Issuu on Google+

Catanzaro il Domani dello Sport

Edizione Il domani dello sport

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

www.ildomanidellosport.it

MILAN CORSARO Martedì 10 Aprile 2012 > euro 1,00 > Anno XV - Nr. 89

I rossoneri più volte battuti a Verona, cercano il riscatto col Chievo

CRONACA

CHIEVO V.-MILAN

All’interno supplemento GIOCHI E SCOMMESSE del 3/4/2012

Sanguinosa rapina alla vigilia di Pasqua. Preso uno dei malviventi a pag. 2

CATANZARO

1

Consiglia

REGGINA

Mentre il dirigente De Filippo annuncia di lasciare il suo incarico attraverso Facebook, la squadra riprende la preparazione

Interrotta la partita di Torino che sarà ripresa dall’inizio del secondo tempo, si valutano le prestazioni dei singoli tra i quali spicca Rizzato

da pag. 4

a pag. 5

5.75

5.75

X

2 Hc

3.65

1.60

3.75

BALOTELLI E’ finita l’avventura di Mario a Manchester. Mancini non lo farà più giocare da qui alla fine del campionato

da pag. 6

1.60


2 il Domani dello Sport

Martedì 10 Aprile 2012

CRONACA CALABRIA

DUE MORTI AL SUPERMERCATO Bilancio pesantissimo della rapina a Delianuova la sera della vigilia di Pasqua

Arrestato uno dei rapinatori del supermercato di Delianuova, si tratta di Antonino Festa, 20 anni, figlio di un Carabiniere

I

Felice Stanca

Giuseppe Lombardo spiega i particolari dell’inchiesta che coinvolge Belsito

Il Pm calabrese parla dello scandalo Lega l terremoto politico che ha tra- collocate sul mercato". L'intreccio Ile dimissioni volto la Lega Nord, causando tra documenti, indizi, piste e framda segretario di menti di altre indagini, ha permesUmberto Bossi, trae origine da lontano. Addirittura da un'indagine del 2009 sulla 'ndrangheta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria; proprio alcuni uomini vicini alle 'ndrine avrebbero avuto contatti con il tesoriere del Carroccio, Francesco Belsito, uomo chiave in tutto lo scandalo che ha scosso il partito. In un'intervista esclusiva a TM News, il pm antimafia calabrese Giuseppe Lombardo spiega i particolari dell'inchiesta. "Sappiamo bene - dice - che il gitro d'affari delle mafie ammonta nel 2011 a 138 miliardi di euro è chiaro che quei proventi devono essere ripuliti per essere

so agli inquirenti di risalire ai tentativi della 'ndrangheta di fare affari anche attraverso il complesso sistema del finanziamento pubblico ai partiti. E qui entra in gioco il capitolo Lega Nord che ha portato al "passo indietro" del "Senatùr"."Certo - conclude il pm - ci si è resi conto che c'erano elementi che hanno giustificato le attività svolte dalle Procure di Reggio Napoli, e Milano e sono state tratte delle conseguenze". Le indagini sono solo all'inizio, c'è ancora tanto da verificare ma i magistrati si dicono certi che dal materiale sequestrato emergeranno le conferme delle accuse.

carabinieri hanno arrestato ieri sera uno dei responsabili della rapina al supermercato di Delianuova nella quale, sabato sera, sono morti il titolare ed uno dei banditi. L’arrestato è Antonino Festa, di 20 anni, di Cinquefrondi. Il giovane è figlio di un carabiniere che lavora a Palmi. Nel corso della rapina erano rimasti uccisi il titolare del negozio, Giuseppe Antonio Strano, di 48 anni, ed uno dei rapinatori, Luigi Napoli, di 19 anni, di Cinquefrondi, identificato solo nel corso della notte grazie alle impronte digitali. Sul cadavere, trovato a circa un chilometro dal supermercato, infatti, non erano stati trovati documenti. Dalle impronte, i carabinieri della sezione investigazione scientifica del Comando provinciale di Reggio Calabria sono risaliti alla sua identità, anche perchè già noto alle forze dell’ordine. Proprio l’identificazione di Napoli ha dato un impulso decisivo alle indagini. I carabinieri, infatti, hanno indirizzato la loro attenzione verso la cerchia di conoscenti del giovane rimasto ucciso e sono risaliti a Festa, anche lui già noto alle forze dell’ordine e sospettato di fare parte di una banda dedita a furti e

rapine. Quale sia stato il suo ruolo nella tragica rapina, gli investigatori lo spiegheranno stamani in una conferenza stampa in programma al Comando provinciale dei carabinieri di Reggio ed alla quale parteciperà anche il procuratore di Palmi Giuseppe Creazzo. Adesso, dopo l’arresto di Festa, resta da individuare il complice. I banditi che hanno tentato la rapina al supermercato, erano infatti tre. I banditi, col volto coperto da calzamaglia e due armati di

pistola, sono entrati nel supermercato ed hanno intimato a Strano di consegnare l’incasso. L’uomo ha reagito ed un rapinatore gli ha sparato contro tre colpi di pistola calibro 7.65. Strano, benchè ferito, si è impossessato della pistola ed ha sparato un colpo ad uno dei rapinatori ferendolo. L’arma è stata ritrovata nel supermercato. I rapinatori hanno sottratto il portafoglio del commerciante, ormai a terra, dalla tasca dei pantaloni e sono fuggiti a bordo di un’auto in direzione di contrada Camelia di Delianuova. Dopo circa un chilometro hanno abbandonato al margine della strada, vicino un abitazione, il cadavere del rapinatore, rimasto ferito poco prima e poi identificato in

Il cadavere del rapinatore rimasto ferito è stato abbandonato dai complici vicino ad una abitazione per essere soccorso

il Domani dello Sport Direttore GUIDO TALARICO Direttore responsabile ORLANDO ROTONDARO Caporedattore FRANCESCO PUNGITORE Redazione Calabria Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) redazione@ildomani.it EDITORE T&P Editori SRL - Tel. 0961.023922 Loc. Serramonda 88044 Marcellinara (CZ) Testata reg. - trib. Cz n. 64 del 15/7/1997 R.O.C. Numero 5606 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 n. 250 e seguenti modifiche

già il Domani

PUBBLICITÀ Nazionale, locale e giudiziaria MEDIATAG SPA SEDE CALABRIA LOC. SERRAMONDA 88044 MARCELLINARA (CZ) Tel. 0961.023922 Fax 0961.903421 Tariffa a modulo 46x19 mm h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 129,00 - Corsi di formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologio euro 77,00 cad. - Economici euro 0,62 a parola. Supplemento colore: 40% Distribuzione Media Services (Calabria) CENTRO STAMPA Stabilimento tipografico DE ROSE C/da Pantoni Marinella 87040 MONTALTO U. (CS) Tel. 0984.934382 Responsabile del trattamento dati Dlgs 96/2003 ORLANDO ROTONDARO


Martedì 10 Aprile 2012 il Domani dello Sport

3

CRONACA CALABRIA

TUTTI CON LA LANZETTA MONASTERACE I Sindaci della Locride scendono in campo per la collega

U

Andrea Splendore

na decisione forte per il territorio. L’assemblea dei sindaci della Locride che si riunirà mercoledì mattina presso la sala consiliare di Monasterace, un giorno prima della venuta della commissione parlamentare antimafia potrebbe partorire una scelta clamorosa: quella delle dimissioni di massa di tutti i sindaci della Locride per lanciare un segnale forte allo Stato. Il vicesindaco di Stilo, Maria Tropeano, intervenuta ieri in rappresentanza del sindaco di Stilo Giancarlo Miriello, alla riunione del Cids, il comitato interprovinciale per il diritto alla sicurezza, si è augurata che ciò accada nel caso in cui il sindaco di Monasterace Maria Carmela Lanzetta non revochi le dimissioni da sindaco, come ormai le si chiede da più parti. Nell’occasione sono intervenuti i sindaci di Locri Pepè Lombardo e Roccella Jonica

L’Assemblea dei Sindaci della Locride si riunirà domani mattina a Monasterace per decidere se dimettersi tutti

Giuseppe Certomà. Lombardo ha sottolineato le difficoltà eccezionali che in questo periodo attraversa chi amministra i comuni locridei. «Difficoltà relative a questione finanziarie che impediscono a molti comuni di poter impegnare le risorse finanziarie come si vorrebbe». Difficoltà come quelle relative alle inti-

midazioni subìte, di cui Lombardo in passato è stato protagonista: «In questa situazione capisco l’amarezza del sindaco Lanzetta, ma la esorto ad andare avanti perché un suo ritiro segnerebbe la sconfitta dello stato e darebbe un immagine nefasta alla Locride intera». Certomà, anche lui in passato intimidito,

TELEVISIONE

Grande successo per Natuzza

U

rispetta la scelta del sindaco Lanzetta ma sottolinea come «al suo posto sarei andato avanti con più forza, perché la criminalità non può affatto averla vinta». La Tropeano, dal suo canto, ha poi aggiunto: «Si sta facendo un gran clamore su questi fatti che colpiscono il sindaco Lanzetta, ma se dovesse ritirarsi dalla sua attività politica, tale clamore non persisterebbe più e ci si dimenticherà di quanto accaduto». Il sindaco Lanzetta, presente all’incontro, non si è mai scomposta, anche se era visibilmente commossa. Da parte sua poche ma significative parole: «Io ho un solo obbiettivo, che il mio caso sia da esempio per l’intera regione, una regione in cui operano ormai troppi amministratori intimiditi per il semplice fatto di svolgere il loro lavoro normalmente».

Maria Teresa Lanzetta visibilmente commossa ha dichiarato che il suo caso sia da esempio a tutta la Calabria

n grande successo di pubblico che dimostra l'amore che la gente prova per la figura di Natuzza Evolo, mistica di Paravati, principale frazione di Mileto, morta il 1° novembre 2009. A seguire, infatti, venerdì santo, lo speciale TG1 dal titolo “La Via della Croce”, dedicato alla storia e alla vita della donna di fede, sono stati quasi 3 milioni di italiani a renderlo noto una nota ufficiale della Rai. Inoltre, nel corso dei prossimi giorni sarà possibile conoscere il numero dei telespettatori dall'estero anche se i dati a disposizione e i contatti dei Social Network lasciano intendere che la trasmissione sia stata un grande successo anche oltre oceano tra le comunità italiane sparse per il mondo. Inoltre, altri 2 milioni di persone (con uno share del 13.87) hanno rivisto Natuzza il giorno dopo nel corso del programma, andato in onda sempre su Rai Uno il sabato pomeriggio 7 aprile, “Le amiche del Sabato”, condotto in studio da Lorella Landi e Danilo Fumiento. «Per quanto riguarda l’interesse su Natuzza Evolo è la conferma di una scelta vincente - commenta il giornalista Pino Nano, autore insieme a Filippo Di Giacomo dello speciale Tg1 su Natuzza - ma è soprattutto la conferma di quanto gli italiani siano legati a questo giorno particolare della Settimana Santa e alle varie letture che della Passione di Gesù ognuno ne fa». Lo share complessivo della puntata di venerdì di “Tv7”, il settimanale di approfondimento del Tg1 di Alberto Maccari è stato pari al 14.27 per cento, solo 2 punti in meno di quanto totalizzato dalla Via Crucis in prima serata (oltre 4 milioni di italiani), e «tutto questo - sottolinea ancora Nano - è motivo per tutti noi di grande soddisfazione: significa che l’informazione religiosa, se fatta nella maniera giusta, ha ancora grande appell tra quanti seguono la televisione nel nostro Paese». Da parte sua il giornalista calabrese ha inteso ringraziare il direttore di Rai Vaticano Marco Simeon e il direttore del TG1 Alberto Maccari che «hanno fortemente creduto nello speciale su Natuzza, il risultato che abbiamo raggiunto - prosegue Nano - è frutto soprattutto della loro disponibilità a realizzare un progetto che non era per niente facile».


4 il Domani dello Sport

Martedì 10 aprile 2012

SPORT CALABRIA

STA FINENDO LA LUNGA PASQUA GIALLOROSSA CATANZARO Quattro giorni di riposo per la squadra di Cozza che riprenderà oggi

Maurizio De Filippo ha annunciato l’interruzione del rapporto con il Catanzaro calcio

Q

uattro giorni di riposo per le festività pasquali e poi lo sprint per le ultime cinque giornate al cardiopalma per raggiungere l'obiettivo d'inizio stagione: il salto di categoria. Il lunedì di Pasquetta nel pomeriggio i giallorossi si ritroveranno al “Ceravolo” per lo sprint finale e il primo ostacolo da superare si chiama Arzanese, che è una delle tre squadre che ha battuto (rocambolescamente) la squadra di Cozza in questo avvincente torneo. Da Gavorrano torna un Catanzaro consapevole della propria forza che ha dimostrato sul campo di saper raddrizzare un risultato (la sconfitta sarebbe stata una vera beffa) a sfavore credendoci sino alla fine. Il mister oggi ha dichiarato che nelle prossime partite non ci dovranno essere più errori per non compromettere quanto di buono è stato fatto. Attualmente siamo in Prima Divisione, ha detto Cozza, e dobbiamo solo pensare a noi stessi senza guardare in casa d'altri; giocando con la determinazione e con la grinta che ci ha contraddistinti sin da inizio stagione non dobbiamo temere nessuno. La sfida di Gavorrano oltre al punto conquistato in classifica ci ha anche consegnato la squalifica del centrocampista Maisto reo di aver detto qualcosa a un avversario. Squalifica giusta aggiungiamo noi specie se il centrocampista napoletano ha detto qualcosa, ma rimaniamo stupiti giacché la terna arbitrale che ha dimostrato di avere una vista lunga in quest'occasione non è stata così efficace quan-

Cozza: «Dalla ripresa degli allenamenti mi aspetto grande concentrazione. Niente più errori.» do non ha visto un netto fallo di mani nell'area toscana. I quattro giorni di riposo concessi al mister serviranno anche per il recupero degli acciaccati come Quadri, Sirignano ed Esposito usciti claudicanti mercoledì scorso. Sasà Carboni dovrebbe aver tolto la doccia

che ha tenuto per 15 giorni e adesso bisognerà capire come reagirà il forte attaccante quando dovrà forzare per capire in che condizione è la caviglia giratasi contro L'Aquila. Passiamo ora alla notizia del giorno in società: «Nessuna rottura traumatica con la società. Ho semplicemente concluso la mia missione. Ora torno serenamente a fare il tifoso». Poche parole quelle rilasciate alla nostra Redazione da Maurizio De Filippo, ormai ex dirigente dell’US Catanzaro, che in giornata aveva scelto facebook per comunicare la fine del rapporto con la società del presidente Cosentino. «E' stata un'attività esaltante da me svolta con passione perché riguardava la

squadra della città che ho dovuto lasciare 26 anni fa, per motivi di studio, prima e di lavoro, poi».De Filippo ha ripercorso l’esperienza degli ultimi mesi sottolineandone i momenti chiave. «Dai primi giorni del mese di luglio, mi sono impegnato in un'attività sacrificante, complessa e faticosa, ma, allo stesso tempo, appagante, perché ha consentito l'iscrizione della squadra alla seconda divisione di Lega Pro, contro il volere dei vertici sportivi, che non ci davano alcuna possibilità di successo. Siamo stati più forti di tutto e di tutti! Successivamente, è stata affrontata, in emergenza, tutta la fase organizzativa della società, il passaggio di conse-

gne dalla fallita, l'iscrizione al campionato, la rescissione dei contratti dei precedenti calciatori, il pagamento del debito sportivo, l'acquisizione dei diritti televisivi pregressi, la risoluzione delle problematiche dei secondi e terzi contratti, l'acquisto del marchio US Catanzaro, il rafforzamento dei rapporti con Lega e Federcalcio, e tante altre attività...» In chiusura il saluto ai tifosi e l’augurio per il rush finale del campionato. «Ora, mi rimetto i panni del tifoso e continuo a seguire le sorti della mia squadra del cuore, augurandole il passaggio in prima divisione, a giusto coronamento del tanto lavoro e dei sacrifici sopportati sino ad ora. Al momento non si registra alcuna reazione da parte del sodalizio giallorosso, tanto che nell’organigramma societario riportato sul sito ufficiale, il nome di Maurizio De Filippo risulta ancora accostato al ruolo di “Consigliere delegato ai rapporti con Lega e Federcalcio”. La ripresa degli allenamenti fissata per lunedì, sarà quindi l’occasione utile per raccogliere qualche dichiarazione ufficiale da parte della dirigenza giallorossa.

Si torna al lavoro allo Scida in vista del derby Il Crotone mette già alle spalle la prodezza contro la Sampdoria di venerdì scorso

ue giorni di riposo per i rossoblù dopo aver D ottenuto il terzo successo di

fila in campionato dopo la bellissima vittoria sulla Sampdoria giunta in pieno recupero grazie ad un gol di Eramo. Gli allenamenti sono ripresi ieri lunedì 9 Aprile per preparare la gara contro la Reggina, in programma sabato 14 aprile alle 15 allo stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria. Questo il programma degli allenamenti per la prossima settimana: -) Lunedì 09/04 alle 19.00

allenamento allo Stadio Ezio Scida -) Martedì 10/04 alle 10.00 allenamento allo Stadio Ezio Scida alle 15.00 allenamento allo Stadio Ezio Scida -) Mercoledì 11/04 alle 15 allenamento allo Stadio Ezio Scida -) Giovedì 12/04 alle 15.00 allenamento allo Stadio Ezio Scida -) Venerdì 13/04 alle 10.00 rifinitura a porte chiuse allo Stadio Ezio Scida -) Sabato 14/04 alle 15:00 fischio d’inizio Reggina Crotone.


Martedì 10 Aprile 2012 il Domani dello Sport

5

SPORT CALABRIA

L

Sfruttare l’occasione per riordinare le idee a cronaca a scalare del primo tempo di TorinoReggina. 45' Squadre negli spogliatoi. La Reggina è sotto a causa di un colpo di testa di Glik effetto di una, contestatissima, punzione assegnata a favore del Toro. Ottima la reazione degli amaranto che hanno preso il sopravvento per lunghi tratti della gara lasciando pochissimo spazio alla capolista granata. Palo di Barillà dalla distanza. 33' Palo di Barillà. Al secondo tentativo dalla distanza (sul primo bravo Benussi) il mancino amaranto trova il legno a dirgli di no. E' la Reggina a fare la partita,

nonostante lo svantaggio frutto dell'unico tiro in porta degli avversari. 18' Grande reazione della Reggina dopo il controverso vantaggio del Toro capolista. Due occasioni in un minuto: prima un colpo di testa di Angella, poi un sinistro di Viola mettono i brividi a Benussi. Trema il pubblico dell'Olimpico. 15' Gol del Torino. Passano i granata con un colpo di testa di Glik su una punizione assegnata dall'arbitro tra le proteste dei calciatori amaranto. Ammonito Bonazzoli, furioso. 1' Primo pallone per la Reggina in completa divisa bianca. Il pubblico dell'Olimpico spinge il Toro,

amaranto a caccia dell'impresa. Queste le formazioni ufficiali dell'incontro: TORINO: Benussi; Darmian, Ogbonna, Glik, Parisi; Basha, De Feudis, Vives; Stevanovic, Bianchi, Antenucci. A disposizione: Morello, D'Ambrosio, Di Cesare, Surraco, Oduamadi, Pasquato, Meggiorini. Allenatore: Sig. Ventura. REGGINA: Belardi; Freddi, Cosenza, Angella; D'Alessandro, Rizzo, N. Viola, Barillà, Rizzato; Ragusa, Bonazzoli. A disposizione: Zandrini, Marino, Armellino, Colombo, Campagnacci, Ceravolo, A. Viola. Allenatore: Sig. Genovese

BENVENUTA GRANDINE...

REGGINA Si riprenderà a giocare dal 1º minuto del secondo tempo ma non si sa quando

Barillà di gran lunga è stato il migliore in campo in un primo tempo che ha evidenziato qualche problema in difesa

Q

ueste le pagelle per quanto riguarda i primi 45’ della Reggina che al momento della sospensione della gara era sotto di un gol sul campo del Torino: BELARDI Non irreprensibile in occasione della rete di Glik. Rivedendo le immagini, va per uscire sullo spiovente morbido di Parisi, poi torna precipitosamente indietro, quando capisce che Angella ha la peggio contro il difensore polacco. VOTO: 5,5 FREDDI Un buon primo tempo, senza grossi sussulti, ma neanche senza errori. E questo, per la difesa amaranto, è già tanto. VOTO: 6 COSENZA Il Torino aveva una forza d'urto interessante, la difesa ha retto, anche se sulla sinistra qualcosa di troppo è passato.

RIZZATO Prova a dare alla squadra il solito contributo fatto di corsa, spinta sulla sinistra e cross. VOTO: 6

Prestazione senza demeriti. VOTO: 6 ANGELLA Non sta attraversando un periodo felice. Magari il fallo su Bianchi era decisamente inesistente, ma sul gol viene anticipato da Glik, mentre in avvio si fa bere da Antenucci. Sfiora il pari, Benussi salva. Ma è in sofferenza. VOTO: 5 D'ALESSANDRO Limita Parisi e questo già è qualcosa d'importante. Attento in difesa. VOTO: 6 RIZZO Il ritmo e l'intensità sono quelli giusti, poi si perde in lanci inutili e dannosi, buttando via la palla. Bisognerebbe affinare le sue qualità e farlo rendere al meglio. VOTO: 6 N. VIOLA Un buon rientro per il futuro rosanero. Unica pecca la misura di qualche passaggio, troppo

La Reggina non aveva demeritato ma sembrava difficile la rimonta contro un Torino più compatto del solito

corto e debole. Con maggiore vigore, si vedrebbe un Viola quasi con i fiocchi. VOTO: 6 BARILLÀ Il migliore della Reggina. E' in una condizione stratosferica. Pressa, cuce, taglia e spezza la manovra e come se non bastasse, si rende pericoloso con due botte da fuori, una delle quali è fermata dal palo. VOTO: 7

RAGUSA Gioca dietro a Bonazzoli, anche per limitare la manovra del centrocampo granata. Non ha l'opportunità di pungere sotto porta e quando lo avrebbe, Nicolas Viola sbaglia un facile appoggio. VOTO: 6 BONAZZOLI Si danna sempre l'anima e prova a farsi largo nella poderosa difesa di Ventura. VOTO: 6


6 il Domani dello Sport

Martedì 10 Aprile 2012

SPORT NAZIONALE

MARIO SI STA ROVINANDO MONDO GOL Ancora un’espulsione per il «bad Boy» ora scaricato da Mancini

«

Carlo Liguori

Balotelli deve cambiare o tra 3 anni è un giocatore finito. Lo cediamo? Forse». Roberto Mancini, manager del Manchester City, ha perso la pazienza e, forse, tutte le speranze. Mario Balotelli ne ha combinata un'altra nel match che il City ha perso 10 ieri sul campo dell'Arsenal. L'attaccante si è fatto espellere nel finale della gara che ha fatto precipitare i citizens a -8 rispetto al Manchester United. Il titolo in Premier League è ormai un'utopia per la formazione allenata da Mancini. «Mario deve cambiare», ha detto alla fine il tecnico italiano, senza chiudere le porte all'ipotesi di una cessione a fine stagione: «Forse, non lo so». «È un bravo ragazzo, gli voglio bene. Ma sono deluso per il suo comportamento. Deve cambiare o rischia di sprecare tutto il suo talento», ha detto ancora. Balotelli, espulso nel finale della gara dell'Emirates Stadium per doppia ammonizione, avrebbe meritato il cartellino rosso nei minuti precedenti per un terribile inter-

Mario ancora una volta espulso per doppia ammonizione, ma poteva andare fuori prima per un fallaccio non visto

«Non posso continuare a giocare con un attaccante che si fa squalificare per 6-7 giornate a campionato» vento su Alexandre Song. Piede a martello sul ginocchio dell'avversario, fallaccio non visto dall'arbitro. «Non ho parole», ha aggiunto Mancini. Balotelli, con ogni probabilità, verrà sanzionato con una pesante squalifica. Il suo destino, a prescindere dalle decisioni della giustizia sportiva, sembra comunque segnato: «Probabilmente non giocherà nelle ultime 6 giornate: io devo poter contare su 11 giocatori, con Mario corro grossi rischi. Ha commesso un grave errore, spero che se ne renda conto. Giocatori con il suo talento sono finiti in 2 o 3 anni, deve cambiare», ha ripetuto Mancini. Le prestazioni di Balotelli in campo lasciano a desiderare. La stampa inglese, e in particolare il tabloid The Sun, danno spazio ad altre performance dell'ex giocatore dell'Inter. Balotelli è finito nel mirino dei media per la nottata passata con Jenny Thompson, una escort che in passato ha frequentato anche Wayne Rooney. La stella del Manchester United probabilmente vincerà il campionato. Balotelli, però, a sentire la signorina Thompson è il

numero 1 in camera da letto. «In materia di sesso, gli darei un 9,5 in una scala da 1 a 10. Mario è divertente, è brillante ed è un gentleman in camera da letto. E bacia benissimo», ha detto la escort. «Wayne sarà anche un calciatore migliore, ma fuori dal campo Mario lo batte nettamente». Ora per i “citizens” si fa quasi impossibile vincere il titolo dopo che lo svantaggio è aumentato a 8 punti dal Manchester United. Anche ipotizzando una vittoria del City nel derby il vantaggio potenzialmente resterebbe di ben 5 punti, quasi impossibile da colmare contro la squadra di

un Sir Alex Ferguson sembra più ottimista. I vice-campioni d'Europa hanno infatti battuto per 20 il Queen's Park Rangers in una delle partite odierne di Premier ed ora allungano a +8 (79 punti contro 71) sul City di Roberto Mancini, impegnato sempre oggi sul campo dell'Arsenal. Ma non tutto è stato limpido nella vittoria dei 'red devils', visto che il primo gol è arrivato al 15' dopo che l'arbitro Mason ha concesso un rigore a dir poco discutibile per un presunto fallo di Derry (espulso, e quindi QPR in dieci) su Young, partito in posizione di fuorigioco sul passaggio del compagno. Ma ogni

protesta è stata inutile, e Rooney ha trasformato il penalty. Poi nella ripresa, al 68' il Man United ha raddoppiato con un autentico 'silurò da fuori area di Scholes. Per la formazione di Sir Alex Ferguson è stato l'11/o successo nelle ultime 12 partite di campionato.

«Non sono certo, ma credo che l’avventura di Mario qui a Manchester sia giunta al capolinea.»

Prandelli: «Devo valutare se convocarlo» aluterò dalle immagini dell'espul«V sione se applicare il codice

etico per Balotelli». Lo ha detto a Novara il ct della Nazionale, Cesare Prandelli. Balotelli è stato espulso domenica per doppia ammonizione, causata da falli, durante la partita persa per 1-0 dal Manchester City con l'Arsenal. Il tecnico dei Citizens Roberto Mancini ha annunciato che non farà più giocare l'attaccante sino a fine stagione e che probabilmente poi il club lo cederà. Certo è che per Prandelli sarà veramente molto dura decidere se portare Balotelli ai prossimi campionati europei.


Martedì 10 aprile 2012 il Domani dello Sport

7

SPORT NAZIONALE

SPETTACOLO PARTENOPEO

AMERICA’S CUP Splendida l’inaugurazione e grande successo della manifestazione

Ieri mattina l’escursione al Parco della Gaiola nell’area marina protetta di Posillipo grazie al Csi Gaiola onlus

C

erimonia di apertura della World Series America’s Cup condizionata da un violento temporale che si abbattuto su Napoli. Tuttavia, nonostante le cattive condizioni meteo, la serata ha visto la partecipazione di un folto pubblico. Un panorama surreale va in scena a piazza del Plebiscito: un cielo scuro fa da sfondo ai tanti giochi di colore che animano il colonnato della chiesa di San Francesco di Paola, trasformato per l'occasione prima in uno specchio di acqua calma e poi in un tumultuoso mare in tempesta, per proiettare il pubblico in un habitat marino fatto di fondali suggestivi. Meduse multicolor trampoliere e ballerine-onda anticipano la solenne cerimonia che vede salire sul palco accompagnato da un fragoroso sottofondo di onde, e da un forte e reale scroscio di pioggia - Peppe Servillo, che interpreta il brano poetico 'O Marè, di Eduardo de Filippo. A seguire, l'ingresso sul palco della bandiera italiana portata da Alessandra Sensini, quattro volte campionessa olimpica di windsurf, e alzata dagli uomini della Marina Militare sulle note dell'inno di Mameli. La cerimonia, alla quale hanno preso parte gli equipaggi delle sette nazioni partecipanti, è stata preceduta da un videomessaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha sottoli-

neato lo slancio necessario per la valorizzazione delle qualità della città. Poi il saluto del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che ha puntato l'attenzione sul momento che sta vivendo la città e su cosa si sta facendo per far conoscere il suo mare, grazie anche allo sport, ed ha augurato a tutti “buon vento”. Tra i protagonisti della serata anche Ian Murray, il direttore di regata dell'Americàs Cup e Management Ceo. Poi c'è stato l'ingresso solenne della Coppa America, il più antico trofeo sportivo del mondo, tra giochi di fuoco e d'artificio. La cerimonia è stata l'occasione per presentare i sette equipaggi che si sfideranno nella acque del golfo: America, Svezia, Cina, Nuova Zelanda, Francia, Italia, Corea

del Sud. A chiudere la sfilata la bandiera della Americàs Cup che ha dato il via ai fuochi di artificio, anticipati a causa della pioggia. La serata è stata ideata e organizzata da Marco Balich, presidente di Filmmaster Events, che tra l'altro si è aggiudicata la produzione delle cerimonie degli Europei di Calcio 2012 e le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici di Rio 2016. Il Parco Sommerso di Gaiola, area marina protetta che rientra nel Parco archeologico di Posillipo, ha ospitato questa mattina l'Americàs Cup Healthy Ocean Project. Seguendo l'idea di fare della 34esima Coppa America «più di uno sport», l'Americàs Cup Event Authority (Acea) ha fissato un obiettivo ambizioso con l'Ac Healthy Ocean

La spettacolare cerimonia di inaugurazione nello splendido scenario della Piazza del Plebiscito di Napoli in mondovisione Project: sviluppare un programma di comunicazione e di sensibilizzazione mirato a migliorare la salute del mare, accendendo l'attenzione sul problema mondiale dell'inquinamento e del depauperamento delle risorse. Per raggiungere questo obiettivo, l'Acea collabora con alcune delle voci più autorevoli nel campo della conservazione dell'ambiente marino, tra cui Sylvia Earle, Explorer-in-Residence presso il National Geographic, e le organizzazioni Mission Blue, OceanElders, Sailors for the Sea, One World One Ocean e Iucn, l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura. Proprio i delegati della Iucn in questi mesi hanno individuato nell'Amp Parco Sommerso di Gaiola il simbolo della rinascita dell'ambiente marino-costiero napoletano. Partner locale dell'Ac Healthy Ocean Project è il Centro studi interdisciplinari Gaiola onlus, organizzazione che, d'intesa con la Soprintendenza speciale

ai Beni archeologici di Napoli e Pompei (ente gestore), dal 2005 lavora per la tutela e riqualificazione della piccola Amp di Gaiola, vera perla del golfo di Napoli. Nato dalla passione di giovani esperti nel campo delle scienze ambientali marine e dell'archeologia classica, il Csi Gaiola onlus opera nel campo della ricerca e divulgazione scientifica del patrimonio naturalistico e storicoarcheologico della fascia costiera napoletana. Nota già ai viaggiatori del Grand Tour, per la bellezza del paesaggio e le sue ricche testimonianze archeologiche, a partire dagli anni '80 la Gaiola è andata incontro ad un lento e continuo abbandono che ne aveva fatto uno dei tanti simboli del degrado e della cattiva gestione delle nostre coste. Diventata Area marina protetta nel 2002, a partire dal 2006, grazie all'impegno del Csi Gaiola onlus, il Parco ha iniziato a muovere i primi passi per la tutela e riqualificazione dell'area. Oggi l'intera area appare rinata rispetto al passato restituendo alla città e non solo un angolo di paradiso per troppo tempo dimenticato. Nel 2010 è nato il Cerd, Centro per la Ricerca e la divulgazione scientifica del Parco, operativo tutto l'anno per lo studio, la tutela e la diffusione del patrimonio naturalistico ed archeologico del mare di Napoli, ricavato all'interno del cosiddetto 'Conventinò della Gaiola, un antico edificio che da più di trent'anni versava in totale stato di abbandono proprio nel cuore della zona di riserva integrale del Parco. L'Americàs Cup Healthy Ocean Project ha inteso quindi portare i team delle imbarcazioni partecipanti in visita al Parco Sommerso di Gaiola, proprio per parlare di riqualificazione ambientale e valorizzazione del Mare Nostrum, partendo proprio dal lavoro svolto dal Csi Gaiola Onlus in un difficile contesto urbano come quello del capoluogo napoletano.


12 il Domani dello Sport Martedì 10 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE Coleraine-Glentoran

Portsmouth-Millwall

«1»

«X»

2.20

3.40

ITALIA Serie A

Milan e Genoa certezze: poi si salvi chi può P enultimo infrasettimanale del campionato con Chievo-Milan a fare da prologo (stasera ore 20,45) e BolognaCagliari da atto finale (giovedì stessa ora). Il Milan non ha alternativa alla vittoria se vuole tenere sotto pressione una Juve apparentemente inarrestabile, la quale si è ripresa come noto la vetta di classifica. Perciò, «2» fisso al Bentegodi, con probabile «No Goal». Una vera bizzarria è rilevabile in Bologna-Cagliari, match che potrebbe rivelarsi aperto e divertente, come del resto testimoniano le quote assai più basse (1.70-1.75) per il «Goal» che per il «No

Goal» (1.95-2.00). L’anomalia legata a questa partita risiede piuttosto nel fatto che l’«Under» (1.73 da Snai, 1.70 da Eurobet) è ritenuto più probabile dell’«Over» (1.95 e 2.02), e c’è un solo risultato esatto che mette d’accordo i due dati, ed è l’1-1; il pareggio è infatti a 2.40 circa, cioè bassissimo. Altro dato curioso, ci sono ben cinque partite su dieci in cui la doppia «1X» non è quotata da diversi bookies: tra esse, a nostro avviso, si va tranquilli solo con l’«1» di Genoa-Ce-sena (1.45), mentre su Juven-tus, Napoli, Inter e Parma andremmo prudenti. Così come indecifrabile appare la Roma di questi tempi:

I nostri consigli di gioco

Classifica

PT G

PARTITE V N P

RETI F S

JUVENTUS MILAN LAZIO UDINESE NAPOLI ROMA INTER CATANIA CHIEVO SIENA PALERMO CAGLIARI ATALANTA (-6) BOLOGNA FIORENTINA PARMA GENOA LECCE NOVARA CESENA

65 64 54 51 48 47 45 43 42 39 39 38 37 37 36 35 35 31 25 20

17 19 16 14 12 14 13 10 11 10 11 9 10 9 9 8 9 7 5 4

51 61 47 43 55 49 45 41 30 36 44 33 34 32 32 39 42 35 27 18

31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31

il contropiede dell’Udinese può risultare l’arma ideale per “far male” alla compagine di Luis Enrique. Di ardua lettura le rimanenti gare, Fiorentina-Palermo e CataniaLecce. In pratica, è un turno da “si salvi chi può”.

14 7 6 9 12 5 6 13 9 9 6 11 13 10 9 11 8 10 10 8

0 5 9 8 7 12 12 8 11 12 14 11 8 12 13 12 14 14 16 19

IN CASA V N P

17 10 26 9 38 9 29 11 38 7 41 9 44 7 41 8 39 7 32 8 49 10 38 6 33 7 38 5 38 7 50 6 57 7 47 3 52 3 47 2

Il pronostico di TS Chievo-Milan 2 Genoa-Cesena 1 Roma-Udinese segna sq. trasf. sì Fiorentina-Palermo Under

Le possibili sorprese Juventus-Lazio Inter-Siena Bologna-Cagliari

X2 X2 X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(31ª GIORNATA) Atalanta - SienaDEL 07-04 PARTITE Cagliari - Inter Cesena - Bologna Chievo - Catania Lazio - Napoli Lecce - Roma Milan - Fiorentina Novara - Genoa Palermo - Juventus Udinese - Parma

(32ª GIORNATA) Chievo - Milan 10-04 Catania - Lecce 11-04 Fiorentina - Palermo “ “ Genoa - Cesena “ “ Inter - Siena “ “ Juventus - Lazio “ “ Napoli - Atalanta “ “ Parma - Novara “ “ Roma - Udinese “ “ Bologna - Cagliari 12-04

FIORENTINA PARMA CATANIA JUVENTUS GENOA CHIEVO MILAN PALERMO ROMA INTER

INTER CATANIA CHIEVO ATALANTA JUVENTUS GENOA CAGLIARI SIENA UDINESE FIORENTINA

NAPOLI PARMA CAGLIARI UDINESE CATANIA JUVENTUS LAZIO ATALANTA LECCE NOVARA

ROMA LAZIO PALERMO GENOA MILAN NOVARA LECCE UDINESE FIORENTINA JUVENTUS

1-2 2-2 0-0 3-2 3-1 4-2 1-2 1-1 0-2 3-1

36 PALERMO 2-2 = 0-1 ▼ 0-5 ▼ 2-2 = 1-2 ▼ 2-1 ▲ . . .

MILAN ROMA LECCE UDINESE BOLOGNA JUVENTUS FIORENTINA PARMA CESENA

45 SIENA 2-2 = 2-0 ▲ 0-0 = 0-2 ▼ 5-4 ▲ 2-2 = . . .

CAGLIARI CESENA NOVARA CHIEVO UDINESE ATALANTA INTER BOLOGNA GENOA

48 ATALANTA 2-1 ▲ 6-3 ▲ 2-2 = 2-2 = 0-3 ▼ 1-3 ▼ . . .

UDINESE PARMA INTER BOLOGNA CAGLIARI SIENA NAPOLI CHIEVO CATANIA

47 UDINESE 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-0 ▲ 1-2 ▼ 5-2 ▲ 2-4 ▼ . . .

ATALANTA NOVARA NAPOLI PALERMO SIENA PARMA ROMA INTER CHIEVO

0-4 0-1 1-1 1-1 3-1 0-2

5 4 4 4 6 3 4 5 4 3 1 7 6 4 3 5 5 6 8 6

0 2 3 1 2 3 5 2 4 5 5 3 3 7 5 4 3 7 5 7

RETI F S 30 30 23 28 32 31 28 21 15 25 32 20 20 17 22 25 23 21 15 11

CHIEVO JUVENTUS INTER BOLOGNA SIENA FIORENTINA CATANIA MILAN ATALANTA UDINESE

CATANIA CESENA FIORENTINA LAZIO NAPOLI MILAN CHIEVO LECCE CAGLIARI ATALANTA

GENOA LECCE JUVENTUS ROMA FIORENTINA INTER NOVARA CESENA MILAN SIENA

▲ ▼ . . .

39

JUVENTUS

3-0 ▲ 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-1 = 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

BOLOGNA GENOA FIORENTINA INTER NAPOLI PALERMO LAZIO CESENA ROMA

37

PARMA

0-0 = 1-1 = 0-0 = 2-0 ▲ 0-2 ▼ 1-2 ▼ . . .

FIORENTINA ATALANTA MILAN CESENA LAZIO UDINESE NOVARA PALERMO CAGLIARI

51

BOLOGNA

0-0 = 0-1 ▼ 2-2 = 1-1 = 0-1 ▼ 3-1 ▲ . . .

RETI F S

9 0 21 8 3 3 31 17 2 6 24 25 5 7 15 19 6 5 23 20 2 9 18 26 2 7 17 21 8 6 20 31 5 7 15 25 6 7 11 20 5 9 12 26 4 8 13 24 7 5 14 20 6 5 15 16 6 8 10 18 6 8 14 31 3 11 19 39 4 7 14 23 2 11 12 30 2 12 7 30

REGOLAMENTO Le prime 3 in Champions League. La 4ª e la 5ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa Italia. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto degli scontri diretti.

64

42 MILAN 1-1 = 0-2 ▼ 2-2 = 1-1 = 2-1 ▲ 3-2 ▲ . . .

PALERMO LECCE PARMA ROMA CATANIA FIORENTINA CHIEVO GENOA BOLOGNA

4-0 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 2-1 ▲ 1-1 = 1-2 ▼ . . .

Continua ancora la serie di Under del Bologna «UNDER» Bologna Cesena Juventus Siena Atalanta Cagliari Chievo Lecce Udinese Catania Fiorentina Novara Palermo Inter Milan Roma Napoli Genoa Lazio Parma

21 21 21 20 19 17 17 17 17 16 16 16 16 15 15 15 13 12 12 12

(10-11) (10-11) (8-13) (10-10) (12-7) (8-9) (10-7) (9-8) (7-10) (10-6) (5-11) (9-7) (8-8) (6-9) (7-8) (7-8) (7-6) (6-6) (9-3) (6-6)

«OVER»

▼ ▼ =

FUORI N P

9 7 9 10 13 7 10 3 18 5 15 5 23 6 10 2 14 4 12 2 23 1 14 3 13 3 22 4 20 2 19 2 18 2 24 4 22 2 17 2

39 =

V

JUVENTUS LAZIO CHIEVO ATALANTA PALERMO CESENA CAGLIARI SIENA MILAN

31

43 LECCE 0-0 = 1-0 ▲ 1-0 ▲ 2-2 = 1-1 = 2-3 ▼ . . .

GENOA MILAN PALERMO NOVARA CESENA ROMA CATANIA NAPOLI LAZIO

2-2 0-2 1-1 0-0 0-0 4-2

CATANIA SIENA CAGLIARI PARMA LECCE BOLOGNA GENOA JUVENTUS PALERMO

65 LAZIO 1-1 = 0-0 = 5-0 ▲ 2-0 ▲ 3-0 ▲ 2-0 ▲ . . .

ROMA BOLOGNA CATANIA CAGLIARI PARMA NAPOLI JUVENTUS NOVARA LECCE

▼ = = = ▲ . . .

20

35 CESENA 2-2 = 0-0 = 0-1 ▼ 2-2 = 4-5 ▼ 1-1 = . . .

=

0-0 0-2 0-3 2-2 0-0 0-0

= ▼ ▼ = . . .

54 2-1 ▲ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 1-0 ▲ 1-3 ▼ 3-1 ▲ . . .

25

BOLOGNA UDINESE SIENA LECCE ROMA GENOA PARMA LAZIO NAPOLI

0-1 ▼ 1-0 ▲ 2-0 ▲ 0-0 = 2-5 ▼ 1-1 = . . .

37 CAGLIARI 1-1 = 3-1 ▲ 2-2 = 0-2 ▼ 1-3 ▼ 0-0 = . . .

SIENA NAPOLI CESENA LAZIO ATALANTA INTER BOLOGNA CATANIA PARMA

19 19 19 18 16 16 16 15 15 15 15 14 14 14 14 12 11 10 10 10

(9-10) (7-12) (9-10) (8-10) (10-6) (8-8) (8-8) (5-10) (10-5) (7-8) (8-7) (8-6) (5-9) (7-7) (9-5) (4-8) (6-5) (6-4) (5-5) (7-3)

= =

35 NOVARA 2-2 = 1-1 = 0-2 ▼ 2-2 = 3-1 ▲ 1-3 ▼ . . .

Genoa Lazio Parma Napoli Inter Milan Roma Catania Fiorentina Novara Palermo Cagliari Chievo Lecce Udinese Atalanta Siena Bologna Cesena Juventus

38 0-3 ▼ 3-6 ▼ 3-0 ▲ 0-1 ▼ 2-0 ▲ 2-2 = . . .

«GOAL» Napoli Parma Catania Roma Genoa Atalanta Lazio Lecce Novara Udinese Bologna Chievo Juventus Palermo Inter Milan Cagliari Siena Cesena Fiorentina

19 19 18 18 17 16 16 15 15 15 14 14 14 14 13 13 12 12 10 10

(9-10) (9-10) (8-10) (10-8) (8-9) (8-8) (7-9) (9-6) (8-7) (8-7) (7-7) (5-9) (8-6) (8-6) (7-6) (6-7) (6-6) (4-8) (6-4) (6-4)

«NO GOAL» Cesena Fiorentina Cagliari Siena Inter Milan Bologna Chievo Juventus Palermo Lecce Novara Udinese Atalanta Lazio Genoa Catania Roma Napoli Parma

21 21 19 19 18 18 17 17 17 17 16 16 16 15 15 14 13 13 12 12

(9-12) (9-12) (10-9) (12-7) (9-9) (9-9) (9-8) (10-7) (7-10) (8-9) (7-9) (8-8) (8-8) (8-7) (9-6) (7-7) (7-6) (5-8) (6-6) (6-6)


Martedì 10 aprile 2012 il Domani dello Sport 13

TOTOGUIDA SCOMMESSE SPAGNA Liga

Il Barça si avvicina e ora c’è il derby di Madrid hi l’avrebbe mai detto! Il Real Madrid rimette in discussione un titolo che meno di 3 settimane fa era praticamente suo: l’ultimo pari con il Valencia -senza gol, ha ridotto a 4 lunghezze il vantaggio sul Barcellona che, a sua volta, ha travolto per 4-1 il Saragozza rosicchiando il 6° punto nelle ultime 5 giornate. La prossima, in partenza stasera, offre ai blaugrana la possibilità di incamerare la 10ª vittoria di fila a spese del Getafe (riavvicinatosi al 6° posto con il successo sullo Sp. Gijon). Traguardo in palio tra Osasuna ed Espanyol, due squadre che al momento non se la passano molto bene e prendono gol con molta facilità: diamo fiducia al fattore campo, quindi «1». Si giocano le loro ultime carte in tal senso Real Sociedad e Betis che, separate di un punto, provano a prolungare i loro cammi-

C

no positivo: «Goal» base, piace l’«X». E passiamo a domani, giorno in cui spicca il derby di Madrid tra Atletico e Real. Le merengues avranno certamente addosso la pressione del Barça e si troveranno di fronte una squadra agguerrita e vogliosa di riscattare il poker dell’andata: «Goal» di base, proviamo l’«X» anche qui. Il Valencia può confermarsi al 3° posto solitario superando tra le mura amiche il Rayo Vallecano reduce dall’incredibile 6-0 all’Osasuna. Lo Sp. Gijon pare aver mollato e il Levante dovrebbe approfittarne per continuare la rincorsa alla Champions.

Il pronostico di TS Barcellona-Getafe 1/h-Over Osasuna-Espanyol 1 Valencia-Rayo Vallecano 1

La possibilie sorpresa Atl. Madrid-Real Madrid

X

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(31ª GIORNATA)

(32ª GIORNATA) Barcellona - Getafe 10-04 Osasuna - Espanyol “ “ R. Sociedad - Betis “ “ Atl. Madrid - R. Madrid 11-04 Granada - Ath. Bilbao “ “ Sp. Gijon - Levante “ “ Valencia - Rayo Vallecano “ “ Santander - Maiorca 12-04 Siviglia - Saragozza “ “ Villarreal - Malaga “ “

Betis - Villarreal 3-1 PARTITE DAL 07-04 AL 09-04 Espanyol - R. Sociedad 2-2 Getafe - Sp. Gijon 2-0 Rayo Vallecano - Osasuna 6-0 Saragozza - Barcellona 1-4 Ath. Bilbao - Siviglia 1-0 Levante - Atl. Madrid 2-0 Maiorca - Granada 0-0 R. Madrid - Valencia 0-0 Malaga - Santander Pos.

Classifica

PT G

PARTITE V N P

R. MADRID BARCELLONA VALENCIA LEVANTE MALAGA OSASUNA ATL. MADRID SIVIGLIA ESPANYOL GETAFE ATH. BILBAO RAYO VALLECANO BETIS MAIORCA R. SOCIEDAD GRANADA VILLARREAL SARAGOZZA SANTANDER SP. GIJON

79 75 49 48 47 43 42 42 42 42 41 40 38 37 37 35 32 28 25 25

25 23 13 14 14 10 11 11 11 11 10 12 11 9 10 10 7 7 4 6

BARCELLONA SANTANDER SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID

R. SOCIEDAD SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL

GRANADA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA SANTANDER MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE

VALENCIA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS

SIVIGLIA SP. GIJON BARCELLONA SANTANDER GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE

31 31 31 31 30 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 31 30 31

4 6 10 6 5 13 9 9 9 9 11 4 5 10 7 5 11 7 13 7

RETI F S

2 100 2 90 8 46 11 44 11 44 8 35 11 42 11 36 11 39 11 33 10 45 15 48 15 38 12 32 14 38 16 28 13 31 17 28 13 23 18 29

27 13 23 14 37 7 41 9 43 10 52 8 37 9 33 7 41 8 39 7 42 7 53 7 44 6 40 6 47 7 46 6 45 5 56 4 45 3 58 4

42

75 GETAFE 2-0 ▲ 2-0 ▲ 5-3 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 4-1 ▲ . . .

VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA

2-1 ▲ 1-0 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 0-3 ▼ 2-0 ▲ . . .

37 BETIS 3-0 ▲ 0-1 ▼ 1-3 ▼ 1-5 ▼ 4-0 ▲ 2-2 = . . .

R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL SANTANDER MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA

35 ATH. BILBAO 0-2 ▼ 2-1 ▲ 3-5 ▼ 0-3 ▼ 1-0 ▲ 0-0 = . . .

OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA SANTANDER

IN CASA V N P

2-3 0-3 1-1 1-1 2-0 3-1

ESPANYOL BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON

42 SARAGOZZA 0-1 ▼ 0-2 ▼ 3-0 ▲ 3-0 ▲ 3-1 ▲ 0-1 ▼ . . .

R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA MAIORCA

1 0 4 4 3 3 2 5 5 3 3 8 5 5 4 5 2 7 6 7

60 60 27 26 29 22 29 22 26 17 28 28 23 18 23 16 22 13 9 15

V

OSASUNA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA

ATL. MADRID

GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL

▼ = = ▲ ▲ . . .

41 1-2 ▼ 0-3 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = 0-2 ▼ 1-0 ▲ . . .

1-5 ▼ 3-0 ▲ 2-4 ▼ 0-2 ▼ 0-4 ▼ 6-0 ▲ . . .

28 0-3 ▼ 1-1 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ 1-4 ▼ . . .

FUORI N P

17 12 8 9 19 6 16 5 20 4 18 2 10 2 20 4 20 3 12 4 18 3 18 5 21 5 15 3 15 3 15 4 16 2 23 3 16 1 19 2

38

49 RAYO VALLECANO 40 2-2 = 3-0 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ 1-1 = 0-0 = . . .

2 1 4 3 2 5 4 3 3 5 6 1 5 5 4 4 8 4 7 4

RETI F S

SP. GIJON SIVIGLIA GRANADA MAIORCA ATH. BILBAO SARAGOZZA GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO

SANTANDER BARCELLONA ESPANYOL SIVIGLIA BETIS GRANADA MALAGA MAIORCA VILLARREAL ATH. BILBAO

VILLARREAL GETAFE LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS MALAGA SANTANDER R. SOCIEDAD

2 5 6 3 3 8 5 6 6 4 5 3 0 5 3 1 3 3 6 3

1 2 4 7 8 5 9 6 6 8 7 7 10 7 10 11 11 10 7 11

RETI F S 40 30 19 18 15 13 13 14 13 16 17 20 15 14 15 12 9 15 14 14

10 15 18 25 23 34 27 13 21 27 24 35 23 25 32 31 29 33 29 39

REGOLAMENTO Le prime 4 in Champions League. La 5ª e la 6ª in Europa League insieme alla vincente della Coppa del Re di Spagna. Retrocedono le ultime 3. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto degli scontri diretti.

42

43 ESPANYOL 2-1 ▲ 1-1 = 0-0 = 2-0 ▲ 1-5 ▼ 0-6 ▼ . . .

RAYO VALLECANO SANTANDER BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID

42 R. MADRID 2-0 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-2 ▼ . . .

BETIS MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA

25 LEVANTE 1-0 ▲ 1-2 ▼ 2-3 ▼ 1-1 = 1-2 ▼ 0-2 ▼ . . .

MALAGA VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA

25 MAIORCA 0-2 ▼ 1-3 ▼ 0-3 ▼ 1-1 = 0-1 ▼ Pos. . . . .

VALENCIA ATL. MADRID SP. GIJON BARCELLONA SIVIGLIA GRANADA SANTANDER ATH. BILBAO SARAGOZZA

32 MALAGA 1-2 ▼ 0-1 ▼ 1-1 = 2-0 ▲ 0-0 = 1-3 ▼ . . .

LEVANTE R. MADRID RAYO VALLECANO ESPANYOL BETIS SANTANDER VILLARREAL R. SOCIEDAD OSASUNA

5-1 3-1 1-1 1-2 0-0 2-2

▲ ▲ = ▼ = = . . .

79 3-2 ▲ 1-1 = 1-1 = 5-1 ▲ 5-1 ▲ 0-0 = . . .

48 0-1 ▼ 1-0 ▲ 3-1 ▲ 0-2 ▼ 1-1 = 2-0 ▲ . . .

37 2-2 = 2-1 ▲ 3-2 ▲ 0-2 ▼ 1-3 ▼ 0-0 = . . .

47 1-0 ▲ 1-1 = 4-2 ▲ 2-1 ▲ 0-2 ▼ Pos. . . . .

«UNDER» Betis Santander Getafe Maiorca Granada Osasuna Siviglia Atl. Madrid Levante Valencia Espanyol R. Sociedad Saragozza Villarreal Ath. Bilbao Rayo Vallecano Sp. Gijon Malaga Barcellona R. Madrid

18 (9-9) 18 (12-6) 17 (11-6) 17 (9-8) 16 (8-8) 16 (7-9) 16 (6-10) 15 (6-9) 15 (9-6) 15 (6-9) 14 (6-8) 14 (7-7) 14 (9-5) 14 (7-7) 13 (7-6) 13 (7-6) 12 (8-4) 11 (5-6) 10 (2-8) 8 (2-6)

«OVER» R. Madrid Barcellona Malaga Sp. Gijon Ath. Bilbao Rayo Vallecano Espanyol R. Sociedad Saragozza Villarreal Atl. Madrid Levante Valencia Granada Osasuna Siviglia Getafe Maiorca Betis Santander

23 21 19 19 18 18 17 17 17 17 16 16 16 15 15 15 14 14 13 12

(14-9) (13-8) (10-9) (7-12) (9-9) (9-9) (10-7) (8-9) (6-11) (8-9) (9-7) (7-9) (9-7) (7-8) (9-6) (9-6) (4-10) (7-7) (7-6) (4-8)

«GOAL» Ath. Bilbao Sp. Gijon Osasuna R. Madrid Valencia Espanyol Malaga Betis Getafe Maiorca Rayo Vallecano Saragozza Barcellona Levante R. Sociedad Siviglia Villarreal Granada Santander Atl. Madrid

21 19 18 18 18 17 17 16 16 16 15 15 14 14 14 14 14 13 13 12

(9-12) (9-10) (9-9) (12-6) (10-8) (9-8) (9-8) (11-5) (6-10) (9-7) (6-9) (7-8) (5-9) (6-8) (5-9) (9-5) (8-6) (7-6) (5-8) (6-6)

«NO GOAL» Atl. Madrid Granada Barcellona Levante R. Sociedad Santander Siviglia Villarreal Rayo Vallecano Saragozza Betis Getafe Maiorca Espanyol Malaga Osasuna R. Madrid Valencia Sp. Gijon Ath. Bilbao

19 18 17 17 17 17 17 17 16 16 15 15 15 14 13 13 13 13 12 10

(9-10) (8-10) (10-7) (10-7) (10-7) (11-6) (6-11) (7-10) (10-6) (8-8) (5-10) (9-6) (7-8) (7-7) (6-7) (7-6) (4-9) (5-8) (6-6) (7-3)


14 il Domani dello Sport Martedì 10 aprile 2012

TOTOGUIDA SCOMMESSE GERMANIA

Classifica

Bundesliga

Dortmund-Bayern, è arrivato il grande giorno l grande giorno è arrivato. Borussia Dortmund e Bayern Monaco si giocano molto in una notte. Il Borussia Dortmund mette una striscia positiva di 23 gare. Il Bayern mette il blasone e una crescita nell’ultimo periodo (5 vittorie): «Goal», o pari. Può gestire un bel vantaggio lo Schalke, che affronta una trasferta a Norimberga: doppia a sorpresa «1X». Partita difficile anche per M’Gladbach, che ha smarrito nelle ultime 7 giornate il filo di una stagione straordinaria: il Werder Brema ha nelle corde il segno «1». Bella partita tra Augsburg e Stoccarda: il pronostico è sul «Goal». E’ il momento di tornare alla vittoria per il Leverkusen: con il

I

W. BREMA HERTHA B. HANNOVER 96 B. DORTMUND AUGSBURG MAINZ 05 COLONIA M’GLADBACH STOCCARDA BAYERN M.

HOFFENHEIM COLONIA BAYERN M. STOCCARDA M’GLADBACH SCHALKE 04 K’LAUTERN AMBURGO FRIBURGO LEVERKUSEN

K’Lautern in caduta libera, da 1 handicap. Hannover-Wolfsburg è la classica gara da centroclassifica: indichiamo i padroni di casa. Il Mainz riceve il Colonia con la possibilità di inguaiare ulteriormente i renani (da segno «1»), Hoffenheim pu�� tornare vincere in casa contro l’Amburgo. Hertha al bivio: contro un Friburgo in grande ascesa i berlinesi possono facela.

Le possibili sorprese Norimberga - Schalke Werder - M’Gladbach

NORIMBERGA FRIBURGO LEVERKUSEN HOFFENHEIM HANNOVER 96 HERTHA B. W. BREMA COLONIA B. DORTMUND

37 AMBURGO 1-1 = 1-7 ▼ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ . . .

STOCCARDA SCHALKE 04 FRIBURGO WOLFSBURG K’LAUTERN LEVERKUSEN HOFFENHEIM HANNOVER 96 NORIMBERGA

X1 1

52 0-1 ▼ 0-0 = 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-2 ▼ 0-0 = . . .

31 0-4 ▼ 1-3 ▼ 1-3 ▼ 1-2 ▼ 1-0 ▲ 1-1 = . . .

PARTITE V N P

RETI F S

66 63 57 52 43 41 41 41 40 37 33 32 32 31 30 29 27 20

20 20 18 15 12 11 11 10 12 9 8 9 8 7 6 8 6 3

66 69 64 41 52 40 42 37 41 34 43 27 39 33 31 36 29 18

29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29

6 3 3 7 7 8 8 11 4 10 9 5 8 10 12 5 9 11

3 6 8 7 10 10 10 8 13 10 12 15 13 12 11 16 14 15

IN CASA V N P

22 11 19 13 35 12 20 8 39 8 39 6 43 8 42 8 52 9 40 3 48 6 41 5 55 5 51 2 44 5 59 5 52 3 41 2

2 0 1 6 3 3 3 6 2 9 2 3 5 6 6 3 3 5

1 2 2 1 4 5 3 0 4 2 6 6 5 7 3 7 8 8

RETI F S 37 47 42 26 29 21 26 27 25 15 23 16 20 18 17 18 14 10

12 6 12 10 14 20 15 16 19 13 23 19 19 29 15 24 24 21

V

FUORI N P

9 7 6 7 4 5 3 2 3 6 2 4 3 5 1 3 3 1

4 3 2 1 4 5 5 5 2 1 7 2 3 4 6 2 6 6

2 4 6 6 6 5 7 8 9 8 6 9 8 5 8 9 6 7

RETI F S 29 22 22 15 23 19 16 10 16 19 20 11 19 15 14 18 15 8

10 13 23 10 25 19 28 26 33 27 25 22 36 22 29 35 28 20

REGOLAMENTO Le prime 4 in Champions League. La 5ª e la 6ª in Europa League assieme alla vincente della Coppa di Germania. Retrocedono direttamente le ultime 2, la terz’ultima va al play-out. In caso di arrivo a pari punti si tiene conto della differenza reti.

«UNDER» K’lautern Hoffenheim Leverkusen M’Gladbach Norimberga W. Brema Amburgo B. Dortmund Augsburg Hertha B. Bayern M. Hannover 96 Colonia Friburgo Mainz 05 Stoccarda Wolfsburg Schalke 04

21 (10-11) 17 (10-7) 16 (6-10) 16 (8-8) 16 (8-8) 16 (9-7) 14 (8-6) 14 (5-9) 13 (7-6) 13 (6-7) 12 (5-7) 12 (5-7) 11 (8-3) 10 (6-4) 10 (4-6) 10 (5-5) 9 (5-4) 8 (4-4)

«OVER»

IL TURNO PRECEDENTE

IL TURNO SUCCESSIVO

(29ª GIORNATA) Bayern - Augsburg 2-1 PARTITEM.DAL 07-04 AL 08-04 Colonia - W. Brema 1-1 Friburgo - Norimberga 2-2 K’lautern - Hoffenheim 1-2 M’Gladbach - Hertha B. 0-0 Stoccarda - Mainz 05 4-1 Wolfsburg - B. Dortmund 1-3 Amburgo - Leverkusen 1-1 Schalke 04 - Hannover 96 3-0

(30ª GIORNATA) Augsburg - Stoccarda 10-04 Hertha B. - Friburgo “ “ Mainz 05 - Colonia “ “ W. Brema - M’Gladbach “ “ B. Dortmund - Bayern M. 11-04 Hannover 96 - Wolfsburg “ “ Hoffenheim - Amburgo “ “ Leverkusen - K’lautern “ “ Norimberga - Schalke 04 “ “

Il pronostico di TS Dortmund - Bayern «Goal» X Hoffenheim - Amburgo 1 Augsburg - Stoccarda «Goal» Leverkusen-K’Lautern 1 hand. Mainz - Colonia 1 «Over» Hertha - Friburgo 1

41 M’GLADBACH 0-1 ▼ 3-0 ▲ 0-1 ▼ 1-1 = 0-3 ▼ 1-1 = . . .

B. DORTMUND BAYERN M. SCHALKE 04 M’GLADBACH STOCCARDA LEVERKUSEN W. BREMA HANNOVER 96 WOLFSBURG HOFFENHEIM MAINZ 05 NORIMBERGA FRIBURGO AMBURGO AUGSBURG COLONIA HERTHA B. K’LAUTERN

PT G

HERTHA B. W. BREMA COLONIA BAYERN M. MAINZ 05 WOLFSBURG M’GLADBACH FRIBURGO LEVERKUSEN K’LAUTERN

B. DORTMUND MAINZ 05 AUGSBURG W. BREMA COLONIA STOCCARDA WOLFSBURG BAYERN M. SCHALKE 04 M’GLADBACH

LEVERKUSEN BAYERN M. WOLFSBURG M’GLADBACH SCHALKE 04 FRIBURGO AMBURGO K’LAUTERN HERTHA B. HOFFENHEIM

32

27 FRIBURGO 1-0 ▲ 0-1 ▼ 0-6 ▼ 3-1 ▲ 1-4 ▼ 0-0 = . . .

SCHALKE 04 M’GLADBACH AMBURGO K’LAUTERN LEVERKUSEN NORIMBERGA HERTHA B. HOFFENHEIM HANNOVER 96

2-1 ▲ 0-0 = 3-1 ▲ 2-0 ▲ 2-0 ▲ 2-2 = . . .

63

66 BAYERN M. 2-1 ▲ 0-0 = 1-0 ▲ 6-1 ▲ 4-4 = 3-1 ▲ . . .

LEVERKUSEN HOFFENHEIM HERTHA B. HANNOVER 96 NORIMBERGA AUGSBURG B. DORTMUND MAINZ 05 W. BREMA

0-2 ▼ 7-1 ▲ 6-0 ▲ 2-1 ▲ 1-0 ▲ 2-1 ▲ . . .

20

41 K’LAUTERN 2-0 ▲ 2-3 ▼ 1-2 ▼ 0-2 ▼ 0-2 ▼ 1-1 = . . .

WOLFSBURG STOCCARDA SCHALKE 04 FRIBURGO AMBURGO HOFFENHEIM LEVERKUSEN NORIMBERGA HERTHA B.

0-0 0-0 1-4 0-2 0-1 1-2

= = ▼ ▼ ▼ ▼ . . .

AUGSBURG HANNOVER 96 B. DORTMUND MAINZ 05 W. BREMA COLONIA BAYERN M. STOCCARDA WOLFSBURG SCHALKE 04

MAINZ 05 B. DORTMUND NORIMBERGA AUGSBURG HERTHA B. W. BREMA STOCCARDA COLONIA BAYERN M. WOLFSBURG

HANNOVER 96 AUGSBURG W. BREMA COLONIA BAYERN M. M’GLADBACH SCHALKE 04 WOLFSBURG AMBURGO FRIBURGO

NORIMBERGA M’GLADBACH MAINZ 05 WOLFSBURG STOCCARDA BAYERN M. FRIBURGO SCHALKE 04 K’LAUTERN AMBURGO

30 STOCCARDA 2-2 = 0-0 = 2-1 ▲ 1-1 = 2-1 ▲ 1-2 ▼ . . .

AMBURGO K’LAUTERN HOFFENHEIM NORIMBERGA B. DORTMUND MAINZ 05 AUGSBURG W. BREMA COLONIA

33 COLONIA 1-2 ▼ 2-1 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ 3-0 ▲ 1-4 ▼ . . .

HOFFENHEIM HERTHA B. HANNOVER 96 B. DORTMUND AUGSBURG W. BREMA MAINZ 05 M’GLADBACH STOCCARDA

41 WOLFSBURG 2-2 = 0-3 ▼ 4-1 ▲ 1-2 ▼ 2-1 ▲ 0-3 ▼ . . .

K’LAUTERN LEVERKUSEN NORIMBERGA AMBURGO HERTHA B. B. DORTMUND HANNOVER 96 AUGSBURG MAINZ 05

32 SCHALKE 04 1-0 ▲ 1-2 ▼ 1-3 ▼ 0-1 ▼ 0-1 ▼ 2-2 = . . .

FRIBURGO AMBURGO K’LAUTERN LEVERKUSEN HOFFENHEIM HANNOVER 96 NORIMBERGA B. DORTMUND AUGSBURG

43 4-0 ▲ 0-0 = 2-1 ▲ 1-0 ▲ 4-4 = 4-1 ▲ . . .

29 1-1 = 1-0 ▲ 1-4 ▼ 1-6 ▼ 1-2 ▼ 1-1 = . . .

40 0-0 = 3-2 ▲ 3-1 ▲ 2-1 ▲ 4-1 ▲ 1-3 ▼ . . .

57 1-2 ▼ 3-1 ▲ 4-1 ▲ 2-0 ▲ 1-1 = 3-0 ▲ . . .

Schalke 04 Wolfsburg Friburgo Mainz 05 Stoccarda Colonia Bayern M. Hannover 96 Augsburg Hertha B. Amburgo B. Dortmund Leverkusen M’Gladbach Norimberga W. Brema Hoffenheim K’lautern

21 20 19 19 19 18 17 17 16 16 15 15 13 13 13 13 12 8

(11-10) (10-10) (9-10) (10-9) (10-9) (7-11) (10-7) (9-8) (7-9) (8-8) (7-8) (9-6) (8-5) (7-6) (6-7) (5-8) (4-8) (5-3)

«GOAL» Mainz 05 Amburgo Hannover 96 Friburgo Hoffenheim Wolfsburg Augsburg Schalke 04 B. Dortmund Stoccarda Colonia W. Brema Hertha B. K’lautern Leverkusen M’Gladbach Norimberga Bayern M.

21 20 20 18 18 18 17 17 16 16 15 15 14 13 13 12 11 10

(9-12) (11-9) (12-8) (9-9) (10-8) (10-8) (7-10) (8-9) (8-8) (7-9) (6-9) (6-9) (6-8) (7-6) (7-6) (8-4) (7-4) (4-6)

«NO GOAL» Bayern M. Norimberga M’Gladbach K’lautern Leverkusen Hertha B. Colonia W. Brema B. Dortmund Stoccarda Augsburg Schalke 04 Friburgo Hoffenheim Wolfsburg Amburgo Hannover 96 Mainz 05

19 (11-8) 18 (7-11) 17 (7-10) 16 (8-8) 16 (7-9) 15 (8-7) 14 (9-5) 14 (8-6) 13 (6-7) 13 (8-5) 12 (7-5) 12 (7-5) 11 (6-5) 11 (4-7) 11 (5-6) 9 (4-5) 9 (2-7) 8 (5-3)


Informazione pubblicitaria


il domani