Page 1

Sabato 10 Aprile 2010 Anno XIII - Numero 98

Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA Poste Italiane S.p.A. -- Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma1. Aut. CBPA-SUD/CZ/326/09

MANOVRA

BERLUSCONI

COMUNI

Anche Berlusconi la smentisce solo ritocco 0,5% da impegno Ue

Intanto la procura di Milano vuole processarlo per Mediatrade

Domani e domenica ballottaggi Sfide accese a Vibo e Lamezia

di M.T. Squillaci a pag » 25

di Cab a pag » 25

a pag » 10

Il Codacons denuncia le crescenti difficoltà nell’accesso al credito e l’aumento dei prestiti chiesti per far fronte al carovita nella regione

I calabresi: poveri ma in comode rate In evidenza in un Paese che spende 61 miliardi per il credito al consumo, che ormai s’indebita per pagare i debiti IL COMMENTO

Qualcosa non va di Carlo Fatuzzo Segretario nazionale Partito pensionati

L’aumento del prezzo dei carburanti è oramai uno stillicidio che puntualmente caratterizza alcuni periodi dell’anno: a pagare, come sempre, sono i cittadini consumatori che, proprio in un momento di grande difficoltà per il Paese, vedono aumentare le loro spese e devono pagare, inoltre, le conseguenze di tali aumenti che si ripercuotono sui costi di numerosi generi di prima necessità e sulle bollette energetiche. Come sempre i più penalizzati sono pensionati, lavoratori dipendenti e le famiglie. Il Governo deve favorire una liberalizzazione del mercato e combattere efficacemente "cartelli" laddove dovesse esserne accertata l’esistenza. Non è credibile il divampare dell’aumento dei prezzi, non appena il costo del barile ha la minima impennata mentre, quando il prezzo del greggio precipita l’adeguamento è lentissimo e inadeguato. C’è qualcosa che non va.

Sono sempre di più i calabresi che chiedono prestiti non per fare acquisti, ma per pagare altri prestiti. Alle spese per la casa si aggiugono le rate per pagare beni "secondari" di Gaia Mutone a pag » 8

RIFORME

L’INTERVENTO

Necessario capire il perché della sconfitta di Antonia Lanucara Presidente commissione Pari opportunità

Il redditometro e le perplessità sugli immobili

Il Cav a Parigi si ispira al presidenzialismo PARIGI - Silvio Berlusconi pensa al presidenzialismo alla francese ma con un solo turno elettorale (dopo i moniti ricevuti dagli specialisti). E dice: «Abbiamo in mente diverse riforme e ora prendiamo come esempio il presidenzialismo francese.Anzi se fate cambiamentivi prego di avvertirmi» ha detto dopo il vertice con Nicolas Sarkozy. di Angie Rucola a pag » 24

L’Amministrazione finanziaria ha stabilito che la rattifica di maggiori redditi delle persone fisiche basata sull’esame delle spese sostenute è una metodologia obiettiva per il contrasto all’ evasione fiscale. Se un contribuente sostiene determinate spese, ne avrà avuto la relativa disponibilità economica e, pertanto, se è superiore al reddito conseguito, dovrà dimostrare la legittima provenienza di queste somme. di Luana Rocca a pag » 26

I Partiti politici nazionali e calabresi, come chiesto da più parti, dovranno presentare all’opinione pubblica le loro valutazioni sul voto espresso in questa ultima tornata elettorale. Sia i vincenti, sia i perdenti, non possono prescindere dal dato significativo rappresentato dal rapporto esistente al loro interno e poi divulgato nella società. Il punto critico per i perdenti è da ricondurre ad una totale assenza di democrazia tra chi "comanda" e chi aderisce in maniera non solo acritica, ma del tutto passiva. Cosa si dovrà capire? Più che capire l’attuale deriva, bisognerebbe capire cosa c’è alla base di questa sconfitta, per la sinistra di dimensioni impressionanti. Se si vuole ragionare serenamente, certo ci saranno luoghi deputati ed utili ad un confronto, non certo dal solo"unico" davanti allo specchio. Il confronto richiederà una grande onestà intellettuale. E si dovrà mettere il dito su quella "stravaganza" che ha ritenuto bastasse mettere in campo un "servizievole rinnovamento", perché tanto si tramutasse in consensi elettorali. Ricordiamo i grandi della nostra storia teatrale. Qualcuno ha detto: "che fa la serva?, serve". Bisogna soffermarsi sul perché intellettuali, operanti in ogni campo, sindacalisti di livello alto, espressioni legate ad una storia della sinistra e dirigenti del Partito della sinistra, via via sono scomparsi dagli attuali gruppi dirigenti del Partito democratico.

segue a pag » 2


2

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

D2 - LETTERE, RUBRICHE, INTERVENTI dio Antonia Lanucara Necessario capire il perché della sconfitta Si dovrà dire, se si cerca di "capire", che nel tempo le esclusioni hanno rinsecchito l’albero del sapere e, come è venuto fuori dal dato elettorale, le primarie realizzate, per la supremazia di qualche dirigente, hanno segnato un terreno di discontinuità negativa, rispetto ad un rapporto umano che nelle sezioni di base, senza ricorrere a sollecitazioni improprie, si realizzava naturalmente. Loiero non sa perché è avvenuta questa sconfitta, ma si poteva confidare solo nella sua parola, come ad una parola divinizzata, senza approfondire e poi correggere il rapporto tra lui e gli iscritti al Pd nella loro interezza? Certo, ci saranno anche difetti di comunicazione, ma la comunicazione è sui contenuti ed i contenuti devono risaltare dal rapporto forte che, è facile comunicare, quando tra le proposte e la coerenza del fare si è registrato un modello concreto di cose realizzate. I calabresi hanno soprattutto bisogno di parole chiare e di un fare

"popolare". I Governatori che non stanno nei quartieri della Calabria, tra i disoccupati e le disoccupate, tra tutti i problemi quotidiani, possono definirsi Governatori di una legge che ha attribuito loro i poteri di spesa del denaro pubblico. Allora, per capire serve entrare nel merito della gestione di questa spesa pubblica che non è andata in direzione, nono solo degli ultimi, ma di quel ceto medio oggi impoverito che non riesce più a vivere con dignità. Non sarebbe male, tuttavia, soffermarsi riflettendo su quel 40 per cento di elettori che non si reca più alle urne. E da più tempo. Spesso si è detto: ma sì, non fa niente. Oggi, dopo la sconfitta, è utile, opportuno e vitale scendere dall’alberino. Non c’è niente da inventare: il Pd apra le sue porte ad una assemblea di

DONNE CHE CONTANO

aderenti che vogliono discutere, non solo perché "portati" ad inserire qualcosa in un’urna, ma perché ne sentono una necessità improrogabile. Da più parti si è detto che il Pd ha concluso la sua vita. In effetti se non si riscopre quel metodo democratico antico e difficile da governare, davvero siamo arrivati al punto di non ritorno. Io ritengo che se da subito si aprono i circoli e la discussione sarà vera, si potrà ritornare a lavorare per un futuro nel quale le ragioni ed i sentimenti dei democratici scaveranno una nuova traccia nella quale si potrà investire per un futuro democratico e di sinistra.

Loiero non sa perché è avvenuta questa sconfitta, ma si poteva confidare solo nella sua parola, come divinizzata, senza approfondire

di Carmela Mirarchi

Wanda Ferro, la prima Presidente donna Wanda Ferro o meglio la Lady di Ferro della Calabria è la prima presidente donna della Provincia di Catanzaro. L’anno scorso ha infatti battuto il suo avversario ottenendo il 60% delle preferenze abbattendo lo storico muro che impediva alle donne di guidare la provincia del capoluogo di Regionee. E alla fine ha vinto su una sinistra forse già allora troppo divisa. Wanda Ferro è laureata in Lettere Moderne, ha iniziato la sua attività politica fondando con altri soci nel 1994 il primo Circolo di Alleanza Nazionale in Calabria, nel 1995 partecipa anche al Congresso di Fiuggi per la nascita di An. Dal ’97 al 2001 è Consigliere Comunale di An a Catanzaro, unica donna eletta, dove fa parte delle Commissioni Consiliari Urbanistica, Lavori Pubblici e Sport; da giugno 2004 è Consigliere Provinciale di An, ancora unica donna eletta. Sono diversi i riconoscimenti che questa donna che si può liberamente definire di "destra" ha ottenuto sia da Fini che da Michele Traversa, del quale è stata da sempre definita la delfina. Impossibile citare tutti i provvedimenti presi dalla lady di Ferro in questi anni di vita politica ma sicuramente, al di là delle considerazioni negative o positive, sono stati molti. Tra questi il museo Marca, a dimostrazione di come l’attuale Presidente della Provincia creda nella valorizzazione della cultura come elemento fondante per la crescita della regione.

www.ildomani.it

::Reg. Trib n. 64 del 15 - 7 - 1997::

il Domani

Editore

Pubblicità

Centro Stampa

il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose

Direzione

T&P Editori srl

Guido Talarico Orlando Rotondaro (responsabile)

Guido Talarico Amministratore

Redazione

Giuseppe Gangale (pubblicità) Alessio De Grano (Product Manager) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale)

Francesco Pungitore (caposervizio)

Recapiti telefonici-fax-email Calabria Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801

calabria@ildomani.it Roma Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.45427172

roma@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it arretrati@ildomani.it redazione@ildomani.it

Direzione Redazione Amministrazione Loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 | Fax 0961.903801 Roma Via Archimede 201 (Rm) Tel. 06.45427170/1 | Fax 06.99700312 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n 250

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Ind.le Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 Fax 0961.903421/903784 info@mediatag.it | www.mediatag.it Tariffa a modulo: 46 mm x 19 mm h. Commercialeeuro 103,00 - Occasionaleeuro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q.euro 78,00 - Necrologieeuro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: 40%

contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Services e partnership Lumsa (Roma) - AT Press Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Lapresse(agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera Ediratio - Media Services Città del Sole sas Speaker Network Fondazione Italianieuropei Fondazione Fare Futuro Fondazione Formiche Fondazione Roma


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani

3

PRIMO PIANO

Il deputato del partito democratico risponde alle avances fatte da Ignazio Messina. La sua idea è nata dopo la decisione del partito dipietrista di sostenere il sindaco di centrodestra a San Giovanni in Fiore

Laratta all’Idv: «Non accettiamo condizioni da loro per l’alleanza» di Alessandro Caruso ROMA - Non è stata gradita da tutti la condizione posta dall’Italia dei valori calabrese per un’alleanza con il Partito democratico. La proposta era stata lanciata da Ignazio Messina, commissario regionale di Idv, dalle colonne del Quotidiano : se il Pd farà fuori Agazio Loiero, Giuseppe Bova e Nicola Adamo si può parlare di alleanza, altrimenti no. Ieri l’onorevole Franco Laratta, Pd, ha risposto per le rime: «Messina non si occupi dei problemi del Partito democratico, pensi piuttosto ai suoi. Non possiamo considerare attendibile un partito che cambia schieramento con tutta questa disinvoltura. A San Giovanni in Fiore - ci spiega Laratta- hannoaddiritturadeciso di sostenere un candidato sinda-

Franco Laratta

co del centrodestra». Il deputato della commissione Antimafia da tempo va sostenendo che il suo partito necessita, in Calabria, di una rigenerazione totale. Ma allo stesso tempo, come dichiarava al nostro giornale commentando il risultato elettorale delle regionali, non bisogna

considerare le alleanze il punto di arrivo della politica. Dopo quella uscita, da quanto ci racconta, ha ricevuto molti attestati di stima da esponenti della dirigenza locale del partito. Era abbastanza immaginabile una reazione di tal fatta, quindi, a una "provocazione" come quella giunta da par-

te dei dipietristi calabresi. Laratta è convinto che la ripartenza del suo schieramento debba cominciare con presupposti completamente diversi: «Abbiamo il dovere di ricostruire insieme il centrosinistra e mandare a cassa i responsabili del fallimento. E di questo fallimento considero responsabili anche gli esponenti dell’Italia dei valori». Il suo riferimento è, senza ombra di dubbio, alla decisione di candidare Pippo Callipo, che ha distratto molti voti per Loiero. «Oggi abbiamo una pessima immagine da cui dobbiamo riprenderci. Ci aspettano anni durissimi di opposizione contro un centrodestra che ha vinto e che ha numeri consistenti per governare senza intoppi». Laratta non si stanca di ripeterlo: «Bisogna dare un segnale forte di cambiamento e per darlo dob-

Ignazio Messina

Laratta: «Bisogna dare un segnale di cambiamento e per darlo dobbiamo presentarci dimissionari ai cittadini calabresi. È necessario un bagno di umiltà» biamopresentarcidimissionariai cittadini calabresi. È necessario un bagno di umiltà». Il suo realismo dà l’immagine chiara e nitida delle ceneri di un partito. Un partito, però, che non perde le speranze e che, come consiglia lui stesso: «Sarebbe bene che cominciasse a scommettere sulle nuove generazioni».


AsteInfoappalti

4 Sabato 10 Aprile 2010 TRIBUNALE DI CATANZARO Cancelleria Esecuzioni Immobiliari IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dr.ssa Giovanna Gioia nella procedura esecutiva n. 88/90 r.g.e. ha disposto, con ordinanza resa all'udienza del 20 Gennaio 2010 procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti BENI IN COTRONEI, LAGHI SILANI: Lotto n. 1: Appartamento (F.3, P.lla 49, sub 1). Euro 25.827,00 Lotto n. 2: Magazzino ad uso commerciale, nn. 52-54 (F.13, P.lla 202, sub 25). Euro 18.303,00 Lotto n.3: Appartamento sottotetto n. 48 (F.13, P.lla 202, sub 44). Euro 13.780,00 Lotto n.4: Appartamento n. 38 (F.13, P.lla 202, sub 16). Euro 10.894,00 Lotto n. 5: Magazzino ad uso scolastico, nn. 4446 (F.13, P.lla 202, sub 26). Euro 46.773,00 Lotto n.6: Appartamento (F.13, P.lla 202, sub 28). Euro 31.927,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L'udienza di vendita ex art.572 c.p.c. è fissata per il giorno 26 maggio 2010. Nella medesima data è fissata l'udienza ex art.569 c.p.c., in caso di mancanza di offerte d'acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d'identità nonché un Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n…" di un importo pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. In casa di gara tra più offerenti, l'aumento minimo è fissato in euro 1.000,00 L'aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria, il prezzo d'acquisto - dedotta la già versata cauzione - entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art.498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte d'acquisto. Si dispone altresì che l'ordinanza e la perizia vengano pubblicate entro il termine suddetto, oltre che nelle forme di legge, anche mediante le seguenti inserzioni: - www.aste.eugenius.it - Il Domani °°°°°°°°°° Prima Sezione Civile Il Giudice, dott. ssa Giovanna Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA letti gli atti del proc. n. 37/96 vista la richiesta del Curatore in data 16.10.2008; DISPONE procedersi alla vendita ai pubblici incanti dei seguenti beni: Lotto 1): terreno sito in Badolato Marina, località Tresolari, confinante a nord con strada comunale, a sud con proprietà Battaglia, ad ovest con proprietà Bressi e ad est con proprietà Battaglia, sup. mq 6.910, di cui mq. 4.400 sono utilizzati a seminativo, i restanti mq. 2510 sono utilizzati a strada di accesso e piazzale di parcheggio. Sul terreno insistono tre modeste costruzioni -in catasto al foglio 29, pIle 139, 141, 185, 211, 212, 213, 214, 377. Prezzo euro 21.863,67 oltre Iva Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L'offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell'immobile. La vendita avrà luogo davanti al Giudice delegato, nell'aula delle pubbliche udienze del Tribunale, in data 26.05.2010, ore 9,30. Ogni offerente, per essere ammesso all'incanto, dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12 del giorno precedente la vendita, una somma pari al 10% del prezzo base, restando a carico della Curatela le spese di trasferimento. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro 500,00 per ogni lotto. L'aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, 45 giorni prima della vendita mediante inserzione sul quotidiano "Il Domani", nella rivista Aste del mese anteriore la vendita e nel sito internet www.aste.eugenius.it.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

Manda alla Cancelleria per la comunicazione e per quant'altro di competenza. Catanzaro, 12/03/2010 Il Giudice Dott.ssa Giovanna Gioia Depositato in Cancelleria oggi 18/03/2010 TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell'Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n. 123/1995 RE, a scioglimento della riserva assunta all'udienza del 24 marzo 2010 ha disposto la vendita senza incanto di più lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per il 16.06.2010, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo la vendita con incanto dei medesimi lotti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l'udienza del 30.06.2010; lotto uno - "appartamento per civile abitazione sito in Falerna, contrada Marevitano, n. 35, composto da cucina, annesso ripostiglio, un bagno, tre camere, soggiorno, disimpegni, per una superficie di mq. 122, oltre due balconi per mq. 38, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9, p.lla 630, sub 2, piano primo. Cat. A/3, classe 2, vani 6"; prezzo base euro 58.000,00 lotto due -"magazzino adibito a laboratorio artigianale sito in Falerna, contrada Marevitano, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 9, p.lla 630, sub 9, cat. C/3, classe U"; prezzo base euro 39.000,00 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI VENDITA SENZA INCANTO Quanto alla vendita senza incanto, da effettuarsi al prezzo base di euro 58.000,00 per il lotto n. 1, e di euro 39.000,00 per il lotto n. 2; ciascun offerente, ai sensi dell'art. 571, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l'acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.), presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del bene (e del lotto) cui l'offerta si riferisce, del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell'offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell'offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); l'offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; in caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta; L'OFFERTA È IRREVOCABILE, SALVO CHE: 1. il giudice ordini l'incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; L'OFFERTA NON È EFFICACE: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell'articolo 568 e più sopra ricordato; c) se l'offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto;

A CURA DELLA

MEDIATAG

all'offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l'assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per l'esame delle offerte; le buste saranno aperte all'udienza fissata per l'esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; nel caso di mancata comparizione dell'offerente o degli offerenti l'aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l'applicazione delle previsioni di cui all'art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.; in caso di più offerte valide, si procederà a gara sull'offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l'applicazione dell'art. 573, comma 2, c.p.c.; in alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l'accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.; detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d'acquisto; fin d'ora si prevede che, quando l'offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni; in ogni caso, le spese del trasferimento cadono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonchè per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; quanto all'eventuale, successiva vendita agli incanti: essa deve aver luogo al prezzo base di euro 58.000,00 per il lotto n. 1 e di euro 39.000,00 per il lotto n. 2; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 2.500,00 per il lotto n. 1 e ad euro 1.800,00 per il lotto n. 2; ognuno, ai sensi dell'art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all'incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell'art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l'ordinario mandato alle liti; nell'ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all'art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all'incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l'indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l'istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell'ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest'ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l'espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l'istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'istanza; all'istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del con-

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

corrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l'istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d'asta; all'esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell'esecuzione e la data dell'udienza fissata per la vendita all'incanto; le buste saranno aperte all'udienza stabilita per l'incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell'aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell'art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all'incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l'incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, ove l'offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l'aggiudicazione provvisoria; a norma dell'art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l'incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell'incanto; l'aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all'art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all'incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all'art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell'art. 584, comma 3, c.p.c., l'aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall'esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell'aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonchè per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l'elenco delle banche aderenti all'iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 15.06.2010, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; è fissata, per l'esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell'art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, ai sensi dell'art. 573 c.p.c., l'udienza del 16.06.2010, ore 12.00 e segg.; NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell'esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 29.06.2010, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; è fissata, per il giorno 30.06.2010, ore 12.00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù atti-


AsteInfoappalti

5 Sabato 10 Aprile 2010 va e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell'anno in corso e dell'anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l'aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l'aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all'assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall'aggiudicazione, a norma dell'art. 587 c.p.c.; soltanto all'esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest'ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell'art. 586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì 06 aprile 2010 IL CANCELLIERE (C/1) Bruna Bernardi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUWIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570 cpc) che il Giudice dell'esecuzione, Dr. DAVIDE LAURO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 87/1998 promossa da MONTE DEI PASCHI DI SIENA SpA, DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell'allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. (PER LA DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI VEDERE PARTE DESCRITTIVA DELLA SOTTO RIPORTATA ORDINANZA DI VENDITA) PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l'ordinanza di vendita del 05.05.06 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all'esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 573 e 573 cpc, avverrà all'udienza del 03.06.2010 alle seguenti condizioni: DA RIDURRE DI 1/4; entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l'offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all'offerente, che, a cura dell'offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all'art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato; - l'importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

il Domani

conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete vedere l'ordinanza di vendita - punti da 1 a 28 riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all'udienza del 01.07.2010, con il prezzo riportato nell'ordinanza di vendita DA RIDURRE DI 1/4; ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depoditare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d'asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall'art. 680 cpc; l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E' PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it - Custode Giudiziario: Avv. Giuseppe OPPEDISANO (Tel. 0964.380751) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA'. Locri, 10 marzo 2010 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 87/1998 IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE, ..... OMISSIS...., - DISPONE PROCEDERSI ALLA VENDITA DEI SEGUENTI IMMOBILI: DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Terreno agricolo di natura uliveto di circa mq. 1320, in Siderno loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 53" PREZZO BASE: Euro 3.300,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO 2: "Fabbricato adibito a civile abitazione ad un piano fuori terra, con annessa corte, in Siderno, loc. Zammariti, riportato in catasto terreni al foglio 29 part. 927 sub 1-2-3-4; il fabbricato è stato edificato sulla particella 927 (ex 668) del foglio 29 del catasto terreni del medesimo Comune" PREZZO BASE: Euro 131.750,00 - CAUZIONE: 10% DEL PREZZO STABILISCE: per la vendita, che avverrà senza incanto e, successivamente, nei soli casi previsti nuovo testo dell'art. 569 cpc, con il metodo dell'incanto, alle seguenti condizioni: 1) L'immobile pignorato sarà posto in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima (dell'Arch. A. DE MEO) da intendersi qui per intero richiamata e trascritta, anche con riferimento alla condizione urbanistica del bene; 2) ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l'acquisto dell'immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale, anche per persona da nominare (art. 579, ultimo comma c.p.c.); 3) entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l'offerente deve presentare, anche a mezzo di persona diversa, nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari DOMANDA IN BOLLO per partecipare alla vendita senza incanto, contenente A) l'indicazione del prezzo che si intende offrire (che, a pena di efficacia, non può essere inferiore del prezzo base suindicato, salve eventuali e successive riduzioni); B) la data della vendita e la procedura cui si riferisce; C) le generalità (compreso il codice fiscale) proprie e - se in regime di comunione legale del coniuge; D) l'indicazione della volontà di avvalersi, ve ne sussistano i presupposti, dei benefici fiscali per la prima casa; E) le indicazioni circa il tempo (comunque non superiore a 60 giorni dalla aggiudicazione, limite che si riterrà implicitamente ricollegato nel massimo, alla mancata indicazione di un termine diverso), il modo del pagamento o ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta; F) la dichiarazioe di aver letto la relazione di stima (consultabile sull'apposito sito internet o presso la cancelleria esecuzioni) e di averne compreso il contenuto ed, inoltre, di conoscere lo stato dell'immobile; G) copia di valido documento di identità del soggetto che sottoscrive l'offerta; H) in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, certificato della Cancelleria del Tribunale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonchè l'indicazione

A CURA DELLA

MEDIATAG

4)

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11) 12)

13)

14)

15) 16)

17)

della partita IVA: I) la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale competente per l'esecuzione (art. 174 disp. att. cod. proc. civ.), pena l'effettuazione delle comunicazioni presso la cancelleria dello stesso ufficio; L) la sottoscrizione dei genitori esercenti l potestà e l'autorizzazione del giudice tutelare ove l'offerente sia un minore; l'offerta deve essere inserita in una busta chiusa, al cui esterno il cancelliere annoterà esclusivamente: A) il nome del giudice dell'esecuzione o del professionista delegato che provvederà alla vendita; B) la data fissata per l'esame delle offerte: C) i dati della persona che materialmente ha provveduto al deposito; non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l'offerta è prestata; l'offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte dl prezzo offerto, da versare tramite assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente, che a cura dell'offerente stesso, dovranno essere inseriti nella medesima busta; L'OFFERTA NON SARÀ CONSIDERATA EFFICACE: A) se perviene oltre il termine appositamente indicato; B) se è inferiore al prezzo base, eventualmente ribassato; C) se l'offerente non presta cauzione, con le modalità e nella misura appena indicate; L'OFFERTA SI CONSIDERA IRREVOCABILE AD ECCEZIONE DELLE IPOTESI IN CUI: A) il giudice, in presenza di più offerte valide, disponga la gara tra gli offerenti (art. 573 cpc); B) il giudice, nonostante le offerte, ordini l'incanto (es. art. 572 cpc); C) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l'offerente (od il procuratore legale a norma degli artt. 571 e 579 c.p.c.) dovrà presentarsi il giorno fissato presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss., per assistere all'esame delle offerte; l'udienza di vendita è fissata per il giorno 16.01.2007, e si terrà presso il Tribunale di Locri, sala delle pubbliche udienze, ore 9,00 e ss.; si procederà all'esame delle singole offerte, ai sensi degli artt. 572 (per l'ipotesi in cui vi sia una sola offerta) e 573 cpc (ove vi siano più offerte); in presenza di più offerte valide, alla stessa udienza si inviteranno gli offerenti alla gara di cui all'art. 573 cpc, ove le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% DEL PREZZO BASE. in caso di mancata aggiudicazione, l'importo versato a titolo di cauzione verrà restituito alla chiusura delle operazioni di vendita; in caso di aggiudicazione, l'offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall'aggiudicazione, depositare il residuo prezzo, detratto l'importo per cauzione già versato, in un libretto di deposito bancario intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'Esecuzione acceso presso un qualsiasi Istituto bancario; in caso di aggiudicazione, inoltre, l'offerente dovrà versare nel medesimo libretto di deposito (intestato alla Procedura e vincolato all'ordine del Giudice dell'esecuzione), e nello stesso termine, l'importo complessivo delle spese collegate alla vendita, che saranno all'uopo comunicate dalla cancelleria e che saranno necessarie per l'emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell'aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l'aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all'art. 587 co II cpc (richiamato dall'art. 574, III co., cpc); maggiri informazioni potranno essere acquisite presso la cancelleria del Tribunale di Locri; la presente ordinanza dovrà essere affissa almeno 45 giorni prima del termine fissato per la presentazione delle offerte, all'Albo del Tribunale di Locri per tre giorni continui a cura della Cancelleria - nel rispetto del combinato disposto degli artt. 490 e 570 cpc e dovrà contenere: A) gli estremi identificativi del bene previsti nell'art. 555 cpc; B) il valore dell'immobile determinato a norma dell'art. 568 cpc; C) il sito Internet sul quale è pubblicata la relativa relazione di stima; D) il nome ed il recapito telefonico del custode nominato in sostituzione del debitore, con l'avvertimento che maggiori informazioni possono essere fornite dalla cancelleria del Tribunale o dal predetto custode; la stessa ordinanza, sempre 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, dovrà essere pubblicata sia mediante manifesti murali da affiggersi nei Comuni di Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica, Siderno, Locri (invitanto all'uopo il creditore ad allegare copia di. 1 manifesto murale; fattura relativa alle spese di stampa dei manifesti murali e fattura relativa alle spese di affissione dei manifesti murali) nonchè mediante pubblicazione per una volta su PROGETTO ASTE (quotidiano Il Domani + periodico Aste + Internet Eugenius), a cura del creditore procedente; in particolare: A) fatture e copie dei

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

manifesti murali dovranno essere depositate in Cancelleria, fino all'udienza di vendita; B) l'attestato di avvenuta pubblicazione sul PROGETTO ASTE dovrà essere inviato mediante fax direttamente dalla società che gestisce il servizio (mediatag s.p.a.) presso la Cancelleria del Tribunale, al n. 0964.20732; 18) ove si debba procedere all'incanto, e cioè per il caso in cui non siano proposte offerte d'acquisto entro il termine stabilito, ovvero per il caso in cui le stesse non siano efficaci ai sensi dell'art. 571, ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall'art. 572, terzo comma, ovvero per il caso, infine, in cui la vendita senza incanto non abbia luogo a qualsiasi altra ragione (es.: gara in aumento non tenuta per mancanza di adesioni, art. 573 cpc), si fissa fin d'ora per l'udienza del 23.03.2007 il pubblico incanto, che avverrà secondo quanto previsto nei punti che precedono, ad eccezione di quanto appresso specificato; 19) ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, dovrà depositare, sino all'inizio effettivo dell'udienza di vendita, unitamente all'istanza di partecipazione all'incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria - Ufficio Esecuzioni Immobliari - di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all'offerente; 20) la domanda di partecipazione all'incanto dovrà riportare le complete generalità dell'offerente, l'indicazione del codice fiscale e, nell'ipotesi di persona coniugata, il regime patrimoniale prescelto ed i dati del coniuge; in caso di offerta presentata per conto e per nome di una società, dovrà essere prodotto Certificato della Cancelleria Commerciale dal quale risulti la costituzione della società ed i poteri conferiti all'offerente in udienza nonchè l'indicazione della Partita IVA; in tale istanza dovrà essere anche indicato se l'offerente intende avvalersi delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa; 21) le forme di pubblicità sono le stesse previste per la vendita senza incanto, con la differenza che il termine di 45 giorni deve essere calcolato a ritroso dalla data dell'incanto; 22) se l'offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è immediatamente restituita dopo la chiusura dell'incanto, salvo che lo stesso non abbia omesso di partecipare al medesimo, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo; in tal caso la cauzione è restituita solo nella misura dei nove decimi dell'intero e la restante parte è trattenuta alla procedura in vista della futura distribuzione; 23) l'aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l'importo delle spese secondo quanto previsto ai punti 12 e 13, ferma restando la decadenza di cui all'art. 587 cpc in caso di mancato deposito; 24) ad incanto avvenuto, potranno essere presentate in Cancelleria offerte di acquisto entro il termine di giorni dieci, ma non saranno efficaci se il prezzo offerto non sarà superiore di almeno 1/5 superiore rispetto a quello raggiunto in sede d'incanto (art. 584 cpc) e se l'offerta non sarà accompagnata dal deposito di una somma pari al 10% del maggior prezzo nella stessa indicato, da imputarsi a cauzione; 25) le offerte in aumento andranno effettuate in Cancelleria con le firme di cui all'art. 571 cpc (cfr. punti 2, 3 e 4), prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per partecipare all'incanto; 26) su tali offerte il giudice, verificatone la regolarità, ind-ce la gara, cui possono partecipare, oltre gli offerenti in aumento e l'aggiudicatario, anche gli offerenti al precedente incanto che, entro il termine appositamente fissato abbiano integrato la cauzione nella misuta di cui al punto 24); 27) se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma del terzo comma, l'aggiudicazione diventa definitiva, ed il giudice pronuncia a carico degli offerenti di cui al primo comma, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dell'esecuzione; 28) alla medesima udienza fissata per l'incanto, ove lo stesso vada deserto, si procederà a valutare le istanze di assegnazione eventualmente depositate, oppure ad adottare i provvedimenti di cui all'art. 591 cpc (ammissione giudiziaria o nuovo esperimento di vendita); FISSA Entro 45 giorni dalla data fissata per il deposito delle offerte di acquisto il termine entro il quale la presente ordinanza deve essere notificata, a cura del creditore che ha chiesto la vendita, ai creditori iscritti e non comparsi, ove presenti. Si comunichi anche al custode. LOCRI, 05 maggio 2006 F.to IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE Dott. DAVIDE LAURO


6

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

PRIMO PIANO

Pubblicato il bando per la concessione di contributi in conto interessi dalla Camera di commercio di Crotone. Le aziende interessate dovranno presentare la domanda di adesione entro il 30 giugno

Accesso al credio più facile per le microimprese di Crotone di Giuseppe Tetto

L’impresa per usufruire dell’iniziativa dovrà recarsi presso gli istituti convenzionati e ottenere un finanziamento con le caratteristiche previste dal bando

CROTONE - Da oggi il credito è più facile per le microimprese. E questo grazie a un’interessante iniziativa avviata dalla Camera di Commercio di Crotone che è stata illustrata ieri in una conferenza stampa presso la sede dell’organizzazione camerale. «La Camera di Commercio di Crotone al fine di sostenere il sistema produttivo in questo periodo di crisi economica - ha spiegato il Presidente della Camera di commercio di Crotone Fortunato Roberto Salerno - ha partecipato

Camera di commercio di Reggio: le eccellenze alimentari sbarcano in Francia REGGIO CALABRIA - Prosegue l’azione della Camera di commercio di Reggio Calabria, per favorire e sostenere i processi di internazionalizzazione dell’economia locale. L’organizzazione camerale reggina infatti in collaborazione con la Camera di commercio italiana per la Francia di Marsiglia, vedrà impegnato il circuito "Il Ristorante" a promuovere le tipicità agroalimentari del territorio della provincia di Reggio Calabria. La Direzione AcIl programma prevede la quisti del circuito francese ha manipromozione e nel settore festato, infatti, di ristorativo e del dettaglio l’intenzione procedere alla sealimentare identificato in lezione di alcuni prodottialimentaalcune "boutiques" ri tipici del territoriodellaprovincia della stessa catena di Reggio Calabria, da inserire

nellacampagnapromo-commercialepresso i suoi punti di ristorazione e commercializzazione, da realizzare nei mesi di settembre e ottobre 2010. Il programma condiviso con lo stesso circuito prevede la promozione e nel settore ristorativo e del dettaglio alimentare identificato in alcune "boutiques" della stessa catena, adiacenti ai ristoranti. Per quanto attiene la ristorazione, il "Il Ristorante" ha previsto di inserire nella propria offerta una/due ricette (stabilite dalle loro èquipes culinarie) a base di prodotti reggini, mentre nelle boutiques è richiesto l’inserimento di prodotti in formati idonei anche in termini di immagine e quantità. I prodotti che formeranno oggetto di preventiva selezione sono stati individuati prioritariamente in: vini, salse da condimento, sottolio (verdure, pesce e salumi), formaggio stagionato. G.C.

con il proprio progetto "Contributi in conto interessi su micro finanziamenti a favore di microimprese" all’iniziativa straordinaria del sistema camerale di cui all’Accordo di Programma, sottoscritto il 1° luglio 2009 (in attuazione dell’art. 7, comma 3, del Decreto Interministeriale del 30 aprile u.s. sul diritto annuale 2010), tra il MinisterodelloSviluppoEconomico e l’Unioncamere». Le microimprese avranno cosi maggiore possibilità di movimento grazie all’agevolazione per l’accesso al credito bancario prevista dal progetto attraverso un intervento straordinario per l’erogazione di contributi in conto interessi a valere su operazioni di finanziamento concesse da istituti bancari di cui al Titolo II del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia. «Siamo certi continua Salerno - che l’iniziativa sia di grande interesse e ci auguriamo che entro il 30 giugno, termine ultimo di presentazione delle domande presso l’Ente camerale, siano pervenute tante richieste». Le modalità di presentazione delle domande sono state illustrate dal Segretario generale dell’Ente Donatella Romeo:

Fortunato Roberto Salerno

«Stiamo stipulando le convenzioni con gli istituti di credito interessati e già abbiamo avuto alcune adesioni di massima dalle principali banche del territorio». L’impresa per usufruire dell’iniziativa dovrà recarsi presso questi istituti convenzionati e ottenere un finanziamento con le caratteristiche previste dal bando relativamente alla forma (prestito chirografario,senzagaranziereali), importo (fino ad un massimo di 30.000 euro), durata (3 anni senza preammortamento), rimborso, tasso fisso, destinazione; inoltre, il prestito dovrà prevedere l’assenza di spese di istruttoria e avvio della pratica nonché l’assenza di spese per estinzione anticipata se effettuata dopo un anno dalla concessione. «Una volta ottenuto il prestito, - conclude Romeo - l’imprenditore potrà presentare domanda presso la Camera di commercio che, verificata l’iscrizione al Registro delle imprese di Crotone della sede principale dell’azienda e la regolarità del pagamento, procederà ad erogare il contributo pari al totale degli interessi gravanti. L’impresa avrà la possibilità di accedere ad un finanziamento per un triennio, senza aggravi».

Una volta ottenuto il prestito, l’impresa avrà la possibilità di accedere a un finanziamento per un triennio, senza aggravi


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani

7

PRIMO PIANO

La Coin sbarca a Reggio Calabria REGGIO CALABRIA - Innaugurata ieri a Reggio calabria lungo il Corso Garibaldi la nuova sede della Coin. La sede reggina è una delle sei che Coin ha aperto in tutta Italia dopo l’acquisizione di Upim (le altre cinque sono: Lecco, Messina, Parma, Pavia e Pisa). Gli store Coin salgono così a quota 98.I nuovi negozi hanno una metratura compresa tra i 1.300 ed i 2.300 metri quadrati,

per una superficie complessiva di oltre 11.000 metri quadrati. Ma la particolarità dei nuovi opening sta anche nella scelta di comunicazione: per la campagna infatti, Coin ha voluto come testimonial gli abitanti delle città interessate, con il coinvolgimento di scuole di danza e cocktail di benvenuto appositamente organizzati. D.T

Organizzata dal Co.Se.R. Calabria, fino al 23 aprile sarà possibile visitale l’esposizione fotografica realizzata da quattro fotografi calabresi

I “Riti della Settimana Santa in Calabria” in mostra a Milano di Giulio Crocitti Milano espone la Calabria. Fino al 23 Aprile nel capoluogo lombardo in Via Broletto 14 presso uffici di promozione delle Regione Calabria, è possibile visitare la Mostra Fotografica "Riti della Settimana Santa in Calabria" una rassegna di immagini realizzate da quattro fotografi calabresi: Antonio Blandi, Enzo Galluccio, Antonio Mancuso e Antonio Sollazzo, organizzata dal Co.Se.R. Calabria. «Una mostra inedita e per alcuni versi unica, riporta un nota - perché rappresenta un aspetto antropologico della Calabria ancora per molti versi sconosciuto». La mostra è parte di un percorso di recupero della memoria e dell’identità e della loro valorizzazione e promozione, attivato dalla rivista Calabria in Festa e dal Musa - Museo dell’Antropologia, delle Tradizioni e della Cultura Popolare. «Gli uffici di Milano sono una vera e propria finestra sull’Europa che consentirà alle migliori realtà della nostra regione di mostrarsi e poter com-

Confartigianato in piazza a Crotone contro l’Alzheimer

petere con una realtà globale». È una rappresentazione significativa seppure non esaustiva della fede in Calabria, che ha origini antichissime, degna per la sua profondità, passione ed esclusività, di essere conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

«Dai Battenti di Verbicaro ai Vattienti di Nocera Terinese, - continua la nota - dalle varie Affruntate che si rappresentano nella giornata di Pasqua alle numerose processioni della Settimana Santa: manifestazioni di fede che si esprimono con ritualità antiche, lontane da contaminazioni moderne, con l’obiettivo di elevare la propria esistenza terrena in un rapporto ancora più profondo con Gesù e la Madonna». Questa mostra fa parte di un ciclo più ampio di promozione e di commercializzazione del "Sistema Calabria" che il Co.Se.R., come soggetto gestore degli uffici di via Broletto, sta portando avanti. Questi spazi sono stati concepiti come un’area aperta, dinamica e funzionale.

La mostra è parte di un percorso di recupero della memoria e dell’identità e della loro valorizzazione e promozione, attivato dalla rivista Calabria in Festa e dal Musa

CROTONE - Tornano i gazebo informativi contro l’Alzheimer, malattia che in Italia colpisce circa 450 mila persone. Ad allestire i gazebo sarà la nostra struttura dell’Associazione anziani e pensionati e dell’Ancos di Confartigianato Persone che daranno così vita alla terza campagna "Senza ricordi non hai futuro, non permettere all’Alzheimer di cancellare il tuo domani" in piazza della Resistenza a Crotone, sabato 17 aprile si potranno compilare i mental test predittivi dell’insorgenza della malattia con domande sulle abitudini nutrizionali, sugli aspetti sociali e psicologici dell’intervistato. La terza giornata nazionale per la prevenzione di questa sindrome è organizzata,

come sempre, in collaborazione con la Croce rossa italiana sez. di Crotone, con il dipartimento di scienze dell’Univesità La Sapienza di Roma, con la Federazione italiana medici geriatri e con eventuali altre associazioni di volontariato. Confartigianato Crotone ripeterà le iniziative sia a Cirò Marina, Cutro, Cotronei e Isola Capo Rizzuto. «Un momento questo particolare per Confartigianato, - si legge in una nota - in quanto queste iniziative per un’associazione datoriale come la nostra servono a far ricordare a tutti le tante emergenze sociali esistenti ed a far attivare intensamente la struttura associativa non solo in termini economici».


8

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

PRIMO PIANO

Il Codacons denuncia crescenti difficoltà nell’accesso al credito e l’aumento di prestiti richiesti per far fronte agli effetti del carovita nella regione calabrese

In Calabria la povertà arriva in "comode rate" di Gaia Mutone CATANZARO — Prestiti che si sommano ai prestiti, interessi che si moltiplicano tra di loro, e spese che sembrano non diminuire mai. È l’incubo che tormenta un numero crescente di calabresi, sempre più indebitati e, quindi, sempre più a rischio usura. La criticità della situazione è sottolineata dal Codacons, che, in una nota diffusa ieri, denuncia un drammatico peggioramento della capacità di rimborso delle rate dei prestiti e dei mutui nella regione calabrese. A parte le spese per l’acquisto della prima casa, infatti, oggi molti devono fare i conti con gli effetti del carovita: l’indebitamento delle famiglie è cambiato molto rispetto a qualche anno fà poiché, sempre più di frequente, ai prestiti richiesti per i beni di prima necessità come la casa, si affiancano quelli per beni che una volta sarebbero stati rite-

nuti secondari se non addirittura accessori, come nel caso degli elettrodomestici. Una valanga di televisori al plasma, di macchine, lavastoviglie e di pacchetti vacanze venduti con estrema facilità e acquistaticonl’allettanteprospettiva di pagare l’anno successivo, sempre "in comode rate" s’intende. Già nel 2008, un rapporto di Eurisps evidenziava che una famiglia su quattro in Italia, per poter sostenere le spese "necessarie", ricorre a prestiti personali. Nello stesso anno, il valore del credito al consumo era pari a 61 miliardi di euro, praticamente il 4% del Prodotto interno lordo italiano. Si legge nella nota del Codacons: «Riceviamo continue segnalazioni di cittadini costretti a chiedere un finanziamento non per effettuare acquisti, ma per pagare altri prestiti. Ciò avviene non solo per beni di prima necessità come la casa, ma anche per acquistare elettrodomestici, per pagare le

Dal Taeg al Fondo di solidarietà per le vittime di estorsioni e dell’usura, cosa bisogna sapere CATANZARO — Qualora si trovi in difficoltà economiche e sia costretto a richiedere un prestito per far fronte alle tante spese, cosa deve sapere il cittadino per non cadere nella trappola dell’usura? La legge nr. 108/1996 stabilisce che scatta l’usura quando il tasso supera del 50 per cento il tasso medio rilevato ufficialmente ogni trimestre e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. È bene sapere -segnala il Codacons- che il "tasso" cui si deve fare riferimento è il Taeg, cioè il tasso annuale effettivo globale, che de-

ve comprendere anche tutte le spese accessorie (costi della pratica, costi di commissioni varie, spese di assicurazione...) che non sono incluse nel Tan, tasso annuo nominale. Il Taeg rappresenta, quindi, nel modo più completo ed esatto possibile il costo di un finanziamento, cioè quello che il debitore deve rimborsare complessivamente, ed è l’indice che ci dice se si è vittima di usura. La clausola di un mutuo o di un finanziamento che prevede tassi usurari deve essere considerata nulla. In questo caso i valori massimi di riferimento da te-

spese mediche o la comunione dei bambini. Così, mentre prima si chiedeva un prestito solo per grandi acquisti, ora si è costretti a domandare credito anche per fare la spesa». Un circolo vizioso che rischia di generare una nuova categoria di poveri. Per questo il Codacons, auspican-

Sempre di più i calabresi che chiedono prestiti non per fare acquisti, ma per pagare altri prestiti. Alle spese per la casa si aggiugono le rate per pagare beni "secondari" do una maggiore flessibilità da parte degli istituti di credito nei rapporti con i cittadini, e a sollecitare una maggiore propensione a concedere dilazioni ai piani di

nere presenti, e validi per fino al 30 giugno 2010, sono i seguenti: per i mutui a tasso fisso, il tasso medio è del 5,17, mentre il tasso soglia è pari a 7,75; per i mutui a tasso variabile, invece, il tasso medio è 2,63, e quello soglia 3,95. La legge 108/96 prevede che laddove siano pattuiti tassi usurari il malcapitato non dovrà versare alcuna somma a titolo di interessi essendo tenuto a restituire solo il capitale. Ovviamente per i contratti stipulati prima dell’entrata in vigore della citata legge è sempre possibile chiedere la riduzione degli interessi al di sotto della soglia di usura (questo perché altrimenti tutti gli usurai potrebbero sostenere di aver concordato gli interessi prima del 1996). Si ricorda che è stato anche istituito un Fondo di Solidarietà per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura (con sede presso il ministero degli Interni ed è presieduto dal Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura), che eroga mutui quinquennali senza interessi, il cui importo è commisurato agli interessi estorsivi pagati. Le domande di accesso al Fondo devono essere indirizzate alla Prefettura del luogo dove si è verificata l’usura. di G.M.

rientro, ha invitato il Prefetto di Catanzaro a convocare l’Osservatorio regionale sul credito, che ha il compito di monitorare l’andamento del credito a famiglie e imprese. Per legge, infatti, (la n. 2 del 28 gennaio 2009) è stabilito che il ministro dell’Economia e delle finanze riferisca periodicamente al Parlamento in merito alle condizionidelfinanziamentoall’economia. Ogni osservatorio regionale fotografa,quindi,la situazionedel credito nelle diverse regioni, sulla base dei dati forniti dalle banche e dagli intermediari finanziari sul territorio, integrandoli con le informazioni provenienti dalle associazioni di categoria, e con altri dati che possono essere rilevati sul territorio, mettendo in luce le variabili locali che incidono sulla concessione del credito. La Banca d’Italia, inoltre, verifica che le banche e gli intermediari finanziari si attengano ai criteri di calcolo previsti dalle Istruzioni e rispettino le soglie di usura.

50%

Per legge è usura quando il tasso del prestito supera del 50% il tasso medio ufficiale trimestrale


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani

9

PRIMO PIANO La Confapi invita le imprese del territorio calabrese ad aderire al bando promosso dalla Regione per beneficiare dei contributi per la partecipazione a fiere in Italia e all’estero

Un milione di euro per le imprese calabresi che vogliono promuoversi di Sofia Ricciardi CATANZARO — «Un’occasione importante per uscire fuori dai confiniregionalieapprocciareun mercato che la nostra piccola e media impresa spesso non ha gli strumenti per avvicinare». UnionServizi Calabria, costola di Confapi,(Confederazioneitalianapiccola e media industria), invita tutte le imprese del territorio regionaleadapprofittaredelBando per la concessione di voucher perlapartecipazioneamanifestazioni fieristiche in Italia e all’estero pubblicato dalla Regione sul Bollettino ufficiale regionale. Le risorse finanziarie pubbliche complessivamentedisponibiliper la concessione di contributi ammontano ad un milione di euro, ulteriormente integrabili con fondi aggiuntivi, nel caso in cui fossero disponibili. Possono presentare domanda le imprese (comma 1 del Regolamento (Ce) n.

800/2008 della Commissione), ubicate nell’intero territorio regionale,regolarmenteiscritteal registro delle imprese, che esercitino un’attività economica indicata come prevalente nei settori indicati. I costi ammissibili per la partecipazione a fiere o mostre devono corrispondere ai costi sostenuti in occasione della parteci-

pazione di una singola impresa ad una delle fiere indicate nell’Allegato A del bando. Sono considerate ammissibili le spese relative a: quota di partecipazione alla manifestazione; affitto area espositiva; spese di noleggio e allestimento dello stand; trasporto dei materiali esposti in fiera compresa assicurazione; acquisizione

servizi di interpretariato e traduzione; realizzazione di materiale pubblicitario e promozionale in lingua estera specifico per lapartecipazione alla fiera/mostra. Non sono ammissibili in ogni caso: le spese per le quali si è già usufruito di altra agevolazione pubblica; l’Iva, le imposte e tasse; spese di rappresentanza, spese di viaggio, vitto e alloggio; spese di personale. Gli aiuti sono concessi nella forma del contributo in conto capitale, nel limite massimo di finanziamentoperognisingolainiziativa pari al 50% delle spese sostenute e ammissibili. ll limite massimo di contribuzione per ogni singola impresa è pari a 10mila euro. Le fiere per le quali verrà assegnato il voucher sono quelle previste ed espletate dalla data di pubblicazione del bando sul Burc. La richiesta di voucher dovrà essere presentata, a partire dal 30° giorno successivo alla pubblica-

L a cu ltu ra d el ricord o E ’ ven u ta a m an care all’affetto d ei su oi cari la S ign ora F LO R A R U G G IE R O I fu n erali si svolgeran n o sabato 10 ap rile alle ore 15.00 n ella C h iesa d i S an G iu sep p e in rion e P ian ocasa a C atan zaro. In occasion e d el T rigesim o d ella m orte d ella S ign ora D O M E N IC A V A C C A R O sarà celebrata u n a m essa in su ffragio sabato 10 ap rile alle ore 17.30 n ella C h iesa d i S an G iu sep p e in rion e P ian ocasa a C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d el S ign or F R A N C E S C O A LO I sarà celebrata u n a m essa in su ffragio sabato 10 ap rile alle ore 17.30 n ella C h iesa d i S an ta M aria M ad re d ella C h iesa in località Jan n i a C atan zaro. In occasion e d el 1°A n n iversario d ella m orte d ella S ign ora A N N A R U B IN O sarà celebrata u n a m essa in su ffragio sabato 10 ap rile alle ore 15.30 n ella C h iesa d i S . M aria d el C arm elo a S ian o, C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d ella S ign ora R O S A LB A V E R D U C I

sarà celebrata u n a m essa in su ffragio lu n ed ì 12 ap rile alle ore 18.00 n ella C h iesa d i S . G iu sep p e in rion e P ian ocasa a C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d ella S ign ora C A TE R IN A P R O C O P IO sarà celebrata u n a m essa in su ffragio lu n ed ì 12 ap rile alle ore 19.00 n ella C h iesa d el C on ven tin o d i S . A n ton io in rion e S an L eon ard o a C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d el S ign or A N TO N IO C E LI sarà celebrata u n a m essa in su ffragio lu n ed ì 12 ap rile alle ore 18.30 n ella C h iesa d ella M ad on n a d i P om p ei a C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d ella S ign ora F R A N C E S C H IN A A S TO R IN O sarà celebrata u n a m essa in su ffragio m arted ì 13 ap rile alle ore 17.30 n ella C h iesa d i M ad on n a d ei C ieli a C atan zaro. In occasion e d el 1° A n n iversario d ella m orte d el S ign or D O M E N IC O S A N TO P O LO sarà celebrata u n a m essa in su ffragio m arted ì 13 ap rile alle ore 15.30 n ella B asilica d ell’Im m acolata a C atan zaro.

A ccettazio ne telefo no

0 9 6 1 9 9 6 .8 0 2 O R A R IO : 9 ,0 0 -1 3 ,0 0 | 1 5 ,0 0 -1 8 ,0 0

In occasion e d el 1 ° A n n iversario d ella m orte d ella S ign ora A N TO N IA C R ITE LLI sarà celeb rata u n a m essa in su ffragio m arted ì 2 3 m arzo alle ore 1 7 .3 0 n ella C h iesa d i S an ta C roce in rion e P on tep iccolo a C atan zaro. In occasion e d el 2 5 ° A n n iversario d ella m orte d ei con iu gi N IC O LA LU C IS A N O e d E LV IR A F R E G O LA sarà celeb rata u n a m essa in su ffragio m arted ì 2 3 m arzo alle ore 1 8 .0 0 n ella B asilica d ell’Im m acolata a C atan zaro.

L a M ed iatag S p a è vicin a a M im m o F ron tera affran to p er la m orte d el caro PADRE L a T & P E d itori p artecip a al d olore d i M im m o F ron tera colp ito n egli affetti d alla m orte d ell’am ato PADRE M an olibera si strin ge all’am ico M im m o F ron tera in qu esto m om en to d i d olore p er la m orte d el caro PADRE G u id o e S op h ie T alarico abbraccian o com m ossi M im m o F ron tera affran to p er la m orte d ell’am ato PADRE G iu sep p e e M aria P ia G an gale son o vicin i all’am ico M im m o F ron tera p er la scom p arsa d el caro PADRE F ran co A rcid iaco si strin ge all’am ico M im m o F ron tera d u ram en te colp ito n egli affetti p er la m orte d el caro PADRE M au rizio D ’A gostin o esp rim e il p rop rio cord oglio e abbraccia con sin cero affetto il caro am ico M im m o F ron tera, colp ito n egli affetti d alla m orte d el caro PADRE

zione del Bando, scaricando l’apposita modulistica online accessibilesuisitiinternet-www.regione.calabria.it/sviluppo/ e www.sprintcalabria.it. L’assegnazione del voucher avviene con procedura automatica a sportello che prevede la verifica dei requisiti dichiarati nella domanda di agevolazione e l’assegnazione del voucher secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

I contributi sono concessi in conto capitale per finanziare il 50% delle spese sostenute per ogni singola iniziativa per un massimo di 10mila euro per ciascuna impresa richiedente


10

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Domani e lunedì urne aperte nuovamente anche ad Acri, Gioia Tauro e San Giovanni in Fiore Soriano vs D’Agostino, Speranza vs D’Ippolito, Trematerra vs Cozzolino, Belcastro vs Barile

Ballottaggio, si vota in 5 comuni Sfide avvincenti a Vibo e Lamezia di Car.Mir. CATANZARO - Sono cinque i comuni calabresi che saranno interessati dal turno di ballottaggio di domani e lunedì 12 aprile per l’elezione del sindaco e dei nuovi consigli comunali. Oltre a Vibo Valentia, unico capoluogo di provincia interessato al voto nella regione, le urne si riapriranno per le sfide a due anche a Lamezia Terme, Acri, Gioia Tauro e San Giovanni in Fiore. A Vibo il confronto è tra l’avvocato Nicola D’Agostino, figlio di Alfredo che fu sindaco della città alla fine degli anni novanta, del centrodestra e Michele Soriano, medico, per il

Intimidazione a Renato Bellofiore Idv: i cittadini onesti reagiranno GIOIA TAURO - L’auto dell’avvocato Renato Bellofiore, di 42 anni, candidato a sindaco di Gioia Tauro nel turno di ballottaggio in programma domani e lunedì prossimi, é stata incendiata la notte scorsa. La vettura, una Ford Ka, era parcheggiata sotto casa del legale ed è andata distrutta. Bellofiore è candidato col sostegno di due liste civiche, "Bellofiore" e "Cittadinanza democratica". Al ballottaggio dovrà confrontarsi con il candidatodelcen«Tali atti rientrano trodestra Umberto Pirilli. Le indain regia riconducibile gini sono condotalla strategia mafiosa te dalla polizia. «Esprimiamosendel terrorismo e titi sentimenti di vicinanza e solidella paura, proprio in darietà all’avv. momento di rinascita» Renato Bellofiore , candidato a sindaco del Comune di Gioia Tauro, vittima di un vile ed esecrabile attentato incendiario che ne ha distrutto l’autovettura». E’ quanto ha affermato Giovanna La Terra, portavoce Idv di Reggio. «E’ inquietante che a poche ore dal

voto per le amministrative - ha proseguito La Terra - gruppi criminali lancino segnali tesi a seminare paura e peggio a volere, con questo atto, dimostrarela forza brutale di quanti vorrebbero fare ripiombare questa città nel buio. Siamo sicuri che i cittadini liberi ed onesti della città sapranno reagire con determinazione a questi messaggi inquietanti perché questa comunità ha in sé la voglia di cambiamento e lo ha dimostrato con il voto del 28 e 29 marzo. Tuttavia non si può fare ameno di constatare che tali atti rientrano in una regia riconducibile alla strategia mafiosa del terrorismo e della paura, proprio in un momento in cui questa città ha mostrato netti segnali nel senso di alzare la testa contro questi gruppi criminali. Solo il voto libero, il voto a chi rappresenta gli interessi dei cittadini - ha sostuto ancora la portavoce provinciale di Idv - saprà respingere e fermare questa strategia, senza se e senza ma. Per questo Idv invita tutti i cittadini a non avere paura di esprimere i propri consensi nel segno del cambiamento sapendo che dal voto libero dipende il loro futuro e il futuro di questa città, da esso dipendono le sorti della futura amministrazione comunale».

«Il centrodestra ha la maggioranza» LAMEZIA TERME - «E’ il Consiglio di Stato a mettere la parola fine alla vicenda della maggioranzain consiglio comunale di Lamezia: con la recentissima sentenza n. 1519 depositata il 16.03.2010 i supremi magistrati amministrativi hanno messo la parola fine alla questione stabilendo, in via definitiva, che il calcolo dei voti di lista va effettuato solo sui voti validi per le liste e non anche su quelli per il Sindaco. Il centrodestra a Lamezia ha quindi la maggioranza assoluta dei seggi in consiglio comunale». Lo ha detto la candidata del centrodestra Ida d’Ippolito nel corso della conferenza stampa che si è svolta ierii nella sede del Pdl.

centrosinistra, sostenuto da Pd, Idv, Sinistra ecologia e libertà e da alcune liste civiche. Soriano ha ottenuto al primo turno 9.017 voti pari al 41,1%, mentre Nicola D’Agostino, espressione del Pdl e di due liste civiche, si è fermato a 6.296 voti pari al 28,7%. D’Agostino, per il ballottaggio, ha stretto un’alleanza con l’Udc, che assieme ad alcune liste civiche aveva candidato a sindaco Antonino Daffinà (5.391 voti pari al 24,6% al primo turno) e con NicolinoLaGambacandidatosindaco con una lista civica che ha raccolto 1.226 suffragi pari al 5,6%. A Lamezia Terme, Gianni Speranza, sindaco uscente, ripropone la sua candidatura con il centrosinistra (Pd, Idv, Rifondazione comunista e Comunisti italiani e alcune liste civiche). Speranza, che al primo turno ha ottenuto 18.752 voti pari al 43,06%, se la dovrà vedere con la parlamentare Ida D’Ippolito, sostenuta da Pdl, Udc, Nuovo Psi-Udeur-Pri, Federazione dei Cristiano Popolari, Democrazia Cristiana e due liste civiche che ha ottenuto 14.390 voti pari al 33,04. D’Ippolito, nelle ultime ore, ha incassato l’appoggio di Mpa, Socialisti uniti che nel primo turno sostenevano il candidato Francesco Grandinetti (che ha lasciato libertà di voto) e di Salvatore Vescio proposto da una lista civica che ha ottenuto 1.838 voti pari al 4,22%. Ad

Acri l’ex parlamentare dell’Udc, Gino Trematerra, già assessore alla Regione e padre del consigliere regionale Michele, che al primo turno ha ottenuto 4.862 voti (33,37%) con il sostegno di Udc, Psi e lista civica, contenderà lo scranno di primo cittadino al candidato sindaco del centrosinistra Giacomo Cozzolino, medico, forte dei voti di Pd, Federazione della sinistra (Prc-Pdci-Sinistra europea), di Verdi e Api, Sinistra per la Calabria e una lista civica che ha raccolto 4.821 voti pari al 33%. Sempre nel cosentino, a San Giovanni in Fiore, Giuseppe Belcastro, giornalista pubblicista e sindacalista, sostenuto da Pd, Psi, Socialisti uniti e tre liste civiche, ha raccolto 5.235 voti del primo turno, pari al 43,42%, e si confronterà con Antonio Barile del Pdl, commercialista e promotore finanziario, che ne ha ottenuti 3.651 pari al 30,28%. A Gioia Tauro la candidatura a sindaco dell’avvocato Renato Bellofiore è sostenuta da due liste civiche che, in prima battuta, hanno raccolto 3.828 voti pari al 35,62% contro l’ex europarlamentare Umberto Pirilli (Pdl e lista civica) che ha ottenuto 3.558 (33,10%). I due candidati a sindaco rimasti fuori Vincenzo Ruggero (Pri e Udc) 2.651 voti (24,66%) e Nicola Zagarella (Civica), 709 voti (6,59) hanno dichiarato il loro sostegno al candidato del centrodestra.

«A Sant’Onofrio per riscatto» «Sconfitta arroganza cosche» di cm VIBO VALENTIA - Il presidente Francesco De Nisi, in rappresentanza dell’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia, assisterà al rito dell’Affruntata, che si terrà domani a Sant’Onofrio. De Nisi ha sottolineato l’importanza di essere presenti nel piccolo centro per testimoniare la volontà di riscatto dalla ’ndrangheta, che con le sue intimidazioni ha causato l’annullamento della festa che si tiene nel giorno di Pasqua. «Invito i calabresi onesti, quelli che credono davvero nella necessità di emanciparsi una volta per tutte dall’oppressione del potere criminale - ha sostenuto De Nisi - a venire Sant’Onofrio. In questo

modo daremo un segnale concreto di vicinanza alla popolazione e alla Diocesi, che insieme al parroco ha adottato con coraggio la scelta di rimandare l’Affrontata per dire no al ricatto della mafia». Il parlamentare Aurelio Misiti ha invece sottolineato: «Il coraggio di un parroco di paese e la ferma posizione del vescovo di Mileto, Luigi Renzo di Campana, hanno sconfitto l’arroganza mafiosa degli uomini di onor. Una ’ndrangheta - ha continuato - feroce come quella operante nella provincia di Vibo Valentia ha trovato un osso duro da rosicchiare e non ce l’ha fatta. E’ un’occasione importante - ha concluso Misiti - per dimostrare che i cittadini calabresi non hanno paura e vogliono essere liberi».


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani 11

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' Aumentano i consensi per l’Idv, raggiunti i 55.370 voti CATANZARO - Idv ha raccolto 55.370 consensi facendo registrare un incremento del 20,7%. Rispetto alle regionali del 2005, in occasione delle quali, presentandosi insieme ai Comunisti italiani nella lista "Progetto Calabrie" aveva raggiunto il 4,2% (45.865 voti), incrementa i consensi: +9.505 voti (+5,4%). La sinistra radicale con Rifondazione-comunistiitalianisuperalosbarra-

mento raccogliendo 41.520 voti (4,03%). Rispetto al 2005, la contrazione è di quasi 14.600 voti (-26,0%). L’analisi dell’orientamento elettorale distinto per aree urbane e intero territorio regionale mette in luce che la coalizione guidata da Giuseppe Scopelliti ottiene maggiori consensi rispetto al centrosinistra con una differenza pari al 2,69%. La distanza, infatti, risulta maggiore,

nei capoluoghi di provincia (28,2%) rispetto all’intero territorio regionale (25,5%). Come era prevedibile, Scopelliti aumenta le distanze da Loiero a Reggio (oltre 52%). La distanza si riduce considerevolmente a Cosenza (13,7%) e a Catanzaro (15,7%). Con oltre 22 mila voti in più rispetto alla coalizione, l’elettorato esprime il voto personalizzato a Scopelliti.

Lo studio dell’istituto Demoskopika: 614 mila voti, il trionfo di Peppe Scopelliti Bocciatura per Loiero che prende 16 mila voti in meno della sua coalizione

Analisi del voto in Calabria Cresce il Pdl, flessione per Pd e Udc di Carmela Mirarchi CATANZARO - «Con oltre 614 mila voti pari al 57,8% è indubbio il trionfo tributato dagli elettori calabresi al sindaco di Reggio Calabria portatore di un valore aggiunto del 3,7%. Bocciatura per il governatore uscente Loiero che prende quasi 16 mila voti in meno della sua coalizione». E’ uno dei passaggi dell’analisi del voto regionale realizzato dall’istituto Demoskopika. «Anche sul versante dei partiti prosegue l’analisi Demoskopika il nuovo quadro emerso dalle urne risulta abbastanza evidente: cresce il Pdl, si consolida Idv, flessione per l’Udc di Casini, sinistra radicale al fotofinish. Il centrodestra raccoglie più consensi nelle aree urbane. Significativo il declino del Pd che perde per strada 1 elettore su 2. Bipolarismo regionale in diminuzione di 8,7%. Rilevante, infine, l’astensionismo con quasi 70 mila cittadini in meno alle urne». Il Pdl, rispetto ai suoi predecessori (Forza Italia e Alleanza nazionale), è emerso dall’analisi,

ha guadagnato poco meno di 55 mila voti (+25,4%) passando dai 216.600 voti delle regionali 2005 (19,9%) ai 271.581 voti di adesso (26,4%). A livello territoriale è la provincia di Reggio Calabria a trainare l’aumento: il Pdl registra una crescita di oltre 30 mila voti (+48,6%). A seguire una provincia storicamente "rossa" come quella di Cosenza: 20.556 voti in più (+26,2%). E rispetto alle elezioni regionali del 2005 altre due province hanno segnato una tendenza positiva anche se inferiore alla media regionale: Catanzaro (+6.935 voti; +17%) e Vibo Valentia (+2.533 voti; + 15,9%). In controtendenza l’andamento elettorale del crotonesi che ha fatto registrare una calo dei consensi per il Pdl pari al 30,7% (-5.700 voti). Un dato, quest’ultimo, riconducibile principalmente alla netta affermazione della Lista "Scopelliti Presidente" che, con il 22,4% e ben 16.795 preferenza, si è distanziata dalla performance del Pdl locale del 5,1%. Il Pd, prosegue l’istituto Demo-

skopika, perde 164.512 voti rispetto ai consensi raccolti dai Ds e dalla Margherita nel 2005 passando da 326.593 preferenze (30,1%) a 162.081 (15,7%). La contrazione registrata è pari al 50,4%. Il declino del Pd è rilevante in tutti e cinque le province: Reggio Calabria (-44.621 voti; 53,8%), Catanzaro (-33.318 voti; 53%), Crotone (-15.011 voti; -

53%), Vibo Valentia (-14.006 voti; -49,2%), Cosenza (-57.556 voti; 46,4%). L’Udc, malgrado abbia conseguito un significativo 9,4%, perde consenso rispetto alle elezioni regionali del 2005: -15.839 voti (-14%). Alla competizione del 2005, infatti, la squadra di Casini aveva totalizzato oltre 113 mila preferenze (10,4%) contro le 97.213 preferenze di adesso

(9,4%). A contribuire alla contrazione dell’Udc sono state, in percentuale, la provincia di Vibo (-26,1%, -2.920 voti), Cosenza (-18,0%, -6.368 voti), Reggio (-16,4%, -5.003 voti), Catanzaro (-6,9%, -1.833 voti). Unico territorio in controtendenza, la provincia di Crotone che ha registrato una crescita dei consensi pari al 3%.

«Il risultato uscito dalle urne è semplice e concreto Espresso voto di fiducia ancor prima che di merito» di cm CATANZARO-Nellamappaturageopolitica dell’effetto personalizzazione svettano la provincia di Reggio e Cosenza con una quota di elettori che votano il solo candidato presidente pari al 5,3% (+10.717 voti) e al 4,2% (+7.767 voti). A seguire, con valori inferiori alla media regionale (3,7%), Crotone (+3,3%; +1.459 voti), Vibo (+2,7%; +1.225 voti) e Catanzaro (0,8%; +893 voti). Sul versante opposto, Loiero totalizza meno preferenze della sua coalizione: 342.773 voti al solo candidato contro i 358.378 voti alla sola coalizione. In questo caso, la performance è negativa: -15.605 voti pari ad un meno -4,4%. Infine, il voto personalizzato di Pippo Callipo che ha raccolto ben 28.282 preferenze in più rispetto alle liste a lui collegate con un +36,1%. E’ stato analizzato, infine, lo stato del bipolarismo attraverso la quota dei consensi ricevuti dai primi due candidati. Se tra il 2000 ed il 2005 il barometro bipolare è stato pressoché stabile (dal 98,5% del 2000 al 98,7% del 2005), nel 2010 si è verificata una forte contrazione del bipolarismo: 89,9 % pari a -8,7%. L’elettorato provinciale più bipolare risulta quello di Reggio (93,5%), quella meno bipolare risulta Vibo (83%).

La recente competizione regionale è stata caratterizzata da un rilevante astensionismo. L’affluenza si è ridotta del 5,1% rispetto al 2005. Il 40,7% dei cittadini ha preferito non recarsi alle urne. Una tendenza costantemente negativa: dal 64,4% del 2000 al 59,3% del 2010 passando per il 64,4% del 2005. «Il segnale uscito inequivocabilmente dalle urne appare concreto in tutta la sua semplicità. Giovani, donne e cittadini, in avanguardia rispetto all’attuale sistema partitico regionale, hanno espresso un evidente voto di fiducia ancor prima che un voto di merito decidendo di far guidare alla maggioranza Scopelliti il treno delle aspettative». Lo ha sostenuto Raffaele Rio, presidente dell’istituto Demoskopika. «E’ per questo che diventa essenziale, ora più che mai - ha proseguito - il ruolo della rappresentanza e le due funzioni che essa è chiamata a svolgere. La prima funzione è quella del controllo sugli atti del Governo regionale ed appartiene alla rappresentanza nel suo insieme, l’intero Consiglio regionale. La seconda funzione consiste nell’esercizio del diritto di contribuire alla formazione del programma di governo e di accompagnarne attivamente la sua realizzazione. In questo rinnovato contesto - ha sostenuto Rio - è importante che il neo-governatore della Calabria abbia una visione nitida degli eventi politico - elettorali che hanno caratterizzato la sua netta affermazione. Il sentimento dei calabresi - ha concluso Rio - è orientato principalmente verso la discontinuità e la governabilità che dovranno essere garantite nel progetto politico - istituzionale del nuovo governo regionale».


12

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

POLITICA REGIONALE E ATTUALITA' I lavori dell’Ufficio elettorale centrale sono iniziati ieri presso la Corte d’appello Attribuzione del quoziente sulla base delle liste che hanno superato il 4%

Regionali, lunedì la proclamazione Indiscrezioni sui calcoli dei resti di Carmela Mirarchi CATANZARO - Sono stati da poco sospesi ieri sera, per riprendere questa mattina, i lavori dell’Ufficio elettorale centrale che si è riunito alle 15 presso la Corte d’appello di Catanzaro per procedere all’assegnazione dei seggi a ciascunacircoscrizionecalabrese ai fini della composizione del nuovo Consiglio regionale. I giudici non hanno reso noto l’esito del lavoro di ieri, limitandosi a confermarechelaproclamazione degli eletti avverrà lunedì. L’unico dato certo, dopo le due riunioni dell’Ufficio di giovedì mattina e di giovedì pomeriggio, è che i calcoli dei quozienti e dei resti effettuati presso i vari tribunali calabresi sono stati fatti sulla base dei voti ottenuti dalle sole liste che hanno superato lo sbarramento del 4 per cento previsto dalla legge elettorale. Sarà dunque effettuata lunedì, a distanza di 15 giorni da voto per le regionali, dall’Ufficio centrale circoscrizionale della Corte d’appello di Catanzaro, la proclamazione del presidente e degli eletti nel nuovo Consiglio regionale della Calabria. A darne notizia è stato il presidente dell’Ufficio centrale, Fortunato Rosario Barone, al termine della riunione dell’organismo che si è svolta nel pomeriggio di ieri. I componenti del collegio hanno ripreso il lavoro per l’attribuzione dei seggi dopo che sono affluiti in Corte d’appello, i verbali provenienti dai tribunali delle cinque province che hanno adottato una lineaunivocasull’attribuzionedel quoziente e dei resti sulla base delle liste che hanno superato il 4%. «Abbiamo- ha detto Barone

Una minorenne rifuta di sposarlo Romeno tenta di rapirla, arrestato

al termine dei lavori - fatto una parte del lavoro e proseguiremo per giungere alla proclamazione degli eletti lunedì». Alle domande dei giornalisti sulle modalità di attribuzione dei seggi con particolare riguardo a quelli del cosiddetto "listino bloccato" che, originariamente, erano assegnati come premio di maggioranza, il presidente non ha inteso dare alcuna risposta. «Ogni interpretazione - ha aggiunto rivolgendosi ai cronisti - è solo ed esclusivamente vostra e non attribuitela a noi». Dopo 15 giorni dunque anoraincertala composizionedel

Il presidente Barone ai cronisti: «Ogni interpretazione è esclusivamente vostra e non attribuitela a noi»

Consiglio Regionale calabrese. A vincere è stato con certezza il centrodestra ma nel conteggio delle schede sembrano esserci stati diverse problematiche. Sempre in tema di elezioni passando ai ballottaggi dei comuni oggi a partire dalle ore 16 si insedieranno i seggi elettorali in vista dei ballottaggi nei 5 comuni che non sono riusciti al primo turno ad esprimere un vincitore e che torneranno alle urne domenica 11 aprile dalle ore 8 alle ore 22 e lunedì 12 aprile dalle ore 7 alle ore 15. Si tratta complessivamente di 1292 seggi in tutta la nazione nei quali nel pomeriggio di oggi prenderà il via il delicato compito del conteggio delle schede elettorali e della firma su ciascuna di esse da parte del presidente del seggio. Gli elettori chiamati alle urne in tutta Italia sono complessivamente 1.087.085 e potranno votare anche se non si sono recati alle urne al primo turno. Quattro sono i capoluoghi in cui si torna alle urne: Mantova, Macerata, Matera e Vibo Valentia.

LAMEZIA TERME - Tenta di rapire una connazionale tredicenne di cui si è invaghito ma, dinanzi alla reazione della minore, è costretto a desistere. Un romeno Nicu Memet, di 19 anni, è stato arrestato dalla polizia a Lamezia Terme con l’accusa di sequestro di persona e di lesioni personali. Memet, non rassegnato davanti all’opposizione dei genitori della ragazzina alla La tredicenne dopo sua richiesta di matrimonio, essere stata afferrata ha tentato di rapire la ragazza. La tredicenne, che era in e trascinata per terra casa in compagnia dei fratelfino all’ingresso di casa lini più piccoli, dopo essere stata afferrata e trascinata si è messa a urlare per terra fino all’ingresso, si è messa a urlare e a chiedere e a chiedere aiuto aiuto. La reazione, imprevista, ha costretto l’aggressore a desistere dal tentativo e ad allontanarsi. Memet é stato poi rintracciato e arrestato. Dalle indagini condotte dalla polizia, è emerso, inoltre, che il diciannovenne, assieme assieme a due altri connazionali P.R., di 29 anni, e P.I. di 32, denunciati in stato di libertà, aveva precedentemente aggredito i genitori della ragazzina provocando loro contusioni e lesioni guaribili in pochi giorni.

Donna morta dopo parto, Cittadinanzattiva si costituirà parte civile CATANZARO - Anche l’associazione Cittadinanzattiva chiederà di costituirsi parte civile - al fianco dei familiari della giovane donna morta dopo il parto e del marito rimasto vedovo - nel procedimento a carico di quattro medici ed un’ostetrica dell’ospedale di Soverato-Chiaravalle in corso a Catanzaro. E’stato annunciato ierii nell’aula del giudice dell’udienza preliminare Emma Sonni, dove si tornerà venerdì prossimo perdecidere in merito alla richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura della Repubblica a carico dei sanitari, accusati di omicidio colposo a seguito del decesso della giovane mamma, spirata dopo otto giorni di agonia all’ospedale "Pugliese" del capoluogo di regione, dove era stata ricoverata a seguito delle complicanze seguite al parto, avvenuto nel nosocomio di Soverato. In aula, comun-

que, erano presenti i legali che rappresenteranno le parti civili già costituite, Arturo Bova e Antonio Lomonaco per il marito della giovane morta, Antonio Zaccone, 40enne di Borgia, che hanno assistito già nei lunghianni necessari perché questo caso giungesse in aula; e glia vvocati Nando Citraro ed Emilio Vitaliano per i familiari della donna. Si chiamava Giulia Loiarro, aveva 31 anni, era nativa di Girifalco e residente a Borgia e morì il 3 settembre del 2005. Dopo oltre 4 anni, è stata il pm Alessia Miele a chiedere che 5 persone vengano mandate sotto processo in base all’ipotesi d’accusa che la Loiarro sia morta per la negligenza, imprudenza e imperizia (gli avvocati degli accusati sono Aldo Casalinuovo, Giancarlo Pittelli, Domenico Pietragalla,Francesco e Giuseppe Ugo Tiani, e Silvana Aversa).


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani 13

SANITA' E WELFARE Dipartimento di oncoematologia presto assemblea del personale

Definita "incomprensibile" la scelta della Giunta regionale Per la Commissione Serra-Riccio era un mostro giuridico

Direzione ospedale Pugliese Ciaccio «Non trasferire oncologia al Campanella» di Carmela Mirarchi CATANZARO - Il Collegio di direzione dell’Azienda ospedaliera Pugliese - Ciaccio di Catanzaro, in un documento, ha definito "incomprensibile" la scelta della Giunta regionale che con propria delibera del 25 marzo scorso ha deciso di trasferire le funzioni delle patologie oncologiche alla FondazioneCampanella.«Ilmassimo organismo consultivo dell’Azienda - è scritto in una nota - ha preso atto della delibera di Giunta n. 255 del 25 marzo, con la quale si delineano le iniziative propedeutiche alla realizzazione del nuovo ospedale di Catanzaro a Germaneto di Catanzaro. La Commissione Serra - Riccio - è scritto nel documento - la sua denuncia l’aveva lanciata forte e chiara arrivando a definire la Fondazione Tommaso Campanella per lo studio e la cura dei tumori "un mostro giuridico". Promosso invece il Dipartimento di Oncologia, Ematologia, Radioterapia e Medicina Trasfusionale del Pugliese - Ciaccio, definito "punto di riferimento di eccellenza a livello regionale sia per le malattie oncologiche, che per la diagnostica di laboratorio e radiologica"’. D’altro canto, gli sprechi che si erano consumati all’interno della Fondazione Campanella, finanziata per oltre 40 milioni di euro dalla Regione e salvata dalla chiusura da ben due leggine regionali che ne avevano decretato la sopravvivenza, erano giunte all’attenzione della Corte dei conti che, nella relazione annuale del suo presidente regionale, all’inizio del 2010, ne segnalava la gestione finanziaria "a dir poco disinvolta". Sull’altro fronte - prosegue il documento un dipartimento ospedaliero di onco-ematologia di secondo livello che vanta una storia ormai quarantennale e professionalità riconosciute a livello nazionale. Allocato in un ospedale recente-

mente ristrutturato e con valenza monospecialistica il Dipartimento onco-ematologico dell’Azienda Pugliese - Ciaccio è dotato di tecnologie moderneNelle strutture operative complesse afferenti al dipartimento sono stati ricoverati 1.650 pazienti in regime di ricovero ordinario e 4.120 in day hospital. Per quel che riguarda le visite ambulatoriali il dipartimento si attesta nel 2009 sull’importante numero di 66.621 prestazioni.Tali risultati del dipartimento, sono costati sacrifici all’ospedale nel suo complesso, infatti tutta la struttura ha dovuto affrontare limitazioni per consentire la ristrutturazione del P.O. De Lellis, e per sostenere la funzione terapeutica-assistenziale strategica che il modello realizzato ha per l’intero ospedale. Tale strategia mina il ruolo che l’ospedale ha nella tutela della salute della popolazione con conseguenze negative allo stato non valutabili. Ma in una Regione come la Calabria, nota alle cronache per gli sprechi in sanità e che sta in questa fase affrontando un duro piano di rientro i modelli virtuosi di gestione con i quali si è misura-

to in questi anni il Dipartimento onco-ematologico dell’Azienda non pagano. La Giunta regionale di Centrosinistra,tre giorni prima delle elezioni regionali, decreta, infatti, la disattivazione del moderno ospedale Ciaccio e "assume la tesi di concentrare i reparti oncologici ed onco-ematologici dell’Azienda Pugliese Ciaccio, col relativo personale, attualmente situati nel presidio ospedaliero Ciaccio - DeLellis, presso la sede della Fondazione Campanella all’interno del Policlinico Universitariò. Il Collegio di Direzione dell’Ao Pugliese - Ciaccio - conclude il documento - non comprendendo le ragioni di una delibera regionale prodotta nella consapevolezza che la sua efficacia vada a destabilizzare un modello di lavoro e attività dedicate alla cura del paziente oncologico che hanno fortementelimitato la migrazione sanitaria per cure oncologiche, ematologiche e radioterapiche, pone all’attenzione dell’opinione pubblica e dei referenti istituzionali questa incomprensibile scelta sanitaria che in ultima analisi penalizza i pazienti calabresi».

CATANZARO - «Occorre indire nei primi giorni della prossima settimana una assemblea di tutto il Personale afferente al Dipartimento di Oncoematologia presso il P. O. Ciaccio, in quanto ciò che si è consumato con la Delibera di Giunta Regionale n° 255 del 25/03/2010 è veramente un qualcosa che colpisce l’intera città di Catanzaro».E’ quanto si legge in una nota di Giampaolo «Ennesima delibera Mungo (segretario aziendale Ugl sanità). «Contestualmen- che innesca un mostro te la nostra organizzazione giuridico visto che la sindacale è pronta a chiedere ai vertici aziendali di dimet- Fond.Campanella tersi, soprattutto se le notizie ciorcolate in merito al fatto non sarebbe ancora che il Collegio di Diparti- accreditata» mento che è formato dai vari Capi Dipartimenti non sarebbe stato informato tempestivamente già nel mese di febbraio di quanto si stava profilando. Infatti - continua - nella riunione che si sarebbe svolta il 24 febbraio scorso con il Comitato Tecnico Scientifico alla presenza della nostra Azienda Ospedaliera degli altri soggetti Istuituzionali e dell’Università, ebbene in quella sede nessuna voce si è levata per scongiurare quanto deliberato con la Delibera 255, rinnegando anche l’esistenza dello stesso Atto Aziendale della " Pugliese-Ciaccio ". E’ stata prodotta l’ennesima delibera - conclude - che innesca un mostro giuridico visto che la Fondazione Campanella non sarebbe ancora accreditata, l’Istituzione di Istituto Ircs ed il riconoscimento non è statomaiapprovato e pertanto i lavoratori dell’Azienda PuglieseCiacciohanno una tipologia Contrattuale di natura Pubblica pertanto non si capisce come si potrebberoconciliare le due tipologie contrattualipergli stessi lavoratori, non solo, con questa Delibera la Giunta Loiero ha destabilizzato un modello di assistenza sanitaria di riferimento Regionale quale è l’attuale Dipartimento di Oncoematologia del Presidioo"CiaccioDeLellis"».

Molti bambini della Locride sono a rischio d’ipertensione LOCRI - Molti bambini della Locride sono a rischio d’ipertensione, cioé di aumento della pressione arteriosa, e quindi possono subire seri danni renali.Tra loro si registrano pure casi di soprappeso o, addirittura, di obesità. Il dato, che fa molto riflettere sia sul piano medico che sociale, è stato fornito durante un convegno tenutosi presso "Palazzo Nieddu - del Rio", a conclusione della prima edizione del progetto "Make dreams real: non più bambini ne fropatici" ideato e realizzato dal Rotary Club di Locri, presieduto da Vincenzo Brullo, per lo studio delle malattie renali nei bimbi in età scolare. Il progetto, ha spiegato, Stefania Rossi, medico nefrologo dell’Ospedale di Locri, rotaryana,«tende a studiare i primi segni di danno renale neibambini mediante l’esame delle urine, la misurazione dellapressione ar-

teriosa e dell’ indice di massa corporea. E’ stato reso possibile grazie alla partecipazione volontaria di altrimedici, rotaryani e non. I risultati dello screening,effettuatoin una scuola locrese, hanno evidenziato una distribuzione dell’ipertensione pediatrica, del sovrappeso e dell’obesità in linea con i dati italiani e mondiali ed una netta correlazione tra ipertensione e danno renale anche nei bambini della Locride. Forte, dunque, la raccomandazione rivolta ai genitori: controllo della pressione arteriosa ed esame delle urine, anche nei più piccoli, almeno una volta all’anno. Grido d’allarme anche per l’ obesità infantile presente nel 13% dei bambini. Durane il convegno di presentazione dei risultati sono intervenuti il presidente del Rotary locrese, Vincenzo Brullo e il sindaco di Locri, Francesco Macrì.


14

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

AMBIENTE E AGRICOLTURA

Sino a domani la manifestazione al quale partecipano anche 18 aziende della nostra regione

Vini e olio biologico di Calabria Protagonisti alla Fiera di Verona di C.M. VERONA - Torna a Verona l’evento fieristico dedicato al mondo del vino e a quello dell’olio. Diciotto tra aziende, consorzi e associazioni della Calabria sono presenti da oggi al 12 aprile alla Fiera di Verona per rappresentare il meglio della produzione calabrese, in particolare per quanto riguarda l’olio extravergine biologico di Calabria. Nel grande stand allestito dalla Fiera

di Verona, con la supervisione della Mediacom Acn di Verona, per la Regione Calabria, nelle cinque giornate della manifestazione, si alterneranno degustazioni, eventi e momenti di incontri tra produttori e buyer nazionali ed internazionali. Lo stand della Regione Calabriaè impreziositodagrandigigantografie tratte dalle foto del fotografo calabrese, Vincenzo Caroleo, raffiguranti i grandi uliveti calabresi e da momenti significativi della raccolta delle olive, oltre che da

una grafica calda e avvolgente che esalta l’olio di oliva di Calabria. Nelle cinque giornate veronesi saranno ospiti nello stand Regione Calabria tra gli altri Chiara Giallonardo, la conduttrice di Rai Due, e la calabrese Caterina Milicchio, inviata della Rai. A questi personaggi si alterneranno famosi uomini di cultura e personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo. Dunque tra i protaginisti del Sol Verona anche l’olio biologico extravergine calabrese sarà tra i protagoni-

sti al Sol 2010 di Verona, il salone internazionale dell’olio d’oliva di qualità. Il sapore della storia. Gusto mediterraneo, qualità europea". Nella "cinque giorni" veronese saranno ospiti, nello stand Regione Calabria, tra gli altri Chiara Giallonardo, conduttrice televisiva di Rai Due, che possiamo ammirare nella trasmissione "Grazie dei Fiori ", il format televisivo ideato e prodotto da Mediacom acn e la calabrese Caterina Milicchio, inviata della trasmissione.E’inoltreprevistala

diretta televisiva su Calabria Channel Sky 875. La Calabria, da sempre terra olivicola in cui viene prodotto olio biologico extravergine di qualità ha nelle favorevoli condizioni climatiche e territoriali i suoi marchi di eccellenza. In un contesto ambientale unico e biologicamente sano la produzione olearia non é solo il completamento naturale del ciclo cultivar-olio, ma il simbolo rinnovato di un olio giovane e moderno. Oramai quando parliamo di Calabria possiamo dire che questa regione non ha nulla da invidiare ad altre realtà mediterranee, dove l’eccellenza è altamente diffusa. Ma cosa rende l’olio biologico extravergine di oliva Oro di Calabria. Sicuramente l’indissolubile legame col territorio, unico e ripetiamo biologicamente incontaminato, che in un sistema incredibilmentearticolatodizone e sottozone, regalano una varietà produttiva senza eguali.


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani 15

AMBIENTE E AGRICOLTURA Indebiti contributi per attività di olivicoltura, un arresto REGGIO CALABRIA - Un truffa finalizzata al conseguimento delle provvidenze comunitarie erogate nel settore agricolo a titolo di incentivo alla produzione, i favore di imprenditori del settore olivicolo, è stata scoperta dai carabinieri di Reggio Calabria che hanno arrestato e posto ai domiciliari, Leo Zappia, di anni 41, già noto alle forze dell’ordine, presidente dell’associazione Apok ed amministratore unico della società Agrigest operanti nel settore dei prodotti ortofrutticoli. L’arresto è stato fatto in esecuzione di un provvedimento del gip di Reggio che prevede anche l’obbligo di dimora per la moglie di Zappia, Rosetta Chiricosta, vicepresidente associazione Lapoc, Libera associazione produttori olivicoli calabresi. L’uomo, secondo l’accusa, era riuscito ad ottenere sovvenzioni e contributi comunitari

non dovuti e inoltre si era procurato ingiusti profitti con l’immissione indebita di dati non corrispondenti al vero nel sistema dell’Agea approfittando della sua funzione che prevedeva la cura delle pratiche di sovvenzione dei produttori agricoli. Zappia, insieme alla moglie, in particolare, avrebbe immesso nel sistema informatico dell’Agea nominativi di persone morte per conto delle quali avanzava poi domanda di contributi per il 2009. In un altro caso avrebbe immettesso falsi dati in nome e per conto di persone risultate ignare di ogni operazione. Alle indagini hanno collaborato i vertici della Lapoc (Libera associazione produttori olivicoli calabresi), della Fagri (Filiera agricola italiana) e del Caa (Centro assistenza agricoltura) che hanno segnalato le anomalie riscontrate nel modo di agire di Zappia.

Necessario governare bene il territorio attuando attenta politica di difesa del suolo Contenere fenomeni di aggressività climatica e meteorologica come quelli del ’96

Diversificazione attività agricola Il ruolo strategico è delle imprese di Giovanni Perri* CATANZARO - In Calabria, per una razionale manutenzione del territorio, necessita coinvolgere con una serie di interventi mirati all’utilizzo ottimale gli imprenditori agricoli, i quali nell’ottica della multifunzionalità delle imprese agricole possono svolgere un ruolo strategico ed importante perlosvilupposocio-economicoe la sicurezza fisica del territorio, ma anche e soprattutto per prevenire i danni che recentemente hanno flagellato l’intera Regione. Tutto ciò atteso che le aziende agricole calabresi costituiscono veramente una grande risorsa, nell’ambito della quale si concentrano ricchezze naturalistiche ed ambientali che molti turisti, studiosi e viaggiatori amano scoprire ed apprezzare. Nell’universo agricolo calabrese esistono infatti grandi risorse naturalistiche di specie vegetali ed animali, la cui specificitàèdovutaessenzialmente alle diverse realtà micro-climatiche e ad una variabilità di condizioni podologiche presenti in lungo ed in largo in tutta la superficie territorialee nei vari versantijonico, tirrenico e l’entroterra collinare e montano. Tutti infatti rimangono meravigliati e soddisfatti visitando le diverse località della Calabria, osservando la ricca e qualificata fauna naturale notando la presenza dell’aquila, del gufo reale, del biancone, del falco pecchiaiolo, dello sparviero, l’astore ed altro. Oggi, facendo tesoro di queste risorse, migliorando l’offerta turistica ed agrituristica, organizzata e sviluppata con appositiitinerarida offrireall’attività del tempo libero ed allo svago, si può privilegiare il sog-

giorno di tanti visitatori, consentendo loro di assaporare i "sani principi" della vita in campagna e tra i boschi, apprezzare le bellezze naturalistiche ed ambientali e vivere giorni di piena serenità. Affinché quanto sopra auspicato diventi realtà è necessario governare bene il territorio ed attuare una attenta politica di difesa del suolo finalizzata a ridurre i fenomeni franosi basati sulla realizzazione di importanti iniziative progettuali idraulico-agrarie ed idraulico-forestali, unitamente alle buone pratiche agricole che riducono notevolmente ed efficacemente l’erosione dei suoli, impedendo in manieranaturaleed efficace il dissesto e l’impoverimento dei territori. Per raggiungere detti obiettivi e per attenuare, ridurre o quanto meno contenere fenomeni di aggressività climatica e meteorologica come quelli di Crotone nel 1996, Soverato nel 2002, Cerzeto nel 2004 e tante altre realtà locali regionali, necessita utilizzare le strutture e la forza lavoro degli Enti sub-regionali per favorire la forestazione e l’attività agricola,la tutela delle risorse naturalistiche delle aree rurali e di quelle protette, con l’obiettivo

Oggi migliorando l’offerta turistica ed agrituristica si può privilegiare il soggiorno di tanti visitatori

di aumentare la copertura del manto vegetale a beneficio della salvaguardiaedellasicurezzafisica ed ambientale del territorio. Necessitano pertanto da parte dell’Afor, Consorzi di bonifica ecc. progetti finalizzati ad incoraggiare gli operatori agricoli e forestali ad una visione condivisa nel portare avanti tali interessi in un’ottica legata non semplicemente e soltanto alla possibilità di produrre solo e soltanto beni materiali quali le derrate agricole e gli assortimenti mercantili legnosi, bensì operare nell’ottica della multifunzionalità che il settore agricolo e forestale svolge nei confronti della stabilità fisica del territorio e dell’ambiente. E’ opportuno perciò che gli interventi pubblici degli Enti regionali e sub-regionali programmino ed attuino ulteriori iniziative progettuali di significativa valenza ambientale con una chiara visione di insieme, in particolare nelle aree a forte pendenza per ridurre i fenomeni erosivi e di franosità delle pendici collinari e montane, soprattutto nei periodi di maggiore piovosità e di aggressività climatica. In tale contesto l’opera che possono svolgere gli agricoltori, quali sentinelle dell’ambiente e del territorio, proficuamente utilizzati in direzione delle esigenze collettive del territorio ed in sinergia con gli indirizzi di pianificazione urbanistica e territoriale, possono contribuire validamente a migliorare la realtà territoriale della nostra Regione e a prevenire il dissesto idro-geologico del territorio. *Agronomo

Lottizzazioni di Squillace Coldiretti: riesaminarle CATANZARO - «Le istituzioni interessate riesaminino con attenzione la lottizzazione urbanistica in località Colazzocca a Squillace». A chiederlo è la Coldiretti in una nota in cui si afferma che «l’approvazione del piano di lottizzazione avvenuta con deliberazione consiliare del 28 novembre 2008 da parte del Comune di Squillace e la successiva delibera consiliare del 23 dicembre 2009 che ha approvato la convenzione di lottizzazione, complessivamente di 16 ettari, fa emergere con nettezza che la pianificazione del territorio è un argomento troppo serio Troppo spesso infatti - prosegue la nota il governo del territorio non è rispondente ad uno sviluppo sostenibile che deve privilegiare le vocazioni territoriali ed è disallineato rispetto alla Calabria che vorremmo di più regione di qualità per il turismo e l’agroalimentare. Tutto ciò, anche alla luce dei recenti dissesti idrogeologici che hanno drammaticamente interessato la Calabria. Come ha evidenziato di recente il Presidente della Repubblica - ha sostenuto Pietro Molinaro leader della Coldiretti - occorre che i comportamenti da parte di tutte le istituzioni che interagiscono nella importante opera di gestione del territorio devono essere responsabili. Le violazioni delle norme poste a tutela del territorio sono spesso causa di danni irreparabili che depauperano l’ambiente e compromettono il delicato equilibrio dell’ecosistema. Occorre in particolare da parte dei sindaci un rinnovato e prudente modo di operare e gestire il territorio. Alle Istituzioni la Coldiretti chiede anche di vigilare e controllare affinché le trasformazioni dinamiche del territorio che ci sono, non influiscano negativamente e pericolosamente su un’equilibrata trasformazione dei luoghi e quello che oggi può apparire un investimento in direzione di un illusorio sviluppo, domani potrà essere causa stessa di preclusione alle vie di successo per il territorio, alienando in un sol colpo il suo valore intrinseco e il suo progresso. La Coldiretti è interessata a mantenere saldi gli equilibri territoriali e pertanto, sicurezza del territorio e sviluppo devono andare di pari passo. Le opere costruite dall’uomo, devono avere un supplemento di vigilanza, avendo chiara la vocazione del territorio e quello di Squillace ha prestigiose radici storico-culturali. Disinnescare la colata di cemento che si paventa a Squillace - ha concluso Molinaro può essere emulativa per i tanti comuni che in questi anni nella nostra regione sono stati violentati».


18

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

LAVORO E SINDACATI Tramonti: «Il mondo del lavoro saprà apportare il massimo di presenze a questo grande evento che metterà in luce la Calabria degli onesti, le tante forze sane che quotidianamente si battono per l’affermazione di diritti fondamentali»

L’esecutivo dell’Unione territoriale del sindacato riunitosi sotto la presidenza del segretario generale Tramonti ha deciso che le questioni da rilanciare saranno legalità e accoglienza

Primo maggio, la Cisl si prepara per la manifestazione organizzata a Rosarno di Oriana Tavano CATANZARO - L’esecutivo dell’Unione sindacale territoriale della Cisl, riunitosi sotto la presidenza del segretario generale della Cisl Calabria, Paolo Tramonti, ha preso in esame i problemi organizzativi relativi alla partecipazione dei lavoratori cosentini alla manifestazione del primo maggio, che le tre confederazioni hanno deciso di tenere a Rosarno allo scopo di rilanciare dalla Calabria questioni fondamentali come la legalità e l’accoglienza degli immigrati. La macchina organizzativa della grande manifestazione è già partita ed è stato appositamente costituito un gruppo di lavoro di cui fa parte per la Cisl Antonio Ferrari. L’esecutivo Cisl ha accolto con favore quanto stabilito dalle segreterie regionali confederali che per la provincia la provincia di Cosenza prevede la partecipazione

Immigrati partecipano ad una delle manifestazioni organizzate dalla Cisl

di almeno tremila lavoratori. In tanti raggiungeranno dai vari centri la cittadina del Reggino. I pullman partiranno sia dal capoluogo che dalle varie zone, il Tirreno, la Presila, la valle del Crati,

la piana di Sibari e l’Alto Ionio. L’esecutivo, che ha approvato il bilancio consuntivo 2009, su relazione del segretario generale Tonino Russo, ha fatto il punto sul funzionamento dei servizi e degli

enti Cisl, soffermandosi in particolare sull’opera che svolge il Centro di assistenza fiscale in favore dei lavoratori. Il segretario generale dell’Ust Cisl ha sottolineato l’importanza

che riveste per il mondo del lavoro la grande manifestazione del primo maggio: «Non è la prima volta - ha tra l’altro rilevato Russo - che la Calabria viene scelta dalle tre grandi confederazioni a sede della celebrazionedella Festa del Lavoro ed in ogni circostanza le ragioni della scelta si sono rivelate azzeccate. Questa volta il tema si incentra oltre che sul lavoro e sullo sviluppo anche sull’integrazione,quindi sul dovere dell’accoglienza unitamente all’esigenza di sconfiggere l’illegalità sotto qualsiasi forma». Dopo aver sollecitato le federazioni di categoria ad un impegno sollecito per garantire la partecipazione dei lavoratori alla manifestazione del primo maggio, Russo ha sottolineato l’importanza politica dell’avvenimento «anche per la Calabria, che attraversa, dopo le drammatiche vicissitudini dell’inverno, momenti che purtroppo la pongono all’attenzione delle cronache nazionali proprio per i gravi fenomeni di delinquenza, quando, invece, le attenzioni del Governo centrale e dell’ente Regione dovrebbero convergere sull’incremento delle iniziative in campo economico e sociale». Dal canto suo, il segretario generale della Cisl Calabria, Paolo Tramonti, ha espresso la convinzione che «il mondo del lavoro saprà apportare il massimo di presenze a questo grande evento che metterà in luce la Calabria degli onesti, le tante forze sane della regione che quotidianamente si battono per l’affermazione dei diritti fondamentali, per costruire un futuro di certezze e libertà, per sostenere il lavoro e l’occupazione». Tramonti ha, infine, annunciato che il 21 aprile si riunirà a Rosarno l’attivo unitario di Cgil, Cisl e Uil aperto al mondo delle istituzioni, della cultura, del volontariato, delle professioni, della scuola e della Chiesa. In quella occasione saranno illustrati temi e motivazioni della festa del primo maggio.


il Domani Sabato 10 Aprile 2010 21

FINANZA BORSA: INDICI E VARIAZIONI

CAMBI VAR. %

CHIUSURA

FTSE Italia All Share FTSE MIB FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia Small Cap FTSE Italia Micro Cap FTSE Italia STAR

23.634,05 1,19 23.103,87 1,24 25.703,48 0,91 24.761,55 0,80 23.621,46 -0,91 11.712,21 0,73

Euro

METALLI

US $

UK £

¥en

USD/on

EURO/gr

1161,75

27,63

18,40

0,439

PLATINO

1726,00

41,19

PALLADIO

515,00

12,29

1 Euro

1.0

1.3467

0.87610

125.5

ORO

1 US $

0.74220

1.0

0.65030

93.170

ARGENTO

1 UK £

1.1408

1.5370

1 ¥en

1.0 143.21

0.0079647 0.010729 0.0069770

1.0

I TITOLI DI BORSA Ora

Min

Max

Apertura

16.30.29 17.30.34 17.30.06 16.30.07 17.30.11 16.30.55 16.30.00 17.30.36 16.30.44 17.30.21 16.32.31 14.42.21 16.37.35 16.30.51 16.58.13 16.30.45 17.19.32 17.30.03 17.30.25 16.20.58 16.30.17 16.30.48 15.38.46 11.00.31 17.30.52 17.30.38 17.30.33 17.30.27 17.30.48 16.30.26 17.11.25 17.30.34

0,924 1,395 7,25 3,905 62,50 1,69 0,9065 3,615 0,2341 0,403 5,265 13,52 10,23 0,337 2,32 0,6205 92,76 3,8925 15,21 0,5905 0,4025 0,0326 0,642 100,30 1,67 5,66 17,58 9,215 10,75 23,60 16,73 9,575

0,9545 1,415 7,36 4,30 63,09 1,74 0,93 3,675 0,2384 0,41 5,295 13,79 10,23 0,351 2,335 0,636 94,50 3,94 15,38 0,615 0,4115 0,0336 0,65 100,30 1,698 5,73 17,71 9,295 10,94 24,79 16,98 9,83

0,935 1,40 7,295 3,9425

B Interm-15 Cv 1,5% 90,97 -0,25 16.03.50 90,91 91,20 B&C Speakers 2,84 +0,44 16.30.18 2,7675 2,84 Banca Carige Cv 4.75% 2010-2015 108,95 +0,19 17.30.33 108,48 108,95 8,52 8,495 +1,13 17.30.20 8,40 Banca Generali Banca Ifis 7,53 +0,13 17.30.43 7,47 7,55 Banca Intermobiliare 4,1775 -0,12 16.20.34 4,17 4,1775 Banca Pop Emilia Romagna Cv 4% 2010-2015 111,94 +0,14 17.23.34 111,75 Banco Popolare 5,20 +3,07 17.30.35 5,08 5,21 Banco Popolare Cv 4.75% 2010-2014 110,70 +0,88 17.30.37 109,59 110,70 Banco Santander 10,47 +3,87 17.18.09 10,10 10,47 Basf 47,00 +1,38 16.57.16 46,45 47,00 Basicnet 2,6675 -0,09 16.30.15 2,64 2,67 Bastogi Spa Bayer 50,35 +1,35 16.08.56 49,92 50,35 49,25 -0,22 17.14.14 49,07 49,54 Bb Biotech Bca Carige 1,982 +0,61 17.30.19 1,965 1,985 Bca Carige R 2,935 +1,47 10.40.01 2,85 2,935 114,72 +0,00 15.01.56 114,72 114,72 Bca Carige-13Cv 1,5% Bca Finnat 0,563 +0,09 17.30.20 0,56 0,5635 1,10 1,092 +1,49 17.30.59 1,08 Bca Mps Bca Pop Di Spoleto 4,60 -0,65 16.01.22 4,5775 4,6025 Bca Pop Emil Romagna 9,975 +0,86 17.30.13 9,855 9,975 Bca Pop Etrur-Lazio 4,0325 +0,62 17.30.50 3,9675 4,0475 4,66 4,6525 +2,70 17.30.28 4,5575 Bca Pop Milano Bca Pop Sondrio 7,21 +1,34 17.30.22 7,10 7,235 0,58 -0,34 16.30.35 0,578 0,597 Bca Profilo Bco Desio Bria Rnc Bco Desio Brianza 4,1925 +1,02 16.30.16 4,17 4,2275 Bco Sardegna Risp 10,67 +0,57 16.21.02 10,62 10,72 Bee Team 0,4565 +2,35 15.11.03 0,446 0,457 0,704 +0,57 16.30.42 0,698 0,7075 Beghelli 6,195 +2,31 17.30.02 6,085 6,20 Benetton Group Beni Sta 2011 Cv2,5% 99,15 +0,10 17.21.16 98,96 99,17 Beni Stabili 0,7115 +2,45 17.30.47 0,6915 0,7115 1,40 1,40 +2,49 16.21.49 1,355 Best Union Company Bialetti Industrie 0,533 -0,93 15.41.27 0,528 0,5505 1,507 +6,88 16.30.37 1,482 1,556 Biancamano Biesse 6,115 +1,16 17.30.31 6,015 6,14 Bioera 1,01 -1,94 16.30.09 1,01 1,01 Bmw 34,86 +0,75 14.05.12 34,86 34,86 56,52 +2,06 17.22.25 55,75 56,58 Bnp Paribas Boero Bartolomeo 1,45 +0,69 17.30.25 1,423 1,467 Bolzoni Bonifiche Ferraresi 34,10 -0,20 16.30.15 33,85 34,19 Borgosesia 1,157 +0,61 16.16.45 1,145 1,16 1,34 1,34 -0,74 11.47.26 1,291 Borgosesia R Bp-10 Cv 4,75% 100,25 +0,03 15.43.28 100,21 100,28 102,01 -0,03 16.53.44 101,80 102,50 Bper 12 Cv Sub 3,7% 5,87 +0,77 17.30.29 5,835 5,91 Brembo Brioschi 0,2171 +0,51 16.30.43 0,215 0,218 6,235 +1,96 17.30.17 6,125 6,235 Bulgari 1,10 1,088 +0,65 17.30.20 1,082 Buongiorno Buzzi Unicem 10,03 +1,26 17.30.08 9,955 10,14 Buzzi Unicem Rnc 6,41 +1,75 17.30.20 6,31 6,42 Cad It 5,125 +0,69 16.10.05 5,085 5,125 Cairo Communication 2,9575 +0,00 16.03.41 2,935 2,96 Caleffi 1,149 +2,59 16.23.03 1,122 1,15 2,275 +2,02 16.30.24 2,1675 2,275 Caltagirone 1,984 +0,76 16.30.56 1,94 2,0475 Caltagirone Edit Camfin 0,282 -0,53 16.23.16 0,279 0,2845 Campari 7,75 -0,64 17.30.16 7,735 7,855 0,3525 -0,14 16.30.32 0,3525 0,3635 Cape Live Cape Live Cv 5% 2009-2014 90,11 -0,64 12.31.42 90,11 90,11 Carraro 2,5425 -1,45 16.20.09 2,5125 2,595 Carrefour 37,05 +0,95 15.42.39 36,50 37,69 Cattolica Ass 23,84 +0,08 17.30.27 23,68 24,09

91,20 2,82

AZIONI

A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam Actelios Aedes Aeffe Aegon Aeroporto Firenze Ahold Kon Aicon Alcatel-Lucent Alerion Allianz Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Arkimedica 2012 Cv5% Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Spa Autostrada To-Mi Autostrade Merid Axa Azimut

Prezzo ultimo contr. Var %

0,9525 1,415 7,34 4,30 63,09 1,695 0,93 3,625 0,2345 0,405 5,265 13,52 10,23 0,347 2,32 0,6205 93,45 3,92 15,34 0,60 0,408 0,0328 0,65 100,30 1,688 5,695 17,65 9,265 10,90 24,41 16,93 9,775

+3,31 +1,73 +1,31 +7,91 +0,94 +0,30 +2,71 -0,55 -0,68 -2,29 +0,67 -1,31 +3,65 -1,14 +0,87 -1,27 -0,27 -0,82 +1,19 +0,17 +0,00 -0,91 -0,31 +0,00 +0,24 +0,35 +0,69 +1,20 +0,37 +1,08 +3,61 +2,46

1,69 0,91 3,675 0,2384 0,4035

0,348 0,6305 3,9325 15,21 0,615 0,407 0,0336 100,30 17,67 9,22 10,88 24,79 9,605

8,44 4,1775 111,95 5,10 10,12 2,67

1,977

1,09 9,975 3,9825 4,58 7,10 0,5855 4,1775 10,70 0,446 0,7005 6,10 98,96 0,697 0,544 1,51 1,01 55,91 1,423 33,99 1,291 5,855 0,217 6,15 9,97 6,395 2,96 1,135 1,951 0,2825 7,85 90,11 23,84

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

2,38 0,517 4,70 3,0475 2,79 0,4485 0,1632 0,305 1,019 1,812 0,605 1,868 0,785 0,75 102,20 1,079 25,58 5,255 13,25 1,829 4,91 0,196 103,75 1,081 1,207 5,195 35,56 0,96 20,48 10,98 45,85 3,945 3,17 1,359 57,88 10,05 28,65 2,14 5,005 15,79

2,38 0,4865

Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Holding Centrale Latte To Ceramiche Ricchetti Chl Cia Ciccolella Cir-Comp Ind Riunite Class Editori Cobra Cofide Spa Cogeme Set Cogeme Set 2014 Cv Conafi Prestito' Cr Bergamasco Credem Credit Agricole Credito Artigiano Credito Valtellinese Crespi Creval 2013 Cv Csp Int Ind Calze D'Amico Dada Daimler Damiani Danieli & C Danieli & C Risp Nc Danone Datalogic De'Longhi Dea Capital Deutsche Bank Deutsche Telekom Diasorin Digital Bros Dmail Group Dmt

2,38 0,493 4,5975 3,045 2,74 0,4295 0,163 0,305 1,019 1,798 0,605 1,839 0,7695 0,746 102,20 1,069 24,69 5,18 13,20 1,829 4,895 0,1913 103,66 1,03 1,201 5,175 35,36 0,9415 20,25 10,98 45,00 3,9375 3,155 1,343 57,50 10,02 28,45 2,11 5,00 15,76

+1,28 +4,01 +3,84 +1,08 +1,86 -1,04 -0,12 +0,00 +2,52 +0,50 +3,86 +1,88 +0,72 +1,08 +0,17 -0,09 +0,86 +0,10 +1,93 +0,22 +0,72 -4,06 +0,16 -3,56 +1,27 +2,07 +0,40 +0,37 -0,54 +1,39 +2,25 +0,38 +0,48 +0,15 +2,22 +0,55 +1,39 +0,00 +0,20 +1,03

16.30.44 16.30.07 17.24.58 17.30.29 17.30.56 16.10.50 16.30.21 16.30.29 16.19.53 17.30.18 16.30.06 16.21.28 16.30.13 16.30.03 11.26.31 16.30.06 17.30.44 17.30.13 16.55.34 16.30.30 17.30.29 16.30.25 17.13.45 16.30.45 17.20.45 17.30.33 14.28.43 17.30.32 16.30.16 16.30.01 11.34.33 17.19.12 16.30.18 17.30.43 17.30.02 16.40.11 17.30.07 11.13.23 16.33.12 17.30.20

2,36 0,4755 4,40 3,0025 2,685 0,4295 0,1612 0,292 0,982 1,789 0,587 1,793 0,764 0,732 102,10 1,053 24,50 5,14 13,08 1,802 4,83 0,1902 103,61 1,03 1,188 5,09 35,34 0,927 19,98 10,73 45,00 3,80 3,115 1,315 56,97 9,97 28,00 2,10 4,945 15,41

E.On Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enervit Engineering Eni Enia Erg Erg Renew Ergycapital Esprinet Eurotech Eutelia Everel Group Exor

28,21 1,15 1,549 1,626 12,59 1,846 4,04 4,1775 1,372 25,76 17,59 5,93 10,73 0,85 0,769 7,74 2,72 0,214

+2,36 +1,68 +0,07 +4,23 +3,96 -1,02 -0,61 +1,40 -2,69 -0,73 +1,38 +0,34 +0,85 +4,29 -0,13 +1,04 +0,93 -0,93

16.49.21 17.30.34 17.24.20 17.30.11 17.23.07 17.30.48 17.30.44 17.30.56 16.30.10 17.30.55 17.30.52 17.30.26 17.30.44 16.30.16 16.30.55 17.30.48 17.30.31 16.24.48

27,65 28,22 27,65 1,124 1,152 1,137 1,525 1,589 1,525 1,569 1,635 1,569 11,80 12,65 1,844 1,87 4,02 4,10 4,1325 4,1775 4,14 1,372 1,408 25,76 26,29 26,29 17,45 17,61 17,47 5,90 5,985 5,92 10,60 10,77 10,71 0,8275 0,865 0,835 0,762 0,7845 0,7795 7,75 7,76 7,66 2,69 2,735 2,73 0,2125 0,2195 0,2195

Exor Prv Exor Rsp Exprivia Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat Risp Fidia Fiera Milano Filatura Di Pollone Finarte Casa D'Aste Finmeccanica Fintel Energia Group Fnm Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai R Fortis France Telecom Fullsix Gabetti Gas Plus Gdf Suez Gefran Gemina Gemina Risp Port Nc Generali Ass Geox Gewiss Gr Edit L'Espresso Granitifiandre Greenvision Amb Grup Minerali Maffei Gruppo Coin Hera House Building I Grandi Viaggi I.M.A

7,66 9,48 1,17 15,14 9,685 6,01 6,39 4,375 4,4675 0,70 0,1725 10,41 2,80 0,56 11,30 7,835 2,62

+2,07 +0,85 +1,04 +0,40 +0,26 +0,50 +0,63 +0,63 +0,00 +2,79 +2,92 +1,86 +4,48 -0,18 -0,88 -0,89 +3,87

17.30.02 16.58.30 17.30.39 17.30.02 17.30.53 17.30.44 17.30.36 17.30.41 17.30.18 16.30.32 16.30.16 17.30.10 17.30.01 16.30.23 17.30.01 17.30.46 17.30.51

7,545 7,70 7,545 9,48 9,55 1,16 1,17 15,07 15,22 15,14 9,635 9,825 9,76 6,06 5,985 6,065 6,34 6,415 6,40 4,275 4,395 4,39 4,4675 4,425 0,6835 0,7375 0,70 0,1603 0,173 0,1728 10,32 10,46 10,35 2,80 2,80 0,56 0,5635 0,562 11,27 11,52 11,44 7,83 7,94 7,90 2,5525 2,625 2,5725

1,13 0,439 6,165 28,70 2,24 0,67 1,549 17,76 5,18 3,17 2,2325 3,70 5,595 5,07 5,07 1,713 2,52 1,035 14,88

-0,88 +0,57 +1,07 +1,16 +0,11 +3,16 +3,20 +0,11 +1,47 +0,64 +0,79 -0,80 +0,63 +0,00 -0,59 +0,65 -1,18 -0,48 +0,68

16.30.11 16.30.37 16.30.55 16.17.42 17.18.28 17.30.52 14.15.40 17.30.31 17.30.15 16.06.53 17.30.32 17.30.40 16.24.57 13.32.37 16.30.04 17.30.41 16.27.20 15.57.16 17.30.38

1,12 1,14 0,436 0,4435 0,4415 6,055 6,175 6,175 28,70 29,27 2,225 2,26 0,6415 0,68 0,6505 1,549 1,559 17,50 17,83 17,75 5,12 5,18 5,14 3,0725 3,17 3,11 2,1675 2,235 2,215 3,67 3,73 3,73 5,575 5,695 5,695 5,07 5,105 4,965 5,20 5,20 1,699 1,716 1,701 2,5025 2,65 1,02 1,045 1,022 14,66 14,88

13,22

+0,76 17.30.41 13,13

13,34

0,435 0,1632 0,292 1,011 1,796 0,587 1,827 0,7835 0,74 102,10

1,802 4,91 0,1902 103,69 1,075

20,44 10,95 3,115 56,97 28,00 5,005 15,66

13,30

AZIONI

Igd Ikf Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo Rp Indesit Company Indesit Company Rnc Ing Groep Intek Intek R Interpump Group Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Rsp Invest E Sviluppo Irce Iride Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi Risp Italmobiliare Italmobiliare Rnc Iw Bank Juventus Fc K.R.Energy Kerself Kinexia Kme Group Kme Group Rsp L'Oreal La Doria Landi Renzo Lottomatica Luxottica Group Lvmh Maire Tecnimont Management E C Marcolin Mariella Burani F.G Marr Mediacontech Mediaset S.P.A Mediobanca Mediolanum Mediterranea Acque Meridiana Fly Meridie Mid Industry Capital Milano Ass Ord Milano Ass Risp Port Mittel Molmed Mondadori Edit Mondo He Mondo Tv Monrif Montefibre Montefibre R Monti Ascensori Munich Re Mutuionline Neurosoft Nice Noemalife Nokia Corporation Nova Re Olidata Omnia Network Panariagroup Parmalat Philips Piaggio Pierrel Pininfarina Spa Piquadro Pirelli E C Pirelli E C Risp Por Pirelli&C Real E Pms Poligraf. S. F Poligrafici Edit Poligrafici Printing Poltrona Frau Ppr Pramac Premafin Fin Hp Premuda Prima Industrie Prysmian Ratti Rcf Group Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup Rsp Rdb Realty Vailog Recordati Ord

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

1,48 -0,80 17.30.38 1,462 1,501 1,482 0,9235 +0,44 16.38.07 0,92 0,9235 1,739 +0,52 16.30.59 1,725 1,74 1,726 0,90 +1,75 16.30.31 0,885 0,903 0,885 2,5675 +1,99 17.30.17 2,535 2,57 2,535 8,15 +0,00 12.33.54 7,75 8,15 7,81 9,05 +1,17 17.30.21 8,995 9,095 8,995 8,025 +0,31 14.35.35 8,005 8,285 7,585 +1,27 17.23.25 7,535 7,61 7,565 0,5895 +12,72 16.30.28 0,5155 0,5895 0,5365 0,79 +5,33 16.30.14 0,7525 0,79 0,79 3,80 +2,29 17.30.15 3,705 3,8475 2,7425 +1,48 17.30.11 2,7075 2,7425 2,7325 2,235 +2,17 17.30.31 2,185 2,24 2,20 0,0639 -1,99 16.30.00 0,0636 0,0655 0,0646 1,38 -2,33 17.30.23 1,358 1,413 1,427 -0,07 17.30.09 1,421 1,44 1,429 3,28 +0,92 17.00.33 3,275 3,28 3,60 9,155 4,95 31,61 22,35 1,89 0,83 0,0974 7,10 2,7125 0,30 0,67

+0,07 +3,45 +2,64 +1,61 +1,64 +0,91 +0,00 -1,52 +0,64 -0,82 -0,99 +3,08

16.41.09 17.30.00 17.30.28 17.30.56 17.30.55 16.08.48 16.51.46 16.30.25 17.30.43 16.30.31 16.30.03 15.18.11

3,595 3,60 9,00 9,20 9,00 4,855 4,97 4,855 31,22 31,95 31,22 21,93 22,44 1,86 1,898 1,873 0,8245 0,83 0,0974 0,0988 0,0978 7,055 7,145 2,71 2,79 0,295 0,302 0,302 0,65 0,67 0,67

2,4025 3,305 14,70 20,40 87,50 3,2675 0,1577 1,62

+0,10 +0,30 +1,52 +2,67 +1,80 +3,57 +3,61 +1,31

17.30.51 17.30.19 17.30.15 17.30.54 14.16.58 17.30.01 16.30.21 16.30.12

2,40 2,425 3,36 3,3025 3,3025 14,55 14,74 14,55 19,95 20,45 19,95 86,70 87,50 3,1675 3,3275 3,1675 0,1512 0,1606 0,1512 1,599 1,62 1,599

6,945 2,9525 6,315 7,95 4,39 2,63 0,1339 0,568 13,50 2,06 2,26 3,73 1,511 3,1025 0,1679 7,97 0,474 0,201 0,5005 1,198 121,98 5,705 2,1175 2,985

+0,07 +0,43 +1,12 +0,57 +0,34 -0,75 +0,60 -1,98 +1,20 -0,24 +0,44 -1,06 -2,26 +0,16 +1,76 +0,63 -0,84 +0,50 -2,05 +1,70 +0,19 -2,23 -1,97 +1,53

17.30.22 11.30.58 17.30.05 17.30.47 17.30.02 16.30.45 16.30.04 16.30.11 16.30.50 17.30.59 17.15.18 16.17.57 16.30.05 17.30.13 16.30.39 17.30.28 11.17.03 16.30.00 16.30.39 16.30.41 17.17.05 17.30.46 15.11.24 16.53.00

6,90 2,94 6,21 7,88 4,36 2,63 0,1339 0,5545 13,50 2,0525 2,2125 3,73 1,495 3,0775 0,1621 7,905 0,468 0,1921 0,4915 1,18 121,60 5,615 2,1175 2,91

6,965 6,96 2,9525 6,315 6,255 7,99 7,96 4,415 4,39 2,665 2,64 0,1379 0,1379 0,568 0,555 13,50 2,08 2,08 2,2675 3,78 1,558 1,531 3,1325 3,12 0,17 0,165 8,17 0,474 0,468 0,2077 0,1991 0,51 0,5145 1,22 1,21 121,98 5,75 2,2575 2,985

11,35

-0,61 17.30.28 11,24

11,48

0,459

+0,88 16.14.37

0,459

1,859 2,115 24,11 2,37 4,175 2,70 1,274 0,4355 0,5475 0,459 5,57 11,50 0,4745 1,03 0,808 100,50 1,50 1,05 0,918 8,20 15,81 0,2271 0,92 1,371 0,8215 2,11 2,36 5,61

+2,20 +2,67 +0,46 +1,72 +2,08 +0,00 +0,87 -0,34 +0,37 +0,22 +2,86 +0,35 -0,21 -3,29 -0,86 -1,21 +0,00 +0,00 +1,21 +0,00 +2,60 +0,44 +0,55 +0,29 +1,48 +0,60 +0,00 -0,53

17.30.20 17.30.46 17.18.18 16.30.35 16.30.09 16.15.46 16.30.44 17.30.20 17.30.44 17.30.06 17.30.57 17.30.28 16.30.47 17.23.16 17.30.51 12.33.34 16.30.48 16.30.00 16.17.27 17.30.52 17.30.37 16.30.48 16.30.49 17.30.39 17.30.07 17.08.08 16.17.42 17.30.43

0,45 1,811 2,0625 24,11 2,34 4,095 2,70 1,226 0,4285 0,54 0,447 5,45 11,25 0,453 1,006 0,807 100,50 1,476 1,037 0,903 8,18 15,49 0,2255 0,906 1,36 0,799 2,1075 2,215 5,525

11,41

1,86 2,1175 2,065 24,50 2,375 2,355 4,1875 2,745 1,30 1,263 0,4425 0,4405 0,5495 0,4605 0,4605 5,785 11,55 0,4745 0,466 1,064 1,041 0,8245 103,88 1,532 1,531 1,054 1,04 0,938 0,903 8,285 15,87 15,60 0,229 0,92 0,915 1,38 1,371 0,8295 2,11 2,36 2,36 5,665 5,655


22 Sabato 10 Aprile 2010 il Domani

FINANZA I TITOLI DI BORSA AZIONI

Renault Reno De Medici Reply Retelit Richard-Ginori 1735 Risanamento Rosss Rwe S.S. Lazio Sabaf Sadi Servizi Industr Saes Getters Saes Getters Risp Nc Safilo Group Saipem Saipem Risp Cv Sanofi Sap Saras Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle R Servizi Italia Sias Sias-17 Cv 2,625% Siemens Snai Snam Rete Gas Snia Snia 3% Cv 2010 So Pa F Societe Generale Socotherm Sogefi Sol Sopaf 2012 Cv3,875%

Prezzo ultimo contr. Var %

Ora

Min

Max

Apertura

35,60 0,2158 16,64 0,405 0,076 0,38 1,09

-0,95 +1,79 -0,12 +0,00 -0,26 +0,00 +1,77

16.38.34 17.30.51 17.24.32 16.30.39 16.30.50 16.30.00 15.09.00

35,60 35,94 0,2094 0,2158 0,212 16,55 16,90 0,399 0,406 0,4055 0,075 0,077 0,0762 0,37 0,3855 0,374 1,075 1,09

0,338 17,50 0,409 5,79 4,79 0,4565 29,49

+0,00 +3,86 +2,25 +0,17 -1,24 +3,40 +1,83

14.49.00 17.30.49 15.17.55 17.30.46 17.30.31 16.30.16 17.30.17

0,338 0,343 16,83 17,60 0,4005 0,409 5,67 5,795 4,70 4,8475 0,4485 0,465 29,26 29,56

55,55

+1,00 12.17.37 55,24 17.30.53 15.27.11 16.30.55 16.30.33 17.30.38 17.30.39 17.07.42 17.30.36 15.38.31 14.32.07 16.30.33 17.30.03 16.24.56 15.53.40 16.30.37 17.24.26

0,338 16,83 5,75 0,452 29,29

55,55

2,11 9,84 7,60 0,688 0,1726 1,61 5,18 7,195 95,60 74,60 2,925 3,7975 0,0989 77,10 0,1143 45,67

+3,94 +0,92 +1,33 +1,33 +0,58 +6,62 -0,10 +0,07 +0,20 +0,65 -2,50 +1,13 -0,70 +2,79 +1,60 +2,42

2,0525 9,265 7,50 0,6805 0,1717 1,61 5,10 7,065 95,38 74,60 2,875 3,7725 0,097 77,10 0,111 45,36

2,12 2,0575 9,875 9,265 7,69 7,55 0,694 0,686 0,1749 0,173 1,61 5,195 5,10 7,24 7,19 96,00 75,16 3,02 2,99 3,8025 3,78 0,0996 0,0995 77,10 77,10 0,1149 0,113 45,67

2,355 4,2525 64,30

+1,07 17.30.03 2,3125 -4,22 16.30.33 4,2125 -0,31 15.46.01 64,30

2,36 2,3575 4,48 4,48 64,70

AZIONI

Prezzo ultimo contr. Var %

Sorin Stefanel Stefanel Risp Nc Stmicroelectronics Tamburi Tas Tbs Group Telecom It Media R Telecom Italia Telecom Italia Media Telecom Italia R Telefonica Tenaris Terna Ternienergia Tiscali Tod'S Toscana Finanza Total Trevi Fin Ind Trevisan Cometal Txt E-Solutions Ubi Banca Ubi Bca 2013 Cv Uni Land Unicredit Unicredit Rsp Unilever Unipol Unipol Priv Valsoia Viaggi Del Ventaglio Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass Vittoria-16 Cv Fix/F Vivendi Vrway Communication

1,57 0,27 7,475 1,29

Ora

Min

Max

+1,29 16.30.52 1,551 1,572 -3,05 16.30.48 0,27 0,2785 +0,67 17.30.05 -0,77 16.30.31

7,43 1,28

7,545 1,32

Apertura

AZIONI

1,551 0,273

Warr Aedes 2009-2014 Warr Bp 2010 Warr Bpm 09-13 Warr Camfin 2009-2011 Warr Creval 2010 Warr Creval 2014 Warr Ergycapital 11 Warr Gabetti 2009-2013 Warr Ikf 10-14 Warr Intek 2011 Warr Interpump 2009-2012 Warr Inv E Svil 2012 Warr K.R.Energy 2009-2012 Warr Kme Group 2009-2011 Warr Kme Group 2011 Warr Mediobanca 09-11 Warr Meridie 11 Warr Mid Ind C 2010 Warr Parmalat 2015 Warr Pierrel 08-12 Warr Prima Industrie 2013 Warr Retelit 08-11 Warr Richard Ginori 2011 Warr Snia 2010 Warr Tiscali 2009-2014 Warr Ubi 09-11 Yoox Yorkville Bhn Zignago Vetro Zucchi Spa Zucchi Spa Risp Nc

7,49

2,2425 0,082 1,073 0,0767 0,8455 17,90 16,64 3,1875 3,90 0,1771 55,90 1,475 44,20 13,00

-1,54 -2,26 +1,13 -2,17 +1,87 +2,29 +1,03 +0,32 +0,00 +0,45 +0,88 +0,00 +1,40 +1,17

17.20.53 15.51.45 17.30.45 16.30.46 17.30.05 17.23.56 17.30.20 17.30.02 16.30.22 17.30.38 17.30.44 16.04.14 17.00.13 16.30.02

2,24 2,28 0,0813 0,083 0,0813 1,055 1,077 1,065 0,076 0,0788 0,078 0,8285 0,85 0,8335 17,65 17,90 16,58 16,72 16,61 3,175 3,205 3,1875 3,8625 3,93 3,93 0,1755 0,1791 0,178 55,61 56,04 56,04 1,475 1,475 43,94 44,30 12,84 13,07 12,96

7,10 10,02 109,85 0,814 2,215 2,67 22,98 0,827 0,557 4,44

+5,81 +0,30 -0,03 -0,24 +1,61 +1,43 -0,52 +0,36 +0,18 -0,89

16.32.40 17.30.33 17.24.18 17.24.40 17.30.00 17.15.15 17.21.57 17.30.56 17.30.38 16.20.43

6,62 7,155 9,935 10,10 10,07 109,66 109,85 0,813 0,829 0,8155 2,1825 2,2175 2,2025 2,645 2,67 22,07 23,00 0,8205 0,832 0,828 0,555 0,5595 0,5575 4,325 4,48

1,454 4,63 3,9775

+0,28 16.30.15 1,454 +0,65 16.30.33 4,58 +1,73 17.30.18 3,885

1,454 4,69 4,00

19,31

+0,16 17.06.12 19,30

19,90

4,69

Prezzo ultimo contr. Var %

0,0778 0,03 3,75 0,0455 0,3285 0,4265 0,156

+0,13 +2,74 +0,33 +3,41 +0,00 -0,81 +4,00

Ora

Min

16.01.01 16.31.14 17.30.31 16.10.55 17.30.26 17.13.10 16.16.45

0,0761 0,0277 3,70 0,043 0,325 0,423 0,148

Max

Apertura

0,0782 0,03 0,0277 3,75 0,0456 0,0456 0,3365 0,325 0,43 0,1579 0,1579

0,094 +4,56 9.45.11 0,094 0,094 0,07 +44,93 16.30.22 0,05 0,07 0,06 0,269 -0,37 17.13.02 0,269 0,274 0,0094 -3,09 16.30.31 0,0094 0,0095 0,0361 -13,84 16.30.01 0,0361 0,0444 0,0444 0,0205 -2,38 15.02.12 0,0205 0,0206 0,0205 0,023 -0,86 15.22.39 0,0226 0,023 0,0226 0,085 -2,52 17.30.32 0,0821 0,0892 0,088

1,044 +5,19 17.23.48 0,298 +3,83 13.08.30 2,75 -5,17 16.58.42 0,1137 -3,64 16.00.42 0,025 +2,88 16.30.41 0,0025 +0,00 15.31.56 0,0039 +2,63 16.35.20 0,036 +0,84 17.21.15 6,905 +3,91 17.30.23 0,1287 -0,23 16.30.58 4,485 -0,33 17.30.55 0,475 +10,59 16.30.01 0,57 +6,44 16.30.01

0,9925 0,298 2,69 0,11 0,0243 0,0022 0,0038 0,0352 6,64 0,126 4,45 0,4195 0,535

1,045 0,298 2,85 2,69 0,1145 0,1101 0,0255 0,0025 0,0025 0,0039 0,0374 7,00 6,64 0,1289 0,128 4,53 4,5275 0,475 0,429 0,57

FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

AZ. ITALIA Abn Amro Master Az. Italia Alboino Re Allianz Azioni Italia All Stars Allianz Azioni Italia L Allianz Azioni Italia T Arca Azioni Italia Bim Azionario Italia Bim Azionario Small Cap Italia Bnl Azioni Italia Bnl Azioni Italia Pmi Bpvi Azionario Italia Carige Azionario Italia A Carige Azionario Italia B Carismi Dynamic Italia A Carismi Dynamic Italia B Eurizon Az. Italia 130/30 Eurizon Az. Pmi Italia Eurizon Focus Az. Italia Euromobiliare Azioni Italiane Fondersel Italia Fondersel P.M.I. Fonditalia Eq. Italy R Fonditalia Eq. Italy T Gestielle Italia A Gestielle Italia B Gestnord Azioni Italia Imi-Italy Interfund Eq. Italy Italia Leonardo Italian Opportunity Mediolanum Flessibile Italia Nextam P. Az. Italia Norvega Az. Italia A Norvega Az. Italia B Optima Azionario Italia Optima Small Caps Italia Pioneer Azionario Crescita A Prima Geo Italia A Prima Geo Italia Y Sai Italia Soprarno S&P/Mib Symphonia Azion. Italia Small Cap Symphonia Comp.Az.Italia Synergia Az. Italia Synergia Az. Small Cap Italia Ubi Pra. Azioni Italia Zenit Azionario I Zenit Azionario R AZ. AREA EURO 8a+ Eiger Agora Equity Alto Azionario Amundi Azioni Qeuro Epsilon Qequity Eurizon Az. Alto Dividendo Euro Eurizon Focus Az. Euro Euroland Intra Azionario Area Euro Leonardo Euro Prima Geo Euro A Prima Geo Euro Y Symphonia Comp. Azionario Euro Ubi Pra. Azionario Etico Ubi Pra. Azioni Euro Vegagest Az. Area Euro A Vegagest Az. Area Euro B Zenit Eurostoxx 50 Plus I Zenit Eurostoxx 50 Plus R AZ. EUROPA Abn Amro Master Az. Europa Allianz Azioni Europa L Allianz Azioni Europa T Allianz Multipartner Multieuropa Amundi Europe Equity Anima Europa

-0,30 -0,31 -0,25 -0,60 -0,60 -0,54 -0,55 -0,26 -0,52 +0,02 +0,44 -0,51 -0,53 +0,44 +0,51 -0,66 -0,29 -0,65 -0,50 -0,78 -0,19 -0,55 -0,54 -0,68 -0,67 -0,55 -0,52 -0,58 -0,56 -0,36 -0,48 +0,47 -0,47 -0,49 -0,56 -0,12 -0,59 -0,58 -0,57 -0,37 +0,00 -0,21 -0,56 -0,53 -0,20 -0,55 -0,24 -0,23

-0,19 -0,17 -0,51 -0,26 -0,26 -0,42 -0,44 -0,26 +0,16 -0,27 -0,39 -0,38 -0,57 -0,58 -0,35 -0,03 -0,03 -1,06 -1,06

-0,36 -0,19 -0,19 +0,11 +0,12 -0,20

14,843 6,207 4,31 21,213 20,865 20,335 7,24 7,258 18,233 5,549 4,968 5,409 5,482 3,621 3,324 17,307 4,818 12,333 20,416 19,798 15,909 11,485 11,584 13,241 13,567 10,642 22,819 8,989 16,055 9,106 16,929 4,506 6,421 6,50 5,731 5,769 13,515 14,037 14,407 17,911 5,00 3,762 11,339 6,173 5,849 5,109 9,657 9,54

4,717 4,217 14,964 12,869 4,607 26,473 13,712 4,558 5,811 5,516 6,37 6,557 5,759 5,172 5,723 7,055 7,055 4,672 4,648 5,329 16,446 16,233 7,243 4,283 3,963

VARIAZ. QUOT.

-0,25 Arca Azioni Europa -0,29 Bancoposta Azionario Euro Bim Azionario Europa -0,21 Bnl Azioni Europa Crescita -0,30 Bnl Azioni Europa Dividendo -0,27 Bpvi Azionario Europa +0,40 Carige Azionario Europa A -0,13 Carige Azionario Europa B -0,12 Carismi Dynamic Europe A +0,19 +0,43 Carismi Dynamic Europe B -0,19 Consultinvest Azione -0,15 Epsilon Qvalue Eurizon Az. Pmi Europa +0,00 Eurizon Focus Az. Europa -0,30 Euromobiliare Europe Eq. -0,26 Europa -0,22 +0,06 Fideuram Master Sel.Equity Europe Fondaco Eu Sri Equity Beta -0,24 Fondersel Europa -0,23 -0,23 Fonditalia Eq. Europe R -0,23 Fonditalia Eq. Europe T Gestielle Europa A -0,31 -0,30 Gestielle Europa B Gestnord Azioni Europa -0,07 Imieurope -0,25 -0,06 Iniziativa Europa Interfund Eq. Europe -0,45 Investitori Europa -0,27 Laurin Eurostock -0,13 +0,14 Mc G.Fdf Europa A +0,14 Mc G.Fdf Europa B Mediolanum Amerigo Vespucci +0,98 +0,99 Mediolanum Europa 2000 Nextam P. Az. Europa -0,22 Norvega Az. Europa A -0,04 -0,04 Norvega Az. Europa B Optima Azionario Europa -0,27 Pioneer Azionario Europa A -0,25 Pioneer Azionario Valore Europa Dis. A -0,16 -0,34 Prima Geo Europa A +0,00 Prima Geo Europa Pmi A Prima Geo Europa Pmi Y +0,00 -0,33 Prima Geo Europa Y Ras Lux Equity Europe -0,26 Sai Europa -0,55 Soprarno Azioni Euro 50 -0,40 Symphonia Europa +0,27 Synergia Az. Europa -0,11 +0,30 Talento Comp. Europa -0,22 Ubi Pramerica Azioni Europa Unibanca Azionario Europa -0,26 AZ. ENERGIE E MATERIE PRIME -0,39 Eurizon Az. Energia E Materie Prime AZ. SALUTE Eurizon Az. Salute E Ambiente +0,20 AZ. FINANZA Eurizon Az. Finanza +0,07 -0,54 Fonditalia Euro Financials R -0,52 Fonditalia Euro Financials T AZ. INFORMATICA Eurizon Az. Tecnologie Avanzate +0,10 AZ. ALTRI SETTORI Alpi Risorse Naturali +0,43 Ducato Immobiliare A +0,21 +0,22 Ducato Immobiliare Y Fideuram Master Sel. Eq. Gl. Resources +0,93 -0,65 Fonditalia Euro Cyclicals R Fonditalia Euro Cyclicals T -0,64 -0,12 Fonditalia Euro Defensive R Fonditalia Euro Defensive T -0,11 Fonditalia Euro T.M.T. R -0,44 Fonditalia Euro Tmt T -0,44 Fonditalia Flex. Emerging Mkts R +0,16 +0,16 Fonditalia Flex. Emerging Mkts T Interfund Int.Sec.New Economy -0,14 -0,12 Norvega Mobiliare Re A

9,576 4,498 10,059 11,743 2,91 3,967 5,59 5,835 4,189 3,96 8,979 5,387 8,316 8,365 13,997 13,16 9,094 89,472 13,33 9,263 9,342 7,106 7,267 8,634 18,723 6,876 5,975 5,129 3,861 6,541 3,708 5,854 15,001 5,042 4,775 4,83 2,979 14,981 6,832 10,996 20,213 20,799 11,327 40,786 10,635 3,971 5,501 6,286 120,831 5,789 6,175 9,474

15,169

18,836 6,051 6,09 4,131

6,104 8,432 8,662 11,192 11,153 11,263 11,717 11,833 5,652 5,691 2,476 2,498 34,031 4,279

VARIAZ. QUOT.

Norvega Mobiliare Re B Optima Tecnologia AZ. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Ducato Etico Geo A Ducato Etico Geo Y Eurizon Azionario Intern. Etico Ml Master Series Spec. Eq. Pioneer Cim Global Gold And Mining BIL. AZIONARI Aureo Ff 1classe Crescita Ducato Multimanager Equity 50-100 A Ducato Multimanager Equity 50-100 Y Euromobiliare Dinamico Fonditalia Core 3 R Fonditalia Core 3 T Igm Bilanciato Azion. A Igm Bilanciato Azion. B Imindustria Managers & Co. Comparto 70 Prima Forza 5 A Prima Forza 5 B Prima Forza 5 Y Ubi Pra. Portafoglio Aggressivo Ubi Pramerica Privilege 4 BIL. BILANCIATI Abn Amro Master Bilanciato Allianz Multipartner Multi50 Alto Bilanciato Arca Bb Arcacinquestelle Comp.C 50 Aureo Ff 1classe Dinamico Azimut Bilanciato Bancoposta Mix 2 Bim Bilanciato Carige Bilanciato 50 A Carige Bilanciato 50 B Consultinvest Bilanciato Ducato Multimanager Equity 30-70 A Ducato Multimanager Equity 30-70 Y Epsilon Dlongrun Eurizon Bil. Euro Multimanager Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Euromobiliare Bilanciato Fideuram Performance Fondersel Fonditalia Core 2 R Fonditalia Core 2 T Gestielle Global Asset 2 Gestnord Bilanciato Euro Imicapital Internazionale Managers & Co. Comparto 50 Mc G.Fdf Bilanciato A Mc G.Fdf Bilanciato B Mediolanum Elite 60 L Mediolanum Elite 60 S Nextam P. Bilanciato Norvega Sintesi Dinamico Prima Forza 4 A Prima Forza 4 B Prima Forza 4 Y Sai Bilanciato Sai Multi Fund Linea Dinamica Symphonia Largo Symphonia Patrimonio Globale Synergia Bilanciato 50 Ubi Pra. Portafoglio Dinamico Ubi Pramerica Privilege 3 Valori Responsabili Bilanciato BIL. OBBLIGAZIONARI Abn Amro Master Bilan. Obb. Allianz Multipartner Multi20 Amundi Qbalanced Arca Te Arcacinquestelle Comp.A/B 25

VARIAZ. QUOT.

-0,12 4,279 Aureo Ff 1classe Valore -0,15 2,754 Azimut Scudo Bancoposta Investimento Protetto 90 +0,14 2,849 Bnl Protezione +0,14 2,917 Capitale Pià Comparto Bilanciato 30 -0,08 6,017 Carige Bilanciato 30 +0,10 5,101 Carismi Dynamic Mix 15 -1,77 8,196 Carismi Dynamic Mix 30 Euromobiliare Moderato +0,23 3,883 Fonditalia Core 1 R +0,23 3,907 Fonditalia Core 1 T +0,23 3,961 Gestielle Global Asset 1 -0,09 33,31 Managers & Co. Comparto 30 +0,23 10,349 Mediolanum Elite 30 L +0,24 10,443 Mediolanum Elite 30 S -0,04 4,579 Mix -0,04 4,629 Norvega Sintesi Audace -0,16 12,703 Prima Forza 2 A +0,13 4,566 Prima Forza 2 B +0,56 3,953 Prima Forza 2 Y +0,56 3,955 Prima Forza 3 A +0,55 4,019 Prima Forza 3 B -0,09 5,38 Prima Forza 3 Y +0,19 5,289 Symphonia Adagio Symphonia Bilanciato Equilibrato Italia -0,03 17,594 Synergia Bilanciato 30 +0,22 4,933 Ubi Pra. Bilanciato Euro Rischio Cont. +0,07 16,272 Ubi Pra. Portafoglio Moderato -0,22 31,556 Ubi Pramerica Privilege 1 -0,06 4,679 Ubi Pramerica Privilege 2 +0,25 4,065 Visconteo -0,10 24,115 OB. EURO GOVERNATIVI BT +0,03 6,038 Allianz Monetario +0,00 22,66 Alto Monetario -0,08 5,969 Amundi Breve Termine -0,08 6,076 Arca Mm -0,02 5,32 Bancoposta Monetario +0,16 4,273 Bg Focus Monetario +0,16 4,329 Bim Obb.Breve Termine -0,16 6,262 Bnl Obbligazioni Euro Bt -0,06 35,908 Bpvi Breve Termine -0,03 6,276 Carige Monetario Euro A -0,08 24,771 Carige Monetario Euro B -0,05 27,178 Cividale Forum Iulii Prudenza A +0,17 12,096 Cividale Forum Iulii Prudenza B +0,38 46,678 Consultinvest Breve Termine +0,18 10,321 Cr Cento Monetario Plus +0,19 10,399 Cs Monetario Italia B -0,06 12,585 Cs Monetario Italia I -0,16 14,973 Ducato Fix Euro Bt A -0,11 31,084 Ducato Fix Euro Bt Y +0,07 12,589 Eurizon Focus Obb. Euro Breve Termine +0,04 5,106 Euromobiliare Prudente +0,32 6,258 Fideuram Security +0,32 4,646 Fondersel Reddito +0,31 5,199 Fonditalia Euro Bond Sh.Term R +0,30 9,937 Fonditalia Euro Bond Sh.Term T +0,03 6,214 Fonditalia Euro Currency R +0,24 5,768 Fonditalia Euro Currency T +0,30 4,362 Gestielle Bt Euro A +0,28 4,362 Gestielle Bt Euro B +0,29 4,436 Gestielle Cedola +0,03 3,71 Imi 2000 +0,07 4,529 Interfund Euro Currency +0,35 5,731 Intra Obb. Euro Bt +0,00 5,29 Laurin Money +0,00 5,748 Leonardo Monetario +0,02 5,62 Mediolanum Risparmio Corrente +0,13 5,506 Monetario -0,04 6,841 Nordfondo Obbl. Euro Breve Termine Norvega Obb. Euro Breve Termine A -0,04 9,36 Norvega Obb. Euro Breve Termine B +0,02 5,88 Optima Reddito B.T. -0,10 8,69 Optima Riserva Euro -0,01 16,523 Passadore Monetario -0,02 5,494 Pioneer Monetario Euro A

+0,14 +0,04 -0,02 -0,03 -0,08 -0,04 +0,08 +0,15 +0,05 +0,11 +0,10 -0,03 +0,11 +0,06 +0,04 -0,10 +0,32 +0,20 +0,22 +0,22 +0,14 +0,14 +0,14 +0,19 -0,24 +0,04 -0,08 +0,07 +0,02 +0,05 -0,04

-0,01 +0,00 +0,04 -0,06 +0,02 +0,02 +0,02 +0,01 -0,08 -0,03 -0,03 -0,04 -0,04 -0,06 -0,02 -0,01 +0,00 -0,05 -0,05 -0,03 -0,01 +0,00 -0,09 +0,04 +0,04 +0,00 +0,00 -0,03 -0,04 -0,06 +0,00 +0,00 -0,05 -0,03 +0,00 +0,00 +0,00 -0,03 -0,05 -0,03 -0,04 +0,00 -0,01 +0,01

5,024 7,642 5,468 22,779 5,101 5,262 3,976 3,98 6,528 10,566 10,638 8,949 5,332 5,25 10,082 5,788 5,631 4,614 4,616 4,661 4,972 4,972 5,051 5,898 5,496 5,513 5,943 5,912 5,615 5,614 34,798

15,858 7,084 7,474 14,766 6,197 16,393 6,539 7,493 6,299 11,622 11,39 5,492 5,542 5,001 5,765 7,77 7,826 6,285 6,327 15,275 8,477 9,566 14,162 7,913 7,95 7,86 7,891 7,573 7,625 6,385 16,867 6,68 5,665 6,926 6,095 13,835 12,16 8,987 5,855 5,896 6,674 5,295 7,142 13,169

VARIAZ. QUOT.

-0,01 10,166 Prima Fix Obbligazionario Bt A -0,01 10,177 Prima Fix Obbligazionario Bt Y Soprarno Pronti Termine +0,00 5,128 Synergia Obb Euro B.T. +0,00 5,063 Teodorico Monetario -0,03 7,483 Tesoreria Fondo Per Le Imprese +0,00 6,91 Ubi Pramerica Euro B.T. +0,00 6,745 Unibanca Monetario -0,03 5,747 Valori Responsabili Monetario +0,03 5,862 -0,01 7,565 Zenit Monetario I -0,01 7,524 Zenit Monetario R OB. EURO GOVERNATIVI M/L TERM Allianz Reddito Euro L +0,09 32,47 Allianz Reddito Euro T +0,09 31,825 Anfiteatro Bond Corporate +0,00 4,981 Anima Obb. Euro -0,03 7,175 +0,00 9,016 Arca Rr Azimut Reddito Euro +0,04 15,624 Bancoposta Obbligazionario Euro +0,03 6,871 +0,07 6,873 Bim Obb. Euro +0,07 6,816 Bnl Obbligazioni Euro M/Lt Bpvi Obblig. Euro -0,34 6,679 Capitale Pià Comparto Obbligazionario +0,00 5,456 Carige Obbligazionario Euro A +0,01 10,81 Carige Obbligazionario Euro B +0,02 10,933 Carige Obbligazionario Euro L.Termine A +0,13 5,59 Carige Obbligazionario Euro L.Termine B +0,14 5,684 Carismi Bond Euro A -0,14 5,527 Carismi Bond Euro B -0,13 5,584 -0,13 7,594 Ducato Fix Euro Mt A -0,14 7,676 Ducato Fix Euro Mt Y Epsilon Qincome -0,05 7,451 -0,06 14,101 Eurizon Focus Obb. Euro Euromobiliare Reddito +0,01 15,446 Europe Bond +0,04 7,493 +0,02 120,229 Fondaco Euro Gov. Beta Fondersel Euro -0,04 8,013 Fonditalia Euro Bond Long Term R +0,04 7,28 +0,04 7,336 Fonditalia Euro Bond Long Term T Fonditalia Euro Bond Medium Term R +0,06 10,88 Fonditalia Euro Bond Medium Term T +0,05 10,944 Gestielle Lt Euro A +0,01 8,238 +0,00 8,319 Gestielle Lt Euro B Gestielle Mt Euro A +0,01 15,069 Gestielle Mt Euro B +0,01 15,205 Imirend -0,01 9,37 Interfund Euro Bond Long Term +0,05 8,243 Interfund Euro Bond Medium Term +0,06 8,194 Interfund Euro Bond Short Term 1 - 3 +0,01 6,961 +0,07 11,545 Interfund Euro Bond Short Term 3-5 Intra Obb. Euro +0,07 5,97 Italfortune Euro Bonds +0,00 8,42 +0,04 7,595 Leonardo Obbligazionario +0,02 6,466 Mediolanum Euromoney Mediolanum Italmoney +0,02 6,60 Nordfondo Obbl. Euro Medio Termine -0,03 17,353 Norvega Obb. Euro A +0,08 6,522 +0,08 6,593 Norvega Obb. Euro B -0,01 6,988 Optima Obbligazionario Euro Prima Fix Obbligazionario Mlt A +0,03 5,839 Prima Fix Obbligazionario Mlt Y +0,03 5,848 +0,07 56,997 Ras Lux Bond Europe Sai Eurobbligazionario +0,02 12,881 Synergia Obb Euro M.T. +0,06 5,172 +0,03 6,915 Ubi Pra. Euro M/L Termine Unibanca Obbligazionario Euro -0,02 5,822 -0,10 6,252 Vegagest Obb. Euro Lungo Termine A Vegagest Obb. Euro Lungo Termine B -0,10 6,252 -0,51 5,643 Vrg Coro Reddito OB. EURO CORPORATE INV. GRADE Amundi Corporate 3 Anni +0,00 102,597 Amundi Corporate Giugno 2012 +0,00 5,101 Arca Bond Corporate +0,10 7,033 +0,09 6,565 Carige Corporate Euro A Carige Corporate Euro B +0,09 6,632 +0,05 7,381 Corporate Bond

VARIAZ. QUOT.

-0,08 5,313 Ducato Etico Fix Y -0,06 5,26 Ducato Etico Fix A Eurizon Focus Obb. Euro Corporate +0,09 5,637 Eurizon Obb. Euro Corporate Breve Termine+0,03 7,531 Fonditalia Euro Corporate Bond R +0,08 8,416 Fonditalia Euro Corporate Bond T +0,08 8,459 Interfund Euro Corporate Bond +0,10 5,009 Nordfondo Obbligazioni Euro Corporate +0,05 7,63 Pioneer Obbl.Euro Corp.Etico Dis. A +0,08 4,761 +0,11 6,517 Prima Fix Imprese A +0,11 6,595 Prima Fix Imprese Y +0,11 6,585 Sai Obbligazionario Corporate Synergia Obb Corporate +0,07 5,401 Ubi Pramerica Euro Corporate +0,09 7,806 OB. EURO HIGH YIELD Eurizon Focus Obb. Euro High Yield +0,06 7,231 +0,06 14,142 Fonditalia Bond Euro High Yield R Fonditalia Bond Euro High Yield T +0,06 14,20 Interfund Bond Euro High Yield +0,06 7,776 +0,05 7,964 Prima Fix High Yield A +0,06 8,108 Prima Fix High Yield Y OB. DOLLARO GOVERNATIVI M/L TERM +0,53 8,807 Arca Bond Dollari Azimut Reddito Usa +0,41 5,894 Bnl Obbligazioni Dollaro M/Lt +0,60 6,069 +0,29 7,016 Ducato Fix Dollaro A Ducato Fix Dollaro Y +0,28 7,085 Fonditalia Bond Usa R +0,65 8,247 Fonditalia Bond Usa T +0,65 8,304 +0,78 8,821 Gestielle Bond Dollars A +0,78 8,936 Gestielle Bond Dollars B Interfund Bond Usa +0,65 7,176 +0,54 13,918 Nordfondo Obbligazioni Dollari OB. INTERNAZ. GOVERNATIVI Allianz Reddito Globale L +0,39 15,574 +0,38 15,279 Allianz Reddito Globale T Alpi Obbligazionario Internazionale -0,04 7,234 Alto Internazionale Obb. +0,34 6,198 +0,27 12,436 Arca Bond +0,04 7,984 Aureo Obbligazioni Globale +0,40 5,829 Bim Obb. Globale Bpvi Obblig. Internazionale -0,05 5,781 Carige Obbligazionario Internazionale A +0,44 5,747 Carige Obbligazionario Internazionale B +0,45 5,854 Carismi Bond Internaz. A -0,15 5,853 Carismi Bond Internaz. B -0,23 5,694 Ducato Fix Globale A +0,00 8,147 Ducato Fix Globale Y +0,01 8,218 +0,25 8,404 Eurizon Obb. Internazionali +0,07 8,617 Euromobiliare Intern. Bond Fondersel Internazionale +0,16 14,165 Gestielle Obbligazionario Intern. A +0,28 6,352 +0,28 6,442 Gestielle Obbligazionario Intern. B +0,34 15,683 Imibond Mc G.Fdf Global Bond A -0,11 5,325 Mc G.Fdf Global Bond B -0,09 5,273 Mediolanum Intermoney +0,30 6,41 +0,00 5,338 Ml Master Series Bonds +0,40 5,734 Norvega Obb. Internazionale A Norvega Obb. Internazionale B +0,40 5,794 Optima Obb. Euro Global +0,01 6,907 +0,28 9,475 Pianeta Prima Fix Obbligazionario Globale A +0,33 8,81 Prima Fix Obbligazionario Globale Y +0,34 8,827 +0,12 5,069 Prima Forza 1 A Prima Forza 1 B +0,14 5,071 +0,14 5,103 Prima Forza 1 Y Sai Obb.Internazionale +0,30 7,949 +0,28 5,65 Ubi Pra. Obbligazioni Globali OB. INTERNAZ. CORPORATE INV. GRADE Anfiteatro Global Bond +0,00 5,672 Fonditalia Euro Yield Plus R -0,04 9,455 Fonditalia Euro Yield Plus T -0,04 9,512 Ubi Pra. Obbligazioni Globali Corporate +0,33 6,717 OB. INTERNAZ. HIGH YIELD Ubi Pra. Obbl. Globali Alto Rendimento +0,08 8,626


il Domani Sabato 10 Aprile 2010 23

FINANZA FONDI D’INVESTIMENTO VARIAZ. QUOT.

OB. YEN Ducato Fix Yen A -0,04 4,54 Ducato Fix Yen Y -0,04 4,576 Fonditalia Euro Yield Plus R +0,00 9,444 Fonditalia Euro Yield Plus T +0,00 9,499 Interfund Bond Japan +0,53 5,544 OB. PAESI EMERGENTI Arca Bond Paesi Emergenti +0,06 13,333 Bnl Obbligazioni Emergenti +0,31 22,342 Emerging Markets Bond +0,21 6,09 Eurizon Focus Obb. Emergenti +0,02 11,205 Euromobiliare Emerging Markets Bond +0,23 7,014 Fonditalia Bond Global Emerging Markets R+0,05 10,308 Fonditalia Bond Global Emerging Markets T+0,05 10,348 Gestielle Emerging Mkt Bond A +0,08 10,137 Gestielle Emerging Mkt Bond B +0,08 10,305 Interfund Bond Global Emerging Markets +0,06 10,626 +0,17 7,239 Mc G.Fdf High Yield A Mc G.Fdf High Yield B +0,17 5,235 Nordfondo Obbligazioni Paesi Emergenti +0,21 8,699 Norvega Obb. Paesi Emergenti A +0,27 7,321 Norvega Obb. Paesi Emergenti B +0,28 7,422 Optima Obb. Emergent Market +0,27 7,452 Pioneer Obb.Paesi Emergenti Dis. A +0,08 9,848 Prima Fix Emergenti A +0,08 12,961 Prima Fix Emergenti Y +0,08 13,221 OB. ALTRE SPECIALIZZAZIONI Amundi Multicorp. Dic. 2012 +0,00 5,018 Amundi Obbligazionario Euro +0,04 5,511 Anima Convertible +0,11 6,211 Azimut Trend Tassi -0,06 8,925 Consultinvest Obbligaz. Medio Termine +0,02 5,153 -0,02 5,234 Consultinvest Obbligazionario Ducato Fix Convertibili A -0,08 8,702 Ducato Fix Convertibili Y -0,07 8,819 Eurizon Focus Obb. Cedola +0,00 6,153 Eurizon Obb. Etico +0,06 5,424 Fonditalia Inflation Linked R +0,17 13,601 +0,16 13,674 Fonditalia Inflation Linked T Gestielle Obbligazionario Corporate A +0,06 7,171 Gestielle Obbligazionario Corporate B +0,07 7,273 Groupama It. Bond Sel. Fund +0,03 5,792 Interfund Inflation Linked +0,16 13,456 Mediolanum Risparmio Reddito +0,16 11,093 Mediolanum Vasco De Gama +0,05 10,132 Nordfondo Obbligazioni Convertibili -0,20 5,527 Pioneer Cim Euro Convertible Bonds -0,38 5,837 Pioneer Cim Euro Fixed Income +0,18 15,867 Pioneer Obb. Euro Dis. A +0,09 6,528 Ras Lux Short Term $ +0,00 144,662 Ras Lux Short Term Euro -0,01 66,044 Symphonia Comp.Obb. Area Europa +0,10 9,447 Ubi Pra. Obbligazioni Dollari +0,67 4,962 OB. MISTI Alleanza Obbligazionario +2,06 5,597 Alto Obbligazionario -0,05 8,837 Anima Fondimpiego +0,09 19,965 -0,06 8,368 Arca Obb.Europa Azimut Contofondo -0,15 5,208 Azimut Solidity +0,13 7,928 Bancoposta Mix 1 +0,05 5,877 Bim Corporate Mix +0,05 5,50 Bnl Telethon +0,08 5,894 +0,00 5,00 Ca Multimanager Difensiva Capitale Pià Comparto Bilanciato 15 -0,02 5,307 Carige Bilanciato 10 +0,02 5,54 -0,16 5,549 Cividale Forum Iulii Rendita A Cividale Forum Iulii Rendita B -0,18 5,671 Cr Cento Misto Best -0,15 5,844 Eurizon Diversificato Etico -0,01 8,039 Eurizon Rendita -0,07 6,041 Eurizon Soluzione 10 -0,01 6,947 Fucino Dynamic +0,13 4,612 Gestielle Etico Per Ail A -0,06 6,407 Gestielle Etico Per Ail B -0,06 6,456 Intesa Casse Del Centro Protez. Dinamica -0,07 5,729 Leonardo 80/20 -0,07 6,114 +0,02 6,047 Nextam P. Obbligazionario Misto Nordfondo Etico Obbl.Misto Max20% Azioni-0,12 6,661 Norvega Sintesi Moderato +0,29 5,575 +0,11 8,152 Pioneer Obbligazionario Piu' Dis. A Sai Multi Fund Linea Prudente +0,00 4,928 Sai Performance +0,08 17,338 +0,05 9,97 Sforzesco Symphonia Patr.Globale Reddito +0,00 7,126 Synergia Bilanciato 15 +0,02 5,31 +0,09 4,338 Total Return Obbligazionario Ubi Pra. Portafoglio Prudente +0,07 6,084 Valori Responsabili Obbligaz. Misto +0,03 6,10 -0,04 8,244 Zenit Obb. I -0,04 8,199 Zenit Obb. R OB. FLESSIBILI -0,08 4,935 Amundi Soluzioni Tassi Arca Cedola 2015 Alto Potenziale +0,00 4,998 Arca Cedola Corp. Bond +0,08 5,331 +0,12 5,039 Arca Cedola Corp. Bond Ii Arca Cedola Corporate Bond Iii +0,00 4,999 -0,02 5,12 Arca Cedola Gov. Euro Bond -0,04 4,993 Arca Cedola Gov. Euro Bond Ii Arca Cedola Gov. Euro Bond Iii +0,00 4,994 -0,04 5,226 Aureo Cash Dynamic +0,01 6,73 Bg Focus Obbligazionario +0,01 9,983 Bnl Target Return Liquidita' Cividale Forum Iulii Strategia A -0,03 5,726 Cividale Forum Iulii Strategia B -0,03 5,846 Consultinvest High Yield +0,03 5,741 +0,00 5,517 Consultinvest Monetario -0,01 7,45 Consultinvest Reddito Ducato Fix Rendita A -0,02 18,313 Ducato Fix Rendita Y -0,01 18,583 Euromobiliare Tr Flex 2 +0,03 6,597 Premium +0,02 6,501 Risparmio +0,01 7,753 Ritorni Reali +0,00 6,002 Symphonia Bond Flessibile +0,12 5,143 Ubi Pra. Active Duration -0,05 5,674 Ubi Pramerica Total Return Prudente +0,02 10,531 Vegagest Obbligazionario Flessibile +0,02 5,268 Volterra Tr Obblig. +0,02 5,177 LIQUIDITA' AREA EURO Agora Cash +0,00 5,568 Allianz Liquidita' A +0,00 5,596

VARIAZ. QUOT.

Allianz Liquidita' At +0,00 5,07 Allianz Liquidita' B +0,00 5,717 Amundi Eonia +0,00 102,016 Amundi Liquidita' +0,00 8,966 Anfiteatro Tesoreria -0,02 5,682 Anima Liquidita' +0,00 6,619 Arca Bt -0,01 8,756 Arca Bt Tesoreria -0,02 5,772 Aureo Liquidita' +0,00 5,716 Azimut Garanzia -0,01 12,328 Bnl Cash +0,00 22,208 Carige Liquidita' Euro A -0,02 6,32 Carige Liquidita' Euro B +0,00 6,379 Carismi Liquidita' B -0,02 5,297 Epsilon Cash +0,00 6,277 Eurizon Focus Tesoreria Euro A +0,01 7,664 Eurizon Focus Tesoreria Euro B +0,00 7,702 +0,00 7,302 Eurizon Liquidita' A Eurizon Liquidita' B +0,00 7,475 Euromobiliare Conservativo +0,00 11,111 Euromobiliare Contovivo +0,01 11,84 Fideuram Moneta +0,00 14,613 Fondaco Euro Cash -0,03 116,268 Fondo Liquidita' -0,01 7,602 Gestielle Cash Euro A -0,04 7,052 Gestielle Cash Euro B -0,04 7,087 +0,00 5,482 Mediolanum Risparmio Monetario Nextam P. Liquidita' +0,00 5,842 Nordfondo Liquidita' -0,03 6,208 Norvega Monetario A -0,03 5,863 Norvega Monetario B -0,03 5,90 Optima Money -0,02 6,155 +0,00 5,935 Pensplan Invest Cash Fund Pioneer Liquidita' Euro A +0,00 5,062 Prima Fix Monetario A +0,00 8,526 Prima Fix Monetario I -0,01 8,62 Prima Fix Monetario Y +0,00 8,605 Sai Liquidita' +0,02 11,563 +0,00 7,432 Symphonia Comp.Monetario Synergia Monetario -0,02 5,023 Synergia Tesoreria -0,02 5,047 Ubi Pramerica Euro Cash +0,00 7,29 Vrg Coro Tesoreria -0,02 5,643 LIQUIDITA' AREA DOLLARO Eurizon Focus Tesoreria Dollaro +0,27 12,472 Eurizon Focus Tesoreria Dollaro $ -0,02 16,643 FLESSIBILI 8a+ Gran Paradiso +0,04 5,237 8a+ Latemar +0,00 5,148 8a+ Monviso +0,25 5,151 Abis Flessibile +0,00 5,639 Abn Amro Expert A-Rt400 +0,02 4,655 Agora Flex +0,06 6,78 Agora Selection +0,27 4,848 Agora Valore Protetto +0,00 6,324 Alarico Re +0,06 4,753 Alkimis Capital Ucits +0,14 5,093 -0,12 4,283 Allianz F100 L Allianz F100 T -0,12 4,208 Allianz F15 L +0,04 5,424 Allianz F15 T +0,04 5,349 Allianz F30 L +0,06 5,265 Allianz F30 T +0,06 5,191 -0,17 28,271 Allianz F70 L Allianz F70 T -0,12 27,717 Amundi Absolute +0,00 5,276 -0,21 101,007 Amundi Azionario Trend Amundi Dynamic Allocation -0,04 5,25 Amundi Equipe 1 -0,02 5,272 Amundi Equipe 2 +0,00 5,224 Amundi Equipe 3 +0,00 5,216 Amundi Equipe 4 +0,08 4,891 Amundi Eureka Bric Ripresa 2014 +0,00 5,246 Amundi Eureka China Double Wine +0,00 5,67 Amundi Eureka Doppia Opportunità 2014 +0,00 5,165 Amundi Eureka Double Call +0,00 5,50 Amundi Eureka Double Win +0,00 5,663 +0,00 5,107 Amundi Eureka Double Win 2013 Amundi Eureka Dragon +0,00 6,232 Amundi Eureka Ripresa 2014 +0,00 5,281 +0,00 5,038 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi For. Gar. Em Eq. Recall 2013 +0,00 5,041 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2013 +0,00 4,894 +0,00 5,302 Amundi For.Gar.Eq. Recall 2014 Amundi For.Gar.Eq. Recall Due 2013 +0,00 4,911 Amundi Form. Gar. Em. Mkt Eq. Recall 2014+0,00 5,045 +0,00 5,688 Amundi Form. Gar. Merc. Emerg. Amundi Form. Private Div. Opp. +0,00 4,945 Amundi Formula Euro Eq. Option 2013 +0,00 4,556 Amundi Formula Euro Eq. Option Due 2013+0,00 4,582 +0,00 5,071 Amundi Formula Garantita 2012 Amundi Formula Garantita 2013 +0,00 4,883 Amundi Formula Garantita Due - 2013 +0,00 4,907 Amundi Formula Garantita High Diver. 2014+0,00 4,89 Amundi Piu +0,04 5,634 +0,10 5,185 Amundi Premium Power Amundi Private Alpha +0,00 4,863 -0,14 5,751 Amundi Qreturn -0,36 4,932 Amundi Soluzione Azioni Amundi Strategia 95 -0,10 4,985 +0,00 7,408 Anfiteatro Bond Plus -0,02 5,259 Anfiteatro Conservative Flex Anfiteatro Corporate Absolute Return +0,02 5,643 Anfiteatro Corporate Bt +0,00 5,177 Anfiteatro Total Return +0,00 3,319 Anima Fondattivo +0,21 14,027 +0,00 4,949 Aqqua -0,02 5,231 Arca Capitale Garantito Dic 2013 Arca Capitale Garantito Giugno 2013 -0,16 5,093 Arca Corporate Bt +0,00 5,542 Arca Rendimento Assoluto T3 -0,10 5,207 Arca Rendimento Assoluto T5 +0,00 4,983 Aureo Defensive -0,02 5,076 Aureo Ff 1classe Flessibile +0,07 5,453 Aureo Finanza Etica +0,08 6,121 Aureo Flex Euro -0,26 9,85 Aureo Flex Italia -0,40 17,544 Aureo Flex Opportunity -0,08 4,837 Aureo Plus -0,05 5,989 Aureo Rendimento Assoluto +0,00 5,703 Azimut Strategic Trend -0,14 5,131 Azimut Trend -0,20 19,677

VARIAZ. QUOT.

Azimut Trend America -0,04 Azimut Trend Europa -0,24 Azimut Trend Italia -0,72 Azimut Trend Pacifico +0,72 Bancoposta Centopiu' -0,04 Bancoposta Centopiu' 2007 +0,00 Bancoposta Extra -0,02 Bancoposta Trend +0,00 Bg Focus Azionario -0,17 Bim Flessibile -0,10 Bnl Target Return Conservativo +0,00 Bnl Target Return Dinamico -0,10 Bnpp 100% E Pià Grande Asia +0,15 Bnpp 100% E Pià Grande Europa +0,00 Bnpp Equipe Attacco -0,13 Bnpp Equipe Centrocampo -0,06 Bnpp Equipe Difesa +0,00 +0,08 Carige Flessibile Carige Flessibile B +0,08 Carige Flessibile Piu' A +0,13 Carige Flessibile Piu' B +0,13 Carismi Absolute Perf. A -0,02 Carismi Absolute Perf. B -0,02 Carismi Pratico A +0,00 Carismi Pratico B +0,00 Consultinvest Alto Dividendo +0,09 +0,06 Consultinvest Mercati Emerg. Consultinvest Multi Flex +0,14 Consultinvest Plus +0,00 Cr Cento Premium +0,00 Ducato Etico Flex Civita A -0,07 Ducato Etico Flex Civita Y -0,05 Ducato Multimanager Cash Premium A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus A +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Plus Y +0,00 Ducato Multimanager Cash Premium Y +0,00 Edr Multigestion Trend Global +0,30 Epsilon Qreturn -0,21 Eurizon Focus Capital. Protetto 12/2014 +0,08 Eurizon Focus Garantito 03/13 +0,00 Eurizon Focus Garantito 06/12 -0,02 Eurizon Focus Garantito 09/12 +0,00 Eurizon Focus Garantito 12/12 -0,02 Eurizon Focus Garantito I Semestre 2006 +0,13 Eurizon Focus Garantito I Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Ii Semestre 2006 -0,04 Eurizon Focus Garantito Ii Trimestre 2007 +0,00 Eurizon Focus Garantito Iii Trimestre 2007 -0,14 Eurizon Focus Garantito Iv Trim 2007 +0,04 Eurizon Focus Profilo Dinamico +0,17 Eurizon Focus Profilo Moderato +0,09 Eurizon Focus Profilo Prudente +0,02 Eurizon Focus Rend. Assoluto 3 Anni +0,07 Eurizon Focus Rendimento Ass. 2 Anni +0,02 Eurizon Focus Rendimento Ass. 5 Anni +0,00 Eurizon Obiettivo Rendimento +0,00 Eurizon Team 1 A +0,03 +0,03 Eurizon Team 1 G Eurizon Team 2 A +0,11 Eurizon Team 2 G +0,11 Eurizon Team 3 A +0,13 Eurizon Team 3 G +0,10 Eurizon Team 4 A +0,12 +0,12 Eurizon Team 4 G Eurizon Team 5 A +0,13 Eurizon Team 5 G +0,13 +0,05 Euromobiliare Real Assets Euromobiliare Strategic +0,03 Euromobiliare Strategic Flex +0,00 Euromobiliare Tr Flex 3 -0,04 Euromobiliare Tr Flex 4 +0,01 Federico Re +0,04 Fideuram Master Sel.Absolute Return +0,20 Flessibile -0,03 Fondaco Global Opportunities +0,00 Fondersel Duemila +0,83 Fonditalia Flexible Dynamic R -0,21 -0,20 Fonditalia Flexible Dynamic T Fonditalia Flexible Growth R +0,07 Fonditalia Flexible Growth T +0,06 +0,00 Fonditalia Flexible Income R Fonditalia Flexible Income T +0,00 Fonditalia Flexible Multimanager R +0,21 +0,22 Fonditalia Flexible Multimanager T Fonditalia Flexible Opportunity R +0,01 Fonditalia Flexible Opportunity T +0,01 -0,18 Formula 1 Alpha Plus 20 Formula 1 Conservative -0,08 Formula 1 High Risk -0,34 -0,07 Formula 1 Low Risk -0,22 Formula 1 Risk Gestielle Brasile -0,12 +0,00 Gestielle Global Asset Plus Gestielle Harmonia Dinamico +0,26 Gestielle Harmonia Moderato +0,09 +0,37 Gestielle Harmonia Vivace Gestielle Total Return -0,26 +0,06 Gestielle Total Return Obiettivo Piu' -0,04 Gestnord Asset Allocation Igm Flessibile A -0,07 -0,05 Igm Flessibile B +0,10 Interfund System 100 +0,02 Interfund System 40 Interfund System Flex +0,05 Intra Assoluto -0,04 Intra Flessibile +0,18 -0,06 Investitori Flessibile -0,46 Kairos Partners Fund Kairos Partners Income +0,00 Kairos Partners Small Cap +0,04 Macro F.0. -0,19 Mc G.Fdf Flx Low A +0,04 Mc G.Fdf Flx Low B +0,04 Mc G.Fdf Flx.High B -0,29 Mc G.Fdf Flx.Med. A +0,22 Mc G.Fdf Flx.Med. B +0,21 Nextam P. Flessibile +0,08 Nordest Sicav +0,24 Norvega Flessibile A +0,11 Norvega Flessibile B +0,12 Norvega Mb Absolut -0,07 Norvega Mb Strategic -0,07

9,176 12,566 15,783 6,592 5,312 5,27 5,299 4,992 23,003 4,011 5,069 12,73 5,48 5,093 4,574 4,838 5,435 5,203 5,207 4,535 4,583 4,819 4,897 6,075 6,122 3,311 5,159 5,018 5,256 3,805 4,233 4,323 4,733 4,176 4,25 4,793 5,025 6,525 5,052 5,175 5,145 5,122 5,135 5,299 5,188 5,266 5,145 5,003 5,229 5,315 5,35 5,475 5,521 5,237 4,924 8,10 6,002 6,002 5,692 5,692 4,767 4,783 4,015 4,032 3,897 3,915 4,201 3,206 13,593 4,628 6,877 5,21 9,328 2,874 96,647 95,45 6,547 6,537 8,954 9,025 8,554 8,584 9,589 9,665 7,908 7,948 6,604 6,584 7,08 6,752 6,721 5,062 5,381 5,407 5,326 5,49 14,359 5,064 4,853 4,068 4,105 9,605 11,146 10,376 5,609 6,205 6,398 5,883 6,692 9,559 4,167 5,209 5,20 3,82 5,807 3,847 4,804 4,25 7,272 7,281 3,014 2,97

VARIAZ. QUOT.

Norvega Rendimento A -0,09 5,337 Norvega Rendimento B -0,09 5,348 Ob. Rendimento +0,03 5,845 Open Fund Ritorno Assoluto Var2 +0,26 4,542 Open Fund Ritorno Assoluto Var4 +0,45 3,801 Paritalia Orchestra C +0,00 73,324 Pioneer Target Controllo A +0,00 5,359 Pioneer Target Equilibrio A -0,04 5,375 Pioneer Target Sviluppo A -0,07 22,679 Prima Strategia A-Rt 100 A -0,08 5,14 Prima Strategia A-Rt 100 Y -0,08 5,148 Prima Strategia A-Rt 200 A -0,08 4,91 Prima Strategia A-Rt 200 Y -0,06 4,919 Prima Strategia A-Rt 50 A +0,02 16,361 Prima Strategia A-Rt 50 Y +0,03 16,379 Prima Strategia Europa Alto Potenziale A -0,26 2,273 Prima Strategia Europa Alto Potenziale Y -0,26 2,288 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale A+0,06 14,185 Prima Strategia Europa Pmi Alto Potenziale Y-0,01 14,16 Prima Strategia Italia Alto Potenziale A -0,27 4,755 Prima Strategia Italia Alto Potenziale Y -0,27 4,80 Profilo Best Funds +0,10 5,93 Profilo Elite Flessibile +0,05 5,57 Sofia Flex +0,00 0,701 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 A +0,23 5,164 Soprarno 0 Ritorno Assoluto 6 B -0,08 5,092 +0,12 5,194 Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 A Soprarno 1 Ritorno Assoluto 5 B +0,12 5,21 Soprarno Contrarian A -0,05 3,82 Soprarno Contrarian B -0,05 3,827 Soprarno Global Macro A +0,12 4,927 Soprarno Global Macro B +0,12 4,98 +0,20 5,46 Soprarno Inflazione +1,5% A Soprarno Inflazione +1,5% B +0,20 5,487 Soprarno Relative Value A +0,19 5,328 Soprarno Relative Value B +0,17 5,379 Symphonia Asia Flessibile +0,42 6,03 Symphonia Comp.Fortissimo -0,11 2,68 -0,17 5,146 Symphonia Italia Flessibile Synergia Total Return -0,06 5,293 Total Return -0,30 2,311 Ubi Pra. Active Beta +0,04 4,729 Ubi Pra. Alpha Equity -0,14 5,155 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato A +0,00 5,133 Ubi Pra. Tot.Ret.Moderato B -0,02 5,15 Ubi Pra. Total Return Dinamico -0,02 5,033 Unibanca Plus +0,04 5,282 Volterra Dinamico +0,34 5,371 Volterra Tr Glob. -0,27 5,572 Vrg Coro Rendimento +0,04 5,384 Zenit Absolute Return I +0,02 5,689 Zenit Absolute Return R +0,02 5,616 Zenit High Trend 0-100 Fdf +0,00 1,245 Zenit Zero 100 +0,15 4,744 ASSICURATIVI Antonveneta Vita Antonveneta Vita Armonico +0,65 11,641 +0,57 9,988 Antonveneta Vita Armonico 2007 Antonveneta Vita Attivo +0,92 12,587 Antonveneta Vita Attivo 2007 +0,73 9,676 Antonveneta Vita Azionario +1,21 15,011 Antonveneta Vita Azionario Globale +0,97 8,451 Antonveneta Vita Azionario Specializzato +1,83 10,242 +0,56 11,556 Antonveneta Vita Bilanciato Euro Antonveneta Vita Bilanciato Globale +0,68 11,106 Antonveneta Vita Dinamico +0,62 13,824 +0,15 14,755 Antonveneta Vita Equilibrato Antonveneta Vita Euromoneta +0,00 11,414 Antonveneta Vita Monetario +0,00 11,85 Antonveneta Vita Obbligazionario +0,10 11,93 Antonveneta Vita Obbligazionario Euro +0,04 13,438 Antonveneta Vita Obbligazionario Misto +0,21 12,514 Antonveneta Vita Protetto +0,05 12,615 Antonveneta Vita Protetto 2007 +0,00 10,648 Antonveneta Vita Sicuro +0,05 12,927 Antonveneta Vita Trend +1,13 12,226 Antonveneta Vita Trend Dinamico +0,60 8,765 +0,11 10,178 Antonveneta Vita Trend Equilibrato Antonveneta Vita Trend Plus +1,14 7,558 Antonveneta Vita Trend Protetto +0,06 10,628 AURORA ASSICURAZIONI S.P.A. Aurora New Balanced +0,81 10,705 Aurora New Bond +0,18 10,207 +1,38 11,551 Aurora New Share Aurora Unietic -0,07 10,574 Aurora Unit Balanced +0,55 10,418 -0,18 8,866 Aurora Unit Bond Aurora Unit Share +1,12 9,495 Aurora Winvest Bilanciata +0,48 11,752 +0,56 10,437 Aurora Winvest Dinamica +0,40 12,642 Aurora Winvest Prudente AXA MPS FINANCIAL +0,62 9,638 Axa Mps Aggressivo Axa Mps Carattere Forte +0,18 8,999 Axa Mps Fin. Az. Europa +0,42 8,15 -0,07 7,205 Axa Mps Fin. Az. Giappone Axa Mps Fin. Az. Pacifico -0,08 15,86 +0,41 6,603 Axa Mps Fin. Az. Sector +0,59 11,279 Axa Mps Fin. Az. Top Ten Axa Mps Fin. Carattere Attento -0,01 10,754 +0,07 10,40 Axa Mps Fin. Carattere Equilibrato +0,07 10,755 Axa Mps Fin. Carattere Sereno +0,07 11,785 Axa Mps Fin. Conservativo Axa Mps Fin. Dinamico +0,18 10,168 Axa Mps Fin. Dinamico A +0,55 11,806 Axa Mps Fin. Emerging Markets Equity A +1,20 22,027 -0,89 10,998 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Crescente -0,33 9,112 Axa Mps Fin. Linea Forte S. Sviluppo Axa Mps Fin. Linea Forte Shield +0,04 11,195 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield 8 +0,03 10,757 Axa Mps Fin. Linea Forte Shield Double +0,02 11,856 Axa Mps Fin. Mplife 100/1 +0,01 10,055 Axa Mps Fin. Mplife 100/2 +0,02 10,025 Axa Mps Fin. Mplife 90/1 +0,04 9,592 Axa Mps Fin. Obb.Opportunita' -0,10 9,975 Axa Mps Fin. Obbligazionario Europa -0,08 11,938 Axa Mps Fin. Secure A -0,05 13,035 Axa Mps Fin. Usa Equity A +0,85 5,824 BCC VITA Bcc Vita Equity America +0,02 4,728 Bcc Vita Equity Asia +0,66 5,18 Bcc Vita Equity Europa +2,18 4,838

VARIAZ. QUOT.

Bcc Vita World Global Bond +0,13 5,382 Bipiemme Vita Spa Bpm Az 30 +0,34 5,97 Bpm Az 50 +0,52 5,75 Bpm Az 80 +0,56 5,40 Bpm Az Flex +0,22 4,52 Bpm Financial Audace +0,76 3,98 Bpm Financial Aurora Dicembre 2002 +0,00 5,49 Bpm Financial Aurora Giugno 2002 +0,00 5,56 Bpm Financial Aurora Marzo 2002 +0,00 5,50 Bpm Financial Aurora Ottobre 2002 +0,00 5,48 Bpm Financial Equilibrato +0,43 4,66 Bpm Financial Fortezza Gennaio 2003 +0,00 5,56 Bpm Financial Geographic Areas +0,60 3,33 Bpm Financial Global Bond +0,33 6,11 +0,59 3,42 Bpm Financial Industrial Sector Bpm Financial Prudente +0,38 5,25 Bpm Financial Riserva Euro +0,15 6,49 Bpm Financial Vita Azionario +0,64 4,75 Bpm Financial Vita Bilanciato +0,53 5,68 Bpm Financial Vita Obbligazionario +0,14 6,99 BNL VITA Bnl Vita Capital Unit 30 +0,35 10,762 Bnl Vita Capital Unit 60 +0,81 8,815 Bnl Vita Capital Unit 90 +1,26 6,899 CARDIF Assicurazioni Spa Cardif Azionario A -1,62 86,135 Cardif Azionario B +0,19 142,92 Cardif Azionario Rimini 2 -1,58 63,297 Cardif Bds Valore Azionario -2,26 96,924 Cardif Bds Valore Bilanciato -0,84 136,368 Cardif Bds Valore Obbligazionario -0,05 179,282 -0,89 123,124 Cardif Bilanciato A Cardif Bilanciato B +0,24 196,403 Cardif Flexible Profilo A -1,59 75,203 Cardif Obbligazionario A +0,07 165,472 Cardif Obbligazionario B +0,28 220,244 Cardif Obbligazionario Misto Rimini 2 +0,09 107,912 Cardif Pargest Globale 60 A +0,24 185,137 Cardif Spazio Effervescente -2,27 108,962 Cardif Spazio Naturale +0,29 173,009 CARIGE VITA NUOVA Carige 3 Garanzie 3 G +0,71 5,22 Carige Dinamicamente Protetta +0,00 5,17 Carige Gestilink Arancione Dinamica +1,56 3,903 Carige Gestilink Blu Moderata +0,89 5,308 Carige Gestilink Verde Prudente +0,21 6,715 Carige Protezione Attiva +0,31 104,25 Cattolica Assicurazioni +1,23 4,274 Cattolica Azionario Cattolica Bilanciato +0,81 4,491 -0,47 3,421 Cattolica Bpbari Freeway Country Cattolica Bpbari Freeway Desert +0,00 3,521 Cattolica Bpbari Freeway Jungle -6,38 0,132 Cattolica Cividale Percorso Azionario +2,30 12,082 Cattolica Cividale Percorso Obbligazionario -0,06 11,394 Cattolica Ferrara Investire Azionario +1,21 3,507 Cattolica Ferrara Investire Obbligazionario -0,11 5,553 Cattolica Fondo Protetto -0,53 5,221 Cattolica Formula Life Azionaria -0,07 4,508 Cattolica Formula Life Bilanciata -0,18 4,865 +0,39 4,654 Cattolica Fuoriclasse Balanced Cattolica Fuoriclasse Bond +0,02 5,498 +0,45 3,335 Cattolica Fuoriclasse Equity Cattolica Fuoriclasse High Tech +0,89 1,472 Cattolica Nuove Rotte +0,36 5,606 Cattolica Obbligazionario +0,31 4,923 Cattolica Progetto Attivo Bond +0,28 4,649 Cattolica Progetto Attivo Equity +1,24 3,925 Cattolica Progetto Attivo Mix +0,78 4,50 Cattolica Soluzione Dinamica +0,27 5,217 +0,06 6,247 Cattolica Soluzione Prudente Cattolica Soluzione Vivace +0,57 3,717 CENTROVITA ASSICURAZIONI Centrovita 6attivo-Orchestra +0,19 73,324 -0,09 105,47 Centrovita 6protetto Regina Centrovita Anni 40 -0,02 150,543 Centrovita Anni 50 +0,17 165,90 Centrovita Anni 60 +0,52 122,783 Centrovita Anni 70 +0,71 126,081 +0,73 101,205 Centrovita Anni 80 +0,82 114,657 Centrovita Azionario Centrovita Azionario Blue +0,85 60,622 +0,81 61,082 Centrovita Azionario Green Centrovita Azionario Plus +0,82 139,725 +0,65 153,94 Centrovita Bilanciato Centrovita Bilanciato Plus +0,65 181,418 Centrovita Eag 2005 +0,00 1.038,80 Centrovita Eag 2006 +0,00 1.049,92 Centrovita Obbligazionario +0,36 189,78 Centrovita Obbligazionario Blue +0,32 124,715 +0,36 211,213 Centrovita Obbligazionario Plus DUOMO PREVIDENZA S.P.A. +1,26 2,163 Duomo Unit Dynamic Unit Moderate +0,00 4,887 GENERTELLIFE S.P.A. Adria Equilibrio +0,20 6,112 -0,16 5,055 Genertellife Aptus 1 Genertellife Aptus 2 -0,36 4,73 Genertellife Aptus 3 -0,52 3,99 Genertellife Bg 2005-2015 +0,41 10,479 Genertellife Bg 2005-2020 +0,95 9,913 +1,49 9,122 Genertellife Bg 2005-2025 Genertellife Bg 2005-2030 +1,19 8,691 Genertellife Bg Azionario 1 -0,26 2,322 -0,34 2,65 Genertellife Bg Azionario 2 Genertellife Bg Bilanciato 1 -0,05 4,053 +0,02 5,208 Genertellife Bg Bilanciato 2 Genertellife Bg Dinamico +0,25 8,495 -0,40 2,952 Genertellife Espansione Genertellife Espansione2000 -0,14 2,949 -0,11 4,343 Genertellife Sviluppo Genertellife Sviluppo2000 +0,00 3,878 +0,27 5,945 Genertellife Tirreno Unit Equilibrio Genertellife Tirreno Unit Protezione +0,05 5,84 Genertellife Tirreno Unit Sviluppo +0,65 5,264 Genertellife Valore +0,05 6,20 Ina Assitalia -0,07 4,119 Ina Fondo Ina Valore Attivo Ina Fondo Valute Estere +0,80 1,128 -0,32 7,859 Ina Nuovo Fondo Ina Intesavita Spa

VARIAZ. QUOT.

Intesa Vita Accumulazione +0,30 5,342 Intesa Vita Azionario America Growth +1,69 9,275 Intesa Vita Azionario America Value +1,41 10,117 +2,00 22,53 Intesa Vita Azionario Cina Intesa Vita Azionario Europa Growth +1,88 10,78 Intesa Vita Azionario Europa Value +1,57 11,612 Intesa Vita Crescita +0,15 6,076 Intesa Vita Dinamica +0,38 4,784 Intesa Vita Eurounit Azionario +2,04 3,248 Intesa Vita Eurounit Dinamico +0,87 5,08 Intesa Vita Eurounit Equilibrato +0,36 5,567 Intesa Vita Eurounit Prudente -0,08 6,361 Intesa Vita Gpa Accordo -0,33 681,55 Intesa Vita Gpa Accordo 2 -0,38 654,88 Intesa Vita Gpa Acuto -0,10 410,90 Intesa Vita Gpa Acuto 2 -0,16 349,10 Intesa Vita Gpa Armonia -0,29 521,13 -0,35 458,19 Intesa Vita Gpa Armonia 2 Intesa Vita Gpa Motivo -0,33 630,80 Intesa Vita Gpa Motivo 2 -0,38 591,88 Intesa Vita Monetario Dollaro +0,63 9,264 Intesa Vita Monetario Euro -0,01 10,85 Intesa Vita Obbligazionario Euro +0,10 11,367 Intesavita Gpa Private Bond +0,21 729,08 Intesavita Gpa Private Global Guar. +1,08 589,59 +5,08 344,76 Intesavita Gpa Private Global High Intesavita Gpa Private Global Low +1,39 672,48 Intesavita Gpa Private Global Medium +2,45 548,68 MEDIOLANUM VITA S.P.A. +1,18 3,676 Mediolanum Azionario Dinamismo Mediolanum Azionario Dinamismo Bis +1,18 4,219 Mediolanum Azionario Fedeltà +0,00 2,262 Mediolanum Azionario Lntraprendenza +1,39 3,417 Mediolanum Azionario Lntraprendenza Bis+1,38 4,197 Mediolanum Azionario Protezione +0,15 5,918 Mediolanum Balanced +0,73 4,807 Mediolanum Balanced Bis +0,72 4,876 Mediolanum Country +1,33 3,583 Mediolanum Country Bis +1,31 4,181 Mediolanum Dynamic +0,95 4,255 Mediolanum Dynamic Bis +0,95 4,667 Mediolanum Eurobond Breve Termine -0,10 6,751 Mediolanum Eurobond Opportunita' +0,10 6,838 Mediolanum Eurobond Sviluppo -0,16 6,701 Mediolanum Euroequity Opportunita' +1,41 4,451 +0,14 6,532 Mediolanum Euroequity Protezione +1,22 4,73 Mediolanum Euroequity Sviluppo Mediolanum Moderate +0,37 5,167 Mediolanum Moderate Bis +0,41 5,171 Mediolanum Obb. Breve Termine Bis -0,11 5,533 Mediolanum Obb. Crescita Bis +0,11 5,381 Mediolanum Obb. Evoluzione Bis +0,15 5,263 -0,11 5,461 Mediolanum Obb. Moderazione Bis Mediolanum Obbligazionario Crescita +0,10 6,718 Mediolanum Obbligazionario Liquidita' -0,09 6,661 Mediolanum Obbligazionario Moderazione -0,14 6,60 +1,45 3,983 Mediolanum Opportunity Mediolanum Opportunity Bis +1,44 4,358 -0,11 6,208 Mediolanum Prudent Mediolanum Prudent Bis -0,11 5,506 Mediolanum Sector +1,38 3,538 Mediolanum Sector Bis +1,36 4,401 MILANO ASSICURAZIONI Milano Assicurazioni Previlink Azionario +0,19 3,147 Milano Assicurazioni Previlink Bilanciato +0,09 4,454 Milano Assicurazioni Previlink Monetario +0,00 6,186 Milano Assicurazioni Previlink Obbligazionario-0,02 5,575 RISPARMIO E PREVIDENZA S.P.A. +1,05 3,577 Risparmio Crfc Gentile Dinamica +0,68 6,031 Risparmio Crfc Gentile Equilibrata Risparmio Eurolink Cv Dinamico +0,85 13,464 +0,51 13,254 Risparmio Eurolink Cv Equilibrato +0,17 12,037 Risparmio Eurolink Cv Risparmio Risparmio Formula Link In Prima -0,11 11,249 Risparmio Formula Link In Seconda +0,17 9,897 Risparmio Formula Link In Terza +0,58 8,287 Risparmio Gestivita Azionario +0,46 8,931 Risparmio Gestivita Bilanciato +0,33 10,625 +0,02 12,107 Risparmio Gestivita Obbligazionario +1,41 8,208 Risparmio Patavium Ul Dinamico Risparmio Patavium Ul Equilibrato +0,73 9,28 SARA VITA S.P.A. Sara Vita Multistrategy Az.Internaz.G.A -0,36 8,312 Sara Vita Multistrategy Azionario Internazionale -0,36 7,975 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Europeo +0,17 9,262 Sara Vita Multistrategy Obbligazionario Globale +0,29 9,681 Sara Vita Profilo Guardian -0,20 9,78 Unipol Assicurazioni -0,27 119,21 Unipol Uninvest Arcosereno Unipol Uninvest Azioni Piu' +0,33 109,868 Unipol Uninvest Crescita +0,35 13,659 +0,79 12,836 Unipol Uninvest Equilibrio Unipol Uninvest Flessibile +1,07 7,058 Unipol Uninvest Grande7 +0,39 109,977 +0,37 105,437 Unipol Uninvest Grandevita +0,10 112,053 Unipol Uninvest Mach 7 Unipol Uninvest Otto&Mezzo +0,09 104,424 Unipol Uninvest Performance Europa +1,30 7,764 Unipol Uninvest Risparmio -0,08 13,499 Unipol Uninvest Valore +1,20 12,869 ZURICH LIFE AND PENSION Zlap Controllo +0,06 5,434 Zlap Crescita +0,18 6,746 Zlap Equilibrio +0,08 7,711 Zlap Evoluzione +0,08 4,892 +0,05 7,898 Zlap Protezione Zlap Prudenza +0,07 5,795 Zlap Sicurezza +0,02 5,491 Zlap Sviluppo +0,18 3,851


24

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONALE Il capo dello Stato: «Non riapriamo capitoli difficili come una radicale revisione del governo»

Le grandi riforme del premier: presidenzialismo, giustizia, fisco di Angie Rucola ROMA Mentre il presidente della Repubblica, GiorgioNapolitano, rilancia la necessità di nuove ed importanti riforme per il Paese, il premier Silvio Berlusconi mira al modello presidenziale francese. Ed ecco che Napolitano, con toni pacati ma mirati avverte che rivedere la forma del governo italiano per un introdurre un sistema presidenziale è complesso. Per la prima carica dello Stato non sarebbe il caso di «riaprire capitoli complessi e difficili, come quelli di una radicale revisione della forma di governo, su cui negli ultimi 15 anni non si sono delineate soluzioni adeguate e politicamente praticabili. Si possono legittimamente sollevare questi problemi ma è bene tenere conto dell’esperienza, dei tentativi falliti, delle incertezze rivelate anche dalla discontinuità della discussione su taluni temi accantonati per molti anni... Non c’è, non deve e non può esserci alcuna contrapposizione tra autonomismo di ispirazione federalistica e unità nazionale. Lo dice chiaramente l’art.5 della Costituzione.È augurabile che si esca al più presto da anticipazioni e approssimazioni che non si sa a quali sbocchi concreti, a quali proposte impegnative, a quali confronti costruttivi possano condurre». Chiaro anche il riferimento al continuo divario tra nord e: «Il persistente e perfino aggravato divario tra nord e sud, che denuncia la storica incompiutezza dell’unità

nazionale, richiede la più chiara manifestazione di volontà nel combattere chiusure ed egoismi nelle regioni più sviluppate. Richiede inoltre di tener fede concretamente al principio di solidarietà e a chiamare, al tempo stesso, le regioni del Mezzogiorno, alla pari di tutte le altre, alla prova della responsabilità per l’uso economico e il rendimento qualitativo delle risorse pubbliche nazionali ed europee», ha concluso Napolitano. Ma, per il premierilpresidenzialismoallafrancese, il fisco e la giustizia sono le grandi riforme a cui intende lavorare fino alla fine della legislatura. Nel corso di una conferenza stampa a Parigi con il presidente NicolasSarkozyBerlusconiprecisa:«Abbiamo in mente diverse riforme e prendiamo come esempio il presidenzialismo francese. Anzi se fate delle modifiche vi prego di avvertirmi. Noi veniamo da un’epoca in cui i nostri padri costituenti, dopo 20 anni di fascismo, crearono un sistema per evitarne il ritorno. Ma andarono troppo avanti e diedero troppi poteri al Parlamento e troppo poco al capo dell’Esecutivo e all’esecutivo stesso. Guardiamo - ha sottolineato ancora il

premier - al semipresidenzialismo francese, ma adattandolo per il nostro Paese. Pensiamo al turno unico e all’elezione nello stesso giorno di presidente e Parlamento». Il premier ha poi toccato la grande riforma della giustizia che «si impone e quella del sistema fiscale che va ammodernato e semplificato anche perché cosi com’è mette in difficoltà gli stessi fiscalisti». Insomma a poche settimane dalle elezioni realmente il governo si è messo a lavorare sulle riforme, come annunciato in campoagna elettorale, ma pare che non tutti siano d’accordo sui metodi e soprattutto su cosa andare a riformare. Tanto è vero che il presidente Napolitano si augura di uscire presto da anticipazioni e approssimazioni che non si sa quali sbocchi concreti, quali proposte impegnative, a quali confronti costruttivi possano condurre. Altro caro invito la “cautela anche sul federalismo”, che spiega sempre Napolitano, «va fatto ma combattendo chiusure ed egoismi nelle regioni più sviluppate, rispettando il principio di solidarietà e chiamando il Sud alla prova della responsabilità». Inevitabile anche la richiesta ad abbassare i

Napolitano: «Non può esserci alcuna contrapposizione tra autonomismo di ispirazione federalistica e unità nazionale Lo dice chiaramente l’art.5 della Costituzione»

Al Qaeda ora minaccia la nazionale di calcio e Il ministro Frattini risponde su Facebook

ROMA Al Qaeda minaccia di colpire la nazionale italiana durante i mondiali di calcio in Sudafrica. La rete televisiva Cbs ha rilanciato un annuncio postato su Internet in cui la rete di Osama Bin Laden annuncia di avere nel mirino le nazionali di Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania e Italia: «Che sorpresa sarà quando in un incontro tra Stati Uniti e Inghilterra trasmesso in diretta si sentirà in uno stadio pieno di spettatori il rumore di un’esplosione e ci saranno decine o centinaia di cadaveri» si legge nella nota. E poco dopo la notizia, che ha fatto il giro del mondo, il ministro del Esteri Franco Frattiniha ha commentato attaraverso la propria home-page di facebook: «Il mondo non tollerereb-

be una nuova Monaco (il sequestro degli atleti israeliani da parte di un gruppo di terroristi palestinesi alle Olimpiadi del ’72, che si concluse con la morte di 17 persone, ndr), la pace che lo spirito olimpico ha affermato ed imposto, di nuovo violata ed insanguinata», scrive il titolare della Farnesina. «Non lo tollererebbe l’Africa che cerca in questi mondiali di calcio una conferma di una promessa di opportunità e di sviluppo. Non lo tollererebbero tutti coloro che nel mondo guardano... allo sport come al campo della pace e della conciliazione e che si battono per la democrazia e le libertà». Avvertita anche la Figc che risponde: «Siamo stati avvisati ufficialmente questa mattina da Roberto Massuc-

toni durante i confronti o dibattici politici perchè: «Quella urlata forse può portare voti ma fa danni al Paese. È necessario più senso della misura e più senso delle proporzioni: siamo in una fase nella quale sembrano contare solo i giudizi estremi, che magari rendono in termini elettorali, ma che fanno danni. È possibile scontrarsi in campagna elettorale e vorrei dire scontrarsi con misura, anche se talvolta i miei appelli sono apparsi utopistici». Inevitabili, come ogni volta, i commenti del leader dell’Italia dei valori

Berlusconi: «Abbiamo in mente diverse riforme e ora prendiamo come esempio il presidenzialismo francese. Anzi se fate cambiamenti vi prego di avvertirmi» che a poche pore di distanza dal discorso di Napolitano a Verona, critica e replica: «Bisognava, piuttosto, dare poco spazio a riforme ’ad personam’ della Costituzione e magari inviare un messaggio alle Camere sulla crisi». E in questo caso ad hoc le parole del capo dello Stato «Le riforme non sono una formula magica che basta evocare per risolvere tutti i problemi. Non basta sventolare la bandiera delle riforme, occorrono tante misure particolari per affrontare i problemi. Per affrontare i problemi della crisi e dell’occupazione occorrono riforme non più procrastinabili, bisogna guardare avanti alle condizioni da creare per consentire in Europa una crescita più alta di quella degli ultimi decenni. Non c’é altra via per affrontare i problemi dell’occupazione, degli investimenti, del debito pubblico. L’Italia deve fare la sua parte in Europa, nel quadro europeo, per fare contare l’Europa sulla scena mondiale».

ci, designato dal ministero dell’Interno a curare la nostra sicurezza al Mondiale, dell’esistenza di queste minacce - commenta Antonello Valentini, direttore generale della Federcalcio. In questo campo di noi si occupa il Ministero dell’Interno, altro non posso dire se non che siamo in ottime mani». Il messaggio di morte è stato diffuso dall’organizzazione al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi) sull’ultimo numero della rivista online jihadista “Mushtaqun Lel Jannah” (Desiderare il paradiso). «Tutte queste nazioni - si legge nel messaggio - fanno parte di una campagna crociato-sionista contro l’Islam». Le attenzioni di Aqmi sono focalizzate sulla sfida tra Stati Uniti e Inghilterra.


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani 25

POLITICA ED ECONOMIA NAZIONAL Il Premier ne parla dopo il vertice con Sarkozy: i nostri conti sono a posto e vanno bene

Nuova smentita sulla manovra: da Silvio Berlusconi a Parigi di Maria Teresa Squillaci PARIGI - Nuova smentita sull’ ipotesi di una manovra correttiva per risanare i conti pubblici italiani prima dell’estate. Come il ministro delle Finanze, anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha fatto la sua "recisa" smentita nella conferenza stampa congiunta all’ Eliseo con il presidente francese Nicolas Sarkozy durante il vertice italo-francese.«I conti pubblici sono assolutamente in ordine» ha assicurato il premier, «stiamo uscendo dalla crisi bene» e il sistema bancario «ha retto». La notizia riportata ieri di una fonte parlamentare di maggioranza su un aggiustamento della Finanziaria in corso per coprire spese correnti ed evitare lo sforamento del deficit di quest’anno rispetto all’obiettivo del 5% del Pil, sarebbe dunque infondata. E il premier ha caldamente invitato a non dar adito a queste "voci" pubblicate dai giornali. Berlusconi ha voluto poi sottolineare come il suo governo abbia ereditato "dal passato", con riferimento esplicito ai governi del compromesso storico nella seconda parte degli anni ’70, un "debito molto elevato". «Nonostante questo abbiamo saputo tenere i conti pubblici in ordine. Abbiamo la necessità di rinnovare il debito pubblico che va in scadenza con nuove emissioni di debito pubblico. Normalmente le richieste del mercato sono 2/3 volte quelle delle emissioni», ha poi aggiunto. Dunque come aveva affermato Tremonti, non vi sarà una manovra aggiuntiva sul 2010, ma una correzione sul 2011 dello 0,5% del Pil realizzata con la «legge di stabilità», come da impegni con l’Europa, che avverrà in due tempi tra luglio e fine anno. Tornando poi ai temi internazionali, tra gli altri argomenti affrontati nella conferenza stampa congiunta , quelli della crisi economica e del ruolo dell’Europa. Il presidente del Consiglio ha dichiarato che un sostegno ad Atene è anche «nostro interesse altrimenti ci sarebbero conse-

Ma la procura di Milano vuol processare il premier per Mediatrade, e con lui il figlio e il presidente Confalonieri

Si è parlato anche del programma nucleare italiano

guenze negative per la moneta comune e la nostra economia». Fa eco il presidente Sarkozy: «La Grecia ha adottato provvedimenti coraggiosi, noi abbiamo approvato un piano di sostegno e siamo pronti ad attivarlo in qualsiasi momento, se ciò si rivelerà necessario. Sta alla Grecia, su raccomandazione della Bce e della Commissione europea, decidere se sussistono le condizioni per attivare il piano. L’Europa -ha proseguito - ha attraversato la crisi finanziaria, ungherese, lettone, ogni volta ha saputo reagire in modo tempestivo e non ci deve essere dubbio che per quanto riguarda la Grecia è così». Dunque Francia e Italia sempre più vicine. A sancire il sodalizio, la volontà italiana di ritorno al nucleare. «Una decisione doverosa», secondo il nostro premier, per un Paese che ha dato i natali a Fermi. Inoltre, ha spiegato Berlusconi, con il no all’atomo l’Italia ha sopportato un costo del 30% in più dell’energia rispetto ai partner europei. Da buon compare, Sarkozy ha reso omaggio alla «decisione storica del governo italiano e del presidente Berlusconi» di fare la scelta del nucleare. Per convincere i cittadini italiani che le zone su cui si costruiranno le centrali sono sicure, il presidente Sarkozy ha ricordato

ROMA - La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per appropriazione indebita e frode fiscale del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nell’ambito del procedimento "Mediatrade", l’ultimo filone nato dal procedimento principale sulla compravendita dei diritti tv Mediaset . La notizia, anticipata on line, è stata poi confermata all’agenzia Reuters da fonti giudiziarie e legali. Secondo le fonti i pm milanesi hanno chiesto che vengano processati -- per ipotesi di reato che vanno dalla frode fiscale, all’appropriazione indebita al riciclaggio con la contestazione di episodi di reato sino al settembre 2009 -- anche il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, il figlio del premier e vicepresidente del gruppo Pier Silvio Berlusconi, l’uomo d’affari Frank Agrama e altre otto persone. L’ufficio del Gup di Milano, che ha ricevuto la richiesta della procura, dovrà ora fissare la data di una udienza preliminare -- in cui un giudice viene chiamato a decidere se accogliere o no le richieste di processo dell’accusa -- destinata ad essere però subito fermata per effetto della nuova legge sul "legittimo impedimento" firmata dal presidente della Repubblica due giorni fa, che sospende i processi del

Come affermato da Tremonti, non vi sarà una manovra aggiuntiva sul 2010, ma una correzione sul 2011 dello 0,5% del Pil come da impegni con l’Europa che molte centrali francesi sono al confine con le Alpi e un eventuale ma impensabile momento di pericolo avrebbe ripercussioni anche sull’Italia. Sarebbe dunque sul tavolo il progetto di una collaborazione tra i due paesi con interviste ai cittadini francesi per far conoscere ai cittadini italiani quello che prova chi abita vicino alle centrali, allo scopo di aprire «un periodo di maturazione anche nella popolazione italiana». L’asse Roma-Parigi è quindi consolidato: con quelli di oggi Italia e Francia hanno firmato 11 accordi per il rientro dell’Italia nel nucleare. All’ orizzonte del sistema italo-francese la costruzione di centrali in Italia con l’obiettivo del 25% di produzione elettrica dal nucleare nel 2030.

E Trichet conferma: a posto i conti ROMA - Anche per Jean Claude Trichet, presidente della Banca centrale europea, i conti italiani sono a posto. Lo ha detto in un’intervista al Sole 24 Ore in occasione del suo viaggio di due gioorni in Italia per partecipare al convegno di Parma sull’economia organizzatodal quotidiano milanese. Nell’intervista, Trichet ha anche frenato su un veloce allargamento della zona euro. Non lo ha fatto esplicitamente, e soprattutto non ha puntato il dito contro particolari Paesi. Ma la crisi greca - ha sottolineato - ha ricordato a tutti che la partecipazione all’unione monetaria impone a tutti la consapevolezza di un "destino comune" tra i paesi membri: «È necessario un chiaro accordo bipartisan nei Paesi che vogliono entrare nella zona euro», avverte il presidente della Bce quasi introducendo un nuovo criterio di Maastricht. «Non è possibile entrare o uscire dalla zona euro come si salta su e giù da un autobus». Nell’intervista, Trichet ha difeso il modello economicotedesco;credechemigliorare la governance nella zona euro passi innanzitutto per un’applicazione rigorosa del Patto di stabilità; e sottolinea come l’Italia non sia assolutamente nella situazione della Grecia, smentendo che la I di Pigs sia italiana. La Grecia è in grave difficoltà: deve fare i conti con un enorme debito pubblico e un forte calo della sua competitività. Alcuni vedono nell’Italia la prossima vittima di una crisi finanziaria nella zona euro. L’Italia non è assolutamente nella stessa situazione della Grecia.

presidente del Consiglio per 18 mesi. Non è stato possibile al momento ottenere un commento dagli indagati, ma l’avvocato del premier,. e parlamentare del Pdl, Niccolò Ghedini -- al momento del deposito degli atti per la chiusura dell’inchiesta il 22 gennaio scorso -- aveva accusato la procura milanese di «pervicace volontà di sottoporre a processo Silvio Berlusconi», mentre Mediaset aveva definito "assurde" le contestazioni dell’accusa. Le imputazioni a carico del premier sono frode fiscale e concorso in appropriazione indebita, mentre quella nei riguardi di Pier Silvio Berlusconi e Confalonieri è frode fiscale. Fra gli altri imputati, oltre ad Agrama, ci sono manager ed ex manager del gruppo Mediaset e Fininvest, e due cittadini cinesi,intermediari dell’imprenditore egiziano-statunitense. La procura sostiene che Berlusconi sia stato il socio occulto di Agrama allo scopo di sottrarre denaro a Fininvest e poi a Mediaset per occultarlo all’estero ai danni di azionisti, fisco Usa e italiano. Cab


26

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

APPUNTAMENTI CON IL FISCO Il redditometro e le perplessità dei contribuenti sugli immobili Con riferimento al valore attribuibile ai metri quadrati della casa

Ubicazione immobile Con i controlli dell’Amministrazione finanziaria si è stabilito che la rattifica di maggiori redditi delle persone fisiche basata sull’esame delle spese sostenute è certamente una metodologia obiettiva e condivisibile per il contrasto al fenomeno dell’evasione fiscale. È chiaro infatti, che se un contribuente sostiene determinate spese, a prescindere se si tratta di beni o servizi inclusi o no nel decreto ministeriale del 1992 (immobili, autovetture, colf), ne avrà avuto la relativa disponibilità economica e, pertanto, se è superiore al reddito conseguito, è giusto che il contribuente stesso dimostri la legittima provenienza di queste somme. Il problema, semmai, riguarda le prove che deve dare il contribuente per convincere

l’ufficio che quell’acquisto non è il frutto dell’evasione fiscale. Comunque restano una serie di problemi su cui gli uffici possono fare ben poco in quanto derivano dalla previsione legislativa contenuta nell’articolo 38 del Dpr 600/1973 e nei provvedimenti conseguiti che, a distanza di anni, richiederebbero una profonda rivisitazione. Infatti oltre al calcolo delle spese sostenute dal contribuente per l’acquisto di beni e servizi in un determinato anno e all’incidenza di un quinto del valore di un bene acquistato entro i successivi cinque anni, nel calcolare il reddito conseguito, vengono utilizzati vari parametri che esprimono la redditività per quell’anno dei beni posseduti e che vengono aggiornati ogni due anni. Andando nell’ambito specifico degli immobili, le residenze abitative, lasciano particolarmente perplessi nella suddivisione asettica in Nord, Centro, Sud e Isole, dal punto di vista del valore di

base attribuibile ai metri quadrati dell’immobile. Si sottolinea, a tal proposito, che sul piano del redditometro una residenza è anzitutto valutata in base ai metri quadrati dell’immobile che sono moltiplicati per un valore di riferimento e poi ulteriormente moltiplicati per il coefficiente reddituale. La cosa strana è che non viene fatta nessuna distinzione in relazione all’ubicazione dell’immobile, cioè una casa al centro di Milano ha lo stesso valore reddituale, al metro quadrato, di una casa di un paesino di provincia.Quindi viene trascurata la localizzazione, l’esistenza dei servizi, la presenza di luoghi di interesse e le infrastrutture.Ciò che appare paradossale è la non individuazione di particolari realtà nel centro e soprattutto nel Sud Italia. Luana Rocca

Modifiche permessi

Circolari ministeriali Tali circolari sono delle istruzioni rivolte agli uffici per far applicare disposizioni tributarie corrette senza vincolare i contribuenti

Le varie circolari e le risoluzioni emanate dall’Agenzia delle entrate sono dei contenitori di istruzioni di carattere operativo rivolte esclusivamente agli uffici dipendenti con lo scopo di applicare le disposizioni tributarie nel modo più corretto e uniforme. L’interpretazione che gli uffici fiscali danno su di esse non determinano nessun vincolo né per il giudice tributario e né per i contribuenti, ma sono vincolanti solo per gli uffici finanziari.Questo «è pacificamente riconosciuto anche da diverse sentenze della Cassazione che stabilisce che l’interpretazione data dagli uffici fiscali non vincola in alcun modo né il giudice tributario, né i contribuenti» ha sostenuto il sottosegretario alle finanze, Daniele Molgora. la situazione è diversa, invece, per le norme di legge il contenuto deve essere osservata da tutti, ossia da-

gli uffici, giudici e contribuenti. In pratica è un’attività strumentale con l’obiettivo di indirizzare, in modo univoco, i comportamenti degli uffici su tutto il territorio nazionale. Secondo una pronuncia della Suprema Corte, le circolari ministeriali non sono vincolanti e da ciò ne consegue che non possono essere impugnati davanti ad un giudice. Proprio a tal proposito nel novembre del 2005 il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 6243, ha statuito che le circolari ministeriali in materia tributaria, sono atti a contenuto esplicativo e orientativo e non si elevano a manifestazioni di potestà impositiva idonea a comportare una lesione giuridicamente rilevante per il soggetto passivo per il rapporto giuridico di imposta che trova la sua fonte direttamente nella norma e non nella circolare. Di conseguenza questi atti non possono essere impugnati davanti al giudice. Sull’argomento si è pronunciata anche la Cassazione che con la sentenza n. 14619 del 10 novembre 2000, ha ritenuto che non è illegittimo l’accertamento tributario che si discosti da una circolare ministeriale. Lo stesso giudice di legittimità ha affermato che le circolari hanno efficacia meramente interna, perché direttive degli uffici, e non possono incidere sui rapporti tributari anche quando la questione verta sull’applicazione di imposte favorevole al contribuente. Ancora la sentenza n. 14619 riprende anche il tema della natura vincolata dell’attività dell’Amministrazione finanziaria, rilevando che la legge disciplina la potestà impositiva dell’amministrazione non laciando spazio a possibilità di scelta in merito alle modalità di accertamento o di riscossione dei singoli tributi.

Nuove modifiche per l’assistenza ai portatori di handicap in situazione di gravità sia per il settore pubblico che privato. In pratica il permesso di tre giorni mensili retribuiti per assistere un familiare spetta solo ai parenti ed affini entro il 2° grado; fino al 3° grado se i genitori o il coniuge dela persona con handicap abbia compiuto i 65 anni, ad un solo lavoratore dipendente per l’assistenza della stessa persona e ad entrambi i genitori lavoratori dipendenti per assistere il figlio portatore di handicap. Questo diritto viene tolto nel caso in cui venga accertato dal datore di lavoro o dall’Inps il venir meno delle condizioni richieste o la loro insussistenza. Cambia anche il comma 2 dell’art. 42 del D.l. n. 151/2001, dopo il compimento dei tre anni da parte del bambino portatore di handicap, il diritto di fruire dei permessi previsti dall’art. 33 della legge n. 104/1992 è riconosciuto ad entrambi i genitori, in maniera alternativa, nell’ambito del mese. Le pubbliche amministrazioni hanno, invece, una serie di obblighi da comunicare al dipartimento della Funzione pubblica quali: i nominativi dei dipendenti cui sono stati dati i permessi, il nominativo della persona assistita, il rapporto di coniugio, l’età maggiore o minore dei tre anni del figlio per i permessi usufruiti dai genitori e il numero dei giorni e delle ore di permesso fruiti da ogni lavoratore nel corso dell’anno.Queste informazioni andranno fornite entro il 31 marzo di ogni anno. PAGINA REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON "FISCAL FOCUS" diANTONIOGIGLIOTTI


28

il Domani

Sabato 10 Aprile 2010

CULTURA E ASSOCIAZIONI

Proclamati i vincitori della trentaseiesima edizione del Premio letterario internazionale siciliano

Mondello, il premio speciale della giuria “Mafia Export” di Forgione La cerimonia di premiazione della 36esima edizione del Premio Letterario Internazionale Mondello,promossodallaFondazione Banco di Sicilia, in collaborazione con la Fondazione Andrea Biondo, si terrà sabato 22 maggio, alle ore 17.30, a Palermo nella Galleria d’Arte Moderna S. Anna. Durante la cerimonia sarà proclamato in diretta il "SuperMondello" 2010, ossia il vincitore assoluto della sezione Opera di autore italiano, frutto della somma dei voti della giuria dei critici

Francesco Forgione

“Angeli quotidiani” è il nuovo progetto del Macat, Museo all’aperto di Taverna

e della giuria composta dagli studenti delle scuole superiori di Palermo. Anche quest’anno, inoltre, il Premio Mondello prenderà il via al Salone Internazionale del Libro di Torino. In particolare, in omaggio al Paese ospite di questa edizione, l’India, sabato 15 maggio, nel pomeriggio, si terrà il convegno L’India degli italiani, una coproduzione tra Fiera del Libro e Premio Mondello. Attraverso gli interventi di Giovanni Tesio, Giorgio Ficara e Giuseppe Cederna e con la moderazione di

Giovanni Puglisi, presidente della Giuria del Mondello e della Fondazione Banco di Sicilia, si parlerà di quegli autori che l’India l’hanno amata e raccontata, a partire da Emilio Salgari e Guido Gozzano fino a Tiziano Terzani, passando per i classici degli anni ’60 e ’70, come Pierpaolo Pasolini, Alberto Moravia, Giorgio Manganelli. Sempre nell’ambito del Salone, dal 13 al 17 maggio, la Fondazione Banco di Sicilia sarà presente a Torino con uno stand multimediale, nel quale saranno presentate tutte le attività culturali rivolte ad un pubblico giovane, ma non solo: MondelloGiovani Festival della letteratura giovane, Subway-Letteratura e Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello. I progetti saranno esposti attraverso monitor e touch screens, grazie ai quali il pubblico potrà ripercorrere la storia dei Premi, conoscerne i vincitori e scoprire le modalità di partecipazione alle diverse iniziative. L’idea di partecipare al Salone internazionale del libro con una riflessione sull’India vista dagli Italiani risiede nella stessa storia del

TAVERNA - Si chiama "Angeli quotidiani" il nuovo progetto del Macat, Museo all’Aperto di Taverna, curato da Giuseppe Valentino, la cui attuazione interesserà sette siti in prossimità delle sette chiese del borgo con altrettante sculture, mosaici e opere polimateriche, appositamente ideate dall’artista calabrese Pasquale Maria Cerra. Il progetto, in sintesi, vuole proporre opere d’arte in esposizione permanente, che vivono nello spazio pubblico e che interagendo con la comunità locale, rendono possibile l’inusitato recupero del sacro nell’arte contemporanea, la cui lettura è quotidianamente affidata alla gente. La proposta creativa di Cerra per il MACAT è stata accolta con entusiasmo da Don Mario Spinocchio, parroco di Taverna, concorde con questa inedita idea del fare del linguaggio della comunicazione religiosa un linguaggio estetico, come già affermato da Monsignor Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione per i Beni Culturali. Le sette opere-installazioni dedicate agli "Angeli quotidiani", si aggiungono alle oltre quaranta opere del museo all’aperto di Taverna che unitamente al "Parco della Poe-

Mondello: il Premio, infatti, ha garantito fin dagli esordi una grande apertura verso la letteratura di tutto il mondo, grazie anche ad una giuria formata da esperti di letterature straniere e di letteratura comparata che conoscono sia le singole opere sia la fortuna critica degli autori nel loro paese di provenienza. Francesisti, anglo-americanisti, arabisti, germanisti, slavisti, lusitanisti e altri ancora, fra cui autorevoli critici di letteratura italiana, compongono infatti la giuria. La consuetudine con tante tradizioni letterarie ha portato a Palermo autori come Günter Grass, Milan Kundera, Josif Brodskij, Doris Lessing, V.S. Naipaul, Seamus Heaney, Kenzaburo Oe e J.M.Coetzee molti anni in anticipo rispetto al conferimento del Premio Nobel. Fra le novità principali di questa edizione, la Giuria ha introdotto, per la prima volta, un Premio alla saggistica e un Premio per le identità e le letterature dialettali: due occasioni per estendere ulteriormente l’attenzione del Mondello in ambiti sempre più ampi

della scrittura e delle letterature, ampliando lo spettro degli interessi, ma tenendo sempre più ferma la barra sulla qualità. Significativi anche i Premi Speciali. Quello della Giuria è andato a Francesco Forgione, con il suo Mafia Export (Baldini Castoldi Dalai): un premio ad un saggio puntualmente e scientificamente documentato sulla mafia e sui suoi intrecci criminosi internazionali, nel quale Forgione ha messo a tesoro la sua esperienza politico-parlamentare,incentrandola nella documentata riflessione critica dello studioso. Il Premio speciale del Presidente è stato, invece, attribuito ad Emmanuele Emanuele, personaggio centrale nell’organizzazione e nella promozione dei patrimoni culturali del nostro Paese, che ha saputo rappresentare l’anima migliore della sicilianità sia attraverso le sue produzioni poetiche, sia nel governo di istituzioni culturali prestigiose, come la Fondazione

Quello di Francesco Forgione è un saggio scientificamente documentato sulla mafia e sui suoi intrecci criminosi internazionali Roma e Acri. "Il Premio Letterario Internazionale Mondello - sottolinea il presidente della Giuria e della Fondazione Banco di Sicilia, Giovanni Puglisi - quest’anno intendeapprofondireulteriormente la riflessione sul confronto fra la cultura letteraria italiana e gli stimoli provenienti dalle altre esperienze culturali. Lo testimonia il parterre di primo piano degli autori premiati, ma anche, l’aver voluto scegliere, per il secondo anno, il Salone internazionale del Libro di Torino, per avviare il conto alla rovescia in vista della cerimonia di premiazione di Palermo.

L’iniziativa vuole proporre opere d’arte in esposizione permanente, che vivono nello spazio pubblico

sia" formato da cento formelle in terracotta con incisi altrettanti testi dei maggiori poeti contemporanei, costituiscono un percorso artistico unico nella nostra regione, meritevole di maggiore attenzione, divulgazione e valorizzazione.


Sabato 10 Aprile 2010

il Domani 29

CULTURA E ASSOCIAZIONI Alessandro Mendini ha incontrato gli architetti della provincia catanzarese per una discussione sul ruolo dell’architettura

Una delle opere dell'artista che esporrà in questi giorni a Catanzaro

S’inaugura oggi a Catanzaro un’ampia retrospettiva dedicata all’architetto Alessandro Mendini

“Alchimie. Dal controdesign alle nuove utopie” al museo Marca CATANZARO - Dopo il grande successo ottenuto dalla personale dedicata a Antoni Tàpies, "Materia e Tempo", il museo Marca di Catanzaro apre le porte al design e all’architettura organizzando un’ampia retrospettiva dedicata a Alessandro Mendini, architetto e designer tra i più celebri a livello internazionale. "Alchimie. Dal Controdesign alle Nuove Utopie" è il titolo della rassegna curata da Alberto Fiz, direttore artistico del MARCA, che s’inaugura oggi alle ore 18.30 con una performance musicale che ha come punto di riferimento un importante lavoro degli anni Settanta. L’evento è promosso dalla Provincia di Catanzaro Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria. La mostra rientra nel Piano Operativo Regionale Calabria Fondi Europei di Sviluppo Regionale 2007/2013.Sono oltre 70 le opere esposte sino al 25 luglio in un percorso che comprende dipinti, sculture, mobili,

Presentato a Catanzaro il primo romanzo di Maria Pia Furina dal titolo “Desy”

Il museo Marca

Un'opera in mostra

oggetti, schizzi e progetti con alcune testimonianze inedite o mai viste prima d’ora in Italia. Ne emerge un’indagine esaustiva dell’attività svolta negli ultimi quarant’anni dove, accanto alle opere più famose di Mendini, si evidenzia la componente maggiormente sperimentale e meno conosciuta del suo lavoro.Il progetto, poi, ha tra le sue peculiarità quella di sottolineare le collaborazioni tra Mendini e gli altri protagonisti del mondo dell’arte, in particolare Mimmo Paladino, Francesco Clemente, Bruno Munari, Luigi Veronesi, Bob Wilson

L’allestimento ha cambiato profondamente la percezione degli spazi del museo per far spazio alla fantasia di un personaggio di primo piano del panorama internazionale

CATANZARO - "E’ un romanzo difficile, ma avvincente, che tratta di argomenti scottanti sui quali bisogna riflettere a fondo". E’, questo, il sintesi il giudizio espresso dai tre relatori, G. Battista Scalise, Vincenzo Belcamino e Tonino Maduri, che hanno presentato ieri sera, nella splendida Sala conferenze del Circolo Unione di Catanzaro e alla presenza di un pubblico più che selezionato, il volume "Desy" di Maria Pia Furina, pubblicato dalle Edizioni Ursini di Catanzaro. "Un libro - hanno sottolineato sia pure con sfumature diverse i relatori - che pone sul tappeto i problemi quotidiani dei ragazzi di oggi, quali droga, alcol, incomprensioni con i genitori, e che però riesce a proporre elementi positivi con un finale che lascia spazio alla speranza". Più che approfondita, sotto l’aspetto letterario e dei contenuti, l’analisi di Vincenzo Belcamino, docente e storico . "Abbiamo scoperto - ha sottolineato alla fine - una nuova e giovane scrittrice che farà parlare sicuramente di sé nei prossimi anni". Sulla stessa lunghezza d’onda G. Battista Scalise, dirigente scolastico e addetto culturale dell’Accademia dei Bronzi e Tonino Maduri, docente negli Istituti superiori di Soverato. "L’editore Ursini - ha detto

e Peter Halley.In mostra sono molti gli omaggi di amici e colleghi come i ritratti realizzati da Paladino, Mimmo Rotella, Michele De Lucchi e dall’artista giapponese Tiger Tateishi.Per questa ampia mostra, realizzata con la collaborazione e l’allestimento di Alessandro Mendini e del suo Atelier, sono state coinvolte, in qualità di prestatori, collezioni pubbliche e private italiane e straniere tra cui la Fondation Cartier pour l’art contemporain di Parigi, il Vitra Design Museum di Weil am Rhein, il Museo del Design della Triennale di Milano

Scalise - ci ha ormai abituati a queste belle iniziative e noi lo seguiamo da tempo ad occhi chiusi. E’ un editore a tutto campo che ha il coraggio di proporre libri di giovani autori come Maria Pia Furina, mettendo in campo risorse economiche ed umane senza chiedere mai nulla in cambio. Un mecenate della cultura della nostra regione che ha lanciato e continua a lanciare scrittori di talento". "Sono felice - ha sottolineato Maduri - di aver letto questo romanzo, anche se si fa fatica a leggerlo d’un fiato perché gli elementi che lo compongono sono diversi. Il libro, però, ha un elemento conduttore positivo che ci guida ed è la speranza. Spesso l’uomo perde di vista proprio questo elemento. Maria Pia Furina alla fine del romanzo, attraverso il protagonista, ci induce ad avere speranza e fede". Un romanzo - ha aggiunto - che ho già fatto leggere a mia figlia e che farò leggere ai ragazzi della scuola dove insegno perché imparino a pensare in maniera positiva, anche nei momenti di grande difficoltà". Più che soddisfatta l’autrice. "Ringrazio tutti - ha concluso - per l’attenzione che questa sera mi avete dedicato. L’editore, i relatori, gli amici, che mi hanno stimolato a scrivere e pubblicare".

e gli Archivi dell’Università di Parma. Tra i prestatori anche le aziende con cui Mendini ha collaborato tra cui Alessi, Bisazza, Cassina, Cappellini, Venini e Zanotta. L’allestimento ha cambiato profondamente la percezione degli spazi del museo per far spazio ai colori e alla fantasia di un personaggio di primo piano del panorama internazionale. Mendini, che lavora principalmente nel campo del design e dell’architettura, propone a Catanzaro una serie di opere che ne rivelano ancora una volta la sorprendente vena creativa. Quadri, oggetti, mobili e sculture dagli anni ’70 ad oggi, dialogano con le grandi pareti dipinte in un gioco intrigante e raffinato di rimandi, provocazioni e allusioni. Nei lavori di allestimento com’è consuetudine del MARCA, sono state impiegati anche professionisti della nostra città, con la collaborazione di cin-

Sono oltre 70 le opere esposte sino al 25 luglio in un percorso che comprende dipinti, sculture, mobili, oggetti, schizzi e progetti con alcune testimonianze inedite que giovani artisti formatisi all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, che hanno dato un contributo qualificato, maturando nel contempo una significativa esperienza professionale. E a proposito del coinvolgimento della città e della provincia, ieri pomeriggio, Alessandro Mendini ha incontrato gli architetti della provincia catanzarese per una discussione aperta sul ruolo attuale e sulle prospettive dell’architettura e del designe.

Nel libro vengono trattati i problemi quotidiani dei ragazzi di oggi, quali droga, alcol, incomprensioni con i genitori


il domani  

Edizione del 10 Aprile 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you