenti, sono stati già finanziati 5 milioni di euro».

A cura: Mediatag Spa coord. area Calabria

Enti Pubblici e Istituzioni Gli annunci sono presenti sul sito

Scopelliti anticipa il rilancio di Reggio REGGIO CALABRIA - Giuseppe Scopelliti, dallo stesso palco di Alfano, ha anticipato ieri da Reggio che nel prossimo mese di settembre, la Giunta regionale produrrà un forte segnale positivo di speranza e di sviluppo contro chi pensa di rimandare Reggio Calabria nel baratro: «Con l’assessore Caridi, abbiamo fatto il punto sui fondi che qui verranno impegnati. Ci giochiamo la partita del futuro e insieme a noi avremo, come valore aggiunto, quegli uomini non reggini impegnati a garantire la legalità in questa città e in questa regione. Oggi è necessario superare - ha detto ancora Scopelliti - quella spasmodicità

tesa ad imputare alla politica ogni male». Scopelliti si è scagliato contro quelli che ha definito "taluni imbecilli di turno" che ancora «siedono con il boss per chiedere il voto. Tuttavia, ha detto: «c’è una vastissima classe dirigente oggi non più disposta a questo tipo di rapporto anche se finora la lobby perversa della borghesia mafiosa nessuno è riuscito a vincerla. In questa direzione bisogna alzare la sfida unitariamente tutelando l’interesse generale. Il vero grande timore - ha concluso il presidente Scopelliti - è che l’incoscienza di pochi possa frenare la speranza di rinascita che tutti vogliamo».

COMUNE DI CATANZARO S etto re Ig ien e A m b ien tale Via X X S ettem b re n . 106 E S T R AT T O D E L L ’AV V IS O D I A P PA LT O A G G IU D IC AT O

S i re n d e n o to c h e la P ro c e d u ra a p e rta C .I.G . 0 5 1 5 6 9 0 8 D 7 , p e r l’a ffid a m e n to d e l s e rv iz io d i N e tte z z a U rb a n a d e l C o m u n e d i C a ta n z a ro , p e rio d o 0 1 .0 3 .2 0 11 -2 8 .0 2 .2 0 1 4 , è s ta ta a g g iu d ic a ta il 1 8 /0 2 /2 0 11 , s e c o n d o il c rite rio d e ll’o ffe rta e c o n o m ic a m e n te p iù v a n ta g g io s a . Il s o g g e tto a g g iu d ic a ta rio è la A im e ri A m b ie n te s .r.l. c o n s e d e in R o z z a n o (M I). Il te s to in te g ra le d e l p re s e n te a v v is o è s ta to p u b b lic a to s u lla G U C E d e l 3 0 .0 3 .2 0 11 e s u lla G U R I d e l 0 8 .0 4 .2 0 11 IL D IR IG E N T E a d In te rim A v v. G iu lia n o S IC IL IA N O

www.aste.eugenius.it

C IT T À D I C A T A N Z A R O A S S E S S O R A T O L L.P P . - C O D . C IG .0 6 5 0 2 2 9 9 E F S E R V IZ IO G E S T IO N E D E L T E R R IT O R IO V IA JA N N O N I - C ATA N Z A R O E S T R A T T O A V V IS O D I G A R A Q u e s ta A m m in is tra zio n e in d ice p ro ce d u ra a p e rta , pe r l’ap pa lto dei lav o ri di c om p le ta m e nto de llo s cu ola m e dia in loc alità S . J a nn i a i s e n s i d e l D .L e g .v o 1 6 3 d e l 1 3 .0 4 .0 6 e co n il crite rio d e l p re zzo p iù b a s s o e co n le m o d a lità d i cu i a ll a rt. 1 2 2 co m m a 9 d e llo s te s s o d e cre to e co n l’e s clu s io n e a u to m a tica d a lla g a ra d e lle o ffe rte ch e p re s e n ta n o u n a p e rce n tu a le d i rib a s s o p a ri o s u p e rio re a lla s o g lia d i a n o m a lia in d iv id u a ta a i s e n s i d e ll’a rt.8 6 d e l p re d e tto D e cre to L e g is la tiv o . Im p o rto a b a se d ’a sta € 6 0 0 .0 0 0 ,00 e d € 1 2 .0 0 0 ,0 0 p e r o n e ri d i sicu re zza n o n so g g e tti a rib a s s o T E R M IN E P R E S EN T A Z IO N E D E LL E O F FE R TE : o re 1 0 .0 0 de l 0 1 .0 6 .2 0 1 1 A P E R TU R A D E L LE O FFE R T E: ore 0 9 .3 0 d el 0 6 .0 6 .2 0 1 1 I re q u is iti e le m o d a lità d i p a rte cip a zio n e a lla g a ra s o n o rip o rta ti n e l te s to in te g ra le d e l b a n d o d i g a ra , d e l d is cip lin a re e d e l ca p ito la to s p e cia le ch e s o n o d is p o n ib ili, a s sie m e a g li a ltri e la b o ra ti te cn ici p re sso il R e sp o n sa b ile d e l P ro ce d im e n to (tu tti i lu n e d ì e d i m e rco le d ì d a lle o re 1 0 ,0 0 a lle o re 1 2 ,0 0 - T F 0 9 6 1 /8 8 1 2 3 2 e F A X 0 9 6 1 /8 8 1 2 6 4). Il b a n d o d e lla g a ra è s ta to tra s m e s s o a lla G a zze tta U fficia le d e lla C o m u n ità E u ro p e a e d a lla G a zze tta U fficia le d e lla R e p u b b lica Ita lia n a in d a ta 2 2 -0 4 -1 1, in p a ri d a ta è s ta to p u b b lica to a ll’a lb o p re to rio d i q u e s to E n te e s u i s iti w w w .c o m un ec ata nz aro .it e w w w .c on find us tria.cz .it n o n ch è tra s m e s s o a l s ito d e l M in is te ro d e lle In fra s tru ttu re e d e i T ra s p o rti. C a ta n za ro , 1 0 -0 5 -2 0 1 1 IL R E S P O N S A B ILE D E L P R O C E D IM E N T O IN G . R A F FA E LE F R O N T IN O

IL D IR IG E N T E A R C H . C A R O L IN A R IT R O V A T O


il Domani

|

AsteInfoappalti

10

Martedì 10 Maggio 2011

TRIBUNALE DI CROTONE

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME

Esecuzioni Imm. n. 93/04 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto 1: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Cirò Loc. Palombello composto da due appezzamenti, il primo destinato a pascolo arborato di circa ha 17.96.10, il secondo destinanto a pascolo cespugliato di circa ha 0.35.30 Prezzo base: euro 55.350,00 Rilancio: euro 1.000,00 Lotto 2: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Cirò Loc. Palombello composto da due appezzamenti, il primo destinato a seminativo arborato, vigneto, a bosco ceduo e a pascolo arborato di circa ha 6.03.90, il secondo destinanto a pascolo cespugliato di circa ha 0.40.80 Prezzo base: euro 63.506,00 Rilancio: euro 1.000,00 Lotto 3: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Cirò Loc. Palombello di circa ha 1.14.40 destinato a seminativo Prezzo base: euro 5.475,00 Rilancio: euro 500,00 Lotto 4: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Cirò Marina Loc. Punta Alice di circa ha 00.69.70 destinato a seminativo Prezzo base: euro 3.375,00 Rilancio: euro 500,00 Lotto 6: Piena ed intera proprietà di un terreno sito in Cirò Marina Loc. Punta Alice di circa ha 0.64.60 destinato a seminativo Prezzo base: euro 3.105,00 Rilancio: euro 500,00 Lotto 7: Piena ed intera proprietà per la quota di 1/2 terreno coltivato ad uliveto ed a seminativo sito in Cirò Loc. Petrosini o S. Andrea di circa ha 1.50.00 Prezzo base: euro 10.500,00 Rilancio: euro 1.000,00 Lotto 8: Piena ed intera proprietà di un appezzamanto di terreno coltivato ad uliveto ed a seminativo sito in Cirò Loc. Campana di circa ha 20.87.40 con annesso piccolo fabbricato abusivo utilizzato come deposito di materiali Prezzo base: euro 108.954,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 13/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI EX ART. 569 COMMA 3 CPC NELLA PROC. ESEC. IMM. N. 1/98 RE Si rende noto che il G.E. con ordinanza del 16.03.2011 ha disposto la vendita dei seguenti beni immobili nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: LOTTO 3 - Abitazione al primo piano costituita da cucina,soggiorno,camera da letto e bagno sita in Lamezia Terme-Nicasto Via Conforti riportata al NCEU di detto Comune al fg. 19 p.lla 100 sub 2 con superf. comm. di mq. 69. Prezzo base euro 21.600,00 LOTTO 4 - Abitazione su due piani, precisamente terzo e quarto,collegati da una scala interna, superf. comm. di mq 150 sita in Lamezia Terme- Nicastro Via Conforti riportata al NCEU di detto comune al fg 19 p.lla 100 sub 4. Prezzo base euro 35.000,00 FISSANDO la vendita all' incanto per il giorno 06.07.2011, ore 12,00 e segg. presso il Tribunale Ordinario di Lamezia Terme, al prezzo base d'asta così come sopra indicato. Le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non possono essere inferiori ad euro 1.261,00 per il lotto 3 e ad euro 2.134.00 per il lotto 4. - ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, é ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) - ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa é riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; - l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; - in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; - all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); - con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; - all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; - le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione é necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a

°°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 85/2001 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di terreno sito in Isola di Capo Rizzuto - località Ritani. Prezzo base: euro 30.825,00 Rilancio: euro 500,00 Vendita senza incanto: 13/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Gerardo Padula, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. °°°°°°°°°° Esecuzioni Imm. n. 80/06 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di magazzino della superficie complessiva di circa mq. 58.50 sito in Strongoli, riportato in catasto fabbricati al fg 26 p.lla 692 sub 23. Piena ed intera proprietà di magazzino della superficie complessiva di circa mq. 23.50 sito in Strongoli, riportato in catasto fabbricati al fg 26 p.lla 692 sub 24. Piena ed intera proprietà di magazzino della superficie complessiva di circa mq. 18 sito in Strongoli, riportato in catasto fabbricati al fg 26 p.lla 692 sub 26. Piena ed intera proprietà di magazzino della superficie complessiva di circa mq. 16.50 sito in Strongoli, riportato in catasto fabbricati al fg 26 p.lla 692 sub 27. Prezzo base: euro 54.112,00 Rilancio: euro 1.000,00 Vendita con incanto: 13/07/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Gerardo Padula (tel. 0962/26363), consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; - a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/6 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; - tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo é trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; - é possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme é reperibile presso la Cancelleria; - Il termine ultimo per depositare l'istanza di partecipazione nella cancelleria delle esecuzione immobiliari del Tribunale di Lamezia Terme é fissato entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 05.07.2011. - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita é a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non é soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; - soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Il creditore procedente dovrà provvedere ad inse-

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

rire l'avviso di vendita un sito Internet individuato ai sensi dell'art. 173 ter disp. att. c.p.c, per una sola volta su un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta, per una sola volta su una rivista periodica, pubblicità da effettuarsi almeno quaratacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data di vendita. Il creditore procedente o surrogante dovrà depositare almeno dieci giorni prima della vendita la prova dell'avvenuta pubblicità elettronica ed a mezzo stampa. Maggiori informazioni in cancelleria. Lamezia Terme 16.03.2011 Il Cancelliere f.to L.Bonaddio

TRIBUNALE DI LOCRI Cancelleria Esecuzioni Immobiliari SI RENDE NOTO Che Il Giudice dell'Esecuzione DR. Davide Lauro letti gli atti della procedura esecutiva n. 29/1993 promossa da CARICAL. ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1^ Lotto - Unità immobiliare costituita da un capannone industriale adibito alla lavorazione marmi sito nel Comune di Siderno contrada Pantanizzi, riportato nel NCEU al foglio di mappa 25, particella 95 sub 1, cat. D/7 r. L. 10.208.000 e particella 95 sub 2, cat. D/7 r. L. 1.032.800, per complessivi mq 970 in ditta … Prezzo base del lotto: L. 679.000.000 Euro 350.674,23 Deposito per cauzione: L. 67.900.000 Euro 35.067,42 Deposito per spese: L. 101.850.000 Euro 52.601,14 2^ Lotto - Unità immobiliare adibita a garage non ultimata posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra sito nel Comune di Siderno, alla via Cesare Battisti, riportato nel NCEU alla partita 1002248, foglio di mappa 31, particella 1202 sub 2, cat. C/6 classe 2^ 45 mq, r. L 202.500 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 61.600.000 Euro 31.813,74 Deposito per cauzione: L. 6.160.000 Euro 3.181,37 Deposito per spese: L. 9.240.000 Euro 4.772,06 3^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra sito nel Comune di Siderno, alla via Cesare Battisti, riportato nel NCEU alla partita 1002247, foglio di mappa 31, particella 423 sub 13, cat. A/2 classe 3^, vani 9, e particella 1202 sub 3, r L. 1.440.000 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 292.800.000 Euro 151.218,58 Deposito per cauzione: L. 29.280.000 Euro 15.121,86 Deposito per spese: L. 43.920.000 Euro 22.682,79 4^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione posta al secondo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra sito nel Comune di Siderno, alla via Cesare Battisti, riportato al NCEU alla partita 1002246, foglio di mappa 31, particella 423 sub 12, cat A/2 classe 3^, vani 8,5 e particella 1202 sub 4, r. L. 1.360.000 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 252.000.000 Euro 130.147,14 Deposito per cauzione: L. 25.200.000 Euro 13.014,71 Deposito per spese: L. 37.800.000 Euro 19.522,07 5^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione posta al terzo piano -mansarda di un fabbricato a quattro piani fuori terra sito nel Comune di Siderno, alla via Cesare Battisti, riportato nel NCEU alla partita 1002248, foglio di mappa 31, particella 423 sub 11, cat A/2 classe 1^, vani 6 e particella 1202 sub 5 r. L. 690.000 in ditta…omissis Prezzo base del lotto: L. 216.000.000 Euro 111.554,69 Deposito per cauzione: L. 21.600.000 Euro 11.155,47 Deposito per spese: L. 32.400.000 Euro 16.733,20 6^ Lotto - Unità immobiliare adibita a garage con quota parte di terrazzo, non ultimata, posta al piano terra di un fabbricato a quattro piani fuori terra oltre a parziale piano cantinato e terrazzo, sito nel Comune di Siderno, alla via Fiume, riportato nel NCEU alla partita 4976, foglio di mappa 31, particella 1198 sub 3, cat C/2 classe 1^, 92 mq, r. L. 312.800 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 97.600.000 Euro

Info 0961 996802


il Domani

|

AsteInfoappalti

11

Martedì 10 Maggio 2011 50.406,19 Deposito per cauzione: L. 9.760.000 Euro 5.040,62 Deposito per spese: L. 14.640.000 Euro 7.560,93 7^ Lotto - Unità immobiliare adibita a cantina con quota parte di terrazzo, non ultimata, posta al piano interrato di un fabbricato a quattro piani fuori terra oltre parziale piano cantinato e terrazzo, sito nel Comune di Siderno, alla via Fiume, di mq 64 Prezzo base del lotto: L. 41.600.000 Euro 21.484,61 Deposito per cauzione: L. 4.160.000 Euro 2.148,46 Deposito per spese: L. 6.240.000 Euro 3.222,69 8^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione con quota parte di terrazzo posta al primo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra oltre parziale piano cantinato e terrazzo, sito nel Comune di Siderno, alla via Fiume, riportato nel NCEU alla partita 4976, foglio di mappa 31, particella 1198 sub 4, cat A/3 classe 4^, vani 5,5, r. L. 742.500 in ditta Prezzo base del lotto: L. 166.900.000 Euro 86.196,66 Deposito per cauzione: L. 16.690.000 Euro 8.619,67 Deposito per spese: L. 25.035.000 Euro 12.929,50 9^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione posta al secondo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra oltre parziale piano cantinato e terrazzo, sito nel Comune di Siderno, alla via Fiume, riportato nel NCEU alla partita 4976, foglio di mappa 31, particella 1198 sub 5, cat. A/3 classe 4^, vani 5, r. L. 675.000 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 166.900.000 Euro 86.196,66 Deposito per cauzione: L. 16.690.000 Euro 8.619,67 Deposito per spese: L. 25.035.000 Euro 12.929,50 10^ Lotto - Unità immobiliare per civile abitazione posta al terzo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra oltre parziale piano cantinato e terrazzo, sito nel Comune di Siderno, alla via Fiume, riportato nel NCEU alla partita 4976, foglio di mappa 31, particella 1198 sub 6, cat. A/3, classe 4^, vani 6, r. L. 810.000 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 166.900.000 Euro 86.196,66 Deposito per cauzione: L. 16.690.000 Euro 8.619,67 Deposito per spese: L. 25.035.000 Euro 12.929,50 11^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/10, su un fabbricato rurale sito nel Comune di Mammola, località Chiusa, catastalmente riportato alla partita 3515, foglio di mappa 73, particella 568, di are 00.02.00, in ditta … proprietario per 1/5, … proprietario per 4/5, …proprietario per 4/5,… proprietario per 4/5,… proprietario per 1/5,… proprietario per 4/5. Prezzo base del lotto: L. 100.000 Euro 51,65 Deposito per cauzione: L. 10.000 Euro 5,16 Deposito per spese: L. 15.000 Euro 7,75 12^ Lotto - Diritti di livello vantati, in ragione di 1/6, su un terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3511, foglio di mappa 73, particella 283, seminativo, classe 3^, di are 00.06.50, e particella 432 vigneto di classe 3^ di are 00.07.10, in ditta…minore livellaria per 1/3,… livellario per 2/3,… tutore di … e … concedente Prezzo base del lotto: L. 345.000 Euro 178,18 Deposito per cauzione: L. 34.500 Euro 17,82 Deposito per spese: L. 51.750 Euro 26,73 13^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/8, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3745, foglio di mappa 72, particella 325, uliveto, classe 2^, di are 00.00.17, e foglio di mappa 73, particella 495, seminativo, classe 3^, di are 00.01.10, in ditta… comproprietario e… comproprietario Prezzo base del lotto: L. 438.750 Euro 226,60 Deposito per cauzione: L. 43.875 Euro 22,66 Deposito per spese: L. 65.810 Euro 33,99 14^ Lotto - Diritti di livello vantati, in ragione di 1/4, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3509, foglio di mappa 73, particella 136, querceto, classe 1^, di are 00.15.50; particella 137, seminativo arborato, classe 3^, di are 00.06.10; particella 139, fabbricato rurale di are 00.00.32; particella 141, uliveto, classe 3^, di are 00.12.90;particella 147 seminativo di classe 4^, di are 00.42.60; particella 179 seminativo irriguo arborato, classe 3^, di are 00.19.00; particella 181, seminati-

vo arborato di are 00.83.20; particella 182, seminativo classe 4^ di are 00.15.60; particella 364, seminativo classe 2^, di are 00.34.10; particella 455, pascolo classe U, di are 00.34.10; particella 738, seminativo classe 3^, di are 00.01.50; particella 855 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.00.68; particella 998 pascolo classe U, di are 00.44.50; particella 999 seminativo classe 4^ di are 00.09.20; particella 144 querceto classe 2^ di are 00.04.20; particella 254 seminativo arborato classe 3^ di are 00.03.10, in ditta… livellario, … concedente Prezzo base del lotto: L. 9.577.500 Euro 4.946,37 Deposito per cauzione: L. 957.750 Euro 494,64 Deposito per spese: L. 1.436.625 Euro 741,95 15^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 2/9, sul terreno sito nel Comune di Mammola, riportato catastalmente alla partita 5556, foglio di mappa 71, particella 377, uliveto classe 3^, di are 00.09.30, in ditta… proprietaria per 3/12,… proprietaria per 3/12, … proprietaria per 1/12,… proprietaria per 8/12,… usufruttuaria parziale,… proprietario per 8/12 Prezzo base del lotto: L. 414.000 Euro 213,81 Deposito per cauzione: L. 41.400 Euro 21,38 Deposito per spese: L. 62.100 Euro 32,07 16^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/9, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3410, foglio di mappa 73, particella 505, seminativo classe 2^, di are 00.02.10; particella 506, seminativo arborato, classe 3^, di are 00.00.81; particella 507 seminativo, classe 3^, di are 00.01.30, in ditta… fu … proprietario per 2/3,… fu … proprietario per 2/3,… proprietaria per 1/3,… proprietaria per 1/3,… usufruttuaria parziale,… proprietario per 1/3 Prezzo base del lotto: L. 57.800 Euro 29,85 Deposito per cauzione: L. 5.780 Euro 2,99 Deposito per spese: L. 8.670 Euro 4,48 17^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/16, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 6458, foglio di mappa 70, particella 250, cast. Frutto, classe 3^, di are 00.02.10; particella 252, vigneto classe 3^, di are 00.07.40; particella 276 pascolo arborato, classe 3^ di are 01.46.00; particella 281 fabbricato rurale, di are 00.00.41; particella 282 pascolo di classe U, di are 00.17.30; particella 283, uliveto classe 3^, di are 01.84.60; particella 284, pascolo cespugliato, classe 1^, di are 00.66.40, in ditta… proprietario per 7/64, … proprietario per 7/64, … proprietario per 7/64, … proprietaria per 7/64, … proprietario per 7/64, … proprietaria per 7/64, … proprietaria per 12/64, … proprietaria per 12/64, … usufruttuaria parziale, … proprietario per 12/64, … proprietaria per 24/64 Prezzo base del lotto: L. 2.011.560 Euro 1.038,88 Deposito per cauzione: L. 201.156 Euro 103,89 Deposito per spese: L. 301.730 Euro 155,83 18^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/4, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3507, foglio di mappa 70, particella 259 uliveto classe 3^, di are 00.12.00; particella 267 uliveto classe 3^ di are 00.09.10; particella 269 uliveto classe 3^ di are 00.07.20; particella 291 pascolo cespugliato classe 1^ di are 00.10.00; particella 192 uliveto classe 2^ di are 00.24.80; particella 299 seminativo classe 2^, di are 00.15.30; particella 419 uliveto classe 2^ di are 00.06.00; particella 423 uliveto classe 2^ di are 00.14.40; particella 425 querceto classe 1^, di are 00.02.70; particella 426 uliveto classe 2^ di are 00.04.70; particella 475 uliveto classe 2^, di are 00.04.80; particella 490 seminativo arborato classe 2^ di are 00.12.60; particella 638 pascolo classe U di are 00.05.90; particella 639 uliveto classe 2^ di are 00.22.60; foglio di mappa 73 particella 172 pascolo arborato classe 4^ di are 00.03.60; particella 173 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.05.00; particella 472 seminativo classe 3^ di are 00.02.00; particella 493 seminativo classe 3^ di are 00.01.60; particella 494 seminativo arborato classe 3^ di are 00.01.70; particella 516 pascolo classe U di are 00.00.41; particella 517 seminativo arborato classe 3^ di are 00.04.00; particella 786 seminativo arborato classe 3^ di are 00.01.30; particella 824 seminativo arborato classe 3^ di are 00.00.28; particella 842 pascolo classe U di are 00.01.30; particella 945 fabbricato rurale di are 00.00.37; foglio di mappa 74 particella 88 uliveto classe 3^ di are 00.03.90; particella 115 querceto classe 2^ di are 00.33.80; particella 116 uliveto classe 3^ di are 00.05.20; particella 117 uliveto classe 3^ di are 00.14.70; particella 118 querceto classe 2^ di are 00.07.50; par-

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

ticella 122 uliveto classe 4^ di are 00.46.70; particella 123 querceto classe 2^ di are 00.03.50; particella 133 uliveto classe 3^ di are 00.01.90 in ditta… Prezzo base del lotto: L. 12.955.000 Euro 6.690,70 Deposito per cauzione: L. 1.295.500 Euro 669,07 Deposito per spese: L. 1.943.250 Euro 1.003,60 19^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/6, su un fabbricato rurale sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 5799, foglio di mappa 71, particella 91, di are 00.01.80 in ditta… proprietaria… proprietario, … proprietario, … proprietario Prezzo base del lotto: L. 250.000 Euro 129,11 Deposito per cauzione: L. 25.000 Euro 12,91 Deposito per spese: L. 37.500 Euro 19,37 20^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/6, sul terreno sito nel Comune di Mammola, riportato catastalmente alla partita 3409, foglio di mappa 74, particella 452 pascolo classe U, di are 00.02.80 in ditta… proprietaria per 1/2… proprietaria per 1/2, … usufruttuaria parziale, … proprietario per 1/2, … proprietaria per 1/2. Prezzo base del lotto: L. 46.670 Euro 24,10 Deposito per cauzione: L. 4.667 Euro 2,41 Deposito per spese: L. 7.000 Euro 3,62 21^ Lotto - Diritti di livello vantati, in ragione di 1/6, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 2972, foglio di mappa 74, particella 242 uliveto classe 3^, di are 00.24.50 e particella 243 querceto classe 2^, di are 00.02.80 in ditta… concedente, … livellaria per 1/2… livellaria parziale per 1/2… livellaria parziale per 1/2… usufruttuaria parziale di livello… livellario parziale per 1/2. Prezzo base del lotto: L. 910.000 Euro 469,98 Deposito per cauzione: L. 91.000 Euro 47,00 Deposito per spese: L. 136.500 Euro 70,50 22^ Lotto - Diritti di livello vantati, in ragione di 7/36, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 3510, foglio di mappa 73, particella 138 uliveto classe 3^, di are 00.59.30 e particella 996 seminativo classe 3^ di are 00.21.50 in ditta… livellario per 7/9 … livellario per 2/9 Prezzo base del lotto: L. 1.973.580 Euro 1.019,27 Deposito per cauzione: L. 197.358 Euro 101,93 Deposito per spese: L. 296.000 Euro 152,87 23^ Lotto - Diritti vantati, in ragione di 1/3, sul terreno sito nel Comune di Mammola, catastalmente riportato alla partita 6650, foglio di mappa 70, particella 255 vigneto classe 3^ di are 00.05.00; particella 400 uliveto classe 2^ di are 00.10.70; particella 402 seminativo irriguo arborato classe 2^ di are 00.03.00; foglio di mappa 71 particella 760 seminativo irriguo classe 2^ di are 00.05.10; particella 763 seminativo irriguo classe 2^, di are 00.08.10; particella 840 uliveto classe 3^ di are 00.11.00; particella 847 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.06.80; particella 852 seminativo irriguo arborato classe 3^ di are 00.03.00; particella 858 seminativo irriguo arborato classe 3^ di are 00.08.40; foglio di mappa 72 particella 34 seminativo classe 1^, di are 00.09.70; particella 35 seminativo irriguo classe 2^ di are 00.07.00; particella 66 seminativo classe 1^ di are 00.06.00; particella 353 seminativo classe 3^ di are 00.04.40; foglio di mappa 73 particella 263 seminativo classe 3^ di are 00.05.00; particella 490 pascolo classe U di are 00.21.20; particella 715 fabbricato rurale di are 00.00.31; particella 883 seminativo irriguo arborato classe 4^ di are 00.01.80; particella 977 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.03.00; particella 979 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.04.50; particella 981 seminativo irriguo arborato classe 4^ di are 00.02.00; particella 984 seminativo irriguo arborato classe 4^ di are 00.02.70; particella 989 seminativo irriguo arborato classe 4^ di are 00.01.70; foglio di mappa 74 particella 175 querceto classe 1^ di are 00.25.80; particella 417 uliveto classe 3^ di are 00.02.90; particella 437 pascolo arborato classe 4^ di are 00.82.80; particella 449 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.02.30; particella 451 seminativo irriguo classe 3^ di are 00.08.70; particella 888 seminativo classe 2^ di are 00.23.10; particella 893 seminativo classe 5^ di are 00.11.10; particella 894 seminativo irriguo arborato classe 3^ di are 00.26.60; particella 896 pascolo classe U di are 00.03.70; particella 905 vigneto classe 3^ di are 00.06.60; particella 906 vigneto classe 3^ di are 00.01.80, particella 911 pascolo classe U di are 00.03.10 in ditta…. Prezzo base del lotto: L. 16.090.000 Euro 8.309,79 Deposito per cauzione: L. 1.609.000 Euro

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

830,98 Deposito per spese: L. 2.413.500 Euro 1.246,47 L'incanto avverrà, con il prezzo da ridurre di 1/5+1/5, all'udienza del 11/07/2011 ore 9.00, davanti a sé nella presente sede, ed in secondo esperimento in data --- alle stesse condizioni e con le stesse modalità. Stabilisce per la vendita le seguenti condizioni: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% del prezzo base per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà mediante consegna in Cancelleria di N. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 11/07/2011. Estratto conforme per uso pubblicità. Locri, 31.03.2011 Esatte: Euro 14,62 per bollo ñ Euro 7,10 per diritti. Il Cancelliere °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'Esecuzione, Dr. Davide Lauro, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 121/96 promossa da BANCO DI NAPOLI ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: - Diritti vantati, in ragione di 1/5, sui terreni ricadenti nel Comune di Mammola, località Sorvia, in stato di abbandono, catastalmente riportati al foglio di mappa 57, particella 322, di mq. 320, pascolo arborato, classe 1^; particella 429 di mq. 1090, uliveto, classe 2^; località Celano, catastalmente riportato al foglio di mappa 58, particella 139 di mq. 1970, uliveto classe 3^; particella 140 di mq. 810, uliveto, classe 2^, particella 179 di mq. 10.880, uliveto, classe 1^, particella 182 di mq. 30, fabbricato rurale PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 3.107,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 310,70 DEPOSITO PER SPESE: Euro 466,05 2° LOTTO: - Diritti vantati, in ragione di 1/5, sul terreno ricadente nel Comune di Mammola, località Scinà, in stato di abbandono, catastalmente riportato al foglio di mappa 48, particella 235, di mq. 2920, uliveto, classe 3^ PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 844,41 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 84,44 DEPOSITO PER SPESE: Euro 126,66 3° LOTTO: - Diritti vantati, in ragione di 1/5, sui terreni ricadenti nel Comune di Mammola, località Argonte, in stato di abbandono, catastalmente riportati al foglio di mappa 42, particella 13, di mq. 420, incolto produttivo, classe 2^, particella 14 di mq. 1840, incolto produttivo, classe 2^; particella 31 di mq. 1300, pascolo cespugliato, classe 1^; particella 32 di mq. 2310, bosco cespugliato, classe 4^; particella 43 di mq. 2220, pascolo arborato, classe 3^; particella 47 di mq. 580, seminativo irriguo classe 4^; particella 48 di mq. 1970, castagneto, particella 50 di mq. 4430, agrumeto, classe 2^; particella 62 di mq. 2270, bosco cespugliato, classe 4^; particella 63 di mq. 4280, bosco cespugliato, classe 4^; particella 64 di mq. 42.410, bosco cespugliato classe 4^ PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 5.177,48 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 517,75 DEPOSITO PER SPESE: Euro 776,62 4° LOTTO: - Diritti vantati, in ragione di 1/5, sui terreni ricadenti nel Comune di Mammola, località Arbeto, in stato di abbandono, catastalmente riportati al foglio di mappa 25, particella 141, di mq. 1930, seminativo, classe 3^; particella 200 di mq. 5080, seminativo, classe 3^ PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 361,52 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 36,15 DEPOSITO PER SPESE: Euro 54,23 5° LOTTO: - Terreni ricadenti nel Comune di Stilo, località Cuture, catastalmente riportati alla foglio di mappa 46, particella 45 di mq. 4570, incolto produttivo; particella 104 di mq. 30440, seminativo, classe 2^, particella 105 di mq. 9040, seminativo arborato, classe 1^, particella 106 di mq. 480, seminativo, classe 3^; particella 107 di mq. 9840, uliveto, classe 3^, particella 108 di mq. 1000, bosco cespugliato, classe 2^; particella 163

Info 0961 996802


il Domani

| AsteInfoappalti

12

Martedì 10 Maggio 2011 di mq. 7280, seminativo, classe 3^ PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 38.393,41 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 3.839,34 DEPOSITO PER SPESE: Euro 5.799,01 6° LOTTO: - Terreno ricadente nel Comune di Pazzano, catastalmente riportato al foglio di mappa 13, particella 104, di mq. 34550, uliveto, classe 1^ PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 54.422,94 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 5.442,29 DEPOSITO PER SPESE: Euro 8.163,44 7° LOTTO: - Diritti vantati, in ragione di 1/5, sull'unità immobiliare per civile abitazione che si sviluppa su tre piani, in stato di abbandono, sita nel Comune di Mammola, alla via Annunziata n. 46, riportata nel NCEU al foglio di mappa 46, particella 939, cat. A/4, classe 2^, vani 3 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 1.549,37 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 154,94 DEPOSITO PER SPESE: Euro 232.41 8° LOTTO: - Unità immobiliare per civile abitazione posta al primo piano con annesso seminterrato, sita nel Comune di Pazzano, alla via XI Febbraio n. 10, riportata nel NCEU al foglio di mappa 8, particelle 159 sub 1, 160 sub 2 e 163 sub 1, cat. A/2, classe 2^, vani 5 PREZZO BASE DEL LOTTO: Euro 38.734,27 DEPOSITO PER CAUZIONE: Euro 3.873,43 DEPOSITO PER SPESE: Euro 5.810,14 L'incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, ENTRO LE ORE 12,00 DEL GIORNO ANTECEDENTE L'UDIENZA, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà; mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 26 aprile 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 127/1992 promossa da CARICAL ora INTESA BCI GESTIONE CREDITI ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: 1° LOTTO: - Terreno con soprastante fabbricato costituito da un'unità immobiliare adibita a cucina rustica e locale deposito sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 2324 pt. Cat. C/2 classe 3^ cons. 28 Prezzo base del lotto: Euro 12.335,00

Deposito per cauzione: Euro 1.233,50 Deposito per spese: Euro 1.850,00 2° LOTTO: - Unità immobiliare adibita a magazzini posta al piano terra di un fabbricato a due piani fuori terra oltre lastrico solare sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 890 e foglio di mappa 33 particella 151 pt di mq. 121, Cat. C/2 classe 4^ Prezzo base del lotto: Euro 133.100,00 Deposito per cauzione: Euro 13.310,00 Deposito per spese: Euro 19.965,00 3° LOTTO: - Unità immobiliare per civile abitazione con lastrico solare e lavanderia annessi posta al piano primo di un fabbricato a due piani fuori terra oltre lastrico solare sito nel Comune di Siderno alla via Michele Bello riportato nel NCEU al foglio di mappa 30 particella 151 sub 5 p1 Cat. A/3 classe 3^ vani 5,5 Prezzo base del lotto: Euro 113.000 Deposito per cauzione: Euro 11.300,00 Deposito per spese: Euro 16.950,00 L'incanto avverrà, CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale o c/o Avv. ANNARITA PANCALLO (Tel. 0964.22259). Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 26 aprile 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 135/93 promossa da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO, ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: ORDINANZA DEL 09.11.2009 LOTTO UNICO: "Piena proprietà di una unità immobiliare in Siderno, via Jonio 86, a tre piani fuori terra, in catasto al foglio 33, part. 421 sub 1 (locale adibito ad attività commerciale, p.t.) e sub 2 (appartamento, p.t, p1, p2)" Prezzo base d'asta: Euro 227.500,00 Deposito per cauzione: 10% del prezzo Deposito per spese: 15% del prezzo L'incanto avverrà, con il prezzo sopra indicato DA RIDURRE DI 1/5+1/5, all'udienza del 07.07.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI

www.astepress.it | www.aste.eugenius.it | www.astecalabria.it www.asteinfoappalti.it | www.asteannunci.info

CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno anteriore all'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base, eventualmente ribassato. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale é pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario Avv. Annarita PANCALLO (tel. 0964.22259). Rinvia per il prosieguo all'udienza del 07.07.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 26 aprile 2011 IL CANCELLIERE °°°°°°°°°° CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell'esecuzione, Dr. SERGIO MALGERI, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 45/83 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI SpA ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: Lotto n. 1: "Piena proprietà di un appartamento in Grotteria, c.da Maida, sito al piano terra di un ampio fabbricato, riportato nel NCEU al foglio di mappa 18, particella 429, sub 3" Prezzo base d'asta: Euro 12.000,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 2: "Piena proprietà di un appartamento in Grotteria, c.da Maida, sito al piano terra di un più ampio fabbricato, riportato nel NCEU al foglio di mappa 18, particella 429, sub 4 e 6" Prezzo base d'asta: Euro 18.200,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 3: "Piena proprietà di un locale adibito a garege in Grotteria, c.da Maida, sito al piano terra di un più ampio fabbricato, riportato nel NCEU al foglio di mappa 18, particella 429, sub 5" Prezzo base d'asta: Euro 5.500,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 4: "Piena proprietà di un appartamento in Grotteria, c.da Maida, sito al piano primo di un più ampio fabbricato, riportato nel NCEU al foglio di mappa 18, particella 429, sub 7" Prezzo base d'asta: Euro 28.500,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 5: "Piena proprietà di un appartamento in Grotteria, c.da Maida, sito al piano primo di un più ampio fabbricato, riportato nel NCEU al foglio di mappa 18, particella 429, sub 8" Prezzo base d'asta: Euro 33.000,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo

AsteInfoappalti è un Progetto a cura della Mediatag Spa coordinamento area Calabria

Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 6: "Piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Ablacì, riportato in catasto alla particella 492, foglio 18 - seminativo irriguo arborato" Prezzo base d'asta: Euro 5.000,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 7: "Quota di 2/12 sulla piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Ruvari, riportato in catasto alla: p.lla 236, foglio 18, seminativo irriguo arborato; p.lle 943, 944, 945, foglio 18 (già 237) - Seminativo incolto sterile" Prezzo base d'asta: Euro 2.400,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 8: "Piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Farri, riportato in catasto alle p.lle 282 e 283 del foglio 22 - seminativo irriguo arborato" Prezzo base d'asta: Euro 39.200,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 9: "Piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Farri, riportato in catasto alle p.lle 188 e 190 del foglio 21" Prezzo base d'asta: Euro 36.500,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 10: "Quota di 2/6 della piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Farri, riportato in catasto alle p.lle 223 e 224 del foglio 22" Prezzo base d'asta: Euro 5.450,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo Lotto n. 11: "Quota di 2/12 della piena proprietà di un terreno in Grotteria, loc. Zirrì, riportato in catasto alla p.lla 95, foglio 26, uliveto" Prezzo base d'asta: Euro 1.250,00 Deposito per cauzione 10% del prezzo Deposito per spese 15% del prezzo L'incanto avverrà con prezzo DA RIDURRE DI 1/5 all'udienza del 24.06.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12,00 del giorno antecedente l'incanto, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto, una somma pari al 10% del prezzo base per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà, mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all'offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L'aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall'incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale é pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Cutode Giudiziario: Avv. BARBARA DI FABIO (Tel. 0964.20397). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all'udienza del 24.06.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Addì, 05 APRILE 2011 IL CANCELLIERE

Info 0961 996802


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 13

CRONACHE CATANZARO - Centinaia di cittadini stanno partecipando ai tanti incontri che l’on. Michele Traversa, in questi ultimi giorni di campagna elettorale, continua a tenere nei quartieri dellacittà, al fianco dei candidati al consiglio comunale. Ieri mattina Traversa è stato nei quartieri Mater Domini e Cava, domenica nel quartiere marinaro per una manifestazione all’Hotel Palace con il candidato Ciro Oliviero della lista "Traversa Sindaco", e a Germaneto per una partecipatissima serata a base di morzello organizzata da Tommaso Brutto, candidato nella lista Pdl. Sempre domenica sera, nella zona del Porto di Lido, Michele Traversa ha partecipato ad un incontro con il Circolo Velico di Catanzaro, presieduto da Luigi Ricci. All’iniziativa hanno preso parte anche il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro, e il presi-

La campagna elettorale di Traversa nei quartieri dente provinciale del Coni Antonio Sgromo, candidato al Consiglio comunale nella lista del Pdl. Durante l’incontro nella sede del Circolo Velico, Traversa ha parlato della necessità di sfruttare la risorsa mare per il rilancio dell’economia cittadina. Traversa ha quindi parlato del completamento del lungomare e del progetto di valorizzazione del grande parco costiero di Giovino. Poi ha ribadito l’impegno per il completamento del porto di Casciolino. r.c.

La replica del comitato a sostegno del candidato del centrodestra: siamo al 65%

«Traversa è vicino ai giovani con i fatti e non con le chiacchiere» CATANZARO - «Un centrosinistra senza argomenti, incapace di parlare ai cittadini di programmi e, men che meno, di raccontare cose fatte, continua a condurre la propria campagna elettorale sul piano della polemica pretestuosa e dell’insulto». E’ quanto si legge in una nota del Comitato elettorale per Michele Traversa sindaco. «Una strategia non molto proficua, visto che gli ultimi sondaggi danno Michele Traversa vincente al primo turno con il 65% dei consensi concinua -. Numeri che stroncano la trovata mediatica del "recupero". Ciò non giustifica, comunque, le contumelie che il comitato pro Scalzo continua a indirizzare a Michele Traversa, accusato di sottrarsi ai confronti tra candidati. Un’accusa facilmente confutabile, avendo Traversa già partecipato a numerosi confronti. La visita del ministro Matteoli,

prevista da tempo, non ha evidentemente consentito all’on. Traversa di partecipare all’incontro organizzato da Catanzaro Informa, e non certo per mancanza di interesse nei confronti dei giovani. I giovani catanzaresi sanno bene cosa Traversa ha realizzato per la città e, essendo molto più informati e dotati di senso critico di quanto pensino il centrosinistra e suoi giovani-vecchi, conoscono bene i programmi dei candidati e sanno discernere tra chi è capace o meno di tradurre le proposte in fatticoncreti. Peraltro Traversa ha già in programma, giorno 11 maggio, un grande meeting con i giovani catanzaresi, e sempre con i giovani chiuderà la campagna elettorale in un noto locale della città. Scalzo cerca disperatamente un riflesso della luce di Traversa. Traversa, invece, ha un indice di popolarità che sfiora il 100 per cento, e

in questa campagna elettorale ha incontrato oltre 10 mila cittadini durante le manifestazioni con i partiti e i movimenti in sale stracolme di sostenitori, durante le partecipatissime conferenze per la presentazione dei candidati, durante gli incontri con le associazioni, con i comitati, con lagente comune. Da cittadini catanzaresi, i rappresentanti del centrosinistra dovrebbero quindi rallegrarsi che il prossimo sindaco abbia già al suo fianco i più importanti esponenti del Governo. Nei prossimi giorni - conclude -scenderanno al fianco di Traversa anche il presidente dei senatori Pdl, Maurizio Gasparri, e la coordinatrice nazionale del movimento giovanile on. Anna Grazia Calabria. Siamo certi, infine, che gli insulti diretti a Michele Traversa hanno il solo effetto di smascherare la falsità e la malafede del centrosinistra».

Traversa e la Ferro con gli animalisti CATANZARO - Il presidente del Parco della Biodiversità, on. Michele Traversa, e il presidente della Provincia di Catanzaro, hanno visitato ieri mattina il mercatino di beneficenza organizzato, in uno stand all’interno del parco, dai volontari della sezione catanzarese dell’associazione Animalisti Attivi Onlus. L’iniziativa, che ha avuto il sostengo dalla Provincia di Catanzaro, ha avuto il fine di promuovere le adozioni di cani e gatti e di raccogliere fondi per il mantenimento dei cuccioli. «L’Amministrazione provinciale - ha detto Wanda Ferro - è molto sensibile rispetto alla problematica dei cani abbandonati. Vogliamo aiutare le associazioni animaliste a promuovere la cultura dell’adozione, ma soprattutto speriamo di realizzare a Catanzaro, in collaborazione con la nuova amministrazione comunale che sarà guidata da Michele Traversa, un canile decoroso ed efficiente in cui i trovatelli potranno essere accolti e accuditi al meglio ed essere facilmente adottati». Michele Traversa, candidato a sindaco di Catanzaro, ha parlato delle proposte contenute nel suo programma sui temi della prevenzione del randagismo e della tutela degli animali. Traversa ha condiviso la proposta del presidente Wanda Ferro di realizzare un nuovo canile comunale. r.c.


14

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CRONACHE CATANZARO - Due settori importanti dello stadio "Ceravolo" di Catanzaro, la "Tribuna coperta" e i "Distinti" porteranno presto il nome di due personaggi del mondo del calcio scomparsi di recente. Si tratta del cavaliere Pino Albano, presidente dell’Us Catanzaro dalla stagione 1984/85 fino al 1995, e del giornalista sportivo Giorgio Tosatti. La proposta, approvata dalla Giunta, è stata relazionata dall’assessore al Marketing Roberto Talarico il quale ne ha spiegato le motivazioni. «Pino Albano - ha detto - per oltre dieci anni ha guidato la gloriosa squadra giallorossa portandola a un passo dalla serie A. I suoi sacrifici economici e la passione dimostrata per i nostri colori, meritano di essere legati indissolubilmente alla storia del calcio catanzarese. Del resto i tanti messaggi di cordoglio giunti alla famiglia come testimonianza d’affetto

Ceravolo, tribune intitolate a Giorgio Tosatti e Pino Albano nel giorno della sua morte, sono il segno di quanto abbia dato alla città, non soltanto dal punto di vista sportivo ma anche e soprattutto da quello economico e imprenditoriale». Per quanto riguarda Giorgio Tosatti, ex direttore del Corriere dello sport-Stadio ed ex presidente dell’Ussi per un decennio, opinionista sportivo di tante trasmissioni televisive di successo, Talarico ha ribadito il forte legame che lo stesso aveva instaurato con la Calabria e, in particolare, con il capoluogo per aver sposato una catanzarese. «Anche in questo caso - ha affermato l’assessore - sono certo di interpretare

il sentimento di tanti sportivi nel voler dedicare un settore del nostro stadio al compianto giornalista". Così i nuovi nomi saranno Tribuna coperta "Pino Albano" e Tribuna "Giorgio Tosatti". La Giunta ha anche deciso di intitolare la tribuna centrale del PalaGallo a Ciccio Puccio, presidente della prima squadra di basket calabrese, la Pallacanestro Catanzaro, che negli anni ‘70 calcò i parquet della serie A».

r.c.

Via libera anche al secondo lotto del progetto di completamento di piazza Matteotti

La giunta comunale accorpa al demanio la “Galleria Mancuso” CATANZARO - La giunta comunale presieduta dal sindaco Rosario Olivo, assistito dalla segretaria Teresa Mansi, presente il direttore operativo, Pasquale Costantino, ha approvato la delibera di accorpamento al demanio comunale dell’area denominata "Galleria Mancuso" proposta dal settore patrimonio diretto da Alba Felicetti. La deliberazione integra con i dati catastali la precedente del 2008. La giunta ha quindi dato mandato al Dirigente del settore patrimonio di registrare e trascrivere alla Conservatoria dei beni immobiliari del comune anche l’area della Galleria Mancuso. L’esecutivo ha anche dato il via libera al progetto del secondo lotto dei lavori di completamento della riqualificazione di piazza Matteotti. La delibera è stata proposta dal dirigente del settore Unità di Progetto, Biagio Cantisani. Il progetto ammonta ad una spesa complessiva di un milione e trecentomila euro. La finalità dell’Amministrazione Comunale è appunto quella di prevedere un intervento che attenga ad una sistemazione complessiva e definitiva dell’intero spa-

zio pubblico attraverso una proposta di riqualificazionearchitettonicaedurbanistica che rappresenti una corretta lettura del rapporto tra linguaggio architettonico contemporaneo e preesistenze storiche oltre che essere capace di valorizzare e tutelare l’identità dei luoghi; anche alla luce delle recenti trasformazioni, ancora in parte in itinere, che hanno interessato le zone limitrofe alla piazza ed in particolare il Corso Mazzini. Sentita la relazione del sindaco Olivo, la giunta ha anche destinato a sede dell’Accademia delle Belle Arti e con ciò costituire Centro di alta formazione e di aggregazione culturale, il Complesso denominato "Bosco dell’Osservanza" ex Ospedale Militare. Ciò in forza alle numerose ricerche e dell’acquisizione di una serie di atti dai quali si evince che l’intero complesso ricade in zona gravata da uso civico in favore del Comune di Catanzaro. Del resto, che la zona sia gravata da uso civico in favore del Comune emerge anche dalle perizie presentate all’Amministrazione di palazzo De Nobili Severini e Leone, i

quali hanno consegnato due diverse ed articolate perizie documentate da indagini storiche e catastali. Delle risultanze di tali indagini veniva informato il Ministero della Difesa sia del Governo prodi che dell’attuale Governo. Quindi, la giunta preso atto che i tentativi di rientrare in possesso dell’immobile in via bonaria sono risultati vani, nella seduta dello scorso 30 marzo ha deciso di promuovere azione legale volta al recupero del bene ed alla reintegrazione del patrimonio comunale. L’esecutivo, infine, ha approvato alcune pratiche proposte dal settore avvocatura diretto da Gabriella Celestino ed illustrate dall’assessore Aldo Stigliano Messuti e due delibere di patrocinio.

Ciambrone: solo Fli contro il federalismo CATANZARO - «La campagna elettorale consente alla nostra città di avere l’onore e l’onere delle continue presenze dei cosi detti "Big della politica" per il Pdl: Quagliarello, Matteoli, Alfano, La Russa, Gasparri, dulcis in fundo pare arriverà anche il grande Tremonti che qualche mese fa è sceso in Calabria in treno ed è ritornato a Roma percorrendo la nostra autostrada ha rilasciato la seguente dichiarazione: "In Calabria abbiamo sbagliato approccio, manca lo Stato". Dichiarazione subito smentita dai fatti, poiché a distanza di qualche settimana si è reso promotore dell’approvazione del federalismo fiscale che provocherà non pochi disagi con il voto favorevole del candidato Pdl Michele Traversa e l’astensione correa del Pd padre putativo di Salvatore Scalzo» scrive in una nota il candidato a sindaco Fli Luigi Ciambrone. «I big della politica del Pdl e del Pd devono comprendere che possiamo avere ritardi infrastrutturali ma non mentali. Questo sfoggiare il potere sotto forma di passerella dedita a tessere le lodi dei rispettivi candidati Scalzo e Traversa questa volta a Catanzaro non attecchirà. Ma la notizia più bella pare sia questa: Silvio Berlusconi verrà a Catanzaro». Ciambrone sostiene che il « futuro politico dell’Italia vedrà l’affermarsi di nuova classe dirigente che darà vita ad un Governo capace di risollevare l’Italia. Il 15 e 16 maggio con il voto a favore di Fli gli elettori catanzaresi dimostreranno a chi ci considera arretrati che siamo un popolo capace». r.c.

Carmela Mirarchi


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 15

CRONACHE CATANZARO - E’ stato un fine settimana molto impegnativo quello appena trascorso per i Carabinieri di Catanzaro: una grande mole d’interventi, che hanno visto la costante presenza dei militari sul territorio a favore e tutela della sicurezza dei cittadini. A riprova di quanto riportato parlano i numeri: sono state controllate quasi 200 persone, con decine di contravvenzioni al Codice della Strada elevate. I militari sono stati anche chiamati a risolvere un piccola emergenza

Fine settimana intenso per i carabinieri risolta emergenza randagi a Santa Maria randagi: nella tarda serata di venerdì sono arrivate infatti diverse segnalazioni da parte della cittadinanza relative alla presenza di cani aggressivi e pericolosi in contrada Guglia (Catanzaro S. Maria). La pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile intervenuta sul posto veniva avvicinata dai proprietari di un’abita-

zione di quella contrada, i quali spiegavano che cani di grossa taglia erano entrati nel loro terreno, minacciando la loro sicurezza e quella dei loro figli. I cittadini erano spaventati a tal punto da barricarsi in casa, chiedendo dunque l’intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. I randagi in questione avevano altresì rotto

una recinzione, riuscendo ad entrare in un pollaio e a fare razzia di galline. Con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, i militari riuscivano a individuare e bloccare uno dei cani; contestualmente veniva richiesto anche l’intervento del competente servizio veterinario, tramite il quale si riusciva ad assicurare il cane in una gab-

bia di sicurezza per il successivo trasporto al canile. L’animale catturato è un meticcio, decisamente malnutrito e privo di segni di riconoscimento utili a risalire ad un eventuale proprietario. Grazie al tempestivo intervento degli operanti gli abitanti di contrada Guglia, dopo un pomeriggio trascorso tra preoccupazioni e paure, sono tornati alla loro serena e tranquilla quotidianità.

r.c.

L’inchiesta era stata avviata nel 2006 da Luigi de Magistris

Nuova udienza Why Not ascoltato consulente del pm di Carmela Mirarchi CATANZARO - Nuova udienza, ieri davanti al tribunale penale collegiale di Catanzaro, nell’ambito del processo a carico delle 27 persone rinviate a giudizio a seguito della nota inchiesta "Why not". L’inchiesta, avviata nel 2006 dall’allora sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro Luigi de Magistris e poi, dopo l’avocazione a quest’ultimo, affidata alla Procura generale di Catanzaro, riguardava un presunto comitato d’affari politico affaristico che avrebbe illecitamente gestito i soldi pubblici destinati allo sviluppo della Calabria. Oggi è stato escusso un unicoteste, il dottore Galliano, consulente del pubblico ministero, che ha ricostruito la storia contabile delle società "Brutium" e "Why not". Non c’è stato invece bisogno di raccogliere le testimonianze dei circa dieci dipendenti della Why not che avrebbero dovuto deporre sulle modalita’ del loro rapporto di lavoro con la società, dal momento che il nutrito collegio difensivo ha dato il consenso ad

ammettere al fascicolo dibattimentale il contenuto delle dichiarazioni rese al pm. Il processo è stato infine aggiornato al 31 maggio per sentire altri testimoni della pubblica accusa, rappresentata dai sostituti procuratori generali Massimo Lia ed Eugenio Facciolla. Sul banco degli imputati siedono le 27 persone rinviate a giudizio il 2 marzo 2010, tra le quali anche Caterina Merante, testimone chiave dell’inchiesta "Why Not", chiamata a rispondere dell’unico capo d’accusa contestatole: una contravvenzione alle leggi in materia di lavoro. Gli altri

sono Aldo Curto, Marino Magarò, Gennaro Ditto, Francesco Morelli, Antonio Mazza, Rosario Caccuri Baffa, Giorgio Cevenini, Rosalia Marasco, Ennio Morrone, Cesare Carlo Romano, Rosario Calvano, Dionisio Gallo, Domenico Basile, Giancarlo Franze’, Antonio Gargano, Filomeno Pometti, Michelangelo Spataro, Michele Montagnese, Pasquale Citrigno, Pasquale Marafioti, Clara Magurno, Alfonso Esposito, Giuseppe Pascale, Ernesto Caselli, Nicola Adamo, Antonino Giuseppe Gatto.

Scalzo a Coldiretti: l’agricoltura sia un sostegno per il turismo CATANZARO - Un incontro proficuo e interessante quello che si è tenuto ieri mattina tra Coldiretti e Salvatore Scalzo, il candidato a sindaco per il centrosinistra, che ha aperto la serie di colloqui tra i candidati a sindaco di Catanzaro e la confederazione di produttori agricoli. «Si è trattato di un confronto molto importante - ha spiegato Salvatore Scalzo - dal momento che si è parlato di temi a me molto cari, vista l’esperienza a Bruxelles in commissione per le Politiche Agricole. Per quanto mi riguarda, ritengo che l’agricoltura locale possa ricoprire un ruolo rilevante nello sviluppo della città. Quando si parla di sostenibilità e rilancio dell’economia, necessariamente bisogna far riferimento alle competenze locali, e l’agricoltura è una di queste. Penso soprattutto all’integrazione tra prodotti locali e turismo, un settore in cui i produttori agricoli, nella nostra idea di città, saranno chiamati a fornire contributi tecnici e progettualità».Particolare attenzione sarà riservata alle politiche del "Km Zero": «La riduzione dei costi per i consumatori finali, passa per l’abbattimento delle spese di gestione. Il concetto di "Km Zero" è quindi fondamentale. Il mio personale impegno sarà di promuovere questa pratica anche nell’ambito della ristorazione comunale». Nel corso del colloquio Scalzo ha illustrato una serie di interventi comunitari contenuti nelle Politiche Agricole Comuni, e relativi alla sostenibilità economica delle aziende agricole, che la Commissione Europea renderà efficaci a breve.

cm

Vincenzo Capellupo, candidato del Pd: presidiare i seggi in modo adeguato CATANZARO - «A pochi giorni dal voto per le amministrative di Catanzaro, rilancio l’invito già fatto qualche giorno fa dal candidato sindaco del centro sinistra, Salvatore Scalzo, al Prefetto del Capoluogo di Regione. Auspico che venga aumentato al massimo il livello di guardia su tutte le fasi della campagna elettorale e in particolare sugli attori coinvolti. I seggi vengano presidiati in maniera adeguata perché al loro interno non si verifichino atti illegali o altre violazioni». E’ quanto scrive in una nota Vincenzo Capellupo, candidato al Consiglio Comunale nelle liste del Partito Democratico. «E’ inutile nasconderlo - sottolinea Capellupo - anche in questa città il voto è soggetto a pressioni e coercizioni, perché le elezioni diventano con-

corso pubblico per un posto di lavoro a tempo determinato. Il diritto-dovere al voto è sottoposto a dinamiche di controllo che vanno dal ricatto sul posto di lavoro ad ulteriori influenze illecite. Ed è facile capirne le ragioni. In un territorio segnato dalla grande crisi del lavoro, dove il mondo dell’impresa non riesce a sopperire a questo disagio - prosegue il candidato del Pd - tutti gli enti locali suscitano appetiti più disparati, perché sono un luogo di aggregazione di interessi e offrono la possibilità di partecipare alla gestione di altri enti. Vi ricordo che solo nel 2007 il rapporto regionale di Legautonomia ha rilevato che i comuni calabresi hanno movimentato complessivamente una spesa di 2,5 miliardi di euro. Non sono mica spic-

cioli. Ecco spiegato quindi l’interesse esasperato al controllo degli stessi. Al Prefetto - conclude Capellupo - chiedo che venga assicurato, tra le altre leggi, il rispetto della Lazzati. La legge elaborata dal giudice Romano De Grazia che impedisce ai sorvegliati speciali per reati di mafia di svolgere propaganda elettorale. Una legge di rottura rispetto al perverso legame mafia e politica, al così detto voto di scambio, che però purtroppo l’onorevole candidato a sindaco per il centro destra a Catanzaro non ha votato. Una scelta che ancora non comprendo. Ed ancora mi chiedo perché non dire no alle mafie».

r.c.


16

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CRONACHE SOVERATO - Dopo una settimana di incontri informativi per le vie della città di Soverato, Antonello Gagliardi, candidato a sindaco della lista Semplicemente Soverato, che ha parlato «dell’opportunità di essere lungimiranti per affrontare la sfida anche per le nuove generazioni, di diversificare e ampliare l’offerta turistica e commerciale, di giovani seriamente coinvolti nella politica cittadina, di sport e cultura come risorse». Per illustrare queste garanzie, da ieri Gagliardi riparte con l’iniziativa "Parliamone in-

L’appello di "Semplicemente Soverato" ai cittadini sieme" offrendo ai soveratesi uno spazio di confronto volto a promuovere la più ampia partecipazione per la futura programmazione dell’attività politica e amministrativa del Comune di Soverato. L’intraprendenza di Gagliardi e della sua squadra continua fino a giovedì 12 maggio, interpellando i cittadini a conversare diretta-

Marcellinara, istituito un servizio sociale di trasporto

mente con lui e con i suoi candidati che, con onestà e coraggio, sono pronti a servire civilmente tutti per un’amministrazione rinnovata e diversa e che già ha realmente posto, a base di ogni azione, i principi di trasparenza e partecipazione attiva. Anna Bolle

Sono stati colti ad effettuare dei lavori nell’alveo del torrente Vodà

Reati in materia ambientale due denunce a Badolato di Carmela Mirarchi BADOLATO - Nei giorni scorsi, i Carabinieri della stazione di Badolato, nell’ambito dei controlli in materia ambientale disposti dalla Compagnia di Soverato, denunciavano in stato di libertà A.S. cl ’60, già noto alle Forze di Polizia, e V.G. cl. ’43, pregiudicato, entrambi residenti a Badolato, perché colti ad effettuare dei lavori nell’alveo del torrente Vodà in prossimità della zona denominata "Durante", posta nella parte sottostante la parte iniziale del borgo antico. I militari operanti, alle prime luci della mattinata notavano un escavatore in azione a ridosso della sponda sinistra del predetto torrente, raggiungibile dalla strada comunale denominata "S. Antonio", all’altezza di una frana occorsa sulla sponda opposta sulla strada comunale denominata "Alessandro". Prontamente intervenuti, identificavano V.G. alla guida del mezzo pesante, intento a realizzare un sentiero lungo l’alveo del torrente, adducendo come motivazione il dover sgomberare la strada comunale dalla fra-

na, in forza di un’ordinanza comunale. Nel frattempo veniva rintracciato il proprietario dell’escavatore A.S., che ribadiva l’esistenza dell’ordinanza comunale autorizzativa, ma i militari appuravano l’assenza di qualsivoglia autorizzazione ad operare nell’alveo del torrente, e smascheravano così il tentativo di creare un collegamento più corto e celere tra le due strade ("Alessandro-S.Antonio"), recidendo e

sbarrando il corso d’acqua del torrente Vodà, per fini privati. I due (titolare dell’impresa e manovratore dell’escavatore) venivano così denunciati in stato di libertà all’Autorità giudiziaria, poiché ritenuti responsabili dei reati di deviazione di acque e modificazione dello stato dei luoghi, danneggiamento di corso d’acquaedeturpamentodibellezze naturali.

MARCELLINARA - E’ stato istituito dalla Giunta Comunale di Marcellinara, guidata dal Sindaco Giacomo Scerbo, un servizio sociale di trasporto in favore dei cittadini marcellinaresi che si devono recare presso le strutture cliniche e sanitarie del capoluogo. Il servizio, in via sperimentale, sarà attivato da mercoledì 11 maggio e sarà espletato con cadenza settimanale nella giornata del mercoledì. «Si tratta - hanno riferito i componenti della Giunta Comunale - di una risposta concreta alle esigenze di quei cittadini che incontrano difficoltà a raggiungere la Città di Catanzaro per il disbrigo di pratiche di natura previdenziale o per sottoporsi ad analisi cliniche o visite mediche». Nelle linee programmatiche dell’Amministrazione comunale rivestono, infatti, una particolare attenzione tutte quelle iniziative rivolte a soddisfare i bisogni della popolazione anziana e delle fasce più deboli. Il servizio sarà svolto da personale dipendente dell’Ente, utilizzando a tale scopo un nuovo automezzo di proprietà comunale.

r.c.

Amaroni, 26enne condannato per coltivazione di droga AMARONI - E’ stato condannato a tre anni e mezzo di reclusione Giuseppe Polito, 26 anni, arrestato ad Amaroni nel 2006 con l’accusa di coltivazione di droga. La pena è stata inflitta ieri dal giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro Assunta Maiore cui il pubblico ministero, Gerardo Dominijanni, aveva chiesto una condanna ad otto anni di reclusione. Polito fu arrestato l’11 agosto 2006 dai carabinieri della Compagnia di Girifalco in località "Abata" del comune di Amaroni, dove i militari trovarono in un terreno di proprietà privata una piantagione di canapa indiana. L’arrestato secondo le accuse, curava le piante con un sofisticato sistema di irrigazione, e comunque a seguito della perquisizione domiciliare, i militari trovarono oltre un chilogrammo di marijuana suddivisa in varie confezioni e pronta per essere immessa sul mercato.

Feroleto Antico, la Provincia consegna i lavori della Sp 85 FEROLETO ANTICO - Sono stati consegnati questa mattina, in loc.tà "Ficonera" nel Comune di Feroleto Antico - alla presenza del presidente dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, Wanda Ferro, del consigliere provinciale Pietro Fazio, dei tecnici dell’Ente e dei rappresentanti della ditta appaltatrice - lavori che riguarderanno "Interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione del rischio lungo la SP 85 al km 0+850. Il progetto redatto e finanziato dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, tramite le risorse liberate dal Por Calabria, prevede una spesa complessiva di 150 mila euro da destinare alla messa in sicurezza di una

parte della strada interessata da fenomeni di cedimento, per effetto del movimento franoso che si è verificato la scorsa stagione invernale. Tale intervento progettuale, fa parte di un’operazione di maggiori dimensioni che mette in sicurezza l’intero versante e che sarà in contemporanea realizzato con un finanziamento dell’Amministrazione Comunale di Feroleto Antico per un importo di 350 mila euro. Entrambi gli interventimiranocontemporaneamente a mettere in sicurezza il versante e la strada provinciale che lo attraversa. «L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro - ha detto il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro -

continua ad investire nella riqualificazione del territorio, favorendo una politica compatibile con gli interventi di sistemazione idrogeologica per la mitigazione del rischio frana. Mi preme ringraziare, per il forte interessamento e l’impulso dato alla realizzazione di questi lavori, il consigliere provinciale Pietro Fazio. Un ringraziamento va anche al Settore Viabilità Lametino e al dirigente ing. Eugenio Costanzo, oltre che al progettista e direttore dei lavori ing. Vincenzo Coppola, funzionario dell’Ente Provincia, e ai geometri Giuseppe Mirante e Francesco Caparello». r.c.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 17

CRONACHE Le ruspe sono entrate in azione circondate da alcuni uomini delle forze dell’ordine

Sgomberato il campo rom proteste contro l’insediamento LAMEZIA TERME - Sono iniziate ieri mattina le operazioni di sgombero delle sei famiglie presenti nel campo rom di contrada Scordovillo. Le ruspe sono entrate in azione intorno alle 8.20, circondate da un centinaio di uomini delle forze dell’ordine, presenti alle operazioni per evitareeventuali disordini. Delle sei famiglie una ha già lasciato il campo, trasferendosi in un appartamento in affitto: questo nucleo familiare infatti, avendo un reddito proveniente da lavoro, non ha diritto all’alloggio popolare. Delle altre cinque famiglie, due saranno collocate nelle case popolari di San Pietro Lametino mentre le altre tre ai Ginepri, in un complesso sequestrato alla mafia e di proprietà del Comune. Una trentina di persone ha bloccato la strada che porta alle case di edilizia popolare di San Pietro Lametino, a Lamezia Terme. In particolare, si tratta dei residenti del quartiere dove dovrebbero andare ad abitare due delle sei famiglie rom che le forze dell’or-

dine stanno sgomberando dal campodi contrada Scordovillo. I residenti di San Pietro Lametino, già nei giorni scorsi, avevano manifestato contro la decisione del Comune di Lamezia Terme di trasferire le famiglie rom negli appartamenti popolari del loro quartiere. Ieri mattina, già alle 7, è stato creato un blocco della strada per evitare l’arrivo dei rom. Ieri sino alle 15 una novantina di persone, perlopiù donne, hanno bloccato l’ingresso delle abitazioni popolari che si trovano nel cosiddetto quartiere "16.9". I manifestanti hanno bloccato il cancello d’ingresso per evitare che una delle sei famiglie provenienti dal campo rom di contrada Scordovillo prendesse possesso dell’appartamento messo a disposizion e dall’Amministrazione comunale di Lamezia Terme. Il blocco stradale è durato circa 10 ore al punto che un nutrito numero di forze dell’ordine hanno lasciato le operazioni di sgombero della baraccopoli di Scordovillo per andare a San

Pietro Lametino. Una protesta che si è verificata anche in località Ginepri, dove era destinata un’altra famiglia rom, e dove il Comune di Lamezia ha a disposizione 80 appartamenti confiscati alla mafia. Qui i manifestanti hanno protestato fino alle 15 di per poi lasciare l’ingresso delle abitazioni libero: il nucleofamiliare ha infatti potuto prendere possesso della nuova casa intorno alle 15.30, dove hanno già sistemato la gran parte dei mobili trasportati dalla baracca di ScordovilloNel pomeriggio di ieri è stata completata, con l’abbattimento di sei container, malgrado la pioggia battente, la prima fase di sgombero del campo rom di Scordovillo a Lamezia Terme. Le sei famiglie che finora hanno occupato le unità abitative sono state trasferite tra il quartiere di San Pietro Lametino dove sono stati alloggiati due nuclei familiari, ed il residence Lamezia golfo in località Ginepri lungo la costa. Carmela Mirarchi

Speranza all’iniziativa dell’Itc in ricordo di Peppino Impastato LAMEZIA TERME - Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, ha partecipato ieri mattina all’iniziativa pubblica in ricordo di Peppino Impastato (a 33 anni dalla sua tragica scomparsa), organizzata all’Istituto tecnico commerciale "De Fazio" dal coordinamento lametino del movimento "Ammazzateci Tutti". «Ricordare il coraggio - ha detto Speranza - e l’impegno antimafia di Peppino Impastato con il film di Marco Tullio Giordana "I cento passi" è quanto di più significativo si possa fare. Anch’io oggi sulla mia bacheca di facebook ho condiviso il video di uno spezzone della pellicola. In particolare mi sono soffermato sulla scena in cui Peppino parla della "bellezza" e lancia un messaggio ancora oggi molto attuale». «Sai cosa penso? Che questo aeroporto in fondo non è brutto, anzi, visto così dall’alto. Uno sale qua sopra e potrebbe anche pensare che la natura vince sempre, che è ancora più forte dell’uomo, e invece non è così» questo l’inizio del brano citato.


18

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CRONACHE Il candidato alla poltrona di primo cittadino rendano smentisce ogni sondaggio sfavorevole

Innocenzo Palazzo : «A Rende saprò essere il sindaco di tutti» di Alessandro Caruso RENDE - Il giorno della raccolta dei frutti di un lavoro elettorale incessante sta arrivando per tutti i candidati alle amministrative calabresi. Questo weekend si vota. E a Rende Innocenzo Palazzo non si fida dei sondaggi circolati recentemente che lo davano perdente. Per questo decide di smentire ogni pronostico negativo: «Non è affatto vero che la partita è chiusa, sono sicuro di vincere al primo turno, in modo tale da dare il via a un nuovo corso amministrativo per la nostra città». E se le cose dovessero andare per il verso giusto, Palazzo assicura ai suoi cittadini: «Sarò il sindaco di tutti, a differenza di quanto avvenuto negli anni passati». Le sue dichiarazioni, fatte in esclusiva al Domani , arrivano proprio nella settimana in cui il centrodestra cittadino si appresta a dare ospitalità ad alcuni big della politica nazionale, che accorreranno per dare una spinta ulteriore alla volata elettorale dei candidati espressione della coalizione che vede correre insieme il Pdl e l’Udc. Nei prossimi giorni, ha anticipato Palazzo, a Rende verranno il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, il capogruppo in Senato del Pdl, Maurizio Gasparri, e il suo vice, Gaetano Quagliariello: «Questo è il segnale che non siamo soli - rileva Palazzo -. Questi grandi nomi della politica ci daranno il loro appoggio come già hanno fatto il governatore Giuseppe Scopelliti, il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli e il sottosegretario Carlo Giovanardi. Dall’amministrazione regionale fino al governo nazionale siamo tutti compatti a sostegno della mia coalizione». Il centrodestra a Rende sta provando un’impresa non facile. Dal 1952 la città è amministrata dal centrosinistra e per sfatare il tabù Palazzo ha puntato su un modello nuovo: «Questa mancata alternanza di governance a livello comunale spiega - ha creato un vulnus di democra-

zia. Il nostro intento è quello di riaprire a tutti la partecipazione alla vita amministrativa, onde evitare che si crei un sistema chiuso e autoreferenziale». Come realizzarlo? Innanzitutto Palazzo ha in mente di tornare sul complesso tema dell’area urbana, che tenga conto di tutte le realtà vicine al terririo di Rende: «Dobbiamo guardare a Cosenza e a Montalto Uffugo come a un’opportunità di slancio e sviluppo per la nostra città. Un’area urbana di dimensioni più rilevanti equivale a un’occasione per raccogliere maggiori

Palazzo svela che le casse comunali sono prossime al dissesto. «Si tratta del risultato di un’amministrazione poco avveduta. Bisogna riparare a questo inconveniente e la mia idea è quella di puntare su una politica che comporti meno sprechi e più razionalizzazione delle risorse»

RENDE - «Parlare di donne e politica non è soltanto un problema di "quote" e di spazi di rappresentanza. Per un’effettiva partecipazione delle donne alla vita pubblica, fino all’introduzione di norme omogenee che ne tutelino espressamente il diritto, c’è ancora molto da fare» si legge in una nota delle Candidate Idv al Consiglio Comunale di Rende. «Di una società di eguali, secondo lo spirito della Costituzione, si potrà parlare solo quando si sarà creato il giusto equilibrio tra uomini e donne nei processi decisionali e nelle posizioni di potere, nella società civile come nella "società politica". Rende è una città che, rispetto al quadro regionale, si distingue per standards urbanistici e livelli qualitativi nell’offerta di servizi alla persona ed alle famiglie piuttosto apprezzabili. E tuttavia, come per la maggior parte dei comuni italiani, occorre una consapevolezza piena circa il valore della complementarietà tra gli interessi dei due sessi nella costruzione di città più vivibili, più civili, più solidali. Ecco perché, coerentemente, vogliamo avanzare delle proposte in questa direzione, nella speranza che esse, oltre ad essere accolte e concretamente realizzate dalla prossima amministrazione di Rende, possano nondimeno contribuire ad aprire un dibattito proficuo sulla questione, fare da stimolo per un rinnovamento complessivo della società calabrese» conclude la nota.

L'avvocato Innocenzo Palazzo, candidato del centrodestra alla carica di sindaco di Rende

Rossano, 4 arresti dei carabinieri

Riunione del consiglio provinciale COSENZA - E’ tornato a riunirsi ieri mattina sotto la presidenza dell’ Ing. Orlandino Greco, il Consiglio Provinciale di Cosenza per discutere un unico argomento all’ordine del giorno: l’esame e l’approvazione del Bilancio di Previsione per l’Esercizio Finanziario 2011-Relazione Previsionale e Programmatica, Bilancio Pluriennale 2011-2012-2013, Piano Triennale delle OO.PP. 2011-12-13 ed Elenco Annuale. I lavori dell’Assemblea sono stati introdotti dalla relazione dell’assessore provinciale al Bilancio, Antonello Graziano che, dopo aver evidenziato il grave momento di crisi che colpisce l’economia mondiale e locale, ha illustrato

risorse comunitarie, utili per promuovere politiche dirette alla crescita sociale ed economica del nostro comune». Non solo. Università e bilancio restano alcuni dei capisaldi del programma del centrodestra per tentare la scalata al comune di Rende: «Dobbiamo intensificare e rinnovare il rapporto costruttivo con il nostro ateneo - afferma Palazzo al Domani -. Purtroppo in questo strategico rapporto soffriamo di una grave anomalia: nel consiglio di amministrazione dell’Unical non siede alcun esponente del Consiglio comunale di Rende. Dobbiamo porre rimedio a queste lacune, per aumentare la sinergia tra il comune e l’università, che rappresenta la vera richezza della nostra città». E in merito al bilancio, Palazzo svela che le casse comunali sono prossime al dissesto. «Si tratta del risultato di un’amministrazione poco avveduta. Bisogna riparare a questo inconveniente e la mia idea illustra Palazzo - è quella di puntare su una politica che comporti meno sprechi e più razionalizzazione delle risorse». Un motto, quest’ultimo, che accomuna il suo indirizzo di politica economica a quello che la giunta regionale sta adottando in molti settori amministrativi, a partire dal comparto sanitario.

Candidate Idv a Rende: più spazio per le donne in politica

gli effetti del Decreto 78/10 sui bilanci delle province. Il dibattito è stato concluso dal Presidente della Provincia on. Oliverio che ha subito sgomberato il campo da ogni possibile equivoco, affermando che i tempi di preparazione e redazione del bilancio erano stati congrui e che il calendario dei lavori del Consiglio era stato stabilito all’unanimità. «L’opposizione - ha detto - confonde l’indebitamento con ciò che noi chiamiamo investimenti. Trecentosessanta milioni di euro sono stati utilizzati per concretizzare obiettivi, per realizzare opere». r.c.

ROSSANO - Un arresto per evasione dai domiciliari e tre arresti per lesioni aggravate in concorso. E’il bilancio dell’attività svolta dai Carabinieri della Compagnia di Rossano. I militari hanno tratto in arresto dapprima A.N., 52enne pregiudicato del luogo, ritenuto responsabile di evasione dagli arresti domiciliari e, successivamente, M.S. 58 anni, J.M. 36 e S.C. 27, di nazionalità polacca, ritenuti responsabili di lesioni aggravate in concorso. A.n., già noto ai Carabinieri, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari nella sua abitazione dalla quale, arbitrariamente, si era allontanato. Dopo le formalità di rito, su disposizione del Pm

di turno, è stato associato alla locale casa dir eclusione. Gli altri arresti sono avvenuti nei pressi della locale stazione ferroviaria dove era stata segnalata, da partedialcunicittadini,un’aggressione con protagoniste più persone. Un uomo di nazionalità polacca era riverso per terra con numerose ferite al volto poichè poco prima aggredito e malmenato da connazionali. Le indagini hanno permesso di raccogliere, a carico di tre persone di nazionalità polacca, elementi di colpevolezza. Da qui l’arresto per il reato di lesioni aggravate in concorso. r.c.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 19

CRONACHE L’ente ha illustrato le sue riflessioni attraverso un opuscolo: La città e le imprese

La Camera di commercio incontra i candidati a sindaco di Cosenza di Carmela Mirarchi COSENZA - Si è tenuto ieri presso la Camera di Commercio di Cosenza un incontro presieduto dal Presidente della Camera, Giuseppe Gaglioti, tra i Componenti della Giunta camerale e i Candidati a Sindaco delle imminenti elezioni amministrative al Comune di Cosenza. L’iniziativa è scaturita dalla richiesta, pervenuta nei giorni scorsi da parte di un Candidato, di un incontro in cui esporre il programma per la città. All’ incontro hanno partecipato i Candidati Alessandra La Valle, Sergio Nucci, Mario Occhiuto, Enzo Paolini, Ivan Pastore, Salvatore Perugini, Salvatore Pichierri. Nel confronto-dibattito i candidati hanno esposto ai rappresentanti del mondo delle imprese i rispettivi programmi politici, il Presidente Gaglioti, a nome dell’intera Giunta camerale, ha illustrato il programma della Camera, finalizzato alla qualificazione dell’azione istituzionale a servizio del sistema economico provinciale. Inoltre, sono state portate all’attenzione dei candidati alcune riflessioni sulle quali porre le basi della futura cooperazione istituzionale, tra Camera e Comune, raccolte in un opuscolo, stampato e distribuito per l’ occasione, dal titolo: "La città per le imprese". «Oggi, probabilmente, sono state poste le basi per un maggior impegno politico dell’Amministrazione comunale a favore del mon-

do imprenditoriale», con questo auspicio il Presidente Gaglioti ha concluso l’incontro. «I rapporti tra l’Amministrazione Comunale e la Camera di Commercio in questi cinque anni sono stati molto proficui», ha premesso Salvatore Perugini rispondendo alle sollecitazioni del Presidente della Camera di Commercio di Cosenza, Giuseppe Gaglioti. La Camera di Commercio ha sottoposto ai sette candidati a sindaco cinque punti di dibattito sul futuro che attende Cosenza: la condivisione delle politiche strategiche; lo sviluppo dell’area urbana, proiettandolo in uno scenario globale; il sistema di tecnologie della comunicazione (Ict) e il rafforzamento del capitale sociale. «Abbiamo creato un’ottima sinergia con la Camera di Commercio e lo conferma anche l’adesione dell’amministrazione comunale alla Banca di Garanzia - ha dichiarato il Sindaco Perugini -. Un dialogo che continueremo ad avere se sarò confermato alla guida della città. La fase che verrà sarà molto difficile per le amministrazioni locali, in vista dell’attuazione del federalismo fiscale, ed è per questo

che sono necessari maggiori momenti di partecipazione e di coesione sociale. Incontri, a carattere tematico, che serviranno a individuare le priorità. Il nostro primo impegno sarà quello di sottoporre ai cittadini il tema della Città Unica, puntando a migliorare così i servizi e la rete infrastrutturale di tutta l’Area Urbana ha continuato il primo cittadino - Dal canto nostro, abbiamo dotato la città di un nuovo Piano strutturale comunale che servirà a delineare i progetti di riqualificazione che abbiamo già messo in campo. Ribadisco, inoltre, il mio giudizio più che positivo sul progetto dell’aeroporto di Cosenza. Importante snodo, che da Sibari, servirà l’intero territorio provinciale per quanto riguarda in particolare il trasporto commerciale. - E ha poi concluso - Cosenza è dotata di una rete infrastrutturale tecnologica (Ict) molto avanzata. Ora, spetta alle istituzioni spingere sul piano dell’utilizzazione. Altra priorità sarà quella di mettere mano a un serio Piano di commercio. Cosenza, infatti, è stata riconosciuta "Città d’Arte"».

Gaglioti: oggi probabilmente sono state poste le basi per un maggior impegno politico dell’Amministrazione comunale a favore del mondo imprenditoriale»

COSENZA - Il leader del movimento Diritti Civili, Franco Corbelli interviene dopo l’aggressione di un vigilante dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, avvenuta durante il servizio di ronda esprimendo «solidarietà alla guardia giurata, accoltellata e presa a bastonate. E’ un episodio gravissimo e allarmante afferma Corbelli - e l’ospedale è una terra di nessuno, letteralmente allo sbando. Va evidenziata l’assoluta insufficienza del servizio di vigilanza all’interno del grande ospedale regionale cosentino, dopo il licenziamento di 13 guardie giurate disposto dal presidente della regione e commissario della sanità calabrese, Giuseppe Scopelliti, nell’ambito del piano di rientro dal deficit sanitario. C’é una situazione di estremo disagio e serio rischio - prosegue il leader di Diritti civili - oltre che per gli stessi vigilantes, per il personale medico, paramedico, ausiliario, per pazienti e familiari, per effetto dell’ingiustificato taglio di 13 guardie giurate. Attualmente all’Annunziata opera un sola guardia giurata per la ronda di tutto il grande plesso ospedaliero regionale. Altre due guardie sono stabilmente assegnate, una al Pronto Soccorso (letteralmente al collasso, un reparto che fa registrare oltre 300 ingressi al giorno) e un’altra alla portineria. C’é dunque un solo vigilantes di ronda in tutto l’ospedale che ha 12 diversi ingressi liberi al nuovo e vecchio plesso e che fa registrare mediamente 15 mila presenze al giorno». r.c.

Elezioni, orari apertura ufficio elettorale

«Ospedale Castrovillari, è emergenza» CASTROVILLARI - «La scelta di fare di Castrovillari uno degli Ospedali più importanti di riferimento territoriale della provincia di Cosenza , che si sintetizza nella sigla Spoke, ha certamente contribuito a rafforzare l’immagine della struttura ospedaliera della città che, tuttavia, deve essere, messa nelle condizioni di operare senza condizionamenti per far fronte alla richiesta di una migliore sanità» scrive in un comunicato il Sindaco Franco Blaiotta. «Una emergenza è costituita dalle sale operatorie, una sola, infatti, è perfettamente funzionante e non è, quindi, in grado, di soddisfarel’esigenzadellaprogrammazione d tutte le Unità operative esisten-

Corbelli: è allarme sicurezza all’ospedale, aggredita una guardia

ti. E’, quindi, indispensabile che si intervenga con la massima urgenza, poiché la ristrutturazione in atto, con il ridimensionamento degli ospedale del comprensorio, ha comportato un forte aumento delle richieste d’intervento da realizzare nell’ambito della struttura ospedaliera della città. Un’altra emergenza è costituita dal Pronto Soccorso che è a volte letteralmente "soffocato" dalle richieste, a cui non è possibile far fronte in modo adeguato a causa della mancanza di personale. Anche in questo caso - conclude - bisogna prendere atto che il numero degli utenti è notevolmente aumentato». r.c.

COSENZA - Orari di apertura dell’ufficio elettorale e cambio dell’ubicazione di alcune sezioni elettorali. Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, l’ufficio elettorale di via Bengasi resterà aperto, oltre il normale orario d’ufficio, anche nei seguenti giorni e orari: da oggi 10 a sabato 14 maggio 2011, dalle ore 9 alle ore 19;ì. Nei giorni di domenica 15 e lunedì 16 maggio 2011: per tutta la durata delle operazioni di votazione. L’Ufficio elettorale del Comune ricorda, inoltre, la variazione dell’ubicazione di alcune sezioni elettorali. Le sezioni nn. 40 - 41 - 42 - 43 - 44, a causa dei lavori in corso presso il

Plesso scolastico di Piazza Cappello Istituto Tecnico Statale "A. Nitti", saranno ubicate presso il Plesso scolastico "Direzione Didattica Lidia Plastina Pizzuti" - III° Circolo, sito in via Riccardo Misasi, 107. r.c.


20

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CRONACHE CROTONE - Giovanni Lentini, assessore e alla Cultura della Provincia di Crotone, si associa all’iniziativa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano Che, spiega «ha fortemente voluto dedicare la giornata di ieri,alla memoria di chi ha subito la cieca violenza del terrorismo restandone ucciso, ferito, menomato nel fisico e nello spirito». L’assessore inoltre esterna «profonda solidarietà aiparenti delle vittime,condannafortementechi, in qualsiasi modo, per qualsiasi scopo, per qualsiasi motivazione,

Provincia, assessore Lentini ricorda vittime del terrorismo cerca di svilire la vita umana e plaude a quanti hanno lottato e continuano a lottare contro tutte le forme di terrorismo e perla difesa della legalità».

Anna Bolle

Giovanni Lentini

Menzione speciale di Confindustria "per la qualità dei servizi alle imprese"

Il ministro Brunetta premia la Camera di commercio di Crotone di Carmela Mirarchi CROTONE - Si è svolta ieri mattina a Roma, presso il Forum PA, la premiazione della Camera di commercio di Crotone, vincitrice della terza edizione del "Premio qualità PA" - categoria "Enti pubblici non economici e Camere di commercio, Industria e Artigianato". Nell’ambito della stessa manifestazione la Camera di Commercio ha ricevuto la Menzione speciale di Confindustria "Amministrazione di qualità per i servizi alle imprese" con la seguente motivazione: «La Camera di Commercio di Crotone, più volte emersa nel panorama locale e nazionale per la qualità dei servizi e la propensione al cambiamento, ha avviato da tempo un percorso verso l’eccellenza sviluppando una serie di iniziativechestannoportandoprogressivamente al miglioramento dei servizi resi alle imprese e più in generale alla realtà economica e sociale del territorio. I positivi risultati relativi alla misura del livello di soddisfazione degli utenti confermano la bontà delle strategie e delle scelte. Questi risultati

sono stati ottenuti tramite il coinvolgimento di tutto il personale nel miglioramento continuo e l’introduzione di sistemi innovativi di gestione al fine di ridurre i costi e migliorare le performance». La premiazione è avvenuta ad opera del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ed a conclusione del convegno inaugurale "La Pa cambia, i frutti della riforma". A ritirare i Premi è stato il Segretario generale della Camera di commercio di Crotone DonatellaRomeo,accompagnata da Claudia Gaetana Rubino Responsabile di progetto (project manager) del Premio qualità Pa e Filomena Costa Referente operativo del Premio qualità Pa. Oggi la Camera di commercio di Crotone tornerà al centro dell’attenzione dei partecipanti del Forum PA, infatti avrà ampio spazio quale esempio positivo di buona amministrazione nell’ambito della sessione pomeridiana del convegno "Dare voce ai Cittadini: il Customer Satisfaction Management per la qualità dei servizi" Laboratorio delle Pratiche, durante il quale Claudia Gaetana Rubino e

Filomena Costa esporranno le iniziative intraprese nell’ambito del progetto "Qualità per il cittadino: l’esperienza della Camera di Commercio di Crotone" finalizzato ad innescare il circolo virtuoso della soddisfazione che, a partire dalla soddisfazione interna, assicura quella del cittadino e delle imprese clienti. Il Premio Qualità Ppaa è stato promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica in collaborazione con il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, Confindustria e l’Associazione Premio Qualità Italia e realizzato dal Formezpa. La partecipazione al premio ha impegnato la Camera in un percorso avviato nel 2010, contestualmente ad altre 243 amministrazioni, con la stesura di una relazione di autovalutazione redatta secondo il modello Caf. La Camera di Commercio è stata quindi ammessa tra le 40 amministrazioni finaliste ed ha ricevuto la visita di un team di valutatori qualificati che ha valutato il livello delle performance dell’organizzazione ritenendo l’Ente meritevole del Premio e della Menzione speciale.

Oliverio: il Premier verrà a fare le solite promesse CROTONE - «I calabresi si preparino al consueto repertorio di promesse e assicurazioni che ascolteranno, a Crotone, dal Presidente del Consiglio, che arriva a sostegno della candidata Dorina Bianchi, quest’anno, ed in particolare in questa primavera, candidata del centrodestra. Il Ponte sullo Stretto? Pochi anni e sarà completato. La Salerno-Reggio Calabria? Cantieri chiusi entro qualche settimana. La statale Ionica? Raddoppiata, anzi triplicata e crepi l’avarizia». Lo afferma il parlamentare del Partito Democratico Nicodemo Oliverio, capogruppo in Commissione Agricoltura alla Camera. «Nel recente cosiddetto "decreto sviluppo" - aggiunge Oliverio la coppia Berlusconi-Tremonti si è rimangiata la cancellazione del credito d’imposta per le aziende che assumono giovani nel Sud; questa misura venne adottata con successo dal governo Prodi e cassata dall’attuale esecutivo. Ora riconoscono l’errore, però non si conosce l’entità delle risorse messe a disposizione per finanziarla. Si sa, e molto bene, quello che produrrà un’altra misura infilata nel decreto, l’allungamento a 90 anni delle concessioni sui litorali: privatizzazione degli spazi pubblici e cementificazione, ovvero altri ecomostri a deturpare irrimediabilmente le nostre coste allontanando i turisti e impoverendo ulteriormente un settore così importante per la nostra regione. D’altro canto da un governo a trazione leghista sarebbe davvero difficile immaginare una politica diversa. In ogni caso prosegue l’esponente del Pd - a riportare il nostro Premier sulla terra, e precisamente al Sud, a Crotone, non sono le nostre "polemiche comuniste", ma il recentissimo rapporto di Unioncamere, nel quale si evince che "nel 2009, il Pil pro-capite in provincia di Crotone ammonta a 15.008,6 euro, dato che relega la nostra provincia al terzultimo posto della relativa graduatoria delle province italiane. Il tasso di occupazione complessivo è pari al 35,5%, in flessione di più di 2 punti rispetto al 2008, inferiore a quello di tutte le altre province della Calabria la cui media si attesta al 43,1%. Nello specifico, relativamente alla rete stradale, la provincia di Crotone risulta fanalino di coda e ancora più preoccupante appare la situazione della rete ferroviaria che vede Crotone raggiungere un punteggio pari a 19,3, ben 80,7 punti in meno rispetto alla media nazionale. Il Premier, insomma - conclude - dovrebbe capire che qui sono tutti stanchi delle promosse e tutti sono in disperata attesa dei fatti». r.c.

«Berlusconi a Crotone solo per i voti mentre la città affonda, la visita di Prodi fu diversa» CROTONE - « A diciassette anni dalla sua declamata "discesa in campo" l’On. Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio dei ministri, arriva in città e solo per chiedere il voto ai crotonesi. Durante la sua lunga guida del Paese Crotone ha vissuto i periodi più bui con la chiusura di tutte le grandi fabbriche, con il licenziamento di migliaia e migliaia di lavoratori, con il fallimento della politica di riconversione industriale, con il trasferimento dal Meridione e da Crotone dei Fas verso il Nord opulento della Lega, con la disoccupazione, specie quella giovanile e femminile, che ha ormai raggiunto gravissimi livelli di allarme sociale ed infine con l’esaurirsi an-

che della speranza di ogni possibilità di crescita. Oggi l’On. Berlusconi ha deciso di raggiungere la città esclusivamente per motivi elettorali». E’ quanto si legge in una nota di Pino Napoli, Ubaldo Schifino, Giancarlo Sitra. «Un governo - continua la nota degli esponenti del Pd - quello presieduto dall’On. Berlusconi, non solo lontano dal Mezzogiorno e dalla Calabria ma anche ostile a Crotone. Esso, infatti, con la c.d. legge "Salva Eni" ha annullato i diritti di Crotone e dei suoi cittadini di pretendere e conseguire il risarcimento dei danni provocati nei decorsi decenni dagli insediamenti industriali del Gruppo Eni. La prova muscolare che la coali-

zione di centro destra sta esibendo - segno non proprio di forza - con il pellegrinaggio di ministri e presidenti di gruppi parlamentari, oltre che del presidente delle Regione Calabria, si esalta ora con il sopraggiungere del leader e presidente del Consiglio. Da crotonesi domandiamo: come mai nel decennio trascorso, 2001/2011, la senatrice Dorina Bianchi, eletta al Senato della Repubblica con il Partito Democratico ed oggi candidata del centro destra a sindaco di Crotone, sempre in maggioranza o ad essa prossima, non ha promosso presso il Governo pari attenzione ed interesse per la città e la sua provincia? Quanta differenza con la

venuta di Prodi a Crotone, non certo per motivi elettorali, ma per portare, dopo l’alluvione, una fabbrica, la Datel, e mille posti di lavoro ai giovani crotonesi. Il presidente del Consiglio - aggiunge -, si congederà chiedendo il sostegno per la candidata a sindaco del centro destra e quest’ultima ringrazierà l’illustre ospite magari restituendogli il favore con il proprio voto al Senato. Tutto questo mentre il dramma della disoccupazione e le preoccupazioni di migliaia di famiglie per la completa assenza di lavoro e soprattutto di prospettive di sviluppo rimarranno insoddisfatti» conclude la nota. r.c.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 21

CRONACHE Il fatto è accaduto a Pizzo Calabro. Due straniere si fingevano delle turiste

Scoperto giro di prostituzione in una ‘casa d’appuntamenti’ di Mirko Principato VIBO VALENTIA - Una donna di 44 anni, Lorenza Jmenez di origine dominicana, è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di avviamento e sfruttamento della prostituzione, mentre una sua collega di 37 anni, D.A. è stata destinataria di un foglio di via obbligatorio. Il fatto è avvenuto a Pizzo Calabro, cittadina turistica nei pressi di Vibo Valentia. Da circa una settimana le due straniere fingendosi delle turiste avevano fittato un appartamento da un ignaro cittadino nei pressi della spiaggia di "Colamaio" e subito la zona si era popolata soprattutto di persone anziane che in auto arrivavano e dopo una breve sosta ripartivano. Un via vai che ha attirato l’attenzione dei carabinieri della compagnia di Vibo Valentia, diretti dal capitano Gabriele Argirò, che hanno voluto approfondire i controlli, e con la collaborazione dei militari della vicina stazione di Vibo Marina, al comando del maresciallo Riccardo Astorina, in abiti borghesi e confusi tra i clienti, dopo una serie di appostamenti, una volta accertato che si trattava di una casad’appuntamenti, hanno fatto irruzione nell’appartamento.

Una donna di 44 anni di origine dominicana è stata arrestata con l’accusa di avviamento e sfruttamento della prostituzione, mentre una sua collega di 37 anni è stata destinataria di un foglio di via obbligatorio

di Paolo De Caro VIBO VALENTIA - Il Comune di Vibo Valentia informa, attraverso un comunicato, che «le risorse finanziarie, pari a 1.200.000 euro, necessarie per garantire gli interventi di protezione dell’abitato della frazione Marina, so-

no state rese disponibili dalla Regione Calabria. La cifra - si segnala - va ad integrare quelle già stanziate sui Fas (euro 900.000). Sarà impegno del Comune di Vibo Valenti, - è scritto - avviare le procedure di gara per riappaltare i lavori, al fine di permettere alla Regione di ottemperare agli impegni assunti in data 16 febbraio, con l’Unità di verifica degli interventi pubblici.

Nei pressi della spiaggia di "Colamaio" la zona si era popolata soprattutto di persone anziane che arrivavano in auto e dopo una breve sosta ripartivano

Allacci abusivi alla rete idrica, cinque persone denunciate

Marina, la Regione stanzia 1,2 mln per interventi

VIBO VALENTIA - Furto aggravato e danneggiamento. Questi i reati di cui sono ritenute responsabili cinque persone denunciate dai Carabinieri della Stazione di Spilinga a seguito di un’indagine rivolta al controllo degli allacci alla rete idrica pubblica finalizzata. Attività tesa a prevenire e reprimere collegamenti abusivi e furti d’acqua disposta dalla Compagnia dei Carabinieri di Tropea e sollecitata fra l’altro, dal commissario prefettizio del comune di Ricadi. I militari dell’Arma hanno accertato come i cinque avevano manomesso la rete idrica comunale allacciandosi abusivamente l’approvigionamento di acqua potabile per le loro abitazioni, per l’irrigazione di campi, o per approvvigionare una struttura turistica ubicata in località Gurdurello, di cui gli stessi denunciati risultano gestori. m.p.


22

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CRONACHE Il segretario provinciale polemizza sulla decisione di Giancotta di lasciare il partito

Larosa: «A Polistena il Prc si rinnova e lancia la sfida» di Martina Sia REGGIO CALABRIA - Antonio Larosa, segretario provinciale del Prc di Reggio Calabria, in una nota, parla di «una campagna elettorale difficile, fatta di "cambi di casacca" repentini e di opportunismi sempre più manifesti, con partiti e liste che si articolano in coalizioni varie» e sottolinea che, in questo contesto, «Rifondazione Comunista svolge il suo ruolo tutto intero, nella coerenza del suo percorso e nella vitalità della sua passione». «Soprattutto alla Provincia - afferma Larosa -, dove intendiamo sostenere con il massimo entusiasmo il presidente Morabito e la sua coalizione, dove puntiamo a valorizzare il grande lavoro svolto negli ultimi anni». Larosa chiama in ballo Polistena: «Terra di straordinarie tradizioni comuniste e democratiche - dice il segretariio provinciale -, dove il Prc intende giocarsi una partita fondamentale, che passa dalla pur importantissima contingenza elettorale delle provinciali (con una candidatura di assoluto prestigio e di assoluta solidità come quella di Giuseppe Longo) ma che al contempo intende andare ben oltre», con «l’ambizione dichiarata di ricostruire una forza di sinistra e comunista all’altezza dei tempi, generosa dal punto di vista della militanza e inno-

vativa sul piano delle pratiche». «In quest’ottica - evidenzia Larosa - il Prc non ha alcuna intenzione di recedere dal suo impegno per la comunità di Polistena. La posizione scorretta e ingiustificata di Peppe Giancotta, storico rappresentante di Rifondazione Comunista, che ha deciso di tradire il suo partito e la candidatura da egli stesso condivisa per sostenere la figlia candidata in Sel, non presuppone alcuna fine ingloriosa o estinzione precoce del Prc a Polistena. Gian-

Per il segretario del Prc la scelta di Giancotta è «fuori da ogni logica razionale prima ancora che totalmente illegittima dal punto di vista statutario»

cotta - prosegue -, la cui pretesa di autosospendersi dal partito in campagna elettorale (per farvi ritorno immediatamente dopo la chiusura delle urne) è fuori da ogni logica razionale prima ancora che totalmente illegittima dal punto di vista statutario, è già stato allontanato da Rifondazione Comunista». Per Larosa, «anche a Polistena, è tempo di cambiare, è tempo di offrire prospettive nuove, è tempo di dare spazio ad un più che opportuno ricambio generazionale. Una nuova generazione punta a rinnovare e a rilanciare la grande tradizione polistenese di Rifondazione Comunista, e lo vuole fare con umiltà e determinazione al tempo stesso. Una sinistra moderna e di popolo - conclude -, dalla forte impronta riformatrice, una sinistra che smette ogni subalternità politico-culturale e gioca in campo aperto: questa, anche alle elezioni provinciali ormai prossime, la nostra principale bussola di riferimento».

«Rifondazione Comunista svolge il suo ruolo tutto intero, nella coerenza del suo percorso e nella vitalità della sua passione»

La città di Locri presto nella “Fondazione RomaCalabriaEuropa”

LOCRI - Si è tenuto il 7 maggio scorso un importante incontro operativo tra il sindaco di Locri, Francesco Macrì, e l’on. Domenico Naccari, consigliere comunale Roma con delega per i rapporti con i calabresi. Nel corso dell’incontro si è discusso a lungo in merito alla prossima adesione della città di Locri all’interno della "Fondazione Roma-Calabria-Europa", presieduta proprio dall’onorevole Naccari, e fortemente voluta dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, che promuove uno scambio privilegiato tra le comunità calabresi nella Capitale ed il territorio locale. L’on. Domenico Naccari ha rilevato che «la particolare amicizia che lega il sindaco Francesco Macrì con lo stesso e con il sindaco

di Roma Gianni Alemanno, ha favorito una immediata intesa propedeutica ad instaurare un ponte stabile e startegico tra la Capitale e Locri, finalizzato a mettere in rete le singole sinergie per attuare una serie di progetti di particolare valenza sociale e occupazionale con i quali si punta a formare un piano di alta formazione culturale strutturata in maniera da poter incidere dinamicamente sui flussi turistici per recuperare il gap tra offerta e domanda». «A questo si aggiunge - ha detto Naccari - anche un processo di avvicinamento ulteriore tra Roma e Locri, tale da rafforzare non solo i rapporti istituzionali ma, in questa direzione, si potrà inserire un Patto stabile tra le due Città, che guardano insieme

Danneggiamenti nella provincia, partite le indagini di Ma. S. REGGIO CALABRIA - Una serie di danneggiamenti si sono registrasti nel corso della notte di domenica nel reggino. In località Santa Trada di Villa San Giovanni, nei pressi di un complesso turistico, ignoti hanno tagliato le gomme a venti autovetture di giovani che stavano trascorrendo la serata in discoteca. In altri danneggiamenti, gli autori, al momento sconosciuti, hanno usato del liquido infiammabile. Con questo sistema a San Lorenzo è stata danneggiata una Bmw di un giovane di vent’anni; a Oppido Mamertina un incendio doloso ha riguardato una Toyota e un autocarro di un quarantasettenne; a San Martino di Taurianova il fuoco ha danneggiato una Renoult Megane e una Toyota Yaris, rispettivamente di proprietà di un quarantatreenne e di un trentatreenne. Un più vasto incendio si è registrato all’interno dell’area di parcheggio di una ditta di trasporti del rione Gallico. Obiettivo del raid un trattore con relativo semirimorchio di proprietà di un sessantenne. Il fuoco si è poi propagato a un autocarro e relativo semirimorchio, e a un laboratorio mobile con tre autovetture di rally. L’ultimo danneggiamento è avvenuto a Bagaladi dove ignoti sono penetrati all’interno di un esercizio commerciale spruzzando con vernice nera pareti e arredi. Sui singoli episodi indagano i carabinieri competenti per territorio.

all’Europa che ripercorrere quello già in atto tra Roma e Reggio Calabria, attualizzandolo in maniera da poter programmare uno scambio culturale che possa giungere a volorizzare alcune eccellenze del territorio, quale il patrimonio archeologico di Locri Epizefiri». Il sindaco Macrì si è detto soddisfatto per il proficuo dialogo instaurato con il sindaco Alemanno «con il quale si rafforza sempre più l’amicizia - ha affermato Macrì - che contribuisce a rendere attuale la volontà politica di stabilire un collegamento, creando un ponte di cultura e tradizioni, tra questo territorio e la Capitale, e da qui al resto dell’Europa, verso le quali "esportare" il grande patrimonio delle eccellenze locresi».


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 23

CRONACHE A dare l’annuncio durante una conferenza stampa il sindaco Giuseppe Raffa

Da Bruxelles il riconoscimento di Città europea dello sport 2013 di Cecilia Bartoli REGGIO CALABRIA - Reggio Calabria è stata nominata ‘Città europea dello sport 2013’. A dare l’annuncio, durante una conferenza stampa tenutasi a Palazzo San Giorgio, il sindaco Giuseppe Raffa, l’assessore comunale allo Sport, Giuseppe Capua, il presidente regionale del Coni, Mimmo Praticò, e il deputato Nino Foti. Il certificato ufficiale del Comitato Esecutivo Aces Europe attestante la designazione è già giunto in riva allo Stretto, mentre la cerimonia per la nomina si svolgerà a Bruxelles il 29 novembre. La scelta della città è avvenuta dopo un’accurata visita da parte dello stesso Comitato fornendo l’occasione per valutare positivamente i requisiti propedeutici al riconoscimento. Un’investitura, quindi, che arriva direttamente dalla capitale del Belgio, cuore pulsante delle Istituzioni europee, e che vede Reggio nel novero delle realtà che possono fregiarsi di questa alta certificazione, unica nel Mezzogiorno. «È un risultato straordinario - ha dichiarato il sindaco Giuseppe Raffa -, frutto di un’azione sinergica che ha coinvolto in primis l’assessore allo sport Capua, ma anche l’onorevole Foti e il presidente regionale del Coni Mimmo Praticò. Un riconoscimento - ha proseguito

Raffa - che si aggiunge a quello di Reggio Città metropolitana e che è stato sancito dal Comitato Esecutivo di Aces Europe organismo che ha apprezzato la qualità dell’attività sportiva nella nostra città, il fermento registrato in questi anni grazie, soprattutto, agli importanti eventi ospitati per via di una capacità organizzativa e di un’accoglienza che non ha eguali. È una grande opportunità che viene offerta alla città - ha aggiunto il primo cittadino -

Raffa: «Un risultato straordinario frutto di un’azione sinergica che ha coinvolto l’assessore Capua, l’on. Foti e il presidente Coni Praticò»

e noi siamo chiamati ad avviare un nuovo percorso che diventerà virtuoso se tutti assieme avremo la capacità di fare sistema, come già accaduto, ottenendo il riconoscimentodiCapitaleeuropeadello sport». L’assessore comunale allo sport Giuseppe Capua, da parte sua, ha ricordato l’iter che ha portato prima alla candidatura e poi alla scelta di Reggio Calabria per questo ambito riconoscimento. «Non posso nascondere l’emozione per questo annuncio che diamo alla città - ha dichiarato l’assessore - che appone il sigillo su un progetto portato avanti con il mondo dello sport cittadino che l’Amministrazione comunale ha inteso coinvolgere in tutte le sue componenti. È un risultato fortemente voluto dal sindaco Giuseppe Raffa che significa progetti per il futuro, impegni sul piano delle risorse e che, possibilmente, dovrà coinvolgere la Provincia e la Regione per fare diventare Reggio un polo per il Sud nel mondo dello sport».

Il certificato del Comitato Esecutivo Aces Europe è già giunto in riva allo Stretto. La cerimonia per la nomina si svolgerà a Bruxelles il 29 novembre

Porto, la Filt a Matteoli: «Quali interessi ha la Maersk su Gioia?»

CATANZARO - «Le ultime affermazioni del ministro Matteoli sul Porto di Gioia Tauro, scoprono in modo definitivo, la reale volontà del Governo, sul futuro dell’unica realtà produttiva della Regione Calabria». Lo afferma la Filt Cgil Calabria. «La soluzione - è scritto in una nota del sindacato regionale - ai problemi, che da anni denunciamo senza ricevere la giusta attenzione, è stata trovata dal Ministro, la cassa integrazione per 200 lavoratori. Dopo non aver fatto nulla, per mesi e mesi, dalla protesta dei lavoratori barricati sulla gru per lunghissimi giorni, alla promessa di un incontro ’romano’ con il sindacato, che

non è mai avvenuto, alla totale disattenzionedellaclassepolitica calabrese, (se non per qualche comunicato stampa), anche quella che potrebbe sbattere i pugni sui tavoli, perché ha un Governo "amico", così come fanno le altre regioni, dove è forte la presenza dei partiti al Governo, che pretendono e ottengono, a scapito del sud appunto, le risorse necessarie per l’economia locale. Questo porto è andato avanti sino ad oggi, solo grazie a quei lavoratori che hanno investito tutto per costruire il loro futuro, oltre ad una serie di fattori favorevolidelmomento,cheoggi sono venuti meno, purtroppo, ma molti, hanno pensato che le

Federalismo, Gratteri: «Il Sud in mano alle mafie» di Ma. Spe. REGGIO CALABRIA - «Se decentriamo il potere agli enti locali consegneremo il sud alle mafie». Lo sostiene il procuratore della Repubblica aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, in un’intervista al trimestrale Itaca. «Le organizzazioni criminali aggiunge - avranno maggiore potere di controllo e quindi anche d’incidere sulle scelte politiche». Gratteri, rispondendo ad una domanda sul ruolo della Chiesa, afferma che «può fare di più e potrebbe essere più presente. Come mons. Morosini, vescovo di Locri, nel suo territorio ricadono San Luca e Polsi. Il suo linguaggio è ’si si’, no no. Scomunicare i mafiosi sarebbe un atto di grande valore simbolico. Dichiarare che con il loro agire criminale i mafiosi si pongono fuori dalla Chiesa è molto, ma non basta. Alla censura deve seguire la sanzione». Nell’intervista Gratteri parla inoltre della cattura dei latitanti sostenendo che «in provincia di Reggio Calabria per mille arrestati c’é pronto il ricambio, dopo una settimana, con altri diecimila. Il successo nella lotta alla mafia non si misura con il numero di latitanti arrestati, ma con il grado di vivibilità assicurato aicittadini».

richieste di aiuto da noi urlate erano solo dei falsi allarmi, sollevati ad arte, la Cgil dice sempre che va tutto male, sono due anni che ci dicono che stiamo uscendo dalla crisi, due anni». «Noi non firmeremo nessuna cassa integrazione fine a se stessa - conclude la Filt Cgil Calabria -, vogliamo un confronto serio con tutti gli interlocutori, vogliamo conoscere quali sono le volontà reali del Governo nazionale per Gioia Tauro, se Maersk vuole andare via il Governo può e deve intervenire, ci sono altri interessi di Maersk nel nostro Paese, o sono stati barattati?». r.c.


26

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

CARTELLONE Convegno su “Il peperoncino di Calabria” Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari CATANZARO Conferenza stampa assessore Trematerra Oggi , alle ore 11.00, nella sede di Pal. “Alemanni”, l’assessore regionale all’agricoltura Michele Trematerra terrà una conferenza stampaperparlaredeiBandirelativi alle misure 211-212-214 e del riconoscimento dell’Iva sostenuta dai comuni nell’ambito del Bando Piar. Convegno Fiamma Tricolore Il movimento “…e mo’ cangiamu daveruCatanzaru!”,gruppopoliticamente impegnato nella Fiamma Tricolore, ha organizzato per oggi , alle ore 18.30, presso i locali del circolo culturale sportivo “Gagliano”, siti in Via Candela n°1, un convegno dal titolo lungo ed emblematico: “La Catanzaro che vorremmo: Orgoglio, Tradizione, Cultura e Radici Popolari. Un ultimo sforzo per cambiare davvero la nostra Città!!”. Il convegno vedrà la presenza di candidati di primo piano nella lista FiammaTricolore–oltreaGiaimosi annuncia la presenza di quasi tutti i componenti della lista stessa - e sarà presente Pino Casale, Dario De Siena, Giorgio Alfieri e Domenico Mancuso. Seminario sulla Fotografia Un seminario sulla storia della fotografia organizzato da Antonio Cilurzo della cattedra di fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro sarà tenuto dalla dr.sa Carmelita Brunetti, nei giorni oggi, 11, 13,dalle ore 15.00alle17.00. In aula saranno proiettate diapositive e filmati per facilitare la comprensione delle lezioni. A fine seminario sarà aperto un dibattito sulle nuove sperimentazioni fotografiche nell’ambito dell’arte contemporanea. Incontro con Bruno Tabacci Venerdì 13 maggio , alle ore 15.30 presso il Benny Hotel l’on. Bruno Tabacci, presidente dell’Assemblea Nazionale di Alleanza per l’Italia chiuderà la campagna elettore per la lista Autonomia e Diritti e Alleanza per l’Italia con candidato a Sindaco AntonioArgirò.Nelcorsodell’incontro l’on. Tabacci incontrerà tutti i candidati delle due liste. A valorizzare il dibattito, oltre ai candidati e il pubblico,prenderannoparteilCoordinatore di Catanzaro Pietro Romeo, il presidente di Autonomia e Diritti On. Agazio Loiero e le diverse autorità cittadine. Terminato l’incontro l’On. Tabacci proseguirà il suoiterelettoraleincontrandoelettori e simpatizzanti di Locri, Gioia Tauro e Reggio Calabria. Conclusione del Ministero Episcopale di S.e. Mons. Antonio Ciliberti Sabato 21 maggio , nella Cattedrale di Catanzaro si terrà la celebrazione diringraziamentoperlaconclusione del Ministero Episcopale di Se Mons. Antonio Ciliberti, secondo il seguente programma: ore 17.30, inizio celebrazione eucaristica, omelia di Mons. Arcivescovo, abbraccio di pace con tutti i sacerdoti. Prima del-

“IlpeperoncinodiCalabria:tradizione, novità commercializzazione”. È il tema del convegno in programma oggi al Ristorante Vigrì

di Scalea. Un’iniziativa organizzata dal Consorzio il peperoncino nell’ambito del Programma di sviluppo rurale della Regione

la benedizione finale: interventi: sindaco della città di Catanzaro; prof.ssa Clotilde Albonico; Mons. Raffaele Facciolo.

sede del comitato elettorale della sen. Dorina Bianchi, sita in viale Mazzini.

COSENZA Enrico Letta a Cosenza Enrico Letta, vicesegretario nazionale del Partito Democratico, sarà a Cosenza, oggi , alle ore 19.00, presso il cinema Modernissimo, c/so Mazzini,48,einterverràallamanifestazione politico-elettorale, “Le citta’ del Mezzogiorno per un’altra Italia”, con Salvatore Perugini, candidato a sindaco della città di Cosenza per il centrosinistra, e Mario Maiolo. Suor Elena Aiello sarà beatificata Il Santo Padre, Benedetto XVI, tramite la segreteria di Stato, accogliendo la proposta dell’Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano, S.e. monsignor Salvatore Nunnari, ha concesso che la celebrazione del Rito di Beatificazione della Venerabile Serva di Dio Elena Aiello, abbia luogo a Cosenza mercoledì 14settembre2011.Rappresentante del Santo Padre sarà Sua Eminenza il cardinale Angelo Amato. CROTONE Silvio Berlusconi a Crotone Visita del presidente Berlusconi a Crotone, in programma oggi . Alle ore 12.00, incontro politico presso la

Peppino Vallone incontra i cittadini Il candidato a sindaco di Crotone per il Centrosinistra Peppino Vallone sarà oggi , alle ore 20.30, presso il Centro Storico, per un incontro con la cittadinanza. LAMEZIA TERME Incontro tecnico sulla procedura Si-Erc Oggi , alle ore 15.00, presso il Grand Hotel Lamezia, si terrà un incontro tecnico su "Procedura Si-Erc: come sapernedipiù.Aspettioperatividella procedura e problemi applicativi". LOCRI Confronto pubblico Il Sindaco della Città di Locri, Francesco Macrì, rende noto che il confronto pubblico con gli altri candidati alla carica di primo cittadino, Giuseppe Lombardo, Raffaele Sainato, Giovanni Calabrese, su richiesta di alcuni dei questi è stato posticipato ad oggi , sempre in Piazza Dei Martiri con inizio alle ore 19.00. REGGIO CALABRIA Incontro promosso dal Fli Nazionale Oggi , alle ore 18.00, presso la sala Magna Grecia del Grand Hotel

Calabria. Nella mattinata due relazioni. Il presidente dell’Accademia del peperoncino, Enzo Monaco relazionerà sul tema “Il peperoncino di Calabria e il marchio IGP”. Il prof. Ottavio Cavalcanti dell’UniversitàdellaCalabriaparlerà del “Peperoncino di Calabria fra tradizione e novità”. Nel pomeriggio i lavori proseguiranno mettendo a confronto le esperienze di due marchi europei: i salumi di Calabria DOP e la cipolla rossa di Tropea, Calabria IGP. A seguire un laboratorio gastronomico con specialità piccanti curato dallo chef Enzo Grisolia. Le conclusioni sono affidate al presidente Enzo Monaco e al prof. Ottavio Cavalcanti. Con questa iniziativa il Consorzio fa il punto sulle produzioni col peperoncino che ci sono in Calabria, da quelle tradizionali alle più recenti innovazioni. Dall’analisi della situazione si passerà alle prospettive di lavoro futuro in vista del marchio europeo del “Peperoncino di Calabria IGP”. “Non soltanto relazioni teoriche, dice il Presidente Monaco, ma anche momenti di confronto con le altre esperienze di marchi europei esistenti in Calabria e laboratori gastronomici. Per verificare in concreto le potenzialità produttive e commerciali del peperoncino”.

Excelsior di Reggio Calabria, si terrà l’incontro promosso dal Fli Nazionale sul tema: “Il Fli per la rinascita di Reggio e della Calabria”. Parteciperanno i parlamentari nazionali: on. Antonio Buonfiglio, on. Fabio Granata, on. Roberto Menia,eon.AngelaNapoli.Saranno presenti Patrizia Pelle e Carlo Sbano. Convegno Nazionale della Fuci Si svolgerà dal 12 al 15 maggio , il convegno Nazionale della Fuci, dal titolo 150 e non sentirli. Eredità e prospettive dell’Italia che cambia. I lavori del convegno inizieranno giovedì 12 maggio, alle ore 16.30, presso il Teatro Cilea di Reggio Calabria con la relazione introduttiva a cura della presidenza Nazionale Fuci su 150 anni di storia. Un passato da conoscere per un presente e un futuro da scrivere e gli interventi di GiorgioCampanini;GiovanniMaria Flick;AntoninoSpadaro.Venerdì13 maggio, alle ore 9.00, presso l’Università degli Studi di Reggio Calabria si approfondiranno alcuni temi, quali il senso di appartenenza con Ferdinando Pagnoncelli; il rapporto tra Italia ed Europa con Paolo Bustaffa; il federalismo solidale con Luigi D’Andrea. Sempre venerdì, alle ore 16.30, al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria si svolgerà la tavola rotonda sul tema L’Italia s’è

desta? Il ruolo dei giovani nell’Italia che verrà. Interverranno Nino Amadore; Francesca Chirico; Francesco Delzio; Genevieve Makaping. Sabato 14 e domenica 15 si svolgerà infinel’AssembleaFederaledellaFuci. Seminario in Europrogettazione Si svolgerà il seminario in Europrogettazione con inizio il 19 maggio . Il corso è rivolto a liberi professionisti, studenti universitari e laureati, consulenti di enti pubblici e imprese private che, con le competenze acquisite, possano avviare progetti da finanziare, totalmente, con i fondi europei. Info al sito: www.eurotalenti.it Seminario sui trasporti Giorno 20 maggio , presso la Facoltà di Ingegneria (Aula E2, Biennio), alle ore 15.00/17.00, si terrà il seminario di studio sul tema “Planning of air transport services: Global concept of aircraft utilization and routeoptimization”conlapartecipazione di Juan R. Fajardo, Chief Strategic Air Operations Centre United Nations. Nuova esperienza slow nel cuore dell’Area Grecanica E’ proprio con gli amici della Condotta di Cosenza che si è pensato e programmato di vivere un’esperienza slow nel cuore dell’Area Grecanica s abato 21 e domenica 22 maggio . Il viaggio del piacere conviviale avrà inizio a Palizzi dove si conoscerà Antonino Pichilli, Nino per gli amici, il fondatore dell’omonima azienda vitivinicola. Tappa successiva il borgo di Pentedattilo. Il viaggio del piacere legato al cibo continuerà la sera di scena presso il ristorante tipico la Porta del Parco, ex frantoio Jacopino, a Bagaladi. Domenica mattina, infine, a Staiti, paesino del basso Jonio, in un’area pic-nic si potrà assistere e/o partecipare al laboratorio dei jaluni (dolci tradizionali dell’area grecanica) e successivamente consumare pietanze e prodotti che più identificano tale territorio TORINO Il Rhegium alla fiera del libro Dopo il premio attribuitogli dal Ministero dei Beni Culturali per il progetto Per Amare il Libro, il Rhegium Julii alla Fiera Internazionale del Libro di Torino presenterà sabato 16 maggio (ore 15.00, presso lo Stand Calabria J 170, K 169) la 42^ edizione degli omonimi Premi, alla presenza del prof. Domenico Cersosimo, vicepresidente Giunta Regionale. Inoltre venerdì 15 maggio (dalle 17.00 alle 19.00), alla presenza dell’assessore alla cultura della Regione Piemonte, lo storico Gianni Oliva, il circolo reggino proporrà due Eventi che ben s’inquadrano nel tema Io, gli altri che caratterizza la Fiera per l’anno 2009: Noi i classici, con introduzione di Benedetta Borrata. Leggo per legittima difesa, con introduzione di Josephine Condemi.


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 27

CARTELLONE Presentazione “Slow Museum” al Marca Arte • Cultura • Spettacoli • Convegni • Seminari ALTOMONTE 5° edizione Gran Festa del Pane Tre giornate all’insegna di Cultura, Arte, Folklore e tanto tanto Pane. Tali si preannunciano quelli in programma dal 13 al 15 maggio , ad Altomonte, centro calabrese capace di creare sempre iniziative di successo come la Gran Festa del Pane, evento giunto alla sua 5° edizione. CATANZARO Conferenza di astronomia Venerdì 13 maggio , alle ore 18.00, presso l’Hotel Guglielmo si terrà la conferenza di astronomia "Capire l’Universo". Introduce: Luigi Noto. Relatore: Corrado Lamberti. 2° randone provincia di Catanzaro Il Comune di Catanzaro, la Provincia e l’associazione culturale sportiva Gb Realations organizza il 2° randonnèe provincia di Catanzaro 2011. 150 kilometri nella Provincia di Catanzaro e Vibo, giorno 15 maggio , piazza Prefettura Catanzaro, partenza alla francese dalle ore 7.30 alle ore 8.30. Programma: partenza: piazza prefettura Catanzaro. Controlloerifornimento:SerraSanBruno. Arrivo: ore 16.00/17.00: Piazza Prefettura Catanzaro con premiazione squadre. Info: 339/6982059 338/3683675 giovanni.brofferio@tiscali.it Secondo Casting Film "Il Coraggio d’Amare" Il2°castingrelativoallaselezionedegli attori del film “ Il Coraggio d’ Amare, avrà luogo lunedì 16 e martedì 17 maggio 2011 , dalle ore 9.30 alle 13.30 presso il centro polifunzionale calabrese di via Fontana Vecchia,44 ( Catanzaro ). Per partecipare è necessario inviare una mail ad : armoniaecontrasto02@tiscali.it entro e non oltre il 10 maggio 2011. Campagna di beneficenza, Associazione CreativaMente L’associazione CreativaMente, ha deciso di avviare una campagna di beneficenza che durerà 15 giorni e terminerà domenica 22 maggio . L’iniziativanascedallavogliaditanti ragazzi di impegnarsi nel sociale e di poter aiutare chi, spesso molto vicino a noi, versa in condizioni di disagio economico. L’idea è quella di raccogliere fondi da destinare alla struttura “Istituto Palazzolo”, sita nel quartiere cittadino Santa Maria, che ospita una decina di bambini orfani, che, più di altri, hanno bisogno di assistenza. Il tema dell’iniziativa è “ Dona uneuro per…”, il contributo di ognuno, infatti, dovrà essere proprio di un euro, né più né meno. Nella riunione, di venerdì 20 maggio, si farà il punto della situazione, per poi domenica 22 maggio, andare tutti insieme a trovare i bambini ospiti della struttura “Istituto Palazzolo” e dare loro il contributo raccolto. 3° Memorial Luca Zerilli “Le Rosse a Catanzaro“ L’associazione sportiva Rosso Scuderia Catanzaro e Promo Dea S.r.l.,

Oggi , alle ore 18.00, nella sede del MARCA di Catanzaro viene presentato Slow Museum. I luoghi dell’arte contemporanea come spazio d’esperienza per la società, il volume a cura di Loriana Ambusto e Massimiliano Vetere pubblicato da Silvana Editoriale. Intervengono il Presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, il direttore artistico del MARCA Alberto Fiz, il direttore artisticodel Centro Arti Visive Pescheria, Ludovico Pratesi e il docente di estetico all’Università Mediterranea di Reggio Calabria Ettore Rocca. Slow Museum. I luoghi dell’arte contemporanea come spazio d’esperienza per la società rappresenta un’utile occasione per riflettere sulla funzione dei musei e degli spazi pubblici in

Italia. Il volume, edito per la Biblioteca d’arte contemporanea di Silvana, presenta il risultato di una ricerca volta a riflettere sulle funzioni e sulle finalità dei luoghi per l’arte nella società contemporanea. Di fronte ad un panorama culturale estremamente variegato e in continuo mutamento il punto di partenza per l’indagine è l’idea di un luogo per l’arte che non vada a sostituire le tradizionali finalità museali, ma che sviluppi un modello alternativo. Come spiegano gli autori Loriana Ambusto e Massimiliano Vetere “lo slow museum è uno spazio dedicato all’arte contemporanea come luogo dove la collettività possa incontrare l’arte facendone esperienza diretta. Uno spazio vivo che coniuga istanze

organizzano a Catanzaro la manifestazione automobilistica denominata 3° Memorial Luca Zerilli “Le Rosse a Catanzaro “ che vedrà tutta la provincia tingersi di rosso nei giorni 2/3/4/5 giugno 2011 . Programma: nel pomeriggio del 3 giugno, si parte conunaprovadiregolaritàdaBadolato Marina diretti a Badolato Borgo Antico, nella mattina del 4 giugno si effettuerà un percorso a birilli sul lungomare di Squillace Lido e nello stesso pomeriggio una sfilata su Corso Mazzini a Catanzaro con l’esposizione delle auto.

presentare l’importante iniziativa che mira a promuovere, in modo ancorapiùefficace,lostraordinariopatrimonio naturalistico della Sila facendoconoscere,nellostessotempo, le importanti attività di ricerca operate da Telethon.

COSENZA Progetto “Il cammino per la ricerca” L’EnteParcoNazionaledellaSilaha aderito al Progetto “Il cammino per la ricerca”, promosso dalla Fondazione Telethon e Federparchi, firmatari di un importante accordo che mira a coniugare in maniera nuova ed efficace la solidarietà sociale con la valorizzazione del patrimonio naturalistico. Il Parco ha organizzato una conferenza stampa, che avrà luogo a Cosenza oggi , alle 11.00, presso la sede di Confindustria, in Via Tocci 2, per

Mostra di Vidal Bedoya VidalBedoyaesporràperlaseconda volta in Italia, nella Galleria Le Muse di Cosenza, i suoi lavori che sono un chiaro riferimento alla cultura del suo Paese, il Perù “Fragmentos del Alma Andina”. Orario: da lunedì a sabato 10.00 – 13.00 / 17.00 – 20.00. Domenica: 11.00 – 13.00, fino al 27 maggio .

Concerto di Rafe e Clelia Stefanini Giovedì 12 maggio 2011 , alle ore 21.00, presso il Teatro dell’Acquario si terrà il concerto di Rafe e Clelia Stefanini, violino, banjo, chitarra, voci. Ingresso: 12 euro

Zucchero in concerto Sugar Fornaciari e il suo Chocabeck faranno tappa anche in Calabria, a Cosenza, il prossimo luglio. Il concerto di Cosenza allo stadio San Vito

prettamente estetiche con riflessioni di carattere sociale e antropologico su un presente in continuo divenire”. L’incontro consente di riflettere sul rapporto che oggi esiste tra arte, cultura e società; sul sistema dell’arte e l’interazione fra i suoi soggetti, sui luoghi dell’arte e la loro evoluzione, sulle opportunità offerte da luoghi in apparenza periferici. Come afferma Ludovico Pratesi nell’introduzione al volume “appare fondamentale che il museo non si rivolga esclusivamente agli addetti ai lavori ma elabori una serie di strategie comunicative necessarie per coinvolgere fasce di pubblico sempre più ampie nelle attività dello spazio”. Evidentemente il modello culturale offerto dalla città di Catanzaro attraverso la sua rete di attività che comprende il MARCA, il Parco Archeologico di Scolacium e il Parco InternazionaledellaScultura,costituisce un punto di riferimento fondamentale per lo sviluppo di un progetto d’arte contemporanea integrato con il territorio. L’installazione di Michelangelo Pistoletto I Temp(l)i cambiano-Terzo Paradiso, entrata a far parte della collezione del Parco Internazionale della Scultura, rappresenta in maniera emblematica l’idea del libro e, non a caso, compare in copertina. L’opera del maestro dell’arte povera si caratterizza per la relazione costante e instabile con un presente oscillatorio: quando i tempi cambiano, i templi cambiano di significato. Il volume è completato da una serie di conversazioni con alcuni protagonisti del mondo dell’arte, in particolare Gabriella Belli, Gianfranco Botto, Pippo Ciorra, Cristiana Collu, Franco Dionesalvi, Piero Fantozzi, Alberto Fiz, Cristina Francucci, Claudia Gioia, Paolo Jedlowski, Salvatore Lacagnina, Domenico Mangano, Anna Mattirolo, Alfredo Pirri, Michelangelo Pistoletto, Ettore Rocca, Pierluigi Sacco, Patrick Tuttofuoco, Angela Vettese

che si preannuncia spettacolare, con un boccascena di 20 metri, si terrà il 28 luglio , a cura dell’Amministrazione comunale, fortemente voluto dall’assessore allo sport e spettacoli Francesca Bozzo, e gestito dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese. Per qualsiasi informazione è possibile telefonare ai numeri 0961. 872883-761471 e 327.7705335; è possibile inoltre visitare il sito www.essemmemusica.it. POLISTENA II edizione della Gara Internazionale della Ristorazione Parte con successo la seconda edizione della Gara Internazionale della Ristorazione organizzata e promossa dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Renda” di Polistena. La gara, che si svolgerà oggi e l’11 maggio , è inclusa nel programma di valorizzazione delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione e si pone nel contesto scolastico quale strumento per incentivare la sana competizione e il confronto costruttivo sul campo tra i giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Workshop e seminari di formazione

coinvolgeranno studenti e docenti di tutte le istituzioni scolastiche calabresi e non. Presso il Park Hotel Uliveto Principessa di Cittanova, la scuola per due giorni trasferirà il proprio istituto facendo viaggiare i presenti dentro il “villaggio delle tipicità”. Gastronomia, arte ed artigianato si incontreranno per parlare la stessa lingua. Non è tutto, per l’occasione la sera di oggi è prevista la straordinaria presenza di Gerardo Sacco. REGGIO CALABRIA Programma Associazione Culturale Anassilaos Oggi , presso la Chiesa di Gesù e Maria ore 18.00, concelebrazione Eucaristica presieduta da S.e. Rev.ma Mons. Giuseppe Agostino. Ore18.45,presentazione delvolume “Memoria di un passato per costruire un futuro:Mons. Paolo Giunta” di Mons. Ercole Lacava. Talk più Happening a Reggio Calabria Mercoledì 11 maggio 2011 , ore 17:30 Aula Magna - Facoltà di Architettura di Reggio Calabria si terrà la presentazione del volume "Slow Museum. I luoghi dell’arte contemporanea come spazio d’esperienza per la società" di Loriana Ambusto, Massimiliano Vetere prefazione di Ludovico Pratesi. Saluti: Francesca Fatta. Intervengono Ludovico Pratesi; Ettore Rocca; Laura Thermes. In occasione sarà presentato il volume edito da Silvana Editoriale con la presenza degli autori Loriana Ambusto eMassimiliano Vetere. Seguirà Community_CruelintentionHappening con la partecipazione di Peppe Costa alle pelli, Saverio Autellitano ai tasti e il pubblico presente in sala. Incontro dal titolo: “Interlingua e analisi degli errori” Nell’ambito delle proprie attività dedicate all’intercultura, alla formazione continua dei docenti di lingua italiana a stranieri, l’associazione interculturale international House organizza giovedì 12 maggio 2011 un incontro formativo dal titolo: “Interlingua e analisi degli errori”. L’incontro si terrà presso la sede dell’associazione sita in Viale della Libertà 30/C, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Esposizione autovetture d’epoca Giorno 31 maggio , a Reggio Calabria, Località Feo di Vito, alle ore 9.00/12.00, si terrà l’esposizione autovetture d’epoca TAVERNA Inaugurazione Sede Cia Mercoledì 11 maggio , alle ore 17.00, presso la sala consiliare del comune di Taverna, si terrà una conferenza stampa organizzata dalla Cia Provinciale di Catanzaro sul tema della Rappresentanza e della tutela delle aree rurali. Nell’occasione verrà inaugurata la sede comunale Cia di Taverna, sita in Corso Mattia Preti n° 10.


28

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

IL DOMANI DELLA CULTURA

Leslie Krims, Nude holding weather baloon, 1968

Il corpo del linguaggio in fotografia La prorompente fisicità nelle immagini degli anni ‘60 e ‘70 in una collettiva al museo di Cinisello Balsamo Roberta Valtorta* Se vi è un periodo del Novecento nel quale il corpo è stato al centro dell’attenzione in molti ambiti della società, dal costume, alla comunicazione, all’arte, questo è il ventennio Sessanta Settanta. Si tratta, come sappiamo, di un periodo nel quale il desiderio di cambiamento investe in modo profondo ogni aspetto della società. La cultura hippie, l’aspirazione a un mondo di pace e libertà, la liberazione sessuale, le istanze del movimento femminista; e poi la contestazione studentesca, le lotte operaie, le grandi utopie per la costruzione di una nuova società nella quale la sfera del pubblico e quella del privato giungano coerentemente a coincidere. Sono i temi e i grandi ideali sui quali viene misurata la vita stessa. Parallelamente, il corpo inizia a diventare oggetto di consumo. Sono gli anni della minigonna e del topless, e della nuova idea di corpo incarnata da modelle come Twiggy, Jane Shrimpton, Penelope Tree, Verushka. Ma, in un processo vivacemente dialettico, nei

Gabriele Basilico, dalla serie In pieno sole, 1978

«Il fisico, diventato vero e proprio linguaggio per gli artisti, per il mezzo fotografico funziona da punto di partenza per la nascita di inedite soluzioni espressive» concerti di Woodstock, dell’isola di Wight, di Monterey, del "living theatre", del teatro di Grotowski, dell’Odin teatret, il corpo viene riportato alla sua ideale originaria condizione naturale. Se in arte, gli "happening" di Fluxus e le azioni della body art fanno del corpo il territorio privilegiato della ricerca dell’identità, sia sul piano esistenziale che sociale, anche nel campo della fotografia le ricerche sul corpo si intensificano attraverso una vasta produzione di immagini spesso innovative dal punto di vista linguistico. Il corpo, diventato vero e proprio linguaggio per gli artisti (secondo l’espressione utilizzata

da Lea Vergine nel noto libro Body art e storie simili, il corpo come linguaggio, che il titolo della mostra intende citare), per la fotografia funziona da punto di partenza per la nascita di inedite soluzioni espressive. Inoltre, la presa di coscienza sul corpo proprio e altrui coincide spesso con la presa di coscienza sulle potenzialità della fotografia stessa, che ormai inizia a entrare nel mondo dell’arte e cambia le sue regole e il suo statuto. La mostra presenta dodici artisti italiani e stranieri presenti nelle collezioni del museo (David Bailey, Gabriele Basilico, Günter Brus, Maurizio Buscarino, Euge-

nio Carmi, Carla Cerati, Paolo Gioli, Guido Guidi, Les Krims, Paola Mattioli, Floris Neusüss, Christian Vogt) che indagano in modi diversi i temi della soggettività, della fisicità, degli immaginari del corpo sia femminile che maschile. Le opere presentano una sorprendente ricchezza narrativa. La fotografia viene messa alla prova a più livelli, che toccano la dimensione teatrale,letteraria,psicologica.Attraverso racconti-sequenze, messe in scena di tono onirico, registrazioni di performance, il corpo catalizza tensioni di natura erotica, esistenziale, sociale. *curatrice della mostra Una mostra dedicata al tema del corpo attraverso fotografie di importanti autori, scelte dalle collezioni del museo di fotografia contemporanea di Cinisello Balsamo. La collettiva propone al pubblico dodici artisti italiani e stranieri, presenti nelle collezioni del museo, che utilizzano modalità diverse per indagare il tema della soggettività, della fisicità, degli immaginari del corpo femminile e maschile. Via Frova 10, Cinisello Balsamo (Milano). Info: 026605661; www.mufoco.org.

Maurizio Buscarino, Francisco Copello, 1977


Martedì 10 Maggio 2011

il Domani 29

IL DOMANI DELLA CULTURA Firmata dal regista franco-algerino Rachid Bouchareb, la pellicola narra le vicende vissute da tre fratelli immigrati Oltralpe negli anni ’50 e il braccio di ferro tra la polizia gaullista e il Fronte nazionale algerino

Uomini senza legge, nelle sale gli eroi della lotta di liberazione algerina Francesco Molica Un elettrico vento di polemica soffiava su Uomini senza legge prima ancora che approdasse nei cinema transalpini dopo un "pit stop" sul tappeto rosso di Cannes. Il sasso lo ha lanciato il regista stesso, il franco-algerino Rachid Bouchareb, affermando che il film ha intenso «ristabilire una verità storica troppo a lungo tenuta sotto chiave». Dichiarazione che ha dato la stura a un’aspra tenzone mediatica che, senza sorprese, ha confermato tutte le reticenze francesi a rimirarsi nello specchio del proprio passato di potenza coloniale. La tela che fa da sfondo alle pellicola è difatti la lotta di liberazione algerina. Ripercorsa, non senza un copioso impiego di licenze romanzesche, sul filo delle vicende vissute da tre fratelli immigrati Oltralpe: Saïd (Jamel Debbouze, Messaoud (Roschdy Zem) ed Abdelkader (Sami Bouajila). Mentre il primo insegue con tenacia le proprie aspirazioni di riscatto sociale sotto i palchi del cabaret e i ring della boxe, gli altri due passano rapidamente dalle favelas operaie di Nanterre ai ranghi del terrorismo indipendentista. Anni Cinquanta: Parigi è in guerra. Il braccio di ferro tra la polizia gaullista e il Fronte di liberazione nazionale algerino insanguina le strade della capitale in un tira e molla di attentati e cruente rappresaglie. La cinepresa di Bouchareb, al contempo, si lascia poco a poco ammaliare da questa feroce saga di violenza.Laestetizza,intingendola nelle brumose atmosfere del

La cinepresa dell’autore si lascia ammaliare dalla feroce saga di violenza e la infine estetizza intingendola nelle atmosfere poliziesche

poliziesco. Con il rischio di depotenziare il tanto rivendicato afflato realista. Ma anche il vantaggio di sottrarre la trama alle improvvide critiche di cui è stata fatta immeritatamente oggetto (specialmente per la prima mezzora del film in cui viene esposta la brutalità dei coloni francesi in Algeria), restituendole una genuina dimensione artistica. Uomini senza legge tenta nondimeno di leggere una pagina della storia che, cinquant’anni più tardi, non è stata ancora del tutto metabolizzata dalla Francia. Rachid Bouchareb è nato nei pressi di Parigi il primo settembre 1959. Fin dai suoi esordi da regista ( “Bâton rouge” , 1985), affronta i temi dell’immigrazione, dello sradicamento e le questioni relative alla doppia identità della generazione che vive a contatto di due culture.

I protagonisti del film

Successo per la quarta edizione di “The road” al Macro Testaccio Il film tenta di leggere una pagina della storia che, cinquant’anni più tardi, non è stata ancora del tutto metabolizzata dalla Francia

Simone Cosimi

L'allestimento di uno dei padiglioni della fiera romana

Una scena della pellicola

La quarta edizione di “The road to contemporary art ” chiude i battenti con il placido ma costante pubblico della domenica e dedica la sua ultima giornata a Roma . La capitale, grazie alle tante strutture dedicate al contemporaneo, è infatti ormai proiettata fra i grandi snodi del "network" creativo mondiale. E proprio alla messa a punto di una rete vuole arrivare l’assessore romano alle Politiche culturali Dino Gasperini, intervenuto al dibattito più popolato della giornata: «La fiera di Testaccio ha regalato a Roma un passo aggiuntivo, un’internazionalità senza precedenti. Ora bisogna puntare alla sinergia di Macro, Maxxi e delle tante strutture piccole e grandi verso un autentico sistema Roma, un "network" che sia in grado di organizzare tutte le iniziative artistiche capitoline da qui al 2013». Gli ha fatto eco il padro-

ne di casa, il direttore del Macro Luca Massimo Barbero, che allontanando le chiacchiere sulle sue presunte dimissioni (girate nei giorni scorsi sulla stampa specializzata), è tornato a sottolineare il grande successo della kermesse organizzata da Roberto Casiraghi. Fra curiosi, tanti giovani e addetti ai lavori, il sole battente di una magnifica domenica di primavera ha accompagnato gli ultimi eventi in programma. Fra i tanti, le visite guidate alle centinaia di opere in mostra nei tre padiglioni testaccini, il confronto sul ricco panorama delle fondazioni capitoline, dal pastificio Cerere alla Volume, e le performance di Paolo Angelosanto e Matteo Nasini. Da segnalare inoltre la presentazione dei progetti della Romania alla Biennale di Venezia: "Performing history", curato da Maria Rus Bojan .


30

il Domani Martedì 10 Maggio 2011

ilD motori

Servizi a cura della Mediatag Spa pubblicità

Kia dice di puntare molto sulla vendite della sua citycar

Kia New Picanto, la citycar si rinnova Pasquale Chirchiglia

Un Giro d’Italia a quattro ruote È partito domenica il "Giro d’Italia Elettrico", patrocinato da "Corrente in movimento". UnaFiat500elettricafaràtappa in diverse città e paesi, per concludersi il 21 giugno. Scopodellamanifestazioneè sensibilizzare la gente su argomenti come energia e rispetto per l’ambiente. Molti personaggi famosi prenderanno parte all’evento, tra questi anche Margherita Hack.

Porsche continua il progetto "Black Edition" Dopo la 911 e la Boxter, anche la Porsche Cayman entra a far parte della famiglia "Black Edition". Completamente nera in ogni dettaglio, la Cayman di notte rischia di fondersi con le ombre, visto che il suo propulsore a 6 cilindri da 330 CV la può spingere a sfiorare i 280 km/h. Chi la volesse però deve sbrigarsi, ne sono stati prodotti solamente 500 esemplari numerati. Kia New Picanto

Ram Long Hauler, un pick-up estremo Dopo il suo debutto, avvenuto nel 2004, è tempo di rinnovamento anche per la Kia Picanto. Questa nuova versione, con i suoi 3,595 metri di lunghezza, è pressoché identica nelle dimensioni rispetto alla precedente. La prima cosa diversa che si nota a un primo sguardo, invece, è il design. Abbandonate le linee eccessivamente rotondeggianti, il frontale si presenta molto più aggressivo, e la vettura in generale ha un disegno più La nuova moderno e aerodinamico. Nonostante ciò, la capienKia Picanto za dell’auto è aumentata si presenta del 27%, con i suoi 200 litri di carico. Abbattendo poi i con un look sediliposteriori,lacapacità massima arriva a ben 800 più moderno litri, che per una citycar sono ottimi. Anche dal punto e aggressivo, di vista della sicurezza, la ma la sua nuova Picanto non si fa mancare niente, poiché forza è monta ben 6 airbag, ABS, EBD, BAS ed ESS. L’altezsoprattutto za del volante, munito di nei consumi servosterzo, è regolabile. Disponibile in 4 versioni, ridotti Easy ( base ), City, Style e Trendy, che variano in base all’equipaggiamento. La Easy è molto spartana, essendo la versione base e anche la più economica. La City offre alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata, sedili regolabili e climatizzatore manuale. La Style prevede anche i fendinebbia, il contagiri e le prese Aux e Usb. La Trendy infine, ovvero la ver-

sione top, offre i vetri elettrici posteriori, la chiusura a distanza, gli specchietti elettrici e le luci Led. Tutte le versione montano un propulsore 1.0 a benzina a 3 cilindri da 69 CV. Di certo non è un mostro di potenza, però ha il notevole pregio di consumare solo 4,2 litri per 100 km/h. Considerando che la Kia Picanto è una macchina destinata al traffico urbano e non ad avventure on the road, il consumo ha un peso specifico maggiore nella scelta, rispetto alle prestazioni pure. Ad ogni modo, per l’estate è previsto

La Dodge presenta il Ram Long Hauler, un concept pick-up che sta già riscuotendo molti consensi. Adatto a qualunque tipo di lavoro grazie ai suoi 7,31 metri di lunghezza mossi da un potente Turbodiesel Cummins a 6 cilindri da 350 CV, il Ram offre anche diversi comfort come poggiapiedi, frigo bar e Wi-FI. Presente anche una telecamera per monitorare il carico esterno.

Strisce blu gratis per i disabili il lancio della Picanto 3 porte, che sarà equipaggiata con un motore 1.2 a 4 cilindri da 85 CV, con il chiaro intento di attirare anche un pubblico più giovane. Inoltre, se le richieste saranno soddisfacenti, per la fine dell’anno verrà importata anche la versione monofuel gpl 1.0 da 82 CV, con emissioni di CO2 da 90 grammi. Alla fin dei conti, tenendo conto del rapporto prezzo/qualità e dell’uso a cui è destinata la vettura, la Picanto si propone in maniera competitiva sul mercato europeo, tanto che Kia afferma di puntare molto sulla piccola citycar, contando di arrivare a venderne in Italia almeno 12.000 unità entro i primi 12 mesi. L’ultima parola, come sempre, spetta ovviamente al pubblico.

Non è ancora una legge, quanto una indicazione ai comuni, tuttavia la Commissione Trasporti ha stabilito che i disabili possano parcheggiare gratuitamente anche sulle strisce blu, qualora quelle gialle non siano disponibili. Una decisione necessaria a garantire un’adeguta integrazione sociale, come diceValducci,presidentedella commissione. Quello che però preoccupa è il possibile dilagare di permessi falsi. A Roma, 1 su 5 risulta essere contraffatto.


il Domani Martedì 10 Maggio 2011 31

SPETTACOLI-TV CANALE

06:15 - TELEVENDITA Media shopping 06:30 - TELEFILM Instant star 07:00 - CARTONI ANIMATI Willcoyote 07:05 - CARTONI ANIMATI Willcoyote 07:10 - CARTONI ANIMATI Spongebob 07:30 - Il lungo Viaggio di Porfy 07:55 - CARTONI ANIMATI Jewelpet 08:20 - CARTONI ANIMATI Doraemon 08:35 - I pinguini di Madagascar 08:45 - DOCUMENTARIO Urban legend 09:20 - DOCU. Real C.S.I. - A sangue freddo 10:30 - DOCUMENTARIO Non ditelo alla sposa 11:55 - REALITY SHOW Uman - Take control! 12:10 - Cotto e mangiato - Il menu' del giorno 12:25 - TELEGIORNALE Studio aperto 12:58 - NEWS Meteo 13:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 13:02 - NEWS Studio sport 13:40 - TELEFILM I Simpson 14:05 - REALITY SHOW Uman - Take control! 14:25 - TELEFILM I Simpson 14:50 - TELEFILM Futurama 15:15 - How i met your mother 15:45 - Zack e Cody sul ponte di comando 16:40 - TELEFILM Zeke e Luther 17:10 - SITUATION COMEDY Camera cafe' 17:40 - Camera cafe' ristretto 17:50 - SITUATION COMEDY Love bugs 18:10 - REALITY SHOW Uman - Take control! 18:28 - Studio aperto - Anticipazioni 18:30 - TELEGIORNALE Studio aperto 18:58 - NEWS Meteo 19:00 - NEWS Studio sport - Anticipazioni 19:02 - NEWS Studio sport 19:30 - TELEFILM C.S.I. Miami 20:30 - GIOCO Trasformat 21:10 - FILM Twilight - con K. Stewart, R. Pattinson - regia di C. Hardwicke (USA) - 2008 23:35 - FILM 30 giorni di buio - con J. Hartnett, M. George - regia di D. Slade (USA) - 2007 01:40 - SHOW Poker1mania 02:30 - Studio aperto - La giornata 02:45 - TELEVENDITA Media shopping 03:00 - TELEFILM Chante!

06:00 - ATTUALITÀ Rai News - Morning News 06:30 - ATTUALITÀ Il caffè di Corradino Mineo 07:00 - RUBRICA TGR Buongiorno Italia 07:30 - RUBRICA TGR Buongiorno Regione 08:00 - Rai 150 anni. La Storia siamo noi 09:00 - Dieci minuti di... programmi dell'accesso: 09:10 - RUBRICA Agorà - di attualità 11:00 - RUBRICA Apprescindere - di attualità 11:10 - TELEGIORNALE TG3 Minuti 12:00 - TELEGIORNALE TG3 12:25 - SPORT Ciclismo: 94° Giro d'Italia 12:45 - RUBRICA Le Storie - Diario italiano 13:10 - TELEFILM La strada per la felicità 14:00 - TELEGIORNALE TG Regione 14:20 - TELEGIORNALE TG 3 14:50 - TELEGIORNALE TGR Leonardo 15:00 - NEWS TG3 L.I.S. 15:05 - Ciclismo: 94° Giro d'Italia 4^ tappa 17:10 - RUBRICA Processo alla tappa 18:05 - RUBRICA Aspettando Geo & Geo 18:15 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 3 18:20 - RUBRICA Geo & Geo 19:00 - TELEGIORNALE TG 3 19:30 - TELEGIORNALE TG Regione 20:00 - ATTUALITÀ Blob 20:10 - SITUATION COMEDY Cotti e Mangiati 20:35 - SOAP OPERA Un posto al sole 21:05 - RUBRICA Ballarò

23:15 - RUBRICA Parla con me - di attualità 00:00 - TELEGIORNALE TG3 Linea notte 00:10 - TELEGIORNALE TG Regione 01:00 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:10 - SPORT Ciclcismo: 94° Giro d'Italia 01:40 - RUBRICA Rai Educational - Gate C 02:10 - RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste 02:15 - NEWS Rainews 05:10 - ATTUALITÀ America Today

06:00 - TELEGIORNALE Prima pagina 07:55 - NEWS Traffico 07:57 - NEWS Meteo 5 07:58 - NEWS Borse e monete 08:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Mattina 08:40 - SHOW Mattino cinque 10:00 - TELEGIORNALE Tg5 - Ore 10 10:05 - SHOW Mattino cinque 11:00 - RUBRICA Federica Panicucci e Forum Claudio Brachino condu13:00 - TELEGIORNA- cono la terza e dizione di “Mattino cinque” LE Tg5 13:39 - NEWS Meteo 5 13:41 - SOAP OPERA Beautiful 14:10 - SOAP OPERA Centovetrine 14:45 - TALK SHOW Uomini e donne 16:15 - SHOW Pomeriggio Cinque 18:00 - TELEGIORNALE Tg5 - 5 minuti 18:50 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 19:44 - TELEGIORNALE Tg5 - Anticipazione 19:45 - GIOCO Chi Vuol essere milionario 20:00 - TELEGIORNALE Tg5 20:30 - NEWS Meteo 5 20:31 - SHOW Striscia la notizia - La Vocedell'improvvidenza 21:11 - TELEFILM R.I.S. Roma 2 delitti imperfetti - 8a puntata 23:45 - NEWS Matrix 01:30 - TELEGIORNALE Tg5 Notte 02:00 - NEWS Meteo 5 notte Il conduttore del programma, Alessio Vinci affronta temi di 02:01 - SHOW attualità, cronaca e spettacolo Striscia la noti- con ospiti in studio e filmati zia 02:21 - TELEFILM In tribunale con Lynn 03:59 - TALK SHOW Uomini e donne 05:31 - TELEGIORNALE Tg5-notte-replica

06:00 - TELEGIORNALE Tg La7/meteo/oroscopo/traffico - Informazione 06:55 - RUBRICA Movie Flash 07:00 - ATTUALITÀ Omnibus 07:30 - TELEGIORNALE Tg La7 09:45 - RUBRICA Coffee Break 10:30 - ATTUALITÀ (ah)iPiroso 11:25 - RUBRICA Il tempo della politica 12:30 - TELEFILM Due South 13:30 - TELEGIORNALE Tg La7 13:55 - FILM Ardenne 44' - Un inferno - con Burt Lancaster, Patrick O'Neal, Jean-Pierre Aumont - regia di Sydney Pollack (USA) 1969 15:55 - ATTUALITÀ Atlantide 17:35 - RUBRICA Movie Flash 17:40 - TELEFILM Jag - Avvocati in divisa 18:35 - RUBRICA Cuochi e fiamme 19:40 - ATTUALITÀ G Day 20:00 - TELEGIORNALE Tg La7 20:30 - ATTUALITÀ Otto e mezzo 21:10 - TELEFILM Crossing Jordan 00:10 - RUBRICA Le vite degli altri 01:10 - TELEGIORNALE Tg La7 01:20 - RUBRICA Movie Flash 01:25 - RUBRICA Otto e mezzo 02:05 - RUBRICA G Day 02:25 - RUBRICA La7 Colors

07:00 - NEWS News 07:05 - MUSICA Only Hits 08:00 - MUSICA Official Top 20 10:00 - MUSICA Only Hits 12:00 - NEWS MTV News 12:05 - SHOW The Hills 12:30 - SHOW The Hills 13:00 - NEWS MTV News 13:05 - TELEFILM Ninas Mal 14:00 - NEWS MTV News 14:05 - SHOW I Soliti Idioti 15:00 - NEWS MTV News 15:05 - TELEFILM Jersey Shore 16:00 - SHOW Made 17:00 - SHOW 16 And pregnant 18:00 - SHOW Teen Mom 19:00 - NEWS MTV News 19:05 - SHOW I Soliti Idioti 20:00 - TELEFILM Ninas Mal 21:00 - REPORTAGE Il Testimone Vip 22:00 - REPORTAGE Il Testimone 23:00 - NEWS Speciale MTV News 23:30 - SHOW South Park 00:30 - REPORTAGE Il Testimone 01:30 - SHOW i Used to Be Fat 02:30 - MUSICA Only Hits 04:00 - MUSICA Only Hits 05:45 - TELEGIORNALE News

Il settimanale condotto da Giovanni Floris, luogo di confronto sull'attualità politica e socioeconomica, aperto a tutti. Riprende il suo cammino quindi con l'impegno di sempre nei confronti del pubblico: scovare notizie e farne discutere gli ospiti nel clima più obiettivo possibile, qualsiasi siano i governi.

RETE 06:30 - TELEVENDITA Media shopping 06:45 - TELEVENDITA Media shopping 07:25 - TELEFILM Zorro 07:50 - TELEFILM Nash bridges I 08:45 - TELEFILM Sentinel 09:45 - TELEFILM Carabinieri 10:55 - RUBRICA Ricette di famiglia 11:25 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 11:30 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 11:54 - NEWS Meteo 11:58 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 12:00 - NEWS Vie d'italia - Notizie sul traffico 12:02 - TELEFILM Wolff un poliziotto a Berlino 13:00 - TELEFILM Distretto di polizia 13:50 - Il tribunale di forum - Anteprima 14:05 - Il tribunale di forum 15:10 - TELEFILM Flikken coppia in giallo 16:15 - SOAP OPERA Sentieri 16:27 - FILM Cavalcarono insieme - con J. Stewart, S. Jones - regia di John Ford 18:50 - TELEGIORNALE Anteprima tg4 18:55 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:19 - NEWS Meteo 19:23 - TELEGIORNALE Tg4 - Telegiornale 19:35 - TELEFILM Tempesta d'amore 20:30 - TELEFILM Walker texas ranger 21:10 - RUBRICA Matrimoni all'italiana 23:20 - SHOW I bellissimi di r4 23:25 - FILM Malena - con Monica Bellucci, Giuseppe Sulfaro, Luciano Federico regia di Giuseppe Tornatore (Italia) 2000 01:25 - TELEGIORNALE Tg4 night news 01:50 - FILM La commare secca - con A. Midget, M. Solinas, F. Ruiu - regia di Bernardo Bertolucci (Italia) - 1962 03:22 - TELEVENDITA Media shopping 03:39 - FILM Vento di primavera - con F. Tagliavini, L. Masiero, S. Bethmann regia di Giulio Del Torre (Italia) - 1958 05:03 - Peste e corna e gocce di storia 05:10 - SHOW Come eravamo 05:15 - TELEGIORNALE Tg4 night news 05:40 - TELEFILM Delta team

1

ITALIA

06:00 - RUBRICA Secondo canale 06:10 - SITUATION COMEDY 7 Vite 07:00 - RUBRICA Cartoon Flakes - per ragazzi 07:01 - CARTONI ANIMATI Agente Speciale Oso 07:25 - CARTONI ANIMATI Phineas and Ferb 07:35 - CARTONI ANIMATI Pop Pixie 07:50 - RUBRICA Magic English - di didattica 08:00 - RUBRICA L'Albero Azzurro - per ragazzi 08:20 - CARTONI ANIMATI Pocoyo 08:25 - CARTONI ANIMATI La casa di Topolino 08:50 - CARTONI ANIMATI Le principesse del mare 09:15 - CARTONI ANIMATI Billy the Cat 09:45 - RUBRICA Rai Educational - Crash - files 10:00 - RUBRICA Tg2punto.it - di attualità 11:00 - SHOW I Fatti Vostri 13:00 - NEWS TG 2 giorno 13:30 - RUBRICA TG 2 Costume e Società 13:50 - RUBRICA Medicina 33 - di medicina 14:00 - RUBRICA Pomeriggio sul 2 - di attualità 16:10 - SERIE TV La signora in giallo 17:00 - TELEFILM Top Secret 17:45 - NEWS TG 2 Flash L.I.S. 17:50 - NEWS Rai TG Sport 18:15 - NEWS TG 2 18:45 - TALK SHOW Maurizio Costanzo Talk 19:30 - TELEFILM Squadra Speciale Cobra 11 20:25 - GIOCO Estrazioni del lotto 20:30 - NEWS TG2 -20.30 21:05 - SHOW I love Italy 23:10 - TELEGIORNALE TG 2 23:25 - SHOW Lotto per amore 00:50 - TELEGIORNALE TG Parlamento 01:00 - TELEFILM In Justice 01:45 - PREVISIONI DEL TEMPO Meteo 2 01:50 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:55 - FILM Non dire sì m- con Burn Gorman, Seth Green, Jane How - regia di Stefan Schwartz 03:25 - RUBRICA TG 2 Eat Parade - di gastronomia 03:35 - RUBRICA Secondo canale 04:30 - Prove Tecniche di Trasmissione

CINEMA

06:00 - NEWS Euronews 06:10 - RUBRICA Aspettando Unomattina 06:30 - TELEGIORNALE TG 1 06:45 - RUBRICA Unomattina 07:00 - TELEGIORNALE TG 1 07:30 - TELEGIORNALE TG 1 L.I.S. 07:35 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 08:00 - TELEGIORNALE TG Eleonora Daniele 1 conduce 08:20 - RUBRICA Tg1 Focus Unomattina e da 09:00 - TG 1 quest’anno sarà coadiuvata da 09:30 - TELEGIORNALE TG Michele Cucuzza 1 - FLASH che così torna in 10:00 - SHOW Verdetto tv dopo 10 anni Finale 10:50 - RUBRICA Appuntamento al cinema 11:00 - TELEGIORNALE TG 1 11:05 - RUBRICA Occhio alla spesa 12:00 - GIOCO La prova del cuoco 13:30 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 14:00 - RUBRICA TG1 Economia 14:10 - SHOW Se...a casa di Paola 16:10 - SHOW La vita in diretta 16:50 - RUBRICA TG Parlamento - di politica 17:00 - TELEGIORNALE TG 1 17:10 - PREVISIONI DEL TEMPO Che Tempo fa 18:50 - QUIZ L'Eredità 20:00 - TELEGIORNALE TELEGIORNALE 20:30 - RUBRICA Qui Radio Londra 20:35 - Calcio: Tim Cup Semifinale - Calcio 23:10 - RUBRICA Porta a Porta 00:45 - TELEGIORNALE TG 1 - NOTTE 01:15 - PREVISIONI DEL TEMPO Che Tempo fa 01:20 - RUBRICA Qui Radio Londra 01:25 - RUBRICA Appuntamento al cinema 01:30 - RUBRICA Sottovoce 02:00 - Rai Educational Scrittori per un anno 02:30 - RUBRICA Mille e una notte - di cultura 04:20 - RUBRICA Magica ITALIA 05:00 - VIDEOFRAMMENTI DA DA DA 05:45 - NEWS Euronews

06:20 Ragazzi miei 08:05 The last station 10:00 Non abbiate paura - La vita di... 11:35 Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo:... 13:35 L'apprendista stregone 15:25 From Paris With Love - Speciale 15:45 Genitori & figli - Agitare bene prima... 17:35 Oggi e' gia' domani 19:15 Ragazzi miei 21:00 Sky Cine News - Red 21:10 Housebroken - Una casa sottosopra 22:45 Pandorum - L'universo parallelo 00:40 L'apprendista stregone 02:30 Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo:... 04:30 Woody Comedy Festival - Speciale

04:50 Paranormal Activity Housebroken - Una casa sottosopra Un film di Sam Harper Con Danny DeVito, Katey Sagal, Skyler Stone, Caitlin Crosby, Ryan Hansen, Brie Larson, Matthew Glave, Thomas F. Wilson, Tony Yalda, Adam Herschman. Genere: Commedia Durata: 90 min. USA 2009. Dopo una vita passata a lavorare, Cathkart (Danny DeVito) va finalmente in pensione con l’unico sogno di stare seduto nel salotto di casa davanti alla tv accesa. Non ha tenuto però conto che il divano è il luogo da cui non si schiodano i due figli ventenni, Elliott e Quinn, non intenzionati a crescere. Cathkart e la moglie decidono così di impartire una lezione ai due, andando via per un po’ di tempo e lasciando i due ragazzi a gestire la casa, tra bollette da pagare e riparazioni da eseguire.



il domani