Page 1

Venerdì 10 Aprile 2009 Anno XII - Numero 99 Euro 1,00

QUOTIDIANO DI POLITICA ECONOMIA E CULTURA

COSENZA

ROSSANO

CROTONE

PAOLA

SPORT - CALCIO

Raccolta dei rifiuti verso la normalità?

Ordigno su un’auto paura intimidazione

Operazione antidroga un arresto per cocaina

Vandali in azione alla scuola media

2ª DIVISIONE Attenti a Zaminga

La Vallecrati prova a razionalizzare i servizi

Allarme bomba in centro per un pacco sospetto

Gli agenti della Mobile hanno arrestato un 23enne

Bruciati alcuni tubi indagano i carabinieri

Per il Catanzaro il vantaggio della regola dell’ex

di Oreste Parise > Pag 25

di Antonello Troya > Pag 26

> Pag 30

> Pag 27

di Vittorio Ranieri > Pag 43

La Calabria ancora alla ribalta nazionale. Il Corriere della Sera rivela il salvataggio di massa dei dipendenti vip da parte della Fondazione Field

“Sviluppo Parenti”, la Regione assume tutti Dalla liquidazione alla salvezza: ecco l’elenco completo dei cento ripescati CATANZARO — Come ricollocare i lavoratori in quota al ramo secco di Sviluppo Italia con l’aiuto di “mamma Regione? ”. Non per concorso, non si può fare. Il rimedio però è stato trovato: si chiama Fondazione Field, organismo regionale che fa da scialuppa di salvataggio a colpi di progetti in materia di sviluppo, formazione e via discorrendo.

CATANZARO Tallini: Ciconte è incompatibile Il Consigliere regionale Tallini torna sul problema «della illegittimità, per incompatibilità, del Direttore Generale del “Pugliese- Ciaccio”, la massima Azienda ospedaliera calabrese». > Pag 17

F. Ciampa e D. Martelli > Pag 14 e 24

VIBO VALENTIA IL PUNTO

Processo Monteleone, sfilano altri testimoni

Il campo dei miracoli per l’ultima parentopoli

Federica Monteleone, la ragazza morta a seguito di un intervento per appendicectomia, non era intubata e nella sala operatoria non c’era nessun medico ma solo due infermieri. Il particolare è stato raccontato da un elettricista.

“Sviluppo Parenti”, come abbiamo ribattezzato quest’ultima parentopoli, è l’ennesimo capitolo di una storia che nella nostra regione si perpetra dalla nascita della Repubblica. La conquista del posto pubblico come ambizione suprema, terra promessa, vittoria al superenalotto. Quest’ultima vicenda ha però delle peculiarità che meritano una riflessione. Innanzitutto la tipologia del “posto”. Mentre un impiego da forestale o da portantino all’ospedale è roba da plebe, la società calabrese di Sviluppo Italia è roba ambitissima, da Vip. Stipendi buoni, una bella sede, viaggi e convegni, tantissime chiacchiere pochissimo sudore. E chi sono i Vip in Calabria? I politici e i burocrati naturalmente, quelli che si salutano chiedendosi “tutto a posto? ”

> Pag 32

di Guido Talarico > continua a pag. 2

IL FATTO DEL GIORNO Ritrovato il bimbo scomparso nel Cosentino Il piccolo Michael era a due chilometri da casa

LAMEZIA TERME

E' stato ritrovato Michael Cipolla, il bambino di cinque anni scomparso l’altro ieri a San Marco Argentano. Il piccolo era accovacciato in una buca a circa due chilometri da casa. A rintracciarlo è stata un’unità cinofila.

Mario Magno (Pdl) replica al presidente dell’Asi in merito alla presentazione di un emendamento al Bilancio finalizzato alla riduzione del 50 per cento dell’Ici per le aziende ricadenti nell’area industriale.

di Ludovico Casaburi > Pag 16

di Antonio Cannone > Pag 23

Agevolazione Ici? C’è la Zona Franca

SPETTACOLI

L’INCHIESTA

La prima edizione di Riaceinfestival

Calabria a rischio terremoto. Tripodi: altro che Ponte!

RIACE — Scade il 30 aprile prossimo il termine per partecipare alla prima edizione di Accoglienza Riaceinfestival, Festival delle migrazioni e delle culture locali. Gli aspiranti partecipanti troveranno tutte le informazioni per l’iscrizione nel sito www. riaceinfestival. it.

L’assessore Tripodi, dopo avere partecipato all’inchiesta, lanciata ieri dal nostro giornale, sull’inadeguatezza delle costruzioni calabresi di fronte alla forte sismicità del territorio regionale, torna sull’argomento con toni forti: «I soldi che si vogliono spendere per il Ponte sullo Stretto sono inutili».

> Pag 44

di Alessandro Caruso > Pag 15

CATANZARO

ULTIM’ORA

Nuova sede per l’Accademia soddisfatti docenti e studenti

Paola, muore di cancro a 28 anni alpino calabrese reduce dal Kosovo

CATANZARO — La travagliata vicenda di una sede per l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro si chiude ufficialmente con una conquista importante per l’amministrazione, i docenti e gli studenti che hanno lottato insieme per rivendicare il diritto ad una sede adeguata per svolgere le attività. E’ arrivata ieri la delibera del Comune, consegnata nel pomeriggio dall’assessore Danilo Gatto al professore Antonio Cilurzo, vicedirettore dell’Accademia, e al presidente della Consulta studentesca, Francesco Gabriele. In sostanza, la delibera decide da subito dopo Pasqua la sistemazione temporanea degli studenti in otto aule dell’edificio Mazzini, dove era ospitato il conservatorio di musica, in attesa di una sede definitiva che sarà, molto probabilmente, l’intero edificio Mazzini, come ha comunicato l’assessore Gatto agli studenti che martedì scorso si sono recati in Comune per protestare contro la situzione di fatiscenza e precarietà dell’edificio Stella, attuale sede dell’Accademia. Il professore Cilurzo ha iniziato il suo discorso porgendo i suoi ringraziamenti al Sindaco Rosario Olivo e all’assessore Gatto.

PAOLA — E’ morto di cancro a 28 anni, Francesco De Seta, militare di carriera tra gli alpini a Vipiteno (Bolzano), al quale il male era stato diagnosticato di ritorno da una missione in Kosovo. Il giovane, che era stato più volte nei Balcani, è deceduto a Paola, sua città d’origine, dove si sono svolti i funerali alla presenza di un picchetto d’onore dell’Esercito. Da tempo De Seta aveva subito ricoveri in diversi ospedali, ma le sue condizioni si erano aggravate nell’ultimo mese. Del caso si è occupato il blog di denuncia Vittimeuranio.com, che dal 2007 si occupa dei rischi legati all’uranio impoverito, curato dal giornalista Francesco Palese. “I familiari - ha affermato Palese chiedono adesso di fare luce sulla morte del giovane militare, consumatasi in maniera veloce dopo il rientro dall’estero. Quella di De seta è solo l’ultima di una lunga serie di morti sospette legate alla possibile contaminazione da uranio impoverito”. “E’ il primo caso - ha aggiunto Palese - di militari calabresi che si sospetta possano essere rimaste vittima dell’uranio impoverito”.

di Oriana Tavano > Pag 17


2 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

D2.0 DALLA RETE AL DOMANI L’idea

Il meglio del web calabrese

Il meglio del web nazionale

Field, un bel paracadute per parenti vip

La truffa calabrese dell’energia eolica

Autoscatti osè, nuova moda dei teenager

In Calabria adesso è tutto un fiorire di progetti per l’installazione di torri eoliche. L’eolico è davvero una gara selvaggia, una nuova frontiera del Far West nostrano. Può un territorio come quello calabrese, già massacrato in lungo e in largo da decenni di abusivismo, di dissesti e alluvioni, essere sacrificato sull’altare del business eolico? Credo che la corsa all’oro dei mulini a vento può distruggere del tutto quel poco che resta di uno tra i paesaggi più belli d’Italia. L’affare è nelle mani di nuovi improvvisati magnati del vento e del solito sottogoverno politico-mafioso. Opporci è un altro dei doveri civici a cui manchiamo. Tratto da Faetolibera-quattrocantoni.blogspot.com

’ polemica in America sul «Sexting», un termine nuovo, la trasmissione on line, via cellulare ma non solo, dei propri nudi e seminudi. Da un sondaggio del 2008 risulta che un adolescente americano su cinque, maschi e femmine dai 13 ai 19 anni, si mostra a tutti in versione «nature» o discinta, talora ai limiti della pornografia. Lo scambio di queste foto, una forma di esibizionismo sessuale, è in aumento, tanto che le autorità si chiedono se e come fermarlo. «E’ un fenomeno molto preoccupante - ammonisce Bill Albert della Campagna di prevenzione delle gravidanze minorili - che dall’America si diffonde nel mondo. Sono foto suggestive».

Ecco dunque che quasi ad ogni nome degli assunti di "Sviluppo Italia - Calabria" si può abbinare un padrino politico: figli, cugini, nipoti, zii, amanti. Destra e sinistra, maggioranza e opposizioni: tutti insieme appassionatamente a cazzeggiare all’Hotel Club della Finanza Locale. Si partì così, alla chetichella, senza grandi scandali. Come al solito del resto. E tutto andò bene per anni. La convegnistica furoreggiava, di tanto in tanto si erogavano un po’ di fondi giusto per darsi un tono, la retorica dello sviluppo gonfiava la pappagorgia dell’aristocratica dirigenza, forgiata alla grande scuola democristiana. Sarebbe tutto filato liscio se da Roma, finiti i soldi, non avessero deciso di ridimensionare drasticamente Sviluppo Italia e di chiudere le sedi regionali. Un problemaccio. Parenti, nani e ballerine locali si agitarono non poco. Furono addirittura organizzate manifestazioni di piazza per protestare contro l’insana decisione. Giorni di angoscia terribile per i parenti dei Vip che rivissero lo spettro del ritorno nelle segreteria politiche. Mesi e mesi di accattonaggio davanti la porta dell’amato parente in attesa di una nuova collocazione. E chi poteva risolvere l’angoscioso problema, se non la Regione Calabria, madre di tutte le parentopoli? Ecco così spuntare l’opzione Fondazione "Field", che sta per Formazione Innovazione Emersione Locale e Disegno Territoriale. Ritenendo che all’inventore dell’acronimo andasse comminato l’ergastolo per pubblicità ingannevole, i nostri pensarono in grande, in inglese. E posto che field significa "campo", ecco la soluzione: il "campo dei miracoli". Se quei cattivoni di Sviluppo Italia vogliono mandare a casa un gruppo di poveri Vip, assunti senza concorso, ecco che arriva un bel salvataggio regionale. Prima un giro in fondazione, poi tutti nei grandi uffici di mamma Regione. Tanto cento di più, cento di meno non fa la differenza. L’abbiamo messa così, sull’ironico, perché tal volta è meglio ridere che piangere. Ma questa vicenda, che ancora una volta sbatte la nostra povera regione sulle prima pagine dei giornali nazionali per un episodio negativo, è l’ennesima prova dell’arroganza della politica calabrese, proiettata soltanto a salvare se stessa e i propri accoliti. Senza ritegno, senza vergona.

Tratto da Corriere.it

La Vecchia Signora fa tappa a Santa Trada

Iraq: la guerra è finita, ora è caccia ai gay

Si terrà il 26 aprile 2009 presso l’Altafiumara Resort, nella splendida cornice naturale di Santa Trada tra Villa San Giovanni e Scilla, la prima edizione del "Premio Magnagrecia bianconera", istituito dal Coordinamento Juventus Club Doc della Calabria. Il Coordinamento regionale ha deciso di assegnare il primo "Premio Magnagrecia bianconera" alla società FC Juventus, al fine di testimoniare il grande amore e la profonda passione che lega moltissimi calabresi alla Vecchia Signora del calcio italiano. In rappresentanza della Juventus sarà presente una nutrita e prestigiosa delegazione, costituita dal Team Manager Gianluca Pessotto, i calciatori Sebastian Giovinco e Giorgio Chiellini, il Presidente onorario del Coordinamento Juventus Club doc Mariella Scirea, il Responsabile del Coordinamento Club doc Ezio Morina. Alla grande kermesse juventina saranno inoltre presenti numerose autorità del mondo calabrese sportivo, giornalistico, culturale ed anche religioso.

L’Iraq sta conoscendo un’atmosfera di relativa libertà che ha permesso il fiorire di una sottocultura gay. Un fenomeno che ha scatenato reazioni improvvise. E letali. Negli ultimi due mesi, stando a fonti della polizia, nel quartiere sciita di Sadr City sono stati rinvenuti i cadaveri di almeno 25 ragazzi uccisi con uno o più colpi di arma da fuoco. Su alcuni è stato affisso un messaggio: "pervertito". "Solo nelle ultime due settimane sono stati uccisi tre dei miei più cari amici" dice Basim, un parrucchiere di 23 anni. "Stavano raggiungendo un locale fuori città. Sono stati uccisi lungo la strada. Io dovevo andare con loro, per fortuna non l’ho fatto". Basim preferisce farsi chiamare "Basima". Porta i capelli lunghi, ha i buchi ai lobi e il volto coperto da un fondotinta bianco. Tale aspetto, che pure lo espone a dei rischi, nasce in parte dalla relativa calma che ha permesso agli iracheni di godere di libertà impensabili fino a due anni fa.

Scatti dal web

Tratto da Repubblica.it

Tratto da Strilli.it

Parte un reality con veri licenziamenti

APQ metanizzazione del territorio calabrese

Tratto da Corriere.it Cavalcando l’onda lunga della criLa completa metanizzazione del territosi, il nuovo reality show si svolgerà Le tradizioni religiose di Siviglia hanno radici molto anticrio calabrese un obiettivo della all’interno di una piccola azienda he . Sono tante le immagini religiose che accompagnano Regione. Sono stati sbloccati, infatti, che naviga in cattive acque. Comla vita della città e che si manifestano ancora oggi in molti grazie al lavoro dell’assessorato pito del capo sarà quello di far angoli di strada con la presenza di processioni e maniferegionale alle Attivita’ Produttive. La riquadrare i bilanci e di questi tempi stazioni religiose presa dell’Apq e’ stata affrontata in una l’unico mezzo consiste nel decurtariunione tecnica per ottenere tutte le inre gli stipendi oppure in quello anformazioni sullo stato della progettacora più drammatico dei licenziamenti. I concorrenti-dipendenti zione e stabilire le scadenze per l’acquisizione della documendovranno dunque decidere, in base agli stipendi e alla capacità dei tazione necessaria alla stipula delle convenzioni con i Comuni propri colleghi, chi dovrà andarsene alla fine di ogni puntata. interessati. Tratto da Asca.it Tratto da Libero.it

Matitate - Il meglio di ieri

Dadaumpa Da maurobiani.splinder.com

Da Repubblica

Dicono che un grande vecchio della nomenklatura burocratica calabrese si stia facendo grasse risate. Ride perchè questa storia di Sviluppo Famiglia l’ha pensata e costruita lui, ma a lui non faranno un baffo. Come al solito...

Guido Talarico

il Domani

Editore

Direzione Guido Talarico Massimo Tigani Sava Orlando Rotondaro (responsabile) Redazione Francesco Pungitore (caposervizio) Maurizio D’Agostino (proto) *** redazione@ildomani.it catanzaro@ildomani.it roma@ildomani.it sport@ildomani.it appuntamenti@ildomani.it tel. 0961.996802 | fax 0961.903801/927 www.ildomani.it

T&P Editori srl Guido Talarico Amministratore Giuseppe Gangale (pubblicità) Benedetta Geronzi (marketing) Cesare Marullo (finanza) Carlo Taurelli Salimbeni (revisione e controllo) Franco Arcidiaco (distribuzione) Silvana Di Silvestro (personale) Direzione, Redazione e Amministrazione loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) regi. Trib. n. 64 del 15-7-1997 La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990 , n. 250

Pubblicità

Centro stampa

Il Sole 24 Ore Spa System

Stabilimento Tipografico De Rose contrada Pantoni - Marinella 87040 Montalto Uffugo (Cs) tel. 0984-934382

Direzione generale: Andrea Chiapponi Direzione amministrativa: via Monterosa, 91 - 20149 Milano Coordinamento Area Calabria Mediatag Spa loc. Serramonda - Zona Industriale Marcellinara (Cz) tel. 0961.996802 attendere e comporre il 4 fax 0961.903421/784 info@mediatag.it Tariffe a modulo: 46 mm x 19 h. Commerciale euro 103,00 - Occasionale euro 114,00 - Legale Sentenze Appalti euro 129,00 - Corsi di Formazione euro 129,00 - R.P.Q. euro 78,00 - Necrologie euro 77,00 cad. Economici euro 0,62 a parola. Supplemento Colore: + 40%.

Services e partnership Lumsa (Roma) - Graphic Coop (Siena) Guido Talarico Editore Spa (Roma) - Italpress (Palermo) - Lapresse (agenzia fotografica - Torino) Il Velino (Roma) - Manolibera - Settimio News Il Cristallo sas - AT Press - Ediratio Media Services - Città del Sole sas Speaker Network


4 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Nella nuova ordinanza stop a bollette e mutui

Pronti circa 700 militari per il controllo anti-sciacallaggio

Berlusconi annuncia: “In arrivo altri 70 milioni” ROMA - Silvio Berlusconi arriva ieri nella sala stampa al termine del Consiglio dei ministri ’dedicato’ al sisma in Abruzzo, fa un elenco puntuale delle misure adottate, snocciola cifre. Slitta a dopo Pasqua il ’decreto Abruzzo’, con tutte le misure del governo per far fronte all’emergenza terremoto. Il piano di interventi sarà diviso in due tempi: ieri il via libera ad un’ordinanza in cui si prevede lo stanziamento di nuovi fondi da mettere a disposizione della Protezione civile, 70 milioni di euro che andranno a sommarsi ai 30 già erogati; dopo le feste, invece, arriverà sul tavolo del governo il decreto che completerà gli interventi tra cui gli ammortizzatori sociali e il reato di sciacallaggio. Oltre ai fondi per l’emergenza, l’ordinanza approvata dal Consiglio dei ministri presenta anche delle novità: Fisco e contributi Nel testo si prevede la sospensione per i prossimi due mesi delle bollette di luce e gas. In più, i cittadini dell’Abruzzo

potranno ricontrattare le rate del mutuo. Il governo ha previsto anche lo stanziamento di 800 euro mensili per i lavoratori autonomi, mentre 400 euro al mese andranno alle famiglie che decideranno di provvedere in maniera autonoma alla loro sistemazione. Il contributo sale a 500 euro per gli over 65 e i diversamente abili. Welfare Nell’ordinanza si prevede la sospensione per gli autonomi del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali oltre al premio assicurativo. Scuola L’anno scolastico 2008-2009 è salvo per gli alunni abruzzesi. Chi non ha raggiunto i 200 giorni di scuola, non dovrà ripetere l’anno. Norme anti sciacallaggio Presto l’invio di 700 militari che lavoreranno al fianco di carabinieri e polizia per un servizio di controllo anti sciacallaggio. Per l’istituzione del reato bisognerà attendere dopo Pasqua.

Il presidente in Abruzzo. “Non vi lasceremo soli”

“Nessunoèsenzacolpa” Napolitanoinvita all’esamedicoscienza “ Non ci sono coloriture politiche le irresponsabilità sono diffuse” Veronica Passeri

L’AQUILA - Sobrietà, commozione, solidarietà, severità: nell’intensa mattinata che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano trascorre all’Aquila e nei paesi distrutti dal sisma c’è tutto questo. C’è la sobrietà di una visita presidenziale senza orpelli, con un cerimoniale azzerato, la sicurezza ridotta al minimo, i cronisti tenuti alla larga per gran parte del tempo. Ci sono la commozione e la solidarietà di un uomo di Stato che già da ministro dell’Interno si trovò, tra il 1996 e il 1998, a vivere tragedie come Sarno. E c’è la severità. Lo Stato oggi «c’è fortemente» ma deve continuare ad esserci anche domani, in un “dopo” che si annuncia difficile e certo non breve. Sui crolli di edifici di recente costruzione, poi, come l’ospedale dell’Aquila ora completamente inagibile Napolitano è durissimo: «Tutti devono farsi un esame di coscienza che non conosce assolutamente coloriture e discriminanti politiche» perchè ci sono state «irresponsabilità diffuse». Il capo dello Stato arriva puntua-

Le misure I provvedimenti varati dal consiglio dei ministri per i terremotati

LAVORATORI AUTONOMI

MEDICINALI

Sospensione del pagamento dei contributi previdenziali, assistenziali e del premio delle assicurazioni contro infortuni e malattie professionali

I farmacisti pubblici e privati potranno consegnare i medicinali a carico del Servizio sanitario nazionale, senza alcuna formalità

BENI CULTURALI

SFOLLATI

Il Ministero è autorizzato a ricevere donazioni per il recupero del patrimonio artistico danneggiato

Previsto un contributo mensile fino a un massimo di 400 euro. Ulteriori 100 euro per gli ultra 65enni e i diversamente abili

ANTI-SCIACALLAGGIO

SCUOLA

700 militari delle Forze armate pattuglieranno le zone terremotate

Prevista la salvaguardia dell'anno scolastico in corso, anche nel caso in cui la durata sia inferiore a 200 giorni

SOLIDARIETÀ

STANZIAMENTI

Istituiti specifici conti correnti bancari sui cui versare i proventi delle donazioni

Aumentata a 100 milioni di euro la somma stanziata per l'emergenza

MUTUI

COMMERCIANTI, ARTIGIANI E AGRICOLTORI

Autorizzata la rinegoziazione

LUCE E GAS Sospesi per due mesi il pagamento delle bollette

Prevista un'indennità di 800 euro mensili per coloro che hanno dovuto sospendere l'attività per gli eventi sismici ANSA-CENTIMETRI

lissimo sulla tabella di marcia alle 9.30 e il primo pensiero è subito per le vittime. Varca da solo l’hangar della caserma della Guardia di Finanza dove sono raccolte decine e decine di salme e gli si para davanti una distesa di bare, vegliate da famiglie distrutte, dal cappellano delle Fiamme Gialle, da pochi e selezionati scout. Il presiden-

Con matite e colori i piccoli sopravvissuti elaborano le loro paure Il Rettore Di Orio: “Un motore da 27mila studenti che deve ripartire”

Ilsisma con gliocchi dei bimbi “Salviamo l’università” L’AQUILA - La cosa più importante: l’ambulanza. qualcun’altro il terremoto è un mostro tecnologico: Poi l’ombrello, la boccia con i pesci rossi, il sole. un bambino, subito dopo il sisma - raccontano le Sono queste le «cose» essenziali che, dopo il terremo- neuropsichiatre - lo aveva disegnato come un robot to, i bambini delle tendopoli mettono nei loro dise- che «aveva il compito di aprire e pulire la terra». Non gni. Elaborano la paura con fogli e matite colorate. mancano le elaborazioni mistiche della tragedia: «le Da quei disegni le neuropsichiatre infantili cercano case sono tutte rotte - ha scritto una bambina - la mia di capire come e quanto il trauma della scossa è no, perchè la mamma l’ha salvata con le preghiere». presente nei più piccoli. Il Laura, infine, una piccola foglio con l’ambulanza e di 5 anni, disegna sul foglio l’ombrello l’ha disegnato un grande arcobaleno che Davide, un bimbo dell’asicopre tutti i bambini sul lo, che ha aggiunto anche prato, e sopra l’arco una delle pistole. Un simbolo di sorta di «madre protettiva». difesa in questo caso, preciI bimbi che per Laura sono sano gli esperti, non di viobuoni si trovano sopra il lenza. La violenza è quella prato, i cattivi, con le pistoche i ragazzini attribuiscole, sono esclusi dal tappeto no al terremoto. In molti verde. Il titolo del disegno è dei disegni dei piccoli ospi«Forza Bambini». Intanto ti della tendopoli di Piazza nei campi si torna anche a d’Armi, la più grande delgiocare. Il lento ritorno ad l’Aquila, ci sono montagne una parvenza di normalità minacciose all’orizzonte, i passa, infatti, anche dalle profili marcati e cime che iniziative che vengono orgaassomigliano ai denti di nizzate per intrattenere i una sega. Chi invece ha elabambini che sono ospitati borato positivamente lo nelle tende delle varie aree stress post-terremoto diseattrezzate. Nel campo di gna le montagne come ami- I bambini disegnano nella tendopoli San Demetrio nè Vestini è che, protettive, i profili sostata addirittura allestita no dolci. Lo fa ad esempio una tenda dedicata al gioco Claudia, una bimba di 10 anni che al centro del per i bambini. «Si tratta - ha spiegato Anna Sozzi, foglio mette una casetta tutta di legno, senza finestre. psicologa in Abruzzo con la Protezione Civile - di Claudia disegna però se stessa fuori dalla casa, con le una struttura che è un pò scuola, un pò asilo, un pò braccia aperte, in segno di fiducia. Nel disegno di ludoteca. È l’inizio di un tentativo di ricostruzione Robert si intravede invece un bambino spaesato. Sul concreta. Con mezzi di fortuna stiamo cercando di foglio ha realizzato un grande campo da calcio, ma organizzare attività per i bambini per farli giocare e lui è da solo su quell’erba, non ha amici accanto. Per fornire loro un sostegno psicologico».

L’AQUILA - È un enorme pannello solare. Uno tra i migliori d’Italia. È tutta energia pulita formata dai libretti degli esami di 27mila studenti, dal valore dei 1.500 dipendenti, dei docenti, dell’indotto, degli affitti, dei locali per giovani, delle librerie, dei teatri e della musica. L’Università è la luce dell’Aquila, il «petrolio verde» della città. Che rischia di essere «non più rinnovabile». Nel 1969 il Polo Elettronico, cioè la «fabbrica» aquilana, aveva 5.000 addetti. Oggi 280. Nel 2004 l’Università aveva 18mila iscritti, oggi 27mila. Quando al rettore, Ferdinando Di Orio, si chiede di spiegare perchè un genitore debba iscrivere nel breve futuro il proprio figlio all’ateneo dopo tutto quello che è successo, magari come fuorisede, Di Orio ha due reazioni: «Una risposta positiva, detta da me, potrebbe essere senza senso. Ma dico di sì lo stesso, anche se bisogna creare le condizioni». Se Onna la Martire è il simbolo della sofferenza del popolo aquilano, la Casa dello studente è quello del martirio degli universitari, la tomba sbriciolata sui fuorisede. Il terremoto ha colpito una delle migliori facoltà di ingegneria e medicina d’Italia, nella città dei mille palazzi crollati e dell’ospedale evacuato. L’altra reazione snocciola cifre bollenti come una fusione nucleare: «Se chiude l’Università, sette facoltà, la vena d’oro della città, L’Aquila

La Gelmini davanti le macerie della Casa dello Studente

muore - ripete il Rettore -: la prima azienda a dover ripartire è proprio l’Università. È l’unica realtà che resiste alla desertificazione industriale, il resto lascia il tempo che trova». Un posto letto costa almeno 400 euro, la spesa per mantenere un figlio agli studi supera i 1.000 euro al mese e ai 13 mila fuorisede bisogna aggiungere i 14mila abruzzesi iscritti. Sono almeno 250 milioni l’anno che cadono a pioggia sull’economia della città. «Siamo la più grande

azienda del territorio», ripete affannato Di Orio da Coppito, dove l’ateneo sta cercando di ricominciare. È infatti ripartito il sito internet, e sono salve tutte le carriere universitarie, il 15 aprile si riunisce il Senato accademico, il giorno dopo il consiglio d’amministrazione. L’università aquilana è «la struttura economica e culturale più dinamica che c’è. Bisogna insistere e salvare questo ateneo. Resteremo qui e non molliamo».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 5

Primo piano

“Attenzione dello Stato nei mesi ed anni a venire”

Diretta su Rai 1, Canale5, Sky e La7

Ultimo tributo alle vittime Oggi i funerali solenni

Una visita presidenziale senza orpelli, cerimoniale azzerato, la sicurezza ridotta al minimo, i cronisti tenuti alla larga per gran parte del tempo. La solidarietà di un uomo di Stato che già da ministro dell’Interno si trovò a vivere tragedie come Sarno Il funerale di una delle vittime dei primi crolli

te offre qualche parola di conforto ma soprattutto condivide un silenzio commosso e dignitosissimo di queste persone. Qualche minuto di raccoglimento davanti a una bara su cui se ne appoggia un’altra piccola, bianca. Una famiglia “rapita” dal terremoto. Poi l’incontro con gli esponenti della Protezione civile a cui Napolitano si affida

per un giro nei luoghi simbolo del disastro. Non vorrebbe al suo seguito il codazzo dei giornalisti, il presidente, e ai fotografi che lo inseguono spiega che lui non è lì «per farsi fotografare, voglio solo parlare con queste persone». Non cerca ribalte, ma vuole capire da vicino - dopo giorni di stretta vicinanza

telefonica - come sta funzionando la macchina dei soccorsi, come stanno le persone, quali sono le loro immediate necessità. Non a caso si fa interprete di un «angoscioso interrogativo»: una volta che sarà passata l’ondata di emotività l’Italia si scorderà dell’Aquila? Il presidente stesso si «impegna» a garantire un’attenzione

«continua dello Stato», «nei mesi e negli anni» che verranno. Intanto tributa «un apprezzamento senza riserve alle decisioni prese dal governo» osservando, comunque, che «ci sarà tempo per le decisioni definitive sulla base di valutazioni e di ricognizioni che è ancora prematuro poter annunciare». Onna, il piccolo borgo «polverizzato» dalla furia della natura la cui popolazione è stata «per il 30%» sepolta sotto le macerie, è l’immagine di questa tragedia. Ma la gente è composta e dignitosa e Napolitano è «ammirato»: è il volto dell’Italia di cui essere orgogliosi. Ma c’è anche il marcio e davanti ad edifici costruiti sulla carta con norme antisismiche ma crollati alla prima scossa Napolitano invoca un esame di coscienza collettivo. Nell’applicazione di queste norme ci sono stati «un difetto di controlli» e «irresponsabilità diffuse perché molti sono i soggetti che in definitiva sono coinvolti nella costruzione di un palazzo, nella costruzione o nell’acquisto di una casa. E nessuno dovrebbe chiudere gli occhi».

Giancarlo Graziosi

L’AQUILA - L’Aquila e la sua gente si preparano a vivere il giorno del dolore con l’ultimo tributo alle circa 280 vittime del terremoto che la notte tra domenica e lunedì non solo ha martoriato il suo suolo, ma ha anche squarciato il suo cuore abruzzese «forte e gentile». Almeno 150 bare saranno disposte in fila questa mattina sul piazzale interno della Scuola per ispettori della Guardia di Finanza per i solenni funerali di Stato. Le altre salme, ad eccezione di quelle ancora da identificare, sono state già riconsegnate ai familiari. In molti casi i riti funebri sono già stati officiati in diverse parti della regione e d’Italia. In cima alla scalinata che conduce al Palazzetto dello sport, è stato allestito l’altare per la celebrazione della messa. Il rito funebre, che inizia alle 11, sarà concelebrato dal Segretario di Stato Vaticano, mons.Tarcisio Bertone, e dall’arcivescovo metropolita dell’Aquila, mons.Giuseppe Molinari. Il Papa, che visiterà le zone terremotate subito dopo Pasqua, ha delegato a partecipare anche il suo segretario personale,

mons.Georg Gaenswein, e il segretario generale della Cei, mons.Mariano Crociata. Al rito funebre parteciperanno anche tutti i vescovi dell’Abruzzo e del Molise, oltre 100 sacerdoti e 20 coristi. La cerimonia sarà trasmessa in diretta televisiva da RaiUno, Canale5, Sky e La7. Si sta anche pensando ad allestire schermi giganti nelle tendopoli per evitare l’eccessivo afflusso di persone e consentire a tutti di seguire il rito funebre. Molte saranno le autorità presenti, a cominciare dalle più alte cariche dello Stato. Sicuramente ci saranno il presidente del Consiglio Berlusconi, il sottosegretario Letta, il ministro dell’Interno Maroni, rappresentanti di Camera e Senato. L’ultima verifica organizzativa è stata compiuta ieri in serata. Le uniche incognite, per un regolare svolgimento della cerimonia, sono rappresentate dalla terra, che continua a tremare, ma soprattutto dal tempo che si annuncia piovoso. «Portatevi gli ombrelli - ha raccomandato alla popolazione il governatore della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi -: è l’unica emergenza per la quale non siamo ancora attrezzati».

Costruttori in allarme: “Non siamo killer, case costruite negli anni ’60”

I costruttori respingono le accuse di avere costruito senza il rispetto delle norme e assicurano un impegno attento

L’AQUILA - «Non siamo killer»: i fuori uso e nelle costruzioni nuo- gra, indipendentemente dalle piccostruttori edili dell’Aquila respin- ve non siano stati rispettati i para- cole lesioni. Quanto affermo tutto gono le accuse, più o meno velate, metri previsti dalle leggi». «Invece verificabile». E le case in cemento di avere costruito senza il rispetto - riprende, accalorato, il loro presi- armato crollate, su tutte la Casa delle norme; assidente - i costruttori dello studente? «Sono due - chiaricurano che «l’Aqui- Il premier: aquilani, hanno re- sce Cicchetti -: una è la Casa dello la sarà ricostruita a “Mancanze? alizzato le case se- studente, le perizie diranno cosa è regola d’arte», e condo le norme e successo». E le strutture pubblinon si pronuncia- Non credo, con materiali di che, in primis l’ospedale? «Il San no sul progetto del- ma accerteremo” qualità, adeguan- Salvatore è lesionato parzialmenla new town («perdosi sempre alle te, ma non in senso strutturale, chè non lo conosciamo»). Messi normative anti sismiche, man ma- certo gli spazi in cui non ha retto «un evento eccezionalmente vio- «È andata distrutta la città mediesul banco degli imputati per quan- no che queste si sono evolute nel vanno accertate con serietà le re- lento perchè le basiliche ed i mo- vale costruita 450 anni - dice il to accaduto a tutto il patrimonio corso degli anni. Fuori le mura sponsabilità». Cicchetti entra nel- numenti che hanno resistito ai pre- presidente dell’Ance -, ma la città edilizio, con crolli mortali anche del centro storico, la città è inte- la drammaticità del terremoto: cedenti terremoti sono crollati». risorgerà e sarà ricostruita a regodi strutture in cemento armato, i costruttori replicano con il loro presidente provinciale, Filiberto L’inchiesta verificherà eventuali negligenze studiando i verbali Cicchetti. «L’intelligenza e la professionalità dei costruttori aquilani sono note in tutto il mondo dichiara Chicchetti -. I fatti lo dimostreranno: tra 15 giorni, dopo i sopralluoghi ed i controlli, verrà to è stato disposto che ra dell’Aquila, sarà acquisito il monitoraggio Sarà fuori che il 90% delle abitazioni chiunque abbia la resi- completo di tutti gli immobili che dovrebbeacquisito private costruite fuori le mura dadenza all’Aquila e abbia ro essere a norma, in quanto realizzati in il gli anni Sessanta in poi, sono agibimonitorag- lasciato la città, comuni- epoca in cui era già vigente la normativa li. Sarà dimostrato che i danni chi al Comune l’esisten- antisismicà. Il monitoraggio sarà svolto sia gio non sono strutturali, ma solo lieza in vita, per il censi- dalla polizia giudiziaria sia attraverso l’acquicompleto vi, come lesioni a tramezzi ed intomento, recandosi al Co- sizione dei verbali dei 1.500 tecnici arrivati di tutti naci». Secondo Cicchetti, «quanmando di polizia muni- all’Aquila. La Procura si concentrerà anche gli edifici do sarà rimossa l’ordinanza che cipale dell’Aquila, oppu- su un altro aspetto dell’inchiesta, al momenvieta di rientrare nelle case emerL’AQUILA - Il pm dell’Aquila acquisirà i ver- re delegando qualcuno. Ciò, sia ai fini delle to ancora lontano: la partita della ricostruziogerà che i danni non sono gravi: bali degli accertamenti sugli edifici crollati, procedure per le pensioni sia per avere un ne. Per evitare che la criminalità possa metnelle abitazioni sono caduti intonain particolare su quelli pubblici e di recente quadro più preciso degli sfollati. Sono tantis- terci le mani. Verranno svolte accurate indagici, mobili e bicchieri. È la paura costruzione. Obiettivo dell’inchiesta è verifi- simi infatti gli aquilani che hanno abbando- ni, su tutte le aziende e le società che vorranprovocata dalla scossa fortissima a care eventuali responsabilità nei crolli. Intan- nato la città. Tornando all’attività della Procu- no partecipare alle gare d’appalto. far credere ai cittadini che tutto è

la d’arte». A questo proposito ieri stesso la giunta dell’Ance ha deciso che si attiverà per avere un ruolo di primo piano nella ricostruzione: «La città tornerà a vivere in tempi brevi e siamo tutti impegnati in prima linea per raggiungere questo obiettivo», assicura Cicchetti il quale non commenta «perchè non se ne conoscono le caratteristiche» - il progetto della new town lanciato dal premier, Silvio Berlusconi. «Le responsabilità saranno sicuramente accertate: io non credo ci siano state situazioni di questo tipo, però i pm stanno già indagando e credo che se accerteranno delle responsabilità, sia giusto che queste emergano». Così il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi risponde alle parole del capo dello Stato Giorgio Napolitano che, in visita in Abruzzo, ha parlato di «responsabilità diffuse» nel crollo di alcuni edifici. Berlusconi dice: «Io personalmente ho verificato gli edifici costruiti prima delle attuali norme antisismiche: sono edifici che rappresentano le tecnologie dell’epoca. Anche se parliamo degli anni ’80- osserva il premier- si tratta di ferri e cementi meno idonei di quelli attuali, materiali figli della tecnologia di allora». Nello specifico, aggiunge Berlusconi, «la costruzione dell’ospedale dell’Aquila è partita negli anni Sessanta».

Imprese edili alla gogna

Indagine del pm sugli edifici crollati


6 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Migliaia le persone non censite perché ospiti di parenti

Per le strade si finge normalità, riaperto un supermercato

L’AQUILA - Per i 28mila sfollati uffi- che negli alberghi, la macchina orgaciali del terremoto dell’Aquila i pro- nizzativa e dell’assistenza non è anblemi vanno oltre il grave disagio, la cora del tutto a regime, nonostante paura e il pericolo della catastrofica la grande disponibilità ed umanità scossa della notte mostrate dagli opetra domenica e lu- Precarie le condizioni ratori. Gli aquilani dell’assistenza nedì: in alcune tenconsiderati sfollati e dopoli, soprattutto ma tra gli operatori censiti finora sono quelle più periferidi questi grande disponibilità 28mila, che, molti sfollati 18mila sono riparati hanno detto che non ci sono bran- nelle 32 tendopoli installate all’Aquide, coperte e viveri a sufficienza ed la e nei comuni limitrofi, 10mila si alcune anziani nelle prime tre notti sono sistemati negli alberghi della hanno avuto difficoltà nel dormire costa abruzzese, messi a disposizioin condizioni appena dignitose. An- ne dalla protezione civile. Ma ci so-

L’AQUILA - I principali clienti per adesso sono i soccorritori. Ma per le strade della prima periferia dell’Aquila cominciano a spuntare timidi segni di normalità: qua e là s’incontra un bar, un supermercato, un chiosco di panini con la porchetta e polli arrosto che alza le serrande. Si tratta di strutture che non hanno subito danni e i cui titolari vogliono dare segnali di speranza. Da ieri è possibile fare la spesa, una conquista che fino a qualche giorno fa sembrava impossibile. Bar presi d’assalto da chi cerca una tazzina di caffè.

Sconforto tra i 28mila sfollati Coperte e viveri non bastano

Speranza in un sorso di caffè L’Aquila prova a risorgere

Sono in 18mila le persone riparate nelle 32 tendopoli

no diverse migliaia che non sono stati censiti: sono coloro che hanno lasciato la città colpite e si sono rifu-

giati da amici o parenti. Disagi per assicurare il sostegno a quanti hanno scelto questa soluzione.

Subito 5 milioni per il Polo Museale de L’Aquila dal Ministero

Macheda mette all’asta la sua maglia Il ricavato devoluto alle famiglie colpite

Quel che resta della facciata di una chiesa nel capoluogo abruzzese

Il giovane talento italiano del Manchester United vicino ai terremotati

Il sindaco del capoluogo ha dichiarato inagibile il patrimonio edilizio Si stima che dopo le verifiche resteranno senza casa in quarantamila

Unacittàinaccessibile chepensaadove sistemare i sopravvissuti dichiara inagibile tutto il patrimonio edilizio pubblico e privato della città. Significa che chiunque, anche polizia e carabinieri, se restano L’AQUILA - Il dopo sarà forse più difficile. Mesi in tenda, tre nella nelle loro strutture sono abusivi. migliore delle ipotesi, più probabilmente sei, e trasferimenti continui Significa che 120 mila persone, considerando che L’Aquila è uno dei in base alle stagioni, come nella transuComuni più estesi sono di fatto senza manza: estate sulle montagne, inverno casa. Ma dove alloggiano dunque gli abisulla costa. Per i sopravvissuti dell’Aquitanti dell'Aquila che non risultano tra la la scossa di lunedì è stata soltanto quelli sistemati in tenda o negli alberghi l’inizio di incubo di cui nessuno, oggi, della costa? "Diversi, come me, in autovede la fine. Perchè dopo aver ritrovato i mobile. Ma tantissimi da amici o parenmorti, il futuro si chiama incertezza: ti lontano dall' Aquila", dice Cialente la niente casa, niente lavoro, niente svago. cui casa è rimasta lesionata. Anche per Poche se non nulle prospettive. questo l'amministrazione comunale ha Dicono che L’Aquila è una città fantasma disposto che tutti i residenti all'Aquila con le strade vuote e le case sventrate. che abbiano lasciato la città devono coMa forse è di più: una città morta. E municare al Comune la cosiddetta "esiforse potrà rinascere e anzi rinascerà costenza in vita" anche per avere un quame hanno promesso tutte le autorità. Ma dro più preciso degli sfollati. Il sogno di ci vorranno non mesi, ma anni; anche una città parallela è però di difficile readieci. E nel frattempo l’esercito degli lizzazione. Solo per costruire nuovi allogsfollati dovrà sopravvivere e tentare di gi, con decine di migliaia di persone, ci tornare a vivere. «Ci penseremo dopo vogliono minimo tre anni e in questo Pasqua, quando avremo finito di scavaperiodo agli sfollati, quelli che non sare» è la risposta di tutti quelli che dovranranno rientrati nelle proprie case non no gestire l’emergenza di fronte alla semresterà che passare l’inverno negli alberplice domanda: «Ma quale sarà il futuro ghi sulla costa e l’estate nelle località di dell’Aquila?». montagna. In realtà si sta già ragionando e gli scenaL’obiettivo primario è dunque quello di ri che i tecnici hanno davanti fanno pauterminare le verifiche delle abitazioni ra. Perchè non si tratta di risolvere i agibili e far rientrare il maggior numero problemi di una piccola comunità, ma di gente possibile. La stima è che un quelli di una città di medie dimensioni Un vigile del fuoco a lavoro sulle macerie terzo della popolazione potrà riprendeper un numero di abitanti che varierà, re possesso delle proprie abitazioni, soquando saranno terminate le verifiche e sarà rientrato a casa chi non prattutto quelle in periferia che sono meno danneggiate. Per gli altri, l’ha avuta lesionata, tra i trenta e i quarantamila. Al momento di appunto, l’unica soluzione possibile è quella di passare da un albergo soluzioni non ce ne sono molte. a un altro. «Dobbiamo realizzare una città parallela in poco tempo» dice il C’è anche l’ipotesi delle tensostrutture: «Stiamo requisendo tutte sindaco Massimo Cialente, che ha firmato un’ordinanza con cui quelle a disposizione in Italia» dice il primo cittadino, ma è difficile Matteo Guidelli

Bar presi d’assalto

Un banale cartello che ha messo fuori, «Pollo a 5 euro», suona come un messaggio di speranza.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 7

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Primo piano

Croce Rossa: Nella tendopoli la replica di un paese distrutto “Nessuna raccolta La scuola e il comune allestiti nei container porta a porta”

Le processioni eviteranno le strade più strette e a rischio

VILLA SANT’ANGELO - Il Comune, adesso, è dentro un container. La scuola non c’era, ma in una tenda i più piccoli giocano e imparano. Don Luigi dice messa nel tendone della mensa e, tutti insieme, gli abitanti di Villa Sant’Angelo provano a replicare in una tendopoli, i gesti quotidiani del loro paese distrutto dal terremoto. Per ricostruire un tessuto sociale, in un paese di 450 abitanti dove il terremoto si è portato via 17 persone e quasi tutte le case. Villa Sant’Angelo è forse uno dei luoghi dove i danni del sisma sono

PESCARA - Le processioni del Venerdì Santo e i riti Pasquali che offrivano ogni anno all’Abruzzo un momento di riflessione, ma anche di festa e serenità, dopo le distruzioni e i lutti causati dal terremoto, sono state sospese nelle zone dell’Aquilano e si svolgeranno con toni e significati del tutto diversi, certo più intensi, ma sobri, nelle altre località dell’Abruzzo. La «via crucis» sarà un momento di dolore vero, per tutti, credenti e non. Si svolgerà su un itinerario diverso, più breve, all’esterno. La statua del Cristo Mor-

Villa Sant’Angelo guarda al futuro, i ragazzi tornano a giocare a pallone

Un abitante appena sveglia dopo aver passato la notte nelle tende

stati più forti. I volontari lavorano costruiscono scarichi e gestiscono la mensa. Poi, quando hanno finito,

portano i ragazzi del paese a giocare a pallone. Perchè è anche così che si torna a guardare al futuro.

ROMA - La Croce Rossa Italiana non sta facendo alcuna raccolta porta a porta. Chiunque si presenti ad un’abitazione a nome dell’associazione per chiedere vestiti e materiali da destinare alla popolazione terremotata in Abruzzo è un impostore. L’avvertimento viene dalla stessa associazione di volontariato che nelle ultime ore ha ricevuto decine di segnalazioni, da diverse parti d’Italia, su persone che si spacciano per operatori della Cri e chiedono beni e generi di sostentamento.

Via crucis vissuta nel dolore Riti annullati o modificati

Riti pasquali modificati

to, portata a spalla eviterà i vicoli più stretti, dove si trovano gli edifici più antichi e, si teme, meno stabili.

Scosse sempre più ravvicinate nel tempo Alle 2.52 di mercoledì notte la più forte

Lo sciame sismico si sta spostando a nord Il parere dei geologi

Anche le Fiamme Gialle coinvolte nei controlli Coi manganelli nelle ronde contro gli sciacalli

“Gli allarmi sono tanti e li verifichiamo tutti” C’è anche chi si organizza da solo in ronde

A caccia dello sciacallo i carabinieri di pattuglia

L’AQUILA - La partenza è fissata per le «zero zero zero cinque» e puntuale, a mezzanotte e 5 minuti spaccati, la caccia allo sciacallo comincia. I carabinieri dell’Aquila lo inseguiranno fino all’alba. «Gli allarmi sono tanti e noi li verifichiamo tutti, ma finora non ci risultano furti nelle abitazioni degli sfollati», dice uno dei carabinieri, durante la caccia. «Due ore fa l’ultima chiamata: siamo corsi sul posto, ma non c’era nessuno sciacallo. Solo due vigili del fuoco». Ma la gente, in questo momento, non si sente sicura di niente. E capita, come confermano gli stessi cara-

binieri, che si organizza da sola. Le prime ronde anti-sciacalli sono spuntate spontaneamente qua e là. Alcuni cittadini, allora, si sono organizzati in squadre con turni di vigilanza. Secondo i carabinieri zone come il Torrione, San Giacomo, sono quelle più a rischio sciacalli. «I ladri - dice il maresciallo - evitano il centro, presidiato dalle forze di polizia. Non vanno nei paesi dove tutte le case sono distrutte, perchè non troverebbero niente. Quello che cercano è un posto così, periferico, defilato, con case in condizioni decenti e, soprattutto, completamente disabitate».

se non impossibile credere che si possano tenere per mesi decine di famiglie una accanto all’altra senza un briciolo di intimità. Piuttosto le tensostrutture saranno utilizzate per i servizi strategici: scuole, ospedali, sedi di enti locali e società pubbliche, ma anche in questo caso sarà necessario modificare completamente le abitudini. Un esempio per tutti, quello delle scuole: si accorperanno le classi, ha confermato il ministro Gelmini, la prima e la seconda elementare da una parte, terza, quarta e quinta dall’altra. E per i bambini che con le famiglie si sono trasferiti sulla costa ci sarà la possibilità di essere inseriti nelle scuole di quei paesi. Ma il primo, vero, problema è la ripresa del ciclo economico; perchè solo così le persone potranno tornare alla vita e non sentirsi solo e soltanto sopravvissuti che vanno assistiti in tutto e per tutto. Non è un caso che proprio gli accertamenti su negozi, banche e attività commerciali saranno i primi che verranno effettuati. E non è un caso che qualche negozio abbia già cominciato a riprendere, seppur lentamente, le attività: poter comprare un vestito, tornare a scegliere il pane, poter ritirare i soldi con il bancomat è forse l’unico modo per rianimare una città morta. Per i sopravvissuti Parlando di cifre, a oggi sono 281 le dell’Aquila la scossa di lunedì è stata soltanto vittime finora accertate, di cui una ancora da identificare. Mercoledì sel’inizio di un incubo ra, poco dopo la mezzanotte, sono stati recuperati dai vigili del fuoco i corpi di due dei quattro giovani che mancavano all’appello e figuravano tra i dispersi nel crollo della Casa dello studente all’Aquila. Gli altri due cadaveri sono stati estratti ieri alle 3 e alle 6.

Lo spostamento 1

ULTIME SCOSSE DI ASSESTAMENTO Epicentro L'Aquila-Pizzoli-Barete

Le scosse più forti di ieri 00:55 Magnitudo: 4.3

Tera Teramo ramo

2:52 Magnitudo: 5.2 5:14 Magnitudo: 4.6

1

Pes Pesca P escara esssca eesca cara ara ra

Barete Pizzoli

L’AQUILA

2

Chieti Chiet

R U Z Z O

2

0 km

35

70

TERREMOTO 6 APRILE, 3:32 Magnitudo: 5.8

105 km ANSA-CENTIMETRI

L’AQUILA - Le scosse non danno golare è che si verifichino scosse tregua agli abruzzesi, e la novità così intense anche dopo 4, 5 giorni che preoccupa tutti è lo spostamen- dalla prima. Sembra essere simile a to dell’epicentro dello sciame sismi- quella del terremoto in Umbria, doco, che si colloca in una zona ora ve ci fu una seconda scossa di forte più a nord dell'Aquila. In pratica il magnitudo due giorni dopo la prifronte del terremoto si sta spostan- ma, quella che provocò il crollo deldo e questo impensierisce i geologi. la volta della basilica di San France"All'Aquila c'è una situazione diffi- sco d'Assisi". Dal nuovo fronte del cile da definire, è molto complessa, terremoto sono partite diverse scosè un caso singolare", dice Gian Pao- se, avvertite in tutto l'Abruzzo e in lo Cavinato, ricercatore Cnr dell' gran parte del centro Italia, da Roistituto di Geologia ma a Napoli. La priAmbientale e Gema è stata alle 0,55 oingegneria. Il nuodi magnitudo 4.3, vo epicentro si è poi una più forte alspostato sulla diretle 2,52, di magnitutrice L'Aquila-Pizzodo 5,1 della scala li-Barete, una zona Mercalli, alla quale che coinvolge i cenne è seguita una altri di Campotosto, le 5,14 di ieri mattiCapitignano, Barena pari al 4,2 e poi, te, Pizzoli e Monteancora: una scossa reale. I geologi handi 3,1 punti di intenno individuato il sità alle 5,41 ha intenuovo fronte del terressato i comuni di remoto e ora cercaMontereale, Capitino di interpretare gnano, Campotoquesto fenomeno e sto; alle 6,32 una di capirne la porta- “Un caso complesso scossa più forte, 4,0 ta. "Dall'evento difficile da definire della scala Mercalprincipale di dome- Ancora molta li, a L'Aquila, Pizzonica notte ci sono li, Barete. Le scosse energia nella zona” state più di 700 scossono proseguite anse, quattro superiore a 5 gradi Ri- che durante il giorno: con epicentro chter - ha sottolineato all'Adnkro- nei comuni di Scoppito, Villagrannos Gian Paolo Cavinato, ricercato- de e Collimento, alle 15:19. Un'ora re Cnr dell'istituto di Geologia Am- dopo, altra scossa: magnitudo 2.5 bientale e Geoingegneria - . Il fatto della Scala Richet. Poi ancora alle che ci siano state delle repliche forti 17:18 con epicentro nella zona comvuol dire che c'è ancora molta ener- presa fra Possa, San Panfilo d'Ocre gia nella zona sismica. Non sappia- e Sant'Eusanio Forconese: una scosmo quanta energia sia in grado di sa pari a 3.2 punti della scala Riliberare ancora la faglia. Il fatto sin- chter.


8 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Attualità

La madre dei ragazzi glieli aveva affidati per anni durante i week end

Abusati dallo zio e dal suo amante Quattro fratelli anche narcotizzati Il compagno dell’uomo è in cella per aver violentato il suo bimbo Roberto Buonavoglia

TARANTO - «Mettevano qualcosa nel latte o nel succo di frutta e ci costringevano a bere. Dopo qualche minuto non capivamo più niente». Per dieci anni sarebbero stati prima narcotizzati e poi violentati, a turno, da un loro zio e dal suo convivente gay i quattro fratelli che dopo la denuncia della loro mamma hanno avuto la forza di confidare ai magistrati i loro incubi e di fare arrestare il loro parente e il suo compagno. La storia somiglia alla trama di un romanzo horror di Anne Rice. Ma qui è tutto terribilmente vero, anche se non c’è un ’Ladro di corpi’ ma di vite, di sogni. Proprio dopo che i loro sogni sono stati rubati, i quattro ragazzini hanno de-

Vicenda incredibile a Taranto, quattro fratelli tutti vittime di abusi dallo zio

ciso di raccontare gli abusi subiti. Grazie alle rivelazioni, il loro zio, di 39 anni, è stato arrestato mentre al suo compagno il provvedimento re-

A Palermo una rom violenta e filma il figlio

strittivo è stato notificato in carcere. L’uomo, che ha 58 anni, sta infatti scontando una condanna definitiva di due anni e mezzo per aver violen-

tato suo figlio. Fatto questo che, nel 1991, ha spinto la mamma del piccolo in un profondo stato di depressione inducendola a togliersi la vita.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal gip del tribunale di Taranto Patrizia Todisco, è stata notificata dai carabinieri che hanno condotto le indagini coordinate dal pubblico ministero Filomena Di Tursi. Le quattro vittime delle violenze sono un ragazzo che di 21 anni, una ragazza di 19 anni, e due gemelli (maschio e femmina) di 16 anni. Gli abusi - secondo l’accusa si sarebbero protratti da quando i due gemelli avevano cinque anni e fino al 2007. Le vittime vivono in una casa famiglia, ma per più di dieci anni hanno trascorso i fine settimana con un loro zio materno e il suo convivente. I genitori, infatti, avevano delegato l’affidamento dei ragazzini durante i week end al loro parente. Le violenze si sarebbero consumate in una casa di campagna e nell’abitazione del trentanovenne. Lo zio durante le indagini è stato interrogato dal magistrato inquirente e ha negato ogni accusa. Anzi, ha accusato la mamma dei piccoli, sua sorella, di averlo denunciato perché non provvedeva più al sostentamento della famiglia.

Garlasco, incandescente il primo giorno del rito abbreviato

Vittima di stupro a 12 anni Il pm chiede 30 anni per Stasi I colpevoli sono tre bulli La difesa: indagini a senso unico L’accusa mantiene la linea dura Prossima udienza il 18 aprile

La 12enne stava andando a un campo giochi

VERONA - Aveva subito uno stupro di gruppo da parte di tre giovanissimi ‘orchi’. Da allora, per una ragazzina, appena dodicenne all’epoca dell’accaduto, la vita non era più stata la stessa. È andata a scuola senza sapere che i tre giovanissimi ’orchi’ responsabili di averle violato l’intimità e rubato il sorriso sono stati arrestati. Ma otto mesi dopo la squadra mobile di Verona ha arrestato su disposizione del Tribunale dei Minori di Venezia tre minorenni tra i 14 e i 16 anni, di origine albanese, integrati nella società scaligera e inseriti anche a scuola. Il più grande, noto da tempo alle forze dell’ordine come capo di una baby gang, è in carcere, gli altri due in una comunità. Un altro terribile episodio sempre ai danni di un minore è venuto a galla a Palermo, dove una donna romena è stata condannata a 8 anni di reclusione per violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione. Vittime il figlio di 10 anni e due amichetti figli di una connazionale che l’ha denunciata. Secondo l’accusa, la donna ha ripreso le violenze col cellulare.

VIGEVANO (PAVIA) - La difesa di Alberto Stasi, per il quale ieri il pm ha chiesto la condanna a 30 anni per l’omicidio di Chiara Poggi, ha puntato il dito contro la procura e ha sostenuto che le indagini hanno avuto un’unica e sola direzione. Il professor Angelo Giarda, che insieme al collega Giuseppe Colli assiste il giovane, ha ribadito «che la scelta del rito abbreviato non è per ottenere uno sconto di pena ma l’assoluzione». Nel cercare di smontare l’ipotesi del Pm Rosa Muscio, i legali hanno toccato diversi punti: le incongruenze degli alibi degli zii e di riflesso di una delle cugine di Chiara, Stefania Cappa; la non riconducibilità al sangue di Chiara delle micro tracce di Dna trovate sulla bicicletta di Alberto, la pos-

Ieri prima udienza del rito abbreviato per Stasi

sibilità effettiva, per l’imputato, di evitare di sporcarsi le scarpe nella casa del delitto perché la luce era accesa e le chiazze erano

solo sul lato del corridoio. Le arringhe proseguiranno il 18 aprile, con le repliche di accusa e parte civile.

ISEO (BRESCIA) - Ancora ignote le cause dell’incidente nautico sul lago d’Iseo, in cui quattro persone sono state sbalzate in acqua: tre sono ancora disperse, mentre una, ferita, è stata tratta in salvo. Attorno alle 16 il tradizionale silenzio di Clusane d’Iseo (Brescia) è stato scosso dal boato seguito al capovolgimento di un potente fuoribordo che arrivava dallo ’Yatching Club’ di Paratico (Brescia). A bordo c’era Lino Foiadelli, 57 anni, proprietario del cantiere. Una persona, quindi, particolarmente attenta, che non avrebbe rischiato la

PAOLA (COSENZA) - È morto di cancro a 28 anni, Francesco De Seta, militare di carriera tra gli alpini a Vipiteno (Bolzano), al quale il male era stato diagnosticato di ritorno da una missione in Kosovo. Il giovane, che era stato più volte nei Balcani, è deceduto a Paola, sua città d’origine, dove si sono svolti i funerali alla presenza di un picchetto d’onore dell’Esercito. Da tempo De Seta aveva subito ricoveri in diversi ospedali, ma le sue condizioni si erano aggravate. Del caso si è occupato il blog di denuncia Vittimeuranio.com.

sicurezza sua e dei suoi ospiti. Con lui, un conoscente e due clienti. Si è salvata, Maurizio Finazzi, di Gandosso (Bergamo).

Cani killer SAN GREGORIO (CATANIA) Un cane pastore tedesco ha aggredito una bambina di quattro anni, azzannandola alla testa, e la mamma, rimasta lievemente ferita. È accaduto a San Gregorio, nel cortile di una ditta di costruzioni edili dove la donna lavora come impiegata. La piccola è stata trasportata nell’ospedale Cannizzaro di Catania. I medici le hanno riscontrato ferite lacero contuse alla testa.

Estorsore VITERBO - Un ricercato di Taranto, di 32 anni, C.M., nei cui confronti il Gip del tribunale di Taranto aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per estorsione, rapina, lesioni personali, ricercato da due mesi, è stato arrestato a Vejano, in provincia di Viterbo, dai carabinieri della compagnia di Ronciglione. Denunciata per favoreggiamento personale la coppia che lo ospitava in casa.

Rapinatori PRATO - A volto scoperto e disarmati, sono entrati nella filiale della Cassa di risparmio di Lucca, a Carmignano (Prato), località Seano, e, minacciando gli impiegati, si sono fatti consegnare 9 mila euro. Il colpo, avvenuto ieri, è stato compiuto da due persone. I malviventi sono poi fuggiti su una Fiat Uno bianca. Le indagini sono condotte dal reparto operativo dei carabinieri di Prato.

Doping

Militare muore Ha detto ai soccorritori: “Aiutatemi a trovare papà” Si era ammalato Lieto fine per il piccolo Michael dopo il Kosovo É rimasto a lungo in un canalone

Le ricerche sul lago

LATINA - Prestava denaro applicando tassi di interesse anche al 150%, arrivando a sottrarre alle vittime le proprie abitazioni. Per questo è stato arrestato per usura un uomo, originario di Roma e residente a San Felice Circeo. A suo carico è stato disposto anche il sequestro preventivo di alcuni beni di proprietà di una delle vittime, ma di fatto già nella disponibilità dell’usuraio.

FERRARA - Nell’ambito di un’indagine della questura di Ferrara su un traffico internazionale di farmaci, negli uffici doganali delle poste di Lonate Pozzolo (Varese) è stato sequestrato un pacco proveniente dalla Thailandia e contenente 2mila pasticche di Stanzol, un anabolizzante. Il sequestro è avvenuto dopo l’ rresto, il 3 aprile a Ferrara, di un 29enne accusato di commercio illegale di anabolizzanti e di farmaci.

Mistero sulle cause dell’incidente, salvata una donna

Fuoribordo si rovescia Tre dispersi al lago d’Iseo

Usurai

SAN MARCO ARGENTANO (COSENZA) - Michael Cipolla, dopo oltre un giorno di affannose ricerche a San Marco Argentano da dove era scomparso, è stato trovato da alcuni volontari in contrada Jotta. Era in un canalone, coperto di rovi e di vegetazione, dove, secondo i primi accertamenti, è finito accidentalmente. Michael, gridando, ha richiamato l’attenzione di alcuni volontari, conoscenti dei suoi parenti, che partecipavano alle ricerche. «Aiutatemi a trovare papà» ha detto subito Michael.

Omicidio SALERNO - Non ce l’ha fatta il 28enne ferito alle spalle da una coltellata intorno alle 8,30 di ieri. Ernesto Porpora è morto dopo tre ore di agonia. Dopo aver subito il fendente, era riuscito a fare alcuni passi, entrando in un bar nelle vicinanze. Ma non sono bastati gli immediati soccorsi. Le indagini dei carabinieri sono subito scattate ma i militari per il momento si sono trovati di fronte un muro di omertà.

Sfruttatori

La gioia dei genitori

MILANO - Arrestati due rom senza fissa dimora, I.P., di 29 anni, e M.N., di 31 dai carabinieri di Corsico (Milano). A loro si devono le traversie di una romena costretta a prostituirsi fino a 20 ore al giorno. La donna si prostituiva tra Mortara ed Alessandria. Una zona dove, ai bordi della strada, si trovano molte donne africane e dell’Est. I clienti arrivano dalla Lombardia e dal Piemonte.


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 9

Cronache in breve Divorzio via sms In Islam si può DUBAI - Divorziata via sms: una donna saudita si è vista convalidare da un tribunale islamico la decisione inviatale dal marito con un messaggio. L’uomo, che ha preso la decisione senza che il matrimonio venisse consumat, ha telefonato anche ai due testimoni. Secondo il diritto islamico è sufficiente che il marito pronunci la formula di divorzio tre volte davanti a testimoni perchè divenga effettivo.

Alla Cole, famosa cantante figlia d’arte, serve un rene nuovo Tantissime persone si sono offerte volontarie per donare l’organo

Non ha soldi per Pasqua Ruba in un supermarket NAPOLI - Senza soldi per la crisi economica, decide di rubare in un supermercato pur di preparare il pranzo di Pasqua per la sua famiglia: ha raccontato questo ai carabinieri una donna che, in provincia di Avellino è stata deferita in stato di libertà per furto aggravato. Poco più di cento euro il valore della refurtiva. La donna, già accusata di questo reato, stava trafugando dal market quando è stata sorpresa dai militari. La crisi economica la sua ’giustificazione’.

Elezioni moldave Comunisti al 49,48% ROMA - Alle elezioni moldave di domenica scorso il Partito comunista ha vinto con un margine abbondante, ma una percentuale che non gli consentirebbe di avere la maggioranza assoluta, ma solo 60 dei 101 seggi in Parlamento. Il partito Comunista ha ottenuto il 49,48% delle preferenze, contro i Liberali al 13,14%, i Democratici liberali al 12,43% e l’Alleanza Nostra Moldova al 9,77%, ha spiegato segretario della commissione eletttorale.

Donna tenta suicidio gettandosi sotto il treno ROMA - Una donna, originaria di Messina, si è buttata intorno alle 8.30 di ieri sotto i binari della stazione Tiburtina, a Roma. È rimasta gravemente ferita ed è stata trasportata in codice rosso nell’ospedale Umberto I. La donna, in base a quanto si è appreso da fonti del 118, avrebbe tentato il suicidio.

Colpito dalla gru Muore in cantiere ROMA - Un operaio di 36 anni è morto ieri mattina mentre era al lavoro in un cantiere edile alla periferia di Roma. E’ stato accidentalmente colpita dal braccio meccanico della gru che stava adoperando. L’uomo è morto sul colpo. Sull’incidente indagano i carabinieri e il personale dell’ispettorato del lavoro Asl Rm H.

MODENA - Un nuovo incendio doloso ha distrutto auto fuoristrada a Modena. Due i Suv dati alle fiamme, intorno alle 4 della scorsa notte, in via Lambrakis all’angolo con via Nicoli: una Mercedes ML e una Volvo XC90. Altre due vetture parcheggiate a fianco dei due mezzi sono rimaste danneggiate. Sono intervenuti vigili del fuoco e polizia. Secondo gli investigatori, non paiono esserci dubbi sul dolo. Se anche quest’ultimo rogo fosse opera del piromane che dal 16 marzo appicca il fuoco ai fuoristrada, si tratterebbe del settimo attacco incendiario messo a segno a Modena; sarebbe però il primo fuori dal centro storico. Otto le auto finora distrutte dal piromane e 17 quelle rimaste danneggiate in totale. Gli inquirenti analizzano da giorni alcune immagini del presunto piromane, catturate da telecamere di videosorveglianza in centro.

La minaccia maoista: mani mozze a chi vota NEW DELHI - I maoisti indiani hanno minacciato di tagliare le mani a chiunque voti alle prossime elezioni. I guerriglieri hanno affisso dei manifesti nello stato nord-orientale indiano del Bihar, nel quale minacciano gli elettori di tagliare loro le mani. Oltre ai guerriglieri, anche il partito comunista maoista indiano del Bihar, del Jarkhand e dello Chhattisgarh hanno invitato gli elettori a boicottare le elezioni che cominceranno il prossimo 16 aprile.

Magro bottino per due rapinatori BERGAMO - Hanno aperto la cassetta sbagliata e si sono così dovuti accontentare di appena 50 euro i rapinatori che ieri mattina hanno assaltato una filiale della Banca Popolare di Bergamo. Sono entrati in azione armati di coltello e con il capo coperto da una parrucca. Uno dei due si è avvicinato alla cassa e ha preso due contenitori in metallo in cui erano custoditi solo 50 euro e alcuni assegni.

Ancora auto in fiamme Modena cerca il piromane

Salvati dopo l’avaria due italiani nel Pacifico Alla cantante americana è stata diagnosticata un’epatite C

I fan si mobilitano per Natalie LOS ANGELES - I fan di Natalie Cole vogliono donarle un rene. La 59enne candante ha raccontato a Larry King che le è stato diagnosticato il collasso dei reni e, mentre era ancora in onda sullo show della Cnn, decine di telespettatori si sono fatti avanti per offrirsi come possibili donatori. In mancanza di un donatore di rene, la Cole dice che dovrà sottoporsi a dialisi per il resto della sua vita. La figlia di Nat King Cole ha detto che nel febbraio del 2008 le era stata diagnosticata una epatite C. I reni sono

Nessun 6 né 5+

Accoltella la moglie dopo un litigio SALERNO - Un uomo di 89 anni ha accoltellato la moglie di 84 anni a seguito di un litigio a Battipaglia. Vincenzo Caloia ha inferto alcune coltellate all’addome alla moglie Costantina Lardo che è ora ricoverata all’ospedale della cittadina della piana del Sele in prognosi riservata. Sull’accaduto indagano i carabinieri. Sembra, da quanto si è appreso, che l’accoltellamento sia l’epilogo di un litigio tra i due anziani coniugi.

Sasso lanciato contro uffici GENOVA - Un sasso è stato lanciato ieri contro la vetrata del portone di accesso agli uffici comunali di via Mascherona a Genova, sede tra l’altro dello Urban Center, ed in particolare della commissione che coordina il dibattito pubblico sulla Gronda. Secondo quanto ricostruito in Comune la vetrata della porta che consente l’accesso agli uffici è stata colpita con uno o più sassi e attraverso il buco che si è prodotto sarebbe stato versato liquido infiammabile. Inoltre sul muro esterno dell’edificio è comparsa la scritta «No Gronda».

collassati dopo una cura e ora la cantante cerca un donatore. Stephanie Natalie Maria Cole ha debuttato nel 1975 con l’album Inseparable, il cui primo singolo estratto arriva alla vetta della R&B Chart e vince il grammy award come “Miglior performance femminile R&B”. Ma la sua carriera ha una frenata nei primi anni ottanta, per via di alcuni seri problemi legati all’abuso di sostanze stupefacenti. Natalie Cole recitato in ruoli minori nei telfilm Il tocco di un angelo, Law & Order e Grey’s Anatomy.

Estrazioni del 09/04/2009 BARI

62

51

35

18

90

CAGLIARI

43

23

46

81

62

FIRENZE

75

53

33

16

90

GENOVA

49

83

14

88

21

MILANO

79

82

34

38

12

NAPOLI

2

79

7

52

27

PALERMO

36

3

22

31

35

ROMA

23

62

52

69

16

TORINO

29

33

66

48

71

VENEZIA

48

62

67

8

83

NAZIONALE

21

38

11

43

17

Jolly

Super Star

62

75

79

48

21

2

23

36

ANSA-CENTIMETRI

Nessun 6 e 5+ al Superenalotto. Ai 5: 53.418,71 euro. Ai 4: 432,89 euro. Ai 3: 21,17 euro. Superstar Nessun 5. Ai 4: 43.289 euro. Ai 3: 2.117 euro. Ai 2: 100 euro. Agli 1: 10 euro. Agli 0: 5,00 euro.

WELLINGTON - Due italiani sono stati salvati nelle acque del sud del Pacifico, tra la Nuova Zelanda e il Cile, mentre il loro panfilo si trovava ormai da quattro giorni in balia di acque molto agitate e forti venti dopo un’avaria che aveva messo fuori uso il motore. L’equipaggio di una petroliera, la Hellespont Trooper è riuscito a trarre in salvo Pietro Fresi e suo figlio Vittorio Fresi mentre il panfilo (10,4 metri) è stato abbandonato nelle acque del Pacifico. I due avevano inviato un messaggio di sos all’alba di lunedì quando il motore del loro yacht Onitron, registrato in Italia, si è rotto.

Ucciso dal convoglio dentro la stazione POLICASTRO (SALERNO) - Un uomo di 79 anni, G.S., è stato investito ed ucciso da un treno nella stazione di Policastro Bussentino, sulla linea Sapri-Battipaglia. L’ uomo, un noto commerciante del luogo, stava attraversando i binari per salire su un treno mentre sopraggiungeva l’Intercity 530 Reggio Calabria-Roma. L’ urto è stato violentissimo e non ha lasciato scampo al 79 enne.

La partita diventa rissa Un giocatore a processo MILANO - Una partita di calcio amatoriale, giocata a Settimo Milanese, è finita con uno dei giocatori all’ospedale per un naso fratturato, con una prognosi di cinquanta giorni, e con un altro calciatore davanti a un giudice. È’ accusato infatti di lesioni gravi per aver perso la testa al termine della partitella e aver picchiato con violenza al volto il suo avversario, reo soltanto di aver commesso qualche fallo un pò duro nel corso del match. Ieri davanti al gup di Milano si è tenuta l’udienza preliminare, rinviata al prossimo 19 maggio.


10 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Economia

A febbraio -20%, il peggior dato da 19 anni

É successo per alcune ore in Belgio

Calo da record per il settore industria

Operai del Lingotto “sequestrano” dirigenti

ROMA - È una caduta senza fine quella dell’industria italiana. A febbraio la produzione è crollata del 23,7%. Il dato è il peggiore dal 1990, anno in cui iniziano le attuali serie storiche su cui l’Istat calcola l’andamento dell’industria. Depurato dal giorno di lavoro in meno che febbraio 2009 ha avuto rispetto a febbraio 2008, il calo è del 20,7%. Segno meno anche per la variazione mensile: tra gennaio e febbraio la produzione è diminuita del 3,5%: è la decima contrazione consecutiva da maggio 2008.

BRUXELLES - È stata una lunga giornata di trattative per evitare il taglio di 24 dipendenti che non ha portato apparentemente a nulla, quella trascorsa ieri a Bruxelles all’interno del centro vendite Fiat Chausse de Louvain da tre manager «sequestrati» e dai lavoratori. I tre dirigenti Fiat, un italiano e due belgi, entrati ieri mattina in azienda per partecipare alla trattativa finita alle 13.30, sono stati trattenuti circa fino alle 18,30, quando sono usciti senza rilasciare alcuna dichiarazione alla stampa.

Il dato di febbraio è da record nero

Auto Fiat

L’ad Marchionne negli Usa per superare gli ultimi ostacoli entro il 30 aprile Le banche creditrici del potenziale partner osteggiano l’emissione di azioni

Si accelera per l’accordo Torino-Detroit Per il Lingotto le vendite migliorano Conferma di Scajola per tutto il comparto TORINO - Nuova missione di Sergio Marchionne negli Stati Uniti per definire un possibile accordo con Chrysler. Nel giorno in cui la Fiat 500 viene premiata come ’World Car Design 2009’ al salone dell’auto di New York, l’amministratore delegato di Fiat sbarca negli Usa per incontri fra Detroit e Washington con banche e sindacati, a caccia di un’intesa che consenta una chiusura favorevole dell’accordo a tre settimane dalla scadenza fissata dall’amministrazione Obama per il 30 aprile. A Detroit, insieme ai vertici di Chrysler, l’ad del Lingotto si confronta con il potente sindacato United Auto Worker (Uaw), impegnato a trattare con la più piccola casa automobilistica una riduzione dei fondi per l’assistenza sanitaria. L’obiettivo - secondo indiscrezioni - sarebbe quello di raggiungere un accordo in settimana sugli obblighi nei confronti della Voluntary Em-

Il trend in crescita è legato agli incentivi “Guadagnati anche 65milioni in Iva”

I piani anti-crisi dei governi daranno i loro frutti

Quadro in chiaroscuro dalla Bce Ora domanda giù, meglio il 2010 ROMA - L’economia mondiale è in «profonda recessione» e per vedere i primi segnali di una ripresa «graduale» bisognerà attendere il prossimo anno. Prezzi e inflazione tuttavia continuano a raffreddarsi e ciò sostiene il reddito disponibile reale e quindi i consumi. Ai governi spetta comunque il compito di fare particolare attenzione alle misure anti crisi adottate, con un uso della spesa pubblica più efficiente che garantisca la sostenibilità dei conti pubblici nel lungo periodo. È questo, a grandi linee, il quadro congiunturale dipinto nel Bollettino di aprile dalla Banca Centrale Europea secondo la quale le prospettive per l’economia mondiale sono caratterizzate da livelli molto elevati di incertezza, «ma i rischi appaiono ora complessivamente più equilibrati». L’economia mondiale, inclusa quella dell’area euro, è in forte rallentamento ed è «probabile che nel ployee Beneficiary Association, fondo designato al pagamento dei costi sanitari di 125mila lavoratori sindacali presenti e passati. Nodi da

Il bollettino di aprile dell’istituto di Francoforte continua a prevedere la ripresa nel 2010

corso del 2009 la domanda continui ad essere molto debole sia a livello mondiale sia nell’area dell’euro, per poi registrare una graduale ripresa nel 2010». La domanda interna ed estera dovrebbero infatti «beneficiare sempre più degli effetti delle significative misure di stimolo in atto nonché degli interventi tesi a ripristinare il funzionamento del sistema finanziario». Il flusso di prestiti verso famiglie e

sciogliere sul tappeto, però, ce ne sono ancora, e non irrilevanti: il Wall Street Journal ieri parlava di difficoltà sollevate dalle banche

imprese, intanto, resta «molto contenuto»: la flessione della domanda di credito è, secondo l’Eurotower, connessa all’indebolimento dell’attività economica, e forse anche all’inasprirsi delle condizioni dell’offerta. Sul fronte dei prezzi, l’allentamento delle tensioni proseguirà nei prossimi mesi, con l’inflazione che si attesterà su livelli «inferiori ma prossimi al 2% nel medio periodo».

che hanno prestato 6,8 miliardi di dollari alla casa di Detroit: non vedrebbero di buon occhio la richiesta del governo americano di tra-

sformare oltre 5 miliardi di dollari in azioni per ridurre il debito. In attesa di una schiarita sulla partita Usa, Marchionne, nel frattempo,

deve chiudere i conti della trimestrale Fiat, che il consiglio di amministrazione del Lingotto esaminerà il 23 aprile. I primi due mesi per l’Auto sono stati molto difficile e, solo a marzo, si è registrata l’attesa inversione di tendenza grazie agli incentivi concessi dal governo. E sugli incentivi al settore è intervenuto ieri il ministro dell’economia Claudio Scajola, dicendo che il relativo provvedimento «si autofinanzia» e a marzo farà aumentare il gettito Iva di 65 milioni di euro e consentirà una minore spesa per la cassa integrazione di 20 milioni. In sostanza c’è stato un maggior gettito Iva a marzo di 65 milioni e una minore spesa in Cig di 20 milioni a fronte di incentivi stimati per 90 milioni di euro. Per Scajola gli effetti postivi del provvedimento potrebbero migliorare i dati sulla produzione industriale» dei prossimi mesi.

L’Agenzia delle entrate si è dotata di un decalogo aggiornato

Approvato un decalogo che dovrà servire anche a incrementare il gettito da adempimento spontaneo

Sotto la lente beni di lusso, compensazioni e regimi agevolati

i regimi fiscali agevolativi: controlli più mirati per scovare imprese commerciali dissimulate sotto forma di associazioni culturali, sportive, di formazione e simili. Agenzia ’tutor’ per le grandissime imprese. Direzioni regionali all’opera per differenziare l’attività di controllo, analizzando i rischi legati al settore di ciascuna impresa di grandissime dimensioni (con ricavi non inferiori a 300 milioni di euro nel 2009). Le strutture regionali dovranno anche curare il controllo sistematico e per certi aspetti preventivo. Sfida alle frodi. É stato istituito l’ufficio centrale Antifrode, all’interno della direzione Accertamento, e uffici dedicati in nove direzioni regionali. Presidio costante su tutti i grandi contribuenti. Imprese e professionisti con volume d’affari Iva, ricavi o compensi non inferiore a 100 milioni di euro saranno sotto la lente delle direzioni regionali competenti in materia di controlli, accertamento, contenzioso, riscossione, rimborsi e verifiche sui crediti usati in compensazione. Analisi dei rischi. sempre più sofisticate. Per le realtà ’medie’ (con volume d’affari fra 5,16 e 100 milioni di euro) sono messe a punto metodologie di analisi dei rischi di evasione ed elusione sempre più sofisticate e incisive.

Fisco, nuove armi contro l’evasione ROMA - Arriva il ’decalogo’ dell’Agenzia delle Entrate contro la lotta all’evasione per il 2009. Beni e servizi di lusso finiranno sotto la lente del Fisco per scovare i clienti con capacità di spesa più elevata rispetto a quanto dichiarato; verranno potenziati i mezzi messi in campo per stroncare le compensazioni di crediti inesistenti e verrà avviata una costante attività di tutoraggio delle grandi imprese per prevenire i rischi legati ai singoli settori. Sono questi, si legge in una nota dell’Agenzia delle Entrate, tre dei punti chiave del ’decalogo’ della lotta all’evasione per il 2009, che focalizza l’attenzione anche sul contrasto alle frodi, sulle indagini finanziarie, sull’analisi dei rischi, sul controllo dei contribuenti con regimi fiscali agevolativi e sull’utilizzo degli strumenti di definizione del contenzioso. La circolare n. 13/E, pubblicata ieri, illustra infatti gli indirizzi operativi per l’attività di prevenzione e lotta all’evasione, che mirano a realizzare controlli focalizzati sulle diverse tipologie di contribuenti (grandi e medie imprese, piccole imprese e lavoratori autonomi, enti non commerciali, persone fisiche) e interventi ad hoc per ciascuna tipologia. L’obiettivo è non solo il recupero di quanto sottratto indebitamente al fisco, ma anche l’incremento

del gettito «da compliance» (ovvero da adempimento spontaneo). Ecco, più in particolare, altri punti su cui vertono gli indirizzi operativi dell’Agenzia per la preven-

zione e il contrasto all’evasione. Accertamento sintetico e residenze fittizie. Specifiche ’campagnè per rilevare cessioni di beni e prestazioni di servizi di lusso, come quelle effettuate da tour operator, centri benessere e circoli. Massimo impegno per l’accertamento del reddito delle persone fisiche in base agli elementi di capacità contributiva, qualora i redditi complessivamente dichia-

rati risultino non coerenti con la capacità di spesa dimostrata. Sarà poi inasprito il contrasto alle resi-

denze fittizie in Paesi a fiscalità privilegiata. Regimi agevolati. Sotto la lente

É il dato fornito dal ministro della funzione pubblica Brunetta al termine di un ampio censimento

I precari da regolarizzare sono 33mila

Dipendenti pubblici: 33mila da stabilizzare

ROMA - Il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, ha trasmesso al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,

ai presidenti delle Camere, Renato Schifani e avere personale regolarizzabile), su oltre 9 Gianfranco Fini, e al premier Silvio Berlusco- mila questionari trasmessi. «Si può affermani la relazione al Parlamento contenente i re che i dati rappresentino un censimento dati del monitoraggio dei contratti di lavoro superiore al 90% della totalità del personale flessibile nelle pubbliche amministrazioni. con i requisiti per la regolarizzazione», sottoLa rilevazione è stata effettuata tramite invio linea Palazzo Vidoni, aggiungendo che nel online di un questionario a tutte le pubbli- 12% dei casi (dati nazionali) le amministrache amministrazioni sia cenzioni non hanno intenzione di trali che periferiche e ha avu- A incidere sul numero assumere a tempo indetermito una durata di tre settimane è soprattutto la Sicilia nato personale che pure pos(è stata chiusa alle 13 del 7 dove gli atipici siede i requisiti. Nel complesaprile). Il personale con conso, viene ribadito, il problesono oltre 17mila tratto di lavoro flessibile e in ma risulta «assolutamente nei possesso dei requisiti previsti dalla normati- limiti fisiologici (fatte alcune eccezioni, in va vigente per la regolarizzazione è pari a particolare quella dei Comuni siciliani)». In 15.282 unità, mentre per la Regione Sicilia è Sicilia (che da sola dichiara oltre il 50% del pari a 17.986 unità, per un totale di oltre 33 personale regolarizzabile), il fenomeno dei mila atipici. Sono state 3.892 le amministra- precari interessa prevalentemente il comparzioni che hanno partecipato alla rilevazione to della sanità e i Comuni di medie dimensio(delle quali solo 1.241 hanno dichiarato di ni.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 11

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Borsa

Seduta particolarmente vivace per la Borsa italiana +1,35 +1,09 +0,59 -1,82 +3,18 +1,31 -0,46 +3,21 +1,82 +2,09 +7,12 -3,06 0,00 +3,06 +0,87 -0,32 +3,68 +5,27 +2,71 +2,49 -2,55 +7,42 +0,34 +0,62 +6,60 +7,75 +4,08 +5,74 +4,94

0,57 1,18 8,76 4,85 55,50 1,24 0,80 3,24 0,65 0,63 3,34 15,50 8,35 0,40 1,62 0,37 4,39 70,14 1,61 11,21 1,43 0,05 1,50 3,64 12,42 5,26 5,23 10,91 4,94

+1,61 +0,86 -0,34 +5,43 +3,14 -4,02 +0,06 +4,52 -1,14 +0,40 +5,61 -3,06 0,00 +1,27 +2,28 -2,24 +2,04 +3,22 +1,19 +1,72 -3,38 +8,29 -0,46 +3,34 +3,93 +8,17 +7,78 +9,37 +3,73

0,57 1,18 8,75 4,85 55,50 1,28 0,80 3,27 0,64 0,64 3,34 15,50 0,00 0,39 1,62 0,37 4,39 70,14 1,61 11,21 1,44 0,05 1,51 3,62 12,38 5,23 5,25 10,91 4,94

77,40 -0,63 3,12 +25,81 7,18 +2,57 100,25 -0,14 2,57 +2,70 1,49 +0,20 4,29 +1,66 6,50 +8,51 27,04 +8,33 1,40 +1,38 2,52 +2,86 37,52 +1,60 41,55 +0,05 2,62 +0,67 2,98 +6,05 119,15 -2,01 0,49 +1,44 1,11 +2,98 5,10 +0,79 4,20 +4,94 3,93 +3,02 0,50 +6,16 7,82 +18,59 4,08 -0,73 4,20 +0,48 9,61 -1,18 0,59 +0,34 5,70 +7,04 87,90 -0,33 0,50 +5,71 0,29 +4,73 4,06 +0,37 26,03 +2,72 35,92 +5,09 21,90 0,00 1,69 -1,40 33,35 +3,57 101,41 -0,32 3,56 +4,40 0,18 -2,07 3,53 +6,57 0,69 +2,97 9,78 +4,88 5,41 +2,46

77,40 3,03 7,18 100,25 2,57 1,49 4,31 6,50 27,06 1,40 2,52 37,52 41,55 2,65 2,95 119,15 0,49 1,11 5,10 4,20 3,94 0,50 7,50 4,08 4,19 9,60 0,59 5,68 87,99 0,49 0,29 4,08 26,23 36,00 0,00 1,71 33,38 101,41 3,57 0,18 3,55 0,69 9,76 5,42

4 970 184 3 5 204 5.846 34 15 46 61 10 47 821 12 4 64 3.786 44 336 2.319 394 19 9 55 23 69 321 88 452 46 249 13 432 0 24 249 20 602 199 3.972 71 2.855 610

77,76 -0,24 2,83 +16,28 7,07 +1,98 100,24 -0,14 2,53 +1,82 1,49 +0,14 4,34 +5,55 6,16 +3,71 26,51 +6,82 1,39 +1,10 2,51 +1,62 37,16 +1,21 42,20 +1,62 2,62 +2,18 2,93 +4,84 120,12 -0,83 0,48 -0,60 1,10 +3,50 5,00 +0,92 4,13 +4,18 3,89 +3,01 0,50 +6,29 7,46 +13,15 4,09 -0,29 4,19 -0,68 9,62 -1,63 0,60 +0,86 5,50 +3,60 87,97 +0,06 0,49 +2,98 0,28 +0,54 4,11 +3,38 25,74 +3,21 35,39 +4,06 21,90 0,00 1,69 -0,77 33,43 +3,50 101,61 +0,05 3,57 +5,70 0,18 -2,67 3,46 +6,72 0,69 +1,74 9,67 +3,30 5,38 +2,72

25 130 26 42 116 1.742 3 231 1 230 25 1.655 8 276 12 4 101 29 628 29 96 98 11 46 782 22 71 845 10 36

5,21 +1,81 2,11 +1,69 2,49 +0,74 1,68 +2,45 0,24 +2,30 4,81 -2,24 0,40 +0,50 2,43 +0,47 29,43 +1,25 20,02 +4,38 1,23 +11,82 0,28 -0,65 3,03 +0,55 2,50 +2,58 1,83 +1,26 0,94 -1,21 0,16 +2,07 0,80 +2,34 0,88 +2,61 0,65 +1,43 1,26 +1,44 0,40 +1,88 99,49 -0,01 26,43 -0,04 3,58 +5,72 9,74 +6,11 2,06 +1,48 6,37 +0,27 0,25 +2,50 0,69 +2,68

5,23 2,10 2,52 1,71 0,24 4,81 0,41 2,43 29,43 20,30 1,17 0,28 3,11 2,53 1,80 0,96 0,16 0,82 0,88 0,65 1,26 0,40 99,44 26,24 3,58 9,90 2,06 6,40 0,26 0,70

+1,55 +0,12 +1,71 +3,88 +3,00 -0,77 +1,25 +0,41 +0,82 +3,26 +4,46 +1,08 +3,06 +3,69 -0,55 -0,05 -0,74 +3,84 +1,44 +0,78 +0,08 +0,50 -0,06 -2,42 +3,32 +6,40 +0,49 +0,39 +6,67 +2,35

5,23 2,13 2,54 1,71 0,24 4,79 0,41 2,44 29,43 20,10 1,26 0,28 3,05 2,53 1,80 0,96 0,16 0,82 0,88 0,65 1,26 0,40 99,44 26,47 3,58 9,90 2,05 6,39 0,26 0,70

374 272 21 58 433 697 7 17 13 37 259 174 35 526 28 16 330

1,08 4,23 24,22 1,07 6,99 4,20 36,94 0,96 4,09 1,60 1,22 35,85 9,51 16,94 2,03 3,92 5,63

+3,59 +0,94 +2,46 +3,63 -0,34 +0,27 +0,18 +2,17 +1,94 +6,65 +7,30 +8,68 -0,05 +0,97 +3,02 +0,95 +0,22

1,10 4,29 24,44 1,08 7,13 4,23 37,08 0,97 4,01 1,62 1,23 36,87 9,47 16,85 2,09 3,91 5,57

+4,98 -0,29 +1,54 +5,05 +2,89 +3,99 +1,04 -0,36 -1,11 +3,85 +6,52 +9,37 -0,94 +0,90 +5,03 -2,31 +0,54

1,10 4,25 24,44 1,09 7,08 4,31 37,08 0,92 4,05 1,61 1,21 36,90 9,48 16,88 2,09 4,00 5,57

18 721 68 357 50 33 9 8.908 15 13.661 283 1.416 84 20 430 459 700 268 0

22,84 0,94 1,35 1,22 11,07 0,80 3,35 3,84 17,72 14,75 4,01 10,54 0,90 0,39 5,26 0,10 2,79 0,35 0,09

+3,36 +1,40 +0,43 +2,19 +3,43 +0,54 +0,01 +2,32 +0,56 +0,86 +1,79 +1,58 +2,47 -0,11 +2,65 -0,51 +5,78 -4,57 0,00

23,10 0,94 1,37 1,22 11,25 0,80 3,35 3,86 17,90 14,76 4,01 10,65 0,92 0,39 5,29 0,10 2,80 0,34 0,10

+2,94 +0,75 -0,58 +4,55 +2,83 +1,27 0,00 +0,98 +1,99 +0,41 +0,88 +2,31 +1,78 -1,27 -0,56 -3,59 +5,17 -3,13 0,00

23,10 0,94 1,37 1,21 11,25 0,81 3,35 3,88 17,90 14,71 4,00 10,69 0,92 0,40 5,24 0,10 2,80 0,34 0,00

Milano mette a segno un bel 2,25 Pirelli e Autogrill guidano i rialzi Sugli scudi anche Mediobanca e un po’ tutti gli istituti bancari

MILANO - Piazza Affari brilla assieme agli altri listini europei e a Wall Street, con acquisti soprattutto sui bancari, dopo che l’americana Wells Fargo ha aperto la stagione delle trimestrali Usa con dati decisamente migliori alle attese. Il Mibtel ha guadagnato il 2,25% a 13.879 punti, mentre lo S&P/Mib il 2,77% a quota 17.408. Corre Autogrill con McDonald’s. La seduta è particolarmente vivace per Autogrill, in crescita dell’8,17% a 5,26 euro, grazie al consiglio d’acquisto (buy) dato agli investitori dagli analisti di Citigroup e all’annuncio di un accordo con McDonald’s per l’apertura di ristoranti nelle aree di servizio autostradali in Francia. Bene Stm, occhi su Atlantia. Il miglior titolo del paniere principale è però Stm, in crescita dell’8,26% a 4,62 (tutti i prezzi in euro). Rallenta invece nel finale la corsa di Atlantia, cresciuta comunque del 3,93% a 12,42 e dopo rialzi ben superiori nel corso della seduta. Pirelli in evidenza. Continua la fase in ascesa in atto ormai da diversi giorni per Pirelli & C, in progresso ieri del 5,7% a 0,24. Dopo l’annunciato cambio al vertice e l’uscita di Carlo Puri Negri la controllata Pirelli Re avanza invece dell’11,45% a 4,57. Bene Mediobanca, Intesa e Unicredit. Sale Mediobanca (+4,18% a 6,85), dopo che al termine del Patto di sindacato alcuni partecipanti hanno parlato di

Le chiusure delle Borse Dow Jones New York *

+2,36

Nasdaq New York *

+3,05

Parigi

+1,82

Londra

+1,48

Milano

+2,25

Amsterdam

+2,02

Zurigo

+1,42

Francoforte

+3,06

Tokyo

+3,74

Hong Kong

+2,95

*dati di metà giornata

ANSA-CENTIMETRI

un buon andamento per la banca nel trimestre. La seduta è stata però particolarmente buona per tutti i bancari, con Intesa Sanpaolo (+6,83% a 2,23) tra i favoriti,

assieme a Unicredit (+5,26% a 1,68), seguite da Bpm (+3,02% a 3,92) ed Mps (+2,98% a 1,1). Bene anche il Banco Popolare (+1,66% a 4,29).

A Wall Street grande ottimismo a metà giornata

Sulla scia di Wells Fargo vola alto il credito americano

ROMA - Ampiamente in territorio positivo Wall Street a metà seduta, trainata dalla banca Wells Fargo che ha detto di prevedere un utile di 3 miliardi di dollari nel primo trimestre 2009. L’indice Dow Jones sale del 2,22% a 8.011,38 punti, l’S&P 500 è in rialzo del 2,55% a 846,24 punti mentre il Nasdaq avanza del 2,95% a 1.637,59 punti. Il titolo Wells Fargo, secondo istituto di credito negli Usa, rimbalza del 23% e sulla sua scia volano gli altri bancari e finanziari. Bank of America avanza del 19%, JPMorgan Chase è in rialzo dell’ 11%, Citigroup segna un + 8,52%, American Express guadagna circa il 12%. Secondo gli analisti di Borsa, scrive il New York Times, le notizia diffuse da Wells indicano che il mercato del credito è in miglioramento e gli investitori possono riprendere fiato. Tuttavia, il deficit commerciale statunitense a febbraio si è ridotto del 28% a 26 miliardi di dollari, ai minimi da nove anni, indicando che i consumi sono in forte frenata.

MIDEX

0,56 1,17 8,73 4,72 55,30 1,27 0,80 3,20 0,67 0,64 3,28 15,50 8,36 0,40 1,60 0,38 4,38 69,90 1,61 11,16 1,44 0,05 1,50 3,58 12,42 5,21 5,03 10,65 4,92

VAR % PREZZO P. RIF ULT

17.957 (+1,24)

13.879 (+2,25)

ALL STARS

58 2.630 1.369 10 205 38 20 344 286 81 35 1 0 122 59 359 2.255 90 586 696 189 685 47 192 9.127 3.827 303 102 1.812

PREZZO RIF

MIBTEL

A A.S. ROMA A2A ACEA ACEGAS-APS ACOTEL GROUP ACQUE POTABILI ACSM-AGAM ACTELIOS AEDES AEFFE AEGON AEROPORTO FIRENZE AHOLD KON AICON ALCATEL-LUCENT ALERION ALLEANZA ASS ALLIANZ AMPLIFON ANSALDO STS ANTICHI PELLETTIERI ARENA ASCOPIAVE ASTALDI ATLANTIA AUTOGRILL SPA AUTOSTRADA TO-MI AXA AZIMUT B B INTERM-15 CV 1,5% BANCA GENERALI BANCA IFIS BANCA IFIS 04-09 CV BANCA INTERMOBILIARE BANCA ITALEASE BANCO POPOLARE BANCO SANTANDER BASF BASICNET BASTOGI SPA BAYER BB BIOTECH BCA CARIGE BCA CARIGE R BCA CARIGE-13CV 1,5% BCA FINNAT BCA MPS BCA POP DI SPOLETO BCA POP ETRUR-LAZIO BCA POP MILANO BCA PROFILO BCO BILBAO VIZ ARG BCO DESIO BRIA RNC BCO DESIO BRIANZA BCO SARDEGNA RISP BEGHELLI BENETTON GROUP BENI STA 2011 CV2,5% BENI STABILI BIALETTI INDUSTRIE BIESSE BMW BNP PARIBAS BOERO BARTOLOMEO BOLZONI BONIFICHE FERRARESI BP-10 CV 4,75% BREMBO BRIOSCHI BULGARI BUONGIORNO BUZZI UNICEM BUZZI UNICEM RNC C CAD IT CAIRO COMMUNICATION CALTAGIRONE CALTAGIRONE EDIT CAMFIN CAMPARI CAPE LIVE CARRARO CARREFOUR CATTOLICA ASS CDC CELL THERAPEUTICS CEMBRE CEMENTIR HOLDING CENTRALE LATTE TO CERAMICHE RICCHETTI CHL CICCOLELLA CIR-COMP IND RIUNITE CLASS EDITORI COBRA COFIDE SPA COMUNE MI-A2A 09 CV CR BERGAMASCO CREDEM CREDIT AGRICOLE CREDITO ARTIGIANO CREDITO VALTELLINESE CRESPI CSP INT IND CALZE D D’AMICO DADA DAIMLER DAMIANI DANIELI & C DANIELI & C RISP NC DANONE DATA SERVICE DATALOGIC DE’LONGHI DEA CAPITAL DEUTSCHE BANK DEUTSCHE TELEKOM DIASORIN DIGITAL BROS DMAIL GROUP DMT E E.ON EDISON EDISON R EEMS EL.EN ELICA EMAK ENEL ENGINEERING ENI ENIA ERG ERG RENEW ERGYCAPITAL ESPRINET EUROFLY EUROTECH EUTELIA EVEREL GROUP

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

S&P/MIB

TITOLO

8.643 (+2,55)

17.408 (+2,77)

TITOLO

EXOR EXOR PRV EXOR RSP EXPRIVIA F FASTWEB FIAT FIAT PRIV FIAT RISP FIDIA FIERA MILANO FILATURA DI POLLONE FINARTE CASA D’ASTE FINMECCANICA FMR ART’E’ FONDIARIA-SAI FONDIARIA-SAI R FORTIS FRANCE TELECOM FULLSIX G GABETTI GAS PLUS GDF SUEZ GEFRAN GEMINA GEMINA RISP PORT NC GENERALI ASS GEOX GEWISS

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

640 704 88 330

9,42 5,98 6,72 0,97

+3,98 +4,05 +4,43 +4,50

9,29 5,99 6,72 1,00

+0,49 +2,31 +2,75 +7,41

9,47 5,98 6,79 1,00

757 26.146 837 1.519 62 40 17 5 5.514 49 2.421 296 149 4 0

15,70 6,78 3,78 4,40 4,16 4,16 0,37 0,16 9,66 4,93 9,21 7,34 1,43 16,89 1,78

+0,86 +3,93 +6,40 +4,48 +3,17 +0,96 +4,38 -2,83 +0,48 +0,35 +1,69 +0,35 +6,16 -0,64 0,00

15,62 6,81 3,80 4,47 4,17 4,13 0,37 0,17 9,68 4,94 9,21 7,21 1,43 16,90 1,83

0,00 +1,64 +2,70 +4,14 +2,14 -0,54 +1,53 +5,35 +0,52 +0,05 +1,21 -1,44 +3,02 -0,59 0,00

15,68 6,82 3,84 4,46 4,17 4,20 0,39 0,16 9,71 4,94 9,17 7,21 1,43 16,90 0,00

21 7 34 10 745 7 8.325 1.707 13

0,68 6,67 23,98 2,20 0,36 0,59 13,40 5,34 2,62

+1,12 +1,56 -3,89 +1,94 +6,19 +3,19 +3,98 +2,51 -1,19

0,69 6,62 23,80 2,17 0,37 0,56 13,34 5,40 2,69

+2,07 +1,07 -4,61 +0,93 +7,11 -2,85 +1,91 +2,47 +2,67

0,69 6,62 23,80 2,17 0,37 0,56 13,45 5,37 2,68

TITOLO

GR EDIT L’ESPRESSO GRANITIFIANDRE GRUP MINERALI MAFFEI GRUPPO COIN H HERA I I GRANDI VIAGGI I.M.A IGD IL SOLE 24 ORE IMMSI IMPREGILO IMPREGILO RP INDESIT COMPANY INDESIT COMPANY RNC ING GROEP INTEK INTEK R INTERPUMP GROUP INTESA SANPAOLO INTESA SANPAOLO RSP INVEST E SVILUPPO INVEST SVILUPPO MED IPI IRCE IRIDE ISAGRO IT HOLDING IT WAY

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

246 87 7 209

0,86 +3,55 2,05 -1,55 3,68 -2,11 2,03 +18,19

0,86 +1,90 2,09 0,00 3,70 -2,05 2,18 +26,01

0,86 2,08 3,70 2,10

970

1,38

1,38

+0,22

1,38

0,86 +0,64 12,70 -0,94 0,96 +2,13 1,98 +4,21 0,64 +8,16 2,20 +1,27 8,25 +0,24 2,90 +6,14 4,00 +1,33 6,26 +19,83 0,39 +1,17 0,94 +3,73 2,92 +2,82 2,23 +6,83 1,55 +7,13 0,08 +1,59 0,70 +2,94 1,32 -0,08 1,53 +4,52 0,99 +0,97 2,97 +5,69 0,18 0,00 3,73 +2,19

0,84 12,60 0,95 1,98 0,64 2,20 8,25 2,88 4,00 6,25 0,40 0,94 2,92 2,20 1,52 0,08 0,00 1,32 1,53 0,99 2,98 0,00 3,73

23 212 268 52 223 2.237 5 1.285 25 246 86 2 572 13.139 1.912 25 5 20 10 521 107 0 6

+0,04

0,85 -2,09 12,78 +0,84 0,95 +3,09 1,96 +2,55 0,63 +5,27 2,20 +2,68 8,25 +6,09 2,87 +6,65 4,18 +5,07 5,98 +16,95 0,40 +8,10 0,94 +5,96 2,91 +5,64 2,17 +6,49 1,50 +6,08 0,08 +3,72 0,70 +2,94 1,31 -0,00 1,48 +4,86 0,99 +1,51 2,90 +4,11 0,18 0,00 3,67 +1,87

TITOLO

ITALCEMENTI ITALCEMENTI RISP ITALMOBILIARE ITALMOBILIARE RNC J JUVENTUS FC K K.R.ENERGY KINEXIA KME GROUP KME GROUP RSP L L’OREAL LA DORIA LANDI RENZO LOTTOMATICA LUXOTTICA GROUP LVMH M MAIRE TECNIMONT MANAGEMENT E C MARCOLIN MARIELLA BURANI F.G MARR MEDIACONTECH MEDIASET S.P.A MEDIOBANCA MEDIOLANUM MEDITERRANEA ACQUE MID INDUSTRY CAPITAL MILANO ASS ORD MILANO ASS RISP PORT MIRATO MITTEL MOLMED MONDADORI EDIT MONDO TV MONRIF MONTEFIBRE MONTEFIBRE R MUNICH RE MUTUIONLINE N NEGRI BOSSI NICE NOKIA CORPORATION O OLIDATA OMNIA NETWORK P PANARIAGROUP PARMALAT PERMASTEELISA PHILIPS PIAGGIO PININFARINA SPA PIRELLI E C PIRELLI E C RISP POR PIRELLI&C REAL E POLIGRAF. S. F POLIGRAFICI EDIT POLTRONA FRAU PPR PREMAFIN FIN HP PREMUDA PRIMA INDUSTRIE PRYSMIAN R RATTI RCS MEDIAGROUP RCS MEDIAGROUP RSP RDB RECORDATI ORD RENAULT RENO DE MEDICI REPLY RETELIT RICHARD-GINORI 1735 RISANAMENTO RWE S S.S. LAZIO SABAF SADI SERVIZI INDUSTR SAES GETTERS SAES GETTERS RISP NC SAFILO GROUP SAIPEM SAIPEM RISP CV SANOFI SAP SARAS SAT SAVE SEAT PAGINE GIALLE SEAT PAGINE GIALLE R SIAS SIAS-17 CV 2,625% SIEMENS SNAI SNAM RETE GAS SNIA SNIA 3% CV 2010 SO PA F SOCIETE GENERALE SOCOTHERM SOGEFI SOL SOPAF 2012 CV3,875% SORIN STEFANEL STEFANEL RISP NC STMICROELECTRONICS T TAS TELECOM IT MEDIA R TELECOM IT-10 CV1,5% TELECOM ITALIA TELECOM ITALIA MEDIA TELECOM ITALIA R TELEFONICA TENARIS TERNA TISCALI TOD’S TOTAL TREVI FIN IND TREVISAN COMETAL TXT E-SOLUTIONS U UBI BANCA UNI LAND UNICREDIT UNICREDIT RSP UNILEVER UNIPOL UNIPOL PRIV V VIAGGI DEL VENTAGLIO VIANINI INDUSTRIA VIANINI LAVORI VITTORIA ASS VITTORIA-16 CV FIX/F VIVENDI Z ZIGNAGO VETRO ZUCCHI SPA ZUCCHI SPA RISP NC

NR PREZZO VAR % UFF P. UFF CONTR

PREZZO RIF

VAR % PREZZO P. RIF ULT

1.260 611 98 210

8,49 4,23 24,39 16,79

+3,37 +3,30 +2,42 -0,07

8,58 4,20 24,63 16,66

+3,06 +1,76 +2,58 -1,88

8,56 4,23 24,70 16,65

73

0,69

+0,10

0,70

+0,51

0,70

40 25 149 9

0,18 2,11 0,71 1,00

+0,06 +0,16 +2,51 -0,61

0,19 2,17 0,71 1,03

+2,09 +1,64 +2,16 +1,98

0,19 2,17 0,71 1,00

0 40 1.835 3.322 2.315 2

53,03 1,62 3,05 13,65 12,55 51,89

0,00 -5,06 +7,31 +2,96 +3,81 +2,84

53,03 1,62 3,11 13,90 12,70 52,14

0,00 -1,88 +7,90 +4,51 +2,92 +3,35

0,00 1,62 3,08 13,86 12,67 52,14

1.113 60 5 268 70 2 5.250 2.536 821 9 0 458 36 35 11 31 451 16 12 169 4 0 34

1,41 0,57 1,23 7,04 5,13 2,35 3,70 6,83 2,68 2,00 14,90 1,84 2,02 4,42 2,73 1,15 2,46 3,45 0,41 0,16 0,20 97,50 3,75

+2,05 +0,48 +1,72 -2,07 +1,45 +3,41 +3,62 +4,22 +3,35 +2,49 0,00 +0,80 +3,22 +0,94 +0,30 -2,11 +0,40 +4,68 +1,98 -1,53 +1,69 0,00 +3,58

1,44 0,58 1,23 7,10 5,19 2,36 3,72 6,86 2,71 2,01 14,90 1,87 2,05 4,36 2,72 1,14 2,44 3,48 0,41 0,15 0,20 97,50 3,85

+4,64 +0,17 +0,08 -0,84 +2,77 -0,42 +3,19 +4,18 +1,69 -0,25 0,00 +2,46 +2,40 -0,57 +0,74 -0,44 -0,81 +5,61 -0,73 0,00 +1,79 0,00 +3,64

1,43 0,58 1,23 6,97 5,17 2,36 3,73 6,92 2,71 2,01 0,00 1,84 2,05 4,36 2,72 1,14 2,44 3,43 0,41 0,15 0,20 0,00 3,85

4 33 45

0,60 2,11 10,10

+0,06 +3,07 +4,81

0,60 2,10 10,34

0,00 +1,45 +5,13

0,60 2,12 10,34

59 29

0,43 0,27

+1,58 +0,50

0,42 0,27

-1,40 -0,37

0,43 0,27

1,29 -4,94 1,61 +2,55 8,43 +4,21 12,27 +0,33 1,13 +5,81 3,76 +11,31 0,24 +7,01 0,27 +6,07 4,48 +10,30 10,69 -0,40 0,34 +0,49 0,77 +1,47 52,52 0,00 0,99 -0,20 0,92 -1,90 8,36 +2,24 8,81 +5,91

1,28 -2,66 1,63 +2,77 8,50 +4,11 12,29 +0,49 1,15 +6,27 3,95 +18,80 0,24 +5,70 0,27 -0,37 4,58 +11,45 10,77 0,00 0,35 +1,90 0,76 -0,39 52,52 0,00 1,03 +3,02 0,93 -1,06 8,42 +1,45 8,82 +2,56

1,28 1,62 8,50 12,29 1,16 3,94 0,24 0,27 4,53 10,77 0,35 0,76 0,00 1,03 0,93 8,43 8,84

9 238 85 46 641 13 126 20 49 129 519 2

0,22 0,79 0,60 2,13 4,46 22,66 0,17 15,51 0,35 0,15 0,25 56,22

+7,15 +5,35 +3,01 +4,52 +2,73 +6,87 +1,48 -0,11 +1,57 -0,91 +0,65 +2,27

0,22 0,80 0,60 2,20 4,42 22,59 0,17 15,74 0,35 0,15 0,24 56,41

+4,67 +5,07 +2,73 +5,64 +1,03 +3,58 +1,34 +2,54 +1,00 -0,47 0,00 +1,55

0,22 0,79 0,60 2,20 4,39 22,59 0,18 15,55 0,35 0,15 0,24 56,41

27 70 27 192 117 350 5.348 3 6 2 1.296 6 164 4.314 20 663 24 21 721 2.287 102 0 42 10 113 177 40 5 103 18 0 5.545

0,32 9,34 0,55 7,22 6,65 0,46 13,96 14,90 41,61 28,94 2,14 9,80 3,82 0,73 0,89 3,93 80,32 45,08 2,31 3,79 0,16 89,00 0,17 35,13 1,63 0,94 2,94 79,92 0,55 0,33 2,30 4,47

-1,17 +3,78 -0,29 +0,43 +0,25 -0,77 +2,04 -0,67 +0,03 +4,84 +1,03 +0,95 +2,04 -1,38 -3,26 +6,28 +0,33 +4,05 +5,33 -0,34 -0,10 0,00 +2,77 +1,78 +0,37 +0,21 +1,50 -0,10 +0,40 -0,74 0,00 +6,37

0,32 9,35 0,55 7,20 6,60 0,45 13,91 14,90 41,99 29,14 2,13 9,80 4,04 0,66 0,89 3,90 80,99 45,95 2,30 3,80 0,16 89,00 0,17 35,55 1,63 0,94 2,90 80,00 0,55 0,34 2,30 4,62

-3,67 +1,52 -2,59 +0,28 +1,69 -0,56 +1,31 -0,67 +0,12 +5,58 -0,70 0,00 +7,88 -14,78 -3,26 +2,63 +1,70 +5,27 +5,50 -0,39 -1,33 0,00 +3,00 +3,89 -0,61 +1,29 0,00 0,00 +1,10 +1,51 0,00 +8,26

0,32 9,35 0,56 7,22 6,61 0,45 13,95 0,00 41,99 29,14 2,14 9,80 4,04 0,67 0,00 3,84 80,99 45,95 2,31 3,80 0,16 0,00 0,17 35,55 1,63 0,95 2,91 80,00 0,55 0,34 0,00 4,60

10,25 +2,50 0,09 -2,25 116,50 +0,01 1,02 -0,97 0,08 -0,61 0,77 -1,92 14,65 +0,34 8,55 +5,95 2,31 -0,75 0,38 -2,18 35,70 +4,39 37,05 +2,07 6,15 +5,85 1,00 +27,75 6,16 +0,65

10,02 0,09 116,50 1,02 0,08 0,77 14,65 8,56 2,31 0,38 35,73 37,05 6,13 0,96 6,16

63 3.238 72 3 517 312 5.354 205 1.431 12 8 40 0 100 8 14 4.259

10 9 23 8.475 216 2.494 10 5.717 2.062 1.516 355 8 572 521 26

10,04 +0,32 0,09 -0,77 116,46 -0,00 1,04 +2,89 0,08 +0,17 0,78 +1,97 15,43 +4,06 8,37 +4,19 2,32 -0,10 0,39 +0,98 34,90 +4,01 36,64 +1,39 6,07 +5,64 0,92 +23,11 6,05 +0,36

3.703 63 40.443 117 1 1.354 1.181

9,21 0,62 1,66 2,43 15,16 0,73 0,47

+1,97 +0,46 +6,02 +1,30 +1,68 +1,73 +2,73

9,34 0,63 1,68 2,44 15,16 0,73 0,47

+3,55 +2,44 +5,26 +0,51 +1,68 +1,11 +1,18

9,33 0,63 1,67 2,45 15,16 0,74 0,48

95 3 20 19 0 0

0,15 1,45 4,02 3,93 249,00 20,60

+2,25 0,00 +0,83 +2,28 0,00 0,00

0,15 1,45 4,05 3,99 249,00 19,87

+2,39 0,00 +1,13 +3,37 0,00 0,00

0,15 0,00 4,05 3,99 0,00 0,00

160 215 10

3,51 0,42 1,39

+1,80 +0,03 +2,14

3,59 0,41 1,36

+4,06 -1,67 -3,55

3,60 0,42 1,36


AsteInfoappalti

12 il Domani

Venerdì 10 Aprile 2009 TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Procedura esecutiva n. 91/07 R.G. Espr. Il giudice dell’esecuzione, dott. Giuseppe Cava, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 5.02.2009; visti gli artt. 569 e ss. c.p.c. e vista la richiesta di vendita, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1 “quota ideale di 1/2 della proprietà di unità abitativa in Catanzaro via Janò in catasto al fg. 5 paart. 538 sub 1 al prezzo base di euro 126.625,00; lotto 2 della proprietà di unità abitativa in Catanzaro via Janò in catasto al fg. 5 part. 337 e 668 al prezzo base di euro14.750,00: lotto 4 “piena proprietà di unità abitativa in Catanzaro via Vitale in catasto al fg. 19 part. 372 sub 87 al prezzo base di euro 180.000,00; lotto 5 “piena proprietà di unità abitativa in Catanzaro via Vitale in catasto al fg. 19 part. 372 sub 88 al prezzo base di euro 84.800,00: fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 2.06.09 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti. Con rialzo minimo non inferiore a 5.000,00, l’udienza del 3.06.09 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato “Tribunale di Catanzaro - Procedura n.91/07” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla notifica della presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 c.p.c. non comparsi nonché alla pubblicazione della stessa e della relazione di stima mediante inserimento nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani”, con avvertimento che in ipotesi di mancato adempimento delle formalità pubblicitarie la procedura sarà dichiarata improcedibile per difetto di interesse ad agire. Manda alla cancelleria di provvedere all’avviso previsto dagli artt. 490 e 570 c.p.c. Dispone che nelle suddette forme di pubblicità siano omessi l’indicazione delle generalità del debitore e di ogni altro dato personale idoneo a rivelare l’identità del medesimo ovvero di soggetti terzi estranei alla procedura. Catanzaro, 10.02.09 Il Giudice Dr. Cava °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dott.Cava, nella procedura esecutiva n. 69/02 R.GE., ha disposto, all’udienza del 25.03.2009, procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni siti in S. Vito Jonio e Davoli: - Lotto 1: quota 2/3 di immobile in Via Regina Elena n. 3/5 (f. 12, p.lla 455) euro 856,83 - Lotto n. 2: quota 10/24 di terreno (f. 11, p.lla 3) euro 3.457,68 - Lotto n. 3: quota 2/3 di terreno (f. 11, p.lla 23) euro 1.167,75 - Lotto n. 4: quota 5/6 di terreno in Davoli (f. 3, p.lla 71)euro 949,21 - Lotto n. 5: quota 5/24 di terreno in Davoli (f. 3, p.lle 73, 74 e 75) euro 1.247,90 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 03.06.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c.in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente, per essere ammesso alla vendita, dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12:00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito in Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un assegno circolare “non trasferibile “ intestato a “Tribunale di Catanzaro proc. N. 69/02” di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. IN caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare in Cancelleria il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Si dispone, a cura del creditore procedente, la notifica della presente ordinanza ai creditori non comparsi ex art. 498 c.p.c. entro il termine di quarantacinque giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte di acquisto. Si dispone altresì che l’ordinanza e la perizia vengano pubblicati entro il suddetto termine, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “Il Domani” e sul sito www.aste.eugenius.it. Catanzaro, 25.03.2009 Il Giudice Dott. Cava °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere comunica che il G.E,, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, nella procedura esecutiva n. 85/90 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: immobile in Tiriolo, loc. Santa Caterina (f.34, p.lla 59) Euro: 6.750,00 Lotto 2: terreno in Tiriolo, loc. Santa Caterina (f.24, p.lla 290) Euro: 1.500,00 Lotto 4: immobile in Catanzaro, viale De Filippis 21-23 (f.45, p.lla 262 sub.1). Euro 154.688,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 10.06.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità unitamente ad assegno circolare N.T. intestato a “Tribunale di Catanzaro - procedura n.........” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla pubblicazione della presente ordinanza nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e sulla rivista ASTE. Catanzaro °°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere comunica che il G.E,, dott. Giuseppe Cava, nella procedura esecutiva n. 183/98 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: Immobile in Catanzaro, via Conti Falluc n.76 (F.73, p.lla 274, sub. 2.3). Prezzo: Euro 110.585,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc è fissata per il giorno 3.6.2009. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art.569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte di acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in cancelleria, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice contenente domanda di partecipazione in bollo, fotocopia del documento d’identità unitamente ad assegno circolare N.T. intestato a “Tribunale di Catanzaro - procedura n.........” portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti l’aumento minimo è fissato in Euro 3.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Dispone che il creditore procedente provveda, entro il termine di 45 giorni prima della scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte, alla pubblicazione della presente ordinanza nel sito internet www.aste.eugenius.it e diffusione sul quotidiano “Il Domani” e sulla rivista ASTE. Catanzaro °°°°°°°° Prima Sezione Civile Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel procedimento n. 176/06 R.G.E. pendente tra BNL E …omissis…; visti gli atti; DISPONE la vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1 - appartamento in Davoli, Loc. Salicà, posta su due livelli, piano secondo e terzo di un fabbricato residenziale, Via I° Maggio 15, sup. mq. 129, in catasto al foglio 6, p.lla 1494 sub. 1104. Prezzo base Euro euro 172.000,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente depositando offerta dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato a TRIBUNALE DI CATANZARO PROCEDURA N 176/06 recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione entro le ore 12.00 del giorno 26.5.2009, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento.. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 27.5.2009. Aumento minimo in caso di gara Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dispone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quotidiano “il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 9.3.2009 Tribunale di Catanzaro Il Giudice dott.ssa Maria Carmela Andricciola Cancelleria Esecuzioni Depositato oggi 10.3.2009 Il Cancelliere C1 Dott. Salvatore Aiello °°°°°°°° Prima Sezione Civile Ufficio Esecuzioni Immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Maria Carmela Andricciola, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel procedimento n. 94/07 R.G.E. pendente tra BNL E …omissis…; visti gli atti; DISPONE la vendita senza incanto dei beni seguenti: - Lotto 1 - Magazzino in Squillace, Via Damiano Assanti 39, sup. mq.83, in catasto al foglio 26, p.lla 207 sub. 1; Prezzo base Euro euro 23.725,00 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente depositando offerta dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato a TRIBUNALE DI CATANZARO PROCEDURA N 94/07 recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione entro le ore 12.00 del giorno 26.5.2009, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento.. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 27.5.2009. Aumento minimo in caso di gara Euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Dipsone che la presente ordinanza venga pubblicata per estratto, oltre che nelle forme di legge, mediante inserzione sul quo-

A CURA DELLA

MEDIATAG

tidiano “il Domani”, nella rivista Aste e sul sito internet www.eugenius.it almeno 45 giorni prima del termine per la presentazione delle offerte. Manda alla Cancelleria per quanto di competenza. Catanzaro, 9.3.2009 Tribunale di Catanzaro Il Giudice dott.ssa Maria Carmela Andricciola Cancelleria Esecuzioni Il Cancelliere C1 Dott. Salvatore Aiello °°°°°°°°°° Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Il Cancelliere Comunica che il Giudice dell’esecuzione dr.ssa Andricciola,esaminati gli atti della procedura di espropriazione immobiliare n.56/08 ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: Unità immobiliare in Sersale,via Greco IV Traversa,piano primo,sup.mq. 131,85 oltre mq. 42,97 di balconi,in catasto fol.18,p.lla 345 sub 8 PREZZO BASE D’ASTA euro 81.482,50 Gli immobili venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano,sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art.572 cpc e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art.573 cpc,è fissata per il giorno 27 maggio 2009 ore 9,30. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo,fotocopia del documento di identità,nonché assegno circolare non trasferibile intestato a Tribunale di Catanzaro proc.n.56/08 di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente,depositando offerta,dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti,l’aumento minimo è fissato in euro 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto in Cancelleria,dedotta la già versata cauzione,entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento relative all’immobile aggiudicato saranno a carico della procedura esecutiva. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME Avviso di vendita di beni immobili pignorati ex art.569 comma 3 CPC Si Rende Noto Che il Giudice dell’ Esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare n.8/2008, con ordinanza emessa il 27/02/2009 a scioglimento della riserva emessa il 26/02/2009 ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano per l’ udienza del giorno 9 giugno 2009 ore 13.00, ed ha fissato per il caso in cui la stessa non abbia luogo, la vendita con incanto dei medesimi lotti per l’ udienza del 24 giugno 2009 lotto A- “ terreno edificatorio di 1340 mq. sito in Decollatura, località San Bernardo, riportato nel NCT di detto comune al foglio 29, p.lla 59; al prezzo base di euro 29.500,00 lotto B- “ terreno edificatorio di 2100 mq. sito in Decollatura, località San Bernardo, riportato nel NCT di detto comune al foglio 28, p.lla 204; al prezzo base di euro 48.300,00 lotto C- “ terreno edificatorio di 550 mq. sito in Decollatura, località San Bernardo, riportato nel NCT di detto comune al foglio 29, p.lla 27; al prezzo base di euro 12.100,00 lotto D- “ magazzino adibito a deposito sito in Decollatura, località San Bernardo, via Cancello, nn. 17-19,riportato nel NCEU di detto comune al foglio 29, p.lla 575, sub 1, cat. C/2, classe 2, consistenza 100 mq.; al prezzo di base euro 57.500,00 lotto E- “ appartamento di tipo economico sito in Decollatura, località San Bernardo, via Cancello, nn.15, costituito da quattro stanze, cucina, ampio ingresso con disimpegno, un bagno, un terratto con balconata, locale accessorio non comunicante, soprastante terrazzo e sottotetto, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 29, p.lla 575, sub 2, cat.A/3, classe 3, 6,5 vani, al prezzo base di euro 74.100,00 SI RENDE ANCORA NOTO CHE IL GE HA STABILITO CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) VENDITA SENZA INCANTO Ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’ acquisto personalmente o a mezzo procuratore legale anche a norma dell’ art.579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria dell’ Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo di pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’ offerta; l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’ incanto; 2. siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’ art. 568 e più sopra ricordato; c) se l’ offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato “ Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’ indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene ( e del lotto) cui si riferisce l’ offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; detta dichiarazione deve altresì recare le generalità dell’ offerente ( nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’ offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso( ad es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; all’ offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’ assegno circolare per la cauzione come innanzi indicato; all’ esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’ esecuzione e la data dell’ udienza fissata per l’ esame delle offerte; le buste saranno aperte all’ udienza fissata per l’ esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’ aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; per la presentazione presso la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari delle offerte di acquisto, ex art.571 c.p.c., dell’ immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’ esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 9 giugno 2009, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra;

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

per l’ esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’ art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’ udienza del giorno 10 giugno 2009, ore 9.30 seguenti; 2) VENDITA CON INCANTO essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 29.500,00 per il lotto n.A, di euro 48.300,00 per il lotto B, di euro 12.100,00 per il lotto C, di euro 57.500,00 per il lotto D, di euro 74.100,00 per il lotto E; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 1.400,00 per il lotto A, ad euro 2.200,00 per il lotto B, ad euro 600,00 per il lotto C, ad euro 2.500,00 per il lotto D e ad euro 2.600,00 per il lotto E; ogni concorrente, per essere ammesso all’ incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo,, recante, a pena di inefficacia, l’ indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità ( nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi); all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso(ad es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’ esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; con l’ istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione( ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’ asta; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’ esecuzione e la data dell’ udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’ udienza stabilita per l’ incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’ aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; per la presentazione presso la cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’ istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 23 giugno 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 24 giugno 2009,ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’ immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’ esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per l prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’ esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’ esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’ anno in corso e dell’ anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’ aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo ( detratta dal prezzo di aggiudicazione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “ Poste Italiane s.p.a.”; in mancanza, si provvederà a norma dell’ art. 587 c.p.c.; soltanto all’ esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’ aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’ art.586 c.p.c.; Lamezia Terme, lì Il Cancelliere C/1 Bernardi Bruno °°°°°°°°° R.G.E. n. 49/2008 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE letti gli atti del procedimento e sciolta la riserva assunta all’udienza del 25 febbraio 2009; -preso atto dell’istanza di vendita formulata dal creditore procedente; -rilevato che custode del bene pignorato è l’esecutato; -considerato che la natura e la destinazione di tale bene, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo di un suo deterioramento nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione dell’esecutato con un terzo quale custode giudiziario non abbia, allo stato, utilità, ex art. 559, coinma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l’obbligo di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; -ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell’esperto, in ordine sia all’individuazione del compendio immobiliare che alla stima del relativo valore di mercato; -ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 48.000MO, alla vendita coattiva del seguente bene: lotto unico - “unità immobiliare sita in Maida, alla via Fabiani, edificio A, piano 2, mt. 5, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 53, pfla 251, sub 5, cat. A!4, classe 2, vani 5. Trattasi di un appartamento di tipo popolare di circa 75 mq. utili, composto da cucina, sala, due camere ed un bagno, oltre che da un locale cantina situato al piano terra”; -rilevato che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto, la successiva udienza per l’esame delle stesse e, per il caso in cui non abbia per qualsiasi motivo luogo la vendita senza incanto, fin d’ora la data per gli incanti; -evidenziato, quanto alla vendita senza incanto ed a norma del vigente testo dell’art. 571 cod. proc. civ., che: - ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’ art. 579, ultimo cornma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; - l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. il giudice ordini l’incanto; 2. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; - l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568


AsteInfoappalti

13 il Domani

Venerdì 10 Aprile e più sopra ricordato; c) se l’offerente non presta cauzione, a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane spa”, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto - l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; ORDINANZA VENDITA 49-2008 DE PAOLA.DOC - PAG. I DI 5 - detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell Œofferente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; -all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; -in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; evidenziato, quanto all’ eventuale, successiva vendita agli incanti, che: - essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 48.000,00; - le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro 2.000,00 - ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime // patrimoniale fra i coniugi); - all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); - in caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta - all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; - in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni hnmobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 1 giugno 2009, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 3 giugno 2009, ore 9.30 e segg. ORDINANZA VENDITA 49-2008 DE PAOLA.DOC - PAG. 2 DI 5 FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, - per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 16 giugno 2009, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; - per il giorno 17 giugno 2009, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; STABILISCE, ALTRESÌ, CHE LA VENDITA AVVIENE ALLE SEGUENTI CONDIZIONI SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VISI FACCIA LUOGO CON INCANTO: - gli immobili vengono posti in vendita (1) nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; - l’ aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediate assegno circolare non trasferibile intestato a “Poste Italiane s.p.a.”2 in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c.; - soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; DISPONE, QUANTO ALLA PUBBLICITÀ IN FUNZIONE DELLA VENDITA, CHE: - su impulso del procedente, sia predisposto l’avviso di vendita, da pubblicare all’albo dell’Ufficio; - a cura, rischio e spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.) del medesimo soggetto, sia data pubblicità (3): (1) La Cancelleria manterrà riservate le notizie sull’identità degli offerenti fino all’udienza o all’esperimento degli incanti. (2) Qualora il procedimento si fondi su credito fondiario, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41 - co. 4 - D.Lgs. 1.9.93 n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.

ASTEINFOAPPALTI

È UN

PROGETTO

(3) il testo vigente della norma di riferimento per la pubblicità (art. 490 c.p.c.) è il seguente: ARTICOLO 490 (PUBBLICITÀ DEGLI AVVISI). Quando la legge dispone che di un atto esecutivo sia data pubblica notizia, un avviso contenente tutti i dati, che possono interessare pubblico, deve essere affisso per tre giorni continui nell’albo dell’ufficio giudiziario davanti al quale si svolge il procedimento esecutivo. In caso di espropriazione di beni mobili registrati, per un valore superiore a 25.000 euro, e di beni immobili, lo stesso avviso, unitamente a copia dell’ordinanza del giudice e della relazione di stima redatta ai sensi dell’articolo 173-bis delle disposizioni di attuazione del presente codice, è altresì inserito in appositi siti internet almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto (1) ORDINANZA VENDITA 49-2008 DE PAOLA.DOC - PAG. 3 DI 5 in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, su di un quotidiano di informazione a diffusione locale a scelta del creditore, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, sulla rivista periodica “Aste Info Appalti”, pubblicità da effettuarsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; in ogni caso, per una sola volta, della presente ordinanza, escluse le note, e della relazione di stima dell’esperto sul sito Internet www.aste.eugenius.it, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; - il creditore procedente possa, inoltre, dare pubblicità della presente ordinanza, a sua cura ed ove lo ritenga opportuno: - a sue spese (rimborsabili ex art. 2770 cod. civ.), con pubblicità muraria, da effettuarsi nei Comuni di Lamezia Terme e di ubicazione degli immobili, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; - a sue spese (non rimborsabili neppure ex art. 2770 cod. civ.), ad un’ulteriore forma di pubblicità dal medesimo prescelta, da eseguirsi almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell’incanto; -la pubblicità muraria e l’ulteriore pubblicità prescelta sono dichiarate sin d’ora non necessarie ai fini dell’esperibilità della vendita; - della prova della pubblicità elettronica e a mezzo stampa - da depositarsi in cancelleria almeno dieci giorni prima delle vendite - sia fatto carico al creditore procedente o surrogante; AVVERTE fin d’ora le parti che, ove all’udienza fissata per la celebrazione dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente - e cioè a quella stessa udienza - l’articolo 591 cod. proc. civ., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, in quello stesso contesto sentendo le parti e provvedendo sulla disposizione dell’amministrazione giudiziaria o sulla fissazione di una nuova vendita. ONERA il creditore procedente di notificare entro il 15 maggio 2009 la presente ordinanza ai creditori di cui all’art. 498 che non sono comparsi; DA’ ATTO di non disporre, allo stato, la sostituzione del custode per le motivazioni innanzi espresse; Lamezia Terme, lì 25 febbraio 2009 Il Giudice dell’esecuzione dott. A1essandro o Brancaccio °°°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.25/04 R.G.E., richiesta da INTERNATIONAL CREDIT RECOVERY SRL SI RENDE NOTO che il giorno 03.06.2009 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 24.025,78 lotto n.1 prezzo base: euro 29.440,55 lotto n.2 Elenco beni immobili lotto n. 1: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, con superficie commerciale di 67 mq, riportato al NCEU di Lamezia Terme al foglio 23, part.lla 184 sub 47, cat A/3, vani 3,5, posto nel corpo di fabbrica 1/A, piano rialzato scala D, interno 4D. Lotto n.2: immobile adibito a civile abitazione sito in Lamezia Terme loc. Ginepri, con sup commerciale di mq 82,10, posto nel corpo di fabbrica 1/A, piano rialzato della scale D, int. 5/D, distinto al NCEU foglio 23 part.lla 184 sub 48 cat A/3 classe 4 consistenza 2,5 vani. Ciascun offerente, per partecipare alla vendita, dovrà depositare presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 13:00 del giorno 01.06.2009 dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di rge della procedura, l’indicazione del prezzo offerto, del bene (lotto) cui si riferisce e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, nonché ancora generalità dell’offerente incluso codice fiscale e copia di documento di identità dell’offerente o valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale); all’offerta in busta chiusa e senza segni di riconoscimento deve essere allegato l’assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta è irrevocabile salvo che a) il Giudice ordini l’incanto, b) siano decorsi 120 gg. dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine indicato, 2) se è inferiore al prezzo base, 3) se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario come pure le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. Qualora la vendita senza incanto non abbia luogo viene fissata la data del 17.06.2009 ore 9:30 e segg. per la vendita ai pubblici incanti del bene su descritto al prezzo base di euro 24.025,78 per il lotto n.1 e euro 29.440,55 per il lotto n.2. Le offerte di acquisto devono essere presentate presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari entro le ore 13:00 del giorno 16.06.2009; con le modalità ed il prezzo base di cui sopra. Le offerte in aumento non devono essere inferiori al 3%. Deve essere depositato unitamente alla domanda di partecipazione alla vendita assegno circolare intestato a Poste Italiane spa non trasferibile in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. Si stabilisce altresì che gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, la vendita avviene a corpo e non a misura, la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 gg. dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa, in mancanza si provvederà a norma degli artt. 586 c.p.c. Lamezia Terme, il Giudice dell’Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio

A CURA DELLA

MEDIATAG

°°°°°°°° ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 107/99 R. G. Es. Imm. PROMOSSA DALLA BANCA POPOLARE DI NOVARA IL CANCELLIERE DELL’UFFICIO ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, Dott. Alessandro Brancaccio, con ordinanza in data 4/3/2009, ha disposto procedersi alla vendita con incanto dei seguenti beni: lotto n. 1 - “immobile sito in Feroleto Antico, in via Edificio Scolastico, n. 38, consistente in un’unità abitativa che si sviluppa su due piani fuori terra. Il bene è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 5, p.lla 221, cat. A/4, classe 1, vani 4” PREZZO BASE euro 21.780,00 - Offerte minime in aumento in caso di incanto 3%; lotto n. 2 - “immobile sito in Feroleto Antico, in via Edificio Scolastico, n. 44, consistente in un locale di mq. 17, riportato nel NCEU di detto comune al foglio 5, p.lla 504, sub 1, cat. C/2, classe 1 “; PREZZO BASE euro 3.825,00 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 7 - “appezzamento di terreno sito in Feroleto Antico, esteso per mq. 1870, riportato nel NCT di detto comune al foglio 13, p.lla 89, classe 1”; PREZZO BASE euro 1.325,37 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 9 - “appezzamento di terreno sito in Feroleto Antico, esteso per mq. 12190, riportato nel NCT di detto comune al foglio 13, p.lla 214, classe 1”; PREZZO BASE euro 8.639,67 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 23 - “appezzamento di terreno sito in Pianopoli, esteso per mq. 1390, riportato nel NCT di detto comune al foglio 2, p.lle 224, 225 e 226, classe 1”; PREZZO BASE euro 1.577,97 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 25 - “appezzamento di terreno sito in Pianopoli, esteso per mq. 1360, riportato nel NCT di detto comune al foglio 2, p.lle 227 e 228, classe 2”; PREZZO BASE euro 2.483,64 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 26 - “appezzamento di terreno sito in Pianopoli, esteso per mq. 5840, riportato nel NCT di detto comune al foglio 2, p.lle 229, 230, 231, classe 2”; PREZZO BASE euro 13.052,52 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; lotto n. 27 - “appezzamento di terreno sito in Pianopoli, esteso per mq. 730, riportato nel NCT di detto comune al foglio 2, p.lle 222 e 223, classe 1”; PREZZO BASE euro 1.152,87 - Offerte minime in aumento in caso di incanto: 3% prezzo base; Gli immobili sono meglio descritti nella relazione di consulenza tecnica consultabile presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari. La vendita ai pubblici incanti avrà luogo davanti al Giudice dell’Esecuzione alle ore 9,30 del giorno 3 GIUGNO 2009 nell’aula di udienza del Tribunale di Lamezia Terme. Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare presso la Cancelleria delle espropriazioni immobiliari istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa si riferisce, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi), entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 2 GIUGNO 2009; All’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); In caso di dichiarazione di partecipazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; Con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle “Poste Italiane s.p.a.”, tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; All’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli offerenti, ove comparsi; In ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità. Lamezia Terme, 2/4/2009 Il Cancelliere °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.49/02 R.G.E., richiesta da INTERNATIONAL CREDIT RECOVERY SRL SI RENDE NOTO che il giorno 03.06.2009 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 24.468,75 lotto unico Elenco beni immobili lotto unico: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, costituito da cucina-tinello, pranzo-soggiorno, due camere, un ripostiglio, bagno e due terrazze, riportato al NCEU di Lamezia Terme foglio 23, part.lla 183 sub 27, cat A/3, piano 2, interno 19 scala D. Ciascun offerente, per partecipare alla vendita, dovrà depositare presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 13:00 del giorno 01.06.2009 dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di rge della procedura, l’indicazione del prezzo offerto, del bene (lotto) cui si riferisce e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, nonché ancora generalità dell’offerente incluso codice fiscale e copia di documento di identità dell’offerente o valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale); all’offerta in busta chiusa e senza segni di riconoscimento deve essere allegato l’assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta è irrevocabile salvo che a) il Giudice ordini l’incanto, b) siano decorsi 120 gg. dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine indicato, 2) se è inferiore al prezzo base, 3) se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario come pure le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. Qualora la vendita senza incanto non abbia luogo viene fissata la data del 17.06.2009 ore 9:30 e segg. per la vendita ai pubblici incanti del bene su descritto al prezzo base di euro 24.468,75. Le offerte di acquisto devono essere presentate presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari entro le ore 13:00 del giorno 16.06.2009; con le modalità ed il prezzo base di cui sopra. Le offerte in aumento non devono essere inferiori

Per informazioni 0961 996802

www.aste.eugenius.it ::

al 3%. Deve essere depositato unitamente alla domanda di partecipazione alla vendita assegno circolare intestato a Poste Italiane spa non trasferibile in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. Si stabilisce altresì che gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, la vendita avviene a corpo e non a misura, la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 gg. dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa, in mancanza si provvederà a norma degli artt. 586 c.p.c. Lamezia Terme, il Giudice dell’Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio °°°°°°°° AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.46/2004 R.G.E., richiesta da INTERNATIONAL CREDIT RECOVERY SRL SI RENDE NOTO che il giorno 03.06.2009 alle ore 9:30 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita senza incanto del seguente bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base: euro 29.657,80 lotto unico Elenco beni immobili lotto unico: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, con superficie utile di 112 mq, riportato al NCEU di Lamezia Terme al foglio 23, part.lla 183 sub 24, posto nel corpo di fabbrica 1/C, piano 1° scala B, interno 3 b. Ciascun offerente, per partecipare alla vendita, dovrà depositare presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, entro le ore 13:00 del giorno 01.06.2009 dichiarazione in regola con il bollo contenente l’indicazione del numero di rge della procedura, l’indicazione del prezzo offerto, del bene (lotto) cui si riferisce e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, nonché ancora generalità dell’offerente incluso codice fiscale e copia di documento di identità dell’offerente o valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (procura speciale o certificato camerale); all’offerta in busta chiusa e senza segni di riconoscimento deve essere allegato l’assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta è irrevocabile salvo che a) il Giudice ordini l’incanto, b) siano decorsi 120 gg. dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine indicato, 2) se è inferiore al prezzo base, 3) se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto. Le spese di trasferimento sono a carico dell’aggiudicatario come pure le attività e i costi per la cancellazione delle formalità. Qualora la vendita senza incanto non abbia luogo viene fissata la data del 17.06.2009 ore 9:30 e segg. per la vendita ai pubblici incanti del bene su descritto al prezzo base di euro 29.657,80. Le offerte di acquisto devono essere presentate presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari entro le ore 13:00 del giorno 16.06.2009; con le modalità ed il prezzo base di cui sopra. Le offerte in aumento non devono essere inferiori al 3%. Deve essere depositato unitamente alla domanda di partecipazione alla vendita assegno circolare intestato a Poste Italiane spa non trasferibile in ragione di un decimo del prezzo base d’asta. Si stabilisce altresì che gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, la vendita avviene a corpo e non a misura, la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 gg. dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane spa, in mancanza si provvederà a norma degli artt. 586 c.p.c. Lamezia Terme, il Giudice dell’Esecuzione Dott. Alessandro Brancaccio TRIBUNALE CIVILE DI PALMI Sezione Esecuzioni Immobiliari Proc.Esec.Imm. 11/96 - Banca Nazionale del Lavoro/Omissis Estratto Ordinanza di Vendita con Incanto La sottoscritta Dott.ssa Concetta Maria Costa, notaio con sede in Palmi delegato dal Giudice dell’esecuzione del Tribunale di Palmi dott.ssa Raffaella Gigantesco per la procedura esecutiva n. 11/96 R.G.E. con ordinanza del 27/10/2004, dep. il di 8/11/2004 cron. n.7705/04 e successiva ordinanza integrativa del 14/12/2004, depositata il 17/12/2004 cron.n. 9004/04, e successiva ordinanza del 16/09/05 cron. 770/05, avvisa che il giorno 8 giugno 2009 alle ore 12.00 nell’aula di udienze del Tribunale di Palmi denominata “Corte di Assise” si procederà alla vendita all’incanto in relazione alla procedura immobiliare di cui sopra, del seguente bene immobile pignorato: Lotto N° 1 - In Comune di Gioia Tauro alla via Sarino Pugliese n. 89, locale Cantinato facente parte di un maggior fabbricato. Diritto da vendere: intera piena proprietà Prezzo Base D’Asta: euro 12.480,00. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad euro 500,00. In ordine alla regolarità urbanistica dell’immobile oggetto della procedura si è a conoscenza di Licenza Edilizia prot. n.3407 del 18 agosto 1968 e successiva variante rilasciata dal Sindaco del Comune di Gioia Tauro in data 24 giugno 1974, prot.n.9318. Relativamente all’intero fabbricato di cui è parte l’immobile oggetto della procedura è stato rilasciato permesso di abitabilità in data 5 dicembre 1978 prot. n. 7360. Detto bene è meglio descritto nella relazione di stima a firma dell’esperto arch. Maura Lombardi, in atti presso la Cancelleria delle Esecuzioni del Tribunale di Palmi. Ogni offerente interessato dovrà versare, entro le ore 12 del giorno lavorativo precedente l’incanto (venerdì 5 giugno 2009), una somma pari al 20% del prezzo base per cauzione con assegno circolare Della Banca Carime, Banca Intesa o Unicredit, filiali di Palmi, recanti il numero della procedura suindicata ed intestati al Notaio di cui sopra, presso il cui studio dovranno essere depositati con l’unita domanda di partecipazione all’asta. Entro gg. 60 dall’incanto l’aggiudicatario verserà la residua somma di aggiudicazione detratta la cauzione versata su libretto di deposito bancario intestato al Notaio e recante il numero della procedura esecutiva. Ulteriori informazioni saranno rilasciate presso lo studio del notaio Costa Concetta Maria in Palmi via B. Buozzi n. 10 nelle ore d’Ufficio. In caso di mancato versamento del prezzo gli acquirenti saranno considerati inadempienti ex art. 587 c.p.c.. Residualmente si richiamano le disposizioni di cui all’art. 591 bis del c.p.c. F.to Concetta Maria Costa Notaio.


PAGINA 14

CALABRIA il Domani

Venerdì 10 Aprile 2009

www.ildomani.it

Cento dipendenti del ramo secco dell’Agenzia salvati dalla Field. Nella lista parenti di big della politica. Il caso sotto i riflettori del Corsera

Sviluppo Italia e i lavoratori “ripescati” dalla Regione «Trasferiti dagli inferi della liquidazione al paradiso del libro paga regionale» di Francesco Ciampa CATANZARO — Come ricollocare i

lavoratori in quota al ramo secco di Sviluppo Italia con l’aiuto di “mamma Regione? ”. Non per concorso, non si può fare. Il rimedio però è stato trovato: si chiama Fondazione Field, organismo regionale che fa da scialuppa di salvataggio a colpi di progetti in materia di sviluppo, formazione e via discorrendo. Del trasbordo dei lavoratori “trasferiti dagli inferi della liquidazione al paradiso del libro paga regionale”, si è occupato ieri a tutta pagina il Corriere della Sera. Che titola: “Sviluppo Italia, la Calabria riassume i «parenti» licenziati”. Con delibera di Giunta regionale del 3 novembre scorso, passa un protocollo di intesa per il trasferimento alla Regione di un ramo dell’Azienda Sviluppo Italia Calabria: l’intesa viene sottoscritta, il 31 ottobre 2008, da Regione, ministero dello Sviluppo economico e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa (alias Sviluppo Italia, oggi Invitalia). L’accordo trova piena fisionomia nel Bollettino ufficiale della Regione Calabria in cui - sottolinea il Corsera- si stabilisce che la Regione dovrà “salvare” 100 dei 138 dipendenti del ramo calabrese da liquidare per mezzo della Fondazione Field, struttura costituita sotto la stella della Giunta Chiaravalloti e mantenuta in piedi con l’attuale Giunta di centrosinistra, che al suo vertice vi ha collocato Mario Muzzì, “ex sindacalista Cisl - scrive ancora il quotidiano milanese -, democristiano di lungo corso, poi margheritino, quindi loieriano doc e tra i fondatori del partito democratico meridionale”, quel Pdm capeggiato proprio dal governatore della Calabria fino alla fusione nel Pd. Il Corriere della Sera non accenta tanto la procedura di ricollocazione in sé: il fatto che i lavoratori di “un carrozzone” vengano recuperati con la mano benefica di un ente pubblico (la Regione è partner di Field) in fondo si inserisce nel libro delle vicende “delle quali purtroppo la storia delle amministrazioni pubbliche italiane (e meridionali in

La pagina del Corsera dedicata al salvataggio di 100 dipendenti di Sviluppo Italia Calabria

Il deputato Udc Roberto Occhiuto: “Mia moglie ha chiesto di non essere inserita nella lista dei cento trasferibili in Field” particolare) è costellata”. Piuttosto, a dare peso specifico al fatto è “un particolare non trascurabile”: un articolo, scrive il quotidiano, pubblicato nel 2007 dalla Provincia Cosentina corredato da una lista di 34 persone assunte negli anni da Sviluppo Italia. Si tratta di “figli, fratelli e congiunti di ex sindaci, ex parlamentari, sottosegretari e capibastone dei partiti locali”. In quella lista - si legge sulle colonne del quotidiano di Via Solferino -

“si ritrovano molti, una ventina almeno, dei 100 trasferibili per decreto alla Fondazione della Regione”. L’articolista, Sergio Rizzo, snocciola alcuni nomi: “C’è Antonio Mingrone, secondo l’inchiesta della Provincia Cosentina nipote dell’ex deputato di Forza Italia Battista Caligiuri. E poi Luigi Camo, figlio di Giuseppe Camo, ex deputato della Margherita, attuale presidente della Sorical, la società per le risorse idriche calabresi controllata dalla Regione. Ma anche Giada Fedele, consorte dell’ex vicepresidente del Consiglio regionale, ora deputato dell’Udc di Pier Ferdinando Casini e Lorenzo Cesa, Roberto Occhiuto. Insieme a Cecilia Rhodio, figlia di Guido Rhodio, già presidente Dc della Regione Calabria, sindaco margheritino del comune di Squillace. Ad Andrea Costabile, nipote di Gino Trematerra, ex senatore dell’Udc ora candidato alle elezioni europee. A Emilio De

La proposta di Loiero: «Incentivi per costruire in aree sismiche» «Non dimentichiamo che nel piano-casa un elemento di conflitto tra Governo e Regioni è stato proprio sull'idea di derogare ai controlli sulle norme antisismiche per gli edifici. E’ positivo che ieri (mercoledì per chi legge, ndr) la maggioranza abbia cambiato idea e che dopo il terribile terremoto dell’Abruzzo si punti alla sicurezza delle abitazioni. Però, la nuova normativa deve essere accompagnata da un’incentivazione fiscale verso i cittadini che vogliono costruire o ristrutturare nelle aree a rischio sismico, come la Calabria». E' questa la proposta del presidente della Regione, Agazio Loiero, avanzata ieri durante la trasmissione “Omnibus”, della rete La 7, sul tema “Abruzzo, Italia: come ripartire? ”. «In Italia il vero problema è stabilire le priorità che servono al Paese. Dal dramma del terremoto - ha detto Loiero esce sia l’Italia peggiore che quella migliore, l’Italia che non ha saputo costruire e quella della solidarietà. Dobbiamo arrivare a prevenire i disastri, in quanto in altri paesi le scosse che hanno colpito l’Abruzzo non avrebbero fatto quei danni e quei morti». Sulla proposta di integrare nel piano-casa la costruzione di new town, quartieri e città satellite, sia per la ricostruzione dei paesi e delle città terremotate che delle nuove case popolari nel resto d'Italia, il presidente Loiero non è né favorevole, né contrario. «E’ una proposta - ha sostenuto Loiero - da prendere con le pinze, perché è pericolosissimo sradicare la gente dal loro ambiente. Secondo me bisogna che siano i Comuni e le popolazioni interessate a decidere cosa è meglio per loro, caso per caso». Alla domanda del conduttore di Omnibus se fosse una priorità la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, il presidente Loiero ha dichiarato che non lo è, perché prima servono essenziali e moderne infrastrutture di collegamento con il resto dell’Italia. «Ricordiamoci che il maltempo di poche settimane fa, in Calabria, ha fatto franare l'autostrada Salerno-Reggio Calabria e diviso in due il paese. La Regione Calabria è contro il Ponte non con una posizione dogmatica, ma perché ci sono sia dubbi sull'opera, sia differenti bisogni per i cittadini: per arrivare in Sicilia servono prima strade e ferrovie da paese civile; poi ci sono sempre i possibili rischi per il Ponte a causa del rischio sismico e del forte vento che potrebbe procurarne la chiusura anche per tre mesi all’anno».

Il consigliere regionale Pasquale Tripodi: perché si salvano cento dipendenti e non tutti quanti i centotrentotto? Bartolo, già esponente diessino, assessore al comune di Rende. A Carlo Caligiuri, figlio dell’ex consigliere regionale (anch’egli dei Ds) Enzo Caligiuri. A Olga Rizza, citata nell’inchiesta del quotidiano cosentino in quanto figlia dell’ex vicepresidente aennino del consiglio regionale Domenico Rizza. A Rita Fedele, presentata dallo stesso giornale come cugina dell’ex deputato di Forza Italia Luigi Fedele.... ”.

“Perché proprio loro? Semplicemente - spiega il giornalista - perché fanno parte del ramo d’azienda di Sviluppo Italia Calabria che è «oggetto del trasferimento» alla Fondazione Field. Il ramo, testualmente, è questo: «Attività rivolte all’analisi economica territoriale, allo sviluppo del territorio attraverso politiche di marketing territoriale, alta formazione, ricerca industriale e sviluppo pre-competitivo; attività finalizzate allo sviluppo dell’autoimprenditorialità e dell’autoimpiego; attività di servizi a supporto del sistema imprese finalizzata a favorire il decollo di iniziative imprenditoriali di piccole medie dimensioni mediante lo strumento dell’incubatore d’impresa»”. L’eco della notizia suscita la pronta reazione del parlamentare centrista Roberto Occhiuto, candidato, con la benedizione Casini, alla presidenza della Provincia di Cosenza per le elezioni di giugno. «Non ci sarà, certamente, mia moglie tra i cento dipendenti di Sviluppo Italia Calabria che il Corriere della Sera indica come fortunati poiché “trasferiti dagli inferi della liquidazione al paradiso del libro paga regionale», è la dichiarazione di Occhiuto battuta dall’Ansa. «Già 10 giorni fa - prosegue Occhiuto - appena appresa la notizia in ordine all’inserimento nell’elenco dei dipendenti da trasferire alla Fondazione Field, mia moglie ha prontamente inviato a mezzo fax in data 31 marzo e nell’immediato tramite raccomandata una missiva nella quale si indicava la volontà di non essere inserita tra i cento dipendenti trasferibili appunto in Field e nel contempo di sostituire il proprio nominativo con altri che avessero manifestato la volontà di passare, invece, alle dipendenze della fondazione regionale. Questo dovevo per onor di verità e correttezza». Anche il consigliere regionale Pasquale Tripodi manifesta disturbo per la vicenda. Ma solo perché a essere salvati sono 100 e non tutti i 138 dipendenti in questione. Un metodo “discriminatorio e dal sapore clientelare” a cui - stando alla logica del consigliere - bisogna trovare rimedio. Magari ingrandendo la scialuppa...


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 15

CALABRIA L’assessore all’Urbanistica torna sul problema dell’edilizia non a norma

Anche il sindacato chiede l’ intervento di Alfano

Rischio sismico, Tripodi: «Serve maggiore legalità»

La Cgil si pronuncia sul caso delle procure

di Alessandro Caruso CATANZARO -«Mai come in questo momento serve sostenere con estremo vigore e a tutti i livelli un piano per la manutenzione, la messa in sicurezza, il recupero e la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico e privato nonché per la difesa del suolo». L’assessore all’Urbanistica Michelangelo Tripodi torna sul problema dell’edilizia a norma antisismica, dopo aver partecipato all’inchiesta lanciata ieri dalle colonne del nostro giornale. Soprattutto dopo che anche in Calabria, come in altre regioni italiane, si sono avvertite delle scosse sismiche, che hanno allertato la popolazione. Ribadisce l’assoluta necessità di una nuova politica fondata sulle regole e sulla legalità che guardi al territorio, all’ambiente e al paesaggio come risorse e opportunità di tutela e di sviluppo dell’intero Paese. L’analisi di Tripodi parte dal ricordo di quanto successe anche dopo il terremoto in

«L’unico modo per difendersi da fenomeni così devastanti come i terremoti sta negli interventi di prevenzione, che possono evitare vittime e danni» Molise che nel 2002, nonostante fosse di debole portata, fece crollare il solaio della scuola elementare di San Giuliano seppellendo sotto le macerie 27 bambini. Allora la contestazione fu forte, così come avvenne in altre simili tragedie che costellano tristemente la storia del nostro Paese. «Ma alle proteste – dice l’assessore - non fece seguito nessun atto concreto. Si continuò, così come si continua a costruire infischiandosene del rischio sismico a cui sono soggette quasi tutte le regioni italiane. Come ha detto proprio oggi il presidente Napolitano nessuno è senza colpa. Questa è la realtà con cui dobbiamo confrontarci, a cui bisogna porre rimedio una volta per tutte. Non si può più chiudere colpe-

Immagine del terremoto in Abruzzo

volmente gli occhi di fronte a quella che sicuramente è una delle problematiche più urgente da risolvere per il bene dell’intero sistema Paese». Tripodi passa poi a spiegare le direzioni che la Giunta regionale sta seguendo nella definizione delle politiche su questo argomento. «Consapevoli che questa è l’unica strada giusta da seguire - sostiene l’assessore - sin dal nostro insediamento, nel 2005, abbiamo voltato pagina avviando unapoliticaorientata verso il recupero, la conservazione, la riqualificazione del territorio e del paesaggio e verso la ricomposizione dei tessuti edilizi attraverso strumenti adeguati di programmazione e pianificazione». Questa programmazione si sta realizzando puntando sul recupero dei centri storici, sulla lotta agli ecomostri, sul recupero di un territorio, quello calabrese, che nei decenni passati ha subito processi di trasformazione spesso frutto di azioni speculative e devastanti che hanno generato da una parte diffuse dinamiche insediative con forme di carattere degenerativo e dall’altra l’aggressione e la compromissione di parti di paesaggio un tempo significative. «Quello che deve essere ben chiaro una volta per tutte - aggiunge Tripodi - è che l’unico modo per difendersi da fenomeni così devastanti come i terremoti, le alluvioni e le altre calamità naturali, sono gli interventi di prevenzione, interventi che possono evitare vittime e danni, come è successo nei giorni scorsi in Abruzzo». Ovviamente una seria attività di prevenzione e di difesa si fa

solamente attraverso programmi organici di messa in sicurezza, manutenzioneeconsolidamentodel patrimonio edilizio pubblico e privato concentrando gli investimenti in questa. «Saremo un Paese normale – conclude Tripodi - solo quando per terremoti del sesto grado della scala Richter, come quello verifi-

«Noi ci opponiamo al Ponte sullo stretto i cui finanziamenti devono essere dirottati alla rimessa in sicurezza del nostro patrimonio edilizio» catosi in Abruzzo, non ci saranno più né vittime né danni come avviene in Giappone e in California per situazioni analoghe». Il riferimento al piano casa del Governo, come ci aveva anticipato ieri, è dovuto: «E’ necessario ribadire per l’ennesima volta la netta contrarietà a un piano casa che preveda l’aumento delle cubature con procedure poco chiare che ci espongono a rischi e pericoli che potrebbero diventare assai gravi, e a opere faraoniche e inutili come il Ponte sullo Stretto di Messina i cui finanziamentidevonoessere dirottatiesclusivamente per la messa in sicurezza e il recupero del patrimonio edilizio esistente e del territorio».

CATANZARO La Cgil calabrese ziamento del 50% dei tecnici intorna sul caso delle Procure formatici nella regione da parte scoperte: “Da delle ditte affidatempo segnatarie dell’assiliamo un’analostenza tecnica, a ga situazione causa delle riduper quanto conzioni alle risorse cerne il persoe a una gestione nale amminiconfusa e inconstrativo in controllata dell’insiderazione delformatica da la grave scoperparte del Minitura degli orgastero della Giunici ulteriorstizia, con consemente aggravaguenze gravissita dalle norme me per il funManifestazione Cgil della legge 133”. zionamentodegli Negli ultimi mesi già il sindacato uffici”. E’ evidente che in questo aveva denunciato sugli organi di momento gli uffici giudiziari stampa l’assunzione di 60 calabresi sono in una gravissima lavoratori interinali negli uffici emergenza e rischiano di chiugiudiziari calabresi in quanto dere per mancanza di personale, rappresentano un palliativo alle di risorse e di mezzi. “Non è poscroniche carenze di personale sibile – concludono - rimandare amministrativo e il loro recluta- una seria riforma strutturale che mento non garantisce la sicurez- stanzi adeguati investimenti per za degli uffici, soprattutto in una far fronte all’emergenza degli ufregione con alto tasso di crimi- fici giudiziari nel paese”. La Cgil nalità come la Calabria. “A ciò si chiede che il ministro Alfano dia aggiunge – dicono - il licen- subito una risposta ai cittadini.

Questi i nomi proposti alla dirigenza nazionale del partito

Velardi, Pirillo e Frascà la rosa del Pd alle europee CATANZARO – Le elezioni europee uscente Donato Veraldi, la direzione si avvicinano e il Partito Democratico del Pd calabrese, presieduta dal sesi sta "riscaldando" gretario regionale per presentarsi a Marco Minniti, ha giugno con una teindicato i nominanutailpiùpossibile tivi dell’assessore battagliera ed effiregionale all’Agricace a questo coltura, Mario Piappuntamento rillo,edell’assessoelettorale di granre regionale al Perdissima rilevanza sonale, Liliana politica. La china è Frascà. L’organidura da risalire, vismo dirigente del ste le condizioni di Pd calabrese ha crisi in cui versa la espresso un giudicompagineguidata zio nettamente Il Parlamento europeo daDarioFrancescpositivosull’operahini, ma sono tante to di Donato le speranze di buona riuscita. La Veraldi che, nel suo intervento, dopo direzione regionale del Pd, riunitasi a avere messo in evidenza l’impegno Lamezia Terme, ha predisposto profuso in termini di assiduità ai quindi la "rosa" delle candidature che lavori del Parlamento europeo, ha verrà proposta agli organismi diri- sottolineato la necessità e l’opportugenti nazionali per la definizione del- nità di ricandidare tutti gli uscenti. la lista per le elezioni europee di giugno. Oltre all’europarlamentare Alessio De Grano Servizio a cura della Mediatag settore pubblicità legale

Da oggi inizia un lungo tour de force delle autostrade fino a maggio

L’Anas si prepara ai movimenti primaverili Ecco tutte le informazioni per gli automobilisti in partenza CATANZARO - Scatta da oggi fino a lunedì 4 maggio 2009 il piano Anas concordato con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la gestione del traffico delle festività di Pasqua, del ponte del 25 aprile e del 1° maggio sulle strade e le autostrade italiane.Un forte incremento del traffico è previsto verso Sud a parti-

Il piano Anas per limitare i disagi prevede anche la riduzione dei cantieri mobili e il pattugliamento delle strade da Polizia e Protezione Civile

re da questi giorni, con intensificazione nelle ore serali soprattutto per le intere giornate di venerdì 10 e sabato 11 aprile. In direzione nord il traffico sarà sostenuto dalle ore 17:00 alle ore 22:00 di lunedì 13 aprile. I flussi di aumento della circolazioneriprenderanno,infine,nei giorni precedenti e successivi ai tradizionali ponti di primavera del

25 aprile e del 1° maggio. Le lunghe percorrenze sulla direttrice nord-sud verranno favorite dalla rimozione dei cantieri mobili disposta dall’Anas su tutta la rete nei giorni del fine settimana (dalle ore 12 del venerdì alle ore 12 del lunedì successivo) e dal blocco dei mezzi pesanti, disposto con decreto del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. Il piano Anas per limitare i disagi e garantire i necessari standard di sicurezza ed assistenza agli automobilisti in viaggio sulla A3 Salerno-Reggio Calabria prevede la riduzione lungo l’intero tracciato dei cantieri mobili, il pattugliamento eseguito dalle squadre di pronto intervento, 24 ore su 24, in collaborazione con la Polizia stradale e la Protezione civile, e l’attivazione di postazioni multi operative.

ENTI PUBBLICI E ISTITUZIONI Gli annunci sono presenti sul portale telematico www.aste.eugenius.it

COMUNE DI SQUILLACE (Provincia di Catanzaro) Cap 88069 - Squillace - Piazza Municipio, n.1 Tel. 0961/912040 - Fax 0961/914019 - e-mail: utsquillace@libero.it

AVVISO DI GARA In esecuzione della determinata n.50 del 3.03.2009 è indetta gara d’appalto, mediante procedura aperta, per i lavori di “Impianto sportivo Polifunzionale - campo di calcio”. Importo a base d’asta euro 532.514,92, compreso oneri di sicurezza. Categoria prevalente OG 1 - Classifica II. Le offerte, corredate dalla documentazione indicata nel bando integrale, dovranno pervenire presso il Protocollo del Comune entro le ore 12.00 del 4.05.2009. Il bando integrale può essere richiesto all’indirizzo e-mail riportato in epigrafe. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (geom. Giuseppe Megna)


16 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

CALABRIA A 24 ore dalla scomparsa del piccolo Cipolla, il ritrovamento in un canalone a 2 km da casa

Michael ritrovato, l’incubo è finito «Aiutatemi a trovare papà» è stata la prima frase rivolta dal bambino ai volontari della task force di Ludovico Casaaburi ROMA - Come in un brutto sogno. L’avventura del piccolo Michael Cipolla, il bambino di cinque anni di San Marco Argentano (comune di ottomila abitanti, in provincia Cosenza), al termine di 24 terribili ore in cui ogni tipo di ipotesi ha attraversato la mente di parenti, amici e inquirenti, si è conclusa nel migliore dei modi. Scongiurato soprattutto il rapimento, teoria avanzata nei primissimi momenti che avevano fatto seguito alla alla denuncia di scomparsa. Un brutto spavento, qualche graffio, ma per fortuna nulla più. Apparentemente "svanito" nel nulla nel tardo pomeriggio di mercoledi (l’ipotesi più plausibile, secondo gli investigatori e confermata in parte anche dalla versione del piccolo, è che il bambino, allontanatosi da casa della nonna per cercare il padre che era al lavoro nei campi, si sia perso finendo poi nel canalone in cui è stato ritrovato) Michael, sulle cui tracce era una task force composta da Corpo forestale dello Stato, Carabinieri, Polizia, volontari e diverse unità cinofile, è stato ritrovato alle 14.15 circa di ieri in un canalone in località Iotta, a circa due chilometri da contrada Ghiandaro da due signo-

re che abitano lì vicino. Le donne lo hanno segnalato a due ragazzi della Protezione Civile, Luigi Rimedio e Federico Ruperti, che lo hanno poi accompagnato a casa. «Aiutatemi a trovare papà, io non lascio mai mio padre da solo», sono state queste le sue

Apparentemente "svanito" nel nulla nel tardo pomeriggio di mercoledi, Michael è stato ritrovato alle 14.15 di ieri in un canalone in località Iotta, a 2 km da Ghiandaro, da due signore che abitano lì vicino. Queste lo hanno quindi segnalato alla Protezione Civile Il piccolo Michael subito dopo il ritrovamento

prime parole: ai soccorritori Michael ha infatti fatto capire di essersi smarrito dopo essersi incamminato per cercare il suo papà. Il bambino aveva segni di graffi sul viso e sulle braccia, probabilmente provocati dal suo passaggio fra rami e arbusti durante il girovagare, protrattosi per tutta la notte, ma le

sue condizioni sono apparse subito buone. Per precauzione è stato trasportato all’ospedale di Annunziata di Cosenza con un’ambulanza del 118 per un esame più accurato. Commozione e gioia per i genitori, Aldo Cipolla e Virginia Coscarelli che dopo aver temuto il peggio («Rivoglio il mio

piccolo angelo, temo che possa essere stato rapito. Non è una certezza - aveva detto il padre, che nella vita fa il bidello - ma è quello che temo. Sono disposto a vendere casa e terreno pur di riavere mio figlio»), al momento dell’incontro si sono abbandonati ad un pianto liberatorio: «Ringrazio tutti per come si so-

no impegnati e chiedo scusa se ho dubitato delle forze dell’ordine», ha detto Aldo Cipolla all’uscita dalla caserma dei Carabinieri. «Io ringrazio Dio per come è finita questa storia», ha singhiozzato la mamma, Virginia, che è apparsa davvero molto provata per la brutta avventura. Commossa anche la nonna del piccolo. Era stata lei a perderlo di vista. «Non me lo perdonerò mai», ha detto. Sulla casa del piccolo ha volteggiato a lungo un elicottero della Polizia, applaudito dai parenti e dagli amici della famiglia, intenti a festeggiare. Anche il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio ha espresso tutta la sua gioia per la felice conclusione della vicenda: «Finalmente una bella notizia, che ci riempie di gioia». Il presidente Oliverio ha seguito, sin dal momento della scomparsa, tutta la vicenda con grande ansia e preoccupazione. Nel primissimo pomeriggio di ieri, appresa la lieta notizia, Oliverio si è immediatamente recato all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza: visibilmente commosso e contento, ha accarezzato il bambino e abbracciato i suoi genitori, invitandoli a fargli visita nei prossimi giorni al Palazzo della Provincia.


Pag. 17

il Domani

CATANZARO

Venerdì 10 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

SANITA’ Il consigliere regionale ha indirizzato un esposto al Governatore Agazio Loiero ed al Dirigente del dipartimento del settore

Tallini: «Ciconte è imcompatibile» «Guerzoni si era impegnato a fornirmi gli atti richiesti che mi erano stati omessi» CATANZARO — Il Consigliere regionale Domenico Tallini ha indirizzato un esposto a Loiero (anche quale Assessore alla Salute) ed al Dirigente del Dipartimento Sanità della Regione Calabria, Andrea Guerzoni, oltre che al Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” Antonio Vincenzo Ciconte. Tallini, dichiarando di agire nella sua qualità di Consigliere Regionale e nell'espletamento del suo mandato, torna sul problema già precedentemente evidenziato anche con interrogazione al Presidente della Regione «della illegittimità, per incompatibilità, del Direttore Generale del "Pugliese- Ciaccio", la massima Azienda ospedaliera calabrese». Per Tallini «la eccepita illegittimità indubbiamente esiste poiché il Direttore Generale dr. Ciconte, che versa in evidente stato di incompatibilità per il fatto che, essendo egli dirigente dell'Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio", trova applicazione il Dgls n. 502/92 che, perentoriamente, sancisce che la carica di Direttore Generale è incompatibile

«con la sussistenza di un rapporto di lavoro dipendente, ancorchè in regime di aspettativa senza assegni con l'unità sanitaria locale presso cui sono esercitate le funzioni». Tallini, ribadisce «la illiceità della omissione a provvedere su tale questione di fondamentale importanza», e denunzia quello che viene prospettato come «illegittimo contegno ostruzionistico tenuto nei suoi confronti poiché si è omesso di fornirgli gli atti e documenti richiesti per esercitare il suo dovere di verifica sugli atti e comportamenti di chi viene mantenuto in un posto per cui è incompatibile». Tallini afferma, in particolare «di aver esercitato il diritto di accesso ad una serie di atti e documenti al fine di accertare e verificare le illegittimità che appaiono su molteplici atti di gestione ma inutilmente, così come infruttuoso è rimasta la richiesta esercitata anche nei confronti del dott. Andrea Guerzoni, Dirigente del Dipartimento Sanità della Regione Calabria, poiché nel colloquio avuto in merito afferma - lo stesso ebbe modo di giudi-

CATANZARO — La lunga e travagliata vicenda di una sede per l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro si chiude ufficialmente con una conquista importante per l’amministrazione, i docenti e gli studenti che hanno lottato insieme per rivendicare il diritto ad una sede adeguata per svolgere le attività dell’Accademia. E’ arrivata ieri la delibera del Comune, consegnata nel pomeriggio dall’assessore Danilo Gatto al professore Antonio Cilurzo, vicedirettore dell’Accademia, e al presidente della Consulta studentesca, Francesco Gabriele. In sostanza, la delibera decide da subito dopo Pasqua la sistemazione temporanea degli studenti in otto aule dell’edificio Mazzini, dove era ospitato il conservatorio di musica, in attesa di una sede definitiva che sarà, molto probabilmente, l’intero edificio Mazzini, come ha comunicato l’assessore Gatto agli studenti che martedì scorso si sono recati in Comune per protestare contro la situzione di fatiscenza e precarietà dell’edificio Stella, attuale sede dell’Accademia. Il professore Cilurzo ha iniziato il suo discorso porgendo i suoi ringraziamenti al Sindaco Rosario Olivo e all’assessore Gatto che, ha detto Cilurzo: «Hanno dimostrato grande sensibilità verso il problema cercando una soluzione che tamponasse questa drammatica situazione. Infatti - ha proseguito il professore - ci siamo trovati alle prese con una vera e propria emergenza. Quotidianamente siamo stati costretti a chiudere qualche aula perchè inagibile, dimezzando lo spazio necessario per le lezioni e i lavori degli studenti. Per non parlare dei solai che stanno cedendo e delle infiltrazioni di acqua e umidità che sono ormai dappertutto. Senza contare il fatto che da oltre tre anni siamo senza riscaldamento e nonostante la predisposizione di un fondo di 25.000.000 euro per acquistare una nuova caldaia, ci è stato impedito di accedere ai locali e quindi non abbiamo potuto sopperire a questo problema. Insomma, - ha ribattuto Cilurzo - una situazione insostenibile che siamo felici di constatare essere giunta ad una soluzione anche se non ancora definitiva. Infatti è importante per l’Accademia avere una sede unica in

ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI Ieri l’attesa delibera. Soddisfatti Cilurzo e Gabriele Piano anticrisi,

Domenico Tallini

care gravissime le accuse e i fatti appresi al punto da rappresentarle come vere e proprie "notizie criminis", giudicando grave l'omessa richiesta di atti ed impegnandosi personalmente e con urgenza in tale ottemperanza». «Ciò

nonostante - aggiunge - gli atti richiesti non sono stati ancora forniti». Tallini ricorda che il suo diritto all'accesso «è garantito dall'art. 32 della Legge Regionale n. 4 del 9/2001 secondo cui ai Consiglieri Regionali è consentito l'accesso diretto agli atti, senza formalià e con relativo rilascio di copie, a tutti gli atti e provvedimenti di Enti Strumentali, Aziende Sanitarie Locali, di quelli Enti emanati e controllati dalla Regione Calabria e degli Enti Territoriali nelle materie ad essi delegate. Ma nonostante le continue richieste ed a distanza di circa un mese dall'incontro avuto con il dr. Guerzoni - continua Tallini - non ho ancora ricevuto la documentazione richiesta, indispensabile per rassicurare l'opinione pubblica circa il sospetto di una gestione diffusamente illegale dell'Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro per cui ritiene lo stesso che tale comportamento potrebbe integrare abuso ed omissione di atti di ufficio». «Alla responsabilità giuridica si aggiunge sempre secondo Tallini - la evidente re-

«Il Comune è stato sensibile al problema»

Antonio Cilurzo e Francesco Gabriele

cui svolgere tutte le attività ed evitare la frammentazione dell’istituzione, perchè, vista la particolarità di alcuni insegnamenti tra loro collegati, ciò produrrebbe disorientamento negli studenti e un caos a livello interdisciplinare, dal momento che ciascuna lezione non potrebbe essere seguita contemporaneamente dallo stesso docente. Per questo - ha ribadito Cilurzo - noi auspichiamo che al più presto si trovi una sede idonea e che sia in grado di ospitare l’intera struttura didattica. Perchè - ha proseguito il professore - anche se siamo una piccola realtà nel panorama nazionale delle Accademie di Belle Arti d’Italia, ci siamo sempre distinti per la nostra produttività ed eccellenza. Infatti nei concorsi e nelle manifestazioni artistiche i nostri ragazzi hanno sempre affermati ricevendo premio e segnalazioni». Abbiamo chiesto al professore Cilurzo le prospettive per il futuro dell’Accademia, in una sede definitiva e idonea. «Il nostro investimento culturale - ha detto Cilurzo - è orientato, oltre che allo sviluppo di nuovi corsi e insegnamenti, anche alla predisposizione di nuovi laboratori, che prevedono, però, un impegno economico e finanziario notevole da parte del Ministero della Pubblica

Istruzione, per il quale è condizione necessaria ai fini dello stanziamento dei fondi l’esistenza di una struttura adeguata, in grando di ospitare i locali e le attrezzature indispensabili per i laboratori didattici». Per quanto riguardo il contenuto vero e proprio della delibera, Cilurzo ci ha spiegato che nella sostanza la delibera prevede l’allocazione temporanea alla Mazzini e non parla di un progetto di assegnazione dell’edificio per intero. Quindi abbiamo ricordato al professore la promessa dell’assessore Gatto, che martedì aveva garantito ai rappresentanti degli studenti una sede definitiva entro il prossimo anno accademico: l’intero edificio Mazzini o il plesso dell’Educandato, meno probabile vista la necessità di lavori di ristrutturazione. «Non dimentichiamo le parole dell’assessore, ma sappiamo anche che esistono gli sviluppi burocratici, contro cui è difficile accelerare i tempi. Anche per noi, che da quasi un anno stiamo lavorando a questo progetto, è stato difficile giungere ad un risultato concreto, ma oggi possiamo ritenerci soddisfatti. Ci tengo soprattutto a evidenziare - ha concluso Cilurzo - il lavoro svolto in sinergia dai vertici dell’Accademia insieme ai nostri studenti ai

quali va il merito di non essersi fatti travolgere dalla smania della protesta fine a se stessa, ma hanno capito la natura del problema agendo con diplomazia e maturità». Abbiamo chiesto a Francesco Gabriele, presidente della Consulta studentesca, che si è battuto in prima linea per la nuova sede, un commento finale, che riassuma lo stato d’animo degli studenti che finalmente sono riusciti a vincere questa battaglia: «Sono contento che sia arrivata la delibera del Comune a risolvere questa situazione. Finalmente, come tutti i miei colleghi delle altre università, avremo anche noi una sede dignitosa. Spero che si arrivi ad assegnare una struttura definitiva alla nostra Accademia. E - ha concluso - voglio ringraziare la stampa che ci ha aiutato a dare risonanza al problema scuotendo l’opinione pubblica catanzare e facendo sì che le istituzioni ascoltassero le nostre richieste». Oriana Tavano

sponsabilità politica per la mancata cura dell'interesse pubblico di cui nel suo ruolo istituzionale, non essendo concepibile anche per dignità politica, da Consigliere regionale che per veder soddisfatto un suo elementare diritto di controllo, debba minacciare di far ricorso alla forza pubblica. E di ciò è chiamato a dar ragione e provvedere in primis - sostiene - il Presidente della Giunta, titolare della delega dell'Assessorato alla Salute, che è responsabile della nomina dei dirigenti nonché della nomina illegittima del Direttore Generale dell'Ao "Pugliese-Ciaccio" dr. Ciconte, per legge ineleggibile e che non provvede in ordine alla rilevata incompatibilità nonchè sulla pronuncia di decadenza dello stesso per come imposto dalla legge». Tallini, con il suo esposto, ha richiesto pertanto il rilascio di copie di atti relativi ad aspetti delicati della stessa Azienda Ospedaliera nonché ha ribadito la richiesta di emissione di «provvedimenti dovuti diretti a rimuovere la situazione di illegittimità della nomina del dr. Ciconte».

Coldiretti incontra Paolo Abramo CATANZARO — La Coldiretti Calabria, ha avuto un incontro nella sede dell’Unioncamere Calabria “la casa delle imprese” con il presidente Paolo Abramo, al quale, l’organizzazione ha presentato il Piano anticrisi predisposto nei giorni scorsi dalla maggiore organizzazione agricola. Continua quindi a tambur battente, l’iniziativa della Coldiretti che sta presentando il piano anticrisi ai decisori politici ed istituzionali, perché ha ribadito Molinaro esso contiene «politiche anticrisi vere, realizzabili e durature» per sostenere le imprese agricole ed agroalimentari. Migliore occasione non poteva esserci che in un confronto con il presidente dell’Unione Regionale delle Camere di Commercio che è attento alle dinamiche ed alle proposte provenienti dalle categorie economiche ed in questo ha dichiarato Abramo «la Coldiretti sa distinguersi». Da parte del Presidente Paolo Abramo è stato garantito il massimo impegno oltre l’attenzione e condivisione del progetto complessivo della Coldiretti.


18 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ STUDENTE UCCISO L’uomo, ora ancora in carcere, è il padre del diciassettenne indagato per il delitto Citriniti

Terzo rom arrestato, presentato il ricorso Al fermo del 44enne i poliziotti sono arrivati dopo circa un mese di indagini ed esami incrociati CATANZARO — La difesa di Cosi-

rom, è il padre del diciassettenne già finito in carcere come indagato per il delitto Citriniti, assieme al cognato di 23 anni Gianluca Passalacqua. A Berlingieri, già noto alle forze dell'ordine, lo scorso 30 marzo è stato notificato il provvedimento cautelare emesso su richiesta del sostituto procuratore Simona Rossi, che coordina le indagini per la procura ordinaria (mentre il procuratore presso il tribunale per i minorenni, Beniamino Calabrese, segue il caso per quanto attiene la posizione del diciassettenne). All'arresto del 44enne i poliziotti sono arrivati dopo circa un mese di indagini, condotte attraverso metodi di investigazione tradizionali, e so-

mo Berlingieri, la terza persone finita in carcere per l'omicidio di Massimiliano Citriniti, catanzarese studente universitario di 24 anni assassinato con una stilettata al cuore il pomeriggio del 22 febbraio scorso fuori dal Centro commerciale "Le Fornaci", a Catanzaro, ha presentato istanza al Tribunale del riesame. Il ricorso, presentato dall'avvocato Salvatore Staiano contro l'ordinanza cautelare in carcere per concorso in omicidio volontario aggravato, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Catanzaro, Camillo Falvo, sarà discusso il 14 aprile davanti ai giudici catanzaresi. Berlingieri, 44 anni, di etnia

prattutto grazie a numerose audizioni ed esami incrociati di persone informate sui fatti. Gli inquirenti sono così giunti a ritenere che Berlingieri fosse presente all'aggressione subita dalla vittima, che gli è costata la vita. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia il 44enne si è avvalso della facoltà di non rispondere, come aveva fatto prima di lui anche il figlio, comparso davanti al gip del tribunale per i minorenni. Per il 17enne, e per suo cognato Gianluca Passalacqua - che invece ha risposto al gip respingendo ogni accusa - i rispettivi collegi del riesame, per i minorenni e per gli adulti, hanno già confermato la custodia in carcere il 10 marzo scorso.

FALSO E TRUFFA Il Comune di Catanzaro sarebbe stato raggirato per centinaia di migliaia di euro SPACCIO DI DROGA Era stato trovato in possesso di marijuana

Sanatorie edilizie, gli atti tornano in Procura Nomade patteggia CATANZARO — Tornano in Pro-

cura gli atti dell'inchiesta a carico di 23 persone indagate per falso e truffa aggravata - per via di sanatorie edilizie fittizie - ai danni del Comune di Catanzaro, raggirato per centinaia di migliaia di euro. Lo ha stabilito ieri il giudice dell'udienza preliminare Antonio Giglio, il quale ha chiesto che vengano effettuate ulteriori indagini per la verifica dell'autenticità o meno dei timbri utilizzati per i bollettini incriminati, al di là delle discrepanze, già riscontrate, fra le cifre dichiarate e quelle effettivamente versate per le sanatorie. Così il gup ha dato tempo alla Procura di svolgere ulteriori inCATANZARO — A Catanzaro il venerdì Santo ha luogo la processione della Naca (o del Cristo morto). Oggi dal pomeriggio partendo dal sagrato di una delle chiese del centro storico cittadino sedi di una confraternita (alternativamente dell’Immacolata, del Rosario, del carmine e di San Giovanni). Vi partecipano i componenti delle quattro confraternite, preceduti dai rispettivi gonfaloni, che, vestiti dei loro abiti proces-

vestigazioni fino all'8 ottobre, quando si tornerà in aula dove, oltre al pubblico ministero, agli indagati ed ai rispettivi difensori (tra cui Antonio Rania, Valerio Murgano, Antonio Servino, Gianfranco Marcello, Giuseppe Pitaro, Novelliero), è già costituito parte civile anche il Comune di Catanzaro, rappresentato da Nicola Cantafora e Massimo Scuteri. Tutti gli indagati, secondo l'impianto accusatorio formulato dal sostituto procuratore Andreana Ambrosino, titolare delle indagini dei militari della sezione di Polizia giudiziaria della Guardia di Finanza partite nel 2006 in seguito ad alcune denunce, dovrebbero essere pro-

cessati per falso materiale, falso ideologico e truffa aggravata poiché, al fine di ottenere sanatorie edilizie, avrebbero presentato agli uffici comunali dell'Urbanistica documenti corredati di false ricevute di conti correnti postali destinati al pagamento di oneri concessori od oblazioni per il rilascio di titoli abitativi in sanatoria, inducendo così in errore i funzionari del Comune i quali rilasciavano la certificazione senza che, in realtà, fosse stato pagato quanto dovuto. I fatti contestati sarebbero stati commessi fra il 2004 e il 2007, e l'Amministrazione sarebbe stata raggirata per cifre che andavano dai 610 ai 26.906 euro.

CATANZARO — Due anni e otto me-

si di reclusione e 12.000 euro di multa. E’ la pena inflitta a Simone Bevilacqua, catanzarese di 25 anni, di etnia rom, arrestato lunedì scorso con l'accusa di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, dopo che i carabinieri hanno trovato nella sua abitazione circa un etto di marijuana. Il giovane ha deciso di patteggiare la pena davanti al giudice monocratico di Catanzaro, Assunta Maiore, che ha convalidato il suo arresto e poi lo ha rimesso in libertà, disponendo a suo carico la misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di residenza. Bevilacqua era finito in manette a seguito di una perquisizione effettuata dai

LA NACA Oggi la manifestazione tipica del capoluogo. Prevista una grande partecipazione di autorità e fedeli

La processione del Venerdì Santo sionali, sfilano preceduti da suonatori di trombe e tamburo. Seguono poi i portatori di croce, gli Ordini Religiosi, gruppi ed associazioni varie e il clero con il Vescovo che precede la statua del Cristo morto, adagiata

sulla cosiddetta Naca, che viene portata a spalla. Segue la statua della Madonna addolorata, dietro alla quale si accodano le autorità ed i fedeli. Il termine dialettale Naca viene dal greco (nachè) e significa Culla, in

pratica è la portantina dove Gesù è deposto. La Naca è ornata di damasco raso e seta, di fiori, luci ed angioletti di cartapesta ognuno dei quali porta i simboli della Passione: il calice, i chiodi ed il martello. L'attuale

militari nel suo appartamento, che si trova in via Salemi, nel quartiere Aranceto, a Catanzaro, al terzo piano di un palazzo di edilizia popolare, avendo notato un via vai sospetto di giovani dal portone dell'edificio, e dopo aver verificato che si recavano proprio casa del giovane. Nel corso della perquisizione i militari hanno trovato circa 100 grammi di stupefacente, suddiviso in una cinquantina di dosi, ed occultato in una intercapedine del muro all'interno di una busta contenente polvere di caffè, usata per neutralizzare il fiuto dei cani antidroga. Il tribunale, alla fine, gli ha inflitto la pena richiesta dall'avvocato Elia con il consenso del pubblico ministero. processione affonda le sue radici nel periodo della dominazione spagnola ed è radicata nella consuetudine dei catanzaresi di essere, in qualche misura, "congregati”, ossia di appartenere ad una confraternita cittadina, il che comportava la partecipazione in prima persona alle rievocazioni dei periodici riti e creava uno spirito di emulazione tra le congreghe cittadine che, quasi sempre, sfociava in aperta rivalità.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 19

CATANZARO CITTÀ SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE Il senatore del Pdl Vincenzo Speziali ha presentato una interrogazione scritta al ministro dell’Istruzione

«Preservare l’Università Magna Graecia» «Il decreto potrebbe incidere sulla stessa sopravvivenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia» CATANZARO — Una interroga-

zione scritta al ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Maria Stella Gelmini, per spiegare l’importanza di mantenere in vita, nella sede di Catanzaro, le 16 scuole di specializzazione dell’Università Magna Graecia che si vorrebbero accorpare agli atenei di Bari e Napoli. L’ha presentata il senatore del Pdl Vincenzo Speziali che ha così sposato la causa di quanti, tra studenti, medici, ordini professionali e istituzioni locali, stanno combattendo affinché non si ridimensioni l’attività che si svolge nel campus catanzarese. L’onorevole Speziali fa prima riferimento al decreto ministeriale del 31 marzo 2009 in base al quale, nell’anno accademico 2008/2009, ci saranno 3848 medici in meno da ammettere, con assegnazione dei contratti di formazione specialistica, alle scuole di specializzazione. Sono infatti disponibili 5000 posti mentre, si legge nell’interrogazione, «nella riunione della Conferenza Stato-Regioni del 25 marzo 2009 emerge che il fabbisogno del numero globale di medici specialisti da formare nelle

scuole di specializzazione nel triennio accademico 2008/2009 - 2009/2010 - 2010/2011 è pari a 8.848 unità per ciascun anno accademico, suddivisi nelle tre aree funzionali di chirurgia, di servizi e di medicina». Un taglio di cui risente in particolare la Calabria che «su 207 contratti di formazione richiesti ne ha ottenuti solamente 62, ovvero il 30%». In seguito ricorda al Ministro che la "Magna Graecia " è «l'unica università calabrese che possiede la Facoltà di Medicina e pertanto gli studenti della regione Calabria, per poter accedere ai corsi specialistici, saranno costretti a migrare in altre regioni italiane». Secondo il senatore Speziali il decreto ministeriale «potrebbe incidere sulla stessa sopravvivenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia poiché di fatto smantella una organizzazione didattico-formativa-assistenziale già consolidata e validata negli anni». A essere penalizzato sarebbe, inoltre, un ateneo che ha dalla sua parte i numeri della buona amministrazione visto che «è da annoverare tra le poche università "virtuose" che è riuscita a realizzare signi-

ficativi contenimenti della spesa». Ma c’è di più. I bandi di concorso per l’ammissione alle scuole di specializzazione, in base alle indicazioni del Ministero, avrebbero dovuto essere pubblicati entro il 7 aprile, con tutta probabilità prima che si potesse ottemperare all’articolo 3 del decreto ministeriale il quale stabilisce che «in aggiunta ai contratti statali, possano essere attivati contratti finanziati dalle Regioni, da Enti pubblici, nonché da finanziamenti acquisiti dalle Università al fine di colmare il divario tra il reale fabbisogno e i contratti statali stessi». Alla luce anche del fatto che «agli atenei di Messina, Udine, Genova, Palermo Cagliari e Sassari viene consentito di mantenere le Scuole di Specializzazione con un solo contratto di formazione», il senatore Speziali chiede al Ministro «di sapere se ritenga opportuno intervenire affinché possano essere riattivati i corsi di specializzazione dell'area medica presso l'Università calabrese "Magna Graecia" di Catanzaro; ciò al fine di preservare la facoltà di Medicina e Chirurgia della citata università».

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE Il Consiglio dell’Ordine dei medici ha inviato una lettera alla Gelmini

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE La lettera di un professore dell’Umg

«L’accorpamento toglie a chi non ha» CATANZARO — «Mi permetto di richiamare la sua attenzione sul ben noto problema dell’accorpamento delle Scuole di Specializzazione dell’area biomedica che tante preoccupazioni sta suscitando nei giovani neolaureati e nei docenti degli Atenei interessati» inizia così la lettera di Francesco Perticone, Professore Ordinario di Medicina Interna, al Ministro Gelmini. «L’accorpamento - spiega - non induce alcuna economia gestionale dal momento che i docenti delle Scuole di specializzazione sono gli stessi del Corso di Laurea in Medicina e non è prevista alcuna indennità aggiuntiva per l’espletamento della didattica post-laurea. L’integrazione di saperi diversi, che rappresenta un elemento irrinunciabile per una medicina moderna ed efficace, non solo non viene tenuta in nessun considerazione dall’accorpamento delle Scuole ma, anzi, ne viene fortemente penalizzata. Tutto ciò, peraltro, cozza con la forte spinta federativa voluta dall’attuale Governo. Federalismo che, da cittadino del Sud,

considero una opportunità irrinunciabile per avviare, anche nelle Regioni meridionali, meccanismi virtuosi nella gestione della res pubblica, sempre a patto che tale federalismo sia solidale. L’accorpamento va, purtroppo, in direzione opposta dal momento che toglie molto a chi ha poco per dare a chi ha già tanto! Pensavo che compito della politica fosse quello di ascoltare i bisogni della gente e di restituire, poi, la speranza! Ma quale speranza si intende dare ai giovani calabresi, oggi? In questi giovani vi è solo la certezza di avere subito un torto enorme, di essere stati penalizzati rispetto a quelli di altre regioni con minori tensioni sociali e con una situazione economica ben diversa. Concordo - conclude - che è necessario procedere ad una rivisitazione critica dell’attuale strutturazione dell’Università, ma non si neghi il ruolo fondamentale della stessa nella preparazione delle future professionalità cui spetterà il compito di generare cultura, idee, innovazione e benessere sociale».

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONELa nota della Gioventù Universitaria

«Si turbano le aspettative della regione» «Restituire quanto ci spetta» CATANZARO — Il Consiglio Direttivo

dell’Ordine dei medici Chirurghi ed odontoiatri della provincia di Catanzaro ha inviato una lettera al Ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini. «L’Università Magna Græcia di Catanzaro rappresenta una importante realtà per la città di Catanzaro - scrivono il consiglio dell’Ordine dei medici - e per il suo comprensorio e certamente anche per l’intera Calabria quando se ne consideri la sua valenza esclusiva nel settore sanitario. Il consiglio direttivo dell’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Catanzaro ha sempre avuto questa consapevolezza e per tale motivo negli anni passati si è sempre battuto per la massima integrazione tra le strutture della facoltà di Medicina e Chirurgia ed il Servizio sanitario regionale con particolare ma non esclusivo riferimento all’Azienda ospedaliera di Catanzaro e ciò è stato finanche motivo di costruttivo confronto con l’Università stessa e con le istituzioni re-

gionali che riteniamo possa avere positive soluzioni. Oggi gli effetti delle disposizioni governative sulle scuole di specializzazione - continua la lettera -, sulle cui linee generali il consiglio Direttivo non ritiene di poter esprimere un giudizio complessivo, creano forti elementi di turbamento delle aspettative di una città, di una regione, di tantissimi giovani professionisti che hanno avuto l’opportunità di formarsi nella propria regione dopo secolari storie di emigrazione culturale e che vedono oggi comunque interrotta una prospettiva di impegno in cui hanno creduto e per la quale hanno lavorato per molti anni. La Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Magna Græcia è lontana anche a causa delle storiche difficoltà infrastrutturali del meridione d’Italia e della Calabria, dalle sedi con le quali si propone l’accorpamento di molte scuole di specializzazione: condizione che finisce per tradursi di fatto nella soppressione delle scuole stesse e con un

danno complessivo anche di capacità attrattiva dell’Università nel suo complesso. Il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei medici Chirurghi ed odontoiatri della provincia di Catanzaro allora chiede che si attui per l’Università Magna Græcia di Catanzaro una deroga del provvedimento nazionale eventualmente anche considerando la possibilità di riorganizzazione interna del settore specialistico dell’Ateneo che renda armonico tale provvedimento con lo spirito del dettato nazionale. Il Consiglio direttivo - si legge infine nella lettera - ritiene che tale iniziativa sia particolarmente importante al fine di dare all’Università Magna Græcia quel giusto riconoscimento di grande Ateneo meridionale punto di riferimento per i nostri straordinari giovani risorsa importante per una regione che vuole difendere tutti quegli strumenti indispensabili al proprio riscatto e alla crescita complessiva della comunità e della società civile».

CATANZARO — «Anche Gioventù

Universitaria - Organizzazione degli universitari della Fiamma Tricolore - di Catanzaro, e dell’intera Calabria, si schiera compatta contro l’accorpamento delle sedici specializzazioni della Facoltà di Medicina di Catanzaro alle Università di Napoli e Bari, ulteriore e pesantissima spoliazione tentata ai danni di Catanzaro ma soprattutto dell’intera Calabria. «Senza stare qui a fare la lista delle tante eccezioni che il “Decreto

Gelmini” ha subito in diverse altre Regioni d’Italia - si legge in una nota - si denuncia l’irrazionalità di tale taglio, che lascerebbe l’Università di Catanzaro e l’intera Calabria sprovviste delle Scuole di Specializzazione “tagliate” ma, soprattutto, devierebbe verso altre università fuori regione tantissimi studenti che non troveranno più in-loco sbocchi specialistici, necessari alla professione medica. Il tutto comporterà un aggravio di spese per le nostre famiglie».

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE La nota della Cgil «Troviamo confusa e contraddittoria la discussione che si è sviluppata intorno alla riduzione delle scuole di specializzazione delle facoltà di Medicina e Chirurgia di Catanzaro» scrive la Cgil. «Per quanto ci riguarda le preoccupazioni di una spoliazione delle Università calabresi rispetto a quanto previsto dalla legge 180 sono state più volte denunciate, bisogna dire però, nel completo silenzio delle autorità accademiche catanzaresi, completamente assenti, nel panorama regionale rispetto alle numerose iniziative di contrasto alla riforma Gelmini, i cui effetti, oggi, producono i primi danni».


20 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

CATANZARO CITTÀ DISSERVIZI POSTALI La questione è stata discussa dal consiglio della seconda circoscrizione in una riunione aperta a Palazzo De Nobili

Olivo: «Pretendiamo risposte immediate» Il sindaco è intenzionato a portare la vicenda all’attenzione del Governo nazionale CATANZARO — A Palazzo De Nobili si è svolta ieri in via straordinaria una seduta aperta del consiglio della seconda circoscrizione. L’assemblea si è riunita per affrontare l’annosa questione dei disservizi postali, da tempo denunciata da associazioni e diversi esponenti politici. L’assise si è svolta alla presenza del sindaco Olivo e dei rappresentanti della Cgil, Giuseppe Catalano e Franco Rocca, della Uil, Pino Melito, della Cisl, Enzo Cufari. A partecipare all’incontro anche le associazione Codici e Codacons, che da diverso tempo denunciano i disagi dei cittadini per il mancato recapito della posta, oltre a numerosi consiglieri comunali che hanno seguito la problematica. Ciò che è emerso durante la seduta aperta è la necessità di

Il consiglio della seconda circoscrizione a Palazzo De Nobili

avere nei prossimi giorni risposte certe ed esaurienti da parte dei vertici provinciale di Poste italiane. Se questo non dovesse accadere il sindaco Rosario Olivo è intenzionato a portare la vicenda dei disservizi postali che si registrano nella città, all’attenzione del Governo nazionale. Il presidente della Seconda Circoscrizione, Massimo Lomonaco, ha coordinato l’accesa riunione mentre il vice presidente, Pier Macrì, ha introdotto la tematica fondamentale. Sin dalle sue prime battute si sono subito focalizzate quelle che sono le tematiche più importanti che stanno alla base dei disservizi postali più volte denunciati dai cittadini e che riguardano l’intero territorio del Capoluogo di regione. Disfunzioni delle

quali la seconda circoscrizione ha voluto farsene carico trovando subito la disponibilità nel sindaco Olivo, determinato a portare la questione a tutti i livelli istituzionali. «Si tratta di servizi che rivestono un elevato carattere sociale, le cui inefficienze colpiscono in primo luogo le persone più deboli e gli anziani. Ecco perché - ha concluso Olivo - pretendiamo che Poste Italiane dia immediate ed esaurienti risposte». Quello di ieri è stato solo il primo dei tavoli di lavoro sulla questione. E’ apparso evidente che se la questione non verrà risolta si aprirà un percorso ricco di iniziative che coinvolgeranno anche i rappresentanti dell’Azienda Poste italiane. Carmela Mirarchi

DISSERVIZI POSTALI La denuncia del consigliere circoscrizionale Lanfranco Nisticò Mons. Antonio Ciliberti tra gli studenti ha affrontato il tema della schiavitù

«Ritardi anche in via Tarsia e in via Massara» L’Arcivescovo al Grimaldi CATANZARO — «Anche nelle zone di via

Massara e via Di Tarsia, così come in alte zone della provincia di Catanzaro, la posta tarderebbe ad arrivare!» scrive in una nota il consigliere circoscrizionale Lanfranco Nisticò. «Alcuni preoccupati cittadini si lamentano - continua -, infatti, del fatto che da molti giorni la corrispondenza arriva con notevole ritardo o a periodi alterni. Il rischio è ovviamente quello che alcune importanti bollette possano giungere a destinazione già scadute con inevita-

bili conseguenze dal punto di vista economico considerato che società come la Telecom o l'Enel, solo per fare un esempio, prenderebbero di certo in considerazione il giorno in cui una bolletta è evasa. Ritengo che nel 2009 non sia giustificabile un tale stato di cose che per alcuni versi può essere paragonato ad un paese ancora in via di sviluppo. E se è vero che all'interno delle Poste spa possano essere nate problematiche strettamente connesse al personale interno, è anche vero che una

grossa società dovrebbe essere pronta oltre che prevenire anche agevolmente superare tali problemi. A meno che - conclude - non si voglia pensare che con la privatizzazione delle Poste Italiane in Poste spa che si sia registrato solo un cambio di contenitore e non di contenuto. Mi associo a tutte le lamentele che in questi giorni prendono corpo sulla stampa, nella speranza che a breve sia la direzione provinciale delle poste che la direzione regionale pongano fine a tale fastidioso disservizio»

CATANZARO — Un'Aula Magna gremita di studenti, docenti e personale dell'Itc “Grimaldi” ha accolto, con un caloroso applauso, l'arrivo di Monsignor Antonio Ciliberti. E' stato il dirigente dell'Istituto, dott. ssa Anna Maria Fedele, a dare il benvenuto al Vescovo, sottolineando l'importante ruolo che svolge la Chiesa nella formazione dell'uomo e nell'orientamento valoriale dei giovani. La lettura, in Inglese e in Italiano, di una poesia sulla difficile condizione dei neri d'America, prima

dell'abolizione della schiavitù, è stata l'occasione per riflettere sulle mille forme di sfruttamento e discriminazione che l'uomo, ancora oggi, subisce in ogni parte del mondo. Sua Eccellenza ha voluto sottolineare l'importante e insostituibile funzione educativa che la famiglia, la scuola e la Chiesa da sempre svolgono. la musica del gruppo strumentale del Grimaldi ha accompagnato i vari momenti dell'incontro fino al saluto finale, sulle note dell'Ave Maria di Gounod.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 21

CATANZARO PROVINCIA E SOVERATO POLITICA La giovane figura nominata per la posizione di sindaco è sostenuta dal Pd, dall’Italia dei valori e dal Prc

Pitari candidata di Progetto Cropani «Lavoreremo insieme per la creazione di un programma amministrativo che sappia rivolgersi a tutti» CROPANI — E' Eleonora Pitari il candidato a sindaco della lista civica "Progetto Cropani", sostenuta dal Partito democratico, Italia dei valori, Partito della Rifondazione comunista e aperta al contributo di chiunque intenda impegnarsi per il rilancio della cittadina. Una figura di rinnovamento, evidenzia un comunicato di "Progetto Cropani", con la quale si propone un segnale chiaro e inequivocabile di una svolta nell'azione amministrativa, che sarà presentata con una serie di iniziative che permetteranno di proporre e illustrare programmi e idee per la comunità. «Abbiamo promosso un progetto civico - ha affermato Eleonora Pitari, laureata in lettere classiche e docente nelle scuole superiori - in grado di ridare slancio e dignità al nostro paese. Cropani rappresenta, nella tradizione storica del nostro comprensorio, una realtà senza eguali, capace di mettere insieme ricche potenzialità in termini culturali e turistici, finora del tutto inespresse. Ed è proprio da queste caratteristiche che bisogna partire - ha aggiunto Pitari - per ridare fiducia alla nostra comunità». Secondo la candidata a sindaco: «I cropanesi devono riscoprire l'orgoglio di vivere in un cen-

Eleonora Pitari

tro ricco di storia e tradizione, impegnandosi in prima persona in un progetto che vuole mettere insieme tutte le forze democratiche che si riconoscono in questa idea di crescita e sviluppo, per questo - ha dichiarato Eleonora Pitari - siamo aperti al confronto con il mondo dell'associazionismo e dei movimenti, con gli uomini e le donne di Cropani che intendono investire nella crescita economica e sociale». Un messaggio di fiducia rivolto an-

che, e soprattutto, ai giovani e alle donne: «E' la prima volta nella storia della nostra cittadina - ha sottolineato Pitari - che una giovane donna è candidata alla carica di sindaco, e questo può anche essere un segnale inequivocabile in direzione di un'amministrazione pubblica che vuole guardare ai reali problemi della gente. Il nostro obiettivo non è quello di promettere le solite "cattedrali nel deserto" e investimenti faraonici, ma prendere coscienza di una situazione economica complessa e della necessità di restituire ai cittadini i servizi fondamentali, sapendo proporre risposte concrete alle esigenze quotidiane. In questa direzione lavoreremo tutti insieme per la creazione di un programma amministrativo che sappia rivolgersi a tutti i cropanesi, che sia in grado di proporre un progetto reale e concreto per la nostra comunità. E per realizzarlo punteremo su una squadra in cui ognuno dovrà offrire il proprio contributo, in termini di competenze, impegno, passione e amore per la propria terra. Tutti insieme - ha concluso Eleonora Pitari - dobbiamo ritrovare la fiducia necessaria per fare rivivere a Cropani quel ruolo da protagonista che la storia le ha riservato».

BED AND BREAKFAST Diverse le strutture sulla fascia jonica

Il convegno di AmiCalabria SOVERATO — Nel panorama turistico

calabrese, da alcuni anni opera l’associazione AmiCalabria B&B, una compagine costituitasi nel 2003 con lo specifico obiettivo di valorizzare le risorse esistenti nel soveratese e non solo, attraverso la promozione della cultura Bed and Breakfast. AmiCalabria ha colto questi segnali ponendosi come organismo di volontariato che ha impiegato le proprie risorse umane nella divulgazione di una cultura che vuole rappresentare il territorio in ogni sua valenza, che come sappiamo è molteplice e ricca. Questa iniziativa ha dato vita ad un gruppo di strutture bed and breakfast situate lungo la fascia ionica catanzarese fra la costa e la collina, presentando così un’ampia vetrina di dimore il cui esercizio B&B è connotato da una rigorosa professionalità e al contempo una cordiale ospitalità, arricchita, e non è poco, dalla bellezza della struttura. Parlare di bed and breakfast significa riferirsi ad una precisa tipologia di soggiorno, caratterizzato dal servizio

di pernottamento e prima colazione. Per quest’ultima bisogna soffermarsi un po’, dal momento che rappresenta uno dei momenti fondamentali dell’ospitalità, nella quale l’aspetto gastronomico non si limita a fornire semplicemente un pasto mattutino, ma l’espressione di una civiltà, uno scambio interculturale, un dialogo, di una cura particolare nei sapori che spesso sono locali come i prodotti da forno quanto le torte fatte in casa o le strepitose marmellate realizzate con i migliori frutti di stagione. Il convegno verterà in particolare nella importanza di restituire alla città di Soverato e il suo comprensorio, l’identità turistica e raffinata di un tempo, intervenendo nella creazione di nuovi posti letto attraverso la legalizzazione di più bed and breakfast, utilissimi e a grande sostenibilità, tenendo conto della convenienza e della qualità. Le informazioni ulteriori sulla data del convegno e argomenti si troveranno nei prossimi giorni sul blog di Ami Calabria: amicalabria. blogspot. com

SOVERATO Il progetto “Oltre i confini tra il gusto e l’ospitalità” si inserisce nei Pon 2007-2013 TERREMOTO ABRUZZO Raccolti beni di prima necessità

Lo stage dell’Alberghiero in Germania L’impegno di San Mango SOVERATO — Sono tornati entusiasti dalla città di Saarbrucken in Germania, gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Soverato, per l’esattezza sono 15 gli studenti delle classi terze, 2 del corso di ricevimento, 8 di sala e 5 di cucina che, accompagnati dai Docenti Giuseppe Mele, Aldo Mungo e Domenico Tropea, hanno soggiornato per 20 giorni, nella città tedesca, rappresentando la Calabria e sponsorizzando quelle che sono le tipicità e le specialità della terra calabrese. Il progetto dal titolo “Oltre i confini tra il gusto e l’ospitalità” si inserisce nell’ambito del Fondo Sociale Europeo dei progetti Pon 2007-2013 attuati dal Ministero dell’Istruzione e dalla’Unione Europea sulle competenze per lo sviluppo sul tema “Con L’Europa investiamo nel nostro futuro”. Lo stage previsto all’estero finanziato, appunto, dalla Comunità Europea ha interessato allievi meritevoli che, presso aziende locali, hanno avuto la possibilità di svolgere attività di stage e far conoscere i prodotti e la

Gli studenti in Germania

cucina tipica calabrese. E’ stata scelta come sede di stage la città di Saarbrucken dove vivono operatori e ragazzi diplomati nella scuola alberghiera di Soverato, qui la frequenza allo stage è stata riconosciuta come

credito per tutti gli studenti delle terze classi che ne hanno preso partee perché più bravi e meritevoli nei tre ambiti di ricevimento, sala e cucina. Rosanna Paravati

SAN MANGO — Per il terremoto che ha sconvolto l'Abruzzo anche il comune di San Mango D'Aquino non si ferma agli attestati di solidarietà e di cordoglio ma, si impegna intensamente per offrire un contributo fattivo per affrontare la situazione di forte emergenza. Così, a nome dell'intera popolazione, il sindaco Vincenzo Buoncore unitamente a tutto il Consiglio Comunale, di concerto con la Parrocchia, il Gruppo Giovanile, L’Avis e la Croce Rossa sezione di San Mango, hanno promosso una iniziativa per la raccolta di aiuti di prima necessità. Si tratta di generi alimentari a lunga scadenza, acqua, coperte e giocattoli, da destinare alle persone colpite dal terremoto. «Una vera e propria gara di impegno- ha dichiarato il sindaco - con la quale siamo certi che anche la nostra piccola comunità, colpita da una forte reazione emotiva, saprà esprime in modo concreto e pronto la propria vicinanza e partecipazione a

tutta questa gente che in pochi istanti ha perso tutti gli affetti più cari». Per chi volesse aderire a questa iniziativa, a San Mango D’Aquino il punto di raccolta è stato allestito presso il nuovo oratorio San Giovanni Bosco mentre, come ha poi reso noto sempre il sindaco Buoncore: «Nei prossimi giorni e certamente prima di Pasqua valuteremo con quali modalità consegnare la merce raggruppata nelle zone terremotate».

Terremoto Abruzzo Anche la Comunità montana presila catanzarese corre al capezzale dei terremotati abruzzesi. Il presidente Santino Bubbo e la Giunta dell’Ente Montano di via Ierinise hanno stanziato ieri un primo contributo di dieci mila euro e non si sono fermati qui: venti volontari del gruppo “Lupi della Presila” sono pronti a dare una mano nei 26 comuni dell’Abruzzo devastati dal violento sisma. (Vincenzo Bubbo)


22 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

LAMEZIA TERME CITTÀ DECRETO GELMINI L’assessore Liotta ha organizzato un convegno per approfondire i contenuti della riforma che trasformerà l’istruzione

«A soffrire sarà la scuola primaria» «La manovra comporterà anche un taglio in termini occupazionali. Propongo una moratoria» LAMEZIA TERME — L’assessore alla

Pubblica Istruzione Milena Liotta ha aperto i lavori del convegno alla presenza del sindaco Gianni Speranza, dei Dirigenti Scolastici De Sarro per il Liceo Scientifico, Cappelli per l’Istituto Professionale del Commercio, Bevilacqua per il I Circolo, Cristiano per il II Circolo, Goffredo per il IV Circolo, dei consiglieri Scicchitano, Troppa e Andricciola, dell’assessore Muraca ed del sindaco di S. Pietro a Maida Giuseppe Arena, chiedendo un minuto di silenzio per le vittime del terremoto in Abruzzo. «Io vorrei iniziare con un paradosso - ha esordito la Liotta - e vorrei dire grazie al Ministro Gelmini grazie perché dal suo decreto, se ripercorriamo tutte le proteste e le manifestazioni, il mondo della scuola si è trasformato in uno stimolo in un momento di riflessione, ne avevamo veramente bisogno. Ci ha fatto rendere conto insomma che c’è una scuola con la a maiuscola che ci fa sentire un Paese. Grazie soprattutto per aver dato ai nostri ragazzi la migliore lezione di educazione civica che potessero avere perché li ha fatti scendere in piazza e li ha fatti parlare di quelli che sono i loro valori e delle loro sacrosante rivendicazioni. E’ per questa ragione forse a quest’incontro non li ho coinvolti, io non li ho voluti chiamare: io ho voluto chiamare chi di loro si occupa avendo un ruolo di responsabilità , quindi dirigenziale come le forze politiche, le forze scolastiche. Siamo noi a dover capire come invertire la rotta. Abbiamo chiesto all’assessore Liotta un approfondimento.

Assessore Liotta con questo convegno il Governo della città di Lamezia Terme vuole salvare la scuola: cosa è successo in modo particolare a Lamezia? «A Lamezia è successo quello che succede in tutta Italia: una riduzione di tutti quei servizi collaterali che potevano essere garantiti solo ed esclusivamente dalla presenza dei tanti precari che dopo il provvedimento della Gelmini non potranno operare più nella scuola, il mancato insegnamento della seconda lingua oltre l’inglese che si dovrebbe scegliere come preferenza addirittura questa dovrebbe essere insegnata dai docenti di classe e non da docenti specializzati come è accaduto finora; poi ci sono una serie di conseguenze che si abbatteranno sulla scuola». Quale sarà tra le scuole dell’obbligo quella che ne risentirà di più? «Tra le scuole dell’obbligo quelle che ne soffriranno di più saranno proprio quelle dell’infanzia e del primo ciclo della formazione quindi la scuola primaria che fondamentalmente poi il paradosso sta proprio in questo sono quelle che invece sono riconosciute come le migliori in assoluto nel senso che il nostro servizio scolastico, la nostra offerta scolastica realizzata attraverso le compresenze, la multidisciplinarietà da parte di più docenti specializzati su più discipline per interagire meglio con la classe sono riconosciute da tutti come un modello vincente per il grado di preparazione che riesce a dare la cosa è veramente paradossale si va a minare un sistema che funziona perché si va a riformare

quando una cosa non funziona si da una nuova forma si ri-forma quando le cose non funzionano bene invece in questo caso si va ad intaccare un sistema che funziona, che è valido». Una riforma strumentale? «Questa non è proprio una riforma, noi dobbiamo parlare di tagli dobbiamo essere onesti dobbiamo chiamare le cose con il loro nome qui non si tratta di una riforma». Oltre le problematiche di qualità dell’offerta scolastica quale sarà la ricaduta nel mondo del lavoro? «La ricaduta nel mondo occupazionale è un dato, che in un clima come quello attuale di crisi economica e finanziaria che desta già grandi preoccupazioni, immaginiamo in una società come la nostra calabrese dove praticamente si vive di terziario di pubblica amministrazione, comunque la scuola rimane importante per la funzione che ha: la funzione educativa e formativa. Ma non possiamo ignorare che questo tipo di manovra comporterà anche un taglio in termini occupazionali quindi il mio discorso non è stato incentrato sulla questione meramente assistenzialistica, è una questione di giustizia sociale, sia per i lavoratori precari che per gli utenti della scuola». Lei cosa propone? «Immediatamente propongo una moratoria, una sospensione del provvedimento per la regione Calabria. Io sento che per la mia terra questo provvedimento sarà devastante se dovesse continuare ad andare avanti questo provvedimento della Gelmini». Settimionews

Ieri nel reparto di Pediatria del “Giovanni Paolo II” si sono recati: Cannizzaro, Mercurio e Verrengia

Le uova di Pasqua della Polizia di Stato LAMEZIA TERME — Il Commissariato di Polizia di Stato di Lamezia Terme vicino ai bambini ospedalizzati. Ieri gli uomini della Polizia di Stato diretti da Giuseppe Cannizzaro, alla presenza del responsabile della squadra di polizia giudiziaria, Saverio Mercurio; dell’ispettore Gennaro Pileggi e del presidente dell’associazione Polizia di Stato, Emilio Verrengia, si sono portati all’interno del reparto di pediatria del “Giovanni Paolo II” per donare uova di Pasqua “personalizzati” a tutti i bambini ricoverati. Una Pasqua particolare e un augurio di pronta guarigione ai piccoli pazienti, da parte del locale Commissariato a riprova che vuole essere non solo al servizio della gente, ma vicino all’intera comunità lametina.

Davanti al sindaco l’Arcivescovo ha parlato di cambiamento

Celebrato il Precetto Pasquale

Un momento della Santa Messa

LAMEZIA TERME — Celebrata ieri

presso la sala riunioni del nuovo edificio comunale di Via Perugini, il tradizionale Precetto Pasquale. Alla Santa messa officiata dal vescovo della Diocesi di Lamezia Terme, mons. Luigi Cantafora e che precede la ricorrenza della morte e la risurrezione di Gesù Cristo, durante la quale il pastore lametino ha volto ricordare il grande significato oltre che l’insegnamento dell’evento religioso. L’eucaristia che non è solo un rito, ma un memoriale del mistero pasquale. E proprio a volere significare questo concetto, il vescovo, alla presenza del sindaco Speranza, dell’intera Giunta, dei dirigenti, dipendenti e consiglieri comunali, ha scelto il tema

dell’ultima cena e l’istituzione della Santissima eucarestia. L’umile gesto dello schiavo al servizio degli altri e la trasparenza della comunione. Il volersi lasciare coinvolgere dal dono di Cristo per aprire il cuore alla gratitudine e al prossimo. Un cambiamento responsabile, dunque, in nome di quella croce che rappresenta lo sforzo di voler fare per il vantaggio di tutti. Il rinnovamento e il trionfo, la vita che vince la morte e la forza che anche Lamezia, con tutte le sue difficoltà, deve riuscire a superare lasciandosi coinvolgere dal cambiamento perché solo così «anche Lamezia potrà cantare il canto dei liberati». Antonietta Bruno

RESIDENZA ANZIANI A NOCERA La decisione del Gip

Sequestro convalidato LAMEZIA TERME — Il Gip del tribu-

La consegna delle uova di Pasqua

nale di Catanzaro, Tiziana Macrì, ha convalidato il sequestro del fabbricato destinato a diventare residenza per anziani, la cui costruzione era stata appaltata dal comune di Nocera Terinese alla Ade costruzioni Srl di Lamezia Terme, azienda in odore di mafia. Il fabbricato era stato sequestrato dalla guardia di finanza del gruppo di Lamezia Terme in esecuzione ad una ordinanza emessa dal sostituto procuratore Gerardo

L’appalto era andato ad un azienda in odore di mafia Dominijanni, della direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Il giudice per le indagini preliminari, quindi, ha ritenuto valide le motivazioni che avevano portato al sequestro in via d'urgenza del fabbricato.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 23

LAMEZIA CITTÀ AREA INDUSTRIALE Il capogruppo del Pdl, Mario Magno replica alla proposta avanzata dal presidente dell’Asi, Fabrizio Muraca

Agevolazioni Ici, c’è già la Zona franca «L’istituzione dell’area urbana dà la possibilità alle imprese che si insedieranno in quel territorio di poter fruire di sgravi fiscali» LAMEZIA TERME — «Una proposta che, pur essendo una buona idea, crea una serie di problemi a causa di una disparità di agevolazioni che si andrebbero a creare sul territorio comunale». Così, Mario Magno, capogruppo del Pdl, in Consiglio comunale, replicando all’ipotesi avanzata dal presidente dell’Asi (Agenzia per lo sviluppo industriale di Lamezia), Fabrizio Muraca, in merito alla presentazione di un emendamento al Bilancio di previsione 2009 finalizzato alla riduzione del 50 per cento del gettito Ici per le aziende ricadenti nell’area industriale. «L’istituzione della Zona franca urbana - fa notare Magno - dà già la possibilità alle imprese che si inse-

dieranno in quel territorio di poter fruire di agevolazioni fiscali e tributarie nonché dell’esenzione completa dal pagamento dell’Ici. Al contrario - sostiene l’esponenet del Pdl - tutte le altre imprese e le attività produttive che sono presenti sulla rimanente parte del territorio comunale subirebbero un trattamento penalizzante ed anche distorsivo rispetto alla concorrenza di impresa. A questo punto, riteniamo come gruppo consiliare del Pdl di dover presentare un emendamento al Bilancio di previsione che faccia superare le difficoltà sopra richiamate estendendo l’agevolazione Ici del 50 per cento a tutte le imprese presenti sul territorio comunale, per la durata di un triennio,

anche al fine di consentire, in una situazione di grave crisi dell’economia mondiale che vede coinvolte anche le imprese lametine, un supporto allo sviluppo ed all’occupazione. Su tale proposta - esorta Magno - chiediamo la convergenza di tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale con l’obiettivo di rilanciare le attività economiche del nostro territorio, finalizzando le agevolazioni alla ripresa produttiva che potrà essere di aiuto per il mantenimento dell’attuale livello occupazionale e per un incremento dello stesso. Altri scopi reconditi non interessano al nostro schieramento politico e nemmeno agli imprenditori dell’area industriale, che chiedono aiutato all’Asi e alla La-

Mario Magno

meziaEuropea Spa attraverso una politica di promozione del marketing territoriale oggi assente e di investimenti in servizi ed infrastrutture per rendere l’area appetibile ad altre imprese e sufficientemente attrezzata. Per il raggiungimento di questi obiettivi - conclude Magno il Popolo della Libertà chiede alla Regione e alle due società partecipate un maggiore impegno finalizzato alla crescita ed allo sviluppo dell’area industriale, anche attraverso investimenti in servizi e attività produttive necessari per rendere attivi i bilanci degli enti e per superare eventuali vessazioni nei confronti delle imprese ivi insediate». Antonio Cannone

DISCARICA Il consigliere Petronio indica quale dovrebbe essere la posizione degli amministratori cittadini MULTISERVIZI Oggi la conferenza stampa voluta dal presidente Fernando Miletta

«Il Comune non ha responsabilità» «I conti sono in regola» LAMEZIA TERME — Come per il

in quanto è ormai scaduto il tempo affinché Vibo da una parte e il Cosentino dall'altra si dotino delle necessarie discariche. La disponibilità dei Comuni di Maida e di Cortale in questo contesto, può essere alternativamente considerata una proposta risibile, ovvero una proposta da prendere in seria considerazione anche in previsione della realizzazione di u vero e proprio termovalorizzatore. Valutazione - aggiunge Petronio che è di competenza del Commissario Sottile e non del sindaco di Lamezia Terme o del suo consiglio comunale. Così come pure l'eventuale utilizzazione delle discariche private che il Commissariamento potrebbe requisire ed utilizzare pienamente per evitare l'ampliamento, totale o parziale, dell'attuale struttura». Petronio cerca dunque di chiarire un punto fondamentale: il Comune di Lamezia Terme non ha nessuna questione personale con l'azienda

Statti. Secondo il consigliere comunale infatti si starebbe diffondendo all'esterno una idea sbagliata. «Il Comune non ha nessun fatto personale con l'azienda Statti - precisa - ovvero con chiunque metta in discussione il previsto ampliamento della discarica». Il Comune starebbe dunque, a sentire le dichiarazioni di Petronio, solo tutelando la salute dei cittadini «contemperandola dove è possibile con l'interesse privato». «A mio parere - conclude il consigliere comunale Giuseppe Petronio - esistono tutte le condizioni per trovare la giusta soluzione attivando le autorità extracomunali preposte, che hanno la responsabilità della scelta dell'ampliamento della discarica e che possono anzi debbono chiudere rapidamente con questa maleodorante vicenda nell'interesse della collettività».

DISCARICA L’on. Giuseppe Galati ha presentato una interrogazione parlamentare

ca». Sono queste le parole dell’on. Giuseppe Galati alla notizia secondo la quale il Sindaco di Lamezia Terme ha chiesto al Commissario Delegato per l’Emergenza rifiuti nelle Regione Calabria di costruire una nuova discarica. L’Ufficio del Commissario Delegato per l’Emergenza Rifiuti nella Regione Calabria ha individuato nella Lamezia Multiservizi Spa l’azienda che dovrà effettuare la progettazione esecutiva della nuova discarica.

capogruppo del Pdl Magno e per il capogruppo dell'Unione di centro Cutrì anche per il consigliere comunale Giuseppe Petronio è necessario convocare con urgenza una seduta dell’assise cittadina per discutere della questione "discarica". «Ciò che non condivido dichiara Petronio - è il tentativo di drammatizzare in maniera strumentale la situazione, attribuendo al Comune responsabilità che non ha, dimenticando che le scelte di fondo sono della regione de del Commissario per l'emergenza Sottile». Secondo Giuseppe Petronio il Comune di Lamezia Terme deve prendere una posizione decisa. «A mio parere la posizione deve essere la seguente: Lamezia non può in nessuna maniera diventare - sottolinea Petronio - la pattumiera dell'intera Regione. L'emergenza rifiuti che finora ha giustificato le scelte del Commissario, sono oggi del tutto risibili,

«Si perderanno circa 100 posti di lavoro» LAMEZIA TERME — «Una discarica pe-

ricolosa e che porterà alla perdita di cento posti di lavoro e lo svilimento di un’azienda produttrice di vino raro e pregiato: questo è ciò che accadrà se la nuova discarica a Lamezia Terme sarà

costruita secondo quanto indicato dal sindaco Speranza in località Stretto. Perciò ho presentato un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro per l’Ambiente per portare a conoscenza dell’aula l’importante temati-

Carmela Mirarchi

LAMEZIA TERME — Si terrà questa

mattina alle ore 11 presso la sede degli uffici della Lamezia Multiservizi sita su corso Nicotera, una conferenza stampa voluta dal presidente della Municipalizzata, Fernando Miletta, per chiarire alcune questioni che hanno creato allarmismo in città circa lo stato di salute della stessa azienda e riportare nella giuste dimensione quello che è invece il piano di sviluppo della stessa. Secondo Miletta, infatti “I conti della società sono perfettamente in regola” e tutto ciò verrà dimostrato, con atti alla mano, proprio nell’incontro di oggi durante il quale, si farà un quadro completo e dettagliato della gestione che fa dell’azienda in questione, “una delle più sane e competitive del panorama regionale se non addirittura meridionale”. «Oggi diremo, non per propaganda del presidente ma con i documenti alle mani - sottolinea Miletta come stanno realmente le cose. Per molti i numeri sono oggi un optional ed è chiaro che se si dice che la La-

mezia Multiservizi chiude con un sostanziale pareggio e alcuni giornali titolano che la Lamezia Multiservizi è quasi al dissesto, la gente non ha la chiara visione dei fatti e anche i dipendenti son preoccupato. Tutto questo non risponde alle realtà e oggi ne daremo comunicazione anticipando, tra l’altro, a conferma della virtuosità dell’azienda, che il Consiglio comunale ha deliberato la vendita di quote a due Comuni nuovi fuori della provincia di Catanzaro. Filadelfia e Amantea che hanno voluto comprare delle nostre azioni al fine di delegare proprio alla Lamezia Multiservizi alcuni servizi». Oggi, dunque, “un incontro non per polemizzare ma per chiarire alcune cose e fare conoscere quella che è la vera mission delle società partecipate”. Quella cioè, di dare sevizi di qualità a minori costi. Peculiarità questa, che a Lamezia si è tradotta anche per quanto riguarda gli oneri economici di acqua e Tarsu. Antonietta Bruno

DISCARICA Il sindaco deluso dalla posizione dell’on. Galati

«Si proponga il sito di Maida» LAMEZIA TERME — »Sono profon-

damente sconcertato oltre che amareggiato per la dichiarazione ingiusta e non veritiera dell’onorevole Galati» si legge in una nota del sindaco. «Per quanto riguarda ancora la pro-

posta del sito di Maida, l’onorevole Galati deve verificarla. Io mi aspetto che domani mattina l’onorevole Galati accompagni il sindaco di Maida dal Commissario, dottor Sottile, per proporre il sito».


Pag. 24

il Domani

COSENZA

Venerdì 10 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

Pubblichiamo l’elenco dei dipendenti dell’ex Sviluppo Italia Calabria che sono stati riassorbiti dalla fondazione Field

Ed ecco i 100 “superfortunati” Giada Fedele, a fine marzo, chiede invece di essere esclusa dall’operazione recupero COSENZA — La metafora della fortuna, anche se qui la buona sorte c’entra poco, è del “Corriere” e non della pubblicistica conterranea. Cambia poco in ogni caso però perché ci deve essere qualche ragione “alta” comunque se su 138 e di questi tempi l’amministrazione regionale trova pane e pesci per 100 che guarda caso, ma solo perché lo insinua il primo quotidiano nazionale, hanno per gran parte a che fare di diritto o di rovescio con la regnanza politica regionale e parlamentare. Una storia vecchia che conosciamo a memoria e alzi la mano chi si ritiene scandalizzato dopo aver letto quello che è uscito in edicola su scala nazionale. Sono i metodi che colpiscono, più della sostanza. Il capitale umano della sede regionale di Sviluppo Italia Calabria non è secondo probabilmente ad altre amministrazioni private o pubbliche o magari miste sparse in giro. Fose ha anche accumulato uno storico in più, rispetto agli altri. Più competenza e qui il cognome d’appartenenza c’entra poco. Quello che colpisce sistematicamente è il “raggiro” contabile che in tempi di magra è messo in campo puntualmente dall’amministrazione regionale. Infallibile, quando si ci mette e il guaio è che si ci mette spesso. Ma occhi aperti, però. Le trappole sono comunque dietro l’angolo ed è tutta da decifrare la tempistica “elettorale” dell’uscita del “Corriere”. Conviene prendere le cose per come sono, allora. Che non è poco se è vero come è vero che non solo Field è una fondazione che ha problemi di suo a giustificare una “esistenza” quanto ora si mette pure ad assumere e per giunta solo una parte di quelli che sono a rischio. A discrezione. Un capolavoro ma anche qui, attenti alle generalizzazioni. Giada Fedele, inserita nell’elenco dei “fortunati”, moglie di Roberto Occhiuto così facciamo prima, il 31 marzo scrive per essere cancellata dalla “buona sorte” e rientrare nei ranghi della “sfortuna”. «Chiedo la possibilità di essere inserita - scrive a delibera pubblicata - compatibilmente con i criteri di ordine organizzativo che avete adottato (il riferimento è a Regione e Invitalia) nella compilazioe degli elenchi, nell’elenco dei lavoratori non assorbiti in Field, anche eventualmente mediante sostituzione con altri lavoratori che dovessero manifestare un interesse compatibile con la mia richiesta». Non tutte le “fortune” allora sono per tutti e quando qualcuno fiuta la trappola, la riconosce per quello che è. Domenico Martelli

Delibera del 21 novembre 2008 Sebastiano Rossetto Ernesto L. Cirino Luigi Galizia Giorgio Pecoraro Maurizio Scagliola Mario Aceto Giuseppe Copani Francesca Lopez Donatella De Grazia Daniele Iovine Luca Mungo Pierpaolo De Rose Valentino Pierri Cecilia Rhodio Luciana Sgrò Antonio Mingrone Sebastiano Mancuso Pietro Cicero Francesco Esposito Emmanuela Giada Fedele Carmine Canino Maurizio Gregorace Simona Romano Maria R. Bellomi Manuel Suraci Giovanni Lopez Maria S. Iannicelli Francesco Manna Armando Mascaro Valentino Socievole Maria Laura Funaro Ilenia Bevilacqua Adele M. Cascio Emilio De Bartolo Salvatore De Marco Massimo Mazzetta Maria Calzatini Manuel Colao Sergio Notaro Marina Rosa Fedora M. G. Arena Luigi A. Polistena Sabrina Laviano Giovanna Straface Carmela Galati Carlo Caligiuri Anita Amatruda Antonella Grillo Tiziana Russo Vincenzo S. Praticò

Paola Bianchi Carlo Di Noia Avelia Stefano Vittorio Zito Maria G. Fusca Maria R. Ceglie Francesco Gatto Gilda Summaria William De Virgilio Emilia Mascalchi Marzia Muraca Paolo Piacente Maria V. Pujia Alberto Scrima Teresa Antico Laura La Manna Francesco Caputo Mafalda De Simone Angela Fabiano Adalgisa Fiumanò Giuseppe Castagna Carlo Riverso Antonio Scalise Giuseppe Pinto Sergio Ferrari Elvira Simonetta Maurizio Libero Rossella Marzullo Stefania Rovito Domenico Viceconte Maria P. Ascente Luigi Como Andrea Costabile Alessandro De Cristofaro Iulia Gianluca Alessia Salvino Vittorio Colacione Aldo Leone Tiziana Pellegrino Angela Rotundo Rita R. M. Fedele Vincenzo S. Vena Olga Rizza Maria C. Grillo Lico Daniela Daniela Sorbaro Giuseppe Russo Stefania Russo Salvatore N. Folino Giovanni Mentiti

Arrestato il latitante Michele Bruni, figlio di “Bella Bella”

Abbigliamento contraffatto bloccato dalla Finanza sull’A3

COSENZA — La squadra mobile della

COSENZA — La guardia di finanza di

questura di Cosenza ha arrestato Pasquale Bruni, 42 anni, figlio di Francesco Bruni, detto “Bella Bella”. L'uomo si era sottratto un mese fa alla notifica dell'ordinanza del tribunale della libertà di Catanzaro, con la quale era stato ripristinato un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso sempre dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, poiché colpevole di aver commesso, in concorso con il fratello Michele, 36 anni, pluripregiudicato attualmente sottoposto a sorveglianza speciale, l'omicidio di Antonio Paese, ucciso nel 1991. Gli agenti hanno individuato Bruni nel pomeriggio di ieri, in una anonima villetta di Cerisano appartenente ad una donna, T.P., non presente al momento dell'irruzione.

Lauria, nell'ambito della sistematica azione di controllo economico-finanziario del territorio, ha effettuato una serie di interventi presso il tratto autostradale dell'A3, finalizzati, tra l'altro, alla repressione del fenomeno della contraffazione dei marchi. L'operazione di servizio ha consentito ai finanzieri del nucleo mobile della Tenenza di Lauria, diretti dal tenente Salvatore D'Elia, di rinvenire complessivamente quasi un trecento pezzi contraffatti tra i quali capi di abbigliamento, occhiali, borse delle note marche Gucci, Dolce & Gabbana, Armani, Luis Vuitton, Burberry e prirateria audiovisiva come Cd e Dvd. I prodotti riproducevano nei minimi dettagli le caratteristiche previste dalle case madri per i prodotti originali.

E' da evidenziare, in modo particolare, l'accuratezza delle realizzazioni che rendono ormai sempre più difficile distinguere un prodotto originale da uno contraffatto e ciò a discapito degli acquirenti convinti di acquistare merce autentica ad un prezzo inferiore di quello praticato sul mercato. Al termine delle operazioni i finanzieri hanno sottoposto a sequestro la merce rinvenuta e denunciato all'autorità giudiziaria lucana il responsabile, Abdelmajd Boukabar 35enne residente a Cosenza, per violazione degli articoli 474 e 648 del codice penale. L'intervento si aggiunge a quelli già numerosi svolti dalla guardia di finanza su tutto il territorio di competenza e conferma l'impegno profuso quotidianamente a tutela dei cittadini. Emilia Manco

La sede di Sviluppo Italia Calabria

L’azienda ospedaliera vuole inquadrare i precari entro l’anno

Prove di stabilizzazione in arrivo all’Annunziata Concorso per 5 nuovi cardiochirurghi COSENZA — Inizia, per 50 precari della sanità, il percorso per la stabilizzazione. Sono infermieri, operatori sociosanitari e tecnici, che hanno maturato 36 mesi di servizio presso l'ospedale di Cosenza. Il tanto agognato contratto a tempo indeterminato che, almeno per essi, chiude un periodo di incertezze, sfociato in lunghi confronti sindacali, verrà firmato entro il prossimo 31 dicembre. Per il passaggio dal tempo determinato a quello indeterminato sono state adottate, dall'amministrazione dell'azienda ospedaliera di Cosenza, le procedure previste dalle leggi 296 del 2006 e 244 del 2008 e dal decreto Brunetta. «Abbiamo inteso profondere ogni sforzo - ha commentato il direttore generale dell'Azienda ospedaliera Franco Petramala - per stabilizzare il personale dell'Azienda che ha prestato, con le diverse qualifiche previste dal Contratto collettivo nazionale di lavoro, il proprio servizio per almeno tre anni così com'è avvenuto per l'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. In questo modo - ha

continuato - siamo riusciti a raggiungere il traguardo importante della stabilizzazione per i dipendenti che negli anni hanno maturato i requisiti necessari». Il raggiungimento di questo obiettivo, conclude Petramala «influenzerà positivamente la serenità dei lavoratori e se ne avvantaggerà l'efficienza dei sevizi». Altre novità sul versante dei servizi ospedalieri. È iniziato l'adeguamento del laboratorio per le angioplastiche coronariche presso l'ospedale dell'Annunziata, per metterlo in grado di funzionare autonomamente, senza la necessità di ricorrere a quegli apporti esterni, che rendevano l'Annunziata tributaria di altri presidi sanitari. Il primo atto ufficiale di questo ammodernamento risale all'8 aprile. Data in cui il direttore generale ha indetto un concorso pubblico per la selezione di 5 cardiochirughi, per il quale ha chiesto l'autorizzazione regionale, per realizzare compiutamente le procedure di interventistica di angioplastica coronarica in elezione ed in emergenza.

MEDIATAG RICERCA SU COSENZA Per il lancio di nuovi prodotti editoriali su Cosenza e provincia selezioniamo

AGENTI PUBBLICITARI (ambosessi) per la seguenti zone:

Cosenza città, Cosenza area Jonio, Cosenza area Tirreno Inviare dettaglio curriculum a info@mediatag.it. Trattamento economico di sicuro interesse.

• • •

Costituirà titolo preferenziale possedere una laurea in marketing, scienze delle comunicazioni o relazioni sociali. L’anticipo provvigionale sarà in grado di soddisfare le candidature più qualificate. Inquadramento Enasarco

Per un appuntamento selettivo gli interessati possono inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica:.......................................................... info@mediatag.it oppure al numero di fax: ............................................................................................. 0961.903421 o per posta indirizzata a: ..... MEDIATAG SPA - Loc. Serramonda 88040 Marcellinara (Cz) I dati contenuti nel curriculum verranno trattati esclusivamente ai fini della selezione del personale. La presente ricerca è estesa a persone di entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 25

COSENZA CITTÀ COSENZA — I comuni di Cosenza

e Rende hanno deciso di servirsi nuovamente alla società di gestione del Consorzio Valle Crati il servizio di raccolta dei rifiuti solidi. Hanno, infatti, provveduto a revocare le delibere con le quali lo avevano affidato alla Calabria Maceri, che doveva provvedere direttamente utilizzando lo stesso personale già adibito a queste funzioni nella società. L'auspicio è che la Valle Crati è ora nelle condizioni di poter garantire il servizio, poiché il presidente Casciaro ha assicurato di aver provveduto a rimettere in funzione tutti i mezzi della società ed inoltre è nelle condizioni oggi di poter pagare le competenze del personale. Il primo maggio, pertanto, si ritorna alla normalizzazione, ma vi sono molte perplessità che si riesca a garantire le strade dell'area urbana ritornino pulite, rimuovendo i cumuli di rifiuti maleodoranti. Eraldo Rizzuti, Assessore del Comune di Rende, fa presente che è stato fatto ogni sforzo per evitare che mantenere l'elevato standard cui i cittadini rendesi sono abituati. Fa presente che non si è abbassato la guardia neanche per la raccolta differenziata, che è stata pari al 16% a gennaio di quest'anno e del 30% a febbraio, nonostante le note difficoltà in cui si sono ritrovati ad operare. Ma è tutto il ciclo dei rifiuti che non funziona in attesa della creazione degli Ato, che dovrebbero diventare operativi nel 2011. Nel frattempo il sistema sta scoppiando, poiché le discariche sono al limite e l'inceneritore non funziona. Lo stato di precarietà e di provvisorietà impedisce di trovare soluzioni alternative. La partita dei rifiuti è tutta da giocare nell’augurio che non si giochi, così come è stato, sui sacchetti della gente. Troppi, e troppo spesso, per strada. Oreste Parise

Vallecrati il primo maggio riprende con regolarità l’attività di raccolta ma non guarda al futuro

Rifiuti, si vive alla giornata Manca ancora una programmazione aziendale razionale Anziano di Lattarico trovato bruciato nel suo letto

Muore carbonizzato COSENZA — Un uomo di 88 anni, Vincenzo Gentile, pensionato, è morto ieri notte nell'incendio sviluppatosi per cause accidentali, nella sua abitazione di Lattarico, nella presila cosentina. Misteriose le cause che hanno provocato l’incendio del suo letto. L'uomo viveva infatti da solo in condizioni di indigenza. L'episodio è avvenuto in via Chiatre n. 26, all'interno della camera da letto dell'anziano, deceduto mentre dormiva. Al momento dell'intervento dei Vigili del Fuoco di Cosenza le fiamme si

Mezzi della Vallecrati in azione

Confindustria Cosenza per i terremotati Anche Confindustria Cosenza si sta mobilitando per la raccolta di aiuti in favore delle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo. Il Presidente Renato Pastore esprime "a nome di tutti i colleghi imprenditori associati a Confindustria Cosenza i sensi di vicinanza e di sentita solidarietà a chi è stato colpito negli affetti più cari, a chi non ha più una casa o la propria attività, a chi si sente smarrito ed impaurito nel profondo". In una lettera inviata agli appartenenti all'organizzazione provinciale di Confindustria il Presidente Pastore invita gli imprenditori a convogliare gli sforzi, utilizzando le modalità indicate dal Presidente di Confindustria Abruzzo Calogero Riccardo Marrollo e dal Presidente Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori Abruzzo Fabio Spinosa Pingue. Nel concreto si tratta di donazioni di fondi da versare su un conto corrente specifico intestato e gestito da Confindustria Abruzzo e di una raccolta di viveri da convogliare presso un centro della Protezione Civile a Sulmona, a cui possono partecipare i titolari delle aziende alimentari che volessero donare acqua, pasta, latte, pelati, biscotti, alimenti per bambini ed olio.

erano auto estinte ovviamente provocando il dramma. Il sopralluogo da parte dei carabineiri della stazione non ha evidenziato segni di effrazione o mancanza di denaro ed altri oggetti. La salma posta è stata posta a disposizione della magistratura. Il caso rimane comunque “sospeso” perché l’uomo per quanto vivesse in condizioni difficili e in solitudine non viene descritto dai conoscenti capace di congegnare un suicidio dai contorni così clamorosi.

Delegazione del Comune ricevuta da Giorgio Napolitano COSENZA — Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto al Quirinale, in occasione del venticinquennale della Fondazione Napoli '99, una delegazione - guidata dalla presidente Mirella Barracco - di rappresentanti dei Comuni ed esponenti del mondo scolastico e della cultura che animano la Rete Nazionale "La scuola adotta un monumento", riconosciuto come progetto pilota europeo per l'educazione

permanente al rispetto del patrimonio storico-artistico e ambientale. Un impegno avviato dalla Fondazione nel 1993 con la prima cerimonia di affido di monumenti del capoluogo partenopeo alla quale Giorgio Napolitano aveva partecipato, allora nel ruolo di Presidente delle Camera dei Deputati. Il Comune di Cosenza ha prodotto anche interessanti materiali documentari tra cui una guida e un CD rom.

Entra prepotentemente in campagna elettorale il rischio sismico Ricerche botaniche di alto livello nel centro sperimentale

Non solo spreco Ora tutti si ricordano Anche l’Arssa produce del centro storico desolato È auspicabile un centro regionale floristico COSENZA — Le elezioni rinfrescano la memoria. Nello specifico, sul centro storico per tanti altri versi agonizzante. Ci si ricorda proprio ora, nel momento in cui si compete per un ente come la Provincia, privo di grossi poteri ma con consistenti possibilità di spesa, che il centro storico cosentino è una zona ad alto rischio idrogeologico. Ed ecco che il sindaco Perugini raccoglie l'allarme lanciato da Giovanna Tartoni, presidente della I circoscrizione: "Le preoccupazioni manifestate dalla presidente, Giovanna Tartoni, in relazione al centro storico della nostra città -si legge in una nota- sono anche della Giunta Municipale. Lo prova la tempestiva richiesta formulata proprio nei giorni scorsi alla Regione Calabria di un intervento straordinario di 30 milioni di euro per la realizzazione a breve termine di opere di salvaguardia del patrimonio edilizio e della struttura urbana a più alta criticità". Ci si accorge di quello che, in buona misura era già evidente. Cioè del fatto che "I danni provocati nella parte antica della città e nelle zone collinari dal maltempo che dallo scorso mese di novembre ha imperversato sulla Calabria sono stati notevoli, aggravando il degrado edilizio e ambientale che da molti anni è diventato più evidente". Insomma, Cosenza è a rischio come L'Aquila, se non di più, visto che a far danni è bastata qualche mesata di maltempo. Dell'ipotesi

Il centro storico di Cosenza

sismica si è preoccupato Pino Gentile, lo sfidante di Oliverio al match delle provinciali, il quale ha espresso pure l'ipotesi d'intervento del centrodestra. "Un piano straordinario per i centri storici della provincia di Cosenza: è quello che vareremo e coordineremo, utilizzando sia le opportunità della legge sulla casa, sia i fondi comunitari e la legge urbanistica regionale che prevede, di fatto, la possibilità di "rottamare" il brutto". Estetica e sicurezza: "La nostra provincia, iniziando dal capoluogo - afferma Gentile - presenta centri storici di importanza straordinaria sul piano culturale e sociale, alcuni dei quali hanno avuto e conosciuto una rivitalizzazione

importante ( mi riferisco, per esempio a Rende o ad Altomonte, tanto per fare degli esempi), mentre la gran parte sono, purtroppo, abbandonati all'incuria. In molti centri storici ci sono abitazioni dirupate e di scarso valore che andrebbero abbattute -prosegue Gentile- e c'è la necessità di prevedere un consolidamento strutturale. Il piano casa che il governo Berlusconi ha varato, attualmente all'attenzione del Parlamento andrebbe ad incentivare i proprietari delle abitazioni ad interventi edilizi che, nella fattispecie, sarebbero chiaramente vincolati dall'importanza dei luoghi". A quest'ipotesi, il candidato del centrodestra aggiunge quella di una partnership tra enti pubblici (ad es. l'Aterp) e soggetti privati (banche incluse) con la benedizione dei fondi comunitari. Di certo c’è che l’ipotesi di una tragedia sul modello abbruzzese moltiplicherebbe i danni. Era ora, perciò, che ci si accorgesse del degrado di abitazioni e strutture. Meno male che ci sono le elezioni. Altrimenti alcune cose, di cui si accorge il più sprovveduto dei cittadini, sarebbero sfuggite all’attenzione degli amministratori. L’impegno è stato preso con una certa solennità. Ora non resta che attendere quel che accadrà dopo il 9 giugno. Con una raccomandazione: i terremoti non aspettano nessuno. s.p.

COSENZA — Tra le attività ignora-

te dell'Arssa, che pure ci sono ed è bene precisarlo una volta per tutte, vi è la realizzazione di indagini sulla flora e sulla vegetazione, curate da Giovanni Maiorca, un botanico di gran valore che ha al suo attivo svariate pubblicazioni dei risultati delle sue ricerche in varie riviste internazionali. Esse costituiscono un mezzo insostituibile per adeguare gli interventi agronomici con le esigenze di rispetto e conservazione dell’ambiente naturale, imposte dalla Comunità Europea, alle quali hanno fatto seguito numerose iniziative in campo nazionale, come Natura 2000 e BioItaly. In questa attività ha coinvolti una équipe di dipenenti che si occupano della realizzazione di accurati rilevamenti cartografici. Il programma BioItaly, nello specifico, ha individuato in Calabria 179 Siti di Importanza Comunitaria, molti dei quali interessano aree che si estendono per pochi ettari a stretto contatto con le superfici agricole. E’ evidente che, nel medio-lungo periodo, si potrebbe verificare una loro progressiva alterazione per effetto della pressione antropica. E’ evidente che, nel medio-lungo periodo, si potrebbe verificare una loro progressiva alterazione per effetto della pressione antropica. Lo stesso discorso vale per le Riserve, i Parchi Naturali e persino per alcune aree situate nei tre Parchi

Nazionali calabresi. Al fine di supportare la corretta programmazione di interventi volti alla conservazione dell’ambiente, l’Arssa in collaborazione con le sedi universitarie calabresi, ha avviato una serie di indagini floristiche e fitosociologiche su aree di notevole interesse regionale, monitorando complessivamente una superficie pari a circa 11.000 ettari. Alla luce di queste continue ricerche, sarebbe auspicabile la costituzione di un Centro Regionale per le Indagini Floristiche e Fitosociologiche, per sintonizzare l’attività programmata dall’Arssa con le iniziative condotte sul territorio dal Museo di Storia Naturale ed Orto Botanico dell’Università della Calabria, e dall’Università di Reggio Calabria, strutture ampiamente coinvolte nei programmi di censimento floristico e fitosociologico fin ora attuati nella regione. Attualmente sono state realizzate la Carta della Vegetazione di Monte Mancuso, la Carta della Vegetazione della Riserva Naturale Regionale Foce del Fiume Crati e la Carta della Vegetazione Reale del Bosco di Rudina, mentre è in corso di realizzazione la Carta della Vegetazione della Riserva Regionale del lago di Tarsia, che sarà completata per la fine dell’anno 2009. O.P


26 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

IONIO COSENTINO CORIGLIANO Il candidato a sindaco del centrosinistra, Algieri, sta cercando di chiudere un accordo con gli istituti bancari del territorio

Le proposte del Pd per piccole e medie imprese Tre milioni di euro a tasso zero per consentire l’apertura di attività produttive in città e nel centro storico CORIGLIANO — Prosegue il tour del

candidato a Sindaco della città di Corigliano Calabro per la coalizione di Centrosinistra, Aldo Algieri, tra enti privati, aziende, imprese, associazioni di categoria ed istituti bancari del territorio. È in corso un accordo tra questi soggetti con gli attori principali, che saranno alcuni istituti bancari della provincia di Cosenza, dove gli stessi metteranno a disposizione 3 milioni di euro a tasso zero per consentire l’apertura di piccole attività produttive (artigianato, turismo, generi alimentari, commercio ed altro) da parte di giovani che intendono intraprendere attività commerciali prevalentemente nel centro storico nonché nel resto della città. L’iniziativa sarà rivolta a tutti coloro che sono in possesso dei requisiti per poter avere accesso al credito. I costi del tasso d’interesse saranno ripartiti tra tutti i soggetti che il candidato coinvolgerà nel progetto. Le somme saranno così ripartite: 1 milione e 500 mila euro destinati al centro storico di Corigliano; 750 mila euro per la frazione di Schiavonea; 750 mila euro per le altre zone del territorio comunale. I costi, considerato il tasso d’interesse che oggi è bassissimo (Euribord 3 mesi), sono davvero esigui. Tutto ciò servirà a rilanciare in parte la micro-impresa e a dare la possibilità ai giovani di investire nel commercio e nel settore delle attività produttive. Il prestito sarà re-

Aldo Algieri

stituito in 5 anni senza interessi per un massimo di 60 mila euro. “Questa è una delle tante iniziative – spiega il candidato a Sindaco per lo schieramento di Centrosinistra, avv. Aldo Algieri – da me portate avanti a costi davvero esigui. Non ci vogliono, infatti, soltanto risorse finanziarie per affrontare le problematiche della città, ma idee, progetti, innovazione, ma soprattutto è necessario fare rete. La nostra città deve uscire dall’isolamento sociale, economico, ma soprattutto dall’isolamento della credibilità e dei rapporti con enti pubblici e privati”.

Ordigno esplosivo su un’auto Paura intimidazione a Rossano ROSSANO – Allarme bomba ieri

mattina nel centro di Rossano. La presenza di un pacco sospetto sull'auto di un tabaccaio ha fatto scattare l’emergenza. Dopo i primi, comprensibili minuti di panico, la zona è stata transennata. Le forze dell'ordine assieme ai vigili del fuoco, immediatamente accorsi sul posto, hanno messo in sicurezza l’intero quartiere. Sono stati momenti di altissima tensione, perché si temeva un atto intimidatorio. Pochi erano i dubbi, per gli investigatori, che quel pacco collocato sulla macchina fosse un ordigno esplo-

sivo. Il proprietario della vettura è titolare della tabaccheria nella quale nel dicembre scorso furono vinti 49 milioni di euro con una giocata al superenalotto. Il pacco, secondo quanto accertato, conteneva polvere pirica. Sul caso indagano i poliziotti dl Commissariato cittadino. La fortunata combinazione (8-9-17-33-80-86) frutto di un sistema a caratura, aveva permesso agli otto fortunati non solo di centrare il 6 ma di imbeccare pure il numero superstar aggiungendo ai 45 milioni del jackpot altri 2 milioni di euro.

IN BREVE ROSSANO - Iniziative a favore dei terremotati Anche la Città di Rossano ha preso e sta prendendo concrete iniziative di solidarietà e di aiuto verso i terremotati che si aggiungeranno a quelle spontaneamente prese dai singoli cittadini. Nella Giunta tenutasi mercoledì scorso tutti gli amministratori hanno deciso di devolvere la metà della propria indennità di carica del mese di aprile a favore dei terremotati. Anche i Dirigenti del Comune hanno espresso al Sindaco l’intendimento di versare un contributo pro terremotati a valere sulla retribuzione di risultato. Nella serata di domani, sabato 11 aprile, in collaborazione con alcune associazioni giovanili si organizzerà in piazza Le Fosse, una manifestazione con intrattenimenti musicali, ludici e con vendita di prodotti tipici e artigianali. In tale contesto si solleciterà la cittadinanza a contribuire economicamente per la ricostruzione delle zone distrutte dal terremoto. Sarà pure presente personale della Protezione Civile e della Croce Rossa. ROSSANO - Messa in sicurezza la strada per Celadi-Paludi Utilizzando il lavoro specializzato di rocciatori, mezzi meccanici ed altre maestranze specializzate, è stato messo in sicurezza tutta la zona sovrastante il tratto di strada Rossano Scalo –Celadi - Paludi e si è proceduto al contestuale allargamento di una parte della sede viaria in corrispondenza di una curva stretta e cieca. Termina dopo circa due mesi dalla ordinanza di chiusura della strada provinciale di Celadi, un capitolo che ha recato agli utenti, che hanno dovuto utilizzare lunghi percorsi alternativi, numerosi disagi. Tuttavia i lavori, eseguiti in brevissimo tempo, nonostante la loro particolarità e la loro complessità, si sono resi necessari per evitare il pericolo che incombeva dalle rocce e dal terreno sovrastante alla sede viaria. Nonostante la esclusiva competenza della Provincia i cui uffici avevano emesso l’ordinanza sopra richiamata, l’Amministrazione Comunale e il Sindaco Filareto, si sono prodigati affinché i lavori si svolgessero nel più breve tempo possibile e nel modo migliore, cosa che in effetti è avvenuta, restituendo alla libera circolazione veicolare dei cittadini una strada resa sicura e migliorata nella sua percorribilità.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 27

TIRRENO COSENTINO TIRRENO Protocollo d’intesa sigliato tra Fuscaldo, Sangineto e la direzione regionale delle entrate

Lotta all’evasione, accordo tra Comuni TIRRENO — La Direzione Regionale delle Entrate della Calabria e i Comuni di Fuscaldo e di Sangineto hanno siglato il protocollo d’intesa per la lotta all’evasione fiscale. L’accordo è finalizzato alla collaborazione dei Comuni all’attività di accertamento svolta dall’Agenzia delle Entrate attraverso uno scambio strutturato di informazioni. Tutte le segnalazioni qualificate effettuate dal Comune e che contribuiranno al buon esito di un accertamento fiscale determineranno, per il Comune stesso, un introito

pari al 30% delle somme recuperate a titolo definitivo. I settori interessati all’attività di accertamento sono: il commercio e le professioni, l’urbanistica e il territorio, la proprietà edilizia e il patrimonio immobiliare, le residenze fittizie all’estero e la disponibilità di beni e servizi di rilevante valore indicativi di capacità contributiva. Le segnalazioni dei Comuni riguarderanno prioritariamente: fenomeni evasivi, con particolare riguardo all’economia

sommersa e all’utilizzo del patrimonio immobiliare in evasione delle relative imposte; situazioni relative a soggetti che fittiziamente hanno trasferito la residenza all’estero negli territori considerati a fiscalità privilegiata; segnalazioni dirette al controllo dei fabbricati locali; plusvalenze da cessioni di aree edificabili e fabbricati. I dati raccolti verranno trasmessi, attraverso il sistema Siatel, nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

IN BREVE PAOLA - Vandali in azione. incendiati tubi in una scuola Mercoledì sera intorno alle 22.45 ignoti si sono introdotti, attraverso una porta in legno, all'interno di un magazzino della scuola media di San Lucido e hanno dato fuoco ad alcuni tubi in plastica. Sembrerebbe che i danni ammontano a circa 1000 euro. Sul posto sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Paola che hanno impiegato circa due ore per le operazioni di spegnimento delle fiamme. I carabinieri della compagnia di Paola hanno avviato le indagini per risalire all'autore dell'increscioso atto vandalico. SCALEA - Cittadinanza onoraria al prof. Familiari L’Amministrazione comunale ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria al Professore Guido Familiari, medico chirurgo al Fatebenefratelli. La cerimonia è stata fissata per domani, sabato 11 aprile, alle ore 17.30, nella sala polifunzionale del Comune di Scalea. «Il professor Guido Familiari – ha dichiarato il sindaco Mario Russo - è un grande uomo di Scienza, sempre disponibile con gli ammalati”.

TIRRENO Si è discusso del sistema da proporre sul territorio costiero nell’incontro organizzato tra i sedici comuni del comprensorio

Il turismo riparte dall’ente montano Un “sistema di sviluppo” che dovrà garantire la fruibilità delle bellezze del Tirreno Cosentino VERBICARO – Un protocollo d’intesa per la costituzione del sistema turistico locale alto tirreno calabrese. La comunità montana dell’alto tirreno cosentino e i sedici Comuni del comprensorio da Tortora a Sangineto si sono impegnati a promuovere il “Sistema di sviluppo turistico dell’Alto Tirreno Cosentino” le cui finalità sono quelle di organizzare, al fine della valorizzazione, le risorse turistiche locali, mediante la rilevazione delle caratteristiche omogenee e l’integrazione di quelle complementari al fine di evidenziare il quadro sociale, economico, storico, di vita, di ambiente e di ospitalità complessivo. E’ necessario favorire la nascita di uno Sportello Generale del Turismo volto a garantire una nuova fruibilità del territorio, procedendo ad una semplificazione amministrativa rivolta a tutti i soggetti coinvolti che operano in campo turistico. Elaborare un Piano di marketing territoriale, che vada a creare un marchio d’Area su cui andrà a poggiare il nuovo Stl, che si occuperà non solo di promozione ma anche di creazione di prodotti turistici. Valorizzare la rete di beni culturali, degli ambiti fluviali, del patrimonio boschivo e del patrimonio climatico, di quello gastronomico con gli itinerari tematici. Valorizzare gli aspetti estrinseci correlati al turismo quali eventi, qualità e au-

VERBICARO I riti della Settimana Santa rivivono nelle tradizioni

La Passione nei “Vattenti”

Tratto di costa tirrenica

mento della ricettività, istituzione di un club di prodotto, ed altro. Migliorare il sistema interno dei trasporti e dei principali collegamenti esterni all’Area. Armonizzare i regolamenti interni alle Pubbliche Amministrazioni in materia di tutela ambientale, igiene, rifiuti, sistemazione fiumare, aree rurali storiche, valorizzazione e gestione dei centri storici, riqualificazione di quartieri caratterizzati dalle seconde case. Tutela dei singoli soggetti che accedono ai servizi turistici anche attraverso l’informazione e la formazione professionale degli addetti. Sostenere l’uso strategico

degli spazi rurali e delle economie marginali e tipiche in chiave turistica nel contesto di uno sviluppo rurale integrato e della vocazione territoriale. Promuovere la ricerca, i sistemi informativi, la documentazione e la conoscenza del fenomeno turistico, mantenendo rapporti stabili con i dipartimenti delle università calabresi che si occupano del settore. Promuovere, infine, l’immagine turistica nazionale sui mercati mondiali, valorizzando le risorse e le caratteristiche dei diversi ambiti territoriali. Emilia Manco

TORTORA L’ex sindaco e candidato Pdl alle provinciali analizza lo stato del suo comune

Lamboglia: «Amministrazione incapace» TORTORA - L'ex sindaco di Tortora

Pasquale Lamboglia, in occasione della sua candidatura alle prossime elezioni provinciali tra le fila de “I Moderati”, lista vicina al candidato alla presidenza della provincia Pino Gentile, ha illustrato con particolare attenzione le problematiche ataviche che pendono sul comprensorio. «Spesso e volentieri abbiamo pagato in termini d'attenzione la nostra condizione periferica. Problemi annosi quali il mal funzionamento dei depuratori locali o l'erosione costante delle nostre coste sono stati trattati con superficialità, e la causa è semplice. La provincia di Cosenza è la più popolosa, ciò provoca un rallentamento dell'apparato burocratico che non riesce a rispondere in tempi brevi alle esigenze reali di ciascun comune. Solo uno snellimento che produca anche un passaggio di poteri dalla provincia agli enti comunali potrà riequilibrare la situazione. Su questa

Pasquale Lamboglia

priorità la posizione del Pdl è stata chiara». Lamboglia critica aspramente anche l'attuale amministrazione tortorese, giustapponendola alla sua. «Un'amministrazione funziona solo se al suo interno ci sono uomini capaci. Per quasi otto anni Tortora ha avuto

una giunta che ha lavorato bene, toccando ogni problematica. Oggi, invece, assistiamo al contrario. La scarsa coesione interna e l'incapacità di portare a termine anche il più blando dei progetti ha gettato Tortora nella totale apatia. I danni che sono stati provocati da questa amministrazione graveranno per anni sulla comunità. Le risorse lasciate precedentemente sono state sperperate, per non parlare dei nuovi ammanchi che si sono generati. Chi vincerà le prossime elezioni comunali dovrà ripartire da zero e per almeno due anni sarà bloccato in ogni sua iniziativa. A conferma di quanto espresso, basta portare due esempi, il ripascimento dell'arenile che è stato rimandato di anno in anno e che ancora non vede la parola fine; il problema della depurazione che vive in balia di due opzioni: o ampliare il nostro depuratore o usare quello della vicina Praia». Martino Ciano

VERBICARO - I Riti della Settimana Santa. Verbicaro conserva ancora oggi intatte, usanze, costumi, tradizioni, feste, che ci riportano molto indietro negli anni. Per il giovedì santo, resiste al tempo, la stessa tradizione dei “battenti” che, fra religiosità e paganesimo, si autoflagellano, precedendo la processione della Passione di Cristo. Sono uomini vestiti di rosso che portano sul capo un fazzoletto dello stesso colore e con “u cardiddu”, un pezzo di sughero in cui sono conficcate delle schegge di vetro, si percuotono le gambe fino a farle sanguinare. Nella notte compiono, per tre volte, lo stesso giro che percorre la processione, fermandosi davanti a tutte le chiese che incontrano. Alla fine si lavano nella fontana vecchia del paese. Probabilmente tale tradizione muove le sue origini dalle antiche confraternite del medioevo, ma i “battenti” di oggi si flagellano per devozione alla Madonna Addolorata e per la morte di Cristo. Caratteristica è anche la processione figurativa e drammatica del venerdì santo. Questa tradizione si ripete fin dal 1751 an-

Momenti della Passione a Verbicaro

che se le statue dei misteri vennero acquistate negli anni che seguirono. La processione che ha inizio prima dell’alba, alle ore 3.00, è ispirata alla Via Crucis e alla Passione di Gesù, si tratta di una vera e propria rappresentazione in costume del corteo che accompagnò Gesù fino al luogo della sua crocifissione. Lungo il percorso alcuni fanciulli, vestiti da angeli, recitano dei versi che rievocano la Passione e preannunciano la Resurrezione. emi.man.

Scalea, I Verdi: Russo deve dire grazie al centrosinistra SCALEA — Il leader dei Verdi del

tirreno, Palmiro Manco, non nasconde toni di durezza nei confronti del sindaco di Scalea, Mario Russo, colpevole, a suo dire, di una dichiarazione sfrontata nei confronti del Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero e di tutto il centrosinistra. “L'altro ieri, - ha affermato in una nota stampa il portavoce dei Verdi, - il sindaco di Scalea, con l'affermazione poco garbata e di basso profilo culturale contro il presidente Loiero, ha dimostrato di non mostrare gratitudine nei confronti dello stesso governatore della Calabria, svilendo ignobilmente tutte le attenzioni avute dagli esponenti di centrosinistra che si sono prodigati, in questi anni, per ottenere risorse comunitarie per il bene della collettività cittadina. L'azione di critica verso

il centrosinistra - ha aggiunto Palmiro Manco - e verso il Presidente Loiero nei fatti si smentisce da sola, proprio perché ieri lo stesso Sindaco di Scalea, ha firmato una convezione con l'assessorato ai lavori pubblici della Regione Calabria che concede alla nostra cittadina un finanziamento di 1.500.000 di Euro, per la rete idrica e fognaria”. Entrando nel merito si pala di rete idrica e fognaria, dei 480.000 euro per la “realizzazione di una bretella stradale”, altri centinaia di euro per la Raccolta Differenziata “Porta a Porta”, non ultimo, per ricordarlo come esempio, la Provincia di Cosenza ha donato un pulmino scolastico. Questo dimostra che la politica del centrosinistra in Calabria è vicina alla comunità ed ai cittadini e non dettata da politiche di partito”.


30 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

CROTONE TERREMOTO IN ABRUZZO Donne e uomini delle Misericordie calabresi in prima linea nel piccolo borgo della regione disastrata

Solidarietà al campo di Montereale Sono circa mille le tende montate dai volontari per le famiglie rimaste senza tetto ISOLA CAPO RIZZUTO — Dalla

provincia di Crotone è partita la carovana della solidarietà calabrese per i terremotati di Abruzzo. Molti degli sfollati sistemati nei vari campi di emergenza, sono stati trasferiti in mattinata a Montereale, il piccolo borgo in cui operano da due giorni i volontari delle Misericordie Calabresi (Isola Capo Rizzuto, Cosenza, Gioiosa Ionica, Trebisacce e Melito di Porto Salvo) partiti la notte tra lunedì e martedì scorso da Isola Capo Rizzuto, come Colonna mobile regionale di protezione civile delle Misericordie Calabresi. Sono in prevalenza donne, bambini, anziani, gli ospiti del campo gestito dai volontari calabresi che allo stato attuale sarebbe stato individuato come uno dei più sicuri della zona. Sono circa 1.000 i posti che possono ospitare nelle tende montate dai volontari le famiglie rimaste senza abitazioni e altrettanti i pasti caldi che i terremotati ricevono a colazione, pranzo e cena, grazie alla cucina da campo della Misericordia di Isola. Inoltre ci sono i tanti volontari che prendono parte alle operazioni di soccorso e che 24 ore su 24 vigilano e sostengono i tanti senza tetto abruzzesi. A rotazione gli ospiti della tendopoli usufruiscono del tendone ristorante che ha una capienza di circa 400 posti a sedere. Costante al fianco dei volontari, la presenza del sindaco di Montereale, Lucia Pandolfi, che presta la sua opera di sostegno all’interno della struttura e in particolare l’assistenza ai bambini, che trascorrono le loro giornate nella ludoCROTONE — Il sindaco di Crotone, Peppino Vallone ha scritto al presidente dell'Anci regionale, Salvatore Perugini, sull'emergenza derivante dagli eventi sismici che hanno colpito i comuni abruzzesi. Vallone, nell'associarsi alla richiesta di disponibilità dei comuni calabresi a sostegno delle popolazioni lanciata dal presidente Perugini, ha invitato l'Anci a farsi promotrice di una sottoscrizione per i terremotati che coinvolga tutti i comuni calabresi. Il sindaco nella nota inviata a Perugini scrive che «in queste ore, nelle quali continuano a scorrere sotto i nostri occhi le terribili im-

Ventitreenne beccato dalla Mobile con trecento grammi di cocaina CROTONE — Gli agenti della

Il campo di Montereale. Sotto: il sindaco Pandolfi con uno dei volontari.

squadra Mobile di Crotone hanno arrestato Giuseppe Passalacqua, 23 anni, residente nel quartiere dei nomadi di via Acquabona, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato bloccato nella tarda serata dell’altroieri al termine di un rocambolesco inseguimento lungo la strada statale 106 iniziato in territorio di Crotone e terminato a Sellia Marina (Cz).

Passalacqua era a bordo di una moto Suzuki di grossa cilindrata proveniente dal sud quando all'altezza della frazione Steccato di Cutro ha notato un posto di controllo della Polizia ed ha invertito la marcia. Durante l'inseguimento, terminato in località Calabricata, in provincia di Catanzaro, il giovane si era disfatto di un involucro poi recuperato, nel quale c’erano 300 grammi di cocaina di ottima qualità.

Sanità, aggiudicata la gara per gli arredi dell’ospedale CROTONE — La direzione generale

dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone comunica, in una nota, l’avvenuta aggiudicazione degli arredi per il presidio ospedaliero di crotone. Con tale provvedimento - si legge nel comunicato - è stato raggiunto un importante traguardo su cui la direzione aveva fortemente puntato fin dal suo insediamento». Pertanto la direzione «è lieta di comunicare alla cittadinanza della provincia di Crotone che presto sateca improvvisata per l’occasione con giocattoli, colori e pennarelli. All’interno del campo, oltre alla tendopoli e alla zona ristoro con la cucina da campo e il tendone

ristorante, è stata allestita la sala operativa per la gestione dei servizi, dove i bisognosi possono rivolgersi per qualsiasi necessità legata ad informazioni e servizi presenti nel campo.

Il Comune di Crotone offre la somma di 5.000 euro magini del disastroso terremoto, credo che si quanto mai necessario che ogni singola comunità possa dare un segnale di solidarietà ai tanti comuni abruzzesi colpiti dalla tragedia. Il Comune di Crotone ha disposto la sottoscrizione di una somma che mettiamo nella disponibilità dell'Anci Calabria». «Il mio invito - continua Vallone è che questa sottoscrizione, attraverso l'associazione, possa essere estesa

agli oltre quattrocento comuni calabresi. Ritengo conclude nella nota Vallone - che possa essere un sentito segnale di vicinanza e di solidarietà che proviene dai calabresi nei confronti dei fratelli abruzzesi che sono stati coinvolti in questa immane tragedia». Il Comune di Crotone ha disposto la sottoscrizione della somma di 5.000 euro che sarà messa nella disponibilità dell’Anci Calabria.

ranno forniti, a tutti i reparti di degenza del nostro ospedale, compreso quello pediatrico, gli arredi relativi alla accoglienza alberghiera». «Lo sforzo profuso e l’attenzione prestata non solo all’aspetto sanitario ma anche al confort del paziente è - dichiara il direttore generale Domenico Scuteri - una ulteriore dimostrazione dell’interesse che questa direzione ha nei confronti del miglioramento complessivo della sanità crotonese».

Parco della Sila, eletti cinque del Consiglio direttivo Nel pomeriggio dell’8 aprile si è riunita la Comunità del Parco della Sila per eleggere i cinque componenti che faranno parte del Consiglio Direttivo, che potrà quindi essere definitivamente nominato. Ha preso la parola l’On. Mario Oliverio, dando inizio ad un lungo dibattito al cui termine sono stati individuati, quali possibili membri da eleggere, per le provincie di Catanzaro e di Crotone, rispettivamente i Presidenti delle stesse, l’On. Wanda Ferro e l’On. Sergio Iritale, e per l’area cosentina, tenuto conto del vasto territorio interessato, lo stesso On. Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza, il Presidente della Comunità Montana Silana, l’Avv. Giuseppe Cipparrone ed il Sindaco di Longobucco, Luigi Stasi. L’esito della votazione ha visto l’elezione degli Onorevoli Mario Oliverio, Sergio Iritale e Wanda Ferro, dell’Avv. Giuseppe Cipparrone e del Sindaco di Longobucco, Luigi Stasi. Il futuro Consiglio Direttivo, che sarà presieduto dal Presidente del Parco, la Prof. ssa Sonia Ferrari, e composto, oltre che dai cinque membri designati dalla Comunità del Parco, dai sette nominati dagli altri organi competenti, si configura come organo vitale per l’Ente Parco Nazionale della Sila, avendo, fra i vari compiti, anche quello di determinare l’indirizzo programmatico del Parco e di definire tutti gli obiettivi da perseguire, nel rispetto dei principi di buon andamento, imparzialità e legalità, nonché dei criteri di economicità, efficacia e pubblicità. Con l’assunzione di quindici figure professionali, inserite di recente all’interno dell’organico dell’Ente, la redazione del Piano del Parco e l’elezione del Consiglio Direttivo, si può finalmente dichiarare che l’Ente Parco Nazionale della Sila è ora davvero pronto per spiccare il volo.


32 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

VIBO VALENTIA E PROVINCIA CASO FEDERICA La testimonianza di un elettricista ieri al processo per il decesso della sedicenne avvenuto dopo un intervento di appendicectomia

“Nessun medico in sala operatoria” «Tornato in ospedale, dopo la riattivazione dell’elettricità vidi solo due infermieri» VIBO VALENTIA — Federica Mon-

teleone, la ragazza di sedici anni morta nel gennaio del 2007 a seguito di un intervento per appendicectomia eseguito nell’ospedale di Vibo Valentia, non era intubata e nella sala operatoria non c’era nessun medico ma solo due infermieri. Il particolare è stato raccontato dall'elettricista Luciano Pirozzi sentito ieri nel processo in corso dinanzi ai giudici del tribunale di Vibo Valentia che vede imputate nove persone accusate a vario titolo di omicidio colposo, falso e istigazione alla corruzione. Pirozzi ha raccontato che il giorno dell’intervento chirurgico rientrò in ospedale casualmente

Federica Monteleone

Bevilacqua difende la Confindustria

“Sammarco è sceso di livello” Franco Bevilacqua, senatore vibonese del PdL, interviene nel dibattito politico cittadino, con un giudizio decisamente negativo sull’operato della giunta guidata dal sindaco Franco Sammarco partendo da una condanna diretta a proposito dello scontro avuto con la Confindustria vibonese: «Non può un sindaco scendere di livello - afferma - e poi, attaccare una categoria, come quella degli imprenditori che in questo territorio operano in condizioni di precarietà e di pericoli personali, mi pare un brutto autogol!». Quindi il giudizio negativo sulle attività della giunta: «D’altronde - esclama - è il giudizio che dà lo stesso centrosinistra all’interno delle varie anime che esistono nel Pd. Mi pare siano loro stessi a dare un giudizio negativo su questo sindaco. La crisi al Comune ormai è sotto gli occhi di tutti. E, alla Provincia, non mi pare che si navighi in acque più serene!». «Il risultato poi - prosegue il senatore del PdL - si vede nella città. Credo si avverta questa condizione frutto di una serie di inadempienze che fanno vivere in grande difficoltà tutta la comunità vibonese. E poi, all’interno del maggiore partito del centrosinistra a Vibo Valentia si è in un momento politico carico di distinguo, di spaccature e che dà l’idea di un partito che sembra anche essere sull’orlo della scissione. Sintomatico il passaggio del consigliere Bruno Greco nell’Udc, accompagnato da una dichiarazione secondo la quale il suo sarebbe solo il primo passo di un percorso che sono pronti a fare altri consiglieri. E si dice la stessa cosa a proposito dell’ex presidente della Provincia Ottavio Bruni. Si nota in maniera sin troppo evidente questa situazione di grandissimo disagio che si vive in quel partito». Bevilacqua, poi, dopo aver ragionato su quanto avviene nel Pd vibonese, sposta la sua analisi all’interno del proprio partito: «Il centrodestra dovrebbe essere nelle condizioni non tanto di raccogliere i cocci di questo centrosinistra alla deriva, quanto soprattutto di disegnare un progetto per governare la città». «Per la Provincia - aggiunge - i tempi non sono maturi, anzi speriamo vengano eliminate queste province che sono un spreco di denaro pubblico, visto che ne consumano molto di più rispetto a quelle che sono le sue funzioni reali». Quindi, torna a parlare di quello che gli sta più a cuore: «Per quanto riguarda il Comune, comunque, noi siamo pronti, ci stiamo attrezzando. Certo, mi auguro che sulle ali dell’entusiasmo del dopo congresso, prevalga in tutti anche a Vibo Valentia un po’ di buon senso, prevalga la voglia di lavorare, soprattutto la voglia di disegnare un progetto positivo per questa città». Per concludere: «Non si può continuare a tenerla in questo stato. Chi ama Vibo e noi che ci siamo nati, io che ci sono nato, la amiamo davvero, non può non soffrire di fronte a questo scempio non solo istituzionale, ma anche di degrado urbano che non è più tollerabile». (Ma. Bon.)

e gli venne riferito che c’era stato un problema elettrico nella sala operatoria. Guardando il quadro elettrico si accorse che il contatore era staccato e lui riattivò l’erogazione dell'energia elettrica. Subito dopo si affacciò nella sala operatoria e «vidi che la ragazza era a torso nudo e non era intubata. Nella sala operatoria, inoltre, non c’era nessun medico ma solamente due infermieri». Nel corso dell'udienza di ieri mattina sono stati sentiti altri due elettricisti dell'ospedale di Vibo Valentia che hanno ricostruito la loro attività svolta nel giorno in cui fu operata Federica Monteleone.

Colpi d’arma da fuoco sull’autovettura di un agente della Polizia provinciale VIBO VALENTIA — Alcuni colpi di ar-

ma da fuoco sono stati sparati all’indirizzo di un’autovettura di proprietà di P. P. 54 anni, agente della polizia provinciale di Vibo Valentia. Il fatto è avvenuto l’altroieri sera a Joppolo, il comune sulla costa vibonese dove l'agente risiede. Al momento dell'attentato l'autovettura, una Citroen, era parcheggiata sotto la sua abitazione. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Una settimana davvero di fuoco, quella registrata dalle cronache nel territorio vibonese. Ricordiamo l’attentato al direttore sanitario dell’ospedale di Vibo, Schirripa, e l’intimidazione a danno di un medico di Sant’Onofrio, Gerardo D’Urso, già presidente dell’Ordine dei medici di Vibo Valentia. (f. c.) VIBO VALENTIA — Prosegue il Tour interregionale di un “Un dono per un sorriso”, l’iniziativa benefica organizzata dall’Osservatorio parlamentare europeo e del Consiglio d’Europa in collaborazione con le Istituzioni, le scuole e le parrocchie di diverse località della Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia. Saranno i comuni di Zungri, Tropea e Vibo Valentia, domani, le prossime tappe dell’operazione che, in occasione della imminente Pasqua, vede il Presidente dell’Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa Giuseppe Catapano impegnato a portare in dono regali e uova pasquali ai bambini delle scuole materne, elementari e medie dei centri

Giustizia, il tribunale apre alla via dei dati informatizzati VIBO VALENTIA — L’amministrazione della giustizia tenta di diventare più efficiente investendo 35mila euro. Apparentemente un’inezia: perché i fascicoli della procura e del tribunale di Vibo Valentia, con una sperimentazione che diventerà operativa ai primi di settembre, saranno digitalizzati al 100% in collaborazione con l’università della Calabria attraverso codici informatici open source, ovvero gratuiti ed a sorgente aperta. L’intesa è stata firmata nel corso di un incontro nella prefettura di Reggio Calabria, presenti anche i massimi rappresentanti degli uffici giudiziari di Vibo Valentia, Mario Spagnuolo e Antonio Di Marco. «Anche questo protocollo - ha evidenziato il procuratore capo di Vibo Valentia, Mario Spagnuolo - è la dimostrazione che lo Stato c’è. E si dimostra particolarmente efficace quando pezzi differenti di amministrazioni diverse riescono a fare squadra». Massima attenzione sarà posta alla sicurezza, mediante la previsione di password e riconoscibilità degli accessi telematici: «Ma la forte presenza di hacker non fa aumentare i rischi che questi materiali vengano intercettati o clonati rispetto a quanto accade col cartaceo», ha osservato Roberto Guarasci, docente di Documentazione presso la facoltà di Lettere dell’Unical, partner scientifico dell’intero progetto. «A Vibo Valentia - ha osservato il presidente facente funzioni del Tribu-

nale vibonese Antonio Di Marco esiste comunque già un fascicolo virtuale dei procedimenti penali». Un’iniziativa interessante, certo, ma che non può superare quello che è il problema principale che attanaglia gli uffici giudiziari di Vibo Valentia, che proprio Di Marco e Spagnuolo hanno da tempo denunciato e continuano a fare: la carenza di personale, la carenza di magistrati che diminuiscono giorno dopo giorno procurando problemi seri nella gestione quotidiana della giustizia in questo territorio tra i più complessi in termini di recrudescenza criminale. Sintomatica, in tal senso, la battuta, carica di amara ironia del procuratore di Vibo Valentia, Mario Spagnuolo: «A questo punto la tecnologia c’è tutta, per evitare che la macchina della Giustizia s’inceppi - ha infatti rilevato Spagnuolo - occorrerà pensare a clonare i magistrati!». Maurizio Bonanno

Il capo della Procura Mario Spagnuolo: la tecnologia ora c’è a questo punto bisogna pensare a clonare i magistrati

“Un dono per un sorriso” fa tappa nel Vibonese interessati. «Queste festività Pasquali - sostiene il presidente dell’Osservatorio parlamentare europeo e del Consiglio d’Europa, Giuseppe Catapano - ci invitano a qualche riflessione, a qualche pensiero meno frettoloso, così come siamo presi dal grande correre quotidiano. Un pensiero che negli stessi simboli della Pasqua ci richiama ad alcuni valori essenziali che in questo periodo purtroppo sono a rischio e che noi vogliamo trasmettere ai bam-

bini: la pace, la fratellanza tra i popoli, la solidarietà. Ecco, credo il nostro pensiero in questi giorni debba andare soprattutto a quanti vivono momenti di disagio e di difficoltà nei territori devastati dal sisma in Abruzzo». Questo il programma in Calabria di domani: ore 12.00, Zungri; ore 15.30, Tropea, chiesa dell’Annunziata; ore 18.30, Vibo Valentia, Cattedrale in piazza San Luca. Ma. Bo.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 33

VIBO VALENTIA E PROVINCIA Denunciati dall’Arma due coniugi che vendevano alimenti preparati senza autorizzazione sanitaria in ambienti insalubri

Prodotti caseari spacciati per genuini Nella casa di un pastore nascosti cinquanta grammi di semi di canapa indiana VIBO VALENTIA — Campagne del vibonese al centro della scena. Nella casa di un pastore i carabinieri hanno trovato 50 grammi di semi di canapa e in una seconda operazione sono stati sequestrati oltre 100 chilogrammi di salumi e formaggi e più di 500 confezioni di conserve: alimenti preparati senza autorizzazione sanitaria in ambienti malsani e già pronti per essere messi in vendita. I risultati di cui sopra, sono venuti dalla raffica di perquisizioni degli uomini delle Compagnie Carabinieri di Vibo Valentia e Tropea che, con il supporto dei loro colleghi delle unità cinofile e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, hanno passato al setaccio le campagne di Rombiolo. Gli uomini dell’Arma, in due distinte attività, hanno infatti denunciato tre agricoltori della zona e perquisito vasti appezzamenti di terreno ed edifici rurali solitamente utilizzati per il ricovero degli aniVIBO VALENTIA — Un gesto con-

creto, per alleviare la sofferenza delle popolazioni dell’Abruzzo duramente provate da una tragedia che ha sconvolto l’Italia intera. Il Centro servizi al volontariato di Vibo Valentia, infatti, in linea con le finalità istituzionali dei Csv e in collaborazione con la Confindustria di Vibo Valentia, ha avviato una colletta per la raccolta di derrate alimentari da inviare alle popolazioni colpite dal sisma. L’iniziativa di solidarietà è stata annunciata dal presidente Roberto Garzulli e dal direttore del Csv di Vibo, Antonio Maida, nel corso dell’inaugurazione della nuova sede vibonese svoltasi mercoledì. VIBO VALENTIA — Ora che la tragedia dell’Abruzzo sta mettendo in evidenza il problema di un Paese privo di sicurezza, si viene a sapere che in Calabria, in caso di terremoto del 7° grado della scala Richter si stima che provocherebbe in Giappone 50 morti, nell’Appennino tra 5 e gli 11 mila morti, in Calabria tra le 15 e le 32 mila vittime. La previsione basata su dati scientifici è alquanto realistica e preoccupante. Fatti, questi, che hanno provocato la reazione di Pino Tassi, dirigente regionale di Sinistra Democratica, secondo il quale «una classe dirigente seria e responsabile dovrebbe riflettere su questo allarme e dare risposte adeguate e convincenti». Per Pino Tassi, «la Calabria è l’esempio di una politica di attenzione al territorio e allo sviluppo sostenibile spesso annunciata, delineata nelle sue linee di massima, ma poi mai attuata e spesso dimenticata». A conferma di ciò, l’esponente di SiVIBO VALENTIA — «Sento con orgo-

glio - dichiara in una nota il giornalista Antonello Nusdeo - di poter affermare d’essere meno emarginato in questa squallida vicenda che ha profondamente segnato i miei cinquant’anni e la mia professione di giornalista svolta in questi ultimi dieci anni alle dipendenze del comune di Vibo Valentia. Infatti, il deciso ed autorevole intervento del Presidente Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Lorenzo Del Boca arricchisce di nuovi ed importanti contenuti le mie ragioni e la vertenza che ho riaperto contro l’Amministrazione in carica con lo scopo di affermare le mie ragioni». «Illustre signor sindaco - così esor-

mali e degli attrezzi agricoli. La prima attività, avviata già nella prima mattinata di ieri, ha consentito agli uomini della Benemerita di rinvenire, abilmente occultati all’interno di una cassapanca posta nell’abitazione di L. R. M., 40enne pastore della zona, ben 50 grammi di semi di canapa indiana, pronti per essere piantati in qualche appezzamento di terreno nell’area. Per l’uomo, il cui segreto è stato scoperto dalle unità cinofile dell’Arma, è così immediatamente scattata la denuncia per detenzione abusiva di sostanze stupefacenti. La seconda attività ha invece visto i militari delle due Compagnie Carabinieri denunciare due coniugi cinquantenni di Rombiolo, A. A. e D. B. D., con le accuse di furto aggravato, frode nell’esercizio del commercio e vendita di prodotti alimentari non genuini come genuini. Gli uomini dell’Arma hanno infatti scoperto come la coppia vendesse

Operazioni dell’Arma dei carabinieri

prodotti caseari, salumi e conserve, da loro realizzati senza la minima autorizzazione sanitaria e, soprattutto, conservati in condizioni a dir poco allucinanti. I Carabinieri hanno infatti accertato come tutti gli alimenti si trovassero in magazzini invasi dagli insetti e dai topi, che addirittura nidificavano a pochi passi dalla merce da porre in vendita. In alcuni casi, addirittura, i militari dell’Arma hanno visto enormi ratti cibarsi delle forme di formaggio che sarebbero state vendute di lì a poco. Inoltre gli uomini della Benemerita hanno scoperto come la coppia avesse effettuato un vero e proprio by-pass al contatore elettrico della propria masseria, riuscendo ad attingere energia dalla rete senza che l’Enel potesse rilevare gli effettivi consumi: dopo aver richiesto l’intervento di una squadra di tecnici della società, si è provveduto anche all’eliminazione ponte elettrico abusivo.

TERREMOTO IN ABRUZZO Volontariato e industriali insieme per una colletta di derrate alimentari Rapina in un bar

Iniziativa del Csv e di Confindustria

di Vibo Valentia: ferito il titolare

«Con questa iniziativa - hanno affermato, in una nota, Garzulli e Maida - vogliamo offrire un messaggio di speranza ad una popolazione duramente provata da un tragico terremoto che ha seminato morte e distruzione. La nostra hanno aggiunto - vuole essere la testimonianza di un territorio che si sente vicino alla tragedia. Un atto concreto, che scaturisce dal vero spirito del volontariato che spinge noi tutti ad essere presenti laddo-

Callipo Conserve Alimentari, Banco Alimentare di Vibo Marina, SCS di Mileto, Panificio Colacchio di S. Costantino, Prestanicola Calcestruzzi di Maierato, Pernopasta di Rombiolo. Chiunque volesse aderire all’iniziativa o avere maggiori informazioni può contattare il Csv di Vibo Valentia ai numeri 0963/41471 - 331/7687824 oppure via e-mail all’indirizzo HYPERLINK "mailto: info@csvvibovalentia. it" info@csvvibovalentia. it

VIBO VALENTIA — Ieri pomeriggio due persone coperte con caschi e armate di pistole hanno fatto irruzione in un bar con sala videogiochi in via Giovanni XXIII di Vibo Valentia. Dopo aver colpito alla testa il titolare A. D., 65 anni - con il calcio della pistola, si sono fatti consegnare la somma in cassa, 1.200 euro, quindi si sono dileguati. Scattato l'allarme, sul posto è intervenuto il 118 che ha soccorso il malcapitato. Indagini in corso da parte dei carabinieri.

TERREMOTO IN ABRUZZO/2 Pino Tassi (Sinistra democratica) lancia proposte alla Regione

collinare. Un piano che utilizzi i precari in un lavoro di censimento e di verifica della stabilità degli edifici pubblici ad iniziare dalle scuole e dagli ospedali. Un piano che punti al recupero dei nostri centri urbani, del nostro patrimonio edilizio, dell’esistente. Un piano che punti a far rispettare regole antisismiche severe nelle modalità di costruzione sia per l’edilizia e le opere pubbliche e sia per quella privata. Un piano che impedisca il saccheggio delle coste e delle aree a rischio, vietandone l’edificabilità». Ma non si tratta di idee astratte: «Si riveda il Piano dei fondi strutturali europei 2007/2013 e si indirizzino tutte le sue risorse su questo obiettivo e si chieda con forza al governo Berlusconi di indirizzare i fondi del ponte e quelli dei fondi regionali di sviluppo su questo piano». Saranno prese in considerazione queste proposte?

ve c’è un’esigenza, un bisogno, una necessità. Oggi - hanno concluso Garzulli e Maida - la nostra attenzione non può che essere rivolta alle popolazioni dell’Abruzzo alle quali vogliamo ribadire che, oggi come domani, non siete e non sarete lasciati soli». All’iniziativa promossa dal Centro servizi al volontariato in collaborazione con la sezione degli industriali vibonesi, hanno già aderito le seguenti Aziende ed Associazioni: Tonno

«Serve un “progetto Calabria”» nistra Democratica ricorda «le piogge di quest’inverno hanno portato danni gravi al territorio della Calabria e lutti nelle famiglie. Di quei morti sembra essercene dimenticati. Il territorio della nostra regione è devastato, si continua a costruire sulle coste, sui costoni, nelle aree a rischio ambientale. La vicenda di Bivona è emblematica di una politica schizofrenica, attenta a parole al territorio e poi inerte di fronte allo scempio perpetrato in nome dello sviluppo. Colpita dall’alluvione nel luglio 2006 che ha portato devastazioni e lutti, dopo tre anni, solo l’intervento della magistratura, blocca una speculazione edilizia a due passi dal mare e in una zona ad alto rischio ambientale. E solo oggi, dopo tre anni da quella catastrofe e a

pochi mesi dalla scadenza del suo mandato, il sindaco della città si accorge che manca il piano della protezione civile». Tassi, quindi, sottolinea: «il territorio della nostra regione è devastato, si continua a costruire sulle coste, sui costoni, nelle aree a rischio ambientale. La Calabria è una delle regioni a più alto rischio sismico eppure ancora non si è dotata di un piano di rischio sismico locale attraverso cui valutare gli effetti sismici realtà per realtà, evidenziando le aree più esposte e più soggette a criticità». Da qui, la proposta: «In quest’anno che manca al termine dalla legislatura regionale si metta in cantiere un “Progetto Calabria” che imposti una nuova politica di sviluppo sostenibi-

le della regione con al centro il territorio come un patrimonio collettivo da tutelare. Per fare questo serve che gli interventi d’emergenza rientrino in una programmazione e in un’idea nuova di sviluppo. Basta con le politiche dell’emergenza che hanno portato solo a sprechi e inefficienze». Partendo dal presupposto che «le politiche del territorio, dell’ambiente, dell’agricoltura, del turismo, della pianificazione territoriale, sono strettamente connessi e richiedono la definizione di una politica globale e intersettoriale», Tassi articola la proposta in maniera precisa chiarendo i termini di come dovrebbe essere questo “Progetto Calabria”: «Un piano regionale di sviluppo utilizzando i forestali nella difesa del territorio montano,

GIORNALISTI Il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine scrive a Sammarco

Del Boca prende le difese di Nusdeo disce Del Boca in una lettera al sindaco Sammarco -, sono costretto a rilevare un atteggiamento di incomprensibile ostilità nei confronti di Antonello Nusdeo del quale vengono messe in discussione le funzioni, le prerogative e l’attività professionale che esercita da anni. Nusdeo è un giornalista che merita rispetto e mi meraviglio che finisca per essere bersagliato da provvedimenti inopportuni, ingiusti e persino irriguardosi [... ]». «Il ministero

della Pubblica Amministrazione prosegue Del Boca - ha disposto che tutte le persone nelle condizioni che ho descritto partecipassero a un corso di aggiornamento professionale in modo da avere la certezza che godessero - tutte - di una preparazione adeguata. I corsi sono stati realizzati dal Ministero e dall’Ordine dei giornalisti congiuntamente. Alla fine del corso di studio i partecipanti sono stati iscritti all’Albo dei giornalisti. Nu-

sdeo, quel titolo, l’aveva già acquisito fin dall’otto maggio 1999: nonostante ciò, in accordo con il Municipio di Vibo Valentia ha seguito le lezioni teoriche e pratiche e - per usare un eufemismo - ha rafforzato la sua professionalità. Nel suo caso, come nel caso di migliaia di casi analoghi, il diritto acquisito (per il riconoscimento del quale abbondano le sentenze di tutti gli ordini giudiziari) si è trasformato in diritto riconosciuto a tutti gli effetti».

Ma. Bon.

Il C.d.A., il Presidente, il Direttore Generale e il personale tutto della S.A.Cal. S.p.A., Società Aeroportuale Calabrese - Aeroporto di Lamezia Ter-me, partecipa al dolore che ha colpito la famiglia Romano per la scomparsa dell’Avvocato

EZIO ROMANO apprezzato ed indimenticato Direttore Amministrativo della Società per oltre un ventennio che ha fattivamente contribuito alla crescita della stessa e dell’intero Aeroporto di Lamezia. Alla famiglia ed ai parenti tutti le più sentite condoglianze. Lamezia Terme, 9 Aprile 2009


Pag. 35

REGGIO il Domani

Venerdì 10 Aprile 2009

Redazione: loc. Serramonda - Z.I. Marcellinara (Cz) - tel. 0961.996802 | fax 0961.903801 - E-mail: catanzaro@ildomani.it | www.ildomani.it

COMUNE/1 Presentato ieri a Palazzo San Giorgio un nuovo progetto destinato a trenta giovani laureati in scienze giuridiche

Corso per “Amministratori di sostegno” Una forma di servizio civile nata dall’accordo tra tribunale, amministrazione e Centro Servizi per il Volontariato “Due mari” REGGIO CALABRIA — Nella provincia di Reggio Calabria vivono oltre centomila anziani, di cui trentottomila ultrasessantacinquenni: di questi più di seimila vivono da soli ed hanno bisogno di cure. A ciò vanno aggiunti i portatori di handicap. Una cifra considerevole che, spesso provoca problemi pratici e di natura giuridica per quanti mancano di punti di riferimento, soprattutto di natura familiare. Per aiutare migliaia di persone che vivono questa triste condizione dal 2004, con la legge n.6, lo Stato ha istituito la figura dell’Amministratore di Sostegno. Si tratta di un ruolo diverso rispetto a quello del tutore e mira a non espropriare la capacità d’agire della persona, rispetto all’istituto dell’interdizione. Un recente accordo a tre - Tribunale, Amministrazione comunale, Centro Servizi per il Volontariato “Due mari” - ha portato a Reggio uno dei primi esperimenti in Italia dell’istituzione dell’Amministra-

tore di Sostegno. L’iniziativa - che ha come obiettivo quello di occuparsi della tutela di chi ha difficoltà a difendere i propri interessi ma non necessita, comunque, di interdizione o riabilitazione – è stata presentata ieri a palazzo San Giorgio dal Presidente del Tribunale Civile della città dello Stretto Luciano Gerardis, dall’assessore alle politiche sociali del comune Tilde Minasi e da Mario nasone, presidente del Centro Servizi per il Volontariato “Due mari”. All’incontro ha preso parte anche Fortunato Scopelliti, coordinatore delle tematiche sugli anziani dello stesso centro che opera nella città dello Stretto. L’accordo prevede l’istituzione di un apposito registro comunale degli “Amministratori di sostegno”, che è una forma di servizio civile. Da questo elenco, il tribunale attingerà la nomina di un amministratore nei confronti di quanti necessitano di essere assistiti da questa figura. L’accordo prevede che il

REGGIO CALABRIA — Ottantasei nuovi punti luce per la piazza principale di Gallina, centro collinare cittadino il cui territorio coincide con la XIV Circoscrizione comunale. L’impianto di pubblica illuminazione, inaugurato mercoledì sera, rende ancora più suggestivo il sito ai cui lati si trovano vecchi insediamenti come la sede municipale, gli uffici del giudice di Pace, le piazze Carcere, Trapezi e Campanella L’intervento di competenza del dipartimento programmazione e progettazione lavori pubblici dell’Amministrazione di palazzo San Giorgio (eseguito con progettazione interna dell’ufficio pubblica illuminazione), comprende il completamento di altri lavori in contrada Caridi, San Pancrazio, Armo e Aretina, sempre nella circoscrizione di Gallina. Nel corso dell’inaugurazione è intervenuto il Sindaco, Giuseppe Scopelliti, ricevuto dalla delegazione dei rappresentanti della Circoscrizione, presieduta da Demetrio Marino. «Sono felice per questa realizzazione in quanto diamo un ulteriore segno di grande attenzione alle periferie - ha affermato il Primo cittadino, per il quale - l’inaugurazione dell’impianto di illuminazione artistica per piazza Municipio e le altre piazzette e vie Gallina, riqualificano uno dei luoghi più belli dal punto di vista urbanistico delle frazioni reggine». In un momento di crisi - ha sostenuto Scopelliti - sono le grandi opere e gli interventi di questo tipo a far superare determinate situazioni». Tra i partecipanti alla serata di accensione dell’impianto anche l’assessore alle Politiche ambientali, Antonio Caridi, che per il quale «si è trattato di un momento estremamente importante per Gallina, interessata da diversi interventi che stanno ridando nuova vita all’intera Circoscrizione, rilanciandola nel più vasto programma proteso al decoro urbano, con un particolare occhio di riguardo al territorio delle periferie». La nuova opera si inserisce

COMUNE/2 L’impianto è stato inaugurato mercoledì sera MUSICA Questa sera il concerto a Villa San Giovanni

Il tavolo dei relatori

comune detiene ed aggiorna il registro, mentre al Centro Servizi per il Volontariato spetterà il compito del reclutamento e della formazione. Quest’ultima prevede un corso della durata di una settima-

na. Per essere iscritti a questo registro, dopo l’apposito corso, bisogna essere in possesso di particolari requisiti: tra questi la laurea in scienze giuridiche, anche triennale ed essere segnalati da associa-

zioni di volontariato. In un primo momento il registro sarà composto da trenta “Amministratori di Sostegno”. L’importanza dell’accordo è stata illustrata dal presidente del Tribunale Gerardis il quale ha fatto un plauso all’iniziativa, mentre Mario Nasone, da parte sua, ha sostenuto che «l’accordo è significativo della cultura cittadina che si prende cura dei soggetti più deboli. Anche questo deve entrare a fare parte della città Metropolitana». Per l’assessore Tilde Minasi, «attraverso numerosi progetti si sta tentando di allontanare nel tempo il decadimento psichico e fisico delle persone. Pensiamo anche a chi non può provvedere alla cura della propria persona. Si tratta anche di un’occasione per i giovani avvocati, che è quella di specializzarsi in quest’ambito, settore che un domani potrebbe trasformarsi in una vera e propria professione». Angela Latella

Una nuova illuminazione Ciaudà, la musica cosmopolita per la piazza di “Gallina” di moderni cantastorie siciliani Scopelliti: «Grande attenzione alle periferie» «L’incasso dei cd sarà devoluto all’Abruzzo»

Alcuni momenti dell’inaugurazione

in un programma molto più ampio varato dalla Giunta Municipale in carica e teso alla valorizzazione delle periferie, per tanto, troppo tempo abbandonate a loro stesse. Se Reggio vuole di-

ventare davvero una città turistica non può, assolutamente, fare a menodi prendersi cura alle delle periferie, soprattutto di quelle che vantano antiche tradizioni sociali e culturali.

REGGIO CALABRIA — Ciaudà, il nome del gruppo catanese rispecchia le loro influenze. Sonorità provenienti dal sud dell’Italia e dall'Africa si intrecciano perfettamente con le tradizioni del Mediterraneo, questo è ciò che si percepisce ascoltando l’album dei Ciaudà, profumi, costumi, usanze del nostro profondo sud, inseriti armoniosamente in un mix dalle tinte moderne e progressive. World music a tutto tondo, che pianta le sue radici nelle terre meridionali del mondo. Emanuele Di Giorgio è il “papà” dei Ciaudà un progetto musicale che è nato dall'idea di far rivivere un certo folklore nel mondo della musica e poi si è trasformato in un progetto universale... «Possiamo dire universale. Il progetto Ciaudà è in cantiere da diversi anni durante i quali è stata fatta una ricerca minuziosa sia dei testi che della musica, integrata dall'interazione con tanti artisti che hanno dato un grande contributo alla realizzazione del progetto. Grazie a queste sinergie con il nucleo operativo Ciaudà composto da Giuseppe Tomaselli, Adriana, Fabio Vassallo e Simona Zechini, abbiamo realizzato “Unnè” che contiene quattro brani ed è stata una prima rappresentazione sonora, proprio per “tastare il terreno” e, con nostro stupore, la gente ha accolto la nostra musica e così abbiamo continuato portando la nostra musica live per la Sicilia. Ciaudà è un racconto musicale che parla del quotidiano e del sogno. Le nostre sonorità spaziano senza regole tra vari generi musicali. Infatti a noi viene difficile collocarci in un genere ben preciso. Da chi è composto il gruppo musicale? «Attualmente la formazione è tutta siciliana: Enzo Di Vita alla batteria,

Giovanni Caruso alle percussioni, Daniele Zappalà ai fiati, Fabio Vassallo al contrabbasso, Pierpaolo Latina al piano, Peppone che è il vocal bass ma che è anche un personaggio speciale in grado di raccontare le storie con un canto accompagnato da movimenti: bisogna vederlo per capire». Dove possiamo vedervi? «Oggi, venerdì santo saremo allo storico locale musicale “La Sosta” di Villa San Giovanni. Questa tappa coincide con la tragedia del Terremoto in Abruzzo che ci ha lasciato tutti senza fiato. Per l'occasione, nel nostro piccolo, daremo un contributo: l’incasso della vendita dei cd durante il concerto, sarà devoluto alle vittime abruzzesi». Trasformare la musica da pop folk a musica cosmopolita è stato un disegno molto raffinato quanto lavoro è stato fatto? «E' stato un lavoro di incontro con i vari artisti, bulgari, francesi, ognuno ha lasciato qualcosa. Abbiamo scritto storie, una di queste è successa cento anni fà ad un farista che perde il lavoro ma ha lottato per anni per essere riammesso dove lavorava al faro di Siracusa». Avete ripreso la tradizione siciliana del cantastorie? «In chiave moderna con le nuove sonorità , con nuove influenze. Contaminazioni. L'incontro è importante in tutte le cose. Ti porta cose originali tanto da farti realizzare canzoni alle quali non puoi affibbiare un genere». Il genere Ciaudà ? «Magari, vedremo». Cosa vuol dire Ciaudà? «Vuol dire dà un ciao. Il saluto del mondo sta nella mano di tutti». Settimionews


36 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA CITTÀ COMUNE/1 L’assessore al Bilancio, Rocco Lascala, sulle voci circolate in questi giorni rispetto all’aumento delle tasse

«Tarsu, rimane tra le più basse d’Italia» «Si è trattato di un adeguamento, nessuna imposta era stata aumentata di un centesimo dal 2002» REGGIO CALABRIA — «E’ vero che il Comune di Reggio Calabria ha aumentato del 25 per cento la Tarsu, che, comunque, secondo le indagini condotte da “Cittadinanza attiva” su tutto il territorio nazionale, rimane la più bassa d’Italia». Lo afferma l’assessore comunale al Bilancio Rocco La Scala, il quale interviene, con una nota, per stemperare le polemiche, artatamente alimentate da alcune parti politiche, sorte dopo la recente decisione del Consiglio comunale della città dello Stretto. Per La Scala, «tale aumento era dovuto, considerato che alcun adeguamento è stato effettuato negli ultimi sette anni, ovvero nessuna tassa comunale è stata aumentata di un centesimo dal 2002. In verità l’ultimo aumento delle imposte locali è stato deciso nel febbraio 2001 dalla Giunta di centrosinistra, che ha istituito l’addizionale Irpef, al massimo dell’aliquota. L’attuale

governo cittadino, invece, non potendola abolire (per obblighi di legge) ha esentato le famiglie con redditi fino a 10 mila euro». L’assessore alle Finanze di Palazzo San Giorgio - mettendo da parte il classico aplomb che lo contraddistingue sia nella professione medica sia in politica - fa un salto indietro nel tempo, quando a governare la città erano amministratori di altre coalizioni. «Chi oggi critica, ieri vessava impietosamente i cittadini, ed allora non si poneva alcun problema rispetto alle loro condizioni. Appaiono, quindi, strumentali e faziose – sottolinea La Scala - le critiche avanzate nei confronti dell’Amministrazione comunale, la qua-

L’assessore al Bilancio, Rocco Lascala

«Il governo cittadino ha esentato le famiglie con redditi fino a 10 mila euro»

In breve...

le da sempre ha operato per garantire servizi efficienti senza gravare sulle casse del cittadino». L’assessore alle Finanze poi, ricorda che «Reggio è l’unica grande città della Calabria a godere di un servizio di raccolta differenziata completamente gratuito». Il rappresentante dell’Esecutivo Scopelliti evidenzia che il «Comune, sempre attento alle politiche familiari, ha decretato l’esenzione totale per due anni dal pagamento della Tarsu e per i nuclei familiari di nuova costituzione». Rocco La Scala va oltre quest’analisi per passare a considerazioni di natura politica. «Capisco, che, vista la situazione politica attuale, le forze di centrosi-

«Chi oggi critica, ieri vessava impietosamente i cittadini, e non si poneva alcun problema»

nistra annaspano per tentare di rimanere a galla in un panorama in cui sembrano destinate a giocare un ruolo marginale»: Per l’amministratore reggino, infatti, il centrosinistra ha già avviato «una campagna elettorale prematura, lanciando messaggi inesatti e non corrispondenti all’effettivo stato delle cose, piuttosto che pensare a contribuire, partecipando in modo costruttivo, all’amministrazione della cosa pubblica. «Indubbiamente - conclude Lascala - Scopelliti lascerà molto alla città di Reggio, non certamente quello di cui viene accusato da alcuni esponenti del centrosinistra con dichiarazioni, quantomeno, populistiche. All’attuale Primo cittadino, spetta, tra l’altro, il merito della città metropolitana: una vittoria talmente importante di cui persino il Pd da atto, indicendo un incontro pubblico con dal titolo “Adesso inizia un’altra storia”».

COMUNE/2 Il plauso del consigliere Pizzimenti in merito alle opere previste per la VIII circoscrizione

Rinvio conferenza stampa La conferenza stampa in programma per oggi e organizzata dalle Segreterie Provinciali del Partito dei Comunisti Italiani e del Partito della Rifondazione Comunista, viene rinviata per rispettare il lutto nazionale proclamato a seguito della tragedia che ha colpito le popolazioni dell’Abbruzzo. La conferenza è convocata per martedì 14 aprile alle 11 presso la Sede dei Gruppi Consiliari del Comune di Reggio Calabria sita in Via Giudecca ed avente come oggetto la presentazione del nuovo simbolo per le prossime elezioni europee della lista unitaria Pdci, Prc, Consumatori Uniti e Socialismo 2000 nonché le proposte politiche che saranno presentate nella campagna elettorale. Alla Conferenza Stampa parteciperanno tra glia altri i Segretari Provinciali e Regionali del PdCi e Prc rispettivamente Enzo Infantino e Michelangelo Tripodi, Antonio La Rosa e Nino De Gaetano. Premio “Magnagrecia bianconera” Si terrà il 26 aprile 2009 presso l’Altafiumara Resort, nella splendida cornice naturale di Santa Trada tra Villa San Giovanni e Scilla, la prima edizione del "Premio Magnagrecia bianconera”, istituito dal Coordinamento Juventus Club Doc della Calabria. Il coordinamento regionale ha deciso di assegnare il primo "Premio Magnagrecia bianconera” alla società Fc Juventus, al fine di testimoniare il grande amore dei calabresi per la Vecchia Signora. In rappresentanza della Juventus il team manager Gianluca Pessotto, i calciatori Sebastian Giovinco e Giorgio Chiellini, il presidente onorario del coordinamento Juventus Club doc Mariella Scirea, il responsabile del coordinamento club doc Ezio Morina. Il "Premio Magnagrecia bianconera" verrà realizzato dal celebre Maestro orafo Gerardo Sacco, noto in tutto il mondo per la bellezza e l'originalità delle sue creazioni, spesso utilizzate dal cinema e dalla televisione.

RICERCA PERSONALE QUALIFICATO Si precisa che tutte le inserzioni relative alla ricerca di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile che femminile, essendo vietata ai sensi dell’art. 1 della legge 9/12/77 nr. 903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso al lavoro, indipendente dalle modalità di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attività. L’inserzionista è impegnato ad osservare tale legge.

Ottica Piemme Gruppo Piemme Lab. Sas

Società espansione in tutto territorio nazionale SE LE Z IONA

personale dinamico motivati e possibilità di carriera marketing • Commerciale • Responsabile Responsabile alle vendite • amministrazione • Addetti • Rappresentanti Per informazioni inviare curriculum

info@otticapiemme.it fax

0961/391914

N. Verde 800-925225

«Nel Piano Triennale tante migliorie per i rioni decentrati» REGGIO CALABRIA — «Con la recente approvazione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, l’amministrazione Scopelliti ha manifestato ancora una volta la propria attenzione nei confronti dei quartieri decentrati. In particolare, l’VIII circoscrizione, dove sono previsti una serie di interventi, che guardano anche alla parte collinare del rione, quindi alle frazioni di Villa San Giuseppe, Rosalì e Salice». Lo dichiara il consigliere comunale Antonio Pizzimenti, che delinea un excursus sulle opere previste proprio nell’area interessata. «Per Villa San Giuseppe - spiega - sono in programma diverse strutture che contribuiranno a migliorare sia l’impatto estetico con la zona che la qualità di vita, in termini di socializzazione e sicurezza dei suoi abitanti. Mi riferisco al progetto per la realizzazione di un impianto polisporti-

«Per Villa San Giuseppe un impianto polisportivo, l’illuminazione pubblica ed il completamento dell’arteria di via Fortezza Militare vo, ad un incremento significativo dell’illuminazione pubblica ed al completamento dell’arteria via Fortezza Militare. Ma ancora, si è pensato al collegamento tra via Cisterna, questa

volta a Rosalì, e l’ex provinciale 670, e ad alcune opere di risanamento e, dove occorre ricostruzione, dei tratti murari per le vie Umberto, Caracciolo e Santa Lucia. Un ulteriore intervento, poi, riguarderà i cimiteri di Salice, Rosalì e Villa San Giuseppe che saranno ampliati». «L’intero Piano Triennale votato dal Consiglio Comunale conclude Antonio Pizzimenti rappresenta, comunque, un documento adeguato alle esigenze strutturali e funzionali di una Reggio già in forte crescita, che sta vivendo un’evoluzione positiva alla quale un grande input è stato dato dall’impegno dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, cosicché si possa consegnare alle giovani generazioni una città diversa sotto i più diversi aspetti». r. c.

Presso la Sala Convegni della Provincia un incontro per ricordare tutti i grandi personaggi dello sport

I contributi reggini ai “Giochi Olimpici” REGGIO CALABRIA — Promossa

dalla Provincia di Reggio Calabria, Assessorato allo Sport, dalla Sezione reggina della Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia e dalla Associazione Culturale Anassilaos si terrà martedì prossimo alle ore 16 presso la Sala Convegni della Provincia l’incontro sul tema “Reggio e reggini nello sport Contributi reggini ai Giochi Olimpici. Olimpia V a. C. /Pechino 2008” con l’intervento di Attilio Tucci, assessore provinciale allo Sport; di Stefano Iorfida, Presidente Anassilaos e la relazione di Pasquale Nucara, Presidente Ass. Naz. Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia. Al centro dell’intervento dello studioso dello sport la storia delle Olimpiadi vista dal punto della partecipazione, non soltanto sportiva ma anche culturale e artistica, dei reggini da Pitagora Reggino a Gorgia Secondo, fino ad Anassila, olimpionico della biga con mule. Quindi di Emilio Bulgarelli, medaglia d’oro alle

Olimpiadi di Londra (1948) nella pallanuoto; di Aldo Penna, che un infortunio costrinse a rinunciare alla Olimpiade di Helsinki; di “Roma 60”, alla quale presero parte i giudici di atletica Benedetto, Casciano, Mundo, Valle; di nuoto, Novello; di ginnastica, Caridi; di scherma, Murolo; dei cronometristi Barbarello e Paleologo; del massaggiatore Vincenzo Catalano; infine di Biagio Meduri Casciano, presidente del Comitato Provinciale del C. o. n. i., organizzatore del percorso della fiaccola nella nostra provincia e dei tedofori che vi presero parte; parlerà poi di Lorenzo Calafiore, lottatore, e di Carmine Luppino, ginnasta, partecipanti alla Olimpiade di Monaco, e di Giuseppe Marino, vincitore di un concorso nazionale di poesia con “Olimpiade di sangue”, e del tripode e la bandiera insanguinati dipinti da Michele Calabrò, che rappresentano la drammatica incursione dei terroristi di “Settembre Nero” al villaggio olim-

pico di Berlino; ancora di Luppino, allenatore di squadre alle olimpiadi di Montreal, di Mosca e di Los Angeles, di Francesco Panetta, che prese parte a quest’ultima e a quella di Seoul, nel 1988; di Luppino e di Panetta commentatori televisivi, di Tonino Raffa inviato speciale Rai; di Francesco Pignata, nel “Club Sidney 2008”, che mancò la partecipazione all’Olimpiade per infortunio; di Antonio Laganà, arbitro di lotta ad Atene 2004 e dell’artista Giovanna Brigandì, responsabile della Pinacoteca civica, presente nella capitale greca con una mostra di 20 quadri inneggianti allo sport; infine, dei fratelli Scibilia, sparring-partner dell’olimpionico Minguzzi alle olimpiadi cinesi. Nucara concluderà con un cenno sui Giochi Isolimpici della Magna Grecia e i Giochi Jonici, Iorfida con il “messaggio augurale” (1970) del dr Alfredo Gasparro, presidente dell’Ust (Unione Stampa Turismo Pro Calabria), di Siderno.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 37

REGGIO CALABRIA CITTÀ SICUREZZA E’ aumentato negli ultimi tempi il fenomeno delle auto rubate, danneggiate e restituite solo dietro il pagamento di un riscatto in denaro

Emergenza “cavallo di ritorno” La maggioranza dei reggini paga per riavere la macchina piuttosto che attendere il risarcimento assicurativo REGGIO CALABRIA — Nella maggiore città calabrese la piaga più odiosa è diventata la criminalità comune. Reggio, negli ultimi tempi, è alle prese con un’emergenza con cui i cittadini si sono rassegnati a convivere. Quella dei reati non ascrivibili all’attività della ‘ndrangheta, ma che creano i maggiori problemi sociali in riva allo Stretto. Dopo un periodo di calo, è tornato ad essere riproposto su scala industriale il fenomeno del cosiddetto “cavallo di ritorno”, su cui i nomadi hanno una sorta di copyright: auto rubate, danneggiate e restituite solo dietro il pagamento di un riscatto in denaro. Si tratta di vere e proprie estorsioni, di fronte alle quali anche le forze dell’ordine, loro malgrado, sono costrette a fare spallucce. Per la stragrande maggioranza dei reggini, tanto vale pagare e riavere la macchina, piuttosto che attendere il risarcimento della compagnia di assicurazione. Il meccanismo è collaudato: una telefonata anonima fatta dai malviventi avvisa del “casuale ritrovamento” del mezzo scomparso. Per conoscere il luogo in cui l’auto è stata nascosta, però, è necessario fare un “regalo” al malvivente che

Il questore Casabona

Il prezzo dipende dal valore della vettura: si parte dai 500 euro per una vecchia utilitaria fino ad arrivare ai duemila euro si è prodigato di risolvere la questione. Il prezzo dipende dal valore della vettura: si parte dai 500 euro per una vecchia utilitaria fino ad arrivare ai duemila (trattabili) che vengono pretesi per una berli-

na nuova. Nelle ultime settimane, in alcuni casi si sarebbe arrivati al furto di una decina di mezzi per notte. Dopo le 23 Reggio si trasforma e diventa il regno dell’illegalità, dominato soprattutto dai “virtuosi del fuoco”. Rispetto a qualche anno fa, il numero degli incendi si è ridotto, ma le cronache continuano a registrare episodi del genere con una costanza degna dell’efficientismo svizzero. Ogni notte almeno una o due automobili vengono cosparse di benzina e date alle fiamme. E’ la più tipica delle vendette che si consumano da Catona a Bocale, ma che spesso vengono messe in atto anche nei centri della provincia che si affacciano sullo Stretto. Non si tratta solo di intimidazioni mafiose. Molto spesso questi incendi sono gli strumenti attraverso i quali si dirimono le controversie personali. C’è chi chiede il permesso ai capi del “locale” di ‘ndrangheta, mentre altri ottengono il risultato rivolgendosi a gang specializzate, la cui esistenza è stata dimostrata da inchieste giudiziarie degli anni scorsi. Funzionano praticamente come agenzie che forniscono il servizio: spieghi a chi di dovere cosa è

Il colonnello Alestra

Nelle ultime settimane, in alcuni casi si sarebbe arrivati al furto di una decina di mezzi per notte successo, paghi la “provvigione” e poche ore dopo hai ottenuto giustizia – sommaria, certo, ma efficace – cagionando al tuo rivale un danno per svariate decine di migliaia di euro.

Da qualche tempo sono riprese a saltare in aria le saracinesche dei locali pubblici, anche di ristoranti in voga. E’ il racket delle estorsioni che a Reggio non è mai venuto meno. Gli esattori riscuotono puntualmente la “tassa sulla sicurezza”; altrimenti scatta inesorabile la sanzione, che in alcuni casi è così pesante da mandare in fumo anni e anni di sacrifici, riducendo gli esercenti sul lastrico. Tanto, un modo per ripartire esiste. Con la crisi di liquidità che c’è, le banche non prestano più soldi o lo fanno a condizioni inaccettabili. Ma a Reggio è molto ben diffuso e radicato un sistema creditizio alternativo. I “cravattari” sono quasi sempre contigui alla criminalità organizzata. In questo momento di gravissima crisi economica, le attività degli strozzini sarebbero diventate particolarmente floride. La magistratura e le forze dell’ordine, negli ultimi anni, sono riuscite a smantellare diverse organizzazioni dedite ai prestiti a tassi usurari. Ma è un sistema che si riproduce da solo e che stritola, così, il già asfittico tessuto economico reggino. Giorgio Simeone

SCUOLADalla “Montalbetti” Da ieri alla Pinacoteca comunale la statua rinvenuta presso l’antico seminario arcivescovile

Alla finale dei Giochi Matematici, giovane studentessa reggina

“Laocoonte: coraggio e audacia tra mito e storia”, l’esposizione

REGGIO CALABRIA — Anche quest’an-

no, come ormai di consuetudine, si sono svolti i giochi matematici di primavera indetti dall’Università “Bocconi” di Milano. La partecipazione ai giochi, diventa un momento significativo della vita scolastica in quanto gli studenti si abituano a confrontarsi con i coetanei di realtà diverse in una gara, nella quale è fondamentale la logica, il ragionamento, la riflessione, e il tempo di risposta. Il liceo scientifico “Alessandro Volta” di Reggio Calabria, lo scorso 21 marzo, è stato sede per la prova di tutte le categorie. La scuola secondaria di primo grado, Montalbetti, ha partecipato per le categorie C1 e C2, con una rappresentanza di 19 studenti i quali hanno conseguito significativi risultati classificandosi in buone posizioni nella graduatoria provinciale. Martina Gattuso, si è distinta per i risultati ottenuti, classificandosi al 3° posto nella categoria C2 per la Provincia di Reggio Calabria ed è stata ammessa alla finale del 23 maggio 2009 che si terrà presso l’Università “Bocconi” di Milano. Grande soddisfazione hanno espresso il dirigente scolastico della scuola media Montalbetti, Marisa Maisano e l’assessore alla P. I. Sebastiano Vecchio, sottolineando come la “Promozione delle eccellenze” passi anche attraverso l’attività ludico-didattica e pertanto i giochi matematici così come il gioco degli scacchi o i giochi danteschi, possano non solo attrarre i discenti più dotati, ma essere altresì da traino anche per i meno interessati. Per la categoria C1: Marino Sonia (18° posto), Fortugno Chiara (33° posto), Modafferi Simona (52°posto), Serra Giuseppe (72° posto), su 133 partecipanti. Per la categoria C2: Gattuso Martina (3° posto), Vinci Samuele (14° posto), Zema Carmelo(43° posto), Gioffrè Daniele (44°posto), su 126 partecipanti.

Il soprindendente archeologico Caterina Greco, sullo sfondo la statua di Laocoonte

REGGIO CALABRIA — Da ieri la Pi-

nacoteca comunale si è arricchita di un novo tesoro: una copia ridotta del Laocoonte (scultura monumentale in marmo che si trova a Roma, presso i Musei Vaticani), rinvenuta a Reggio Calabria presso l’antico seminario arcivescovile. E con la scultura è stata avviata nuovo momento espositivo denominato “Laocoonte: coraggio e audacia tra mito e storia”. Iniziativa presentata dall’assessore comunale ai Beni Culturali e Grandi Eventi, Antonella Freno, dal soprintendente archeologico Caterina Greco e dalla direttrice della Pinacoteca civica Giovanna Brigandì. L’opera che si identifica con il gruppo marmoreo è un vero e proprio viaggio nella storia e nell’arte ellenica. Il blocco raffigura, infatti, un personaggio della mitologia greca: Laocoonte appunto, sacerdote di Apollo, ripreso con i suoi due figli mentre vengono strangolati da serpenti marini. Una punizione inflitta perché, allor-

quando i troiani portarono il cavallo in città, egli, avendoli messi in guardia contro quell’inganno, corse verso essi scagliando una lancia che fece risuonare il ventre vuoto del cavallo stesso (l’episodio di questa opposizione è descritto nell’Eneide). Ecco, dunque, che la statua, (ritrovata in Capitale nel 1506 attirando anche l’attenzione di Michelangelo), esprime con grande realismo la drammaticità del momento ed i diversi gradi di sofferenza dell’essere umano, come dimostrano i volti segnati dal dolore, gli arti ed i corpi nell’atto della contorsione. «Al Laocoonte - ha detto Antonella Freno - si associa il valore di icona della lotta contro l’inganno: abbiamo deciso, visto il suo ripercorrere quei tratti tipici della tradizione mitologica, di esporlo alla Pinacoteca affinché il cittadino, soprattutto durante questo periodo pasquale, potesse ammirarne l’essenza». Dei «simboli tipici dell’espressività dell’arte ellenistica» ha parlato anche

Il tavolo della conferenza di presentazione

La soprintendente Greco: «I simboli tipici dell’espressività dell’arte ellenistica» la soprintendente Greco che ha inoltre tracciato un’analisi dettagliata dell’opera ricordandone diversi particolari come la questione del braccio mancante al suo ritrovamento e la disputa, tra gli artisti dell’epoca, su quale fosse la sua posizione, ovvero se in origine l’arto fosse piegato o disteso. Un confronto che vide tra i suoi più accesi protagonisti proprio Michelangelo, la cui tesi non fu privilegiata. «Egli, infatti – ha evidenziato la

Greco - sosteneva che lo scultore di Leocoonte, visto il momento immortalato, avesse scolpito il braccio piegato all’indietro. I restauratori, invece, dovendo attuare una sostituzione della parte ormai mancante, non ascoltandolo, decisero di reinserirla nell’opera mostrandolo disteso. Solo nel 1957 si ebbe la risposta reale. In quell’anno, infatti, fu rinvenuto il braccio destro originario: quest’ultimo era proprio nella posizione ipotizzata da Michelangelo». Insomma, uno tra i più notevoli miti a noi trasmessi, che si sposa, tra l’altro, ad eventi importanti che lo accompagnano e la cui copia, più piccola per dimensioni, adesso può essere ammirata dai reggini nell’ottica di una sinergia tra due Enti che guarda alla più ampia fruizione possibile dei tesori della nostra città e della conoscenza del suo passato. Il tutto per valorizzare un ulteriore e prezioso elemento artistico che merita la giusta enfasi.


38 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

REGGIO CALABRIA E PROVINCIA Anche la Confcommercio della città dello Stretto ha avviato una gara di solidarietà per le vittime del sisma che ha colpito la terra d’Abruzzo

«Nel ricordo di un’analoga tragedia» L’invito di Cotroneo e Funaro è di abbassare alle 11 le saracinesche delle imprese per i funerali di Stato REGGIO CALABRIA — «Chi come noi ha già patito analoga tragedia, le cui cicatrici ancora restano dolorose nella nostra memoria, nel nostro vissuto e nella nostra realtà culturale ed economica non può rimanere indifferente di fronte al terribile sisma che ha colpito la terra d’Abruzzo». In questa significativa frase, estrapolata da una lettera firmata da Umberto Cotroneo e Attilio Funaro e(rispettivamente presidente e direttore della Confcommercio di Reggio), è compendiato lo stato d’animo delle categorie mercantili di Reggio che, al pari delle associazioni culturali e degli enti locali, hanno avviato una gara di solidarietà per aiutare quanti sono rimasti colpiti dal sisma che ha provocato morte e distruzione nella città de L’Aquila e del suo hinterland. «Come Confcommercio Reggio Calabria – si legge in un documento - riteniamo che imprese ed imprenditori, peraltro espressioni di famiglie, proprio per quella memoria e nel ricordo di ciò che quel dramma lascia

Attilio Funaro

in una comunità, non possono limitarsi ad una mera e vuota espressione di solidarietà verso i colleghi e le famiglie delle città abruzzesi, così duramente sfregiate dalla natura». Per questo viene rivolto, a tutti gli im-

prenditori della provincia, un accorato invito affinché oggi, in concomitanza con i funerali di Stato, ad abbassare le saracinesche delle loro imprese e ( alle ore 11.00) recarsi, insieme ai propri collaboratori, in un luogo di culto per essere idealmente vicini all’estremo saluto che l’Italia interà rivolgerà a queste vittime innocenti. «Non dobbiamo, però - scrivono Cotroneo e Funaro -, dimenticare che, concluse le celebrazioni dell’estremo saluto, dal giorno dopo tanti colleghi commercianti, gestori di pubblici esercizi, titolari di imprese di servizi, dovranno rimboccarsi le maniche per avviare un processo di ricostruzione che non sarà né breve, né facile. Terminato il periodo della pietà che, comunque, continuerà ad appartenerci, è il momento dell’autentica solidarietà per aiutare chi, nell’arco di venti secondi, ha visto andare in macerie un’impresa che rappresentava la propria vita, che dava ed ingenerava lavoro». La Confcommercio reggina, rivolgen-

dosi ai propri iscritti, ricorda che il loro presidente nazionale si è recato nelle zone terremotate a «raccogliere la dignitosa sofferenza degli imprenditori abruzzesi e, se la confederazione nazionale si è determinata con urgenza ad un congruo intervento finanziario a sostegno della rinascita delle imprese di quella terra, riteniamo, comunque, che altrettanto possano fare le aziende della nostra provincia, dando un contributo alla ricostruzione di un tessuto commerciale che, noi ben sappiamo, essere la vita delle città». Da qui l’invito ad un contributo, piccolo o grande che sia, attraverso la Fondazione Giuseppe Orlando (Codice Iban IT 17Y 08327 03247 000000048619 – presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 132 – Piazza G. G. Belli 2 – 00153 ROMA) che tra i propri obiettivi ha anche quello di aiutare gli imprenditori che fanno parte della Confcommercio. Ang. Lat

Caulonia, in fiamme automobile assessore Riccio CAULONIA — Ignoti hanno incendiato l'auto di Giovanni Riccio, 46 anni, medico, consigliere di maggioranza ed assessore, con delega alla Cultura ed allo Spettacolo, al comune di Caulonia (Rc). A denunciare l’episodio, alle ore 3.30 circa di ieri mattina, alla stazione dei Carabinieri del centro ionico, è stato lo stesso esponente politico. L'episodio si è verificato alle ore 1.30 circa. La vettura, una Audi A4, era parcheggiata nei pressi della sua abitazione. Le fiamme, domate da una squadra dei Vigili del Fuoco di Siderno (Rc), hanno completamente distrutto il veicolo. (Agi)

SIDERNO Il Consorzio di Operatori Turistici Jonica Holidays chiede di avere maggiori informazioni sul futuro della Locride GIOIA TAURO D’Agostino, responsabile del Cdc, sui lavoratori Lsu

«Quali i vantaggi con l’area Metropolitana?» «Dieci famiglie da salvare» SIDERNO — «Chiediamo un’altra op-

portunità di discussione, di approfondimento, di analisi con relatori che abbiano la possibilità di dare chiarimenti anche minimi ma precisi su un progetto di così estrema importanza». E’ questa la richiesta della rappresentanza del Consorzio di Operatori Turistici Jonica Holidays che ha partecipato, nei giorni scorsi, presso il Comune di Siderno all’incontro organizzato dall’Associazione dei Sindaci avente come oggetto il riconoscimento di Reggio Calabria come Città Metropolitana. Questa nomina darebbe il via alla nascita dell’area Metropolitana che vede Messina, il Partner siciliano, che insieme a Reggio sarebbero deputati a diventare un grande polo di sviluppo al Centro del Mediterraneo. Il relatoreè stato il Sindaco di Reggio che ha spiegato agli altri primi cittadini e al pubblico presente tutto l’iter parlamentare ed i momenti “critici” vissuti prima di arrivare all’importante riconoscimento. È stato illustrato anche il costruttivo rappor-

to di sinergia e di collaborazione che è emerso nel contesto di questa vicenda tra il Sindaco Scopelliti ed il Presidente del Consiglio Regionale Bova, che è stato pubblicamente ringraziato dallo stesso Sindaco di Reggio per il contributo dato per l’ottenimento del riconoscimento. «Purtroppo considerato i tempi stretti - affermano gli Operatori Turistici del consorzio Jonica Holidays - non c’è stata la possibilità di avere un approfondimento e una discussione,

Contrabbando di sigarette Otto tonnellate di sigarette di contrabbando, per un valore di oltre un milione di euro, sono state sequestrate nel porto di Gioia Tauro. L'operazione è stata compiuta dal personale del servizio antifrode della dogana di Gioia Tauro. Durante i controlli, individuate le sigarette all'interno di un container con un carico di jeans. Il carico proveniva dalla Cina ed era destinato ad Ancona.

non c’è stata la possibilità di capire, anche se in linea molto generica, quali potessero essere i vantaggi di essere Città Metropolitana e soprattutto se era opportuno richiedere e ricevere l’adesione delle cittadine del territorio provinciale alla nascente Area Metropolitana. Nei giorni seguenti l’incontro abbiamo assistito, abbiamo letto, abbiamo ascoltato di tutto e di più. Come forse è giusto ed anche naturale ognuno ha espresso la propria opinione, ha fatto le proprie considerazioni, ha evidenziato pro e contro. Per quanto ci riguarda - concludono, riteniamo che prima di parlare o esprimere pareri, sarebbe opportuno capire, conoscere, approfondire i problemi che vengono trattati, le conseguenze positive o negative che potrebbero esserci, quali i meccanismi che si metterebbero in moto, quali i processi di sviluppo si potrebbero creare, quali utilità potrebbero avere e quali rischi potrebbero correre i territori più lontani della Provincia, come la Locride».

GIOIA TAURO — A seguito del recen-

te pronunciamento della commissione straordinaria insediata presso il Comune di Gioia Tauro e riguardante i lavoratori Lsu impiegati sin dall’anno 2002 per la salvaguardia e la tutela del patrimonio ambientale, interviene Raffaele D’Agostino responsabile locale del Cdc di Gioia Tauro che sul punto chiosa: «La commissione ha dimostrato e continua a dimostrare scarsa sensibilità ed indifferenza rispetto alle esigenze vitali di quei lavoratori Lsu che si sono prodigati negli anni per la salvaguardia del verde pubblico, confinando in maniera speciosa la pressante problematica nei meandri burocratici senza peraltro che le argomentazioni giuridiche addotte trovino adeguata copertura e reale fondamento. E’ bene precisare, infatti, a tal riguardo come non vi sia possibilità alcuna per chi ha ricoperto la condizione di Lsu di rientrare nel bacino, in ossequio a quanto disposto dall’art. 2 comma 6 e 7 della Leg-

ge Regionale n. 20/2003 - continua D’Agostino -. E’ lecito chiedersi perché siano state adottate, senza prima percorrere e valutare diverse soluzioni, scelte altamente pregiudizievoli in danno a dei lavoratori occupati stabilmente, la cui opera è stata unanimemente apprezzata. Non si vuole aprire alcuna sterile polemica, ma sarebbe opportuno che la Commissione giustificasse il mancato rinnovo del contratto con il quale veniva esternalizzato il servizio di manutenzione senza trincerarsi dietro comode scuse di insostenibilità economica della spesa afferente il detto servizio, impegnandosi a ricercare ogni soluzione atta a contenere i costi - conclude quindi D’Agostino -. Auspico che la Commissione voglia recedere dalle posizioni sino ad oggi assunte e ripristinare magari con qualche correttivo l’esternalizzazione del suddetto servizio salvaguardando così dieci famiglie e un bene pubblico di notevole importanza».


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 39

Sport

IL TORMENTONE INTER

NIENTE PROCEDIMENTO

Adriano non parte Martedì in Italia arriverà solo il suo agente

Mourinho prosciolto Non prese a schiaffi nessun tifoso dei Red devils

Amauri non si arrende alla classifica e sprona i bianconeri “Il campionato si deciderà nello scontro diretto con i nerazzurri”

La Juve prova a crederci ancora Il prossimo ostacolo è il Genoa lanciato nella volata per il quarto posto Tullio Parisi

TORINO - Amauri crede ancora nello scudetto. Il centravanti, che sta bruciando le tappe per guarire dall’infortunio muscolare di quasi un mese fa, lancia un messaggio chiaro dai microfoni di Juve Channel: «A patto che il distacco non aumenti, crediamoci ancora. Puntiamo tutto sulla partita con i nerazzurri, che giocheremo in casa e poi vedremo. Io farò di tutto per esserci». Una posizione certamente romantica, quella del brasiliano, che non riflette lo stato d’animo dei compagni, ma che suona anche come un invito a non mollare, per caricare un gruppo già pesantemente colpito a livello psicologico dal pareggio interno con il Chievo, che ha minato molte certezze. In realtà, la truppa di Ranieri pensa al Genoa e, più prosaicamente, a mantenere e magari consolidare un secondo posto molto significativo per chi dovrà impostare la stagione futura: infatti, se Ranieri non migliorerà il piazzamento dello scorso anno, rischia di salutare anzitempo Torino, nonostante lo stile e la linea della società bianconera sono quelli di rispettare i contratti. Ma ci sono anche giocatori che rischiano la conferma, a seconda di come vada a finire, da Trezeguet a Buffon, a Tiago, a Giovinco, allo stesso Del Piero, di cui non viene messa in discussione l’immensa classe, ma il ruolo futuro. Lo stesso piccolo fantasista bianconero, ieri, ha incoronato Diego, con una dichiarazione che non lascia dubbi: «Ben vengano lui e altri campioni. La Juventus deve diventare sempre più forte. Per me non cambierà nulla, perchè non voglio muovermi di qui e sono pronto a misurarmi con chiunque e cercare di conquistarmi il posto». Il nome del brasiliano del Werder è tornato prepoten-

Serie A: la 31ª giornata PARTITE

ARBITRI

DOMANI ORE 15

Bologna-Siena

Banti

Chievo-Milan

Saccani

Fiorentina-Cagliari

Damato

Inter-Palermo

Russo

Lazio-Roma

Morganti

Lecce-Sampdoria

Dondarini

Napoli-Atalanta

Tommasi

Torino-Catania

Orsato

DOMANI ORE 20.30

Genoa-Juventus

Rocchi

DOMENICA ORE 16

Reggina-Udinese

De Marco

CLASSIFICA Inter Juventus Milan Genoa Fiorentina Roma Cagliari Palermo Lazio Atalanta Napoli Sampdoria Catania Udinese Siena Chievo Bologna Torino Lecce Reggina

72 63 58 54 52 49 45 45 41 40 38 37 37 36 34 31 26 24 24 20

ANSA-CENTIMETRI

Gamberini difende i compagni della Fiorentina

“Basta con le voci di mercato Danneggiano solo la squadra” FIRENZE - Chi è il fantomatico mister x, ovvero quel giocatore che il ds della Fiorentina Pantaleo Corvino ha ammesso di aver già acquistato in vista della prossima stagione senza però volerne svelare il nome? Le indiscrezioni fioccano, gli indizi portano a un difensore non meglio precisato, forse perchè la difesa, almeno da gennaio, sembra essere il reparto più in difficoltà della squadra viola. Nelle 13 partite giocate nel 2009, la Fiorentina ha subito 16 temente alla ribalta in questi giorni. Lo stesso giocatore ha ammesso l’esistenza di una trattativa con la Juventus e il suo manager si è già incontrato con la dirigenza bianconera. La Juventus ha rotto gli indugi, temendo di vedersi soffiare, come è già avvenuto in passato, un giocatore importante per aver tergiversato troppo a lungo. Lo stesso Ranieri gli ha affidato

gol, contro i 10 della sua rivale diretta nella corsa al quarto posto, il Genoa, che in totale ne ha incassate 27, tre in meno della squadra di Prandelli. Ma uno dei punti fermi del reparto arretrato viola, ovvero Alessandro Gamberini, non vuol sentir parlare nè di problemi della difesa nè tantomeno di mercato: «Le voci su mister x danno solo fastidio e sono una mancanza di rispetto per tutti noi giocatori. Possiamo lottare per il quarto posto fino alla fine». virtualmente le chiavi della squadra eliminando le remore tattiche che aveva manifestato in passato: «Sono disposto a cambiare modulo, come d’altronde ho fatto più volte in passato, perchè non sono ancorato a uno schema tattico solo», ha dichiarato alla vigilia del match con il Chievo. Dunque, tutto è pronto e manca «solo» l’ok del Werder per una cifra abbordabile,

Rossoblù distesi verso lo scontro da tutto esaurito di domani sera attorno ai 25 milioni, salvo disturbi dell’Inter, che hanno convinto ancor più la Juventus sul valore del giocatore. Con Diego, cambierebbero anche le strategie per arrivare al vice Nedved, visto che tutti ormai sono convinti della insostituibilità del campione ceco. Adesso anche Ranieri si è persuaso che sarebbe meglio impiegare il ’tesoretto’ rimasto nell’acquisto di un buon difensore. La Juventus aveva bocciato Ivanovic, che mercoledì sera ha segnato due gol di stratosferica importanza e adesso se ne pente, come di molti acquisti mancati (Xabi Alonso) ed effettuati (Andrade, Poulsen, Tiago, Almiron). Ranieri ha capito che occorre un difensore veloce e ha indicato Santacroce, visto oltretutto che la Juve ha una corsia privilegiata con il Napoli per le comproprietà di Zalayeta e Blasi e per Criscito, del quale ricomprerebbe la metà dal Genoa per girarlo ai partenopei, cui potrebbe interessare. Genoa senza patemi Thiago Motta si è divertito a fare l’arbitro di una partitella tra gli uomini dello staff di Gasperini, Bosko Jankovic scherza con i cronisti che gli chiedono se giocherà prima punta al posto di Milito, Criscito prende in giro Bocchetti che si legge le pagelle sui giornali. E’ serena in questi giorni l’atmosfera a Pegli, e questa è una delle forze del Genoa che domani gioca contro la Juventus la gara con cui cercherà di consolidare il quarto posto in classifica. Il Ferraris dovrebbe essere esaurito, con circa 35.000 spettatori sugli spalti e quasi 1.000 bambini ospitati nel settore 5, lontani dai genitori ma sorvegliati dai volontari del Genoa Club For Children. La prevendita è arrivata infatti a 8.000 tagliandi venduti, che si sommano ai 22.856 abbonati. Molto probabile il nuovo record stagionale d’incasso.

La stampa inglese sicura: l’allenatore del Milan ha firmato un triennale da 6,5 milioni

C’è il sì tra Ancelotti e il Chelsea Kakà pronto a dire no agli assalti del Real “Però ai rossoneri servono nuovi innesti”

Carlo Ancelotti abbraccia Senderos La prossima stagione il tecnico rossonero potrebbe andare al Chelsea

MILANO - Per gli inglesi Ancelotti ha detto sì al Chelsea, quanto a Kakà nessun contatto e nessun futuro al Real Madrid. Tiene banco il futuro del tecnico e del fuoriclasse brasiliano in casa Milan: Kakà, in un’intervista, ha giurato che resterà rossonero e ha chiesto alla società di «rinnovare il mix» tra esperienza e gioventù «abbassando un po’ l’età

e Chelsea. E ieri The Sun, tabloid britannico spesso ben informato, sostiene che l’allenatore di Reggiolo abbia accettato di subentrare a Guus Hiddink sulla panchina dei Blues, e offre anche le cifre del contratto triennale già concordato: circa 6,5 milioni di euro a stagione. Ancelotti avrebbe indicato Allegri del Cagliari come suo successore.

media della squadra». In estate si capirà se le scelte di mercato lo accontenteranno, ma prima bisogna sciogliere il nodo su chi siederà in

panchina l’anno prossimo. Il tecnico è molto tentato dalla prospettiva di cambiare aria dopo otto anni. Da tempo lo corteggiano Real Madrid

Vucinic, Aquilani e Cicinho sempre fuori Riise carica il gruppo: “Non sarà facile”

Totti giocherà il derby Il ginocchio si sgonfia

ROMA - A Roma è ormai tempo di derby, ma a Trigoria il primo pensiero dei giocatori è ancora per la popolazione dell’Abruzzo duramente colpita dal terremoto. «Giocheremo anche per le popolazioni colpite dal terremoto» sottolinea il laterale giallorosso Riise che porta con se un bel ricordo della stracittadina d’andata che vide Totti e compagni battere la Lazio. E la squadra di Spalletti vuole ora fare il bis. «Non sarà una partita facile, ma dobbiamo puntare al quarto posto che è l’obiettivo principale. Genoa e Fiorentina stanno facendo molto bene». Totti lavora ancora in palestra ma c’è ottimismo sul suo recupero. Spalletti può fare un bilancio dei presenti. Il capitano ha il ginocchio sgonfio, oggi verrà presa la decisione su di lui, ma c’è

ottimismo. Per il resto il tecnico ha ritrovato Menez mentre Juan ha lavorato ancora a parte ed è quindi praticamente out. Ancora assenti Vucinic, Aquilani e Cicinho.

Il presidente nega di aver pensato al successore di Rossi

Lotito fa ancora la faccia dura Niente sconti alla sua Lazio ROMA - «Spero che la squadra abbia ritrovato la serenità, la voglia di combattere e di dimostrare ai tifosi sacrificio e determinazione. Se non raggiungeranno quest’obiettivo, si proseguirà col ritiro. Se non cam-

bierà il loro approccio, l’atteggiamento della società non cambierà». Nessuno sconto all’orizzonte in casa Lazio. In caso di ko nel derby di domani contro la Roma (sarebbe la quarta sconfitta consecutiva per gli uomini di Delio Rossi), il presidente Claudio Lotito ha annunciato che il ritiro non cesserà. Il numero uno biancoceleste, dai microfoni di Radio Kiss Kiss, non ha usato troppi giri di parole per far capire alla sua squadra che il trend negativo dovrà essere invertito già dalla stracittadina con i cugini giallorossi. Per quanto riguarda il futuro tecnico della società, dopo che sono stati accostati alla panchina della Lazio i nomi di Giampaolo, Del Neri e Zenga come possibili successori di Delio Rossi, Lotito ha voluto precisare che «non ho contattato nessuno».

Secondo Forbes lo United è la società più ricca

Manchester campione del mondo anche per quanto riguarda i soldi ROMA - Il Manchester United campione del mondo sul campo è anche il club più ricco del pianeta. Lo sostiene l’autorevole rivista finanziaria americana “Forbes”. Secondo il giornale, in testa al ranking c’è il club di Ferguson con un valore di 1,87 miliardi di dollari (1,4 mld di euro), seguito dal Real Madrid, Arsenal, Bayern Monaco e Liverpool, tutti con un patrimonio superiore al miliardo di dollari. L’Italia è rappresentata dal Milan che occupa la sesta posizione con un valore di 990 milioni di dollari, la Juventus è alla nona posizione

con 600 milioni, mentre la Roma al 13/o posto con 381 milioni di dollari, precede l’Inter al 14/o con un patrimonio di 370 milioni.


40 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

Sport

Calcio Diego regala magie e il Werder Brema passa 3-1 Quagliarella prima spreca e poi segna il gol della speranza

La nostra Europa si restringe Udineseconunpiedefuori

L’antidoping francese contro Armstrong

PARIGI - Secondo l’agenzia Antidoping francese, Lance Armstrong avrebbe violato, per un tempo di circa 20 minuti, «l’obbligo di rimanere a contatto visivo diretto e permanente» con il responsabile del controllo a sorpresa effettuato lo scorso 17 marzo. L’americano aveva atteso 20 minuti prima di consegnare i campioni. Ma qual è il senso dell’obbligo in questione e quali gli eventuali vantaggi che un atleta avrebbe nel violarlo? Questa la risposta del professor Antonio Dal Monte, uno dei fondatori dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport. «C’erano dei ciclisti che si facevano il ricambio dell’urina nella vescica, addirittura con ago sovra-pubico oppure con catetere. Venti minuti sono un lasso di tempo direi esuberante per poter fare qualcosa del genere». Un’eventuale sanzione potrebbe avere conseguenze sulla partecipazione del ciclista al Tour de France.

I friulani di Marino si giocano tutto nel ritorno casalingo dei quarti di Uefa Werder Brema (4-3-1-2): Wiese 6,5; Fritz 6, Mertesacker 6, Naldo 6,5, Boenisch 6 (36’ st Pasanen sv); Tziolis 6, Frings 6,5, Ozil 6 (32’ st Niemeyer sv); Diego 8; Pizarro 6, Almeida 7 (26’ st Hunt 6). A disp. Vander, Baumann, Prodl, Vranjes. All. Schaaf 7 Udinese (4-3-3): Handanovic 5; Zapata 6,5, Felipe 5,5, Domizzi 5,5, Pasquale 5,5; Inler 5 (38’ st Obodo sv), G. D’Agostino 5,5, Asamoah 6; Pepe 5,5 (28’ st Floro Flores 6), Quagliarella 5, Sanchez 4,5. A disp. Belardi, Sala, Lukovic, Zimling, Isla. All. Marino 5 Arbitro: Duhamel (Fra) 6 Marcatori: 34’ pt e 22’ st Diego (W), 24’ st Almeida (W), 40’ st Quagliarella (U) Ammoniti: Pasquale e Tziolis Recupero: 0’ e 3’ Spettatori: 30.000 circa BREMA - Il diagonale è così lento che mentre il pallone punta il secondo palo sono già tutti lì a ricalcolare: quanto dovrà sborsare ora la Juve per Diego? Poi, dopo il dribbling e la parabola del 2-0 la certezza: tanto, tantissimo. Perchè la doppietta del brasiliano all’Udinese vale una bolla di mercato, come il 3-1 del Werder scortica le speranze di qualificazione degli ultimi italiani rimasti in Europa. Al

Ciclismo Avrebbe violato le regole

Basket L’italo americano pronto al grande salto

Hackett ci prova Sarà alla lotteria Nba Mesut Oezil (a destra) del Werder Brema contende il pallone a Simone Pepe

Werder Brema, s’era capito, riesce proprio facile mettersi contro tutta l’Italia del pallone. Premesso che mai siamo riusciti, in tredici partite, a batterli in casa, il riassunto di quest’anno è un guaio dopo l’altro: prima hanno turlupinato l’Inter in Champions spedendola al patibolo di Manchester, poi hanno fatto fuori il Milan dalla Coppa Uefa, con una certa democratica coerenza. E poi in un colpo

F1 Il 29 il verdetto a Parigi

La McLaren rischia grosso

solo ecco qua: 3-1 all’Udinese all’andata dei quarti, e firma pesante in tabellino. Diego, il brasiliano dei sogni juventini, che fino a un attimo fa costava la bellezza di 20 milioni. Ora la valutazione va aggiornata. Per i gol, e per il grado di pericolosità che riesce a istillare nei suoi compagni. I gol. Diego servito a destra, Domizzi che lo lascia tirare, il diagonale morbido e preciso. Uno a zero. Nella

ripresa l’Udinese sbaglia un paio di gol già fatti e il Werder raddoppia con un destro a girare sempre di Diego. Due a zero nemmeno digerito e arriva il terzo: lancio dalla trequarti, difesa sfilacciata, Almeida passa in linea e batte ancora Handanovic. Sembra finita, i bianconeri sprecano ancora ma alla fine trovano con Quagliarella la zampata che lascia un po’ di speranze per la partita di ritorno.

Moto Oggi le prove libere in Qatar, domenica la prima corsa

Valentino Rossi e Stoner, i soliti due Saranno loro a contendersi il mondiale

La McLaren di Hamilton

PARIGI - La McLaren rischia grosso. A sostenerlo è lo stesso Bernie Ecclestone, patron della Formula 1. «Ci sono varie opzioni possibili se l’accusa dovesse essere confermata - ha dichiarato Ecclestone al quotidiano britannico Daily Express - e sarebbe terribile se un team venisse squalificato dalle corse, ma potrebbe accadere». Il 29 aprile la scuderia delle ’Frecce d’Argento’ dovrà presentarsi al Consiglio mondiale della Fia, che si riunirà a Parigi, per chiarire il comportamento tenuto nel Gp d’Australia quando mentì sostenendo di non aver dato indicazioni a Hamilton in occasione del sorpasso di Trulli in regime di safety-car spingendo poi lo stesso Hamilton a non dire il vero. Un comportamento che, se confermato, violerebbe l’articolo 151c del Codice sportivo internazionale relativo a «ogni condotta fraudolenta o ogni atto pregiudizievole per gli interessi di ogni competizione o agli interessi degli sport motoristici in generale» e che sarebbe sanzionabile in modi differenti: con una reprimenda, una multa, la penalizzazione o la stessa squalifica.

Baseball Adenhart giocava negli Angels

Giovane promessa muore in un incidente

LOS ANGELES - Il giovane lanciatore della squadra di baseball dei Los Angeles Angels, Nick Adenhart, 22 anni, è morto in un incidente stradale a Fullerton. Adenhart, considerato una promessa del baseball americano, è morto insieme ad altre due persone che viaggiavano con lui, mentre una terza si è salvata ma è in ospedale in condizioni critiche. L’auto è uscita di strada dopo lo scontro con un altro veicolo.

L’australiano punta il “dottore” “Ma per il titolo ci sono anche altri” ROMA - Anche i bookmaker puntano su loro due. Il motomondiale parte domenica dal Qatar e se è vero che il titolo MotoGp appare affare riservato tra Valentino Rossi e Casey Stoner, nelle quote l’australiano della Ducati sul circuito di Losail ha un leggero vantaggio. Magari perchè si è aggiudicato le ultime due edizioni, cui la Ducati può aggiungere il terzo posto di Loris Capirossi nel 2006. Comunque vada a finire la prima sfida stagionale, i numeri spiegano bene perchè Rossi e Stoner si dividono i favori del pronostico. Da quando la classe regina è stata portata a 800 di cilindrata, all’inizio del 2007, si sono divisi l’80% delle vittorie. Insieme hanno primeggiato in 29 delle 36 corse disputate: 10-4 per Stoner il primo anno; 9-6 per Rossi il secondo. Agli altri le briciole: quattro successi per Dani Pedrosa; uno a testa per Chris Vermeulen, Jorge Lorenzo e Loris Capirossi. Una supremazia che però non fa dormire sonni tranquilli all’australiano: «Ci sono almeno i

ROMA - Daniel Hackett tenta l’avventura nell’Nba nella speranza di diventare il quarto italiano, dopo Bargnani, Belinelli e Gallinari, nel basket pro americano. Nel draft 2009, l’evento in cui le 30 squadre Nba scelgono i nuovi giocatori, ci sarà anche il 21enne originario di Pesaro. Lo ha rivelato a Espn, Andrew Vye, agente del cestista che ha annunciato anche l’ingresso dell’italiano nella scuderia Asm sports. Hackett, in possesso della doppia cittadinanza italiana e statunitense, fa parte del giro della Nazionale Azzurra e da tre anni partecipa alla Ncaa con la University of Southern California.

Tennis Il 25 e 26 le semifinali di Fed cup

Pennetta in campo per battere la Russia Casey Stoner lanciato all’inseguimento di Valentino Rossi

primi sei dello scorso anno e qualcun altro in grado di vincere. Io mi sento come nel 2007, quando nessuno si aspettava niente da me e ho vinto la prima gara e poi il campionato. La moto nuova va molto bene, non ha mai dimostrato particolari problemi tecnici e credo che potremo essere competitivi fin dall’inizio». Sempre che il polso sini-

stro, operato a ottobre, non dia fastidi. I bolidi della MotoGp riaccendono i motori oggi, con le prove ridimensionate. Si parte con l’unico turno di libere della durata di 45 minuti. Domani altri due turni da 45 minuti (il primo di libere, il secondo di qualifiche). Invariato il programma di domenica, con il warm-up da 20’ prima della gara.

ROMA - Sara Errani, Flavia Pennetta (nella foto), Francesca Schiavone e Roberta Vinci. Sono queste le convocate azzurre dal capitano Corrado Barazzutti per Italia-Russia, incontro valido per le semifinali del tabellone mondiale della Fed Cup 2009 di tennis in programma il 25 e 26 aprile prossimi a Castellaneta Marina (Bari). I precedenti vedono la Russia in vantaggio per 4-0 (nel 1968 e nel 1980 giocava come Urss). L’ultimo confronto risale al 2007: in finale a Mosca le russe si imposero 4-0.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 41

SPORT Rammaricato il presidente, Lillo Foti. La società replica con una nota stampa

S E R I E

A

REGGINA

REGGIO CALABRIA — Qualche at-

timo di tensione ieri al Sant’Agata. Un gruppetto di tifosi si è recato al Centro sportivo amaranto per contestare la squadra, dopo la deludente prestazione di domenica scorsa - e la conseguente sconfitta - col Genoa. I supporter, incuranti del divieto di ingresso, hanno cercato di oltrepassare le transenne poste nelle giornate di lavoro a porte chiuse e recarsi verso il campo principale in ci sui allena la squadra. L’intento era quello di avere un faccia a faccia con i giocatori e chieder loro quanto meno un impegno maggiore in questa ultima fase di campionato. Ad imbattersi per primo nel gruppo dei sostenitori, il presidente Lillo Foti che stava lasciando il Centro sportivo, dopo aver assistito come sempre alla sgambatura diretta da Orlandi. Sembra siano volate all’indirizzo del numero uno amaranto parole molto dure, forse qualche spintone, ma alla fine è stata riportata la calma grazie all’intervento di qualche giocatore ed al buon senso di tutti. La società ha preferito affidare ad un comunicato stampa lo stato d’animo dopo l’accaduto. «Un gruppo di persone è intervenuto non con lo spirito di sostegno, come dovrebbe essere in questo particolare momento del campionato - è scritto nella nota -, ma dimostrando poca sensibilità nei confronti di chi lavora per raggiungere un obiettivo ancora perseguibile». Il numero uno amaranto ovviamente si è detto dispiaciuto per l’episodio e raggiunto telefonicamente ha detto: «Ho grande rispetto di tutti. E preferisco, dopo

2ª D I V I S I O N E

Al Centro Sant’Agata i tifosi contestano la squadra amaranto tanti proclami, non parlare. Voglio che siano i fatti a farlo per me. Se alla fine del campionato sarò riuscito a centrare il mio obiettivo, allora non potrò che ritenermi soddisfatto. In caso contrario significherà chiaramente che, quest’anno, non sono stato all’altezza della situazione». Il presidente della Reggina è il primo ad assumersi le responsabilità della deludente stagione degli amaranto. Lo ha sempre fatto, lo fa anche adesso. E spera che la squadra dia le risposte giuste, dopo i provvedimenti assunti nei giorni scorsi - allenamenti a porte chiuse e nessuna dichiarazione stampa - e soprattutto la contestazione di ieri. Dovrà cominciare a farlo da domenica contro l’Udinese, visto che la squadra non è ancora condannata. Contro l’Udinese Foti ha chiesto un atto di coraggio e orgoglio. Orlandi, che cerca di tenere compatto il gruppo, da parte sua sta valutando tutte le soluzioni ma soprattutto le condizioni psicofisiche dei suoi giocatori: scenderà in campo chi è più motivato. Contro l’Udinese il tecnico non potrà contare su Carmona, squalificato, e gli infortunati Adejo e Corradi. Lanzaro ha recuperato dal fastidio muscolare, mentre Cirillo anche ieri ha avuto la febbre. E’ probabile che il difensore campano partirà dalla panchina.

Il presidente, Lillo Foti

A MICROFONO APERTO di Antonio Latella

ALMENO SALVIAMO LA FACCIA omunque vada a finire, almeno si salvi la faccia. La Reggina ha ancora qualche possibilità di rimanere in serie A e, dunque, in capo agli amaranto grava l’onere di provarle davvero tutte. Ma quel che la gente non può più sopportare è la mancanza di amor proprio che contraddistingue la formazione calabrese. Ammesso e non concesso che si incappi in un’annata no, è del tutto evidente che non si dovranno più vedere le scene indecorose cui abbiamo tutti assistito nella gara contro il Genoa. Questa squadra non c’è con la testa. Non tutti, ma in molti hanno mollato. Ed è questo l’aspetto più grave, perché ci sono ancora le condizioni per recuperare, almeno sulla carta. Guardate il calendario delle dirette concorrenti della Reggina: hanno tutte impegni molto più gravosi rispetto a quelli che attendono il complesso di Nevio Orlandi. Ma il problema, a questo punto, è diverso. Dipende tutto dalla capacità di reagire che Brienza e compagni dimostreranno di possedere. Perché senza una svolta mentale, tardiva ma ancora utile, la salvezza non arriverebbe nep-

C

pure incontrando, al posto delle prossime otto avversarie, le rispettive formazioni Primavera. Il messaggio che il tecnico amaranto ha lanciato domenica scorsa è stato chiaro. In questo finale di campionato giocheranno i calciatori più seri e motivati, non quelli che si mostrano svogliati in allenamento o che amano fare le primedonne. A chi non ha a cuore le sorti della Reggina, ci permettiamo di ricordare che la serie A rappresenta un patrimonio per la città dello Stretto e per l’intera Calabria. Per la parte che ci compete, non consentiremo che questo bene venga disperso da un gruppo di ragazzini strapagati che, nella migliore delle ipotesi, dimostrano di essere privi di attributi. Ed ancora, a chi non vede l’ora di concludere questo campionato per trovare un contratto altrove, ci va di preannunciare che tutto questo non avverrà in maniera gratuita e indolore. Reggio è una città capace di riservare grande amore a quanti vestono la maglia amaranto. Ma è anche una città che non dimentica. E dopo tanto amore, spesso, resta solo tanto odio. La dura contestazione di ieri, purtroppo, ne è la riprova.

Angela Latella

La squadra di Toscano ospita domani i pugliesi di mister Chiancone

COSENZA

COSENZA — La partita giocata per be-

neficenza ad Amantea è stata una buona sgambatura e una buona occasione per provare schemi in vista della gara contro l’Andria Bat. Dicevamo provare schemi perché le sensazioni che si sono avute nel corso degli allenamenti non sono state confermate nel corso della gara contro i blucerchiati tirrenici. A parte le carte mischiate il Cosenza si presenterà in campo con lo stesso assetto tattico che sta dando tante soddisfazioni a Mimmo Toscano e al popolo rossoblù. Il 4-2-3-1 sta creando il vuoto alle spalle dei lupi e quindi cambiarlo sarebbe un vero peccato. Nell’edizione di domani daremo conto della formazione che affronterà i biancazzurri di Chiancone aspettando la rifinitura che si svolgerà al San Vito nella mattinata di oggi. Quale squadra avrà di fronte il Cosenza domani al San Vito. L’Andria Bat era partita in sordina ma andando avanti nel campionato ha trovato i giusti automatismi che gli hanno consentito di arrivare al quarto posto in classifica. Ad inizio stagione tecnico della squadra biancazzurra era l’ex portiere del Cosenza Di Leo poi sostituito da Chiancone nel mese di febbraio. Una squadra interessante che ha fra le sue fila uomini di grande esperienza e ra-

Contro l’Andria i silani puntano dritti alla vittoria

La curva dei tifosi rossoblù del Cosenza. Sopra, il tecnico Mimmo Toscano

gazzi di grande avvenire. Su tutti spicca il nome di Pasquale Ottobre che è arrivato a gennaio dall’Aversa Normanna dopo essere stato a lungo accostato al Cosenza. A centrocampo altri due uomini di assoluto valore e di grande

avvenire sono Ousmane Sy, scuola Perugia e Mario Rebecchi, scuola Inter. In avanti peso offensivo sulle spalle di Mattia Mastrolilli, arrivato a gennaio dalla Vibonese e che ha realizzato una sola rete in campionato, e Julian Di Co-

smo, centravanti di proprietà del Catania che ha iniziato la stagione alla Paganese e che ancora non ha realizzato nemmeno una segnatura dal suo arrivo in Puglia. Anche Di Cosmo era stato affiancato al Cosenza ma alla fine

non se ne fece nulla e in riva al Crati non arrivò nessun attaccante oltre quelli che erano già presenti in rosa. In effetti molto è cambiato soprattutto in attacco e in cabina di regia rispetto alla squadra che ha affrontato il Cosenza al “Degli Ulivi” nella gara di andata che andò in onda in diretta televisiva su Rai Sport Sat e nel corso della quale si annunciò la trasmissione del derby Cosenza-Catanzaro in diretta televisiva e in posticipo per l’otto dicembre 2008. Non si placano intanto le polemiche sulla chiusura del settore ospiti del San Vito, i tifosi del Cosenza sono delusi quanto quelli pugliesi per la scelta dell’Osservatorio. Arbitro. Il fischietto Carmine La Mura della sezione di Nocera Inferiore e gli assistenti Mauro Dioletta della sezione di Teramo e Leopoldo Belmonte della sezione di Frosinone, sono la terna designata per il match tra Cosenza e Andria Bat, valevole per la ventinovesima giornata di campionato. Carmelo Grandinetti


42 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

SPORT 2ª D I V I S I O N E

Dagli ultras Lions pieno sostegno alla squadra rossoblù in vista del match di domani contro il Monopoli

Vibonese, i tifosi fanno quadrato VIBONESE

Intanto, Galfano spera nel recupero dell’attaccante Taua

VIBO VALENTIA — Gli amici, quel-

li veri, si riconoscono nel momento del bisogno. E la Vibonese ora ha bisogno di amici, di tifosi: ha bisogno di sostegno, di calore ed appoggio per ritrovare la via del gioco e dei risultati, la via del gol e della vittoria. Al grido di “Difendiamo la Seconda divisione” e “La Vibonese è nostra. La Vibonese è di tutta la provincia di Vibo Valentia”, gli ultras Lions Vibonese stanno organizzando il tifo per la gara di sabato al “Luigi Razza” contro il Monopoli, anche perché i supporters avversari saranno costretti a restare a casa per disposizione del solito Comitato ministeriale che ha vietato la trasferta dei pugliesi. Con un secco comunicato, infatti, è stata veicolata la notizia che «Il Comitato di snalisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, ha disposto che in occasione della gara Vibonese-Monopoli, in programma sabato 11 aprile, già decretata “ad alto profili di rischio” dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, il settore ospiti dello stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia, rimanga chiuso». Una de-

2ª D I V I S I O N E VIGOR LAMEZIA LAMEZIA TERME — Seduta di rifinitura stamane e poi si parte alla volta di Noiccattaro. La Vigor Lamezia di Pierini cerca un’ultima e disperata mossa vincente per poter rientrare nella lotta per la conquista di un posto nei play-out. In terra pugliese, tanto per cambiare, i biancoverdi dovranno assolutamente conquistare i tre punti per coltivare quel poco che resta di possibilità per salvare una stagione fallimentare. Ieri, nella seduta pomeridiana, mister Pierini ha provato il modulo 4-3-2-1, con Panìco tra i pali. Linea difensiva con Sanso a destra, Cascone e Filippi cen-

cisione esagerata, sulla quale non è il caso aggiungere altro, considerato che i lettori più fedeli de il Domani sanno bene come la pensiamo in proposito. Intanto, procede la mobilitazione in città. Da due giorni ormai, i muri di Vibo Valentia sono tappezzati da volantini sui quali si invita ad essere presenti in massa allo stadio: «Sosteniamo la squadra, diventiamo il dodicesimo uomo in campo – scrivono gli ultras Lions Vibonese – non possiamo lasciarli solo nel momento più difficile. Hanno bisogno di noi tifosi, facciamogli sentire che noi ci siamo!». L’appello è chiaro: «Riempiamo la curva e usciamo dalla zona play-out». Ed ancora: «La Vibonese è “nostra… Forza Vibonese!». Il gruppo ultras Lions Vibonese si è anche organizzato con un sito internet, dove si sta arricchendo il forum con le opinioni dei tifosi. Eccone qualche esempio in pillole: «Per domenica, dobbiamo andare in curva perché si deve sentire un “fuori le palle” forte da tremare la terra. Ci dobbiamo far vedere e sostenere gli undici leoni per 90 minuti, però loro devono

amare questi colori ed essere fieri di indossare la maglia rossoblu. Lo striscione che non si può non fare è quello “Fuori le palle”... e un altro “Forza Ragazzi” o qualcosa di simile. E ancora: «contestare ormai non serve a nulla... Dobbiamo solo sostenere, sostenere e crederci! Noi andiamo a sostenere la Vibonese i colori rossoblù, andiamo a difendere la nostra C2”. Sul fronte degli allenamenti in vista della partita di sabato. Prosegue il lavoro a parte di Vincent Taua, nella speranza che possa farcela a scendere in campo a reggere sulle sue spalle il peso del reparto offensivo. Galfano, nel frattempo sta provando diversi opzioni tattiche puntando sul lavoro sulle fasce sfruttando la buona lena di Polito e Di Franco, ma anche ipotizzando una posizione più avanzata di Di Mauro inserendo nel solito centrocampo a tre il giovane Kulenthiran insieme a Pirrone e Ruscio. Comunque sia, le decisioni definitive saranno prese solo quando si avrà certezza sulla possibilità di utilizzare o meno Taua.

Il tecnico ha provato il 4-3-2-1. Cascone in dubbio. Pronto il giovane Caruso. Oggi la rifinitura

trali e Di Donato a sinistra. Tuttavia, nel corso dell’allenamento di eri, Cascone si è fermato accusando, pare, un’infiammazione a una coscia. Se non dovesse farcela, Pierini potrebbe gettare nella mischia il giovane difensore Caruso sulla fascia sinistra, spostando Di Donato al centro. Per quanto riguarda il resto, il tecnico lametino ha provato poi un centrocampo a tre con Ciotti Cacciaglia e Clasadonte. Inserendo di volta in volta, prima Carraro e poi Amita. Quindi, più avanti Riccobono a destra e Ragatzu a sinistra con l’unica punta, Sergi. Dovrebbe essere questa la formazione. Fermo restando un probabile recupero di Ciminari che comunque andrà in panchina e l’inserimento di Caruso. Dopo il lungo faccia a faccia di mercoledì negli spogliatoi tra tecnico e giocatori, l’auspicio è che domani la squadra tolga fuori l’orgoglio e riesca a “stupire” i propri tifosi. Il match di sarà diretto dal signor, Terzo di Palermo.

Mister Galfano. Nel riquadro, il simbolo degli ultras vibonesi

Pierini cerca il migliore assetto per vincere contro il Noicattaro

A sinistra Sanso probabile titolare domani a Noicattaro. Sopra, il tecnico biancoverde, Pierini

Maurizio Bonanno

r. s.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 43

SPORT 2ª D I V I S I O N E

L’INTERVISTA A tu per tu con il forte centrocampista giallorosso

CATANZARO

CATANZARO — Negli anni Novan-

ta, scritta da Max Pezzali, andava di moda la canzone “La regola dell’amico”. Nella stagione 2008/2009, invece, per Claudio Zaminga vale la “regola dell’ex”. Infatti, negli incontri disputati dal mediano nelle vesti da ex, il Catanzaro ha portato a casa tre successi. Ci riferiamo ai due derby con la Vigor Lamezia e alla gara d’andata col Melfi (3-2 il risultato finale per le Aquile). Un buon viatico, quindi, anche perché l’immediato futuro dell’Fc si chiama proprio Melfi. La squadra lucana rappresenta il passato più recente del settepolmoni giallorosso. Ecco, allora, una nuova partita (la quarta della stagione) da vivere come ex di turno per il buon Claudio. Zaminga, lei che ricordi conserva dell’esperienza maturata, nella passata stagione, a Melfi? «Si è trattato, in ogni caso, di un anno importante. Un’esperienza valida. Melfi è una “piazza” tranquilla, dove la C2 rappresenta già un grosso traguardo e il mantenimento della categoria è visto come un risultato importante. Senza dubbio, conservo buoni ricordi». Claudio Zaminga, metta per un attimo da parte la diplomazia. Ha mai rimpianto il giorno in cui accettò l’offerta del club lucano? Lei era andato a Melfi con l’idea di poter disputare un torneo d’avanguardia e, invece, complice anche una situazione societaria particolare, è arrivata una salvezza sofferta. «Guardi, dopo tre anni trascorsi con la Vigor Lamezia, avevo la necessità di provare una nuova esperienza e la necessità di trovare nuovi stimoli. Sono un tipo che va a giocare nei posti in cui viene cercato con insistenza. Insomma, mi piace la squadra e l’ambiente che mi fanno sentire importante. A Melfi, è stato così. Ecco perché ho accettato, nell’estate del 2007, l’offerta dei lucani». CATAN ZARO — E’ giunta ormai agli sgoccioli la preparazione del Catanzaro in vista della sfida di domani col Melfi. Un solo dubbio, probabilmente, tiene banco nella testa di Nicola Provenza. Il tecnico, infatti, deve sciogliere il nodo riguardante chi occuperà il ruolo di esterno di sinistra nel centrocampo giallorosso. C’è sempre Tomi in pole position. Tuttavia, Provenza sarebbe anche tentato dall’ipotesi di dirottare Mangicasale a sinistra, dando spazio sulla destra a Corapi. Qualche indicazioni in più, potrà emergere dalla rifinitura di stamattina (ancora da decidere se verrà effettuata al “Curto” o al “PoliGiovino”). Per il resto, la formazione anti-Melfi appare pressoché fatta. In difesa, sarà nuova di zecca la coppia centrale. Il duo De Franco-Di Meglio sarà a chiamato a sostituire gli squalificati Di Maio e Gimmelli. A destra, poi, spazio per Francesco Montella e a sinistra per Ciano. In mezzo al campo, muscoli e cervello con la coppia ZamingaBerardi, mentre sulle fasce

Melfi attento! Contro le sue ex squadre Zaminga vince sempre E poi, è arrivato il Catanzaro… «E’ naturale che Melfi non poteva darmi, a livello di passione e di entusiasmo, quel che mi dà la squadra giallorossa. Ecco perché non ci ho pensato su due volte, in estate, nell’accettare l’offerta del Catanzaro». Lei lo sa che, attualmente, nei panni da ex è imbattuto? «Allora, preferisco toccare ferro! Battute a parte, è un qualcosa di positivo ma al contempo casuale. Una nota di colore piuttosto curiosa…». Che partita sarà quella tra Catanzaro e Melfi? «Un match difficile per noi. La sconfitta di Atessa, oltre a penalizzare il Catanzaro, ha finito per ingarbugliare ulteriormente la zona play out e la squadra lucana, nonostante un ottimo girone di ritorno, si ritrova con appena tre punti di vantaggio sulla quintultima». Chi la spunterà nel duello a distanza tra i bomber? Mi riferisco a Max Caputo da una parte e a De Angelis dall’altra… «Innanzitutto, penso che siano i migliori giocatori in circolazione nel panorama della Seconda divisione. Nel proprio ruolo, non hanno rivali. E dico di più. Giocando assieme, formerebbero una coppia maestosa. Sarebbe stato bello vederli duettare se solo gli eventi lo avessero permesso. Se non sbaglio, a gennaio, si era parlato di un interessamento del Catanzaro per De Angelis… In ogni caso, nelle nostre fila abbiamo elementi che, in chiave futura, posso diventare giocatori di primo piano. Mi riferisco a Iannelli, Montella e Falomi». Il centrocampista del Catanzaro, Claudio Zaminga

Vittorio Ranieri

NOTIZIARIO Domani in difesa in coppia con Di Meglio. In attacco il duo, Caputo-Iannelli

Verso l’esordio di De Franco

A sinistra, Tomi. Sopra, De Franco che domani dovrebbe esordire dal primo minuto.

l’unico sicuro di giocare è Corapi. Da capire chi agirà sulla sinistra. In avanti, dovrebbe essere Iannelli a far coppia con Caputo. Quindi, per Antonio Montella anco-

ra panchina. Nel corso dell’allenamento di ieri mattina, il solo Pippa s’è allenato a ritmo ridotto. La squadra giallorossa ha sostenuto, inizialmente, un lavoro

atletico per poi passare alla parte tattica sotto l’attento sguardo di Nicola Provenza. Vit. Ran.

L’EDITORIALE di Valter Leone

I PRIMI BILANCI DELLA STAGIONE A

sei partite dalla conclusione, da più parti si cominciano a tracciare i primi bilanci. Diventa sempre difficile mettere a fuoco la reale fotografia di quello che ha rappresentato la stagione di ogni singola squadra, anche perché ogni singolo protagonista cerca di focalizzare qualsiasi argomento dalla parte che gli fa più comodo. Il passaparola più assordante di questi periodi, è quello relativo al giudizio che si dà sull’intero campionato. Nel nostro caso, quello della Seconda divisione, c’è una tendenza a indicare come mediocre il valore tecnico del campionato stesso. Ma sarà vero? Certo, se dovessimo andare a rileggere con attenzione gli organici messi su a inizio stagione e i vari aggiustamenti della sessione invernale del calcio mercato, ci si rende conto che poi così mediocre non lo è stato questo campionato. Un punto di vista che si rafforza andando a passare in rassegna il livello di gioco espresso da buona parte delle squadre. Ebbene, in più occasioni si sono viste formazioni che hanno evidenziato organizzazioni di gioco eccellenti, vuoi per la bravura dei tanti calciatori che hanno messo in mostra le rispettive qualità, vuoi per la preparazione degli allenatori che in questi ultimi anni stanno dimostrando di applicarsi e non poco. E’ chiaro che alla fine la differenza la fanno sempre i risultati: diventa difficile commentare una buona prestazione di una squadra dopo una sconfitta. E allora ecco che, come sempre, a farla da padrone, ogni qualvolta si avviano discussioni sulla qualità del campionato, sono sempre i numeri. Quei numeri asettici e molte volte indigesti. Numeri che fanno pendant con il cosiddetto fattore campo, che mai come in questo campionatostadecidendolesortidellevarie squadre. E basta soffermarsi sulle quattro sorelle calabresi, per evidenziare il loro cammino alla ricerca degli obiettivi prefissati a inizio stagione. La capolista Cosenza ha fatto del San Vito una vera e propria cassaforte: 10 vittorie e 4 pareggi. Il primato, probabilmente, è stato costruito proprio davanti alpropriopubblico.Cosìcom’è da evidenziare il cammino interno del Catanzaro, dove la differenza nei confronti della capolista sta proprio in due vittorie in meno e due pareggi in più: aggiungete quattro punti e si parlerebbe di ben altro. Così come è chiara la caduta a picco della Vibonese che in casa ha vinto soltanto quattro gare: il capitombolo nella zona playout è figlia di questo dato negativo. Così come quell’ultimo posto della Vigor Lamezia, che al “D’Ippolito” ha vinto una sola partita. Fattore campo indispensabile per raggiungere determinati obiettivi, come quella Val di Sangro che sul proprio campo non ha mai perso e mattone dopo mattone sta costruendo una salvezza che fino a qualche domenica fa sembrava irrangiungibile.


Pag. 44

APPUNTAMENTI il Domani

Venerdì 10 Aprile 2009

TEATRO - MUSICA - CULTURA - CONVEGNI - DANZA - ARTE - LIBRI - SOCIETÀ

CATANZARO Gioia, pace, amore e speranza sono stati i sentimenti che hanno animato al Politeama i giovani del Movimento Apostolico

“Meditando la passione”, spettacolo In scena la morte e la risurrezione di Cristo in un’opera di alto spessore artistico e spirituale CATANZARO — Gioia, pace, amore, speranza e solidarietà verso i terremotati dell’Abruzzo. Questi i sentimenti espressi martedì 7 marzo scorso nel teatro Politeama di Catanzaro dai giovani del Movimento Apostolico con la sacra rappresentazione “Meditando la Passione”. Due spettacoli, alle ore 18 e alle ore 21, per contemplare il mistero della passione, morte e risurrezione di Cristo attraverso un’opera di alto spessore artistico e spirituale scritta, musicata e diretta dalla dott. ssa Cettina Marraffa, presidente dello stesso sodalizio, e prodotta dalla “III Millennio”, già presentata il 28 marzo scorso a Roma nel teatro “Conciliazione”, presso il Vaticano. Una serata non programmata nel va-

sto calendario del Movimento Apostolico, ma voluta fortemente da molti in vista della Pasqua ormai alle porte, che ha richiamato l’attenzione di numerosi fedeli e autorità civili, militari e religiosi. Presenti tra gli altri anche il Prefetto di Catanzaro, Sandro Callosa, il presidente della provincia del capoluogo calabrese Wanda Ferro, e il comandante dei vigili del fuoco Guido Parisi. Il presule, nel salutare e ringraziare l’ispiratrice e fondatrice del Movimento Apostolico, Maria Marino, la presiedente Cettina Marraffa e tutti gli oltre centro interpreti, ha espresso un alto pensiero di solidarietà ai terremotati, rimarcando il messaggio cristiano della Pasqua nel Cristo che ha vinto la morte con la risurrezione.

Gli attori al Politeama

di Franco Brescia

CATANZARO Il ciclo de “I giovedì del Teatro”, avviato a febbraio scorso, sta per entrare nella fase conclusiva

CATANZARO — Il ciclo de “I giovedì del Teatro”, ideato e programmato dall’Associazione del Politeama, sta per entrare nella fase conclusiva. Durante il suo percorso, che ha preso l’avvio sin dal febbraio scorso, si è trattato, nelle diverse conferenze svolte, il “romanzo europeo”: un tema di elevato respiro culturale per il cui svolgimento si è fatto ricorso ad alcune personalità di spicco che concorrono a comporre il mondo culturale catanzarese che, in ogni occasione, ha manifestato elevati punti di qualità, peraltro sempre ottenendo vasto e corposo interesse di pubblico. Appunto considerata l’alta qualità culturale del progetto l’Associazione ha ritenuto di condividerlo con il Rotary Club di Catanzaro, presieduto dal Dott. Emilio Rocca, che fa parte del Rotary International, il quale è un emblema nel campo mondiale anche per quanto concerne la cultura. Questo penultimo incontro de “I giovedì del teatro”, come gli altri precedenti, si è tenuto al Politeama ed è stato svolto ad opera del professore Luigi La Rosa che è figura molto nota nel mondo culturale e perciò oggetto di vasto apprezzamento. Abbiamo già, tantissime volte, parlato nelle pagine di questo Giornale di questo grande conferenziere largamente impegnato in altri impegni culturali.

I promessi sposi, il romanzo di Manzoni Inoltre, è anche componente il Direttivo, nonché coordinatore il Settore cultura, dell’Associazione degli Amici del Politeama. Ascoltare le sue conferenze, che non sono infrequenti, non ci si stanca mai tanto sono approfondite, dotte, di alto tenore culturale, e, per di più, porte con eloquio forbito, fine, accattivante. Questa volta, per “I giovedì del teatro”, ha trattato il tema: Manzoni: I promessi sposi sul quale aveva terreno fertilissimo su cui discettare. Manzoni è un autore su cui puoi spaziare all’infinito. Il tema trattato è nell’ambito del romanzo storico e rientra nella scia della conferenza precedente con Elisa Bressi relatrice soffermatasi sull’inizio di questo filone e appunto su Scott, il quale ha dato origine a questa voga in cui si è poi introdotto anche il Manzoni con “I promessi sposi”. Il romanzo storico ebbe molto successo anche per il "bisogno di storia" tipico dell'epoca romantica. Questa necessità è collegata al risveglio del sentimento nazionale, in un momento di speranze sociali e di sviluppo della borghesia. Ma, è anche collegata alla ramificazione dell’influenza che esercitò la rivoluzione francese che segnava profonda-

mente tutto il vecchio continente sovvertendo il corso della storia in quanto, molto probabilmente per la prima volta, si introduceva il popolo nell’esercizio della gestione della nazione di appartenenza. Pertanto, le coscienze mutarono influenzate da tali eventi e nel romanzo storico si mostravano, attraverso i sentimenti e le idee dei protagonisti, i grandi mutamenti che riguardavano un’intera società. L’“eroe” non proviene più dalle sfere alte del popolo - che è parte piuttosto limitata della società - ma è il rappresentante di correnti sociali e di forze storiche che formano il livello inferiore della società, che, pur tuttavia, è quello rappresentativo della maggioranza della popolazione. “I promessi sposi” sono generalmente considerati la massima opera letteraria italiana. E’ generalmente ritenuto un romanzo storico e, al tempo stesso, di formazione. E, pure, soprattutto filosofico, profondamente cristiano, dominato dalla presenza della Provvidenza nella storia e nelle vicende umane. La fede nella Provvidenza, nell'opera manzoniana, permette di dare un senso ai fatti e alla storia dell'uomo. L'opera ebbe anche

RIACE Scade il 30 aprile prossimo il termine per partecipare al concorso che si terrà dal 22 al 24 maggio

Accoglienza Riaceinfestival, prima edizione RIACE — Scade il 30 aprile prossimo il

termine per partecipare alla prima edizione di A-Accoglienza Riaceinfestival, Festival delle migrazioni e delle culture locali. Gli aspiranti partecipanti troveranno tutte le informazioni per l’iscrizione nel sito www. riaceinfestival. it. Sono per ora pervenute quasi 100 opere, un risultato di tutto rispetto per un neonato festival. «Il concorso si articolerà in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aper-

ta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Obiettivi: in questo particolare momento storico in cui la questione della coesistenza tra popolazioni e tradizioni culturali differenti emerge in modo sempre più marcato questo festival vuole essere una iniziativa concreta che, attraverso il giovane ed universale linguaggio del cinema, promuova lo scambio e la conoscenza reciproca per contrastare forme di chiusura e razzismo. Uno spazio panoramico d’incontro e di confronto per produ-

zioni indipendenti in un luogo simbolo del bacino del Mediterraneo da sempre crocevia di popoli, lingue, religioni e culture. L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. Riace, comune virtuoso che punta sull’integrazione tra culture diverse, la valorizzazione della cultura materiale e l’eco-sostenibilità Il comune di Riace è composto da due parti, una marina che si sta sviluppando sul turismo, e il borgo vecchio (distante sette chilometri dal mare), che negli anni Settanta si è spopolato per emigrazione, lasciando molte case disabitate. Info@riaceinfestival. it - 339-7864093

un'enorme influenza nella definizione di una lingua nazionale italiana, unitaria, che fosse comprensibile alla gran parte degli italiani e, perciò, scelse il fiorentino parlato dalle persone colte, «il fiorentino ben parlato», perché esso forniva garanzie di prestigio, di espressione e di comprensione in larghi strati della popolazione. La riforma manzoniana del linguaggio, poi, influenzò tutti gli autori italiani successivi. Manzoni è diventato uno scrittore molto vicino al Romanticismo pur avendo ricevuto un'educazione illuminista ed anticonformista (che non fu rifiutata); è significativo quindi che i Promessi Sposi siano un romanzo centrato sul tema del rischio che corre la famiglia a causa della passione peccaminosa esterna (Don Rodrigo). E’ quindi anche un romanzo scritto in difesa del santo vincolo del matrimonio. Manzoni continua quindi a essere illuminista conservando il principio base per il quale la ragione è fondamentale e che condanna il vizio, la passione, il pregiudizio e la superstizione. Anche questa volta la conferenza è stata arricchita dalla lettura di alcuni passi dell’opera trattata che sono servite anche a

renderne più apparente la esplicazione. E, pure, con lo scopo di renderla soprattutto più avvincente. Alla lettura, con la consueta maestria, vi ha provveduto il “Laboratorio teatrale: uno spazio da vivere” dell’Associazione del Politeama nelle persone del suo direttore prof. Aldo Conforto e di due attori: Pasquale Severino e Antonia Marino. Con tanta, tantissima bravura. C’è quindi da affermare, tuttavia, che pur rivestendo le conferenze, tutte, di La Rosa particolare pregio, “queste letture”, di alta qualità recitativa, riescono a costituire una particolare nota di valore aggiunto. La Rosa, poi, è stato superlativo come al suo solito e della sua conferenza egli stesso ne ha tratto solo qualche spunto di sintesi: I promessi sposi rappresentano l’approdo della coscienza letteraria e religiosa del Manzoni. Alla poetica del verosimile, affermata precedentemente, Manzoni sostituisce la poetica del vero per cui la morale, umile e semplice, deriva non dai grandi personaggi e dai grandi avvenimenti, ma dalla storia oscura di Renzo e Lucia. Dio scrive la sua storia di salvezza in ogni creatura, che si chiami Borromeo o Tramaglino, e questa storia ha un unico connotato: il dolore è il mezzo necessario ed unico per la salvezza delle creature perché solo il dolore fa superare il male. Alla fine applausi prolungati e scroscianti per tutti.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 45

SPECIALE VINITALY A Verona la Calabria ha parlato di sè e della sua capacità di misurarsi con successo sul mercato internazionale del vino

Economia e cultura nel bicchiere Presenti numerose e valide aziende vitivinicole calabresi, dal Pollino alla Costa Viola VERONA — Economia, cultura e passione: questi i tre cardini della manifestazione internazionale dedicata al vino ospitata a Verona nei giorni scorsi. Il ricco, organizzato e produttivo Veneto ha saputo per la 43° volta organizzare “Vinitaly”, dando spazio a quelle cantine che contano centinaia di migliaia di tappi e bottiglie ad annata, e a quelle che ne contano qualche migliaio. Anche quest’anno, infatti, la sfida fra quantità e qualità ha tenuto banco. E la Calabria tutta, con i suoi vitigni autoctoni, i suoi impianti internazionali di nuova generazione, la sua cultura del vino e la sua storia ha partecipato con entusiasmo e fiducia alla grande manifestazione. Entusiasmo, perché in tempi di crisi economica un salone di così forte richiamo, capace di concentrare in cinque giorni il più alto numero di con-

tatti realizzabili in un anno, ha fatto ben sperare tutti, spronando ciascuno a dare il meglio di sé per attrarre nuovi clienti e consolidare vecchi rapporti commerciali; fiducia, perché

Vinitaly ‘09: Bianca e Albino Bianchi - Cantine Ranieri - Strongoli

Vinitaly ‘09: Giansalvatore Caparra e Salvatore Caparra della Caparra e Siciliani - Cirò

Vinitaly 2009: Azienda Agricola Serracavallo di Demetrio Stancati - Bisignano (Cs)

Ippolito Spadafora - Mangone (Cs)

dopo tanto lavoro e tanto silenzio, anche la Calabria, forte di originali individualità, sembra finalmente giocare un ruolo, se non da protagonista, di significativo spessore. E anche se c’è

Vincenzo Tramontana - Gallico M.na (RC)

chi dice che la crisi s’è fatta sentire anche fra gli stand della città dei Montecchi e Capuleti, nessuno è scontento e i commenti, mai più che adesso, descrivono un bicchiere decisa-

Vinitaly ‘09: Marisol e Giuseppe Ippolito - Az. Du Cropio - Cirò

Vinitaly ‘09: Casa Vinicola G. Lucà - Cirò

A Vinitaly la Calabria ha potuto riflettere su come trasformare i territori vitivinicoli in luoghi di richiamo turistico, attraverso la magica lente di ingrandimento che può diventare un buon bicchiere di vino

Vinitaly 2009: Cantine Criserà - RC

mente mezzo pieno: quella del Vinitaly è comunque un’esperienza da non perdere. E’ un momento di confronto fra chi ha fatto dell’arte del vino uno stile di vita; un’occasione per capire come trasformare i territori in luoghi di forte richiamo turistico, attraverso la magica lente di ingrandimento che può diventare un buon bicchiere di vino; è un posto dove si concentra l’esposizione delle più innovative tecnologie produttive; è uno spazio dove si può comprendere quanta attività, culturale ma di sicura ricaduta economica, ruoti attorno al mondo del vino e dell’enogastronomia. E la “Calabria da bere”, dal Pollino alla Costa Viola, ha effettuato la sua buona performance, ma ha anche seguito con attenzione ogni “insegnamento di-vino”, sorseggiando suggerimenti di cui fare tesoro. Rosalba Paletta

Vinitaly 2009: Pasquale Ceratti, dell’omonima azienda di Casignara Mare (RC)

Vinitaly 2009: Danila Lento, delle omonime Cantine di Lamezia Terme

Vinitaly 2009: Tenuta del Conte - Cirò

Vinitaly 2009: Giuseppe Vulcano - Cirò


46 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“La Serena” con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble in scena venerdì 17 al Teatro Politeama

Corsi di cucina a Botricello IL CARTELLONE

Processione dei Misteri dolorosi per le vie del borgo di Badolato

BADOLATO (Cz) - Processione dei Misteri Dolorosi La Confraternita dell’Immacolata di Badolato Superiore comunica che, come da tradizione secolare, sabato 11 aprile si svolgerà la Processione dei Misteri Dolorosi per le vie del Borgo. Vi prenderanno parte fanciulle vestite da “ Addoloratine” che seguono il Cristo sulla via del Calvario accompagnato da decine di Alabardieri, Centurioni, Giudei, Penitenti(disciplinari), oltre ai numerosi Confratelli dell’Immacolata ed a quelli di S. Caterina. Il tutto accompagnato da canti religiosi tradizionali, attraversando tutte le vie del Borgo. La processione inizierà alle ore 13,00 dalla Chiesa dell’Immacolata con tappa presso il Convento di S. Maria degli Angeli, la Chiesa di S. Caterina, la Chiesa di S. Domenico, la Chiesa Matrice, la Chiesa di S. Nicola, per far poi ritorno alla Chiesa dell’Immacolata dopo circa sette ore e otto chilometri di cammino. BIANCO (Rc) - Memorial Paolo Musolino L'associazione memorial Paolo Musolino, scacchi, cultura e solidarietà benefica organizza il 3° memorial "Paolo Musolino" presso il lido "Le dune bianche" giorno 1, 2 agosto. BOTRICELLO (Cz) - Corsi di cucina Sono aperte le iscrizioni ai corsi di cucina dell’Agriturismo La Casa di Botro. Le lezioni avranno la durata di due ore per una volta alla settimana (sabato) per 5 settimane. Ogni corso sarà composto da 8 corsisti per gruppo. Costo euro 120.00. CASTROVILLARI (Cs) - “Settimana della Cultura”

La manifestazione “Settimana della Cultura”che quest’anno ha lo slogan “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”, ha lo scopo di favorirne la conoscenza e di trasmettere l’amore per l’arte, per i documenti ad una sempre più ampia platea di cittadini. Il tema della mostra esposta nei locali della Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari dal 18 aprile al 9 maggio 2009, esclusi i giorni festivi, orario di visita dal lunedì al giovedì ore 9,00-16,00, venerdì-sabato ore 9,00-13,00, vuole far conoscere attraverso i documenti “L’Evoluzione del Territorio del Pollino attraverso la Cartografia”. CATANZARO - “I lilt you”, campagna volontariato Ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 “I lilt you”, che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt di Catanzaro. Il volontario è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission Lilt: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Diventare volontario Lilt è semplice, basta

contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visitare il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una “web-brochure” che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it.Info: 0961725026 o liltcz@libero.it 3208603557 - lilt.cz.press@gmail.com.

CATANZARO - Stagione Politeama 2008/2009 Di seguito il programma al completo della stagione teatrale 2008/2009 del Politeama che si protrarrà fino all’1 aprile: venerdì 17 aprile, “La Serena”, con Teresa Salgueiro e Lusitania Ensemble; giovedì 23 aprile, “Domenico Codispoti” in concerto; il 4 maggio, serata d’onore “Tributo ad Armando Trovajoli” con l’.Orchestra e coro del teatro San Carlo di Napoli; l’8 e il 10 maggio,“High School Musical. Il Politeama al Masciari”. Il21 novembre, “Tutto quello che le donne (non) dicono”, di Francesca Reggiani e Walter Lupo. 19 dicembre, “Completamente spettinato” con Paolo Migone; 22 gennaio, “Outlet”, scritto da Cinzia Leone con Paola Cannatello; 14 febbraio , “Per tutti Revolution” di Alessandro Siani e Francesco Albanese con la partecipazione di Lello Musella; 21 marzo, Cose che mi sono capitate di Francesco Freyrie e Eugenio Ghiozzi, con Gene Gnocchi; 1 aprile, recital Il meglio di... con Teresa Mannino e Federico Basso.

internet, che anche lo scorso anno, è stato utilissimo. Tanto da aver avuto 5.000 visite in pochi giorni. Il portale, realizzato dall’assessorato al Turismo del Comune di Catanzaro, guidato dall’assessore Roberto Talarico, permetterà, a tutti coloro che si connetteranno, di avere tutte le notizie utili sulla Naca. Rinnovato nei contenuti e aggiornato sulla nuova edizione della Naca, il sito è molto utile, non solo per i catanzaresi, ma, soprattutto, per chi arriverà da fuori Catanzaro. Sono infatti riportate, oltre le notizie storiche della processione del venerdì Santo, anche informazioni aggiuntive che permetteranno, ai fedeli e ai visitatori che arriveranno nel centro storico di Catanzaro, di poter vivere con composta partecipazione questo suggestivo rito penitenziale. CATANZARO - Scuola materna parificata aziendale

Verrà inaugurata oggi alle ore 16,30 in via Milelli la prima scuola materna parificata aziendale dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro. L’amministrazione ha infatti deciso, per dare una risposta concreta alla crescente domanda di servizi per l’ infanzia proveniente dal territorio, di ampliare il servizio di nursery aziendale nata nel 2005, istituendo una scuola materna in collaborazione con l’Ats birbantopoli. La struttura offrirà percorsi didattici della scuola primaria per i bambini dai 3 ai sei anni e per i bambini fino ai 15 anni, servizi di accompagnamento allo studio, feste a tema, laboratori creativi, laboratorio musicale , campi scuola ed attività ludiche. CATANZARO - Festa rock al People

Linea 77 in concerto Unica data in Calabria + Partyzan & IndiEsponenti Dj Set. La festa rock della primavera calabrese al People. Si balla con la musica dei Linea 77 e i dj's Fabio Nirta, Robert Eno, Emanuele ed altri, oggi, a partire dalle ore 23.00 Prevendite: Catanzaro Bar Mignon,Corso Mazzini, 0961.741000; Garden Bar, Via Aldo Barbaro,0961/725531; Pasticceria S'Anna Viale Crotone Catanzaro Lido; Cosenza Bar Tosti, corso Mazzini, 0984.24989; Lamezia Terme Crash & Clap, via Reno 12, 0968.27538; Soverato Totoricevitoria Quelli del Toto, via CATANZARO - Corsi di preparazione per l’università Nazionale, 0967.521189; Davoli Marina Check Sound, Sono aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test per viale Cassiodoro 25, 0967.572505.

CATANZARO - Marca, attività per le scuole Fino a maggio all’interno del nuovo museo cittadino si svolgerà un inedito progetto di didattica museale, “La porta magica”, pensato per le scuole del territorio. Si vuole così proporre il Marca come centro educativo permanente attraverso laboratori creativi. Info: lab.mediterreaneo@gmail.com, 338/4216232, 347/5025375.

l’ammissione al primo anno di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia, Professioni sanitarie. Info line Form Service: 0961/792770.

CATANZARO - Il venerdì “Gira intorno a te” Ogni venerdì presso il Girasole Country Club, via Lucrezia della Valle 102/3 Catanzaro sono organizzati party a tema sotto la denominazione comune di "Gira intorno a te!". Info: 347/0379298 - Prenotazione tavoli (chiamare dalle ore 16:00) 0961.752545.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801

CATANZARO - La Naca esce dal San Giovanni

Oggi si ripeterà, nel centro storico di Catanzaro, il rito della “Naca”. Quest’anno la Naca uscirà dalla chiesa del San Giovanni. Tuttavia, per avere maggiori informazioni, si può consultare il sito internet www.lanaca.it. Un portale

ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 47

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Sabina Meyer con la partecipazione di Marco Siniscalco in “Cruelly Coy” nella Città dei Tre Colli

“Premio Ugo Libri” a Catanzaro IL CARTELLONE

Rinviata a data da destinarsi la “Festa della primavera”

CATANZARO - Presentazione libro L’11 aprile, alle ore 17.00, presso la sede provinciale Unuci Piazza Roma n.XX a Catanzaro, si terrà la presentazione "Amore e reazione" di Hugo. Il nuovo romanzo della collana Florilegio Imprinting. La presentazione del libro sarà arricchita dalla presentazione del trailer ufficiale di promozione del libro "Am+Re", girato dall’attore professionista Loris Fabiani con la regia di Italo Vazzana. CATANZARO - Pasqua Reggae al People

Pasqua Reggae al People! Domenica 12 aprile ospite d'eccezione sarà infatti Chuck Fender "The poor people defenda", uno dei più apprezzati artisti della scena new roots giamaicana. L'evento è organizzato da Calabria Reggae Promotion in collaborazione con i le crew Kissusenti e Catanzion. Tra gli ospiti della serata anche il sound Cosca Jonica.

"Controllo e benessere degli animali e dei prodotti d’origine dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Foanimale durante il trasporto”, ove interverranno, oltre alle rense il 13 luglio 2007. Il corso, anche quest’anno, potrà contare sull’apporto di illustri relatori che tratteranno arautorità locali, esperti del settore e della materia. gomenti di grande attualità e di sicuro interesse per gli addetti ai lavori. Sarà strutturato in sei incontri che si terranCATANZARO - Amici della musica no presso l’aula magna del Seminario San Pio X di CatanL’associazione Amici della musica di Catanzaro presenta zaro: 17 aprile 2009, “Scienza, pseudoscienza e fantala stagione concertistica 2009. Di seguito si riporta l’inte- scienza nelle indagini criminalistiche di medicina legale”, ro programma delle iniziative: aprile: 16 aprile, ore 21.00, Prof. Dott. Francesco Introna (Professore ordinario di Mepresso auditorium A. Casalinuovo, "Voce e notte" il tenore dicina Legale e delle Assicurazioni nell’Università degli nella grande tradizione musicale napoletana, Giuseppe Ta- Studi di Bari) e “Difensore e prova tecnica, tra insidie melamo, tenore; Francesco Stillitano, pianoforte; 24 aprile todologiche e suggestioni valutative”, prof. avv. Leonardo 2009, ore 18, presso palazzo de Nobili, Giuseppe Maiorca, Iannone (Presidente della Camera Penale di Trani – Dopianista. Maggio: 8 maggio, ore 18, palazzo de Nobili, mu- cente di Diritto Penitenziario nell’Università degli Studi di sica e poesia, Antonella Attili, attrice; Francesco Stillitano, Bari); 8 maggio 2009, “Il concorso di persone nel reato” pianista; Giusy Verbaro Cipollina, poeta; il 13 maggio , ore prof. avv. Tullio Padovani (Professore ordinario di Diritto 21.00, presso il teatro Masciari, concerto di chiusura bal- Penale nell’Università degli Studi e presso la Scuola Supeletto "Etnika" compagnia mvula sungani.stribuiranno le riore S. Anna di Pisa) e prof. avv. Luigi Fornari (Professore tradizionali ed intramontabili crespelle. ordinario di Diritto Penale nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro); 15 maggio 2009,“Il regime delle impugnazioni penali, fra legge Pecorella, sentenze della CATANZARO - “Opera a Sud” Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione e progetti “Opera a Sud “ mezzogiorno tra cinema antropologico e di riforma” dott. Giovanni Canzio (Direttore dell’Ufficio documentario etnografico, la rassegna organizzata dalla del Massimario della Corte di Cassazione) e prof. avv. GioCineteca della Calabria e sostenuta dall’Ardis Catanzaro, vanni Aricò (Professore associato di Istituzioni di diritto e si ferma per le festività pasquali. La proiezione di Terra sen- procedura penale nell’Università degli studi di Salerno). Il za tempo di Silvestro Prestifilippo, prevista per giorno 9 ciclo di incontri si concluderà il 13 giugno, con l’intervenaprile alle ore 20,00 al Centro diAggregazione giovanile di to dell’avv. Ettore Randazzo (responsabile Scuole Unione Via Fontana vecchia, sarà rinviata al giovedì successivo , 16 delle Camere Penali Italiane) sul tema “Deontologia e tecaprile 2009 , per la concomitanza con l’inizio delle cele- nica del penalista nell’esame incrociato”.

CATANZARO - Masciari d’Essai 2009 Programma Masciari d'Essai 2009. Cineforum: 14 aprile, ore 18.00-20.00-22.00, Home. Musica d'essai: 3 marzo, ore 17.00-18.30, laboratorio sulla chitarra a dodici corde; ore 21.00, concerto di sola chitarra acustica a dodici e sei corde. Ingresso euro 5, Maurizio Angeletti. Teatro d'assai: 1 aprile, ore 21.00, Alle radici di e con Chiara Saiella, regia di Stefano Thermes, ingresso euro 5. Premio Raffaele Romeo il 21 aprile, ore 21.00, ingresso gratuito. Aperitivo tutte le sere dalle ore 19.00. Ingresso proiezioni euro 4; abbona- brazioni religiose della Settimana Santa a Catanzaro. mento euro 30 (l'abbonamento include l'ingresso al concerto e all'evento teatrale). Info: 0961/728390. CATANZARO - Premio “Ugo Libri” CATANZARO - Conferenza sul tema della Sanità

La Federfarma Calabria ha indetto per martedì 14 aprile 2009 alle ore 11,30, presso la sede di Federfarma Catanzaro via Italia, 81 - Catanzaro - una conferenza stampa su: “I mancati risparmi nella Sanità calabrese”. Interverranno: dott.Vincenzo Defilippo - Presidente Federfarma Calabria – dott. Alfonso Misasi – Segretario Regionale Federfarma Calabria; dott. Massimo Defina – Presidente Federfarma Vibo Valentia; dott.ssa Adriana Angelieri – Presidente Federfarma Crotone ; dott. Pasquale Gioffrè - Presidente Federfarma Reggio Calabria. CATANZARO - “Omaggio a Leonida Repaci”

La Compagnia Teatro del Carro, in collaborazione con L’Ardis – Agenzia Regionale per il Diritto allo Studio Universitario – presenta presso l’Antico Oratorio del Carmine di Catanzaro, la rassegna “Omaggio a Leonida Repaci”, che comprende tre serate di mise en espace su uno dei più grandi autori del ‘900 italiano. Rappresentazioni: mercoledì 15 aprile ore 18,30 ”Storia dei fratelli Rupe” (il Romanzo). Giovedì 16 aprile ore 18,30 “Sarmùra, l’acqua salata” (la Vita). Venerdì 17 aprile, ore 18,30 “Calabria” (la Poesia). CATANZARO - “Controllo degli animali” Il 15 aprile, alle ore 09.00, presso la struttura Polifunzionale della Polizia di Stato, sita in loc. Cavita di Catanzaro (presso sede Polizia Stradale), sarà tenuto il convegno sul tema

Il Liceo Scientifico “L.Siciliani” di Catanzaro, il Caffè Guglielmo Spa e la Biblioteca Comunale di Catanzaro, invitano alla prima edizione del Premio “Ugo Libri” associato ai 16-esimi Campionati Internazionali della Matematica organizzati dalla Bocconi di Milano. Il16 aprile alle ore 16.00 presso la sala convegni dell’Itis “L.Scalfaro” di Catanzaro, saranno premiati i finalisti nazionali dei Giochi di Matematica organizzati dalla Bocconi di Milano. Al primo classificato delle quattro categorie (C1,C2,L1,L2) sarà consegnato un mini PC Portatile offerto dalla ditta Caffè Guglielmo Spa di Catanzaro, ai secondi e terzi classificati sarà consegnato un buono libro di 100euro e 50euro offerti dalla Biblioteca Comunale di Catanzaro, accessori per l’informatica offerti dalla Disotek di Mancuso Antonio, per gli altri classificati. CATANZARO - Rinviata “Festa della primavera”

La manifestazione “Festa della Primavera” già fissata per il 17 aprile prossimo nel Parco delle Biodiversità di Catanzaro, in conseguenza della gravissima calamità che ha colpito l’Abruzzo e che ha richiesto la presenza sul posto anche dei nostri Vigili del Fuoco, è stata rinviata ad altra data. CATANZARO - Approfondimenti penalistici Partito il ciclo di seminari organizzato dalla Camera Penale di Catanzaro “Alfredo Cantàfora”, dal titolo “Approfondimenti penalistici”, valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua, così come stabilito

CATANZARO - Diagonal Jazz L’associazione culturale Vivarium upc di Cz e la Regione Calabria - Agenzia al diritto allo studio (Ardis) - nel quadro delle attività culturali rivolte agli studenti universitari della città, presentano “Musiche del contemporaneo: la forma canzone, quale propaggine primaverile di Diagonal Jazz”. Il festival catanzarese - che giunge con questa ennesima produzione alla sua XVI edizione - in tale occasione si caratterizza artisticamente incentrando l’attenzione sulla cosiddetta forma Canzone. “Diagonal Jazz XVI ed. spring session, musiche del contemporaneo. La forma canzone”. Venerdì 17 aprile,Sabina Meyer con la partecipazione di Marco Siniscalco in Cruelly Coy; Sabina Meyer, voce; Marco Siniscalco, basso elettrico; giovedì 30 aprile, Dave Burrell, Leena Conquest in Leena Conquest sings the songs of Dave Burrell; Dave Burrell, pianoforte e composizione; Leena Conquest, voce e danza; presso il complesso Monumentale del San Giovanni in P.za Garibaldi,1. Inizio concerti ore 21.30. Ingresso 10,00 euro. Abbonamento ai 3 concerti 25,00 euro. Info e prenotazioni: 360/985949.

Segnala un appuntamento a questa rubrica regionale: via mail: appuntamenti@ildomani.it via fax: 0961-903801


48 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Ccè ’ncuna cosa cchi on quatra”, commedia in dialetto calabrese in scena domenica 19 a Catanzaro

“Vestire gli ignudi” al Rendano IL CARTELLONE

“L’Opera Santa, Passione e Morte di nostro Signore” a Cicala

strazione provinciale, in Piazza dell’Immacolata, si terrà il COSENZA - “Premio Federico II” CATANZARO - Adol, la stagione L'Adol “Jussi Bjorling” presenta il programma “Corso di formazione sulla chirurgia e riabilitazione della Sarà Nicolas Vaporidis a tenere a battesimo, mercoledì 15 2008/2009 che viene riportato di seguito: il 18 aprile 2009 spalla” rivolto ai medici specialisti in fisiatria, ortopedia, ai me- aprile, al Cinema Citrigno di Cosenza, la terza edizione de ore 17,30 presso Circolo Unione incontro su "Grandi Scene da Opere Verdiane". Per ragioni organizzative la prevista messa in scena de "La Serva Padrona" di Pergolesi prevista per il mese di maggio 2009 all'auditorium Casalinuovo avverrà nel prossimo anno sociale, in data da stabilire. CATANZARO - Us Acli, conferenza stampa

Conferenza stampa di presentazione della presidenza e del Consiglio provinciale dell’Us Acli di Catanzaro eletti in occasione del VIII Congresso Provinciale nonché della presentazione dei progetti più rilevanti che questo Comitato organizzerà nell’estate 2009 e delle specifiche programmatiche relative all’attività del quadriennio 2009/2012. La conferenza avrà luogo sabato 18 aprile 2009 alle ore 10,30 presso la Sala Conferenze dell’Istituto Tecnico Commerciale “B. Grimaldi” sito in via Alessandro Turco n° 32 di Catanzaro.

dici di medicina generale ed ai terapisti della riabilitazione.

CHIARAVALLE C. (Cz) - Stagione teatrale 2009 Programma stagione teatrale 2009 del teatro Tempo Nuovo di Chiaravalle Centrale: sabato 18 aprile, "Goodnight Italia" di N. Leonzio, G.Giugliarelli, S.Marino; regia di Lamberto Dorigo con Salvatore Marino, Federica Innocenzi; sabato 9 maggio, "I due gemelli veneziani" di Carlo Goldoni, compagnia Teatrale Tempo Nuovo. CICALA (Cz) - “Passione di Cristo”

In occasione della Pasqua sono numerosi i comuni calabresi in cui vengono ancora organizzate manifestazioni popolari di rito religioso fondate sul culto della passione e morte di Gesù Cristo. Quest’anno, dopo venticinque anni di assenza, Cicala (Comune del Reventino che abbraccia il circondario che va da Marcellinara a Soveria Mannelli) ripropone la messa in scena della Passione di Cristo. La rappresentazione si terrà oggi a partire dalle ore 15,00 in piazza San Giacomo Maggiore.

“La Primavera del Cinema Italiano-Premio Federico II”. Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Tra i partner ufficiali che danno il loro prezioso contributo alla macchina organizzativa dell’evento: la Provincia di Cosenza, la Fondazione Carical, La Bcc Mediocrati, Confindustria-Cosenza, Agis, la Società Kostner. Con loro anche l’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema) che collabora attivamente alla manifestazione, così come la 01 Distribution; affiancati da numerosi partner locali. Una serata, al Citrigno, mercoledì 15 aprile, alle ore 21, dedicata all’ultimo successo cinemotagrafico del giovane attore, “Iago”. Pellicola diretta da Volfango De Biasi (già regista del film “Come tu mi vuoi”) uscita proprio ieri, venerdì 27 marzo, nelle sale italiane.

COSENZA - Cartellone Teatro Morelli Cartellone teatro Morelli. Teatro: venerdì 17 e giovedì 18 aprile, Vanessa Gravina "Vestire gli ignudi"; Sabato 16 e CATANZARO - “Ccè ’ncuna cosa cchi on quatra” domenica 17 maggio,Eduardo Siravo, "Miles gloriosus". Teatro Hercules, traversa viale degli Angioini, domenica 19 Musica: Venerdì 6 novembre, Lucio Dalla; Giovedì 3 diaprilealle ore 19,30 la Compagnia Teatrale “Theatron” di Gacembre, Gianluca Grignani; Lunedì 21 dicembre, sperina (Cz) presenta “Ccè ‘ncuna cosa cchi on quatra”. Te- CIRO’ (Kr) - Minimaratona della Magna Graecia opp.22 opp. 23 Harlem gospel; Giovedì 7 e venerdì 8 gensto e regia: R. Squillacioti. Domenica 21 giugno 2009 si svolgerà a Cirò Marina, la I Mi- naio, Hair spray. CATANZARO - Teatro Incanto, programma Il Teatro Incanto di Catanzaro presenta la stagione teatrale '09. 19 aprile, Compagnia teatro Hercules in "A scacammi n'atra", testo di Nino gemelli, regia di P.Procopio; 1-3-8-1015-17-22-24 maggio,la compagnia del Teatro incanto in "dui cambari e serbizzi...e u nunnu 'mparaventu", testo di Nino Gemelli, regia di F.Passafaro. Orario spettacoli: venerdì ore 21:00, domenica ore 18:30.Costo biglietti: intero 8,00 euro, ridotto (studenti universitari e ragazzi fino a 12 anni) e "galleria" 6,00 euro. Abbonamento a 6 spettacoli in platea 40,00 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti recarsi presso il Teatro Incanto, via G.Rito 11 (parco dei principi) a Catanzaro sala, telefonare al 3348339997 o 3202516302, o collegarsi al sito www.associazioneincanto.it. CATANZARO - “Giovani, politica e merito” Il direttivo dell’associazione Il Pungolo per Catanzaro rende noto che lunedì 20 aprile alle ore 17,30 presso la sala convegni del Complesso Monumentale del San Giovanni di Catanzaro si svolgerà l’incontro-dibattito sul tema “Giovani, politica e merito”. All’incontro prenderanno parte Francesco Pitaro (Presidente dell’Assocazione Il Pungolo per Catanzaro), Francesco Delzìo (autore), Carmelo Carabetta (Prof. di Sociologia all’Università di Messina), Wanda Ferro (Presidente della Provincia di Catanzaro), Antonio Argirò (Assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro), Florindo Rubbettino (Editore) e Sergio Rizzo (Presidente Anci Calabria Giovani). Il tema dell’incontro è di particolare interesse ed attualità riguardando direttamente le generazioni dei giovani ed il loro rapporto con il mondo della politica e con il criterio del merito.

niMaratona della “Magna Graecia”, corsa amatoriale su strada, organizzata dalla nuova associazione sportiva dilettantistica "Rari Nantes Cirò Marina", nata con l’obbiettivo di organizzare manifestazioni sportive, culturali, formative e ricreative del comprensorio calabrese. La manifestazione sportiva prevede un percorso dai 10km ai 18Km (ancora da definire il chilometraggio esatto). Il giorno della gara è fissato per domenica 21 giugno 2009, in alternativa in caso di maltempo si terrà domenica 28 giugno. Per le iscrizioni e tutti gli aggiornamenti fino ad inizio manifestazione si può visitare il sito www.minimaratona.it. COSENZA - Corsi di cucina, aperte le iscrizioni La Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Cosentini e Amira, Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi, rendono noto che su www.aiscalabria.blogspot.com e su www.aiscalabria.it sono inserite le programmazioni complete dei corsi proposti per il nuovo anno: finger food, pasta fresca, antipasti di mare, cucina classica e sommelerie. Per informazioni e iscrizioni 3331807088 oppure info@aiscalabria.it" info@aiscalabria.it.

COSENZA - “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura” “Il talento, la qualità creativa e lo spirito artistico legati alle radici del Mediterraneo, che si esprimono in modo diffuso e variegato, devono poter trovare, anche attraverso iniziative come quella che inauguriamo questa sera, l’energia per proiettare nel mondo l’immagine reale e veritiera della nostra terra. La tempra che esprimiamo deve diventare ambizione per liberarci dai falsi e negativi stereotipi, restituendo l’identità culturale che ci ha caratterizzato per secoli”. Così il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha salutato l’inaugurazione della Mostra “Calabria 2009-Ricognizione di Pittura”, questo pomeriggio, al taglio CATANZARO - “Riabilitazione della spalla” del nastro presso la Galleria d’Arte Provinciale Santa ChiaVenerdì 29 e sabato 30 maggio 2009, a Catanzaro, nella sala ra, in Salita Liceo, che rimarrà aperta al pubblico fino a luconvegni “Casa delle Culture” presso la sede dell’ Ammini- nedì 15 giugno prossimo.

COSENZA - Corso di formazione per medici Il Registro Tumori dell’Asp di Cosenza, a meno di un anno dalla sua istituzione, è già nel pieno dell’attività. Sabato 18 aprile, presso la Sala degli Specchi del Palazzo della Provincia di Cosenza, ore 8.30, verrà presentato nell’ambito di un corso di formazione rivolto ai medici di medicina generale. Parteciperanno all’evento l’On. Agazio Loiero, Presidente della Regione Calabria, Franco Petramala, direttore Generale dell’Azienda Sanitaria di Cosenza, l’On. Gerardo Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza e il Sindaco della città, Salvatore Perugini. Insieme a loro il dott. A. Guerzoni, Dirigente Generale del Dipartimento della salute e il dott. G. Brancati, Dirigente del Settore Prevenzione. Sarà, invece, il dott. A. Scalzo, Direttore Sanitario dell’Asp a presentare le attività che si terranno durante la giornata. Alla manifestazione interverrà il Professore Mario Fusco, Responsabile per l’Italia Meridionale ed insulare dell’ AIRTUM (Associazione Italiana Registro Tumori). Significativa la scelta di un dipinto di Franco Azzinnari, famoso artista calabrese, “Soffiava una fresca brezza” come immagine rappresentativa dell’iniziativa. COSENZA - “Sagrantino day international”

In Calabria il 20 aprile c’è il “Sagrantino Day International”, una degustazione che coinvolge oltre 4 mila sommelier. E’ in programma lo stesso giorno in 43 città del mondo, da Washington a Cosenza. In Calabria i sommelier si troveranno a Cosenza la sera del 20 aprile per degustare il vino umbro: il “Sagrantino di Montefalco Docg”, secco e passito. Durante la degustazione guidata saranno assaggiati 6 diversi tipi di Sagrantino secco annate 2004 e 2005, un Sagrantino Passito di una delle due vendemmie e altri 6 calici di “Montefalco Doc”, annata 2006.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 49

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La tredicesima edizione di “Moda Movie” dal tema “Femme fatale” dal 23 maggio a Cosenza

Stage di hip hop a Cropani Marina IL CARTELLONE

“Un giardino di aranci fatto in casa” al teatro Apollo di Crotone

COSENZA - Associazione Jonica, stagione Una stagione concertistica ricca di grandi artisti, quella organizzata dall’Associazione Culturale Jonica in collaborazione con il Comune di Cosenza. Programma: il 24 aprile, sempre al teatro Rendano, concerto dei Pan Atlantic, uno straordinario quintetto jazz composto da musicisti italiani, francesi, austriaci, danesi e americani, guidati da BOBBY PREVITE e GIANLUCA PETRELLA. Mercoledì 6 maggio in programma l’inusuale mix dello spettacolo TAP OLÈ: un'esplosione di ritmo ed energia dove il virtuosismo e la passionalità della chitarra spagnola sono combinati con la precisione e l'eleganza delle coreografie e la spontaneità dell'improvvisazione.Venerdì 15 maggio, al Teatro “A. Rendano” si esibirà il giovanissimo DANIELE PAOLILLO, vero talento del pianoforte.Mercoledì 3 giugno al Teatro “A. Rendano” ancora un appuntamento con la musica classica: il Trio “CESAR CUI” formato da Iride Varani al flauto, Mariella Veltri al violino e Francesca Infante al pianoforte. Lunedì 15 giugno al Teatro “A. Rendano, LELLO ARENA incanterà il pubblico con ‘O CUNTO D’O SUDATO”, traduzione in chiave partenopea dell’ Histoire du Soldat di Ramuz su musica di Igor Stravinskij con: Lello Arena, Yari Gugliucci, Biancamaria D’amato, Barbara Giordano e l’ orchestra dal vivo “Officina Musicale” composta da otto elementi diretta da Orazio Tuccella. Mercoledì 15 ottobre al Teatro Rendano in scena la formazione rumena dei Taraf de Haidouks che presenta il suo nuovo progetto originale dedicato ai compositori classici che si sono ispirati a temi delle musiche tradizionali: “MASKARADA”. Eseguiranno brani di Bartok, Khachaturian, Ketelbey e Manuel de Falla, "re-tziganizzati" alla propria maniera. Il 25 novembre al teatro Morelli un TRIO LIRICO composto da Vincenzo Nizzaro, baritono; Pamela Chiriaco, soprano e Giuseppe Di Stefano, tenore accompagnati al pianoforte dal m° Amelia Aguglia. Sempre a novembre al teatro Morelli in data ancora da definire andrà in scena l’operetta “MY FAIR LADY” un musical del 1956 di Alan Jay Lerner, autore del libretto su musiche di Frederic Loewe, adattato dall´opera Pigmalione di George Bernard Shaw. Lunedì 21 dicembreal teatro Rendano l’HARLEM GOSPEL CHOIR, uno dei più importanti cori gospel del mondo.Il 27 dicembrearriverà sul palco del teatro Rendano il balletto più rappresentato durante le festività natalizie: “LO SCHIACCIANOCI” su musiche di Tchaikovsky nell’allestimento del Russian State Ballet Of Volga. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20,30. Il costo dell’abbonamento per i 12 appuntamenti è di132 euro.

COSENZA - Moda Movie, XIII edizione La XIII Edizione di Moda Movie dal tema” Femme Fatale” ha preso il via con la selezione dei 15 giovani stilisti che prenderanno parte alla manifestazione che si svolgerà a Cosenza dal 23 al 25 maggio.

commento alla musica. Immagini inedite, che cinque troupe cinematografiche stanno filmando e che consentiranno di interpretare i passaggi della storia, attraverso una serie suggestiva e incalzante di salti temporali, interazioni fantastiche tra passato e presente. L’organizzazione dell’intero evento è curata dalla Iacobino Team. CROPANI M. (Cz) - Stage di hip hop La scuola di danza “Time for dancing”, diretta dalla coreografa e ballerina Giulia Perri, organizza stage di hip-hop con Maura Paparo di “Amici”, programma televisivo di Maria De Filippi. Info: 3395980519 - 3337011799. CROTONE - Egidio Ventura latino vivo!

Libreria Cerrelli Crotone presenta Egidio Ventura latino vivo! by Lamezia jazz. Egidio Ventura, piano; Rocco Riccelli, tromba; Pino Mazzulla, basso; Gigi Giordano, batteria, venerdì 17 aprile, alle ore 21.00, presso la libreria Cerrelli in Via Emanuele 13/15 a Crotone. Infoline: 0962/21073. CROTONE - Teatro Apollo, stagione 2008/2009 Programma stagione2008/2009 del teatro Apollo di Crotone: sabato 18 e domenica 19 aprile, Roma spettacoli Gianfranco D'Angelo, Ivana Monti "Un giardino di aranci fatto in casa" di Neil Simon, adattamento di Mario Scaletta, regia di Patrick Rossi Gastaldi. Fuori abbonamenti: Giovedì 26 e venerdì 27 marzo, teatro stabile di Calabria fondazione teatro Piemonte Europa Marianella Bargilli "Alè calais" di O. Guerrieri, regia di Emanuela Giordano. L’inizio degli spettacoli è previsto alle 20.30. CROTONE - “Quanto è bello pedalare...” Sempre sotto lo slogan "quanto è bello pedalare sotto questo sole tra le vie della propria città" con un cappellino e una t-shirt con il logo della manifestazione 2009, mentre il traffico urbano è limitato alle auto e la sicurezza garantita dalle forze dei vigili urbani e della prociv; le associazioni promotrici delle manifestazioni As Bicincittà, Uisp, As Verde Azzurro, sono in stretto contatto con quelle locali per la miglior riuscita delle iniziative così programmate: a Crotone per il 24 maggio, a Mesorca per il 17 maggio, con il bistrò e tutti i circoli uisp del paese; Ciro’Marina per il 31 maggio, con la collaborazione della Pro Loco di Nicodemo Martino; con Cotronei per il 2 giugno, Strongoli Marina per il 21 giugno, con la collaborazione con il moto club; invece per Isola Cr e, Cutro, Torretta di Crucoli tra 17 maggio o 31, o altre date in maggio o giugno, con i diversi soggetti storici dell’organizzazione locale.

COSENZA - “Itinerari sperimentali”, gruppo teatrale

Il gruppo teatrale “Itinerari sperimentali”, composto da operatori, volontari ed utenti del Centro di Salute Mentale (Csm) di Cosenza è stato selezionato- mediante concorso a cui hanno partecipato le compagnie di teatro del disagio di tutt’ Italia-, per la 4ª Biennale di Teatro Impegnato Nel Disagio Psichico “Treatrò anch’io”. La manifestazione si svolgerà il prossimo 25 maggio presso il Teatro Comunale “P.A. Guglielmi” di Massa. I teatranti porteranno in scena “La Luna in Maschera”, regia di Jerry Mussaro, una rivisitazione della maschera di Pulcinella che diventa pretesto e stimolo per rappresentare l’universalità della condizione umana. Lo spettacolo è stato ideato e realizzato all’interno del Corso di Formazione svoltosi nell’ottobre 2008, attivato da Itinerari Sperimentali, in collaborazione con altre associazioni di volontariato e dalla Formazione Asp Cosenza e finanziato dal Centro Servizi Volontariato (Csv) di Cosenza.

CROTONE - Torneo mondiale di calcio/5 Il Gruppo sportivo Federazione sindacale di Polizia di Crotone, in collaborazione con la Regione Calabria, la provincia di Crotone, il Comune di Crotone, il Coni e la Camera di Commercio, organizza il Torneo mondiale di calcio a 5 riservato alle forze di polizia e forze armate, che si svolgerà nella città di Crotone dal 16 al 20 settembre.

LAMEZIA T. (Cz) - Al Samart... Il Samart avvisa la clientela che apre a pranzo il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì con menù di carne e specialità di stocco. Le serate degli spettacoli sono il venerdì con serata live, sabato con il movimiento latino. Il ristorante è aperto anche a pranzo con menù a prezzo fisso.Ulteriori info: 0968/53459. LAMEZIA T. (Cz) - Stagione teatrale comunale “Dalla pagina alla scena”, “Grandi interpreti fra parole e musica” e “L’arte della commedia”, saranno i tre temi che caratterizzeranno la nuova stagione teatrale promossa dal Comune di Lamezia Terme. Una stagione che va a completare e rafforzare tutta una serie di iniziative culturali intrecciate con i grandi eventi di “Teatro ragazzi”, degli appuntamenti con la musica jazz, di quelli inseriti nella stagione di prosa e in quella concertistica, e che vedranno ufficialmente la luce il prossimo 26 febbraio quando lo storico teatro Politeama di Lamezia, aprirà finalmente i battenti. Programma: lErica Blanc e Gianfelice Imparato in “Niente sesso siamo inglesi” di Anthony Marriot & Alistair Foot il 14 e 15 aprile ed in chiusura di stagione con il teatro del carretto il “Pinocchio” di Carlo Collodi. Si è aperta la campagna abbonamento della stagione teatrale al Politeama che verrà inaugurata il 27 febbraio prossimo con la presenza dell’amatissimo Luca Zingaretti, meglio conosciuto come il commissario Montalbano. Dopo 60 anni circa dall’esordio sancito dalla proiezione del film Oliver Twist e dopo 47 anni dalla chiusura, il Politeama torna a vivere con la piece di Luca Zingaretti “La sirena” dal racconto «Lighea» di Tomasi di Lampedusa. Le operazioni di sottoscrizione degli abbonamenti si svolgeranno al teatro Umberto tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. La prevendita abbonamenti è libera. Info: 0968 207278 - biglietteria 339 6933320 - www.comune.lamezia-terme.cz.it,www.teatroalamezia.it. LAMEZIA T. (Cz) - Appuntamenti Uniter L'Uniter, Università della terza età e del tempo libero, presenta XX Anno Accademico 2008/2009 III Bimestre. Aprile, ore 17.00: 17 venerdì: prof. Italo Leone, Alcyone: il riposo del superuomo; 22 mercoledì: prof.ssa Costanza Falvo D’Urso, La Storia: il più celebre e discusso tra i romanzi di Elsa Morante; 24 venerdì: prof. Lucio Leone, Sui banchi di scuola nell’antica Roma (con video proiezione); 29 mercoledì: Bruno Tassone, Il Cantastorie. Maggio, ore 17.00, mercoledì 6:prof. Antonio Bagnato, Lorenzo Milani: il prete, l’educatore, il sovversivo; venerdì 8: prof. Daniele Macris, Aspetti di cultura, lingua e civiltà greca di Calabria; mercoledì 13: don Pino Falvo, Chiesa locale e Chiesa Universale; venerdì 15: Francesco Longo, La poesia canta l’amore, pianoforte: Claudia Mancini e Giovanna Muraca voce recitante: Caterina Menichini e Rosina Paonessa; mercoledì 20: prof. Vincenzo Villella, Giovanni Valentino Gentile, antitrinitario di Scigliano e avversario di Calvino, decapitato a Berna nel 1566; venerdì 22: prof. Giovanni Cimino e altri, Genio e follia nella scienza e nell’arte;mercoledì 27, prof.ssa Vittoria Butera, Il potere dello sguardo; venerdì 29, assemblea dei soci. Alla fine di marzo scade il termine ultimo per iscriversi all’Uniter.

DONNICI (Cs) - La “Passione di Gesù”

La Passione di Gesù realizzata come spettacolo teatrale nello scenario naturale di un centro storico. E’ l’idea che sarà messa in scena venerdì Santo (oggi) a Donnici Inferiore alle ore 20.30. Per la prima volta nella frazione cosentina verrà realizzata una rappresentazione sacra, sulla base di un vecchio testo teatrale trovato negli uffici della parrocchia di San Michele Arcangelo diversi anni fa. I testi sono stati rivisitati in una forma teatralmente discreta in COSENZA - Concerto di Claudio Baglioni modo da rendere i dialoghi e i monologhi accessibili per i Dopo i Negramaro e Roberto Benigni, Piazza XV Marzo fruitori moderni dell’opera. Sono 70 i costumi confeziona(piazza Prefettura), il 29 giugno ospiterà un big della can- ti per l’occasione, grazie alle sapienti mani di volontarie che zone italiana, Claudio Baglioni. Si chiamerà “Gran Con- si sono prestate. Sono proprio questi gli ingredienti più sacerto – Qpga”, il nuovo spettacolo live del cantautore ro- ni dello spettacolo: cittadini comuni che per la Passione di mano. Il terzo progetto, ispirato a Qpga, dopo il film e il Cristo hanno imparato a recitare o hanno impiegato il loro romanzo, non è un semplice tour, ma una vera e propria tempo per dare sostegno all’organizzazione a sistemare gli opera moderna, il racconto in musica di un grande amo- aspetti tecnico-pratici. Un vera e propria rappresentaziore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio ne “del popolo”, insomma. La direzione dello spettacolo è dell’artista. Una formula fortemente innovativa e alta- affidato a Giampiero Olivito, che vanta una lunga espemente spettacolare con la quale, per la prima volta, sarà rienza teatrale. la dimensione live ad anticipare i contenuti di un album ancora inedito: il nuovo doppio cd del musicista, che verrà pubblicato dopo l’estate e che sarà possibile sco- GUARDIA P. (Cs) - Passione Vivente prire e ascoltare integralmente nell’esecuzione dal vivo. Fervono i preparati per la Passione Vivente che si svolgerà VeUna rappresentazione nella quale, grazie ad un super- nerdì Santo, oggi, alle ore 22.00, nel suggestivo centro storico schermo ciclorama, saranno le grandi immagini a fare da di Guardia Paese.

LAMEZIA T. (Cz) - Mostra “Oggettinstabili” Dal 6 - 20 giugno, mostra-evento “Oggettinstabili II edizione Moti urbani stazionimpossibili”. La partecipazione alla mostra-evento prevede la compilazione dell'apposita scheda di iscrizione redatta in lingua italiana contrassegnando tutti i campi indicati: dati anagrafici del singolo partecipante o del gruppo di lavoro, indirizzo cui si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla mostra-evento, recapito telefonico, indirizzo email, sezione cui si partecipa. Per ritenersi ufficializzata l’iscrizione è necessario allegare copia del versamento (in formato jpg) di euro 25 quale contributo alle spese di produzione dell’evento (spedire scheda e ricevuta versamento in formato jpg a info@400kc.eu. Le opere selezionate saranno esposte pubblicamente dal 6 giugno al 20 giuno 2009 a Lamezia - inoltre diventeranno patrimonio della Galleria permanente allestita nel sito www.400kc.eu, avranno notevole visibilità attraverso i canali mediatici e gli Enti istituzionali che collaborano con l’associazione. Al termine dell’evento tutte le opere saranno restituite agli artisti (spedite con corriere Sda alle rispettive sedi con spedizione a carico del destinatario). Info: 338/3985193 - 339/5837077 info@400kc.eu caterina@400kc.eu carlo@400kc.eu.


50 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Concerto sinfonico diretto dal maestro Piergiorgio Morandi in scena questa sera al Teatro Cilea

“Verità e bugie di vita”, mostra a Locri IL CARTELLONE

Gianni Morandi in concerto l’8 e il 9 maggio al teatro Tenda di Maida

LAMEZIA T. (Cz) - Lamezia Jazz Festival E’ partito il Lamezia Jazz Festival, evento organizzato dall’associazione musicale Bequadro di Lamezia Terme con il contributo del Comune di Lamezia Terme e della presidenza della Regione Calabria e di importanti sponsor privati. Quest’anno infatti in pole position c’è “FiatLancia”, c’è il centro commerciale “I due Mari” ed il Grand Hotel Lamezia. La settima edizione del jazz festival lametino, si svolgerà nell’arco di quattro mesi. I dettagli del programma: 17 gennaio alle ore18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi”, ascolto guidato: “Il Tango e Piazzolla”. Sabato7 febbraio, alle ore 18.00 Concessionaria Fiat-Lancia “G.Tripodi” ascolto guidato: " Be bop: anche per il sax è ora di spiccare il volo”. L’ 1 febbraio, ore 10.00, Yara Records - Catanzaro, Workshop di Basso elettrico - Docente Pippo Matino. 13 febbraio ore 22.00 Jazz Club Rua Sao Joao, Egidio Ventura Trio “Latino Vivo!”. Info: 0968/442864 - 339/8309044; bequadro@bequadro.it. LOCRI (Rc) - Mostra di pittura

aprile, presso il centro commerciale Due Mari - Maida. La pri- menza di Tito, K621; quattro pezzi per Arpa e orchestra: ma tappa regionale di minivolley e U13. Aurora, Moto perpetuo, Dies Irae ed Infinito; arpa soliMAIDA (Cz) - Gianni Morandi in concerto Dopo l'apertura con Fiorella Mannoia a Rende ed al Cilea di Reggio, confermato il secondo evento di "Fatti di Musica Radio Juke Box 2009" , la XXIII edizione della rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna, dedicata alla "Lotta a leucemie e linfomi dell'Associazione Amena dell'Ospedale Pugliese di Catanzaro, che premia con il "Riccio d'Argento" del celebre orafo Gerardo Sacco i migliori concerti d'autore dell'anno. Il secondo riconoscimento del 2009 andrà a Gianni Morandi che con "Grazie a tutti", il suo imponente nuovo tour prodotto dalla "Ballandi", sarà l’ 8 e il 9 maggio al Teatro Tenda che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Lamezia Terme, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro nei pressi dell' uscita di Maida. Avviata la vendita dei biglietti per i concerti di Gianni Morandi del 8 e 9 maggio presso il Teatro Tenda Lottomatica che sarà installato nell'area del Centro Due Mari a Maida, lungo la superstrada Lamezia/Catanzaro. La prevendita dei biglietti al prezzo di euro 40.00 per la poltronissima ed euro 30.00 proseguirà fino ad esaurimento nelle prevendite autorizzate. Previsto anche uno sconto di quattro euro a biglietto per comitive di almeno venti persone, fino ad esaurimento delle disponibilità. I concerti inizieranno alle ore 21.00. Info: 0968.441888 - www.ruggeropegna.it.

L’Amministrazione comunale della Città di Locri presenta la mostra personale di pittura “Verità e bugie di vita”, di Antonio Bosco. La mostra si svolge nel salone di Palazzo Teotino – Nieddu del Rio, dove sarà inaugurata con la presenza del Sindaco Francesco Macrì e dell’Assessore alla Cultura Francesco Commisso, oggi, ore 17.00. La personale del maestro Bosco resterà aperta fi- MONTAURO L. (Cz) - Finale Miss il Domani no al 18 aprile con apertura dalle ore 10.30 alle 13.00 e Sabato 18 aprile, alle ore 21.30, finale del concorso di bellezdalle 17.30 alle 20.30. Ingresso gratuito. LOCRI (Rc) - “Insieme si può” L’iniziativa “Insieme si può”, evento di beneficenza a sostegno del reparto pediatrico di Locri, Asl 9, organizzato dalla società calcistica Amatori Calcio Locri e patrocinato dall’assessorato alle politiche sociali e Attività Sportive del Comune di Locri, prevede l’11 aprile dalle 15.00, vigilia di Pasqua, si svolgerà presso lo Stadio di Locri, il torneo calcistico quadrangolare di beneficenza. Il torneo vedrà protagoniste la squadra Amatori Calcio Locri, nonché organizzatrice dell’evento, l’As Roccella (campionato di Eccellenza), l’Us Marina di Gioiosa (campionato di promozione) e l’Ac Locri 1909 (campionato di promozione).

za "Miss il Domani 2009" sesta edizione, presso la struttura dell'hotel Calalonga a Montauro Lido, organizzato dalla F&V di Franco e Veneranda Arena. Ingresso libero.

PARGHELIA (Vv) - Accademia Kronos, assemblea L'assemblea regionale di Accademia Kronos Calabria si terrà sabato 25 e domenica 26 aprile, presso il Villaggio Aurum "Sabbie Bianche" di Parghelìa. L'incontro si svolge pochi giorni prima dell'assemblea Nazionale di Roma del 30 aprile. Lorario è il seguente: sabato 25, dalle ore 10.00 alle 13.00, e dalle ore 16.00 alle ore 19.00; domenica 26, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; con l’ordine del giorno: presentazione del consiglio Regionale Ak della Calabria, ruoli nazionali, ruoli regionali, funzionamento coordinamento; presenza di Accademia Kronos in Calabria (Sezioni, comitati, delegazioni) e presentazione reLOCRI (Rc) - Gran concerto di Pasqua sponsabili - presidenti - segretari; costituzione nuove sezioni “Gran Concerto di Pasqua” della Città di Locri, domeni- (modalità, obblighi, programma - tipo delle iniziative); relazione sulle iniziative 2008 e primi mesi 2009 delle sezioni; proca 12 aprile 2009, corte Palazzo di Città, ore 19.30. mozione attività regionali.

LOCRI (Rc) - “Futbolito”, calcio a 5 Per il terzo anno consecutivo l’Associazione giovanile “Portale Giovani”, organizza l’evento sportivo “Campionato di calcio a 5. Città di Locri” denominato Futbolito. La manifestazione, patrocinata come sempre dall’assessorato alle Politiche giovanili e sportive della città locrese, vedrà per il 2009 gareggiare ben 12 squadre che tenteranno di conquistare il titolo della terza edizione. Il gruppo di “Portale Giovani” sarà accompagnato per tutto il campionato dalla collaborazione della cooperativa G.o.a.l. (Giovani Operatori Animazione Legalità) e dalla società “Amatori Calcio Locri”. Quest'anno il torneo è aperto ad atleti di ogni età, le iscrizioni sono già iniziate e il 5 maggio si inizierà a disputare il campionato a girone unico, dove le prime 8 squadre si qualificheranno per le sfide infuocate dei quarti di finale, le vincenti accederanno alle semifinali e poi alla finale secca. LOCRI (Rc) - “Giugno locrese” Al via la 43esima edizione del “Giugno Locrese”. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà accedere ai bandi. Il concorso culturale si richiama alle edizioni precedenti. Per l’edizione 2009 del Giugno Locrese sono previste le categorie di poesia in lingua e in vernacolo; la categoria della “estemporanea di pittura”; la categoria del concorso fotografico.Confermato anche il premio “Umberto Ferraro” con le cinque sezioni: Politica, Cultura, Giustizia, Imprenditoria, Giornalismo. La serata conclusiva sarà condotta dalla giornalista Anna La Rosa, e si svolgerà domenica 28 giugno 2009 nel corso di una serata ufficiale che sarà tenuta nella corte del Palazzo di Città. MAIDA (Cz) - Festa regionale minivolley L'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fipav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Catanzaro organizzano la festa regionale minivolley giorno 25

sta, Cecilia Chailly. Durante la seconda parte è prevista l’esecuzione della IX Sinfonia, D. 944 “La Grande” in Do maggiore. REGGIO C. - Presentazione nuovi simboli

Conferenza stampa, oggi alle 11.00, presso la Sede dei Gruppi Consiliari del Comune di Reggio Calabria sita in Via Giudecca, organizzata dalle segreterie provinciali del Partito dei Comunisti Italiani e del Partito della Rifondazione Comunista avente come oggetto la presentazione del nuovo simbolo per le prossime elezioni europee della lista unitaria Pdci,Prc,Consumatori Uniti e Socialismo 2000, nonché le proposte politiche che saranno presentate nella campagna elettorale. Alla conferenza stampa parteciperanno tra glia altri i segretari provinciali e regionali del Pdci e Prc rispettivamente Enzo Infantino e Michelangelo Tripodi, Antonio La Rosa e Nino De Gaetano. REGGIO C. - “Reggio e reggini nello sport”

Promossa dalla Provincia di Reggio Calabria, assessorato allo Sport, dalla Sezione reggina della Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia e dalla Associazione Culturale Anassilaos si terrà martedì 14 aprile alle ore 16,00 presso la Sala Convegni della Provincia l’ incontro sul tema “Reggio e reggini nello sport/ Contributi reggini ai Giochi Olimpici. Olimpia V a.C./Pechino 2008” con l’intervento di Attilio Tucci, Assessore Provinciale allo Sport;di Stefano Iorfida, Presidente Anassilaos e la relazione di Pasquale Nucara, Presidente Ass. Naz. Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia. Al centro dell’intervento dello studioso dello sport la storia delle Olimpiadi vista dal punto della partecipazione, non soltanto sportiva ma anche culturale e artistica , dei reggini da Pitagora Reggino a Gorgia Secondo, fino ad Anassila, olimpionico della biga con mule. REGGIO C. - “Petizione Reggio Calabria”

Il 14 aprile sarà siglata la “Petizione di Reggio Calabria” per il riconoscimento della pedopornografia quale crimine contro l’umanità. Il documento che verrà illustrato, martedì 14 aprile, appunto, alle ore 11, nel corso di una conferenza stampa che sarà ospitata da Villa Genoese Zerbi, è stato predisposto dall’Osservatorio sui Diritti dei Minori e rientra nell’ambito della “Campagna permanente di sensibilizzazione socio-culturale contro la pedofilia”, varata dallo stesso organismo con la collaborazione tecnica dell’Associazione Nazionale Sociologi. Saranno presenti, tra gli altri, Antonio Marziale e AnPRAIA A MARE (Cs) - Mostra tonino Napoli, rispettivamente presidente e dirigente Il Museo Comunale di Praia a Mare apre alla mostra dell'arti- dell’ufficio legale dell’Osservatorio, il Sindaco di Reggio sta Thomas Diego Armonia italiano di nascita e parigino d'a- Calabria Giuseppe Scopelliti e l’assessore comunale aldozione, che ha fatto dell’arte un mezzo di esclusività grazie le Politiche Sociali, Tilde Minasi. ad un connubio rarissimo tra pittura, moda, oro e storia antica e che resteranno nel Museo fino al 3 di maggio.

REGGIO C. - Teatro Cilea, stagione 2008/2009 “Pensa ad un grande spettacolo. Vieni al Teatro Cilea”. Questo lo slogan che accompagnerà la nuova stagione del teatro comunale di Reggio, presentata dal sindaco Giuseppe Scopelliti, da Serenella Fraschini, consulente per la lirica, da Geppy Gleijeses, per la prosa e dalla dirigente Luisa Spanò. Nel dettaglio il programma fino al 10 novembre: oggi, concerti sinfonici - M° Moranti; mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, Candoco dance company London (danza) - Double bill; sabato18 e lunedì 20 aprile,Werther (lirica); domenica 26, 27e 28 aprile, Teatro stabile di Calabria - (prosa) - Ditegli di sì; sabato 9 maggio, serata d’onore: “I più grandi interpreti della danza e della moda”. Per quanto riguarda l’acquisto dei titoli d’ingresso fino a sabato l7 novembre, verranno messi in vendita i nuovi abbonamenti; nei giorni 8 e 9 novembre, sarà possibile acquistare gli abbonamenti per la sezione danza e lirica; dal 10 novembre, infine, saranno in vendita i biglietti per i singoli spettacoli di tutta la stagione. La biglietteria resterà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. REGGIO C. - Concerto sinfonico al Cilea

Oggi, in occasione della Santa Pasqua, il cartellone del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria propone un concerto sinfonico. L’Orchestra del Teatro Cilea di Reggio Calabria, diretta dal maestro Piergiorgio Morandi, eseguirà, nel corso della prima parte della serata, Ouverture - La Cle-

REGGIO C. - Programma aprile Anassilaos L'associazione culturale Anassilaos presenta il programma aprile. Martedì 14 aprile, ore 16.00, presso la sala convegni Provincia di Reggio Calabria amministrazione provinciale di Reggio Calabria/assessorato allo sport, associazione nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia e associazione Anassilaos incontro sul tema "Reggio e reggini nello sport/ Contributi reggini ai Giochi Olimpici. Olimpia V a.C./Pechino 2008". Interviene Pasquale Nucara; venerdì 17 aprile, presso la Chiesa San Giorgio al Corso, omaggio a Don Primo Mazzolari nel 50° della morte. Ore 18.30, Santa Messa; ore 19.15, inaugurazione della mostra fotografica "San Giorgio Martire nell’arte figurativa"; ore 19.30, omaggio a Don Primo Mazzolari nel 50° Anniversario della morte. Incontro sul tema "un prete scomodo ma anche un profeta della Chiesa e del cattolicesimo democratico e sociale". Interverrà il dr. Franco Massara, martedì 21 aprile, ore 18.00, presso la sala San Giorgio al Corso, in memoria della "Grande Torino" la squadra di calcio pluricampione d'Italia nel 60° anniversario della Tragedia di Superga (4 maggio 1949). Intervento del dr. Francesco Palamara, venerdì 24 aprile, presso la Chiesa San Giorgio al Corso, consegna del premio Anassilaos San Giorgio Città di Reggio Calabria. Ore 19.15, saluto delle autorità; ore 19.30, proiezione del video realizzato da Giacomo Marcianò "San Giorgio tra arte storia e leggenda"; ore 19.45, consegna del premio; martedì 28 aprile, ore 18.00, presso la sala san Giorgio al Corso, incontro sul tema "La donna nella letteratura calabrese". Interviene la dr.ssa Maria Festa, saggista e studioso di letteratura. Presidente d’onore dell’associazione Anassilaos.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 51

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

Lo spettacolo “Volare” di e con Dario D’Ambrosi e Lorenzo Alessandri a San Pietro a Maida

Festival delle migrazioni a Riace IL CARTELLONE

“De Andrè canta De Andrè” in scena al teatro Garden di Rende

REGGIO C. - Storia, letteratura, psicologia... L'associazione “Nuovo Umanesimo”, il circolo culturale “G.Calarco” e l'istituto Mediterraneo di psicologia “ImeP” di Reggio Calabria presentano un ciclo di appuntamenti denominato “Incontri di storia, letteratura e psicologia”. Essi avranno come sede l'accademia della Belle Arti, saranno gratuiti. Al termine del ciclo sarà rilasciato un attestato di frequenza. Di seguito il calendario degli incontri: 15 aprile 2009, ore 17.00-19.00, autore Dostojevskji, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 13 maggio 2009, ore 17.00-19.00, autore Ariosto, relatore parte letteraria prof.ssa C. Sicari, relatore parte psicologica dr. G. Quattrone; mercoledì 10 giugno, ore 17.00 - 19.00, autore Hemingway, relatore parte letteraria prof. G. Lombardo, relatore parte psicologica dott.ssa A. Rossi; mercoledì 15 luglio 2009, ore 17.00 19.00, autore Calogero, relatore parte letteraria dr. S. Mangione, relatore parte psicologica il dottor Paolo Praticò.

REGGIO C. - Comunità montane, manifestazione

Il 17 aprile, alle ore 10.00, si terrà a Reggio Calabria, presso il Consiglio Regionale, la manifestazione indetta dalle Segreterie Regionali Fp. di Cgil, Cisl, Uil e dall’Uncem, per porre all’attenzione dei rappresentanti della massima assise calabrese, la situazione in cui versano le Comunità montane. REGGIO C. - Cgil, Cisl, Uil, iniziativa Le Segreterie Unitarie di Cgil, Cisl e Uil convocano per il giorno 17 aprile alle ore 11,00 l’assemblea generale dei lavoratori delle Comunità Montane presso la sede del Consiglio Regionale della Calabria. A tale manifestazione hanno assicurato il sostegno e la partecipazione l’Uncem Calabria e tutti gli amministratori delle Comunità.

REGGIO C. - Circolo Zavattini, proiezioni Anche quest'anno il circolo del cinema "Cesare Zavattini" organizzerà presso la sede del Cai una serie di proiezioni sulla montagna e sul rapporto tra uomo e ambiente. Le REGGIO C. - Psico bar, incontri proiezioniavranno luogo alle ore 21.00, presso la sede del La cooperativa Imep, Istituto mediterraneo di psicologia club Alpino Italiano sez. Aspromonte in via S. Francesco che riunisce attorno alla dimensione psicologica professio- da Paola, 106 Reggio Calabria. Queste le date in pronisti del settore, offre alla cittadinanza reggina una nuova gramma: il 21 aprile, martedì 9 giugno.

occasione di approfondimento riguardo i temi della Psicologia. La formula è quella originale degli Psico bar. Incontri per discutere, condividere e confrontarsi in un contesto da svago e aggregazione presso Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a partire dalle ore 18.30. Di seguito il programma: giovedì 16 aprile: “Quando l’amore fa male” - Dipendenza affettiva, gelosia ed ossessioni nelle relazioni di coppia, con la partecipazione del dr G. Romeo (medico, psicologo, psicoterapeuta) e della dott.ssa C. Morabito (sociologa); martedì 28 aprile: “Ho fame di...?” - Il rapporto tra il cibo e le emozioni, con la partecipazione della dott.ssa S. Cordiani (psicologa, counselor adleriano); giovedì 07 maggio: “Ecce homo” L’autostima ed il rapporto con se stessi, con la partecipazione della dott.ssa A. Rossi (psicologa); 21 maggio: “Alla ricerca dell’adrenalina” - La dipendenza da rischio, con la partecipazione della dott.ssa F. Salzone (psicologa). Gli incontri si terranno a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè Italia in Via Miraglia n.6 a Reggio Calabria. Psico-bar è ad ingresso libero per tutti . Psico-bar è a cura della dott.ssa Maria Scordo e della dott.ssa Simona Cordiani. Info: 328.1918853/347.9673649 - www.cooperativaimep.it Prenotazioni: urp@cooperativaimep.it. REGGIO C. - Accademia Kronos e Club Re Italo Calendario delle attività promosse da Accademia Kronos Calabria e dal Club Unesco Re Italo di Reggio. Aprile: giovedì 16, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs, proiezione video, programmazione visite; domenica 19, ore 8.00, escursione culturale (Pscs), Gallicianò, area di cultura Grecanica, chiesa ortodossa, conoscenza e valorizzazione tradizioni, arte e culinaria grecanica (Kumelca); lunedì 20, ore 17.00, presso il tipico, riunione club Unesco Re Italo; giovedì 23,ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; dal 30 aprile al 3 maggio,assemblea nazionale federazione italiana club Unesco Cagliari; maggio: giovedì 7, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, incontro Pscs su gestione attività di promozione culturale;domenica 7,ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs) Aspromonte, Cascate note come “Maesano” sull’Amendolea (“‘u scicciu ra spana”), diga sul Menta itinerario lungo il torrente Amendolea (in pullman fino alla diga, percorso a piedi diga - cascate); domenica 17, ore 8.00, escursione culturale club Unesco Re Italo (Giovani insieme) Palmi ed aree limitrofe (con la collaborazione del Club Unesco di Palmi); domenica 24, ore 8.00, escursione naturalistica (Pscs), Lago Costantino, San Luca (casa natale di Corrado Alvaro), itinerario parco letterario. Percorso a piedi da Pietra Longa (andata) e lungo la Fiumara Bonamico (ritorno), + visita borgo (Club Unesco); giovedì 28, ore 16.00, presso la sala consiliare circoscrizione Santa Caterina, riepilogo attività Pscs e incontro con stranieri;giovedì 28, ore 18.00, presso il tipico, riunione accademia Kronos; domenica 31, ore 8.00, escursione culturale naturalistica (Pscs), San Giorgio Morgeto, Castello, borgo, itinerario articolato, incontro con amministrazione comunale e gruppi di volontariato; giugno 2009: domenica 7, ore 8.00, escursione naturalistica culturale (Pscs), Scilla, traversata dello Stretto con barche di pescatori, Ganzirri, Capo Peloro. Visita guidata parco letterario “Horcynus Orca” e centri urbani interni (Club Unesco);mercoledì 17, ore 17.00, presso la sala palazzo storico della provincia, convegno e proiezione video escursioni Pscs; giovedì 25, ore 18.00, presso il tipico, riunione Kronos; venerdì 26, ore 19.30, presso la sala ristoro, conviviale con stranieri (Pscs).

REGGIO C. - “Reggio Calabria film fest” Al via la 5a edizione del “Reggio Calabria film fest retrospettiva sul cinema italiano”. Appuntamento a Reggio Calabria dal 22 al 25 aprile al Teatro Comunale Francesco Cilea. Sarà assegnato il premio "Corto raro" al miglior cortometraggio pervenuto.

tema libero; Migranti aperto a storie e incontri visti dai migranti e/o dai nativi, in Italia, come in altri paesi, con particolare attenzione al Mediterraneo, nonché a inchieste e reportage sulle dinamiche che si creano nella società, nella politica e nella cultura; Culture locali cultura materiale aperta a film relativi alla ricerca e alla salvaguardia di culture, società, lingue e tradizioni locali, compresa la “cultura materiale”, e il loro rapporto con la modernità; Videoclip Musicali aperta a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusioni di stili o di generi musicali. Gli aspiranti partecipanti dovranno inviare i propri lavori entro il 30 aprile 2009 e troveranno tutte le informazioni sulla iscrizione nel sito www.riaceinfestival.it . L’iniziativa è promossa da: Comune di Riace, Rete Comuni Solidali, Asgi-Associazione Studi Giuridici Immigrazione e Associazione Città Futura Don Giuseppe Puglisi Riace. ROSSANO (Cs) - Stagione teatrale, programma La città di "Rossano la bizzantina" presenta la stagion 2009 presso il teatro San Marco, Teatro per tutti a Teatro. Programma: 17 aprile, Adolfo Adamo in "Serendipity" con Chiara Pavoni; musiche E.Cupellini, C.Rizzuti; scenografia N.Tornello; regia di A.Adamo, (Unica data in Calabria); 22 aprile, compagnia Corrado Abbati in collaborazione con associazione internazionale operetta Trieste con gli allestimenti dell’ente lirico teatro G. Verdi Trieste presentano: "Al cavallino bianco" di Hans Muller e Erik Charell; musiche di Ralph Benatzky; orchestra dal vivo - direttore Marco Fiorini;adattamento e regia Corrado Abbati (Unica data in CalabriaCampagna abbonamenti: abbonamento poltronissima, euro 80.00; abbonamento poltrona euro 60.00; abbonamento speciale “Carta Giovani” euro 40.00; speciale abbonamenti famiglia: due abbonamenti interi (poltronissima o poltrona) danno diritto ad un abbonamento omaggio per un figlio di età inferiore a 14 anni. A tutti gli abbonati verrà offerto l’ingresso gratuito per lo spettacolo “Serendipity" del 17 aprile. Biglietti: platea poltronissima euro 20.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltronissime) euro 35,00; platea poltrona euro 15.00; A Teatro con (Se acquisti due biglietti poltrona) euro 25,00; galleria euro 10.00; cinque con (Per gruppi di sei) euro 50,00. Acquisto biglietti presso il Teatro San Marco tre giorni prima di ogni spettacolo.Biglietti spettacolo “Serendipity” del 17 aprile; platea (posto unico) euro 10.00; galleria (posto unico) euro 5.00. Informazioni generali saranno presenti nella rete internet ai seguenti indirizzi: \n www.rossano.eu - www.generazionefutura.com - www.sibarinet.it - www.teatro.org - www.jblasa.com; email: ufficio stampa@rossano.eu; info@generazionefutura.com; 360/39.56.26; 0983/529.224. Tutti possono usufruire gratuitamente del servizio di prenotazione telefonica. La prenotazione bloccherà le poltrone fino ad un giorno prima dello spettacolo, trascorso questo tempo se i biglietti non verranno ritirati le poltrone verranno rivendute.

REGGIO C. - “Italia Nostra”, conversazioni “Dai Paesaggi Sensibili dello Stretto ai Paesaggi Culturali della nostra città”: Italia Nostra di Reggio vuol porre così all’attenzione della cittadinanza, nei prossimi mesi, su tutti gli aspetti positivi dell’archeologia, della storia, della stessa edilizia di Reggio. E lo fa attraverso una serie di conversazioni tenute da soci e da esperti, che si svolgeranno presso la Sala Convegni della Biblioteca Comunale di Via Tripepi, introdotti dal Presidente dell’Associazione protezionista, Arch. Pino Bertone.La prima conversazione, che darà inizio al ciclo, sarà tenuta dall’Arch. Alberto Gioffrè, Socio fondatore di Italia Nostra di Reggio, sul tema del “Recupero dell’edilizia abusiva” (come rinnovare e valorizzare la maglia urbana del degrado): il terzo appuntamento sarà curato dalla Dott.ssa Rossella Agostino, già Presidente della Sezione reggina, sul tema dell’Archeologia e quotidianità della vita. Seguiranno altre conversazioni, sempre di mercoledì, il 20 maggio 2009, il 17 giugno 2009, il 23 settembre 2009, il 21 ottobre 2009, il 25 novembre 2009, per poi riprendere nell’anno successivo. Relatori saranno: il Dott. Franco Arillotta, il Prof. Franco Zagari, l’Ing. Claudio Bertonelli, la Prof.ssa Martorano Costabile, l’Arch. SAN PIETRO A M. (Cz) - “Il teatro è vita” Nino Pellicanò, l’Ing. Giuseppe La face, ma la Conversazione E’ al via la II stagione teatrale “Il teatro è vita”. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Pier Giorgio Frasdel 21 ottobre sarà imperniata sul libro. sati” di San Pietro a Maida in collaborazione con: l’Aido (Associazione Italiana Donazione Organi); l’Atec (AssociazioRENDE (Cs) - Tappa degli Skiantos ne Trapiantati Epatici Calabresi); la Proitalia (DipartimenSi aggiungono nuove date al tour degli Skiantos: “Il Fogna to Cultura e Donazione Organi), con il patrocinio dell’AmTour”. Il gruppo farà tappa il 16 aprile sarà in scena a Rende. ministrazione provinciale di Catanzaro e sostenuta dalla Mediabet. Questi gli appuntamenti previsti: 18 aprile 2009 “Volare” di Dario D’Ambrosi con Dario D’Ambrosi e LoRENDE (Cs) - “De Andrè canta De Andrè” renzo Alessandri e per finire sabato 30 maggio 2009 “ConPartita la vendita dei biglietti per "De Andrè canta De Andrè" certo del Complesso Bandistico Giovanni Paolo II” di San del 15 maggio alle ore 21.15 al Teatro Garden di Rende (Cs), Pietro a Maida”. L’Ingresso è gratuito. grande omaggio a Fabrizio De Andrè con il concerto del figlio Cristiano che ne eseguirà tutti i maggiori successi, anche attraverso ricordi personali. L'evento fa parte della XXIII edi- SAN PIETRO MAGISANO (Cz) - “U Rosariu” zione di "Fatti di Musica Radio Juke Box", la rassegna del mi- Domenica 12 aprile, " U Rosariu ", processione in ricorglior live d'autore ideata e diretta da Ruggero Pegna abbinata do del terremoto del 1783, per le vie del paese, con canti alla "Lotta a Leucemie e Linfom" dell' A.m.e.n.a. di Catanzaro sacri in vernacolo calabrese della tradizione Sanpietre(associazione per le malattie ematologiche neoplastiche del- se, rione "Munisteru" ore 19.30. l'adulto). RIACE (Rc) - Festival delle migrazioni Riace ha deciso di dar vita alla prima edizione di A – Accoglienza. Festival delle migrazioni e delle culture locali che si svolgerà dal 22 al 24 maggio: un concorso per filmaker aperto a tutti su temi attuali e importanti quali il recupero della memoria, delle tradizioni e della cultura materiale e ancora dell’accoglienza, della solidarietà, della condizione dei profughi e dell’incontro fra culture diverse. Un festival che cerca anche l’interesse dei giovani attraverso una sezione per cortometraggi a tema libero e una su videoclip musicali. Il concorso si articola in quattro sezioni di partecipazione: Cortometraggi a

SANTA CATERINA (Cz) - “Chi c’è, alzi una mano” La Pro-Loco Santa Caterina e Anlaids onlus organizza “Chi c'è, alzi una mano” giorno 11 aprile, c'è un bonsai per te, a Santa Caterina centro capoluogo villa comunale ore 9.30 12.30, Santa Caterina Marina piazza Giovanni XXIII. Per info: 0967/84091 - prolocoscj@libero.it.

SCALEA (Cs) - Global beat moviment Il 12 luglio 2009, in località Riva Chiara di Sellia M., serata al locale Tarantula con i "global beat Moviment" un mix di tarantella, pizzica, ska e reggae.


52 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

La sesta edizione del Premio letterario “Armando La Torre” in programma a Siderno

Sellia Marina, a Pasquetta beviamo calabrese IL CARTELLONE

“Un bonsai per la ricerca” da oggi al 12 aprile a Stalettì

SELLIA MARINA (Cz) - A Pasquetta beviamo calabrese La Pasquetta proposta dall’Agriturismo di Contrada Guido di Sellia Marina si colora di calabresità. L’Agriturismo di Contrada Guido, famoso per le sue atmosfere armoniose che si calano perfettamente nella macchia mediterranea, ha deciso da tempo di sposare i princìpi ispiratori del progetto culturale denominato “Consuma e Spendi Calabrese” portato avanti dall’Associazione “Jonici”. Il menù fisso elaborato per la Pasquetta, a soli 35,00 euro a persona, verrà accompagnato da un’ampia offerta di vini calabresi inseriti in una carta ben articolata ed equilibrata. Un modo tanto semplice, quindi, quanto pregno di significati. Un’azione reale di sostegno all’economia locale e alle produzioni del territorio. Quanti, aderendo all’intelligente proposta dell’Agriturismo di Contrada Guido, decideranno di festeggiare la Pasquetta brindando con vino calabrese, si associeranno quindi ad un modo di pensare e di agire che dimostra amore per la Calabria. Per informazioni e prenotazione (gradita), telefonare al numero di rete fissa 0961.961495.

ta la piena accettazione del presente bando.

no A: pomeridiana ore 17.00 o primo giorno di rappresentazione. Turno B: serale ore 21.00 o secondo giorno di rappresentazione. Gli abbonati alla stagione preceSIMERI CRICHI (Cz) - Maratona Stracrichi dente possono confermare il posto telefonando o laL'associazione volontari italiani sangue Avis comunale di Si- sciando un messaggio al N. 0967 -23156 oppure tramimeri Crichi organizza la 2ª maratona Stracrichi il 14 giugno, te e-mail all’indirizzo di posta elettronica di seguito riore 16.00, presso la piazza Martiri a Simeri Crichi. Per info: portato "teatrodelgrillo@libero.it". 368/560945 - 333/9725089. SOVERATO (Cz) - Festa della birra Il bar Mario comunica che è in fase terminale la definizione del programma che si terrà in occasioe della seconda Festa della birra- Città di Soverato nei giorni 1-2-3 maggio 2009.All'interno di detta manifestazione si esibiranno gruppi musicali di vario genere, (taranta, pizzica, cover etc..)prestigiatori, cabaretisti. L'organizzazione della festa della birra - Soverato 2009 - comunica che, all'interno della manfestazione, vi sarà l'assegnazione del premio Giorgio Gioviale - dedicato alla memoria del giovane soverateSOVERATO (Cz) - Per sostenere l’Abruzzo se deceduto tragicamente più di vent'anni fa. Il premio è riOggipresso la gelateria Sottozero acquistando un cono ge- servato agli artisti che vorranno esibirsi nei giorni 1-2-3 lato contribuirai anche tu ad aiutare la popolazione del- maggio come cabarettisti, musicisti e consiste in una soml'Abruzzo colpita dal sisma. L'intero incasso della giorna- ma messa a disposizione della famiglia Gioviale e dall'orta sarà totalmente devoluto. ganizzazione. Programma: venerdì 1 maggio, apertura SOVERATO (Cz) - Al Bar Mario Progamma Bar Mario: ogni mercoldì dott. why; giovedì Isa e il so karaoke; venerdì francysdrag queen; domenica scandlo con tesy voice superkaraoke. Domenica 12 brillant diguise; lunedì 13 mimmo cavallaro tarantapower; martedì 14 i jumbo sul palazzo cover band rino Gaetano; 1, 2, 3 maggio festa della birra.

SETTINGIANO (Cz) - Booling Center Il Booling Center, aperto durante la settimana tranne il lunedì, comunica le proprie promozioni: martedì e mercoledì "Più giochi e meno paghi", giovedì e domenica SOVERATO (Cz) - Dramma sacro Resurrexit "Promozione coppia", sabato "Birillo rosso".

Sabato Santo, 11 aprile, alle ore 16, in programma la rappresentazione del dramma sacro Resurrexit, di Ulderico Nisticò per la regia di Tonino Pittelli. Il luogo della rappresentazione è l'area archeologica di Soverato Antica, raggiungibile da Soverato Superiore o dall'ex 106, bivio Turrati.

SETTINGIANO (Cz) - All’Orso Cattivo Ogni giovedì: "Toda Joia"!!! presso L'Orso Cattivo a Settingiano. Zona ristorante: Dr. Why - il gioco a quiz per locali (ore 21.00); "Toda Joia" - Dj's: Gianluca Napoli, Tatto and Beat&Love (ore 23.30). Zona pub: balli caraibi- SOVERATO (Cz) - Stagione teatrale ci: salsa, merengue Y bachata (tutta la sera!). Ingresso: 10 euro (solo 5 euro se segnali la tua presenza sul sito Programma della stagione teatrale 2008/09 a Soverato: giovedì 16 aprile 2009, Sorelle Marinetti “Non ce ne imwww.movidacommunity.it. porta niente regia Max Croci”; sabato 25 aprile 2009 Teatro instabile d’Aosta Mimondi regia Marco Chenevier;doSIBARI - Settimana della Cultura menica 3 maggio 2009 Giorgio Albertazzi “Lezioni ameIl Ministero per i beni e le attività culturali, in collabora- ricane “di Italo Calvino. zione con tutti i suoi istituti, promuove la Settimana della Cultura, quest’anno giunta all’XI edizione con lo slo- SOVERATO (Cz) - Slow food, inziative culturali gan "la cultura è di tutti, partecipa anche tu". In questo contesto Silvio Vigliaturo - che da anni ha una solida col- L’associazione Slow food di Soverato promuove una serie laborazione con l’Unical ed è, insieme a Gerardo Sacco di iniziative culturali rivolte alla conoscenza e valorizzae Santo Versace, testimonial nel mondo dell’ateneo ca- zione delle caratteristiche culturali e sociali del territorio labrese - espone una collezione di sculture in terracotta e si pone l’obiettivo di promuovere iniziative rivolte ale una serie di installazioni e opere in vetro presso il Mu- l’acquisizione di strumenti di conoscenza del "gusto" da seo Nazionale Archeologico della Sibaritide, che racco- parte di cittadini sempre più attenti e numerosi. Tra queglie tutte le testimonianze materiali della Sibaritide dal- ste azioni rientra il progetto in corso presso l’istituto all’età protostorica all’età romana, ed in particolare il ric- berghiero di Soverato che pone l’accento sulla necessità co e glorioso passato di quella che fu una delle più im- che i futuri operatori del settore enogastronomico divenportanti poleis della Magna Grecia: Sybaris. Mostra: tino i depositari della cultura e della tradizione del terriKleombrotos - Vigliaturo, una lettera dal passato, pres- torio. Gli incontri di educazione sensoriale e alimentare, so il museo nazionale archeologico della Sibaritide, lo- con presentazione dei prodotti calabresi (Olio, formaggio, calità Casa Bianca, a Sibari (CS); vernissage: 18 aprile, miele, vino, salumi), hanno un contributo economico di alle ore 11.00; orario mostra: tutti i giorni dalle 9.00 alle compartecipazione concesso dall'assessorato alla pubbli19.30. Lunedì chiuso. Curatori: Anna Lucia Casolaro, ca istruzione della Provincia di Catanzaro. Gli incontri soDomenico Marino, Vittorio Amedeo Sacco; testi di: no articolati in 5 moduli, uno per ogni prodotto, curati daBernard Légé e Vittorio Amedeo Sacco; periodo: dal 18 gli esperti Slow Food e si tengono nell’istituto alberghiero aprile al 31 maggio. Info: 0981/79391-2 - www.museo- Ipssar di Soverato durante le attività didattiche di valorizzazione della cucina tradizionale. In questa esperienza vigliaturo.it. sono coinvolte alcune classi del corso serale, coordinate dal professore Raffaele Colosimo, docente di scienza delSIDERNO (Rc) - Premio “Armando La Torre” l’alimentazione. La programmazione è così articolata: E’ indetta la sesta edizione del Premio Letterario Città di Si- presentazione e discussioni preliminari in aula: aprile. derno “Armando La Torre” che si articola nelle sezioni di Presentazione con proiezioni presso la sala biblioteca delnarrativa e saggistica. Il premio, patrocinato dal Comune l'ipssar: salumi, lunedì 20 aprile, ore 17.00-20.00; fordi Siderno, dalla Regione Calabria e dalla Provincia di Reg- maggi, giovedì 23 aprile, ore 17.00-20.00; vino, lunedì 27 gio, gode del riconoscimento del Ministero per i Beni e le At- aprile, ore 17.00-20.00; olio, giovedì 30 aprile, 17.00tività culturali. Regolamento: narrativa, si partecipa con 20.00. Conclusione: martedì 5 maggio, ore 17.00-20.00: opere di narrativa scritte in lingua italiana e pubblicate dal presentazione dei prodotti, incontri con i produttori, la1° gennaio 2008 alla data del presente bando. Ogni autore o boratori del gusto. Casa Editrice può partecipare con più opere; saggistica: si partecipa con opere di saggistica scritte in lingua italiana e pubblicate dal 1° gennaio 2007 alla data del presente bando. Ogni autore o Casa Editrice può partecipare con più opere, presentando per ognuna di esse cinque copie; giuria: le opere saranno esaminate da una giuria tecnica composta da autorevoli esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile. Per partecipare gli autori e/o le Case Editrici devono fare pervenire le opere, con l’indirizzo ed il recapito telefonico dell’autore e l'indicazione della sezione per la quale concorrono, entro la data del 30 aprile 2009 al seguente indirizzo: Premio letterario Città di Siderno presso Aldo De Leo Via C.Battisti, 75 89048 Siderno (Rc). La partecipazione al premio compor-

ore 17.00; ore 17.30, Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo - in gara i quartieri di Soverato ; ore 18.30 , Festival Di Cabaret - Ospiti Iduecò... (Duo Cabarettistico Calabrese); ore 20.30, sagra della melanzana – Piatto unico a base di melanzane; ore 21.00, ironia e cabaret con le Drag Queen (Francys); ore 22.00, concerto Dei Marasà. Sabato 2 maggio, ore 17.30, finale regionale del Dr. Why – Gioco a Quiz Interattivo; ore 19.00, Mago Florius (spettacolo di Magia e Cabaret); ore 20.00, sagra del panino con la salsiccia; ore 20.30, festival di cabaret Ospite Cesare Gallarini (Comico e autore, collabora ai testi con Aldo, Giovanni e Giacomo e I Fichi D’India); ore 22.00, concerto degli Ariacorte (Pizzica Salentina). Domenica 3 maggio, ore 17.30, Il Fantastico mondo dei Bambini – Festa con maschere e gadgedts per i bambini; ore 18.30, festa del mangione – Gara a premi per chi mangia più panini; ore 19.30, Tesy Voice - Gara di Superkaraoke e Superpremio; ore 20.30, sagra della trippa; ore 21.00, finale del Festival Di Cabaret - Ospite Francesco Addeo e il Suo Cabaret Magico; ore 22.00, concerto di Mimmo Cavallaro ( Tarantapower).Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 3280715176 oppure inviare mail a barmario.vs@libero.it.

SQUILLACE (Cz) - Visite guidate L'associazione Largot costituita da guide specializzate munite di patentino e autorizzate dalla Regione Calabria, offre il servizio di visita guidata alla rassegna espositiva allestita al Complesso monumentale del San Giovanni Catanzaro dedicata ai pittori del seicento Francesco Cozza, Gregorio e Mattia Preti info www.calabriaguide.it 0961-34618 333-8002471. Inoltre, la stessa associazione, mette tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.00 alle 18.00, a disposizione le guide turistiche che accompagneranno i visitatori al centro storico di Squillace e al Parco archeologico Scolacium di Borgia. Per ulteriori informazioni contattare i numeri di tel: 0961/34618 368/7376942 - 347/1094691 - 320/0473698 - oppure consultare il sito internet di seguito riportato www.calabriaguide.it. STALETTI’ (Cz) - “Un bonsai per la ricerca”

L'Associazione Pro loco "Copanello" di Staletti, presieduta dal dott. Gennaro Amoruso, anche quest'anno, in occasione delle imminenti festività pasquali, aderisce alla manifestazione "Un bonsai per la ricerca" promossa dall'associazione Anlaids in 3000 piazze d'Italia. Donando un piccolo contributo in cambio di un bonsai, si aiuterà la ricerca contro l'Aids. La manifestazione avrà SOVERATO (Cz) - Teatro del Grillo luogo a Stalettì nei giorni oggi, 11 e 12 aprile. Per info Ha ufficialmente avuto inizio la stagione 2009 del Teatro 3386204865. del Grillo di Soverato, che da gennaio a fine aprile ospiterà eccellenti compagnie del teatro italiano oltre alla Compagnia della scuola di teatro Spazioscenico e alla TAVERNA (Cz) - Largot, visite guidate Compagnia del Grillo. Programma:concluderà la stagio- La Largot, svolge servizio di visite guidate al museo cine, a partire da sabato 25 aprile, la nuova produzione del- vico, alla chiesa di San Domenico e chiesa di Santa Barla Compagnia del Grillo: “Rumori fuori scena” per la re- bara e alla galleria di arte contemporanea, per associagia di Claudio Rombolà. Una irresistibile storia di teatro zioni, scuole, fondazioni e gruppi (min 30 pers.). Il sernel teatro dove ritmo, equivoci e colpi di scena fanno del vizio sarà effettuato su prenotazione. Info: 0961/34618 testo di Frayn una delle farse più fortunate degli ultimi - 368/7376942 - 329/9149079 - 347/8871177 - o visitare trent’anni. Costo abbonamento a 5 spettacoli 88,00. Tur- il sito www.calabriaguide.it.


il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 53

APPUNTAMENTI CALABRIA

SEGNALARE A: FAX 0961.903801 - E-MAIL: APPUNTAMENTI@ILDOMANI.IT

“Un dono per un sorriso”, iniziativa domani a Zungri, Tropea e Vibo Valentia

“Memorial Gaglioti” a Vibo Valentia IL CARTELLONE

“La Naca” a cura della confraternita Madonna del Carmine a Taverna

TAVERNA (Cz) - Opere di Mattia Preti al Museo Due nuovi capolavori di Mattia Preti pertinenti la collezione della Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola si possono ammirare nel Museo Civico di Taverna. Si tratta di un bozzetto ad olio su tela di cm.77x41 raffigurante “San Sebastiano” e di un dipinto di cm.157x122 raffigurante “San Girolamo Penitente”, realizzati entrambi dal Cavalier Calabrese nel ventennio 1680-’90. L’evento consentirà a visitatori e studiosi di apprezzare completamente il corpus delle ventitrè opere pretiane di Taverna conservate (oltre che nella stessa sede museale) nelle Chiese di S.Domenico e S.Barbara. Il prestito, stabilito in forma di deposito, è stato eccezionalmente concesso all’Istituzione Culturale tavernese dal Consiglio di Amministrazione della banca presilana presieduto dal presidente Nicoletta e dal Direttore Cariati. Il museo civico è visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, (tranne il lunedì) con i seguenti orari 9.30-12.30 e 16.00-19.00. TAVERNA (Cz) - Al Mattia Pub Programma del Mattia Pub di Taverna: oggi, il cervellone con Movida Calabria; domenica 12, serata Live con Taranta terapy Pathanka Kalabra; sabato 18 aprile, serata Live con Rubiera blues Cover Ligabue; venerdì 24, gara di Karaoke con Lisa e Ercole; sabato 25, Il cervellone con movida Calabria. Per info Lia Tommaso 338/1065099 - myspace.com/mattiapub - mattiapublia@libero.it.

TAVERNA (Cz) - La Naca Oggi la confraternita Madonna del Carmine presenta la Naca, alle ore 16:30. VIBO V. - “Passio Christi” La chiesa San Michele di Vibo Valentia presenta "Passio Christi" immagini e segni della passione 2ª edizione, fino a oggi. Orario: 10.00-12.00; 17.00-20.00 (giovedì 9,

apertura sino alle ore 24.00).

niciate da un nastrino tricolore ai bambini di Marcellinara, Squillace, Sellia Marina e Borgia. Sabato 11 sarà invece la volta dei militanti della Fiamma Tricolore di Sellia MaVIBO V. - Memorial Gaglioti rina e di Borgia, laddove sono nate due nuove realtà miliL'Asd Gss sport, comitato regionale Fipav Calabria, settore Fi- tanti. pav scuola e minivolley Calabria, comitato provinciale Vibo Valentia organizzano 4° minibeachvolley - 3° memoriale Ga- CALABRIA - “Un dono per un sorriso” glioti, giorno 24 maggio, al lido Chiringuito di Pizzo Calabro (Vv). Inoltre saranno allestite due aree per permettere ai bam- Prosegue il tour interregionale di un "Un dono per un sorbini più piccoli (dai 3 ai 5 anni e non solo) di poter colorare o riso", l'iniziativa benefica organizzata dall'Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d'Europa in colgiocare con la sabbia. CALABRIA - Concorso enologico internazionale La curiosità degli eno-appassionati per le bottiglie originali da inserire nelle proprie collezioni si unisce in una formula di marketing territoriale innovativa con il web. Per l’edizione 2009 de “La Selezione del Sindaco”, il concorso enologico internazionale che elegge il vino-simbolo delle Città del Vino di tutta Italia (dal 22 al 24 maggio 2009, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento; info www.selezionedelsindaco.it), la piccola produzione d’eccellenza italiana sbarca sul web e punta all’e-commerce: per conoscere o acquistare le originali bottiglie dell’unica rassegna internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’azienda e del comune in cui sono localizzati i vigneti, riservata ai vini Docg, Doc e Igt con una produzione tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie, basterà un click su www.dilloconilvino.it. Questo è l’obiettivo di un accordo che le Città del Vino hanno sottoscritto con il nuovo portale: www.dilloconilvino.it. Questo portale prevede la partecipazione al concorso senza oneri per le aziende che si associano al servizio. CALABRIA - Pasqua Tricolore Quattro sezioni della Fiamma Tricolore hanno aderito alla “Pasqua Tricolore”, manifestazione ideata dalla segreteria regionale e diffusa sul territorio dalla Segreteria Provinciale di Catanzaro. La manifestazione consiste nella distribuzione, da parte dei nostri militanti, di piccole Uova di Pasqua incor-

laborazione con le Istituzioni, le Scuole e le Parrocchie di diverse località della Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia. Saranno i comuni di Zugri, Tropea e Vibo Valentia, sabato 11 aprile 2009, le prossime tappe dell'operazione che, in occasione della Santa Pasque, vede il Presidente dell'Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d'Europa Giuseppe Catapano impegnato in diverse località delle regioni sopra elencate, per portare in dono regali e uova pasquali ai bambini delle scuole materne, elementari e medie dei centri interessati.

Per segnalare un appuntamento a questa rubrica, inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica

appuntamenti@ildomani.it o un fax al numero 0961-903801 ALMENO QUARANTOTTO ORE PRIMA DELLO SVOLGIMENTO DELL’EVENTO


54 Venerdì 10 Aprile 2009 il Domani

APPUNTAMENTI CALABRIA - APPROFONDIMENTO A tu per tu con il Prof. Rosario Sacco, ordinario di Clinica chirurgica e direttore della Scuola di specializzazione presso l’Università di Catanzaro

“Chirurgia adeguata nel carcinoma colorettale” «Anche se questa patologia è in aumento, migliorano le condizioni di sopravvivenza dei pazienti» CATANZARO — Si è svolto nei giorni

scorsi presso il Campus universitario di Germaneto un convegno promosso in occasione dell’Evento Sico 2009 sul tema “Chirurgia adeguata nel carcinoma colo-rettale avanzato” al quale hanno preso parte una delegazione di chirurghi tedeschi dell’Università di Erlangen e dell’ospedale civile di Worms e gli specialisti della Clinica chirurgica e Scuola di specializzazione in Chirurgia dell’apparato digerente dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, diretta dal Prof. Rosario Sacco, ordinario di Clinica chirurgica, il quale è stato disponibile a rispondere alle nostre domande. Può soffermarsi a spiegare ai nostri lettori il significato di “evento Sico”, Società Italiana di Chirurgia Oncologica? «E’ la seconda Società Scientifica Chirurgica Italiana per importanza e numero di iscritti. E’ strutturata in Delegazioni Provinciali federate in

un ambito territoriale che usualmente coincide con quello regionale. Tra i compiti societari è fondamentale quello del c. d. “updating”, cioè la diffusione e la condivisione della cultura specifica della disciplina “al momento attuale”. Per questo motivo sono organizzati incontri, di solito monotematici, a periodicità quadrimestrale definiti “Evento Sico”; in questo caso l’argomento è quello della chirurgia adeguata nel carcinoma colo-rettale». Può soffermarsi sul compito della chirurgia nel trattamento del cancro? Cosa vuole dire “chirurgia oncologica”? «L’asportazione chirurgica è la forma più antica di terapia dei tumori maligni. Nel corso dei secoli ha conservato il suo ruolo, spesso insostituibile, ed è tuttora il trattamento di

Una parte del pubblico presente

«Penso che se un paziente vuole farsi operare altrove, padronissimo, ma deve essere consapevole che oggi è una sua scelta, non una necessità: niente miracolismi, né astensionismi, né demonizzazioni. Niente doppiopesismo: qua non sono ammesse complicanze, che invece sono accettate altrove. Credo che la realtà culturale chirurgica calabrese sia di sana competenza, come altrove». Ci parla dei relatori presenti al Convegno svoltosi nei giorni scorsi? «E’ andato tutto esattamente come preventivato e sono davvero soddisfatto della presenza di molti addetti ai lavori, grandi nomi della nostra medicina, ma anche molti giovani, parecchio interessati all’evento. Nello specifico la lettura magistrale sullo stato dell’arte della Chirurgia oncologica colo-rettale è stata tenuta da Werner Hohenberger, Clinico Chirurgo dell’Università di Erlangen e famoso esperto mondiale dell’argomento. Franz Zittel, Primario

Il tavolo dei lavori: Sacco, De Filippo; Stipa; Hohenberger

elezione in un’alta percentuale di casi. Tuttavia, oggi, l’intervento chirurgico tende a divenire in molti casi solo un momento, pur importantissimo, di più ampi programmi di trattamento multidisciplinare. Un esempio tipico è il caso del cancro colo- rettale, dove la sinergia armonica tra radioterapia, chemioterapia e chirurgia è obbligatoria per una corretta adeguatezza di trattamento». Vuole dire che il chirurgo non è più il primo attore della “tragedia”? «Voglio dire che apparentemente, oggi, l’impegno scientifico in oncologia sembra lontano dal mondo del chirurgo: oncogeni, anticorpi monoclonali, Pet, sono alcuni dei protagonisti che dominano la ricerca nel cancro, oggi. Ma non è motivo (forse, purtroppo!) di abbandono

della “dolorosa” chirurgia. Anzi: lo spostamento della ricerca verso livelli “biologici”, tissutali e cellulari richiede una cosciente collaborazione del chirurgo, che deve conoscere e valutare tutto ciò che è possibile “traslare” dal laboratorio al letto del malato». Lei ha accennato ad alcuni prodotti della ricerca che sono squisitamente tecnologici: quali ricadute, positive o negative, ci sono in questo turbinoso fenomeno? «Per risponderle usando le parole di Umberto Veronesi, pronunciate nell’ormai lontano 1988, cioè 11 anni fa, le dico: “Le ricadute positive sono ovvie: basti pensare alla diagnostica per immagini, alla Pet, alle nuove tecniche di radioterapia e, per il nostro settore specifico, a tutto ciò che ha reso possibile una chirurgia mininvasiva. Ma il rischio è che il turbinoso sviluppo della tecnologia stia inevitabilmente (e certamente senza volerlo) ergendo una parete invisibile, ma sempre più resistente, tra il paziente e il suo medico, ovvero (in modo più drammatico) il suo chirurgo”. Credo che mai come oggi scienza e tecnologia debbano integrarsi ma sotto la guida della sapienza dell’operatore e comunque asservite alle necessità terapeutiche e sempre guidate dal buon senso, “clinico”. Serve per questo una grande cultura». La cultura non si inventa e non è di facile acquisizione; cosa pensa del nostro sistema formativo? «In chirurgia e soprattutto in chirurgia oncologica la cultura non è un patrimonio di pochi eletti, esclusivo,

ma deriva dalla elaborazione di esperienze diffuse, sulla base del rigore metodologico scientifico. In chirurgia la cultura è soprattutto prassi. Non si possono formare nuovi chirurghi senza avere presente questa necessità. In questo senso, purtroppo, la nostra situazione è carente; e la allocazione della Fondazione Campanella a Germaneto pare non abbia migliorato le cose». E’ quindi pessimista? «Al contrario: sono convinto della enorme forza vitale dei nostri giovani, i quali sono cresciuti in una dimensione europea e hanno imparato a confrontarsi con i loro colleghi di altre latitudini, partendo da una realtà certamente più difficile, ma non disperata». Cosa vuol dire? «Alcuni dei miei allievi lavorano in Germania. Tra questi una di loro, la Dott. ssa Antonia Rizzuto, è impegnata in una difficile ricerca in oncologia e contemporaneamente frequenta con profitto i reparti di chirurgia di Worms; è grazie a gente come lei se sono dovuti il rispetto e l’amore di illustri chirurghi tedeschi verso la nostra terra. Altri, molti, lavorano nelle strutture chirurgiche regionali, che, si badi bene, sono di eccellenza: si pensi a quella di Reggio Calabria con Lirici, o a quella di Cosenza con Nardo. Ma anche molti altri presidi, se non tutti, sono di livello ottimo dal punto di vista delle capacità e della cultura chirurgica; altro problema è quello organizzativo - gestionale. Ma questa è un’altra storia». E’ interessante sapere che molti suoi allievi frequentano ambienti chirurgici di altre sedi, anche estere. Pensa che questa sia un’opportunità per arricchire la propria formazione specialistica? «La cultura è universale e nega il provincialismo. L’apertura mentale verso esperienze diverse è positiva e senza dubbio arricchisce il patrimonio formativo dei nostri giovani. Certo esiste comunque un rapporto privilegiato con la Germania, che ha motivazioni storiche: abbiamo avuto ospiti tedeschi, come relatori a Congressi di Chirurgia in Calabria, dal 1989. Il Dott. Cloro, primario chirurgo di Rossano, è stato invitato come relatore al Congresso della Società Federale Tedesca di Chirurgia nel 2000. In verità gli italiani erano pochi: oltre al sottoscritto e a Cloro, ricordo il Prof. Sergio Stipa (anche egli relatore al nostro ultimo Congresso) il Prof. Cavallaro e pochi altri». Cosa si sente di dire a proposito dei “viaggi della speranza”?

Il Prof. Rosario Sacco

Chirurgo a Worms, ha confrontato i risultati della chirurgia aperta con quelli delle tecniche mini invasive. Marco Lirici, Primario chirurgo di Reggio Calabria, ci ha presentato la sua ricca esperienza di laparoscopia operativa. Claudio Coco, Professore al Gemelli di Roma, altro riconosciuto esperto mondiale, ci ha illustrato la Chirurgia adeguata dopo trattamento chemio radioterapico preoperatorio. Bruno Nardo, Primario Chirurgo di Cosenza, ha commentato il problema delle metastasi epatiche. Alfonso Barbarisi, ordinario di Chirurgia a Napoli, ha raccontato la propria esperienza di ricerca traslazionale. Aidala, Stoppelli e Cloro hanno testimoniato la competenza delle chirurgie calabresi nell’affrontare il problema». Si può prevenire questo tumore con adeguati programmi in Calabria? «La “prevenzione” dei tumori maligni riguarda fenomeni ambientali e comportamenti personali ed è un problema sociale in tutto il mondo, non solo in occidente. Nostro compito, invece, è contribuire ad una diagnosi precoce del tumore, in modo da “prevenirne” l’evoluzione: questo è possibile anche in Calabria dando corpo ad adeguati programmi di screening basati sull’endoscopia». Ma nel 2009 di questo male si può guarire? «Non posso rispondere in modo affermativo o negativo. L’impostazione giusta del problema è che nel 2009 questo male si può e si deve curare in modo adeguato. Ciò che conta è garantire al malato una sopravvivenza più lunga possibile insieme ad una buona qualità della vita residua». Rita Macrì


Il Domani dà spazio alle Tue libere opinioni su politica, economia, società, sport. Scrivi a: opinioni@ildomani.it

il Domani Venerdì 10 Aprile 2009 55

Spettacoli e tv filmintv La7 10.30 FUNERALE DI STATO PER LE VITTIME DEL TERREMOTO IN ABRUZZO (Attualità) 13.30 TELEGIORNALE (Ultime notizie) 14.00 TG1 ECONOMIA (Affari) 14.10 A SUA IMMAGINE (Religione) 15.30 FESTA ITALIANA 16.15 LA VITA IN DIRETTA 16.50 TG PARLAMENTO (Attualità) 17.00 TG1 (Ultime notizie) 17.10 CHE TEMPO FA (Ultime notizie) 17.15 LA VITA IN DIRETTA 18.50 L’EREDITÀ 20.00 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

Ore 21.10 - “Rito della Via Crucis” Celebrazione del Venerdì Santo In foto Benedetto XVI 20.30 21.10 22.35 22.40 23.40 00.10 00.40 00.45 00.50 01.20 01.55 02.25 03.15 05.10 05.45 06.10 06.30

PORTA A PORTA (Attualità) RITO DELLA VIA CRUCIS (Religione) TG1 (Ultime notizie) TV 7 (Attualità) L’APPUNTAMENTO - SCRITTORI IN TV TG1 NOTTE E TG1 LE IDEE (Ultime notizie) CHE TEMPO FA (Ultime notizie) APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE (Talk show) RAI EDUCATIONAL - TEATRO IN CORTO (Cultura) SUPERSTAR OVERLAND 10: COMO - PECHINO IN BICI DON MATTEO 6 HOMO RIDENS EURONEWS (Ultime notizie) INCANTESIMO 10 SABATO & DOMENICA

CANALE 08.00 08.40 10.00 10.05 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 18.00 18.05 18.50

TG5 MATTINA (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) TG5 (Ultime notizie) MATTINO CINQUE (Attualità) FORUM TG5 (Ultime notizie) BEAUTIFUL (Telenovela) CENTOVETRINE (Telenovela) UOMINI E DONNE (Talk show) POMERIGGIO CINQUE TG5 MINUTI (Ultime notizie) POMERIGGIO CINQUE CHI VUOL ESSERE MILIONARIO - EDIZIONE STRAORDINARIA (Spettacolo con giochi)

08.05 LOLA E VIRGINIA (Animazione) 08.20 DIBO DEI DESIDERI (Animazione) 08.35 I MIEI AMICI TIGRO E POOH (Animazione) 08.55 I LUNNIS (Animazione) 09.15 TGR - MONTAGNE (Natura) 09.45 RAI EDUCATIONAL TRACY & POLPETTA (Cultura) 09.55 METEO 2 (Ultime notizie) 10.00 TG2PUNTO.IT (Attualità) 11.00 INSIEME SUL DUE (Attualità) 13.00 TG2 - GIORNO (Ultime notizie) 13.30 TG2 COSTUME E SOCIETÀ (Attualità) 13.50 TG2 SÌ VIAGGIARE 14.00 X FACTOR 14.45 ITALIA ALLO SPECCHIO (Attualità) 16.15 RICOMINCIO DA QUI 17.20 LAW & ORDER 18.00 METEO 2 (Ultime notizie) 18.05 TG2 - FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 18.10 RAI TG SPORT 18.30 TG2 (Ultime notizie) 19.00 X FACTOR 19.35 SQUADRA SPECIALE COBRA 11 20.30 TG2 (Ultime notizie) 21.05 E.R. MEDICI IN PRIMA LINEA 22.40 DEAD ZONE (Fantascienza) 23.25 TG2 (Ultime notizie) 23.40 L’ERA GLACIALE (Talk show) 01.15 TG PARLAMENTO (Attualità) 01.25 X FACTOR 01.55 METEO 2 (Ultime notizie) 02.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.10 TG2 COSTUME E SOCIETÀ. REPLICA (Attualità) 02.20 LE RAGAZZE DI PIAZZA DI SPAGNA 02.50 CRONACA NERA BIANCA E ROSA (Attualità)

20.00 TG5 (Ultime notizie) 20.31 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 21.11 I CESARONI 3 23.30 MATRIX (Attualità) 01.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 02.00 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA SUPPLENZA (Attualità) 02.32 MEDIASHOPPING (Acquisti) 02.45 THE GUARDIAN 03.30 MEDIASHOPPING (Acquisti) 03.42 GRANDE FRATELLO 9 04.13 SQUADRA EMERGENZA 05.30 TG5 NOTTE (Ultime notizie) 06.00 TG5 - PRIMA PAGINA (Ultime notizie) 08.00 TG5 MATTINA (Ultime notizie)

Ore 21.05 - “Mi manda Raitre” Attualità in tv Conduce Andrea Vianello

03.25 FACCE DA RIDERE 03.35 UN GRANDE DI NAPOLI: RENATO CAROSONE 04.05 RILETTO 04.15 NET.T.UN.O. - NETWORK PER L’UNIVERSITÀ OVUNQUE (Cultura)

ITALIA

RETE

Ore 21.05 - “E.R.- Medici in prima linea” Telefilm In foto l’attrice Angela Bassett

08.05 08.20 08.25 08.30 09.27 09.33 10.20 11.17 11.23 12.15 12.25 13.02 13.40 14.05 14.30 15.00 15.50 16.40 17.40 18.00 18.15

19.00 19.30 19.50 20.05 20.30 21.10 22.07 22.13 22.34 22.40 23.55 00.50

EVVIVA PALM TOWN (Animazione) MAGILLA GORILLA (Animazione) UGO LUPO (Animazione) JACK SIMPATICO GENIO (Commedia) TGCOM (Ultime notizie) JACK SIMPATICO GENIO (Commedia) IL MIO AMICO ZAMPALESTA (Commedia) TGCOM (Ultime notizie) IL MIO AMICO ZAMPALESTA (Commedia) SECONDO VOI (Attualità) STUDIO APERTO (Ultime notizie) STUDIO SPORT DRAGON BALL GT (Animazione) NARUTO SHIPPUDEN (Animazione) I SIMPSON (Animazione) SMALLVILLE (Fantascienza) KYLE XY (Fantascienza) MALCOLM (Sitcoms) SPONGEBOB (Animazione) SPIDER RIDERS (Animazione) GORMITI - IL RITORNO DEI SIGNORI DELLA NATURA (Animazione) STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI (Ultime notizie) STUDIO SPORT I SIMPSON (Animazione) CAMERA CAFÉ RISTRETTO (Sitcoms) CAMERA CAFÉ (Sitcoms) LA RUOTA DELLA FORTUNA (Spettacolo con giochi) INDEPENDENCE DAY (Fantascienza) TGCOM (Ultime notizie) INDEPENDENCE DAY (Fantascienza) TGCOM (Ultime notizie) INDEPENDENCE DAY (Fantascienza) POKER1MANIA STUDIO SPORT

Ore 19.30 - “I Simpson” “La paura fa novanta” Cartoni aminati 01.00 GRAND PRIX 01.55 STUDIO APERTO - LA GIORNATA (Ultime notizie) 02.10 TALENT 1 - PLAYER

ore 14.00

“Morgan il pirata”

(Italia ‘60) di Primo Zeglio Henry Morgan, un ex schiavo diventato capo dei pirati, stringe un’alleanza con l’Inghilterra e tenta di conquistare la roccaforte di Panama. Film con Steve Reeves. Avventura

Rete4 ore 15.30

10.00 COMINCIAMO BENE (Talk show) 12.00 TG3 - RAI SPORT NOTIZIE - TG3 METEO 12.25 TG3 CIFRE IN CHIARO (Affari) 12.45 LE STORIE - DIARIO ITALIANO (Attualità) 13.05 TERRA NOSTRA (Telenovela) 14.00 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 14.20 TG3 - METEO 3 (Ultime notizie) 14.50 TGR LEONARDO (Attualità) 15.00 TGR NEAPOLIS (Attualità) 15.10 TG3 FLASH L.I.S. (Ultime notizie) 15.15 TG3 GT RAGAZZI (Cultura giovanile) 15.20 PROMESSE 17.00 TG3 GT RAGAZZI (Cultura giovanile) 17.10 COSE DELL’ALTRO GEO 17.50 GEO & GEO 18.15 METEO 3 (Ultime notizie) 18.20 GEO & GEO 19.00 TG3 (Ultime notizie) 19.30 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 20.00 BLOB (Attualità) 20.10 AGRODOLCE (Telenovela) 20.35 UN POSTO AL SOLE (Telenovela) 21.05 TG3 (Ultime notizie) 21.10 MI MANDA RAITRE (Attualità) 23.10 RAI SPORT 90 MINUTO - SERIE B. ANTICIPO PASQUALE 00.00 TG3 LINEA NOTTE (Ultime notizie) 00.10 TG REGIONE - METEO (Ultime notizie) 01.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA 01.10 RAI EDUCATIONAL - ECONOMIX (Attualità) 01.40 APRIRAI (Cinema) 01.50 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE (Cinema) 01.55 TWO GIRLS ON THE STREET 03.20 IL SOLE NEGLI OCCHI

18.28

Ore 21.10 - “I Cesaroni” Fiction In foto Alessandra Mastronardi è Eva Cesaroni

08.00 RAI NEWS 24 MORNING NEWS (Attualità) 08.15 RAI EDUCATIONAL - LA STORIA SIAMO NOI (Cultura) 09.15 VERBA VOLANT (Tempo libero) 09.20 COMINCIAMO BENE - PRIMA

08.10 09.00 10.10 11.00 11.30

15.30 16.07 16.14 17.24 17.31 18.35 18.45 18.55 19.35 20.30 21.10 22.02 22.09 22.52 22.59 23.15 23.20 00.20 00.27 01.15 01.40 03.25 04.15 04.20 06.10 06.30 07.10 07.40

(Usa ‘53) di Henry Koster Un tribuno romano viene inviato a Gerusalemme e assiste alla morte di Gesù. Ma, dopo aver vinto a dadi la tunica del Messia, la sua vita cambierà. Film con Richard Burton. Storico

Rete4 ore 21.10

Ore 21.00 - “Il Padrino” Sky Cinema MANIA Il primo atto della trilogia

“Debito di sangue”

(Usa ‘02) di Clint Eastwood Terry McCaleb, anziano agente dell’Fbi che vive grazie a un cuore trapiantato, decide di indagare sulla morte della donna che gli ha donato l’organo. Film con Anjelica Huston. Thriller

Sedici candidature contro undici ai David

Meglio Il Divo di Gomorra

HUNTER (Poliziesco) NASH BRIDGES FEBBRE D’AMORE (Telenovela) MY LIFE (Telenovela) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie)

Ore 11.40 - “Un detective in corsia” Telefilm In foto l’attore Dick Van Dyke 11.40 12.25 13.25 13.30 14.05

“La tunica” Tra storia e fede

UN DETECTIVE IN CORSIA RENEGADE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) SESSIONE POMERIDIANA: IL TRIBUNALE DI FORUM LA TUNICA (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) LA TUNICA (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) LA TUNICA (Dramma) TEMPESTA D’AMORE ANTEPRIMA TG4 (Ultime notizie) TG4 TELEGIORNALE (Ultime notizie) TEMPESTA D’AMORE WALKER, TEXAS RANGER DEBITO DI SANGUE (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) DEBITO DI SANGUE (Poliziesco) TGCOM (Ultime notizie) DEBITO DI SANGUE (Poliziesco) I BELLISSIMI DI RETE 4 (Cinema) GIUDA (Dramma) TGCOM (Ultime notizie) GIUDA (Dramma) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) SECONDO PONZIO PILATO (Dramma) BLUE MURDER (Poliziesco) PESTE E CORNA E GOCCE DI STORIA FEBBRE D’AMORE (Telenovela) TG4 - RASSEGNA STAMPA (Ultime notizie) WEST WING - TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE MEDIASHOPPING (Acquisti) VITA DA STREGA (Fantasia)

17.10 IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA (SkyCinemaPiu24) 17.20 L’AMORE SECONDO DAN (SkyCinema1) 17.40 VATICANGATE - ATTENTATO AL PAPA (SkyCinemaMax) 17.45 MI SPOSO PRIMA IO (SkyCinemaHits) 18.40 ROBIN HOOD: IL PRINCIPE DEI LADRI (SkyCinemaFamily) 18.45 L’ETA’ BARBARICA (SkyCinemaMania) 19.00 PARLAMI D’AMORE (SkyCinema1) BERNARD & DORIS - COMPLICI AMICI (SkyCinemaPiu24) 19.35 REC - LA PAURA IN DIRETTA (SkyCinemaMax) RAPINA A MANO ARMATA (SkyCinemaClassics) PAZZO DI TE! (SkyCinemaHits) 20.20 CASTIGO DIVINO - CORTO SOTTO 5’ (SkyCinemaMania)

21.00 COME D’INCANTO (SkyCinemaFamily) IL PADRE DELLA SPOSA (SkyCinemaClassics) IL PADRINO (SkyCinemaMania) EMPIRE (SkyCinema1) SUPERNOVA (SkyCinemaMax) AMORE, BUGIE E CALCETTO (SkyCinemaPiu24) 21.15 CRANK (SkyCinemaHits) 22.35 JOHN RAMBO (SkyCinema1) 22.40 CATACOMBS - IL MONDO DEI MORTI (SkyCinemaMax) 22.50 PAPA’ DIVENTA NONNO (SkyCinemaClassics) GHOST RIDER (SkyCinemaHits) 22.55 SMS - SOTTO MENTITE SPOGLIE (SkyCinemaFamily) 23.05 IL MIO RAGAZZO E’ UN BASTARDO (SkyCinemaPiu24) 00.00 CENTOCHIODI (SkyCinemaMania) 00.10 IL QUIZ DELL’AMORE (SkyCinema1) 00.15 AMERICA 1929 - STERMINATELI SENZA PIETA’ (SkyCinemaClassics)

09.15 10.10 10.15 10.20 10.25 11.25 11.30 12.30 12.55 13.00 14.00 16.00 16.05 17.05

ROMA - E’ la volta de Il Divo di Paolo Sorrentino. Tocca a lui prendersi una rivincita su Gomorra di Matteo Garrone e aggiudicarsi 16 candidature contro 11 nelle cinquine dei premi David di Donatello 2008-09. E questo in una edizione (la 53/ma) in cui si segnala anche un piccolo record, quello sottolineato dallo stesso presidente dell’Accademia del Cinema Italiano Gian Luigi Rondi: i giurati hanno messo in campo ben 24 titoli. Ciò dimostra la vitalità del cinema italiano. I due film premiati a Cannes (Gomorra e Il Divo) intanto si misureranno entrambi tra le altre diverse categorie come film, regia, e miglior attrice non protagonista.

curiosità dalla rete Per l’Abruzzo aiuti da Facebook

Game più scaricato con l’iPhone

Montepremi di lotterie e reality, un mese di stipendio dei parlamentari: sono queste alcune richieste che gli iscritti di Facebook hanno lanciato all’indomani del terremoto in Abruzzo di lunedì mattina.

Il videogioco, Tap Tap Revenge, batte Facebook è il software più scaricato dai possessori Usa di iPhone. Lo rivela il rapporto di comScore.

Spamming padrone delle email In base al Security Intelligence Report, nella seconda metà del 2008 lo spamming ha rappresentato il 97,3% delle e-mail inviate.

La musica si compra anche su YouTube YouTube ha annunciato la disponibilità, anche per l'Italia della piattaforma Click-to-Buy, un sistema di e-commerce che consente agli utenti di acquistare e scaricare on-line i file mp3 dei loro artisti preferiti.

19.00 20.00 20.30 21.10 00.00 01.05 01.25 01.30 03.30 04.10 05.10 05.15

09.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 17.30 18.00 18.05 19.00 19.05 20.00 20.05 21.00 22.25 22.30 23.00 00.00 00.30 01.30 03.00

OMNIBUS LIFE (Attualità) PUNTO TG (Attualità) DUE MINUTI, UN LIBRO MOVIE FLASH F/X MOVIE FLASH MATLOCK TG LA7 (Ultime notizie) SPORT 7 (Ultime notizie) L’ISPETTORE TIBBS MORGAN IL PIRATA MOVIE FLASH RELIC HUNTER ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI JAG - AVVOCATI IN DIVISA TG LA7 (Ultime notizie) OTTO E MEZZO (Attualità) NIENTE DI PERSONALE VICTORY TG LA7 (Ultime notizie) MOVIE FLASH 25 ORA - IL CINEMA ESPANSO (Cinema) OTTO E MEZZO (Attualità) ALLA CORTE DI ALICE DUE MINUTI, UN LIBRO CNN - NEWS (Ultime notizie)

PURE MORNING LOVE TEST CHART BLAST THE FABOULOUS LIFE OF MTV CONFIDENTIAL (Reality-TV) MARCO CARTA LIVE AT YOUR SCHOOL TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) TOKIO HOTEL FLASH (Ultime notizie) JONAS BROTHERS JONAS BROTHERS EXPERIENCE FLASH (Ultime notizie) CHART BLAST FLASH (Ultime notizie) TRL - TOTAL REQUEST LIVE FLASH (Ultime notizie) GREEK IL TESTIMONE (Attualità) FLASH (Ultime notizie) PIMP MY RIDE MTV WORLD STAGE ESSENTIAL METALLICA ‘08 BRAND: NEW INTO THE MUSIC INSOMNIA


il domani  

Edizione del 10 Aprile 2009